Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie

CALCIO: tutte le notizie dalle 10:14 DI DOMENICA 29 APRILE 2018, ALLE 05:37 DI OGGI, LUNEDì 30 APRILE 2018

Tempo di lettura: 16 minuti

Ultimo aggiornamento 30 Aprile, 2018, 03:38:28 di Maurizio Barra

Spalletti “cambi sbagliati, colpa mia”
Volevo sostituire Perisic, poi volevo fare partita difensiva

MILANO29 aprile 201810:14

– MILANO, 28 APR – ”I cambi sono sbagliati, me ne prendo la responsabilita’. Volevo sostituire Perisic che aveva chiesto il cambio. Poi mi ha detto che ce la faceva e c’era da fare partita difensiva, cosi’ ho deciso di sostituire Icardi con Santon”: Luciano Spalletti risponde cosi’ – in conferenza stampa – a una domanda sulla sostituzione Icardi-Santon che ha condizionato il derby d’Italia, vinto dalla Juventus.
Allegri “il calcio leva, il calcio dà””Orgoglioso del carattere”. Higuain, “grandissimi”

TORINO29 aprile 201810:22

– TORINO, 29 APR – “Il calcio leva, il calcio dà”.
Massimiliano Allegri commenta così la vittoria in rimonta della Juventus a San Siro con l’Inter, arrivata nei minuti finali dopo il ko con il Napoli della scorsa settimana al 90′: “Orgoglioso del carattere dei ragazzi, ora massima concentrazione per restare in testa”, conclude l’allenatore nel consueto tweet post partita.
La Juventus attende il risultato di questo pomeriggio del Napoli, impegnato a Firenze. Al momento è a +4 sulla squadra di Sarri. “Grandissimi ragazzi, orgoglioso di questa squadra, vittoria importantissima”, è il cinguettio di Higuain, autore della rete del 3-2 a San Siro.
Chievo, vicino l’esonero di MaranLa squadra probabilmente affidata a Lorenzo D’Anna

VERONA29 aprile 201811:40

– VERONA, 29 APR – Il Chievo va verso l’esonero del tecnico Rolando Maran, dopo la pesante sconfitta ieri per 4-1 con la Roma, che mette i gialloblù in piena lotta salvezza. La società del presidente Campedelli non ha ancora comunicato ufficialmente la decisione, che tuttavia appare imminente. Tra le ipotesi, quella che la panchina venga assegnata per le ultime tre gare di campionato al tecnico della Primavera, Lorenzo D’Anna. Maran era arrivato al Chievo nel 2014, prendendo il posto di Eugenio Corini.
Chievo, esonerato Maran dopo la sconfitta con la Roma per 4-1Squadra affidata a D’Anna, allenatore Primavera

VERONA29 aprile 201813:25

Il Chievo Verona ha esonerato il tecnico Rolando Maran, dopo la sconfitta di ieri con la Roma, per 4-1. La comunicazione ufficiale è stata data oggi dal club gialloblù, che ringrazia Maran “per il lavoro svolto sin dal primo giorno con impegno, serietà e correttezza professionale”. La panchina è stata affidata a Lorenzo D’Anna, fin qui allenatore della Primavera. Maran era stato protagonista di tre salvezze in Serie A del Chievo, arricchite da un 9/o posto nel 2015/16, con 50 punti in classifica.
Allegri a Tagliavento, “promosso”Scambio di battute tra il tecnico Juve e il quarto uomo a S.Siro

TORINO29 aprile 201814:30

– TORINO, 29 APR – “E’ andato proprio bene, è stato bravo: promosso”. Il saluto nella ‘zona mista’ di S.Siro tra Massimiliano Allegri e il quarto uomo Tagliavento con uno scambio di battute che potrebbero riguardare Orsato scatena la polemica sui social: il tecnico della Juve si rivolge così a Tagliavento (finito sotto i riflettori anche per un labiale sul recupero) senza che però si senta il nome del direttore di gara di Inter-Juve molto contestato dai nerazzurri. Dieci secondi del video di Eurosport aperti dal saluto di Allegri al quarto uomo “Ciao Taglia” e il frammento con lo stesso Tagliavento, con Allegri sullo sfondo, ad accendere dispute tra i tifosi. Perché c’è chi ipotizza che nel terzo episodio ‘incriminato’ Tagliavento, subito dopo il 2-2, non dica “quanto recupero facciamo?” ma “facciamo il recupero e vinciamo”.
Juventus,Mandzukic in dubbio per BolognaIntervento di sutura chirurgica sulla ferita alla caviglia

