Aggiornamenti, Notizie

AGGIORNAMENTO NEWS DALLE 18:33 DI DOMENICA 22 APRILE 2018, ALLE 04:47 DI OGGI, MARTEDì 24 APRILE 2018

Tempo di lettura: 85 minuti

Ultimo aggiornamento 24 Aprile, 2018, 02:47:54 di Maurizio Barra

Gino Bartali sarà cittadino onorario di Israele
Nomina postuma in cerimonia a Yad Vashem il 2 maggio 22 Aprile 2018 18:33

Gino Bartali diventerà cittadino onorario di Israele. Lo ha detto Yad Vashem, il Museo della Shoà di Gerusalemme, confermando l’anticipazione del sito ‘Pagine ebraiche’. La nomina, postuma – ha detto il portavoce di Yad Vashem Simmy Allen, avverrà in una cerimonia prevista il prossimo 2 maggio, due giorni prima della partenza del ‘Giro d’Italia’ da Gerusalemme stessa. Bartali è stato dichiarato ‘Giusto tra le nazioni’ nel 2013 per aver contribuito alla salvezza di 800 ebrei durante l’occupazione nazista in Italia.

Moto3: Gp Americhe, vittoria di MartinSul podio gli italiani Bastianini e Bezzecchi

ROMA23 aprile 201808:06

Dopo la pole di ieri, lo spagnolo Jorge Martin ha conquistato anche la vittoria nel Gp delle Americhe, in Texas, terza prova del mondiale classe Moto3. Il pilota della Honda, si è imposto in 39:12.869, allungando nel finale sugli italiani Enea Bastianini (Honda, +1.451), secondo, e Marco Bezzecchi (KTM, +3.518). Appena fuori dal podio altri due piloti tricolori, Andrea Migno (Ktm, +4.172), quarto, e Fabio Di Giannantonio (Honda, +4.186), quinto. In classifica, Martin è il nuovo leader con 55 punti, davanti al connazionale Aron Canet, oggi ottavo, con 48. Seguono, nell’ordine, gli italiani Bezzecchi (43), Di Giannantonio (37) e Bastianini (33).
Gp Americhe: vittoria Bagnaia in Moto2Italiano precede Marquez e Oliveira, è nuovo leader classifica

ROMA23 aprile 201808:06

L’italiano Francesco Bagnaia (Kalex) ha vinto la gara della classe Moto2 al Gp delle Americhe, terza prova del mondiale. ‘Pecco’ ha chiuso la gara in 39:30.016, precedendo lo spagnolo Alec Marquez, che ieri aveva conquistato la pole position, e il portoghese Miguel Oliveira (Ktm). Ai piedi del podio, gli spagnoli Joan Mir e Iker Lecuona. Grazie alla vittoria, Bagnaia sale in testa alla classifica mondiale con 57 punti, dieci in più rispetto a Marquez e a Mattia Pasini, oggi settimo. Decima posizione per un altro italiano, Lorenzo Baldassarri.
Motogp: Marquez 6/o trionfo di fila nel Gp delle AmericheSpagnolo precede Vinales e Iannone, Rossi 4/o e Dovizioso 5/o

ROMA23 aprile 201811:54

Sesto trionfo di fila ad Austin per Marc Marquez, che ha vinto dominando il Gp delle Americhe, terza prova del Mondiale MotoGp. Lo spagnolo della Honda, che ha preso quasi subito la prima posizione dal quarto posto in griglia, ha preceduto sul traguardo Maverick Vinales (Yamaha) e Andrea Iannone (Suzuki). Giù al podio, quarto, Valentino Rossi (Yamaha) mentre Andrea Dovizioso ha chiuso quinto con la Ducati, davanti al francese Johann Zarco. LE CLASSIFICHE
Riproduci contenuto MotoGP™🏁🇺🇸 (nome visualizzato: MotoGP)MotoGP™🏁🇺🇸 (nome visualizzato: MotoGP)Visualizza su TwitterThe undisputed King of @COTA Emoji: Flag of United States

The number 93 wins his 93rd #MotoGP race Emoji: Fuoco#RideOnKentuckyKid21:47 – 22 apr 20182.3051.091 utenti ne stanno parlandoInformazioni e privacy per gli annunci di TwitterMarc Marquez, ovvero l’uomo di Austin. Se non avesse già vinto tanto, basterebbe quel che ha fatto sul circuito texano del Gp delle Americhe per fargli meritare un posto tra le leggende del motociclismo: sei vittorie su sei gare lì disputate finora e sei pole conquistate, anche se le statistiche ne considerano solo cinque per la penalità che lo ha retrocesso ieri al quarto posto in griglia. Oggi già al secondo giro è passato in testa e ha salutato tutti, godendo poi curva dopo curva una pista che ama e da cui è riamato. Gli altri non avevano chance, a meno di sorprese clamorose, che non ci sono state e così si è lottato solo per il secondo terzo posto, conquistati nell’ordine da Maverick Vinales (Yamaha) e Andrea Iannone (Suzuki), al primo podio con la Suzuki.Gp Americhe: vittoria Bagnaia in Moto2L’Italmoto ha però portato a casa altri risultati interessanti oltre a quello dell’abruzzese, come il quarto posto di Valentino Rossi e il quinto di Andrea Dovizioso, che grazie ai quei punti resta in testa alla classifica mondiale con 46 punti, uno in più di Marquez e cinque più di Vinales. Se il Dottore ha faticato più del suo compagno per condurre la sua Yamaha su un circuito che non ha mai amato, Dovizioso ha tirato fuori tutto dalla sua Ducati, strappando nel finale la quinta posizione ad un Johann Zarco sempre pericoloso. Il mondiale si sposterà ora in Europa dove si capirà davvero da che parte spira il vento, anche se il duo Marquez-Honda ha dato oggi una notevole impressione di forza ed equilibrio.Moto3: Gp Americhe, vittoria di Martin”Oggi non avevo tanta fiducia – ha detto forze scherzando Marquez – per questo ho cercato di andare subito davanti per cercare di allungare. Per fortuna ci sono riuscito”. Decisamente più felice, in rapporto, Iannone, che voleva finalmente dimostrare il suo valore dopo una stagione difficile e un’inizio 2018 poco fortunato. “Io ci ho sempre creduto. Ho voluto reagire e si dimostra che il lavoro viene ricompensato – ha affermato -. Sono sicuro che da qui in poi saremo sempre vicini ai primi”. Meno bene è andata alla seconda Ducati ufficiale, con Jorge Lorenzo solo undicesimo dopo un weekend difficile. L’Aprilia ha trovato un buon decimo posto con Aleix Espargaro.

Salvini, penso anche io che con M5s si possa lavorareE su un eventuale incarico a Fico, il leader della Lega dice: “Auguri”

23 aprile 201808:44

“Sono contento perché non vedo l’ora di fare ma c’è un programma, un voto da rispettare, anche io ritengo che con i 5Stelle si possa lavorare bene, però patti chiari e amicizia lunga”. Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini intervenendo a margine del comizio tenuto stasera a Monfalcone, commentando le parole di Di Maio che ha annunciato farà grandi cose con la Lega.”Il problema non è mollare qualcuno – ha proseguito Salvini – Io rispetto gli italiani e non mi ritengo il Re Sole, non si può andare avanti a pregiudiziali”. Il leader del Carroccio ha poi detto di “non ritenere né utile né intelligente insultare eletti, elettori, lavori umili che sono molto più dignitosi di qualche lavoro svolto in giacca e cravatta che ha a che fare con le mazzette”. Un riferimento alle recenti dichiarazioni di Berlusconi. Il Cavaliere l’ha un po’ delusa con quella uscita? gli è allora stato chiesto. “Si, con l’insulto non si costruisce niente. La gente mi chiede di costruire di fare – ha spiegato – C’è da rispettare i tempi del Presidente della Repubblica però ci siamo e penso che la Lega con i suoi progetti sarà forza di governo”.Incarico a Fico? Salvini, tanti auguri – “Bene, auguri. Se uno parte con l’incarico dico ‘auguri'”. E’ la risposta di Matteo Salvini alla domanda su quale esito potrebbe avere l’incarico che probabilmente domani Fico riceverà dal Presidente Mattarella. “Se i 5 Stelle dicono di volere il cambiamento e pensano di fare il cambiamento con Renzi che ha malgovernato negli ultimi sei anni mi sembra una cosa strana”, ha aggiunto Salvini.BERLUSCONI, SALVINI SARA’ LEALE. LUI, FLAT TAX E SI RIPARTE  Mattarella attende le ultime mosse dei partiti, domani deciderà e quasi certamente sarà incarico esplorativo ‘largo’ per il presidente della camera Roberto Fico. Urne aperte in Molise, affluenza due punti sotto politiche. E’ una sfida chiave per gli equilibri nella piccola regione ma anche per il governo di Roma. Berlusconi è sicuro: mi fido di Salvini, perché dovrebbe rinunciare a una coalizione che ha la maggioranza per fare la spalla a M5s?. salvini, di tutto per il governo, flat tax per ripartire. Toninelli (M5s): ok se non svantaggia i poveri. Pd:
noi all’opposizione.

Isis: attaccate Usa e paesi coalizione’Nuova fase attacchi in Russia e Iran’

ROMA23 aprile 201807:55

– ROMA, 23 APR – In un nuovo discorso pubblicato online il portavoce ufficiale dell’Isis, Abul-Hasan Al-Muhajir, torna a chiedere di compiere attacchi negli Stati Uniti e nei paesi della coalizione che combatte lo Stato islamico. Lo rende noto l’analista Rita Kat su Twitter, citando lo stesso Muhajir.
Il portavoce parla anche di una “nuova fase” per la prossima guerra contro Russia e Iran: “Fate di questi paesi il teatro di tutte le vostre operazioni, così che i pagani e i russi assaggino un po’ dell’inferno della loro tirannia”.
Droga: 25 arresti nel NapoletanoMercato ‘autonomo’ da clan tra Ercolano,Portici, Torre del Greco

ERCOLANO (NAPOLI)23 aprile 201808:09

– ERCOLANO (NAPOLI), 23 APR – Venticinque persone sono state arrestate dai carabinieri in un’operazione antidroga nel Napoletano. E’ stato smantellato un mercato di sostanze stupefacenti ‘autonomo’ da clan: i militari della Compagnia di Torre del Greco hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per spaccio e detenzione di droga a fini di spaccio emessa dal gip di Napoli, su richiesta della Procura, L’indagine ha riguardato undici ‘piazze’ tra Ercolano, Portici e Torre del Greco, la maggior parte delle quali gestite da donne.
In flagranza sono state arrestate tredici persone e sequestrati circa 1,8 chilogrammi tra cocaina, hashish e crack. Sette persone sono state condotte in carcere, diciassette ai domiciliari. Una donna arrestata in flagranza sarà giudicata con rito direttissimo.
Inoltre, altre undici persone sono indagate in stato di liberta’.
Da Papa Francesco, tremila gelati a poveri per il suo onomasticoL’Elemosineria Apostolica li distribuirà oggi alle persone che vengono quotidianamente accolte nelle mense di Roma

CITTÀ DEL VATICANO23 aprile 201810:03

“Il Santo Padre Francesco desidera festeggiare il giorno del suo onomastico insieme ai più bisognosi e ai senzatetto di Roma. Pertanto l’Elemosineria Apostolica distribuirà oggi, nel giorno in cui la Chiesa ricorda San Giorgio, 3.000 gelati alle persone che vengono quotidianamente accolte nelle mense, nei dormitori e nelle strutture della Capitale, gestite in gran parte dalla Caritas”. Lo comunica l’Elemosineria Apostolica.

Governo: Di Maio, ecco contratto M5S, chiedo lealtà e onore

ROMA23 aprile 201816:31

“Sono emozionato ed orgoglioso di pubblicare la prima stesura del contratto di governo con il quale vogliamo realizzare il cambiamento che gli italiani aspettano da tanto tempo”. E’ quanto scrive il leader del Movimento 5 stelle, Luigi Di Maio, in un post sul blog del MoVimento da cui si può scaricare il programma (già anticipato dal Corriere). “Questo primo schema di accordo”, spiega, “andrà approfondito insieme alla forza politica che accetterà di sedersi al tavolo con noi. Come emerge anche dal documento – sottolinea – il Movimento non ha nessuna intenzione di perdere la sua identità politica in un governo di coalizione classico, anche perché la distanza dalla Lega e dal Pd su molti temi decisivi e sui mezzi per realizzarli rimane netta. Per garantire un governo forte e votato al cambiamento abbiamo quindi proposto un’intesa su 10 punti fondamentali per il Paese, da portare avanti unendo le forze, con disciplina, lealtà e onore”. “Come sapete – ricorda Di Maio – il 12 aprile scorso ho incaricato il professor Giacinto Della Cananea di comporre un comitato scientifico per studiare le convergenze programmatiche tra il Movimento 5 Stelle e i due partiti con i quali è in corso un dialogo per il governo: la Lega e il Partito Democratico. Il professore ha lavorato senza sosta per dieci giorni e ha redatto questo primo schema di accordo, che andrà approfondito insieme alla forza politica che accetterà di sedersi al tavolo con noi”.Il contratto, puntualizza nuovamente il capo politico del MoVimento, “prevede naturalmente dei vincoli politici per impedire ad una delle parti contraenti di ignorare l’accordo mettendo a rischio la tenuta del Governo. È previsto un comitato di conciliazione nominato dalle parti con lo scopo di ricomporre le eventuali divergenze e una verifica sull’avanzamento dei lavori a metà della legislatura appena iniziata, così da garantire ai cittadini piena trasparenza sull’azione di governo”.”Con questo prima stesura del contratto abbiamo compiuto un passo importantissimo per facilitare il dialogo con la Lega e il Partito Democratico. Siamo impazienti di approfondire con la forza politica che lo vorrà i termini del contratto di governo e i 10 punti politici, così da iniziare a lavorare al più presto per riportare l’Italia fuori dalla crisi economica, sociale e morale in cui è intrappolata da troppi anni”, conclude.
Kate Middleton, è nato il terzo Royal Baby, è maschioDato alla luce oggi da Kate Middleton, madre e bebè stanno bene

LONDRA23 aprile 201820:04

E’ nato, nel giorno di San Giorgio, patrono d’Inghilterra, il terzo Royal Baby dei duchi di Cambridge ed è un maschio. Lo ha annunciato Kensington Palace precisando che Kate Middleton ha dato alla luce un bambino di circa 3,8 chili e che madre e neonato stanno bene. Il parto è avvenuto nella Lindo Wing, l’ala privata del St. Mary’s Hospital, nel centro di Londra, dove erano stati già partoriti il primogenito George (2013) e la secondogenita Charlotte (2015). Il principe William ha accompagnato la moglie e le è stato accanto durante il travaglio.

 

The baby weighs 8lbs 7oz.

The Duke of Cambridge was present for the birth.

Her Royal Highness and her child are both doing well.14:03 – 23 apr 2018125.00042.000 utenti ne stanno parlandoInformazioni e privacy per gli annunci di TwitterIl piccolo pesa per l’esattezza 8,7 pound, come si legge in un tweet di Kensington Palace, vale a dire quasi 4 chili. La nascita è stata registrata alle 11,01 locali. L’annuncio è stato poi confermato secondo tradizione da un araldo di palazzo in uniforme d’epoca, con tanto di scampanio e con il conclusivo “God save the Queen” (Dio salvi la Regina) di rito. Annuncio accolto fuori dall’ospedale dagli “urrà” di diverse decine di persone e da gridolini di commento, mentre già apparivano i bookmaker con i cartelli delle quote per scommettere sul nome del neonato principino: con Arthur, James, Albert e Philip fra le alternative più gettonate. Fonti di palazzo fanno sapere che la regina Elisabetta e il principe consorte Filippo – bisnonna e bisnonno del nuovo arrivato – sono stati immediatamente informati come il principe Carlo, nonno del baby-principino, sua moglie Camilla e come il principe Harry, fratello minore di papà William. E che tutti sono “felicissimi”.La duchessa di Cambridge è quindi apparsa davanti al St. Mary hospital di Londra ed ha ‘presentato’ ad una piccola folla di ammiratori il neonato. Sorridente, in un abito rosso, con il piccolo in braccio avvolto in una coperta bianca e con il marito principe William al fianco, la duchessa ha posato brevemente per i fotografi fermandosi alcuni minuti, prima di lasciare l’ospedale con il marito e il figlio.Tradizione e modernità per l’annuncio della nascita. Il primo è arrivato attraverso il profilo Twitter di Kensington Palace, quindi un social media, simbolo contemporaneo di comunicazione molto usato in particolare dai giovani principi di casa Windsor. Ma poi è scoccata l’ufficializzazione del lieto evento con l’affissione d’un cartello su un leggio dietro la cancellata di Buckingham Palace, residenza della regina: avviso ai sudditi del Regno redatto in forme e stile vecchi di secoli. Non è mancato, a completare il quadro, neppure il messaggio luminoso circolare dall’alto della torre di trasmissione della BT (British Telecom) che domina la capitale britannica, con la scritta azzurra: “It’s a boy!”, “E’ un maschio!”. Immediati anche le congratulazione di rito dalle istituzioni: da quello della premier conservatrice, Theresa May, a quello del sindaco di Londra laburista, Sadiq Khan, a quello della Royal Navy, la gloriosa marina militare del Regno.

Francia: un fermo per Mont Saint-MichelIndividuo di 36 anni riconosce i fatti

PARIGI23 aprile 201811:09

Un uomo è stato fermato a Caen, nel nord-ovest della Francia, nel quadro dell’inchiesta sull’allerta scattata ieri al Mont-Saint-Michel. L’individuo di 36 anni è stato fermato dalla Bac, la brigata anti-crimine francese, ieri sera intorno alle 23:30, ad una stazione di servizio vicino Caen, dove si vantava con un testimone di aver causato l’evacuazione del Mont Saint-Michel. Su di lui non sono state trovate armi e subito è scattato il fermo presso la sezione ricerche di Caen. Durante l’interrogatorio, avrebbe ammesso di essere l’autore delle minacce proferite contro le forze dell’ordine, anche se ancora si attende la conferma formale degli inquirenti. L’individuo era noto dai servizi di polizia per piccoli reati (guida senza patente, stupefacenti) ma non era in alcun modo schedato con la lettera ‘S’ dei soggetti radicalizzati a rischio.
Tribunale Belgio condanna Salah Abdeslam a 20 anniìCon Sofien Ayari colpevole di tentato omicidio terrorista per la sparatoria di Forest del marzo 2016′

BRUXELLES23 aprile 201811:17

Salah Abdeslam et Sofien Ayari sono stati condannati a 20 anni di prigione per tentato omicidio, attività terroristica e possesso illegale di armi. Lo ha deciso il Tribunale di Bruxelles accogliendo le richieste dell’accusa. Il Tribunale di Bruxelles ha giudicato Salah Abdeslam, unico sopravvissuto degli attentati di Parigi, e Sofien Ayari, colpevoli di tentato omicidio terrorista per la sparatoria di Forest del marzo 2016 dove sono stati feriti 4 poliziotti. Lo riferisce la stampa belga. Per il Tribunale i due complici sono colpevoli di tentato omicidio, visto che hanno partecipato attivamente alla sparatoria avvenuta in un appartamento dove erano barricati nel quartiere di Forest il 15 marzo 2016, con armi da guerra di tipo kalashnikov. Inoltre è “incontestabile” che avessero come obiettivo quello di far parte di un gruppo terrorista e che si muovessero come tali. I due erano “galvanizzati dall’ideologia salafita”, scrivono i giudici. Né Abdeslam né il complice sono presenti in aula. Il procuratore ha chiesto 20 anni di carcere per entrambi. Dopo la sparatoria di Forest i due riuscirono a scappare, e Salah fu arrestato quattro giorni dopo in un appartamento di Bruxelles. Dopo altri quattro giorni, tre kamikaze si fecero esplodere nell’aeroporto e nella metropolitana di Bruxelles.

Nba, Cleveland e Indiana vanno sul 2-2Prima vittoria per San Antonio nella sfida con Golden State

ROMA23 aprile 201811:40

Quattro partite dei playoff della Nba nella notte italiana. Torna in parità 2-2 la sfida tra Cleveland e Indiana. I Cavs, trascinati da un grande Lebron James, autore di 32 punti (con 13 rimbalzi e 7 assist) ha vinto 104-100 sui Pacers ed ha dunque pareggiato i conti con i rivali in gara 4.
Parità perfetta anche tra Milwaukee e Boston. I Bucks hanno vinto 104-102 sui Celtics e si sono riportati sul pari. Esito inatteso nella sfida tra Washington e Toronto, con i canadesi, dominatori della regular season, usciti sconfitti 106-98 e anche in questo caso risultato di perfetta parità 2-2 dopo gara 4. Nel quarto match della notte primo punto conquistato per San Antonio, che ha battuto 103-90 i campioni in carica di Golden State ed ora il punteggio e di 3-1 per i Warriors.
Accolto ricorso Tim e Vivendi, ad assemblea domani non andrà revoca consiglieri francesiPer il rinnovo del consiglio di amministrazione si va all’assise del 4 maggio

MILANO23 aprile 201818:39

– MILANO, 23 APR – Il tribunale di Milano ha accolto il ricorso di Tim e Vivendi. L’aggiornamento dell’ordine del giorno dell’assemblea di domani è stato sospeso e non verrà quindi votata la revoca dei consiglieri francesi. Per il rinnovo del Cda si va al 4 maggio.   La presentazione di dimissioni in blocco dei consiglieri Tim non è “palesemente ingiustificata” e “neppure pare essere univocamente diretta a perseguire un intento di danno”, nei confronti di Elliott, scrive il giudice civile Elena Riva Crugnola nel provvedimento con cui ha accolto il ricorso. L’unico effetto delle dimissioni, osserva il giudice, è “quello di comportare sempre la remissione all’assemblea della scelta dei componenti” del Cda.
“E’ solo democrazia ritardata, non democrazia negata. Gli azionisti di Tim avranno comunque l’opportunità di esprimere la loro volontà nell’Assemblea straordinaria del 4 maggio”, commenta da parte sua il fondo Elliott.

