Economia tutte le notizie Borse cambi valute oro movimenti Tutte le notizie economiche sono qui! LEGGILE!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 37 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 05:20 DI MERCOLEDÌ 14 APRILE 2021

ALLE 14:48 DI GIOVEDÌ 15 APRILE 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Intesa:accordo con sindacati per integrazione dipendenti Ubi
Definiti trattamenti economici e normativi per lavoratori gruppo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
05:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa Sanpaolo e le organizzazioni sindacali hanno firmato il primo accordo con Intesa Sanpaolo relativo all’integrazione dei circa 15.000 dipendenti di Ubi Banca. Lo rende noto la Fabi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con l’accordo, siglato dopo una trattativa partita lo scorso 11 febbraio, sono stati definiti i trattamenti economici e normativi di riferimento per gli 80.000 lavoratori del nuovo gruppo IntesaSanpaolo. La trattativa continuerà per tutto l’anno sulle parti previdenziali e assistenziali per i lavoratori ex Ubi e, per tutti, sul rinnovo del contratto aziendale in scadenza il prossimo 31 dicembre. E’ stato anche definito il premio di risultato per il 2021, pari a 110 milioni complessivi.
Sarà costituita una nuova commissione sulla lotta alle pressioni commerciali: importante strumento che determinerà un significativo cambio di rotta rispetto ai comportamenti difformi ai principi etici sull’attività di vendita di prodotti finanziari.
La procedura sindacale è una delle operazioni legate all’offerta pubblica di acquisto e scambio di Intesa Sanpaolo sul gruppo Ubi, conclusa nel corso del 2020. A Intesa Sanpaolo sono passate 1.046 filiali di Ubi (969 agenzie tradizionali e 77 agenzie imprese).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo, Wti a 60,90 dollari al barile
Brent sale a 64,40 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
08:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio in rialzo sul mercato after hour di New York dove il greggio Wti segna un aumento dell’1,18% a 60,90 dollari al barile. Ad incidere anche le indicazioni di una riduzione delle scorte.
A salire anche il Brent che guadagna l’1,13% a 64,40 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: in lieve rialzo a 1.746 dollari l’oncia
Sale dello 0,3%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
08:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro in leggero rialzo sui mercati asiatici. Il lingotto con consegna immediata guadagna lo 0,3% a 1.746 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund in lieve calo a 103 punti
Il rendimento del decennale italiano allo 0,73%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
08:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata in lieve calo per lo spread tra Btp e Bund tedesco. Il titolo decennale italiano è a 103 punti base a fronte dei 104 della chiusura di ieri.
Il rendimento è allo 0,73%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro poco mosso a 1,1965 dollari in avvio
Sullo yen a 130,25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
08:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata senza sensibili variazioni per l’euro: la moneta unica europea passa di mano a 1,1965 contro il dollaro (1,1958 ieris era dopo la chiusura di Wall street). Nei confronti dello yen è a quota 130,25 .
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia forte con ipotesi Spac di Geely, bene Hong Kong
In netto rialzo anche Shanghai e Mumbai, debole Bangkok
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
08:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata positiva per i mercati finanziari asiatici e dell’area del Pacifico, con Hong Kong sostenuta soprattutto dal titolo della casa automobilistica cinese Geely, che sale del 6% e che, secondo ipotesi di stampa, è pronta per una Spac che potrebbe quotarsi al Nasdaq, oltre a poter lanciare un’altra quotazione delle sue controllate europee di auto elettriche, aumentando fortemente la valutazione in Borsa.
Tra i listini principali, Tokyo segna un rialzo dello 0,4%, con Hong Kong forte di un aumento dell’1,3% e il mercato cinese di Shenzhen una crescita dell’1,4%.
Più cauta la Borsa di Shanghai (+0,6%), con Seul e Sidney che registrano aumenti rispettivamente dello 0,5% e dello 0,6%. Netto rialzo per Mumbai (+1,3% a seduta in corso), mentre in controtendenza si muove Bangkok, che scende dell’1,6%.
Incerti i futures sull’avvio dei mercati europei.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
illycaffè sempre più sostenibile, diventa B corp
Pogliani, nessuna antitesi tra profitto, crescita e far del bene
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
14 aprile 2021
08:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo aver conseguito lo status di Società Benefit nel 2019, illycaffè diventa ora la prima azienda italiana del caffè a ricevere la certificazione B Corp, riconosciuta alle imprese che operano secondo i più alti standard di performance sociale e ambientale, di trasparenza e responsabilità.
Il B Corp viene assegnato a quelle aziende che ottimizzano il loro impatto positivo verso i dipendenti, le comunità di riferimento e l’ambiente intendendo “l’impresa come forza positiva, per rigenerare la società e l’ambiente, parametri valutati attraverso la misurazione integrale del valore che creano le imprese e l’impegno per il continuo miglioramento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Per noi è la conferma della bontà e solidità del nostro modello di business: creare valore per tutti stakeholder”, dunque con “la comunità con cui interagiamo, i clienti, i fornitori, i partner, preservando l’ambiente dove compriamo caffè”, enumera l’a.d. Massimiliano Pogliani “con orgoglio”. Un altro capitalismo è possibile? “Direi che non esiste antitesi tra profitto, crescita e fare del bene; non bisogna per forza essere una ‘no profit charity’ per avere un impatto positivo sulle persone”, specifica.
illycaffè, azienda familiare fondata a Trieste nel 1933 con la “missione” di offrire il miglior caffè al mondo, contribuisce alla condivisione del know-how e al riconoscimento ai produttori di un premium price per la migliore qualità; celebra i coltivatori che producono il miglior lotto di caffè sostenibile; dal 2013 è una World Most Ethical Company. Dal 2019 ha adottato lo status di Società Benefit; anni fa ha fondato l’Università del Caffè. Nel 2019 illycaffè ha impiegato 1405 persone, ha un fatturato consolidato pari a 520,5 milioni di euro. Gli store e i negozi monomarca illy nel mondo sono circa 269 in più di 40 Paesi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in lieve rialzo, Ftse Mib +0,12%
Marginalmente positivo anche l’indice Ftse All share
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 aprile 2021
09:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di poche frazioni in aumento per Piazza Affari: l’indice Ftse Mib segna una crescita dello 0,12%, il primo Ftse All share il medesimo rialzo dello 0,12%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa parte incerta, Parigi -0,4%
Inizio di giornata senza scosse per Londra e Francoforte
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
09:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente piatti in avvio di seduta: Parigi segna un calo dello 0,49%, Francoforte un ribasso dello 0,13%, mentre Londra ondeggia di qualche frazione di punto attorno alla parità.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano piatta con Europa, bene Moncler in scia a Lvmh
Forte anche Diasorin, calmi i titoli bancari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
09:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pochi spunti sui mercati azionari europei nella prima parte della giornata: tutti i listini si muovono attorno alla parità con la parziale esclusione di Parigi, che sale dello 0,2% soprattutto grazie agli acquisti su Lvmh, in rialzo di quasi il 3% oltre i 612 euro dopo i conti del primo trimestre resi noti ieri a Borse chiuse.
Con lo spread tra Btp e Bund tedeschi che viaggia senza scosse attorno ai 103 punti base, Piazza Affari (Ftse Mib -0,1%, in lieve peggioramento rispetto all’avvio) guarda soprattutto al buon rialzo di Moncler che sale del 2,4% in scia al gruppo francese della moda e del lusso, seguita da Diasorin in aumento dell’1,5%.
Tra i titoli principali, calmi i bancari con leggere vendite su Unicredit e Banco Bpm, che cedono lo 0,8%, la stessa perdita accusata da Enel.
Nel paniere a minore capitalizzazione, in rialzo dell’1,7% Monte dei Paschi, mentre Tod’s si muove calma dopo la corsa delle sedute precedenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: ‘La campagna vaccini è cruciale per la ripresa’
Bene aiuti all’economia, ma potrebbero servire ulteriori misure
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
10:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le misure di bilancio a sostegno dell’economia reale, nel 2020, hanno protetto le banche dal buona parte delle perdite sui loro prestiti e sarà “cruciale” continuare ad assicurare l’efficacia di questi aiuti. Tuttavia, se da una parte il settore bancario europeo appare sufficientemente capitalizzato per fronteggiare lo stress indotto dalla pandemia, dall’altra “le autorità devono tenersi pronte a ulteriori misure se uno scenario molto grave dovesse materializzarsi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo scrive la Banca centrale europea nel suo rapporto annuale 2020 presentato oggi all’Europarlamento, nel quale cita un’Analisi di vulnerabilità al Covid.

L’economia dell’area euro “dovrebbe vedere una forte ripresa nella seconda metà dell’anno”, tuttavia “l’incertezza resta alta e la ripresa sarà fragile, con il Pil che raggiungerà i suoi livelli pre-crisi nel secondo trimestre del 2022”. Lo ha detto il vicepresidente della Bce Luis de Gundos, presentando il rapporto annuale della Bce alla Commissione Affari economici dell’Europarlamento presieduta dall’italiana Irene Tinagli. “Il successo della campagna di vaccinazione nell’intera area euro – ha detto de Guindos – è cruciale per evitare che si materializzino rischi al ribasso”.

L’accordo sul Next Generation Eu la scorsa estate “ha dato ai mercato il segnale chiaro che siamo pronti ad agire insieme” e “non bisogna sottovalutare l’importanza che la sua approvazione ha avuto sul sentimento degli investitori: a volte la percezione de mercati è molto più importante delle stesse misure concrete”. Lo ha detto il vicepresidente della Bce Luis de Guindos, presentando il rapporto annuale della Bce alla Commissione Affari economici dell’Europarlamento. Ora – ha spiegato de Guindos – la tempistica è fondamentale: per l’implementazione del recovery fund ci vorrà tempo ma “dobbiamo evitare qualsiasi ritardo evitabile che possa intaccare questa percezione molti positiva di ciò che è stato realizzato”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Coinbase sbarca a Wall Street
Powell, criptovalute sono veicoli di speculazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
14 aprile 2021
19:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coinbase sbarca sul Nasdaq a 381 dollari per azione, per una valutazione di 99,6 miliardi di dollari. I titoli sono in rialzo nei primi minuti di scambio, dove superano i 400 dollari per azione.
Il Bitcoin ieri ha toccato un nuovo record alla vigilia dell’arrivo di Coinbase.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La criptovaluta corre a 63.246 dollari sostenuta dall’ottimismo dei fan delle valute digitali che vedono nella quotazione diretta di Coinbase quel passo decisivo per l’accettazione da parte del grande pubblico del Bitcoin.

Il debutto “segnerà l’occasione di una congiunzione fra la finanza tradizionale e il mondo cripto. E uno sbarco di successo può essere l’endersement ufficiale delle criptovalute da parte degli investitori tradizionali”, affermano alcuni analisti, convinti che “il basso tasso di volatilità degli ultimi 30 giorni mostra come il Bitcoin è ormai pronto a uscire dalla gabbia e continuare la sua corsa verso i 10.000”. Diverse banche, fra le quali Goldman Sachs e JPMorgan, hanno già annunciato piani per offrire criptovalute ai propri clienti anche alla luce della curiosità e della domanda sostenuta. Ma la volata del Bitcoin continua a non convincere molti. Gli scettici ritengono che la corsa degli ultimi mesi sia stata dopata dai maxi stimoli all’economia, che hanno fatto volare anche i listini azionari. L’esercito dei dubbiosi è guidato dalle autorità che, in tutto il mondo, guardano con scetticismo e preoccupazione al Bitcoin e alle criptovalute, ritenute solo uno strumento speculativo senza un valore riconoscibile. Nonostante le resistenze, le valute digitali tentano diversi governi, in primis la Cina. Pechino starebbe lavorando al suo yuan digitale controllato dalla banca centrale, cercando di posizionarlo per un uso internazionale e sfidando di fatto il dollaro. La Fed sul dollaro digitale procede con cautela: “non c’è nessuna fretta per adottarlo”, va ripetendo da tempo il presidente della Fed Jerome Powell assicurando che la banca centrale non adotterà il dollaro digitale “senza l’appoggio del Congresso”. La strada quindi è ancora lunga e gli Stati Uniti potrebbero essere ‘battuti’ dalla Cina che, sempre più, vuole essere trattata da pari in politica e in economia.
Powell, criptovalute sono veicoli di speculazione – Le criptovalute sono veicoli di veicoli di speculazione. Lo afferma il presidente della Fed, Jerome Powell, nel giorno dello sbarco a Wall Street di Coinbase.   TECNOLOGIA   MONDO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ocse a Italia,efficienza p.a.priorità essenziale ripresa
Crisi rischia di aggravare le disuguaglianze
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
14 aprile 2021
11:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La “priorità essenziale” per favorire la ripresa dell’Italia è rappresentata dalla “promozione dell’efficienza della pubblica amministrazione, principalmente nell’ottica di migliorare la gestione degli investimenti pubblici e rendere, al contempo, più efficaci l’assegnazione e il coordinamento dei compiti di attuazione delle varie politiche tra i diversi livelli di governo. Passaggi chiave, questi ultimi, per un efficace utilizzo dei fondi del Recovery e per la piena realizzazione dei vantaggi attesi dalle previste riforme strutturali”: è quanto scrive l’Ocse nella scheda sull’Italia del rapporto ‘Going for Growth’.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La crisi rischia di far calare ulteriormente i tassi di occupazione, già bassi, e di rafforzare le diseguaglianze, soprattutto per chi ha uno scarso livello di competenze e un basso livello di formazione continua”: lo scrive l’Ocse nella scheda sull’Italia del report ‘Going for Growth 2021. Shaping a Vibrant Recovery’. “Un’offerta efficace di istruzione, servizi pubblici di promozione dell’impiego e politiche di attivazione servizi in materia di istruzione, può contribuire a mitigare i divari tra domanda e offerta di competenze e lavoro, in particolar modo per i giovani e per i lavoratori più vulnerabili”, suggerisce l’Ocse.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Energia: norvegese Otovo punta a 10% mercato Italia
Startup pannelli solari, obiettivo 100 milioni fatturato al 2025
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
11:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La startup norvegese Otovo arriva in Italia e punta a conquistare il mercato residenziale, raggiungendo una quota del 10% nel prossimo triennio e un fatturato di 100 milioni di euro entro il 2025.
Secondo le loro stime “è tra i più attrattivi in Europa per lo sviluppo dell’energia solare, con un giro d’affari annuale previsto di 1,2 miliardi di euro entro il 2025” si legge in una nota.

Secondo Fabio Stefanini, General Manager di Otovo Italia, “Otovo propone un modello di business dirompente per il settore fotovoltaico. Offre un marketplace digitale che permette d’individuare il miglior rapporto qualità/prezzo nell’installazione di pannelli solari residenziali. Crediamo che la tecnologia possa aiutare le persone a scegliere la propria offerta energetica su misura e contribuire a rendere la società sempre più sostenibile. L’Italia rappresenta un mercato ad alto potenziale, siamo quindi fiduciosi di conquistare un ruolo primario”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: Ue lancia piano di finanziamento da 806 miliardi
Entro il 2026. Prima emissione prevista per giugno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
14 aprile 2021
11:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione europea lancia il suo piano per finanziare il Next Generation Eu: entro il 2026, raccoglierà sui mercati 806 miliardi di euro, con un ritmo di circa 150 miliardi l’anno. Lo ha annunciato il commissario Ue al Bilancio, Johannes Hahn.

La prima emissione è prevista per giugno. “La Commissione sarà pronta per andare sui mercati non appena gli Stati membri avranno completato il processo di ratifica” della decisione sulle risorse proprie, ha sottolineato Hahn. I titoli avranno una durata variabile (da 3 a 30 anni), ma è prevista anche l’introduzione di obbligazioni con scadenza inferiore all’anno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: ok mozione, Italia abbia ruolo primario in governance
Camera approva testo maggioranza su ruolo del governo in vendita
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
11:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il governo dovrà “assicurare che all’Italia sia garantito un ruolo di primo piano sia a livello operativo sia di governance del nuovo sistema federale in ragione delle peculiarità della piazza finanziaria italiana e delle esigenze del mercato e dei suoi stakeholder”. Lo prevede uno degli impegni della mozione di maggioranza sul ruolo del Ministero dell’Economia nell’ambito del processo di vendita della società Borsa Italiana approvata dall’Aula della Camera.

In base al testo, approvato con la sola astensione di Fdi e nessun contrario, il governo dovrà, tra l’altro, “adottare ogni iniziativa utile, nell’ambito delle proprie competenze e della partecipazione azionaria in Cdp” per “tutelare in ogni sede e con ogni strumento di propria competenza lo strategico assetto economico finanziario di Borsa italiana e la sua autonomia per “assicurare la sana e prudente gestione di una così importante infrastruttura di mercato e garantire l’effettiva trasparenza ed integrità del mercato, nonché l’ordinato svolgimento delle negoziazioni e la tutela degli investitori”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ocse a Italia, crisi rischia di aggravare le disuguaglianze
‘Prioritaria l’efficenza della Pubblica ammnistrazione’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
14 aprile 2021
11:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La crisi rischia di far calare ulteriormente i tassi di occupazione, già bassi, e di rafforzare le diseguaglianze, soprattutto per chi ha uno scarso livello di competenze e un basso livello di formazione continua”: lo scrive l’Ocse nella scheda sull’Italia del report ‘Going for Growth 2021. Shaping a Vibrant Recovery’.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Un’offerta efficace di istruzione, servizi pubblici di promozione dell’impiego e politiche di attivazione servizi in materia di istruzione, può contribuire a mitigare i divari tra domanda e offerta di competenze e lavoro, in particolar modo per i giovani e per i lavoratori più vulnerabili”, suggerisce l’Ocse.

La “priorità essenziale” per favorire la ripresa dell’Italia è rappresentata dalla “promozione dell’efficienza della pubblica amministrazione, principalmente nell’ottica di migliorare la gestione degli investimenti pubblici e rendere, al contempo, più efficaci l’assegnazione e il coordinamento dei compiti di attuazione delle varie politiche tra i diversi livelli di governo. Passaggi chiave, questi ultimi, per un efficace utilizzo dei fondi del Recovery e per la piena realizzazione dei vantaggi attesi dalle previste riforme strutturali”: è quanto scrive l’Ocse nella scheda sull’Italia del rapporto ‘Going for Growth’.

“Rimuovere i vincoli legali al telelavoro”: questo uno dei suggerimenti rivolti dall’Ocse all’Italia, nel quadro del rapporto ‘Going For Growth: Shaping a Vibrant Recovery’ presentato oggi in presenza del segretario generale dell’organismo, Angel Gurria e del ministro dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco. Per favorire produttività e innovazione, l’Ocse suggerisce inoltre di “rimuovere i vincoli per favorire l’installazione più rapida di infrastrutture per le telecomunicazioni”. Ma anche “sensibilizzare i manager e accrescere il loro livello di competenze per favorire la diffusione delle tecnologie, l’innovazione e un miglior utilizzo del personale”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa cauta guarda a vaccini, Milano piatta
In Piazza Affari deboli Enel e Unicredit, accelera Mps
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
11:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora pochi spunti sui mercati azionari del Vecchio continente, che sembrano guardare soprattutto agli ‘stop and go’ sull’arrivo dei vaccini e sui piani di prevenzione dei diversi Paesi: Parigi resta di qualche frazione la Borsa più forte e cresce dello 0,4%, spinta ancora da Lvmh dopo i conti che cresce di quasi tre punti percentuali.
Di qualche frazione positive Londra, Amsterdam e Madrid, con Francoforte e Milano (Ftse Mib -0,05%) che ondeggiano attorno alla parità.

Con lo spread tra Btp e Bund attorno a quota 104, Piazza Affari si avvicina a metà giornata registrando gli aumenti oltre i due punti percentuali di Tenaris e Fineco. Piatta Atlantia e in ribasso dell’1% Enel e Unicredit.
Tra i titoli a minore capitalizzazione, riprende la corsa Tod’s (forte dall’annuncio dell’ingresso dell”influencer’ Chiara Ferragni nel suo Cda) e sale del 4%. Sempre bene anche Mps, titolo molto volatile che comunque cresce di cinque punti percentuali oltre 1,22 euro ai massimi di giornata e dell’ultimo mese.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Illy: Pogliani, pronti a cogliere segnali ripartenza
Ci sarà riequilibrio ma risultato complessivo sarà positivo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
14 aprile 2021
14:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Non festeggeremo il 2020 da anno record come era stato per il 2018 e il 2019, ma siamo pronti a cogliere i segnali di ripartenza che stiamo vedendo. Rimango cautamente ottimista sul 2021 e sicuramente ottimista sul 2022 a meno che…” non ci siano imprevisti gravi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ la previsione per l’andamento della illycaffè fatta dal suo amministratore delegato, Massimiliano Pogliani.
Il bilancio 2020 chiuderà in utile grazie al rapido assestamento compiuto al manifestarsi del Coronavirus: “Con la digitalizzazione, il lavoro fatto su canali, siamo riusciti a mitigare l’impatto della pandemia che ha colpito una fetta importante del nostro business – ricapitola Pogliani – illy aveva il 60 per cento del proprio mercato fuori casa”, vale a dire hotel, bar, ristoranti, uffici, retail, che è stato reindirizzato sul mercato domestico.
“Pensiamo all’ anno scorso e compariamolo con quest’anno: andiamo verso il periodo estivo, c’è un rallentamento dei contagi e in più avremo le vaccinazioni, a giugno e luglio ci sarà sempre meno diffusione del contagio. Si può dunque ragionevolmente sperare che ci sia ripartenza e non si torni più indietro”, esamina Pogliani. “L’azienda è solida ed ha navigato nella tempesta Covid, non abbiamo smantellato, siamo pronti a cogliere tutte le opportunità”. Presumibilmente, “ci sarà riequilibrio perché oggi l’80 per cento del consumo avviene in casa, prossimamente potendo uscire cambierà. Molti clienti nuovi acquisiti durante il Covid continueranno ad acquistare ma magari in misura minore. Tuttavia, il risultato complessivo finale sarà comunque positivo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in rosso (-0,5%), male le banche e le utility
Tengono alcuni titoli tra industria e petroliferi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
15:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ha girato in rosso Piazza Affari (-0,5%) nel primo pomeriggio, mentre il governo sarebbe pronto a un nuovo scostamento di bilancio da approvare insieme al Documento di economia e finanza, in un Consiglio dei ministri che potrebbe essere convocato già domani. Prosegue intanto la lotta al Covid 19, in tutti i Paesi, con un continuo aggiornamento sulle politiche vaccinali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A Milano non sono in forma le banche, a iniziare da Unicredit (-1,9%), Banco Bpm (-1,4%), Bper (-1,3%) e Intesa (-0,2%), eccezioni Mps (+2,9%) e Fineco (+1,1%), con lo spread a 103,6 punti, dopo un massimo di 104,9 toccato poco dopo l’apertura e un minimo di 102,7 punti intorno alle 10.30. Il rendimento del decennale italiano è allo 0,74%.
Male Enel (-1,9%) e tra le utility patiscono in particolare Hera (-1,3%) e Snam (-1,1%). Nell’industria in ribasso Interpump (-1,4%). Giù Poste (-1,2%), tra le auto soprattutto Stellantis (-0,9%), in calo Atlantia (-0,8%) con il dossier Autostrade aperto.
Tra i petroliferi in positivo Tenaris (-1,6%), piatta Eni (+0,06%) e negativa Saipem (-0,4%), mentre il greggio sale (wti +1,4%) a 61 dollari al barile. Nell’industria bene Prysmian (+1,3%) e Leonardo (+0,3%), Amplifon (+1,2%) e tra i semiconduttori Stm (+0,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stellantis: Fiat Nuova 500 è elettrica più venduta nel 2021
Ficili, primo passo nostra leadership nella mobilità sostenibile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
14 aprile 2021
15:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Nuova 500 ha conquistato, nel primo trimestre, 2.058 automobilisti ed è l’elettrica più venduta nel 2021. Dal lancio sono più di 8.000 gli ordini.

“Questo successo premia la bontà di un progetto curato in ogni aspetto, per fornire le migliori soluzioni di mobilità urbana e affrontare al meglio le sfide del trasporto green privato e condiviso”, commenta Santo Ficili, country manager di Stellantis in Italia. “Stellantis vuole porsi come riferimento della nuova mobilità sostenibile: siamo pronti a offrire auto e veicoli commerciali accessibili, sicuri e sostenibili – spiega – con offerte differenziate e calibrate all’uso reale del cliente e delle sue esigenze. Il primato della Nuova 500 segna il primo passo della nostra leadership. Un passo effettivo e anche simbolico perché mosso dal modello che più di tutti è evoluto in continuità con un passato che già ha visto Fiat 500 come la vettura che ha motorizzato l’Italia”.
E’ imminente l’arrivo nelle concessionarie Fiat della Nuova 500 3+1, con la “magic door” che grazie all’assenza del montante centrale inglobato nella porta stessa, permette di salire a bordo più agevolmente.   PIEMONTE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Fmi all’Europa, misure mirate per crescita, è a punto di svolta
Può avere ripresa a V. Pil ai livelli pre-pandemia nel 2022
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
14 aprile 2021
16:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Fmi invita l’Europa a ulteriori misure di stimolo: “Non un pacchetto di spesa indiscriminata e permanente ma misure mirate e temporanee sul fronte della domanda e dell’offerta”. Questo ulteriore stimolo, ipotizzato al 3% del Pil nel 2021-2022, può aumentare il Pil del 2% entro la fine del 2022.

