Aggiornamenti, Notizie

AGGIORNAMENTO NEWS DALLE 06:37 DI GIOVEDì 26 APRILE 2018, ALLE 00:47 DI OGGI, VENERDì 27 APRILE 2018

Tempo di lettura: 78 minuti

Ultimo aggiornamento 26 Aprile, 2018, 22:46:49 di Maurizio Barra

Blitz contro clan Rinzivillo, 10 arresti
Operazione Ps contro cosca, inchiesta Dda di Caltanissetta

GELA (CALTANISSETTA) 26 APR26 aprile 201806:37

– GELA (CALTANISSETTA) 26 APR – Nuovo colpo della polizia contro il clan Rinzivillo di Gela, legato a Cosa nostra.
Personale della Squadra mobile di Caltanissetta e del Commissariato di Gela stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 10 indagati.
Gli arrestati sono accusati, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla detenzione, traffico e spaccio di stupefacenti ed all’alterazione – rendendo idonee allo sparo armi giocattolo o a salve – alla vendita, cessione di armi comuni da sparo. Contestata l’aggravante di avere commesso i fatti al fine di agevolare l’associazione mafiosa denominata cosa nostra operante a Gela sul resto del territorio siciliano.
Particolari sull’operazione saranno resi noti durante una conferenza stampa che si terrà alle 10 nel Palazzo di Giustizia di Caltanissetta, alla presenza del procuratore Amedeo Bertone.

False nozze per il permesso di soggiornoOperazione Ps a Imperia,donna denunciata,rimpatriato un tunisino

IMPERIA26 aprile 201807:46

– IMPERIA, 26 APR – Scoperto dalla Polizia di stato di Imperia, un finto matrimonio contratto a Sanremo tra un’italiana, ufficialmente sposata a Nizza, e un cittadino tunisino irregolare sul nostro territorio alla ricerca di un permesso di soggiorno.
Gli accertamenti svolti dalla Polizia di Stato, in collaborazione con le forze dell’ordine francesi, hanno fatto emergere interessanti particolari che hanno condotto alla denuncia della donna e al rimpatrio del tunisino.
Ulteriori dettagli verranno forniti nel corso della conferenza stampa che si terrà alle ore 10.00, presso la Sala Riunioni della Questura di Imperia.
Smantellata banda dedita a frodi fiscaliOperazione Gdf tra Calabria e Veneto, sequestrati 12 mln di beni

CROTONE26 aprile 201809:38

– CROTONE, 26 APR – Diciassette persone sono state arrestate tra Crotone e Verona dalla Guardia di finanza che ha anche eseguito un sequestro di beni per 12 milioni di euro, compresi 118 mezzi e 3 società sottoposte ad amministrazione giudiziaria. L’operazione “Ciclope” ha permesso di smantellare un’associazione operante nel settore delle frodi fiscali e del riciclaggio del profitto del reato. Gli investigatori del nucleo di polizia economico finanziaria di Crotone hanno quantificato in 5.599.591,48 euro la somma sottratta al fisco fra Ires, Iva ed Irap. L’operazione ha visto impegnati i finanzieri del nucleo di Crotone e della Compagnia di Soave nel veronese, nei comuni di Cutro, Isola di Capo Rizzuto, Crotone, Rocca di Neto, Belfiore e Cologna Veneta (Verona). Cinque le persone in carcere e 12 ai domiciliari. A capo dell’organizzazione, per l’accusa, Antonio Aversa De Fazio, di 56 anni di Melissa, imprenditore da tempo trasferitosi a Belfiore (Verona) dove ha un’attività nel commercio di inerti e dell’autotrasporto.
Terrorismo, migrante arrestato a NapoliIndagini della Procura: sarebbe emerso progetto di attentato

NAPOLI26 aprile 201809:41

– NAPOLI, 26 APR – Un migrante del Gambia è stato arrestato a Napoli nel corso di un’operazione antiterrorismo condotta da polizia e carabinieri. A quanto si è appreso dalle indagini coordinate dalla Procura sarebbe emerso il progetto di un attentato. L’uomo aveva chiesto asilo politico ma la pratica per la concessione era ancora in valutazione.
Scoperte fatture false per oltre 500 mlnFrode da oltre 60 milioni scoperta da Guardia Finanza Brescia

BRESCIA26 aprile 201810:09

– BRESCIA, 26 APR – La Guardia di Finanza di Brescia ha scoperto una frode fiscale commessa tra il 2011 ed il 2015 da società operanti nel settore del commercio della vergella e del filo di rame che, mediante l’emissione e l’utilizzo di fatture false per 515 milioni di euro, hanno frodato all’Erario oltre 60 milioni di euro.
L’attività svolta dai finanzieri di Pisogne trae origine da una verifica fiscale condotta nei confronti di un’azienda operante nel settore del commercio di metalli non ferrosi e poi si è estesa ad un’ampia attività d’indagine nei confronti di altre 7 aziende.
I responsabili delle aziende (residenti nelle province di Brescia, Milano, Vicenza e Lecce) sono stati tutti denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brescia per i reati di emissione di fatture per operazioni inesistenti, dichiarazione fraudolenta ed occultamento di documenti contabili.
Morta a 16 anni, condannato fidanzatoEra accusato di morte in conseguenza di altro reato

GENOVA26 aprile 201810:17

– GENOVA, 26 APR – E’ stato condannato a cinque anni Sergio Bernardin, il fidanzato di Adele De Vincenzi, la ragazza di 16 anni morta dopo una overdose di MdMa nel centro di Genova la scorsa estate. Il pubblico ministero Michele Stagno aveva chiesto 13 anni di carcere. L’accusa è morte come conseguenza di altro reato e spaccio. Il tribunale ha anche disposto il pagamento di una provvisionale di 50 mila euro per la parte civile (assistita dall’avvocato Angelo Paone).
Per quella vicenda l’amico Gabriele Rigotti era stato assolto con rito abbreviato dal giudice per l’udienza preliminare Angela Nutini che però aveva disposto di trasmettere gli atti al pm per indagarlo per omissione di soccorso. Secondo quanto ricostruito dagli agenti della squadra mobile, i due giovani avevano consumato la droga insieme a Adele e a un’altra minore. La ragazza si era sentita male mentre si trovava in via San Vincenzo insieme agli amici e poi era morta subito dopo all’ospedale Galliera.
Tenta aggredire Gip in aula a CataniaDurante udienza di convalida arresto per rapina, denunciato

CATANIA26 aprile 201810:18

– CATANIA, 26 APR – Ha insultato pesantemente ed ha tentato di aggredire, in aula, nel Palazzo di Giustizia di Catania, il Gip che aveva appena convalidato il suo arresto e disposto per lui il carcere per rapina ed evasione. A bloccare l’uomo, un pregiudicato non legato alla criminalità organizzata, impedendogli di raggiungere il giudice è stato il personale della squadra mobile della Questura che lo aveva arrestato ed era presente in aula. L’uomo è stato portato in carcere per la rapina e denunciato in stato di libertà per il tentativo di aggressione. La Procura di Catania ha aperto un fascicolo per oltraggio a giudice in udienza e trasmetterà gli atti per competenza alla Procura Messina.
Sequestrato un kg di droga a TarantoSi tratta di dosi già confezionate di hascisc, eroina e cocaina

TARANTO26 aprile 201810:26

– TARANTO, 26 APR – Un chilo di sostanze stupefacenti è stato trovato e sequestrato dalla Guardia di finanza nelle vicinanze di un fabbricato abbandonato accanto ad uno spiazzo dove giocavano abitualmente dei bambini, nella Città vecchia di Taranto. I cani antidroga, in ausilio alla pattuglia di Baschi Verdi, sono stati attratti da un cumulo di materiale edile di risulta e rifiuti di ogni genere. Il controllo ha permesso di scoprire 9 panetti di hascisc, per un peso complessivo di 900 grammi, nonché dosi eroina e cocaina, per 160 grammi, già confezionate e pronte per lo spaccio. La sostanza stupefacente era nascosta in sacchetti di cellophane. Le indagini delle Fiamme gialle proseguono per identificare i responsabili.
Cartello gogna a Rettore, 13 condanneUn anno e sei mesi per i tre autori del gesto contro Dionigi

BOLOGNA26 aprile 201810:44

– BOLOGNA, 26 APR – Sono 13 le condanne stabilite dal giudice del Tribunale di Bologna, Luisa Raimondi, nei confronti di altrettanti attivisti del Cua, il collettivo autonomo universitario, che il 27 novembre 2012 fecero irruzione nel rettorato di via Zamboni: alcuni di loro costrinsero con violenza il rettore Ivano Dionigi a indossare un cartello con la scritta ‘Ivano Dionigi non vuole mettere i soldi’.
I tre autori del gesto sono stati condannati ad una pena di un anno e sei mesi, come chiesto anche dal pm Antonello Gustapane, mentre per gli altri è arrivata una condanna a 10 mesi (la richiesta della Procura in questo caso era di 1 anno e 2 mesi). Gli imputati rispondevano a vario titolo di violenza privata e oltraggio, interruzione di pubblico servizio, manifestazione non autorizzata e imbrattamento.
Rabbino Bologna critica discorso Anpi’Non mi riconosco’. Discute con uomo con Kefiah, poi se ne va

BOLOGNA26 aprile 201810:54

– BOLOGNA, 26 APR – Il rabbino capo di Bologna Alberto Sermoneta ieri mattina avrebbe lasciato le celebrazioni della Festa della Liberazione di Piazza del Nettuno: lo racconta Il Resto del Carlino. Contattato telefonicamente, Sermoneta ha al momento non ha commentato la notizia ma ha confermato di non essersi ritrovato in alcuni passaggi del discorso della presidente dell’Anpi Anna Cocchi.
Secondo alcuni testimoni, ci sarebbe stato anche un confronto tra lo stesso rabbino capo e un uomo, presente alla celebrazione, che indossava una kefiah, copricapo simbolo palestinese.
Omicidio a Vieste, ucciso un 25enneAgguato sotto casa.Lotta tra 2 clan per controllo traffico droga

VIESTE (FOGGIA)26 aprile 201807:54

Un giovane di 25 anni, Antonio Fabbiano, di Vieste, è stato ucciso ieri sera a tarda ora con alcuni colpi di arma da fuoco da persone non ancora identificate. L’agguato è avvenuto sotto la sua abitazione, in via Tripoli intorno alle 23. Fabbiano, che, a quanto si è saputo, era legato al clan di Marco Raduano, è stato ferito con alcuni colpi d’arma da fuoco all’addome mentre era sotto la sua abitazione a Vieste. A cause delle condizioni, apparse subito gravi, è stato trasportato presso la Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, dove è deceduto poche ore dopo. L’agguato – secondo gli investigatori – sarebbe avvenuto nell’ambito della sanguinosa guerra di mafia che da anni si sta consumando tra due clan il lotta per il controllo del traffico di droga. Sull’omicidio indagano i carabinieri del Comando provinciale di Foggia.
Governo: M5S conta su sponda Fico e punta Pd, “base capirà” Ma ancora malumori. Oggi riunione dell’assemblea dei parlamentari

26 aprile 201808:09

La sponda di Roberto Fico, il fattore tempo, l’obiettivo di un accordo con il Pd. Il nuovo binario imboccato dal M5S per arrivare al governo e alla premiership passa da questi tre elementi, legati a doppio filo in una sorta di cubo di Rubik che, al momento, non vede ancora soluzione. Anche per questo il M5S chiederà al presidente della Camera Roberto Fico altro tempo: l’eventuale firma di un contratto con il Pd richiede infatti diversi giorni perché sia accettata da entrambi i partiti senza traumatiche rotture. L’accordo con il Pd continua a mietere un certo fastidio nella base pentastellata, più benevola nei giorni in cui il capo politico Luigi Di Maio aveva spalancato il forno della Lega. “Meglio al voto, no al Pd!”, è ancora oggi – dopo la selva di proteste pubblicate ieri – il primo commento di un militante sul blog al post in cui Di Maio celebra il 25 aprile. Su una cosa, infatti, il M5S e il Pd sembrano perfettamente comparabili: il problema di far “digerire” alle rispettive basi un simile accordo.E per farlo, a prescindere dalla buona riuscita o meno dell’operazione, “ci vuole un po’ di tempo”, ammettono dai vertici pentastellati. E’ al Pd, comunque, che ora si guarda, usando la possibilità del ritorno al “voto subito” come arma di pressione per Matteo Renzi. L’impressione, dall’altra parte, è che solo una clamorosa virata di Matteo Salvini possa far cambiare idea al M5S. Il forno della Lega, al momento, è spento.Ma non è detto che non si riaccenderà. Con i Dem “l’accordo si farà, calma”, è però in queste ore il refrain che emerge nel Movimento, che oggi riunirà l’assemblea congiunta dei parlamentari per illustrare lo schema di una simile intesa. Parlamentari tra i quali c’è chi guarda con scetticismo un’intesa con chi, finora, è stato combattuto su ogni provvedimento. “Sono entrato nelle istituzioni con un’idea di cambiamento e se qualcuno pensa di allearsi con il M5S deve partire esattamente da ciò che ho detto in campagna elettorale”, avverte il senatore Gianluigi Paragone. C’è chi, invece, guarda con un certo favore alla virata “a sinistra” del M5S. E chissà se è un caso che, sui social si succedano messaggi dal tono istituzionale con cui i parlamentari del M5S ricordano la Festa della Liberazione. Una festa vissuta in maniera altalenante in passato e che, nel 2013, Beppe Grillo celebrava con una provocazione: “il 25 aprile è morto”.L’accordo con il Pd passa anche dalla blindatura della premiership per Di Maio. Oggi Fico si dedicherà soprattutto all’ascolto dei partiti e si limiterà a parlare di contenuti e programmi, non di nomi o cariche. E, al momento, l’impressione è che il M5S non abbia alcuna intenzione di fare un passo indietro con un socio numericamente di minoranza. Anche se c’è chi, nel Movimento, comincia a vedere con criticismo la rigidità di Di Maio su Palazzo Chigi. “Finalmente si parla di temi. Il nostro leader è il programma e lo sarà sempre”, sottolinea Luigi Gallo sottolineando uno dei concetti chiave del Movimento delle origini.

Ecco ‘Cosa dirà la gente’ di Iram Haq –

Dal 3 maggio al cinema. La lotta di una donna per conquistare l’indipendenza –

26 aprile 201808:59

Arriva al cinema dal 3 maggio Cosa dirà la gente di Iram Haq.

Il film, ispirato all’esperienza personale della regista, racconta la coraggiosa lotta di una giovane donna nel conquistare la propria indipendenza.
Il trailer

 

Dopo aver ricevuto un’ottima accoglienza al Toronto International Film Festival 2017, Cosa dirà la gente, diretto da Iram Haq, attrice, sceneggiatrice e regista norvegese di origine pachistana, sarà al cinema dal 3 maggio con Lucky Red. La regista porta sul grande schermo la sua esperienza con una storia commovente di amore e coraggio: l’amore familiare soffocato da rigide tradizioni e convenzioni e il coraggio di trovare la propria strada, nonostante le difficoltà e la sofferenza. Il film racconta la storia di Nisha, un’adolescente divisa tra la cultura occidentale e le tradizioni della sua famiglia pachistana, due mondi difficili da conciliare, che il film mostra, cercando di cogliere entrambi i punti di vista.

Di cosa parla il film
La sedicenne Nisha vive una doppia vita. A casa, in famiglia, è la perfetta figlia pachistana, ma quando esce con gli amici è una normale adolescente norvegese.
Quando però il padre sorprende Nisha in intimità col suo ragazzo, i due mondi della ragazza entrano violentemente in collisione: i suoi stessi genitori la rapiscono per portarla a casa di alcuni parenti in Pakistan.
Lì, in un Paese in cui non è mai stata prima, Nisha è costretta ad adattarsi alla cultura di suo padre e di sua madre.

 

Deutsche Bank annuncia riassetto e tagli al personaleRevisione attività, ridimensiona business tassi Usa e azionario

26 aprile 201810:49

Deutsche Bank annuncia una revisione delle sue attività di corporate e investment banking (Cib) e ulteriori misure di efficienza, allo scopo di contenere la base di costo sotto i 23 miliardi di euro nel 2018. La banca, si legge in una nota, ridimensionerà le attività Usa sui tassi (Us rates) e riesaminerà le attività sul mercato azionario (Global Equities) “con l’aspettativa di ridurre la sua piattaforma”. Tra le misure di contenimento dei costi è prevista “una significativa riduzione della forza lavoro nel 2018”.

Deutsche Bank ha chiuso il primo trimestre dell’anno con ricavi per 7 miliardi di euro, in calo del 5% rispetto allo stesso periodo del 2017, e con un utile di 120 milioni di euro, a fronte dei 575 milioni dell’esercizio precedente (-79%). “Dobbiamo agire in modo deciso e rivedere la nostra strategia. Non c’è tempo da perdere in quanto gli attuali ritorni per i nostri azionisti non sono accettabili”, ha commentato in una nota l’amministratore delegato, Christian Sewing.

Le attività internazionali di Deutsche Bank nella banca commerciale e private “vogliono focalizzarsi su mercati in crescita come l’Italia e la Spagna mentre nel wealth management la banca punterà a crescere in Germania e nei mercati internazionali”. “Intendiamo far crescere il business della banca commerciale e private e di DWS”, la società di asset management di Deutsche Bank, ha detto il ceo Christian Sewing.

Facebook batte le attese di Wall Street e vola in BorsaFANG perdono 100 miliardi in una settimana. Tim Cook da Trump

26 aprile 201812:09

NEW YORK – Facebook si mostra piu’ forte del datagate e batte anche le attese piu’ rosee di Wall Street, chiudendo l’ultimo trimestre con un’impennata di quasi il 50% delle sue entrate, attestatesi sugli 11,97 miliardi di dollari. Anche gli utili sono saliti a 5 miliardi di dollari contro i 3,06 miliardi di un anno fa, con un balzo del 63%. Lo scandalo dei dati di oltre 50 milioni di persone ‘rubati’ e usati per finalita’ politiche dalla societa’ Cambrifge Analytica, dunque, non sembra aver scoraggiato investitori e inserzionisti che hanno continuato a scegliere il colosso dei social media per la loro pubblicita’.

E, dopo un primo momento di sfiducia, non ha scoraggiato neanche gli utenti che sono tornati ad essere 2,2 miliardi. Il risultato e’ che dopo la chiusura della Borsa di New York il titolo di Facebook e’ tornato a volare nelle contrattazioni after hours, schizzando quasi del 7%. A trainare i conti del gruppo di Menlo Park soprattutto le entrate relative agli annunci pubblicitari su smartphone e tablet, che rappresentano ora il 91% del totale. Mark Zuckerberg, ultimamente messo sotto pressione sia negli Stati Uniti che in Europa, non puo’ quindi che esultare, in una giornata che si e’ rivelata ancora nera per molti titoli tecnologici, con i cosiddetti ‘FANG’ (Facebook, Amazon, Netflix e Google) che nell’ultima settimana hanno perso complessivamente circa 100 miliardi di dollari del loro valore.

Intanto il numero uno di Apple, Tim Cook, e’ stato ricevuto alla Casa Bianca da Donald Trump. In agenda soprattutto la ‘questione cinese’, con Cook in pressing sul presidente americano perche’ si eviti una guerra commerciale con Pechino. Tenuto conto che la casa di Cupertino ha i suoi principali fornitori – vedi Foxcon – proprio in Cina, dove vengono realizzati e assemblati gli iPhone. Apple – secondo quanto riportano alcuni media – avrebbe speso circa 2,1 miliardi di dollari tra gennaio e marzo per fare lobby sull’amministrazione Trump con l’obiettivo principale di frenare politiche sui dazi e le tariffe ritenute dannose.

