Juventus tutte le notizie
Aggiornamenti, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE CON GLI HIGHLIGHTS DI JUVENTUS-LECCE 4-0, LA VITTORIA DELL’U23 E TUTTO SUL MONDO BIANCONERO

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 20 minuti

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 23:40 DI VENERDì 26 GIUGNO 2020

ALLE 22:32 DI LUNEDì 29 GIUGNO 2020

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

POKER AL LECCE
26 GIUGNO 2020
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
POKER AL LECCE
Mezz’ora di equilibrio e un’ora di dominio. Questa è l’estrema sintesi della gara contro il Lecce, che la Juve porta a casa con il poker firmato Dybala, Ronaldo, sempre loro, Higuain e de Ligt. L’espulsione di Lucioni nel primo tempo certo non aiuta i pugliesi, ma l’autorevolezza con cui i bianconeri approfittano della superiorità numerica è comunque fuori discussione:

LECCE A VISO APERTO
Del Lecce va premiato il coraggio, perché nonostante sia rimaneggiata, la formazione di Liverani non rinuncia a giocare e anzi è la prima a rendersi pericolosa con Rispoli, che calcia da buona posizione, mettendo a lato. Gli ospiti fanno densità in mezzo al campo, lasciando qualche minimo spazio solo sugli esterni, dove però la Juve ha assenze pesanti, tanto che Mautidi è costretto a riadattarsi come terzino. La conseguenza è che i bianconeri faticano a dare continuità all’azione, mentre i pugliesi arrivano di nuovo al tiro con Mancosu, che calcia tra le braccia di Szczesny.
PUGLIESI IN DIECI
Il primo intervento di Gabriel arriva al 20′ ed è un tuffo plastico per deviare la sventola di sinistro di Rabiot dalla distanza. Da questo momento in avanti la Juve prende campo e alza il ritmo. Ronaldo cerca prima l’eurogol in rovesciata, ma colpisce male il pallone crossato da Bernardeschi, quindi mette a lato un rasoterra dal limite. Alla mezz’ora l’aggressività dei bianconeri viene premiata: Lucioni controlla male un pallone innocuo e Bentancur se ne impossessa e andrebbe in porta se non venisse steso dal difensore, che viene inevitabilmente espulso.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
MIRA SBAGLIATA
Ora, per quanto il Lecce si mostri ancora coraggioso e arrivi al tiro da fuori con Tachtsidis, la Juve trova spazi maggiori e le occasioni arrivano e alcune sono clamorose: sull’angolo di Dybala, Ronaldo ha il pallone buono sulla testa, ma sbaglia la mira a pochi metri dalla porta e due minuti dopo Bernardeschi, pur essendo ancora più vicino, calcia alto l’assist di di CR7. Sono fuori dallo specchio anche il destro di Bentancur e il colpo di testa di de Ligt e così il primo tempo va in archivio senza reti.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
IL GIOIELLO DI DYBALA
Quando si torna in campo la Juve ricomincia a martellare e Gabriel ha il suo da fare per respingere l’incornata di Bonucci, servito in area da Dybala. L’argentino allora decide di fare da solo e dopo aver mancato il bersaglio dal vertice sinistro dell’area, centra l’angolino quando riceve in posizione centrale da Ronaldo e ha il tempo di prendere la mira e firmare l’ennesimo capolavoro.
CR7 RADDOPPIA DAL DISCHETTO
Un minuto prima del vantaggio Sarri aveva cambiato Rabiot con Douglas Costa che aggiunge dinamismo alla manovra bianconera. Si gioca praticamente solo più negli ultimi venti metri della metà campo pugliese, perché il Lecce oltre a chiudersi non può fare molto e la Juve pressa alto e recupera subito palla. Il monologo frutta un rigore al quarto d’ora, quando Ronaldo, servito in area da Cuadrado, viene steso da Rossettini e può così andare dal dischetto e segnare il suo ventitreesimo gol in campionato.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
RIECCO HIGUAIN
La gara continua a senso unico, Ramsey sostituisce Bentancur e Gabriel evita che Ronaldo festeggia la doppietta, volando per mettere in angolo il colpo di testa del portoghese. Il portiere leccese risponde anche ai fendenti di de Ligt e Rasmey. Negli ultimi 15 minuti c’è tempo di assistere all’esordio in A di Muratore, che rileva Bernardeschi, e di rivedere Higuain, dentro per Dybala. Il Pipita prova subito a colpire dalla distanza e sfiora il palo, ma si rifà quando riceve il colpo di tacco di Ronaldo e può scaricare il sinistro alle spalle di Gabriel.
