Aggiornamenti, Notizie

AGGIORNAMENTO NEWS DALLE 13:11 DI LUNEDì 30 APRILE 2018, ALLE 00:40 DI OGGI, MARTEDì 1 MAGGIO 2018

Tempo di lettura: 43 minuti

Ultimo aggiornamento 30 Aprile, 2018, 22:40:12 di Maurizio Barra

Buon 1 Maggio a tutti voi e buon nuovo mese! –

Prezzi, a Torino +0,1% in aprile
In calo per Abitazione, acqua ed elettricità (-2,1%)

TORINO30 aprile 201813:11

– TORINO, 30 APR – Nel mese di aprile a Torino l’indice dei prezzi al consumo ha fatto registrare una variazione mensile dello 0,1% mentre rispetto a un anno fa l’incremento è dello 0,7%. In calo del 2,1% i prezzi di abitazione, acqua, elettricità e combustibili, mentre aumentano quelli di bevande alcoliche e tabacchi (+1,2%) e di prodotti alimentari e bevande analcoliche (+0,9%). Invariati i prezzi di abbigliamento e calzature.
Parte colpo, cacciatore ferito da amicoDurante una battuta al cinghiale nell’Astigiano

ASTI30 aprile 201814:15

– ASTI, 30 APR – Un cacciatore è rimasto ferito durante una battuta al cinghiale nell’Astigiano, ad Azzano, in localita’ Campestre. Due amici stavano per mettersi in cammino nei boschi, quando a un 62enne di Portacomaro, che stava preparando il fucile, è partito un colpo inavvertitamente e tre schegge hanno colpito all’addome il compagno, 67 anni di Calliano.
Il pensionato ferito e’ stato portato all’ospedale di Asti e non ha riportato lesioni gravi.
Trucco gomma bucata, 3 ladri sulla A26Bloccati da Polstrada dopo inseguimento nell’Alessandrino

OVADA (ALESSANDRIA)30 aprile 201815:10

– OVADA (ALESSANDRIA), 30 APR – Tagliano una gomma di un’auto in sosta, si offrono di aiutare i danneggiati e poi cercano di derubarli. Tre uomini, tutti senza fissa dimora, sono stati arrestati dalla Polizia Stradale di Belforte Monferrato nell’area di servizio ‘Turchino Est’ dell’A26 Genova-Gravellona Toce. L’accusa a carico di Zurab Tsignadze, 37enne georgiano, Said Mokhtari, 54enne algerino e del connazionale Salaheddine Anguel, di 47 anni, è di furto con destrezza e resistenza a pubblico ufficiale.
Il 25 aprile hanno bucato uno degli pneumatici della Ford di una coppia giapponese ferma all’autogrill: in due si sono avvicinati con la scusa di ‘aiutare’ mentre il complice portava via i bagagli. La coppia si è accorta del furto e ha avvisato la polizia, spiegando che i sospettati si erano allontanati su una Saab grigia. Le pattuglie della Polstrada hanno intercettato l’auto all’altezza dell’area di servizio ‘Stura’ e dopo un inseguimento hanno fermato la banda.
Si taglia per cure, paura in ospedaleAl Sant’Andrea due uomini aggrediscono sanitari

VERCELLI30 aprile 201816:37

– VERCELLI, 30 APR – Momenti di tensione al Pronto Soccorso dell’ospedale Sant’Andrea di Vercelli, dove due uomini, in attesa di ricevere assistenza, hanno aggredito verbalmente e fisicamente il personale medico. A quando si apprende, uno dei due, arrivati con ferite di lievi entità e che quindi non richiedevano un intervento d’urgenza, si è inflitto da solo ulteriori tagli scatenando scene da panico all’interno del Dea.
Solo l’intervento della polizia, arrivata con numerose pattuglie, ha riportato la situazione alla calma. “Manifestiamo piena solidarietà e vicinanza agli operatori in turno durante questo episodio increscioso – commentano dalla direzione generale dell’Asl Vercelli -. Ribadiamo che la tutela della sicurezza degli operatori che ogni giorno lavorano per offrire un servizio di assistenza ai pazienti è nostra priorità.
Prendiamo atto che gli interventi da parte della polizia sono stati tempestivi e risolutivi, e di ciò non possiamo che essere grati.
Iran: Putin-Macron, preservare l’accordoPresidente francese ha riferito del suo incontro con Trump

MOSCA30 aprile 201814:15

– MOSCA, 30 APR – I presidenti russo e francese Vladimir Putin ed Emmanuel Macron in una conversazione telefonica hanno chiesto di “preservare e attuare integralmente” il piano d’azione congiunto sul programma nucleare iraniano. Lo ha detto oggi il servizio stampa del Cremlino citato dalla Tass.
La conversazione telefonica si è svolta su iniziativa della parte francese. Macron ha raccontato a Putin l’esito della sua visita negli Stati Uniti ponendo l’accento sui colloqui dedicati alla questione iraniana.
Gb: May, sapevo delle quote migrantiPremier cerca di prevenire accuse, ammette quanto negato da Rudd

LONDRA30 aprile 201814:17

– LONDRA, 30 APR – Theresa May ammette di aver saputo dell’esistenza di quote prestabilite di migranti “illegali” da espellere all’epoca in cui era ministra dell’Interno. Ma – intervistata da SkyNews – prova a a evitare di farsi coinvolgere nelle accuse che hanno travolto Amber Rudd, succedutale nell’incarico, sottolineando che Rudd si è dimessa non per l’esistenza delle quote, bensì per averne saputo nulla e aver “inavvertitamente” ingannato il parlamento al riguardo.
Dazi: Tajani a Trump, ci ripensi’Europa non è problema, esenzione permanente, siamo alleati Usa’

BRUXELLES30 aprile 201814:18

– BRUXELLES, 30 APR – “Ci aspettiamo che il presidente Trump escluda l’Ue dalle tariffe una volta per tutte. Qualsiasi altra decisione danneggerebbe entrambe le parti, non lasciando altra scelta che adottare delle contromisure”. Così in un tweet il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani riferendosi ai dazi statunitensi su acciaio e alluminio per i quali domani scade la moratoria per l’Ue. “L’Europa non è il problema. Siamo l’alleato naturale degli Stati Uniti nella promozione del commercio aperto, basato su regole”, ha aggiunto.
Bolivia:morto dittatore Luis Garcia Meza89 anni, era condannato a 30 carcere per crimini contro umanità

ROMA30 aprile 201814:55

– ROMA, 30 APR – L’ex dittatore boliviano Luis Garcia Meza è morto ieri all’età di 89 anni, dopo aver subito 3 infarti nell’ospedale Cossmil di La Paz, struttura dove ha passato gran parte dei suoi anni di detenzione a causa delle sue condizioni di salute. Lo riporta il sito locale La Razon.
Il ministro dell’Interno Carlos Romero ha detto che l’ex dittatore era in debito con il popolo boliviano, perché a suo avviso non ha rivelato informazioni importanti sulle persone uccise e scomparse durante la sua dittatura (17 luglio 1980 – 4 agosto 1981), tra le quali il leader socialista Marcelo Quiroga Santa Cruz.
“Era una persona che aveva ancora debiti nei confronti del popolo boliviano, perché non ha chiarito molti fatti che invece dovevano essere chiariti, come ad esempio la posizione dei resti del corpo di Marcelo Quiroga Santa Cruz”, ha detto il ministro boliviano ai giornalisti.
Romero ha sottolineato che García Meza sarà ricordato per i crimini contro l’umanità che ha commesso durante la dittatura.
1 maggio: Turchia vieta piazza TaksimManifestazione sindacati su sponda asiatica, allerta attentati

ISTANBUL30 aprile 201814:59

– ISTANBUL, 30 APR – Piazza Taksim a Istanbul vietata anche quest’anno per la grande manifestazione del Primo maggio.
Già dalle scorse, la polizia turca ha iniziato a preparare le transenne nella zona al centro della metropoli sul Bosforo per impedire l’accesso al luogo simbolo della Festa dei lavoratori in Turchia, dove il primo maggio 1977 venne aperto il fuoco sulla folla, uccidendo più di 30 persone. La grande manifestazione dei sindacati turchi si svolgerà quindi nella piazza di Maltepe, sulla sponda asiatica, dove la scorsa estate ebbe luogo il più grande raduno recente dell’opposizione al presidente Recep Tayyip Erdogan, con centinaia di migliaia di persone scese in strada a conclusione della ‘Marcia per la giustizia’ partita da Ankara. Imponenti le misure di sicurezza predisposte in tutta la Turchia. Lo scorso fine settimana, un blitz di polizia aveva portato all’arresto di 10 sospetti membri Isis, che secondo il ministro degli Interni volevano organizzare un attentato proprio contro il Primo maggio.
Trump propone incontro con Kim a confineSi chiede se non sarebbe più rappresentativo di un paese terzo

WASHINGTON30 aprile 201815:09

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump in un tweet sembra suggerire il confine fra Nord e Sud Corea quale luogo per l’incontro con Kim Jong Un. “Numerosi paesi sono presi in considerazione per l’INCONTRO, ma non sarebbe Peace House/Freedom House, al confine fra Nord e Sud Corea, un luogo piu’ rappresentativo, importante e duraturo di un paese terzo? E’ solo una domanda!”, scrive Trump.

Informazioni e privacy per gli annunci di Twitter

Iran: Netanyanu parlerà al PaeseStasera alle 19 italiane, lo annuncia l’ufficio del premier

30 aprile 201815:47

– TEL AVIV, 30 APR – “Il primo ministro Benyamin Netanyahu farà un annuncio stasera circa uno sviluppo significativo per quanto concerne gli accordi sul nucleare dell’Iran”. Lo ha reso noto il suo ufficio precisando che quell’annuncio avrà luogo alle ore 20 locali, le 19 in Italia.
Moon, Trump dovrebbe aver Nobel PaceA commento giudizi a suo favore di vedova ex presidente Dae-Jung

PECHINO30 aprile 201816:47

– PECHINO, 30 APR – Ricevute le congratulazioni per la svolta in corso delle relazioni intercoreane, il presidente Moon Jae-in ha detto che “è il presidente Trump che dovrebbe ricevere il Nobel per la Pace”. Secondo Npr (la radio pubblica Usa), Moon stava rispondendo, in una riunione col suo staff, alla lettera di Lee Hee-ho, vedova dell’ex presidente sudcoreano Kim Dae-Jung, Nobel per la Pace nel 2000 per la “sunshine policy” e il disgelo voluto con Pyongyang che portò al primo summit tra Sud e Nord.
Papa: attenti a curiosità su InternetMessa S.Marta. “Saper discernere tra curiosità buone e cattive”

