Aggiornamenti, Notizie

AGGIORNAMENTO NEWS DALLE 07:14 ALLE 15:15 DI OGGI, DOMENICA 7 MAGGIO 2018

Tempo di lettura: 22 minuti

Ultimo aggiornamento 6 Maggio, 2018, 13:16:03 di Maurizio Barra

William e Kate mostrano le prime foto del principe Louis
Postate sui social con ringraziamenti per i ‘gentili messaggi’

ROMA06 maggio 201807:14

William e Kate hanno postato sui social le prime fotografie del terzogenito Louis dopo il ritorno a casa. Le foto, immediatamente rimbalzate sui siti d’informazione britannici, ritraggono il neonato da solo con aria assorta, e coccolato dalla sorellina Charlotte, di tre anni. Una delle foto è stata scattata quando il piccolo Louis, nato il 23 aprile scorso, aveva appena tre giorni di vita.Kate è rientrata a casa il giorno stesso del parto. Le due immagini sono state scattate da William e Kate a Kensington Palace. In una nota postata sui social con le foto i duchi di Cambridge si dicono “molto lieti” di condividere le immagini e aggiungono i loro ringraziamenti al pubblico per “tutti i gentili messaggi” ricevuti dalla nascita del piccolo principe Louis.

Corea del Nord: ‘Dagli Usa ostacoli alla distensione’ ‘Pericoloso tentativo di rovinare la nascente riconciliazione’

06 maggio 201812:22

La Corea del Nord ha bacchettato gli Stati Uniti per quelle che definisce “fuorvianti” affermazioni secondo cui la politica di Washington di sanzioni e massima pressione politica sarebbe il fattore che ha condotto Pyongyang al tavolo dei negoziati. Un portavoce del ministero degli Esteri citato dall’agenzia di Stato nordcoreana definisce le affermazioni un “pericoloso tentativo” di rovinare la nascente distensione tra le due Coree dopo l’incontro tra i due leader Kim Jong Un e Moon Jae-in.

A Londra 17enne ucciso a colpi di pistola. Morto 20enne accoltellato a Liverpool Il corpo del minorenne trovato ieri in strada in un quartiere a sud

06 maggio 201810:35

Preoccupano gli ultimi episodi di violenza nelle metropoli britanniche. Un 17enne è stato ucciso con un colpo di pistola a sud di Londra. Lo riferiscono i media britannici che citano la polizia. Gli agenti sono interventi dopo la telefonata che avvertiva di alcuni colpi di arma da fuoco nel quartiere di Southwark. La vittima è stata trovata in strada dove è stato subito soccorso dallo staff medico dell’ambulanza, ma per lui non c’è stato nulla da fare. Il minorenne non è stato ancora identificato mentre le indagini proseguono.A Liverpool, invece, un ragazzo di 20 anni è stato ucciso a coltellate. Il giovane è deceduto in ospedale per le ferite riportate.

Rohani: ‘Storico pentimento se gli Usa si ritirano dall’accordo sul nucleare’Discorso in tv: ‘Ponti altri piani per far fronte alla decisione’

TEHERAN06 maggio 201810:31

Gli Usa affronteranno uno “storico pentimento” se se ritireranno dall’accordo sul nucleare firmato nel 2015 tra Teheran e l’Occidente. Lo ha detto il presidente iraniano Hassan Rohani, riferisce al Jazeera. In un discorso alla nazione, trasmesso in tv, Rohani ha detto che l’Iran ha in programma piani per far fronte a qualsiasi decisione del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che ha affermato di volersi ritirare dall’accordo sul nucleare.”C’é un solo Stato, un piccolo Paese e un regime che sostengono che l’accordo sul nucleare con l’Iran è stato un errore e sono gli Usa, l’Arabia Saudita e Israele”, ha detto Rohani durante un discorso a Sabzevar, nella provincia di Khorasan Razavi, trasmesso dalla tv di Stato. Le dichiarazioni del presidente americano durante i suoi 15 mesi di mandato nei quali sostiene che l’accordo è il peggiore mai firmato non sono logiche, ha proseguito Rohani. “L’Iran non terrà colloqui con nessuno sui suoi meccanismi di difesa e non sono affari di nessuno conoscere le nostre decisioni su come ci difenderemo”, ha aggiunto. L’annuncio di Trump sull’accordo è atteso per il 12 maggio.
Rai: Orfeo, quasi fatta per Baglioni a Sanremo nel 2019Fiorello? ‘Ha parlato di ritorno a novembre su Rai1′

DOGLIANI (CUNEO)06 maggio 201811:47

“Baglioni condurrà Sanremo anche nel 2019? É quasi fatta. Ho motivo di pensare che sia più di un augurio”. Lo ha detto Mario Orfeo, direttore generale della Rai, al Festival della Tv di Dogliani.
Quanto a un possibile ritorno di Fiorello in televisione, Orfeo ha risposto: “E’ stato lui a dire che torna su Rai1 a novembre”. “Nel cda Rai di domani – ha spiegato Orfeo al termine dell’incontro – dirò che c’è la disponibilità di Baglioni. Sulla squadra deciderà lui come direttore artistico. Una cosa alla volta”.
Iran: Rohani, se fuori Usa si pentirannoDiscorso in tv, pronti altri piani per far fronte a decisione

ROMA06 maggio 201811:14

– ROMA, 6 MAG – Gli Usa affronteranno uno “storico pentimento” se se ritireranno dall’accordo sul nucleare firmato nel 2015 tra Teheran e l’Occidente. Lo ha detto il presidente iraniano Hassan Rohani, riferisce al Jazeera.
In un discorso alla nazione, trasmesso in tv, Rohani ha detto che l’Iran ha in programma piani per far fronte a qualsiasi decisione del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che ha affermato di volersi ritirare dall’accordo sul nucleare. “C’é un solo Stato, un piccolo Paese e un regime che sostengono che l’accordo sul nucleare con l’Iran è stato un errore e sono gli Usa, l’Arabia Saudita e Israele”, ha detto Rohani durante un discorso a Sabzevar, nella provincia di Khorasan Razavi, trasmesso dalla tv di Stato.
Libano: aperti i seggi per parlamentariLe prime dopo nove anni

