Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie

CALCIO: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DALLE 12:06 DI SABATO 5 MAGGIO 2018, ALLE 10:49 DI OGGI, DOMENICA 6 MAGGIO 2018

Tempo di lettura: 22 minuti

Ultimo aggiornamento 6 Maggio, 2018, 08:49:31 di Maurizio Barra

Spalletti, Inter-Juve?Saracinesca chiusa
Restare? Aspettiamo le ultime tre, serve quadro più completo

MILANO05 maggio 201812:06

– MILANO, 5 MAG – “Su questa cosa qui, il ‘bandone’ è chiuso, non si trova niente dentro. Non mi domandate altro”: Luciano Spalletti non intende tornare sulla questione dell’arbitraggio di Inter-Juventus, e risponde con un termine toscano che sta per ‘saracinesca’. Il tecnico nerazzurro – alla vigilia della trasferta di Udine – non vuole alimentare altre polemiche, riconosce che e’ stata una settimana difficile ma invita tutti a guardare avanti: “Abbiamo fatto vedere di poter essere una squadra fortissima. Riguardo al mio futuro, ci sono ancora tre partite grazie alle quali potranno essere valutati altri aspetti per avere un quadro ancora più completo. I risultati clamorosi hanno limiti più sottili, un pò come il mondo. Queste ultime tre sfide – conclude Spalletti – possono avere un confine sottile dietro al quale potrebbe nascondersi un risultato clamoroso”.
Mazzarri, con Napoli puntare su orgoglioTecnico Torino avverte, loro non sbagliano due partite di fila

TORINO05 maggio 201813:13

– TORINO, 5 MAG – “La classifica più di tanto non ci può dare, bisogna puntare sull’orgoglio”. Contro il Napoli, per quattro anni la sua squadra, Walter Mazzarri vuole un Torino che metta in campo i valori di Valentino Mazzola e compagni, onorati ieri a Superga. Un ricordo che deve essere “stimolo e forza” per creare un gruppo che va oltre al valore tecnico, con queste ultime tre partite di campionato a dare indicazioni sulla prossima stagione. “Mi serve fare qualche esperimento, vedere chi ha giocato di meno”, dice il tecnico granata, che potrebbe rinunciare a Belotti. Il Toro, in caso di vittoria, potrebbe regalare lo scudetto alla Juventus. “Arbitri dello scudetto? Noi siamo arbitri soltanto di noi stessi”, taglia corto Mazzarri, che non crede ad un Napoli in disarmo dopo la sconfitta di Firenze. “Il Napoli è una squadra quasi perfetta. Quando sbaglia una partita, gioca al top quella dopo. Da questo punto di vista non potremmo avere nessun vantaggio”.
Samp, Giampaolo chiede concretezzaTecnico blucerchiato, ‘crediamo ancora all’Europa’

GENOVA05 maggio 201814:03

– GENOVA, 5 MAG – “Adesso è il momento di essere concreti”. Marco Giampaolo suona la carica in vista del match della Sampdoria domani a Reggio Emilia contro il Sassuolo. Una sfida fondamentale nella corsa per l’Europa League. I blucerchiati cercano il colpo in trasferta per restare nella scia di Atalanta e Milan. E’ una Sampdoria che crede all’obiettivo europeo: “Siamo sempre su quel treno anche se ci manca il biglietto”, sorride Giampaolo che aggiunge: “Il ‘controllore’ ci vuole buttare giù ma noi vogliamo restare aggrappati”. Giampalo predica prudenza e attenzione perché non sarà facile col Sassuolo: “Ha qualità ed è difficile da affrontare. Io non mi aspetto nessuna partita in discesa anche perchè noi non ci arriviamo al meglio delle nostre possibilità.
Ora però è il momento dove non dobbiamo fare gli schizzinosi ma essere concreti”. Saranno circa 2000 i tifosi che seguiranno la squadra blucerchiata, un autentico esodo per sostenere Viviano e compagni.
Winners Cup in campo pazienti oncologiciSpalletti, questo trofeo è un veicolo d’amore

MILANO05 maggio 201814:23

– MILANO, 5 MAG – Duecentocinquanta ragazzi che stanno affrontando o hanno affrontato le cure oncologiche saranno protagonisti della seconda Winners Cup. Il torneo di calcio, sostenuto da Pirelli e Csi Milano e nato grazie a Siamo con il supporto di Fiagop, si svolgerà il 12 maggio al Suning Youth Development Center. Le squadre, per ragazzi tra i 14 e 25 anni, saranno provenienti da diversi reparti di Oncoematologia pediatrica di 16 città. “Siamo orgogliosi – dichiara il vice presidente dell’Inter Javier Zanetti alla conferenza stampa di presentazione – di aver fatto nascere lo scorso anno questo progetto. Accogliamo allo stadio in ogni partita ragazzi in cura oncoematologica, ma invitarli da tutta Italia, aprire le porte della nostra casa, trascorrere del tempo con loro e giocare insieme a loro è fare quello che è iscritto nel Dna dell’Inter da 110 anni”. Per Luciano Spalletti il trofeo “rappresenta un bellissimo modo di come questo sport possa essere un potentissimo veicolo d’amore”.
Atalanta, per Petagna stagione finitaL’annuncio di Gasperini che perde anche Spinazzola e Roizzo

