Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie

AGGIORNAMENTO NEWS DALLE 20:08 DI DOMENICA 13 MAGGIO 2018, ALLE 09:09 DI OGGI, MARTEDì 15 MAGGIO 2018

Tempo di lettura: 121 minuti

Ultimo aggiornamento 15 Maggio, 2018, 07:10:25 di Maurizio Barra

Salone Libro: all’Arena Piemonte dialogo sulla pace
Presidente Boeti, solo mondo in pace può guardare a futuro

TORINO13 maggio 201820:08

– TORINO, 13 MAG – Tre sguardi, tre esperienze sui temi della pace, del disarmo mondiale, dei diritti, della democrazia. È quanto raccontato dai relatori che oggi al Salone del Libro hanno partecipato all’evento “Facciamo la pace”.
“Quest’anno ricorrono i 70 anni dall’entrata in vigore della Costituzione – ha ricordato il presidente del Consiglio regionale, Nino Boeti – dove c’è scritto chiaramente che il nostro Paese ripudia la guerra. Le generazioni di oggi sono le prime a vivere senza aver vissuto un conflitto, l’Europa è in pace ma non lo è il resto del mondo. Ogni anno si spendono mille miliardi di euro per le armi e contemporaneamente ne destiniamo 27 per combattere la fame”.
All’incontro è intervenuto Daniele Santi, segretario generale di Senzatomica – campagna per il disarmo nucleare. “Il Piemonte brilla come regione capofila del disarmo”, ha detto. Con lui sorella Maria Marchegiani, delegata grandi eventi dell’ispettorato infermiere volontarie di Torino, e Simona Colucci, project manager di Rena e del rapporto Same Project che ha analizzato l’esperienza di 100 imprese europee create da immigrati. “Solo in un mondo di pace potremo guardare con serenità al futuro”, ha concluso Boeti, che ha ricordato l’annullo filatelico del Consiglio dedicato al Sermig in occasione del Salone del Libro.

Salone Libro successo per territorio, 30 mln ricaduteRicerca su impatto economico. Assessora Parigi, battuta Milano

TORINO13 maggio 201820:39

– TORINO, 13 MAG – “La battaglia con Milano è stata vinta”. Manca ancora un giorno alla chiusura, ma l’assessora alla Cultura della Regione Piemonte, Antonella Parigi, non ha dubbi: la 31/a edizione del Salone del Libro è stata un successo. Lo confermano il ritorno dei grandi editori, lo scorso anno assenti, e il pubblico numeroso, che non ha rinunciato agli incontri con i suoi scrittori preferiti nonostante le sale sold out e le lunghe code. “Non possiamo che ritenerci soddisfatti”.
L’occasione per fare un primo bilancio della buchmesse torinese è la presentazione delle ricadute economiche della manifestazione sul territorio. Secondo una ricerca dell’Università di Torino coordinata dal professor Germano Paini, basata sui dati dell’anno scorso e realizzata attraverso più di duemila questionari, ammontano a circa trenta milioni di euro. La spesa stimata soltanto per i libri è di circa 4 milioni.
La ricerca traccia anche l’identikit del visitatore. Il 37,2% dei visitatori partecipa al Salone da più di sette anni, l’88% dichiara di essere molto soddisfatto e oltre il 91% è intenzionato a tornare l’anno prossimo. Da fuori Piemonte proviene il 31,2% del pubblico del Lingotto; ancora pochi sono invece quelli che provengono dall’estero. “Il Salone è una manifestazione fortemente identitaria, è uno degli strumenti con cui si costruisce la nostra comunità – osserva l’assessora Parigi -. Sarebbe da organizzare anche se non avesse la stessa ricaduta economica”. “Bisogna lavorare sulla internazionalizzazione del Salone”, aggiunge l’assessora alla Cultura del Comune di Torino.
Uno spunto di riflessione per il futuro, che per le istituzioni locali deve iniziare subito, alle prese come sono con la liquidazione della Fondazione per il Libro e con la creazione del nuovo gestore del Salone.

Marotta “Allegri? Nessuna criticità”Dirigente Juve, Higuain e Dybala non sono sul mercato

ROMA13 maggio 201821:10

– ROMA, 13 MAG – “Addio di Allegri? Non ci abbiamo pensato, siamo concentrati su questo finale, dopodiché, a bocce ferme, ci siederemo e valuteremo il futuro che però al momento non presenta delle criticità. I risultati di Allegri parlano da soli, sono straordinari e auspichiamo che possano continuare”.
Sono le parole dell’ad della Juve, Giuseppe Marotta.
“La Juventus non è abituata a vendere i giocatori, li cede solo se loro chiedono di andare via – ha spiegato il dirigente ai microfoni di Premium Sport – Ad oggi questi presupposti per Higuain e Dybala non ci sono, perché non hanno chiesto di essere ceduti e di conseguenza la Juventus non li mette sul mercato.
Quando una rosa è vincente sono pochissime le possibilità per migliorarla, consolidare questa squadra rappresenta un vantaggio”, ha concluso Marotta.
Juve trentaseiesimo Scudetto

settimo consecutivo0-0 con la Roma, bianconeri campioni con un turno di anticipo

ROMA13 maggio 201822:49

– ROMA, 13 MAG – La Juventus si e’ laureata campione d’Italia per la 36/a

volta, la settima di fila. I bianconeri all’Olimpico hanno pareggiato 0-0 con la Roma e ad una giornata dal termine della stagione hanno 4 punti di vantaggio sul Napoli, che ha battuto 2-0 la Sampdoria a Genova con reti di Milik e Albiol.
Appendino, scudetto tra i più soffertiCongratulazioni sindaco Torino, un risultato straordinario

TORINO13 maggio 201823:05

– TORINO, 13 MAG – “La Juventus è Campione d’Italia per la settima volta consecutiva. Un risultato straordinario, considerato anche che questo titolo è stato uno dei più sofferti”. E’ il tweet della sindaca di Torino, Chiara Appendino, tifosa bianconera. “Congratulazioni a tutta la squadra e alla società #MY7H””.
Barzagli, meritavamo titolo come Napoli”Noi entreremo nella storia, siamo felici per i nostri tifosi”

ROMA13 maggio 201823:13

– ROMA, 13 MAG – “Entreremo nella storia. E’ stata un’altra annata eccezionale e oggi non era facile perché venivamo dalla vittoria della Coppa Italia e potevamo avere qualche distrazione. Abbiamo sofferto come tutto l’anno ma siamo stati grandi. Ci meritiamo la vittoria e ora festeggeremo questa grande impresa, siamo felici per tutti i tifosi”. Così il difensore della Juve Andrea Barzagli dopo la conquista del titolo.
“Lo scudetto più bello? L’ultimo è sempre il più bello perché è quello più recente. Magari più avanti penserò a qualche campionato più duro e sofferto. Vincere sette campionati di seguito è storia – ha detto ancora a Premium Sport – Il Napoli ha fatto un grandissimo campionato ma poi alla fine vince solo una squadra. Forse meritavamo tutti e due la vittoria, abbiamo dato un bel messaggio all’estero della nostra Serie A. Siamo stati continui, questa è la nostra forza. L’anno prossimo ancora alla Juve? Certo, il prossimo anno saremo di nuovo qua a battagliare”.
Allegri, con questa squadra è più facile”Complimenti al Napoli, e’ stato importante mantenere la calma”

ROMA13 maggio 201823:26

– ROMA, 13 MAG – “Sono contento che i ragazzi abbiano chiuso il campionato, abbiamo una settimana in più di vacanza.
Dobbiamo fare i complimenti al Napoli che ha tenuto testa a una grande Juventus. Difficilmente ricapiteranno quattro anni così, faccio i complimenti a tutti quelli che lavorano per la Juve e ai tifosi: i meriti sono però per la maggior parte dei ragazzi.
Con una squadra del genere, con questi uomini e questi giocatori è più facile arrivare all’obiettivo ma vincere non è mai semplice”. Queste le prima parola del tecnico della Juve, Massimiliano Allegri.
“Il più grande merito della squadra è stato quello di aver mantenuto sempre la calma perché nel calcio le cose cambiano in un attimo – ha sottolineato il tecnico -. Bisogna fare un passo alla volta senza farti prendere dall’entusiasmo quando le cose vanno bene e non bisogna smettere di lavorare nei momenti difficili. Bisogna lavorare bene a livello psicologico perché con gli sbalzi d’umore non si vince”.
Di Francesco, la Juve esempio da seguire’Hanno unità intenti e gruppo. A Trigoria servono regole precise

ROMA13 maggio 201823:26

– ROMA, 13 MAG – “La Juve ha mentalità e solidità, una società che è sempre la stessa e sa gestire benissimo le situazioni, lavando i panni sporchi in casa. Sono un esempio anche per unità di intenti e di gruppo, anche su falli minimi entravano tutti a protestare. Sono uniti e un esempio per tutti, ci tengono all’obiettivo e danno tutto”. Nel dopo-partita del match dell’Olimpico, il tecnico della Roma Eusebio Di Francesco parla dei rivali che hanno appena conquistato il settimo scudetto consecutivo, mettendone in evidenza i pregi fuori e dentro il campo. “Abbiamo giocato contro una squadra di grande mentalità, stiamo crescendo – dice ancora Di Francesco -.
Quest’anno è mancata continuità per lottare a certi livelli.
Questa spregiudicatezza e voglia di fare la partita è basilare, dobbiamo crescere a Trigoria dando mentalità e regole precise, non pensando che i più bravi si adagino e gli altri stanno a guardare. La Juve fa così, noi ci stiamo provando con risultati altalenanti”.
Sarri,scudetto perso in albergo Firenze’Dobbiamo migliorare noi ma anche lega,Napoli 14 volte dopo Juve

ROMA13 maggio 201823:59

– ROMA, 13 MAG – “Non so se lo scudetto l’abbia vinto la squadra più forte, la Juventus è sicuramente la più potente, sotto tutti i punti di vista. Cosa dovevamo fare in più per provare a vincere? Dovevamo andare a letto presto la sera prima di Firenze: la squadra ha subìto un contraccolpo dopo Inter-Juventus, per come è andata quella partita. Mi spiace solo aver perso il campionato in albergo e non sul campo”.
Dopo la sfida con la Samp, Maurizio Sarri si sfoga, ripensando anche alla sfida fra Inter e Juve vista in televisione, e punta il dito su chi avrebbe condizionato il campionato. “Dobbiamo migliorare dal punto di vista della mentalità e della sensibilità – dice ancora Sarri -, ma anche la Lega deve migliorare: delle ultime 16 partite, abbiamo giocato 14 volte dopo la Juventus”. Sulla partita Sarri dice che “abbiamo giocato su standard elevati, mi ha fatto molto piacere vedere la squadra esprimersi così nonostante il contesto. I tifosi mi chiedono di restare? Questa tifoseria io la amo profondamente”.
RISPOSTA A SARRI DI MAURIZIO BARRA: “Signor Sarri, deve imparare a lamentarsi meno e lavorare di più, testa bassa e pedalare! Tutte scuse, bisogna isolarsi, contare sulle proprie forze, non farsi condizionare, avere abnegazione, determinazione, sino alla fine, come la Juve, ma diJuve ce n’è solo una, inimitabile, unica, inestimabile e bisogna solo imparare da Lei e dalla Società che da 95 anni di storia la conduce con orgoglio, concentrazione, concretezza ed Amore! Inoltre la Potenza sotto tutti i punti di vista (anche del denaro, come, sena nominarlo, vuol far intendere qui Sig. Sarri), non è l’unica componente, le ragioni sono molto più profonde, legate a coesione di intenti e di ideologia, con staff uniti e grandi capacità tecniche ed esperienza, che uniscono così i giocatori, comprendendo le capacità tecniche di ciascuno, integrando la capacità di uomo a quella di giocatore sul campo, dove la Juventus ha sempre fieramente ed orgogliosamente vinto!” By Maurizio Barra.

Tifosi Juve in festa a piazza San CarloCentinaia nel luogo della tragedia del 3 giugno 2017

TORINO14 maggio 201800:08

– TORINO, 14 MAG – Caroselli con I clacson suonati e festa in piazza a Torino, in una serata fredda cime a.marzo,per il settimo scudetto consecutivo della Juventus. I tifosi bianconeri -poche centinaia – si sono radunati in piazza San Carlo, la stessa dove il 3 giugno 2017 durante la nefasta serata della finale di Champions con il Real Madrid oltre 1500 persone rimasero ferite e una donna morì dopo 12 giorni in ospedale per il panico creato -hanno appurato le indagini- da una banda di rapinatori. Gli juventini si sono radunati al centro della piazza, sotto il monumento equestre, hanno acceso qualche fumogeno e intonato cori di tripudio per lo scudetto e di scherno e insulti rivolti ai napoletani, soprattutto, e contro Torino, Fiorentina, Milan, Inter e Liverpool, e i giornalisti.
In piazza è comparso anche un paio di venditori abusivi di bandiere con relative aste.
Allegri,se non mi mandano via, restoTecnico in conferenza stampa’Io con Juve anche il prossimo anno’

ROMA14 maggio 201800:12

– ROMA, 14 MAG – “Se non mi mandano via io penso di restare alla Juve anche il prossimo anno.”. Così il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri in conferenza stampa dopo lo 0-0 con la Roma che ha permesso alla squadra bianconera di conquistare il titolo di Campione d’Italia.
Giochi pericolosi, sequestrati 2 milioniControlli guardia finanza nel Torinese, denunciato imprenditore

TORINO14 maggio 201811:15

– TORINO, 14 MAG – Quasi 2 milioni di articoli contraffatti o potenzialmente pericolosi perché privi della marcatura CE, tra cui centinaia di giocattoli, oltre 300 capi di abbigliamento contraffatti, individuati alcuni lavoratori irregolari, un denunciato. E’ il bilancio dei controlli effettuati nelle ultime ore dalla guardia di finanza di Torino, impegnati con 80 militari e otto unità cinofile.
A Torino, in una carrozzeria della periferia, i finanzieri hanno sorpreso alcuni lavoratori in nero. A Rosta, nel torinese, sono stati sequestrati quasi 2 milioni di articoli potenzialmente pericolosi e, in parte, contraffatti. Tra questi anche 900.000 giocattoli. Venivano venduti senza indicazione di denominazione legale o merceologica, dati dell’importatore, presenza di materiali o sostanze pericolose e modalità di smaltimento. Il titolare dell’azienda, un imprenditore di origine cinese, è stato denunciato per frode in commercio, contraffazione di marchi e ricettazione. Sanzioni amministrative, inoltre, per oltre 25.000 euro.
Trapianto di rene su paziente sveglioRiuscito intervento di cinque ore alle Molinette di Torino

TORINO14 maggio 201811:22

– TORINO, 14 MAG – Cinque ore di trapianto di rene senza anestesia generale. L’intervento è stato effettuato su un paziente di 40 anni, affetto da una rara malattia congenita, all’ospedale Molinette di Torino. A perfezionare la tecnica è stato il dottor Fabio Gobbi, dell’equipe diretta dal dottor Pier Paolo Donadio. Affetto da sindrome di Prune-Belly, che alla malattia cronica renale abbina assenza di muscoli addominali e anomalie delle vie urinarie, il paziente soffriva anche di insufficienza respiratoria per la quale era impossibile fare l’anestesia generale.
L’unica possibilità era quindi di ricorrere ad una anestesia combinata peridurale e spinale, a paziente sveglio.
L’intervento, effettuato dal dottor Omidreza Sedigh (Urologia universitaria diretta dal professor Paolo Gontero) e dai dottori Aldo Verri e Caterina Tallia (Chirugia vascolare ospedaliera diretta dal dottor Maurizio Merlo), è perfettamente riuscito. Il paziente è ora degente presso il reparto di Nefrologia universitaria del professor Luigi Biancone.
In 100 mila in mongolfiera sopra TorinoIn volo da sei anni, è aerostato frenato più grande del mondo

TORINO14 maggio 201812:23

– TORINO, 14 MAG – Con 100 mila passeggeri in 6 anni, la mongolfiera frenata di Borgo Dora, unica in Italia, è diventata una delle principali attrattive turistiche di Torino.
Gestito dalla società Soluzioni Artistiche, con i suoi 36 metri di altezza, i 23 metri di diametro del pallone e la capienza di 30 passeggeri, è l’aerostato frenato più grande del mondo. Si leva in volo ogni 20 minuti circa, 365 giorni all’anno tempo permettendo.
Si tratta di un vero e proprio aeromobile, con pilota a bordo, registrato presso la European Aviation Safety Agency (EASA). Gonfiato con elio, l’Hi-Flyer – nome tecnico del Turin Eye – si innalza da una base fissa restando sempre collegato al suolo attraverso un cavo d’acciaio del diametro di 22 mm e con un carico di rottura di 45 tonnellate. La permanenza media è di circa 20 minuti.
Nel dicembre 1783 si levò in volo proprio sui tetti di Borgo Dora una mongolfiera guidata da alcuni membri dell’Accademia della Scienza di Torino: uno dei primi voli dopo l’impresa dei fratelli Montgolfier.
Serie A: Juve-Verona anticipata a sabatoMatch si giocherà alle 15, posticipata a domenica Genoa-Torino

ROMA14 maggio 201812:40

– ROMA, 14 MAG – La Lega di Serie A ha comunicato le variazioni di anticipi e posticipi della 38/a ed ultima giornata del campionato 2017-’18.
Juventus-Verona si giocherà sabato 19 maggio (ore 15), anziché domenica 20 maggio (ore 18); Genoa-Torino si giocherà domenica 20 maggio (ore 15), anziché sabato 19 maggio (ore 20.45).
La Lega ha inoltre disposto di ridurre a 5′ il termine di tolleranza per l’attesa della presentazione delle squadre in campo relativamente alle partite di domenica che inizieranno alle 18 per assicurarne l’inizio in contemporanea.
Chiamparino, Salone Libro è rivincitaLavoriamo per trovare le risorse e garantirne la solidità

TORINO14 maggio 201814:11

– TORINO, 14 MAG – Una “grande rivincita” e, al tempo stesso, “la certezza che il futuro di questa manifestazione si appoggi su un solido presente”. Dall’ospedale Molinette, dove è ricoverato per un intervento non grave ma urgente, il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino parla del Salone del Libro che si conclude il 14 maggio come di una “edizione decisamente entusiasmante”. Il successo “è il miglior stimolo – aggiunge – a continuare a lavorare e a trovare le risorse per garantire la continuità e la solidità che il nostro Salone, il Salone di Torino, e non solo, meritano”.
Salone Libro, Polizia protagonistaNumerosi i visitatori allo stand allestito al Padiglione 2

TORINO14 maggio 201813:31

– TORINO, 14 MAG – Polizia di Stato protagonista anche quest’anno al Salone del Libro di Torino. Per cinque giorni, lo stand allestito all’interno del Padiglione 2 del Lingotto ha fornito ai visitatori informazioni su attività di servizio, metodologie di lavoro e dotazioni tecnici utilizzate dalle varie specialità della polizia nelle indagini più complesse. Non potevano mancare la redazione della rivista Polizia Moderna e i poliziotti scrittori, che hanno presentato i propri libri.
Sono stati proprio questi ultimi ad incontrare, questa mattina presso il Caffè Letterario, un gruppo di studenti dell’Istituto Alberghiero Colombatto di Torino alla presenza del questore, Francesco Messina. Tra loro i poliziotti scrittori in servizio presso la Questura di Torino: il sovrintendente capo Vincenzo Tancredi, autore di ‘In bocca al lupo – Storie di Truffe, furti e rapine’ (Editrice Il Punto); l’assistente Rocco Campochiaro, autore di ‘Una notte al centralino’ (Edizioni Impremix).
Corsa in montagna, 3 gare internazionaliCon ‘Montagna Tricolore’ Assoluti in 2 date e Memorial Stellina

TORINO14 maggio 201813:33

– TORINO, 14 MAG – Tre eventi sportivi di livello nazionale e internazionale che mettono al centro la corsa e le montagne piemontesi. ‘Montagna Tricolore’ è il progetto, promosso e patrocinato dalla Regione, che sotto un’unica regia riunisce le due prove del Campionato Italiano Assoluto di corsa in montagna, il 10 giugno a Saluzzo (Cuneo) e il 22 luglio a Tavagnasco (Torino) oltre a una delle più famose e storiche gare italiane di corsa in montagna, la 30esima edizione del Memorial Partigiani Stellina, il 26 agosto a Susa e Mompantero, valido per il Wmra World Ranking.
Un progetto apripista a livello nazionale “che – sottolinea Giovanni Maria Ferraris, assessore allo Sport della Regione Piemonte – unisce il grande sport e la valorizzazione del nostro patrimonio montano per far conoscere i nostri territori a livello internazionale”.
Parigi: Kadyrov, responsabilità francese’Assalitore era nato in Cecenia ma cresciuto in Francia’

MOSCA13 maggio 201820:32

– MOSCA, 13 MAG – Il leader ceceno e luogotenente di Vladimir Putin in Cecenia, Ramzan Kadyrov, sostiene che Khamzat Azimov, il giovane estremista che ieri sera ha accoltellato i passanti a Parigi, era di origine cecena ma era cresciuto in Francia, e che quindi “tutta la responsabilità” di quanto avvenuto ricade sulle autorità francesi.
“Tutta la responsabilità del fatto che Khasan Azimov (così Kadyrov chiama l’assalitore, ndr) aveva imboccato il sentiero della criminalità ricade sulle autorità francesi”, ha affermato il controverso leader ceceno, sottolineando che Azimov “era solo nato in Cecenia, ma era cresciuto nella società francese e la sua personalità, le sue visioni e le sue convinzioni si erano formate lì”.
Secondo Kadyrov, ad Azimov era stato rilasciato il passaporto russo a 14 anni, ma il documento non era più valido perché non era stato rinnovato quando il giovane aveva compiuto 20 anni.
Egitto: morte detenuto, agenti assoltiIn prima istanza erano stati condannati a 5 anni di reclusione

IL CAIRO13 maggio 201820:36

– IL CAIRO, 13 MAG – Un tribunale egiziano ha assolto due agenti di polizia che erano stati precedentemente condannati a cinque anni di detenzione per l’uccisione di un detenuto, un avvocato.
Il verdetto emesso oggi dal Tribunale penale del Cairo rovescia dunque una sentenza pronunciata contro i due poliziotti, che erano stati accusati di aver picchiato a morte l’avvocato Karim Hamdi, nel febbraio 2015. Hamdi era stato arrestato con l’accusa di appartenere alla Fratellanza Musulmana, che ha vinto una serie di consultazioni elettorali, fino a quando non è stata posta fuorilegge come gruppo terrorista.
Marina libica, soccorsi 180 migrantiPortavoce, provenivano da Siria, Egitto e Comore

BENGASI (LIBIA)13 maggio 201820:41

– BENGASI (LIBIA), 13 MAG – La marina militare libica ha soccorso in mare 180 migranti, che si erano imbarcati verso l’Europa. Secondo il portavoce della marina, Ayoub Qassem, il salvataggio è stato compiuto al largo della cittadina di Qura, non lontano da Tripoli e i migranti erano per lo più uomini da Siria, Egitto e dalle isole Comore.
Secondo la marina, sono stati tutti trasferiti alla base navale di Tripoli, dove hanno ricevuto “assistenza umanitaria e medica” prima di essere consegnati all’agenzia libica per l’immigrazione.
Copertina Spiegel con Trump-dito medio’Con decisione su accordo mette fine a alleanza transatlantica’

BERLINO13 maggio 201823:09

– BERLINO, 13 MAG – È ancora molto acceso il dibattito in questi giorni, in Germania, sulla decisione di Washington di uscire dall’accordo sul nucleare con l’Iran, e Spiegel ha aperto la sua edizione di questa settimana con una copertina decisamente forte sul tema: un dito medio, che raffigura Donald Trump, accanto alle parole “Goodbye Europe!”. In un editoriale, si afferma poi che la decisione di Donald Trump sull’Iran “mette fine all’alleanza transatlantica”.
Dalle pagine della Bild am Sonntag è invece il nuovo ambasciatore americano in Germania, Richard Grenell, a tentare di riparare al fin troppo strapazzato rapporto con la Germania, rivelando che, nel corso dell’ultima visita negli Usa, Trump ha fatto visitare l’intera Casa Bianca alla cancelliera, “mostrandole persino la camera da letto”. Segnale, sostiene, di un rapporto molto personale.
Gb,muore ex ministra Labour Tessa JowellEx moglie di David Mills,legale coinvolto in processo Berlusconi

LONDRA14 maggio 201800:58

– LONDRA, 13 MAG – E’ morta a 70 anni, sopraffatta da un tumore al cervello Tessa Jowell, energica ministra alla cultura nei governi Labour di Tony Blair e Gordon Brown, alla quale i britannici sono riconoscenti anche per essere riuscita a portare a Londra le Olimpiadi del 2012. Jowell era anche ex moglie dell’avvocato David Mills, coinvolto in un processo con Silvio Berlusconi. Si separò da lui nel 2006 per non coinvolgere il governo Labour e il processo a Mills si concluse con la prescrizione. Londinese, era nota come ‘politico del popolo’ per il suo modo di fare vicino alla gente, malgrado l’educazione ‘middle class’. E malgrado sia stata nominata Dama dell’Impero britannico nel 2012 e, 3 anni dopo, baronessa e cooptata alla Camera dei Lord. Qui ha dato battaglia a favore della servizio sanitario pubblico (Nhs) e, da quando le fu diagnosticato il cancro un anno fa, per i servizi di diagnosi e terapia dei tumori. Ultima battaglia, per la quale s’è presentata in pubblico smagrita e con la testa coperta.
Indonesia, 10 feriti in un nuovo attaccoColpita la sede della polizia, sempre nella città di Surabaya

SURABAYA (INDONESIA)14 maggio 201806:11

– SURABAYA (INDONESIA), 14 MAG – E’ di almeno quattro agenti e sei civili feriti il bilancio del nuovo attacco kamikaze nella città indonesiana di Surabaya, dove stamani una motocicletta bomba è stata scagliata contro il quartier generale della polizia.
Ieri attentati suicidi in tre chiese della città hanno ucciso almeno otto persone, oltre alle sei della stessa famiglia che hanno effettuato gli attacchi; 41 invece i feriti.
Intelligence Gb, Isis minaccia l’EuropaBbc, capo MI5 accusa anche Cremlino per vicenda ex spia russa

ROMA14 maggio 201808:44

– ROMA, 14 MAG – L’Isis aspira a compiere attacchi “devastanti” e “più complessi” in Europa dopo aver perso territori in Medio Oriente: è l’allarme che il capo dell’MI5 Andrew Parker lancerà durante una riunione dei responsabili della sicurezza europea a Berlino, secondo un’anticipazione della Bbc. Dodici attacchi terroristici sono stati fermati nel Regno Unito dall’attacco di Westminster nel 2017, rivelerà inoltre Parker.
Il numero uno dell’intelligence interna britannica accuserà anche il Cremlino di “flagranti violazioni delle regole internazionali” per l’avvelenamento dell’ex-spia russa Sergei Skripal e di sua figlia a Salisbury a marzo. Parker descriverà il tentativo di assassinio come “attività maligna intenzionale e mirata” che rischia di trasformare la Russia in un “paria”.
Indonesia: ancora una famiglia kamikazeGenitori e figli, come ieri. Sopravvissuta bimba di otto anni

BANGKOK14 maggio 201809:25

– BANGKOK, 14 MAG – Anche l’attacco suicida di questa mattina contro il quartier generale della polizia nella città indonesiana di Surabaya, come quelli di ieri contro tre chiese nel Paese, è stato messo a segno da cinque membri della stessa famiglia. A farsi saltare in aria sono stati genitori e due figli. La sorellina, una bambina di otto anni, è sopravvissuta.
Lo ha annunciato il capo della polizia indonesiana Tito Karniavan, secondo quanto riporta la tv locale Kompas.
India: tempeste di vento, 40 vittimeAbbattute case e linee elettriche. Treni bloccati e voli deviati

LUCKNOW (INDIA)14 maggio 201812:01

Forti tempeste di vento e pioggia hanno spazzato il nord dell’India, uccidendo almeno 40 persone. Secondo i meteorologi i venti hanno raggiunto fino a 109 chilometri orari, abbattendo case e linee elettriche.
I treni e le linee ferroviarie sono stati bloccati e dozzine di voli sono stati deviati dall’aeroporto internazionale di Nuova Delhi.
Pakistan: padre cava occhi al figlioPer impedirgli di sposare ragazza conosciuta al cellulare

ISLAMABAD14 maggio 201812:00

Abdul Baqi ha 22 anni e dopo aver conosciuto una ragazza e sviluppato con lei un’amicizia al cellulare decide di sposarla. Ma quando lo comunica alla famiglia, il padre ed i fratelli, per tutta risposta, lo portano in una stanza e gli cavano gli occhi con un coltello e poi glieli strappano con un cucchiaio. E’ successo ieri in Pakistan nell’area di Loralai, nel distretto del Balochistan.
Uno dei sette fratelli di Abdul che non ha partecipato all’efferato gesto lo ha portato in un ospedale di Quetta, dove però non ci sono specialisti per gli occhi. “Volevo sposare una ragazza, ma la mia famiglia ha detto con non permetterà le nozze con una donna che chiacchiera al telefono”, ha raccontato il giovane ai media locali. Il padre ed i fratelli di di Abdul sono stati arrestati dalla polizia. Nella maggior parte delle aeree rurali del Pakistan, l’uso del telefono è vietato alle ragazze prima del matrimonio.
Alle 16 apre ambasciata Usa GerusalemmeInviato Trump, trasloco è condizione necessaria pace durevole

14 maggio 201810:48

– TEL AVIV, 14 MAG – Strade chiuse, massima vigilanza, grande dispiegamento di polizia in tutta la città, parte est compresa, quella a prevalenza araba. Gerusalemme è pronta all’inaugurazione dell’ambasciata Usa prevista per le 16 di oggi (ora locale) nel quartiere di Arnona, nella zona ovest. Sarà il segretario al tesoro Usa Steven Mnuchin a scoprire la targa che fa, per ora, del Consolato la sede dell’ambasciata in attesa che sia costruito il nuovo palazzo. Alla cerimonia tutta la delegazione Usa, capeggiata da Ivanka Trump e dal marito Jared Kushner e l’intera leadership israeliana, con in testa il presidente Reuven Rivlin e il premier Benyamin Netanyahu. 800 gli inviti diramati e 33 i diplomatici di paesi esteri presenti, tra cui 4 dell’Ue.
L’inviato di Trump per il Medio Oriente Jason Greenblatt in un tweet ha detto che “il trasferimento dell’ambasciata Usa a Gerusalemme non è un distacco da nostro forte impegno per facilitare una pace di lunga durata. E’ una condizione necessaria per questo”.
Gaza:primi scontri manifestanti-esercitoDecine di feriti. Palestinesi tagliano il filo spinato

TEL AVIV14 maggio 201811:12

– TEL AVIV, 14 MAG – Primi scontri al confine tra manifestanti palestinesi ed esercito israeliano lungo la barriera difensiva tra Gaza e lo Stato ebraico. Secondo l’agenzia Maan alcuni dimostranti hanno tagliato il filo spinato di fronte alla barriera nel tentativo di penetrare nella parte ebraica. L’esercito – secondo la stessa fonte – li ha respinti con gas lacrimogeni. L’agenzia Wafa riferisce di 22 feriti.
Questa mattina un drone israeliano è caduto in territorio di Gaza.
Gaza: un palestinese ucciso e 100 feritiNegli scontri al confine tra manifestanti e esercito israeliano

