Economia tutte le notizie in tempo reale, da non perdere. RESTA INFORMATO! LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 45 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 02:58 DI MERCOLEDì 20 GENNAIO 2021

ALLE 13:22 DI VENERDì 22 GENNAIO 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Poste: acquista 51% della cinese Sengi, prima estera nel gruppo
Accordo con Cloud Seven, rafforza la partnership nell’e-commerce
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
02:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Per la prima volta una società estera entrerà a far parte del gruppo Poste Italiane contribuendo ai risultati consolidati di gruppo”. Rafforza la partnership nel mercato dell’e-commerce tra Italia e Cina con un accordo quadro vincolante con Cloud Seven Holding: prevede l’acquisizione del 51% del capitale votante di Sengi Express (al 100% di Cloud Seven Holding, con sede a Hong Kong).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ una società leader nella creazione e nella gestione di soluzioni logistiche cross-border per i merchant dell’e-commerce cinese attivi sul mercato italiano, con un fatturato pro-forma 2020 di circa 80 milioni di euro”. Il closing dell’operazione è previsto entro la fine del primo trimestre.
L’accordo “rafforza la strategia del gruppo improntata al miglioramento della customer experience”, commenta l’a.d. Matteo Del Fante: “Ha l’obiettivo di sviluppare e fidelizzare il flusso di spedizioni e-commerce. Si tratta di un traguardo storico nel processo di apertura di Poste Italiane ai mercati internazionali, grazie all’ingresso di una società estera nel gruppo. Con questo accordo – aggiunge – diversifichiamo ulteriormente, anche a livello geografico, i nostri ricavi e proseguiamo nella nostra strategia di crescita tramite alleanze nelle aree di business più promettenti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund apre in calo a 109 punti
Rendimento decennale allo 0,56%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
08:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread tra Btp e Bund tedesco in calo in avvio di giornata a 109 punti base a fronte dei 11,5 della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale italiano è allo 0,56%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo, Wti a 53,35 dollari al barile
In rialzo anche il Brent a 56,34 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
08:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio in rialzo sul mercato after hour di New York. Il greggio Wti passa di mano a 53,45 dollari al barile, lo 0,8% in più rispetto alle quotazioni di ieri sera.
Il Brent sale a 56,34 dollari al barile (+0,7%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: sale a 1.854 dollari l’oncia
Su mercati asiatici guadagna lo 0,7%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
08:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro in crescita sui mercati asiatici dove il metallo prezioso passa di mano a 1.854 dollari l’oncia. L’aumento è dello 0,7% sui valori della vigilia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in rialzo a 1,2154 dollari
La moneta unica è scambiata a 126 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
08:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in rialzo questa mattina rispetto al dollaro. La moneta unica viene scambiata a 1,2154 contro il biglietto verde a fronte della quotazione di 1,2127 di ieri sera dopo la chiusura di Wall street.
Stabile il cambio sullo yen con l’euro a quota 126.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia contrastata, oggi giuramento Biden, Tokyo-0,38%
Futures positivi, tasso Cina invariato, domani tocca a BoJ e Bce
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
08:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta contrastata per le principali Borse di Asia e Pacifico nel giorno del giuramento del nuovo presidente Usa Joe Biden, che ha messo a punto una propria agenda per l’inizio del suo mandato. Segno meno per Tokyo (-0,34%) e Taiwan (-0,45%), positive invece Shanghai (+0,47%), Shenzhen +1,43%), Seul (+0,71%) e Sidney (+0,41%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora aperte Hong Kong (+0,89%) e Mumbai (+0,37%). Positivi i futures sull’Europa e su Wall Street. La Banca Centrale Cinese ha lasciato invariato il costo del denaro al 3,85%, abbassando il tasso degli investimenti diretti esteri al 6,2%. Attesi il tasso d’inflazione in Gran Bretagna, Germania e nell’Ue. Dagli Usa sono in arrivo invece le richieste settimanali di mutui.
Domani decidono sui tassi la Bank of Japan e la Bce. In rialzo il greggio a 53,45 dollari (Wti +0,9%), l’oro (+0,51% a 1.854 dollari l’oncia). In calo il dollaro a 1,21 sull’euro, 1,36 sulla sterlina e a 103,74 yen. Positivi a Tokyo i produttori di semiconduttori Tokyo Electron (+0,9%) ed Advantest (+0,88%).
Sugli scudi il produttore di moto Yamaha (+3,34%) e quello di pneumatici Yokohama (+5,02%), mentre ha ceduto Toyota (-0,29%).
Segno meno per il farmaceutico Chugai Pharma (-3,28%) e per il vettore Ana Holding (-3,35%) dopo i conti dei 9 mesi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo, +0,57%
Indice Ftse Mib a quota 22.569 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
20 gennaio 2021
09:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di seduta positivo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,57% a 22.569 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa, avvio positivo, Parigi +0,3%, Londra +0,12%
In rialzo anche Francoforte (+0,24%) e Madrid (+0,3%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
09:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di seduta positivo per le principali borse europee. Parigi guadagna lo 0,3% a 5.615 punti, Londra lo 0,12% a 6.718 punti, Francoforte lo 0,24% a 13.848 punti e Madrid lo 0,3% a 8.223 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano sale dopo fiducia a Conte, bene banche
Unicredit +2%, Banco Bpm +0,6%, Intesa Sanpaolo +0,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
09:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La seduta di scambi in Borsa a Milano inizia con un rimbalzo dopo la fiducia al Governo Conte.
Il Ftse Mib, l’indice di riferimento, sale (+0,48%) insieme alle banche, ieri tra i titoli più colpiti.
Unicredit si mette in mostra con un rialzo del 2,2%, bene anche Banco Bpm (+0,6%) e Intesa Sanpaolo (+0,4%).
Sostenuta dalle prospettive del nuovo piano A2A è il titolo migliore del paniere (+2,45% a 1,36 euro), bene anche Stm (+1,7%) e Tim (+1,56%). Poste, che ha annunciato l’acquisto del 51% di una società cinese, sale dell’1,4 per cento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Landini: il governo convochi subito le parti sociali
‘Oggi i costruttori vanno cercati nel Paese’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
09:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il passaggio dopo questa crisi poco comprensibile e nel rispetto delle decisioni del parlamento è che oggi i costruttori vanno cercati nel Paese. Mi aspetto che da stamattina il governo convochi le parti sociali e si inizi quel lavoro che in questo mese la discussione della crisi ha bloccato”, a partire “dal confronto di merito sul del Recovery plan”.
Così il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, ad Agorà sui Rai3. “Ora dai ringraziamenti bisogna passare ai fatti”, ha aggiunto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tra i temi prioritari da affrontare, Landini ha rimarcato “la necessità” di prorogare il blocco dei licenziamenti oltre il prossimo 31 marzo e di procedere con la riforma “decisiva” degli ammortizzatori sociali “andando verso un sistema universale”, oltre che di “far partire gli investimenti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Immobiliare: Jll, 2020 in chiaroscuro, bene logistica
Giù retail, uffici e hotel
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
11:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un 2020 in chiaroscuro per il mercato immobiliare italiano che è stato solo parzialmente influenzato dalla pandemia da Covid-19. E’ quanto si ricava dal rapporto di Jll secondo cui è andata bene alla logistica (+3% anno su anno), il settore degli alternatives (+45%), l’assistenza sanitaria (+57%) e il living.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Office, Hotel e retail i settori che hanno subito più effetti della pandemia.
I volumi totali in Italia hanno raggiunto nel 2020 circa 8.3 miliardi di euro, in calo del 33% yoy e del 15% rispetto alla media degli ultimi 5 anni. I volumi sono in linea con i livelli del 2018.
I consumi del retail torneranno ai livelli pre-Covid solamente nel 2023 mentre il canale online e quello fisico continueranno a mescolarsi fino a diventare complementari. Nel breve-medio periodo ci aspettiamo che gli investitori si mantengano cauti verso il settore e che prosegua la pressione sui canoni.
Per quanto riguarda il settore alberghiero, la pandemia ha fatto registrare un -76% yoy nel volume di investimento. “Non c’è motivo – spiega il rapporto – per cui questo settore, fondamentale per l’economia del nostro Paese, non possa riprendersi dallo shock non appena la situazione sarà tornata alla normalità”. Il settore Office ha registrato un calo del volume degli investimenti pari al 34% yoy. Per quanto riguarda il mercato leasing, Milano ha registrato una contrazione del 41% del take-up negli ultimi 12 mesi, Roma del 54%. Le corporate si stanno adattando a modalità di lavoro ibride che prevedono il lavoro in ufficio, da casa o in altre location come spazi di coworking o uffici distribuiti nel territorio sul modello Hubs&Clubs.
“La pandemia globale da Covid-19 ha dimostrato di essere un acceleratore di cambiamento e trasformazione per l’intero settore immobiliare che durerà ben oltre la crisi sanitaria: sostenibilità, digitale e tecnologia, flessibilità nell’utilizzo degli spazi e rigenerazione caratterizzeranno gli edifici del futuro” ha affermato Barbara Cominelli, CEO di JLL Italia. ”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bei: anche in 2020 Italia prima beneficiaria con 12 mld
Per un totale di 32,4 miliardi investimenti sostenuti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
12:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia è, anche nel 2020, il primo beneficiario della finanza della Bei, la Banca europea per gli investimenti. E’ quanto ha affermato il vicepresidente Dario Scannapieco (che ricopre anche la carica di presidente del Fei) presentando i risultati in una conferenza stampa virtuale: lo scorso anno è stata destinataria di 11,9 miliardi (+8,2%) per 32,4 miliardi di investimenti sostenuti, di cui 10,9 miliardi di prestiti Nel nostro paese sono state realizzate 65 operazioni.

E la Bei ha mobilitato a favore dell’Italia 6,6 miliardi di euro per affrontare la pandemia Covid, il 30% dell’intera Ue. E’ quanto ha reso noto la banca europea degli investimenti presentando i risultati dello scorso anno per il nostro paese.
In particolare la Bei ha destinato 2 miliardi per la Sanità (1 miliardo già erogato): 8.000 posti in terapia intensiva e sub-intensiva, 651 pronto soccorso e 9.600 assunzioni. E’ stata inoltre disposta una moratoria per comuni e province, 640 milioni per le politiche regionali, inclusi 150 milioni del fondo Emergenza Imprese. Inoltre sono stati erogati oltre 4,4 miliardi di prestiti in partnership con banche e CDP in favore delle Pmi italiane.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stellantis: Misiani, ingresso pubblico non è tabù
Stato avrebbe quota analogamente a quello francese
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
13:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Gli azionisti italiani hanno un forte peso nella nuova società. Il governo ha seguito, segue e seguirà con grande attenzione l’evoluzione della situazione.

Personalmente non ritengo un tabù l’ipotesi di un ingresso pubblico analogamente alla quota posseduta dal governo francese”. Lo ha detto il viceministro dell’Economia, Antonio Misiani, parlando a Radio 24 delle nozze tra Fca e Psa che hanno dato vita a Stellantis.
“Abbiamo dato un giudizio positivo dell’operazione che dà vita al quarto gruppo mondiale in termini di vendite e di fatturato. C’è una rivoluzione tecnologica in atto sia per i veicoli a basse emissioni che a guida autonoma e ci vogliono spalle larghe dal punto di vista finanziario e tecnologico, la nuova società le avrà. Questo non vuol dire che potrà dormire sugli allori, c’è il tema del mercato cinese, c’è necessità di forti investimenti”, ha aggiunto Misiani.
Il tema dell’azionariato, ha quindi precisato, “viene dopo un ragionamento di politica industriale che va fatto per quanto riguarda la produzione di veicoli e l’intero comparto automotive. L’Italia ha un settore della componentistica importantissimo fortemente interconnesso con le altre economie europee. Dobbiamo valorizzarlo e sostenerlo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A studio altre 26 settimane Cig Covid e proroga sgravi
Misiani, blocco licenziamenti avanti solo per i settori in crisi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
13:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Altre 26 settimane di Cig Covid e licenziamenti bloccati dopo il 31 marzo ma solo per le imprese dei settori in crisi: sono due delle ipotesi che avanzano nel governo al lavoro per mettere a punto il prossimo decreto Ristori, dopo il via libera delle Camere allo scostamento da 32 miliardi atteso per oggi.
Sul fronte degli ammortizzatori si starebbe lavorando sull’ipotesi di estendere la Cig Covid garantendo una maggiore copertura, fino a 26 settimane per assegno ordinario e cassa in deroga.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In parallelo si dovrebbe anche confermare l’esonero contributivo alternativo all’utilizzo della cassa Covid, per chi fa rientrare i dipendenti al lavoro. Nei giorni scorsi il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, aveva parlato di una “consistente proroga” della Cig Covid con il prossimo decreto Ristori, ipotizzando però altre 18 settimane.
Partita aperta anche sul blocco dei licenziamenti che però potrebbe non essere più generalizzato: “L’Italia – dice il viceministro all’Economia Antonio Misiani – non può permettersi un’ondata di licenziamenti, ma non possiamo nemmeno andare avanti con una logica emergenziale. Personalmente credo che” il blocco “debba essere prorogato per i settori maggiormente in crisi, mentre chi ha recuperato i livelli del 2019 credo debba lavorare per tornare alla normalità”. Quanto ai ristori veri e propri Misiani ha confermato l’intenzione di superare il meccanismo legato ai codici Ateco, concentrando gli aiuti sulle perdite di fatturato: la soglia dovrebbe essere quella del 33%, utilizzata finora. In arrivo anche, assicura, un miliardo e mezzo in più per l’anno ‘bianco’ dei contributi per gli autonomi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund risale, è a 114 punti base
Rendimento decennale in rialzo a 0,61%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
13:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund tedesco risale dopo il calo di questa mattina. Il differenziale è a 114 punti base dai 109 punti dell’apertura.
Nell’incertezza politica sul futuro del governo Conte, il rendimento del decennale italiano è allo 0,61% contro lo 0,56% di stamani.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano prosegue in rialzo con Unicredit e A2A
Ftse Mib +0,49%, Francoforte +0,5%, Londra -0,08%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
13:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Unicredit si mette in mostra a Piazza Affari, sulle attese per una stretta sul nome del nuovo ceo, e guida il listino della Borsa italiana. Il titolo sale del 3,35% a 8,04 euro mentre l’indice di riferimento, il Ftse Mib prosegue cauto in rialzo dello 0,49% a 22.550 punti.

Dopo la fiducia al Governo Conte e in attesa del giuramento del presidente Usa Biden, i mercati sono partiti impostati al rialzo ma ora qualcuno frena. Madrid cede lo 0,49% e Londra scivola in terreno negativo (-0,08%). Francoforte sale dello 0,5%, Parigi dello 0,3%. A Milano gli acquisti assecondano anche le storie aziendali, con A2A in crescita (+2,2%) dopo la presentazione del primo piano decennale e Pirelli (+2,19%) che vede un cambio nella prima linea del gruppo con il direttore generale Papadimitriou che lascia il suo incarico.
Sugli scudi anche Stellantis (+1,99%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pirelli: Papadimitriou lascia cariche, resta in cda
Valuta investimenti con Tronchetti e Camfin
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
18:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Angelos Papadimitriou, entrato circa 6 mesi fa nel gruppo Pirelli e visto come il possibile successore di Marco Tronchetti Provera, lascia le cariche di direttore generale e co-ceo e resta in cda e nel comitato strategie. L’ingegnere “ha condiviso l’intenzione di voler valutare un proprio percorso con leve imprenditoriali”.
“Ho avviato preliminari colloqui per valutare a livello di Camfin lo sviluppo insieme di nuove iniziative di investimento” aggiunge il ceo Marco Tronchetti Provera.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gualtieri,se tempestivi su interventi,Pil non molto sotto 6%
Nel 2020 48 miliardi alle imprese, 35 al lavoro e 8 alla sanità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
14:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Sussistono rischi al ribasso per la previsione programmatica 2021 (crescita del 6%). Tuttavia, se la campagna di vaccinazione proseguirà secondo le previsioni e se da un lato gli interventi di politica economica definiti dalla legge di bilancio e integrati dalle misure di sostegno del prossimo decreto, e accompagnati dagli investimenti previsti nel recovery plan, se tutto questo sarà tempestivamente attuato, il risultato di crescita di quest’anno potrà non risultare molto inferiore a quanto previsto nella Nadef”.
Così il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, in audizione sullo scostamento. Il settore delle imprese, “considerando anche gli interventi fiscali, ha beneficiato di interventi per oltre 48 miliardi, al lavoro e al sociale sono stati destinati circa 35 miliardi, agli enti territoriali sono stati destinati oltre 12 miliardi, la sanità ha ricevuto maggiori risorse per oltre 8 miliardi, i servizi pubblici e sociali sono stati potenziati con ulteriori 4,5 miliardi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa conferma rialzo in attesa giuramento Biden
Future Wall Street positivi, petrolio stabile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
14:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee tendenzialmente in rialzo con i future su Wall Street in positivo in attesa del giuramento del nuovo presidente degli Stati Uniti, Joe Biden.
L’indice paneuropeo, lo stoxx 600, guadagna mezzo punto percentuale con l’evidenza dei tecnologici mentre cedono le utilities.
Tra le singole piazze Francoforte guadagna lo 0,67%, Parigi lo 0,34%, Milano lo 0,61% all’indomani del voto di fiducia del Senato incassato dal governo Conte mentre Londra si muove sulla parità. Il petrolio prosegue stabile con il Wti a 53,5 dollari al barile e il Brent a 56,3. Flette invece l’euro sul dollaro. La moneta unica passa di mano 1,2104 sul biglietto verde.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa resta positiva con Wall Street, Milano +0,8%
Spread a 113, in rialzo A2a con piano e Unicredit in attesa Ceo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
15:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse proseguono positive dopo l’avvio in rialzo di Wall Street nel giorno del giuramento del presidente degli Stati Uniti, Joe Biden. Francoforte guadagna lo 0,80, stesso livello per Milano con il Ftse Mib a 22.610 punti.

Parigi sale dello 0,5% e Londra di un più marginale 0,15%.
Sull’indice d’area, lo stoxx 600, proseguono gli acquisti sui tecnologici. Sul fronte valutario l’euro resta aggrappato a 1,21 sul dollaro. Il petrolio si conferma in rialzo con il Wti a 53 dollari al barile. Lo spread tra Btp e Bund si muove in area 113 punti base. A Piazza Affari resta l’evidenza di A2A (+3,7%) in scia agli obiettivi del piano al 2030 e di Unicredit (+3,8%) con il mercato che spera in una stretta sul nuovo Ceo.
Bene anche Leonardo (+3,8%), St (+3%), Pirelli (+2,12%) mentre Angelos Papadimitriou, entrato circa 6 mesi fa nel gruppo e visto come il possibile successore di Marco Tronchetti Provera, lascia le cariche di direttore generale e co-ceo ma resta in cda e nel comitato strategie.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: Uif, +7% operazioni sospette in 2020
In crescita anche da money transfer
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
15:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Continua l’aumento delle operazioni finanziarie sospette di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo segnalate alla Uif, presso la Banca d’Italia. Nel 2020 sono saliti a 113mila con una crescita del 7% rispetto al 2019 e un’accelerazione nel secondo semestre (+10% a 60.220).

Secondo quanto si ricava dalla newsletter, l’unità di informazione finanziaria ha analizzato e trasmesso agli Organi investigativi 59.760 segnalazioni. Nello stesso periodo sono stati adottati 15 provvedimenti di sospensione di operazioni sospette per un valore di 10,4 milioni di euro.
E in crescita, nel 2020, anche le segnalazioni di operazioni sospette per riciclaggio o finanziamento del terrorismo da parte dei money transfer (+13,8%).Il numero di operazioni segnalate sono più che raddoppiate (da 63.220 a 133.161). I flussi sospetti hanno avuto come principali paesi di destinazione Romania, Senegal, Marocco e Albania (complessivamente il 42,0% degli importi sospetti trasferiti).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gualtieri, interventi di sostegno per tutto il tempo necessario
Al Senato passa la risoluzione di maggioranza, 291 sì e nessun no
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
21:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Via libera alla risoluzione di maggioranza che autorizza lo scostamento dal pareggio di bilancio. Alla Camera i voti a favore sono stati 523, tre contrari, due gli astenuti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In base alla Costituzione era richiesta la maggioranza assoluta dei componenti dell’Assemblea, pari a 316 voti. Al Senato, 291 sì, nessun contrario e un astenuto.
Il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato ha illustrato quelli che saranno gli obiettivi da raggiungere con lo scostamento di bilancio che oggi sarà votato in Parlamento e ha sottolineato che “uno fra i più positivi messaggi che la politica nel suo insieme ha saputo lanciare al Paese nel corso dei duri mesi del 2020 è consistito proprio nella capacità del Parlamento di presentarsi unito, al di là dei perimetri di maggioranza e opposizione, ad appuntamenti come questo”.
L’auspicio, secondo Gualtieri, è che non solo si determini un’ampia convergenza per consentire uno scostamento di bilancio necessario, per predisporre e attuare misure indispensabili ma anche nella predisposizione e nel miglioramento delle misure concrete che saranno oggetto del prossimo decreto”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ecco alcuni passaggi del suo intervento alle Commissioni riunite:
“Grazie allo scostamento di bilancio proseguiremo e completeremo gli interventi di sostegno già approvati e riconosciuti finora ai settori più colpiti dalla pandemia, che riteniamo debbano proseguire per tutto il tempo necessario” ha specificato il ministro elencando le misure del prossimo decreto, dalla proroga della Cig “per le imprese in difficoltà” alle risorse per trasporti e sanità fino alla “rimodulazione dell’attività della riscossione” delle cartelle.
Lo scorso anno “complessivamente sono state varate misure pari a circa il 6,6% del Pil, 108 miliardi, a cui si aggiungono 300 miliardi di crediti oggetto di moratoria e 150 miliardi di prestiti garantiti. Si tratta di uno degli interventi più rilevanti d’Europa paragonabile solo a quello messo in campo dalla Germania”.
“Il settore delle imprese, considerando anche gli interventi fiscali, ha beneficiato di interventi per oltre 48 miliardi, al lavoro e al sociale sono stati destinati circa 35 miliardi, agli enti territoriali sono stati destinati oltre 12 miliardi, la sanità ha ricevuto maggiori risorse per oltre 8 miliardi, i servizi pubblici e sociali sono stati potenziati con ulteriori 4,5 miliardi”.
“Guardando al deficit, che noi stimiamo tra il 10,5 e il 10,8% nel 2020, sarà di circa 2,5 punti percentuali di Pil inferiore alla somma del deficit ciclico e degli interventi effettuati, una prova che gli interventi anticiclici hanno una loro efficacia, che giustifica interventi così significativi”.
“Sussistono rischi al ribasso per la previsione programmatica 2021 (crescita del 6%). Tuttavia, se la campagna di vaccinazione proseguirà secondo le previsioni e se da un lato gli interventi di politica economica definiti dalla legge di bilancio e integrati dalle misure di sostegno del prossimo decreto, e accompagnati dagli investimenti previsti nel recovery plan, se tutto questo sarà tempestivamente attuato, il risultato di crescita di quest’anno potrà non risultare molto inferiore a quanto previsto nella Nadef”.
“Nelle intenzioni del Governo, questo è l’ultimo scostamento di bilancio che chiediamo al Parlamento di autorizzare per contrastare la pandemia”. L’Agenzia delle Entrate ha erogato “in poche settimane oltre 10 miliardi di euro, facendo partire milioni di bonifici che sono stati accreditati sui conti correnti dei beneficiari”. Con gli ultimi 4 decreti Ristori, ha ricordato Gualtieri, sono stati disposti “interventi che nel complesso ammontano a circa 18 miliardi nel 2020 e circa 9 miliardi nel 2021”.
“Non c’è dubbio alla luce della pandemia che occorre prolungare” la Cig Covid ma “occorre anche introdurre una selettività rispetto alle necessità in alcuni settori più colpiti” valutando anche se prolungare “ulteriormente il blocco dei licenziamenti e tornare alla normalità su settori meno impattati”.
Con il prossimo decreto Ristori ci sarà “anche un intervento sulla Naspi, parte del pacchetto lavoro” e il finanziamento “di un miliardo e mezzo” per la decontribuzione degli autonomi, “è un impegno che il governo ha preso”.
“Questo scostamento coprirà anche un pezzo di Transizione 4.0 che non è coperto dal Recovery, che copre la parte di iperammortamento, parte delle risorse sarà destinato a questo, unico caso di spesa non direttamente legata alla pandemia, ma è una spesa di complemento a quello che abbiamo fatto in legge di Bilancio anche alla luce della interlocuzione con la commissione europea”.
Il rapporto debito/Pil nel 2020 “dovrebbe chiudere su un livello inferiore al 158% previsto nella Nadef probabilmente per circa un punto percentuale. “Abbiamo ben presente anche il tema degli impianti sciistici, quindi qualsiasi sarà il criterio finale è evidente che questi settori dovranno essere sostenuti in modo adeguato perché saranno colpiti anche nei prossimi mesi non siamo di fronte a qualcosa che è alle nostre spalle”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude a +0,93%
Ftse Mib a 22.650 punti
e
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
20 gennaio 2021
17:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari chiude in rialzo. Il Ftse Mib segna un +0,93% a 22.650 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in rialzo nel giorno di Biden
Francoforte +0,77%, Parigi +0,53%, Londra +0,41%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
17:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee chiudono in positivo nel giorno del giuramento di Joe Biden come nuovo presidente degli Stati Uniti. Francoforte guadagna lo 0,77% con il Dax a 13.921 punti.
Parigi segna un +0,53% con il Cac 40 a 5.628 punti e Londra un +0,41% con il Ftse 100 a 6.740 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude positiva con A2A, Unicredit, Leonardo
Bene anche Pirelli e Mps, vendite su Atlantia, Recordati
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
18:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta positiva per Piazza Affari all’indomani della fiducia del Senato al Governo Conte e nel giorno del giuramento del neo presidente, Joe Biden. Il Ftse Mib alla chiusura guadagna lo 0,93% a 22.650 punti.

In evidenza A2a (+3,43%) che con il piano al 2030 prevede investimenti per 16 miliardi di euro. Sugli scudi anche Unicredit (+4,19%) con il mercato che punta ad una stretta sul nuovo Ceo.
Corre poi Leonardo (+4,37%%) sui contratti assegnati dalla Commissione Ue a ThalesAleniaSpace e Airbus Defence & Space .
Pirelli guadagna l’1,93% mentre Angelos Papadimitriou, entrato circa 6 mesi fa nel gruppo Pirelli e visto come il possibile successore di Marco Tronchetti Provera, ha lasciato le cariche di direttore generale e co-ceo ma resta in cda e nel comitato strategie e valuta investimenti in Camfin. Tra i titoli sotto la lente ben comprata, fuori dal paniere principale, anche Mps (+1,7%). Poco mossa Stellantis (+0,53%). Vendite su Atlantia (-1,38%) in attesa del piano di Aspi, Recordati (-2,2%) ed Hera (-1,97%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In Italia 12% lavoratori a rischio povertà, quarta in Ue
Istat, salari più bassi per giovani, donne e stranieri
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
18:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2019, tra gli Stati membri dell’UE, la quota più elevata di occupati a rischio di povertà è stata registrata in Romania (15,7%), seguita da Spagna e Lussemburgo (rispettivamente 12,7 e 12,1%). L’Italia si colloca in quarta posizione (11,8%), nonostante la lieve riduzione pari a 0,4 punti percentuali rispetto all’anno precedente.
E’ quanto si legge nella memoria trasmessa dall’Istat alla Commissione Lavoro del Senato nell’ambito delle audizioni sul salario minimo. In Finlandia si registra il valore più basso (2,9%).
In base ai dati del 2018 nel settore privato ‘extra-agricolo’ le posizioni lavorative “a bassa retribuzione” – quelle cioè con retribuzione oraria inferiore ai 7,66 euro lordi – sono circa il 6% del totale delle posizioni e si concentrano tra gli apprendisti (tra i quali rappresentano oltre il 28%) e gli operai (il 7,1%).
La diffusione delle posizioni “a bassa retribuzione” è leggermente superiore tra le donne rispetto agli uomini (6,5% contro 5,5%), tra le persone nate in un Paese straniero rispetto a chi è nato in Italia (8,7% contro 5,4%) e tra i giovani sotto i 29 anni rispetto alle classi di età più elevate (10,9% contro valori inferiori al 5%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in rialzo a Ny a 53,24 dollari
Quotazione avanza dello 0,5%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
20 gennaio 2021
20:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dello 0,5% a 53,24 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in rialzo (+0,86%)
Ottimismo dopo insediamento di Biden, attesa Boj
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
21 gennaio 2021
01:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia la seduta col segno più, in scia al consolidamento degli indici statunitensi dopo l’insediamento del presidente Joe Biden e in attesa delle nuove decisioni di politica monetaria della Banca del Giappone (Boj). In apertura il Nikkei avanza dello 0,86% a quota 28.769,39, con un progresso di 246 punti.
Sul fronte dei cambi lo yen tratta a 103,50 sul dollaro e a 125,40 sull’euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: prezzo Wti scende a 53,1 dollari al barile
In calo anche il Brent
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
08:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo del petrolio scende dopo il rialzo di ieri: il Wti con consegna a marzo perde lo 0,3% e si attesta a 53,1 dollari al barile. In calo anche il Brent quotato a Londra a 55,8 dollari (-0,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in rialzo a 1,2127 dollari
La moneta unica è scambiata a 125,4 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
08:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in rialzo questa mattina rispetto al dollaro. La moneta unica viene scambiata 1,2127 dollari, con un guadagno dello 0,17%, mentre è poco mossa rispetto allo yen a 125,41 con una variazione di +0,05%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo spot poco mosso a 1.873 dollari l’oncia
Su mercati asiatici segna +0,06%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
08:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro poco mosse questa mattina. Sui mercati asiatici il prezzo spot del metallo prezioso si attesta a 1.873 dollari l’oncia con una variazione quasi nulla di +0,06%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund apre stabile a 115 punti base
Rendimento del decennale italiano è allo 0,61%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
08:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund tedesco apre stabile questa mattina. Il differenziale è a 115 punti base, lo stesso livello della chiusura di ieri.
Il rendimento del decennale italiano è fermo allo 0,61%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo, Ftse Mib +0,64%
Su scudi auto e industria, Cnh +1,9%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
21 gennaio 2021
09:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre la seduta in rialzo. Il Ftse Mib sale dello 0,64% a 22.798 punti e nel paniere principale i titoli più in evidenza sono quelli industriali e del settore auto.
Cnh balza in testa nei primi scambi con un rialzo dell’1,98%, insieme a Leonardo (+1,11%) e A2A (+1,17%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in rialzo in attesa Bce
Londra +0,4%, Parigi e Francoforte +0,5%, Milano +0,2%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
09:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse in Europa aprono la seduta in rialzo, scommettendo sulle mosse della Bce. Londra sale dello 0,4%, Parigi dello 0,57%, Francoforte dello 0,55% e Milano dello 0,28% sostenute dai titoli dell’industria, dell’auto e delle costruzioni.
L’indice Stoxx 600 sale dello 0,7%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: tre incontri di ‘ascolto’ su politica monetaria
Per dialogo aperto su revisione misure Bce
e
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
10:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tre incontri, tutti in formato virtuale, per ascoltare i punti di vista, le aspettative e i timori degli esperti del settore, dei media e della società civile sul riesame della strategia della politica monetaria della Bce. E’ quanto ha organizzato la Banca d’Italia (e le altre banche nazionali dell’area euro) per instaurare un dialogo aperto “ai cittadini, al mondo dell’impresa, del lavoro, dell’impegno sociale, dei giovani e dello sviluppo sostenibile”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In particolare gli incontri saranno dedicati rispettivamente all’accademia (9 febbraio 2021), agli organi di informazione (22 febbraio 2021) e alla società civile (3 marzo 2021). Sarà possibile partecipare agli eventi in diretta video e inviare un contributo su questi temi scrivendo una e-mail a strategyreview@bancaditalia.it.
La revisione, ricorda l’istituto centrale, ha l’obiettivo di preservare l’efficacia degli strumenti utilizzati per perseguire gli obiettivi definiti nel Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea, quali la stabilità dei prezzi. Infatti, la crisi finanziaria globale, quella dei debiti sovrani nell’area dell’euro e da ultimo la pandemia hanno richiesto l’adozione di strumenti innovativi di politica monetaria per preservarne la trasmissione all’economia, stimolare la domanda e garantire la stabilità dei prezzi. A questi si sono aggiunti ulteriori sviluppi quali, ad esempio, la globalizzazione, la digitalizzazione, l’invecchiamento della popolazione e i cambiamenti climatici che stanno producendo effetti persistenti sull’economia con importanti implicazioni per la politica monetaria.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce:vaccini tappa importante ma nuova recessione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
11:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Banca Centrale Europea “riconferma” l’orientamento “molto accomodante” della sua politica monetaria ma alla luce del quadro attuale, su cui pesano Covid e lockdown, avverte di una doppia recessione in arrivo nell’Eurozona. L’avvio della campagna di vaccinazione “è una tappa importante” per superare la pandemia ma la seconda ondata del Covid “continua a porre dei gravi rischi per l’economia” ed “insieme alle restrizioni e misure di contenimento” adottate dai Paesi, “è probabile che porti ad una contrazione della crescita nel quarto trimestre che si trascinerà nel primo trimestre di quest’anno”, spiega la Presidente della Bce, Christine Lagarde, nella conferenza stampa virtuale, dopo la prima riunione del board del nuovo anno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’incertezza resta elevata, con rischi al ribasso sulle prospettive nel breve termine, ma meno pronunciati, e con una inflazione debole a causa di una domanda debole”, aggiunge la numero uno dell’Istituto centrale.
“Più probabilmente vedremo una ripresa nella seconda parte dell’anno” per cui “serve ancora un ampio sostegno monetario” e anche a “livello nazionale le misure fiscali devono rimanere accomodanti e concentrate sugli obiettivi”. In quest’ottica Francoforte lascia i tassi d’interesse fermi: quello principale rimane a zero, quello sui depositi a -0,50% e il tasso sui prestiti marginali a 0,25%. Avanti poi con gli acquisti di titoli nell’ambito del piano pandemico Pepp da 1.850 miliardi di euro fino a marzo 2022. “Se le condizioni di finanziamento favorevoli possono essere mantenute mediante flussi di acquisti di attività che non esauriscano la dotazione nell’orizzonte degli acquisti netti del Pepp, non sarà necessario utilizzare appieno la dotazione”, ha spiegato la Bce nel comunicato dopo la riunione del board, aggiungendo che “allo stesso modo, la dotazione può essere ricalibrata per preservare condizioni di finanziamento favorevoli”. Tutto questo passaggio ha però innescato dei dubbi presso gli analisti sulle reali intenzioni della Bce di utilizzare in pieno la dotazione del Pepp. In conferenza stampa Lagarde, incalzata, ha quindi chiarito che “il nostro è un atto di equilibrio che dipende dal mantenimento di condizioni di finanziamento favorevoli” pertanto “se le condizioni restano favorevoli, non siamo costretti a usare l’intera dotazione del Pepp, se invece non rimangono favorevoli, siamo pronti a ricalibrare e ad aumentare il Pepp, tutte le opzioni sono sul tavolo”, ha detto, sottolineando l’elemento di “flessibilità” del piano e assicurando che la Bce è “pronta ad adeguare tutti i suoi strumenti” in base alle necessità proprio per “preservare condizioni finanziarie favorevoli nell’Eurozona”.
Su questo punto Lagarde ha anche precisato che “non vengono presi in considerazione particolari indicatori ma un insieme di cose” che vanno “dai prestiti bancari, ai tassi sui titoli di Stato”. La Bce, inoltre, “continuerà” a fornire “abbondante liquidità” attraverso le sue operazioni di rifinanziamento. Davanti alla freddezza di Lagarde sulla ripresa economica in tempi brevi, i mercati hanno però reagito male, chiudendo tutti in calo: Milano ha lasciato sul campo lo 0,98%, Parigi ha perso lo 0,67%, quindi Londra (-0,37%) e Francoforte (-0,11%). Lo spread Btp-Bund si è allargato a 118 punti base da 115, col tasso sul titolo a dieci anni del Tesoro in rialzo allo 0,68%. Tuttavia la presidente della Bce ha confermato la stima per il 2021 fatta a dicembre, che è di una crescita del 3,9%. “Rimane per il momento valida”, ha detto, ribadendo anche che Francoforte continuerà a “guardare con molta attenzione” al tasso di cambio euro-dollaro perché ha un “impatto” sull’inflazione. Sempre sulla moneta unica, ha messo in chiaro che “ci vorranno anni prima che arrivi un euro digitale” e comunque “banconote e monete” coesisteranno con un futuro euro digitale. Infine, guardando Oltreoceano, Lagarde ha salutato la designazione di Janet Yellen a nuovo Segretario al Tesoro Usa dicendo che guiderà l’economia Usa “in modo inclusivo e molto intelligente”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Italgas: accordo con Crs4 per idrogeno verde in Sardegna
Impianto collegato a nuove reti di distribuzione native digitali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
11:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Italgas ha siglato un protocollo d’intesa con Crs4, centro di ricerca del parco tecnologico della Sardegna, per lo studio e la realizzazione sull’isola di un impianto per la produzione di idrogeno verde e metano sintetico da fonti rinnovabili attraverso l’elettrolisi dell’acqua.
L’impianto, collegato con le nuove reti di distribuzione ‘native digitali’ di Italgas, sarà composto da un parco di autoproduzione di energia elettrica da fonte rinnovabile, un elettrolizzatore in grado di produrre ossigeno e idrogeno partendo dall’acqua e una sezione di metanazione per la trasformazione dell’idrogeno in gas naturale sintetico.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo scopo del progetto sarà di testare la produzione di gas da fonte rinnovabile e il suo potenziale utilizzo per fornire idrogeno alle utenze industriali dell’isola e idrogeno e metano sintetico alle utenze domestiche, miscelandolo al gas naturale secondo determinate specifiche.
Il progetto di Italgas e Crs4 concilia l’esigenza di “individuare nuove e più efficienti forme di conservazione dell’energia con la possibilità di produrre gas rinnovabili come idrogeno e metano sintetico a beneficio del territorio sardo e delle sue attività produttive”, afferma Paolo Gallo, amministratore delegato di Italgas.
Diversi studi sostengono che l’idrogeno “possa rappresentare la soluzione da affiancare all’elettricità rinnovabile in settori complessi da decarbonizzare come l’industria e il riscaldamento dove l’impiego dell’energia elettrica risulta difficoltoso”, sostiene Giacomo Cao, amministratore unico del Crs4.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tlc: media, LG pensa di abbandonare produzione smartphone
Divisione in perdita e presenza ridotta sul mercato mondiale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
12:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il colosso tecnologico coreano LG starebbe pensando di abbandonare la produzione di smartphone.
“Nel mercato globale, la concorrenza nel settore della telefonia mobile è diventata più agguerrita – ha detto LG, secondo quanto riporta Reuters online – abbiamo raggiunto il punto in cui dobbiamo prendere la decisione migliore sulla nostra attività di telefonia mobile, considerando la competitività attuale e futura”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’azienda che non produce solo smartphone ma una vasta gamma di prodotti tecnologici, compresi i più remunerativi elettrodomestici, in 23 trimestri consecutivi ha totalizzato perdite nel settore smartphone per circa 4,5 miliardi di dollari. L’amministratore delegato di LG, Brian Kwon, ha affermato che la società prevede di mantenere i dipendenti indipendentemente da ciò che accadrà all’unità ‘mobile’.
L’azienda ha visto ridurre la propria quota di mercato in sette anni: nel primo trimestre del 2013 (secondo dati Strategy Analytics) era al terzo posto, nel terzo trimestre 2020 non era nemmeno tra le prime sette del mercato (secondo Counterpoint) avendo perso terreno rispetto ai produttori cinesi.
Secondo gli analisti – come riporta Reuters – se LG decidesse di chiudere il business della telefonia mobile, potrebbe aumentare la sua capitalizzazione di mercato poiché più di cinque anni di perdite cumulative hanno pesato sulla valutazione. La fine della sua attività di telefonia, infine, potrebbe anche aiutare LG a concentrarsi sull’espansione del settore veicoli, in cui ha recentemente lanciato una joint venture con il fornitore automobilistico Magna International per realizzare componenti per auto elettriche.   TECNOLOGIA    VAI ALLA POLITICA   VAI ALLA CRONACA     VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO   VAI ALLE NOTIZIE DEL PIEMONTE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Asia in rialzo, future Europa positivi
Ottimismo su ripresa, attesa decisioni Bce
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
08:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta record in Asia con l’indice MSCI Asia Pacific che avanza per il terzo giorno consecutivo mentre i futures sulle azioni statunitensi ed europee salgono sull’ottimismo che “la spesa fiscale rilancerà la crescita economica e rafforzerà gli utili aziendali” commentano gli operatori. Oggi si guarda alla Bce e alle sue decisioni di politica monetaria.
Tokyo ha guadagnato lo 0,8%, Shanghai l’1,07%, Shenzhen l’1,53%. L’unica piazza in controtendenza è Hong Kong che inverte rotta sul finale e si avvia a chiudere in calo (-0,39%). Sul fronte valute lo yen è rimasto stabile dopo che la Banca del Giappone ha mantenuto invariate le sue principali impostazioni politiche. Le quotazioni del petrolio scendono a causa delle preoccupazioni per i consumi poco brillanti.
Stellantis: Tavares in Italia, da Mirafiori e a Melfi
Sindacati, visita ha grande significato simbolico
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
21 gennaio 2021
11:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’amministratore delegato di Stellantis, Carlos Tavares, visiterà oggi lo stabilimento Fca di Melfi (Potenza). Ieri è stato a Torino, in alcune realtà del comprensorio di Mirafiori.

“La visita di Tavares a Melfi – commentano i segretari regionali della Uil della Basilicata Vincenzo Tortorelli e Marco Lomio – ha un grande significato simbolico e non solo perché dimostra che negli anni abbiamo, tutti insieme, costruito un’eccellenza del gruppo Fca. La presenza di oggi dell’ad Tavares, conferma, se ce ne fosse ancora bisogno, che si parte ancora da Melfi con Stellantis”.
“Mi sembra normale che ci siano le visite ufficiali degli stabilimenti. Mirafiori richiede nuovi progetti che coinvolgano anche governo ed enti locali viste le dimensioni dello stabilimento”, osserva Giorgio Airaudo, segretario generale della Fiom Piemonte.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps: ad ottobre 662.000 posti lavoro in meno sul 2019
Saldo annualizzato, crollo per contratti termine
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
12:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il saldo annualizzato delle posizioni di lavoro, ovvero la differenza tra quelle registrate ad ottobre 2020 e quelle segnate a ottobre 2019 è negativo per 662.000 unità. Lo rileva l’Inps nell’Osservatorio sul precariato segnalando che dopo la ripresa estiva si è registrato un nuovo peggioramento.

Le assunzioni complessive attivate dai datori di lavoro privati nei primi dieci mesi del 2020 sono state 4.347.000 (-31% sullo stesso periodo del 2019). Il calo ha riguardato soprattutto i contratti a termine. Le cessazioni nel complesso sono state 4.657.000 (-20%). Il saldo complessivo è stato negativo per 310.269 unità.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: Conte incontra i sindacati domani mattina
All’incontro potrebbe partecipare anche il ministro Gualtieri
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
10:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Al via il confronto tra governo e parti sociali sul Recovery Plan: il premier Giuseppe Conte  incontra i sindacati . Lundì gli incontri proseguiranno.

Ii segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Pierpaolo Bombardieri, avevano chisto di accelerare, rilanciando la necessità di prorogare il blocco dei licenziamenti oltre il 31 marzo, per tutti e non in maniera selettiva, così come l’estensione della cig Covid.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Credem: al via Academy per manager del futuro
Con Bocconi formazione per oltre 30 esperti di risparmio gestito
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
13:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Formare gli esperti della gestione del risparmio di domani. Con questo obiettivo il gruppo Credem dà il via alla ‘Wealth Academy’, un percorso formativo di nove mesi rivolto a oltre 30 tra private banker, manager e specialisti dell’area wealth management del gruppo.
Il programma è realizzato dall’istituto in collaborazione con la SDA Bocconi School of Management, la Scuola di Direzione Aziendale dell’Università Bocconi di Milano. L’iniziativa è in linea con la strategia del gruppo bancario emiliano di “costante investimento sulle persone, con l’obiettivo – spiega Credem – di creare valore sia per chi opera nel gruppo sia per i risparmiatori che possono fare affidamento su competenze solide e aggiornate dei professionisti della gestione dei patrimoni familiari ed aziendali”. Il programma di formazione, che parte domani 22 gennaio per chiudersi a settembre 2021, si focalizza su analisi del rischio, strategie di investimento e ottimizzazione di portafoglio, anche in ottica di sostenibilità ambientale, sociale e di governance.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aspi: in Piano 2020-24 investimenti per 6,1 mld, +110%
Spese manutenzione +50% a 2,5 miliardi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
13:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il nuovo piano industriale di Aspi prevede un’accelerazione degli impegni di investimento sia per nuove opere sia per upgrade asset esistenti: il totale degli investimenti sale del 110% a 6,1 miliardi nel Piano 2020-24 dai 2,9 miliardi del Piano 2015-19. E’ quanto emerge dalle slide illustrate dall’a.d.
di Aspi Roberto Tomasi nel corso della presentazione alla stampa del piano. In particolare il totale delle spese di manutenzione passa da 1,6 a 2,5 miliardi con un “piano pluriennale di manutenzioni senza precedenti”.
“La visione che stiamo costruendo è di una nuova Autostrade per l’Italia che ipotizziamo e vogliamo che possa diventare un gestore della mobilità e non solo un gestore della concessione”, ha detto Tomasi, annunciando anche forte piano di 2.900 assunzioni al 2024. “Non abbiamo intenzione di mandare via nessuno e andremo a gestire questa trasformazione”, ha aggiunto, chiedendo ai lavoratori di “riadattarsi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: lascia tassi a 0, piano acquisti fino a marzo 2022
Tasso su depositi a -0,50%, su prestiti marginali allo 0,25%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
13:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Banca Centrale Europea lascia, come da attese, i tassi d’interesse fermi: il tasso principale rimane a zero, il tasso sui depositi a -0,50% e il tasso sui prestiti marginali a 0,25%. Lo comunica la Bce dopo la riunione di politica monetaria.La Bce proseguirà gli acquisti nell’ambito del Programma di acquisto per l’emergenza pandemica (pandemic emergency purchase programme, PEPP) con una dotazione finanziaria totale di 1.850 miliardi di euro” e “condurrà gli acquisti netti di attività nell’ambito del PEPP almeno sino alla fine di marzo 2022 e, in ogni caso, finché non riterrà conclusa la fase critica legata al coronavirus”.
Lo comunica la Bce dopo la riunione di politica monetaria
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano piatta con Europa dopo Bce, debole Leonardo
Sale Prosieben dopo riassetto nella partecipazione Mediaset
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
14:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente attorno alla parità dopo la boa di metà giornata, con un marginale peggioramento dopo le decisioni della Bce: Francoforte è di qualche frazione la migliore con una crescita dello 0,3%, seguita da Madrid che si muove sul pareggio, Milano in calo dello 0,05% con l’indice Ftse Mib e Parigi in negativo dello 0,3%.
Gli operatori, dopo l’insediamento del nuovo presidente statunitense Biden, attendono soprattutto di verificare i tempi promessi per i nuovi piani di stimoli all’economia e alle campagne anti Covid 19, con i futures sull’avvio di Wall street poco sopra la parità.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In questo quadro, a Francoforte Prosieben sale del 2,6% a 13,8 euro dopo il riassetto nella partecipazione di controllo di Mediaset (+1% a 2,16 euro) con Vivendi, non direttamente coinvolta nella partita ma in colloqui da tempo con il Biscione per trovare un accordo al loro lungo braccio di ferro, in aumento dello 0,7% a Parigi.
Tra i titoli maggiori di Piazza Affari, Prysmian, Campari, Cnh, A2A e Diasorin mostrano rialzi ampiamente superiori al punto percentuale, mentre al contrario registrano cali più ampi dell’1% Unipol, Eni, Tenaris ed Hera. Scivola Leonardo, che scende del 2,7% faticando a tenere quota 6 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps: oltre 4 mld ore Cig nel 2020 per emergenza Covid
A dicembre autorizzate 288,1 milioni di ore (+22,6% su novembre)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
14:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Inps ha autorizzato nel 2020 oltre quattro miliardi di ore di cassa integrazione per emergenza sanitaria da Covid 19. Lo fa sapere l’Inps sottolineando che nel periodo dal 1° aprile al 31 dicembre 2020 sono stati autorizzati 4.048,6 milioni di ore di cui: 1.901,0 milioni di cig ordinaria, 1.349,2 milioni per l’assegno ordinario dei fondi di solidarietà e 798,4 milioni di cig in deroga.

Nel mese di dicembre 2020 sono state autorizzate 288,1 milioni di ore (+22,6% su novembre).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in calo a Ny, -0,53%
A 52,96 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
21 gennaio 2021
15:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio è in calo a New York, dove le quotazioni perdono lo 0,53% a 52,96 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: Lagarde, ancora anni prima di un euro digitale
Banconote e monete coesisteranno con valuta elettronica
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
15:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Ci vorranno anni prima che arrivi un euro digitale”. Lo ha chiarito la presidente della Bce, Christine Lagarde, sottolineando che tra, le altre cose, deve essere messa a punto “la tecnologia” e deve essere inoltre “compatibile con la sovranità e la trasmissione di politica monetaria”.
Per il presidente della Bce comunque “banconote e monete” coesisteranno con un euro digitale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre positiva, Dj +0,11%, Nasdaq +0,46%
S 500 sale dello 0,11%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
21 gennaio 2021
15:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre positiva. Il Dow Jones sale dello 0,11% a 31.214,07 punti, il Nasdaq avanza dello 0,46% a 13.519,02 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,11% a 3.856,64 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lagarde, vaccini tappa importante, ma ancora rischi
Possibile calo produzione in primo trimestre
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
16:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La campagna di vaccinazione “è un passo importante” per superare la pandemia ma il Covid “continua a porre dei gravi rischi per l’economia” e “nel quarto trimestre è attesa una contrazione del Pil” segnalando che l’area sembra avviata verso una doppia recessione. Lo ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde nella conferenza stampa che segue il board, sottolineando che “l’incertezza resta elevata” e gli economisti prevedono sempre più che la produzione si ridurrà anche in questo trimestre per l’inasprimento delle restrizioni decise dai governi per contrastare i contagi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano debole (-0,8%) dopo Wall street e Lagarde
Europa cauta, in Piazza Affari corre Ferragamo (+5%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
16:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Qualche vendita in Borsa a Milano dopo il discorso della presidente della Bce Christine Lagarde e le prime battute sulla parità per Wall street: l’indice Ftse Mib cede lo 0,8%, facendo peggio di qualche frazione di tutti i listini europei, con Parigi e Madrid che scendono di mezzo punto percentuale, mentre Francoforte e Londra perdono lo 0,2%.
In Piazza Affari sempre in caduta Autogrill (-13%) dopo l’annuncio dell’aumento di capitale da 600 milioni, con Saipem e Leonardo che scivolano del 3%.
Segni negativi in genere anche per le banche (Unicredit -1%) con lievi tensioni sui titoli di Stato italiani e lo spread a 117 punti. In corsa del 5% Ferragamo dopo le ipotesi di cambi ai vertici del gruppo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in calo, Ftse Mib -0,98%
Indice dei principali titoli di Piazza Affari a 22.428 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
21 gennaio 2021
17:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta negativa per la Borsa di Milano: l’indice Ftse Mib ha concluso in ribasso dello 0,98% a 22.428 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Autogrill: chiude con tonfo in Borsa, -13%
Dopo annuncio aumento di capitale da 600 milioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
17:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Autogrill, dopo l’annuncio a sorpresa dell’aumento di capitale da 600 milioni, ha chiuso molto pesante in Piazza Affari: il titolo è sceso del 13,3% finale a 4,36 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa conclude debole, Londra -0,37%
In calo anche Parigi e Francoforte, più pesante Madrid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
18:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente tutti in calo: Londra ha chiuso la seduta in ribasso dello 0,37%, con Parigi che ha ceduto lo 0,67% finale e Francoforte che ha registrato la limatura dello 0,11%. Pesante Madrid, in ribasso finale dell’1%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano debole con Autogrill e Leonardo, ok Ferragamo
Deboli Saipem ed Eni, frena Stellantis, caute le banche
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
19:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con le Borse europee fiacche dopo gli interventi della Bce, Milano è stata di qualche frazione una delle più pesanti della giornata: l’indice Ftse Mib ha concluso in ribasso dello 0,98% a 22.428 punti, l’Ftse All share in calo dello 0,92% a quota 24.408.
Londra ha infatti chiuso in ribasso dello 0,37%, con Parigi che ha ceduto lo 0,67% finale e Francoforte che ha registrato la limatura dello 0,11%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sullo stesso piano di Piazza Affari anche Madrid, in ribasso finale dell’1%.
A Milano il clima, già non ottimo per il ritorno di qualche tensione sui titoli di Stato, non è stato aiutato dallo scivolone di Autogrill, che ha annunciato a sorpresa un aumento di capitale da 600 milioni, con il titolo che è sceso del 13,3% finale a 4,36 euro. Deboli anche Saipem, che ha ceduto il 4,8% finale, e Leonardo, in ribasso di quattro punti percentuali.
Venite su Eni (-2,6%) e Unipol (-2,3%), con Stellantis, che ha frenato la sua corsa ed è scesa di due punti percentuali.
Generalmente in linea con il listino le banche con lo spread a quota 118 punti, in rialzo oltre il punto percentuale Campari, Diasorin e Moncler. Fuori dal paniere principale di Piazza affari, forte Salvatore Ferragamo, salita del 6% dopo le ipotesi di cambi al vertice del gruppo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mare: appello del Propeller Club, istituire ministero ad hoc
Seguire esempi di Grecia, Cipro, Francia e Spagna
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
21 gennaio 2021
21:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’istituzione di un Ministero del Mare, che sia al fianco del Cluster Marittimo italiano, il quale riveste un ruolo fondamentale per il rilancio dell’economia nazionale. E’ la richiesta fatta dal Presidente del Propeller Club, Umberto Masucci, che sottolinea gli 8.000 chilometri di costa al centro del Mediterraneo a fronte dei 14mila di un Paese immenso come la Cina.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Se questa è “l’importanza del Mare nel nostro Paese, non può non esserci un dicastero dedicato ad un settore così vitale”, spiega Masucci, convinto che in questo momento “storico così complesso”, l’Italia possa “ricoprire un ruolo di guida e di riferimento per l’Unione Europea valorizzando le conoscenze e facendo del Mediterraneo un centro per rilanciare trasporto, turismo, risorse sottomarine, pesca, industria, gestione integrata delle coste e degli spazi marittimi”.
Segnalando gli esempi di Grecia, Cipro, Francia e Spagna che hanno un ministero del Mare o qualcosa che gli assomiglia, Masucci sostiene che alla “portualità italiana serve una visione d’insieme dove le interconnessioni tra Porti, reti stradali e ferroviarie, supportate da un adeguato sistema di logistica integrata ed innovativa, rivestano un ruolo determinante, anche attraverso lo sviluppo della cosiddetta ‘smart logistic'”. E in questo senso rivolge un appello anche “a tutte le Associazioni del Cluster perché si uniscano nella richiesta”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in calo (-0,59%)
Cambi: yen stabile su dollaro, si rivaluta su euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
22 gennaio 2021
01:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo inizia l’ultima seduta della settimana in negativo, influenzata dall’andamento misto degli indici azionari Usa e con l’attenzione degli investitori puntata sui fornitori della Apple negli scambi in Asia in attesa della trimestrale della prossima settimana. In apertura il Nikkei arretra dello 0,59% a quota 28.586,31, con una perdita di 170 punti.
Sul mercato dei cambi lo yen è poco variato a 103,50 sul dollaro, mentre si rivaluta sull’euro a 125,90.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in calo a 52,44 dollari al barile
Il Brent scende a 55,44 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
08:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio in calo sul mercato after hour di New York. Il greggio Wti passa di mano a 52,44 dollari al barile, l’1,28% in meno rispetto alle quotazioni di ieri sera.
Il Brent scende a 55,44 dollari al barile (-1,16%). Ad incidere il rafforzamento del dollaro e le prospettive a breve termine di una domanda ridotta.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: in calo a 1.862 dollari l’oncia
Su mercati asiatici segna -0,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
08:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro in calo sui mercati asiatici. Il lingotto con consegna immediata passa di mano a 1.862 dollari l’oncia, in calo dello 0,4%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund apre in rialzo a 121 punti base
Rendimento del decennale italiano è allo 0,72%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
08:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata in rialzo per lo spread tra Btp e Bund tedesco che segna 121 punti base a fronte dei 118 della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale italiano è allo 0,72%%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in lieve calo a 1,2156 dollari
La moneta unica è scambiata a 126,03 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
08:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in lieve calo in avvio di giornata. La moneta unica viene scambiata 1,2156 dollari, afr onte del valore di 1,2168 di ieri sera dopo la chiusura di Wall street.
Sullo yen la moneta unica scende a 126,03 (-0,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia chiude in calo in attesa trimestrali
Tokyo (-0,4%) e Hong Kong (-1,3%),poco variato lo yen su dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
08:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse asiatiche chiudono in calo dopo l’andamento misto degli indici azionari Usa e le prese di profitto dopo gli ultimi rialzi. L’attenzione degli investitori si concentra sull’andamento dei contagi da coronavirus in vista delle prossime trimestrali.

