Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie

CALCIO: TUTTE LE NOTIZIE DALLE 15:27 ALLE 23:11 DI OGGI, DOMENICA 22 APRILE 2018

Tempo di lettura: 16 minuti

Ultimo aggiornamento 22 Aprile, 2018, 21:12:28 di Maurizio Barra

Fassone e Gattuso scuotono il Milan
Faccia a faccia a Milanello, annullati due giorni di riposo

MILANO22 aprile 201815:27

– MILANO, 22 APR – Quasi una strigliata, sicuramente una scossa e una richiesta precisa ai giocatori: non bisogna mollare vista l’importanza del sesto posto che vale l’accesso all’Europa League e della finale di Coppa Italia. Toni forti e decisi quelli dell’ad rossonero Marco Fassone verso i giocatori del Milan, sconfitti ieri sera dal Benevento e usciti tra i fischi di San Siro. Rino Gattuso ha forse rincarato la dose rispetto a quanto detto ieri dopo la partita, quando aveva parlato di “squadra senz’anima” e perfino di “banda musicale”.
Presente oggi a Milanello anche il ds Massimiliano Mirabelli che a caldo aveva chiesto scusa ai tifosi per una prestazione che aveva definito “vergognosa”. Annullati quindi i due giorni di riposo in vista dei prossimi impegni del Milan. A Milanello si respira un clima pesante, aggravato dalle notizie dell’infermeria con lo stop di Lucas Biglia, la cui stagione, almeno con il Milan, sembra finita per la frattura a due vertebre lombari.
Cagliari: Lopez, gol di Sau era regolare’Né mano, nè spinta.Dovevamo segnare e una rete l’avevamo fatta’

CAGLIARI22 aprile 201815:52

– CAGLIARI, 22 APR – “Il gol di Sau? Non c’è mano, non c’è spinta. Era regolare”. Dopo lo 0-o in casa contro il Bologna, e la sonora contestazione del pubblico a fine partita, il tecnico del Cagliari Diego Lopez sottolinea di non essere d’accordo con l’annullamento della rete del suo capitano, e critica la decisione dell’arbitro Doveri e i suoi collaboratori.
“La prestazione c’è stata, abbiamo avuto palle gol, non abbiamo preso reti – dice ancora Lopez -. Noi dovevamo fare gol. E il gol l’abbiamo fatto. Il cambio di Sau? Aveva i crampi, e avevamo bisogno di forze fresche”. Ora il calendario si fa pericoloso per il Cagliari? “Siamo sempre davanti – risponde Lopez -. Da qui in poi dobbiamo fare la prestazione di oggi, cercando di migliorare. La squadra ha combattuto, ha giocato con intelligenza. Queste partite sono cosi: abbiamo usato volontà e testa”.
Donadoni, il Bologna può fare di più’Ci serve più convinzione. Mio futuro sarà Sardegna?Non ci penso

CAGLIARI22 aprile 201815:55

– CAGLIARI, 22 APR – Quello con il Cagliari è uno zero a zero con qualche rimpianto per l’allenatore del Bologna Roberto Donadoni. “Possiamo fare qualcosa in più – sottolinea -: con più sicurezza e convinzione nei nostri mezzi avremmo potuto avere cinque o sei punti in più. Incidere non deve essere un optional, dobbiamo essere più convinti più decisi”. Il tecnico fa i complimenti ai sostituti degli assenti: “Bene Crisetig – dice -, sia mercoledì sia oggi. Quest’anno ha giocato poco, ma sta dando le risposte che cercavo”. Il futuro? “Cagliari e Bologna stanno cercando la salvezza. Ora mi auguro di fare un bel risultato contro il Milan”. La scelta del 3-5-2? “Volevo Masina per tamponare e Orsolini per spingere – spiega -. In realtà non siamo stati molto intraprendenti. Però mi sembra che siamo riusciti a contenere bene il Cagliari”. Ma pè vero che in futuro Donadoni potrebbe allenare in Sardegna? “Il Cagliari – risponde – ha un allenatore assolutamente all’altezza. Io penso a salvare il Bologna, e non ad altre cose”.
Sarri a Superga omaggia il Grande TorinoAllenatore Napoli davanti lapide a vigilia sfida con la Juventus

