Aggiornamenti, Cinema, Notizie, Spettacoli Musica e Cultura, Tecnologia

MUSICA, SPETTACOLI, CINEMA E CULTURA: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DALLE 12:04 ALLE 21:30 DI OGGI, SABATO 2 GIUGNO 2018

Tempo di lettura: 13 minuti

Ultimo aggiornamento 2 Giugno, 2018, 19:31:41 di Maurizio Barra

L’ultima notizia in ordine cronologico di questo articolo, direi che può anche essere inserita nelle notizie di Tecnologia, quando leggerete comprenderete il perchè.

J-Ax e Fedez, riscatto e festa nella loro Finale
Il duo si congeda a Milano di fronte a 80mila persone

MILANO02 giugno 201812:04

E’ stata una passerella, una fantasmagoria di luci e fuochi, e una festa d’addio la Finale di J-Ax e Fedez, il concerto con cui il 1 giugno a San Siro i due cantanti hanno chiuso un connubio di due anni e 25 dischi di platino. Il pubblico sta ancora entrando quando dai maxischermi arrivano i messaggi di riscatto del duo: sono vestiti da pugili, come i 30 performer che accompagnano in scena J-Ax. Ad aprire le danze è il veterano, passando dall’energica ‘Ribelle e basta’ a ‘Pub Song’, sulla quale entra il fratello Grido, primo di tanti ospiti. Il palco a 360 gradi incanta i quasi 80mila presenti catturandone di continuo l’attenzione nelle due ore e mezzo di show, tra laser, effetti pirotecnici, un palchetto centrale rotante, quattro maxischermi, e un parterre-ledwall dove si balla breakdance, suonano la band e un quartetto d’archi, e passano animazioni. Sbucando proprio da una botola sotto un’altra passerella arriva anche Fedez, che canta ‘Generazione Boh’ e alcuni primi successi tra fiamme e sbandieratori, fino alla quiete di ’21 grammi’.
Dopo un altro messaggio motivazionale, J-Ax e Fedez si incontrano finalmente in ‘Comunisti col Rolex’. La pedana centrale innalza di sei metri i due rapper mentre cantano l’inno polemico al loro successo, facendo piovere glitter e dollari sul prato. Fedez imbraccia la chitarra elettrica per ‘Musica del cazzo’, confermando un’estetica da rock show, ribadita dal socio con la successiva ‘Rap n’ Roll’: su questa canzone arriva anche Gué Pequeno che duetta con Fedez su ‘Pensavo fosse amore’. Come in un match amichevole, i due protagonisti si scambiano battute e colpi di scena: Fedez canta ‘Si legge schiavitù’ in una gabbia di laser; J-Ax risponde rappando ‘Più stile’ con quattro biker e fa saltare lo stadio su ‘Deca Dance’. I due si ritrovano a centro ring per ‘Olivia Oil’ tra migliaia di luci emanate dai braccialetti distribuiti fuori dallo stadio e una mastodontica bambola gonfiabile.
Dopo il medley punk di ‘Non c’è due senza trash’ la cantabilità si alza nella seconda ripresa del match. Prima arrivano le ballad ‘Sirene’ con Malika Ayane, ‘Intro’, ‘Assenzio’ con Levante e Stash, quindi la prima collaborazione del duo ‘Sembra semplice e ‘L’hai voluto tu’ che Fedez canta su un palchetto sopraelevato con la chitarra acustica. Quindi, tra salti e corse sul palco, si riaccende l’elettricità con ‘Spirale Ovale’, ‘Domani smetto’ e ‘Uno di quei giorni’ con Nina Zilli.
L’arrivo di Cris Brave, artista diversamente abile che canta ‘La Panchina’ e un freestyle, è un applauditissimo momento di umanità prima della volata. I cori sommergono ‘Amore Eternit’ con Noemi e ‘Cigno Nero’ e ‘Magnifico’. J-Ax sferra il tormentone ‘Maria Salvador’ con Il Cile, quindi arriva un quadretto ironico del Paese: da ‘L’Italia per me’ con Sergio Sylvestre all’ultimo cantatissimo singolo ‘Italiana’. Il finale è un tripudio di cori con ‘Senza pagare’ e ‘Vorrei ma non posto’, il brano da cui tutto partì e che tutto conclude questa sera con una dedica delle star alle loro famiglie e uno spettacolo di fuochi pirotecnici. Da qui in poi le strade si separano: Fedez ha un disco in vista, entrambi sono neopapà. “Al massimo ci possiamo giocare la carta della reunion quando finiscono i soldi”, scherzava Ax prima del concerto.