Punturello e la Sinagoga di NapoliUn rabbino partenopeo e le tante identità ebraiche

GERUSALEMME26 aprile 201810:16

– GERUSALEMME, 26 APR – PIERPAOLO PINHAS PUNTURELLO:’NAPOLI, VIA CAPPELLA VECCHIA 31′(SALOMONE BELFORTE & C; PP.99; 14 EURO). All’indirizzo del titolo, “nel cuore di un vicolo tra il mare e Montedidio, tra Piazza dei Martiri e Pizzofalcone”, si trova la sinagoga di Napoli. Chi non la conosce, napoletani compresi, potrà farsene un’idea, o una fotografia molto vicina alla realtà, leggendo questi nove racconti scritti da un giovane rabbino partenopeo. Nelle sue storie c’è un connubio straordinario tra due realtà apparentemente lontane e invece assolutamente vicine: Napoli e l’ebraismo. Entrambe, ha spiegato Punturello in una recente presentazione del suo libro a Gerusalemme, sono “paradigmi consapevoli o inconsapevoli di una identità universale”. In questa assonanza condividono – a leggere le storie del rabbino e ad ascoltare le sue ricostruzioni – una sorta di perenne nostalgia per un mondo, in molti casi, perso e vagheggiato nel ricordo reso più vivo dall’orizzonte della propria identità. Che sia, per i partenopei, il dialetto lingua comune (come mai altrove) per il popolo e la nobiltà o i mille idiomi caratteristici invece dei tanti ebrei arrivati nel corso della storia a Napoli e diventati subito cittadini. Nel racconto ’15 dicembre 1939′ c’è una bellissima rappresentazione di questa comunanza basata sulla diversità. Il tassista – che in quei tempi di odio e di persecuzione – accompagna il giovane protagonista ebreo per un’ultima visita a Via della Cappella Vecchia 31 gli dice: “Signurì, ma questo è il palazzo della chiesa degli ebrei?”. E ancora “Signurì, buona fortuna a voi che partite e pure a noi che restiamo, stringetemi la mano, signurì, la Madonna v’accompagni”. Sembra di vedere i due, fermi davanti a quel vecchio palazzo del ‘500, nobile e decaduto, in un saluto che sa per per tutti e due di un legame spezzato dal pregiudizio e dall’odio altrui. E si può scorgere sul volto di entrambi quella “lieve tristezza celata dietro un sorriso, come sanno fare solo i napoletani”: una bella definizione usata da un altro ebreo partenopeo, Giacomo Khan, e richiamata come omaggio dall’autore nella presentazione del libro. Nè appare un controsenso il fatto che il rabbino Punturello abbia sostenuto che Napoli lo abbia salvato “da un’ortodossia ottusa”. Al contrario, c’e’ invece molto di una religiosità profondamente ebraica. Nei 9 racconti scorre anche la biografia dell’autore e non è difficile scoprire le pagine dove è disseminata, a partire da ‘Havdalà’, il testo che più rispecchia il percorso compiuto da Punterello. Nello scambio, non del tutto dichiarato, di oggetti e regali tra un padre cattolico e un figlio che ha deciso di diventare ebreo, non c’è solo l’omaggio tra due individui, pur legati tra loro, ma un’intera famiglia partecipe di una scelta di vita di uno dei suoi componenti. Declinare l’ebraismo ha molte facce, tante quante sono le identità che si nascondono in una città come Napoli, anche basandosi sulla capacità di “resistere al mondo degli altri”, nell’essere “a difesa di un confine”, come dice Punturello.
CdM vara il Def. Gentiloni, quadro positivo, riflette lavoro fattoApprovato il decreto sulla proroga dei tempi di vendita di Alitalia

26 aprile 201814:07

Il consiglio dei ministri “ha approvati il Def, un Def particolare, come si dice in gergo a politiche invariate, che non contiene la parte programmatica delle riforme che spettano al prossimo governo”. Così il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni al termine del Cdm.
Nel Def c’è la “fotografa della situazione tendenziale dell’economia italiana ed emerge un quadro positivo che riflette il buon lavoro fatto in questi 5 anni”, ha detto il premier. “Oggi fotografiamo con questo Def risultati molto rilevanti”.
Quello del Def è “un quadro che ci dice che l’Italia è uscita finalmente dalla crisi economica più difficile dal dopoguerra, che la crescita è ripresa e si è andata consolidando, che il lavoro dall’inizio della legislatura è cresciuto recuperando circa un milione di posti di lavoro, che il deficit si è ridotto da circa il 3 a attorno al 2 e che anche il debito cresciuto enormemente tra il 2007 e il 2012-2014 si è stabilizzato e comincia a scendere”, ha spiegato Gentiloni.

La crescita nel Def è confermata “all’1,5%. Questa cifra riflette un atteggiamento prudenziale di quello che l’economia può produrre”. Così il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan al termine del Cdm che ha varato il Def.

Nel 2018 il debito “diminuisce in misura visibile, di un punto percentuale”. Così il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan al termine del Cdm che ha varato il Def, sottolineando che si tratta di “un dato estremamente importante in un contesto in cui negli anni passati continuava a crescere ed era considerato come uno dei principali fattori di rischio dell’unione monetaria”. Ora “sta diminuendo” grazie a una “oculata gestione” che mostra che ” la strategia è quella giusta non è necessario deviare o pensare a misure eccezionali.”
“Il rapporto tra deficit e pil è collocato al 2,3 per il 2017. Questo numero, più alto dell’iniziale previsione dell’1,9 incorpora risorse che il Governo ha messo per aggredire la situazione difficile dal punto di vista bancario”.
Le clausole di salvaguardia sugli aumenti Iva “nella versione” del Def approvata dal governo “sono tenute dentro, nell’aspettativa che, come in passato, il prossimo governo presenti misure per rimuoverle”.
Nonostante l’impatto degli aiuti alle banche, il Def registra una “over-performance della finanza pubblica dovuta ad una accurata gestione, che nulla ha tolto agli stimoli alla crescita”. Padoan ha ricordato il suo “motto del sentiero stretto, un equilibrio possibile ed efficace tra continuo risanamento della finanza pubblica e sostegno alla crescita, che ha a che fare con l’intonazione ma molto anche con la composizione della politica di bilancio, cioè cosa si è fatto con i soldi pubblici”, sia sul fronte del calo delle tasse sia su quello degli investimenti.
Il Pil, a legislazione vigente, crescerà all’1,4% nel 2019 e all’1,3% nel 2020, ha concluso Padoan.

Alitalia. Il consiglio dei ministri ha approvato il decreto sulla proroga dei tempi di vendita della compagnia aerea. Lo ha annunciato il presidente del consiglio Paolo Gentiloni iniziando la conferenza stampa al termine del cdm.

17 migranti morti tra Marocco e SpagnaNuova tragedia del mare nel Mediterraneo

MADRID26 aprile 201812:47

Diciassette persone sono morte nel naufragio al largo del Marocco di un barcone con a bordo 34 migranti subsahariani che tentavano di raggiungere le coste dell’Andalusia, Efe. L’intervento di una nave del Salvamento Marittimo spagnolo ha permesso di trarre in salvo 18 persone, una delle quali però è morta nel trasferimento all’ospedale. Sono stati rinvenuti 4 cadaveri e 12 persone disperse sono considerate morte. Nella stessa zona è state accompagnata in sicurezza fino al porto di Motril un’altra imbarcazione con a bordo 51 migranti.
Uccise bimba 5 anni,giustiziato in TexasNona pena capitale eseguita in Usa da inizio 2018

HUNTSVILLE (USA)26 aprile 201812:47

Giustiziato ieri pomeriggio in Texas un trentunenne dichiarato colpevole di aver aperto il fuoco dieci anni fa sulla festa di un bambina uccidendo una bimba di 5 anni e sua nonna, in una sparatoria legata a bande rivali. Erick Davila è il nono prigioniero giustiziato negli Stati Uniti quest’anno, cinque dei quali in Texas.
Filippine: troppi turisti,chiude BoracayPer dotare isola di infrastrutture, fogne e strade decenti

BANGKOK26 aprile 201812:06

Dopo la decisione giunta a inizio aprile, chiude oggi al turismo per sei mesi l’isola di Boracay, la principale meta turistica delle Filippine. Nel periodo di “quarantena” l’isola sarà dotata di migliori infrastrutture, da un sistema fognario efficiente all’ampliamento della strada principale. La maggior parte delle strutture turistiche di Boracay hanno già chiuso nelle ultime settimane, da quando era stata ufficializzata la decisione. Il periodo di chiusura corrisponde a quella che normalmente sarebbe la bassa stagione.
In ogni caso, centinaia di poliziotti sono stati impiegati oggi per proibire l’accesso alla meta turistica, che a febbraio il presidente filippino Rodrigo Duterte aveva definito “una fogna”.
Nell’isola si accumulano ogni giorno 70 tonnellate di immondizie, e il livello di contaminazione fecale delle acque una volta cristalline è risultato 45 volte superiore alla norma.  Boracay attira fino a due milioni di turisti l’anno. Il settore turistico offre un impiego a oltre 17mila persone.
Vertice sul terrorismo a ParigiPer l’Italia, Alfano. Francia, identificati 416 ‘donatori’ Isis

PARIGI26 aprile 201812:46

Entra nel vivo il vertice di Parigi – cominciato ieri a livello di esperti – dedicato alla lotta contro il finanziamento del terrorismo. Oggi al vertice – organizzato nella sede dell’OCSE – è previsto l’incontro fra i ministri e la chiusura con un discorso del presidente Emmanuel Macron.
La conferenza di Parigi “No money for terror” prevede la partecipazione di 500 esperti e 80 ministri di 72 paesi (per l’Italia il ministro degli Esteri, Angelino Alfano), impegnati nella lotta contro il finanziamento del terrorismo internazionale, in particolare quello dell’Isis e di al Qaida.
Intervistato dalla radio France Info, il procuratore di Parigi, Francois Molins, ha dichiarato stamattina che 416 donatori che hanno partecipato al finanziamento dell’Isis sono stati identificati in Francia. Molins si dice preoccupato per il “microfinanziamento” del terrorismo, alimentato da somme “modiche ma in quantità importanti”.
Esperto ‘limba’, latino deriva dal sardoPorcheddu in un libro ricostruisce la storia della lingua sarda

CAGLIARI26 aprile 201812:56

Il sardo non è un dialetto, va bene. Ma una lingua neolatina? No, le cose non stanno proprio così: è il latino che deriva dal sardo e non il contrario. La dimostrazione non è (solo) storica, ma linguistica: è quella che propone Bartolomeo Porcheddu, studioso, esperto e appassionato di lingua sarda con due specializzazioni nel settore, nel suo nuovo lavoro. Il libro, di prossima uscita, ribadisce in italiano una tesi già espressa in un precedente volume in limba (la lingua scritta sarda). Un esempio emblematico è la parola latina filium, figlio.”In realtà c’è stato uno scambio – spiega Porcheddu all’ANSA – la consonante zeta, che era scritta come una i, è stata presa come una vocale. E io nel libro dimostro questo errore: non si trattava affatto di una vocale. Filium in realtà diventa filzum, con una zeta sonora, alla logudorese”. Un altro esempio? La y greca. “In latino si legge i – spiega – ma in realtà è la cosa più sbagliata di questo mondo perché si legge come u. Se vado a leggere ‘tirreno’ anziché ‘turreno’ sto stravolgendo la parola. Il significante non mi dice niente: che cosa significa tirreno? Se io vado a leggere turreno mi riferisco al mare di Turres, l’attuale Porto Torres”.Due esempi. “Nel latino di oggi – afferma ancora l’esperto – troviamo il sardo di tremila anni fa”. Ma il libro è pieno zeppo di accurate dimostrazioni. Che presuppongono una storia diversa da quella dei libri che si studiano a scuola e all’università. E cioè quella del dominio nel Mediterraneo di una grande civiltà con base nell’isola. Spazzata via forse dall’acqua (ipotesi dei libri di Sergio Frau) o da un fisiologico declino anche commerciale, politico e militare. “L’ossidiana di Monte Arci è stata trovata anche in Francia e in Toscana: significa che andavamo in giro dal tempo del neolitico. Il declino? C’è stata una guerra mondiale. Ad esempio la guerra di Troia aveva opposto i greci achei alle popolazione rivierasche, tra le quali c’erano sicuramente dei coloni sardi. Dopo quella sconfitta i sardi hanno perso il controllo del mare. Prima c’era un legame tra la madrepatria Sardegna e i territori colonizzati. Poi, dopo aver perso il dominio del Mediterraneo – conclude Bartolomeo Porcheddu – questi ultimi si sono piano piano resi indipendenti”.

Padoan, anche nuovo governo fermi IvaDocumento include clausole, aspettativa arrivino misure

ROMA26 aprile 201812:55

– ROMA, 26 APR – Le clausole di salvaguardia sugli aumenti Iva “nella versione” del Def approvata dal governo “sono tenute dentro, nell’aspettativa che, come in passato, il prossimo governo presenti misure per rimuoverle”. Così il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan al termine del Cdm che ha varato il Def.
Indagine della polizia postale sui messaggi ingiuriosi a Napolitano sui socialVerifiche puntano a risalire all’identità degli autori

26 aprile 201814:28

La polizia postale ha avviato un’indagine e accertamenti per individuare gli autori dei post ingiuriosi nei confronti dell’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Le verifiche, secondo quanto si apprende in ambienti investigativi, sono già in corso e puntano a risalire a chi si nasconde dietro ai vari messaggi, molti dei quali anonimi.

Corteo antifascista su Alpi,3 a processoAccusati di aver aiutato profughi a forzare controlli frontiera

TORINO26 aprile 201811:05

– TORINO, 26 APR – Saranno processati il 31 maggio, in Francia, tre dei quattro arrestati dalla polizia francese dopo la manifestazione antifascista di domenica scorsa a Montegenevre, primo comune francese sull’omonimo Colle dopo il confine con l’Italia. Lo rende noto, su Facebook, l’associazione Rainbow4africa. Si tratta di Eleonora Laterza, esponente dell’area anarchica torinese, e di due antagonisti svizzeri.
I tre hanno partecipato al corteo cominciato in territorio italiano e terminato nella zona di Briancon e sono accusati di aver aiutato una trentina di migranti a forzare il controllo alla frontiera. Durante la manifestazione, convocata per protesta contro un presidio di Generation Identitaire, ci sono stati momenti di tensione con le forze dell’ordine francesi.
Rainbow4africa, sui social, esprime solidarietà ai ragazzi coinvolti. “Sul rispetto dei diritti fondamentali di movimento – scrivono – espressione del proprio pensiero, manifestazione del proprio dissenso, uguaglianza e libertà non si tratta”.
“Dovevo lanciarmi con auto su folla”Migrante fermato, ‘ma non volevo attuare l’attentato’

NAPOLI26 aprile 201812:36

– NAPOLI, 26 APR – L’immigrato del Gambia fermato con l’accusa di terrorismo avrebbe ammesso di aver ricevuto la richiesta di lanciarsi con un’auto sulla folla, sostenendo però di non voler dar corso all’attentato. L’uomo si chiama Alagie Touray, 21 anni, ed era sbarcato a Messina con altre centinaia di migranti il 22 marzo 2017. Da un anno risiedeva a Pozzuoli (Napoli). E’ stato fermato venerdì scorso all’uscita della moschea di Licola. In un video su Telegram giura fedeltà al califfo Al Baghdadi, e in una chat chiedeva di pregare per lui perché “in missione”. Il 24 il gip ha convalidato il fermo ed emesso a suo carico un’ordinanza di custodia cautelare con l’accusa di partecipazione ad un’associazione terroristica denominata ‘Islamic State’ o ‘Daesh’. I dettagli dell’operazione sono stati illustrati in una conferenza stampa cui hanno preso parte tra gli altri il procuratore di Napoli Giovanni Melillo, il capo della polizia Franco Gabrielli, il questore di Napoli Antonio De Iesu, il comandante del Ros Pasquale Angelosanto.
Anziano aggredito, convalidato fermoIn carcere 29enne con numerosi precedenti per rapina

MILANO26 aprile 201812:42

– MILANO, 26 APR – È stato convalidato il fermo di Chester Caldararu, il romeno di 29 anni che venerdì scorso ha colpito con due pugni un anziano davanti al suo portone in via Valtorta, a Milano, per rapinarlo dell’orologio e dei contanti che aveva in tasca.
Il gip ha disposto il carcere per l’uomo che ha già diversi precedenti per rapina e uno per lesioni. Gli agenti della Squadra mobile lo hanno preso nella notte tra sabato e domenica nel suo appartamento in zona Villa San Giovanni. In casa aveva gli abiti indossati durante l’aggressione che è stata perfettamente filmata dalla telecamera di sorveglianza installata nell’androne.
Secondo quanto riferito dagli agenti, ha ammesso le sue responsabilità. Sono in corso accertamenti su un orologio trovato in un compro oro, un Rolex che sarebbe stato asportato al 79enne ormai privo di sensi. Il pensionato versa ancora in coma, i medici dicono che è stabile nella sua gravità ma non si sbilanciano in previsioni.
Ostia: Spada, chiedo scusa a reporterSentito nel processo per l’aggressione a reporter Rai

ROMA26 aprile 201813:13

– ROMA, 26 APR – “Mi vergogno di quello che è successo. Chiedo scusa a tutti i giornalisti, ma di quei momenti non ricordo più nulla, ho visto tutto nero”. E’ quanto ha affermato in aula Roberto Spada sentito nell’ambito del processo che lo vede imputato, assieme al guardaspalle Ruben Alvez del Puerto, di violenza privata e lesioni personali aggravate dal metodo mafioso per l’aggressione al giornalista della Rai, Daniele Piervincenzi e del suo operatore Edoardo Anselmi, avvenuta il 7 novembre scorso a Ostia.
Donna morta a Carsoli, fermato compagnoSulla vittima riscontrati segni di violenze e percosse

CARSOLI (L’AQUILA)26 aprile 201813:30

– CARSOLI (L’AQUILA), 26 APR – Una donna di nazionalità romena è stata trovata morta a Carsoli (L’Aquila).
Fermato dai Carabinieri il compagno, connazionale. Sulla donna sarebbero stati riscontrati segni di violenze e percosse.
Pm sequestrato depuratore LampedusaInquinamento sopra limiti di legge, 13 avvisi di garanzia

LAMPEDUSA (AGRIGENTO)26 aprile 201813:40

– LAMPEDUSA (AGRIGENTO), 26 APR – La Procura di Agrigento ha disposto il sequestro dell’impianto di depurazione dell’isola di Lampedusa e protezione delle acque. Lo rende noto il procuratore Luigi Patronaggio. Impianti non funzionanti e livelli di inquinamento da batteri fecali 10 mila volta superiori ai limiti di legge: è il risultato degli accertamenti della procura di Agrigento che ha disposto il sequestro dell’impianto di depurazione del Comune. I magistrati hanno notificato anche 13 avvisi di garanzia e sequestrato 600 tonnellate di materiali.
Libertà condizionale per Annino MeleErgastolano-scrittore di Mamoiada lascia il carcere di Bollate

NUORO26 aprile 201813:50

– NUORO, 26 APR – Annino Mele, l’ex bandito dell’Anonima Sarda ora scrittore 67enne, ha ottenuto la libertà condizionale dopo 35 anni di carcere, di cui 28 senza soluzione di continuità. L’ex latitante di Mamoiada (Nuoro) nei giorni scorsi ha lasciato il carcere di Bollate (Milano) dove era detenuto, per essere ospitato nella comunità il Gabbiano di Piona di Colico, nel Lecchese.
Mele è stato uno dei banditi di spicco dell’Anonima sarda, ma balzato di recente all’onore delle cronache perché in carcere ha studiato e scritto diversi libri, prendendo le distanze pubblicamente dal suo passato.
Era stato condannato per vari omicidi e sequestri di persona ed era coinvolto direttamente nella faida che per un ventennio ha insanguinato il suo paese d’origine, Mamoiada, in Barbagia.
La prima condanna arrivò nel 1976, quando gli era stato inflitto l’ergastolo per un duplice omicidio, poi 30 anni per la Superanonima della Gallura, altri 28 anni per il sequestro di un bambino, più altre pene per altri reati.
Agguato con fucile a pallini, un feritoA Copertino. Vittima era con fidanzata