BERGAMO05 maggio 201814:28

– BERGAMO, 5 MAG – “Petagna si è fermato e non c’è, farà l’operazione il prima possibile. Anche Spinazzola e Rizzo hanno finito il campionato”. Alla vigilia della trasferta con la Lazio, Gian Piero Gasperini si trova davanti ad assenze obbligate dal responso dell’infermeria (rispettivamente ernia addominale, distorsione al ginocchio destro e retto femorale destro), ma esiste un altro dilemma: “Sono preoccupato per l’ammonizione di Freuler contro il Genoa perché l’ha messo in diffida, come Cristante e Mancini – rimarca il tecnico dell’Atalanta -. Dopo la Lazio abbiamo il Milan: domani è assente Caldara, se arriva un giallo per due anziché per uno diventa un problema”. Se in difesa il perno sarà Palomino, da centrocampo in su il sacrificato sarà lo svizzero o il prestito del Benfica: “Dobbiamo giocare al meglio delle nostre possibilità, ho sette giocatori per sei ruoli – chiude Gasperini -. Anche gli avversari lamentano defezioni importanti come Immobile, ma Caicedo ha dimostrato di poterlo sostituire”.
Di Francesco, a Cagliari sarà battagliaTecnico: Roma ‘momento delicato, speso tanto con il Liverpool’

ROMA05 maggio 201814:33

– ROMA, 5 MAG – “La gara col Liverpool è stata impegnativa, dovrò fare alcune valutazioni riguardo alla formazione perché diversi giocatori sono affaticati. Arriviamo a questa partita in un momento delicato dopo aver consumato tante energie e questo mi preoccupa”. Così Eusebio Di Francesco alla vigilia della trasferta in Sardegna. “Il Cagliari avrà grande desiderio di fare risultato, ha necessità di punti salvezza. Ci aspettiamo un vera battaglia” sottolinea il tecnico giallorosso spiegando che “domani ci deve essere una squadra che avrà nelle gambe e nella testa la forza per portare a casa i tre punti”.
Necessari per tenersi alla spalle le rivali nella corsa alla Champions. “Chi arriverà 4/a tra Lazio e Inter non mi interessa.
L’importante è che noi siamo i primi a qualificarci. Tutti vogliamo crescere e fare un percorso costruttivo. Al momento opportuno con la società parleremo del contratto, ma io sono molto sereno e ho il desiderio di continuare. Però dobbiamo raggiungere gli obiettivi, e quello primario è la Champions”.
Inzaghi con Atalanta non è decisivaTecnico Lazio dobbiamo dare seguito alle nostre prestazioni

ROMA05 maggio 201814:39

– ROMA, 5 MAG – “Può essere una domenica decisiva? No, non penso. Però sicuramente per noi questa partita è importantissima, dobbiamo dar seguito alle prestazioni, giochiamo contro una squadra molto ben allenata e organizzata, che senza l’Europa League si giocherebbe un posto in Champions insieme a noi, l’Inter e la Roma”. Così il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, alla vigilia della sfida contro l’Atalanta allo stadio Olimpico. “Non dobbiamo perdere energie per guardare gli altri – precisa Inzaghi riferendosi all’Inter e alla Roma – Pensiamo solo a noi e alla nostra partita, dovremo avere lo spirito e la voglia di sempre”. “La nostra Champions – ha concluso l’allenatore laziale – passa attraverso l’Atalanta, dovremo stare attenti in entrambe le fasi, è una squadra difficile da affrontare. Ci siamo preparati per fare una partita equilibrata”.
Li, spero Milan vinca Coppa ItaliaMi auguro un ottimo risultato e mi aspetto il massimo da tutti

MILANO05 maggio 201815:15

– MILANO, 5 MAG – A poco più di un anno dall’acquisto del Milan, Yonghong Li ha la possibilità di vincere il suo primo trofeo, la Coppa Italia in palio mercoledì contro la Juventus.
“Certamente ho grandi aspettative nei confronti di questa partita, mi auguro che riusciremo a fare un ottimo risultato e a conquistare la coppa. È questo ciò che mi aspetto e mi auguro che tutti diano il massimo”, ha dichiarato a Milan Tv il presidente rossonero, atterrato questa mattina a Malpensa per essere in tribuna a San Siro per assistere alla sfida contro il Verona e mercoledì all’Olimpico per la finale contro la Juventus.
Pioli, contro il Genoa sarà un esameTecnico Fiorentina, vogliamo confermare le nostre qualità

FIRENZE05 maggio 201815:27

– FIRENZE, 5 MAG – “Il campionato sta ormai terminando, domani contro il Genoa sarà un esame, vogliamo sfruttare questo momento per confermare le nostre qualità”. Così Stefano Pioli alla vigilia della trasferta contro la formazione ligure, terzultimo impegno per la Fiorentina per cercare di restare in corsa per un posto nella prossima Europa League. “In questa corsa – ha continuato il tecnico viola – l’Atalanta è la squadra più forte, noi siamo un po’ degli intrusi però sarebbe bello arrivare all’ultima giornata contro il Milan avendo questo obiettivo ancora possibile”. La Fiorentina, reduce dalla importante vittoria contro il Napoli (“ci ha dato ulteriore spinta”, ha commentato Pioli) dovrà fare a meno in difesa dell’infortunato Vitor Hugo e dello qualificato Laurini: intanto rientra il francese Dabo.
Serie A: scudetto Champions e salvezza, le volate finali Gli scontri decisivi nelle ultime tre gare per vertice e coda

05 maggio 201815:37

La Juve va in campo stasera col Bologna, e dà il via a uno sprint che tra scudetto, posti in Champions e salvezza puo’ già definire i suoi verdetti. Ecco il quadro dello sprint finale.CORSA SCUDETTO:- stasera: Juventus-Bologna (alle 20,45)Domenica 6 maggio: Napoli-Torino (alle 15)- Domenica 13 maggio (alle 15): Roma-Juventus Sampdoria-Napoli- Domenica 20 maggio (alle 20,45): Napoli-Crotone Juventus-Verona.CORSA CHAMPIONS- domani: Udinese-Inter (alle 12,30) Lazio-Atalanta (alle 15) Cagliari-Roma (alle 20,45)- Domenica 13 maggio (alle 15): Roma-Juventus Inter-Sassuolo Crotone-Lazio- Domenica 20 maggio (alle 20,45): Lazio-Inter Sassuolo-RomaLOTTA SALVEZZA.- oggi: Milan-Verona (alle 18)- domani: Udinese-Inter (alle 12,30) Spal-Benevento (alle 15) Chievo-Crotone (alle 15) Cagliari-Roma (alle 20,45)- Domenica 13 maggio (alle 15): Fiorentina-Cagliari Bologna-Chievo Crotone-Lazio Torino-Spal Verona-Udinese- Domenica 20 maggio (alle 20,45): Cagliari-Atalanta Chievo-Benevento Udinese-Bologna Napoli-Crotone Juventus-Verona Spal-Sassuolo.

