Notizie, Piemonte

PIEMONTE: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DALLE 09:08 DI MERCOLEDì 23 MAGGIO 2018, ALLE 04:20 DI OGGI, GIOVEDì 24 MAGGIO 2018

Tempo di lettura: 13 minuti

Ultimo aggiornamento 24 Maggio, 2018, 02:19:37 di Maurizio Barra

Fallito assalto bancomat, ferito bandito
Forte esplosione nella notte a Vigone. Malviventi in fuga

PINEROLO (TORINO)23 maggio 201809:08

– PINEROLO (TORINO), 23 MAG – E’ fallito il colpo alla filiale dell’Unicredit di Vigone messo in atto da una banda di rapinatori la notte scorsa. Ignoti, nel cuore della notte, hanno fatto saltare il bancomat dell’istituto bancario, nella centrale via Torino. Qualcosa però è andato storto. I ladri sono fuggiti senza riuscire a prendere nulla.
Molti residenti della zona sono usciti di casa dopo essere stati svegliati da un forte botto. I carabinieri, arrivati sul posto pochi minuti dopo, hanno rinvenuto sulla parete della banca evidenti tracce di sangue lasciate, probabilmente, da uno dei rapinatori. Fallito il colpo, restano i danni, ingenti, all’apparecchiatura bancomat e all’ingresso dell’edificio.
I rapinatori sono ricercati.
Fermato con foglie cocaina all’aeroportoSessantenne di origini peruviane rischia fino a 4 anni carcere

TORINO23 maggio 201809:16

– TORINO, 23 MAG – Arrivava dalla capitale del Perù, dopo una breve sosta a Madrid, il sessantenne fermato dalla guardia di finanza all’Aeroporto di Caselle Torinese con una sessantina di grammi di foglie di cocaina. Erano nascoste in un sacchetto plastificato, tra gli abiti all’interno di un trolley.
L’uomo di origini peruviane,già noto alle forze dell’ordine per lesioni e minacce, è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Rischia sino a quattro anni di carcere.
Feriti in esplosione bancomat, arrestatiIl colpo nella notte nel Torinese, è caccia ai complici

TORINO23 maggio 201810:51

– TORINO, 23 MAG – L’esplosione del bancomat doveva fruttare un bel bottino, ma qualcosa è andato storto e i malviventi sono scappati a mani vuote. E feriti. E’ accaduto la scorsa notte a Vigone, nel Torinese, dove i carabinieri hanno arrestato due uomini: uno ha perso un dito, l’altro ha riportato ustioni al volto. Piantonati in ospedale, è caccia ai loro complici.
Il colpo intorno alle 2 della scorsa notte nella centrale via Torino, alla filiale Unicredit di Vigone. Una forte esplosione è stata avvertita dai residenti della zona, che hanno dato l’allarme. I carabinieri intervenuti sul posto hanno rinvenuto sulle pareti della banca, che ha riportato ingenti danni, evidenti tracce di sangue. Sono così scattate le ricerche, che hanno portato all’arresto dei due malviventi feriti, nomadi di etnia sinti.
Disinnesco bomba Torino,no voli domenicaAeroporto, possibili ritardi e cancellazioni tra 9.30 e 15.30

TORINO23 maggio 201812:21

– TORINO, 23 MAG – Le operazioni di disinnesco dell’ordigno bellico rinvenuto nei pressi del centro commerciale 8 Gallery, al Lingotto di Torino, potrà avere ripercussioni sul traffico aereo a Caselle tra le 9.30 e le 15.30 di domenica. Lo rende noto la Sagat, la società che gestisce lo scalo torinese.
La chiusura dello spazio aereo – spiega – comporterà la sospensione sull’aeroporto di Torino delle operazioni di avvicinamento, atterraggio e decollo dalle 9.30 fino indicativamente alle 15.30 di domenica. Faranno eccezione le partenze dalla pista 36 in direzione Nord. Potranno quindi verificarsi ritardi o cancellazioni dei voli nella fascia oraria interessata. La Sagat ha comunicato le limitazioni alle compagnie aeree, che a loro volta daranno comunicazione ai passeggeri sullo stato dei voli.
Il disinnesco sarà effettuato dagli artificieri del 32mo Reggimento genio guastatori di Fossano. La protezione civile sta ultimando il piano, che prevede l’evacuazione della zona e lo stop anche a metro e treni.
In fuga con migranti, preso passeurL’inseguimento la scorso notte tra Torinese e Cuneese