“L’Europa si trova a un punto di svolta. Anche se il ritmo delle vaccinazioni è ancora lento, si intravede una luce in fondo al tunnel della pandemia”. Lo afferma Alfred Kammer, responsabile del Dipartimento europeo del Fmi, sottolineando che la crescita è disomogenea ma il Pil dell’Europa è atteso tornare ai livelli pre-pandemia nel 2022. “Con un duro lavoro sulla produzione e sulla distribuzione dei vaccini, il continuo sostegno e con politiche innovative per combattere le cicatrici economiche, l’Europa può avere una ripresa a V che è più giusta e più resiliente”.
La dimensione del Recovery plan europeo al momento è sufficiente, afferma inoltre Kammer.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano riduce il calo (-0,1%), corrono i petroliferi
Sofferenti molte banche, pesanti Enel e le utility, male le auto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
16:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Riduce le perdite a metà pomeriggio Piazza Affari (-0,1%), con i petroliferi che volano, sulla scia della corsa del greggio (wti +3,5%) a 62,3 dollari al barile, con l’euforia dopo il calo delle scorte Usa e nonostante i timori che restano per la pandemia da Covid 19. Vola Tenaris (+4,4%), guadagnano Eni (+1,9%) e Saipem (+1,5%).
Nell’industria bene Prysmian (+1,6%), Leonardo (+0,9%) e Buzzi (+0,3%). In positivo Moncler (+1,3%) per il lusso, Tim (+1,2%) e Cnh (+1,2%).
Non ci sono grandi miglioramenti per le banche, con in rosso Unicredit e Banco Bpm (-1%), Bper (-0,9%), mentre si è ripresa Intesa (+0,2%) e continuano a guadagnare Fineco (+1,9%) e Mps (+2,8%). Pesanti Enel (-1,7%) e Campari (-1,8%), con in rosso la quasi totalità delle utility, come Hera e Snam (-0,9%). Male Poste (-1,5%). Fuori dal listino principale prosegue in positivo Tod’s (+2,5%), forte dall’annuncio dell’ingresso dell’influencer Chiara Ferragni nel Cda. Soffrono le auto, da Stellantis (-0,6%) a Ferrari (-0,5%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa migliora, ma a più velocità, su i petroliferi
Corre il lusso, bene la maggioranza delle banche
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
17:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Migliorano, pur restando a più velocità, le principali Borse europee, mentre i Paesi e le autorità competenti continuano ad aggiornare le modalità di somministrazione e le politiche sui vaccini contro il Covid 19, in un pomeriggio in cui il Fmi ha parlato di punto di svolta per l’Europa per la ripresa cosiddetta a “V” e dal presidente Usa, Joe Biden, arrivano parole su uno stop per le truppe in Afghanistan. Aumentano i guadagni Madrid (+0,7%) e Londra (+0,6%), è in rialzo Parigi (+0,4%), in rosso Francoforte (-0,1%) e Milano (-0,2%), con lo spread salito a 104 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, si prende lo 0,2%, trainato dall’energia. Brillano i petroliferi, cominciando da Galp (+3,6%) e Repsol (+4,2%), col greggio in volata (wti +4,2%) a 62,7 dollari al barile, sulla scia del calo delle scorte in Usa e nonostante i timori per la pandemia non spenti. In ordine sparso le auto, con qualche perdita soprattutto per Bmw (-0,8%) e Stellantis (-0,6%) e qualche rialzo per Renault (+1,6%) e Volkswagen (+0,7%). Tra i semiconduttori i maggiori rialzi sono per Nordic Semiconductor (+2%) e Asml (+1,3%), con eccezioni come Soitec (-1%). Bene la maggioranza dei farmaceutici cominciando da AstraZeneca (+1,4%) e Vifor (+1,1%), mentre alcuni arretrano, come Ipsen (-1,7%). In netta forma il lusso, trainato dai risultati del giorno precedente del primo trimestre di Lvmh (+2,9%), che spinge tra gli altri Richemont (+3,2%) e Burberry (+2,6%), mentre patisce Adidas (-1,2%).
In positivo quasi tutte le banche, soprattutto Ing (+2,2%), Fineco (+1,9%) e Abn Amro (+1,8%), con eccezioni come Unicredit (-1,2%). Male l’industria, col trasporto, ma non le compagnie aeree, dove spiccano easyJet (+6,3%) e Ica (+3,4%). Tra le utility, in perdita, hanno la peggio nell’elettricità Orsted (-2,3%), Electicite de France e Acciona (-1,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund: in salita a 104 punti
Il rendimento del decennale allo 0,77%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
17:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In lieve salita il differenziale tra Btp e Bund, a 104 punti, dopo un massimo toccato nei momenti successivi all’apertura, a 104,9 punti e un minimo a 102,7, intorno alle 10.30. Il rendimento del decennale italiano è salito allo 0,77%, dopo un minimo allo 0,72% poco dopo le 9.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude debole (-0,1%)
Il Ftse Mib a 24.574 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 aprile 2021
17:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura debole per Piazza Affari.
Il Ftse Mib ha perso lo 0,1% a 24.574 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Invitalia sottoscrive aumento capitale di 400 mln per Ilva
Acquisisce il 50% dei diritti di voto di AM InvestCo Italy
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
14 aprile 2021
17:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Invitalia ha sottoscritto l’aumento di capitale di 400 milioni di euro di AM InvestCo Italy SpA, la società affittuaria dei rami di azienda di Ilva in amministrazione straordinaria. A seguito dell’adesione all’aumento di capitale, si legge in una nota, acquisisce il 50% dei diritti di voto di AM InvestCo Italy che assumerà la denominazione “Acciaierie d’Italia Holding S.p.A.”.
L’operazione vuole “rilanciare e riconvertire, in chiave “green”, il sito siderurgico dell’Ilva, coerente con la strategia, governata dalla Commissione europea, di garantire all’Europa “zero emissioni” entro il 2050″. La sottoscrizione del capitale, si legge nella nota, è avvenuta in attuazione dell’accordo di co-investimento tra Arcelor Mittal Holding S.r.l., Arcelor Mittal Sa e Invitalia, già comunicato al mercato lo scorso dicembre, finalizzato ad avviare una nuova fase di sviluppo ecosostenibile dell’Ilva di Taranto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude positiva, tranne Francoforte (-0,1%)
Madrid e Londra (+0,7%), Parigi (+0,4%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
18:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura positiva, tranne che per Francoforte (-0,17%) a 15.209 punti, per le principali Borse europee. La migliore è stata Madrid (+0,74%) a 8.588 punti, seguita da Londra (+0,71%) a 6.939 punti e Parigi (+0,4%) a 6.208 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund: chiusura in rialzo a 105,2 punti
Il rendimento del decennale italiano è allo 0,79%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
18:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rialzo, a 105,2 punti, per il differenziale tra Btp e Bund, rispetto ai 104 punti della chiusura del giorno precedente. Nel corso della seduta ha visto un minimo di 102,7 punti intorno alle 10.30.

Il rendimento del decennale italiano è allo 0,79%, rispetto allo 0,74% del giorno precedente. Nella giornata ha toccato un minimo dello 0,72% poco dopo le 9.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano perde (-0,1%) con banche, corrono petroliferi
Male le utility e le auto. In rosso Campari e Enel
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
18:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Debole la chiusura di Milano (-0,1%), in una giornata in cui le altre principali Borse europee sono state positive, tranne Francoforte, con in corso un’altalena di decisioni sulle politiche vaccinali nei diversi Paesi da una parte e il Fmi che ha parlato di punto di svolta per l’Europa per la ripresa cosiddetta a “V”. Il governo italiano intanto si avvicina all’approvazione del Def, insieme a quello del nuovo scostamento di bilancio da 40 miliardi di euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tra i titoli che hanno seguito una loro strada ci sono stati i petroliferi, col greggio che ha preso il volo (wti +4,8%) a 63,1 dollari al barile, sulla scia del calo di scorte negli Usa, e uno sprint soprattutto di Tenaris (+4,8%), con Eni (+2,5%) e Saipem (+2%). Bene nell’industria Prysmian (+1,6%), guadagni per Tim (+1,4%), Cnh (+1,2%) e Moncler (+0,7%), in linea col lusso europeo. In ordine sparso invece le banche, con lo spread in lieve salita a 105,2 punti e il rendimento allo 0,79%. Molto vivace Mps (+2,8%), bene Fineco (+1,8%) e Intesa (+0,3%), non Unicredit, Banco Bpm e Bper (tutte e tre -1,1%). In fondo al listino principale Campari (-1,7%) e Amplifon (-1,6%). Male Enel (-1,3%), come il settore in Europa e molte utility. In calo tra i farmaceutici Diasorin (-1,2%), giù le auto, da Ferrari (-1,2%) a Stellantis (-0,6%). Perdite per Poste (-1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coinbase sbarca a Wall Street, apre a 381 dollari per azione
Sopra i 250 dollari del prezzo di riferimento e in rialzo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
14 aprile 2021
19:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coinbase sbarca a Wall Street, sul Nasdaq, e apre a 381 dollari per azione, sopra i 250 dollari per azione del prezzo di riferimento, per una valutazione di 99,6 miliardi di dollari. I titoli sono in rialzo nei primi minuti di scambio, dove superano i 400 dollari per azione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in rialzo a New York a 63,15 dollari
Sfiora +5% per aumento domanda carburanti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
14 aprile 2021
20:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono del 4,93% a 63,15 dollari al barile. A spingere i prezzi il calo delle scorte americane e l’aumento della domanda per i carburanti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Creval: Agricole alza prezzo opa a 12,5 euro con soglia 90%
Se non supera tale livello ritocco è 12,2 euro da 10,5
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
23:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Credit Agricole alza il prezzo dell’opa sul Creval da 10,5 euro a 12,2 euro più un bonus di 0,30 euro al raggiungimento della soglia del 90%. La nuova offerta è quindi di 12,5 euro.
Il controvalore massimo dell’offerta è pari a 855.361.287 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in lieve ribasso (-0,14%)
Preoccupa aumento contagi coronavirus in Giappone
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
15 aprile 2021
02:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo inizia la seduta in leggero calo, dopo la chiusura mista dei mercati azionari statunitensi e sui timori di un esponenziale aumento delle infezioni di coronavirus in Giappone. L’indice di riferimento Nikkei segna una variazione appena negativa dello 0,14% a quota 29,580.14, cedendo 40 punti.
Sul mercato valutario lo yen guadagna terreno sul dollaro a 108,80 e sull’euro a 130,40.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro poco mosso in avvio, segna 1,1975 dollari
La moneta unica è a 130,44 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
08:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’euro è poco mosso in avvio di giornata. La moneta unica segna 1,1975 dollari, con un calo minimo dello 0,04% rispetto alla chiusura di ieri sera.
Identica variazione nei confronti dello yen a 130,44.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: Wto in lieve discesa a 63,1 dollari al barile
Il Brent è poco mosso a 66,6 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
08:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nessuno scossone notturno per i prezzi del petrolio. Il Wti americano con consegna a maggio segna 63,10 dollari al barile, in calo frazionale dello 0,08%, mentre il Brent europeo con consegna a giugno è a 66,61 dollari, in lieve rialzo dello 0,05%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo spot in lieve rialzo a 1.743 dollari l’oncia
Guadagnano anche rame, argento e platino
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
08:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo dell’oro è in lieve rialzo sui mercati asiatici. Il metallo prezioso con consegna immediata segna 1.743 dollari, con un guadagno dello 0,38%.
In rialzo anche gli altri metalli: rame (+0,38%), platino (+0,35%) e argento (+0,28%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia cauta, Tokyo chiude in parità
Hong Kong -0,6%, SHanghai -0,8%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
09:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse in Asia si muovono con cautela, l’indice della regione in leggero rialzo (Msci Asia +0,26%) con Tokyo che chiude in parità (+0,07%) e Hong Kong in leggero ribasso (-0,6%). E’ mancata la spinta di Wall Street, disorientata e con gli indici in altalena inseguendo il debutto di Coinbase che nel corso della sua prima seduta ha affrontato oscillazioni di oltre il 20% chiudendo sotto il prezzo di apertura.

Le azioni sono scese a Hong Kong e in Cina (-0,8%), spiegano gli analisti, guardando alle mosse della banca centrale cinese che sta cercando di contenere l’aumento della leva finanziaria.
In generale il valore del mercato è a livelli record dopo la stagione delle trimestrali, le aspettative di un forte rimbalzo dei profitti hanno sostenuto gli indici, e potrebbe essere arrivato il momento delle prese di profitto. “Con la ripresa dell’economia e le pressioni inflazionistiche, i settori ciclici andranno particolarmente bene, in particolare i titoli relativi a infrastrutture, modernizzazione della rete elettrica, energia pulita e stoccaggio” commenta un gestore “ma quando ottieni rendimenti così alti, la volatilità è la norma”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in lieve rialzo (+0,11%)
Indice Ftse Mib a 24.600 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 aprile 2021
09:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari apre in cauto rialzo.
L’indice Ftse Mib segna un aumento dello 0,11% a 24.600 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa parte in leggera crescita, Francoforte +0,19%
Più convinto il rialzo di Londra
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
09:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di seduta in leggera crescita per le maggiori Borse europee. Francoforte guadagna lo 0,19%, Parigi lo 0,17% mentre Londra alle prime battute segna un rialzo più convinto, pari allo 0,34%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Creval: in Borsa si porta verso nuovo prezzo opa (+0,89%)
Titolo a 12,45 euro dopo ritocco offerta dal Credit Agricole
c
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
09:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Credito Valtellinese si porta verso il nuovo prezzo dell’opa (+0,89% a 12,45 euro) di Credit Agricole ritoccato a 12,5 euro comprendendo un bonus di 0,30 euro qualora l’offerta raccolga più del 90% delle adesioni. Il valore rivisto se non si avverasse tale condizione è di 12,2 euro, dall’iniziale 10,5 euro, ma già alla vigilia, prima dell’annuncio del gruppo francese dell’aumento del prezzo offerto, il titolo si trovata in Borsa a 12,34 euro.

Diversi dei fondi azionisti della banca valtellinese avevano ritenuto l’offerta iniziale inadeguata.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Indennizzi, tasse, affitti, 40 miliardi per i nuovi aiuti
Primo giro tavolo in Cdm ma ok a extradeficit slitta con il Def
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
11:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un doppio intervento sui cali di fatturato e sui costi fissi. E nuovo sostegno alla liquidità dopo che gli strumenti messi in campo in piena emergenza hanno garantito la sopravvivenza delle imprese nell’anno della pandemia. Il governo è pronto a varare il maxi-scostamento per la nuova tornata di aiuti anti-Covid tutta concentrata sulle attività produttive: sulla cifra, 40 miliardi proposti dal ministro dell’Economia Daniele Franco ai colleghi di governo, si registra una buona intesa ma non è escluso che all’ultimo si possa salire ancora un po’, a circa 43 miliardi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per il via libera, infatti bisognerà aspettare un altro Consiglio dei ministri, oggi, che sarà chiamato ad approvare anche il Documento di economia e finanza.
Proprio le ultime limature del Def, con il complesso incastro con il Recovery Plan, sarebbe uno dei motivi che ha fatto slittare l’approvazione dell’intero pacchetto che sarà presentato insieme alle Camere e votato – compresa l’autorizzazione al ricorso all’extradeficit per 2,5 punti di Pil – martedì 22 aprile. Perché il nuovo decreto per le imprese – o decreto Sostegni bis – veda la luce, però, servirà qualche giorno in più e l’orizzonte al momento è l’ultima settimana di aprile, al massimo i primi giorni di maggio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intanto nel Consiglio dei ministri di mercoledì c’è stato un lungo confronto su come utilizzare le risorse – che andranno anche ad alimentare il nuovo fondo complementare al Recovery, da circa 30 miliardi da qui al 2026, chiamato a finanziare i progetti esclusi dal piano. Il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, come il suo predecessore Stefano Patuanelli, ora all’Agricoltura, spinge perché siano prorogati gli strumenti a sostegno della liquidità a partire dal Fondo di Garanzia delle Pmi che “ha permesso di erogare quasi 150 miliardi alle imprese con la garanzia dello Stato”. Altro nodo quello della durata dei prestiti garantiti, che si vorrebbe portare da 6 a 15 anni, oltre al prolungamento fino alla fine dell’anno anche delle moratorie sui prestiti. Sul pacchetto per la liquidità premono tutti i partiti ma serve il via libera di Bruxelles, all’interno del Temporary Framework che ha allentato le regole sugli aiuti di Stato.
La parte più consistente delle risorse dovrebbe comunque andare ai contributi a fondo perduto, visto che questa volta non c’è necessità di finanziare le misure a protezione del lavoro. Potrebbe entrare qualche misura di sostegno, anche ai contratti a termine, ma c’è una riflessione in corso visti “i tanti incentivi” alle assunzioni già in vigore per il 2021 che ancora, visto il perdurare delle chiusure anti-contagio, non hanno potuto dispiegare i loro effetti. La nuova piattaforma messa a punto da Agenzia delle Entrate con Sogei ha già consentito di inviare nei primi dieci giorni bonifici per quasi 2 miliardi a 600mila partite Iva. E la tempestività sarebbe una delle caratteristiche dell’intervento che si vorrebbe mantenere.
Erogare i contributi con gli stessi criteri, però, non consentirebbe di “mirare” i fondi laddove c’è più bisogno, per questo ancora non ci sarebbero decisioni definitive. Di sicuro si vuole arrivare a coprire anche le chiusure di marzo e aprile, confidando su maggio come mese delle riaperture. L’altra idea che si sta esplorando, ma che avrebbe tempi più lunghi, sarebbe quella di un sistema di acconto e saldo che consenta di guardare non solo al fatturato ma ai dati dei bilanci. Se lo schema venisse replicato tale e quale, senza cambiare platea o percentuali, servirebbero per i soli ristori circa 20-22 miliardi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ma tutta la maggioranza è concentrata a intervenire anche sui costi fissi, indirizzando parte delle risorse “alla sospensione o all’annullamento di alcune tasse. Si sta lavorando sulla Tari, sull’Imu, sulla Tosap”, ha spiegato in radio il sottosegretario al Mef Claudio Durigon, chiarendo però che al momento è tutto aperto e che per il decreto serviranno ancora un paio di settimane. La questione dei tributi locali, peraltro, è al centro dell’attività del Senato, chiamato a utilizzare i 550 milioni a disposizione per integrare il decreto Sostegni 1. Tra le misure allo studio per il nuovo provvedimento il rinnovo del credito di imposta per gli affitti, accompagnato da misure anche per i proprietari, e un nuovo intervento sugli oneri di sistema delle bollette.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano cauta (+0,2%), sale senza strappi Creval
E trascina Bps. Tra i big in luce Inwit (+2%),vendite su Tenaris
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
09:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari sale con cautela nella prima parte della seduta (+0,20%) in linea con le altre Borse europee. In testa all’indice principale svetta Inwit (+2,02%) con Amplifon (+1,39%) e Mediobanca (+0,88%) tallonate da Diasorin (+0,84%), sulla scia dell’acquisizione in Usa, e Unipol (+0,84%).

Frenano il listino invece Tenaris (-1,32%), forte alla vigilia, Tim (-0,54%), Generali (-0,32%) e Saipem (-0,3%) mentre le quotazioni del petrolio sono al palo.
Fuori dal paniere principale Creval si muove senza strappi verso il nuovo prezzo dell’opa di Credit Agricole (+0,89% a 12,45 euro) e contagia la Popolare di Sondrio (+1,08% a 2,99 euro) destinata a diventare una possibile preda se il Consiglio di Stato sancirà l’obbligo di trasformarsi in Spa entro la fine dell’anno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: in Europa prevale la prudenza, positivi i future Usa
In attesa dati americani Londra +0,4% e Francoforte +0,33%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
10:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prevale la prudenza sui listini europei, orientati comunque al rialzo con i futures su Wall Street positivi dopo la chiusura contrastata degli indici americani col Nasdaq che ha terminato in calo dopo il debutto disorientante di Coinbase. In giornata si attendono i primi dati Usa sui sussidi di disoccupazione e quelli sulla produzione industriale e le vendite al dettaglio.
Per il resto mancano spunti per gli investitori che guardano distrattamente anche alle sorti del vaccino Johnson&Johnson. Piatte le quotazioni del petrolio.
Londra (+0,42%) è la migliore seguita da Francoforte (+0,33%).
Più caute Parigi (+0,14%) e Milano (+0,13%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’inflazione sale a marzo allo 0,8%, prezzi +0,3% in un mese
L’Istat conferma la stima provvisoria
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
10:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel mese di marzo, si stima che l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, registri un aumento dello 0,3% su base mensile e dello 0,8% su base annua (da +0,6% di febbraio). Lo rileva l’Istat confermando la stima preliminare.

