Cronaca tutte le notizie- tutta la Cronaca in tempo reale sempre approfondite ed aggiornate. SEGUI, LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 11 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 22:34 DI MERCOLEDì 25 NOVEMBRE 2020

ALLE 13:22 DI GIOVEDì 26 NOVEMBRE 2020

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Sgomberi: scontri durante corteo a Roma, due fermati
Nel quartiere San Lorenzo a manifestazione per Cinema Palazzo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
25 novembre 2020
22:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scontri nel quartiere San Lorenzo a Roma durante il corteo contro lo sgombero di stamattina del Nuovo Cinema Palazzo. La tensione in serata è salita quando i manifestanti nel tentativo di raggiungere piazza dei Sanniti hanno lanciato fumogeni. Ci sono state alcune cariche di alleggerimento da parte delle forze dell’ordine. Ci sono al momento due fermati. Uno verrà denunciato per resistenza. Al vaglio la posizione dell’altro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uccide compagna a coltellate, poi si costituisce
A Pordenone, giunge in Questura con mani sporche di sangue
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
26 novembre 2020
08:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ giunto in Questura con le mani ancora sporche di sangue, dopo aver ucciso la compagna con numerose coltellate al collo. E’ accaduto la notte scorsa a Riveredo in Piano, in provincia di Pordenone, dove è andato poi a costituirsi. La vittima aveva 34 anni, l’omicida uno di meno.
E’ stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario pluriaggravato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Acquista involtino e trova pezzo di dito, indagini in corso
Un consumatore del Ravennate ha segnalato ai carabinieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RAVENNA
26 novembre 2020
08:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In un involtino comprato in un supermercato di Imola (Bologna) ha trovato un residuo compatibile con un pezzo di dito e ha subito avvertito i carabinieri. Su quanto accaduto nei giorni scorsi a un consumatore di San Lorenzo di Lugo, nel Ravennate, sono in corso verifiche della procura di Ravenna che ha già disposto l’analisi del Dna per capire se effettivamente, come dall’aspetto sembra, il residuo in questione sia proprio un frammento di falange umana o se invece sia altro.
Intanto, secondo quanto riferito dalla stampa locale, un controllo dei carabinieri ha escluso che nel supermercato imolese vi fossero altre confezioni di involtini alterate. Dalle verifiche finora svolte, è emerso che l’involtino in questione è stato confezionato in una azienda in Spagna, là dove è presumibilmente accaduto che il frammento sia finito nell’impasto del cibo poi distribuito agli ignari clienti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prefetta Bari requisisce padiglioni Fiera per ospedale Covid
Ci sarà struttura da campo con 160 posti terapia intensiva
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
26 novembre 2020
09:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La prefetta di Bari Antonella Bellomo ha disposto la “requisizione d’uso temporanea” di alcuni padiglioni e spazi della Fiera del Levante di Bari in favore della Protezione civile regionale e del Policlinico, dove sarà realizzato un ospedale da campo Covid. Serviranno ad “allestire, con apposita struttura temporanea – si legge nel decreto – spazi per l’aumento di posti letto, nel numero di 160, da destinare al trattamento in terapia intensiva di pazienti positivi al Covid”.
“Il provvedimento è immediatamente efficace – scrive la prefetta – e avrà durata fino al termine dello stato di emergenza sanitaria, attualmente fissato al 31 gennaio 2021 e comunque per l’ulteriore eventuale periodo di proroga”. La realizzazione della struttura sanitaria all’interno della Fiera “oltre ad essere funzionale ad elevare la dotazione temporanea complessiva del sistema regionale – spiega la Prefettura – , è al contempo rivolta a meglio valorizzare il personale sanitario, talora frammentato in strutture con un numero limitato di posti letto in terapia intensiva, nonché a consentire, seppure gradualmente, una ripresa delle attività sanitarie non Covid che, diversamente, espongono al rischio di ulteriore diffusione del contagio”.
Per l’Ente autonomo Fiera del Levante e per la società di gestione Nuova Fiera del Levante, che ha attualmente in concessione i beni requisiti, “è fatto obbligo di consegnare senza alcun indugio le aree interessate”.
Il decreto di requisizione è stato disposto su richiesta del commissario straordinario per l’attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica Covid, il quale “ha ritenuto sussistenti i presupposti rappresentati dal presidente della Regione Puglia – si legge ancora nel provvedimento – e in particolare l’improcrastinabile necessità di procedere all’auspicata requisizione in uso temporaneo degli spazi (i padiglioni 7-9-10-11-18, parcheggio 15 e Hall di via Verdi), stante la grave ed urgenza esigenza pubblica di disporre dell’area al fine della pianificazione e conseguente sollecita attuazione delle misure di contrasto in questa ‘nuova fase acuta’ dell’emergenza epidemiologica”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Al San Martino di Genova chiude reparto covid
In 42 giorni ha accolto 150 pazienti. Toti: “Una bella notizia”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
26 novembre 2020
09:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Chiude un reparto covid al policlinico San Martino di Genova. E’ il cosiddetto ‘Fagiolone’, una struttura che poteva accogliere fino a 20 malati. Il reparto era stato aperto il 15 ottobre scorso: in questi 42 giorni ha ospitato 150 pazienti. Questa mattina la chiusura. Nella prima fase dell’epidemia il ‘Fagiolone’ fu attivo per 32 giorni e la struttura si dedicò a 104 pazienti.
“Iniziamo la giornata con una bella notizia”, dice il presidente della Liguria Giovanni Toti. “Continua a calare la pressione sui nostri ospedali, diminuiscono i ricoverati in Liguria, così come il numero di accessi in ambulanza. Piccoli grandi risultati che dobbiamo al lavoro straordinario della nostra sanità: grazie a medici, infermieri, operatori sanitari che dietro quelle mascherine, con coraggio e incessante impegno, ci stanno aiutando nella battaglia più difficile. Non abbassiamo la guardia, non è finita”, dice Toti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Esplosione davanti sede Consorzio Unico rifiuti Casertano
Attentato ieri sera. Indagini e perquisizioni. Forse ritorsione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CASERTA
26 novembre 2020
09:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Polizia di Stato sta indagando su un attentato con ordigno artigianale avvenuto ieri sera a Santa Maria Capua Vetere (Caserta), davanti alla sede del Consorzio Unico di Bacino delle province di Napoli e Caserta (Cub), ente in liquidazione da 10 anni che si occupa di raccolta rifiuti, e i cui lavoratori – circa 1000 sparsi tra le due province – potrebbero entro qualche mese concludere la mobilità ed essere licenziati. L’ordigno ha danneggiato la porta d’ingresso della sede; sull’episodio indagano i poliziotti del Commissariato di Santa Maria Capua Vetere, che nella notte hanno perquisito alcune persone e hanno acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza posizionate fuori alla sede del Consorzio. Quanto è avvenuto potrebbe essere opera di qualche squilibrato, una bravata, ma l’ipotesi più inquietante è che l’atto sia connesso alla difficile situazione che vivono da anni i lavoratori del Consorzio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Yara: genitori, ricordatela per capacità di dare agli altri
Dieci anni fa l’omicidio della ragazza nel bergamasco
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
26 novembre 2020
10:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fulvio e Maura Gambirasio vogliono che la loro figlia Yara, che esattamente dieci anni venne uccisa a soli 13 anni dopo essere uscita dalla sua palestra, sia “ricordata per quello che era e sarebbe stata sempre capace di dare agli altri, per la sua passione, le sue abilità, non per ciò che le è successo”.
Collegati in zoom con Il Corriere della Sera assieme ai componenti dell’associazione sportiva La Passione di Yara, nata in sua memoria, i genitori vogliono ricordare così loro figlia scomparsa a Brembate di Sopra (Bergamo) il 26 novembre del 2010 e trovata morta esattamente tre mesi dopo in un campo a pochi chilometri di distanza da casa sua Non hanno mai parlato, né lo fanno in occasione del decimo anniversario della morte, della vicenda processuale che ha portato alla condanna definitiva all’ergastolo per omicidio di Massimo Bossetti, il muratore di Mapello, paese a poca distanza da Brembate.
Bossetti fu fermato come l’autore dell’omicidio nel giugno del 2014 in seguito a un screening in quasi tutto il Bergamasco alla ricerca dell’identificazione del Dna trovato sul corpo della giovane uccisa.
Poi la condanna all’ergastolo diventata definitiva. I suoi legali stanno ancora lavorando a un possibile richiesta di revisione della sentenza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Falsi sms da banche e svuotano conti in tutta Italia
Quattro denunce e 50 indagati. ‘Centrale operativa’ in Campania
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
26 novembre 2020
10:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mandavano sms sui telefoni dei correntisti delle banche di tutta Italia e attraverso un link riuscivano a svuotarne i conti. La polizia postale di Genova è riuscita a sgominare la banda denunciando quattro persone.
Nell’inchiesta ci sono circa 50 persone indagate. Gli investigatori hanno il sospetto che dietro ci sia la camorra. La ‘Centrale operativa’ è stata individuata in Campania. Le frodi hanno visto un boom soprattutto nel periodo del lockdown. Dalle intercettazioni è emerso che i truffatori insultavano alla fine della telefonata le vittime. “Ti abbiamo fregato” o ancora “sei stato un ciambellone”. I colpi messi a segno fruttavano dai 300 euro ai 55 mila euro. La banda, secondo una prima stima, si sarebbe impossessata di circa 300 mila euro da settembre ad ora.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Giani, 1.351 nuovi positivi, 17mila tamponi fatti
Casi tornano sopra quota mille a fronte duemila test in più
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
26 novembre 2020
10:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I nuovi casi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Toscana sono 1.351 su 16.999 tamponi molecolari e 2.623 test rapidi effettuati: lo ha annunciato Eugenio Giani, presidente della Regione, in un post su Facebook.
I numeri sono più alti di ieri, quando erano stati registrati 986 nuovi positivi su 14.843 tamponi molecolari e 3.027 test rapidi.
Giani ha allegato oggi al suo post una foto delle donne al lavoro nel reparto di oncologia medica dell’Ospedale San Jacopo di Pistoia, che espongono cartelli con la scritta “#no alla violenza sulle donne, #sì alla prevenzione”. “La violenza di genere va combattuta sempre, tutti i giorni dell’anno”, ha scritto Giani, sottolineando che “la prevenzione dei tumori femminili prosegue anche durante l’emergenza!”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Traffico rifiuti, sequestrati a Bari 24mila kg abiti usati
In container proveniente da Lituania e diretto nel Brindisino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
26 novembre 2020
10:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’ambito di una operazione di contrasto al traffico di rifiuti, circa 24 tonnellate di indumenti usati sono stati sequestrati nel porto di Bari da funzionari dell’Agenzia dogane e monopoli (Adm) e dalla Guardia di finanza che hanno scoperto il carico in un container proveniente dalla Lituania e diretto in provincia di Brindisi.
Attraverso le immagini rilevate da uno scanner a raggi X, e da una successiva ispezione, è stato accertato che il carico, costituito da capi di abbigliamento di ogni tipo, maleodoranti e ammassati alla rinfusa senza il rispetto di alcuna norma igienica, non poteva in alcun modo essere considerato “rifiuto cessato” (cd end of waste), condizione che si ottiene soltanto mediante specifiche procedure di detenzione e igienizzazione. L’attività operativa ha portato al sequestro penale dell’intero carico e del container utilizzato, mentre il legale rappresentante della società di destinazione operante nel brindisino è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per i reati di gestione non autorizzata e traffico illecito di rifiuti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sequestrata casa in Salento a un membro famiglia Scu
Per inquirenti è frutto di attività criminose
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LECCE
26 novembre 2020
10:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I militari del Gico del Nucleo di Polizia economico-finanziaria della Guardia di finanza del Comando Provinciale di Lecce, coordinati dalla Direzione distrettuale antimafia del capoluogo salentino, hanno dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro di prevenzione, emesso dalla II Sezione Penale del Tribunale di Lecce, nei confronti dì Antonio Caramuscio, 47 anni, ritenuto appartenente a una famiglia della Sacra corona unita (Scu), egemone su Surbo (Lecce) e altri comuni del nord Salento. Il sequestro, finalizzato alla confisca, riguarda un’abitazione nel comune di Surbo, ritenuta il frutto di attività criminose.
Contestualmente è stata avanzata alla Direzione distrettuale antimafia di Lecce anche la proposta per l’applicazione della misura della sorveglianza speciale con l’obbligo di soggiorno nel comune di residenza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sgomberi: un arrestato per scontri a corteo Roma
Altro manifestante denunciato. Ferito poliziotto in disordini
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
26 novembre 2020
11:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un manifestante è stato arrestato e un altro denunciato per gli scontri di ieri sera nel quartiere romano di San Lorenzo durante il corteo contro lo sgombero del Nuovo Cinema Palazzo. Lo si apprende da fonti di polizia.
Nei disordini un agente della polizia è rimasto ferito.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: ‘tampone sospeso’ in centro commerciale nel milanese
Alla Corte Lombarda di Bellinzago Lombardo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
26 novembre 2020
11:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tamponi gratuiti per le persone e le famiglie indigenti: è il progetto di ‘tampone sospeso’ ideato dal Centro Commerciale La Corte Lombarda di Bellinzago Lombardo (Milano), in collaborazione con il Comune.
I numerosi tamponi che saranno messi a disposizione dal Centro Commerciale potranno essere richiesti ed utilizzati da cittadini che saranno segnalati direttamente a un poliambulatorio privato dal Comune stesso, nel totale rispetto della privacy.
L’attività, si legge in una nota, sarà estesa in numerosi centri commerciali attualmente in gestione da Savills: “Siamo assolutamente lieti di poter essere il primo centro commerciale ad offrire il Tampone Sospeso ai nostri clienti più bisognosi – dichiara Roberto Speri, presidente della Corte Lombarda SCARL – La Corte Lombarda si è sempre contraddistinta per la propria vicinanza alle esigenze della cittadinanza; una collaborazione assidua che si è ulteriormente rinforzata dall’inizio della pandemia. Mai come adesso siamo convinti che, nonostante le avversità che stanno colpendo il nostro settore, sia giusto investire nel e per il territorio”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sottrae 220 mila euro a ospedale veterinario, indagata
Guardia finanza Perugia le sequestra beni per 170 mila euro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
26 novembre 2020
11:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ accusata di essersi appropriata di circa 220 mila euro dell’ospedale veterinario universitario didattico di Perugia la responsabile dello sportello unico dell’ente ora indagata a piede libero per peculato dalla guardia di finanza del capoluogo umbro. L’autorità giudiziaria ha disposto a suo carico il sequestro di beni per il valore dell’intero presunto profitto del reato, eseguito al momento per 170 mila euro su diversi beni tra cui un immobile, un terreno, un’automobile e diversi titoli obbligazionari.
La compagnia di Perugia della guardia di finanza a seguito di un esposto ha ricostruito quasi tre anni di contabilità. I 220 mila euro – secondo gli investigatori – erano stati “decurtati” dai pagamenti degli utenti per la cura di animali domestici.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: flash mob studenti Torino,”vogliamo tornare in aula”
Si sono radunati davanti al Palazzo della Regione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
26 novembre 2020
11:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Chiedono di tornare a fare lezione in presenza gli studenti che si sono ritrovati questa mattina in piazza Castello a Torino. Una sessantina di ragazzi ‘autorganizzati’, che si sono seduti per terra, hanno aperto i loro pc e i loro tablet e hanno seguito la didattica a distanza davanti al Palazzo della Regione Piemonte.
“Siamo qui per testimoniare davanti alle istituzioni come sia necessario che si rientri in una didattica in presenza – ha spiegato il portavoce degli studenti, Dario Pio Muccilli, 18 anni, che frequenta il liceo ‘Juvarra’ a Venaria. – Non tanto perché siamo contro la Regione o il governo. Noi non siamo contro nessuno, noi siamo per un futuro degli studenti- Per questo vogliamo che ci venga garantita la didattica in presenza, che è una realtà nel resto dell’Europa, perché la didattica a distanza dimostra un’impreparazione da parte dello Stato di garantirci un rientro in sicurezza”.
I ragazzi hanno poi organizzato un flash mob: un’insegnante ha fatto l’appello, come avviene ogni mattina via pc, mentre gli studenti giustificavano le loro assenza evidenziando le carenze presenti nella scuola in questo periodo di emergenza Covid, con dei cartelloni.   PIEMONTE    VAI ALLA POLITICA   VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO  VAI ALL’ECONOMIA   VAI ALLA TECNOLOGIA    PRIME VIDEO CHANNELS: ISCRIVITI! ORA è IN ITALIA, NON PERDERE QUESTA OCCASIONE!

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Uccide compagna: avvocatessa rinuncia
‘Non sono serena’. E’ impegnata in diritti donne
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROVEREDO IN PIANO
26 novembre 2020
11:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’avvocatessa Rossana Rovere, già presidente dell’Ordine degli avvocati della provincia di Pordenone, che il presunto omicida Giuseppe Forciniti della compagna a Roveredo in Piano (Pordenone) aveva scelto a proprio difensore, ha rinunciato all’incarico. La legale, da sempre impegnata nella difesa dei diritti delle donne, ha detto “non sono serena, io non posso assumere le difese di quest’uomo, dopo una vita e una carriera spese a promuovere la tutela dei diritti delle donne”.
L’omicida si è presentato in Questura a Pordenone poco prima dell’una della scorsa notte, e ha riferito che, poco prima, nella sua abitazione di Roveredo in Piano, aveva avuto una colluttazione con un ladro sorpreso in casa. Però, messo alle strette, Forciniti ha ammesso di aver avuto una lite con la compagna.
La coppia, che aveva due figli piccoli, viene definita come tranquilla, senza problemi particolari, che viveva a Roveredo dal 2013.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Crac milionario su gestioni hotel Sardegna, 10 indagati
Chiusa inchiesta su fallimento società con alberghi a Chia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
26 novembre 2020
11:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Cagliari ha chiuso l’inchiesta sul fallimento, nel 2016, di tre società che gestivano prestigiosi alberghi in Sardegna notificando l’avviso a 10 persone, tutte originarie della provincia di Vicenza, ora indagate per bancarotta fraudolenta e distrazioni di fondi: secondo l’accusa, i fallimenti avrebbero provocato un buco da oltre 100 milioni di euro. Ne dà conto il quotidiano L’Unione Sarda. Stando alla tesi del pm Emanuele Secci, alcune società sarebbero state impoverite a favore di altre, finendo poi col fallire. Nel mirino la Stim (Sviluppo turismo integrato mediterraneo srl), proprietaria dell’hotel Chia Laguna, la Chia e la capogruppo Cossud.
Gli indagati sono l’amministratore delegato della Stim, Antonio Cavaleri – difeso dall’avvocato Guido Manca Bitti – i consiglieri di amministrazione Giampiero Brandolin, Piermario Rigoni, Italia Spedu, Rudy Fasolo e i membri del collegio sindacale Mario Piantanida, Ombretta Frisiero, Gianantonio Dalle Carbonare, Fernando Petracca, Vincenzo Nicastro e Tiziano Brazzale. I dieci potranno adesso decidere se farsi interrogare o presentare memorie prima che il pm proceda con la richiesta di rinvio a giudizio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Spallanzani,251 ricoverati, finora 1314 dimessi
In 37 in terapia intensiva
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2020
12:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In questo momento sono ricoverati allo Spallanzani di Roma 251 pazienti positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2. In terapia intensiva sono 37 i pazienti ricoverati. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono a questa mattina 1.314. È quanto emerge dal bollettino di oggi dell’istituto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: pediatri-Iss, finora 8 decessi tra bambini
149.000 contagiati tra 0 e 19 anni, 12,2% dei casi totali
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2020
13:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono stati 8 i decessi per Covid-19 registrati nei bambini e nei ragazzi da 0 a 19 anni dall’inizio dell’epidemia, a fronte degli oltre 52.000 decessi registrati tra gli adulti. Sempre dall’inizio della pandemia il numero comlessivo dei contagiati in questa fascia d’età è stato 149.219, pari al 12,2% del totale. A fare il punto, sulla base degli ultimi dati forniti dall’Istituto Superiore di Sanità e aggiornati al 18 novembre, è la Società Italiana di Pediatri (Sip), in occasione della conferenza stampa di presentazione del Congresso Straordinario Digitale “La Pediatria italiana e la Pandemia da Sars-CoV-2”.

Mondo tutte le notizie in tempo reale. Tutte le notizie dal Mondo. LEGGI, SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 15 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 21:27 DI MERCOLEDì 25 NOVEMBRE 2020

ALLE 12:53 DI GIOVEDì 26 NOVEMBRE 2020

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Biden, è l’ora di raddoppiare sforzi contro il virus
Appello all’unità, ‘lavorare tutti insieme’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
25 novembre 2020
21:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“E’ il momento in cui tutto insieme dobbiamo rafforzare gli sforzi per combattere e sconfiggere la pandemia”: lo ha detto Joe Biden parlando alla nazione americana e lanciando un appello all’unità.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Trump si appella a fan per ribaltare esito voto
Il presidente lancia un appello
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
25 novembre 2020
21:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Donald Trump ha lanciato un appello ai suoi sostenitori a “ribaltare” i risultati delle presidenziali.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Biden, in Usa elezioni libere, rispettare risultato’
‘La nostra democrazia è stata messa a dura prova’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
25 novembre 2020
21:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“In America abbiamo elezioni libere, il risultato va rispettato”: lo ha affermato Joe Biden parlando alla nazione. “La nostra democrazia è stata messa a dura prova quest’anno, e quello che abbiamo imparato è questo: il popolo americano è all’altezza del compito, è all’altezza della situazione”, ha aggiunto Biden, auspicando che “questa triste stagione di divisioni possa lasciare il passo alla luce e all’unità”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Germania semi-lockdown fino al 20 dicembre
Lo ha annunciato il ministro presidente della Sassonia-Anhalt
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
25 novembre 2020
21:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il semi-lockdown vigente in Germania sarà prolungato fino al 20 dicembre. Lo ha annunciato il ministro presidente della Sassonia-Anhalt Reiner Haseloff, dopo il vertice in via di chiusura a Berlino fra Merkel e i governatori.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: camera ardente nella Casa Rosada
L’ultimo saluto nella sede della presidenza argentina
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BUENOS AIRES
25 novembre 2020
21:51
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La camera ardente per rendere l’estremo omaggio a Diego Armando Maradona, morto oggi per un arresto cardiorespiratorio, sarà aperta nella Casa Rosada, il palazzo della presidenza argentina. Lo scrive l’agenzia di stampa statale Telam.
L’ipotesi, circolata nelle scorse ore, è stata confermata ai media da un portavoce della Casa Militare di Buenos Aires.
Non sono ancora noti i particolari dell’evento, ma si è appreso che potrebbe essere a partire da domani pomeriggio e che l’ingresso del pubblico sarà dalla calle Balcarce, al n.50.   CALCIO   SPORT

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Biden, è l’ora di raddoppiare sforzi contro il virus
Appello all’unità, ‘lavorare tutti insieme’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
25 novembre 2020
21:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“E’ il momento in cui tutto insieme dobbiamo rafforzare gli sforzi per combattere e sconfiggere la pandemia”: lo ha detto Joe Biden parlando alla nazione americana e lanciando un appello all’unità.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Trump si appella a fan per ribaltare esito voto
Il presidente lancia un appello
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
25 novembre 2020
21:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Donald Trump ha lanciato un appello ai suoi sostenitori a “ribaltare” i risultati delle presidenziali.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Biden, in Usa elezioni libere, rispettare risultato’
‘La nostra democrazia è stata messa a dura prova’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
25 novembre 2020
21:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“In America abbiamo elezioni libere, il risultato va rispettato”: lo ha affermato Joe Biden parlando alla nazione. “La nostra democrazia è stata messa a dura prova quest’anno, e quello che abbiamo imparato è questo: il popolo americano è all’altezza del compito, è all’altezza della situazione”, ha aggiunto Biden, auspicando che “questa triste stagione di divisioni possa lasciare il passo alla luce e all’unità”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Germania semi-lockdown fino al 20 dicembre
Lo ha annunciato il ministro presidente della Sassonia-Anhalt
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
25 novembre 2020
21:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il semi-lockdown vigente in Germania sarà prolungato fino al 20 dicembre. Lo ha annunciato il ministro presidente della Sassonia-Anhalt Reiner Haseloff, dopo il vertice in via di chiusura a Berlino fra Merkel e i governatori.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: camera ardente nella Casa Rosada
L’ultimo saluto nella sede della presidenza argentina
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BUENOS AIRES
25 novembre 2020
21:51
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La camera ardente per rendere l’estremo omaggio a Diego Armando Maradona, morto oggi per un arresto cardiorespiratorio, sarà aperta nella Casa Rosada, il palazzo della presidenza argentina. Lo scrive l’agenzia di stampa statale Telam.
L’ipotesi, circolata nelle scorse ore, è stata confermata ai media da un portavoce della Casa Militare di Buenos Aires.
Non sono ancora noti i particolari dell’evento, ma si è appreso che potrebbe essere a partire da domani pomeriggio e che l’ingresso del pubblico sarà dalla calle Balcarce, al n.50.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Merkel, per festività Natale ok a incontri 10 persone
Ma divieto contatto inasprito per prossime settimane
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
25 novembre 2020
21:53
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Per le festività di Natale, il divieto di contatto verrà ammorbidito in Germania e si consentiranno incontri fino a 10 persone. Lo ha detto Angela Merkel, presentando le nuove misure dopo la riunione con i ministri presidenti dei Laender. “Nessuno dovrà vivere le vacanze di Natale in solitudine”, ha ribadito come già detto nei giorni scorsi. Il divieto di contatto viene invece inasprito per le prossime settimane: non saranno possibili incontri oltre le cinque persone di due nuclei abitativi escludendo i ragazzi sotto i 14 anni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Close e Adams puntano agli Oscar con Elegia americana
Su Netflix nuovo film di Ron Howard tratto da storia vera
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
22:21
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La classe lavoratrice soprattutto operaia, sottopagata e emarginata, quella della Rust Belt, l’area, impoverita dalla crisi industriale che si estende negli Usa dai monti Appalachi ai Grandi laghi, comprendendo Illinois, Indiana, Michigan, Ohio, Wisconsin e Pennsylvania, diventata nel 2016 roccaforte del voto bianco per Trump, ma espugnata in parte quest’anno da Joe Biden. Un mondo complesso e ricco di contraddizioni, che proprio nell’anno della vittoria di Trump, è stato raccontato con uno sguardo allo stesso tempo intimo e sociale, dal libro di memorie Hillbilly Elegy: A memoir of a family and a culture in crisis dell’avvocato allora 32enne J.D Vance, diventato a sorpresa quattro anni fa primo nella lista dei bestseller del New York Times. Una storia di famiglia, tra violenze, povertà, dipendenze e capacità di rinascita, da cui Ron Howard ha tratto il suo nuovo omonimo film, arrivato su Netflix con il titolo per l’Italia ‘Elegia americana’. Un family drama sociale che porta a recitare per la prima volta insieme Glenn Close e Amy Adams, che oltre al grande talento hanno in comune l’essere state nominate varie volte all’Oscar (sette volte Glenn Close, sei Amy Adams) senza aver mai vinto la statuetta. Il 2021 potrebbe riportare entrambe in corsa (con buone chance soprattutto per Glenn Close di vincere, tra le attrici non protagoniste) proprio con Elegia americana, nonostante il film sia stato accolto in gran parte negativamente dalla critica. Resta la potenza di una coinvolgente storia di dolore e crescita personale che intreccia il percorso di J.D, da adolescente e ventenne, quand’è studente di legge a Yale (è interpretato nelle diverse età da Owen Asztalos e Gabriel Basso), nel rapporto con una famiglia affettuosa ma spesso alveo di violenze fisiche e psicologiche. Centrale il confronto con ‘Mamaw’, la nonna (Glenn Close, che per il ruolo si è sottoposta anche una trasformazione fisica con ore di trucco), donna forte e punto di riferimento; la madre Beverly (Adams), tanto intelligente quanto instabile e la sorella Lindsay (Haley Bennett), capace di trovare un proprio equilibrio.   CINEMA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Covid, Usa: oltre 2.400 morti in 24 ore
Picco di decessi da maggio, i nuovi contagi sono stati 200 mila
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
26 novembre 2020
05:57
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli Stati Uniti hanno registrato ieri oltre 2.400 morti per il coronavirus in 24 ore, secondo i dati della Johns Hopkins University: il bilancio peggiore da più di sei mesi. Il Paese ha contemporaneamente registrato quasi 200.000 nuovi casi di Covid-19.
Si tratta del secondo giorno consecutivo che viene superato il limite di 2.000 morti giornaliere. L’ultima volta che il bilancio delle vittime ha superato le 2.400 in un giorno era stato all’inizio di maggio, al culmine della crisi sanitaria negli Usa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Spiaggiamento in massa di balene e delfini in Nuova Zelanda
Almeno 100 cetacei sono già morti in remote isole Chatham
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
SYDNEY
26 novembre 2020
08:50
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Circa 100 balene e delfini sono morti in uno spiaggiamento di massa in una delle remote Isole Chatham, a 800 km dalla costa orientale della Nuova Zelanda. Lo comunica il Dipartimento di Conservazione, precisando che in tutto 97 balene globicefale e tre delfini ‘con naso a bottiglia’, o tursiopi, sono morti dopo essersi spiaggiati durante lo scorso weekend.
“Gli sforzi di soccorso sono stati difficili a causa della località remota, e 28 balene hanno dovuto essere soppresse, considerando anche le condizioni di mare agitato”, ha detto la ranger per la biodiversità del Dipartimento, Jemma Wetch. I cetacei saranno lasciati a decomporsi naturalmente.
Lo scorso settembre circa 460 balene si sono spiaggiate sulla costa occidentale dell’isola australiana di Tasmania, a sud del continente, facendo scattare una massiccia operazione di salvataggio per ricondurre alcune delle balene in acque profonde. Gli spiaggiamenti di massa di balene si sono registrati regolarmente sulle coste australiane e neozelandesi nell’arco di decenni, e perché questo avvenga rimane un enigma insoluto per i biologi marini.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Russiagate: Trump grazia ex consigliere Flynn
Si dichiarò colpevole di aver mentito all’ Fbi ma poi ritrattò
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
26 novembre 2020
08:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Con una mossa tipica dei presidenti a fine mandato, Donald Trump ha concesso la grazia piena al gen. Michael Flynn, il suo ex consigliere per la sicurezza nazionale rimasto coinvolto nel Russiagate. Una mossa nell’aria da giorni e che arriva alla vigilia della festa del Ringraziamento, dopo che martedì il presidente uscente aveva dato la grazia ad un tacchino celebrando la ricorrenza alla Casa Bianca senza rispondere se la avrebbe concessa anche a se stesso o ad altri suoi amici e collaboratori.
“E’ mio grande onore annunciare che al generale Michael Flynn è stata garantita la grazia completa”, ha annunciato Trump via Twitter. “Congratulazioni a lui e alla sua meravigliosa famiglia, ora so che avrete un Thanksgiving davvero fantastico!”, ha aggiunto.
Crescono le attese per altri provvedimenti di clemenza tra amici ed ex collaboratori del presidente americano. Secondo i media Usa, ora nella lista dei possibili beneficiari ci sono Paul Manafort, ex capo della campagna di Trump condannato a sette anni e mezzo di galera per ostruzione della giustizia e violazione delle leggi finanziarie e sull’attività di lobby; il suo ex vice Rick Gates e l’ex consigliere della stessa campagna George Papadopoulos, entrambi condannati nel Russiagate. In lizza anche l’ex stratega della Casa Bianca Steve Bannon, incriminato in agosto per truffa nella raccolta di fondi per il muro al confine col Messico. Finora Trump ha concesso 28 grazie, che estinguono il reato, e 16 commutazioni della pena, che riducono la condanna.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Etiopia:premier Abiy ordina ‘offensiva finale’ in Tigrè
Contro le forze separatiste. ‘Proteggere i civili, evitare danni’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ADDIS ABEBA
26 novembre 2020
09:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il primo ministro etiopico, Abiy Ahmed, ha ordinato all’esercito federale di lanciare la “offensiva finale” contro le forze separatiste della regione autonoma del Tigrè, dove da settimane è in corso un conflitto armato. “L’esercito – ha dichiarato il premier, Nobel per la Pace 2019 – ha ricevuto l’ordine di lanciare la fase finale” sul capoluogo Mekele (Macallè) dell’offensiva lanciata il 4 novembre contro le forze armate ribelli tigrine facenti capo al Fronte di liberazione del popolo del Tigrè (Tpfl). “Si farà di tutto – assicura Abiy sul suo profilo Facebook – per proteggere i civili” e “perché la città di Mekele non subisca gravi danni”.
Abiy domenica aveva concesso al Tplf 72 ore per arrendersi e, scaduto l’ultimatum, ha invitato la popolazione a “restare nelle case e a tenersi comunque alla larga dagli obiettivi militari” e a “prendere tutte le necessarie precauzioni”. “Vogliamo rassicurarvi – ha dichiarato Abiy – che le nostre Forze di difesa nazionale hanno elaborato con cura una strategia per portare davanti alla giustizia la cricca del Tplf, senza fare del male ai civili innocenti e senza danneggiare i siti culturali, i luoghi di culto, le istituzioni per lo sviluppo o i beni degli abitanti”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Merkel: ‘Possibile che ci sia il vaccino prima di Natale’
La cancelliera al Bundestag: ‘Sarà a disposizione del personale medico e sanitario’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
26 novembre 2020
11:18
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Può darsi che i vaccini arrivino prima di Natale, e abbiamo deciso che saranno a disposizione del personale medico e sanitario”. Lo ha detto Angela Merkel parlando al Bundestag. La cancelliera tedesca ha detto che “il vaccino rappresenta la luce alla fine del tunnel”, anche se nei mesi invernali non tutti potranno essere vaccinati e molti dovranno ancora tenere duro senza.  La crescita esponenziale del Covid è stata fermata ma “non c’è ancora una inversione del trend, la crescita dei contagi si è fermata a un alto alto, troppo alto. E in molti Laender crescono ancora troppo invece di calare”, ha aggiunto Merkel, citando fra l’altro il “triste record delle vittime” segnato l’altro ieri. “Questo deve preoccuparci”, ha aggiunto. “Se aspettassimo che le terapie intensive si riempissero – perché cariche lo sono già – sarebbe troppo tardi”, ha detto.
La Germania preme perché vi sia un accordo europeo sulla stagione sciistica, che, secondo Angela Merkel, non dovrebbe partire. “Alla luce della posizione austriaca è chiaro che non sarà facile, ma noi ci proveremo”, ha detto la cancelliera tedesca parlando delle misure anticovid decise ieri con i governatori dei Laender.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Istat: export extra Ue -2,6% a ottobre, -10% su anno
Import +1,7% su mese e -12,4% tendenziale
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2020
10:39
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
A ottobre 2020 si stima, per l’interscambio commerciale con i paesi extra Ue 27 una diminuzione congiunturale per le esportazioni (-2,6%) e un incremento per le importazioni (+1,7%). Lo rileva l’Istat.
L”export torna a registrare una flessione su base annua ampia (-10,0%, da +2,8% di settembre). L’import segna una contrazione ancora marcata ma sostanzialmente stabile (-12.4%; era -12,3% a settembre). Nel trimestre agosto-ottobre2020, rispetto al precedente, l’export cresce del 16,1%; la crescita, diffusa a tutti i raggruppamenti, è più sostenuta per beni di consumo durevoli (+31,0%), beni strumentali (+21,4%) ed energia (+19,6%). Nello stesso periodo, l’import aumenta su base congiunturale del 10,9%, con gli incrementi maggiori per beni di consumo durevoli (+37,0%) e beni intermedi (+23,3%). In calo soltanto gli acquisti di beni di consumo non durevoli (-6,9%).
La stima del saldo commerciale a ottobre 2020 è pari a +7.085 milioni (era +7.450 milioni a ottobre 2019). Diminuisce l’avanzo nell’interscambio di prodotti non energetici (da +10.317 milioni per ottobre 2019 a +8.740 milioni per ottobre 2020).
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Negli Usa altri 2.400 morti in 24 ore, picco da maggio
La Corte Suprema azzera le restrizioni nei luoghi culto a New York
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2020
10:53
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli Stati Uniti hanno registrato ieri oltre 2.400 morti per il coronavirus in 24 ore, secondo i dati della Johns Hopkins University: il bilancio peggiore da più di sei mesi. Il Paese ha contemporaneamente registrato quasi 200.000 nuovi casi di Covid-19.  Si tratta del secondo giorno consecutivo che viene superato il limite di 2.000 morti giornaliere. L’ultima volta che il bilancio delle vittime ha superato le 2.400 in un giorno era stato all’inizio di maggio, al culmine della crisi sanitaria negli Usa. Intanto la Corte Suprema degli Stati Uniti ha cancellato le restrizioni imposte dal governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo, sul numero di presenze nei luoghi di culto per contenere i contagi da Covid-19. Lo fanno sapere i media Usa, fra cui Cnn, che rimarca come la decisione accolga il ricorso presentato da organizzazioni religiose e dimostri il peso nel supremo organo giudiziario Usa della nuova giudice ultracattolica Amy Coney Barnett, nominata da Donald Trump in sostituzione della scomparsa Ruth Bader Ginsburg, e che ha portato dalla sua gli altri cinque giudici conservatori contro i tre di nomina democratica contrari.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Corea del Sud ha registrato 583 nuovi casi di Covid-19, di cui 553 di trasmissione domestica: è il livello più alto da oltre 8 mesi, che alimenta i timori sulla consistenza della terza ondata di contagi in corso nel Paese. Il totale delle infezioni è salito a quota 32.318, ha riferito la Korea Disease Control and Prevention Agency (Kdca), prendendo atto che l’impennata di oggi è seguita a settimane di casi pari a 100-300 unità quotidiane. I contagi sono legati in prevalenza a focolai diffusi tra uffici, scuole, palestre e riunioni nella grande area metropolitana di Seul.
In Russia si registra un nuovo picco sia dei nuovi contagi sia dei decessi provocati dal Covid-19 in 24 ore. Nel corso dell’ultima giornata, sono stati accertati 25.487 nuovi casi e 524 persone sono morte a causa del virus stando ai dati pubblicati dal centro operativo nazionale anti-coronavirus. Nel Paese, stando ai dati ufficiali, dall’inizio dell’epidemia sono stati accertati 2.187.990 casi di Covid-19 e 38.062 decessi provocati dal Sars-Cov-2.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Etiopia: premier Abiy ordina ‘offensiva finale’ in Tigrè
Contro forze separatiste. ‘Proteggere i civili, evitare danni’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ADDIS ABEBA
26 novembre 2020
11:23
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il primo ministro etiopico, Abiy Ahmed, ha ordinato all’esercito federale doi lanciare la “offensiva finale” contro le forze separatiste della regione autonoma del Tigrè, dove da settimane è in corso un conflitto armato. “L’esercito – ha dichiarato il premier, Nobel per la Pace 2019 – ha ricevuto l’ordine di lanciare la fase finale” sul capoluogo Mekele (Macallè) dell’offensiva lanciata il 4 novembre contro le forze armate ribelli tigrine facenti capo al Fronte di liberazione del popolo del Tigrè (Tpfl). “Si farà di tutto – assicura Abiy sul suo profilo Facebook – per proteggere i civili” e “perché la città di Mekele non subisca gravi danni”.
Abiy domenica aveva concesso al Tplf 72 ore per arrendersi e, scaduto l’ultimatum, ha invitato la popolazione a “restare nelle case e a tenersi comunque alla larga dagli obiettivi militari” e a “prendere tutte le necessarie precauzioni”.
“Vogliamo rassicurarvi – ha dichiarato Abiy – che le nostre Forze di difesa nazionale hanno elaborato con cura una strategia per portare davanti alla giustizia la cricca del Tplf, senza fare del male ai civili innocenti e senza danneggiare i siti culturali, i luoghi di culto, le istituzioni per lo sviluppo o i beni degli abitanti”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Israele: rilasciato detenuto palestinese Maher al-Akhras
Dopo uno sciopero della fame di 103 giorni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
26 novembre 2020
11:22
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Israele ha rilasciato Maher al-Akhras, un detenuto palestinese che per protesta contro il suo arresto amministrativo ha condotto uno dello sciopero della fame per 103 giorni. Lo ha fatto sapere la ‘Società palestinese dei prigionieri’ (Pps) citata dall’agenzia Wafa.
Akhras è stato trasportato in ambulanza dall’ospedale Kaplan di Tel Aviv – dove era ricoverato per le sue condizioni – ad un ospedale in Cisgiordania per essere sottoposto a controlli sulla sua salute prima di poter rientrare a casa a Silat al-Dahr, vicino a Jenin.
Akhras (49 anni) aveva cominciato lo sciopero della fame lo scorso 27 luglio per terminarlo il 6 novembre scorso dopo “un accordo” con le autorità israeliane per la sua liberazione. Fu arrestato da Israele con il sospetto di essere un membro della Jihad islamica, considerata organizzazione terrorista dallo Stato ebraico e dalla Ue.
La detenzione amministrativa è uno strumento giuridico – usato da Israele e da altri Paesi per combattere il terrorismo e controllare l’emigrazione illegale – che consente l’arresto e la prigionia senza manifestazione di accuse né giudizio per periodi fino a 6 mesi rinnovabili ed è contestato con forza dalle organizzazioni a difesa dei diritti umani.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Corte Suprema azzera restrizioni luoghi culto New York
Sì a ricorso organizzazioni religiose contro governatore Cuomo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2020
11:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Corte Suprema degli Stati Uniti ha cancellato in tarda serata le restrizioni imposte dal governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo, sul numero di presenze nei luoghi di culto per contenere i contagi da Covid-19. Lo fanno sapere i media Usa, fra cui Cnn, che rimarca come la decisione accolga il ricorso presentato da organizzazioni religiose e dimostri il peso nel supremo organo giudiziario Usa della nuova giudice ultracattolica Amy Coney Barnett, nominata da Donald Trump in sostituzione della scomparsa Ruth Bader Ginsburg, e che ha portato dalla sua gli altri cinque giudici conservatori contro i tre di nomina democratica contrari.
Nel loro ricorso alla Corte Suprema, la diocesi cattolica di Brooklyn e l’Agudath Israel of America avevano obiettato che le restrizioni imposte dal provvedimento di Cuomo erano più severe di quelle imposte per altri luoghi pubblici e che questo confliggeva con la clausola sulla libertà di religione del Primo Emendamento della Costituzione americana.
Una tesi, questa, accolta dalla maggioranza dei giudici supremi, che nella principale motivazione alla sentenza, citata da Cnn, scrivono che le regole sui luoghi di culto dello Stato di New York “sono molto più restrittive dei regolamenti relativi al Covid posti finora all’esame della Corte, molto più stringenti di quelle adottate da molti altri enti colpiti duramente dalla pandemia e molto più severe di quelle che hanno dimostrato di essere necessarie per impedire la diffusione del virus” nei luoghi di culto.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Turchia: maxi-processo per il golpe fallito, 337 ergastoli
Condanne per le azioni al quartier generale del putsch ad Ankara
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ISTANBUL
26 novembre 2020
12:41
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Almeno 337 le condanne all’ergastolo emesse da un tribunale di Ankara al termine di uno dei principali maxi-processi per il fallito colpo di stato del 15 luglio 2016 in Turchia, relativo alle azioni organizzate nella base aerea di Akinci, che fu il quartier generale dei golpisti. Tra i condannati ci sono decine di ex alti ufficiali e piloti di jet delle forze armate, accusati tra l’altro di aver bombardato il Parlamento e altre istituzioni simbolo. Altri 60 imputati sono stati condannati a pene minori e 75 assolti.
Tra i capi d’accusa figuravano “tentato rovesciamento dell’ordine costituzionale”, “tentato omicidio del presidente della Repubblica” e “omicidio volontario”. L’ergastolo è stato inflitto anche ad almeno 4 civili, tra cui l’uomo d’affari Kemal Batmaz, tutti accusati di aver agito per conto della rete dell’imam e magnate Fethullah Gulen, ex alleato del capo dello Stato Recep Tayyip Erdogan, accusato di aver orchestrato il golpe. La giustizia di Ankara ne ha chiesto ripetutamente l’estradizione dagli Stati Uniti, dove è residente dal 1999, che è stata finora negata dalle autorità americane.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sette ristoranti cinesi in Italia in Guida Michelin
Senza stelle, ma considerati come ‘degni di nota’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2020
11:38
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sette ristoranti cinesi sono stati consigliati come “degni di nota” dalla nuova edizione della Guida Michelin Italia.
La 21/a edizione della Guida ha incoronato tre nuovi ristoranti italiani con due stelle e altri 26 con una stella.
Resta a 11 il numero di quelli con tre stelle. L’Italia ora vanta 403 ristoranti con almeno una stella Michelin, il numero più alto mai registrato nel Paese, posizionandosi dietro solo a Francia e Giappone.
I ristoranti cinesi in Italia, che pur non avendo ottenuto alcuna stella sono stati consigliati nella nuova guida sono Ba, Bon Wei, Dim Sum, Gong e Mu Dimsum a Milano, più Green T. a Roma e Kanton Restaurant a Capriate San Gervasio, vicino Bergamo, nell’Italia settentrionale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Thailandia libera 3 iraniani, ‘volevano colpire Israele’
Teheran, ‘scambio con rilascio ricercatrice anglo-australiana’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BANGKOK
26 novembre 2020
10:31
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Thailandia ha annunciato di aver liberato tre cittadini iraniani, detenuti a Bangkok per aver progettato un attentato dinamitardo, mai compiuto, contro diplomatici israeliani nel 2012. Un rilascio che, secondo Teheran, costituisce uno scambio con la liberazione ieri della ricercatrice anglo-australiana Kylie Moore-Gilbert.
Il rilascio degli iraniani Masoud Sedaghat Zadeh e Saeed Moradi – fa sapere l’autorità carceraria thailandese – è avvenuto ieri, mentre il terzo, Mohamad Khazaei, era stato graziato dal Re lo scorso agosto.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Professore decapitato: altri quattro studenti incriminati
Accusa di complicità in omicidio, indicarono Paty a terrorista
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
26 novembre 2020
10:34
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Altri 4 studenti della scuola media di Conflans-Sainte-Honorine, nella banlieue di Parigi, sono stati incriminati oggi nell’inchiesta sull’omicidio del professor Samuel Paty, decapitato all’uscita dall’istituto il 16 ottobre scorso per aver mostrato alcuni giorni prima le caricature di Maometto in classe ai suoi allievi. Lo si è appreso da fonti giudiziarie.
Tre dei minorenni messi in stato d’accusa, fra i 13 e i 14 anni, sono accusati di “complicità in omicidio terrorista” e sono sospettati di aver indicato la vittima all’aggressore Abdoullakh Anzorov, davanti alla loro scuola. La quarta persona, accusata di “falsa denuncia”, è la figlia di Brahim Chnina, il genitore all’origine della campagna sui social contro Paty.
Nelle settimane scorse, sono stati messi sotto inchiesta per complicità in omicidio due studenti di 14 e 15 anni, sospettati di aver indicato l’insegnante al terrorista in cambio di somme di denaro.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: contagiati il principe di Svezia e la consorte
Ora test a tutta famiglia reale in Paese scandinavo più colpito
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
26 novembre 2020
11:30
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Contagi da coronavirus anche nella famiglia reale in Svezia, il Paese scandinavo largamente più colpito dall’emergenza Covid – in termini di bilancio di casi e di morti – dopo aver puntato per mesi su una strategia contraria al lockdown e aver scommesso su un’ipotetica immunità di gregge spontanea. Lo riferisce fra gli altri media internazionali la Bbc, precisando che il principe Carlo Filippo, 41 anni, secondogenito del sovrano regnante, e la consorte, Sofia, 35, sono stati entrambi testati positivi in queste ore dopo aver avvertito sintomi dell’infezione fin da ieri.
Tamponi sono stati adesso disposti anche per il resto della dinastia, dal 74enne re Carlo Gustavo, alla 76enne regina Silvia, all’erede al trono Vittoria (43 anni) e a suo marito Daniel. Venerdì l’intera famiglia reale si era riunita in una chiesa luterana per i funerali di Walther Sommerlath, fratello della regina.