Festival Taranto, miglior film TouristMiglior attore Wolf Danny Homann, Perrone miglior attrice

TARANTO02 giugno 201813:33

– TARANTO, 2 GIU – Primo premio per i lungometraggi a Tourist di Temenuga Trifonova (Bulgaria) che ha vinto anche il premio Kate, il delfino simbolo della città e della mostra del Cinema, riconoscimenti per il miglior attore protagonista a Wolf Danny Homann del film ‘Frog, Thigs and Princes’ (Austria), miglior attrice protagonista a Nika Perrone del film ‘Dalle parti di Astrid’ (Italia), menzione speciale per ‘Le terre rosse’ di Giovanni Brancale (Italia). Sono alcuni dei premi della Mostra del Cinema di Taranto. Il primo premio per i documentari è andato a The White Maze di Matthias Mayr (Austria). Premio Kate a Mahdi Torrens del film Metis (Svizzera) per il montaggio e a Stéphane Arnoux del film Portrait d’une jeune femme (Francia) per la fotografia. Per i cortometraggi ex aequo Penalty di Aldo Iuliano (Italia) e These Who Love di Nefise Özkal Lorentzen (Norvegia). Kate a Isabella Freilinger per la sceneggiatura di Dancing With Monster (Austria) e a Gonzalo Perdomo per la regia di The Borrowed Love (Spagna).
Coma Cose, il nostro rap gospel omaggio a Battisti e De GregoriDa Bologna a Treviso, il duo di ‘Nudo integrale’ è in tour

MILANO02 giugno 201819:25

Un anno fa il progetto rap cantautorale Coma Cose si affacciava su un pop italiano in rapida trasformazione con i singoli surrealisti ‘Golgota’ e ‘Deserto’ e i video stilizzati firmati Crooner Films. Oggi il duo di base a Milano festeggia un successo misurato al recente Mi Ami Festival, dove brani come ‘Post concerto’ e ‘Nudo integrale’ hanno spopolato. “E’ cambiata la musica italiana? Sicuramente è cambiato il pubblico: arriva ai live meno per osservare e più per partecipare”, racconta all’ANSA Fausto, metà del duo con Francesca e autore principale. Il loro stile alterna rap e melodie, senza gerarchie tra voci maschile e femminile, e accoglie influssi disparati tra urban pop, elettronica, e canzone d’autore anni ’70. “Far convivere tutto è una sfida divertente, per questo centelliniamo le uscite. Penso a Childish Gambino che butta lo spiritual in un rap attualissimo: il nostro gospel è Battisti, De Gregori”. Sono riferimenti palesi in ‘Anima Lattina’ o nelle allusioni a ‘Rimmel’ di ‘Pakistan’, o più sottili in una musica di accordi alterati, synth ariosi e suoni spesso analogici prodotti dai Mamakass. E poi ci sono quei versi veraci e stralunati, che dal cantautorato traggono una lezione visionaria: “In autori come Gaber c’era molta autoironia: fa parte di noi italiani come chiave per andare avanti, un ottimismo anche qui molto gospel!”.L’ironia si avverte nelle associazioni libere e giocose di immagini e oggetti distanti: “Il nostro modo di scrivere è per grossi salti, che io rivedo anche in Battisti grazie ai testi surreali di Mogol”. E non è solo gioco verbale: “Siamo dadaisti di prim’ordine. Nel mio precedente progetto Edipo facevo canzoni politiche, oggi sarebbe complicato: forse una certa carenza di impegno nella scena riflette la confusione politica attuale. Ma noi ci teniamo a raccontare l’amarezza di tutti i giorni, la piccola ingiustizia, una vita fatta di tanti aspetti dissonanti. Come quando scorrendo Instagram vedi selfie, cagnolini, piatti, cronaca nera: noi saltando di palo in frasca fotografiamo questo zapping”. I Coma Cose sono in tour fra i maggiori festival italiani: prossime date a Bologna (5/6), Cosenza (15/6), Vicenza (20/6), Bra (22/6), L’Aquila (29/6), Cremona (6/7), Arezzo (14/7), Brescia (19/7), Livorno (21/7), Cassano Magnago (22/7), Genova (25/7), San Cataldo (28/7), Lamezia Terme(4/8), Putignano (25/8) e Treviso (30/8)
Sposi Filippa Lagerback-Daniele BossariWhisky in papillon a nozze. In tv insieme il 3 giugno da Fazio