TORINO22 aprile 201816:12

– TORINO, 22 APR – Maurizio Sarri rende omaggio al Grande Torino. Alla vigilia della sfida scudetto contro la Juventus, il tecnico del Napoli si è recato a Superga, ieri sera, per un momento di raccoglimento davanti alla lapide che ricorda il nome di Valentino Mazzola e compagni. Un gesto non nuovo, quello di Sarri, da sempre affascinato dalla storia della squadra spazzata via dall’incidente aereo di 69 anni fa. “Quando si viene a Torino è obbligatorio rendere omaggio a questi eroi”, aveva detto lo stesso Sarri lo scorso anno in occasione della partita tra Torino e Napoli.
Ballardini, mio futuro ora non interessa”Partita delicatissima col Verona, squadra che si rialza sempre”

GENOVA22 aprile 201816:19

– GENOVA, 22 APR – “Non ha senso parlare se non del mio lavoro che è quello di allenare la squadra e pretendere il massimo impegno. Tutto il resto non è interessante adesso”.
Davide Ballardini, tecnico del Genoa, non vuol parlare del suo futuro anche alla luce delle dichiarazioni del presidente Enrico Preziosi che hanno avuto il sapore dell’addio al tecnico romagnolo (“Ho già deciso ma ne parleremo a salvezza matematica.
Ballardini? Gli resterò sempre grato”). E allora c’è da parlare della sfida con il Verona, domani al Ferraris che potrebbe dare la salvezza certa, e della squadra. “Sono molto orgoglioso dei ragazzi che sto allenando, della loro serietà, disponibilità e qualità. Il Verona si è trovato in brutte situazioni ma si è sempre rialzato. Ha saputo sempre risollevarsi. Domani sarà una partita delicatissima”.
Zamparini, non guardiamo classificaPatron Palermo ‘pensiamo partita dopo partita’

PALERMO22 aprile 201816:29

– PALERMO, 22 APR – “Era una partita molto difficile viste le assenze, siamo molto contenti per la reazione della squadra. Speriamo sia l’inizio di un cammino buono da qui alla fine. I ragazzi che sono entrati in campo l’hanno fatto con lo spirito giusto, è stato meraviglioso anche per i tre ragazzi palermitani. Significa che facciamo un buon lavoro anche coi giovani”. Lo ha detto Il proprietario del Palermo, Maurizio Zamparini al sito ufficiale del club, commentando il 3-0 con l’Avellino.
Ieri a segno Coronado (mancherà a Venezia per squalifica), La Gumina e Trajkovski: “Speriamo facciano anche venti gol nelle prossime partite per andare in Serie A – ha proseguito Zamparini – Non dobbiamo vedere la classifica, pensiamo partita dopo partita. Bisogna arrivare a 76 punti, non è facile ma ce la faremo”. Adesso il Palermo ha altri due impegni ravvicinati, prima la trasferta di Venezia e poi il match interno contro il Bari.
Serie A: vincono Lazio e InterTre punti d’oro anche per l’Atalanta e il Crotone

ROMA22 aprile 201816:57

– ROMA, 22 APR – La Lazio e l’Inter rispondono alla Roma, battendo rispettivamente la Samp 4-0 all’Olimpico, con doppietta di Immobile, e 2-1 il Chievo a Verona grazie alle reti di Icardi e Perisic. La corsa alla Champions è sempre più calda, con le romane affiancate a 67 punti e l’Inter subito dietro a 66. Negli incontri domenicali della 34/a giornata, aperti dallo 0-0 di Cagliari-Bologna e che culmineranno stasera col big match Juve-Napoli, importanti vittorie dell’Atalanta sul Torino, un 2-1 che porta i nerazzurri al sesto posto scavalcando il Milan, e del Crotone a Udine, sempre per 2-1. Per i friulani è l’11/a sconfitta di fila, i calabresi superano la Spal e sono al momento salvi.
Cavalli a Della Valle,tifo condannabile?Al via causa per diffamazione dei patron viola allo stilista