CUNEO23 maggio 201813:29

– CUNEO, 23 MAG – Si è concluso con l’arresto di un uomo, sedicente iracheno, l’inseguimento la scorsa notte sull’autostrada Torino-Savona di un’auto che non si era fermata all’alt della polizia. Dalla barriera autostradale di Carmagnola (Torino) fino a Marene (Cuneo), dove l’auto ha distrutto la sbarra del casello per poi proseguire la fuga fino all’altezza di Fossano, lungo strade provinciali e comunali. A bordo del veicolo, un Chrysler Voyager, c’erano otto persone, cittadini di nazionalità bengalese diretti in Francia.
Il passeur è stato accompagnato presso la Questura di Cuneo per gli accertamenti del caso. All’operazione della polizia stradale hanno partecipato anche alcune pattuglie dei carabinieri.
Vignale, bando primario carceri ad hoc’Costruito per un vincitore, se così farò esposto all’Anac’

TORINO23 maggio 201813:54

– TORINO, 23 MAG – Il consigliere regionale Gian Luca Vignale (Mns) depositerà una interpellanza sul bando dell’Asl Città di Torino per “il conferimento di incarico di direzione della struttura complessa Assistenza sanitaria penitenziaria”.
Per l’esponente del centrodestra si tratta di un bando costruito ad hoc per un vincitore, il cui nome Vignale ha scritto in una mail certificata inviata a se stesso il 15 maggio, e oggi inserito all’interno di una busta chiusa alla presenza dei giornalisti. “Se la nomina corrisponderà al nome indicato – annuncia l’esponente Mns – farò un esposto all’Anac”.
Il bando, fatto per nominare un primario che dovrà occuparsi della sanità penitenziaria torinese, secondo Vignale viola la legge perché troppo dettagliato. “Non sto dicendo che chi partecipa o vincerà non abbia i titoli – chiarisce l’esponente Mns – ma il nostro dovere, poiché ce lo chiede la legge, è premiare i migliori. Se il vincitore designato fosse il migliore, non avrebbe bisogno di farsi costruire un bando su misura”.
Campo nomadi Torino, sequestrata armaDai vigili urbani. Era stata modificata per sparare pallettoni

TORINO23 maggio 201814:36

– TORINO, 23 MAG – Una pistola lanciarazzi, modificata per sparare cartucce a pallettoni, è stata sequestrata oggi, a Torino, nel campo nomadi di strada Aeroporto dagli agenti della polizia municipale. Durante il controllo, i vigili hanno anche sequestrato due veicoli rubati, una Ford Focus e un Fiat Ducato, e attrezzature da cantiere per un valore di oltre diecimila euro, sempre provento di refurtiva.
A festa Juve con spray, arrestatoL’episodio sabato a Torino ricorda fatti di piazza San Carlo

TORINO23 maggio 201815:33

– TORINO, 22 MAG – Si è mescolato ai tifosi della Juventus in festa per rubare, e ha portato con sé anche una bomboletta di spray urticante. L’episodio che ricorda i fatti di Piazza San Carlo del 3 giugno 2017, quando una gang di rapinatori scatenò il panico, si è verificato in Piazza Castello sabato scorso durante i festeggiamenti per lo scudetto bianconero.
L’autore del gesto è un marocchino di 20 anni che è stato arrestato dalla polizia. Il giovane si è avvicinato a un tifoso e, per due volte, lo ha abbracciato tentando di strappargli la collanina. Una volta scoperto ha tentato la fuga ma è stato rapidamente raggiunto e, quindi, bloccato dagli agenti della Questura.
Addosso gli è stato trovato uno smartphone rubato nel corso dei festeggiamenti a un altro tifoso è una bomboletta di spray urticante. È probabile che il ventenne fosse in piazza con un complice.
Cibi scaduti, denunciato titolare barIn congelatore alimenti non più commestibili dal 2017

TORINO23 maggio 201815:40

– TORINO, 23 MAG – I cibi ‘d’eccellenza’ pubblicizzati da un locale di via Tripoli, a Torino, erano in realtà scaduti.
Lo ha scoperto la polizia, che hanno denunciato il titolare, un italiano di 65 anni. Gli alimenti trovati nel congelatore erano privi di etichettatura o scaduti dal 2017.
Il titolare è stato anche multato di 36mila euro perché nel locale, vicino a una banca, aveva sei videogiochi. Tra i reati contestati all’uomo anche quello di aver messo le telecamere di sorveglianza nei luoghi di lavoro senza le autorizzazioni previste.
Bene ma non benissimo, film sul bullismoUltimo ciak a Torino. C’è anche cameo rapper Shade