CITTA’ DEL VATICANO30 aprile 201813:31

– CITTA’ DEL VATICANO, 30 APR – I bambini sono curiosi e nel mondo virtuale trovano tante cose brutte. Bisogna quindi aiutare i giovani a non finire prigionieri di questa curiosità.
E’ l’avvertimento che il Papa ha lanciato stamani alla messa a Casa Santa Marta. Francesco ha esortato, invece, a chiedere allo Spirito Santo che dà certezza. Saper discernere fra le curiosità buone e quelle cattive e aprire il cuore allo Spirito Santo, da cui solo può venire la certezza: sono queste – riferisce Vatican News – le due esortazioni che il Papa ha rivolto nell’omelia odierna, a partire dal Vangelo di Giovanni in cui c’è un dialogo fra Gesù e i discepoli, che il Papa definisce come il “dialogo fra le curiosità e la certezza”.
Allontanata perché allatta, scuse Ateneo’Faremo accertamenti’. E promette alle mamme spazi dedicati

PARMA30 aprile 201814:11

– PARMA, 30 APR – L’Università di Parma farà “i doverosi accertamenti” sull’allontanamento dai locali dell’Ateneo di una madre che stava allattando, chiesto da una guardia giurata, si scusa con i genitori “vittime di questo deplorevole e spiacevole episodio” e “ribadisce e conferma la propria grande attenzione nei confronti dei diritti umani e sociali”. Era stata la stessa coppia, medico e infermiera, a rendere nota la vicenda con una lettera alla Gazzetta di Parma, spiegando che per la guardia un’area universitaria “non era adatta a queste scene”.
“L’allattamento al seno è il principale determinante di salute nei primi anni di vita: è doveroso da parte di ognuno, istituzioni in primis, promuoverlo e favorirlo, garantendo il diritto delle mamme di allattare liberamente”, scrive l’Ateneo sul proprio sito, aggiungendo che è prevista la creazione all’Università di tre spazi “dove studentesse, dipendenti, ma anche le private cittadine che ne abbiano necessità, potranno allattare e accudire i propri bambini”.
Anpi, grave fiori per Duce a p. LoretoPresidente milanese, la magistratura dia condanne esemplari

MILANO30 aprile 201814:18

– MILANO, 30 APR – Ieri in piazzale Loreto un gruppo di militanti di estrema destra ha organizzato una “ignobile parata nazifascista per ricordare Mussolini e il nefasto e tragico ventennio fascista”, che si è conclusa “con saluti romani”. Lo ha spiegato in una nota il presidente dell’Anpi di Milano, Roberto Cenati, che ha parlato di un gesto “estremamente grave”. “La gravissima provocazione neofascista conclusasi con saluti romani – ha aggiunto – offende la memoria dei Quindici Martiri di Piazzale Loreto e di tutti coloro che hanno sacrificato la propria vita per la libertà di tutti noi. E’ fondamentale che alla identificazione e alle denunce per apologia del fascismo operate dalle Forze dell’ordine seguano, questa volta, esemplari condanne da parte della magistratura”.
Nuovi controlli aree Basiliche AssisiNon più turisti fermati ai varchi ma verifiche dinamiche

ASSISI (PERUGIA)30 aprile 201814:18

– ASSISI (PERUGIA), 30 APR – Rimodulato il servizio di controllo antiterrorismo dell’esercito davanti alle due Basiliche di San Francesco e di Santa Maria degli Angeli, ad Assisi.
Il Comune ha infatti reso noto che pellegrini e turisti non vengono più fermati ai varchi ma saranno invece operate verifiche di natura dinamica nelle piazze. Tolte le transenne sia a San Francesco sia a Santa Maria degli Angeli dove sono state installate una serie di difese passive, fioriere, che impediscono l’accesso dei veicoli al sagrato.
Violentò dottoressa, condannato a 8 anniSentenza Gip Catania, aggressione in guardia medica

CATANIA30 aprile 201814:32

– CATANIA, 30 APR – Il Gup di Catania, Giuliana Sammartino, ha condannato a 8 anni di reclusione Alfio Cardillo, il 27enne arrestato il 19 settembre del 2017 da carabinieri, per avere sequestrato e violentato per alcune ore la dottoressa Serafina Strano, di 52 anni mentre era in servizio alla Guardia medica a Trecastagni. La Procura aveva chiesto la condanna a 15 anni di reclusione, ridotti a 10 per l’accesso al rito alternativo del processo abbreviato. Il Gup, che lo ha ritenuto colpevole di violenza sessuale, lesioni e sequestro di persona, nella sentenza ha ritenuto la continuazione dei reati e la diminuzione del rito. Cardillo, che è detenuto, è stato interdetto in maniera perpetua dai pubblici uffici. Il Giudice ha fissato un risarcimento del danno non patrimoniale di 60mila euro in favore della vittima e di 5mila per l’associazione antiviolenza e antistalking Calyspo.
Venezia:tornelli aperti,sistema funzionaMinimo anche effetto sciopero biglietterie vaporetti

VENEZIA30 aprile 201814:39

– VENEZIA, 30 APR – A Venezia i tanto discussi tornelli per gestire i flussi turistici funzionano. Non sono stati chiusi neppure oggi perché, come spiega il comandante della polizia municipale Marco Agostini, la loro presenza genera un effetto deterrente e i turisti guardano con più attenzione alla cartellonistica, ampliata per il ponte del primo maggio segnalato dal ‘bollino nero’, e scelgono vie alternative al Ponte di Calatrava e quindi alla Strada Nova. Bene anche lo spostamento dei ‘lancioni’ turistici alle Fondamente Nove, la parte opposta a San Marco dove arrivano di solito provenienti dalla località turistiche della gronda lagunare, che scoprono luoghi inediti per il turismo di massa, sgravando da un eccesso di presenze in contemporanea l’area marciana. Il temuto sciopero dei lavoratori di Vela, la società che vende i biglietti per i vaporetti, non ha prodotto grandi effetti. Le biglietterie sono aperte e si registra solo qualche coda per l’assenza di una minima parte dei lavoratori stimata nel 20%.
Minaccia fidanzata con coltello, arrestoUomo inveisce contro ragazza,’vedrai quando esco cosa ti faccio’

RIMINI30 aprile 201814:54

– RIMINI, 30 APR – Aggredisce la fidanzata e la minaccia con un coltello da cucina: un 26enne di origine albanese è stato arrestato dalla Polizia di Rimini con l’accusa di minacce aggravate e atti persecutori. L’episodio è accaduto ieri verso le 18. Il 26enne si è presentato nel negozio di generi alimentari della ragazza – di 2 anni più giovane – e ha iniziato a inveire: afferrato un coltello dal bancone l’ha puntato alla giovane minacciandola di morte.
Lei ha cercato di scappare ma l’uomo l’ha raggiunta e le ha immobilizzato un braccio col guinzaglio del suo cane. Riuscita a divincolarsi ha chiamato il 113: agli agenti ha raccontato che quanto accaduto era solo l’ennesimo di una lunga serie di episodi.
Anche di fronte ai Poliziotti il 26enne ha continuato a inveire gridandole in albanese: “Stai attenta a quello che fai… vedrai quando esco cosa ti faccio”. La donna ha pure ricevuto sul suo telefono il messaggio: “pezzo di putt… mi hai messo dentro… sono disposto a fare anche 10 anni, ma tu non avrai salvezza”.
Alpinista italiano muore sull’HimalayaSimone La Terra stava scalando il Dhaulagiri

MANTOVA30 aprile 201817:40

L’alpinista Simone La Terra, 36 anni, di Castiglione delle Stiviere (Mantova), è morto mentre in Nepal stava scalando il Dhaulagiri, una delle vette dell’Himalaya. Lo scrive l’Himalayan Times. La Terra, dice il giornale nepalese, era scomparso da ieri mattina. Il suo corpo è stato recuperato da una squadra di soccorritori questa mattina a 6.100 metri di quota, mentre la sua tenda è stata trovata spazzata via dal vento. La salma è stata portata al Tribhuvan University Teaching Hospital di Kathmandu.
Turista muore a Ischia,polemica soccorsiVerdi, bloccata a varco pedonale. Sindaco, 118 veloce

ISCHIA (NAPOLI)30 aprile 201815:33

– ISCHIA (NAPOLI), 30 APR – E’ polemica ad Ischia (Napoli) per la morte di una turista tedesca – della quale non è al momento nota l’età – il cui decesso, secondo quanto denuncia il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, è avvenuto “in attesa dell’ambulanza che è rimasta bloccata dalla transenna che delimita l’area pedonale”. Per il sindaco di Serrara Fontana, Rosario Caruso, nel cui territorio la zona di Sant’Angelo dove si trova l’albergo nel quale soggiornava la turista, “l’intervento da parte degli operatori del 118 è stato tempestivo e non dilatato nel tempo”. Borrelli aggiunge che “è assurdo che l’equipaggio dell’ambulanza in servizio sull’isola non abbia la chiave per accedere all’isola pedonale”.
Circostanza che il primo cittadino respinge. “All’ingresso di Sant’Angelo, dagli anni ’80, non c’è alcuna transenna ma un paletto con lucchetto le cui chiavi sono state fornite alle forze di polizia ed ai mezzi di soccorso”.
Due anziani trovati morti in casaAllarme dato da operatore sociosanitario

VICENZA30 aprile 201816:06

– VICENZA, 30 APR – Due anziani, un uomo di 71 anni ed una donna di 75 anni, sono stati trovati morti nella cucina della loro abitazione a Schio (Vicenza). L’operatore sociosanitario che stava portando i pasti a domicilio non si è visto aprire la porta di casa e non ha sentito rumori nella modesta abitazione ed ha quindi chiamato i soccorsi. Sul posto sono giunti i sanitari del Suem 118 e i vigili del fuoco che sono riusciti ad entrare nella casa trovando i corpi. Sul posto sono giunti i carabinieri.
Bossetti andrà al funerale della madreVia libera dei giudici dopo la richiesta dei suoi legali

MILANO30 aprile 201816:43

– MILANO, 30 APR – I giudici della Corte d’assise d’appello di Brescia hanno autorizzato Massimo Bossetti, condannato in secondo grado per l’omicidio della tredicenne di Brembate di Sopra, Yara Gambirasio, a partecipare domani ai funerali della madre, Ester Arzuffi, morta ieri a 71 anni in ospedale a cause di una malattia incurabile. Le esequie della donna, a quanto si è saputo, non si terranno, come sembrava in un primo tempo, nella chiesa parrocchiale di Terno d’Isola, dove la donna risiedeva, ma in un altro paese del Bergamasco e in forma “strettamente privata”, come chiesto dalla famiglia.
Guardian cita Sanremo, ma sbaglia fotoCompare sulla versione online immagine di Mentone

SANREMO (IMPERIA)30 aprile 201817:14

– SANREMO (IMPERIA), 30 APR – “Gliela mandiamo noi una bella foto di Sanremo, ma ci spiace, perché al di là dell’incidente è stata una notizia molto bella e soprattutto positiva per Sanremo”. Così il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri commenta lo “scivolone” del giornale britannico “The Guardian”, che nella sua versione online ha pubblicato il nome di Sanremo, inserendo la città tra le dodici località balneari più belle e interessanti del sud Europa, sbagliando tuttavia la foto. Come anticipato, stamani, dai quotidiani “La Stampa” e “Il Secolo XIX”, hanno infatti pubblicato una veduta sul porto di Mentone. “Stamattina ho subito fatto scrivere al giornalista, per chiedere di cambiare la foto – afferma Biancheri -. Se ci sarà da contattare anche altri uffici, lo faremo, purché venga pubblicata un’immagine corretta”. “Mi ha fatto piacere leggere le recensioni e i commenti e sono sicuro che l’errore sia addebitabile ai motori di ricerca sui quali prendono le foto”, conclude Biancheri. Il Comune è ora in attesa di una risposta.
Alpini 2018: a Trento oltre 50 mostreNel capoluogo e nei dintorni per l’adunata nazionale