FIRENZE22 aprile 201817:06

– FIRENZE, 22 APR – Una foto insieme ad Andrea Della Valle, sorridenti, e la domanda: ”Lunedì avrò il primo giudizio in tribunale contro di me dai Della Valle…ma perché? L’amore e il tifo sono condannabili?”. Se lo chiede attraverso il proprio profilo Instagram lo stilista Roberto Cavalli, noto tifoso della Fiorentina, querelato dai proprietari viola un anno fa dopo alcune critiche al loro operato nel club e a quello del responsabile dell’area tecnica Pantaleo Corvino. Critiche ritenute diffamatorie, di qui la decisione dei Della Valle di incaricare i propri legali per tutelare loro stessi e la società. Domani verrà discussa la causa e nell’attesa Cavalli ha postato oltre a quella foto anche un lungo messaggio per ribadire la stima nei confronti del patron viola.
Ternana vince 3-2 il derby col PerugiaDoppio vantaggio dei padroni ma rossoverdi rimontano e vincono

PERUGIA22 aprile 201817:23

– PERUGIA, 22 APR – E’ andato alla Ternana il derby umbro di serie B. Il Perugia è stato infatti sconfitto 2-3 allo stadio Curi davanti a 13.696 spettatori.
Una partita approcciata meglio dalla squadra di De Canio in avvio ma sono stati i padroni di casa a passare in vantaggio al 29′ con Di Carmine con un colpo di testa innescato da Terrani.
Lo stesso Di Carmine ha siglato il raddoppio al 35′, su imbeccata di Buonaiuto e Cerri. Tremolada, in chiusura di primo tempo, al 43′, ha accorciato le distanze.
Nella ripresa ancora Ternana all’arrembaggio. Al 52′ Montalto pareggia beffando Leali sul secondo palo e poi al minuto 81 mette a segno di testa il definitivo 2-3.

Juve Napoli: piano sicurezza, 24 ore di vigilanzaCentinaia di uomini schierati. Dopo 3 anni tornano tifosi azzurri

TORINO22 aprile 201817:42

Juventus-Napoli,

una domenica estiva, con 30 gradi fuori stagione nel capoluogo piemontese. All’Allianz Stadium però farà caldo in tutti i sensi, per i 90′ che probabilmente decidono la stagione. Dopo tre anni, il settore dei tifosi del Napoli non sarà più vuoto, anche se resta vietato ai residenti in Campania.Le forze dell’ordine hanno preparato il consueto servizio d’ordine per le partite di cartello. Centinaia di uomini saranno schierati attorno allo ‘Stadium’, ma i servizi di vigilanza coprono un arco di 24 ore in tutta provincia, con maggiore intensità nelle zone a rischio, lo stadio, appunto, e il centro cittadino. L’attenzione sarà massima per garantire che tutto fili liscio.La questione dei tifosi del Napoli all’Allianz Stadium è stata esaminata nei giorni scorsi dall’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive e dal Comitato di Analisi per la Sicurezza delle Manifestazioni Sportive. Sulla base delle indicazioni, il prefetto di Torino, Renato Saccone, ha emesso il decreto che ha vietato la vendita dei biglietti ai residenti in Campania, anche se in possesso della Fidelity Card e l’ha invece consentita ai possessori della stessa tessera rilasciata dal Napoli, residenti nelle altre regioni. Il provvedimento firmato dal prefetto Saccone, infine, ha inibito la procedura telematica d’acquisto dei biglietti nelle ricevitorie della Campania.Il ritorno dei tifosi del Napoli nello stadio bianconero è stato commentato con favore dall’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri: “E’ una cosa giusta, deve essere il primo passo verso la partecipazione dei tifosi a tutte le trasferte.  Ma deve andare di pari passo – ha aggiunto il tecnico bianconero – con la crescita e il miglioramento sul piano educativo di tutti i tifosi italiani”.
Spalletti, Inter può arrivare in fondo”Oggi fatto bene anche se si è un po’ mollato nel finale”