Eurostat: deficit Italia 2017 al 2,3%Debito al 131,8%, più basso delle stime Ue

BRUXELLES23 aprile 201816:22

Il dato del debito italiano è più basso anche rispetto alle ultime previsioni economiche della Commissione Ue, che lo vedeva al 132,1%, mentre il deficit è leggermente superiore rispetto a quello di 2,1% stimato da Bruxelles. Per l’intera Eurozona il debito pubblico continua a scendere attestandosi sull’86,7% dall’89% del 2016. Nella Ue-28 è calato dall’83,3% all’81,6%. Il più alto resta quello della Grecia (178,6%), seguito da Italia (131,8%), Portogallo (125,7%), Belgio (103,1%) e Spagna (98,3%). I più bassi invece in Estonia (9%), Lussemburgo (23%), Bulgaria (25,4%), Repubblica Ceca (34,6%), Romania (35%) e Danimarca (36,4%). Anche il deficit è in calo: nella zona euro è sceso dall’1,5% del 2016 allo 0,9% del 2017, e nella Ue-28 da 1,6% a 1%.
Tim: tribunale accoglie ricorso, niente revocaGiudice, dimissioni in blocco non fanno danno

MILANO23 aprile 201814:36

Il tribunale di Milano ha accolto il ricorso di Tim e Vivendi. L’aggiornamento dell’ordine del giorno dell’assemblea di domani è stato sospeso e non verrà quindi votata la revoca dei consiglieri francesi. Per il rinnovo del Cda si va al 4 maggio.Per il giudice civile Elena Riva Crugnola, la presentazione di dimissioni in blocco dei consiglieri Tim non è “palesemente ingiustificata” e “neppure pare essere univocamente diretta a perseguire un intento di danno”, nei confronti di Elliott. Così il giudice ha accolto il ricorso di Tim e Vivendi. L’unico effetto delle dimissioni, osserva, è “quello di comportare sempre la remissione all’assemblea della scelta dei componenti” del Cda.Stamani il fondo Elliott ha comunicato con una nota “la decisione di interrompere la sollecitazione di deleghe” per l’assemblea di domani, 24 aprile, che oltre al bilancio deve decidere, su richiesta del fondo, l’eventuale revoca dei consiglieri Vivendi e nomina di nuovi rappresentanti. Lo stop, scrive Elliott, segue “il quadro di incertezza” dovuto alle azioni giudiziarie di Tim.

‘Semplicemente amore’ in ricordo di Enrico BoccadoroCantautore morì di sclerosi multipla, progetto supporta malati

ROMA23 aprile 201813:05

Con il sito http://www.semplicementeamore.com si apre il sipario sul progetto dedicato al cantautore romano Enrico Boccadoro, scomparso all’età di 42 anni il 25 novembre 2017: musica, testi e opere per lanciare eventi e iniziative benefiche e per sensibilizzare al tema della sclerosi multipla, malattia con la quale l’artista ha convissuto silenziosamente fin dalla sua giovane età. Lo scopo del progetto dedicato a Boccadoro, che aveva anche partecipato al Festival di Sanremo nella sezione Giovani nel 2005 con il brano ‘Dov’e’ la terra capitano’ e scritto l’inno ‘Lazio ti amo’, e’ quello di dare sostegno alla ricerca ma soprattutto di aiutare le famiglie che si trovano di fronte a questo grande mutamento della vita prendendosi cura dell’accompagnamento psicofisico delle persone coinvolte. La sensibilità espressa in musica, passione di Boccadoro, e’ il frutto dell’esperienza personale dell’artista nel decorso inarrestabile della malattia che, invisibile agli occhi dei più, ha segnato il suo cammino. La diffusione delle sue opere, musicali e letterarie, si trasforma in un aiuto concreto per le famiglie che si trovano ad affrontare questa realtà. Il progetto devolve parte dei ricavi della diffusione, reinterpretazione e sviluppo delle sue opere a tutte le realtà associative disponibili a collaborare come all’Aism Roma per gli specifici progetti di confronto e supporto per le persone con sclerosi multipla e le loro famiglie. Si parte con La gara di Enrico, torneo in programma il 12 maggio a Roma allo Sheraton Golf Club Parco de’ Medici.
25 aprile: Comunità palestinese, kefieh a corteo RomaSfileremo con nostre bandiere, appello ad antisionisti

25 aprile: l’Italia festeggia la Liberazione del nostro Paese dall’occupazione nazi-fascista. Diversi i cortei in tutto il Paese. A Roma, dopo le polemiche dello scorso anno, si è giunti ad una manifestazione unitaria Anpi-Comunità ebraica grazie anche alla mediazione del Campidoglio “Parteciperemo al corteo di Roma del 25 aprile sfilando con le kefieh e le bandiere palestinesi e rilanciamo l’appello a tutti i sinceri antimperialisti, antifascisti, antirazzisti, antisionisti, a tutte le resistenze internazionali alla partecipazione”, l’appello della Comunità Palestinese di Roma per la manifestazione del 25 aprile. Dopo le polemiche dello scorso anno a Roma si è giunti ad una manifestazione unitaria Anpi-Comunità ebraica grazie anche alla mediazione del Campidoglio. “La Comunità Palestinese di Roma e del Lazio, esprime gratitudine e ringraziamenti all’ANPI di Roma, in occasione del 73° anniversario della Festa della Liberazione dell’Italia dall’occupazione nazi-fascista. E’ la Festa di tutti i liberi, i democratici italiani e di tutti i popoli che si battono contro l’occupazione, l’aggressione per la libertà e la giustizia nel mondo. Oggi, scendiamo tutti i democratici progressisti insieme,a festeggiare la Repubblica Italiana nata dall’eroica Resistenza del popolo italiano, con l’augurio che anche il popolo palestinese possa un giorno festeggiare il suo 25 aprile”. “La lotta di liberazione palestinese, non è mai stata una lotta religiosa. Gli ebrei sono sempre stati i nostri fratelli, con loro abbiamo vissuto per secoli e vogliamo continuare a viverci, oggi e domani, con uguali diritti e uguali doveri”, concludono.Il 25 aprile il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sarà in Abruzzo per rendere omaggio al Sacrario della Brigata Maiella, a Taranta Peligna (Chieti), per poi raggiungere la vicina Casoli (Chieti) dove si terrà un evento per celebrare il 73esimo anniversario della Liberazione. Per il sacrario del gruppo patrioti della Maiella è la seconda volta dell’arrivo di un presidente della Repubblica: il 17 maggio 2001 l’omaggio fu reso da Carlo Azeglio Ciampi, nell’ambito della marcia ‘Sentiero della Libertà’.”Il 25 aprile del ’45 avevo poco meno di 20 anni – è il ricordo fatto dal presidente emerito della Repubblica, Giorgio Napolitano, a ‘Che tempo che fa’ –  e ricordo molto forte la commozione straordinaria per le città del nord che si liberavano dall’oppressione tedesca e mettevano in primo piano i costruttori della resistenza della lotta partigiana”.

Mandato a Fico per verifica governo M5s-Pd. Di Maio: ‘Ok dialogo con Pd, Lega non ha voluto’Salvini: ‘E’ presa in giro. Farò di tutto perché questo non accada’. Orfini: ‘Noi alternativi’. Presidente Camera riferirà entro giovedì

23 aprile 201821:20

Roberto Fico ha ricevuto da Mattarella il mandato per verificare una possibile intesa per un governo M5S-Pd. “Il presidente della Repubblica ha conferito al presidente della Camera Roberto Fico il compito di verificare un’intesa per una maggioranza parlamentare tra il Movimento Cinque Stelle il Pd per costituire il governo – ha detto Ugo Zampetti, segretario generale della presidenza della Repubblica al termine del colloquio tra Mattarella e Fico -. Mattarella ha chiesto a Fico di verificare entro giovedì”.”Mi metterò al lavoro da subito”, ha detto Fico. Nella verifica di una maggioranza tra Pd e M5s “secondo me il punto fondamentale è partire dai temi per l’interesse del Paese e dal programma per l’interesse del Paese”.LA DICHIARAZIONE DI FICO

“A distanza di quasi 2 mesi dalle elezioni del 4 marzo va sottolineato il dovere di dare al più presto un governo all’Italia”, ha detto il presidente Sergio Mattarella, si è appreso, a Fico durante il colloquio al Quirinale. “Ho atteso altri tre giorni per registrare eventuali novità pubbliche, esplicite e significative nel confronto tra i partiti. Queste novità non sono emerse”, ha sottolineato il Capo dello Stato al presidente della Camera. Mattarella ha anche, si è appreso, ricordato che nel corso dell’esplorazione del presidente Casellati i 5 stelle avevano proposto un accordo con la sola Lega. E anche questa ipotesi ha avuto esito negativo.Terminato l’incontro con il presidente della Repubblica, Fico ha lasciato, a piedi, il Quirinale. Ha quindi incontrato a Palazzo Chigi il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.’Siamo e resteremo alternativi a M5s’, ha detto il presidente del Pd, Matteo Orfini. “Ascolteremo ovviamente con rispetto e attenzione Fico, con rispetto sia per lui che per la funzione che rappresenta. Ma il mio parere resta quello dei giorni scorsi: eravamo, siamo e resteremo alternativi ai Cinque Stelle per cultura politica, programmi e idea della democrazia. Quindi non ci sono le condizioni per un accordo politico tra Pd e M5s. L’abbiamo sempre detto e lo ribadiamo nel merito”. Parla il segretario del Pd, Maurizio Martina: “Ci confronteremo con il presidente Fico con spirito di leale collaborazione secondo il mandato conferitogli dal presidente Mattarella”. “Lo faremo con serietà e coerenza a partire da una questione fondamentale e prioritaria: la fine di ogni ambiguità e di trattative parallele con noi e anche con Lega e centrodestra. Per rispetto degli italiani, dopo 50 giorni di tira e molla, occorre su questo totale chiarezza”.La reazione di Matteo Salvini: il Presidente della Repubblica ha dato mandato al presidente della Camera “per sondare quale governo? Pd-5Stelle. Hanno perso in Italia, hanno perso in Molise, se ci date una mano straperderanno domenica in Fvg. Io non voglio vedere Renzi, Serracchiani o la Boschi al governo per i prossimi cinque anni. Non è giusto, non è normale, non è rispettoso”. “Bisogna rispettare sempre le indicazioni del Presidente ecc. ecc. ma farò di tutto perché non accada questa presa in giro”, ha aggiunto. “Per il Governo si potrebbe fare la stessa cosa che avete fatto voi con la ricostruzione – ha detto il leader della Lega dal Friuli facendo un parallelo con la ricostruzione dopo terremoto -: se quelli con cui dovreste ricostruire cominciano a litigare e non si mettono d’accordo, alla fine possiamo tirarci su le maniche e provare a far da soli”. “Non sono arrabbiato ma deluso perché gli italiani non meritano questo”, ha detto Salvini rispondendo a una domanda sulla possibilità di un accordo tra Pd e M5S.”Sono stanco, da un mese sento gente che litiga mentre io che avrei teoricamente potuto accampare pretese per fare il premier avendo vinto il centrodestra e avendo la Lega nella coalizione preso più voti, sono stato il primo a dire se serve faccio un passo a lato, mentre altri continuano a dire io io io”. “I 5Stelle non possono pretendere che pezzi del centrodestra stiano alla finestra e Berlusconi non può pretendere che i 5Stelle restino a guardare. Mi auguro per gli italiani che non ci sia un governo 5Stelle-Pd perché fiscalmente parlando temo che sarebbe un disastro. Riportare al governo quelli che sono stati ultrasconfitti mi sembrerebbe una cosa irrispettosa nei confronti degli italiani. Se metti insieme M5S e sinistra tassano anche l’aria, anche il tombino, quindi mi auguro che non sia così”. In serata arrivano le parole di Luigi Di Maio: “Io accetto la richiesta del capo dello Stato e presto incontrerò il Presidente della Camera per valutare la possibilità di questo percorso, visto e considerato che dall’altra parte non hanno voluto ascoltare i loro stessi elettori che chiedevano a Salvini di fare questo passo”, scrive sul blog aggiungendo: “Questa è la settimana decisiva e sono molto ottimista” perché “non sarà un’alleanza: quello che valeva per la Lega, vale anche per il Pd. Le condizioni non cambiano”. “Dal suo comportamento ho capito che Salvini non vuole assumersi responsabilità di governo – ha detto Di Maio sul blog delle Stelle -. Perchè sinceramente non riesco proprio a capire come mai preferisca stare all’opposizione per il bene dei suoi alleati, invece di andare al Governo per il bene degli italiani. E dovrà darne conto a tutti gli imprenditori, pensionati, professionisti, giovani che lo hanno votato per vederlo al Governo e invece ha reso il loro voto ininfluente. Non si dica che non c’ho provato fino alla fine, adesso buona fortuna”.”Faccio un grosso in bocca al lupo a Roberto e sono sicuro che interpreterà al meglio quanto sarà richiesto dal capo dello Stato”, aveva scritto su Twitter il capo del M5s Luigi Di Maio.

https://twitter.com/luigidimaio/status/988381183632379904/photo/1?tfw_site=Agenzia_Ansa&ref_src=twsrc%5Etfw&ref_url=http%3A%2F%2Fwww.ansa.it%2Fsito%2Fnotizie%2Fcronaca%2F2018%2F04%2F23%2Fgoverno-verso-incarico-esplorativo-a-fico_2428bc03-f00d-4338-b18b-9030e52269c3.html

MotoGp: Americhe, la delusione di RossiSperavo di lottare per il podio,in Europa cambieranno tante cose

ROMA23 aprile 201813:57

“È stato un fine settimana abbastanza positivo e sono stato anche veloce. Ma sono un po’ deluso, pensavo di lottare per il podio”. In poche parole, Valentino Rossi sintetizza luci e ombre della sua prova al Gp delle Americhe, una gara che non ha mai amato troppo. “Sapevo che Marquez e Vinales erano un pochino più veloci ma credevo di avere il potenziale per duellare con Iannone. Ci ho provato, ma con il caldo la gomma davanti non ha reso come avrebbe dovuto”, ha aggiunto. “Adesso torniamo in Europa e cambiano tante cose: le piste sono diverse e il grip è diverso”, ha proseguito il Dottore, sottolineando che le prossime gare saranno molto importanti per vedere se saremo competitivi nella restante parte del campionato”.
M5s: base in allarme, programma e Molise che stiamo facendo?Decine di messaggi sul Blog delle stelle. ‘Dove sono finiti i valori del primo MoVimento?’

ROMA23 aprile 201815:01

Nonostante la soddisfazione del leader M5s, la base 5 stelle sembra piuttosto delusa dal risultato elettorale in Molise ed è perplessa per i punti di convergenza sui programmi individuati dal gruppo di ‘saggi’ messi intorno ad un tavolo dal Movimento. Decine e decide di messaggi sulla sezione commenti sul blog delle Stelle molti dei quali sintetizzati in quello di un elettore 5 stelle: “Cari amici, sono incaxxato nero! Mi spiegate com’è stato possibile perdere il Molise dove non più di 2 mesi fa ci davano in vantaggio di 15 punti? E prendere come partito il 31% quando il 4 marzo abbiamo preso il 44%? E questo contratto alla tedesca? Tutti punti generici. Possiamo umilmente iniziare a pensare che forse la strategia che stiamo seguendo non è giusta? Facciamo la corte alla Lega e al PD insieme, diciamo no a Berlusconi ma poi accettiamo un suo appoggio esterno. Non parliamo più da secoli del reddito di cittadinanza, della Fornero, siamo diventati europeisti e pro nato…Basta! Dove sono finiti i valori del primo Movimento?”.Per questo un altro iscritto chiede di tornare presto alle urne: “voto! Al voto! O faremo la fine del PD!”. C’è chi chiede anche una “consultazione della base, degli iscritti, per stabilire con chi allearsi” e si appella al fondatore del Movimento: “Beppe… dove sei… nulla da eccepire?”.Ma al di là del risultato è la sintesi sui punti di convergenza del Comitato è il punto che allarma i più: “ho dato una lettura veloce, ma non trovo nulla su: legge sul conflitto d’interessi, anticorruzione, eliminazione della Prescrizione. Mi potete dire a che pagina posso trovare le fondamentali leggi rivoluzionarie per cui ho votato il Movimento?! Grazie” si indigna un lettore del blog mentre un altro lancia l’allarme ma si fida: “il termine ‘reddito di cittadinanza’ mi sembra sparito! Mah, speriamo bene!” e solo di una cosa è certo: “No a Berlusconi”. Subito dopo di lui però un altro iscritto chiude anche alla Lega: “Basta con Salvini! Non ne possiamo più”. Un altro iscritto si rivolge direttamente al capo politico: “Luigi, le dichiarazioni ondivaghe che hai più volte fatto dopo il voto politico, la sensazione che hai dato di volere a tutti i costi andare al governo del paese mettendo sullo stesso piano Lega e Pd, il non aver criticato aspramente le azioni militari in Siria messe in atto da Usa, Gb e Francia e il non aver tenuto fermi i punti fondanti del Movimento hanno portato ad un drastico calo dei consensi in Molise dove gli elettori hanno preferito un accozzaglia di partiti e partitini con a capo un mafioso”.

Gb: insegna saluto nazi al cane, condanna per crimine d’odio In video diffuso su YouTube dava ordini a grido ‘gas agli ebrei’

23 aprile 201815:46

Aveva insegnato al cagnolino della sua fidanzata a fare il saluto nazista, per poi riprenderlo in un video diffuso su YouTube. Ora Mark Meechan, 30 anni, residente a Coatbridge, nel Lanarkshire, in Scozia, è stato riconosciuto colpevole di crimine d’odio da una corte locale britannica e condannato a pagare un’ammenda.L’uomo aveva addestrato il cane, un carlino, ad alzare la zampa al suo ordine “Sieg Heil” al grido “gas agli ebrei”. Denunciato e portato di fronte all’Airdrie Sheriff Court, il mese scorso si era dichiarato non colpevole, ma il giudice non è stato del medesimo avviso e lo ha oggi condannato, seppure solo a una multa di 800 sterline.  IL VIDEO

La vicenda aveva suscitato un certo dibattito nel Regno Unito su un preteso diritto alla libertà di espressione, tanto che alcune decine di persone si sono radunate di fronte al tribunale in queste ore per manifestare in favore di Meechan.

Alfie: folla protesta di fronte all’ospedaleOltre cento persone a sostegno della battaglia dei genitori

LONDRA23 aprile 201816:27

Oltre centro persone sono radunate dinanzi all’ospedale pediatrico Alder Hey di Liverpool, dove è ricoverato il piccolo Alfie Evans, affetto da una patologia neurologia degenerativa sconosciuta, dopo l’annuncio del padre Tom dell’imminente avvio delle procedure di distacco dei macchinari per l’assistenza vitale al bimbo. I manifestanti, che sventolano insegne del cosiddetto ‘Alfie Army’, sostengono i genitori nella battaglia contro la decisione della magistratura britannica di autorizzare i medici a staccare la spina. Il clima è piuttosto teso, come ha mostrato SkyNews. Una cinquantina di dimostranti ha occupato una strada di accesso all’ospedale e la polizia è intervenuta per riaprire il passaggio, anche se al momento non si registrano scontri fisici. Diverse persone si tengono per mano, a formare una sorta di catena umana, cantando e scandendo slogan come “Save Alfie Evans!”, “Salviamo Alfie Evans!”. Il padre Thomas (Tom) comunica a intermittenza dall’interno dell’Alder Hey, dove a quanto si è appreso è arrivata nelle scorse ore – inviata dal Papa – pure Marcella Enoc, presidente del Bambino Gesù di Roma, ospedale che s’era offerto di accogliere Alfie, 23 mesi, per continuare i trattamenti e l’assistenza vitale, ma senza convincere la giustizia britannica a rivedere il verdetto che ha dichiarato essere “nel miglior interesse” del bambino staccare la spina. I genitori contestano che il piccolo sia in fase terminale e postano immagini e video che mostrano chiari barlumi di coscienza. Alfie è stato colpito da una patologia neurologica considerata grave e che secondo i medici britannici ha danneggiato irrimediabilmente gran parte del suo cervello, ma è indicato in stato “semivegetivo”, non in coma, e manca una diagnosi esatta della malattia.

