Economia tutte le notizie in tempo reale- tutta l'economia sempre approfondita ed aggiornata. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 16 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:12 DI MERCOLEDì 25 NOVEMBRE 2020

ALLE 07:06 DI GIOVEDì 26 NOVEMBRE 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tariffa rifiuti 2020 a 300 euro a famiglia,Campania più cara
I nuovi dati di Cittadinanzattiva, in Trentino spesa più leggera
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
10:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
È di 300 euro la tassa per i rifiuti pagata in media nel 2020 da una famiglia nel nostro Paese; cifra rimasta invariata rispetto all’anno precedente. La regione con la spesa più elevata resta la Campania con 419 euro, in leggera discesa dello 0,4% rispetto al 2019. Mentre la spesa media più bassa è in Trentino Alto Adige con 193 euro, dove si registra anche un incremento dell’1,4% rispetto all’anno precedente.
Questa la fotografia scattata da Cittadinanzattiva con i nuovi dati per il 2020, che raccontano come a livello nazionale la tariffa rimane sostanzialmente invariata, mentre sul piano territoriale ci sono incrementi in 10 regioni, e diminuzioni in 6. L’indagine è stata messa a punto grazie alla rilevazione annuale dell’Osservatorio prezzi e tariffe (disponibile on-line, sul sito Cittadinanzattiva.it).

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Pil: LegaCoop-Prometeia,-9% in 2020, recupero +5% nel 2021
Rischio utilizzo incompleto dei fondi Next Generation Eu
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
10:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’economia italiana chiuderà il 2020 con un calo del Pil del 9%, per poi segnare un recupero del 5% nel 2021. Sono le previsioni contenute nel Rapporto “Lo stato dell’economia italiana: scenari e posizionamento delle imprese cooperative”, elaborato da Prometeia e Area Studi Legacoop in cui si ricorda il -3,4% del Pil segnato nel quarto trimestre rispetto al terzo per l’impatto della “ripresa dei contagi e delle correlate misure di contenimento”. Alla ripresa attesa per il prossimo anno, seguirà una crescita dell’1,9% dal 2022 al 2025, “ipotecata però da un debito pubblico che, attestatosi al 158,8% del Pil nel 2020, rimarrà su livelli elevati sia nel 2021 (157%) – viene spiegato – sia negli anni successivi fino al 2025 (154,5%)”. Nel rapporto viene evidenziato il rischio di un utilizzo non completo delle risorse messe in campo dall’Ue.
Nell’arco temporale 2021-2026, ad esempio, è previsto che il nostro Paese riuscirà a spendere 145 dei 205 miliardi messi a disposizione dal Next Generation EU. “Un elemento, questo – viene osservato – che insieme ad altri inciderà sull’entità della ripresa, che si manifesterà con un recupero di attività incompleto. Se, infatti, la previsione pre-Covid, fatto 100 il livello del Pil reale italiano del 2007, accreditava un Pil 2023 a quota 102,2, adesso la previsione aggiornata al novembre 2020 lo fissa a 2,2 punti percentuali in meno, e quindi allo stesso livello del 2007”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa resta cauta dopo Bce, Milano +0,14%
Spread sotto i 117 punti base, euro sfiora 1,19 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
11:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta all’insegna della cautela per le Borse europee mentre la Bce nel Rapporto sulla stabilità finanziaria, sottolinea che meccanismi di aiuti dei Governi sono essenziali in questo momento, ma devono essere mirati a un sostegno circoscritto alla pandemia, evitando di creare problemi di sostenibilità del debito nel medio termine.
L’indice d’area Stoxx 600 si muove sulla parità con la debolezza di immobiliare, energia e finanziari. Fiacche anche le banche che non sembrano trarre beneficio dalla possibile revoca dello stop a dividendi nel 2021, cosi come indicato all’Ft Online da Mersch, vicepresidente del consiglio di sorveglianza della Bce. Tra le singole Piazze, Francoforte cede lo 0,13%, Londra lo 0,36%, Parigi segna un +0,01%. Anche Milano è piatta (+0,14%) con vendite sempre su Mps (-3,8%), Sondrio (-3,9%). Tra i migliori Banca Generali (+2%) . Lo spread tra btp e bund si muove sotto i 117 punti base. Sul fronte dei cambi l’euro sfiora 1,19 dollari mentre il petrolio si conferma si conferma sopra i 45 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Violenza donne:Vodafone, riconoscere è primo passo
#chiedoperunamica, l’ironia social per sensibilizzare
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
11:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per combattere la violenza il primo passo è riconoscerla. Fondazione Vodafone lancia il video manifesto del progetto #ChiedoPerUnAmica, la campagna social nata per comunicare l’impegno contro la violenza di genere e per promuovere l’utilizzo di BrightSky, l’app che supporta le donne che subiscono violenza domestica e insegna a riconoscere i maltrattamenti.
Florencia Di Stefano-Abichain, Valeria Fioretta, Annie Mazzola e Valentina Ricci chiedono alle loro followers di condividere storie e atteggiamenti non accettabili all’interno di una relazione e una delle espressioni più utilizzate ironicamente sui social per porre domande imbarazzanti senza esporsi in prima persona #chiedoperunamica diventa così la chiave per sensibilizzare la famiglia, gli amici e i conoscenti che possono essere fondamentali per creare consapevolezza.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: rischi da stop prematuro aiuti, Italia fra più esposti
Strada ancora lunga e “decisioni difficili” sul debito
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
11:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un ritiro prematuro degli aiuti all’economia europea per fronteggiare lo shock pandemico, dalle garanzie sui prestiti alle moratorie, “potrebbe bloccare la ripresa, trasformando i problemi di liquidità delle aziende osservati agli inizi della pandemia in problemi di solvibilità”.
Il monito arriva dalla Banca centrale europea nel suo Rapporto sulla stabilità finanziaria, che individua nell’esposizione di banche e bilanci pubblici al debito delle aziende il nodo più critico: per le banche dell’Eurozona “un ritiro prematuro delle garanzie governative e delle moratorie potrebbe portare un’ulteriore ondata di perdite”.
Secondo il rapporto, Olanda e Italia sono i “più esposti a un ‘cliff effect’ nel 2021”, cioè allo shock che arriverebbe da un calo improvviso e amplificato delle misure di sostegno pubblico.
In particolare in Italia “il venir meno sostanzialmente simultaneo di gran parte delle moratorie sui prestiti, degli schemi di cassa integrazione (legata al blocco dei licenziamenti, ndr) e degli aiuti diretti indicherebbe un calo sostanziale dei meccanismi di sostegno all’economia nel 2021”.
Luis De Guindos, vicepresidente della Bce, avverte che “la strada è ancora lunga e le autorità dovranno prendere decisioni difficili se estendere, e in che modo farlo, gli interventi e alla fine su come gestire il debito che questi creano”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un francobollo per ricordare il grande banchiere Giannini
Fondatore di Bank of America
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
12:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Amadeo Peter Giannini, il figlio di emigrati italiani negli USA diventato uno dei piu’ grandi banchieri americani, e’ stato ricordato oggi con un francobollo italiano, valido per la posta ordinaria spedita in Europa e nel bacino del Mediterraneo. La vignetta raffigura in primo piano a sinistra un ritratto di Giannini, affiancato, a destra, da un disegno che raffigura un suo episodio biografico: dopo il terremoto di San Francisco del 1906 che distrusse la città, Giannini prese un carrettino su cui sistemò un cartello con la scritta “PRESTITI COME PRIMA, PIÙ DI PRIMA”, lo piazzò in mezzo alla folla dei sinistrati e incominciò ad offrire soldi per la ricostruzione. Figlio di immigrati liguri provenienti da Favale di Malvaro nell’entroterra genovese, Giannini fondo’ nel 1904 la Bank of Italy, che puntava sui piccoli clienti e risparmiatori, anche di recente immigrazione. Nel 1927 l’istituto cambio’ nome in Bank of America, banca che diventera’ per vari anni il maggior istituto di credito statunitense. Nel 1998 l’istituto fu acquisito dalla NationsBank dando vita alla Bank of America corporation. Giannini non dimentico’ il paese di origine della sua famiglia e nel 1919 acquisi’ un istituto di credito italiano che trasformo’ nella Banca d’America e d’Italia (oggi Deutsche Bank). Giannini, cui anche le poste degli USA dedicarono un francobollo nel 1973, e’ morto nel 1949.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: seduta Europa debole, future Wall Street negativi
Milano tiene a +0,44%, sotto lente serie dati macro da Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
12:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee si confermano fiacche a metà seduta con l’aumento dei contagi per il Covid che continua a preoccupare diversi Paesi nonostante i passi in avanti sul fronte dei vaccini.
Nel rapporto sulla stabilità finanziaria Luis De Guindos, vicepresidente della Bce, sottolinea che la strada è lunga e che le autorità sono attese da decisioni difficili sul debito. I future su Wall Street sono negativi mentre in agenda ci sono una serie di macro: gli ordini dei beni durevoli e il Pil trimestrale, più le richieste di sussidi di disoccupazione e le vendite di nuove abitazioni. Sotto la lente poi i verbali Fed sull’ultima riunione. L’indice d’area, lo Stoxx 600, cede oltre un quarto di punto con vendite sempre energia, a dispetto del petrolio sopra i 45 dollari al barile. Male le banche che non traggono beneficio dalla possibile revoca dello stop a dividendi nel 2021, come anticipato all’Ft Online da Mersch. Francoforte cede lo 0,31%, Londra lo 0,57%,Parigi lo 0,07%. Milano tiene a +0,44% con Inwit, Prysmian. Giù Mps e Sondrio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Immobiliare: Nomisma, nel 2020 calo del 17%, effetto covid
Nel 2021 mercato ancora in calo, ripresa dal 2022
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
13:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel mercato immobiliare residenziale i primi sei mesi dell’anno avevano evidenziato una flessione consistente dei livelli di attività transattiva, testimoniata da una variazione tendenziale del -15,5% nel primo trimestre, a cui era seguito un calo ancora più intenso- -27,2% nel secondo trimestre. É quanto rileva Nomisma all’interno del terzo Osservatorio sul Mercato Immobiliare 2020.
Le previsioni di calo per il quarto trimestre porteranno a chiudere l’anno nell’ordine delle 500.000 unità transate (-17,1%) secondo lo scenario “Base”, o 491.000 unità transate (-18,7%) secondo lo scenario “Hard”. Prima della diffusione del Covid-19 le previsioni per l’anno in corso prefiguravano un numero di compravendite pari a 612mila.
Per il 2021 si prevede uno scenario per le compravendite non dissimile da quello dell’anno in corso. Nomisma prevede una ripresa lenta e graduale che si manifesterà nel biennio 2022-2023, relegando il mercato, almeno fino al 2023, al di sotto delle 600 mila transazioni. Analizzando nello specifico le città emerge che saranno Milano e Bologna le prime a evidenziare segnali di crescita a partire dal 2022, cui seguiranno Firenze, Venezia, Palermo e Cagliari nel 2023. I cali più intensi riguarderanno Torino, Genova e Roma, con un andamento deflattivo per tutto il triennio considerato.
Il segmento corporate nel corso del 2020, secondo Nomisma, ha presentato “una ricomposizione di tipologie transate e provenienze degli investitori che ha consentito di attenuare gli effetti della pandemia su turnover e valori”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fincantieri: con Federpesca per rinnovo flotta peschereccia
Firmato un accordo per il rinnovo dell’economia ittica italiana
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
25 novembre 2020
13:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fincantieri e Federpesca hanno firmato oggi a Roma un Memorandum of Understanding per promuovere il rinnovo della flotta peschereccia italiana.
La partnership, aperta anche ad altri operatori selezionati della filiera di settore, vedrà Fincantieri nel ruolo di leader del progetto. Il gruppo definirà alcuni standard di pescherecci da dedicare al settore ittico italiano eseguendone la progettazione e facendo leva sulle competenze maturate nella costruzione di navi speciali per l’avanzato cluster ittico norvegese dalla controllata Vard.
Le unità saranno caratterizzate dai più alti contenuti innovativi. Federpesca darà una visione sistemica del mercato promuovendo l’iniziativa presso tutte le istituzioni competenti a livello nazionale e internazionale e contribuirà a definire le specifiche tecniche richieste dal comparto anche coordinando i contributi e le richieste degli operatori e avrà in carico la ricerca di nuovi mercati potenziali nell’area del Mediterraneo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sostenibilità: De Micheli, servono politiche diverse nel Paese
Obiettivo è omogeneità di risultati in Italia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
13:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’approccio alla sostenibilità, l’utilizzo delle nuove tecnologie, l’utilizzo dei sistemi di digitalizzazione è molto differenziato nel nostro paese. Non si può immaginare di utilizzare un solo strumento uguale per tutti, o non si può pensare di avere degli interlocutori nell’ambito delle città che partano dagli stessi presupposti culturali e prospettici”. Lo ha detto la ministra dei Trasporti e delle Infrastrutture, Paola De Micheli, durante il convegno online di Acea sulla sostenibilità, in base ad alcuni dati del Ministero, sottolineando che “questo determina da parte del governo centrale una impostazione di politiche differenziate e un accompagnamento nel far salire le esigenze vere da parte delle strutture cittadine e dei sindaci”. De Micheli ha quindi spiegato che “sulla base delle nostre deleghe” come Mit “abbiamo provato ad immaginare strumenti che tornino al tema della differenziazione, che è una differenziazione di punti di partenza, e che deve nel quinquennio che ci aspetta portare al più possibile ad una omogeneità di risultati in giro per l’Italia” perché “parlare di sostenibilità in Pianura Padana è ovviamente diverso rispetto a parlarne per le città delle aree interne”.
De Micheli ha spiegato che “abbiamo impostato quattro linee di direttrice politica di interventi sulla sostenibilità delle città che prevedono tutte un fortissimo utilizzo della tecnologia”. La prima linea d’intervento è “il piano della qualità della vita detto anche Piano di Rinascita Urbana”, l’altra linea d’intervento è sul trasporto pubblico locale, con l’obiettivo di arrivare ad una mobilità sostenibile, quindi come terza linea d’intervento “l’intermodalità” e infine “tutte le sperimentazioni che abbiamo in campo: quella sulla guida autonoma, quella sulla valutazione della qualità della sicurezza di tutte le infrastrutture, in particolar modo ponti e gallerie, e una sperimentazione sull’utilizzo dell’idrogeno”, ha concluso De Micheli.   POLITICA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Corte Ue all’Italia, assegni a familiari extracomunitari
Anche se residenti fuori dall’Unione europea
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
25 novembre 2020
14:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I cittadini extra Ue in Italia (con permesso unico o soggiornanti di lungo periodo), hanno diritto ad assegni familiari anche per i familiari a carico residenti fuori dall’Ue: lo ha stabilito la Corte di Giustizia della Ue in una sentenza che riguarda il caso di un cittadino dello Sri Lanka e uno del Pakistan, con permessi di soggiorno in Italia, a cui l’Inps aveva negato gli assegni per i loro familiari perché residenti nei rispettivi Paesi.
Secondo la Corte Ue, “è contraria al diritto dell’Unione la normativa italiana che rifiuta o riduce una prestazione di sicurezza sociale al cittadino extra Ue, titolare di un permesso unico o soggiornante di lungo periodo, per il fatto che i suoi familiari risiedono in un Paese terzo, mentre la stessa prestazione è accordata ai cittadini italiani indipendentemente dal luogo in cui i loro familiari risiedono”.   MONDO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano sale a +0,77% con Prysmian, giù Mps e Sondrio
Strappo di Aeffe con licenza Ferragni, piatta Snam dopo piano
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
14:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari allunga il passo a dispetto del resto delle Borse europee. Il Ftse Mib sale dello 0,77%. Sul listino principale prosegue l’evidenza di Prysmian (+2,77%) che ha previsto entro il 2022 di investire circa 450 milioni di euro per migliorare ulteriormente la sostenibilità della propria organizzazione. Maglia rosa è Inwit (+3,9%), seguita da Banca Generali (+2,9%). Fuori dal paniere principale corre Aeffe (+18,7%) che attraverso Velmar ha siglato una licenza per intimo e costumi Chiara Ferragni.
Non si arrestano le vendite sul credito neanche con la possibile revoca dello stop a dividendi nel 2021 indicata da Mersch (Bce) all’Ft. Maglia nera Mps (-4%) che ha chiuso il collocamento del 2%, deve stringere sull’aumento e resta sempre al centro di possibili M&A con Unicredit (-0,07%) protagonista.
Deboli poi Bper (-0,39%) e Banco Bpm (-0,85%), altra possibile combinazione a cui si potrebbe aggiungere Sondrio che lascia il 3,25%. Piatta Snam dopo il nuovo piano.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a New York a 45,35 dollari
Quotazioni in aumento dello 0,98%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
25 novembre 2020
14:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio in rialzo a New York con il greggio scambiato a 45,35 dollari al barile (+0,98%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Logistica: Alis, Guido Grimaldi riconfermato presidente
Per il prossimo quadriennio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
15:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente di Alis, Guido Grimaldi, è stato riconfermato alla guida dell’associazione che riunisce la logistica italiana per i prossimi 4 anni.
La conferma all’unanimità, si legge in una nota, al termine del Consiglio direttivo e dall’Assemblea Generale 2020 che, nel pieno rispetto delle disposizioni governative anti-contagio, si sono svolti in modalità videoconferenza.
“In questi primi quattro anni, siamo stati considerati come punto di riferimento nel panorama associativo, avendo, per la prima volta nella storia, messo a sistema tutto il popolo del trasporto e della logistica e creato sinergie nella galassia dell’intero comparto”, ha detto Grimaldi. “Oggi è il momento di avviare un nuovo percorso da continuare a tracciare insieme, condividendo le nostre strategie e gli obiettivi da porci in questo momento così difficile che il nostro Paese sta vivendo, purtroppo, nel pieno di un’emergenza sanitaria e di una crisi socio-economica che sta colpendo molti settori produttivi, e che sta causando gravi conseguenze anche per la filiera logistica. Al termine quindi di questo anno davvero terribile è appunto il momento di riconoscere il valore morale e sociale di quanto fatto, e di proseguire l’intenso lavoro del cluster per un 2021 di rilancio e ripresa nel quale ci aspettiamo segnali concreti da parte del Governo, come già stanno arrivando ad esempio attraverso alcune misure, contenute nel disegno di legge di Bilancio 2021, rilevanti per il nostro settore e per le nostre aziende”.
Grimaldi ha poi ricordato il ruolo del popolo del trasporto e della logistica che durante la pandemia ha garantito la continuità dei propri servizi marittimi, ferroviari e stradali, permettendo così la consegna dei generi alimentari e dei beni di prima necessità in tutto il territorio nazionale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ibm: verso taglio 10mila posti in Europa
Regno Unito, Germania tra i più colpiti. Anche Italia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
15:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ibm sta pianificando di tagliare, nell’ambito di una ristrutturazione globale, circa 10.000 posti di lavoro in Europa. Lo scrive Bloomberg citando fonti sindacali. ll Regno Unito e la Germania sono destinati ad essere maggiormente colpiti, con tagli previsti anche in Polonia, Slovacchia, Italia e Belgio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bnp: per aziende WellMakers welfare dipendenti sostenibile
Munari, iniziativa è driver positivo per benessere imprese
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
15:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bnp Paribas lancia WellMakers, un sistema di welfare dedicato alle aziende per i loro dipendenti che promuove un’attenzione concreta alla sostenibilità ambientale, sociale ed economica a vantaggio della collettività.
L’obiettivo, spiega una nota, è affiancare le aziende per aumentare l’utilizzo e la diversificazione del welfare; sviluppare – anche grazie ad un’attività di coaching – una sempre più diffusa consapevolezza sul benessere personale per soddisfare le esigenze dei dipendenti e delle loro famiglie.
WellMAKERS, attraverso una piattaforma digitale, mette a disposizione delle imprese e dei loro collaboratori oltre 400 servizi e soluzioni, frutto del contributo delle Società del Gruppo in Italia e di molti partner in diverse industry.
Per Andrea Munari, Amministratore Delegato di BNL e Responsabile del Gruppo BNP Paribas in Italia: “WellMAKERS è un chiaro e concreto esempio dell’expertise che il Gruppo BNP Paribas è in grado di esprimere nel campo economico-finanziario come in quello sociale, al servizio di privati, famiglie, imprese. Questa iniziativa è il frutto di un lavoro corale dedicato al welfare, che crediamo sia un driver positivo e sostenibile per il benessere delle aziende e nelle aziende, ponendo al centro le persone che vi lavorano in una logica di comunità”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Ny apre contrastata, Dj torna sotto i 30 mila punti
Nasdaq +0,19%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
25 novembre 2020
15:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura contrastata per Wall Street col Dow Jones che perde lo 0,92%, tornando sotto la soglia dei 30 mila punti, e l’indice S&P500 che cede lo 0,13%.
Il Nasdaq guadagna invece lo 0,19%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano (+0,5%) migliore in Europa con Tim e banche
Dopo Wall street mercati restano cauti, fiacca Londra
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
15:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo la diffusione della raffica di dati macroeconomici dagli Stati Uniti e l’avvio di Wall street, Piazza Affari si conferma di qualche frazione la migliore Borsa in Europa con un rialzo dell’indice Ftse Mib dello 0,5% con Parigi, Francoforte e Madrid che oscillano attorno alla parità e Londra più pesante, in calo dello 0,6%.
A Milano i titoli più acquistati nel paniere a elevata capitalizzazione sono Inwit che sale del 3,8%, con Tim in aumento del 2,4%. Oltre i due punti percentuali anche il rialzo di Banca Generali, Azimut e il Credito Valtellinese che sale a 11,2 euro, sopra il prezzo dell’Opa annunciata da Credit Agricole, piatta a Parigi attorno a quota 9,8 euro.
Debole Atlantia (-1,2%) e Banco Bpm (-1,8%), mentre tra i titoli a minore capitalizzazione la Banca popolare di Sondrio scivola del 3,7% dopo le corse recenti e Mps segna un calo di quattro punti percentuali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banche:moratorie a 302 mld, garanzie Sace a 17,2 mld
Richieste a Fondo garanzia Pmi a 107 mld
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
16:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Salgono a circa 17,2 miliardi di euro, per un totale di 981 operazioni, i volumi complessivi dei prestiti garantiti nell’ambito di “Garanzia Italia”, lo strumento di SACE per sostenere le imprese italiane colpite dall’emergenza Covid-19. E’ quanto comunica la task force costituita per promuovere l’attuazione delle misure a sostegno della liquidità adottate dal Governo secondo cui domande di moratoria sono arrivate a 302 miliardi di euro, mentre oltre 107 miliardi è il valore delle richieste al Fondo di Garanzia PMI.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gualtieri, intervento su tasse sarà molto largo
Così ministro su tema scadenze fiscali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PALMA DI MAIORCA
25 novembre 2020
16:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’intervento sulle tasse sarà molto largo”. Lo sottolinea, in merito al possibile intervento del governo sulle scadenze fiscali, il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri interpellato a margine del vertice italo-spagnolo di Palma di Maiorca.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Imprenditori-manager-professionisti, il patto dei giovani
Di Stefano, ‘in migliaia saremo voce autorevole per Paese’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
16:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Imprenditori, manager, professionisti: quattordici associazioni di giovani, dagli under 40 di Confindustria e di Federmanager che hanno promosso l’iniziativa, ad avvocati e commercialisti, ai dirigenti della P.a., si sono alleate per avere una “una voce comune, autorevole” nel Paese. Ascolteranno “una base di decine di migliaia di associati”, metteranno a fuoco il “sentiment che attraversa la classe dirigente giovane del Paese” – lo annuncia il presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria, Riccardo Di Stefano – per poi rivolgersi “prima di tutto all’opinione pubblica, e inevitabilmente anche ai decisori politici”.
E’ già al lavoro un ‘tavolo interassociativo’, ed i primi risultati del lavoro di ‘ascolto’ della base arriveranno a febbraio con un focus “sulla fiducia nel 2021, le aspettative di investimento, lavoro crescita, le priorità per il Recovery Fund e le criticità da superare per far ripartire il Paese”.
La rete degli under 40, promossa da Giovani Imprenditori di Confindustria e Federmanager Giovani, coinvolge l’associazione italiana giovani avvocati e l’unione dei giovani dottori commercialisti ed esperti contabili, i giovani dell’Aiop (ospedali privata), l’associazione giovani classi dirigenti delle pubbliche amministrazioni, Confartigianato Giovani Imprenditori, i giovani costruttori dell’Ance, i giovani di Confagricoltura, Federalimentare, Confcommercio, Sistema Moda Italia, FederLegnoArredo, Confapi. E’ una iniziativa “nata in un momento storico particolare, di sfide globali senza precedenti”, sottolinea Riccardo Di Stefano, il nuovo leader dei giovani di Confindustria, nominato presidente dei Giovani Imprenditori in piena emergenza pandemia: “L’idea di unire il punto di vista dei giovani di Confindustria a quello delle altre più significative associazioni di giovani serve a dare una voce comune ad una nuova classe dirigente giovane”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Patenti e fogli rosa scaduti saranno validi fino al 30/4
Cancelleri, se nuovo dpcm si allunga validità certificati
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
16:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo termine per le patenti e i fogli rosa scaduti o in scadenza durante l’emergenza Coronavirus con l’ok della Camera al dl Covid.
Lo scrive il Mit. Il nuovo termine – si spiega – è stato spostato fino alla data di cessazione dell’emergenza da Covid-19 che, almeno fino a questo momento, è fissato al 30 aprile 2020.
Il rinvio riguarda tutti gli atti amministrativi in scadenza.
“Da ora in avanti, nel caso si dovesse malauguratamente prolungare l’emergenza Coronavirus e dovesse essere emanato un nuovo dpcm, – spiega il viceministro Giancarlo Cancelleri – automaticamente verrà allungata anche la temporaneità dei certificati. Un ottimo risultato a favore di quei cittadini che si ritrovano con i fogli rosa o le patenti scaduti o in scadenza durante questo periodo di emergenza sanitaria”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo, Ftse Mib +0,72%
Indice dei principali titoli di Piazza Affari a 22.303 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
25 novembre 2020
17:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta positiva per la Borsa di Milano: l’indice Ftse Mib ha chiuso in aumento dello 0,72% a 22.303 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa conclude piatta, debole Londra (-0,6%)
Parigi in lieve rialzo, Francoforte sulla parità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
18:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata incerta per le Borse europee: Londra è stata la più pesante e ha chiuso in calo dello 0,65%, mentre Parigi ha segnato un rialzo dello 0,23% e Francoforte una limatura dello 0,02%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Moda: Aeffe corre in Borsa (+17%) dopo accordo con Ferragni
Intesa per una licenza pluriennale con controllata Velmar
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
18:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta di gran corsa per Aeffe in Piazza Affari, dove è quotata fuori dal paniere principale, dopo un accordo con Chiara Ferragni per una licenza pluriennale con Velmar, società del gruppo: il titolo è salito del 17% finale a 1,14 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano migliore in Europa, corrono Inwit e Creval
Forte anche Tim, acquisti sulle banche ma scivola Mps
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
18:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banche e titoli delle telecomunicazioni hanno sostenuto la giornata di Piazza Affari, che ha concluso come la migliore Borsa della seduta in Europa: l’indice Ftse Mib ha chiuso in aumento dello 0,72% a 22.303 punti, l’Ftse All share in crescita dello 0,68% a quota 24.222.
Con Londra che è stata la più pesante in calo dello 0,65%, il listino di Milano ha registrato tra i titoli principali la corsa di Inwit, che è salito del 4,1% a 10,39 euro con consistenti acquisti nel finale. Molto bene anche il Credito Valtellinese che ha concluso in rialzo del 3,8% a 11,35 euro quindi sopra quota 10,5 del prezzo dell’Opa annunciata dal Credit Agricole.
In ribasso invece l’altra banca valtellinese: la Popolare di Sondrio dopo la corsa della vigilia è scesa dell’1,6% finale.
Nel paniere a elevata capitalizzazione di Piazza Affari molto bene anche Azimut (+3,2%), Mediolanum (+2,6%) e Banca Generali (+2,3%), con Tim salita del 2,1% a quota 0,38 euro. In ribasso invece Atlantia (-1,3% finale a 15,5 euro), mentre tra i titoli a minore capitalizzazione Mps è scivolata del 4,1% a un prezzo 1,2 euro. Seduta di gran corsa infine per Aeffe, dove è quotata fuori dal paniere principale, dopo un accordo con Chiara Ferragni per una licenza pluriennale con Velmar, società del gruppo: il titolo è salito del 17% finale a 1,14 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura poco variata
Cambi: yen stabile su dollaro ed euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
26 novembre 2020
01:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo arretra dai massimi in 29 anni, seguendo la chiusura mista degli indici azionari Usa con gli investitori che attendono ragguagli dall’introduzione del piano di stimolo delineato della Fed. Il Nikkei segna una variazione appena negativa dello 0,11%, a quota 26.266,70, e una perdita di 30 punti. Sul mercato delle valute lo yen è stabile sul dollaro a 104,40 e a 124,40 sull’euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa, Hong Kong poco mossa
Shanghai e Shenzhen aprono in lieve calo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
26 novembre 2020
03:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Hong Kong apre la seduta poco mossa: l’indice Hang Seng sale nelle prime battute dello 0,10%, portandosi a 26.695,25 punti.
Le borse cinesi aprono la seduta in leggero calo: l’indice Composite di Shanghai perde nelle prime battute lo 0,07%, attestandosi a 3.360,06 punti, mentre quello di Shenzhen cede lo 0,11%, a quota 2.251,79.