ROMA02 giugno 201816:17

– ROMA, 2 GIU – Filippa Lagerback e Daniele Bossari sposi dopo 18 anni. Dopo la proposta di matrimonio in diretta tv (al Grande Fratello vip) i due conduttori si sono uniti il 1 giugno a Villa Ponti, in provincia di Varese. Tra amici, celebrities e parenti, c’era anche ospite d’onore.. Whisky, il biondissimo cocker della coppia Whisky, il biondissimo cocker della coppia! Whisky ha partecipato alla cerimonia e al ricevimento come un vero paggetto d’onore, come testimoniano i video sul profilo Instagram della Lagerback. Il cane con il suo piccolo papillon e un guinzaglio con le margherite, ha aperto il corteo di paggetti che ha accompagnato Filippa Lagerback verso l’altare. Elisa Guidarelli fondatrice di Wedding Dog Sitter ha organizzato la partecipazione del cocker che, sereno e felice accanto ai suoi padroni, è stato coccolato da tutti gli invitati, come una vera star. Whisky fa parte della famiglia da 4 anni.
Estate in sala, da Jurassic World alle magnifiche 8Anche sequel di Mamma mia, Gli incredibili, Mission Impossible

ROMA02 giugno 201820:33

A differenza del resto del mondo, gli italiani continuano ad andare pochissimo al cinema d’estate. Una tendenza, che da qualche anno major e distributori provano ad invertire, grazie a più proposte di qualità e uscite globali simultanee dei blockbuster. Stavolta si va dall’ormai immancabile campo dei supereroi, con i ritorni di Ant-man e Gli Incredibili a Ocean’s 8, sequel al femminile all star, passando per le nuove incursioni di Mission impossible, Hotel Transylvania e del musical Mamma Mia.Tra i generi domina il thriller horror, e non pochi hanno donne protagoniste: ad esempio il successo a sorpresa (oltre 82 milioni di dollari nel mondo a fronte di un budget di soli 3 milioni e mezzo) Obbligo o verità di Jeff Wadlow con Lucy Hale (21 giugno); gli incubi di Unsane (5 luglio) con Claire Foy girato da Stephen Soderbergh con un iPhone, i fenomeni paranormali di Hereditary diretto da Ari Aster con Toni Collette (19 luglio), ma anche lo zombie movie romano The end – L’Inferno fuori di Daniele Misischia (14 agosto) con Alessandro Roja e Carolina Crescentini. Ad aprire l’estate al cinema, già dal 7 giugno, è un altro seguito da grandi numeri, Jurassic World – Il regno distrutto con Chris Pratt e Bryce Dallas Howard. Stavolta a dirigere c’è lo spagnolo Juan Antonio Bayona. Si torna su Isla Nublar per salvare i dinosauri da un’eruzione, ma tutto prevedibilmente va storto. Stessa data d’uscita, fra gli altri, per il dramma noir La terra dell’abbastanza degli esordienti e talentuosi fratelli d’Innocenzo, e per Rabbia furiosa – Er Canaro di Sergio Stivaletti. Fantasy protagonista con La stanza delle meraviglie di Todd Haynes (14 giugno) e