Calcio tutte le notizie in tempo reale- tutte le notizie di calcio sempre aggiornate e complete! SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 24 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 18:08 DI MERCOLEDì 25 NOVEMBRE 2020

ALLE 12:13 DI GIOVEDì 26 NOVEMBRE 2020

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Maradona: Lega Pro; Ghirelli ‘Diego è stato il calcio’
‘Oggi ci sentiamo più soli. Il mondo del pallone perde un mito’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
18:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Diego è stato il calcio, l’arte del giocare combinato alla voglia di riscatto di tante persone.
Napoli è stato Maradona e Napoli è il mondo. Ci mancherà perché il gioco del pallone con lui è stato sublime, irraggiungibile”.
Cosi’ il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli sulla morte di Diego Armando Maradona. “Oggi ci sentiamo più soli. Il calcio perde un mito. Noi vogliamo ricordarlo come Diego è stato in campo, il resto sappiamo che c’è, ma lo collochiamo in soffitta. Il dolore cede il passo alla vita. Il pallone oggi si è sgonfiato. Poi torneremo a giocare ma una stella si è spenta e il cielo sarà meno azzurro”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: colpi e cadute,gigante dai piedi d’argilla
Il mondiale ’86,la rivalità con Pele’,la cocaina e le dipendenze
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
18:59
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La morte di un Dio”. Come uno dei suoi colpi di classe infinita, la notizia del decesso di Diego Armando Maradona ha fatto il giro del mondo in pochi secondi, rimbalzata dai giornali argentini a quelli francesi, dall’Asia all’Africa: perchè col Pibe de Oro se ne va il calcio, come solo lui sapeva incarnare. Appena un mese fa, aveva festeggiato i suoi 60 anni anche Pele’, 20 anni piu’ anziano e un opposto destino da mito, definendolo “grande amico mio” anche se la coppia di eterni rivali a distanza rappresentava facce contrapposte della stessa classe.
Maradona ha trascinato l’Argentina alla conquista del Mondiale dell’86, ha regalato sogni e scudetti a Napoli, ha rivaleggiato con Pele’ per il titolo di piu’ grande di sempre, soprattutto ha fatto innamorare il mondo. Da sempre mito e simbolo, è stato infatti anche leader popolare, icona di creativita’ e ribellione, con la sua faccia da indio e il suo spirito da guerriero che ha combattuto fino a distruggere la sua vita. Un concentrato di sport e umanità, sospeso fra debolezze umane e colpi di classe. Da capopopolo ha unito intere generazioni e spaccato nazioni, come quando alla vigilia della semifinale dei Mondiali del 1990, fra Italia e Argentina, che si sarebbe giocata nel suo San Paolo puntò il dito contro un Paese intero, che “si ricordava di Napoli solo quando c’era da sostenere la Nazionale azzurra”.
E’ stato talento precoce dell’Argentinos Juniors, eppure Maradona ha vinto persino meno di quanto la sua classe gli avrebbe consentito. E questo perche’ non ha mai scelto di far parte di un club dell’alta aristocrazia del calcio. Approdo’ a 21 anni nel Barcellona e dopo avere subito un gravissimo infortunio nella Liga, per un fallo durissimo di Goicoechea.
venne acquistato dal Napoli.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sembrava un veterano, ma aveva solo 24 anni. Maradona arrivò ai piedi del Vesuvio dopo una trattativa di quasi tre mesi, condotta con la solita abilita’ diplomatica da Italo Allodi: la societa’ partenopea organizzo’ un ‘saluto’ al pubblico il 5 luglio 1984 e fu amore a prima vista. Quel giorno, allo stadio San Paolo, a Fuorigrotta, 60 mila tifosi pagarono 3 mila lire a testa per veder palleggiare il ‘Pibe’.
Maradona avrebbe poi regalato al Napoli una Supercoppa italiana, due scudetti, una Coppa Uefa, ricambiando con prodezze stilistiche l’amore di una citta’ , che tutt’ora si tramanda da padre in figlio in una sorta di rituale e virtuale contemporaneita’, e che ora è inevitabilmente sotto choc, come e più dell’Argentina, perchè in Diego, prima ancora che in Maradona, e nelle sue mille cadute ha sempre riconosciuto un suo figlio . Da Forcella al Rione Sanita’ , l’immagine di Diego e’ ancora stampata sui muri o nei tabernacoli ex voto del popolo.
Una divinita’ pagana, da affiancare al patrono San Gennaro: quel campione che ha sempre detto quel che pensava e pensato quello che diceva è stato un Masaniello contemporaneo.
Diego ha trovato posto al fianco di idoli, suoi e non solo, della potenza mediatica di Fidel Castro, di cui è stato amico quasi inseparabile per un lungo periodo. Da amico degli ultimi, sposò anche la causa palestinese, prima con Yasser Arafat, quindi con Abu Mazen.
Ma all’origine di tutto, c’era il calcio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il suo calcio. Un linguaggio all’apparenza semplice e perciò universale. Il capolavoro sportivo e di astuzia lo realizzò in Messico – come anche Pelè nel ’70 – fra i colori dello stadio Azteca, lo stesso che 16 anni prima aveva ospitato Italia-Germania 4-3.
Diego, ai Mondiali 1986, nei quarti di finale contro l’Inghilterra – non un avversario qualsiasi, per via del ricordo ancora fresco della guerra delle Falkland – di fronte alle telecamere di tutto il mondo, beffò Peter Shilton, insaccando il pallone con un tocco di mano. Per l’arbitro tunisino Ali Bin Nasser, il ‘Pibe’ aveva segnato di testa: una decisione che fece impazzire di rabbia gli inglesi. Poi, a fine partita, l’argentino ammise che quel gol lo aveva segnato “La mano de Dios”, non lui. A legittimare il capolavoro messicano, il gol piu’ bello della storia, almeno per la Fifa, con Maradona che, nello stesso match, controlla con un preziosismo a centrocampo, parte con il pallone incollato sul magico sinistro, supera di slancio l’intera difesa inglese – compreso il portiere – e insacca mentre cade. Diego trascinera’ poi l’Argentina fino al titolo mondiale, vinto in finale contro la Germania. Non si ripetera’ a Italia ’90, perdendo in finale proprio contro i tedeschi per un rigore assai discutibile e che fece sciogliere in un pianto rabbioso l’eroe improvvisamente divenuto umano, dopo che agli inni e ai fischi del pubblico romano aveva risposto con un ‘hijios de puta’ in mondovisione.
La sua parabola calcistica si concluse ingloriosamente, con una positivita’ al doping nei Mondiali di Usa ’94. Diego accuso’ la Fifa e punto’ il dito contro il nemico di sempre, l’allora presidente Sepp Blatter, reo a suo dire di averlo indotto a rimettersi in carreggiata e poi di averlo tradito. Il suo declino era cominciato in realta’ nel 1991, appena un anno dopo il secondo scudetto di Napoli, quando era stato arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti. La sua carriera di allenatore non e’ stata all’altezza di quella da calciatore.
La sua esistenza, ancor prima dell’improvvisa scomparsa di oggi, era spesso rimasta in bilico, causa dipendenze. Come quando fu sospeso fra la vita e la morte la sera del 4 gennaio 2000, per una “crisi di cocaina”, come ammise Jorge Romero, il medico che lo salvo’. Maradona è stato genio in campo e sregolatezza nella vita, collezionando amori, figli illegittimi e poi riconosciuti, riempendo giornali delle sue polemiche e delle sue vicende.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ha ballato con Raffaella Carra’ , è stato showman, fatto scrivere libri densi di episodi, e’ stato soggetto di film. Rimanendo sempre in piedi anche su piedi d’argilla, fino all’ultima caduta.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: Pelè ‘Giocheremo in cielo’
Platini: “Il nostro passato che se ne va”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
25 novembre 2020
20:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il mondo del calcio e dello sport in genere in lutto per la morte di Diego Armando Maradona. “La morte di Maradona è una notizia terribile. Era più di un campione, era un genio del calcio, un fuoriclasse assoluto”. E’ il commento del ministro dello sport, Vincenzo Spadafora, alla notizia della morte di Diego Armando Maradona. “Ha rappresentato in una stagione irripetibile i sogni e le speranze del popolo della mia città. Napoli piange, stasera” scrive il ministro.
“E’ il nostro passato che se ne va”: è stato il primo commento di Michel Platini alla morte di Diego Armando Maradona ai microfoni della radio francese RTL.
“Un giorno, spero, giocheremo insieme a calcio in cielo”, scrive Pele’. “Oggi una notizia triste – scrive O Rei sul suo profilo Instagram, commentando la morte del ‘Pibe de Oro’ – Io ho perso un caro amico, e il mondo ha perso una legggenda. C’e’ molto di più da dire, ma per adesso possa Dio dare forza alla sua famiglia”.
“Diego è stato il genio del calcio mondiale, un talento ineguagliabile. Assoluto”: a ricordare così Maradona è Paolo Rossi, campione del mondo a Spagna 1982 e con un passato nel Perugia. “Una gioia – sottolinea Pablito – per tutti quelli che amano il calcio. Mancherà. Ciao Diego”.
“Ciao Grande Diego. RIP”. Con queste parole Bruno Conti sui propri social piange la morte del suo grande rivale in tante sfide fra Roma e Napoli e Italia e Argentina, come quella epica dei Mondiali del 1982 in cui l’azzurro divenne ‘Marazico’. Conti non aveva mai nascosto di provare grande ammirazione per l’ex ‘Pibe de Oro’.
“Di gran lunga il più grande giocatore della mia generazione e, verosimilmente, il più grande di tutti i tempi”: Gary Linker, leggenda del calcio inglese che di Diego Maradona fu avversario nella celeberrima sfida con l’Argentina dei mondiali del 1986 segnata dal gol che il Pibe de Oro accreditò alla ‘mano de Dios’, come in una rivincita della ferita della guerra della Falkland-Malvinas, s’inchina all’uomo che per i sudditi di Sua Maestà è rimasto a lungo un nemico sportivo. E invoca anche lui la mano divina, ma con un senso oggi diverso, definitivo: “Spero che dopo una vita benedetta, ma travagliata – twitta commosso – egli trovi finalmente conforto nelle mani di Dio”.
“RIP to legend Maradona”: anche Usain Bolt ha voluto ricordare la figura di Diego Armando Maradona. Il campione giamaicano sui suoi profili social ha postato una foto che lo ritrae con l’argentino.
Un minuto di silenzio per Diego Armando Maradona sarà osservato stasera e domani prima degli incontri di Champions League e di Europa League. Lo ha deciso l’Uefa.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: Ferlaino, piango come tutti i napoletani
‘Un genio, e ai geni non si puo’ chiedere essere uomini comuni’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
19:23
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Io sono napoletano e come tutti i napoletani siamo molto emozionati, piangiamo, perche’ e’ stato molto per Napoli e per il Napoli”. Cosi’ l’ex presidente del Napoli Corrado Ferlaino, ricorda Diego Armando Maradona, scomparso oggi all’eta’ di 60 anni.
“Maradona – prosegue Ferlaino a Rai Sport – e’ stato un fuoriclasse, un genio, e ai geni non si puo’ chiedere anche di essere uomini comuni. Maradona non era un uomo comune, perche’ non era un giocatore comune”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: Bassolino, nostro cuore batte di dolore
Mia figlia bimba cantava ‘ho visto Maradona mi batte corazon’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
25 novembre 2020
19:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Oh mama mama mama, sai perché mi batte il corazon, ho visto Maradona, ho visto Maradona: così cantavano mia figlia piccolissima e tutti i bambini napoletani.
Anche adesso il nostro cuore batte, ma di tristezza e di dolore, per la sua scomparsa: un bacio, Diego”. Così in un post su Facebook, Antonio Bassolino.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona:Bruscolotti,Napoli perde figlio,lutto mondiale
Storico capitano azzurro gli cedette la fascia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
25 novembre 2020
19:28
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Napoli perde un figlio. Mi aspetto un lutto cittadino, anzi il lutto dovrebbe essere di tutto il mondo”. Lo ha detto Giuseppe Bruscolotti, il capitano del Napoli del primo scudetto, che poi cedette la fascia a Maradona. Tutti i giocatori del Napoli dell’era Maradona sono rimasti sconvolti dalla notizia della morte di Diego. In tanti hanno preferito finora non commentare.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: il Genny di Gomorra, sto piangendo
Salvatore Esposito, Napoli ti piange
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
19:35
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sto piangendo, Napoli ti piange” così Salvatore Esposito, il Genny Savastano della serie Gomorra commenta su twitter l’addio alla leggenda postando una foto con il campione. ‘Legends never die”, scrive.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Italia: Cagliari-Verona 2-1
Decisivo Sottil nel recupero dopo i gol di Cerri e Colley
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
25 novembre 2020
19:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sottil al 93′ regala al Cagliari la vittoria per due a uno sul Verona alla Sardegna Arena e il passaggio del turno in Coppa Italia che vale l’incontro con l’Atalanta. Il guizzo dell’azzurrino arriva da un passaggio corto sull’ultimo calcio d’angolo, in pieno recupero: tiro in mezzo alla mischia e Pandur sorpreso da almeno due deviazioni.
Primo tempo equilibrato: pochi i tiri in porta e le preoccupazioni per i due vice in porta, Vicario e Pandur. Un partita a scacchi interrotta da un lampo alla mezz’ora: volata di Sottil sulla destra, servizio al centro per Cerri, titolare perché Simeone è positivo e Di Francesco vuole preservare Pavoletti per lo Spezia. E l’ex Juve fa il movimento giusto: tiro di destro e palla all’angolino. L’ultimo gol di Cerri a luglio con la maglia della Spal. La reazione è in una classica punizione di Veloso. Ma Vicario è attento.
Nella ripresa si capisce che Juric vuole qualcosa di più e butta dentro Di Carmine, Di Marco e Ceccherini. E infatti è il Verona a dominare. Il pareggio è ritardato da due parate di Vicario su Udogie e Di Carmine di testa, da un gol annullato a Salcedo per fallo su Cerri. E ancora da altri interventi del portiere ex Perugia. Al 29′, però, arriva l’1-1: assist di testa di Salcedo e gol in spaccata di Colley. Il Verona insiste perché vuole tutto subito. Ma anche il Cagliari preme per evitare i supplementari. E Sottil diventa l’eroe della serata.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Paolo Rossi, Maradona è stato genio assoluto
“Gioia per tutti quelli che amano calcio” ricorda Pablito
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
25 novembre 2020
20:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Diego è stato il genio del calcio mondiale, un talento ineguagliabile. Assoluto”: a ricordare così Diego Armando Maradona è Paolo Rossi, campione del mondo a Spagna 1982 e con un passato nel Perugia. “Una gioia – sottolinea Pablito – per tutti quelli che amano il calcio. Mancherà. Ciao Diego”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: De Laurentiis, possiamo intitolargli stadio
Presidente Napoli, domani vorrei sue immagini durante partita
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
25 novembre 2020
20:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Potrebbe essere un’idea chiamare lo stadio di Napoli San Paolo-Maradona”. Lo ha detto il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis a Radio Montecarlo dopo la morte di Diego Armando Maradona. Il patron azzurro ha detto che per ricordarlo vorrebbe “trasmettere domani le immagini di Maradona per tutta la partita”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Italia: Bologna-Spezia 2-4
Liguri staccano il pass per gli ottavi di finale
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
25 novembre 2020
20:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Bologna spreca, lo Spezia ringrazia e stacca il pass per gli ottavi di Coppa Italia in programma a metà gennaio, quando se la vedrà con la Roma.
Avanti 2-1, i rossoblù sprecano due occasioni a tu per tu con il portiere avversario con Barrow e sul 2-2, all’ultimo minuto, il gambiano si fa parare un da Kaprikas, tra i migliori della squadra di Italiano. Chi sbaglia paga: così, al decimo del primo tempo supplementare è Maggiore a sfruttare un buco difensivo dei rossoblù e a firmare il gol che vale la vittoria, prima di chiudere i giochi a un minuto dal triplice fischio.
Spezia cinico e molto organizzato, nonostante Italiano rivoluzioni interamente l’11 titolare rispetto alla gara con l’Atalanta. Mihajlovic invece cambia rispetto alla vittoria con la Samp, dando spazio a Da Costa, Denswil e ributtando nella mischia Medel, Dominguez e Vignato. Lo Spezia passa per primo al 5′ con il talento classe 2001 di proprietà dell’Atalanta Piccoli. Il Bologna reagisce, pareggia al 13′ con Barrow e mette la freccia al 45’ con Orsolini. Ma non chiude i giochi e lo Spezia prima pareggia con Farias, appena entrato, poi segna due volte con Maggiore nei supplementari, confermandosi tra le sorprese più belle di questo inizio di stagione. Il Bologna, invece, si conferma ancora convalescente, nonostante la vittoria con la Samp.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: Lapo Elkann,web ci prendeva in giro per dipendenze
‘Ma io onorato stare vicino a Diego perché era mio vero amico’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
20:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sul web vedevo spesso la mia foto con Maradona. Era per prenderci in giro per le nostre dipendenze. Loro però non sapevano che io ero Onorato di stare vicino a Diego perché era un mio VERO AMICO”. Così sul suo profilo twitter Lapo Elkann ricorda Diego Armando Maradona. “Mi manchi già Leggenda dal cuore d’ORO. Sei e rimarrai il mio n1.
#Eterno10”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: Mourinho, ‘fottuto amico’ mi manchi
Portoghese pubblica una foto dei due accanto a una panchina
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
25 novembre 2020
20:41
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Anche José Mourinho ha voluto ricordare Diego Armando Maradona nel giorno della sua morte, pubblicando una foto che li ritrae seduti accanto in panchina, con la didascalia: “Don Diego. Fottuto amico, mi manchi”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: Klopp, sua figura mi ha accompagnato tutta la vita
‘Un funambolo,poi difficoltà.Ci mancheranno entrambi suoi lati’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
21:15
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
C’è la partita in Champions di questa sera contro l’Atalanta ma, prima del fischio d’inizio, Jurgen Klopp non ha potuto fare a meno, dai microfoni di Sky, di dedicare un suo pensiero a Diego Maradona. “La sua figura mi ha accompagnato per quasi tutta la mia vita – ha detto l’allenatore del Liverpool -. Ero piccolo, avevo nove-dieci anni, l’ho visto che ne aveva 16-17, un funambolo con il pallone. Per me Pelè, Maradona, Messi, tutti tra Brasile e Argentina. Diego era sensazionale, poi ha avuto qualche difficoltà, ci mancheranno entrambi i lati”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: camera ardente nella Casa Rosada
L’ultimo saluto nella sede della presidenza argentina
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BUENOS AIRES
25 novembre 2020
21:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La camera ardente per rendere l’estremo omaggio a Diego Armando Maradona, morto oggi per un arresto cardiorespiratorio, sarà aperta nella Casa Rosada, il palazzo della presidenza argentina. Lo scrive l’agenzia di stampa statale Telam.
L’ipotesi, circolata nelle scorse ore, è stata confermata ai media da un portavoce della Casa Militare di Buenos Aires.
Non sono ancora noti i particolari dell’evento, ma si è appreso che potrebbe essere a partire da domani pomeriggio e che l’ingresso del pubblico sarà dalla calle Balcarce, al n.50.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: disse ‘su mia lapide scrivete Gracias a la pelota’
In una trasmissione di 15 anni fa. ‘Calcio è come toccare cielo’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
22:44
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Vorrei che sulla mia lapide fosse scritto ‘Gracias a la pelota'”. Diego Maradona lo disse, quindici anni fa, in un’intervista a se stesso nel corso di una puntata del programma ‘La Noche del 10’ che conduceva su ‘Canal Trece’, un’emittente argentina.
“Cosa direi a Maradona al cimitero? – disse ancora l’ex fuoriclasse – Grazie di aver giocato al calcio, perché è stato lo sport che mi ha dato maggiore allegria, è stato come toccare il cielo con un dito. E direi ‘grazie al pallone’. Sì, vorrei che sulla mia lapide fosse scritto ‘Gracias a la pelota'”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: Maduro, ‘hasta siempre, Pibe de America’
Diego non aveva mai nascosto simpatie per presidenza Venezuela
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
21:35
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Anche il Presidente del Venezuela Nicolas Maduro ha espresso il proprio cordoglio per la morte di Diego Armando Maradona. L’ex fuoriclasse in più occasioni aveva dichiarato la propria simpatia sia per l’attuale presidente che per il predecessore Hugo Chavez, ai quali aveva anche fatto visita.
“Con molta tristezza la leggenda del calcio ci ha lasciato – è il post di Maduro -. Un fratello e un amico incondizionato del Venezuela. Caro e irriverente Pelusa sarai sempre nel mio cuore e nei miei pensieri. In questo momento non ho parole per esprimere quello che sento. Hasta Siempre Pibe de America”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: l’omaggio di Pelè ‘giocheremo insieme in cielo’
‘Io ho perso un grande amico, il mondo ha perso una leggenda’
(2)
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
21:43
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Un giorno, spero, giocheremo insieme a calcio in cielo”. E’ l’omaggio di Pele’ a Diego Armando Maradona. “Oggi una notizia triste – scrive O Rei sul suo profilo Instagram, commentando la morte del ‘Pibe de Oro’ – Io ho perso un caro amico, e il mondo ha perso una leggenda. C’è molto di più da dire, ma per adesso possa Dio dare forza alla sua famiglia”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: Neymar, leggenda il calcio ti ringrazia
Brasiliano posta foto del grande argentino con Coppa del Mondo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
21:44
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Una foto di Diego Maradona che solleva quella Coppa del Mondo che lui, Neymar, non ha ancora mai vinto e che è il suo sogno. Così il numero 10 del Psg ricorda su Instagram il grande campione scomparso oggi. “RIP LEGEND – scrive Neymar -. Sarai sempre nei nostri ricordi. Hai lasciato il tuo messaggio e il calcio ti ringrazia. Riposa in pace”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: Patrizio Oliva, più scugnizzo dei napoletani
Olimpionico boxe, ‘per noi è un dolore atroce, e incolmabile’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
21:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Un dolore atroce per noi napoletani.
Diego è stato un simbolo per questa città, che vive per il calcio. È l’unico che ci ha portato ai massimi livelli grazie alla sua genialità. È un dolore incolmabile per tutti noi. Era più scugnizzo di tanti napoletani, si è integrato fin dal primo giorno ricevendo e ricambiando un affetto incredibile”. Così l’olimpionico del pugilato Patrizio Oliva, oro a Mosca 1980 e poi ct della nazionale, napoletano e tifoso della squadra di Gattuso (oltre che attore teatrale che ha interpretato Pulcinella), ricorda Maradona. “Prese la squadra, che fu costruita nel modo giusto ovviamente, e l’ha portata allo Scudetto”, dice ancora Oliva.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: procuratore, ‘morte è di carattere naturale’
“Non sono stati rilevati di una possibile violenza”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BUENOS AIRES
25 novembre 2020
21:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La morte di Diego Armando Maradona è stata causata “in linea di principio” da cause naturali. Lo ha dichiarato ai media il procuratore generale di San Isidro, John Broyard. Il magistrato ha confermato che la morte è avvenuta “qualche minuto prima delle 12 locali” e che “ad un esame preliminare non sono stati rilevati sul suo corpo segni dell’esistenza di una possibile violenza”.
Mentre il Procuratore parlava, è uscito dal quartiere di San Andrés di Tigre un veicolo refrigerato nel quale presumibilmente si trovavano i resti di Maradona. Broyard ha infine detto che l’autopsia sarà realizzata alle 18 nell’Ospedale di San Fernando.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: Platini “è il nostro passato che se ne va”
L’omaggio del fuoriclasse francese
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
25 novembre 2020
21:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“E’ il nostro passato che se ne va”: è stato il primo commento di Michel Platini alla morte di Diego Armando Maradona ai microfoni della radio francese RTL.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’omaggio in un nome, ‘mi chiamo Diegoarmandomaradona’
Il pizzaiolo Mollica: mio padre tifoso, che onore chiamarmi così
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
21:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Si chiama Diego Armando Maradona di nome, – “senza la virgola”, dice – e Mollica di cognome ed è uno dei tantissimi nati negli anni napoletani dell’argentino. “Mio padre Antonio è un malato del Napoli, un tifoso sfegatato e quando, nel 1985, sono nato non ha avuto dubbi, mi dovevo chiamare come lui, il pibe de oro. Pensi che voleva anche che Maradona mi battezzasse e si piazzo’ sotto casa sua in via Scipione Capece, a Posillipo, fino a quando non lo incontro’.
Arrivarono anche i carabinieri. Oggi è una giornata tristissima per tutti noi. La scomparsa di Diego è un dolore che ti lascia senza fiato, senza parole”.
Diego Armando Maradona Mollica ha 35 anni e fa il pizzaiolo a Boscoreale, uno dei paesi dell’area vesuviana. Stasera è al lavoro. “In Campania c’è la zona rossa, lavoriamo solo con le consegne a domicilio e l’asporto – racconta – ma non riesco a non pensare a lui, a Maradona. E’ stato unico, inimitabile. Ci ha regalato anni di emozioni uniche”.
I due Diego Armando Maradona si sono conosciuti nel 2007, grazie ad una trasmissione televisiva. “L’ho potuto incontrare ed abbracciare al ‘Treno dei desideri’, la trasmissione di Antonella Clerici – racconta Diego Armando Mollica – è stata un’emozione fortissima, indescrivibile”.
Un nome ingombrante “più dal punto di vista burocratico”, dice. “Mi è capitato di avere qualche noia in banca, ma niente di insuperabile. Per il resto sono onorato di portare questo nome e glielo dico davvero in lacrime”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: Bianchi sconvolto, non riesco a parlare
Particolarmente scosso l’allenatore del primo scudetto Napoli
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
25 novembre 2020
21:59
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ottavio Bianchi, l’allenatore del primo scudetto del Napoli, a telefono appare particolarmente scosso dalla notizia della morte di Maradona: “Sono sconvolto, non riesco a parlarne ora, dobbiamo far passare del tempo”, risponde con voce rotta dall’emozione.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: Tyson, se ne va uno dei miei eroi
‘Nel 1986 vincemmo lui e io Mondiali, e ci paragonavano’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
22:23
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La Mano di Dio, Maradona, ci ha lasciato. Nel 1986 vincemmo i rispettivi Mondiali e ci paragonavano. Lui era uno dei miei eroi, ed un mio amico. Lo rispettavo molto, e sentirò la sua mancanza”. Così, a tre giorni dal suo ritorno sul ring che avverrà sabato a Los Angeles nell’esibizione contro Roy Jones, Mike Tyson ricorda su Twitter Diego Maradona, e posta una foto mentre lo tiene in braccio.
Maradona e Tyson si erano conosciuti partecipando a trasmissione televisive, e Tyson si era anche fatto ritrarre con addosso la maglia n.10 dell’Argentina.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: Tyson, se ne va uno dei miei eroi
‘Nel 1986 vincemmo lui e io Mondiali, e ci paragonavano’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
22:23
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La Mano di Dio, Maradona, ci ha lasciato. Nel 1986 vincemmo i rispettivi Mondiali e ci paragonavano. Lui era uno dei miei eroi, ed un mio amico. Lo rispettavo molto, e sentirò la sua mancanza”. Così, a tre giorni dal suo ritorno sul ring che avverrà sabato a Los Angeles nell’esibizione contro Roy Jones, Mike Tyson ricorda su Twitter Diego Maradona, e posta una foto mentre lo tiene in braccio.
Maradona e Tyson si erano conosciuti partecipando a trasmissione televisive, e Tyson si era anche fatto ritrarre con addosso la maglia n.10 dell’Argentina.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Inter-Real Madrid 0-2
Hazard e un autogol di Hakimi decidono il match
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
23:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La partita che doveva essere “come una finale” e in cui all’Inter si chiedeva il salto di qualità si trasforma in un incubo per i nerazzurri e Antonio Conte, che fa materializzare lo spettro della clamorosa eliminazione nei gironi di Champions League. A San Siro il Real Madrid non solo vince 2-0 grazie ai gol di Hazard e all’autorete di Hakimi, ma domina per tutti i 90′ Lukaku e compagni (in 10′ per un’ora dopo un ingenuo rosso per proteste a Vidal), adesso ad un passo dal baratro. Complicando ancora di più la posizione di Antonio Conte, sempre più nel mirino dei tifosi nerazzurri.   CHAMPIONS LEAGUE IN TEMPO REALE: RISULTATI E CLASSIFICA    VAI ALLO SPORT

