Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie

CALCIO: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DALLE 10:49 ALLE 18:35 DI OGGI, DOMENICA 6 MAGGIO 2018

Tempo di lettura: 8 minuti

Ultimo aggiornamento 6 Maggio, 2018, 16:34:09 di Maurizio Barra

Juve: Allegri “Scudetto? C’è la coppa”
Tecnico su twitter guarda al prossimo obiettivo dei bianconeri

TORINO06 maggio 2018 10:49

– TORINO, 6 MAG – Massimiliano Allegri vuole la coppa Italia e, per questo motivo, allontana l’attenzione dallo scudetto, ormai ad un passo dopo la vittoria di ieri sera sul Bologna. “Non pensiamo già al passo che manca per lo scudetto – scrive il tecnico della Juventus su Twitter – ma a una coppa da portare a casa ancora una volta”. E dire che una sconfitta del Napoli contro il Torino, darebbe ai bianconeri il settimo tricolore consecutivo con tre giornate d’anticipo. “Più vicini al nostro obiettivo”, twitta Khedira, autore del gol del vantaggio della Juve, mentre Claudio Marchisio preferisce non fare calcoli: “Stime e previsioni non servono, la Juve insegna a vincere”, osserva il centrocampista. Impossibile non pensare allo scudetto per Cuadrado: “sempre più vicino”, è il messaggio social del colombiano. E allora “fino alla fine, avanti così”, twitta l’infortunato Giorgio Chiellini, perché “one step closer”, scrive Federico Bernardeschi, “un passo più vicino”.
Figc 120 anni, tutti in campo con patchSquadre e arbitri, dalla serie A alla terza categoria

ROMA06 maggio 201812:48

– ROMA, 6 MAG – Il calcio italiano festeggia i 120 anni della Figc. Lo fa con tutte le squadre e gli arbitri impegnati in campo in questo fine settimana di gare, dalla Serie A alla Terza Categoria, che indossano sulle maglie una patch celebrativa come simbolo di appartenenza e di condivisione. La data, informa la Federazione, è stata scelta per ricordare la disputa del primo campionato e l’assegnazione del primo scudetto al Genoa, avvenuta l’8 maggio del 1898. A marzo, in prossimità della data di fondazione (27 marzo) erano state le Nazionali azzurre ad indossare lo stesso simbolo sulle maglie da gioco.
L’iniziativa si inserisce nel quadro più ampio del programma degli eventi pensati dalla Figc per commemorare al meglio questa ricorrenza. I prossimi appuntamenti in calendario sono KickOff 2018 a Coverciano il 19 e 20 maggio e il convegno storico, con la presentazione del libro sui 120 anni, a Torino, città natale della Figc, in occasione della gara amichevole tra le Nazionali di Italia e Olanda del 4 giugno.
Ausilio, stupendo se Inter in Champions”Finora grandissimo lavoro, dimenticare in fretta gara con Juve”

ROMA06 maggio 201812:52

– ROMA, 6 MAG – “Abbiamo 4 punti di distacco dalla zona Champions, dobbiamo vincerle tutte e sperare che su altri campo succeda qualcosa. Abbiamo fatto un grandissimo lavoro, che potrebbe diventare stupendo se raggiungessimo l’obiettivo”. Lo ha detto il ds dell’Inter, Piero Ausilio, prima della gara con l’Udinese. “L’Inter deve dimenticare in fretta la gara con la Juventus – ha detto ancora a Premium Sport il dirigente nerazzurro -, quel che c’era da dire l’abbiamo detto e comunque rimane la grande prestazione della squadra. Abbiamo uno stile Inter che ci contraddistingue: Orsato è un ottimo arbitro, ha semplicemente sbagliato in modo importante una partita. Le lacrime di Icardi? Tristezza e dispiacere per un risultato che è venuto a mancare negli ultimi minuti, null’altro”, ha concluso Ausilio.
Serie A: Poker Inter, Udinese nei guaiFinisce 4-0, nerazzurri continuano a sperare nella Champions