BEIRUT06 maggio 201807:42

– BEIRUT, 6 MAG – Aperte le urne in Libano per le prime elezioni parlamentari da nove anni a questa parte. Le elezioni si svolgono tra strette misure di sicurezza con agenti di polizia e militari a presidiare ogni seggio e le zone più sensibili. A confrontarsi la coalizione filo occidentale del primo ministro Saad Hariri e quella filoiraniano degli Hezbollah. Gli aventi diritto al voto sono 3.7 milioni e i primi risultati sono attesi subito dopo la chiusura dei seggi, alle 7 di stasera ora locale. I candidati sono 586, tra cui 86 donne.
Salvati 476 migranti nel MediterraneoSu 15 imbarcazioni, meteo a favore per aumento traversate

MADRID06 maggio 201812:25

Almeno 476 migranti sono stati salvati dal servizio marittimo spagnolo nell’arco di due giorni mentre cercavano di attraversare il mar Mediterraneo su 15 imbarcazioni diverse dopo essere partiti dalle coste africane. L’aumento delle traversate nello Stretto di Gibilterra di questi ultimi mesi è stata favorita dalle condizioni meteo.
Afghanistan, attacco in moschea centro per il voto: otto mortiNei locali di registrazione elettorale a Khost

KABUL06 maggio 201813:08

Una esplosione è avvenuta oggi all’interno di una moschea di Khost City, capoluogo della omonima provincia sud-orientale afghana, causando secondo un primo bilancio la morte di almeno otto civili ed il ferimento di altri dieci. Lo hanno reso noto i media locali.Secondo testimonianze di residenti, l’obiettivo degli attentatori era il centro di registrazione elettorale costituito all’interno della moschea Yaqobbi. Lo scoppio, di natura ancora imprecisata, è avvenuto mentre i fedeli erano in preghiera.

Siria: 6 morti in raid aerei a IdlibAnche 12 feriti, tra cui bambini. Fonti accusano russi

BEIRUT

– Sei persone sono state uccise e 12 ferite in un raid aereo compiuto la scorsa notte nella provincia siriana nord-occidentale di Idlib, controllata da forze degli insorti, secondo quanto riferisce il servizio di difesa civile dei ‘Caschi bianchi’, attivo al di fuori delle zone governative. Secondo la stessa fonte, tra i feriti vi sono diverse donne e bambini.
La notizia non può essere verificata con fonti indipendenti e non è chiaro chi avrebbe compiuto l’attacco. Secondo fonti dell’opposizione il raid sarebbe stato effettuato da jet russi decollati dalla base di Hmeimim nella provincia di Latakia.
Siria: nuovi raid iracheni su postazioni IsisConcordato con autorità di Damasco

06 maggio 201813:50

BEIRUT – Nuovi raid sono stati compiuti da jet iracheni contro postazioni dell’Isis in territorio siriano a ridosso della frontiera, in accordo con il governo di Damasco e con la Coalizione internazionale a guida americana.
L’attacco è stato reso noto dall’ufficio del primo ministro iracheno Haidar al Abadi con un comunicato diffuso stamane e riportato dalla televisione panaraba Al Jazira. Uno dei bombardamenti ha colpito una postazione vicino alla città di Deyr az Zor in un’area a sud della cittadina di Deshaisha. Secondo quanto si precisa nella nota, la base era usata da comandanti dell’Isis. Negli ultimi mesi diversi attacchi simili sono stati compiuti dall’aviazione irachena in territorio siriano contro sacche ancora controllate dallo Stato islamico, da cui i jihadisti potrebbero lanciare nuove incursioni in Iraq.
Anziano scomparso, 4 giorni di ricercheNell’Appennino Parmense, in azione soccorso alpino e volontari

PARMA06 maggio 201810:29

– PARMA, 6 MAG – E’ il quarto giorno di ricerche nel Parmense, nella zona di Neviano degli Arduini (Parma), per un uomo di 79 anni malato di Alzheimer, che si è allontanato di casa giovedì mattina dalla frazione di Mozzano. Tecnici del corpo nazionale soccorso alpino e Speleologico, vigili del fuoco e protezione civile, oltre a tanti cittadini, sono impegnati nelle operazioni: un totale di circa 150 persone. E’ prevista l’attivazione elicottero Polizia di stato da Bologna per il sorvolo della zona della Val d’Enza, sull’Appennino a cavallo tra le province di Parma e Reggio Emilia. L’ultimo avvistamento dell’anziano risale a mercoledì sera, dopo ce ne sono stati altri ma non certi.
Bimba un anno morta cadendo da finestraLutto in famiglia pachistana a Trento, erano da amici

TRENTO06 maggio 201811:23

– TRENTO, 6 MAG – Era pachistana la bimba di poco più di un anno morta ieri sera, cadendo da una finestra al quarto piano di un condominio a Trento. Il volo nel vuoto è avvenuto perché è riuscita ad arrampicarsi dal letto sul davanzale, mentre la sorellina di un anno più grande era con lei a giocare su quel letto, sotto la finestra, e la mamma pregava nella stessa stanza, chinata a terra. Sarebbe stata questa la dinamica dell’incidente, in cui la piccola ha perso la vita ieri sera.
La mamma era andata in visita dagli amici con i suoi cinque figli: i più grandi erano scesi a giocare nel parco dal pomeriggio, con gli altri bambini della casa e della zona, mentre le piccole erano rimaste in casa. La donna poi si era ritirata pregare in una camera da letto ed è accaduta la tragedia.
Sotto shock, la donna è stata trasportata in ospedale a Trento e più tardi anche il padre, appresa la notizia.
Moglie skipper disperso, appello GovernoRosa Cilano, chiedo di fare pressioni su autorità Portogallo