14 maggio 201811:37

– TEL AVIV, 14 MAG – Un manifestante palestinese è stato ucciso nel corso degli scontri con l’esercito israeliano lungo la barriera difensiva tra Gaza e lo Stato ebraico. Lo riporta l’agenzia Maan che cita il ministero della Sanità di Gaza secondo cui Anas Hamdan Qudeih, 21 anni, è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco ad est di Khan Yunis. La Maan parla anche di 100 feriti.
Turchia: 1000 arresti in 7 giorniIn gran parte per legami con Gulen, detenuti 132 sospetti Pkk

ISTANBUL14 maggio 201812:01

Nuova ondata di arresti di massa in Turchia sotto lo stato d’emergenza post-golpe. Nell’ultima settimana, sono 1.123 le persone arrestate in tutto il Paese con accuse di terrorismo, secondo il ministero degli Interni.
Come avviene regolarmente dal fallito putsch del luglio 2016, nel mirino dei blitz sono finiti soprattutto sospetti affiliati alla presunta rete golpista di Fethullah Gulen (967). In manette anche 132 supposti militanti del Pkk curdo, 22 accusati di legami con l’Isis e due con gruppi illegali di estrema sinistra.
Sotto lo stato d’emergenza, stima l’Onu, in Turchia sono state arrestate almeno 160 mila persone.
Kosovo: indagini su uranio arricchitoIn Serbia commissione per indagare conseguenze raid Nato 1999

14 maggio 201811:48

– BELGRADO, 14 MAG – In Serbia una apposita commissione indagherà sulle conseguenze dei bombardamenti con uranio impoverito condotti dalla Nato nella primavera 1999 durante la guerra del Kosovo. Lo ha annunciato il presidente Aleksandar Vucic denunciando un incremento dei casi di tumore fra i bambini. Inaugurando a Belgrado un Centro oncologico altamente specializzato, Vucic ha parlato dei raid Nato come di un crimine senza precedenti. “Io non avevo mai creduto fino in fondo a tali teorie, ma parlando con i medici ho appreso che l’uranio impoverito e’ stata la causa di molti tumori e che la malattia e’ più frequente nei bambini i cui genitori sono nati negli anni novanta”, ha detto Vucic. La presidente del parlamento Maja Gojkovic da parte sua ha sottolineato che di grande aiuto sarà il rapporto della commissione d’inchiesta istituita in Italia, Paese che partecipò ai bombardamenti Nato del 1999 e nel quale circa 4 mila militari impegnati nell’operazione del Kosovo si sono ammalati di cancro e quasi 300 sono morti.
Gaza, 8 i palestinesi uccisi finoraDurante gli scontri con l’esercito israeliano al confine

14 maggio 201812:26

– TEL AVIV, 14 MAG – Il bilancio dei manifestanti palestinesi uccisi durante i violenti scontri con l’esercito israeliano lungo la barriera difensiva è salito a otto. Lo riferiscono sia l’agenzia Maan sia la Wafa, che parla di 7, secondo cui ci sono oltre 500 feriti.
Maltempo: freddo e pioggia a ParigiSolo le regioni del nord-ovest risparmiate dal maltempo

PARIGI14 maggio 201812:28

– PARIGI, 14 MAG – Freddo e pioggia a Parigi, neve e ghiaccio nell’Ardeche, nella Loira e nella Lozere: questa la situazione meteorologica della Francia in pieno mese di maggio, con un inverno che non accenna a finire e soltanto le regioni nord-ovest risparmiate dal maltempo.
Piove praticamente su tutto il paese, nel nord-est veri e propri diluvi mentre sul Massiccio centrale nevica oltre i mille metri e sui Pirenei oltre i 1.200.
Afghanistan: Isis rivendica attacco ieriDecine di vittime in ondata di attentati negli ultimi mesi

KABUL14 maggio 201812:33

– KABUL, 14 MAG – L’Isis ha rivendicato con una dichiarazione sul web l’attacco di ieri a un edificio governativo nell’Afghanistan orientale, in cui sono rimaste uccise 10 persone e ferite oltre 40. Gli affiliati dello Stato islamico in Afghanistan e i più affermati talebani hanno messo a segno un’ondata di attacchi negli ultimi mesi, con decine di vittime.
Indonesia: Alfano, barbari attacchi’Italia a fianco governo e popolazione contro ideologia terrore’

ROMA14 maggio 201812:37

– ROMA, 14 MAG – “Esprimo la mia più ferma condanna per i barbari attacchi terroristici a Surabaya”: lo ha detto il ministro degli Esteri, Angelino Alfano. “L’Italia – si legge in una nota – resta al fianco del governo e del popolo indonesiano nella lotta contro l’ideologia del terrore e nella difesa dei comuni valori di civiltà. Sono vicino alle famiglie delle vittime e auguro una pronta guarigione a quanti sono rimasti feriti”.
Migranti: 8mila fermati confine TurchiaIn 7 giorni. ‘836 intercettati in mare, detenuti 83 trafficanti’

ISTANBUL14 maggio 201812:39

– ISTANBUL, 14 MAG – Le autorità della Turchia hanno fermato nell’ultima settimana 8.452 migranti e rifugiati, che cercavano di attraversare le frontiere con l’Unione europea o di entrare nel Paese senza regolari documenti. Di questi, 836 sono quelli intercettati in mare. Lo rende noto il ministero degli Interni di Ankara, secondo cui nello stesso periodo sono stati arrestati 83 sospetti trafficanti di esseri umani.
Dal contestato accordo del 2016 con Bruxelles, il numero di migranti e rifugiati che dalla Turchia raggiungono quotidianamente l’Ue, soprattutto la Grecia, è sceso da picchi di diverse migliaia a una media di poche decine.
Nelle ultime settimane, tuttavia, le autorità europee segnalano un aumento degli arrivi, anche attraverso i confini terrestri.
Governo: Ue attende, ‘seguiamo sviluppi’Bruxelles, ‘quando avremo un annuncio faremo un commento’

BRUXELLES 14 MAY14 maggio 201812:46

– BRUXELLES 14 MAY – “Stiamo seguendo da vicino l’evolversi della situazione politica in Italia. E siamo in modalità di attesa e quando avremo un annunciò faremo un commento”. Così il portavoce della Commissione Ue, Margaritis Schinas, rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano di commentare la situazione in Italia.
Trump, oggi è grande giorno per IsraeleL’inaugurazione dell’ambasciata Usa live su Foxnews

ROMA14 maggio 201813:16

ROMA14 maggio 201813:16

– ROMA, 14 MAG – “Oggi è un grande giorno per Israele!”. Lo scrive su Twitter il presidente Donald Trump ricordando che l’inaugurazione dell’ambasciata Usa a Gerusalemme sarà trasmessa live su Foxnews dalle 9 ora americana.
Gerusalemme: al-Zawahiri incita al jihadCapo al Qaeda,’Trump ha svelato il volto della moderna crociata’

ROMA14 maggio 201813:17

– ROMA, 14 MAG – Il capo di al Qaeda, Ayman al Zawahiri, invoca il jihad contro Usa e Israele e invita i musulmani a prendere le armi, in un video intitolato ‘Tel Aviv è anche una terra di musulmani’ di cui dà notizia il Site Group, specializzato nel monitorare siti web legati al terrorismo.
Spostando l’ambasciata Usa a Gerusalemme, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump “ha svelato il vero volto della moderna crociata – afferma al Zawahiri -. Con lui non funziona la pacificazione ma solo la resistenza tramite il jihad”.
Gaza: 12 palestinesi uccisi, 600 feritiLo riferisce il ministero della sanità

14 maggio 201813:23

– TEL AVIV, 14 MAG – Il bilancio dei manifestanti palestinesi uccisi nei violenti scontri in corso con l’esercito israeliano lungo la barriera difensiva tra Gaza e lo stato ebraico è salito a 12. Lo riferisce il ministero della sanità a Gaza secondo cui gli ultimi due morti sono stati a Jabaliya. Il totale dei feriti è – secondo la stessa fonte – di oltre 600.
Gaza: 25 morti, circa 1000 feritiAppelli alla popolazione per donazioni sangue

14 maggio 201814:07

– GAZA, 14 MAG – Venticinque morti palestinesi e circa mille feriti (per lo più intossicati da gas lacrimogeni): questo il bilancio provvisorio dei violentissimi scontri in corso da stamane al confine fra Gaza ed Israele. Lo riferisce la agenzia di stampa ufficiale palestinese Wafa. Gli ospedali di Gaza stanno intanto lanciando appelli alla popolazione affinché giunga in massa per donare sangue.
Gaza: almeno 37 i palestinesi uccisiLo riferisce il ministero della Sanità della Striscia

14 maggio 201814:40

– TEL AVIV, 14 MAG – E’ salito a 37 il numero dei manifestanti palestinesi uccisi nel corso degli scontri con l’esercito israeliano lungo il confine con Gaza. Lo fa sapere il ministero della Sanità della Striscia citato dai media.
Gaza: raid aereo Israele nella StrisciaNel nord, in precedenza colpita postazione Hamas a Jabalya

14 maggio 201814:50

– GAZA, 14 MAG – Un aereo da combattimento israeliano ha colpito con almeno un missile un obiettivo nel Nord della Striscia. Lo riferiscono fonti locali.
In precedenza l’aviazione aveva già colpito una postazione di Hamas presso il campo profughi di Jabalya.
Turchia: boicottaggio pistacchio RamadamStop da produttori dolci tipici baklava contro speculazioni

ISTANBUL14 maggio 201815:08

– ISTANBUL, 14 MAG – In Turchia sarà un Ramadan senza pistacchio. Durante il mese sacro islamico che comincia domani, durante il quale i fedeli digiunano dall’alba al tramonto per poi concedersi pasti comunitari nelle ore di buio, i baklava – tradizionali dessert locali a base di miele e noci – saranno conditi con nocciole e mandorle, escludendo invece il pistacchio a causa delle speculazioni sul suo prezzo. Ad annunciare il boicottaggio è il capo dell’Associazione dei produttori (Baktad), Mehmet Yildirim, secondo cui il costo del pistacchio comprato direttamente dai produttori è di 60 lire al chilo (circa 12 euro), mentre i durante la festività i forniti lo vendono almeno al doppio. “Prezzi del genere non sono né morali né legali, quindi abbiamo deciso di non vendere baklava al pistacchio durante il Ramadan per contrastare i grossisti e gli speculatori”, ha spiegato ai media locali Yildirim, annunciando un incontro in settimana con il ministro dell’Agricoltura. In Turchia, il settore occupa circa 50mila persone.
Crimea: Putin inaugura ponte KerchSarà aperto al traffico il 16 maggio

MOSCA14 maggio 201815:13

– MOSCA, 14 MAG – Il presidente russo Vladimir Putin domani prenderà parte alla cerimonia di inaugurazione del controverso ponte sullo stretto di Kerch, in Crimea, che unirà la penisola ucraina, contesa con Kiev, alla Russia. Lo fa sapere il Cremlino. Putin visiterà “il centro di controllo del traffico e le strutture addette alla manutenzione” per “verificare il loro addestramento”. Il ponte verrà aperto al traffico veicolare – per il collegamento ferroviario bisognerà attendere ancora – il giorno successivo, il 16 maggio. Lo riporta la Tass.
Pakistan: conosce donna al telefono, padre gli cava gli occhi Aiutato dagli altri figli. Volevano impedire le nozze

14 maggio 201815:16

Abdul Baqi ha 22 anni e dopo aver conosciuto una ragazza e sviluppato con lei un’amicizia al cellulare decide di sposarla. Ma quando lo comunica alla famiglia, il padre ed i fratelli, per tutta risposta, lo portano in una stanza e gli cavano gli occhi con un coltello e poi glieli strappano con un cucchiaio. E’ successo ieri in Pakistan nell’area di Loralai, nel distretto del Balochistan. Uno dei sette fratelli di Abdul che non ha partecipato all’efferato gesto lo ha portato in un ospedale di Quetta, dove però non ci sono specialisti per gli occhi.”Volevo sposare una ragazza, ma la mia famiglia ha detto con non permetterà le nozze con una donna che chiacchiera al telefono”, ha raccontato il giovane ai media locali. Il padre ed i fratelli di di Abdul sono stati arrestati dalla polizia. Nella maggior parte delle aeree rurali del Pakistan, l’uso del telefono è vietato alle ragazze prima del matrimonio.

Gerusalemme: Ivanka e Mnuchin scoprono targa ambasciata Usa

14 maggio 201816:35

Si è svolta a Gerusalemme la cerimonia di apertura della nuova ambasciata Usa. Al suo arrivo il premier Benyamin Netanyahu è stata accolto dagli applausi. In prima fila Ivanka Trump, Jared Kushner, l’ambasciatore Usa David Friedman e il vice segretario di Stato Usa John Sullivan insieme al segretario al Tesoro David Mnuchin. Presente anche il presidente di Israele Reuven Rivlin. Suonato l’inno nazionale Usa.

Ivanka Trump, assieme al segretario al tesoro David Mnuchin, ha scoperto la targa che indica l’ambasciata Usa a Gerusalemme e ha dato il benvenuto “ufficialmente e per la prima volta alla missione diplomatica americana a Gerusalemme, capitale di Israele”.

Trump, Gerusalemme è capitale di Israele’Uno Stato sovrano ha il diritto di scegliere la sua capitale’

NEW YORK14 maggio 201815:47

– NEW YORK, 14 MAG – “La capitale di Israele è Gerusalemme. Israele, come ogni stato sovrano, ha il diritto di determinare la sua capitale”: lo ha detto Donald Trump nel video messaggio inviato per la cerimonia di apertura dell’ambasciata Usa a Gerusalemme.
Iran, Israele massacra i palestinesiZarif: mentre Trump celebra spostamento illegale ambasciata

ROMA14 maggio 201815:53

– ROMA, 14 MAG – “Il regime israeliano massacra innumerevoli palestinesi a sangue freddo durante una protesta nella più grande prigione a cielo aperto. Nel frattempo, Trump celebra il trasferimento illegale dell’ambasciata Usa ed i suoi collaboratori arabi cercano di distogliere l’attenzione”. E’ il durissimo atto d’accusa del ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif, su Twitter, sulle violenze a Gaza.
Alfie: funerale privato a LiverpoolSostenitori ricordano battaglia genitori a passaggio del corteo

LONDRA14 maggio 201815:58

– LONDRA, 14 MAG – Un funerale religioso strettamente privato, ma salutato da un’autentica manifestazione di popolo, con migliaia di persone per le strade di Liverpool: è stato questo lo scenario dell’ultimo addio ad Alfie Evans, il bambino britannico di quasi due anni, colpito da una grave quanto ignota patologia neurodegenerativa, morto il 28 aprile dopo il distacco dai macchinari salvavita deciso da medici e giudici del Regno contro la volontà dei genitori ventenni, Kate e Tom.
Era stata la stessa famiglia a invocare privacy per il rito della sepoltura dopo aver rinnovato i ringraziamenti ai simpatizzanti del cosiddetto Alfie’s Army e a tutti coloro che anche Italia ne hanno sostenuto in questi mesi la battaglia. Ma dicendo sì alla presenza di attivisti e gente comune al passaggio del corteo. Specie dinanzi a Goodison Park, lo stadio dell’Everton di cui papà Tom è fan, dove la folla ha osservato 11 minuti di silenzio, per poi salutare Alfie con slogan, canti, lanci di fiori e palloncini.
Gaza: fonti mediche, 41 mortiI feriti sono 1900. Gaza chiede aiuti medici all’Egitto

14 maggio 201815:58

– GAZA, 14 MAG – Almeno 41 morti e 1900 feriti, inclusi gli intossicati: questo il bilancio provvisorio fornito dal ministero della sanità palestinese dei duri scontri con l’esercito israeliano al confine di Gaza che sono ancora in corso. Le autorità di Gaza hanno intanto chiesto all’Egitto aiuti medici immediati e la autorizzazione a trasferire in quel Paese i feriti più gravi.
Gaza: Amnesty,anche 6 minori tra i mortiLa Ong denuncia ‘una ripugnante violazione dei diritti umani’

ROMA14 maggio 201816:02

– ROMA, 14 MAG – Ci sono “anche sei minori” tra i palestinesi uccisi oggi a Gaza. Lo afferma Amnesty International denunciando una “ripugnante violazione delle norme internazionali e dei diritti umani”. Tra i quasi “2.000 feriti, molti sono stati colpiti alla testa e al petto. Oltre 500 sono stati feriti da pallottole. Bisogna porre fine adesso a tutto ciò”, afferma l’Ong via Twitter.
Facebook: sospese circa 200 appNell’ambito dell’inchiesta dopo lo scandalo Cambridge Analytica

WASHINGTON14 maggio 201816:08

– WASHINGTON, 14 MAG – Facebook ha annunciato oggi di aver sospeso “circa 200 applicazioni” sulla sua piattaforma nell’ambito dell’inchiesta avviata dopo lo scandalo di Cambridge Analytica, la societa’ britannica legata alla campagna presidenziale di Donald Trump che ha messo le mani sui profili di circa 87 milioni di utenti Fb.
“Finora sono state analizzate migliaia di app e circa 200 sono state sospese, in attesa di una indagine completa per accertare se esse hanno davvero raccolto dati impropriamente”, ha spiegato in un comunicato Ime Archibong, vice presidente di facebook incaricato dei prodotto in partnership.
Gaza: Lega araba, mondo fermi massacroVicesegretario chiede ‘intervento internazionale urgente’

IL CAIRO14 maggio 201816:25

Il segretario generale aggiunto della Lega araba con delega per la questione palestinese e i territori occupati, Said Abou Ali, “ha fatto appello a un intervento internazionale urgente per fermare l’orribile massacro perpetrato dalle forze di occupazione israeliane contro i palestinesi, in particolare nella Striscia di Gaza”. Lo riferisce una nota diffusa al Cairo.
Trump è a dieta, hamburger senza il paneMa non e’ chiaro se il tycoon rinunci anche alle patatine fritte

NEW YORK14 maggio 201816:41

– NEW YORK, 14 MAG – Donald Trump si mette a dieta nel tentativo di perdere qualche chilo. A raccontarlo al Washington Post e’ Rudy Giuliani, figura di spicco del team di legali del presidente americano. Secondo l’ex sindaco di New York, il tycoon sta cercando di seguire i consigli del suo medico e di mangiare in modo piu’ sano tagliando i carboidrati. In particolare sta rinunciando al panino dell’hamburger. Oppure, racconta Giuliani, ne mangia solo la meta’. Anche durante la campagna elettorale, Trump era stato visto mangiare solo la carne dell’hamburger senza il pane. “Sai quante calorie risparmi”, aveva detto tempo fa ad una giornalista. Non e’ chiaro tuttavia se il tycoon rinunci anche alle sue amate patatine fritte.
Incidenti stradali: 2 morti e 3 feritiAuto si ribalta, passeggeri estratti da abitacolo da pompieri

MILANO13 maggio 201822:12

– MILANO, 13 MAG – Due persone sono morte e tre sono rimaste ferite, questa sera, in un incidente stradale sul raccordo autostradale Gazzada-Varese, la strada statale 707. Per cause ancora in fase di accertamento il conducente di un’autovettura ha perso il controllo del veicolo ribaltandosi. I vigili del fuoco intervenuti con un’autopompa hanno estratto mediante l’uso di cesoia-divaricatore tre dei cinque occupanti poi assistiti dal personale sanitario. Nell’impatto due persone hanno perso la vita.
Droga, due latitanti presi in AlbaniaOperazione del Ros. Provvedimenti procure di Milano e Rimini

TRIESTE14 maggio 201807:46

– TRIESTE, 14 MAG – I carabinieri del Ros hanno individuato e arrestato a Durazzo e Lezhe, in Albania, due cittadini albanesi latitanti da anni, Keci Astrit e Sufja Shkelqim, nei cui confronti era stato emesso un ordine di arresto per il reato di associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti. Gli arresti sono arrivati al termine di una lunga indagine coordinata dalla Dda di Trieste, in collaborazione con l’Antidroga, l’ufficio di collegamento della polizia albanese a Bari e il Servizio cooperazione internazionale di polizia (Scip). I due sono albanesi stati sorpresi in residenze protette, utilizzate per nascondere la loro presenza in Albania: dal 2006 si erano rifugiati nell’area per sottrarsi alla cattura al termine di una serie di indagini condotte tra il 1998 e il 2006 e provvedimenti emessi dalle autorità giudiziarie di Milano e Rimini.
Migranti, 73 salvati davanti alla LibiaErano su gommone che stava affondando, oggi arrivo a Messina

PALERMO14 maggio 201808:08

– PALERMO, 14 MAG – La Aquarius, la nave di soccorso umanitario noleggiata da Sos Mediterranee e gestita in partnership con Medici Senza Frontiere, ha tratto in salvo 73 persone da un gommone sovraccarico nelle acque internazionali al largo della Libia. Malgrado avesse mostrato la propria disponibilità a proseguire l’attività di ricerca e salvataggio, la Aquarius ha ricevuto l’istruzione dalle autorità competenti di lasciare la zona Sar e fare rotta a nord senza rinvii. Questo mentre le condizioni meteorologiche favorevoli rendono probabili altri viaggi pericolosi. La nave approderà stamane a Messina.
Tra i 73 naufraghi ci sono 12 donne, tra cui due in gravidanza, e 12 minori, inclusi sette non accompagnati.
All’alba di sabato la Aquarius era tornata nelle acque internazionali a nord della Libia dopo lo sbarco, il 10 maggio scorso, di 105 persone nel porto di Catania.
Corruzione, arrestato manager MontanteCon dirigente Confindustria altri cinque, tra cui 3 poliziotti

CALTANISSETTA14 maggio 201808:40

– CALTANISSETTA, 14 MAG – La Polizia di Caltanissetta ha arrestato, con altre cinque persone, l’ex presidente di Sicindustria Antonio Calogero Montante, attualmente presidente della Camera di Commercio di Caltanissetta e presidente di Retimpresa Servizi di Confindustria Nazionale. Gli arrestati sono accusati, a vario titolo, di essersi associati allo scopo di commettere più delitti contro la pubblica amministrazione e di accesso abusivo a sistema informatico, nonché più delitti di corruzione. L’inchiesta, condotta dalla squadra mobile di Caltanissetta, è coordinata dalla locale Direzione Distrettuale Antimafia. Tra gli arrestati, tutti ai domiciliari, ci sarebbero anche tre agenti della Polizia di stato che avrebbero fatto parte di una rete di spionaggio al servizio di Montante. A un sesto indagato è stato notificato un provvedimento di interdizione (sospensione per un anno dal lavoro)

Turista violentata, 5 misure cautelariIn penisola sorrentina. PS, aggravante uso sostanza stupefacente

NAPOLI14 maggio 201808:58

– NAPOLI, 14 MAG – Gli agenti di Polizia del Commissariato di Sorrento e della Squadra Mobile di Napoli, coordinati dalla Procura di Torre Annunziata, stanno eseguendo tra Massa Lubrense, Vico Equense, Portici e Torre del Greco, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di cinque persone ritenute responsabili di violenza sessuale di gruppo con l’aggravante dell’uso di sostanza stupefacente nei confronti di una turista inglese.
Crolla tetto aula istituto tecnico Fermo, nessun ferito Incidente poco prima di inizio lezioni, verifiche in corso

ROMA14 maggio 201814:56

Il tetto di un’aula dell’ Istituto tecnico Industriale Montani di Fermo è crollato questa mattina, poco prima che gli studenti entrassero in classe. L’incidente, secondo quanto si apprende, si è verificato alle 7.10 in un’aula frequentata abitualmente da una trentina di ragazzi e dai loro insegnanti. Vista l’ora, il crollo non ha fortunatamente coinvolto alcuna persona. L’istituto è stato immediatamente chiuso e sono in corso una serie di verifiche strutturali da parte dei vigili del fuoco.

A provocare il crollo sarebbe stato il cedimento di una capriata. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco, ci sono anche i tecnici della Provincia di Fermo. Nonostante tutto, le lezioni sono in corso: gli studenti che frequentano lezioni nelle aule vicine sono stati spostati ad altre classi al piano inferiore. Le operazioni di messa in sicurezza sono particolarmente complesse, perché la zona interessata dal crollo si trova a fianco delle puntellature della chiesa di Sant’Agostino, danneggiata dal terremoto del 2016.

Aggredito a martellate,morto dopo 7 mesiArrestata a febbraio la nipote 56enne che si professa innocente

CESENA14 maggio 201810:39

– CESENA, 14 MAG – Non si era mai ripreso dall’aggressione a martellate subita il 15 ottobre scorso nel giardino della sua abitazione in via Santarelli nel centro di Cesenatico. Alfredo Benini, 87 anni, ha cessato di vivere all’Ospedale ‘Bufalini’ di Cesena per l’aggravarsi delle condizioni di salute che erano sempre rimaste compromesse e per forte difficoltà di respirazione.
Lo scorso 17 febbraio i Carabinieri hanno arrestato la nipote e vicina di casa dell’anziano, Paola Benini, 56 anni. Secondo gli investigatori sarebbe stata lei a colpire ripetutamente lo zio per questioni economiche. La donna, che si è sempre professata innocente, è in carcere a Forlì. Ora la sua posizione diventa ancora più delicata.
Acciaierie: stabili condizioni ustionatiDimesso quarto operaio con prognosi 15 giorni

PADOVA14 maggio 201810:40

– PADOVA, 14 MAG – Sono stabili, anche se ancora molto gravi, le condizioni degli operai rimasti coinvolti ieri nell’incidente alle Acciaierie Venete di Padova, investiti da una colata di acciaio fuso. I feriti sono ancora ricoverati negli ospedali di Padova, Cesena e Verona con ustioni su gran parte del corpo. Le loro condizioni sono ancora critiche, anche sembra che le funzioni vitali siano intatte. Dimesso invece nella tarda serata di ieri il quarto operaio, con una prognosi di 15 giorni. Intanto rimane sotto sequestro lo stabilimento di Riviera Francia a Padova.
L’incidente, i fatti, ha coinvolto quasi l’intero stabile. Ferme tutte le attività, al di là di poche operazioni di carico e scarico.
Eni,processo ‘Nigeria’ rinviato a giugnoPer discussione richieste parti civili, anche Governo nigeriano

MILANO14 maggio 201810:40

– MILANO, 14 MAG – Si è aperto davanti alla settima penale ed è stato subito rinviato al 20 giugno il processo milanese a carico di 15 imputati, tra cui l’ad di Eni Claudio Descalzi, l’ex ad Paolo Scaroni, la stessa Eni e Shell per il caso della presunta maxi tangente che sarebbe stata versata dai due gruppi a pubblici ufficiali e politici nigeriani per lo sfruttamento del giacimento petrolifero Opl 245.
Le indagini del procuratore aggiunto Fabio De Pasquale e del pm Sergio Spadaro avrebbero accertato una tangente di 1 miliardo e 92 milioni di dollari per l’acquisizione, nel 2011, del giacimento petrolifero. Tra gli imputati figurano anche 3 ex manager tra cui l’allora capo della divisione Esplorazioni, Roberto Casula, e l’ex dirigente nell’area del Sahara Vincenzo Armanna. E 3 presunti intermediari tra cui Luigi Bisignani e Gianfranco Falcioni, uomo d’affari e ai tempi vice console onorario in Nigeria, 4 manager della compagnia olandese, tra i quali Malcolm Brinded, e l’ex ministro nigeriano Dan Etete.
Muore durante partita calcetto, autopsiaMinuto raccoglimento a scuola, pagina sito listata a lutto

POZZUOLI (NAPOLI)14 maggio 201810:54

– POZZUOLI (NAPOLI), 14 MAG – E’ stata disposta l’autopsia per risalire alle cause che hanno stroncato un 17enne mentre giocava a pallone con amici su un campetto del quartiere Monterusciello a Pozzuoli (Napoli). Lo studente del terzo anno dell’ITI Pitagora di Arco Felice si era ritrovato ieri pomeriggio con gli amici sul campetto in terra battuta di via Bovio, a pochi passi da casa. Ad un tratto, mentre ricorreva il pallone, si è accasciato. Gli amici lo hanno soccorso subito, richiamando l’attenzione dei genitori che abitano nei paraggi e chiamando il 118. Inutili, purtroppo, sono risultati tutti i tentativi per rianimarlo. I sanitari intervenuti sul posto non hanno potuto che constatarne il decesso. Per la rimozione della salma sono intervenuti i Carabinieri e il magistrato di turno, che ha disposto l’esame autoptico presso il secondo Policlinico di Napoli. La scuola che il giovane frequentava lo ricorda con la pagina listata al lutto del proprio sito ed un minuto di raccoglimento in mattinata.
Crolla tetto aula Itis Fermo, no feritiIncidente poco prima di inizio lezioni, verifiche in corso

ANCONA14 maggio 201811:10

– ANCONA, 14 MAG – Il tetto di un’aula dell’Istituto tecnico Industriale Montani di Fermo è crollato poco prima che gli studenti entrassero in classe. L’incidente è accaduto alle 7:10. Vista l’ora il crollo fortunatamente non ha coinvolto alcuna persona. Sono in corso sopralluoghi dei vigili del fuoco.
NOnostante tutto, le lezioni si svolgono regolarmente, gli studenti delle classi vicine sono stati spostati altrove. A provocare il crollo, nell’edificio sede del triennio, sarebbe stato il cedimento di una capriata. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco, ci sono anche i tecnici della Provincia di Fermo.
Particolarmente complesse le operazioni di messa in sicurezza, perché la zona interessata si trova a fianco delle puntellature della chiesa di Sant’Agostino, danneggiata dal terremoto del 2016. Infiltrazioni d’acqua nella capriata o la vetustà dell’immobile tra le prime cause ipotizzate del cedimento.
Giudici, su Cav no segnalazioni negativeMotivazioni riabilitazione, pendenze penali non sono ostacolo

MILANO14 maggio 201811:16

– MILANO, 14 MAG – Le relazioni delle Questure di Milano e Roma e dei carabinieri di Monza sul “requisito della buona condotta” di Silvio Berlusconi dopo l’espiazione della pena per il caso Mediaset “attestano un comportamento totalmente privo di segnalazioni rilevanti in termini negativi”. Lo si legge nel provvedimento, di cui la sostanza è già emersa nei giorni scorsi, del Tribunale di Sorveglianza che venerdì scorso ha concesso la riabilitazione all’ex premier. Per i giudici le “pendenze” penali poi non sono “di per sé ostacolo”.
Ragusa: corte si ritira per sentenzaProcesso d’appello per Antonio Logli, accusato omicidio moglie

FIRENZE14 maggio 201812:03

– FIRENZE, 14 MAG – Giudici in camera di consiglio a Firenze per decidere sulla sentenza al processo d’appello che vede imputato Antonio Logli per l’omicidio e la distruzione del cadavere della moglie Roberta Ragusa, la donna di cui non si hanno più notizie da sei anni dopo la sua scomparsa, nella notte fra il 13 e 14 gennaio 2012, dalla villetta dove viveva con la famiglia a San Giuliano Terme (Pisa). Logli in primo grado è stato condannato a 20 anni di reclusione con rito abbreviato.
L’imputato era presente nell’aula della corte d’assise d’appello di Firenze. Con lui anche il figlio Daniele. Il difensore di Logli, avvocato Saverio Sergiampietri, nell’arringa svolta stamani ha chiesto l’assoluzione. Successivamente la corte si è ritirata per decidere. La sentenza d’appello è attesa nel pomeriggio.
Ritrovato antico libro miracoli MadonnaCagliari, prezioso documento restituito alla Diocesi