Ecco il ‘Clasico: Barcellona campione, Real pensa a Kiev Polemica su ‘pasillo’ accende vigilia. Zidane, Iniesta?Lo saluterò

ROMA05 maggio 201821:00

“Noi allenatori diamo molto valore alla Liga”. Ernesto Valverde, allenatore del Barcellona già campione di Spagna, che domani al Camp Nou gioca il ‘Clasico’ contro il Real Madrid, mette subito le cose in chiaro. “In Champions subentrano altri fattori, a volte anche casuali – aggiunge -, mentre vincere il campionato significa avere continuità per tutta la stagione. Ora vogliamo mantenere la nostra traiettoria”. Ovvero l’imbattibilità nella Liga, visto che finora i ‘blaugrana’ hanno giocato 34 partite, vincendone 26 e pareggiandone 8. Quindi il Real Madrid è avvisato, e come se non bastasse, Valverde ricorda che “la nostra gente tiene molto a questa partita”. Nessun clima amichevole, anche se il campionato è praticamente finito e se il Real pensa già alla finale di Champions contro il Liverpool, ovvero a fare in modo che nel frattempo non ci siano infortuni. Va comunque precisato che domani Zinedine Zidane manderà in campo la formazione migliore: il ‘Clasico’ non contempla la logica del turn over. Ad aggiungere pepe su questa eterna sfida che non potrà mai essere normale c’è anche il fatto che il Real Madrid non farà il ‘pasillo’ per onorare i rivali neocampioni di Spagna. “Non decido io, comunque loro non l’hanno fatto con noi all’andata – ha ricordato oggi Zidane -, dopo che avevamo vinto il Mondiale per club”. Al Bernabeu il Barcellona fu devastante e vinse per 3-0, e quel giorno, 48 ore prima di Natale, il Real probabilmente capì che in questa stagione avrebbe fatto meglio a dedicarsi all’Europa. Cosa che poi ha realizzato, e con profitto visto che ora tenterà di vincere la grande Coppa per il terzo anno di fila e il quarto negli ultimi cinque. Ma intanto saranno fischi al Camp Nou, e un’altra ‘corrida’.

Chievo, team manager colpito da schiaffoTensione con i tifosi che volevano parlare con i giocatori

VERONA05 maggio 201816:16

– VERONA, 5 MAG – Una decina di tifosi del Chievo ha fatto irruzione a Veronello, durante l’allenamento, ed ha preteso di andare in campo e parlare con la squadra, alla vigilia della partita col Crotone, decisiva per la salvezza.
Nel tentativo di impedire un avvicinamento tra tifosi e giocatori ha avuto la peggio il team manager della società, l’ex centravanti di Verona, Juve e Atalanta Marco Pacione, colpito da uno schiaffo al volto da parte di un ultrà. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri e tutto è tornato velocemente alla calma. L’episodio si è verificato quasi alla fine della rifinitura che si stava svolgendo sui campi di Veronello.
Serie B: tris Palermo a TerniFrosinone di misura sul Carpi, 5 gol Spezia alla Pro Vercelli

ROMA05 maggio 201817:24

– ROMA, 5 MAG – Risultati 40/a giornata del campionato di calcio di Serie B: Ascoli-Avellino 1-1; Bari-Perugia 3-1 Cittadella-Brescia 2-2 Frosinone-Carpi 1-0; Novara-Pescara 1-1; Salernitana-Entella 1-0; Spezia-Pro Vercelli 5-1; Ternana-Palermo 2-3; Venezia-Foggia 2-1; Cesena-Parma domani h.17.30; Empoli-Cremonese lunedì h.20.30.
Serie B: Frosinone al secondo postoVenezia aggancia il Parma in quarta posizione

ROMA05 maggio 201817:31

– ROMA, 5 MAG – Classifica del campionato di calcio di serie B dopo la 40/a giornata (domani Cesena-Parma alle 17:30; lunedì 7 Empoli-Cremonese alle 20:30): Empoli* 78; Frosinone 68; Palermo 67; Parma e Venezia 66; Bari 64 Cittadella 62; Perugia 59; Foggia 54; Spezia 53; Carpi e Salernitana 51; Brescia e Pescara 47 Cremonese 44; Cesena e Novara 43; Avellino e Ascoli 42 Entella 41; Ternana e Pro Vercelli 37. * Empoli promosso matematicamente in Serie A.
Ballardini, tanta felicità per rinnovoTecnico Genoa, contro la Fiorentina Giuseppe Rossi dal 1′

GENOVA05 maggio 201817:39

– GENOVA, 5 MAG – “Rinnovo? Siamo tutti molto contenti.
Ma detto questo penso che tutti noi vogliamo un Genoa più forte, con più qualità e più competitivo. Un Genoa che sappia presentarsi ancora meglio di quello che è stato fatto quest’anno”. Così Davide Ballardini ha commentato per la prima volta il rinnovo del contratto arrivato in settimana, rinnovo che permetterà al tecnico ravennate di guidare il Genoa anche per la prossima stagione. E Giuseppe Rossi potrebbe essere schierato dal 1′ in Genoa-Fiorentina. E’ lo stesso Ballardini ha confermarlo spiegando che “sta bene, è a buon punto e domani avrà la possibilità di valutare il suo percorso di crescita fisica. Temo la Fiorentina perché è in grande condizione ed ha una rosa di giocatori all’altezza per raggiungere un obiettivo come l’Europa League. Troveremo una squadra con giocatori importanti ma soprattutto con motivazioni altissime”.
Scherma: Foconi 2/o in cdm fiorettoPer l’azzurro è il quarto podio in stagione

