Aggiornamenti, Calcio, Cinema, Cronaca, ECONOMIA, Juventus, Medicina, Salute e Benessere, Mondo, Notizie, Piemonte, Politica, Scienza, Spettacoli Musica e Cultura, Sport, Tecnologia, tutte le regioni italiane: ultimissime notizie in tempo reale sempre aggiornate, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIAGGI E VACANZE: TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, VIDEO NOTIZIE

Usa: ancora un afroamericano ucciso dopo 10 minuti di violenza col taser da parte di poliziotti

Tempo di lettura: 2 minuti

Ultimo aggiornamento 27 Maggio, 2023, 06:39:06 di Maurizio Barra

Nuovo episodio di violenza shock negli Usa con protagonisti 3 poliziotti contro un afroamericano, morto dopo essere stato colpito ripetutamente con un taser nello stato del Mississippi. L’episodio, riportano i media americani, risale alla notte della vigilia dell’ultimo capodanno ma gli agenti sono stati incriminati soltanto oggi dopo la pubblicazione dei video ripresi dalle loro body cam. Gli ex poliziotti Avery Willis, Kenya McCarty e James Land sono stati incriminati da un gran giurì, ha detto il procuratore distrettuale della contea di Hinds Jody Owens durante una conferenza stampa con il sindaco di Jackson e il capo delle forze dell’ordine.

Dei tre poliziotti due sono stati accusati di omicidio di secondo grado e uno di omicidio colposo. L’uomo ucciso si chiamava Keith Murriel, 41 anni, morto dopo essere stato colpito per oltre dieci minuti con la pistola stordente. Nel video ripreso dalle body cam si sentono i poliziotti ridere della sofferenza dell’uomo, uno dei tre, Willis, rivolge al malcapitato anche insulti razzisti.

I poliziotti si erano imbattuti in Murriel per arrestarlo per presunta violazione di domicilio in un hotel, dopo che gli avevano chiesto di lasciare il parcheggio dell’edificio. Il filmato mostra Avery Willis, Kenya McCarty e James Land che lottano per ammanettare Murriel mentre quest’ultimo viene stordito numerose volte per oltre 10 minuti. 

Nel video si vedono i poliziotti che, dopo aver ammanettato Murriel, lo posizionano orizzontalmente sul retro di un’auto di pattuglia. Questo per 17 minuti del filmato, della durata complessiva di un’ora. Nei restanti 43 minuti non si vedono né sanitari né poliziotti verificare se Murriel avesse bisogno di assistenza medica immediata. Il filmato è suddiviso in più clip e non è chiaro se gli agenti abbiano assistito Murriel fuori dal campo ripreso dalla telecamera. Ciò che è chiaro è che però durante quei 43 minuti gli agenti hanno scherzato sull’incontro. “È stato divertente vedere i (suoi) piedi per aria… All’inizio è stato divertente. Dopo un po’ è diventato fastidioso.”

Alla fine i paramedici sono arrivati circa quindici minuti dopo la fine delle riprese delle bodycam.

source

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.