Aggiornamenti, Notizie, Tecnologia

TECNOLOGIA: AGGIORNAMENTO DALLE 08:00 DI GIOVEDì 3 MAGGIO 2018, ALLE 10:09 DI OGGI, VENERDì 4 MAGGIO 2018

Tempo di lettura: 10 minuti

Ultimo aggiornamento 4 Maggio, 2018, 08:10:32 di Maurizio Barra

Xiaomi verso quotazione, Ipo top da 4anni
Presenta file, valore società cinese smartphone a 100 mld dollari

PECHINO03 maggio 2018

Xiaomi si avvicina alla quotazione: la società cinese di smartphone ha depositato i documenti per la Ipo alla Borsa di Hong Kong, nel piano che porterebbe il valore di Xiaomi fino a 100 miliardi di dollari. L’operazione sarebbe la più grande del suo genere negli ultimi 4 anni per una società tecnologica cinese, dai 21,8 miliardi raccolti da Alibaba nel 2014. Nel file non sono stimate le azioni da collocare, non meno di 10 miliardi di dollari, secondo fonti di mercato: le risorse, tuttavia, saranno per “ricerca e sviluppo ed espansione globale”.
Google celebra l’illusionista e regista francese MélièsIl nuovo doodle, ‘Viaggio nella Luna’Il nuovo doodle di Google celebra la vita e l’arte dell’illusionista e regista francese Georges Méliès (nato a Parigi, 8 dicembre 1861, morto il 21 gennaio 1938).E’ riconosciuto come il secondo padre del cinema (dopo i fratelli Lumière); a lui è attribuita l’invenzione del cinema fantastico e fantascientifico. ll suo film più noto è Viaggio nella Luna, del 1902 anche se ill’animazione del doodle di Google, per la prima volta a 360 gradi, si ispira ad un altro film, Alla conquista del PoloVIDEO da YouTube

Sette anni fa, Martine Scorsese dedicò alla figura di Melies un film delicato e immaginifico, Hugo Cabret, storia di un orfanello che vive nascosto nella stazione di Montparnasse e che intrattiene un rapporto speciale col giocattolaio che ha un chiosco proprio lì.

Lenti a contatto che sparano raggi laserRendono più sicuri i sistemi di riconoscimento

03 maggio 2018

– Ottenute lenti a contatto che sparano raggi laser come gli occhi di Superman. Costruite grazie a membrane dello spessore di un millimetro, non servono ad avere una supervista ma a rendere ancora più sicuri i sistemi di riconoscimento basati sull’iride. La stessa membrana può essere incollata anche sulle banconote e funzionare come etichetta ultrasicura. Descritta su Nature Communications, la tecnologia è stata messa a punto dal gruppo guidato da Malte Gather, della britannica University of St Andrews.
I ricercatori hanno costruito una membrana in grado di emettere luce laser a bassa intensità, se illuminata da un laser esterno, utilizzando un materiale semiconduttore organico che è ritenuto sicuro per l’occhio umano. E’ considerata sicura anche l’intensità della luce emessa. La membrana è stata quindi incollata su una lente a contatto e testata sull’occhio di un bovino. Secondo i ricercatori è un primo passo per ottenere lenti a contatto laser anche per l’uomo, da utilizzare come sistemi di riconoscimento.
Queste membrane infatti emettono una firma ottica unica: “regolando la struttura reticolare del materiale, l’emissione del laser può essere progettata in modo da mostrare una serie di linee, come gli uni e gli zeri di un codice a barre digitale”, ha rilevato uno dei ricercatori Markus Karl.
Finora erano già stati ottenuti semiconduttori organici che emettono luce laser, ma questi erano rigidi e spessi. E’ la prima volta che è stata ottenuta una membrana flessibile, molto sottile e nello stesso tempo robusta, in grado di essere incollata praticamente su qualsiasi oggetto. Inoltre le proprietà della membrana, comprese quelle ottiche, non cambiano quando viene incollata su altri oggetti. Questo la rende ideale nelle applicazioni sulla sicurezza, per esempio per usarla come etichetta anti-contraffazione.