Economia tutte le notizie. SEMPRE AGGIORNATE IN TEMPO REALE. RESTA INFORMATO E CONDIVIDILE!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 12 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:03 DI MARTEDì 24 NOVEMBRE 2020

ALLE 10:12 DI MERCOLEDì 25 NOVEMBRE 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Effetto Covid sui nuovi nati, nel 2021 saranno meno di 400.000
Istat, le donne tra le più colpite dalla crisi, disoccupazione preoccupa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2020
13:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’attuale crisi sanitaria ed economica legata alla pandemia potrebbe influire negativamente, oltre che sul numero decessi, anche sulla natalità. “È, infatti, legittimo ipotizzare che il clima di paura e incertezza e le crescenti difficoltà di natura materiale (legate a occupazione e reddito) generate dai recenti avvenimenti orienteranno negativamente le scelte di fecondità delle coppie italiane”. Lo ha sottolineato il presidente dell’Istat, Gian Carlo Blangiardo, in audizione sulla manovra davanti alle Commissioni bilancio di Camera e Senato. “I 420 mila nati registrati in Italia nel 2019, che già rappresentano un minimo mai raggiunto in oltre 150 anni di unità nazionale, potrebbero scendere, secondo uno scenario Istat aggiornato sulla base delle tendenze più recenti, a circa 408 mila nel bilancio finale del corrente anno – recependo a dicembre un verosimile calo dei concepimenti nel mese di marzo – per poi ridursi ulteriormente a 393 mila nel 2021”, ha aggiunto.
La crisi ha interessato di più il Mezzogiorno e i giovani, “ma questa volta sono state soprattutto le donne – maggiormente impiegate nei servizi (il settore più colpito con 809 mila occupati in meno rispetto al secondo trimestre 2019) e in lavori precari – a subire gli effetti maggiori: nel secondo trimestre del 2020 si contano 470 mila occupate in meno rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente (323 mila in meno tra quelle con contratto a tempo determinato) e il tasso di occupazione femminile 15-64 anni si attesta al 48,4%, contro il 66,6% di quello maschile, collocandoci al penultimo posto della graduatoria europea, appena sopra la Grecia”, ha proseguito il presidente dell’Istat. I dati sull’occupazione femminile in Italia “permangono preoccupanti nonostante il livello di istruzione femminile sia sensibilmente maggiore di quello maschile”, ha concluso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a New York a 43,67 dollari
Aumento dell’1,42%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
24 novembre 2020
15:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio in rialzo a New York con il greggio scambiato a 43,67 dollari al barile (+1,42%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Ny apre in rialzo, Dj +1,07%, Nasdaq +0,41%
S 500 sale dello 0,69%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
24 novembre 2020
15:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street brinda all’avvio della transizione in Usa e alla scelta di Janet Yellen al Tesoro e apre la giornata di contrattazioni in rialzo, col Dow Jones che guadagna l’1,07%% e il Nasdaq lo 0,41%. L’indice S&P500 sale dello 0,69%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vinitaly: dal 20 al 23 giugno 54/a edizione a Verona
Nuova data per Salone internazionale dei vini
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
24 novembre 2020
15:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nuova data per Vinitaly: la 54/a edizione del Salone internazionale dei vini e dei distillati di Veronafiere si terrà dal 20 al 23 giugno 2021, in contemporanea con Enolitech e Sol&Agrifood. OperaWine 10th year anniversary con Wine Spectator sarà il 19 giugno. La decisione è il risultato di una verifica sulla curva pandemica ed è stata presa dopo uno sondaggio di mercato. “Lo spostamento a giugno – dice Maurizio Danese, presidente di Veronafiere Spa – è in linea con la revisione del posizionamento dei calendari delle principali fiere internazionali italiane ed estere. Il consiglio di amministrazione della Fiera ed i soci hanno fatto una scelta ponderata in base alle informazioni più attendibili in campo medico, considerando anche l’incoming di buyer extra europei.
Stiamo inoltre lavorando con la Fondazione Arena che organizza la stagione lirica e la città di Verona per offrire ai nostri ospiti internazionali un’edizione imperdibile”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Manovra: Upb, struttura indefinita,mancano dettagli Recovery
Ottimistiche stime retroazione fiscale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2020
15:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In un quadro “di forte incertezza” e tenendo conto delle difficoltà di mettere a punto politiche di rilancio in questa fase, “la struttura della politica di bilancio risulta parzialmente indefinita”. Lo ha sottolineato il presidente dell’Ufficio parlamentare di bilancio, Giuseppe Pisauro, in audizione sulla manovra. La legge di bilancio è sostanzialmente divisa in tre: interventi ancora emergenziali, misure strutturali e indicazioni “di larga massima” sull’utilizzo dei fondi Ue, a cui si aggiungono misure microsettoriali. Proprio sull’utilizzo dei fondi del Recovery non sono però riportati dettagli e questo rende anche difficile valutare il forte impatto della retroazione fiscale previsto dal governo per i prossimi anni. Secondo l’Upb, le stime dell’esecutivo sulla retroazione sono anzi “alquanto ottimistiche”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Iata, il Covid costerà 132 miliardi alle compagnie aeree
Quest’anno perdite per quasi 100 miliardi, altri 32 nel 2021
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2020
15:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Salgono a 157,2 miliardi di dollari (circa 132,4 miliardi di euro) le perdite in cui incorreranno le compagnie aeree nel biennio 2020-21, secondo le stime della Iata, l’Associazione internazionale del trasporto aereo. La revisione dell’outlook per il settore, si legge in una nota, evidenzia che “le pesanti perdite dell’industria proseguiranno nel 2021, anche se si può prevedere un miglioramento della performance” l’anno prossimo. Per il 2020 la previsione è di un rosso di 118,5 miliardi di dollari (99,8 miliardi di euro), rispetto agli 84,3 miliardi stimati a giugno, mentre la perdita 2021 si amplierà a 38,7 miliardi (32,6 miliardi di euro), dai 15,8 miliardi di dollari della precedente stima.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Treofan licenzia 142 dipendenti, 139 a Terni
Procedura collettiva dopo messa in liquidazione società
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TERNI
24 novembre 2020
15:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Treofan Italy srl ha inviato oggi la comunicazione ufficiale del licenziamento collettivo di 142 dipendenti, 139 dei quali attivi nello stabilimento di Terni. Lo si evince consultando una delle lettere di licenziamento. La procedura – che secondo la normativa ha un termine di 75 giorni – è stata avviata sulla scorta della cessazione definitiva dell’attività, conseguente alla messa in liquidazione della società.
Nella lettera inviata agli enti e alle organizzazioni sindacale interessate, l’azienda – in base a quanto si apprende – giustifica la decisione con la crescente competitività del mercato, con l’aggravarsi della congiuntura economica (anche a causa della pandemia) e con i livelli elevati dei costi di esercizio dello stabilimento ternano.
I lavoratori, in presidio permanente da ieri alle portinerie della fabbrica, si sono riuniti subito in assemblea dopo aver ricevuto la comunicazione, che sarà ora al vaglio degli uffici legali delle organizzazioni sindacali per eventuali impugnazioni.
Stamani, intanto, gli stessi lavoratori della Treofan hanno ricevuto la visita dei dipendenti della Sangemini, in sciopero fino a domani per chiedere chiarezza rispetto al futuro della fabbrica.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Consumi: 64,4 mld sigarette vendute nel 2019 (99,8 nel 2004)
Minenna (Dogane), presto la ‘app’ che accerta legalità sigarette
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2020
17:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il volume delle vendite di sigarette “è diminuito costantemente dal 2004, quando era di 99,8 miliardi di unità, raggiungendo i 64,4 miliardi nel 2019”, e il prezzo “è aumentato di oltre l’1% in più rispetto all’inflazione tra il 2009 e il 2019”. E’ quanto emerso questa mattina dalla lettura dello studio presentato dal rappresentante di Deloitte Marco Vulpiani, sulla base di dati Bat (British american tobacco) e Ocse, ad un convegno sulla fiscalità del tabacco, promosso dalla Luiss, dal titolo ‘La fiscalità del tabacco tra sostenibilità del gettito e cambiamento strutturale della domanda’. “La percentuale di Pil pro capite necessaria per acquistare 2.000 sigarette al prezzo medio è cresciuta dall’1,21% nel 2004 all’1,73% nel 2019”, è stato sottolineato, evidenziando come il ‘peso’ della tassazione abbia condizionato la solita dei costi: “L’incidenza fiscale totale (accise + Iva) è passata da circa il 75% nel 2008 al 77% nel 2019”, laddove l’Oms (Organizzazione mondiale della sanità) “raccomanda che le tasse sulle sigarette siano fissate in modo da raggiungere un’incidenza fiscale del 70-75%”. Nel corso dell’evento il professor Marco Spallone, docente di Economia all’università di Chieti e Pescara e coordinatore del Casmef (Centro Arcelli per gli studi monetari e finanziari) della Luiss-Guido Carli, ha sostenuto come “l’attuale sconto fiscale del 75% in vigore per i prodotti a tabacco riscaldato rispetto alle sigarette tradizionali”, che ha definito “non supportato da prove scientifiche che riconoscano il minor danno da essi causato”, non sia “giustificabile” dal punto di vista tributario. Nel frattempo, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli “sta terminando una ‘app’ a supporto del contrasto al contrabbando delle forze di polizia per verificare se il pacchetto di sigarette è, o non è legale”, secondo quanto annunciato dal direttore dell’Agenzia Marcello Minenna, spiegando che vorrebbe aprire la ‘app’ ai cittadini, affinché ciascuno, “quando compra un pacchetto di sigarette, con la sua ‘app’ sul telefonino, possa verificarne la provenienza”, attraverso il QR Code.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in forte rialzo (+2,04%)
Sulla scia del record di Wall Street
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
24 novembre 2020
17:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari chiude in deciso rialzo galvanizzata, ancora più degli altri listini europei, dal record toccato dall’indice Dow Jones di Wall Street a quota 30.000 punti. Il Ftse Mib termina la seduta in crescita del 2,04% a quota 22.145.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aspi: Tomasi, con Argo rivoluzione copernicana attiva subito
Nessun impatto su tariffe, installato anche su Ponte Genova
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2020
17:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La piattaforma ‘Argo’ messa a punto da Autostrade per l’Italia (Aspi) con un investimento di 60 milioni di euro insieme a Ibm Italia, Fincantieri è una “rivoluzione copernicana”. Lo ha detto l’amministratore delegato Roberto Tomasi spiegando che Argo “entrerà in funzione già nelle prossime ore sulle 430 opere delle Direzioni di Tronco autostradali di Cassino e Bari e sarà ampliata nei prossimi 30 giorni in tutti i 1.943 ponti e nei 2mila cavalcavia della rete di Aspi”. Tra questi il Ponte San Giorgio di Genova, sorto sulle macerie del Morandi. “Nel corso del 2021 – ha aggiunto – la sua applicazione sarà estesa ai processi di manutenzione dei ponti e cavalcavia e a tutte le 587 gallerie della rete dove, grazie al Digital Twin, sarà possibile attuare un modello di monitoraggio con sensori IoT di Fincantieri NexTech”. In totale “saranno 4.500 le opere monitorate da Argo” e per gli utenti “non ci sarà alcun impatto sulla tariffazione autostradale”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa positiva, Londra +1,55%
Con Wall Street oltre soglia 30.000
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2020
17:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in decisa crescita per i listini europei ben intonati fin dall’apertura in parallelo con l’avvio della transizione di Joe Biden alla presidenza Usa e alle notizie positive sul fronte dei vaccini oltre che per l’attesa di politiche espansive a sostegno dell’economia. Mentre Wall Street supera la soglia record dei 30.000 punti Parigi termina con un guadagno dell’1,23%, Francoforte l’1,26% e Londra dell’1,55%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fincantieri: accordo con governo Yucatan per cantiere navale
Gruppo parteciperà a progettazione, costruzione e gestione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
24 novembre 2020
18:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fincantieri ha firmato oggi una lettera di intenti (LoI) con il Ministero dello Sviluppo Economico e del Lavoro dello Stato dello Yucatán (Messico) per partecipare alla progettazione e alla realizzazione di un nuovo cantiere destinato alle riparazioni, conversioni e manutenzioni navali. Il sito rientrerà nell’ambito dell’ampliamento e ammodernamento del porto di Progreso, il principale scalo dello Stato, a circa 35 chilometri dalla capitale Merida, dove una nuova area sarà destinata interamente ad attività industriali.
Fincantieri riceverà la concessione quarantennale per la gestione in esclusiva del nuovo stabilimento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano corre, in luce Saipem e Tenaris
Ripartono Unicredit e Mediobanca. Rally di Bps
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2020
18:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta vivace a Piazza Affari, capofila delle borse europee (Ftse Mib +2,04%) in un movimento generale di fiducia alimentato nel finale dalla corsa di Wall Street dove il Dow Jones ha toccato e superato un nuovo record a 30.000 punti. A spingere i listini, e Milano non fa eccezione, è l’avvio della transizione formale, a tre settimane dal voto, verso l’amministrazione di Joe Biden al posto di Donald Trump nonché le notizie positive sul fronte dei vaccini che spingono gli investitori a far ruotare i portafogli verso i settori più penalizzati dal covid. Il recupero deciso delle quotazioni del greggio mettono le ali in prima battuta ai petroliferi e a Milano sul podio salgono Saipem (+8,45%) e Tenaris (+6,31%) seguiti da Leonardo (+5,6%) e Cnh (+4,55%) che ha collocato con successo un bond da 750 milioni, nonché da Enel (+4,18%) grazie al piano e all’attesa vendita della quota in Open Fiber. Le prospettive di nuove misure non convenzionali a sostegno delle economie dalle autorità monetarie, in Europa la Bce, danno la spinta anche alle banche a partire d Unicredit (+5,06%) Mediobanca (+4,19%). Le prese di profitto piegano invece Diasorin (-4,84%) e Amplifon (-4,07%), Fuori dal paniere principale l’effetto risiko all’indomani dell’opa di Credit Agricole a 10,5 euro su Creval (+1,64% a 10, 93 euro) mette il turbo a Bps (+12,47%). Al palo invece Mps (+0,64%). Massimo Zanetti si porta intanto sul nuovo prezzo d’offerta (+7% a 5,5 euro) del socio di maggioranza.
Sul mercato Aim da segnalare infine la corsa inarrestabile di Monnalisa (+39,7%) dopo l’accordo con Chiara Ferragni negli abiti per bambini.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in rialzo
Segue record Dow Jones, ottimismo per vaccino coronavirus
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
25 novembre 2020
01:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo prosegue la fase di consolidamento che vede il Nikkei assestarsi sui massimi in quasi 30 anni, trainata dal record registrato dal Dow Jones negli Usa a fronte delle notizie incoraggianti che arrivano dalla ricerca medica per il vaccino contro il coronavirus.
L’indice di riferimento giapponese segna un progresso dell’1,14% a quota 26.462,78, aggiungendo 297 punti. Sul fronte dei cambi lo yen è stabile sul dollaro a 104,50, mentre si deprezza a 124,30 sull’euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa, Hong Kong balza in avvio a +0,87%
Shanghai apre a +0,43%, Shenzhen a +0,14%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
25 novembre 2020
02:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Hong Kong apre spedita la seduta, trainata dall’ottimismo generato tra gli investitori dai nuovi record di Wall Street sostenuti dai vaccini in arrivo contro il Covid-19: l’indice Hang Seng ha nelle prime battute un rialzo dello 0,87%, a 26.819,96 punti.
Le borse cinesi aprono la seduta in territorio positivo: l’indice Composite di Shanghai guadagna lo 0,43%, a 3.417,52 punti, mentre quello di Shenzhen sale dello 0,14% e si porta a quota 2.297,37.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: prezzo sopra quota 45 dollari, +0,6%
Brent a 48,27 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
08:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo del petrolio sopra i 45 dollari all’avvio dei mercati. Il greggio Wti del Texas avanza dello 0,6% a 45,19 dollari al barile. Il Brent del Mare del Nord passa di mano a 48,27 (+0,86%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: poco mosso a 1806 dollari
Prezzo metallo -0,08%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
08:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro poco mosso sui mercati internazionali. Il metallo con consegna immediata passa di mano a 1806 dollari (-0,08%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in rosso ma Tokyo positiva, Europa attesa in rialzo
Bene future Usa, sotto lente verbali Fed e report Bce
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
08:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse di Asia e Pacifico in buona parte in negativo con l’eccezione di Tokyo. Il Nikkei chiude a +0,50% dopo il record del Dow Jones con l’avvio della transizione formale verso l’amministrazione di Joe Biden e sulla scia delle notizie positive sul fronte dei vaccini contro il coronavirus. Tengono anche Hong Kong (+0,18%) e Sydney (+0,59%) mentre cedono Shanghai (-1,19%) , Shenzhen (-1,74%) e Seul (-0,62%).
Future positivi tanto su Wall Street quanto su l’Europa. Per i macro, sotto la lente ii verbali della Fed sull’ultima riunione e il report della Bce sulla stabilità finanziaria. Degli Stati Uniti poi in agenda gli ordini dei beni durevoli e il dato sul Pil trimestrale, più le richieste di sussidi di disoccupazione e le vendite di nuove abitazioni.   VAI ALLA POLITICA   VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO   VAI ALLA CRONACA   VAI ALLA TECNOLOGIA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Antitrust: istruttoria su Benetton per contratti franchising
Secondo Autorità avrebbe imposto struttura vendita
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
08:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha avviato un’istruttoria nei confronti del gruppo Benetton (con a capo la holding Benetton S.r.l.) ipotizzando un abuso di dipendenza economica riguardo a due contratti di franchising stipulati con un rivenditore indipendente di prodotti a marchio Benetton. Lo si legge in una nota. “Sul piano della dipendenza economica, Benetton – spiega l’Autorità – avrebbe imposto al rivenditore di mantenere una struttura di vendita e un’organizzazione commerciale disegnata sulle sue esigenze, in considerazione del fatto che si garantisce contrattualmente la possibilità di fissare regole e parametri organizzativi idonei a irrigidire la struttura aziendale del franchisee, fino a ostacolarne, se non impedirne, la sua eventuale riconversione”.
Il 24 novembre 2020 l’Autorità ha condotto ispezioni nelle sedi di Benetton S.r.l. e Benetton Group S.r.l. avvalendosi della collaborazione dei militari della Guardia di Finanza.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre a +0,61%
Ftse Mib a 22.280 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
25 novembre 2020
09:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari apre in rialzo. Il Ftse Mib in avvio segna un +0,61% a quota 22.280 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp/Bund apre invariato a 117 punti
Rendimento allo 0,61%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
09:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura invariata per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 117 punti sullo stesso livello della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale è pari allo 0,61%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in rialzo, Francoforte +0,41%
Londra +0,33%, Parigi +0,35%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
09:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio positivo per le Borse europee. Parigi guadagna lo 0,35% con il Cac 40 a quota 5.577 punti. Francoforte segna un +0,41% con il Dax a 13.346 punti.
Londra è a +0,33% con il Ftse 100 a 6.451 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Snam: dimezza Co2 al 2030, neutralità carbonica nel 2040
Investimenti per 7,4 miliardi al 2024, obiettivo idrogeno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
09:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Snam diventa sempre più verde e prevede di raggiungere la neutralità carbonica entro il 2040, riducendo del 50% le emissioni dirette e indirette di Co2 nel 2030. E’ quanto annuncia il Gruppo nel proprio Piano Strategico 2020-2024. Grazie ai processi di transizione energetica messi in atto Snam prevede di evitare l’emissione di oltre 600mila tonnellate di anidride carbonica entro la fine del Piano, che prevede investimenti per 7,4 miliardi di euro entro il 2024. Di questi, 6,7 miliardi sono destinati a investimenti nelle infrastrutture energetiche regolate, focalizzati su sostituzioni per predisporre la rete all’utilizzo dell’idrogeno (‘hydrogen ready’), sulla digitalizzazione, la decarbonizzazione e la Sardegna. La metà circa degli investimenti è dedicata all’idrogeno e 220 milioni al biometano.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in saliscendi (+0,2%), vendite su Mps
Debole Snam dopo piano, salgono Banca Generali,Inwit,Recordati
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
09:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari dopo un avvio promettente cede alla volatilità con il Ftse Mib che pur restando positivo, registra un +0,2% a 22.205 punti e cambia più volte direzione. in luce Banca Generali (+1,4%),. Ma anche Inwit (+1,45%) e il farmaceutico Recordati (+1,55%).
Vendite su Mps. Siena lascia il 4,5% dopo che ha chiuso il collocamento accelerato del 2% del capitale e in attesa che venga definita l’entità dell’aumento necessario a colmare il gap patrimoniale. L’istituto resta poi sempre al centro di possibili M&A con Unicredit (+0,41%) principale indiziata. Deboli anche Bper (-0,79%) e Banco Bpm (-0,21%), altra possibile combinazione a cui si potrebbe aggiungere Sondrio che perde il 3,42%. Male poi Cnh (-1,9%). Negativa anche Snam (-1,2%) dopo il nuovo piano strategico che prevede investimenti per 7,4 miliardi di euro entro il 2024.

Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutta l'informazione economica sempre assolutamente approfondita ed aggiornata. TUTTA L'ECONOMIA. LEGGILA E CONDIVIDILA!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 9 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 20:13 DI LUNEDì 23 NOVEMBRE 2020

ALLE 13:03 DI MARTEDì 24 NOVEMBRE 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Gualtieri,nel 2021 a sanità più fondi per 3,7 miliardi
Tra manovra e stanziamenti durante l’emergenza
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
20:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con la manovra arrivano “2,5 miliardi” per la sanità che si aggiungono “alle risorse assegnate con i precedenti interventi normativi che già davano 1,2 miliardi nel 2021”. Così il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri in audizione sulla manovra, ricordando le misure dagli aumenti per medici e infermieri al fondo vaccini.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in rialzo a Ny, a 43,06 dollari
Rialzo dell’1,5%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
23 novembre 2020
20:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dell’1,5% a 43,06 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Rete Unica:Governo preme su Enel, con Covid è urgente
Lettera Gualtieri-Patuanelli, auspichiamo che società partecipi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
21:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La realizzazione del progetto della Rete Unica delle telecomunicazioni favorirebbe la transizione tecnologica del Paese e l’attivazione dei fondi del Next Generation Eu, il cosiddetto recovery fund. E “nell’attuale situazione di emergenza sanitaria tale obbiettivo risulta quanto mai urgente e non rinviabile”.
I ministri dell’Economia, Roberto Gualtieri e dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli vanno in pressing sull’Enel, con una lettera inviata al presidente Michele Crisostomo e all’amministratore delegato, Francesco Starace. Enel è quotata e per questo la richiesta è morbida.
Il governo – è scritto nella missiva – “auspica che, nell’ambito della propria autonomia decisionale, le scelte di codesta società contribuiscano al successo di un progetto di cruciale importanza economica e sociale per il Paese”.   POLITICA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa Tokyo, apertura in netto rialzo
Ottimismo su transizione Biden dopo il via libera di Trump
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
24 novembre 2020
01:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia la prima seduta della settimana in sostenuto aumento – dopo la festività di ieri – spinta dalle ultime notizie che arrivano dal via libera del Presidente Usa Donald Trump necessario ad avviare la transizione a Washington con il presidente eletto Joe Biden. Il Nikkei avanza dell’1,91%, a quota 26.014,19, aggiungendo 486 punti. Sul mercato valutario lo yen si indebolisce sul dollaro a 104,60, e a 123,80 sull’euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in lieve aumento a 1,1851 dollari
Moneta unica scambiata a 123,78 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2020
08:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in lieve aumento questa mattina sui mercati valutari. La moneta unica europea è scambiata a 1,1851 dollari rispetto a 1,1839 di ieri dopo la chiusura di Wall Street. L’euro vale 123,78 yen.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: prezzo in aumento a 43,52 dollari
Brent passa di mano a 46,50 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2020
08:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo del petrolio in crescita questa mattina: il barile Wti passa di mano a 43,52 dollari con un aumento dell1,07%. Il Brent è scambiato a 46,50 dollari con un aumento dello 0,96%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia chiude incerta, corre Tokyo dopo festività
Annuncio Trump incide poco, lievemente positivi futures europei
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2020
08:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari asiatici e dell’area del Pacifico senza una direzione precisa, con la sola Tokyo in gran corsa dopo una festività locale che l’ha tenuta chiusa ieri. L’indice Nikkei 225 ha infatti concluso la seduta in aumento del 2,5%, secondo gli analisti solo in parte per il quadro più chiaro nell’amministrazione Usa dopo l’annuncio di Trump di aver avviato la transizione presidenziale.
Molto più cauti gli altri listini, con Kong Kong che in chiusura oscilla attorno alla parità, le Borse cinesi di Shanghai e Shenzhen in calo dello 0,3%. In crescita di mezzo punto percentuale invece Seul, in calo dell’1,1% la Borsa malese e più convincente la spinta di Sidney, dove sono quotati diversi titoli che possono anticipare l’andamento dei loro settori anche in Europa e dove l’indice principale è salito dell’1,2%.
In leggero rialzo i futures sull’avvio delle Borse del Vecchio continente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Enel:in Piano 40 mld investimenti al 2023, 190 al 2030
Presentata la Vision a 10 anni e il Piano strategico 2021-23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2020
08:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mobilitare investimenti per 190 miliardi di euro nel periodo 2021-2030, promuovendo la decarbonizzazione, l’elettrificazione dei consumi e le piattaforme per creare valore condiviso e sostenibile per tutti gli stakeholder e redditività di medio e lungo periodo. E’ quanto prevede Enel nella Vision al 2030, che viene presenta questa mattina insieme al nuovo Piano Strategico 2021-2023. Nel Piano il gruppo prevede di investire direttamente circa 40 miliardi di euro, di cui circa 38 miliardi di euro tramite il modello di business di ‘ownership’, e circa 2 miliardi di euro tramite il modello di business di ‘stewardship’, mobilitando al contempo 8 miliardi di euro provenienti da terzi. Il tasso di crescita degli investimenti rispetto al piano precedente dovrebbe attestarsi al 36% circa.
“Con questo nuovo Piano Strategico stiamo indicando una direzione per i prossimi dieci anni, mobilitando investimenti per 190 miliardi di euro al fine di raggiungere i nostri obiettivi in un decennio pieno di opportunità”, sottolinea l’a.d. di Enel Francesco Starace, spiegando che “in tutto il decennio rafforzeremo la creazione di valore condiviso e sostenibile per tutti gli stakeholder, che comprende anche una interessante remunerazione per i nostri azionisti”.
Nel Piano, si prevede a livello di gruppo, che l’Ebitda ordinario si collochi fra 20,7 e 21,3 miliardi di euro nel 2023, con un tasso di crescita annuo composto (Cagr) del 5%-6%. Si prevede un utile netto ordinario fra i 6,5 e i 6,7 miliardi di euro nel 2023, con un Cagr tra l’8% e il 10%, anche grazie alla continua ottimizzazione della gestione finanziaria di Gruppo – in particolare con l’aumento delle fonti di finanziamento sostenibili che rappresenteranno circa il 50% del debito lordo totale nel 2023 – che comporta un minore costo dell’indebitamento. Nella Vision al 2030 la crescita attesa dell’Ebitda ordinario di Gruppo si attesta al 5%-6% in termini di tasso di crescita annuo composto, a fronte di un previsto incremento dell’Utile netto ordinario del 6%-7% tra il 2020 e il 2030.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo, Ftse Mib +1,3%
Positivo anche il primo indice Ftse All share, +1,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
24 novembre 2020
09:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio in buona crescita per Piazza Affari: l’indice Ftse Mib ha aperto in aumento dell’1,31%, l’Ftse All share in rialzo dell’1,41%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa parte positiva, Londra +0,8%
In rialzo anche Parigi e Francoforte
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2020
09:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente tutti in crescita in avvio, per ora senza strappi: Londra ha aperto in rialzo dello 0,8%, Parigi e Francoforte con un aumento dello 0,9%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano (+1,3%) migliore in Europa, bene energia
Ok Atlantia, Leonardo e Unicredit. Creval sopra il prezzo Opa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2020
09:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Partenza in consistente rialzo per Piazza Affari, che nei primi scambi è di qualche frazione la migliore Borsa in Europa: l’indice Ftse Mib di Milano sale dell’1,3%, con Madrid in crescita dell’1,1%, Parigi che oscilla attorno all’aumento di un punto percentuale e Francoforte in rialzo dello 0,9%.
I mercati appaiono sostenuti dall’avvio del processo di transizione dei poteri presidenziali negli Stati Uniti e dal rialzo dei prezzi del petrolio. Sono infatti soprattutto i gruppi dell’energia a trainare l’aumento di Piazza Affari, con Tenaris che cresce del 3,7%, Saipem del 3,2%, Eni ed Enel (quest’ultima dopo l’annuncio del piano strategico) del 2,5%.
Bene anche Atlantia (+2,8%), Leonardo (+2,6%) e il settore bancario, nel quale il Credito Valtellinese cresce del 2,4% a 11 euro quindi sopra di 50 centesimi al prezzo dell’Opa lanciata dal Credit agricole (+1,5%) a Parigi. Acquisti ancora su Unicredit (+2,6%), più cauta Intesa (+1,3%).
Nel listino principale di Milano, qualche vendita invece su Amplifon e Diasorin, che scendono di circa un punto percentuale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: ‘ La ripresa nel 2021 sarà più lenta del previsto’
IL 2020 dovrebbe chiudersi come prefigurato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2020
10:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La ripresa nel 2021 sarà “verosimilmente più lenta del previsto”. E’ la previsione di Eugenio Gaiotti, capo del dipartimento Economia e statistica della Banca d’Italia, ascoltato in audizione sulla manovra nelle commissioni Bilancio di Camera e Senato. Nel quarto trimestre 2020, ha detto “è plausibile una flessione del Pil anche se più contenuta rispetto alla primavera. È probabile che il risultato per l’anno risulti comunque in linea con quanto prefigurato in ottobre”.
“L’entità dell’effetto macroeconomico dei progetti di investimento e di riforma dipenderà soprattutto dalla loro definizione concreta nell’ambito del Piano nazionale di rilancio e resilienza e dalla loro attuazione tempestiva. Andrà posta grande attenzione alla fase esecutiva, precisando i dettagli ed evitando sprechi, ritardi e inefficienze”, ha sottolineato Eugenio Gaiotti. “Come abbiamo sottolineato più volte, il programma Next Generation EU – ha aggiunto – è un’occasione da non perdere per rilanciare la crescita e la produttività dell’economia italiana”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La ripresa nel 2021 sarà “verosimilmente più lenta del previsto”. E’ la previsione di Eugenio Gaiotti, capo del dipartimento Economia e statistica della Banca d’Italia, ascoltato in audizione sulla manovra nelle commissioni Bilancio di Camera e Senato. Nel quarto trimestre 2020, ha detto “è plausibile una flessione del Pil anche se più contenuta rispetto alla primavera. È probabile che il risultato per l’anno risulti comunque in linea con quanto prefigurato in ottobre”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: Recovery plan sia dettagliato, evitare sprechi
Effetto dei progetti dipenderà dalla loro definizione concreta
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2020
09:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’entità dell’effetto macroeconomico dei progetti di investimento e di riforma dipenderà soprattutto dalla loro definizione concreta nell’ambito del Piano nazionale di rilancio e resilienza e dalla loro attuazione tempestiva.
Andrà posta grande attenzione alla fase esecutiva, precisando i dettagli ed evitando sprechi, ritardi e inefficienze”. Lo ha sottolineato Eugenio Gaiotti, capo del dipartimento Economia e statistica della Banca d’Italia, in audizione sulla manovra davanti alle Commissioni Bilancio di Camera e Senato. “Come abbiamo sottolineato più volte, il programma Next Generation EU – ha aggiunto – è un’occasione da non perdere per rilanciare la crescita e la produttività dell’economia italiana”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa positiva guarda a Usa, Parigi +1,2%
Piazza Affari resta la migliore con petrolio, scivola Diasorin
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2020
11:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari sempre in rialzo, con Milano (Ftse Mib +1,4%) che resta la Borsa migliore spinta soprattutto dai titoli dell’energia e, in parte minore, del credito. Piazza Affari è seguita da Parigi (+1,2%), Madrid sale di un punto percentuale, con Londra e Francoforte in aumento dello 0,8%.
Gli operatori europei sembrano premiare l’avvio della transazione presidenziale negli Usa e la scelta della Yellen come segretario al Tesoro, con i futures su Wall street positivi. L’Europa, stretta tra l’indice di fiducia Ifo tedesco inferiore alle stime e il Pil della Germania invece migliore, è spinta comunque anche dalla ripresa del prezzo del petrolio e in Piazza Affari spiccano infatti i titoli di Tenaris e Saipem, in aumento di oltre il 5%.
Sul listino milanese forti acquisti anche per Leonardo (+4%) e Atlantia (+3,5%), con Eni ed Enel che salgono entrambe di tre punti percentuali. Tra le banche bene Unicredit e Mps (in aumento del 2,8%), seguite da Mediobanca in crescita di due punti percentuali. Si riavvicina ai prezzi dell’Opa il Creval (+0,8% a 10,8 euro), con Credit Agricole che a Parigi sale del 2,7%.
Fuori dal listino principale forte anche Mediaset (+1,7% a quota due euro), mentre nei titoli a elevata capitalizzazione scivola Diasorin, che cede oltre il 4% dopo uno stop in asta di volatlità.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Germania: Pil cresce più di attese terzo trimestre
Aumenta dell’8,5% rispetto al secondo trimestre
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
24 novembre 2020
09:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Pil tedesco è cresciuto nel terzo trimestre più delle attese. Lo riferisce l’Ufficio di statistica tedesco di Wiesbaden stamattina. Rispetto al trimestre precedente è aumentato dell’8,5% mentre si stimava una crescita del 8,2%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’allarme di Federalberghi: ‘perderemo 14 miliardi, -245 mln presenze’
Le imprese ricettive e termali sono tra le più colpite dall’emergenza della pandemia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2020
12:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“In Italia, la pandemia ha colpito duro sulle imprese ricettive e termali, che sono senza dubbio tra le più colpite, se non le più colpite in assoluto. In queste settimane, stiamo assistendo a una replica di quanto già visto durante il lockdown primaverile, quando Istat registrò un calo del 91% delle presenze negli esercizi ricettivi (7 milioni di pernottamenti nel trimestre marzo ‐ maggio 2020, a fronte degli 81 milioni del corrispondente periodo dell’anno precedente).

Fosche prospettive incombono sulle festività natalizie e sulle vacanze invernali”. Lo denuncia il direttore generale di Federalberghi Alessandro Massimo Nucara nell’audizione sul disegno di legge n. 2790 bis davanti alla Commissione Attività produttive, commercio e turismo della Camera dei deputati.

Nel 2020 verranno meno 165 milioni di presenze straniere (-74,6%) e 81 milioni di presenze italiane (-37,5%). Le presenze totali saranno ben 245 milioni in meno (-56,2%). Il fatturato del comparto ricettivo subirà una perdita di 14 miliardi di euro (-57%)- Tra agosto e dicembre il Governo ha stimato per i settori turismo e terme una riduzione del 70% delle assunzioni rispetto allo stesso periodo del 2019.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banche: Assifact, su crediti commerciali rischio 12 mld Npl
Studio su arrivo definizione default norme Ue
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2020
12:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’entrata in vigore della nuova definizione di default (inadempienza), prevista per il primo gennaio 2021 in armonizzazione con la normativa europea, rischia di avere un impatto devastante sul sistema dei crediti commerciali delle imprese, in particolare quelli ceduti attraverso il factoring” che comporterebbe fino a 12 miliardi di nuovi Non performing loans per le banche. E’ quanto avvisa Assifact, l’associazione delle società di factoring secondo cui i crediti commerciali a fine 2019 erano 255 miliardi di euro, pari al 14% del Pil nazionale. “Con soglie più basse per i tempi di pagamento e una diversa modalità di calcolo dei giorni di scaduto si dovrebbero infatti riclassificare da un giorno all’altro come deteriorate – secondo uno studio di Assifact- il 25% delle esposizioni verso le imprese, il 30% delle esposizioni verso amministrazioni pubbliche centrali, il 63% delle esposizioni verso amministrazioni locali e addirittura il 94% delle esposizioni verso enti del settore sanitario, con un impatto sul sistema creditizio italiano stimabile tra i 7,6 e i 12 miliardi di euro in termini di nuovi NPL (Non Performing Loans), crediti deteriorati”.
Il Presidente di Assifact Fausto Galmarini ha inviato una lettera a MEF, Banca d’Italia, Abi e Confindustria. proponendo un’interpretazione della nuova definizione di default che tenga conto delle peculiarità del factoring e dei crediti commerciali sottostanti.   VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO   VAI ALLA CRONACA

Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutta l'Economia. Sempre aggiornata ed approfondita. SEGUILA E CONDIVIDILA!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 16 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 03:35 ALLE 20:13 DI LUNEDì 23 NOVEMBRE 2020