DE LIGT CALA IL POKER
La partita è chiusa, ma non è finita, perché c’è ancora il tempo di assistere al gol di de Ligt, che da un metro spinge in rete di testa la pennellata di Douglas Costa. Il brasiliano meriterebbe la gloria personale, ma Gabriel evita il tracollo, bloccando anche un’altra conclusione di Higuain. Del resto un punteggio ancor più corposo sarebbe stata una punizione eccessiva per un Lecce che ha comunque mostrato coraggio e buone trame. Contro questa Juve però, ora a più sette sulla Lazio, oggi c’era davvero poco da fare.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
JUVENTUS-LECCE 4-0
RETI: Dybala 8′ st, Ronaldo rig. 17′ st, Higuain 38′ st, de Ligt 41′ st
JUVENTUS
Szczesny; Cuadrado, de Ligt, Bonucci, Matuidi; Bentancur (23′ st Ramsey), Pjanic, Rabiot (7′ st Douglas Costa); Bernardeschi (33′ st Muratore), Dybala (32′ st Higuain), Ronaldo
A disposizione: Buffon, Pinsoglio, Rugani, Olivieri, Wesley
Allenatore: Sarri
LECCE
Gabriel; Rispoli, Donati, Lucioni, Paz, Vera (34′ st Calderoni); Petriccione, Tachtsidis, Mancosu (27′ st Barak); Shakhov, Falco (18′ st Babacar)
A disposizione: Vigorito, Chironi, Radicchio, Rossettini, Monterisi, Meccariello, Saponara, Colella, Maselli
Allenatore: Liverani
ARBITRO: Piccinini
ASSISTENTI: Bindoni Del Giovane
QUARTO UFFICIALE: Ghersini
VAR: Valeri, Schenone
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
AMMONITI: 38′ pt Bentancur
ESPULSI: 31′ pt Lucioni
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
SALA STAMPA | I COMMENTI DALL’ALLIANZ STADIUM
26 GIUGNO 2020
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
SALA STAMPA | I COMMENTI DALL’ALLIANZ STADIUM
I commenti del poker al Lecce sono affidati al tecnico bianconero, Maurizio Sarri, e all’autore della terza rete della Juventus, il rientrante Gonzalo Higuain.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Ecco le loro parole:
MAURIZIO SARRI
«È stata una partita più sofferta, abbiamo faticato all’inizio e poi siamo riusciti a carburare nella parte finale del primo tempo. Giocando ogni tre giorni possono starci approcci simili, la superiorità numerica ci ha permesso di avere ragione di un avversario che nella ripresa era anche stanco. Ho visto una bella mentalità, perché abbiamo continuato ad attaccare fino alla fine, ora dobbiamo mantenerla e continuare a fare risultati. I centrali hanno fatto molto bene, giocando molto alti, ma in questo momento stiamo difendendo bene a livello di squadra. De Ligt sta facendo partite di alto livello. A centrocampo abbiamo sofferto fisicamente all’inizio. Bentancur ha suonato la carica, è stato uno dei primi a reagire e Pjanic è cresciuto con il passare dei minuti. L’uscita di Rabiot? Ci serviva più ampiezza. Douglas Costa in panchina è un’arma straordinaria, specie quando le squadre avversarie sono stanche. Higuain? ha passato un momento difficile a livello personale e globale. Il COVID lo aveva colpito molto, ha avuto un piccolo infortunio, ora sta tornando e sono contento che abbia segnato subito, ci darà molto nella parte finale della stagione».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
GONZALO HIGUAIN
«Non è stato un periodo facile, ma ho capito che la squadra aveva bisogno, mi dovevo rimettere in moto per rispondere a questa squadra, questa società e questi tifosi che mi hanno dato tanto. Stasera noi abbiamo fatto il nostro dovere, ma il campionato è lungo, e sappiamo che può cambiare da un momento all’altro».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
UNDER 23, I CONVOCATI PER TERNANA – JUVENTUS
27 GIUGNO 2020
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
UNDER 23, I CONVOCATI PER TERNANA – JUVENTUS
La Juventus U23 torna in campo oggi, a Cesena, per la finale di Coppa Italia di Serie C contro la Ternana. Di seguito la lista dei convocati di Mister Pecchia per la sfida in programma alle 20:45 al Dino Manuzzi. La finale si gioca in gara secca, in caso di parità tempi supplementari ed eventualmente calci di rigore per decretare il vincitore.
LA LISTA
1. Nocchi
2. Rosa
3. Coccolo
4. Zanandrea
6. Peeters
7. Marchi
8. Portanova
9. Brunori
13. Mule
14. Marques Mendez
15. Toure
17. Zanimacchia
18. Di Pardo
19. Rafia
20. Beruatto
21. Vrioni
22. Loria
24. Frabotta
26. Fagioli
27. Del Sole
30. Siano
31. Dragusin
32. Wesley
33. Delli Carri
35. Alcibiade
36. Minelli.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
STAT OF THE GAME – SETTE DI FILA!
27 GIUGNO 2020
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
STAT OF THE GAME – SETTE DI FILA!
Settima vittoria casalinga consecutiva ieri per i bianconeri. Non accadeva dall’aprile 2018.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
GLI ALTRI FACTS
La Juventus ha subito un solo gol in casa nel 2020, nessuna squadra nei top-5 campionati europei ne ha incassati di meno nel periodo – l’altra a quota uno è il Lione.