ROMA22 aprile 201818:03

– ROMA, 22 APR – “Si dice che il leone ci mette la stessa forza a prescindere dalla grandezza della preda. Noi dovremo concentrarci su ognuna delle prossime partite come se fosse la più difficile. I giocatori sanno di essere nelle condizioni di arrivare fino in fondo”. Così l’allenatore dell’Inter, Luciano Spalletti, in merito alla corsa Champions con le romane. “Prima della trasferta in casa Lazio decisiva ci sono altre partite veramente importanti: basta poco per rimanere fuori dai giochi”. “Icardi e Perisic sono due giocatori importanti ma non dobbiamo ridurre a loro due la nostra vittoria: hanno avuto il merito di trovarsi sulla linea per spingere dentro la palla, ma questa palla qualcun altro gliel’ha portata. Abbiamo fatto bene, anche se nei quindici minuti finali la squadra ha un po’ mollato – ha detto ancora Spalletti -. Rafinha ha fatto una grande partita, sia offensivamente ma anche difensivamente: è andato a pressare, ha corso in orizzontale, ha gestito e insieme a Brozovic ci ha dato una grande mano”.
Risultati e classifica Serie A, i gol del 34/mo turno Doppietta di Immobile e gol di Icardi

22 aprile 201818:56

Risultati della 34/esima giornata del campionato italiano di calcio di serie AAtalanta-Torino 2-1 AChievo-Inter 1-2Cagliari-Bologna 0-0Genoa-Verona lunedì ore 20.45Juventus-Napoli oggi ore 20.45Lazio-Sampdoria 4-0Milan-Benevento 0-1Sassuolo-Fiorentina 1-0Spal-Roma 0-3Udinese-Crotone 1-2ClassificaJuventus 85Napoli 81Roma e Lazio 67Inter 66Atalanta 55Milan 54Sampdoria e Fiorentina 51Torino 47Bologna 39Genoa 38Sassuolo 37Udinese e Cagliari 33Chievo e Crotone 31Spal 29Verona 25Benevento 17

Classifica marcatori- 29 reti: Immobile (7 rigori-Lazio).- 26 reti: Icardi (5-Inter).- 21 reti: Dybala (3-Juventus).- 18 reti: Quagliarella (6-Sampdoria).- 17 reti: Mertens (4-Napoli).- 15 reti: Higuain (1-Juventus).- 14 reti: Dzeko (Roma).- 11 reti: Perisic (Inter); Luis Alberto (Lazio); D.Zapata (Sampdoria); Iago Falque (Torino).- 10 reti: Ilicic (2-Atalanta); Simeone (Fiorentina); Milinkovic-Savic (Lazio); Lasagna (Udinese).

Udinese, steward ferito da una gomitataIdentificati alcuni tifosi, provvedimenti al vaglio

UDINE22 aprile 201820:48

– UDINE, 22 APR – Uno steward in servizio allo stadio Friuli Dacia Arena è rimasto ferito questo pomeriggio dopo aver ricevuto una gomitata da un tifoso che, al termine della partita, insieme a un gruppetto di altre 3-4 persone, ha tentato di raggiungere gli spogliatoi dopo l’undicesima sconfitta dell’Udinese. Lo steward è stato subito soccorso e medicato nel posto sanitario dello stadio; avrà bisogno di alcuni punti di sutura.
Il tifoso è stato identificato e sarà denunciato d’ufficio per lesioni a un incaricato di pubblico servizio. Identificati anche gli altri tifosi che si sono introdotti nel terreno di gioco violando il regolamento d’uso dello stadio. La Polizia di Stato che coordina l’ordine pubblico ha già identificato tutte le persone coinvolte. Altre decine di tifosi si sono radunati agli ingressi dei cancelli carrai, quello che porta agli spogliatoi e quello utilizzato dai mezzi televisivi, dando vita a una contestazione.
Gandini, col Liverpool Roma ci crede”Sentiamo una responsabilità per tutti gli italiani”

ROMA22 aprile 201820:48

– ROMA, 22 APR – “Abbiamo un’opportunità grandissima di scrivere un’altra pagina di storia oltre quello che abbiamo già fatto arrivando a questo punto e quindi ci crediamo. Il fatto di aver eliminato il Barcellona ci ha dato anche una spinta ulteriore da fuori, dai tifosi di altre squadre che vedono in noi un po’ quella voglia di rivalsa che porta avanti altri altre tifoserie”. Così l’amministratore delegato della Roma, Umberto Gandini, alla vigilia della partenza per Liverpool, dove martedì di giocherà l’andata della semifinale di Champions League. “Ci credo e ci crediamo tutti perché giochiamo una semifinale ed è cosa che non capita a molte squadre e non capita tutti i giorni – ha proseguito Gandini, intervistato da ‘Tutti convocati’ su Radio 24 -. Giochiamo contro una con una squadra forte e che rappresenta una nobile del calcio europeo perché ha vinto cinque coppe dei campioni. E’ un avversario molto forte davanti, con un buon centrocampo, ma anche una squadra che concede”.
Vittoria Crotone condanna Benevento in BMatematica retrocessione squadra De Zerbi a 4 turni dalla fine