ROMA05 maggio 201818:36

– ROMA, 5 MAG – Alessio Foconi conquista il secondo posto sulle pedane di San Pietroburgo dove si è svolta la tappa del circuito di Coppa del Mondo di fioretto maschile. L’azzurro si conferma ai vertici della specialità, salendo sul podio per la quarta volta su sette gare stagionali fin qui svolte (un primo, un secondo e un terzo posto fin qui). Il fiorettista ternano dell’Aeronautica Militare,si è arreso solo in finale al francese Maxime Pauty che si è aggiudicato la vittoria col punteggio di 15-7. In precedenza, l’azzurro, testa di serie n.2, aveva iniziato superando 15-6 il belga Stef Van Campenhout, poi lo statunitense Nick Itkin 15-9 e poi ancora contro l’altro statunitense Gerek Meinhardt 15-12. Nei quarti l’atleta umbro si è imposto per 15-13 sul francese Jeremy Cadot prima di aver ragione in semifinale sul beniamino di casa, il russo Alexey Cheremisinov, col punteggio di 15-9. Stop ai quarti invece per Andrea Cassarà, sconfitto per 15-13 da Pauty, poi vincitore finale.
Milan-Verona 4-1, i veneti cadono in BCalhanoglu e Cutrone lanciano rossoneri, negli ospiti bene Lee

ROMA05 maggio 201820:04

– ROMA, 5 MAG – Il Milan ha battuto il Verona per 4-1 nel primo degli anticipi degli oggi 36/a giornata della serie A.
Questi i marcatori: nel pt 11′ Calhanoglu, 32′ Cutrone (M); nel st 4′ Abate, 40′ Lee , 44′ Borini. Con questa sconfitta il Verona retrocede matematicamente in serie B.
De Laurentiis, Sarri via sarebbe peccatoConte? Un amico ma il gioco di Maurizio è “La Grande Bellezza”

NAPOLI05 maggio 201820:06

– NAPOLI, 5 MAG – “Conte è un amico, una persona che stimo molto, ci sono tanti bravi allenatori in Europa e nel mondo. Il peccato sarebbe disperdere il patrimonio di bellezza di gioco acquisito sul campo con Sarri, che si può definire cinematograficamente ‘La grande Bellezza’. Il film ha vinto l’Oscar, Maurizio non l’ha ancora vinto. Vorrei che lo facesse qui, invece che altrove. Se lo fai a Napoli, contro tutti… sai che sfizio! Lui dice sempre che è nato a Bagnoli, e allora non mi faccia il toscanaccio, ma il napoletano”. Lo ha detto il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, intervenuto nel corso di Radio Goal, su Kiss Kiss Napoli.
Zenit ko con Lokomotiv,Champions lontanaLa squadra di Mosca vince campionato, squadra Mancini è 5/a

ROMA05 maggio 201820:25

– ROMA, 5 MAG – Brutto ko per lo Zenit di Roberto Mancini uscito sconfitto 1-0 nel big match contro la capolista Lokomotiv, che ha sancito lo scudetto per il club di Mosca con un turno di anticipo. La squadra guidata da Yuri Semin si è infatti ora portata a +7 sullo Spartak (che gioca questa sera), quando manca una partita al termine del campionato, ed è quindi irraggiungibile. Un gol di Eder quasi allo scadere (87′) ha deciso il match e messo nei guai lo Zenit che resta 5/o in classifica e fuori dalla zona Champions (la Russia dalla prossima stagione avrà diritto a due posti nella fase a gironi e a un posto nei turni preliminari riservato alla squadra terza classificata in campionato). Lo Zenit è fermo a 50 punti, tre in meno del Krasnodar (che ha lo stesso numero di partite) e due in meno del Cska che gioca domani nel posticipo contro l’Arsenal Tula.
Gattuso, pronti per finale Coppa Italia’Juve è favorita, ma non sempre le squadre migliori vincono’

ROMA05 maggio 201820:43

– ROMA, 5 MAG – “Mercoledì la Juventus sarà favorita, ma è pur sempre una finale e nelle finali non sempre le squadre più forti vincono. Noi siamo pronti, anche oggi ho visto una squadra con una mente più libera, che ha giocato fin dai primi minuti con grande brillantezza”.
Nel dopo-partita di Milan-Verona, il tecnico dei rossoneri Rino Gattuso, intervistato da Premium Sport, parla già della finale di Coppa Italia di mercoledì prossimo, contro la Juventus.
“In questi ultimi anni il Milan ha perso troppi punti con le piccole – dice ancora Gattuso passando a parlare della partita di oggi -, ed è una questione di mentalità: ci vogliono sempre attenzione e rabbia, su questo aspetto dobbiamo migliorare.
Infatti anche oggi al 70′ abbiamo spento per qualche minuto la luce”. Come sta Suso, uscito acciaccato? “Ha preso un colpo sulla coscia, ma penso sia solo una botta che dovrebbe recuperare – risponde Gattuso -. Chi tra Kalinic e Cutrone davanti in coppa Italia? Lo vedrete…”.
3-1 al Bologna, Juve ipoteca scudettoBianconeri a +7 sul Napoli in campo domani