TRENTO30 aprile 201817:26

– TRENTO, 30 APR – Oltre 50 mostre, allestite in alcune delle location più affascinanti del territorio, e più di 150 esibizioni musicali animeranno Trento e dintorni durante il periodo dell’adunata degli alpini, dall’11 al 14 maggio.
La ricorrenza del Centenario della fine della Prima Guerra Mondiale ha ispirato diversi allestimenti, molti dei quali inediti, che raccontano la quotidianità dei soldati al fronte, i loro sentimenti e sofferenze, la loro voglia di pace: un patrimonio di fotografie, memorie e reperti storici unico che parlerà con suggestione anche agli occhi dei più giovani.
Nelle giornate dell’Adunata la città di Trento sarà inoltre teatro di numerosi eventi trasformandosi temporaneamente nella capitale della coralità alpina. Saranno oltre 150 le esibizioni musicali in programma: oltre 100 cori e più di 40 tra fanfare e bande popolari, provenienti da tutt’Italia, allieteranno le piazze, le navate di oltre 20 chiese, i teatri e gli 11 “Punti in musica” dislocati in centro storico.
Puniva prostitute a Milano, presoIncastrato dai conti del ristorante, arrestato in Romania

MILANO30 aprile 201817:57

– MILANO, 30 APR – Era ricercato per scontare 13 anni di carcere a seguito di una condanna emessa nel 2017 dal tribunale di Milano per sfruttamento della prostituzione, violenze e sequestro di persona nell’ambito di un’inchiesta su un’organizzazione internazionale. Michi Stoica, detto Puia, è un romeno di 39 anni che i carabinieri di Milano hanno individuato in Romania. E’ stato incastrato dalla passione per i ristoranti e dall’abitudine di pagare il conto con la carta di credito, lasciando in questo modo una traccia dei suoi passaggi. Secondo gli inquirenti, Stoica aveva il ruolo di “vigilantes” delle prostitute all’interno della banda che a Milano gestiva la zona nord, si occupava di convincere le ragazze a fare più soldi e a punirle nel caso in cui non riuscissero a ottenere i risultati richiesti. Il sequestro di persona fa riferimento alla consuetudine di isolare le ragazze inadempienti tagliando i loro contatti con il resto del mondo. A questo si aggiungevano il ritiro del passaporto e le minacce di morte.
Sangue infetto, 400 mila euro a erediNel Napoletano contrasse epatite. Tar Campania dispone pagamento

NAPOLI30 aprile 201818:09

– NAPOLI, 30 APR – Lo Stato dovrà pagare 400mila euro alle eredi di una donna di Arzano (Napoli) che, nel 1992, contrasse l’epatite C in seguito a una trasfusione di sangue infetto. È quanto stabilito dal Tar Campania che, confermando la sentenza di primo grado del Tribunale di Napoli, ha condannato il ministero della Salute al risarcimento della somma. La donna – secondo la ricostruzione fornita da fonti della difesa – venne ricoverata in una casa di cura di Napoli dove fu sottoposta alla somministrazione di sacche di sangue. In seguito a tali trattamenti sarebbe stata a contagiata da HCV epatite virale di tipo C.
La commissione medica del Ministero della Difesa di Napoli a seguito dell’istanza presentata dalla stessa accertò nel 2004 il nesso di causalità tra le emotrasfusioni praticate e l’epatopatia da virus C. In seguito all’aggravamento di questa patologia il 9 novembre 2005 la donna morì. I suoi eredi nel 2006 conferirono incarico all’avvocato Maurizio Albachiara.
Picchia l’ex e la rapina, arrestatoAi domiciliari 24enne di Barletta

FIRENZE30 aprile 201818:11

– FIRENZE, 30 APR – Avrebbe estorto denaro alla ex, e l’avrebbe anche rapinata portandole via 25mila euro in contanti, dopo averla avvicinata con la scusa di recuperare il rapporto per il bene del figlio di 3 anni. Per questo un 24enne di Barletta, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato dai carabinieri, in esecuzione di una misura di custodia cautelare in carcere disposta dal gip di Firenze Francesco Bagnai su richiesta della pm Christine Von Borries. Secondo quanto emerso, i due avevano avuto una relazione terminata poco dopo la nascita del figlio, a causa dei comportamenti violenti del 24enne.
Successivamente la donna si era trasferita a Firenze per motivi di lavoro. Nelle scorse settimane l’ex si sarebbe presentato a Firenze e le avrebbe portato via il cellulare, gioielli, il portafoglio e l’orologio, costringendola poi a consegnargli 200 euro per riaverli indietro. Poi l’avrebbe aggredita e schiaffeggiata portandole via le chiavi di casa e da qui rubato 25mila euro in contanti, somma poi in parte restituita.
Migrante colpisce anziana con bottigliaUn 34enne della Sierra Leone bloccato dalla polizia a Milano

MILANO30 aprile 201818:15

– MILANO, 30 APR – Un’anziana è stata colpita alla testa con una bottiglia di vetro da un uomo di 34 anni, della Sierra Leone, con il quale aveva poco prima discusso in piazza San Marco nel centro di Milano. E’ accaduto intorno alle 12 di ieri: la pensionata, di 79 anni, è stata trasportata in condizioni non gravi all’ospedale Fatebenefratelli per la contusione provocata dalla botta. Lo straniero è stato bloccato poco dopo da una volante della polizia che era in servizio in zona.
Oltre all’accusa di lesioni aggravate, l’immigrato deve rispondere di resistenza a pubblico ufficiale perché si è scagliato contro gli agenti al momento dell’arresto. Secondo quanto ricostruito la donna ha avuto una breve discussione con l’africano che l’ha colpita con la bottiglia che aveva tra le mani.
Ubriachi lasciano figlio 6 anni in autoA Firenze, il piccolo in lacrime aiutato dai passanti

FIRENZE30 aprile 201818:56

– FIRENZE, 30 APR – Un uomo e una donna di 35 anni, peruviani, sono stati denunciati la notte scorsa dalla polizia per abbandono di minore, dopo che il loro figlio di 6 anni è stato trovato da due passanti mentre vagava solo nella zona di viale Redi a Firenze. Il bambino ha raccontato di aver passato la notte in auto col padre, poi di essersi addormentato e di essersi risvegliato trovandosi da solo nella vettura. Impaurito, è uscito in strada piangendo, attirando l’attenzione di due 25enni che hanno avvisato la polizia.
Poco dopo l’arrivo della polizia sul posto si sono presentati anche i genitori del bambino, entrambi visibilmente ubriachi.
Dato il loro stato di alterazione, il piccolo è stato affidato ad alcuni parenti.
A Tunisi con i bimbi, Farnesina si muoveMinistero, opportune verifiche su passaporti senza assenso madre

BOLZANO30 aprile 201819:18

– BOLZANO, 30 APR – Il Ministero degli esteri annuncia il proprio sostegno a Rosa Mezzina, la 28enne di Bolzano, moglie di Jamel Methenni, il tunisino che ha lasciato Bolzano sottraendole i figli di 2 e 4 anni. In una nota indirizzata a Rai Alto Adige, che si era rivolta al Ministero per chiedere spiegazioni sul caso, la Farnesina spiega di aver, tramite l’Ambasciata italiana a Tunisi, sensibilizzato le autorità tunisine in merito alla vicenda.
“La nostra Ambasciata è pronta, nell’ambito delle proprie competenze, a prestare ogni possibile assistenza alla signora Mezzina, madre dei piccoli, qualora la stessa, in mancanza di un accordo con il padre dei minori, decida di adire le vie legali per ottenere la restituzione dei figli. Opportune verifiche saranno esperite riguardo all’emissione da parte del Consolato tunisino dei passaporti in favore dei due bambini senza l’assenso della madre”, si legge nella nota.
Proiettile a inviato Striscia ‘Pinuccio’Si è occupato di ‘parentopoli’ e ‘appaltopoli’ a Taranto

BARI30 aprile 201819:39

– BARI, 30 APR – L’inviato di Striscia la Notizia, ‘Pinuccio’, che da circa due mesi si occupa della ‘parentopoli’ e ‘appaltopoli’ a Taranto, con inchieste che hanno portato anche alle dimissioni dell’ex assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia, Michele Mazzarano, ha trovato un proiettile nella cassetta postale della sua abitazione, a Bari. Lo rende noto un comunicato del tg satirico di Canale 5. Il proiettile – ha confermato Pinuccio – non era accompagnato da alcun biglietto. L’inviato di Striscia ha denunciato l’accaduto ai carabinieri.
Francia, 2 alpinisti morti sul M.BiancoUno a causa del maltempo, l’altro travolto da valanga

AOSTA30 aprile 201819:48

– AOSTA, 30 APR – Due scialpinisti francesi sono morti in altrettanti incidenti avvenuti nella valle di Chamonix, in Francia, sul massiccio del Monte Bianco. Un 35enne di Annecy ha perso la vita “a causa delle pessime condizioni meteo” ed è stato recuperato di prima mattina sull’Aiguille Verte, all’altezza del Couloir Couturier, fa sapere la gendarmeria francese. A fine mattinata una valanga ha investito un gruppo di quattro sciatori d’oltralpe sul versante est dell’Auguille du Midi, nei pressi del ghiacciaio Rond. Tre sono rimasti illesi mentre un 35enne è morto.
Sindaci Roma e Liverpool, sia festa”Forze dell’ordine due città lavorano insieme, con club”

ROMA30 aprile 201819:50

– ROMA, 30 APR – “Come Sindaci delle nostre due città, inviamo i migliori auguri alle squadre, congratulandoci per i loro traguardi ed esortiamo i tifosi a godersi la partita e la città di Roma. I tifosi dovrebbero godersi l’agonismo in campo e mantenere il rispetto fuori dal campo. Le Forze dell’Ordine di entrambe le città stanno già lavorando insieme, con i club, per fornire un approccio determinato alla violenza calcistica”. Così in una nota congiunta la Sindaca di Roma Virginia Raggi e il Sindaco di Liverpool Joe Anderson.
Malata tumore licenziata al CottolengoIn lettera licenziamento,’non è ricollocabile in altre mansioni’