TORINO29 aprile 201814:33

– TORINO, 29 APR – E’ stata suturata con 10 punti, tra interni ed esterni, la ferita lacero-contusa alla caviglia destra di Mandzukic provocata dall’entrata di Vecino, espulso dopo l’intervento della Var. Dopo il rientro a Torino nella nottata, – informa la società bianconera – “Mario Mandzukic è stato sottoposto a sutura chirurgica. L’intervento, in anestesia locale, è stato effettuato da un consulente specialista in chirurgia plastica di riferimento della società e sono stati applicati complessivamente una decina di punti”. “È fortemente a rischio – conclude la nota della Juventus – la presenza del giocatore per la gara di campionato di sabato prossimo contro il Bologna”.
Calcio: Crotone-Sassuolo 4-1Calabresi vinco match ora pranzo contro rivali per la salvezza

ROMA29 aprile 201814:36

– ROMA, 29 APR – Il Crotone ha battuto il Sassuolo 4-1 nell’anticipo dell’ora di pranzo della 35ma giornata di Serie A.
Questi i marcatori: nel pt 4′ e 31′ Trotta, 16′ Simy, 47′ Berardi (rigore); nel st 44′ Simy. Ora la squadra di Zenga ha 34 punti in classifica, a -3 proprio dal Sassuolo.
Brescia esonera di nuovo BoscagliaTecnico era stato cacciato dopo 8 turni,poi era stato richiamato

BRESCIA29 aprile 201814:40

– BRESCIA, 29 APR – Roberto Boscaglia ha subìto il secondo esonero stagionale dalla panchina del Brescia: al tecnico siciliano per il quale è risultato fatale il ko di Salerno, subentra Ivo Pulga fino al termine della stagione.
Boscaglia era stato esonerato dopo 8 giornate, al suo posto era arrivato Pasquale Marino che si era poi nuovamente avvicendato con Boscaglia. Il Brescia in classifica ha 46 punti con un margine di 5 punti sui play out ma non è ancora salvo.
Crotone,incidente fortuito a guardalineeGioco fermo per oltre due minuti, poi la partita è ripresa

ROMA29 aprile 201814:56

– ROMA, 29 APR – A pochi minuti dalla fine del primo tempo, partita ferma per oltre due minuti a Crotone dove il guardalinee Dobosz si è scontrato con Babacar, giocatore del Sassuolo, che si stava riscaldando. Dopo l’impatto fortuito, il guardalinee ha avuto la peggio ed è rimasto a terra dolorante, con qualche problema a respirare. Dobosz, al quale hanno prestato le cure i sanitari del Crotone, si è poi ripreso; anche Babacar non ha subito conseguenze e le squadre hanno ripreso a giocare.
Liverpool, Manè,segreto è amicizia SalahSenegalese recuperato per Roma. ‘Amiamo darci assist a vicenda’

ROMA29 aprile 201816:52

– ROMA, 29 APR – L’attaccante senegalese del Liverpool Sadio Manè sarà disponibile per la sfida di mercoledì prossimo all’Olimpico contro la Roma, semifinale di ritorno di Champions.
Manè ieri è stato tenuto a riposto precauzionale contro lo Stoke City, per un problema fisico dei giorni scorsi, ma ha recuperato e con i giallorossi ci sarà. Intanto si è confidato con il ‘Mail on Sudnay’, a cui ha fatto notare che “l’Ego, un egoismo eccesivo, non ha mai aiutato qualche club”. Poi per spiegarsi meglio ha detto di “godere ogni minuto giocato” al fianco dei colleghi di reparto Firmino e Salah. “Mi piace da impazzire giocare assieme a colleghi così bravi – ha detto Manè – e ci capiamo al volo lavorando l’uno per l’altro. E’ davvero divertente”. Non a caso, “siamo anche grandi amici fuori dal campo, quindi non semplici compagni di squadra. Il nostro segreto è che amiamo servire assist l’uno per l’altro, ed è ciò che proviamo a fare sempre. Sul campo io voglio sempre dare la palla a Mo (Salah n.d.r.) e lui fa lo stesso con me”.
Zenga: Crotone è abituato a giocarsela’Il futuro può attendere, per adesso pensiamo a salvarci’