In rosso Tokyo (-0,44%). Sul fronte valutario lo yen tratta a 103,50 sul dollaro, e sull’euro poco sopra a 126. A contrattazioni ancora in corso sono in calo Hong Kong (-1,3%), Shanghai (-0,4%), Seul e Mumbai (-0,6%). In controtendenza Shanzhen (+0,2%).
Sul fronte macroeconomico in arrivo i dati dell’indice Markit Pmi manifatturiero da Francia, Germania, Regno Unito, Eurozona e Stati Uniti. Previsti anche le scorte settimanali di petrolio e le vendite delle abitazione negli Usa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in calo (-0,78%)
Indice Ftse Mib a 22.253 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 gennaio 2021
09:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre in calo. Il primo indice Ftse Mib cede lo 0,78% a 22.253 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in calo, preoccupa crescita economica
Parigi (-0,39%), Francoforte (-0,35%), Londra (-0,33%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
09:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono in calo all’indomani della riunione della Bce. Sui listini pesano i timori sull’andamento della crescita economica globale che risentirà, almeno nella prima parte dell’anno, degli effetti della pandemia da Covid-19.

Avvio di seduta in rosso per Parigi (-0,39%), Francoforte (-0,35%), Londra (-0,33%) e Madrid (-0,72%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano -1,5% con banche e energia,si guarda a Governo
Scivola Autogrill dopo tonfo, sale spread Btp-Bund
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
09:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (-1,5%) amplia il calo iniziale, in linea con gli altri listini europei. Pesano le banche e l’energia mentre gli investitori guardano anche agli sviluppi della crisi di Governo.
Soffrono Tenaris (-4%) e Saipem (-3,4%) e Eni (-1,9%), con il petrolio in calo. Male Autogrill (-2%) alle prese con l’aumento di capitale da 600 milioni di euro e dopo il tonfo della vigilia.
Mentre lo spread tra Btp e Bund sale a 122 punti base le banche rallentano. In rosso Unicredit (-2,6%), Banco Bpm e Intesa (-1,8%) e Bper (-1,6%). In rosso anche Mps (-0,4%), con le ipotesi sulle mosse per la ricapitalizzazione anticipate da Repubblica in vista del consiglio d’amministrazione del 28 gennaio.
Seduta negativa anche per Leonardo (-2,8%), Prysmian (-2,6%), Stm (-2,3%) e Pirelli (-2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa amplia il calo, timori per nuovi lockdown
Pesano energia e banche, in lieve rialzo euro sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
10:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee ampliano il calo con i timori di nuovi lockdown per contenere i contagi da coronavirus e gli effetti sull’andamento dell’economia. Sui listini del Vecchio continente pesa l’energia (-1,5%) con il prezzo del petrolio in calo.
Sul fronte valutario è in lieve rialzo l’euro sul dollaro a 1,2180 a Londra.
L’indice d’area stoxx 600 cede lo 0,9%. In calo Parigi e Madrid (-1%), Francoforte (-0,8%) e Londra (-0,5%). Scivolano le banche (-1,4%) con Sabadell (-3,2%), Societe Generale (-2,6%), Bnp Paribas (-2,4%). Male anche le auto (-1,7%) dove scivola Renault (-3,1%). In calo anche Daimler (-1,8%) e Volkswagen (-1,5%).
Seduta in rosso anche per le compagnie aeree (-2,5%) dove soffronto Lufthansa (-2,7%) e Ryanair (-2%). Debole la farmaceutica (-0,1%) dove Bayer cede lo 0,9%, Sanofi (-0,2%) e Novartis (-0,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Costruzioni: Istat, produzione +1,7% a novembre, +7,2% annuo
Nei primi 11 mesi del 2020 calo dell’8,9% rispetto al 2019
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
10:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni torna a crescere a novembre 2020 dell’1,7% rispetto ad ottobre, dopo i cali registrati nei due mesi precedenti “e supera i livelli di febbraio 2020”, prima dell’avvio delle misure anti-Covid. Nonostante il recupero, su base mensile, l’indice destagionalizzato rimane al di sotto dei livelli registrati durate la ripresa estiva in agosto e settembre.

Su base annua l’indice corretto per gli effetti di calendario cresce del 7,2% e l’indice grezzo aumenta del 10,9%. Mentre nella media dei primi undici mesi dell’anno, l’indice corretto per gli effetti di calendario registra una “marcata flessione” dell’8,9%, mentre l’indice grezzo diminuisce dell’8,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Rc auto: Ivass, in terzo trimestre continua calo,a 389 euro
Discesa iniziata nel 2013 e rafforzata con Lockdown
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
10:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue il calo dei prezzi della Rc Auto. Secondo quanto si ricava dal bollettino dell’Ivass, nel terzo trimestre del 2020, il prezzo effettivo della polizza Rc auto è stato in media di 389 euro, in riduzione di poco più del 5% (20 euro) su base annua.
L’Ivass rammenta come la discesa dei prezzi sia “iniziata nel 2013 e si è rafforzata con le restrizioni alla circolazione”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano cede il 2% con energia e banche
Scivola Tenaris (-4%). Male Autogrill (-2%) con aumento capitale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
10:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano amplia il calo con il Ftse Mib in calo del 2% a 21.972 punti. Su Piazza Affari raffica di vendite per il comparto dell’energia e banche.

Scivola Tenaris (-4%). Andamento negativo anche per Saipem (-3,3%) e Eni (-2,6%). Con lo spread tra Btp e Bund che sale a 214 punti, soffrono le banche con Unicredit (-3,2%), Banco Bpm (-3,3%), Intesa (-2,7%) e Bper (-2,3%). In rosso Stellantis (-2,9%) e Autogrill (-2%), quest’ultima alle prese con un aumento di capitale da 600 milioni di euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread tocca i 124,5, prima volta da novembre. Borsa Milano peggiora ancora
Pesano energia e banche su Piazza Affari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
12:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund si amplia ancora e tocca i 124,5 punti base per la prima volta da novembre scorso. Il rendimento del titolo decennale del Tesoro è in rialzo allo 0,74%.
Ed è un venerdì nero per le Borse europee che proseguono la seduta in calo. In vista del prossime trimestrali gli investitori guardano con timore all’andamento dei contagi da coronavirus ed ai rischi di nuovi lockdown.
Sui mercati pesa l’energia, con il calo del prezzo del petrolio, e le banche.
Milano (-2,2%) è il peggior listino del Vecchio continente. L’indice Stoxx 600 cede l’1,1%. In rosso Madrid (-1,5%), Parigi (-1,2%), Francoforte (-1%) e Londra (-0,6%). Sul fronte valutario è in lieve rialzo l’euro sul dollaro a 1,2173 a Londra.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inail, nel 2020 131mila contagi sul lavoro, 6% del totale
A dicembre aumento del 25%, seconda ondata più intensa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
10:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le infezioni da Covid di origine professionale denunciate all’Inail al 31 dicembre scorso sono 131.090, pari al 23,7% delle denunce di infortunio pervenute all’Istituto nel 2020 e al 6,2% dei contagiati nazionali totali comunicati dall’Iss. A rilevarlo è il 12esimo report sui contagi sul lavoro da Covid-19 elaborato dall’Inail, da cui emerge un incremento di 26.762 casi (+25,7%) rispetto al monitoraggio precedente al 30 novembre, di cui 16.991 riferiti a dicembre, 7.901 a novembre e altri 1.599 a ottobre, complice la seconda ondata dell’epidemia, che ha avuto un impatto più intenso della prima anche in ambito lavorativo.

I decessi per denunciati a fine anno sono 423, 57 in più rispetto alla rilevazione di novembre.
Il settore più colpito è quello della sanità: dagli infermieri proviene oltre l’80% delle denunce.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: Leogrande, Ue ha chiesto tempi non compatibili
Con esigenza cassa della società
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
11:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione europea “ha richiesto tempi difficilmente compatibili con quelle che sono le esigenze di cassa della società”. Lo ha detto il Commissario straordinario di Alitalia, Giuseppe Leogrande, in audizione presso le Commissioni riunite Affari costituzionali e Bilancio alla Camera circa la verifica di Bruxelles sugli aiuti di Stato ricevuti.

Nel 2020, ha precisato il direttore generale, Giancarlo Zeni, Alitalia ha subito un calo dei ricavi del 78%. E l’anno in corso, ha sottolineato poi Leogrande, si presenta ancora “molto complesso”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: economisti tagliano stime Pil Eurozona nel 2021
Sondaggio, riduzione al 4,4%, più forte ripresa in 2022
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
11:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’economia dell’eurozona crescerà meno del previsto quest’anno ma con un tasso maggiore nel 2022.
E’ quanto emerge dal sondaggio condotto dalla Bce fra 66 economisti secondo cui il Pil salirà del 4,4% contro il 5,3% stimato a ottobre.
Per il prossimo anno tuttavia le aspettative salgono dal 2,6 al 3,7%. Per quanto riguarda l’inflazione le attese sul breve restano invariate così come quelle sul lungo termine (1,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sondaggio Bce, gli economisti tagliano le stime del Pil Eurozona nel 2021
Riduzione al 4,4%, contro il 5,3% stimato ad ottobre e sarà più forte la ripresa nel 2022
w
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
11:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’economia dell’eurozona crescerà meno del previsto quest’anno ma con un tasso maggiore nel 2022. E’ quanto emerge dal sondaggio condotto dalla Bce fra 66 economisti secondo cui il Pil salirà del 4,4% contro il 5,3% stimato a ottobre. Per il prossimo anno tuttavia le aspettative salgono dal 2,6 al 3,7%.
Per quanto riguarda l’inflazione le attese sul breve restano invariate così come quelle sul lungo termine (1,7%).
Le attese per il tasso di disoccupazione media sono limate all’8,9% per quest’anno e all’8,3 per il prossimo. Sul lungo termine la riduzione è al 7,4%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa peggiora, Milano -2,2%
Parigi (-1,2%), Francoforte (-1%) e Londra (-0,6%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
11:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Venerdì nero per le Borse europee che proseguono la seduta in calo. In vista del prossime trimestrali gli investitori guardano con timore all’andamento dei contagi da coronavirus ed ai rischi di nuovi lockdown.
Sui mercati pesa l’energia, con il calo del prezzo del petrolio, e le banche. Milano (-2,2%) è il peggior listino del Vecchio continente.
L’indice Stoxx 600 cede l’1,1%. In rosso Madrid (-1,5%), Parigi (-1,2%), Francoforte (-1%) e Londra (-0,6%). Sul fronte valutario è in lieve rialzo l’euro sul dollaro a 1,2173 a Londra.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: ministero, nel 2020 saldo negativo 42.000 posti
Studio con Bankitalia, era stato positivo per 300.000 nel 2019
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
11:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’intero 2020 i contratti di lavoro attivati sono stati solo 42.000 in meno rispetto a quelli cessati. Lo rileva il ministero del Lavoro in uno studio con la Banca d’Italia sulle comunicazioni obbligatorie sul lavoro privato non agricolo ricordando che il saldo era stato positivo per quasi 300.000 posti di lavoro nel 2019.
Questo andamento risente del calo delle assunzioni (4,78 milioni nel 2020 -28%) e delle cessazioni (4,8 milioni, -24%)) legate al blocco dei licenziamenti e al crollo dei nuovi contratti a termine.
” I dati – afferma la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo – evidenziano la sostanziale stabilità del numero complessivo dei posti di lavoro. Le misure messe in campo dal Governo hanno contribuito ad arginare l’impatto negativo della crisi permettendo di preservare centinaia di migliaia di posti di lavoro che altrimenti sarebbero andati perduti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in calo con dati manifattura, Milano -1,9%
A Piazza Affari scivolano Tenaris e Saipem
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
11:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse del Vecchio continente proseguono in calo dopo l’indice Pmi dell’Eurozona in calo e il sondaggio della Bce tra 66 economisti che vedono un Pil in crescita del 4,4% contro il 5,3% stimato a ottobre.
Milano (-1,9%) è la peggiore in Europa.
In calo anche Madrid (-1,4%), Parigi (-1,1%), Francoforte (-0,7%) e Londra (-0,6%). I listini risentono del calo dei comparti dell’energia (-2%), le banche (-1,5%) e le auto (-0,5%).
A Piazza Affari in forte calo Tenaris (-4%). Male anche Saipem (-3,3%), Stm (-3%) ed Eni (-2,5%). In rosso le banche con Banco Bpm (-3,3%), Unicredit (-3%), Intesa (-2,7%) e Bper (-2,3%). Scivola anche Autogrill (-3,7%), dopo il tonfo della vigilia con l’aumento di capitale da 600 milioni di euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia:effetti positivi smart working in settore privato
Ampliamento può dare spinta a mercato lavoro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
12:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli effetti dello smart working sui lavoratori e sulle imprese del settore privato “sono stati positivi, preservando i livelli salariali e l’occupazione di chi poteva svolgerli” e una sua estensione potrebbe avere “ricadute positive sul mercato del lavoro”. E’ quanto si legge in un paper dei ricercatori della Banca d’Italia dedicato al tema secondo cu “il lavoro agile avrebbe quindi contribuito a limitare le conseguenze negative dello shock connesso con la pandemia sulla domanda aggregata e sull’occupazione”.
I dipendenti del settore privato che hanno fatto ricorso allo smart working durante la pandemia “hanno conseguito una retribuzione mensile più elevata (+6%), per effetto del maggior numero di ore lavorate, e hanno fatto meno ricorso alla Cassa Integrazione Guadagni” rispetto ai colleghi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola:Bankitalia, valutare effetti negativi della Dad
Ricorso smart working superiore a media della P.a.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
12:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Occorrerà valutare eventuali “effetti negativi” della didattica a distanza sull’apprendimento degli alunni e in particolare sull’aumento delle diseguaglianze. E’ quanto scrivono i ricercatori della Banca d’Italia in un paper dedicato allo smart working nella pubblica amministrazione dove sottolineano come “nel settore dell’istruzione, il limite naturale alla teleoperabilità di alcune funzioni “è stato anche largamente superato con effetti sulla qualità dei servizi svolti che andranno valutati”.
Il tasso di smart working ha quasi raggiunto il 60% contro un potenziale del 50%. Un terzo dei dipendenti della Pubblica amministrazione ha fatto ricorso, durante la pandemia allo smart working. Il dato è inferiore al potenziale del 36% a causa delle ridotte competenze del personale, mentre gli investimenti in dotazioni informatiche non hanno inciso in maniera significativa. Nella PA in senso stretto lo smart working avrebbe potuto essere più pervasivo con un tasso potenziale del 53% e un utilizzo effettivo di appena il 30%. Al contrario, il potenziale è stato superato nell’istruzione e nei servizi sociali non residenziali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gualtieri: “Con lo scostamento fondi anche per primavera”
Lettera ai commissari Ue, non esclusa la proroga delle restrizioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
14:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La richiesta di un nuovo scostamento da 32 miliardi serve per mettere in campo “un nuovo pacchetto di aiuti per attutire l’impatto economico” delle restrizioni anti-Covid, ma si giustifica anche con la volontà del governo di “avere a disposizione risorse sufficienti” se le restrizioni all’attività economica dovessero protrarsi “anche in primavera”. Un’eventualità che “non si può escludere”, scrive il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri in una lettera al vicepresidente della Commissione Europea, Valdis Dombrovskis, e al Commissario all’Economia, Paolo Gentiloni.
“Non si può escludere” una proroga delle regime di restrizioni anti-Covid entrato in vigore il 16 gennaio “in primavera” e “di conseguenza il governo desidera avere risorse sufficienti per rispondere a questa eventualità e prolungare, se necessario, lo schema di integrazione salariale fino all’autunno”, scrive inoltre Gualtieri alla commissione Ue.
“Le misure di sostegno a favore delle imprese e dei lavoratori autonomi saranno selettive e consisteranno principalmente in crediti d’imposta al fine di promuovere la tax compliance”, scrive il ministro. Le misure dei nuovi ristori, assicura, saranno “temporanee e mirate” e l’itero pacchetto sarà “pienamente coerente con l’approccio raccomandato dalla Commissione”.
Tra le misure elencate da Gualtieri vi sono fondi per il Reddito di cittadinanza e per la scuola, per adattare gli strumenti educativi, e il rinvio della riscossione spostando parte delle entrate al 2022.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confermata la proroga della Cig, sostegni alla liquidità delle imprese direttamente o indirettamente interessate dalle chiusure; specifiche misure di sostegno per i settori economici più colpiti; compensazione a regioni ed enti locali per il calo del gettito; fondi per sanità e protezione Civile e uno stanziamento una tantum per Transizione 4.0 nel 2021.
“Stiamo lavorando al primo decreto attuativo per disciplinare il fondo, istituito in legge di Bilancio, per l’esonero del pagamento dei contributi previdenziali di lavoratori autonomi e professionisti più colpiti dalla crisi. Con il nuovo Dl Ristori rifinanzieremo con un miliardo e mezzo questo fondo per garantire loro un ‘anno bianco’ contributivo”. Lo ha detto, secondo quanto riferiscono fonti presenti all’incontro, la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, nel corso del tavolo di confronto con le associazioni dei lavoratori autonomi.
Comincia poi il confronto tra governo e parti sociali sul Recovery Plan: il premier Giuseppe Conte ha convocato i sindacati per domani mattina alle 11.  All’incontro potrebbe partecipare anche il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri.
“Penso che le autorità italiane siano consapevoli della necessità di rafforzare la proposta presentata finora, servono specialmente due cose: un messaggio chiaro sulle riforme legate alle raccomandazioni Ue del 2019, e i dettagli sui tempi e gli obiettivi dei progetti”: lo ha detto il commissario all’economia Paolo Gentiloni.
“La Commissione lavora con il governo italiano e continuerà a farlo con l’obiettivo di avere successo nel piano di Recovery, perché il suo successo è importante per quello generale visto che l’Italia è la maggiore beneficiaria”, ha aggiunto Gentiloni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pandemia spinge Netflix, ha 203 milioni abbonati
E il titolo vola all’avvio di Wall Street, +12,83%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
08:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Netflix vola all’avvio di Wall Street dopo la trimestrale che ha evidenziato un aumento oltre le attese degli abbonati. I titoli Netflix salgono del 12,83% spingendo il Nasdaq a un nuovo record.
La pandemia ha costretto in casa miliardi di persone e spinto Netflix.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il colosso della tv in streaming chiude il quarto trimestre con 8,51 milioni di abbonati in più, archiviando il 2020 sopra i 200 milioni di abbonamenti, per l’esattezza 203,7. Il balzo sopra le attese mette le ali a titoli Netflix a Wall Street, dove arriva a guadagnare il oltre il 10,4%. Netflix negli ultimi tre mesi dello scorso anno ha visto salire i suoi ricavi a 6,64 miliardi di dollari dai 5,45 miliardi dello stesso periodo dello scorso precedente.
L’utile però è calato a 542 milioni, o 1,19 dollari per azione, dai 587 milioni del quarto trimestre del 2019. Nell’intero 2020 Netflix ha visto aumentare i propri utenti di 37 milioni di unità.
“Stiamo diventando sempre più una società globale con l’83% dei nuovi abbonati del 2020 che arrivano da fuori l’area” Stati Uniti e Canada, afferma Netflix in una nota, prevedendo per il primo trimestre del 2021 di aggiungere 6 milioni di abbonati, in calo rispetto ai 15,8 milioni del primo trimestre del 2020, quello dell’impatto iniziale del Covid. Netflix prevede che non avrà più bisogno di raccogliere fondi tramite l’emissione di debito per finanziare le operazioni giornaliere: il colosso delle tv in streaming anticipa un cash flow al break-even, ma intende mantenere 10-15 miliardi di dollari di debito. Netflix non esclude un piano di buyback per distribuire fondi ai suoi azionisti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alibaba: chiude a +8,5% in Borsa con ricomparsa di Jack Ma
Fondatore apparso in una conferenza online
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
12:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alibaba vola alla Borsa di Hong Kong dove chiude gli scambi guadagnando l’8,5%, a 265 dollari di Hk: il rally sui titoli del colosso dell’e-commerce è stato innescato dalla riapparizione in pubblico oggi del fondatore Jack Ma, in una conferenza online con un centinaio di insegnanti nelle aree rurali.
In questo modo, Ma ha interrotto l’assenza sospetta da eventi pubblici di oltre 2 mesi dopo che il suo impero internet, tra la fintech Ant Group e la stessa Alibaba, è finito a inizio novembre nella stretta dei regolatori di Pechino.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Antitrust: multa da 12,5 milioni per Eni, Enel e Sen
Per fatture dopo mancata lettura dei contatori
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
09:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Autorità Antitrust ha irrogato una sanzione di 12,5 milioni di euro ad Enel Energia, Servizio Elettrico Nazionale (SEN) ed Eni gas e luce, dopo aver “accertato l’ingiustificato rigetto delle istanze di prescrizione biennale presentate dagli utenti, a causa della tardiva fatturazione dei consumi di luce e gas, in assenza di elementi idonei a dimostrare che il ritardo fosse dovuto alla responsabilità dei consumatori”. Le società addebitavano agli utenti la responsabilità della mancata lettura dei contatori a fronte dei tentativi di lettura dichiarati dal distributore; ma i tentativi non erano documentati o addirittura smentiti.
“Con riferimento al procedimento AGCM in materia di prescrizione biennale delle fatture emesse per i consumi di energia elettrica e gas, le società del Gruppo Enel precisano di aver sempre agito nel pieno rispetto della normativa primaria e regolatoria di riferimento, riconoscendo il diritto dei consumatori ad ottenere la prescrizione delle fatture”.
E’ la risposta di Enel alla multa irrogata dall’Antitrust.
Le Società “si riservano sin d’ora ogni azione a propria tutela, confidando di poter dimostrare la piena legittimità e correttezza del proprio operato nelle successive fasi di giudizio”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A2a: investirà 16 miliardi al 2030, utile +8% annuo
Mazzoncini, solide basi per infrastrutture strategiche Paese
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
08:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A2a ha messo a punto il proprio piano industriale al 2030, che prevede 16 miliardi di investimenti in 10 anni. Di questi, 10 miliardi sono per la transizione energetica e 6 per l’economia circolare.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’utile netto è previsto in crescita dell’8% medio annuo e i dividendi di almeno il 3%. Triplicata la capacità installata da fonti rinnovabili a 5,7 Gw a fine Piano, previste seimila assunzioni dirette nell’arco dei 10 anni.
Secondo l’amministratore delegato di A2a Renato Mazzoncini il piano crea “solide basi che ci consentiranno di realizzare infrastrutture strategiche, innovative ed essenziali per la crescita e il rilancio del Paese, di essere ambiziosi e guardare all’Europa” Gli investimenti sono “per il 90% in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite”, noti anche come ‘Sdg’. Il margine operativo lordo è destinato a crescere più di 2 volte a oltre 2,5 miliardi di euro a fine periodo, mentre le emissioni di Co2 sono previste in calo del 47%, in linea con gli obiettivi definiti dall’Accordo di Parigi e approvati dalla Science Based Targets Initiative (Sbti). A2a, da anni all’avanguardia nella termovalorizzazione dei rifiuti, intende “recuperare ulteriori 4,4 milioni di tonnellate di rifiuti” da utilizzare “come materia o energia”, sottraendoli così alla discarica.

Economia tutte le notizie in tempo reale, sempre aggiornate, complete, approfondite. Tutto il Mondo Economico. SEGUILO E CONDIVIDILO!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 30 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:55 DI LUNEDì 18 GENNAIO 2021

ALLE 02:58 DI MERCOLEDì 20 GENNAIO 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Spread Btp Bund gira in lieve calo a 111
Il rendimento del decennale italiano è allo 0,63%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
13:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread Btp-Bund cambia segno, con un lieve calo a 111 punti base (da 117 dell’apertura) a fronte dei 115 di venerdì. Il rendimento del titolo decennale italiano è stabile allo 0,63%.
Nel suo intervento alla Camera, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha fatto appello al “più ampio consenso” delle forze politiche.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano cauta (+0,29%) dopo Conte, avanza Stellantis
Poco mossi anche gli altri listini europei
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
13:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano resta in cauto rialzo dopo l’intervento alla Camera del premier, Giuseppe Conte. Il Ftse Mib segna un +0,29% a 22.436 punti.
Sempre in luce Stellantis che guadagna il 7,91% a 13,56 euro ed sui massimi di giornata. Seguono Exor (+1,87%) e Pirelli (+1,66%).
Sempre in fondo al listino Snam (-2,3%) e Enel (-3,35%) che staccano l’acconto sul dividendo. Vendite anche su Tim (-2%).
Poco mosse anche le altre Piazze europee che guardano alle consegne dei vaccini. Parigi cede lo 0,21%, Londra lo 0,2% mentre Francoforte si riaffaccia sopra la parità (+0,13). tra i settori peggiori sempre energia e utilities. Chiusa Wall Street per il Martin Luther King Day l’attesa è a mercoledì è all’insediamento del neo presidente americano, Joe Biden.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in calo a Ny, -0,17%
A 52,27 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
18 gennaio 2021
15:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio è in calo a New York, dove le quotazioni perdono lo 0,17% a 52,27 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Patuanelli: ‘Il sistema delle imprese ha retto, ma serve prudenza ‘
Continueremo a lavorare fino all’ultimo per ristori e rilancio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
15:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Nonostante il clima d’incertezza dovuto alla pandemia, il sistema imprenditoriale del Paese ha retto l’urto di una crisi simmetrica come quella generata dal Covid”. Lo afferma il ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli su Facebook riferendosi ai dati di Unioncamere su aperture e chiusure.
“Serve notevole prudenza nel commentare questi dati, perché gli effetti della pandemia perdureranno ancora e le sofferenze dei tessuti imprenditoriali sono pesanti e diffuse in tutto il Paese”, aggiunge, assicurando che “per questo continueremo a lavorare fino all’ultimo per garantire ristori e rilancio alle nostre imprese”. “Si registra dai dati complessivi di Unioncamere un +0,32% del saldo tra aperture e chiusure delle attività imprenditoriali, numeri certamente non scontati visto il terribile 2020 appena trascorso”, scrive Patuanelli.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Educazione finanza: Ocse,serve approccio duraturo,coordinato
Raccomandazione a tutti i Paesi
1
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
16:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Una strategia nazionale per un approccio duraturo e coordinato in materia di alfabetizzazione finanziaria”. E ‘ quanto scrive l’Ocse in una raccomandazione sul tema rivolta a tutti i Paesi aderenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il documento definisce l’alfabetizzazione finanziaria “l’insieme di consapevolezza, conoscenze, competenze, atteggiamenti e comportamenti in materia finanziaria, necessari alla realizzazione di decisioni finanziarie valide al raggiungimento del benessere finanziario individuale”, ed indica strada e passaggi da seguire. I Paesi dovranno così adottare un approccio che riconosca l’importanza dell’alfabetizzazione finanziaria, eventualmente anche attraverso normative, ne definisca la portata e sia coerente con altre strategie che promuovono la prosperità economica e sociale, tra cui quelle per l’inclusione finanziaria e la tutela finanziaria dei consumatori. Sarà poi necessario prevedere’ la collaborazione con i soggetti competenti e la nomina di un leader o di un entità/comitato di coordinamento a livello nazionale (che nel caso dell’Italia esiste già con il Comitato presieduto da Anna Maria Lusardi) e definire una tabella di marcia per il raggiungimento di obiettivi che preveda anche fasi di monitoraggio e di valutazione per determinare i progressi compiuti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano tiene (+0,4%) senza Wall street, debole Londra
Piazza Affari trainata da Stellantis (+8%), scivola Tim
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
16:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusa Wall Street per il Martin Luther King Day e con l’attesa concentrata su mercoledì per l’insediamento del nuovo presidente Joe Biden, i mercati azionari del Vecchio continente si avviano tranquilli alla chiusura della prima seduta della settimana, con Milano che è di qualche frazione la Borsa migliore in Europa.
L’indice Ftse Mib sale infatti dello 0,4% piuttosto insensibile alle vicende politiche interne, con Francoforte in rialzo dello 0,2%, Parigi e Madrid Piatte e Londra in ribasso dello 0,3%.

Tensioni marginali sul mercato dei titoli di Stato, con il rendimento del Btp decennale in aumento di tre punti base e lo spread con la Germania attorno a quota 117.
In Piazza Affari, nel primo giorno di quotazione prosegue la corsa di Stellantis con un aumento del titolo post fusione in crescita dell’8% a quota 13,58 euro. In scia Exor, che sale di tre punti percentuali a 67 euro, con Bper migliore tra i gruppi bancari in rialzo del 2%. Vendite invece su Cattolica (-1,8%) e soprattutto Tim, che scivola del 2,7% a 0,36 euro. Sulla stessa linea il calo di Snam, che stacca l’acconto di dividendo come Enel, in ribasso del 3,5%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo, Ftse Mib +0,53%
Indice dei principali titoli a 22.498 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
17:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta positiva per Piazza Affari: l’indice Ftse Mib ha concluso in crescita dello 0,53% a 22.498 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stellantis: debutto boom in Borsa a Milano, +7,5% finale
Domani sbarca a Wall Street, mercato oggi chiuso per festività
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
17:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ottimo sbarco in Borsa per Stellantis: il titolo del gruppo nato dalla fusione di Fca e Psa a Milano ha chiuso la sua prima seduta, contraddistinta da un progressivo rialzo, in aumento del 7,57% a 13,52 euro. In scia Exor, che ha segnato una crescita finale del 2,6% a 66,8 euro.

Per Stellantis sarà domani la sua prima giornata a Wall Street, oggi chiusa per il Martin Luther King Day.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa conclude piatta, Londra -0,2%
Poco sopra la parità Parigi e Francoforte
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
17:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente poco mossi nella prima giornata della settimana: Londra ha concluso in calo dello 0,20%, mentre Parigi ha segnato un aumento finale dello 0,10% e Francoforte un rialzo dello 0,44%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano migliore in Europa, vola Stellantis
In scia Exor, tengono Unicredit e Mps, scivola Cattolica
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
18:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari guarda poco alla politica interna e chiude la prima seduta della settimana, anche se di poche frazioni, come la migliore tra le Borse europee: l’indice Ftse Mib segna infatti un aumento finale dello 0,53% a 22.498 punti, l’Ftse All share una crescita dello 0,38% a quota 24.487.
Londra ha infatti concluso in calo dello 0,2%, mentre Parigi ha segnato un aumento finale dello 0,1% e Francoforte un rialzo dello 0,4%, qualche tensione si è registrata sul mercato dei titoli di Stato, con il rendimento del Btp decennale in aumento di circa due punti base e lo spread con la Germania poco sopra quota 115.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ma poca cosa, con gli operatori che, chiusa Wall Street per il Martin Luther King Day, attendono l’insediamento del nuovo presidente Joe Biden e lo sviluppo dei nuovi piani anti pandemia.
A Milano, tra i titoli principali, ottimo sbarco per Stellantis: il titolo del gruppo nato dalla fusione di Fca e Psa ha chiuso la sua prima seduta, contraddistinta da un progressivo rialzo, in aumento del 7,5% oltre i 13 euro. In scia Exor, che ha segnato una crescita finale del 2,6% sopra quota 66. Bene anche Moncler, Bper e Diasorin, salite tutte del 2,2%, con Pirelli che ha registrato un aumento finale del 2,1%. In crescita dello 0,9% Unicredit, sostanzialmente in linea con il listino generale Mps (+0,6%), in tenuta Eni che ha chiuso in rialzo dello 0,2%. Piatta Atlantia a 13,6 euro, vendite invece su Tim che ha concluso in calo dell’1,8% dopo aver toccato ribassi più ampi in corso di giornata, debole Cattolica che ha perso il 2,2% finale.
Dal punto di vista ‘contabile’ peggio hanno fatto Snam (-2,5%) ed Enel (-3%), ma entrambi i titoli scontavano l’acconto del dividendo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gentiloni, Recovery Italia buona base ma va rafforzato
‘Spero Roma sia un interlocutore stabile’
e
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
18 gennaio 2021
19:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il piano italiano di Recovery è ampiamente convergente con i nostri obiettivi e politiche generali, ma come molti altri deve essere discusso e rafforzato dal punto di vista delle riforme, delle raccomandazioni Ue, dei dettagli sul calendario e degli obiettivi che vogliamo raggiungere. Abbiamo una base molto buona ma dobbiamo lavorare per rafforzarla, non vale solo per l’Italia ma per tutti”: lo ha detto il commissario all’economia Paolo Gentiloni al termine dell’Eurogruppo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Interpellato sulla siatuazione italiana, Gentiloni ha risposto: “Per noi è difficile commentare”, ma “in ogni modo speriamo di avere un interlocutore stabile, in quanto l’Italia sarà cruciale per il successo del NextGeneration plan e noi abbiamo bisogno di interlocutori stabili”.
Più in generale, Gentiloni ha detto che “la crisi ha aggravato gli squilibri economici pre-esistenti, che stavano recedendo prima del Covid. Per esempio il debito pubblico è aumentato di più nei Paesi più colpiti economicamente dalla crisi, che erano anche quelli con il debito più elevato prima della pandemia”. Il sostegno economico dei governi “è stata ed è la cosa giusta da fare, dobbiamo fornirlo per tutto il tempo necessario, consapevoli della necessità di affrontare gli squilibri al momento appropriato”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in rialzo (+0,55%)
Parole Janet Yellen riaccendono l’ottimismo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
19 gennaio 2021
01:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo recupera dopo la battuta di arresto di ieri e inizia gli scambi col segno più, con gli investitori che guardano con ottimismo alle parole di Janet Yellen, a breve la nuova ministra del Tesoro Usa, circa la manovra di stimolo fiscale da attuare contro il coronavirus. In apertura l’indice di riferimento Nikkei avanza dello 0,55% a quota 28.396,47, guadagnando 154 punti.
Sul mercato dei cambi lo yen è poco variato sul dollaro a 103,70 e sull’euro a 125,20.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in rialzo a 1,2094 dollari in avvio di giornata
La moneta unica è scambiata a 125,84 yen (+0,48%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
08:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in rialzo questa mattina rispetto al dollaro. La moneta unica viene scambiata a 1,2094 contro il biglietto verde con un guadagno dello 0,14%.
Segno positivo anche rispetto allo yen a 125,84 pari a +0,48%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: Wti sale a 52,4 dollari al barile
In rialzo anche il Brent a 55,17 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
08:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio è in rialzo questa mattina. Il Wti americano con consegna a febbraio guadagna lo 0,1% a 52,41 dollari al barile, mentre il Brent quotato a Londra è a 55,17 dollari, con un guadagno più consistente dello 0,77%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo stabile a 1.840 dollari l’oncia
Su mercati asiatici limatura al ribasso dello 0,09%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
08:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro poco mosse sui mercati asiatici. Il metallo prezioso segna -0,09% a 1.839,62 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia tonica con Biden, debole Cina per Covid
Corre Seul, in leggero rialzo i futures sui listini europei
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
08:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari asiatici molto positivi dopo gli annunci del presidente eletto degli Stati Uniti Biden, che confermano interventi strutturali a favore dell’economia: Tokyo ha chiuso in rialzo dell’1,3%, ma soprattutto ha corso Seul con un aumento finale del 2,6% dopo lo scivolone della vigilia.
Deboli invece le Borse cinesi, con Shanghai e Shenzhen limate poco meno di un punto percentuale soprattutto sul timore del ritorno dell’infezione Covid 19 nel Paese.

Tra gli altri listini, Hong Kong sale dell’1,8% in chiusura, mentre Sidney, dove sono quotati diversi titoli che possono anticipare l’andamento dei loro settori in Europa, è cresciuta dell’1,1% finale. In leggero rialzo i futures sull’avvio dei listini del Vecchio continente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund apre in calo a 113 punti in attesa Conte
Rendimento del decennale italiano allo 0,61%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
08:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel giorno decisivo per il futuro del governo Conte, in attesa della richiesta di fiducia in Senato, lo spread tra Btp e Bund tedesco apre in calo a 113 punti dai 115,8 punti base della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale italiano segna 0,61% da 0,628% di ieri sera.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Crolla il mercato dell’auto in Europa, -24% nel 2020
Dati Acea. A dicembre -3,7% immatricolazioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
19 gennaio 2021
08:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il mercato europeo dell’auto – Ue più Paesi Efta e Regno Unito – chiude il 2020 con un calo delle immatricolazioni del 24,3% rispetto al 2019, a quota 11.961.182.
Si tratta di quasi 4 milioni di immatricolazioni in meno.

Nel mese di dicembre le auto vendute sono 1.214.581, il 3,7% in meno dello stesso mese del 2019. I dati sono dell’Acea, l’associazione dei costruttori europei dell’auto.
Il gruppo Fca chiude il 2020 – ultimo anno prima della nascita di Stellantis – con 700.534 immatricolazioni, in calo del 26% rispetto al 2019. La quota è pari al 5,9% a fronte del 6% dell’anno precedente.
Positivo l’ultimo mese, in controtendenza rispetto al mercato: le immatricolazioni di Fca sono 74.755, in crescita del 7,5% e la quota sale dal 5,5 al 6,2%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Antitrust: multa da 10 milioni a TicketOne
Per abuso di posizione dominante. La società: “Multa inappropriata, ricorso al Tar”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
14:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Antitrust ha irrogato una sanzione di oltre 10 milioni di euro al gruppo CTS Eventim-TicketOne per abuso di posizione dominante. Secondo l’Autorità, il gruppo, che opera nel mercato italiano della vendita di biglietti per eventi live di musica leggera attraverso TicketOne, ha attuato “una complessa strategia abusiva di carattere escludente che ha precluso agli operatori di ticketing concorrenti la possibilità di vendere, con qualsiasi modalità e tramite qualsiasi canale, una quota particolarmente elevata di biglietti per eventi live di musica leggera”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Antitrust, viene spiegato in un comunicato, nota che la strategia attuata da TicketOne si articola in una serie di condotte, attuate almeno dal 2013 e ancora in corso, che consistono nella stipula di contratti di esclusiva con i produttori e gli organizzatori di eventi live di musica leggera, nelle acquisizioni dei promoter nazionali Di and Gi Srl, Friends & Partners SpA, Vertigo Srl e Vivo Concerti Srl, nell’imposizione dell’esclusiva sui promoter locali, nella stipula di accordi commerciali con gli operatori di ticketing di dimensione minore o locale e nei comportamenti di ritorsione e boycott nei confronti del gruppo Zed, anche per escludere dal mercato rilevante Ticketmaster, un nuovo operatore di ticketing.

L’attuazione della strategia abusiva del gruppo, sottolinea ancora il Garante, ha danneggiato anche i consumatori perché l’impresa dominante ha potuto praticare commissioni di vendita dei biglietti per eventi live di musica leggera superiori a quelli dei concorrenti, limitando inoltre le possibilità di scelta e di acquisto dei consumatori tra i diversi operatori di ticketing (il cosiddetto ‘multihoming’).
TicketOne “respinge fermamente le affermazioni contenute nel provvedimento dell’Agcm secondo cui la società avrebbe messo in atto un abuso di posizione dominante”.  “L’Autorità – sostiene TicketOne – ha preso una decisione manifestamente inappropriata, basata su una definizione del mercato rilevante errata e in violazione di norme imprescindibili in materia”. TicketOne si appellerà al Tar “ed è fiduciosa, anche alla luce della precedente giurisprudenza sulle decisioni dell’Agcm, che anche questo provvedimento sarà revocato”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Italia Independent: nuovo piano, prevede utile nel 2023
L’anno scorso conti migliorati, ricavi +12%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
08:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Cda di Italia Independent Group ha approvato il nuovo piano di sviluppo della società per il periodo 2020-2024, presentato dall’amministratore delegato Marco Cordeddu, oltre che i dati economico-finanziari di pre-chiusura relativi all’esercizio 2020.
Lo rende noto un comunicato della società, secondo il quale il piano “sviluppa gli obiettivi già indicati dal piano 2019-2023, approvato dal consiglio di amministrazione in data 30 ottobre 2019 e poi revisionato in data 28 maggio 2020 a seguito della crisi provocata dal diffondersi della pandemia da Covid-19 e dal prolungarsi della stessa con pesanti ripercussioni sulle attivita’ commerciali sia in riferimento all’ultimo trimestre dell’esercizio 2020 sia sulle stime relative agli anni successivi, 2021 e 2022”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per il gruppo fondato da Lapo Elkann, le stime di pre-chiusura del 2020 vedono i ricavi attestarsi su una crescita di circa il 12% rispetto al 2019, un margine operativo lordo (Ebitda) negativo per un milione rispetto ai 6 del 2019 con un miglioramento dell’83% “e che si approssima, quindi, a ‘girare’ in positivo”. Il nuovo piano 2020-2024 stima nel periodo considerato una crescita dei ricavi fino a 42 milioni “capitalizzando ulteriormente la riduzione dei costi di struttura e savings operativi già realizzati nel 2020 e prevede un ritorno all’Ebitda positivo (2,4 milioni) nel 2022 e all’utile (3 milioni) al termine del 2023.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo, Ftse Mib +0,61%
In aumento anche l’indice Ftse All share, +0,56%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
19 gennaio 2021
09:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio positivo per Piazza Affari: l’indice Ftse Mib ha aperto in crescita dello 0,61%, l’Ftse All share in rialzo dello 0,56%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in rialzo, Parigi +0,54%, Londra +0,49
Positive anche Francoforte (+0,63%) e Madrid (+0,65%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
09:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo pe le principali Borse europee. Parigi guadagna lo 0,54% a 5.647 punti, Londra lo 0,49% a 6.753, Francoforte lo 0,63% a 13.935 punti e Madrid lo 0,65% a 8.309 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano tiene (+0,4%), corre ancora Stellantis (+3%)
Piazza Affari per ora non guarda alla politica, debole Ferrari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
09:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I primi scambi confermano l’avvio in leggero rialzo per Piazza Affari: l’indice Ftse Mib sale dello 0,4% trainato soprattutto da Stellantis che, dopo il volo di ieri, nella seconda giornata di quotazione segna un aumento del 3% a toccare la quota dei 14 euro.
Pochi spunti tra gli altri titoli principali della Borsa di Milano che per ora, come gli altri mercati europei, guarda più ai piani di stimolo all’economia confermati dal presidente eletto statunitense Biden e alla diffusione della pandemia Covid 19 che alla politica interna.
Nel paniere a elevata capitalizzazione di Piazza Affari salgono comunque di circa un punto percentuale Unicredit e Mps, mentre Ferrari scende di uno speculare 1% su quota 174 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stellantis: prosegue la corsa in Borsa, +5%
Oggi debutta anche a Wall Street, ieri chiusa per festività
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
14:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora forti acquisti su Stellantis in Borsa: nel secondo giorno di quotazione, a Milano ha raggiunto una crescita del 5% fino a 14,2 euro.
Ieri il gruppo nato dalla fusione tra Fca e Psa era salito di oltre il 7% finale mentre oggi il titolo debutta anche a Wall Street, ieri chiusa per la festività del Martin Luther King Day.

Calma Exor, che ondeggia attorno a una crescita di mezzo punto percentuale sopra quota 67 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confcommercio: consumi dicembre -11%, 2021 parte male
Pil gennaio -10,7% su anno, -0,8% su mese. Sangalli: ‘Difficile immaginare un rimbalzo’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
13:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Consumi giù anche a dicembre con un calo dell’11% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente (anche se in ripresa rispetto al -16% di novembre) ed una previsione di Pil di gennaio 2021 rispetto all’anno precedente che segna -10,7% e -0,8% rispetto a dicembre. Sono le indicazioni che arrivano dall’indice congiunturale di Confcommercio che segnala per l’intero anno un calo dell’indice dei consumi (Icc) del 14,7% ed un calo complessivo effettivo dei consumi sul territorio del -10,8% (la differenza a causa della diversa composizione dell’ Icc rispetto ai consumi di contabilità nazionale).
Per quanto riguarda l’andamento tra il mese di novembre e dicembre, secondo Confcommercio la riduzione della perdita tendenziale deriva esclusivamente dalla componente relativa ai beni, per i quali la variazione sull’anno è stata del -0,6%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per molti servizi di mercato, anche in considerazione dell’inasprimento delle misure nell’importante periodo delle festività natalizie, la caduta ha ampiamente superato il 50% nel preconsuntivo di fine 2020. Per il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, “il 2021 inizia più in salita del previsto: ancora emergenza Covid, dati sui consumi in calo e Pil in forte riduzione. Difficile immaginare il rimbalzo previsto dal Governo nei prossimi mesi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Commercio estero: Istat, export in ripresa a novembre, +4%
Su anno +1,1%, traino da metalli e auto (+26,9%), soffre la moda
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
11:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A novembre, dopo il calo di ottobre, l’export registra un rialzo congiunturale del 4%, secondo i dati Istat, e una crescita anche su base annua dell’1,1% trainata da metalli, auto e macchinari, che segue il -8,4% di ottobre.
Nell’insieme dei primi undici mesi dell’anno, c’è una flessione tendenziale dell’export del 10,8%.
Quanto alle importazioni, a novembre, vedono un incremento sul mese del 3,3% e una flessione sull’anno del 3,2%.
L’espansione annua delle esportazioni a novembre è spinta dalle vendite di beni intermedi e beni strumentali. L’aumento di metalli (+15,3%), auto (+26,9%) e macchinari (+2,1%) – la metà verso Germania, Svizzera e Cina – contribuisce per oltre 3 punti percentuali all’incremento tendenziale complessivo, spiega l’Istat. Cresce anche l’export di prodotti alimentari, mentre soffrono prodotti petroliferi raffinati (-51,6%), articoli di abbigliamento (-17,9%) e articoli in pelle (-12,3%).
L’aumento mensile dell’export è dovuto all’incremento sia verso l’area Ue (+4,8%), sia verso l’extra Ue (+3,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa piatta attende Usa, Milano positiva (+0,2%)
Mercati guardano a Wall street chiusa ieri, corre Stellantis
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
10:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lieve rallentamento per i mercati azionari del Vecchio continente rispetto all’avvio: Francoforte sale dello 0,2%, Londra dello 0,1%, piatta Parigi e in calo dello 0,2% Madrid. Milano (indice Ftse Mib +0,2%) prova a mantenere un leggero rialzo e per ora non sembra guardare al dibattito al Senato sulla fiducia al governo Conte.