CAGLIARI14 maggio 201812:40

– CAGLIARI, 14 MAG – Nelle pagine di quel libro del 1592 c’erano le testimonianze dei miracoli della Madonna di Bonaria, i racconti di chi aveva visto arrivare il simulacro della Madonna a Cagliari. Ma quelle pagine, fragili e preziose, da diversi anni potevano essere sfogliate solo da un appassionato che in qualche modo ne era venuto in possesso. Oggi quel documento fondamentale per la collettività cagliaritana e non solo, è nuovamente disponibile a tutti. I militari della Tutela patrimonio culturale hanno recuperato e restituito alla diocesi di Cagliari l’antico documento contenente il processo canonico intitolato “Informacion recebida sobre la invencion y milagros de la Santa imagen de la santissima virgen de buenayre”, unitamente alla traduzione in italiano di fine 800 e inizio 900 con cui l’Arcidiocesi di Cagliari riconobbe ufficialmente la storia e i miracoli attribuiti alla statua di Nostra Signora di Bonaria.
Scoperta maxievasione vetrerie MuranoPos intestati a cambiavalute per acquisti ‘in nero’

VENEZIA14 maggio 201813:00

– VENEZIA, 14 MAG – La Guardia di Finanza di Venezia ha eseguito un decreto di sequestro preventivo per 7 mln di euro a 10 persone per una frode fiscale nel settore della produzione e vendita del vetro di Murano.Sequestrati beni mobili e immobili e conti correnti degli indagati, tra cui gli amministratori delle 8 vetrerie coinvolte e un cambiavalute. Inedito quanto ingegnoso il sistema ideato per evadere le imposte: al centro del meccanismo una serie di terminali POS portatili collegati con SIM card, formalmente intestati al cambiavalute veneziano ma di fatto usate dalle vetrerie per incassare i soldi delle vendite ‘in nero’ di vetri di Murano a turisti stranieri. Le somme incassate venivano accreditate sul conto corrente di appoggio intestato allo stesso cambiavalute, che ogni mattina si recava in banca per prelevare in contanti il denaro preso dalle vetrerie il giorno precedente, fino a 170.000 euro in una sola volta. Poi si incontrava con i titolari delle vetrerie ai quali restituiva gli incassi trattenendo per sé il 5%.
Emiliano ridipinge balaustra ospedale”Sono venuto qualche giorno fa e ho visto che era arrugginita”

BARLETTA14 maggio 201813:02

– BARLETTA, 14 MAG – “Stiamo dando un incitamento a tutti i direttori generali della Puglia, a fare in modo che i luoghi in cui la gente arriva nella speranza di trovare una risposta di salute, che ovviamente non consiste certo nell’aspetto esterno, siano in ordine e curati”. Lo ha detto il presidente della regione Puglia, Michele Emiliano il quale, stamani, ha simbolicamente avviato la pitturazione di una parte della balaustra dell’ospedale Dimiccoli di Barletta, insieme al direttore generale, Alessandro Delle Donne, e ai consiglieri regionali del territorio.
“Io sono venuto qui qualche giorno fa – ha spiegato Emiliano – ho visto che questa balaustra era arrugginita e, in maniera provocatoria, ho detto, “veniamo noi a dipingerla?”, ora sono al lavoro gli operai della Multiservizi, tutte le Asl hanno le multiservizi e possono fare piccoli lavori di manutenzione in autonomia”.
Dopo rapine chiama 112 e si fa arrestareHa messo a segno 5 colpi in un giorno tra Brianza e milanese

VIMERCATE (MONZA)14 maggio 201813:06

– VIMERCATE (MONZA), 14 MAG – Un 34enne italiano di Carnate (Monza) con vari precedenti di polizia e in affidamento in prova ai servizi sociali, è stato arrestato dai carabinieri per rapina aggravata, sequestro di persona e furto aggravato, al termine di una giornata di rapine e aggressioni con l’uso di coltello, conclusa con una chiamata al 112 per costituirsi.
L’uomo ha rubato un’auto sabato mattina e poi ha messo a segno tre colpi e ne ha tentato un altro tra distributori di benzina e un ufficio postale tra le province di Monza e Milano.
È stato lui stesso, sotto effetto di droga, a telefonare al 112 dicendo “sono io il rapinatore che state cercando”.
Stando a quanto emerso dalle indagini dei carabinieri di Vimercate (Monza), durante un tentato colpo in un ufficio postale l’uomo ha preso in ostaggio una 29enne che aveva in braccio la nipotina di tre anni, puntandole il coltello alla gola prima di fuggire. Durante una rapina in un distributore di benzina, ha invece ferito lievemente alla mano la titolare.
Bimba vola da terrazza, arrestata madreTreviso, accusa tentato omicidio. Donna con problemi psichici

TREVISO14 maggio 201813:39

– TREVISO, 14 MAG – I carabinieri di Treviso hanno arrestato una donna con l’accusa di tentato omicidio della figlia di 3 anni, caduta ieri dal terrazzo di casa, a un’altezza di 6 metri, procurandosi gravi contusioni. La piccola è ricoverata in prognosi riservata all’ospedale, ma non è in pericolo di vita. La madre, che avrebbe problemi di natura psichica, è stata arrestata al termine di accertamenti e interrogatori. Il fatto è accaduto a Mogliano (Treviso) e ci sono volute ore all’Arma per accertare la dinamica dell’incidente. Al momento della caduta in casa c’erano la madre e il padre, che non è indagato, e la piccola che è caduta dal terrazzo finendo, fortunatamente, sull’erba. E’ stato un vicino di casa a chiamare i soccorsi. I Carabinieri hanno puntato l’attenzione sulla madre la quale ha avuto un comportamento subito dopo l’accaduto che ha fatto sorgere sospetti. Con il passare delle ore gli inquirenti hanno delineato un quadro ben diverso da quello che si pensava fosse un incidente domestico.
Appiccano fiamme automobile avvocatessaSul posto sono intervenuti i carabinieri e i vigili del fuoco

LIZZANELLO (LECCE)14 maggio 201813:43

– LIZZANELLO (LECCE), 14 MAG – Un incendio di natura dolosa è stato appiccato questa mattina intorno alle 8 da persone non ancora identificate a un’ automobile di un’avvocatessa salentina, Laura Serafino, di 54 anni. E’ accaduto a Lizzanello, in via Milano, dove la professionista risiede. L’auto, una Fiat Idea, era parcheggiata sotto un androne e il fuoco è stato appiccato mentre la donna era ancora in casa, in procinto di uscire. E’ stato un vicino a dare l’allarme, accorgendosi del divampare del fuoco. Il rogo, che ha completamente distrutto il mezzo, ha causato danni anche alla facciata dell’abitazione. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e i vigili del fuoco. Sul posto sono state rinvenute tracce di liquido infiammabile e dai primi rilievi sembrerebbe che le fiamme siano state appiccate in due punti. Laura Serafino è associata presso un noto studio legale specializzato nel penale.
Esplosione fabbrica fuochi, processoImputato unico socio sopravvissuto, morirono dieci persone

BARI14 maggio 201813:49

– BARI, 14 MAG – Ha chiesto di patteggiare la pena a 4 anni di reclusione il 60enne Antonio Bruscella, imputato nel procedimento sull’esplosione nella fabbrica di fuochi d’artificio Bruscella di Modugno, che il 24 luglio 2015 provocò la morte di 10 persone. L’imputato, unico socio sopravvissuto all’esplosione, risponde dei reati di disastro colposo, violazioni di numerose norme relative alla sicurezza sul lavoro, omicidio colposo plurimo e lesioni colpose. Nel procedimento sono costituite parti civili più di trenta persone, tra mogli, figli e genitori delle vittime. Per l’accusa l’esplosione fu causata da una eccessiva quantità di polvere da sparo e dall’utilizzo di utensili non idonei a tagliare sostanze esplodenti. Sono state anche accertate numerose violazioni alle norme sulla sicurezza, come il mancato utilizzo di indumenti ignifughi. Nell’esplosione morirono anche il fratello e il nipote dell’imputato (co-titolari della fabbrica), il cognato, un cugino, uno studente, due collaboratori e quattro operai.
Montante:indagati Schifani e uomini AisiAvrebbero fatto parte della catena delle fughe di notizie

CALTANISSETTA14 maggio 201813:59

– CALTANISSETTA, 14 MAG – Nell’inchiesta che ha portato all’arresto dell’ex presidente di Sicindustria Antonello Montante vi sarebbero complessivamente 22 indagati, alcuni dei quali non raggiunti da alcun provvedimento, accusati di aver fatto parte della catena delle fughe di notizie. Tra di loro l’ex presidente del Senato Renato Schifani; l’ex generale Arturo Esposito, ex direttore del servizio segreto civile (Aisi); Andrea Cavacece, capo reparto dell’Aisi; Andrea Grassi, ex dirigente della prima divisione del Servizio centrale operativo della polizia.
Cassazione conferma sentenze jihadistiArrestati nel 2015 durante una retata Dda in Alto Adige

BOLZANO14 maggio 201814:02

– BOLZANO, 14 MAG – La Cassazione ha confermato le pene a carico di quattro jihadisti, arrestati nell’autunno del 2015 durante una retata a Merano. I quattro furono condannati in primo grado a Trento a pene fra i quattro ed i sei anni.
Tra gli imputati Abdul Rahman Nauroz, che abitava a Merano ed è ritenuto il presunto reclutatore dell’organizzazione, condannato a Trento a sei anni di reclusione. Eldin Hodza (unico kosovaro del gruppo) e i curdi Abdula Salih Ali Alisa, alias ‘Mamosta Kawa’, e Hasan Saman Jalal, alias ‘Bawki Sima’, sono stati condannati rispettivamente a quattro anni di reclusione.
Gli imputati attualmente sono rinchiusi nei carceri di massima sicurezza di Rossano Calabro e Nuoro.
Il 28 maggio riprende invece a Bolzano l’udienza che vede imputati altri sei presunti jihadisti, tra cui il mullah Krekar, che attualmente si trova in Norvegia. Entrambi i procedimenti rientrano nella maxi-indagine della Dda di Trento che portò allo smantellamento della cellula terroristica “Rawthi Shax”.
Dress code a scuola: protesta studentiCoordinatore Unione Studenti, decidiamo noi

BARI14 maggio 201814:16

– BARI, 14 MAG -L’Unione degli studenti della Puglia ritiene “inaccettabili” le decisioni di alcuni presidi che hanno imposto “un vero e proprio dress code al quale gli studenti e le studentesse devono attenersi negli spazi scolastici”. Per questa ragione questa mattina gli studenti hanno organizzato un’iniziativa di protesta, con striscioni, davanti al liceo “Scacchi” di Bari, uno dei licei dove il preside ha fatto appello “alla sobrietà”.”Sui nostri corpi e nelle nostre scuole decidiamo noi”, afferma Davide Lavermicocca, Coordinatore dell’Unione degli Studenti Puglia. Gli studenti chiedono che tali decisioni vengano ritirate “in favore di una più profonda riflessione sul senso degli spazi scolastici come spazio di crescita ed espressione degli studenti e delle studentesse”.
“Non crediamo – dice Lavermicocca – sia formativo costruire decisioni legate alla retorica del decoro che censurano parti del nostro corpo, visto ancora come tabù e elemento di provocazione sessuale, in quanto vengono vietati shorts, minigonne e canotte”.
Dagli asili ai licei, i tanti crolli nelle scuole Il difficile problema della manutenzione, edifici fatiscenti

14 maggio 201814:55

Il cedimento del tetto di un’aula dell’ Istituto tecnico Industriale Montani di Fermo questa mattina, poco prima che gli studenti entrassero in classe, non è che l’ennesimo incidente provocato dalle condizioni spesso fatiscenti delle scuole italiane legato al problema della manutenzione e dell’esigua disponibilità delle risorse.Il 15 ottobre del 2017 una parte del tetto dello storico liceo Virgilio di Roma crollò non causando feriti.L’8 gennaio 2015 era crollato l’intonaco di un soffitto in un asilo in Lombardia ferendo sette bambini. Un incidente avvenuto a distanza esattamente di un anno dalla disgrazia accaduta in un liceo di Lecce, l’8 gennaio del 2014, quando uno studente morì a scuola per la caduta in un pozzo di luce causata dal cedimento di una grata.E’ stato questo uno degli episodi più gravi degli ultimi anni, tra gli incidenti a scuola, come quello del liceo Darwin di Torino dove nel 2008, a seguito del crollo di un controsoffitto, rimase ucciso uno studente di 17 anni e altri 17 furono feriti.Nel 2015 la Cassazione ha confermato le sei condanne, tre a carico di funzionari della Provincia di Torino e tre per gli insegnanti, proprio per il crollo del soffitto al liceo Darwin di Rivoli.Ma tanti sono gli incidenti e i crolli nelle scuole registrati dalla cronaca negli ultimi anni.Ecco alcuni precedenti: nel 2014, a febbraio, crolla l’intonaco del soffitto di una scuola elementare di Palermo e rimangono feriti tre bambini di quarta.Il 30 aprile crolla il soffitto di una palestra della scuola elementare di Russi (Ravenna) dove alcune giovani ginnaste dell’artistica si stavano allenando; in questo caso fortunatamente nessun ferito.Il 10 settembre analogo incidente in una scuola di Tivoli, vicino Roma, sempre il crollo dell’intonaco del soffitto di una palestra, e questa volta a restare feriti sono due insegnanti.Nel 2013 (29 novembre) al Liceo classico Dettori di Cagliari crollano due metri quadri di soffitto, ferendo un’insegnante e due studenti.Qualche giorno dopo, il primo dicembre, crollano alcune controsoffittature all’istituto tecnico Giulio Cesare di Bari; nessun ferito in questo caso perche’ l’incidente accade di domenica.Andando ancora indietro nel tempo, all’inizio del 2013, il 19 gennaio, cade una porzione di intonaco nella scuola elementare di Rogoredo di Casatenovo (Lecco). Tre bambini di sei anni rimangono feriti: uno si frattura un braccio, un altro un dito, mentre il terzo ha una lesione a una spalla.Nel 2012, a febbraio, cade una plafoniera all’istituto d’arte di Massa (Massa Carrara), colpisce due studentesse, una resta ferita. Ad aprile dello stesso anno crollo alla scuola elementare De Amicis di Massafra (Taranto); nessun ferito visto che accade un’ora dopo la fine delle lezioni.Si staccano calcinacci anche dal controsoffitto della scuola materna di Paterno’, nel catanese: è il 21 febbraio del 2011 e tre bambine di cinque anni restano ferite; la piu’ grave ha punti di sutura sulla testa. Infine nel 2008, oltre all’incidente mortale del liceo di Rivoli, lutto anche ad Acilia, Roma, dove uno studente cade dal lucernaio della scuola media e muore dopo 24 ore di agonia.

“Aspettiamo da troppo”, botte a mediciUomo e donna denunciati, hanno anche insultato operatori

ROMA14 maggio 201815:02

– ROMA, 14 MAG – “Stiamo aspettando da troppo tempo” E’ quanto avrebbero detto l’uomo e la donna che la scorsa notte hanno minacciato e aggredito il personale sanitario del pronto soccorso di Tivoli, vicino Roma. I due, che si erano recati al pronto soccorso per cure mediche, hanno minacciato alcuni medici e un vigilante. Li avrebbero anche spintonati. Sul posto i carabinieri della stazione di Tivoli e la polizia che li hanno denunciati. Del caso si occupano i carabinieri.
Bomba uccise 27enne,30 anni per mandanteL’ordigno venne piazzato in sala giochi Altamura il 5/3/2015

BARI14 maggio 201815:20

– BARI, 14 MAG – La Corte di Assise di Bari ha condannato alle pene di 30 anni e di 18 anni di reclusione i due imputati nel processo sulla morte del calciatore 27enne Domenico Martimucci, deceduto dopo quasi 5 mesi di coma per le ferite causate dall’esplosione provocata da un ordigno rudimentale piazzato il 5 marzo 2015 in una sala giochi di Altamura. In particolare il boss Mario D’Ambrosio, fratello del defunto capo clan Bartolo, ritenuto il mandante dell’attentato e attualmente in carcere, è stato condannato alla pena di 30 anni (l’accusa aveva chiesto l’ergastolo). Il 24enne Luciano Forte che – stando alle indagini dei Cc coordinate dai pm Antimafia Renato Nitti e Giuseppe Gatti – accompagnò il sicario sul luogo della strage (attualmente agli arresti domiciliari), è stato condannato a 18 anni di reclusione. Durante la lettura della sentenza, oltre a familiari e amici della vittima, era presente in aula il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, secondo cui “è stata fatta giustizia di un evento gravissimo”.
Gaffe sui test Invalsi, ‘Antonio e Cleopatra sconfitti a Anzio’Errore nei quiz per la quinta elementare

ROMA14 maggio 201816:41

Antonio e Cleopatra furono sconfitti nella battaglia di Anzio. E’ questa la nuova gaffe nei test invalsi di quinta elementare che sta sollevando nuove polemiche dopo la domanda sulla prospettiva di guadagni futuri. Per un errore la battaglia di Azio, del 31 aC, viene scambiata con la località del litorale laziale più nota per lo sbarco degli alleati del ’44. Immancabili le critiche sul web. Unicobas Scuola ed Università posta: “Invalsicomio.Ma quell’analfabeta che ha scritto il quiz Invalsi su Cleopatra, che scambia la battaglia di Azio per la ‘battaglia di Anzio’, gira per il Ministero col cappello da Napoleone? “. Un’altra utente di twitter, ‘La Gattara” scrive: “Mi segnalano prove invalsi delle elementari secondo cui Antonio e Cleopatra avrebbero combattuto ad ANZIO. Stavano in vacanza a Zoomarine e non ce l’hanno detto”. ‘La Mentina” le risponde “anche loro avevano il problema del parcheggio” e un’altra aggiunge: “Io a Anzio sempre andata col treno, da Termini è un attimo”.

Mps: pm,archiviare Profumoe Viola su nplAccusati falso in bilancio su tranche crediti deteriorati (npl)

MILANO14 maggio 201815:58

– MILANO, 14 MAG – La Procura di Milano ha chiesto l’archiviazione per gli ex vertici di Mps, Alessandro Profumo, ora amministratore delegato di Leonardo, e Fabrizio Viola, indagati per falso in bilancio in un filone sulla gestione della banca, quello relativo ai crediti deteriorati (npl). Profumo e Viola nei giorni scorsi sono stati rinviati a giudizio nella tranche sui derivati, dopo che i pm avevano chiesto il proscioglimento. Pm che nei mesi scorsi hanno anche già chiesto di archiviare l’accusa di ostacolo alla vigilanza a loro carico.
Anziana morta in clinica, tre indagatiPer i familiari le avrebbero dato dose eccessiva di un farmaco

BOLOGNA14 maggio 201816:02

– BOLOGNA, 14 MAG – La Procura di Ravenna, con il pm Cristina D’Aniello, ha disposto l’autopsia per chiarire le cause della morte di una donna di 81 anni, l’11 maggio in una clinica della città. Secondo i familiari che, assistiti dall’avv.Chiara Rinaldi, hanno presentato un esposto, l’anziana potrebbe essere deceduta per la somministrazione eccessiva di un farmaco e quindi intossicata. In tre, personale sanitario, sono indagati per omicidio colposo in vista dell’esame medico-legale, conferito alla dottoressa Loredana Buscemi. Sono difesi dall’avv.Giovanni Scudellari.
La donna era ricoverata dal 25 aprile per un’infezione e una sospetta frattura. Nei giorni successivi ha accusato forti difficoltà a deglutire e fastidi alla bocca, fino alla crisi, nella notte tra il 10 e l’11, con gravi problemi respiratori. Da un colloquio tra i figli e i medici sarebbe emerso che un farmaco che l’anziana doveva prendere in dose settimanale, le è stato dato in dose giornaliera. La donna è morta la sera successiva.
Aereo scomparso, ricerche nel CilentoPartito ieri da lago Trasimeno era diretto in Calabria

VALLO DELLA LUCANIA (SALERNO)14 maggio 201816:04

– VALLO DELLA LUCANIA (SALERNO), 14 MAG – Ancora nessuna traccia dell’ultraleggero con due persone a bordo scomparso dai radar nel pomeriggio di ieri nei cieli dell’entroterra cilentano.
Il velivolo, diretto in Calabria, a Nicotera, era partito dal Lago Trasimeno. A rilevarlo per l’ultima volta, è stato il Radar dell’Enav installato sul Monte Stella, nel Cilento. Di qui, il dubbio che l’aereo ultraleggero possa essere precipitato sulla montagna cilentana, e l’avvio delle ricerche. A battere palmo a palmo gli impervi sentieri del Monte Stella, sono impegnati tuttora gli uomini del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e speleologico e due elicotteri di carabinieri e aeronautica.
In particolare, le ricerche si stanno concentrando tra i Comuni di Perdifumo, mercato Cilento e Laureana. Impegnati nelle ricerche, gli uomini del “Corpo Nazionale del Soccorso Alpino, l’Aeronautica Militare, la Polizia di Stato, la Capitaneria di Porto ed i Carabinieri.

Regeni: madre comincia sciopero fameIn staffetta con legale famiglia e tantissimi altri

TRIESTE14 maggio 201816:06

– TRIESTE, 14 MAG – La signora Paola Regeni, madre del ricercatore friulano Giulio, ha cominciato questa mattina lo sciopero della fame per protestare contro l’arresto di Amal Fathy, moglie di Mohamed Lotfy, direttore esecutivo dell’ong “Commissione egiziana per i diritti e le libertà (Ecrf)” che sta assistendo la famiglia Regeni al Cairo. Con lei, in staffetta, c’è la legale della famiglia Regeni, Alessandra Ballerini. Ma l’invito rivolto a chiunque sia disponibile a digiunare con loro, come ha confermato la stessa legale, è stato accolto da “tantissime persone”. Dunque, alternatamente, saranno in molti ad astenersi dal cibarsi nei prossimi giorni. Amal Fathy sarebbe accusata di terrorismo dalle autorità egiziane, accusa che in Egitto possono essere punite anche con l’ergastolo e perfino la pena di morte. Per la Efcr si tratta del settimo intervento da parte della Sicurezza egiziana.
Incendi: fiamme colorificio, fumo densoDa sindaco allerta a popolazione

VERONA14 maggio 201816:08

– VERONA, 14 MAG – Un incendio di vaste proporzioni è divampato nel primo pomeriggio in un colorificio a Oppeano (Verona). Una densa colonna di fumo si è innalzata ed è visibile da notevole distanza. Il sindaco Pierluigi Giaretta ha emesso un avviso di allerta invitando la popolazione a tenere le finestre chiuse e a non uscire all’aria aperta.
Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco di Verona e di Legnago, impegnati a domare le fiamme che hanno causato danni ingenti. I tecnici dell’Arpav dovranno valutare eventuali rischi ambientali.

Governo: vescovo prega per MattarellaNella veglia in chiesa il pensiero alle scelte che deve prendere

ROMA14 maggio 201816:25

– ROMA, 14 MAG – Una preghiera solenne per sostenere il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nelle scelte che deve compiere: è accaduto alla chiesa della Libera a Campobasso durante la veglia per le vocazioni. Il vescovo di Campobasso-Boiano, mons. Giancarlo Bregantini, durante la liturgia ha espresso – comunica la diocesi – la stima e i sentimenti di forte compartecipazione “per l’attuale difficile momento di soluzione urgente che sta vivendo il nostro Presidente”. “I nodi – ha precisato mons. Bregantini – non si risolvono tagliandoli né tirandoli, ma sciogliendoli con pazienza e attenzione. Per questo, come dice Papa Francesco nella sua lettera Evangeli Gaudium, è fecondo pregare per chi ci governa”.
Dal Leonka strisce blu diventano rosaDenuncia del leghista Piscina, ‘bloccare trattativa con centro’

MILANO14 maggio 201816:38

– MILANO, 14 MAG – Le righe blu di via Watteau, sede dello storico centro sociale milanese Leoncavallo, sono state dipinte di rosa. La denuncia è del presidente del Municipio 2 Samuele Piscina.
“L’iniziativa del centro sociale – secondo l’esponente leghista – è stata organizzata con l’evidente obiettivo di mascherare la sosta, esentando dal pagamento chi mette a ferro e fuoco il quartiere ogni weekend. Chiediamo all’Assessore Granelli di far ridipingere subito le strisce per la sosta ripristinando il colore blu e al Comune di arrestare la trattativa di regolarizzazione di un centro sociale che non solo non osserva le leggi”.
“Abbiamo inoltre inviato una PEC al sindaco – ha concluso – per chiedergli di aprire un contenzioso legale con il centro sociale, come avverrebbe per qualsiasi altro cittadino, così da dimostrare che le regole devono valere ugualmente per tutti. O forse la sinistra preferisce fare favoritismi”.
Sfregia l’ex e tenta suicidio, arrestatoNel Torinese. In manette 59enne, un mese prognosi per la donna

IVREA (TORINO)14 maggio 201816:53

– IVREA (TORINO), 14 MAG – Ha dato un passaggio in auto all’ex compagna e, dopo avere cercato invano di convincerla a tornare insieme, l’ha sfregiata al volto con un taglierino. Un uomo di 59 anni è stato arrestato dai carabinieri di Ivrea con l’accusa di lesioni personali gravissime.
E’ accaduto questa mattina. La donna, dopo essere riuscita a disarmarlo, ha convinto l’uomo ad accompagnarla in ospedale, dove ad attenderlo c’erano i militari dell’Arma. Sottoposta alle cure del caso, la vittima dell’aggressione, una trentenne residente nell’eporediese, se l’è cavata con una prognosi di un mese. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, ha anche tentato di tagliarsi i polsi con un coltello da cucina. Arrestato, è stato associato al carcere di Ivrea, a disposizione dell’ autorità giudiziaria.
Cambio gestione alla tipografia vaticanaNominato manager esterno, decisione programmata da mons. Viganò

CITTA’ DEL VATICANO14 maggio 201817:04

– CITTA’ DEL VATICANO, 14 MAG – Perdono il controllo della tipografia Vaticana dopo più di 80 anni i salesiani. A guidare la tipografia del piccolo Stato Vaticano che ha stampato tutti i libri dei Papi e che a partire dal 1937, quando fu loro affidata da Papa Pio XI, era stata diretta dalla società salesiana di Don Bosco, è infatti da circa una settimana, il manager laico Guido Benfanti. La decisione è stata presa nel quadro della riforma pianificata da monsignor Dario Edoardo Viganò, l’ex prefetto della Segreteria per la Comunicazione, ora membro aggiunto dello stesso Dicastero, che si è dimesso dopo l’affaire della divulgazione parziale della lettera di Benedetto XVI su Papa Francesco. Benfanti subentra a don Sergio Pellini, l’ultimo direttore generale salesiano della tipografia.
Alpini: Trentino, 250.000 in trenoIn tre giorni 120.000 passeggeri su bus Trento

TRENTO14 maggio 201817:17

– TRENTO, 14 MAG – Le ferrovie da venerdì a domenica hanno trasportato circa 250.000 passeggeri in arrivo e in uscita da Trento, dalla linea del Brennero, dalla Trento-Malé e dalla Valsugana. Il trasporto urbano su gomma ha portato 120.000 passeggeri da venerdì a domenica, in una città che conta 117.997 abitanti. Il servizio extraurbano circa 40.000 passeggeri venerdì e 40.000 tra sabato e domenica. Ieri 400 bus delle sezioni di alpini sono andate via dalla città. I dati sono stati diffusi dalla Provincia di Trento, dopo una riunione della sala operativa della protezione civile locale, terminato il lavoro per l’adunata nazionale degli alpini a Trento, che si è chiusa ieri.
Senza problemi particolari, viene riferito, è stato gestito l’afflusso di persone alla stazione dei treni di Trento, evitando un affollamento eccessivo dei binari. A rinforzo del trasporto su rotaia sono stati impiegati bus navetta.
A servirsi dei presidi sanitari nei giorni dell’adunata sono state 465 persone, di cui 60 trasferite in ospedale.
Militare parcheggia mezzo,muore travoltoIncidente sul lavoro nella base di Gioia del Colle

BARI14 maggio 201817:26

– BARI, 14 MAG – È stato travolto dal mezzo che lui stesso stava guidando fino a poco tempo prima il sottufficiale dell’Aeronautica Antonio Carbone, deceduto questa mattina in un incidente sul lavoro nella base militare di Gioia del Colle (Bari). Stando a quanto accertato fino a questo momento, il militare è sceso dal mezzo, una spazzatrice, lasciandolo leggermente in salita, probabilmente senza il freno a mano inserito. All’improvviso il mezzo si sarebbe mosso all’indietro, travolgendolo.
Il pm di turno del Tribunale di Bari, Gaetano De Bari, ha aperto un fascicolo per omicidio colposo a carico di ignoti. È stato disposto il sequestro del mezzo e dell’intera area dove è avvenuto l’incidente, non lontano dalla pista dell’aeroporto. Il magistrato ha disposto anche il sequestro della documentazione relativa al mezzo per verificare l’efficienza dei sistemi frenanti e ogni altro elemento utile a ricostruire quello che è successo. La Procura valuterà nelle prossime ore se disporre l’autopsia.
Operaio muore in un cantiere nauticoL’ incidente a La Spezia, schiacciato da una lastra metallica

LA SPEZIA14 maggio 201817:43

– LA SPEZIA, 14 MAG – Un operaio è morto in un incidente sul lavoro avvenuto in un cantiere nautico alla Spezia. Secondo quanto appreso, l’operaio sarebbe rimasto schiacciato da una pesante lastra metallica. Sul posto carabinieri, vigili del fuoco e gli ispettori della Asl.
L’incidente è avvenuto nel cantiere navale di Pertusola, del Gruppo Antonini. La vittima è un cittadino croato di 56 anni, che secondo gli inquirenti era dipendente di una ditta in subappalto, e stava lavorando all’ampliamento di una banchina.
Secondo quanto appreso dai carabinieri, la lastra potrebbe essersi sganciata da una gru.
Spazzino muore investito da autobusAutista denunciato dai Carabinieri per omicidio stradale

VENEZIA14 maggio 201817:51

– VENEZIA, 14 MAG – Un operatore ecologico della ditta Sea Service, che si occupa della raccolta dei rifiuti nel comune di Abano Terme, è morto dopo essere stato investito da un autobus mentre cambiava i sacchetti della spazzatura lungo la strada. L’operatore ecologico Stefano Fontana, originario di Piove di Sacco e residente a Codevigo, 57 anni, stava risalendo nell’abitacolo in quel momento ed è rimasto schiacciato.
L’autista dell’autobus di Busitalia Veneto è stato denunciato dai carabinieri per omicidio stradale.
Cri Napoli,corsi autodifesa soccorritori’Dopo aggressioni serve formazione psicologica e anche fisica’

NAPOLI14 maggio 201817:54

– NAPOLI, 14 MAG – La Croce Rossa di Napoli, dopo gli ultimi episodi di violenza ai danni di persone e strutture di soccorso, aggiungerà alla sua periodica formazione di tipo sanitario anche un corso che focalizzi il più possibile l’importanza delle tecniche di autodifesa fra i soccorritori, che vivono realtà complesse in cui il controllo delle emozioni delle persone coinvolte non è facile. “Occorre formazione psicologica” dice all’ANSA il presidente della Cri partenopea, Paolo Monorchio, “e poi serve una formazione fisica”.
Due nuovi italiani a Pieve TorinaPer gran lavoro fatto da 18enne kosovaro e 27enne ivoriana