MILANO30 aprile 201820:19

– MILANO, 30 APR – Si è ammalata di tumore ed è stata giudicata dall’Ats, l’Agenzia di tutela della salute, idonea al lavoro pur con alcune limitazioni nella sua attività. Per questo motivo è stata licenziata, oggi, dopo 33 anni di attività nella pulizia e nella cura ai pazienti dal Piccolo Cottolengo Don Orione di Milano, storica istituzione religiosa di assistenza agli anziani, che ha ritenuto di non poterla ricollocare nella struttura o in altre sedi. Lo ha denunciato il Sindacato generale di base (Sgb) che ha già annunciato che assisterà la donna nella causa legale per la sua reintegrazione. La lavoratrice, 53 anni, è un’ausiliaria socio-assistenziale (Asa) che per 36 ore di lavoro settimanale percepisce circa 1.100 euro netti, è sposata e ha un figlio studente. Cinque anni fa si è ammalata di una patologia oncologica. All’ANSA ha spiegato che “pur non potendo sollevare pesi superiori ai cinque chili può tranquillamente proseguire a distribuire pasti e pulire i pazienti più autonomi o fare anche altre attività”.
Svizzera: morta la guida alpina italianaMarco Castiglioni, originario di Como, viveva in Canton Ticino

COMO30 aprile 201822:39

– COMO, 30 APR – E’ morto Marco Castiglioni, 59 anni, la guida alpina italiana che conduceva il gruppo di alpinisti intrappolati dal gelo sulle Alpi Svizzere. La conferma è giunta in serata a Como, dove vivono i suoi tre figli. Castiglioni, nato a Como, da qualche anno si era trasferito in Svizzera, in Canton Ticino, con la moglie di origine bulgara e con lei aveva aperto un’agenzia che organizzava escursioni in montagna.
Sono 4 le persone decedute a causa dell’ipotermia. Altre 5 sono in gravi condizioni. Due comitive di 10 e 4 persone di varie nazionalità, tra cui italiani, tedeschi e francesi, sono cadute nella trappola di una violenta tempesta in alta quota, scatenatasi ieri e prevista dai bollettini meteo. Si trovavano nella zona della Pigna d’Arolla, a oltre 3.000 metri lungo il percorso della Haute Route, un itinerario scialpinistico molto frequentato che collega Chamonix, ai piedi del Monte Bianco, con Zermatt, sotto il Cervino. Erano attese domenica notte al rifugio Des Vignettes, ma non ci sono mai arrivate.
Di Maio a Salvini: ‘Chiediamo al Quirinale il voto a giugno’. Lega: ‘Facciamo governo senza Pd’Il leader M5s: ‘Sapevo che non era facile, mai immaginato che fosse impossibile’

30 aprile 201820:37

Nuova presa di posizione del leader M5s dopo la chiusura di ieri di Matteo Renzi a un dialogo con i pentastellati. Di Maio propone, a questo punto, a Salvini di chiedere al Colle di tornare al voto a giugno, quello, evidenzia, sarà il “ballottaggio” che in diversi vorrebbero come modifica del sistema di voto. “A questo punto – dice Di Maio su Facebook – non c’è altra soluzione, bisogna tornare al voto il prima possibile, poi ovviamente deciderà il presidente Mattarella. Tutti parlano di inserire un ballottaggio nel sistema elettorale ma il ballottaggio sono le prossime elezioni quindi io dico a Salvini, andiamo insieme a chiedere di andare a votare e facciamo questo secondo turno a giugno. Facciamo scegliere i cittadini tra rivoluzione e restaurazione”.La Lega non teme le urne ma non lavora per uno scioglimento anticipato, apprende l’Ansa. Nessun commento diretto, quindi, alla richiesta di Di Maio, ma l’appello a tutte le forze politiche, tranne al Pd, per formare un governo del fare che risponda ai problemi degli italiani. E su questo si attendono le scelte del Quirinale. Il voto del Friuli conferma la grande affermazione della Lega, sempre più centrale e forza di riferimento all’interno del centrodestra. E’ quanto riferiscono fonti della Lega.

Intanto Silvio Berlusconi, dopo il voto del Friuli Venezia Giulia, torna a proporre un governo di centrodestra. “Il centro-destra – dice Berlusconi – unito si conferma vincente e accresce ancora i suoi consensi. Questo conferma una volta in più che siamo non soltanto la prima coalizione del Paese, ma anche quella più in sintonia con gli umori e le esigenze degli elettori. Sul piano politico complessivo questa è una ragione in più per affidare al centro-destra la guida del governo nazionale”. Gli italiani stanno “rapidamente abbandonando” i 5S – ha ribadito il Cav – e questo “conferma ancora una volta che i grillini sono considerati del tutto inadatti a governare, sia una regione, sia a maggior ragione l’intero Paese”.LE PAROLE DI DI MAIO – “Il M5S – ha detto Di Maio – in modo serio si è impegnato totalmente per rispettare il voto dei cittadini. Visto che abbiamo ottenuto un risultato straordinario ma non abbiamo ottenuto la maggioranza assoluta dei seggi non ho mai pensato che sarebbe stato facile ma non avrei mai immaginato che sarebbe stato impossibile: è vergognosa la maniera in cui tutti i partiti stanno pensando tutti al proprio orticello e alle poltrone”. “In queste settimane – ha detto il leader M5s – alcuni ci hanno criticato per aver provato a firmare un contratto di governo con gli uni o con gli altri. Io quest’azione la rivendico, il M5S è post ideologico, le nostre idee non sono né di destra né di sinistra, le idee o sono buone o sono cattive. E avevamo tutta l’intenzione di portare a casa il risultato, lo abbiamo dimostrato concentrando il dibattito sui temi e non sulle poltrone”. “Questa è una legge elettorale assurda (voluta dal Pd e dal centrodestra) che permette anche a forze che perdono le elezioni come Forza Italia e Fdi di rivendicare una pseudo-vittoria in nome di una coalizione di comodo. In ogni caso, come avevo detto e ripetuto più volte in campagna elettorale, visto che abbiamo ottenuto un risultato straordinario ma non abbiamo ottenuto la maggioranza assoluta dei seggi, ci siamo rivolti alle forze politiche per far partire un governo di cambiamento sulla base di un contratto che comprendesse i temi prioritari per gli italiani”, spiega Di Maio.Grillo lo difende, Pd-Fi sfruttano il suo entusiasmo – “L’entusiasmo di Luigi viene propagandato come fosse bramosia di potere e la sinistra frou frou gioca la carta di un’improbabile supremazia intellettuale, ridicola, figlia di accordi con quello che hanno sempre chiamato ‘Caimano’. E’ la perfezione del parassita: cerca nutrimento dalle stesse forze che lo hanno sconfitto”. Lo scrive, in un post sul suo blog Beppe Grillo che attacca: “Il Pd e FI in agiscono con una sincronia perfetta: quando si tratta di sopravvivere tramite il camuffamento sono efficientissimi”.

Giro: Bar Refaeli madrina della grande partenza in IsraeleVenerdì il via a Gerusalemme per la prima volta fuori da Europa

GERUSALEMME30 aprile 201821:08

Il Comitato ‘Big start’ del 101/o Giro d’Italia di ciclismo, che partirà da Gerusalemme venerdì 4 maggio, ha annunciato di avere scelto all’unanimità Bar Refaeli come madrina delle tappe israeliane della corsa rosa. Il volto per eccellenza di Israele nel mondo presenterà le maglie che verranno indossate dai leader delle varie classifiche, compresa quella rosa del vincitore della generale.Bar Refaeli sarà protagonista della presentazione ufficiale delle squadre, in programma giovedì 3 maggio, e del via del cronoprologo il giorno dopo. E’ la prima volta che una delle tre grandi corse a tappe parte da un Paese non europeo. Il Giro d’Italia, inoltre, è ritenuto l’evento sportivo più significativo ma ospitato da Israele, anche dal punto di vista logistico. Si prevede che il Giro convoglierà circa 10 mila turisti in Israele, oltre agli addetti ai lavori. Ma non solo, milioni di telespettatori seguiranno le tre tappe in ogni parte del mondo, conoscendo paesaggi, siti, oltre al patrimonio culturale del Paese. In tutto 176 fra i migliori corridori del mondo partiranno dalla città vecchia a Gerusalemme. Nei due giorni successivi, i concorrenti viaggeranno dal nord di Israele fino alla punta del Mar Rosso, che offre panorami mozzafiato. Il Giro d’Italia verrà teletrasmesso in 194 Paesi. Un anno si e uno no, la corsa rosa scatta dall’estero, com’è ormai consuetudine.

Tempesta e gelo sulle Alpi, 9 alpinisti muoiono in quotaCoinvolti anche italiani. Incidenti in Italia,Svizzera e Francia. Sull’Himalaya, un alpinista italiano muore dopo un volo di 800 metri

ROMA30 aprile 201823:03

Nove persone sono morte in tre distinti incidenti, due in Svizzera e uno in Francia. Quattro persone sono morte e altre cinque sono rimaste ferite gravemente sulle Alpi Svizzere, dopo aver trascorso la notte al gelo. Lo ha reso noto la polizia del cantone Vallese. I soccorritori hanno trovato stamane il gruppo, formato da 14 alpinisti di nazionalità italiana, francese e tedesca. Una delle vittime è Marco Castiglioni, 59 anni, la guida alpina italiana che conduceva il gruppo di alpinisti. Castiglioni, nato a Como, da qualche anno si era trasferito in Svizzera, in Canton Ticino, con la moglie di origine bulgara e con lei aveva aperto un’agenzia che organizzava escursioni in montagna.Tre delle quattro vittime sono decedute dopo l’arrivo in ospedale, cinque sono tra la vita e la morte. Gli altri soffrono di leggera ipotermia ma non sono in pericolo. Lo riportano i media locali.    L’operazione di salvataggio è partita dopo un allarme lanciato verso le 6.30. Sette gli elicotteri impiegati. Il gruppo di 14 alpinisti si trovava sull’Haute Route Chamonix-Zermatt, ma è stato sorpreso da una bufera che ha impedito loro di raggiungere il rifugio, riferisce Rsi. Uno di loro è stato trovato già morto. Verso le 12.30 tutti gli alpinisti sono arrivati negli ospedali del Canton Vallese, Berna e Losanna. La polizia ha istituito una linea di assistenza per stabilire contatti con le famiglie.Due giovani alpinisti svizzeri di 21 e 22 anni sono stati trovati morti stamane sulle Alpi bernesi, nella zona del monte Monch, a 4.105 metri. Secondo quanto riferito dalla polizia cantonale di Berna, hanno perso la vita a causa delle basse temperature e dello sfinimento. L’allarme alle autorità sulla loro scomparsa era stato dato alle 20:20 di domenica e le ricerche condotte nell’immediatezza hanno avuto esito negativo a causa del maltempo.In mattinata, i soccorritori hanno avvistato il corpo senza vita dell’escursionista russa dispersa da sabato.  Il cadavere sarà recuperato quando le condizioni meteo lo consentiranno: soltanto allora potranno essere effettuate le operazioni di riconoscimento. La donna aveva lasciato sabato pomeriggio il rifugio Margherita con le ciaspole ed era stata notata da una guida alpina, che le aveva sconsigliato di procedere verso Zermatt (Svizzera) considerate la difficoltà dell’itinerario e le previsioni di peggioramento della situazione meteo. Era quindi stata dirottata verso il rifugio Mantova (3.495 metri), a Gressoney-La-Trinité (Aosta), dove però non è mai arrivata. I tentativi di contattarla telefonicamente e le verifiche in altri rifugi della zona (Balmenhorn e Capanna Gnifetti) avevano dato esito negativo. Le ricerche sono state complesse a causa del maltempo.