COPERTINO (LECCE)26 aprile 201814:13

– COPERTINO (LECCE), 26 APR – Un giovane incensurato di Copertino è rimasto leggermente ferito questa mattina dopo essere stato raggiunto da colpi sparati da persone in corso di identificazione, con un fucile caricato a pallini. Si tratta di Alessio Franco, di 28 anni. Il giovane è stato ferito mentre insieme con la fidanzata si accingeva a recarsi presso il supermercato di via Vittorio Emanuele III, dove i due lavorano.
L’episodio è avvenuto alle 8 nei pressi dell’esercizio commerciale di cui è titolare lo zio della ragazza. E’ stato lo stesso giovane, seppur ferito, a recarsi in auto al pronto soccorso dell’ospedale cittadino per farsi medicare, raggiunto senza gravi conseguenze, ad un fianco, alla spalla e ad una gamba. Dopo essere stato medicato è stato dimesso con una prognosi di 10 giorni I carabinieri lo stanno interrogando per chiarire la dinamica dell’accaduto. Secondo gli investigatori l’episodio potrebbe essere collegato a dissapori familiari.
Botte detenuto, verso giudizio 11 agentiPm Milano chiude indagini, tunisino punito per denuncia colleghi

MILANO26 aprile 201814:33

– MILANO, 26 APR – La procura di Milano ha chiuso le indagini, in vista della richiesta di rinvio a giudizio, per 11, tra ispettori e agenti di polizia penitenziaria del carcere di San Vittore, per la vicenda con al centro presunte minacce e pestaggi di un tunisino di 50 anni, detenuto per tentato omicidio, che sarebbero avvenute tra il 2016 e il 2017 per ‘punire’ l’uomo che nel 2011, quando era in cella a Velletri, aveva denunciato altri agenti per furti in mensa e percosse e per impedirgli di essere teste al processo.
Anziano aggredito: è ancora in comaUltrasettantenne picchiato a Milano rapinato davanti casa

MILANO26 aprile 201814:41

– MILANO, 26 APR – E’ sempre in coma, in condizioni stabili, ricoverato in terapia intensiva all’Istituto Città Studi di Milano l’ultrasettantenne picchiato e rapinato venerdì scorso davanti al portone di casa, in via Valtorta a Milano.
Dell’aggressione è accusato un romeno di 29 anni, Chester Caldararu. La Polizia lo ha fermato e il gip ha convalidato il fermo e ha disposto il carcere per l’uomo che ha diversi precedenti per rapina e uno per lesioni. Secondo quanto riferito dagli agenti, il romeno ha ammesso le sue responsabilità.
Austria premia squadra mobile di BolzanoPer inchiesta su banda di rapinatori serbi

BOLZANO26 aprile 201814:58

– BOLZANO, 26 APR – Il ministro degli interni austriaco Herbert Kickl ha premiato, nel corso di una cerimonia a Vienna, i poliziotti della squadra mobile della Questura di Bolzano, per aver contribuito all’arresto dei componenti di una pericolosa banda di rapinatori serbi, che nel corso del 2017 aveva colpito alcune gioiellerie in Austria e in Germania.
Gli uomini diretti da Giuseppe Tricarico, a maggio avevano ricevuto una richiesta di collaborazione da parte dei colleghi austriaci del Burgenland, che stavano indagando su una rapina a mano armata commessa due mesi prima in una gioielleria di Eisenstadt ad opera della banda “Pink Panthers”. In quella occasione il commando non aveva esitato a picchiare e colpire le due commesse, portando via preziosi per centinaia di migliaia di euro. La Questura di Bolzano ha osservato tre componenti durante un sopralluogo per una rapina poi mai messa a segno. Grazie alla segnalazione partita da Bolzano la banda è stata arrestata a giugno durante una rapina a Bonn.
Scatta antincendio Regione, era toastConsiglieri fuori dall’edificio. Fumo da tostapane bar Consiglio

GENOVA26 aprile 201814:59

– GENOVA, 26 APR – E’ scattato l’allarme antincendio durante la seduta del Consiglio regionale della Liguria e decine di persone, tra consiglieri regionali, funzionari, giornalisti e impiegati sono fuggiti all’esterno dell’edificio prima di scoprire che l’accensione della sirena era stata provocata da un toast bruciato. L’allarme è scattato intorno alle 14:30 ed è durato una decina di minuti, fino a quando gli addetti al bar del Consiglio regionale hanno rimediato al fumo sprigionato dal tostapane. Il fuggi fuggi, che ha fatto sospendere la seduta, ha coinvolto i consiglieri regionali e anche il presidente della giunta Giovanni Toti. Molti di loro sono usciti dal palazzo di via Fieschi, altri hanno atteso all’ingresso. Una volta rientrato l’allarme i lavori del consiglio sono ripresi.
Finanziamento illecito per AlemannoPresunto finanziamento 30 mila euro, imputate sette persone

ROMA26 aprile 201814:59

– ROMA, 26 APR – Una condanna ad un anno e 10 mesi di reclusione è stata sollecitata dalla Procura di Roma nei confronti dell’ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno, accusato di finanziamento illecito. La vicenda, che vede imputate altre sette persone, è legata ad presunto finanziamento di 30 mila euro ricevuto per le elezioni regionali del 2010 mascherato da un falso sondaggio. Secondo l’accusa la tangente, scaturita da false fatture, sarebbe stata impiegata per incaricare una società specializzata ad effettuare il falso sondaggio e portare a termine l’operazione di «telemarketing politico» a favore del listino dell’ex presidente della Regione Lazio, Renata Polverini. L’ex Governatrice, indagata in un primo momento, è poi uscita dall’inchiesta con richiesta di archiviazione.
India: scontro treno-van, 12 bimbi mortiAd un passaggio a livello nel nord del Paese

LUCKNOW (INDIA)26 aprile 201809:40

– LUCKNOW (INDIA), 26 APR – Dodici bambini sono morti oggi nel nord dell’India quando un pullmino di una scuola si è scontrato con un treno ad un passaggio a livello incustodito. Lo ha reso noto la polizia, precisando che nell’incidente è rimasto ucciso anche l’autista del pullmino.
Altri dodici bambini, ha detto un portavoce della polizia, O.P. Singh, sono rimasti feriti e sono stati ricoverati in un ospedale di Kushinagar, una città a circa 200 chilometri da Lucknow, capitale dello stato di Uttar Pradesh. Gli incidenti ferroviari sono piuttosto frequenti in India, Paese che dispone di una delle più vaste reti ferroviarie al mondo, utilizzata quotidianamente da circa 23 milioni di viaggiatori.
Alfie: genitori incontrano mediciTrattano per portarlo a casa,mentre piccolo continua a respirare

LONDRA26 aprile 201809:46

– LONDRA, 26 APR – I genitori di Alfie Evans incontreranno oggi i medici responsabile dell’Alder Hey Hospital di Liverpool per discutere del ritorno del piccolo a casa, dopo l’ultimo ‘no’ di ieri della Corte d’Appello di Londra a un trasferimento in Italia. Lo ha annunciato fuori dall’ospedale papà Tom, aggiungendo che il bambino continua a respirare, nel terzo giorno di distacco dalla ventilazione assistita permanente, “senza deterioramento” delle sue condizioni, anche se stamane appare “un po’ debole” e non si è svegliato.
Coree: summit tra leader domani 9:30Kim attraverserà confine a Panmunjom per incontrare Moon

PECHINO26 aprile 201813:05

Il terzo summit tra i leader delle due Coree, il primo in programma dal 2007, avrà inizio domani alle 9:30 (2:30 in Italia), quando il leader del Nord Kim Jong-un attraverserà il confine per incontrare il presidente Moon Jae-in e raggiungere la Peace House, edificio al villaggio di Panmunjom in territorio sudcoreano. Lo ha reso noto l’Ufficio presidenziale di Seul. Il summit, già definito “storico”, include diversi eventi che hanno lo scopo di favorire i legami personali tra i due leader in vista della decisione sulla auspicata denuclerizzazione della penisola. Moon e Kim inizieranno il vertice alla linea di demarcazione militare di Panmunjom “domani mattina intorno alle 9:30”, ha spiegato il capo di gabinetto presidenziale Im Jong-seok in un briefing con i media. Kim attraverserà il confine a piedi e sarà il primo leader del Nord a “calpestare” il territorio sudcoreano dalla fine della Guerra di Corea del 1950-53.Corea del Sud e Usa sospenderanno domani le esercitazioni militari annuali congiunte per il summit intercoreano tra i leader. Il ministero della Difesa di Seul ha detto che provvederà a dare “supporto stabile” ai colloqui tra il presidente Moon Jae-in e il “comandante supremo” del Nord Kim Jong-un. Gli alleati hanno avviato lunedì una delle sessioni di due settimane delle manovre Key Resolve, interrotte oggi in attesa del vertice che si terrà a Panmunjom domani, con inizio alle 9.30 locali.

Armenia: ministro Esteri a MoscaPer incontri con funzionari russi su crisi politica a Yerevan

MOSCA26 aprile 201810:37

– MOSCA, 26 APR – Il ministro degli Esteri armeno Edward Nalbandian è a Mosca per colloqui informali con “funzionari russi”. Lo riporta Interfax che cita sue fonti. “Il ministro degli esteri dell’Armenia è arrivato a Mosca mercoledì sera e oggi è prevista una serie di incontri con funzionari russi”, ha detto una delle fonti. Le questioni riguardanti la crisi politica interna in Armenia e le relazioni russo-armene domineranno l’agenda dei prossimi incontri, ha detto la fonte.
Leader curdo detenuto sfida ErdoganDemirtas candidato a presidenziali, ma serve l’ok delle autorità

ISTANBUL26 aprile 201813:10

– ISTANBUL, 26 APR – Potrebbe essere il leader carismatico dei curdi Selahattin Demirtas, in carcere da un anno e mezzo con accuse di “terrorismo” per presunto sostegno al Pkk, il candidato del partito filo-curdo Hdp nelle elezioni presidenziali anticipate del 24 giugno in Turchia. Lo avrebbe deciso il comitato centrale dell’Hdp, secondo i media locali. Già candidato alle scorse presidenziali, quando sfiorò il 10% lanciando il suo partito verso lo storico ingresso in Parlamento nel 2015, Demirtas resta uno dei politici più noti e influenti del panorama turco, nonostante la lunga detenzione nella prigione di massima sicurezza di Edirne, dove si trova in carcerazione preventiva.
Il suo ritorno sulla scena potrebbe anche aiutare l’Hdp a recuperare consensi per superare la soglia di sbarramento del 10% nel contestuale voto parlamentare. Resta da capire se le autorità di Ankara ammetteranno la sua candidatura dalla prigione, rispetto a cui, secondo diversi analisti, non ci sarebbero tuttavia ostacoli legali.
Armenia: parlamento vota premier l’1/5Sua elezione deve avvenire 7 giorni dopo dimissioni precedente

MOSCA26 aprile 201811:24

– MOSCA, 26 APR – Il parlamento armeno terrà una sessione speciale il 1° maggio per discutere l’elezione del nuovo primo ministro. Lo ha annunciato il presidente del Parlamento armeno Ara Babloyan. “La questione riguardante l’elezione del primo ministro sarà discussa nella sessione speciale dell’Assemblea nazionale che sarà convocata a mezzogiorno del 1° maggio”, ha detto Babloyan in un comunicato diffuso dal servizio stampa del parlamento.
Stando alla norma il nuovo premier deve essere eletto entro 7 giorni dalle dimissioni del precedente quindi è lecito supporre che il prossimo 1° maggio il nuovo primo ministro venga nominato dal Parlamento. Lo riportano le agenzie russe.
William sarà testimone a nozze di HarryLo annuncia Kensington Palace. Fratelli si scambiano i ruoli

LONDRA26 aprile 201812:12

Il principe Harry, secondogenito di Carlo e Diana, ha chiesto al fratello maggiore William di fargli da testimone al matrimonio con l’attrice (ormai ex attrice) afro-americana Meghan Markle in calendario il 19 maggio al castello di Windsor. Lo annuncia Kensington Palace via Twitter precisando che il “il Duca di Cambridge”, ossia William, si è dichiarato “onorato” e pronto ad “assistere suo fratello” affiancandolo in particolare durante la cerimonia religiosa nella St.George Chapel di Windsor.
Per i fratelli si tratta di uno scambio di ruoli, come lo stesso profilo Twitter di Kensington Palace ricorda con tanto di foto, tenuto conto che Harry fu testimone di nozze di William quando questi sposò Kate Middleton nel 2011.
Macron, Trump uscirà da intesa IranIl presidente francese: ‘Non sono riuscito a convincerlo’

ROMA26 aprile 201812:43

mp uscirà dall’accordo” sul nucleare iraniano, “per ragioni di politica interna”. Lo ha detto il presidente francese Emmanuel Macron al termine del suo viaggio negli Usa, ammettendo di non essere riuscito a convincere il presidente Usa a restare nell’intesa sottoscritta nel 2015. Trump deve compiere la sua scelta entro il 12 maggio. Macron, parlando con la stampa Usa prima di lasciare Washington, ha definito una “pazzia” che gli americani si ritirino dagli accordi internazionali, ricordando anche l’uscita dall’intesa di Parigi sul clima. Per il presidente francese questi frequenti cambiamenti di linea degli americani sulle questioni globali “possono funzionare nel breve termine, ma sono folli nel medio e lungo termine”. Macron, nel suo incontro con Trump, aveva provato a convincere il presidente Usa a negoziare un’integrazione dell’accordo sul nucleare iraniano sottoscritto nel 2015, affrontando la questione dello sviluppo missilistico di Teheran e il coinvolgimento in Medio Oriente.
Coree: domani stop manovre Usa-SeulAlleati fermano attività militari per faccia a faccia Moon-Kim

PECHINO26 aprile 201813:04

– PECHINO, 26 APR – Corea del Sud e Usa sospenderanno domani le esercitazioni militari annuali congiunte per il summit intercoreano tra i leader. Il ministero della Difesa di Seul ha detto che provvederà a dare “supporto stabile” ai colloqui tra il presidente Moon Jae-in e il “comandante supremo” del Nord Kim Jong-un. Gli alleati hanno avviato lunedì una delle sessioni di due settimane delle manovre Key Resolve, interrotte oggi in attesa del vertice che si terrà a Panmunjom domani, con inizio alle 9.30 locali.
Alfie: papà, papa Francesco venga qui’Per rendersi conto. Grazie Italia, vi amiamo’

ROMA26 aprile 201814:10

– ROMA, 26 APR – “Chiedo al Papa di venire qui per rendersi conto di cosa sta accadendo. Venga a vedere come mio figlio è ostaggio di questo ospedale. È ingiusto quello che stiamo subendo. Grazie Italia. Vi amiamo”. Lo ha detto il papà di Alfie, Tom Evans, ai microfoni di Tv2000 sottolineando che “Alfie è una parte della famiglia italiana, è una parte dell’Italia. Noi apparteniamo all’Italia”. “Vi ringraziamo – ha aggiunto il papà di Alfie alla tv dei vescovi – per la solidarietà e il supporto ricevuti in questi giorni. Grazie. Vi amiamo. Noi non ci arrendiamo, andiamo avanti. Abbiamo conosciuto persone straordinarie. Il Papa è vicino a noi. Stiamo facendo tutto il possibile per nostro figlio, nel nome di Dio.
Vi faccio vedere la foto che ha fatto questa notte mia moglie ad Alfie. Questo è quello per cui gli italiani stanno lottando, questo è quello per cui noi stiamo lottando”.
Trump, ‘Comey è un bugiardo”Sue azioni illegali’, dice dell’ex capo Fbi

NEW YORK26 aprile 201814:30

– NEW YORK, 26 APR – “James Comey e’ un bugiardo e si e’ comportato in maniera del tutto illegale”: cosi’ Donald Trump intervistato da Fox ha ribadito le sue accuse all’ex capo dell’Fbi, che ieri sera era tornato ad attaccare il presidente americano durante un dibattito.
Siria: esercito riprende quartiere IsisHajar al Aswad, a sud di Damasco

26 aprile 201814:33

– BEIRUT, 26 APR – L’esercito siriano è penetrato oggi in un quartiere a sud di Damasco ancora controllato dall’Isis, che da una settimana è sottoposto ad intensi bombardamenti governativi aerei e di artiglieria. Lo riferisce l’agenzia governativa Sana.
Il quartiere, Hajar al Aswad, si trova vicino a quel che resta del campo profughi palestinese di Yarmuk, anch’esso nelle mani dei jihadisti. Secondo la Sana, “decine” di miliziani dell’Isis sono stati uccisi e le forze governative hanno ripreso il controllo di diversi edifici e tunnel usati dai jihadisti.
Una settimana fa fonti governative avevano detto di avere raggiunto un accordo con i miliziani dello Stato islamico, che avrebbero accettato di essere evacuati verso aree del territorio siriano ancora controllato dall’organizzazione. Successivamente, tuttavia, sono cominciati i combattimenti.
Nyt, esperto di Hamas uccisoFonti legano morte ingegnere in Malesia a operazione 007 Israele

26 aprile 201814:36

– TEL AVIV, 26 APR – Fadi al-Batsh, l’ingegnere di Hamas ucciso in Malesia la settimana scorsa, sarebbe stato in contatto con la Corea del Nord per armi destinate a Gaza. Lo scrive il New York Times – ripreso dai media israeliani – secondo cui Batsh è stato ucciso in una presunta azione del Mossad con l’obiettivo di impedire agli scienziati e agli ingegneri di Hamas all’estero di ottenere “know-how e armi per combattere Israele”. “Tali affermazioni sono state confermate da ufficiali di intelligence del Medio Oriente”, ha scritto il giornale aggiungendo che l’uccisione di Batsh fa parte di “un’operazione più vasta” ordinata dal capo del Mossad Yossi Cohen per contrastare i propositi di Hamas.
Domani il vertice Cina-IndiaMedia lo paragonano a storico incontro 1988 tra Gandhi e Deng

NEW DELHI26 aprile 201814:44

– NEW DELHI, 26 APR – Alla vigilia del vertice fra Cina e India che si svolgerà domani e sabato nella città cinese di Wuhan, il primo ministro indiano Narendra Modi ha anticipato oggi che è previsto un esame delle relazioni sino-indiane “a lungo termine e sotto un profilo strategico”. “Insieme al presidente Xi – ha precisato il premier indiano – ci confronteremo su una serie di questioni di importanza bilaterale e globale”. E’ la prima volta che i due leader asiatici si confrontano in un contesto ufficiale dopo le tensioni, anche militari, durate lo scorso anno due mezzi e mezzo al confine fra i due Paesi sull’altipiano di Doklam, rivendicato dal Bhutan.
I media indiani paragonano oggi questo appuntamento alla visita nel 1988 realizzò l’allora primo ministro indiano Rajiv Gandhi in Cina per un incontro con Deng Xiaoping che portò alla normalizzazione delle relazioni bilaterali delle relazioni fra India e Cina deterioratesi per la guerra del 1962.
Spagna: condannato ‘branco’ per stupro9 anni a 5 giovani, proteste per pena ritenuta troppo lieve