ECONOMIA TUTTE L NOTIZIE

Cambi: euro apre in leggero rialzo a 1,1873 dollari
La moneta unica è scambiata a 123,29 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
03:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in lieve rialzo per l’euro nel cambio con il dollaro. La moneta unica passa di mano a 1,1873 dollari (+0,14%). Segno meno invece rispetto allo yen a 123,29 (-0,10%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: ottimismo sui vaccini, Wti sale a 42,7 dollari
In rialzo anche il Brent a 45,3 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
08:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio sale sui mercati internazionali spinto dall’ottimismo sui vaccini anti-Covid. Il contratto del Wti americano con consegna a gennaio, già in positivo venerdì, registra un rialzo dello 0,6% salendo a 42,69 dollari. Anche il Brent quotato a Londra guadagna lo 0,8% portandosi a 45,30 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo spot sale a 1.874 dollari l’oncia
Rialzo dello 0,2% legato all’indebolimento del dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
08:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ in lieve rialzo questa mattina il prezzo spot dell’oro, in gran parte legato all’indebolimento del dollaro sui mercati valutari. Il metallo con consegna immediata sale dello 0,2% attestandosi a 1.873,9 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund apre poco mosso a 121,8 punti base
Rendimento del decennale italiano allo 0,63%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
08:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura stabile per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 121,8 punti base. Il rendimento del decennale italiano è pari allo 0,63%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia a ranghi ridotti, Tokyo chiusa, Seul sui massimi
Bene dati su esportazioni Corea, futures Europa e Usa in rialzo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
08:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di settimana a ranghi ridotti per le principali borse di Asia e Pacifico, con Tokyo chiusa per festeggiare i lavoratori. Ha chiuso sui massimi Seul (+1,92%), grazie ai dati sulle esportazioni sudcoreane in ottobre, in crescita nonostante l’avanzata del coronavirus grazie alla tenuta del comparto tecnologico. Bene anche Shanghai (+1,09%), Taiwan (+1,18%) e Sidney (+0,34%). Poco mossa Hong Kong (+0,02%), ancora aperta insieme a Mumbai (+0,35%).
Positivi i futures sull’Europa e su Wall Street in attesa della fiducia dei manager (Pmi) in Francia, Germania, Regno Unito e nell’Ue. Previsto un intervento pubblico di Isabel Schnabel, membro del comitato esecutivo della Bce. Fiducia dei manager in arrivo anche dagli Usa, dove è atteso l’indice manifatturiero della Fed di Chicago.
In calo il dollaro su tutte le principali valute, a 1,187 sull’euro e a 103,81 sullo yen, in rialzo sia il greggio (Wti +0,85% a 42,78 dollari) sia l’oro (+0,44% a 1.873,7 dollari l’oncia).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo, +0,78%
Indice Ftse Mib a quota 21.874 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
23 novembre 2020
09:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,78% a 21.874 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in rialzo, Londra guadagna lo 0,58%
Bene anche Parigi (+0,87%), Francoforte (+0,6%) e Madrid (+0,7%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
09:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo per le principali borse europee. Londra guadagna lo 0,58% a 6.388 punti, Parigi lo 0,87% a 5.543 punti, Francoforte lo 0,6% a 13.215 punti e Madrid lo 0,74% a 8.036 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano sale (+1%), banche in fermento dopo Opa Creval
In luce Bper e Unicredit, sprint Saipem ed Eni con supergreggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
09:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari allunga il passo nella prima mezz’ora di scambi (Ftse Mib +1%) spinta dai titoli bancari, in fermento dopo l’Opa di Credit Agricole (+3,91% a Parigi) su Creval (+22%). Corrono Bper (+5,49%), Unicredit (+3,92%) e Intesa (+2,28%), con lo spread tra Btp e Bund in lieve calo a 121 punti. Il balzo del greggio (Wti +1,9%) sopra i 43 dollari al barile mette le ali ai piedi a Saipem (+4,55%) ed Eni (+2,89%), seguite da Tenaris (+2,4%). Non ce la fanno invece Terna (-3,2%), Recordati (-1,1%) e Diasorin (-0,9%) colpite da prese di beneficio. Bene Fca (+1%) che ha confermato la data dell’assemblea straordinaria per la fusione con Peugeot (+1,32%), che si terrà il prossimo 4 gennaio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in rialzo con fiducia Germania, Milano +1,1%
Futures positivi, balzo greggio spinge Shell ed Eni, vola Creval
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
10:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee positive in avvio di settimana, nonostante il quadro critico sulla pandemia che permane su scala mondiale. Francoforte (+1,2%) guida la squadra dopo l’indice della fiducia dei manager (Pmi) in novembre migliore delle stime, così come in Francia e nell’Ue nel solo comparto industriale. La segue a ruota Milano (+1,18%), scaldata dall’Opa di Credit Agricole (+3,58%) su Creval (+23,17% a 10,7 euro), che vola sopra i 10,5 euro messi sul piatto dai francesi. Seguono Parigi (+0,8%), Madrid (+0,77%) e Londra (+0,37%). Positivi i futures Usa in attesa della fiducia dei manager e dell’indice della Fed di Chicago. Gli acquisti sono orientati sui petroliferi Shell (+2,7%), Total (+2,6%), Bp (+2,54%) ed Eni (+2,52%) grazie all’aumento del prezzo del greggio. Bene anche Saipem (+4,34%) e Tenaris (+1,92%). In campo bancari l’Opa della Banque Verte sulla valtellinese Creval spinge soprattutto i titoli in Piazza Affari, dove Unicredit guadagna il 3,98% e Bper il 3,54%. Bene Bnp (+2,11%) e Lloyds (+2,23%). Acquisti sugli automobilistici Renault (+3,55%), Daimler (+1,48%), Peugeot (+1,1%) ed Fca (+0,9%), che ha annunciato la data dell’assemblea straordinaria per le nozze con i francesi il prossimo 4 gennaio. In calo Terna (-2,84%), che stacca una parte del dividendo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
De’ Longhi: shopping in Usa, 420 mln dlr per Capital Brands
Specializzata in personal blenders, Stati Uniti primo mercato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
12:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
De’ Longhi ha firmato un accordo con Centre Lane Partners per rilevare Capital Brands, società californiana fondata nel 2003, con sede a Los Angeles, che sviluppa prodotti nel settore della nutrizione ad uso domestico, commercializzati in oltre 100 mercati in tutto il mondo con i marchi Nutribullet e Magic Bullet, e ideatrice del segmento dei personal blenders, una sorta di frullatori compatti.
Il prezzo pattuito, si legge in una nota, è di circa 420 milioni di dollari, pari ad un multiplo dell’ebitda adjusted previsto per il 2020 di poco superiore alle 8 volte. Capital Brands stima per il 2020 ricavi netti in crescita a circa 290 milioni. Con questa transazione, gli Stati Uniti diventano il primo mercato per De’ Longhi, con un fatturato aggregato superiore a 500 milioni di dollari.
“Questa acquisizione è perfetta per il Gruppo De’ Longhi ed è in linea con i nostri obiettivi di espansione geografica e crescita per linee esterne”, ha commentato l’ad Massimo Garavaglia, che ne sottolinea il “valore strategico sotto diversi punti di vista”. “Aggiungiamo – spiega – un marchio giovane e dinamico al nostro portafoglio; ampliamo la nostra gamma di prodotti iconici con una presenza importante nel segmento dei blender; aumentiamo la nostra penetrazione in un mercato in espansione e strategicamente importante come gli Stati Uniti; infine, aspetto non meno importante, rafforziamo la leadership del Gruppo nel settore della preparazione dei cibi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Censis: 600.000 poveri in più, Covid peggiora tenore di vita
Tasso occupazione donne cala quasi del doppio rispetto a uomini
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
11:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cinque milioni di italiani hanno difficoltà a mettere in tavola un pasto decente, 7 milioni e 600mila famiglie hanno avuto un peggioramento del tenore di vita. Il 60% degli italiani ritiene che la perdita del lavoro, o del reddito, sia un evento possibile che lo può riguardare nel prossimo anno.
È quanto emerge dal Secondo Rapporto Censis-Tendercapital sui Buoni Investimenti “La sostenibilità al tempo del primato della salute”, in cui si contano ben 600 mila poveri in più.
Per quanto riguarda il gender gap, tra uomini e donne, ci sono circa 20 punti di differenza nel tasso di occupazione (48,4% donne, 66,6% uomini). In questo periodo il tasso di occupazione delle donne è diminuito quasi del doppio rispetto a quello degli uomini, facendo segnare un -2,2% rispetto al 2019, contro il -1,3% degli uomini. Il 54% delle donne che lavorano dice che in questi mesi è aumentato lo stress e la fatica, mentre tra gli uomini sono il 39%. Il rapporto evidenzia poi anche differenze generazionali: tutti i fenomeni di riduzione dell’occupazione colpiscono di più i giovani rispetto ai lavoratori adulti. Il gap generazione si è quindi ampliato.
Differenze poi anche nell’accesso al web, con il 40% di famiglie a basso livello socioeconomico che non ha accesso alla rete, mentre tra le famiglie ad alto livello socioeconomico sono solo l’1,9%. Secondo il rapporto il quadro che emerge è chiaro: usciremo dalla pandemia con una società più diseguale, sia in termini di redditi e patrimoni, sia per quanto riguarda le altre differenze.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano tiene (+1%), balzo Creval, Saipem e Unicredit
Spread in calo a 120 punti, rialzo greggio spinge Eni e Saipem
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
11:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari prosegue in rialzo (Ftse Mib +1%) la propria seduta spinta dagli effetti dell’Opa di Credit Agricole (+2,75%) su Creval (+23,29% a 10,72 euro), che viene scambiata a un prezzo superiore dell’offerta dei francesi. Sugli scudi anche Bps (+9,77%), Unicredit (+3,61%), Mps (+3,57%), e Bper (+2,45%), mentre si muove cauta Intesa (+1,34%) e Bpm (-0,67%) si muove in controtendenza. Il rialzo del greggio (Wti +1,5% a 43,06 dollari al barile) spinge Saipem (+4,1%), Eni (+4,15%) e Tenaris (+2%). Scivola Terna (-2,83%), che sconta lo stacco dell’acconto sul dividendo, debole Recordati (-0,67%), fiacche Poste (-0,18%) e Mediobanca (-0,08%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confindustria, si rischia un rinvio della ripresa al 2022
Difficile realizzare +5% Pil 2021,servono investimenti e riforme
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
12:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con il Pil che “ha registrato una caduta mai vista in tempi di pace”, mentre “i dati congiunturali per il quarto trimestre non lasciano intravedere la prosecuzione del recupero”, per Confindustria “raggiungere incrementi di Pil intorno al 5% l’anno prossimo (come ritenevano fino a un mese fa molti previsori) richiederebbe forti variazioni positive dal secondo trimestre, che appaiono difficilmente realizzabili.
Insomma, si rischia di rinviare la ripresa al 2022” avverte la dg di Confindustria, Francesca Mariotti, in audizione in Parlamento sulla manovra. Per gli industriali “è dunque indispensabile una strategia di rientro consistente nel post-pandemia”, “servono investimenti e riforme”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa resiste con futures Usa, Milano prima (+0,6%)
Seguono Francoforte e Madrid (+0,5%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
12:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Listini di Borsa europei positivi nonostante il quadro critico sul fronte della Pandemia. A sostenerli la fiducia dei manager scesa meno delle stime in Germania, Francia, Regno Unito ed Unione Europea, i progressi sui vaccini anticovid e l’Opa di Credit Agricole (+2,44%) su Creval.(+22,8% a 10,67 euro). Milano (+0,6%) si conferma in testa, seppure al di sotto dei massimi, davanti a Francoforte e Madrid (+0,5% entrambe), Parigi (+0,4%) e Londra (+0,2%). Riduce il rialzo il greggio (Wti +0,9%), che scende sotto quota 43 dollari al barile, mentre il dollaro scende a 1,19 sull’euro.
Gli occhi sono puntati sulle banche, soprattutto in Piazza Affari, con Bps (+9,28%), Unicredit (+3,47%) ed Mps (+2,77%). In campo petrolifero, nonostante il greggio di nuovo sotto quota 43 dollari (Wti +0,9%), salgono Total (+3,6%), Shell (+3,5%) e Bp (+3,544%) insieme ad Eni (+1,78%) in Piazza Affari, dove staccano il dividendo Terna (-3,3%), in acconto, e Tenaris +1,41%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, Inail: ‘Oltre 66mila i contagi sul lavoro a ottobre’
Con 12mila casi in più, confermata la recrudescenza delle infezioni di origine professionale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
13:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I contagi sul lavoro da Covid-19 denunciati all’Inail alla data del 31 ottobre sono 66.781, pari al 15,8% del complesso delle denunce pervenute dall’inizio dell’anno e al 9,8% dei contagiati nazionali comunicati dall’Istituto superiore di sanità (Iss) alla stessa data. E’ quanto emerge da rapporto dell’Inail in cui viene sottolineato che “dopo il rallentamento post lockdown, il mese di ottobre, con 12mila casi in più, conferma la recrudescenza delle infezioni di origine professionale già rilevata in settembre. I casi mortali sono 332, 13 in più rispetto al monitoraggio precedente al 30 settembre (quattro decessi sono avvenuti a ottobre, i restanti sono riferiti a mesi precedenti per effetto del consolidamento dei dati) e pari a circa un terzo del totale dei decessi denunciati all’Inail dall’inizio dell’anno, con un’incidenza dello 0,9% rispetto ai casi mortali da Covid-19 comunicati dall’Iss”.
Nel rapporto viene evidenziato che rispetto alle attività produttive coinvolte dalla pandemia, il settore della sanità e assistenza sociale – che comprende ospedali, case di cura e di riposo, istituti, cliniche e policlinici universitari, residenze per anziani e disabili – con il 69,8% delle denunce e il 21,6% dei casi mortali codificati precede l’amministrazione pubblica (attività degli organismi preposti alla sanità – Asl – e amministratori regionali, provinciali e comunali), in cui ricadono l’8,7% delle infezioni denunciate e il 10,2% dei decessi. Gli altri settori più colpiti sono i servizi di supporto alle imprese (vigilanza, pulizia e call center), il manifatturiero (tra cui gli addetti alla lavorazione di prodotti chimici e farmaceutici, stampa, industria alimentare), le attività dei servizi di alloggio e ristorazione e il commercio all’ingrosso.
Per l’insieme dei settori della sanità, assistenza sociale e amministrazione pubblica, si è passati, dall’80,5% dei casi codificati nel primo periodo della pandemia fino a maggio compreso, al 49,8% del trimestre giugno-agosto, per poi risalire al 74,5% nel bimestre settembre-ottobre. Viceversa in altri settori, con la graduale ripresa delle attività, l’incidenza dei casi di contagio è aumentata nelle prime due fasi e si è ridotta nella terza. È il caso, per esempio, dei servizi di alloggio e ristorazione, passati dal 2,5% del primo periodo, al 6,2% del trimestre successivo e all’1,9% nel bimestre settembre-ottobre, o dei trasporti, passati rispettivamente dall’1,2%, al 5,6% e al 2,2%. Il decremento in termini di incidenza osservato nell’ultimo bimestre in questi settori non deve però trarre in inganno: in ottobre, infatti, il fenomeno è ripreso vigorosamente per numerosità delle denunce in tutti i settori.
L’analisi territoriale evidenzia che più della metà delle denunce presentate all’Istituto (53,1%) ricade nel Nord-Ovest, seguito da Nord-Est (22,3%), Centro (13,2%), Sud (8,3%) e Isole (3,1%). Riguardo ai decessi, la percentuale del Nord-Ovest sale al 55,6%, mentre il Sud, con il 16,6% dei casi mortali denunciati, precede il Nord-Est (13,3%), il Centro (12,7%) e le Isole (1,8%). Con un terzo dei contagi denunciati (33,1%) e il 41,3% dei decessi la Lombardia si conferma la regione più colpita.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano rallenta (+0,5%), corre Creval, giù Banco Bpm,
Spread scende sotto i 120, sprint Bps e Unicredit, bene Eni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
13:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari rallenta (Ftse Mib +0,5%) mantenendo tuttavia il distacco dagli altri listini europei che riducono anch’essi il rialzo. Si conferma la corsa di Creval (+22,16%) che resta sopra ai 10,5 offerti dal Credit Agricole (+2,1%) nell’Opa. In controtendenza Banco Bpm (-2,63%), penultima davanti a Terna (-3,18%), che stacca l’acconto sul dividendo. Stacca la cedola anche Tenaris (+1,63%), premiata dal rialzo del greggio (Wti +1,1% a 42,9 dollari), che si riavvicina a quota 43 dollari al barile. Salgono anche Saipem (+2,54%) ed Eni (+1,83%). In campo bancario i riflettori sono puntati su Bps (+7,9%), valtellinese come il Creval, e Unicredit (+3,14%) mentre rallentano Mps (+1%) e Intesa (+0,58%), pur restando in territorio positivo, con lo spread tra Btp e Bund in calo a 119,2 punti, sotto la soglia dei 120. Positive Moncler (+2,14%), Campari (+2,05%) e Atlantia (+1,78%). In calo Recordati (-1,3%) Mediobanca (-1,15%), Poste (-1%), Ferrari (-0,73%), e Pirelli (-0,67%), mentre Fca è invariata.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fincantieri: Vard contratto per otto navi robotizzate
Per Ocean Infinity, per fornitura servizi marittimi in Usa e UK
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
23 novembre 2020
14:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
VARD, controllata di Fincantieri, ha firmato un contratto per la progettazione e la costruzione di otto navi robotizzate per Ocean Infinity, destinate alla fornitura di servizi marittimi negli Stati Uniti e nel Regno Unito. L’azienda ha sviluppato il design VARD 9 60, una piattaforma multiuso all’avanguardia, che consente il controllo in remoto da terra, con una conseguente riduzione del personale.
Le unità, che avranno una lunghezza di 78 metri, saranno caratterizzate da tecnologie di prossima generazione per la riduzione dell’impatto ambientale, come le fuel cell, e saranno tra le prime unità al mondo ad essere predisposte per l’utilizzo dell’ammoniaca verde come combustibile. Il contratto segna l’ingresso di VARD in un nuovo settore dell’industria marittima.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: sale a Ny, a 42,87 dollari
In crescita dell’1,04%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
23 novembre 2020
15:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio sale a New York, dove le quotazioni dell’1,04% a 42,87 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre positiva, Dj +0,63%, Nasdaq +0,54%
S 500 sale dello 0,60%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
23 novembre 2020
15:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre positiva. Il Dow Jones sale dello 0,63% a 29.446,79 punti, il Nasdaq avanza dello 0,54% a 11.920,64 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,60% a 3.578,61 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Su Alibaba nasce ‘Made in Italy Pavillon’, accordo con Ice
Spazio ad hoc per e-commerce italiano su Alibaba.com
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
16:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ice e Alibaba Group hanno siglato oggi un memorandum of understanding per la creazione del “Made in Italy Pavilion” all’interno di Alibaba.com. Lo si legge in una nota in cui si sottolinea che “si tratta di un progetto unico nel suo genere e il primo in Europa che Alibaba lancia insieme ad un partner governativo”.
La firma è avvenuta nel corso di una cerimonia virtuale alla presenza del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, e del Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri, Manlio Di Stefano, a cui è seguito un webinar per illustrare alle 2.000 imprese collegate le opportunità offerte dalla piattaforma b2b e le modalità, disponibili già da oggi, di accesso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Porti: Trieste, servizio sostegno ferrovia e intermodalità
Innovativo in Italia, Easywagon di Adriafer e Vtg Rail Europe
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
23 novembre 2020
17:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dinamismo e piena operatività al porto di Trieste, nonostante il difficile momento di crisi: è stato lanciato Easywagon, nuovo servizio per operatori ferroviari del polo logistico regionale. L’iniziativa promossa da Adriafer (100% ‘Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale e VTG Rail Europe), consiste in un’innovativa modalità di noleggio carri a giornata e con breve preavviso. E’ il primo progetto del genere in Italia in area portuale, evitando di pagare i giorni di non utilizzo.
Le imprese ferroviarie e MTO (operatori intermodali) accreditati, potranno prenotare in modo trasparente e alle medesime condizioni, infatti, una muta di carri solo per le giornate di effettivo utilizzo. Questa operazione mira ad agevolare i servizi ferroviari in start-up dal porto di Trieste che non dovranno più sostenere il rischio di un noleggio carri annuale. La prima muta messa a disposizione è composta da carri “twin”, adatti al trasporto di semirimorchi, casse mobili e container, ma è previsto l’incremento nel numero di mute a disposizione anche con carri di diversa tipologia.
“Si tratta di un progetto innovativo che vede ulteriormente sostenuta e rafforzata la forte specializzazione del porto di Trieste sulla componente treni – spiega Zeno D’Agostino, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale – e che porta a creare nuove opportunità di sviluppo intermodale. Uno degli obiettivi del porto è infatti aumentare la presenza di nuove imprese ferroviarie e Easywagon è stato pensato proprio con questa filosofia”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in marginale calo, Ftse Mib -0,02%
Indice dei principali titoli di Piazza Affari a 21.701 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
23 novembre 2020
17:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta per pochissime frazioni di punto negativa per Piazza Affari, con una leggera corrente di vendite nei minuti finali: l’indice Ftse Mib ha chiuso in calo dello 0,02% a 21.701 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Creval: conclude rally Borsa (+23%), poco sopra prezzo Opa
Positiva (+4%) anche Credit Agricole a Parigi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
17:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata di forti acquisti sul Credito Valtellinese in Piazza Affari: il titolo è salito del 23,7% finale a 10,75 euro, poco sopra i 10,5 euro offerti dall’Opa amichevole annunciata da Credit Agricole. Il titolo della banca francese è cresciuto a Parigi del 4% a 9,3 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude debole, Londra -0,3%
Di qualche frazione sotto la parità Parigi e Francoforte
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
18:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente tutti marginalmente negativi nel finale di giornata: Londra ha chiuso in calo dello 0,31%, Francoforte con una limatura dello 0,08% e Parigi dello 0,07%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Usa: indice Pmi manifattura sale a 56,7, sopra attese
Analisti indicavano 53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
18:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’indice Pmi manifatturiero sale negli Stati Uniti a 56,7 in novembre da 53,4 del mese precedente. Il dato è migliore delle attese degli analisti, che scommettevano su 53. .
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano fiacca con Banco Bpm, bene Unicredit
Gran corsa del Credito Valtellinese sull’Opa di Credit Agricole
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
18:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura marginalmente negativa per Piazza Affari, che come le altre Borse europee ha accusato una leggera corrente di vendite nei minuti finali: l’indice Ftse Mib ha chiuso in calo dello 0,02% a 21.701 punti, l’Ftse All share in ribasso dello 0,04% a quota 23.594.
Con i mercati che hanno guardato ai progressi annunciati nei vaccini e ai dati della fiducia Pmi nei diversi Paesi ma che hanno subito l’incertezza di diversi settori a Wall street, nel Vecchio continente Londra è stato il listino azionario più debole con un calo dello 0,3%.
A Milano, in particolare, si è registrato il rally di Credito Valtellinese, con il titolo della banca lombarda salito del 23,7% finale a 10,75 euro, poco sopra i 10,5 euro offerti dall’Opa amichevole annunciata da Credit Agricole, mentre quello dell’istituto francese è cresciuto a Parigi del 4% a 9,3 euro.
Molto bene in Piazza Affari anche Saipem che ha segnato un rialzo finale del 4,5%, seguita da Unicredit in crescita del 3,3%. Acquisti consistenti anche su Tenaris e Leonardo (entrambe in aumento del 2,9%), con Eni in rialzo del 2,5% a 8,33 euro e Bper in crescita del 2,1%.
Male invece il Banco Bpm che ha chiuso in calo del 3,7% a 1,86 euro con la sola Terna, che come altri titoli ha accusato anche lo stacco della cedola, a chiudere più pesante tra i gruppi principali in ribasso finale del 3,8%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Censis: tenore di vita peggiora per 7,6 milioni di famiglie
Tasso occupazione donne cala quasi del doppio rispetto a uomini
(2)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
18:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Cinque milioni di italiani hanno difficoltà a mettere in tavola un pasto decente, 7,6 milioni di famiglie hanno avuto un peggioramento del tenore di vita. Il 60% degli italiani ritiene che la perdita del lavoro, o del reddito, sia un evento possibile che lo può riguardare nel prossimo anno”. È quanto emerge dal Secondo Rapporto Censis-Tendercapital sui Buoni Investimenti “La sostenibilità al tempo del primato della salute”. Per quanto riguarda il gender gap, tra uomini e donne ci sono 20 punti di differenza nel tasso di occupazione e, in questo periodo, il tasso di occupazione delle donne è diminuito quasi del doppio rispetto a quello degli uomini.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Credit Agricole Italia lancia opa su Credito Valtellinese
Operazione da 737 milioni. Nascerebbe la sesta banca in Italia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
09:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Crédit Agricole Italia, società controllata per il 75,6% da Crédit Agricole, lancia un’offerta pubblica di acquisto volontaria con corrispettivo in denaro promossa sulla totalità delle azioni di Credito Valtellinese. La combinazione creerebbe la sesta banca commerciale in Italia L’offerta pubblica di acquisto con corrispettivo in denaro da parte di Credit Agricole Italia su Credito Valtellinese è pari a 10,50 euro per azione. Tale prezzo equivale ad un investimento totale di 737 milioni da parte di Crédit Agricole Italia per arrivare a detenere il 100% delle azioni di Credito Valtellinese. Il corrispettivo incorpora un premio del 53,9% rispetto al prezzo medio ponderato degli ultimi 6 mesi e un premio del 21,4% rispetto al più recente prezzo ufficiale di Credito Valtellinese a venerdì 20 novembre. L’offerta sarà condizionata al raggiungimento da parte di Credit Agricole Italia di una partecipazione pari almeno al 66,7% del capitale sociale con diritto di voto di Credito Valtellinese, con la possibilità per Credit Agricole Italia di rinunciare a tale condizione purché abbia acquisito almeno il 50% + 1 azione del capitale sociale con diritto di voto di Credito Valtellinese.
Crédit Agricole Italia ha già ricevuto un impegno a vendere da parte di Algebris, per la sua partecipazione in Creval pari a circa il 5,4% del capitale sociale, previa approvazione regolamentare. Nel contesto dell’offerta, Crédit Agricole Assurances (controllata di Credit Agricole) venderà a Credit Agricole Italia la partecipazione detenuta in Credito Valtellinese, pari a circa 9,8% del capitale sociale.
In apertura le azioni Creval sono schizzate di oltre il 22% a 10,6 euro, in linea con il rezzo dell’Opa lanciata dal Credit Agricole.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pensioni: Tridico, uscite anticipate per gravosi e usuranti
Idea sul tavolo di confronto per il dopo Quota 100
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
18:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quota 100 “è una misura sperimentale che si esaurisce nel 2021. Ci sono tavoli tecnici con il governo in cui si prospetta una uscita più morbida. L’idea è di avanzare per i lavoratori gravosi e usuranti delle possibilità di uscite anticipate” dal 2022, “è questo il sentiero, secondo il mio parere, su cui bisognerebbe muoversi. Insieme a quello di inserire una pensione di garanzia” per i giovani. Lo ha affermato il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, a SkyTg24, riferendosi al capitolo pensioni e alle ipotesi sul tavolo di confronto avviato dal governo con le parti sociali.Il debito dell’Istituto, così come il fatturato, fa parte del bilancio dello Stato; è quindi del Paese. E’ ovvio che” durante questo periodo di pandemia “abbiamo incamerato meno contributi, anzi li abbiamo anche sospesi”, ma “non c’è da allarmarsi. Lo Stato si indebita, in modo sostenibile” in questo periodo, ha poi detto.
Il presidente dell’Inps ha poi avvertito che potrebbero esserci 3 mila cig non pagabili per dati errati o incompleti.   VAI ALLA POLITICA    VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO    VAI ALLA CRONACA    VAI ALLA TECNOLOGIA    VAI ALLE NOTIZIE DEL PIEMONTE

Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutta l'Economia. Sempre aggiornata ed approfondita. SEGUILA E CONDIVIDILA!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 6 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 15:09 DI DOMENICA 22 NOVEMBRE 2020

ALLE 03:35 DI LUNEDì 23 NOVEMBRE 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Benetton: Edizione, cambio al vertice,Laghi sarà presidente
Mion cessa da cariche amministratore e presidente entro il mese
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvicendamento al vertice di Edizione, la cassaforte della famiglia Benetton. Enrico Laghi sarà il nuovo presidente della società, al posto di Gianni Mion, con il mandato di “supportare il consiglio nella prosecuzione e consolidamento di un percorso di rinnovamento e rafforzamento della strategia sociale”. La decisione, annunciata in serata, conferma le indiscrezioni trapelate ieri sul possibile arrivo dell’ex commissario Ilva e Alitalia anche con l’obiettivo di facilitare la soluzione del dossier Aspi (controllata da Atlantia, di cui Edizione possiede il 30,25% attraverso Sintonia), che ha davanti la scadenza del 30 novembre per la nuova offerta da parte di Cdp insieme ai fondi Macquarie e Blackstone.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Laghi, la cui nomina ad amministratore e presidente del cda verrà formalizzata dall’assemblea entro il 30 novembre, avrà il mandato specifico di “supportare il consiglio nella prosecuzione e consolidamento di un percorso di rinnovamento e rafforzamento della strategia sociale”. Gli saranno attribuite deleghe in materia di “supervisione e coordinamento strategico” dei principali progetti e dossier della società; del processo funzionale al percorso di rinnovamento e rafforzamento della strategia sociale; dei rapporti fra la società e le sue controllate o collegate nonché dei rapporti esterni della società; delle relazioni istituzionali e della comunicazione esterna.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

“Si tratta di una scelta di chiara matrice tecnica, a favore di un professionista con uno spiccato approccio istituzionale, che gode della piena fiducia di tutti i componenti della famiglia e del consiglio di amministrazione”, chiarisce Edizione, spiegando che la nomina Laghi consentirà anche di traghettare la società verso la “futura individuazione di una figura manageriale che possa accompagnare la società in un cammino di lungo periodo”. Con questo avvicendamento, si fa da parte Mion, il manager storico dei Benetton, confermato a luglio presidente ma senza poteri esecutivi, in attesa di trovare un nuovo a.d. Mion interrompe le sue cariche di amministratore e presidente “di comune intesa” con la società, che gli rivolge “un particolare ringraziamento per una lunga collaborazione iniziata nel 1986 e (salvo un’interruzione fra il 2016 e il 2019) proseguita fino ad oggi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Black Friday: fonti governo, non condizioni per rinvio
Mef-Mise hanno sondato associazioni, ma manca posizione unitaria
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’ipotesi di un rinvio del Black Friday è stato oggetto nella giornata di oggi di un confronto informale tra il Governo e le associazioni commerciali ma non ci sono ad oggi le condizioni per uno spostamento in avanti della data. Lo si apprende da fonti di governo, che spiegano che i Ministeri dell’Economia e dello Sviluppo Economico hanno effettuato un sondaggio informale con le associazioni dei commercianti e della grande distribuzione, ma non è stata trovata una posizione unitaria di tutti i soggetti interessati.
Il rinvio sfuma al termine di una giornata in cui si sono moltiplicati gli appelli, sia dalle associazioni dei negozianti, sia dai consumatori, a spostare in avanti la data per consentire ai negozi tradizionali di competere al meglio con l’e-commerce, che con le restrizioni legate al Covid diventa per i consumatori una scelta ancor più obbligata.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Consideriamo misera, tardiva, sostanzialmente inutile e un po’ penosa” la proposta di rinviare il Black Friday, chiedendo ad Amazon di aspettare a fare le proprie offerte. “Non abbiamo nessun interesse in questa iniziativa: è più importante per noi avere norme per competere ad armi pari”. Così Davide Rossi, direttore generale di Aires Confcommercio, l’associazione che riunisce le principali catene e i maggiori gruppi attivi nella vendita di apparecchiature elettriche ed elettroniche in Italia, commenta il dibattito sulla proposta di rinviare il Black Friday per consentire ai piccoli negozi, ancora sottoposti alle restrizioni legate al Covid, di competere con l’ecommerce.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

“Oggi c’è un’asimmetria che favorisce i colossi del web, non solo dal punto di vista fiscale, ma anche da quello delle responsabilità verso i consumatori”, afferma Rossi, spiegando che Amazon è considerato dalle normative come un mero intermediario, e “incassa senza nessun obbligo o responsabilità”, ma nei fatti ormai è “un venditore al dettaglio” a tutti gli effetti. Sarebbe quindi più opportuno, secondo Rossi, che “si mettesse mano immediatamente al tema della fiscalità”: quindi sì alla web tax e ad altre misure anti-elusione, ma anche si procedesse con urgenza ad “un’impostazione delle norme” che consenta “una concorrenza ad armi pari e che imponga alle piattaforme di intermediazione online forme di responsabilità oggettiva a fronte di vendite irregolari effettuate da terze parti ospitate nei cosiddetti ‘marketplace””.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Black Friday in programma per il prossimo 27 novembre e 4 dicembre non può tenersi a beneficio solo dei grandi gruppi di vendita online. Non sarebbe corretto, tenere questo importante appuntamento commerciale all’insegna degli sconti, qualora nelle prossime due settimane la mobilità dovesse rimanere ancora bloccata ed i negozi chiusi. Deve essere garantita la vendita a tutti gli esercenti”. Lo dichiara in una nota il presidente nazionale della Fapi (Federazione autonoma piccole imprese), Gino Sciotto. “È opportuno consentire a tutte le piccole attività commerciali – aggiunge – di poter lavorare in occasione delle festività natalizie in cui si spera ci possa essere un aumento dei consumi delle famiglie.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Non dobbiamo dimenticare che il lockdown ha imposto nuove forme di acquisti, facendo vivere un black year alle piccole attività commerciali italiane e consentendo, invece, ai grandi gruppi delle vendite online di ricevere un impennata di fatturato”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Al Governo chiediamo di non ignorare le piccole attività commerciali immaginando che basti quanto sarà elargito con il dl ristori. È necessario – conclude – un riavvio delle vendite per consentire ai commercianti di far fronte a tutti gli impegni di spesa che non sono solo le tasse e i contributi, ma anche fitti, prestiti, fornitori e dipendenti”.
Rinviare il Black Friday “da un punto di vista di principio darebbe un segnale importante” ai negozi, sul fatto che “non ci sono solo ristori, ma atti politici”. Così il segretario generale di Confesercenti, Mauro Bussoni, torna sulla richiesta di rinviare il venerdì delle super vendite di una settimana, richiesta che proprio Confesercenti ha avanzato ieri con una lettera al presidente del Consiglio Conte. In questa situazione, spiega Bussoni, con “una buona percentuale di imprese chiuse” per le restrizioni legate al Covid, “si crea una condizione di impossibilità di competere e di effettuare vendite in modo diretto.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

L’incertezza inoltre porta molti ad anticipare gli acquisti natalizi, quindi questo Black Friday rappresenta un’occasione ghiottissima e se le imprese sono chiuse e opera solo l’on line è necessario garantire la concorrenza”. In ogni caso, precisa Bussoni, “la nostra battaglia non la facciamo contro Amazon, con il quale peraltro abbiamo avviato dei colloqui per valutare possibili sinergie, ma è una battaglia contro un sistema che in questa situazione favorisce l’online. E’ un sistema che deve essere riequilibrato”.
“Piuttosto che parlare di Black Friday in termini di date da anticipare o spostare, noi vogliamo attirare l’attenzione sulla necessità di una web tax, che è quello che serve per avere un mercato a parità di regole”. Così il segretario generale dei Federazione Moda Italia-Confcommercio, Massimo Torti, interviene sul dibattito in corso sull’ipotesi di spostare il Black Friday così come fatto in Francia. “È fondamentale l’applicazione ai colossi del web di una web tax effettivamente proporzionale ai ricavi ottenuti nel nostro Paese. È una questione di democrazia economica che si traduce nel principio di ‘stesso mercato stesse regole’ e di doveroso riconoscimento della funzione sociale dei negozi che illuminano animi e strade delle nostre città, rendendole più vivibili, sicure, pulite e decorose”, sottolinea Torti. “Questo è un evento che dovrebbe attirare l’attenzione più sui problemi che hanno i piccoli negozi a vivere su un mercato con difficoltà estreme”, spiega Torti, ricordando che ad esempio i produttori di moda comprano 8 mesi prima: “Rischiamo, nel miglior periodo delle vendite, che è novembre-dicembre, di dover far fronte a vendite minimizzate da questo grande evento.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Perdere questo momento fondamentale di vendita potrebbe significare la chiusura di molte attività che non potranno far fronte a tutti i costi (personale, affitti, fornitori, tasse, utenze, ecc…), senza entrate”. “Chiediamo al Governo di permetterci di fare impresa e riaprire nel rispetto dei protocolli e delle linee guida per la salute e indennizzi al dettaglio e ingrosso moda a prescindere dalle zone, una rottamazione dei magazzini e altre misure di sostegno”, e ai consumatori “di fare acquisti, regali e ordini nei negozi di fiducia e di prossimità. Saranno acquisti – conclude – sicuramente apprezzati, utili e intelligenti”.
Il rinvio sfuma al termine di una giornata in cui si sono moltiplicati gli appelli, sia dalle associazioni dei negozianti, sia dai consumatori, a spostare in avanti la data per consentire ai negozi tradizionali di competere al meglio con l’e-commerce, che con le restrizioni legate al Covid diventa per i consumatori una scelta ancor più obbligata.   VAI ALLA POLITICA

Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutta l'Economia sempre approfondita ed aggiornata. SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 2 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DELLE 15:09 DI DOMENICA 22 NOVEMBRE 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DI ECONOMIA

 