GENOVA06 maggio 201811:27

– GENOVA, 6 MAG – “Ci sono infiniti casi di persone che sono sopravvissute su una zattera anche oltre 70 giorni. Faccio appello al Governo e al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella perché facciano pressioni sulle autorità portoghesi per continuare a cercare Aldo e Antonio”. Rosa Cilano, la moglie del velista Aldo Revello disperso dal 2 maggio nell’Atlantico tra Azzorre e Portogallo con l’amico skipper Antonio Voinea, non si dà pace dopo che le ricerche in mare sono state sospese ieri sera e “dopo soli 3 giorni”. Ci sono “al nostro fianco velisti esperti come Giovanni Soldini e altri che sostengono che potrebbero trovarsi su una zattera anche in una zona diversa, portati dalle correnti”. La zattera del Bright, la barca a vela con la quale i due skipper stavano rientrando in Italia dai Caraibi, ha “ami per pescare e dà la possibilità di sopravvivere a 10 persone. Continuate le ricerche, l’Italia ci aiuti. Ci sono una bimba di 4 anni e una ragazza di 17 (le due figlie di Aldo Revello, ndr) che stanno aspettando il papà”.
Detenuto evade dal carcere di LodiEra in cella per spaccio, ha scavalcato il muro di cinta

LODI06 maggio 201811:32

– LODI, 6 MAG – Un marocchino di 22 anni è riuscito a evadere, ieri, dal carcere di Lodi. L’uomo era stato arrestato alcuni giorni fa per spaccio di stupefacenti, in esecuzione di un ordine di carcerazione. Il detenuto, secondo quanto ricostruito, avrebbe approfittato dell’ora d’aria scavalcando il muro di cinta e facendo perdere le tracce. Le forze dell’ordine lo stanno cercando nel Lodigiano ma anche nelle province limitrofe.
Da Padova a Norcia sul cammino dei santiNuova sfida per il ‘camminatore’ di S. Pellegrino di Norcia

NORCIA (PERUGIA)06 maggio 201812:09

– NORCIA (PERUGIA), 6 MAG – Una nuova sfida per Daniele Franchi, il camminatore di San Pellegrino di Norcia, pronto ad affrontare un altro percorso di 800 chilometri che lo porterà, da martedì, sulle orme di Sant’Antonio, San Francesco e in ultimo di San Benedetto. Partirà da Padova e farà ritorno nella sua frazione terremotata, attraversando in solitudine montagne, città e luoghi di culto.
Il tutto a soli otto mesi da un altro percorso, quello per Santiago di Compostela. Daniele ha 26 anni, gli ultimi li ha trascorsi a combattere prima una malattia e poi ad affrontare il sisma. Camminare, racconta all’ANSA, “è una passione come le altre, ma oggi affronto queste sfide soprattutto per portare il nome di San Pellegrino in giro per l’Italia e per l’Europa”. Sul suo zaino appenderà infatti, come era stato per Santiago, la felpa con su scritto “San Pellegrino di Norcia c’è”, realizzata all’indomani del terremoto del 30 ottobre 2016 dagli stessi abitanti della frazione a testimonianza della loro voglia di rinascita.
Tentano colpo bancomat,sparatoria con CcFerito componente della banda, 5 arresti nel Chietino

CHIETI06 maggio 201812:10

– CHIETI, 6 MAG – Sparatoria nella notte a Piane d’Archi in Val Sangro (Chieti) tra i carabinieri e i componenti di una banda pugliese. Arrestati 5 malviventi, di cui uno ferito alla gamba e non in pericolo di vita. I Carabinieri hanno sventato il colpo al bancomat delle poste già carico di esplosivo, ma non esploso. Dopo la fuga i banditi sono stati inseguiti e bloccati a bordo di un’auto nelle campagne circostanti.
Maltempo: conta dei danni in SardegnaRegione in campo a Bosa, dove si registrano maggiori criticità

CAGLIARI06 maggio 201812:25

– CAGLIARI, 6 MAG – Dopo le incessanti piogge che hanno provocato in varie zone della Sardegna allagamenti, frane sulle strade con conseguenti chiusure al traffico, si fa la conta dei danni, anche questa volta ingenti, soprattutto nel Sulcis Iglesiente e Oristanese.
Molti sindaci chiederanno lo stato di calamità naturale, e intanto è continuato per tutta la notte il presidio della Protezione civile regionale nelle zone più colpite. Donatella Spano, assessora delegata alla Protezione civile, si è recata a Bosa (Oristano) con il direttore regionale della Protezione civile, Graziano Nudda, e il direttore generale di Forestas, Antonio Casula, per incontrare il sindaco e seguire da vicino l’evoluzione della situazione dopo che le piogge hanno creato allagamenti in centro e problemi alla viabilità sulle strade per Montresta e Alghero.
A Bosa sono arrivati squadre e mezzi per l’emergenza: la Sori, la sala regionale integrata, ha inviato sul luogo 15 idrovore e 35 operatori

42 anni fa il Friuli distrutto dal sismaDa quella tragedia nacque un modello di ricostruzione