Francia: due scialpinisti morti sul Monte BiancoUno a causa del maltempo, l’altro travolto da valanga

AOSTA30 aprile 201820:02

– AOSTA, 30 APR – Due scialpinisti francesi sono morti in altrettanti incidenti avvenuti nella valle di Chamonix, in Francia, sul massiccio del Monte Bianco. Un 35enne di Annecy ha perso la vita “a causa delle pessime condizioni meteo” ed è stato recuperato di prima mattina sull’Aiguille Verte, all’altezza del Couloir Couturier, fa sapere la gendarmeria francese. A fine mattinata una valanga ha investito un gruppo di quattro sciatori d’oltralpe sul versante est dell’Auguille du Midi, nei pressi del ghiacciaio Rond. Tre sono rimasti illesi mentre un 35enne è morto.

‘L’Iran ha mentito. Vuole 5 bombe atomiche come Hiroshima”Sono sicuro – ha detto il premier israeliano – che Trump farà la cosa giusta. Teheran progetta di dotarsi di almeno cinque ordigni nucleari analoghi a quelli di Hiroshima’

TEL AVIV30 aprile 201823:05

Sul nucleare “l’Iran ha mentito”: lo ha dichiarato Benyamin Netanyahu, che ha dichiarato che Israele è entrato in possesso dei “dossier nucleari segreti iraniani”, che svelano che, malgrado l’accordo con le potenze occidentali del 2015, ha continuato con lo stesso programma nucleare, puntando a possedere almeno 5 ordigni come qauello sganciato su Hiroshima. Si tratta – ha dichiarato Netanyahoi nel suo messaggio alla nazione, “di uno dei maggiori successi di intelligence che Israele abbia mai conseguito”. E Donald Trump, che ha espresso l’intenzione di denunciare l’accordo con Teheran, ha esultato: “Questo dimostra che evevo ragione al 100%”. Sono sicuro – ha detto il premier israeliano – che Trump farà la cosa giusta”.”Sono sicuro che Donald Trump – ha detto – farà la cosa giusta” quando deciderà se gli Usa dovranno o meno restare nell’accordo sul nucleare dell’Iran. La cosa giusta per gli Usa, la cosa giusta per Israele e per la pace nel mondo. Il premier ha poi detto che gli Usa, con cui sono state condivise le informazioni, hanno garantito “l’autenticità dell’archivio segreto ottenuto da Israele”.”I servizi segreti di Israele – ha detto ancora Netanyahu – sono riusciti ad ottenere 55 mila documenti relativi di progetti nucleari che includono fotografie che li incriminano, progetti e altri documenti”. Per il premier israeliano, l’Iran progetta di dotarsi di almeno cinque ordigni nucleari analoghi a quelli di Hiroshima. Con i suoi missili possono colpire a migliaia di chilometri, ha avvertito.”L’accordo sul nucleare e’ basato su menzogne”, ha affermato ancora . ”L’Iran ha mentito quando ha affermato di non aver avuto un programma per la produzione di ordigni nucleari. Anche dopo l’accordo – ha aggiunto – l’Iran ha continuato a proteggere e ad estendere le proprie conoscenze sulle armi atomiche, per uso futuro. L’Iran ha mentito ancora – ha affermato – nel 2015 alla Agenzia internazionale per l’energia atomica”.”Quello che è successo oggi e che è accaduto di recente mostra che ho avuto ragione al 100%”. Lo ha detto il presidente degli stati Uniti Donald Trump rispondendo a domande circa l’accordo del nucleare iraniano dopo l’intervento oggi del premier Israeliano Benjamin Netanyahu.Trump ha definito una “situazione non accettabile” quella relativa al programma iraniano. “L’avrete visto, io l’ho visto in parte”, ha aggiunto riferendosi all’intervento di Netanyahu. Sull’imminente scadenza di una sua decisione sull’accordo iraniano, Trump ha ripetuto: “Vedremo cosa succede. Non vi dico cosa farò ma in molti credono di saperlo”.

Dazi: Calenda, non avrei sottoscritto ultimatum a Trump (2)

ROMA30 aprile 201821:11

– ROMA, 30 APR – “Usa e Ue devono restare uniti e cercare di non far deflagrare un sistema di scambi commerciali che abbiamo creato noi”, ha aggiunto Calenda sottolineando che è necessario “evitare un’ennesima frattura nell’occidente in un momento molto complicato”.
“I dazi su alluminio e acciaio sono gravi – ha detto ancora il ministro – ma se la guerra comincia ad essere sulle automobili allora diventa un’altra cosa: l’automotive vale 6 volte quello che valgono alluminio e acciaio è un rischio da scongiurare”.

Macron a Trump, tutela sicurezza IsraeleIllustra iniziative su accordo nucleare, ‘evitare escalation’

PARIGI30 aprile 201821:16

– PARIGI, 30 APR – Non solo Vladimir Putin. Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha telefonato oggi anche al premier israeliano Benjamin Netanyahu. Nel corso della conversazione, si legge in una nota diffusa dall’Eliseo, il leader francese ha “illustrato le iniziative intraprese per un accordo ampliato sul controllo dell’attività nucleare, balistica e regionale dell’Iran”. Macron ha inoltre ribadito “l’importanza che la sicurezza di Israele rappresenta per la Francia” e ha “sottolineato la necessità di tutelare la stabilità regionale e di evitare ogni escalation”. Oggi Macron, in viaggio verso l’Australia, ha anche telefonato all’omologo russo. Durante il colloquio, i due hanno espresso la “comune volontà di tutelare i risultati dell’accordo del 2015 sul nucleare iraniano”.
Dazi:Calenda, male diktat Macron a TrumpTenere toni bassi,ancora margini trattativa e spazio per proroga

ROMA30 aprile 201821:26

– ROMA, 30 APR – “Non spetta a me, ma io non avrei sottoscritto” l’ultimatum a Trump deciso da Macron, Merkel e May “e non perché sono a favore dei dazi, ma perché bisogna tenere i toni molto bassi e stare molto attenti a non costruire una situazione che rischia di sfuggirci di mano”. Lo ha detto il ministro per lo sviluppo economico Carlo Calenda per il quale ci sarebbero ancora margini di trattativa e nelle prossime ore “potrebbe anche arrivare un’altra proroga” della sospensione dei dazi Usa verso l’Ue. “Vediamo cosa succede”.
“Usa e Ue devono restare uniti e cercare di non far deflagrare un sistema di scambi commerciali che abbiamo creato noi”, ha aggiunto Calenda sottolineando che è necessario “evitare un’ennesima frattura nell’occidente in un momento molto complicato”. “I dazi su alluminio e acciaio sono gravi – ha detto – ma se la guerra comincia a essere sulle automobili allora diventa un’altra cosa: l’automotive vale 6 volte quello che valgono alluminio e acciaio è un rischio da scongiurare”.
Ue, ‘Netanyahu non messo dubbio accordo’Intesa con Teheran basata su impegni e verifiche. Aiea

ROMA30 aprile 201823:03

– ROMA, 30 APR – “Da quello che abbiamo visto dalla sua esposizione, il primo ministro (Israeliano) Netanyahu non ha messo in dubbio l’adempimento dell’Iran” all’accordo sul nucleare,che “non è basato su buona fede o fiducia, ma su impegni concreti, meccanismi di verifica e una rigido monitoraggio dei fatti”, che certificano come “l’Iran rispetti pienamente i patti”. Lo scrive in una nota l’Alto rappresentante per la politica estera Ue, Federica Mogherini.
“Prima di tutto – scrive -, la reazione può essere solo preliminare, perché, com’è ovvio, dobbiamo fare una verifica nei dettagli” di quanto esposto da Netanyahu, “vedere i documenti e ottenere il parere dell’Aiea (l’agenzia dell’Onu per l’energia atomica, ndr)”, perché quest’ultima “è l’unica organizzazione imparziale, internazionale che ha il mandato di verificare gli impegni dell’Iran”. “Non ho visto da parte di Netanyahu argomenti che provino una violazione da parte dell’Iran” di un accordo che “fu creato proprio perché fra le parti non c’era la fiducia”.
Carignano teatro green, -23% consumiStartup torinese ha installato nuovo sistema gestione energetica

TORINO30 aprile 201817:12

– TORINO, 30 APR – Il Carignano di Torino è il primo teatro green d’Italia. L’obiettivo è stato raggiunto grazie alla tecnologia della startup torinese Enerbrain, che ha installato un nuovo sistema di gestione energetica con 14 sensori ambientali. Il meccanismo regola gli impianti di climatizzazione esistenti, la cui programmazione viene affinata continuamente grazie a un algoritmo controllato da una app.
Il risultato è un taglio dei consumi del 23% e una riduzione di emissioni nell’ambiente che entro l’estate raggiungerà le 15 tonnellate di Co2 e corrisponde ad aver fatto crescere in 1 anno 99 alberi.
Il miglioramento coinvolgerà il benessere degli spettatori, che potranno contare su qualità dell’aria e temperatura ideali in tutte le stagione e in ogni zona del teatro, dalla platea alla galleria. Nel foyer del Carignano uno schermo comunicherà al pubblico in tempo reale la percentuale di risparmio energetico, ma anche le tonnellate di CO2 non immesse nell’ambiente e il numero di alberi salvati.
Dossier su cori tifosi Inter a MatuidiCurva già sotto esame dopo Inter-Napoli del 30 aprile 2017

ROMA30 aprile 201819:06

– ROMA, 30 APR – Il Giudice di Serie A ha dato mandato alla Procura federale di acquisire i dati relativi ai “cori espressione di discriminazione razziale, durati alcuni secondi, nei confronti del calciatore della Juventus, Blaise Matuidi”, avvenuti al 10’ st del match Inter-Juve. “Considerato che i cori venivano percepiti da tutti e tre i collaboratori della Procura e che ai fini della valutazione della concreta dimensione dei cori, e quindi della loro effettiva punibilità, è necessario acquisire il dato, anche approssimativo, degli occupanti dei settori coinvolti, nonché ricevere conferma che i cori sono stati percepiti come provenienti, in maniera omogenea, da tutti e tre i settori della “Curva Verde” indicati nel rapporto, riservata ogni decisione in merito, anche in ordine alla sospensione dell’esecuzione della sanzione inflitta in occasione della gara Inter-Napoli del 30 aprile 2017, per mancata decorrenza dell’annuale “periodo di prova”, dà mandato alla Procura Figc di acquisire i dati sopra indicati”.
Terapia con le bambole in geriatriaAlle Molinette avviata terapia grazie a donazione LEO 108

TORINO30 aprile 201820:14

– TORINO, 30 APR – La terapia della bambola sbarca a Torino. L’ospedale Molinette ha deciso di avviare la Doll Therapy su pazienti di geriatria.
La terapia della bambola è un trattamento di tipo non farmacologico che viene applicato in area geriatrica per il trattamento dei disturbi comportamentali nella persona affetta da demenza. Le sue azioni possono realizzarsi sia a livello preventivo che di cura, attraverso il supporto alla salute che può derivare da alcuni benefici dell’intervento organizzato sistematicamente e professionalmente. “Vari studi – informa la Città della Salute – hanno dimostrato che la terapia può essere utilizzata sia con persone che hanno problemi del comportamento, che in situazioni di ansia, agitazione o al contrario depressione ed apatia, per incentivare la relazione e per contenere gli sbalzi d’umore”.
“Grazie ad una donazione liberale del Distretto LEO 108 sarà possibile attivare la terapia anche nei pazienti dementi ricoverati presso il reparto di Geriatria diretto dal professor Isaia.
Torino Jazz Festival, concerti esauritiOltre 22.000 persone agli spettacoli dal 23 aprile