ROMA06 maggio 201814:48

– ROMA, 6 MAG – L’Inter resta attaccata al treno per la Champions. Finisce con il poker nerazzurro all’Udinese l’anticipo dell’ora di pranzo della 36/a giornata della serie A: la squadra di Spalletti torna a vincere facile battendo i friulani 4-0 e rimettendosi così in scia di Roma e Lazio per i posti all’Europa che conta. Per l’Udinese, sempre più in caduta libera, la cura Tudor non funziona e a due giornate dalla fine si complica la corsa salvezza. Per l’Inter sblocca subito al 12′ del primo tempo ranocchia con un colpo di testa, nel finale ci pensano Rafinha prima (44′) e Icardi poi (46′) a portare sul 3-0 il risultato. Nella ripresa, l’Udinese resta in dieci al 5′ per il rosso diretto a Fofana (intervento su Perisic). L’Inter non si accontenta e in superiorità chiude con il quarto gol a firma Borja Valero (26′ st).
Spalletti “Crediamo nella Champions””Icardi in area di rigore è il più forte che abbia mai allenato”

ROMA06 maggio 201815:26

– ROMA, 6 MAG – “La squadra ha fatto bene fin dal primo minuto, ha preso possesso del match subito, quindi bisogna farle i complimenti. Siamo ancora convinti di poter arrivare in Champions, ma immagino che Roma e Lazio direbbero la stessa cosa. Noi abbiamo il dovere di finire bene: la squadra è cresciuta, ma dobbiamo continuare a farlo anche nelle ultime due partite”. Così il tecnico dell’Inter, Luciano Spalletti, dopo la rotonda vittoria di Udine. “Oggi, a inizio secondo tempo, abbiamo perso qualche pallone di troppo e questo è un atteggiamento che purtroppo abbiamo, ma che dobbiamo correggere.
Se può esistere un’Inter senza Icardi, al di là della Champions? Dipende sempre dall’eventuale sostituto – risponde il tecnico – ma certo lui è un top player, un giocatore eccezionale che sa dove arriva il pallone per fare gol. In quel ruolo, in area di rigore, è il giocatore più forte che abbia mai allenato. Deve migliorare un po’ nella partecipazione alla manovra, ma già quest’anno è cresciuto anche da questo punto di vista”.
13′:stadio Genoa rende omaggio ad AstoriGradinata applaude tifosi Viola e ricorda anche Ciro Esposito

GENOVA06 maggio 201815:29

– GENOVA, 6 MAG – Anche la Genova rossoblù ha voluto rendere omaggio a Davide Astori nel giorno della sfida tra Genoa e Firoentina. Allo scoccare del tredicesimo minuto, simbolo ella maglia numero 13 che indossava l’ex capitano della Fiorentina morto il 4 marzo 2018 a Udine, i cartelloni a led hanno mostrato la scritta ‘Ciao Davide’ in viola e tutto lo stadio ha applaudito. L’antica rivalità tra le due tifoserie per una volta è stata messa da parte e mentre i quasi mille tifosi arrivati da Firenze hanno ricordato in coro il loro capitano anche il cuore del tifo genoano, la Gradinata Nord, ha lungamente applaudito.
Ma i tifosi del Genoa hanno voluto ricordare con uno striscione anche il tifoso del Napoli Ciro Esposito ucciso prima della finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina: “Il tempo non cancella il dolore.. Ciro vive”.
Napoli: tifosi ‘Sarri uno di noi’Dura contestazione curve contro il presidente De Laurentiis