La lieve accelerazione dell’inflazione si deve prevalentemente all’inversione di tendenza dei prezzi dei beni energetici non regolamentati (che passano da -3,6% a +1,7%) e, in misura minore, all’accelerazione di quelli dei servizi relativi ai trasporti (da +1,0% a +2,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confindustria: Comin Partners entra in Assoconsult
Parte un nuovo progetto di advocacy della consulenza
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
11:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Comin & Partners è la prima società di consulenza per la comunicazione e le relazioni istituzionali a unirsi ad Assoconsult, l’associazione di Confindustria che riunisce le società di consulenza di management. Il presidente di Assoconsult, Marco Valerio Morelli ha “annunciato anche l’iniziativa di un progetto di ‘Advocacy della Consulenza’ che sarà coordinato da Gianluca Comin, con il compito di studiare e progettare attività e campagne di advocacy e valorizzazione di un settore sempre più importante per la Pubblica Amministrazione e le aziende in questo momento di sfida e rilancio economico per il Paese”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo orgogliosi di aderire ad Assoconsult ed al sistema Confindustria, che riteniamo fondamentale per rappresentare un settore importante come quello della consulenza. È un comparto che giocherà un ruolo decisivo a supporto della ripartenza del sistema economico e industriale e per affiancare il settore pubblico nell’implementazione del Next Generation Plan. In questo contesto la comunicazione integrata e le relazioni istituzionali sono sempre più parte integrante delle strategie manageriali”, commenta Gianluca Comin, presidente e fondatore di Comin & Partners che guida con Elena Di Giovanni, Gianluca Giansante, Lelio Alfonso e Federico Fabretti.
“L’ingresso di una società come Comin & Partners è da una parte fonte di grande soddisfazione per l’attrattività e riconoscibilità che Assoconsult ha acquisito in questi anni, dall’altra la dimostrazione che le relazioni esterne sono ormai parte integrante del lavoro che svolgiamo tutti i giorni come consulenti di management” dice Marco Valerio Morelli: “Il progetto di advocacy per il settore che abbiamo pensato e che sarà coordinato da Gianluca Comin darà un contributo fondamentale al posizionamento e alla promozione del settore nel dibattito pubblico”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: debito ancora record, a febbraio 2.643 miliardi
Aumento dovuto a incremento disponibilità liquide del Tesoro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
10:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel mese di febbraio il debito pubblico italiano è salito ancora, toccando l’ennesimo record. L’aumento segnalato da Bankitalia è di 36,9 miliardi rispetto al mese precedente, tale da portare il debito complessivo delle amministrazioni pubbliche a 2.643,8 miliardi. L’aumento è dovuto principalmente all’incremento delle disponibilità liquide del Tesoro (27,8 miliardi, a 102,9).
Vi ha inoltre contribuito il fabbisogno (9,2 miliardi), mentre l’effetto di scarti e premi all’emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione dei tassi di cambio ha ridotto il debito per 0,2 miliardi.
-A febbraio le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 29,2 miliardi, in calo del 7,6 per cento (2,4 miliardi) rispetto allo stesso mese del 2020. Lo rende noto Banca d’Italia nella pubblicazione sulla Finanza pubblica. Nel primo bimestre dell’anno, viene specificato, le entrate tributarie sono state pari a 65,8 miliardi, in calo del 2,5 per cento (1,7 miliardi) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Boom pagamenti con riconoscimento facciale, nel 2025 +120%
Li useranno 1,4 mld persone nel mondo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
14:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2025 le persone che useranno il riconoscimento facciale per autorizzare i pagamenti saranno oltre 1,4 miliardi nel mondo, contro i 671 milioni attuali. Un incremento pari al 120%.
Lo afferma una ricerca di Juniper Research, che ha stimato in circa 3 mila miliardi di dollari il controvalore futuro di questo tipo di pagamenti.
Oltre al riconoscimento facciale, scrivono gli esperti, sono in crescita i sensori che rilevano le impronte digitali e il riconoscimento vocale, sempre per l’autorizzazione dei pagamenti. “Il riconoscimento basato su hardware specifici è in crescita, anche se la possibilità di ottenere lo stesso risultato con dei software ne limita l’adozione – spiega Susan Morrow, uno degli autori della ricerca -. Con la crescita del bisogno di metodi sicuri per l’autenticazione i produttori di smartphone di passare a sistemi più robusti per tenere il passo con le tattiche dei truffatori”.
Fra le varie piattaforme utilizzabili, spiegano gli esperti, sta guadagnando popolarità anche il riconoscimento vocale, che nel 2020 contava 111 milioni di utilizzatori, mentre nel 2025 dovrebbero arrivare a 704 milioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Esordio col botto per Coinbase, vale 100 miliardi
Powell, criptovalute veicoli di speculazione. Gensler alla Sec
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
11:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coinbase è sbarcata ufficialmente a Wall Street in quello che è un momento storico per le criptovalute. La piattaforma di scambio, la maggiore fra le americane, apre a 381 dollari per azione per una valutazione di quasi 100 miliardi di dollari, maggiore di quella di Intercontinental Exchange, il colosso a cui fa capo il New York Stock Exchange.
La quotazione, tramite direct listing, rende subito il co-fondatore e amministratore delegato di Coinbase, il 38enne Brian Armstrong, un multimiliardario: la sua quota nella società vale infatti 20 miliardi di dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ma a guadagnare sono molti investitori, soprattutto quelli che fra i primi hanno scommesso sulla società nata dieci anni fa. Una corsa che, secondo alcuni analisti, è destinata a continuare fino a raggiungere i 600 dollari per azione.
L’esordio col botto di Coinbase però non spazza via la reticenza verso il settore delle criptovalute. A darle voce è il presidente della Fed, Jerome Powell, che le definisce un “veicolo di speculazione”. Con Powell ci sono le autorità americane e di tutto il mondo. Ma il settore, che da anni combatte contro le cassandre, intravede una rivoluzione all’orizzonte che si chiama Gary Gensler. Confermato dal Senato alla presidenza della Sec, Gensler ha finora insegnato al MIT corsi sulla tecnologia blockchain e sulle valute digitali, ed è quindi considerato come l’uomo che può fare la differenza e ‘promuovere’ in via definita le cripto nell’olimpo della finanza.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Industria: Ucimu, ripartono ordini nel 2021, +158% interni
Nel primo trimestre +48,6% ordinativi, +30,5% dall’estero
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
11:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel primo trimestre del 2021 torna a crescere la raccolta ordini di macchine utensili da parte dei costruttori italiani. Secondo l’indice Ucimu, il trimestre si chiude con un incremento del 48,6% rispetto allo stesso periodo del 2020.
In valore assoluto l’indice si è attestato a 169 (base 100 nel 2015). Il risultato complessivo è stato determinato principalmente “dall’ottima performance dei costruttori sul mercato domestico”, spiega l’associazione. Sul fronte interno, infatti, gli ordinativi segnano una forte crescita del 157,9%, mentre, gli ordini esteri crescono del 30,5% rispetto al periodo gennaio-marzo 2020. “Il mercato interno, che già a fine 2020 avevamo percepito avesse ripreso a macinare ordini, sta rispondendo bene – commenta la presidente di Ucimu-Sistemi per produrre, Barbara Colombo – sostenuto in questo anche dalle misure di incentivo agli investimenti in nuove tecnologie di produzione previsti dal Piano Transizione 4.0”. Quanto ai mercati esteri, ci sono segnali “positivi”, ma “la ripresa presenta velocità differenti: Cina e Stati Uniti hanno un’attività decisamente vivace, mentre i paesi di Area euro hanno ingranato soltanto ora”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confcommercio: economia migliora, ma situazione ancora grave
Difficile raggiungere quest’anno una crescita superiore al 4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
12:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“A tredici mesi dall’inizio della crisi sanitaria le condizioni economiche dell’Italia permangono gravi, ma in progressivo miglioramento. Le difficoltà nel contenere l’epidemia, problema non solo italiano, continuano a procrastinare l’avvio di una fase di controllata e ragionevole ripresa”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo afferma Confcommercio nella congiuntura di aprile in cui si sottolinea che l’indicatore dei consumi ICC segnala a marzo il ritorno, dopo più di un anno, in territorio positivo con una crescita del 20,6% nel confronto annuo che, comunque, “appare largamente insufficiente a compensare le perdite dei consumi patite un anno fa”.
“In altre parole, – sottolinea l’associazione – il livello della spesa reale a marzo 2021 è ancora inferiore a quello di marzo 2019 del 19%. L’apparente recupero ha, inoltre, interessato quasi esclusivamente i beni, mentre per i servizi la situazione si configura sostanzialmente come il raggiungimento di una soglia minima oltre la quale è praticamente impossibile scendere”.
Per il Pil, Confcommercio prevede ad aprile un aumento molto contenuto dello 0,2% su marzo. Su base annua, la variazione è del +22,1%. “Nonostante questa confortante valutazione, il rischio di non raggiungere una crescita superiore al 4% nell’intero 2021 si fa più concreta”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps: bonus baby sitter per figlio in Dad o quarantena
Fino a 100 euro alla settimana
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
11:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I lavoratori con figli di meno di 14 anni in Dad o quarantena possono chiedere il bonus baby sitter a meno che non siano già in congedo Covid o in smart working. Lo chiarisce l’Inps con una circolare pubblicata sulla misura prevista dal decreto di marzo contro la diffusione del contagio da Covid 19.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli eventi di sospensione didattica o di quarantena del figlio devono verificarsi tra il 1 gennaio e il 30 giugno 2021.
Il bonus non è compatibile negli stessi giorni con il lavoro agile, con il congedo Covid o con la sospensione dal lavoro ad esempio per cassa integrazione anche dell’altro genitore, Questo a meno che la persona non sia genitore anche di altri figli con meno di 14 anni avuti da altri soggetti che non hanno chiesto il bonus o il congedo previsto dal decreto. Si può invece chiedere il bonus baby sitter se si è in ferie o in congedo maternità.
Possono chiedere il bonus gli iscritti in via esclusiva alla Gestione separata, i lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Inps; i lavoratori autonomi iscritti alle casse professionali autonome non gestite dall’Inps; il personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico; i lavoratori dipendenti del settore sanitario, pubblico e privato accreditato purché siano medici; infermieri; tecnici di laboratorio biomedico; tecnici di radiologia medica; operatori sociosanitari. Possono chiederlo anche i medici di base e i pediatri di libera scelta che operano in convenzione con le ASL, gli ostetrici, i soccorritori, gli autisti, i medici e il personale sanitario addetto al servizio emergenza/urgenza 118, purché anch’essi operanti in regime di convenzione con le Asl.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediaset: nessuna apertura dell’ultima ora su Vivendi
Pur senza preclusione a soluzioni positive per tutti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
13:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediaset ribadisce che “considerato il contenzioso pendente non c’è alcuna apertura dell’ultima ora” su Vivendi.
“Non esiste invece, come sempre ribadito, alcuna preclusione a soluzioni positive negli interessi di tutti gli azionisti.” Lo precisa in una nota il gruppo del Biscione alla luce delle chiave di lettura data da un quotidiano sulla causa in atto con Vivendi all’indomani delle parole del cfo di Mediaset Marco Giordani in una video intervista.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Consob dà il via libera all’acquisizione di Borsa Italiana
“Euronext non mette a repentaglio la gestione del mercato”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
13:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Consob ha dato il via libera all’acquisizione di Borsa Italiana da parte di Euronext.
L’indiscrezione di stampa trova conferma in ambienti dela Commissione, che ha espresso il proprio parere positivo con una lettera inviata a Euronext.

Secondo l’autorità di vigilanza sui mercati la società che già gestisce le borse di Parigi, Amsterdam e altri listini europei non mette a repentaglio la gestione sana e prudente del mercato italiano. Era questo l’aspetto sul quale spettava alla Consob esprimersi.
In un documento pubblicato sul sito del Mef, la presidenza del Consiglio precisano intanto che “Borsa Italiana è destinata a diventare partner di peso nella strategia di creazione di un campione europeo nel mercato dei capitali”. “La presenza italiana – si legge – viene assicurata e valorizzata come presidio di un asset strategico per la crescita delle imprese italiane e per il continuo miglioramento delle infrastrutture di accesso ai mercati dei capitali per tutti gli emittenti italiani e gli investitori internazionali. Il nuovo assetto prevede una presenza italiana rinforzata in un contesto federato europeo”.
Ieri alla Camera la maggioranza si è spaccata per la prima volta su una mozione di FdI e FI proprio sull’italianità di Borsa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: Giovannini, per infrastrutture circa 50 mld
Investimento senza precedenti in favore del Sud
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
12:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il piano nazionale di ripresa e resilienza deve privilegiare interventi, anche infrastrutturali, che incorporino la componente ambientale”. I fondi per il ministero delle infrastrutture “sono circa 50 miliardi” e le scelte sono chiare: “potenziamento del trasporto su ferro, ammodernamento delle flotte del trasporto pubblico locale in senso ecologico, investimento sui porti, digitalizzazione per la sicurezza di strade e autostrade”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha detto il ministero delle Infrastrutture e mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, intervenendo a un webinar di Pwc Italia, sottolineando che “il piano ha un investimento senza precedenti in favore del Sud per chiudere il gap infrastrutturale”. Il Pnrr però “non è l’ultima scialuppa perché accanto a questo ci sono i fondi europei per i prossimi sette anni e poi i fondi nazionali. Quindi vanno visti in un’ottica di sistema”, aggiunge Giovannini, spiegando che “gran parte degli interventi saranno sull’alta velocità, in particolare sulla Salerno Reggio Calabria”. Ci sono poi “7 mld per il rinnovo delle fotte aziendali del tpl, un forte investimento nei porti, così come sulle ferrovie regionali, e anche investimenti per la mobilità dolce”. Interpellato sulla governance del piano, Giovannini risponde che è “in fase di rifinitura”. “Entro due settimane presenteremo a Bruxelles il piano italiano. I soggetti attuatori delle misure, ovvero coloro i quali dovranno spendere, dovranno essere monitorati non solo sul piano finanziario ma anche nella realizzazione, altrimenti i fondi europei non arriveranno. Noi ci siamo dotati di un sistema di monitoraggio molto forte”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano piatta, in coda a Europa, attesa per Usa
In arrivo altre trimestrali banche e dati macro. Brilla Abb
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
13:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono in leggero rialzo le Borse europee con Milano in coda (indice Ftse Mib invariato) sulla scia dei futures Usa che segnalano una apertura positiva dei listini americani dopo la pausa dai massimi storici fatta mercoledì quando lo strano debutto sul Nasdaq della criptovaluta Coinbase ha oscurato i guadagni della banche che hanno aperto la stagione delle trimestrali. Oggi è il turno di Blackrock, Citigroup e Bank of America e sono attesi anche i dati americani su sussidi di disoccupazione, produzione industriale e vendite al dettaglio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tra i titoli europei si mette in luce a Zurigo Abb (+3%), che ha rivisto al rialzo la stime sui ricavi, e quelli del settore minerario, che sostengono sopratutto Londra (+0,32%), aiutati dal buon andamnto delle materie prime mentre il petrolio si assesta all’indomani di un forte passo in avanti delle quotazioni.
Milano segue a distanza Francoforte e Parigi (entrambe +0,29%) frenata dal vendite che a metà seduta colpiscono Nexi (-1,23%), Tenaris (-0,96%) e Fineco (+0,94%). Brilla invece Amplifon (+2,46%) con Bper (+1,78%) e Ferrari (+1,12%). Trascurata Unicredit nel giorno dell’assemblea (+0,11%) e si è appiattiva Creval, invariata a 12,34 euro dopo che Credit Agricole ha ritoccato il prezzo d’opa mentre resta ben acquistata l’altra banca valtellinese, la Popolare di Sondrio (+1,2%). Lo spread Btp -Bund oscilla intanto intorno a 103 punti base.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tirrenia: Procura Milano chiede il fallimento di Cin
Attesa per la decisione dei giudici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
13:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Milano ha depositato al Tribunale istanza di fallimento nei confronti di Cin, la Compagnia italiana di navigazione del gruppo Onorato. La richiesta è stata avanzata dal pm Roberto Fontana nell’udienza fissata sulla base dell’articolo 162 che regola la “inammissibilità della proposta” del piano di ristrutturazione che Cin aveva annunciato di voler presentare.
Il pm non si è opposto a un rinvio, in tempi contenuti, dell’udienza in merito alla richiesta di fallimento. I giudici stanno ora decidendo se rinviare o meno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps: istruzioni Reddito emergenza, fino a 840 euro
Per famiglia 5 persone con un disabile. Domande entro 30 aprile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
10:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Arrivano le istruzioni dettagliate dell’Inps sulla richiesta del Reddito di emergenza: l’Istituto ha pubblicato la circolare sulla misura prevista dal decreto Sostegni che prevede il riconoscimento di tre mensilità (marzo, aprile e maggio) per le famiglie in condizioni di difficoltà a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, in possesso dei requisiti di residenza, economici, patrimoniali e reddituali previsti dalla legge. Le domande potevano essere presentate dal 7 aprile e potranno essere inviate solo per via telematica fino al 30 aprile.
La misura è pari a 400 euro per ogni mensilità prevista nel caso di unico componente, importo aumentato secondo una scala di equivalenza di 0,4 per ogni componente maggiorenne e di 0,2 per ogni minore fino a un massimo di 2 (800 euro) a meno che non ci siano disabili.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In quel caso la scala di equivalenza arriva a 2,1 con 840 euro, Il decreto Sostegni ha individuato a una nuova categoria di beneficiari rispetto a quelli previsti dai decreti precedenti (Rilancio e Agosto), ossia coloro che hanno terminato tra il 1° luglio 2020 e il 28 febbraio 2021 di percepire la Naspi e la Discoll e sono in possesso dei requisiti previsti dalla legge. In questa ipotesi, il destinatario del Rem non è più il nucleo familiare nel suo complesso, ma il singolo beneficiario.
Nel caso in cui nel nucleo familiare siano presenti uno o più soggetti che hanno terminato di percepire la Naspi o la Discoll tra il 1° luglio 2020 e il 28 febbraio 2021 la domanda deve essere presentata da uno dei medesimi soggetti.
Per ottenere il Rem la famiglia deve avere un valore del reddito familiare, nel mese di febbraio 2021, inferiore alla soglia corrispondente all’ammontare del beneficio. In caso di canone di locazione dichiarato in DSU (Dichiarazione sostitutiva unica), tale soglia è incrementata di un dodicesimo dell’ammontare annuo del canone stesso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: ‘Ita solo se proficua oppure altra soluzione’
Il ministro dello sviluppo economico Giorgetti: ‘Dovremo immaginare qualche altra soluzione, innanzitutto di emergenza’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2021
11:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La nuova compagnia” di Alitalia, cioè Ita, “nascerà se avrà la possibilità di operare in modo proficuo, altrimenti, lo ribadisco, secondo me dovremo immaginare qualche altra soluzione, innanzitutto di emergenza”, ha detto il ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti rispondendo in audizione alla Camera, puntualizzando che la “competenza del Mise è solo sull’amministrazione straordinaria, mentre è il Mef che si occupa del nuovo vettore”.
“Le trattative sono in corso, sono in corso anche in queste ore e in questi giorni. L’obiettivo, per quanto riguarda il Governo, è provare a individuare un nuovo vettore di proprietà statale che sappia giocare da un lato ruolo di soddisfacimento degli interessi nazionali per il trasporto aereo, ma anche che abbia un equilibrio economico aziendale già molto difficile in condizioni normali, figuriamoci in questo momento, con le previsioni” di ripresa del traffico “alquanto aleatorie”, ha detto Giorgetti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inoltre, ha evidenziato il ministro, i “viaggi business probabilmente potrebbero essere impattati dalle nuove modalità di meeting, probabilmente ci sarà un effetto spiazzamento”.
Sul “diverso trattamento riservato dall’Europa nei confronti di Alitalia”, c’è un aspetto formale, cioè “noi partiamo da una condizione giuridica e giuridicamente purtroppo diversa da altri paesi, Alitalia è in amministrazione straordinaria, mentre altri non lo sono – ha spiegato Giorgetti -; inoltre altri vettori sono partecipati dallo Stato”. E poi “c’è un aspetto sostanziale, in cui a noi vengono puntualmente e rigorosamente verificati anche l’entità dei ristori legati all’impatto della pandemia sul trasporto aereo, mentre per altre compagnie sono concesse le possibilità di finanziamento”. “Proprio ieri ci sono state due sentenze del tribunale Ue, su Finnair e Sas, che hanno ribadito la legittimità alle compagnie in bonis di questi tipi di aiuto. Paradossalmente se Alitalia fosse stata in bonis avrebbe potuto ricevere miliardi e miliardi”, ha aggiunto.
“L’Europa ha cambiato rotta sul modo di affrontare nell’insieme la crisi, dovrebbe fare lo stesso sui singoli dossier – ha detto il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Andrea Orlando, a Rainews, parlando anche del dossier Alitalia -. E’ vero che c’è un tema di regole, ma queste regole si stanno applicando nel pieno di una pandemia quando il mercato del volo è sostanzialmente fermo e tutte le compagnie sono a terra. Gestire in modo burocratico questa partita, senza tener conto di tali condizioni, credo sia un errore”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
All’asta bacchetta di Rossini con base 1.500 euro
Donata dal Comune di Passy
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
14 aprile 2021
14:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Una bacchetta da direttore d’orchestra in ebano, madreperla e avorio con placche d’argento, appartenuta a Gioachino Rossini e donatagli dal Comune di Passy, dove il compositore aveva una villa e dove morì nel 1868, sarà messa all’asta online dalla Gonnelli Casa d’Aste di Firenze. Tra i lotti all’incanto dal 19 al 21 aprile, anche libri antichi, opere grafiche, autografi, fotografie, documenti musicali e un altro cimelio rossiniano: un biglietto d’invito autografo del musicista per le prove della sua Petite Messe Solennelle.
La “baguette de chef d’orchestre”, anteriore al 1868, avrà una base d’asta di 1.500 euro.

Economia tutte le notizie Tutte le informazioni i dati i risultati gli avvenimenti economici sono qui! LEGGI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 30 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 02:24 DI MARTEDì 13 APRILE 2021

ALLE 05:20 DI MERCOLEDì 14 APRILE 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Tokyo, apertura in rialzo (+0,27%)
Attesa stagione trimestrali societarie e dati macro Cina
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
13 aprile 2021
02:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo inizia gli scambi in positivo, con gli investitori che si concentrano sull’imminente avvio della stagione delle trimestrali societarie e in attesa dei dati dal commercio in Cina per il mese di marzo.
In apertura il Nikkei avanza dello 0,27% a quota 29,617.59, aggiungendo 78 punti.
Sul mercato valutario lo yen arresta la fase di indebolimento sul dollaro a 109,40 e a 130,30 sull’euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: prezzo risale su soglia 60 dollari
Wti a 59,9. Brent sale a 63,5 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
08:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Risale sulla soglia dei 60 dollari il prezzo del greggio Wti del Texas che scambia a 59,9 dollari al barile (+0,39%). Il petrolio Brent del Mare del Nord avanza a 63,51 (+0,41%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro apre in lieve calo a 1,1895 dollari
Yen a 109,6
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
08:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in lieve calo all’avvio di giornata. La moneta unica scambia a 1,1895 dollari (-0,13%).
In Asia lo yen passa di mano a 109,6.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: scende a 1727 dollari l’oncia
Calo dello 0,31%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
08:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo dell’oro in ribasso. Il metallo con consegna immediata perde lo 0,31% a 1727 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gb: a febbraio Pil +0,4%, pesa ancora lockdown
Rispetto a pre pandemia -7,8%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
08:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A febbraio l’economia della Gran Bretagna è salita dello 0,4%, contro il -2,2% del mese precedente, appesantita ancora dalla chiusura delle attività che solo nei giorni scorsi hanno riaperto nel paese grazie alla massiccia campagna di vaccinazione. E’ quanto comunica l’ufficio nazionale di statistica secondo cui a trainare è stata così soprattutto la produzione industriale (+1%) mentre i servizi sono rimasti al palo (+0,2%).
Le stime di alcuni analisti indicavano un rialzo del Pil dello 0,6%. Rispetto al livello del febbraio 2020, prima dello scoppio della pandemia, il Pil è inferiore del 7,8%.   MONDO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Spread Btp/Bund apre stabile a 102 punti
Rendimento decennale allo 0,74%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
08:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura stabile per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 102 punti.
Il rendimento del decennale italiano è pari allo 0,74%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in ordine sparso dopo export Cina, Tokyo +0,72%
Risale Pil Gb, in arrivo Zew Germania ed Ue e interventi Fed
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
08:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Listini in ordine sparso in Asia e Pacifico dopo i dati sulle esportazioni cinesi, inferiori alle stime degli analisti. Tokyo ha guadagnato lo 0,72%, Shanghai ha ceduto lo 0,41% e Taiwan lo 0,21%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bene Seul (+1,07%), poco mossa Sidney (+0,04%). Ancora aperte Hong Kong (+0,52%) e Mumbai (+0,18%). Contrastati i futures sia in Europa, dove solo Parigi e Francoforte sono previste in rialzo, sia negli Usa, con i contratti sul Dow Jones positivi e quelli sul Nasdaq in calo. In miglioramento il Pil del Regno Unito, attesa nella mattinata la fiducia Zew in Germania e nell’Ue, insieme alla produzione industriale italiana in febbraio. Dagli Usa sono attesi il report mensile dell’Opec, l’inflazione in marzo e il Red Book mensile sul commercio. Previsti gli interventi di 4 membri del Fomc della Fed mentre nella tarda serata saranno diffuse le scorte settimanali di greggio.
Proprio quest’ultimo appare in rialzo (Wti +0,54% a 60,01 dollari al barile) a differenza dei metalli. Fanno eccezione il ferro (+2,83%) e l’acciaio (+2,12%), mentre l’oro lascia sul campo lo 0,88% a 1.725,34 dollari l’oncia. In progresso il dollaro sull’euro e sullo yen, ma non sulla sterlina. In rialzo sulla piazza di Tokyo i titoli dei grandi esportatori, da Yokohama (+4,06%) a Honda (+1,89%) e Subaru (+2,42%). Più cauta Toyota (+0,85%), Bene Panasonic (+1,24%) e Olympus (+2,28%), poco mossa Sony (+0,04%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in lieve rialzo, +0,13%
Indice Ftse Mib a quota 24.485 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 aprile 2021
09:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di seduta in lieve rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,13% a 24.485 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre contrastata, Parigi +0,17%, Londra -0,1%
In rialzo Francoforte (+0,19%) , poco mossa Madrid (+0,02%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
09:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura contrastata per le principali borse europee. Londra cede lo 0,1% a 6.882 punti, Parigi guadagna lo 0,17% a 6.171 punti, Francoforte lo 0,19% a 15.244 punti e Madrid lo 0,02% a 8.534 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano cauta (+0,2%), bene Cnh, realizzi su Diasorin
Spread sale sopra i 103 punti, al via Opa Gavio-Ardian su Astm
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
09:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si muove con cautela Piazza Affari dopo un’apertura in lieve rialzo, in attesa del dato sulla produzione industriale italiana in febbraio. L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,2% a 25.505 punti, spinto da Cnh (+1,74%), in attesa di sbocchi sulla trattative con la cinese Faw e sull’onda lunga del protocollo d’intesa con Plus per veicoli a guida autonoma.
Bene anche Exor (+0,53%), a monte della catena di controllo, ed Atlantia (+0,58%). Acquisti su Amplifon (+1,31%), segno meno invece per Diasorin (-1%), oggetto di prese di beneficio dopo la corsa della vigilia a seguito dell’acquisto di Luminex. Giù Tim (-0,57%), in ordine sparso Banco Bpm (-0,26%), Intesa (+0,09%), Bper (+0,11%), Unicredit (+0,17%), Mps (+0,04%) e Creval, invariata, con lo spread tra Btp e Bund tedeschi in rialzo a 103,8 punti. Debole Astm (-0,39%), che viene scambiata a 25,7 euro, poco sopra ai 25,6 euro dell’Opa di Gavio e Ardian, finalizzata al ritiro del titolo dal listino, che inizia oggi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa: per il fondo di beneficenza 16 milioni nel 2021
Da supporto alle persone colpite da Covid al sostegno ai giovani
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
10:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2021 saranno 16 milioni di euro le risorse che il Fondo di Beneficenza ed opere di carattere sociale e culturale di Intesa Sanpaolo, in capo alla Presidenza, potrà erogare per offrire sostegno alle persone più fragili, finanziando i progetti realizzati da enti non profit impegnati a dare una risposta ai problemi del Paese causati dalla crisi sanitaria, economica e sociale. E’ quanto emerge dalle Linee Guida del Fondo di Beneficenza di Intesa Sanpaolo, il documento che ne indirizza l’attività nei prossimi due anni 2021-2022.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le linee guida sono state presentate nel corso di un evento online. Tre le tematiche prioritarie di intervento: il supporto psicologico a soggetti colpiti dalla pandemia, inserimento lavorativo e giovani. Confermati i requisiti, i tempi e le modalità di presentazione delle richieste di contributo, liberalità a fondo perduto che la Banca eroga a progetti particolarmente meritevoli. I progetti vengono individuati attraverso un processo di selezione che tiene conto del loro impatto sociale e del track record dell’ente.
Oltre a queste priorità, il Fondo di Beneficenza continuerà a sostenere progetti inerenti altre tematiche sociali come il sostegno al contrasto della povertà educativa e della violenza intra familiare in tutte le sue possibili forme, la povertà sanitaria, le disabilità fisiche e intellettive e, a livello territoriale, lo sport dilettantistico inclusivo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: studio commercialisti,-35 miliardi nella ristorazione
Stima su fatturato in analisi bilanci di Srl settore accoglienza
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
10:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2021 si stima una riduzione del fatturato del 35% contro il -44,2% del 2020 nel settore della ristorazione e dell’accoglienza al pubblico: è quel che emerge dall’Osservatorio sui bilanci 2019 del Consiglio e della Fondazione nazionale dei commercialisti. Sotto la lente dei professionisti, che si sono dedicati a studiare gli effetti sul segmento produttivo dell’emergenza Covid, è finito un “campione di 75.000 società con oltre 670.000 dipendenti e quasi 49 miliardi di fatturato a valori 2019”, che “realizzerebbero complessivamente una perdita di 38,503 miliardi, pari a circa la metà dell’intero settore”, recita il dossier.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In termini di fatturato, “le società di capitali esaminate in queste simulazioni coprono più del 50% dell’intero settore che presenta, sempre a valori 2019, un fatturato complessivo vicino ai 90 miliardi di euro con circa un milione e mezzo di occupati”. La stragrande maggioranza delle società prese in esame dall’Osservatorio non supera i 10 milioni di fatturato, si legge, e sono appena 410 le società di capitali che superano i 10 milioni di fatturato con ricavi però superiori a 14 miliardi, il 29% del totale ed occupano quasi 144.000 dipendenti, il 21% del totale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa migliora dopo produzione Italia, Milano +0,45%
Spread supera quota 104 punti, futures positivi, bene Cnh
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
10:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il rialzo della produzione industriale italiana in febbraio, seppure inferiore alle stime favorisce le principali borse europee, da Milano (+0,45%) a Francoforte (+0,34%), Madrid (+0,36%) e Parigi (+0,42%). Più cauta Londra (+0,08%), che gira in positivo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Positivi i futures Usa in attesa attesa della fiducia Zew in Germania e nell’Ue, del report mensile dell’Opec, dell’inflazione americana in marzo, del Red Book mensile sul commercio, degli interventi di 4 membri del Fomc della Fed e delle scorte settimanali di greggio.
Ridiscende sotto quota 60 dollari al barile il Wti (+0,22% a 59,82 dollari), mentre si confermano negativi i metalli ad eccezione del ferro (+2,58% a 1.015,5 dollari la tonnellata) e dell’acciaio (+1,28% a 5.062 dollari la tonnellata). Sempre forte il dollaro a 1,19 sull’euro, mentre la sterlina avanza a 1,375 dollari. In rialzo a 104,4 punti lo spread tra Btp e Bund, con il rendimento decennale in crescita di 2,3 punti allo 0,756%.
Acquisti su Porsche Holding (+1,35%), a monte della catena di controllo di Volkswagen (+0,38%), mentre in Piazza Affari corre Cnh (+2,16%), all’indomani dell’accordo con Plus sui camion a guida autonoma e in attesa di sviluppi della trattativa su Iveco con la cinese Faw, che ha fatto ventilare il ricorso alla ‘Golden Power’ al ministro dello Sviluppo Giancarlo Giorgetti.
Acquisti sui produttori di semiconduttori, da Asm (+2,59%) ad Asml (+2,21%), da Stm (+2%) a Infineon (+1,38%).In ordine sparso i bancari Bnp (+1,05%), Bbva (-0,6%), Caixabank (-0,5%), Commerzbank (-0,46%) e Barclays (+0,8%). Poco mosse in Piazza Affari Intesa (+0,53%), Unicredit (+0,49%), Banco Bpm (+0,3%) e Bper (+0,05%). Deboli i petroliferi Shell (-1%) e Bp (-0,74%), poco mosse invece Total (+0,2%) ed Eni (+0,28%), mentre l’ampliamento di una commessa da Qatargas non smuove Saipem (-0,09%). Contrastate Acs (-0,83%), pronta a mettere fino a 10 miliardi su Aspi e Atlantia (+0,65%), in attesa che quest’ultima decida se optare per l’offerta spagnola o per quella di Cdp insieme ai fondi infrastrutturali di Blackstone e Macquarie.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Casa: Tecnocasa, si allungano tempi vendita
Milano e Bologna le metropoli più veloci


ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
10:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lieve rallentamento delle tempistiche per la compravendita della casa nelle grandi città in Italia.
Milano e Bologna le metropoli “più veloci”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
È quanto emerge dall’analisi condotta dall’Ufficio Studi Tecnocasa dal 2010 ad oggi, limitato alle grandi città, che evidenzia come dopo il picco nel 2012, l’anno peggiore per il mercato immobiliare, dal 2013 i giorni necessari per vendere un immobile iniziano a diminuire progressivamente. Ma l’ultima rilevazione effettuata conferma “un lieve peggioramento”.
Gli ultimi dati dicono che, nelle metropoli, le tempistiche di vendita sono di 118 giorni contro i 109 gg di un anno fa quando ancora la pandemia non era scoppiata. Nei capoluoghi di provincia c’è una media di 146 giorni, nell’hinterland delle grandi città di 157 giorni. Tra le grandi città i tempi di vendita maggiori si sono avuti a Bari (162 gg) mentre le metropoli “più veloci” sono ancora una volta Milano (60 gg) e Bologna (57gg).
Dopo una ripartenza veloce delle tempistiche subito dopo il lockdown dello scorso anno, si legge nell’analisi, nella seconda parte del 2020 ha frenato a causa di una maggiore prudenza dei potenziali acquirenti, dei timori legati al secondo lockdown, alla tenuta del posto di lavoro e alla maggiore attenzione da parte degli istituti di credito all’analisi dei mutuatari e dei loro datori di lavoro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Industria: Istat; produzione febbraio +0,2% mese, -0,6% anno
Caduta annua inevitabile, febbraio 2020 ultimo mese pre-lockdown
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
11:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A febbraio l’indice destagionalizzato della produzione industriale è aumentato dello 0,2% rispetto a gennaio. Nella media del trimestre dicembre-febbraio il livello della produzione cresce dello 0,6% rispetto ai tre mesi precedenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Corretto per gli effetti di calendario, a febbraio 2021 – mese immediatamente precedente le restrizioni legate all’emergenza sanitaria – l’indice complessivo diminuisce rispetto a febbraio 2020 in termini dello 0,6% (i giorni lavorativi di calendario sono stati 20, come a febbraio 2020).
Queste le stime sulla produzione industriale diffuse oggi dall’Istat. “A febbraio la dinamica congiunturale della produzione industriale è ancora positiva dopo la crescita dei due mesi precedenti. Anche nella media degli ultimi tre mesi la dinamica congiunturale risulta favorevole. Tra i principali settori di attività, tuttavia, solo i beni di consumo registrano un incremento su base mensile. In termini tendenziali, rispetto a febbraio 2020, il livello dell’indice corretto per gli effetti di calendario è inferiore dello 0,6%. A livello settoriale si conferma il maggior dinamismo dei beni intermedi, il solo comparto in crescita rispetto a un anno prima”. E’ il commento dell’Istat. “Dati non certo esaltanti, ma poteva andare peggio.
La caduta annua era scontata e inevitabile, visto che febbraio 2020 è l’ultimo mese pre-lockdown e, dunque, pre-crisi, ma è contenuta. Bene invece che ci sia un rialzo su gennaio, anche se certo è appena sopra lo zero. Insomma, finisce con un pareggio fuori casa” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano prima in Europa (+0,45%), allungo Cnh e Tod’s
Spread sale a 105 punti, realizzi Diasorin al via Opa su Astm
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
11:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari resiste in testa alle altre borse europee nel corso della mattinata, con l’indice Ftse Mib in rialzo dello 0,45% a 24.565 punti. In luce Amplifon (+2,62%), favorita dal miglioramento della prospettiva a ‘stabile’ da parte di S&P, che ha confermato il rating ‘Bb+’.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In allungo Cnh (+1,8%), in attesa di sbocchi sulla trattative con la cinese Faw e sull’onda lunga del protocollo d’intesa con Plus per veicoli a guida autonoma. Bene Stm (+1,88%) in linea con gli altri produttori europei di microprocessori, mentre tra i titoli a media capitalizzazione si evidenzia Tod’s (+7,16%), che giorni fa ha aperto il Cda all’imprenditrice e modella Chiara Ferragni, attiva anche sulla rete. Bene anche Iren (+2,74%), dopo il riacquisto di un pacchetto del 2,5% da parte della Città Metropolitana di Torino. Tornando sul listino principale, il rialzo dello spread a 105 punti non intacca l’andamento di Intesa (+0,97%) e Unicredit (+0,68%), più caute invece Banco Bpm (+0,38%) e Bper (+0,55%). Acquisti su Exor (+0,9%), azionista di Cnh, Stellantis (+0,8u4%) e Ferrari (+0,51%), segno meno invece per Diasorin (-1,3%), oggetto di prese di beneficio dopo la corsa della vigilia a seguito dell’acquisto di Luminex. Giù anche Mediolanum (-0,86%),Tim (-0,75%), e Astm (-0,47% a 25,68 euro), nel primo giorno dell’Opa di Gavio e Ardian a 25,6 euro per toglierla dalla Borsa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: commercianti Torino,vogliamo data certa per ripartire
Circa duecento in piazza Castello. Abbiamo bisogno di lavorare
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
13 aprile 2021
11:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Vogliamo una data certa per ripartire. Basta pronostici.
Abbiamo bisogno di lavorare”. Lo chiedono i lavoratori del mondo del commercio e del turismo che protestano a Torino.
In piazza Castello ci sono circa duecento rappresentanti delle categorie dell’Ascom, operatori del turismo, guide turistiche, titolari di ristoratori, bar, palestre, del catering. La presidente dell’Ascom Maria Luisa Coppa è stata ricevuta dal prefetto Claudio Palomba. L’ha raggiunta il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio.   PIEMONTE   POLITICA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tod’s: è ancora ‘effetto Ferragni’, +8% a Piazza Affari
Il titolo vale il +24% dall’annuncio di Chiara Ferragni nel cda
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
12:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Segnano ancora un forte rialzo le azioni Tod’s che a Piazza Affari al momento passano di mano intorno al +8% a 35,6 euro per azione. Il titolo è sotto i riflettori dall’annuncio, lo scorso 9 aprile, dell’ingresso in cda di Chiara Ferragni.
Rispetto al valore della chiusura in Borsa alla vigilia, l’8 aprile, gli acquisti sul titolo hanno portato ad oggi ad un rialzo intorno al 24%.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: a Venezia -98% fatturato taxi acquei e -86% su gomma
Cgia, -61,3 mln perdita in Veneto tra marzo 2020 e febbraio 2021
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
13 aprile 2021
12:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con i taxi fermi, a causa del Covid, a Venezia tra marzo 2020 e febbraio 2021 il fatturato per quelli acquei è sceso del 98% e dell’86% per quelli su gomma. Il dato, raccolto a livello regionale per conto di Radio Taxi Veneto Società Cooperativa, è della Cgia che ha calcolato 37 milioni in meno per i taxi acquei.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tuttavia, poiché la crisi è ancora in corso, se si include anche marzo 2021, si arriva a una perdita degli incassi di 40 mln. Sempre nello stesso periodo, quelli su gomma hanno visto ridursi gli incassi di 6,9 mln, ma se si considera anche lo scorso marzo, i mancati ricavi sono pari a 7,6 mln. Il comparto taxi nel Comune di Venezia è formato da 370 titolari di licenza. Tra questi, 250 sono taxi acquei, altri 108 sono taxi su gomma e operano nella terraferma veneziana e altri 12 taxi su gomma stazionano al Lido. Un settore che vive quasi esclusivamente di turismo che, a seguito del crollo delle presenze, ha visto dissolversi il servizio. Lo studio, infatti, ha messo in evidenza che nel 2020 il traffico aereo di passeggeri negli aeroporti di Venezia-Treviso è sceso del 78% (-11,5 mln di passeggeri); le presenze della crocieristica si sono praticamente azzerate: gli ultimi dati disponibili testimoniano un calo a Venezia del 99,6% dei passeggeri. Se nel 2019 erano arrivati 1,6 mln di visitatori, nel 2020 sono crollati a 5.653. Inoltre si sono praticamente azzerato i meeting aziendali in presenza, i convegni e i congressi. Su 61,3 mln di euro di perdita complessiva di fatturato registrato sino a marzo 2021 da tutto il comparto taxi presente nel Veneto (costituito da 734 licenze), 47,5 mln (77,5% del totale) è in capo ai titolari di licenza del Comune di Venezia (370 licenze).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: esercenti in piazza in 21 città. Ristoratori bloccano la A1, ‘vogliamo riaprire’. Attimi di tensione a Roma
Al Circo Massimo un gruppo di manifestanti ha tentato di raggiungere Palazzo Chigi ma la polizia li ha bloccati
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
18:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un gruppo di ristoratori, sotto la sigla ‘Tutela Nazionale Imprese’, ha bloccato il traffico invadendo la carreggiata all’altezza dell’austostrada Orte (direzione nord), sulla A1. I manifestanti chiedono la “riapertura delle attività” contro le limitazioni previste dalle misure anti-Covid lamentando le “difficoltà che il settore sta vivendo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I manifestanti protestano camminando tra le auto in coda ferme a causa del sit-in improvvisato. Tra gli slogan urlati: “Libertà contro la dittatura”.
Alcune centinaia i commercianti che stanno partecipando al sit in al Circo Massimo “Una volta, per tutti” organizzato dalle associazioni: Roma più bella, Ihn (Italian hospitality network), Tni Italia (Tutela nazionale imprese) e Lupe Roma. I primi ad arrivare sono stati i ristoratori maremmani che hanno appeso ad un filo mutande rotte, arancioni e gialle con accanto scritto: “L’Italia a colori ci ha lasciato in mutande ma ora basta”. Sono arrivati dalla Sicilia, da Enna, Piombino e Crema. Ci sono rappresentanti delle lavanderie industriali, di chef e cuochi che indossano il tradizionale cappello da cucina. C’è anche il movimento artisti italiani proveniente dalla Toscana. I loro slogan, ripetuti ritmicamente, sono “Lavoro, lavoro” e “Riapertura, riapertura”.
Attimi di tensione a Circo massimo al sit in di commercianti arrivati da tutta Italia. Un gruppo di manifestanti ha lasciato il presidio per tentare di andare in corteo verso Palazzo Chigi ma la polizia li ha bloccati. A far desistere il gruppo dal suo intento anche un gruppo di manifestanti che ha ribadito di “non volere atti di violenza”.
Una delegazione di cinque persone, tra i manifestanti dei commercianti, sarà ricevuta a Palazzo Chigi. Lo hanno detto dal palco gli stessi promotori, suscitando anche reazioni negative tra coloro che ritengono più incisiva una ‘marcia’ collettiva fino a Palazzo Chigi.
Gli esercenti hanno manifestato in piazza in 21 città italiane, da Firenze a Napoli e Genova, in contemporanea con l’assemblea straordinaria della Fipe-Confcommercio convocata in piazza San Silvestro, a Roma. “Siamo qui per chiedere di poterci rialzare. – afferma Alessandro Cavo, giovane esercente, collegato da Genova -. Chiediamo una data per iniziare a risollevarci, troppi colleghi sono caduti, troppo i ristori promessi che non sono arrivati”.
“Lavoravo dalle 18 a notte fonda, da quando ci hanno chiuso ho fatturato il 20%, i miei dipendenti sono in cassa integrazione, prendono una miseria e la prendono anche tardi, ho provato a sostenerli il più possibile, ma ora è diventato difficile anche per me – dice Matteo Musacchi, presidente dei giovani imprenditori della Fipe, titolare di un ristorante e cocktail-bar a Ferrara -. Oltre al fatto che stare in casa senza far nulla, per chi è abituato a lavorare 15 ore al giorno porta via di testa”.
Dal palco di Roma poco prima aveva incalzato il governo, ricordando che “ieri i pub hanno riaperto e gliel’hanno detto un mese prima”. “Non ho bisogno – aggiunge – della rassicurazione ‘stiamo per programmare le aperture’, ho bisogna di sapere quando riapro”.
“Vogliamo riaprire in sicurezza, perché la risposta all’emergenza solo con ‘più chiusure’ è ormai una scelta insostenibile dal punto di vista economico e dal punto di vista sociale”. Così il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, intervenendo all’assemblea della Fipe (Federazione italiana pubblici esercizi) organizzata in Piazza San Silvestro a Roma. “Abbiamo investito nella sanificazione – ha detto Sangalli -, abbiamo accettato le regole del distanziamento, abbiamo rafforzato l’alleanza con i consumatori, abbiamo difeso i nostri collaboratori. E tutto per poter lavorare in sicurezza”. “Ci impegniamo sugli indennizzi a fondo perduto – ha sottolineato -, che non sono sufficienti e che devono essere rafforzati per dignità e per giustizia”. “Ci siamo impegnati per spostare a lungo termine tutti quei costi, oggi insostenibili, che gravano sulle imprese. Penso alle tasse e alle tasse locali. Penso ai finanziamenti. Penso agli affitti. Penso alle bollette”, ha spiegato Sangalli.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quando la piazza dell’assemblea degli esercenti a Roma stava smobilitando, ha tirato fuori un piccolo martello e cominciato a rompere piatti e bicchieri, richiamando l’attenzione dei presenti. “Questi sono i nostri cocci. Ho rotto gli strumenti del mio lavoro, se non mi fanno riaprire non mi servono più”. Moreno, un ristoratore toscano, ha manifestato così la sua amarezza per le restrizioni anti-Covid. L’uomo ha poi strappato una tovaglia che si era portato appresso in una borsa, aggiungendo che anche quella non gli sarebbe servita più. Al termine della protesta, ha riposto tutto e, armato di scopa, ha ripulito raccogliendo i cocci.
Secondo la Fipe 30mila imprese hanno chiuso nel 2020, altrettante potrebbero chiudere quest’anno. “Noi donne durante l’emergenza non ci siamo fermate un attimo, e ora siamo cariche per riaprire”, dice Valentina Piccabianchi imprenditrice nel campo del catering. “Il nostro settore – ricorda, Maurizio Pasca, imprenditore pugliese dell’intrattenimento e presidente Silb – è chiuso ininterrottamente da 14 mesi, dal 23 febbraio dello scorso anno, tranne quella piccola parentesi per i locali all’aperto che hanno potuto riaprire d’estate. Il 30% ha chiuso definitivamente, un ulteriore 40% è destinato a chiudere se non si riapre quest’estate. Il nostro settore è criminalizzato, siamo indicati come gli untori della pandemia, ma abbiamo chiuso il 17 agosto e i contagi sono iniziati a risalire a ottobre. Non capiamo i pregiudizi nei confronti di un settore che serve a socializzare e che vale 2 miliardi all’anno”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Iccrea: in 2021 anche operazioni cessioni crediti Utp
Per riduzione quota deteriorati
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
13:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gruppo Iccrea progetta per il 2021 di affiancare cessioni di crediti Utp (inadempienze probabili) a quelle di sofferenze per ridurre i crediti deteriorati e ha in cantiere così operazioni di “ammontare significativo”. E’ quanto hanno affermato i vertici del gruppo in audizione alla Commissione parlamentare d’inchiesta sulle banche.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono in fase di analisi avanzata attività con primari operatori del settore su due ambiti principali: uno avente per oggetto un’operazione sugli UTP con vendita pro-soluto e pagamento per cassa; un altro, focalizzato su crediti UTP di fascia più alta con garanzie immobiliari sottostanti, attraverso un’operazione di cessione di attivi contro partecipazione ad un fondo specializzato e relativa attività di cartolarizzazione,.
A tali fini, la Capogruppo nel mese di marzo 2021 ha avviato un processo di selezione dei crediti UTP potenzialmente interessati, coinvolgendo le principali Banche affiliate del GBCI nella costruzione di relativi portafogli, con l’obiettivo di realizzare già entro il 2021 cessioni pro-soluto e conferimenti contro quote di fondo per ammontare significativo, il tutto seguendo le direttrici contenute nel Piano Strategico NPE 2021/2023 recentemente approvato dal Consiglio di Amministrazione della Capogruppo.
Ad inizio aprile 2021 il GBCI ha inoltre perfezionato la prima cessione di crediti UTP al Fondo Illimity Credit Corporate Turnaround.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa: completata l’integrazione di Ubi banca nel gruppo
Riguarda 1.000 filiali, 15mila dipendenti, 2,4 milioni clienti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
13:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si sono svolte regolarmente e concluse le operazioni di integrazione della rete Ubi Banca in Intesa Sanpaolo. Durante le giornate di sabato 10 e domenica 11, nelle filiali si sono svolte le operazioni di migrazione e le relative attività di simulazione e di test per verificare il passaggio al nuovo sistema informatico.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’integrazione ha riguardato circa 15mila dipendenti, 2,4 milioni di clienti, circa 2,6 milioni di conti correnti e circa 1.000 filiali. La clientela proveniente da Ubi Top Private è confluita in Intesa Sanpaolo Private Banking. Ieri le filiali sono state aperte alla clientela per la consueta operatività quotidiana. Anche il servizio di home banking e l’app stanno funzionando regolarmente. La migrazione è stata preparata accuratamente basandosi sulla storica esperienza che Intesa Sanpaolo ha maturato nelle numerose operazioni societarie di fusione e integrazione che nel corso nel tempo hanno portato alla creazione del Gruppo.
Per evitare impatti sui clienti le carte di debito e prepagate sono rimaste attive, sia pure con le limitazioni durante il fine settimana di migrazione, comunicate per tempo ai clienti. Anche le carte di credito continuano ad essere attive.
I clienti possono comunque già richiedere le nuove carte di Intesa Sanpaolo. I nuovi codici Iban sono stati già comunicati ai clienti. Intesa Sanpaolo ha comunque adottato automatismi per la gestione del vecchio codice al fine di evitare disagi per la clientela e ampliare il tempo a disposizione della stessa per la comunicazione del nuovo Iban alle proprie controparti; in particolare gli accrediti che perverranno con il vecchio codice saranno automaticamente indirizzati sul nuovo Iban.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa resiste a calo indici Zew, Milano +0,55%
Spread supera quota 105 punti, futures Usa contrastati, sale Cnh
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
13:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Resistono le borse europee al calo segnato dagli indici Zew, che misurano le condizioni economiche e il sentimento sull’economia tedesca, allargando il campo anche all’Ue. Milano si conferma la migliore (+0,55%), seguita da Francoforte e Parigi (+0,3% entrambe), mentre Londra (-0,07%) e Madrid (-0,1%) tornano in territorio negativo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Contrastati i futures Usa in attesa del report mensile dell’Opec, dell’inflazione americana in marzo, del Red Book sul commercio, degli interventi di 4 membri del Fomc della Fed e delle scorte settimanali di greggio. Risale sopra i 60 dollari al barile il Wti (+0,99% a 60,29 dollari), mentre si confermano negativi i metalli ad eccezione del ferro (+2,58% a 1.015,5 dollari la tonnellata) e dell’acciaio (+1,28% a 5.062 dollari la tonnellata). Sale il dollaro sia sull’euro che sulla sterlina, così come lo spread tra Btp e Bund tedeschi, che si porta a 105,4 punti.
Acquisti su Porsche Holding (+2,19%), a monte della catena di controllo di Volkswagen (+0,74%), sull’ennesimo ritorno di fiamma di una possibile quotazione di Porsche. Corre in Piazza Affari Cnh (+1,85%), all’indomani dell’accordo con Plus sui camion a guida autonoma e in attesa di sviluppi della trattativa su Iveco con la cinese Faw. Bene i produttori di semiconduttori Stm (+1,6%), Asm (+1,7%) ed Asml (+1,2%) insieme ai bancari Bnp (+1,85%), Intesa (+1,35%), SocGen (+1,13%) e Santander (+0,86%).
Più caute Unicredit (+0,66%), Banco Bpm e Bper (+0,68% entrambe). Riducono il calo Shell (-0,67%) e Bp (-0,2%) e migliorano invece Total (+0,9%) ed Eni (+0,8%). Contrastate Acs (-0,87%), che ha messo sul piato fino a 10 miliardi su Aspi e Atlantia (+0,86%), in attesa che quest’ultima decida se optare per l’offerta spagnola o per quella di Cdp insieme ai fondi infrastrutturali di Blackstone e Macquarie.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Inail, arrivano le indicazioni per luoghi di lavoro
Dalla garanzia di efficienza e sicurezza all’organizzazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
14:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pubblicate le indicazioni per le vaccinazioni anti-Covid nei luoghi di lavoro, dopo il protocollo del 6 aprile. Il documento, elaborato dall’Inail insieme ai ministeri del Lavoro e della Salute, alla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e alla struttura di supporto alle attività del commissario straordinario per l’emergenza, chiarisce i requisiti e la procedura per l’attivazione dei punti vaccinali territoriali destinati alle lavoratrici e ai lavoratori.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dal fatto che la loro istituzione nelle imprese dovrà sempre garantire i requisiti di efficacia, efficienza e sicurezza, all’organizzazione dell’attività, dalla necessità di programmare anche la seconda dose, quando prevista, al corso per la formazione del personale sanitario sulla piattaforma Eduiss.
Ai fini della istituzione dei punti vaccinali territoriali e della realizzazione della campagna vaccinale nei luoghi di lavoro sono sei i “presupposti imprescindibili” indicati: la disponibilità di vaccini; la disponibilità dell’azienda; la presenza/disponibilità del medico competente o di personale sanitario; la sussistenza delle condizioni di sicurezza per la somministrazione di vaccini; l’adesione volontaria ed informata da parte delle lavoratrici e dei lavoratori; la tutela della loro privacy.
La vaccinazione nel luogo di lavoro rappresenta, comunque, viene rimarcato, “un’opportunità aggiuntiva rispetto alle modalità ordinarie” dell’offerta vaccinale che “sono e saranno sempre garantite, nel rispetto delle tempistiche dettate dal piano nazionale di vaccinazione, qualora il lavoratore non intenda aderire alla vaccinazione in azienda”. Per assicurare “tempestività, efficacia e livello di adesione”, gli spazi destinati alla somministrazione dei vaccini in azienda, compresi quelli allestiti presso punti vaccinali territoriali approntati dalle associazioni di categoria di riferimento, potranno essere utilizzati per la vaccinazione di lavoratori appartenenti anche ad altre imprese, come quelli che “prestano stabilmente servizio” presso l’azienda utilizzatrice.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa rallenta con stretta su Covid, Milano +0,18%
Futures Usa in calo, attesa per report Opec e scorte di greggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
14:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Peggiorano ulteriormente le principali borse europee con la stretta sulle restrizioni anti-Covid decisa dal Governo di Berlino. Milano riduce il rialzo allo 0,2%, Francoforte e Parigi allo 0,15%, mentre ampliano il calo Londra (-0,21%) e Madrid (-0,63%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Negativi i futures Usa ih attesa del report mensile dell’Opec e delle scorte settimanali di greggio, attese in serata dopo gli interventi di 4 membri del Comitato federale della Fed (Fomc).
Riduce il rialzo il greggio (Wti +0,47% a 59,98 dollari al barile), con il White Texas che scende di nuovo sotto la soglia dei 60 dollari, mentre resta intorno ai 105 punti il divario tra Btp e Bund tedeschi. Contrastati i petroliferi Shell (-1,1%), Bp (-0,5%), Total (+0,65%) ed Eni (+0,53%). In campo automobilistico corre Porsche Holding (+2%), su nuovi massimi dopo un report di Bloomberg Intelligence che valorizza un’eventuale Ipo di Stoccarda fino a 78 miliardi di euro. Bene Cnh (+1,43%) in attesa di novità sulla trattativa con la cinese Faw per Iveco. Tra i bancari salgono Bnp (+1,5%), Intesa (+0,82%) e Barclays (+0,67%). Invariate Unicredit, Banco Bpm e Bper. Sugli scudi in Piazza Affari Tod’s (+7,4%), sull’onda lunga della nomina di Chiara Ferragni in Cda, Piaggio (+4,11%), dopo un report degli analisti di Mediobanca, Iren (+2,74%), con il riacquisto del 2,5% da parte di Metro Holding Torino ed Stm (+1,7%), insieme ai rivali europei Bed (+1,9%) e Asm International (+1,45%). Fiacca Astm (-0,39%) nel primo giorno dell’Opa di Gavio ed Ardian.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Verso scostamento da circa 40 miliardi, ristori per 2 mesi. Cdm forse domani
Risorse anche a Fondo opere escluse da Recovery, tra 20 e 30 miliardi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
17:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo quanto si apprende da fonti ministeriali il governo va verso la convocazione di un Consiglio dei ministri domani in mattinata per il via libera al nuovo scostamento di bilancio. Il cdm, secondo le stesse fonti, sarebbe previsto alle 11:30.
Il Def, invece, sarà sul tavolo di un successivo Consiglio dei ministri, a partire da giovedì.
Il decreto Sostegni bis, che sarà finanziato con il prossimo scostamento da circa 40 miliardi, conterrà nuovi ristori a fondo perduto per due mensilità, mentre nel primo dl il contributo era parametrato su un solo mese. E’ quanto si apprende da diverse fonti di governo.
Le riunioni in vista del varo del Def e della richiesta di extradeficit sono in corso e ancora non è stato convocato il Consiglio dei ministri, inizialmente ipotizzato per domani.
Il nuovo scostamento servirà anche a creare il fondo ad hoc pluriennale per le opere escluse dal Pnrr: si ipotizza una dote di 4-5 miliardi l’anno a partire dal 2022 e un primo finanziamento, probabilmente di minore entità, già nel 2021. La forchetta per il fondo al momento oscilla tra i 20 e i 30 miliardi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a New York, +0,92%
A 60,25 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
13 aprile 2021
15:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio è in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dello 0,92% a 60,25 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi vede ad di Stellantis, Eni, Enel, Snam e Terna
Riunione stamattina con Cingolani, al centro transizione energia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
15:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente del Consiglio Mario Draghi, insieme al ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani, ha incontrato questa mattina a Palazzo Chigi il presidente e ad di Stellantis John Elkann e gli amministratori delegati di Eni – (Claudio Descalzi), Enel (Francesco Starace), Snam (Marco Alverà ), e Terna (Stefano Antonio Donnarumma). Nel corso della riunione sono stati affrontati i temi legati all’energia e alla transizione energetica.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: apertura Wall Street, Dj -0,24%, Nasdaq -0,48%
S 500 perde lo 0,02%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
13 aprile 2021
15:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre debole. Il Dow Jones perde lo 0,24% a 33.663,02 punti, il Nasdaq sale dello 0,48% a 13.914,75 punti mentre lo S&P 500 cede lo 0,02% a 4.127,93 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: Fercargo, preveda integrazione trasporto merci
Inviato position paper a governo, necessario per transizione eco
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
16:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Rilanciare il comparto ferroviario delle merci, “che rappresenta un settore chiave per la “transizione ecologica”, attraverso la revisione delle politiche nel settore dei trasporti “con la finalità di orientarle verso l’integrazione delle diverse componenti della catena logistica”.
E’ quanto chiede il Forum FerCargo nel suo Position Paper sul Piano nazionale di ripresa e resilienza inviato al Ministro e ai Vice Ministri del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo stesso sarà presentato a tutte le forza politiche nei prossimi giorni.
Lo sviluppo del concetto di “integrazione” nel settore logistico ferroviario delle merci – sottolinea FerCargo – è in linea con l’attuale approccio ai temi della mobilità sostenibile dell’Europa che fissa come obiettivo modale per il settore ferroviario il 30% del mercato totale del trasporto merci entro il 2030.
È ritenuta apprezzabile la scelta strategica contenuta nel PNRR di investire sulle “Infrastrutture per una mobilità sostenibile”. Tuttavia, meritano maggiore attenzione – tra le altre – tre proposte coerenti con i principi del Piano e che necessitano di interventi nel breve periodo. In particolare: ultimo miglio ferroviario: nell’attesa di realizzare interventi importanti nelle infrastrutture di “ultimo miglio” si ritiene fondamentale, nel breve termine, prevedere un incentivo per le attività di manovra ferroviaria nei terminali e nei raccordi industriali che, nella catena logistica ferroviaria, presentano costi di esercizio elevati, provocando meno competitività al servizio ferroviario merci nel suo complesso. Si propone, in particolare, l’ipotesi di un “Ferrobonus dell’ultimo miglio”.
Serve anche un piano accelerato ERTMS: al fine di promuovere l’utilizzo di un sistema unico in tutta Europa, a fronte degli oltre 10 ad oggi presenti. Infine la formazione del personale: nel PNRR il sostegno all’occupazione giovanile è presente in maniera trasversale in tutte le missioni del Piano, si chiede di intervenire mediante la proroga del contributo per la formazione macchinisti, in vigore fino al 2020, per il prossimo triennio.
Il comparto negli ultimi 3 anni, grazie al contributo, ha assunto oltre 2.000 addetti a tempo indeterminato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ferrero entra nel mercato dei gelati, in Italia vale 1,9mld
Lancia gli stecchi, con Ferrero Rocher, nelle versioni Classic e Dark, Raffaello, e i ghiaccioli con Estathé Ice nei gusti limone e pesca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
13 aprile 2021
18:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Gruppo Ferrero entra nel mercato dei gelati confezionati, che in Italia vale 1,9 miliardi di euro, e lancia gli stecchi, con Ferrero Rocher, nelle versioni Classic e Dark, Raffaello, e i ghiaccioli con Estathé Ice nei gusti limone e pesca. Cinque ricette distintive che, nel corso del mese di aprile, saranno presenti in tutti i canali della grande distribuzione.
L’importanza dell’arrivo sul mercato di questi prodotti è sottolineata dal lancio internazionale degli stecchi che coinvolgerà contemporaneamente – oltre l’Italia – altri quattro Paesi europei: Francia, Germania, Austria e Spagna.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: MiIano piatta con Europa dopo Wall street, bene Tod’s
Acquisti anche su Amplifon, fiacche Unicredit e Mediolanum
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
16:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del vecchio continente tutti attorno alla parità dopo la partenza della giornata di Wall street: Francoforte, Parigi, Amsterdam e Milano (indice Ftse Mib +0,2%) guadagnano qualche frazione di punto, Londra è stabile, mentre Madrid è la più pesante e cede lo 0,5%.
In Piazza Affari, che guarda anche allo spread al momento piuttosto stabile attorno a quota 105 punti, tra i titoli principali spicca Amplifon, che sale del 6% dopo il miglioramento dell’outlook da parte di S&P.
Bene Campari (+2,3%), con Exor che cresce dell’1,6%. Fiacca Tim che scende dell’1%, sullo stesso piano Unicredit, con Mediolanum che cede l’1,2%.
Nel paniere a minore capitalizzazione, corre ancora Tod’s che cresce del 6% e porta a oltre il 20% l’aumento complessivo dall’annuncio dell’ingresso dell”influencer’ Chiara Ferragni nel suo Cda.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Generali: tratta in esclusiva in Malesia per 300 milioni
Fermo invece il dossier Russia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
16:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Generali è pronta a rafforzarsi in Malesia e punta a diventare il secondo operatore del Paese, dove è già presente. Da quanto si apprende il Leone, che ha partecipato a un processo competitivo, ha avviato trattative in esclusiva per acquistare una società attiva del ramo danni per un valore di 300 milioni e l’ operazione è in dirittura d’arrivo.