Il Lecce è la 20ª avversaria differente contro cui Cristiano Ronaldo va a segno in Serie A – il portoghese ha finora trovato il gol contro 20 delle 21 squadre affrontate nella competizione. Nessun giocatore ha realizzato più gol in casa di Cristiano nella Serie A 2019/20 (16, al pari di Immobile).
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Paulo Dybala ha realizzato la sua 50ª rete casalinga in Serie A. Era da gennaio 2016 che la Joya non prendeva parte ad almeno un gol in cinque gare di fila in una singola stagione di Serie A – quattro reti e un assist nel periodo.
Matthijs de Ligt è il più giovane difensore tra quelli ad aver segnato almeno tre gol nella Serie A 2019/20.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Gonzalo Higuaín ha eguagliato il numero di gol messi a segno nella scorsa stagione in Serie A (sei).
Rodrigo Bentancur ha collezionato la sua 100ª presenza in tutte le competizioni con la maglia della Juventus.
Simone Muratore ha collezionato la sua prima presenza in Serie A.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
UNDER 23, È IL GIORNO DELLA FINALE!
27 GIUGNO 2020
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
UNDER 23, È IL GIORNO DELLA FINALE!
Oggi la Juventus Under 23 torna in campo dopo 125 giorni e si gioca un trofeo. La seconda squadra bianconera affronterà, alle 20:45, al Dino Manuzzi di Cesena, la Ternana per la finale di Coppa Italia di Serie C (qui i convocati bianconeri). Una finale conquistata dopo un percorso lungo e che ha messo sulla strada dei ragazzi di Mister Pecchia ostacoli non facili da superare, ma affrontati sempre con lo spirito giusto. Lo stesso spirito messo negli allenamenti dalla ripresa, per focalizzarsi al massimo sul finale di stagione.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
IL CAMMINO DELLA JUVE
Tutto è cominciato la scorsa estate. Era il 4 agosto 2019 e ad Alessandria arrivava la Pergolettese, per la prima gara del girone C. L’avvio somiglia subito a una bella promessa: 2-0 con le reti bellissime di Pietro Beruatto e Idrissa Toure, casualmente due al secondo anno di Under 23, nel segno della continuità e della progettualità. Per proseguire, però, serve fare risultato anche contro la Reggio Audace: si gioca il 18 agosto 2019 ancora ad Alessandria, ma formalmente in casa degli emiliani. Il 3-3 firmato Lanini (tripletta) tinge così di bianconero il pass per i sedicesimi di finale.
Il calendario scorre e arriviamo al 6 novembre 2019. Cambia il clima, ma non lo stadio, sempre al Moccagatta, avversario l’Alessandria: finisce 1-0, decisivo il rigore di Han. In poco più di venti giorni, condensati tra gli impegni del campionato, per i bianconeri arrivano anche ottavi e quarti, superati brillantemente. I primi ancora in casa contro la Pro Vercelli, con il successo 2-0 firmato Clemenza e Frederiksen, i secondi a Piacenza, dove Rafia e Mota Carvalho rimontano lo svantaggio iniziale firmato Cattaneo.
L’ultimo ostacolo prima della finale si chiama FeralpiSalò: andata in trasferta il 29 gennaio 2020, ritorno, in casa, il 12 febbraio successivo. Al Lino Turina di Salò i bianconeri vengono sconfitti 2-0 al termine di una partita interpretata benissimo e ricca di occasioni e la strada per la finale diventa ripida e complicata da percorrere. Servirebbe una reazione da grandissima squadra, un’impresa, ed è esattamente ciò che accade al Moccagatta al ritorno. Marchi e Zanimacchia portano il match ai supplementari, poi ancora Zanimacchia trasforma il rigore del 3-0, con la fuga con annesso dribbling sul portiere di Rafia a chiudere la partita e spedire la Juve in finale.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Luogo e tempo saranno diversi rispetto a quelli pensati in quel momento, ma oggi il giorno è arrivato: l’ultimo atto di un cammino comunque splendido.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
U23 | STORIA DI UNA RIMONTA
LA TERNANA
L’ultima gara per i neroverdi è datata 8 marzo: sconfitta 2-0 contro l’Avellino. La squadra guidata da Fabio Gallo ha chiuso la stagione al quinto posto in classifica, con 65 punti collezionati in 30 gare di campionato. Il cammino in Coppa Italia ha avuto la stessa lunghezza di quello della Juve: girone superato sconfiggendo 3-2 l’Olbia e 3-1 il Rieti, poi 4-1 alla Fermana, 1-0 ad Avellino e Siena e infine vittoria 2-0 in casa e pareggio 0-0 in trasferta con il Catania in semifinale.