PIEVE TORINA (MACERATA)14 maggio 201817:58

– PIEVE TORINA (MACERATA), 14 MAG – Due nuovi cittadini a Pieve Torina, piccolo Comune terremotato dell’entroterra maceratese. Il sindaco Alessandro Gentilucci ha conferito la cittadinanza italiana a due giovani, un uomo e una donna, che hanno voluto unirsi alla comunità del paese distrutto dal sisma, che non si è mai fermato nonostante le enormi difficoltà. La cerimonia si è svolta nella sede provvisoria del Comune. Si tratta di Fatijon Ademaj, 18enne nato in Kosovo, e di Ahoutchi Evelyine Erzouah, di 27 anni, nata in Costa d’Avorio. Entrambi hanno giurato di rispettare la Costituzione italiana e le leggi dello Stato. Il sindaco, dopo aver letto il decreto del presidente della Repubblica, ha donato loro copia della Carta Costituzionale.
Alpini: gdf, 1.000 prodotti contraffattiPer commercianti abusivi o irregolari sanzioni per 20.000 euro

TRENTO14 maggio 201818:15

– TRENTO, 14 MAG – Oltre un migliaio di prodotti contraffatti tra abbigliamento, compresi alcuni capi col logo degli alpini, e degli accessori sono stati sequestrati dalla guardia di finanza di Trento nei giorni dell’adunata nazionale, che si è conclusa ieri a Trento. Quattro i denunciati, con pene previste da sei mesi a tre anni e multe da 3.500 a 35.000 euro.
Quanto al commercio abusivo o irregolare, sono state 18 le segnalazioni per la violazione di vendita al pubblico in modo ambulante e cinque per senza autorizzazione o senza posteggio assegnato, con sanzioni totali per oltre 20.000 euro.
Le unità cinofile antidroga hanno sequestrato circa un etto di stupefacenti tra eroina, cocaina e marijuana, denunciando tre persone.
Due borse e una patente di guida lasciati in giro sono stati recuperati e restituiti ai proprietari.
Ragusa, confermati 20 anni per LogliAl processo in corte d’assise d’appello a Firenze

FIRENZE14 maggio 201818:16

– FIRENZE, 14 MAG – Confermata in appello a Firenze la condanna a 20 anni di reclusione per Antonio Logli, accusato dell’omicidio e della distruzione del cadavere della moglie Roberta Ragusa, scomparsa nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012 dal sua casa di Gello, nel comune di San Giuliano Terme e mai più ritrovata.
Incidente acciaierie: l’operaio eroe’Li ho soccorsi, avevano solo scarpe e brandelli dei pantaloni’

PADOVA14 maggio 201818:42

– PADOVA, 14 MAG – “E’ stato come un terremoto, un boato che mi ha alzato da terra. Poi, mentre fuggivo, mi sono trovato davanti Todita, che chiedeva aiuto, e ha fatto in tempo a dirmi che sotto c’era l’altro collega”. E’ il drammatico racconto dell’incidente di ieri alle Acciaierie Venete di Gianni Gallo, uno degli operai che si sono salvati. “Non dimenticherò mai come li ho visti: sembravano ‘fusi’ – aggiunge – il calore tremendo gli aveva lasciato addosso solo le scarpe e brandelli dei pantaloni”. “Al momento dell’incidente – racconta Gallo, 47 anni – mi trovavo sul piano di colata, quasi all’altezza della siviera. Quando è caduta ci siamo sentiti mancare la terra sotto i piedi. Un fortissimo boato, e fuoco dappertutto”.
Sequestro di persona, in 4 a processoEpisodio risale al 2017. Rapitori volevano 3 milioni

TORINO14 maggio 201819:04

– TORINO, 14 MAG – Un uomo sequestrato in pieno giorno a Torino per un riscatto di tre milioni di euro: il caso, risolto dalla squadra mobile, risale al 24 aprile 2017 e oggi è approdato a Palazzo di Giustizia. Tre dei quattro imputati, con una mossa a sorpresa, hanno rinunciato all’udienza preliminare e a luglio saranno processati in Corte d’Assise; un quarto, che confessò la sua partecipazione aggiungendo di aver subito minacce e intimidazioni perché non parlasse, ha scelto il rito abbreviato. La vittima del sequestro è Ivan Napoli 29 anni originario di Reggio Calabria all’epoca commerciante di auto in nero. Fu aggredito all’uscita di un albergo a ore da uomini che indossavano false pettorine della polizia e portato in un garage. I rapitori lo rilasciarono dopo averlo ferito accidentalmente e il giorno dopo presentò una denuncia. A sostenere l’accusa sono i pm Paolo Toso e Monica Abbatecola.
Alcuni degli imputati sono conosciuti dalle forze dell’ordine per essere stati coinvolti in altri episodi criminali.
Sequestrano loro figlio, arrestatiPortato via da comunità. Genitori non riconoscono autorità Stato

TORINO14 maggio 201819:17

– TORINO, 14 MAG – Sono stati arrestati i genitori, lui 53 anni lei 49, che venerdì scorso a Torino hanno rapito il figlio di sette anni dalla comunità a cui era stato affidato dal Tribunale dei Minori. La coppia simpatizza per un movimento, attivo su internet, che non riconosce l’autorità dello Stato e le sue leggi.
Il tribunale li aveva giudicati incapaci di esercitare la responsabilità genitoriale e, per questo motivo, aveva affidato il bambino – uno dei loro sette figli, tre dei quali maggiorenni – ad una comunità.
Trovata auto duplice omicida viboneseVettura incendiata, si sospetta possa contare su un complice

VIBO VALENTIA14 maggio 201819:26

– VIBO VALENTIA, 14 MAG – É stata trovata dai carabinieri l’automobile di Francesco Olivieri, il 32enne accusato dell’omicidio di Giuseppina Mollese, di 80 anni, e di Michele Valarioti (63) e del ferimento di un’altra persona, avvenuti venerdì scorso tra Nicotera e Limbadi, nel vibonese.
L’assassino si é poi dato alla fuga.
La vettura (una Fiat Panda), rinvenuta dai militari della Compagnia di Tropea in località Colarizzi di Spilinga, era stata data alle fiamme. All’interno dell’auto non c’era il fucile che Olivieri ha utilizzato per compiere il duplice omicidio ed il tentato omicidio. Se ne deduce, dunque, che l’uomo sia ancora in possesso dell’arma, con i pericoli e l’allarme che ne derivano.
A questo punto gli inquirenti, coordinati dal maggiore Dario Solito, ipotizzano che il duplice omicida possa contare sull’aiuto di un complice e che sia ancora in fuga a piedi, nascondendosi in qualche casolare della zona. Le ricerche di Olivieri da parte dei carabinieri continuano senza sosta.
Pm chiede 4 condanne per furtoL’episodio nel 2015, ad anziana rubati beni per 700mila euro

BOLOGNA14 maggio 201819:43

– BOLOGNA, 14 MAG – Il pm di Bologna Roberto Ceroni ha chiesto quattro condanne, tra i 2 e i 6 anni, per il furto di contanti e gioielli, circa 700mila euro, commesso il 2 marzo 2015 in via Saragozza ai danni di un’anziana.
Due anelli che facevano parte della refurtiva, vennero ritrovati a casa di Vera Guidetti, la farmacista 63enne che si tolse la vita l’11 marzo iniettandosi insulina, dopo aver ucciso la madre. Due giorni prima era stata sentita come testimone dal procuratore aggiunto Valter Giovannini per i suoi rapporti con Ivan Bonora, nomade considerato dalla Procura uno dei 4 autori del furto: in un biglietto ritrovato a casa, Guidetti aveva scritto che il magistrato l’aveva trattata “come una criminale”.
Dopo l’audizione la farmacista consegnò alla polizia i due anelli, a suo dire ricevuti da Bonora. Per questa vicenda Giovannini ha ricevuto dal Csm la sanzione disciplinare della censura, confermata dalla Cassazione, per aver ‘trascurato’ le garanzie difensive a tutela della donna.
Della Valle, ‘progetto’ case definitivePresidente Tod’s, porterò imprenditori in zone sisma tra un mese

14 maggio 201819:55

– ANCONA, 14 MAG – “Le imprese importanti investano nei territori marchigiani colpiti dal sisma”. Il mantra ripetuto dall’inizio dell’emergenza sisma nelle Marche da Diego Della Valle, già concretizzato da Tod’s con la nuova fabbrica costruita in dieci mesi e attiva ad Arquata del Tronto (Ascoli Piceno), potrebbe realizzarsi a breve. “Tra un mesetto – ha detto Della Valle durante lo Your Future Festival dell’Università Politecnica delle Marche – porterò altri imprenditori: vorrei che investissero per produrre da quelle parti in una regione toccata dalla tragedia del terremoto”. L’imprenditore ha accennato a un ‘progetto’ per costruire “abitazioni tipo, definitive, in tempi rapidi che possano servire alle persone per abitarci per sempre”. Il presidente della Tod’s ha ricordato l’impegno della sua azienda a realizzare una “piazza coperta” per tornare a riunire le persone a Serravalle del Chienti dopo il sisma del 1997.
Incidenti lavoro: oggi due in TrentinoA Distillerie Giori a Volano e in cantiere Mori, in Vallagarina

TRENTO14 maggio 201819:59

– TRENTO, 14 MAG – Due operai sono in gravi condizioni dopo altrettanti incidenti di lavoro avvenuti oggi in Trentino, uno in una distilleria e un altro in un cantiere. Entrambi sono stati trasportati in elisoccorso all’ospedale Santa Chiara di Trento.
Nella distilleria un operaio è caduto a metà pomeriggio, mentre puliva il tetto di un capannone. Il muratore invece ha perso l’equilibrio, precipitando a terra, mentre era impegnato nei lavori di costruzione di un condominio.
Scudetto Juve: Pjanic spezza e dirige, l’uomo in più Al secondo anno in bianconero, bosniaco unico insostituibile

13 maggio 201823:09

Uomo chiave nell’ennesima stagione di successo della Juventus è Miralem Pjanic, al secondo anno con la maglia bianconera. Il centrocampista nato a Tuzla nell’ex Jugoslavia, bosniaco di nazionalità ma lussemburghese di adozione, è cresciuto esponenzialmente alla corte di Allegri fino a diventare il cuore e la mente della corazzata bianconera. Dopo gli equivoci tattici del primo anno e il difficile ambientamento come regista davanti alla difesa, Pjanic è sbocciato in questa stagione illuminando il centrocampo bianconero e trovando quella continuità di rendimento che, ai tempi della Roma, era stato il suo più grande limite. Fino a diventare quasi indispensabile per la Juventus, l’unico davvero insostituibile in una squadra in cui le alternative di qualità non mancano. Senza le sue eccezionali doti di interdizione e la sua tecnica sopraffina che gli permette giocate impensabili ai più, i bianconeri hanno conquistato 8 punti in 5 partite di campionato, crollando con il Real Madrid in Champions League nel match d’andata dei quarti di finale, quando una squalifica ha messo fuori gioco il bosniaco. I numeri raccontano di una stagione da assoluto protagonista, indispensabile e fondamentale nei successi della Juventus non solo per le quattro reti realizzate, ma soprattutto per gli otto assist distribuiti ai compagni, specialità di Pjanic al pari delle punizioni precise, infide e potenti disegnate dal suo piede destro. E Pjanic è stato decisivo anche a San Siro nella pazzesca partita con l’Inter, quando l’arbitro Orsato l’ha graziato del secondo cartellino giallo. Distruttore delle trame avversarie, guastatore con oltre l’80% di contrasti andati a buon fine, ma anche direttore d’orchestra con una precisione nei passaggi che sfiora il 90% complessivo: le sue imbucate sono la punizione bianconera inferta alle difese troppo leggere. Al secondo anno in maglia bianconera la quotazione del regista è raddoppiata, passando dai 30 milioni pagati dalla Juventus per la clausola di rescissione con la Roma, ai 67 attuali, che lo rendono oggetto del desiderio di mezza Europa. Un desiderio che rimarrà tale almeno per un po’: a 28 anni e nel pieno della maturità, Pjanic vuole godersi il settimo scudetto bianconero, il suo secondo consecutivo, gettando le basi per la prossima stagione. E per quel sogno diventato quasi ossessione, che si chiama Champions League.

Aperta l’ambasciata Usa. Gaza, 55 morti e oltre 2.400 feritiTensione altissima nei Territori. Cerimonia con Ivanka Trump e Jared Kushner. Quattro Paesi spaccano l’Ue

14 maggio 201821:00

Alta tensione in Medio Oriente, con scontri fra manifestanti ed esercito israeliano a Gaza e in Cisgiordania, nel giorno in cui si è inaugurata l’ambasciata americana a Gerusalemme e si sono celebrati i 70 anni della nascita dello stato d’Israele.

Gruppi di dimostranti palestinesi hanno abbandonato la zona di confine con Israele e sono rientrati nelle città di Gaza con autobus messi a loro disposizione da Hamas. Lo riferiscono fonti locali secondo cui dirigenti di Hamas parleranno in serata alla popolazione.

E’ intanto salito a 55 il numero dei manifestanti palestinesi uccisi negli scontri con l’esercito israeliano. I feriti sono oltre 2.400, 27 quelli in gravi condizioni.
Ci sono “anche sei minori” tra i palestinesi uccisi a Gaza. Lo afferma Amnesty International denunciando una “ripugnante violazione delle norme internazionali e dei diritti umani”. Tra i feriti, molti sono stati colpiti alla testa e al petto. Oltre 500 sono stati feriti da pallottole. Bisogna porre fine adesso a tutto ciò”, afferma l’Ong via Twitter.

“A Gerusalemme non è stata aperta un’ambasciata ma un avamposto americano”. Lo ha detto, citato dalla Wafa, il presidente palestinese Abu Mazen che ha parlato di schiaffo da parte degli Usa ribadendo che “l’America non è più un mediatore in Medio Oriente”. Abu Mazen ha poi annunciato lo “sciopero generale dei Territori Palestinesi” e tre giorni di lutto per gli uccisi a Gaza.

“Continueremo ad agire fermamente per proteggere la nostra sovranità e i nostri cittadini”. Lo ha detto il premier israeliano Benyamin Netanyhau, sui fatti di Gaza. “Ogni paese deve proteggere i suoi confini – ha proseguito -. Hamas, organizzazione terroristica, sostiene che intende distruggere Israele e invia migliaia di persone a violare la barriera difensiva per realizzare questo obiettivo”.

Nel primo pomeriggio si è svolta a Gerusalemme la cerimonia di apertura della nuova ambasciata Usa. Al suo arrivo il premier Benyamin Netanyahu è stata accolto dagli applausi. In prima fila Ivanka Trump, Jared Kushner, l’ambasciatore Usa David Friedman e il vice segretario di Stato Usa John Sullivan insieme al segretario al Tesoro David Mnuchin. Presente anche il presidente di Israele Reuven Rivlin. Suonato l’inno nazionale Usa.

“La capitale di Israele è Gerusalemme. Israele, come ogni stato sovrano, ha il diritto di determinare la sua capitale”: lo ha detto Donald Trump nel video messaggio inviato per la cerimonia di apertura dell’ambasciata Usa a Gerusalemme.
“La nostra speranza è per la pace e gli Stati Uniti restano impegnati per un accordo di pace”, ha sottolineato Trump nel messaggio. Il capo della Casa Bianca subito dopo ha twittato di nuovo: “Un grande giorno per Israele. Congratulazioni!”.
L’ambasciatore americano Friedman – primo del suo paese nella nuova collocazione – ha ringraziato tutti i presenti prima di congedare gli ospiti.

“Non abbiamo migliori amici al mondo che gli Usa”. Lo ha detto il premier israeliano Benyamin Netanyahu alla cerimonia di apertura dell’ambasciata Usa a Gerusalemme. “Grazie per aver avuto il coraggio di mantenere la promessa”, ha aggiunto rivolgendosi alla delegazione Usa e al presidente Trump. “Ricordate questo momento, questa è storia. Il Paese più potente del mondo oggi ha aperto a Gerusalemme la sua ambasciata. Eravamo a Gerusalemme e – ha proseguito tra gli applausi – siamo qui per restarci”.

Esplode la rabbia dei palestinesi. Tensioni e violenze si registrano anche in Cisgiordania. A Gaza Hamas ha diffuso volantini con le mappe dei villaggi israeliani di confine con l’obiettivo, denuncia Israele che parla di “operazione terroristica”, di aprire brecce nei recinti e infiltrare i dimostranti in territorio ebraico. L’esercito già ieri aveva inviato rinforzi in vista delle proteste e oggi ha risposto aprendo il fuoco al lancio di pietre, molotov e al tentativo di sfondare la barriera difensiva.Donald Trump, che ha definito su Twitter quello di oggi come “un grande giorno per Israele”, potrebbe intervenire in collegamento. Mentre il capo di al Qaeda Ayman al Zawahiri, in un messaggio video intitolato ‘Anche Tel Aviv è terra di musulmani’, ha invocato il jihad contro gli Stati Uniti e Israele e invitato i musulmani a prendere le armi.
L’Egitto, attraverso il suo ministero degli Esteri, “ha espresso la propria forte condanna degli attacchi compiuti dalle forze di occupazione israeliane contro civili palestinesi disarmati causando finora 37 martiri e più di 1.600 feriti”. Lo riferisce un comunicato del dicastero. Il Cairo inoltre esprime il proprio “rifiuto categorico dell’uso della forza contro manifestanti pacifici alla ricerca di diritti giusti e legittimi e mette in guardia dalle ripercussioni negative di questa pericolosa escalation”. Il comunicato esprime poi “l’appoggio totale dell’Egitto ai diritti legittimi del popolo palestinese, in cima ai quali c’è la creazione di uno Stato indipendente con Gerusalemme est come capitale”.

de Kerangal, l’Italia nel prossimo romanzoLa scrittrice francese a Torino con ‘Corniche Kennedy’

TORINO14 maggio 201813:34

– TORINO, 14 MAG – MAYLIS DE KERANGAL, CORNICHE KENNEDY (FELTRINELLI, PP. 144, EURO 15,00).
Un gruppo di ragazzi spericolati che sfidano la vita lanciandosi dalla scogliera sul lungomare di Marsiglia. Sono i protagonisti di ‘Corniche Kennedy’ di Maylis de Kerangal che esce ora in Italia per Feltrinelli nella traduzione di Maria Baiocchi e arriva al Salone del Libro di Torino alla vigilia della chiusura di un’edizione boom di visitatori. Uscito in Francia nel 2008 e diventato un film di Dominique Cabrera, inserito come lettura consigliata per gli studenti dei licei francesi, è un romanzo importante per scoprire il percorso dell’autrice di ‘Riparare i viventi’ e ‘Lampedusa’. “E’ una gioia che Feltrinelli abbia voluto pubblicare questo romanzo che per me è stato importante dal punto di vista della scrittura, letterario” dice all’ANSA Maylis de Kerangal, che sta rivedendo le bozze del suo nuovo libro, in uscita in Francia a metà settembre 2018. “La protagonista è una pittrice ventenne che fa effetti trompe l’oeil. Fa delle riproduzioni, crea delle illusioni. La seconda parte è ambientata in Italia, a Cinecittà, vicino a Genova dove lei cerca marmi e altri materiali” racconta la de Kerangal, tra le più importanti scrittrici francesi contemporanee.
“C’è qualcosa in Italia che mi sconvolge. E’ il rapporto con le rovine, con la storia e la bellezza. Quando vedo la foto che è stata scelta per ‘Corniche Kennedy’ – con il tuffo di un ragazzo da un’alta scogliera mentre gli amici lo guardano – mi ricordo che sono stata influenzata da alcuni autori e da un certo cinema italiano. Mi sento vicina, ritrovo qualcosa di Pier Paolo Pasolini. E poi sono state importanti le letture di Cesare Pavese, Leonardo Sciascia. C’è un’ispirazione italiana, forse, nella mia scrittura” dice l’autrice che nel nuovo libro esce dall’adolescenza, ma mantiene un rapporto con l’iniziazione.
“Resta il rapporto con i giovani, però meno dal punto di vista del passaggio all’adolescenza, qui è piuttosto su come trovare il proprio posto nel mondo” racconta. E, a differenza di ‘Corniche Kennedy’ “nel nuovo romanzo non è più un gruppo ma una ragazza che seguiamo nel libro”. La piattaforma sotto la ‘Corniche Kennedy’ dove si trovano tutti i giorni i ragazzi è il luogo della sfida che la scrittrice trova “affascinante e incredibile. Il loro è un rischio fisico. C’è in loro purezza e violenza e questo mi colpisce molto”. E i giovani di oggi? “In Francia attualmente c’è una gioventù molto mobilitata contro la politica del governo. E questo ci dice anche che i giovani rimangono una potenzialità di opposizione. C’è una forma di libertà nella presa di rischio, è un atto politico. La mobilitazione degli studenti è radicale. E’ molto forte e stupefacente vedere che nella società i fermenti vengono sempre dai giovani” dice la de Kerangal.
Ecco perché forse l’adolescenza è una sorta di filo rosso in tutti i suoi romanzi. “La gioventù mi interessa come un motivo di decoro in pittura, è qualcosa che ha una forma di energia vitale e corporea. L’energia di un corpo che sta per diventare qualcos’altro. E’ questo momento di passaggio che mi appassiona.
Il cominciare, tutto ciò che appartiene alla nascita” spiega.
“Ci sono autori per cui fin dal primo libro è tutto chiaro, mentre io mi considero una scrittrice del movimento, in divenire. Le cose bisogna conquistarle” racconta la de Kerangal che segue il movimento della sua scrittura.
Rivoluzione digitale nella P.a, ecco i risultatiPiacentini e Lillo al Sant’Anna di Pisa

14 maggio 201813:29

La trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione Italiana al centro dell’incontro con Diego Piacentini, Commissario Straordinario per l’attuazione dell’Agenda Digitale, e con Raffele Lillo, Chief Data Officer del Team per la Trasformazione Digitale Italiana, in programma alla Scuola Superiore Sant’Anna.

L’incontro è organizzato da EMbeDS (Economics and Management in the era of Data Science), uno dei due Dipartimenti di Eccellenza recentemente istituito al Sant’Anna con finanziamenti del MIUR – Ministero per le Università e la Ricerca. Questo Dipartimento di Eccellenza vede riuniti studenti, ricercatori e docenti afferenti alle Scienze Sociali e alla comunità scientifica sulla scienza dei dati, attiva nell’area pisana.Nell’agosto 2016, in congedo dall’incarico di Senior Vicepresident dell’International Consumer Business di Amazon.com, Diego Piacentini ha accettato di lavorare pro-bono per il governo italiano, guidando la trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione. Dopo aver sviluppato un piano triennale e creato un dinamico team di giovani talenti per realizzarlo, Diego Piacentini e Raffaele Lillo condividono nell’incontro alla Scuola Superiore Sant’Anna i progressi raggiunti fino ad oggi, gli ostacoli incontrati, e ciò che resta da fare, con un focus particolare sul come trarre beneficio dal valore dei dati.

Famiglia kamikaze muore preparando bombaTre morti e due feriti. Erano amici degli attentatori di ieri

BANGKOK14 maggio 201813:21

– BANGKOK, 14 MAG – Tre membri di una terza famiglia di aspiranti kamikaze sono morti ieri sera e due sono rimasti feriti nell’esplosione di un ordigno che stavano preparando in un appartamento a Sidoarjo, una città vicino a Surabaya. Lo ha riferito la polizia indonesiana, spiegando che una delle vittime era un caro amico del padre della famiglia di sei persone che ieri ha organizzato il triplice attentato contro chiese cristiane a Surabaya, che ha ucciso un totale di 14 persone.
Quim Torra nuovo presidente CatalognaIndipendentista eletto con 66 voti a favore e 65 contrari

BARCELLONA14 maggio 201814:41

L’indipendentista Quim Torra, 55 anni, è stato eletto 131mo presidente della Catalogna al secondo turno dal Parlament di Barcellona. Candidato dal presidente deposto in esilio Carles Puigdemont, Torra ha ottenuto 66 voti a favore (le due grandi famiglie dell’indipendentismo JxCat e Erc), 65 contrari (unionisti e Podemos), 4 astensioni. La sua elezione pone fine a una lunga fase di paralisi istituzionale e al commissariamento della Catalogna da parte di Madrid.
Corsa a ostacoli per il robot Atlas Salta su un tronco. Il suo segreto sono le ‘gambe’ stampate in 3D

14 maggio 201818:09

Corsa ad ostacoli per il robot Atlas: dopo i video che lo hanno reso celebre per le corse su terreni accidentati, come quelli di un bosco, il robot umanoide dell’azienda Boston Dynamics supera un tronco con un salto. Il segreto di questo robot umanoide alto 1,88 metri sono le ‘gambe’ più leggere rispetto alla versione precedente, ottenute con la stampa 3D, oltre alla vista stereo e ai sensori di rilevamento della distanza.

 

 

Fonte: Boston Dynamics

“Atlas sfrutta la stampa 3D per risparmiare peso e spazio e il risultato è un robot compatto, con un elevato rapporto fra resistenza e peso” ha scritto Boston Dynamics sul suo sito. Secondo l’azienda, il suo robot Atlas è l’umanoide più ‘agile’ al mondo e il sito specializzato Hot Hardware rileva che “Atlas sta diventando più fluido nei suoi movimenti: la sua andatura si sta avvicinando a quella di un essere umano”.

Nel video, il robot fa ‘jogging’ all’aperto: attraversa prati lisci e terreni accidentati e quando trova un tronco sul suo percorso non esita a fare un salto, per superarlo. Il considerevole passo in avanti delle abilità di Atlas non è sfuggito alla comunità online di esperti e appassionati di robotica: “I movimenti di Atlas – scrive il sito Interesting Engineering – sembrano naturali, poiché sono simili a quelli osservati nella maggior parte delle persone che fanno jogging”. Anche le braccia di Atlas durante la corsa oscillano in modo ‘naturale’, mantenendo il sistema in equilibrio”. Tuttavia, l’aspetto che ha davvero impressionato gli esperti è il salto: “con l’atterraggio perfettamente bilanciato dall’altra parte”.

Dalla Tav alla Gronda, le grandi opere sul banco di prova del Governo M5s-LegaRegione per regione gli interventi e le posizioni di M5s e Lega

14 maggio 201819:26

Le grandi opere, dalla Tav alla Pedemontana, dal Terzo Valico al Tap, si apprestano a costituire un banco di prova per il programma di Governo M5S-Lega. Sono molti i dossier su cui i due schieramenti hanno posizioni di partenza diverse, ma che potrebbero ora costituire il terreno su cui sperimentare la necessaria collaborazione. Ecco alcune delle principali opere in corso e le posizioni dei due schieramenti. PIEMONTE. Sono due le grandi opere in costruzione in Piemonte storicamente avversate dal M5s, al fianco dei movimenti degli oppositori. Sono entrambe infrastrutture ferroviarie: la nuova Torino-Lione ad alta velocità, con un costo certificato di 8,6 miliardi (la quota italiana è di 2,9) per la tratta transnazionale con una maxi-galleria lunga 57 km e dovrebbe entrare in servizio nel 2029; e il Terzo Valico ferroviario, con quasi tutti i cantieri nella provincia di Alessandria, un costo di 6,2 miliardi, e la fine dei lavori prevista a inizio 2023.LIGURIA. La Gronda autostradale del ponente di Genova, o passante di Genova, che è il raddoppio dell’autostrada A10 tra Genova Ovest e Vesima per alleggerire il traffico cittadino, è un’opera che vale 4,7 miliardi e la cui realizzazione prevede 10 anni di lavori e 5 grandi cantieri che dovrebbero partire già quest’anno. C’è già l’ok dell’Ue. Dell’idea del progetto si incominciò a parlare nel 2003 e l’ex ministro dei trasporti Delrio l’ha definita “la più grande opera che verrà fatta in Italia”. Il M5s non la vuole, sostenendo che il traffico non è tale da giustificare l’intervento. Strategico invece per la Lega.LOMBARDIA. L’approccio del Movimento 5 Stelle in Lombardia è decisamente contrario alle Grandi Opere tanto che, laddove sono in cantiere, i ‘grillini’ partecipano ai comitati che le osteggiano, spesso a fianco di Legambiente e LeU, mentre la Lega è su posizioni diametralmente opposte. E’ il caso del comitato ‘No Autostrada Valtrompia’, partecipato dal M5S. Pollice verso anche per la Pedemontana Lombarda, il progetto fortemente sostenuto dalla giunta Maroni ed ora in stallo, con solo 30 Km realizzati sui 157 previsti. Il M5s partecipa inoltre al comitato contro l’Av Brescia-Verona ed è contrario al Terzo Valico tra Milano e Genova e alla TiBre, l’Autostrada Tirreno-Brennero.VENETO. La più grande delle opere pubbliche del Veneto, il sistema di dighe del Mose varato nell’aprile 2003 e che a 18 anni di distanza non è ancora finito, viene definita dal M5s un “sistema di illegalità diffusa”: lo ‘scandalo Mose’ per il Movimento ha prodotto una spreco di 5 miliardi e un danno erariale di 37 milioni. Altra grande opera in progettazione contestata è l’autostrada Pedemontana Veneta, che il capogruppo pentastellato in Consiglio regionale, Jacopo Berti, ha definito “una sorta di Mose in terraferma”, chiedendo che il progetto sia adeguato alle esigenze del territorio. Spinge invece per la sua realizzazione per il 2020 il Governatore leghista Zaia, che chiede di dare il via libera da subito a piccoli tratti. Infine anche il progetto di spostamento del terminal per le Grandi Navi nella laguna di Venezia, vede contrario il M5S, che lo definisce “impattante” e a rischio di incidenti industriali.PUGLIA. Il cantiere di Melendugno del gasdotto Tap, che dal primo trimestre del 2020 dovrebbe portare gas dal Mar Caspio all’Italia, vede il M5s in prima linea contro l’opera: le denunce dei grillini, schierati a fianco dei cittadini e dei comitati no Tap a difesa del territorio, hanno portato al recente sequestro del cantiere. La posizione della Lega è nelle parole espresse mesi fa da Salvini, che la definì “invasiva”, indicando la necessità di “individuare eventuali soluzioni alternative, tutelando il territorio”.

Trasporto pubblico locale, raddoppia l’intervallo tra scioperiDa 10 a 20 giorni. Nuove regole Commissione garanzia, più trasparenza su adesioni

14 maggio 201820:00

Un intervallo più lungo, da 10 a 20 giorni, tra uno sciopero e l’altro nel trasporto pubblico locale e l’obbligo di trasparenza sulle percentuali di adesione. Sono alcune delle principali novità della nuova Regolamentazione sugli scioperi nel tpl con cui la Commissione di garanzia prova a ridurre le proteste che troppo spesso, con metro chiuse e autobus a singhiozzo, tengono in ostaggio i cittadini delle grandi città. Le nuove regole, che aggiornano la vecchia disciplina che risale a 16 anni fa, entreranno in vigore subito dopo la pubblicazione in Gazzetta ufficiale, attesa a giorni.

Melania Trump operata ad un reneIntervento d’urgenza, ‘patologia benigna’

14 maggio 201822:09

Melania Trump ha subito un’operazione a un rene. Lo ha reso noto a sorpresa la Casa Bianca, parlando di una patologia “benigna”. L’intervento – si spiega – e’ avvenuto con successo e la first lady americana dovra’ rimanere ricoverata in ospedale probabilmente per il resto della settimana. Il comunicato della Casa Bianca parla di trattamento di embolizzazione, una procedura poco invasiva che serve a fermare una emorragia. Consiste infatti nell’occlusione di vasi sanguigni grazie all’introduzione di emboli che provocano una coagulazione del sangue. “La first lady non vede l’ora di una sua piena ripresa per continuare il suo lavoro a sostegno dei bambini ovunque nel mondo”.