LinkedIn compie 15 anni, in Italia ha 11 milioni utentiNostro paese è la terza community in Europa

03 maggio 2018

Compie 15 anni LinkedIn, la pioniera delle piattaforme professionali. Lanciata il 5 maggio del 2003, al momento ha raggiunto oltre 562 milioni di membri a livello globale. L’Italia, con i suoi 11 milioni di utenti, è la terza community più grande in Europa dopo Inghilterra e Francia che contano rispettivamente, 25 milioni e 16 milioni di iscritti. I tre lavori con la crescita più rapida sulla piattaforma negli ultimi 15 anni sono stati: il venditore, l’assistente amministrativo e il consulente. Mentre i tre settori con la crescita più rapida negli ultimi 15 anni sono stati Internet, computer games e outsourcing.”Quando abbiamo aperto la sede italiana nel 2011 c’erano poco più di due milioni di iscritti – spiega Marcello Albergoni, Head of Italy di LinkedIn -. Poter annunciare oggi di aver quintuplicato questo numero in poco più di sei anni ci rende orgogliosi di far parte di un progetto che ogni giorno aiuta milioni di persone ad avere successo nella propria carriera”.Nata nel 2003 come la prima piattaforma di social media per professionisti, LinkedIn ha raggiunto 2,708 utenti nella sua prima settimana e due anni dopo questo numero si è trasformato in 2 milioni di lavoratori iscritti al network. Nel giugno 2016 è stata rilevata da Microsoft. Originariamente pensata per trovare lavoro in maniera semplice e creare connessioni, la piattaforma è diventata nel tempo più complessa, di recente ha aggiunto anche la possibilità di mandare gif animate nei messaggi diretti. E ha fatto scuola, ispirando una serie di concorrenti. A partire da Facebook che ha una funzione di ‘job post’, ma c’è anche Monster e di recente WhatsApp ha lanciato funzionalità aggiuntive pensate per le aziende.
Spam ha 40 anni, 56% mail è spazzaturaIl primo messaggio indesiderato fu inviato il 3 maggio 1978

03 maggio 2018

Compie 40 anni lo spam, cioè l’invio simultaneo e massivo di una mail ad un numero elevato di persone per scopo commerciale. Il primo messaggio di posta indesiderata è partito il 3 maggio 1978 all’indirizzo di poco meno di 400 persone. Oggi le mail spazzatura non risparmiano alcun internauta: rappresentano oltre la metà (56%) dei miliardi di messaggi di posta elettronica inviati nel mondo, e si estendono anche a chat e social.L’invenzione dello spam si deve a Gary Thuerk, responsabile marketing di una società informatica, la Digital Equipment Corporation (Dec). Sfruttando la rete Arpanet (progenitrice della rete Internet) e le competenze di un ingegnere dell’azienda, decise di inviare uno stesso messaggio a tutti e 393 gli indirizzi mail esistenti sulla costa occidentale degli Stati Uniti. Lo scopo era pubblicizzare una dimostrazione di materiale informatico.Il termine “spam” deriva invece da uno sketch dei Monty Python in onda ne 1970 sulla Bbc, in cui una cameriera insistente propone agli avventori di un locale una serie di piatti a base di Spam, carne in scatola prodotta dall’americana Hormel Foods e molto presente nel Regno Unito nell’immediato secondo dopoguerra.Da quel primo invio del 1978, lo spam ha fatto molta strada e oggi affligge ogni casella di posta elettronica, dove pure non mancano i filtri per risparmiare agli utenti almeno una parte dei messaggi indesiderati. Dai farmaci miracolosi ai progetti finanziari più inverosimili, fino ai tentativi di truffa in cui le mail sembrano inviate dalla nostra banca, lo spam è una strada sempre molto battuta da cybercriminali.Secondo la società di sicurezza informatica Kaspersky, nel 2017 le mail spazzatura hanno costituito il 56,63% di tutti i messaggi di posta circolati a livello globale. Per le loro campagne di spam, i criminali sfruttano i temi d’attualità: l’anno scorso hanno usato riferimenti agli uragani Harvey e Irma, al terremoto in Messico, a Fifa 2018 e al bitcoin.

È il World password day, abbiamo in media 23 accountIl 32% dimentica una parola chiave una volta alla settimana

03 maggio 2018

Torna il World Password Day per aumentare la consapevolezza sulla privacy e sulla sicurezza dei propri account online spesso ‘protetti’ da parole chiave banali e poco sicure come ‘123456’. La giornata si celebra solitamente il primo giovedì di maggio.Secondo una ricerca della società di sicurezza McAfee, gli utenti hanno in media 23 account online per cui è necessaria una password, ma utilizzano solo 13 password uniche per questi account. Il modo più comune per ricordare le parole chiave è quello di tenere una lista scritta o digitale di tutte (52%), il 31% utilizza solo due o tre password per tutti i propri account, in modo da poterle ricordare più facilmente. Inoltre, secondo il sondaggio, il 32% degli utenti dimentica una parola chiave una volta alla settimana, mentre il 14% la dimentica più volte alla settimana. Dopo aver scordato una password, il 16% cerca di indovinarla fino a quando l’account non viene bloccato.Secondo la classifica compilata ogni anno da Spalshdata, nel 2017 al primo posto delle parole chiave resta la sequenza “123456”, segue poi un altro grande classico come “password”. Tra i consigli di McAfee agli utenti, l’utilizzo di password diverse per i propri account online ma anche l’abbinamento di altre tecniche di autenticazione come la scansione delle impronte digitali e il riconoscimento facciale e vocale.
Facebook ‘allena’ Intelligenza Artificiale con foto Instagram3,5 mld di scatti usati per insegnare a riconoscere gli oggetti immortalati