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Champions: Liverpool-Atalanta 0-2
A segno Ilicic , ultime sue reti il poker di Valencia a marzo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
23:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Liverpool-Atalanta 0-2 in una partita della fase a gironi di Champions League giocata ad Anfield.
Queste le reti: nel st 15′ Ilicic, 19′ Gosens. Ilicic non segnava dal poker di Valencia del 10 marzo scorso. Ora la dea è seconda nel suo girone, assieme all’Ajax, con 7 punti.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gasperini, la più bella vittoria della storia dell’Atalanta
‘Affermazione di prestigio, peccato averl vissuta senza tifosi’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
25 novembre 2020
23:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Una grandissima soddisfazione, un risultato fondamentale, la vittoria di maggior prestigio della storia dell’Atalanta”. Tutta la soddisfazione di Gian Piero Gasperini nella conferenza stampa da remoto ad Anfield Road dopo il 2-0 in casa del Liverpool: “E’ stata davvero una grande partita”, rimarca il tecnico nerazzurro. Che ha optato per un centrocampo denso e l’assenza di una prima punta all’inizio: “In questo tipo di confronti bisogna avere un centrocampo più incontrista, l’inserimento di Pessina indubbiamente ha aiutato – sottolinea Gasperini -. “Se siamo più protetti la difesa funziona e tiene meglio, abbiamo subito pochissimo disputando una partita di grande qualità. Ilicic e Gomez davanti comunque non sono una soluzione inedita”. Lo sloveno, tornato al gol in Nazionale il 16 novembre col rigore decisivo contro il Kosovo, è ormai un fuoriclasse ritrovato, non segnando da atalantino dal poker a Valencia del 10 marzo scorso: “Sono contento per lui, era fondamentale per recuperare fiducia in se stesso come questo risultato per tutti noi. Il suo percorso di crescita è ultimato, ora può avere alti e bassi come tutti ma è un giocatore definitivamente recuperato”. Sulle possibilità di accedere agli ottavi per la seconda edizione di fila della Champions League, l’allenatore dei bergamaschi è netto: “Bisognerà vedere se arriveremo ad Amsterdam con uno o due risultati disponibili. Era prevedibile che ci saremmo dovuti giocare tutto con l’Ajax al ritorno. Però siamo matematicamente in Europa League – prosegue -. La beffa crudele del destino è non poter vivere tutto questo insieme ai nostri tifosi: erano 64 partite che il Liverpool non perdeva in casa, mi pare. Una vittoria che rimarrà scritta, al Genoa mi ricordavano sempre la loro affermazione ad Anfield, credo nel 1992”. Un ricordo anche per Diego Armando Maradona: “Ho avuto la fortuna di vivere da giocatore, da avversario, l’esperienza fantastica di Diego a Napoli: non lo si può dimenticare. Ma la vittoria di stasera è solo per noi, per quello che stiamo continuando a vivere in questa competizione”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: Zidane, tutti volevano essere come lui
‘Diego era un giocatore unico, è una notizia triste per tutti’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
23:59
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La notizia della scomparsa di Maradona è stata molto triste, non solo per il mondo del calcio ma per il mondo intero. Ricordo soprattutto il Mondiale del 1986, avevo 14 anni. È stato un giocatore unico. Il mio idolo era Francescoli, ma volevamo tutti imitare Maradona. Ho avuto la fortuna di potergli dire che era fantastico”.
Così Zinedine Zidane, tecnico del Real Madrid, ha voluto ricordare Diego Armando Maradona, nel dopo partita della sfida contro l’Inter.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: l’omaggio di Baggio, ha dipinto grande calcio
“Generazioni future ammireranno la sua grandezza”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2020
00:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La vita di ognuno di noi è come una tela che cosa possiamo dipingerci sopra? Diego Armando Maradona ha dipinto grande calcio”: Così, Roberto Baggio ha ricordato Diego Armando Maradona.
“Così come al Louvre possiamo ammirare nei secoli la Gioconda di Leonardo – ha aggiunto Baggio – le generazioni future ammireranno quanto Diego ha saputo dipingere con il suo calcio.
Questo rimarrà nei secoli a venire e questo determina la grandezza di un uomo. Ricordo ancora la semifinale del mondiale del 1990, così come le molte volte che l’ho incontrato in campo.
Buon viaggio Diego e non dimenticarti di portare il pallone nel viaggio della luce tranquilla dell’eternità”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: De Magistris, “stadio si chiamerà come lui”
Sindaco Napoli: era un uomo buono e molti ne hanno approfittato
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2020
09:47
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona “non va banalizzato solo con il calcio. È stato un uomo buono, molti ne hanno approfittato.
Lui non è raggiungibile da parte di nessuno. Ha saputo interpretare l’unione indissolubile tra città e squadra”. Così il sindaco della città partenopea Luigi de Magistris intervenuto stamattina a Radio anch’io sport.
“Lo stadio si chiamerà Diego Armando Maradona. Lo vuole il popolo, ieri è stata una voce unanime. Diego ha la capacità di unire tutti i napoletani”.
“Napoli e Maradona, l’umiltà, la forza, la straordinaria potenza della nostra città che in alcuni momenti si deve aggrappare ad un punto di riferimento” ha detto De Magistris, ricordano che il calciatore argentino “è stato grande non solo attraverso il pallone ma anche per la sua capacità di intercettare un sentimento popolare, un uomo che sapeva cosa fosse la sofferenza. Ha interpretato la sete di giustizia. La sua vita è stata Sud, riscatto, orgoglio. Napoli sembrava non potesse mai arrivare nell’olimpo del calcio, grazie a lui è successo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: Bianchi “ho provato a cambiare rotta a sua vita”
“Speravo sempre che riuscisse a fare l’ultimo dribbling”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2020
09:53
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ho il rammarico di non aver invertito in nessun modo la rotta della sua vita”: lo ha detto Ottavio Bianchi, l’allenatore dello scudetto del Napoli, riferendosi a Maradona, suo ex giocatore e amico.
“Sono in difficoltà a parlare di Diego, ha detto Bianchi intervenuto stamattina a Radio anch’io sport. Per me è difficile. Diego era grande nelle cose semplici, era molto disponibile con i giovani e con i suoi compagni. Ho il rammarico di non aver invertito in nessun modo la rotta della sua vita.
Quando eravamo da soli tentavo di rimproverarlo e lui con gli occhi bassi mi ascoltava. Ricordo che gli dissi che così rischiava di finire male, lui mi guardava e poi mi diceva che la sua vita la voleva vivere con l’acceleratore spinto al massimo.
Mi dispiace molto che sia finito così, speravo sempre che riuscisse a fare l’ultimo dribbling”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: Boccia, da juventino andavo al San Paolo per lui
“E’ come se fosse finita all’improvviso una fase della vita”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2020
09:59
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Da juventino andavo al San Paolo solo per vedere Diego. Era come andare a teatro”: così il ministro per gli affari regionali Francesco Boccia, intervenuto stamattina al programma Radio anch’io sport, ha ricordato la sua passione e stima per Maradona. Adesso -ha aggiunto il ministro- “è come se fosse finita all’improvviso una fase della vita.
Quella che attraverso quei ricordi ti faceva sentire sempre ragazzo. Le emozioni che ha regalato Maradona in campo a tutti gli amanti del calcio sono state uniche e irripetibili. Ha vissuto da spirito libero e da spirito libero si è fatto amare”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: autopsia, edema polmonare e crisi cardiaca
Primi risultati: c’era insufficienza acuta e cardiomiopatia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2020
10:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un’insufficienza cardiaca acuta, con cardiomiopatia dilatativa: sono questi gli esiti dell’autopsia preliminare effettuata subito in serata sul corpo di Diego Armando Maradona, morto ieri attorno alle 12 nella sua residenza. Gli esami sono stati svolti all’ospedale di San Fernando, fuori dal quale stazionavano, come in tanti altri luoghi simbolo dell’Argentina, numerosi tifosi sotto choc.
L’insufficienza, hanno potuto accertare i medici, e’ stata provocata da un “edema polmonare acuto”, secondo quanto scrive il ‘Clarin’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: Shilton ‘con me non si e’ mai scusato’
Il portiere della Mano de Dios: aveva grandezza non sportivita’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2020
10:48
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Aveva grandezza ma non sportività”. Peter Shilton, portiere dell’Inghilterra ai Mondiali ’86, non ha mai perdonato la Mano de Dios, il gol segnato da Maradona con la mano nei quarti di finale di quella Coppa.
In un’intervista al Daily Mail, Shilton ammette che Maradona è stato “il più grande giocatore che abbia mai affrontato. Ma quello che non mi piace è che non si è mai scusato”, ha detto.
“Non ha mai ammesso di aver barato e ha detto che gli sarebbe piaciuto scusarsi”. La mia vita “è stata a lungo legata a quella di Diego Maradona, e non nel modo in cui avrei voluto”. “Ma sono rattristato nell’apprendere della sua morte in così giovane età”, aggiunge. “È stato senza dubbio il più grande giocatore che abbia mai affrontato e il mio pensiero va alla sua famiglia”. Shilton conclude: “In sincerita’ spero che non rovini l’eredità di Maradona”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona, anche il cinema lo renderà immortale
Da Sorrentino a cui salvò la vita, ai docu
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
21:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Diego Armando Maradona è vissuto nell’era del cinema e sarà grazie alle immagini che la sua memoria rimarrà più a lungo negli occhi degli amanti del calcio e nella leggenda popolare. Sono moltissimi i documentari come “Amando A Maradona” di Javier Vazquez, i reportage, le telecronache con lui al centro e per questo tutti gli appassionati più giovani tendono a considerarlo più del mitico Pelé. Ma il suo mito va ben oltre un campo da calcio. “”Una partita – ha chiosato uno dei suoi più grandi ammiratori, il napoletano Paolo Sorrentino – ha molto in comune con un film. Narrazione, tecniche, tattiche e un finale non scontato che nessuno conosce. Il calcio è una bella variazione del cinema”.
E non è quindi per caso che in più di un’occasione ne abbia trasferito sullo schermo l’icona e lo spirito. In “Youth” ha fatto addirittura ricorso a un grande attore-trasformista argentino come Roly Serrano per evocare il “personaggio” Maradona, intento a riflettere sulla vita a bordo piscina e a combattere con una pallina da tennis, docile come un pallone da football, vincendo con la classe l’obesità che gli toglie il fiato. Oggi che Maradona se ne è andato per una crisi cardio-respiratoria è impossibile non averlo davanti agli occhi, ansimante eppure vitale, così come ce lo ha disegnato con una caricatura grottesca e poetica insieme il suo geniale regista-tifoso. Che a Maradona si ispira anche nel film attuale, “E’ stata la mano di Dio”, legato a un fatto autobiografico e insieme alla celebre frase pronunciata dal giocatore dopo il goal di rapina contro l’Inghilterra. Sorrentino ha raccontato più volte l’ispirazione del film e come un destino superiore gli abbia salvato la vita per…merito della sua passione da tifoso: quando lasciò i genitori in vacanza per andare a vedere una partita del suo idolo sfuggendo così alla morte l’orribile notte in cui un avvelenamento da ossido di carbonio lo privò di padre e madre. Tanto che oggi Sorrentino dice:”Maradona non è morto. E’ solo andato a giocare in trasferta”.
Chi volesse rivedere al cinema cosa è stato l’artista Diego sul campo da gioco non può che rifarsi all’esemplare documentario “Diego Maradona” dell’inglese Asif Kapabia, uno che di sportivi e di vite bruciate se ne intende (dal pilota Ayrton Senna alla cantante Amy Winhouse). Anche Marco Risi si è cimentato con l’idolo e il giocatore, ma il suo bel lavoro del 2007 ha il pregio di cercare l’uomo dietro il calciatore e dietro entrambi quella passione collettiva che a Napoli ha fatto di lui un personaggio da presepe e un monumento alla condizione di una città che – lo dice Sorrentino – è “un mondo dentro una città”. Questa era in effetti la chiave per svelare il mistero del “Numero 10”, sempre spettacolare nelle sue gesta, nei suoi eccessi come nelle sue ingenuità. Meglio di tutti lo intuì un irregolare come lui, il regista Emir Kusturica, che gli ha dedicato un film-apologia intitolato con sprezzo del pericolo proprio “Maradona Kusturica”. Qui Diego racconta le sue idee, la sua vita controcorrente, le sue passioni politiche e sociali.
Non si nasconde nelle sue debolezze (dalle donne alla cocaina), non fa sconti a una società, prima di tutto quella sportiva, che sfrutta e divora i suoi talenti, non esita a mostrarsi fragile e guerriero nella stessa scena. Kusturica mette in angolo la dimensione del tifoso e per questo esalta un cinema delle persone, in cui la soggettività del punto di vista (un po’ come Oliver Stone con Fidel Castro) è sbandierata e vincente.
Se il cinema tanto ha dato e tanto darà a Maradona, è un peccato che mai abbia scoperto il tesoro narrativo che portava con sé.
Lo aveva capito uno scrittore sceneggiatore come l’argentino Sergio Olguin che ambienta il suo memorabile “La squadra dei miei sogni” della baraccopoli di Villa Fiorito, ai margini di Buenos Aires, dove il Pibe de Oro diede a tre anni i primi calci a un pallone di stracci: lo stesso che i giovanissimi eroi del romanzo cercano freneticamente dopo che qualcuno lo ha sottratto alla comunità del quartiere. Purtroppo quelle pagine non sono mai diventate cinema, anche se a leggerle sembra di veder scorrere i vecchi filmati sul Maradona bambino che già sognava di calcare il campo del Boca Juniors. Invece, nei suoi anni italiani, Dieguito finì solo in una allegra farsa di Neri Parenti, “Tifosi” del 1999, in cui duetta con Nino D’angelo, ladruncolo-tifoso che prima gli svaligia la casa e poi restituisce il bottino al suo campione del cuore. A vederlo avrebbe sorriso, un po’ altezzoso, il suo amico e rivale Pelé che ha avuto la gloria di un vero film, “Fuga per la vittoria” di John Huston, con un vero personaggio e grandi colleghi (da Michael Caine a Sly Stallone, da Ardiles a Bobby Moore. In quel caso fu la cinepresa di un maestro del cinema a immortalare la rovesciata di Pelé. A Diego rimangono le telecronache di Bruno Pizzul a Italia ’90.

Sport tutte le notizie, in tempo reale e sempre aggiornate. TUTTE LE DISCIPLINE SPORTIVE, APPROFONDITE E COMPLETE. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Notizie, Sport, Ultim'ora

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 7 minuti

SPORT TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

SPORT TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 16:02 DI MERCOLEDì 25 NOVEMBRE 2020

ALLE 11:37 DI GIOVEDì 26 NOVEMBRE 2020

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

F1: Tapiro a Leclerc “con Hamilton non andrei in vacanza”
Pilota Ferrari ricorda errore Turchia: con Vettel io migliorato
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
16:02
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
L’errore del pilota del pilota della Ferrari Charles Leclerc all’ultima curva del Gran Premio di Turchia è solo l’ennesimo episodio di una stagione decisamente infelice per la scuderia di Maranello. Uno svarione che al pilota francese è costato il podio, ma che in compenso gli ha fatto vincere un altro ambito trofeo: il Tapiro d’Oro di Striscia la notizia. Raggiunto a Maranello dal tg satirico, Leclerc ha commentato: “La gara era andata bene e ho buttato tutto via all’ultima curva. Ho sbagliato e mi sono sfogato in radio con i miei ingegneri, avete sentito tutto… Queste cose succedono, ma devono essere uno spunto per crescere e tornare più forti. Il dominio di Hamilton? Va molto forte ed è simpatico, ma non ci andrei in vacanza assieme”. Infine, sul futuro compagno di scuderia Carlos Sainz Jr, dichiara: «Lo conosco da anni, siamo molto amici: Vettel mi ha fatto migliorare, vedremo cosa succederà con Carlos».
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sport: Sibilia, riforma? ora fare diga per fermare catastrofe
Presidente lega dilettanti, norme su vincolo faranno morire club
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
16:07
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Una diga per opporsi alla catastrofe.
È questa l’immagine che chiarisce la posizione della Lega Nazionale Dilettanti rispetto alla modifica per Decreto Legge del vincolo e all’introduzione di nuove norme in materia di lavoro sportivo. La Lnd, che rappresenta 12mila società di calcio dilettantistico in Italia, si dichiara infatti “totalmente contraria” a qualsiasi variazione alle norme in vigore e che regolano questi due ambiti dell’attività sportiva.
“Le norme sul vincolo sportivo presenti nei decreti attuativi rappresentano una grave minaccia per l’esistenza del calcio dilettantistico a partire dalle scuole calcio, coinvolgendo l’intera filiera dell’attività giovanile – commenta il presidente della Lnd, Cosimo Sibilia, nel commentare l’approvazione in Cdm dei testi -, che è la vera risorsa del movimento unitamente all’attività delle prime squadre fondata principalmente sulla valorizzazione dei giovani. Il vincolo di tesseramento costituisce un elemento essenziale di sussistenza per ogni singola società dilettantistica, pertanto va mantenuto nella sua attuale regolamentazione. Non esistono, in senso assoluto, forme d’indennizzo che possano surrogarlo”. “E poi come si può pensare, specie in questo particolare momento storico – dice ancora Sibilia -, di mettere sulle spalle delle Asd anche il fardello dei rapporti di lavoro, dimenticando i sacrifici e gli oneri già pesantissimi che gravano su realtà che basano la loro opera sul volontariato?”.
Il decreto legislativo sul lavoro sportivo assesterà un duro colpo alle Associazioni e società sportive dilettantistiche, che dovranno considerare i loro atleti dilettanti (in contrasto con le norme della Figc) come lavoratori iscritti alla Gestione Separata Inps con aggravio di costi e incombenze di versamenti, registrazione e altro, fermo restando che quei contributi non arriveranno mai ai destinatari in quanto la vita sportiva di un atleta si esaurisce nell’arco di pochi anni e la loro concorrenza ad una futura ipotetica pensione consterebbe di poche decine di euro.
La Lega Nazionale Dilettanti chiede quindi l’intervento deciso della Federcalcio.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1:Bahrain; Vettel, curioso verificare competitività Ferrari
Tedesco: circuito di Sakhir è da sempre un test impegnativo
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
16:53
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Il circuito di Sakhir è da sempre un test impegnativo tanto per i piloti che per le vetture. Per noi che guidiamo c’è il tema delle temperature ambientali che, sorgendo questa pista nel deserto, in certi momenti della giornata sono veramente molto elevate”. Sebastian Vettel è pronto ad affrontare la prossima gara nel Gp del Bahrain con una Ferrari in risalita. “Per quanto riguarda le monoposto, le caratteristiche della pista mettono in risalto le doti di trazione e costituiscono un banco di prova per i freni che sono molto stressati nell’arco del giro”.
“Noi piloti – aggiunge il pilota tedesco della Ferrari – chiamiamo questo tipo di tracciato ‘stop&go’ a causa delle continue frenate secche seguite da brusche accelerazioni. Non abbiamo mai gareggiato in Bahrain così avanti nella stagione anche se, guardando i dati delle temperature, le condizioni non dovrebbero essere troppo diverse. Abbiamo visto che la nostra vettura ha fatto dei progressi nelle ultime gare e sono curioso di verificare anche su questa pista il nostro livello di competitività”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Bahrain; Leclerc, speriamo continuare trend ultime gare
Monegasco Ferrari: qui lo scenario si modifica continuamente
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
16:58
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Ho bei ricordi dello scorso anno, anche se il finale non fu ideale. Speriamo di continuare il trend delle ultime gare che ci ha visto via via più competitivi”. Parola di Charles Leclerc in vista del Gran Premio di Formula 1 del Bahrain: “è una gara molto particolare – avverte il pilota monegasco della Ferrari – perché le caratteristiche del fine settimana fanno sì che lo scenario si modifichi continuamente. A inizio weekend la pista è sporchissima, piena di sabbia che arriva dalle zone desertiche circostanti. Man mano che si gira l’asfalto si pulisce e svela la propria abrasività che mette a dura prova le gomme.
Anche luce e temperature sono in continuo cambiamento: si parte all’imbrunire, con asfalto molto caldo e il sole basso all’orizzonte, ma man mano che la gara progredisce il circuito diventa più freddo e bisogna avere la capacità di adattare la propria guida.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pugilato: Titolo Ibo a Fondi; Magnesi ‘rimarrò imbattuto’
Superpiuma laziale affronta elvetico Kinigamazi, reduce da Covid
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
17:01
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“La preparazione atletica e tecnica con il mio team è stata su ritmi alti. Mi sento in forma come non mai, anche dal punto di vista psicologico. Sono pronto a conquistare la vetta del mondo”.
E’ sicuro dei propri mezzi pugilistici Michael Magnesi, 25enne nativo di Palestrina, cresciuto a Cave e residente a Civitavecchia, che venerdì sul ring del Palasport di Fondi, in provincia di Latina, si batterà per il titolo mondiale Ibo dei pesi superpiuma contro lo svizzero di origini ruandesi Patrick Kinigamazi, 36enne che non perde un match dal 2013, mentre ‘Lonewolf’ Magnesi non ha proprio mai perso in 17 incontri da professionista. Quindi si preannuncia una sfida interessante, infiammata, come da copione, dalle dichiarazioni dei due contendenti. “La sola possibilità che Magnesi ha di battermi – ha detto Kinigamazi – è che riceva la vittoria su un piatto d’argento dai tre giudici italiani, ma se vogliamo parlare solo di boxe non può prevalere su di me”. Replica da parte del fighter di casa: “Patrick è molto ottimista. Pensa di arrivare ai punti, ma non ha capito che il match finirà prima del limite, e a vincere non sarà lui”.
Questa sfida avrebbe dovuto disputarsi tre settimane fa, ma è slittata al 27 in quanto Kinigamazi è risultato positivo al Covid in uno dei test effettuati durante la preparazione. Ora è guarito, e garantisce che il periodo passato in quarantena non ne ha compromesso la preparazione. Occhi puntati, quindi, su Fondi anche se la riunione, in ossequio alle restrizioni contenute nell’ultimo Dpcm anti-Covid, si terra’ a porte chiuse. Ma Sportitalia trasmetterà in diretta il match, così come i canali social della federboxe.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Tennis: Australian Open, si va verso rinvio di 2 settimane
Ministro sport stato di Victoria ribadisce idea slittamento
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
17:02
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Gli Australian Open si svolgeranno, anche se molto probabilmente con un leggero slittamento in avanti, di una o due settimane. E’ la posizione espressa dalle autorità locali riguardo al primo Slam stagionale, al momento in calendario a Melbourne dal 18 al 31 gennaio 2021, ribadendo comunque la necessità che i partecipanti rispettino un regime di 14 giorni di quarantena al loro ingresso nel Paese in ossequio ai protocolli anti-Covid attualmente in vigore nello stato di Victoria.
“C’è un certo numero di potenziali date sul tavolo. Ho visto report che suggeriscono uno slittamento di una o due settimane, penso sia molto probabile – le parole del ministro dello sport di Victoria, Martin Pakula – Continuo a credere anche che sia molto più probabile che sarà un ritardo più breve piuttosto che più lungo”.
Da otto mesi l’Australia ha chiuso le proprie frontiere e sconsigliato ai suoi residenti di recarsi all’estero per contrastare il diffondersi della pandemia da Covid-19 E Melbourne è stata l’epicentro della seconda ondata del virus e solo di recente è uscita da diversi mesi di duro lockdown.
Inizialmente l’idea del direttore generale della federtennis australiana e direttore del torneo, Craig Tiley, era di far arrivare i partecipanti con i loro tecnici a metà dicembre in modo da poter svolgere la prevista quarantena di due settimane prima di disputare i tradizionali tornei di avvicinamento agli Australian Open. Ma il progetto ha trovato l’opposizione di Dan Andrews, primo ministro dello Stato di Victoria. Le autorità non autorizzano tennisti e loro team a giungere in Australia come minimo prima della fine di dicembre, orizzonte temporale che renderebbe impossibile la disputa della ATP Cup a squadre e degli altri tornei che precedono lo Slam. “Noi non possiamo che essere pazienti e accettare la situazione – le parole di Rafael Nadal – che è difficile per tutto il mondo. Dobbiamo essere flessibili e trovare un modo di disputare il maggior numero di tornei possibile l’anno prossimo”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Bebe Vio,novità disabili in riforma grande vittoria Pancalli
Campionessa, ‘Grande risultato, n.1 Cip sta riscrivendo regole’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
18:54
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La novità prevista dalla riforma dello sport dell’inserimento degli atleti paralimpici nei gruppi sportivi militari è una “cosa su cui Luca Pancalli sta lottando da sempre, essendo stato un atleta. L’ho sentito oggi al telefono ed era entusiasta perché sono riusciti ad ottenere come Cip questo grande grande risultato”. A dirlo è la campionessa paralimpica della scherma Bebe Vio, oggi a Palazzo Velli Expo di Roma per ritirare il premio ‘ReWriters’ 2020, dedicato a chi si è contraddistinto per avere contribuito alla riscrittura dell’immaginario contemporaneo. “Lui mi dice che ‘da padre del movimento paralimpico sono veramente fiero dei miei figli, ho veramente ottenuto qualcosa che quando ero atleta neanche mi sognavo. Pancalli sta veramente cambiando le regole, lui davvero dovrebbe vincere questo premio”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sport: riforma; Uisp ‘noi non ci arrendiamo’
Lettera aperta del presidente nazionale Manco dopo ok a decreti
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
19:50
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Noi non ci arrendiamo”. Lettera aperta del presidente nazionale Uisp Vincenzo Manco, dopo l’approvazione dei cinque decreti in attuazione della legge delega 86/2019. “Oggi è un giorno buono per lo sport se pensiamo agli effetti che dispiegano i cinque decreti legislativi approvati dal Governo, in esame preliminare, di riforma dell’ordinamento sportivo, in attuazione di altrettanti articoli della legge delega 86/2019. In particolare sulle questioni del lavoro sportivo, sul professionismo femminile, sulla parità e il contrasto alla violenza di genere. Invece – rileva Manco – è tutt’altro che un buon giorno per la mancata approvazione del decreto “sulla governance” dello sport. È come se nessuno avverta il senso di aver perso una grande occasione per ammodernare un sistema sportivo che mostra da lungo tempo forti limiti allo sviluppo della pratica e della cultura dello sport e del movimento nel nostro Paese. Ancora una volta “quella montagna” si è mostrata potente, granitica, insormontabile”.
“Una cultura sportiva – aggiunge il presidente dell’Uisp – che fa fatica ad aprirsi, a contaminarsi, ad ammodernarsi ed un sistema sportivo chiuso che non permette lo sviluppo di tutte le energie vitali che la cultura motoria e sportiva del nostro paese meriterebbe. Ma non ci fermiamo, continueremo a lavorare perché la pari dignità della promozione sportiva sia una questione acquisita nel nostro paese”.   VAI AL CALCIO

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 6 minuti

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:38 DI MERCOLEDì 25 NOVEMBRE 2020

ALLE 10:07 DI GIOVEDì 26 NOVEMBRE 2020

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

PHOTO OF THE GAME | #MOREMORATA
25 NOVEMBRE 2020
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il gol che ha deciso Juventus-Ferencvaros, consegnando i tre punti e il pass per gli Ottavi di Finale di Champions League ai bianconeri, porta la firma di Alvaro Morata. Lo spagnolo, con il gol siglato agli ungheresi, arriva a quota cinque in Champions, eguagliando il suo record di marcature in una singola stagione nella competizione (nel 2014/15, in 12 presenze). Solo Haaland (sei gol) ha segnato più di Alvaro nella Champions in corso.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

GLI ALTRI FACTS
La Juventus è la seconda squadra italiana ad essersi qualificata agli ottavi di finale di Champions League per almeno sette stagioni di fila da quando è stato introdotto l’attuale formato della competizione nel 2003/04.
Cristiano Ronaldo ha segnato il suo 70º gol in gare casalinghe di Champions League: nessun giocatore ha fatto meglio nella storia della competizione, al pari di Lionel Messi. Il Ferencvaros è, inoltre, la 34ª avversaria contro cui CR7 trova il gol in Champions League, superando così Raúl (33): solo Lionel Messi ne conta di più (36). Non solo, Cristiano è il terzo giocatore ad aver segnato per almeno 15 stagioni consecutive dopo Lionel Messi e Karim Benzema.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Juan Cuadrado è stato il primo giocatore della Juventus a servire due assist in un match di Champions League da Dani Alves contro il Monaco nel maggio 2017.
Weston McKennie è il primo giocatore di nazionalità americana a disputare un incontro di Champions League da titolare con una squadra italiana.
Alex Sandro ha registrato la sua 200ª presenza con la maglia della Juventus in tutte le competizioni.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
REVIEW: JUVENTUS – FERENCVAROS IL GOL DI MORATA
25 NOVEMBRE 2020
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Nei secondi finali della gara dell’Allianz Stadium, la Juventus riesce ad avere la meglio, grazie alla rete d Morata, di un Ferencvaros che ha fatto una gran partita sul piano difensivo, costringendo i bianconeri prima a recuperare la rete di svantaggio e poi a giocare un secondo tempo costantemente nella metà campo avversaria senza riuscire, nonostante diverse palle gol, a trovare tanti spazi per colpire la difesa ungherese… E a tempo scaduto arriva l’azione che regala alla Juventus il passaggio agli ottavi di finale.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Andiamo a riviverla:
JUVENTUS – FERENCVAROS | IL GOL DI MORATA
La qualità migliore della fase difensiva degli ospiti è stata quella di non permettere l’inserimento tra le linee dei giocatori della Juventus (nell’unico caso il Ferencvaros è stato immediatamente punito dalla rete del pareggio di CR7): i 5 difensori e i 4 centrocampisti sono vicini tra di loro, con la linea difensiva alta quasi sempre a una decina di metri dalla propria area di rigore.
Danilo (sempre più coinvolto nelle due fasi: difensore quando si difende e centrocampista aggiunto quando si imposta) in possesso palla non pressato, può decidere la giocata migliore. In mezzo al campo c’è molta densità e la difesa alta del Ferencvaros invita al lancio lungo.
Per farlo però deve esserci il movimento in profondità di Cuadrado che partendo da una posizione più arretrata evita la trappola del fuorigioco e può sorprendere la difesa ungherese alle spalle dettando il passaggio verso il fondo.
Il lancio di Danilo arriva puntuale e preciso: il colombiano in gran velocità arriva sulla palla e il cross che effettua di prima in controbalzo è una perla della serata.
Morata, che ha seguito l’azione, è libero in area e di testa batte a rete da pochi passi: la Juventus approda agli ottavi di finale.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
THE BEST FIFA 2020: CANDIDATI RITA GUARINO E CRISTIANO RONALDO!
25 NOVEMBRE 2020
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Sono aperte le votazioni per i premi FIFA THE BEST 2020, che proseguiranno, sul sito della FIFA, fino al 9 dicembre prossimo.
La Juventus anche quest’anno è presente, in due categorie: miglior giocatore, con la candidatura di Cristiano Ronaldo e miglior allenatore di calcio femminile, con la presenza nella rosa dei migliori di Rita Guarino.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Come sempre, la vittoria del premio FIFA THE BEST nelle varie categorie sarà una combinazione dei voti online (previa sottoscrizione) e di quelli di capitani e allenatori delle squadre di tutto il mondo.
Vista la situazione internazionale, la cerimonia di premiazione, prevista il 17 dicembre prossimo, sarà virtuale e on-line.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
FOTOSTORY | SECONDO SUCCESSO DI FILA PER L’UNDER 23
25 novembre 2020