06 maggio 201815:30

NAPOLI, 6 MAG – “Sarri uno di noi”, questo lo striscione esposto nella Curva B dello stadio San Paolo dai tifosi del Napoli che all’ingresso delle squadre in campo hanno intonato in coro “Mister Sarri uno di noi”. Il tecnico del Napoli, prima di sedersi in panchina, si è rivolto alle tribune applaudendo e ringraziando il pubblico. Una presa di posizione forte degli oltre 40.000 tifosi dopo le dichiarazioni del presidente De Laurentiis che aveva avuto parole dure nei confronti di Sarri perché non ha sfruttato a fondo la rosa. I tifosi da alcuni minuti hanno cominciato a intonare cori contro il presidente De Laurentiis, tra cui “fuori i milioni”.
Napoli:tifosi, ‘meglio comprare arbitri’Protesta fuori stadio, telo con sagome fischietti serie A

NAPOLI06 maggio 201815:41

– NAPOLI, 6 MAG – “Stagione 2018-19, a parametro zero sono gli arbitri l’affare vero”. Questo il testo di un grande striscione che i tifosi del Napoli hanno esposto all’esterno della curva B prima di Napoli-Torino, invitando ironicamente il presidente Aurelio De Laurentiis, anche con dei cori, a ‘comprare’ gli arbitri nel prossimo calciomercato. La protesta, ingenerata dalle polemiche arbitrali delle scorse settimane, è stata inscenata davanti alla strada percorsa dall’autobus del Napoli per arrivare allo stadio San Paolo.
Oltre allo striscione con la frase ironica, i tifosi hanno esposto anche un lungo telo con le sagome degli arbitri di serie A.
Juve a +6, lo scudetto in tascaBianconeri al momento vantano differenza reti di +16 su azzurri

ROMA06 maggio 201817:26

– ROMA, 6 MAG – Solo la matematica e l’imponderabile impediscono di assegnare già da oggi lo scudetto alla Juve. A 180′ dalla fine i bianconeri hanno 6 punti di vantaggio sul Napoli che in teoria può ancora raggiungerli in caso di due ko juventini e altrettanti successi azzurri. Ma a rendere praticamente fatto il 7/o scudetto Juve è la discriminate della differenza reti in caso di arrivo a pari punti: la Juve vanta un +16 sul Napoli e solo in caso di 2 ko con tanti gol subiti e contemporanee 2 vittorie roboanti del Napoli si può riparlarne.
Calcio: Hamsik “Sarri spero rimanga””Juve società più forte ma noi meritavamo di più”

ROMA06 maggio 201817:43

– ROMA, 6 MAG – Il futuro di Sarri? “Mi auguro che rimanga, per continuare la nostra crescita”, risponde così Marek Hamsik a Premium sul futuro del tecnico toscano e sul sogno scudetto, di fatto, ormai andato. “Un po’ di rammarico c’è per come stiamo finendo la stagione, non meritavamo questi ultimi risultati per il campionato che abbiamo fatto. Non so se è giusto che vince la Juventus: sicuramente ha la società più forte di tutte, ma noi sul campo meritavamo qualcosa di più.
Svantaggioso non giocare in contemporanea? Certo non è lo stesso, ma noi dobbiamo crescere, essere mentalmente più forti e non farci condizionare dai risultati dei nostri avversari. Siamo una squadra che deve essere sempre al cento per cento, appena smettiamo un po’ sembriamo lenti: non dobbiamo mai abbassare i ritmi, altrimenti diventeremo leggibili dagli avversari”, conclude.
Inzaghi, Lazio lotterà fino alla fineTecnico ammette, ‘l’Atalanta avrebbe meritato più del pareggio’