Risulta invece fermo il dossier Russia dopo un’analisi durata mesi, condotta dal management e portata all’attenzione dei comitati. Dall’esame sono emerse diverse complessità e l’orientamento condiviso è quindi per ora di soprassedere.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Invendute tonnellate di cibo nei ristoranti
Analisi Coldiretti: ‘Sulle attività economiche incide il logorante stop and go’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
16:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Salgono a 1,1 milioni di tonnellate i cibi ed i vini invenduti dall’inizio della pandemia per i crollo delle attività di bar, trattorie, ristoranti, pizzerie e agriturismi che travolge a valanga interi settori dell’agroalimentare Made in Italy. E’ quanto emerge da un’analisi della Coldiretti dalla quale si evidenzia la presenza di migliaia di agricoltori, allevatori, pescatori, viticoltori e casari che soffrono insieme ai ristoratori in piazza con la Fipe.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’ organizzazione agricola sottolinea che “si stima che 330 mila tonnellate di carne bovina, 270 mila tonnellate di pesce e frutti di mare e circa 220 milioni di bottiglie di vino non siano mai arrivati nell’ultimo anno sulle tavole dei locali costretti ad un logorante stop and go senza la possibilità di programmare gli acquisti anche per prodotti fortemente deperibili”. Coldiretti rileva che “chiusure forzate, limitazioni negli orari di apertura, divieti agli spostamenti, drastico calo delle presenze turistiche e la diffusione capillare dello smart working hanno devastato i bilanci dei servizi di ristorazione e tagliato drammaticamente i livelli occupazionali ma le conseguenze si fanno anche sentire direttamente sui fornitori”. Viene specificato nel dettaglio che “la drastica riduzione dell’attività pesa infatti sulla vendita di molti prodotti agroalimentari, dal vino alla birra, dalla carne al pesce, dalla frutta alla verdura che trovano nel consumo fuori casa un importante mercato di sbocco”. Coldiretti aggiunge che “al danno economico ed occupazionale si aggiunge il rischio di estinzione per oltre 5 mila specialità dell’enogastronomia locale, dai formaggi ai salumi fino ai dolci, per la mancanza di sbocchi di mercato per l’assenza di turisti e la chiusura di ristoranti e agriturismi dove le tradizioni dai campi alla tavola sono tramandate da secoli”.
Per quanto riguarda in particolare il vino, la Coldiretti fa sapere che sono circa 200 milioni i litri in più rispetto allo scorso anno invenduti nelle cantine italiane per effetto della chiusura di ristoranti, bar ed enoteche in Italia e all’estero; una situazione che ha fatto crollare i consumi fuori casa con gravi difficoltà per il settore vitivinicolo, più accentuate per i vini a denominazioni di origine e indicazione geografica, a maggior valore aggiunto.
Secondo l’ultimo aggiornamento reso disponibile dal Ministero delle Politiche Agricole al 31 marzo 2021 giacciono in cantina 5,6 miliardi di litri di vino invenduti.
Si tratta di produzioni di alta qualità in un Paese come l’Italia che è leader mondiale davanti alla Francia con la produzione tricolore destinata per circa il 70% a vini Docg, Doc e Igt con 332 vini a denominazione di origine controllata (Doc), 73 vini a denominazione di origine controllata e garantita (Docg), e 118 vini a indicazione geografica tipica (Igt) riconosciuti in Italia e il restante 30 % per i vini da tavola.
In gioco, conclude la Coldiretti, c’è il futuro del primo settore dell’export agroalimentare Made in Italy che sviluppa un fatturato da 11 miliardi di euro e genera opportunità di lavoro per 1,3 milioni di persone.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo, Ftse Mib +0,59%
Indice dei principali titoli di Piazza Affari a 24.600 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 aprile 2021
17:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta positiva per la Borsa di Milano: l’indice Ftse Mib ha concluso in crescita dello 0,59% a 24.600 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa conclude cauta, Londra +0,02%
Lievemente positive Parigi e Francoforte
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
17:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Listini azionari del Vecchio continente in marginale rialzo: Londra ha chiuso la giornata in crescita dello 0,02%, con Francoforte in aumento dello 0,17% e Parigi dello 0,36%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund chiude in lieve rialzo a 104 punti base
Il rendimento del prodotto del Tesoro allo 0,747%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
18:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread tra Btp e Bund tedesco a 10 anni in marginale aumento sui mercati telematici: dopo un’apertura a 102 punti base stabile rispetto alla vigilia, il differenziale ha chiuso la seduta a quota 104.
Il rendimento del prodotto del Tesoro è allo 0,747%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fincantieri, A.Mittal, P.Wurth insieme per riconversione Taranto
Del ciclo integrale esistente dell’acciaieria
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
13 aprile 2021
18:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fincantieri, ArcelorMittal Italia (AMI) e Paul Wurth Italia (PWI) hanno firmato un Memorandum d’intesa per l’eventuale realizzazione di un progetto finalizzato alla riconversione del ciclo integrale esistente dell’acciaieria di Taranto di AMI secondo tecnologie ecologicamente compatibili.
In particolare, PWIT fornitore tecnologico la cui cultura impiantistica deriva da una compagnia storica come Italimpianti, si occuperà di verificare la fattibilità tecnica dell’implementazione di nuove tecnologie nell’impianto esistente per migliorare l’impatto ambientale e definirà gli input necessari all’analisi di fattibilità economica.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
AMI invece si occuperà, in qualità di gestore del sito industriale, della verifica di fattibilità produttiva delle nuove soluzioni tecnologiche e dei relativi impatti economici/normativi/legali. Fincantieri, infine, in grado di operare come general contractor nei settori civile, strutturale, ambientale, impiantistico, elettronico e manutentivo, verificherà la fattibilità dei progetti, con riferimento in particolare a investimenti, tempistica, costi di gestione, in un’ottica di integrazione delle differenti attività di project management.
L’accordo comprende l’individuazione di progetti innovativi per il contenimento delle emissioni ed attività per lo studio e lo sviluppo di nuovi modelli di business congiunti, come la realizzazione di acciai ad alta resistenza per la produzione di navi e grandi infrastrutture, oltre alla fornitura di acciaio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Scostamento da circa 40 miliardi e nuovi ristori per 2 mesi
Risorse anche a Fondo opere escluse da Recovery, tra 20 e 30 mld
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
18:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il decreto Sostegni bis, che sarà finanziato con il prossimo scostamento da circa 40 miliardi, conterrà nuovi ristori a fondo perduto per due mensilità, mentre nel primo dl il contributo era parametrato su un solo mese.
Le riunioni in vista del varo del Def e della richiesta di extradeficit sono in corso e un primo consiglio dei ministri per esaminare il nuovo scostamento è previsto mercoledì mentre dovrebbe servire una seconda riunione del governo, a partire da giovedì, per approvare anche il Documento di economia e finanza Il nuovo scostamento servirà anche a creare il fondo ad hoc pluriennale per le opere escluse dal Pnrr: si ipotizza una dote di 4-5 miliardi l’anno a partire dal 2022 e un primo finanziamento, probabilmente di minore entità, già nel 2021.
La forchetta per il fondo al momento oscilla tra i 20 e i 30 miliardi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A.Mittal:azienda apre a confronto con impiegato licenziato
Altro licenziamento revocato dopo ‘adeguate’ scuse
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TARANTO
13 aprile 2021
19:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
ArcelorMittal non chiude ad un possibile reintegro di Riccardo Cristello, licenziato dopo aver condiviso su Fb un post che invitava alla visione della fiction Svegliati amore mio. L’azienda spiega “di non aver ricevuto alcuna richiesta di confronto dal dipendente, anzi ribadisce che le giustificazioni formulate dallo stesso non fanno che confermare le motivazioni della sanzione disciplinare”.

Tuttavia, AM “ribadisce la propria disponibilità ad un confronto analogo a quello avuto recentemente con altro dipendente, all’esito del quale, a fronte della presentazione di adeguate scuse, l’azienda ha deciso di revocare il licenziamento”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano migliore in Europa, bene Exor e Campari
Prosegue corsa Tod’s, deboli Mediolanum e Azimut
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
19:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta senza strappi ma comunque di qualche frazione quale Borsa migliore in Europa per Piazza Affari: l’indice Ftse Mib ha concluso in crescita dello 0,59% a 24.600 punti, l’Ftse All share in aumento dello 0,59% a quota 26.859.
I mercati azionari hanno guardato soprattutto a Wall Street incerta nella prima parte della sua giornata sui dati dell’inflazione statunitense, che hanno contribuito a rafforzare oro e petrolio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In questo quadro i listini del Vecchio Continente hanno segnato un marginale rialzo: Londra ha chiuso in crescita dello 0,02%, con Francoforte in aumento dello 0,17% e Parigi dello 0,36%.
A Milano occhi puntati anche sullo spread tra Btp e Bund tedesco a 10 anni che, dopo un’apertura a 102 punti base stabile rispetto alla vigilia, ha chiuso la seduta a quota 104. Tra i titoli principali di Piazza Affari, il migliore è stato Amplifon che ha segnato un aumento del 6,8% a 35 euro dopo un miglioramento dell’outlook da parte di S&P, con Campari in crescita di tre punti percentuali. Acquisti anche su Exor (+2,1%) e Stellantis (+1,3%), con Atlantia in aumento di quasi un punto percentuale a 16,4 euro. Generalmente calmi i titoli bancari e finanziari con Mediolanum e Azimut che sono stati i più pesanti in ribasso, rispettivamente, dello 0,8% e di un punto percentuale. Debole Diasorin, che ha ceduto l’1,3% per prese di beneficio dopo la corsa della vigilia sull’acquisizione della statunitense Luminex.
Nel paniere a minore capitalizzazione, ancora molto forte Tod’s, che ha concluso in rialzo del 5,8% a 34,9 euro, portando a oltre il 20% il guadagno da quando ha annunciato l’ingresso dell”influencer’ Chiara Ferragni nel suo Cda.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il governo punta alla banda ultra larga a tutti in 5 anni
Colao: ‘Il cambiamento deve essere radicale, pervasivo e di lungo periodo’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
19:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Ue ha degli obiettivi di digitalizzazione a 10 anni, “noi vogliamo essere più ambiziosi e mettiamo obiettivi a 5 anni: al 2026 vogliamo che il 70% della popolazione usi l’identità digitale e sia digitalmente abile, portare il 75% delle Pa italiane a usare servizi Cloud, raggiungere almeno 80% dei servizi pubblici erogati online e 100% famiglie e imprese raggiunte dalla banda ultra larga”. “Per la prima volta l’Italia partirebbe avvantaggiata” dice il ministro Vittorio Colao in audizione alla Camera.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il cambiamento, anche quello digitale, deve essere “radicale, pervasivo e di lungo periodo”. Lo sottolinea il ministro.
La strategia digitale “deve aiutarci a cogliere le opportunità della crisi attuale. Ha davanti a sé tre grandi incognite. Quella del ritardo, quella dell’inclusione e quella delle competenze. Alla prima porremo rimedio con gli interventi infrastrutturali. Sulla seconda interverremo insistendo sulla digitalizzazione come condizione abilitante della cittadinanza. Affronteremo la terza incognita creando e incentivano idee e conoscenze, nel medio periodo con investimenti di persone e, nel breve, sostenendo le amministrazioni nella migrazione” conclude il suo intervento Colao. “La tecnologia digitale è la nostra occasione per riportare il nostro paese tra i leader europei. Attraverso l’applicazione del PNRR abbiamo l’opportunità di partecipare tutti attivamente al lavoro dei 5 importantissimi anni davanti a noi”.
Le nuove gare per la copertura delle aree grigie inizieranno a fine 2021 e l’obiettivo è di arrivare “a inizio 2022 con il processo terminato”. Lo ha detto il ministro per l’Innovazione Vittorio Colao in audizione. “Agcom fa le mappature delle coperture in essere, Infratel chiederà impegni a 3 anni, faremo convergere tutto in uno” schema solo, sia per la fibra ma anche per il 5G e stiamo “valutando come rendere queste mappature ‘molto impegnative'” ovvero che non siano solo promesse. “Pensiamo di partire a maggio, durerà 30-45 giorni e daremo visibilità a quello che stiamo facendo”, dice spiegando la tempistica della mappatura.   TECNOLOGIA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Tokyo, apertura in lieve ribasso (-0,22%)
Nuove perplessità su vaccino J in campagna Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
14 aprile 2021
02:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia la seduta col segno meno, dopo la chiusura mista dei mercati azionari statunitensi e le indicazioni che arrivano dalla campagna vaccinale Usa contro il coronavirus, con lo stop temporaneo della somministrazione del Johnson & Johnson. L’indice di riferimento Nikkei segna una variazione negativa dello 0,22% a quota 29,685.49, cedendo 66 punti.
Sul mercato valutario lo yen si rafforza sul dollaro a 108,90 e sull’euro a 130,20.

Economia tutte le notizie Borse cambi valute quotazioni manovre dati retroscena Tutte le notizie dal mondo Economico sempre aggiornate! LEGGI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 20 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 03:31 ALLE 22:37 DI LUNEDì 12 APRILE 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Alibaba apre a +5,32% a Hong Kong, malgrado antitrust cinese
Maximulta per abuso posizione non intacca colosso e-commerce
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
12 aprile 2021
03:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alibaba balza in avvio di seduta alla Borsa di Hong Kong, alla prova dei mercati dopo la maximulta da 2,8 miliardi di dollari annunciata sabato dall’Antitrust cinese per abuso di posizione dominante: i titoli del colosso dell’e-commerce fondato da Jack Ma segnano un rialzo del 5,32%, a 229,60 dollari di Hk.
La mossa di Pechino, tuttavia, non ha colpito seriamente le attività del gruppo di Hangzhou eliminando, almeno per ora, i timori su azioni più pesanti da parte delle autorità cinesi di regolamentazione.