Il giocatore più utilizzato da Gallo in Coppa è stato Federico Furlan, trequartista classe 1990 con all’attivo oltre 100 presenze in Serie B, mentre il capocannoniere Anthony Partipilo, con tre reti. L’attaccante scuola Bari è anche il miglior marcatore della squadra allargando lo sguardo a tutte le competizioni, con 9 gol, seguito da Alexis Ferrante e Daniele Vantaggiato, giocatore di grande esperienza. L’esperienza sicuramente sarà uno dei punti di forza degli umbri, la cui età media si aggira intorno ai 28,5 anni.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
POST-LECCE IN CAMPO
27 GIUGNO 2020
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
POST-LECCE IN CAMPO
Si è svegliata con il sorriso la Juve questa mattina. Con il poker rifilato al Lecce ieri sera all’Allianz Stadium, i bianconeri hanno consolidato il proprio posto in vetta al campionato. E’ già però tempo di guardare avanti, perché martedì sera, al Luigi Ferraris, è in programma la sfida con il Genoa.
Mattinata di lavoro per gli uomini di Sarri: recupero per chi ha giocato ieri sera con i pugliesi, e lavoro personalizzato per il resto della squadra.
Prossima seduta in programma lunedì.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
JUVENTUS – LECCE | L’AZIONE DECISIVA DELLA PARTITA
27 GIUGNO 2020
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
JUVENTUS – LECCE | L’AZIONE DECISIVA DELLA PARTITA
La Juventus supera il Lecce con un poker realizzato nel secondo tempo. I pugliesi hanno retto, chiudendosi con ordine in difesa, nei primi 45 minuti. Alla distanza, e con un uomo in meno per l’espulsione di Lucioni al 30’, gli ospiti non sono riusciti a reggere la forza d’urto dei bianconeri. Il primo gol lo realizza Dybala. Andiamo a descrivere l’azione:
JUVENTUS – LECCE | IL GOL DI DYBALA
Nella ripresa la Juventus aumenta il ritmo, sia nella velocità delle giocate, sia attraverso un maggior pressing per recuperare subito palla a ridosso della trequarti leccese.
All’ottavo minuto gli ospiti cercano di uscire palla al piede dalla propria area di rigore. Nel momento in cui Donati cerca di far ripartire l’azione e serve Shakhov, i tre leccesi sull’out sinistro del fronte d’attacco bianconero sono immediatamente pressati da tre avversari.
Shakhov prova una giocata di prima, che risulta imprecisa. La palla in area giunge tra i piedi di Ronaldo. Appena il portoghese entra in possesso, immediatamente Dybala si propone per lo scarico. L’argentino viene servito sulla lunetta dell’area avversaria e con un preciso quanto potente sinistro porta in vantaggio la Juventus.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
UNDER 23 STORICA: CONQUISTA LA COPPA ITALIA SERIE C!
27 GIUGNO 2020
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
UNDER 23 STORICA: CONQUISTA LA COPPA ITALIA SERIE C!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
LA COPPA ITALIA SERIE C È DELLA JUVENTUS UNDER 23!
Oggi scriviamo la storia un’altra volta. La Juventus Under 23, nella finale di Cesena, vince il suo primo trofeo, al suo secondo anno di storia: la Coppa Italia di Serie C. Un percorso lungo e tortuoso quello di coppa, cominciato lo scorso agosto, e chiuso con l’urlo di gioia di una squadra che ha saputo crescere e soffrire quando necessario, ma soprattutto ha saputo capire i momenti, facendo valere tutte le sue qualità, presentandosi alla finale con maturità e consapevolezza rinnovate. Il 2-1 inflitto alla Ternana a Cesena, firmato Brunori e Rafia, è lo specchio del lavoro di tutta la società, è anche la vittoria di un progetto e di un’idea. La Coppa Italia di Serie C è della Juventus Under 23.
Ed è una vittoria importante anche per l’immediato futuro: il trofeo assicura infatti alla Juventus il diritto di disputare i playoff di Serie C, partendo dal Primo Turno della Fase Nazionale. La gara sarà in casa per i bianconeri, il prossimo  9 luglio, con orario e avversaria da definire in base alle qualificate dopo i primi turni Play Off che si disputeranno i prossimi 1 e 5 luglio. Il 6 si svolgerà il sorteggio per gli accoppiamenti.
Ma torniamo alla partita di Cesena.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
BOTTA E RISPOSTA
L’avvicinamento al fischio d’inizio è ovviamente caratterizzato dalle incognite legate alla condizione fisica, ma entrambe le squadre rispondono ai dubbi con la grinta di chi vuole azzannare la partita e ne viene fuori un avvio scoppiettante e che cancella presto lo 0-0. Dopo due buone azioni della Juve, a passare in vantaggio è la Ternana, al 6′. Punizione dal limite trasformata perfettamente da Carlo Mammarella, che con il mancino spedisce la sfera all’incrocio dei pali.