ROMA05 maggio 201822:50

– ROMA, 5 MAG – La Juventus batte in rimonta per 3-1 il Bologna nell’anticipo della 36ma giornata. Grazie a questo successo, i bianconeri salgono a 91 punti, 7 in più del Napoli che gioca domani contro il Torino, poi mancheranno due turni alla fine del campionato. Partita dai due volti allo ‘Stadium’, con gli emiliani protagonisti di un’eccellente primo tempo e ‘premiati’ dal rigore di Verdi alla mezzora (dopo consulto del Var), dopo un disimpegno sbagliato di Rugani. Nella ripresa entra però in campo un’altra squadra e soprattutto un super-giocatore: Douglas Costa (per Matuidi), che cambia lo spartito. Prima serve Cuadrado che, strattonato, (potrebbe essere rigore ma Irrati dice no) non concretizza, poi offre a Khedira il gol del vantaggio. Nel mezzo c’era stato l’autogol di De Maio nel tentativo di anticipare Khedira. Chiude i conti al 69′ Dybala, servito ancora dal brasiliano che mette dentro un pallone arretrato sul quale l’argentino brucia tutti e mette in rete.
Barzagli “Oggi l’80% dello scudetto”Difensore “Ora concentriamoci sulla Coppa Italia”

ROMA05 maggio 201822:54

– ROMA, 5 MAG – “Lo scudetto non è ancora matematico, ma diciamo che un 80% l’abbiamo portato a casa. Ora però concentriamoci sulla finale di Coppa Italia”. Così Andrea Barzagli dopo la sofferta vittoria contro il Bologna. “Siamo in sofferenza piena – dice a fine match a Premium – ma come gruppo non molliamo mai. Potremmo fare molto meglio, ma è un finale di stagione così: ora ci sono le ultime tre partite, che decidono tutto, in cui con grande voglia e un pizzico di attenzione in più potremmo fare meglio. Purtroppo la stanchezza è arrivata in questo momento, ma sono fasi che nell’arco di una stagione arrivano per tutte le squadre”.
Allegri:grosso passo avanti per scudetto”Douglas Costa spacca le partite”

ROMA05 maggio 201823:14

– ROMA, 5 MAG – “Non è ancora fatta per lo scudetto, ma abbiamo fatto un grosso passo in avanti: ci mancano tre punti per la matematica”. Così il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, dopo la vittoria sul Bologna che porta i bianconeri a +7 sul Napoli. “Il Bologna stasera ha fatto una buona partita – riconosce a Premium – si è difeso bene e noi ci abbiamo messo del nostro con quel pasticcio, per fortuna abbiamo reagito.
Douglas Costa determinante? È uno di quei giocatori che fa la differenza, che spacca le partite: stanotte gli è nata la bambina, ha riposato poco e quindi l’ho fatto partire dalla panchina per sfruttarlo a gara in corso”. “Ora giocheremo contro un Milan che sta facendo grandi cose ultimamente, ma è una finale e ovviamente giocheremo per vincere, poi penseremo nuovamente al campionato”.
Donadoni “Manca rosso a Rugani””Tanta qualità Juve ma sul 2 a 1 c’era anche spinta su Keita”

ROMA05 maggio 201823:26

– ROMA, 5 MAG – “Come commento le scelte dell’arbitro? Dico solo che c’era un giocatore della Juventus che rientrando all’intervallo si lamentava del rigore che ci hanno concesso e questo fa riflettere, anche perché al massimo eravamo noi a doverci lamentare della mancata espulsione di Rugani. E sul gol di Khedira c’è una spinta su Keita”. A lamentarsi, ai microfoni di Premium, è il tecnico del Bologna, Roberto Donadoni, secondo il quale sul risultato pesano “le qualità tecniche dei bianconeri che hanno fatto la differenza nella ripresa, mentre noi abbiamo commesso degli errori. Pure sull’1 a 1 – prosegue – abbiamo avuto la palla per tornare in vantaggio, ma siamo stati imprecisi, a differenza dei nostri avversari: ci servirà da lezione per il futuro. Ora dobbiamo pensare a finire bene la stagione: abbiamo ancora due partite, tutto il resto verrà considerato più avanti”. Ultima battuta su Douglas Costa, “uno di quei giocatori che determinano le partite, anche se a volte l’abbiamo mandato sul suo piede con troppa facilità”.
Emorragia cerebrale per sir Alex Ferguson, operato d’urgenza’Lo United: ‘L’intervento è andato bene ma serviranno altre cure’

06 maggio 201808:39

Sir Alex Ferguson, 76 anni, manager pluridecorato del Manchester United, è stato operato d’urgenza per un’emorragia cerebrale. ‘L’operazione è andata bene, ma ora è in terapia intensiva. La famiglia chiede il rispetto della privacy’, fa sapere il club dei Red Devils. Ferguson ha lasciato il calcio giocato nel 2013 dopo 26 anni alla guida dello United con cui ha vinto tutto il possibile: 13 Premier League, 5 Coppe d’Inghilterra, 4 Coppe di Lega, 2 Champions League, una Coppa delle Coppe, un Mondiale per club, una Supercoppa Uefa, una Coppa Intercontinentale, 10 Community Shield.

Bundesliga: testa a testa Hoffenheim-LeverkusenCorsa Champions si decide all’ultima giornata

05 maggio 201822:36

Si chiuderà all’ultima giornata la corsa in Bundesliga per Champions ed Europa League. Alle spalle dei campioni del Bayern Monaco, corsari anche a Colonia, vince solo lo Schalke sul campo dell’Augusta. Cadono invece il Dortmund, espugnato dal Magonza, e l’Hoffenheim a Stoccarda. Pareggio invece a Brema per il Leverkusen. Risultati che danno ancora speranza di rientrare a Lipsia e Francoforte, entrambe vittoriose. In classifica quindi lo Schalke è secondo a 60 punti, seguito dal Dortmund (55) e dall’Hoffenheim e il Leverkusen appaiati a 52 punti entrambi in corsa per il quarto posto Champions. Sesto il Lipsia (50 punti) a solo +1 dal Francoforte.Risultati della 33/ma giornata (VAI)Werder Brema-Bayer Leverkusen 0-0Borussia Dortmund-Magonza 1-2Eintracht Francoforte-Amburgo 3-0Colonia-Bayern Monaco 1-3 Stoccarda-Hoffenheim 2-0Mönchengladbach-Friburgo 3-1Hannover-Hertha 3-1Augusta-Schalke 1-2Lipsia-Wolfsburg 4-1