Mary e il Fiore della Strega di Hiromasa Yonebayashi poetico anime su un’aspirante streghetta. Rob Cohen mixa disaster movie e storia di una rapina in Hurricane – Allerta Uragano I (27 giugno).Papillon di Michael Noer rifà il cult del 1973, con Rami Malek e Charlie Hunnam, nei ruoli che erano di Dustin Hoffmann e Steve McQueen. Brividi d’autore in Il Sacrificio Del Cervo Sacro di Yorgos Lantimos, con Colin Farrell e Nicole Kidman (28 giugno). Charlize Theron è una mamma molto sotto stress nella dramedy Tully di Jason Reitman. Jake Gyllenhaal giganteggia in Stronger di David Gordon Green (4 luglio), sulla storia vera Jeff Bauman, che ha ricostruito la sua vita dopo aver perso le gambe nell’attentato di Boston. La prima Notte del Giudizio di Gerard McMurray, trasporta la saga thriller horror alle origini. Spazio ai bambini con ‘Doraemon: La grande avventura in Antartide’ di Atsushi Takahashi e con l’animazione europea di Luis e gli alieni, sci-fi/comedy dei fratelli Lauenstein (11 luglio). Dwayne Johnson combatte i terroristi fra i grattacieli di Hong Kong in Skyscraper di Rawson Marshall (19 luglio). La trilogia di Ocean’s con Clooney e Brad Pitt vira su un sequel al femminile in Ocean’s 8 di Gary Ross (26 luglio) con una banda che comprende anche Anne Hathaway, Helena Bonham Carter e Rihanna. Denzel Washington riveste i panni del giustiziere in The Equalizer 2 di Antoine Fuqua (14 agosto) e il supereroe minuscolo della Marvel (Paul Rudd) indaga su segreti del passato in Ant-Man and the Wasp di Peyton Reed. Per i più piccoli, Nonno Dracula porta la famiglia in crociera in Hotel Transylvania 3 – Una vacanza mostruosa di Genndy Tartakovsky (22 agosto). Fire Squad – Incubo di fuoco di Joseph Kosinski con Josh Brolin rievoca la storia vera della drammatica lotta contro il fuoco di un gruppo di pompieri.Amy Shumer ironizza sull’immagine di bellezza imposta alle donne in I feel pretty di Abby Kohn e Marc Silverstein (23 agosto). La fedeltà al suo Paese di Ethan Hunt/Tom Cruise è messa in discussione in Mission: Impossible – Fallout di Christopher McQuarrie (29 agosto). Un Christopher Robin cresciuto (Ewan McGregor) recupera l’immaginazione grazie a Winnie Pooh e altri amici d’infanzia nel mix live action/cgi Ritorno al Bosco dei 100 Acri di Marc Forster (30 agosto). Meryl Streep torna a cantare e a vedersela con la sua famiglia allargata in Mamma Mia! Ci risiamo di Ol Parker (06 settembre). Il giovanissimo team animato di supereroi, star sul piccolo schermo punta al cinema in Teen Titans GO! Il Film’ di Aaron Horvath e Peter Rida Michail. Infine la Pixar /Disney rimette in campo a 14 anni dalla prima avventura, la buffa e coraggiosa super famiglia Parr in Gli incredibili 2 di Brad Bird (19 settembre).