Dal 24 aprile nelle sale Loro di Paolo Sorrentino, il film su BerlusconiEsce primo capitolo della pellicola. Loro2 dal 10 maggio

23 aprile 201819:56

Coca, concorsi di bellezza, pre-olgettine pronte a tutto pur di farsi strada, sederi e tette al vento, qualche amplesso consumato alla buona, casareccio, ex ministri pieni di intrallazzi, il tutto animato da un solo desiderio: arrivare a quell’uomo che tutti chiamano con rispetto ‘Lui’ (Berlusconi/Toni Servillo). Sono questi i ‘Loro’ che danno il titolo al film in due parti di Paolo Sorrentino – in sala dal 24 aprile Loro 1, la prima parte con Universal in 500 copie, mentre la seconda arriverà il 10 maggio, in pieno Festival di Cannes che però non ha ancora sciolto le riserve su una sua possibile partecipazione. Nel film un florilegio di estetismi, citazioni, battute, immagini di un’Italia da fine impero: cialtrona, cattiva, desiderosa di essere corrotta.È ciò che si vede in questa opera caravanserraglio con un incipit folgorante: una pecora davanti alla tv attenta a quiz e messaggi promozionali, una pecora campione, esaltata, incantata, che stramazza al suolo quando il mega televisore all’improvviso si spegne. E Berlusconi? Arriva nel film, come chi può solo essere evocato, dopo un’ora e un quarto, e si presenta in maschera (vestito da odalisca), pur di far pace con la sua amata Veronica (Elena Sofia Ricci) che legge Saramago nella sua villa Certosa con tanto di vulcano. La prima puntata è così quasi tutta dedicata a un bravissimo Scamarcio, nel ruolo di Sergio Morra (un possibile Gianpaolo Tarantini), uno che viene dalla Puglia, uno smart che vuole arrivare, un jolly nel sottobosco della politica locale dove procurare sesso a volte equivale a sbloccare un appalto.E in questa Italia dove i comunisti ancora “mangiano i bambini”, in questa Italia pre-Bunga Bunga (siamo circa nel 2008), troviamo un ex ministro poeta con camicie sgargianti (Fabrizio Bentivoglio) che, dopo aver tradito, non vuole entrare nel cono d’ombra della politica e si inginocchia davanti al Cavaliere. Un Berlusconi che, almeno rispetto a chi gli dà la caccia e vorrebbe essere proprio come lui, non ne esce affatto male. Quello che infatti racconta il premio Oscar Sorrentino è un Berlusconi cinico, spiritoso, ma anche romantico con al servizio un Apicella che lo accompagna con la sua chitarra in ”Malafemmina”, un uomo troppo ricco, capace di far comparire sul prato della sua villa anche Fabio Concato alle prese con una ‘Domenica Bestiale’, la canzone ‘galeotta’ dell’amore tra Berlusconi e la Lario.Potente però certo, anche se in un momenti in cui non è al governo, tanto che quando compare un misterioso uomo più potente di ‘Lui’, non se ne vede il volto, ma si sa che tutti lo chiamano ‘Dio’. In questo film ispirato alla vita del Cavaliere, con tanto di megacast (da Kasia Smutniak ad Anna Bonaiuto, da Ugo Pagliai a Ricky Memphis, da Iaia Forte a Michela Cescon fino a Roberto Herlitzka) é caccia al personaggio evocato o suggerito da Sorrentino, ma a parte Berlusconi (che tutti chiamano ‘Lui’), la moglie Veronica e un riferimento abbastanza probabile a Tarantini (anche se nel film si chiama in un altro modo) c’è solo un nome vero che appare addirittura scritto su un cartellino-invito: quello di Letizia Noemi.Frase cult del film quella che dice Berlusconi prendendo le distanze da una sua presunta omofobia: “Anche io per un 25% sono gay, ma per quella percentuale sono lesbica”. Infine una curiosità sulle note di regia di Sorrentino : “Silvio Berlusconi è molto altro. E non è facile esprimere una sintesi. Per questo devo chiedere aiuto a chi è molto più bravo di me: Hemingway che in Fiesta scrive: ‘Non c’è nessuno che viva la propria vita sino in fondo, eccetto i toreri’. Ecco, parafrasando, forse l’immagine più compendiaria che si può avere di Silvio Berlusconi è questa: un torero”.

o accusa Csm e Anm,lasciati soli’Non ci hanno difeso’. E su trattativa, ‘serve pentito di Stato’ © ANSA

2 aprile 201818:58NEWSSugg

– PALERMO, 23 APR – “Quello che mi ha fatto più male è che rispetto alle accuse di usare strumentalmente il lavoro abbiamo avvertito un silenzio assordante e chi speravamo ci dovesse difendere è stato zitto. A partire dall’ Anm e il Csm”.
Lo ha detto il pm della Dna Nino Di Matteo, dopo la sentenza sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia, intervenendo alla trasmissione “1/2 ora in più” di Lucia Annunziata, in onda sui Rai tre a proposito delle critiche subite, negli anni, dal pool che ha coordinato l’inchiesta. “I carabinieri che hanno trattato – ha aggiunto Di Matteo – sono stati incoraggiati da qualcuno. Noi non riteniamo che il livello politico non fosse a conoscenza di quel che accadeva. Ci vorrebbe ‘un pentito di Stato’, uno delle istituzioni che faccia chiarezza e disegni in modo ancora più completo cosa avvenne negli anni delle stragi”.
Demolito sperone di roccia instabileOperazione a Genga coordinata Prefettura Ancona, linea Fs chiusa

GENGA (ANCONA)22 aprile 201819:01

– GENGA (ANCONA), 22 APR – Uno sperone di roccia instabile di 1.500 metri cubi a Potechiaradovo di Genga (Ancona) è stato demolito dopo un monitoraggio in ricognizione con droni.
L’operazione portata a termine dai vigili del fuoco era stata preceduta da verifiche con il monitoraggio della parete di roccia e dell’area limitrofa del personale Sapr (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto) dei pompieri necessarie alla pianificazione e alla sicurezza dell’intervento. Durante l’intervento sono stati evacuati i residenti poi rientrati. Alle operazioni, coordinate dalla Prefettura di Ancona nell’ambito del Coc, hanno partecipato Regione, Comune di Genga, Gruppo Ferrovie dello Stato, Enel, forze dell’ordine, di Protezione Civile e il Soccorso alpino. Per la demolizione sono state usate delle cariche esplosive di una ditta specializzata. Sono seguite verifiche da terra e con droni per monitorare lo stato di luoghi e infrastrutture. La linea ferroviaria sottostante della tratta Ancona – Roma è stata chiusa durante l’intervento.
Anm, sempre difeso magistrati attaccatiPresidente Minisci, a favore colleghi Palermo e altri

PALERMO22 aprile 201819:23

– PALERMO, 22 APR – “L’Associazione Nazionale Magistrati ha sempre difeso dagli attacchi l’autonomia e l’indipendenza dei magistrati”. Lo dice il presidente dell’Anm Francesco Minisci. “Lo ha fatto – prosegue – a favore dei colleghi di Palermo e continuerà sempre a difendere tutti i magistrati attaccati, pur non entrando mai nel merito delle vicende giudiziarie”.
Donna morta a Catania, forse omicidioTrovato sangue, per polizia molto probabile che sia un delitto

CATANIA22 aprile 201819:40

– CATANIA, 22 APR – Il cadavere di una donna, non identificata, è stato trovato sul lungomare della Plaia di Catania. La vittima indossava soltanto un giubbotto, sotto il quale era completamente nuda e la polizia non ha trovato altri abiti sul posto. Il decesso risalirebbe ad alcuni giorni fa. Il corpo era ‘appoggiato’ su un muro, come se la vittima fosse stata ‘seduta’, in mezzo a un cumulo di spazzatura. I primi accertamenti medico legali escluderebbero la violenza sessuale.
La donna, di carnagione chiara, dall’età apparente di 30-40 anni, ha il volto macchiato con sangue e terra. La Procura ha disposto il trasferimento della vittima in un obitorio per eseguire l’autopsia. La squadra mobile della Questura che indaga non esclude l’ipotesi dell’omicidio.
Insulti a pullman Napoli, dito medio da internoTifosi Juve accusano, gestaccio è di Sarri

23 aprile 201811:19

Juventus-Napoli ‘incandescente’ ancora prima del fischio d’inizio. I bianconeri hanno accolto all’Allianz Stadium il pullman del Napoli con insulti, a cui dall’interno qualcuno ha replicato mostrando il dito medio. “E’ stato Sarri, è una vergogna”, è l’accusa di alcuni tifosi juventini che hanno ripreso la scena con i loro smartphone

Cavallo uccide spettatore durante eventoManifestazione annuale si svolge Chieuti, in provincia di Foggia

CHIEUTI (FOGGIA)22 aprile 201821:54

Un uomo – di cui non è stato reso noto il nome – è morto dopo essere stato travolto da un cavallo durante la ‘Cavalcata dei buoi’ che ogni anno si tiene a Chieuti, in provincia di Foggia. L’uomo stava assistendo, dal ciglio di una via, allo spettacolo che si tiene nelle strade del paese senza che vi siano transenne. A quanto si è appreso, il sottopancia della sella di un cavaliere si è rotto e quindi il fantino è stato disarcionato mentre il cavallo ha travolto lo spettatore. L’uomo è stato soccorso e portato in ospedale, dove però è morto. Era originario di Madonna Grande di Campomarino, in provincia di Campobasso.
Carabinieri restituiscono corona rubataCerimonia durante la messa officiata dal card. Crescenzio Sepe

NAPOLI22 aprile 201820:33

– NAPOLI, 22 APR – Sono stati gli stessi carabinieri che l’hanno recuperata a restituire, durante la messa officiata dal cardinale Crescenzio Sepe, la corona rubata alla fine del 2016 nella chiesa Santi Giovanni e Teresa di Napoli. I militari del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale, con il comandante Giampaolo Brasili, si sono avvicinati al cardinale al quale hanno consegnato la corona in metallo argentato sottratta tra il 23 e il 30 dicembre 2016 dal capo della statua del “Santo Bambino di Praga”. Il tutto è avvenuto nel corso del rito religioso che l’arcivescovo stata celebrando nella chiesa del Monastero dell’Ordine di Clausura della Carmelitane Scalze. La corona è stata recuperata durante un’operazione coordinata dalla Procura di Isernia che ha consentito di sgominare, nel settembre 2017, un’organizzazione criminale ritenuta un vero e proprio crocevia di ricettazione di beni d’arte di provenienza furtiva, rubati da luoghi di culto e in istituti religiosi tra l’alto casertano e la provincia di Isernia.

In Toscana 2/a donna più longeva a mondoVive a Montelupo Fiorentino, ieri morta giapponese 117enne

MONTELUPO FIORENTINO (FIRENZE)22 aprile 201821:07

– MONTELUPO FIORENTINO (FIRENZE), 22 APR – Potrebbe essere Giuseppina Projetto, italiana che vive a Montelupo Fiorentino (Firenze), la seconda donna più longeva al mondo con i suoi 115 anni e 326 giorni. Lo si apprende dai dati del ‘Gerontology search group’ dopo che ieri si è spenta in Giappone la decana dell’umanità, Nabi Tajima, all’età di 117 anni e 260 giorni. La signora Projetto, nativa de La Maddalena (Sassari) da genitori di origini siciliane, adesso è seconda in questa speciale classifica dietro a un’altra donna nipponica, Chyho Miyako, che a oggi conta 116 anni e 354 giorni. Giuseppina Projetto già dal febbraio scorso è la donna più anziana d’Europa e la seconda persona in Italia più longeva di sempre. “Ti abbraccio forte nonna Pina a nome di tutta Montelupo”, è il commento del sindaco Paolo Masetti su Facebook.
Migranti: 500 salvati nel MediterraneoSei le operazioni di soccorso solo oggi

Migranti: 500 salvati nel MediterraneoSei le operazioni di soccorso solo oggi

ROMA22 aprile 201823:57

– ROMA, 22 APR – Sono circa 500 i migranti tratti in salvo nella giornata odierna nel Mediterraneo Centrale, in 6 distinte operazioni di soccorso coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera a Roma, del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. I migranti, che si trovavano a bordo di 5 gommoni e 1 barchino, sono stati soccorsi dalle unità della Guardia Costiera Nave Diciotti, motovedette CP850, CP860 e CP319, da una nave mercantile e da un assetto EUNAVFORMED.
Droga: nove arresti in cinque regioniSgominata banda trafficanti, con giro affari mezzo mln annuo

GELA (CALTANISSETTA)23 aprile 201809:40

– GELA (CALTANISSETTA), 23 APR – I carabinieri del reparto territoriale di Gela, insieme a quelli di Catania, Lodi, Venezia, Livorno, Ragusa e Ravenna, stanno eseguendo nove ordini di custodia cautelare e una ventina di perquisizioni su disposizione della Dda e della procura per i minori di Caltanissetta per sgominare una banda di trafficanti di droga con un giro d’affari di quasi mezzo milione di euro l’anno.
L’operazione, denominata “Cruis”, sta impiegando un centinaio di uomini in cinque regioni d’Italia. Gli investigatori sono riusciti a ricostruire i movimenti della banda e scoprire i canali d’ingresso della cocaina a Gela nel nisseno.
Muore travolto da cavallo, protestaAnnunciata campagna contro ‘Cavalcata dei buoi’ di Chieuti

FOGGIA23 aprile 201809:56

– FOGGIA, 23 APR – “Siamo stati purtroppo facili profeti nel prevedere che la corsa dei buoi di Chieuti sarebbe finita in tragedia, e così, dopo la morte del bue stremato durante le prove, è toccato alla vittima umana”. Lo afferma Francesco Fortinguerra, portavoce della campagna contro la corsa promossa da Comitato Europeo Difesa Animali onlus dopo che ieri, a Chieuti, durante la ‘Cavalcata dei buoi’ un uomo di 78 anni, molisano, è stato travolto e ucciso da un cavallo che aveva disarcionato il cavaliere. L’uomo è stato poi investito da uno dei carri dei buoi che partecipavano alla gara che avviene nelle strade del paese a tratti non transennate. L’associazione, che nei giorni precedenti aveva formalmente chiesto alle autorità di vigilare sul rispetto delle norme riguardanti gli animali, annuncia che lancerà “una campagna a livello internazionale con la diffusione delle foto e dei filmati” sulla manifestazione affinché “la Regione comprenda che il discredito che deriva dal mantenere questa corsa barbarica”

Scossa 3.0 in Appennino tosco romagnoloEpicentro in provincia di Forlì, avvertita anche nell’aretino

AREZZO23 aprile 201810:25

– AREZZO, 23 APR – Una scossa di terremoto di magnitudo 3.0 con epicentro che l’Ingv ha indicato a Verghereto nell’Appennino tosco romagnolo, in provincia di Forlì, e una profondità di 10 chilometri, è stata registrata alle 7.07 ed è stata avvertita distintamente nella provincia di Arezzo. Al momento non risultano danni a edifici o persone neppure a Pieve Santo Stefano (Arezzo), il centro aretino più vicini all’epicentro del sisma. Dopo la scossa sono state molte le telefonate arrivate al centralino dei vigili del fuoco da Casentino e Valtiberina ma anche da Arezzo.
Giù soffitto, 2 feriti in sala scommesseNel torinese, visitate in ospedale due persone. Non sono gravi

TORINO23 aprile 201810:48

– TORINO, 23 APR – Due persone sono state ferite, in modo lieve, dal crollo del soffitto di una sala scommesse a Chieri, nel torinese. L’incidente ieri sera in corso Dante, durante Juventus-Napoli, per cause che sono in corso di accertamento da parte dei vigili del fuoco. I due feriti sono stati trasportati per precauzione in ospedale, dove sono stati sottoposti agli accertamenti del caso.
Anziano in coma dopo rapina a MilanoAggredito venerdì a Milano sottocasa da un romeno poi arrestato

MILANO23 aprile 201810:53

– MILANO, 23 APR – Sono gravi ma stazionarie le condizioni di un anziano aggredito tre giorni fa da un rapinatore e ricoverato in rianimazione, in coma, a Milano.
L’aggressore gli ha sferrato dei pugni facendolo cadere rovinosamente a terra, sotto casa, davanti all’ingresso condominiale. Il rapinatore è stato rintracciato e arrestato dalla Polizia: si tratta di un romeno di 29 anni, Chestor Caldararu.
Nelle immagini riprese dalle telecamere del palazzo in via dei Valtorta il 20 aprile, si vede l’anziano rientrare a casa con un sacchetto della spesa e lo straniero in agguato che improvvisamente lo colpisce con brutalità, pare senza dire nulla. L’anziano è caduto e ha violentemente battuto la nuca, prima di essere derubato dall’aggressore che poi lo ha abbandonato agonizzante sul selciato.
Elettricista solidale da Alpi a EtiopiaIn vacanza con dipendenti ha realizzato impianto per un ospedale

BOLZANO23 aprile 201811:18

– BOLZANO, 23 APR – Il premio Helping Hands dell’Associazione Medici dell’Alto-Adige per il Mondo è andato a Luis Spechtenhauser. Dall’anno 2013 l’elettricista di Cengles dedica le sue vacanze ad eseguire riparazioni e manutenzioni nell’ospedale di Attat in Etiopia, in team con Peter Niederfriniger, Karl Telser e Peter Klotz. In una sorta di gita aziendale di solidarietà, questa primavera Spechtenhauser ha portato con se ad Attat alcuni collaboratori della sua azienda ed altri artigiani con i quali ha realizzato un impianto di distribuzione elettrica per l’intero ospedale.
Nel 2017 l’Associazione ha sostenuto ben 30 progetti in 13 paesi e sono stati realizzati 19 interventi da parte di medici ed artigiani. Il presidente Toni Pizzecco ha sottolineato in particolare gli interventi di elettricisti ed altri volontari in Etiopia ed in Camerun, grazie ai quali sono stati installati impianti di produzione elettrica in due ospedali. Inoltre si son potuti realizzare diversi eventi formativi di personale medico in loco.
Arrestati dipendenti delle EntrateTre funzionari Agenzia a domiciliari a Torino per truffa e falso

TORINO23 aprile 201811:20

– TORINO, 23 APR – Percepivano le indennità previste senza effettuare i sopralluoghi e le missioni di cui erano incaricati. Tre funzionari dell’Agenzia delle Entrate di Torino sono stati arrestati dai carabinieri per truffa e falso.
L’inchiesta è nata dagli sviluppi delle indagini che nel giugno dello scorso anno portarono all’arresto di altri due dipendenti, ora licenziati.
Secondo l’accusa, tra il luglio 2015 e il luglio 2017, i tre funzionari, che ora si trovano ai domiciliari, non hanno eseguito le missioni esterne per le quali erano incaricati di volta in volta con disposizione dirigenziale. In questo modo, oltre alla quota parte di stipendio avrebbero percepito anche le indennità di missione e i buoni pasto per attività che in realtà non hanno mai svolto.
I tre, sempre secondo l’accusa, timbravano il badge prima e dopo ogni missione e ogni quadrimestre predisponevano i report delle attività, indicando missioni mai fatte.
Pirozzi,biblioteca segnale per ripartireOggi inaugurazione, “ricominciare dalla cultura e dal sapere”

AMATRICE (RIETI)23 aprile 201811:52

– AMATRICE (RIETI), 23 APR – “Questo progetto è nato 14 mesi fa. Avevamo e abbiamo la certezza assoluta che questi luoghi potranno ripartire se ci sono luoghi di aggregazione. È importante la biblioteca, che prima c’era, è importante il campo da calcio e il parco”. È quanto ha detto il sindaco di Amatrice (Rieti), Sergio Pirozzi, intervenendo all’apertura della biblioteca donata da Amazon e dall’Università di Udine nell’ambito del progetto ‘Unibook per Amatrice’. “Anche perché – ha detto ancora il sindaco del Comune reatino colpito dal terremoto del 2016 – se non ripartiamo dalla cultura e dal sapere questi saranno luoghi che difficilmente potranno ripartire. Questa iniziativa ricorda una scommessa che abbiamo fatto nel 2014, quando decidemmo di riaprire la biblioteca che era chiusa da 25 anni. Un bel segnale – ha concluso Pirozzi – grazie ad Amazon e agli amici dell’Università di Udine”.
Tenta ‘scalata’ Fontana Trevi, bloccatoA turista polacco anche 500 euro di multa

ROMA23 aprile 201811:52

– ROMA, 23 APR – Tenta la ‘scalata’ di Fontana di Trevi ma è stato bloccato e denunciato dalla Polizia Locale.
E’ successo ieri sera quando una pattuglia del I Gruppo Centro durante il servizio di controllo della zona ha bloccato un turista intento a salire sul monumento a ridosso della fontana.
“L’improvvisato arrampicatore”, nonostante gli fosse stato intimato di scendere, ha proseguito nel suo intento. Una volta bloccato il turista polacco, di 44 anni, è stato trovato senza documenti e denunciato. La scalata è costata al turista 500 euro di sanzione oltre che la denuncia per rifiuto di fornire le proprie generalità. La Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali ha avviato i controlli per rilevare eventuali danni al monumento.
Muore travolto in corsa buoi, inchiesta78enne prima investito da cavallo in corsa e poi da carri

CHIEUTI (FOGGIA)23 aprile 201812:31

– CHIEUTI (FOGGIA), 23 APR – La Procura di Foggia ha aperto un’inchiesta sulle cause che hanno portato alla morte di Michele Florio, il pensionato di 78 anni travolto prima da un cavallo e poi da un carro durante la tradizionale Corsa dei buoi che si è tenuta ieri a Chieuti, piccolo comune foggiano al confine con il Molise. Il cavallo che ha travolto l’uomo aveva disarcionato il cavaliere a causa della rottura del sottopancia della sella. L’uomo, che era di spalle, non si è accorto dell’arrivo del cavallo in piena corsa che lo ha travolto. E’ finito a terra lungo il tragitto della gara e poco dopo è stato travolto dai carri trainati dai buoi che sopraggiungevano a tutta velocità. Le indagini sono affidate ai carabinieri che hanno ascoltato una quindicina di persone anche legate all’organizzazione dell’evento e hanno avviato verifiche sul rispetto delle norme di sicurezza previste per questo genere di eventi. Da un video sulla tragedia, si nota che il tracciato della corsa non era delimitato da barriere di protezione.
Ritrovata studentessa scomparsaIndividuata a Fidenza. Appelli anche a ‘Chi l’ha visto’