I gol di Vrioni e Rafia stendono il Grosseto al Moccagatta nel recupero della 10a giornata del campionato di Serie C

UNDER 23, VITTORIA CONVINCENTE PER 2-0 SUL GROSSETO
25 NOVEMBRE 2020
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Si chiude con un netto 2-0 il match tra Juventus Under 23 e Grosseto, valevole per il recupero della decima giornata del Girone A di serie C. Di Vrioni e Rafia le reti che hanno deciso l’incontro. Due prime volte, per un 2-0 che proietta i bianconeri al settimo posto in classifica a quota 19 punti, con ancora una gara da recuperare.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Una vittoria che è arrivata grazie al bel gioco espresso e alla propositività della manovra offensiva bianconera. Secondo successo consecutivo per la squadra guidata da Mister Zauli e quinto risultato utile in altrettante gare. Un ruolino di marcia estremamente positivo per la Juventus Under 23 che è nel pieno di un vero e proprio tour de force con cinque gare in quindici giorni. Le prime due sono state disputate e sono arrivati 6 punti. Domenica i bianconeri torneranno in campo per affrontare in trasferta l’Olbia che nel recupero odierno (valevole, però, per la nona giornata) ha portato a casa un pari (2-2) contro il Como.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
JUVE PROPOSITIVA, GROSSETO IN ATTESA
La squadra di Mister Zauli parte bene e al 3’ si rende pericolosa: Rafia riceve palla e penetra in area di rigore mettendo in mezzo un pallone interessante dalla destra che costringe la retroguardia toscana a rifugiarsi in calcio d’angolo. Buona la partenza dei bianconeri che sin dalle prime battute impongono il proprio ritmo alla gara non permettendo ai toscani di affacciarsi dalle parti di Nocchi.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Al 23’ arriva la prima nitida occasione da gol dell’incontro con protagonista il duo Rafia-Del Sole. Il primo, ispiratissimo, con una bella giocata si libera del diretto marcatore e imbuca in area di rigore per il numero 27 che prova il mancino a giro costringendo Barosi a rifugiarsi in calcio d’angolo con una bella parata in allungo sulla destra. Dopo la prima metà di questa frazione il copione non cambia: bianconeri propositivi, ospiti attendisti. Sul finale della prima frazione arrivano ancora due buoni tentativi da parte dei padroni di casa: prima Felix Correia, poi Vrioni, spaventano il Grosseto.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il portoghese, al 38’, con una doppia finta al limite dell’area di rigore si accentra portandosi la sfera sul destro, ma la sua conclusione a giro esce davvero di poco sulla sinistra. Stessa giocata, ma a piedi invertiti, arriva al 41’ proprio con Vrioni che con il mancino tenta la rete nell’angolino basso di destra, ma il suo tentativo passa soltanto vicino al palo. Termina, così, sullo 0-0 il primo tempo.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
UNO-DUE DECISIVO
La ripresa vede sin da subito due volti nuovi tra le fila bianconere: entrano Brighenti e Ranocchia rispettivamente per Del Sole e Peeters. Ed è proprio Ranocchia, al 47’, a incaricarsi della battuta del corner che regala il vantaggio ai bianconeri. Il pallone del numero 8 arriva a centro area e il più lesto di tutti è Vrioni che si libera dalla marcatura e batte Barosi per l’1-0, segnando la sua prima rete in questo campionato. Passano appena sei giri di orologio e la Juventus Under 23 raddoppia con la splendida rete di Rafia. Il fantasista tunisino entra ancora una volta in area di rigore e con un bel destro in diagonale batte il portiere dei toscani e fissa il punteggio sul 2-0.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Anche per il numero 19 bianconero si tratta della prima marcatura in stagione. Il risultato non cambia più e per la restante parte del secondo tempo i padroni di casa rischiano poco o nulla: l’unico vero pericolo arriva al 78’ con una punizione dal limite della squadra di Mister Stefani, ma un attento Nocchi devìa in tuffo con un bellissimo intervento. Si chiude, così, con una bella vittoria e un cleen sheet il match dei bianconeri.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
LA SODDISFAZIONE DI MISTER ZAULI
«Sono molto felice per questo successo perché è arrivato contro una squadra che aveva ottenuto prima di oggi 13 punti, sui 17 totali, in trasferta. Noi nel primo tempo siamo stati un po’ lenti e abbiamo fatto più fatica a trovare gli spunti giusti per impensierirli. Nella ripresa, invece, siamo stati più larghi e siamo riusciti a costruire questa importante vittoria. Sono soddisfatto di tutto il gruppo. I ragazzi credono in quello che fanno e dimostrano, allenamento dopo allenamento, grandissima dedizione. Questa è la strada giusta per fare crescere ragazzi così giovani, ma qualitativamente molto forti».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
IL TABELLINO
Campionato di Serie C, Girone A – Recupero 10a giornata
Stadio “Giuseppe Moccagatta” – Alessandria
Marcatori: 2’ st Vrioni (J), 8’ st Rafia (J).
Juventus: Nocchi, Coccolo (cap.), Peeters (1’ st Ranocchia), Fagioli, Capellini, Correia, Di Pardo (37’ st Wesley), Rafia (17’ st Mosti), Vrioni (17’ st Petrelli), Del Sole (1’ st Brighenti), Delli Carri.
A disposizione: Bucosse, Rosa, Troiano, Leone, Gozzi, Barbieri, Riccio.
Allenatore: Lamberto Zauli.
Grosseto: Barosi, Raimo, Cretella, Ciolli (cap.), Gorelli, Galligani, Kraja (1’ st Fratini), Polidori (28’ st Simeoni), Manicone (9’ st Russo), Pedrini (1’ st Sersanti), Sicurella (9’ st Moscati).
A disposizione: Antonino, Pierangioli, Boccardi, Campeol, Consonni, Kalaj, Vrdoljak.
Allenatore: David Stefani.
Arbitro: Eduart Pashuku di Albano Laziale (Assistenti: Milos Tomasello di Messina e Ferdinando Pizzoni di Frattamaggiore; Quarto Ufficiale: Andrea Colombo di Como).
Ammoniti: 30’ pt Cretella (G), 18’ st Fagioli (J).
Prossimo impegno:
Olbia – Juventus
Domenica 29 novembre, ore 12.30
Stadio “Bruno Nespoli”, Olbia
Diretta televisiva RaiSport.   JUVENTUS   TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS   CALCIO   PIEMONTE

Politica tutte le notizie in tempo reale- tutto il Mondo Politico in costante e continuo aggiornamento. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 18 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:03 DI MERCOLEDì 25 NOVEMBRE 2020

ALLE 08:42 DI GIOVEDì 26 NOVEMBRE 2020

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Salvini, vedrò Cav e Meloni per voto comune su deficit
Uniti si vince
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
11:03
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo lavorando per una posizione comune, per un voto comune, a partire dallo scostamento, perché uniti si vince, ci stanno lavorando i parlamentari in queste ore, a breve avrò un incontro a distanza con Meloni e Berlusconi, l’obiettivo è unire idee e azioni”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, in una conferenza stampa al Senato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Via a summit Italia-Spagna,Conte e 9 ministri giunti da Roma
Da Di Maio a Gualtieri fino a Catalfo. Si parte con bilaterali
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALMA DI MAIORCA
25 novembre 2020
12:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Al via il vertice intergovernativo tra Italia e Spagna nel Palazzo de L’ Almudaina, a Palma di Maiorca. Il summit ha preso il via nel cortile del palazzo, dove il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il suo omologo Pedro Sanchez , assieme ai ministri dei due Paesi, hanno ascoltato i rispettivi inni nazionali. Subito dopo sono previsti i bilaterali tra Conte e Sanchez e tra le due delegazioni ministeriali.
Per il governo italiano, oltre al premier, sono presenti il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, il titolare dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, il ministro per gli Affari Ue Enzo Amendola, il titolare della Difesa Lorenzo Guerini, il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo, e il ministro dell’Agricoltura Teresa Bellanova.
La delegazione spagnola, tra gli altri, è composta dal vicepremier Pablo Iglesias, leader di Podemos e dalla terza vicepremier e titolare dell’Economia Nadia Calvino. I ministri spagnoli presenti, ad eccezione di Iglesias e della titolare del Lavoro Yolanda Diaz Perez, sono tutti membri del Psoe.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Salvini, indegno chiudere a Natale se situazione è ok
Non si capisce perchè chiudere se situazione sotto controllo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
12:27
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Negare ai bimbi il sogno del Natale, ai nonni di essere nonni e ai papà di essere papà alle mamme di essere mamme è indegno e ingeneroso. Se la situazione sanitaria sarà sotto controllo fra dicembre e gennaio non si capisce perché tutti i Paesi confinati aprono e l’Italia no”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, in una conferenza stampa al Senato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pm Perugia, Palamara agito per nomine
Modifica accusa, corruzione anche su procedimenti disciplinari
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
25 novembre 2020
13:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Modificato il capo d’imputazione nei confronti dell’ex consigliere del Csm Luca Palamara in apertura dell’udienza preliminare a Perugia nella quale è accusato di concorso in corruzione per un atto d’ufficio. La procura del capoluogo umbro ha infatti contestato che le presunte utilità ricevute dall’ex magistrato siano legate alla sua funzione all’interno dell’Organo di autogoverno della magistratura in particolare in relazione alle nomine di dirigenti degli Uffici e procedimenti disciplinari.
I pm – il procuratore Raffaele Cantone e i sostituti Gemma Miliani e Mario Formisano – non hanno indicato episodi specifici riguardo alla nuova formulazione del capo d’imputazione, rimanendo all’ipotesi della corruzione per l’esercizio delle funzioni svolte dall’ex magistrato. Che è accusato di avere ricevuto dall’imprenditore Fabrizio Centofanti viaggi, soggiorni e lavori eseguiti da varie ditte presso l’abitazione di Adele Attisani, amica di Palamara e considerata “istigatrice” delle presunte condotte illecite.
Dopo la nuova formulazione del capo d’imputazione la difesa di Palamara ha chiesto tempo per poterla esaminare. L’udienza davanti al gup di Perugia è stata quindi rinviata al 22 dicembre prossimo per esaminare alcune questioni preliminari.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Aborto: Campidoglio cambia norme, privacy per feti sepolti
Sulle sepolture solo un numero collegato al registro cimiteriale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
13:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Garantire la privacy alle sepolture di feti abortiti. E’ quanto prevede una delibera del Campidoglio. La delibera, riferisce la presidente della commissione pari opportunità Gemma Guerini, prevede che sulle sepolture sia apposta una targhetta con un semplice numero, collegato a un registro cimiteriale che rimanda ai dati della donna. Il caso era scoppiato del cimitero dei feti con il nome delle madri sulle croci era scoppiato qualche mese fa, quando alcune donne che avevano abortito avevano visto il loro nome scritto sulle sepolture al cimitero Flaminio di Roma.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ue: Marcucci, Conte il 9 dicembre in Senato, con voto
Così il Dem al termine della capigruppo a palazzo Madama
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
13:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In vista del consiglio europeo del 10 e 11 dicembre, “per il 9 dicembre sono previste comunicazioni in Senato del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. La presenza di Conte è già calendarizzata, con comunicazioni e quindi col voto”. Lo ha detto il capogruppo Pd al Senato, Andrea Marcucci, al termine della capigruppo convocata per calendarizzare l’intervento sulla riforma del Mes del ministro del Tesoro, Roberto Gualtieri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Corte Ue all’Italia, assegni a familiari extracomunitari
Anche se residenti fuori dall’Unione europea
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
25 novembre 2020
13:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I cittadini extra Ue in Italia (con permesso unico o soggiornanti di lungo periodo), hanno diritto ad assegni familiari anche per i familiari a carico residenti fuori dall’Ue: lo ha stabilito la Corte di Giustizia della Ue in una sentenza che riguarda il caso di un cittadino dello Sri Lanka e uno del Pakistan, con permessi di soggiorno in Italia, a cui l’Inps aveva negato gli assegni per i loro familiari perché residenti nei rispettivi Paesi.
Secondo la Corte Ue, “è contraria al diritto dell’Unione la normativa italiana che rifiuta o riduce una prestazione di sicurezza sociale al cittadino extra Ue, titolare di un permesso unico o soggiornante di lungo periodo, per il fatto che i suoi familiari risiedono in un Paese terzo, mentre la stessa prestazione è accordata ai cittadini italiani indipendentemente dal luogo in cui i loro familiari risiedono”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Meloni,sì scostamento se governo accetta nostre proposte
Interlocuzione entro 24 ore.Chiedo ad alleati documento unitario
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
14:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Questo è il quarto scostamento e il centrodestra ha già votato si almeno due volte. Oggi siamo in una posizione più guardinga perchè questi soldi sono stati dilapidati. La proposta che farò agli alleati è chiedere ufficialmente al governo come spende questi soldi e fare un documento unitario come centrodestra con le proposte e chiedere un impegno preciso su queste proposte. Se arriverà bene, altrimenti abbiamo difficoltà. E’ una interlocuzione che dura 24 ore”. Così la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, a “l’Intervista” su SkyTg24.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: Conte,no a rinvii, tutti in Ue si convinceranno
Prossimo Consiglio risolutivo, fiduciosi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALMA DI MAIORCA
25 novembre 2020
15:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo avuto una forte sintonia nell’approccio europeo solidale nella crisi Covid, e da lì è nato un saldo legame con Pedro. Non ci nascondiamo le difficoltà, il prossimo Consiglio Ue sarà risolutivo per rendere operativi gli impegni ma siamo fiduciosi che continuando a lavorare insieme con coraggio e visione anche i paesi che portano una frenata si convinceranno che tutti i cittadini europei non possono assolutamente aspettare” il Recovery Fund.
Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa con il premier spagnolo Pedro Sanchez.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Ue, revoca misure sia graduale e basata sulla scienza
Ha sottolineato la commissaria Ue alla Salute, Stella Kyriakides
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
25 novembre 2020
14:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Occorre essere molto graduali nella revoca delle misure” anti-Covid, “e basarsi sulla scienza.
Fino a quando i vaccini saranno disponibili ed una grossa massa critica di persone non sarà stata vaccinata, sollecitiamo gli Stati membri a continuare nei loro sforzi per mitigare la pandemia”. Così la commissaria Ue alla Salute, Stella Kyriakides, a chi chiede del coordinamento Ue per la stagione sciistica invernale.
“La revoca delle misure troppo precoce può portare ad un aumento del numero di casi. Non c’è una formula valida per tutti: i diversi Stati hanno realtà diverse”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Conte, coordinamento Ue su misure Natale è opportuno
Credo sia opportuna risposta europea
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALMA DI MAIORCA
25 novembre 2020
15:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo lavorando, ho avuto dei colloqui con i rappresentanti delle istituzioni Ue, per cercare di promuovere e ottenere un coordinamento in particolare per gli impianti sciistici e le vacanze di Natale.
Non possiamo di poter vivere delle vacanze natalizie in montagna come negli altri anni, se c’è una risposta Ue io la auspico e credo sia opportuna”. Lo dice Giuseppe Conte da Palma di Maiorca.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Imprenditori-manager-professionisti, il patto dei giovani
Di Stefano, ‘in migliaia saremo voce autorevole per Paese’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
16:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Imprenditori, manager, professionisti: quattordici associazioni di giovani, dagli under 40 di Confindustria e di Federmanager che hanno promosso l’iniziativa, ad avvocati e commercialisti, ai dirigenti della P.a., si sono alleate per avere una “una voce comune, autorevole” nel Paese. Ascolteranno “una base di decine di migliaia di associati”, metteranno a fuoco il “sentiment che attraversa la classe dirigente giovane del Paese” – lo annuncia il presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria, Riccardo Di Stefano – per poi rivolgersi “prima di tutto all’opinione pubblica, e inevitabilmente anche ai decisori politici”.
E’ già al lavoro un ‘tavolo interassociativo’, ed i primi risultati del lavoro di ‘ascolto’ della base arriveranno a febbraio con un focus “sulla fiducia nel 2021, le aspettative di investimento, lavoro crescita, le priorità per il Recovery Fund e le criticità da superare per far ripartire il Paese”.
La rete degli under 40, promossa da Giovani Imprenditori di Confindustria e Federmanager Giovani, coinvolge l’associazione italiana giovani avvocati e l’unione dei giovani dottori commercialisti ed esperti contabili, i giovani dell’Aiop (ospedali privata), l’associazione giovani classi dirigenti delle pubbliche amministrazioni, Confartigianato Giovani Imprenditori, i giovani costruttori dell’Ance, i giovani di Confagricoltura, Federalimentare, Confcommercio, Sistema Moda Italia, FederLegnoArredo, Confapi. E’ una iniziativa “nata in un momento storico particolare, di sfide globali senza precedenti”, sottolinea Riccardo Di Stefano, il nuovo leader dei giovani di Confindustria, nominato presidente dei Giovani Imprenditori in piena emergenza pandemia: “L’idea di unire il punto di vista dei giovani di Confindustria a quello delle altre più significative associazioni di giovani serve a dare una voce comune ad una nuova classe dirigente giovane”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gualtieri, intervento su tasse sarà molto largo
Così ministro su tema scadenze fiscali
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALMA DI MAIORCA
25 novembre 2020
16:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’intervento sulle tasse sarà molto largo”. Lo sottolinea, in merito al possibile intervento del governo sulle scadenze fiscali, il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri interpellato a margine del vertice italo-spagnolo di Palma di Maiorca.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Patenti e fogli rosa scaduti saranno validi fino al 30/4
Cancelleri, se nuovo dpcm si allunga validità certificati
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
16:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo termine per le patenti e i fogli rosa scaduti o in scadenza durante l’emergenza Coronavirus con l’ok della Camera al dl Covid.
Lo scrive il Mit. Il nuovo termine – si spiega – è stato spostato fino alla data di cessazione dell’emergenza da Covid-19 che, almeno fino a questo momento, è fissato al 30 aprile 2020.
Il rinvio riguarda tutti gli atti amministrativi in scadenza.
“Da ora in avanti, nel caso si dovesse malauguratamente prolungare l’emergenza Coronavirus e dovesse essere emanato un nuovo dpcm, – spiega il viceministro Giancarlo Cancelleri – automaticamente verrà allungata anche la temporaneità dei certificati. Un ottimo risultato a favore di quei cittadini che si ritrovano con i fogli rosa o le patenti scaduti o in scadenza durante questo periodo di emergenza sanitaria”.   ECONOMIA   VAI ALLA CRONACA   VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO   VAI ALLA TECNOLOGIA   VAI ALLE NOTIZIE DEL PIEMONTE    VAI ALLO SPORT    VAI AL CALCIO    PRIME VIDEO CHANNELS: ISCRIVITI! ORA è IN ITALIA, NON PERDERE QUESTA OCCASIONE!

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Come fare la spesa in modo sexy, bufera sulla Rai
Forze politiche contro ‘Detto Fatto’. Salini sospende il programma
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
22:16
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Proteste sui social e nel mondo politico per un tutorial che spiega come fare la spesa in modo sensuale, andato in onda martedì a ‘Detto Fatto’ su Rai2, proprio alla vigilia della Giornata contro la violenza sulle donne. Nel mirino delle forze parlamentari è finito anche il vertice della tv pubblica.
“Un episodio gravissimo, che nulla ha a che vedere con lo spirito del Servizio Pubblico e con la linea editoriale di questa Rai”, ha replicato l’ad Fabrizio Salini. “Ovviamente – ha aggiunto – ho avviato un’istruttoria per accertare responsabilità e stiamo facendo valutazioni sul futuro di questo programma”. L’ad – si apprende – ha quindi deciso di sospendere la trasmissione, in attesa che si studi una programmazione che rispecchi una linea editoriale adeguata al messaggio del servizio pubblico.
Nel siparietto, andato in onda all’interno della trasmissione pomeridiana condotta da Bianca Guaccero, si vede la pole dancer, Emily Angelillo, in minigonna di pelle e tacchi alti che spiega come muoversi al supermercato, sia spingendo il carrello con la giusta postura, che raccogliendo i prodotti dagli scaffali in maniera “intrigante” ed eventualmente da terra con le gambe chiuse per non “rendere la situazione più volgare”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Forse occorrerebbe un tutorial non su come fare la spesa ma su come fare servizio pubblico non calpestando il valore e la storia della Rai”, ha detto il sottosegretario all’Editoria Andrea Martella. “Si offre un’immagine della donna stereotipata e indegna del servizio pubblico. Salini e i dirigenti Rai devono rispondere di quanto accaduto all’opinione pubblica e alle donne. La Rai così non può andare avanti”, afferma la portavoce della conferenza delle donne democratiche Cecilia D’Elia. Proteste arrivano anche da Leu, dall’opposizione e dall’Usigrai, che parla di “una cosa ignobile. Indegna della #Rai #ServizioPubblico”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: assessori Alpi, perdita 20 mld per stop sci
Chiesto incontro a ministro Roberto Gualtieri
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA
25 novembre 2020
17:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Una perdita di indotto pari a 20 miliardi – una cifra vicina all’1% del Pil nazionale – questo il danno che la montagna legata all’industria dello sci sarà costretta a subire senza l’avvio della stagione invernale”. E’ quanto sostengono gli assessori delle Regioni alpine che chiedono un incontro al ministro dell’economia Roberto Gualtieri.
“Senza l’apporto della stagione invernale – spiegano in una nota congiunta – per la montagna è il disastro totale. Chiudere durante le festività natalizie significherebbe pregiudicare irrimediabilmente l’intera stagione, molti non aprirebbero nemmeno più”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Femminicidi, altri due casi. Nel Padovano e in Calabria
Mattarella: ‘Un fenomeno che purtroppo non smette di essere un’emergenza pubblica’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PADOVA
25 novembre 2020
22:42
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Due donne sono state uccise a coltellate dai loro partner, nel Veneto e in Calabria, proprio mentre si celebra oggi la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.
Un uomo di 40 anni ha ucciso la moglie con una coltellata al petto a Cadoneghe, in provincia di Padova.  L’omicida si chiama Jennati Abdefettah, ha 40 anni, è marocchino e fa il magazziniere. I tre figli che abitavano con la coppia sono stati affidati a un’amica della madre che abitava vicino a loro. A chiamare i carabinieri è stato proprio l’omicida nella notte. La donna è stata trovata distesa nel suo letto. La donna sembra che avesse denunciato il suo comportamento violento, ma poi aveva ritrattato. Sul posto i carabinieri del nucleo investigativo, il pm di turno Marco Brusegan, il medico legale Antonello Cirnelli.
In Calabria, un uomo è stato sottoposto a fermo del pm perché ritenuto l’autore dell’omicidio della donna di 51 anni il cui cadavere è stato trovato nascosto tra gli scogli a Stalettì, sulla costa ionica catanzarese. Si tratta di un 36enne di Badolato che, secondo le indagini dei carabinieri del Comando provinciale di Catanzaro e della Compagnia di Soverato aveva una relazione extraconiugale con la donna.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La ricorrenza di oggi induce a riflettere su un fenomeno che purtroppo non smette di essere un’emergenza pubblica. Le notizie di violenze contro le donne occupano ancora troppo spesso le nostre cronache, offrendo l’immagine di una società dove il rispetto per la donna non fa parte dell’agire quotidiano delle persone, del linguaggio privato e pubblico, dei rapporti interpersonali”. Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in una dichiarazione in occasione della Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne.
“Le istituzioni – sostiene Mattarella -hanno raccolto il grido di allarme lanciato dalle stesse donne e dalle associazioni che da decenni sono impegnate per estirpare quella che è, ancora in troppe situazioni, una radicata concezione tesa a disconoscere la libertà delle donne e la loro capacità di affermazione. Per questo resta fondamentale, per le donne che si sentono minacciate, rivolgersi a chi può offrire un supporto e prevenire la degenerazione della convivenza in violenza”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fermare la violenza sulle donne, le parole del Papa e di Mattarella
Bergoglio: ‘Fare molto di più’. Il Capo dello Stato: ‘E’ un’emergenza pubblica’ e la pandemia ha accresciuto il rischio di violenza’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTÀ DEL VATICANO
25 novembre 2020
13:16
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nella Giornata contro la violenza sulle donne sono molte le voci che si sono levate per riportare l’attenzione su questo tema. Papa Francesco e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella hanno mandato un messaggio chiaro per invertire la tendenza e consegnare alle donne la dignità e il posto nella società che meritano.
“Troppo spesso le donne sono offese, maltrattate, violentate, indotte a prostituirsi…Se vogliamo un mondo migliore, che sia casa di pace e non cortile di guerra, dobbiamo tutti fare molto di più per la dignità di ogni donna”. Questo il tweet di Papa Francesco.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La ricorrenza di oggi induce a riflettere su un fenomeno che purtroppo non smette di essere un’emergenza pubblica. Le notizie di violenze contro le donne occupano ancora troppo spesso le nostre cronache, offrendo l’immagine di una società dove il rispetto per la donna non fa parte dell’agire quotidiano delle persone, del linguaggio privato e pubblico, dei rapporti interpersonali”. Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
” Le istituzioni – sostiene Mattarella -hanno raccolto il grido di allarme lanciato dalle stesse donne e dalle associazioni che da decenni sono impegnate per estirpare quella che è, ancora in troppe situazioni, una radicata concezione tesa a disconoscere la libertà delle donne e la loro capacità di affermazione. Per questo resta fondamentale, per le donne che si sentono minacciate, rivolgersi a chi può offrire un supporto e prevenire la degenerazione della convivenza in violenza”.
“In questo momento drammatico per il nostro Paese e per il mondo intero le donne sono state particolarmente colpite. La pandemia ha accresciuto il rischio di violenza che spesso ha luogo proprio tra le mura domestiche: si è purtroppo assistito, durante il periodo di lockdown, ad un drammatico aumento della violenza contro le donne che vede tragicamente, a volte, coinvolti anche minori”. “La violenza di genere – afferma il Capo dello Stato – non si esprime solo con l’aggressione fisica, ma include le vessazioni psicologiche, i ricatti economici, le minacce, le varie forme di violenza sessuale, le persecuzioni e può sfociare finanche nel femminicidio. Alla base di tutte queste forme di violenza vi è l’idea dissennata e inaccettabile che il rapporto tra uomini e donne non debba essere basato su di un reciproco riconoscimento di parità”. Spezzare, sostiene Mattarella, “la catena della violenza contro le donne significa contrastare ogni forma di sopraffazione, di imposizione e di abuso. In una società democratica le donne non devono avere più paura di subire violenza, in casa, sul lavoro, in tutti i luoghi e i contesti in cui ritengano di realizzare la propria personalità”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Spostamenti, scuole, shopping: in arrivo le regole di Natale
Boccia convoca regioni e comuni. Fontana, più vicini ad allentamento misure
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
23:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Spostamenti da Regione a Regione, shopping, messe, cenone, sci. Governo al lavoro per stabilire le regole anti-Covid di Natale e Capodanno. Vertice a Palazzo Chigi tra Conte, ministri e capidelegazione della maggioranza. Annunciati controlli per chi andrà all’estero durante le feste, mentre si attendono indicazioni europee sullo sci. Incontro tra la ministra Azzolina e i sindaci sull’ipotesi di riaprire le scuole il 9 dicembre. ‘Sì, ma in sicurezza’, dicono i primi cittadini.
Il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia ha convocato per domani alle 16 le Regioni, l’Anci e l’Upi in seguito alla richiesta arrivata dai presidenti per un confronto sul prossimo Dpcm. All’incontro parteciperanno in videoconferenza anche il ministro della Salute Roberto Speranza, il Commissario per l’emergenza Domenico Arcuri e il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Anche oggi buone notizie: il trend positivo si rafforza”. Così il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha commentato su Facebook i dati odierni del Covid in regione. “In Lombardia ben 15.749 guariti con 246 persone dimesse dai reparti sub-intensivi. Il rapporto dei positivi su oltre 42.000 tamponi è del 12%. Risultato di sacrifici e responsabilità che ci avvicina ad un allentamento delle misure. Teniamo alta la guardia. Sempre!”, ha aggiunto Fontana in un post.
“Pensiamo si debbano introdurre maggiori cautele per prevenire un’impennata nei contagi, la dobbiamo evitare”. Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa da Palma di Maiorca rispondendo ad una domanda sulle misure che il governo metterà in campo per il Natale.
“Non vogliamo invadere scelte di natura nazionale, ci stiamo premurando per evitare che ci siano trasferimenti transfrontalieri, evitando che nel caso si vada all’estero si possa rientrare senza nessun controllo” sanitario, ha aggiunto Conte.
“La scuola – ha detto ancora – va riaperta appena possibile. Noi non dobbiamo procurare disagi in particolare ai nostri giovani”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per le festività di Natale, il divieto di contatto verrà ammorbidito in Germania e si consentiranno incontri fino a 10 persone. La Germania spinge perché l’Ue vieti le vacanze sciistiche fino al 10 gennaio. Angela Merkel ha chiarito di voler tentare un accordo con i vicini europei a riguardo, aggiungendo che non sarà facile.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Conte: ‘Lo Stato risarcirà i figli di Marianna Manduca’
Il premier: ‘Bisogna saper riconoscere gli errori’. La donna, uccisa nel 2007dal marito, aveva denunciato più volte le violenze.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
21:47
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nella Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, dal premier Giuseppe Conte arriva la notizia che tanti avevano chiesto e si aspettavano: i tre figli di Marianna Manduca, la trentaduenne assassinata nel 2007 dal marito Saverio Nolfo (dopo aver denunciato il coniuge 12 volte in un anno alla procura di Caltagirone), avranno la somma dovuta alla loro mamma, indennizzo che era stato revocato dai giudici su iniziativa del Governo, e anche un cospicuo risarcimento del danno non patrimoniale da parte dello Stato. Carmelo, Stefano e Salvatore, tredici anni fa erano ancora minorenni. “Certo, non riavranno più la loro mamma, giovane e bella, ma lo Stato sottoscriverà un accordo transattivo – dice il premier, parlando a Palazzo Chigi – perché deve essere in grado di riconoscere i propri errori”.
Lo scorso 19 marzo la Corte d’appello di Messina aveva revocato l’indennizzo per danno patrimoniale nei confronti dei figli della vittima, ma il successivo 8 aprile la Cassazione ha bocciato la decisione dei giudici, stigmatizzando un “percorso argomentativo in contrasto con le regole che governano l’accertamento del concatenarsi degli eventi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte d’appello di Catanzaro si sarebbe dovuta pronunciare sul caso il prossimo 9 dicembre. Il marito di Marianna – che per il delitto è stato condannato in abbreviato a 21 anni di carcere – ha inferto numerose coltellate contro la moglie, in strada, a Palagonia, nel Catanese, davanti ai passanti e al padre della vittima. Era il 3 ottobre 2007. Marianna, che si stava separando dal marito, aveva denunciato di essere stata più volte minacciata con un coltello, ma la Procura non ordinò alcuna perquisizione né il sequestro dell’arma. Secondo i giudici d’appello, “l’omissione addebitabile alla Procura” sarebbe stata “eziologicamente insufficiente” nel determinare la morte di Marianna. La Cassazione stabilì che il modo di argomentare dei giudici d’appello era “contraddittorio” e non condivisibile. Il ricorso alla suprema corte era stato presentato da Carmelo Cali’, il cugino di Marianna, che con sua moglie ha adottato i tre ragazzi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Violenza donne: Sassoli, porre fine a questa piaga sociale
‘Inaccettabile incremento del fenomeno’ durante la crisi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
25 novembre 2020
11:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi è la giornata internazionale per lïeliminazione della violenza contro le donne. Ne dobbiamo parlare per molti motivi: per liberare le voci delle vittime e aiutarle a rompere il silenzio. Dobbiamo parlarne per aumentare la consapevolezza e per esprimere il nostro impegno verso la non violenza e l’uguaglianza. Soprattutto, dobbiamo parlarne per trovare soluzioni e porre fine a questa piaga che colpisce la nostra società”. Così il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, all’apertura dei lavori della plenaria.
“Quest’anno la crisi del Covid-19 ha rivelato e intensificato questa violenza, soprattutto quella domestica. Spesso – ha evidenziato il presidente del Pe – ciò è avvenuto in modo subdolo a porte chiuse, senza possibilità di fuga, anche perché in molti Stati membri i rifugi e le linee di assistenza erano carenti o non sufficientemente finanziati. Questo è inaccettabile”.
“Il Parlamento europeo – ha detto ancora Sassoli – continuerà ad insistere affinché tutti gli Stati membri dell’UE ratifichino la Convenzione di Istanbul sulla prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne e lavoreremo per presentare una direttiva sulla lotta alla violenza di genere”.
“Le nostre istituzioni pubbliche – ha proseguito – hanno un ruolo decisivo da svolgere e devono essere vicine ai cittadini ed essere in grado di aiutarli. Anche per questo sono orgoglioso che il Parlamento europeo sia riuscito, durante i negoziati sul nuovo quadro finanziario pluriennale, a garantire 0,8 miliardi di euro di più per il programma “Diritti e valori”, che prevede finanziamenti per la parità di genere e la lotta alla violenza contro le donne e le ragazze. Inoltre, la Commissione – ha concluso Sassoli – svilupperà una metodologia per valutare i finanziamenti comunitari volti a promuovere la parità tra i sessi e a migliorare l’integrazione della dimensione di genere nei programmi comunitari”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Emiliano, situazione ogni giorno più grave
Delibera per azione contrasto pandemia in Puglia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
25 novembre 2020
17:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La situazione epidemiologica in Puglia “si aggrava ogni giorno progressivamente, con impatto oramai senza precedenti sulla tenuta del sistema sanitario”: è quanto si legge in una delibera del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, del 20 novembre scorso, con la quale sono stati stabiliti i nuovi “indirizzi per un’azione condivisa di contrasto alla pandemia”. Tra questi, l’assunzione per tre anni di medici, infermieri e Oss; l’accelerazione dell’approvvigionamento e distribuzione di attrezzature; e il decongesionamento dei Pronto soccorso.
“Sono stati individuati alcuni elementi di criticità – si legge nella delibera – che, nonostante le precedenti azioni poste in essere, si ritiene debbano essere corrette in itinere, ravvisandosi l’improcrastinabile necessità di porvi rimedio con azioni mirate ad una più ampia rivisitazione dell’organizzazione del sistema sanitario”. Emiliano individua, quindi, alcuni interventi da attivare entro 15 o 30 giorni in base all’urgenza: “Assumere a tempo determinato per tre anni medici, infermieri, OSS, per il rafforzamento dell’organico sia nei setting ospedalieri, sia nei setting territoriali”; “accelerare e monitorare la determinazione degli approvvigionamenti e la distribuzione di attrezzature”; “sostenere azioni funzionali a decongestionare pronto soccorso ed al contenimento dei ricoveri ai casi strettamente necessari per elevata intensità delle cure nonché per il collegamento ospedale-territorio e per la gestione da remoto dei pazienti: attivazione della piattaforma H-Casa per la gestione a domicilio dei pazienti e della Control Room in Telemedicina”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Imprenditori, manager, professionisti: l’alleanza dei giovani per il Paese
Patto under 40 tra 14 associazioni. Di Stefano (Confindustria), azione congiunta’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2020
08:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dai Giovani di Confindustria ad avvocati e commercialisti, imprenditori, costruttori, commercianti, manager, dirigenti della P.a: è un patto under 40.
Nasce una alleanza della giovane classe dirigente italiana per confrontarsi, avere una visione comune, parlare al Paese e alla politica con “una voce sola, autorevole”, come spiega Riccardo Di Stefano.
Il leader dei Giovani Imprenditori di Confindustria annuncia così un progetto su cui sono già al lavoro quattordici associazioni. Stanno ascoltando una base di decine di migliaia di associati, registrano le esperienze di questi mesi difficili, ne sondano la fiducia, raccolgono timori e proposte, mettono in fila le priorità. E per febbraio tireranno le somme in “una analisi lucida”, per “portare all’attenzione pubblica delle istanze comuni”.
Con i Giovani Confindustria e Federmanager altre 12 associazioni under 40
E’ la prima rete trasversale di giovani imprenditori, manager, professionisti. E’ stata promossa dai Giovani di Confindustria e da Federmanager Giovani e coinvolge, intorno d un ‘tavolo interassociativo’, le organizzazioni giovanili degli avvocati, di commercialisti ed esperti contabili, di Confartigianato, dei costruttori dell’Ance, di Confagricoltura, Federalimentare, Confcommercio, Sistema Moda Italia, FederLegnoArredo, Confapi, dell’ospedalità privata, e l’associazione giovani classi dirigenti della pubblica amministrazione.
Ascolto della base, migliaia di associati. Poi azione congiunta
E’ una iniziativa “nata in un momento storico particolare, di sfide globali senza precedenti”, sottolinea il presidente dei Giovani Imprenditori: “L’idea di unire il punto di vista dei giovani di Confindustria a quello delle altre più significative associazioni di giovani serve a dare una voce comune ad una nuova classe dirigente giovane. Il primo obiettivo è quello di avere una base comune, una istantanea sullo stato dell’impresa giovanile in Italia, cercare di comprenderne e mettere a fuoco gli aspetti più delicati su cui concentrare una azione congiunta”, rivolgendosi “prima di tutto all’opinione pubblica, e inevitabilmente anche ai decisori politici”. Per febbraio sarà resa pubblica la prima sintesi di un lavoro di ascolto della base, avviato in collaborazione con 4.Manager: sarà un focus “sulla fiducia nel 2021, le aspettative di investimento, lavoro crescita, le priorità per il Recovery Fund e le criticità da superare per far ripartire il Paese”, spiega Di Stefano.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Manovra timida Rischio flop per gli incentivi al lavoro
Dell’azione del Governo, sul fronte del drammatico impatto sull’economia dell’emergenza pandemia, Riccardo Di Stefano, classe 1986, imprenditore palermitano, eletto a giugno nuovo leader dei Giovani Imprenditori, si sofferma sul tema del lavoro commentando il testo della manovra. E avverte: la decontribuzione per incentivare le assunzioni è “una buona notizia”, “avere attenzione per donne e giovani, i più colpiti dalla crisi, è ciò che abbiamo ribadito in più occasioni”, ma per i “troppi vincoli” posti per le imprese “rischia di essere un flop”.
Più in generale, “è del tutto evidente che questa è una manovra espansiva, che mette sul piatto un ingente quantitativo di risorse, però notiamo – rileva ancora il presidente dei giovani di Confindustria – che è ancora in gran parte di carattere emergenziale. I temi che sono a noi molto cari, che sono legati al rilancio degli investimenti per una impresa che sia sostenibile sono ancora timidi, e per molti versi sono rinviati al piano di ripresa e resilienza”; Servono “piani, investimenti” che possano “generare una crescita a medio-lungo termine. Sono cruciali in questo momento. Il Paese è veramente ad un bivio: utilizzare queste risorse con i ritardi e con gli sprechi che abbiamo visto negli ultimi anni rischia di consegnare alla nostra generazione e a quelle che seguiranno un Paese con una montagna di debito pubblico ed una produttività ancora molto bassa”.