Nave da crociera in avaria a VeneziaDavanti isola Giudecca, comandante ha voluto rientrare in porto

VENEZIA14 maggio 201820:28

– VENEZIA, 14 MAG – Una nave da crociera, la Marella Discovery 2, ha avuto una avaria questo pomeriggio mentre stava attraversando il canale della Giudecca a Venezia, davanti al Molino Stucky con la prua rivolta alle Zattere, in uscita dal capoluogo lagunare. Il comandante dell’imbarcazione, che come di consueto era trainata dai rimorchiatori, ha chiesto di poter rientrare al terminal della Stazione Marittima lamentando un problema alle macchine. L’episodio ha destato grande impressione tra i veneziani che hanno assistito all’accaduto. In un tweet l’Associazione No Grandi Navi, che si batte contro il transito dei ‘grattacieli del mare’ in laguna, ha filmato quanto avvenuto e lamentato “l’odore acre e l’aria irrespirabile” sentiti durante la manovra attuata dai rimorchiatori per raddrizzare la nave.
Studenti destra aggrediti da collettiviA Firenze, per giovane Azione universitaria frattura sterno

FIRENZE14 maggio 201820:35

– FIRENZE, 14 MAG – Tre militanti di Azione Universitaria sono stati aggrediti questa mattina da un gruppo di studenti dei collettivi, al polo universitario di scienze sociali di Novoli a Firenze. Uno di loro ha riportato la frattura dello sterno. A colpirlo sarebbero stati due giovani, poi identificati dalla digos e che saranno denunciati per lesioni. Secondo quanto ricostruito, i militanti di Azione universitaria avevano allestito un banchetto nell’ambito di un’iniziativa di protesta contro lo sciopero dei docenti, quando sono stati avvicinati da un gruppo di ragazzi dei collettivi universitari. Ne è nata prima una lite verbale, sfociata poi in aggressione fisica. Il giovane rimasto ferito è stato colpito a volto e torace. Dopo l’episodio si è presentato al pronto soccorso, dove gli è stata riscontrata la frattura dello sterno, guaribile in 20 giorni.
“Quanto accaduto oggi a Novoli è gravissimo – afferma il parlamentare di Fdi Giovanni Donzelli – il rettore garantisca la libertà negli spazi dell’Università oppure si dimetta”.
Gaza: manifestanti lasciano il confineIn serata dirigenti Hamas parlano agli abitanti della Striscia

14 maggio 201817:15

– GAZA, 14 MAG – Gruppi di dimostranti palestinesi stanno abbandonando la zona di confine con Israele e stanno rientrando nelle città di Gaza con autobus messi a loro disposizione da Hamas. Lo riferiscono fonti locali secondo cui dirigenti di Hamas parleranno in serata alla popolazione.
Gaza: 52 palestinesi uccisi al confineLo riferiscono i media

14 maggio 201818:15

– TEL AVIV, 14 MAG – Sono saliti a 52 i manifestanti palestinesi uccisi nei violenti scontri con l’esercito israeliano lungo la barriera difensiva tra Gaza e lo Stato ebraico. Lo riferisce l’agenzia Maan che parla anche di circa 2400 feriti, compresi quelli intossicati dai lacrimogeni.
Progetto guidato da Piemonte in finale per Premio Ue energiaPeace_Alps coinvolge 11 partner da 6 Paesi diversi

BRUXELLES14 maggio 201816:51

– BRUXELLES, 14 MAG – Il progetto guidato dalla Regione Piemonte ‘Peace_Alps’ è tra i finalisti del ‘Premio Ue per l’energia sostenibile’, assegnato ogni anno dalla Commissione europea alle migliori iniziative nel campo dell’energia ‘green’. Si tratta di un progetto transfrontaliero finanziato dal programma Interreg Spazio alpino, che coinvolge 11 partner da 6 Paesi diversi. Selezionato nella categoria ‘settore pubblico’, il suo obiettivo è supportare e semplificare la vita delle amministrazioni locali nel portare avanti azioni a favore della transizione energetica. Fra i 12 finalisti del premio, ma nella categoria ‘giovani leader’ c’è anche un altro progetto italiano: la ‘ecovigilessa’.
Si tratta di un’iniziativa di educazione civica che vuole rendere i bambini e le loro famiglie consumatori di energia responsabili. Dal 2013, anno in cui l’associazione culturale di Trento H2O+ ha creato il personaggio della vigilessa ‘green’, il progetto ha coinvolto attraverso giochi interattivi, lezioni e laboratori circa 5mila alunni delle scuole .
I vincitori delle 5 categorie del premio europeo, compreso quello ‘scelta del pubblico’, saranno annunciati il 5 giugno.
Per votare il proprio progetto preferito basta visitare la sezione dedicata alla competizione sul sito eusew.eu della Settimana europea dell’energia sostenibile.

Nedved, “le polemiche ci hanno caricato”Champions? “Manca un passettino, ci vuole annata fortunata”

TORINO14 maggio 201816:54

– TORINO, 14 MAG – Le critiche e le polemiche “ci hanno dato la carica. Ma quest’anno è stato difficile rivincere lo scudetto perché le motivazioni dei giocatori erano soprattutto verso la Champions”. Così Pavel Nedved, vicepresidente della Juventus, a ‘Tutti convocati’ su Radio 24.
“Dopo tanti anni di successi in campionato – svela il dirigente – è stato difficile anche per noi della società suonare la carica e a inizio anno avevo percepito che tra i tifosi non c’era la motivazione per quell’obiettivo. Ma la volontà di dimostrare di essere più bravi degli altri ci ha dato la spinta”. La Champions è sfuggita ancora: “Ci manca l’ultimo passettino per alzarla, deve capitare un’annata fortunata. – dice Nedved – Ma non rinunceremo mai al campionato per cercare di vincere la Champions. Siamo degli animali che vogliono vincere tutto”. Buffon è vicino all’addio: “Siamo arrivati insieme alla Juve nel 2001, è una leggenda, se dovesse smettere sarebbe una grande perdita per tutto il calcio”.
Salone Libro: in 10mila agli eventi del Consiglio regionale

TORINO14 maggio 201817:04

– TORINO, 14 MAG – Hanno visto la partecipazione di oltre 10 mila persone le iniziative organizzate dal Consiglio regionale all’Arena Piemonte del Salone del Libro. I passaggi allo stand sono stati oltre 6 mila, almeno 3.500 i visitatori che hanno assistito agli eventi organizzati nel corso dei cinque giorni, una quindicina, mentre nel corso della notte bianca della fotografia i passaggi a Palazzo Lascaris sono stati un migliaio.
“Il Consiglio regionale ha organizzato numerosi appuntamenti trattando temi importanti come pace, diritti, democrazia, disarmo mondiale, cyberbullismo, violenza sulle donne, confini e sicurezza”, spiega il presidente del Consiglio regionale, Nino Boeti. “È stato importante riuscire a coinvolgere tante studentesse e tanti studenti delle scuole piemontesi – aggiunge -. Spero che abbiano portato a casa tanti stimoli, e un invito che ho voluto rivolgere loro: siate generosi con le persone con cui dividete la vostra vita quotidiana. La gentilezza è il miglior investimento per il futuro”.

Dopo parentesi fredda risale temperaturaRapporto Arpa, a marzo -1.2 temperatura media, +42% piogge

TORINO14 maggio 201818:07

– TORINO, 14 MAG – Migliora il tempo in Piemonte e risalgono le temperature dopo il brusco calo registrato tra domenica e lunedì, con la minima a 9.2 gradi nel centro di Torino, 5.1 a Cuneo, -10 sulle cime sopra Bardonecchia (Torino) e a Ceresole Reale (Torino), 7.8 a Entracque (Cuneo). Anche oggi piogge isolate, 20.4 mm a Usseglio (Torino), 36.8 mm a Valdieri (Cuneo). Per i prossimi due giorni, tuttavia, resta l’instabilità pomeridiana, mentre lo zero termico risalirà da quota 2.100-2.200 a 2.900 giovedì.
L’Arpa ha pubblicato il rapporto finale sul meteo di marzo in Piemonte: la temperatura media è stata più bassa di 1.2 gradi, le piogge +42% della norma del mese, 115 millimetri in media in totale.
Consorzio Gavi, eletto nuovo presidenteE’ Roberto Ghio, di famiglia produttori da sette generazioni

TORINO14 maggio 201818:43

TORINO, 14 MAG – Roberto Ghio, 41 anni, è il nuovo presidente del Consorzio di tutela del Gavi docg. Laureato in Filosofia, appartiene a una famiglia di viticoltori da sette generazioni, a Bosio (Alessandria) già da fine ‘800.
Ha dato vita al progetto ‘Vigneti Piemontemare’, recuperando e acquistando alcuni vigneti storici che oggi compongono i 15 ettari vitati della sua azienda agricola.
La denominazione del Gavi docg oggi comprende una superficie totale di circa 1500 ettari, in 11 Comuni al confine con la Liguria, conta circa 440 aziende tra produttori, vinificatori e imbottigliatori di cui 193 soci del Consorzio, impiega 5000 persone nell’intera filiera per un totale di circa 60 milioni di fatturato.
Il primo impegno ufficiale del nuovo presidente sarà il 25 maggio in occasione della consegna del ‘Premio Gavi La Buona Italia’ che inaugura la tre giorni di degustazioni e di dibattito di Gavi for Arts fino a domenica 27 maggio.
Sequestro di persona, in 4 a processoEpisodio risale al 2017. Rapitori volevano 3 milioni

TORINO14 maggio 201819:04

– TORINO, 14 MAG – Un uomo sequestrato in pieno giorno a Torino per un riscatto di tre milioni di euro: il caso, risolto dalla squadra mobile, risale al 24 aprile 2017 e oggi è approdato a Palazzo di Giustizia. Tre dei quattro imputati, con una mossa a sorpresa, hanno rinunciato all’udienza preliminare e a luglio saranno processati in Corte d’Assise; un quarto, che confessò la sua partecipazione aggiungendo di aver subito minacce e intimidazioni perché non parlasse, ha scelto il rito abbreviato. La vittima del sequestro è Ivan Napoli 29 anni originario di Reggio Calabria all’epoca commerciante di auto in nero. Fu aggredito all’uscita di un albergo a ore da uomini che indossavano false pettorine della polizia e portato in un garage. I rapitori lo rilasciarono dopo averlo ferito accidentalmente e il giorno dopo presentò una denuncia. A sostenere l’accusa sono i pm Paolo Toso e Monica Abbatecola.
Alcuni degli imputati sono conosciuti dalle forze dell’ordine per essere stati coinvolti in altri episodi criminali.
Salone Libro chiude con più visitatoriProssima edizione 9-13 maggio. ‘Successo irripetibile altrove’

TORINO14 maggio 201820:15

– TORINO, 14 MAG – Ha chiuso con 144.386 visitatori, in aumento rispetto ai 143.815 del 2017, la 31esima edizione del Salone del Libro. Un successo difficilmente ripetibile per il direttore della manifestazione, Nicola Lagioia, che ha annunciato che il prossimo anno la manifestazione si svolgerà dal 9 al 13 maggio. “Tutte le manifestazioni che hanno dato forza a questo Salone sono beni comuni della città e in quanto tali vanno tutelati”, ha aggiunto il presidente della buchmesse, Massimo Bray.
Lagioia e Bray sono stati confermati alla guida della kermesse anche per il prossimo anno. La sindaca Appendino ha annunciato che ad occuparsene sarà “una cabina di regia in corso di formazione”, che curerà “la Fondazione per la Cultura”. Della cabina di regia farà parte “tutta la filiera del libro”, editori e istituzioni. Per la gestione tecnico-commerciale sarà indetta una gara d’appalto. Velocizzati i pagamenti dei creditori, si punta anche a difendere il marchio che, dice l’assessora regionale Parigi, “deve restare pubblico”.
Salone Libro: studenti superiori ambasciatori del PiemonteConsiglio regionale consegna a 500 ragazzi il sigillo

TORINO14 maggio 201820:12

– TORINO, 14 MAG – Quasi 500 studenti degli istituti superiori piemontesi hanno ricevuto oggi il sigillo di ambasciatori del Consiglio regionale. L’onorificenza, consegnata al Salone del Libro, è stata riconosciuta ai giovani che hanno aderito all’innovativo modello di alternanza scuola-lavoro che il Consiglio regionale ha promosso come prima Regione in Italia.
“Questa iniziativa – ha affermato il presidente del Consiglio regionale, Nino Boeti – aiuta i ragazzi a rendersi conto della complessità della vita politica e amministrativa. E le idee elaborate dagli studenti sono uno stimolo anche per chi rappresenta l’istituzione”. A portare il saluto dell’Assemblea legislativa piemontese, anche la vicepresidente Angela Motta e il consigliere segretario Giorgio Bertola.
“L’iniziativa – ha rimarcato Michelangelo Blanzina dell’Ufficio scolastico regionale – sfata due luoghi comuni diffusi sull’alternanza scuola-lavoro, ovvero che non si adatti ai licei e che sia solo un addestramento professionale. Invece questa esperienza si è dimostrata di ampio respiro e in grado di responsabilizzare i ragazzi fornendo loro importanti approfondimenti su temi culturali”.

Arte Iran alla Castiglia di SaluzzoDal 19 maggio al 10 giugno, viaggio in arte e storia dell’Iran

TORINO14 maggio 201820:23

– TORINO, 14 MAG – Si apre sabato 19 maggio a Saluzzo la mostra ‘Diario persiano’, che raccoglierà fino al 10 giugno ventuno opere di sette artisti iraniani al primo piano della Castiglia: una mostra che conduce i visitatori lungo un percorso tra la memoria, la storia e le tradizioni dell’Iran, sino alla sua attualità. L’iniziativa è dell’Istituto Garuzzo per le Arti Visive di Torino (Igav) insieme al Teheran Art Center, in collaborazione con la Città di Saluzzo.
Ad esporre Firoozeh Akhlaghi, Mohamad Hadi Fadavi, Shahram Karimi, Alireza Karimpour, Alireza Saadatmand, Sahar Salehi, Amir Bakhtiar Sanjabi: protagonisti di un viaggio nell’arte e nella storia che vede la Castiglia di Saluzzo come luogo d’incontro tra due antiche civiltà, all’insegna del dialogo e dello scambio che perdurano nel presente. La mostra si inserisce nella programmazione della nuova edizione di start – Storia Arte a Saluzzo; un’iniziativa che per un mese con i suoi eventi anima ogni angolo di uno dei dieci borghi più belli d’Italia.
Regeni: madre Giulio in sciopero fame contro arresto AmalCon lei a staffetta anche avvocato famiglia, digiunate con noi

TRIESTE14 maggio 201816:44

Nel tira e molla di arresti, minacce e tensioni da parte delle autorità egiziane, la madre di Giulio Regeni, Paola, insieme con il legale della famiglia Alessandra Ballerini, mette in gioco se stessa per protestare contro il fermo di Amal Fathy. Non si tratta di una donna qualunque, è la moglie di Mohamed Lotfy, il direttore esecutivo di una ong – la “Commissione egiziana per i diritti e le libertà (Ecrf)” – impegnata nell’assistere proprio la famiglia Regeni al Cairo nella battaglia per ottenere la verità dopo quanto accaduto nella capitale egiziana tra gennaio e febbraio del 2016. Da questa mattina, dunque, Paola Regeni e Alessandra Ballerini, a staffetta, attueranno lo sciopero della fame per chiedere che la donna venga rilasciata immediatamente.In una breve nota per spiegare il perché del gesto, Paola Regeni e Alessandra Ballerini si dicono, “da donne”, “particolarmente turbate ed inquiete” per il protrarsi della detenzione di Amal e ribadiscono che “nessuno deve più pagare per la nostra legittima richiesta di verità sulla scomparsa, le torture e l’uccisione di Giulio”. Una iniziativa per la quale Paola e il legale chiedono il sostegno di tutti: “Vi chiediamo di digiunare con noi, fino a quando Amal non sarà finalmente libera. Noi siamo la loro speranza”.Ieri  ha fatto loro eco Erasmo Palazzotto di Liberi e Uguali, chiedendo di “sapere dal premier Gentiloni e dal ministro degli Esteri Alfano quali iniziative ufficiali abbia assunto in queste ore l’Italia affinché venga restituita la libertà” ad Amal, auspicando “un po’ di coraggio civile”.Le tante scarne informazioni che giungono dall’Egitto hanno formato un puzzle secondo il quale la moglie del consulente legale della famiglia Regeni sarebbe stata fermata dalla Sicurezza egiziana probabilmente per uno sfogo postato su Facebook. Parole che potrebbero essere interpretate come un appoggio al terrorismo. Da quest’altra parte del Mediterraneo, però, il provvedimento della Sicurezza tradirebbe un certo nervosismo perché ci si starebbe avvicinando a scoprire i responsabili del bestiale omicidio del ricercatore di Fiumicello. “Se questo accade vuol dire che siamo molto vicini alla verità”, ha detto due giorni fa la signora Regeni.L’inquietudine è fondata: “Amal è stata accusata di terrorismo, un’accusa che in Egitto può portare all’ergastolo e alla pena di morte”, ha riferito la signora Regeni parlando a un incontro al Salone del libro di Torino. Per la Efcr è la “settima volta” che “patisce intimidazioni e persecuzioni” da parte della Sicurezza.
Mattarella oggi vede M5S, poi la LegaAl colle nuovo giro di consultazioni

ROMA14 maggio 201810:08

– ROMA, 14 MAG – Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, riprenderà oggi 14 maggio le consultazioni.
Oggi pomeriggio vedrà separatamente i rappresentanti del M5s (alle 16.30) e della Lega (alle 18).
Le due delegazioni saranno formate dai capigruppo di Camera e Senato, rispettivamente Giulia Grillo e Danilo Toninelli per M5S e Giancarlo Giorgretti e Gianmarco Centinaio per la Lega, e dai leader Luigi Di Maio e Matteo Salvini.
Di Maio: ‘Pronti a far partire governo. Nomi non ne facciamo’. Salvini: ‘Governo parte se può fare, ridiscutere i vincoli Ue’Il leader di M5s e Lega al Colle

14 maggio 201821:04

Al Quirinale si è chiuso il nuovo round di consultazioni per la formazione del governo. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella – che ha incontrato la delegazione di M5s e poi quella della Lega – non intende impedire la nascita di un governo politico che avvii finalmente la legislatura. Ha quindi preso atto della richiesta di Lega e M5s di avere qualche giorno in più di tempo. Le forze politiche faranno sapere loro al presidente quando saranno pronte.”Non stiamo questionando sui nomi ma stiamo molto più costruttivamente discutendo anche animatamente sula idea di Italia”. Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini dopo il colloquio al Quirinale con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.Per Salvini, “il governo parte se può fare le cose. Se ci rendessimo conto che non in grado allora ci fermiamo”.”Stiamo facendo uno sforzo enorme – ha proseguito Salvini – perchè se dovessimo ragionare per convenienza politica non saremmo qua da tempo, se dovessimo dar retta ai sondaggi saremmo i primi a dire chi ce lo fa fare di trovare una quadra lasciamo tutto nelle mani di Mattarella con l’ipotesi di andare al voto il prima possibile”.”Se saremo abbastanza bravi a trovare la quadra si parte senza problemi, ma non vogliamo prendere in giro il presidente della Repubblica e gli italiani” dicendo che c’è l’accordo “quando su qualche punto importante come le infrastrutture ci sono ancora visioni diverse. Il tema giustizia è centrale: processi più brevi, anche su questo partiamo da posizioni differenti e io sono in questa veste non solo da leader della Lega, perché non voglio rompere l’alleanza di centrodestra”, ha aggiunto.”Se io vado al governo – ha aggiunto – voglio fare quel che ho promesso di fare su cui gli italiani mi han votato, sulla Fornero, evitare l’aumento dell’Iva, ridurre le accise sulla benzina, sull’immigrazione su cui Lega e M5s partono da notevole distanza: nel rispetto dei diritti umani e dei trattati mi rifiuto di pensare all’ennesima estate e autunno del business dell’immigrazione clandestina in saldo. Se andiamo al governo vogliamo mano libera per tutelare sicurezza italiani, anche con la legge legittima difesa”.”Io voglio che ai figli non gli cadano i soffitti in testa, voglio che le imprese paghino meno tasse e oggi ho i vincoli esterni che non me lo permettono o si ridiscutono i vincoli oppure è un libro dei sogni”.Anche la Lega vuole ascoltare il parere dei propri elettori sull’intesa con i 5S per la formazione del nuovo governo: l’ufficio organizzativo federale ha inviato una lettera ai segretari regionali e provinciali per invitarli a prenotare le piazze per il prossimo weekend per “consentire lo svolgimento di una consultazione tra la cittadinanza sul così detto ‘Contratto di governo’. Ogni gazebo – si legge nella lettera – dovrà dotarsi di un’urna per raccogliere le schede votate”.

https://twitter.com/Quirinale/status/996061015145054214/photo/1?tfw_site=Agenzia_Ansa&ref_src=twsrc%5Etfw&ref_url=http%3A%2F%2Fwww.ansa.it%2Fsito%2Fnotizie%2Fpolitica%2F2018%2F05%2F14%2Fgoverno-di-maio-e-salvini-al-colle-nel-pomeriggio.-resta-nodo-premier_308ebf3c-4e34-4251-876c-9c9d83606e91.html

Informazioni e privacy per gli annunci di Twitter”Abbiamo aggiornato il Presidente della Repubblica su come stiano avanzando le varie interlocuzioni tra M5s e Lega su quello che è il contratto di governo. Sia io che Salvini siamo d’accordo sul fatto che nomi pubblicamente non ne facciamo. L’accordo di governo è il cuore di questo governo di cambiamento che siamo intenzionati a far partire il prima possibile”, ha detto il capo del M5s Luigi Di Maio, al termine del colloquio con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.”Come mai ancora tanto tempo? In fondo è solo la prima consultazione che facciamo” da quando c’è stato il via libera alla ricerca di un’intesa tra M5s e Lega, ha poi detto il leader M5s tornando nei suoi uffici alla Camera a chi gli chiedeva le ragioni del ritardo sui tempi attesi per le comunicazioni circa l’intesa.Il contratto di governo “sul modello tedesco – ha spiegato Di Maio nella conferenza stampa al Quirinale -, mette dentro i punti programmatici delle due forze” M5s e Lega. “Noi lo sottoporremo ai nostri iscritti con un voto online che sarà chiamato a decidere se far partire questo governo con questo contratto o no”.Secondo il leader dei pentastellati, M5S è consapevole delle scadenze internazionali, ma chiede “qualche altro giorno” perché si sta scrivendo “il programma di governo per cinque anni”. “Sono molto orgoglioso delle interlocuzioni e soddisfatti del clima che si respira – ha proseguito Di Maio -, ma soprattutto dei punti che si stanno portando a casa su temi come la legge Fornero, la lotta agli sprechi, la lotta alla corruzione, il carcere per chi evade, il fisco”.

In precedenza c’è stato un incontro tra il segretario della Lega, Matteo Salvini, insieme con Giancarlo Giorgetti, con il leader M5S, Luigi Di Maio e Vincenzo Spadafora. Alla Camera inoltre il tavolo tecnico su il programma di governo. “C’è da lavorare ancora”, ha detto il leader del Carroccio arrivando alla Camera. A chi gli chiede se torni l’ipotesi di Di Maio premier, come è circolato nei giorni scorsi, risponde secco “no”.

https://twitter.com/Quirinale/status/996036967002501120/photo/1?tfw_site=Agenzia_Ansa&ref_src=twsrc%5Etfw&ref_url=http%3A%2F%2Fwww.ansa.it%2Fsito%2Fnotizie%2Fpolitica%2F2018%2F05%2F14%2Fgoverno-di-maio-e-salvini-al-colle-nel-pomeriggio.-resta-nodo-premier_308ebf3c-4e34-4251-876c-9c9d83606e91.html

Informazioni e privacy per gli annunci di TwitterResta ancora il nodo premier. Molti i nomi che circolano nelle ultime ore. Tra gli altri quello dell’economista Giulio Sapelli che aveva dato la sua disponibilità ma ha ricevuto lo stop di M5s. I nuovi colloqui del capo dello Stato dalle 16.30, prima riceve M5s, poi la Lega.Non è Giulio Sapelli il nome del premier portato al Colle: a dirlo, interpellato dall’Ansa, il portavoce M5s. Anche fonti della Lega, interpellate al riguardo, non confermano che ci sia una indicazione per il professore di economia a Palazzo Chigi.

Sapelli, sentito da premier, disponibileStanno valutando anche Conte, non so chi hanno scelto

ROMA14 maggio 201813:25

– ROMA, 14 MAG – “E’ tutto vero. Sono stato contattato da entrambe le parti politiche e ho dato la mia piena disponibilità. Mi hanno spiegato che stanno valutando anche un altro profilo, quello di Giuseppe Conte e non mi hanno ancora detto chi hanno scelto”. Così l’economista Giulio Sapelli risponde all’ANSA, sulla sua possibile candidatura a premier da parte di M5S e Lega.
Governo: Sapelli,dirò la mia su ministriVorrei Siniscalco come ministro dell’Economia

MILANO14 maggio 201813:29

– MILANO, 14 MAG – “Ho detto loro che vorrò dire la mia sui ministri ho parlato con il collega Domenico Siniscalco, che spero di avere al mio fianco come ministro del Tesoro”. Lo ha spiegato l’economista Giulio Sapelli all’ANSA, circa la sua possibile candidatura a premier da parte di M5S e Lega.
M5s-Lega, Sapelli non è nome propostoAnche Lega non conferma indicazione per il professore

ROMA14 maggio 201814:20

– ROMA, 14 MAG – Non è Giulio Sapelli il nome del possibile premier che sarà portato al Colle. Lo afferma, interpellato dall’Ansa, il portavoce M5s, Rocco Casalino.
Anche fonti della Lega, interpellate al riguardo, non confermano che ci sia una indicazione per il professore di economia a Palazzo Chigi.
Niente nozze per il padre di Meghan, imbarazzo Kensington PalaceScandalo foto a tabloid, non presunto malore dietro la rinuncia

LONDRA15 maggio 201800:01

Imbarazzo a Kensington Palace per l’annuncio dell’inatteso forfait in extremis del padre di Meghan Markle, Thomas, alle nozze di sabato 19 fra l’attrice americana e il principe Harry al castello di Windsor. La corte britannica ha commentato stasera la decisione, rimbalzata dal Messico, dove Thomas Markle vive, chiedendo “rispetto e comprensione” sia per i due sposi, e per quello che viene definito “il momento personale” di Meghan, sia per “la situazione difficile” del padre dell’attrice.
Nessun riferimento nella nota di Kensington Palace al presunto malessere cardiaco che Thomas Markle avrebbe avuto secondo alcuni siti “alcuni giorni fa” e che del resto non viene indicato neppure da lui come il vero motivo dell’improvvisa rinuncia ad accompagnare la figlia all’altare. Rinuncia che Bbc attribuisce semmai alla figuraccia delle foto cedute dall’uomo a un tabloid della prova del suo abito da cerimonia. “Non voglio imbarazzare Meghan” ulteriormente, ha ammesso lo stesso Markle alla stampa messicana.

Bimba in minimoto

contro muro, è graveÈ accaduto a Forino in Irpinia. Trasferita al Santobono a Napoli

AVELLINO14 maggio 201823:13

– AVELLINO, 14 MAG – Una bambina di 10 anni di Forino (Avellino) lotta tra la vita e la morte dopo essersi schiantata contro un muro alla guida di una mini moto.
Soccorsa e portata nell’ospedale “Moscati” di Avellino, a causa della gravità delle ferite, i sanitari hanno disposto il trasferimento nel nosocomio pediatrico “Santobono” di Napoli dove è ricoverata nel reparto di Rianimazione.
Meloni, no a un governo a guida M5sFratelli d’Italia non può farne parte

ROMA14 maggio 201814:25

– ROMA, 14 MAG – “Noi non possiamo fare parte di un governo a guida M5S”. Lo dice la presidente di Fratelli d’ Italia Giorgia Meloni nel corso del suo intervento in apertura della Direzione del partito. “Fossi in Salvini un’ultima riflessione la farei su cosa sia meglio fare: se tornare al voto, con una nuova legge elettorale, dove il centrodestra vincerebbe garantendo un governo stabile o scegliere un’avventura dagli esiti incerti”, aggiunge.
Emiliano, Calenda non mi vuole? Io restoGovernatore, io nel partito dall’inizio Calenda è arrivato ora

ROMA14 maggio 201814:26

– ROMA, 14 MAG – “Sono critico e quindi me ne vado? Non è così. Se sono critico sto lì per cambiarlo il partito. Uno se ne va quando ha un’altra convenienza. Ma siccome l’unico oggetto del mio interesse politico è sempre stato il Pd, devo combattere fino alla fine, fino a quando Calenda non mi caccerà, così vuole fare. Lui si iscrive e la prima cosa che gli viene in mente è cacciare me che sto qui dall’inizio. Questo dimostra che razza di personaggio è”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, parlando con i giornalisti a Bari.
Regeni: Boldrini, anche io sciopero fameDeputata Leu, la domanda di verità non si può arrestare

ROMA14 maggio 201814:35

– ROMA, 14 MAG – “”Liberate Amal. E fin quando non lo farete, digiunerò per lei”. Con queste parole la mamma di Giulio ha annunciato sciopero della fame contro la detenzione di Amal Fath. Sono con lei. La domanda di verità non si può arrestare”.
Così la deputata di Leu Laura Boldrini annuncia il suo sciopero della fame per la vicenda Regeni.
Salvini, Di Maio premier? ‘No’Leader Lega arriva alla Camera con Giorgetti

ROMA14 maggio 201815:30

– ROMA, 14 MAG – “C’è da lavorare ancora”. Lo dice Matteo Salvini arrivando alla Camera con Giancarlo Giorgetti per partecipare al tavolo sul programma. A chi gli chiede se torni l’ipotesi di Di Maio premier, come è circolato nei giorni scorsi, risponde secco “no”.
Incontro Salvini-Di Maio alla CameraA Montecitorio anche il tavolo tecnico sul programma di governo

ROMA14 maggio 201815:35

– ROMA, 14 MAG – Il segretario della Lega, Matteo Salvini, è appena arrivato agli uffici dei gruppi parlamentari insieme a Giancarlo Giorgetti, per un incontro con il leader M5S Luigi Di Maio e Vincenzo Spadafora. Alla Camera sta inoltre iniziando il tavolo tecnico sul programma di governo.
Abbiamo 800mln anno e 15mila dipendenti in meno Emilia Romagna

BARI14 maggio 201815:51

– BARI, 14 MAG – “Mi auguro che tutto il lavoro fatto, e le battaglie politiche che faremo con il nuovo governo per ottenere la parità delle armi con gli altri sistemi sanitari regionali, ci consenta di chiudere definitivamente l’immagine trascurata della sanità pugliese, che mi è stata consegnata solo pochi anni fa in completa rianimazione. E di trasformarla in una delle regioni più dinamiche, e rassicuranti per il paziente, del nostro Paese”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, oggi a margine dell’assemblea dei dipendenti dell’Irccs Oncologico di Bari, di cui sono stati illustrati alcuni dati positivi del bilancio 2017. “La sanità pugliese – ha sottolineato Emiliano – era ultima in Italia come Livelli essenziali di assistenza (Lea), adesso è ben oltre la metà classifica. Un salto di qualità grossissimo che non significa che sono finiti tutti i problemi, ma che stiamo riguadagnando terreno nonostante la discriminazione che subiamo: abbiamo 800 milioni all’anno in meno e 15mila dipendenti in meno dell’Emilia Romagna, a parità di abitanti”.
“E ciononostante – ha concluso – riusciamo a rispettare i Lea”.