Gli operatori sui listini azionari al momento attendono soprattutto le mosse della futura amministrazione Biden e, nell’immediato, l’avvio di Wall street dopo la chiusura di ieri per festività.
I futures sulla Borsa statunitense sono deboli e Piazza Affari rimane trainata da Stellantis, che sale del 4,5% dopo aver raggiunto un massimo di seduta a 14,22 euro. Nel settore del credito, in genere calmo, qualche vendita su Mediobanca, Bper e Fineco, che scendono di circa un punto percentuale. Nel paniere a elevata capitalizzazione di Milano il calo maggiore è comunque di Prysmian, in ribasso del 2,8% a 27,3 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Snam entra nel network dei bond sostenibili di Nasdaq
Alverà, un importante riconoscimento dell’impegno nostra società
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
11:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Snam aderisce al Nasdaq Sustainable Bond Network, la piattaforma sulla finanza sostenibile gestita dal Nasdaq che riunisce investitori, emittenti, banche d’investimento e organizzazioni specialistiche.
L’adesione al Network, celebrata con la proiezione del logo di Snam sulla Nasdaq Tower di Times Square a New York City, permetterà alla società di ampliare ulteriormente la platea di potenziali investitori internazionali attenti ai temi di sostenibilità.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Snam è particolarmente attenta ai temi della sostenibilità.
Dopo essere stata la prima azienda europea a lanciare, nel 2019, un Climate Action Bond da 500 milioni di euro, la società guidata da Marco Alverà è stata uno degli apripista dei nuovi transition bond con due emissioni, rispettivamente da 500 e 600 milioni di euro, nel corso del 2020.
L’ingresso nel Sustainable Bond Network è un “importante riconoscimento dell’impegno e della leadership di Snam nella finanza sostenibile, il cui peso è destinato a crescere dal 40 al 60% dei finanziamenti a disposizione dell’azienda nell’arco del piano strategico al 2024”, afferma Marco Alverà, amministratore delegato di Snam. La finanza sostenibile è infatti uno dei “pilastri della strategia di sviluppo di Snam – aggiunge – e dei nostri investimenti nella transizione energetica per contribuire in maniera attiva a un mondo a zero emissioni”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa: finanziamento a tedesca Prezero su circular economy
Micillo, operazione conferma attenzione su tema sostenibilità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
11:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa Sanpaolo e PreZero, società dedicata alla gestione dei rifiuti e delle materie riciclabili del Gruppo tedesco Schwarz, hanno sottoscritto il loro secondo accordo di finanziamento per un ammontare di 70 milioni di euro finalizzato al raggiungimento di specifici target legati all’economia circolare.
Intesa Sanpaolo conclude così un’ulteriore operazione internazionale a valere sul plafond di 6 miliardi di euro dedicato alla circular economy previsto nel Piano d’Impresa 2018-2021.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il finanziamento a PreZero è collegato, in particolare, alla strategia del Gruppo Schwarz in termini di miglioramento del riciclo delle materie plastiche.
L’operazione è stata conclusa dalla Divisione Imi Corporate & Investment Banking di Intesa Sanpaolo guidata da Mauro Micillo – grazie al Team Industry Food & Beverage and Distribution con il personale della sede di Francoforte – con il supporto del Circular Economy Desk di Intesa Sanpaolo Innovation Center, società dedicata all’innovazione e alla diffusione dell’economia circolare, presieduta da Maurizio Montagnese e guidata da Guido de Vecchi.
“Siamo felici di rinnovare la collaborazione con un’eccellenza internazionale come PreZero”, afferma Mauro Micillo, responsabile della Divisione Imi Corporate & Investment Banking di Intesa Sanpaolo circa il finanziamento alla tedesca PreZero.
“L’operazione – aggiunge – conferma la crescente attenzione da parte dei gruppi industriali nazionali ed esteri per prodotti e servizi legati alla sostenibilità e all’economia circolare”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Export: Sace-Banco Bpm, a fianco a Riso Scotti con 5 milioni
Per consolidare la presenza all’estero a partire dalla Cina
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
11:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banco Bpm ha perfezionato un finanziamento di 5 milioni di euro a favore di Riso Scotti Spa, garantito da Sace nell’ambito dell’attività di supporto all’export e all’internazionalizzazione delle imprese italiane.
Lo comunica una nota.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’operazione è finalizzata a rafforzare la presenza nei mercati internazionali del marchio Scotti che è già presente in oltre 80 Paesi e intende creare ulteriori sinergie commerciali oltreoceano, senza tralasciare l’India e la Cina. “Negli Stati Uniti i nostri risotti pronti hanno decuplicato le vendite e i prodotti nati dalla diversificazione, che utilizzano il riso come ingrediente base, hanno guadagnato l’attenzione di tutti i principali mercati, compreso quello cinese”, afferma il presidente e a.d. di Riso Scotti, Dario Scotti.
Questo intervento “conferma la forte volontà di Banco BPM di porsi a fianco delle imprese virtuose che si impegnano nella valorizzazione del made in Italy”, commenta il responsabile del mercato corporate Milano-Lodi di Banco BPM, Fabrizio Bernazzani.
“È fondamentale – aggiunge il responsabile Mid Corporate Nord-Ovest di Sace, Enrica Delgrosso – rinnovare e rafforzare il sostegno alla crescita delle eccellenze italiane nel mondo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Davos: Wef, ignorato allarme pandemia per 15 anni
Report del world forum in vista del summit di Davos
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
13:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Per 15 anni il World Forum ha avvertito il mondo sui pericoli delle pandemie. Nel 2020, abbiamo visto che cosa significa farsi cogliere impreparati e ignorare i rischi di lungo termine.
La pandemia di Covid-19 non solo si è presa milioni di vite, ma ha anche ampliato disparità già esistenti da molto tempo in termini di accesso alla sanità, economiche e digitali”. Lo scrive il Forum economico mondiale nel suo Global Risk Report, che verrà presentato oggi nella Davos Agenda in vista del summit il videoconferenza la prossima settimana.
“I nostri dati più recenti indicano che l’impatto immediato del Covid-19 sulla disparità e frammentazione sociale nei prossimi 3-5 anni minaccerà l’economia, e nei prossimi 5-10 anni la stabilità geopolitica”. Scrive ancora il Forum economico mondiale. Le giovani generazioni “sono le più colpite da questi sviluppi” – avverte il Wef – e globalmente nell’immediato preoccupano gli effetti in termini di “peggioramento della salute mentale e disponibilità di mezzi di sussistenza”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Per 15 anni il World Forum ha avvertito il mondo sui pericoli delle pandemie. Nel 2020, abbiamo visto che cosa significa farsi cogliere impreparati e ignorare i rischi di lungo termine.
La pandemia di Covid-19 non solo si è presa milioni di vite, ma ha anche ampliato disparità già esistenti da molto tempo in termini di accesso alla sanità, economiche e digitali”.
Lo scrive il Forum economico mondiale nel suo Global Risk Report, che verrà presentato oggi in vista del summit Davos Agenda in videoconferenza la prossima settimana.
“I nostri dati più recenti indicano che l’impatto immediato del Covid-19 sulla disparità e frammentazione sociale nei prossimi 3-5 anni minaccerà l’economia, e nei prossimi 5-10 anni la stabilità geopolitica” – si legge nel rapporto – le giovani generazioni “sono le più colpite da questi sviluppi” e globalmente nell’immediato preoccupano gli effetti in termini di “peggioramento della salute mentale e disponibilità di mezzi di sussistenza”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps, Reddito di cittadinanza a 1,25 milioni di nuclei, +3,3% dicembre
2,9 milioni le persone coinvolte. Il 61% risiede tra Sud e isole
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
14:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con il mese di dicembre 2020 si registrano 1,25 milioni di nuclei familiari beneficiari di Reddito/Pensione di cittadinanza, con 2,9 milioni di persone coinvolte ed un importo medio di 528 euro. Si tratta di un incremento del 3,3% sul mese precedente (1.249.809 beneficiari rispetto ai 1.209.381 di novembre).
Lo si legge nell’Osservatorio Inps. Il 61% dei nuclei percettori con il 65% delle persone coinvolte (764.697 nuclei, 1.871.651 persone) risiede al Sud e nelle isole con un importo medio superiore del 7% sulla media nazionale.
Per il Reddito di emergenza sono circa 1,5 milioni le mensilità pagate in 8 mesi, da maggio a dicembre 2020, in base ai tre diversi decreti che lo hanno introdotto e prorogato: è quanto indica l’Inps pubblicando l’aggiornamento dell’Osservatorio su Reddito e Pensione di cittadinanza.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Easa autorizzerà il ritorno del Boeing 737 Max la prossima settimana
L’agenzia europea della sicurezza aerea darà l’ok “la prossima settimana” dopo le modifiche in seguito a due gravi incidenti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
13:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’agenzia europea della sicurezza aerea (Easa) autorizzerà “la prossima settimana” il ritorno in volo del Boeing 737 Max, dopo le modifiche effettuate sul velivolo in seguito ai due incidenti che sono costati la vita a 346 persone. Lo ha annunciato il direttore del regolatore europeo, Patrick Ky.
“Pensiamo di pubblicarla (la direttiva di navigabilità, ndr.) la prossima settimana. Il Max potrà dal nostro punto di vista volare nuovamente (in Europa) a partire dalla settimana prossima”, ha spiegato Ky durante una conferenza stampa in video con l’associazione tedesca della stampa aeronautica Luftfahrt-Presse-Club (LPC).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa piatta attende Wall street, Milano positiva
In Piazza Affari (Ftse Mib +0,3%) vola Stellantis, debole Fineco
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
13:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente sempre poco mossi in attesa dell’avvio di Wall street chiusa ieri per festività: Milano resta di qualche frazione la Borsa migliore tra le principali in Europa con un rialzo dello 0,3% dell’indice Ftse Mib, spinto da Stellantis in aumento del 5% a 14,2 euro, e l’Ftse All share in crescita dello 0,2%.
In Piazza Affari, dove gli operatori guardano ai futures sul listino Usa ora in leggera crescita e ancora sembrano non seguire la politica interna, bene anche Diasorin, Buzzi e Atlantia, che salgono attorno ai due punti percentuali.
Positive anche Cattolica (+1,7%), Leonardo (+1,3%) e Unicredit, in rialzo di un punto percentuale. Qualche vendita su Mediobanca, Ferrari e Moncler, in calo dell’1%, con Fineco e Interpump che cedono l’1,6%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Reddito cittadinanza a 1,25 milioni nuclei, +3,3% a dicembre
Inps, pagate 1,5 milioni mensilità Reddito emergenza in 8 mesi
(2)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
14:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con il mese di dicembre 2020 si registrano 1,25 milioni di nuclei familiari beneficiari di Reddito/Pensione di cittadinanza, con 2,9 milioni di persone coinvolte ed un importo medio di 528 euro. Si tratta di un incremento del 3,3% sul mese precedente (1.249.809 beneficiari rispetto ai 1.209.381 di novembre).
Lo si legge nell’Osservatorio Inps. Il 61% dei nuclei percettori risiede al Sud e nelle Isole, il 23% al Nord ed il 16% al Centro.
Per quanto riguarda il Reddito di emergenza, fa inoltre sapere l’Inps, sono circa 1,5 milioni le mensilità pagate in 8 mesi, da maggio a dicembre 2020, in base ai tre diversi decreti che lo hanno introdotto e prorogato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: sale a Ny, a 52,41 dollari
Crescita dello 0,1%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
19 gennaio 2021
15:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio sale a New York, dove le quotazioni avanzano dello 0,10% a 52,41 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Milano positiva (+0,3%),corre Stellantis, bene farmaci
In attesa voto Senato. Banche e petroliferi in ordine sparso
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
15:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In attesa del voto al Senato per la crisi politica, positiva Piazza Affari (+0,3%), in linea col resto d’Europa e con Stellatis che continua a correre (+4,4%), nel giorno in cui è atteso anche il debutto a New York. Tra le auto male invece Ferrari (-1,3%).

Tra i titoli in rialzo i farmaceutici, in particolare Diasorin (+2,5%), ma anche Recordati (+0,3%). Nell’industria bene Buzzi (+1,8%) e Leonardo (+1,3%), non Interpump (.1,7%).
Petroliferi in ordine sparso, con un calo per Tenaris (-1%), mentre tengono Saipem (+0,3%) e Eni (+0,01%), col greggio in debole rialzo (+0,1%) a 52,4 dollari al barile. Spread in calo sotto 112 punti, ma le banche vanno a più velocità, con guadagni per Unicredit (+1,1%), alla ricerca del nuovo ceo, e Intesa (+0,3%), piatta Banco Bpm (+0,03%) e Bper in perdita (-0,5%), insieme a Mps (-0,4%) e Fineco (-1,5%). Debole Snam (-0,6%), annunciata l’entrata nel network dei bond sostenibili del Nasdaq. Tra i titoli in rosso Mediobanca (-1,2%) e per il lusso Moncler (-1%). Fuori dal listino principale sprint di Tiscali (+4,6%) e bene Cattolica (+2,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre positiva, Dj +0,79%, Nasdaq +1,00%
S 500 sale dello 0,85%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
19 gennaio 2021
15:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre positiva. Il Dow Jones sale dello 0,79% a 31.064,02 punti, il Nasdaq avanza dell’1,00% a 13.131,34 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,85% a 3.800,73 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: bene l’Europa dopo l’avvio positivo di Wall Street
Bene farmaceutici e molti petroliferi, indecise banche e auto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
15:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In rialzo le principali Borse europee, con l’apertura positiva di Wall Street, il giorno che precede l’insediamento del nuovo presidente Usa, Joe Biden.
Sullo sfondo le difficoltà per la pandemia da Covid 19 e i rallentamenti nelle consegne dei vaccini.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tranquillo l’oro (-0,4%) a 1.837 dollari l’oncia. In Europa la migliore è Francoforte (+0,2%), con la Germania che ha deciso il lockdown fino al 15 febbraio, seguita da Parigi (+0,1%). Sulla parità Londra (+0,04%) e in rosso Madrid (-0,1%). Positiva Milano (+0,4%), con lo spread in discesa verso 111 punti.
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, guadagna lo 0,1%, sostenuto soprattutto da salute e utility. Tra i farmaceutici spiccano Sanofi (+2,8%) e Ipsen (+2,7%). Bene la maggioranza dei petroliferi, in particolare Galp (+2,7%), con eccezioni come Koninklijke (-1,3%), col greggio in salita (+0,9%) a 52,8 dollari al barile.
In ordine sparso le banche, con guadagni soprattutto per Hsbc (+2,3%) e Swedbank (+2,4%) e cali in particolare per Standard Chartered (-3%) e Barclays (-2,6%). A più velocità le auto, con una corsa di Stellantis (+4,3%) e rialzi per Volkswagen (+1%), mentre perdono Daimler (-1%) e Renault (-0,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa gira in negativo, Milano -0,1%
Male maggioranza banche, in ordine sparso auto e petroliferi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
16:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Hanno girato in negativo le principali Borse europee, al contrario di Wall Street. La peggiore è Madrid (-0,6%), seguita da Parigi (-0,4%), Londra (-0,2%), Francoforte (-0,4%), con la Germania che ha esteso il lockdown a metà febbraio, e Milano (-0,1%) che attende il voto al Senato sulla crisi politica.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le previsioni del Fmi danno intanto il Pil del 2020 in Germania al -5,4% e in Francia al -9%. Sullo sfondo le attese per i vaccini in molti Paesi e le consegne ritardate.
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, perde lo 0,2%. Tra le auto corre ancora Stellantis (+2,7%), bene Volkswagen (+0,9%), mentre calano Daimler (-1,5%) e Renault (-1,3%). Peggiorano le banche, in particolare Standard Cahrtered (-3,6%) e Barclays (-3,4%), mentre guadagnano alcune, come Hsbc (+1,4%) e Swedbank (+1,7%), in una giornata in cui è emerso che 55 tra banche e operatori finanziari hanno chiesto di avviare l’attività in Germania, dopo la Brexit, e la Bce ha parlato di una gelata di domande di prestiti nel quarto trimestre.
Petroliferi a più velocità, con crescita soprattutto per Galp (+1,7%) e cali i particolare per Koninklijke (-2%), col greggio in salita (wti +0,7%) a 52,7 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano si risolleva (+0,05%), banche in ordine sparso
Male petroliferi, prosegue sprint Stellantis
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
17:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mentre il governo attende il voto sulla fiducia al Senato, si risolleva un po’ Piazza Affari (+0,1%), dopo un passaggio in negativo con le altre principali Borse europee, che restano in rosso, tranne Londra, che è piatta (+0,02).
A Milano in cima al listino principale resta Stellantis (+3,6%), nel giorno in cui ha debuttato anche a New York.
Tra i farmaceutici in corsa Diasorin (+3,4%) e tra i titoli in positivo Cnh (+1,6%), Atlantia e Prysmian (+1%). Tra le banche, pur con lo spread sceso a 111, va bene Unicredit (+0,4%), non Intesa (-0,4%), Banco Bpm (-0,5%), Mps (-0,6%), Bper (-1,3%) e Fineco (-2,5%). Male Tim (-1,8%). Tra i petroliferi ha la peggio Tenaris (-1,3%), seguita da Eni (-0,6%), mentre tiene Saipem (+0,04%), col greggio in salita (wti +1,2%) a 53 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in calo (-0,2%)
Il Ftse Mib a 22.441 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
19 gennaio 2021
17:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in calo- per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha perso lo 0,25% a 22.441 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in rosso
Parigi (-0,3%), Francoforte (-0,2%) e Londra (-0,1%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
18:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rosso per le principali Borse europee. La peggiore è stata Madrid (-0,67%) a 8.199 punti, seguita da Parigi (-0,33%) a 5.598 punti, Francoforte (-0,24%) a 13.815 punti e Londra (-0,11%) a 6.712 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: in ribasso Milano (-0,2%) con banche, bene Stellantis
Male i petroliferi. Sprint di Diasorin
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
18:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusa mentre era in corso al Senato la discussione per il voto di fiducia al governo, la seconda seduta della settimana ha visto Piazza Affari in calo (-0,25%), in linea con le altre principali Borse europee, a fronte di un andamento ottimista di Wall Street, mentre ha mosso i primi passi Janet Yellen, ex presidente della Fed, che sarà la segretaria al Tesoro Usa. Sullo sfondo i problemi della pandemia da Covid 19, per primo la corsa ai vaccini.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A Milano forti guadagni per Stellantis (+2,6%), nel giorno del debutto anche a Wall Street, mentre nel comparto ha perso Ferrari (-1,9%). Su Cnh (+1%). Sprint tra i farmaceutici per Diasorin (+3%), non per Recordati (-0,4%). Hanno mostrato grande incertezza le banche, a parte Unicredit (+0,1%), con una serie di perdite, da Intesa (-0,3%) a Banco Bpm (-0,5%), Mps (-0,9%), Bper (-1,4%) e Fineco (-2,5%), nonostante lo spread chiuso a 111,5 e il rendimento del decennale allo 0,58%. Male Tim (-1,9%), Mediobanca (-1,7%) e Moncler nel lusso (-1,6%). Giù Snam (-0,8%), aderito alla piattaforma di finanza sostenibile del Nasdaq. Non hanno convinto i petroliferi, da Tenaris (-1,1%) a Eni (-0,3%) e Saipem (+0,04%). Male Poste (-0,8%).
Bene nell’industria Prysmian (+0,9%) e Buzzi (+0,6%), tra le assicurazioni Cattolica (+0,4%) che sta lavorando all’aumento di capitale. In forma Atlantia (+0,5%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Massolo, servono istituzioni credibili e stimoli a sviluppo
Presidente Fincantieri a incontro web di Task Force Italia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
19 gennaio 2021
19:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istituzioni credibili e stimoli a novità e sviluppo. Sono i due punti che, secondo l’ambasciatore e presidente di Fincantieri, Giampiero Massolo, potrebbero innescare una crescita dell’Italia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intervenendo a un web talk organizzato da Task Force Italia sul tema di una rinnovata collaborazione pubblico-privato in una visione strategica del Paese, Massolo si è soffermato sull’esigenza di dotare il Paese di istituzioni credibili, che sono quelle che “sanno decidere tempestivamente e sanno assumersi le responsabilità”. Istituzioni che potrebbero “forse stimolare il risparmio, che è una risorsa latente dell’Italia”, ha spiegato Massolo. Secondo il quale “se si rafforza il rapporto di fiducia tra governati e governanti, allora lo Stato può compensare quando occorre e per periodi limitati”. Oggi c’è un diffuso “difetto, la poca disponibilità a rischiare in proprio, ma è un difetto anche perpetuare comportamenti, missioni che non sono propri. Rischiare in proprio significa trovare questo passo”.
Per quanto riguarda il secondo punto, Massolo ha sottolineato si assiste “spesso a forme di intervento dello Stato che mirano a perpetuare un declino più che a stimolare le novità e lo sviluppo”. Pur riconoscendo che si tratta di “una modalità comprensibile, i fatti si incaricheranno presto di dimostrare che non è però una modalità vincente”. Dunque, “bisogna passare dalla assistenza al declino allo stimolo dei settori promettenti, come la tecnologia, la formazione, la modifica del sistema degli ammortizzatori sociali”. Questi ultimi, in particolare, tendono “alla conservazione di posti di lavoro che spesso sono destinati comunque prima o poi a perire. Non vanno difesi i posti ma i lavoratori”, ha concluso Massolo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
B20: Marcegaglia, G20 non sarà passerella, dobbiamo incidere
Il business summit al via giovedì 21 con l’inception meeting
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
19:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Questo G20 non sarà una passerella, dobbiamo incidere e ci sono le condizioni perché questo avvenga”; sottolinea Emma Marcegaglia, chair del B20 Italy, il G20 Business Summit organizzato con la regia di Confindustria in coincidenza con la prima presidenza italiana del G20, in vista dell’avvio ufficiale dei lavori con ‘l’Inception Meeting’ di giovedì prossimo.
“Quando si è dovuto confrontare con le crisi – rileva la past president di Confindustria – , il G20 ha portato ai risultati e alle proposte più efficaci.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi tocca a noi individuare le vie d’uscite dall’emergenza”.
Il programma dell’Inception Meeting – spiega una nota – “prevede due momenti diversi e separati. Nella prima giornata, il 21 gennaio, si svolgerà l’evento pubblico in formato virtuale. Aprirà i lavori il Presidente di Confindustria Carlo Bonomi insieme alla Chair del B20 Emma Marcegaglia. Parterre de rois per l’evento inaugurale che vedrà tra gli ospiti, il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, l’inviato speciale del presidente Usa per il Clima John Kerry, il presidente del parlamento europeo David Sassoli, il commissario europeo per l’economia Paolo Gentiloni e il vicepresidente della BEI Dario Scannapieco. Seguiranno due sessioni di approfondimento, a cui prenderanno parte rappresentanti di spicco del mondo della politica e delle Istituzioni e amministratori delegati delle più grandi realtà aziendali, come Larry Fink, CEO di BlackRock e Michael R. Bloomberg, fondatore di Bloomberg”.
La seconda giornata proseguirà a porte chiuse: “entreranno nel vivo” i lavori di approfondimento e proposta delle task force tematiche.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in rialzo a Ny
+1,2% a 52,98 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
19 gennaio 2021
20:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dell’1,2% a 52,98 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in rialzo (+0,50%)
Ottimismo su nuovo stimolo economico Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
20 gennaio 2021
01:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo consolida l’andamento positivo che vede l’indice di riferimento sui massimi in 30 anni, seguendo il rialzo a Wall Street e in attesa dell’inaugurazione del presidente Usa Joe Biden, con le aspettative di un nuovo stimolo per l’economia statunitense. In apertura il Nikkei segna un progresso dello 0,50% a quota 28.776,10, e un guadagno di 142 punti.
Sul mercato valutario lo yen tratta a 103,80 sul dollaro e poco sopra un livello di 126 sull’euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ue propone di estendere aiuti di Stato al 31 dicembre
Per proseguire sostegno aziende. Tetti aumentati in alcuni casi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
19 gennaio 2021
19:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione Ue ha proposto agli Stati di prolungare fino al 31 dicembre 2021 lo schema temporaneo di aiuti di Stato messo in piedi a marzo scorso per sostenere le economie durante la pandemia. “Con la seconda ondata che continua ad avere un forte impatto sulle nostre vite, le aziende europee hanno bisogno di ulteriore supporto”, ha detto la commissaria alla concorrenza Margrethe Vestager, precisando che saranno anche aumentati i tetti degli aiuti in certi casi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione propone, “vista la durata prolungata della crisi”, di aumentare i massimali per gli importi limitati di aiuti concessi nell’ambito del quadro temporaneo (attualmente fino a 120.000 euro per aziende nel settore della pesca e dell’acquacoltura, 100.000 euro quelle agricole, e 800.000 euro per tutti gli altri settori) e per le misure che contribuiscono ai costi fissi delle aziende che non sono coperti dai loro ricavi (attualmente fino a 3 milioni di euro per azienda).
Inoltre, Bruxelles propone di consentire agli Stati membri di convertire gli strumenti rimborsabili concessi (inclusi i prestiti) in sovvenzioni dirette, anche in una fase successiva: l’obiettivo è spingere gli Stati a scegliere, in primo luogo, strumenti rimborsabili come forma di aiuto. Gli Stati membri hanno ora la possibilità di commentare la proposta della Commissione prima che venga approvata.   POLITICA    MONDO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Banche:Abi, a dicembre accelerano prestiti e depositi
Per famiglie e imprese non finanziarie sono cresciuti del 5,5%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
16:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Accelera la crescita dei prestiti bancari a dicembre. Secondo quanto si ricava dal rapporto mensile Abi i finanziamenti a famiglie e imprese non finanziarie sono cresciuti del 5,5% contro il +5,3% di novembre.
L’andamento continua a beneficiare delle misure straordinarie del governo e dal “ruolo di sostegno delle banche all’economia”, come spiega il vice dg dell’associazione Gianfranco Torriero secondo cui si tratta di una dato “in controtendeza rispetto agli altri paesi”.
“C’è un ricorso delle aziende alle banche per creare buffer di liquidità e traghettarle verso la nuova normalità” post pandemia, ha aggiunto Torriero. E nuovo balzo dei depositi bancari a dicembre. Dopo il lieve rallentamento di novembre quando avevano segnato un +8%, sono tornati a crescere a due cifre, con un rialzo del 10,3% e salendo di oltre 162 miliardi di euro a 1.736 miliardi rispetto a un anno fa. La raccolta complessiva (depositi da clientela residente e obbligazioni) risulta in crescita del +7,8%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stellantis: Tavares, 39 veicoli elettrificati entro il 2021
Titoli del nuovo gruppo volano all’esordio a Wall Street, +11%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
19 gennaio 2021
17:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi è il primo giorno della nostra nuova storia. E’ l’inizio di un viaggio entusiasmante.  Un’azienda ben posizionata per competere nei mercati globali, con 39 veicoli elettrificati disponibili entro la fine del 2021.  Un gruppo di dimensioni significative e con posizioni commerciali consolidate in Europa, Nord America e America Latina”. Lo ha detto Carlos Tavares, ad di Stellantis, aprendo la conferenza stampa.
Stellantis vola all’esordio a Wall Street, con i titoli che salgono dell’11%.
“Per l’Italia la buona notizia è che Stellantis farà da scudo, da protezione per alcuni stabilimenti, non rappresenta un rischio”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha detto Carlos Tavares, durante la prima conferenza stampa di Stellantis. “Stellantis riporterà più efficienza grazie alle sinergie che renderanno i business plan più sostenibili per alcuni modelli su cui c’erano delle incertezze. Modelli che finora non erano ritenuti redditizi lo diventeranno, potremo decidere il da farsi”, ha aggiunto.
L’unione di Fca e Psa nel gruppo Stellantis consentirà sinergie per 5 miliardi di euro, di cui l’80% sarà possibile già “nei prossimi quattro anni”: lo ha detto l’ad di Stellantis, Carlos Tavares, precisando che le nozze tra i due storici gruppi creano un “valore di 25 miliardi di euro che è la base di questa fusione”.

I lavoratori di Stellantis stanno ricevendo in queste ore una comunicazione di benvenuto nel nuovo gruppo. Lo rende noto la Fiom Torino. “La comunicazione – commenta Edi Lazzi, segretario generale della Fiom torinese – richiama le ragioni di tradizione e orgoglio dei due gruppi che hanno dato vita a Stellantis nonché la dimensione del nuovo gruppo con i suoi 400.000 dipendenti, il suo radicamento commerciale in Europa e nelle Americhe, le sue competenze tecnologiche, la gamma di marchi e modelli, gli investimenti in corso nello sviluppo delle nuove tecnologie per la mobilità. E’ una realtà nuova a cui i lavoratori torinesi del gruppo e della componentistica guardano con attenzione e la cui positività sarà valutata anche per gli effetti che produrrà sul nostro territorio: nuovi modelli, volumi produttivi capaci di azzerare la cassa integrazione, il rilancio delle produzioni dei siti torinesi e del loro indotto”. Lazzi aggiunge che “al di là delle rassicurazioni rimangono motivi di preoccupazione per la sovracapacità produttiva di Stellantis in Europa, le prevedibili razionalizzazioni, le scelte dei prossimi mesi. Il nostro territorio ha sviluppato nel tempo tutte le competenze tecnologiche e professionali per continuare ad avere un ruolo importante nella produzione e nello sviluppo tecnologico dell’auto a livello mondiale. Noi faremo come sempre la nostra parte e pretenderemo un particolare impegno di tutta la classe dirigente di Torino e del Piemonte”.    PIEMONTE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Banche: a dicembre accelerano prestiti, +5,5%
Abi: Nuovo balzo dei depositi bancari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 gennaio 2021
16:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Accelera la crescita dei prestiti bancari a dicembre. Secondo quanto si ricava dal rapporto mensile Abi i finanziamenti a famiglie e imprese non finanziarie sono cresciuti del 5,5% contro il +5,3% di novembre.
L’andamento continua a beneficiare delle misure straordinarie del governo e dal “ruolo di sostegno delle banche all’economia”, come spiega il vice dg dell’associazione Gianfranco Torriero secondo cui si tratta di una dato “in controtendeza rispetto agli altri paesi”. “C’è un ricorso delle aziende alle banche per creare buffer di liquidità e traghettarle verso la nuova normalità” post pandemia, ha aggiunto Torriero.
Nuovo balzo dei depositi bancari a dicembre. Dopo il lieve rallentamento di novembre quando avevano segnato un +8%, sono tornati a crescere a due cifre, con un rialzo del 10,3% e salendo di oltre 162 miliardi di euro a 1.736 miliardi rispetto a un anno fa. La raccolta complessiva (depositi da clientela residente e obbligazioni) risulta in crescita del +7,8%.

Economia tutte le notizie in tempo reale, tutto il Mondo Economico approfondito ed aggiornato, informati e condividi!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 10 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 16:43 DI DOMENICA 17 GENNAIO 2021

ALLE 13:55 DI LUNEDì 18 GENNAIO 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Whirlpool: Teverola rinasce con polo batterie al litio
Todde, piano coinvolge 675 lavoratori, 175 dalla ex società Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 gennaio 2021
16:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Rinasce l’area dell’ex Whirlpool di Teverola, in provincia di Caserta, con la creazione di un polo delle batteria al litio. Il piano coinvolgerà 675 persone di cui 175 ex dipendenti della società multinazionale.
Ad annunciarlo è la sottosegretaria al Ministro dello Sviluppo, Alessandra Todde.
“Nonostante una crisi di governo irresponsabile – afferma la sottosegretaria che è un esponente del M5s -continuiamo a lavorare duramente per il Paese, le imprese e i cittadini”.
“L’obiettivo – spiega Todde – è ora quello di creare una filiera ed un centro di riferimento tecnologico per la produzione di batterie al litio, ampliando il sito originario del primo stabilimento italiano per la produzione di celle e moduli al litio, ovvero, lo stabilimento di Teverola 1 che ha richiesto 60 milioni di euro di investimenti. Per questa operazione è già stato completato il collaudo e sarà avviato a regime entro il primo trimestre 2021”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in calo (-1,02%)
Attesa dati Pil cinese quarto trimestre
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
18 gennaio 2021
01:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia la prima seduta della settimana in ribasso in attesa dei dati sul prodotto interno lordo in Cina nel quarto trimestre, mentre rimangono presenti i timori sulla recente crescita dei contagi del coronavirus in Giappone.
In apertura l’indice di riferimento Nikkei segna una flessione dell’1,02% a quota 28.229,07, e una perdita di 290 punti.
Sul mercato dei cambi lo yen è stabile sul dollaro a 103,80 mentre guadagna terreno sull’euro, trattando a 125,20.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cina: +6,5% Pil nel quarto trimestre, +2,3% nel 2020
Supera crisi Covid, +2,6% congiunturale e batte stime analisti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
18 gennaio 2021
03:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Pil della Cina balza nel quarto trimestre 2020 del 6,5% annuo, a fronte del 6,1% atteso dagli analisti e del 4,9% registrato dei tre mesi precedenti, mentre la crescita congiunturale è del 2,6% (2,7% nel terzo trimestre e 3,2% le stime). Il recupero dalla pandemia del Covid-19 è confermato dalla crescita dell’intero 2020, quantificato dall’Ufficio nazionale di statistica nel 2,3%, contro il 2,1% atteso in media alla vigilia, ma che rappresenta il passo più lento in più di 40 anni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prima donna alla guida della Borsa di Parigi
L’annuncio di Euronext. Delphine d’Amarzit viene da Orange bank
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
18 gennaio 2021
06:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Delphine d’Amarzit, numero due della banca online Orange Bank, assumerà la guida della Borsa di Parigi da metà marzo. Lo ha annunciato Euronext, sottolineando che sarà la prima donna a dirigere il mercato finanziario francese.

“Delphine d’Amarzit è stata nominata Presidente e Amministratore Delegato di Euronext Parigi e membro del consiglio di amministrazione di Euronext” dal 15 marzo 2021, annuncia in una nota il gruppo che possiede sei borse europee (Parigi, Amsterdam, Bruxelles, Dublino, Lisbona, Oslo).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in lieve calo a 52,23 dollari al barile
Brent scende a 54,91 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
08:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio in lieve calo in avvio di settimana. Il greggio Wti passa di mano a 52,23 dollari al barile, in calo dello 0,25% rispetto ai 52,36 dollari della chiusura di venerdì.
Il Brent cede lo 0,34% a 54,91 dollari al barile.Ad incidere il rialzo del dollaro ed i timori persistenti sulla pandemia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: in rialzo a 1.837 dollari l’oncia
Su mercati asiatici avanza dello 0,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
08:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro in rialzo sui mercati asiatici. Il metallo prezioso avanza dello 0,4% a 1.837 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: corre Pil Cina ma Asia in calo, Europa verso flessione
Focus su Eurogruppo e crisi governo Italia, debutta Stellantis
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
08:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse di Asia e Pacifico miste con Tokyo in calo (-0,97%) nella prima seduta della settimana in scia alla chiusura in negativo di venerdì a Wall Street, con gli investitori che fanno scattare le prese di profitto. Avanzano gli indici cinesi con il +6,5% del Pil in Cina nel quarto trimestre e il dato annuale per la prima volta sopra i 100.000 miliardi di yuan.

Shenzhen guadagna l’1,48%, Shanghai lo 0,48% e Hong Kong lo 0,83%. Tra le altre Borse, Seul lascia invece il 2,33% e Sydney lo 0,78%.
Future sull’Europa e sugli Usa in negativo mentre Wall Street è chiusa per il Martin Luther King day. Dall’Italia arriva il tasso d’inflazione, a Milano e a Parigi debutta in Borsa Stellantis. Focus poi sull’Eurogruppo ma soprattutto sulla crisi di Governo in Italia con il premier, Giuseppe Conte che riferisce alla Camera e domani è atteso al Senato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund apre in lieve rialzo a 117 punti
Il rendimento del decennale italiano è allo 0,63%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
08:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di settimana in lieve rialzo per lo spread tra Btp e Bund a 117 punti base a fronte dei 115 della chiusura di venerdì. Il rendimento del titolo decennale italiano è allo 0,63%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in lieve calo a 1,2079 dollari
La moneta unica è scambiata a 125,31 yen
e
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
08:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in lieve calo sui mercati internazionali in avvio di settimana con la moneta unica che passa di mano a 1,2079 in calo dello 0,3%. Sullo yen l’euro passa di mano a 125,31.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre a -0,55%
Ftse Mib a 22.257 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
18 gennaio 2021
09:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre a -0,55%.
Il primo Ftse Mib segna 22.257 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in calo, Francoforte -0,6%
Parigi -0,48%, Londra -0,18%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
09:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio i negativo per le Borse europee. Francoforte segna un -0,6% con il Dax a quota 13.904 punti.
Parigi cede lo 0,48% con il Cac 40 quota 5.584 punti.
Londra segna un -0,18% con il Ftse 100 a 6.727 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano sottotono (-0,1%),brilla Stellantis al debutto
Sotto lente crisi Governo. Bene Exor e Mps, vendite su Enel,Snam
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
10:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta sottotono per Piazza Affari così come per le altre Borse europee. Il Ftse Mib segna un marginale -0,1% a 22.357 punti.
Ad incidere sui listini in generale è la preoccupazioni sui ritardi per la consegna dei vaccini. Sull’Italia c’è poi un focus sulla crisi con Governo con il premier, Giuseppe Conte che oggi è chiamato a riferire alla Camera e domani al Senato. Sotto la lente Stellantis che all’esordio guadagna il 4,7% a 13,17 euro. Segue Exor (+2%).
Bene poi Moncler (+1,31%). Fuori dal paniere principale in evidenza Mps (+1,4%) chiamata al confronto con Bce e Ue sul piano strategico. Poco mossa Unicredit (-0,35%) impegnata nella partita per il nuovo Ceo. Vendite su Enel (-2,82%), Snam (-2,54%), Tim (-1,47%) e Cattolica (-1,09%), quest’ultima dopo il cda che ha esaminato il rilievi Ivass.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzi: Istat, nel 2020 in calo dello 0,2%
Terza diminuzione registrata a partire dal 1954. Giù energetici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
11:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In media, nel 2020 i prezzi al consumo registrano una diminuzione pari a -0,2% (da +0,6% del 2019). Al netto degli energetici e degli alimentari freschi (l’inflazione di fondo), i prezzi crescono dello 0,5% (come nel 2019) e al netto dei soli energetici dello 0,7% (da +0,6% del 2019).
Lo comunica l’Istat, confermando la stima preliminare relativa alla media d’anno. La diminuzione dello 0,2% “è la terza registrata a partire dal 1954, da quando cioè è disponibile la serie storica dell’indice Nic (-0,4% nel 1959, -0,1% nel 2016)”, afferma l’Istituto dis statistica.
“Analogamente a quanto accaduto nel 2016 e a differenza di quanto verificatosi nel 1959 (quando fu dovuta anche ad altre tipologie di prodotto), la variazione annua negativa dell’indice Nic – sottolinea – è imputabile prevalentemente all’andamento dei prezzi dei beni energetici (-8,4% rispetto al 2019) al netto dei quali l’inflazione rimane positiva e in lieve accelerazione rispetto all’anno precedente”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa cauta, a Milano brilla Stellantis
Focus listini su vaccini, crisi politiche ed Eurogruppo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
11:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee senza grande smalto.
A pesare sono le incertezze sulle consegne dei vaccini.
Resta poi sotto la lente la Brexit così come le crisi di governo in Olanda e in Italia ma l’attenzione dei mercati è rivolta anche alla successione della Merkel. Sguardo poi agli Stati Uniti (Wall Street è chiusa per il Martin Luther King Day) nell’attesa mercoledì dell’insediamento del nuovo presidente, Joe Biden. Tra gli appuntamenti in agenda l’Eurogruppo L’indice paneuropeo Stoxx 600 si muove sottotono con vendite in particolare sull’energia e le utilities. Tra le singole Piazze, Francoforte cede lo 0,11%, Londra lo 0,15%, Parigi lo 0,36%. Milano è marginale (-0,07%). In evidenza Stellantis all’esordio (+7,43% a 13,5 euro.) Il petrolio è poco mosso con il wti che resta stabilmente sopra i 52 dollari al barile e il greggio sopra i 55. Fronte cambi l’euro resta in lieve calo a 1,2067 dollari. Quanto allo spread tra btp e bund sfiora i 118 punti base.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano recupera e gira a +0,2%, in luce Stellantis
Sotto lente crisi di Governo, spread stabile a 117 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
12:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari, dopo aver navigato per buona parte della mattinata sotto la parità, prende coraggio con il Ftse Mib che guadagna lo 0,2% a 22.425 punti. Sotto la lente la crisi di governo con il premier, Giuseppe Conte che riferisce alla Camera mentre domani è atteso al Senato.
Lo spread resta stabile a 117 punti base.
Si confermano gli acquisti su Stellantis (+7,2% a 13,46 euro) che ha raggiunto un massimo di 13,54 euro. Sale poi Exor (+2,21%) e nel settore anche Pirelli (+1,64%). Vendite su Enel (-3,12%) e Snam ((-2,30%) che staccano l’acconto sul dividendo.
Negative poi Tim (-1,53%), Atlantia (-1,14%). Tra i bancari rialzi per Bper (+1,06%) e Mps (+0,56%) chiamata al confronto con Bce e Ue sul piano strategico. Cedente Unicredit (-0,29%) in attesa di risolvere il nodo sul futuro Ceo. Fuori dal paniere principale Cattolica perde lo 0,95% dopo il board che che ha esaminato il rilievi Ivass.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Imprese: 292mila iscrizioni e 273 mila cessazioni nel 2020, +0,32%
Unioncamere: ‘Ma per gli effetti della pandemia bisogna attendere i dati del I trimestre’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
12:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Circa 292.000 iscrizioni e 273.000 cessazioni al Registro delle imprese nel 2020, con un saldo che fa segnare un +0,32%. Sono i dati di Unioncamere/Infocamere, che sottolinea però come normalmente le cancellazioni di attività dal Registro delle imprese si concentrano nei primi tre mesi dell’anno ed è in questo periodo che si attendono le maggiori ripercussioni della crisi dovuta alla pandemia.
A fine dicembre 2020, pertanto, lo stock complessivo delle imprese esistenti ammontava a 6.078.031 unità. Rispetto all’anno precedente, la rilevazione Movimprese segnala che le iscrizioni sono diminuite del 17,2%.
Unioncamere sottolinea come l’andamento demografico dell’imprenditoria italiana sia apparso, lo scorso anno, “complessivamente caratterizzato da una diffusa incertezza sull’evoluzione della pandemia” e “che la forte contrazione dei flussi di iscrizioni e cancellazioni delle imprese suggerisce dunque cautela nella quantificazione delle conseguenze del forzato rallentamento delle attività in molti settori economici”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stellantis debutta in Borsa. Elkann: ‘Una grande opportunità’
Il titolo torna agli scambi in Borsa dopo un breve stop per eccesso di rialzo. Il titolo che è al suo esordio e fin dall’inizio è ben comprato, guadagna il 6,6% a 13,40 euro dopo aver toccato un massimo di 13,42 euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
10:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stellantis torna agli scambi in Borsa dopo un breve stop per eccesso di rialzo. Il titolo che è al suo esordio e fin dall’inizio è ben comprato, guadagna il 6,6% a 13,40 euro dopo aver toccato un massimo di 13,42 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Questa mattina cerimonia di quotazione per il gruppo, che debutta oggi in Borsa a Milano e Parigi e che domani bisserà a New York. Il presidente del gruppo nato dalla fusione tra Psa e Fca, John Elkann, e l’amministratore delegato, Carlos Tavares, suonano la campanella che segna l’avvio delle contrattazioni sui due listini del titolo del quarto produttore mondiale di auto, in un evento virtuale al quale hanno preso parte anche l’ad di Borsa Italiana, Raffaele Jerusalmi, e quello di Euronext, Stephane Boujnah.
“Siamo molto orgogliosi di essere qui oggi per il primo giorno di quotazione di Stellantis, una nuova società, un nuovo inizio, un vero traguardo storico – ha detto John Elkann in un video messaggio – per tutti noi che lavoriamo per Stellantis”. “Stellantis – ha aggiunto – rappresenta un’opportunità straordinaria in questa era di sfide e tuttavia molto emozionante, di profondo cambiamento per la nostra industria. La sua velocita, la sua intensità e la sua energia è equivalente a quanto accadde alle sue origini, alla fine del diciannovesimo secolo”. “Possediamo le dimensioni, le risorse, la diversità e il know-how necessari per cogliere con successo le opportunità offerte dalla nuova era dei trasporti. La nostra aspirazione è quella di costruire qualcosa di unico e di grande offrendo ai nostri clienti veicoli e servizi per la mobilità originali, sicuri, pratici, innovativi e sostenibili”. Lo ha detto John Elkann, presidente di Stellantis, nel corso della cerimonia di quotazione del titolo a Milano e Parigi. “Siamo convinti che il prossimo decennio porterà a una ridefinizione della mobilità come la conosciamo oggi, ed è proprio per questo motivo che abbiamo creato Stellantis”.
“Ci sentiamo fiduciosi e stiamo affrontando questa sfida con molta umiltà ma abbiamo il sostegno dei nostri azionisti che hanno supportato la fusione con più del 99% dei voti da entrambi i lati. Questo è un grande segno di supporto, un grande segno di fiducia che ci stanno dando, abbiamo una grande visibilità di che cosa dobbiamo fare per realizzare il lavoro e questo sarà certamente la nostra prima priorità”. Lo ha detto Carlos Tavares, ceo di Stellantis, nel corso della cerimonia di quotazione. “Oggi è il giorno in cui nasce Stellantis, una fusione che crea valore per 25 miliardi e siamo qui per realizzare questo lavoro con il vostro supporto. Grazie per il vostro supporto e state sicuri che non vi deluderemo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzi: Istat, nel 2020 in calo dello 0,2%
E’ la terza diminuzione registrata a partire dal 1954
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
10:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In media, nel 2020 i prezzi al consumo registrano una diminuzione pari a -0,2% (da +0,6% del 2019). Al netto degli energetici e degli alimentari freschi (l’inflazione di fondo), i prezzi crescono dello 0,5% (come nel 2019) e al netto dei soli energetici dello 0,7% (da +0,6% del 2019).
Lo comunica l’Istat, confermando la stima preliminare relativa all’anno. La diminuzione dello 0,2% “è la terza registrata a partire dal 1954, da quando cioè è disponibile la serie storica dell’indice Nic (-0,4% nel 1959, -0,1% nel 2016)”, afferma l’Istituto.
Nel mese di dicembre 2020, si stima che l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (Nic), al lordo dei tabacchi, aumenti dello 0,2% su base mensile e diminuisca dello 0,2% su base annua (come nel mese precedente). Lo comunica l’Istat rivedendo la stima preliminare che era rispettivamente +0,3% e -0,1%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stellantis debutta in Borsa; Elkann, traguardo storico
Titolo a 12,76 in avvio, sale del 2,78%
e
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
09:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stellantis debutta in Borsa a 12,76 euro. Il titolo balza subito a +2,78% (12,92 euro).Il gruppo, nato dalla fusione di Fca e Psa, fa il suo esordio a Milano e Parigi mentre domani sarà la volta di Wall Street.
“Siamo molto orgogliosi di essere qui oggi per il primo giorno di quotazione di Stellantis, una nuova società, un nuovo inizio, un vero traguardo storico per tutti noi che lavoriamo per Stellantis”.
Così il presidente del gruppo automobilistico nato dalla fusione tra Fca e Psa, John Elkann, ha salutato in un video messaggio il debutto in Borsa del gruppo. “Stellantis – aggiunge – rappresenta un’opportunità straordinaria in questa era di sfide e tuttavia molto emozionante, di profondo cambiamento per la nostra industria. La sua velocita, la sua intensità e la sua energia è equivalente a quanto accadde alle sue origini, alla fine del diciannovesimo secolo”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Amazon: 2 nuovi centri in Italia, 1.100 assunzioni
Previsto investimento di 230 milioni di euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 gennaio 2021
09:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Amazon annuncia l’apertura entro il 2021 di due nuovi centri in Italia, uno di distribuzione a Novara e uno di smistamento a Spilamberto (MO), con cui il gigante dell’e-commerce creerà 1.100 posti di lavoro a tempo indeterminato entro tre anni che si andranno ad aggiungere agli 8.500 già creati nel nostro Paese. Il lancio di questi due nuovi siti, si legge in una nota, comporterà un ulteriore investimento di oltre 230 milioni di euro che si aggiungeranno ai 5.8 miliardi già investititi da Amazon in Italia negli ultimi dieci anni.    VAI ALLA POLITICA   VAI ALLA TECNOLOGIA

Economia tutte le notizie sempre aggiornate in tempo reale. Clicca Leggi e Condividi!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 10 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:08 DI SABATO 16 GENNAIO 2021

ALLE 16:43 DI DOMENICA 17 GENNAIO 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Al via ‘Borghi del futuro’ per innovazione in piccoli Comuni
Dodici i primi selezionati del programma Smarter Italy
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 gennaio 2021
12:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 12 i piccoli Comuni che hanno aderito al programma “Smarter Italy” promosso dal ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli, dal ministro dell’Università e della ricerca Gaetano Manfredi e dalla ministra per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione Paola Pisano, per realizzare servizi innovativi nei settori della mobilità, dell’ambiente, del benessere dei cittadini e della cultura. I Comuni selezionati (sotto i 60.000 abitanti) per diventare “Borghi del Futuro” sono: Alghero, Bardonecchia, Campobasso, Carbonia, Cetraro, Concorezzo, Ginosa, Grottammare, Otranto, Pantelleria, Pietrelcina e Sestri Levante.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I loro territori, spiega il ministero dell’Innovazione in una nota, saranno laboratori di sperimentazione di tecnologie di frontiera applicate ai servizi per i cittadini. Oltre ai borghi parteciperanno al programma “Smarter Italy” anche Comuni di maggiori dimensioni.
Le aziende che verranno selezionate avranno a disposizione un importo complessivo di 90 milioni di euro per lo sviluppo di soluzioni innovative, non presenti sul mercato ed elaborate sulla base delle esigenze delle amministrazioni comunali.
Grazie ad appaltinnovativi.gov.it, la piattaforma per gli acquisti di innovazione della Pubblica amministrazione realizzata da Agid, l’Agenzia per l’Italia digitale che si occuperà anche della fase operativa, le aziende potranno aderire ai bandi e presentare proposte.
“Il Programma ‘Smarter Italy’ coinvolge non solo grandi città ma anche piccoli borghi, ricchi di cultura, dove nuove tecnologie, prodotti e servizi innovativi possono essere utili per contrastare il rischio spopolamento. L’iniziativa – afferma Pisano – mette a disposizione, con la collaborazione tra pubblico e privato, soluzioni per nuovi servizi per la mobilità, la cultura, il benessere e la cura della persona e la salvaguardia dell’ambiente. Le opportunità di crescita per le comunità grazie alla tecnologia, con benefici per aziende e cittadini, devono poter nascere e svilupparsi in qualunque luogo del nostro Paese, anche nei piccoli borghi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nasce Stellantis, completata la fusione Fca-Peugeot
Lunedì in Borsa a Milano e Parigi. Exor ha 14,4% del capitale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 gennaio 2021
14:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La fusione tra Fca e Peugeot, che porta alla nascita di Stellantis, è stata completata ed è effettiva da oggi. Lo rendono noto, in un comunicato congiunto, le due società.