La serie Sex & the city compie 20 anniIl 6 giugno si festeggiano Carrie, Samantha, Miranda e Charlotte

ROMA02 giugno 201819:13

“L’amore è l’unica griffe che non passerà mai di moda” dice Carrie Bradshow, alias Sarah Jessica Parker, in un episodio di Sex & the city. La battuta di una delle quattro protagoniste riassume gli ingredienti principali su cui è stata costruita l’iconica serie televisiva: moda e sesso. Due temi che non invecchiano mai, come la serie tv che compie 20 anni. Anzi, grazie alle avventure delle quattro girls e al guardaroba di abiti griffati di Carrie, o piuttosto alla sua scarpiera piena di adorati stiletti di Jimmy Choo e di Manolo Blahnik, o di borse di Fendi, da due decenni Sex & the city continua a divertire milioni di donne. La prima puntata della serie che vede protagoniste le quattro eterne e disinibite ragazze, legate da un’amicizia a prova di qualsiasi litigio, che vivono in maniera libera le loro storie con gli uomini, in una New York frenetica e piena di tentazioni, viene trasmessa dalla HBO, negli Stati Uniti, il 6 giugno del 1998. L’ultima va in onda invece il 22 febbraio 2004. Alle sei stagioni televisive sono seguiti due film al cinema, che hanno consacrato la serie, ma al di là del successo si è trattato di un fenomeno di costume che ha segnato proprio una fase storica. Sex & the City porta la firma di quel genio di Darren Star (sue anche Beverly Hills 90210 e Melrose Place) che prese il romanzo omonimo di Candace Bushnell per trasformarlo in un telefilm tv che nel tempo ha ottenuto 50 nominations agli Emmy Awards e 24 candidature ai Golden Globe. In Italia la serie debutta sull’allora Tele Montecarlo in tarda serata, seguita da un salotto dove si commenta il telefilm che per la prima volta tratta anche di sesso visto dalla parte delle donne. Per celebrare l’anniversario ha giocato d’anticipo a gennaio Comedy Central +1, canale di Viacom Italia in esclusiva su Sky, trasformato per l’occasione in Sex & the City Channel. Del resto le quattro inseparabili amiche, Carrie, Charlotte, Miranda e Samantha con le loro ironiche battute hanno stuoli di fedelissime che sanno a memoria le battute. Quelle di Carrie Bradshow (Sarah Jessica Parker), impegnata in una storia complicata con Mr Big. Carrie è l’alter ego perfetto dell’attrice Sarah. Infatti oltre ad aver creato una capsule di calzature in collaborazione con Manolo Blahnik, Sarah si è cimentata nella produzione di una propria linea di calzature chiamata con le sue iniziali SJP Collection. Miranda è un’avvocatessa dagli inconfondibili capelli rossi e come le sue amiche è alla ricerca della sua mezza mela. La interpreta Cynthia Nixon che dopo aver dichiarato la propria omosessualità durante la serie ha continuato la sua carriera di attrice unendola al suo impegno nel sociale. Dopo aver sconfitto il cancro al seno nel 2009 Cynthia è diventata portavoce dell’associazione Komen for the Cure. La brunetta Charlotte è la classica eterna ragazzina che quando non lavora nelle gallerie d’arte più in voga di NY passa il tempo alla ricerca dell’uomo perfetto. La interpreta Kristin Davis, che nel 2011 è diventata mamma adottiva di Gemma Rose. Infine, la simpatica Samantha Jones è una bionda pierre di NY che ama sedurre gli uomini, ha un’intensa vita sessuale di cui non si vergogna, anzi, di cui si vanta con le amiche e con chiunque le capiti a tiro. Ad interpretarla è Kim Cattrall.

Carrara, apre CarMi, il museo su MichelangeloEsposti gessi, David in ologramma, documenti storici e mappe