Economia tutte le notizie in tempo reale- tutta l'economia sempre approfondita ed aggiornata. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 16 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:12 DI MERCOLEDì 25 NOVEMBRE 2020

ALLE 07:06 DI GIOVEDì 26 NOVEMBRE 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tariffa rifiuti 2020 a 300 euro a famiglia,Campania più cara
I nuovi dati di Cittadinanzattiva, in Trentino spesa più leggera
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
10:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
È di 300 euro la tassa per i rifiuti pagata in media nel 2020 da una famiglia nel nostro Paese; cifra rimasta invariata rispetto all’anno precedente. La regione con la spesa più elevata resta la Campania con 419 euro, in leggera discesa dello 0,4% rispetto al 2019. Mentre la spesa media più bassa è in Trentino Alto Adige con 193 euro, dove si registra anche un incremento dell’1,4% rispetto all’anno precedente.
Questa la fotografia scattata da Cittadinanzattiva con i nuovi dati per il 2020, che raccontano come a livello nazionale la tariffa rimane sostanzialmente invariata, mentre sul piano territoriale ci sono incrementi in 10 regioni, e diminuzioni in 6. L’indagine è stata messa a punto grazie alla rilevazione annuale dell’Osservatorio prezzi e tariffe (disponibile on-line, sul sito Cittadinanzattiva.it).

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Pil: LegaCoop-Prometeia,-9% in 2020, recupero +5% nel 2021
Rischio utilizzo incompleto dei fondi Next Generation Eu
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
10:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’economia italiana chiuderà il 2020 con un calo del Pil del 9%, per poi segnare un recupero del 5% nel 2021. Sono le previsioni contenute nel Rapporto “Lo stato dell’economia italiana: scenari e posizionamento delle imprese cooperative”, elaborato da Prometeia e Area Studi Legacoop in cui si ricorda il -3,4% del Pil segnato nel quarto trimestre rispetto al terzo per l’impatto della “ripresa dei contagi e delle correlate misure di contenimento”. Alla ripresa attesa per il prossimo anno, seguirà una crescita dell’1,9% dal 2022 al 2025, “ipotecata però da un debito pubblico che, attestatosi al 158,8% del Pil nel 2020, rimarrà su livelli elevati sia nel 2021 (157%) – viene spiegato – sia negli anni successivi fino al 2025 (154,5%)”. Nel rapporto viene evidenziato il rischio di un utilizzo non completo delle risorse messe in campo dall’Ue.
Nell’arco temporale 2021-2026, ad esempio, è previsto che il nostro Paese riuscirà a spendere 145 dei 205 miliardi messi a disposizione dal Next Generation EU. “Un elemento, questo – viene osservato – che insieme ad altri inciderà sull’entità della ripresa, che si manifesterà con un recupero di attività incompleto. Se, infatti, la previsione pre-Covid, fatto 100 il livello del Pil reale italiano del 2007, accreditava un Pil 2023 a quota 102,2, adesso la previsione aggiornata al novembre 2020 lo fissa a 2,2 punti percentuali in meno, e quindi allo stesso livello del 2007”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa resta cauta dopo Bce, Milano +0,14%
Spread sotto i 117 punti base, euro sfiora 1,19 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
11:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta all’insegna della cautela per le Borse europee mentre la Bce nel Rapporto sulla stabilità finanziaria, sottolinea che meccanismi di aiuti dei Governi sono essenziali in questo momento, ma devono essere mirati a un sostegno circoscritto alla pandemia, evitando di creare problemi di sostenibilità del debito nel medio termine.
L’indice d’area Stoxx 600 si muove sulla parità con la debolezza di immobiliare, energia e finanziari. Fiacche anche le banche che non sembrano trarre beneficio dalla possibile revoca dello stop a dividendi nel 2021, cosi come indicato all’Ft Online da Mersch, vicepresidente del consiglio di sorveglianza della Bce. Tra le singole Piazze, Francoforte cede lo 0,13%, Londra lo 0,36%, Parigi segna un +0,01%. Anche Milano è piatta (+0,14%) con vendite sempre su Mps (-3,8%), Sondrio (-3,9%). Tra i migliori Banca Generali (+2%) . Lo spread tra btp e bund si muove sotto i 117 punti base. Sul fronte dei cambi l’euro sfiora 1,19 dollari mentre il petrolio si conferma si conferma sopra i 45 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Violenza donne:Vodafone, riconoscere è primo passo
#chiedoperunamica, l’ironia social per sensibilizzare
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
11:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per combattere la violenza il primo passo è riconoscerla. Fondazione Vodafone lancia il video manifesto del progetto #ChiedoPerUnAmica, la campagna social nata per comunicare l’impegno contro la violenza di genere e per promuovere l’utilizzo di BrightSky, l’app che supporta le donne che subiscono violenza domestica e insegna a riconoscere i maltrattamenti.
Florencia Di Stefano-Abichain, Valeria Fioretta, Annie Mazzola e Valentina Ricci chiedono alle loro followers di condividere storie e atteggiamenti non accettabili all’interno di una relazione e una delle espressioni più utilizzate ironicamente sui social per porre domande imbarazzanti senza esporsi in prima persona #chiedoperunamica diventa così la chiave per sensibilizzare la famiglia, gli amici e i conoscenti che possono essere fondamentali per creare consapevolezza.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: rischi da stop prematuro aiuti, Italia fra più esposti
Strada ancora lunga e “decisioni difficili” sul debito
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
11:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un ritiro prematuro degli aiuti all’economia europea per fronteggiare lo shock pandemico, dalle garanzie sui prestiti alle moratorie, “potrebbe bloccare la ripresa, trasformando i problemi di liquidità delle aziende osservati agli inizi della pandemia in problemi di solvibilità”.
Il monito arriva dalla Banca centrale europea nel suo Rapporto sulla stabilità finanziaria, che individua nell’esposizione di banche e bilanci pubblici al debito delle aziende il nodo più critico: per le banche dell’Eurozona “un ritiro prematuro delle garanzie governative e delle moratorie potrebbe portare un’ulteriore ondata di perdite”.
Secondo il rapporto, Olanda e Italia sono i “più esposti a un ‘cliff effect’ nel 2021”, cioè allo shock che arriverebbe da un calo improvviso e amplificato delle misure di sostegno pubblico.
In particolare in Italia “il venir meno sostanzialmente simultaneo di gran parte delle moratorie sui prestiti, degli schemi di cassa integrazione (legata al blocco dei licenziamenti, ndr) e degli aiuti diretti indicherebbe un calo sostanziale dei meccanismi di sostegno all’economia nel 2021”.
Luis De Guindos, vicepresidente della Bce, avverte che “la strada è ancora lunga e le autorità dovranno prendere decisioni difficili se estendere, e in che modo farlo, gli interventi e alla fine su come gestire il debito che questi creano”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un francobollo per ricordare il grande banchiere Giannini
Fondatore di Bank of America
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
12:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Amadeo Peter Giannini, il figlio di emigrati italiani negli USA diventato uno dei piu’ grandi banchieri americani, e’ stato ricordato oggi con un francobollo italiano, valido per la posta ordinaria spedita in Europa e nel bacino del Mediterraneo. La vignetta raffigura in primo piano a sinistra un ritratto di Giannini, affiancato, a destra, da un disegno che raffigura un suo episodio biografico: dopo il terremoto di San Francisco del 1906 che distrusse la città, Giannini prese un carrettino su cui sistemò un cartello con la scritta “PRESTITI COME PRIMA, PIÙ DI PRIMA”, lo piazzò in mezzo alla folla dei sinistrati e incominciò ad offrire soldi per la ricostruzione. Figlio di immigrati liguri provenienti da Favale di Malvaro nell’entroterra genovese, Giannini fondo’ nel 1904 la Bank of Italy, che puntava sui piccoli clienti e risparmiatori, anche di recente immigrazione. Nel 1927 l’istituto cambio’ nome in Bank of America, banca che diventera’ per vari anni il maggior istituto di credito statunitense. Nel 1998 l’istituto fu acquisito dalla NationsBank dando vita alla Bank of America corporation. Giannini non dimentico’ il paese di origine della sua famiglia e nel 1919 acquisi’ un istituto di credito italiano che trasformo’ nella Banca d’America e d’Italia (oggi Deutsche Bank). Giannini, cui anche le poste degli USA dedicarono un francobollo nel 1973, e’ morto nel 1949.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: seduta Europa debole, future Wall Street negativi
Milano tiene a +0,44%, sotto lente serie dati macro da Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
12:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee si confermano fiacche a metà seduta con l’aumento dei contagi per il Covid che continua a preoccupare diversi Paesi nonostante i passi in avanti sul fronte dei vaccini.
Nel rapporto sulla stabilità finanziaria Luis De Guindos, vicepresidente della Bce, sottolinea che la strada è lunga e che le autorità sono attese da decisioni difficili sul debito. I future su Wall Street sono negativi mentre in agenda ci sono una serie di macro: gli ordini dei beni durevoli e il Pil trimestrale, più le richieste di sussidi di disoccupazione e le vendite di nuove abitazioni. Sotto la lente poi i verbali Fed sull’ultima riunione. L’indice d’area, lo Stoxx 600, cede oltre un quarto di punto con vendite sempre energia, a dispetto del petrolio sopra i 45 dollari al barile. Male le banche che non traggono beneficio dalla possibile revoca dello stop a dividendi nel 2021, come anticipato all’Ft Online da Mersch. Francoforte cede lo 0,31%, Londra lo 0,57%,Parigi lo 0,07%. Milano tiene a +0,44% con Inwit, Prysmian. Giù Mps e Sondrio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Immobiliare: Nomisma, nel 2020 calo del 17%, effetto covid
Nel 2021 mercato ancora in calo, ripresa dal 2022
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
13:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel mercato immobiliare residenziale i primi sei mesi dell’anno avevano evidenziato una flessione consistente dei livelli di attività transattiva, testimoniata da una variazione tendenziale del -15,5% nel primo trimestre, a cui era seguito un calo ancora più intenso- -27,2% nel secondo trimestre. É quanto rileva Nomisma all’interno del terzo Osservatorio sul Mercato Immobiliare 2020.
Le previsioni di calo per il quarto trimestre porteranno a chiudere l’anno nell’ordine delle 500.000 unità transate (-17,1%) secondo lo scenario “Base”, o 491.000 unità transate (-18,7%) secondo lo scenario “Hard”. Prima della diffusione del Covid-19 le previsioni per l’anno in corso prefiguravano un numero di compravendite pari a 612mila.
Per il 2021 si prevede uno scenario per le compravendite non dissimile da quello dell’anno in corso. Nomisma prevede una ripresa lenta e graduale che si manifesterà nel biennio 2022-2023, relegando il mercato, almeno fino al 2023, al di sotto delle 600 mila transazioni. Analizzando nello specifico le città emerge che saranno Milano e Bologna le prime a evidenziare segnali di crescita a partire dal 2022, cui seguiranno Firenze, Venezia, Palermo e Cagliari nel 2023. I cali più intensi riguarderanno Torino, Genova e Roma, con un andamento deflattivo per tutto il triennio considerato.
Il segmento corporate nel corso del 2020, secondo Nomisma, ha presentato “una ricomposizione di tipologie transate e provenienze degli investitori che ha consentito di attenuare gli effetti della pandemia su turnover e valori”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fincantieri: con Federpesca per rinnovo flotta peschereccia
Firmato un accordo per il rinnovo dell’economia ittica italiana
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
25 novembre 2020
13:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fincantieri e Federpesca hanno firmato oggi a Roma un Memorandum of Understanding per promuovere il rinnovo della flotta peschereccia italiana.
La partnership, aperta anche ad altri operatori selezionati della filiera di settore, vedrà Fincantieri nel ruolo di leader del progetto. Il gruppo definirà alcuni standard di pescherecci da dedicare al settore ittico italiano eseguendone la progettazione e facendo leva sulle competenze maturate nella costruzione di navi speciali per l’avanzato cluster ittico norvegese dalla controllata Vard.
Le unità saranno caratterizzate dai più alti contenuti innovativi. Federpesca darà una visione sistemica del mercato promuovendo l’iniziativa presso tutte le istituzioni competenti a livello nazionale e internazionale e contribuirà a definire le specifiche tecniche richieste dal comparto anche coordinando i contributi e le richieste degli operatori e avrà in carico la ricerca di nuovi mercati potenziali nell’area del Mediterraneo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sostenibilità: De Micheli, servono politiche diverse nel Paese
Obiettivo è omogeneità di risultati in Italia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
13:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’approccio alla sostenibilità, l’utilizzo delle nuove tecnologie, l’utilizzo dei sistemi di digitalizzazione è molto differenziato nel nostro paese. Non si può immaginare di utilizzare un solo strumento uguale per tutti, o non si può pensare di avere degli interlocutori nell’ambito delle città che partano dagli stessi presupposti culturali e prospettici”. Lo ha detto la ministra dei Trasporti e delle Infrastrutture, Paola De Micheli, durante il convegno online di Acea sulla sostenibilità, in base ad alcuni dati del Ministero, sottolineando che “questo determina da parte del governo centrale una impostazione di politiche differenziate e un accompagnamento nel far salire le esigenze vere da parte delle strutture cittadine e dei sindaci”. De Micheli ha quindi spiegato che “sulla base delle nostre deleghe” come Mit “abbiamo provato ad immaginare strumenti che tornino al tema della differenziazione, che è una differenziazione di punti di partenza, e che deve nel quinquennio che ci aspetta portare al più possibile ad una omogeneità di risultati in giro per l’Italia” perché “parlare di sostenibilità in Pianura Padana è ovviamente diverso rispetto a parlarne per le città delle aree interne”.
De Micheli ha spiegato che “abbiamo impostato quattro linee di direttrice politica di interventi sulla sostenibilità delle città che prevedono tutte un fortissimo utilizzo della tecnologia”. La prima linea d’intervento è “il piano della qualità della vita detto anche Piano di Rinascita Urbana”, l’altra linea d’intervento è sul trasporto pubblico locale, con l’obiettivo di arrivare ad una mobilità sostenibile, quindi come terza linea d’intervento “l’intermodalità” e infine “tutte le sperimentazioni che abbiamo in campo: quella sulla guida autonoma, quella sulla valutazione della qualità della sicurezza di tutte le infrastrutture, in particolar modo ponti e gallerie, e una sperimentazione sull’utilizzo dell’idrogeno”, ha concluso De Micheli.   POLITICA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Corte Ue all’Italia, assegni a familiari extracomunitari
Anche se residenti fuori dall’Unione europea
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
25 novembre 2020
14:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I cittadini extra Ue in Italia (con permesso unico o soggiornanti di lungo periodo), hanno diritto ad assegni familiari anche per i familiari a carico residenti fuori dall’Ue: lo ha stabilito la Corte di Giustizia della Ue in una sentenza che riguarda il caso di un cittadino dello Sri Lanka e uno del Pakistan, con permessi di soggiorno in Italia, a cui l’Inps aveva negato gli assegni per i loro familiari perché residenti nei rispettivi Paesi.
Secondo la Corte Ue, “è contraria al diritto dell’Unione la normativa italiana che rifiuta o riduce una prestazione di sicurezza sociale al cittadino extra Ue, titolare di un permesso unico o soggiornante di lungo periodo, per il fatto che i suoi familiari risiedono in un Paese terzo, mentre la stessa prestazione è accordata ai cittadini italiani indipendentemente dal luogo in cui i loro familiari risiedono”.   MONDO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano sale a +0,77% con Prysmian, giù Mps e Sondrio
Strappo di Aeffe con licenza Ferragni, piatta Snam dopo piano
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
14:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari allunga il passo a dispetto del resto delle Borse europee. Il Ftse Mib sale dello 0,77%. Sul listino principale prosegue l’evidenza di Prysmian (+2,77%) che ha previsto entro il 2022 di investire circa 450 milioni di euro per migliorare ulteriormente la sostenibilità della propria organizzazione. Maglia rosa è Inwit (+3,9%), seguita da Banca Generali (+2,9%). Fuori dal paniere principale corre Aeffe (+18,7%) che attraverso Velmar ha siglato una licenza per intimo e costumi Chiara Ferragni.
Non si arrestano le vendite sul credito neanche con la possibile revoca dello stop a dividendi nel 2021 indicata da Mersch (Bce) all’Ft. Maglia nera Mps (-4%) che ha chiuso il collocamento del 2%, deve stringere sull’aumento e resta sempre al centro di possibili M&A con Unicredit (-0,07%) protagonista.
Deboli poi Bper (-0,39%) e Banco Bpm (-0,85%), altra possibile combinazione a cui si potrebbe aggiungere Sondrio che lascia il 3,25%. Piatta Snam dopo il nuovo piano.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a New York a 45,35 dollari
Quotazioni in aumento dello 0,98%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
25 novembre 2020
14:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio in rialzo a New York con il greggio scambiato a 45,35 dollari al barile (+0,98%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Logistica: Alis, Guido Grimaldi riconfermato presidente
Per il prossimo quadriennio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
15:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente di Alis, Guido Grimaldi, è stato riconfermato alla guida dell’associazione che riunisce la logistica italiana per i prossimi 4 anni.
La conferma all’unanimità, si legge in una nota, al termine del Consiglio direttivo e dall’Assemblea Generale 2020 che, nel pieno rispetto delle disposizioni governative anti-contagio, si sono svolti in modalità videoconferenza.
“In questi primi quattro anni, siamo stati considerati come punto di riferimento nel panorama associativo, avendo, per la prima volta nella storia, messo a sistema tutto il popolo del trasporto e della logistica e creato sinergie nella galassia dell’intero comparto”, ha detto Grimaldi. “Oggi è il momento di avviare un nuovo percorso da continuare a tracciare insieme, condividendo le nostre strategie e gli obiettivi da porci in questo momento così difficile che il nostro Paese sta vivendo, purtroppo, nel pieno di un’emergenza sanitaria e di una crisi socio-economica che sta colpendo molti settori produttivi, e che sta causando gravi conseguenze anche per la filiera logistica. Al termine quindi di questo anno davvero terribile è appunto il momento di riconoscere il valore morale e sociale di quanto fatto, e di proseguire l’intenso lavoro del cluster per un 2021 di rilancio e ripresa nel quale ci aspettiamo segnali concreti da parte del Governo, come già stanno arrivando ad esempio attraverso alcune misure, contenute nel disegno di legge di Bilancio 2021, rilevanti per il nostro settore e per le nostre aziende”.
Grimaldi ha poi ricordato il ruolo del popolo del trasporto e della logistica che durante la pandemia ha garantito la continuità dei propri servizi marittimi, ferroviari e stradali, permettendo così la consegna dei generi alimentari e dei beni di prima necessità in tutto il territorio nazionale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ibm: verso taglio 10mila posti in Europa
Regno Unito, Germania tra i più colpiti. Anche Italia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
15:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ibm sta pianificando di tagliare, nell’ambito di una ristrutturazione globale, circa 10.000 posti di lavoro in Europa. Lo scrive Bloomberg citando fonti sindacali. ll Regno Unito e la Germania sono destinati ad essere maggiormente colpiti, con tagli previsti anche in Polonia, Slovacchia, Italia e Belgio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bnp: per aziende WellMakers welfare dipendenti sostenibile
Munari, iniziativa è driver positivo per benessere imprese
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
15:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bnp Paribas lancia WellMakers, un sistema di welfare dedicato alle aziende per i loro dipendenti che promuove un’attenzione concreta alla sostenibilità ambientale, sociale ed economica a vantaggio della collettività.
L’obiettivo, spiega una nota, è affiancare le aziende per aumentare l’utilizzo e la diversificazione del welfare; sviluppare – anche grazie ad un’attività di coaching – una sempre più diffusa consapevolezza sul benessere personale per soddisfare le esigenze dei dipendenti e delle loro famiglie.
WellMAKERS, attraverso una piattaforma digitale, mette a disposizione delle imprese e dei loro collaboratori oltre 400 servizi e soluzioni, frutto del contributo delle Società del Gruppo in Italia e di molti partner in diverse industry.
Per Andrea Munari, Amministratore Delegato di BNL e Responsabile del Gruppo BNP Paribas in Italia: “WellMAKERS è un chiaro e concreto esempio dell’expertise che il Gruppo BNP Paribas è in grado di esprimere nel campo economico-finanziario come in quello sociale, al servizio di privati, famiglie, imprese. Questa iniziativa è il frutto di un lavoro corale dedicato al welfare, che crediamo sia un driver positivo e sostenibile per il benessere delle aziende e nelle aziende, ponendo al centro le persone che vi lavorano in una logica di comunità”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Ny apre contrastata, Dj torna sotto i 30 mila punti
Nasdaq +0,19%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
25 novembre 2020
15:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura contrastata per Wall Street col Dow Jones che perde lo 0,92%, tornando sotto la soglia dei 30 mila punti, e l’indice S&P500 che cede lo 0,13%.
Il Nasdaq guadagna invece lo 0,19%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano (+0,5%) migliore in Europa con Tim e banche
Dopo Wall street mercati restano cauti, fiacca Londra
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
15:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo la diffusione della raffica di dati macroeconomici dagli Stati Uniti e l’avvio di Wall street, Piazza Affari si conferma di qualche frazione la migliore Borsa in Europa con un rialzo dell’indice Ftse Mib dello 0,5% con Parigi, Francoforte e Madrid che oscillano attorno alla parità e Londra più pesante, in calo dello 0,6%.
A Milano i titoli più acquistati nel paniere a elevata capitalizzazione sono Inwit che sale del 3,8%, con Tim in aumento del 2,4%. Oltre i due punti percentuali anche il rialzo di Banca Generali, Azimut e il Credito Valtellinese che sale a 11,2 euro, sopra il prezzo dell’Opa annunciata da Credit Agricole, piatta a Parigi attorno a quota 9,8 euro.
Debole Atlantia (-1,2%) e Banco Bpm (-1,8%), mentre tra i titoli a minore capitalizzazione la Banca popolare di Sondrio scivola del 3,7% dopo le corse recenti e Mps segna un calo di quattro punti percentuali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banche:moratorie a 302 mld, garanzie Sace a 17,2 mld
Richieste a Fondo garanzia Pmi a 107 mld
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
16:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Salgono a circa 17,2 miliardi di euro, per un totale di 981 operazioni, i volumi complessivi dei prestiti garantiti nell’ambito di “Garanzia Italia”, lo strumento di SACE per sostenere le imprese italiane colpite dall’emergenza Covid-19. E’ quanto comunica la task force costituita per promuovere l’attuazione delle misure a sostegno della liquidità adottate dal Governo secondo cui domande di moratoria sono arrivate a 302 miliardi di euro, mentre oltre 107 miliardi è il valore delle richieste al Fondo di Garanzia PMI.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gualtieri, intervento su tasse sarà molto largo
Così ministro su tema scadenze fiscali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PALMA DI MAIORCA
25 novembre 2020
16:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’intervento sulle tasse sarà molto largo”. Lo sottolinea, in merito al possibile intervento del governo sulle scadenze fiscali, il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri interpellato a margine del vertice italo-spagnolo di Palma di Maiorca.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Imprenditori-manager-professionisti, il patto dei giovani
Di Stefano, ‘in migliaia saremo voce autorevole per Paese’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
16:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Imprenditori, manager, professionisti: quattordici associazioni di giovani, dagli under 40 di Confindustria e di Federmanager che hanno promosso l’iniziativa, ad avvocati e commercialisti, ai dirigenti della P.a., si sono alleate per avere una “una voce comune, autorevole” nel Paese. Ascolteranno “una base di decine di migliaia di associati”, metteranno a fuoco il “sentiment che attraversa la classe dirigente giovane del Paese” – lo annuncia il presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria, Riccardo Di Stefano – per poi rivolgersi “prima di tutto all’opinione pubblica, e inevitabilmente anche ai decisori politici”.
E’ già al lavoro un ‘tavolo interassociativo’, ed i primi risultati del lavoro di ‘ascolto’ della base arriveranno a febbraio con un focus “sulla fiducia nel 2021, le aspettative di investimento, lavoro crescita, le priorità per il Recovery Fund e le criticità da superare per far ripartire il Paese”.
La rete degli under 40, promossa da Giovani Imprenditori di Confindustria e Federmanager Giovani, coinvolge l’associazione italiana giovani avvocati e l’unione dei giovani dottori commercialisti ed esperti contabili, i giovani dell’Aiop (ospedali privata), l’associazione giovani classi dirigenti delle pubbliche amministrazioni, Confartigianato Giovani Imprenditori, i giovani costruttori dell’Ance, i giovani di Confagricoltura, Federalimentare, Confcommercio, Sistema Moda Italia, FederLegnoArredo, Confapi. E’ una iniziativa “nata in un momento storico particolare, di sfide globali senza precedenti”, sottolinea Riccardo Di Stefano, il nuovo leader dei giovani di Confindustria, nominato presidente dei Giovani Imprenditori in piena emergenza pandemia: “L’idea di unire il punto di vista dei giovani di Confindustria a quello delle altre più significative associazioni di giovani serve a dare una voce comune ad una nuova classe dirigente giovane”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Patenti e fogli rosa scaduti saranno validi fino al 30/4
Cancelleri, se nuovo dpcm si allunga validità certificati
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
16:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo termine per le patenti e i fogli rosa scaduti o in scadenza durante l’emergenza Coronavirus con l’ok della Camera al dl Covid.
Lo scrive il Mit. Il nuovo termine – si spiega – è stato spostato fino alla data di cessazione dell’emergenza da Covid-19 che, almeno fino a questo momento, è fissato al 30 aprile 2020.
Il rinvio riguarda tutti gli atti amministrativi in scadenza.
“Da ora in avanti, nel caso si dovesse malauguratamente prolungare l’emergenza Coronavirus e dovesse essere emanato un nuovo dpcm, – spiega il viceministro Giancarlo Cancelleri – automaticamente verrà allungata anche la temporaneità dei certificati. Un ottimo risultato a favore di quei cittadini che si ritrovano con i fogli rosa o le patenti scaduti o in scadenza durante questo periodo di emergenza sanitaria”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo, Ftse Mib +0,72%
Indice dei principali titoli di Piazza Affari a 22.303 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
25 novembre 2020
17:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta positiva per la Borsa di Milano: l’indice Ftse Mib ha chiuso in aumento dello 0,72% a 22.303 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa conclude piatta, debole Londra (-0,6%)
Parigi in lieve rialzo, Francoforte sulla parità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
18:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata incerta per le Borse europee: Londra è stata la più pesante e ha chiuso in calo dello 0,65%, mentre Parigi ha segnato un rialzo dello 0,23% e Francoforte una limatura dello 0,02%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Moda: Aeffe corre in Borsa (+17%) dopo accordo con Ferragni
Intesa per una licenza pluriennale con controllata Velmar
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
18:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta di gran corsa per Aeffe in Piazza Affari, dove è quotata fuori dal paniere principale, dopo un accordo con Chiara Ferragni per una licenza pluriennale con Velmar, società del gruppo: il titolo è salito del 17% finale a 1,14 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano migliore in Europa, corrono Inwit e Creval
Forte anche Tim, acquisti sulle banche ma scivola Mps
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
18:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banche e titoli delle telecomunicazioni hanno sostenuto la giornata di Piazza Affari, che ha concluso come la migliore Borsa della seduta in Europa: l’indice Ftse Mib ha chiuso in aumento dello 0,72% a 22.303 punti, l’Ftse All share in crescita dello 0,68% a quota 24.222.
Con Londra che è stata la più pesante in calo dello 0,65%, il listino di Milano ha registrato tra i titoli principali la corsa di Inwit, che è salito del 4,1% a 10,39 euro con consistenti acquisti nel finale. Molto bene anche il Credito Valtellinese che ha concluso in rialzo del 3,8% a 11,35 euro quindi sopra quota 10,5 del prezzo dell’Opa annunciata dal Credit Agricole.
In ribasso invece l’altra banca valtellinese: la Popolare di Sondrio dopo la corsa della vigilia è scesa dell’1,6% finale.
Nel paniere a elevata capitalizzazione di Piazza Affari molto bene anche Azimut (+3,2%), Mediolanum (+2,6%) e Banca Generali (+2,3%), con Tim salita del 2,1% a quota 0,38 euro. In ribasso invece Atlantia (-1,3% finale a 15,5 euro), mentre tra i titoli a minore capitalizzazione Mps è scivolata del 4,1% a un prezzo 1,2 euro. Seduta di gran corsa infine per Aeffe, dove è quotata fuori dal paniere principale, dopo un accordo con Chiara Ferragni per una licenza pluriennale con Velmar, società del gruppo: il titolo è salito del 17% finale a 1,14 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura poco variata
Cambi: yen stabile su dollaro ed euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
26 novembre 2020
01:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo arretra dai massimi in 29 anni, seguendo la chiusura mista degli indici azionari Usa con gli investitori che attendono ragguagli dall’introduzione del piano di stimolo delineato della Fed. Il Nikkei segna una variazione appena negativa dello 0,11%, a quota 26.266,70, e una perdita di 30 punti. Sul mercato delle valute lo yen è stabile sul dollaro a 104,40 e a 124,40 sull’euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa, Hong Kong poco mossa
Shanghai e Shenzhen aprono in lieve calo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
26 novembre 2020
03:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Hong Kong apre la seduta poco mossa: l’indice Hang Seng sale nelle prime battute dello 0,10%, portandosi a 26.695,25 punti.
Le borse cinesi aprono la seduta in leggero calo: l’indice Composite di Shanghai perde nelle prime battute lo 0,07%, attestandosi a 3.360,06 punti, mentre quello di Shenzhen cede lo 0,11%, a quota 2.251,79.