La Borsa di Hong Kong apre la seduta positiva: l’indice Hang Seng segna un rialzo dello 0,32%, a 28.791,97 punti. L’indice Composite di Shanghai sale dello 0,14% a 3.445,97 punti, mentre quello di Shenzhen scivola dello 0,05% a quota 2.235,49.   TECNOLOGIA   MONDO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Cambi: euro poco mosso a 1,1888 dollari in avvio
Lieve calo rispetto allo yen a 130,23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
08:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’euro è poco mosso nei confronti del dollaro in avvio di settimana. La moneta unica è scambiata a 1,1888 dollari, in lieve calo dello 0,09%.
about:blank
Segno meno anche nei confronti dello yen a 130,23 (-0,21%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: Wti in calo a 59,1 dollari
In flessione anche il Brent a 62,7 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
08:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo del petrolio è in calo all’avvio della settimana. Il Wti con consegna a maggio perde lo 0,35% portandosi a 59,11 dollari al barile, mentre il Brent con consegna a giugno arretra dello 0,37% a 62,72 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo spot scende a 1.740 dollari l’oncia
Calo dello 0,23%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
08:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’oro è in calo questa mattina sui mercati asiatici. Il metallo prezioso con consegna immediata è quotato a 1.739,89 dollari l’oncia, in ribasso dello 0,23%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund stabile a 102 punti base
Rendimento del decennale italiano allo 0,71%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
08:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund resta sopra quota 100 ed è sostanzialmente stabile a 102 punti base in avvio di giornata (103 la chiusura di venerdì scorso). Il rendimento del titolo decennale italiano è allo 0,71%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia chiude in calo con la Cina, vola Alibaba
Tokyo (-0,77%), Mumbai (-3%). Lo yen stabile sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
08:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse asiatiche chiudono in calo dopo un avvio in terreno positivo. Gli investitori attendono una serie di dati macroeconomici in arrivo dalla Cina e guardano alla campagna di vaccinazione Usa.
Intanto il presidente della Fed, Jerome Powell, in una intervista, annuncia che la crescita economica nella seconda metà dell’anno sarà molto forte. In calo i future in vista dell’avvio dei listini europei.
Chiude in negativo Tokyo (-0,77%), appesantita dai timori di un nuovo aumento dei contagi di coronavirus in Giappone. Lo yen è stabile a 109,50 sul dollaro, e a 130,20 sull’euro. In rosso anche Hong Kong e Shanghai (-0,9%), Shenzhen (-1,9%), Mumbai (-3,2%) mentre è in controtendenza Seul (+0,1%). Vola Alibaba (+7,6%), dopo la maxi multa dell’Antitrust inferiore rispetto alle aspettative.
Sul versante macroeconomico in arrivo dal Regno Unito il Pil, la bilancia commerciale, la produzione industriale e quella manifatturiera. Dall’Italia attesa la produzione industriale e dalla Germania la fiducia degli investitori istituzionali. Dagli Stati Uniti prevista l’inflazione e le scorte di petrolio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in calo (-0,1%)
Indice Ftse Mib a 24.403 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 aprile 2021
09:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre in calo. Il primo indice Ftse Mib cede lo 0,1% a 24.403 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre contrastata, si guarda a economia Usa
Londra (-0,21%), piatte Francoforte (+0,03%) e Parigi (-0,03%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
09:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee contrastate in apertura della prima seduta della settimana, in attesa dei dati sulla produzione industriale. I listini sono in cerca di una direzione mentre gli investitori guardano all’andamento della campagna di vaccinazione ed ai suoi riflessi sull’economia.

Sotto i riflettori le prospettive dell’economia americana dopo le parole del presidente della Fed, Jerome Powell, che annuncia una crescita molto forte nella seconda metà dell’anno.
In calo Londra (-0,21%) e Madrid (-0,1%), piatte Francoforte (+0,03%) e Parigi (-0,03%).
Sul fronte valutario l’euro sul dollaro è poco mosso a 1,1890.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Diasorin acquista Luminex, vola in Borsa (+8%)
Titolo sale a 150,30 euro. Operazione da 1,8 miliardi di dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
10:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Diasorin vola in Borsa dopo l’acquisizione dell’azienda americana Luminex Corporation per un prezzo in contanti pari a 37 dollari (31,1 euro) per azione, pari ad un equity value e ad un enterprise value di circa 1,8 miliardi di dollari (1,5 miliardi di euro). In avvio di seduta il titolo non è riuscito a fare prezzo per poi entrare agli scambi con un rialzo dell’8% a 150,30 euro.

Il prezzo per azione concordato per l’acquisizione rappresenta un premio di circa il 23,1% rispetto al prezzo di chiusura al 24 febbraio 2021 (il giorno precedente a quando sono trapelate indiscrezioni sull’eventuale vendita) e ad un premio di circa il 30,6% e di circa il 47,5% rispetto al prezzo medio ponderato sui volumi per il periodo di 30 e 90 giorni precedenti al 24 febbraio 2021.
In seguito all’acquisizione, il fatturato consolidato su base combined per il 2020 sarebbe di circa 1,25 miliardi di euro, l’adjusted Ebitda di circa 472 milioni e la posizione finanziaria netta positiva per circa 335 milioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Consob, stop al regime di trasparenza rafforzata delle partecipazioni nelle società
Dal 14 aprile torna in vigore la normativa ordinaria. Le misure precedenti erano state introdotte per “far fronte alle turbolenze” dei mercati a seguito della pandemia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
09:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Consob ha disposto la fine del regime di trasparenza rafforzata sulla comunicazione delle partecipazioni rilevanti nelle società quotate ad azionariato diffuso a partire da mercoledì prossimo 14 aprile. Lo si legge in una nota in cui viene ricordato che le misure, che comprendevano la dichiarazione degli obiettivi di investimento, erano state introdotte lo scorso 9 aprile per “far fronte alle turbolenze” dei mercati a seguito della pandemia.
La Consob sottolinea che dal prossimo 14 aprile torna quindi in vigore la sola normativa ordinaria in materia di trasparenza sulle variazioni delle partecipazioni rilevanti e sulle dichiarazioni degli obiettivi di investimento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il regime temporaneo di trasparenza rafforzata introdotto nell’aprile del 2020 per “alcune società italiane quotate in Borsa, individuate secondo il criterio della diffusione dell’azionariato, ovvero non controllate di diritto”, era stato rinnovato di tre mesi in tre mesi fino alla prossima scadenza di domani.
In questo modo, a partire da mercoledì prossimo, gli investitori dovranno “attenersi alle disposizioni della disciplina di trasparenza ordinaria”, in base alle quali l’obbligo di comunicazione delle variazioni delle partecipazioni rilevanti detenute nelle società italiane quotate in Borsa scatta al superamento della soglia del 3% per le imprese a capitalizzazione medio-alta, qualificate come ‘non Pmi’, e al superamento della soglia del 5% per le imprese a bassa capitalizzazione, qualificate come ‘Pmi’. Restano invariati gli obblighi relativi al superamento delle soglie successive. Il regime temporaneo di trasparenza rafforzata aveva invece abbassato le soglie minime di comunicazione rispettivamente all’1% per le non Pmi e al 3% per le Pmi.
Quanto alla trasparenza sulle dichiarazioni degli obiettivi investimento, da mercoledì prossimo l’obbligo di comunicazione scatterà al superamento della soglia del 10% e non più della soglia del 5%, introdotta temporaneamente dal regime di trasparenza rafforzata.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano gira in positivo, corre Diasorin
Deboli le banche, lo spread tra Btp e Bund a 102 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
09:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (+0,17%) gira in positivo dopo un avvio in calo. A Piazza Affari sono deboli le banche mentre corre Diasorin (+6%), dopo l’acquisizione dell’americana Luminex.
Lo spread tra Btp e Bund si attesta a 102 punti base con il rendimento del decennale italiano allo 0,7%.
Tra gli istituti di credito sono in calo Unicredit (-0,8%), Intesa e Bper (-0,4%), Fineco (-0,3%). In controtendenza Mps (+0,8%), piatto Banco Bpm (+0,04%). Debole anche l’energia con Tenaris (-1,1%), Saipem (-0,6%) e Eni (-0,5%).
In rosso Atlantia (-1,7%), alle prese con le vicende di Autostrade per l’Italia. In calo anche Leonardo (-0,9%), Campari (-0,8%) e Moncler (-0,6%).
Seduta all’insegna del buon umore per le utility con A2a (+1,7%), Hera (+1,3%), Snam (+0,3%) e Italgas (+0,1%). Bene anche Tim (+0,5%) e Mediaset (+0,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fs: al via dal 16 aprile i primi treni Covid free
Due Frecciarossa no-stop Roma-Milano
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
10:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Saranno in servizio dal 16 aprile i primi treni Covid free di Trenitalia (Gruppo Ferrovie dello Stato). Lo si legge in una nota.
Si tratta di due Frecciarossa no-stop Roma-Milano (il primo che parte da Roma Termini alle 8.50 e il secondo da Milano Centrale alle 18:00) dove i passeggeri potranno salire solo se negativi al Covid-19. I treni viaggeranno comunque con una capienza del 50%, così come previsto dalle norme vigenti. Dopo la fase iniziale, l’iniziativa potrebbe essere estesa anche ad altre destinazioni.
Chi vuole salire a bordo del treno Covid free deve presentarsi in stazione, a partire da 45 minuti prima della partenza, con il documento che attesta l’esito negativo del tampone, molecolare o antigienico, effettuato entro le 48 ore precedenti il viaggio. È possibile effettuare gratuitamente il tampone anche in stazione. I vaccinati devono esibire la certificazione di negatività o sottoporsi al tampone prima di partire.
Nel caso il tampone risulti positivo – precisa la nota – è previsto il rimborso del biglietto al 100%, anche se il cliente lo ha acquistato con tariffe scontate.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: a febbraio accelerano prestiti bancari, +4,5%
Crescita maggiore per quelli ad aziende +7,6%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
10:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Accelerano, a febbraio, i prestiti bancari al settore privato, che sono saliti del 4,5% contro il +4,3% di gennaio. E’ quanto rende noto la Banca d’Italia secondo cui l’andamento è trainato dai prestiti alle società non finanziarie, i quali sono aumentati del 7,6 per cento (7,3 nel mese precedente) mentre i prestiti alle famiglie sono saliti del 2,4 per cento sui dodici mesi (2,2 in gennaio).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa debole attende stagione trimestrali
In calo energia, in rialzo le utility.Poco mosso euro su dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
11:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee all’insegna della cautela dopo un avvio contrastato. I listini del Vecchio continente si mostrano deboli in attesa dell’avvio della stagione delle trimestrali e dei dati sulla produzione industriale.
Resta alta l’attenzione sull’andamento della campagna di vaccinazione con gli effetti sulla ripresa economica. Sul fronte valutario l’euro sul dollaro prosegue poco mosso a 1,1885.
L’indice d’area Stoxx 600 cede lo 0,3%. In calo Londra e Madrid (-0,7%), Parigi (-0,2%), piatta Francoforte (-0,08%). I listini sono appesantiti dal calo dell’energia (-0,8%), con il prezzo del petrolio che scende sotto i 60 dollari al barile. In rosso Bp (-0,9%), Total (-0,8%) e Shell (-0,7%). In calo anche le Tlc (-0,6%) dove sono deboli Orange (-1%) e Telefonica (-0,8%). Seduta all’insegna del segno meno anche per le banche (-0,8%) con Hsbc (-1,8%), Commerzbank (-1,4%), Banco Bilbao e Santander (-1,1%).
In positivo le utility (+0,4%) con l’accordo a Parigi tra i due gruppi dell’energia Veolia (+7,8%) e Suez (+8%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Accordo tra Veolia e Suez, verso gigante francese ‘green’
Titoli volano in Borsa. Intesa su prezzo di 20,50 euro ad azione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
12 aprile 2021
15:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’azienda francese del settore acqua e gestione dei rifiuti, Veolia, ha annunciato di aver raggiunto “un accordo di principio” con la rivale Suez in vista di un “ravvicinamento” fra le due società. L’accordo, secondo un comunicato, è stato raggiunto ieri sera e mette fine a una battaglia finanziaria, mediatica e giudiziaria durata diversi mesi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nello stesso comunicato, i due gruppi francesi spiegano di essersi “messi d’accordo su un prezzo di 20,50 euro per ogni azione Suez condizionato alla conclusione dell’intesa di ravvicinamento”. A inizio della trattativa Veolia, proponeva 18 euro mentre Suez chiedeva 22,50 euro ad azione.
Dopo l’annuncio dell’accordo i titoli delle due multinazionali volano sulla borsa di Parigi. Il titolo di Veolia avanza del 7,8% a 24,33 euro mentre Suez guadagna l’8% a 19,92 euro. La fusione dei due colossi francesi consentira’ la costituzione di un “campione mondiale nella trasformazione ecologica”, con un fatturato di circa 37 miliardi di euro, secondo un comunicato di Veolia. Le due multiutility francesi si sono accordate per arrivare all’intesa definitiva entro il 14 maggio prossimo. L’operazione, seguita con attenzione dal ministro dell’economia francese Bruno Le Maire, sarà sottoposta alle autorizzazioni delle autorità competenti.
Suez è il secondo azionista della multiutility capitolina Acea con il 23,3% del capitale.

Il ministro francese dell’Economia, Bruno Le Maire, plaude all’accordo raggiunto tra Suez e Veolia, giunti finalmente uad un compromesso che pone fine ad una battaglia finanziaria, mediatica e giudiziaria durata diversi mesi. Il prezzo sul quale si è realizzato l’accordo valorizza l’insieme della società Suez a circa 13 miliardi di euro. “Questo accordo – afferma Le Maire in una dichiarazione all’agenzia France Presse – tutela la concorrenza al servizio dei clienti tra due grandi aziende industriali nazionali”. Per il ministro, “garantisce il buono sviluppo sui mercati nazionali e internazionali” e “tutela l’occupazione”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banca Generali: Mossa, sostenibilità e digitale temi urgenti
Confronto online con Garrone (Erg), bene cambio passo governo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
12:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il segnale dato dal nuovo Governo, con la nomina di due ministri come Cingolani e Colao per la transizione energetica e per la transizione digitale, dà il senso di urgenza su due temi cruciali, anche considerando l’arrivo dei fondi europei” con il Recovery Fund. Lo sottolinea l’amministratore delegato di Banca Generali, Gian Maria Mossa, durante un convegno online organizzato dalla banca del Leone, dal titolo “Risparmio ed energia, l’innovazione al servizio della sostenibilità”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Le idee sulle priorità da affrontare sono chiare e c’è una visione di futuro che consente di pensare di investire anche sui giovani che è un altro tema fondamentale da affrontare – aggiunge Mossa -. La mia percezione è che abbiamo guadagnato molto tempo e molta credibilità nei confronti degli investitori esteri”. Innovazione e sostenibilità sono stati i temi al centro del digital talk: un dialogo aperto tra mondo del risparmio, impresa e università che ha visto confrontarsi l’a.d. di Banca Generali con il vicepresidente esecutivo di Erg, Alessandro Garrone, e il rettore dell’Università degli studi di Genova, Federico Delfino, i quali, hanno sottolineato il cambio di passo del governo e l’attenzione sui giovani.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa prosegue debole, Milano accelera
A Piazza Affari corre Diasorin, stabile l’euro sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
12:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee proseguono deboli mentre Piazza Affari accelera e si posiziona stabilmente in terreno positivo. In attesa dell’avvio della stagione delle trimestrali, l’attenzione degli investitori si concentra sull’andamento della campagna di vaccinazione contro il coronavirus per l’allentamento delle misure di contrasto ai contagi.
Sul versante monetario l’euro sul dollaro è poco mosso a 1,1911.
L’indice d’area stoxx 600 cede lo 0,2%. In rosso Londra (-0,3%) e Madrid (-0,5%), piatte Parigi e Francoforte (+0,04%), in rialzo Milano (+0,5%). Sui listini pesa il calo le Tlc (-0,5%) e l’energia (-0,2%). Bene le utility (+0,6%) e le auto (+0,7%).
A Piazza Affari prosegue la corsa di Diasorin (+8,4%), dopo l’acquisizione dell’americana Luminex Corporation. In rialzo anche Azimut (+3%), Hera (+1,4%) e Pirelli (+1,3%). In fondo al listino principale Moncler (-1,2%), Inwit e Stm (-0,6%) e Atlantia (-0,5%). In recupero le banche con Banco Bpm (+1,3%), Mps (+1,2%), Bper (+0,8%), Unicredit (+0,7%) e Intesa (+0,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Creval: Dumont, l’opa Agricole è inadeguata, da rivedere
Imprenditore esce allo scoperto,pronto a sostegno crescita banca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
13:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dgfd la holding dell”imprenditore francese Denis Dumont che controlla il 6,15% del Creval esce allo scoperto sull’Opa promossa dal Credit Agricole. Pur sottolineando di non essere ” contraria ad operazioni di M&A”, tuttavia rileva che “il prezzo offerto non è adeguato al valore attuale e prospettico” della banca.
E quindi “invita” l’Agricole a rivedere il prezzo d’offerta superando le asprezze di una strategia di comunicazione che si allontana dal formale approccio amichevole manifestato”. Dumont è quindi pronto a “consentire” al Credito Valtellinese “di cogliere, senza ostacoli, nuove ed ulteriori opportunità”, in “caso di mancata revisione dell’offerta” da parte del Credit Agricole “e di mancato successo dell’Opa”. Per cui “non esclude di intraprendere tutte le più opportune azioni finalizzate a dare stabilità all’azionariato e a sostenere l’indipendenza assoluta” della banca che “oggi più che mai è una Public Company”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano guadagna (+0,4%) con le banche, corre Diasorin
Petroliferi a più velocità. In rosso Atlantia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
14:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue in rialzo nel primo pomeriggio Piazza Affari (+0,4%), meglio delle altre Piazze europee, mentre sono negativi i future a Wall Street, in un quadro in cui la corsa ai vaccini contro il Covid 19 è dominante. A Milano prosegue la sua corsa Diasorin (+9,6%), all’indomani dell’acquisizione dell’americana Luminex Corporation.
Tra i titoli migliori del listino principale Azimut (+2.9%), Hera e Pirelli (+1,5%). Bene le auto con Stellantis (+1,4%). Con lo spread sostanzialmente stabile, a 102,4 punti, e il rendimento del decennale italiano allo 0,71%, guadagnano le banche, a iniziare da Banco Bpm (+1,1%), Bper (+0,9%), Unicredit (+0,8%), Fineco (+0,8%) e Intesa (+0,4%).
In rosso Atlantia (-1%), con aperta la partita Autostrade, male nel lusso Moncler (-0,9%), tra i semiconduttori Stm (-0,7%). Greggio in rialzo (wti +1,2%) a 60 dollari al barile, ma ci sono più velocità tra i petroliferi, con Tenaris in calo (-0,2%), Eni piatta (+0,06%) e Saipem in rialzo (+0,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: prezzo sale a New York, a 59,99 dollari
Rialzo dell’1,11%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
12 aprile 2021
15:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio sale a New York, dove le quotazioni avanzano dell’1,11% a 59,99 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in ordine sparso, su le banche, male i farmaci
Petroliferi guadagnano con greggio in rialzo, positive le auto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
15:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vanno in ordine sparso le principali Borse europee nel primo pomeriggio, dopo che in mattinata la zona euro ha visto i dati in rialzo per le vendite al dettaglio di febbraio. In generale la corsa ai vaccini contro il Covid 19 è una questione sempre in primo piano e sono in rosso i future Usa, in una giornata in cui a Minneapolis sono in corso proteste per l’uccisione di un ventenne nero, a cui la polizia a sparato, mentre è in corso il processo contro l’agente accusato di avere ucciso lo scorso maggio George Floyd.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A livello internazionali si registrano poi tensioni sia a Teheran verso Israele, per il presunto sabotaggio di una centrale nucleare, sia in Birmania, con nuove accuse verso la ex leader del governo. In Europa la piazza migliore è Parigi (+0,1%), seguita da Francoforte (+0,1%), Madrid (-0,2%) e Londra (-0,3%).
Più ottimista Milano (+0,5%), con lo spread in lieve rialzo a 102,5 punti.
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, cede lo 0,2%, sotto il peso soprattutto di informatica e industria. Tra i semiconduttori male soprattutto Nordic Semiconductor (-1,8%) e Asm (-1,4%), con eccezione Dialog (+0,2%).Molti i farmaceutici in rosso, a iniziare da Glaxo (-1,8%) e Vifor (-1,3%). Bene le auto, soprattutto Daimler (+2,5%) e Stellantis (+1,8%), con le stime di un ritorno ai livelli del 2019 per il mercato europeo nel secondo semestre. In positivo la maggioranza delle banche, cominciando da Bank of Ireland (+3%) e Barclays (+1,6%).
Ottimisti quasi tutti i petroliferi, a partire da Equinor (+1,5%) e Omv (+1,1%), in controtendenza alcuni, come Koninklijke (-2,4%), col greggio in netto rialzo (wti +2,2%) a 60,6 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre negativa, Dj -0,15%, Nasdaq -0,29%
S 500 perde lo 0,19%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
12 aprile 2021
15:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre negativa. Il Dow Jones perde lo 0,15% a 33.755,91 punti, il Nasdaq cede lo 0,29% a 13.856,08 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,16% a 4.122,70 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lego prima al mondo per reputazione, Ferrari terza
Classifica Global RepTrack, tra italiane anche Barilla e Ferrero
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
15:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ la Lego a guidare – anche nel 2021 – la Global RepTrak 100, lo studio, giunto ormai alla sua undicesima edizione, che classifica le prime 100 aziende al mondo attraverso il “Reputation Score”, un punteggio da 0 a 100 che sintetizza in maniera matematica la percezione del pubblico su indicatori come Products & Services, Innovation, Workplace, Governance, Citizenship, Leadership, e Performance e – da quest’anno – anche sui valori ambientali ESG (Enviromnental, Social, Governance).
Il gruppo danese, spiega un comunicato, è seguito da Rolex e al terzo posto da Ferrari, prima tra le italiane, in ascesa rispetto al quarto gradino dello scorso anno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tra i marchi made in Italy, scalano posizioni anche aziende del settore alimentare come Barilla, che sale in classifica posizionandosi all’undicesimo posto (lo scorso anno era al 18/o), e Ferrero che entra nella top 20 conquistando la diciannovesima posizione (lo scorso anno era al 21/o). Seguono poi Pirelli che si attesta alla posizione 25, Lavazza alla posizione 53, Giorgio Armani alla 61 e, tra le new entries del 2021, un altro marchio che rappresenta la moda italiana nel mondo: Prada, che si piazza alla posizione numero 84.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: l’Europa peggiora con Wall Street aperta in negativo
Bene banche, auto e petroliferi, non industria e semiconduttori
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
16:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Peggiorano le principali Borse europee, dopo l’apertura in negativo di Wall Street, in un contesto internazionale dominato dall’impegno nel contrastare la pandemia da Covid 19, soprattutto con i vaccini, e una serie di tensioni per il nucleare iraniano e interne agli Usa, con una serie di proteste dopo l’uccisione di un ventenne nero, a cui ha sparato un poliziotto. In Europa le Piazze migliori sono Parigi e Francoforte (+0,1%), mentre sono in rosso Madrid e Londra (-0,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In positivo, ma con meno entusiasmo di prima Milano (+0,2%).
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, perde lo 0,3%. Continuano in positivo i petroliferi, soprattutto Equinor (+1,6%) e Bp (+1,5%), con qualche eccezione come Koninklijke (-1,7%). Bene la maggioranza delle banche, da Bank of Ireland (+3,2%) a Lloyds (+2,4%) e Barclays (+2%), con alcune in controtendenza, come Hsbc (-0,5%). Guadagni per le auto, soprattutto per Daimler (+2,3%), ma anche per Stellantis (+1,3%), mentre perde Volkswagen (-0,6%). Tutti in rosso invece i farmaceutici e ad avere la peggio sono Ucb (-2%), Vifor (-1,9%) e Glaxo (-1,6%). Nell’industria tonfo per le apparecchiature elettriche come Siemens Gamesa (-4,5%) e Vestas Wind (-3,9%), nell’aeronautica per Rolls-Royce Holdings (-3,1%) e tra macchinari edili e autocarri pesanti per Volvo (-2,5%).
Male i semiconduttori, a iniziare da Soitec (-2,6%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Microsoft compra Nuance, operazione da 19,7 miliardi
A 56 dollari per azione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
17:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Microsoft acquista Nuance per 56 dollari per azione, in una transazione tutta in contanti dal valore di 19,7 miliardi di dollari, incluso il debito. Nuance è una società di cloud e di software per l’intelligenza artificiale, attiva soprattutto nel settore della sanità.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa arretra, bene le banche, non l’industria
In rodine sparso i petroliferi e le auto, giù i farmaceutici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
17:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cedono ancora qualcosa verso fine seduta d’inizio settimana le principali Borse europee, mentre continua in negativo Wall Street e prosegue la lotta al Covid 19. Piatte Parigi (+0,05%) e Francoforte (+0,08%), negative Londra e Madrid (-0,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tiene Milano (+0,2%).
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, cede lo 0,4%, sotto il peso di informatica e industria, in parte bilanciati da utility, energia e finanza. In ordine sparso i petroliferi, con rialzi per alcuni, come Equinor (+1,2%9 e ribassi per altri, come Koninklijke (-2,3%), con il greggio che riduce la spinta in salita (wti +1%) a 59,9 dollari al barile.
Bene la quasi totalità delle banche, soprattutto Lloyds (+2,5%) e Bank of Ireland (+2,2%), con rare eccezioni, come Hsbc (-1,1%). Tra le auto ottimismo soprattutto per Daimler (+1,9%) e Ferrari (+1,2%), non per Volkswagen (-0,6%) e Porsche (-0,4%).
Giornata no per i farmaceutici, iniziando da Glaxo (-1,8%) e Vifor (-1,5%). Nell’industria pesanti le apparecchiature elettriche, come Siemens Gamesa (-4,8%) e Vestas Wind (-4,3%) e nell’aeronautica Rolls-Royce (-3,5%). In rosso i semiconduttori, soprattutto Nordic Semiconductor (-2,8%) e Soitec (-2,5%), non Dialog (+0,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in lieve rialzo (+0,1%)
Il Ftse Mib a 24.457 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 aprile 2021
17:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in lieve rialzo per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,11% a 24.457 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: l’Europa chiude in rosso
Londra e Madrid (-0,3%), Parigi e Francoforte (-0,1%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
17:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rosso per le principali Borse europee, in linea con l’andamento di Wall Street. Le peggiori sono state Londra e Madrid (-0,39%) la prima a 6.889 punti e la seconda a 8.532 punti, seguite da Parigi e Francoforte (-0,13%) la prima a 6.161 punti e la seconda a 15.215 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund: chiude stabile a 102,9 punti
Il rendimento del decennale allo 0,73%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
18:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura stabile, a 102,94 punti, per il differenziale tra Btp e Bund rispetto alla chiusura a 103 punti di venerdì scorso. Nel corso della seduta lo spread ha toccato un minimo di 101,62 punti verso metà mattina e un massimo di 13,96 punti poco prima delle 9.