ROMA06 maggio 201813:15

– ROMA, 6 MAG – La sera del 6 maggio 1976 in Friuli la terra tremò e in pochi secondi un mondo intero, una cultura, una comunità crollarono. Soltanto l’alba successiva si comprese la dimensione del terremoto e che dovunque erano crollate case, dovunque c’erano morti.
Subito cominciò la solidarietà con centinaia di giovani friulani che raggiunsero i luoghi colpiti dal sisma e squadre coordinate dai sindaci, dai Vigili del fuoco e dagli alpini della Julia. Nei paesi più colpiti dalle scosse furono salvate vite umane, grazie al lavoro – a mani nude – di tantissimi volontari. Il giorno dopo lo Stato arrivò con Giuseppe Zamberletti subito nominato commissario straordinario dal presidente del Consiglio Aldo Moro. Sul campo rimasero quasi mille morti e un terzo della regione Friuli Venezia Giulia devastato. Ma da quella devastazione nacque un modello di ricostruzione.
Papa: tutelare vita in ogni sua faseAl Regina Coeli. “Dal concepimento al tramonto naturale”

CITTA’ DEL VATICANO06 maggio 201814:02

– CITTA’ DEL VATICANO, 6 MAG – L'”amore per gli altri non può essere riservato a momenti eccezionali, ma deve diventare la costante della nostra esistenza”. Lo ha affermato oggi il Papa al Regina Coeli in Piazza San Pietro, davanti a 40 mila fedeli. “Ecco perché – ha detto Francesco – siamo chiamati a custodire gli anziani come un tesoro prezioso e con amore, anche se creano problemi economici e disagi, dobbiamo custodirli. Ecco perché ai malati, anche se nell’ultimo stadio, dobbiamo dare tutta l’assistenza possibile. Ecco perché i nascituri vanno sempre accolti; ecco perché, in definitiva, la vita va sempre tutelata e amata dal concepimento al suo naturale tramonto”.
Nel pomeriggio il Pontefice va in visita alla parrocchia romana del Santissimo Sacramento, a Tor de’ Schiavi, dove nel corso della messa impartisce la cresima a una bambina affetta da una malattia mitocondriale e alla madre.
Giovani in piazza, a Torino è BotellonFesta in centro città, ‘perché la movida può essere educata’

TORINO06 maggio 201814:27

– TORINO, 6 MAG – Sono arrivati in migliaia, nel centro di Torino, per partecipare al Botellon, festa di origine spagnola dove ognuno si porta da bere. All’evento, organizzato attraverso un rapido tam tam sui social netwok, hanno risposto in tanti. Tutti giovanissimi: torinesi, studenti Erasmus e fuori sede. Bottiglie e bicchieri in borsa, lo spirito è “stare con gli amici e conoscerne nuovi”. C’è chi suona, chi balla e chi beve.
La festa a pochi giorni dal varo delle nuove norme contro la mala movida, che vietano gli alcolici in orario notturno. “La movida può essere educata e noi siamo l’esempio”, dice Carla, 23 anni. “Abbiamo tutti un bicchiere in mano, eppure la situazione è tranquilla. Alcune regole vanno date. E poi le persone devono imparare a controllarsi”. Il popolo del Botellon non ha dubbi: “troppe restrizioni non servono a nulla”. Per loro la soluzione è semplice: “evitare schiamazzi e vetro per le strade. E poi educazione: se qualcuno ti chiede di andartene, o di abbassare la voce, lo devi fare”.
Pakistan, incidenti in miniera, 18 mortiIn due diverse località. Cinque operai dispersi

ISLAMABAD06 maggio 201807:21

– ISLAMABAD, 6 MAG – Almeno 18 minatori sono morti e alcuni altri sono rimasti intrappolati ieri nella provincia pachistana di Belucistan per esplosioni che hanno provocato crolli nelle gallerie delle miniere in cui lavoravano. Il primo incidente, di gran lunga il più grave, è avvenuto a Pir Ismail, località a 45 chilometri del capoluogo Quetta. Qui lo scoppio ha intrappolato 16 minatori, i cui cadaveri sono stati recuperati dai soccorritori.
Quasi contemporaneamente nella stessa Quetta un altro scoppio in un impianto della Pakistan Mineral Development Corporation ha investito nove minatori impegnati nelle gallerie. Qui il bilancio è di due morti, due feriti e cinque minatori rimasti bloccati, e per i quali le speranze di salvezza, a detta degli esperti, sono minime.
Iran: Johnson a Washington per colloquiAnche Siria e Corea del Nord tra i temi da discutere

WASHINGTON06 maggio 201807:58

– WASHINGTON, 6 MAG – Il ministro degli Esteri britannico, Boris Johnson, sarà oggi a Washington per colloqui con l’amministrazione Trump in merito all’accordo sul nucleare con l’Iran mentre si avvicina la data del 12 maggio entro la quale il presidente Usa deciderà se ritirarsi dall’intesa.
Proprio ieri, Trump aveva avuto un colloquio telefonico con la premier britannica, Theresa May, durante la quale il presidente “ha sottolineato il suo impegno a garantire che l’Iran non acquisisca mai un’arma nucleare”.
L’accordo sul nucleare in sé non è menzionato nel comunicato del Foreign Office, ma l’Iran è uno degli argomenti di politica internazionale di cui Johnson discuterà insieme alla Siria e Corea del Nord.
Hamas colpita dopo aquiloni incendiariPostazione nel nord della Striscia vicino confine

06 maggio 201808:43

– TEL AVIV, 6 MAG – L’aviazione israeliana ha colpito la notte scorsa una postazione militare di Hamas nel nord della Striscia vicino la barriera difensiva con lo stato ebraico dopo che da Gaza erano stati inviati aquiloni incendiari nel tentativo di appiccare il fuoco in territorio ebraico. Non ci sono al momento notizie su eventuali vittime o danni. Il portavoce militare israeliano ha ricordato che quello della notte passata è l’ultimo di una serie di tentativi di rogo messi in atto dalla Striscia con il lancio di aquiloni incendiari.
Netanyahu da Putin mercoledì a MoscaParteciperà a parata per la vittoria su Germania nazista