Stellantis sarà quotata da lunedì a Milano e a Parigi, da martedì a New York.
Per effetto della fusione Exor, la holding della famiglia Agnelli, detiene oggi 449.410.092 azioni ordinarie di Stellantis, che corrispondono al 14,4% sul capitale in circolazione. Lo rende noto, in un comunicato, la stessa Exor.
Dal punto di vista contabile, ai sensi del principio contabile internazionale Ias 28 – si legge nella nota – si ritiene che Exor eserciterà influenza notevole su Stellantis.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fipe, -40 mld fatturato 2020 e solo 2,5 mld di ristori
Cursano, vanno aumentati. Protesta #ioapro un flop, serve responsabilità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 gennaio 2021
14:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Ormai è a rischio l’intero comparto, in cui operano 1,3 milioni di addetti. Occorre dare subito una prospettiva.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiudiamo il 2020 con 40 miliardi di minor fatturato. Di fronte ad un danno di questa portata, abbiamo ricevuto ristori per quasi 2,5 miliardi. Sono assolutamente inadeguati e quasi offensivi se considerati esaustivi e non un acconto rispetto al dovuto. Bisogna salvare le imprese”. Così il vicepresidente vicario di Fipe-Confcommercio, Aldo Cursano, descrive “il rosso profondo” dei pubblici esercizi in questi mesi di pandemia e di chiusure delle attività, dai ristoranti ai bar ai locali di intrattenimento, in vista dell’incontro, lunedì pomeriggio, delle associazioni e dei sindacati di categoria con il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, e del decreto Ristori 5. “Bisogna aumentare i ristori, rapportandoli alle perdite effettive subite e calcolandoli su base annuale.
Altrimenti saremo tecnicamente falliti” e, prosegue, serve anche un intervento per “riparametrare ogni fonte di costo”.
Sull’iniziativa #ioapro nata sui social tra i ristoratori, dice che “è stata un flop. Non è stata sostenuta dalle nostre categorie, che hanno seguito un atteggiamento di responsabilità e di legalità. Condividiamo le ragioni della protesta ma non il metodo: c’è differenza tra un ‘mi piace’ sui social e la realtà, e questa iniziativa avrebbe esposto aziende e clienti a rischi estremamente pesanti. Il ruolo delle associazioni di categoria è di proteggere e rappresentare e non di usare mal di pancia e drammi. Le persone vanno aiutate e sostenute con responsabilità.
Non si può usare la disperazione per infrangere la legge”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
B20: le sfide dei ceo, ‘ridisegniamo il futuro’
Da Messina a Descalzi e Starace per le otto task force di Emma Marcegaglia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 gennaio 2021
18:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli a.d. di Enel, Eni, Intesa Sanpaolo, e Sky Italia, i presidenti di Danieli, Dompè ed Mps, e la vicepresidente di Confindustria per l’internazionalizzaione Barbara Beltrame affiancheranno la ‘B20 Chair’ Emma Marcegaglia guidando le otto task force tematiche del G20 Business Summit.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Ridisegnare il futuro: includere, condividere, agire”: è con questo animo che parte il percorso di approfondimento e proposte della comunità business. L’organizzazione è di Confindustria. Il leader degli industriali, Carlo Bonomi, ha affidato il ruolo di guidare l’intero processo a Emma Marcegaglia: “Il B20 di quest’anno dovrà affrontare una ricostruzione dopo la pandemia – dice -. Dobbiamo incidere e ci sono le condizioni perchè ciò avvenga”.
Un selezionato numero di ceo, italiani ed internazionali, – ha spiegato via dell’Astronomia – assisteranno Emma Marcegaglia nell’indirizzo generale e nell’azione di advocacy attraverso un Advisory Board ed un International Advocacy Caucus. In particolare, i lavori del B20 Italy si articoleranno attraverso 8 Task Forces focalizzate sulle principali priorità. Saranno guidate da Barbara Beltrame Giacomello, la vicepresidente di Confindustria con al delega per l’internazionalizzazione, per la task force ‘Trade & Investment’; Patrizia Grieco, la presidente di Mps, per il gruppo di lavoro su ‘Integrity & Compliance’; Maximo Ibarra, ceo di  Sky Italia, sui temi della ‘Digital Transformation’; Francesco Starace, ceo Enel, per approfondire il tema ‘Energy & Resource Efficiency’; Carlo Messina, ceo Intesa Sanpaolo, su ‘Finance & Infrastructure’; Gianpietro Benedetti, presidente Danieli, per ‘Employment & Education’; Sergio Dompè, presidente del gruppo farmaceutico Dompèm per la task force su ‘Health & Life Science’; Claudio Descalzi, il ceo dell’Eni, per coordinare i lavori dell’Action Council Sustainability & Global Emergencies.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Messina, porre le fondamenta di una crescita inclusiva
Al B20 guida la task force su Finanza e Infrastrutture
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 gennaio 2021
16:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La pandemia di Covid-19 ha provocato una grave contrazione economica globale, causando un disagio senza precedenti sia per le persone che per le aziende di tutto il mondo. Le disuguaglianze preesistenti sono state esacerbate dalla pandemia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Abbiamo la responsabilità’ di contribuire per ridurre queste diseguaglianze e promuovere una crescita inclusiva e sostenibile; per questa ragione e’ fondamentale stabilire un quadro d’azione comune”. L’a.d. di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, presenta così l’impegno che si appresta a svolgere al B20 come presidente della task force Finanza e Infrastrutture.
“L’asimmetria negli effetti richiede simmetria nella risposta e i problemi globali richiedono un coordinamento e una cooperazione globali”, dice: “In questo senso, è fondamentale promuovere investimenti che generano alto impatto economico e sociale per rafforzare i territori delle nostre comunità, facilitare l’accesso ai servizi di credito, in particolare per le micro e le piccole e medie imprese, rafforzare le filiere strategiche globali, così come affermare il ruolo di ESG e sostenibilità come principi di base degli investimenti globali e dei progetti infrastrutturali. È fondamentale che le normative finanziarie globali considerino l’impatto della pandemia quando vengono elaborate riforme prudenziali, mirando ad aumentare la coerenza delle norme, la trasparenza e l’attribuzione di responsabilità”.
“In linea con l’impegno generale del B20 – sottolinea Messina – la nostra task force intende proporre raccomandazioni attuabili ed efficaci, porre le fondamenta di una crescita inclusiva e portare nel presente il futuro più luminoso che desideriamo per le prossime generazioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Starace, ridefiniamo un futuro inclusivo e verde
Al B20 guida la task force su Energia e Efficienza delle Risorse
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 gennaio 2021
16:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Le fonti energetiche inquinanti e il consumo insostenibile delle risorse continuano a causare gravi effetti di riscaldamento globale, oltre a un continuo degrado dell’equilibrio naturale degli ecosistemi”, premette l’a.d. e direttore generale di Enel, Francesco Starace, presentando il suo ruolo al B20 di presidente della task force Energia ed Efficienza delle Risorse: “Il gruppo di lavoro sull’energia e l’efficienza delle risorse del B20 Italia mira a fornire raccomandazioni efficaci e realizzabili per stimolare un progresso sostenibile, ridefinendo il nostro futuro in modo inclusivo e verde”, spiega: “Ci sono tre sfide principali che analizzeremo nel nostro lavoro come task force: Accelerare la transizione verso l’energia pulita, promuovendo una significativa accelerazione della transizione verso l’energia pulita e portando le emissioni prodotte dall’uomo verso un declino strutturale; Rafforzare la crescita inclusiva e sostenibile, predisponendo un quadro globale efficace per sostenere la transizione verso l’energia sostenibile; Promuovere la conservazione dell’ambiente, auspicando l’adozione globale di politiche efficaci per ridurre il consumo globale di risorse”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per Francesco Starace, con l’opportunità del B20 Italia, “è giunto il momento di agire con forza verso una radicale decarbonizzazione dell’economia globale e una transizione energetica sostenibile, in nome di un futuro più luminoso”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Descalzi, fragili sulle sfide globali, quattro priorità
Al B20 guida l ‘Action Council on Sustainability and Global Emergencies’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 gennaio 2021
16:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Senza dubbio il 2020 è stato un anno drammatico. Lo scoppio della pandemia di Covid-19 ha esposto la fragilità del nostro mondo alle emergenze globali e ha dimostrato quanto i nostri sistemi siano interconnessi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Una crisi locale può trasformarsi rapidamente in un’emergenza globale, capace di colpire le società, le economie e l’ambiente in tutto il pianeta”, avverte l’a.d. di Eni, Claudio Descalzi, presentando il suo ruolo al B20 Italy di presidente del neonato ‘Action Council on Sustainability and Global Emergencies’.
“Nel nostro lavoro – spiega -, intendiamo concentrarci su quattro emergenze globali prioritarie: malattie infettive, disastri ambientali, guasti alle infrastrutture informatiche e migrazione forzata, che insieme rappresentano delle minacce potenziali per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dalle Nazioni Unite”.
L’Action Council guidato da Descalzi “si impegna a trasmettere le azioni politiche ai governi del G20, per consentire alla comunità imprenditoriale di ridurre i rischi e le conseguenze derivanti dalle emergenze globali. Un insieme di politiche efficaci è fondamentale per le imprese e i governi di tutto il mondo, per proteggere le economie e le persone da rischiosi effetti domino e per gettare le basi di economie più verdi, più inclusive e di società più forti e resilienti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Benedetti, migliorare il lavoro per guidare la crescita
Al B20 guida la task force su occupazione e formazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 gennaio 2021
16:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il mondo sta attraversando la più grande crisi economica e occupazionale a memoria d’uomo. Il Covid-19 ha avuto un impatto sproporzionato sui gruppi già svantaggiati e ha esacerbato profondamente le sfide occupazionali già presenti prima della pandemia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tuttavia, la crisi ha anche generato un’ondata di innovazione e un sentimento di impegno e collaborazione condivisi tra governi, imprese e società civile”. Gianpietro Benedetti, presidente di Danieli, preannuncia così il suo ruolo al B20 Italy di presidente della task force Occupazione e Formazione: “Possiamo sfruttare questa situazione elaborando raccomandazioni concrete per garantire opportunità inclusive per il futuro del lavoro e preparare tutti i lavoratori alle prossime rivoluzioni industriali”, dice. “È nostro dovere comune migliorare i mercati del lavoro per guidare la crescita, attraverso la promozione di ambienti di lavoro dinamici e flessibili che possano offrire diverse opportunità occupazionali e stimolare l’innovazione”.
Per Gianpietro Benedetti “è giunto anche il momento di promuovere nuovi modelli di apprendimento e nuove tecnologie per migliorare l’ambiente didattico. Inoltre, stimolare l’occupabilità dei giovani e l’emancipazione delle donne sul posto di lavoro garantirà la salute, la sicurezza e il benessere di tutti i lavoratori. Lavorando insieme con tutte le parti sociali per realizzare le nostre comuni ambizioni riusciremo a plasmare il futuro del lavoro e dell’istruzione come forze trainanti delle nostre società”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Grieco, più centralità al fattore umano nelle imprese
Al B20 guida la task force su Integrità e Compliance
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 gennaio 2021
16:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“In particolare, in questo periodo di crisi, i programmi basati sulla compliance e l’integrità rappresentano i principali approcci pragmatici alla sostenibilità nel contesto aziendale”, sottolinea la presidente di Mps, Patrizia Grieco, presentando il suo lavoro al B20 Italy come presidente della task force Integrità e Compliance.
“La nostra Task Force – spiega – affronterà il nuovo ruolo delle organizzazioni e la necessità di riconoscere la centralità del fattore umano nella conduzione del business delle imprese.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il nostro gruppo di lavoro si concentra su diverse sfide.
Garantire una condotta responsabile nel public procurement, migliorando la trasparenza delle gare pubbliche e private.
Promuovere strumenti innovativi di compliance cooperativa.
Adottare principi di condotta aziendale responsabile che partano dalle grandi imprese e coinvolgano tutta la catena di fornitura.
Perseguire la creazione di registri trasparenti ed efficienti, migliorando gli standard globali per la qualità dei dati.
Attirare investimenti attraverso la ridefinizione delle attività di governance, adattandole alle nuove frontiere della compliance. Aumentare il numero di imprese e di filiere sostenibili”.
“Il nostro impegno – conclude – è quello di fornire soluzioni pragmatiche che includano i rinnovati concetti di integrità e compliance, creando un futuro migliore attraverso l’inclusione e agendo per generare un impatto positivo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Beltrame, commercio sia il motore della sostenibilità
Al B20 guida la task force per il commercio e gli investimenti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 gennaio 2021
16:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono veramente orgogliosa di essere stata nominata presidente della task force del B20 per il commercio e gli investimenti”.
Barbara Beltrame Giacomello, vicepresidente di Confindustria per l’internazionalizzazione, evidenzia così il ruolo della task force che presiede al B20 Italy: “Negli ultimi decenni, l’integrazione delle filiere globali ha costituito la base per la crescita economica e la creazione di posti di lavoro, sollevando centinaia di milioni di persone dalla povertà”, dice.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E avverte: “Tuttavia, negli ultimi anni, i flussi commerciali e gli investimenti hanno subito un rallentamento, a causa delle sfide sistemiche che hanno portato a un indebolimento della governance multilaterale e a un crescente protezionismo.
Queste debolezze sono state esacerbate dalla pandemia di Covid-19, che ha causato un’enorme contrazione sia degli scambi commerciali che degli investimenti. Allo stesso tempo, la sostenibilità è diventata un requisito per la competitività e l’inclusione globale”.
La task force Commercio e Investimenti “sottolineerà l’urgenza di ripristinare la governance multilaterale, la necessità di promuovere un clima imprenditoriale più aperto agli investimenti e il ruolo del commercio come motore della sostenibilità. Il nostro impegno è quello di trasmettere raccomandazioni ambiziose ed attuabili per invertire il rallentamento in corso e rimettere in carreggiata la ripresa del commercio globale.
Lavoriamo insieme per creare un futuro più luminoso per tutti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dompè, sanità cruciale per sostenibilità e sviluppo
Al B20 guida la task force su Salute e Scienze della Vita
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 gennaio 2021
18:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“I sistemi sanitari globali sono stati sottoposti a uno stress senza precedenti a causa della pandemia globale di Covid-19. La pandemia ha sottolineato la natura trasversale della salute, che non rappresenta solo un diritto umano fondamentale, ma anche un requisito cruciale per la sostenibilità e lo sviluppo economico”, sottolinea il presidente del gruppo farmaceutico Dompé, Sergio Dompé, nel suo ruolo al B20 di presidente della task force per la Salute e le Scienze della vita.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Migliorare la salute e il benessere delle generazioni attuali e future, ampliare l’accesso a cure di alta qualità e ridurre le disuguaglianze sanitarie sono solo alcuni dei principali obiettivi strategici dell’industria della salute e delle scienze della vita”, sottolinea: “La ricerca scientifica avanzata e l’innovazione tecnologica sono mezzi cruciali per raggiungere questi obiettivi, ma non sono sufficienti: dopo la pandemia servirà una migliore cooperazione a più livelli. Quindi in questo momento l’industria deve collaborare con i governi per sviluppare nuovi approcci per affrontare queste nuove pressioni, spostando l’attenzione dalla risposta alle crisi allo sviluppo di modelli più resistenti”.
“L’impegno del B20 Italia – dice Dompè – è quello di fornire raccomandazioni efficaci e attuabili, aiutare i governi e la società a sviluppare una nuova governance dell’industria della salute e delle scienze della vita e di creare un futuro più luminoso per tutti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Deliveroo raccoglie nuovo finanziamento e pensa alla borsa
Operazione da 180 mln. La società valutata oltre 7mld di dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 gennaio 2021
12:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Deliveroo ha completato un nuovo round di finanziamento per un valore di oltre 180 milioni di dollari provenienti da investitori guidati da Durable Capital Partners e Fidelity Management & Research Company.
Nell’operazione l’azienda è stata valutata oltre 7 miliardi di dollari.
Lo annuncia la stessa Deliveroo in una nota nella quale annuncia la possibile quotazione. “Questo investimento arriva prima di una possibile Ipo, Offerta Pubblica Iniziale, e riflette la forte domanda da parte degli azionisti esistenti di investire nella società, in ragione del significativo potenziale di crescita nel settore dell’online food delivery, nel quale sta accelerando l’adozione da parte dei consumatori”.   VAI ALLA POLITICA     VAI ALLA TECNOLOGIA

Economia tutte le notizie in tempo reale! Tutta l'Economia sempre aggiornata!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 27 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 15:45 DI GIOVEDì 14 GENNAIO 2021

ALLE 12:08 DI SABATO 16 GENNAIO 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Wall Street apre positiva, Dj +0,35%, Nasdaq +0,33%
S 500 sale dello 0,22%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
14 gennaio 2021
15:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre positiva. Il Dow Jones sale dello 0,35% a 31.164,50 punti, il Nasdaq avanza dello 0,33% a 13.168,79 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,22% a 3.818,73 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gualtieri, Renzi irresponsabile, l’Italia ha già perso 7,6mln
Da Italia viva una ‘dannosa perdita di tempo’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
16:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Solo oggi i cittadini italiani, per effetto dell’aumento dello spread, hanno perso 7,6 milioni”.
Lo ha detto il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri a ‘Oggi è un altro giorno’ su Rai1 commentando gli effetti dell’uscita di Italia Viva dalla maggioranza di Governo.

Gualtieri, che ha definito “una disastrosa perdita di tempo” la mossa del partito di Renzi e accusandolo di una “irresponsabilità senza precedenti”, ha giudicato gli effetti della crisi, riflessa in un aumento dello spread e quindi dei tassi nell’asta di titoli pubblici di stamani, “un effetto piccolo perché è un’asta piccola, ma ci dice che occorre anzitutto proseguire il lavoro indispensabile, che non può avere soste, di sostegno all’economia e contrasto alla pandemia”. Il ministro ha messo l’accento sulle reazioni “di sconcerto” dei partner internazionali ed europei: “ci dicono, ma come, l’Italia si è battuta per ottenere dall’Europa il più grande piano europeo, un piano storico, ora deve tradurlo in pratica, e voi in questo momento vi mettete a fare una crisi di governo? le responsabilità sono evidenti, prendiamo atto di questo”.   POLITICA   VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO   VAI ALLA CRONACA   VAI ALLA TECNOLOGIA   VAI ALLE NOTIZIE DEL PIEMONTE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Spread resta in rialzo, sfiora 120 sul finale
Il rendimento del decennale italiano è allo 0,64%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
17:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La crisi di governo mantiene lo spread in rialzo: il differenziale di rendimento Btp-Bund è a 119 punti base da 112 di ieri e 106 di lunedì. Il rendimento del titolo decennale italiano è allo 0,64%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in calo, Ftse Mib -0,4%
Indice dei principali titoli di Piazza Affari a 22.637 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 gennaio 2021
17:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta negativa per la Borsa di Milano: l’indice Ftse Mib ha concluso in ribasso dello 0,47% a 22.637 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa conclude positiva, Londra +0,8%
In leggero rialzo Parigi e Francoforte
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
18:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente in generale aumento: Londra ha chiuso la seduta in crescita dello 0,84%, mentre Parigi ha segnato un rialzo finale dello 0,33% e Francoforte dello 0,35%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread chiude in rialzo, a un passo da 120
Il rendimento del decennale italiano è allo 0,64%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
18:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La crisi di governo mantiene lo spread in tensione nonostante gli acquisti della Bce: in chiusura il differenziale di rendimento Btp-Bund è a 119 punti base, in rialzo da 112 di ieri e 106 di lunedì. Il rendimento del titolo decennale italiano è allo 0,64%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano peggiore Europa con banche, ok Fca e Mediaset
Pesano tensioni su titoli di Stato, scivolano Hera e Cattolica
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
18:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata negativa ma senza strappi al ribasso per Piazza Affari, che guarda alla situazione politica interna con un certo distacco: l’indice Ftse Mib ha concluso in ribasso dello 0,47% a 22.637 punti, mentre l’Ftse All share ha segnato un calo dello 0,49% a quota 24.663.
Un andamento peggiorato nel finale di seduta, che ha fatto della Borsa di Milano la peggiore in Europa: Londra ha infatti chiuso la seduta in crescita dello 0,8%, mentre Parigi e Francoforte hanno segnato un rialzo finale dello 0,3%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lievemente positiva anche Madrid (+0,1%).
In Piazza Affari sempre molto forte Fca, che ha chiuso in aumento del 2,9% (Exor +1,1%) nell’ultima seduta disponibile per poter poi incassare il dividendo della fusione. Acquisti anche su Mediaset, salita del 2,8% finale nel giorno del ricovero in ospedale per accertamenti cardiaci di Silvio Berlusconi.
Qualche vendita sulla banche e sul settore finanziario con le tensioni sui titoli di Stato italiani, che molto più del mercato azionario hanno accusato la pressione del rischio crisi di governo: Intesa ha ceduto lo 0,7% finale e Generali ha perso un punto percentuale a 14,4 euro mentre proseguono le ipotesi di cambio di parte del management della società del Leone.
Unicredit ha perso l’1,4%, mentre Mps ha ceduto il 2% anche con l’ipotesi che le tensioni nel governo possano frenare i piani di fusione. Nel listino principale della Borsa di Milano peggio comunque ha fatto Hera (-2,2% con un peggioramento nel finale di seduta), mentre tra i titoli a minore capitalizzazione Cattolica è scivolato del 2,9% a quota 4,2 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa annuncia 3.500 assunzioni a fronte 7.200 uscite volontarie
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
18:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa Sanpaolo procederà a ulteriori mille assunzioni, in aggiunta alle 2.500 già previste dall’accordo con i sindacati del 29 settembre scorso che
prevedeva almeno 5.000 uscite volontarie per pensionamento o fondo di solidarietà. L’accordo sindacale, sottoscritto con Fabi, First-Cisl, Fisac-Cgil, Uilca e Unisin, riguarda il ricambio generazionale senza impatti sociali e la valorizzazione delle persone del gruppo risultante dall’acquisizione di Ubi
Banca.
La banca, facendo seguito alla verifica svolta con i sindacati in merito al raggiungimento delle 5.000 uscite, intende infatti accogliere tutte le oltre 7.200 adesioni volontarie pervenute e procedere di conseguenza, come chiesto dalle organizzazioni sindacali, a 3.500 assunzioni complessive, che saranno perfezionate entro il primo semestre 2024.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Viene così confermata, sottolinea una nota, l’efficace prosecuzione del processo di integrazione di UBI Banca nel Gruppo Intesa Sanpaolo, seguendo l’accordo sindacale sottoscritto il 30 dicembre 2020 in merito ai trattamenti riguardanti le 5.107 persone incluse nel ramo d’azienda da cedere a BPER Banca.
Nelle prossime settimane sarà avviata la procedura sindacale in relazione alla fusione per incorporazione di Ubi Banca nella capogruppo Intesa Sanpaolo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con maltempo volano prezzi di peperoni, melanzane e zucchine
Bmti, mercati ingrosso ortofrutticoli subiscono primo freddo Ue
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
16:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I Mercati all’ingrosso ortofrutticoli nazionali stanno subendo i primi effetti del maltempo che ha coinvolto l’Europa nelle ultime settimane. Secondo le elaborazioni di Borsa Merci Telematica Italiana (Bmti) sulle rilevazioni effettuate nei Mercati all’ingrosso appartenenti alla Rete di Imprese Italmercati, a subire maggiormente le conseguenze del maltempo sono soprattutto i prezzi dei peperoni ma anche quelli delle melanzane e delle zucchine.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Andando nel dettaglio, la neve caduta in Spagna ha bloccato l’importazione di peperoni e melanzane nel nostro paese causando meno disponibilità di prodotto nei Mercati e facendo balzare i prezzi all’ingrosso, da dicembre 2020 a oggi, da 1,60 euro/chilo a 1,80 euro/chilo per i peperoni e da 1,20 a 2,00 euro/chilo per le melanzane.
Purtroppo anche il maltempo avuto in Italia è complice di questo aumento dei prezzi soprattutto per quanto riguarda le zucchine provenienti dal Lazio e dalla Campania, passate da 1,20 euro/chilo, a dicembre, a 1,60 euro/chilo. Nonostante queste variazioni vale la pena ricordare che la qualità dei prodotti, che in questo periodo dell’anno sono coltivati in serra, è buona e che i prezzi non hanno raggiunto, per ora, livelli critici.
Rimangono nella media i prezzi per tutti gli altri prodotti presenti nei Mercati, soprattutto per quelli “di stagione” come ad esempio i cavoli, i finocchi, le cicorie, le bietole e gli agrumi. Considerando il freddo che accompagnerà i prossimi giorni, però, la situazione potrebbe protrarsi in attesa di riavere temperature meno fredde e giornate più soleggiate.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa: 3.500 assunzioni a fronte 7.200 uscite volontarie
Accordo sindacati su Ubi banca. Messina, puntiamo su giovani
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
18:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa Sanpaolo assumerà 3.500 persone, mille in più rispetto alle 2.500 unità previste nell’accordo con i sindacati del 29 settembre scorso che prevedeva almeno 5.000 uscite volontarie per pensionamento o fondo di solidarietà. L’accordo, sottoscritto con Fabi, First-Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin, riguarda il ricambio generazionale senza impatti sociali e la valorizzazione delle persone del gruppo risultante dall’acquisizione di Ubi Banca. Con l’assunzione di “mille persone che si aggiungono alle 2.500 già programmate, diamo ulteriore impulso al ricambio generazionale e al sostegno dell’occupazione”, afferma Carlo Messina, consigliere delegato e Ceo di Intesa Sanpaolo.
“Intesa Sanpaolo – aggiunge continua ad investire sui giovani, punto di forza del Paese”. I segretari generali di tutte le sigle sindacali hanno espresso soddisfazione per le nuove assunzioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in rialzo a Ny, +1,3%
A 53,57 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
14 gennaio 2021
20:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dell’1,3% a 53,57 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo in rialzo a 1.849 dollari l’oncia
Su mercati asiatici avanza dello 0,57%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
08:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro in rialzo sui mercati asiatici. Il metallo prezioso avanza dello 0,57% a 1.849 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: avvio in calo, Wti a 53,05 dollari
Brent scende a 55,69
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
08:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio in calo sul mercato after hour di New York. Il greggio Wti passa di mano a 53,05 dollari al barile, in calo dello 0,9%.
Il Brent cede l’1,3% a 55,69 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in calo a 1,2140 dollari
La moneta unica è scambiata a 125,91 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
08:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in calo sui mercati internazionali in avvio di giornata con la moneta unica che passa di mano a 1,2140 a fronte della quotazione di 1,2166 di ieri sera dopo la chiusura di Wall street. Sullo yen l’euro passa di mano a 125,91.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia chiude in calo con aziende Cina in blacklist Usa
In rosso Tokyo (-0,62%), lo yen stabile sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
08:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse asiatiche chiudono in calo con i timori di una nuova ondata di contagi da coronavirus e gli investitori che fanno scattare le prese di profitto. Sui listini pesa anche la decisione degli Usa di allungare la ‘lista nera’ delle aziende cinesi accusate di avere legami con le forze armate di Pechino.
I listini hanno subito anche l’impatto della carenza di semiconduttori nel settore auto.
In rosso Tokyo (-0,62%). Sul versante valutario lo yen è stabile sul dollaro a 103,70 mentre si apprezza a 125,90 sull’euro. In calo anche Seul (-2%) e Mumbai (-0,75%). A contrattazioni ancora in corso sono piatte Hong Kong (+0,07%) e Shanghai (+0,03%) mentre è in lieve rialzo Shenzhen (+0,2%).
Sul fronte macroeconomico in arrivo dal Regno Unito il Pil, la produzione industriale e la bilancia commerciale. Prevista anche l’inflazione di Francia e Spagna e la bilancia commerciale dell’Eurozona. Dagli Stati Uniti attesa per la produzione industriale le vendite al dettaglio, la fiducia dei consumatori e le scorte delle imprese.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund apre stabile sotto i 120 punti
Il rendimento del decennale italiano è allo 0,62%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
08:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata stabile per lo spread tra Btp e Bund che resta sotto i 120 punti base. Il differenziale avvia la seduta a 118 punti base, rispetto ai 119 della chiusura di ieri.
Il rendimento del titolo decennale italiano è allo 0,62%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre piatta (-0,02%)
Indice Ftse Mib a 22.632 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 gennaio 2021
09:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre piatta, in attesa degli sviluppi sulla situazione politica. Il primo indice Ftse Mib (-0,02%) segna 22.632 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in calo, timori per nuovi contagi virus
Francoforte (-0,6%), Parigi (-0,57%), Londra (-0,52%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
09:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee avviano la seduta in calo. Sui listini del Vecchio continente pensano i timori per una nuova ondata di contagi da coronavirus.
Sullo sfondo si guarda al piano di stimoli per l’economia Usa del presidente eletto Joe Biden.
In rosso Francoforte (-0,6%), Parigi (-0,57%), Londra (-0,52%) e Madrid (-0,48%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Milano piatta attende sviluppi Governo, giù Cattolica
Balzo di Mediolanum (+3%), spread btp-Bund a 117 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
09:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (-0,03%) prosegue piatta in attesa di sviluppi sulla situazione del Governo. Gli analisti finanziari, intanto, vedono “basse probabilità” per elezioni anticipate.
Lo spread tra Btp e Bund scende a 117 punti base, con il rendimento del decennale italiano allo 0,62%.
A Piazza Affari balzo di Banca Mediolanum (+3%). In rosso Cattolica (-1,4%), dopo i rilievi dell’Ivass resi noti dalla società su richiesta della Consob. In calo anche Mps (-1%), con la crisi della maggioranza di Governa che rallenta i preparativi del futuro matrimonio. Unicredit cede lo 0,6%, mentre la banca è alla ricerca del nuovo Ceo.
In terreno positivo Generali (+1,1%), alle prese con un prossimo riassetto al vertice al quale sta lavorando da qualche settimana il Group ceo Philip Donnet. Bene anche Banca Generali (+2%), Eni e Enel e Snam (+0,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco:0,8% italiani oltre 120mila euro,paga 16% Irpef totale
In 10 anni sono aumentati del 31%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
10:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I cittadini che dichiarano un reddito lordo oltre i 120mila euro sono appena lo 0,8% degli oltre 41 milioni di contribuenti italiani, percepiscono l’8% del reddito complessivo, ma versano ben il 16%, dell’Irpef nazionale. E’ quanto risulta da un’elaborazione di Elexia sui dati fiscali secondo la quale questi cittadini pagano in media oltre 79.000 euro annui, quasi 6.600 euro al mese.
“I dati”, osserva Nicola Cinelli, managing partner di Elexia, “sfatano un mito diffuso: i proventi dei super-contribuenti non derivano dai patrimoni, ma vengono da lavoro e pensioni, che rappresentano la fonte primaria per oltre il 90% dei soggetti.
Dal 2009 al 2018 i contribuenti italiani sopra i 120.000 euro lordi annui, sono cresciuti del 31% passando da 249.313 nel 2009 a 325.424 nel 2018.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia taglia la crescita nel 2021 a 3,5%, slitta la ripresa
Pesa il trascinamento del quarto trimestre 2020, atteso a -3,5%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
19:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La seconda ondata pandemica, come negli altri paesi dell’area, ha determinato una nuova contrazione del prodotto nel quarto trimestre” che pur con elevata incertezza è “valutabile nell’ordine del -3,5%”. Lo rileva Bankitalia nel bollettino economico: l’effetto di trascinamento della flessione di fine 2020 sui primi mesi dell’anno in corso fa slittare una ripresa robusta all’estate e taglia la stima di crescita 2021 a +3,5%, oltre un punto in meno rispetto alle previsioni di luglio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Più decisa l’accelerazione nel 2022 a +3,8%, e con un +2,3 per il 2023.
“Sono i timori di contagio, più che le misure restrittive, a frenare ancora i consumi di servizi”, rileva Bankitalia, citando i dati di una rilevazione fra le famiglie italiane. Il calo dell’attività economica – scrive Bankitalia – “è stato pronunciato nei servizi e marginale nella manifattura”, con le attese delle imprese peggiorate per la seconda ondata ma lontane dal pessimismo raggiunto nella prima metà dello scorso anno”: le aziende intendono espandere i propri piani di investimento per il 2021.
Gli “effetti della pandemia sull’esposizione al rischio di credito delle banche italiane potrebbero essere più elevate” fra quelle di minori dimensioni.
Lo afferma il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco che cita una recente analisi dell’istituto centrale. Per il governatore infatti le banche ‘non significant’ presentamo un composizione diversa del portafoglio di crediti.
Imporre delle perdite ai creditori delle banche medie e piccole “in assenza di adeguati cuscinetti (buffer) di capitale Mrel per assorbirle “finirebbe per colpire i loro depositi con un possibile effetto a catena negativo sulle altre piccole banche”, spiega Visco.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’impatto “della crisi Covid sui bilanci delle banche è rimasto fino ad ora limitato” ma “non possiamo escludere che una volta che le misure di supporto dei governi siano rimosse alcune banche possano avere un significativo deterioramento della loro qualità degli attivi “: Lo afferma il responsabile del supervisory board della Bce Andrea Enria.

Enria propone un “quadro di regole effettivo e integrato per la gestione delle crisi” bancarie e l’assicurazione dei depositi “che includa anche quelle piccole e medie” sul modello della Fidc degli Stati Uniti. Parlando a un workshop online, Enria ha chiesto appunto uno schema unico europeo di assicurazione dei depositi, strumenti comuni per la liquidazione delle banche di tutte le dimensioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Visco, evitare contagio perdite a banche piccole
‘Minori’ più a rischio per pandemia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
10:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Imporre delle perdite ai creditori delle banche medie e piccole “in assenza di adeguati cuscinetti (buffer) di capitale Mrel per assorbirle “finirebbe per colpire i loro depositi con un possibile effetto a catena negativo sulle altre piccole banche”. Lo afferma il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco.

Gli “effetti della pandemia sull’esposizione al rischio di credito delle banche italiane potrebbero essere più elevate” fra quelle di minori dimensioni, spiega il governatore.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano (+0,3%) su strada rialzo, spread scende a 115
Migliorano le banche, Cattolica in calo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
10:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (+0,3%) imbocca la strada del rialzo, in controtendenza con i listini europei, con gli investitori che guardano all’evoluzione della crisi politica. Si restringe ancora lo spread tra Btp e Bund che scende a 115 punti base, con il rendimento del decennale italiano allo 0,61%.

A Piazza Affari soffre Cattolica (-1,4%), con i rilievi dell’Ivass resi noti dalla società su indicazione della Consob.
In calo anche Ferrari (-1,1%), Atlantia (-0,9%). Migliorano le banche con Banco Bpm (+0,1%), Intesa (+0,8%), Bper (+0,4%). In rosso Mps (-0,4%) mentre è piatta Unicredit (+0,04%).
Sugli scudi Banca Mediolanum (+2,9%). Bene Generali (+1,4%), Banca Generali e Poste (+1,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Europa prosegue in calo,in controtendenza Milano +0,4%
A Piazza Affari male Atlantia, giù euro sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
11:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee proseguono in calo dopo i dati sull’export, in calo dell’1% a novembre. Sui listini del Vecchio continente pesano le preoccupazioni per l’aumento dei contagi da coronavirus mentre si guarda anche al piano di stimolo all’economia Usa.
Sul fronte valutario l’euro sul dollaro è in lieve calo a 1,2140 a Londra.
L’indice d’area stoxx 600 cede lo 0,3%. In rosso Parigi (-0,5%), Francoforte (-0,4%), Londra e Madrid (-0,3%). In controtendenza Milano che avanza dello 0,4%, mentre la politica è a lavoro per trovare una maggioranza all’attuale Governo. Sui listini del Vecchio continente pesano gli investimenti immobiliari (-0,8%) e l’energia (-0,6%). In positivo le banche (+0,5%) e la farmaceutica (+0,3%).
A Piazza Affari peggiora Cattolica (-1,6%), dopo i rilievi dell’Ivass. Male anche Prysmian (-1,4%) e Ferrari (-1,3%). In calo Atlantia (-1,1%), nel giorno dell’assemblea e le risposte date agli azionisti sul progetto di scissione di Aspi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banche:Enria,servono regole comuni Ue su gestione crisi
Proposta per assicurazione depositi e strumenti comuni a tutti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
12:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il responsabile del supervisory board della Bce Andrea Enria propone un “quadro di regole effettivo e integrato per la gestione delle crisi” bancarie e l’assicurazione dei depositi “che includa anche quelle piccole e medie” sul modello della Fidc degli Stati Uniti. Parlando a un workshop online, Enria ha chiesto appunto uno schema unico europeo di assicurazione dei depositi, strumenti comuni per la liquidazione delle banche di tutte le dimensioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cina: Banca centrale darà sostegno necessario alla crescita
Priorità alla stabilità politica contro cambiamenti improvvisi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
15 gennaio 2021
12:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La politica monetaria della Cina fornirà il supporto necessario per la continua ripresa economica del Paese nel 2021. Il vice governatore della Banca centrale (Pboc), Chen Yulu, ha assicurato in una conferenza stampa che “la politica monetaria prudente sarà più flessibile, mirata e appropriata e continuerà a mantenere il supporto necessario per la ripresa economica”, aggiungendo che l’istituto darà la priorità alla stabilità politica ed eviterà cambiamenti improvvisi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vw: archiviato procedimento contro ex ceo Winterkorn
Processo per truffa in agenda per fine febbraio non si terrà
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
15 gennaio 2021
13:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il procedimento giudiziario contro l’ex capo della Volkswagen, Martin Winterkorn, è stato archiviato. Lo ha reso noto il tribunale di Braunschweig.
Il processo per truffa nell’ambito dell’inchiesta sul dieselgate, in agenda per fine febbraio, non si terrà.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Europa amplia calo in attesa Wall Street, Milano -0,1%
A Piazza Affari in calo Cattolica e Atlantia, sale Mediolanum
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
13:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee ampliano il calo in attesa dell’avvio di Wall Street dove i future sono in perdita. Piazza Affari (-0,1%) gira in negativo dopo un timido tentativo di rialzo.
Lo spread tra Btp e Bund si attesta a 115 punti base, con il rendimento del decennale italiano allo 0,61%.
Sul fronte valutario l’euro sul dollaro resta debole a 1,2125 a Londra.
L’indice d’area Stoxx 600 cede lo 0,6%. In rosso Parigi (-0,9%), Londra (-0,8%), Madrid (-0,7%) e Francoforte (-0,6%). I listini sono appesantiti dal lusso (-1,6%), manifattura (-1,3%) e energia (-1%).
A Piazza Affari peggiora Cattolica (-1,8%), dopo i rilievi dell’Ivass resi noti dalla società su sollecitazione della Consob. Male anche Atlantia (-1,3%), nel giorno dell’assemblea sul progetto di scissione, e Ferrari (-1,5%). Prosegue sugli scudi Banca Mediolanum (+2,4%). In rialzo anche Poste (+1,4%) e Generali (+0,8%). Tra le banche Mps cede lo 0,5% e Unicredit lo 0,5%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Proroga della cig Covid, verso altre 18 settimane
Almeno per piccole aziende, in corso stime in vista dl Ristori
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
13:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel prossimo decreto Ristori ci sarà il rifinanziamento della cig Covid: lo ha indicato, a quanto si apprende, la ministra del Lavoro e delle Politiche sociali, Nunzia Catalfo, ai sindacati durante il tavolo sulla riforma degli ammortizzatori sociali, dopo l’ok del Cdm allo scostamento di bilancio da 32 miliardi. L’ipotesi allo studio è di prevedere ulteriori 18 settimane, almeno per le piccole aziende.
“Stiamo facendo delle stime”, ha spiegato la ministra.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Soci Atlantia danno l’ok alla scissione di Aspi
Partecipa al voto il 72,2% capitale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
17:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’assemblea dei soci di Atlantia ha approvato, con il voto favorevole del 99,7% del capitale rappresentato, il progetto di scissione parziale proporzionale di Atlantia in favore della società beneficiaria, interamente posseduta, Autostrade Concessioni e Costruzioni. Lo si legge in una nota di Atlantia, in cui si precisa che all’assemblea ha partecipato il 72,2% del capitale sociale della società.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ad Autostrade Concessioni e Costruzioni, si legge nella nota, verrà attribuito un compendio costituito da una partecipazione pari al 33,06% del capitale sociale di Autostrade per l’Italia con assegnazione ai soci di Atlantia dell’intero importo dell’aumento di capitale della beneficiaria a servizio dell’operazione di scissione. L’operazione prevede inoltre il conferimento in natura nella beneficiaria, Autostrade Concessioni e Costruzioni, da parte di Atlantia della restante quota di partecipazione pari al 55% del capitale sociale di Aspi e la quotazione in Borsa delle azioni della beneficiaria.
Qualora antecedentemente alla data di efficacia della scissione, ma comunque non oltre il 31 luglio 2021 – ricorda la nota – Atlantia dovesse ricevere un’offerta per l’acquisto dell’intera partecipazione pari all’88% del capitale detenuta in Aspi da parte di Cdp e/o altri investitori, il cda di Atlantia ne valuterà la coerenza con l’interesse sociale e provvederà a una nuova convocazione dell’assemblea, in sede straordinaria, per sottoporre alla medesima l’eventuale revoca della delibera di scissione già assunta.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano negativa (-0,3%), giù petroliferi e industria
Banche in ordine sparso. Perdono Fca e Atlantia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
14:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ha girato in negativo per il pomeriggio Piazza Affari (-0,3%), con lo spread stabile a 155, col rendimento del decennale italiano allo 0,59%, mentre il governo è pronto a nuove misure restrittive per il Covid 19 e il Paese guarda alla crisi politica.
Tra i titoli peggiori Prysmian (-3,3%) e Interpump (-1,7%) nell’industria e i petroliferi, con Tenaris (-2%), Saipem (-1,7%) e Eni (-1,1%), col greggio in calo (wti -1%) a 53 dollari al barile.
Male le auto, da Ferrari (-1,6%) a Fca (-0,8%) nell’ultimo giorno di quotazione prima di passare lunedì a Stellantis, anche a Parigi, dopo la fusione con Psa.
Bene Banca Mediolanum (+2,3%) e Banca Generali (+1%), guadagna Poste (+1,1%). Tra le altre banche in positivo Intesa (+0,7%), Banco Bpm (+0,6%) e Fineco (+0,4%), piatta Bper (+0,06%), in rosso Unicredit (-0,4%), il giorno dopo il Cda per stringere il cerchio sul nome del nuovo ceo, e lo stesso Mps (-0,6%). Giù Atlantia (-1,1%), approvata dai soci la scissione.
Bene Enel (+0,3%) con l’upgrade del rating da Moody’s. Soffre Ascopiave (-1,8%) presentato il piano al 2024. Perde Cattolica (-1,8%) dopo i rilievi dell’Ivass.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in calo (-0,6%), per Bankitalia slitta ripresa
In calo petroliferi e auto, deboli le banche. Giù Prysmian
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
15:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Scende ancora l’indice principale a Piazza Affari (-0,6%), in linea con le altre principali Borse europee, mentre Bankitalia parla di ripresa robusta che slitta all’estate e taglia la stima di crescita del 2021 a +3,5%.
Poco fiduciose le banche, con lo spread risalito a 115, in una giornata in cui il responsabile del supervisory board della Bce, Andrea Enria, ha parlato di possibile deterioramento della qualità degli attivi, una volta finiti i sostegni dei governi.

In leggero positivo Fineco (+0,3%), Intesa e Banco Bpm (+0,2%), mentre calano Bper (-0,6%), Unicredit (-0,7%), il giorno dopo il Cda per stringere il cerchio sul nome del nuovo ceo, e Mps (-0,9%).
In fondo al Ftse Mib Prysmian (-4%), insieme ai petroliferi, come Tenaris (-3%), Saipem (-2,3%) e Eni (-1,4%), col greggio in discesa (wti-1,5%) a 52,7 dollari al barile. Male Atlantia (-1,3%), votata dai soci la scissione, giù Fca (-2,4%), nell’ultimo giorno prima di diventare Stellantis sui listini.
Perde Cattolica (-1,4%) dopo i rilievi dell’Ivass.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre negativa, Dj -0,67%, Nasdaq -0,07%
S 500 perde lo 0,36%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
15 gennaio 2021
15:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre negativa. Il Dow Jones perde lo 0,67% a 30.795,15 punti, il Nasdaq cede lo 0,07% a 13.114,44 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,36% a 3.783,65 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Crociere: varo tecnico per Costa Toscana, terza nave a Gnl
In consegna a dicembre. Investimenti confermati nonostante covid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
15 gennaio 2021
15:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Varo tecnico per Costa Toscana, terza nave di Costa Crociere (Gruppo Carnival) alimentata a gas naturale liquefatto, l’alimentazione più avanzata nel settore marittimo per abbattere le emissioni. Costruita nei cantieri Meyer di Turku, Costa Toscana entrerà in servizio a dicembre 2021 in Brasile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Costa Toscana fa parte di un piano di espansione che comprende 7 nuove navi in consegna entro il 2023, per un investimento di oltre sei miliardi di euro.
Con il varo tecnico, Costa Toscana ha toccato il mare per la prima volta, con l’allagamento del bacino dove ha preso forma. Mario Zanetti, Dg di Costa Group Asia, ha commentato: “Nonostante lo scenario attuale sia ancora complicato, il Gruppo Costa sta confermando gli investimenti”.
Costa Toscana è una vera e propria “smart city” itinerante.
L’intero fabbisogno giornaliero di acqua sarà soddisfatto trasformando quella del mare con dissalatori. Il consumo energetico sarà ridotto al minimo con un sistema di efficientamento energetico intelligente. A bordo verrà effettuato il 100% di raccolta differenziata e il riciclo di plastica, carta, vetro e alluminio per la concretizzazione di progetti di economia circolare.
La nuova ammiraglia frutto di un progetto di Adam D. Tihany.
Tutto Made in Italy, arredi, illuminazione, tessuti e accessori.
L’offerta di bordo è caratterizzata da Solemio Spa, aree dedicate al divertimento; bar tematici, 16 ristoranti e aree dedicate alla “food experience”. Il “cuore” della nuova ammiraglia sarà il Colosseo, uno spazio a centro nave dislocato su tre ponti, dedicato agli spettacoli. Per godersi il sole saranno disponibili 4 piscine, di cui una coperta con acqua salata, con la novità del beach club, che ricrea uno stabilimento balneare. Sono 2.600 le cabine.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: l’Europa scende con l’avvio negativo di Wall Street
Banche, petroliferi e auto in rosso. Farmaceutici a più velocità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
15:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In ulteriore calo le principali Borse europee, con l’avvio negativo di Wall Street, con i problemi sanitari e economici conseguenza della pandemia da Covid 19. In Europa la peggiore è Madrid (-1,3%), seguita da Francoforte (-1,2%), Parigi (-1,1%) e Londra (-0,9%).
Giù anche Milano (-0,6%).
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, perde l’1%. Pesanti, con calo del greggio (wti -1,4%) a 52,8 dollari al barile, i petroliferi, i particolare Galp (-3,6%) e Neste Oyj (-2,6%). In negativo, tranne Volkswagen (+0,1%), le auto, da Renault (-4,2%), a Fca (-2,4%), che da lunedì sarà quotata come Stellantis dopo la fusione con Peugeot (-2,2%). In rosso la quasi totalità delle banche, iniziando da Banco de Sabadell (-3%) e Caixa (-2,9%), nella giornata in cui il responsabile del supervisory board della Bce, Andrea Enria, ha parlato di possibile deterioramento della qualità degli attivi, una volta finiti i sostegni dei governi. Unico comparto in positivo quello della salute, coi farmaceutici a due velocità e guadagni per alcuni, come Novartis (+1,6%) e perdite per altri, come Ucb (-1,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia:un terzo famiglie progetta nuova stretta consumi
Calo redditi. Timori contagio pesano più di lockdown
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
15:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nei prossimi tre mesi poco meno di un terzo delle famiglie italiane pensa di diminuire ulteriormente i consumi non durevoli come gli alimentari, pranzi e cene, viaggi e vacanze . E’ quanto si legge nel bollettino economico della Banca d’Italia secondo cui “sono i timori di contagio, più che le misure restrittive, a frenare ancora i consumi di servizi” sui quali pesa anche il calo dei redditi, registrato da quasi un terzo delle famiglie coinvolte nell’indagine dell’istituto centrale.

“Per circa la metà di queste famiglie la contrazione della spesa” nei prossimi mesi “sarebbe superiore al 20 per cento”. La flessione, nota poi l’istituto centrale, “interesserebbe soprattutto i nuclei residenti nelle regioni più esposte all’emergenza sanitaria” che sono anche i più pessimisti all’evoluzione della situazione economica.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia, oltre 1 milione di rimborsi per oltre 373 mln euro
Da metà febbraio al 27 dicembre. Emessi voucher per 79,8 mln
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
17:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Da metà febbraio allo scorso 27 dicembre, Alitalia ha evaso 1 milione e 369 mila richieste di rimborso avanzate dai propri clienti, per un valore di 373,8 milioni di euro di biglietteria non utilizzata, di cui circa 79,8 milioni di euro è l’ammontare degli oltre 362 mila voucher emessi, numero che include più di 47.400 voucher nei quali Alitalia ha riconosciuto un valore maggiorato rispetto a quanto originariamente pagato dal passeggero. Lo si legge in una nota della compagnia, in riferimento alla gestione dell’emergenza Covid.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’impatto sul trasporto aereo generato dalla pandemia da Covid-19 – spiega la compagnia – ha fatto sì che Alitalia abbia dovuto rivedere più volte i propri programmi operativi in funzione delle restrizioni ai collegamenti aerei e dei mutati comportamenti di viaggio, adattando la propria offerta di voli al significativo calo della domanda che tuttora persiste. Ciò ha generato un volume di richieste di assistenza e rimborso del tutto eccezionale, mai registrato in precedenza, con picchi di telefonate ai numeri del servizio clienti quadruplicati rispetto all’anno precedente”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano accentua il calo (-1,5%)
Male petroliferi, banche e auto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
16:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Accentua il calo la Borsa di Milano (-1,5%). Sullo sfondo la pandemia da Covid 19, per cui sono prnte nuove restrizioni, mentre il Paese attende di conoscere l’esito della crisi politica.
L’andamento di Milano è comunque in linea con le altre principali Piazze europee e con Wall Street. Tra i titoli peggiori Prysmian (-4,6%) e i petroliferi, col calo del greggio (wti -2,8%) a 52 dollari al barile. Male le banche, co lo spread fermo a 115. Giù Fca (-3,3%) nell’ultimo giorno prima di diventare Stellantis sui listini insieme a Psa dalla settimana prossima.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in ribasso (-1,1%)
Il Ftse Mib a 22.381 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 gennaio 2021
17:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in ribasso per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha perso l’1,13% a 22.381 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in negativo
Francoforte (-1,4%), Parigi (-1,2%) e Londra (0,9%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
17:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in negativo per le principali Borse europee. La peggiore è stata Madrid (-1,69%) a 8.230 punti, seguita da Francoforte (-1,44%) a 13.787 punti, Parigi (-1,22%) a 5.611 punti e Londra (0,97%) a 6.735 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano perde (-1,1%), calo petrolio e auto, giù Fca
Sofferenti le banche. In ribasso Atlantia e Prysmian
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
18:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta di fine settimana terminata in rosso per Piazza Affari (-1,1%), in linea con le altre principali Borse europee e con l’andamento di Wall Street, mentre la pandemia da Covid 19 arriva a fare contare 2 milioni di morti nel mondo. Con i contagi in crescita in molti Paesi, prosegue la corsa ai vaccini, tra polemiche sui dati di efficacia e per i ritardi nelle consegne, che a metà pomeriggio hanno provocato un picco negativo sui mercati.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spia dell’incertezza l’oro, in salita (+0,8%) a 1.854 dollari l’oncia. L’Italia inoltre attende l’esito della crisi politica.
A Milano pesanti industria, con Prysmian (-4,4%), e auto, con Fca (-4,3%), che da lunedì sarà Stellantis insieme a Peugeot (-4,2%), entrambe in calo come il comparto e la componentistica, tra cui Pirelli (-2,3%) e fuori dal listino principale Brembo (-2,8%). Male anche Cnh (-2%). Sofferenti i petroliferi, da Tenaris (-4,1%) a Saipem (-2,7%) e Eni (-1,9%), col greggio in decisa discesa a sera (wti -2,2%) a 52,4 dollari al barile. Poco in forma le banche, a partire da Unicredit (-1,8%), il giorno dopo il Cda per restringere il cerchio sul nome del nuovo ceo, Intesa (-0,6%) e Mps (-1,3%), pur con lo spread chiuso in calo a 155,5 punti. Tra i pochi titoli in positivo Banca Mediolanum (+2,2%) e Banca Generali (+0,6%) e Enel (+0,2%) con l’upgrade del rating da Moody’s.
Fra le assicurazioni perdite per Unipol (-2,3%) e per Cattolica (-1,1%), quest’ultima sui rilievi dell’Ivass. In calo Atlantia (-1,6%) coi soci che hanno votato la scissione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Auto: Mise, da lunedì prenotazione ecobonus, 700 mln in 2021
Per motorini servizio già attivo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
19:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dal 1 gennaio 2021 sono disponibili oltre 700 milioni di euro per i cittadini per l’acquisto di veicoli a basse emissioni relativi sia alle categorie dei motocicli L1 (in pratica i motorini con cilindrata non superiore ai 50 cc) e delle auto M1 (fino a 8 posti a sedere) sia alla nuova categoria dei veicoli commerciali ‘leggeri’ di categoria N1. I concessionari, annuncia il ministero dello Sviluppo economico in una nota, potranno, a partire da lunedì 18 gennaio, accedere sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it per inserire le prenotazioni del contributo per veicoli M1, mentre è già possibile prenotare quelli per la categoria L.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ai contributi già previsti dalla legge di Bilancio 2019 e dai successivi dl Rilancio 2020 e dl Agosto 2020, spiega ancora il Mise, si aggiungono ulteriori risorse stanziate con la legge di Bilancio 2021. In particolare, i contributi concessi per le fasce di emissioni 0-20 g/km e 21-60 g/km sono rifinanziati con ulteriori 120 milioni di euro per tutto il 2021, portando l’ammontare odierno a 390 milioni di euro, essendo 270 milioni già stanziati. A queste risorse potranno aggiungersi i residui degli anni precedenti. Questa la suddivisione degli incentivi: 0-20 g/km: 6.000 euro con rottamazione e 4.000 senza rottamazione; 21-60 g/km: 2.500 euro con rottamazione e 1.500 senza rottamazione. Alle stesse due fasce potranno aggiungersi 2.000 euro con rottamazione e 1.000 senza rottamazione fino al 31 dicembre 2021, ed in tal caso è anche previsto uno sconto praticato dal venditore pari ad almeno 2.000 euro o 1.000 euro a seconda che sia presente o meno la rottamazione.
Le due fasce di emissioni 61-90 g/km e 91-110 g/km sono state rimodulate in un’unica fascia 61-135 g/km (dal primo gennaio ci sarà infatti un nuovo ciclo di rilevazione delle emissioni), finanziata con 250 milioni di euro. Il precedente finanziamento è andato esaurito. La durata dell’incentivo pari a 1.500 euro è di sei mesi e sarà possibile usufruirne solo con rottamazione.
Anche in questo caso all’incentivo si aggiunge uno sconto praticato dal venditore pari ad almeno 2.000 euro.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Recovery sale a 223,9 mld, 700 mln in più ad agricoltura
Più risorse anche a giustizia ed efficienza energetica
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
19:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Piano nazionale di ripresa e resilienza finanziato con i fondi del Next Generation Eu sale nell’ultima versione inviata al Parlamento a 223,9 miliardi, un miliardo in più rispetto alla bozza entrata in consiglio dei ministri. Ben 700 milioni sono stati attribuiti all’agricoltura sostenibile.

Il miliardo aggiuntivo rientra nelle risorse del Recovery e resilience facility e deriva dall’aumento di tre componenti e dal calo di una. ‘Impresa verde ed economia circolare’, guadagna con l’agricoltura sostenibile 700 milioni ed ‘Efficienza energetica e riqualificazioni degli edifici’, in particolare pubblici, 200 milioni in più (facendo salire la missione Rivoluzione verde a transizione ecologica a 69,8 miliardi). ‘Digitalizzazione, innovazione e sicurezza nella PA’ aggiunge 300 milioni in più destinati alla giustizia, mentre il capitolo ‘Digitalizzazione, innovazione e competitività del sistema produttivo’ ne perde circa 200. La missione digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura si attesta così a 46,30 miliardi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mps: nuovo piano tiene conto impegno cessione quota Tesoro
Dopo 2021 in rosso utile cresce fino a 559 mln in 2025
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
23:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il nuovo piano strategico 2021-2025 di Mps tiene conto della cessione della quota di maggioranza in capo al Tesoro per cui il governo si è impegnato nel 2017, impegno ribadito nel Dpcm di ottobre. E’ quanto si legge in un comunicato della banca senese che annuncia come il piano è disponibile da stasera sul suo sito.
A fronte di tali impegni, spiega la banca “il piano non ipotizza una trasformazione radicale del modello operativo e dell’infrastruttura tecnologica che comporterebbe significativi investimenti, assorbimento di capacità di implementazione ed elevati rischi di execution a fronte di benefici” solo tra alcuni anni.Il piano strategico di Mps prevede una chiusura in rosso nel 2021 per 562 milioni di euro e un ritorno all’utile per 41 milioni nel 2022. Dopodiché la redditività aumenterà progressivamente fino a 559 milioni di euro nel 2025, con 292 milioni di profitti nel 2023 e 454 milioni nel 2024.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ristori: Cgia, 29 mld a fronte 423 mld di mancati incassi
“Il tasso di copertura è pari a poco meno del 7%”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
16 gennaio 2021
10:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Governo prevede per le attività economiche coinvolte dalla crisi pandemica 29 miliardi di ristori a fronte di 423 miliardi di mancati incassi. Lo rileva la Cgia secondo la quale il tasso di copertura è pari a poco meno del 7%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per la Cgia è doveroso intervenire affinché gli operatori che sono costretti a chiudere l’attività per decreto vengano aiutati economicamente in misura maggiore di quanto è stato fatto fino ad ora. Altrimenti rischiano di chiudere. Per queste imprese i ristori erogati hanno raggiunto un livello medio di copertura del calo del fatturato del 14,5%. Le misure di sostegno al reddito approvate dal Governo Conte, infatti, sono andate in larga parte alle attività che hanno registrato un crollo del giro di affari di almeno il 33% rispetto al 2019.
Aiuti comunque insufficienti. La Cgia stima che dei 423 mld di calo del fatturato registrato nel 2020 (pari ad una contrazione del -13,5% rispetto al 2019), almeno 200 mld sarebbero ascrivibili alle imprese dei settori che sono stati costretti a chiudere per decreto. E’ evidente che è necessario un cambio di rotta: i ristori vanno sostituiti con i rimborsi. E’ necessario uno stanziamento pubblico che compensi quasi totalmente sia i mancati incassi sia le spese correnti che continuano a sostenere.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Debito pubblico stabile a novembre stabile a 2.587 miliardi
Oltre il 21% detenuto da Via Nazionale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
17:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A novembre il debito pubblico è rimasto pressoché stabile rispetto al mese precedente, risultando pari a 2.586,5 miliardi di euro. A ottobre il debito aveva segnato un record a 2.586,971 miliardi.
Lo comunica Bankitalia nella pubblicazione ‘Finanza pubblica’, precisando che la quota detenuta da via Nazionale era pari a fine novembre al 21,2% (0,4 punti percentuali in più rispetto al mese precedente).
La vita media residua del debito è rimasta stabile rispetto a ottobre, a 7,4 anni. A novembre, viene specificato nella pubblicazione, è stata erogata un’ulteriore tranche (6,5 miliardi) dei prestiti previsti nell’ambito dello strumento europeo di sostegno temporaneo per attenuare i rischi di disoccupazione in un’emergenza; alla fine del mese i prestiti erogati dalle istituzioni europee al nostro Paese ammontavano nel complesso a 16,5 miliardi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aspi: Atlantia, non previsti aumenti, piano sostenibile
Oggi assemblea su scissione Autostrade Concessioni e Costruzioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
11:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il piano industriale di Aspi, che assume il piano di manutenzioni ed investimenti definito nel Pef inviato al Mit il 19 novembre 2020, non prevede aumenti di capitale, in quanto tale piano è sostenibile mediante la generazione di cassa della società e il ricorso al mercato dei capitali, nell’assunto della stabilità normativa”. Lo afferma Atlantia nelle risposte alle domande per l’assemblea convocata per oggi alle 11 con all’ordine del giorno il progetto di scissione parziale proporzionale di Atlantia in favore di Autostrade Concessioni e Costruzioni.