CROTONE29 aprile 201817:23

– CROTONE, 29 APR – “A mano a mano, vediamo di far sì che questa secondo miracolo si compia”. Walter Zenga usa il titolo della canzone di Rino Gaetano che i tifosi del Crotone (e anche il tecnico) cantano prima dell’inizio della partita, per spiegare come, uno dietro l’altro, la squadra calabrese stia mettendo in fila dei mattoncini verso la salvezza. “E’ da un po’ – afferma Zenga – che dico: abbiamo sempre avuto un approccio corretto alle partite disputate. Oggi arriva la conferma contro un Sassuolo che veniva da otto risultati utili consecutivi. I ragazzi hanno avuto una determinazione, un coraggio e una follia incredibile. Hanno saputo leggere la partita: ho gruppo di calciatori determinati, che mi segue”. “Pensiamo a salvarci”, taglia corto l’allenatore, rispondendo a una domanda sul proprio futuro al Crotone per la prossima stagione. “Noi sapevamo – dice ancora Zenga – che saremmo arrivati all’ultima giornata a giocarci la salvezza e che il lavoro che stiamo facendo da dicembre è lungo e porta frutti solo alla fine”.
Il Potenza promosso in Serie CIn 7 mila al Viviani per la festa-promozione

POTENZA29 aprile 201817:36

– POTENZA, 29 APR – Con una giornata d’anticipo rispetto alla fine del campionato, il Potenza ha conquistato la promozione in Serie C. Oggi, nello stadio Viviani, dove per la festa promozione erano presenti oltre 7 mila spettatori, la formazione allenata da Nicola Ragno ha sconfitto 3-1 il Taranto,ßconquistando aritmeticamente il primo posto nel Girone H della Serie D. Il Potenza – che ha guidato la classifica per quasi tutto il campionato – ritorna quindi tra i professionisti e lo fa a distanza di otto anni. Il protagonista principale della cavalcata dei rossoblù verso la Serie C è stato l’attaccante brasiliano Carlo França, finora autore di 25 reti, una delle quali realizzata oggi.
Serie A: Spal vince a Verona e respiraTre punti d’oro per ferraresi, Udinese interrompe serie negativa

ROMA29 aprile 201817:42

– ROMA, 29 APR – Partite probabilmente decisive per la salvezza quelle giocate oggi in serie A. Nel match dell’ora di pranzo il Crotone ha battuto senza attenuanti il Sassuolo per 4-1, con una doppietta dello scatenato Simy. Ma nelle zone basse i calabresi sono stati superati dalla Spal, andata a vincere per 3-1 sul campo di un Verona per il quale la serie B è ormai una realtà, seppur non ancora matematica. La Sampdoria inguaia il Cagliari con un 4-1 che rispecchia l’andamento del match, mentre l’Udinese interrompe la serie negativa e, e guidata dal nuovo tecnico Tudor, pareggia 3-3 a Benevento incassando il gol di Sagna all’89’. Il Milan vince 2-1 a Bologna con i gol di Calhanoglu e Bonaventura, l’Atalanta ‘vede’ l’Europa battendo 3-1 il Genoa.
Il Napoli omaggia capitano viola AstoriIl gesto dei giocatori allenati da Sarri è stato applaudito

FIRENZE29 aprile 201817:48

– FIRENZE, 29 APR – Omaggio del Napoli alla memoria di Davide Astori. I giocatori partenopei, all’ingresso in campo prima del riscaldamento, hanno depositato un grande mazzo di fiori ai piedi della gigantografia della maglia numero 13 del capitano viola, scomparso lo scorso 4 marzo, gigantografia che la Fiorentina mette da settimane a centrocampo prima di ogni partita interna. Il gesto del Napoli è stato applaudito dai tifosi viola e a loro volta Hamsik e compagni hanno ricambiato gli applausi.
Milan: Gattuso, va migliorata mentalità’Avremmo dovuto segnare di più, ma l’importante è avere vinto’