TORINO23 maggio 201816:34

– TORINO, 23 MAG – Il bullismo visto con gli occhi di due ragazzini di 13 anni vittime del ‘branco’; lei siciliana, immigrata con qualche chilo in più, ma dal carattere fortissimo, lui bello, ricco e timido. E’ il tema di ‘Bene ma non benissimo’, il film di Francesco Mandelli girato per l’80% a Torino grazie anche al sostegno di Film Commission Torino Piemonte e Fip Film Investimenti Piemonte.
L’ultimo ciak nel capoluogo piemontese oggi alla libreria Coop. Il film, prodotto da Viva Production con la sceneggiatura di Fabio Troiano, contiene un cameo del rapper Shade, idolo dei giovanissimi con 70 milioni di visualizzazioni su youtube, nel ruolo di se stesso.
“Sono stato bullizzato anch’io da bambino, una cicatrice che non guarirà mai – ha spiegato Shade -. Oggi che ho il megafono del successo e tanti mi prestano attenzione, vorrei fare la mia parte per dire no al bullismo. Basta coltivare l’intelligenza!”.
Appello a Macron, garantire la Tav60 politici francesi scrivono al presidente

PARIGI23 maggio 201816:52

– PARIGI, 23 MAG – Oltre 60 personalità politiche francesi, tra cui deputati, senatori e governatori di regione, lanciano un forte appello al presidente francese, Emmanuel Macron, affinché “garantisca la dinamica” della Tav Torino-Lione, “un grande cantiere d’avvenire”, dinanzi alle “incertezze politiche in Italia”.
L’appello, contenuto in una missiva inviata all’Eliseo, è stato coordinato dal Comité pour la Transalpine Lyon-Turin presieduta da Jacques Gounon.
“Il collegamento Torino-Lione – affermano i 63 firmatari – contiene alla stesso tempo una visione dell’Europa, un’ambizione economica internazionale per la Francia, una potente aspirazione alla transizione ecologica e una strategia di sviluppo del territorio per tutto il sud del continente”. “In un contesto di incertezze politiche in Italia – si conclude nella lettera rivolta a Macron – speriamo vivamente che si farà garante della dinamica di questo grande cantiere d’avvenire”.
Rivoli, prorogata mostra de ChiricoFino al 29 luglio grazie al successo di pubblico

TORINO23 maggio 201816:57

– TORINO, 23 MAG – E’ stata prorogata sino al 29 luglio la mostra, al Castello di Rivoli – Museo di arte Contemporanea, ‘Giorgio de Chirico. Capolavori dalla Collezione di Francesco Federico Cerruti’.
Curata da Carolyn Christov-Bakargiev e Marcella Beccaria, la mostra ha un grande successo di pubblico e di critica. Espone alcuni capolavori di Giorgio de Chirico provenienti dalla collezione di Francesco Federico Cerruti, e mai visti prima.
Opere importanti che spaziano dal 1916 al 1927 e offrono uno spaccato sull’inesauribile capacità metamorfica del genio di de Chirico, indagandone la ricca eredità intellettuale e presentando i suoi quadri in relazione con alcune tra le maggiori opere d’arte contemporanea della collezione permanente del Museo. Tra queste installazioni di Giulio Paolini, Michelangelo Pistoletto e Maurizio Cattelan.
La mostra è realizzata con il sostegno della Fondazione Francesco Federico Cerruti per l’Arte e Big – Broker Insurance Group.
Lingotto Musica compie 25 anniNove concerti con grandi interpreti. Chiudono i Berliner

TORINO23 maggio 201817:12

– TORINO, 23 MAG – I concerti di Lingotto Musica, nati da un’idea dell’Avvocato Giovanni Agnelli, compiono 25 anni.
Trecento quelli allestiti fino ad oggi, con le maggiori orchestre e i più importanti direttori del mondo, e 400mila gli spettatori. Gli abbonati sono in media 1.200 l’anno.
Numeri ricordati oggi dal direttore artistico Francesca Gentile Camerana e dal neo presidente Giuseppe Proto, che prende il posto di Lodovico Passerin d’Entreves, in occasione della presentazione della stagione 2018-2019. In cartellone nove concerti con grandi orchestre e solisti, dall’11 ottobre al 2 maggio. Da segnalare anche Lingotto Giovani e Lingotto per le scuole, pensati per promuovere la musica e i giovani talenti.
Aprono il cartellone Frieder Bernius e la Hofkapelle Stuttgart con la Missa Solemnis di Beethoven, mentre a chiuderlo saranno i Berliner Philharmoniker diretti da Daniel Harding per celebrare il memorabile concerto dei Berliner diretti da Claudio Abbado che 25 anni fa battezzò la nascita della rassegna.
Malagò, Abete? c’è errore di metodologia’Lo dico a prescinder dal nome del candidato presidenza Figc’