PIACENZA23 aprile 201812:33

– PIACENZA, 23 APR – Dopo 13 giorni di ricerche è stata trovata nella notte Sabrina Ye, studentessa 18enne di Piacenza che aveva fatto perdere le proprie tracce dal pomeriggio del 9 aprile, quando non era rientrata a casa dopo aver sostenuto l’esame di guida. Nella notte una pattuglia dei carabinieri l’ha individuata alla stazione ferroviaria di Fidenza (Parma). Pare che poco prima avesse chiamato un parente che abita in zona, il quale ha subito avvertito il 112. La giovane ora si trova ricoverata in ospedale per accertamenti. Nei giorni scorsi i carabinieri avevano anche diffuso un appello e della vicenda si era occupata anche la trasmissione ‘Chi l’ha visto’.
Marini, uniti per Festa liberazionePresidente Umbria scrive a sindaco dopo no patrocinio ad Anpi

PERUGIA23 aprile 201813:02

– PERUGIA, 23 APR – Non separare le istituzioni dall’Anpi nelle celebrazioni del 25 aprile di Todi: è l’invito che la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, rivolge al sindaco, Antonino Ruggiano. Lo fa in una lettera in cui annuncia che parteciperà alle celebrazioni ufficiali di quella che è anche la sua città. “Spero – dice – che Comune e Regione siano a fianco di Anpi”.
Marini è intervenuta dopo la decisione del Comune, guidato da una Giunta di centro destra, di negare il patrocinio alle iniziative promosse dall’Associazione nazionale partigiani, organizzando comunque un proprio programma.
“Non comprendo – ha scritto la presidente – come il programma delle celebrazioni dell’Anpi di Todi possa essere considerato contro la Costituzione e le leggi o lesivo dell’immagine e della dignità del Comune di Todi, uniche condizioni per le quali si possa ritenere non concedibile il patrocinio e l’uso dello stemma della città”.
Stato mafia:De Raho,mafia fu legittimataPassato da ricostruire. Parti Stato non hanno fatto loro dovere

ROMA23 aprile 201813:04

– ROMA, 23 APR – Dopo la sentenza del processo Stato-mafia, che ha riconosciuto l’esistenza di una ‘trattativa’ ai massimi livelli, “c’é un passato da ricostruire attentamente, guardando a quelle parti dello Stato che non hanno fatto quello che dovevano fare”: a dirlo è il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho al programma I Funamboli su Radio 24. “Io credo che – ha detto il procuratore – la sentenza dà conferma di una ricostruzione che era quella alla quale si guardava nell’ambito dell’ esame delle stragi, soprattutto quelle in cui hanno trovato la morte Falcone e Borsellino, della presenza cioè di soggetti estranei alle mafie e interni a gruppi in grado di influire in modo lesivo sulla nostra democrazia”.
La sentenza – ha aggiunto – “dà certezza della ricostruzione della verità: che certi soggetti hanno avuto rapporti con la mafia, hanno potuto arrivare a una sorta di accordo e così hanno legittimato la mafia”.
Picchia bimba,arrestato maestro sostegnoSchiaffi pure ad altri alunni. In classe guardava foto porno

POTENZA23 aprile 201813:15

– POTENZA, 23 APR – Ha picchiato “quotidianamente” un’alunna disabile di nove anni a lui affidata: su decisione del gip di Potenza, un insegnante di sostegno è stato arrestato e posto ai domiciliari. Le indagini dei Carabinieri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Potenza, hanno inoltre permesso di accertare che l’insegnante, quando sostituiva le maestre di ruolo, prendeva a schiaffi anche altri alunni e infliggeva loro punizioni per evitare che riferissero che in classe guardava sul suo pc foto a contenuto pornografico.
Vive in bosco e coltiva ‘erba’,arrestatoSulle colline di Lavagna aveva anche decine di uccelli protetti

GENOVA23 aprile 201813:40

– GENOVA, 23 APR – Un quarantenne bergamasco che ha deciso di abbandonare la città per vivere da solo in un bosco sulle colline di Lavagna (Genova), dove si è creato una baracca ricovero, è stato arrestato per spaccio di stupefacenti. L’uomo, Andrea Benagli, 38 anni, vive allevando maiali e polli e per compagnia ha uccellini che cattura e alleva con cura, soprattutto usignoli. Poi coltiva alberi da frutto e ortaggi e tra questi piante di marijuana e proprio per questo è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Chiavari. L’uomo, incensurato, è descritto dai militari come persona educata e curata. E’ accusato di spaccio perché nella baracca aveva 100 grammi di marijuana essiccata, pronta per essere fumata.
All’uomo sono stati concessi gli arresti domiciliari nel suo rifugio isolato. L’uomo è finito nei guai anche per la sua passione per gli uccelli. Alcuni sono specie protetta come l’usignolo del Giappone: è stato denunciato per detenzione di animali protetti. I militari pensano che l’uomo li vendesse al mercato nero.
‘Sei morta’ alla moglie, arrestatoDonna minacciata anche con coltello durante separazione

RENDE (COSENZA)23 aprile 201813:45

– RENDE (COSENZA), 23 APR – “Sei morta.. hai finito di campare.. non ci sarà posto dove potrai rifugiarti..”: è questo uno dei messaggi che un 59enne inviava alla moglie con la quale era in fase di separazione. Messaggi che in una occasione erano stati seguiti dalla minaccia con un coltello da cucina. Gesti che adesso hanno portato all’arresto dell’uomo, posto ai domiciliari dai carabinieri di Rende con l’accusa di stalking in esecuzione di un’ordinanza del gip.
L’uomo, secondo quanto accertato dai militari, ha tempestato la moglie di messaggi e telefonate dal contenuto funesto.
Minacciandola con il coltello, l’uomo ha costretto la moglie ad allontanarsi definitivamente dall’abitazione in cui vivevano.
Evade da domiciliari per Juve-NapoliCarabinieri lo trovano in un pub ‘volevo guardare big-match’

MILANO23 aprile 201813:50

– MILANO, 23 APR – Già messo agli arresti domiciliari, un uomo di 20 anni residente a San Donato Milanese la scorsa notte è stato trovato in un pub cittadino mentre sorseggiava tranquillamente una bibita. Il ventenne si è giustificato spiegando di essere uscito di casa per andare a vedere il big match Juventus-Napoli. L’uomo è stato arrestato per evasione dai carabinieri e ristretto al proprio domicilio in attesa della celebrazione del rito direttissimo.
Turbarono aste agriturismo, due arrestiNel Fiorentino, acquirenti minacciati per evitare vendita

FIRENZE23 aprile 201813:58

– FIRENZE, 23 APR – Un imprenditore di 66 anni, residente a Fucecchio (Firenze), è stato arrestato dalla guardia di finanza a seguito di una misura di custodia cautelare in carcere per il reato di turbata libertà degli incanti, con l’accusa di aver ostacolato la vendita all’asta di un agriturismo la cui proprietà è a lui riconducibile, pignorato a causa di alcuni debiti contratti. Agli arresti con la stessa accusa un avvocato napoletano di 54 anni. Coinvolto nella indagini anche un avvocato fiorentino al quale i finanzieri notificheranno un convocazione per essere interrogato, ai fini della possibile applicazione della misura interdittiva dalle funzioni pubbliche. Le indagini, coordinate dal pm Paolo Barlucchi, hanno permesso di accertare che le varie aste che si sono succedute nel tempo, 9 dal 2015 ad oggi, sarebbero state ostacolate dall’imprenditore, che avrebbe scoraggiato gli interessati a partecipare, arrivando a minacciarli apertamente o minacciando che avrebbe demolito l’agriturismo dopo l’aggiudicazione.
Mafie: nel Lazio 93 clan, 50 a RomaZingaretti, non delegare lotta ma opporsi con coerenza

ROMA23 aprile 201814:01

– ROMA, 23 APR – Il numero dei gruppi criminali storicamente presenti nella regione dagli anni Settanta a oggi è di 154. Di questi, 62 clan sono stati tracciati da indagini e processi ma non sono più citati in indagini giudiziarie o rapporti istituzionali da almeno 4 anni. Ciò non significa che non siano più operativi. I clan invece ‘attivi’ al dicembre 2017 sono 93, fra gruppi, clan, famiglie, tradizionali, autoctone e narcotrafficanti che usano il metodo mafioso. E’ quanto emerge dal III Rapporto Mafie nel Lazio presentato stamani a Roma. Dei 93 clan, 50 clan operano solo a Roma dove sono presenti clan di mafia tradizionale. Il sistema criminale romano vede anche l’azione di autonomi che entrano in azione con gruppi già menzionati e con i narcotrafficanti che a Roma commerciano droga e controllano alcuni quartieri. Non ultimi sono presenti i boss delle mafie straniere”. Secondo il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti la “lotta alla mafia è repressione ma è anche lavoro, e “opporsi con coerenza senza delegare”.
Scappa con i figli da BolzanoLa moglie ha denunciato la loro scomparsa

BOLZANO23 aprile 201814:51

– BOLZANO, 23 APR – Sono in corso ricerche in tutta Italia di un padre, che ieri si è allontanato con i due figli di 4 e 2 anni dall’abitazione di famiglia a Bolzano. Jamel Methenni, un cittadino tunisino di 33 anni, ha fatto perdere le sue tracce. E’ in viaggio con un furgone, probabilmente in direzione sud. Il cellulare è stato localizzato per l’ultima volta nella zona di Verona. Ieri, al suo rientro dal lavoro, la moglie, una cittadina italiana di 28 anni, ha scoperto che il marito e i due figli Yassine e Yasmine, un maschio e una femmina, non erano in casa. Mancava anche un borsone e dei vestiti, così la moglie ha fatto denuncia di scomparsa ai carabinieri di Bolzano. La centrale operativa dei carabinieri di Bolzano raccoglie informazioni e segnalazioni al 0471-337662.
Gdf denuncia 53 dirigenti Regione MarcheIndebite stabilizzazioni personale sanità tra 2008 e 2013

ANCONA23 aprile 201814:56

– ANCONA, 23 APR – Abuso d’ufficio per aver permesso l’assunzione in Regione Marche a tempo indeterminato di 776 persone, stabilizzando personale, violando la norma costituzionale che prevede l’ingresso nella pubblica amministrazione per concorso. E’ l’accusa per cui la Gdf di Macerata, coordinata dalla Procura di Ancona, ha denunciato 53 dirigenti della Regione, individuando una spesa di oltre 121 milioni di euro. Secondo la Gdf le stabilizzazioni riguardano il settore sanità e risalgono ad un periodo compreso tra il 2008 e il 2013. Le risultanze dell’indagine ‘Easy Job’ sono state segnalate anche alla Procura regionale della Corte dei Conti per un eventuale danno erariale. Denunciati anche 12 dei dipendenti stabilizzati. Per l’Azienda Sanitaria Unica Regionale, a cui apparterrebbero alcuni dei funzionari indagati, “dalle prime informazione sembra che l’indagine riguardi fatti risalenti a circa dieci anni fa”. L’Azienda Sanitaria Unica Regionale, a cui appartengono alcuni funzionari indagati, attiverà una verifica autonoma.
Figlio due madri registrato a anagrafeDopo annuncio sindaca Appendino di voler ‘forzare mano’ a legge

TORINO23 aprile 201814:59

– TORINO, 23 APR – Il Comune di Torino ha registrato oggi, nell’anagrafe cittadina, il figlio di due mamme nato nel nostro Paese. Si tratta del primo riconoscimento alla nascita di un bimbo di una coppia omogenitoriale. Dopo aver annunciato nei giorni scorsi l’intenzione di dare pari diritti anche “forzando la mano”, questa mattina, infatti, la sindaca Chiara Appendino ha firmato l’atto che riconosce Niccolò Pietro come figlio di Chiara Foglietta, vicecapogruppo del Pd in consiglio comunale, e della compagna Micaela Ghisleni, bioeticista.
Insieme alla consigliera Foglietta e alla sua compagna, all’anagrafe di Torino c’erano altre due coppie, due papà e due mamme, per le quali è stato trascritto l’atto di nascita dei figli, nei loro casi nati all’estero. “L’atto di metter mano al registro delle nascite da parte della sindaca – commenta Marco Giusta, assessore comunale alle Famiglie – è stato un gesto di libertà e gioia. Finalmente ai loro figli è stato riconosciuto il diritto ad avere una famiglia”.
Terrorismo: condannato foreign fighterEra stato arrestato a Foggia nel luglio 2017

BARI23 aprile 201815:12

– BARI, 23 APR – Il gup del Tribunale di Bari Marco Galesi ha condannato alla pena di 5 anni di reclusione per i reati di terrorismo internazionale di matrice islamica e istigazione alla jihad armata il 38enne ceceno Eli Bombataliev, arrestato a Foggia nel luglio 2017 su disposizione della Dda di Bari. La sentenza è stata emessa al termine di un processo celebrato con il rito abbreviato. Stando alle indagini della Digos e della Guardia di finanza, coordinate dai pm Giuseppe Gatti e Lidia Giorgio, l’uomo è un foreign fighter ceceno dell’Isis appartenente al gruppo terroristico ‘Emirato del Caucaso’, arrivato a Foggia dal Belgio nel 2012 dove subito aveva ottenuto lo status di rifugiato. Avrebbe istigato al martirio la moglie, una 49enne russa poi espulsa. Bombataliev era stato ospitato a lungo nell’associazione culturale “Al Dawa” di Foggia, il cui presidente, il 59enne Mohy Eldin Mostafa Omer Abdel Rahman di origini egiziane, è stato arrestato nelle scorse settimane con l’accusa di indottrinare bambini alla jihad

Bullismo, studente video chiede scusaMadre a legale, umiliato anche davanti a prof

LECCE23 aprile 201815:28

– LECCE, 23 APR – Ha chiesto scusa in classe lo studente dell’istituto tecnico ‘Fermi’ di Lecce al centro del video choc che lo riprende mentre in classe mette al muro un suo compagno di 17 anni colpendolo a calci e minacciandolo con una sedia. Lo riferisce il preside dell’istituto, Giuseppe Russo.
“Il ragazzo, presa coscienza del terremoto mediatico che lo ha travolto,- ha detto -ha chiesto in classe che non se ne parlasse più scusandosi davanti ai compagni e alla stessa vittima per il suo comportamento. E’ un ragazzo fragile anche lui”. Il giovane avrebbe raccontato alla madre – secondo quanto riferito da lei poi al legale – “di episodi di bullismo continuo, a volte segnati anche da lividi, soprusi spesso durati per l’intera mattinata scolastica, in un caso avvenuti anche alla presenza di un docente in classe”.
Fermati per corteo antifascista BrianconLegati a mondo antagonista, loro posizione al vaglio inquirenti

TORINO23 aprile 201815:42

– TORINO, 23 APR – Quattro italiani sono stati fermati dalle forze di polizia francesi in occasione del corteo antifascista di ieri cominciato in territorio italiano e terminato nella zona di Briancon, oltre confine. E’ quanto appreso dall’ANSA da fonti qualificate. I fermati sono legati al mondo dell’antagonismo. La loro posizione è al vaglio degli inquirenti.
La manifestazione era stata convocata per protesta contro un presidio di Generation Identitaire.
Figlio 2 madri, Appendino ‘pezzo storia’Generato percorso che speriamo adegui sistema normativo

TORINO23 aprile 201815:52

– TORINO, 23 APR – “Speriamo di aver generato, anche con il supporto del Coordinamento Torino Pride, l’avvio di un percorso che adegui l’attuale sistema normativo all’evolvere della società civile. Abbiamo contribuito a scrivere un pezzo di storia”. Così la sindaca di Torino Chiara Appendino commenta la registrazione dei figli di tre coppie omogenitoriali, tra cui il primo caso, alla nascita, di un bimbo nato in Italia. “E’ una di quelle giornate – dice – per cui vale davvero la pena ogni goccia di energia spesa per fare politica”.
Fallimento Creaf Prato:indagato BiffoniInvito a comparire per cooperazione colposa in bancarotta

PRATO23 aprile 201815:55

– PRATO, 23 APR – Matteo Biffoni è stato invitato a comparire dalla procura di Prato come indagato nell’indagine sulle sorti del ‘Creaf’, il centro di ricerca pubblico di via Galcianese, poi fallito, che ha visto investire la Provincia di Prato diversi milioni di euro senza che l’impresa abbia mai avviato le sue attività. Biffoni è indagato nel ruolo di presidente della Provincia di Prato e il reato contestato è quello di ‘cooperazione colposa in bancarotta semplice’. E’ stato lo stesso Biffoni, che è anche sindaco di Prato e presidente di Anci Toscana, ad annunciarlo. “Sono stato invitato a comparire con un atto notificatomi venerdì sera – ha spiegato – e ci tenevo ad essere trasparente ed avvisare tutti”. La procura contesta agli amministratori del centro di ricerca, di cui la Provincia di Prato è socio di maggioranza, di aver chiesto il fallimento in ritardo rispetto a quanto dovuto.
Indagati anche Lamberto Gestri, Daniele Panerati, Luca Rinfreschi e Laura Calciolari, amministratori della società in momenti diversi.
Messaggio d’amore sul Duomo, denunciatoPer il compleanno della fidanzata, agenti lo bloccano

MESSINA23 aprile 201815:58

– MESSINA, 23 APR – “Sei stata la vittoria più bella in un mondo di sconfi…”. Era questa la frase che un ragazzo non ha avuto il tempo di terminare. Voleva festeggiare il compleanno della fidanzata, ma è stato bloccato dagli agenti, perché la scritta non era su un muro qualunque ma su uno dei simboli più importanti di Messina, il muro del campanile di piazza Duomo. Il giovane è stato denunciato per deturpamento del monumento, dopo essere stato bloccato con la bomboletta spray in mano.
Offese a prof Lucca, presto interrogatiOltre ai ragazzi sarà sentito anche docente vittima minacce

FIRENZE23 aprile 201816:06

– FIRENZE, 23 APR – Saranno ascoltati nei prossimi giorni, e comunque entro la fine della settimana, i 6 studenti dell’Itc Carrara di Lucca, indagati per aver offeso e minacciato in classe il loro professore di italiano e storia, facendo girare poi dei video sulla rete. A stretto giro, inoltre, sarà convocato lo stesso professore, che dovrà fornire spiegazioni, tra l’altro, circa il contesto in cui sono maturati i fatti di bullismo e circa le sue reazioni. L’intenzione degli inquirenti, sempre secondo quanto appreso, è quella di ascoltare il prima possibile tutte le persone coinvolte nella vicenda, compreso il preside dell’istituto. I 6 studenti sabato sono stati perquisiti dalla Polposta, che ha sequestrato gli indumenti indossati dai ragazzi nei video, i loro cellulari e il casco integrale da moto usato per colpire il docente. I bulli da oggi sono sospesi da scuola, su decisione del consiglio d’istituto. Tre potranno rientrare in classe prima della fine dell’anno scolastico, gli altri tre saranno bocciati.
Jihadisti Venezia, condanne per 13 anniIn tre a processo. Bloccati da blitz interforze nel marzo 2017

VENEZIA23 aprile 201816:26

– VENEZIA, 23 APR – Il Gup Massimo Vicinanza ha condannato con rito abbreviato a 5 anni Arjan Babaj di 28 anni, e a 4 anni Dake Haziraj (27) e Fisnik Bekaj (25), i tre cittadini kosovari votati all’estremismo islamico che avevano messo nel mirino, tra l’altro, un attentato al Ponte di Rialto di Venezia. Per tutti e tre al termine della detenzione scatterà l’espulsione.
I tre, più un quarto minorenne e già condannato a 4 anni e otto mesi, di professione camerieri, si incontravano in un appartamento a due passi dal Piazza San Marco per studiare l’Isis e tecniche di guerra.

29 euro da Stato,Comune dica come spendeSindaco Neirone, li metterò per pagare affitto asilo vicino

GENOVA23 aprile 201816:33

– GENOVA, 23 APR – Il sindaco del Comune di Neirone, piccolo comune in provincia di Genova, ha ricevuto la lettera del Ministero dell’Istruzione con la quale gli si chiede di giustificare la spesa dei 29 euro ottenuti con il riparto dei fondi per l’edilizia scolastica destinati alla ristrutturazione, messa in sicurezza, riqualificazione delle scuole. Neirone, una manciata di chilometri in salita da Genova, 959 abitanti, una densità pari a 2 abitanti a km quadrato aveva ricevuto 29 euro, frutto della ripartizione dal fondo destinato alle scuole per bambini fino ai 6 anni di età. La Liguria in tutto aveva ottenuto 4 mln 870.526 euro divisi con un algoritmo tra i 129 comuni in base al numero di bambini e agli investimenti fatti negli anni.
Ebrei Roma: corteo 25 aprile a rischioAnpi e Campidoglio prendano posizione su parole palestinesi

ROMA23 aprile 201816:38

– ROMA, 23 APR – “Senza una presa di posizione netta di Anpi e Campidoglio in merito alla presenza di gruppi organizzati con bandiere palestinesi e kefieh l’accordo per il corteo unitario del 25 aprile a Roma salta”. Così la comunità ebraica di Roma riguardo la dichiarazione della comunità palestinese di Roma che ha annunciato che sfilerà alla manifestazione del 25 aprile nella capitale “con le kefieh e le bandiere palestinesi”.
Comunità pakistana, autopsia su Sana’Padre e zio non possono lasciare Paese, area sotto sequestro’

BRESCIA23 aprile 201816:51

– BRESCIA, 23 APR – “Il padre e lo zio di Sana non possono lasciare il territorio del Pakistan e la zona dove è stata sepolta la ragazza è sotto sequestro”. Lo ha spiegato Raza Asif, segretario nazionale della comunità pakistana in Italia intervenuto sul caso della 25enne, Sana Cheema, cresciuta a a Brescia, cittadina italiana morta in Pakistan dopo aver rifiutato un matrimonio combinato e sulla cui fine restano ancora molti lati da chiarire. “Sarà eseguita l’autopsia” ha poi annunciato il segretario della comunità pakistana in Italia.
25 aprile: Ebrei, Anpi escluda palestinesi da corteo’Anpi e Campidoglio prendano posizione’

23 aprile 201818:48

“Senza una presa di posizione netta di Anpi e Campidoglio in merito alla presenza di gruppi organizzati con bandiere palestinesi e kefieh l’accordo per il corteo unitario del 25 aprile a Roma salta”. Così la comunità ebraica di Roma riguardo la dichiarazione della comunità palestinese di Roma che ha annunciato che sfilerà alla manifestazione del 25 aprile nella capitale “con le kefieh e le bandiere palestinesi”. “Parteciperemo al corteo di Roma del 25 aprile sfilando con le kefieh e le bandiere palestinesi e rilanciamo l’appello a tutti i sinceri antimperialisti, antifascisti, antirazzisti, antisionisti, a tutte le resistenze internazionali alla partecipazione”, era stato l’appello della Comunità Palestinese di Roma. “Lo spirito unitario della resistenza italiana – afferma il Campidoglio – è alla base della nostra Costituzione. A questo, e non ad altro, è dedicata la manifestazione di mercoledì che auspichiamo veda sfilare finalmente insieme Anpi e Comunità ebraica a Roma. Respingiamo ogni tentativo di strumentalizzazione della manifestazione per rivendicazioni diverse da quelle indicate dagli organizzatori stessi”.