ROMA29 aprile 201818:09

– ROMA, 29 APR – “Non abbiamo sofferto, siamo arrivati quattro volte davanti al portiere e non l’abbiamo chiusa.
Eravamo reduci da una brutta settimana brutta, non abbiamo trascorso i giorni migliori, ma ci abbiamo messo la faccia e abbiamo fatto quello che dovevamo fare, in un campo difficile e in una sfida insidiosa. Avremmo dovuto segnare di più, ma l’importante è creare occasioni”. Rino Gattuso si accontenta della vittoria del Milan in casa del Bologna. “Non posso rimproverare niente alla squadra – dice il tecnico rossonero a Premium sport -. Poi, se non si chiudono le partite, ci vuole pochissimo per riaprirle. Zero minuti concessi ad Andrè Silva? In questo momento la priorità non è perché non ha giocato lui, ma aver vinto dopo una brutta settimana. Cosa manca a questo Milan per raggiungere quello in cui giocavo io? Quella era un’altra epoca, era un altro calcio. Oggi a parte Zapata, Bonucci, Bonaventura e Rodriguez erano tutti giocatori nati dopo il 1994”.
Napoli in 10 a Firenze,rosso a KoulibalySenegalese espulso dopo consulto a Var,penalty diventa punizione

ROMA29 aprile 201818:24

– ROMA, 29 APR – Napoli in 10 uomini a Firenze, sul campo dei viola, dopo soli 8′. Koulibaly, protagonista assoluto della vittoria dei partenopei sul campo della Juve, è stato infatti espulso da Mazzoleni dopo un intervento falloso su Simeone, che gli ha rubato il tempo a pochi centimetri dall’area. In un primo momento, l’arbitro aveva concesso il rigore ma, dopo avere consultato la Var, ha estratto il cartellino rosso al difensore e assegnato una punizione alla Fiorentina. Come contromossa, Sarri ha tolto dal campo Jorginho e inserito Tonelli, un altro centrale difensivo.
Verona: Setti amaro,brutta retrocessionePresidente parla dopo Ko con Spal, ‘inutile alimentare speranze’

VERONA29 aprile 201818:27

– VERONA, 29 APR – Per il Verona ai microfoni decide di venire a commentare la sconfitta con la Spal il presidente Maurizio Setti. “Voglio essere io a parlare di questa sconfitta perchè il principale responsabile di questa retrocessione sono io. Sì, dico retrocessione perchè è inutile alimentare speranze inesistenti. E’ una brutta retrocessione, diversa da quella di un paio d’anni fa. Allora pagammo anche un po’ di sfortuna, quest’anno le responsabilità sono di tutti, ad iniziare dal sottoscritto. Abbiamo fatto valutazioni sbagliate su alcuni giocatori. Esonerare Pecchia? Non sarebbe servito. Valuto anche il lavoro durante la settimana, non solo la partita. I risultati ci condannano, ma ho agito con onestà e passione. Ripartiremo come abbiamo già fatto. Il paracadute? Chi pensa che retrocedere sia un vantaggio economico è un pazzo”. Fabio Pecchia è laconico: “approccio giusto alla gara, poi il gol ha tolto fiducia e entusiasmo alla squadra. La salvezza? C’è ancora la matematica, è chiaro che è tutto più complicato”.
Firmino prolunga accordo con Liverpool’Per me è stata decisione facile, qui sono cresciuto moltissimo’

LIVERPOOL29 aprile 201818:59

– LIVERPOOL, 29 APR – Il Liverpool ha annunciato di aver trovato l’accordo per un prolungamento contrattuale con il suo attaccante brasiliano Roberto Firmino. Non sono stati forniti ulteriori dettagli. Arrivato nei Reds nell’estate 2015, proveniente dall’Hoffenheim, Firmino in questa stagione ha segnato 27 gol in 50 presenze con la maglia del Liverpool. “Per me è stata una decisione facile – ha commentato il giocatore -.
Il club mi ha sempre trattato benissimo e io qui sono cresciuto in modo incredibile”.
Serie A: risultati e classifica della 35/a.