Premier League: Tottenham ko, Chelsea speraDomenica affronta in casa il Liverpool e spera nella Champions

05 maggio 201822:38

Ultima chance per il Chelsea di tentare l’aggancio alla Champions. Domenica affronta in casa il Liverpool, inebriato per la qualificazione alla finale di Champions. Ma se il Chelsea vince e poi si aggiudica il recupero con l’Hudderfield, agguanta i Reds in classifica. Il Chelsea può già approfittare del passo falso del Tottenham, battuto al 92′ dal West Brom. In attesa delle big, vittorie in trtasferta del Crystal Palace in casa dello Stoke e del West Ham a Leicester. Vittorie Watford e Bournemouth. Il Southampton strappa in 10 un punto prezioso in casa dell’Everton in un match che ha rischiato di vincere fino al pareggio dei padroni di casa al 96′.Il quadro della 37/ma giornata (RISULTATI E CLASSIFICHE)Brighton-Manchester United 1-0Stoke City-Crystal Palace 1-2Leicester-West Ham 0-2Watford-Newcastle 2-1West Bromwich-Tottenham 1-0Bournemouth-Swansea 1-0Everton-Southampton 1-1Manchester City-Huddersfield domenica ore 14:30Arsenal-Burnley ore 17:30Chelsea-Liverpool

LaLiga:Villarreal batte il Valencia, parte bene il dopo Montella a SivigliaVittorie Eibar a Girona e Athletic a Bilbao

05 maggio 201823:18

Il Valencia ha superato 11-0 il Valencia con un gol di mario Gaspar all’86. Con questa vittoria il Villarreal si riporta a +6 sul Siviglia che, alla prima partita dopo l’esonero di Vincenzo Montella, è tornato alla vittoria battendo 1-0 la Real Sociedad nell’anticipo della 36/a giornata della Liga. La squadra, ora guidata dal tecnico Joaquin Caparros, ha conquistato i tre punti grazie alla rete dell’ex interista Ever Banega, realizzata su calcio di rigore al 2′ della ripresa. Il Siviglia, settimo con 51 punti, può ancora puntare ad un posto nella prossima Europa League.Sara’ intanto un Classico in tono minore, ma sempre atteso e spettacolare perche’ la sfida tra le Messi e Ronaldo non puo’ essere mai banale. Il Barça si gode i titoli di Liga e Coppa del Re, il Real aspetta di vincere la terza finale di fila di Champions, ma al Nou Camp si daranno comunque battaglia anche perche’ il Real vorra’ vendicarsi dello 0-3 subito al BernabeuIl quadro della 36/ma giornata (RISULTATI)Siviglia-Real Sociedad  1-0Girona-Eibar 1-4Athletic-Betis 2-0Celta Vigo-Deportivo 1-1Villarreal-València 1-0Málaga-Alavés domenica ore 12Atlético Madrid-Espanyol ore 16.15Las Palmas-Getafe domenica 18.30Barcellona-Real Madrid ore 20:45
Leganes-Levante Da giocare lunedì ore 21

Serie A: Juventus Bologna 3-1, bianconeri a +7 sul NapoliBianconeri vincono in rimonta, azzurri in campo domenica. Gol di Verdi (su rigore), autogol di De Maio e reti di Khedira e Dybala

05 maggio 201823:12

La Juventus batte in rimonta per 3-1 il Bologna nell’anticipo della 36ma giornata. Grazie a questo successo, i bianconeri salgono a 91 punti, 7 in più del Napoli che gioca domani contro il Torino, poi mancheranno due turni alla fine del campionato. Partita dai due volti allo ‘Stadium’, con gli emiliani protagonisti di un’eccellente primo tempo e ‘premiati’ dal rigore di Verdi alla mezzora (dopo consulto del Var), dopo un disimpegno sbagliato di Rugani. Nella ripresa entra però in campo un’altra squadra e soprattutto un super-giocatore: Douglas Costa (per Matuidi), che cambia lo spartito. Prima serve Cuadrado che, strattonato, (potrebbe essere rigore ma Irrati dice no) non concretizza, poi offre a Khedira il gol del vantaggio. Nel mezzo c’era stato l’autogol di De Maio nel tentativo di anticipare Khedira. Chiude i conti al 69′ Dybala, servito ancora dal brasiliano che mette dentro un pallone arretrato sul quale l’argentino brucia tutti e mette in rete.I gol Juventus-Bologna 3-1: 24′ st, ancora iniziativa di Costa, che dal fondo serve l’accorrente Dybala, il cui sinistro dolce batte Mirante.
Juventus-Bologna 2-1: 18′ st, cross di D. Costa da sinistra, Mirante smanaccia, Khedira irrompe sul secondo palo e la butta dentro.Juventus-Bologna 1-1: 6′ st, cross tagliato di Cuadrado, clamoroso svarione di De Maio che, tentando di spazzare, la devia in reteJuventus-Bologna 0-1: al 27′ pt, Verdi trasforma un rigore assegnato per fallo di Rugani su Crisetig dopo un pasticcio di Buffon.Juventus in campo con  Buffon, Cuadrado, Barzagli, Rugani, Asamoah, Khedira, Marchisio, Matuidi, Dybala, Higuain, Alex Sandro. Bologna con  Mirante, De Maio, Romagnoli, Krafth, Mbaye, Nagy, Crisetig, Poli, Keita, Verdi, Avenatti.