TORINO23 maggio 201817:14

– TORINO, 23 MAG – “Con Giancarlo Abete ci conosciamo da tanto tempo e c’è il massimo rispetto sulla sua candidatura.
Credo però sia curioso che le componenti che si sono così battute ognuna per proporre il proprio candidato alla presidenza non abbiano sentito la Lega di A e, mi sembra, anche la Lega di B e comunque il commissario e lo stesso Coni”. Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, parlando della candidatura di Abete alla presidenza della Figc a margine della inaugurazione di un nuovo campo da calcio a Torino.
“Secondo me – ha aggiunto – questo è un errore come metodologia della candidatura, indipendentemente dal nome del candidato”.
Olimpiadi 2026: Malagò,Torino ha chancesMa N.1 Coni precisa, valutazioni solo quando ci sarà governo

TORINO23 maggio 201817:16

– TORINO, 23 MAG – “Non te lo posso promettere ma ci sono possibilità”. Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha risposto così ad un bambino del Cottolengo che gli chiedeva se le Olimpiadi del 2026 si svolgeranno a Torino.
“Senza un governo qualsiasi ragionamento lascia il tempo che trova”, ha aggiunto il presidente del Coni parlando con i giornalisti a margine dell’inaugurazione di un nuovo campo da calcio realizzato a Torino con il sostegno di Lottomatica e de Il Gioco del Lotto. “Non si può essere seri e credibili qualsiasi sia la candidatura – ha osservato Malagò -. Una volta che ci sia il governo, bisognerà fare le giuste valutazioni. Noi le possiamo fare tecniche, il governo dovrà fare quelle politiche”.
In 3mila per 5 posti, carica aspiranti infermieri a TorinoAl palazzetto la pre-selezione del concorso

TORINO22 maggio 201814:49

– TORINO, 22 MAG – Tutti in coda a Torino, sotto la pioggia, per il concorso per cinque posti da infermiere bandito dall’ospedale Humanitas Gradenigo. Sono quasi tremila i candidati provenienti da tutta Italia, e in alcuni casi dall’estero, col sogno di un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Giovani appena laureati, molti al loro primo concorso. La prova nel palazzetto costruito per le Olimpiadi del 2006 e oggi utilizzato per i concerti più affollati.
I 2.839 aspiranti infermieri hanno dovuto rispondere a trenta domande in trenta minuti sotto lo sguardo attento dei commissari. I primi 500 accederanno all’esame vero e proprio, a giugno, che consiste in prova scritta, orale e pratica. In palio il posto fisso, in tempi di crisi un vero e proprio miraggio nonostante per le associazioni di categoria in Italia servano altri 47 mila infermieri rispetto agli attuali 450mila.

Operatore socio-sanitario, in settemila a Torino per 20 postiAncora un concorsone dopo quello per infermieri

TORINO23 maggio 201817:38

Ancora un concorso ‘monstre’ a Torino. Sono scattate oggi al PalaVela le pre-selezioni per venti assunzioni da operatore socio-sanitario. I candidati, 7.200 in tutto, provengono da tutta Italia. Soltanto tremila accederanno alle prove vere e proprie, che si svolgeranno entro l’estate. Il bando è stato indetto dall’Asl Città di Torino.Si sono svolte ieri, invece, le preselezioni per cinque posti da infermiere all’ospedale Humanitas Gradenigo di Torino. Trenta domande in trenta minuti per i 2.839 candidati, provenienti da tutta Italia. Soltanto cinquecento accederanno all’esame vero e proprio, che consiste in prova scritta, orale e pratica.
Malagò, sì a Var,ha risolto 93% dei casi’Episodio discusso ci sarà sempre, ma tante cose buone fatte’

