Aggiornamenti, Cronaca, Medicina, Salute e Benessere, Notizie, Tecnologia

MEDICINA/TECNOLOGIA/FRODI INFORMATICHE: Accusa di frode per Elisabeth Holmes, la ‘Steve Jobs al femminile’ Incriminata la fondatrice di Theranos, aveva messo a punto una presunta tecnica rivoluzionaria per eseguire gli esami del sangue

Tempo di lettura: 2 minuti

Ultimo aggiornamento 17 Giugno, 2018, 10:17:42 di Maurizio Barra

DELLE 10:17

DI DOMENICA 17 GIUGNO 2018

Accusa di frode per Elisabeth Holmes, la ‘Steve Jobs al femminile’
Incriminata la fondatrice di Theranos, aveva messo a punto una presunta tecnica rivoluzionaria per eseguire gli esami del sangue

17 giugno 201810:17

Da esempio di successo della Silicon Valley, dove era stata ribattezzata “la Steve Job al femminile”, al rischio di una condanna sino a 20 anni. E’ la parabola di Elisabeth Holmes, 34 anni, fondatrice e amministratrice di Theranos, societa’ medica americana specializzata negli esami del sangue, incriminata insieme al presidente Ramesh Balwani (53) per frode ai danni di noti investitori, dottori e pazienti. Se condannati, rischiano anche 250 mila dollari di multa e la restituzione del ‘maltolto”. La società si era affermata come start up per aver messo a punto una presunta tecnica rivoluzionaria per eseguire gli esami del sangue con una piccolissima quantita’ di sostanza ematica. Una sola goccia di sangue per fare tutti i test velocemente e a basso costo, sbaragliando la concorrenza.Tutto si rivelo’ un flop ma i vertici della societa’ non dissero nulla, continuando a rastrellare fondi e a ingannare migliaia di medici e pazienti con test imprecisi. Holmes era riuscita a fare crescere un’ azienda di grande valore, sino a 9 miliardi di dollari, cooptando nel consiglio d’amministrazione personaggi autorevoli come gli ex segretari di stato Henry Kissinger e George Schultz, nonche’ l’attuale capo del Pentagono, il generale Jim Mattis. Tra gli investitori ce n’erano alcuni molto noti, da Carlos Slim a Rupert Murdoch.Dopo la causa civile, promossa dalla Sec, con indennizzi a migliaia di pazienti, arriva ora la causa penale della procura di San Francisco, con una dozzina di capi di imputazione per truffa. A scoprire lo scandalo e’ stato John Carreyrou, un reporter del Wall Street Journal che non si è fermato davanti a nulla: ne’ ai nomi illustri che sedevano nel cda ne’ agli investimenti per 100 milioni di dollari che il suo editore, Murdoch, aveva fatto in Theranos. Dopo i suoi articoli, adesso uscira’ anche un suo libro sulla vicenda, intitolato Bad Blood.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.