03 maggio 2018

Facebook ha allenato la sua intelligenza artificiale nutrendola con 3 miliardi e mezzo di foto di Instagram. Durante la conferenza degli sviluppatori F8, il direttore tecnico della società, Mike Schroepfer, ha spiegato che le foto, insieme agli hashtag che le descrivono, sono state usate per insegnare alla macchina a riconoscere gli oggetti presenti negli scatti.Tra i problemi più importanti in questo processo di apprendimento, ha detto Schroepfer, c’è la mancanza di un numero sufficiente di immagini ben etichettate da persone in carne e ossa, immagini necessarie a insegnare all’intelligenza artificiale cosa è raffigurato in ogni foto. Per ovviare, il team di ingegneri di Facebook “ha addestrato con successo un sistema di riconoscimento di immagini con 3,5 miliardi di foto disponibili pubblicamente, utilizzando gli hashtag al posto delle annotazioni umane”, riferisce la società.La nuova tecnica ha consentito ai ricercatori di velocizzare il procedimento, ed è stata già usata per migliorare la capacità di identificare le immagini che violano le norme del social.
Ecco LG G7 ThinQ, punta su luce e suonoSmartphone top di gamma, integra l’intelligenza artificiale

03 maggio 2018

Lo schermo più brillante in circolazione, uno speaker che sfrutta lo spazio interno del dispositivo come cassa di risonanza per raddoppiare la diffusione dei bassi e offrire un suono potente, l’intelligenza artificiale a supporto delle foto. Sono le caratteristiche principali del G7 ThinQ, il nuovo top di gamma di LG al debutto in Corea e atteso in Europa e Usa nelle prossime settimane.Lo smartphone ha un display da 6,1 pollici con notch, la “tacca” nella parte alta e centrale dello schermo lanciata da iPhone X per alloggiare i sensori e copiata da molte altre aziende. Lcd, con tecnologia Super Bright Display, lo schermo è iper-luminoso (1.000nit) così da poter essere letto – sottolinea LG – anche sotto la luce del sole.Il G7 monta un processore Snapdragon 845 di Qualcomm con intelligenza artificiale integrata, che lavora per ottimizzare le prestazioni dello smartphone in base all’uso che se ne sta facendo. Il supporto è rivolto innanzitutto al comparto fotografico, costituito da una doppia fotocamera posteriore da 16 megapixel più una anteriore da 8 mp. Qui l’intelligenza artificiale riconosce cosa è inquadrato dall’obiettivo e regola in automatico le impostazioni scegliendo una delle 19 modalità di scatto previste.Il G7 ThinQ ha sistema operativo Android 8 Oreo, 4 GB di Ram e 64 GM di memoria espandibile, batteria da 3.000 mAh con ricarica wireless, tasto Google Assistant, riconoscimento del volto e sensore per le impronte. Lo smartphone, resistente ad acqua e polvere, è atteso in Italia a metà maggio, nei colori nero e blu, a un prezzo di 849 euro.
Manager Cambridge Analytica pensano a nuova societàMedia, si chiama Emerdata

03 maggio 2018

Nei mesi che hanno preceduto la chiusura di Cambridge Analytica, travolta dallo scandalo dei dati di Facebook, i suoi manager si sono mossi per creare una nuova societa’, Emerdata, con base in Gran Bretagna. Lo riportano i media internazionali, sottolineando che fra i manager di Emerdata c’e’ Johnson Ko Chun Shun, uomo d’affari di Hong Kong e partner di Erik Prince, il fondatore di Blackwater.Emerdata svolgerebbe lo stesso lavoro di Cambridge Analytica, unendo proprio Cambridge Analytica e SCL Group, la divisione elettorale della divisione inglese di Cambridge Analytica.La chiusura della controversa società di consulenza Cambridge Analytica, coinvolta nello scandalo dei dati di milioni di utenti Facebook usati a scopo di presunta propaganda politica, non fermerà neppure in Gran Bretagna le indagini in corso sulla vicenda. Lo assicurano in queste ore l’Ico, l’authority del Regno sull’informazione e la tutela dei dati personali, nonché il presidente della commissione parlamentare su Digitale e Media, Damian Collins. Lo stop delle attività per insolvenza, che riguarda anche la Scl, casa madre di Cambridge Analytica, sarà monitorato e gli accertamenti comprenderanno eventuali società legalmente eredi di quelle in via di dissoluzione, precisa l’Ico.Mentre Collins avverte che “le investigazioni” sui sospetti di violazioni di norme elettorali “restano vitali” e che occorre assicurare “che questo non sia un tentativo di fuga per nascondersi”. Proprio questa è d’altronde la convinzione della deputata dell’opposizione laburista Mary Creagh che twitta: “Oltraggioso: l’insolvenza usata per insabbiare l’illegalità”.