Grillo, M5S si siede con tuttiIntervistato da Rai2 giorni fa. Di Maio sta andando benissimo

ROMA14 maggio 201817:01

– ROMA, 14 MAG – Di Maio e i “ragazzi” stanno lavorando “benissimo! Abbiamo dimostrato di sederci con chiunque: le idee non sono né di destra né di sinistra, sono buone, cattive, mediocri, non hanno connotazione”. Lo ha detto Grillo in un’ intervista a Night Tabloid registrata prima della sua partenza a New York. Grillo ha anche annunciato la sua intenzione di andare in Cina “Voglio andare a vedere un po’, sono pazzeschi! Fanno cambiamenti, hanno scale di economia che noi non possiamo mai immaginarle: tonnellate di acciaio, 35 milioni di auto elettriche, 25 milioni di biciclette, sono primi nell’ astronomia, nell’astrofisica, nella quantistica, primi nelle rinnovabili, nelle pompe di calore”.
Governo: Salvini, manterrò le promesseLeader Lega, questa notte ho dormito solo un’ora

ROMA14 maggio 201817:06

– ROMA, 14 MAG – “Ho dormito un’ora stanotte, vado avanti a caffè e forse ho scelto il momento sbagliato per smettere di fumare…. Ma sono orgoglioso di mettercela tutta per mantenere le promesse e dare un futuro migliore all’Italia e ai nostri figli”. Lo scrive su twitter il leader della Lega Matteo Salvini parlando della trattativa per dar vita ad un governo con il M5S.
Martina, programma Lega-M5s è a rischioDa loro solo propaganda. E con condoni siamo ben oltre

ROMA14 maggio 201817:07

– ROMA, 14 MAG – “Ipotizzare come stanno facendo Lega e Cinque Stelle di poter reggere l’equilibrio dei conti dello Stato con un programma da 65-100 miliardi di euro è un’operazione di autentica propaganda, ma anche un grande rischio per il Paese se si fanno i conti con serietà. Se poi si ipotizzano addirittura mega condoni siamo ben oltre”. Lo afferma il segretario reggente del Pd Maurizio Martina.
Di Maio, chiesti al Colle altri giorniAbbiamo aggiornato il Presidente sul contratto di governo

ROMA14 maggio 201817:34

– ROMA, 14 MAG – “Abbiamo aggiornato il Presidente della Repubblica su come stiano avanzando le varie interlocuzioni tra il M5s e la Lega su quello che è il contratto di governo”. Lo afferma Luigi Di Maio al termine delle consultazioni con Mattarella.
Di Maio, io e Salvini non facciamo nomiLo dice il capo del M5S al termine del colloquio con Mattarella

ROMA14 maggio 201817:40

– ROMA, 14 MAG – “Sia io che Salvini siamo d’accordo sul fatto che nomi pubblicamente non ne facciamo”. Lo dice il capo del M5s Luigi Di Maio, al termine del colloquio con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Quirinale.
Di Maio, in programma carcere ad evasoriOltre alla legge Fornero anche lotta alla corruzione

ROMA14 maggio 201817:49

– ROMA, 14 MAG – “Sono molto orgoglioso delle interlocuzioni e soddisfatti del clima che si respira, ma soprattutto dei punti che si stanno portando a casa su temi come la legge Fornero, la lotta agli sprechi, la lotta alla corruzione, il carcere per chi evade, il fisco”. Lo dice il capo del M5s Luigi Di Maio, al termine del colloquio con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Di Maio, sul timing decide MattarellaCapo M5S risponde a chi gli chiede quanto tempo serva

ROMA14 maggio 201817:56

– ROMA, 14 MAG – “Decide il presidente”. Così Luigi Di Maio, al ritorno dal Quirinale, risponde ai giornalisti che gli chiedono quanti giorni siano necessari ancora per chiudere l’intesa sul governo con la Lega.
Audio choc M5s, onestà non interessaStaff nazionale detta linea, puntiamo solo su autonomia

AOSTA14 maggio 201819:09

– AOSTA, 14 MAG – “L’onestà non interessa ai valdostani, puntiamo sull’autonomia”. E’ in sostanza il diktat choc, riferito dal capolista del M5 stelle alle elezioni regionali in Valle d’Aosta Luciano Mossa, dopo un incontro con lo ‘staff’ nazionale del movimento per definire i contenuti della campagna elettorale. Al termine della riunione Mossa ha inviato un audio messaggio agli altri candidati, annunciando un cambiamento di rotta nell’agenda politica elettorale. “Ci hanno preparato i volantini che si basano principalmente sull’autonomia e non sull’onestà – spiega Mossa nel suo messaggio – perché ai cittadini valdostani dell’onestà non è che gliene importa poi tanto, altrimenti non sarebbero anni che votano sempre gli stessi mentre invece interessa di più quello che viene fatto con i soldi dell’autonomia. Quindi dobbiamo puntare la nostra campagna elettorale fondamentalmente sull’autonomia”. Secondo Mossa, adesso i vertici nazionali “esamineranno diversi bilanci e ci proporranno anche un reddito di cittadinanza regionale”.
Salvini, non questioniamo su nomiDiscutiamo costruttivamente e anche animatamente

ROMA14 maggio 201819:10

– ROMA, 14 MAG – “Non stiamo questionando sui nomi ma stiamo molto più costruttivamente discutendo anche animatamente sula idea di Italia”. Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini.
Lega chiama elettori a gazeboLettera inviata ai segretari per prenotare piazze nel weekend

ROMA14 maggio 201819:14

– ROMA, 14 MAG – Anche la Lega vuole ascoltare il parere dei propri elettori sull’intesa con i 5S per la formazione del nuovo governo: l’ufficio organizzativo federale ha inviato una lettera ai segretari regionali e provinciali per invitarli a prenotare le piazze per il prossimo weekend per “consentire lo svolgimento di una consultazione tra la cittadinanza sul così detto ‘Contratto di governo’. Ogni gazebo – si legge nella lettera – dovrà dotarsi di un’urna per raccogliere le schede votate”.
Salvini, ci sono divergenze con M5SNon voglio prendere in giro Colle e cittadini dicendo contrario

ROMA14 maggio 201819:16

– ROMA, 14 MAG – “Se saremo abbastanza bravi a trovare la quadra si parte senza problemi, ma non vogliamo prendere in giro il presidente della Repubblica e gli italiani” dicendo che c’è l’accordo “quando su qualche punto importante come le infrastrutture ci sono ancora visioni diverse”. Lo dice Matteo Salvini al Quirinale. “Il tema giustizia è centrale: processi più brevi, anche su questo partiamo da posizioni differenti e io sono in questa veste non solo da leader della Lega, perché non voglio rompere l’alleanza di centrodestra”, aggiunge.
Sala,a Governo 700 mln per metro a MonzaCon governatore Fontana d’accordo su strategicità opera

MILANO14 maggio 201820:23

– MILANO, 14 MAG – Per finanziare il prolungamento della linea della metropolitana M5 fino a Monza “serve dal governo un impegno importante, cioè tra il 60 e il 70 per cento del finanziamento dell’opera” che, tradotto in termini assoluti, significa 700-800 milioni su un costo totale di 1,2 miliardi di euro. Lo ha detto il sindaco di Milano Beppe Sala, al termine dell’incontro operativo con il governatore della Lombardia Attilio Fontana.
“Con il presidente Attilio Fontana siamo d’accordo sul fatto che questa è un’operazione importante per il territorio, perché sarà la prima metropolitana in Italia a collegare due città e il fatto di farla qui a Milano non è di poco conto” ha sottolineato Sala. “Il nostro obiettivo – ha aggiunto – è la totale condivisione della strategicità dell’operazione e quello di lavorare insieme al governo, qualunque esso sia, per chiedere la conferma del suo intervento. Siamo insieme nella volontà di chiedere quanto serve per iniziare i lavori all’inizio del 2021”.
Cdm sciabola donne,italiane male a MoscaTutte fuori nei 32. Vince Velikaya, al rientro dopo maternità

MOSCA13 maggio 201820:32

– MOSCA, 13 MAG – Azzurre lontane dal podio al Grand Prix Fie di sciabola femminile di Mosca, prova valida per la Coppa del mondo. Le sciabolatrici italiane escono di scena nel turno delle 32, a causa delle sconfitte subìte da Rossella Gregorio, Irene Vecchi, Lucia Lucarini e Chiara Mormile.
La Gregorio è stata fermata sul 15-11 dalla russa Sofya Velikaya al rientro dopo la maternità post Rio2016 e già dominatrice della gara, visto che ha conquistato il primo posto battendo in finale l’ungherese Marton per 15-12.
Irene Vecchi ha subìto invece la stoccata del 15-14 contro la georgiana Lika Jijieishvili, mentre Lucia Lucarini e Chiara Mormile sono state sconfitte rispettivamente per 15-11 dalla romena Bianca Pascu e per 15-12 dall’ungherese Liza Pusztai.
Pallavolo: Zenit Kazan vince ChampionsCivitanova cede solo al tie break. Match point è un ace di Leon

ROMA13 maggio 201821:07

– ROMA, 13 MAG – Sfuma al tie-break il sogno della Lube Civitanova di conquistare la Champions League del volley.
La squadra marchigiana, ‘eterna seconda’ di questa stagione è stata battuta 3-2 (29-27, 18-25, 23-25, 25-23, 17-15) dai russi dello Zenit Kazan nella finale giocata oggi proprio a Kazan. A decidere il match è stato Wilfredo Leon, fuoriclasse cubano naturalizzato polacco che, con un ace, ha messo a segno il punto decisivo. Nella prossima stagione Leon giocherà a Perugia.
Per lo Zenit Kazan è il quarto trionfo consecutivo nella massima competizione continentale.
Rugby Pesaro in campo contro l’omofobiaArcigay Agorà vorrebbe estendere iniziativa a livello regionale

PESARO13 maggio 201821:07

– PESARO, 13 MAG – “In campo contro l’omofobia” nel giorno della promozione in serie A della squadra di rugby della Paspa Pesaro che ha aderito all’iniziativa di Arcigay Agorà Pesaro Urbino: i giocatori sono scesi in campo con i calzettoni colorati dell’arcobaleno, simbolo delle lotte dei movimenti Lgbt. L’obiettivo è “sensibilizzare il mondo dello sport per azioni di coesione, superando pregiudizi collegati all’orientamento sessuale”. I calzettoni hanno portato evidentemente fortuna alla Paspa che ha battuto la Giacobazzi Modena. “E’ la prima volta che la squadra aderisce a un’iniziativa dell’Arcigay, abbiamo accettato subito e con piacere”, osserva il presidente Simone Mattioli. Arcigay Agorà chiederà alle società sportive della regione di scendere in campo con un simbolo della rivendicazione dei diritti Lgbt (laccetti ‘rainbow’ ecc.) “Lo sport – dice il presidente Agorà Arcigay Elvio Ciccardini – con famiglia e scuola, è uno dei tre spazi sociali con più opportunità per confrontarsi, nel rispetto di regole e persone”.
Gasperini, inchiesta per Pairetto?Pronto’Non ho detto sciocchezze, è loro problema. Abbiamo le immagini’

ROMA13 maggio 201821:38

– ROMA, 13 MAG – “Se mi aspetto l’apertura di un’inchiesta su ciò che ho detto su Pairetto? Prontissimo. Non ho detto sciocchezze, è un problema loro i tempi e le designazioni”. Così Gian Piero Gasperini, allenatore dell’Atalanta, risponde a una domanda sulla polemica nata da sue dichiarazioni fatte in settimana, che potrebbero portare anche a una denuncia in sede penale da parte dell’Aia, secondo quanto detto dal presidente Marcello Nicchi.
“A noi possono dire tutto anche ad inizio anno, non credo di aver detto una cosa da denuncia – dice ancora Gasperini -. Noi abbiamo le nostre immagini e loro le radio. Mi dispiace aver messo in difficoltà la squadra con la mia squalifica odierna”.
Scudetto Juve, da sorpasso di marzo a svolta con Inter Bianconeri a lungo dietro lepre Napoli, ultimo brivido Koulybaly

13 maggio 201823:55

E sono sette di fila, quattro sotto la guida di Allegri. La Juventus ha vinto il braccio di ferro con il Napoli con una giornate di anticipo, grazie al pareggio senza reti con la Roma all’Olimpico che ha reso inutile la vittoria sulla Samp degli azzurri, staccati di quattro punti. Il gioco dei bianconeri non sarà stato particolarmente bello, qualche volta anzi proprio brutto, ma resta sempre il più efficace. E l’insaziabile fame di vincere, la capacità di uscire dai momenti difficili, la compattezza del gruppo ancora una volta hanno fatto la differenza, oltre al talento dei campioni. Quasi si ci dimentica, ora, che la Juventus l’estate scorsa aveva perso Bonucci e Dani Alves, ritenute da molti critici perdite fondamentali. E che un paio dei colpi dell’ultimo mercato, Bernardeschi e Howedes, hanno potuto giocare l’uno poco l’altro quasi mai. L’inizio di stagione aveva fatto nascere qualche dubbio, non solo per i risultati: tre sconfitte nella tourneèe americana, con Barcellona, Psg e Tottenham, poi la Supercoppa italiana lasciata alla Lazio, per una disattenzione al 93′, che aveva vanificato l’uno-due di Dybala. Punti interrogativi sulla tenuta della difesa riemersi nei raggelanti primi 7′ di Marassi, alla seconda giornata di campionato, con il Genoa avanti di due gol in piena bufera per la Var, prima della rimonta bianconera. Sei vittorie consecutive prima del 2-2 di Bergamo, rigore sbagliato da Dybala a 6′ dalla fine. Con il Napoli sempre a punteggio pieno, il pari con l’Atalanta aveva cambiato ruolo ai bianconeri, da lepre a cacciatore.

Ed ecco la piccola crisi di risultati, la sconfitta casalinga con la Lazio, ma solo “frutto di episodi”, aveva minimizzato Allegri dopo il secondo rigore consecutivo sbagliato da Dybala al 97′ contro i biancocelesti. Quel ko aveva fermato le chilometriche serie di risultati positivi della Juventus all’Allianz Stadium, 41 partite senza sconfitte in campionato, 57 in tutte le competizioni ufficiali. Il successo sul Milan – doppio Higuain – aveva riacceso l’entusiasmo, gelato però dalla sconfitta di Genova con la Samp, 3-0 per i blucerchiati all’80’, poi corretto in 3-2.

“Ogni tanto le cose ci sembrano troppo semplici”, era stata la riflessione di Chiellini. L’1 dicembre la prima svolta, il colpaccio nello scontro diretto con San Paolo, Napoli battuto con una zampata di Higuain, e riavvicinato a un punto, terza partita di seguito senza gol al passivo, dopo la sbornia di Genova. E poi una sola altre rete subita in 16 partite, tra campionate e Coppe, facendo piangere la Roma nello scontro diretto all’antivigilia di Natale. “Abbiamo ritrovato il piacere di difendere”, la spiegazione, ancora di Chiellini. Juve non sempre brillante, come nel derby di ritorno, vinto di misura sul Torino, e nell’1-0 di Roma sulla Lazio, con la prodezza di Dybala nell’ultimo di recupero. Una svolta anche questa, con il morale poi rafforzato dalla vittoria di Londra con il Tottenham, valsa la promozione ai quarti di Champions. A metà marzo il sorpasso, quando il Napoli si è arreso alla Roma mentre la Juventus non perdeva più un colpo. Tra campionato ed Europa, Juve più forte anche della batosta psicologica di Madrid, pur con qualche brivido imprevisto a Benevento – due volte raggiunta – ma poi sicura con la Samp prima delle grandi emozioni finali. Il pareggio di Crotone e la sconfitta con il Napoli all’ultimo minuto, firmata da Koulibaly, giunta dopo una prova rinunciataria, hanno consumato all’osso il vantaggio sul Napoli. Con l’Inter la sofferenza più grande: in vantaggio dopo un quarto d’ora, raggiunta e superata da un’avversaria con un uomo in meno, fino alla clamorosa rimonta negli ultimissimi minuti. L’ultimo brivido in casa con il Bologna: oltre un’ora di inseguimento prima dello show con gli assist di Douglas Costa e i gol decisivi di Khedira e Dybala.

Tweet Juventus, siamo entrati nel mitoMessaggio inviato subito dopo fischio finale all’Olimpico

TORINO13 maggio 201822:51

– TORINO, 13 MAG – “E’ finita! siamo per la settima volta consecutiva campioni d’Italia! siamo entrati… nel mito!”. Con questo tweet, pochi secondi dopo la fine della partita di Roma, il club bianconero celebra l’ennesimo titolo della sua storia.
L’immagine è quella dell’intera squadra schierata con le coppe dei primi 6 scudetti del ciclo su altrettante colonne, il settimo che spunta dal basso su un’altra colonna.
Scudetto Juve: Buffon immortale, Dybala 22 gol LE PAGELLE DELLA STAGIONEDouglas Costa decisivo nel ritorno

13 maggio 201823:54

Le pagelle dei bianconeri.
Buffon 8.5 (20 presenze, 14 gol subiti): sul filo dell’addio dopo una carriera straordinaria, un finale all’altezza dei suoi 22 anni in serie A, a pochi passi dal record assoluto di presenze di Maldini.
Sczcesny 8 (17 presenze, 9 gol subiti): partite da numero 1, quando è stato chiamato a sostituire Buffon infortunato, a dicembre, e poi nel turn-over. Pronto a raccogliere la pesante eredità.
Lichtsteiner 7 (26 presenze, nessun gol): alla settima stagione nella Juventus, ha avuto più spazio per gli infortuni di de Sciglio, sfornando sempre ottimi cross dalla destra.
De Sciglio 6 (12 presenze, 1 gol): bloccato dagli infortuni, è rimasto fermo oltre 100 giorni, perdendo una ventina di partite.
Barzagli 7.5 (24 presenze, nessun gol): la tecnica e la classe di uno dei migliori difensori degli ultimi anni sono le stesse di sempre, l’età comincia a farsi sentire, ma ha dato sempre la consueta sicurezza al reparto.
Benatia 7.5 (20 presenze, 2 gol): l’amnesia sul gol di Koulybali che aveva riaperto il campionato non sporca una stagione eccellente. Uno dei centrali su cui Allegri ha fatto pieno affidamento.
Howedes sv (3 presenze, 1 gol): quasi sempre fermo ai box per infortuni, il tedesco è rimasto una comparsa.
Rugani 6 (21 presenze, 1 gol): forse non ha ancora conquistato la piena fiducia di Allegri, anche quest’anno è rimasto un’alternativa ai titolari della difesa.
Chiellini 8 (26 presenze, nessun gol): molte partite di altissimo livello, uno dei leader in campo e nello spogliatoio bianconero, nel primo anno senza Bonucci al fianco.
Alex Sandro 6.5 (25 presenze, 4 gol): qualche delusione l’ha data, giocando partite incolori se non deludenti. Ma i mattoni per lo scudetto li ha posati anche lui, come il gol decisivo nel derby di ritorno con il Torino.
Asamoah 6.5 (19 presenze, nessun gol): pedina sempre preziosa, forse pochi acuti ma non ha quasi sempre svolto il compito con piena sufficienza.
Khedira 7 (26 presenze, 9 gol): un giocatore sempre fondamentale per il suo senso della posizione, 9 reti nel suo bottino personale.
Pjanic 9 (30 presenze, 4 gol): l’anno della consacrazione in bianconero, fulcro del gioco, una miriade di palloni passano dai suoi piedi. Quando è stato costretto a marcar visita, come nel rovescio con il Real nell’andata dei quarti Champions, la sua assenza è stata pesantissima.
Matuidi 7 (32 presenze, 3 gol): sacrificato quando si deve alzare il tasso tecnico, tante volte fondamentale per il suo gioco fisico, altro acquisto azzeccato.
Bentancur 6.5 (18 presenze, nessun gol): alti e bassi normali per un giocatore di vent’anni, deve imparare ancora a gestire meglio il pallone. M;a la stoffa del grande giocatore si è vista.
Marchisio 6.5 (14 presenze, nessun gol): nel primo anno completo dopo l’infortunio, è rimasto ai margini.
Sturaro 6 (11 presenze, nessun gol): centrocampista o all’occorrenza terzino, un ‘rincalzo’ sempre prezioso.
Cuadrado 6.5 (21 presenze, 4 gol): la pubalgia ha condizionato la sua stagione, lasciandolo al palo nei mesi che hanno deciso la stagione. Si è fermato a fine dicembre, rientrando tre mesi dopo con il gol del 2-1 in Juve-Milan.
Bernardeschi 6.5 (22 presenze, 4 gol): molta panchina all’inizio, qualche pezzo di bravura qua e là, poi l’infortunio al ginocchio l’ha messo in disparte.
Dybala 8 (32 presenze, 22 gol): inizio di stagione scoppiettante, gol e show, e troppi paragoni con le stelle mondiali; poi un calo, complice qualche guaio fisico. Ma la prodezza all’ultimo minuto di Lazio-Juve è stato uno degli episodi decisivi nell’estenuante volata scudetto.
Mandzukic 7.5 (31 presenze, 5 gol): pur senza ripetere il superlativa 2016/17, un’altra annata senza mai risparmiarsi, con il solito apporto fondamentale a tutto campo in fase difensiva.
Douglas Costa 8 (29 presenze, 4 gol): uno degli uomini decisivi nel girone di ritorno, velocità ed estro hanno dato spinta alla squadra quando c’è stato bisogno di un cambio di passo. Acquisto azzeccato. Higuain 8 (34 presenze, 16 gol): gol fondamentali: quello da ‘core ingrato’ a Napoli che ha fermato la fuga degli azzurri, la doppietta al Milan e, dulcis in fondo, il colpo del 3-2 con l’Inter, decisivo per il titolo. Qualche giro a vuoto, ma tanto sudore e fatica per essere utilissimo anche nei giorni senza la gioia del gol.

Pallavolo: Velasco nuovo coach ModenaAnnuncio presidente ‘sarà bello sognare di nuovo insieme’

ROMA13 maggio 201823:07

– ROMA, 13 MAG – Julio Velasco torna in Emilia, e più precisamente sulla panchina del Modena Volley, di cui sarà l’allenatore nella stagione 2018-’19. L’annuncio è stato dato dal club con un comunicato. “Ora che Julio Velasco ha ufficializzato la sua posizione con la federazione argentina posso condividere con tutti voi la mia enorme gioia – fa sapere la presidente del Modena Catia Pedrini -. Ho sempre pensato che nello sport, come nella vita, non si possa vivere soltanto di ricordi. Per questo, non è stato il rispetto di una memoria straordinaria a spingermi a scegliere Julio Velasco per la guida tecnica di Modena Volley. Ho voluto Julio, l’uomo che ha cambiato la storia della nostra disciplina, a Modena in Italia e nel mondo, perché lo considero una straordinaria promessa di Futuro. Abbiamo attraversato un periodo difficile, per usare un eufemismo. Ripartire con Velasco significa puntare non solo sulla tradizione, ma su una cultura che è amore per la pallavolo.Grazie Julio, sarà bello sognare tutti insieme”.
Allegri, con questa squadra è più facile”Complimenti al Napoli, e’ stato importante mantenere la calma”

ROMA13 maggio 201823:26

– ROMA, 13 MAG – “Sono contento che i ragazzi abbiano chiuso il campionato, abbiamo una settimana in più di vacanza.
Dobbiamo fare i complimenti al Napoli che ha tenuto testa a una grande Juventus. Difficilmente ricapiteranno quattro anni così, faccio i complimenti a tutti quelli che lavorano per la Juve e ai tifosi: i meriti sono però per la maggior parte dei ragazzi.
Con una squadra del genere, con questi uomini e questi giocatori è più facile arrivare all’obiettivo ma vincere non è mai semplice”. Queste le prima parola del tecnico della Juve, Massimiliano Allegri.
“Il più grande merito della squadra è stato quello di aver mantenuto sempre la calma perché nel calcio le cose cambiano in un attimo – ha sottolineato il tecnico -. Bisogna fare un passo alla volta senza farti prendere dall’entusiasmo quando le cose vanno bene e non bisogna smettere di lavorare nei momenti difficili. Bisogna lavorare bene a livello psicologico perché con gli sbalzi d’umore non si vince”.
Scudetto Juve: albo d’oro della Serie A Per i bianconeri è il settimo titolo consecutivo

14 maggio 201800:00

Quello conquistato oggi e’ il 36/o scudetto per la Juventus, il settimo di fila. I bianconeri precedono Inter e Milan, 18 a testa, poi piu’ indietro il Genoa (9), Torino, Pro Vercelli e Bologna (7), Roma (3), Fiorentina, Lazio e Napoli (2), Cagliari, Casale, Sampdoria e Verona (1).

Ecco l’albo d’oro del campionato italiano di Serie A:

– 1898 Genoa; 1899 Genoa; 1900 Genoa; 1901 Milan; 1902 Genoa; 1903 Genoa; 1904 Genoa; 1905 Juventus; 1906 Milan; 1907 Milan; 1908 Pro Vercelli; 1909 Pro Vercelli; 1909-10 Ambrosiana Inter; 1910-11 Pro Vercelli; 1911-12 Pro Vercelli; 1912-13 Pro Vercelli; 1913-14 Casale; 1914-15 Genoa; 1919-20 Ambrosiana Inter; 1920-21 Pro Vercelli; 1921-22 Pro Vercelli-Novese; 1922-23 Genoa; 1923-24 Genoa; 1924-25 Bologna; 1925-26 Juventus; 1926-27 Torino; 1927-28 Torino; 1928-29 Bologna; 1929-30 Ambrosiana Inter; 1930-31 Juventus; 1931-32 Juventus; 1932-33 Juventus; 1933-34 Juventus; 1934-35 Juventus; 1935-36 Bologna; 1936-37 Bologna; 1937-38 Ambrosiana Inter; 1938-39 Bologna; 1939-40 Ambrosiana Inter; 1940-41 Bologna; 1941-42 Roma; 1942-43 Torino; 1945-46 Torino; 1946-47 Torino; 1947-48 Torino; 1948-49 Torino; 1949-50 Juventus; 1950-51 Milan; 1951-52 Juventus; 1952-53 Inter; 1953-54 Inter; 1954-55 Milan; 1955-56 Fiorentina; 1956-57 Milan; 1957-58 Juventus; 1958-59 Milan; 1959-60 Juventus; 1960-61 Juventus; 1961-62 Milan; 1962-63 Inter; 1963-64 Bologna; 1964-65 Inter; 1965-66 Inter; 1966-67 Juventus; 1967-68 Milan; 1968-69 Fiorentina; 1969-70 Cagliari; 1970-71 Inter; 1971-72 Juventus; 1972-73 Juventus; 1973-74 Lazio; 1974-75 Juventus; 1975-76 Torino; 1976-77 Juventus; 1977-78 Juventus; 1978-79 Milan; 1979-80 Inter; 1980-81 Juventus; 1981-82 Juventus; 1982-83 Roma; 1983-84 Juventus; 1984-85 Verona; 1985-86 Juventus; 1986-87 Napoli; 1987-88 Milan; 1988-89 Inter; 1989-90 Napoli; 1990-91 Sampdoria; 1991-92 Milan; 1992-93 Milan; 1993-94 Milan; 1994-95 Juventus; 1995-96 Milan; 1996-97 Juventus; 1997-98 Juventus; 1998-99 Milan; 1999-00 Lazio; 2000-01 Roma; 2001-02 Juventus; 2002-03 Juventus; 2003-04 Milan; 2004-05 Non assegnato; 2005-06 Inter; 2006-07 Inter; 2007-08 Inter; 2008-09 Inter; 2009-10 Inter; 2010-11 Milan; 2011-12 Juventus; 2012-13 Juventus; 2013-14 Juventus; 2014-15 Juventus; 2015-16 Juventus; 2016-17 Juventus; 2017-18 Juventus.

Nba: prima finale Est, vince BostonCetlcis devastanti contro Cleveland, è 108-83. Male Lebron James

14 maggio 201812:27

Grande prova dei Boston Celtics, che in gara-1 delle finali di Eastern Conference della Nba hanno travolto i Cleveland Cavaliers si Lebron James per 108-83. Protagonisti del match sono stati Jaylen Brown, con 23 punti e 8 rimbalzi, Marcus Morris con 21 punti e Al Horford che ne segnati 20. 15 punti e 9 assist è stato invece il ‘bilancio’ di Lebron James. I Celtics sono scesi in campo privi di due pezzi fondamentali come il grande ex Kyrie Irving e Gordon Hayward, entrambi infortunati. Gara-2 si gioca domani notte.
Marotta: Champions è obiettivo primario”Real ci è stato superiore, noi due volte in finale in 3 anni”

ROMA14 maggio 201813:26

“La Champions ormai è qualcosa di imponderabile, la vediamo sempre vicina, ma non riusciamo mai ad alzarla, quindi l’obiettivo primario è certamente lei. Un obiettivo che riproporremo nella prossima stagione, anche se è più difficile da raggiungere”. Beppe Marotta, ad della Juventus, ha fissato le priorità del club giunto al settimo scudetto consecutivo. L’ad bianconero ha parlato anche dell’eliminazione ad opera del Real Madrid: “Il Real ci è stato superiore e lo è ancora oggi. Secondo me si accinge a rivincere la Champions. Vorrei ricordare che negli ultimi cinque anni l’unica volta che non ha partecipato alla finale fu quando venne eliminato proprio da noi. A chi ci critica dicendo che vinciamo in Italia perché non c’è competitività io rispondo con due finali Champions raggiunte in tre anni e già questa è un’impresa davvero straordinaria”.Marotta, Allegri? Credo che possa continuare – “Ha un contratto per altri due anni, ma sappiamo che questo è relativo. La nostra valutazione è quella di un rapporto che ha funzionato al massimo, quindi credo che possa continuare. Nella prossima settimana ci sarà un incontro e faremo le valutazioni sul futuro, partendo dalla volontà dell’allenatore”. Così Beppe Marotta, ospite di ‘Radio anch’io Sport’, ha risposto alla domanda se Massimiliano Allegri resterà alla Juventus. “Quando arrivai in macchina a Vinovo con Allegri ed il presidente Agnelli alcuni tifosi ci accolsero tirandoci le uova. Però noi eravamo consapevoli della bontà della scelta fatta”. Il giorno dopo il settimo scudetto consecutivo della Juventus, il quarto con l’allenatore toscano in panchina, l’ad ha ricordato quale fu il primo impatto con una parte dei supporter, delusi dall’addio ad Antonio Conte che aveva vinto i primi tre.  Di Allegri, Marotta ha esaltato l’abilità non solo tecnica, ma anche psicologica: “Oggi l’allenatore deve essere molto bravo nel gestire la squadra. Questo significa non solo saper fare valutazioni tattiche ed agonistiche, ma soprattutto psicologiche, che poi sono le motivazioni. Il fatto di avere una squadra composta da 24 giocatori, buona parte dei quali sono dei campioni, crea grandi difficoltà. La straordinaria capacità che ha avuto Allegri è stata di saper coniugare preparazione e gestione della comunicazione con loro”.Marotta, importante vincere anche con Var – “Per noi era importante vincere anche quest’anno, ci siamo riusciti e ne siamo felici”. Beppe Marotta, ad della Juve, così ha espresso la propria soddisfazione per il settimo scudetto consecutivo, che ha coinciso con la prima stagione di uso della Var. “Noi ci siamo sempre detti favorevoli alla video assistenza agli arbitri – ha aggiunto a Radiio anch’io Sport’ (Radiouno) – Non elimina tutti gli errori, siamo ancora nella fase di sperimentazione e mi auguro che la Uefa dia il via libero definitivo”. “Secondo me – ha aggiunto Marotta parlando della Var – va un po’ modificato il protocollo, nel senso che sarei favorevole all’estensione dell’uso del Var ad altre situazioni, anche se la centralità dell’arbitro resta fondamentale”.
Marotta, importante titolo anche con Var”Ad Juve: “Noi sempre favorevoli, spero che Ifab la confermi”

ROMA14 maggio 201811:39

– ROMA, 14 MAG – “Per noi era importante vincere anche quest’anno, il primo di impiego della Var. Ci siamo riusciti e ne siamo felici”. Beppe Marotta, ad della Juventus, così ha espresso la propria soddisfazione per il settimo scudetto consecutivo, che ha coinciso con la prima stagione di uso della nuova tecnologia. “Noi ci siamo sempre detti favorevoli alla video assistenza agli arbitri – ha aggiunto – Non elimina tutti gli errori, siamo ancora nella fase di sperimentazione e mi auguro che l’Ifab dia il via libero definitivo”. “Secondo me – ha aggiunto Marotta – va un po’ modificato il protocollo, nel senso che sarei favorevole all’estensione dell’uso del Var ad altre situazioni di gioco, anche se la centralità dell’arbitro resta fondamentale”.
Risultati e classifica Serie A, i gol del 37/mo turno La Juventus si e’ laureata campione d’Italia per la 36/a volta

, la settima di fila

14 maggio 201815:38

I bianconeri all’Olimpico hanno pareggiato 0-0 ottenendo il punto che mancava per la certezza matematica. Risultati della 37/a, e penultima, giornata del campionato di serie A di calcio. Atalanta-Milan 1-1Benevento-Genoa 1-0Bologna-Chievo 1-2Crotone-Lazio 2-2Fiorentina-Cagliari 0-1Inter-Sassuolo 1-2Roma-Juventus 0-0Sampdoria-Napoli 0-2Torino-Spal 2-1Verona-Udinese 0-1La classificaJuventus 92Napoli 88Roma 74Lazio 72Inter 69Milan 61Atalanta 60Fiorentina 57Sampdoria 54Torino 51Sassuolo 43Genoa 41Bologna 3Chievo 37Udinese 37Cagliari 36Spal 35Crotone 35Verona 25Benevento 21 * Juventus campione d’Italia.** Benevento e Verona già aritmeticamente retrocesse in Serie B.