06 maggio 201808:47

– TEL AVIV, 6 MAG – Benyamin Netanyahu incontrerà a Mosca mercoledì prossimo Vladimir Putin con il quale “discuterà temi regionali”. Lo ha annunciato l’ufficio del primo ministro spiegando che l’incontro è stato deciso in una recente telefonata tra i due. Secondo la stessa fonte, Putin ha invitato Netanyahu a raggiungerlo per la parata per la vittoria sulla Germania nazista. I due si incontreranno al Cremlino dopo la parata.
Russia: rilasciato l’oppositore NavalniDopo la mezzanotte. Lo annuncia lui stesso con un tweet

ROMA06 maggio 201811:15

– ROMA, 6 MAG – Poco dopo la mezzanotte la polizia russa ha rilasciato l’oppositore Alexiei Navalni, fermato ieri in piazza Pushkin, nel centro di Mosca, insieme ad almeno 1600 persone in diverse città della Russia durante i cortei anti-Putin.
E’ stato lo stesso Navalni ad annunciarlo questa mattina con un tweet: “Hanno compilato due verbali su di me – organizzazione di manifestazione e disobbedienza alle forze dell’ordine – ma a mezzanotte e mezza hanno deciso di rilasciarmi in attesa del processo”.
Libano: Aoun a cittadini, votate liberiIn corso prime elezioni da nove anni

06 maggio 201811:26

– BEIRUT, 6 MAG – Il presidente libanese Michel Aoun ha rivolto un appello ai suoi concittadini perché esercitino il loro “democratico diritto di voto” nelle elezioni parlamentari di oggi, indipendentemente da “influenze esterne”.
Il capo dello Stato ha parlato dopo aver votato nel distretto di Haret Hreik, nel sud di Beirut. La legge elettorale, che prevede una rigida suddivisione dei seggi parlamentari in base all’appartenenza confessionale, impone ad ogni cittadino di votare nel distretto di origine della famiglia. Molti elettori, soprattutto della capitale, hanno dovuto quindi mettersi in viaggio all’alba per raggiungere località fuori da Beirut.
Quelle di oggi sono le prime elezioni dopo 9 anni e tre rinvii dovuti alle tensioni createsi in Libano come conseguenza del conflitto civile siriano. I due principali schieramenti sono quello filo-iraniano e filo-siriano guidato dal partito sciita Hezbollah e quello vicino all’Arabia Saudita e all’Occidente capeggiato dal partito Futuro del primo ministro Saad Hariri.
Israele:per ambasciata Usa 6 anni lavoriLa sua inaugurazione ‘sarà simbolica’

06 maggio 201811:33

– TEL AVIV, 6 MAG – La inaugurazione dell’ambasciata Usa nel rione di Arnona a Gerusalemme – fissata per il 14 maggio – sarà solo ”di carattere simbolico” perche’ per la realizzazione dell’edificio e delle strutture circostanti saranno necessari sei anni di lavori. Nella fase iniziale ”si tratterà solo del cambiamento di un cartello (nel consolato Usa, ndr) e del trasferimento dell’ambasciatore con la propria segretaria”. Lo scrive Yediot Ahronot che afferma di aver preso visione dei progetti dettagliati del palazzo, che disporrà di cinque piani. Per la sua realizzazione dovrà essere demolito l’Hotel Diplomat, che funge da ostello per i pellegrini. L’area dell’ambasciata, precisa il giornale, sarà circondata da un muro di 3,2 metri. Inoltre sarà approntata una ”via di fuga” per i diplomatici. Circa i costi del progetto, Yediot Ahronot ritiene che siano compresi fra 250 milioni ed un miliardo di dollari.
Gb:2 ragazzi uccisi a Londra e LiverpoolUno con colpi di pistola, un altro a coltellate

ROMA06 maggio 201811:40

Un 17enne è stato ucciso con un colpo di pistola a sud di Londra, mentre un ragazzo di 20 anni è stato ucciso a coltellate a Liverpool Lo riferiscono i media britannici che citano la polizia. Gli agenti londinesi sono interventi dopo la telefonata che avvertiva di alcuni colpi di arma da fuoco nel quartiere di Southwark. La vittima è stata trovata in strada dove è stato subito soccorso dallo staff medico dell’ambulanza, ma per lui non c’è stato nulla da fare. Il minorenne non è stato ancora identificato mentre le indagini proseguono. In base a quanto si apprende, a Liverpool i soccorsi sono giunti subito sul posto, ma il giovane è deceduto in ospedale per le ferite riportate.
Iran:revocati domiciliari moglie MousaviMa la donna rinuncia. Ex primo ministro detenuto dal 2011

TEHERAN06 maggio 201812:03

– TEHERAN, 6 MAG – Il Consiglio Supremo di Sicurezza Nazionale iraniano ha revocato gli arresti domiciliari a Zahra Rahnavard, moglie dell’ex primo ministro e leader dell’opposizione, Mir Hossein Mousavi. Tuttavia, la donna ha preferito rinunciare per rimanere con il marito.
Mousavi, la moglie e Mahdi Karrubi, ex presidente del Parlamento, sono agli arresti domiciliari dal 2011 per aver guidato il ‘Movimento verde’ nelle proteste contro i brogli alle elezioni presidenziali del 2009 che portarono alla vittoria del fondamentalista Mahmoud Ahmadinejad.
Il figlio di Karrubi, Hossein, citato dai media iraniani afferma che, sebbene ora i familiari dei due leader riformisti possano incontrarli liberamente, non ci sono ancora notizie sulla revoca degli arresti domiciliari per loro due, anche se, riferiscono i media, l’amministrazione Rohani, sta facendo del suo meglio per raggiungere questo scopo.
Polonia: minatori dispersi, un mortoIn 7 erano rimasti bloccati a 900 metri sottoterra