CARRARA (MASSA CARRARA)02 giugno 201819:17

CARRARA (MASSA CARRARA) Inaugurato il CarMi, il nuovo museo Carrara e Michelangelo a Villa Fabricotti a Carrara (Massa Carrara), dedicato al rapporto del grande artista italiano con la città di Carrara e le sue cave di marmo. Il nuovo complesso è articolato su tre livelli. Il piano terra è destinato ad accogliere mostre temporanee mentre è il primo piano, interamente dedicato a Michelangelo con un’esposizione permanente. Completa il percorso espositivo il piano seminterrato dove, oltre agli ambienti destinati alla didattica e uno spazio caffetteria, ci sono le sale dedicate alle produzioni cinematografiche incentrate sull’artista. All’ingresso ad accogliere il visitatore una grande riproduzione in gesso del Mosè di Michelangelo, copia risalente al 1854. Al piano nobile il piatto forte del museo: esposte diverse copie in gesso utilizzate da numerosi artisti passati per Carrara quasi tutti risalenti ai primi anni del 1800. Le sale dedicate a Michelangelo presentano poi diversi pannelli informativi e numeroso materiale multimediale, come monitor che raccontano diversi aspetti della vita dello scultore e del suo rapporto con la città. Suggestiva la riproduzione del celebre David di Michelangelo, proposto al visitatore del museo sotto forma di ologramma. Esposte anche fotografie, mappe, stampe e documenti storici: il percorso museale offre così uno spaccato sul rapporto viscerale e continuativo tra artista e territorio, tra Carrara e il marmo. Il piano pensato per le mostre temporanee al momento ospita una sezione di approfondimento sulla storia della villa e della famiglia Fabricotti e due esposizioni di gessi. Il seminterrato invece è dedicato ai due film che nel 2017 hanno celebrato il legame tra Michelangelo e la città di Carrara: Il Peccato (opera di Andrei Konchalovsky) e ‘Michelangelo’ (una produzione originale Sky Arte con Enrico Lo Verso), con costumi e foto che fanno percepire la ricerca storica che ha preceduto i due lavori. “Obiettivo del Carmi – ha sottolineato il sindaco Francesco De Pasquale – vuole essere quello di aiutare i cittadini e turisti a scoprire e approfondire il rapporto tra Michelangelo e Carrara, attraverso la materia dalla quale l’artista ha saputo liberare opere come David, Mosè o la Pietà”. “La Regione – ha sottolineato l’assessore toscano alla cultura Monica Barni – ha creduto nel progetto, sostenendolo a più riprese per recuperare anche questo meraviglioso spazio tra villa e parco”. Il progetto espositivo fa parte infatti di un intervento complessivo di recupero e riqualificazione di villa Fabricotti e del parco della Padula adiacente alla città di Carrara.
Westwood celebra Sex & the cityCapsule ispirata ad abito sposa Carrie Bradshow nel film

ROMA02 giugno 201817:22

– ROMA, 2 GIU- Per celebrare Sex and the City, Vivienne Westwood ha creato una capsule collection i cui dettagli ricordano l’iconico abito da sposa di Carrie Bradshaw, indossato nel film omonimo 10 anni fa (la serie invece compie 20 anni). Il cloud dress fu presentato per la prima volta durante la sfilata Vivienne Westwood Gold Label Autunno/Inverno 2007/08, Wake up, Cave Girl!. L’abito fu riadattato per il personaggio interpretato da Sarah Jessica Parker e inviato da Vivienne stessa. Il corsetto è stato realizzato in seta duchesse avorio con riflessi dorati mentre per la gonna sono stati utilizzati metri e metri di taffetà Radzimir in seta avorio, creando una silhouette esagerata attraverso onde e volumi. Westwood lancia ora le collezioni Wilma Cocktail Dress, Wilma Corset e Wilma Skirt utilizzando la tecnica di taglio Wilma, la stessa usata nell’abito da sposa per creare le forme sinuose e femminili.
L’abito originale sarà esposto da Vivienne Westwood a New York fino al 3 giugno.
Lo ‘Zandonai’ a due baritoni orientaliIn gara a Riva 207 cantanti da 29 paesi