Nelle stesse risposte Atlanti ha precisato che “le offerte sino ad ora pervenute da Cdp non sono vincolanti ma anzi del tutto preliminari”. Sul valore di mercato di Aspi, la holding ha risposto che il “cda formulerà le proprie compiute considerazioni al ricevimento di un’offerta vincolante”. La scissione, come ho avuto modo di riportare più sopra, è avvenuta.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Edilizia soffre, per nuove case crollo del 25%
In secondo trimestre calo anche dei fabbricati non residenziali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
11:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’edilizia risente dell’emergenza Covid. Nel secondo trimestre 2020, nel comparto residenziale, si stima una forte diminuzione congiunturale delle nuove costruzioni: -25,6% per il numero di abitazioni e -18,4% per la superficie utile.
E’ quanto si legge tra i dati sui permessi di costruire, diffusi oggi dall’Istat, relativi al secondo trimestre del 2020. Anche la superficie dei fabbricati non residenziali è in netta diminuzione rispetto al trimestre precedente (-15,5%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Turismo: dai mondiali sci a Cortina 9 milioni fatturato
Anche senza pubblico Jfc stima 20mila presenze, sale value brand
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 gennaio 2021
11:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre 20 mila presenze alberghiere e 9 milioni di euro fatturato economico diretto e indiretto. Sono i numeri – generati sul territorio e calcolati dalla società di marketing turistico Jfc – dei campionati mondiali di sci che si svolgeranno a Cortina d’Ampezzo dal 7 al 21 febbraio: due settimane di gare che garantiranno alla “Perla delle Dolomiti” e all’intero Cadore una visibilità internazionale in oltre 70 nazioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Una cifra, questa, decisamente inferiore a quanto si sarebbe potuto ottenere con l’apertura agli spettatori ma comunque uno stimolo alla ripartenza di un’economia – quella della “montagna bianca” – che nell’anno in corso vivrà la sua più breve e dolorosa stagione.
“Con la sola presenza degli atleti, dei loro staff, degli organizzatori e dei giornalisti – afferma Massimo Feruzzi, amministratore unico di Jfc e responsabile della Ricerca – sul territorio nel corso dei 14 giorni dei Mondiali arriveranno 20.576 presenze alberghiere e un fatturato economico di poco superiore ai 9 milioni di euro. Certo con l’apertura contingentata agli spettatori si sarebbero raggiunti ben altri valori: ovvero 48 milioni di euro e oltre 65 mila presenze, oltre ai day user. In sostanza, in questo caso sarebbero ricaduti in media sul territorio circa 3 milioni 400 mila euro al giorno. Si stimavano 63.800 spettatori totali nei 14 giorni”.
Tuttavia i Mondiali garantiranno un innalzamento del “value brand” di Cortina d’Ampezzo che, in termini di comunicazione internazionale, supererà il valore di 33 miliardi di euro, con un incremento valoriale – proprio grazie agli stessi Mondiali, di oltre 5 miliardi di euro. La presenza sui circuiti televisivi mondiali e l’intensa attività digital permetteranno infatti al territorio di innalzare fortemente il proprio appeal internazionale, e di conseguenza rendere questa destinazione e il suo territorio ancora più desiderata.
“Si rileva, inoltre, come le strutture ricettive del territorio cortinese – continua Feruzzi – abbiano deciso di applicare significativi incrementi alla proprie tariffe: basti pensare che, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, l’incremento medio è stato pari al +114,9%, con un prezzo medio room/night che passa dai 370 euro per le strutture 3 stelle ai 579 euro per i 4 stelle, per toccare i 1.091 euro per gli hotel 5 stelle”.

Economia tutte le notizie in tempo reale. Informati, leggile e condividile! Sono sempre complete ed aggiornate!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 29 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 21:38 DI MARTEDì 12 GENNAIO 2021

ALLE 15:45 DI GIOVEDì 14 GENNAIO 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Petrolio: ancora in rialzo, Wti a 53,77 dollari
Guadagna anche il Brent a 57,2 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
21:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo del petrolio è ancora in rialzo. Il Wti con consegna a febbraio guadagna l’1,07% salendo a 53,77 dollari al barile, mentre il Brent quotato a Londra sale dell’1,15% a 57,23 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro stabile a 1,2214 dollari
La moneta unica è poco mossa anche rispetto allo yen a 126,65
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
08:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro poco mosso in avvio di giornata.
La moneta unica scambia a 1,2214 dollari, con una variazione al rialzo di appena lo 0,06%.
Rispetti allo yen il rapporto di cambio è invece di 126,65 con una variazione di -0,01%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo in lieve rialzo a 1.860 dollari l’oncia
Su mercati asiatici guadagno dello 0,26%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
08:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo dell’oro è in lieve rialzo sui mercati asiatici. Il metallo con consegna immediata avanza dello 0,26% a 1.859,65 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia brillante, fiducia in stimoli Usa, Tokyo +1,04%
Nuovo rialzo greggio sopra 53 dollari, atteso intervento Lagarde
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
08:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse in forte rialzo in Asia e Pacifico, ad eccezione di Shanghai (-0,27%), Hong Kong (-0,11%) e Mumbai (-0,13%), entrambe ancora aperte. La campagna di vaccini ormai avviata ovunque e le prospettive di maggiori stimoli all’economia negli Usa con l’imminente insediamento del nuovo presidente Joe Biden hanno spinto i listini orientali portando Tokyo (+1,04%) su nuovi massimi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Meglio ha fatto Taiwan (+1,74%), più caute Seul (+0,71%) e Sidney (+0,11%). Positivi i futures sull’Europa e su Wall Street. Prosegue la marcia rialzista del greggio, con il Wti (+0,9%) in progresso a 53,7 dollari al barile. Positive le quotazioni dei metalli, in equilibrio l’oro, in lieve calo l’acciaio (-0,3%). Dollaro stabile nei confronti dell’euro a quota 1,22, debole invece a 103,67 yen e a quasi 1,37 sulla sterlina.
Atteso nella mattinata un intervento della presidente della Bce Christine Lagarde. In arrivo la produzione industriale in Italia e nell’Ue, mentre, dagli Usa, sono previste le richieste settimanali di mutui e il tasso d’inflazione. In rialzo sulla piazza di Tokyo i tecnologici Advantest (+5,45%), Tokyo Electron (+5,27%) e Tdk (+4,33%). Segno meno per gli automobilistici Suzuki (-2,11%) e Toyota (-0,58%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in calo, -0,15%
Indice Ftse Mib 22.611 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 gennaio 2021
09:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in calo per Piazza Affari.
L’indice Ftse Mib cede lo 0,15% a 22.611 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa poco mossa in apertura, Londra +0,05%
In calo Parigi (-0,04%) e Francoforte (-0,19%), Madrid +0,1%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
09:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee poco mosse in apertura di sedute. Londra guadagna lo 0,05% a 6.758 punti, Parigi cede lo 0,04% a 5.648 punti e Francoforte lo 0,19% a 13.899 punti.
In rialzo Madrid (+0,1% a 8.354 punti).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano gira in rialzo (+0,1%), bene Azimut e Saipem
Spread a 114, salgono Moncler ed Eni, giù Leonardo e Banco Bpm
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
09:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari gira in positivo dopo un avvio debole. L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,13% a 22.675 punti, sostenuto da Azimut (+2,14%), sull’onda lunga delle stime sull’utile 2020 diffuse nella vigilia, e Saipem (+1,4%), che insieme ad Eni (+1,06%) trae vantaggio dal nuovo rialzo segnato dal greggio, con il Wti a 53,65 dollari al barile.
Risale Prysmian (+1,46%), penalizzata ieri dal collocamento accelerato del 3,72% da parte di Clubtre (Tip). Bene Moncler (+1,55%), Atlantia (+0,93%) e Tim (+0,66%), poco mossa Unicredit (-0,04%), il cui Cda si riunisce oggi per fare il punto sulla ricerca del successore del dimissionario amministratore delegato Jean Pierre Mustier. In territorio negativo Leonardo (-1,91%), parte lesa di un’inchiesta della magistratura milanese su presunte tangenti, che coinvolge anche due controllate di Google per le somme di denaro trasferite tra i sospettati.
Lo spread in rialzo oltre quota 114 punti frena i bancari Banco Bpm (-1,38%), Intesa (-0,93%) e Bper (-0,78%). Prese di beneficio su Pirelli (-0,53%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: commissario vede i sindacati, rischi per stipendi
Criticità per la difficile tenuta finanziaria
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
11:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il commissario straordinario di Alitalia Giuseppe Leogrande ha convocato urgentemente nella serata di ieri i sindacati. Lo si apprende da fonti sindacali, che spiegano come il commissario abbia illustrato la “criticità del momento”, caratterizzata dal fatto che la “difficile tenuta finanziaria dell’azienda”, che già a dicembre ha generato ritardi nella erogazione degli stipendi, si ripresenterà, se non cambiano le condizioni economiche e di mercato, anche nei prossimi mesi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa cauta, attesa per stagione conti, Milano -0,1%
Spread sale a 114, sprint Telefonica dopo cessione e Carrefour
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
10:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si muovono con cautela le principali borse europee, in attesa della stagione dei conti che si inaugura di fatto con i risultati di JpMorgan e Wells Fargo in calendario per venerdì 15 gennaio. Pesano le misure restrittive adottate dai vari Paesi, nonostante sia ormai a regime un po’ ovunque la campagna vaccinale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gira di nuovo in calo Piazza Affari (-0,15%), con lo spread in rialzo a 114 punti per le tensioni politiche all’interno della maggioranza di governo. Tengono invece Francoforte (+0,02%), Parigi (+0,14%), Londra e Madrid, entrambe in parità. Sprint di Telefonica (+8,2%), che ha ceduto la propria divisione torri in Europa e in America Latina ad America Tower per 7,7 miliardi di euro.
Seguono a distanza Tele 2 (+1,85%) e Vodafone (+1,4%), cauta invece Tim (+0,4%) in Piazza Affari, dove corrono Moncler (+2,44%) e Inwit (+1,56%) a differenza di Leonardo (-1,8%), parte lesa in un’inchiesta per tangenti internazionali, Fineco (-1,64%), Mediolanum (-1,5%) e Banco Bpm (-1,27%). Fanno peggio a Francoforte Commerzbank (-2%) e a Londra Hsbc (-1,77%). Prese di beneficio a Madrid per Sabadell (-09,92%) dopo la corsa della vigilia. In campo petrolifero emergono Bp (+2%), Total (+1,9%) e Shell (+1,6%). Più cauta invece Eni (+1,1%). Sugli scudi Carrefour (+9%), avvicinata dalla canadese Couche-Tard per una possibile acquisizione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: commissario vede sindacati, rischi per stipendi
Smentite notizie su bando gara per il solo marchio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
10:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il commissario straordinario di Alitalia Giuseppe Leogrande ha convocato urgentemente nella serata di ieri i sindacati. Lo si apprende da fonti sindacali, che spiegano come il commissario abbia illustrato la “criticità del momento”, caratterizzata dal fatto che la “difficile tenuta finanziaria dell’azienda”, che già a dicembre ha generato ritardi nella erogazione degli stipendi, si ripresenterà, se non cambiano le condizioni economiche e di mercato, anche nei prossimi mesi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il commissario, secondo quanto si apprende, avrebbe fatto presente anche che l’instabilità del quadro politico ed un’eventuale crisi di governo potrebbero inoltre non dare certezze sulle tempistiche di nascita della nuova Ita, con aggravio sull’amministrazione straordinaria. In questo quadro, riferiscono le stesse fonti, per il commissario vanno messe in campo tutte le azioni disponibili per preservare quanto più a lungo possibile le risorse economiche in modo da garantire la continuità aziendale fino al decollo della newco.
Il commissario ha anche smentito le notizie di stampa inerenti presunte procedure di bandi di gara per la vendita del marchio o degli slot o della parte aviation separatamente, spiegando di non aver presentato alcuna istanza di vendita e indicando l’intenzione di preservare il valore aziendale dell’insieme degli asset. Il commissario, secondo quanto si apprende, avrebbe detto di prediligere la trattativa privata, ma sul tema sono comunque in corso le interlocuzioni con tra Governo e Commissione Ue.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Industria: Istat, produzione novembre -1,4%, -4,2% annuo
Calo annuo maggiore per beni consumo (-9,8%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
10:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A novembre 2020 la produzione industriale italiana diminuisce sia su base congiunturale sia in termini tendenziali. Lo rileva l’Istat precisando di aver registrato un calo dell’1,4% rispetto a ottobre e del 4,2% a livello annuale (i giorni lavorativi di calendario sono stati 21 contro i 20 di novembre 2019).
L’Istat spiega che “tutti i comparti risultano in diminuzione su base annua, particolarmente accentuata per i beni di consumo” in calo del 9,8%.
Nella media del trimestre settembre-novembre il livello della produzione segna invece un rialzo del 2,1% rispetto al trimestre precedente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano di nuovo positiva (+0,2%), spread giù a 113
In rialzo Azimut e Inwit, bene petroliferi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
10:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gira di nuovo in positivo Piazza Affari dopo un improvviso saliscendi a seguito di un avvio debole. L’indice Ftse Mib sale dello 0,2%, mentre lo spread tra Btp e Bund tedeschi scende a 113 punti nel giorno in cui Matteo Renzi potrebbe annunciare il ritiro dei ministri di Italia Viva dal Governo.
L’apposita conferenza stampa è convocata per le 17.30, ora di chiusura della Borsa.
Proseguono i rialzi per Azimut (+1,98%), sull’onda delle stime sull’utile, Moncler (+2%), dopo un recente report di Mediobanca, Inwit (+2,1%), sulla scia della cessione delle torri di Telefonica ad American Tower, e Prysmian (+2,09%), che si riporta al valore del collocamento veloce di Clubtre sul 3,72%.
Bene Saipem (+1,74%) ed Eni (+0,95%) spinte dal rialzo del greggio, mentre cedono Leonardo (-1,54%), parte lesa in un’indagine su presunte tangenti internazionali, Fineco (-1,43%), Exor (-1,12%), Banco Bpm (-1,19%), Mediolanum (-1%) e Intesa (-0,89%). Invariata Unicredit, il cui Cda si riunisce oggi per fare il punto sulla successione a Jean Pierre Mustier, l’amministratore delegato in uscita.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Telefonica: cede Telxius, operazione da 7,7 miliardi
Plusvalenza di 3,5 mld sul 51% per tagliare debito
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
11:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Telefonica, con i suoi partner i fondi Kkr e Pontegadea, ha ceduto la controllata Telxius, la società che possiede 30.772 siti in Europa e in America Latina, per 7,7 miliardi di euro. L’operazione è, dopo la vendita da parte di Hutchison di tutti i suoi siti in Europa per quasi 10 miliardi a fine 2020, la seconda in ordine di importanza.
Telefonica per il suo 51% riceverà 3.850 milioni di euro e “la plusvalenza si stima sia di circa 3,5 miliardi di euro” sottolinea una nota. Verrà usata per ridurre l’indebitamento che scenderà a circa 4,6 miliardi di euro con un leverage ratio (Debito netto/margine operativo lordo) di circa 0,3 volte.
L’annuncio ha fatto scattare il prezzo delle azioni di quasi il 10% all’apertura, vicino ai 4 euro per azione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa rallenta dopo Lagarde su Pepp, Milano -0,2%
Spread risale a 114 punti, prosegue corsa Telefonica e Carrefour
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
12:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Rallentano le principali borse europee dopo che la presidente della Bce Christine Lagarde ha detto che la Bce “è pronta a ricalibrare” gli acquisti di titoli, senza necessariamente usare l’intera dotazione di 1.850 miliardi del Pepp. Milano cede lo 0,2% insieme a Francoforte, Londra e Madrid lo 0,15% mentre Parigi appare invariata.

Migliori delle stime i dati sulla produzione industriale in Italia e in Europa, negativi i futures Usa, mentre il greggio riduce il rialzo pur restando sopra la soglia dei 53 dollari per il barile Wti e lo spread riprende a salire sopra quota 114 punti.
Confermati gli acquisti sui petroliferi Bp (+0,9%), Total (+0,8%) e Shell (+0,75%), mentre Eni riduce il calo allo 0,4%.
Prosegue la corsa di Telefonica (+9,78%), dopo la cessione delle proprie torri ad American Tower, e soprattutto di Carrefour (+13,64%), che sta discutendo con la canadese Couche-Tard una possibile fusione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
S&P, Pil Europa a due velocità, balzo Italia +5,3% nel 2021
Covid spinge risiko banche, aziende a livello pre-crisi nel 2022
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
13:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2021 il Pil in Europa racconterà “due storie” con una probabile contrazione nella prima metà dell’anno ed una forte ripresa nel secondo semestre.
In Italia è prevista una crescita del Pil del 5,3%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ la previsione di S&P Global Ratings illustrata nel corso di una conferenza stampa.
“Il 2021 riserverà una probabile contrazione iniziale del Pil e una forte ripresa nella seconda parte, guidata dai servizi, assumendo che sia stata raggiunta una immunità di gregge”, ha detto Sylvain Broyer, Chief Economist Emea di S&P Global Ratings.
Sul fronte del sistema bancario, il Covid non farà altro che accelerare il processo di “cambiamento strutturale del sistema con un consolidamento”, ha evidenziato Mirko Sanna, director financial institutions, S&P Global Ratings. Ci sono alcune situazioni “come quella di Mps – ha aggiunto – con il Governo che ha detto che è un tema da risolvere nel corso del 2021 e che potrebbe accelerare il processo di consolidamento. C’è da considerare poi che ci sono ulteriori benefici fiscali previsti per le banche o più in generale per le banche che effettueranno consolidamento”.
I ricavi delle aziende italiane torneranno a “livelli pre-covid nel 2022”, ha detto Renato Panichi, senior director corporate ratings, S&P Global Ratings. La ripresa non sarà “standard ha aggiunto – come abbiamo potuto vedere nelle crisi precedenti. Nel 2020 abbiamo fatto molte azioni di rating.
Attualmente il 42% delle aziende italiane che ha un outlook negativo, in linea con la media europea. Quindi non abbiamo un caso Italia perchè siamo perfettamente allineati”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano debole (-0,2%), pesa incertezza, spread a 114
Prevalgono vendite su Leonardo, Banco Bpm, Intesa e Unicredit
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
13:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prevalgono le vendite in Piazza Affari (Ftse Mib -0,2%), con lo spread tra Btp e Bund tedeschi in rialzo a 114 punti, nel giorno in cui si potrebbe consumare la rottura nella maggioranza di governo con l’addio di Italia Viva. Segnano il passo Leonardo (-2,27%), parte lesa in un’inchiesta della procura di Milano su presunte tangenti internazionali, Banco Bpm (-1,87%), Mediolanum (-1,7%), Bper (-1,83%), Intesa (-1,5%) e Unicredit (-1,46%), nel giorno in cui si riunisce il Cda per esaminare il dossier sul nuovo amministratore delegato in sostituzione del dimissionario Jean Pierre Mustier.
Più cauta Mps (-1%) che prevede, secondo indiscrezioni di stampa, di chiudere il 2021 con un rosso di 562 milioni di euro, dimezzandolo rispetto al 2019, per poi tornare in utile nel 2022. In rialzo Hera (+3,65%), Inwit (+2,2%), sulla scia della cessione delle torri di Telefonica ad American Tower, Azimut (+2,2%), che ieri ha diffuso le stime sull’utile del 2020, Moncler (+1,79%) e Nexi (+1,37%). Riducono il rialzo Saipem (+0,75%) e soprattutto Eni (+0,2%), con il greggio Wti che resiste sopra quota 53 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa debole, futures Usa in rosso, Milano -0,1%
Attesa per stagione conti, rally Carrefour e Telefonica
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
14:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Procedono in calo le principali borse europee in attesa della stagione dei risultati di fine esercizio delle società quotate, che si inaugura il prossimo venerdì 15 gennaio. Sono attesi per quella data infatti i conti di JpMorgan e Wells Fargo.
Attenua il calo Piazza Affari (-0,1%), con lo spread in rialzo a 114 punti per le tensioni politiche all’interno della maggioranza di governo. Si muovono sotto la parità anche Parigi (-0,08%), Madrid (-0,12%), e Londra (-0,14%), più debole invece Francoforte (-0,35%). Sugli scudi Carrefour (+14%), che sta discutendo un possibile matrimonio con la canadese Cuche-Tard, e Telefonica (+10,45%), che ha ceduto la propria divisione torri in Europa e in America Latina ad America Tower per 7,7 miliardi di euro. In campo bancario soffrono cedono Hsbc (-2,4%), , Ing (-2,11%) e , in Piazza Affari, Bpm (-1,76%), Intesa (-1,43%), Unicredit (-1,1%), Bper (-0,96%) ed Mps (-0,8%). Il greggio Wti assestato sopra ai 53 dollari favorisce Total (+1,2%) e Bp (+0,95%), lasciando indifferenti Shell ed Eni (+0,3% entrambe).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano torna in rialzo (+0,4%), ma banche in rosso
Incerti i petroliferi. Pesante Leonardo, corrono Hera e Azimut
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
15:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Torna nuovamente in rialzo Piazza Affari (+0,4%), in una giornata di oscillazioni per l’incertezza sulle sorti del governo, mentre il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, lavora al Recovery Plan, con una serie di modifiche. Con lo spread fermo intorno a 114 punti, in rosso le banche, a partire da Banco Bpm (-1,1%), Bper e Intesa (-1% entrambe), Unicredit (-0,4%) nel giorno del Cda per restringere il cerchio sul nome del nuovo ceo.
Giù Mps (-1,3%), col piano che prevederebbe un rosso di oltre 500 milioni per il 2021, per tornare in utile l’anno successivo.
Sofferenti Leonardo (-1,5%), parte lesa in un’inchiesta della procura di Milano su presunte tangenti internazionali, Pirelli (-1,1%), Buzzi (-0,9%). Corrono Hera (+4,4%) e Azimut (+3,8%), che ieri ha diffuso le stime sull’utile del 2020, bene Atlantia (+2,3%) e Inwit, sulla scia della cessione delle torri di Telefonica ad American Tower, Moncler (+2,1%) nel lusso. Bene alcuni petroliferi, come Saipem (+0,9%) e Eni (+0,8%), non Tenaris (-0,4%), col greggio in rialzo (wti +0,7%) a 53,6 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa positiva tranne Londra (-0,08%)
Future Usa in negativo, male beni voluttuari e finanza
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
15:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Hanno girato in positivo, tranne Londra (-0,08%) le principali Borse europee, con la presidente della Bce, Christine Lagarde ha detto che la Bce “è pronta a ricalibrare” gli acquisti di titoli, mentre restano in negativo i future Usa. La migliore è Parigi (+0,3%), seguita da Madrid (+0,1%) e Francoforte (+0,08%).
Ancora meglio Milano (+0,4%), nonostante le incertezze sulle sorti del governo e col ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, al lavoro su modifiche al Recovery Plan, e il premier, Giuseppe Conte, salito al Quirinale per un incontro interlocutorio. Sullo sfondo le misure per contrastare la pandemia da Covid 19 in molti Paesi. Poco mosso l’oro (+0,1%) a 1.856 dollari l’oncia.
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, guadagna lo 0,1%, sostenuto da servizi di comunicazione e energia, male beni voluttuari e finanza.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa tiene, nonostante avvio debole Wall Street
In rosso le banche, incerti i petroliferi, col greggio in calo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
16:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tengono le principali Borse europee, tranne Londra (-0,04%), nonostante l’avvio debole di Wall Street, mentre la Camera si prepara ad approvare il secondo impeachment per il presidente uscente, Donald Trump, e restano i problemi della pandemia da Covid 19, sia sul fronte sanitario che economico. Qualche lieve segnale di preoccupazione dall’oro (+0,2%) a 12858 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La migliore è Parigi (+0,4%), seguita da Madrid e Francoforte (+0,2%), mentre è piatta Londra.
Bene Milano (+0,4%), con lo spread sopra 114 punti, col Paese vive l’incertezza sul governo, mentre il ministro dell’Economia Gualtieri lavora a modifiche al Recovery Fund e il premier Conte è salito al Quirinale per un incontro interlocutorio.
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, guadagna lo 0,2%, trainata da servizi di comunicazione e investimenti immobiliari. Bene i semiconduttori, in particolare Soitec (+2,9%) e ams (+2,5%). In forma la maggioranza dei farmaceutici, soprattutto Bayer (+3,7%) e Orion (+1,9%), in controtendenza altri, come Ipsen (-1,6%) e Roche (-1,3%).
Male le auto, in testa Renault (-2,3%) e Daimler (-1,5%), Eccezione Fca (+0,04%), annunciato il dividendo straordinario.
Praticamente tutte in rosso le banche, a iniziare da Banco de Sabadell (-3,8%) e Dnba (-2,3%). In ordine sparso i petroliferi, con guadagni per alcuni, come Koninklijke (+2%) e Lundin (+0,5%) e perdite per altri, quali Neste Oyj (-1,8%), Galp (-2%) e Polski Koncern (-2,8%), col greggio in calo (-1%) a 52,6 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco: sindacati, da lunedì ripartono cartelle
Lo comunicano dopo incontro con Entrate-Riscossione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
16:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’attività di notifica delle cartelle e degli atti ripartirà dal 18 gennaio, conseguentemente è necessario organizzarsi per rispondere alla domanda di servizi che aumenterà progressivamente. Saranno incrementate le presenze giornaliere agli sportelli e nel limite del 50%, negli uffici interni”.
Lo comunicano i sindacati di categoria (Fabi, First, Fisac, Uilca) dopo un incontro oggi con l’Agenzia delle entrate – Riscossione.   ECONOMIA   POLITICA   VAI ALLA TECNOLOGIA   VAI ALLE NOTIZIE DEL PIEMONTE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano migliora (+0,6%), non le banche
Bene utility e Azimut,giù Leonardo, debole Fca pur con dividendo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
17:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Migliora Piazza Affari verso fine seduta (+0,6%), dopo che il premier Conte, salito al Quirinale per un incontro interlocutorio, ha affermato di lavorare a “un patto di legislatura”. Lo spread è sceso a 110 punti, ma non vanno bene le banche, da Banco Bpm (-1,3%) a Unicredit (-1,1%) nel giorno del Cda per restringere il cerchio sul nome del nuovo ceo, Bper (-0,9%), Intesa (-0,6%) e Mps (-0,9%), col piano che avrebbe un rosso di oltre 500 milioni per il 2021, per tornare in utile l’anno successivo.
Pesante Leonardo (-1,6%), parte lesa in un’inchiesta della procura di Milano su presunte tangenti internazionali, giù Buzzi (-1,3%). Debole Fca (-0,3%) come il comparto, nonostante l’annuncio di un referendum straordinario.
In ordine sparso i petroliferi, con guadagni per Saipem (+0,8%) e Eni (+0,5%) e perdite per Tenaris (-0,7%), col greggio tornato in lieve rialzo (wti +0,1%) a 53,3 dollari al barile.
Sprint di Azimut (+3,9%), il giorno dopo le stime sull’utile del 2020, Hera (+2,9%) e Italgas (+2,8%). Bene tra i farmaceutici Diasorin (+2,5%) e Recordati (+1,8%), nel lusso Moncler (+2,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude ottimista (+0,4%)
Il Ftse Mib a 22.743 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 gennaio 2021
17:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura ottimista per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,43% a 22.743 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in rialzo, tranne Londra (-0,1%)
Parigi (+0,2%), Francoforte e Madrid (+0,1%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
17:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rialzo, tranne che per Londra (-0,13%) a 6.745 punti, per le principali Borse europee.
La migliore è stata Parigi (+0,21%) a 5.662 punti, seguita da Madrid (+0,18%) a 8.361 punti e Francoforte (+0,11%) a 13.939 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: su Milano (+0,4%) pur con dubbi su governo, giù banche
Bene utility e farmaceutici. Guadagna Azimut, perde Leonardo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
18:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura positiva per la Borsa di Milano, dopo una giornata di oscillazioni, con l’incertezza sulle sorti del governo e sullo sfondo i problemi sanitari ed economici del Covid 19. Un risultato linea con le principali Piazze europee, mentre Wall Street si è mostrata debole in attesa del voto alla Camera sull’impeachment per il presidente uscente, Donald Trump, e sono stati annunciati timori di tensioni in vista dell’insediamento di Joe Biden, il 20 gennaio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banche tutte in rosso, in linea col comparto in Europa, da Bper (-1,2%) a Banco Bpm (-1%), Unicredit (-0,8%) nel giorno del Cda sulla stretta per i nomi per il nuovo ceo, Intesa (-0,4%) e Mps (-0,7%), col piano che avrebbe un rosso di oltre 500 milioni per il 2021, per tornare in utile l’anno successivo. Spread Btp-Bund chiuso in rialzo a 112 punti. In ordine sparso i petroliferi, con un calo per Tenaris (-1,4%), Eni piatta (+0,07%) e Saipem in rialzo (+0,6%), col greggio in discesa a sera (wti -0,5%) a 52,9 dollari al barile. Sofferenti Leonardo (-1,9%), parte lesa in un’inchiesta della procura di Milano su presunte tangenti internazionali, Pirelli (-1%) e Buzzi (-0,9%).
In rosso Fca (-0,4%), nonostante l’annuncio del dividendo straordinario.
Migliore del listino principale Azimut (+3,8%), il giorno successivo alle stime sull’utile del 2020. Bene le utility, soprattutto Hera (+2,9%), approvato il piano al 2024, e Italgas (+2,7%), tra i farmaceutici Diasorin (+2,7%) e Recordati (+1,7%), nel lusso Moncler (+2,3%) e Cucinelli (+2,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ryanair:Consalvo(Trieste Airport) tagliati 11 scali italiani
Dal 18 gennaio al 27 marzo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
13 gennaio 2021
18:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La compagnia aerea Ryanair ha tagliato tutti i collegamenti aerei in 11 aeroporti italiani per un periodo di dieci settimane, a partire da lunedì prossimo 18 gennaio fino al 27 marzo. In altri scali, grandi, sui quali operava, come Napoli e Venezia, ha ridimensionato drasticamente i voli.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha spiegato Marco Consalvo, a.d. del Trieste Airport, uno di quelli in cui la compagnia irlandese ha tagliato tutti i collegamenti.
Ovviamente, la misura è stata presa in seguito al peggioramento della situazione pandemica e alle conseguenti misure restrittive adottate che consentono ai passeggeri di volare soltanto per fondate e improcrastinabili ragioni. Una situazione che, secondo Consalvo, “si protrarrà fino a marzo.
Gli operatori del settore sperano infatti che, se la pandemia lo consentirà, da aprile progressivamente e in modo molto lento, potrebbe esserci una sorta di ripresa”.
Nello scalo triestino dallo scorso mese di aprile i circa 130 dipendenti sono in cassa integrazione.
Nei giorni scorsi Ryanair aveva annunciato il taglio delle stime sui passeggeri trasportati nell’esercizio che si chiuderà il prossimo 31 marzo. Secondo la compagnia il traffico a gennaio scenderà sotto gli 1,25 milioni di passeggeri, con la possibilità che a febbraio e marzo cali fino a quota 500 mila.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Generali: Donnet pronto a riorganizzare prime linee gruppo
Bloomberg, in bilico De Courtois e Ryan
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
19:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Ceo di Generali, Philippe Donnet, sta lavorando a una riorganizzare il gruppo, a partire dalle prime linee del management, per rendere più efficaci le strategie, di recente aggiornate, nell’ultimo anno del piano di fronte a uno scenario mutato dal covid. E la proposta di Donnet dovrebbe finire sul tavolo del Cda già questo mese o agli inizi di febbraio.
E’ quanto si apprende da fonti finanziarie a conferma delle anticipazioni di Bloomberg, che la compagnia non commenta. Secondo Bloomberg il direttore generale Frederic De Courtois e il Cio Timothy Ryan sono fra i top manager che potrebbero dover fare un passo indietro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura poco mossa (-0,15%)
Nikkei arretra dai massimi in 30 anni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
14 gennaio 2021
01:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo arretra dai massimi in 30 anni e inizia la seduta poco variata, in attesa dei dati sul commercio dalla Cina per il mese di dicembre e mentre rimane preoccupante il livello di crescita dei contagi del coronavirus in Giappone. In apertura il Nikkei segna una variazione appena negativa dello 0,15% a quota 28.413,53, con una perdita di 43 punti.
Sul mercato dei cambi lo yen torna a guadagnare terreno sul dollaro a 103,60 e sull’euro a 126,20.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tesla, agenzia sicurezza Usa chiede richiamo 158 mila auto
Problemi telecamera posteriore, rischio incidenti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
06:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’agenzia americana per la sicurezza stradale Nhtsa (National Highway Traffic Safety Administration) chiede a Tesla di richiamare 158.000 auto negli Stati Uniti per una questione di sicurezza legata all’esaurimento della memoria nel computer di bordo, in particolare nel sistema di infotainment (Mcu).
Le auto interessate sono le berline Model S prodotte tra il 2012 e il 2018 e i suv da città Model X prodotti dal 2016 al 2018, secondo una lettera inviata al produttore di veicoli elettrici.

“Durante un guasto dell’Mcu lo schermo del computer di bordo diventa nero e la telecamera di sicurezza di visione posteriore non è più disponibile per il conducente. Ciò aumenta il rischio di incidenti, che possono potenzialmente portare a lesioni o addirittura alla morte”, spiega Nhtsa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: contrastato in avvio giornata, Wti a 52,95 dollari
Brent scende a 56,03 preoccupa ripresa virus in Cina
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
08:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio contrastate sul mercato after hour di New York con le notizie sulla ripresa del virus in Cina che spingono le preoccupazioni sull’andamento dell’economia. Il greggio Wti passa di mano a 52,95 dollari al barile, 3 centesimi sopra le quotazioni di ieri sera a fine giornata; il Brent è in calo a 56,03 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo in lieve calo a 1.841 dollari l’oncia
Su mercati asiatici cede lo 0,2%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
08:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro in calo sui mercati asiatici. Il metallo prezioso cede lo 0,2% a 1.841 dollari l’oncia, con gli investitori in attesa dei nuovi sviluppi dopo i nuovi contagi verificatisi in Cina che fanno temere una nuova fiammata di Covid.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund apre in lieve rialzo a 114 punti
Il rendimento del decennale italiano è allo 0,61%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
08:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata senza scossoni, dopo l’avvio di fatto della crisi di governo per lo spread tra Btp e Bund che segna 114 punti base, 2 in più della chiusura di ieri. Il rendimento del titolo decennale italiano è allo 0,61%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia contrastata, attesa Bce e Powell, Tokyo +0,85%
Ordini Giappone meglio di stime, in arrivo Pil Germania
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
08:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse contrastate in Asia e nel Pacifico dopo gli ordinativi di macchinari giapponesi migliori delle stime degli analisti, in attesa del Pil della Germania e dei verbali della Bce sulla politica monetaria. In serata poi prende la parola il presidente della Fed Jerome Powell.
In arrivo dagli Usa le nuove richieste di sussidi di disoccupazione.
Tokyo ha guadagnato lo 0,85%, Seul lo 0,05% e Sidney lo 0,43%. In rosso Shanghai (-0,91%) e Shenzhen (-1,92%), ancora aperte Hong Kong (+0,77%) e Mumbai (+0,13%). Positivi i futures sui listini europei, compresa Piazza Affari, e su quelli Usa. In lieve rialzo il greggio Wti che si mantiene a 53 dollari al barile, debole l’oro (-0,8% a 1.839 dollari l’oncia). Risale il dollaro a 1,21 sull’euro e a 104,9 sullo yen, a tutto vantaggio dei titoli dei grandi esportatori giapponesi come Bridgestone (+5,12%) e Yokohama (+1,68%), tra i produttori di pneumatici, e Seiko (+3,2%), Canon (+1,99% dopo i conti preliminari) e Tdk (+1,4%) in campo elettronico.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre poco variata, -0,04%
Indice Ftse Mib a quota 22.732 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 gennaio 2021
09:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura poco variata per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib cede lo 0,04 % a 22.732 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa poco mossa in apertura, Londra +0,06%
Bene Francoforte (+0,24%), Parigi -0,01% e Madrid -0,06%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
09:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di seduta poco mosso per le principali borse europee ad eccezione di Francoforte (+0,24% a 13.973 punti). Londra guadagna lo 0,06% a 6.749 punti, Parigi cede lo 0,01% a 5.662 punti e Madrid lascia sul campo lo 0,06% a 8.360 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano sale (+0,1%), sprint Fca, bene Tim, giù Diasorin
Mercato attende sviluppi crisi governo, spread oltre 114 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
09:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari resiste al ritiro dei ministri di Italia Viva dal Governo Conte bis in attesa di sviluppi della crisi che si è creata. L’indice Ftse Mib, poco mosso in apertura, si è mantenuto stabile nella prima mezz’ora di scambi, per salire poi dello 0,1% a 22.810 punti.
Segno, spiegano in una sala operativa, che il mercato si aspetta una soluzione rapida dell’impasse che si è creata. In luce Fca (+3,34%), che nella vigilia ha annunciato il dividendo straordinario e incondizionato da cui sono esclusi i soci di Peugeot (+2,87% a Parigi). La seguono a distanza A2a e Tim (+0,8% entrambe). Lo spread in rialzo a 114,6 punti non influisce più di tanto sui bancari, che oscillano intorno alla parità. In lieve calo Banco Bpm (-0,2%), Intesa (-0,33%), Mps (-0,45%) e Creval (-0,36%), in simmetrico rialzo Bper (+0,15%) e Unicredit (+0,35%). Il greggio poco mosso (Wti +0,4% a 53,12 dollari al barile) non smuove Eni (-0,1%) e Saipem (-0,16%).
Prese di beneficio su Azimut (-0,87%), debole Diasorin (-0,8%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Carrefour: tonfo in Borsa dopo ‘no’ Le Maire a Couche-Tard
Titolo cede oltre il 7% sulla piazza di Parigi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
10:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vero e proprio scivolone in Borsa di Carrefour a Parigi, all’indomani del parere contrario del ministro dell’economia francese Bruno Le Maire all’offerta dei canadesi di Couche-Tard. Il titolo, che ieri ha guadagnato oltre il 13% sulla scia dell’annuncio delle trattative tra i due gruppi, segna oggi un calo del 7,24% a 16,27 euro.
Parlando a una Tv francese ieri Le Maire si è detto “a priori non favorevole a questa operazione”, sostenendo che Carrefour è un “anello essenziale della catena della sicurezza alimentare dei francesi per la loro sovranità alimentare”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa positiva dopo Pil Germania, Milano +0,17%
Calo indice inferiore a stime, spread supera quota 115 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
10:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee positive dopo il dato sul Pil annuale tedesco, sceso del 5%, 0,2 punti in meno meno delle stime degli analisti. In rialzo a 115,6 punti lo spread tra Btp e bund tedeschi dopo il ritiro dei ministri di Italia Viva dal Governo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il mercato procede con cautela in attesa di sviluppi della crisi. Positivi i futures Usa. In arrivo a fine mattinata i verbali dell’ultimo Esecutivo della Bce, mentre dagli Usa sono attese le richieste di sussidi di disoccupazione e l’intervento del presidente della Fed Jerome Powell, a meno di una settimana dall’insediamento del nuovo presidente Joe Biden.
Milano sale dello 0,17%, più di Madrid (+0,15%), ma meno di Francoforte (+0,37%), Londra (+0,3%) e Parigi (+0,23%). In calo il greggio (Wti -0,08% a 52,86 dollari), che si riporta sotto quota 53 dollari al barile. In calo anche l’oro (-0,6% a 1.843 dollari l’oncia), mentre l’euro è stabile a 1,215 dollari e la sterlina balza a 1,365 sul biglietto verde.
In rialzo i petroliferi Shell (+1,1%), Bp (+0,92%) e Total (+0,45%), più cauta invece Eni (+0,13%). Acquisti su Commerzbank (+1,67%), Sabadell (+1,46%) e SocGen (+1,42%), mentre vanno più piano Unicredit (+0,45%), Intesa (+0,12%) e Banco Bpm (+0,03%).
Acquisti su Peugeot (+3,95%), che ha diffuso i dati sulle vendite annue. Bene anche Volkswagen (+3,26%), sprint di Fca (+5,18%), che stacca domani la cedola straordinaria, sotto pressione Renault (-2,61%), che ha annunciato il piano al 2025.
Scivolone di Carrefour (-6,53%) dopo il parere negativo del Governo francese all’offerta di Couche-Tard, prese di beneficio su Telefonica (-1,72%), che era corsa nella vigilia a seguito della cessione delle torri ad American Tower.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Germania: economia soffre, Pil 2020 in calo del 5%
Contrazione inferiore a quella del 2009. Deficit al 4,8%
c
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
14 gennaio 2021
11:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel pieno dell’emergenza Covid, il Pil tedesco nel 2020 ha subito una contrazione del 5% rispetto all’anno precedente, inferiore rispetto a quello registrato nella crisi finanziaria del 2009, quando segnò -5,7%.
Lo rende noto l’Istituto di statistica Destatis aggiungendo che il deficit è salito al 4,8%.
Si tratta del secondo livello più alto mai raggiunto dalla riunificazione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano accelera (+0,5%), crisi non spaventa mercato
Investitori seguono sviluppi, spread sotto quota 113, corre Fca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
11:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari non teme la crisi di governo e gli investitori stanno a guardare, seguendo gli sviluppi del quadro politico. E’ quanto emerge dal giudizio di alcune sale operative, dove viene sottolineato che il presidente del consiglio Giuseppe Conte ha dato un “chiaro segnale di voler proseguire con il suo mandato” e dunque “è opportuno seguire l’evoluzione della situazione prima di prendere decisioni”.

L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,5% a 22.857 punti, alla pari con Francoforte e davanti a Parigi e Madrid (+0,3% entrambe). Solo Londra (+0,68%) riesce a fare meglio.
Sul listino milanese corre Fca (+5,23%), che domani stacca il dividendo straordinario, prima del debutto in borsa con il nuovo nome di Stellantis, previsto per venerdì 16 a Parigi e a Milano.
Segue Exor (+1,95%), beneficiaria della cedola. Acquisti anche su Ferrari (+1,7%), Cnh (+1,25%) e Tim (+1,38%). Segno meno invece per Diasorin (-1,22%) e Terna (-0,88%). Cauti i bancari Banco Bpm (+0,05%), Unicredit (+0,39%) e Intesa (+0,15%), insieme a Creval (+0,14%), debole Mps (-0,54%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: Unioncamere, a gennaio attesi 346.000 contratti,-25%
Per il primo trimestre previsto calo del 23%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
11:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le imprese intendono stipulare a gennaio poco meno di 346mila contratti di lavoro, il 25,1% in meno di quanto preventivato a gennaio 2020. E’ quanto emerge dal Bollettino mensile del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal secondo il quale la tendenza al ribasso si estende a tutto il primo trimestre 2021 con un calo previsto per i nuovi contratti del 23%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’andamento è molto diverso tra i vari settori economici con primi segnali di crescita tendenziale per le costruzioni (+2,6% nel mese e +13,3% nel trimestre) e per i servizi informatici e delle telecomunicazioni (+4% nel trimestre). Le figure più cercate riguardano i tecnici, specialisti in scienze matematiche, informatiche, chimiche, fisiche e naturali ma anche operai specializzati.
L’impatto dell’emergenza si farà ancora sentire in questi mesi – si legge – sulle attività legate all’alloggio e ristorazione (-52,2% la flessione nel mese e -47,2% nel trimestre), sui servizi operativi di supporto alle imprese (-34,3% e -36,6%), nonché su alcuni comparti del manifatturiero fra cui le industrie della carta, cartotecnica e stampa (-46% e -56,5%) e le industrie tessili, abbigliamento e calzature (-27,7% e -31,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa rallenta con futures Usa, Milano stabile
Spread sfiora quota 120 punti, euro stabile sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
12:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Rallentano le principali borse europee in attesa del verbale dell’ultimo Esecutivo della Bce sui tassi, mentre i futures Usa diventano contrastati, con qualche tensione sul Nasdaq. In rialzo lo spread tra Btp e Bund tedeschi, che sfiora i 120 punti base, mentre l’euro si mantiene stabile sul dollaro all’indomani del ritiro dei due ministri di Italia Viva dal Governo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dalla Germania è emerso un calo del 5% del Pil annuale, inferiore al 5,2% previsto, ma indicatore di una situazione di stallo dell’economia, mentre il greggio Wti scende sotto quota 53 dollari al barile. Milano si porta sulla parità insieme a Parigi. Più debole Madrid (-0,15%) mentre fanno meglio Francoforte (+0,1%) e soprattutto Londra (+0,6%).
Pesa sulla piazza di Parigi Carrefour (-5,4%), dopo il parere negativo del Governo francese sull’offerta della canadese Couche-Tard. Bene invece Peugeot (+3,64%) dopo i dati sulle vendite di auto, nella penultima seduta prima del debutto di Stellantis, frutto della fusione con Fca (+3,68%), nell’ultimo giorno per ottenere il dividendo straordinario da 1,84 euro.
Poco mossa Renault (-0,13%), che ha reso noto il piano strategico.
Acquisti sui petroliferi Bp (+1,3%) e Shell (+0,9%), poco mossa Total (+0,32%), in lieve calo Eni (-0,34%). Prese di beneficio su Telefonica (-2,66%), dopo la corsa della vigilia con la cessione delle torri ad American Tower.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano gira in calo (-0,1%), spread sale a 120 punti
Deboli Unicredit e Intesa, calo greggio frena Eni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
12:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gira in calo Piazza Affari a metà seduta, all’indomani del ritiro dei due ministri di Italia Viva dall’Esecutivo. L’indice Ftse Mib cede lo 0,1%, con lo spread tra Btp e Bund in rialzo a 120 punti e il rendimento dei titoli decennali salito allo 0,644% (+4,7 punti base).
In calo il greggio (Wti -0,2% a 52,8 dollari al barile), che si attesta sotto la soglia dei 53 dollari. Prosegue la corsa di Fca (+3,6%), spinta dal dividendo straordinario di 1,84 euro in vista lunedì del debutto in Borsa come Stellantis insieme a Peugeot (+3,41%). Bene anche Exor (+1,7%), Ferrari (+0,8%) e Tim (+0,5%). Girano in calo i bancari Intesa (-1%), Unicredit e Banco Bpm (-0,8% entrambe). Giù anche Eni (-0,4%) e Saipem (-1,1%), insieme a Prysmian (-1,2%), Azimut (-1,3%) e Nexi (-1,18%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund accelera, sfiora 120 punti base
Per BofA differenziale a quota 140 in caso elezioni anticipate
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
13:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund accelera e sfiora i 120 punti base. Il differenziale è salito a 119 punti base con il rendimento del decennale del Tesoro allo 0,65%.

Per gli analisti di Bank of America, se in Italia si dovesse andare ad elezioni anticipate, lo spread con il Bund potrebbe risalire a quota 140, il livello più alto dall’inizio di novembre scorso.

Gira in calo Piazza Affari a metà seduta, all’indomani del ritiro dei due ministri di Italia Viva dall’Esecutivo. L’indice Ftse Mib cede lo 0,1%, con lo spread tra Btp e Bund in rialzo a 120 punti e il rendimento dei titoli decennali salito allo 0,644% (+4,7 punti base). In calo il greggio (Wti -0,2% a 52,8 dollari al barile), che si attesta sotto la soglia dei 53 dollari. Prosegue la corsa di Fca (+3,6%), spinta dal dividendo straordinario di 1,84 euro in vista lunedì del debutto in Borsa come Stellantis insieme a Peugeot (+3,41%). Bene anche Exor (+1,7%), Ferrari (+0,8%) e Tim (+0,5%). Girano in calo i bancari Intesa (-1%), Unicredit e Banco Bpm (-0,8% entrambe). Giù anche Eni (-0,4%) e Saipem (-1,1%), insieme a Prysmian (-1,2%), Azimut (-1,3%) e Nexi (-1,18%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa contrastata dopo verbali Bce, Milano -0,1%
Spread sopra quota 120 punti, cala greggio, futures contrastati
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
14:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee contrastate e piuttosto nervose dopo i verbali della Bce da cui si evince il timore di una crisi più lunga con i contagi. Negativi i futures sul Nasdaq, positivi sul Dow Jones.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
All’indomani del ritiro dei ministri di Italia Viva dal Governo, lo spread tra Btp e Bund sale sopra quota 120 punti, evidenziando comunque un rialzo che, nelle sale operative, definiscono “piuttosto contenuto”. Milano (Ftse Mib -0,1%) e Madrid (-0,07%) formano la ‘fascia bassa’ dei listini, con Parigi (+0,1%) sopra la parità e Francoforte (+0,25%) e Londra (+0,54%) meglio intonate. In ulteriore calo il greggio (Wti -0,5% a 52,66 dollari), che si attesta sotto la soglia dei 53 dollari al barile. In calo l’euro sul dollaro, scambiato a 1,22, mentre la sterlina prosegue la corsa a 1,363 sul biglietto verde.
Proseguono le vendite su Carrefour (-5,5%) dopo il veto del Governo di Parigi all’offerta di Couche-Tard, mentre continua la corsa Fca (+4,29%) che stacca il dividendo straordinario a due giorni dal debutto in borsa di Stellantis, frutto della fusione con Peugeot (+4,1% a Parigi), che ha diffuso oggi le vendite annue. Prese di beneficio su Telefonica (-2,58%) brillante nella vigilia per la vendita delle torri ad American Tower.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediaset: Kkr vende parte quota in Prosieben, Borsa calma
Fondo cede oltre 4%, per Biscione scompare ipotesi rivale a Mfe
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
14:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nessuna ripercussione in Borsa per la vendita da parte di Kkr di parte della sua quota (oltre il 4%, mantenendo circa un 2%) nel gruppo televisivo tedesco Prosieben, del quale Mediaset è ampiamente il primo azionista con quasi il 25% del capitale.
Il titolo della società bavarese sale a Francoforte dello 0,5% a 13,3 euro, il Biscione a Milano è stabile attorno a due euro, così come Vivendi che a Parigi è piatta oltre quota 26, non lontana dai suoi massimi storici.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Forte Mediaset Espana a Madrid, che cresce del 4% proseguendo nel suo lungo periodo di recupero.
Secondo fonti di mercato il fondo statunitense, che ha annunciato la procedura di ‘accelerate bookbuild’ martedì scorso, ha monetizzato una buona plusvalenza visto che gli viene attribuito di avere in carico le azioni Prosieben a meno di 10 euro. “Sul mercato si erano fatte speculazioni su possibili scenari considerando che Kkr controlla il gruppo media tedesco Axel Springer”, affermano gli analisti di Equita, e quindi si sarebbe potuto ipotizzare un consolidamento, possibilità ora molto lontana visto la scelta del fondo di cedere gran parte della quota nella società televisiva.
“Per Mediaset dal punto di vista strategico è una notizia positiva perché viene a cadere un possibile scenario alternativo al suo progetto Mfe (che potrebbe coinvolgere Prosieben), se riuscirà a raggiungere un accordo con Vivendi sul progetto”, concludono gli analisti di Equita. Su questo fronte al momento proseguono i colloqui tra legali, con prima data di riferimento l’11 febbraio quando presso il Tribunale di Milano è fissata l’udienza conclusiva, ma con ogni probabilità non una decisione, della causa civile miliardaria intentata dal Biscione contro i francesi a partire dal mancato acquisto di Mediaset Premium.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps:congedo a genitori zona rossa solo se non sono in smart
Per ragazzi seconda e terza media e disabili
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
14:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I genitori dei ragazzi di seconda e terza media che a causa della zona rossa non possono andare a scuola in presenza possono chiedere il congedo parentale con un’indennità al 50% della retribuzione purché lavoratori dipendenti e purché non sia possibile lavorare in modalità agile. Lo precisa una circolare Inps riferita all’articolo 22 bis della legge 176/2020.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il congedo può essere chiesto per il periodo di sospensione dell’attività didattica a partire dal 9 novembre 2020 data di entrata in vigore del decreto 149/2020. Può essere utilizzato anche da parte di genitori lavoratori dipendenti di figli con disabilità in situazione di gravità accertata iscritti a scuole di ogni ordine e grado o a centri diurni per i quali è stata decisa la chiusura.
Il congedo può essere fruito da uno solo dei genitori oppure da entrambi, ma non negli stessi giorni. “Il congedo – si precisa – può essere fruito nei soli casi in cui i genitori non possano svolgere la prestazione di lavoro in modalità agile”.
Non è necessaria la convivenza del genitore con il figlio per cui si chiede il congedo. Non è possibile fruire del congedo negli stessi giorni in cui l’altro genitore stia svolgendo attività di lavoro in modalità agile concesso per esigenze legate allo stesso figlio né quando l’altro genitore stia fruendo del medesimo congedo, per lo stesso figlio. E’ invece possibile la fruizione del congedo negli stessi giorni in cui l’altro genitore stia fruendo del congedo per un altro figlio di entrambi i genitori.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: con Covid maggior calo redditi da 20 anni
Debito primo semestre sale di 121 miliardi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
11:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Nel primo semestre 2020 i redditi privati non finanziari hanno registrato la contrazione più forte degli ultimi 20 anni, solo in parte contrastata dalle misure di sostegno”. E’ quanto si legge nel rapporto della Banca d’Italia “i conti economici e finanziari durante la crisi sanitaria del Covid-19”.

Nel primo semestre 2020 i redditi primari pro capite a valori correnti delle famiglie si sono ridotti dell’8,8% rispetto al primo semestre 2019, “una contrazione decisamente più ampia di quelle registrate nelle fasi più acute della crisi finanziaria (-5,2%) e di quella dei debiti sovrani (-3,4%).
Nel primo semestre del 2020, la variazione del debito pubblico in percentuale del Pil ha raggiunto i valori più alti negli ultimi venti anni. Il debito è complessivamente aumentato di 121 miliardi nel semestre, di cui 97,4 miliardi nel secondo trimestre dell’anno. Il deficit è invece stato complessivamente inferiore (78 miliardi).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Redditi mai così giù da 20 anni. La pandemia affossa il turismo
Il rapporto di Bankitalia sui conti economici e finanziari durante la crisi sanitaria del Covid-19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
11:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Nel primo semestre 2020 i redditi privati non finanziari hanno registrato la contrazione più forte degli ultimi 20 anni, solo in parte contrastata dalle misure di sostegno”. E’ quanto si legge nel rapporto della Banca d’Italia “i conti economici e finanziari durante la crisi sanitaria del Covid-19”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel primo semestre 2020 i redditi primari pro capite a valori correnti delle famiglie si sono ridotti dell’8,8% rispetto al primo semestre 2019, “una contrazione decisamente più ampia di quelle registrate nelle fasi più acute della crisi finanziaria (-5,2%) e di quella dei debiti sovrani (-3,4%).