P.za S.Carlo, salgono a 3 accusati caosE’ un 21enne già arrestato per colpi con spray in altre città

TORINO23 aprile 201818:46

– TORINO, 23 APR – C’è un terzo fermo nell’inchiesta sulla rapina che la sera del 3 giugno 2017 a Torino ha scatenato il panico in piazza San Carlo. Il provvedimento ha raggiunto in carcere Aymene Es Sabihi, 21 anni, residente nel capoluogo piemontese, già arrestato per l’inchiesta della polizia sui colpi messi a segno dalla banda in varie città italiane ed europee.
Es Sabihi, nei giorni scorsi, aveva dichiarato agli inquirenti di essere arrivato in piazza San Carlo solo dopo i fatti. Ora, secondo quanto si apprende, divide con altri due indagati le accuse di lesioni e morte come conseguenza di altro reato in relazione al ferimento di oltre 300 persone e alla morte di Erika Pioletti.
Assenteisti 6 dipendenti Comune regginoA Cosoleto gli impiegati andavano in piazza nelle ore di lavoro

COSOLETO (REGGIO CALABRIA)23 aprile 201819:06

– COSOLETO (REGGIO CALABRIA), 23 APR – Durante l’orario di lavoro andavano in piazza a chiacchierare o curavano i loro interessi privati. É l’accusa che la Procura della Repubblica di Palmi contesta a sei impiegati del Comune di Cosoleto, nel reggino, i quali si sarebbero allontanati arbitrariamente dal posto di lavoro ed a cui vengono contestati, a vario titolo, diversi reati che vanno dalla truffa aggravata ai danni dello Stato e dalla falsità ideologica alle false attestazioni e certificazioni. I carabinieri di Cosoleto hanno notificato ai sei impiegati altrettanti obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria emessi dal Gip su richiesta del sostituto procuratore Enrico Barbieri. Il fenomeno dell’assenteismo era tanto dilagante che alcuni soggetti timbravano il cartellino anche per chi era legittimamente assente, tanto era radicato il loro comportamento fraudolento.
Le indagini che hanno portato alle misure cautelari erano state avviate nel 2015.
Sparatoria nel Salernitano, un feritoVittima è in sala operatoria, indaga la polizia

SALERNO23 aprile 201819:49

– SALERNO, 23 APR – Un uomo è stato ferito oggi pomeriggio nel corso di una sparatoria a Nocera Inferiore, nel Salernitano, in via Borsellino.
Sul posto gli agenti del locale Commissariato di polizia, guidati dal vice questore Luigi Amato. La vittima, raggiunta all’addome da un colpo di pistola, è stato trasportato all’ospedale Umberto I dove è tuttora sottoposto ad un intervento chirurgico.

Pamela, funerali a Roma il 5 maggioIntanto nuovo arrestato per Oseghale per spaccio

MACERATA23 aprile 201819:50

– MACERATA, 23 APR – Si terranno il 5 maggio i funerali di Pamela Mastropietro, la ragazza uccisa a Macerata lo scorso 30 gennaio e il cui corpo era stato ritrovato a pezzi in un trolley. Lo annunciano i familiari della ragazza. “Avremo finalmente un luogo dove piangerla, dove poterle portare un fiore o recitare una preghiera”, dicono. La cerimonia funebre si terrà nella parrocchia di Ognissanti di via Appia Nuova a Roma ed inizieranno alle 11. “Abbiamo scelto il primo sabato del mese dedicato alla Vergine Maria vista la devozione che, per essa, aveva Pamela, oltre a noi tutti”. La salma sarà tumulata nel cimitero capitolino del Verano. Intanto Innocent Oseghale, il 29enne nigeriano accusato di avere ucciso e fatto a pezzi la ragazza, ha ricevuto una nuova ordinanza di custodia cautelare in carcere, questa volta per spaccio. Il gip di Macerata cointesta una serie di episodi avvenuti da ottobre 2017 a gennaio 2018, prima dell’arresto del 31 gennaio per la morte di Pamela. Coinvolti anche Lucky Awelima e Desmond Lucky.
Statua Madonna distrutta, 5 denunceRiconosciuti dalle immagini su Facebook, tutti giovanissimi

BERGAMO23 aprile 201820:26

– BERGAMO, 23 APR – I carabinieri di Zingonia (Bergamo) hanno rintracciato cinque ragazzi, tre dei quali minorenni, che una decina di giorni fa rubarono la statua della Madonna da un parco pubblico di Ciserano e la distrussero, filmandosi durante una sorta di balletto sacrilego con la statua. I ragazzi, tutti italiani, tre di 17 e due di 18 anni, definiti di buona famiglia, devono rispondere del reato di “offese ad una confessione religiosa mediante vilipendio o danneggiamento di cose”.
L’episodio aveva indignato l’opinione pubblica ed era accaduto la sera del 14 aprile scorso, quando venne rubata la statua in ceramica della Madonna alta mezzo metro. L’episodio venne poi denunciato dal sindaco di Ciserano, Enea Bagini.
Proprio grazie al video pubblicato dagli stessi ragazzi su Facebook i carabinieri sono risaliti a loro. Rischiano fino a due anni di reclusione. I carabinieri hanno fatto sapere che in parte gli autori del gesto hanno fatto delle ammissioni, “cercando comunque di ridimensionare l’accaduto”.
Tentativo Vaticano, Enoc da AlfieOspedale non la riceve, vede genitori. Paglia, ‘aprire dialogo’

ROMA23 aprile 201821:04

– ROMA, 23 APR – Un tentativo estremo contro ogni ragionevolezza. Una speranza da coltivare fino all’ultimo. Ma soprattutto una vicinanza da ribadire a due giovani genitori che non si sono arresi di fronte alla prospettiva di vedere staccare le macchine che tengono in vita il loro figlio. Il Presidente dell’ospedale Bambino Gesù, Mariella Enoc, oggi è volata a Liverpool per portare ai genitori del piccolo Alfie Evans “la vicinanza di Papa Francesco” ma era anche alla ricerca di un dialogo con i vertici dell’ospedale inglese, che però non c’è stato. Il Vaticano ora chiede di fermarsi e riallacciare il dialogo. “Mi auguro che anche ora si possa riprendere un dialogo che renda più umana l’esistenza. Pena la lacerazione”, dice mons. Vincenzo Paglia, Presidente della Pontificia Accademia per la Vita. “A me pare davvero incredibile – aggiunge – che si giunga a decidere su una cura da proseguire o da abbandonare, soprattutto quando si tratta di vita e morte, con una sentenza di un tribunale”.
Rissa tra studenti, ferito 17enneGrave ma non in pericolo vita. E’ accaduto a Villa San Giovanni

VILLA SAN GIOVANNI (REGGIO CAL23 aprile 201821:06

– VILLA SAN GIOVANNI (REGGIO CALABRIA), 23 APR – Uno studente di 17 anni é stato ferito con una coltellata che gli ha provocato gravi lesioni al fegato nel corso di una rissa in cui é rimasto coinvolto insieme ad altri ragazzi. L’episodio é accaduto a Villa San Giovanni nei pressi dell’istituto professionale alberghiero, frequentato dalla maggior parte degli studenti coinvolti nella rissa e dallo stesso giovane rimasto ferito, che é stato ricoverato con prognosi riservata negli Ospedali riuniti di Reggio Calabria. Le sue condizioni, secondo quanto si é appreso, sono gravi ma non sarebbe in imminente pericolo di vita.
I carabinieri della Compagnia di Villa San Giovanni hanno avviato le indagini ed identificato la maggior parte dei giovani coinvolti nella rissa. Attraverso le loro testimonianze i militari stanno cercando adesso di ricostruire la dinamica di quanto é accaduto e di identificare il feritore.
A Pistoia insegne solo in italianoApprovato nuovo regolamento, no a kebab, sexy shop e fast food

PISTOIA23 aprile 201821:14

– PISTOIA, 23 APR – Norme più stringenti, a Pistoia, per le insegne commerciali, che dovranno essere scritte utilizzando l’italiano e non essere luminose. Lo stabilisce il nuovo regolamento approvato oggi dal consiglio comunale di Pistoia per il centro storico. Divieti precisi, inoltre, riguardano la gestione di attività come i kebab e, per quanto riguarda la sicurezza, la distribuzione di bevande in bottiglie di vetro durante le fasce orarie più a rischio, come la notte. E più in generale, tutelando le tipicità locali, grazie a questo regolamento voluto dall’amministrazione Tomasi – centrodestra – saranno vietate in centro le aperture di nuovi money transfer, internet point, sexyshop e negozi di media o grande distribuzione come i fast food. Sarà inoltre vietata l’installazione di nuove slot machine anche laddove siano già presenti altre macchine da gioco.
Autonomia: Zaia, subito da nuovo GovernoGovernatore ribadisce richieste su 23 materie e 9/10 tasse

VENEZIA23 aprile 201821:16

– VENEZIA, 23 APR – “Prima o poi un nuovo governo ci sarà. Noi saremo li’ a battere la porta subito, perché bisogna andare avanti con la trattativa sull’autonomia”. Lo ha detto il presidente Luca Zaia, parlando del tavolo ancora aperto con il Governo (dopo l’intesa di febbraio sulle prime 5 materie) per le maggiori competenze, e conseguenti risorse, da attribuire al Veneto. “Chiediamo 23 materie, i 9/10 delle tasse, la compartecipazione su tributi e aliquote, l’abbandono della spesa storica, e l’introduzione dei fabbisogni standard” ha ribadito Zaia. E sui tempi lunghi per la formazione dell’esecutivo, Zaia si è detto preoccupato “della perdita anche solo di un istante per l’autonomia, perché – ha ricordato – ho al mio fianco 2,5 mln di veneti che sono andati a votare nel referendum”.
Papa rinnova appello per piccolo Alfie”Possano tentare nuove possibilità di trattamento”

CITTA’ DEL VATICANO23 aprile 201821:22

– CITTA’ DEL VATICANO, 23 APR – “Commosso per le preghiere e la vasta solidarietà in favore del piccolo Alfie Evans, rinnovo il mio appello perché venga ascoltata la sofferenza dei suoi genitori e venga esaudito il loro desiderio di tentare nuove possibilità di trattamento”. E’ il nuovo appello del Papa per Alfie Evans lanciato via twitter.
Rissa tra bikers a fiera tatuaggi LuccaScontro fra gruppi rivali fermato da intervento agenti polizia

LUCCA23 aprile 201821:46

– LUCCA, 23 APR – Rissa sabato pomeriggio alla fiera dei tatuaggi di Lucca, il Tattoo Expo al Polo Fiere, tra due gruppi di motociclisti che si distinguono coi nomi di Bandidos, in netta maggioranza, e Golden Drakes. La rissa è scoppiata a causa di una lunga rivalità che da anni oppone i due gruppi.
Coinvolte almeno 15 persone. La rissa è stata interrotta da due agenti di polizia. Ci sono stati feriti. Due Golden Drakes sono stati portati in ospedale, uno con una frattura orbitale e prognosi di 30 giorni; l’altro lesioni più leggere e cinque giorni di prognosi. La polizia ha arrestato due bikers, ambedue dei Bandidos. In attesa del processo sono adesso sottoposti ad obbligo di presentazione alle autorità.
Corea Nord: Trump,tempo dirà se funziona’Sto facendo un lavoro che doveva essere fatto in passato’

WASHINGTON22 aprile 201819:50

– WASHINGTON, 22 APR – “Siamo lontani dalla conclusione sulla Corea del nord, forse le cose funzioneranno, e forse no. Solo il tempo lo dira’…Ma il lavoro che sto facendo avrebbe dovuto essere fatto molto tempo fa”: lo ha twittato Donald Trump.
Dazi: Macron, spero che Trump esenti Ue’Non si fa guerra agli alleati’. Intervista a vigilia visita

WASHINGTON22 aprile 201819:52

– WASHINGTON, 22 APR – “Non si fa la guerra con gli alleati spero che (Trump, ndr) deciderà di esentare l’Unione europea”: così il presidente francese, Emmanuel Macron, in un’intervista a Fox News andata in onda oggi, alla vigilia del suo arrivo negli Stati Uniti per una visita di Stato.
Macron, ‘mai mostrarsi deboli con Putin’Intervista a Fox News in visita in Usa

PARIGI22 aprile 201819:53

– PARIGI, 22 APR – Il presidente russo Vladimir Putin è un “uomo molto forte”, nei confronti del quale “non dovremmo mai mostrarci deboli”: lo afferma il presidente francese Emmanuel Macron intervistato da Fox News alla vigilia della sua visita di Stato di tre giorni negli Stati Uniti. “Quando sei debole – ha avvertito Macron – lui ne approfitta”.
Plateale sfuriata figlia Ceo Korean AirAcqua in faccia a collega,poi si scusa.Sorella fece 5 mesi cella

SEUL22 aprile 201819:57

– SEUL, 22 APR – La sorella maggiore era finita in carcere per una sfuriata simile 4 anni fa che fece il giro sui media di tutto il mondo. Ora anche la figlia minore dell’ad della compagnia aerea sudcoreana Korean Air, è stata costretta a dare le dimissioni dalla compagnia per un abuso di potere simile: ha gettato un bicchiere d’acqua in faccia a un collega durante una riunione.
In Corea del Sud la notizia è sotto i riflettori – ne parla, fra gli altri, l’agenzia Yonhap – esattamente come lo fu quella della sorella Cho Hyun-ha, 42 anni, che nel 2014 bloccò a terra a New York un volo per Seul e cacciò via uno steward perché aveva servito in prima classe noccioline ancora imbustate e non su un piattino. La ragazza fece pubblicamente ammenda, avvilita e in lacrime, e scontò poi una condanna a cinque mesi di prigione.
Nicaragua:Ortega ritira riforma pensioniDopo i violenti scontri che hanno provocato 25 morti

ROMA22 aprile 201823:47

– ROMA, 22 APR – Il presidente del Nicaragua Daniel Ortega ha deciso di ritirare la riforma del sistema pensionistico che negli ultimi giorni ha scatenato violenti scontri nel Paese provocando la morte di almeno 25 persone, tra le quali un giornalista. Ne dà notizia teleSUR TV.
Francia adotta legge asilo immigrazioneOk in prima lettura dopo una settimana di roventi dibattiti

PARIGI23 aprile 201807:42

– PARIGI, 23 APR – Dopo quasi una settimana di roventi dibattiti e l’analisi di circa un migliaio di emendamenti, l’Assemblea Nazionale francese ha adottato – con 228 voti a favore, 139 contrari e 24 astenuti – il contestato progetto di legge su ‘Asilo e Immigrazione’ che prevede un ulteriore giro di vite per espellere i migranti irregolari al fianco di una migliore accoglienza per i rifugiati. Malgrado i malumori dei giorni scorsi, l’unico deputato della maggioranza a votare contro è stato alla fine l’ex socialista, Jean-Michel Clément, che ha immediatamente annunciato l’uscita dal gruppo parlamentare En Marche. Altri 14 deputati della maggioranza parlamentare hanno tuttavia espresso la loro disapprovazione. Difesa con forza dal ministro dell’Interno, Gérard Collomb, la legge adottata in prima lettura è stata criticata, per motivi opposti, anche dalle opposizioni di destra e sinistra, ma anche dalla quasi totalità delle Ong, dei magistrati e degli avvocati.
Salah colpevole sparatoria terroristaLa sentenza del Tribunale di Bruxelles

BRUXELLES23 aprile 201810:38

– BRUXELLES, 23 APR – Il Tribunale di Bruxelles ha giudicato Salah Abdeslam, unico sopravvissuto degli attentati di Parigi, e Sofien Ayari, colpevoli di tentato omicidio terrorista per la sparatoria di Forest del marzo 2016 dove sono stati feriti 4 poliziotti. Lo riferisce la stampa belga.
Tribunale Belgio condanna Salah 20 anniPer tentato omicidio e attività terroristica

BRUXELLES23 aprile 201811:19

– BRUXELLES, 23 APR – Salah Abdeslam et Sofien Ayari sono stati condannati a 20 anni di prigione per tentato omicidio, attività terroristica e possesso illegale di armi. Lo ha deciso il Tribunale di Bruxelles accogliendo le richieste dell’accusa.
Diretta tv e cena per summit Moon-KimDefiniti ultimi dettagli per vertice dei leader a Panmunjom

PECHINO23 aprile 201811:51

– PECHINO, 23 APR – Il terzo summit intercoreano tra i leader Moon Jae-in e Kim Jong-un sarà trasmesso in diretta tv, avrà inizio venerdì prima di mezzogiorno e includerà la cena ufficiale nell’area di sicurezza congiunta di Panmunjom, il villaggio di confine scelto per ospitare l’intero evento: è il risultato del terzo incontro operativo tenuto oggi dalle due delegazioni, ha spiegato il portavoce dell’Ufficio presidenziale sudcoreano Kwun Hyuk-ki, finalizzato a definire i dettagli finali su protocollo, misure di sicurezza e copertura dei media.
Nashville, killer potrebbe avere 2 armiHa ucciso quattro persone e poi si è dato alla fuga

WASHINGTON23 aprile 201811:55

– WASHINGTON, 22 APR – Prosegue la caccia a Travis Reinking, 29 anni di Morton (Illinois), l’autore della sparatoria in un locale di Nashville nella quale sono morte quattro persone ed altre tre sono rimaste ferite.
Secondo la polizia il giovane potrebbe essere in fuga con due armi, dopo che un avventore, James Shaw, 29 anni, gli aveva tolto coraggiosamente il fucile Ar-15 evitando un bilancio più pesante di vittime.
Folla reporter in attesa del Royal BabyCon loro alcune decine di curiosi e di ammiratori

LONDRA23 aprile 201812:51

– LONDRA, 23 APR – Cresce l’attesa dei media per l’annuncio della nascita del nuovo Royal Baby dei duchi di Cambridge, William e Kate, prevista oggi da un momento all’altro. Una folla di reporter di testate britanniche e internazionali si è assiepata da stamattina di fronte all’ingresso della Lindo Wing del St Mary’s Hospital di Londra, nella zona di Paddington, come sottolinea anche Kensington Palace (residenza ufficiale dei duchi) in un tweet di questi ultimi minuti: “I media del mondo si sono radunati dinanzi alla Lindo Wing del St Mary’s Hospital prima della nascita”, vi si legge.
Trattandosi ormai del terzo figlio della coppia, sembra viceversa meno numerosa la presenza della gente comune in strada rispetto a quanto accaduto per Charlotte e soprattutto per il primogenito George quasi 5 anni fa. Non mancano comunque diverse decine di curiosi e di ammiratori della famiglia reale.
Alfie: Corte Strasburgo respinge ricorsoLa presidente del Bambino Gesù e’ a Liverpool

STRASBURGO23 aprile 201813:09

– STRASBURGO, 23 APR – La Corte europea dei diritti umani ha rifiutato il ricorso presentato dai genitori di Alfie e la loro richiesta di misure per tenerlo in vita. Il Presidente del Bambino Gesù Mariella Enoc è partita questa mattina da Roma, su richiesta del papà del piccolo e si trova a Liverpool, all’ospedale Alder Hey dove, in seguito alle sentenze dei giudici, oggi potrebbero essere staccati i macchinari che lo tengono in vita. “E’ lì per verificare se c’è la possibilità di un dialogo e per portare alla famiglia la vicinanza del Papa”, riferiscono all’ANSA fonti dell’ospedale pediatrico del Vaticano.
Alfie: la spina sarà staccata alle 14Oltre centro persone sono radunate dinanzi all’Alder Hey di Liverpool

ROMA23 aprile 201814:22

Sono iniziate alle 14 le operazioni per il distacco dei macchinari che tengono in vita il piccolo Alfie, affetto da una grave malattia neurodegenerativa. L’orario è indicato nel ‘Piano per la sospensione del trattamento’, una sorta di documento di indicazioni trasmesso dall’Ospedale di Liverpool al padre del bimbo, che lo ha pubblicato su Facebook. Oltre centro persone sono radunate dinanzi all’Alder Hey di Liverpool. I manifestanti, che sventolano insegne del cosiddetto ‘Alfie Army’, sostengono i genitori nella battaglia contro la decisione della magistratura britannica di autorizzare i medici a staccare la spina.