Fisco: Castelli, lavoriamo a rinvio rottamazione ter
Allo studio la rottamazione ‘quater’ e lo stralcio delle vecchie cartelle

LEGGI TUTTO SULL’ECONOMIA

Lavoriamo per far ripartire le rateizzazioni decadute, prevedendo le sospensioni della rottamazione ‘ter’, un saldo e stralcio e impostando una rottamazione ‘quater’. Questo sarà accompagnato da una riforma della riscossione che stralci le vecchie cartelle che non sono più riscuotibili”. Lo scrive la viceministra dell’economia Laura Castelli su Facebook.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Governo lavora a extra cashback Natale, fino a 150 euro
Rimborsi a fine dicembre per chi fa 10 spese con carte e app. Miozzo (Cts), sanzioni per assembramenti pe fare shopping
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In arrivo uno speciale extra cashback di Natale. Il governo, secondo quanto si apprende, sta lavorando ad un rimborso del 10% fino a 150 euro, aggiuntivo rispetto alle misure già previste, per le spese effettuate con carte e app nel mese di dicembre: lo potrà ottenere subito (entro la fine dell’anno) chi a dicembre farà 10 acquisti e il rimborso arriverà direttamente via bonifico sul conto corrente. Ancora da definire il giorno in cui entra entrerà in vigore la misura, che sarà pronta comunque a inizio del prossimo mese.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Miozzo (Cts), sanzioni per assembramenti shopping Natale – Controlli e sanzioni “rigorose”, altrimenti “salta tutto”. E’ l’invito che arriva dal coordinatore del Comitato tecnico scientifico Agostino Miozzo per regolare la riapertura dei negozi in vista di Natale. “Per evitare l’assembramento da shopping – dice – ci vorrà un monitoraggio rigoroso e sanzioni rigorose. Se non sarà così salta tutto e a gennaio siamo con la terza ondata”.   VAI ALLA POLITICA

Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutte le notizie economiche. RESTA INFORMATO E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 5 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:27 DI SABATO 21 NOVEMBRE 2020

ALLE 01:28 DI DOMENICA 22 NOVEMBRE 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: per negozi e ristoranti-bar crisi più pesante
Unioncamere, ma c’e’ un 8% con fatturati in crescita
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 novembre 2020
10:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le imprese commerciali e di somministrazione sono quelle che hanno subito in modo più pesante la crisi pandemica. Quasi due terzi delle imprese commerciali e di somministrazione dichiara per il 2020 riduzioni del fatturato, una dato peggiore di quello relativo alle altre imprese industriali e di servizi (55%). Vi è comunque nel settore una quota di imprese che dichiarano una stazionarietà delle vendite è del 29% (per le altre imprese è il 36%), e alcune imprese che indicano persino incrementi (8% per le imprese commerciali e di somministrazione, 10% per le altre imprese). E’ quanto emerge da un indagine rapida effettuata nel mese di ottobre da Unioncamere e presentata in una recente audizione in Parlamento.
Guardando alle possibilità di ripresa futura dell’attività su livelli analoghi a quelli pre-COVID-19, il 28% di imprenditori ascoltati non hanno potuto/saputo fornire risposta, c’e’ un nucleo del 27% che ritiene di poter recuperare i propri livelli produttivi “a partire dal 2021”, Il 19% nel 2022, il 6% “solamente dal 2023 in poi.Fra gli intervistati vi è anche un 15% di fortunati che “non ha mai visto ridurre i propri livelli produttivi a causa del Covid” e un 5% che al contrario pensa di non ritornare mai ai livelli produttivi pre-Covid.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banche: Sabatini (Abi), servono norme per le bad bank
‘Misure contenimento Covid incideranno su dinamiche del Pil’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 novembre 2020
12:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Per gestire i crediti deteriorati è fondamentale che sia introdotta in tempi rapidi una opportuna disciplina per le cosiddette bad bank (Asset management companies) nazionali e, nel contempo, che si consolidi uno strumento efficace come le Gacs, perseguendo la definizione di un quadro europeo che snellisca le procedure di autorizzazione e ne acceleri i tempi”. Così il direttore generale dell’Abi, Giovanni Sabatini, in audizione congiunta delle Commissioni di Camera e Senato sul disegno di legge di Bilancio 2021.
“Assistiamo a una importante recrudescenza della pandemia che rende nuovamente necessarie misure di contenimento, che, sebbene meno drastiche che in passato, incideranno sulla dinamica del Pil”, aggiunge Sabatini, secondo il quale “in questo contesto, le conseguenze sul piano sociale e finanziario sono state finora efficacemente mitigate dall’azione convergente delle politiche fiscali a livello nazionale, della politica monetaria europea e, per quanto riguarda nello specifico il settore bancario, della flessibilità delle politiche regolamentari e di vigilanza”, conclude il direttore generale dell’Abi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gualtieri, aumenta di 1,5 miliardi fondo di ristori automatici
Nuovo scostamento di bilancio per 8 miliardi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 novembre 2020
14:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Con il Decreto RistoriTer si alimenta con 1,5 miliardi di euro di risorse già disponibili il Fondo che consente di finanziare in modo automatico, rapido ed efficiente, le misure di ristori destinate alle categorie costrette a chiudere, nelle regioni che cambiano di fascia a causa della recrudescenza del virus”. Lo scrive il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri sui social. “La dotazione complessiva sale in questo modo a 1,84 miliardi che serviranno a erogare i contributi a fondo perduto, ma anche per altre misure previste dai precedenti decreti ristori tra cui il credito di imposta sugli affitti commerciali, il congedo parentale e il bonus baby sitter”.
“Anche le risorse provenienti dal nuovo scostamento di bilancio, pari a 8 miliardi, serviranno a rafforzare le misure di sostegno economico, a partire dal rinvio delle nuove scadenze tributarie, per i settori più colpiti da qui alla fine dell’anno, attraverso un #decretoRistoriQuater che sarà adottato subito dopo il voto del Parlamento”. Lo spiega il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri.
“Lo abbiamo detto e lo stiamo mettendo in pratica: senza tentennamenti, faremo tutto quello che serve per sostenere famiglie e imprese italiane, tutelare l’occupazione. Ed andremo avanti con determinazione su questo sentiero di cura e solidarietà finché non supereremo questa sfida epocale, che sono sicuro riusciremo a vincere se manterremo tutti uno spirito di collaborazione, coesione e responsabilità.
Al tempo stesso, con la Legge di Bilancio e il Recovery Plan, predisponiamo un’ambiziosa strategia di rilancio e di trasformazione dell’Italia incentrata su investimenti, lavoro, welfare e istruzione, e orientata all’innovazione, alla sostenibilità, alla coesione e all’equità. Perché l’Italia del dopo Covid sia migliore, più forte e più giusta”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tirrenia: Uil, dall’1/12 chiudono tratte con Sardegna
Annunciati centinaia di licenziamenti, “è mobilitazione”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
21 novembre 2020
17:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tirrenia chiude dall’1 dicembre tutti i collegamenti in convenzione con la Sardegna e annuncia centinaia di licenziamenti “a causa della situazione di incertezza in merito alla proroga della Convenzione del servizio di continuità territoriale marittima”. Lo fa sapere William Zonca segretario generale della Uiltrasporti dell’Isola che annuncia la mobilitazione e chiede un intervento del ministero dei Trasporti e della Regione Sardegna: “Non possiamo permetterci una ulteriore riduzione dei collegamenti con la Penisola perché è a rischio l’economia di un intero territorio”.
In particolare, senza risposte sulla convenzione, saranno chiuse le tratte Genova-Olbia-Arbatax, Napoli-Cagliari, Cagliari-Palermo, Civitavecchia-Arbatax-Cagliari. Stop anche alla Termoli-Tremiti.
Restano invece in piedi i collegamenti merci e passeggeri da e per la Sardegna Civitavecchia-Olbia e Genova Porto-Torres e la tratta merci Livorno-Cagliari e le altre tratte non citate da Tirrenia. Nella lettera alle istituzioni la compagnia di navigazione ricorda che ad oggi, sono rimaste senza riscontro, le richieste sulla conferma in merito alla proroga della Convenzione per i collegamenti in continuità territoriale marittima scaduta lo scorso 18 luglio. Non solo Tirrenia è pronta a chiedere il corrispettivo dei servizi effettuati da luglio sino ad oggi.
“Siano fortemente preoccupati per la riduzione delle possibilità di movimento dei passeggeri e delle merci in Sardegna con questa contrazione delle rotte – osserva Zonca – ed esprimiamo molta preoccupazione per i quasi cinquecento marittimi i cui posti di lavoro sono messi a rischio da questa presa di posizione di Tirrenia”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
illycaffé: A.Illy, Rhone compagno strategico non finanziario
Per più penetrazione in mercato Usa e passaggio generazionale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
21 novembre 2020
17:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Accelerare il processo di internazionalizzazione dell’azienda – e farlo negli Stati Uniti – e garantire il passaggio generazionale. Così Andrea Illy, spiega perché per cui per la prima volta nella storia della società (tranne un breve episodio 40 anni fa) la illycaffè apre a un socio non familiare. Il presidente della società definisce dunque Rhone Capital “futuro compagno di viaggio”, scelto dopo una selezione cominciata oltre un anno fa e affidata a Goldman Sachs. Un ingresso deciso per motivi “strategici e non finanziari”.
“La illycaffè è la marca di caffè più globale al mondo, siamo in oltre 140 paesi e due terzi del fatturato è sviluppato fuori dall’Italia, ma siamo ancora ‘tascabili’, per diventare marca globale dobbiamo ancora fare un grande sviluppo, e vogliamo farlo negli Stati Uniti”, spiega Illy. Da questo punto di vista, “le elezioni sono per noi motivo di conforto, e concentrare gli sforzi su un mercato unico come gli Stati Uniti è una scelta strategica importante”.
La seconda finalità è il passaggio generazionale: “Ho guidato la illycaffè per 26 anni, ora va dato spazio alla quarta generazione, che è preparata ma riteniamo che, per la dimensione del mercato e per la sua complessità, vadano create le condizioni perché questo passaggio sia verso un capitale e una governance aperti”, sintetizza Andrea Illy. Insomma, una “family business atipica: controllo familiare ma gestione manageriale”.   VAI ALLA POLITICA

Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutta l'informazione economica sempre aggiornata ed approfondita. SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 8 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 16:37 DI VENERDì 20 NOVEMBRE 2020

ALLE 10:27 DI SABATO 21 NOVEMBRE 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Alitalia: riunito cda Ita Spa, attribuite deleghe
Lazzerini, ambizione compagnia di successo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
16:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si è tenuta oggi l’assemblea di ITA SpA che ha autorizzato il consiglio di amministrazione ad attribuire al presidente le deleghe su audit, legale, compliance e segreteria del Consiglio e, congiuntamente all’ amministratore delegato , su Comunicazione e Relazioni Istituzionali.
L’assemblea ha anche approvato alcune minimali modifiche dello statuto. A seguire si è riunito, sotto la presidenza di Francesco Caio, il cda di ITA SpA che, in linea con quanto autorizzato dall’Assemblea, ha attribuito le deleghe al Presidente ed ha nominato Fabio Lazzerini – già designato AD e DG della Società. All’ AD-DG sono state attribuite le deleghe anticipate, insieme a quelle del Presidente, nella precedente riunione del 12 novembre e nel comunicato dell’Azienda in pari data.
“Oggi entriamo nella fase operativa di ITA SpA e accompagneremo la sua nascita e sviluppo con gli obiettivi ambiziosi di creare una Compagnia di successo per il Paese”. Così l’ad e dg della nuova compagnia di Alitalia, Ita Spa, Fabio Lazzerini.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: debito sostenibile ma più rischi in futuro
Va ridotto per ripararlo da tensioni mercati o shock economici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
18:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Anche in considerazione della natura temporanea delle misure espansive di bilancio, il debito pubblico italiano resta sostenibile; la sua permanenza su livelli elevati può tuttavia determinare in prospettiva l’esposizione a rischi derivanti da tensioni sui mercati finanziari o da nuovi shock macroeconomici”.
Lo scrive la Banca d’Italia nel suo Rapporto sulla stabilità finanziaria. “Un sentiero di riduzione è possibile assicurando la combinazione di condizioni di finanziamento distese, misure efficaci di sostegno alla crescita (fra le quali Bankitalia esorta a un uso oculato del recovery fund europeo) e un graduale aggiustamento di bilancio coerente con il quadro macroeconomico”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa debole ma positiva, bene banche e petroliferi
Guadagnano i farmaceutici, in ribasso le auto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
17:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Deboli, ma positive le principali Borse europee, frenate dalle incertezze di Wall Street e in attesa che negli Usa ricomincino le trattative per un piano di aiuti anti-Covid 19, che la Fed propone di fermare con dicembre, mentre l’Europa ha a che fare coi veti di Polonia e Ungheria sui fondi per la crisi da coronavirus. La migliore è Madrid (+0,5%), seguita da Francoforte e Parigi (+0,3%), e Londra (+0,1%), mentre prosegue meglio Milano (+0,7%), con lo spread fermo a 121,4.
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, cresce dello 0,4%. Col greggio piatto (+0,02%) a 41,7 dollari al barile, dopo tre settimane di rialzo, bene soprattutto Royal Dutch (+1,9%) e Neste Oyj (+1,6%), eccezioni Polski Koncern (-0,4%) e Omv (-0,2%). Guadagni per i farmaceutici, da Bayer (+2,6%) a AstraZeneca (+1,8%), fuori dal coro Roche (-0,3%) e Glaxo (-0,5%). In rosso le auto, soprattutto Renault (-1,5%), eccezione Daimler (+0,6%). Bene la maggioranza delle banche, da Bankinter (+2,5%) a italiane come Banco Bpm (+4,4%) su ipotesi di M&A, non altrettanto alcune altre, come Banco de Sabadell (-1,1%) e Erste Group (-1,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo (+0,7%)
Il Ftse Mib a 21.706 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
20 novembre 2020
17:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rialzo per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,79% a 21.706 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude positiva
Francoforte e Parigi (+0,3%), Londra (+0,2%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
18:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura positiva per le principali Borse europee. La migliore è stata Madrid (+0,6%) a 7.977 punti, Francoforte (+0,39%) a 13.137 punti, Parigi (+0,39%) a 5.495 punti e Londra (+0,27%) a 6.351 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano ottimista (+0,7%), sprint di Bper e Banco Bpm
Bene banche e farmaceutici, male auto. Giù Tim e Saipem
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
18:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura di fine settimana ottimista per la Borsa di Milano (+0,79%), con le banche a sostenere il listino principale. Sprint di Banco Bpm (+3,6%) e Bper (+4,1%) sull’ipotesi di unione tra i due istituti di credito, con la benedizione del primo azionista di quest’ultima, Unipol (+3,7%). Con lo spread in lieve ribasso a 121,6, bene anche Intesa e Unicredit (+0,8%) e Fineco (+0,7%). Tra le assicurazioni sale Generali (+0,9%).
Fra i titoli in cima al listino principale Terna (+2,5%) e Stm (+2,2%). Guadagni per Atlantia (+1,4%), concluso il piano di azionariato diffuso. In rialzo il lusso con Moncler (+1,3%) e corsa di Cucinelli (+5,3%) il giorno dopo i conti, tra i titoli a minore capitalizzazione.
In forma i farmaceutici con Recordati (+1%) e Diasorin (+0,6%). Tra i petroliferi positiva solo Eni (+0,5%), non Tenaris (-0,2%) e Saipem (-1,5%), nonostante il greggio in rialzo (wti +0,1%) a 41,7 dollari al barile. Male Fca (-0,4%) come il comparto. In fondo al Ftse Mib Tim (-1,8%) e Campari (-1,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in rialzo a Ny, +0,98%
A 42,15 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
20 novembre 2020
20:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dello 0,98% a 42,15 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
‘Vivere nella Comunità’, al via la Scuola Politica
Lectio magistralis affidata a ceo Intesa Sanpaolo, Carlo Messina
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
20:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Al via il ciclo di studi promosso dalla Scuola Politica “Vivere nella Comunità”, fondata da Pellegrino Capaldo insieme a Marcello Presicci e a numerose personalità del mondo accademico come i professori Sabino Cassese, Francesco Profumo, Paolo Boccardelli, Bernardo Mattarella e – fra gli altri – i rappresentanti di Intesa Sanpaolo, Poste Italiane, Enel, Sace, Banca d’Italia, SKY, Ericsson, Ferrovie dello Stato e Fondazione Compagnia di San Paolo.
Il consigliere delegato di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, ha tenuto la Lectio Magistralis dal titolo “L’importanza della formazione e l’investimento nei giovani”. “E’ motivo di grande soddisfazione personale far parte di questo progetto formativo di altissimo livello, un’iniziativa dedicata ai giovani, al capitale umano e all’ampliamento delle competenze. Come Intesa Sanpaolo sosteniamo questo progetto poiché siamo profondamente convinti che la Scuola Politica “Vivere nella Comunità” potrà rappresentare un elemento di forte rafforzamento nella formazione dei partecipanti, utile per tutto il Paese”, ha detto Messina.
L’aiuto ai bisognosi, l’attenzione ai giovani e il sostegno all’economia circolare sono nel “dna del nostro gruppo – ha aggiunto Messina – rappresentano la nostra identità e noi vogliamo continuare a investire per fronteggiare l’emergenza delle persone, specie in questo momento complesso per il paese”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ok Cdm scostamento 8 mld e Ristori ter
Via libera arrivato nella notte
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 novembre 2020
02:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Via libera del Consiglio dei ministri, a quanto si apprende, al decreto ristori Ter e al nuovo scostamento di bilancio da 8 miliardi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confindustria: risalita stoppata, rischio nuova caduta
Seconda recessione e allarme occupazione,lavoro ripunta in basso
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 novembre 2020
09:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confindustria evidenzia il “rischio di nuova caduta”, una “seconda recessione” per l’Italia con il Pil del quarto trimestre atteso “di nuovo in calo”. Il centro studi di via dell’Astronomia lo indica con il rapporto mensile ‘congiuntura flash’ sottolineando le criticità: “Peggiorano i servizi”, ma anche l’industria vede una “risalita stoppata”. La domanda interna e “fragile” e “con la seconda ondata di pandemia è previsto un nuovo stop a fine 2020” per gli scambi del commercio mondiale. Ed è allarme per uno “stop dell’occupazione”: gli economisti di Confindustria rilevano che “l’occupazione si è di nuovo appiattita a settembre, dopo la risalita temporanea a luglio-agosto. La disoccupazione sembra ripuntare verso il basso, come a marzo-aprile, per la contrazione della forza lavoro. Il quarto trimestre anche per l’occupazione si preannuncia in negativo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Fabi, squilibrio prestiti, Sud a rischio usura
Lombardia-E-Romagna hanno ricevuto più di un terzo del totale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 novembre 2020
09:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Squilibri territoriali nella concessione di prestiti e forte rischio usura, dopo sette mesi dal propagarsi della pandemia Covid-19. Lo sostiene la Fabi in una rilevazione sui finanziamenti garantiti dallo Stato.
In un momento in cui il sostegno finanziario di famiglie e imprese riveste un’importanza vitale e il fattore tempo gioca un ruolo chiave, le disparità economiche già così ampie a livello territoriale continuano a rimanere marcate e trovano conferma nell’analisi dei dati condotta dalla Fabi. Dall’inizio della pandemia e sino alla prima metà di novembre, sono state complessivamente presentate 1.252.662 domande per un importo complessivo di 101,2 miliardi: sono 277.560 le richieste di finanziamento fino a 800.000 euro per un totale di 82,2 miliardi (296.284 euro l’importo medio), mentre sono 975.102 le richieste di finanziamento fino a 30.000 euro (19.582 euro l’importo medio).
Confrontando il numero delle misure concesse nelle diverse regioni, lo scenario appare decisamente non omogeneo. Gli estremi sono dati, da un lato, da Lombardia ed Emilia-Romagna, regioni che hanno ricevuto più di un terzo del totale e dall’altro, da Molise e Basilicata, regioni che invece faticano a beneficiare del supporto finanziario derivante dalle misure introdotte.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Verso rinvio 4,8mld scadenze fisco con dl Ristori quater
Provvedimento sarà varato prossima settimana dopo ok scostamento
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 novembre 2020
10:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Proroga di scadenze fiscali di fine anno per 4,8 miliardi: è uno degli interventi che il governo dovrebbe finanziare con il prossimo decreto Ristori quater, che sarà varato dopo il via libera delle Camere alla richiesta di nuovo scostamento da 8 miliardi approvato dal Consiglio dei ministri. Il decreto Ristori quater dovrebbe essere approvato quindi la prossima settimana. Le risorse serviranno anche per altri misure anti-crisi Covid per il 2020.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gualtieri, in cdm 1,4 mld per le Regioni che peggiorano colore
Dal cdm misure per quelle che peggiorano di fascia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
16:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Al cdm di oggi “metteremo altre risorse, circa 1,3-1,4 nel fondo che consente di finanziare i ristori in automatico alle regioni che peggiorano di fascia” nelle misure di contenimento del virus. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, a Omnibus. “Poi – ha proseguito Gualtieri – per poter usare un’altra parte di risorse dovuta ad un andamento economico un po’ migliore delle previsioni, chiederemo al Parlamento l’autorizzazione a uno scostamento che ci darà alcuni miliardi aggiuntivi per rafforzare le misure di sostegno economico e accompagnare l’economia nella fine d’anno”.
Gualtieri, che ieri ha ricevuto nella sede del Mef le esponenti di Forza Italia Maria Stella Gelmini e Renata Polverini, ha spiegato che sullo scostamento di bilancio necessario per varare ulteriori misure a sostegno di famiglie e imprese “fa piacere che da parte di Forza Italia ci sia stato un atteggiamento di responsabilità”, ma “non è” un allargamento della maggioranza: “non c’entra nulla”.
Il ministro ha difeso le politiche economiche del Governo, parlando di investimenti “senza precedenti” e ha ribadito che non è opportuno parlare di “cancellazione del debito”: cis arà una riduzione graduale “che possiamo realizzare non attraverso politiche di durissima austerità, ma con un mix di responsabilità e politiche di sostegno alla crescita e investimenti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Cgia, garanzie Stato a prestiti prima della pandemia
Ufficio studi, aumentato solo di un terzo stock complessivo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MESTRE (VENEZIA)
21 novembre 2020
10:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ verosimile ritenere che le risorse messe a disposizione dal Cura Italia, dal decreto Liquidità e dal programma Garanzia Italia abbiano avvantaggiato soprattutto le banche e le imprese che comunque avevano già ottenuto un prestito prima dell’avvento del Covid”. L’ipotesi è dell’Ufficio studi della Cgia di Mestre, analizzando i dati degli impieghi erogati dagli istituti di credito alle aziende tra la fine di marzo e il 30 settembre.
A fronte di un volume di 94,7 miliardi di euro di prestiti garantiti erogati dalla Sace alle grandi aziende e dal Fondo di garanzia alle Pmi, secondo la Cgia lo stock complessivo dei prestiti bancari alle imprese è aumentato, invece, di soli 32,5 miliardi di euro. L’elaborazione mette a confronto gli ultimi dati disponibili riferiti agli impieghi bancari alle imprese (al 30 settembre), con quelli erogati dalle operazioni garantite da Sace e dal Fondo di garanzia per le Pmi.
“Come mai – chiede il coordinatore dell’Ufficio studi, Paolo Zabeo – solo un terzo delle garanzie, che per legge dovevano coprire la quasi totalità degli impieghi erogati con questi strumenti, è finito nelle tasche degli imprenditori? Gli altri 62 miliardi, che fine hanno fatto? Sono rimasti incagliati nei meandri delle burocrazie ministeriali o per caso sono finiti nei caveau degli istituti di credito? Nulla di tutto ciò. Una parte delle nuove garanzie è andata a colmare i cali fisiologici del credito in essere, e nella sostituzione dei prestiti a breve con aumenti di quelli a medio-lungo termine. E’ altresì possibile che il sistema bancario abbia usato una parte di questi miliardi anche per abbattere i propri rischi, sostituendo le garanzie legate ai prestiti che aveva erogato prima dell’avvento di queste novità legislative. Una condotta che sicuramente ha favorito le banche, che così facendo hanno azzerato i rischi di incorrere in crediti deteriorati, e in parte anche le imprese – conclude – almeno quelle che prima di marzo avevano delle linee di credito aperte con gli istituti”.    VAI ALLA POLITICA

Economia tutte le notizie in tempo reale- tutta l'economia sempre approfondita ed aggiornata. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 19 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 16:12 DI GIOVEDì 19 NOVEMBRE 2020