TORINO23 maggio 201817:38

– TORINO, 23 MAG – “Con la Var le cose sono andate molto meglio, l’ho detto prima che venisse adottata: sono favorevolissimo. Se poi quest’anno sono stati risolti il 93% dei casi, nel 2019 si deve arrivare al 94-95%”. Così il presidente del Coni Giovanni Malagò a margine dell’inaugurazione di un nuovo campo da calcio. “Ci sarà sempre un episodio, magari all’ultima giornata, che decide lo scudetto, la retrocessione, la Champions dove la Var non è stata usata e non ha potuto risolvere il problema – ha aggiunto -, ma non si devono dimenticare tutte le cose buone fatte con la Var. E’ stata fatta una riunione al Coni due settimane prima della fine del campionato in cui l’Aia ha evidenziato in modo analitico, molto preciso, una serie di episodi che hanno caratterizzato il campionato italiano, il primo a regime con la Var. In oltre il 90% dei casi, la Var ha risolto i problemi. Sappiamo bene che invece ci sono delle situazioni in cui non li ha risolti o il suo mancato utilizzo ha creato dei problemi, ma sono percentuali marginali”.
Silvia Beccaria guida Donne ImpresaEletta dal coordinamento regionale direttivo Coldiretti

TORINO23 maggio 201818:30

– TORINO, 23 MAG – Silvia Beccaria è la nuova responsabile Donne Impresa di Coldiretti Piemonte, eletta oggi all’unanimità dal coordinamento regionale elettivo. Succede a Graziella Boveri.
Con il fratello Davide e la sorella Laura conduce l’azienda vitivinicola di famiglia ad Ozzano, nell’alessandrino, dove si produce Barbera, Freisa, Grignolino, Malvasia e Cortese. Azienda da tempo proiettata sul mercato nazionale e internazionale.
“Sono onorata di poter rappresentare le imprenditrici piemontesi – dice Beccaria – lavoreremo per la valorizzazione e promozione dei progetti di filiera, per tutelare le eccellenze del nostro patrimonio enogastronomico e far crescere il tessuto imprenditoriale piemontese”.
Nel 2017 sono nate quasi 7 mila imprese guidate da donne.
Complessivamente sono 98 mila, il 22,4% delle imprese in Piemonte. “Le imprese rosa hanno una forte tenuta economica che garantisce solidità anche al patrimonio dell’enogastronomia Made in Piemonte”, dice Fabrizio Galliati vicepresidente di Coldiretti Piemonte.
Riapre dopo 2 mesi statale Valle VigezzoLo scorso primo aprile erano morti due turisti svizzeri

VERBANIA23 maggio 201818:34

– VERBANIA, 23 MAG – Riapre venerdì, dopo quasi due mesi, la statale 337 della Valle Vigezzo. Era chiusa dallo scorso primo aprile a causa di una frana, nel territorio del Comune di Re, in cui sono morti due turisti svizzeri. Lo annunciano i sindaci dell’Unione Montana Valle Vigezzo.
Per consentire la conclusione dei lavori, il transito delle auto avverrà in un solo senso di marcia. La strada, in particolare, sarà aperta dalle 12.30 alle 13.30 e dalle 17 alle 8, mentre resterà chiusa dalle 8 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 17. In questo modo sarà possibile completare i lavori di fissaggi delle reti.
I sindaci continueranno “a monitorare la situazione – sottolineano in una nota – sollecitando parlamentari e organi preposti affinché le fasi successive, che porteranno alla messa in sicurezza dei versanti e dell’intera arteria, avvengano nel più breve tempo possibile”.
Il Piemonte aspetta il Giro d’ItaliaDa domani a sabato passando per le salite delle montagne

TORINO23 maggio 201819:19

– TORINO, 23 MAG – E’ tutto pronto, in Piemonte, per l’arrivo del Giro d’Italia. Tre le tappe in programma, da domani a sabato, tutte decisive per la classifica generale della corsa che vede in testa il britannico Simon Yates, in vantaggio di 56” sull’olandese Dumoulin e di oltre 3 minuti sull’italiano Pozzovivo.
Si comincia domani con l’arrivo in salita a Prato Nevoso, nel Cuneese, dopo il passaggio a Casale Monferrato (Alessandria) e Asti. Venerdì la tappa più attesa, la 19esima, 186 chilometri dalla Reggia di Venaria a Bardonecchia, dopo le salite del Colle del Lys, del Colle delle Finestre – dove sono quasi ultimate le operazioni di rimozione della neve dalla strada -, della Cima Coppi e del Sestriere.
Sabato la ventesima tappa: dalla Valsusa si passerà al Canavese e poi alla valle della Dora Riparia. Quindi dalla zona di Ivrea la corsa farà il suo ingresso in Valle d’Aosta.
Disinnesco bomba Torino, 2mila evacuatiIntervento artificieri domenica, PalaVela centro accoglienza