Piemonte tutte le notizie in tempo reale. Sempre aggiornate. INFORMATI, LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Notizie, Piemonte, Ultim'ora

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 15 minuti

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 04:18 DI MERCOLEDì 25 NOVEMBRE 2020

ALLE 06:20 DI GIOVEDì 26 NOVEMBRE 2020

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Appendino telefona a vittima revenge porn
A vigilia Giornata contro violenza donne. ‘Basta stare zitti’
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 novembre 2020
04:18
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Umiliata dalle immagini riprese per il fidanzato e finite sul web, minacciata e persino licenziata. La storia della maestra d’asilo torinese vittima di revenge porn è “la punta dell’iceberg di un modello culturale sessuofobico, maschilista e violento che permea ancora troppi strati della società” per la sindaca di Torino, Chiara Appendino. Che, alla vigilia della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, ha telefonato alla giovane “per esprimerle vicinanza e solidarietà. Volevo essere quanto più vicino possibile a questa vicenda – spiega – per provare a rendermi conto di quanto in basso alcune persone possano arrivare”.
A sconvolgere la vita della maestra un video hard, inviato via whatsapp al fidanzato dell’epoca e finito sulla chat del calcetto del ragazzo. Un gioco erotico che doveva rimanere nell’intimità della coppia e che invece ha fatto il giro del paese facendole perdere il lavoro. E procurandole un danno di immagine che ora dovrà essere quantificato dai giudici.
Nell’inchiesta del pm Ruggero Crupi la dirigente dell’asilo in cui lavorava è finita a processo per diffamazione, mentre il fidanzato, ormai ex, ha ottenuto la messa in prova.
Per Appendino si tratta di una donna “coraggiosa esposta al pubblico ludibrio per una colpa che non ha, licenziata per una colpa che non ha, condannata a una violenza inaudita di commenti ignoranti per una colpa che non ha”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
“Questa non può e non deve essere una ‘notizia’, con un inizio e una fine – sostiene la prima cittadina -. La luce su questa vicenda e su tutti i temi che con essa sono compatibili devono avere un riflettore puntato addosso” finché non sparirà per sempre quel “modello culturale sessuofobico, maschilista e violento che permea ancora troppi strati della società”. “Sessuofobico perché il fatto che una donna abbia avuto un rapporto sessuale è considerato motivo sufficiente per esporla al pubblico ludibrio – spiega la sindaca -Forse è ora di insegnare alle nostre figlie e ai nostri figli che fare sesso, in maniera consapevole, consenziente e serena è una cosa bellissima e che questo non condiziona nella maniera più assoluta né la morale, né l’immagine, né la professionalità di chicchessia. Maschilista – prosegue – perché per troppe persone se un uomo manda in giro foto e video delle sue performance sessuali è un figo, se lo fa una donna è una poco di buono. Violento, perché quella che è stata portata avanti è violenza”.
L’invito della sindaca Appendino è dunque quello di non tacere vicende come questa: “non si può stare zitti – conclude – non ci si può sentire in colpa per colpe che non si hanno, non si può pensare di rimanere impuniti, non si può girare la testa dall’altra parte”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Violenza donne: in Piemonte 9 omicidi su 15 sono femminicidi
Nel 2020 quattro volte in più del 2019, salgono atti persecutori
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 novembre 2020
09:18
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
‘Annus horribilis’, il 2020, per quanto riguarda la violenza sulle donne in Piemonte. Rispetto a un anno fa, a Torino, 9 omicidi su 15 sono femminicidi. Quattro volte in più rispetto il 2019. I dati diffusi dal report del Ministero dell’Interno, per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, raccontato di un Piemonte sesta regione, con una percentuale dell’86 per cento per quanto riguarda la diffusione illecita di immagini di donne vittime di revenge porn.
Il Piemonte è anche la terza regione in cui il provvedimento del divieto di allontanamento è stato violato, ben 173 volte dall’agosto 2019 all’agosto 2020. Calano invece le denunce per le violenze in famiglia e quelle sessuali: i maltrattamenti contro familiari e conviventi sono 582, contro i 602 di un anno fa, le violenze sessuali 113, contro le 157 del 2019.
In aumento gli atti persecutori, 417 contro i 399 del 2019.
Gli arresti per maltrattamenti e stalking a fine ottobre sono 170, nel 2019 erano stati 102. La Questura di Torino, per il quarto anno, ha lanciato la campagna “Questo non è amore”, promossa dalla direzione anticrimine, mentre la caserma ‘Pietro Micca’, sede del Comando provinciale dei carabinieri di Torino, alle 18 si illuminerà di arancione.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Champions: per la Juve è festa social, ‘avanti così’
Qualificazione ottavi con 2 turni anticipo, vincere mai scontato
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 novembre 2020
10:04
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Nonostante una prestazione non particolarmente brillante, la Juventus ha centrato la vittoria e la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League con due turni di anticipo, e per i giocatori bianconeri è questo che conta, come confermano i commenti postati sui social.
“Ogni gara nasconde insidie, ma l’obbiettivo è stato raggiunto. Avanti”, scrive Danilo sul proprio profilo Instagram, ammettendo che la sfida contro il Ferencvaros sia stata più complicata del previsto. Lo stesso messaggio di Chiellini: “Qualificazione raggiunta! Vincere non è mai scontato e la partita di oggi ne è la dimostrazione!”, ha postato il difensore, sempre fermo ai box per un fastidio muscolare. Morata esulta con McKennie negli spogliatoi, Andrea Pirlo fa i complimenti alla sua squadra: “Vittoria e passaggio del turno, bravi ragazzi” si legge sul profilo Instagram del tecnico bianconero.   JUVENTUS   CALCIO

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Violenza donne: carabinieri, a Torino prima stanza ascolto
Inaugurata nel 2014, finora ne sono state aperte 13
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 novembre 2020
10:16
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata inaugurata nel 2014 a Torino, negli caserma della Compagnia Carabinieri di Mirafiori, la prima sala per donne maltrattate d’Italia, dedicata all’ascolto delle donne vittime di violenze sessuali e maltrattamenti. Un progetto che nasce dalla proposta dell’Associazione Svolta Donna, diventato “Una stanza tutta per sé”, del club di Torino del Soroptimist International.
Di queste stanze finora ne sono state aperte 13, nelle caserme di Torino e provincia. Un progetto innovativo che mette al centro la persona vittima di violenza. Delle piccole stanze protette, accoglienti e attrezzate, per raccogliere le testimonianze delle donne che entrano in una caserma per denunciare violenze su di sé o sui propri familiari. Quella di Chieri ha anche una particolarità: per la prima volta, grazie al contributo del Rotary Club chierese, è stato allestito anche uno spazio dedicato ai i figli delle vittime, che troppo spesso affiancano le donne nelle loro drammatiche esperienze.
Stasera, alle 18, per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, la caserma ‘Pietro Micca’, sede del Comando provinciale dell’Arma, si illuminerà di arancione.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Violenza donne: una Barbie con l’occhio nero per dire basta
Il mosaico contemporaneo di Lady Be esposto ad Alessandria
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
ALESSANDRIA
25 novembre 2020
10:27
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Oggi per la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne il Comune di Alessandria espone, sotto i portici del municipio in piazza della Libertà, l’opera dell’artista Lady Be “Beaten Barbie. Barbie tumefatta, frammenti di dolore”. È un mosaico contemporaneo realizzato con scarti di plastica diventato simbolo di questo 25 novembre.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Messi, Ronaldo, Salah: ecco nomination Fifa Awards
Nessun allenatore italiano, ma c’è Rita Guarino per Juve donne
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
11:05
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Per il calcio italiano una sola nominations ai premi Fifa Awards dedicati ogni anno ai migliori giocatori, allenatori, portieri e autori del più bel gol: i colori azzurri sono rappresentati da Rita Guarino, allenatrice della Juventus donne ed ex giocatrice. In tutti gli altri campi invece zero italiani. L’elenco dei candidati al prestigioso premio attribuito ogni anno dalla federcalcio mondiale è stato diffuso oggi. Per il titolo principale, quello di miglior giocatore, la speciale giuria Fifa ha selezionato ben quattro giocatori del Liverpool, cioè Thiago Alcantara, Mohammed Salah, Sadio Manè e Virgil Van Dijk; due in forza al Psg, Neymar e Kylian Mbappè; e poi Lio Messi del Barcellona, Cristiano Ronaldo della Juve, Sergio Ramos del Real Madrid, Robert Lewandoski del Bayern, Kevin de Bruyne del City Riguardo ai migliori portieri, la lotta è fra il numero uno del Liverpool Alisson, quello del Real Madrid Thibaut Cortouis, del Psg Keylor Navas, del Bayern Manuel Neuer, del Barcellona Marc-Andrè ter Stegen, e dell’Atletico Madrid Jan Oblak.
Quanto ai tecnici, i candidati al premio sono Marcelo Bielsa del Leeds, Hans-Dieter Flick del Bayern, Jürgen Klopp del Liverpool, Julen Lopetegui del Siviglia e Zinedine Zidane del Real Madrid.
L’allenatrice della Juventus donne Rita Guarino compare nella lista delle candidate al premio quale migliore tecnica, insieme con Lluís Cortés del Barcellona, Emma Hayes del Chelsea, Stephan Lerch del Wolfsburg, Hege Riise dell’LSK, Jean-Luc Vasseur dell’Olympique Lyonnais e Sarina Wiegman della Nazionale olandese.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Covid: a Torino un Natale all’insegna della solidarietà
Appendino ‘città da sempre solidale, certi grande risposta’
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 novembre 2020
11:05
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
‘Questo Natale è un’altra storia’.
Torino sceglie la solidarietà come tema delle festività che quest’anno, a causa della pandemia, saranno vissute in modo diverso dal solito, per molti con difficoltà. E’ a loro che ha pensato l’amministrazione comunale destinando i fondi tradizionalmente dedicati al Natale a una serie di azioni a sostegno di Torino Solidale. A partire dalla call to action ‘Mettiamoci il cuore’, raccolta fondi attiva dal primo dicembre al 6 gennaio attraverso la quale si potrà sostenere la rete che da mesi sta aiutando le famiglie in difficoltà.
“Quest’anno – sottolinea la sindaca Chiara Appendino – era necessario dare un segnale diverso. Sappiamo che per la nostra comunità è un momento particolarmente difficile e abbiamo voluto fare una scelta che mettesse al centro la capacità di essere solidale che questa città ha sempre dimostrato. Siamo certi che ci sarà una grande risposta”. A supporto delle donazioni, alcuni artisti firmeranno 5 opere che diventeranno un messaggio di augurio e di speranza sotto forma di cartolina.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Violenza donne: Atc Torino si ‘veste’ col nastro rosso
Sulle bollette messaggio invita a denunciare e chiedere aiuto
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 novembre 2020
12:01
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
L’Atc di Torino dice no, anche visivamente, alla violenza sulle donne. Da questa mattina, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, la sede dell’agenzia per la casa è ‘vestita’ con un enorme filo rosso che scende per tutti e nove i piani dello stabile di corso Dante.
“Un gesto di sensibilizzazione – spiegano – voluto dal Comitato Unico di Garanzia di Atc che, in un messaggio stampato su tutte le bollette indirizzate alle quasi 30 mila famiglie di inquilini, invita le donne in difficoltà a denunciare e chiedere aiuto”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Violenza donne: mail bombing media per corretta informazione
Iniziativa collettivo Non una di Meno, lancio vernice a Torino
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 novembre 2020
15:26
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
“La narrazione dei femminicidi come ‘dramma familiare’ o ‘raptus di gelosia’ giustifica la violenza, riducendola ad un fenomeno episodico. Le parole dei giornali costruiscono delle attenuanti e hanno delle ricadute enormi nel modo in cui viene percepita la violenza maschile sulle donne in un Paese in cui una donna ogni tre giorni viene uccisa per mano di un uomo”. E’ un passaggio della mail che il collettivo ‘Non una di meno’, rivolto con un bombing alle testate giornalistiche. Migliaia di messaggi in cui si chiede “un’informazione che sia piattaforma di denuncia e non di legittimazione della violenza”.
A Torino l’iniziativa è stata accompagnata dal lancio di vernice rosa contro la sede Rai di via Verdi e contro il Circolo della Stampa di corso Stati Uniti. A terra volantini che riportano titoli dei giornali riguardanti femminicidi e violenze contro le donne. Sulla vicenda indaga la Digos.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Covid: turbativa e falso, arrestato sindaco nel Verbano
Ai domiciliari per lavori in Rsa. Indagata dipendente comunale
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 novembre 2020
15:18
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Il sindaco di Premosello Chiovenda, 1.900 abitanti in provincia di Verbania, è stato arrestato dai carabinieri per falso in atti pubblici e turbata libertà del procedimento di scelta del contraente. Secondo le indagini coordinate dalla procura di Verbania, il primo cittadino, ora ai domiciliari, avrebbe cordato la creazione di una struttura Covid con la società di gestione della Rsa del paese, nonostante la mancanza di autorizzazione della Regione Piemonte, per un importo di circa 240mila euro. Investimento a carico della stessa società, con la promessa che, alla scadenza, il contratto di gestione sarebbe stato rinnovato senza gara.
Sono state “la disinvoltura e lo spregio delle norme di buona amministrazione” a indurre la procura di Verbania a chiedere l’arresto di Monti. Nell’inchiesta è indagata a piede libero la responsabile del servizio finanziario del Comune di Premosello Chiovenda. Avrebbe falsificato la data sui documenti con i quali è stato prorogato l’affidamento della gestione della struttura.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Premi:11/o Lattes Grinzane, in gara autori da tutto il mondo
Il bando scade il 31 gennaio 2021.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 novembre 2020
14:48
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Il Premio Lattes Grinzane, giunto alla sua 11/a edizione, continua il suo percorso anche in tempo di pandemia. Il bando scade il 31 gennaio, ma alla giuria, presieduta da Gian Luigi Beccaria, sono già pervenuti molti volumi da tutto il modo.
Organizzato dalla Fondazione Bottari Lattes e dedicato a Mario Lattes, il Premio è rivolto a opere di narrativa italiana e internazionale pubblicate in Italia fra gennaio 2020 e gennaio 2021. Dopo la selezione di 5 romanzi finalisti da parte della Giura Tecnica, entro aprile 2021, la scelta del vincitore è affidata a 400 studenti delle Giurie Scolastiche di 25 scuole superiori.
Accanto al Premio Lattes Grinzane, è istituito il Premio Speciale Lattes Grinzane, assegnato dalla Giuria Tecnica a un’autrice o autore internazionale che nel corso del tempo si sia dimostrato meritevole di un condiviso apprezzamento critico e di pubblico. Nel 2020 iI Premio Speciale Lattes Grinzane è andato eccezionalmente alla Protezione Civile, come apprezzamento per il grande impegno profuso nell’affrontare l’emergenza sanitaria Covid-19.   SPETTACOLI, MUSICA E CULTURA

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Covid: dalla Cina a Vercelli 50.000 mascherine
Spedite dalla città gemellata di Pengzhou
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
VERCELLI
25 novembre 2020
15:56
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Cinquantamila mascherine e altri dispositivi di protezione individuale provenienti dalla Cina sono arrivati questa mattina a Vercelli. I tredici colli, atterrati a Malpensa, sono stati spediti da Pengzhou, città gemellata con cui Vercelli intrattiene da anni proficui rapporti di collaborazione e amicizia.
Già nella prima ondata di contagi erano arrivati in piazza Municipio diversi colli di mascherine e Dpi dalla città cinese della provincia di Sichuan. I dispositivi saranno ora smistati tra la popolazione e le associazioni cittadine. A ricevere il carico, nel magazzino comunale, il sindaco Andrea Corsaro e l’assessore Luigi Michelini. “E’ un segno di vicinanza – ha detto il primo cittadino – che Pengzhou si è sentito di dare nei confronti di Vercelli, colpita come tutta Italia dalla seconda ondata di Covid”. Sui pacchi è stato scritto un messaggio di fratellanza, con tanto di bandiere italiana e cinese una di fianco all’altra: “Siamo onde dello stesso mare, foglie dello stesso albero, fiori dello stesso giardino. Presented by Pengzhou, China to Vercelli, Italy”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Borgosesia offre dogsitter per famiglie in quarantena
Servizio gratuito creato dal Comune
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
VERCELLI
25 novembre 2020
16:12
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Il Comune di Borgosesia (Vercelli) istituisce un servizio di dog sitter per i proprietari di cani che sono impossibilitati dall’uscire di casa perché isolati a causa covid. Il servizio, prossimo alla partenza, sarà gratuito e potrà contare sulla collaborazione della sezione borgosesiana della Croce Rossa Italiana.
“Il problema delle famiglie isolate e dei loro cani che non possono uscire è concreto e molto avvertito – precisano l’assessora Eleonora Guida e il sindaco Paolo Tiramani -; per questo abbiamo deciso di offrire questo sostegno, rivolto in particolare a chi ha problemi a sostenere la spesa per far portare fuori il cane. I volontari che si occuperanno del servizio saranno dotati di tutti i dispositivi di protezione, per far sì che tutto si svolga nel rispetto assoluto delle norme di sicurezza sanitaria”.
Per usufruire di un dog-sitter, basta telefonare a ‘Linea Amica’, il servizio di ascolto telefonico già istituito dal Comune; la responsabile dell’iniziativa prenderà nota, e farà in modo di assicurare l’intervento richiesto. “I cani – conclude Tiramani – non possono certo essere costretti a vivere rinchiusi per tutta la durata della quarantena dei proprietari”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Guida Michelin, Piemonte secondo con 46 locali stellati
Due novità, Piano 35 e Borgo Sant’Anna, escono Lanteri e Scabin
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 novembre 2020
17:09
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Il Piemonte resta la seconda regione italiana per numero di ristoranti stellati nella guida Michelin 2021 presentata oggi. Ne ha 46 – contro i 59 della Lombardia prima nella graduatoria. Confermano le tre stelle Piazza Duomo dello chef Crippa ad Alba, e le due stelle l’Antica Corona Reale di Cervere (Cuneo), La Madernassa di Guarene (Cuneo), Villa Crespi di Orta (Novara), il Piccolo Lago di Verbania.
Tra i 41 ristoranti con una stella due new entry, Piano 35 al grattacielo Intesa Sanpaolo di Torino, chef Christian Balzo, e Borgo Sant’Anna, a Monforte d’Alba dello chef Pasquale Laera, allievo pugliese di Cannavacciuolo, segnalato anche perché under 35. Conferma la stella dopo il cambio di chef ‘Osteria dell’Arborina a La Morra (Cuneo).
Perde la stella, invece, Marc Lanteri al Castello, il ristorante nello storico castello di Grinzane Cavour. “Ho appreso con profonda amarezza – scrive, su Instagram, chef Lanteri – la mancata riconferma della stella e non nego che la prima reazione è stata quella di cercare di dare un giudizio al mio operato in questo ultimo e difficile anno. Quello che mi sento di dire – prosegue Lanteri – è che la guida non si giudica ma si accetta e che continuerò a lavorare con la stessa passione e una rinnovata volontà di percorrere la mia strada senza rammarichi verso nuove prospettive e obiettivi”.
Un particolare riconoscimento, la stella verde, è stato assegnato al Gardenia di Caluso guidato da Mariangela Susigan e a Casa Format dello chef Igor Macchia a Orbassano (Torino).
Nella guida non c’è più Combal.zero di Rivoli guidato da Davide Scabin per “chiusura per cessata attività o a tempo indeterminato”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Rifiuti: in Piemonte differenziata oltre il 63%
Marnati, strategia Regione dare a rifiuti riuso sostenibile
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 novembre 2020
18:03
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2019 in Piemonte la raccolta differenziata ha superato il 63%, con un aumento di oltre 2 punti percentuali rispetto al 2018. In tutto ammonta a 1 milione e 359 mila tonnellate, pari a una quota pro capite di 313 chili all’anno.
“La strategia regionale – afferma l’assessore all’Ambiente della Giunta Cirio, Matteo Marnati – è quella di sviluppare considerevolmente la raccolta differenziata e dare ai rifiuti un riuso sostenibile. Nel prossimo futuro il conferimento dei rifiuti in discarica sarà sempre minore, ma per trasformare i rifiuti in risorse servono una filiera di aziende e una impiantistica complessa, in grado di trattarli avviando un’economia circolare”.
In Piemonte 557 Comuni hanno superato per la differenziata quota 65%. La maggior parte, l’85%, hanno meno di cinquemila abitanti. L’obiettivo del 65% previsto dalla normativa nazionale è superato da tutte le province tranne Alessandria e Città Metropolitana di Torino, che restano sotto al 60%, con Torino città sotto al 50%.
La frazione maggiormente raccolta è la carta con 65 kg per abitante, seguono la frazione organica con 63 kg, quindi sfalci e potature con 34 kg, vetro con 41 kg, e plastica con 30 kg.
Guida la classifica dei capoluoghi Verbania (81,8%), seguita da Biella (78,5%) e Novara (73,9%). Chiudono la classifica Alessandria (48,5%) e Torino (47,7%).
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 2878 positivi con 21 mila tamponi, meno ricoverati
Nel bollettino di mercoledì 25 novembre 84 morti
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 novembre 2020
18:56
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Scende il numero dei ricoverati per Covid in Piemonte: -1 in terapia intensiva (in totale sono 403), – 21 negli altri reparti (5095). I nuovi casi di positività nel bollettino dell’Unità di crisi regionale sono 2878, con 21.540 tamponi processati, il 42% sono asintomatici, quota in rialzo rispetto ai giorni scorsi. I decessi sono 84, di cui 8 relativi a oggi.
Le persone in isolamento domiciliare sono 72.423. i nuovi casi di guarigione 1948, gli attualmente positivi 77921.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Cirio, Piemonte arancione tra l’1 e il 3 dicembre
Governatore, contagio ha rallentato molto
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 novembre 2020
18:54
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo uscendo dalla zona rossa, penso che saremo arancioni tra l’1 e il 3 di dicembre”. Così il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, ospite della trasmissione Un giorno da pecora ai microfoni di Rai Radio1.
“L’Rt quando andammo in zona rossa era 2.16 e nell’ultimo report di venerdì era di 1.1 – aggiunge – Questo vuol dire che il ‘contachilometri’ del contagio ha rallentato e rallentato molto”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Arte: ‘Paghi la mossa’, nuovo manifesto a Barriera di Milano
Di Gianmarco Cugusi, nell’ambito del progetto di Flashback
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 novembre 2020
18:59
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Si intitola ‘Paghi la mossa. Di un’integrazione precaria’ la settima opera di cui è composto il progetto Opera Viva Barriera di Milano ideato da Alessandro Bulgini e Christian Caliandro e sostenuto dalla fiera Flashback, il cui tema quest’anno è ‘Ludens’, ovvero il gioco inteso come dimensione umana.
Il lavoro, realizzato da Giammarco Cugusi, inaugurato oggi in diretta sul profilo facebook di Flashback da piazza Bottesini, a Torino, fa parte di una serie di 45 fotografie scattate con il cellulare a ragazzi che giocano nei quartieri, un progetto di Save the Children. L’opera, realizzata nel formato di un manifesto pubblicitario, 6 metri per 3, racconta il gioco ‘Paghi la mossa’ che prevede il divieto di guardare dentro un buco formato con le dita della mano. Chi guarda viene punito, metafora dell’esclusione sociale. Quest’anno il progetto Opera Viva Barriera di Milano, che solitamente terminava con la fine della fiera in presenza al Pala Alpitour, si estende nel tempo, come fa la fiera stessa nella sua versione online. Ci sarà, ancora , a dicembre, l’ottavo e ultimo lavoro di Luisa Turuani, dal titolo ancora sconosciuto.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Regina, padre, figlia e sensi di colpa tra monti della Sila
Thriller di Grande in gara al Tff con Montanari e Francesconi
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
20:20
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Padre e figlia, scontro generazionale, delusione e sensi di colpa. Tra queste anime si sviluppa REGINA di Alessandro Grande, unico film italiano in concorso alla 39/ma edizione del Torino Film Festival. Tra dramma e thriller quest’opera racconta, grazie anche al fascino delle atmosfere cupe dei monti e dei laghi della Sila, una storia semplice con protagonista Regina, interpretata da una giovanissima Ginevra Francesconi (The Nest), ma già capace di tanti registri.
Ora questa ragazzina, che ha perso la madre tanti anni prima, vive con grande complicità con il padre Luigi (Francesco Montanari), ex musicista che fa il manutentore in un albergo.
Regina, tra l’altro, ha un dono, canta molto bene e il padre sostiene questa sua passione con tutte le sue forze e le fa da manager anche in maniera spregiudicata se occorre, ma una gita in barca sul lago e un corpo di un sub trovato morto nell’acqua cambierà il loro rapporto per sempre.
“L’idea del film – dice il regista – nasce dalla voglia di raccontare un conflitto generazionale giocato sul terreno della colpa e delle responsabilità di un padre incapace di prendersele e di una figlia che per questo si sente smarrita, priva di punti di riferimento. All’improvviso la protagonista vede qualcosa che non va in quell’uomo che le sembrava perfetto. Sono partito dal saggio di Massimo Recalcati, “Il complesso di Telemaco”, nel quale l’autore affronta l’assenza e la scomparsa della figura del padre”.
Il film, una produzione Bianca Srl con Rai Cinema, sarà distribuito da Adler Entertainment.   CINEMA

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Comando provinciale carabinieri Torino si colora d’arancione
L’iniziativa nella Giornata contro la violenza sulle donne
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 novembre 2020
20:38
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
La sede del Comando provinciale dei carabinieri di Torino, nella caserma Pietro Micca, si è illuminato di arancione questa sera, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne “per dire loro che ci siamo”. A spiegarlo è l’avvocato Alessandra Fissore, presidente del club torinese di Soroptimist International d’Italia, che con l’Arma ha dato vita al progetto ‘Una stanza tutta per sé’, mutuando il titolo del saggio della scrittrice Virginia Woolf sulla condizione della donna.
“Oggi vogliamo ricordare le stanze nate qui a Torino nel 2014, dove le donne violate possono denunciare, parlare ed essere ascoltate – aggiunge l’avvocato – da allora le stanze in Italia sono 170. Noi a Torino come Soroptimist ne abbiamo create quattro presso i carabinieri e una presso il comando della polizia municipale. Una quinta stanza sta per nascere a Pianezza, sempre in collaborazione con i carabinieri”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Merce non era contraffatta, dissequestrati 50mila capi
Cadono accuse nei confronti dell’imprenditore Giovanni Merchiori
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 novembre 2020
21:58
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Sono stati dissequestrati gli oltre 50mila accessori e capi d’abbigliamento a marchio Andrew Charles finiti la scorsa primavera al centro di una inchiesta della guardia di finanza di Torino, nell’ambito della quale era indagato per contraffazione Giovanni Merchiori, amministratore della City Denim. Le indagini hanno infatti rivelato che la merce era originale e che era stata effettivamente prodotta nelle quantità commissionate da In Moda, società licenziataria del marchio. L’amministratore di quest’ultima, Matteo Armillotta, ha quindi rimesso la querela e il pubblico ministero, oltre a disporre il dissequestro, ha chiesto l’archiviazione dell’inchiesta.
A rendere noto l’epilogo della vicenda giudiziaria è l’avvocato Fausto Teti, legale dell’imprenditore incensurato Giovanni Merchiori. In seguito agli accertamenti sui capi d’abbigliamento, In Moda si è accordata con City Denim per il ritiro di tutta la merce dissequestrata, ai fini della sua commercializzazione. Le due società si sono inoltre accordate sul pagamento degli ordini della merce.

Tecnologia tutte le notizie. Tutte ed in tempo reale, sempre aggiornate. INFORMATI E CONDIVIDILE!
Aggiornamenti, Android, Notizie, Scienza, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 8 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 03:47 DI MERCOLEDì 25 NOVEMBRE 2020

ALLE 05:30 DI GIOVEDì 26 NOVEMBRE 2020

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Xiaomi: Poco è indipendente e guarda anche all’entry level
Arriva il Poco M3, una nuova linea di fascia bassa
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
03:47
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Poco, il marchio lanciato da Xiaomi, diventa un brand indipendente e amplia il suo raggio d’azione per guardare anche alla fascia più bassa del mercato. L’annuncio è arrivato con la presentazione online di un nuovo smartphone, il Poco M3, un device che arriva sugli scaffali in tempo per gli acquisti natalizi.
Dopo la serie X di fascia più alta e la F per la fascia media, la serie M si rivolge al mercato entry level. Il Poco M3 monta uno schermo da 6,53 pollici con notch centrale per la fotocamera anteriore da 8 megapixel. Sul retro il comparto fotografico è composto da un sensore principale da 48 megapixel supportato da un sensore di profondità e una macro entrambi da 2 mp.
Il processore è lo Snapdragon 662 di Qualcomm, con 4 GB di Ram e 64 o 128 GB di memoria interna espandibile. Tra i punti di forza la batteria da 6mila mAh: promette di durare oltre 5 giorni in condizioni di utilizzo leggero dello smartphone, poco meno di tre giorni con un uso moderato e un giorno e mezzo con un utilizzo intenso.
Il Poco M3 arriva in tre colorazioni – Cool Blue, Poco Yellow, Power Black – e in doppia configurazione da 4GB+64GB e da 4GB+128GB al prezzo di circa 160 e 180 euro. La vendita inizierà il 27 novembre, in occasione del Black Friday, con uno sconto di 40 euro per le prime 24 ore.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Natale: sotto l’albero i telefoni con gli schermi più grandi
Analisti: boom di dispositivi tra 6 e 7 pollici, male i piccoli
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
10:12
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
A finire sotto l’albero di Natale quest’anno saranno gli smartphone con gli schermi più grandi, un trend ormai affermato e destinato, in un prossimo futuro, a far sparire dai negozi i telefoni dalle dimensioni più contenute. A dirlo sono i ricercatori di Strategy Analytics, secondo cui i nuovi dispositivi con schermo XL di Apple e Samsung saranno i campioni di vendita della stagione natalizia.
Per gli esperti, nel 2020 le consegne di smartphone con display tra i 6 e i 7 pollici supereranno i 900 milioni di unità. In Europa occidentale questo tipo di device rappresenterà il 77% del totale, e in Usa il 76%.
Sul fronte opposto ci sono gli smartphone piccoli, con schermo sotto i 5 pollici, che continuano a perdere quote di mercato a favore dei fratelli maggiori. “L’iPhone SE di Apple, con un display da 4,7 pollici, ha dato una spinta al segmento, ma nel 2020 i telefoni di queste dimensioni rappresenteranno appena il 7% del mercato complessivo”, evidenziano gli analisti.
“La categoria di smartphone sotto i 5 pollici si sta costantemente riducendo, ed entro il 2025 sarà di fatto scomparsa”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola di e-commerce da Amazon per 10mila Pmi
Accordo con Confapi. Di Maio, è un passo avanti per l’export
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
10:38
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola di e-commerce per 10mila piccole e medie imprese e startup. Il gigante del commercio on line Amazon ha raggiunto un accordo con Confapi per realizzare un programma di formazione che favorisca la digitalizzazione del tessuto imprenditoriale italiano e recuperare il gap che ci allontana dagli altri contesti europei.
Boot camp intensivo di una settimana, corsi di approfondimento virtuali e consulenze mirate: il programma di formazione sarà a tutto campo e coinvolgerà anche partner di rilievo. Il progetto “Accelera con Amazon” coinvolge anche l’Ice, l’istituto che aiuta le imprese italiane sui mercati internazionali, il Politecnico di Milano e il consorzio del commercio digitale italiano Netcomm.
L’iniziativa. che ha ricevuto i complimenti del ministro degli Esteri Luigi Di Maio (“un passo avanti per aumentare la competitività delle imprese nell’export”), si inserisce in un contesto italiano nel quale le vendite attraverso l’e-commerce stanno crescendo ma continuano a rappresentare solo una piccola parte degli acquisti complessivi. In base all’analisi dell’Osservatorio eCommerce B2C Netcomm – School of Management Politecnico di Milano l’incidenza del valore delle vendite online sul totale delle vendite in ambito retail è cresciuto dal 6% all’8% nel 2020.
Le piccole e medie imprese italiane hanno un gap da colmare se comparate ai cugini europei. Solo un terzo di loro e’ digitalizzata e solo una su sette (di quelle con più di 10 impiegati) ha una presenza online significativa. Di gran lunga indietro rispetto alle altre nazioni europee, l’Italia si posiziona al 25° posto tra i 28 Stati Membri dell’Unione Europea nell’edizione 2020 del DESI Digital Economy and Society Index.
Al momento sono oltre 14.000 le piccole e medie imprese italiane che vendono su Amazon. Nel periodo dal 1° giugno 2019 al 31 maggio 2020, i partner di vendita italiani hanno registrato vendite per una media di oltre 75.000 euro ciascuno, ed hanno venduto più di 60 milioni di prodotti negli store Amazon.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tlc: studio Wik promuove il modello Open Fiber
Dagli operatori “wholesale only” vantaggi per la concorrenza
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
25 novembre 2020
10:46
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’introduzione del modello “wholesale only” nelle tlc è una delle soluzioni con più vantaggi per spingere lo sviluppo delle reti in fibra in Italia, dove l’attività di Open Fiber ha messo in luce i benefici di questo tipo di operatori “in termini di concorrenza, neutralità e apertura”. E’ quanto emerge da uno studio commissionato da Open Fiber a Wik, think-tank tedesco e consulente della Commissione Ue in tema di tlc.
Il modello wholesale only è “molto attraente per gli investitori infrastrutturali, che sono alla ricerca di iniziative focalizzate esclusivamente sulla costruzione di nuove reti ad altissima capacità neutrali”, spiega lo studio, sottolineando come questi operatori possono contare sul fatto di “non avere interessi confliggenti sul mercato retail”, elemento che li rende “aperti a tutti gli attori interessati” a utilizzare le nuove infrastrutture “senza alcuna discriminazione”.
Al contrario, sostiene l’analisi, gli operatori verticalmente integrati “non possono garantire pienamente la non discriminazione nei confronti degli altri operatori anche nei casi più radicali di separazione” e, se possiedono una rete legacy in rame, come nel caso degli incumbents, “difficilmente” avranno “gli stessi incentivi a costruire nuove reti” rispetto agli operatori wholesale-only.
Lo studio sottolinea anche l’importanza della tecnologia Ftth impiegata da Open Fiber per centrare gli obiettivi climatici e ambientali Ue. La fibra è “più efficiente dal punto di vista energetico rispetto al rame e al cavo coassiale” e, secondo stime citate da Wik, una transizione completa delle reti esistenti al Ftth comporterebbe un risparmio di emissioni di gas serra fino all’88% per bit. Inoltre, la capillare disponibilità di reti Ftth consentirebbe “un maggiore ricorso al telelavoro, con una conseguente diminuzione del traffico pendolare e del relativo inquinamento”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Usa 2020: Fb modifica algoritmo per mostrare news affidabili
Nyt, cambiamento introdotto pochi giorni dopo le elezioni
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
11:25
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nei giorni successivi alle elezioni presidenziali Usa, Facebook ha modificato il proprio algoritmo in modo da favorire la visibilità delle notizie prodotte da fonti più autorevoli e contrastare la disinformazione. Lo riferisce il New York Times, secondo cui il cambiamento ha portato nel News Feed degli utenti una maggiore presenza di notizie provenienti da testate come Cnn, Npr e lo stesso New York Times, riducendo al contempo la presenza di fonti “iper-partigiane””.
Di fronte alle fake news elettorali che stavano diventando virali, Facebook avrebbe deciso di dare più peso – nell’algoritmo che decide cosa mostrare – al “news ecosystem quality”, un punteggio segreto che viene assegnato agli organi di informazione ed è basato sulla qualità del loro giornalismo.
“Normalmente questo punteggio gioca un ruolo minore nel determinare cosa viene mostrato agli utenti, ma alcuni giorni dopo le elezioni Mark Zuckerberg ha acconsentito ad aumentare il peso che l’algoritmo di Facebook attribuisce al punteggio, per assicurarsi che notizie autorevoli apparissero in modo più evidente”, scrive il quotidiano citando tre fonti interne.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Twitter: nel 2021 nuovo sistema per verificare gli account
In via di definizione i criteri per concedere la spunta blu
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
11:42
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
All’inizio del nuovo anno Twitter introdurrà un nuovo sistema per verificare gli account, cioè per concedere la spunta blu a personaggi noti e profili di pubblico interesse. La novità arriva a tre anni di distanza dalla sospensione del precedente programma, criticato dagli utenti perché considerato poco chiaro e troppo arbitrario.
In un post, Twitter ha spiegato che dall’inizio del 2021 si potrà tornare a chiedere la verifica dell’account. Prima di farlo, tuttavia, “dobbiamo aggiornare le nostre regole per la verifica”, definendo cosa significa avere la spunta blu, chi ha diritto a ottenerla e perché può essere revocata. Per questo, il social ha chiesto l’aiuto degli utenti, aprendo una fase di consultazione che terminerà l’8 dicembre.
Al momento Twitter ha già identificato i primi sei tipi di account che avranno diritto alla spunta blu: governi; società, marchi e ong; organi d’informazione; attivisti, organizzatori e altri individui influenti; account legati al mondo dello sport e dell’intrattenimento.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Factory Zero di GM prima fabbrica automotive Usa con rete 5G
Tecnologia Verizon per una produzione di qualità e più veloce
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
14:18
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
General Motors ha annunciato che il nuovo stabilimento destinato alla produzione di modelli elettrici dal 2021 e denominato Factory Zero sarà il primo sito automotive negli Stati Uniti a essere dotato di tecnologia 5G per la trasmissione dati e la comunicazione.
Situato nel complesso del Detroit-Hamtramck Assembly Center, questo impianto – che nasce da un investimento di 2,2 miliardi di dollari (1,85 miliardi di euro) che è stato il più grande per uno stabilimento nella storia di GM – sarà dotato di tecnologia 5G Ultra Wideband del provider della comunicazione Verizon.
”Factory Zero sarà lo stabilimento di assemblaggio di punta di GM nel nostro viaggio verso un futuro completamente elettrico – ha commentato Phil Kienle, vicepresidente di GM per la produzione e le relazioni sindacali in Nord America – L’installazione del 5G nella Factory Zero è un passo essenziale nella trasformazione di questo impianto e ribadisce quanto sia importante la produzione avanzata nella corsa verso un futuro fatto di veicoli elettrici”.
Oggi, l’Internet of Things (IoT) e le connessioni veloci che ne assicurano il funzionamento stanno trasformando gli impianti di produzione, consentendo ai dispositivi connessi di fornire importanti vantaggi in termini di qualità e sicurezza. Sono infatti sempre più numerosi i sistemi e le apparecchiature che fanno affidamento sulla connettività, come robotica, sensori e veicoli a guida automatica che consegnano i materiali attraverso la fabbrica.
”La nuova connessione 5G di Factory Zero trasmetterà i dati delle applicazioni critiche in modo sicuro e rapido per il nostro team di produzione – ha affermato Randy Mott, vicepresidente esecutivo e chief information officer di GM – Questo è un altro esempio di come l’uso di tecnologie all’avanguardia possa migliorare qualità e velocità, questo mentre GM accelera i lanci di veicoli elettrici”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google, strumenti digitali gratis ai commercianti italiani
Sostiene l’iniziativa “Vicini e connessi” della ministra Pisano
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
14:53
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google aderisce all’iniziativa “Vicini e connessi” promossa dalla ministra dell’Innovazione Paola Pisano per permettere a commercianti locali e negozi di prossimità di promuovere le proprie attività attraverso piattaforme e servizi digitali. La compagnia californiana ha annunciato che metterà gratuitamente a disposizione dei commercianti di tutta Italia strumenti per farsi trovare online e corsi dedicati alle competenze digitali.
Quattro gli strumenti offerti. Il primo è Google my Business, che consente ai negozi di creare un profilo e avere una vetrina digitale per farsi trovare su Ricerca Google e Google Maps. Il colosso del web fornisce poi schede dei prodotti gratuite sulla scheda di Google Shopping, con cui mostrare la disponibilità di un prodotto a chi lo sta cercando online nelle vicinanze. Grow my Store serve a supportare chi vuole creare un sito web e vendere online in modo autonomo, e Google Digital Training è infine una piattaforma online che offre corsi gratuiti per sviluppare o acquisire nuove competenze digitali.
“Questo momento pone più che mai l’attenzione sull’urgenza del processo di trasformazione digitale che le imprese commerciali italiane si trovano a intraprendere per affrontare le sfide del presente e per crescere”, ha dichiarato Fabio Vaccarono, vicepresidente di Google e Managing Director di Google Italia. “L’e-commerce di prossimità è un elemento fondamentale della digitalizzazione, permette di superare le barriere fisiche imposte dalla pandemia a vantaggio delle persone, così come dell’economia locale”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Su Alibaba nasce ‘Made in Italy Pavillon’, accordo con Ice
Spazio ad hoc per e-commerce italiano su Alibaba.com
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
16:10
AGGIORNATA IL
26 Novembre 2020
05:26
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Ice e Alibaba Group hanno siglato oggi un memorandum of understanding per la creazione del “Made in Italy Pavilion” all’interno di Alibaba.com. Lo si legge in una nota in cui si sottolinea che “si tratta di un progetto unico nel suo genere e il primo in Europa che Alibaba lancia insieme ad un partner governativo”.
La firma è avvenuta nel corso di una cerimonia virtuale alla presenza del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, e del Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri, Manlio Di Stefano, a cui è seguito un webinar per illustrare alle 2.000 imprese collegate le opportunità offerte dalla piattaforma b2b e le modalità, disponibili già da oggi, di accesso.   TECNOLOGIA   ECONOMIA   PRIME VIDEO CHANNELS: ISCRIVITI! ORA è IN ITALIA, NON PERDERE QUESTA OCCASIONE!