Il rendimento del decennale italiano ha chiuso in rialzo allo 0,73%, rispetto allo 0,72% di venerdì scorso. Nella giornata ha toccato un minimo dello 0,69% poco dopo le 10 e un massimo dello 0,739% poco dopo le 17.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aipb: formazione per ingresso giovani in private banking
Al via corso di alta formazione di nove mesi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
18:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Introdurre i giovani all’industria del private banking, A questo mira il Master AIPB post-universitario in Private Banking & Wealth Management organizzato dall”Associazione Italiana Private Banking, insieme a Silva Lepore, Direttore del Master AIPB – una lunga esperienza nella finanza internazionale e nel Private Banking e Wealth Management. Si tratta, informa una nota, di un percorso formativo di nove mesi destinato ai giovani.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il corso di alta formazione sarà inaugurato venerdì 16 aprile. Destinato a giovani laureandi o neolaureati in corsi di laurea di economia, ingegneria gestionale, scienze statistiche e giurisprudenza. Il corso è strutturato in 11 settimane di lezioni online cui seguiranno, a partire dal mese di luglio, sei mesi di stage retribuito presso uno dei 25 Istituti Finanziari aderenti al progetto. Duecentottanta ore di didattica digitale in aula virtuale sempre in diretta, che saranno accompagnate da 19 docenti provenienti dalle migliori università italiane e dalle testimonianze di esponenti della finanza italiana ed estera, opinion leader: CEO, fondatori di startup o professionisti con esperienze internazionali inclusi quelli provenienti da sei studi legall.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: debole Milano (+0,1%), bene le banche e vola Diasorin
Pesanti industria e Stm. In rialzo le auto, soffre Atlantia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
18:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inizio di settimana debole per Piazza Affari (+0,1%), seppure migliore delle altre principali Borse europee, negative, e dell’andamento in rosso di Wall Street. In un contesto in cui la lotta alla pandemia da Covid 19 resta protagonista, soprattutto con la corsa ai vaccini, si intravedono anche tensioni internazionali, tra cui quella sul nucleare dell’Iran, mentre negli Usa sono in corso proteste dopo l’uccisione di un ventenne nero, da parte di un poliziotto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A Milano sono andate bene le banche, con lo spread sostanzialmente stabile, che ha chiuso a 102,9 punti e il rendimento del decennale italiano allo 0,73%. La migliore è stata Bper (+1,5%), seguita da Unicredit (+0,9%), nella settimana della prima assemblea col nuovo ad Andrea Orcel, Banco Bpm e Fineco (entrambe +0,8%) e Intesa (+0,3%). Sprint netto di Diasorin (+9,6%) all’indomani dell’acquisizione della statunitense Luminex (+11,7% a Wall Street a mercati ancora aperti). Decisamente positiva Azimut (+2,7%) e in forma le utility, in particolare A2a (+1,2%) e Hera (+1,1%). In rialzo le auto, da Ferrari (+1,2%) a Stellantis (+0,9%). Guadagni per Tim (+0,9%).
Pesante Stm (-2,2%), in linea col comparto dei semiconduttori in Europa, e lo stesso l’industria, in particolare per Buzzi (-1,2%) e Interpump (-0,8%). In difficoltà Atlantia (-0,7%) con la questione Autostrade aperta. In negativo i petroliferi, da Tenaris (-0,7%), Eni (-0,3%) e Saipem (-0,1%), con la salita del greggio che ha rallentato verso sera (wti +0,4%) a 59,5 dollari al barile. Fuori dal listino principale ha volato Eems (+17,3%), ed è andata molto bene Piaggio (+4%) con un report con previsioni positive di Intesa per il primo trimestre.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ipotesi di un fondo per le opere escluse dal Recovery
E’ una delle ipotesi su cui il governo è al lavoro in vista del varo del Def e della richiesta di scostamento
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
20:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Creare subito un fondo ad hoc per le opere che, pur valide, non riusciranno a entrare nel Recovery Plan: è, secondo quanto si apprende, una delle ipotesi su cui il governo è al lavoro in queste ore, in vista del varo del Def e della richiesta di scostamento. Il fondo – di cui aveva parlato il ministro dell’Economia Daniele Franco in Parlamento – sarebbe infatti finanziato in prima battuta con una quota dell’extradeficit.

“Una parte importante dei 209mld del Recovery Plan andranno al SUD.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un’occasione per finanziare infrastrutture, digitalizzazione e sanità. Investimenti per creare lavoro e colmare i divari sociali e territoriali del Mezzogiorno. Con Mara Carfagna stiamo andando nella giusta direzione”. Lo afferma Antonio Tajani a margine di un incontro con il ministro per il Sud Mara Carfagna.

“Il Ponte sullo Stretto, secondo la versione del governo, non potrebbe essere inserito nel Recovery plan perché qualunque opera dovrà essere completata entro il 2026. Non ci siamo arresi a questa versione e a questa posizione: io fino all’altro giorno ho avuto un colloquio con il ministro Giovannini al quale ho posto come priorità per la Sicilia il collegamento stabile tra le due sponde. La stessa posizione espressa dalla Regione Calabria”. Lo afferma il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, auspicando si possa “convincere il governo ad assumere una posizione coraggiosa, a prescindere, perfino, dal Recovery plan”. “Perché se il governo manifestasse la volontà di riaprire il dossier – aggiunge – noi avremmo già vinto la partita. Quello che temo è il ‘cassariamento’, come si dice in Sicilia, la perdita di tempo voluta, studiata per non decidere, per non arrivare all’epilogo e restare nell’ambiguità e nell’incertezza, per lasciare tutti contenti e tutti scontenti”. Tra chi “rema contro la Sicilia”, il presidente Musumeci iscrive “sicuramente la lobby di un presunto ambientalismo integralista di sinistra che continua a pretendere che bisogna tornare alle palafittte e poi il M5s e il Pd da sempre nemici ‘confessi’ del Ponte”. “Anche all’Ars, nella scorsa legislatura – ricorda – i gruppi parlamentari delle due forze politiche hanno votato un ordine del giorno in tal senso, ribadendo la loro contrarietà al Ponte. Senza quest’opera è come se l’Italia finisse in Calabria e nessun altro collegamento veloce può essere immaginato senza. E’ una infrastruttura di cui si parla da oltre 50 anni – chiosa Musumeci – e che trasversalmente ha attraversato tutti i governi e tutte le forze politiche con una costante: la contrarietà della sinistra”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si è riunita la Corte Costituzionale tedesca di Karlsruhe sul ricorso presentato contro il Recovery Fund. Ne riferisce Handelsblatt online. Secondo la testata, una decisione dei giudici costituzionali arriverà entro il mese di aprile. Inoltre due pareri presentati dal governo tedesco sono a favore del Recovery, sostenendo che l’istituzione del fondo è perfettamente legale e quindi il ricorso è infondato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mbda: Mariani, il 2021 parte bene. Colmato il ritardo negli ordini
Per Mbda Italia nel 2020 risultati molto superiori ai target
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2021
20:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per Mbda Italia “è stato un anno molto importante, con il raggiungimento di tutti i parametri ed un risultato economico in termini di Ebitda molto superiore a target che non erano condizionati dalla crisi Covid ma che erano stati stabiliti prima della pandemia”, indica il managing director di Mbda Italia, Lorenzo Mariani.
Per il gruppo europeo leader nei sistemi missilistici per la difesa (controllato con uguali regole di governance da Airbus con il 37,5%, Bae Systems con il 37,5%, Leonardo con il 25%), nel suo complesso, dai risultati 2020 emerge “un grandissimo segnale di resilienza”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ed il 2021 “è un anno che parte bene”.
In particolare, “buona parte degli ordini che erano slittati dal 2020 al 2021 sono già stati acquisiti nel primo quarto del nuovo anno”. E’ stato “colmato” il ritardo causato dalle difficoltà nel gestire rapporti commerciali per l’impossibilità di viaggiare nei primi mesi del lockdown: si trattava di “un ritardo e non di cancellazioni, ed era un ritardo molto contenuto” su ordini che oggi “in gran parte sono già stati finalizzati. Il nostro impegno era far rientrare questi contratti e questo è già ampiamente avvenuto”, “al 90%”, dice Lorenzo Mariani, che nel gruppo ha il ruolo di executive group director sales & business development.
Quanto al 2021, aggiunge, “abbiamo un budget particolarmente tosto per ordini e margini”; “E’ un anno che parte bene. Siamo ovviamente ancora dipendenti dalla situazione pandemica, ma la resilienza è stata grande e sono ottimista”.
Il gruppo punta in particolare su “un ulteriore rilancio dei programmi domestici e di collaborazione all’interno dei paesi” dove opera Mbda; e per l’Italia su “importante crescita organica”, anche proseguendo con le assunzioni. Mbda Italia guarda avanti, con “diversi prodotti in sviluppo” e prevedendo per la produzione “un altro anno molto positivo”. Intanto proseguono gli investimenti per “il piano di ammodernamento degli stabilimenti, in particolare al Fusaro” (a Bacoli in provincia di Napoli) ma anche a Roma, ed a La Spezia dove “sta incidendo un carico di lavoro positivo” e dove “il potenziamento di tutto il polo sarà veramente determinante”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE: BORSA TOKYO APRE IN RIALZO DELLO 0,31%
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: < 1 minuto

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DELLE 03:31 DI LUNEDì 12 APRILE 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Tokyo, apertura in rialzo (+0,31%)
Cambi: yen più debole su dollaro ed euro

La Borsa di Tokyo avvia la prima seduta della settimana col segno più, trainata dal record di venerdì del Dow Jones e dalle notizie incoraggianti che arrivano dalla campagna di vaccinazione Usa e le aspettative di una ripresa più rapida dell’economia. Il Nikkei mette a segno un guadagno dello 0,31% a quota 29,859.30, aggiungendo 91 punti.

Sul mercato dei cambi lo yen si svaluta a 109,70 sul dollaro e a 130,50 sull’euro.  ECONOMIA

Economia tutte le notizie in tempo reale! Sempre aggiornate!! - Seguile!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 2 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 14:08 DI DOMENICA 11 APRILE 2021

ALLE 02:21 DI LUNEDì 12 APRILE 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Riscatto della laurea scontato fino a fine anno, si valuta proroga
Agevolazione introdotta nel 2019 in sperimentazione per tre anni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 aprile 2021
14:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il riscatto della laurea con lo sconto, che durerà ancora fino alla fine dell’anno, potrebbe essere prorogato. L’ipotesi, anticipata dal Messaggero, viene confermata da fonti di governo.

L’idea sarebbe quella di portare avanti una misura introdotta con il ‘decretone’ del 2019 che ha regolato Reddito di cittadinanza e Quota 100, curata dall’allora sottosegretario al Lavoro Claudio Durigon. La sperimentazione triennale scade il 31 dicembre 2021 ma, in vista della prossima manovra di fine anno, già si sta valutando di prorogare la misura che ha riscosso un certo successo.
La norma prevede che si possano riscattare gli anni degli studi universitari a fini pensionistici senza limiti di età ma a patto di non avere versato contributi prima del 1996 e di essere iscritti all’assicurazione generale obbligatoria (dipendenti, autonomi o gestione separata).
Al momento sono esclusi gli iscritti alle casse di previdenza dei professionisti. E’ possibile riscattare fino a 5 anni di università, a un costo parametrato alla retribuzione ma agevolato e che all’incirca in media si è attestato attorno a 5.200 euro l’anno. La domanda va fatta all’Inps e l’importo si può saldare in una unica soluzione o in massimo 120 rate mensili non inferiori a 30 euro.   POLITICA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

DiaSorin acquista Luminex, fusione da 1,8 miliardi di dollari
Ceo Rosa, “Entusiasti, combinazione unica nella diagnostica”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 aprile 2021
20:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
DiaSorin annuncia di aver sottoscritto un accordo di fusione per l’acquisizione dell’azienda americana Luminex Corporation per un prezzo in contanti pari a 37 dollari per azione, pari ad un equity value e ad un enterprise value di circa 1,8 miliardi di dollari”.
“Siamo entusiasti per questa operazione che riteniamo crei valore per i nostri azionisti e rappresenti un’opportunità eccezionale per la nostra crescita futura, posizionando DiaSorin e Luminex come una combinazione unica di specialisti della diagnostica”, commenta il ceo del gruppo DiaSorin Carlo Rosa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
l cda di Diasorin ha approvato all’unanimità l’acquisizione di Luminex, quotata al Nasqaq, Il prezzo per azione concordato rappresenta un premio di circa il 23,1% rispetto al prezzo di chiusura ‘unaffected’ al 24 febbraio 2021 (il giorno precedente a quando sono trapelate indiscrezioni sull’eventuale vendita) e ad un premio di circa il 30,6% e di circa il 47,5% rispetto al prezzo medio ponderato sui volumi per il periodo di 30 e 90 giorni precedenti al 24 febbraio 2021.
In seguito all’acquisizione, il fatturato consolidato su base combined per il 2020 sarebbe di circa 1,25 miliardi di euro, l’adjusted Ebitda di circa 472 milioni e la posizione finanziaria netta positiva per circa 335 milioni.

Economia tutte le notizie in tempo reale sempre aggiornate
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 3 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 01:06 ALLE 14:08 DI DOMENICA 11 APRILE 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Bce: Panetta, serve più ambizione, valutare aumento stimoli
Se serve andare oltre il Recovery e il Pepp, una volta esaurito
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 aprile 2021
01:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’area euro ha bisogno di rispondere con “maggiore ambizione” ai danni al tessuto economico inflitti dalla pandemia che “sono maggiori di quanto non si veda ora”. A dirlo è Fabio Panetta, membro del Comitato esecutivo della Bce, in un’intervista al El Pais.
La risposta deve essere anzitutto l’utilizzo degli strumenti di cui l’Unione si è dotata contro lo shock pandemico, ma potrebbe servire di più. “Dobbiamo rendere operativo lo strumento di Recovery Ue” da 750 miliardi di euro e “dovremmo valutare se fornire maggiore sostegno fiscale per riportare la domanda al suo potenziale più velocemente”, dice Panetta.
Inoltre per la Bce, di fronte a un’inflazione ancora lontana dall’obiettivo del 2%, aspettare rischia di essere “ancora più costoso”. “Abbiamo – spiega l’ex direttore generale della Banca d’Italia – spazio di manovra perché abbiamo usato solo una parte degli 1,85 miliardi” del Pepp. “Ma se spendiamo questi soldi e siamo ancora al di sotto dell’obiettivo, allora dovremo fare di più”.   POLITICA   MONDO   ECONOMIA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Vaccini: Mediaset mette a disposizione sedi Roma e Cologno
Sei medici e 16 infermieri per somministrazione a popolazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
11 aprile 2021
11:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediaset ha messo a disposizione le proprie sedi di Roma e di Cologno Monzese ed è stata inserita nell’elenco delle aziende abilitate alla somministrazione di vaccini, secondo le norme stabilite per l’inoculazione alla popolazione. In particolare, il gruppo televisivo può allestire due centri con un team composto a Roma da due medici e quattro infermieri, che nella sede lombarda aumentano a quattro medici e 12 infermieri.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo rende noto il gruppo televisivo, aggiungendo che lo spirito con cui si esprimerà l’integrazione privata del servizio vaccinale è illustrato dal generale Saverio Pirro, responsabile dell’Area Logistica Operativa del Commissario straordinario per l’emergenza Covid. Si tratta di una funzione “strategica – spiega Pirro – e rientra nel più ampio quadro delle misure in corso di attuazione, mirate ad aumentare le capacità di somministrazione, in relazione all’incremento del flusso dei vaccini”.
“La circostanza che tali punti di somministrazione siano resi disponibili dalle aziende non comporta una modifica delle priorità di vaccinazione fissate per i cosiddetti gruppi target: ciò significa, in altri termini, che non sarà possibile vaccinare personale che non rientra nelle categorie per le quali si sta procedendo alla somministrazione”, conclude il generale citato dal Biscione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Brexit: Macchione(Illy), disagi per sdoganare prodotti da Gb
Oggi cadono i primi cento giorni dall’uscita dall’Ue
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
11 aprile 2021
12:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il mio auspicio è che si trovi la forma migliore di collaborazione commerciale. Dal punto di vista operativo devo sottolineare le grandi difficoltà che noi di Domori abbiamo nello sdoganare tutti i prodotti che provengono dalla Gran Bretagna.
Molte meno sono le difficoltà quando invece spediamo prodotti dall’Italia verso la Gran Bretagna”. Lo ha detto Andrea Macchione, neo amministratore delegato del Polo del Gusto, la sub holding del gruppo illy che riunisce i marchi extra caffè, presieduta da Riccardo Illy.
Nella galassia del Polo dal 2019 è entrata anche l’inglese Prestat (fornitrice tra l’altro della Casa Reale inglese, titolare del Royal Warrant come Purveyors of Chocolates), acquisita da una delle società, la Domori.
“Non ci sono state particolari penalizzazioni sui dazi – ha sottolineato Macchione -. Auspico che il concetto alla base del libero mercato, cioè che i beni possano circolare il più rapidamente possibile per poter essere venduti, permanga, indipendentemente dall’appartenenza all’Unione europea o no”.

Economia tutte le notizie in tempo reale
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 11 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 00:09 DI SABATO 10 APRILE 2021