ROMA22 aprile 201817:17

– ROMA, 22 APR – La vittoria del Crotone a Udine pronuncia il primo verdetto della stagione, la retrocessione del Benevento. A quattro giornate dalla fine, i campani infatti sono a -14 dal quart’ultimo posto occupato dai calabresi.
Lazio: Milinkovic, Champions è obiettivo’Non so se temo più Roma o Inter’

ROMA22 aprile 201817:25

– ROMA, 22 APR – “Abbiamo vinto la prima partita molto importante per noi, speriamo di vincere le altre e arrivare in Champions League. Sappiamo che adesso arriverà il caldo, ma noi daremo il massimo ogni partita”. Così Sergej Milinkovic-Savic, intervistato da Premium Sport, al termine di Lazio-Sampdoria.
Il talento biancoceleste, nella corsa a un posto in Champions, teme di più l’Inter o la Roma? “Non so chi temo di più – risponde Milinkovic -, l’importante è che in Champions ci andremo noi. La cosa bella è uscire per il riscaldamento e vedere lo stadio così pieno”.
Juventus Napoli 0-1, decide un gol di testa di Koulibaly al 90’Riaperto il campionato. Ora i partenopei sono a solo un punto di distanza dai bianconeri. Festeggiamenti in strada a Napoli

22 aprile 201822:53

Il Napoli batte la Juve con un gol di Koulibaly al 90′ e riapre la corsa scudetto portandosi a -1 dai bianconeri quando mancano quattro giornate al termine. La formazione di Allegri cade allo scadere su un’incornata del difensore senegalese sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il Napoli fa la partita e raccoglie tre punti che rendono ancora più avvincente questo finale di stagione sfatando anche il tabù dello Stadium dove i partenopei non avevano mai vinto.  La cronaca  Cortei, sirene spiegate, gente in strada in tutti i quartieri della città. Pochi minuti dopo il fischio finale di Juventus-Napoli è già cominciata la festa in città. I tifosi azzurri hanno dato inizio ai festeggiamenti che si prevede dureranno per tutta la nottata. Il sindaco De Magistris ha pubblicato un tweet:”Napoli con cuore grandissimo! Andiamo a comandare! Forza Napoli sempre”La partitaGOL del Napoli. Al 90′ Il difensore dei partenopei Koulibaly  in rete di testa All’80’ ancora un cambio per il Napoli, fuori Allan entra RoghAl 71′ Allegri preferisce Mandzukic a Costa D.Al 67′ Sarri toglie anche Hamsik per ZielinskiAl 61′ st Sarri toglie Mertens per MilikCominciato il secondo tempo. Allegri toglie Dybala per Cuadrado Terminato il primo tempo a Torino. Partita bloccata tatticamente. Bianconeri più imprecisi, partenopei assati motivatiAl 38′ Insigne va in gol ma l’arbitro annulla per fuorigiocoAl 27′ ammonito anche Pjanic per la Juve