TRENTO02 giugno 201818:52

– TRENTO, 2 GIU – Il baritono cinese Hao Tian e il baritono coreano Kim Jungmin sono i vincitori ex-aequo della 25/a edizione del Concorso internazionale per giovani cantanti lirici ‘Riccardo Zandonai’ svoltosi a Riva del Garda.
Il premio Zandonai è stato attribuito ex-aequo al tenore Hyokun Ha, dalla Corea, e al basso cinese Yongheng Dong. Il premio “Con Verdi nel mondo”, donato dalla Sinapsi Opera Orchestra, è andato invece al soprano italiano Francesca Manzo.
Al baritono Hao Tian, vincitore del primo premio, va anche il premio speciale Tiroler Festspiele Erl.
I cantanti in gara sono stati 207 provenienti da 29 paesi.
“Il concorso – afferma Mietta Sighele, direttrice artistica dello Zandonai – è un trampolino di lancio importante per i giovani cantanti poiché non è solo un’importantissima vetrina ma offre anche la possibilità di vincere premi in denaro e, ancor di più, contratti e dunque delle vere e proprie opportunità di carriera”.
Morandi perde valigie, ‘ridiamoci su’A Cagliari lo racconta con un video, ‘ci vuole pazienza’

BOLOGNA02 giugno 201819:42

– BOLOGNA, 2 GIU – Dopo Claudia Cardinale, anche Gianni Morandi racconta le sue disavventure con le valigie (perse) dopo un viaggio in aereo. “Siamo all’aeroporto di Cagliari. Venivamo da Roma e i nostri bagagli non sono arrivati…”, dice il cantante bolognese in un video postato sulla propria pagina Facebook. “E adesso che facciamo? C’è un ufficio reclami… lost and found, ci vuole pazienza, prendiamola sul ridere… però lei non ha tanta voglia di ridere, siamo un po’ incavolati”, continua coinvolgendo nel filmato altre viaggiatrici. Il post, come sempre, ha raccolto migliaia di visualizzazioni e commenti.
Cresce il Self Publishing in ItaliaSu Amazon autoproduzione libri fenomeno in cambiamento

ROMA02 giugno 201820:30

Cresce in Italia il Self-Publishing dei libri, ossia l’auto pubblicazione. Nel 2017 si stimano oltre 30.000 titoli, oltre il 45% di tutti quelli pubblicati. Numeri che hanno contributo a far crescere il settore del libro: oltre il 5% rispetto all’anno precedente, secondo il colosso e-commerce Amazon. E il fenomeno è in continuo cambiamento: sia i prezzi che le copie vendute sono sempre più vicini ai libri realizzati dagli editori “tradizionali”. I libri auto-prodotti sono migliorati in qualità e sono molti gli autori che per realizzarli si rivolgono ad editor o commissionano la veste grafica a professionisti. E’ in crescita anche l’utilizzo del Self-Publishing da parte di esperti ed aziende, che vi ricorrono non solo per mettere a frutto le proprie capacità professionali, ma anche per accrescere autorevolezza o ampliare la notorietà. “Il libro auto-prodotto non è più un hobby, ma per molti una vera e propria professione, che naturalmente ha bisogno di attenzione, di esperienza e di una serie di competenze, che non sono solo quelle di saper scrivere, ma anche di saper vendere” spiega Giacomo Bruno della Bruno Editore, conosciuto come il “papà degli ebook” che ha pubblicato oltre 600 libri digitali e dal primo al 3 giugno 2018 ha organizzato a Roma un grande evento di formazione per imparare ad approcciare nel modo giusto il Self Publishing e l’editoria digitale. “Oggi non si deve guardare ad Amazon solo come l’e-commerce più grande del mondo, ma come ad un vero e proprio motore di ricerca. Un tempo contava essere primi su Google, oggi l’obiettivo per autori,imprenditori e aziende è essere primi su Amazon, perché con oltre 600.000.000 di utenti registrati con carta di credito, è il motore di ricerca più potente del mondo” sottolinea Bruno. E aggiunge: “in questi anni di esperienza abbiamo studiato a fondo il fenomeno del Self Publishing e più in generale dell’editoria digitale su Amazon, riuscendo a comprenderne gli algoritmi che ne regolano il motore di ricerca interno”.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.