Il gol potrebbe tagliare le gambe, ma i bianconeri partono a testa bassa a caccia dell’immediato pareggio, telecomandati da Mister Pecchia in panchina, costante nell’accompagnare le azioni dei suoi con consigli e indicazioni. Lo sforzo viene premiato all’11’. Brunori mette giù splendidamente il pallone nel cuore dell’area umbra, scambia a tutta velocità con Marchi e viene sgambettato da Russo: calcio di rigore. Dal dischetto si presenta lo stesso Brunori, che è perfetto nell’esecuzione e riporta l’equilibrio al Manuzzi.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
RAFIA LETALE
I gol cambiano il parziale, ma non lo svolgimento del match. I ritmi restano alti, con qualche errore da una parte e dell’altra spesso indotto anche dalla pressione avversaria. In mezzo alla battaglia, prima della mezz’ora, spunta il colpo di testa di Paghera, che svetta bene nel cuore dell’area bianconera, ma non inquadra lo specchio. La risposta della Juve arriva al 32′ e fa tremare gli avversari. Frabotta interrompe l’azione della Ternana e affida il contropiede a Brunori, intelligentissimo nell’aspettare e poi servire Fagioli: cross in mezzo per Del Sole che, di testa, colpisce la traversa con Iannarilli immobile.
Il conto delle occasioni si arricchisce al 36′ con un cross forte e velenoso di Frabotta respinto dal portiere avversario dopo un’inarrestabile azione solitaria di Rafia, cresciuto vistosamente di tono con il passare dei minuti, poi al 40′ è la Ternana a spaventare, con una conclusione di prima intenzione con il sinistro a giro di Partipilo che accarezza l’incrocio dei pali. Negli spogliatoi, però, si rientra con la Juve in vantaggio. Splendido lavoro di Marchi spalle alla porta, palla a rimorchio per Brunori e conclusione murata che termina in zona Rafia. Il tunisino non si fa pregare e spara, nella porta rimasta quasi sguarnita, il pallone del raddoppio, premio per un finale di frazione interpretato benissimo dai ragazzi di Mister Pecchia.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
NOCCHI SALVA
Dagli spogliatoi la Juve esce con un cambio: c’è Wesley al posto di Del Sole. Proprio il brasiliano, dopo una manciata di minuti, ha l’occasione per il tris. Ancora grande lavoro di Marchi e Brunori, che armano il destro del compagno, che, però, non inquadra lo specchio. I bianconeri continuano a tenere in mano le redini della partita e si rendono pericolosi ancora con Rafia al 55′. Quattro minuti più tardi, spiacevole sensazione di deja-vu, con Mammarella sul pallone per una punizione dal limite. Altra traiettoria indirizzata all’incrocio, ma Nocchi vola e blinda il 2-1. La difesa si fa trovare pronta anche davanti agli altri tentativi avversari, arrivando su tutti i palloni. Al 75′, però, su una conclusione scagliata all’improvviso da Salzano serve ancora il tuffo di Nocchi, che risponde presente.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
FINO ALLA FINE
Con il passare dei minuti la pressione della Ternana sale e la Juve ha la saggezza di capire che direzione prenderà la gara. Mister Pecchia pesca energie fresche dalla panchina e i ragazzi in campo capiscono il valore di ogni singolo pallone e danno semplicemente tutto. Con l’ordine, quando possibile, con la grinta quando la qualità non basta. Negli occhi e nelle giocate si legge la crescita del gruppo, anche quando i riflettori erano lontani, e il risultato finale è il premio del lavoro. È un trofeo storico. Tinto di bianconero:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

OPPOSITIONWATCH: IL GENOA
28 GIUGNO 2020
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
OPPOSITIONWATCH: IL GENOA
Il Genoa arriva alla partita di martedì sera contro la Juventus reduce dal pareggio per 2-2 ottenuto sabato a Brescia. Una gara che ha visto la squadra ligure andare sotto di due gol nel primo tempo, ma due rigori perfettamente realizzati (il primo da Iago Falque, il secondo da Pinamonti) hanno permesso alla squadra allenata da Davide Nicola di tornare a casa con un punto. Un punticino che ha porta il Grifone a quota 26 in classifica, rimanendo in piena lotta per evitare la retrocessione.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
IL RENDIMENTO IN CASA
Tra le mura amiche il Genoa fino a questo momento ha ottenuto 4 vittorie, un pareggio e 8 sconfitte, l’ultima lo scorso 23 giugno, quando perse 4-1 contro il Parma. A Marassi non vince dal 9 febbraio, quando piegò 1-0 il Cagliari grazie alla rete firmata da Goran Pandev. Le altre vittorie sono arrivate contro Fiorentina (2-1), Brescia (3-1) e Sassuolo (2-1).
