Aggiornamenti, Calcio, Cinema, Cronaca, ECONOMIA, Juventus, Medicina, Salute e Benessere, Mondo, Notizie, Piemonte, Politica, Scienza, Spettacoli Musica e Cultura, Sport, Tecnologia, tutte le regioni italiane: ultimissime notizie in tempo reale sempre aggiornate, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIAGGI E VACANZE: TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, VIDEO NOTIZIE

Covid: oltre 31 mila casi in Cina, record da inizio pandemia. In lockdown la 'iPhone city'

Tempo di lettura: 2 minuti

Ultimo aggiornamento 24 Novembre, 2022, 07:40:49 di Maurizio Barra

I casi giornalieri di Covid in Cina hanno raggiunto un livello record dall’inizio della pandemia. Lo riferisce il National Health Bureau. Mentre il Paese ha lavorato per frenare la diffusione con blocchi improvvisi, test di massa e restrizioni di viaggio, è stato registrato un totale di 31.454 casi domestici, di cui 27.517 asintomatici.

La risalita dei contagi da coronavirus in tutto il paese, ha spinto le autorità a decidere una nuova serie di chiusure a Pechino per quanto riguarda moltissimi luoghi pubblici e attività commerciali. Nei due grossi quartieri centrali di Haidian e Chaoyang, in cui abitano circa 7 milioni di persone, è stato imposto un lockdown. 

Nel weekend appena passato sono state registrate cinque morti attribuite al Covid-19, le prime in tutta la Cina da aprile. Sono così cominciati test di massa su tutta la popolazione, che la Cina adotta ormai da tempo per contrastare la diffusione dei contagi in base alla sua controversa strategia “zero Covid”: quella che prevede l’adozione di lockdown durissimi e immediati per eliminare del tutto ogni focolaio che si presenti nel paese.

La strategia “zero Covid” in questi anni ha costretto molte città in tutta la Cina a mesi di rigidi lockdwon, mettendo in difficoltà alcuni dei principali centri economici del paese e causando un grosso rallentamento dell’economia.  Inizialmente la strategia “zero COVID” era sembrata funzionare e aveva consentito ai cinesi di vivere una vita  grossomodo normale: la comparsa di varianti molto contagiose ne ha però reso il mantenimento quasi impossibile.

In lockdown la città della fabbrica di iPhone

A Zhengzhou intanto, il capoluogo dell’Henan, ha ordinato il lockdown in diversi distretti negli sforzi per riportare sotto controllo i focolai di Covid-19 all’origine delle violente proteste di martedì notte e di ieri mattina presso il mega impianto della Foxconn, la ‘Iphone city’ che assembla il 70% degli smartphone di Apple.  I residenti del centro non possono lasciare l’area a meno che non abbiano un test covid negativo e il permesso delle autorità locali. 

 

source

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.