Ligue1: volata Champions tra Monaco, Lione e Marsiglia Europa League, testa a testa Rennes, St.Etienne e Nizza

05 maggio 201819:36

Volata Champions tra Monaco, Lione e Marsiglia con una che resta fuori dagli spareggi, anche se la squadra di Garcia ha la chance di vincere l’Europa League nella finale con l’Atletico. E proprio il Marsiglia ha la gara piu’ spettacolare ospitando il Nizza, in corsa per l’Europa League in un testa a testa col Rennes e il St.Etienne. Impegni agevoli per Lione e Monaco, Piu’ complicato quello del Nantes di Ranieri, che riceve il Montpellier, dopo le scintille col suo presidente.il quadro della 36/ma giornataSt. Etienne-Bordeaux domenica alle 15Lione-Troyes ore 16.30Caen-Monaco ore 17Digione-GuingampMetz-AngersNantes-MontpellierRennes-StrasburgoTolosa-LillaMarsiglia-Nizza ore 21

Serie B, Frosinone sale al secondo postoTengono il passo dei ciociari Palermo, Bari, Venezia

ROMA05 maggio 201818:32

Il Frosinone batte 1-0 il Carpi e sale al secondo posto in attesa domenica di Cesena-Parma. Vittorie per Bari, Palermo, Venezia, Spezia e Salernitana. Risultati 40/a giornata del campionato di calcio di Serie B (RISULTATI E CLASSIFICA)
Ascoli-Avellino 1-1Bari-Perugia 3-1Cittadella-Brescia 2-2Frosinone-Carpi 1-0Novara-Pescara 1-1Salernitana-Entella 1-0Spezia-Pro Vercelli 5-1Ternana-Palermo 2-3Venezia-Foggia 2-1Cesena-Parma (domani h.17.30)Empoli-Cremonese (lunedì h.20.30)

La Serie B in pilloleFrosinone-Carpi 1-0 – Il Frosinone batte il Carpi 1-0 (0-0), in gol Dionisi dopo appena 5′ minuti dal fischio d’inizio dell’arbitro Giua, e in attesa della gara Cesena-Parma di domani, si riprende la seconda posizione della classifica. Il Carpi senza creare grandi occasioni è comunque rimasto sempre in partita con la squadra di Longo che ha avuto un paio di opportunità per raddoppiare. Nel secondo tempo la pioggia ha creato problemi alla manovra delle due squadreTernana-Palermo 2-3- Il Palermo vince a Terni per 2-3 e si candida per la promozione diretta, la Ternana invece non riesce ad alimentare concretamente le speranze di salvezza rimanendo ultima in classifica. Al 23′ arriva il gol del vantaggio del Palermo ad opera di Lagumina che scatta sul lancio di Rolando e beffa Sala. L’attaccante da fresco ex non festeggia. Al 45′ arriva il raddoppio dei rosanero. Rolando lancia Lagumina sul filo del fuorigioco (proteste dei giocatori della Ternana), stoppa la palla di petto e supera ancora Sala. Nella ripresa è ancora il Palermo a segnare al 16′ grazie ad un cross di Aleesami da sinistra, che Rolando in mezzo devia in gol per lo 0-3. Quando sembra le la squadra di casa abbia tirato i remi in barca inizia un tentativo di rimonta. Al 34′ segna con un tiro di potenza il nuovo entrato Finotto, servito da Vitiello. Al 39′ Tremolada si incunea in area e di sinistro supera PominiVenezia-Foggia 2-1 – Vincendo 2-1 col Foggia, quinta vittoria consecutiva, il Venezia conquista matematicamente i playoff di Serie B con due turni d’anticipo e resta in corsa anche per la seconda promozione diretta. La squadra di Inzaghi passa in vantaggio con un rigore trasformato da Litteri al 41′ pt e concesso per un netto fallo di Tonucci su Domizzi in azione di calcio d’angolo. Il Foggia prova nella ripresa a pareggiare, ma, fino al recupero, la netta supremazia territoriale dei pugliesi porta gli ospiti solo a colpire due legni: palo di Agazzi in acrobazia su cross di Mazzeo al 9′ st e traversa di Tonucci con una conclusione da una trentina di metri con un potente destro al 34′ st. Il gol dell’1-1 arriva al 47′ st con una rovesciata ravvicinata di Mazzeo che, in posizione dubbia, ribadisce in rete dopo un nuovo palo di Tonucci. Al 49′ st, però, Stulac infila sotto il sette alla destra di Noppert la punizione della vittoria.Bari-Perugia 3-1- Il Bari ha battuto tre a uno il Perugia davanti ai 15mila del San Nicola, conquistando l’accesso ai play off promozione. L’undici di Fabio Grosso, dopo una prima mezzora di sofferenza per la manovra avvolgente degli umbri e la spinta di Diamanti e Mustacchio (un paio le parate decisive del portiere Micai in questo frangente), ha progressivamente avanzato il baricentro della manovra e ha realizzato al 38′ il gol del vantaggio con Gyomber su assist di Balkovec. Nella ripresa il raddoppio è stato firmato dall’argentino Andrada, all’esordio dal primo minuto, con un sinistro a giro (al 28′) dopo un uno-due con Floro Flores. Nel finale, al 41′, Diamanti con una magia da venti metri ha accorciato le distanze per gli umbri, mentre al 46′ Floro Flores con una azione personale ha chiuso i giochi sul 3 a 1.Spezia-Pro Vercelli 5-1 – Gilardino e Marilungo trascinano lo Spezia nella netta vittoria contro la Pro Vercelli. Al ‘Picco’ finisce 5-1 per i liguri, grazie alle doppiette dei due attaccanti e al sigillo finale di Awua, centrocampista nigeriano classe 1998 all’esordio stagionale. Parte forte la squadra di Gallo, che dopo 16′ e’ gia’ avanti 2-0: al 12′ l’arbitro punisce col rigore il contatto in area tra De Francesco e Paghera. Sul dischetto va Gilardino che spiazza Pigliacelli. Al 16′, a conclusione di una bella azione corale, Marilungo di petto devia in rete il cross dalla destra di De Col. La Pro Vercelli ha un sussulto d’orgoglio e accorcia le distanze al 22′. Reginaldo coglie il palo con una conclusione dai venti metri, Paghera raccoglie la palla e fredda Manfredini. Grassadonia prova a risistemare i suoi operando due sostituzioni già nel primo tempo, e nella ripresa i piemontesi sfiorano il pari al 22′ con il palo colpito da Gatto, ma lo Spezia riprende in mano la gara e dilaga. Al 27′ va a segno ancora Gilardino, ben servito da Terzi, con una gran girata che batte Pigliacelli. Nel finale gli altri due gol, con i liguri in inferiorità numerica per l’infortunio di Pessina. Al 45′ Marilungo fa tutto da solo, saltando mezza difesa piemontese e superando Pigliacelli in uscita, al 49′ Awua fissa il 5-1 capitalizzando la bella verticalizzazione di Mora. Col successo odierno i liguri salgono al decimo posto in classifica con 53 punti, mentre la matematica ancora non condanna alla Lega Pro la Pro Vercelli, fanalino di coda del campionato con 37 puntiCittadella-Brescia 2-2 – Avanti per due volte, il Cittadella si fa raggiungere dal Brescia e la sfida del Tombolato si chiude sul 2-2. L’approccio del Cittadella è buono: al 7′ Schenetti riceve da Vido e calcia alto da due passi; al 23′ Settembrini impegna Minelli. Il Cittadella passa in vantaggio al 38′: assist di Vido per Kouame, tiro respinto da Minelli e tap-in vincente di Schenetti. Il Brescia pareggia 3′ dopo: azione insistita di Tonali, tiro deviato in mischia da Spilak e Alfonso è spiazzato. Nella ripresa parte meglio il Brescia, che sfiora il gol con Bisoli al 48′ e con Terragrossa al 54′ (bravissimo Alfonso). Il Cittadella risponde al 50′ con Varnier, che impegna di testa Minelli. Il raddoppio del Cittadella arriva al 76′, con Bartolomei che si avventa su una palla vagante e fulmina Minelli dal limite dell’area. Come nel primo tempo, il Brescia pareggia 3′ dopo: il 2-2 porta la firma di Tonali, che insacca in contropiede.Salernitana-Entella 1-0 – La Salernitana batte all’Arechi la Virtus Entella 1-0. Primo tempo giocato maggiormente dalla formazione granata. Al 7′ tiro dalla distanza di Minala, ma il pallone finisce alto sopra la traversa. Ghiotta occasione per l’Entella all’11’, ma Petrovic spreca due volte davanti a Radunovic. Brividi granata al 13′ con una doppia azione purtroppo sfumata, perché prima Paroni e poi Pellizzer hanno negato il gol a Bocalon e Rosina. Ancora Rosina al 43′ con la respinta di Paroni. Anche nel secondo tempo a farla da padrona è la squadra di casa apparsa sin dall’ingresso in campo motivata e concentrata. Al 53′ il gol di Bocalon porta in vantaggio la formazione salernitana, chiudendo così il match. L’Entella continua infatti a non impensierire gli avversari.Novara-Pescara 1-1 – Il Novara non va oltre il pareggio contro il Pescara. Allo stadio Piola finisce 1-1: piemontesi in vantaggio al 31′ del primo tempo con Moscati, gli abruzzesi pareggiano all’8′ del secondo tempo con Valzania. Un minuto dopo gli ospiti, in difficoltà nel primo tempo ma padroni del campo della ripresa, hanno colpito un palo. Per la salvezza di entrambe le squadre saranno decisive le prossime due partite, col Novara che rischia i playout.