TORINO30 aprile 201818:30

– TORINO, 30 APR – Tutto esaurito per la sesta edizione del Torino Jazz Festival: oltre 22 mila persone hanno assistito agli appuntamenti della manifestazione, che ha ospitato maestri del jazz internazionale come Archie Shepp, Terje Rypdal, Carla Bley e Gary Bartz. “Il successo di pubblico premia la scelta di aver selezionato artisti trasversali capaci di interpretare il jazz in tutte le sue forme, privilegiando le contaminazioni. Il pubblico ha apprezzato la varietà musicale sia nei concerti principali sia nei club”, spiega Francesca Leon, assessore alla Cultura della Città.
Venduti tutti i biglietti dei concerti a pagamento dall’inaugurazione del 23 aprile con I Radian al Museo Nazionale del Cinema. Sedi dei principali spettacoli il palco delle Ogr, il Piccolo Regio e il Conservatorio Giuseppe Verdi. “Una scommessa vinta insieme a un pubblico curioso e creativo, proprio come il jazz. Lavoreremo da subito per programmare nuovi progetti in sinergia con altri festival”, afferma Giorgio Li Calzi, il direttore del TJF.
Primo maggio, M5s “non si spezzi corteo”Appello consiglieri, “ok sicurezza ma piazza è di tutti”

TORINO30 aprile 201820:46

– TORINO, 30 APR – Non spezzare in due il corteo del Primo Maggio e consentire a tutti, anche allo ‘spezzone sociale’ di arrivare in piazza San Carlo. E’ l’appello lanciato da alcuni esponenti del M5S torinese e piemontese in vista della manifestazione di domani. “Negli ultimi anni il corteo è stato letteralmente spezzato in due da un cordone di polizia” scrive su Facebook la consigliera comunale Valentina Sganga. “L’idea che anche quest’anno sindacato e istituzioni affrontino la manifestazione dei lavoratori come un rito da assolvere velocemente, quello del comizio nella piazza piena solo di funzionari con la polizia incaricata di sbarrare la strada a ogni tipo di contestazione – è il pensiero della consigliera M5S – non può essere il messaggio da lanciare nella città del Nord che più di tutte ha patito la feroce politica di impoverimento dei ceti medio bassi”.
Sganga auspica che “si desista da qualunque provocazione” e si appella “al Questore perché vigili sulla sicurezza di noi tutti, senza però spezzare il corteo”.
1 maggio, in piazza a Torino i ridersPer la prima volta al corteo i “lavoratori senza diritti”

TORINO30 aprile 201820:46

– TORINO, 30 APR – Torino domani sarà una delle piazze d’Italia in cui per la prima volta parteciperanno al corteo i riders, i lavoratori senza diritti. I fattorini delle piattaforme digitali Deliveroo, Foodora e JustEat, che effettuano in bicicletta le consegne a domicilio di pizze e sushi, sfileranno nella parte del corteo dei precari dell’Università per sottolineare la loro diversità, con lo slogan ‘Non è un lavoretto, non è formazione, non è un’opportunità. È lavoro’. I riders – che nel pomeriggio si ritroveranno negli spazi della Cavallerizza Reale – hanno coniato l’hashtag #siamo indisponibili.
Fedriga, senza Lega-M5s niente governoCarroccio è radicatao non solo al Nord ma anche al Sud

TRIESTE30 aprile 201813:12

– TRIESTE, 30 APR – “Nel Parlamento nulla si può fare aggirando Lega e MoVimento 5 stelle: i numeri sono quelli, escludendo Lega e 5 stelle nessuno avrebbe i numeri”. Lo ha detto il presidente eletto del Fvg Massimiliano Fedriga commentando, a “Gioco a premier” di Radiouno, gli scenari futuri a livello nazionale. “La Lega non è più un partito radicato solo al Nord, dove adesso governa in Fvg, Veneto e Lombardia – ha ricordato – ma è ormai una realtà consistente anche nel Mezzogiorno”.
Di Maio a Salvini, chiediamo voto giugnoUrne il prima possibile, sarà come ballottaggio in secondo turno

ROMA30 aprile 201813:34

– ROMA, 30 APR – “A questo punto non c’è altra soluzione, bisogna tornare al voto il prima possibile, poi ovviamente deciderà il presidente Mattarella. Tutti parlano di inserire un ballottaggio nel sistema elettorale, ma il ballottaggio sono le prossime elezioni quindi io dico a Salvini, andiamo insieme a chiedere di andare a votare e facciamo questo secondo turno a giugno. Facciamo scegliere i cittadini tra rivoluzione e restaurazione”. Lo afferma il leader M5S Luigi Di Maio su facebook.
1 maggio: Osservatorio Indipendente, 220 morti sul lavoro+10% rispetto al 2017. Soricelli, una festa listata a lutto

ROMA30 aprile 201814:02

Dal 1 gennaio 2018 ad oggi sono 220 i morti sui luoghi di lavoro in Italia con un più 10% rispetto al 30 aprile del 2017 quando erano 198. Dieci anni fa alla stessa data erano 174, +21%. Sono i dati forniti dall’Osservatorio Indipendente di Bologna, fondato dieci anni da Carlo Soricelli, “pensionato metalmeccanico”.  “Domani ci sarà poco da festeggiare – afferma – indossate qualcosa di nero, domani non è una Festa, non può esserci una Festa dei lavoratori se ogni anno oltre mille famiglie portano il lutto per la morte per infortunio di un proprio caro. Un primo maggio di morte per i lavoratori, numeri spaventosi che continuano a crescere da dieci anni, da quando il 1° gennaio 2008 aprii l’Osservatorio e dopo aver constatato che non c’era nessuno che monitorava in tempo reale le vittime d’infortunio”. Secondo Soricelli “c’è un incredibile aumento del 22% di morti sui luoghi di lavoro in edilizia rispetto ai primi 4 mesi del 2017. Non possono esserci differenze tra i morti sul lavoro, noi monitoriamo tutti quelli che muoiono lavorando, qualsiasi lavoro svolgono, e non ci interessa se dispongono di assicurazioni diverse da quelle dell’Inail, che non ne hanno nessuno o se sono anziani schiacciati dal trattore”. Ai primi posti di questa triste classifica la Lombardia con 27 morti: Milano (8), Bergamo (2), Brescia (3), Como (1), Cremona (2), Lecco (), Lodi (1), Mantova (5), Monza Brianza (2), Pavia (1), Sondrio (2), Varese (=), il Veneto con 24 e la Campania con 17.

Salvini ora andiamo a governare, io sono prontoLeader Lega mostra foto con carta 2 di picche su spiaggia

30 aprile 201815:22

“Dopo i Molisani, anche donne e uomini del Friuli Venezia Giulia ringraziano il PD per l’egregio lavoro svolto, e salutano Di Maio & Compagni. GRAZIE!!!!! #andiamoagovernare io sono pronto!”. Così su twitter il leader della Lega Matteo Salvini, che pubblica la foto di una carta del 2 di picche dentro la sabbia su una spiaggia.

Berlusconi, dopo Fvg governo a c. destraCoalizione in sintonia con umori e esigenze degli elettori

ROMA30 aprile 201814:49

– ROMA, 30 APR – “Il centro-destra unito si conferma vincente e accresce ancora i suoi consensi. Questo conferma una volta in più che siamo non soltanto la prima coalizione del Paese, ma anche quella più in sintonia con gli umori e le esigenze degli elettori. Sul piano politico complessivo questa è una ragione in più per affidare al centro-destra la guida del governo nazionale”. Così Silvio Berlusconi, in una nota, commenta il voto in Friuli Venezia Giulia dove ha vinto il candidato del centrodestra, Massililiano Fedriga (Lega).
Governo: Meloni, Di Maio imbarazzanteMattarella ora rispetti volontà popolare

ROMA30 aprile 201815:01

– ROMA, 30 APR – “Luigi Di Maio, come un bambino capriccioso, pur di non ammettere la sconfitta, vuole portarsi via la palla e non far giocare la partita a chi la può vincere.
Il suo imbarazzante appello è: visto che non faccio il premier io, non lo fa nessuno. Ma l’Italia non può restare ferma per la fame di poltrone di Di Maio. Ora il presidente Mattarella rispetti la volontà popolare e dia l’incarico di governo al centrodestra”. E’ quanto scrive su facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
Tensione nel Pd. Martina: ‘Così rischiamo l’estinzione’. Renzi: ‘Ho diritto-dovere di illustrare le mie scelte’Il segretario reggente: ‘Grave nel merito e nel metodo. Impossibile guidare un partito in queste condizioni’

ROMA30 aprile 201820:29

Tensione alle stelle nel Pd dopo la presa di posizione di ieri di Matteo Renzi a ‘Che tempo che fa’. Il segretario reggente, Maurizio Martina va all’attacco. “Ritengo – dice – ciò che è accaduto in queste ore grave, nel metodo e nel merito. Così un partito rischia solo l’estinzione e un distacco sempre più marcato con i cittadini e la società”. “Servirà una discussione franca e senza equivoci perché è impossibile guidare un partito in queste condizioni e per quanto mi riguarda la collegialità è sempre un valore, non un problema”, aggiunge escludendo comunque con l’Ansa sue dimissioni.Dopo qualche ora, arriva la risposta dello stesso Renzi su twitter: “Sono stato eletto in un collegio. Ho il dovere, non solo il diritto, di illustrare le mie scelte agli elettori. Rispetto chi nel Pd vuole andare a governare con #M5S, ma credo sarebbe un grave errore. E qui spiego perché”.”In queste ore – afferma Martina – stiamo vivendo una situazione politica generale di estrema delicatezza. Per il rispetto che ho della comunità del Partito Democratico porterò il mio punto di vista alla Direzione Nazionale di giovedì che evidentemente ha già un altro ordine del giorno rispetto alle ragioni della sua convocazione. Servirà una discussione franca e senza equivoci perché è impossibile guidare un partito in queste condizioni e per quanto mi riguarda la collegialità è sempre un valore, non un problema”. “Ritengo ciò che è accaduto in queste ore grave – aggiunge – nel metodo e nel merito. Così un Partito rischia solo l’estinzione e un distacco sempre più marcato con i cittadini e la società; si smarrisce l’impegno per il cambiamento e non si aiuta il Paese. Per questo continuo a pensare che il Pd abbia innanzitutto bisogno di una vera ripartenza su basi nuove”, conclude Martina.All’attacco anche il ministro per i Beni Culturali Dario Franceschini che critica la chiusura di Renzi.