MADRID26 aprile 201815:43

– MADRID, 26 APR – Il tribunale della Navarra ha condannato oggi a 9 anni di carcere per abusi sessuali 5 giovani sivigliani accusati di avere stuprato durante la celebre festa di San Fermin di Pamplona nel 2016 una giovane madrilena. La vicenda aveva scioccato tutta la Spagna. La lettura della sentenza è stata diffusa in diretta dalle televisioni. I 5 giovani, in carcere da 22 mesi, si sono difesi sostenendo che la giovane era consenziente. Nei social prima della violenza si erano auto-proclamati la ‘masnada’ (il branco). Sono stati invece assolti dall’accusa di aggressione sessuale. La sentenza ha suscitato accese polemiche e proteste in Spagna per la decisione dei giudici di condannare i 5 giovani della ‘Manada’ (‘Branco’) per ‘abuso’ e non ‘aggressione’ sessuale, in assenza di violenza palese. Le condanne a nove anni invece dei 20 chiesti dall’accusa sono state accolte dalle proteste delle decine di militanti femministe che si era riunite davanti alla sede del tribunale al grido di “Non è abuso, è stupro”.
Consenso record per il Labour a LondraPartito di Corbyn sfonda quota 50% in vista voto amministrativo

LONDRA26 aprile 201815:51

– LONDRA, 26 APR – Picchi di consenso record per il Labour di Jeremy Corbyn a Londra e dintorni in vista di una tornata di elezioni amministrative e suppletive che la settimana prossima vedrà coinvolti in Gran Bretagna anche alcuni municipi circoscrizionali della ciclopica capitale del Regno. Lo rivelano alcuni sondaggi che assegnano al principale partito di opposizione oltre il 50% dei voti potenziali, record assoluto per un qualsiasi partito britannico in città da 40 anni.
Nell’area urbana della metropoli, terza per estensione in Europa dopo Mosca e Istanbul con una popolazione di quasi 9 milioni di persone, i laburisti sono accreditati in particolare del 51% dei suffragi dall’ultima rivelazione dell’istituto demoscopico YouGov: con ben 22 punti di vantaggio sui conservatori di Theresa May, fermi al 29% nonostante una leggera risalita rispetto a una precedente stima. Mentre gli europeisti del Partito Liberaldemocratico non vanno oltre un 11%.
Brigitte, ‘non mi sento Premiere Dame”Nella mia testa sono moglie Emmanuel. Non è facile’

PARIGI26 aprile 201815:54

– PARIGI, 26 APR – “Nella mia testa, sono la moglie di Emmanuel Macron, non la moglie del presidente. Non mi sento per niente Première Dame”: lo dice Brigitte Macron confidandosi ai microfoni di radio RTL a margine della sua visita negli Stati Uniti insieme al marito da quasi un anno presidente della Francia. Commentando il ruolo di Première Dame l’ex insegnante osserva: “Hai questa responsabilità che ti piomba sulla testa di rappresentare i francesi e le francesi”. Come ad esempio negli Usa, da cui è appena rientrata, dopo tre giorni di fitti incontri istituzionali, tra cui quello col presidente Donald Trump e la moglie Melania: “Ci sei senza esserci, ma al tempo stesso ci sei. E’ molto curioso. Quindi, soprattutto, non bisogna essere inopportuni perché è molto chiaro, non sei mica stata eletta. Posizionarsi non è facile”, conclude Brigitte Macron.
Israele: inondazioni, 8 persone graviDue dispersi. Durante un’escursione nel Negev

26 aprile 201816:48

– TEL AVIV, 26 APR – Otto in condizioni critiche e due dispersi: questo per ora il bilancio di un’inondazione nel Negev, nel sud di Israele, vicino al Mar Morto, che ha travolto un gruppo di giovani in escursione. Lo riferiscono i soccorsi israeliani che sono all’opera nella zona nel tentativo di salvare i giovani che fanno parte di un corso di preparazione all’esercito. Interessate anche alcune ragazze.
A New York arriva il Museo della PizzaPer due settimane, dopo il successo del Museo del Gelato in 2016

NEW YORK26 aprile 201817:32

– NEW YORK, 26 APR – Un Museo dedicato alla pizza: aprira’ a New York per due settimane il prossimo ottobre. La società di comunicazione di Brooklyn, Nameless Network, ha annunciato che lancera’ il museo pop-up ‘MoPi’ dal 13 al 28 ottobre, in una location ancora da definire, ma non e’ detto che il periodo non venga esteso. L’idea – spiega il Wall Street Journal – e’ di offrire ai visitatori una storia della pietanza che spopola nella Grande Mela, oltre a celebrare il ruolo della pizza nella cultura pop attraverso l’arte ed elementi interattivi. Come una “grotta di formaggio” in silicone – ha spiegato il Ceo della società, Kareem Rahma – e una “pizza beach”, dove i visitatori sperimenteranno “un’enorme ondata di formaggio”. Il biglietto costerà 35 dollari e comprendera’ anche una fetta di pizza, ma Rahma tiene a precisare che “non sarà un festival del cibo, sara’ un museo”. Il MoPi segue il successo di un altra struttura simile, il Museo del Gelato, un altro pop-up che ha fatto tappa a New York nel 2016.
Legge contro bullismo anche sui docenti”Per aderire campagna Nessuno tocchi prof”, spiega assessore

PERUGIA26 aprile 201816:13

– PERUGIA, 26 APR – Prevede anche l’attivazione di campagne di educazione civica per prevenire il bullismo e il cyberbullismo non solo nei confronti di altri studenti ma anche di insegnanti e delle istituzioni la legge sul tema approvata all’unanimità dall’Assemblea legislativa dell’Umbria. Punto inserito come emendamento dell’assessore regionale dell’Istruzione Antonio Bartolini.
La proposta di legge è stata presentata per iniziativa della presidente dell’Assemblea Donatella Porzi (Pd) e del consigliere Silvano Rometti (SeR).
“Abbiamo presentato un emendamento che – ha ricordato Bartolini – aderisce alla campagna che si sta svolgendo nelle scuole ‘Nessuno tocchi il prof’. Bullismo e cyberbullismo stanno assumendo nuove forme. Mentre all’inizio era venuto alla ribalta delle cronache come un fenomeno legato a bullismo tra coetanei, negli ultimi giorni si sta manifestando una nuova tipologia di bullismo: quello contro i professori, contro lo Stato, contro le istituzioni”.
Bus in fiamme a Modena, nessun feritoFit-Cisl, ‘E’ il terzo episodio in pochi giorni’

MODENA26 aprile 201816:29

– MODENA, 26 APR – Un autobus Seta per il trasporto pubblico è andato in fiamme in mattinata a Modena, in via Vignolese. Nessun ferito, ma il mezzo è andato completamente distrutto. La Fit (Federazione italiana trasporti) Cisl esprime preoccupazione per l’accaduto: “È il terzo incendio nel giro di pochi giorni – dice Salvatore Corbisiero, segretario territoriale del sindacato – L’azienda deve garantire la sicurezza di utenti e lavoratori. Evidentemente c’è qualcosa che non funziona a dovere nella manutenzione e nel rinnovo dei mezzi”. Sull’incendio interviene anche il sindacato Usb: “Andiamo verso la chiusura del bilancio, e tra qualche giorno sicuramente saremo a leggere di un consuntivo con un utile, tutto fatto sui tagli e sottrazioni, che sia di personale o di officina o quant’altro, tutto sottotitolato ‘tagli e risparmi’. A discapito di chi o cosa?”.
Bimbo sotto trattore, padre indagatoLa procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo

PIACENZA26 aprile 201816:36

– PIACENZA, 26 APR – Il padre del bambino di 5 anni che è morto schiacciato da un trattore ieri pomeriggio a Pontenure (Piacenza) è stato indagato per omicidio colposo. La procura della Repubblica di Piacenza ha aperto un fascicolo a carico dell’uomo che era alla guida del trattore al momento dell’incidente. Dalle prime indagini svolte dai carabinieri pare che le testimonianze raccolte confermino in pieno la dinamica del tutto accidentale dei fatti.
oDocumenti destinati a provincia Vercelli finiscono in Sicilia © ANSA © ANSA+CLICCA PER INGRANDIRERed

TORINO26 aprile 201816:54

– TORINO, 26 APR – L’atto giudiziario partito da Torino doveva essere notificato ad Alice Castello (Vercelli) ma è finito ad Aci Castello (Catania), a circa 1.400 km di distanza. C’è questo inconveniente dietro il parziale slittamento di un processo, in Corte d’appello, per i presunti abusi commessi sugli ospiti nel reparto psichiatrico di una casa di cura a Borgo D’Ale: la posizione dell’imputato che doveva ricevere il provvedimento è stata stralciata e verrà discussa a luglio.
Il procedimento riguarda numerosi episodi di maltrattamenti.
In primo grado, fra patteggiamenti e sentenze con il rito abbreviato, c’erano state condanne per un totale di 49 anni di reclusione. A provocare l’errore è stato probabilmente un lapsus ma gli avvocati non escludono reminiscenze letterarie: Aci Castello compare nelle prime righe del celebre romanzo “I Malavoglia” di Verga. Alice Castello non è una località che compare nei grandi circuiti del turismo come Aci, ma ha le sue attrattive, a cominciare dal castello del XII secolo.
Chiusa galleria rogo pullman, 14 km codaScambio carreggiata ha mandato in tilt traffico su A10

SAVONA26 aprile 201817:03

– SAVONA, 26 APR – Nuova giornata di ‘passione’ sull’autostrada A10 nel tratto savonese, con code che hanno sfiorato i 15 km. Dopo che venerdì scorso l’incendio di un pullman all’interno della galleria Fornaci tra Savona e Spotorno in direzione Francia aveva comportato la chiusura del tratto per due giorni con infinite code e polemiche, la galleria era stata riaperta a corsia singola per ridurre i disagi nel periodo del ponte festivo legato al 25 aprile. La notte scorsa la galleria è stata nuovamente chiusa per permettere di continuare i lavori di bonifica e messa in sicurezza e così oggi lo scambio di carreggiata nel tratto chiuso ha nuovamente mandato in crisi la viabilità in entrambe le direzioni. Sulla carreggiata in direzione Genova si sono raggiunti i 14 km di coda tra Pietra Ligure e Spotorno, mentre su quella verso ponente si sono registrati 5 km di coda.
Ricattò Mattera, 1 anno e più in appelloShow girl, ‘denunciate subito queste violenze odiose’

MILANO26 aprile 201817:31

– MILANO, 26 APR – Lieve sconto di pena in secondo grado per Antony Repici, il giovane originario di Messina che per riuscire a chattare con la showgirl Justine Mattera e con la scrittrice di romanzi erotici Irene Cao si sarebbe spacciato per il pornodivo Franco Trentalance e per il ciclista veneto Filippo Pozzato. Oggi infatti la quarta Corte d’appello di Milano ha condannato il 28enne a 1 anno e 2 mesi di carcere, ritoccando al ribasso di 6 mesi rispetto quanto aveva inflitto il Tribunale lo scorso settembre. I giudici hanno confermato anche i risarcimenti: 8 mila euro per Trentalance, 6 mila per Cao, 4 mila euro per Pozzato e la provvisionale immediatamente esecutiva di 10 mila euro per Justine Mattera. Per lei il danno totale sarà liquidato in sede civile. “Voglio ripetere il mio consiglio a tutti: denunciate subito – ha detto la showgirl – quando ci si trova vittime di violenze così odiose”.
Liberarono cavie: pm, condanna a 15 mesiImputati a processo Milano, ‘ricerca su animali sfrutta deboli’

MILANO26 aprile 201817:35

– MILANO, 26 APR – Devono essere condannati alla pena di un anno e tre mesi di carcere i tre attivisti dell’associazione animalista ‘Coordinamento fermare Green Hill’, imputati a Milano per avere occupato, il 20 aprile 2013, i locali adibiti a ospitare cavie del dipartimento di Farmacologia della Statale di Milano e per aver liberato diverse decine di topi e un coniglio. Lo ha chiesto il viceprocuratore onorario Maria Cristina Matassi, che ha anche chiesto di non concedere le attenuanti generiche ai tre imputati a processo per violenza privata, occupazione di edificio e terreno pubblico e danneggiamento aggravato.
“La ricerca sugli animali è una pratica retrograda – hanno affermato gli attivisti – noi ci opponiamo a un sistema sociale che sfrutta e uccide il più debole”. E ancora: “Non abbiamo distrutto nulla, abbiamo solo liberato gli animali e mostrato al mondo lo squallore delle gabbie in cui vengono rinchiusi”.
Attesi 5mila inglesi, 1000 a rischioIn campo per garantire la sicurezza 1000 uomini forze ordine

ROMA26 aprile 201817:42

– ROMA, 26 APR -Sono circa 5mila i tifosi ospiti attesi per la semifinale di ritorno Roma-Liverpool in programma all’Olimpico mercoledì sera. Tra questi quasi mille dovrebbero essere ultrà e dunque considerati a rischio. Il dispositivo di sicurezza punterà a controllare le frange più violente delle tifoserie per scongiurare eventuali vendette dopo i fatti di Liverpool. In campo per garantire la sicurezza in occasione della partita all’Olimpico dovrebbero essere impiegati oltre mille agenti delle forze dell’ordine.
Concerto 25/4, dubbi su organizzazioneOpposizioni all’attacco in Consiglio comunale

TORINO26 aprile 201817:54

– TORINO, 26 APR – Perplessità in Questura e in Prefettura, polemiche in consiglio comunale. Tutto questo intorno al concerto tenuto dai Modena City Ramblers a Torino il 25 aprile.
La manifestazione in origine era prevista in piazza Arbarello, ma dopo i ritardi nelle comunicazioni e i dubbi nei piani di sicurezza la Prefettura ha ordinato al Comune di spostarla in piazza Castello. In origine erano previsti duemila spettatori: ne sono arrivati diecimila.
I consiglieri di opposizione Fabrizio Ricca (Lega) e Silvio Magliano (Moderati) puntano il dito contro la presenza di bottiglie di vetro: “dopo i fatti del 3 giugno 2017 l’amministrazione aveva apparentemente stretto la morsa attorno ai venditori ma ieri sono rispuntate le bottiglie di vetro perché non esiste un’ordinanza”. “Chi era presente – aggiungono – parla di assenza di controlli, steward e transenne”.
Al Polo del ‘900 – organizzatori del concerto – parlano di “una bella manifestazione” in cui “è andato tutto bene”.
Alfie: fiaccolata a piazza San PietroTam tam su social, ieri 300 persone. Oggi anche Milano e Torino

ROMA26 aprile 201817:59

– ROMA, 26 APR – Si terrà questa sera una veglia e fiaccolata di preghiera a piazza San Pietro per il piccolo Alfie Evans. L’iniziativa è partita già da ieri, spontaneamente sui social, e in Vaticano sono arrivate circa trecento persone.
Alcune migliaia le persone che erano invece collegate attraverso le dirette Facebook. I promotori hanno annunciato che “l’iniziativa proseguirà fino a quando sarà necessario. E’ stata scelta piazza San Pietro in segno di ringraziamento al Papa per quanto sta facendo”. La veglia si ripeterà dunque anche stasera, sempre in coincidenza dell’orario (22.17) in cui, lo scorso lunedì, sono stati staccati i macchinari che tenevano in vita il bambino ricoverato all’Alder Hey di Liverpool. Oggi analoghe iniziative sono previste a Milano, Torino e Modena, sempre collegate con quella di Roma attraverso i social.
Vertice a Roma con il Liverpool, club giallorossi, Uefa e polizia Reds: ‘Abbiamo bisogno di informazioni per i nostri tifosi’

26 aprile 201817:14

Domani si terrà a Roma un vertice tra Liverpool, club giallorosso, Uefa e autorità di polizia per pianificare il match di ritorno di Champions tra i due club, in programma mercoledì 2 maggio all’Olimpico. Lo fa sapere in una nota pubblicata sul suo sito il club inglese, così da “poter fornire ai nostri tifosi in viaggio verso Roma le più complete indicazioni sulla sicurezza. Per questo abbiamo chiesto un incontro straordinario nella capitale, venerdì 27. Saranno presenti Liverpool, Roma, Uefa, autorità di sicurezza italiane”.Massima attenzione nella Capitale in vista del match di ritorno

Ruth Davidson e compagna avranno figlioLo ha annunciato lei stessa: ‘Sono incinta di tre mesi’

ROMA26 aprile 201818:10

– ROMA, 26 APR – La leader del partito conservatore scozzese, Ruth Wilson, ha annunciato di essere incinta di tre mesi. In un lungo post su Twitter la 39enne ha confessato che lei e la compagna Jen Wilson aspettano il loro primo figlio in autunno e sono “emozionate e terrorizzate come tutti i futuri genitori”. “La nostra piccola famiglia di tre presto diventerà di quattro”, ha scritto la leader Tory sotto una foto che la ritrae sorridente insieme con la partner e il loro cane. Davidson è un astro nascente del partito conservatore che in molti danno come futuro leader nazionale.
Casa Monti discarica, custode denunciatoRifiuti in dimora settecentesca della provincia di Asti

ASTI26 aprile 201811:12

– ASTI, 26 APR – E’ stata ridotto a discarica la casa natale di Augusto Monti, scrittore antifascista professore di Cesare Pavese. L’area intorno alla dimora settecentesca di Monastero Bormida, nell’Astigiano, è stata trasformata in un deposito abusivo di rifiuti. Per questo motivo i carabinieri forestali di Canelli hanno denunciato il custode dell’area, un pregiudicato di 65 anni.
I proprietari dell’area, che la volevano affidare in comodato d’uso gratuito al Comune per farla diventare un museo, avevano già diffidato l’uomo ad abbandonare l’edificio e il terreno circostante, ma senza esito. Tutta l’area è stata sottoposta a sequestro preventivo; i tecnici dell’Arpa Piemonte, l’agenzia regionale per l’ambiente, effettueranno i sopralluoghi necessari a valutare l’inquinamento del terreno.
Fca, utile +59% e target 2018 confermatiIn calo indebitamento,via libera cda a scissione Magneti Marelli

TORINO26 aprile 201813:15

imo trimestre 2018 con un utile netto in crescita del 59% a oltre 1 miliardo di euro. Per l’utile netto adjusted l’incremento è del 55%.
L’indebitamento netto industriale è in calo di 1,1 miliardi di euro. Confermati i target 2018: ricavi netti a 125 miliardi di euro, ebit adjusted maggiore o pari a 8,7 miliardi di euro, utile netto adjusted di 5 miliardi di euro, liquidità netta industriale di 4 miliardi di euro. Il cda del Gruppo, che ha approvato i dati, ha inoltre autorizzato il management “a sviluppare e implementare un piano per la scissione delle attività di Magneti Marelli”.
Tjf rende omaggio a BraccialargheSabato con il concerto di Carla Brey alle Ogr

TORINO26 aprile 201814:29

– TORINO, 26 APR – E’ dedicato a Maurizio Braccialarghe, l’assessore comunale alla Cultura di Torino scomparso lo scorso gennaio, il concerto del Torino Jazz Festival di sabato 28 aprile alle Ogr ‘The Turin Project Reloaded’ con Carla Bley & The Torino Jazz Orchestra Feat. Steve Swallow.
Braccialarghe ideò sei anni fa il festival per avvicinare il pubblico a un genere musicale, il jazz, a suo dire non diffuso quanto merita.
E sempre sabato, ma al pomeriggio, Franco D’Andrea, tra i pianisti italiani più conosciuti a livello internazionale, suona al Conservatorio Giuseppe Verdi, mentre alle Ogr, prima di Carla Bley, è prevista l’esibizione dell’hammondista Alberto Gurrisi, del batterista Adam Nussbaum e del sassofonista Seamus Blake.
In programma sabato anche il Caravan Trio, ai Laboratori Di Barriera, e Giulio Camarca Jazz Trio Feat all’Osteria Rabezzana.
Il Tjf prosegue fino al 30 aprile.
Premio Bottari Lattes ricorda ChinniciIl 18 maggio con Caterina Chinnici all’Istituto Alberghiero