TORINO23 maggio 201821:27

– TORINO, 23 MAG – Sono oltre duemila le persone che saranno evacuate, domenica 27 maggio, a Torino, per il disinnesco dell’ordigno bellico risalente alla Seconda Guerra Mondiale affiorato nei giorni scorsi in via Nizza, nei pressi del Lingotto, durante gli scavi vicino al ristorante Eataly.
Il piano di Protezione civile messo a punto dal Coc, Centro operativo comunale, su indicazione del 32esimo Reggimento Genio Guastatori dell’Esercito, prevede l’evacuazione della zona compresa tra via Nizza sino all’incrocio con via Millefonti, via Garessio, via Genova e corso Spezia. Un’area molto più vasta di quella che era stata ipotizzata in un primo momento.
Le persone evacuate saranno accolte al PalaVela, allestito per l’occasione dalla Città, che ha anche predisposto degli autobus per il loro trasferimento.
L’area sarà interdetta per tutta la durata della bonifica, indicativamente dalle 9.30 alle 15.30; saranno chiusi, tra le attività della zona, il centro commerciale Lingotto, Eataly, gli hotel Ac, Hilton e Nh.
Auto all’asta Bolaffi,1,6mln il realizzo575mila euro Pandion, Mibact blocca vendita estero alcuni lotti

TORINO23 maggio 201821:21

– TORINO, 23 MAG – Si è conclusa con un realizzo di 1,6 milioni di euro la prima asta di auto e moto classiche firmata Bolaffi. Alla Pista di Arese trecento collezionisti e appassionati di motori si sono contesi i lotti. Top lot l’Alfa Romeo 8C Pandion 2010, concept Bertone per i cent’anni di Alfa Romeo. Se l’è aggiudicata un collezionista a 575 mila euro.
La Nuccio 2012 è stata battuta a 330mila euro davanti a Mike Robinson, designer Bertone. “Le mie creature – dice – presentano al mondo la magia del design italiano”. Non si può dire lo stesso per i lotti – tra cui i disegni dell’archivio Bertone – su cui il Ministero dei Beni culturali ha avviato la dichiarazione di interesse culturale. “Una scelta poco comprensibile – dice Filippo Bolaffi, a.d. della casa d’aste – che ha impedito l’acquisto all’estero di molte auto”. “Il Made in Italy perde l’opportunità di essere visto al mondo. Sono sicuro che il ministero eserciterà la prelazione – conclude con una battuta Bolaffi – per oltre 1,5 milioni di euro. Li aspetto…”.
Treno urta camion, un morto e feritiL’incidente a un passaggio a livello nel Torinese

CALUSO (TORINO)24 maggio 201800:40

– CALUSO (TORINO), 24 MAG – Grave incidente questa sera sulla linea ferroviaria Torino-Ivrea, all’altezza del comune di Caluso. Il treno regionale 10027 ha travolto un camion, fermo sui binari all’altezza del passaggio a livello della frazione di Arè. L’impatto, violentissimo, ha causato il deragliamento di alcuni vagoni. Secondo le prime informazioni ci sarebbero almeno un morto e diversi feriti. Attivata la maxi-emergenza, sul posto stanno intervenendo tutte le forze dell’ordine.
Treno urta Tir: morti sono 2, feriti 18Incidente sulla Torino-Ivrea, Tir sfonda passaggio a livello

CALUSO (TORINO)24 maggio 201803:08

– CALUSO (TORINO), 24 MAG – E’ salito a due morti e 18 feriti il bilancio dell’ incidente avvenuto ieri sera alle 23.20 sulla linea ferroviaria Torino-Ivrea, all’altezza del comune di Caluso. Il treno regionale 10027 ha travolto un tir con trasporto eccezionale che aveva sfondato le barriere del passaggio a livello ed era fermo sui binari. L’impatto, violentissimo, ha causato il deragliamento del locomotore e di due vagoni. Un palo della luce è stato abbattuto, i cavi dell’alta tensione tranciati. Sfiorata anche una casa cantoniera. Una delle vittime è il macchinista del treno. Tra i diciotto feriti, uno dei quali in gravi condizioni, vi sarebbe anche il capotreno. Gli altri feriti sono tutti passeggeri.
L’autista del Tir è rimasto illeso. Incastrati tra le lamiere, i feriti sono stati estratti dai vagoni uno ad uno. Sull’incidente sarà aperta una inchiesta per stabilirne l’esatta dinamica e le responsabilità.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.