Al 24′ occasionissima per Hamsik che sfiora il palo alla sinistra di BuffonAl 17′ la Juve colpisce un palo su punizione di Pjanic deviata dalla barriera. Reina era spiazzatoAmmonito per il Napoli Albiol per un fallo al limite delll’area su HiguainAll’11 Chiellini non ce la fa, Allegri sceglie Lichtsteiner per sostituire il difensoreAmmoniti per la Juve Benatia e AsamoahQualche dubbio per le condizioni di ChielliniE’ cominciata la sfida a TorinoMandzukic e Alex Sandro in panchina, Dybala e Asamoah nell’undici iniziale. Allegri ha risolto così i dubbi per la formazione nello scontro-scudetto con il Napoli. Fuori dai titolari anche Lichtsteiner, in campo ci sarà Howedes. Nel Napoli tutto confermato con Mertens in campo, Milik in panchina.Juventus-Napoli ‘incandescente’ ancora prima del fischio d’inizio. I bianconeri hanno accolto all’Allianz Stadium il pullman del Napoli con insulti, a cui dall’interno qualcuno ha replicato mostrando il dito medio. “E’ stato Sarri, è una vergogna”, è l’accusa di alcuni tifosi juventini che hanno ripreso la scena con i loro smartphone.Cancelli aperti all’Allianz Stadium, dove va in scena la sfida. Allo stadio, dove stanno affluendo i primi tifosi, sono attesi i pullman delle due squadre, con il Napoli che ha già lasciato l’albergo che lo ha ospitato nel centro di Torino. A salutare la squadra di Sarri alcune centinaia di tifosi, per i quali per la prima volta dopo tre anni è stato aperto il settore ospiti, ma non per quelli residenti in Campania. Imponente il servizio d’ordine predisposto per la partita, con centinaia di uomini schierati attorno allo Stadium e l’elicottero dei carabinieri che già nel pomeriggio sorvolava l’area.Juventus Napoli, sale la febbre. Maradona è in ItaliaUltimo allenamento di Juventus e Napoli a poche ore dal match scudetto. I bianconeri hanno svolto la rifinitura nella mattinata all’Allianz Stadium da cui sono ripartiti per il ritiro di Leini, alle porte della città. Il Napoli si è allenato invece, al campo Mercadante, alla periferia nord della città. Fuori dall’impianto c’erano alcune decine di tifosi degli azzurri. Un altro gruppo ha accolto, con applausi e cori di incitamento, la squadra al rientro nell’albergo nel centro cittadino.

Sarri a Superga, omaggio del tecnico al Grande Torino  – Maurizio Sarri rende omaggio al Grande Torino. Alla vigilia della sfida scudetto contro la Juventus, il tecnico del Napoli si è recato a Superga, ieri sera, per un momento di raccoglimento davanti alla lapide che ricorda il nome di Valentino Mazzola e compagni. Un gesto non nuovo, quello di Sarri, da sempre affascinato dalla storia della squadra spazzata via dall’incidente aereo di 69 anni fa. “Quando si viene a Torino è obbligatorio rendere omaggio a questi eroi”, aveva detto lo stesso Sarri lo scorso anno in occasione della partita tra Torino e Napoli.

Inzaghi, anima e corpo per ChampionsTecnico Lazio: io qui sto bene e penso di rimanere a lungo

ROMA22 aprile 201817:44

– ROMA, 22 APR – “I ragazzi sono stati bravissimi, perché oggi non era semplice: giocavamo contro una buonissima squadra ma l’abbiamo interpretata bene fin da subito, assorbendo tra l’altro l’infortunio di Parolo. Una grande vittoria davanti ai nostri grandi tifosi”. Così l’allenatore della Lazio, Simone Inzaghi, dopo il poker alla Samp, che conferma le aspettative Champions dei biancocelesti: “Abbiamo quattro gare non semplici, a cominciare dalla prossima a Torino. Questa posizione ce la siamo meritata sul campo. Vogliamo rimanere nelle prime quattro, daremo anima e corpo per farcela”, ha sottolineato a Premium Sport, aggiungendo: “Comunque vada io sto benissimo qui e penso di rimanerci a lungo” “Immobile sta facendo cosa grandissime, in questi anni ci ha abituato al meglio, ma deve ringraziare anche il gruppo che ha dietro e che lo mette ogni volta in condizione di esprimersi così”, ha aggiunto commentando la doppietta del bomber biancoceleste.
Crotone: Zenga, crediamo nella salvezzaFondamentale la gara con il Sassuolo, portiamo energia positiva