ALLE 16:37 DI VENERDì 20 NOVEMBRE 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Astm: aggiudicata gara tratte A12, A11/A12, A15 e A10
Sestri-Livorno, Viareggio-Lucca e Savona-Ventimiglia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
19 novembre 2020
16:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Astm rende noto che il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha comunicato al gruppo l’aggiudicazione definitiva della gara di concessione delle tratte autostradali A12 Sestri Levante-Livorno, A11/A12 Viareggio-Lucca, A15 diramazione per la Spezia e A10 Savona-Ventimiglia (confine francese).
“Siamo particolarmente soddisfatti di questa aggiudicazione che conferma il nostro impegno in Italia e la nostra presenza strategica nel nord-ovest del Paese – afferma l’amministratore delegato di Astm Umberto Tosoni -. L’aggiudicazione consentirà di effettuare nuovi e importanti investimenti sulla rete per renderla sempre più moderna e tecnologica, innalzando contemporaneamente gli standard qualitativi del servizio offerto ai nostri clienti, consapevoli che solo in questo modo costruiremo il futuro del nostro Paese”.
Il successo in questa nuova gara di concessione, che avrà una durata di 11 anni e 6 mesi, testimonia la capacità del Gruppo Astm di vincere in contesti competitivi, segnala la società, facendo leva sul proprio dna industriale e sulle proprie competenze tecniche, assicurando al contempo condizioni che creino valore nel tempo a vantaggio di tutti gli stakeholder. In questi anni il gruppo ha concluso con successo importanti gare sia in Italia, quali Sitaf (Tunnel del Frejus), Autovia Padana (Autostrada Piacenza- Brescia), Tem, Brebemi, Asti-Cuneo e sia sui mercati internazionali, in Brasile, Stati Uniti ed in Europa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude a -0,40%
Ftse Mib 21.536 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
19 novembre 2020
17:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano chiude in flessione. Il Ftse Mib cede lo 0,40% a 21.536 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in flessione, Francoforte -0,88%
Londra -0,77%, Parigi -0,67%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
18:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee chiudono in calo.
Parigi segna un -0,67% con il Cac 40 a 5.474 punti. Francoforte registra -0,88% con il Dax a 13.086 punti. Londra cede -0,77% con il Ftse 100 a 6.335 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: chiude in calo con Amplifon,Exor, Mediaset, bene Snam
Maglia rosa Inwit, buon passo Fca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
18:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta debole per Piazza Affari così come per tutti i listini europei dopo il quadro dipinto dalla presidente della Bce Christine Lagarde che in commissione Eco al Parlamento Ue, ha parlato di rischi al ribasso per le prospettive a breve termine dell’economia . A frenare i mercati è sempre dunque il Covid con la crescita continua dei contagi.
Sul Ftse Mib -0,40% a 21.536 punti. Tra i titoli più venduti Amplifon (-3,74%). Male poi a seguire Exor (2,20%), Mediolanum (-2,52%) Prysmian (-2,68%), Mediaset (-2,51%) che ha smentito di aver ricevuto una lettera da Vivendi per un’alleanza industriale in Europa. Maglia rosa è invece Inwit (+3,27%). Ben comprata poi Snam (+1,85%) dopo aver rilevato il 33% di De Nora da Blackstone. Slancio infine di Fca (+2%). Lo spread tra btp e bund chiude a 117 punti base.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in calo a Ny a 41,74 dollari
Quotazione arretra dello 0,19%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
19 novembre 2020
20:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in calo a New York, dove le quotazioni perdono lo 0,19% a 41,74 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: Lagarde smonta la cancellazione del debito
‘Vietata dai Trattati’. Gualtieri, lavoriamo per ridurlo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
20:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Bce spegne sul nascere l’idea di cancellare il debito contratto dall’Italia per far fronte allo shock pandemico. Con la presidente Christine Lagarde che rifiuta persino di entrare nel merito della questione: è vietato dai Trattati, “punto”. Finisce così il polverone sorto di fronte all’auspicio che la Bce potesse monetizzare gli oltre 100 miliardi di euro di debito in più emessi (finora) dall’Italia per tenere a galla l’economia e che la Bce ha finanziato quasi integralmente, senza poter impedire però che il debito volasse a circa il 160% del Pil.
Lagarde è stata netta. “Leggo sempre con interesse tutto quello che dicono i rappresentanti del Parlamento Ue e soprattutto i presidenti, la mia risposta è molto breve: tutto ciò che va in quella direzione è contro i trattati, c’è l’articolo 103 che proibisce quel tipo di approccio e io rispetto i trattati. Punto”. La mole del debito, ormai 2.600 miliardi di euro, fa paura. E così l’idea di cancellarlo, o ‘sterilizzarlo’, cavallo di battaglia della Lega, ha iniziato a farsi strada nel Movimento 5 Stelle. Finché in un’intervista a Repubblica il presidente dell’Europarlamento David Sassoli ha definito “un’ipotesi di lavoro interessante” quella di cancellare il debito contratto per far fronte alla pandemia. Parole che hanno creato maldipancia nel Pd. Il commissario Ue agli Affari economici Paolo Gentiloni, due giorni fa, ha affermato che “non possiamo cancellare” questa questione del debito, fiducioso che sarà ridotto nel tempo. Il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri ha colto l’invito: “l’Italia lavora a un percorso di riduzione del proprio debito pubblico fondato su una strategia di crescita e investimento e di politica di medio termine di bilancio responsabile. E’ la posizione che l’Italia assume responsabilmente come Paese ad alto debito pubblico”.
In realtà la scelta su come gestire il debito monstre dell’Italia sembra già fatta. Come spiega Carlo Cottarelli, ex alto dirigente del Fmi e oggi a capo dell’Osservatorio sui conti pubblici della Cattolica, finché non risalirà l’inflazione (e ci vorranno anni) la Bce “continuerà comunque a fare un rollover”, cioè a ricomprare bond man mano che scadono. Quando l’inflazione risalirà, anziché scaricarli sul mercato, può aumentare la riserva obbligatoria di liquidità bancaria.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cdm su dl Ristori ter slittato a stasera. Da scostamento 3,8 miliardi per altre misure
Scostamento bilancio finanzierà un decreto quater
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
00:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Slitta a stasera, alle 19, il Consiglio dei ministri sul decreto Ristori Ter. Sul tavolo misure fino a a 1,4 miliardi di euro. Le nuove risorse per i ristori delle attività chiuse nelle zone rosse e arancioni, derivano da fondi stanziati e non spesi durante l’anno. Il nuovo scostamento di bilancio che il Cdm proporrà al Parlamento andrà invece a finanziare un decreto Ristori quater, che dovrebbe essere varato tra fine novembre e inizio dicembre.

Al cdm di oggi “metteremo altre risorse, circa 1,3-1,4 nel fondo che consente di finanziare i ristori in automatico alle regioni che peggiorano di fascia” nelle misure di contenimento del virus. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, a Omnibus. “Poi – ha proseguito Gualtieri – per poter usare un’altra parte di risorse dovuta ad un andamento economico un po’ migliore delle previsioni, chiederemo al Parlamento l’autorizzazione a uno scostamento che ci darà alcuni miliardi aggiuntivi per rafforzare le misure di sostegno economico e accompagnare l’economia nella fine d’anno”. “A inizio nuovo anno – ha spiegato ancora il ministro – a seconda della situazione economica e sanitaria, faremo un ultimo scostamento per concludere questa fase di aiuti che saranno modulati proporzionalmente alla situazione dell’economia”.

Il fondo Covid da 3,8 miliardi previsto in manovra per i ristori del 2021, potrebbe essere in tutto o in parte destinato ad altre misure. E’ la valutazione che, dopo il vertice della scorsa notte, si starebbe facendo in queste ore nel governo. Le risorse ora previste in manovra sarebbero “liberate” dal nuovo scostamento di bilancio che si è deciso di fare a gennaio per il 2021: la richiesta di nuovo deficit servirebbe infatti proprio a finanziare un nuovo decreto per dare ristoro anche nell’anno nuovo alle attività danneggiate dalla pandemia. Perciò i 3,8 miliardi che erano stati previsti in manovra a quello scopo, potrebbero ora essere almeno in parte destinati ad altro e magari aumentare la “dote” di 800 milioni ad ora prevista per le modifiche del Parlamento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sviluppo sostenibile, al via il Milano Green forum
Uno sguardo internazionale sulle sfide ambientali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
12:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Uno sguardo internazionale alle tematiche ambientali per stimolare il dibattito sulla strategia per lo sviluppo sostenibile nazionale. È questa le prospettiva della seconda edizione del Milano Green Forum, al via in versione digitale.Focus della seconda edizione è il Green Deal che, come afferma il capo della Rappresentanza a Milano della Commissione europea, Massimo Gaudina, “sarà la nostra nuova strategia per rendere sostenibile l’economia dell’UE e per diventare il primo continente a impatto climatico zero”. “Realizzeremo questo obiettivo – dice Gaudina – solo trasformando le sfide climatiche e ambientali in opportunità in tutti i settori economici e negli stili di vita dei cittadini” Inoltre il Forum continua ad occuparsi trasversalmente di economia circolare, tessile, smart city, finanza, bioeconomia, food e del ruolo delle Fondazioni nell’opera di sensibilizzazione concreta di cittadini, imprese, terzo settore e istituzioni.
Il Milano Green Forum vede collegamenti da oltre 30 Paesi, speaker, influencer, referenti istituzionali, manager che supportano la diffusione della cultura della sostenibilità e delle buone pratiche in campo ambientale.
“Nell’anno in cui anche la Cop26 è stata rimandata, e’ sembrato ancora più urgente che il dibattito ambientale del Milano Green Forum non si arrestasse”, afferma Federico Manca, fondatore del Milano Green Forum.   VAI ALLA POLITICA   VAI ALLA CRONACA    VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO   VAI ALLA TECNOLOGIA    VAI ALLE NOTIZIE DEL PIEMONTE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Recovery: Gualtieri, non siamo in ritardo
Piano italiano arriverà nei tempi stabiliti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
14:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il recovery plan dell’Italia “lo vedrete entro i tempi stabiliti, stiamo lavorando con grande intensità e siamo in una interlocuzione con la Commissione europea, come altri Paesi. Nessun paese ha presentato il piano finale, stanno tutti lavorando con la Commissione per affinare i progetti e noi lo stiamo facendo piuttosto intensamente”: Lo ha detto il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, a Omnibus ribadendo che il negoziato europeo per superare i veti di Ungheria e Polonia sul bilancio pluriennale comunitario e dare il via al recovery fund può risolversi a dicembre.

“Gli emendamenti alla costituzione e ad altre leggi presentati dal governo ungherese al parlamento potrebbero avere gravi effetti negativi sui diritti umani” e “minare lo stato di diritto”. I “parlamentari dovrebbero rinviare il voto sul pacchetto”. Così Dunja Mijatovic, commissario per i diritti umani del Consiglio d’Europa. “Temo che diverse proposte del pacchetto legislativo, presentato senza consultazione su questioni come il funzionamento della magistratura, la legge elettorale, strutture nazionali per i diritti umani, controllo dei fondi pubblici e i diritti delle persone lgbti, possano minare la democrazia” avverte Mijatovic.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa Tokyo apre in calo (-0,58%)
Preoccupazioni su espansione contagi coronavirus
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
20 novembre 2020
01:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia gli scambi nell’ultima seduta della settimana in ribasso, appesantita dai timori di un ulteriore espansione dei contagi di coronavirus, sul fronte domestico e a livello globale, e le ripercussioni sul fronte economico. Il Nikkei arretra dello 0,58% in apertura, a quota 25.484,61, cedendo 149 punti. Sul mercato valutario lo yen prosegue la fase di rafforzamento nei confronti del dollaro a 103,80, e a 123,10 sull’euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: quotazioni stabili, Wti resta a 41,7 dollari
Poco mosso anche il Brent a 44,2 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
08:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le quotazioni del petrolio sono stabili sui mercati internazionali. Il contratto del Wti con consegna a dicembre, che scade domani, resta a 41,74 dollari al barile, lo stesso livello della chiusura di ieri sera. Il Brent con consegna a gennaio è anch’esso poco mosso a 44,21 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Asia chiude in rialzo con la Cina,si guarda a pandemia
In calo Tokyo (-0,42%), lo yen stabile sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
08:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse asiatiche chiudono in rialzo, sostenute dall’andamento dei listini cinesi. Gli investitori restano cauti e guardano all’andamento dei contagi da coronavirus. Resta l’attesa per l’arrivo dei vaccini e la futura ripresa della crescita economica globale.
Tokyo archivia l’ultima seduta della settimana in calo dello 0,42%. Sul mercato valutario lo yen si stabilizza nei confronti del dollaro a 103,70, e sull’euro a 123,30. A contrattazioni ancora aperte proseguono in rialzo Shanghai (+0,40%), Shenzhen (+0,58%), Hong Kong (+0,30%) e Seul (+0,24%), piatta Mumbai (+0,01%).
Sul fronte macroeconomico in arrivo i dati sui prezzi alla produzione della Germania e le vendite al dettaglio del Regno Unito. Previsto anche il fatturato industriale e gli ordini dell’industria dall’Italia. Dall’Eurozona previsto l’indice di fiducia dei consumatori.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro apre stabile a 1,1875 dollari
La moneta unica è scambiata a 123,26 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
08:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura stabile per l’euro sui mercati valutari. La moneta unica passa di mano a 1,1875 dollari e 123,26 yen.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: poco mosso a 1.868 dollari l’oncia
Prezzi scendono dello 0,3% poi tornano a livelli di ieri
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
08:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ poco mosso il prezzo dell’oro sui mercati asiatici. Il metallo con consegna immediata si è stabilizzato a 1.868 dollari l’oncia, lo stesso livello di ieri, dopo aver perso lo 0,3%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund apre stabile a 122 punti base
Rendimento del decennale italiano allo 0,64%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
08:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura stabile per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 122 punti base contro i 121 della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale italiano è pari allo 0,64%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre piatta (-0,06%)
Indice Ftse Mib a 21.522 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
20 novembre 2020
09:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre piatta. Il primo indice Ftse Mib (-0,06%) si attesta a 21.522 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre debole, attesa per Lagarde
Francoforte (-0,24%), Parigi (-0,19%), piatta Londra (+0,09%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
09:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono deboli con gli investitori che guardano all’andamento dei nuovi contagi da coronavirus. Alta l’attenzione anche sulla fase di stallo per il Recovery fund mentre aumentano le preoccupazioni per l’andamento della crescita economica. Attesa per l’intervento della presidente della Bce Christine Lagarde.
Avvio di seduta con il segno meno per Francoforte (-0,24%), Parigi (-0,19%), piatta Londra (+0,09%) mentre è in rialzo Madrid (+0,11%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in rialzo, corrono Banco Bpm e Bper
Banche in positivo, stabile lo spread tra Btp e Bund a 122 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
09:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (+0,66%) imbocca la strada del rialzo dopo un avvio fiacco. A Piazza Affari corrono Banco Bpm (+3,2%) e Bper (+2,2%) dopo il via libera alle nozze da parte dei ceo di Unipol (+3%), Carlo Cimbri. Intanto lo spread tra Btp e Bund è stabile a 122 punti base con il rendimento del decennale italiano allo 0,64%.
Andamento positivo per tutto il comparto bancario con Mediolanum (+1,3%), Mediobanca (+1,3%), Unicredit (+0,8%), Intesa (+0,6%) e Mps (+0,4%). Bene anche Nexi e Leonardo (+1,9%). In rialzo Fca (+0,6%), dopo il via libera dell’autorità olandese per i mercati finanziari al prospetto informativo relativo alla quotazione e all’ammissione alla negoziazione in Europa delle azioni Fca, che prenderà il nome di Stellantis nell’ambito della fusione transfrontaliera.
Seduta all’insegna del segno meno per Cnh (-0,3%) e Tim (-0,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fca-Psa: via libera autorità olandese a quotazione
Approvato il prospetto informativo relativo alla quotazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
20 novembre 2020
10:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’autorità olandese per i mercati finanziari (Autoriteit Financiële Markten) ha approvato il prospetto informativo relativo alla quotazione e all’ammissione alla negoziazione in Europa delle azioni Fca, che prenderà il nome di Stellantis nell’ambito della fusione transfrontaliera.
Le azioni saranno quotate e negoziate sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana e sul mercato regolamentato Euronext Paris. Lo rendono noto Fca e Peugeot.   PIEMONTE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa gira in rialzo ma pesa stallo su recovery fund
Avanza il comparto energia, poco mosso l’euro sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
10:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee girano in rialzo ma pesa lo stallo politico sul recovery fund. I listini si mostrano cauti sulla ripresa economica e attendono l’arrivo dei vaccini contro il coronavirus. Gli investitori hanno accolto con spirito positivo le parole della presidente della Bce, Christine Lagarde. Sul fronte valutario l’euro sul dollaro è poco mosso a 1,1865 a Londra.
L’indice d’area Stoxx 600 avanza dello 0,3%. In rialzo Parigi (+0,4%), Francoforte, Madrid e Londra (+0,2%). I listini sono sostenuti dal comparto dell’energia (+0,6%) dove si mettono in mostra Total e Shell (+1%), Repsol (+0,9%).
In rialzo anche le compagnie aeree (+0,8%) con Lufthansa (+1,1%) e Ryanair (+0,3%). Bene la farmaceutica (+0,3%) dove salgono AstraZeneca (+1%), Bayer (+0,9%) e Sanofi (+0,6%).
Debole l’hi-tech (-0,1%) e il comparto immobiliare (-0,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gualtieri, in cdm 1,4 mld per le Regioni che peggiorano colore
Dal cdm misure per quelle che peggiorano di fascia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
10:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Al cdm di oggi “metteremo altre risorse, circa 1,3-1,4 nel fondo che consente di finanziare i ristori in automatico alle regioni che peggiorano di fascia” nelle misure di contenimento del virus. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, a Omnibus. “Poi – ha proseguito Gualtieri – per poter usare un’altra parte di risorse dovuta ad un andamento economico un po’ migliore delle previsioni, chiederemo al Parlamento l’autorizzazione a uno scostamento che ci darà alcuni miliardi aggiuntivi per rafforzare le misure di sostegno economico e accompagnare l’economia nella fine d’anno”.
Gualtieri, che ieri ha ricevuto nella sede del Mef le esponenti di Forza Italia Maria Stella Gelmini e Renata Polverini, ha spiegato che sullo scostamento di bilancio necessario per varare ulteriori misure a sostegno di famiglie e imprese “fa piacere che da parte di Forza Italia ci sia stato un atteggiamento di responsabilità”, ma “non è” un allargamento della maggioranza: “non c’entra nulla”.
Il ministro ha difeso le politiche economiche del Governo, parlando di investimenti “senza precedenti” e ha ribadito che non è opportuno parlare di “cancellazione del debito”: cis arà una riduzione graduale “che possiamo realizzare non attraverso politiche di durissima austerità, ma con un mix di responsabilità e politiche di sostegno alla crescita e investimenti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cimbri apre a Banco Bpm. Bper vola in Borsa
Unipol sale dello 0,9%, Banco del 2,7%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
10:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bper in rialzo in Borsa a Milano dopo il parere favorevole del ceo di Unipol, Carlo Cimbri, alle nozze con Banco Bpm. Il manager, in una intervista al Sole 24 ore, evidenzia come l’unione tra i due istituti porterebbe alla creazione del terzo gruppo bancario italiano con 300 miliardi di attivi. Dopo i primi scambi Bper corre in Borsa e guadagna il 3% e Banco Bpm (+2,7%), Unipol prima azionista di Bper sale dello 0,9%.
Il ceo di Unipol ricorda che Bper oggi ha un programma definito ed è impegnata nell’acquisizione delle “filiali Ubi a completamento dell’operazione avviata lo scorso febbraio. Certo l’idea di creazione del terzo gruppo bancario italiano attraverso l’aggregazione tra Banco Bpm e Bper è affascinante”.
Verrebbe a consolidarsi il settore bancario con un gruppo da “300 miliardi di attivi, prevalentemente nel nord Italia”, aggiunge Cimbri. I media riportano che in questo periodo Banco Bpm sta “definendo le proprie strategie. Qualora dimostrasse prioritario interesse verso questa ipotesi – sostiene il manager – penso che Bper non potrebbe che approfondirla con grande attenzione. Un progetto che creasse valore e fosse coerente con gli interessi degli azionisti raccoglierebbe il consenso degli stessi e del mercato”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Industria: a settembre fatturato -3,2%, ordini -6,4%
Istat, su base annua fatturato in calo del 4,6%, ordini +3,2%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
11:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A settembre il fatturato dell’industria al netto dei fattori stagionali diminuisce in termini congiunturali del 3,2%, interrompendo la dinamica positiva registrata nei quattro mesi precedenti. Tuttavia, nella media del terzo trimestre l’indice complessivo è aumentato del 33,4% rispetto al trimestre precedente. Lo stima l’Istat. Anche gli ordinativi destagionalizzati registrano un deciso calo congiunturale, (-6,4%), mentre nella media del terzo trimestre sono cresciuti del 40,7%. In termini tendenziali, corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi sono stati 22 contro i 21 di settembre 2019), il fatturato totale diminuisce del 4,6%, mentre l’indice grezzo degli ordinativi aumenta del 3,2%. La dinamica congiunturale del fatturato – spiega l’Istat – è sintesi di una significativa diminuzione del mercato interno (-4,9%) e di un aumento pressoché trascurabile del mercato estero dello 0,2%. Per gli ordinativi, invece, il calo congiunturale riflette ampie contrazioni delle commesse provenienti da entrambi i mercati (-5,7% quello interno e -7,3% quello estero).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano avanza nonostante dati su industria
Bene le banche con ipotesi riassetto, poco mosso spread Btp-Bund
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
11:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (+0,7%) prosegue in positivo dopo i dati poco confortanti sul fatturato industriale. A Piazza Affari prosegue la corsa di Banco Bpm (+3,6%), Bper (+3,1%) e Unipol (+2,2%), dopo le parole di Cimbri sull’ipotesi di nozze tra i due istituti di credito. Poco variato lo spread tra Btp e Bund a 121 punti base con il rendimento del decennale italiano allo 0,63%.
In rialzo Nexi (+1,6%) e Terna (+1,8%), quest’ultima dopo l’annuncio di un piano di investimenti. Avanzano anche Atlantia (+1,9%), in attesa di sviluppi sulla vicenda di Aspi, Prysmian (+1,6%) e Leonardo (+1,7%).
Bene Fca (+0,4%) ed Eni (+0,7%), quest’ultima con il prezzo del petrolio stabile. Seduta in positivo per gli istituti di credito con Mediobanca (+2,2%), Unicredit (+1,2%), Intesa (+1,1%) e Mps (+0,5%). Si mostrano deboli Ferrari (-0,3%), Tim e Mediaset (-0,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano avanza ancora (+1%)
Sugli scudi Banco Bpm, Bper e Unipol, stabile spread Btp-Bund
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
11:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano avanza ancora con il Ftse Mib in rialzo dell’1% a 21.756 punti. Sugli scudi Banco Bpm (+4%), Bper (+3,8%) e Unipol (+2,5%), dopo la benedizione di Carlo Cimbri all’ipotesi di unione tra le due banche. Lo spread tra Btp e Bund resta stabile a 120 punti base con il rendimento del decennale italiano allo 0,63%.
A Piazza Affari si mettono in mostra anche Nexi (+2%) e Terna (+1,7%), quest’ultima con il piano di investimenti. Andamento positivo per gli istituti di credito con in testa Mediobanca (+2%), Unicredit (+1,3%), Intesa (+1,4%) e Mps (+1%). Resta debole Ferrari (-0,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa prosegue positiva, Milano (+1%)
Corrono Bper, Banco Bpm e Unipol, in flessione euro su dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
12:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee proseguono in rialzo mentre i futures statunitensi si mostrano deboli. Gli investitori mostrano ottimismo circa l’arrivo dei vaccini contro il coronavirus ed una successiva ripresa della crescita economica. Sullo sfondo resta lo stallo politico sul recovery fund. Sul fronte valutario l’euro sul dollaro resta debole a 1,1859 a Londra.
L’indice d’area stoxx 600 guadagna lo 0,6%. Nel Vecchio continente indossa la maglia rosa Milano (+1%). Bene anche Madrid e Londra (+0,7%), Parigi (+0,6%) e Francoforte (+0,5%). I listini sono sostenuti dal comparto dell’energia (+1,2%), con il prezzo del petrolio in lieve rialzo. Avanzano anche le utility (+0,9%), la farmaceutica e la finanza (+0,5%).
A Piazza Affari prosegue l’avanzata di Bper (+4,2%), Banco Bpm (+3,9%) e Unipol (+3,2%), dopo le parole di Carlo Cimbri sull’ipotesi di unione tra le due banche. In rialzo anche Mediobanca (+1,9%), Nexi (+1,7%) e Terna (+1,6%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps: pagate 14,2 milioni domande di cig, il 99,7%
Le erogazioni dirette, tra il 3 e il 18 novembre sono 594 mila
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
14:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Al 18 novembre, su 14.292.139 domande di pagamento di cig sono 14.198.594 le prestazioni erogate direttamente dall’Istituto a 3.500.295 lavoratori, pari al 99,7% delle richieste. Lo indica l’Inps nell’aggiornamento sui pagamenti di cassa integrazione effettuati direttamente da parte dell’Istituto nel periodo di emergenza Covid, aggiungendo che tra il 3 e il 18 novembre sono state erogate direttamente 594.061 integrazioni salariali.
Dall’inizio dell’emergenza Covid, la cassa integrazione ha coperto oltre 6,6 milioni di lavoratori (3,5 milioni con pagamenti diretti e 3,1 milioni a conguaglio sull’anticipo delle aziende) per 3,4 miliardi di ore e 24,8 milioni di indennità totali erogate. Lo indica l’Inps, sottolineando che nell’intero 2019 i lavoratori che avevano usufruito di cig erano stati 577 mila.
Il numero totale di ore di cassa integrazione guadagni autorizzate nel periodo dal primo aprile al 31 ottobre per emergenza sanitaria Covid è pari a 3,388 miliardi, di cui 1,628 miliardi di cig ordinaria, 1,105 miliardi per l’assegno ordinario dei fondi di solidarietà e 654,4 milioni di cig in deroga. Lo indica l’Osservatorio Inps sulla cig aggiornato alla fine di ottobre. Nel solo mese di ottobre, sempre con la causale Covid, sono state autorizzate 330 milioni di ore, facendo registrare un incremento del 38,1% rispetto alle ore autorizzate a settembre.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa positiva, ma rallenta con future Usa deboli
Bene i petroliferi e le banche, non le auto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
14:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Restano positive, ma rallentano le principali Borse europee, coi future Usa incerti, negativi Dow Jones e S&P e in lieve positivo il Nasdaq, mentre negli Usa sono attesi gli indici Pmi, quello dei prezzi delle case e quello della Fed di Chicago. Prosegue intanto la seconda ondata di Covid 19, insieme alla corsa a mettere in campo vaccini. Ci crede il petrolio, in rialzo (wti +0,6%) a 42 dollari al barile, ma un lieve rialzo dell’oro (+0,4%) a 1.865 dollari l’oncia continua a testimoniare i timori.
Nel Vecchio continente la migliore è Madrid (+0,5%), seguita da Londra (+0,4%), Francoforte (+0,37%) e Parigi (+0,3%). Bene Milano (+0,8%), con lo spread salito a 122. L’indice d’area, Stoxx 600, guadagna lo 0,4%, sostenuto soprattutto dalle utility. Tra i petroliferi i migliori Royal Dutch (+1,7%) e Aker Bp (+1,5%), non Polski Koncern (-2,6%), dopo giorni di rialzo.
Sofferenti, Daimler a parte (+0,4%), le auto, a partire da Renault (-1,4%) e Volkswagen (-0,9%). Ottimiste le banche, da Bank of Ireland (+2,7%) a Banco Bpm (+3,3%) in vista di M&A. Tra i farmaceutici bene Tecan (+2,5%) e AstraZeneca (+2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: bene Milano (+0,5%) con banche, corsa Banco Bpm-Bper
Auto soffrono, su i farmaceutici, petroliferi in ordine sparso
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
14:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Guadagna Piazza Affari (+0,6%), ma in frenata come il resto d’Europa, sulla scia dei future di Wall Street incerti.
In lieve rialzo lo spread sopra 122, ma ottimiste le banche, in particolare con la corsa di Banco Bpm e Bper (+3,5% entrambe) sull’ipotesi di M&A. Su Unicredit (+1,4%), Intesa (+1%) e Fineco (+0,4%). Bene le assicurazioni, da Unipol (+3,3%) a Generali (+0,8%). Tra i titoli in cima al listino principale anche la paytech Nexi (+1,7%) e Mediobanca (+1,6%).
In ordine sparso i petroliferi, con guadagni per Tenaris (+1,3%) e Eni (+0,8%), non Saipem (-0,5%), nonostante il greggio in continua rialzo (wti +0,6%) a 41,9 dollari al barile. Male Ferrari (-0,8%) e Fca (-0,4%) come il comparto. Rimbalza Tim (-0,5%). Bene i farmaceutici con Recordati (+0,9%) e Diasorin (+0,2%). Positivo il lusso con Ferragamo (+0,3%) e sprint di Cucinelli (+3,8%) il giorno dopo i conti e col favore degli analisti, non Moncler (-0,1%), comunque in forte risalita da fine ottobre.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banco Bpm: Castagna, interessati a aggregazioni, bene Cimbri
‘Accogliamo con piacere dichiarazioni ceo Unipol’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
14:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Come più volte dichiarato, la banca è interessata a esplorare operazioni di aggregazione con una forte valenza industriale volte a creare valore per gli azionisti”. Lo ha detto l’amministratore delegato di Banco Bpm, Giuseppe Castagna, circa le dichiarazioni del ceo di Unipol, Carlo Cimbri, su un consolidamento con Bper.
“In tale ottica, accogliamo con piacere – aggiunge – le dichiarazioni del dott. Cimbri, ceo di Unipol, primo azionista di Bper, in relazione a una possibile operazione di consolidamento”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ristori: Al via le nuove domande di contributi a fondo perduto
L’Agenzia delle entrate: ‘Chi non aveva richiesto indennizzi del Dl Rilancio ora può farlo’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
15:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Da oggi, e fino al 15 gennaio 2021, è possibile inviare le domande di accesso ai contributi a fondo perduto previsti dai decreti “Ristori” e “Ristori bis” per i contribuenti che non avevano presentato l’istanza al precedente contributo previsto dal decreto Rilancio. Lo rende noto l’Agenzia delle Entrate, ricordando che per chi aveva già presentato la domanda la scorsa primavera l’accredito delle somme sul conto corrente avviene in maniera automatica.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Da oggi, e fino al 15 gennaio 2021, è possibile inviare le domande di accesso ai contributi a fondo perduto previsti dai decreti “Ristori” e “Ristori bis” per i contribuenti che non avevano presentato l’istanza al precedente contributo previsto dal decreto Rilancio. Lo rende noto l’Agenzia delle Entrate, ricordando che per chi aveva già presentato la domanda la scorsa primavera l’accredito delle somme sul conto corrente avviene in maniera automatica.
La domanda di accesso ai contributi va presentata via web mediante il portale “Fatture e corrispettivi” dell’Agenzia oppure attraverso l’utilizzo di un software di compilazione e un successivo invio attraverso l’applicativo “Desktop telematico”.
L’autenticazione potrà avvenire con le credenziali Fiscoonline o Entratel dell’Agenzia, tramite Spid, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, oppure mediante la Carta nazionale dei Servizi (Cns). Nell’istanza devono essere indicati i codici fiscali del richiedente, dell’eventuale rappresentante o intermediario, le informazioni sulla sussistenza dei requisiti e l’Iban del conto corrente su cui ricedere l’accredito.
Entrambi i contributi si rivolgono ai titolari di una partita Iva attivata prima del 25 ottobre e non cessata al momento della presentazione della domanda. Gli ulteriori requisiti per richiedere il contributo a fondo perduto del Dl Ristori sono due: esercitare come attività prevalente una di quelle rientranti nei codici Ateco elencati nella tabella dell’allegato 1 del decreto e avere avuto l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019. Quest’ultimo requisito non è invece necessario se la partita Iva era stata attivata a partire dal primo gennaio 2019.
Il contributo previsto dal Dl Ristori-bis, invece, è destinato esclusivamente ai titolari di partita iva che hanno il domicilio fiscale o la sede operativa nelle regioni rosse. Gli altri requisiti sono analoghi a quelli del contributo del Decreto Ristori.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa tiene con avvio negativo Wall Street
Bene i petroliferi. Giù le auto, guadagnano i farmaceutici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
16:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Restano positive le principali Piazze europee, anche se indebolite, con l’avvio negativo di Wall Street, mentre la seconda ondata di Covid 19 oscilla tra timori dei lockdown e speranze per i vaccini. La migliore in Europa è Madrid (+0,4%), seguita da Londra (+0,3%)Francoforte e Parigi (+0,2%). Meglio di tutte Milano (+0,7%), con lo spread a 121,4.
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, è in rialzo di poco meno dello 0,3%, sostenuto soprattutto da utility e energia. Col greggio che ha girato in calo (wti -0,3%) a 41,6 dollari al barile, dopo tre settimane di rialzo, sono comunque in forma i petroliferi, in particolare Royal Dutch (+1,9%9 e Neste Oyj (+1,4%), non Polski Koncern (-3%). Male le auto, soprattutto Renault (-1,4%) e Peugeot (-0,6%), non Daimler (+0,5%). Ottimista la maggioranza delle banche, da Bank of Ireland (+2,2%) a Bankinter (+2%), alle italiane come Banco Bpm (+3,5%) sulla spinta di un’ipotesi di M&A. In rosso altre come Hsbc (-0,5%) e Banco de Sabadell (-1%). Guadagni per molti farmaceutici, come Bayer (+1,7%) e AstraZeneca (+1,4%), eccezioni Roche (-1,1%) e Glaxo (-0,3%).