TORINO26 aprile 201814:47

– TORINO, 26 APR – A 35 anni dalla morte di Rocco Chinnici, ideatore del pool antimafia assassinato da Cosa Nostra, il Premio Bottari Lattes, da sempre attento alle tematiche della legalità, promuove un incontro con i giovani a Scampia il prossimo 18 maggio insieme con Caterina Chinnici, figlia del magistrato.
A rendere omaggio a una pietra miliare della lotta all’illegalità e alla criminalità organizzata é il reading-incontro aperto al pubblico e agli studenti delle scuole di Napoli, tratto dal libro di Caterina Chinnici, figlia del magistrato, ‘È così lieve il tuo bacio sulla fronte’ (Mondadori), diventato di recente una fiction su Rai Uno.
L’incontro con Caterina Chinnici, anche lei giudice e impegnata nella lotta contro la criminalità, si tiene la mattina all’Istituto Alberghiero Vittorio Veneto di Scampia. Promosso dalla Fondazione Bottari Lattes con la Fondazione Crc, si inserisce nel programma collaterale del premio dedicato alla contemporaneità.
69 anni fa Superga, Mole sarà granataL’illuminazione il 4 maggio, anniversario del Grande Torino

TORINO26 aprile 201815:15

– TORINO, 26 APR – Il prossimo 4 maggio, anniversario della tragedia di Superga, la Mole Antonelliana si illumina di granata in omaggio al Grande Torino. Lo rende noto l’amministrazione comunale.
“Nel sessantanovesimo anniversario della tragedia di Superga, la Città e il Torino Football Club rendono omaggio alla squadra che ha lasciato un ricordo straordinario nella storia del calcio italiano, che anche per le sue prodezze divenne riferimento di un Paese alle prese con la ricostruzione, dopo la fine della guerra – sottolinea Roberto Finardi, assessore comunale allo Sport. – L’Amministrazione comunale è grata al Torino FC per l’impegno a sostenere l’illuminazione della cupola del monumento simbolo della città. Un atto meritorio nei confronti delle vittime di quella giornata fatale del 4 maggio ’49 e di quanti amano lo sport”.
Saluzzo diventa museo, al via StartDieci location con artisti, ebanisti e giovani falegnami

TORINO26 aprile 201818:12

– TORINO, 26 APR – Dieci location, 30 giorni, 20 artisti, 24 artigiani, 30 operatori, oltre 5000 metri quadri di spazi espositivi, 3 macro aree Arte, Antiquariato e Artigianato.
E ancora, 50 appuntamenti Off e oltre 10 mila persone attese.
Sono i numeri della seconda edizione di Start/Storia Arte Saluzzo in programma da domani al 27 maggio.
Saluzzo – uno dei dieci borghi più belli d’Italia – diventa museo diffuso con personaggi locali e internazionali, esperti ebanisti ma anche giovani falegnami con approcci sperimentali.
Spazi temporanei creati per eventi mettono in relazione l’arte e l’architettura, opere d’arte si intrecciano a oggetti d’antiquariato, laboratori, incontri letterari, concerti. Il tema è la Memoria*, intesa come capacità di rievocare il passato non in chiave nostalgica ma come reinterpretazione del futuro. Start è organizzata da Fondazione Amleto Bertoni e Comune di Saluzzo. La direzione artistica è affidata a Sti – Soluzioni Turistiche Integrate.
Ragazzini si scattano selfie sui tetti, interviene poliziaEvitato che il gioco si trasformasse in tragedia

TORINO26 aprile 201818:14

Sono saliti sul tetto di uno stabile abbandonato per scattarsi dei selfie e condividerli sui social. Una bravata pericolosa, quella messa in atto a Torino da un gruppo di nove ragazzini di età compresa fra i 14 e i 16 anni. L’intervento delle volanti della Questura ha evitato che il gioco si trasformasse in tragedia.
E’ successo in largo Lancia all’interno di un’area edile dismessa. I giovani si erano intrufolati attraverso un varco nella recinzione. I primi sono stati intercettati dagli agenti al quinto piano. Gli altri sono stati raggiunti in seguito, non senza difficoltà. Il rischio era che i ragazzi si mettessero a correre o si concentrassero in un’unica area, provocando cedimenti e sfondamenti in una struttura che era visibilmente poco solida: già sotto il peso di uno dei poliziotti una porzione del tetto si era introflessa.
I poliziotti sono riusciti a ottenere la collaborazione dei giovani: li hanno così aiutati a defluire lentamente e a portarli in sicurezza all’esterno dell’area, affidandoli in seguito ai familiari.
Oggi Def a esame del Consiglio MinistriIntegrato l’ordine del giorno. La riunione convocata alle 11

ROMA26 aprile 201810:38

– ROMA, 26 APR – La Presidenza del Consiglio informa che l’ordine del giorno del Consiglio dei ministri, convocato in data odierna alle ore 11,00 a Palazzo Chigi, è integrato dall’esame del Def, il Documento di Economia e Finanza 2018 “a norma dell’articolo 10 della legge 31 dicembre 2009, n. 196”.
Ginefra, Renzi non rispetta Pd nè ColleStravagante che chi si è dimesso voglia condizionare decisioni

ROMA26 aprile 201810:41

– ROMA, 26 APR – “La Capitale d’Italia non è Firenze da un bel po’ di tempo e l’eventuale voto anticipato lo si decide a Roma al Quirinale”. Così Dario Ginefra, componente della Direzione nazionale Pd per l’area riconducibile al Governatore della Puglia Michele Emiliano. “Se si dovesse tornare al voto per scelta del Presidente Mattarella – aggiunge Ginefra -, mi auguro che si ritorni a primarie per tutti i collegi uninominali e per i componenti delle liste bloccate perché nessuno possa abusare della propria posizione dominante. Trovo stravagante che chi si è dimesso dal ruolo di Segretario, evidentemente prendendo atto della propria debacle, possa pensare di condizionare così pesantemente la discussione e le decisioni di un Partito in una fase così delicata della vita repubblicana. Agli italiani – spiega – non interessa se Renzi in caso di ritorno alle urne verrà ricandidato ed eletto, ma cosa il PD intenda fare per assicurare stabilità di Governo e tenuta economico-finanziaria del Paese”.
Governo: delegazione Pd ricevuta da FicoPrima del colloquio riunione dei Dem negli uffici del gruppo

ROMA26 aprile 201811:08

– ROMA, 26 APR – È iniziato alla Camera il secondo incontro tra la delegazione Pd e il presidente Roberto Fico sulle possibilità di una maggioranza di governo di Pd e M5s. Prima del colloquio il reggente Maurizio Martina, i capigruppo Andrea Marcucci e Graziano Delrio e il presidente del partito Matteo Orfini si sono riuniti negli uffici del gruppo Dem a Montecitorio.
Lapsus di Martina: ‘Un saluto affettuoso al presidente emerito Mattarella…”Un pensiero ai familiari di Napolitano’

26 aprile 201812:28

Il segretario reggente del Pd Maurizio Martina, uscendo dall’incontro della delegazione Pd con Fico, ha voluto da subito rivolgere “un saluto affettuoso” a Giorgio Napolitano dopo l’operazione al cuore. Ma Martina è anche incappato in un lapsus – correggendosi subito – mandando dapprima il segno di vicinanza di tutto il Pd all’attuale Capo dello Stato: “Ci sia consentito di esprimere anzitutto anche da qui il nostro pensiero e il nostro messaggio affettuoso al presidente emerito Mattarella… – ha detto Martina -. Pardon, al presidente emerito Napolitano. Capite bene che lo vogliamo salutare e abbracciare di cuore e ovviamente salutare e abbracciare con i suoi familiari”.

Di Maio, facciamo contratto al rialzoAbbiamo 32%, non siamo autonomi e vogliamo risolvere problemi

ROMA26 aprile 201814:00

– ROMA, 26 APR – “Abbiamo il 32%, non siamo autonomi e stiamo cercando di portare un buon contratto al rialzo non al ribasso, che possa risolvere i problemi degli italiani. Ai cittadini interessa avere un reddito di cittadinanza che gli consenta di integrare il loro reddito oppure che due forze politiche litighino per l’eternità”. L’ha detto Luigi Di Maio, candidato premier del M5s al termine delle consultazioni con il presidente della Camera Roberto Fico.
Di Maio, o si fa uno sforzo o al votoPd non può chiedere a M5s di negare battaglie storiche

ROMA26 aprile 201814:02

– ROMA, 26 APR – “Se si riescono a fare le cose bene altrimenti si torna al voto. Io però chiedo uno sforzo al Pd, non si può negare al M5s di negare battaglie storiche”. Lo afferma Luigi Di Maio, candidato premier del M5s al termine delle consultazioni con il presidente della Camera Fico.
Di Maio, basta conflitto interessiIl leader M5s ha riferito dopo colloquio con presidente Camera

ROMA26 aprile 201814:09

– ROMA, 26 APR – “Bisogna mettere mano a questo continuo conflitto di interesse che c’è in Italia. Penso ad esempio al fatto che Berlusconi, usando le sue tv, continua a mandare velate minacce a Salvini”. Lo ha detto Luigi Di Maio al termine del colloquio con il presidente della Camera Fico, e chiedendo poi di intervenire sulla governance Rai.
Fico riferisce al Quirinale alle 16.30Dopo le ultime consultazioni per la formazione del governo

ROMA26 aprile 201814:17

– ROMA, 26 APR – Il presidente della Camera Roberto Fico ha chiesto di riferire sulle sue consultazioni per la formazione del governo al presidente Mattarella oggi alle ore 16.30 al Quirinale.
Salvini: Italia ostaggio di Pd-Cinque Stelle. Di Maio: chiuso con la LegaDi Maio: chiuso con la Lega, abbiamo dignità

ROMA26 aprile 201820:21

“Gli italiani sono ostaggio dei litigi del Pd e delle ambizioni di potere dei 5 stelle, alla faccia del voto che ha premiato Lega e centrodestra”, ha detto Matteo Salvini. “Non chiudo la porta in faccia a nessuno – ha però specificato il leader della Lega -, spero che la telenovela tra Renzi e Di Maio non duri troppo e secondo me sarebbe un governo irrispettoso per gli italiani. Quando avranno finito il loro amoreggiamento, se gli andasse male come io penso, io ci sono”. Ma in serata è Di Maio a chiudere la porta: “Dopo 50 giorni il forno della Lega è chiuso, noi abbiamo una dignità”, ha detto il capo politico M5S aprendo l’assemblea congiunta dei parlamentari. Le sue parole, a quanto si apprende, sono state accolte dall’applauso dell’assemblea.  “Per 50 giorni abbiamo provato in tutti i modi a dialogare con la Lega. L’unico problema che avevamo è con colui che ci definisce come Hitler”, ha detto in assemblea il capo politico M5S Luigi Di Maio riferendosi, senza citarlo, a Silvio Berlusconi.Salvini ha negato inoltre qualsiasi rottura con Fi e Fdi: “Gli italiani hanno votato un programma e una squadra e io non tradisco”.

Salvini, non tradisco c.destraGli italiani hanno votato un programma e una squadra

ROMA26 aprile 201817:16

– ROMA, 26 APR – “Da leader del centrodestra mi faccio garante del fatto che qualcuno nella coalizione la smetta di sobillare”. Lo afferma il leader della Lega Matteo Salvini ai cronisti uscendo dal palazzo dei gruppi della Camera negando qualsiasi rottura con Fi e Fdi: “Gli italiani hanno votato un programma e una squadra e io non tradisco”.
Fico, mandato concluso in modo positivoAspettiamo direzione dem, restiamo sui temi

ROMA26 aprile 201817:18

– ROMA, 26 APR – “Il mandato esplorativo che mi ha affidato il presidente della Repubblica ha avuto un esito positivo, si conclude qui oggi”. Così il presidente della Camera Roberto Fico al termine dell’incontro con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, parlando della verifica sull’ipotesi di accordo M5S-Pd. “Il dialogo è avviato, ha detto Fico, “in questi giorni proseguirà anche dentro il Movimento e dentro il Pd”.”Aspettiamo anche la direzione del Pd – prosegue – ma il concetto fondamentale è che il dialogo è stato avviato”.
“Io penso sia importante ragionevole e responsabile restare sui temi e sui programmi, che è quello che chiedono i cittadini”, ha concluso Fico.
Carceri: Orlando, se le Camere bloccano la riforma proceda il Cdm

ROMA26 aprile 201818:11

Il ministro della giustizia Andrea Orlando ha chiesto al Consiglio dei Ministri di deliberare sulla riforma del sistema penitenziario nel caso in cui si verificasse ostruzionismo da parte del Parlamento. Il ministro ha inoltre richiamato la necessità che il Parlamento sia responsabile visto che solo da poco l’Italia è uscita dalla supervisione del Consiglio d’Europa in materia di sovraffollamento carcerario, un problema, ha sottolineato Orlando, che sta riemergendo.   Orlando ha argomentato la richiesta sia dal punto di vista formale che sostanziale. Dal punto di vista formale il guardasigilli ha richiamato l’art. 1, comma 83 della legge 103 in cui è detto che “i pareri definitivi delle Commissioni competenti per materia (…) sono espressi entro il termine di dieci giorni dalla data della nuova trasmissione” e che “decorso tale termine, i decreti possono essere comunque emanati”. La trasmissione del testo alle Camere è avvenuta prima del loro insediamento, lo scorso 20 marzo. Ora, sono decorsi dieci giorni dall’insediamento delle Commissioni speciali.

Conflitto di interessi, scontro a distanza Di Maio-BerlusconiIl candidato premier M5S al leader di Fi: “Usando le sue tv manda minacce a Salvini”. La replica: “Si vuole colpire un avversario nella sua attività privata, da esproprio proletario anni 70”

UDINE26 aprile 201821:12

E’ un nuovo scontro a distanza tra Di Maio e Berlusconi. “Bisogna mettere mano a questo continuo conflitto di interesse che c’è in Italia. Penso ad esempio al fatto che Berlusconi usando le sue tv continua a mandare velate minacce a Salvini”, ha detto Luigi Di Maio al termine del colloquio con il Presidente Fico.   “Ha detto così? E’ una cosa molto grave” perché “non c’è possibilità commerciale” che Mediaset “possa prendere partito per qualcuno perché eliminerebbe dalla sua audience gli altri”, ha replicato il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi. “Mi lamento come sia sempre con tutti e un po’ meno con noi, per non essere televisione partigiana”, ha aggiunto riferendosi a Mediaset. “Il linguaggio di Di Maio è preoccupante – ha detto il leader di Forza Italia -, si vuole toccare un avversario politico nella sua attività privata e sul patrimonio, da esproprio proletario da anni 70, è un pericolo per la democrazia e la libertà”.    Poi in serata Berlusconi rincara la dose: “Un grande grande lavoro da fare è riorganizzare tutto ciò che è pubblico in Italia”, ma “non lo può certo fare un ragazzino che ha trent’anni, non ha mai lavorato e non è neanche mai riuscito a laurearsi”, ha detto durante un incontro con i cittadini al Teatro Palamostre di Udine.

Salvini, Italia ostaggio Pd-M5SAlla faccia del voto che ha premiato centrodestra

ROMA26 aprile 201819:23

– ROMA, 26 APR – “Gli italiani sono ostaggio dei litigi del Pd e della ambizioni di potere dei 5 stelle, alla faccia del voto che ha premiato Lega e centrodestra”. Lo afferma il leader della Lega Matteo Salvini.
Di Maio, ho chiuso con la LegaLeader M5s parla all’assemblea congiunta alla Camera

ROMA26 aprile 201820:01

– ROMA, 26 APR – “Dopo 50 giorni il forno della Lega è chiuso, noi abbiamo una dignità”. Lo afferma il capo politico M5S Luigi Di Maio aprendo l’assemblea congiunta dei parlamentari. Le sue parole, a quanto si apprende, sono state accolte dall’applauso dell’assemblea.
Parla di viaggi Festival Colline TorinoDal primo al 22 giugno 23 spettacoli in diverse location

TORINO26 aprile 201818:38

– TORINO, 26 APR – Si intitola Fluctus, dal latino ‘onda’, ed è dedicato al viaggio in tutte le sue declinazioni, da quello dei migranti verso il futuro a quelli della mente o alla ricerca della propria identità sessuale, il 23/o Festival delle Colline Torinesi nato per sviluppare la drammaturgia contemporanea e realizzato con Fondazione Teatro Piemonte Europa e Teatro Stabile di Torino.
Il cartellone 2018, in programma in diversi luoghi della città dal primo al 22 giugno e presentato alla Fondazione Merz dai direttori Sergio Ariotti e Isabella Lagatolla e dall’assessora alla Cultura della Città di Torino, Francesca Leon, conta 23 spettacoli di Francia, Svizzera, Spagna, Grecia, Romania, Costa d’Avorio e Italia.
Tra i temi ricorrenti le nuovi migrazioni, il rapporto tra generazioni e sessi e tra culture. Tra gli spettacoli legati al primo tema, Empire di Milo Rau con quattro attori-migranti che raccontano le loro odissee, e Late Night in cui tre coppie danzano in una sala da ballo devastata dalle bombe.
Noseda lascia Teatro Regio di TorinoL’annuncio con profondo dispiacere dopo nomina Graziosi

TORINO26 aprile 201819:33

– TORINO, 26 APR – Dopo Valter Vergnagno, che ha rassegnato le dimissioni da sovrintendente con un anno di anticipo sulla scadenza del mandato, il Regio di Torino perde anche Gianandrea Noseda. Il direttore musicale del teatro, in una dura nota, sostiene che “la qualità che lo ha portato alla ribalta della scena internazionale non è stata minimamente tenuta in considerazione”. E, dopo l’indicazione di Graziosi alla sovrintendenza, annuncia che non esiste “la volontà di condividere un progetto per il futuro del Regio”.
“Con profondo dispiacere – scrive Noseda – non intendo rendermi disponibile a continuare la relazione con il Teatro Regio Torino per i progetti che avevamo programma a partire dalla stagione 2018/2019. Rispetterò invece gli impegni presi questa estate con i festival di Montreaux, Stresa e con il MiTo Festival di Torino”. Un addio annunciato con “profondo dispiacere”, quello del direttore d’orchestra, che rivela come il Consiglio di Indirizzo dell’ente abbia cancellato “il ritorno negli Stati Uniti”.
Fca, 1.050 da Mirafiori alla MaseratiSindacati, scongiurato il rischio occupazione

TORINO26 aprile 201820:05

– TORINO, 26 APR – Fca e sindacati hanno raggiunto un accordo che, attraverso percorsi di formazione, salvaguarda l’occupazione nello storico stabilimento di Mirafiori, dove a luglio finiranno gli ammortizzatori sociali e cesserà la produzione dell’Alfa Mito: 1.053 lavoratori, tra maggio e luglio, saranno trasferiti alla Maserati di Grugliasco. Circa 500 lavoratori, con ridotte capacità lavorative, seguiranno un percorso di formazione ed è previsto l’esodo volontario incentivato per gli ultrasessantenni. Per gli altri ci sarà un programma di addestramento alla Maserati. L’intesa – che sarà votata dalle Rsa – è stata firmata dall’azienda con Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Associazione Quadri e, in un incontro separato che si è svolto contemporaneamente all’Unione Industriale di Torino, con la Fiom.
Per i sindacati “è stato scongiurato il rischio occupazione a Mirafiori”, ma ora “bisogna accelerare sul nuovo modello”. La Fiom chiede “un confronto sulle prospettive industriali subito dopo la presentazione del piano di giugno”.
Olimpiadi 2026,incontro Appendino-MalagòSindaco Torino, il nostro impegno è forte