Gb: terzo Royal Baby è nato, è maschioDato alla luce oggi da Kate Middleton, madre e bebè stanno bene

LONDRA23 aprile 201814:08

– LONDRA, 23 APR – E’ nato il terzo Royal Baby dei duchi di Cambridge ed è un maschio. Lo ha annunciato Kensington Palace precisando che Kate Middleton ha dato alla luce un bambino di circa 3,8 chili e che madre e neonato stanno bene. Il parto è avvenuto nella Lindo Wing, l’ala privata del St. Mary’s Hospital, nel centro di Londra, dove erano stati già partoriti il primogenito George (2013) e la secondogenita Charlotte (2015). Il principe William ha accompagnato la moglie e le è stato accanto durante il travaglio.
Librai Parigi vogliono la lista UnescoI ‘bouquinistes’ vendono volumi d’occasione lungo la Senna

PARIGI23 aprile 201815:45

“Vogliamo finire nel patrimonio dell’Unesco”: questa la richiesta avanzata dai bouquinistes, i librai d’occasione che da sempre vendono i libri lungo la Senna, dispensatori di arti, letteratura e spettacolo a buon mercato, che però, per, sbarcare il lunario si stanno sempre piu’ riconvertendo alla vendita di squallidi souvenir ‘Made in China’, tanto che il comune di Parigi ha decretato una legge per limitare al massimo la ‘paccottiglia’. Per frenare appunto quello che viene considerato un fenomeno di degrado estetico in una zona, i Lungosenna, già inserita nella lista del patrimonio mondiale, il presidente dell’associazione culturale dei bouquinistes di Parigi, Jerome Callais, chiede di ‘raddoppiare’, con l’iscrizione della categoria tra il “patrimonio immateriale dell’Unesco”. Battaglia non facile. I diversi Stati membri possono presentare un solo dossier di candidatura ogni due anni e prima bisognerà convincere la ministra della Cultura francese, Francois Nyssen

Armenia: premier lascia dopo protesteMigliaia festeggiano a Yerevan

MOSCA23 aprile 201815:49

Il premier Serzh Sargsyan, già presidente dell’Armenia per 10 anni, ha rassegnato le dimissioni. Lo riporta la Tass. La sua nomina a primo ministro, vero detentore dei poteri esecutivi in seguito alla riforma costituzionale, ha scatenato proteste in tutto il paese.
Decine di migliaia di persone si sono date appuntamento a piazza della Repubblica, nel centro della capitale armena Yerevan, per festeggiare. “Nikol Pashinyan – capo della sigla di opposizione Elk e principale sponsor delle proteste, ndr – aveva ragione ed io avevo torto: la situazione creatasi ha alcune soluzioni ma io non ne scelgo nessuna. Non è per me, io lascio l’incarico da leader e da primo ministro”. Lo si legge nella nota diffusa dall’ufficio stampa di Serzh Sargsyan. “I movimenti in piazza sono contro la mia premiership: eseguo la vostra richiesta ed auguro la pace e l’armonia al nostro paese”

Siria: Mosca, Macron quasi colonialeLavrov, cercheremo di chiarire con i francesi la loro posizione

MOSCA23 aprile 201815:44

– MOSCA, 23 APR – “Il presidente francese Emmanuel Macron ha già chiesto agli Stati Uniti di non ritirare le truppe dalla Siria, anche quando l’ultimo terrorista verrà annientato; il leader francese ha dichiarato che è necessario restare in Siria in modo praticamente costante e costruire una Siria nuova.
E’ una posizione quasi coloniale”. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov a Pechino parlando con i giornalisti. Lo riporta Interfax.
“Noi cercheremo di chiarire con i nostri partner francesi che cosa esattamente intendevano dire poiché a noi è stato detto, a tutti i livelli, che la coalizione americana opera in Siria esclusivamente per eliminare la minaccia del terrorismo, che proviene dall’Isis e da altre sigle bollate dal Consiglio di Sicurezza dell’Onu come terroristiche”, ha aggiunto Lavrov. “La questione è molto seria, ci lavoreremo”.
L’Italia dà la cittadinanza ad AlfieMinniti-Alfano: ‘Ciò permetta l’immediato trasferimento’

ROMA23 aprile 201817:17

“I ministri degli Esteri Angelino Alfano e dell’Interno Marco Minniti hanno concesso la cittadinanza al piccolo Alfie. In tale modo il governo italiano auspica che l’essere cittadino italiano permetta, al bambino, l’immediato trasferimento in Italia”. Lo rende noto la Farnesina. Intanto sono state sospese le procedure per il distacco del respiratore al piccolo.
Pakistan: morta la cristiana arsa vivaAveva rifiutato di convertirsi all’islam per sposare fidanzato

ISLAMABAD23 aprile 201817:00

– ISLAMABAD, 23 APR – Asima Yaqoob, la giovane cristiana arsa viva in Pakistan dal fidanzato per essersi rifiutata di convertirsi all’Islam per sposarlo, è morta nell’Ospedale Mayo di Lahore, in Punjab.
Il decesso, hanno indicato fonti sanitarie, è avvenuto per la gravità delle ustioni riportate su gran parte del corpo.
Il responsabile del gesto, Rizwan Juggar, ha confessato ed è stato arrestato ieri.
Obama parlerà a 100 anni nascita MandelaIn Sudafrica il 17 luglio

WASHINGTON23 aprile 201817:14

– WASHINGTON, 23 APR – L’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama pronuncerà il prossimo 17 luglio in Sudafrica il discorso nella cerimonia commemorativa per i 100 anni dalla nascita di Nelson Mandela nell’ambito dell’evento annuale della ‘Fondazione Mandela’. Lo hanno annunciato gli organizzatori, riferiscono media in Usa.
Ramirez ritira premio Cervantes in luttoAutore dedica premio a uccisi in scontri in Nicaragua

MADRID23 aprile 201817:18

– MADRID, 23 APR – Sergio Ramirez, lo scrittore nicaraguense al quale è stato assegnato il Premio Cervantes -il Nobel delle lettere in lingua spagnola- si è presentato oggi alla cerimonia di consegna del riconoscimento con un nastro nero sulla giacca, in segno di lutto, e ha dedicato il suo premio ai suoi compatrioti “uccisi negli ultimi giorni per aver reclamato giustizia e democrazia”. Oltre a essere conosciuto come scrittore -è il primo autore nicaraguense e dell’America Centrale che riceve il Cervantes- Ramirez, 75 anni, è stato anche il vicepresidente di Daniel Ortega, la prima volta che il leader sandinista fu eletto, nel 1984, dopo la caduta della dittatura di Anastasio Somoza. Ramirez, però, è stato anche fra i primi sandinisti che, in polemica con Ortega, presero le distanze dal governo nel 1995 e fondarono il Movimento Rinnovatore Sandinista (Mrs).
G7:gruppo lavoro su azioni maligne russeMinistro Gb: ‘Per provare a sfidarlo collettivamente’

WASHINGTON23 aprile 201817:56

– WASHINGTON, 23 APR – Un gruppo di lavoro “per esaminare il comportamento maligno della Russia”: e’ una delle decisione prese dai ministri degli esteri del G7, riuniti ieri e oggi a Toronto, come ha riferito il capo della diplomazia britannica, Boris Johnson. “Quello che abbiamo deciso ieri e’ la creazione di un gruppo G7 che esaminerà il comportamento maligno della Russia in tutte le sue manifestazioni, che sia la guerra cibernetica, la disinformazione, i tentativi di omicidio, per provare a sfidarlo collettivamente”, ha dichiarato.
George e Charlotte in clinica col padreFamiglia riunita con il nuovo nato

LONDRA23 aprile 201818:21

– LONDRA, 23 APR – Famiglia dei duchi di Cambridge riunita nel pomeriggio nella Lindo Wing del St. Mary hospital di Londra, dove oggi è venuto alla luce il terzo Royal Baby di William e Kate. I due fratelli, George e Charlotte, sono arrivati in visita portati dal padre, che li era andati a prendere in automobile a Kensington Palace, e si sono mostrati poi ai media all’ingresso. Entrambi tenuti per mano dal principe, sono entrati in ospedale senza fare capricci: Charlotte ha anzi salutato la folla di giornalisti e curiosi con la manina, mentre George, più timido, camminava a testa bassa.
William si è limitato a rispondere con un sorriso alle domande di alcuni reporter e alle grida di felicitazioni.
Papà, Alfie lotta ancora, ora è italiano’Io non mi arrendo, sono in contatto con l’ambasciatore’

LONDRA23 aprile 201819:22

– LONDRA, 23 APR – “Mio figlio appartiene all’Italia, io sono qui e qui resto, continuo a lottare come Alfie continua a lottare”. Così oggi il padre del piccolo Alfie Evans, Tom, rivolgendosi di fronte all’ospedale di Liverpool ai sostenitori che protestano contro la decisione della giustizia britannica di autorizzare i medici a staccare la spina. “Continuo a lottare per lui”, ha detto ancora Tom Evans, precisando di essere “in contatto con l’ambasciatore italiano”. “Io amo Alfie, amo Kate (la mamma del piccolo) e non mi arrendo”, ha concluso.
Macron negli Usa, al via visita StatoBrigitte primaverile in rosa

WASHINGTON23 aprile 201819:33

– WASHINGTON, 23 APR – Il presidente francese Emmanuel Macron e la premiere Dame Brigitte sono appena giunti negli Usa per la prima visita di Stato dall’insediamento di Donald Trump alla Casa Bianca. Atterrati ad Andrews, l’aeroporto militare alle porte di Washington, il presidente e la premiere dame sono scesi tenendosi per mano dalle scalette del velivolo.
Brigitte interpreta il clima primaverile indossando un cappotto rosa su blusa bianca e pantaloni a sigaretta neri. In onore del loro arrivo viene eseguita la Marsigliese.
Kate lascia ospedale con William e BabySorridente, abito rosso e il piccolo avvolto in copertina bianca

ROMA23 aprile 201819:35

– ROMA, 23 APR – La duchessa di Cambridge è apparsa davanti al St. Mary hospital di Londra, dove oggi ha dato alla luce il terzo Royal Baby, ed ha ‘presentato’ ad una piccola folla di ammiratori il neonato. Sorridente, in un abito rosso, con il piccolo in braccio avvolto in una coperta bianca e con il marito principe William al fianco, la duchessa ha posato brevemente per i fotografi fermandosi alcuni minuti, prima di lasciare l’ospedale con il marito e il figlio.
Furgone piomba su passanti a Toronto, 9 morti e 16 feritiVettura trovata, arrestato il giudatore

24 aprile 201800:09

Un furgone è piombato su una decina di pedoni a Toronto, in Canada. Il bilancio – secondo quanto riferito dalla polizia – è di almeno nove morti e 16 persone rimaste ferite, di cui cinque gravi. La vettura è stata trovata poco dopo ed il guidatore arrestato. L’incidente “appare come un atto deliberato”, affermano gli investigatori. Fonti ospedaliere riferiscono che almeno 5 feriti versano in condizioni critiche.Secondo una prima ricostruzione, il furgone bianco ha improvvisamente superato la barriera che separa la strada dall’area pedonale di una delle vie più affollare della città e ha travolto le persone sul marciapiede. Il guidatore ha guidato dritto per 800-1600 metri colpendo le persone una ad una, ha riferito un testimone alla Cnn.

L’uomo che ha investito la folla – riferiscono alcuni testimoni – si è dato poi alla fuga e avrebbe estratto una pistola una volta raggiunto e circondato dalla polizia. Sarebbe però stato arrestato senza che sia stato sparato alcun colpo.IL VIDEO DELL’ARRESTO

Riproducendo questo video, accetti l’utilizzo dei cookie da parte di TwitterQuesto utilizzo potrebbe comprendere statistiche, personalizzazioni e annunci.Per saperne di piùOkL’episodio è avvenuto a circa 30 km dal centro di Toronto, dove e’ in corso il G20 dei ministri degli esteri.La polizia di Toronto, la quale su twitter specifica che non ci sono “non ci sono stati spari”, ha affermato di non conoscere al momento le cause dell’incidente. Non si esclude nessuna pista, mentre alcuni testimoni parlano di molti corpi in terra.R

Van su pedoni a Toronto, 8-10 feritiLo rende noto la polizia

NEW YORK23 aprile 201820:18

– NEW YORK, 23 APR – Un furgone e’ piombato su una decina di pedoni a Toronto, in Canada. Lo rende noto la polizia secondo quanto riportano alcuni media locali che parlano di almeno 8-10 feriti.
Toronto: polizia, 9 morti e 16 feritiTravolti da un furgone sul marciapiede

NEW YORK23 aprile 201822:57

– NEW YORK, 23 APR – Sono morte almeno 9 persone e 16 sono rimaste ferite quando oggi a Toronto un furgone ha travolto i passanti su un marciapiede. Lo affermato la polizia canadese in una conferenza stampa.
Alfie: giudice Gb, si stacchi spinaDopo ultimi consulti seguiti a concessione cittadinanza italiana

LONDRA24 aprile 201800:18

– LONDRA, 24 APR – Anthony Hayden, il giudice d’appello britannico che giorni fa ha firmato il verdetto che autorizza i medici di Liverpool a staccare la spina al piccolo Alfie Evans, ha chiuso la porta a ogni ripensamento dopo un ultimo consulto con gli avvocati delle parti e un confronto telefonico anche con i rappresentanti legali della famiglia in Italia: coinvolti in seguito alla concessione della cittadinanza italiana al bimbo.
Lo riporta l’agenzia Pa. Secondo fonti vicine ai genitori, la procedura di distacco da macchinari salvavita è iniziata.
George Bush senior in terapia intensivaL’ex presidente Usa ricoverato per infezione nel sangue

NEW YORK24 aprile 201801:46

– NEW YORK, 23 APR – L’ex presidente americano George H.Bush, 93 anni, e’ stato ricoverato e sarebbe in terapia intensiva. Lo ha reso noto il portavoce della famiglia. Il ricovero arriva all’indomani dei funerali della moglie Barbara, morta la scorsa settimana.
“Il presidente Bush – informa Jim McGrath – e’ stato ricoverato allo Houston Methodist Hospital ieri mattina (domenica, ndr) dopo aver contratto un’infezione che si e’ diffusa al suo sangue. Sta rispondendo ai trattamenti medici e sembra potersi riprendere. Aggiorneremo sugli sviluppi nelle prossime ore”. Fonti mediche e altre vicino alla famiglia spiegano pero’ come si tratti di una infezione pericolosa per la vita e come l’ex presidente sia stato ricoverato in condizioni critiche. A preoccupare soprattutto la pressione sanguigna, che sarebbe precipitata nelle ultime ore almeno un paio di volte in cui si e’ temuto per il peggio. Ora si sarebbe stabilizzata ma l’eta’ avanzata e le condizioni di salute gia’ precarie di Bush complicano il quadro clinico generale.
‘E nessun rischio per sicurezza nazionale’

NEW YORK24 aprile 201802:57

– NEW YORK, 23 APR – Sulla base delle informazioni finora disponibili sulla strage avvenuta a Toronto “non c’e’ alcun rischio per la sicurezza nazionale e al momento non c’e’ alcuna connessione con un possibile atto di terrorismo”. Lo ha detto la polizia durante un briefing sugli sviluppi della vicenda.

Investigatori smentiscono voci circolate sui media

NEW YORK24 aprile 201802:58

– NEW YORK, 23 APR – Alek Minassian, l’uomo che alla guida di un furgone ha ucciso almeno dieci persone a Toronto, “non era noto alla polizia”: cosi’ gli investigatori hanno smentito alcune voci circolate sui media locali.

Regionali: Molise, ha votato il 52,16%Concluse le operazioni di voto alle 23

CAMPOBASSO23 aprile 201800:46

– Campobasso, 22 APR – Si sono concluse le operazioni di voto per le regionali in Molise: ha votato il 52,16% degli aventi diritto.
A Campobasso ha votato il 62,69%, a Isernia il 59,67%. Nel complesso i votanti sono stati 173 mila contro i 182 mila delle scorse politiche.
Di Maio, fiducioso di poter governareMolise ci dice che larga parte Paese vuole governo cambiamento

ROMA23 aprile 201811:59

– ROMA, 23 APR – “Questo risultato è la dimostrazione che una larga parte del Paese ci chiede con forza di archiviare la vecchia politica e di far partire un governo del cambiamento.
Non intendo lasciare questa richiesta inascoltata. Rimaniamo concentrati su questo obiettivo, fiduciosi di poter arrivare a dare al Paese un governo che finalmente lavori per i cittadini”.
Così il leader M5s Luigi Di Maio in un post in cui commenta i risultati del Molise.
Toma nuovo presidente del MoliseCentrodestra vince con 43,46%,M5S al 38,50%,centrosinistra 17,1%

CAMPOBASSO23 aprile 201812:00

– Campobasso, 23 APR – Donato Toma è il nuovo presidente della Regione Molise. Concluso lo spoglio delle schede delle 394 sezioni: Toma, seconda quanto riporta ufficiosamente la Regione chiude al 43,46%, Greco (M5S) è al 38,50%, Veneziale (centrosinistra) si ferma al 17,1%, Di Giacomo (Casapound) con lo 0,42%. “Devo controllare il telefono – ha detto ancora Toma – ancora non so se mi ha chiamato il presidente Berlusconi, ma sicuramente ci sentiremo nel corso della mattina”.
Alitalia: Ue apre indagine su prestitoBruxelles ritiene che sia aiuto di Stato illegale

BRUXELLES23 aprile 201812:43

– BRUXELLES, 23 APR – La Commissione Ue ha aperto un’indagine approfondita per valutare se il prestito ponte di 900 milioni di euro che l’Italia ha concesso ad Alitalia costituisca un aiuto di Stato. Bruxelles “al momento è del parere che il prestito statale costituisca un aiuto di Stato”, si legge in una nota. Teme che “la durata del prestito, che va da maggio 2017 fino almeno a dicembre 2018, superi la durata massima di sei mesi prevista dagli orientamenti per i prestiti di salvataggio”, e che l’aiuto non si limiti al minimo. “È compito della Commissione garantire che i prestiti che gli Stati membri concedono alle imprese siano conformi alle norme dell’Ue in materia di aiuti di Stato. Verificheremo se il prestito concesso ad Alitalia è conforme a tali norme”, scrive nella nota Margrethe Vestager, commissaria responsabile per la concorrenza.
L’Italia ha notificato il prestito da 900 milioni di euro a Bruxelles a gennaio 2018, come aiuto per il salvataggio in base alle norme Ue in materia di aiuti di Stato.
Cav, M5s non credibile per governoEscono battuti e fortemente ridimensionati

ROMA23 aprile 201813:44

– ROMA, 23 APR – “Dal Molise esce battuto e fortemente ridimensionato il dilettantismo dei 5 Stelle rispetto al voto di protesta espresso dagli elettori alle politiche. I grillini si dimostrano del tutto non credibili per una funzione di governo”.
Lo afferma il leader di Fi, Silvio Berlusconi commentando i risultati delle elezioni in Molise

Cav, c.destra cresce, Fi prima listaSiamo in forte crescita rispetto a dato elezioni nazionali

ROMA23 aprile 201813:45

– ROMA, 23 APR – “La nostra coalizione cresce in modo importante, e in Molise come a livello nazionale è senza dubbio la prima area politica. All’interno del centro-destra Forza Italia non soltanto si conferma la prima lista, ma, considerando l’apporto delle liste delle liste civiche i cui protagonisti sono totalmente riconducibili a noi, è in forte crescita rispetto al dato delle recenti elezioni nazionali”. Lo afferma Silvio Berlusconi commentando le elezioni in Molise

TIm: Elliott, solo democrazia ritardataIn assemblea azionisti avranno opportunità di esprimere volontà

MILANO23 aprile 201814:05

– MILANO, 23 APR – “E’ solo democrazia ritardata, non democrazia negata. Gli azionisti di Tim avranno comunque l’opportunità di esprimere la loro volontà nell’Assemblea straordinaria del 4 maggio”. È il commento del fondo Elliott alla decisione del Tribunale di Milano di annullare l’integrazione dell’ordine del giorno dell’assemblea di Tim del 24 aprile e lasciare il rinnovo del cda al 4 maggio.
Intitolata a Albino Longhi palazzina Tg1Orfeo, uomo di decisioni importanti. Maggioni, un modello

ROMA23 aprile 201814:16

– ROMA, 23 APR – Dal 23 aprile si chiamerà Palazzina Albino Longhi la sede che negli studi Rai di Saxa Rubra ospita la redazione del Tg1, da lui guidato per ben tre volte, nell’82, nel ’93 e nel 2000. ”Quello che tutti ricordano di Albino Longhi è il mix di straordinaria simpatia, forza e grande livello professionale”, dice il direttore del Tg1, Andrea Montanari, nel corso della cerimonia di intitolazione, alla quale hanno partecipato amici, colleghi e ‘allievi’, da Antonio Di Bella a Enrico Mentana, insieme ai figli Benedetta, Gabriele e ai nipoti del giornalista scomparso a gennaio a 88 anni.
“Ricordo il reportage sul G8 di Genova – prosegue – era un giornalista che non aveva dubbi quando si trattava di mandare in onda una denuncia forte”. ”Uomo di emergenze e decisioni importanti”, concorda il dg Rai, Mario Orfeo, citando l’intervista di Biagi a Gheddafi. Un direttore, aggiunge la presidente Monica Maggioni, ”capace di tradurre in ogni lavoro la sua visione delle cose, del mondo e del rapporto con la realtà”.
Gdf denuncia 53 dirigenti Regione MarcheIndebite stabilizzazioni personale sanità tra 2008 e 2013

ANCONA23 aprile 201814:56

– ANCONA, 23 APR – Abuso d’ufficio per aver permesso l’assunzione in Regione Marche a tempo indeterminato di 776 persone, stabilizzando personale, violando la norma costituzionale che prevede l’ingresso nella pubblica amministrazione per concorso. E’ l’accusa per cui la Gdf di Macerata, coordinata dalla Procura di Ancona, ha denunciato 53 dirigenti della Regione, individuando una spesa di oltre 121 milioni di euro. Secondo la Gdf le stabilizzazioni riguardano il settore sanità e risalgono ad un periodo compreso tra il 2008 e il 2013. Le risultanze dell’indagine ‘Easy Job’ sono state segnalate anche alla Procura regionale della Corte dei Conti per un eventuale danno erariale. Denunciati anche 12 dei dipendenti stabilizzati. Per l’Azienda Sanitaria Unica Regionale, a cui apparterrebbero alcuni dei funzionari indagati, “dalle prime informazione sembra che l’indagine riguardi fatti risalenti a circa dieci anni fa”. L’Azienda Sanitaria Unica Regionale, a cui appartengono alcuni funzionari indagati, attiverà una verifica autonoma.
Jihadisti Venezia, condanne per 13 anniIn tre a processo. Bloccati da blitz interforze nel marzo 2017

VENEZIA23 aprile 201816:26

– VENEZIA, 23 APR – Il Gup Massimo Vicinanza ha condannato con rito abbreviato a 5 anni Arjan Babaj di 28 anni, e a 4 anni Dake Haziraj (27) e Fisnik Bekaj (25), i tre cittadini kosovari votati all’estremismo islamico che avevano messo nel mirino, tra l’altro, un attentato al Ponte di Rialto di Venezia. Per tutti e tre al termine della detenzione scatterà l’espulsione.
I tre, più un quarto minorenne e già condannato a 4 anni e otto mesi, di professione camerieri, si incontravano in un appartamento a due passi dal Piazza San Marco per studiare l’Isis e tecniche di guerra.