VARSAVIA06 maggio 201813:19

– VARSAVIA, 6 MAG – I soccorritori, circa 200, impegnati nelle ricerche dei minatori dispersi in seguito ad una scossa che ha colpito la miniera Zofiowka, nella città di Jastrzebie-Zdroj, al confine con la repubblica ceca, hanno ritrovato il corpo senza vita di un minatore di 38 anni.
Al momento della scossa erano sette i minatori che si trovavano a 900 metri sottoterra e con i quali si erano interrotte le comunicazioni. Adesso sono ancora tre quelli che mancano all’appello.
Record di Big Mac, 30mila in 46 anniEx guardia carceraria stabilisce primato, uno al giorno dal 1972

FOND DU LAC (WISCONSIN)06 maggio 201813:55

– FOND DU LAC (WISCONSIN), 6 MAG – Un’ex guardia carceraria del Wisconsin ha raggiunto il record di Big Mac mangiati dopo aver dato il morso al numero 30mila, 46 anni dopo aver mangiato il primo. Secondo quanto riferisce la tv WBAY-TV, Don Gorske, 64 anni, di Ford Lac, ha mangiato un Big Mac al giorno dal lontano 17 maggio, 1972. Da allora ha quasi sempre conservato le scatole o le ricevute dei panini o quantomeno segnato sul calendario ogni Big Mac che consumava. Gorske era già registrato nel Guiness dei primati quando raggiunse la cifra di 28.788 panini mangiati nel 2016. L’uomo sostiene di amare i Big Mac ed è per questo che ne continua a mangiare. Colesterolo e pressione del sangue sono nella normalità, afferma.
Sudafrica: regista ucciso da giraffaCon un colpo di collo. Stava girando una serie in una fattoria

JOHANNESBURG06 maggio 201813:58

– JOHANNESBURG, 6 MAG – Una giraffa ha ucciso un regista sudafricano che era sul set di ripresa in una struttura per la fauna selvatica a nord-ovest di Johannesburg. L’agenzia di riprese CallaCrew afferma che Carlos Carvalho stava girando una serie all’interno della fattoria Glen Afric, nella località di Broederstroom, quando è stato affrontato dalla giraffa. Il regista è stato trasportato nell’ospedale di Johannesburg, ma è deceduto la stessa notte a causa delle gravi ferite riportate. I media sudafricani riferiscono che Carvalho era molto vicino all’animale quando questa lo ha colpito con il collo.
Tunisia: test comunali, crolla affluenzaAlle 11 il 10%, quattro anni anni era il 25%

06 maggio 201813:59

– TUNISI, 6 MAG – Niente code ai seggi elettorali questa mattina in Tunisia. Tutte le operazioni si svolgono nella massima regolarità e calma e senza file fuori dai seggi. Il tasso di affluenza ufficiale per le prime elezioni comunali del post-rivoluzione alle ore 11 si è attestato al 10%. Lo ha annunciato la Commissione Superiore Indipendente per le Elezioni (Isie). Alle elezioni politiche del 2014, alle ore 10.00, aveva votato il 25% degli aventi diritto. Del resto gli analisti locali hanno previsto per la giornata odierna un basso tasso di affluenza dei cittadini alle urne. Ciò a dimostrazione di un certo grado di disaffezione dei cittadini nei confronti della politica che non ha saputo concretizzare sogni e aspettative prefigurate dalla “rivoluzione dei gelsomini”. I problemi economici e sociali sono tuttora all’ordine del giorno in un Paese che ha faticosamente conquistato i suoi diritti democratici ma che stenta ad assicurare benessere e equità sociale a tutti i cittadini.
Anziana sequestra l’idraulico che non le fa la ricevuta, denunciata . La donna: ‘Volevo quello che mi spettava’Il comune di Mazara del Vallo intende invitare per assegnare un encomio alla 75enne

PALERMO06 maggio 201808:31

“Da presunta giustiziera a multata. La parabola dell’anziana di Chieri nel torinese è un po’ il simbolo di una giustizia invocata, sicuramente in modo sbagliato, ma che ha portato a risultati paradossali. Ed è per questo che il comune di Mazara del Vallo intende invitare per assegnare un encomio non al gesto ma all’anziana che voleva avere riconosciuti i suoi diritti”. Lo afferma il sindaco Nicola Cristaldi commentando la vicenda che ha come protagonista Pina Conrotto, 75 anni, ex parrucchiera che ha rinchiuso in casa un idraulico che si era rifiutato di farle la ricevuta fiscale. La cliente è stata però denunciata dai carabinieri, chiamati dalla sorella, per sequestro di persona ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni.”La signora mi ha accusato di non aver fatto a dovere i lavori e io le ho spiegato che avrei fatto la fattura quando fosse tutto ultimato”, ha detto il tecnico. “Io sono per la legalità. Ho chiesto solo quello che mi spettava”, ha ribadito l’anziana.La donna aveva spiegato che avrebbe liberato l’uomo – chiuso a chiave nella sua abitazione – solo in presenza dei carabinieri. L’anziana lamentava anche il fatto che i lavori non fossero stati eseguiti in modo corretto.