ROMA26 aprile 201821:07

– ROMA, 26 APR – “Torino sta lavorando, c’è un impegno forte della città e di tutto il territorio metropolitano.
Riteniamo di avere impianti per fare un intervento importante di rigenerazione urbana. Torino lavorerà per presentare una progettualità convincente”. Così la sindaca del capoluogo piemontese, Chiara Appendino, oggi in visita al Coni dal presidente Giovanni Malagò. Al centro del colloquio la candidatura di Torino a ospitare le Olimpiadi invernali 2026.
“Ringraziamo il Coni per aver aperto questa fase – ha riferito Appendino – Chiaro che non dover rifare infrastrutture e avere impianti esistenti è un punto di forza ma ora lavoriamo e aspettiamo il governo che è una gamba importante nella scelta della candidatura”. Al termine dell’incontro, Malagò ha spiegato: “Si è parlato di idee riguardanti la candidatura di Torino città olimpica, si è aperta la fase di dialogo. Adesso è doveroso confrontarci, come fatto con Cortina e come faremo a breve con i vertici di Milano”.
Israele: 9 giovani morti in inondazioneAncora un disperso

26 aprile 201818:51

– TEL AVIV, 26 APR – La tv israeliana, Canale 10, ha riferito che 9 giovani sono morti nell’inondazione nel sud di Israele. Al momento c’e’ ancora un disperso. I nove ragazzi morti, secondo Haaretz, sono otto donne e un maschio. Tutti facevano parte di un gruppo di circa 25 ragazzi che stavano compiendo un’escursione in una zona a sud del Mar Morto in un corso di preparazione all’esercito svolto dalla ‘Bnei Zion Academy’ di Tel Aviv. “Siamo impegnati in una corsa contro il tempo per cercare il disperso prima che faccia buio”, ha detto Eli Bin direttore generale dei servizi di soccorso.
Kanye West, ‘Trump è un fratello’E perde 9 milioni di follower

NEW YORK26 aprile 201820:14

– NEW YORK, 26 APR – Un “bromance”, una amicizia speciale tra uomini, starebbe sbocciando tra Donald Trump e Kanye West: il presidente ha applaudito le calorose avance del rapper che nei giorni scorsi ha usato il suo mezzo di comunicazione preferito, Twitter, per esprimere sostegno alle iniziative dell’inquilino della Casa Bianca. Trump e’ un “brother”, un fratello, parola di Kanye West. “Abbiamo la stessa energia da draghi”, ha scritto il musicista sposato con Kim Kardashian, postando la foto del berretto da baseball con lo slogan “Make America Great Again” e l’autografo di Trump sulla visiera. “Grazie Kanye, molto cool”, ha replicato il presidente, elogiato dal rapper per il “suo modo di pensare indipendente, proprio come me”. Se ai tweet di West la Casa Bianca ha risposto srotolando il tappeto rosso, meno buona e’ stata l’accoglienza tra i fan: nove dei 27 milioni di seguaci di Kanye su Twitter lo hanno abbandonato dopo le ultime esternazioni.
Trump in Gran Bretagna il 13 luglioSarà una ‘visita di lavoro’ e non di stato

WASHINGTON26 aprile 201820:17

– WASHINGTON, 26 APR – Il presidente Donald Trump andrà in visita in Gran Bretagna il 13 luglio. Lo rende noto la Casa Bianca. Quella di Trump sarà una “visita di lavoro” e non una “visita di stato”, quindi non si prevede che il tycoon incontri la regina Elisabetta o altri membri della famiglia reale. May è stato il primo leader straniero ad essere ricevuto alla Casa Bianca dopo l’insediamento di Trump.
Libia: Haftar tornato a BengasiDopo due settimane di assenza per cure a Parigi

ROMA26 aprile 201821:03

Il generale libico Khalifa Haftar, uomo forte della Cirenaica, è rientrato a Bengasi. Lo riferisce la tv libica al-Hadath mostrando le immagini del generale che scende dall’aereo nello scalo di Benina proveniente dal Cairo dopo due settimane di assenza. Haftar appare in salute e dovrebbe tenere un discorso a breve. Sono le prime immagini del generale dopo che era stato ricoverato a Parigi per delle cure e che erano circolate voci, mai confermato, sulla sua morte.
Maturità, inizia il toto esame 2018: si punta su PirandelloSkuola.net: ‘Tra i fatti dell’anno la scomparsa di Stephen Hawking’

ROMA26 aprile 201818:31

Ispirati più da quello che ascoltano quando sono a scuola e meno da quanto accade attualmente nel mondo. Gli studenti che dovranno affrontare la Maturità 2018 non si lasciano influenzare dai media. Così, se devono indicare gli argomenti che potrebbero uscire tra le tracce della prima prova di italiano, preferiscono rimanere agganciati ai programmi scolastici. Torna il toto-esame di Skuola.net e in base a ciò che hanno risposto gli oltre 2 mila maturandi intervistati, le sorprese potrebbero essere davvero poche. O almeno così immaginano. A meno che il Miur non voglia di nuovo stupire.ANALISI DEL TESTO: LUIGI PIRANDELLO, è sempre lui il grande favorito della vigilia per quanto riguarda l’analisi del testo. Non ci sono rivali storici o nomi nuovi che tengano. Il drammaturgo siciliano, per l’ennesima volta, sbaraglia la concorrenza e, con il 15% di consensi, si conferma l’autore più papabile secondo i maturandi. Tra l’altro, è dal lontano 2003 che Pirandello non fa capolino tra le tracce di Maturità, pur essendo molto acclamato dagli studenti. Quanto basta per renderlo ancora più lanciato.LE ALTERNATIVE? SVEVO E DANTE I ‘CLASSICI’: Sul secondo gradino del podio del toto-esame salgono, con l’11% dei voti, altri due autori cardine del programma di letteratura italiana: Italo Svevo (uscito l’ultima volta nel 2009) e Dante Alighieri (protagonista nel 2005 e nel 2007). I poeti simbolo del ‘900 vengono relegati nelle retrovie (pur essendo degli habitué dell’esame di Stato): Ungaretti si ferma all’8%, Montale al 7%, Saba e Quasimodo al 4%. La prima volta di una donna? Per i maturandi è ancora presto: Grazia Deledda, Elsa Morante, Alda Merini e Oriana Fallaci non vanno oltre il 3%. Più probabile che capiti, nuovamente, un outsider (come Caproni nel 2017 e Magris nel 2013): la pensa così il 50% del campione.LA COSTITUZIONE ITALIANA È QUASI UNA CERTEZZA: Un altro dei capitoli che scatena le ipotesi della vigilia della Maturità riguarda le ricorrenze, più o meno recenti, che potrebbero rientrare nella categoria ‘saggio breve’ o in quella ‘tema storico’. Anche su questo i ragazzi non hanno dubbi: una traccia sui 70 anni dall’entrata in vigore della Costituzione se l’aspettano in parecchi, più di 1 su 5 (il 21%). Il Miur ha fatto consegnare una copia della nostra Carta fondamentale a tutti gli studenti, spingendo le scuole a spiegarne i contenuti. Le alternative? Sono temi legati in maniera ancora più stretta al programma di storia: i 100 anni dalla battaglia di Caporetto (che, essendo dell’ottobre 1917, ha fatto molto discutere durante quest’anno scolastico) e gli 80 anni dalle leggi razziali (introdotte dal Fascismo nel ’38) – con il 13% – sono le seconde scelte. Affiancate, sempre al 13%, dall’unico evento veramente recente: i 20 anni dalla nascita di Google.L’ATTUALITÀ DISORIENTA: TRA I FATTI DELL’ANNO LA MORTE DI STEPHEN HAWKING: Ma l’attesa per lo scritto d’italiano è soprattutto per gli argomenti più imprevedibili, quelli di strettissima attualità. In teoria il Miur potrebbe scegliere tra decine di possibili tracce. All’atto pratico, quasi sempre, segue l’onda del dibattito pubblico. I maturandi, però, su questo punto hanno le idee confuse. Forse perché gli stimoli sono troppi. Così non emerge un tema forte: la morte dell’astrofisico Stephen Hawking, il femminicidio e la violenza sulle donne, l’immigrazione, la questione siriana, il bullismo, la crisi dell’Unione Europea, le elezioni in Italia, Facebook e la privacy, l’industria 4.0 e i robot, il testamento biologico, sono tutti spunti più o meno alla pari.ANNIVERSARI CELEBRI: KING, MARX, MORO, MANDELA I NOMI FORTI Stesso discorso per le ricorrenze legate ai personaggi famosi: tra i più gettonati ci sono i 50 anni dalla morte di Martin Luther King (11%), i 200 anni dalla nascita di Marx (11%), i 40 anni dal sequestro Moro (10%), i 100 anni dalla nascita di Nelson Mandela (10%). Anche se, alla fine, prevalgono i 200 anni dall’Infinito di Leopardi (13%). Dimostrando come, ancora una volta, l’attenzione è quasi tutta per quello che si fa in classe.

Donna suicida, ‘truffata da guaritore’Si è data fuoco a Poggibonsi. Lettera a comandante stazione CC

SIENA26 aprile 201818:53

– SIENA, 26 APR – Una donna di 62 anni si è data fuoco stamani a Poggibonsi (Siena) morendo alcune ore dopo al Centro grandi ustionati di Pisa. Secondo quanto emerso, la donna avrebbe lasciato una lettera in casa in cui parlerebbe di una presunta truffa subita da parte di un guaritore straniero.
Accertamenti sono in corso da parte dei carabinieri. Proprio al comandante della stazione Cc di Poggibonsi sarebbe stata indirizzata la lettera. La donna si è data fuoco in un parcheggio dopo essersi cosparsa con l’alcol etilico.
Omicidio 17enne, a processo 26 anni dopoNel Catanese, corpo mai trovato. Disse ad amico, ‘sono stato io’

CATANIA26 aprile 201819:33

– CATANIA, 26 APR – Avrebbe ucciso la sera del 16 settembre del 1992 la diciassettenne Simona Floridia, probabilmente al culmine di una lite, il cui corpo non è stato trovato. E’ l’accusa contestata al 45enne Andrea Bellia che, su richiesta del procuratore Giuseppe Verzera, è stato rinviato a giudizio per omicidio volontario premeditato dal Gip di Caltagirone, Ivana Cardillo, a 26 anni dal delitto. La prima udienza del processo si terrà il 13 settembre prossimo davanti la Corte d’assise di Catania. L’imputato, assistito dall’avvocato Fabiana Michela Distefano, che è libero, si è sempre proclamato innocente. “Soddisfazione per la decisione del Gup e l’avvio di un processo che farà luce sull’accaduto rendendo giustizia a Simona” è stato quanto espresso dalla famiglia Floridia, che è parte civile nel processo tramite il suo legale, l’avvocato Giuseppe Fiorito. Tra le prove contro Cardillo la sua confessione a un amico (‘sono stato io’), che l’ha poi confermata in sede di incidente probatorio, ma sempre smentita dall’imputato.
Treno deragliato: prorogata consulenzaAltri 30 giorni ma ne serviranno ancora per analisi su disastro

MILANO26 aprile 201819:45

– MILANO, 26 APR – E’ stata concessa una proroga di trenta giorni, ma probabilmente ne serviranno altre, per il proseguimento degli accertamenti della super consulenza disposta dalla Procura di Milano per fare luce sulle cause dell’incidente ferroviario dello scorso 25 gennaio, quando il treno partito da Cremona alle 5.26 nei pressi della stazione di Pioltello, nel Milanese, deragliò causando tre morti e quasi cinquanta feriti.
La consulenza tecnica, affidata dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano e dai pm Maura Ripamonti e Leonardo Lesti agli ingegneri Fabrizio D’Errico e Roberto Lucani, infatti, era stata disposta ai primi di febbraio e avrebbe dovuto essere depositata a fine aprile (90 giorni non erano, tuttavia, un termine tassativo). Per la complessità delle operazioni tecniche, però, era scontato che gli inquirenti avrebbero concesso un termine più lungo agli esperti, come da loro richiesto, ed è probabile che serviranno anche altre proroghe per completare i lavori.
Macerata choc, pignatta con testa duceIndignazione per iniziativa Antifa, arriva Alessandra Mussolini

MACERATA26 aprile 201819:46

– MACERATA, 26 APR – “Spacca la testa al pupazzo raffigurante Mussolini appeso a testa in giù e vinci le caramelle”. L’invito choc ai bambini armati di bastone è arrivato ieri, come riportano alcuni media locali, in piazza Battisti a Macerata nel giorno delle celebrazioni per la Liberazione del 25 aprile, per iniziativa di Antifa. Da un lato c’erano tappetini stesi per un’esibizione sportiva, dall’altro una specie di rievocazione di Piazzale Loreto ma con protagonisti dei bimbi che al posto di una pignatta dovevano colpire la testa del fantoccio raffigurante il Duce appeso a testa in giù. Poi il pupazzo, in divisa fascista, è stato sostituito da un altro, stavolta con una maglia nera e una croce celtica sul petto, forse per richiamare la figura di Luca Traini, autore della sparatoria xenofoba contro migranti per le vie di Macerata per vendicare l’omicidio della 18enne romana Pamela Mastropietro.
Catturato detenuto evaso a SanremoAlla vista dei poliziotti ha tentato di nascondere le manette

SANREMO (IMPERIA)26 aprile 201820:35

– SANREMO (IMPERIA), 26 APR – E’ stato catturato in serata Abdelhamid Salmane, 25 anni, il detenuto marocchino evaso stamani dall’ospedale Borea di Sanremo, dov’era stato portato per una radiografia per una sospetta tubercolosi. E’ stata la polizia stradale a fermarlo, nei pressi di un posto di controllo. Alla vista degli agenti ha cercato di nascondere le mani sotto la felpa, in quanto indossava ancora le manette. I poliziotti, accortisi dell’accaduto, lo hanno rincorso. Il fuggitivo non ha opposto resistenza. L’uomo, recluso per tentato omicidio, avrebbe dovuto restare in carcere fino al 2030.
Stamattina ha approfittato della trasferta in ospedale per dare uno spintone a un agente della penitenziaria, divincolarsi e fuggire.
Sentinelli, campagna contro bullismoRivelarono fotomontaggio Boldrini, ora vittime di minacce

MILANO26 aprile 201820:39

– MILANO, 26 APR – “Una campagna contro il bullismo reale e virtuale”: la lanciano i Sentinelli di Milano, in risposta alle minacce cui è sottoposto da mesi – soprattutto dopo aver postato sulla pagina del gruppo, a scopo di denuncia, un fotomontaggio con Laura Boldrini decapitata – il loro portavoce Luca Paladini.
Quanto subisce ogni giorno Paladini, cui vengono mandati messaggi di insulti, fotomontaggi dove appare con il volto tumefatto e ogni genere di minaccia, “non è – scrivono i Sentinelli – una questione privata”. Ed ecco la loro risposta: “vogliamo arrivare a una legge che punisca severamente i diffusori di odio omofobi e sessisti perché questo Paese conta già numeri drammatici di ragazzi e ragazze che vinti dalle minacce, paure e derisioni, si sono tolti la vita”. I Sentinelli, in particolare, chiedono a Facebook di rivedere i suoi algoritmi e alla politica di farsi carico del problema.
Agguato a Napoli, un morto e un feritoLa vittima era ai domiciliari per droga, indagini dei Cc

NAPOLI26 aprile 201820:45

– NAPOLI, 26 APR – Agguato a Napoli, poco prima delle ore 20 in via al Chiaro di Luca, al rione Conocal, a Napoli: un 19enne, che era ai domiciliari per droga, è morto ed un 30enne è rimasto ferito.
Secondo quanto al momento ricostruito dai carabinieri Emanuele Errico, che era evaso, è morto dopo che è stato trasportato all’ospedale Villa Betania; il 30enne Rosario Ciro Denaro è stato invece colpito alla gamba sinistra. Sono in corso indagini.
25 Aprile:giudice scarcera i 4 arrestatiSaranno processati 28/5 per resistenza e lesioni

FIRENZE26 aprile 201821:14

– FIRENZE, 26 APR – Il giudice di Firenze Franco Attinà ha scarcerato i quattro manifestanti del corteo antifascista che a Firenze ieri, 25 aprile, aveva tentato di raggiungere le due cerimonie ufficiali per la Liberazione in programma in piazza Santa Croce e in piazza della Signoria senza autorizzazione. Nell’udienza il giudice ha convalidato tre arresti su quattro. Inoltre, il giudice ha fissato al 28 maggio la data del processo in cui i quattro imputati risponderanno delle accuse di violenza, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, e lesioni dopo che tre agenti sono rimasti feriti nei contatti di via Verdi. Al termine dell’udienza i quattro, tra cui una donna, sono tornati subito in libertà. Sempre il giudice Attinà, riferisce il difensore, avvocato Tiziano Checcoli di Pisa, ha disposto la trasmissione degli atti del procedimento alla procura di Firenze per una valutazione del comportamento delle forze dell’ordine ieri. In udienza la difesa ha mostrato dei video girati in strada.
Fiorello: ‘Vorrei tanto incontrare Papa Francesco'”Non ho mai incontrato un Papa” dice al microfono di Radio Deejay durante la sua trasmissione ‘Il Rosario della Sera’

26 aprile 201821:05

“Vorrei avere la possibilità di conoscere Papa Francesco”: Fiorello esprime il desiderio al microfono di Radio Deejay durante la sua trasmissione ‘Il Rosario della Sera’. “Non ho mai incontrato un Papa”, spiega, raccontando di quella volta che, ricoverato al policlinico Gemelli a Roma, ricevette in dono dall’ultimo piano un rosario benedetto. Era da parte di Giovanni Paolo II, poi divenuto santo, in ospedale in quegli stessi giorni.