Informazioni e privacy per gli annunci di Twitter”Invito tutti alla calma – è l’appello di Lorenzo Guerini – ad abbassare i toni. È un dibattito, il nostro, in cui ci sono opinioni note, anche giudizi diversi sui passaggi che sono di fronte al Paese. Ma dobbiamo, anche attraverso un dibattito serio e non reticente ma che sia teso alla coesione della nostra comunità, lavorare insieme, anche in queste ore. Giovedì ci confronteremo come si confronta un partito come il nostro, ma adesso, per favore, proviamo ad abbassare i toni”. Intanto Luigi Di Maio, in un video su Facebook propone a Matteo Salvini di chiedere al Quirinale di andare a votare a giugno. Mentre Silvio Berlusconi, dopo il risultato del Friuli Venezia Giulia ribadisce l’ipotesi di un governo di centrodestra.

Pd: Merola, Renzi si dimette ma comanda?Martina ha mandato,no a umiliazioni da padroncino che fa e disfa

BOLOGNA30 aprile 201816:38

– BOLOGNA, 30 APR – “Renzi si è dimesso e continua a comandare. La direzione non è sua proprietà privata e quel che dice non è stato discusso né approvato. Il Pd ha bisogno di un segretario che esprima una linea condivisa e Maurizio Martina ha bisogno di questo mandato. Non ci sto all’umiliazione di un padroncino che fa e disfa senza mai discutere”. Così, in una dichiarazione, il sindaco di Bologna, Virginio Merola.
“Se uno si è dimesso significa che ha perso e che ha condotto il Pd ai minimi storici – ha detto ancora Merola – Non è vero che tutti gli hanno impedito di fare quello che voleva; lo ha fatto senza mai ascoltare davvero. Ora serve una direzione che voti e renda autonomo il Pd intorno a Martina e che fissi la data di un congresso”.
Pd: Franceschini, Renzi irrispettosoE’ diventato un Signorno’, diserta discussioni collegiali

ROMA30 aprile 201818:10

– ROMA, 30 APR – “E’ arrivato nel Pd il tempo di fare chiarezza. Dalle sue dimissioni Renzi si è trasformato in un Signornò, disertando ogni discussione collegiale e smontando quello che il suo partito stava cercando di costruire. Un vero leader rispetta una comunità anche quando non la guida più”. Lo scrive su Twitter Dario Franceschini riferendosi alle affermazioni di Matteo Renzi.
Digitale, 100 start up a maratona DigithON 2018L’evento si terrà in Terra d’Ofanto dal 6 al 9 settembre

BARI30 aprile 201818:45

Sarà dedicata alla ricerca di idee digitali sui temi della tutela della privacy, della gestione e la proprietà dei dati, l’edizione 2018 di DigithON, la maratona itinerante delle idee digitali che si terrà in Terra d’Ofanto dal 6 al 9 settembre. Dal 1 maggio al 15 giugno sarà aperta la “call”, la chiamata per la selezione delle 100 start up che parteciperanno all’iniziativa. Basterà registrarsi gratuitamente al portale digithon.it inserendo i dettagli della propria startup. Come in un social network ogni iscritto potrà pubblicare aggiornamenti per informare potenziali investitori.L’obiettivo principale di DigithON è quello di essere un trampolino di lancio per innovativi progetti digitali, avvicinando la comunità finanziaria a quella delle start up. L’edizione 2018 della maratona digitale è stata presentata nella sede di Confindustria Bari e Bat dalla vicepresidente vicaria di Confindustria Bari e Bat Laura Ruggiero, dal presidente dei Giovani imprenditori di Confindustria Bari e Bat, Mario Aprile, e dal presidente dell’associazione DigithON, Francesco Boccia.”Un’occasione imperdibile per le nostre start up” ha detto Ruggiero. Accanto ai temi tradizionali, sport e musica, turismo, beni culturali e servizi pubblici, rivoluzione della finanza con fintech, quest’anno la maratona avrà un focus dedicato alla tutela della privacy e dei dati. “Ci concentreremo nella ricerca di idee digitali che si focalizzano su temi delicati come la gestione e la proprietà dei dati, oltre agli effetti degli stessi sui business. Temi centrali tanto nella nostra quotidianità, – ha detto Boccia – quanto nel dibattito politico-culturale-economico internazionale. Con il boom dell’e-commerce le nostre città sono sempre più inondate da decine di milioni di pacchi”. “In Parlamento – ha aggiunto – abbiamo gettato le basi per rivoluzionare (a partire dal 2020) il concetto di servizio universale postale estendendolo allo smistamento, alla distribuzione e al trasporto di invii postali da 2 a 5 kg, garantendo così la concorrenza tra brand online, piccoli imprenditori e giganti. Per non parlare della sicurezza e della libertà personale dopo lo scandalo di Cambridge Analytica”. “Il problema non è Facebook, ma a monte: la gestione dei dati e chi autorizza il loro utilizzo. Oggi – ha spiegato Boccia – i dati valgono più dell’oro, ma a chi appartengono? Io credo che appartengano a ognuno di noi e vorrei che la Repubblica Italiana avesse un proprio cloud pubblico a tutela dei nostri dati”.
Lega, noi per governo ma non per votoMa non temiamo le urne. Noi centrali nel centrodestra

ROMA30 aprile 201819:38

– ROMA, 30 APR – La Lega non teme le urne ma non lavora per uno scioglimento anticipato, apprende l’Ansa.
Nessun commento diretto, quindi, alla richiesta di Di Maio, ma l’appello a tutte le forze politiche, tranne al Pd, per formare un governo del fare che risponda ai problemi degli italiani. E su questo si attendono le scelte del Quirinale. Il voto del Friuli conferma la grande affermazione della Lega, sempre più centrale e forza di riferimento all’interno del centrodestra. E’ quanto riferiscono fonti della Lega.
Renzi, ho diritto-dovere di dire la miaSono stato eletto in un collegio, rispondo a elettori

ROMA30 aprile 201820:16

– ROMA, 30 APR – “Sono stato eletto in un collegio. Ho il dovere, non solo il diritto, di illustrare le mie scelte agli elettori. Rispetto chi nel Pd vuole andare a governare con #M5S, ma credo sarebbe un grave errore. E qui spiego perché”. Lo scrive su Twitter Matteo Renzi postando il video dell’intervista fatta ieri a Fabio Fazio.
Mogherini: ‘Netanyahu non ha messo in dubbio l’accordo’Intesa con Teheran basata su impegni e verifiche. Ma Aiea deve vedere informazioni

ROMA30 aprile 201823:07

“Da quello che abbiamo visto dalla sua esposizione, il primo ministro (Israeliano) Netanyahu non ha messo in dubbio l’adempimento dell’Iran” all’accordo sul nucleare,che “non è basato su buona fede o fiducia, ma su impegni concreti, meccanismi di verifica e una rigido monitoraggio dei fatti”, che certificano come “l’Iran rispetti pienamente i patti”. Lo scrive in una nota l’Alto rappresentante per la politica estera Ue, Federica Mogherini.
“Prima di tutto – scrive -, la reazione può essere solo preliminare, perché, com’è ovvio, dobbiamo fare una verifica nei dettagli” di quanto esposto da Netanyahu, “vedere i documenti e ottenere il parere dell’Aiea (l’agenzia dell’Onu per l’energia atomica, ndr)”, perché quest’ultima “è l’unica organizzazione imparziale, internazionale che ha il mandato di verificare gli impegni dell’Iran”. “Non ho visto da parte di Netanyahu argomenti che provino una violazione da parte dell’Iran” di un accordo che “fu creato proprio perché fra le parti non c’era la fiducia”.
Ranking Atp, Cecchinato sale al n.59Nadal sempre più leader, Halep conserva primato tra le donne

ROMA30 aprile 201815:41

Buone notizie per gli azzurri nella classifica del tennis mondiale di questa settimana: Fabio Fognini si conferma il migliore risalendo al n.19 mentre grazie alla semifinale a Budapest guadagna 7 posizioni Andreas Seppi (n.48). Proprio in virtù del trionfo nella capitale ungherese – primo titolo Atp in carriera – Marco Cecchinato guadagna 33 posti arrivando fino al n.59. Nessuna variazione nella top ten: Rafael Nadal, grazie all’11/o successo a Barcellona che ha fatto il paio con l’11/a vittoria a Montecarlo, si conferma al vertice per la quinta settimana consecutiva (172/a complessiva). Lo spagnolo precede di 100 punti lo svizzero Roger Federer. Sul terzo gradino del podio il tedesco Alexander Zverev. Immutata anche la top ten femminile con al comando la romena Simona Halep (26/a settimana complessiva) davanti alla danese Caroline Wozniacki e alla spagnola Garbine Muguruza. Camila Giorgi è sempre la prima delle azzurre, stabile al n. 58. Alle Sara Errani è 89/a, Jasmine Paolini 144/a.
Ginnastica: 42 casi di abusi in BrasileMolestie da ex tecnico nazionale de Carvalho, donne e ragazzi

RIO DE JANEIRO30 aprile 201815:24

Non solo negli Usa. C’è uno scandalo di molestie sessuali, di vaste proporzioni, anche nella nazionale di ginnastica artistica del Brasile, che riguarderebbe anche alcuni componenti della Selecao maschile. Secondo quanto riferito dai media del gruppo Globo, c’e’ stata un’inchiesta in corso durante la quale sono stati sentiti un’ottantina di atleti, al termine della quale è emerso che almeno 42 di loro, in prevalenza ragazze ma anche uomini, avrebbero subìto molestie e abusi sessuali da parte di uno dei componenti della commissione tecnica, quel Fernando de Carvalho Lopes cacciato nel 2016 dopo essere stato denunciato da un minorenne che si allenava con lui. La maggior parte degli abusi sarebbero stati commessi nel centro tecnico del Mesc, ‘Movimento de Expansão Social Católica’, club ginnico della città di San Bernardo do Campo, e ora il magistrato che si occupa del caso, Luis Marcelo Mileo, chiederà condanne pesanti.
Roma-Liverpool, al via piano sicurezzaSupporter Reds invitati a ‘socializzare’ a Campo de’ Fiori

ROMA30 aprile 201815:48

– ROMA, 30 APR – Scatta domani il piano sicurezza per la semifinale di ritorno della Champions League Roma-Liverpool.
Bonifiche nell’area dello stadio e controlli anche nel centro della città. Realizzata una brochure in lingua inglese per i tifosi ospiti in arrivo in città. Nel volantino si danno indicazioni su come arrivare a piazzale delle Canestre, punto di concentramento da cui saranno accompagnati all’Olimpico, sul numero unico di emergenza, ma vengono anche invitati a ‘socializzare’ a Campo de’ Fiori e a privilegiare come stazione di arrivo quella di Termini. Tutte le misure di sicurezza verranno messe a punto nel pomeriggio in un tavolo tecnico in Questura.
Cassani e Bettini a Granfondo 10 ColliA Bologna primo maggio per 1.500 appassionati cicloamatori

