Aggiornamenti, Calcio, Cinema, Cronaca, ECONOMIA, Juventus, Medicina, Salute e Benessere, Mondo, Notizie, Piemonte, Politica, Scienza, Spettacoli Musica e Cultura, Sport, Tecnologia, tutte le regioni italiane: ultimissime notizie in tempo reale sempre aggiornate, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIAGGI E VACANZE: TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, VIDEO NOTIZIE

Due italiani candidati agli Oscar: Rohrwacher con "Le pupille" e Signoretti per make up di "Elvis"

Tempo di lettura: < 1 minuti

Ultimo aggiornamento 24 Gennaio, 2023, 20:28:02 di Maurizio Barra

Ci sarà un po’ d’Italia nella notte degli Oscar (il 12 marzo): Le Pupille, cortometraggio live action di Alice Rohrwacher, e Aldo Signoretti nel team del makeup e hairstyling di Elvis di Baz Luhrmann, sono entrati nella cinquina delle nomination agli Oscar, annunciate oggi a Beverly Hills.

Si profila un duello tra i sequel di Top Gun e Avatar per la statuetta come miglior film. Tra gli altri candidati  Niente di nuovo sul fronte occidentale, Gli spiriti dell’isola, Elvis, Everything Everywhere All at Once, The Fabelmans, Tar, Triangle of Sadness e Women Talking.

Austin Butler per Elvis, Colin Farrell per Gli Spiriti dell’Isola, Brendan Fraser per The Whale, Paul Mescal di Aftersun e Bill Nighy per Living sono i candidati per il migliore attore.

Le candidate come migliore attrice sono Cate Blanchett per “Tar”; Ana de Armas per “Blonde”; Andrea Riseborough per “To Leslie”; Michelle Williams per  “The Fabelmans”; Michelle Yeoh per “Everything Everywhere All at Once”.

Sono tutti uomini i registi candidati: sono Todd Field, di Tár, i Daniel (Daniel Kwan e Daniel Scheinert) di Everything Everywhere All at Once, Martin McDonagh di Gli spiriti dell’isola, Ruben Ostlund di Triangle of Sadness e Steven Spielberg per The Fabelmans, quest’ultimo candidato al suo terzo Oscar.

Vai all’elenco completo delle candidature.  

Alice Rohrwacher: dedico la nomination alle “bambine cattive” 

“Dedico la nomination all’Oscar alle ‘bambine cattive’ che cattive non sono affatto e che sono in lotta ovunque nel mondo. Auguro che, come nel mio cortometraggio Le Pupille, possano rompere la torta e condividerla tra loro”. Così Alice Rohrwacher commentando la candidatura. “Le bambine e le donne in Iran, in Afghanistan ma ovunque anche in Svezia e in Umbria”, ha aggiunto.
 

source

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.