Casa Bianca diffonde foto Pompeo-KimNell’incontro nel weekend di Pasqua, il più importante dal 2000

WASHINGTON26 aprile 201822:49

– WASHINGTON, 26 APR – La Casa Bianca ha diffuso per la prima volta due foto della visita fatta nel weekend di Pasqua da Mike Pompeo, ancora nelle vesti di capo della Cia, in Corea del Nord per discutere il vertice fra Trump e Kim Jong-un. Nelle immagini si vedono Pompeo – insediatosi proprio oggi come segretario di Stato – e il leader nordcoreano che si stringono la mano, all’interno di un palazzo governativo. Quello di Pompeo è stato l’incontro di più alto livello tra Stati Uniti e Corea del Nord dal 2000, quando Madeleine Albright, allora segretario di Stato dell’amministrazione Clinton, si incontrò con Kim Jong-Il, il padre del Kim attuale.
Siria:Usa, giunte forze speciali FranciaMattis, non ci ritiriamo, a breve offensiva contro resto Isis

WASHINGTON26 aprile 201823:12

“I francesi ci hanno mandato un rinforzo in Siria con delle forze speciali nelle ultime due settimane”: lo ha rivelato il capo del Pentagono James Mattis durante un’audizione al Congresso, dove gli sono stati chiesti lumi anche sull’intenzione di Trump di ritirare le truppe Usa al più presto possibile. “Al momento non ci ritiriamo, assisterete ad una nuova offensiva nella vallata dell’Eufrate nei prossimi giorni contro quello che resta del Califfato”, ha aggiunto.
Auto:slalom Torregrotta,oltre 100 al viaAppuntamento fra sabato e domenica in provincia di Messina

TORREGROTTA (MESSINA)26 aprile 201810:54

– TORREGROTTA (MESSINA), 26 APR – E’ tutto pronto per il 23/a Autoslalom Torregrotta-Roccavaldina che sabato 28 e domenica 29 inaugurerà il Campionato italiano slalom, oltre 100 iscritti. Tra i nomi più altisonanti in gara con le sportscar spiccano quelli del molisano campione italiano 2017 Fabio Emanuele (Osella Pa 9/90) e del trapanese tricolore Under 23 Michele Poma (Ghipard); Saverio Miglionico, altro giovane molisano vincitore dell’edizione 2017, Emanuele Schillace giovane driver messinese reduce dalla vittoria di domenica scorsa allo slalom nisseno del Vallone; Giuseppe Castiglione e Giuseppe Gullotta, i due trapanesi sempre i vertici della serie regionale, come Vincenzo Pellegrino e il pilota di casa Santi Leo, tutti sulle Radical. Il tracciato sarà lungo 3,5 km e si snoderà sulla Provinciale 59, con ben 13 postazioni di rallentamento, le file di birilli tante temute dagli specialisti degli slalom, molte le zone dove il pubblico può godersi lo spettacolo ad alta emozione in piena sicurezza, con vasti tratti panoramici.
Miccichè:Fiducioso fidejussione MediaproPresidente Lega A: “Credo a parole delle persone e ai contratti”

MILANO26 aprile 201811:06

– MILANO, 26 APR – “Credo alle parole delle persone e credo ai contratti, perché c’è un contratto e prevede che oggi Mediapro presenti la fidejussione; inoltre, giovedì scorso Jaume Roures è venuto a trovarci nell’Assemblea di Lega”. Lo ha detto il presidente della Lega Serie A, Gaetano Miccichè, a margine dell’Assemblea Rcs, dove partecipa in qualità di consigliere.
Miccichè: Roma fuori da coppe?Lo escludoPresidente Lega di A: “Anche se fatti accaduti sono molto gravi”

MILANO26 aprile 201811:08

– MILANO , 26 APR – Il presidente della Lega di Serie A, Gaetano Miccichè, non crede a una possibile esclusione della Roma dalle coppe europee, dopo i drammatici scontri che hanno visto coinvolta la tifoseria giallorossa a Liverpool. “Escludo possa avvenire – ha risposto al riguardo, a margine dell’assemblea di Rcs -. Mi auguro che tutto rientri, anche se i fatti che sono accaduti sono molto gravi”.
Maglia Cox in spogliatoio dell’OlimpicoDivisa club calcio gaelico sarà mostrata nella sfida di ritorno

ROMA26 aprile 201811:21

– ROMA, 26 APR – La maglia del St. Peter’s GAA club, società di calcio gaelico di Dunboyne di cui è membro Sean Cox – il tifoso in fin di vita dopo gli scontro prima della gara tra Liverpool e Roma – sarà appesa nello spogliatoio del Liverpool nella semifinale di ritorno di Champions che i Reds giocheranno il 2 maggio all’Olimpico contro la Roma. La notizia è riportata dall’Irish sun, secondo cui il club inglese ha richiesto la maglietta al circolo irlandese per poterla appendere nello spogliatoio della squadra di Klopp all’Olimpico. Una fonte citata dal giornale ha spiegato che il St. Peter’s GAA club “è a conoscenza della richiesta e si sta organizzando. I giocatori e i dirigenti del Liverpool sono profondamente sconvolti per quello che è successo a Sean. La richiesta per la maglia è stata fatta e Sean verrà ricordato prima della partita a Roma. Il messaggio del club è questo: You’ll Never Walk Alone”.
Snai: Azerbaigian, sfida Vettel-HamiltonVantaggio minimo britannico su ferrarista: 2,25 contro 2,50

ROMA26 aprile 201814:11

– ROMA, 26 APR – E’ testa a testa tra Lewis Hamilton e Sebastian Vettel nel Gp dell’Azerbaigian. Stando ai quotisti di Snai, il duello tra il pilota della Ferrari e quello Mercedes sarà praticamente alla pari. Il tabellone concede un piccolo vantaggio al campione del mondo, offerto a 2,25, con Vettel subito dietro a 2,50. Tutti gli altri puntano sull’inserimento a sorpresa: innanzitutto le seconde linee di Ferrari e Mercedes, che con Kimi Raikkonen e Valtteri Bottas sono piazzate a 6,00.
In doppia cifra, invece, la coppia Red Bull, con Max Verstappen e Daniel Ricciardo entrambi a 15.
Il divario tra Hamilton e Vettel è diventato minimo anche nelle giocate qualifiche, fin qui uno dei punti di forza delle Frecce d’Argento. Il tedesco è ora offerto a 2,50, anche in questo caso a ridosso del campione del mondo, in quota a 2,25.
La corsa al titolo piloti premia invece il ferrarista: il quinto titolo mondiale si gioca a 1,85, e qui è Hamilton a inseguire, a quota 2,20.
Golf: China Open, inizio show BertasAzzurro 2/o a un colpo dal leader Jin. Bene anche Pavan, ottavo

ROMA26 aprile 201814:18

– ROMA, 26 APR – Inizio show per Nino Bertasio al Volvo China Open (European Tour) di golf. L’azzurro ha chiuso il primo giro in 65 (-7), piazzandosi al 2/o posto della classifica al fianco del britannico Matt Wallace e ad una sola lunghezza dalla vetta occupata dal cinese Daxing Jin (-8). Sette birdie e nessun bogey per il 29enne bresciano, autore di una prova impeccabile. Grande partenza anche per Andrea Pavan, 8/o a -4.
Il capitolino, dopo il 3/o posto ottenuto in Marocco nel Trophée Hassan II, ha continuato a brillare anche a Pechino. Mentre Edoardo Molinari e Matteo Manassero sono appaiati in 74/a posizione (par). Manche opaca per Renato Paratore (110/a posizione a +2).
Iaaf riscrive regole limiti testosteroneCaso più noto è quello della sudafricana Semenya

ROMA26 aprile 201814:39

– ROMA, 26 APR – Dal primo novembre del 2018 le atlete con un livello di testosterone naturalmente elevato dovranno ridurlo – e mantenerlo per almeno sei mesi continuativi – entro 5nmol/L se vorranno partecipare ad eventi internazionali, in gare dai 400 metri al miglio, compresi gli ostacoli. Il caso più noto è quello di Caster Semenya, olimpionica degli 800 metri che, secondo alcuni studi, con le nuove regole potrebbe correre fino a sette secondi più lenta. Lo ha deciso la Federazione internazionale di atletica leggera (Iaaf). “Abbiamo la responsabilità di garantire parità di condizioni per gli atleti – ha dichiarato il presidente Sebastian Coe – in gare dove il successo è determinato da talento, dedizione e duro lavoro, piuttosto che da altri fattori. Le prove ed i dati a nostra disposizione mostrano che il testosterone, prodotto naturalmente o inserito artificialmente nel corpo, fornisce significativi vantaggi prestazionali nelle atlete”.
Studenti e atleti scoprono biodiversitàDa Galvan alla Perrupato a sostegno del ‘City nature’

ROMA26 aprile 201815:30

– ROMA, 26 APR – Matteo Galvan atleta Fidal e bronzo nel 2005 ai Mondiali Under 18 di Marrakech (Gs Fiamme Gialle); Mariangela Perrupato, argento ai Mondiali di nuoto sincronizzato e oggi tecnico Gs Fiamme Oro; Chiara Vellucci, campionessa italiana paralimpica di Triathlon; Massimo Minicucci, runner della Asd No Limits affiliata Aics, insieme a Vivere da sportivi e al Wwf, incontrano i ragazzi dell’agrario Garibaldi di Roma, per sostenere la biodiversità. L’incontro è promosso da Wwf che, con Urban nature, partecipa all’iniziativa mondiale City Nature challenge, evento promosso dal museo di storia naturale di Los Angeles e dall’Accademia delle scienze della California nell’ambito della Citizen science che prevede la sensibilizzazione e la partecipazione attiva dei cittadini nella raccolta di informazioni di interesse scientifico. Roma, Padova, Berlino, Londra, Tokyo, New York, Miami. Queste alcune delle 65 città di tutto il mondo che da domani al 30 aprile saranno coinvolte nella competizione sulla base di Bioblitz.
Nardella, isoleremo tifosi violentiSindaco di Firenze, domenica assisteremo a grande spettacolo

FIRENZE26 aprile 201815:51

– FIRENZE, 26 APR – “Domenica non potremo che assistere ad un grande spettacolo quale sarà la partita fra Fiorentina e Napoli: sono di Torre del Greco, amo Napoli ma tiferò per i viola”. Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella al portale Calcio Napoli24. “I tifosi viola e quelli del Napoli sono accomunati dall’essere anti-juventini, ma la Fiorentina deve vincere domenica per restare in corsa per il sesto posto e quindi per l’Europa, dunque il Napoli si aspetti una squadra agguerrita”, ha aggiunto Nardella che ha parlato anche dell’ordine pubblico data l’annunciata invasione di sostenitori azzurri: “Stiamo lavorando per mettere a punto misure di sicurezza per isolare chiunque verrà soltanto per creare problemi”.
Dagli Usa un’offerta per l’acquisto dello stadio di WembleySul tavolo un miliardo di euro per tempio londinese del pallone

LONDRA26 aprile 201818:45

Maxi-offerta di acquisto per Wembley: un milionario americano ha offerto poco meno di un miliardo di euro per acquistare il tempio del calcio britannico. Già proprietario del Fulham e della franchigia dell’NFL Jacksonville Jaguars, Shahid Khan ha presentato la sua offerta alla Football Association con l’obiettivo di creare una base londinese per il campionato di football americano. “L’acquisto potenziale dello stadio di Wembley è un potente segnale del nostro impegno e della nostra visione per espandere il nostro sport nel Regno Unito”, le parole del vice-presidente esecutivo dell’NFL, Mark Waller. Costato 820 milioni di euro, e inaugurato nel 2007, con la sua capienza di 90mila posti, Wembley è il più grande stadio britannico, temporaneamente sede delle gare casalinghe del Tottenham in attesa del completamento della ristrutturazione del White Hart Lane.
F1: Ricciardo, pronto a sfida HamiltonAustraliano però non accetterebbe gerarchie prestabilite

26 aprile 201815:56

– BAKU (AZERBAIGIAN), 26 APR – Daniel Ricciardo si dice pronto a raccogliere la sfida di avere Lewis Hamilton come compagno di squadra, nel caso dovesse passare alla Mercedes l’anno prossimo. Il contratto dell’australiano con la scuderia Red Bull scadrà al termine della stagione in corso e lui ha espresso interesse ad unirsi a squadre come Mercedes o Ferrari, che gli diano l’occasione di competere per il titolo mondiale.
“Non voglio dire che guardo solo ad Hamilton, ma sarebbe una bella sfida” ha aggiunto. Quello che invece Ricciardo non è disposto ad accettare sono le gerarchie già scritte, tanto che direbbe no ad un’auto più veloce se questo significasse fare il secondo ad una stella stabilita: “C’è sempre stata chiarezza ed equità (alla Red Bull, ndr) e mi aspetto questo trattamento ovunque”.
Atp Budapest: tre italiani ai quartiDopo Sonego e Cecchinato passa anche Seppi

ROMA26 aprile 201818:46

Sono tre i tennisti italiani nei quarti di finale del torneo di Budapest (montepremi di 501.345 euro, terra rossa), in Ungheria. Andreas Seppi è riuscito a raggiungere Lorenzo Sonego e Marco Cecchinato che ieri avevano superato il secondo turno. Il 34enne altoatesino ha superato per 6-2 6-1 il russo Mikhail Youzhny e domani affronterà il georgiano Nikoloz Basilashvili che ha eliminato per 6-2 6-4 il canadese Denis Shapovalov. Sonego, che ieri ha battuto il francese Richard Gasquet, domani troverà dall’altra parte della rete lo sloveno Aljaz Bedene mentre sarà il tedesco Jan-Lennard Struff l’avversario di Marco Cecchinato, che ieri ha eliminato il bosniaco Damir Dzumhur.
Lotta match fixing, Fiorentina a lezioneDg Corvino, fondamentale fare attività sensibilizzazione

ROMA26 aprile 201817:21

– ROMA, 26 APR – Il progetto “Per l’integrità del gioco: formazione in campo contro le frodi sportive”, promosso da Lega Serie A, Sportradar e Istituto per il Credito Sportivo, ha fatto tappa a Firenze con un incontro dedicato alla prima squadra della Fiorentina per poi proseguire con i ragazzi delle giovanili viola. Il responsabile Integrity per l’Italia di Sportradar AG, Marcello Presilla, ha spiegato agli atleti il fenomeno del match fixing in tutte le sue forme, illustrandone rischi e conseguenze. Durante gli incontri sono stati tracciati gli identikit dei cosiddetti fixers, i criminali che agganciano i giocatori intrappolandoli nelle truffe .”La Fiorentina e la famiglia Della Valle – ha dichiarato il dg viola Pantaleo Corvino – hanno sempre fatto del fair play e del riconoscere l’importanza dei valori più sani dello sport uno dei loro cavalli di battaglia È fondamentale svolgere attività di sensibilizzazione nei confronti dei tesserati e, in particolar modo, nei confronti dei più giovani sul tema del match fixing”.
F1: Ricciardo, parlato solo con Red BullAustraliano smentisce di aver firmato precontratto con Ferrari

ROMA26 aprile 201817:47

– ROMA, 26 APR – “Non è vero. Questo lo posso dire”. Così il pilota della Red Bull Daniel Ricciardo ha risposto a Baku alla domanda se avesse firmato un precontratto con la Ferrari.
“Finora ho parlato solo con la Red Bull”, ha poi replicato a chi gli chiedeva se avesse avuto contatti con altri team per la stagione 2019. L’australiano è da tempo al centro delle voci di mercato che lo danno in partenza, verso Maranello o la Mercedes, visto che il suo contratto con la scuderia angloaustriaca e in scadenza, ma dopo l’exploit in Cina l’attenzione nei suoi confronti è cresciuta in modo spasmodico. Nella conferenza stampa del giovedì in vista del Gp dell’Azerbaigian, Ricciardo ha aggiunto: “La Red Bull è interessata a tenermi e di questo certo abbiamo parlato. Certo sento di dover loro una certa lealtà dopo dieci anni”. Io credo che Daniel si trovi bene da noi – ha detto il boss del team, Christian Horner -. Se potrà disporre di una monoposto come quella con cui ha appena perché dovrebbe volersene andare?”.
F1: Vettel,Ricciardo? Non posso aiutarloSta a lui firmare, ne ho un buon ricordo e dico che corre bene

ROMA26 aprile 201817:55

– ROMA, 26 APR – “Ricciardo? “Non so come mi vedrei di nuovo come suo compagno di squadra. Io non posso aiutarlo, dato che starà a lui, nel caso, firmare”. Queste le parole del ferrarista Sebastian Vettel interrogato a Baku sul futuro del pilota australiano. “Di Daniel ho buoni ricordi – ha aggiunto il tedesco ai microfoni di Sky Sport -. Abbiamo corso assieme in Red Bull, in un anno complicato per me. Per il resto che devo dire? Corre bene, ha vinto in Cina”.
Atletica: Sudafrica ‘deluso’ da IaafComitato olimpico dopo nuove regole livello testosterone donne

MONACO26 aprile 201818:11

– MONACO, 26 APR – Il presidente del Comitato olimpico del Sudafrica, Gideon Sam, si è detto “deluso dalla decisione della Iaaf, soprattutto perché trascina di nuovo il nome di Caster (Semenya, ndr) nel ventilatore della pubblicità. Temiamo che queste regole siano state approvate – ha aggiunto il dirigente – senza prendere in considerazione tutti i fattori”. I nuovi parametri dettati dalla Iaaf sui livelli di testosterone ammessi per le atlete potrebbero essere impugnate davanti al Tribunale di arbitrato dello sport, sia da Semenya sia dagli organismi sportivi sudafricani. Eppure, la Iaaf ha ribadito che c’è “ampio consenso in ambiente medico e scientifico” a sostegno della sua posizione. “C’è un vantaggio in termini di prestazioni nelle atlete con DSD (Disordini dello sviluppo sessuale) sulle distanze di pista comprese dalle nuove regole” ha detto il dottor Stephane Bermon, che lavora nel Dipartimento di medicina e scienze della federazione internazionale di atletica.
F1: Vettel, a Baku ci sono tre auto alla pariFerrarista :’Non siamo favoriti ma partiamo da un’ottima base’

ROMA26 aprile 201819:28

“Domenica non siamo i favoriti. A mio parere vedremo tre vetture allo stesso livello e, come sempre, la differenza la faranno solamente i dettagli. Chi sarà in grado di azzeccare tutto vincerà”. E’ prudente il pilota della Ferrari Sebastian Vettel in vista della prossima gara del mondiale di F1 a Baku, in Azerbaigian. “Noi partiamo da una ottima base, la macchina è forte e finora lo ha dimostrato”, ha aggiunto il leader del mondiale parlando a Sky Sport. Di sicuro, il tedesco non pensa a ‘vendicarsi’ su Max Verstappen che in Cina lo ha penalizzato: “Non volevo lottare in maniera pesante con lui, aspettavo che mi passasse, ma non mi potevo certo aspettare che mi venisse addosso. Credo che ci sia più da imparare per lui da un errore simile piuttosto che da parte mia”, ha concluso.
Atp Barcellona: Nadal ai quartiDjokovic non vince più, subito fuori nel torneo Catalano

ROMA26 aprile 201819:26

Prosegue senza particolari problemi la marcia di Rafael Nadal nel torneo di Barcellona. Lo spagnolo n.1 del mondo, reduce dall’undicesimo successo a Montecarlo, si è agevolmente qualificato per i quarti di finale superando per 6-1 6-3 il connazionale Guillermo Garcia-Lopez, che al secondo turno aveva sfruttato il ritiro del giapponese Kei Nishikori, finalista domenica scorsa nel Principato. Domani Rafa affronterà lo slovacco Martin Klizan che, dopo aver eliminato il serbo Novak Djokovic, ha battuto oggi per 6- 6-4 lo spagnolo Feliciano Lopez Avanti anche l’austriaco Dominic Thiem (7-6 6-2 allo slovacco Jozef Kovalik) e il bulgaro Grigor Dimitrov che ha battuto per 7-5 3-6 7-6 il tunisino Malek Jaziri, dopo aver annullato 2 match point.
Djokovic non vince più, subito fuori a Barcellona  – Novak Djokovic non vince più. Il campione serbo saluta subito il torneo di Barcellona, eliminato 6-2, 1-6, 6-3 dallo slovacco Martin Klizan, numero 140 del ranking mondiale, promosso dalle qualificazioni, al primo successo in cinque sfide contro Djokovic che, n.12 Atp, aveva chiesto una wild card per testare le gambe sulla terra rossa spagnola. E finisce subito anche l’avventura di Kei Nishikori, che, dopo la finale a Montecarlo, è stato costretto a ritirarsi dopo aver perso il primo set per 6-3 contro lo spagnolo Guillermo Garcia-Lopez, numero 69 Atp. Avanza invece il bulgaro Grigor Dimitrov, che ha battuto 6-2, 6-1, in un’ora e 22 minuti, il francese Gilles Simon.