Economia tutte le notizie. Tutta l'Economia in tempo reale. Resta aggiornato, informati e condividi!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 25 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 14:30 DI MERCOLEDì 18 NOVEMBRE 2020

ALLE 16:12 DI GIOVEDì 19 NOVEMBRE 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa tutta in rialzo con futures Usa, Milano +0,7%
Greggio sale sopra 42 dollari, giù dollaro, bene Cnh e Renault
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 novembre 2020
14:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Listini europei tutti positivi, da Milano (+0,7%) a Francoforte (+0,35%), Parigi, Londra e Madrid (+0,3% tutte) sulla scia dei futures su Wall Street, positivi dopo i dati sulle richieste settimanali di mutui e in attesa di quelli sulle concessioni edilizie. In programma oggi un nuovo intervento di Christine Lagarde, mentre tocca al presidente della Fed di Chicago Charles Evans esprimere il parere della Banca Centrale Usa.
Stabile sui 119 punti lo spread tra Btp e Bund, mentre il dollaro si conferma in calo a oltre 1,18 sull’euro e il greggio (Wti +1,8% a 42,4 dollari al barile) infrange una nuova soglia di prezzo. Bene i petroliferi Bp (+0,6%), Total (+0,8%) e Shell (+0,9%) insieme ad Eni (+0,67%).Acquisti su Credit Agricole (+0,59%), in controtendenza SocGen (-0,67%), bene Bper (+3,75%) che lancia con successo un bond da 400 milioni di euro. Corre Cnh (+2,9%), dopo l’annuncio dell’arrivo di Scott Wine da Polaris, salutato con favore dagli analisti, deboli Pirelli (-0,61%) e Volkswagen (-0,2%), bene Renault (+2,95%), più caute Peugeot (+0,45%) ed Fca (+0,22%) nonostante il calo delle immatricolazioni di auto registrato nell’Ue in ottobre.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lamborghini: Stephan Winkelmann nuovo presidente e AD
Già 11 anni a capo della Casa del Toro, resta presidente Bugatti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 novembre 2020
16:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stephan Winkelmann è il nuovo presidente e amministratore delegato di Automobili Lamborghini. Per Winkelmann, che entrerà in carica il 1 dicembre, si tratta di un ritorno: ha già guidato la Casa del Toro negli 11 anni precedenti l’era Domenicali (2016-2020), consolidando il marchio e portandolo alla realizzazione del super-Suv Urus.
Winkelmann mantiene anche la carica di presidente di Bugatti, altro marchio super esclusivo del Gruppo Volkswagen.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a Ny, a 41,97 dollari
Rialzo dell’1,3%
1
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
18 novembre 2020
15:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dell’1,30% a 41,97 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: apertura Wall Street, Dj +0,27%, Nasdaq -0,02%
S 500 invariato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
18 novembre 2020
15:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre debole. Il Dow Jones sale dello 0,27% a 28.862,80 punti, il Nasdaq perde lo 0,02% a 11.896,21 punti mentre lo S&P 500 è invariato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa positiva con avvio incerto Wall Street
Bene banche, petroliferi e auto. Guadagna Milano (+0,7%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 novembre 2020
16:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Proseguono in positivo le principali Borse europee con l’avvio incerto di Wall Street, con in rialzo il Down Jones e in ribasso il Nasdaq, con dati in crescita negli Usa per i permessi edilizi e nuove costruzioni e richieste di ipoteche in calo. Mentre proseguo la corsa alla preparazione dei vaccini anti-Covid e la seconda ondata della pandemia cresce in molti Paesi, in Europa la migliore è Parigi (+0,4%), seguita da Madrid e Londra (+0,3%) e Francoforte (+0,1%).
Bene Milano (+0,7%), con lo spread in lieve rialzo a 120.
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, guadagna lo 0,3%. Bene i petroliferi, in particolare Polski Koncern (+3,4%), Aker (+2,6%) e Neste Oyj (+2,1%), col greggio che guadagna (wti +0,8%) a 41,7 dollari al barile. Bene le auto, soprattutto Renault (+4,1%) e Daimler (+1,9%), nonostante i dati del mercato a ottobre in calo, eccezione Volkswagen (-0,03%). In forma le banche, a partire da Fineco (+2,7%) e Hsbc (+2,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: Franco, sì a stimoli ma rischi da alto debito
Per il dg della banca centrale, arrivano nuove sfide
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 novembre 2020
16:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Nelle circostanze attuali al fine di sostenere la domanda aggregata, è necessario un considerevole stimolo” di bilancio. “Tuttavia, quello stesso stimolo solleva nuove sfide, poiché si tradurrà in un aumento record del debito pubblico in tutto il mondo”.
Lo afferma il dg della Banca d’Italia Daniele Franco al workshop congiunto Banca d’Italia / SUERF – The European Money and Finance Forum. Per Franco, la politica monetaria “non può ignorare l’impatto della politica di bilancio”. L’alto debito può avere un impatto sulla trasmissione della politica monetaria n con rischi di una maggiore volatilità. “Ripagare il debito – spiega – è attualmente più facile grazie ai bassi tassi nominali ma la persistenza di questi livelli non può essere garantita a lungo. Inoltre episodi di turbolenze finanziarie sono possibili creano un circolo negativo fra aspetttative di mercato e fondamentali macroeconomici”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mcc: si amplia platea beneficiari del Fondo garanzia
Dopo via libera Commissione Ue
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 novembre 2020
16:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si amplia ulteriormente la platea dei beneficiari ammissibili al Fondo di Garanzia con l’entrata in vigore delle modifiche introdotte dal Dl Agosto, a seguito del nulla osta da parte della Commissione Europea. E’ quanto informa il Mediocredito centrale secondo cui le novità si applicano alle richieste di ammissione presentate al Fondo dal 19 novembre 2020.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per le operazioni fino a 30mila garantite al 100% sono ammissibili due nuove tipologie di beneficiari. La prima comprende gli enti non commerciali, inclusi gli enti del terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti. La seconda tipologia riguarda le attività finanziarie e assicurative. Sono infatti ammissibili alla garanzia del Fondo tutte le imprese individuali, i professionisti e gli studi professionali che svolgono attività ausiliarie dei servizi finanziari e delle attività assicurative . La normativa fino ad oggi vigente ammetteva soltanto agenti di assicurazione, subagenti di assicurazione e broker. La terza novità interessa tutte le categorie di operazioni finanziarie garantite dal Fondo. Sarà infatti possibile presentare le richieste garanzia anche in favore di imprese che hanno ottenuto un prolungamento della garanzia per motivi di temporanea difficoltà, purché risultino in bonis.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: su Milano (+0,9%) con banche, sprint Bper
Male farmaceutici. Con rialzo greggio bene Tenaris e Eni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 novembre 2020
16:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ in rialzo Piazza Affari con le banche e in particolare uno sprint di Bper (+6,2%), che sta lanciando un bond da 400 milioni di euro. Con lo spread poco sotto 120 punti, guadagni anche per Fineco (+2,7%), Banco Bpm (+1,7%), Intesa (+1,6%) e Unicredit (+1,1%).
Positiva anche la paytech Nexi (+3,4%). In alto nel Ftse Mib Cnh (+3,8%), spinta dall’arrivo di Scott Wine da Polaris, Azimut (+2,4%) e Tim (+2,3%) con l’accordo con Eutelsat. Tra i petroliferi, col greggio in rialzo (wti +0,8%) a 41,8 dollari al barile), bene Tenaris e Eni (+0,9%), non Saipem (-0,2%). Positiva Fca (+0,5%), nonostante il calo delle immatricolazioni del settore in Europa.
Nel lusso perde Moncler (-1,4%). Male i farmaceutici con Diasorin (-1,3%) e Recordati (-1%) e tra i titoli a minore capitalizzazione anche Pierrel (-3%). Tra i titoli deboli Atlantia (-0,3%). Fuori dal listino principale corsa di Tiscali (+11,6%) e Caleffi (+14%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ericsson: 30 assunzioni nel 2020 con contratto di espansione
In attesa di completare scivolo pensionistico per 63 posizioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 novembre 2020
17:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’attuazione del contratto di espansione “ci siamo focalizzati sulla formazione, sulle assunzioni e sullo scivolo pensionistico. Il nostro accordo, siglato il 27 novembre 2019, prevedeva la formazione per il 100% della forza lavoro, circa 2mila persone, con un programma di e-learning certificato, dove le persone sono state divise per famiglia professionale, per dotare tutti delle competenze di base relative alle nuove tecnologie, come 5G e intelligenza artificiale”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo dichiara la head of people di Ericsson in Italia e Sud Est Mediterraneo, Laura Nocerino, facendo il punto a un anno dalla firma del contratto di espansione da parte dell’azienda. “Con i sindacati e il ministero – ha spiegato – ci siamo impegnati a effettuare 30 assunzioni entro la fine del 2020, cosa che abbiamo completato, concordando anche 63 posizioni per lo scivolo pensionistico”. “Ad oggi – sottolinea – abbiamo effettuato la formazione per tutto il personale, abbiamo effettuato le 30 assunzioni e siamo in attesa di completare lo scivolo pensionistico”. Tra i vantaggi del contratto di espansione, spiega Nocerino, la possibilità “di andare in pensione con 60 mesi di anticipo, rispetto alla pensione di vecchiaia o anticipata. Nel caso soprattutto di anticipata due anni sono coperti dallo Stato attraverso la Naspi, con costi contenuti per l’azienda”. “Spero che diventi una norma strutturale a tutti gli effetti – conclude Nocerino – perché sono convinta che sarà di grande aiuto per il processo di ringiovanimento della nostra forza lavoro e per l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa migliora con banche e auto, giù i farmaceutici
Petroliferi in rialzo col greggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 novembre 2020
17:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Migliorano le principali Borse europee, insieme a Wall Street, nonostante il crescere dei contagi da Covid 19, ma con le speranze di vaccini. Lieve rialzo dell’oro (+0,3%) a 1.880 dollari l’oncia.
La migliore è Parigi (+0,5%), seguita da Madrid (+0,47%), Francoforte (+0,46%) e Londra (+0,3%). Bene Milano (+0,8%), con lo spread fermo a 120 punti.
L’indice d’area, Stoxx 600, guadagna lo 0,4%, sostenuto soprattutto da finanza e beni voluttuari, mentre fatica il comparto salute. Tra le banche, in positivo, le migliori sono Dnb (+2,9%) e Hsbc (+2,3%), con eccezioni come Banco Santander e SocGen (-0,8%) e Banco de Sabadell (-1,9%). Auto ottimiste, a partire da Renault (+4,4%), nonostante i dati in calo sulle immatricolazioni europee del comparto. Bene la maggioranza dei petroliferi, come Polski Koncern (+4%) e Aker Bp (+3,7%), non Bp (-0,1%) e Gal (-0,2%), col greggio in salita (wti +1,1%) a 41,9 dollari al barile. Male i farmaceutici, da AstraZeneca (-1,2%) a Glaxo (-1,7%), con eccezioni come Genmab (+2,8%) e Sanofi (+1,5%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Consulenza: Paola Perrotti nuovo ad di Fb&Associati
Aumenta focus su consulenza istituzionale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 novembre 2020
19:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Paola Perrotti è stata nominata Amministratore Delegato di FB&Associati, la prima società di consulenza fondata in Italia specializzata in relazioni istituzionali, advocacy e lobbying.
La nomina di Perrotti, già partner della società, si inserisce nel quadro dell’evoluzione di Fb&Associati, caratterizzata da una sempre maggiore focalizzazione nell’area della consulenza istituzionale strategica e della web advocacy, e di una più ampia valorizzazione del sistema di expertise presenti all’interno della società e del gruppo dirigente, già avviata lo scorso anno con la trasformazione in SPA.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un’evoluzione nata per rispondere alla crescente domanda di supporto da parte delle imprese per interpretare e incidere su scenari politici, di mercato e socio-economici sempre più incerti e complessi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo (+0,8%)
Il Ftse Mib a 21.622
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
18 novembre 2020
17:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rialzo per la Borsa di Milano. Il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,88% a 21.622 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude positiva
Francoforte e Parigi (+0,5%), Londra (+0,3%)
c
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 novembre 2020
18:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura positiva per le principali Borse europee. La migliore è stata Madrid (+0,59%) a 7.981 punti, seguita da Francoforte (+0,52%) a 13.201 punti, Parigi (+0,52%) a 5.511 punti e Londra (+0,31%) a 6.385 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediaset: prosegue recupero in Borsa, +3,2% a 2 euro
In rialzo settore in Europa, calma Vivendi a Parigi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 novembre 2020
18:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora acquisti in Piazza Affari su Mediaset, che ha corretto i massimi dal crollo generalizzato dei listini azionari in primavera per l’emergenza Covid: il titolo del Biscione ha chiuso in rialzo del 3,2% a 2,034 euro, quindi superando la soglia psicologica dei 2 euro che alla vigilia aveva solo toccato in corso di seduta.
Gli operatori vedono un generale rialzo dei titoli dei media in Europa e un ritorno dell’attenzione anche politica su Mediaset, con gli altri titoli potenzialmente coinvolti nel braccio di ferro con Vivendi di fatto calmi: il gruppo francese ha registrato un aumento finale dello 0,9%, Mediaset Espana ha chiuso piatto, mentre la tedesca Prosieben, della quale il Biscione è ampiamente il primo azionista, ha registrato un calo finale dello 0,5%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: bene Milano (+0,8%) con le banche, sprint Bper
Perdono i farmaceutici, bene Eni e Tenaris col greggio in rialzo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 novembre 2020
18:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ottimista Piazza Affari (+0,88%) nella seduta di metà settimana, mentre il Paese affronta la seconda ondata di Covid 19 e la manovra di bilancio è al voto.
Bene le banche, con lo spread chiuso poco sotto 121 punti, e uno sprint di Bper (+6,1%), lanciato un bond da 400 milioni di euro e guadagni per Fineco (+2,3%), Banco Bpm (+1,4%), Intesa (+1,3%) e Unicredit (+0,8%).
In forma anche la paytech Nexi (+3,1%).
Bene Cnh (+3,4%), con l’arrivo di Scott Wine da Polaris, in rialzo Tim (+2,8%), con l’accordo con Eutelsat, bene Azimut (+2,6%). Col greggio in rialzo (wti +1,6%9 a 42,1 dollari al barile), crescita per Eni (+1,3%) e Tenaris (+1,1%), non per Saipem (-0,1%). In forma Fca (+0,4%) come il comparto, nonostante il calo di immatricolazioni a ottobre. Piatta Atlantia (+0,07%). Bene Generali (+0,7%) che conferma strategia e target. Male i farmaceutici, da Diasorin (-2%) e Recordati (-1,1%). Giù Banca Mediolanum (-0.9%) e Campari (-0,8%) e nel lusso Moncler (-0,6%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Patuanelli, per nuovo Industry 4.0 investimenti 24 mld
Primo mattone Recovery fund
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 novembre 2020
19:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il nuovo Piano Nazionale Transizione 4.0 è il primo mattone su cui si fonda il Recovery Fund italiano. Stiamo parlando di un investimento di circa 24 miliardi di euro”.
E’ quanto dichiara il Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli.
“Con il Piano Nazionale Transizione 4.0 si raggiungono due obiettivi fondamentali – aggiunge -: stimolare gli investimenti privati con una maggiorazione delle aliquote; dare stabilità alle categorie produttive con un pacchetto di misure ampio e pluriennale”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in calo (-0,35%)
Cambi: yen più forte su dollaro ed euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
19 novembre 2020
01:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia la seduta col segno meno, con gli investitori che guardano con cautela agli sviluppi della ricerca medica sul vaccino contro il coronavirus e alle prospettive di ripresa per l’economia globale. L’indice di riferimento Nikkei perde lo 0,35% a quota 25.637,52, lasciando sul terreno 90 punti.
Sul mercato valutario lo yen è tornato a rafforzarsi sul dollaro a un livello di 103,90 e poco sopra a 123 sull’euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio:arretra a 41,4 dollari dopo misure anti Covid a Ny
Scende dai massimi degli ultimi due mesi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
08:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo del petrolio scende dai massimi degli ultimi due mesi dopo il varo di nuove misure a New York contro il Covid dove sono state chiuse le scuole. pesano anche causa i malumori all’interno dell’Opec+.
Il greggio Wti del Texas scende a 41,4 dollari dopo il balzo del 4% in tre sedute. Il Brent del Mare del Nord cede lo 0,5% a 44,12 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: scende a 1863 dollari l’oncia
Ribasso dello 0,45%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
08:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In calo il prezzo dell’oro sui mercati. Il metallo con consegna immediata perde lo 0,45% a 1863 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro apre stabile a 1,1851 dollari
Yen a 103,94
1
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
08:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Apertura stabile per l’euro sui mercati. La moneta unica passa di mano a 1,1851 dollari.
In Asia lo yen scambia a 103,94.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Thyssen: annuncia 11mila esuberi per coronavirus
Dal 2019 già tagliati 3.600 posti, entro 3 anni i rimanenti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
10:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il colosso tedesco dell’acciaio Thyssen annuncia il taglio di 11mila posti di lavoro, quasi il doppio di quanto preventivato nel maggio del 2019. Lo si legge in una nota in cui viene indicato che la drastica decisione è dovuta alla necessità di “indirizzare il gruppo agli sviluppi del mercato nel lungo termine e fare fronte agli effetti del coronavirus”.
Dei 6mila posti annunciati nel 2019 il gruppo ne ha già tagliati 3.600 e punta a raggiungere quota 11mila “nei prossimi 3 anni”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp/Bund apre stabile a 121 punti
Rendimento a 0,65%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
08:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura stabile per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 121 punti contro i 120 della chiusura di ieri.
Il rendimento del decennale è pari allo 0,65%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia a due velocità, pesa ancora Covid, Tokyo -0,36%
Futures contrastati, attesi vertice Ue e dati Fed Filadelfia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
08:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta contrastata per le principali borse di Asia e Pacifico, con Tokyo (-0,36%) ancora negativa insieme a Taiwan (-0,37%) dopo l’allerta massima sul Covid scattata nella vigilia. Lieve rialzo di Seul (+0,07%) e Sidney (+0,25%), bene invece Shanghai (+0,47%), mentre cedono Hong Kong (-0,49%) e Mumbai (-0,11%) ancora in fase di contrattazioni.
Negativi i futures sull’Europa, positivi invece i contratti sugli indici Usa, con il greggio Wti (-0,07%) in lieve calo insieme all’oro (-0,55%). Stabile il dollaro a103,8 yen e a 1,18 sull’euro. In arrivo le richieste di sussidi di disoccupazione negli Usa e gli indici della Fed di Filadelfia, mentre in Europa è atteso un vertice dei leader dell’Ue per fare il punto sul Covid dopo i veti posti da Polonia, Ungheria e Slovenia sul ‘fondo ‘Next Generation’ per la ricostruzione nell’Ue.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in calo, -0,63%
Indice Ftse Mib a quota 21.485 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in calo, -0,63%
Indice Ftse Mib a quota 21.485 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
19 novembre 2020
09:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in calo per Piazza Affari.
L’indice Ftse Mib cede lo 0,63% a 21.485 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in calo, Londra cede lo 0,94%
Giù anche Parigi (-0,9%), Francoforte (-0,7%) e Madrid (-1,2%)
c
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
09:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in calo per le principali borse europee. Londra cede lo 0,94% a 6.325 punti, Parigi lo 0,97% a 5.458 punti, Francoforte lo 0,76% a 13.101 punti e Madrid l’1,22% a 7.884 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano riduce calo (-0,3%), corre Diasorin, frena Exor
Calo greggio frena Eni, debole Intesa, spread risale a 123 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
09:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari riduce il calo segnato in apertura, portando l’indice Ftse Mib (-0,33%) più vicino alla parità. Corre Diasorin (+2,59%), indicata dagli analisti di Bloomberg come uno dei titoli da tenere sott’occhio nelle prossime settimane, quando Astra Zeneca sarà in grado di fornire i risultati finali dei propri test sul vaccino anti Covid.
La segue a distanza Recordati (+0,4%), mentre scivola sul fronte opposto Exor (-2,37%) a differenza di Ferrari (+1,03%).
Debole Fca (0,5%), prese di beneficio su Cnh (-1,42%) dopo la corsa della vigilia. Il calo del greggio (Wti -0,4% a 41,66 dollari) frena Eni (-1,3%) insieme a Tenaris (-1,2%) e Saipem (-0,8%). Giù Generali (-1,2%), Leonardo (-1,1%), Pirelli (-0,9%) e Mediolanum (-1%). In campo bancario frenano anche Intesa (-0,6%), Unicredit e Banco Bpm (-0,5% entrambe). Poco mossa Bper (+0,07%), positiva Snam (+0,4%), che ha annunciato l’acquisto del 33% di De Nora, di cui sarà partner per la transizione energetica verso l’idrogeno. In rialzo lo spread tra Btp e Bund a 123 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lagarde, seconda ondata toccherà severamente l’economia
Il Ricovery serve subito
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
19 novembre 2020
09:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“In generale l’economia della zona euro sarà toccata severamente dalle conseguenze del rapido aumento dei contagi e dal ripristino delle misure di contenimento, ponendo rischi chiaramente al ribasso alle prospettive economiche a breve termine”: lo ha detto la presidente della Bce Christine Lagarde parlando alla commissione econ del Parlamento Ue secondo cui “il pacchetto Next Generation EU deve diventare operativo senza indugio. Le risorse aggiuntive del pacchetto possono facilitare politiche fiscali espansive, in particolare nei Paesi dell’area dell’euro con un margine di bilancio limitato”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa frena dopo intervento Lagarde , Milano -0,8%
Scivolone Thyssen dopo annucio esuberi e conti, giù il greggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
10:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’allarme sugli effetti della pandemia lanciato dalla presidente della Bce Cristine Lagarde alla commissione economia del Parlamento Ue frenano i listini europei. Milano (-0,6%) si riporta sui livelli dell’apertura a differenza di Francoforte (-0,225) che tenta il rimbalzo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Deboli Parigi e Londra (-1% entrambe), indietro a tutte Madrid (-1,6%).
Negativi i futures Usa, in calo a 122,8 lo spread tra Btp e Bund, così come il greggio (Wti -1,36% a 41,28 dollari) mentre il dollaro rimbalza a 1,182 sull’euro.
Al di là dei progressi sui vaccini ciò che spaventa i mercati sono gli effetti sull’economia, e l’appello di Lagarde a far diventare operativo “senza indugio” il fondo Next Generation Eu lo conferma. Sotto pressione la grande industria a partire dall’acciaio di Thyssen (-7%), che ha annunciato il taglio di 11mila posti di lavoro insieme ai conti di fine esercizio, con ricavi in calo del 15%. Giù anche Abb (-3,16%), Kion (-6,68%) e Melrose (-4%). Sotto pressione i petroliferi Shell e Bp (-3% entrambi) insieme a Total (-2,6%) ed Eni (-2,37%) in Piazza Affari. In campo bancario cedono Santander (-2,77%), Socgen e CaixaBank (-2,3% entrambe). A Milano ampliano il calo Intesa ((-1,25%) e Unicredit (-1,52%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ue: Gualtieri,possibile ok a dicembre a regole Recovery (2)
Fiducioso si supererà veto Polonia e Ungheria
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
11:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il negoziato in trilogo è in corso e non sembra indicare questioni particolarmente insolubili. C’è una prospettiva concreta di arrivare a una sintesi e dunque all’adozione del regolamento sul Rrf (Recovery and Resilience Facility) in prima lettura durante la plenaria del 14-17 dicembre”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Così il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri in audizione in videoconferenza davanti alle commissioni Senato sugli esiti degli ultimi Ecofin. Il ministro ha ricordato che sul Rrf, lo “strumento principale del pacchetto da 750 miliardi per la ripresa”, si è raggiunto “un accordo politico tra i Paesi in sede Ecofin lo scorso 6 ottobre e devono essere accolte con soddisfazione le tante proposte migliorative fatte”.”Tutta l’Europa ha bisogno che il Net generation Eu parta, sono fiducioso che questa situazione verrà superata”. “E’ immaginabile che il trilogo si concluderà nei tempi previsti” ma “resta questo scoglio di questo stop improprio dato dai due paesi alle risorse proprie per motivi esterni che noi giudichiamo sbagliata e auspichiamo possa essere superata rapidamente”. Il ministro ha definito la posizione di Polonia e Ungheria “doppiamente impropria”, sia per i contenuti dell’intesa perché sullo stato di diritto si è raggiunto “un compromesso equilibrato”, sia perché si “trasferisce l’insoddisfazione” da una procedura in cui non è previsto il veto, al veto sulle risorse proprie.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Catalfo, se necessario, impegno governo per altra cig
Fondo 500 mln politiche attive, sarà aumentato in prossimi mesi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
11:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo le ulteriori 12 settimane di cig inserite nella legge di Bilancio, fruibili da gennaio, e collegate fino a fine marzo al blocco dei licenziamenti, “laddove dovesse essere necessario, c’è l’impegno del governo a finanziare ulteriori settimane di cassa integrazione”. Lo ha assicurato la ministra del Lavoro e delle Politiche sociali, Nunzia Catalfo, puntando l’attenzione contestualmente sulle politiche attive del lavoro.
In manovra, ha sottolineato, c’è “un primo stanziamento di 500 milioni, che aumenteremo nei prossimi mesi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano riduce calo (-0,3%), corrono Diasorin e Snam
Acquisti su Inwit e Terna, scivolano Amplifon, Exor ed Eni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
11:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari riduce il calo (Ftse Mib -0,3%) spinta da Diasorin (+3,1%), indicata dagli analisti come titolo su cui puntare in vista dell’arrivo dei vaccini anti Covid, Inwit ((+2,88%), promossa dagli analisti di Bloomberg per le attese sul prossimo dividendo, previsto in crescita fino a 30 euro (+76%), e Snam (+2,5%), che ha annunciato l’ingresso nel produttore di elettrodi per l’idrogeno De Nora. In luce anche Terna (+2%), che ha presentato il nuovo piano industriale.
Gira in positivo Fca (+0,9%) che sorpassa Ferrari (+0,36%), mentre le vendite si concentrano su Amplifon (-3%), Exor (-2,34%) ed Eni (-2,66%), frenata dal greggio insieme a Saipem (-1,41%) e Tenaris (-2,39%). Segno meno per Generali (-1,58%), Mediolanum (-1,52%) Intesa e Unicredit (-1,4% entrambe). Scivola Leonardo (-2,42%) insieme a Cnh (-1,3%), oggetto di prese di beneficio dopo il balzo della vigilia con l’annuncio del nuovo amministratore delegato in arrivo a gennaio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Satispay: entrano Tim, Tencent,Square e Lgt
Finanziamento da 93 milioni. Esce Iccrea
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
11:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I big entrano con la rincorsa in Satispay, la fintech italiana dei pagamenti che chiude un round di finanziamenti da 93 milioni di euro, portando il valore dell’azienda post investimento a 248 milioni.
Un ’round’ internazionale che vede l’ingresso di TIM Ventures, Square, la fintech guidata dal ‘papà’ di Twitter Jack Dorsey, Tencent, il colosso dei pagamenti digitali e del gaming, e LGT Lightstone parte del grande gruppo familiare di private banking e asset management.
Al loro fianco ancora investitori e angel investor che supportano il progetto Satispay ormai da anni mentre esce, cedendo le sue quote, Iccrea.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Osservatorio Birra, 2020 persi 1,6 mld e 21mila posti lavoro
Rapporto sul valore condiviso del settore brassicolo in Italia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
10:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’arrivo del Covid ha colpito duramente anche il settore della birra per cui esiste un prima e un dopo pandemia. Nel 2020, in sei mesi, sono stati persi 1,6 miliardi di euro di valore condiviso, con una perdita di circa 21mila posti di lavoro lungo l’intera filiera, soprattutto nel settore del fuori casa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I dati che fotografano l’andamento del settore nel 2019 e nei primi sei mesi del 2020 sono stati diffusi dall’Osservatorio Birra con la presentazione del quarto Rapporto “La creazione di valore condiviso del settore della birra in Italia”, realizzato da Althesys. Per calcolare il valore condiviso lo studio ha analizzato tutte le fasi della filiera della birra (approvvigionamento materie prime, produzione, logistica, distribuzione e vendita), considerando gli effetti diretti (valore aggiunto, contribuzione fiscale, occupazione) delle attività dell’industria birraria italiana, quelli indiretti e indotti, le ricadute degli investimenti pubblici.
Da marzo a giugno 2020 la produzione ha subito una battuta d’arresto del -22%, con picchi, tra marzo e maggio, del -30%, e una timida ripresa a luglio (+8%) e agosto (+2%). Di riflesso, anche il valore condiviso è crollato, nel primo semestre 2020, del -22,7% (circa 900 milioni di euro) rispetto al primo semestre 2019 e del -34,2% rispetto al potenziale stimato (quasi 1,6 miliardi di euro), visto che i primi due mesi dell’anno seguivano il trend positivo degli ultimi anni, registrando un aumento della produzione del +7 e del +12%. La perdita di quasi 1,6 miliardi di euro (1.564) va a penalizzare soprattutto distribuzione e logistica, con l’Ho.Re.Ca. che da sola perde 1.373,9 milioni di euro. Il che significa anche 21.016 posti di lavoro persi lungo la filiera.    VAI ALLA POLITICA   VAI ALLA TECNOLOGIA   VAI ALLA CRONACA   VAI ALLE NOTIZIE DEL PIEMONTE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