Lopez, contro la Roma con coraggioTecnico sardi, “hanno tanta qualità ma fiducia in noi stessi”

CAGLIARI05 maggio 201818:25

– CAGLIARI, 5 MAG – “Contro la Roma dobbiamo sognare.
E per sognare ci vuole coraggio. Loro hanno tanta qualità, ma noi dobbiamo entrare con l’atteggiamento giusto: poi possiamo anche perdere o prendere un punto, ma l’approccio giusto è quello di chi va a giocare e battagliare per i tre punti”. Lo ha detto l’allenatore del Cagliari, Diego Lopez, alla vigilia del posticipo di domani sera con la Roma alla Sardegna Arena.
“Paura? Noi dobbiamo avere fiducia in noi stessi: all’andata (partita persa all’Olimpico all’ultimo secondo, ndr) quelli in campo eravamo noi, mica altri. Avevamo fatto bene nella fase di non possesso, mentre avevamo fatto poco nel possesso. Le ultime nostre prestazioni in casa sono state buone”. Roma stanca della Champions? “Ci può anche stare – ha detto Lopez – ma loro hanno il vantaggio di avere tanti giocatori e ampia scelta. Questo conta molto”. Vietato arrendersi prima di iniziare. “È un avversario che ha più qualità di noi, ma sappiamo che nel calcio si può sognare”.
Pioli: Vogliamo tenere vivo sogno EuropaTecnico Fiorentina: Obiettivo restare in corsa fino all’ultimo

FIRENZE05 maggio 201818:24

– FIRENZE, 05 MAG – Dare continuità al 3-0 inflitto al Napoli e restare in corsa fino all’ultimo per l’Europa: ecco l’obiettivo della Fiorentina aspettando la trasferta con il Genoa, un vero e proprio esame per i viola. ”Il Genoa si difende bene e concede pochissimo, difficile trovare spazi e Ballardini ha fatto un ottimo lavoro meritando la riconferma – ha detto Stefano Pioli – Ecco perché bisognerà mantenere lucidità e pazienza. Noi comunque fisicamente e di testa abbiamo ancora tanta benzina, la vittoria con il Napoli ci ha trasmesso grande carica e tante motivazioni che dobbiamo metterle in campo anche stavolta”. A tre gare dalla fine è vietato sbagliare: ”Nella lotta per l’Europa l’Atalanta a mio avviso è la più forte – ha ammesso l’allenatore viola – Sapendo da dove arriviamo noi ora siamo degli intrusi ma vogliamo provare a tenere aperta questa lotta fino alla sfida con il Milan all’ultima giornata. E perché succeda non dobbiamo fallire contro il Genoa e il Cagliari”.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.