Malagò, Roma-Liverpool deve andare beneRischio di sanzioni per il club, la prevenzione sarà massima

ROMA26 aprile 201819:28

– ROMA, 26 APR – “Preoccupato per la gara di ritorno? Non sono preoccupato, sono arrabbiato. La gara di ritorno deve andare per forza bene, perché altrimenti c’è il rischio di sanzioni per il club”. Così il presidente del Coni, Giovanni Malagò, dopo gli incidenti di Liverpool. In vista del tavolo tecnico di domani, il numero uno dello sport italiano precisa: “Presumo che sotto l’aspetto della prevenzione sarà fatto il massimo – ha chiarito in conferenza stampa – Le persone sono estremamente competenti e di esperienza. C’è chi mi dice che a Liverpool non è stato fatto ugualmente bene, ma questo non lo so e comunque non cambia niente. La Roma ha perso 5-2 era una semifinale di Champions – ha concluso – ma se avesse fatto un risultato migliore tutto questo sarebbe stato fortissimamente inquinato da queste notizie. Questo non è più possibile”.
Figc, Malagò bacchetta componenti’Fine commissariamento? Potevano pensarci prima’

ROMA26 aprile 201819:40

– ROMA, 26 APR – “Alcune componenti della Federcalcio vogliono chiedere la fine del commissariamento? In tutte le lingue avevo supplicato di evitare la figura che è stata fatta durante l’ultima assemblea elettiva: ognuno può dire ciò che ritiene opportuno, ma bisogna tenere conto dei fattori che hanno portato al commissariamento. Potevano appoggiare una persona e portare avanti le riforme necessarie”. Il n.1 Coni Giovanni Malagò bacchetta le componenti della Figc, commissariata da inizio febbraio, Lega Pro, Lega Dilettanti, Aic, Aiac e Aia, che oggi si sono viste a Roma e stanno valutando l’ipotesi di avanzare la richiesta di convocazione di una nuova assemblea elettiva. “Non potevano mettersi d’accordo prima? Ora il commissario sta provando a fare il lavoro necessario. Se poi – dice Malagò – le varie componenti pensano di mettersi d’accordo, deve esserci una persona nuova con idee condivise da almeno 4 componenti Ma non mi sembra una cosa meravigliosa organizzare una riunione senza la partecipazione della Serie A”.
Junior Tim Cup, festa a RomaI ragazzi incontrano El Shaarawy e Parolo

ROMA26 aprile 201820:49

– ROMA, 26 APR – I ragazzi della Junior TIM Cup, il torneo di calcio Under 14 promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano, hanno vissuto un pomeriggio da sogno insieme a Stephan El Shaarawy della Roma e Marco Parolo della Lazio, accolti alla parrocchia San Giuseppe Artigiano di Roma.
Dopo aver rivolto alcune domande agli ambasciatori di Roma e Lazio, i ragazzi hanno donato loro una maglia con la scritta “Uno di Noi”, simbolo dell’unione tra il calcio di vertice e quello di base. El Shaarawy, Parolo e il capitano della squadra di un oratorio che partecipa al torneo, hanno firmato una speciale maglia che farà una “staffetta” in tutte le città dei prossimi incontri. Nei prossimi giorni, la Parrocchia S.Giuseppe al Trionfale (Roma), la Parrocchia SS. Trinità (Benevento), l’Oratorio Don Guanella (Napoli) e la Parrocchia S. Giuseppe Sibari (Crotone) disputeranno la 4/a Fase Finale Interregionale del torneo e saranno accolti all’Olimpico di Roma per disputare un’amichevole in occasione del prepartita di Roma-Chievo.
Diritti tv: Mediapro, daremo garanzie’Le presenteremo quando il bando sarà sbloccato’

MILANO26 aprile 201821:54

– MILANO, 26 APR – Mediapro ha “certificato alla Lega Serie A di avere le garanzie richieste attraverso la consistenza patrimoniale della sua società madre”, e “fornirà le garanzie necessarie alla Lega quando potrà disporre” dei diritti tv, ora al centro della causa con Sky che ha ottenuto dal Tribunale di Milano la sospensione del bando fino al 4 maggio. E’ quanto afferma una nota della società spagnola che “presenterebbe le garanzie in maniera immediata nel caso in cui la Lega decidesse di creare, insieme a Mediapro, un canale proprio A poche ore dal termine per la presentazione delle garanzie finanziarie da 1,2 miliardi di euro, previste dal bando con cui è diventata intermediario indipendente per la vendita dei diritti tv del campionato, il Gruppo Mediapro ha annunciato di aver “certificato alla Lega Calcio di Serie A di avere le garanzie richieste attraverso la consistenza patrimoniale della sua società madre, integrata dal pagamento anticipato dei diritti”.
Berlusconi, Milan?Finirà che lo ricomproLeader FI, secondo sondaggisti vendita club ha pesato su voto

UDINE26 aprile 201822:38

– UDINE, 26 APR – “Andrà a finire che finirò per ricomperare ancora io il Milan”. Lo ha dichiarato il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, in un incontro pubblico a Udine. L’ex presidente rossonero ha spiegato che secondo i sondaggisti la vendita del Milan è stata tra i motivi per cui Fi, “purtroppo contro ogni nostra aspettativa si è fermata al 14-14,5%”.
Borsa: Milano apre in rialzo (+0,22%)Indice Ftse Mib sale a 23.853 punti

MILANO26 aprile 201809:05

– MILANO, 26 APR – Avvio di seduta in rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha iniziato le contrattazioni in progresso dello 0,22% a 23.853 punti.
Fake news, arriva la stretta dell’UeCodice per social resta volontario. C’è piattaforma fact-checker

BRUXELLES26 aprile 201811:40

– BRUXELLES, 26 APR – Arriva l’attesa stretta Ue anti fake news, con misure per i social network da Facebook a Twitter e aiuti ai media tradizionali per sostenere l’informazione di qualità. Nasce anche la prima piattaforma targata Ue per fact-checkers ‘certificati’. Il codice di buone pratiche per i social, però, resta volontario e non ha valore giuridico vincolante. La Commissione Ue a fine anno farà una valutazione della sua applicazione e valuterà se sarà necessario adottare una vera e propria legislazione per combattere le fake news. Nella comunicazione sulla disinformazione di Bruxelles, si prevede di lanciare un forum di alto livello per riunire piattaforme, industria della pubblicità, media e società civile per coordinare gli sforzi nella lotta alla fake news. Sarà questo forum a dover delineare per luglio il Codice sulle pratiche che Facebook e simili dovranno seguire, con l’obiettivo di avere una prima valutazione misurabile del loro impatto a ottobre.
Alitalia: Gentiloni, approvata prorogaProvvedimento del consiglio dei ministri

ROMA26 aprile 201812:20

– ROMA, 26 APR – Il consiglio dei ministri ha approvato il decreto sulla proroga dei tempi di vendita di Alitalia. Lo ha annunciato il presidente del consiglio Paolo Gentiloni iniziando la conferenza stampa al termine del cdm.
Martina, M5S ha fatto passi importanti”Ma restano differenze”. Direzione il 3 per decidere su dialogo

ROMA26 aprile 201811:57

– ROMA, 26 APR – Il Pd riconosce i “passi avanti importanti” di M5s nel chiudere il confronto con la Lega, ma “al tempo stesso non nascondiamo le differenze tra noi, è giusto dirlo per serietà e responsabilità”. Lo ha detto il segretario reggente Maurizio Martina dopo il secondo giro di consultazioni con il presidente della Camera Roberto Fico. “Abbiamo deciso di convocare la direzione nazionale Pd il 3 maggio prossimo per decidere se e come accedere a questo confronto, da comunità politica quale siamo – ha aggiunto -. Insieme discutiamo e poi insieme lavoriamo”. “Ci interessa dare una mano a questo Paese in una fase delicata della storia istituzionale e politica – ancora Martina -. Se siamo arrivati fino a qui è perché altri hanno fallito, per 50 giorni abbiamo assistito a diversi tentativi che non hanno prodotto un esito utile. Questo lavoro lo facciamo con spirito di servizio e nel solco degli indirizzi dati dal Presidente Mattarella”.
Padoan, in Def stima Pil 2018 a 1,5%Ministro al termine del Cdm

ROMA26 aprile 201812:22

– ROMA, 26 APR – La crescita nel Def è confermata “all’1,5%. Questa cifra riflette un atteggiamento prudenziale di quello che l’economia può produrre”. Così il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan al termine del Cdm che ha varato il Def.
Vaccini: Ue, entro 2020 piani coperturaSoglia almeno al 95%.Tra 20 azioni anche lotta a disinformazione

BRUXELLES26 aprile 201812:36

– BRUXELLES, 26 APR – Sviluppare e attuare piani di vaccinazione nazionali e regionali entro il 2020, con un obiettivo di copertura di almeno il 95% per il morbillo. E’ una delle raccomandazioni della Commissione Ue per rafforzare la cooperazione tra i Paesi Ue nella lotta contro le malattie che possono essere prevenute con i vaccini. Tra le venti azioni suggerite dall’Esecutivo Ue, la creazione, entro il 2019, di un portale europeo di informazioni sulla sicurezza dei vaccini al fine di combattere la disinformazione. Bruxelles propone inoltre la preparazione di una scheda di vaccinazione digitale comune, in modo da poterla condividere più facilmente tra Paesi membri.
Sullo stesso fronte, l’Esecutivo vorrebbe avviare un processo per arrivare nel 2020 a linee guida per un programma Ue di vaccinazione di base, con le dosi e le età che gli Stati membri concordano come comuni a tutti i Paesi.
Ocse: cuneo fiscale Italia al 47,7%Per una famiglia con 2 figli scende al 38% contro media del 26%

ROMA26 aprile 201813:05

– ROMA, 26 APR – L’Italia è terza tra i Paesi Ocse per il peso del cuneo fiscale sul costo del lavoro. Secondo la classifica del rapporto ‘Taxing Wages’, nel 2017 le tasse e i contributi sociali a carico di lavoratore e datore di lavoro ammontavano nel nostro Paese al 47,7% nel caso di un lavoratore single (in calo di appena lo 0,09% rispetto al 2016) contro la media Ocse del 35,9%. Peggio dell’Italia fanno Belgio (53,7%) e Germania (poco sotto il 50%). Il cuneo scende però al 38,6% per le famiglie di 4 persone con un unico percettore di reddito, contro la media Ocse del 26,1%.
Indagini anche su striscione De Santis’DDS con noi’, slogan immortalato a Anfield tra tifosi romanisti

ROMA26 aprile 201813:09

– ROMA, 26 APR – ‘DDS con noi”. E’ uno striscione esposto da tifosi giallorossi durante la semifinale contro il Liverpool nello stadio di Anfield che inneggia a Daniele De Santis, condannato per la morte del tifoso napoletano Ciro Esposito. Anche su questo la Digos sta indagando per identificare chi ha esposto lo striscione. Al vaglio le immagini delle telecamere di sicurezza e le fotografie.
Famiglia Cox “siamo sconvolti, speriamo”Per ‘Sun’ “prossime 48 ore cruciali”

ROMA26 aprile 201813:12

– ROMA, 26 APR – “Siamo completamente sconvolti da quello che è successo al nostro adorabile e premuroso Sean, e tutto ciò che vogliamo è vederlo tornare a casa dalla sua amorevole moglie e dai suoi tre figli”. Così la famiglia di Sean Cox, il tifoso inglese ferito alla testa negli scontri avvenuti prima della semifinale di Champions tra Liverpool e Roma. Il 53enne è ricoverato presso il reparto di neurologia del Walton Hospital. “Speriamo che Sean si riprenda completamente dalle lesioni riportate e che tutti insieme ritorneremo presto come una famiglia in Irlanda per trascorrere del prezioso tempo insieme – si legge nel comunicato emesso dai familiari e diffuso dalla polizia del Merseyside -. Vogliamo che il mondo sappia che Sean è un uomo perbene che adora il Liverpool ed è venuto soltanto per vedere la sua squadra del cuore”. Secondo quanto riportato dal ‘Sun’, Cox è in coma farmacologico e le prossime 48 ore sarebbero cruciali.
Nannini, a Roma sarà festival del rockAmbra e Lodo Guenzi alla conduzione, “saremo bimbo con la tata”

ROMA26 aprile 201813:53

– ROMA, 26 APR – “Sarà un festival del rock”. Gianna Nannini, ospite di punta al Primo Maggio a Roma, ribattezza così il Concertone di piazza San Giovanni a Roma. “Sono molto contenta di esserci (l’ultima volta fu nel 1999, ndr) – aggiunge la rocker, ancora convalescente dalla brutta caduta durante un concerto a Genova che la costringe a usare le stampelle -. E’ un festival che dà spazio al fermento della nuova realtà musicale italiana emergente”. A presentare la lunga maratona che sarà trasmessa da Rai3 a partire dalle 15 e fino a mezzanotte, sono stati chiamati Ambra Angiolini e Lodo Guenzi, voce de Lo Stato Sociale, che durante la conferenza stampa di presentazione della manifestazione mettono in scena divertenti siparietti. “Io non voglio farti da badante”, mette in chiaro l’attrice. “Ma io sono un bambino, puoi farmi da tata”. Entrambi, su proposta di Ambra, rinunceranno al loro compenso a favore di una sorta di “borsa di studio”. “Un piccolo gesto per far partire un progetto legato al mondo del lavoro”.
Napolitano: miglioramento è costante’Questa mattina ha effettuato piccola prima colazione’

ROMA26 aprile 201814:28

– ROMA, 26 APR – “Il miglioramento clinico del presidente Emerito Giorgio Napolitano è costante: ha trascorso una notte tranquilla e questa mattina per la prima volta ha effettuato una piccola prima colazione”. Lo ha affermato il professore Francesco Musumeci, che ha operato il presidente. Il “suo stato neurologico è integro ed è in buona relazione con l’ambiente”, ha aggiunto, a 36 ore dall’intervento. Il recupero, ha aggiunto Musumeci, “sta procedendo al di là delle più ottimistiche previsioni”. Le “funzioni d’organo sono in via di normalizzazione, ha iniziato la fisioterapia con partecipazione attiva. In considerazione della complessità dell’intervento, sostituzione dell’aorta ascendente e della valvola aortica con reimpianto ossi delle arterie coronarie, e dell’età del paziente, il recupero è oltre le più ottimistiche previsioni”.
Per oggi non sono previsti altri bollettini medici.
Cecilia Strada lascia EmergencyE’ stata presidente dell’associazione dal 2009 al 2017

MILANO26 aprile 201817:31

– MILANO, 26 APR – “Si è conclusa la mia lunga avventura con Emergency”: inizia così il post pubblicato su Facebook in cui Cecilia Strada annuncia la fine del rapporto con l’organizzazione umanitaria fondata dal padre Gino Strada.Ieri si è conclusa la mia lunga avventura con Emergency. Sono stati anni importanti, difficili, entusiasmanti; è stato…Pubblicato da Cecilia Sarti Strada su lunedì 23 aprile 2018    Dopo la morte della madre Teresa Sarti, Cecilia Strada era stata dal 2009 al 2017 presidente di Emergency: “Sono stati anni importanti, difficili, entusiasmanti – scrive – è stato un privilegio per me fare il mio pezzettino per nutrire, crescere e portare nel mondo questa idea di medicina e diritti umani. È stata anche l’opportunità per conoscere tante persone straordinarie: grazie”.
A Emergency, Cecilia Strada ha rivolto “il solito augurio, quello che ha orientato la mia bussola in tutti questi anni: che diventi inutile, bella mia; che tu possa finalmente vedere gli ospedali di guerra svuotarsi di feriti e riempirsi di rose. Io continuerò in ogni modo a darmi da fare per lo stesso obiettivo, comunque prosegua la mia strada: avanti tutta. E buona giornata, a lei, a voi”.
Borsa: Milano aggiorna massimi da 3 anniFtse Mib a 24.039 punti

MILANO26 aprile 201817:42

– MILANO, 26 APR – Piazza Affari chiude in rialzo e aggiorna i massimi da 3 anni ovvero da metà luglio 2015. Il Ftse Mib guadagna l’1% a 24.039 punti.
Brad Pitt produce film su WeinsteinAnnapurma, ‘mettono cappello su inchiesta NYT’

NEW YORK26 aprile 201818:03

– NEW YORK, 26 APR – Come “Spotlight” o “Tutti gli Uomini del Presidente”: l’inchiesta giornalistica del New York Times sulle accuse a Harvey Weinstein potrebbe diventare un film papabile per gli Oscar. Sul progetto, che ancora non ha ancora un titolo, ha messo il cappello Plan B, la casa di produzione che fa capo a Brad Pitt. Al centro del film il lavoro delle giornaliste Jodi Kantor e Megan Twhohey, che hanno ricevuto intimidazioni e minacce nel corso dell’indagine sugli abusi sessuali perpetrati da una delle figure piu’ influenti nel mondo del cinema. Grazie alle inchieste condotte indipendentemente su Weinstein, il New York Times e il New Yorker hanno vinto un Pulitzer. Con Plan B di Pitt, che ha sostenuto finanziariamente un altro film premiato agli Academy Awards, “12 Years a Slave”, ha aderito all’iniziativa Annapurna Pictures, la cui fondatrice, Megan Ellison, viene considerata la prossima Weinstein.
Da diari di Duras La douleur dell’attesaAl Bif&st pagina di storia francese con Thierry, Magimel, Biolay

26 aprile 201819:10

BARI 26 APR – È difficile mettere mano a un testo di Marguerite Duras, pieno d’atmosfere intime e parole alte come La Douleur, e farne un film omonimo come quello di Emmanuel Finkiel passato ieri sera al Festival di Bari. Difficile distaccarsi dal testo dell’autrice, derivato da un suo diario, che racconta come nel giugno 1944, nella Francia sotto l’occupazione tedesca, lo scrittore Robert Antelme, maggior rappresentante della Resistenza e marito della scrittrice, venga arrestato e deportato. La sua sposa, Marguerite Duras (Melanie Thierry) è presa subito dall’angoscia di non avere sue notizie e soprattutto dal senso di colpa per la relazione segreta con il suo amico Dyonis (Benjamin Biolay). Pronta a tutto per di sapere qualcosa di Robert, la donna si lascia coinvolgere poi in una relazione ambigua con un affascinante agente francese della Gestapo, Rabier ( Benoît Magimel ) l’unico a poterla davvero aiutare. Cosa che crea legittimi sospetti da parte della Resistenza francese a cui la Duras aderiva.
Morto Pietro Marzotto, aveva 80 anniAveva guidato azienda 16 anni, anche vicepresidente industriali

VENEZIA26 aprile 201819:56

– VENEZIA, 26 APR – E’ morto oggi l’imprenditore Pietro Marzotto, all’età di 80 anni. Marzotto si è spento all’ospedale della cittadina di Portogruaro, dove risiedeva da alcuni anni ed era stato ricoverato per complicazioni cardiache.
Figlio del conte Gaetano Marzotto, ultimo di sette fratelli, aveva guidato il gruppo tessile di Valdagno per 16 anni e aveva ricoperto anche il ruolo di vicepresidente di Confindustria.
A lui si deve l’intuizione di diversificare le attività del gruppo di famiglia, dal tessile alla confezione. Marzotto nel 1971 diventa direttore delle attività tessili della famiglia; l’anno dopo amministratore delegato, nel 1980 vicepresidente esecutivo. Nel 1991, la Marzotto acquisisce la tedesca Hugo Boss, alla quale verrà poi dato un ulteriore rilancio nel 2002 quando il gruppo rileva dalla Hdp dei Romiti la maison Valentino, risanandola e quotandola in Borsa separatamente nel 2005 (mantenendone la maggioranza).
Famiglia Avicii, non andava più avantiRotto il silenzio in un comunicato dopo morte avvenuta 20 aprile

ROMA26 aprile 201820:46

– ROMA, 26 APR – Avicii “non poteva più andare avanti”. Ad ammetterlo, in un comunicato, la famiglia del dj che ha rotto il silenzio ad alcuni giorni dalla morte, avvenuta il 20 aprile. “Era una fragile anima artistica in cerca di risposte a domande esistenziali – scrive la famiglia – un perfezionista estremo che lavorava e viaggiava ad un ritmo talmente alto da avere uno stress enorme. Quando ha smesso di fare tour voleva trovare un equilibrio per essere felice e fare la cosa che più amava: la musica”.
Mondiali:Svezia, Ibrahimovic non ci saràFederazione su Facebook “NON giocherà a Russia 2018”

ROMA26 aprile 201815:26

– ROMA, 26 APR – Zlatan Ibahimovic non andrà in Russia con la nazionale svedese. Lo ha ufficializzato la Federcalcio scandinava, con poche righe sul proprio profilo Facebook: “Il più grande giocatore svedese di tutti i tempi NON giocherà la Coppa del mondo”. Era stato lo stesso attaccante a dire addio ai colori gialloblù dopo l’Europeo del 2016, salvo cambiare idea negli ultimi mesi, caldeggiando il proprio ritorno. Un’ipotesi bocciata sia da alcuni giocatori, come il portiere Karl-Johan Johansson, sia dal Ct Janne Andersson.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.