Pescatore muore nel MelezzoUomo annega nel torrente, malore o caduta le probabili cause

RE (VCO)06 maggio 201812:48

– RE (VCO), 6 MAG – Un uomo è deceduto stamattina nel torrente Melezzo, in valle Vigezzo. Il corpo è stato recuperato dai vigili del fuoco volontari e dal Soccorso Alpino di valle.
Secondo le prime informazioni si tratterebbe di un pescatore che si trovava a Meis, frazione di Re, sotto il cavalcavia della statale 337, per una battuta di pesca in compagnia di un amico.
Potrebbe essere stato un malore o potrebbe essere scivolato. È stato un altro pescatore ad allertare i soccorsi, ma per l’uomo non c’era più nulla da fare.
Fiorello: “Sono pigro ma se torno in tv sarà a novembre”Lo showman a Dogliani: ‘La Rai? E’ in un periodo trolley…’

DOGLIANI (CUNEO)06 maggio 201811:49

E’ in gran forma Fiorello: “sembro un modello di Armani, poi chissà perché quando sfilano e si mettono in posa non sorridono mai”. Il popolare showman, è l’ospite d’onore al Festival della Tv e dei Nuovi Media di Dogliani. Nelle Langhe torna dopo tre edizioni e promette che ci sarà di nuovo fra due anni, alternandosi con il fratello Beppe “perché un Fiorello ci deve pur essere”.
“Tornerò in tv. Me lo chiedono tutti, mia figlia, anche il mio cane”, risponde al critico Aldo Grasso che insiste sulla necessità di un suo ritorno sul piccolo schermo. Fiorello ammicca alla presidente della Rai, Monica Maggioni, seduta in prima fila. “Sono pigro, faccio cose che non m’impegnano, vicino casa. Faccio il programma per Radio Deejey da casa, l’Eur per me è troppo lontano. La mia pigrizia m’impedisce di fare cose su Rai1, troppo impegnativo. Devi pensare i monologhi. Io in tv farei me stesso”. Poi si lascia scappare una mezza promessa: “Faremo un varietà, molto presto. Potrei tornare a novembre, ma non so il giorno della settimana. Bisogna scegliere il giorno giusto. Magari il lunedì quando sono tutti a casa. Escludo il sabato, è il giorno della De Filippi”. Ma non è il momento giusto per fare programmi. “La Rai – spiega Fiorello – è in un periodo di transizione. Io lo chiamo periodo trolley. Tutti i direttori sono lì con il trolley pronto. Attendo lunedì, chiamo Mattarella. Se c’è Di Maio, il toy boy di Orietta Berti, non so”. E ironizza sulle trasmissioni Rai: “La Corrida, Portobello, perché non facciamo Canzonissima?” Il pezzo forte è la rubrica del suo cellulare. Se con l’allenatore della Juve Allegri, con Carlo Verdone e Gianni Morandi il telefono squilla a vuoto, gli rispondono Linus e Urbano Cairo. Poi, a sorpresa, chiama il direttore generale della Rai, Mario Orfei: “Guardo la partita della Juventus, preparo la formazione. Poi faccio la valigia, gli scatoloni, come sai bene”, scherza. E Fiorello: “Ma chi prenderà il tuo posto? De Falco? Quando andrai via, vieni a lavorare con me”.
Poi gli auguri per la Juventus a prova di scongiuri.

Vertice c.destra stasera a P.GrazioliCon Salvini, Berlusconi e Meloni

ROMA06 maggio 201813:12

– ROMA, 6 MAG – Il vertice del centrodestra per fare il punto in vista delle consultazioni di domani al Quirinale è stato convocato, si apprende, per questa sera a Palazzo Grazioli, a Roma. Vi parteciperanno, tra gli altri, Matteo Salvini, Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni.
Adunata alpini: concerto Ana-AustriaIeri sera a Trento, in nome della pace

TRENTO06 maggio 201814:32

– TRENTO, 6 MAG – L’inno austriaco e quello italiano hanno aperto ieri sera a Trento il primo evento musicale in vista dell’adunata degli alpini, dall’11 al 13 maggio. In nome della pace sono saliti sul palco del teatro Sociale di Trento il coro sezionale Ana di Trento e, dall’Austria, l’Original Tiroler Kaiserjägermusik. Hanno eseguito canzoni di montagna, ma anche brani internazionali.
“Canti e suoni – ha affermato il presidente del comitato organizzatore dell’adunata, Renato Genovese, donando al direttore dell’Original Tiroler Kaiserjägermusik, il colonnello Hannes Apfolterer, il crest con il logo della 91/a adunata – non hanno bisogno di traduzioni per capire che la musica unisce, sempre. Questa è anche la volontà dell’associazione nazionale alpini: unire e stare assieme, senza per questo dimenticare da dove veniamo”. Il colonnello austriaco, nel ringraziare gli alpini per l’invito, durante l’esecuzione di alcuni brani ha indossato il cappello con la penna nera.
Di Maio, ok premier terzo con Lega ma via Berlusconi

06 maggio 201815:03

“Io faccio un passo indietro, Salvini fa un passo indietro, ma c’è un altro che deve fare un passo indietro” riferendosi a Silvio Berlusconi. Così il capo politico M5S Luigi Di Maio a ‘1/2h In Più’ su Rai3, spiegando di avere parlato a Salvini di questa possibilità “un po’ di tempo fa” e ricordando che “il dialogo con Salvini non è andato avanti perché c’è il tema del centrodestra”.”Le confermo che insieme a Salvini possiamo scegliere un presidente del Consiglio che non sia io e che non sia Salvini, visto che è disponibile anche lui. Scegliamo una persona politica, l’ultimo dei problemi, se della Lega o del M5s. Scegliamo una personalità che possa rappresentare le due forze”, dice Luigi Di Maio a 1/2h in più. Anche un tecnico? “Purché sia una personalità in grado di gradire e comprendere il momento storico: questa è la differenza con i tecnici”.