Apple: indagine Ue su acquisto ShazamBruxelles teme che si riduca scelta per utenti streaming musica

BRUXELLES23 aprile 201817:27

– BRUXELLES, 23 APR – La Commissione Ue ha aperto un’indagine approfondita sulla proposta acquisizione di Shazam da parte di Apple. Bruxelles teme che la fusione possa ridurre la scelta per gli utenti di servizi di streaming di musica. Dopo le indagini di mercato iniziali, la Ue teme che Apple ottenga accesso a dati sensibili commercialmente sui clienti dei suoi concorrenti, che le consentirebbero di mirare dritto ad incoraggiarli a cambiare fornitore e rivolgersi ad Apple Music.
“Il modo in cui le persone ascoltano la musica è cambiato significativamente negli anni scorsi, con sempre più europei che usano servizi di streaming. La nostra indagine ha lo scopo di assicurare che gli appassionati continuino ad avere un’offerta attraente”, ha detto la commissaria alla concorrenza, Margrethe Vestager.
Antitrust: multa 4,4 milioni a FastwebPer pubblicità ingannevole, informazioni scarse su servizio

ROMA23 aprile 201818:10

– ROMA, 23 APR – L’Antitrust ha sanzionato per una pratica commerciale scorretta Fastweb, per un ammontare complessivo di 4.400.000 euro.
Nelle campagne pubblicitarie inerenti l’offerta commerciale di connettività in fibra ottica, si legge in una nota, Fastweb “ha omesso o non ha adeguatamente evidenziato le informazioni sulle caratteristiche dell’offerta, sui limiti geografici di copertura, sulle differenze di servizi disponibili e di performance in funzione dell’infrastruttura utilizzata”.
Texas Open, il trionfo di LandryPrimo titolo in carriera sul PGA Tour per l’americano

ROMA23 aprile 201809:09

– ROMA, 23 APR – Andrew Landry vince il Valero Texas Open di golf e conquista il primo titolo in carriera nel PGA Tour. A San Antonio (Stati Uniti) l’americano ha chiuso il torneo in 271 (69 67 67 68, -17) con due colpi di vantaggio sui connazionali Sean O’Hair e Trey Mullinax, 2/i a -15. Medaglia di legno per Jimmie Walker (4/o a -14) e 5/o posto per Zach Johnson (-13), crollato nel finale. Da segnalare anche l’ottima 6/a piazza ottenuta dal cileno Joaquin Niemann (-12), all’esordio assoluto tra i professionisti. Festa doppia per Landry, che ha festeggiato davanti alla moglie e al figlio nato da pochissime settimane. “E’ stata una gioia incredibile – le dichiarazioni del vincitore al termine della rassegna -, che difficilmente dimenticherò. E’ una vittoria speciale e intendo dedicarla a tutte le persone che mi sono state vicine in questo periodo”. Vittoria in casa per il 30enne di Port Neches (Texas), che con questo trionfo s’è guadagnato anche un invito per la prossima edizione del Masters di Augusta.
Ranking Atp, Nadal sempre più numero 1Halep regina tra le donne, Fognini e Giorgi i migliori italiani

ROMA23 aprile 201815:03

Grazie all’undicesimo successo a Montecarlo lo spagnolo Rafael Nadal si conferma per la quarta settimana consecutiva – la 171/a complessiva – al vertice del tennis mondiale maschile. Il maiorchino precede di 100 punti lo svizzero Roger Federer Sul terzo gradino del podio, grazie alla semifinale nel Principato, è risalito il tedesco Alexander Zverev, che ha scavalcato il croato Marin Cilic. La top ten è completata dal bulgaro Grigor Dimitrov, dall’argentino Juan Martin Del Potro, dall’austriaco Dominic Thiem, dal sudafricano Kevin Anderson, dallo statunitense John Isner e dal belga David Goffin. Fabio Fognini si conferma il primo degli azzurri, stabile al numero 20. Alle sue spalle guadagna sette posizioni Andreas Seppi (n.55), mentre Paolo Lorenzi è 66/o. Immutata la classifica femminile con al comando la romena Simona Halep davanti alla danese Caroline Wozniacki e alla spagnola Garbine Muguruza. Camila Giorgi è sempre la prima delle italiane, al n.58.
Ciclismo: nasce l’Adriatica Ionica race700 km per 5 tappe, dal Piave a Trieste

VENEZIA23 aprile 201813:42

– VENEZIA, 23 APR – Settecento chilometri, dalla ciclabile del Piave a Trieste, suddivisi in cinque tappe, una cronosquadre e quattro in linea, dal 20 al 24 giugno: è la Adriatica Ionica race, la nuova corsa ciclistica a tappe di categoria 2.1 che è stata presentata stamattina a Venezia, alla presenza dei campioni del mondo Fondriest, Bugno e Amadio.
La gara nasce da un’idea di Moreno Argentin, campione del mondo su strada del 1986, ed è patrocinata dal Gect ‘Euregio senza confini’. “L’idea – ha spiegato Argentin – può sembrare un po’ folle, ma noi non abbiamo mai voluto metterci in concorrenza con il Giro d’Italia, cercando invece di essere originali e attenti alle esigenze del territorio, con un prodotto di qualità in grado di soddisfarne gli operatori, recuperando la storia del territorio, servendo l’industria turistica di mare e montagna, trovando nuovi territori da scoprire”.
Benvenuti: Oro olimpico a 2 titoli mondialiIn carriera oltre 200 incontri, il ritiro nel 1971

ROMA23 aprile 201814:42

Due titoli mondiali, l’oro olimpico ai Giochi di Roma, 120 incontri da dilettante (1 sola sconfitta) e 90 match da professionista (82 vittorie e un pari). E’ in questi numeri la carriera di Nino Benvenuti uno dei più grandi della storia del pugilato che il 26 aprile compie 80 anni. Il primo grande successo del triestino fu l’oro alle Olimpiadi di Roma 1960 nei pesi superwelter e il premio quale miglior pugile dei Giochi (ai quali vinse l’oro anche Cassius Clay).Epiche e foriere di infinite polemiche le 2 sfide con Sandro Mazzinghi. Il 18 giugno 1965 i due si scontrano a San Siro, davanti a 40mila spettatori per il mondiale superwelter. Vince Benvenuti per ko, Mazzinghi protesta. Il 17 dicembre successivo i due si affrontano a Roma, vince il triestino ai punti e anche in questo caso Mazzinghi contesta il verdetto.
Benvenuti perderà poi il titolo contro il coreano Ki Soo KIm in un match dal sapore fantozziano nel paese asiatico: al 14mo round, con l’italiano largamente in vantaggio, il ring viene giù. Match interrotto per molti minuti, poi riprende e nella sorpresa generale viene decretato vincitore il coreano.
Nei pesi medi, leggendarie le tre sfide di Benvenuti con Emile Griffith per il titolo mondiale dei medi. Benvenuti terrà tutti svegli in Italia per via del fuso orario. Il 17 aprile 1967 al Madison Square Garden di New York vinse l’italiano, strappando il titolo al rivale. In Italia si scatena l’entusiasmo. Il 29 settembre Griffith fa sua la rivincita.
Terza sfida, il 4 marzo 1968, l’italiano batte un grande Griffith. La carriera di Benvenuti finisce quando arriva sulla scena l’argentino Carlos Monzon. Il 7 novembre 1970 a Roma, Monzon vince per ko al 12mo round. Rivincita l’8 aprile 1971 a Montecarlo, la superiorità dell’argentino è netta e il manager Bruno Amaduzzi lancia la spugna al terzo round decretando la fine del match. Per Benvenuti è ultimo incontro in carriera.
“Sono nato per fare il pugile”. A 80 anni, li compie il 26 aprile, Nino Benvenuti è “felice, ho fatto quel che volevo, la vita mi ha dato tanto, più di quanto avrei pensato”. Vinse l’oro alle Olimpiadi di Roma e avrebbe potuto perfino fermarsi, “ero pago di quel successo, dice. Se non avessi fatto il pugile, non so cosa avrei potuto fare”.Ai suoi match c’era più pubblico che ai concerti dei Beatles o alle finali di Coppa campioni. “Ora la boxe non è passata di moda, dice, ma è uno sport per intenditori, che amano il bello e l’armonia. C’è meno gente, ma la bellezza resta. Il più grande di tutti noi? Sugar Ray Robinson, era l’esecutore migliore dell’arte classica del pugilato, di quel che doveva essere la boxe, un esempio per tutti; Alì ha portato qualcosa che non conoscevamo e faceva ciò che altri non sapevano fare”. Di se stesso, il vecchio campione dice: “Sono stato un modesto pugilatore che ha avuto qualche successo, un po’ chiacchierone, mi seguivano sui giornali”.In realtà Benvenuti era vincente, simpatico, un bel ragazzo sempre allegro, era il fidanzato d’Italia negli anni del boom e del ritrovato orgoglio nazionale. Un personaggio copertina, un’icona. Milioni di italiani si alzavano di notte per seguire alla radio i suoi match con Griffith a New York. Ma non fu tutto oro, e Nino pagò a caro prezzo – lui sposato e con 2 figli – la storia d’amore con Nadia, che sarebbe poi diventata la sua seconda moglie. Dopo la vittoria mondiale fu ricevuto al Quirinale e anche il Papa lo aspettava, ma le polemiche sulla sua vita privata spinsero Paolo VI, o chi per lui, a cancellare l’udienza, e lui incassò in silenzio.La sua boxe era elegante e intelligente; vinceva usando la testa per stanare l’avversario spingendolo ad aprire la guardia. Alle Olimpiadi si trovò di fronte il gigante sovietico Radonyak, più alto e più grosso, che però finì atterrato da un gancio sinistro improvviso. In tanti faranno i conti con quel gancio, Griffith e Mazzinghi certo, ma anche il cubano Rodriguez, un picchiatore durissimo, che nel 1969 stava per togliere il titolo a Benvenuti, ma il triestino lo fulminò a sorpresa, facendogli addirittura perdere i sensi. Quel gancio non funzionò con Carlos Monzon, l’argentino selvatico, montagna di muscoli e violenza. “Diventammo amici, andai a trovarlo in carcere, aveva ucciso la moglie; al suo funerale portai la bara a spalla” ricorda. “Veniva da una infanzia poverissima, tra violenza e sofferenza”. Il vecchio combattente si commuove per il destino di uno dei suoi tanti avversari, Jupp Elze, l’olandese dallo sguardo perso: “Vedendolo pensai avesse un destino segnato”. Nel 1968 Elze, colpito duro da Duran, va in coma e muore. Era dopato, il fisico stremato non solo dai pugni. “La fine di Jupp mi fece pensare, lo immaginai debole e solo” dice Benvenuti che nel 1995 sentì il bisogno di fare qualcosa per i deboli e soli, e andò 3 mesi in India a servire in un lebbrosario con le suore di Don Bosco. “Ho avuto tanto dalla vita, volevo restituire qualcosa” dice, “lavavo il culo a persone che stavano malissimo”. Affiora la malinconia mentre Benvenuti rivanga il passato, l’amicizia col rivale di sempre Griffith, al quale pagò le cure in vecchiaia, la mai sopita polemica con Mazzinghi, il dolore per vicissitudini familiari. Ma nelle parole del campione non c’è negatività, lui resta fedele alla sua immagine di eroe positivo, “ringrazio la vita che mi ha dato tanto e il dopo non mi fa paura”

Rocchi, Juve-Napoli sfida correttaArbitro ‘ma la tensione in campo era tanta’

ROMA23 aprile 201814:00

– ROMA, 23 APR – “Ieri è stata una bella partita, difficile da gestire soprattutto nella prima parte ma, tutto sommato, corretta, nonostante la posta in palio. Anche dal nostro punto di vista possiamo essere soddisfatti. Cosa mi ha colpito di più? La tensione in campo era tanta, si percepiva benissimo anche nei calciatori. Ogni momento, ogni situazione poteva essere decisiv”. Così Gianluca Rocchi, l’arbitro di Juventus-Napoli, all’indomani del big-match che ha riaperto il discorso scudetto. “Bisogna abbassare i toni? Sicuramente. Anche perché, quello che noi purtroppo vediamo in Serie A va a cadere anche nelle categorie inferiori e i nostri colleghi più giovani hanno problemi. Il comportamento quindi è fondamentale”, evidenzia Rocchi. “Juve-Napoli prova generale per i Mondiali? Ieri è stata una buona partita, ma ci stiamo preparando da tanto tempo a questa manifestazione”, risponde Rocchi, a margine dell’incontro degli arbitri con dirigenti, allenatori e calciatori di Serie A, al Coni.
Collasso a Maratona Londra, muore 29enneEra stato concorrente di Masterchef in Gb, gara con caldo record

LONDRA23 aprile 201815:33

– LONDRA, 23 APR – E’ morto uno dei partecipanti non professionisti alla maratona di Londra di ieri, collassato a pochi chilometri da traguardo. Lo ha reso noto oggi l’organizzazione, precisando che la vittima si chiamava Matt Campbell, aveva 29 anni, lavorava nella ristorazione ed era stato uno dei concorrenti dell’edizione dello scorso anno della versione britannica del reality show televisivo ‘Masterchef: The Professionals’. Campbell aveva partecipato alla competizione per celebrare la memoria di suo padre, morto nell’estate del 2016.
La Maratona di Londra si è corsa in condizioni di caldo insolito per la stagione e con una temperatura media attorno ai 26 gradi: la più elevata mai registrata fin da quando la gara si svolge in aprile.
In 20.000 al MotorLegendFestival a ImolaFinale prima edizione con Jacky Ickx, Patrese, Pirro e Forghieri

ROMA23 aprile 201818:47

– ROMA, 23 APR – Conclusione emozionante per la prima edizione di MotorLegendFestival ad Imola. Ben 20.000 spettatori hanno seguito questo evento al cui interno si è potuto vivere il fascino del motorsport a 360°. Un autentico happening in cui da venerdì 20 a domenica 22 le ore delle giornate sono state scandite dalla musica dei motori, dagli incontri con i protagonisti internazionali di quattro e due ruote, dalle esposizioni anche statiche di vetture importanti.
La giornata finale, come era prevedibile, ha visto Jacky Ickx, Mauro Forghieri, Paolo Barilla, Riccardo Patrese e Emanuele Pirro protagonisti indiscussi. Tutti hanno ritrovato le vetture con le quali ottennero importanti. Il campione belga a distanza di quarantotto anni è tornato a guidare la Ferrari 312B con cui arrivò secondo nel mondiale di Formula 1 del 1970. La monoposto, di proprietà di Paolo Barilla, è stata restaurata negli anni passati e rappresenta un pezzo unico perfettamente funzionante.
Giro: sarà una sfida Dumoulin-FroomeTutto confermato fra iscritti a 101/a edizione. Attenti a Lopez

ROMA23 aprile 201819:15

– ROMA, 23 APR – Saranno 176 i corridori che prenderanno parte alla 101/a edizione del Giro d’Italia di ciclismo, che scatterà da Gerusalemme venerdì 4 e si concluderà domenica 27 maggio. Il vincitore dell’edizione numero 100, Tom Dumoulin, sarà al via anche quest’anno. L’olandese della Sunweb, assieme al compagno Ten Dan, sarà chiamato a difendere la propria leadership dagli assalti dell’inglese Chris Froome, del Team Sky, che sarà sostenuto da Henao. L’Astana si affiderà a Sanchez e Kangert, la Bahrain-Merida a Visconti e Pozzovivo. La Groupama-Fdj punterà su Pinot e Ladagnous, la Mitchelton-Scott su Chaves, Kreuziger e Nieve, la Movistar su Betancur e Valls, mentre Viviani e Stybar guideranno la pluridecorata Quick-step Floors; il Team Katusha Alpecin farà affidamento su Martin e Planckaert, la Lotto Nl-Jumbo su Gesink e Van Poppel, la Trek-Segafredo su Nizzolo e Pedersen, la Uae Emirates su Aru e Ulissi.
Basket: Reggio Emilia-Torino 89-82Piemontesi fuori da corsa playoff, padroni casa sperano ancora

REGGIO EMILIA23 aprile 201823:03

– REGGIO EMILIA, 23 APR – Sospinta da un precisissimo Markoishvili e da un monumentale Reynolds, la Grissin Bon supera la Fiat Torino, nel posticipo della 27esima giornata, estromettendo di fatto i piemontesi dalla corsa ai playoff e continuando, viceversa, a coltivare qualche briciola di speranza. In casa gialloblu grande impegno, ma rendimento a corrente alternata del suo collettivo. Avvio poco spettacolare con un Torino un pelino più lucida in fase offensiva. Fattore che però le porta solo un minimo abbrivio: 7-11 al 4′. L’ingresso di Reynolds però incrementa la “verve” biancorossa che in breve passa a condurre.
Nessuna delle due squadre riesce però a prendere l’inerzia e il primo quarto si chiude con un lieve vantaggio esterno: 18-21.
Il secondo periodo parte con una spallata piemontese, favorita anche da un “tecnico” per proteste fischiato al coach reggiano Menetti: 9-2 di break e vantaggio di sette lunghezze al 3′ (20-27).
Salvini, flat tax fa ripartire consumiTweet del leader della Lega, va esteso a cittadini e imprese

ROMA22 aprile 201818:36

– ROMA, 22 APR – “Il principio della tassa unica, esteso a tutti i cittadini e a tutte le imprese, è quello giusto per far ripartire economia, produzione e consumi! #rivoluzionefiscale #rivoluzionedelbuonsenso”. Lo scrive su twitter il segretario della Lega, Matteo Salvini.
Earth day: Grillo, ridurre uso plasticaInvito ad aderire a petizione Greenpeace

ROMA22 aprile 201818:36

– ROMA, 22 APR – “In Europa ogni anno da 150.000 a 500.000 tonnellate di rifiuti di plastica finiscono in mare e anche il nostro Mediterraneo sta diventando una discarica.
Studi recenti dimostrano che la plastica si accumula nel Mediterraneo a una densità paragonabile a quella delle aree di maggiore accumulo di plastica degli oceani”. E’ quanto si legge in un post sul blog di Beppe Grillo rilanciato dal Garante del M5S anche su twitter, nel quale sottolinea che “riciclare non basta, è indispensabile ridurre la produzione di plastica alla fonte”.
“Ora è essenziale – dice – fare passi successivi a livello nazionale per ridurre drasticamente il consumo di articoli in plastica e imballaggi monouso”. Il blog invita quindi ad aderire alla petizioni di Greenpeace “per chiedere al Ministro dell’Ambiente di agire concretamente per ridurre la produzione e il consumo di plastica”, conclude.
Fico, difesa ambiente è rispetto popoliNel 2050 nostri mari potrebbero contenere più plastica che pesci

ROMA22 aprile 201818:49

– ROMA, 22 APR – “Quest’anno il tema della Giornata mondiale della terra è la lotta all’inquinamento da plastica, che affligge in particolare i nostri mari al punto che nel 2050 si stima che gli oceani potrebbero contenere più tonnellate di plastica che di pesci”. Lo scrive in un post su facebook il presidente della Camera Roberto Fico.
“Oggi però è anche l’occasione per ricordarci che la sofferenza della terra e del mare porta spesso con sé la sofferenza delle persone. Perché influisce sulle condizioni di vita e di lavoro, spinge intere comunità a fuggire per cercare la vita da un’altra parte”, aggiunge Fico che invita ad utilizzare “questa giornata anche per ricordarci di questo equilibrio complessivo, di come tutto si tiene insieme, di come la salvaguardia delle risorse naturali significa rispetto dei popoli che abitano questo pianeta.”