Cronaca tutte le notizie in tempo reale. Gli avvenimenti di Cronaca sempre approfonditi ed aggiornati. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 37 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 02:33 ALLE 22:34 DI MERCOLEDì 25 NOVEMBRE 2020

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Uccide la moglie con una coltellata al petto
Omicidio nel padovano, la violenza scatenata dalla gelosia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PADOVA
25 novembre 2020
02:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo di 40 anni ha ucciso la moglie con una coltellata al petto, ferendola da parte a parte.
L’omicidio è avvenuto a Cadoneghe, in provincia di Padova, proprio nel giorno contro la violenza sulle donne.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Donna uccisa in Calabria, fermato un 36enne
Movente passionale, aveva relazione extraconiugale con vittima
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
25 novembre 2020
08:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una donna di 51 anni è stata uccisa con numerose coltellate a Stalettì, sulla costa ionica catanzarese. Il corpo è stato trovato nella tarda serata di ieri dai carabinieri della Compagnia di Soverato occultato tra gli scogli. Da un primo esame esterno è emerso che il corpo è stato raggiunto da numerosi fendenti, utilizzando verosimilmente un coltello dalla lama lunga. La donna, secondo la testimonia dei familiari, era irreperibile dalle precedenti 24 ore. Per l’omicidio, i carabinieri di Soverato e del Comando provinciale di Catanzaro hanno sottoposto a fermo del pm un 36enne che aveva una relazione extraconiugale con la donna. Il fermo è giunto a conclusione di un lungo interrogatorio. Il movente del delitto è di natura passionale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sgomberata sede Forza Nuova a Roma
In corso anche lo sgombero del Nuovo Cinema Palazzo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
25 novembre 2020
08:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sgombero della sede di Forza Nuova in via Taranto in zona San Giovanni, a Roma. Sul posto la polizia.
E’ in corso a Roma anche lo sgombero del Nuovo Cinema Palazzo nel quartiere San Lorenzo a Roma, oltre quello della sede di Forza Nuova. “Chi può ci raggiunga” scrivono i militanti sui social.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Chi può ci raggiunga” scrivono i militanti sui social.
“I locali di proprietà dell’Ater erano stati occupati nel 2016 dal partito di estrema destra, che ci aveva anche aperto un pub privo di qualsiasi autorizzazione. Lo sgombero di occupazioni politiche come quella di via Taranto e via Amulio rendono Roma più sicura”. Lo dichiara Riccardo Corbucci, coordinatore del Partito Democratico di Roma. “Ci sono persone che si celano dietro l’attivismo politico dei gruppi dell’estrema destra romana, per gestire business economici sulla pelle dei giovani della nostra città. Combattere tutti insieme affinché questi luoghi siano liberati e restituiti alla cittadinanza dovrebbe essere l’impegno quotidiano di tutte le forze politiche democratiche. Stamattina Roma è un luogo migliore e più sicuro”, conclude.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Femminicidi, altri due casi. Nel Padovano e in Calabria
Mattarella: ‘Un fenomeno che purtroppo non smette di essere un’emergenza pubblica’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PADOVA
25 novembre 2020
12:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due donne sono state uccise a coltellate dai loro partner, nel Veneto e in Calabria, proprio mentre si celebra oggi la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.
Un uomo di 40 anni ha ucciso la moglie con una coltellata al petto a Cadoneghe, in provincia di Padova.  L’omicida si chiama Jennati Abdefettah, ha 40 anni, è marocchino e fa il magazziniere. I tre figli che abitavano con la coppia sono stati affidati a un’amica della madre che abitava vicino a loro. A chiamare i carabinieri è stato proprio l’omicida nella notte. La donna è stata trovata distesa nel suo letto. La donna sembra che avesse denunciato il suo comportamento violento, ma poi aveva ritrattato. Sul posto i carabinieri del nucleo investigativo, il pm di turno Marco Brusegan, il medico legale Antonello Cirnelli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In Calabria, un uomo è stato sottoposto a fermo del pm perché ritenuto l’autore dell’omicidio della donna di 51 anni il cui cadavere è stato trovato nascosto tra gli scogli a Stalettì, sulla costa ionica catanzarese. Si tratta di un 36enne di Badolato che, secondo le indagini dei carabinieri del Comando provinciale di Catanzaro e della Compagnia di Soverato aveva una relazione extraconiugale con la donna.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La ricorrenza di oggi induce a riflettere su un fenomeno che purtroppo non smette di essere un’emergenza pubblica. Le notizie di violenze contro le donne occupano ancora troppo spesso le nostre cronache, offrendo l’immagine di una società dove il rispetto per la donna non fa parte dell’agire quotidiano delle persone, del linguaggio privato e pubblico, dei rapporti interpersonali”. Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in una dichiarazione in occasione della Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne.
“Le istituzioni – sostiene Mattarella -hanno raccolto il grido di allarme lanciato dalle stesse donne e dalle associazioni che da decenni sono impegnate per estirpare quella che è, ancora in troppe situazioni, una radicata concezione tesa a disconoscere la libertà delle donne e la loro capacità di affermazione. Per questo resta fondamentale, per le donne che si sentono minacciate, rivolgersi a chi può offrire un supporto e prevenire la degenerazione della convivenza in violenza”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alice Urciuolo, la doppia faccia dell’Adorazione
Autrice parla del suo primo romanzo sul femminicidio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
10:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ALICE URCIUOLO, ADORAZIONE (EDIZIONI 66THAND2ND, PP 337, EURO 18). Esplora le dinamiche delle relazioni amorose, gli stereotipi del rapporto uomo-donna e arriva dritta alle due facce dell”Adorazione’, a cui ha dedicato il suo primo romanzo, Alice Urciuolo, sceneggiatrice e scrittrice, tra le autrici della serie di successo Skam Italia.
La giovane Elena è stata uccisa “per troppo amore” da Enrico, il suo fidanzato, a Pontinia, nell’Agro Pontino e tutti i suoi amici dovranno fare i conti con quello che è successo, che segnerà il loro percorso di crescita. Enrico ha ucciso Elena perchè lei lo voleva lasciare, ma ci sono altre piccoli e sotterranei comportamenti che rispondono ai meccanismi di sopraffazione e che riguardano tutti i personaggi del romanzo.
“Le relazioni tossiche, tutto il male di cui parlo in Adorazione hanno gli stessi germi che hanno portato alla morte di Elena e la base è la cultura patriarcale che vede la donna in uno stato di subordinazione. Una cultura che tutti noi, come i personaggi del romanzo, hanno respirato, conosciuto, introiettato. Si sono fatti molti passi avanti, ma è necessario inquadrare la violenza e il femminicidio come un problema culturale. E se ne deve parlare in questi termini altrimenti il messaggio non arriva. E mi auguro che a sempre più persone possano arrivare le parole giuste” dice la Urciuolo, 26 anni, che è nata e cresciuta nel paesino di Priverno, in provincia di Latina, e dopo il liceo si è trasferita a Roma, dove vive.
“La cultura del possesso è l’opposto dell’amore e per secoli le donne sono state per gli uomini un bene da possedere. Le radici che la cultura patriarcale ha messo nelle nostre coscienze sono profonde e non riguardano solo la provincia, ma tutta la società. Anche persone molto colte e istruite fanno fatica a togliersi un certo tipo di retorica e idee. Si fa fatica ad accettare che una donna possa decidere per se stessa, ancora oggi” sottolinea la Urciuolo che ha scritto buona parte di ‘Adorazione’, pubblicato dalla casa editrice 66thand2nd, durante il lockdown.
“Grazie a Internet e ai social oggi circola molta più informazione però sovvertire uno schema di comportamento consolidato nel corso dei secoli è molto difficile e il lavoro che va fatto è enorme per dare un’educazione sentimentale diversa. Quando ero adolescente e facevo il liceo non si parlava di femminicidio, parità di genere. Poi sono entrati nel dibattito culturale. La situazione è migliorata ma il lavoro da fare è ancora tanto” spiega la scrittrice.
Il personaggio di Elena si ispira all’uccisione di una ragazza di 16 anni, avvenuta nel paese della scrittrice quando lei frequentava le elementari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Era un fatto gigantesco per un piccolo paese di provincia che scosse tutta la comunità, ma se ne parlava a mezza bocca, non veniva affrontata la questione ed è rimasta una ferita aperta nel mio paese. Ho ripensato a questa ragazza perchè mentre scrivevo il romanzo mi sono resa conto che c’erano molte affinità con quello che volevo raccontare, le relazioni tra uomini e donne, i rapporti familiari” dice la Urciuolo.
“L’adorazione può essere un sentimento di cura, devozione e una fonte di amore ma può anche degenerare in ossessione e volontà di possesso che, nei peggiori dei casi può portare alla morte. All’interno del romanzo tutte le relazioni vivono questa dicotomia” dice l’autrice. E’ il caso di Vanessa che è amata, venerata, accudita da tutti, genitori e fidanzato, ma ad un certo punto si rende conto che tutta questa enorme attenzione di cui gode è una gabbia per lei. O di Giorgio che pensa di non avere mai fatto del male a nessuno e poi si rende conto che non è così.
L’unico personaggio reale di ‘Adorazione’ è la provincia ed è stata la conoscenza del territorio a consentire alla Urciuolo di dare vita a tutti i personaggi che voleva fossero il più realistici possibile. “Volevo raccontare quel pezzetto di umanità in quel momento e posto, dove anche le architetture non ti permettono di dimenticare il fascismo, e riflettere su tante cose ed eredità culturali che ci pesano sulle spalle. I ragazzi e le ragazze li mettono in discussione nel romanzo pur non avendo gli strumenti per farlo. Si rendono conto dei modelli di donna e uomo che hanno ricevuto e cercano di trovare una strada nuova per loro” racconta la Urciuolo che sta scrivendo nuove serie per piattaforme internazionali e ha già in mente il suo secondo romanzo dopo la buona accoglienza di Adorazione che potrebbe diventare una storia per il cinema o una serie tv.
“Avevo paura, mi chiedevo: ‘si capiranno le cose che mi hanno spinto a scriverlo?’ ‘Le mie intenzioni saranno chiare?’. Mi sembra sia accaduto e sono felice” dice l’autrice che, come nella prima ondata della pandemia sta a casa scrivere , ma nei prossimi anni dovremmo fare i conti con le conseguenze emotive di tutto questo. E nei prossimi libri “ci potrebbe essere un personaggio che parla di quello che è successo nel lockdown”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, i musei e il futuro “non solo grandi mostre”
Uffizi e Scuderie a confronto, Mibact lancia piattaforma online
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
20:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Niente sarà più come prima, nemmeno per mostre e musei. E anche se una volta superato il dramma della pandemia i turisti, anche quelli internazionali , riprenderanno ad affollare monumenti e centri storici, ci vorranno anni “almeno fino al 2023” perché possa riprendere anche il mercato delle grandi mostre, i cosiddetti blockbuster, come le definiscono gli esperti mutuando il linguaggio dall’industria cinematografica. Messi a confronto da Ro.Me Monument Exhibition, la fiera internazionale sui musei i luoghi e le destinazioni culturali che da tre anni si organizza nella capitale, quest’anno con una edizione completamente in digitale, il direttore degli Uffizi Eike Schmidt e il presidente ad di Ales Mario De Simoni, responsabile delle Scuderie del Quirinale, ragionano sul futuro, concordi nel sottolineare che sarà comunque difficile tornare indietro, impossibile non tenere conto , anche in un ipotetico futuro di “normalità” di tutti i cambiamenti che l’eccezionalità di questi mesi hanno portato anche nel mondo dell’arte e nelle dinamiche di fruizione, assurdo non mettere a frutto tutto quello che si è sperimentato nell’emergenza.
Lo spunto è la grande esposizione dedicata a Raffaello nei 500 anni della sua morte, allestita appunto alle Scuderie con la partecipazione fondamentale – per il prestito delle opere ma anche per gli studi e il lavoro dei curatori – del blasonato museo fiorentino. Una “mostra che sarebbe stata unica e irripetibile almeno per una generazione anche senza la pandemia”, sottolinea Schmidt accennando al grande lavoro di diplomazia culturale che ha permesso l’arrivo a Roma di capolavori di proprietà di musei americani, tedeschi, francesi, come al ponderoso catalogo “ricco di novità e di spunti di ricerca”. Un evento che è rimasto esemplare per la capacità di rimodulare tempi e modi di visita permettendo a tutte le 162 mila persone che sono riuscite a visitarla di farlo “in totale sicurezza”. “E’ stato possibile perché ci siamo preparati per tempo”, sottolinea De Simoni, la pandemia ci dimostrato anche questo, dice, “bisogna prepararsi, prevenire”. Gli standard di sicurezza sperimentati nell’era Covid, sottolinea il manager culturale, con i custodi che si fanno accompagnatori e regolano anche il tempo di permanenza dei visitatori nelle diverse sale sono una delle novità che probabilmente rimarranno nel futuro.
Così come il grande impulso delle tecnologie e lo sdoganamento dell’accostare accanto ad opere vere anche capolavori magistralmente riprodotti (nella mostra di Raffaello campeggiava una riproduzione formato originale della tomba del pittore realizzata al Pantheon) ridimensioneranno il ruolo delle mostre, “che non saranno più il solo modo di valorizzare l’arte”, gli fa eco Schmidt. E dopo tanti anni con un diluvio di mostre ‘sensazionali’ sarà dirimente il valore scientifico, Raffaello del resto “ha funzionato per questo” sottolineano entrambi. Dopo un 2021 “difficile” e di transizione e un 2022 con l’inizio della ripresa, le folle comunque torneranno a bussare ai musei “con numeri anche superiori a quelli del 2019”.
E per governarle, ragiona Schmidt, i musei “dovranno puntare sul territorio” e magari alternare ad una mostra più importante, altre più contenute, che mettano in luce aspetti della collezione. Tutti i “salti in avanti” che sono stati fatti nel digitale comunque rimarranno, aggiunge, offrendo servizi, che non saranno “mai sostitutivi della visita in carne ossa” , piuttosto felicemente complementari. Un aspetto che in mattinata era stato sottolineato dal ministro della cultura Franceschini (“Abbiamo aiutato e continueremo ad aiutare musei e luoghi d’arte ad attraversare il deserto, poi però ci sarà da governare la ripresa, continuare a investire sull’innovazione”) e poi da Massimo Osanna, da settembre alla guida della direzione generale Musei del Mibact, che ha sottolineato la necessità per i musei di trasformare la rivoluzione digitale di questi mesi in una “strategia più strutturata” annunciando il lancio di una piattaforma digitale comune che metterà in rete i quasi 5 mila musei italiani (circa 400 quelli pubblici).
Una cosa è certa, assicura il direttore degli Uffizi, “In Italia non potrà succedere” quello che sta accadendo negli Usa dove ci sono musei che per sanare le perdite di bilancio provocate dall’epidemia e magari salvare l’occupazione hanno messo in vendita opere delle loro collezioni, “non ce lo permette lo statuto”. L’obiettivo semmai potrebbe essere quello di comprare. Perché no, con l’aiuto di appassionati e mecenati. “Se sul mercato spuntasse un Raffaello..”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cercas, non capisco perché gli uomini uccidano le donne
Lo scrittore ‘Vergognoso ci sia lotta politica in fase pandemia’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
25 novembre 2020
20:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il suo italiano è fluente, non c’è il pericolo di incomprensioni, dunque alla richiesta di un commento sulla giornata contro la violenza sulle donne, la risposta non può essere equivocabile: “Non voglio dire cosa farei agli uomini che ammazzano le donne, io sono un femminista radicale, assolutamente totale”. Lo scrittore e saggista spagnolo Javier Cercas lo dice con quel tono sempre affabile e divertito ma la determinazione è totale: divento “aggressivo femminista” se chiamato a intervenire sul fenomeno, è “incredibile che gli uomini ammazzino le donne”.
Cercas parla di un “orrore assoluto”, cerca mentalmente nel vocabolario mentale termini che possano in italiano rendere il concetto quanto più estremo possibile, poi si arrende: “Non ho parole per la vergogna e l’orrore che mi provoca”.
E’ un fenomeno trasversale, sia dal punto di vista sociale che geografico. Inizialmente pensavo che “scaturisse da un certo machismo tipicamente spagnolo, ma non è vero: anche nei civilizzatissimi paesi del Nord Europa si commettono violenze contro le donne, anzi lì forse il fenomeno è ancora più forte.
Non è una questione del Sud, ma è universale; esiste tra i ricchi e tra i poveri, in tutti i Paesi”. Anche in senso temporale: da quando “il mondo esiste le donne sono state sempre schiave dell’uomo. La lotta per l’uguaglianza fra donne e uomini è la causa più giusta dopo gli sforzi per la tutela del mondo.
Questa ingiustizia è una atrocità terribile”. E quando si intrattiene sul coté femminile del mondo parla delle “nostre donne, indifese, più deboli fisicamente”. Proprio per questo, “commettere violenza su di loro è un atto di viltà incredibile”.
Immancabile, il riferimento letterario: in passato aveva immaginato che “don Chisciotte ammazzerebbe tutti questi uomini che ammazzano le donne”.
Da femminista convinto, se è positivo che si manifesti e ci sia attenzione mediatica, “è importante che il movimento femminista non faccia errori, che una buona causa diventi una causa cattiva”.
La violenza sulle donne si è ovviamente acuita con il lockdown per la pandemia. Non trova che il Covid poteva essere l’occasione perché l’umanità facesse fronte in modo unito al male? “È una vergogna”, risponde seccamente. “In Spagna i partiti politici sono ancora in lotta tra loro, non c’è unità.
Avrebbe invece dovuto esserci una urgenza universale, una unità di tutti gli esseri umani. Non c’è all’interno dei Paesi e non c’è tra gli Stati, in Unione europea, ad esempio, né nel resto del mondo”. Forte è la delusione: “Non è la prima volta che c’è una pandemia. Pensavamo di essere blindati, inattaccabili, protetti dalla scienza, ma non è vero, è frutto di una enorme ignoranza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Facciamo sempre gli stessi errori”. E tuttavia, questo non gli impedisce di lavorare: “L’anno prossimo si pubblicherà un romanzo in Italia e in Spagna, è in pratica la seconda parte di Terra Alta”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Irruzione giovani CasaPound in scuola Firenze, 3 arresti
Militanti movimento giovanile Blocco Studentesco, blitz il 3/10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
25 novembre 2020
09:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le digos di Firenze e Lucca ed il comando provinciale dei carabinieri del capoluogo toscano hanno eseguito stamani tre ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari nei confronti di altrettanti militanti del collettivo ‘Blocco Studentesco’, costola giovanile del movimento di destra CasaPound, per un’azione violenta compiuta lo scorso 3 ottobre presso un istituto scolastico superiore fiorentino, quando un gruppo di militanti irruppe nella scuola in pieno svolgimento delle lezioni. Nell’occasione i militanti non esitarono a spintonare e strattonare gli insegnanti e il dirigente scolastico che tentarono di impedire l’iniziativa. I tre, tutti con un’età compresa tra i 20 ed i 22 anni, sono due ragazzi di Firenze ed uno di Lucca e per loro le accuse sono di violenza e minaccia ad un corpo amministrativo dello Stato, aggravata dall’aver commesso il fatto in più di 10 persone riunite.
Secondo quanto ricostruito dall’inchiesta della procura di Firenze che ha coordinato le indagini, la mattina del 3 ottobre scorso un gruppo di almeno 12 militanti con il volto travisato aderenti al collettivo Blocco Studentesco, nell’ambito della campagna di azioni di visibilità politica contro le misure di contenimento della pandemia varate dal Governo, fece irruzione in un istituto superiore di Firenze, entrando di prepotenza nelle aule durante lo svolgimento delle lezioni. L’azione minatoria, pubblicizzata sui siti d’area, è stata aggravata dall’affissione, dopo le dichiarazioni di sdegno e di condanna del dirigente scolastico apparse sulla stampa, di uno striscione minatorio nei confronti del preside, sempre a firma del Blocco Studentesco, su una rete di recinzione adiacente all’ingresso della scuola. Eseguita dalla digos fiorentina anche una perquisizione nei confronti di un quarto giovane militante fiorentino, anch’esso indagato per lo stesso reato. Le indagini proseguono per risalire agli altri partecipanti all’irruzione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, Giani, in Toscana 986 nuovi positivi su 14800 tamponi
‘E’ una buona notizia’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
25 novembre 2020
09:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono 986 i nuovi casi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Toscana su 14.843 tamponi molecolari e 3.027 test rapidi effettuati”. Lo ha scritto su Facebook Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, postando una foto dall’ospedale Santo Stefano di Prato. “E’ una buona notizia – scrive -, come quella della nascita di un nuovo toscano all’ospedale di Prato. Tanti auguri alla mamma e al babbo. Grazie alle nostre ostetriche che mai si sono fermate in questi mesi difficili”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Donna uccisa:a fermato contestata aggravante motivi abbietti
Uomo accusato anche per la premeditazione del delitto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
25 novembre 2020
10:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ accusato di omicidio, con l’aggravante di aver commesso il fatto nei confronti di una persona a lui legata da relazione affettiva, per motivi abbietti e con premeditazione, nonché per il reato di occultamento di cadavere, il 36enne sottoposto a fermo del pm con l’accusa di essere l’autore dell’omicidio di una donna di 51 anni il cui cadavere è stato trovato a Stalettì.
Già ieri pomeriggio, i carabinieri della Compagnia di Soverato avevano iniziato le ricerche dopo la denuncia di scomparsa fatta dai familiari ai militari di Gasperina. L’ultima volta la donna era stata vista il lunedì mattina dai sui datori di lavoro, una famiglia del catanzarese dove faceva le pulizie.
Le indagini, dirette dalla Procura della Repubblica di Catanzaro, hanno consentito ai carabinieri di individuare, nella tarda ora di ieri, il corpo della donna adagiato e seminascosto in una intercapedine tra la scogliera di Pietragrande, lungo la costa del comune di Stalettì. Dall’esame esterno è emerso che la vittima è stata uccisa con numerose coltellate. Al termine di indagini volte ad accertare gli ultimi contatti avuti dalla donna, gli investigatori dell’Arma di Soverato e del Comando provinciale di Catanzaro sono risaliti al 36enne del catanzarese che aveva una relazione sentimentale con la donna. L’uomo, originario di Badolato, dopo l’interrogatorio davanti al sostituto procuratore della Repubblica Anna Chiara Reale, è stato sottoposto a fermo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Studente ingerì filo metallico da pizza a Bologna, due denunce
Sequestrate dal Nas spazzole usate nel locale per la pulizia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
25 novembre 2020
10:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due trentenni italiani, gestori di una pizzeria, sono stati denunciati per lesioni personali colpose e corpo estraneo in alimento dai Carabinieri del Nas di Bologna dopo che a maggio uno studente ventenne era stato ricoverato d’urgenza al Policlinico Sant’Orsola del capoluogo emiliano per aver ingerito un pezzo di metallo con la pizza, consegnata a domicilio, che stava mangiando.
In collaborazione con il Ris di Parma i militari, dopo l’episodio, hanno eseguito accertamenti nell’attività dove era stato fatto l’ordine per la consegna. Durante l’ispezione hanno notato spazzole con setole metalliche usate per pulire il piano di lavorazione della pizzeria che hanno sequestrato.
Analizzandole, i tecnici hanno notato che i filamenti delle spazzole erano compatibili con quello che ha ferito lo studente e hanno proceduto alla denuncia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: morto disabile, da sorelle battaglia per assisterlo
Nuoro, per regole antivirus famiglia non poteva stargli accanto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NUORO
25 novembre 2020
12:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto stamattina nel reparto di Terapia intensiva dell’ospedale San Francesco di Nuoro Franco Nioi, il disabile di 55 anni diventato un caso nazionale dopo la denuncia delle due sorelle, impossibilitate – per le regole anti Covid – ad occuparsi di lui.
“Senza di noi si lascerà morire”, avevano detto ieri Maria e Luisella lanciando un appello per poter curare e confortare Franco almeno poche ore al giorno.
L’uomo era ricoverato da giovedì scorso: ieri sera le sue condizioni si sono aggravate, sino al trasferimento in Terapia intensiva.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola:mattinata di Dad in cortile, ‘ora torniamo in classe’
Protesta in un liceo di Milano. Preside, non aprano prima bingo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
25 novembre 2020
12:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una mattinata di didattica a distanza nel cortile del liceo. Con questa iniziativa alunni, docenti e genitori dello scientifico Bottoni di Milano hanno voluto esprimere il desiderio di tornare al più presto e in sicurezza alle lezioni in classe, sospese per l’emergenza coronavirus. “Bisogna riaprire le infermerie scolastiche, con medici che possano svolgere i test rapidi, perché non tutti hanno l’auto per andare al drive through di via Novara – ha spiegato Chiara Ponzini, di Priorità alla scuola, il movimento che ha organizzato la protesta -. Le scuole devono diventare non solo un presidio educativo ma anche sanitario”.
Con cappello, sciarpa e guanti, Lorenzo Mazzi, 44 anni, professore di storia e filosofia, ha svolto le sue lezioni su Socrate e Marx con gli alunni delle varie classi collegati da casa e con la dozzina seduti sui banchi a rotelle davanti al portone, con libro, computer e auricolari nelle orecchie.
“Questa azione è un’opera di educazione civica. La scuola è un diritto. Bisogna guardare alla scuola non più come a una variabile dipendente da aspetti economici ma come un valore in sé culturale educativo e sociale”, ha detto il docente, al termine della mattinata chiusa con la lettura degli articoli della Costituzione che sanciscono il diritto allo studio. Per la preside, Giovanna Malatesta, “la Dad è molto penalizzante.
Bisogna investire su trasporti, tracciamento e assunzioni. E poi – ha concluso – vorrei che la scuola riaprisse prima delle sale bingo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Violenza donne: a Bari mappa vittime,’perché non accada più’
In camerino teatro Petruzzelli targa per truccatrice uccisa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
25 novembre 2020
13:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Parte da un camerino del teatro Petruzzelli di Bari, quello dove lavorava come truccatrice Anna Costanzo, uccisa a 50 anni da quello che all’epoca era il suo ex compagno, nella notte tra il 10 e l’11 luglio 2009, la mappa del Comune di Bari “La violenza non è amore” dedicata alle vittime di femminicidio, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.
Nel camerino del teatro Petruzzelli è stata scoperta una targa “in memoria di Anna Costanzo” alla presenza del sindaco Antonio Decaro, della prefetta Antonella Bellomo e dei fratelli della vittima, Michele e Francesco. “E’ il più bel regalo che la città potesse fare ad Anna – hanno detto – rendendola immortale nel suo Petruzzelli di cui ha seguito tutte le fasi di restauro ma non ha potuto vedere riaperto”.
L’iniziativa è stata voluta dalla Cgil di Bari. “Abbiamo voluto intitolare uno spazio del teatro ad una lavoratrice vittima di femminicidio, in nome delle tante donne vittime di violenza” ha spiegato la segretaria Gigia Bucci.
“Vogliamo lasciare una traccia di ciò che è stato perché non accada mai più – ha detto il sindaco Decaro – . Vogliamo che le vittime di femminicidio e le loro famiglie siano sempre parte di questa comunità perché la loro storia e il loro dolore possano aiutare tante altre donne a trovare la forza per denunciare qualsiasi forma di violenza o sopruso. Per questo, accanto alle tracce della memoria, abbiamo voluto inserire i servizi e i luoghi dell’ascolto e dell’aiuto dedicati alle donne”. In piazza Chiurlia, nella città vecchia, dove ha sede la ripartizione Servizi alla persona del Comune, sono state simbolicamente dipinte di rosso due panchine.
La mappa prosegue nel giardino nel quartiere Poggiofranco intitolato a Palmina Martinelli, la 14enne bruciata viva nel 1981, in via Santa Scorese, a Palese Macchie, strada dedicata alla 23enne uccisa nel 1991 e nella piazza, a Ceglie del Campo, dove fu ammazzata la 34enne Chiara Brandonisio l’8 luglio 2008, colpita mortalmente alla testa con una spranga di ferro mentre andava a lavoro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Carceri: attività rinserimento detenuti in uffici giudiziari
Intesa vertici giustizia Marche-Amministrazione penitenziaria
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
25 novembre 2020
13:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Mi riscatto per il futuro” è il nome di un protocollo firmato nelle Marche per il reinserimento sociale di detenuti attraverso attività di pubblica utilità nell’ambito degli uffici giudiziari. I detenuti verranno impiegati in varie attività – per ora presso la sede della Corte di Appello e della Procura Generale di Ancona – quali, ad esempio, la piccola manutenzione dei locali di pertinenza degli Uffici, la sistemazione di archivi, attività di front-office o di cura delle aree verdi annesse alle sedi giudiziarie.
L’accordo è stato firmato il 20 novembre dal il presidente della Corte di Appello di Ancona Luigi Catelli, dal Procuratore generale di Ancona Sergio Sottani, dal Provveditore Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria dell’Emilia Romagna e Marche Gloria Manzelli, dal Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Ancona Raffaele Agostini e dal Garante Regionale dei Diritti della Persona della Regione Marche Andrea Nobili.
Le concrete modalità di svolgimento delle attività dei detenuti, individuati dalle singole Direzioni degli Istituti Penitenziari e per i quali saranno formulati programmi di trattamento ex art. 21 dell’Ordinamento Penitenziario, verranno definite con convenzioni tra Istituti Penitenziari e Uffici Giudiziari. Il Protocollo potrà estendersi anche ad altre sedi di uffici Giudiziari del distretto della Corte di Appello delle Marche, qualora fossero interessati.
Obiettivo primario è dare piena attuazione all’art. 27 della Costituzione e favorire l’avvio di progetti di sensibilizzazione alla legalità, responsabilizzando e informando la collettività delle problematiche che coinvolgono la popolazione carceraria.
Il Protocollo, al momento della durata di 18 mesi rinnovabili, assume i caratteri di una campagna di prevenzione al disagio sociale affinché il detenuto, attraverso l’impegno e la responsabilità del lavoro, possa individuare percorsi di vita alternativi al crimine.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Yara:furgone Bossetti tornato a famiglia
Iceberg manda onda prime immagini. Nuove analisi antropometriche
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
25 novembre 2020
13:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In occasione del decimo anniversario dalla scomparsa della tredicenne Yara Gambirasio, avvenuta la sera del 26 novembre 2010 a Brembate Sopra (Bergamo), saranno visibili le prime immagini del furgone di Massimo Bossetti, su cui il pool di consulenti legali della famiglia intende lavorare per produrre nuovi accertamenti.
Le immagini saranno mostrate dalla trasmissione ‘Iceberg’, in onda domani sera su Telelombardia.
Nonostante tre gradi di giudizio che hanno condannato il carpentiere di Mapello (Bergamo) per il delitto, “non è mai stata fatta chiarezza – è l’analisi del programma – sulla dinamica dell’incontro tra Yara e Bossetti e come l’uomo abbia convinto la ragazzina a salire su quel furgone”.
Il mezzo ora è tornato nella disponibilità della famiglia Bossetti ed è affidato a nuovi consulenti che la moglie Marita Comi ha incaricato per presentare una richiesta di revisione del processo. Il furgone verrà utilizzato nelle prossime settimane dal nuovo pool di consulenti per una analisi antropometrica utile a confrontare il furgone con le immagini riprese dalle telecamere della ditta Polynt, situata a 300 metri della palestra di Brembate (Bergamo). Il pool di consulenti – è stato anticipato – si sta inoltre concentrando sulla prova del dna al fine di confutarne l’attribuzione a ignoto 1, attraverso la collaborazione di esperti in New Jersey e in Canada.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aborto: Campidoglio cambia norme, privacy per feti sepolti
Sulle sepolture solo un numero collegato al registro cimiteriale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
13:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Garantire la privacy alle sepolture di feti abortiti. E’ quanto prevede una delibera del Campidoglio. La delibera, riferisce la presidente della commissione pari opportunità Gemma Guerini, prevede che sulle sepolture sia apposta una targhetta con un semplice numero, collegato a un registro cimiteriale che rimanda ai dati della donna. Il caso era scoppiato del cimitero dei feti con il nome delle madri sulle croci era scoppiato qualche mese fa, quando alcune donne che avevano abortito avevano visto il loro nome scritto sulle sepolture al cimitero Flaminio di Roma.   VAI ALLE NOTIZIE DAL MOMDO   VAI ALLA POLITICA   VAI ALLA TECNOLOGIA   VAI ALLE NOTIZIE DEL PIEMONTE   VAI ALL’ECONOMIA   VAI AL CALCIO    CHAMPIONS LEAGUE IN TEMPO REALE: RISULTATI E CLASSIFICA   VAI ALLO SPORT   PRIME VIDEO CHANNELS: ISCRIVITI! ORA è IN ITALIA, NON PERDERE QUESTA OCCASIONE!