BOLOGNA30 aprile 201816:14

– BOLOGNA, 30 APR – Il ct della nazionale di ciclismo e neopresidente di Apt Servizi Emilia-Romagna Davide Cassani e il due volte oro olimpico e campione del mondo Paolo Bettini saranno alla partenza, con altri 1.500 cicloamatori, della 34/a edizione della Dieci Colli-Gp Assicop, granfondo di ciclismo che si tiene ogni primo maggio a Bologna.
Due i percorsi con partenza alle 8 ai Giardini Margherita: la Granfondo che si svilupperà su 132,2 chilometri, e la Mediofondo, che viaggerà a lungo sullo stesso percorso, deviando poi su un tracciato di 82,2 km. Ci sarà anche il cicloraduno enogastronomico “Pedalare con Gusto” (partenza libera 8,30-10) che porterà i partecipanti ai vari “punti del gusto” dislocati lungo un percorso più breve. Tra gli altri nomi noti presenti ai Giardini Margherita, Jury Chechi, il giornalista Marino Bartoletti, il patron della settimana Coppi e Bartali e del Giro dell’Emilia Adriano Amici, Renato Villalta, oltre al presidente del Circolo Dozza, che organizza la kermesse, Davide Capelli.
Boxe:Benvenuti migliora’per me niente Ko’Pronto a correre i 100 metri’ dice ex campione ad assessore

ROMA30 aprile 201819:03

– ROMA, 30 APR – Nino Benvenuti è “in buone condizioni e con gli indici clinici in ripresa”. E’ quanto si apprende dalla portavoce dell’ex campione del mondo, Anita Madaluni.
Benvenuti è ricoverato per un malore da sabato scorso al policlinico di Tor Vergata. Questa mattina ha ricevuto la visita dell’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato. “Nino sta bene, questa mattina -. ha poi raccontato D’Amato – gli ho detto: hai fatto il pit-stop e lui mi ha risposto che è pronto anche a correre i 100 metri”. Tramite la sua portavoce, Benvenuti desidera “ringraziare tutta l’equipe medica di chirurgia d’urgenza e di gastroenterologia e il direttore generale Tiziana Frittelli”. “La salute ha cercato di prendermi a pugni – fa sapere l’olimpionico di Roma 1960 -, cogliendomi di sorpresa. Ma ci vuole ben altro per mettermi al tappeto”.
Artigiani, più tatuatori e giardinieriRapporto Unioncamere-InfoCamere: dal 2012 sono 110mila in meno

ROMA30 aprile 201813:51

– ROMA, 30 APR – Imprese di pulizia, tatuatori, giardinieri, agenzie per il disbrigo delle pratiche, meccanici industriali, sarti per cerimonie, panettieri e pasticceri.
Questi alcuni dei mestieri artigiani che, a dispetto della dura selezione della categoria che continua ormai da anni, resistono e crescono, raggiungendo a fine 2017 numeri consistenti.
E’ quanto emerge dalla fotografia scattata da Unioncamere e InfoCamere sull’imprenditoria artigiana.
La differenza tra iscrizioni e cessazioni di attività – spiega una nota Unioncamere – segna anche per il 2017 un saldo negativo di poco superiore alle 11mila imprese, con un -0,85 % rispetto all’anno precedente. Negli ultimi anni il trend di diminuzione dello stock di imprese si è ridotto, ma dal 2012 ad oggi, quando l’anagrafe segnava un 1,4 milioni di imprese artigiane, si registra una diminuzione di oltre 110mila unità, con una riduzione percentuale vicina all’8%.
Anpi, grave fiori per Duce a p. LoretoPresidente milanese, la magistratura dia condanne esemplari

MILANO30 aprile 201814:18

– MILANO, 30 APR – Ieri in piazzale Loreto un gruppo di militanti di estrema destra ha organizzato una “ignobile parata nazifascista per ricordare Mussolini e il nefasto e tragico ventennio fascista”, che si è conclusa “con saluti romani”. Lo ha spiegato in una nota il presidente dell’Anpi di Milano, Roberto Cenati, che ha parlato di un gesto “estremamente grave”. “La gravissima provocazione neofascista conclusasi con saluti romani – ha aggiunto – offende la memoria dei Quindici Martiri di Piazzale Loreto e di tutti coloro che hanno sacrificato la propria vita per la libertà di tutti noi. E’ fondamentale che alla identificazione e alle denunce per apologia del fascismo operate dalle Forze dell’ordine seguano, questa volta, esemplari condanne da parte della magistratura”.
Due anziani trovati morti in casaAllarme dato da operatore sociosanitario

VICENZA30 aprile 201816:06

– VICENZA, 30 APR – Due anziani, un uomo di 71 anni ed una donna di 75 anni, sono stati trovati morti nella cucina della loro abitazione a Schio (Vicenza). L’operatore sociosanitario che stava portando i pasti a domicilio non si è visto aprire la porta di casa e non ha sentito rumori nella modesta abitazione ed ha quindi chiamato i soccorsi. Sul posto sono giunti i sanitari del Suem 118 e i vigili del fuoco che sono riusciti ad entrare nella casa trovando i corpi. Sul posto sono giunti i carabinieri.
Anziani trovati morti: probabile maloreNessuna traccia di violenza

VICENZA30 aprile 201816:35

– VICENZA, 30 APR – Sarebbero morti entrambi per un malore i due anziani trovati nella cucina della loro casa privi di vita a Schio (Vicenza). I due sono marito e moglie, lui di 71 anni lei di 75 anni, che pare avessero problemi di salute tanto da essere al limite dell’autosufficienza. Ad escludere atti violenti sono i carabinieri che da subito hanno escluso la fuga di gas, poi l’omicidio-suicidio perché non c’erano tracce di sangue, e quindi la rapina perché l’abitazione era chiusa dall’interno. A sostenere la tesi anche un primo esame sui corpi fatto dai sanitari. L’ipotesi più accreditata è che una delle due persone sia stata colta da malore, morendo, e che la seconda invece di dare l’allarme, nel tentativo di soccorrerla sia a sua volta deceduta.
Cannes, guerra giuridica su film GilliamProduzione chiede a tribunale di vietare la proiezione

PARIGI30 aprile 201817:18

– PARIGI, 30 APR – Battaglia giuridica sul film di Terry Gilliam “L’uomo che uccise don Chisciotte”, che ha avuto una controversa gestazione di 17 anni, ora scelto dal Festival di Cannes come pellicola di chiusura dell’edizione 2018. Il produttore, Paulo Branco, e la sua società Alfama Films, hanno chiesto alla giustizia di vietare la proiezione, prevista il 19/5.
La decisione sarà adottata dai giudici il 7 maggio, alla vigilia dell’apertura del Festival. “Il contenzioso fra Branco e Gilliam – dicono Pierre Lescure e Thierry Fremaux e Thierry Fremaux, presidente e delegato generale del Festival – non è un evento raro, il Festival ne è regolarmente informato, ma non spetta a lui prendere posizione su un tema del genere”. Cannes “ha come missione quella di scegliere le opere su criteri puramente artistici e una selezione deve essere fatta innanzitutto d’accordo con il regista del film. Così abbiamo fatto”. Il Festival “rispetterà la decisione di giustizia”, ma “resta al fianco dei registi, nella fattispecie di Gilliam”.
Borsa: Milano chiude in rialzo (+0,22%)Indice principali titoli di Piazza Affari a 23.979 punti

MILANO30 aprile 201817:37

– MILANO, 30 APR – Seduta positiva per la Borsa di Milano: l’indice Ftse Mib ha chiuso in rialzo dello 0,22% a 23.979 punti.
Ue,spesa pensioni alta e rischio povertàA rischio chi carriera corta o interrotta, più redistribuzione

BRUXELLES30 aprile 201817:53

– BRUXELLES, 30 APR – “Nonostante l’alta spesa pensionistica, la sicurezza in età avanzata in Italia è variabile” perche’ “la protezione contro la povertà è inadeguata”. Così il rapporto della Commissione Ue sulle pensioni 2018: nonostante le modifiche della mini-riforma del 2016 basata sul principio di equità, resta aperto il rischio di “pensioni inadeguate per i lavoratori con carriere corte o interruzioni nei decenni futuri”. Quindi, conclude l’Ue, “dovrebbero essere prese misure per rafforzare la capacità distributiva dei regimi pensionistici e meglio integrarli con regimi supplementari”.
A Tunisi con i bimbi, Farnesina si muoveMinistero, opportune verifiche su passaporti senza assenso madre

BOLZANO30 aprile 201819:18

– BOLZANO, 30 APR – Il Ministero degli esteri annuncia il proprio sostegno a Rosa Mezzina, la 28enne di Bolzano, moglie di Jamel Methenni, il tunisino che ha lasciato Bolzano sottraendole i figli di 2 e 4 anni. In una nota indirizzata a Rai Alto Adige, che si era rivolta al Ministero per chiedere spiegazioni sul caso, la Farnesina spiega di aver, tramite l’Ambasciata italiana a Tunisi, sensibilizzato le autorità tunisine in merito alla vicenda.
“La nostra Ambasciata è pronta, nell’ambito delle proprie competenze, a prestare ogni possibile assistenza alla signora Mezzina, madre dei piccoli, qualora la stessa, in mancanza di un accordo con il padre dei minori, decida di adire le vie legali per ottenere la restituzione dei figli. Opportune verifiche saranno esperite riguardo all’emissione da parte del Consolato tunisino dei passaporti in favore dei due bambini senza l’assenso della madre”, si legge nella nota.
Strage Bologna: le lettere del cordoglioDa Veil a Berlinguer, si aprono gli gli archivi del Comune

BOLOGNA30 aprile 201819:42

– BOLOGNA, 30 APR – Le parole preoccupate di Enrico Berlinguer e il cordoglio dell’allora presidente del Parlamento Europeo Simone Veil. Il sostegno di Nilde Iotti e le poche righe scritte a mano da cittadini comuni che si stringono attorno ai famigliari delle vittime. Dagli archivi del Comune di Bologna esce la reazione via posta, ante social, che scattò subito dopo la strage alla stazione del 2 agosto 1980, l’attentato di stampo neofascista che provocò 85 morti e 200 feriti. Migliaia di missive, biglietti e telegrammi da parte di rappresentanti delle istituzioni e semplici cittadini che – come scrive La Repubblica – vennero indirizzati al sindaco di Bologna Renato Zangheri nei giorni successivi alla strage. Parole inedite ed emozionanti che sono state raccolte dalla storica Cinzia Venturoli e che diventeranno presto uno spettacolo teatrale in occasione della prossima commemorazione. Un progetto nato anche grazie all’impegno dell’assemblea legislativa regionale e all’associazione dei famigliari delle vittime.
Netanyahu,info su Iran condivise con UsaPremier: ‘sono sicuro che Trump farà la cosa giusta’

TEL AVIV30 aprile 201820:25

– TEL AVIV, 30 APR – “Sono sicuro che Donald Trump farà la cosa giusta” quando deciderà se gli Usa dovranno o meno restare nell’accordo sul nucleare dell’Iran. Lo ha detto il premier Benyamin Netanyahu nella suo messaggio alla nazione. “la cosa giusta per gli Usa, la cosa giusta per Israele e per la pace nel mondo”. Il premier ha poi detto che gli Usa, con cui sono state condivise le informazioni, hanno garantito “l’autenticità dell’archivio segreto ottenuto da Israele”.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.