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
12 MARCATORI IN CAMPIONATO
In questo campionato, il Genoa non ha avuto un vero e proprio bomber, ma è una sorta di cooperativa del gol. Sono infatti 12 i giocatori che sono andati a segno in Serie A, con Pandev e Criscito in testa con 7 reti. Alle loro spalle ecco Kouamè (5), Pinamonti e Sanabria (3), Cassata e Iago Falque (2) e Schone, Zapata, Agudelo, Soumaoro e Sturaro con 1. Proprio quest’ultimo è il grande ex della sfida: il centrocampista originario di Sanremo ha giocato con la maglia della Juventus da gennaio 2015 a giugno 2018, collezionando 90 partite ufficiali e 3 reti. Ma, soprattutto, ha conquistato in bianconero ben 9 trofei. Oltre a lui, gli altri ex della sfida sono Perin, Masiello, Criscito, Cassata, Iago Falque e Favilli.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
STORIA | GENOA-JUVE: PARA UN RIGORE, VINCI I MONDIALI
29 GIUGNO 2020
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
STORIA | GENOA-JUVE: PARA UN RIGORE, VINCI I MONDIALI
C’è un filo bianconero ed azzurro a unificare tre portieri che hanno fatto la storia della Juventus e della Nazionale italiana: Giampiero Combi, Dino Zoff e Gianluigi Buffon, tre campioni del mondo, sono riusciti a neutralizzare un calcio di rigore a casa del Grifone.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
GIAMPIERO COMBI
1923-24: Juve impegnata a Genova, al Campo di via del Piano. Nella ripresa, sul risultato di 1-1, i rossoblu hanno l’occasione per portarsi in vantaggio. Sul dischetto ci va il terzino destro Delfo Bellini, destinato a esordire in Nazionale otto mesi dopo: gli ha lasciato l’incarico il capitano genoano, Renzo De Vecchi. La conclusione è potente ma non angolata, il portiere bianconero si dimostra pronto alla risposta e devia il pallone in calcio d’angolo. Il punteggio non cambia più. Il Genoa riuscirà a vincere il suo nono e ultimo titolo, succedendo proprio alla Juventus. Dieci anni dopo, Giampiero Combi difenderà la porta dell’Italia vincitrice del Mondiale organizzato in casa.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
DINO ZOFF
10 marzo 1974. La Juve sta conducendo per 1-0 sul campo di Marassi grazie a una rete siglata da Antonello Cuccureddu. A 5 minuti dal fischio finale, l’arbitro Pasquale Gialluisi decreta un calcio di rigore a favore dei liguri. Sul dischetto si presenta Mario Corso, scomparso di recente: sinistro raffinato, famoso per i calci di punizione detti “a foglia morta” per come il pallone scende dopo avere superato la barriera. Di fronte a lui, Dino Zoff. Il numero 1 bianconero intuisce la conclusione sulla sua sinistra e arriva persino a bloccare la sfera. Per Zoff è il primo penalty parato con la Juventus: «Quello dei rigori era un po’ il mio complesso», ammette a fine gara colui che diventerà il capitano della Nazionale Mundial ’82.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
GIANLUIGI BUFFON
2006-07. Se i suoi predecessori hanno vinto il Mondiale dopo aver parato un rigore a Genova, Buffon si presenta invece pochi mesi dopo il trionfo di Berlino. L’impresa è ancora molto viva nel cuore della gente, tutto lo stadio lo accoglie con un caloroso applauso. La partita termina 1-1, gol di Pavel Nedved e Ivan Juric. Sullo 0-0, Gigi si trova contro Adailton dal dischetto. Il brasiliano calcia di sinistro e chiude il tiro: Buffon risponde parando in due tempi. Ma il portiere juventino non sarebbe Superman se non si ripetesse. Succede nel 2014, in una sfida decisa da Andrea Pirlo su punizione. Stessa porta sotto la gradinata Sud ed esecuzione molto simile, stavolta ad opera di Emanuele Calaiò: la risposta del Gigi è assolutamente perfetta.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
UFFICIALE – SIMONE MURATORE CEDUTO ALL’ATALANTA
29 GIUGNO 2020
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
UFFICIALE – SIMONE MURATORE CEDUTO ALL’ATALANTA
Juventus Football Club S.p.A. comunica di aver raggiunto l’accordo con la società Atalanta B.C. S.p.A. per la cessione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Simone Muratore a fronte di un corrispettivo di € 7 milioni, pagabili in quattro esercizi.
Tale operazione genera un effetto economico positivo di circa € 6,8 milioni, al netto degli oneri accessori.

SCARICA IL COMUNICATO UFFICIALEJUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

RIPARTE “UN CALCIO AL RAZZISMO” INSIEME A TEDXTORINO
29 GIUGNO 2020
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
RIPARTE “UN CALCIO AL RAZZISMO” INSIEME A TEDXTORINO
La prima edizione del progetto scolastico Un Calcio al Razzismo ha visto partecipare oltre settecento classi in tutto il Piemonte. Grazie a questo progetto più di quindicimila ragazze e ragazzi hanno potuto discutere attivamente su termini quali razza, discriminazione, pregiudizio e stereotipo.
L’entusiasmo degli studenti e i feedback raccolti sono andati ben oltre le criticità dell’attuale periodo storico e ci hanno così portato a rafforzare e ad ampliare il nostro impegno, rinnovando e innovando le nostre proposte in collaborazione con i nostri partner.
Con questi presupposti, e insieme a TEDxTorino, il percorso di Un Calcio al Razzismo riprende in questo suo decimo anno di vita con grandi novità.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il primo passo di questo percorso saranno dieci TED Circles, un format di videocall a cui potranno partecipare un massimo di dieci persone per volta; la finalità è condividere pensieri per crearne di nuovi attraverso momenti di ascolto e confronto in stile TED.