E sempre nel primo semestre del 2020, la variazione del debito pubblico in percentuale del Pil ha raggiunto i valori più alti negli ultimi venti anni. Il debito è complessivamente aumentato di 121 miliardi nel semestre, di cui 97,4 miliardi nel secondo trimestre dell’anno.  Il deficit è invece stato complessivamente inferiore (78 miliardi).

Con la pandemia i consumi degli italiani sono crollati nella prima metà 2020 dando origine “un risparmio netto di 51,6 miliardi;il tasso di risparmio è più che triplicato rispetto alla fine del 2019, (da 2,8 a 9,2%), contrariamente a quanto era accaduto durante le due precedenti crisi”. E’ quanto si legge nel rapporto di Bankitalia su ‘I conti economici e finanziari durante la crisi sanitaria del Covid-19′.”Dopo oltre un anno di disinvestimenti in titoli pubblici (-23,6 miliardi nel 2019), nella prima metà del 2020 le famiglie sono tornate ad acquistarne per 5,1 miliardi, mentre sono state registrate vendite di altri titoli per 11,6

La pandemia da coronavirus affossa il turismo. Ad ottobre secondo i dati della Banca d’Italia è ripresa la contrazione dei flussi turistici, sia in ingresso sia in uscita, in un contesto di peggioramento degli indici di diffusione del covid.
Rispetto a ottobre dello scorso anno, secondo le rilevazioni di Via Nazionale, le spese dei viaggiatori stranieri in Italia, pari a 1.193 milioni, risultano inferiori del 70,4%, quelle dei viaggiatori italiani all’estero (572 milioni) del 75,5%; l’avanzo della bilancia dei pagamenti turistica è stato di 620 milioni di euro (era di 1.697 milioni nello stesso mese dell’anno precedente).

“In Italia l’improvvisa e drastica contrazione dei flussi turistici avrà significativi impatti sul PIL nazionale e conseguenze serie sulle imprese del settore e del suo indotto”. E’ quanto afferma la Banca d’Italia nel rapporto sul turismo internazionale a ottobre 2020. “Il turismo – scrivono gli economisti di Bankitalia – rappresenta un importante settore dell’economia in Italia e nel mondo, con un forte potenziale in termini di crescita e di occupazione nonché di integrazione sociale e culturale”. E “gli effetti della recente pandemia Covid-19 hanno reso particolarmente evidente la rilevanza di questo settore”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Poste distribuirà con Sda il vaccino Moderna
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2021
14:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Sarà Poste Italiane,tramite il suo corriere espresso Sda, a distribuire in tutta Italia la prima fornitura del vaccino Moderna arrivato questa mattina presso l’Istituto Superiore di Sanità”. L’azienda, “che già da tempo collabora con il commissario straordinario”, spiega con un a nota di aver “ha attrezzato 40 furgoni con celle frigo da 1.300 litri ognuna e si occuperà della consegna con un network dedicato che consentirà di collegare l’Istituto Superiore di Sanità di Roma direttamente con le Asl e gli ospedali interessati da questa prima fornitura”.

Economia tutte le notizie. Tutte, complete, approfondite, in tempo reale. DA LEGGERE E CONDIVIDERE!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 31 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 14:41 DI LUNEDì 11 GENNAIO 2021

ALLE 21:38 DI MARTEDì 12 GENNAIO 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

“Le tecnologie digitali sono entrate in modo dirompente nella nostra quotidianità, diventando imprescindibili in particolare in una fase critica come quella che stiamo vivendo”, sottolinea l’amministratore delegato di Leonardo, Alessandro Profumo: “Siamo parte di una nuova società digitale – dice – che si è posta l’obiettivo di appianare le diseguaglianze garantendo, nel contempo, la prosecuzione di attività legate al lavoro, alla formazione e alla vita di ogni giorno. Avvalendoci del nostro expertise nella digitalizzazione e nella cyber security intendiamo offrire servizi alle comunità che accrescano la consapevolezza delle opportunità e delle potenzialità delle nuove tecnologie”.
Per il presidente di Leonardo, Luciano Carta, è “un efficace esempio di connubio con una prestigiosa istituzione a servizio della società civile”.
La collaborazione tra Leonardo ed i Carabinieri – sottolinea una nota – risponde all’esigenza di ridurre il digital divide anagrafico del Paese, riducendo gli ostacoli all’accesso a Internet da parte delle fasce sociali più anziane. Attraverso l’offerta di un servizio espressamente rivolto alla ‘terza età’, di solito con minori competenze informatiche, saranno raggiunti i piccoli centri con popolazione inferiore agli ottomila abitanti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa peggiora con Wall street, Milano -1%
Più pesanti Londra, Francoforte e Parigi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
15:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente nervosi e sempre più negativi dopo aver girato la boa di metà giornata: con l’avvio debole di Wall street, Francoforte e Londra ondeggiano su perdite attorno al punto percentuale e mezzo, Parigi cede l’1,2%, mentre Milano scende dell’1% con l’indice Ftse Mib.
Sui listini pesano soprattutto le incertezze legate al rafforzarsi della pandemia Covid 19 e al cambio del presidente a Washington.
In Piazza Affari sempre pesanti Cattolica dopo il ‘diktat’ dell’Ivass e Mps, con entrambi i titoli che perdono il 2,6%. Pesanti anche Exor (-2,3%), Tenaris (-2%), con Saipem, Unicredit e Mediaset che sono tutti in calo dell’1,8%.
Negativa di un punto percentuale Tim nonostante la forte domanda sul primo green bond, sale invece dell’1% Unipol e dell’1,6% Bper.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Consob Gb ai risparmiatori, coi bitcoin potete perdere tutto
Diffidate dalla promessa di rendimenti inverosimili e pressioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
15:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Consob britannica avverte i risparmiatori sui grandi rischi che corrono acquistando criptovalute. “Investire in criptoasset o investimenti e prestiti ad essi collegati, generalmente comporta alti rischi per i soldi degli investitori.
Investendo in questo tipo di prodotto devono essere preparati a perdere tutto”. L’Fca che si dice “a conoscenza” di società che promettono alti ritorni da investimenti in criptoasset, invita i consumatori ad “essere diffidenti nel caso in cui venissero contattati senza preavviso, pressati ad investire velocemente o allettati dalla promessa di rendimenti troppo alti per essere veri”.   TECNOLOGIA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Twitter affonda a Wall Street, -10,12%. Facebook -3,30%
Azioni in picchiata dopo blocco su profilo Trump
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
11 gennaio 2021
15:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Twitter affonda a Wall Street all’avvio delle contrattazioni. I titoli della società che cinguetta perdono il 10,12%.
In calo anche Facebook, che cede il 3,30%.
Twitter ha annunciato di aver bloccato il profilo del presidente uscente degli Stati Uniti, Donald Trump, dopo l’assalto a Capitol Hill. La decisione ha ricevuto critiche esplicite da Francia e Germania.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tridico,con salario minimo a 8 euro +3,3 mld a lavoratori
A netto Tfr e 13ma. Non si rischia riduzione occupazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
17:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fissando il salario minimo a 8 euro l’ora al netto della tredicesima e del Tfr ci sarebbe un maggiore reddito disponibile per i lavoratori (saldo tra maggiore retribuzione e maggiori imposte e contributi) di circa 3,3 miliardi. Lo ha detto il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, in una audizione al Senato spiegando che per le imprese ci sarebbe un aumento delle retribuzioni lorde per 4,6 miliardi.
I lavoratori coinvolti sarebbero il 13,8% del totale dei dipendenti privati. L’introduzione del salario minimo secondo Tridico ridurrebbe le disuguaglianze e non dovrebbe portare a una riduzione dell’occupazione così come non è accaduto in Germania. Il maggiore aggravio per le imprese (6,17 miliardi il costo del lavoro supplementare comprensivo degli oneri sociali) si trasferirebbe per la maggior parte sui consumatori.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in lieve calo, Ftse Mib -0,32%
Indice dei principali titoli di Piazza Affari a 22.722 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
11 gennaio 2021
17:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta leggermente negativa per la Borsa di Milano: l’indice Ftse Mib ha chiuso in ribasso dello 0,32% a 22.722 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Moody’s,Italia in 2021 tra paesi a rischio rating
Alta esposizione a crisi, spazio di manovra limitato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
17:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Livelli di debito alti insieme ad una crescita caratterizzata da stop e ripartenze intensificheranno il rischio e l’impatto di un altro shock, in particolare se la fiducia degli investitori in Paesi che hanno bisogno di rifinanziare importi molto elevati di debito si indebolisce” e “i rischi sul merito di credito sono più elevati in Italia, Cipro, Spagna e Portogallo a causa della loro alta esposizione economica alla crisi e ad uno spazio di manovra più limitato”. Lo scrive Moody’s in un rapporto sulle prospettive di rating dei Paesi euro, sottolineando che “la ripresa economica nell’Eurozona sarà lenta, disomogenea e fragile”.
Per l’anno in corso Moody’s prevede una crescita per l’Italia del 5,6% dopo una stima di un -9% nel 2020.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa conclude negativa, Londra -1%
In calo anche Parigi e Francoforte
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
18:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente tutti sotto la parità: Londra ha concluso in ribasso dell’1,09%, Parigi in ribasso dello 0,78% e Francoforte dello 0,80%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cucinelli: ricavi preliminari 2020 in calo a 544 milioni
Cucinelli, 2021 anno del riequilibrio, crescita sarà del 15%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
18:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cucinelli ha chiuso il 2020 con ricavi preliminari in calo del 10,5% a 544,1 milioni di euro (-9,9% a cambi costanti). Lo si legge in una nota in cui viene indicato che le vendite sono scese dell’1,7% in Europa, dell’1,8% in Cina, comprese Hong Kong e Macao, e del 15,3% in Nord America.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In calo del 9,9% nel resto del mondo e del 23,9% in Italia. In crescita del 7,2% i ricavi del secondo semestre, mentre gli investimenti di 51 milioni di euro sono rimasti invariati rispetto a prima dello scoppio della pandemia da Covid 19. Secondo il presidente del Gruppo Brunello Cucinelli l’anno “si è chiuso ‘bene’ in considerazione alle premesse di primavera”. “Il fatturato di questi 12 mesi, definiti da noi ‘anno di passaggio’ – ha proseguito – ha avuto una ‘piccola’ diminuzione del 10%”. “Dopo un lungo periodo di dolore sia per il corpo che per l’anima – ha aggiunto – grazie al tanto atteso ‘vaccino’, ci pare di andare verso un desiderato ‘armistizio’ con il Creato”.
“Ci auguriamo insieme di ritrovare grande umiltà, coraggio, serietà e creatività – ha sottolineato – per affrontare questo nuovo anno del ‘riequilibrio'”.
Quanto al 2021, “il posizionamento del brand e l’ottimo riscontro sulle collezioni Autunno Inverno 21 – ha concluso – ci portano ad immaginare per l’anno in corso una ‘bella crescita’ intorno al 15%”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano fiacca ma meglio d’Europa, giù Mps e Unicredit
Pesano tensioni Usa e Covid-19. Bene Unipol, Bper e Hera
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
18:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prima giornata della settimana debole per Piazza Affari, che comunque conclude un po’ meglio delle altre Borse europee: l’indice Ftse Mib ha chiuso in ribasso dello 0,32% a 22.722 punti, l’Ftse in calo dello 0,23% a quota 24.769.
Più importanti le perdite degli altri mercati del Vecchio continente, tutti appesantiti dalle tensioni della politica negli Stati Uniti e soprattutto dalla forza della pandemia Covid-19 che soffoca l’economia: Londra ha concluso in calo dell’1,09%, Francoforte dello 0,80% e Parigi in ribasso dello 0,78%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In questo quadro, in Borsa a Milano spicca il calo del 2,3% di Mediaset e del 2,2% di Cattolica, in quest’ultimo caso dopo l’intervento dell’Ivass che chiede un cambio del Cda e di mandare in porto la seconda tranche dell’aumento di capitale.
Vendite anche su Mps (-2,1% finale a 1,11 euro) prima dei risultati del Cda, con Unicredit anche’essa debole e in calo dell’1,7% a quota 8 euro. Giù Tim (-1,7% a 0,38) nonostante le forte richiesta sul primo green bond, con Exor che ha chiuso con perdite dello stesso livello.
Tra i titoli principali di Piazza Affari, rialzi apprezzabili per Unipol (+1,8%), Bper (+2%) e soprattutto Hera, cresciuta del 2,3% a 3,1 euro con uno scatto nel finale di seduta.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Diasorin: nuovo test anche per determinare efficacia vaccini
Lanciato su mercato con marcatura CE, chiesta autorizzazione Fda
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
19:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gruppo farmaceutico DiaSorin, quotato alla Borsa di Milano, ha lanciato il suo nuovo test Liaison SARS-CoV-2 TrimericS IgG, un sierologico quantitativo disponibile nei mercati che accettano la marcatura CE per misurare gli anticorpi IgG contro il SARS-CoV-2. Lo annuncia la società, specificando che il nuovo test “a completamento degli studi clinici sui vaccinati, potrà essere utilizzato per valutare i livelli di anticorpi al fine di determinare l’efficacia dei vaccini COVID-19”.

Il test è stato sottoposto alla Food and Drug Administration americana per richiederne l’autorizzazione all’Uso di Emergenza (Eua) nel mercato statunitense.
Il Liaison SARS-CoV-2 TrimericS IgG “è stato sviluppato utilizzando l’intera proteina Spike del SARS-CoV-2 nella sua forma trimerica che imita perfettamente la conformazione nativa della proteina”, spiega DiaSorin.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco: Bankitalia, Irpef poco efficiente e non equo
In Italia prelievo alto su patrimoni e lavoro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
09:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Irpef “presenta diverse criticità dal punto di vista dell’efficienza e dell’equità della tassazione”. Fra queste “l’andamento delle aliquote marginali effettive e la capacità redistributiva dell’imposta”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha detto in audizione Giacomo Ricotti di Bankitalia. Una riforma dell’Irpef “dovrà contenere le irregolarità nell’andamento delle aliquote marginali, anche per ridurre i disincentivi all’offerta di lavoro”. “Al contempo non potrà prescindere dal riordino degli istituti a essa collegati (come i trasferimenti sociali e le addizionali locali)da realizzare in maniera organica e coordinata”.
“Anche se negli ultimi anni diversi interventi hanno concorso a diminuire il livello dell’imposizione, l’Italia, nel confronto internazionale, si caratterizza ancora per l’alta incidenza del carico fiscale sul capitale e soprattutto sul lavoro”, afferma Banca d’Italia in audizione alla Camera.  “Dati i vincoli di bilancio, a parità di spesa pubblica ulteriori riduzioni del prelievo sul lavoro potrebbero essere finanziate attraverso un maggiore carico fiscale sui consumi e sulla ricchezza, considerato meno dannoso per la crescita”. Il prelievo effettivo sui consumi è infatti più basso che in altri Paesi
Intanto il direttore dell’agenzia delle entrate Ernesto Ruffini, nella sua audizione in commissione Finanze alla Camera, richiamando il modello dell’Irpef spagnola ipotizza un “reddito minimo esente dalla tassazione e riconosciuto a tutte le famiglie. Variabile, però, in base alla composizione della stessa famiglia.  Potrebbe rispondere alla esigenza di “semplificazione e trasparenza nel calcolo dell’Irpef” al posto delle delle detrazioni per tipo di lavoro e componenti familiari e degli assegni familiari (nonché di altre misure per i figli, come il bonus natalità, il bonus asili nido, ecc.)”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tridico, con il salario minimo a 8euro, +3,3 miliardi ai lavoratori
‘Non si rischia la riduzione dell’occupazione’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
20:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fissando il salario minimo a 8 euro l’ora al netto della tredicesima e del Tfr ci sarebbe un maggiore reddito disponibile per i lavoratori (saldo tra maggiore retribuzione e maggiori imposte e contributi) di circa 3,3 miliardi. Lo ha detto il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, in una audizione al Senato spiegando che per le imprese ci sarebbe un aumento delle retribuzioni lorde per 4,6 miliardi.
I lavoratori coinvolti sarebbero il 13,8% del totale.
L’introduzione del salario minimo secondo Tridico ridurrebbe le disuguaglianze e non dovrebbe portare a una riduzione dell’occupazione così come non è accaduto in Germania.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: prezzo in lieve rialzo a 52,5 dollari
Brent sale a 55,89 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
08:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo del petrolio in lieve rialzo sui mercati. Il greggio Wti del Texas sale dello 0,52% a 52,5 dollari al barile mentre il Brent del Mare del Nord avanza dello 0,41% a 55,89 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo sale a 1860 dollari l’oncia
Rialzo dello 0,89%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
08:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo dell’oro in rialzo. Sui mercati asiatici il metallo con consegna immediata avanza dello 0,89% a 1860 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro stabile a 1,215 dollari
Yen poco mosso a 104,1.Avanza la sterlina a 1,355
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
08:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro stabile all’avvio di giornata.
La moneta unica scambia a 1,215 dollari.
Avanza la sterlina a 1,355 dollari. In Asia lo yen è poco mosso a 104,1.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia incerta ma Cina corre, venduti titoli Stato Usa
Piatti i futures sull’avvio dei listini europei
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
08:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari asiatici e dell’area del Pacifico senza una direzione precisa, ma con una corsa delle Borse cinesi: Tokyo ha chiuso di qualche frazione sopra la parità (Nikkei 225 +0,09%), con Hong Kong che sale dello 0,9%.
Ma sono i listini di Shanghai (+2,1%) e Shenzhen (+1,8%) a mostrare i rialzi maggiori, anche per la forte vendita di titoli di Stato Usa per il rialzo dei loro tassi con la previsione di un rilancio degli investimenti da parte della maggioranza democratica.
Questo ‘sell off’ ha portato immediati acquisti in azioni da parte degli investitori sui mercati finanziari cinesi, che non hanno però toccato le Borse di Seul e Sidney, che sono scese rispettivamente dello 0,7% e dello 0,2%.
Senza grandi variazioni i listini finanziari minori dell’area asiatica e piatti (con una leggera tendenza positiva, soprattutto per Milano) i futures sull’avvio delle Borse europee.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp/Bund apre stabile a 107 punti
Rendimento del decennale allo 0,589%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
08:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura stabile per lo spread fra Btp e Bund tedesco che segna 107 punti contro i 106 della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale italiano è pari allo 0,589%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in leggero rialzo, Ftse Mib +0,29%
In crescita anche l’indice Ftse All share, +0,27%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 gennaio 2021
09:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio positivo per Piazza Affari: l’indice Ftse ha aperto in rialzo dello 0,29%, l’Ftse All share in aumento dello 0,27%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre piatta, Londra +0,1%
In marginale rialzo anche Parigi, più convinta Francoforte
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
09:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente in marginale aumento in avvio di contrattazioni: Londra segna un aumento dello 0,19%, mentre Parigi ha aperto in crescita dello 0,17% e Francoforte in rialzo dello 0,35%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano tiene con Azimut e Mediolanum, giù Prysmian
Piazza Affari ondeggia sulla parità, piatta Cattolica
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
09:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari nei primi scambi conferma l’avvio marginalmente positivo, ma in un clima incerto che la fa ondeggiare sulla parità: l’indice Ftse Mib sale dello 0,1% sostenuto da Azimut (+4%) dopo i conti e con in scia Mediolanum, che cresce di tre punti percentuali e già aveva fornito robusti dati di raccolta.
In positivo anche Tenaris, Stm e Banca Generali che salgono oltre l’1%, in rialzo dello 0,8% e sempre molto volatile Mps, in crescita in avvio di circa mezzo punto percentuale Cattolica dopo lo scivolone di ieri, per poi portarsi attorno alla parità.

Piatta Unicredit, in calo dell’1% Terna e vendite più consistenti per Prysmian, che scende del 3% a 29,5 euro dopo l’accelerate bookbuilding di Clubtre (Tip) sul 3,7% del capitale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa incerta guarda a Usa, Milano nervosa
Piazza Affari oscilla sotto parità, bene risparmio gestito
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
10:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pochi movimenti sui mercati azionari del Vecchio continente nella prima parte della seduta: una lievissima corrente di vendite ha portato Londra di qualche frazione sotto la parità (Ftse 100 -0,1%), con Parigi piatta, mentre Francoforte e Madrid ondeggiano su un calo dello 0,1%.
Milano è passata in terreno marginalmente negativo (Ftse Mib -0,2%), in un clima piuttosto nervoso guardando anche alle fibrillazioni nel governo in attesa dell’asta dei Bot.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli operatori in genere sembrano orientati ad attendere gli sviluppi del passaggio di consegne presidenziali negli Stati Uniti, con i futures sull’avvio di Wall street che comunque tengono. In Piazza Affari, nel particolare, prosegue lo scivolone di Prysmian (-3,8%) dopo l’accelerate bookbuilding di Clubtre (Tip) sul 3,7% del capitale, con Terna che cede l’1,2% e Tim circa un punto percentuale.
In calo dello 0,6% sia Cattolica sia Unicredit, in rialzo di un punto percentuale a 1,13 euro Mps, accelerano rispetto all’avvio Banco Bpm (+1,1%), Mediobanca (+1,6%), Fineco (+1,7%) e Pirelli, che sale di quasi due punti percentuali. Sempre molto forte il risparmio gestito dopo i dati di Azimut (+3,6% a 18,4 euro), con Banca Mediolanum che cresce del 4% a quota 7,3.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat, calano vendite ma cresce e-commerce (+50,2%)
In crescita le vendite dei beni alimentari (+1,0% in valore e in volume) calano altri settori come le calzature (-45%). Secondo la Banca d’Italia oltre 2000 Pmi pronte a quotarsi in Borsa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
12:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Rispetto a novembre 2019, il valore delle vendite al dettaglio diminuisce sia per la grande distribuzione (-8,3%) sia per le imprese operanti su piccole superfici (-12,5%). Lo rileva l’Istat precisando che le vendite al di fuori dei negozi calano del 14,3% mentre il commercio elettronico è in forte aumento (+50,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel dettaglio, viene segnalata la marcata diminuzione registrata nel comparto dei beni non alimentari che ha investito sia la grande distribuzione (-25,7%) sia, in misura inferiore, le imprese operanti su piccole superfici (-16,9%).
A novembre 2020 si stima, per le vendite al dettaglio, un calo rispetto a ottobre del 6,9% in valore e del 7,4% in volume. In crescita le vendite dei beni alimentari (+1,0% in valore e in volume) mentre le vendite dei beni non alimentari diminuiscono sia in valore sia in volume (rispettivamente del 13,2% e del 13,5%). Lo comunica l’Istat. Su base tendenziale, a novembre, le vendite al dettaglio diminuiscono dell’8,1% in valore e dell’8,4% in volume. A pesare, le vendite dei beni non alimentari, in deciso calo (-15,1% in valore e in volume), mentre le vendite dei beni alimentari sono in aumento (+2,2% in valore e +0,7% in volume). L’Istat osserva che a novembre scorso la diminuzione delle vendite al dettaglio sia rispetto al mese precedente sia su base annua “è determinato dal comparto dei beni non alimentari, settore fortemente colpito dall’applicazione delle nuove misure di chiusura legate all’emergenza sanitaria”.   Nel trimestre settembre-novembre 2020, le vendite al dettaglio registrano un aumento congiunturale dello 0,5% in valore e dell’1,5% in volume. Crescono le vendite dei beni alimentari (+2,0% in valore e in volume) mentre quelle dei beni non alimentari calano in valore (-0,6%) e aumentano in volume (+1,1%).  Per quanto riguarda i beni non alimentari, si registrano variazioni tendenziali negative per quasi tutti i gruppi di prodotti ad eccezione di Dotazioni per l’informatica, telecomunicazioni, telefonia (+28,7%) e Utensileria per la casa e ferramenta (+2,0%). Le flessioni più marcate si evidenziano, invece, per calzature, articoli in cuoio e da viaggio (-45,8%) e abbigliamento e pellicceria (-37,7%).
E arriva l’allarme di Confcomercio: “Il nuovo e profondo acuirsi della crisi rende più concreto il rischio di una depauperazione del sistema imprenditoriale, con molte aziende che, in presenza di un prolungato vuoto di domanda a cui non corrispondono sostegni adeguati, sono già uscite o usciranno dal mercato. Per le piccole imprese di alcuni settori come l’abbigliamento e le calzature, i danni inflitti dalla pandemia si sono trasformati in disastri a causa dello spostamento della domanda verso il commercio elettronico che, a questo punto, rappresenta una strada obbligata per il completamento dell’offerta e delle strategie anche dei negozi di prossimità”. “A questo scopo – osserva l’Ufficio Studi di Confcommercio – una parte delle risorse europee dovrà essere utilmente impiegata per spingere innovazione e digitalizzazione anche delle micro e piccole imprese”.
Intanto la Banca d’Italia fa il punto sulle piccole e medie imprese. Il flusso di quotazioni in Borsa sul mercato Ai, delle Pmi italiane riprenderà appena si esauriranno gli effetti della crisi Covid che ha ridotto il bacino di aziende quotabili che resta comuque elevato e sopra le 2000 unità. E’ quanto si legge nelle ‘note Covid’ della Banca d’Italia secondo cui, in base alle simulazioni sui bilanci aziendali 2020 (che contengono gli effetti della prima ondata pandemica) e un’analoga stima per il 2021, il numero delle imprese quotabili rimarrebbe superiore a 2.000 anche a inizio 2021, nonostante gli effetti della crisi sanitaria riducano del 20-25% il numero di PMI idonee alla quotazione. Via Nazionale notacome le PMI italiane abbiano fatto ricorso più al finanziamento bancario e meno alla raccolta di capitale di rischio. Ciò ha contribuito a un sottodimensionamento del mercato borsistico italiano rispetto alle altre economie avanzate. Il rapporto tra capitalizzazione di mercato e PIL in Italia a fine 2019 era al 36%, più del 100% in Francia e nel Regno Unito e più del 50% in Germania. Negli ultimi anni il numero di ammissioni in borsa di PMI, è aumentato anche grazie a misure legislative e di mercato che hanno ridotto gli oneri di quotazione, fra cui la creazione del mercato AIM Italia per imprese di minori dimensioni e ad alto potenziale di crescita. La prima ondata della pandemia e la conseguente crisi economica hanno interrotto tale tendenza.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Commercio: Istat, calo vendite del 6,9% a novembre
Ribasso 8,1% su anno. Crollo 15,1% vendite beni non alimentari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
10:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A novembre 2020 si stima, per le vendite al dettaglio, un calo rispetto a ottobre del 6,9% in valore e del 7,4% in volume. In crescita le vendite dei beni alimentari (+1,0% in valore e in volume) mentre le vendite dei beni non alimentari diminuiscono sia in valore sia in volume (rispettivamente del 13,2% e del 13,5%).
Lo comunica l’Istat. Su base tendenziale, a novembre, le vendite al dettaglio diminuiscono dell’8,1% in valore e dell’8,4% in volume. A pesare, le vendite dei beni non alimentari, in deciso calo (-15,1% in valore e in volume), mentre le vendite dei beni alimentari sono in aumento (+2,2% in valore e +0,7% in volume).
Rispetto a novembre 2019, il valore delle vendite al dettaglio diminuisce sia per la grande distribuzione (-8,3%) sia per le imprese operanti su piccole superfici (-12,5%). Le vendite al di fuori dei negozi calano del 14,3% mentre il commercio elettronico è in forte aumento (+50,2%). Nel dettaglio, viene segnalata la marcata diminuzione registrata nel comparto dei beni non alimentari che ha investito sia la grande distribuzione (-25,7%) sia, in misura inferiore, le imprese operanti su piccole superfici (-16,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Casa: cedolare secca per 2,5 milioni,ad erario 2,75 miliardi
Elexia, quando fisco è semplice contribuenti si adeguano
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
12:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La cedolare secca sugli affitti delle abitazioni piace sempre di più ai proprietari di immobili. A otto anni dall’esordio, i contribuenti che l’hanno scelta sono cresciuti di cinque volte, passando dai 504.000 del 2011 ai 2 milioni 545.000 del 2018.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I redditi soggetti all’imposta sostitutiva sono balzati da 4,2 a 15,6 miliardi. L’incasso per l’erario è triplicato: da 875 milioni di euro a 2,75 miliardi.
E’ quanto risulta da un’elaborazione di Elexia.
Nel corso degli anni è sceso il valore medio annuale del reddito da locazione soggetto all’imposta sostitutiva. Al debutto, nel 2011, era di 8.363 euro. Nel 2018 è sceso a 6.144 euro.
Sette contribuenti su dieci hanno optato nel 2018 per la formula a canone libero, con una tassazione al 21%. Gli altri tre, invece, hanno scelto il “canone concordato”, erede del vecchio equo canone, con un’imposta ancora più leggera, al 10%.
Il forte vantaggio fiscale ha fatto crescere la schiera di proprietari che hanno scelto di affittare la casa a un canone più contenuto, beneficiando così di una tassazione molto vantaggiosa. Questo segmento, infatti, ha registrato il maggior successo, passando dai 65.000 contribuenti del 2011 ai 793.000 del 2018.
“La diffusione progressiva della cedolare secca”, rileva Andrea Migliore di Elexia, “dimostra che è stata adottata da grandi e piccoli proprietari e si è estesa a tutte le tipologie di affitto, facendo così emergere aree una volta sommerse”.
“La grande popolarità della cedolare secca”, osserva Andrea Migliore, partner di Elexia, “dimostra che quando il fisco applica imposte semplici e in misura ragionevole, i contribuenti si adeguano. Sarebbe utile estendere questo sistema ad altre tipologie di locazione”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Immobiliare: covid impatta su esecuzioni, giù aste e fallimenti
Analisi Cribis, blocco procedure rallenta recupero efficienza
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
12:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il covid impatta anche sulle esecuzioni immobiliari e procedure concorsuali: cala il numero delle aste (in media -85% tra marzo e maggio 2020) e quello dei fallimenti (-33,3% nello stesso periodo).E’ quanto evidenzia l’osservatorio Npe realizzato da Cribis Credit Management da cui che emerge che il blocco delle procedure giudiziali (ex DL Cura Italia) rallenta il recupero di efficienza ottenuto tramite l’introduzione del Processo Civile Telematico e la riforma del codice di procedura civile.
Relativamente alle esecuzioni immobiliari, nel periodo 2015-2019 si registra una variazione complessivamente negativa a livello nazionale, con la chiusura di circa 384.000 esecuzioni immobiliari a fronte di 305.000 procedure aperte.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La modalità di chiusura delle procedure mostra che il 79% delle procedure monitorate negli ultimi 5 anni ha seguito un normale decorso, mentre il 9% è stato chiuso per inefficacia e il 6% per via stragiudiziale.
La durata media complessiva risulta in lieve riduzione, passando da 5 anni nel triennio 2015-2017 ai 4,76 anni dell’ultima rilevazione, per effetto principalmente di un miglioramento delle performance nelle regioni del Sud Italia.
Tuttavia, permane un gap significativo tra la durata media delle procedure al Sud (5,8 anni) e quella rilevata a Nord Ovest e Nord Est (rispettivamente 3,2 e 3,8 anni).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: Covid pesa su Pmi ma oltre 2000 pronte a Borsa
Tendenza a quotazione riprenderà appena fine crisi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
14:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il flusso di quotazioni in Borsa sul mercato Ai, delle Pmi italiane riprenderà appena si esauriranno gli effetti della crisi Covid che ha ridotto il bacino di aziende quotabili che resta comuque elevato e sopra le 2000 unità. E’ quanto si legge nelle ‘note Covid’ della Banca d’Italia secondo cui, in base alle simulazioni sui bilanci aziendali 2020 (che contengono gli effetti della prima ondata pandemica) e un’analoga stima per il 2021, il numero delle imprese quotabili rimarrebbe superiore a 2.000 anche a inizio 2021, nonostante gli effetti della crisi sanitaria riducano del 20-25% il numero di PMI idonee alla quotazione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Via Nazionale notacome le PMI italiane abbiano fatto ricorso più al finanziamento bancario e meno alla raccolta di capitale di rischio. Ciò ha contribuito a un sottodimensionamento del mercato borsistico italiano rispetto alle altre economie avanzate. Il rapporto tra capitalizzazione di mercato e PIL in Italia a fine 2019 era al 36%, più del 100% in Francia e nel Regno Unito e più del 50% in Germania.
Negli ultimi anni il numero di ammissioni in borsa di PMI, è aumentato anche grazie a misure legislative e di mercato che hanno ridotto gli oneri di quotazione, fra cui la creazione del mercato AIM Italia per imprese di minori dimensioni e ad alto potenziale di crescita. La prima ondata della pandemia e la conseguente crisi economica hanno interrotto tale tendenza.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a Ny, +1,13%
A 52,83 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
12 gennaio 2021
15:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio è in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dell’1,13% a 52,83 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa al palo, bene futures Usa, Milano -0,36%
Attesi interventi responsabili Fed, risale greggio, spread a 113
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
15:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si confermano deboli le principali borse europee nonostante il rialzo dei futures Usa, in attesa degli interventi di diversi membri del Comitato Federale della Fed, a 8 giorni dall’insediamento del nuovo presidente Joe Biden. In arrivo in serata le scorte settimanali di greggio, il cui prezzo continua a salire (Wti +1,09% a 52,83 dollari al barile).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Milano (Ftse Mib -0,36%) è penultima davanti a Londra (-0,66%) e dietro a Parigi (-0,12%), Francoforte (-0,11%) e Madrid (+0,02%). In calo le quotazioni dei metalli, dal rame (-3,28%) all’oro (-0,8%), mentre si muove in controtendenza l’acciaio (+0,12%). In rialzo lo spread tra Btp e Bund tedeschi (113 punti) con le tensioni all’interno della maggioranza di Governo. Stabile l’euro a 1,21 dollari, mentre non si arresta la risalita della sterlina, che sfiora quota 1,36 dollari.
Il rialzo del greggio sostiene Shell (+2,44%) e Bp (+2,14%), più caute invece le continentali Eni (+1,14%) e Total (+1,1%).
Acquisti sui bancari Sabadell (+6,25%), tra i protagonisti dell’imminente risiko bancario europeo insieme ad Abn Amro (+1,37%) e SocGen (+0,9%) secondo diversi analisti. In Piazza Affari sprint di Mediolanum (+4%) sull’onda lunga della raccolta, e Azimut (+2,3%) dopo i conti. Bene Tenaris (+1,15%), sotto pressione Prysmian (-5,08% a 29 euro), sotto il prezzo di vendita del collocamento accelerato di Clubtre (Tip, +2,15%) sul 3,72% del capitale, passato di mano a 29,25 euro per azione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bain: e-commerce inarrestanile, per moda raddoppio in 2025
Prioreschi, superati 30 miliardi di volume d’affari complessivo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
15:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con oltre 30 miliardi di euro di volume d’affari nel 2020, il commercio elettronico in Italia “è un trend “forzatamente accelerato nel 2020, causa Covid, che continuerà nei prossimi anni”, è “inarrestabile”, secondo il managing director Bain & Company per l’Italia, Roberto Prioreschi. Prioreschi indica la previsione di un raddoppio dell’ecommerce per i prodotti di moda e lusso nel 2025 rispetto ai volumi di acquisti attuali. Nel 2020, i settori più abituati all’ecommerce come l’editoria o l’abbigliamento sono cresciuti nell’ordine del 15-20% mentre in settori come il food, che partivano più lontani dal commercio elettronico, l’incremento nel 2020 è stato di oltre il 60-70%. “C’è stata una spinta molto forte – spiega il responsabile della società di consulenza strategica – bilanciata in negativo da alcuni servizi come i viaggi e il turismo, con numeri negativi, rispetto al 2019, nell’ordine del 50-60%”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Arriva Piano Recovery,più fondi a scuola e digitale
Per la svolta dell’Italia.Nelle riforme taglio Irpef e giustizia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
15:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un piano in 171 pagine, 6 missioni, 47 linee di intervento e 4 tabelle: arriva la bozza del Piano Recovery che, inviata ai partiti dal Mef e da Palazzo Chigi, approderà domani al Consiglio dei Ministri. Il documento promette di spendere subito, nel 2021, 25 miliardi di euro per gli obiettivi individuati e aumenta le risorse per i due importanti capitoli di istruzione e digitale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ai 222,9 miliardi (144,2 per nuovi interventi) previsti imbarcando anche i fondi per la coesione, vengono poi aggiunti i soldi della programmazione di bilancio 2021-26. Il totale sale così 310 miliardi. Una massa enorme dalla quale il governo si aspetta una “svolta per l’Italia nella programmazione e attuazione degli investimenti” per un Paese che intende essere “protagonista del rinascimento europeo”.
Tre sono gli assi strategici del progetto – digitalizzazione e innovazione, transizione ecologica e inclusione sociale – ma tre sono alcune priorità trasversali a molti progetti sui quali il governo intende porre l’attenzione: le donne, i giovani, il Sud. Ovviamente un posto primario ha la sanità, alla quale vanno quasi 20 miliardi di interventi, 19,72 per l’esattezza.
Rispetto alla prima stesura i cambiamenti sono molti, ma anche se si guarda al documento di confronto tra partiti di qualche giorno fa si scopre che aumentano le risorse per il capitolo istruzione e ricerca (da 27,91 a 28,49 miliardi) e quelle per la digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura (da 45,86 a 46,18 miliardi). Non cambiano le somme cumulate degli altri capitoli: 68,9 miliardi per la Rivoluzione Verde e Transizione ecologica, 31,98 miliardi per le infrastrutture per una mobilità sostenibile, 21,28 miliardi per l’inclusione e la coesione.
Attenzione anche all’agricoltura, cara alla ministra Bellanova che guida all’interno del governo le posizioni di pungolo di Italia Viva. Difficile scorporare la cifra in un capitolo che parla anche di fonti energetiche come l’idrogeno, che ammonta in totale a 6,3 miliardi, a dire il vero gli stessi previsti nella prima bozza. Ma il piano prevede comunque di “rendere la filiera agroalimentare sostenibile, preservandone la competitività. Implementare pienamente il paradigma dell’economia circolare”. Altrettanto importante per Italia Viva anche il capitolo famiglia che compare con oltre 30 miliardi della programmazione di bilancio al 2026, volti a finanziare l’assegno unico a partire da quest’anno.
Rimane tutta da sciogliere invece la questione della governance. Nel testo solo poche righe. “Il Governo, sulla base delle linee guida europee per l’attuazione del Piano, – si legge – presenterà al Parlamento un modello di governance che identifichi la responsabilità della realizzazione del Piano, garantisca il coordinamento con i Ministri competenti a livello nazionale e gli altri livelli di governo, monitori i progressi di avanzamento della spesa”.
Viene invece indicato il contesto nel quale il governo utilizzerà le risorse che serviranno a rilanciare la crescita.
Il Pnrr verrà accompagnato da una serie di riforme per “rafforzare l’ambiente imprenditoriale, ridurre gli oneri burocratici e rimuovere i vincoli che hanno rallentato gli investimenti”. In particolare la riforma della giustizia e quella dell’Irpef con “la riduzione delle aliquote effettive sui redditi da lavoro, dipendente ed autonomo, in particolare per i contribuenti con reddito basso e medio-basso, in modo da aumentare il tasso di occupazione, ridurre il lavoro sommerso e incentivare l’occupazione delle donne e dei giovani”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre positiva, Dj +0,07%, Nasdaq +0,23%
S 500 sale dello 0,10%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
12 gennaio 2021
15:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre positiva. Il Dow Jones sale dello 0,07% a 31.031,54 punti, il Nasdaq avanza dello 0,23% a 13.063,78 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,10% a 3.803,40 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa frena con Wall Street e Redbook, Milano -0,6%
Sale greggio, sprint Sabadell e Mediolanum, giù Prysmian
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
16:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Frenano le borse europee sulla scia degli indici Usa poco mossi dopo il Redbook sul commercio, che ha segnato un calo del 2,6% contro il precedente rialzo dello 0,5%. Londra (-0,83%) è la peggiore, Milano cede lo 0,58%, Francoforte e Madrid lo 0,35% e Parigi lo 0,4%.
Il rialzo del greggio sostiene Bp (+2,35%) e Shell (+2%) più caute invece le continentali Eni (+1%) e Total (+0,6%). Acquisti sui bancari Sabadell (+5,32%), tra i protagonisti dell’imminente risiko bancario europeo insieme ad Abn Amro (+0,9%) e SocGen (+0,5%) secondo diversi analisti. In Piazza Affari sprint di Mediolanum (+4,38%) sull’onda lunga della raccolta, e Azimut (+2%) dopo i conti. Bene Tenaris (+2,7%), sotto pressione Prysmian (-5,37% a 28,9 euro), sotto il prezzo di vendita del collocamento accelerato di Clubtre (Tip, +2,15%) sul 3,72% del capitale, passato di mano a 29,25 euro per azione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa meglio nel finale, sale greggio, Milano -0,1%
Spread scende a 112 punti, Shell, Bp e Tenaris, pesante Prysmian
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
17:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Migliorano le Borse europee nel finale, portandosi quasi tutte vicino alla parità ad eccezione di Londra (-0,4%). Milano e Madrid cedono lo 0,1%, Parigi è invariata e Francoforte sale dello 0,1%.
In calo a 112 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi, salito in giornata fino a quota 113, mentre prosegue il rialzo del greggio (Wti +1,55%), che supera i 53 dollari al barile. Ne traggono vantaggio soprattutto i petroliferi Shell (+3,69%), Bp (+3,28%), Eni (+1,9%) e Total (+1,15%), insieme a Tenaris (+3,28%). Acquisti sui bancari a partire dalla spagnola Sabadell (+5,6%), tra i protagonisti dell’imminente risiko bancario europeo. Bene anche Lloyds (+2,3%), Barclays (+2,16%), Credit Agricole (+1,9%) e Commerzbank (+1,83%), mentre in Piazza Affari gli acquisti si concentrano sul risparmio gestito. Mediolanum (+4,38%) corre all’indomani dei dati sulla raccolta di dicembre, mentre Azimut (+2,5%) ha annunciato le stime sull’utile di fine esercizio.
Sotto pressione Prysmian (-5,9% a 28,78 euro), sotto il prezzo di vendita del collocamento accelerato di Clubtre (Tip, +1,4%) sul 3,72% del capitale, passato di mano a 29,25 euro per azione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in calo, -0,33%
Indice Ftse Mib a quota 22.646 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 gennaio 2021
17:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in calo per Piazza Affari.
L’indice Ftse Mib ha ceduto lo 0,33% a 22.646 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fca: lo scontro di Mirafiori 10 anni fa. Airaudo, ora la svolta
‘Con Stellantis inizia una fase nuova, modello Marchionne superato’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
12 gennaio 2021
18:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono passati dieci anni dal referendum che il 13 gennaio 2011 spaccò i lavoratori di Mirafiori, fabbrica simbolo della Fiat, e aprì una lunga stagione di conflitti con l’azienda e tra i sindacati. Giorgio Airaudo, che è stato uno dei protagonisti di quello scontro e oggi è tornato alla guida della Fiom Piemonte, dopo l’esperienza in Parlamento con Sel, vede in Stellantis “l’inizio di una fase nuova”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il modello imposto da Sergio Marchionne è stato superato.
Per il sindacato Stellantis è una grande sfida”, sostiene. “Il referendum interessò 5.130 lavoratori delle carrozzerie e i sì vinsero per poco – 54% contro il 46% – con il voto decisivo degli impiegati. In molti casi tra gli operai prevalse il no. In cambio di quell’accordo, che riduceva le pause, modificava i turni e limitava il diritto di sciopero, Marchionne aveva promesso piena occupazione, salari più alti e tanti modelli. Uno scenario che non si è realizzato”.
Oggi le cose sono diverse. “Marchionne – osserva Airaudo – voleva portare in Italia un modello di relazioni sindacali di tipo americano, anche perché voleva un accordo con Gm. Le cose sono andate in modo diverso. Ci sarà bisogno di un’armonizzazione tra modello Usa e modello europeo: il sindacato dovrà porsi unitariamente questo obiettivo senza voglia di rivincite o rendite di posizioni”.   PIEMONTE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa chiude sotto la parità, Parigi -0,2%
Giù Londra (-0,65%), Francoforte (-0,06%) e Madrid (-0,21%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
17:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in ribasso per le principali Borse europee. Parigi ha ceduto lo 0,2% a 5.650 punti, Londra lo 0,65% a 6.754 punti, Francoforte lo 0,06% a 13.928 punti e Madrid lo 0,21% a 8.340 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano debole in chiusura (-0,33%), pesante Prysmian
Rialzo greggio spinge Tenaris ed Eni, bene Mediolanum a Azimut
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
18:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari non riesce a cogliere lo slancio finale e si ferma in territorio negativo (Ftse Mib -0,33% a 22.646 punti), tra scambi nella norma per oltre 2,2 miliardi di euro di controvalore. In rialzo lo spread a 112 punti, al di sotto comunque dei massimi raggiunti in giornata, con le tensioni all’interno della maggioranza che sostiene il governo Conte bis.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il rialzo del greggio che ha rotto un nuovo argine, con il Wti salito sopra ai 53 dollari al barile ha spinto Tenaris (+2,88%) ed Eni (+0,85%). Ma il botto lo ha fatto Mediolanum (+3,6%) all’indomani della raccolta di dicembre. In luce anche Pirelli (+3,28%) e Azimut (+2,16%), che ha diffuso le stime sull’utile del 2020. Acquisti su Fca (+2,05%), a cui Moody’s ha alzato il giudizio sul merito di credito a Baa3, migliorando a ‘stabile’ la prospettiva di Peugeot (+3,13%), a una settimana esatta dal debutto in Borsa della nuova entità Stellantis, frutto delle nozze tra i due Gruppi. Acquisti su Eni (+0,85%) e Saipem (+0,54%), cauta Generali (+0,3%), fiacca Unicredit (-0,11%) alla vigilia del Cda che farà il punto sul processo di successione del dimissionario Ad Jean Pierre Mustier. Segno meno anche per Ferrari (-0,14%), Intesa (-0,24%) e Campari (-0,48%). Sotto pressione Prysmian (-6,03% a 28,7 euro), ben al di sotto dei 29,25 euro ad azione pagati a Clubtre (Tip, +1,15%), che ha collocato il 3,72% del produttore di cavi.
Pesanti anche Tim (-3,04%), Nexi (-2,58%) ed Inwit (-2,57%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dalla scuola alla sanità, il Recovery Plan dell’Italia
Tra progetti 5G, Giubileo, asili, strade e ‘case della comunità’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
19:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dagli asili nido alla telemedicina, dall’alta velocità al Giubileo, dai pagamenti digitali alle reti 5G. Con una dotazione di 222 miliardi il Pnrr spazia su ogni ordine di progetti per fare dell’Italia un Paese più moderno, più digitale, più verde e più inclusivo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sei le missioni principali che a loro volta raggruppano 16 componenti: Digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura; Rivoluzione verde e transizione ecologica; Infrastrutture per una mobilità sostenibile; Istruzione e ricerca; Inclusione e coesione; Salute.
DIGITALIZZAZIONE, DA CIBER SECURITY A GIUSTIZIA – La missione è suddivisa in tre componenti – PA, sistema produttivo e cultura – per oltre 46 miliardi. Vi rientrano infrastrutture digitali per la raccolta dei dati (con la nascita di Poli Strategici Nazionali), per garantire più servizi digitali, dalla ‘cittadinanza digitale’ alla digitalizzazione dei pagamenti, ma anche per la cyber security e la gestione di dati sensibili.
Semplificare ed accelerare i processi sono le parole d’ordine per la giustizia, mentre per la digitalizzazione del sistema produttivo, che potrà beneficiare del piano Transizione 4.0, si punta su tecnologie, ricerca, sviluppo e innovazione, reti ultraveloci in fibra ottica, 5G e satellitari. Negli 8 miliardi del capitolo cultura e turismo trovano infine spazio la riqualificazione di borghi, parchi, giardini storici e periferie, un progetto speciale per Roma ‘Caput mundi’ in vista del Giubileo del 2025 e un ‘Progetto Cinecittà’ per il cinema.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
RIVOLUZIONE VERDE, DALL’ILVA AI BOSCHI – Ridurre le emissioni, migliorare l’efficienza energetica, proteggere e conservare l’Italia per consegnarla migliore alla Next Generation: territorio, acque, mari, patrimonio culturale e paesaggistico, città e foreste. Alla “Rivoluzione verde e transizione ecologica” è destinata la fetta maggiore di risorse: 68,9 miliardi. Si va dall’idrogeno verde alle energie rinnovabili, dalle ciclovie (con 1.000 km di piste ciclabili in città e 1.626 km di piste turistiche) al rimboschimento fino al riciclo dei rifiuti. In particolare 6,3 miliardi sono destinati a progetti su “Impresa verde ed economia circolare”, 18,2 miliardi a “Transizione energetica e mobilità locale sostenibile”, 29,3 miliardi per “Efficienza energetica e riqualificazione degli edifici”, 15 miliardi per “Tutela e valorizzazione del territorio e della risorsa idrica”. Rientra anche la decarbonizzazione dell’ex Ilva.
INFRASTRUTTURE, ALTA VELOCITA’ E MANUTENZIONE STRADE 4.0 – Con circa 32 miliardi di risorse, l’intervento sulle infrastrutture punta a realizzare un “sistema infrastrutturale di mobilità moderno, digitalizzato e sostenibile”. L’intervento più corposo (28,3 miliardi) è destinato a ferrovie e strade: si punta a rafforzare le grandi linee di comunicazione del Paese, innanzitutto ferroviarie, con un focus sul Mezzogiorno; risorse anche per la messa in sicurezza e il monitoraggio digitale di viadotti e ponti stradali con maggiori criticità. Altri 3,68 miliardi sono per intermodalità e logistica integrata, con investimenti per rendere i porti più competitivi e sostenibili.
ISTRUZIONE, DA INSEGNANTI A SCUOLE CABLATE – Colmare il deficit di competenze che limita il potenziale di crescita, migliorare i percorsi scolastici e universitari degli studenti agevolandone l’accesso e rafforzare i sistemi di ricerca e la loro interazione con il mondo delle imprese e delle istituzioni. Sono questi i principali obiettivi del capitolo “Istruzione e ricerca” per il quale verranno stanziati un totale di 28,5 miliardi di euro: 16,7 per il potenziamento delle competenze e diritto allo studio e i restanti 11,7 per la ricerca all’impresa. Per scuola e formazione, tra i principali intenti ci sono l’aumento dell’offerta di asili nido e servizi per l’infanzia, l’ampliamento delle opportunità di accesso all’istruzione, il contrasto all’abbandono scolastico (14,5% in Italia contro una media UE del 10,6%) e una migliore formazione e reclutamento dei docenti. E’ inoltre previsto l’efficientamento energetico e la cablatura delle scuole.
INCLUSIONE, PRIORITA’ DONNE E GIOVANI – Intervenire sulle ‘fragilità’ sociali: donne e lavoro, giovani, famiglie ‘marginali’ con una precisa attenzione alle discriminazioni di genere. La missione, con un impegno di 27,26 miliardi, è dedicata proprio al “sostegno all’empowerment femminile e al contrasto alle discriminazioni di genere” e all’aumento dell’occupazione, soprattutto giovanile. Per il lavoro si ipotizza la revisione delle politiche attive, con il rafforzamento dei centri per l’impiego e la loro integrazione con i servizi sociali e con la rete degli operatori privati. La seconda componente, “Infrastrutture sociali, Famiglie, Comunità e Terzo settore”, mira invece a supportare situazioni di fragilità sociale ed economica, a sostenere le famiglie e la genitorialità. Una specifica linea d’intervento è pensata per le persone con disabilità o non autosufficienti e prevede l’incremento di infrastrutture e la messa a disposizione di servizi e reti di assistenza. Infine sono previsti “Interventi speciali di coesione territoriale” con il rafforzamento della Strategia nazionale delle aree interne rilanciata dal Piano Sud 2030.
SANITÀ PIÙ VICINA CON “CASE DELLA COMUNITÀ” – Assistenza di prossimità e digitalizzazione sono i due snodi per i quali il governo mette in gioco 19,72 miliardi. La sanità – spiega il piano – deve essere “vicina ai bisogni delle persone”, con strutture sul territorio e telemedicina. La novità è l’arrivo di 2.564 “case della Comunità”, una ogni 24.500 abitanti, che diventeranno il punto di riferimento sul territorio, anche per l’assistenza domiciliare integrata sulla quale si conta di realizzare 575 centrali di coordinamento, attivare 51.750 medici e fornire kit specializzati a 282mila pazienti. Previsti anche 730 mini-ospedali entro il 2026 e l’ammodernamento del parco tecnologico ospedaliero con l’arrivo del Fascicolo Sanitario Elettronico.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gualtieri: giovedì il Cdm sui ristori, incompatibile con la crisi
Il ministro dell’Economia: ‘Chiederemo l’autorizzazione del Parlamento a un nuovo scostamento’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2021
19:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Nei prossimi giorni, forse già giovedì, faremo il Consiglio dei ministri per chiedere l’autorizzazione del Parlamento a un nuovo scostamento. Atto che, naturalmente, richiede un Governo nella pienezza delle sue funzioni, che non è compatibile con una crisi di governo”.
Lo ha detto il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, rispondendo a Radio popolare di Milano a una domanda sull’iter per il nuovo decreto ristori. “Poi, mentre il Parlamento voterà auspicabilmente questo scostamento, predisporremo quanto abbiamo già iniziato a fare, per arrivare dopo il voto alla sua approvazione”, ha aggiunto.