ROMA06 maggio 201817:47

– ROMA, 6 MAG – “In chiave Champions questo risultato cambia poco, anche se avremmo voluto vincere. Abbiamo incontrato una squadra molto forte, in forma e che ai punti forse avrebbe meritato qualcosa in più del pareggio. È forse l’unica squadra che ci ha davvero messo in difficoltà in casa nostra”.
L’allenatore della Lazio Simone Inzaghi commenta con grande onestà il pareggio dei suoi contro l’Atalanta. Ora dopo questo pareggio come vede Inzaghi la lotta per i posti in Champions? “Il nostro sogno continua, sappiamo che ce la saremmo dovuta giocare fino all’ultimo – risponde il tecnico dei biancocelesti – e così faremo. Lacune difensive? Siamo una squadra a cui piace giocare, a volte abbiamo poca prevenzione una volta persa palla, oggi abbiamo preso gol così, ma ci stiamo lavorando: spiace perché spesso gli approcci non li sbagliamo, ma dobbiamo anche dare i giusti meriti all’Atalanta”. Secondo Inzaghi, i suoi “vanno ringraziati per quello che stanno facendo, sono alla 53/a partita stagionale e lotteranno fino all’ultimo”.
Napoli: giro di campo tra gli applausiA fine gara giocatori salutano a lungo tifosi che li incitano

NAPOLI06 maggio 201818:03

– NAPOLI, 6 MAG – Lungo giro di campo dei calciatori del Napoli a fine partita, dopo il 2-2 contro il Torino che mette fine al sogno di vincere lo scudetto. Al fischio finale i 47.000 tifosi del San Paolo hanno continuato a incitare la squadra con cori e applausi e i calciatori, alcuni dei quali tra cui Jorginho commossi, hanno tutti insieme superato i cartellini pubblicitari iniziando un giro di campo dalla curva A e percorrendo lentamente tutta la pista d’atletica per abbracciare i tifosi. Il tecnico Maurizio Sarri a fine gara ha nervosamente dato un calcio a una bottiglietta che era davanti alla panchina e poi si è diretto verso le scale per gli spogliatoio, applaudendo il pubblico che gli tributava cori.
Sarri “De Laurentiis? Coscienza a posto”Presidente mi ha fatto allenare squadra per cui tifavo bambino”

ROMA06 maggio 201818:14

– ROMA, 6 MAG – “Al presidente non devo replicare niente: mi ha fatto vivere un’avventura straordinaria che è quella di allenare la squadra che tifavo da bambino”. Così il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri a Premium che dice qualcosa anche sul suo futuro: “Se sto riflettendo? Non certo per quello che ha detto il presidente: anche se dovessi rimanere qui so che De Laurentiis un’esternazione del genere ogni tanto la farebbe, sono abituato, non ci rimango male. Mi dispiace se non è contento, io ho la coscienza a posto”.
Juve: Mandzukic recuperato per il MilanMercoledì finale di Coppa Italia, domani allenamento mattutino

TORINO06 maggio 201818:22

– TORINO, 6 MAG – La Juventus recupera Mandzukic per la finale di Coppa Italia, mercoledì contro il Milan.
L’attaccante, infortunatosi una settimana fa contro l’Inter, ha svolto oggi l’intero allenamento con i compagni che ieri sera non sono scesi in campo contro il Bologna. Del gruppo hanno fatto parte anche gli altri due infortunati, De Sciglio e Sturaro. La preparazione della finale prosegue domani, con un allenamento mattutino.
Calcio: ‘Pepito’ Rossi torna al golRossoblù in rete da ex contro la Fiorentina

ROMA06 maggio 201816:33

– ROMA, 6 MAG – ‘Pepito’ Rossi torna al gol in Serie A. Ci è riuscito a Marassi nella gara che il Genoa ha disputato contro la Fiorentina, la sua ex squadra. Merito soprattutto di Bessa che è entrato in area e ha servito un pallone basso per il n.49 rossoblu che di sinistro a porta sguarnita trova il gol dell’ex. Reduce dall’ennesimo problema al legamento crociato (infortunio della scorsa primavera quando indossava la maglia del Celta Vigo, con la quale ha collezionato nel 2016-2017 18 presenze e 4 goal), Giuseppe Rossi è arrivato al Genoa a dicembre, esordendo con la nuova maglia in Coppa Italia contro la Juventus.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.