UDINE22 aprile 201818:49

– UDINE, 22 APR – “Devo fare i complimenti ai giocatori perché anche nei momenti più difficili non hanno mai calato la concentrazione, mai smesso di credere che il lavoro porta risultati. La squadra non si è fermata davanti ai problemi, abbiamo cercato soluzioni alternative. Simy ci sta dando tanto”. E’ questo il pensiero del tecnico del Crotone Walter Zenga dopo la vittoria conquistata a Udine che ha condannato il Benevento alla serie B e riportato la sua squadra al quart’ultimo posto. E ora la salvezza si fa un obiettivo raggiungibile. “Ora la nostra energia positiva deve essere portata alla partita in casa con il Sassuolo – aggiunge – fondamentale, allo Scida potremo contare sull’apporto dei nostri tifosi. Non dirò ai ragazzi dovete vincere, ma dirò loro di fare il meglio possibile. Il nostro vantaggio deriva dal fatto che la città, il club, i giocatori sono abituati a giocarsela all’ultimo minuto dell’ultima partita, è una forza non indifferente”.
Gasperini, a Bergamo ambiente elettrico’Difficile ricambiare i tifosi’ dice il tecnico dell’Atalanta

BERGAMO22 aprile 201819:08

– BERGAMO, 22 APR – “L’Atalanta stavolta è stata veramente forte, ma l’ambiente oggi era elettrico e sicuramente ci ha spinto”. A bocce ferme, dopo il 2-1 al Torino da sorpasso al Milan al sesto posto, l’elogio di Gian Piero Gasperini va oltre il campo: “Ho ricevuto tanti apprezzamenti da tutto lo stadio, gli attestati di stima che ricevo sono difficili da ricambiare – esordisce in sala stampa il tecnico dell’Atalanta -. Quello che posso fare è cercare di centrare l’obiettivo di una seconda avventura europea di fila: città e tifosi se lo stanno meritando con tutti noi”. Sul rettangolo verde, poco da rimproverare ai suoi: “Era una partita da vincere e l’abbiamo vinta costruendo tanto: una della migliori prestazioni della stagione”.
Serie C: girone B, Padova rinvia festaPareggia con la Fermana, la B non è ancora matematica

ROMA22 aprile 201819:16

– ROMA, 22 APR – Risultati della 36/a giornata, 17/a di ritorno, del girone B del campionato di calcio di Serie C.
Albinoleffe-Reggiana lunedi; Bassano-Gubbio 0-1; Fermana-Padova 1-1; Pordenone-Sambenedettese 4-0; Ravenna-Vicenza 2-0; Santarcangelo-Renate 0-1; Sud Tirol-Feralpi Salò 3-2; Triestina-Fano 0-1. Hanno riposato: Mestre e Teramo. Classifica: Padova 59 punti; Sambenedettese 52; Reggiana 51; Sud Tirol 49; Bassano 47; Feralpi Salò e Mestre 46; Pordenone 45; Renate 44; Ravenna e Triestina 42; AlbinoLeffe 40; Fermana 38; Gubbio 36; Fano 34; Teramo e Santarcangelo 33; Vicenza 30.
FA Cup, finale Conte-Mourinho2-0 Chelsea a Southampton. Il 19/5 a Wembley contro Man United

LONDRA22 aprile 201819:18

– LONDRA, 22 APR – Sarà il Chelsea di Antonio Conte ad affrontare il Manchester United di José Mourinho nella finale di FA Cup, la Coppa d’Inghilterra, il 19 maggio a Wembley. La sfida fra i due tecnici aggiungerà quindi un pizzico di ‘pepe’ in più a una sfida già di per sé affascinante. Ieri lo United si era qualificato a spese del Tottenham, oggi è toccato ai Blues londinesi, che con le reti di Giroud e Morata hanno battuto per 2-0 il Southampton. Nel dopopartita Conte, intervistato da Fox Sports, ha parlato della possibilità di chiudere la stagione con un trofeo battendo un rivale del calibro di Mourinho. “Parti sempre con l’ambizione di vincere qualcosa di importante – ha spiegato -. A volte ci riesci, altre volte no per tanti motivi.
Arriviamo in finale per la seconda volta consecutiva, e sapete quanto sia dura arrivare in finale in FA Cup. Lo United ha qualcosa in più di noi ma vogliamo cercare di ribaltare il pronostico, anche se non sarà semplice”.
Di Francesco, Salah lo conosciamo beneTecnico Roma:”Modulo?In Champions c’è bisogno maggiore fisicità”