Dieci parole chiave, dieci incontri a cui prenderanno parte dieci giovani partecipanti per volta e che per un’ora e mezza si lasceranno coinvolgere da moderatori del team di TEDxTorino e parteciperanno a un dibattito su un tema da sempre attuale. Una nuova formula per stimolare il confronto attivo attorno a quei concetti chiave che sembrano essere oggi quelli relativi alla discriminazione.
La partecipazione ai Circles sarà aperta a tutti i ragazzi e ragazze che desiderino prendervi parte per condividere la propria opinione e per ascoltare il pensiero degli altri.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Questo nuovo percorso, ricco di appuntamenti durante i prossimi mesi, sarà funzionale alla realizzazione del TEDxTorinoSalon dedicato alla lotta contro le discriminazioni. L’evento, che si terrà nella primavera/estate 2021 presso l’Allianz Stadium, sarà costruito insieme a tutte le persone che vorranno portare il loro contributo in questi mesi.
La collaborazione tra Juventus e TEDxTorino conferma infatti la forte volontà del club di guardare avanti, utilizzando il calcio e i propri valori per ispirare azioni e comportamenti delle future generazioni anche al di fuori del campo di gioco.
I TED Circles di Un Calcio al Razzismo sono quindi aperti a chi voglia contribuire attivamente a questa rivoluzione culturale, apportando la propria esperienza e il proprio pensiero con una modalità aperta e costruttiva. PRENOTATI SUBITO QUI! Il progetto un “Calcio al Razzismo”_ nasce nella stagione 2009/2010 come bando rivolto a tutte quelle realtà del territorio piemontese e nazionali interessate a sviluppare e attivare un progetto di impiego che prevedesse azioni concrete contro il razzismo e volte a favorire l’inclusione e l’integrazione sociale._
Tali contributi e riscontri raccolti in questi anni di attività hanno fatto emergere l’esigenza di rivolgerci direttamente a quella generazione che dovrà vivere il futuro con un ruolo da protagonista e conduttore: i giovani. “Un Calcio al Razzismo” è oggi un programma educativo che parla alle nuove generazioni per formarle e metterle alla guida del cambiamento.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
GIORGIO E GIGI, UNA VITA IN BIANCONERO
29 giugno 2020
Un altro anno insieme per due Leggende della Juventus!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
GIGI E CHIELLO, 2021!
29 GIUGNO 2020
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
GIGI E CHIELLO, 2021!
Ci sono giocatori che non hanno bisogno di presentazioni.
Campioni la cui storia parla da sola, e il cui legame con la maglia che indossano è indissolubile.
Esempi in campo e in spogliatoio, leader, trascinatori, portatori del DNA bianconero, che vestono come una seconda pelle.
Gianluigi Buffon.
Giorgio Chiellini.
Capitani, bandiere.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Bianconeri da sempre. Per sempre. E a confermarlo, casomai ce ne sia bisogno, c’è l’ufficialità, da oggi, del loro rinnovo contrattuale, per un altro anno: 2021.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
UNA LEGGENDA CHIAMATA BUFFON
«…Probabilmente ognuno di noi sperava, e in fondo sapeva, che quel filo che ci ha unito per così tanti anni non era destinato a spezzarsi. Così sarà».
Così scrivevamo proprio noi, poco meno di un anno fa, quando annunciavamo il ritorno alla Juventus di Gianluigi Buffon dopo un anno in Francia. Quel filo, dunque, non solo non si spezza, ma se possibile si rafforza. Il 2021 è un numero che fa effetto, perché a questa scadenza saranno trascorsi 20 anni tondi dal suo arrivo in bianconero.
Anche nella stagione in corso, finora, la presenza di Super Gigi è stata fondamentale, in campo e fuori; restando nei limiti del terreno di gioco, parliamo di 13 presenze, fra campionato, Champions League e Coppa Italia. Con prestazioni sempre di altissimo livello.
E poi, altri record lui: Gigi, per anni capitano bianconero – la sua fascia ora la indossa proprio Chiello – è diventato il giocatore con più presenze nella storia della Juventus in Serie A (479) e ha eguagliato Paolo Maldini come primatista di presenze nella storia della Serie A (quota 647). E l’Europa: con la presenza contro il Bayer Leverkusen, Gianluigi Buffon (41 anni e 317 giorni) è diventato il secondo giocatore per età nella storia della Champions League dopo Marco Ballotta (43 anni e 252 giorni).
Buffon è infatti la dimostrazione che l’età può essere solo un fatto anagrafico.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
CHIELLO, SEDICI ANNI DI AMORE BIANCONERO
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
CAPITAN CHIELLINI, IL MURO INVALICABILE
Arrivato alla corte della Signora nell’estate del 2004 dal Livorno, Chiellini torna alla Juventus l’anno successivo e conquista subito i cuori dei tifosi bianconeri, i quali riconoscono un senso di appartenenza e di attaccamento alla maglia davvero forte, nonché la professionalità, passione e caratteristiche degne di un vero leader.