29 aprile 201822:49

A Roma: Roma-Chievo 4-1 (sabato)
A Milano: Inter-Juventus 2-3 (sabato)
A Crotone: Crotone-Sassuolo 4-1
A Bergamo: Atalanta-Genoa 3-1
A Benevento: Benevento-Udinese 3-3
A Bologna: Bologna-Milan 1-2
A Genova: Sampdoria-Cagliari 4-1
A Verona: Verona-Spal 1-3
A Firenze: Fiorentina-Napoli 3-0
A Torino: Torino-Lazio 0-1

Classifica della Serie AClassifica marcatori del campionato: – 29 reti: Immobile (7 rigori-Lazio). – 27 reti: Icardi (5-Inter). – 21 reti: Dybala (3-Juventus). – 19 reti: Quagliarella (6-Sampdoria). – 17 reti: Mertens (4-Napoli). – 16 reti: Higuain (1-Juventus); Dzeko (Roma). – 13 reti: Simeone (Fiorentina); – 12 reti: Lasagna (Udinese). – 11 reti: Ilicic (2-Atalanta); Perisic (Inter); Luis Alberto e Milinkovic-Savic (Lazio); D. Zapata (Sampdoria); Iago Falque (Torino). – 10 reti: Pavoletti (Cagliari), Inglese (1-Chievo). – 9 reti: Cristante (Atalanta); Belotti (Torino). – 8 reti: Verdi (Bologna); Veretout (2-Fiorentina); Khedira (Juventus); Callejon e Insigne (Napoli); Politano (Sassuolo); Antenucci (3-Spal).

 

Pioli: Fiorentina ha sfiorato perfezione’Senza espulsione aumentavano difficoltà, ma noi comunque bene’

ROMA29 aprile 201820:37

– ROMA, 29 APR – “Rimanere in superiorità numerica dopo 5′ è stato un grande vantaggio, ma la squadra aveva le idee chiare anche 11 contro 11. Abbiamo fatto bene, abbiamo palleggiato e non abbiamo mai rinunciato ad andare avanti, perché sapevamo che anche in 10 il Napoli poteva essere pericoloso. Partite perfette non esistono, ma noi oggi ci siamo andati vicino”. Così Stefano Pioli, dopo la vittoria della Fiorentina sul Napoli, parlando a Premium sport. “Sarebbero aumentate le difficoltà senza l’espulsione, ma avremmo comunque fatto bene – aggiunge -. Abbiamo raccolto meno nelle ultime partite, ma in questo match abbiamo sfruttato le occasioni avute. Rimpianti per l’inizio di stagione difficile? Siamo arrivati lunghi, abbiamo fatto un rinnovamento quasi totale con giovani validi, ma molti alla prima esperienza in Italia. I ragazzi sono stati bravi nei momenti difficili, abbiamo sempre creduto nella forza del gruppo. L’Europa resta molto difficile, ma questa vittoria può darci la carica per le ultime tre partite”.
Tare, nessuna offerta per Luis AlbertoDs Lazio, ‘Barcellona? no so nulla, sono concentrato sul campo’

ROMA29 aprile 201820:54

– ROMA, 29 APR – “Il Barcellona è su Luis Alberto? Onestamente non ho avuto nessun contatto con il Barca”.
Intervistato da Premium Sport prima di Torino-Lazio, il d.s. del club biancoceleste Igli Tare parla di mercato. “Offerta da 130 milioni per Milinkovic e Immobile? – dice ancora Tare – Non leggo i giornali e non ascolto le radio, perché siamo concentrati solo sul campo”. Se la Lazio va in Champions ci saranno rinforzi importanti? “La squadra è ottima, vedremo se ci saranno delle situazioni per migliorare. A bocce ferme poi chiariremo tutto”, è la risposta del dirigente laziale. Che però ha il contratto in scadenza: può rappresentare un problema? “Il mio contratto è in scadenza a giugno? “Ora questa cosa nemmeno mi passa per la testa. Siamo a un passo da un traguardo importante e ci sarà tempo per parlare di altre cose”.
Di Francesco: “Juve favorita per titolo”Allenatore dopo ko Napoli: “Non credo corsa-scudetto sia chiusa”

