Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie

ECONOMIA: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI. DALLE 10:51 ALLE 22:29 DI OGGI, SABATO 2 GIUGNO 2018

Tempo di lettura: 2 minuti

Ultimo aggiornamento 2 Giugno, 2018, 20:28:45 di Maurizio Barra

Visa: risolto problema che ha bloccato pagamenti in Ue
Ad Kelly si scusa con i clienti

ROMA02 giugno 2018 10:51

Visa ha risolto il problema tecnico che nelle scorse ore ha impedito a numerosi clienti in molti paesi europei di effettuare i pagamenti con le loro carte di credito. Lo rende noto la società in una nota su Twitter, spiegando che il problema non era “associato ad un cyberattack o ad accessi non autorizzati”. “Ci scusiamo con tutti per l’inconveniente”, ha detto l’ad Al Kelly. “Il nostro obiettivo è garantire che i pagamenti con la carta Visa possano essere effettuati 24 ore al giorno, 365 giorni l’anno”.

Codacons chiede indennizzi per i clienti – Il black out che ha colpito le carte di credito Visa nelle scorse ore potrebbe finire in tribunale. Il Codacons ha deciso infatti di scendere in campo per tutelare tutti i possessori di carte di credito della società che, a partire da ieri, hanno subito disagi. Lo rende noto l’associazione dei consumatori. “Abbiamo deciso di scrivere alla Visa chiedendo di studiare assieme al Codacons modalità di indennizzo dei clienti coinvolti nel disservizio”, ha detto il presidente Carlo Rienzi. “È evidente che il blocco delle carte di credito ha di fatto impedito ad una moltitudine di utenti di compiere pagamenti e transazioni, creando ingiustificati problemi specie a chi non era in possesso di denaro contante e ha dovuto rinunciare ad acquisti o altre operazioni”, ha spiegato Rienzi. “Visa dovrà quindi rimborsare attraverso un indennizzo in denaro tutti gli utenti europei coinvolti nel disagio, e resta ferma la possibilità per chi ha subito danni maggiori di chiedere il risarcimento nelle sedi opportune”, ha sottolineato il presidente del Codacons. “Abbiamo inviato oggi una lettera alla società chiedendo di accogliere la nostra richiesta e, in caso di rifiuto, siamo pronti a intentare una serie di cause in tribunale per conto di quei consumatori che ieri non hanno potuto eseguire operazioni, pagamenti e acquisti a causa del disservizio”, ha concluso Rienzi.
G7: Canada,rischi collaborazione da daziProblemi economici mondo richiedono un G7 unito

WHISTLER02 giugno 201820:37

La collaborazione all’interno del G7 è stata messa a rischio dai dazi americani. Lo afferma il Canada facendo il bilancio del vertice dei ministri finanziari.
“I problemi economici globali richiedono un fronte unito del G7”, mette in evidenza il Canada, che presiede il G7. I ministri finanziari – aggiunge – hanno espresso all’unanimità i loro timori sui dazi americani, che rischiano di minare la fiducia. “Non vogliamo una guerra commerciale, la palla è agli americani”, ha detto inoltre il ministro delle finanze francese, Bruno Le Maire, al termine dei lavori del G7. “Abbiamo pochi giorni per evitarla” aggiunge: “Non capiamo la decisione americana”.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.