Con la casacca della Juventus fino ad ora ha disputato 509 presenze in tutte le competizioni, vincendo otto Scudetti, quattro Coppe Italia, quattro Supercoppe Italiane e contribuendo in prima persona a inaugurare uno dei cicli più vincenti del club.
In 16 anni di Juve ha scritto pagine di storia indelebili, come l’#Hi5tory, i due Scudetti vinti da #Le6end e #My7h, fino a diventare – insieme ad Andrea Barzagli – l’unico giocatore nella storia della Serie A a vincere otto campionati di fila.
Chiellini incarna lo spirito combattivo e vincente, la fame e la determinazione: termini che per la Juventus sono dei veri e propri mantra.
Un vero Capitano.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
SARRI: «A GENOVA CI ASPETTA UNA PARTITA DIFFICILE»
29 GIUGNO 2020
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
SARRI: «A GENOVA CI ASPETTA UNA PARTITA DIFFICILE»
Domani sera la Juventus va in scena a Marassi, ospite del Genoa, nel match valevole per la 29° giornata di Serie A. Una partita importante, presentata oggi da Mister Sarri all’Allianz Stadium. «Giocare in casa del Genoa è difficile per tutti, nelle gare interne negli ultimi anni ha sempre fatto bene. La partita è complicata, come lo sono sempre le gare contro le squadre che stanno lottando per non retrocedere. Dobbiamo essere consapevoli di questa difficoltà, i ragazzi lo sanno».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
LA PREPARAZIONE DELLE PARTITE
«Adesso siamo ancora nella fase dove si deve trovare la migliore condizione fisica, ed è così per tutte le squadre. Con il passare delle giornate si prospetterà poi il problema inverso con l’accumularsi delle partite. Noi stiamo cambiando la gestione dei post partita, non abbiamo la possibilità di fare allenamenti impegnativi, è tutto un lavoro di scarico e di preparazione alla gara successiva. Le 5 sostituzioni? E’ una cosa da maneggiare con cura, ma è anche un’esperienza nuova e stimolante».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
LA CONDIZIONE DEI GIOCATORI BIANCONERI
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
«In questo momento numericamente non ci possiamo permettere di alternare più di 2-3 giocatori, nell’ultima partita tra i convocati avevamo 3 ragazzi dell’Under 23 e 3 portieri. Non abbiamo molte variabili, spero nei prossimi 7-8 giorni di recuperare qualche giocatore. Higuain sta meglio, ho solo un’incertezza sul suo minutaggio. Bentancur l’ho visto crescere abbastanza velocemente, è ancora più forte di quello che mi aspettavo. Ha acquisito personalità e convinzione, comincia ad avere più esperienza ed ha ancora dei margini di miglioramento. Ramsey sta meglio, l’ho visto più frizzante nella gara contro il Lecce rjspetto a Bologna. Buffon? Non ho ancora deciso se giocherà domani, ma il giorno del record arriverà tranquillamente, penso in questa stagione».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
IL FATTORE CAMPO
«Un po’ continua ad esserci. È vero che non c’è il pubblico, ma chi gioca in casa può fare affidamento sulle delle piccole certezze, sono abitudini che danno sicurezze ai giocatori».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
UFFICIALE | ARTHUR E PJANIC, GLI ACCORDI CON IL BARCELLONA
29 GIUGNO 2020
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
UFFICIALE | ARTHUR E PJANIC, GLI ACCORDI CON IL BARCELLONA
Juventus Football Club S.p.A. comunica di aver perfezionato con la società FC Barcelona i seguenti accordi:
Acquisizione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Arthur Henrique Ramos De Oliveira Melo a fronte di un corrispettivo di € 72 milioni pagabili in quattro esercizi. Il valore di acquisto potrà incrementarsi di massimi € 10 milioni al maturare di determinate condizioni nel corso della durata contrattuale. Juventus ha sottoscritto con lo stesso calciatore un contratto di prestazione sportiva quinquennale valevole fino al 30 giugno 2025.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Cessione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Miralem Pjanic a fronte di un corrispettivo di € 60 milioni, pagabili in quattro esercizi, che potrà incrementarsi di ulteriori € 5 milioni al verificarsi di determinate condizioni nel corso della durata contrattuale. Tale operazione genera un effetto economico positivo di circa € 41,8 milioni, al netto del contributo di solidarietà e degli oneri accessori.

SCARICA IL COMUNICATO UFFICIALE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

A UN GIORNO DA MARASSI
29 GIUGNO 2020
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
A UN GIORNO DA MARASSI
Dopo la domenica di riposo, oggi la squadra si è ritrovata al JTC per l’allenamento della vigilia in vista della gara contro il Genoa, in programma allo stadio Luigi Ferraris domani sera alle 21.45. Il gruppo bianconero ha svolto un lavoro di preparazione alla partita, match valido per la 29° giornata della Serie A.
Domani, in mattinata, la Juve partirà alla volta del capoluogo ligure. JUVENTUS

Annunci
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.