ROMA29 aprile 201823:27

– ROMA, 29 APR – “Non credo che il discorso per lo scudetto sia chiuso ma, dopo la partita di oggi del Napoli, penso sia favorita la Juventus. Anche se la Juve deve venire a giocare da noi…”. Lo ha dichiarato l’allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco, ospite alla trasmissione ‘Che tempo che fa’, su Rai 1. I giallorossi, che ospiteranno la squadra di Allegri all’Olimpico nella penultima giornata di campionato, potrebbero alla fine recitare un ruolo da protagonisti nell’assegnazione del tricolore. “Noi determinanti? Sì, ma per noi stessi, non per gli altri”, ha tagliato corto Di Francesco.
Toro: Mazzarri, perso con i più in forma’Lazio sta meglio di tutti. Mai detto che Europa era obiettivo’

ROMA29 aprile 201823:37

– ROMA, 29 APR – “Torino demotivato? Non credo, anche per quello che ci eravamo detti nello spogliatoio. La Lazio in questo momento è la squadra più in forma di tutte: sta benissimo e bisogna riconoscerlo. Noi abbiamo problemi di brillantezza e questo non va tanto bene dopo una settimana di lavoro. Quando si gioca a specchio bisogna vincere i duelli individuali e lì è uscita la qualità della Lazio”. Così Walter Mazzarri spiega, a Premium, il ko del Torino in casa contro la Lazio. “Siamo in emergenza fisica – ha aggiunto l’allenatore dei granata – molti giocatori sono meno brillanti e si fa fatica. Avremmo anche potuto non prendere il gol, perché sull’azione precedente al calcio d’angolo c’è fallo su Rincon, che viene portato via come un sacco, ma queste sono piccolezze. La Lazio ha meritato di vincere. Europa League sfumata matematicamente? Io quando sono arrivato non ho mai detto che l’obiettivo era l’Europa League.
Questo obiettivo era stato fissato in estate”. “Con la dirigenza – sottolinea – abbiamo fatto altri discorsi”.
Juve, Allegri riposo doppio a squadraDopo la vittoria a San Siro bianconeri tornano in campo 1 maggio

TORINO29 aprile 201812:52

– TORINO, 29 APR – Due giorni di riposo per la Juventus dopo la preziosissima vittoria di San Siro, colta con rimonta e sorpasso in extremis. Allegri ha concesso non solo oggi ma anche domani per fare recuperare energie ai giocatori. I bianconeri torneranno in campo martedì primo maggio, a quattro giorni da Juventus-Bologna.
La Juventus dovrà poi preparare la doppia trasferta di Roma, il 9 maggio per la finale di Coppa Italia contro il Milan, il 13 in casa della Roma, nella penultima giornata di campionato.
Inter, Orsato sotto accusa da dirigentiBrozovic,non abbiamo perso,furia social contro arbitro e Juve

MILANO29 aprile 201816:55

– MILANO, 29 APR – Spalletti, Ausilio e Gardini questa mattina hanno rivisto ad Appiano Gentile il derby d’Italia, vinto 3-2 in rimonta dalla Juventus. I vertici dell’Inter si sono presentati al centro sportivo Suning alle 9, nonostante l’allenamento fosse fissato alle 12, per fare una valutazione a mente fredda del tanto contestato operato di Orsato. Oltre al rosso di Vecino, i dirigenti nerazzurri imputano a Orsato il mancato doppio giallo a Pjanic e il rigore di Barzagli su Icardi. Amarezza e rabbia anche tra i giocatori, esternata da Brozovic su Instagram: ”Abbiamo messo l’anima, abbiamo messo il cuore. Questa Inter non ha perso. Il risultato è frutto di cose che non c’entrano con quello che abbiamo fatto noi in campo”.
Intanto sui social esplode la furia dei tifosi contro il fischietto di Schio e contro il quarto uomo Tagliavento.
Portavoce dei nerazzurri diventa Enrico Mentana che su Facebook invita Suning a farsi sentire.
Celtic domina derby, Rangers su Gerrard7/o titolo consecutivo biancoverdi,i rivali cambieranno manager