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Violenza donne: una panchina rossa a San Patrignano
Impegno quotidiano a sostegno ragazze con storie maltrattamenti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RIMINI
25 novembre 2020
13:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una panchina rossa contro la violenza sulle donne. Nella Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, San Patrignano ha scelto di dedicare una delle panchine di fronte alla sala da pranzo a tutte le donne che hanno subito maltrattamenti e abusi.
Persone che oggi, in un momento così difficile per l’intera società, sono ancora più esposte a situazioni drammatiche.
“L’iniziativa nasce in un periodo in cui tutto il mondo prende sempre più coscienza della gravità del problema. La presenza della panchina rossa sarà fissa nella piazzetta antistante alla comunità, a sottolineare la posizione di San Patrignano – spiega il presidente della comunità, Alessandro Rodino Dal Pozzo – La tragicità della violenza sulle donne è un problema che in comunità tocchiamo con mano ogni giorno, viste le tante storie di abusi e maltrattamenti, anche solo psicologici, che hanno condizionato la vita della maggior parte delle ragazze che ci chiedono aiuto. Sono 147 le ragazze al momento impegnate nel percorso di recupero per le quali è doverosa questa iniziativa, come è doveroso il nostro impegno per educare e sensibilizzare i tanti ragazzi e uomini presenti in comunità. Questa panchina vuole essere solo un piccolo gesto per far sì che il tema di questa giornata sia vivo nella memoria di tutti noi ogni giorno”.
A dare ancora maggior valore al progetto, il fatto che la realizzazione della seduta sia stata a totale appannaggio dei ragazzi del laboratorio delle decorazioni. Le ragazze della comunità hanno invece voluto portare la loro testimonianza partecipando al contest su Instagram #chiedoperunamica ideato da Fondazione Vodafone, per cui ognuna si è fatta fotografare con un cartello in cui indicavano che cosa secondo loro non va bene in una relazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: via in Fvg a test di massa
Oggi primi 50 test a Socchieve (Udine)
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
25 novembre 2020
13:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo pronti, il personale medico e paramedico lo è ancora di più, tra un po’ cominceremo questo screening che per oggi prevede l’effettuazione di un massimo di 50 tamponi, che verranno eseguiti all’aperto, presso la sede municipale, posta nella frazione di Mediis, una delle otto frazioni che compongono il nostro comune, all’interno di due gazebo allestiti presso la sede municipale, in modalità drive in, con la possibilità di farlo anche a piedi”. Lo ha detto il sindaco di Socchieve (Udine), Coriglio Zanier, località con poco meno di 900 abitanti, il primo dei sei comuni i cui residenti verranno sottoposti, su base volontaria, a test di massa.
“Oggi è un test – ha sottolineato Zanier – per verificare come procede, per poi continuare nei prossimi due giorni. Abbiamo provveduto a distribuire porta a porta a tutti gli abitanti delle frazioni tutte le informazioni necessarie per comprendere di cosa si tratta e come avverrà l’effettuazione dei tamponi che, voglio sottolineare, è assolutamente su base volontaria”.
Sul numero dei partecipanti Zanier non si sbilancia: “non so, anche se ho sentore che la partecipazione sarà massiccia da parte dei miei concittadini”. Sabato e domenica toccherà ai residenti di Sutrio (Udine); lunedi e martedì di Paularo (Udine).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Violenza donne: lesioni a compagna, sorveglianza speciale
Interventi Ps Fermo dopo lockdown. Donna aveva ritirato querele
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FERMO
25 novembre 2020
14:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo di origine straniera è stato sottoposto a sorveglianza speciale dal Tribunale distrettuale su richiesta del Questore di Fermo, dalla Divisione Anticrimine, per continui atti di violenza fisica nei confronti della compagna che lo aveva anche denunciato e poi, successivamente, aveva ritirato le querele. Di recente, durante l’ennesimo eccesso d’ira, l’aveva colpita causandole gravi lesioni. E’ solo una delle situazioni da “Codice Rosso” affrontate dalla Squadra Mobile fermana con conseguenti provvedimenti cautelari dell’Autorità Giudiziaria per interrompere la prosecuzione di reati.
Soprattutto dopo il lockdown gli operatori della Questura sono stati spesso chiamati per interventi relativi a liti in ambito familiare legate a maltrattamenti e violenze che i divieti di spostamento e il periodo di “clausura” avevano confinato tra le pareti domestiche, senza consentire denunce e richieste d’aiuto.
Di recente è stato posto agli arresti domiciliari un soggetto che aveva in più occasioni violato il divieto di avvicinamento alla donna che perseguitava. Un 50enne del Fermano è stato sottoposto ad ammonimento del Questore in quanto responsabile di una serie di atti persecutori nei confronti di una coetanea che vessava nascondendosi dietro messaggi sul cellulare e facendosi vedere sotto la sua abitazione, causandole ansia e timore per la propria incolumità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Città di Castello a scuola in Pinacoteca
Per studenti primaria lezioni nel museo con opera Raffaello
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA’ DI CASTELLO (PERUGIA)
25 novembre 2020
14:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Città di Castello se non c’è spazio, la scuola va in Pinacoteca.
Nell’anno del Covid ma anche delle celebrazioni per Raffaello, le classi della primaria di Rignaldello da qualche giorno stanno infatti facendo lezione nel museo che tra le altre opere preziose custodisce lo Stendardo processionale del grande maestro rinascimentale, del quale si sarebbe dovuto celebrare il Cinquecentenario della morte.
Gli spazi del plesso della frazione tifernate – si spiega in una nota del Comune – non venivano infatti considerati adeguati per una didattica in sicurezza e la soluzione è stata di trasferirsi nel museo, che attualmente è chiuso per le stesse norme anti-Covid. “Non è mai capitato ma chissà che non diventi una prassi in futuro” commentano l’assessore alla Cultura Vincenzo Tofanelli e quello ai Servizi educativi Rossella Cestini. “Abbiamo accolto con entusiasmo – hanno aggiunto – questo progetto sperimentale consapevoli che il patrimonio dell’Ente può esser messo a disposizione della Comunità in questo periodo di emergenza favorendo attività innovative e garantendo la sicurezza e la salute nello svolgimento delle attività didattiche. Per i bambini poi sarà un’esperienza anche molto emozionale che speriamo li formi in modo positivo al loro rapporto con l’arte e con la bellezza. Di certo il museo per loro non sarà un corpo estraneo ma parte della loro quotidianità e della loro storia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Violenza donne: maltratta moglie e sottrae figlio, arrestato
A Senigallia. Bloccato da Cc a scuola ragazzino per resistenza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SENIGALLIA
25 novembre 2020
14:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prima i maltrattamenti da parte del marito, poi la sottrazione del figlio 11enne: da qui è nata la denuncia ai carabinieri da parte di una donna di Senigallia, Ancona, che ha portato ieri pomeriggio all’arresto dell’ex coniuge. La donna ha segnalato un clima di maltrattamenti continui e aggressioni verbali che andavano avanti da tempo e che l’hanno indotta a interrompere il rapporto. La richiesta di aiuto alle forze dell’ordine è scattata però solo quando l’uomo, a insaputa dell’ex moglie, è andato a prendere il figlio allontanandolo temporaneamente dalla madre.
Ieri pomeriggio i militari erano intervenuti presso la scuola frequentata dal ragazzino per portarlo al sicuro assieme con sua madre, al riparo dalle continue vessazioni. L’uomo, però, non si è dato per vinto e si è presentato nella scuola per evitare che il figlio venisse preso in carico dai servizi sociali della rete anti violenza di Senigallia. Ne è nata una colluttazione con i militari, al termine della quale uno degli operatori è ricorso alle cure mediche. L’uomo è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. A suo carico è scattata anche la denuncia per sottrazione di minore e per maltrattamenti in famiglia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aemilia: due omicidi del 1992, confermati 30 anni a Sarcone
La sentenza della Corte di assise di appello di Bologna
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
25 novembre 2020
14:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte di assise di appello di Bologna ha confermato la condanna a 30 anni per Nicolino Sarcone, uomo ritenuto al vertice della ‘Ndrangheta emiliana finita al centro delle inchieste ‘Aemilia’ e giudicato in abbreviato per gli omicidi di Nicola Vasapollo e Giuseppe Ruggiero, commessi il 21 settembre e il 22 ottobre 1992, rispettivamente a Reggio Emilia e Brescello. La conferma della pena è stata chiesta dal sostituto procuratore generale Lucia Musti. Si tratta di un processo su un ‘cold case’ che a ottobre 2017 ha portato ad arresti dopo un’indagine coordinata dalla Dda. A inizio ottobre a Reggio Emilia si è concluso il processo per chi ha scelto il rito ordinario, con la condanna all’ergastolo del boss Nicolino Grande Aracri, per l’omicidio Ruggiero, e l’assoluzione di altri tre imputati. Per gli inquirenti i due delitti devono essere collocati in una guerra di mafia: da una parte le famiglie Dragone, Grande Aracri, Ciampà e Arena, dall’altra gli ‘scissionisti’ Vasapollo e Ruggiero.
Come ricordato da Musti in aula, Sarcone era uno dei killer nell’omicidio Vasapollo, mentre per Ruggiero “ha fornito il proprio contributo nella piena consapevolezza dell’agire dei suoi complici, reperendo in Calabria e portando in Emilia le tre divise militari che sarebbero state indossate durante l’azione omicidiaria”. Musti ha definito i due delitti “omicidi di mafia, commessi nella nostra regione quando ancora non esisteva una società civile sensibile al fenomeno, e si riteneva che quegli omicidi fossero di minimo interesse sociale perché ‘tanto si ammazzano tra di loro'”. E ha ricordato come “ben due sentenze in giudicato ci vengono a raccontare che Sarcone è mafioso”.
Sarcone, collegato in video da Rebibbia, è difeso dagli avvocati Carmine Curatolo e Sabrina Mannarino.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Veneto, 2.660 positivi e 76 deceduti in 24 ore
Sfondato ‘tetto’ 130mila contagiati da inizio pandemia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
25 novembre 2020
14:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Veneto sfonda oggi il tetto dei 130mila positivi dall’inizio della pandemia. Con i 2.660 casi registrati nelle ultime 24 ore il totale dei contagiati della regione sale a quota 130.076. Il bollettino emesso dalla Regione riporta 76 nuovi decessi, dato che porta a 3.353 le morti complessive. I casi attualmente positivi sono 75.138.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Come fare la spesa in modo sexy, bufera sulla Rai
Forze politiche contro ‘Detto Fatto’. Salini sospende il programma
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
22:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Proteste sui social e nel mondo politico per un tutorial che spiega come fare la spesa in modo sensuale, andato in onda martedì a ‘Detto Fatto’ su Rai2, proprio alla vigilia della Giornata contro la violenza sulle donne. Nel mirino delle forze parlamentari è finito anche il vertice della tv pubblica.
“Un episodio gravissimo, che nulla ha a che vedere con lo spirito del Servizio Pubblico e con la linea editoriale di questa Rai”, ha replicato l’ad Fabrizio Salini. “Ovviamente – ha aggiunto – ho avviato un’istruttoria per accertare responsabilità e stiamo facendo valutazioni sul futuro di questo programma”. L’ad – si apprende – ha quindi deciso di sospendere la trasmissione, in attesa che si studi una programmazione che rispecchi una linea editoriale adeguata al messaggio del servizio pubblico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel siparietto, andato in onda all’interno della trasmissione pomeridiana condotta da Bianca Guaccero, si vede la pole dancer, Emily Angelillo, in minigonna di pelle e tacchi alti che spiega come muoversi al supermercato, sia spingendo il carrello con la giusta postura, che raccogliendo i prodotti dagli scaffali in maniera “intrigante” ed eventualmente da terra con le gambe chiuse per non “rendere la situazione più volgare”.
“Forse occorrerebbe un tutorial non su come fare la spesa ma su come fare servizio pubblico non calpestando il valore e la storia della Rai”, ha detto il sottosegretario all’Editoria Andrea Martella. “Si offre un’immagine della donna stereotipata e indegna del servizio pubblico. Salini e i dirigenti Rai devono rispondere di quanto accaduto all’opinione pubblica e alle donne. La Rai così non può andare avanti”, afferma la portavoce della conferenza delle donne democratiche Cecilia D’Elia. “È davvero incomprensibile come la stessa Rai che riesce a fare bene informazione e cultura possa mandare in onda spettacoli indecenti come quello apparso ieri su Rai2 durante la trasmissione ‘Detto Fatto'”, affermano i membri della Vigilanza del Movimento 5 Stelle, che ha chiesto l’audizione nella Bicamerale del direttore di Rai2 Ludovico Di Meo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Proteste arrivano anche da Leu, dall’opposizione e dall’Usigrai, che parla di “una cosa ignobile. Indegna della #Rai #ServizioPubblico”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Violenza donne: Ancona, panchina rossa davanti al Comune
No a femminicidi e abusi,fenomeni violenza aggravati in lockdown
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
25 novembre 2020
15:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una panchina rossa anche ad Ancona, bene in vista davanti al Palazzo comunale in largo XXIV maggio, “per condannare con fermezza – donne e uomini di tutto il mondo insieme -. la violenza contro le donne, oggi, 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, le ragazze e le bambine (istituita dalle Nazioni Unite nel 1999)”. L’iniziativa è del Comune, guidato dalla sindaca Valeria Mancinelli, che dice “no ai femminicidi, no alla violenza fisica, agli abusi psicologici, a ogni forma di discriminazione in famiglia e nella società”.
Sul tema si era espresso un anno fa il Consiglio comunale, votando all’unanimità una “mozione a favore della realizzazione del progetto panchina rossa, percorso di informazione e sensibilizzazione lanciato dagli Stati generali delle Donne e rivolto a Comuni, associazioni, scuole e imprese italiane con lo scopo di installare una panchina rossa come monito contro la violenza sulla donne e per una cultura di rispetto e parità, contro il femminicidio e ogni forma di abuso e sperequazione”.
Il progetto è stato discusso più volte negli ultimi mesi con il Forum delle Donne e condiviso dall’associazione Terza via.Recependo queste istanze, nella consapevolezza dell’aggravarsi del fenomeno della violenza contro le donne in questo periodo del lockdown che ha registrato un aumento sensibile di femminicidi e di abusi in ambito domestico, l’Amministrazione ha attuato il progetto dipingendo nel colore rosso una panchina in uno dei luoghi più visibili della città, esattamente davanti al Comune.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Violenza donne: suor Laura, uomo riconosca donna come dono
Religiosa monastero a Camerino, no a prepotenza, le stia accanto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAMERINO
25 novembre 2020
15:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“All’uomo del 2020 noi donne diciamo che in lui riconosciamo un dono meraviglioso per le nostre vite e che se c’è una cosa che chiediamo è che questo dono possa trovare come via per esprimersi non tanto quella della prepotenza che schiaccia, né quella dell’impotenza che ci scimmiotta, ma la via di una potenza gentile che sappia essere virile e capace di essere accanto a una donna nella libertà di conoscere il dono che la donna è a sua volta”. A dirlo, nella Giornata contro la violenza sulle donne, è suor Laura Cristiana, parlando dal monastero di clausura dell’Ordine delle Clarisse di Santa Chiara di Camerino (Macerata).
“Dobbiamo ancora tanto camminare per raggiungere la piena consapevolezza di quale grande dono sia la donna – aggiunge suor Laura – Ma nella Chiesa, ad esempio, sta avanzando il desiderio di conoscere e valorizzare il genio femminile”. “Con la doppia emergenza terremoto più Covid – racconta la religiosa – anche nel nostro territorio sono aumentate le tensioni all’interno delle famiglie, alcune delle quali sono sfociate anche in atti di violenza”. “Sono molto le donne – racconta ancora – che si rivolgono a noi, ma a dire il vero siamo entrate in contatto anche con uomini che hanno esercitato violenza. Uomini distrutti per aver fatto del male alla donna che amavano”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Strage erba: Azouz chiede a pg perizie per nuova revisione
Anche su stato cognitivo Rosa Bazzi. Depositata richiesta Milano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
25 novembre 2020
16:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Azouz Marzouk, ex marito di Raffaella Castagna e padre del piccolo Youssef, due delle quattro vittime della nota ‘Strage di Erba’, ha depositato alla Procura Generale di Milano una istanza in cui chiede quattro perizie che potrebbero diventare a suo dire nuove prove per una nuova richiesta di revisione del processo in cui sono stati condannati all’ergastolo Rosa Bazzi e il marito Olindo Romano.
Tra le nuove perizie chieste, c’è quella sullo “stato cognitivo di Rosa Bazzi e sul suo quoziente intellettivo”; un’altra riguarda le condizioni di salute del superteste Mario Frigerio, “con riferimento alla sua capacità di testimoniare ed alla sussistenza di un reale libero arbitrio”.
Una prima istanza di revisione, avanzata dallo stesso Azouz, era stata dichiarata inammissibile dall’avvocato genere di Milano, Nunzia Gatto. Azouz, difeso dagli avvocati Luca D’Aura e Solange Marchignoli, ha affermato di essere convinto “dell’innocenza di Rosa e Olindo” e di voler chiedere “di riaprire il caso e di fare nuove indagini per mettere in carcere i veri assassini della mia famiglia, che al momento sono ancora liberi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Violenza donne:a Venezia appaiono centinaia rose a uncinetto
Lasciate nei punti di passaggio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
25 novembre 2020
17:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Centinaia di rose confezionate ad uncinetto, di colore rosa e viola, sono apparse oggi nei punti di maggior passaggio a Venezia. L’iniziativa, nella giornata contro la violenza sulle donne, è stata fatta da un gruppo di 62 donne che le hanno realizzate per l’occasione.
Si sono date appuntamento per poi ‘colpire’ ognuna in uno specifico luogo della città lagunare. Le rose, che hanno attirato subito l’attenzione dei passanti suscitando curiosità ma anche commozione, avevano applicato un cartellino con una mano e la scritta ‘basta violenza sulle donne’.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: assessori Alpi, perdita 20 mld per stop sci
Chiesto incontro a ministro Roberto Gualtieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA
25 novembre 2020
17:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Una perdita di indotto pari a 20 miliardi – una cifra vicina all’1% del Pil nazionale – questo il danno che la montagna legata all’industria dello sci sarà costretta a subire senza l’avvio della stagione invernale”. E’ quanto sostengono gli assessori delle Regioni alpine che chiedono un incontro al ministro dell’economia Roberto Gualtieri.
“Senza l’apporto della stagione invernale – spiegano in una nota congiunta – per la montagna è il disastro totale. Chiudere durante le festività natalizie significherebbe pregiudicare irrimediabilmente l’intera stagione, molti non aprirebbero nemmeno più”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 25.853 casi in 24 ore, 722 morti
Terapie intensive +32, rapporto tamponi- positivi all’11%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
18:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 25.853 i nuovi casi di coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore. Lo rende noto il bollettino del ministero della Salute. I morti sono 722, mentre i pazienti ricoverati in terapia intensiva passano dai 3.816 di ieri ai 3.848 di oggi, con un aumento di 32. I tamponi effettuati sono stati 230.007, con un rapporto sui positivi pari a 11,24%. Per il secondo giorno consecutivo, poi, sono in calo i pazienti ricoverati con sintomi, che sono passati dai 34.577 di ieri ai 34.313 di oggi (-264). In calo anche il numero degli attualmente positivi (-6.689), risultato dell’aumento dei dimessi o guariti che in 24 ore sono stati 31.819. La regione con il maggior numero di nuovi casi è la Lombardia (+5.173), seguita da Piemonte (+2.878) e Campania (+2.815). Quella con il minor numero di nuovi casi è invece la Valle d’Aosta che ne registra appena 27.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Choc e lacrime a Napoli: “Maradona per sempre nel cuore”. Lutto cittadino
Sgomento e commozione tra i tifosi increduli. Il sindaco: “Intitoliamogli lo stadio”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
25 novembre 2020
19:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Choc a Napoli per la morte di Diego Armando Maradona. Il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha proclamato il lutto cittadino e annuncia: “Intitoliamo lo Stadio San Paolo a Diego Armando Maradona!!!”.
La notizia della morte del campione, alla quale molti all’inizio hanno stentato a credere, è rimbalzata dapprima sui telefonini. In pieno centro, in piazza Municipio si è levata una sola voce: “Era il più grande di tutti”.
I tifosi del Napoli hanno acceso decine di lumini votivi nella piazzetta ai Quartieri Spagnoli davanti al murale di Maradona. Nella piazzetta c’è un piccolo bar con decine di foto e magliette di Maradona, davanti al quale I tifosi si raccolgono. Il bar ha acceso in proiettore su cui scorrono le immagini dei gol. Nella piazzetta, un donna al primo piano ha appeso allo stenbdipanni al balconcino una maglia del Boca Juniors con il numero 10, la prima maglia di Maradona.
Una foto di Maradona che esulta in maglia azzurra e la scritta “Per sempre” con un simbolo del cuore in azzurro. Così il Napoli reagisce su Twitter alla notizia. “Ciao Diego”, conclude il club.
“È morto Diego Armando Maradona, il più immenso calciatore di tutti i tempi. Diego ha fatto sognare il nostro popolo, ha riscattato Napoli con la sua genialità. Nel 2017 era divenuto nostro cittadino onorario. Diego, napoletano e argentino, ci hai donato gioia e felicità! Napoli ti ama!”. Così in un tweet il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: al via in Fvg i primi test di massa
Risalgono nuovamente i casi (696) ma cala numero decessi (16)
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
25 novembre 2020
18:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si sono conclusi nel primo pomeriggio, a Socchieve (Udine) – primo dei 6 comuni Fvg convolti dalla misura – i primi test di massa sulla popolazione residente; 67 tamponi effettuati. Tra domani e dopodomani i restanti cittadini volontari potranno sottoporsi all’esame.
Per i dati odierni sull’epidemia, oggi in Fvg sono stati rilevati 696 (+142) nuovi contagi (il 10,07% dei 6.910 tamponi eseguiti) e 16 (-10) decessi da Covid-19. Delle nuove positività, 55 afferiscono a test pregressi eseguiti in laboratori privati dal 5 al 23 novembre. Le persone risultate positive dall’inizio della pandemia ammontano in tutto a 26.285, di cui 6.470 a Trieste, 11.302 a Udine, 4.998 a Pordenone e 3.185 a Gorizia, alle quali si aggiungono 330 persone da fuori regione.
I casi attuali di infezione sono 13.813. Rimangono 54 i pazienti in terapia intensiva e salgono a 588 (+27) i ricoverati in altri reparti. I decessi ammontano a 715. I totalmente guariti sono 11.757, i clinicamente guariti 277 e le persone in isolamento 12.894.
Sul fronte delle residenze per anziani, il vicegovernatore del Fvg con delega alla salute, Riccardo Riccardi, alla seduta odierna del Consiglio regionale, ha dichiarato che “il Ssr sta operando con la massima attenzione per contrastare la diffusione dei contagi tra gli ospiti e gli operatori delle residenze per anziani e ad oggi le positività registrate tra gli ospiti sono 1.334, e 569 fra gli operatori. Tra il 1° ottobre e il 24 novembre le strutture nelle quali sono stati registrati casi di Covid sono 106 e in 39 di esse i contagi hanno riguardato più di dieci persone”.
Intanto, sempre Riccardi ha dichiarato che sono 175 i posti letto di terapia intensiva disponibili in Regione, in parte già attivi o attivabili in 24/48 ore. Sulla possibilità di mantenere attiva la terapia intensiva di Gorizia, Riccardi ha spiegato: “Si stanno perseguendo tutte le azioni e riorganizzazioni possibili per mantenere attiva la terapia intensiva anche a Gorizia”. Chiusura che è da scongiurare per la capogruppo regionale M5S, Ilaria Dal Zovo, per la quale “il reparto di rianimazione a Gorizia rimane aperto finché a Trieste e Udine reggono i numeri relativi ai pazienti in terapia intensiva”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Sardegna, portale tracciamento contagi
Agenas, pressione in terapie intensive sopra la soglia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
25 novembre 2020
19:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Assessorato regionale della Sanità mette in pista un nuovo portale che consentirà ai sindaci di avere le comunicazioni in tempo reale sui dati dei positivi al Covid-19. Questo nuovo sistema, più tempestivo, dovrebbe essere funzionale a un miglioramento del tracciamento dei contagi. E’ una delle novità annunciate dall’assessore Mario Nieddu e dal commissario straordinario dell’Ares-Ats, Massimo Temussi. Intanto prosegue l’assunzione dei medici non specializzati che hanno risposto al bando dell’Ats per 500 post: attualmente i neoassunti sono 360, e di questi 60 hanno preso servizio oggi. prendono servizio oggi”.
Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 351 nuovi casi e 6 decessi (413 in tutto): tre uomini e tre donne di età compresa fra 69 e 94 anni. I tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore sono stati 3.877 test. Sono, invece, 515 i pazienti ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-12), mentre è di 76 (+3) il numero dei pazienti in terapia intensiva.
Le persone in isolamento domiciliare sono 12.106, +197 i pazienti guariti. Per quanto riguarda i ricoveri in terapia intensiva, secondo l’ultimo report di Agenas la percentuale dei posti letto occupati è del 40%, dieci punti sopra il limite previsto (30%) dal ministero della Salute. Va meglio sul fronte dei non intensivi: in questo caso la percentuale dei posti occupati è del 34% (la soglia è del 40%). Invariato l’indice di contagiosità R (t), a 0,84.
Intanto Nuoro piange la scomparsa di Franco Nioi, il disabile di 55 anni diventato un caso dopo la denuncia delle due sorelle, costrette dalle regole anti Covid- a non potersi occuparsi di lui. “Senza di noi si lascerà morire”, avevano detto ieri Maria e Luisella, lanciando un appello per poter curare e confortare Franco almeno poche ore al giorno.
Sul fronte politico, approderà in Aula lunedì 30 – ultimo giorno utile per non perdere le risorse – la ‘manovrina’ da 437mln che prevede interventi per l’occupazione e le imprese in difficoltà a causa dell’emergenza Covid.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Università: Gavino Mariotti è il nuovo rettore di Sassari
Docente di Geografia economica, batte nettamente Demuro e Deidda
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SASSARI
25 novembre 2020
20:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gavino Mariotti, ordinario di Geografia economica ed ex direttore del Dipartimento di Scienze umanistiche, è il nuovo rettore dell’Università di Sassari. Il professore è stato eletto con 366 voti contro i 188 di Gian Paolo Demuro, ordinario di Diritto penale ed ex direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, e i 125 di Luca Deidda, ordinario di Economia Politica ed ex prorettore vicario con delega al bilancio. Dopo aver sfiorato il successo già al primo turno, il neo-rettore conquista un risultato straordinario nelle proporzioni, soprattutto se si considera che ai nastri di partenza si erano presentati in cinque per succedere a Massimo Carpinelli.
Oltre a lui, a Demuro e a Deidda, correvano anche Roberto Furesi, ordinario di Economia ed estimo rurale e delegato rettorale per il sistema bibliotecario, i musei e la divulgazione, e Plinio Innocenzi, ordinario di Scienze e tecnologia dei materiali e diversi incarichi internazionali di straordinario prestigio, che però hanno rinunciato alla candidatura dopo il primo turno. La vittoria di Mariotti è tanto più netta se si considera l’altissima partecipazione al voto, avvenuto online, che ha fissato il quorum per essere eletti con maggioranza assoluta a 349 preferenze. Alla seconda votazione hanno partecipato il 97,39% dei docenti, l’89,13% degli studenti e l’88,49% dei dipendenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Fontana, più vicini ad allentamento misure
‘Trend positivo si rafforza, teniamo alta la guardia’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
25 novembre 2020
20:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Anche oggi buone notizie: il trend positivo si rafforza”. Così il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha commentato su Facebook i dati odierni del Covid in regione. “In Lombardia ben 15.749 guariti con 246 persone dimesse dai reparti sub-intensivi. Il rapporto dei positivi su oltre 42.000 tamponi è del 12%. Risultato di sacrifici e responsabilità che ci avvicina ad un allentamento delle misure. Teniamo alta la guardia. Sempre!”, ha aggiunto Fontana in un post.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NYT, Toni Servillo tra i 25 grandi attori del secolo
Critico ricorda sua bravura nella Grande Bellezza di Sorrentino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
25 novembre 2020
19:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Toni Servillo entra nella lista dei 25 grandi attori del ventunesimo secolo pubblicata oggi dal New York Times. “Con la sua bella faccia segnata dalle rughe e l’impeccabile eleganza”, l’attore di “Grande Bellezza” di Paolo Sorrentino “evoca una versione piu’ solida della ‘farfalla sociale’ che Marcello Mastroianni fu nella ‘Dolce Vita”, scrive il critico A.O. Scott.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prima della Scala:per 7/12 cast stellare
Grandi stilisti italiani vestiranno le artiste
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
25 novembre 2020
14:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sarà un cast stellare quello della prima della Scala del sette dicembre che – causa Covid – non si aprirà con il pubblico e nemmeno con un’opera ma con uno spettacolo in diretta su Rai 1 e streaming, che si vorrebbe al mondo intero, a cui parteciperanno 24 fra i più grandi cantanti lirici del mondo da Placido Domingo a Roberto Alagna (che tornerà al Piermarini per la prima volta da quando abbandonò il palco per i fischi in Aida nel 2006), da Jonas Kaufmann a Vittorio Grigolo).
Ci sarà anche il ballo, a partire dall’ètoile Roberto Bolle.
E ci saranno i grandi stilisti italiani a cui è stato chiesto di vestire le artiste. “Vogliamo mandare un messaggio di speranza” ha detto il sovrintendente, Dominique Meyer.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Italian Songbook di Mina, viaggio tra successi e perle rare
Doppio album dal 27/11, prima tappa di un progetto di sei dischi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
13:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’anno del suo ottantesimo compleanno, Mina torna con un lavoro che va alla riscoperta del canzoniere italiano: il 27 novembre esce il doppio album “Italian Songbook”, primo capitolo di un progetto di sei antologie totali, come ha spiegato il figlio Massimiliano Pani.
Italian Songbook è l’unione di “Cassiopea” (PDU/distr. Sony Music) e “Orione” (PDU/distr. Warner Music) e ripercorre e riordina l’immenso repertorio dell’artista. Un firmamento di oltre 1400 brani in oltre 100 album.
Un viaggio in un mondo variegato (dal 1975 con L’importante è finire al 2018 con Volevo scriverti da tanto), tra grandi successi e perle meno conosciute (tutti digitalizzati e restaurati), inseguendo il filo del gusto e dei desideri della stessa Mina. Brani che lei canta per la prima volta o ripresi dopo l’interpretazione di altre voci; e due brani finora inediti, che chiudono le due tracklist. Per Cassiopea c’è “Un tempo piccolo”, scritta da Antonio Gaudino, Alberto Laurenti e Franco Califano, interpretata da Mina con il testo rimaneggiato della versione dei Tiromancino (del 2005); Orione invece si chiude con “Nel cielo dei bars” scritta da Leo Chiosso e Fred Buscaglione, che l’ha interpretata nel film “Noi duri”. “E’ stato un lavoro di raccolta dei pezzi per renderli nuovamente disponibili – racconta Pani, che definisce la madre “la più famosa sconosciuta d’Italia” -. L’idea è stata di prendere i suoi successi, non per farne un best of, insieme a grandi successi italiani e perle che secondo lei non hanno avuto la giusta luce quando uscirono. Sono i pezzi che Mina ti vuole riproporre, anche quelli che magari la gente non avrebbe ascoltato. Lei ha sempre fatto solo quello che le andava di fare, mostrando coraggio e intelligenza”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: camera ardente nella Casa Rosada
L’ultimo saluto nella sede della presidenza argentina
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BUENOS AIRES
25 novembre 2020
21:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La camera ardente per rendere l’estremo omaggio a Diego Armando Maradona, morto oggi per un arresto cardiorespiratorio, sarà aperta nella Casa Rosada, il palazzo della presidenza argentina. Lo scrive l’agenzia di stampa statale Telam.
L’ipotesi, circolata nelle scorse ore, è stata confermata ai media da un portavoce della Casa Militare di Buenos Aires.
Non sono ancora noti i particolari dell’evento, ma si è appreso che potrebbe essere a partire da domani pomeriggio e che l’ingresso del pubblico sarà dalla calle Balcarce, al n.50.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Close e Adams puntano agli Oscar con Elegia americana
Su Netflix nuovo film di Ron Howard tratto da storia vera
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
22:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La classe lavoratrice soprattutto operaia, sottopagata e emarginata, quella della Rust Belt, l’area, impoverita dalla crisi industriale che si estende negli Usa dai monti Appalachi ai Grandi laghi, comprendendo Illinois, Indiana, Michigan, Ohio, Wisconsin e Pennsylvania, diventata nel 2016 roccaforte del voto bianco per Trump, ma espugnata in parte quest’anno da Joe Biden. Un mondo complesso e ricco di contraddizioni, che proprio nell’anno della vittoria di Trump, è stato raccontato con uno sguardo allo stesso tempo intimo e sociale, dal libro di memorie Hillbilly Elegy: A memoir of a family and a culture in crisis dell’avvocato allora 32enne J.D Vance, diventato a sorpresa quattro anni fa primo nella lista dei bestseller del New York Times. Una storia di famiglia, tra violenze, povertà, dipendenze e capacità di rinascita, da cui Ron Howard ha tratto il suo nuovo omonimo film, arrivato su Netflix con il titolo per l’Italia ‘Elegia americana’. Un family drama sociale che porta a recitare per la prima volta insieme Glenn Close e Amy Adams, che oltre al grande talento hanno in comune l’essere state nominate varie volte all’Oscar (sette volte Glenn Close, sei Amy Adams) senza aver mai vinto la statuetta. Il 2021 potrebbe riportare entrambe in corsa (con buone chance soprattutto per Glenn Close di vincere, tra le attrici non protagoniste) proprio con Elegia americana, nonostante il film sia stato accolto in gran parte negativamente dalla critica. Resta la potenza di una coinvolgente storia di dolore e crescita personale che intreccia il percorso di J.D, da adolescente e ventenne, quand’è studente di legge a Yale (è interpretato nelle diverse età da Owen Asztalos e Gabriel Basso), nel rapporto con una famiglia affettuosa ma spesso alveo di violenze fisiche e psicologiche. Centrale il confronto con ‘Mamaw’, la nonna (Glenn Close, che per il ruolo si è sottoposta anche una trasformazione fisica con ore di trucco), donna forte e punto di riferimento; la madre Beverly (Adams), tanto intelligente quanto instabile e la sorella Lindsay (Haley Bennett), capace di trovare un proprio equilibrio.