Playoff Nba, Cleveland e Boston sul 3-0LeBron doma Toronto, Belinelli non basta a Philadelphia

ROMA06 maggio 201811:32

– ROMA, 6 MAG – Cleveland e Boston sono ad un passo dalla finale della Eastern Conference grazie ai successi di misura ottenuti la scorsa notte rispettivamente contro Toronto (105-103) e Philadelphia (101-98 dts) che le hanno portate sul 3-0 nella serie playoff. Due partite combattute e concluse a fil di sirena, che hanno visto tra i protagonisti Marco Belinelli e LeBron James. L’azzurro era riuscito a portare i Sixers ai supplementari sull’89-89 con un canestro dalla distanza all’ultimo secondo. Poteva essere il tiro del sorpasso e della vittoria ma un piede sulla linea ha limitato a due lo score..
All’overtime i Celtics sono stati più freddi, portando a casa un successo decisivo. Ancora decisivo LeBron per i Cavaliers che dopo una partita ampiamente dominata si erano fatti raggiungere da Toronto sul 103 pari. Il fuoriclasse di Cleveland ha preso palla per un’azione personale che ha chiuso a canestro nell’ultimo attimo utile, indirizzando in modo netto la sfida playoff con i Raptors.
Giro: amb.Israele, oggi tappa splendidaA Firenze per 70 anni nascita Stato, ricorda Bartali: è un eroe

FIRENZE06 maggio 201812:02

– FIRENZE, 6 MAG – “Il Giro d’Italia è il più grande evento sportivo che Israele ospita dalla nascita del suo Stato 70 anni fa. E’ un evento enorme con una grande partecipazione di pubblico. Oggi ci sarà la terza tappa e i corridori attraverseranno anche il deserto. Sarà una terza tappa meravigliosa”. Lo ha detto l’ambasciatore di Israele in Italia, Ofer Sachs, parlando con i giornalisti a margine di un convegno a Firenze per i 70 anni dalla nascita dello Stato di Israele. Sachs ha anche parlato di Gino Bartali: “E’ un eroe in Israele come in Italia, non solo per i suoi meriti sportivi ma perché usò lo sport come un ponte verso l’umanità, salvando centinaia di ebrei durante la seconda guerra mondiale. Pochi giorno fa ha ricevuto il premio di Yad Vashem, e in Israele qualsiasi bambino conosce il nome di Bartali”.
Vince in Usa puledra albina nata AssisiVia Lattea trionfa in finale al premio Weiss a Pocono Downs

PERUGIA06 maggio 201812:42

– PERUGIA, 6 MAG – Nata ad Assisi, all’ombra della basilica di San Francesco, Via Lattea, la trottatrice albina uscita dall’allevamento di Sergio Carfagna, dopo avere superato in Europa la prova di qualifica ed alcune gare in Svezia, ha ottenuto il suo primo successo negli Usa. All’ippodromo Pocono Downs, nella finale del Premio Bobby Weiss ha vinto infatti stabilendo il nuovo record sul chilometro.
La figlia di Gruccione Jet e Melodiass, approdata nell’ottobre del 2015 in Svezia alla alla ‘corte’ dei re mondiali del trotto, Michael Knutsson e Tristan Sjoberg, titolari della scuderia Knuttsson Trotting AB, ha centrato un obiettivo considerato storico per una cavalla albina. Secondo la scuderia Carfagna “un’impresa che sta già facendo il giro dei media specializzati e non solo a livello internazionale”. E per il titolare gli “straordinari risultati” danno ragione alla sua scelta di cedere la puledra “per il suo bene”.
Moto: Spagna; vince Marquez, 3/o Iannone e 5/o RossiSpagnolo Honda domina a Jerez e consolida primato

ROMA06 maggio 201814:54

Marc Marquez su Honda ha vinto il gran premio di Spagna, quarta prova del motomondiale. Lo spagnolo ha preceduto al traguardo la Yamaha di Johann Zarco e l’italiano Andrea Iannone su Suzuki. Quarto posto per la Pramac di Danilo Petrucci, quinto Valentino Rossi su Yamaha. Con questa vittoria Marquez si conferma leader del motomondiale. La gara è stata caratterizzata da uno spettacolare incidente al 18/o giro con lo scontro tra Lorenzo, Pedrosa e Dovizioso. Incidente spettacolare al 18/o giro del gran premio di Spagna, sul circuito di Jerez de la Frontera: fuori in un colpo solo Pedrosa, Lorenzo e Dovizioso che inseguivano Marc Marquez. Lorenzo prova a chiudere la curva, ma finisce per sbattere contro Pedrosa. Nell’impatto viene coinvolto anche Dovizioso. Tutti e tre finiscono a terra, e chiudono in anticipo la gara.

Il Miracolo, incassa 2 premi in FranciaAl SÉRIES MANIA di Lille Hauts-de-France, prima del debutto Sky

ROMA06 maggio 201814:26

– ROMA, 6 MAG – Il Miracolo di Niccolò Ammaniti si aggiudica, prima ancora del debutto in Tv, 2 dei 4 premi maggiori al SÉRIES MANIA, il prestigioso festival internazionale di serie Tv di Lille Hauts-de-France, dove la serie evento era in concorso nella competizione ufficiale delle migliori produzioni dal mondo. La giuria, presieduta da Chris Brancato e composta anche da Maria Feldman, dall’attrice, sceneggiatrice e regista tedesca Maria Schrader, dall’attore del teatro, del cinema e della tv francese Clovis Cornillac e da Pierre Lemaitre (scrittore e sceneggiatore), ha tributato alla serie originale Sky prodotta da Wildside, lo Special Jury Prize e il riconoscimento come miglior attore a Tommaso Ragno (Io e te, 1992, 1993), per la sua interpretazione nel ruolo di Marcello.
Andrà in onda dall’8 maggio alle 21.15 in esclusiva su Sky Atlantic HD e disponibile su Sky On Demand. Dal 6 maggio, inoltre, i primi due episodi saranno disponibili per tutti i clienti extra di Sky da più di 3 anni su Sky On Demand

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.