GLASGOW29 aprile 201816:10

– GLASGOW, 29 APR – Steven Gerrard è sul punto di diventare il nuovo tecnico dei Rangers Glasgow, dopo la rovinosa sconfitta di oggi, 0-5, nel derby contro il Celtic, che grazie a questo successo ha conquistato il suo settimo titolo nazionale consecutivo. L’Old Firm, che è una delle stracittadine più sentite del mondo, anche per motivi non calcistici (cattolici contro protestanti), ha visto i biancoverdi di Brendan Rodgers padroni del campo e a segno due volte con Edouard, e con Forrest, Rogic e McGregor. Alla partita ha assistito in tribuna il 37enne ex capitano del Liverpool Steven Gerrard, che ha giocato con la maglia dei Reds per 19 anni, fino al 2015, prima di vivere l’esperienza Usa nel LA Galaxy. Il 114 volte nazionale inglese attualmente ricopre l’incarico di responsabile delle giovanili del Liverpool, ma voci insistenti lo danno in arrivo sulla panchina dei Rangers, per la prima esperienza da manager, dove prenderebbe il posto del 43enne Graeme Murty, subentrato in ottobre al portoghese Pedro Caixinha.
Lazio: Inzaghi, reattivi dopo Salisburgo’Ho un gruppo fantastico, contento e fiducioso per il futuro’

ROMA29 aprile 201823:24

– ROMA, 29 APR – “Sono molto contento della prestazione e di come abbiamo giocato. Poi, voglio fare i complimenti a Caicedo, che è entrato benissimo. Stare dietro a Immobile non è semplice, ha giocato poco ma lui è un grande professionista e ci ha aiutati molto a conquistare questi 3 punti importantissimi”. Così Simone Inzaghi, dopo la vittoria della Lazio a Torino, ai microfoni di Premium. “Ho la fortuna di allenare ragazzi fantastici, siamo stati bravi a reagire dopo la sconfitta col Salisburgo – osserva l’allenatore laziale -.
Avevamo un calendario molto difficile dopo il derby, siamo stati bravi a conquistare quattro vittorie di fila. Adesso dobbiamo recuperare le forze per preparare al meglio il match contro l’Atalanta. Milinkovic giocatore da 100 mln? E’ stato bravissimo, così come tutti i compagni. Questo gruppo mi fa ben sperare per il futuro: sono molto fiducioso. Mancano ancora 9 punti e ci sarà ancora tanto da sudare. Le condizioni di Immobile? Per lui e Radu ho la sensazione che possano essere infortuni seri”.
Milinkovic:Alla Lazio mancano tre finali’Bel vantaggio sull’Inter, ma dobbiamo vincere tutte le partite’

ROMA29 aprile 201823:00

– ROMA, 29 APR – “Gol decisivo per la Champions? Speriamo sia così. Mancano ancora tre finali e speriamo di raggiungere il nostro obiettivo. Abbiamo giocato molto bene, dobbiamo continuare così, perché siamo lì. Abbiamo avuto molte occasioni, ma l’importante è stato vincere. Quattro punti sull’Inter? E’ un bel vantaggio, ma mancano ancora tre partite e dobbiamo vincerle tutte”. Così Sergej Milinkovic-Savic, autore del gol contro il Torino, commenta la vittoria della Lazio, parlando a Premium sport.
Festa Barcellona, vince la Liga per la 25/a voltaE’ campione con 3 turni d’anticipo e un netto +11 sull’Atletico

ROMA29 aprile 201823:16

– ROMA, 29 APR – Dopo la Coppa del Re, il Barcellona festeggia il secondo titolo stagionale, conquistando con tre giornate d’anticipo la vittoria nella Liga, grazie anche al successo sul terreno dello stadio Riazor a La Coruna sul Deportivo. Di 4-2 il punteggio finale, siglato dalle reti di Coutinho al 7′, su passaggio di Dembelé, e dall’ennesima tripletta di Leo Messi, che fa centro al 38′ del primo tempo, al 37′ e al 40′ della ripresa. Prima del riposo i padroni di casa avevano accorciano con Perez (40′), poi nella ripresa (19′) erano anche arrivati a firmare il momentaneo pareggio sul 2-2 con Colak. Per i blaugrana si tratta del 25/o titolo di Spagna, il nono negli ultimi 18 anni, contro i sei del Real Madrid, che il Barcellona affronterà domenica prossima nel ‘Clasico’ del Camp Nou alle 20,45. Al Barca bastava un pari, missione stracompiuta. Nella classifica della Liga è sempre stato in testa e adesso ha 86 punti (con una partita in meno) all’attivo, 11 in più dell’Atletico Madrid, secondo e oggi vittorioso.
Simeone:Mai facile affrontare Fiorentina’Loro erano un po’ frastornati e poi quasi subito in 10′