Salvini, voglio dare futuro a ItaliaServe aria nuova e pulita, combattere per ricostruire

ROMA22 aprile 201818:49

– ROMA, 22 APR – “Oggi #pizza! Buona domenica #Amici, sto facendo di tutto per dare un Futuro all’Italia.
#andiamoagovernare #oggivotolega”. Lo scrive su twitter Matteo Salvini. Ieri sera, sempre il segretario federale della Lega aveva scritto sui social: “Voglia di aria nuova e pulita, voglia di futuro, voglia di combattere per ricostruire”.
Pd, confronto con M5S solo se stop LegaPregiudiziale dem per sedersi a tavolo, non siamo ruota scorta

ROMA22 aprile 201818:50

– ROMA, 22 APR – Il Pd aspetta domani di conoscere le scelte del Colle per tentare di uscire dallo stallo politico-istituzionale. Ma, secondo fonti dem, non basterà a “scongelare” i dem il fatto che, come sembra, a ricevere l’incarico questa volta dovrebbe essere il presidente della Camera Roberto Fico, considerato l’esponente M5S più in grado di parlare al centrosinistra. “La pregiudiziale – spiegano fonti di maggioranza – è che Di Maio chiuda il forno con la Lega. Se non dichiara chiuso il confronto con la Lega e tergiversa, anche alla luce dei vari ultimatum già scaduti di Di Maio a Salvini il Pd neanche si siederà al tavolo”. Sedersi al tavolo, chiariscono i dem, non vuol dire automaticamente aprire un dialogo per un governo M5S-Pd ma “provare a confrontarsi e vedere che succede, l’esito non lo sappiamo”.
Damiano, posizione Pd da ridiscutereFissare data assemblea nazionale e decidere su congresso

ROMA22 aprile 201818:50

– ROMA, 22 APR – “La prossima settimana inizia una nuova fase di consultazioni. Probabilmente verrà affidata al Presidente della Camera, Fico. Il Partito democratico deve ridiscutere il suo posizionamento politico, deciso dall’ultima Direzione, non più adatto a fronteggiare la situazione attuale”.
Lo afferma Cesare Damiano, del Partito democratico.
“Il periodo dell’attesa delle mosse altrui – continua – è terminato: occorre, dunque un nuovo protagonismo politico del Pd, dopo settimane di afasia. Il rinvio dell’Assemblea Nazionale è stato un errore: bisogna porvi rimedio convocando subito la Direzione del Pd e fissando la data di riconvocazione dell’Assemblea nazionale”.
“È evidente, quindi, che occorre una messa a punto politica. Nell’Assemblea nazionale, poi, sarà necessario decidere se andare subito al congresso o eleggere un segretario.
Bisogna fare questa scelta – dice ancora Damiano – insieme a quella di una revisione dello Statuto del Pd”.
Governo: Salvini, due forni? ognuno fa politica come vuole

MONFALCONE22 aprile 201822:56

– Monfalcone, 22 Apr – “Ognuno fa politica come crede.
Ringrazio per le parole di apprezzamento nei confronti della Lega che io estendo al centrodestra e vedremo di fare il più in fretta possibile”. E’ la risposta di Matteo Salvini a chi gli chiedeva un commento sulla politica dei due forni del M5S.
“Un governo legittimato dai voti del Parlamento per me ha tutta la possibilità di governare – ha precisato – L’unica cosa che non accetterei, che combatterei a ogni costo è un governo dettato da Bruxelles, con premier non eletti, ministri non eletti, solo perché ce lo chiede l’Europa, Parigi, Berlino, Strasburgo. Se vedessi una cosa del genere non starei né fermo né zitto”.

Di Maio pubblica bozza contratto governoLo approfondiremo con Lega o Pd, non sarà per fare coalizione

ROMA23 aprile 201810:53

– ROMA, 23 APR – “Sono emozionato ed orgoglioso di pubblicare la prima stesura del contratto di governo con il quale vogliamo realizzare il cambiamento che gli italiani aspettano da tanto tempo”. E’ quanto scrive il leader del Movimento 5 stelle, Luigi Di Maio, in un post sul blog del MoVimento da cui si può scaricare il programma.
“Questo primo schema di accordo”, spiega, “andrà approfondito insieme alla forza politica che accetterà di sedersi al tavolo con noi. Come emerge anche dal documento – sottolinea – il Movimento non ha nessuna intenzione di perdere la sua identità politica in un governo di coalizione classico, anche perché la distanza dalla Lega e dal Pd su molti temi decisivi e sui mezzi per realizzarli rimane netta. Per garantire un governo forte e votato al cambiamento abbiamo quindi proposto un’intesa su 10 punti fondamentali per il Paese, da portare avanti unendo le forze, con disciplina, lealtà e onore”.
Regionali: Molise, ha votato il 52,16%Concluse le operazioni di voto alle 23

CAMPOBASSO23 aprile 201800:46

– Campobasso, 22 APR – Si sono concluse le operazioni di voto per le regionali in Molise: ha votato il 52,16% degli aventi diritto.
A Campobasso ha votato il 62,69%, a Isernia il 59,67%. Nel complesso i votanti sono stati 173 mila contro i 182 mila delle scorse politiche.
Regionali: Molise, centrodestra in testaScrutinati il 10% dei voti: Toma 45%, Greco (M5s) 36%

CAMPOBASSO23 aprile 201804:44

– CAMPOBASSO, 23 APR – Con 63 sezioni scrutinate su 394 e circa il 10% dei voti espressi, Donato Toma del centrodestra è ancora in testa nelle elezioni regionali in Molise: 7.500 voti, che equivalgono al 45,36% contro i 6.000 di Andrea Greco di M5s (36,43%). Il candidato del centrosinistra Carlo Veneziale ha poco meno di 3 mila voti (17,83%).
Molise, centrodestra avanti col 45%Scrutinate 50% sezioni: M5s al 37%, centrosinistra al 16,5%

ROMA23 aprile 201806:01

– ROMA, 23 APR – Scrutinato oltre il 50% delle sezioni, nelle elezioni regionali del Molise la coalizione del centrodestra guidata da Donato Toma resta in testa col 45% dei voti.
Segue il Movimento 5 stelle rappresentato da Andrea Greco, col 37% delle preferenze. Indietro il centrosinistra di Carlo Veneziale, al 16,5%.
Meloni, Molise chiaro segno per il ColleFondamentale contributo Fdi, unico che cresce rispetto politiche

ROMA23 aprile 201810:55

– ROMA, 23 APR – “La schiacciante vittoria del centrodestra in Molise con il fondamentale contributo di Fdi, unico partito che cresce rispetto alle politiche, è un’altra indicazione chiara per il Presidente Mattarella: gli italiani vogliono un governo guidato dal c.destra e con un programma di centrodestra. Complimenti e buon lavoro al neo governatore Donato Toma! Ora a testa bassa per strappare anche il Friuli Venezia Giulia alla sinistra”. È quanto scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
Salvini a Di Maio, mettiamoci al tavoloParliamo di cose e non di nomi. Appello a Colle, facciamo presto

TRIESTE23 aprile 201810:59

– TRIESTE, 23 APR – “Lo dico a Di Maio, lo dico da leader del centrodestra, mettiamoci al tavolo. Riforma delle pensioni, riforma del lavoro, riduzione delle tasse, blocco degli aumenti dell’Iva e delle accise, blocco e controllo dei confini e in qualche giorno si dà un governo che dura cinque anni a questo Paese”. Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini parlando a Trieste. “Facciamo veloce – ha aggiunto rivolgendosi al presidente della Repubblica Sergio Mattarella – noi abbiamo le idee chiare e se ognuno scende dal piedistallo in una settimana daremo il governo agli italiani”. Se “si parla di cose e non di nomi, non c’è problema. Il voto molisano ne è la rappresentazione evidente”.
Rosato,quasi incolmabili distanze Pd-M5sIdea di dialogo su due fronti dimostra loro disinteresse

ROMA23 aprile 201811:05

– ROMA, 23 APR – “L’idea che si possa continuare a dialogare su due fronti dimostra il disinteresse assoluto del M5S al confronto con il Pd. Ribadisco inoltre che le distanze programmatiche e di impostazione politica tra il Pd e il M5S sono enormi: mi sembra quasi impossibile colmarle. Una cosa è dunque aprire a un confronto con M5S quando avrà chiuso il dialogo con la Lega, altra cosa è il risultato”. Lo dice Ettore Rosato, vicepresidente Pd della Camera, interpellato al telefono sulle proposte di governo rivolte da M5S alla Lega e ai Dem.
Salvini, premier anche nome terzo,quartoAi giornalisti,’se indicato dalla Lega può essere anche lei’

TRIESTE23 aprile 201811:09

– TRIESTE, 23 Apr – “Ci sono tante persone meglio di Salvini, tante, quindi non dico ‘ho vinto e comando io’, dico ‘abbiamo vinto ma per il bene del Paese siamo disponibili a ragionare con tutti a fare anche altre scelte’. Sarei onorato di essere premier ma se non sono io son contento lo stesso. Bene anche un nome terzo quarto quinto, basta che rappresenti il voto degli italiani e sia indicato dai partiti che hanno vinto e non da quelli che hanno perso”. Lo dice Matteo Salvini. “Se indicato dalla Lega, sì, può essere anche lei volendo”, risponde a un giornalista.
Di Maio, in Molise prima forza è M5sNoi al 38%. Centrodestra “nazionale” arriva al 22%, ha perso

ROMA23 aprile 201811:50

– ROMA, 23 APR – “I partiti che insieme rappresentano il centrodestra a livello nazionale, Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia, insieme superano appena il 22%. Il nostro Andrea Greco, da solo, supera il 38%. Il MoVimento 5 Stelle si conferma anche in Molise prima forza politica della Regione”. Così Luigi Di Maio in un post in cui commenta i risultati del Molise e dove ricorda: “Donato Toma era sostenuto da una coalizione composta da 9 liste, di queste nemmeno una è riuscita a raggiungere il 10% dei voti”.
Di Maio, Fico interpreterà bene mandatoIn bocca al lupo a Roberto, convocato oggi da Mattarella

ROMA23 aprile 201813:49

– ROMA, 23 APR – “Oggi il presidente Mattarella ha convocato il presidente della Camera Roberto Fico per assegnargli un mandato. Faccio un grosso in bocca al lupo a Roberto e sono sicuro che interpreterà al meglio quanto sarà richiesto dal capo dello Stato”. Lo scrive su Twitter il capo del M5s Luigi Di Maio.
Cdm per il Def entro prossima settimanaPronto il Documento di economia e finanza a politiche invariate

ROMA23 aprile 201815:56

– ROMA, 23 APR – E’ pressoché pronto il Documento di economia e finanza a politiche invariate. Lo confermano fonti parlamentari, dalle quali si apprende di un colloquio, questa mattina, tra il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan. Il Consiglio dei ministri per il varo del Def dovrebbe riunirsi questa settimana (c’è chi ipotizza giovedì, ma non c’è ancora alcuna convocazione) o la prossima, anche in relazione all’andamento delle consultazioni per la formazione del nuovo governo.
E’ morto Giovanni Galloni, storico esponente della DcEx ministro della Pubblica Istruzione, fu vicepresidente del Csm

23 aprile 201816:48

E’ morto a Roma Giovanni Galloni, storico esponente della Dc, che fu vicepresidente del Csm. Lo ha reso noto all’Ansa il figlio, Nino Galloni, raggiunto telefonicamente.  Entrato nella Dc giovanissimo, di formazione dossettiana, Galloni nello scudo crociato fu uno degli esponenti di spicco della sinistra democristiana. Docente universitario, fu ministro della Pubblica istruzione dal 1987 al 1989 nei governi Goria e De Mita e fu vicepresidente del Csm dal 1990 al 1994. Galloni, 90 anni, fu partigiano, tanto che il figlio Nino ha riferito che le esequie potrebbero svolgersi il 25 aprile.

Salvini a Berlusconi e Di Maio,no litigiComizio in piazza a Gemona

TRIESTE23 aprile 201816:28

– TRIESTE, 23 APR – “Non c’è tempo da perdere, la smettano di litigare. Occorre sedersi al tavolo e cominciare a lavorare. Lo dico a Berlusconi e Di Maio”. E’ l’esortazione del leader della Lega Matteo Salvini, nel corso del suo intervento a Gemona (Udine).

Fca: Rsa Melfi chiede incontro urgenteDa discutere programma delle ferie e saturazione delle linee

POTENZA23 aprile 201814:23

– POTENZA, 23 APR – La Rsa dello stabilimento di Melfi (Potenza) di Fca, composta da 75 delegati, si è riunita oggi per “la nomina del comitato esecutivo e delle commissioni di partecipazione” e ha chiesto “un incontro urgente” all’azienda.
Temi da esaminare sono la programmazione delle ferie e la “saturazione delle linee, “perché ormai riteniamo che bisogna porre attenzione maggiore ai carichi di lavoro”.
Elio e le Storie Tese, 3 maggio a TorinoPer poi chiudere la carriera il 29 giugno al Festival Collisioni

TORINO23 aprile 201815:58

– TORINO, 23 APR – Passa per Torino, il 3 maggio al Pala Alpitour, il Tour d’Addio di Elio e le Storie Tese. Un concerto con una scaletta pensata per accontentare tutti i fan, che si apre con ‘Servi della gleba’ e si conclude con ‘Arrivedorci’ passando per tutti i grandi successi della band.
Il tour prosegue, ancora in Piemonte, il 29 giugno, per chiudere al festival Collisioni di Barolo (Cuneo) con ospiti e amici sul palco. Una grande festa ‘d’addio’, come ama dire Elio, di due giorni e nell’anno in cui Collisioni, tra l’altro, compie 10 anni.
Un modo per congedarsi dal suo pubblico dopo 38 anni di carriera e successi come ‘Cara ti amo’, ‘Cateto’, ‘La terra dei cachi’, ‘Shpalman’, ‘Luigi il pugilista’ fino all’ultimo ‘Il circo discutibile’. Brani con i quali Elio e le Storie Tese hanno fatto ridere a crepapelle e nello stesso tempo riflettere.
Il giorno dopo, il 30 giugno, Elio saluterà il suo pubblico in una chiacchierata nell’ambito della sezione ‘Letteratura’ del Festival langarolo.
Ondata caldo con 32 gradi ma non recordLe temperature non si abbasseranno prima del 26 aprile

TORINO23 aprile 201816:05

– TORINO, 23 APR – Dieci gradi in più rispetto al ‘normale’, ma hanno resistito i record dell’aprile 2011 quando le temperature medie in pianura avevano raggiunto i 30.7. La relazione sull’ondata di caldo in Piemonte redatta da Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) evidenzia una media di 27.7 gradi delle massime nelle località di pianura e il superamento dei record assoluti, nel mese, nelle stazioni di media e alta montagna, con un picco di 24.9 gradi sul Monte Carza (Verbano-Cusio-Ossola).
I valori più alti in assoluto sono stati registrati a 31.9 a Domodossola, 31.4 a Candoglia Toce, 30.6 a Bra (Cuneo), 30.4 a Casale Monferrato (Alessandria), 30.2 ai Giardini Reali.
Tuttavia, non si sono avute “particolari condizione di disagio fisico” perché il tasso d’umidità nei bassi strati non è stata particolarmente elevata e le temperature di notte si sono notevolmente abbassate. Il caldo anomalo non terminerà prima del 26 aprile.
Sport:Pella(Fi), Ue promuova di più attività fisica in cittàComitato Ue Regioni analizza parere sindaco Valdengo (Biella)

BRUXELLES23 aprile 201816:30

– BRUXELLES, 23 APR – Le politiche di promozione dello sport nelle città non solo migliorano il benessere delle persone, ma creano occupazione per i giovani e potrebbero far risparmiare “fino a 80 miliardi di euro” alle casse dell’Ue, dovuti invece “all’inattività fisica”. Questo il messaggio contenuto nel parere in discussione al Comitato europeo delle Regioni (CdR) di cui è relatore il sindaco di Valdengo (Biella) e neoeletto deputato Roberto Pella (Forza Italia). “Il 2,1% del Pil Ue è dato da attività inerenti allo sport e 7,3 milioni di posti di lavoro sono legati all’ambito sportivo”, ma “il 46% dei cittadini non pratica attività fisica”, ha sottolineato Pella durante la prima discussione sul suo parere, che sarà adottato a giugno dalla commissione Politiche sociali del CdR. Coinvolgere gli enti territoriali nell’elaborazione delle politiche sportive europee, potenziare iniziative come il programma Erasmus+ per promuovere scambi europei in ambito sportivo, ma anche scorporare dal Patto di stabilità gli investimenti cofinanziati dai fondi Ue per la messa a norma degli impianti, sono alcuni dei punti contenuti nel parere di Pella, che domani a Roma incontrerà il presidente del Coni Giovanni Malagò per parlare anche di questi temi.

Zilli, Golino e Thelma chiudono LoversUltimo giorno per 33/a edizione del più antico festival Lgbtqi

TORINO23 aprile 201816:56

– TORINO, 23 APR – Un incontro tra Valeria Golino, madrina del festival, e Concita De Gregorio, un mini concerto di Nina Zilli, che all’ultimo Sanremo ha portato una canzone contro la violenza sulle donne, e l’anteprima italiana del film norvegese ‘Thelma’, di Joachim Trier, chiudono martedì 24 aprile a Torino il 33/o Lovers film Festival. Un’edizione ricca che ha visto ad oggi moltissimi sol out e un trend in crescita.
Nel corso della giornata vengono presentati anche altri due film, l’argentino Mi mejor amigo di Martín Deus, sulla vita di Lorenzo, tranquillo adolescente che vive in un piccolo centro della Patagonia, che prende una piega inattesa quando si trova a dover ospitare il coetaneo Caíto, e l’inglese ‘Playing The Part’ di Joe Stephenson, una lunga intervista a Ian McKellen, candidato più volte agli Oscar, autore di un clamoroso coming out a 49 anni e attivista per i diritti Lgbtqi. Domani viene anche presentato Home Lovers Movies, progetto di archivio audiovisivo privato dedicato alle tematiche lgbtqi.
Crowdfunding per foyer Teatro FaraggianaLa Fondazione partecipa a campagna Eppela della Regione Piemonte

TORINO23 aprile 201816:57

– TORINO, 23 APR – La Fondazione Nuovo Teatro Faraggiana di Novara intende ristrutturare il suo foyer, un grande spazio vuoto e di passaggio che potrebbe venir utilizzato per diverse attività, e per farlo partecipa con un progetto di recupero e di valorizzazione alla campagna di crowdfunding lanciata da Regione Piemonte/Eppela.
L’idea è di coinvolgere la cittadinanza. Da qui il nome della campagna di crowdfunding ‘Chi fa un foyer fa per tre’.
La Fondazione di partecipazione, nata nel 2016 ad opera di 12 cittadini novaresi, oggi conta 50 fondatori per una gestione totalmente privata del bene pubblico. “Il Faraggiana è uno spazio a misura d’uomo, per tutti, in cui poter conoscere e creare qualcosa di nuovo. Adesso – dice la campagna rivolta ai novaresi – abbiamo bisogno anche del tuo appoggio per poter trasformare il teatro nel luogo dove tutto questo possa succedere. Vorremmo creare uno spazio in cui esperienza, passione, talento si mescolino per diventare un punto di riferimento culturale per la città”.
In piazza San Carlo altri rapinatoriPer investigatori è possibile che ci fossero altri malviventi

TORINO23 aprile 201817:56

– TORINO, 23 APR – C’erano diversi gruppi di rapinatori sparsi per piazza San Carlo, a Torino, la sera del 3 giugno 2017 durante la finalissima di Champions League: è una delle possibilità al vaglio degli investigatori dopo l’arresto, nei giorni scorsi, dei giovani componenti della banda che, servendosi di spray al peperoncino, ha messo a segno dei colpi in Italia e anche in alcune città europee.
E’ stato uno dei fermati, Sohaib Buoimadaghen, 20 anni, soprannominato Budino, ad affermare, nel corso di un interrogatorio, di avere provocato – senza volerlo – la prima ondata di panico, alle 22:12, ma di non sapersi spiegare le successive: la seconda, in particolare, è delle 22:23, e comincia in un’altra parte della piazza. Per il gip Stefano Vitelli, che ha disposto la custodia cautelare in carcere, “è probabile che il gruppo abbia utilizzato la stessa tecnica anche in altri ravvicinati momenti all’episodio confessato, suddividendosi magari in sottogruppi come avvenuto in altre occasioni”.
P.za S.Carlo, salgono a 3 accusati caosE’ un 21enne già arrestato per colpi con spray in altre città

TORINO23 aprile 201818:46

– TORINO, 23 APR – C’è un terzo fermo nell’inchiesta sulla rapina che la sera del 3 giugno 2017 a Torino ha scatenato il panico in piazza San Carlo. Il provvedimento ha raggiunto in carcere Aymene Es Sabihi, 21 anni, residente nel capoluogo piemontese, già arrestato per l’inchiesta della polizia sui colpi messi a segno dalla banda in varie città italiane ed europee.
Es Sabihi, nei giorni scorsi, aveva dichiarato agli inquirenti di essere arrivato in piazza San Carlo solo dopo i fatti. Ora, secondo quanto si apprende, divide con altri due indagati le accuse di lesioni e morte come conseguenza di altro reato in relazione al ferimento di oltre 300 persone e alla morte di Erika Pioletti.
Esce ‘2 luglio’ brano per rispetto donneLavoro di Giorgio Bolognese, edito da Gatto Panceri

TORINO23 aprile 201820:26

– TORINO, 23 APR – Un brano musicale al pianoforte dedicato al rispetto delle donne: da oggi è disponibile su tutte le piattaforme digitali ‘2 luglio’ del poliedrico artista Giorgio Bolognese, in uscita per ‘Capogiro records’, storica etichetta indipendente torinese, con il cantautore Gatto Panceri in qualità di editore. Bolognese, ex manager tornato quattro fa a fare l’artista, fondatore di due onlus, l’ultima Charity4all, con la quale mette in scena spettacoli di beneficenza, eroga borse di studio e fa esibire giovani artisti di talento, ne segue personalmente alcuni formandoli per la parte scenica e il perfezionamento nelle loro esibizioni. “Questo brano – spiega Bolognese – e’ un omaggio, accorato e delicato insieme al rispetto dell’universo femminile. Un grido silenzioso e avvolgente che invita a guardare alle ‘quote rosa’ come risorse preziose cui rivolgersi per la completezza del genere umano”.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.