Il Piano per la ripresa e la resilienza italiano “richiede la partecipazione di tutti gli attori del Paese, è fondamentale il coinvolgimento delle parti sociali e della società civile, che vogliamo avviare subito dopo il cdm per la finalizzazione del piano”. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri a Radio popolare di Milano. “Vogliamo costruire una partnership con questi attori anche nella sua realizzazione, penso al terzo settore, agli enti locali”, ha detto Gualtieri.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Faro dell’Ue sull’Alitalia, Bruxelles chiede chiarimenti
Lettera al governo, fare chiarezza su discontinuità
w
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
12 gennaio 2021
20:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione Ue ha chiesto una serie di chiarimenti sull’operazione che dovrebbe portare alla newco Ita. Secondo quanto confermano fonti europee, l’antitrust Ue ha inviato al governo una lettera per chiedere in particolare di approfondire le condizioni che garantirebbero la discontinuità con la vecchia Alitalia.

La lettera, precisano le fonti, rientra nella normale procedura di dialogo con le autorità.

La Commissione non commenta la lettera inviata dalla dg Comp alle autorità italiane su Alitalia, ma “in generale” ricorda che “la discontinuità economica” con la vecchia società viene analizzata “usando un set di criteri tra cui non soltanto l’ampiezza degli asset trasferiti ma anche il prezzo di trasferimento, l’identità dell’acquirente, la tempistica del trasferimento e la logica economica della transazione”. In questa fase, precisa il portavoce, “in assenza di elementi definitivi su questo aspetto, la Commissione non può prendere posizione sulla continuità economica”. I contatti tra Dg Comp e autorità italiane sono comunque in corso e, secondo quanto si apprende, ci sarà una riunione a livello tecnico venerdì.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat, per 9 editori su 10 forti perdite nel 2020
Nel lockdown 62% italiani ha letto. Teenager grandi lettrici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
19:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il 2020, anno della pandemia, è stato per gli editori “estremamente difficile e incerto”: nove su dieci, intervistati nel periodo tra maggio e settembre, hanno previsto per il 2020 una perdita consistente del proprio fatturato rispetto al 2019. Uno su tre editori dal 25% al 50% in meno (32,0%), circa uno su quattro tra il 50% e il 75% (24,9%). Solo il 7,4% ha previsto di non subire perdite.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ quanto emerge dalla rilevazione Istat su “Produzione e lettura di libri in Italia”.
Gli scenari più negativi, in termini di fatturato, sono stati prospettati dagli operatori della piccola e micro-editoria: un micro editore su cinque ha previsto una perdita di oltre il 75%, circa un piccolo editore su quattro ha stimato tra il 50% e il 75% in meno. Il 40% dei medi invece ha previsto una riduzione di circa un quarto del proprio fatturato (fino al 25% in meno), mentre l’8,6% dei grandi ha previsto di non avere alcuna variazione significativa.
Tra le conseguenze più evidenti che la prima fase dell’emergenza sanitaria ha avuto sull’attività editoriale, gli intervistati segnalano: la cancellazione o la sospensione degli eventi e delle manifestazioni per la presentazione al pubblico delle nuove proposte editoriali (83,4%), la mancata partecipazione a saloni/festival letterari (74,1%), il ricorso alla cassa integrazione per il proprio personale (30,3%) e la sospensione o la cessazione di contratti con clienti o fornitori (29%).
Per fare fronte all’impatto della pandemia, le iniziative promosse e realizzate dagli operatori sono state in primo luogo: il rinvio delle nuove uscite editoriali in programma (79,6%), la revisione del piano editoriale 2020 (74,4%), il potenziamento dei canali di vendita online (56,4%), il ricorso al lavoro in modalità smart working per il personale interno (54,4%). Quasi un operatore su tre (29,2%) ha inoltre promosso l’ampliamento dell’offerta di titoli in formato digitale.
Nel periodo del lockdown, gli editori hanno attuato anche delle iniziative di promozione della lettura: il 43,6% ha attivato reti con le librerie indipendenti per la vendita e la consegna di libri a domicilio, il 42,8% organizzato eventi di promozione e interazione con i lettori attraverso i canali social o il proprio sito internet. Il 26,9% degli editori ha organizzato presentazioni online, letture e consigli di lettura da parte degli autori.
Durante la prima fase della pandemia la lettura ha accompagnato le giornate di più di 6 persone su 10 (62,6%), rappresentando la terza attività del tempo libero maggiormente svolta dopo la tv-radio (93,6%) e i contatti telefonici/videochiamate con parenti ed amici (74,9%).
Secondo il rapporto Istat, nel 2019 sono stati pubblicati in media 237 libri al giorno, quasi 1,3 libri ogni mille abitanti; di questi, due terzi sono novità (58,4%) e nuove edizioni (8,5%). Il 40,0% della popolazione di 6 anni e più legge almeno un libro all’anno. Il 77,2% dei lettori legge solo libri cartacei, il 7,9% solo e-book o libri online. Nove editori su dieci avevano previsto per il 2020 una perdita consistente del proprio fatturato rispetto all’anno precedente.
Nel 2019 – sempre secondo l’Istat – nella produzione di libri in Italia sono 1.706 le imprese e le istituzioni che svolgono come principale la pubblicazione di libri. Il 53% (considerando il volume complessivo della produzione editoriale in termini di quantità di copie stampate nell’anno di riferimento) di queste sono definibili “micro-editori” (hanno stampato non più di 5.000 copie), il 38,1% piccoli editori (tiratura massima di 100.000 copie), il 6,8% medi editori (tiratura non superiore a un milione di copie), il 2,1% grandi editori (hanno pubblicato titoli per una tiratura superiore a un milione di copie). I “grandi” e “medi” editori insieme realizzano oltre la metà (il 59,1%) della produzione in termini di titoli e il 91,3% della tiratura. Accanto agli operatori di maggiori dimensioni, l’ampia e variegata platea di piccoli e micro-editori, in buona parte imprese e istituzioni che svolgono edizione di libri come attività principale, contribuisce per il 40,9% all’offerta dei titoli pubblicati e per quasi un decimo del mercato (8,7%) in termini di tiratura. In media, se i micro e i piccoli editori hanno pubblicato rispettivamente 8 e 43 titoli all’anno, i medi editori hanno prodotto 208 opere librarie e le grandi case editrici 771. I grandi editori contribuiscono per il 63,3% al valore totale della produzione libraria, i medi per il 30,1%, i piccoli e i micro per il rimanente 6,6%.
Oltre il 50,0% degli editori attivi ha sede nel Nord del Paese (31,3% nel Nord-ovest e 18,8% nel Nord-est), il 28,7% al Centro e il 21,2% nel Mezzogiorno (14,7% al Sud e 6,5% nelle Isole). Si punta sulle novità, ma molto resta invenduto. In assoluto, il pubblico più affezionato alla lettura è rappresentato dalle ragazze tra gli 11 e i 19 anni (oltre il 60% ha letto almeno un libro nell’anno). La quota di lettrici scende sotto il 45% dopo i 55 anni, mentre per i maschi è sempre inferiore al 50% a partire dai 20 anni.
Il traino è l’editoria scolastica e per ragazzi: delle 86.475 opere pubblicate nel 2019 più di nove titoli su dieci sono libri (92,6%) mentre i restanti sono opuscoli (7,4%). L’offerta editoriale sta progressivamente integrando la produzione cartacea con quella digitale: ormai quasi la metà (il 45,3%) delle opere pubblicate a stampa è infatti disponibile anche in versione e-book.   SPETTACOLI, MUSICA E CULTURA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Bankitalia:in Italia forte peso fisco su capitale e lavoro
Possibile riequilibrio tassando consumi e ricchezza
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
16:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Anche se negli ultimi anni diversi interventi hanno concorso a diminuire il livello dell’imposizione, l’Italia, nel confronto internazionale, si caratterizza ancora per l’alta incidenza del carico fiscale sul capitale e soprattutto sul lavoro”.E’quanto afferma Banca d’Italia in audizione alla Camera sulla riforma dell’Irpef.
“Dati i vincoli di bilancio, a parità di spesa pubblica ulteriori riduzioni del prelievo sul lavoro potrebbero essere finanziate attraverso un maggiore carico fiscale sui consumi e sulla ricchezza, considerato meno dannoso per la crescita”.Il prelievo effettivo sui consumi è infatti più basso che in altri Paesi

Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutte, complete, sempre aggiornate. DA SEGUIRE E CONDIVIDERE!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 13 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 19:52 DI SABATO 09 GENNAIO 2021

ALLE 14:41 DI LUNEDì 11 GENNAIO 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ristori: Catalfo, in nuovo dl rifinanzieremo cig
Nel Recovery raddoppiate risorse per il lavoro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 gennaio 2021
19:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Con il nuovo decreto Ristori rifinanzieremo la cassa integrazione e ulteriori misure per lavoratori e imprese”. Lo ha detto al Tg1 il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo.

La ministra, che venerdì vedrà le parti sociali, ha sottolineato anche che “la riforma degli ammortizzatori sociali è necessaria, sottolineata anche dall’emergenza”. “La riforma toccherà tre punti fondamentali: universalismo, allargando questi strumenti a tutti i lavoratori con un’attenzione agli autonomi, semplificazione e collegamento con le politiche attive del lavoro”, ha aggiunto.
A proposito del Recovery Plan, la ministra ha detto che aveva “chiesto di investire più risorse sulle politiche del lavoro” per rafforzare le politiche attive e le competenze di giovani, donne, lavoratori anche cassintegrati e disoccupati. “Di fatto”, rispetto alla prima bozza, ha detto, “sono state raddoppiate e sono soddisfatta”.   POLITICA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ristori: si accelera su nuovo dl, scostamento 24 miliardi
Gualtieri: ‘Pronto scostamento di bilancio da 24 miliardi’. Di Maio: ‘Subito ristori a chi ha avuto cali nel fatturato’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
10:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Accelerare sullo scostamento di bilancio per poter procedere al più presto con il nuovo decreto ristori. Il Governo è compatto sull’urgenza di nuovi sostegni economici al tessuto produttivo, per far fronte alla necessità di proseguire con le misure restrittive per la pandemia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E almeno su questo capitolo la maggioranza in fibrillazione ritrova una convergenza, con Italia Viva che assicura il proprio voto.
Il nuovo scostamento, che come annunciato dal premier Giuseppe Conte verrà portato in settimana in Consiglio dei ministri, varrà più dei 20 miliardi ipotizzati finora. “Stiamo valutando un intervento da un punto e mezzo di pil”, spiega il ministro dell’economia Roberto Gualtieri in un’intervista al Corriere: cioè, circa 24 miliardi, “di cui circa un miliardo e mezzo” per i vaccini, precisa il ministro, sottolineando che nel nuovo provvedimento non ci saranno solo i ristori, ma anche “più di tre miliardi supplementari” per la Sanità.
Nel nuovo dl arriverà anche il rifinanziamento della cig e ulteriori misure per lavoratori e imprese, annuncia la ministra del lavoro Nunzia Catalfo. L’obiettivo dell’esecutivo è fare presto. Prima c’è passaggio “cruciale” del Recovery Plan, ma poi tocca a scostamento e nuovo decreto sui ristori, “indispensabili e urgenti”, avverte Gualtieri. “Vanno approvati subito ristori per autonomi, imprenditori, commercianti e tutti quelli che hanno avuto un notevole calo del fatturato a causa del covid” e questo “lo dobbiamo fare con il prossimo scostamento di bilancio”, incalza il ministro degli esteri Luigi Di Maio. Scostamento su cui è necessario “accelerare e chiudere entro fine mese, per dare un nuovo sostegno alle imprese”, dice la viceministra all’economia Laura Castelli invitando a non perdere tempo con “pseudo crisi”.
E un appello in questo senso arriva anche dal ministro per i rapporti con il Parlamento Federico D’Incà, che chiede fatti, “invece di perdere tempo prezioso a risolvere beghe politiche incomprensibili e inattuali”: serve “un nuovo scostamento di bilancio” e serve “il prima possibile”.
Un’urgenza condivisa anche da Italia Viva, che invece tiene alta la tensione sul Recovery (il testo potrebbe arrivare domani sera). La promessa sui ristori “va mantenuta senza se e senza ma”, dice il presidente dei senatori di Iv Davide Faraone, chiedendo al governo “di presentare in fretta il provvedimento di scostamento in parlamento: Italia Viva non farà mancare come sempre il proprio voto”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Hong Kong positiva, a +0,45%
In negativo invece Shanghai e Shenzhen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
11 gennaio 2021
04:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Hong Kong procede positiva verso la pausa delle contrattazioni: l’indice Hang Seng segna un rialzo dello 0,45%, a 28.003,54 punti.
L’indice Composite di Shanghai cede lo 0,44%, scivolando a 3.554,49 punti, mentre quello di Shenzhen si attesta a quota 2.411,79 (-0,32%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund in leggero rialzo a 106 punti base
Rendimento del decennale italiano è allo 0,52%
w
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
08:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund è in leggero rialzo questa mattina. Il differenziale, che venerdì era sceso fino a poco più di 103 punti base, è ora a 106,5 punti.
Il rendimento del decennale italiano è risalito dallo 0,50% a 0,52%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: scende sotto 52 dollari con rafforzamento dollaro
Wti a 51,7 dollari, Brent a 55,2
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
08:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo del petrolio è in calo questa mattina, spinto al ribasso dal rafforzamento del dollaro.
Il Wti è sceso a 51,75 dollari al barile (-0,9%) dopo aver guadagnato la scorsa settimana il 7,7%.
Il Brent ha perso invece l’1,4% attestandosi a 55,19 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo spot in calo, scende a 1.846 dollari l’oncia
Rafforzamento del dollaro pesa su quotazioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
08:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo dell’oro con consegna immediata è in lieve calo questa mattina. Con il rafforzamento del dollaro, le quotazioni sono scese a 1.846 dollari l’oncia, in ribasso dello 0,15%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in ordine sparso, giù Shanghai (-1%)
Veicoli elettrici al centro dell’attenzione. Corea in rosso
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
09:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati asiatici in ordine sparso in apertura di settimana, dopo la precedente in rialzo al meglio degli ultimi due mesi. Negativi i future delle principali Borse europee e di Wall Street.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tokyo è chiusa per festività e pesano in Cina, dove è cresciuta l’inflazione a dicembre, le tensioni dopo la riapertura delle relazioni diplomatiche degli Usa con Taiwan. Incombe la pandemia, con una nuova variante del virus scoperta anche in Giappone e sullo sfondo c’è il passaggio di consegne della presidenza Usa.
Al centro dell’attenzione il settore delle auto elettriche, Hyundai protagonista di un +17% dopo indicazioni positive da Credit Suisse, che hanno contribuito ai guadagni. A Shenzhen, in Cina, Byd ha fatto un balzo del 10%, dopo avere acquisito ordini dalla Colombia, e in Cina quello del gas, con dubbi sulle scorte per l’inverno. Shanghai ha chiuso in calo (-1%), come Shenzen (-1,8%). Male anche la Corea (-0,1%) e l’Australia. In Malesia sono stati registrati cali fino all’1,6%. Oltre l’1% i guadagni in Indonesia e Filippine. Bene, a mercati aperti, l’India (+0,6%).
Tra i dati macroeconomici attesi la produzione industriale di novembre in Spagna e la fiducia degli investitori a gennaio nell’Eurozona.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in calo (-0,4%)
Il Ftse Mib a 22.701 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
11 gennaio 2021
09:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in calo per Piazza Affari.
Il Ftse Mib perde lo 0,4% a 22.701 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bitcoin crolla, in due giorni perso fino al 21%
Quotazioni scendono a 32.400 dollari dopo record a 42.000
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
10:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La folle corsa del Bitcoin si arresta. Tra domenica e la giornata di oggi, vissuta finora sui mercati asiatici, la criptovaluta ha registrato il peggior calo da marzo, alimentando tra gli investitori l’idea che il boom potrebbe rapidamente esaurirsi.

Le quotazioni sono crollate fino al 21% toccando un minimo di 32.389 dollari. Si tratta, spiega Bloomberg, della più grande flessione di due giorni da quando i mercati globali sono stati turbati dalla pandemia.
Solo tre giorni fa, l’8 gennaio, il Bitcoin ha toccato il record di 42.000 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in rosso
Francoforte (-0,4%), Parigi (-0,3%) e Londra (-0,2%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
09:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rosso per le principali Borse europee. La peggiore è Madrid (-0,46%) a 8.369 punti, seguita da Francoforte (-0,45%) a 13.986 punti, Parigi (-0,39%) a 5.684 punti e Londra (-0,2%) a 6.856 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano debole (-0,2%) con petroliferi e auto
Banche e industria in ordine sparso
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
09:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Debole la Borsa di Milano (-0,2%) in avvio di seduta, con i petroliferi e le auto in difficoltà, mentre il Paese attende di conoscere la sorte del Governo e la pandemia da Covid 19 crea difficoltà in molti Paesi.
Male Tenaris (-1,6%), Saipem (-0,7%) e Eni (-0,4%), col greggio in calo (wti -0,5%) a 51,9 dollari al barile.
In difficoltà le auto, da Fca (-1,5%) a Ferrari (-1,1%). In negativo anche Buzzi e Prysmian (-0,5% entrambe), ma non Leonardo (+0,2%). Giù Pirelli (-1,1%), la paytech delle banche Nexi (-0,7%), per il lusso Moncler (-1%), ma non Cucinelli (+3%), tra i farmaceutici Recordati (-0,8%).
In ordine sparso le banche, con il risiko sullo sfondo, con lo spread verso 107 punti. Bene Fineco (+1,1%) con una raccolta record a dicembre, e Bper (+0,5%), piatte Intesa (+0,05%), Unicredit (+0,04%), Banco Bpm (-0,08%), in perdita Mps (-0,4%) nel giorno del Cda. Positiva Unipol (+1,2%), su Stm (+0,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Usa: Goldman, JpMorgan e Citi verso stop donazioni a partiti
Dopo attacco a Campidoglio banche rivedono contributi politici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
10:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Goldman Sachs, Citigroup e JPMorgan sono pronte a sospendere tutti i contributi ai partiti politici americani, allungando la lista delle società che stanno riconsiderando le loro scelte sulle donazioni all’indomani dell’occupazione di Capitol Hill.
Goldman, ha confermato un rappresentante della banca a Bloomberg, sta ancora formulando il piano che porterà probabilmente ad una riduzione delle future donazioni politiche ai leader eletti che hanno lottato per ribaltare il risultato del 2020.
JPMorgan, la più grande banca statunitense per patrimonio, ha detto che sta pianificando una sospensione di sei mesi sia per i repubblicani che per i democratici. Citigroup ha annunciato allo stesso tempo che intende interrompere temporaneamente tutti i contributi politici nel trimestre in corso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa peggiora, Milano (-0,7%)
Male petroliferi e auto, banche in ordine sparso
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
10:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee in peggioramento, dopo che l’Asia è andata in ordine sparso. La pandemia continua a creare difficoltà in molti Paesi, con un ritorno in Asia e una nuova variante del virus individuata anche in Giappone e la Cina nuovamente in tensione per Taiwan con gli Usa, che si stanno muovendo per riallacciare le relazioni con Taipei.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Negli Stati Uniti intanto, dove i future sono negativi, si avvicina il travagliato passaggio di consegne per la presidenza. La peggiore è Francoforte (-0,9%), seguita da Parigi (-0,6%), Londra (-0,5%) e Madrid (-0,4%). Scende Milano (-0,7%). Tonfo intanto dei Bitcoin.
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, perde lo 0,5%. Male le auto, iniziando da Renault (-2,1%) e Peugeot (-0,9%). Giù le compagnie aeree, come Lufthansa (-2,1%).
Petroliferi quasi tutti in rosso, a cominciare da Total (-1,2%), con eccezioni come Neste Oyj (+0,5%), col greggio in calo (wti -0,6%) a 51,9 dollari al barile. Banche in ordine sparso, con guadagni in particolare per Commerzbank (+3,2%), che rimbalza dopo il calo seguito all’azzeramento dell’avviamento in bilancio, Banco de Sabadell (+2,7%) e Banco Santander (+1,6%), e perdite per Hsbc e Unicredit (-0,6% entrambe), Credit Agricole (-0,7%).
In rosso molti farmaceutici, soprattutto Vifor e Ipsen (-1,3%), in rialzo alcuni, come AstraZeneca (+0,8%) che attende la conclusione dell’iter per il vaccino, Sanofi (+0,7%) che acquisisce la britannica Kymab.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Consob: da Arbitro più risarcimenti a risparmiatori nel 2020
Acf ha accolto 65% ricorsi, 28,5 milioni di euro risarciti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
10:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aumentano nel 2020 le decisioni in favore dei risparmiatori, quasi raddoppiato il volume dei risarcimenti, e cresce il numero dei ricorsi. Sono alcune delle indicazioni dell’attività dell’Arbitro per le controversie finanziarie (Acf) nell’anno dell’emergenza sanitaria da Covid, che ha visto un ulteriore consolidamento del ruolo dell’organismo di risoluzione stragiudiziale delle controversie tra piccoli investitori e intermediari, operativo presso la Consob dal 2017.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le aree di maggiore criticità si confermano essere quelle relative all’informativa messa a disposizione dei clienti all’atto dell’investimento e alle situazioni di illiquidità di titoli diffusamente collocati negli anni scorsi tra investitori retail, che hanno reso di fatto impossibile per molti risparmiatori dismettere le partecipazioni detenute, che spesso hanno visto un notevole decremento di valore rispetto all’investimento iniziale.
Sono 1.772 i ricorsi pervenuti l’anno scorso all’Arbitro (+5,6% sul 2019) e sale così a 7.113 il numero complessivo dei ricorsi dei risparmiatori nel primo quadriennio di attività (2017/2020).
Superiore ai 100 milioni il valore complessivo dei risarcimenti richiesti nel 2020, oscillanti tra un minimo di 94,66 e un massimo di 500.000 euro, ossia il limite di competenza per valore dell’Acf. Il valore medio delle singole controversie è stato di poco inferiore ai 60.000 euro, in linea con gli anni precedenti mentre il valore complessivo dei risarcimenti richiesti nel quadriennio ha superato la soglia dei 400 milioni.
Sono stati conclusi 1.514 procedimenti (+13,2%), 5.267 le pronunce nel quadriennio.
Il Collegio ha tenuto 53 riunioni (46 nel 2019), prendendo 1.060 decisioni (da 853), di cui il 65% di accoglimento dei ricorsi, con un balzo del 10% rispetto al dato 2019. Quasi raddoppiato (+81,5%) il valore complessivo dei risarcimenti riconosciuti a favore dei risparmiatori: 28,5 milioni nel 2020 a fronte dei 15,7 milioni del 2019. Sale così a 84,4 milioni il totale dei risarcimenti riconosciuti dal 2017 ad oggi, con una media pro-capite pari a circa 40.000 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tim: lancia il suo primo bond sostenibile
Rendimento iniziale 2,25%, in corso collocamento
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
10:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tim colloca il suo primo bond sostenibile. Il rendimento iniziale ipotizzato, per l’obbligazione che ha scadenza 8 anni, è pari al 2,25% e il taglio benchmark potrebbe portare a un’emissione fra 500 milioni e 1 miliardo di euro.
Ma ammontare e interesse garantito dipenderanno dalla domanda degli investitori cui stanno proponendo il bond Banca Akros, Bilbao, Bnp Paribas, Credit Agricole, Credit Suisse, Deutsche Bank, Santander, Ubi e UniCredit.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Twitter: -6,4% nel premercato dopo avere escluso Trump
Presidente Usa ha 88 milioni di follower
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
11:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le azioni di Twitter hanno perso fino all’8,3% nel pre-market, prima di assestarsi su una perdita del 6,4%, dopo che venerdì scorso il social media ha escluso in modo permanente il presidente uscente degli Usa, Donald Trump.
Lo scrive Bloomberg, ricordando che Trump ha oltre 88 milioni di persone che seguono il suo account.   TECNOLOGIA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Leonardo: l’Aw139 nuovo elicottero presidenziale in Colombia
In configurazione ‘vvip’ per il presidente della Repubblica
A
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
12:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’AW139 di Leonardo sarà il nuovo elicottero per il Presidente della Repubblica di Colombia.
“Caratterizzato da una speciale configurazione ‘VVIP’ – spiega l’azienda -, l’elicottero sarà consegnato in primavera quest’anno e sarà impiegato dalla Forza Aerea del Paese”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con la fornitura di questo elicottero “la Forza Aerea colombiana diventerà il primo cliente militare nel paese, mentre cresce la flotta di AW139 in Colombia, dove questo modello ha già ottenuto successo per operazioni di trasporto civile a supporto dell’industria Oil&Gas, con cinque elicotteri entrati in servizio presso l’importante operatore Helistar S.A.S”.
L’AW139 presidenziale colombiano, spiega Leonardo, “sarà dotato, fra gli altri allestimenti, di una configurazione a otto posti nella cabina più spaziosa della sua categoria, i più elevati standard di sicurezza oltre ad includere una suite di autoprotezione, generalmente prevista negli elicotteri utilizzati per il trasporto di Capi di Stato o di Governo”.
Per l’azienda “la scelta dell’AW139 VVIP in Colombia conferma il ruolo di leadership di Leonardo nel mercato mondiale degli elicotteri VIP bimotore, del quale detiene una quota del 40%, e accresce anche il successo del modello in tutta l’America Latina per un’ampia gamma di applicazioni tra cui trasporto VIP e offshore, sicurezza e servizi di pubblica utilità”.
L’AW139 “è stato spesso scelto per sostituire gli obsoleti UH-1.
La variante militare AW139M viene anche proposta da Leonardo per rispondere ai requisiti multiruolo dell’Aeronautica, dell’Esercito, della Polizia e della Marina della Colombia. Con più di 400 elicotteri civili e militari in servizio in America Latina attualmente, Leonardo è una delle maggiori realtà sul mercato di riferimento in tutta la regione”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Snam: con Tenaris e Edison per acciaio con idrogeno verde
Progetto rientra nella decarbonizzazione acciaieria Dalmine
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
13:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tenaris, Edison e Snam hanno sottoscritto una lettera di intenti per avviare un progetto finalizzato alla decarbonizzazione dell’acciaieria di Tenaris a Dalmine (Bergamo), attraverso l’introduzione dell’idrogeno verde in alcuni processi produttivi.
Le tre società collaboreranno per individuare e realizzare le soluzioni più idonee per la produzione, la distribuzione e l’utilizzo di idrogeno verde nel sito Tenaris di Dalmine, contribuendo con le proprie competenze per investire nelle migliori tecnologie disponibili.

L’idrogeno verde può rappresentare la “soluzione ideale per decarbonizzare alcuni importanti settori industriali, in particolare per produrre nel lungo periodo acciaio a zero emissioni”, afferma Marco Alverà, amministratore delegato di Snam.
Con questa intesa Edison avvia un percorso di “sostegno alla decarbonizzazione di settori industriali chiave per l’economia nazionale”, sostiene Nicola Monti, amministratore delegato di Edison.
Il progetto Dalmine Zero Emissions rappresenta la più “recente delle iniziative realizzate da Tenaris in Italia per il miglioramento della propria impronta ambientale”, evidenzia Michele Della Briotta, presidente Tenaris Europa e amministrato delegato TenarisDalmine.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro, in Italia ripresa top in Ue nel III trimestre
Eurostat, giù cig e gli inattivi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
13:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel terzo trimestre del 2020, il mercato del lavoro in Italia ha registrato la ripresa più forte in Europa grazie al calo della cig e alla diminuzione degli inattivi. Secondo i dati Eurostat infatti, nel nostro paese si è registrato il maggiore calo (-1,7 punti percentuali) della fragilità del mercato del lavoro.

A contribuire alla ripresa è stata soprattutto la diminuzione di ferie forzate e cig, con le assenze passate dal 24% al 7%. In Italia si è osservato anche il secondo aumento in Ue delle ore lavorate (+28,3%). Anche gli inattivi sono scesi: occupati e disoccupati sono saliti di 0,2 e 1,5 punti percentuali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in rosso (-0,5%), giù auto, banche incerte
Male petroliferi. In calo Cattolica, corre Cucinelli
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
13:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue negativa la seduta della Borsa di Milano (-0,5%), in linea con le altre principali Piazze europee, con eccezione solo Madrid, che è piatta (+0,02%), e i future Usa in rosso. Mentre l’Italia attende l’esito delle tensioni nel Governo, sul fronte Covid 19 sono in vista le nuove misure di contenimento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pesanti i petroliferi, da Saipem (-1,8%), a Tenaris (-1,4%) e Eni (-1,2%), col greggio in calo (wti -0,5%) a 51,9 dollari al barile. Male l’industria, con Buzzi (-1,8%) e Leonardo (-1,2%), annunciato un nuovo contratto in Messico. Giù le auto, con Fca (-2%) e Ferrari (-1,5%) come l’intero comparto nel Vecchio continente.
Fra le banche rimbalza in negativo Unicredit (-1,9%), che mercoledì vede il Cda incontrarsi per restringere il cerchio sui nomi per il nuovo ceo, mentre Mps (-2,5%) cede nel giorno stesso del Cda. Non molto meglio le altre banche, da Intesa (-‘,9%) a Banco Bpm (-1%), con eccezione Bper (+2%) e Fineco (+1,1%) con una raccolta record a dicembre.
Tra le assicurazioni, male Cattolica (-2,5%) dopo la richiesta di Ivass di rafforzamento della governance in vista della trasformazione in spa, bene invece Unipol (+1,3%). Nel lusso guadagna Cucinelli (+3,1%), nel giorno in cui sono attesi i risultati del quarto trimestre, debole Moncler (-0,3%).
In cima al listino principale Stm (+1,9%) e Inwit (-1,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Goldman Sachs taglia le stime per l’economia europea
Pil -2,2% 4/0 trimestre 2020, calo anche in primo trimestre 2021
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
13:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A causa del rafforzamento della pandemia Covid 19, Goldman Sachs rivede al ribasso le stime per l’economia dell’area Euro, con il dato del Pil complessivo per il quarto trimestre 2020 abbassato da -1% a -2,2% e il rischio sempre più elevato di un “leggero calo” anche nel primo trimestre di quest’anno.
I report di Goldman Sachs annunciano “una nuova contrazione a gennaio, soprattutto nel Regno Unito e in Germania”, dopo un aumento dei contagi e restrizioni governative più stringenti, con i blocchi che sono visti in riduzione progressiva dal mese di marzo.
Gli analisti della banca d’affari statunitense hanno anche evidenziato nell’area europea “una minore attività dei servizi a partire dalle restrizioni di novembre” e una ripresa maggiore del previsto della produzione industriale, mentre Ubs ha ridotto le previsioni di crescita del Pil della zona Euro per il 2021 dal 6,2% al 5%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa negativa con future Usa, con pandemia sullo sfondo
Giù petroliferi, bene molti farmaceutici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2021
14:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Restano negative, insieme ai future Usa, le principali Borse europee, mentre la pandemia da Covid 19 si fa più aggressiva in molti Paesi, e riemerge in Asia, con l’Europa alle prese col piano vaccinale. I mercati guardano anche al difficile passaggio di consegne negli Usa dal presidente uscente, Donald Trump, bloccato definitivamente su Twitter (-6,4%) nel pre-market) venerdì, e Joe Biden, che annuncia un nuovo piano di stimolo all’economia.
Non si impensierisce l’oro (-0,6%) a 1.841 dollari l’oncia. La peggiore è Francoforte (-0,7%), seguita da Parigi e Londra (-0,6%), Milano (-0,5%) e Madrid (-0,2%).
L’Indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, perde lo 0,4%, schiacciato soprattutto da utility, materiali ed energia.
Col greggio in calo (wti -0,6%) a 51,9 dollari al barile, male i petroliferi, a partire da Total (-1,5%), eccezione Equinor (+0,2%). Bene invece molti farmaceutici, a partire a Roche (+2,8%), non altri come Glaxo (-0,4%). Banche in ordine sparso, con cali consistenti per alcune come Ing (-2,5%) e Close Brothers (-2,3%) e rialzi per altre, dal rimbalzo di Commerzbank (+2,4%) a Bank Polska (+3,4%).

Economia tutte le notizie in tempo reale. Resta informato, leggi e condividi!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 12 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:41 DI VENERDì 08 GENNAIO 2021

ALLE 19:52 DI SABATO 09 GENNAIO 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Sace: ad Arvedi il primo Green loan, operazione da 240 mln
Progetti nei siti di Cremona e Trieste per l’acciaio sostenibile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2021
11:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
È destinata ad investimenti “green” del Gruppo Arvedi, una delle principali realtà europee dell’acciaio, la prima operazione di Sace per il Green New Deal.
Andrà a sostenere tre progetti nei siti industriali di Cremona e Trieste.
L’operazione, della durata di sei anni e per un importo complessivo di 240 milioni di euro, è stata chiusa con successo registrando una sovra sottoscrizione che ha dato luogo a un riparto delle quote tra le banche partecipanti.
Questo strumento finanziario, introdotto dal decreto Semplificazioni, è parte di un più ampio contratto di finanziamento siglato tra alcune società del Gruppo Arvedi e un pool di banche, tra le quali Intesa Sanpaolo, organizzatrice e agente.
Il finanziamento è costituito da due tranche: la prima, di 165 milioni di euro, a favore di Acciaieria Arvedi è quella che vede l’intervento di SACE quale garante per il 70% dell’importo; la seconda, di 75 milioni di euro è a favore di Acciaieria Arvedi, Arvedi Tubi Acciaio e Centro Siderurgico Industriale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in rialzo, Francoforte ai massimi
Avanzano Hi-Tech e utlity, stabile euro sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2021
11:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee riducono il rialzo iniziale ma proseguono la seduta in terreno positivo. Bene Francoforte (+0,6%) che raggiunge i massimi degli ultimi cinque anni a 14.056 punti.
Il 18 marzo 2020 si era registrato il picco con gli effetti della pandemia e l’indice Dax sceso a 8.441 punti.
Nel Vecchio continente sono in rialzo anche Parigi (+0,3%), Londra (+0,1%) mentre Madrid (-0,02%) è sulla parità. L’indice Stoxx 600 guadagna lo 0,5%, sostenuto dal comparto informatico (+2,2%). Bene anche le utility (+1,1%) e la farmaceutica (+0,4%). In calo l’energia (-0,7%), con il prezzo del petrolio in rialzo, e le banche (-0,8%). Sul fronte valutario è stabile l’euro sul dollaro a 1,2239 a Londra.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano riduce rialzo, sugli scudi Stm e Unicredit
In calo Prysmian e Fca, spread Btp-Bund a 104 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano riduce rialzo, sugli scudi Stm e Unicredit
In calo Prysmian e Fca, spread Btp-Bund a 104 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2021
12:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (+0,4%) prosegue in terreno positivo ma riduce il rialzo iniziale. Sugli scudi Stm (+3%), con i ricavi preliminari in rialzo, e Unicredit (+2,2%), alle prese con la ricerca del nuovo ceo e le ipotesi di nozze con Mps (+1,1%).
Lo spread tra Btp e Bund scende a 104 punti base, con il rendimento del decennale italiano allo 0,52%.
Andamento positivo per le banche con Bper (+0,7%) e Banco Bpm (+0,3%) mentre è piatta Intesa. In rialzo Amplifon (+2%) e Recordati (+1,5%). Performance positiva per le utility tra cui Hera (+0,8%), A2A (+0,5%) e Snam (+0,4%).
In fondo al listini Interpump (-2,6%). Male anche Prysmian (-2%), Fca (-1,9%) e Pirelli (-1,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Hyundai: possibile accordo con Apple, titolo vola in Borsa
Trattative prima confermate poi ‘diluite’ dalla casa coreana
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2021
12:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Potrebbe essere Hyundai il partner automobilistico per affiancare Apple nel progetto della sua prima vettura elettrica ad alta tecnologia, fin qui conosciuta come Project Titan. Come riferisce il periodico specializzato Autoevolution la notizia era stata diffusa inizialmente dal sito web coreano Hankyung, che aveva ripreso i ‘rumors’ su una collaborazione produttiva per poi passare anche nei notiziari de canale televisivo Korea Economic.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La novità nella vicenda – che ha portato ad un’impennata del titolo Hyundai in Borsa di quasi il 20% – è che dopo l’articolo di Hankyung è stata la stessa Hyundai a dare una conferma ufficiale che, nella prima stesura, recitava: “Siamo a conoscenza che Apple è in discussione con diverse Case automobilistiche globali, tra cui Hyundai Motor. Poiché la trattativa è nella fase iniziale, nulla è stato deciso”.
Questa affermazione, abbastanza sorprendente, contrastava però – secondo Autoevolution – con il codice di riservatezza di Apple.
Così Hyundai, poco tempo dopo l’invio ai media, ha rivisto il comunicato che è diventato (facendo sparire il nome Apple) “Abbiamo ricevuto richieste di potenziale collaborazione da varie aziende per quanto riguarda lo sviluppo di veicoli elettrici autonomi. Non sono state prese decisioni poiché le discussioni sono nella fase iniziale”.
Secondo altre fonti, il raggio di azione di un possibile accordo sarebbe più ampio, e del genere ‘win win’ dove entrambi i partner hanno molto da guadagnare. Il Gruppo Hyundai, anche attraverso la sua divisione Mobis – specializzata in componentistica high tech – potrebbe aiutare Apple nel realizzare un’auto elettrica, parzialmente o completamente autonoma, con maggiore facilità rispetto ad altri partners. Ma l’azienda di Cupertino sarebbe determinante per affiancare Hyundai nella realizzazione in Usa e Corea di fabbriche per batterie di nuova generazione.   TECNOLOGIA   ECONOMIA   VAI ALLA POLITICA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa positiva attende Wall Street, Milano +0,5%
A Piazza Affari corre Stm, in calo Prysmian e Fca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2021
13:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee proseguono le contrattazioni in rialzo in attesa dell’avvio di Wall Street dove i futures sono in positivo. Sul fronte valutario l’euro sul dollaro è poco mosso a 1,2251 a Londra.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’indice d’area stoxx 600 guadagna lo 0,6%. In positivo Francoforte (+0,7%), ai massimi a 14.071 punti, Parigi e Milano (+0,5%), Madrid (+0,3%), Londra (+0,1%). I listini sono sostenuti dall’informatica (+2,1%) e dalle utility (+1,3%) mentre sono in calo le banche (-0,9%) e le Tlc (-0,5%).
A Piazza Affari marciano in forte rialzo Stm (+3,9%) e Unicredit (+2,5%). Bene anche Amplifon (+2,2%) e Recordati (+1,4%). In fondo al listino Interpump (-3,3%) in compagnia di Prysmian (-1,7%) e Fca (-1,5%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stefanel: via libera da Mise a cessione a Ovs
Prevista apertura una decina nuovi negozi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
08 gennaio 2021
13:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Ministero per lo sviluppo economico ha dato il via libera alla cessione degli asset Stefanel in amministrazione straordinaria a Ovs. Lo si apprende da fonti vicine al dossier.
Secondo quanto si è appreso dalle bozze del piano industriale, Ovs prevede l’apertura, nei prossimi tre anni, di una decina di nuovi negozi in Italia a marchio Stefanel e l’estensione del marchio nel segmento bambino con il lancio di “Stefanel Kids”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: sale a Ny, +1,51%
A 51,60 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
08 gennaio 2021
15:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio sale a New York, dove le quotazioni salgono dell’1,51% a 51,60 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre positiva, Dj +0,29%, Nasdaq +0,79%
S 500 sale dello 0,53%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
08 gennaio 2021
15:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre positiva. Il Dow Jones sale dello 0,29% a 31.133,21 punti, il Nasdaq avanza dello 0,79% a 13.172,15 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,53% a 3.823,45 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano cauta (+0,2%), banche in ordine sparso
Male industria, auto e petroliferi, corre Stm
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2021
15:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue la seduta cauta Piazza Affari (+0,2%), con il governo alle prese con le nuove misure di contenimento del Covid 19, mentre il Paese attende di capire se si profili una crisi per l’Esecutivo. Stm continua la sua corsa (+3,7%) con i ricavi preliminari in rialzo, e va bene Amplifon (+2,5%).
Rimbalzo per i farmaceutici, con Recordati (+1,3%) e Diasorin (+0,8%).
Con lo spread sceso sotto 104 punti, bene alcune banche, a partire da Unicredit (+2,5%), con in ballo le eventuali nozze con Mps (+0,2%). In rosso invece altre, come Banco Bpm e Bper (-0,3%), che rimbalzano dagli sprint del giorno prima, e Intesa (-0,5%). Giù i petroliferi, da Tenaris (-0,2%) a Saipem e Eni (-0,6% entrambi), pur col greggio in rialzo (wti +1,6%) a 51,6 dollari al barile.
In perdita l’industria, con Interpump (-3,9%), Prysmian (-3%) e Buzzi (-1,9%) e Leonardo (-1,2%), al contrario del giorno precedente. Male le auto con Fca (-3%) e Ferrari (-0,5%). In ribasso Mediobanca e Poste (entrambe -1%). Fuori dal listino principale bene Ovs (+4,7%) col via libera del Mise all’acquisizione di alcuni asset di Stefanel.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa positiva con avvio in rialzo di Wall Street
Male le banche, bene informatica, farmaceutici in ordine sparso
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2021
16:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Continua la seduta in positivo le principali Borse europee, dopo l’apertura in rialzo di Wall Street, nonostante i dati non buoni sul lavoro, in una giornata in cui il presidente uscente, Donald Trump, fa appello alla riconciliazione nel Paese, citando per la prima volta la certificazione del risultato elettorale. Più che tranquillo l’oro (-1,1%) a 1.891 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La migliore è Francoforte (+0,7%), seguita da Parigi (+0,5%), Madrid (+0,3%) e Londra sul filo (+0,05%). Resta molto cauta Milano (+0,1%).
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, guadagna lo 0,6%, trainato dall’informatica. Tra i semiconduttori corrono Infineon (+7%) e Stm (+3,7%). Rimbalzo in negativo per le auto, a cominciare da Renault (-4,3%) e Peugeot (-2,4%) e Fca (-2,2%).
Molti i petroliferi in rosso, a partire a Neste Oyj (-1,9%) e Repsol (-1,7%), con eccezioni come Polski Koncern (+2,4%) e Equinor (+1,7%), col greggio in crescita (wti +1,5%) a 51,6 dollari al barile.
Male le banche, come Commerzbank (-4%), azzerato l’avviamento in bilancio, Bank of Ireland e Banco de Sabadell (-2,3%), con eccezioni come Unicredit (+2,7%). In ordine sparso i farmaceutici, con guadagni ad esempio per Vifor (+2,4%) e Recordati (+2,1%) e perdite per AstraZeneca e Bayer (-0,5% entrambe).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in rosso (-0,02%), male banche, non Unicredit
Giù petroliferi e industria, in calo Fca, guadagna Ovs
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2021
17:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gira il leggero negativo la Borsa di Milano (-0,02%), in controtendenza rispetto alle altre principali Piazze europee, mentre il Paese attende di conoscere il futuro del governo e sono state decise nuove misure di contrasto alla pandemia da Covid 19.
Si assottigliano i guadagni di Amplifon (+2,9%) e Stm (+2,5%), che corre dopo i risultati preliminari del 2020, così come i rimbalzi dei farmaceutici, con Recordati (+2,1%) e Diasorin (+0,4%).
Forti le perdite dell’industria, da Interpump (-4,8%) a Prysmian (-2%), Buzzi (.1,5%) e Leonardo (-1,3%). Tra le auto giù Fca (-1,7%), mentre si risolleva Ferrari (+0,2%).
Tra le banche, con lo spread poco mosso verso 105 punti, sono in forma solo Unicredit (+1,9%) e Mps (+0,8%), in attesa di eventuali nozze, non Fineco (-0,6%), Banco Bpm (-0,6%), Intesa (-0,8%) e Bper (-1,4%). Peggiorano i petroliferi, da Eni (-0,7%) a Tenaris -0,4%) e Saipem (-0,9%), mentre il greggio guadagna (wti +1,6%) a 51,6 dollari al barile. Fuori dal listino principale sale Ovs (+3%) col via libera del Mise all’offerta per acquisire alcuni asset di Stefanel.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in leggero positivo (+0,2%)
Il Ftse Mib a 22.793 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 gennaio 2021
17:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in leggero positivo per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,21% a 22.793 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in rialzo
Parigi (+0,6%), Francoforte (+0,5%), Londra (+0,2%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2021
18:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rialzo per le principali Borse europee. La migliore è stata Parigi (+0,65%) a 5.706 punti, seguita da Francoforte (+0,58%) a 14.049 punti, Madrid (+0,21%) a 8.407 punti e Londra (+0,24%) a 6.873 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano cauta (+0,2%), banche in rosso, non Unicredit
Mercato in attesa su rischi crisi per l’Esecutivo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2021
18:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cauta Piazza Affari (+0,2%) nella chiusura dell’ultima seduta della settimana, mentre il governo ha deciso nuove restrizioni per contrastare il Covid 19 e nello stesso tempo il Paese attende di sapere se si profili una vera e propria crisi per l’Esecutivo.
Le banche, nonostante lo spread Btp-Bund rimastostabile a 105 punti, hanno patito, da Intesa (-0,6%) a Banco Bpm (-0,7%) e Bper (-1,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Non Unicredit (+1,8%) e Mps (+0,8%), con l’eventualità delle nozze. Male l’industria con Interpump (-4,2%), Buzzi (-1,8%), Leonardo (-1,5%) e Prysmian (-1,2%). Giù Mediobanca (-1,9%). Hanno sofferto i petroliferi, da Eni (-0,4%) a Tenaris (-0,5%) e Saipem (-1%), pur col greggio in rialzo (wti +1,3%) a 51,5 dollari al barile a sera. Giornata no per Fca (-1,8%) in linea col comparto, poi S&P ne alzato il rating a BBB-.
Migliore del listino principale Amplifon (+3,5%), bene Stm (+1,9%), dopo i risultati preliminari del 2020, in forma Enel (+1,8%). Netto rimbalzo rispetto al giorno precedente per i farmaceutici, con Recordati (+2%) e Diasorin (+0,6%).
Fuori dal listino principale sprint di Ovs (+4,1%), col via libera del Mise all’offerta per acquisire alcuni asset di Stefanel.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in rialzo a Ny, +2,8%
Quotazioni a a 52,24 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
08 gennaio 2021
20:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono del 2,8% a 52,24 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Usa, Twitter sospende permanentemente l’account di Trump
“Rischio nuovi incitamenti a violenza”. Il titolo cala in Borsa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 gennaio 2021
01:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Twitter sospende permanentemente l’account @realDonaldTrump, quello del presidente americano.
“Dopo aver rivisto i recenti tweet da @realDonaldTrump, abbiamo deciso di sospendere permanentemente l’account per il rischio di ulteriore incitamento alla violenza”, si legge in una nota del social network.

“Disgustoso. Big Tech vuole cancellate tutti i 75 milioni di sostenitori di Trump”, twitta Jason Miller, consigliere della campagna del presidente Usa uscente, commentando la decisione di Twitter. “Vi sbagliate – dice Miller – se pensate che non prendano di mira voi dopo”.
Twitter in calo a Wall Street dopo la sospensione dell’account di Trump: i titoli del social network perdono il 2,78% nelle contrattazioni after-hours.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La voglia di vacanze c’è, i programmi un po’ meno
Dopo record negativi ultimi mesi risale l’indice Swg Confturismo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 gennaio 2021
09:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’attuale situazione di emergenza sicuramente pochissimi italiani hanno fatto progetti di vacanze, ma con il nuovo anno cominciano ad affiorare le prime timidissime idee sulle ferie. Lo segnala l’indice calcolato da Swg per Confturismo Confcommercio che, dopo il record negativo di novembre, recupera 9 punti e si attesta a 48 (su scala da 0 a 100).

Ma si tratta di una media fra due scenari ben distinti: il primo è quello a breve scadenza, entro fine febbraio, con 1 intervistato su 4 che prevede di concedersi una pausa di massimo 3 giorni in Italia. Tuttavia, fra questi, il 72% non ha ancora scelto la meta né tanto meno prenotato e la stragrande maggioranza delle preferenze si indirizza verso seconde case di proprietà o di amici. “Insomma – rileva Confturismo – non si tratta di turismo”.
Il secondo è quello delle previsioni a più lunga scadenza: gli italiani sembrano puntare a una vacanza di 3-7 giorni tra giugno e luglio, nel 28% dei casi, e di oltre 7 giorni tra luglio e settembre, per uno su due. Questo naturalmente a patto che l’epidemia torni davvero sotto controllo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps: proroga Ape sociale, via a nuove domande over 63
Legge Bilancio ha esteso durata misura al 2021
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 gennaio 2021
11:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chi ha almeno 63 anni di età ed ha i requisiti per l’eccesso all’Ape sociale può fare domanda all’Inps per avere l’indennità prorogata con la legge di Bilancio per il 2021. Lo comunica l’Inps con un messaggio.
La misura è rivolta ai 63enni (e a coloro che li compiranno entro il 2021). Possono fare domanda i disoccupati con almeno 30 anni di contributi previdenziali e non hanno più il sussidio di disoccupazione da almeno tre mesi, coloro che sono impegnati in lavori gravosi con almeno 36 anni di contributi, coloro che assistono il coniuge o un parente di primo grado convivente con handicap in situazione di gravità e coloro che hanno un’invalidità di almeno il 74%. La domanda di accesso all’Ape si può fare a partire dai 63 anni ma per effetto dell’aumento dell’aspettativa di vita che ha portato il pensionamento di vecchiaia dal 2019 a 67 anni e del tempo di erogazione massima che arriva a tre anni e sette mesi di fatto l’accesso è possibile solo dai 63 anni e cinque mesi a meno di non essere un contributore volontario che riesce ad uscire con la pensione anticipata.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Agenzia delle Entrate invia 628 milioni del decreto Natale. Ristori a quota 10 miliardi
Inviati in totale da inizio pandemia 3,3 milioni di bonifici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 gennaio 2021
14:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono stati inviati tutti i bonifici automatici per i ristori previsti dal “Decreto Natale”: si tratta di oltre 628 milioni di euro che arriveranno direttamente sul conto corrente dei titolari di partita Iva interessati – dai ristoratori ai pasticceri – dalle restrizioni dirette a contenere l’emergenza sanitaria da Covid-19 durante le festività natalizie. Lo annuncia l’Agenzia delle Entrate che ha il ruolo di gestione nella distribuzione di queste risorse.
Con l’ultima tranche di 628 milioni di euro i contributi erogati dall’Agenzia delle Entrate hanno superato quota 10 miliardi e raggiungono quota 3,3 milioni i bonifici accreditati in automatico dall’agenzia guidata dal direttore Ernesto Maria Ruffini sui conti correnti dei beneficiari in base ai decreti “Rilancio”, “Agosto”, “Ristori da uno a quater” e “Natale”.
“I ristori non si sono conclusi.
Continueremo a destinarli, fino a quando ci saranno chiusure obbligate. E vogliamo anche intervenire dando un ristoro a chi non è stato costretto a chiudere ma, comunque, in questo passato 2020 ha registrato forti perdite”. E’ quanto afferma il vice ministro all’Economia Laura Castelli. “Abbiamo costruito per questa crisi uno strumento nuovo, rapido e capace di dare sostegno”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ristori:Castelli,non abbiamo finito,continueremo a darli
Anche a chi, pur non chiudendo, ha avuto perdite.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 gennaio 2021
14:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“I ristori non si sono conclusi.
Continueremo a destinarli, fino a quando ci saranno chiusure obbligate.
E vogliamo anche intervenire dando un ristoro a chi non è stato costretto a chiudere ma, comunque, in questo passato 2020 ha registrato forti perdite”. E’ quanto afferma il vice ministro all’Economia Laura Castelli a commento dell’invio dei bonifici per i ristori previsti dal Dl Natale a chi ha dovuto chiudere durante le feste. “Abbiamo costruito per questa crisi uno strumento nuovo, rapido e capace di dare sostegno”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: Cnel, con Covid si rischia situazione esplosiva
Rapporto sul lavoro, con stop al blocco licenziamenti e alla Cig
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 gennaio 2021
14:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La situazione del mercato del lavoro è peggiorata con l’epidemia da Covid 19 ma rischia di diventare ‘esplosiva’ con l’interruzione della cig Covid e la fine del blocco dei licenziamenti. L’allarme arriva dal Cnel che martedì presenterà il Rapporto sul mercato del lavoro dal quale emerge un 2021 che inizia “con più ombre che luci”.
Si teme un aumento del lavoro nero, mentre cresceranno le difficoltà di inserimento nel mercato per giovani e donne. “La crisi conseguente alla pandemia – si legge – ha colpito circa 12 milioni di lavoratori tra dipendenti e autonomi, per i quali l’attività lavorativa è stata sospesa o ridotta”.

Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutta l'Economia, sempre completa ed approfondita. SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 30 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:58 DI MERCOLEDì 06 GENNAIO 2021

ALLE 11:41 DI VENERDì 08 GENNAIO 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Bitcoin: supera i 35.000 dollari, è nuovo record
Per JPMorgan può schizzare a 146 mila dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
06 gennaio 2021
13:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Bitcoin vola e tocca il nuovo record di 35.842 dollari. Nelle ultime ore JPMorgan ha previsto che la criptovaluta possa toccare i 146.000 dollari nel lungo termine.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano sale (+1,55%), voto Usa spinge Buzzi e Saipem
Sprint Mps e Unicredit, giù Recordati, Diasorin, Fca ed Stm
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 gennaio 2021
14:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari consolida il rialzo a metà seduta dopo l’esito del voto in Georgia a favore dei democratici, che secondo alcuni gestori di fondi spinge il settore delle costruzioni e delle rinnovabili. L’indice Ftse Mib sale dell’1,55%, spinto da Buzzi (+7,56%) e Saipem (+5,73%), la cui attività è sempre più concentrata sulle energie rinnovabili.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund stabile a 109 punti base e le ipotesi di integrazione tra Mps (+4,92%) e Unicredit (+5,89%) a condizioni di maggior favore per quest’ultima spingono entrambi i titoli. Seguono Banco Bpm (+3,84%), Intesa (+3,49%) e Mediobanca (+3,28%), all’indomani degli acquisti annunciati da Delfin che si è portata a un filo dal 12%. Il greggio stabile sui 50 dollari al barile (Wti +0,16%) favorisce Eni (+2,55%).
Segno meno invece per Diasorin (-4,15%), al terzo calo consecutivo dopo il mini-rimbalzo dello scorso 30 dicembre.
Difficoltà anche per Recordati (-3,12%), in una seduta difficile per l’intero settore in Europa, colpito da prese di beneficio dopo i recenti rialzi sulla scia dell’avvio delle vaccinazioni anti Covid. Deboli anche Inwit (-2,76%), Nexi (-2,05%), Ferrari (-1,63%) ed Fca (-1,27%). Giù Stm (-1%) insieme a tutto il settore tecnologico in Europa, sui timori di un inasprimento delle regole per il comparto delle telecomunicazioni negli Usa dopo la vittoria democratica in Georgia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa migliora dopo voto Georgia, Milano +1,5%
Londra accelera, primo intervento presidente Boe dopo Brexit
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 gennaio 2021
15:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Accelerano le borse europee dopo l’ormai certa vittoria dei democratici in Georgia per l’elezione di 2 senatori negli Usa. Londra (+3,15%) è la migliore in attesa del primo discorso del governatore della Bank of England Andrew Bailey dopo la Brexit.
In serata poi arrivano i verbali dell’ultimo Fomc della Fed. Madrid sale del 2,27% e Milano dell’1,5%, mentre Francoforte (+0,76%) e Parigi (+0,66%) appaiono più caute.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa accelera dopo avvio Wall Street, Milano +1,6%
Vittoria Dem spinge costruzioni e rinnovabili, rally banche
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 gennaio 2021
16:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Allungano il passo le principali borse europee dopo l’avvio fiacco di Wall Street. Londra (+3,1%) si conferma la migliore in attesa del primo intervento del governatore della Banca d’Inghilterra dopo la Brexit.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seguono Madrid (+2,37%), Milano (+1,6%), Francoforte (+0,9%) e Parigi (+0,7%). In calo sotto quota 109 punti lo spread tra Btp e Bund, mentre l’euro sale a 1,23 sul dollaro, a differenza della sterlina, scesa a 1,35 biglietti verdi e a 1,1 sulla moneta unica. In calo il greggio (Wti -0,16% a 49,86 dollari al barile) sotto quota 50 dollari, l’oro (-1,4% a 1.929 dollari l’oncia) e l’acciaio (-0,21%)(, a differenza di alluminio (+0,44%) e rame (+1,8%).
La vittoria democratica in Georgia per il senato Usa spinge i titoli legati alle energie rinnovabili e alle costruzioni, come Enel (+5,22%), Saipem (+5,95%), Buzzi (+7,31%) in Piazza Affari.
Sugli scudi anche Crh (+7,11% a Londra), Lafarge (+4,32% a Zurigo) e Heidelberg (+4% a Francoforte). In campo energetico salgono Rubis (+5,86%), Centrica (+5,5%) ed Sse (+4,38%). Sugli scudi i bancari Hsbc (+8%), Barclays (+7%), Santander (+6,39%) e Bnp (+5,9%), insieme a Unicredit (+6,84%), Bper (+4,65%), Banco Bpm (+4,76%) ed Mps (+4%) in Piazza Affari. Sotto pressione gli automobilistici Fca (-2%) e Peugeot (-2,42%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in forte rialzo, +2,4%
Indice Ftse Mib a quota 22.734 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
06 gennaio 2021
17:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in forte rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha guadagnato il 2,4% a 22.734 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
l
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in forte rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha guadagnato il 2,4% a 22.734 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude brillante (+2,4%),bene Unicredit e Cnh
Voto Georgia spinge Buzzi, Saipem ed Enel, giù Diasorin ed Fca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 gennaio 2021
18:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura brillante per Piazza Affari, tra scambi fiume per 3,3 miliardi di euro, nonostante la festività dell’Epifania. L’indice Ftse Mib ha guadagnato il 2,4% a 22.734 punti, terzo in Europa dopo Londra (+3,47%) e Madrid (+3,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il voto in Georgia, che ha visto prevalere i candidati democratici per il Senato Usa, ha spinto i titoli del settore delle costruzioni e delle energie rinnovabili, sostenute dal partito di John Biden. Tra questi Buzzi (+7,96%), Enel (+6,36%) e Saipem (+5%). In luce Cnh (+6,64%) in trattativa con la cinese Faw, interessata a Iveco e a una quota in Fpt Industrial. Sugli scudi anche Unicredit (+6,09%) che, nell’ambito della fusione con Mps (+3,65%), potrebbe cedere ad Amco fino a 14 miliardi in Npl. Con lo spread stabile a 109 punti hanno chiuso in forte rialzo anche Banco Bpm (+5,68%), Bper (+5,33%), Mediobanca (+3,79%), con Leonardo Del Vecchio salito quasi al 12%, ed Intesa (+3,39%). In una giornata caratterizzata dagli acquisti non sono mancati i segni meno. In particolare le vendite si sono concentrate su Diasorin (-3,98%), Recordati (-3,54%), oggetto di prese di beneficio come gli altri titoli del settore in Europa.
Giù anche Inwit (-3,41%), Fca (-2,1%), Nexi (-1,98%), Amplifon (-1,61%) e Ferrari (-1,39%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro stabile a 1,232 , occhi a Usa
Yen a 103,2
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
07:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura stabile per l’euro sui mercati valutari. La moneta unica è scambiata a 1,232 dollari con gli occhi degli investitori puntati sugli Stati Uniti dove, dove l’assalto al Congresso di ieri, la situazione sembra tornare alla normalità.
In Asia lo yen passa di mano 1 103,2
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a 51 dollari
Spinta da vittoria Dem in Georgia e ritorno calma a Congresso
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
08:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo del petrolio in rialzo sui mercati dove il Wti del Texas raggiunge i 51 dollari al barile (+0,87%). La vittoria dei Democratici in Georgia e il ritorno della calma al Congresso dopo i disordini di ieri, spingono il greggio.
Sale anche il Brent +0,7% a 54,6 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: in lieve rialzo a 1924 dollari
Assorbito impatto prezzi da assalto a Congresso
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
08:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro in lieve rialzo sui mercati. Il metallo con consegna immediata sale dello 0,3% a 1924 dollari dopo il ribasso di ieri dovuto alla vittoria dei Dem in Georgia.

L’assalto dei sostenitori di Trump al Congresso Usa ha provocato solo una turbolenza sui prezzi, rientrata con lo sgombero dei manifestanti e la ripresa dei lavori parlamentari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Asia positiva, assalto a Congresso Usa non impatta
Si guarda a Biden e stimoli fiscali,rialzo future Usa e Europa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
08:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse di Asia e Pacifico ben intonate e su cui non impattano gli echi dell’assalto che si è consumato al Congresso americano da parte dei sostenitori di Donald Trump. A dare slancio sono le aspettative che il presidente eletto Joe Biden abbia un percorso più chiaro sugli stimoli fiscali grazie anche al risultato del voto in Georgia, vinto dai Dem.

Positivi tanto i future sull’Europa quanto quelli su Wall Street. A Tokyo il Nikkei chiude a +1,6%, Seul guadagna il 2,14%, Sydney l’1,59%. Poco mossa Shanghai (+0,13%), deboli Shenzhen (-0,24%) e Hong Kong (-0,53%).
Sui mercati resta alta poi l’attenzione al Covid e al piano vaccini messo in campo dai diversi Governi. Tra i dati macro sotto la lente l’indice dei prezzi al consumo in Italia. Stesso dato dall’eurozona. In materia di politica monetaria, l’attenzione è rivolta alla Bce. Negli Stati Uniti tra i dati più importanti in agenda i sussidi di disoccupazione e il saldo della bilancia commerciale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp/Bund apre in lieve calo a 108 punti
Rendimento del decennale a 0,58%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
08:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in lieve calo per lo spread fra Btp e Bund tedesco. Il differenziale segna 108 punti mentre il rendimento del decennale è pari allo 0,58%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre a +0,39%
Ftse Mib a 22.823 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 gennaio 2021
09:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre in rialzo e segue l’onda positiva dei listini asiatici sui quali non ha impattato l’assalto al Congresso Usa. Il primo Ftse Mib segna un +0,39% a quota 22.823 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre positiva, Francoforte +0,39%
Londra +0,52%, Parigi +0,36%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
09:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono tutte in positivo e seguono l’Asia su cui non ha impattato l’assalto al Congresso Usa con la situazione che si è andata poi normalizzandosi. Londra guadagna lo 0,52% con il Ftse 100 a 6.878 punti, Francoforte lo 0,39% con il Dax a 13.946 punti, Parigi lo 0,36% con il Cac 40 a quota 5.651 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano nervosa, gira a -0,2% con Ferrari, Unicredit
Ftse Mib a 22.689 punti.Bene Buzzi,Prysmian,Fca, Pirelli, Fineco
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
10:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari nervosa. La Borsa di Milano dopo un avvio positivo si appiattisce e finisce in negativo con il Ftse Mib a -0,21% (22.689 punti).

Da registrare la debolezza di Unicredit (-1,08%) su quest’ultima resta l’attenzione per l’ipotesi di m&a con Mps (+0,35%). Vendite poi su Ferrari (-1,3%) tagliata a neutral da Citi. Tra i titoli migliori Buzzi (+2,6%). In evidenza Prysmian (+1,64%) che è sopra i 30 euro, Fca (+1,45%) con l’avvio formale di Stellantis e Pirelli (+1,21%) Tra i bancari acquisti su Fineco (+1,26%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa cauta dopo proclamazione vittoria Biden e Harris
Milano sotto la parità, spread a 110 punti, euro debole
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
10:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee si muovono in prevalenza in cauto rialzo dopo che il Congresso Usa ha proclamato Joe Biden e Kamala Harris presidente e vicepresidente degli Stati Uniti. Francoforte guadagna lo 0,45%, Parigi lo 0,39% mentre Milano resta debole con il Ftse Mib a ridosso della parità (-0,06%).
Londra cede invece lo 0,18%. L’indice d’area, lo stoxx 600, guadagna un quarto di punto con l’evidenza in particolare di industriali ed energia.
Sulle elezioni Usa restano gli strascichi dell’assalto dei sostenitori di Donald Trump a Capitol Hill con il momento più buio per la democrazia americana. I mercati guardano poi al piano vaccini messo in campo dai governi dei deversi Paesi con la pandemia del Covid che non arretra e che, oltre a pesare in termini di vittime, colpisce pesantemente l’economia globale. Lo spread tra btp e bund sale a 110 punti, dai 108 dell’apertura.
Sul fronte dei cambi l’euro scende sotto i 1,23 dollari. Il petrolio resta stabile a 51 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: rischi gravi per l’economia Allarme sull’Italia per il deficit
Il bollettino della Banca centrale europea: deficit dell’Italia fra i più alti, sostegno va mantenuto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
18:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La pandemia di coronavirus, nonostante le prospettive “incoraggianti” date dall’avvio delle vaccinazioni, “continua a ingenerare gravi rischi per la salute pubblica e per le economie dell’area dell’euro e del resto del mondo”. Lo scrive la Bce nel Bollettino economico, secondo cui la pandemia “continua a offuscare le prospettive economiche mondiali”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’area euro la seconda ondata e l’intensificarsi delle misure di contenimento a partire da metà ottobre “dovrebbero determinare un nuovo calo significativo dell’attività nel quarto trimestre, sebbene in misura molto inferiore rispetto a quanto osservato nel secondo trimestre di quest’anno”.

L’Italia, assieme a Spagna, Francia e Slovacchia, registrerà nel 2021 i disavanzi “più elevati” nell’Eurozona con percentuali superiori al 7,5% del Pil. Tuttavia, “in ragione della brusca contrazione dell’economia dell’area dell’euro, un orientamento di bilancio ambizioso e coordinato rimarrà essenziale fino a quando non si registrerà una ripresa duratura”. Lo scrive la Bce nel bollettino economico, dopo che la Commissione europea, per Belgio, Grecia, Spagna, Francia, Italia e Portogallo, ha chiesto attenzione alla sostenibilità di bilancio a medio termine. la Bce nota che “il sostegno di bilancio dovrebbe tuttavia continuare a rimanere su livelli elevati” e “finché l’emergenza sanitaria persiste e la ripresa non è in grado di autoalimentarsi, sarà importante prorogare le misure temporanee al fine di scongiurare la possibilità di variazioni brusche e significative (cliff effects)”.

Il Consiglio direttivo della Bce “rimane pronto ad adeguare, ove opportuno, tutti gli strumenti a sua disposizione per assicurare che l’inflazione continui ad avvicinarsi stabilmente all’obiettivo”. Lo si legge nel bollettino economico della Bce che ribadisce il rilancio delle misure prese a dicembre per sostenere l’attività economica e l’inflazione dell’area euro: in particolare il rilancio a 1.850 miliardi di euro del piano di acquisti di debito per l’emergenza pandemica, esteso “almeno sino alla fine di marzo 2022”, e il potenziamento dei maxi-finanziamento Tltro-III per il credito all’economia.

Le misure adottate nell’area euro per mantenere i posti di lavoro durante la pandemia “hanno raggiunto livelli senza precedenti nei primi mesi dopo l’inizio della pandemia di COVID-19”, con oltre il 33% di tutti i lavoratori dipendenti in Francia interessati da una riduzione dell’orario di lavoro, il 30% in Italia, il 21% in Spagna e il 15% in Germania: livelli che, dopo una discesa temporanea, sarebbero tornati ad aumentare nel quarto trimestre. Lo scrive la Bce nel bollettino economico, notando che tali misure “contribuiscono a mantenere stabile l’occupazione nel breve periodo” ma “comportano anche un determinato livello di perdite secche (quando sovvenzionano posti di lavoro che non sarebbero stati persi) e di effetti di esubero (quando sovvenzionano posti di lavoro improduttivi)” e “potrebbero ridurre l’efficienza allocativa dell’economia se utilizzati su larga scala per un periodo di tempo prolungato. Per tali motivi la loro durata dovrebbe essere limitata nel tempo, al fine di non ostacolare la necessaria ristrutturazione economica”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia, assieme a Spagna, Francia e Slovacchia, registrerà nel 2021 i disavanzi “più elevati” nell’Eurozona con percentuali superiori al 7,5% del Pil.
Tuttavia, “in ragione della brusca contrazione dell’economia dell’area dell’euro, un orientamento di bilancio ambizioso e coordinato rimarrà essenziale fino a quando non si registrerà una ripresa duratura”.

Lo scrive la Bce nel bollettino economico, dopo che la Commissione europea, per Belgio, Grecia, Spagna, Francia, Italia e Portogallo, ha chiesto attenzione alla sostenibilità di bilancio a medio termine. la Bce nota che “il sostegno di bilancio dovrebbe tuttavia continuare a rimanere su livelli elevati” e “finché l’emergenza sanitaria persiste e la ripresa non è in grado di autoalimentarsi, sarà importante prorogare le misure temporanee al fine di scongiurare la possibilità di variazioni brusche e significative (cliff effects)”.Nell’area euro la seconda ondata e l’intensificarsi delle misure di contenimento a partire da metà ottobre “dovrebbero determinare un nuovo calo significativo dell’attività nel quarto trimestre, sebbene in misura molto inferiore rispetto a quanto osservato nel secondo trimestre di quest’anno”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sace: al via le garanzie verdi, ok a 7 operazioni da 600 mln
Firmata la Convenzione operativa con il Ministero dell’Economia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
12:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sace ha approvato le prime sette operazioni targate Green New Deal per oltre 600 milioni di euro.
Entra così nel vivo quello che sarà “un tassello fondamentale del prossimo Piano industriale di Sace, a pochi giorni dalla firma della convenzione operativa con il Ministero dell’Economia”, si legge in un nota che annuncia l’arrivo delle prime garanzie “verdi”.
La società ha incontrato oltre 200 aziende potenziali beneficiarie nell’ultimo mese.
I primi interventi, nell’ambito definito dal Decreto Semplificazioni, consentiranno di riconvertire processi industriali per ridurre sprechi ed emissioni inquinanti, sostenere l’economia circolare e la mobilità smart oltre che la produzione di energia da fonti rinnovabili, quali solare ed eolico.
“La riconversione del tessuto produttivo italiano, attraverso il sostegno agli investimenti ‘green’, costituisce un’occasione unica per far crescere la competitività del nostro Paese nel mondo e noi siamo orgogliosi di sostenere le aziende italiane che contribuiranno a rendere ‘circolare’ l’Europa”, ha commentato l’amministratore delegato di Sace, Pierfrancesco Latini.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano si conferma fiacca (-0,3%), giù Ferrari
Male anche Leonardo, balzo Banco Bpm e Bper
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
12:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per la Borsa di Milano si conferma una seduta fiacca. Il Ftse Mib naviga sotto in negativo (-0,3% a 22.665 punti).
Tra i titoli peggiori Ferrari (-1,6%) tagliata a neutral da Citi, ma anche Moncler (-1,32%), Nexi (-1,17%), Leonardo (-1,35%).
Sotto la lente Cnh (-0,27%) mentre i sindacati hanno chiesto un incontro urgente sul futuro di iveco dopo la conferma delle trattative con Faw Jieifang per cedere autobus e camion, oltre a una quota di Fpt. E arresta la sua corsa Mps (-0,26%) sempre al centro di ipotesi di m&a con Unicredit (-0,38%). Tra i bancari balzano Banco Bpm (+2,5%) e Bper (+2,2%) con il mercato che si aspetta quest’anno un matrimonio.
Tra gli altri titoli salgono Buzzi (+1,86%), Fca (+2%) con l’avvio formale di Stellantis, Poste (+2,1%) e Prysmian (+1,44%) stabilmente sopra i 30 euro. Lo spread tra Btp e Bund resta a 110 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzi al consumo calano 0,2% nel 2020, crollo per l’energia
Istat, i prezzi sui beni energetici si sono ridotti dell’8,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
12:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In media nel 2020 i prezzi al consumo registrano una diminuzione dello 0,2% (da +0,6% del 2019). Lo rileva l’Istat sulla base delle stime preliminari sottolineando che al netto degli energetici e degli alimentari freschi (l'”inflazione di fondo”), i prezzi al consumo crescono dello 0,5% e al netto dei soli energetici dello 0,7%.
I prezzi dei beni energetici sono diminuiti dell’8,4% sul 2019.
Nel 2020 la riduzione dei prezzi al consumo in media d’anno è la terza registrata dal 1954, da quando è disponibile la serie storica, (-0,4% nel 1959, -0,1% nel 2016).
A dicembre 2020 i prezzi sono aumentati dello 0,3% su novembre mentre sono diminuiti dello 0.1% su dicembre 2019. I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona a dicembre aumentano dello 0,9% su base annua.
L’indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) aumenta dello 0,2% su base mensile e diminuisce dello 0,3% su base annua. La variazione media annua del 2020 è pari a -0,1% (era +0,6% nel 2019).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cna: una Pmi su quattro teme di chiudere nel 2021
La quota raggiunge il 43% nel turismo e il 33% nei trasporti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
12:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Una piccola impresa su quattro teme di chiudere nel 2021 se l’attuale stato di difficoltà dovesse protrarsi nei mesi a venire”. A rilevare questa situazione un’indagine del Centro studi CNA tra gli iscritti alla Confederazione dal titolo “Pensare a un futuro senza Covid.
Le aspettative delle imprese per il 2021”. I timore di cessare l’attività sono diffuse al 43,5% delle imprese nel turismo, il 33,3% nei trasporti e il 31,7% nei servizi per la persona.
Il 74,1% delle imprese intervistate immagina che la caduta del Pil registrata nel 2020 possa essere recuperata solo parzialmente nel 2021. Mentre, a livello aziendale, l’8,7% si aspetta nel 2021 un incremento rispetto a risultati pre-Covid e il 24,2% ritiene che recupererà le perdite accumulate nel 2020, ma un predominante 67,1% è scarsamente o per nulla fiducioso. In particolare, il 40,1% è convinto che nel 2021 non tornerà ai livelli precedenti al 2020 e il 27% ha addirittura paura di chiudere nei prossimi mesi.
I settori più ottimisti sono l’edilizia (il 46,5% è orientato favorevolmente, anche grazie alle speranze riposte nel Superbonus) e l’industria (36,2%).   VAI ALLA POLITICA   VAI ALLA TECNOLOGIA   VAI ALLA CRONACA   VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa cauta con la Bce e la vittoria di Biden
Resta sotto la lente il Covid, future Usa si confermano positivi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
12:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta delle Borse europee all’insegna della cautela con i future Usa che si confermano positivi. A guidare il mercato, da un parte, è la proclamazione come presidente Usa di Joe Biden dopo i tumulti a Washington culminati con l’assalto al Congresso da parte dei supporter di Donald Trump.
Dall’altra, il piano vaccini messo in campo da diversi Paesi nella speranza di porre un freno al Covid.
Sotto la lente ci sono poi le nuove indicazioni di politica monetaria da parte della Bce che nel suo bollettino sottolinea che è pronta ad adeguare le misure in atto dopo il rilancio di dicembre. Tra le singole Piazze si confermano positive Francoforte (+0,48%) e Parigi (+0,28%). In negativo invece Londra (-0,35%) che inizia il suo percorso post Brexit, e Milano (-0,19%, Ftse Mib a 22.674 punti) con vendite in particolare su Ferrari (-1,63%) e Leonardo (-1,48%). Lo spread tra btp e bund resta a 110 punti. Sul fronte dei cambi il dollaro si rafforza sull’euro a 1,226 sulla moneta unica. Il petrolio resta a ridosso dei 51 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Al via Fondo Rilancio per il sostegno di start up e Pmi
Con investitori qualificati per sostenere aziende innovative
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
12:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Governo, ed in particolare il Ministero dello Sviluppo Economico, ha messo in campo negli ultimi 2 anni una serie di strumenti senza precedenti volti a sostenere il percorso di innovazione di startup e Pmi italiane.
Oggi si aggiunge un nuovo tassello: diventa pienamente operativo il Fondo Rilancio, gestito dal Fondo Nazionale Innovazione”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo annuncia il ministro dello Sviluppo, Stefano Patuanelli, spiegando che il nuovo fondo avrà il compito “di supportare lo sviluppo e sostenere progetti di rilancio di startup e Pmi innovative italiane grazie a co-investimenti con investitori qualificati e regolamentati”.
“È un altro step importante di politica industriale – spiega – che si aggiunge alle operazioni fatte dal MiSE negli ultimi mesi: la Fondazione Enea Tech con un Fondo per il trasferimento tecnologico, il Fondo Nazionale Innovazione CDP Venture Capital SGR. E poi ancora Smart&Start Italia che è stato profondamente rinnovato nel 2019 ed ora arricchito con lo strumento Smart Money, gestito da Invitalia e gli incentivi per la Digital Transformation gestiti insieme ad Infratel Italia”.
Secondo i dati forniti da StartupItalia al 5 dicembre scorso, sottolinea ancora il ministro, sono 691 i milioni di euro investiti in aziende innovative italiane o startup fondate da imprenditori italiani nel 2020. Una leggera contrazione rispetto ai 723 del 2019, nonostante la pandemia: “il chiaro segnale di un sistema a sostegno dell’innovazione che sta iniziando a dare i propri frutti. Numeri – prosegue Patuanelli – che indicano la forza delle giovani imprese italiane: in una situazione non incoraggiante, le idee innovative e le eccellenze hanno trovato spazio grazie ad investitori privati e pubblici pronti a mettersi in gioco puntando sulle eccellenze italiane dal biotech, alle soluzioni per la transizione energica, alla space economy, al digital”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano migliora (-0,05%) ma è debole, giù petroliferi
Banche in ordine sparso, male farmaceutici. Vola Unieuro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
14:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Migliora Piazza Affari (-0,05%), ma resta debole, dopo che in mattinata la Bce ha sottolineato come il deficit dell’Italia sarà tra i più alti dell’Eurozona nel 2021. Male i farmaceutici, soprattutto Recordati (-1,3%), ma anche Diasorin (-0,06%).
Giù Moncler (-1,2%), la paytech delle banche Nexi (-1,1%). Tra le banche, con lo spread in calo a 109, bene soprattutto Bper (+3,2%) e Banco Bpm (+1,4%), da cui i mercati si attendono un’alleanza, non Mps (-0,7%) e Unicredit (-0,6%). In positivo Cnh (+0,5%) mentre i sindacati hanno chiesto un incontro urgente sul futuro di Iveco dopo la conferma delle trattative con Faw Jieifang per cedere autobus e camion, oltre a una quota di Fpt.
Col greggio in rialzo (Wti +0,4% a 50,8 dollari al barile), non guadagnano i petroliferi e meno di tutti Eni (-1%). Tra le auto patisce Ferrari (-0,9%), tagliata a neutral da Citi, bene Fca (+2%) mentre si avvia Stellantis. Fuori dal listino principale volano Uniero (+8,7%), Safilo (+8,2%) e Landi Renzo (+8%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa a più velocità, future Usa positivi
Giorno dopo l’assalto al Congresso, con la pandemia sullo sfondo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
14:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vanno in ordine sparso le principali Borse europee, mentre la Bce in mattinata ha parlato di rischi gravi per l’economia e si è detta pronta ad adeguare le misure di rilancio. Positivi i future Usa, dopo l’assalto al Congresso e la proclamazione di Biden a presidente, col Senato in mano ai democratici.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Poco mosso l’oro (+0,1%) a 1.913 dollari l’oncia. Sullo sfondo le restrizioni che proseguono in molti Paesi per contenere la pandemia da coronavirus. La migliore è Parigi (+0,4%), seguita da Francoforte (+0,3%), mentre sono in negativo Madrid (-0,3%) e Londra (-0,6%), piatta Milano (-0,06%), con lo spread sceso sotto 109.
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, guadagna lo 0,3%, sostenuto soprattutto dall’industria, edilizia in particolare. Bene le auto, soprattutto Renault (+3,9%), non Ferrari (-0,6%), tagliata a neutral da Citi. Bene le banche, Nordeuropa prima di tutto, non le britanniche, a iniziare da Lloyds (-2%), nella prima settimana dopo l’accordo per la Brexit. Petroliferi in ordine sparso, con corsa di Lundin (+9,5%) e calo di Repsol (-2,3%), mentre il petrolio riduce la crescita (+0,1%) a 50,7 dollari al barile. Farmaceutici indecisi, con cali per alcuni, da Glaxo a Hikma (-1,3%), e rialzi per altri, come Bayer (+1,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Unicredit: Del Vecchio e Fondazioni contro fusione Mps
Riserve sulle nozze condizioneranno la scelta del nuovo Ceo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
15:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo Del Vecchio e le Fondazioni Cariverona e Crt sono contrarie a una fusione tra Unicredit, banca di cui sono azioniste, e Mps. A quanto si apprende le riserve sull’operazione, anticipate da Il Sole 24 Ore, sarebbero state espresse al presidente in pectore di Unicredit, Pier Carlo Padoan, nel corso di un incontro tenutosi lo scorso dicembre, al quale ha partecipato anche la Fondazione di Modena.
La contrarietà dei grandi soci a Mps è destinata a condizionare la scelta del nuovo ceo di Unicredit, con un profilo pro-Siena che difficilmente potrebbe raccogliere il gradimento di Del Vecchio e degli enti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in rialzo (+0,3%) con banche e industria
Bene i petroliferi, in rosso i farmaceutici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
16:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In rialzo la Borsa di Milano (+0,3%), in linea con le altre principali Piazze europee e con Wall Street, il giorno dopo l’assalto al Congresso Usa da parte di sostenitori di Trump e la certificazione della vittoria di Biden per le presidenziali. Piazza Affari è tornata in positivo, nonostante le previsioni della Bce della Mattina per un deficit italiano nel 2021 tra i più elevati dell’Eurozona e paventati rischi generali per l’economia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bene le banche, con lo spread sceso a 107, in particolare Bper (+6%) e Banco Bpm (+3%), da cui i mercati si attendono un matrimonio. In rialzo anche Intesa (+1,6%) e Unicredit (+1,5%), quest’ultima con la contrarietà di Del Vecchio e delle Fondazioni Cariverona e Crt a una fusione con Mps (+0,09%). Bene l’industria con Buzzi (+3,2%) e Prysmian (+2,9%). Corre Pirelli (+3,7%). Tra le auto guadagna Fca (+1,8%), mentre patisce Ferrari (-0,7%), passata a neutral da Citi. In positivo i petroliferi, da Saipem (+0,9%) a Eni (+0,5%) e Tenaris (+0,3%).
Male i farmaceutici, soprattutto Recordati (-3,5%), ma anche Diasorin (-0,9%). Pesanti Inwit (-2,1%), Italgas (-1,5%) e Moncler (-1,4%). Fuori dal listino principale volano Landi Renzo (+11,6%) e Unieuro (+9,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa tutta positiva, Francoforte (+0,7%) da record
Ottimiste con Wall Street, bene banche e petroliferi
w
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
17:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tutte in positivo verso fine seduta le principali Borse europee, mentre Wall Street procede da record, il giorno dopo l’assalto al Congresso di manifestanti pro Trump e la proclamazione di Biden a presidente. In lieve rialzo l’oro (+0,2%) a 1.916 dollari al barile.
Bene Parigi (+0,9%), tornata sui livelli di fine febbraio 2020, poco dopo le prime notizie sul Covid 19, in positivo Francoforte (+0,7%) su livelli da record, meglio anche del picco pre-pandemia dello scorso febbraio e ai massimi degli ultimi cinque anni. In rialzo Londra (+0,3%), sui livelli di fine febbraio-inizio marzo. Più cauta Madrid (+0,2%), che è risalita ai livelli d’inizio marzo, ma ancora sotto quelli precedenti. Analoga Milano (+0,3%), sui livelli di fine febbraio.
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, guadagna lo 0,7%. Bene i petroliferi, in particolare Lundin (+11,3%) col petrolio tornato in crescita (wti +0,5%) a 50,8 dollari al barile. Ottimista la quasi totalità delle banche, nordeuropee in particolare, con rare eccezioni come Lloyds (-0,5%). Su le auto, a partire da Renault (+4%), non Ferrari (-0,8%), passata a neutral da Citi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude piatta (+0,05%)
Il Ftse Mib a 22.746 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 gennaio 2021
17:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura piatta per Piazza Affari.
Il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,05% a 22.746 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude ottimista
Parigi (+0,7%), Francoforte (+0,5%), Londra (+0,2%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
18:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura positiva per le principali Borse europee. La migliore è stata Parigi (+0,7) a 5.669 punti, seguita da Francoforte (+0,55%) a 13.968 punti, Madrid (+0,43%) a 8.385 punti e Londra (+0,22%) a 6.856 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano piatta (+0,05%), bene le banche, corre Bper
Su l’industria, indecisi i petroliferi, tonfo di Recordati
w
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
18:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cauta Piazza Affari (+0,05) il giorno dopo l’assalto al Congresso Usa da parte di manifestanti pro Trump, che poi ha visto certificata la vittoria di Biden, e mentre la Bce parla di rischi gravi per l’economia per le conseguenze del coronavirus e dell’Italia tra i Paesi con deficit più elevato nel 2021.
A Milano sono andate bene le banche, con lo spread chiuso stabile a 108 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Corsa di Bper (+6,1%) e Banco Bpm (+3%), attese le nozze. Bene Fineco (+2%), Intesa (+1%) e Unicredit (+0,9%), quest’ultima sconsigliata negli affari con Mps (-0,6%) da Del Vecchio e dalle Fondazioni Cariverona e Crt. Sprint di Pirelli (+3,4%), guadagni per l’industria con Buzzi (+3,2%) e Prysmian (+2,6%). In crescita Poste (+2%). Tra le auto su Fca (+1,7%), concretizzata l’operazione Stellantis, giù Ferrari (-0,8%), passata a neutral da Citi. Indecisi i petroliferi, con qualche vantaggio per Saipem (+0,9%) e Eni (+0,2%), non per Tenaris (-0,1%), col greggio in lieve rialzo a sera (wti +0,2%) a 50,7 dollari al barile.
Male i farmaceutici, con un tonfo per Recordati (-3,7%) e perdite per Diasorin (-0,6%). Giù Enel (-1,7%), Moncler (-1,6%) e Italgas (-1,2%). Fuori dal listino principale corsa di Landi Renzo (+11,6%) e Unieuro (+9,6%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piattaforma Trieste: HHLA perfeziona acquisizione
Opera con nome HHLA PLT Italy, a febbraio operazioni estese.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
07 gennaio 2021
19:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La società tedesca Hamburger Hafen und Logistik AG (HHLA) ha perfezionato oggi l’acquisizione di una quota del 50,01% del terminal multifunzionale “Piattaforma Logistica Trieste” (PLT) nel porto di Trieste, che opererà d’ora in poi con il nome HHLA PLT Italy; dovrebbe iniziare a febbraio le operazioni estese.
Dopo l’approvazione del Consiglio dei Ministri italiano e l’adempimento di alcuni passaggi formali, ora il terminal HHLA PLT Italy potrà essere guidato dalla HHLA.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Angela Titzrath, a.d. di HHLA ha annunciato l’intenzione di fare della HHLA PLT Italy “un importante hub meridionale all’interno della nostra rete portuale e intermodale.” Francesco Parisi, a.d. del Gruppo Francesco Parisi, co-azionista di HHLA PLT Italy ha parlato di “entusiasmante prospettiva di crescita” e di una iniziativa che costituisce “un forte incentivo per un intenso lavoro in comune anche nel futuro per fare di questo progetto una storia di successo.” Il terminal è nella zona franca di Trieste e si estende su 27 ettari dove, a nord è gestito il traffico di carico generale e vengono forniti servizi logistici; a sud è in costruzione il nuovo cuore del terminal dove sarà gestito il traffico container e ro-ro, in acque profonde. La movimentazione dei container verrà effettuata con gru di banchina mobili, di cui una è stata già installata, l’altra sarà consegnata entro marzo. Altre infrastrutture completeranno la piattaforma. Il terminal multifunzione è dotato di un proprio raccordo ferroviario.
Il contratto tra le parti è stato firmato il 28 settembre dello scorso anno a Trieste.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Musk supera Bezos, è ora l’uomo più ricco del mondo
Patrimonio da 188,5 miliardi di dollari. Tesla vale 766 miliardi, più di Facebook.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
19:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Elon Musk vola sempre più in alto: è diventato l’uomo più ricco del mondo con un patrimonio di 188,5 miliardi di dollari. Il miliardario visionario alla guida del colosso delle auto elettriche Tesla e di Space-X ha buttato giù dal gradino più alto del podio del Bloomberg Billionaires Index, l’elenco dei Paperoni il cui patrimonio viene aggiornato in tempo reale in base alle quotazioni di Borsa, il fondatore di Amazon, Jeff Bezos, che guardava tutti dall’alto in basso dall’ottobre del 2017.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A Wall Street il titolo Tesla è schizzato del 6%, permettendo all’imprenditore sudafricano di sorpassare il suo rivale a quota 187 miliardi. La capitalizzazione di Tesla è volata a 766 miliardi di dollari e vale ora più di Facebook ma anche più di altri costruttori come Toyota, Volkswagen, Hyundai, Gm e Ford messe insieme. “Che strano”, è stata la reazione del tycoon in un tweet, apprendendo di essere diventato l’uomo più ricco del mondo, aggiungendo poi: “Torniamo al lavoro”.
Il suo patrimonio è destinato ad aumentare ancora di più con i Democratici e il Presidente eletto Joe Biden forti sostenitori di una politica green negli Usa e quindi di più auto elettriche in circolazione. Circa questa sua immensa ricchezza, Musk ha sempre detto di non essere interessato a cose materiali e che una metà del suo patrimonio “servirà a risolvere i problemi del nostro pianeta mentre l’altra metà servirà a costruire una città auto-sufficiente su Marte per assicurare la continuità della vita, di tutte le specie, nel caso in cui la Terra venga colpita da una meteorite”.
La ciliegina sulla torta per Musk arriva dopo un anno in cui la sua ricchezza è aumentata di 150 miliardi di dollari grazie proprio al rally di Tesla in Borsa nel 2020 (+743%), sostenuto dagli utili della società segnati in diversi trimestri dell’anno scorso e quindi dall’ingresso nell’indice americano S&P 500 poco prima di Natale. Tutto questo nonostante nello stesso anno del Covid Tesla abbia prodotto solo mezzo milione di auto elettriche rispetto a centinaia di milioni di veicoli che sono usciti dalle fabbriche di Ford e General Motors. Tuttavia Bezos sarebbe ancora l’uomo più ricco del mondo se non fosse per il divorzio da record dalla moglie, MacKenzie Scott, che ha avuto il 25% della sua quota di Amazon. Oltre a Bezos, il 49enne Musk può ora guardare nello specchietto retrovisore anche il fondatore di Microsoft Bill Gates, superato a novembre scorso, il guru della finanza mondiale Warren Buffett e Larry Ellison di Oracle.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alimentare:Prosciutto S.Daniele,ok Piano regolazione 2021/23
Obiettivo 2021 è 2,7 milioni prosciutti. Calo 2020 con 2,54mln
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
07 gennaio 2021
20:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con il Decreto del 22 dicembre 2020 la Ministra delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Teresa Bellanova ha approvato il Piano di regolazione dell’offerta del Prosciutto di San Daniele DOP per il triennio 2021-2023, il cui Punto di Equilibrio fissa la produzione a un limite massimo di 2,8 milioni di prosciutti per ciascun anno.
L’Obiettivo di Produzione per il 2021 è fissato a un totale complessivo di circa 2.700.000 prosciutti, come indicato dall’Assemblea dei produttori del Prosciutto di San Daniele lo scorso 15 ottobre.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo si apprende dal Consorzio del Prosciutto di San Daniele che ha diffuso oggi una nota.
L’approvazione del Piano mira ad equilibrare l’offerta legata alla domanda del prodotto sul mercato, è uno strumento messo in campo dal Consorzio per garantire la corretta valorizzazione di un’eccellenza italiana.
La produzione dello scorso anno si è attestata a 2,54 milioni, facendo un registrare un lieve calo (-1,2%) rispetto alla media, dovuto a diversi fattori, tra i quali la pandemia e il trend negativo di produzione nel primo semestre di due aziende in procedura concorsuale, che hanno ripreso l’attività con regolarità solo dal mese di luglio.
La filiera comprende 31 stabilimenti produttivi (nel solo comune di San Daniele del Friuli), 3.641 allevamenti e 47 macelli (nelle regioni previste dal disciplinare).
“La regolazione dell’offerta – spiega il Presidente del Consorzio Giuseppe Villani – consente nel medio termine di tutelare ancora meglio i valori della filiera (quotazioni dei suini, delle cosce e dei prosciutti DOP), e di creare un volano costante e duraturo per la crescita della produzione del prosciutto di San Daniele sulla base di una solida e costante garanzia di qualità della produzione”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in rialzo a Ny
+0,4% a 50,83 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
07 gennaio 2021
20:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dello 0,4% a 50,83 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa: accordo con Prudential, sale a 100% Pramerica
Rileva 35% non ancora posseduto dopo fusione con Ubi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
21:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa si è accordata con Prudential Financial per rilevare il 35% non ancora posseduto in Pramerica. Lo si apprende da fonti finanziarie.
Intesa possedeva già il 65% della Sgr ereditato dalla fusione con Ubi.
L’operazione, attesa dal mercato dopo la fusione tra Intesa e Ubi, consente al Gruppo di consolidare la propria posizione nell’ambito della gestione del risparmio e dei patrimoni.
Pramerica opera sia con clienti privati che istituzionali ed è attiva nei fondi comuni, nelle sicav, nei fondi alternativi e gestioni patrimoniali in titoli e fondi, con un patrimonio gestito di oltre 65 miliardi di euro, secondo i dati di Assogestioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Bce vede nero per la crescita e chiede deficit
‘Rischi gravi’, quarto trimestre in forte calo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
21:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un quarto trimestre in forte calo, “rischi gravi” per la crescita perché “ci vorrà tempo” per diradare l’incertezza economica della pandemia e del lockdown. E una recessione dura per i trasporti, il turismo, i servizi in generale, tanto da spingere la Bce a una velata nota di cautela sulle richieste di Bruxelles di fare attenzione al debito: occorre salvare la ripresa continuando a fare deficit.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La prima uscita ufficiale dell’anno della Bce, dopo il 2020 della caduta record del Pil, arriva con il bollettino economico. Dove si fa sempre più esplicito il timore del ‘cliff effect’ già citato alla fine del 2020: una caduta drastica e improvvisa dell’attività economica, con la perdita permanente di tessuto produttivo contro cui occorre “prorogare le misure temporanee” di sostegno attraverso la spesa pubblica che, con i fondi del recovery e con i bilanci nazionali, stanno affiancando lo stimolo monetario record di Francoforte. Per il quarto trimestre 2020, del resto, la Bce pronostica apertamente che la seconda ondata del virus, e l’intensificarsi delle misure di contenimento a partire da metà ottobre, determineranno “un nuovo calo significativo dell’attività nel quarto trimestre” anche se inferiore alla ‘botta’ record dei mesi primaverili.
Nell’attesa che i fondi del recovery fund diventino davvero operativi – e ci vorrà tempo – l’esortazione vale per tutti, dalla Germania con i suoi ampi margini di bilancio, all’Italia con il suo debito esplosivo. Il deficit della Penisola, con Spagna e Francia, anche nel 2021 sarà al top della classifica dei paesi euro, sopra il 7,5%. Francoforte tiene a mente i timori della Commissione Ue per la sostenibilità a medio termine del debito di Paesi come l’Italia e su alcune misure che “non sembrano avere natura temporanea”. Non è chiaro se il riferimento sia anche ai sussidi di disoccupazione e ai livelli record di cassa integrazione, dove è la stessa Bce ad auspicare limiti temporali. Ma, quasi a interpretare i documenti di Bruxelles, l’Eurotower spiega che “la valutazione della Commissione deve essere considerata alla luce dell’impatto significativo e divergente che la gravità dello shock causato dal Covid-19 e le misure di sostegno di bilancio stanno avendo sulle finanze pubbliche, ma anche alla luce dell’elevata incertezza prevalente”.
E’ una richiesta a insistere sul doppio stimolo, di bilancio e monetario, che ha evitato una recessione ancora peggiore e che ha visto la Bce, a dicembre, rilanciare a 1.850 miliardi di euro gli acquisti del Pepp che tengono artificialmente basso il costo del debito italiano e di altri Paesi, a estenderne la durata, a potenziare lo stimolo al credito all’economia tramite i maxi-prestito Tltro. Prima occorre difendere l’economia dal rischio che scompaia una quota importante di imprese, poi si penserà al debito. Francoforte, anzi, rincara la dose, ribadisce di essere pronta a mettere nuovamente mano al suo arsenale, di fronte a un’inflazione debolissima, ben sotto l’1%, anche al netto del taglio dell’Iva tedesca.
Ci sono, naturalmente, anche le banche nell’equazione da tenere presente e che vede alto rischio di fallimenti aziendali a catena. E uno degli imperativi della Bce è evitare che le banche, che fra moratorie e garanzie pubbliche hanno dato una mano nella pandemia anziché rappresentare uno dei principali problemi come dieci anni fa, tornino nell’occhio del ciclone. Il presidente del Consiglio di Vigilanza bancaria, Andrea Enria, stima in qualcosa come 1.400 miliardi di euro gli Npl che potenzialmente la pandemia potrebbe lasciarsi dietro. Da tempo spinge per una rete di bad bank che si facciano carico del problema. Il tema dei crediti deteriorati, così come il nuovo quadro regolamentare sulla classificazione dei prestiti in default, sulla tempistica di riduzione degli Npl, e l’urgenza di completare l’unione bancaria, erano oggi sul tavolo durante una videoconferenza che oggi Enria ha tenuto con Charles Michel, presidente del Consiglio europeo, e con la presidente del Single Resolution Board, l’ente di gestione delle liquidazioni bancarie: segnale che anche fra le banche potrebbero esserci vittime.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in rialzo (+0,66%)
Nikkei segue record a Wall Street dopo conferma Biden
w
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
08 gennaio 2021
01:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo inizia la seduta col segno più, cavalcando l’onda del record fatto segnare ancora una volta dagli indici azionari statunitensi dopo la conferma del Senato alla nomina di Joe Biden, con gli investitori che digeriscono lo stato di emergenza in vigore a Tokyo, una misura considerata meno penalizzante rispetto alla prima dichiarazione di aprile. Il Nikkei segna un aumento dello 0,66% a quota 27.671,02, aggiungendo 180 punti.
Sul mercato dei cambi lo yen è stabile sul dollaro a 103,80 e sull’euro a 127,30.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a 51,03 dollari
Contratto avanza dello 0,4%. Brent a 54,61 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2021
08:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio è in rialzo sui mercati, con il Wti con consegna a febbraio che viene scambiato a 51,03 dollari al barile (+0,4%). Sale anche il Brent con consegna a marzo, che raggiunge i 54,61 dollari al barile (+0,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro stabile a 1,2268 dollari
Scambiato a 127,44 con lo yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2021
08:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro stabile nei primi scambi sui mercati valutari europei. La moneta unica viene scambiata a 1,2268 dollari (da 1,2265 di ieri dopo la chiusura di Wall Street).
La divisa europea è stabile anche con lo yen, con cui viene scambiata a 127,44 (127,13 la quotazione di ieri della Bce).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia chiude in rialzo,si guarda a mosse Usa
Vola Seul (+4%), Tokio (+2,36%). Lo yen in calo sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2021
08:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse asiatiche chiudono in rialzo, in scia con il record fatto segnare ancora una volta dagli indici azionari statunitensi. Sui mercati torna il buonumore dopo la proclamazione di Joe Biden a presidente degli Stati Uniti e con gli investitori che guardano al piano di stimoli all’economia.
Il comparto automobilistico fa registrare un balzo con i progetti per l’elettrico e la guida autonoma.
Tokyo (+2,36%) termina la seduta ai massimi in 30 anni, nonostante l’entrata in vigore dello stato di emergenza considerato meno penalizzante rispetto a quello di aprile. Sul mercato valutario lo yen si è andato indebolendo sul dollaro a 103,90 e a 127,40 sull’euro. A contrattazioni ancora in corso si registra un balzo di Seul (+4%). In rialzo anche Hong Kong (+1,1%) e Mumbai (+1%). In calo Shanghai (+0,4%) e Shenzhen (-0,5%).
Sul fronte macroeconomico in arrivo il tasso di disoccupazione dell’Eurozona e dell’Italia. Previsti anche la produzione industriale e la bilancia commerciale di Germania e Francia. Dagli Stati Uniti i dati sui nuovi lavoratori dipendenti non agricoli, la disoccupazione e le scorte all’ingrosso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: in calo a 1.908,28 dollari
Cede lo 0,3%. Giù anche altri metalli preziosi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2021
08:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro in calo sui mercati asiatici. Il metallo prezioso viene scambiato a 1.908,28 dollari l’oncia, segnando una perdita dello 0,3%.
In declino anche argento (-0,5%), platino (-0,2%) e palladio (-0,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo (+0,88%)
Indice Ftse Mib a 22.946 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 gennaio 2021
09:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre in rialzo.
Il primo indice Ftse Mib avanza dello 0,88% a 22.946 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in rialzo, ottimismo per piano Usa
Francoforte (+0,99%), Parigi (+0,74%), Londra (+0,44%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2021
09:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono in rialzo.
Sui mercati torna il buonumore con la proclamazione di Joe Biden a presidente degli Stati Uniti e il piano di stimolo all’economia.
Sullo sfondo restano le preoccupazioni per i contagi da coronavirus mentre avanza la campagna di vaccinazione. Sul fronte valutario l’euro sul dollaro è stabile a 1,2215.
In avvio di seduta avanzano Francoforte (+0,99%), Parigi (+0,74%), Londra (+0,44%) e Madrid (+0,34%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano avanza (+1,1%), sprint Stm
Toniche le banche, spread Btp-Bund a 105 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2021
09:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (+1,1%) avanza, in linea con gli altri listini europei. A Piazza Affari balzo di Stm (+4,3%), dopo i risultati preliminari del 2020 e del quarto trimestre con ricavi in forte crescita.

Lo spread tra Btp e Bund è stabile a 105 punti base, con il rendimento del decennale italiano allo 0,52%. Toniche le banche con Bper (+2,1%). Avanzano Unicredit (+1,4%), alle prese con il cambio dell’amministratore delegato e con le ipotesi di nozze con Mps (+1,3%). Bene anche Banco Bpm (+1,48%), Fineco (+1,1%) e Intesa (+0,7%).
Andamento positivo anche per i titoli legati al petrolio, con il prezzo del greggio in rialzo. In rialzo Saipem (+2,1%), Eni (+0,5%) e Tenaris (+1,7%). Bene anche Tim e Mediaset (+0,6%).
In luce Cnh (+1,4%) mentre è in calo Fca (-0,3%) in compagnia di Pirelli e Prysmian (-0,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa positiva, si guarda a Usa e vaccini
Avanza l’informatica, giù le banche. Stabile euro sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2021
10:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee proseguono in rialzo dopo i record del listini asiatici e di Wall Street. I mercati continuano a reagire positivamente alle prospettive di un maggiore stimolo fiscale negli Stati Uniti dopo che i democratici si sono assicurati la maggioranza al Congresso e la proclamazione a presidente di Joe Biden.
Fari puntati anche sulla campagna di vaccinazione che fa ben sperare in una ripresa economica.
Sul fronte valutario l’euro sul dollaro ai attesta a 1,2229 a Londra. L’indice d’area Stoxx 600 avanza dello 0,6%. In rialzo Francoforte (+0,8%), Parigi (+0,3%), Londra e Madrid (+0,1%). I listini sono sostenuta dal comparto informatico (+2,3%) e dalle utility (+0,9%). In rosso l’energia (-0,2%). Male anche le banche (-0,8%) con Banco Santander (-2,3%), Bnp Paribas (-1,7%) e Credit Agricole (-1,5%).
In rosso le auto (-0,4%) con Renault (-2,4%), Peugeot (-1,1%), Volkswagen (-0,6%) e Daimler (-0,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Unicredit:in Borsa +2,5%,attesa nuovo ceo e ipotesi risiko
Torna ad avanzare anche Mps (+1,1%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2021
10:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Unicredit tonica in Borsa mentre è alle prese con la scelta del nuovo ceo e le ipotesi di nozze con Mps. Sulle strategie future sono in campo i soci italiani con in testa Leonardo Del Vecchio.

Per Unicredit, secondo quanto riporta il Messaggero, ci sarebbe un incremento della dote per l’integrazione con Mps. Si ipotizza un aumento della quota di crediti deteriorati che Unicredit dovrebbe cedere ad Amco.
A Piazza Affari Unicredit avanza del 2,5% a 8,24 mentre Mps guadagna l’1,1% a 1,14 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: aumenta reddito famiglie, spesa terzo trimestre +12%
Potere d’acquisto cresce del 6,6% rispetto al trimestre precedente. A novembre +63mila occupati su mese, -390mila su anno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2021
11:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel terzo trimestre 2020 il reddito disponibile delle famiglie italiane è aumentato del 6,3% rispetto al trimestre precedente, mentre la spesa per consumi è cresciuta del 12,1%. Lo rende noto l’Istat sottolineando che, di conseguenza, la propensione al risparmio è stata pari al 14,6%, in diminuzione di 4,4 punti percentuali rispetto al trimestre precedente, ma in crescita di 6,5 punti rispetto al terzo trimestre del 2019.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A fronte di un calo dello 0,3% del deflatore implicito dei consumi, il potere d’acquisto delle famiglie è cresciuto rispetto al trimestre precedente del 6,6%.
Nel terzo trimestre 2020 il rapporto deficit-Pil è balzato al 9,4% dal 2,2% nello stesso trimestre del 2019. Lo rende noto l’Istat spiegando che “in termini assoluti, il peggioramento dei saldi è dovuto sia alla riduzione delle entrate, sia al consistente aumento delle uscite, dovuto alle misure di sostegno introdotte per contrastare gli effetti dell’emergenza economica e sanitaria su famiglie e imprese”. Complessivamente, nei primi tre trimestri del 2020 le amministrazioni pubbliche hanno registrato un indebitamento netto pari al 10,1% del Pil, in deciso aumento rispetto al 2,8% del corrispondente periodo del 2019.
A novembre 2020, dopo la sostanziale stabilità di ottobre, tornano a crescere gli occupati, che registrano un +0,3%, pari a +63mila unità, rispetto al mese precedente. Su base annua, si continua invece a registrare un calo che risulta dell’1,7%, pari a -390mila unità. Lo comunica l’Istat.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: superbonus fino al 2022, nessuna nuova proroga
La proroga del superbonus non si estende oltre quanto previsto nella legge di bilancio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
18:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La proroga del superbonus non si estende oltre quanto previsto nella legge di bilancio. L’ultima bozza del Recovery plan inviato dal governo ai partiti prevede infatti “l’estensione della misura del superbonus del 110% al 31 dicembre del 2022 per il completamento dei lavori nei condomini e al 31 dicembre del 2023 per gli IACP e per gli interventi di messa in sicurezza antisismica”, così come stabilito nella manovra.
Il superbonus rientra nel capitolo “Efficienza energetica e riqualificazione degli edifici” della missione “Rivoluzione verde e transizione ecologica”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: impegno fondi sale a quota 222 miliardi
A nuovi progetti vanno 143,24 mld
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2021
17:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ammontano complessivamente a 222,03 miliardi le risorse previste negli investimenti del cosiddetto Piano Recovery. Di questi 209,84 riguardano il Next Generation Eu: 66,6 miliardi sono già impegnati in progetti in essere, 143,24 su nuovi progetti.
E’ quanto emerge dalla tabella allegata al documento che il governo ha predisposto e girato ai partiti di maggioranza nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street vola a nuovo record con proclamazione Biden
Dj +0,79%, Nasdaq +2%, S 500 sale dell’1,36%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
07 gennaio 2021
16:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street vola a un nuovo record guardando all’amministrazione di Joe Biden e a possibili nuovi stimoli all’economia. Il Dow Jones sale dello 0,79% a 31.072,05 punti, il Nasdaq avanza del 2,08% a 13.005,38 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dell’1,36% a 3.799,16 punti.

Sulla scia degli indici americani anche l’Europa, dopo una giornata incerta, è girata tutta in positivo. Milano è in rialzo dello 0,3%.