Classifica Marcatori- 29 reti: Immobile (7 rigori-Lazio).- 28 reti: Icardi (5-Inter).- 22 reti: Dybala (3-Juventus).- 19 reti: Quagliarella (6-Sampdoria).- 18 reti: Mertens (4-Napoli).- 16 reti: Higuain (1-Juventus); Dzeko (Roma).- 13 reti: Simeone (Fiorentina);- 12 reti: Milinkovic-Savic (Lazio); Lasagna (Udinese).- 11 reti: Ilicic (2-Atalanta); Pavoletti (Cagliari); Inglese (1-Chievo); Perisic (Inter); Luis Alberto (Lazio); D. Zapata (Sampdoria); Iago Falque (Torino).- 10 reti: Verdi (2-Bologna); Politano (Sassuolo); Belotti (Torino).

Golf: Justin Thomas nuovo n.1 mondialeE’ il 4/o giocatore più giovane di sempre a riuscirci:

ROMA14 maggio 201812:24

– ROMA, 14 MAG – Justin Thomas è il nuovo numero uno al mondo di golf. Dopo 15 mesi di assoluto dominio finisce, almeno per il momento, l’era Dustin Johnson. Passaggio di consegne al vertice fra i due americani, con l’impresa di Thomas scaturita dopo l’11/o posto al The Players Championship, uno dei tornei più attesi della stagione del PGA Tour. “Sono davvero felice – le dichiarazioni di Thomas – di aver raggiunto questo risultato. Ma adesso viene il difficile. Mantenere la vetta mondiale non sarà facile e per farlo dovrò lavorare ancora più duramente”. Nell’ultimo anno e mezzo Thomas ha vinto 6 titoli sul PGA Tour ottenendo anche cinque piazzamenti all’interno della Top 10. Professionista dal 2013, l’americano diventa così il 21/o giocatore della storia a conquistare la leadership mondiale, il quarto più giovane di sempre dopo Tiger Woods, Jordan Spieth e Rory McIlroy.
Mancini: ‘felice di essere in Italia, vediamo domani…’Tecnico rientrato in Italia dopo la risoluzione con lo Zenit

FIUMICINO14 maggio 201813:25

Dopo la risoluzione ufficiale del contratto con lo Zenit di San Pietroburgo e l’ultimo match di ieri di campionato, Roberto Mancini, giacca blu e jeans, trolley al seguito, è arrivato questa mattina a Roma.
Mancini, candidato a guidare la nazionale azzurra, è sbarcato alle 12.20 all’aeroporto di Fiumicino con il volo di linea da San Pietroburgo.
Mondiali: la Panini sbarca in CinaSarà distribuita la ‘Fifa World Cup Trading H5 App’

ROMA14 maggio 201813:03

– ROMA, 14 MAG – Il Gruppo Panini, licenziatario ufficiale ed esclusivo di Fifa per le figurine e le card collezionabili fisiche e digitali, ha annunciato che Tencent Sports diventerà partner strategico del gruppo nella Repubblica Popolare Cinese, Hong Kong, Macao e Taiwan. La partnership prevede la fornitura di piattaforme distributive per la “FIFA World Cup Trading H5 App”, la app creata da Panini che consente di collezionare e scambiare le card digitali dei calciatori dei Mondiali di Calcio in Russia. Dal marzo scorso, questa app ha già registrato oltre 2 milioni di download in Europa ed in America ed è attualmente tra le prime 25 app gratuite scaricate in tutto il mondo nella categoria Sport.
Mille Miglia parte mercoledì da BresciaAl via Fisichella, Pelù, Alvaro Soler e il bassista dei Coldplay

BRESCIA14 maggio 201813:14

– BRESCIA, 14 MAG – L’edizione 2018 della Mille Miglia, la gara per auto storiche, partirà mercoledì alle 14.30 da Brescia. Quattro le tappe nel programma presentato oggi a Palazzo Loggia: mercoledì da Brescia a Cervia-Milano Marittima, giovedì da Cervia-Milano Marittima a Roma, venerdì da Roma a Parma e sabato da Parma a Brescia. Un viaggio unico lungo 1.743 chilometri. Complessivamente saranno 112 prove cronometrate e 6 prove di media oraria. Sono 725 gli equipaggi iscritti alla gara e provengono da 44 Paesi. Gli italiani rappresentano circa il 30% degli accettati. La casa automobilistica più rappresentata è Fiat con 49 vetture, a seguire Alfa Romeo con 48, Jaguar con 35 e Mercedes-Benz con 33 vetture. Tra i personaggi noti al via, il bassista dei Coldplay Guy Berryman, il premio Oscar Adrien Brody, il principe olandese Van Oranje, Piero Pelù, il cantante spagnolo Alvaro Soler e l’ex pilota di F1 Giancarlo Fisichella.
Giro: la 10/a tappa è una cavalcata sull’AppenninoVia a Penne, arrivo a Gualdo: con 239 km è la frazione più lunga

PENNE (PESCARA)14 maggio 201813:45

Il 101/o Giro d’Italia di ciclismo ripartirà domani, dopo il secondo giorno di riposo, con la disputa della 10/a tappa, da Penne (Pescara) a Gualdo Tadino (Perugia), che misura 239 chilometri. E’ la frazione più lunga della corsa rosa di quest’anno. Il ritrovo di partenza è fissato sulla Statale 81, circonvallazione Aldo Moro; il via alle 11,05, dopo un trasferimento di 5.400 metri. L’arrivo è fissato, fra le 17 e le 17,30, in via Vittorio Veneto.
La corsa attraverserà l’Appennino, da sud verso nord, su un un percorso abbastanza tortuoso e contrassegnato da brevi salite pedalabili, delle quali tre classificate come Gran premi della montagna. Il primo, di 2/a Categoria, è posto dopo 21,3 chilometri, a Fonte della Creta, a 1.254 metri d’altezza; il secondo (di 3/a Categoria) dopo 56,1 chilometri, ai 523 metri di Bruzzolana; il terzo (4/a Categoria) ai 208,5 chilometri di Annifo e a 895 metri d’altezza. Impegnativa la salita di Fonte della Creta, che misura 15,700 chilometri e presenta una punta massima di pendenza del 12%, poco dopo l’ottavo chilometro.
Si sale su un versante inedito del Gran Sasso, poi i corridori riscenderanno su strade della provincia di Teramo. Gli ultimi chilometri di corsa saranno su strada in prevalenza rettilinea fino ai 1.500 metri dall’arrivo, dove verranno affrontate alcune curve ad angolo retto fino ai -750 metri, gli ultimi 500 dei quali presentano una leggera curva.
Due i traguardi volanti di giornata: il primo dopo 63,8, a Teramo; il secondo dopo 149, a Sarnano, con abbuoni di 3″, 2″ e 1″ assegnati ai primi tre atleti che transiteranno. La tappa toccherà tre regioni, Abruzzo, Marche e Umbria, attraversando le strade di cinque province: Pescara, Teramo, Ascoli Piceno, Macerata e Perugia. Dopo 19,4 chilometri il passaggio da Rigopiano, la località che salì alla ribalta delle cronache per la valanga che, il 18 gennaio dell’anno scorso, provocò 29 morti. Penne è all’esordio come città del Giro d’Italia, come lo è del resto la località d’arrivo, Gualdo Tadino.
Giro: la sfida di Aru, ‘posso ancora ribaltare classifica’ ‘Ieri non avevo le gambe, corsa è lunga e può accadere di tutto’

14 maggio 201813:46

l primo giorno di pioggia vera sul 101/o Giro d’Italia di ciclismo coincide con il secondo giorno di riposo della corsa, dopo quello fissato per favorire il rientro da Israele in Sicilia. Allenamento bagnato e, il diretto interessato spera, fortunato per Fabio Aru che, con il fido Paolo Tiralongo (l’ex Astana che lo ha seguito nella nuova esperienza, ma da ‘coach’), si concede un paio d’ore di ‘relax attivo’ in bici, fra le province di Chieti e Pescara. Il ‘Cavaliere dei quattro mori’ è reduce da una bruciante sconfitta sulla salita del Gran Sasso d’Italia che, però, non avrà – almeno a parole – le conseguenze di una resa. Tutt’altro. Aru è più che mai deciso e determinato a riscattarsi quando la strada ricomincerà a salire. Non è al Giro per recitare il ruolo di comprimario.”Cosa c’è alla base del distacco subito ieri? Semplice. Non avevo le gambe – taglia corto il sardo della Uae Emirates -. Le somme, però, le tireremo a Roma, la sera di domenica 27. Adesso non è il momento di fare il consuntivo di una corsa che deve ancora dire tutto, perché in due week-end possono accadere tante cose. Certo, 2’36 di ritardo dal primato non è poco, ma non è nemmeno un’eternità; la squadra crede in me e io farò tutto quanto è nelle mie possibilità per non deludere i compagni”. Aru garantisce che “la grinta è quella di sempre”, e che ieri è stata “solo una questione di gambe”, non di condizione approssimativa o di particolari disagi. “Ieri – ammette – dovevo salvarmi e perdere il meno possibile. Non ho perso poco, ma alla fine sono arrivato a poco più di un minuto (1’14”, ndr). Il Giro, però, è lungo.

Tennis: Fit e Ics convezione su impiantiIcs presenta nuovo logo e sarà sponsor prossimo Padel Tour

ROMA14 maggio 201813:53

– ROMA, 14 MAG – Finanziamenti a tasso agevolato per la ricostruzione e la riqualificazione degli impianti delle società sportive affiliate alla Federazione italiana tennis. È stata firmata stamani presso la sala stampa del Centrale del tennis del Foro Italico, in occasione degli Internazionali Bnl d’Italia 2018, la convenzione tra la Federazione italiana tennis e l’Istituto per il Credito sportivo. A stipulare l’accordo, che rientra nel plafond ‘Top of the sports’ di 30 milioni (con finanziamenti a tasso zero restituibili in 15 anni) dedicato a Coni, Cip e federazioni sportive nazionali, sono stati il numero uno della Fit, Angelo Binaghi e l’omologo dell’Ics, Andrea Abodi. “Con Andrea Abodi il Credito Sportivo oggi si sta rivoluzionando – ha specificato Binaghi – complimenti a lui, che ci ha spiegato come non è poi così difficile ottenere da parte delle federazioni un finanziamento dal Credito Sportivo. Questo accordo è un volano per le nostre società”.
Tennis: Abodi, “centrale incompiuto”Binaghi, ‘Non serve solo a tennis, parlato con Malagò per iter’

ROMA14 maggio 201813:57

– ROMA, 14 MAG – “Il Centrale rappresenta la massima espressione dell’incompiuto, nonostante svolga già una funzione positiva, perché poi la Federtennis ha avuto la capacità con il Coni di ottimizzare questa incompletezza. Ci aggiungiamo alla Fit e al Coni affinché il cantiere del Centrale possa aprire il prima possibile”. Lo dice il presidente dell’Istituto per il Credito Sportivo, Andrea Abodi, presente oggi agli Internazionali Bnl d’Italia per presentare una convenzione con la Federazione italiana tennis per finanziamenti a tasso agevolato alle società affiliate. Un progetto da “duemila posti in più”, ha aggiunto il presidente della Federtennis, Angelo Binaghi, chiarendo che “novità sostanziali non ce ne sono – le parole di Binaghi – ho parlato ieri con il presidente del Coni, Giovanni Malagò, che si occuperà di accelerare l’iter di un’opera che serve di più ad altri sport che non al tennis, per rendere il Centrale del Foro Italico utilizzabile tutto l’anno”.
Nesta dirigerà allenamento PerugiaNessuna ufficialità ma lui nuovo tecnico dei biancorossi

PERUGIA14 maggio 201814:00

– PERUGIA, 14 MAG – Sarà Alessandro Nesta a dirigere nel pomeriggio l’allenamento del Perugia dopo l’esonero di Roberto Breda. Anche se la notizia non è stata ancora ufficializzata dalla società sarà quindi l’ex difensore di Lazio, Milan e della nazionale il nuovo tecnico della formazione biancorossa.
Nesta ha trascorso la mattinata nella sede del Perugia impegnato nel disbrigo di diverse pratiche. Alle 16 sarà quindi in campo per guidare l’allenamento.
Il Perugia ha già ottenuto matematicamente il diritto a disputare i play off per la promozione in A. Venerdì sera Nesta guiderà la squadra nella trasferta di Empoli, nell’ultima giornata di campionato.

Figc: Miccichè,no candidato senza Lega APresidente designato: noi motore del sistema

ROMA14 maggio 201815:18

“La scelta del candidato alla presidenza della Figc è così importante per tutto il calcio italiano che non può avvenire senza il coinvolgimento della Lega A, principale motore sportivo ed economico del sistema”.
Gaetano Miccichè, presidente designato della Lega di Serie A, interviene nel dibattito elettorale dopo che Associazione calciatori, Lega Pro, Lega Dilettanti e arbitri hanno indicato in Giancarlo Abete il loro candidato. “La Serie A sta completando in queste settimane la propria governance, che include la nomina dei due consiglieri che siederanno nel consiglio della FIGC in rappresentanza delle 20 squadre di A – prosegue Miccichè – Il desiderio della Lega Dilettanti, di Lega Pro, dell’Associazione calciatori e dell’associazione arbitri di normalizzare la situazione alla Federazione è comprensibile, ma deve essere affrontato tenendo conto di tutte le componenti, inclusa la Lega serie A”.
Open Bnl: Vinci eliminata, saluta circusAzzurra smette: ‘non ne potevo più’. Premiata da Binaghi con 21 rose rosse, ‘Contenta mia carriera’

ROMA14 maggio 201815:26

Roberta Vinci esce sconfitta al primo turno degli Internazionali Bnl d’Italia e dice addio al tennis giocato. L’azzurra, che aveva annunciato pochi giorni fa la decisione di smettere dopo il torneo di Roma, è stata sconfitta in tre set dalla serba Aleksandra Krunic (numero 46 del ranking Wta) col punteggio di 2-6 6-0 6-3. In carriera oltre ai successi in Fed Cup, ha vinto dieci titoli Wta, l’ultimo a San Pietroburgo due anni fa, entrando anche nella top ten mondiale. Al termine della partita lo stadio Pietrangeli ha celebrato la 35enne giocatrice con un lungo applauso.”Non ne potevo più, ora sono in vacanza. Sono stati anni splendidi, anche se ho perso sono contenta. Grazie per essere venuti tutti a sostenermi nonostante la sconfitta”. Così Roberta Vinci saluta per l’ultima volta in carriera il tennis giocato e il pubblico dello stadio Pietrangeli che ha assistito alla sua ultima partita in occasione degli Internazionale d’Italia Bnl. La tennista azzurra è stata premiata dal presidente della Fit, Angelo Binaghi, con 21 rose rosse, una per ogni anno di attività. Le immagini delle imprese in Fed Cup e delle vittorie più belle in singolare e doppio, le lacrime alla standing ovation dello stadio Pietrangeli e l’omaggio del presidente della Fit, Angelo Binaghi che le ha regalato un mazzo con 21 rose rosse, una per ogni anno di carriera. Dopo oltre vent’anni di carriera Roberta Vinci dice addio al tennis giocato con una sconfitta contro la serba Krunic, che al termine del match rivolgendosi al pubblico ha espressamente chiesto scusa per l’eliminazione al primo turno dell’azzurra dagli Internazionali Bnl d’Italia in corso a Roma. La tennista tarantina si è poi intrattenuta in un discorso liberatorio ringraziando lo staff e le persone a lei più care e la stessa Federazione italiana tennis: “E’ dura parlare adesso – le parole della tarantina – sapevo che questo giorno sarebbe arrivato, sono arrivata qui dopo aver superato tanti momenti di difficoltà. Ma sono contenta per quello che ho fatto, nonostante la sconfitta è stato bello comunque. Non è facile parlare in questo momento”. “Ringrazio il mio staff, tutta la federazione: siete stati sempre splendidi con me – ha quindi concluso Vinci – E grazie al pubblico. Non ce la facevo più, ora sono in vacanza. Sono stati anni splendidi, anche se ho perso sono contenta. Grazie per essere venuti tutti a sostenermi nonostante la sconfitta”.
A Mondragone sagome giocatori Napoli impiccati a ponteStriscione e cartonati rimossi dopo lo sdegno sui social network

NAPOLI14 maggio 201815:22

Uno striscione appeso a un cavalcavia con la frase ‘Avevano un sogno nel cuore’ e tre sagome di giocatori con la magia del Napoli impiccati al ponte stesso. Questo lo sfottò di pessimo gusto inscenato da ignoti questa notte nei pressi di Mondragone, in provincia di Caserta. Lo striscione e i cartonati sono stati rimossi dopo poco ma le foto sono subito diventate virali sui social network, commentate con rabbia e indignazione da arte dei tifosi del Napoli.Lo striscione prende di mira il coro “Abbiamo un sogno nel cuore”, cantato negli ultimi mesi dai tifosi del Napoli per sottolineare appunto il sogno di tornare a vincere lo scudetto, sogno aritmeticamente tramontato ieri con il titolo vinto dalla Juventus.

Malagò, con Var verso giusta direzione’Conseguita cultura sportiva che forse non avevamo’

CHIETI14 maggio 201816:51

– CHIETI, 14 MAG – Grazie alla Var “si è conseguita una cultura sportiva che forse non avevamo”. A sostenerlo è il presidente del Coni e commissario della Lega di Serie A, Giovanni Malagò, intervenuto a Chieti al Premio Prisco. “Penso che la Var – spiega Malagò – al di là di alcune valutazioni sulla chiamata in causa per singoli episodi, abbia risolto dei problemi. Io credo che la direzione presa sia quella giusta, il mondo sta andando verso questa linea. Stiamo assistendo ad un finale di campionato rovente, ma non più di altri: a differenza degli ultimi anni quando spesso era deciso qualche giornata prima della fine quasi tutto, oggi stiamo assistendo ad un finale di campionato molto interessante e devo dire, sportivamente, con dei valori che fino ad esso non erano stati espressi”.
Nedved, “le polemiche ci hanno caricato”Champions? “Manca un passettino, ci vuole annata fortunata”

TORINO14 maggio 201816:54

– TORINO, 14 MAG – Le critiche e le polemiche “ci hanno dato la carica. Ma quest’anno è stato difficile rivincere lo scudetto perché le motivazioni dei giocatori erano soprattutto verso la Champions”. Così Pavel Nedved, vicepresidente della Juventus, a ‘Tutti convocati’ su Radio 24.
“Dopo tanti anni di successi in campionato – svela il dirigente – è stato difficile anche per noi della società suonare la carica e a inizio anno avevo percepito che tra i tifosi non c’era la motivazione per quell’obiettivo. Ma la volontà di dimostrare di essere più bravi degli altri ci ha dato la spinta”. La Champions è sfuggita ancora: “Ci manca l’ultimo passettino per alzarla, deve capitare un’annata fortunata. – dice Nedved – Ma non rinunceremo mai al campionato per cercare di vincere la Champions. Siamo degli animali che vogliono vincere tutto”. Buffon è vicino all’addio: “Siamo arrivati insieme alla Juve nel 2001, è una leggenda, se dovesse smettere sarebbe una grande perdita per tutto il calcio”.
Paralimpiadi:la Legnante torna alle garePancalli (Cip)”Si appresta a scrivere altra grande pagina sport”

ROMA14 maggio 201817:00

– ROMA, 14 MAG – La campionessa paralimpica del getto del peso Assunta Legnante torna all’attività agonistica. La lanciatrice azzurra, fa sapere la Fidal, ha infatti deciso di tesserarsi con l’ACSI Italia Atletica per rientrare alle gare dopo una pausa di due anni: l’ultima competizione risale al 31 ottobre 2015 quando vinse i Mondiali Paralimpici a Doha. Prima gara a Rieti il 26 maggio agli Assoluti. Un ritorno che rende felice anche il presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli: “Assunta Legnante si appresta a scrivere un’altra grande pagina di sport. Ho appreso questa notizia con grande gioia. Assunta ha raggiunto risultati straordinari nello sport paralimpico, diventando un punto di riferimento per tanti nostri atleti. Oggi torna a gareggiare con quella Federazione Olimpica nella quale è cresciuta e si è formata. Ciò a dimostrazione che lo sport è uno solo, e che la passione, il sacrificio e la voglia di superare i propri limiti accomunano tutti gli sportivi, al di là che abbiano o meno una disabilità”

Nesta è il nuovo allenatore del PerugiaSocietà ufficializza ingaggio, subito in campo per allenamento

PERUGIA14 maggio 201817:10

Ora è ufficiale, Alessandro Nesta è il nuovo allenatore del Perugia. L’annuncio lo ha dato la società sul proprio sito. “La società Ac Perugia calcio – è detto nella nota – comunica di avere affidato l’incarico di responsabile tecnico della prima squadra ad Alessandro Nesta fino al 30 giugno 2018. Mister Alessandro Nesta si avvarrà della collaborazione del vice allenatore Lorenzo Rubinacci e del preparatore atletico Mirco Spedicato”.   Maglia ufficiale del Perugia indosso, l’ex difensore ha già diretto il primo allenamento della squadra biancorossa dopo l’esonero di Roberto Breda. Nesta non ha voluto rilasciare dichiarazioni ai giornalisti. Ha solo risposto “si, si” ai tifosi che lo attendevano. Diversi i sostenitori biancorossi e i curiosi che si sono ritrovati all’antistadio Curi per il primo allenamento, a porte aperte. Dopo avere riunito la squadra a centro campo, Nesta ha cominciato a far lavorare il gruppo insieme al suo vice Lorenzo Rubinacci.
Giro: Snai, Yates insidia DumoulinVincitore 2017 a 2,50, britannico a 3, crollano Aru e Froome

ROMA14 maggio 201817:18

– ROMA, 14 MAG – Simon Yates fa paura non solo sulle salite del Giro ma anche nelle tabelle di Snai che ha abbattuto le quote sul britannico. Se la sua vittoria finale alla vigilia era offerta a 25, ora vale 3 volte la scommessa. Molto vicina quindi al vincitore dell’anno scorso Tom Dumoulin, attuale terzo in classifica e favorito assoluto a 2,50. Sul podio dei quotisti, a 7,00, siede anche il francese Pinot, mentre in crescita c’è Esteban Chaves, in lavagna passato rapidamente da 33 a 8,00. Tra gli italiani, in crescita Domenico Pozzovivo che prima del via era a 15, e ora è sceso a 10. meno ottimismo circonda invece Fabio Aru, franato in classifica e nel tabellone Snai: adesso la sua vittoria finale è un’ipotesi da 25,00. Così come un certo scetticismo circonda il grande favorito della vigilia, Chris Froome che da una quota di 2,50 è adesso salito a 15.
Special Olympics da record a MontecatiniDal 4 al 9 giugno in Toscana tremila atleti di 18 discipline

FIRENZE14 maggio 201817:37

– FIRENZE, 14 MAG – Oltre tremila atleti da tutta Italia in gara in 18 discipline, dal rugby alle bocce, per la 34/a edizione dei giochi nazionali estivi Special Olympics, olimpiade per atleti con disabilità intellettive che si terrà dal 4 al 9 giugno Montecatini Terme (Pistoia). La manifestazione si articolerà tra Montecatini, Firenze, Pistoia e altri centri della Valdinievole ed è il più grande evento di questo tipo mai organizzato in Italia, ha spiegato il presidente di Special Olympics Italia, Maurizio Romiti. Ad aprire l’evento sarà la torch run, che partirà mercoledì 16 maggio da Firenze e toccherà 18 comuni per arrivare il 5 giugno all’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini, sede della cerimonia di apertura. A sostenere la manifestazione ci sarà Snaitech, che attraverso la fondazione iZilove Foundation sostiene per il secondo anno il programma di allenamento e competizioni. Inoltre, grazie al “My Special Days”, oltre 70 dipendenti scenderanno in campo per offrire un supporto concreto alla manifestazione.
Giro: omaggio a 29 vittime RigopianoDelegazione della corsa rosa deposita fiori davanti alla stele

FARINDOLA (PESCARA)14 maggio 201817:39

– FARINDOLA (PESCARA), 14 MAG – Il Giro d’Italia ha reso omaggio alle 29 vittime della sciagura del 18 gennaio 2017, quando una valanga seppellì l’hotel Rigopiano. Una delegazione della corsa rosa, formata dal vicedirettore Stefano Allocchio, da Vittorio Adorni, uomo-immagine della corsa a tappe, e dal presidente del Comitato promotore delle tappe abruzzesi, Maurizio Formichetti, si sono recati ai piedi della stele che ricorda le vittime, depositando mazzi di fiori. Presenti anche il corridore abruzzese Giulio Ciccone, ieri fra i protagonisti della tappa conclusa sul Gran Sasso, e i rappresentanti del Comitato vittime di Rigopiano. Domani è in programma la 10/a tappa del Giro d’Italia di ciclismo, con partenza da Penne (Pescara) e arrivo a Gualdo Tadino (Perugia), la più lunga con i suoi 244 chilometri. Il percorso è stato ulteriormente allungato di cinque chilometri dagli organizzatori, visto che in un primo momento era di 239 chilometri. La corsa, con il britannico Simon Yates in maglia rosa, passerà proprio da Farindola.
Fabbricini, con Mancini siamo a dettagliCommissario: ‘Soddisfatti, determinante suo entusiasmo per scelta’

ROMA14 maggio 201820:01

“Stiamo limando qualche aspetto ma possiamo dire che per Mancini ct dell’Italia è fatta. C’è soddisfazione e anche da parte di Mancini: il suo entusiasmo è stata la cosa determinante nella scelta”. Lo annuncia il commissario straordinario della Figc, Roberto Fabbricini, a margine del Premio Beppe Viola in corso al Coni.
Open Bnl: esordio facile per DjokovicBattuto ucraino Dolgopolov 6-1 6-3. Cecchinato al secondo turno, trova Goffin

ROMA14 maggio 201819:10

Debutto senza problemi per Novak Djokovic agli Internazionali Bnl d’Italia, quinto Masters 1000 della stagione. Sul centrale del Foro Italico, il serbo testa di serie numero 11 del seeding, ha battuto 6-1 6-3 l’ucraino Alexandr Dolgopolov in appena 55′ di gioco.  Marco Cecchinato accede al secondo turno degli Internazionali Bnl d’Italia. Il tennista azzurro ha sconfitto in tre set (2-6 7-5 6-4) l’urguaiano Pablo Cuevas sul campo dello stadio Pietrangeli. Lo attende adesso il numero 10 del ranking mondiale, il belga David Goffin, nona testa di serie del torneo di Roma.
Tennis:Open Bnl,Schiavone sfiora rimontaSconfitta in tre set da Cibulkova dopo due match point annullati

ROMA14 maggio 201820:00

– ROMA, 14 MAG – Non basta la grinta a Francesca Schiavone, che dice addio al primo turno degli Internazionali Bnl d’Italia ai quali partecipava grazie alla wild card. La quasi 38enne milanese, alla 19esima partecipazione al torneo di Roma, si è dovuta arrendere alla tennista slovacca Cibulkova, numero 34 nel ranking Wta, non prima di averla portata al terzo set. Dopo aver perso il primo con il risultato di 6-1, Schiavone ha annullato due match point completando la rimonta ai tie-break 6-7(5), prima di arrendersi al terzo set vinto da Cibulkova 6-2.
Mondiali: Brasile ufficializza i 23Pochi dubbi per ct Tita, da Italia anche Miranda e Douglas Costa

ROMA14 maggio 201820:04

– ROMA, 14 MAG – Nessuna sorpresa nella lista dei 23 convocati del Brasile per il Mondiale. Il ct verdeoro Tita ha ritenuto avere elementi sufficienti per stilare un elenco definitivo con tre ‘italiani’: il portiere della Roma Alisson, il difensore dell’Inter Miranda e l’attaccante Douglas Costa della Juve. L’appuntamento, ad eccezione di quelli impegnati nella finale di Champions League, è per il 21 maggio a Teresiopolis (Brasile).
Portieri: Alisson (Roma), Ederson (Man City), Cassio (Corinthians). Difensori: Marcelo (Real Madrid), Danilo (Man City), Filipe Luis (Atletico Madrid), Fagner (Corinthians), Marquinhos (PSG), Thiago Silva (PSG), Miranda (Inter), Pedro Geromel (Gremio). Centrocampisti: Willian (Chelsea), Fernandinho (Man City), Paulinho (Barcellona), Casemiro (Real Madrid), Philippe Coutinho (Barcellona), Renato Augusto (Beijing Guoan), Fred (Shakhtar). Attaccanti: Neymar (PSG), Gabriel Jesus (Man City), Roberto Firmino (Liverpool), Douglas Costa (Juventus), Taison (Shakhtar).
Open Bnl: Berrettini al secondo turnoAzzurro sconfigge Tiafoe, ora se la vedrà con il n.3 Atp Zverev

ROMA14 maggio 201820:15

– ROMA, 14 MAG – Sorride Matteo Berrettini agli Internazionali Open Bnl d’Italia. Allo stadio Pietrangeli, l’italiano in due set ha superato al primo turno lo statunitense Tiafoe con il risultato di 6-3 7-6(1). Al prossimo turno Berrettini dovrà vedersela contro Alexander Zverev, campione in carica del torneo e numero 3 al mondo nella classifica Atp.
Scarpe running usate Kenya,subito recordGiovane Kipruto corre i 10Km più veloci di sempre su strade Usa

ROMA14 maggio 201820:20

– ROMA, 14 MAG – Arrivano i primi ‘frutti’ della donazione di 400 scarpe da running usate in Kenya.
Il 12 aprile la running crew romana Eternal Eagles in collaborazione con la Rec.Films ha consegnato le scarpe da running e altro materiale agli studenti della St. Patrick High School di Iten, piccola città negli altopiani del Kenya, famosa per aver dato i natali ad alcuni dei runners più forti di tutti i tempi. Le scarpe raccolte non provenivano solo da Roma ma da altre città italiane e europee e finalmente hanno trovato un nuovo ‘padrone’ che saprà farle correre ancora per molti chilometri e molto più forte di prima. E i risultati di questa donazione non si sono fatti certo attendere visto che, a meno di un mese dalla donazione, uno dei ragazzi che ha beneficiato di questa iniziativa, Rhonex Kipruto, ha corso i 10 chilometri in strada più veloci di sempre su suolo americano con il tempo di 27’08 nella UAE Healthy Kidney a Central Park

Open Bnl: Fognini domina MonfilsAzzurro supera francese in due set e passa al secondo turno

ROMA14 maggio 201820:41

– ROMA, 14 MAG – Due set dominati in appena 53′ sono serviti a Fabio Fognini per far sognare il Centrale del Foro Italico e superare il francese Monfils al primo turno del tabellone degli Internazionali Bnl d’Italia. Il tennista azzurro ha vinto con il risultato di 6-3 6-1 e al prossimo turno affronterà l’austriaco Dominic Thiem, numero 8 nel ranking Atp.
E’ ufficiale, Mancini ha firmato ed è ct azzurro Alle 12 la presentazione in una conferenza stampa –

15 maggio 201808:14

Adesso è ufficiale, Roberto Mancini – apprende l’Ansa – ha appena firmato il contratto con la Federcalcio ed è il nuovo commissario tecnico della Nazionale. Mancini sarà presentato domani in una conferenza stampa.