Apple Academy, bando per selezione di 400 nuovi studentiA Napoli si formano i nuovi sviluppatori di app

03 maggio 2018

La Apple Developer Academy di Napoli ha pubblicato oggi il bando per la selezione dei nuovi studenti; saranno circa 400 i posti disponibili per giovani imprenditori e futuri sviluppatori di app. Il processo di selezione arriva contemporaneamente alla notizia che 42 studenti dell’attuale corso sono stati selezionati per partecipare alla WorldWide Developer Conference di giugno, momento in cui la comunità di sviluppatori si riunisce in California. Il numero dei vincitori di quest’anno rappresenta il doppio rispetto all’anno scorso e include 34 studenti italiani e otto studenti stranieri, provenienti dalla Turchia, Romania, Polonia, Brasile, Regno Unito, Germania e Grecia.La Developer Academy è aperta a studenti di tutta Italia e del mondo; l’attuale corso comprende studenti provenienti da 25 diverse nazioni, che vanno dal Venezuela e Perù, dall’India alla Nigeria. Gli studenti italiani arrivano da 16 diverse regioni del paese. Degli attuali studenti, oltre 50 sono donne, un numero quattro volte superiore rispetto all’anno precedente.Gli studenti che arriveranno con la selezione del nuovo bando porteranno a circa 1000 il numero totale di studenti che saranno stati formati all’Academy entro l’estate 2019. Agli studenti verrà chiesto di compilare una domanda online e i migliori candidati verranno invitati a sostenere un test e partecipare a un colloquio in una delle città in cui sarà possibile farlo: Napoli, Londra, Monaco o Parigi. la scadenza per la presentazione delle domande sarà l’8 giugno.Gli studenti apprenderanno competenze di sviluppo software, ma seguiranno anche corsi sulla creazione di startup e sul design delle app, con particolare attenzione agli studenti che collaborano alla creazione di app. L’Academy ha sede in uno spazio recentemente rinnovato, progettato appositamente da Apple in collaborazione con il dipartimento di Architettura dell’Università Federico II.
Microsoft, nuove funzionalità per OutlookScadenza bollette entra in calendario

03 maggio 2018

In arrivo nuove funzionalità per Outlook, il servizio di posta di Microsoft, che si aggiorna per Windows, macOS, web, Android e iOS. La prima novità riguarda le bollette e le fatture: quando il software identifica una notifica di pagamento nella posta inserisce la scadenza nel calendario ed è possibile anche ricevere un promemoria due giorni prima del pagamento.Con l’aggiornamento dell’app è inoltre possibile aggiungere una riunione o una posizione per gli eventi con suggerimenti per il luogo del meeting, incluse le sale utilizzate più frequentemente. Tra le nuove funzionalità di Outlook anche la possibilità di vedere le risposte monitorate e quelle con la dicitura ‘RSVP’ per le riunioni. Se si sta pianificando un meeting che richiede un controllo dei partecipanti, Outlook da’ la possibilità di consentire o impedire l’inoltro dell’invito del calendario. Il servizio di Microsoft supporta anche multipli fusi orari per gli eventi in calendario.Infine, con Outlook per iOS sarà possibile sincronizzare le cartelle delle bozze e quindi continuare la scrittura su un altro dispositivo; mentre in Outlook per Android verrà integrato Office Lens e verrà consentito il blocco della visualizzazione di contenuti esterni, come le immagini pubblicitarie.

Twitter agli utenti, ‘cambiate password’Criticità risolta, nessun segnale di furto

NEW YORK04 maggio 2018

NEW YORK – Twitter invita i suoi 330 milioni di utenti a considerare di cambiare la propria password. Una richiesta che prende le mosse dal fatto che la password viene mostrata per intero nei sistemi interni dove tutte le parole chiave vengono conservate. “Non ci sono indicazioni” che le password siano state rubate, afferma Twitter. “Il problema – rassicura – è stato risolto”.

“Quando scegliete una password per il vostro account Twitter, noi usiamo una tecnologia che la maschera in modo che nessuno all’interno della società possa vederla – afferma Twitter in una nota -. Abbiamo di recente identificato un problema per il quale le password vengono mostrate per intero nei sistemi interni.

Abbiamo risolto il problema e non ci sono indicazioni di furto o di cattivo uso” delle password. “Con eccesso di cautela vi chiediamo di considerare di cambiare la password su tutti i servizi per cui l’avete usata” aggiunge Twitter.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.