ROMA29 aprile 201820:54

– ROMA, 29 APR – “Un Napoli un po’ frastornato per la vittoria di ieri della Juventus? Non solo quello. Credo che con un giocatore in meno non sia facile giocare su questo campo. La Fiorentina cerca sempre di giocare al pallone e non è facile affrontarla, tanto meno con un uomo in meno”. Intervistato da Sky al termine di Fiorentina-Napoli, Giovanni Simeone parla della partita che lo ha visto protagonista con un tripletta: in pratica è l’uomo che potrebbe aver consegnato lo scudetto del 2018 alla Juventus. “Sono ancora giovane, devo fare tantissimo – dice ancora il figlio d’arte argentino -, e migliorare, anche se Pioli ha sempre creduto in me. Sono felice di essere alla Fiorentina, credo molto nel lavoro e in questa squadra”. Quello di oggi per la Viola è un risultato importante per credere ancora nell’Europa League. “Ci crediamo, e ci abbiamo sempre creduto – commenta Simeone jr. -, quando abbiamo fatto sei vittorie di fila, ma anche quando abbiamo fatto un punto”.
Lecce-Paganese 1-0, salentini in BGol decisivo per la promozione segnato Marco Armellino

LECCE29 aprile 201819:38

– LECCE, 29 APR – È un delirio giallorosso. Il Lecce, toccando quota 74 punti, torna in serie B dopo 6 anni di purgatorio nel campionato di Lega Pro. Agli uomini guidati dal tecnico Fabio Liverani è sufficiente la vittoria contro la Paganese (1-0), dinanzi a oltre 18mila spettatori, per sbarcare con un turno di anticipo nella cadetteria calcistica, e mantenere Catania e Trapani a distanza di sicurezza. Il gol decisivo per la promozione è stato siglato da Marco Armellino al 18′ del primo tempo. Al fischio finale dell’arbitro Maggioni l’intero stadio è esploso in un urlo liberatorio strozzato in gola per ben 6 stagioni, con le occasioni perse nei play off contro Carpi, Frosinone, Foggia e Alessandria. Sotto la guida di Liverani, subentrato alla quinta giornata al dimissionario Roberto Rizzo, il Lecce ha conquistato 67 punti in 31 incontri, inanellando una serie utile di ben 22 risultati.
Samp: Giampaolo, vinta partita pesanteLopez: “Chiediamo scusa a tifosi, il Cagliari non sembrava vero”

GENOVA29 aprile 201819:30

– GENOVA, 29 APR – Una vittoria per continuare a inseguire il sogno europeo, quella conquistata sul Cagliari dalla Sampdoria al Ferraris. “Oggi non è stato tutto facile – ha spiegato Marco Giampaolo – anzi. Per noi quella di oggi era una partita pesante, perché dovevamo vincere. Però, la squadra è stata brava nel primo tempo che abbiamo giocato con grande intensità e con ottima personalità. Nel momento in cui l’arbitro ha fischiato la squadra era predisposta per poter vincere la partita”. “No, oggi non era facile – ha ribadito Giampaolo – anche se si è messa su un certo binario subito. Siamo stati attenti per tutto il primo tempo, mentre nel secondo abbiamo gestito. Se vogliamo trovare il pelo nell’uovo potevamo gestire meglio. Lunga attesa per il tecnico del Cagliari, Diego Lopez, rimasto quasi un’ora dalla fine della partita nello spogliatoio.
“Abbiamo fatto un brutto primo tempo – ha detto Lopez -. Brutta prestazione. Dopo un primo tempo così diventa difficile dare una spiegazione. Bisogna chiedere scusa ai nostri tifosi”.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.