ROMA22 aprile 201819:18

– ROMA, 22 APR – A Trigoria si sono mancati per poco, ma le strade di Eusebio Di Francesco e Mohamed Salah si incroceranno di nuovo martedì sera nella semifinale d’andata di Champions League tra Roma e Liverpool. “I miei calciatori mi hanno detto che Salah è un bravo ragazzo, un grande professionista, uno che lavora sodo. Se ho chiesto ai difensori come fermarlo? Non ho bisogno che siano loro a dirmelo. Le sue qualità sono molto chiare. E non dimentichiamo che ho preparato partite contro di lui anche in Italia. Ma il fatto che molti miei giocatori lo conoscano bene, questo può essere un vantaggio” ammette il tecnico giallorosso al ‘Guardian’. Di Francesco d’altronde sa bene che l’egiziano, acquistato dai Reds proprio dalla Roma, è l’arma in più della squadra di Klopp. E per riuscire a fermarlo sembra intenzionato a riproporre il 3-4-2-1.
Collavino, Oddo? 24 ore per decidereDg Udinese, molto dispiaciuti per questa situazione

UDINE22 aprile 201819:29

– UDINE, 22 APR – “Il momento è particolarmente complicato, siamo dispiaciuti, riteniamo tuttavia di non fare comunicazioni per 24 ore. Preferiamo non prendere nessuna decisione a caldo. Ci riserviamo 24 ore per prendere una decisione”. Lo ha detto il dg dell’Udinese, Franco Collavino, riferendosi al destino del tecnico bianconero Massimo Oddo.
“Siamo terribilmente dispiaciuti per questa situazione, siamo consapevoli della gravità del momento. So che tutti si aspettano qualche segnale in questo frangente, però riteniamo di non prendere alcuna decisione a caldo, quindi ci riserviamo 24 ore per comunicarvi quelle che saranno le nostre decisioni in merito e per il prosieguo”, ha ribadito il dg bianconero Collavino anche in sala stampa.
Serie B: Pescara-Spezia 3-2Tre gol Mancuso e abruzzesi si allontanano da zona retrocessione

PESCARA22 aprile 201820:10

– PESCARA, 22 APR – In uno dei posticipi della 16esima giornata di ritorno del torneo cadetto il Pescara ha superato per lo Spezia per 3-2, staccandosi dalla zona retrocessione dove era piombato alla vigilia della gara con i liguri. Per gli abruzzesi in gol Mancuso con una tripletta e reti al 13′ del primo tempo su rigore, e poi al 16′ e al 9′ della ripresa. Poi nel giro di sei minuti lo Spezia trova al 22′ il 3-1 con De Francesco su punizione e il 3-2 al 28′ con Mulattieri, con gli abruzzesi che stringendo i denti riescono però a portare a casa la decima vittoria stagionale, dopo un digiuno di successi che durava da tre mesi.
Udinese: squadra in ritiroContestazione terminata. Bianconeri cenano allo stadio

UDINE22 aprile 201821:31

– UDINE, 22 APR – E’ cessata la contestazione dei tifosi dell’Udinese che al termine della gara, dopo l’undicesima sconfitta consecutiva, si erano fermati numerosi all’esterno dei passi carrai dello stadio. Gli ultra’ hanno cominciato ad andarsene alla spicciolata dopo un paio d’ore dal termine dell’incontro. Solo una dozzina di loro sono rimasti fuori dai cancelli fin oltre le 20.30. La squadra ha lasciato lo stadio poco dopo le 20 a bordo del pullman del club per raggiungere la sede del ritiro, dopo aver cenato all’interno dell’impianto.
Koulibaly, crediamo nello scudettoVincere a Torino era quasi missione impossibile

TORINO22 aprile 201823:03

– TORINO, 22 APR – “Noi abbiamo sempre creduto nello scudetto dobbiamo continuare così e crederci fino alla fine”.
Koulibaly commenta così, a fine partita, la vittoria contro la Juve che ha permesso al Napoli di rifarsi sotto nella corsa scudetto. Il gol partita è del difensore: “Vincere qui era una missione praticamente impossibile – aggiunge – possiamo essere felici perché abbiamo giocato contro una squadra importante che in casa non perdeva da tanto”.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.