A.Mittal: sindacati, 25/11 due ore sciopero e presidi
Indetti dalle segreterie nazionali di Fim, Fiom e Uilm
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TARANTO
19 novembre 2020
12:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le segreterie nazionali di Fim, Fiom e Uilm hanno proclamato per mercoledì 25 novembre a sostegno delle proposte e delle priorità rivendicative delineate ieri nel coordinamento nazionale che si è svolto in videoconferenza, una giornata di mobilitazione nazionale nei siti del gruppo ArcerlorMittal, con sciopero di 2 ore, presidi, iniziative e collegamenti dagli stabilimenti con conferenza stampa in videoconferenza dei segretari generali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Terzo Settore: fondi per 30 mln a enti Lombardia e Piemonte
Messina, sosteniamo l’iniziativa con i finanziamenti
A
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
13:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli enti del terzo settore di Lombardia e delle province piemontesi di Novara e del Verbano Cusio Ossola potranno beneficiare di finanziamenti a tasso agevolato per 30 milioni di euro. I fondi saranno messi a disposizione attraverso il progetto “Sostegno al Terzo Settore” promosso da Fondazione Cariplo, Intesa Sanpaolo, CSVnet Lombardia, Fondazione Onc, Cooperfidi Italia, Fondazione Peppino Vismara e Fondazione Social Venture Giordano Dell’Amore.

“Sicuramente l’anno prossimo ci sarà un recupero ma nei prossimi sei mesi bisogna essere vicini a chi ha bisogno”. Così il ceo di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, nel corso della presentazione dell’iniziativa. “Siamo già la banca più importante del terzo settore – aggiunge – e quindi, insieme agli altri soggetti coinvolti in questa iniziativa, in primis la fondazione Cariplo, abbiamo deciso di sostenere la possibilità di erogare finanziamenti ino a 30 milioni di euro a condizioni particolari”.
Il presidente della Fondazione Cariplo, Giovanni Fosti, ha ricordato come a “causa della pandemia molti enti del terzo settore stanno vivendo una situazione di estrema fragilità, e un concreto rischio di non sopravvivere alla crisi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa debole con futures, Milano regina (-0,3%)
Quadro economico Lagarde frena mercati, pesa nuovo calo greggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
12:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si confermano deboli le principali borse europee dopo il quadro dipinto dalla presidente della Bce Christine Lagarde in commissione Eco al Parlamento Ue.
Contribuisce a frenare i mercati anche il crescere dei contagi da Coronavirus nonostante i progressi annunciati sul fronte dei vaccini, l’ultimo dei quali proviene da AstaZeneca.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Milano (Ftse Mib -0,3%) è la migliore seguita da Parigi e Madrid (-0,85% entrambe), Londra (-1%) e Francoforte (-1,05%). Negativi i futures Usa in attesa delle richieste settimanali di sussidi di disoccupazione, dell’indice Fed di Filadelfia e delle vendite di case. Stabile sopra quota 122 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi, mentre si avvicina a quota 41 dollari il greggio (Wti -1,4% a 41,2 dollari), dopo aver abbondantemente superato i 42 nella vigilia. In rialzo il dollaro a 1,182 sull’euro.
Soffrono i petroliferi Bp (-3,55%), Shell (-3,1%), Total ed Eni ( -2,27% entrambe), mentre in campo industriale svicola il colosso tedesco dell’acciaio Thyssen (-7,1%), che ha annunciato il taglio di 11mila posti di lavoro insieme ai conti di fine esercizio, con ricavi in calo del 15%. Perde la stessa percentuale anche Kion, che ha annunciato un aumento di capitale per l’11% delle azioni esistenti, Abb (-2,5%), Kion e Melrose (-4,2%). Contrastati i farmaceutici con vendite su Roche (-0,8%), Bayer (-2,22%) e AstraZeneca (-0,15%), mentre salgono GlaxoSmithKlinbe (+0,73%) e Diasorin (+1,12%). In campo bancario cedono Commerzbank (-3,54%), SocGen (-3,13%), Santander (-2,77%) e CaixaBank (-1,75%). Più caute Bper (-1%), Intesa (-1,17%), Unicredit (-1,29%) Banco Bpm (-1,3%) in Piazza Affari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banca Fucino: Benettin nuovo responsabile Private Banking
Manager guiderà rete in tutta Italia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
13:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banca del Fucino prosegue nella focalizzazione sul settore del Private Banking con l’ingresso di Pier Luigi Benettin con la carica di Responsabile Direzione Private Banking & Wealth Management. Benettin guiderà la rete dei private banker operanti su tutto il territorio nazionale e in particolare nelle storiche aree di elezione del Lazio, dell’Abruzzo e della Sicilia e nella sede Private di Milano.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Benettin, 55 anni, vanta un’esperienza ultraventennale nel settore finanziario e proviene da MPS Capital Services Banca per l’Impresa S.p.A, la Corporate & Investment Bank del Gruppo Montepaschi dove ha lavorato dal 2008, ricoprendo vari ruoli, da ultimo quello di responsabile Asset Management & Execution, unità specializzata in sales & advisory per clientela istituzionale e servizi di negoziazione (execution hub). Dal 2001 al 2008 ha lavorato in Banca Antonveneta, ricoprendo l’incarico di Head of Equity e Head of Proprietary Trading, dal 1993 al 2001 in Banca Popolare di Vicenza, dapprima come Head of Execution e poi come Financial Risk Manager.
La rilevanza strategica della divisione Private Banking è confermata dal Piano Industriale 2021-2023 varato dalla Banca del Fucino – Capogruppo del Gruppo Bancario Igea Banca presieduta da Mauro Masi e diretta da Francesco Maiolini – in cui viene evidenziato l’obiettivo di rilanciare e rafforzare la sede Private di Milano e di prevedere entro il mese di gennaio del 2021 nuove aperture a Padova e ad Ancona con l’obiettivo di consolidare le relazioni commerciali avviate con la clientela e il tessuto industriale della Lombardia, del Veneto e delle Marche.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps: pesa effetto Covid, in 8 mesi assunzioni -35%
In calo anche trasformazioni (-32%), frenano cessazioni (-21%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
13:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le assunzioni attivate dai datori di lavoro privati nei primi otto mesi del 2020 sono state 3.305.000: rispetto allo stesso periodo del 2019 la contrazione risulta pari al 35%, per effetto dell’emergenza legata alla pandemia Covid. Lo indica l’Osservatorio Inps sul precariato.
La contrazione, particolarmente negativa nel mese di aprile (-83%), è risultata progressivamente attenuarsi, con l’allentamento delle misure restrittive, scendendo sotto il 20% sia in luglio che in agosto. Il calo ha riguardato tutte le tipologie contrattuali, risultando però particolarmente accentuato per le assunzioni con contratti di lavoro a termine (intermittenti, somministrati, a tempo determinato). In calo anche le trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato, che nel periodo gennaio-agosto 2020 sono risultate 336.000, in flessione rispetto allo stesso periodo del 2019 del 32%. Mentre frenano le cessazioni dei rapporti di lavoro, con il blocco dei licenziamenti: le cessazioni nel complesso degi otto mesi sono state 3.330.000, in diminuzione rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente del 21%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in parità (-0,04%), balzo di Snam e Inwit
Bene anche Terna dopo piano
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
14:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si porta in parità Piazza Affari (Ftse Mib -0,04%), spinta da Snam (+3,49%) dopo l’acquisizione del 33% di De Nora, attiva nelle tecnologie per l’idrogeno verde. Bene anche Inwit (+2,88%) spinta dalle attese per il dividendo, che secondo gli analisti di Bloomberg potrebbe salire fino a 30 euro (+76%).
Sugli scudi Terna dopo il Piano industriale, bene anche Italgas (+2,25%), A2a (+1,7%) ed Fca (+1,6%). Rallenta il passo Diasorin (+1,4%), mentre azzera il rialzo Recordati, che si porta in parità. Proseguono invece le vendite su Amplifon (-3,91%), Mediolanum (-2,45%) ed Exor (-2,37%), che non danno segni di miglioramento nonostante il recupero dell’indice di riferimento. Il calo del greggio (-0,3%) frena Eni (-1,82%) insieme a Tenaris (-1,95%), cauta invece Saipem (-0,35%). Giù anche Leonardo (-1,86%), Mediobanca (-1,67%), Banco Bpm (-1,29%), Unicredit (-1,15%) e Intesa (-1,1%), nonostanbte il calo dello spread tra Btp e Bund a 121,8 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo: a Torino Museo dell’Industria Aeronautica
Dai velivoli in legno fino agli aerei pilotati da remoto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
19 novembre 2020
14:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Torino entra a far parte del Sistema Museale di Leonardo. Situato presso lo stabilimento Leonardo Velivoli di Torino Caselle Sud, il Museo dell’Industria Aeronautica Leonardo ospita alcune tra le produzioni più significative dell’azienda: dai velivoli costruiti in legno e con le superfici alari ricoperte in tela, a quelli costruiti in fibra di carbonio e titanio, con sofisticati sistemi di navigazione e gestione della missione, sino agli aerei pilotati da remoto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un Museo e centro di documentazione storica che custodisce un patrimonio unico e che da oggi si aggiunge agli altri archivi storici e realtà espositive proprietà di Leonardo (Museo Agusta, Museo Breda Meccanica Bresciana, Museo delle Officine Galileo, Museo del Radar) coordinate da Fondazione Leonardo-Civiltà delle Macchine.
Il Museo è frutto di un progetto, avviato nel 2013, di recupero e conservazione dei velivoli storici presenti presso i siti industriali della Divisione Velivoli di Leonardo, realizzato grazie al supporto del Gavs – Gruppo Amici Velivoli Storici di Torino, e dai volontari del Gruppo Seniores Leonardo, che gestiscono le attività di manutenzione degli aerei e l’accoglienza dei visitatori.
Ai velivoli in esposizione, si affianca l’enorme patrimonio del Centro di Documentazione Storica Velivoli – circa 58.000 articoli di assoluta eccellenza – presso la sede Leonardo Velivoli di corso Francia, a Torino. Disegni tecnici su carta e lucidi di aerei e relative componenti a partire dal 1910 circa, progetti originali, fotografie, microfilm, manualistica, videocassette, cd, dvd, note tecniche e libri sono parte di un patrimonio tecnico che attrae grandi e piccoli, appassionati del volo e studiosi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: evitati 600mila licenziamenti grazie a misure
Studio calcola effetto del blocco e cassa Covid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
15:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’insieme delle politiche del governo italiano per fare fronte alla crisi Covid ha, nel 2020, evitato 600mila licenziamenti. E’ quanto si legge in un’analisi della Banca d’Italia che calcola l’impatto delle misure di estensione della CIG, il sostegno alla liquidità delle imprese e il blocco dei licenziamenti.
Nello studio, della ricercatrice Eliana Viviano (che non riflette necessariamente l’opinione dell’istituto centrale) si rileva come circa un terzo di questi 600mila “non si sarebbe probabilmente verificato, anche in assenza del blocco dei licenziamenti, grazie alle altre misure”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Allarme Fmi, ripresa perde slancio, rischi molto alti
Evitare un ritiro prematuro degli stimoli all’economia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
19 novembre 2020
15:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La ripresa economica mondiale potrebbe perdere slancio con il nuovo balzo dei casi di Covid-10. “L’incertezza e i rischi sono molto alti”.
Lo afferma il Fmi in vista del G20 del fine settimana organizzato dall’Arabia Saudita.
Il Fmi quindi ribadisce la necessità di “evitare un ritiro prematuro degli stimoli all’economia. In alcune economie c’è spazio per ulteriori aiuti il prossimo anno. Allo stesso tempo è importante continuare con una politica monetaria accomodante e misure di liquidità per assicurare il flusso di credito, soprattutto alle piccole e medie imprese”, afferma Kristalina Georgieva, il direttore generale del Fmi, invitando i paesi a prepararsi per una “sincronizzata spinta per gli investimenti nelle infrastrutture”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa resta debole dopo Ny, Milano in recupero (+0,2%)
Covid pesa su mercati, spread ed euro-dollaro stabili
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
15:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee si confermano in calo dopo l’apertura di Wall Street. A pesare sui mercati anche il crescere dei contagi per il Covid nonostante i progressi annunciati sul fronte dei vaccini, l’ultimo di AstaZeneca.

L’indice d’area Stoxx 600 perde oltre mezzo punto con vendite soprattutto sull’energia mentre il petrolio resta in calo. Male anche i finanziari. Tra le singole Piazze Parigi perde lo 0,50%, Francoforte lo 0,60%, Londra lo 0,77% mentre Milano tenta il recupero con il Ftse Mib a +0,2% a 21.649 punti.
Si conferma l’evidenza di Snam (+3%) dopo aver rilevato il 33% di De Nora da Blackstone. Su di giri anche Inwit (+3,,2%), Italgas (+2,07%) e Fca (+2%). Ben comprata Terna (+1,7%) dopo il piano. Rosso invece per Amplifon (-3,6%), Mediaset (-1,7%) che ha smentito di aver ricevuto una lettera da Vivendi per un’alleanza industriale in Europa. Lo spread resta stabile a 121 punti così come l’euro a 1,1831 sul dollaro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Thyssen: annuncia 11mila esuberi per coronavirus
Dal 2019 già tagliati 3.600 posti, entro 3 anni i rimanenti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2020
12:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il colosso tedesco dell’acciaio Thyssen annuncia il taglio di 11mila posti di lavoro, quasi il doppio di quanto preventivato nel maggio del 2019. Lo si legge in una nota in cui viene indicato che la drastica decisione è dovuta alla necessità di “indirizzare il gruppo agli sviluppi del mercato nel lungo termine e fare fronte agli effetti del coronavirus”.
Dei 6mila posti annunciati nel 2019 il gruppo ne ha già tagliati 3.600 e punta a raggiungere quota 11mila “nei prossimi 3 anni”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Lagarde, seconda ondata toccherà severamente l’economia DIRETTA
‘Rischi al ribasso per prospettive a breve termine’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
19 novembre 2020
15:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“In generale l’economia della zona euro sarà toccata severamente dalle conseguenze del rapido aumento dei contagi e dal ripristino delle misure di contenimento, ponendo rischi chiaramente al ribasso alle prospettive economiche a breve termine”: lo ha detto la presidente della Bce Christine Lagarde parlando alla commissione econ del Parlamento Ue.
“Dopo un rimbalzo forte ma parziale e disomogeneo della crescita del Pil nel terzo trimestre, le ultime indagini e gli indicatori ad alta frequenza segnalano che l’attività economica dell’area dell’euro ha perso slancio nel quarto trimestre”, ha detto Lagarde. “La recrudescenza delle infezioni da Covid-19 sta pesando in particolare sull’attività del settore dei servizi, particolarmente vulnerabile alle misure di distanziamento sociale”, e se l’indice Pmi dice che la produzione manifatturiera ha continuato a migliorare, “l’attività del settore dei servizi si è ulteriormente indebolita ad ottobre”, con conseguenze avvertite soprattutto dai Paesi dipendenti dal turismo e dai viaggi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Finora, ha spiegato Lagarde, le misure di sostegno prese dai governi hanno aiutato l’occupazione “ma non hanno prevenuto un aumento della disoccupazione in alcuni Paesi”. Inoltre, “i consumatori resteranno molto cauti in un ambiente altamente incerto, dato che le ramificazioni della pandemia stanno minacciando l’occupazione e le prospettive di reddito”.

“Gli investimenti pubblici e le riforme, soprattutto se orientati verso sfide a medio e lungo termine come la sostenibilità ambientale e la digitalizzazione, possono costruire un ponte verso una ripresa di successo e inclusiva”, per questo “il pacchetto Next Generation EU deve diventare operativo senza indugio. Le risorse aggiuntive del pacchetto possono facilitare politiche fiscali espansive, in particolare nei Paesi dell’area dell’euro con un margine di bilancio limitato”, ha detto Lagarde.

“Leggo sempre con interesse tutto quello che dicono i rappresentanti del Parlamento Ue e soprattutto i presidenti, la mia risposta è molto corta: tutto quello che va in quella direzione è contro i trattati, c’è l’articolo 103 che proibisce quel tipo di approccio e io rispetto i trattati”: lo ha detto la presidente della Bce Christine Lagarde rispondendo a una domanda dell’eurodeputato Marco Zanni (Lega) sull’ipotesi di cancellazione del debito durante l’audizione alla commissione economica.

La ripresa economica mondiale potrebbe perdere slancio con il nuovo balzo dei casi di Covid-10. “L’incertezza e i rischi sono molto alti”. Lo afferma il Fmi in vista del G20 del fine settimana organizzato dall’Arabia Saudita.