Un bambino prodigio, un grande talento del calcio italiano, rimasto sempre un mezzo fuoriclasse, per molti un “9 e mezzo”. Ha vinto tanto da giocatore con la maglia di club (Samp e Lazio), ha trionfato sulle panchine di Inter e City, ma ha perso l’appuntamento più importante con la maglia azzurra. Adesso Roberto Mancini torna in nazionale 24 anni dopo l’ultima partita giocata sotto la gestione Sacchi: lo fa dalla porta principale di ct, lui che con i commissari tecnici della nazionale ha sempre avuto un rapporto di amore-odio. Genio e sregolatezza, tecnico e sopraffino, Mancini ha fatto innamorare di sè milioni di tifosi che ancora ricordano un diabolico colpo di tacco, spalle alla porta, che ammutolì il ‘Tardini’ di Parma il 17 gennaio 1999.

Oggi come allora, il cammino azzurro di Roberto Mancini inizia sulle orme di un fallimento: è il 1984 e l’Italia paga la mancata qualificazione all’Europeo in Francia. Il blucerchiato è già una bella promessa, fa fuoco e fiamme insieme a Gianluca Vialli, ha 20 anni e una carriera azzurra spalancata davanti. Enzo Bearzot, non uno qualsiasi, se ne accorge e lo convoca per un’amichevole contro il Canada. Una chance che il giovanotto di Jesi si gioca malissimo, ‘beccato’ a rientrare in albergo a New York a notte fonda: “Per me l’avventura in Nazionale finì quel giorno”, ha raccontato poi con un pizzico di amarezza il giocatore che in nazionale ha collezionato soltanto 36 presenze (con 4 reti). Il talento non basta e spesso le bizze del giocatore hanno la meglio sulle indubbie qualità tecniche anche se Azeglio Vicini prima e Arrigo Sacchi poi gli offrono altre chance poi ‘bruciate’ nel Mondiale 1990 in casa (convocato ma mai sceso in campo) e 1994 (non convocato). Che fosse un predestinato lo avevano capito già a Bologna che lo fece esordire in Serie A a 16 anni, come solo i fuoriclasse.

Dopo i nove gol segnati nel suo primo campionato, con una grande intuizione del presidente Paolo Mantovani, nel 1982 si trasferisce alla Sampdoria, dove resterà fino al 1997 firmando una delle pagine più belle del calcio (lo scudetto 1991, 4 Coppe Italia e una Coppa delle Coppe e la sfortunata finale Champions). Nel 1997 passa alla Lazio dove vince lo scudetto nel 1999-2000, l’ultima edizione della Coppa delle Coppe (1999) e una Supercoppa europea battendo i Campioni d’Europa del Manchester United, oltre a due Coppe Italia e una Supercoppa di Lega (1998). Chiude la carriera al Leicester City, prima di dedicarsi alla carriera di allenatore che inizia nel 2000 come vice di Sven Göran Eriksson alla Lazio. Nel 2001, a stagione in corso, viene ingaggiato dalla Fiorentina con cui vince subito la Coppa Italia. Nella stagione successiva, dopo 17 partite, lascia la squadra viola dopo che cinque tifosi viola lo minacciano per scarso impegno, che poi retrocede e fallisce.

Dopo una stagione alla Lazio, nell’estate 2004 Mancini approda all’Inter conquistando subito la Coppa Italia e lo scudetto d’ufficio in seguito alle vicende di ‘calciopoli’. Il 22 aprile 2007, battendo il Siena per 2-1, Mancini conquista il suo primo scudetto da allenatore sul campo, bissato l’anno successivo. Il fallimento Champions porta però alle dimissioni e alla scelta dell’estero, il City prima, con lo scudetto batticuore vinto all’extra time nel 2012 (oltre a una FA Cup e una Community Shield) e il Galatasaray dopo, con il quale archivia però una stagione con poche luci (una Coppa di Turchia) e molte ombre. Il ritorno all’Inter, per sostituire l’esonerato Walter Mazzarri, si rivela una scelta sbagliata che lo spingono un anno e mezzo dopo a volare in Russia, per guidare il ricchissimo Zenit che lascia dopo un anno (e un 5/o posto in classifica) per tornare in Italia e guidare la nazionale, un amore fino ad oggi mai sbocciato ma rimasto sempre nel cuore di ‘Mancio’.

‘Mea culpa’ Giorgi, reintegrata da FitIncontro oggi con n.1 Binaghi: ‘Ho sbagliato, rivoglio azzurro’

ROMA14 maggio 201821:40

– ROMA, 14 MAG – Pace fatta tra Fit e Camila Giorgi.
La tennista marchigiana si è incontrata con il presidente, Angelo Binaghi, esprimendo il desiderio di tornare a far parte a pieno titolo del tennis italiano e dando piena disponibilità a rispondere alle convocazioni per le nazionali. Richiesta che, fa sapere Federtennis, Binaghi ha accolto con soddisfazione. Di conseguenza, informa sempre la Fit, ogni pendenza in atto con la giocatrice verrà risolta in breve. La Giorgi viene reinserita nei programmi federali di assistenza e fornitura di servizi. “Ho capito che due anni fa ho sbagliato a non rispondere alla convocazione per l’incontro di Fed Cup contro la Spagna – ha dichiarato Giorgi – L’azzurro mi è mancata e desidero tornare a far parte di una squadra giovane che sta crescendo”. “Quando Camila ha chiesto di incontrarmi ho capito che questa vicenda si stava avviando a una conclusione positiva – ha detto Binaghi -.
Camila è un patrimonio del tennis italiano”.
Ausilio, non vogliamo vendere IcardiIl ds Inter ‘Via solo per clausola, per De Vrij avvisato Lazio’

MILANO14 maggio 201821:42

– MILANO, 14 MAG – “Non valuteremo offerte per Icardi: vogliamo costruire il futuro con lui. La volontà è quella di migliorare il nostro rapporto”. Lo dice il ds dell’Inter, Piero Ausilio, a margine del premio Gentlemen a Milano. “Può andare via solo dietro il pagamento della clausola. Il bene dell’Inter Icardi lo può fare aiutando la squadra ad arrivare in Champions”. Il ds risponde anche a Tare su De Vrij: “Li abbiamo avvisati a marzo, depositando il contratto poco dopo. Non abbiamo sbagliato”.
Basket:playoff, Milano-Cantù 87-75L’EA7 ipoteca la serie andando avanti 2-0

MILANO14 maggio 201822:56

– MILANO, 14 MAG – L’EA7 Milano ipoteca la serie con la Red October Cantù, bissando il successo anche in gara-2 al Forum di Assago (87-75). A differenza di sabato Cantù prova almeno una reazione con Culpepper (24 punti), Burns (18) e Chappel (18) ma non riesce mai a riavvicinarsi all’Olimpia.
Milano fugge via in un secondo periodo quasi perfetto in cui segna 30 punti e scava un solco enorme (+25): Bertans (16) è chirurgico, Kuzminskas è in serata buona (15), Micov (13) predica pallacanestro. Mercoledì Cantù è costretta a vincere per non salutare i playoff.
Basket: playoff, Brescia-Varese 77-75La Germani porta sul 2-0 la serie dei quarti di finale

BRESCIA14 maggio 201823:17

– BRESCIA, 14 MAG – La Germani Brescia porta sul 2-0 la serie dei quarti di finale con la Openjobmetis Varese e mercoledì sera a Masnago avrà il primo match ball per volare in semifinale. Al PalaGeorge va in scena una partita di un’intensità pazzesca con Varese sconfitta solo al fotofinish da un tripla di Landry dopo un punto a punto in finito e dopo che la squadra di Caja aveva a lungo dominato: finisce 77-75.
L’avvio di partita, sembra una specie di replay di gara 1 con Varese a dominare a rimbalzo e a far valere un’ottima circolazione di palla: il protagonista e’ Okoye che fa volare i suoi sul 9-2. Brescia fatica ad entrare in partita: e’ una vera impresa provare a penetrare la difesa della squadra di Caja che appare ispirata anche sotto canestro.
Gasperini su Pairetto jr., Figc indagaProcuratore Pecoraro in campo dopo frasi del tecnico Atalanta

ROMA14 maggio 201815:19

La Figc indaga sulle accuse di Gian Piero Gasperini all’arbitro Luca Pairetto. La procura guidata da Giuseppe Pecoraro, apprende l’Ansa, ha aperto un’inchiesta dopo le frasi del tecnico dell’Atalanta, che aveva denunciato di “esser stato minacciato” dall’arbitro, figlio dell’ex designatore Pierluigi Pairetto.
“Pairetto – aveva detto Gaperini sabato, alla vigilia della partita con il Milan per la quale era squalificato – durante la partita col Genoa mi aveva minacciato che ci saremmo rivisti a Roma dicendomi ‘non saranno concessi questi comportamenti’. Non so come potesse sapere che il Var in casa della Lazio l’avrebbe fatto lui”.
Rohrwacher, la bontà e l’eterno medioevoEmozione per l’accoglienza trionfale, “la dedico a mastro Olmi”

CANNES13 maggio 201820:48

– CANNES, 13 MAG – Proiezione trionfale per ‘Lazzaro felice’ di Alice Rohrwacher, in concorso per la Palma d’Oro al Festival di Cannes. La regista dedica gli applausi a Ermanno Olmi, il ‘Mastro’ come lo chiama lei, “il cui sguardo ci manca.
Avevo forte il desiderio di fargli vedere il film e purtroppo non ho fatto in tempo”. Nella storia di ‘Lazzaro felice’, un animo buono oltre ogni razionalità in una storia che parte da un medioevo recente per arrivare ad un medioevo presente, c’è forte una dimensione religiosa, “nel senso preistorico del termine, la vicenda di San Francesco – ha risposto all’ANSA Alice Rohrwacher – è sicuramente uno spunto, come pure un libro per bambini che mi aveva stregato, di Chiara Frugoni, in cui un lupo non mangia il protagonista perché capisce che è buono, così come accade al mio Lazzaro”.
Tutti pazzi per il Salone del LibroBene vendite per medio-piccoli, anche con il ritorno dei big

TORINO13 maggio 201820:58

– TORINO, 13 MAG – Dopo l’edizione record del 2017 non era facile replicare un così grande successo, eppure il Salone del Libro di Torino nel 2018 sembra proprio esserci riuscito.
Alla vigilia della chiusura della manifestazione, il 14 maggio, le case editrici sono soddisfatte, l’affluenza è stata enorme, in particolare sabato 12 maggio. E la partecipazione agli eventi è stata boom, con file continue dalla mattina alla sera. E il ritorno dei grandi editori, che l’hanno scorso avevano disertato il Salone, non ha alla fine minacciato, come molti temevano, i medio-piccoli, che sono più o meno allineati sulle vendite del 2017. Resta da capire cosa succederà alla fine della manifestazione, dopo la quale sono state rimandate tutte le decisioni sul destino dei due Saloni: Tempo di libri a Milano è confermata in marzo, probabilmente dopo la Fiera di Londra. Il Salone annuncerà in chiusura le date della prossima edizione in cui dovrà trovare un nuovo assetto strutturale.
Borsa, Tokyo apre in lieve calo (-0,24%)Cambi: yen stabile su dollaro ed euro

TOKYO14 maggio 201802:26

– TOKYO, 14 MAG – La Borsa di Tokyo apre la prima seduta della settimana all’insegna della cautela, con gli investitori che guardano alle reazione in Malesia dopo la storica elezione del nuovo premier Mahathir e in attesa dei dati sui consumi negli Stati Uniti e la produzione industriale in Cina. Il Nikkei cede lo 0,24%, a quota 22.703,22 con una perdita di 55 punti. Sul fronte valutario lo yen si stabilizza sul dollaro a un livello di 109,40 e sull’euro a 130,70.
Comunali: Udine, Fontanini sindacoMartines battuto per una manciata di voti

UDINE14 maggio 201804:09

– UDINE, 14 MAG – Pietro Fontanini, candidato del centrodestra, è il nuovo sindaco di Udine.
Dopo un ininterrotto testa a testa, ha battuto l’antagonista del centrosinistra, Vincenzo Martines, per una manciata di voti.
Per Fontanini hanno votato 18.830 elettori (50,37%); per Martines 18.550 (49,63%). Le schede nulle sono state 382, i voti contestati e non assegnati 5; il totale votanti è di 37.920.
Fontanini (Lega), già presidente della Provincia, ha sorpassato di 280 voti Martines. “Siamo riusciti a fare a Udine quello che il centrodestra ha fatto in Regione e in tanti altri comuni. E’ una vittoria al fotofinish, la città appare divisa in due blocchi, ma lavorerò per ottenere il consenso anche di chi non mi ha votato, perché il sindaco deve essere il sindaco di tutti”, ha detto il nuovo primo cittadino”.
Borsa: Tokyo, chiusura in rialzo,+0,47%Cambi: yen stabile su dollaro ed euro

TOKYO14 maggio 201808:14

– TOKYO, 14 MAG – La Borsa di Tokyo chiude la prima seduta della settimana col segno più, trainata dal buon andamento della stagione delle trimestrali e il progressivo indebolimento dello yen. Il Nikkei guadagna lo 0,47%, a quota 22.865,86, aggiungendo 107 punti. Sul fronte valutario lo yen si stabilizza sul biglietto verde a un livello di 109,30, e sulla moneta unica a 130,80.
Borsa: Milano apre piattaSenza variazioni anche l’indice Ftse All share

MILANO14 maggio 201809:06

– MILANO, 14 MAG – Avvio senza variazioni rispetto a venerdì per Piazza Affari: sia il primo indice Ftse Mib sia l’Ftse It All-Share segnano un pareggio.
Incassi: Avengers vola, Loro 2 parte 2/oPer secondo film Sorrentino 1 milione incasso e media più alta

ROMA14 maggio 201811:08

– ROMA, 14 MAG – Continua la corsa dei supereroi di Marvel con Avengers: Infinity War. Il blockbuster Disney per la terza settimana consecutiva, nonostante un calo del 59%, si conferma primo al box office italiano incassando 1 milione 143 mila euro (con una media di 1.718 euro su 666 sale) per un totale di 17 milioni 317 mila euro.
Al secondo posto esordisce la seconda parte della saga di Paolo Sorrentino Loro 2 con Toni Servillo, Elena Sofia Ricci, Riccardo Scamarcio. Il film, che vanta la media sala più alta dei film della top ten, e cioè 2.022 euro su 539 sale, guadagna 1 milione 89 mila euro in 4 giorni. Loro 1 rimane tra i film più visti del week end ed è quinto: alla terza settimana di programmazione incassa 365 mila euro per un totale di 3 milioni 753 mila.
Gli altri debuttanti tra i primi 10 sono: la commedia poliziesca Show Dogs con Will Arnett (terza con 580 mila euro di incasso), la commedia italiana Tonno spiaggiato con Frank Matano (6/o) e Si muore tutti democristiani di Terzo Segreto di Fatima (10/o).
Pellegrini, clausola non significa addio’Vogliamo arrivare terzi. Azzurro con Mancini? Ci spero’

ROMA14 maggio 201817:57

– ROMA, 14 MAG – “Il mio futuro? Penso di aver sempre avuto le idee chiare. Una clausola rescissoria non vuol dire per forza che un giocatore debba cambiare ogni anno squadra. Poi alla fine dell’anno ci incontreremo con chi dobbiamo incontrare per fare il punto della situazione, ma io sono tranquillo.
Ancora dobbiamo raggiungere il terzo posto, quindi ci concentriamo su questo adesso”. Lo dice il centrocampista della Roma, Lorenzo Pellegrini, parlando della clausola di 28 milioni inserita nel suo contratto. A chi gli chiede se conta di poter rientrare nel progetto azzurro del futuro ct Roberto Mancini, il romanista replica: “Lo spero – conclude Pellegrini – la Nazionale è sempre una cosa stupenda per ogni calciatore. È normale che un giovane come me speri di farne parte.
Ricominciamo questo percorso tutti insieme cercando di fare meglio e di far tornare l’Italia dove merita di essere”.
Cannes, attesa per Lars von TrierThe House That Jack Built si annuncia super-violento

CANNES14 maggio 201818:14

– CANNES, 14 MAG – Grande attesa al Festival di Cannes per il ritorno del figliol prodigo Lars von Trier con il film fuori concorso ‘The House That Jack Built’ che si annuncia scandalosamente violento. Il regista danese, perdonato dal festival dopo essere stato considerato nel 2011 ‘persona non grata’ per affermazioni ritenute naziste alla conferenza stampa del suo Melancholia, fa il 14 maggio regolarmente, intorno alle 22, la Montee des marches insieme ad alcuni protagonisti di questo suo ultimo lavoro: Matt Dillon, Bruno Ganz, Siobhan Fallon Hogan e Sofie Grabol.
Intanto arriva il terzo trailer del film, distribuito in Italia da Videa, che racconta dodici anni della vita di Jack lo squartatore con l’idea di vedere in questo personaggio il ‘padre’ di tutti i serial killer. Tra le vittime predestinate, Uma Thurman, Siobhan Fallon Hogan, Sofie Grabol e Riley Keough.
Cannes firma patto per parità di genereFremaux s’impegna, trasparenza e non discriminazione

CANNES14 maggio 201814:39

– CANNES, 14 MAG – Cannes si impegna per la parità di genere e promette di rendere più trasparente il processo di selezione, spingendo verso l’uguaglianza. E’ il risultato concreto, in un atto con tanto di firma, della riunione di tra rappresentanti dei movimenti femminili che per la prima volta si sono date appuntamento per conoscersi, parlare delle attività nei singoli paesi, confrontando le proprie esperienze e lavorando su obiettivi comuni, il primo dei quali è il raggiungimento del pari trattamento economico. Il direttore generale del festival Thierry Fremaux ha firmato un impegno scritto insieme a Edouard Waintrop, direttore artistico della Quinzaine des realisateurs e Charles Tesson, direttore artistico della Semaine de la Critique. In prima fila, testimoni del patto, Cate Blanchett presidentessa della giuria del concorso per la Palma d’oro con le giurate Kristen Stewart, Ava DuVernay e Lea Seydoux.
Psg, ufficiale Tuchel nuovo allenatorePrende il posto di Unay Emery, a fine contratto

PARIGI14 maggio 201818:23

– PARIGI, 14 MAG – Il tedesco Thomas Tuchel, ex tecnico del Borussia Dortmund, è il nuovo allenatore del Paris Saint-Germain. Ne ha dato notizia con un comunicato la stessa società, che aveva già ufficializzato la fine del rapporto con lo spagnolo Unai Emery, a fine contratto.
Tuchel, attualmente senza squadra, ha 44 anni ed ha firmato un biennale.
Della Valle, ‘progetto’ case definitivePresidente Tod’s, porterò imprenditori in zone sisma tra un mese

14 maggio 201819:55

– ANCONA, 14 MAG – “Le imprese importanti investano nei territori marchigiani colpiti dal sisma”. Il mantra ripetuto dall’inizio dell’emergenza sisma nelle Marche da Diego Della Valle, già concretizzato da Tod’s con la nuova fabbrica costruita in dieci mesi e attiva ad Arquata del Tronto (Ascoli Piceno), potrebbe realizzarsi a breve. “Tra un mesetto – ha detto Della Valle durante lo Your Future Festival dell’Università Politecnica delle Marche – porterò altri imprenditori: vorrei che investissero per produrre da quelle parti in una regione toccata dalla tragedia del terremoto”. L’imprenditore ha accennato a un ‘progetto’ per costruire “abitazioni tipo, definitive, in tempi rapidi che possano servire alle persone per abitarci per sempre”. Il presidente della Tod’s ha ricordato l’impegno della sua azienda a realizzare una “piazza coperta” per tornare a riunire le persone a Serravalle del Chienti dopo il sisma del 1997.
Addio Margot Kidder, Lois Lane SupermanNei film con Christopher Reeve, morta in Montana a 69 anni

NEW YORK14 maggio 201819:57

– NEW YORK, 14 MAG – Margot Kidder, l’attrice che ha interpretato la parte di Lois Lane in quattro film di Superman con Christopher Reeve, è morta in Montana. Lo riporta TMZ.
La Kidder, che aveva 69 anni, aveva continuato a recitare in piccoli ruoli in tv e in teatro fino a quest’anno quando era salita su un palcoscenico di Broadway con un ruolo in “Monologhi della Vagina”. Per anni aveva sofferto di disturbi psichiatrici e per un breve periodo era stata senzatetto.
Nave da crociera in avaria a VeneziaDavanti isola Giudecca, comandante ha voluto rientrare in porto

VENEZIA14 maggio 201820:28

– VENEZIA, 14 MAG – Una nave da crociera, la Marella Discovery 2, ha avuto una avaria questo pomeriggio mentre stava attraversando il canale della Giudecca a Venezia, davanti al Molino Stucky con la prua rivolta alle Zattere, in uscita dal capoluogo lagunare. Il comandante dell’imbarcazione, che come di consueto era trainata dai rimorchiatori, ha chiesto di poter rientrare al terminal della Stazione Marittima lamentando un problema alle macchine. L’episodio ha destato grande impressione tra i veneziani che hanno assistito all’accaduto. In un tweet l’Associazione No Grandi Navi, che si batte contro il transito dei ‘grattacieli del mare’ in laguna, ha filmato quanto avvenuto e lamentato “l’odore acre e l’aria irrespirabile” sentiti durante la manovra attuata dai rimorchiatori per raddrizzare la nave.
Borsa, Tokyo apre invariata (+0,08%)Cambi: yen stabile su dollaro ed euro

TOKYO15 maggio 201802:25

– TOKYO, 15 MAG – La Borsa di Tokyo avvia gli scambi poco variata con gli investitori che guardano ai negoziati commerciali commerciali tra Pechino e Washington, e sempre dalla Cina sono attesi i dati sulla produzione industriale. Il Nikkei segna una variazione appena positiva dello 0,08%, a quota 22.883,77. Sul mercato dei cambi lo yen è stabile sul dollaro a un livello di 109,70, e sull’euro unica a 130,90.
Mancini ha firmato ed è Ct azzurroOra è ufficiale. Domani alle 12 la presentazione

ROMA14 maggio 201820:59

– ROMA, 14 MAG – Adesso è ufficiale, Roberto Mancini – apprende l’Ansa – ha appena firmato il contratto con la Federcalcio ed è il nuovo commissario tecnico della Nazionale.
Mancini sarà presentato domani in una conferenza stampa.
Borsa: Tokyo chiude in lieve calo,-0,21%Cambi: yen stabile su dollaro ed euro

TOKYO15 maggio 201808:26

– TOKYO, 15 MAG – La Borsa di Tokyo termina le contrattazioni in lieve calo con gli investitori che guardano ai negoziati commerciali commerciali tra Pechino e Washington, mentre si consolidano le prese di profitto dopo i recenti rialzi. Il Nikkei segna una variazione negativa dello 0,21%, a quota 22.818,02. Sul mercato valutario lo yen è stabile sul dollaro a un livello di 109,90, e sull’euro a un valore di poco superiore a 131.
Usa: sì consiglio Seattle a ‘Amazon tax’Per aiutare i senzatetto, parola passa al sindaco

NEW YORK15 maggio 201807:14

– NEW YORK, 15 MAG – Il consiglio comunale di Seattle approva la cosiddetta ‘Amazon tax’, ovvero l’imposta sulle grandi aziende per aiutare i senzatetto.
Un voto unanime, nove a zero, con il quale il provvedimento passa ora al sindaco Jenny Durkan: la prima cittadina di Seattle ha espresso perplessità sulla misura e si è riservata il diritto di veto.
L’Amazon tax prevede un’imposta di 500 dollari l’anno per ogni dipendente di un’azienda che realizza almeno 20 milioni di ricavi annuali. La tassa sulle multinazionali punta a raccogliere 75 milioni di dollari l’anno per far fronte all’emergenza senzatetto.
Gaza: media, bilancio morti sale a 59Morta anche neonata a causa inalazioni gas lacrimogeni

15 maggio 201808:01

– TEL AVIV, 15 MAG – E’ salito a 58 il numero dei manifestanti palestinesi uccisi durante i violenti scontri con l’esercito israeliano lungo la barriera difensiva tra Gaza e lo stato ebraico. Lo dice il ministero della Sanità della Striscia riferito dai media palestinesi. Le stesse fonti aggiungono, ma senza precisare il luogo, che è morta anche una neonata a causa delle inalazioni dei gas lacrimogeni, portando così a 59 il bilancio complessivo. I feriti sono circa 2.800.
Scu, disposizioni da carcere, arrestiOperazione della Polizia, colpita frangia Sacra Corona Brindisi

BRINDISI15 maggio 201807:33

– BRINDISI, 15 MAG – Dodici arresti sono stati eseguiti dalla polizia di Brindisi nell’ambito di una operazione antimafia che ha colpito presunti affiliati e fiancheggiatori appartenenti a una frangia della Sacra corona unita attiva nei territori di Brindisi, Tututano e Mesagne. Le indagini condotte dalla Squadra mobile di Brindisi e coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Lecce hanno permesso di accertare che autorevoli referenti davano disposizioni dal carcere attraverso la corrispondenza. Due di essi mantenevano contatti con numerosi altri detenuti, attribuendogli in alcuni casi l’investitura mafiosa e sancendone l’affiliazione. Numerose le perquisizioni eseguite in carcere.
Dalle indagini son emerse intenzioni di fuga e vendetta verso componenti della Dda di Lecce.
Mafia: Scu, arrestati padre e figlioNel Leccese. Avrebbero tra l’altro ‘controllato’ squadra calcio

GALATINA (LECCE)15 maggio 201807:52

– GALATINA (LECCE), 15 MAG – Agenti di polizia della Squadra Mobile di Lecce stanno eseguendo in queste ore due ordinanze di custodia cautelare nei confronti di Luciano Coluccia, di 69 anni di Noha di Galatina e del figlio Pasquale, di 28 anni, entrambi incensurati. Sono accusati di associazione a delinquere di stampo mafioso. Luciano Coluccia, era l’unico dei cinque fratelli che hanno dato il nome ad uno dei gruppi più temibili della Scu, ad essere rimasto ancora incensurato. Il clan a cui padre e figlio sono accusati di far parte, nonostante colpito in questi anni dall’azione della magistratura, avrebbe continuato a gestire i traffici illeciti controllando persino la squadra locale di calcio militante nel campionato regionale pugliese di calcio, l'”A.S.D Pro Italia Galatina”. A Luciano Coluccia sono stati concessi i domiciliari.
Tra i vari reati contestati, anche l’aver alterato nella stagione 2015/2016 il risultato di alcune partite del campionato in cui militava la squadra al fine di favorirne la promozione

Falsi dietologi e dentisti, 22 denunceChiuse due strutture sanitarie in provincia di Forlì-Cesena

ROMA15 maggio 201807:53

– ROMA, 15 MAG – Prescrivevano diete dimagranti, curavano i denti, facevano fisioterapia a persone con problemi motori, assistevano anziani, ma non avevano i titoli per farlo: per questo, a seguito di controlli a tappeto del Nas di Bologna sull’esercizio abusivo della professione sanitaria, 22 persone sono state denunciate in Emilia-Romagna e due strutture sanitarie, del valore di un milione di euro ma prive dei requisiti di legge, sono state chiuse.
Nel corso dei controlli, dal secondo semestre dello scorso anno ad oggi, sono stati passate al setaccio oltre 60 strutture (studi medici, poliambulatori, studi dentistici, studi fisioterapici) nelle province di Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini, e in alcune di queste sono state riscontrate diverse situazioni di non conformità, con risvolti di rilevanza penale e amministrativa: il caso più eclatante nella provincia di Forlì-Cesena, dove quattro odontotecnici sono stati denunciati perchè facevano i dentisti e due strutture sono state chiuse.
Contrabbando di sigarette, 14 arrestiGuardia di Finanza Caserta sequestra base operativa e automezzi

NAPOLI15 maggio 201808:01

– NAPOLI, 15 MAG – Una banda criminale dedita al contrabbando di sigarette provenienti dall’Est Europa è stata sgominata dalla Guardia di Finanza di Caserta che stamattina, con cento uomini, ha arrestato 14 persone e sequestrato la base dell’organizzazione, gli automezzi utilizzati per il trasporto delle ‘bionde’ e i veicoli impiegati per la scorta. Le sigarette erano destinate prevalentemente al mercato napoletano. I finanzieri sono entrati in azione tra l’hinterland di Napoli e i rioni Scampia e Sanità del capoluogo partenopeo. L’operazione è stata coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli. Il gip ha disposto quattro arresti in carcere e dieci ai domiciliari. I dettagli del blitz saranno resi noti in una conferenza stampa in programma alle 11,30 nella sede del comando provinciale della Guardia di Finanza di Caserta.

Lupo ucciso e appeso, due denunciatiL’episodio a novembre a Coriano, l’indagine dei Carabinieri

RIMINI15 maggio 201808:42

– RIMINI, 15 MAG – Maltrattamento, cattura, uccisione e furto aggravato di un esemplare di una specie animale particolarmente protetta. Sono le contestazioni che i carabinieri di Rimini, con i colleghi Forestali, muovono a due persone, denunciate al termine dell’indagine sul lupo avvelenato, ucciso e appeso per le zampe a una pensilina di una fermata dell’autobus nel Comune di Coriano (Rimini), a inizio novembre.
NOTA: sarà il post più lungo della storia? Per curiosità, vi dico che contiene 236530 caratteri.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.