ALLE 01:06 DI DOMENICA 11 APRILE 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Cina: maxi-multa da 2,78 miliardi ad Alibaba
Autorità contestano abuso di posizione dominante
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 aprile 2021
00:09
AGGIORNATO ALLE
04:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le autorità cinesi hanno sanzionato il gigante dell’e-commerce Alibaba con una maxi-multa da 18,2 miliardi di yuan (pari a 2,78 miliardi di dollari) per abuso di posizione dominante. Lo hanno annunciato i media di Pechino.
La multa fa seguito all’inchiesta avviata nei confronti dell’azienda a dicembre, secondo quanto riferito da Nuova Cina.   MONDO   TECNOLOGIA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: Cgia, servono 80 mld tra ‘lockdown’ tasse e aiuti
Stop a Irpef, Ires e Imu, più altri 50 per costi fissi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
10 aprile 2021
09:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un “lockdown” alle tasse erariali, e rimborsi più pesanti alle aziende rispetto a quelli distribuiti fino ad ora, impegnando altri 80 miliardi di euro entro la fine di luglio. E’ la stima della Cgia di Mestre (Venezia) di quanto valgono gli interventi necessari per l’uscita dalla crisi delle attività economiche dovuta al Covid-19, nella prospettiva di un ritorno alla normalità grazie a vaccini e alla bella stagione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo la Cgia sarebbe necessario permettere un blocco delle tasse erariali, che comporterebbe per partite Iva e piccole imprese un risparmio quest’anno attorno a 28 miliardi di euro.
Un importo di dimensioni importanti che,secondo gli artigiani ” potrebbe essere ridimensionato consentendo l’azzeramento del peso fiscale solo alle attività con ricavi al di sotto di una certa soglia o sulla base della perdita di fatturato”.
Il mancato gettito è stato stimato ipotizzando di consentire a tutte le attività economiche con un fatturato 2019 al di sotto del milione di non versare per il 2021 l’Irpef, l’Ires e l’Imu sui capannoni. Si tratta di circa 4,9 milioni di aziende (l’89% circa del totale nazionale), che dovrebbero comunque versare le tasse locali, per non recare problemi di liquidità a Comuni e Regioni.
L’Ufficio studi della Cgia auspica inoltre che l’esecutivo “metta sul tavolo almeno altri 50 miliardi di euro entro luglio che consentano di rimborsare in misura maggiore le perdite subite dalle aziende, e permettano di compensare anche una buona parte dei costi fissi sostenuti. Modalità, quest’ultima – precisa la nota – che la Francia e la Germania hanno applicato da alcuni mesi, avendo recepito le nuove disposizioni introdotte dall’Ue in materia di aiuti di stato alle imprese”.   POLITICA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Rivoluzione green fa bene ad aziende, benefici per 9 su 10
Indagine Unioncamere, giù bollette e rifiuti, finanza più solida
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 aprile 2021
10:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La rivoluzione green fa bene all’ambiente ma parecchio anche alle imprese: un terzo riduce i consumi energetici, un quinto dà un taglio ai rifiuti, il 14% dice addio all’utilizzo di sostanze chimiche nocive e un altro 10% contiene l’utilizzo delle risorse idriche e, migliorando la logistica, riduce anche le emissioni di CO2 connesse alla distribuzione su gomma. E’ quanto risulta da un’ indagine effettuata su oltre 32mila imprese nell’ambito del progetto Sisprint (Sistema integrato di supporto alla progettazione degli interventi territoriali), condotto da Unioncamere e dall’Agenzia per la Coesione territoriale e finanziato dal PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 nella quale interrogate sull’impatto ambientale degli investimenti green, 9 imprese su 10 hanno messo in chiaro quali fossero i principali benefici notati.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il più frequente nelle risposte ha riguardato la riduzione delle materie prime energetiche (32,7%), con punte del 42% per la Sardegna, del 40% per la Calabria e del 38,7% per la provincia autonoma di Bolzano.
“L’investimento delle aziende in ecoefficienza ha una ricaduta importante sull’ambiente. Ma è ormai chiaro – sottolinea Giuseppe Tripoli, segretario generale di Unioncamere – che gli effetti positivi di questi investimenti si trasmettono anche alle performance aziendali con un miglioramento dei prodotti e dei servizi offerti, una riduzione dei costi, un aumento della produttività. Ma soprattutto, questa ‘rivoluzione green’ ha portato le aziende ad irrobustirsi finanziariamente, il passaggio più delicato che le imprese italiane dovranno affrontare nei prossimi mesi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confindustria: incerta la risalita dalla voragine, Pil 2021 +4,1%
Taglia la stima. +4,2% in 2022: così a stento si chiuderà il gap del Covid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 aprile 2021
10:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confindustria vede una “incerta risalita dalla voragine”. Il Centro studi di via dell’Astronomia ha tagliato al +4,1% la sua previsione per il Pil 2021 e vede un +4,2% per il 2022.
“Non si tratta di crescita”, avvertono gli economisti dell’associazione degli industriali, perchè così “a fine 2022 l’economia italiana avrebbe a stento chiuso il profondo gap aperto nel 2020 dalla pandemia”.
La previsione è comunque “condizionata all’avanzamento della vaccinazione di massa in Italia ed in Europa”, quindi alla “incertezza” dell’ipotesi che “la diffusione del Covid sia contenuta in maniera efficace a partire dai prossimi mesi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Rivoluzione green fa bene ad aziende, benefici per 9 su 10 (2)
Indagine Unioncamere, giù bollette e rifiuti, finanza più solida
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 aprile 2021
10:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In dettaglio, interrogate sull’impatto ambientale degli investimenti green il più frequente tra i benefici indicati dalle aziende è la riduzione delle materie prime energetiche (32,7%), con punte del 42% per la Sardegna, del 40% per la Calabria e del 38,7% per la provincia autonoma di Bolzano.
Bolzano è in cima alla classifica delle aree territoriali in cui le imprese segnalano di aver ridotto i rifiuti investendo in greeneconomy.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A fronte di un dato medio del 20%, le imprese altoatesine indicano questo effetto nel 26,2% dei casi, seguite dalle emiliano romagnole con il 24% e dalle laziali con il 23,7%.
Medaglia d’oro per riduzione o eliminazione di sostanze chimiche nocive e per l’introduzione o sostituzione di sostanze tradizionali con prodotti di chimica verde va alla Puglia, il 18,3% a fronte di una media del 13,8% a livello nazionale, seguita dalla Liguria 17,8% e Marche 16,9%.
In testa per il risparmio di acqua le imprese sarde, siciliane e bolzanine: a fronte di una media del 10,4%, in queste tre aree l’indicazione proviene rispettivamente dal 19,3%, 15,1% e 14,9% delle attività produttive.
Per i miglioramenti nella logistica e nei trasporti, con l’abbattimento dell’anidrite carbonica introdotta nell’ambiente, primeggiano le aziende umbre (13%), quelle lucane (12,7%) e quelle campane (12,3%).
Tra le indicazioni poi anche la crescita dell’utilizzo di materie riciclate, l’allungamento dei tempi di vita dei prodotti e il recupero di prodotti usati e la loro riconversione in prodotti nuovi.
Ad imboccare la strada della greeneconomy sembrano essere le imprese di tutti i settori produttivi: tra il 2016 e il 2020, hanno investito in processi produttivi a minor impatto ambientale un quarto delle aziende manifatturiere, il 18,5% di quelle che si occupano di alloggio e ristorazione, il 12,8% di quelle commerciali e dei trasporti/magazzinaggio, il 12,7% delle Attività artistiche, di intrattenimento e di riparazione, e più di una impresa su 10 delle Costruzioni e delle attività professionali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco: a Trapani i rifiuti più costosi, Fermo la meno cara
Uil, Tari città siciliana a 494 euro, nelle Marche 191
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 aprile 2021
11:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In valori assoluti, nel 2020 la Tari più costosa si registra a Trapani con 494 euro medi l’anno a famiglia seguita da Crotone, 476 euro e Benevento 472 euro. E’ quanto emerge dallo studio annuale del Servizio territoriale della Uil.
Nella classifica della tassa dei rifiuti più costosa seguono Agrigento, 470 euro, Reggio Calabria, 461 euro, Cagliari, 458 euro, Salerno e Asti 455 euro,Messina 450 euro e Napoli 442 euro.
La top ten delle città meno costose registra invece Potenza, 133 euro l’anno a famiglia, Novara, 164 euro, Belluno, 170 euro, a Macerata 179 euro, a Brescia 184 euro, Vercelli 183 euro, Ascoli Piceno 186 euro, Pordenone 188 euro,Vibo Valentia 190 euro, Fermo 191 euro.
Per quanto riguarda le città metropolitane, la tassa sui rifiuti pesa per 461 euro all’anno a famiglia a Reggio Calabria; 458 euro a Cagliari; 450 euro a Messina; 442 euro a Napoli; 403 euro a Catania; 371 euro a Genova; 355 euro a Bari; 336 euro a Milano; 329 euro a Torino; 322 euro a Roma; 304 euro a Venezia; 282 euro a Palermo; 249 euro a Firenze e 228 euro a Bologna.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata nazionale del mare, 60 miliardi l’economia del Med
Nel Mediterraneo 40% degli occupati europei nella blue economy
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 aprile 2021
12:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2017 il Mediterraneo ha prodotto 59,6 miliardi di euro di valore aggiunto lordo, il 29% del totale a livello europeo, dopo l’Oceano Atlantico ((73,4 miliardi di euro) e il Mare del Nord (63 miliardi di euro). In Europa il 40% dell’occupazione dell’economia marittima si trova nel Mediterraneo (1,78 milioni di dipendenti), il 29% nell’Oceano Atlantico (1,29 milioni di dipendenti) e il 20% nel Mare del Nord (0,87 milioni di dipendenti).
A ricordarlo, in occasione della Giornata Nazionale del Mare di domenica 11 aprile, è la Commissione Oceanografica Intergovernativa dell’UNESCO (IOC-UNESCO).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia, altolà sindacati.Compagnia ‘bonsai’ danno inestimabile
Si rischia di sprecare 3 miliardi, Italia torna 75 anni indietro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 aprile 2021
18:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Una compagnia aerea anonima, di dimensioni regionali, con un piano industriale con modesti obiettivi imposto dalla direzione generale concorrenza della Commissione europea riporterebbe l’Italia indietro di 75 anni e cioè a non avere, entro i prossimi due anni, una compagnia aerea nazionale”. E’ l’altolà che arriva dai segretari generali di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti Stefano Malorgio, Salvatore Pellecchia e Claudio Tarlazzi, che commentando le notizie su Alitalia, apparse stamattina su alcuni quotidiani parlano di “danni inestimabili al Paese”, qualora confermate.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il nuovo schema – per riprendere la trattativa con Bruxelles – dovrebbe prevedere l’abbandono del vecchio marchio Alitalia (da recuperare eventualmente partecipando a una gara), un taglio degli arei a 43-45 e 2.850 dipendenti per la nuova Ita (il 26% degli attuali) da riassumere però dopo una selezione e con un nuovo contratto. Per gli altri ci sarebbe una proroga della Cig per 5 anni e uno scivolo per la pensione.
“Per non sprecare i 3 miliardi a disposizione della nuova Alitalia – incalzano i sindacati – occorre un piano industriale adeguato al mercato in cui deve competere, per cui una compagnia bonsai sarebbe messa al tappeto ancora prima di iniziare la gara”. Per Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti “sono necessari almeno 100 aeromobili e un piano industriale che rafforzi il cargo, visto che la domanda con la pandemia è cresciuta molto, e che si posizioni sulle rotte più redditizie del lungo raggio”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: sindacati, danni inestimabili, Italia come 75 anni fa
Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti: ‘No a una compagnia bonsai, sprecati 3 miliardi’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 aprile 2021
18:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Una compagnia aerea anonima, di dimensioni regionali, con un piano industriale con modesti obiettivi imposto dalla direzione generale concorrenza della Commissione europea riporterebbe l’Italia indietro di 75 anni e cioè a non avere, entro i prossimi due anni, una compagnia aerea nazionale”. Così i segretari generali di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti Stefano Malorgio, Salvatore Pellecchia e Claudio Tarlazzi, che commentando le notizie su Alitalia, apparse stamattina su alcuni quotidiani parlano di “danni inestimabili al Paese”, qualora confermate. “Per non sprecare i 3 miliardi a disposizione della nuova Alitalia, occorre un piano industriale adeguato al mercato in cui deve competere, per cui una compagnia bonsai sarebbe messa al tappeto ancora prima di iniziare la gara”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono necessari almeno 100 aeromobili e un piano industriale che rafforzi il cargo, visto che la domanda con la pandemia è cresciuta molto, e che si posizioni sulle rotte più redditizie del lungo raggio”.
“Qualora le anticipazioni fossero confermate, il lavoro dei precedenti governi sarebbe cancellato con un colpo di spugna e l’Italia perderebbe definitivamente le quote di mercato di trasporto aereo difese fino a oggi coi denti dalle lavoratrici e dai lavoratori di una compagnia, Alitalia, in amministrazione straordinaria da circa quattro anni”, proseguono i leader delle federazioni dei trasporti di Cgil, Cisl e Uil. Inoltre – affermano – ci troveremmo, di fatto, di fronte a un trattamento discriminatorio dell’Unione europea nei confronti dell’Italia atteso che, alle compagnie di bandiera tedesca e francese, a fronte di significativi aiuti economici da parte dello stato (il gruppo Lufthansa ha collezionato 11 miliardi di euro di cui 9 alla casa madre e Air France ha ricevuto 7 miliardi di euro a fronte dei quali dovrà cedere solo 18 slot sugli oltre 300 in suo possesso) ha richiesto un sacrificio modesto se rapportato a quanto richiesto ad Alitalia che ha ricevuto 1,4 miliardi di euro. Chiedere la partenza di una nuova compagnia senza nome, senza logo e senza aerei e personale e slot sufficienti a competere in un mercato agguerrito come quello del trasporto aereo italiano e globale è come chiedere a un campione di scherma di andare alle Olimpiadi con le mani legate dietro la schiena”. “Ribadiamo la nostra contrarietà – sottolineano Malorgio, Pellecchia e Tarlazzi – rispetto a condizioni che determinano discriminazioni e asimmetrie e ci auguriamo che, come già è stato fatto reiteratamente in un recente passato, vengano totalmente respinte le pretese della Direzione della concorrenza. Nel frattempo, rispetto ad Alitalia in amministrazione straordinaria, occorre un intervento che sblocchi i ristori a compensazione delle perdite determinate dalla pandemia al fine di garantire il pagamento degli stipendi e di poter far fronte ai costi operativi” “Ricordiamo – concludono i segretari generali di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti – che nella vicenda Alitalia sono coinvolti 11 mila lavoratori tra il personale diretto e potenzialmente 40 mila lavoratori considerando anche gli indiretti. Anche alla luce dei recenti dati Istat non pensiamo che l’Italia possa permettersi nuovi disoccupati, senza contare le ricadute sull’economia nazionale e in particolare sul turismo. È da più di un mese che stiamo chiedendo un confronto interministeriale per entrare nel merito della vicenda ed esplorare tutte le possibili soluzioni e fino a oggi tutti stanno facendo orecchie da mercante”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Corte dei Conti: di 813 miliardi in cassaforte del fisco solo 25 sono incassabili
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 aprile 2021
15:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il magazzino del fisco valeva nel 2019 circa 813 miliardi ma il valore di “presumibile incassabilità” si fermava a 25,5 miliardi, appena il 3,43% del totale. E’ quanto emerge dall’analisi della “Gestione dei residui di riscossione nel bilancio dello Stato” della Corte dei Conti, basata sui dell’Agenzia della riscossione che, ogni anno, fornisce la “valutazione del grado di esigibilità” dei crediti iscritti a ruolo”.
Sono i soggetti falliti, deceduti, nullatenenti o per cui si è tentata invano la riscossione ad abbassare la percentuale che sale invece al 20,4%, circa 9,5 miliardi, per i circa 46 miliardi “relativi alle posizioni che si presumono di maggiore solvibilità”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gentiloni, presto per tornare a normali politiche bilancio
Cautela per chi ha il debito alto ma non ritirare le misure di sostegno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 aprile 2021
14:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Le politiche economiche devono restare di sostegno, ed è molto probabile che la sospensione del patto di stabilità debba rimanere nel 2022”, dice il Commissario europeo agli Affari economici, Paolo Gentiloni. “Almeno per questo biennio, 2021-2022, è emersa chiarezza su quali devono essere le politiche economiche.
Non possiamo tornare troppo presto alla normalità delle nostre regole di bilancio”. Per chi ha un debito alto “serve una certa cautela”, ma “resta il principio che è meglio rischiare di ritirare troppo tardi le misure di sostegno che farlo troppo presto. Credo valga per tutti i Paesi e certamente vale anche per l’Italia”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco: Uil, la tassa sui rifiuti +2,4% in 5 anni ma punte del 35%
Ma il Covid ha fermato gli aumenti, in 2020+0,8%, sale solo in 3 città su 10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 aprile 2021
18:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In 5 anni, tra il 2016 ed il 2020, la Tassa sui Rifiuti (TARI) è aumentata mediamente del 2,4%, mentre tra il 2019 e il 2020 l’aumento è dello 0,8% anche se in alcuni casi si sono registrate impennate fino al 35%. È quanto scaturisce dallo studio del Servizio Lavoro Coesione e Territorio della UIL che ha elaborato i costi in 105 città capoluogo di provincia.
In valori assoluti, spiega Ivana Veronese – segretaria confederale Uil – le famiglie italiane verseranno, nel 2020, nelle casse comunali, in media 307 euro, a fronte dei 304 del 2019 e dei 299 nel 2016.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il campione si riferisce ad una famiglia di 4 componenti e una casa di 80 mq
Nel 2020 la Tari è aumentata in 30 città (3 città su 10), tra cui: Roma, Torino, Cagliari, Genova e Firenze. Vi è da segnalare la città di Livorno dove l’importo della TARI aumenta, non per effetto della delibera comunale, ma per l’aumento del tributo provinciale ambientale (TEFA) deciso dalla provincia di Livorno. Rimane stabile in 62 città tra cui: Bologna, L’Aquila, Napoli, Palermo e Reggio Calabria. Le tasse sui rifiuti sono invece diminuite in 13 città tra cui: Milano, Bari, Venezia e Nuoro.
Nello specifico – commenta Tiziana Veronese – tra il 2019 e il 2020, a Crotone si registra un aumento pari al 35,1%; a Cremona del 12,6%; ad Ancona dell’11,2%; a Sondrio del 9,8% e a Campobasso del 9,2%.A Chieti, tra il 2019 e il 2020, invece, si registra una diminuzione della tassa pari al 13,6%; a Venezia dell’11,3%; a Trapani del 10,2% e a Lecco del 9,9%.
Nelle città metropolitane invece la TARI aumenta a Firenze del 6,1%; a Genova del 5,7%; a Messina e Roma del 2,9%; a Cagliari del 2,6% e a Torino dello 0,8%. Mentre diminuisce dello 0,6% a Milano, del 6,5% a Bari e dell’11,3% a Venezia.
Nel complesso nell’anno dell’emergenza pandemica, la stragrande maggioranza delle città ha scelto di diminuire o lasciare invariate le aliquote della TARI.
“Rimane il dato – commenta Ivana Veronese – che conferma il peso sul bilancio delle famiglie, soprattutto nel Mezzogiorno, di una tassa che spesso non corrisponde ad un servizio efficiente ed efficace”.
“In ragione di quanto detto, per la Uil occorre puntare ad una politica di investimenti nel ciclo integrato dei rifiuti, soprattutto nel Mezzogiorno, utilizzando anche le risorse della Next Generation UE.
Infine, conclude la segretaria confederale della UIL, “chiediamo al Governo di intervenire sulla norma istitutiva della TARI risolvendo, una volta per tutte, il nodo dei crediti insoluti che ad oggi pesano sul costo complessivo del servizio e, conseguentemente, sulle tasche dei cittadini”.

Economia tutte le notizie in tempo reale! TUTTI I FATTI E GLI AVVENIMENTI DEL MONDO ECONOMICO IN COSTANTE E COMPLETO AGGIORNAMENTO! LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 18 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 04:29 DI VENERDì 09 APRILE 2021

ALLE 00:09 DI SABATO 10 APRILE 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Germania, giù a sorpresa produzione industriale di febbraio
Calo dell’1,6%, attesa era per un rialzo dell’1,5%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
04:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Brusco calo, a sorpresa, della produzione industriale tedesca a febbraio. Secondo il ministero dell’economia tedesca è scesa, mese su mese, dell’1,6% contro un’attesa di rialzo dell’1,5%.
Anno su anno il risultato è di un -6,4%.

MONDO
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: prezzo resta sotto soglia 60 dollari
Brent in lieve calo a 62,93 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
08:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo del petrolio Wti resta sotto la soglia dei 60 dollari sui mercati dove scambia a 59,45 dollari al barile (-0,25%). Il Brent del Mare del Nord cede lo 9,43% a 62,93 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo in lieve calo a 1750 dollari
Ribasso dello 0,29%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
08:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo dell’oro in calo sui mercati.
Il metallo con consegna immediata scende dello o,29% a 1750 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in live calo a 1,1896 dollari
Yen a 109,3
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
08:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in lieve calo all’avvio della giornata. La moneta unica scende dello 0,15% a 1,1896 dollari.

In Asia lo yen passa di mano a 109,3.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp/Bund in rialzo a 101 punti
Rendimento del decennale allo 0,68%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
08:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo per lo spread Btp/Bund che sale a 101 punti contro i 99 della chiusura di ieri, giovedì. Il rendimento del decennale italiano è pari allo 0,68%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia chiude in calo, pesa la Cina dopo inflazione
Tokyo (+0,2%), Hong Kong (-1,2%). Lo yen poco mosso sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
09:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse asiatiche chiudono in calo, appesantite dalla Cina dopo la diffusione dei dati sull’inflazione. I listini hanno risentito dell’andamento negativo del settore tecnologico con gli investitori che guardano all’andamento dell’economia globale.
Resta alta l’attenzione sulla pandemia e sulla campagna vaccinale a livello globale.
Conclude la seduta in territorio positivo Tokyo (+0,20%). Sul fronte valutario lo yen tratta a 109,30 sul dollaro, e a 130,10 sull’euro. In calo Shanghai e Shenzhen (-0,9%), Hong Kong (-1,2%), Seul (-0,4%) e Mumbai (-0,1%).
Sul fronte macroeconomico in arrivo i dati sulla produzione industriale di Germania, Francia e Spagna. Previsti anche la bilancia commerciale tedesca e le vendite al dettaglio dell’Italia. Dagli Stati Uniti previsti i prezzi alla produzione e le scorte all’ingrosso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo (+0,15%)
L’Indice Ftse Mib a 24.613 punti
o
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
09 aprile 2021
09:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre in rialzo.
Il primo indice Ftse Mib guadagna lo 0,15% a 24.613 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Europa apre cauta dopo produzione industriale Germania
Londra (-0,02%), Francoforte (-0,03%), Parigi (+0,1%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
09:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono all’insegna della cautela dopo i dati sulla produzione industriale della Germania. Sotto i riflettori restano la campagna di vaccinazione contro il coronavirus e l’andamento dell’economia globale.
Sul fronte valutario l’euro sul dollaro è in lieve calo a 1,1902 a Londra.
In avvio di seduta piatte Londra (-0,02%), Francoforte (-0,03%) e Madrid (+0,02%), in lieve rialzo Parigi (+0,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Atlantia: in Borsa +3,3% con interesse spagnoli su Aspi
Titolo sale a 16,81 euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
09:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Atlantia tonica in Borsa a Milano dopo la manifestazione di interesse della spagnola Acs che valuta Autostrade per l’Italia fino a 10 miliardi.
A Piazza Affari sin dall’inizio della seduta il titolo si è mostrato ben intonato.
Dopo le prime battute avanza del 3,3% a 16,81 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in positivo, in luce Atlantia
In ordine sparso le banche. Lo spread tra Btp e Bund a 100 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
09:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (+0,1%) prosegue la seduta in terreno positivo, in controtendenza rispetto agli altri listini del Vecchio continente. A Piazza Affari si mette in mostra Atlantia (+1,5%), con l’interesse della spagnola Acs su Autostrade per l’Italia.
In ordine le sparso le banche mentre lo spread tra Btp e Bund tedesco si attesta a 100 punti base, con il rendimento del decennale italiano allo 0,69%.
In cima al listino principale Buzzi e Cnh (+1,3%). Bene anche Diasorin e Amplifon (+0,8%). Tra gli istituti di credito si mettono in evidenza Bper (+1,2%) e il Creval (+0,6%), quest’ultima alle prese con l’opa di Credit Agricole. In Unicredit (-0,1%), Mps (-0,2%) e Banco Bpm (-0,7%). Piatta Intesa (-0,02%).
In calo le utility con Inwit (-0,7%), Snam e Italgas (-0,6%), A2a (-0,1%) mentre sale Hera (+0,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Auto: Promotor, finiti soldi per incentivi più richiesti
Quagliano, il governo li rifinanzi o da giugno mercato crollerà
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
09 aprile 2021
10:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Si è esaurito lo stanziamento previsto dalla Legge di Bilancio per incentivi all’acquisto di auto con emissioni di CO2 tra 61 e 135 gr/km. Lo stanziamento era destinato a sostenere il mercato delle auto nel primo semestre 2021 e si era rivelato decisivo per evitare il crollo delle immatricolazioni, ma insufficiente per l’intero semestre”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo rende noto il Centro Studi Promotor che prevede da giugno “una drastica caduta delle vendite con effetti fortemente negativi sul quadro economico del 2021”. Con gli incentivi prenotati fino a ieri sera – spiega – le vendite di auto potranno rimanere in aprile e per una parte di maggio sui livelli dei primi mesi del 2021, che sono comunque significativamente più bassi di quelli dell’ultimo anno esente dalla pandemia, cioè del 2019.
Per il presidente Gian Primo Quagliano “è necessario che il Governo affronti subito l’emergenza auto rifinanziando gli incentivi con un adeguato stanziamento per il secondo semestre 2021. In mancanza di interventi immediati in questo senso il mercato dell’auto e il suo indotto sono destinati a collassare e a influire pesantemente sull’obiettivo di ottenere nel 2021 la prevista crescita del Pil del 4% dopo il crollo dell’8,9% del 2020”.   PIEMONTE   POLITICA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Commercio: vendite in recupero a febbraio, ma su anno -5,7%
Istat, per i discount primo calo da quasi due anni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
10:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A febbraio 2021 l’Istat registra per le vendite al dettaglio “un’ampia crescita congiunturale, trainata dalle vendite dei beni non alimentari, in notevole recupero rispetto ai livelli depressi degli ultimi tre mesi”.
L’aumento delle vendite, rispetto al mese precedente, è del 6,6% in valore e del 7,2% in volume.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Su base annua, invece, “permane un calo marcato”, del 5,7% in valore e del 7% in volume. La flessione tendenziale riguarda beni alimentari e non alimentari, nella grande distribuzione come nei piccoli negozi.
La contrazione delle vendite a febbraio 2021 colpisce, per la prima volta in quasi due anni, anche i discount alimentari.
L’Istat stima un calo dell’1,5% rispetto all’anno precedente, il primo da marzo 2019 per questi negozi. Rispetto a febbraio 2020, il valore delle vendite diminuisce in quasi tutti i canali distributivi e “solo il commercio elettronico mostra un forte aumento” del 35,8%, si legge nelle statistiche flash. La grande distribuzione perde il 5,8% delle vendite, le imprese operanti su piccole superfici il 7,6% e le vendite al di fuori dei negozi, come il commercio ambulante, il 6,6%.
In questo contesto di cali diffusi, tra i prodotti, fanno eccezione le vendite di dotazioni per l’informatica, telecomunicazioni, telefonia (+12% annui) ed elettrodomestici, radio, tv e registratori (+8,9%). Mentre le flessioni maggiori riguardano calzature, articoli in cuoio e da viaggio (-12,7%) e prodotti farmaceutici (-12,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tod’s, Della Valle chiama Chiara Ferragni in Cda
“Preziosa conoscenza dei giovani, con lei progetti solidarietà”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
10:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Ritenendo sempre più importante occuparsi di impegno sociale, della solidarietà verso il prossimo e della sostenibilità nel rispetto dell’ambiente e del dialogo con le giovani generazioni, il gruppo Tod’s nomina Chiara Ferragni membro del Cda”: lo ha annunciato con una nota.
“Mi fa molto piacere che Chiara Ferragni sia entrata nel cda di Tod’s”, commenta Diego Della Valle: “La conoscenza di Chiara del mondo dei giovani sarà sicuramente preziosa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inoltre, insieme, cercheremo di costruire progetti solidali e di sostegno per chi ha più bisogno, sensibilizzando e coinvolgendo sempre di più le nuove generazioni in operazioni di questo tipo”.
“Siamo certi – commenta il gruppo Tod’s – che la conoscenza di Chiara del mondo dei giovani, unita all’esperienza dei membri del cda, possa costruire un gruppo di pensiero dedicato a progetti focalizzati alla solidarietà verso gli altri, con forte attenzione al mondo giovanile che, mai come in questo momento, ha bisogno di essere ascoltato”.
“Ringrazio Diego Della Valle per la fiducia e il rispetto che ha nei miei confronti come donna e manager”, dice Chiara Ferragni : “Unirmi al gruppo Tod’s significa dare voce alla mia generazione con una delle eccellenze dell’Italia nel mondo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiara Ferragni entra nel Cda di Tod’s
La fashion blogger ringrazia Della Valle: “Darò voce alla mia generazione con un’eccellenza dell’Italia”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
19:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Ringrazio Diego Della Valle per la fiducia e il rispetto che ha nei miei confronti come donna e manager”, dice Chiara Ferragni : “Unirmi al gruppo Tod’s significa dare voce alla mia generazione con una delle eccellenze dell’Italia nel mondo”.
Tod’s festeggia in Borsa l’arrivo di Ferragni nel consiglio di amministrazione della società. A Piazza Affari il titolo balza e sale dell’11,6% a 32,04 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Visco, ritardi vaccinazione causa lenta ripresa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
15:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La ripresa a livello mondiale “resta fragile” e i “ritardi della campagna di vaccinazione” sono “la causa principale di un recupero lento”. Lo afferma il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco in un’intervista a Bloomberg tv.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Polo del Gusto (Illy): Macchione nominato a.d.
Istituita carica in arcipelago aziende. Conserva ruolo in Domori
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
09 aprile 2021
10:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Andrea Macchione è il primo amministratore delegato del Polo del Gusto, la sub-holding del Gruppo illy che raggruppa tutti i marchi extra-caffè. Lo ha deciso il CdA il 30 marzo scorso con una decisione diventata operativa due giorni dopo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Amministratore delegato della Domori, che fa parte dello stesso Polo, Macchione va a ricoprire un ruolo che non esisteva e la cui istituzione testimonia il percorso di crescita della costellazione aziendale che fa capo a Riccardo Illy nata nel giugno 2019.
Il compito di Macchione nel nuovo ruolo lo chiarisce lo stesso Riccardo Illy: “Il Polo del Gusto entra nella fase più strategica di sviluppo: il prossimo futuro sarà cruciale per la selezione di un socio investitore con la prospettiva della successiva quotazione in borsa delle diverse società operative”.
Da questo punto di vista, Macchione è una scelta “all’insegna della continuità, della crescita interna e di una strategia che punta all’internazionalizzazione e alla piena maturità finanziaria, con il collocamento sui mercati.” Macchione conserverà la carica assunta esattamente tre anni fa di a.d. di Domori fino alla scadenza naturale, a fine 2021, così come quella di Chairman di Prestat, il Brand di cioccolato fornitore della Casa Reale inglese entrato a far parte del Gruppo illy a marzo 2019. E’ lui che, al termine di un percorso di rinnovamento e di posizionamento, ha portato per la prima volta la Domori all’utile e al collocamento sul mercato finanziario dei Minibond Domori (Dicembre 2020). Ha vinto il riconoscimento come migliore CEO per la categoria Food nella premiazione assegnata ogni anno da Forbes Italia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano gira in calo con banche e energia
In rosso anche le utility. Lo spread tra Btp e Bund a 102 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
11:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (-0,4%) gira in calo dopo un avvio di seduta in terreno positivo. Su Piazza Affari pesano le banche e l’energia mentre avanza Nexi (+1,9%) e Atlantia (+0,8%) riduce il rialzo iniziale.
Fuori dal listino principale sale Tod’s (+5%). Lo spread tra Btp e Bund sale a 102 punti con il rendimento del decennale italiano allo 0,71%. Intanto il Tesoro ha collocato tutti i 7 miliardi di euro di Bot annuali offerti in asta, con tassi in calo.
A Piazza Affari scivolano Prysmian (-2,1%) e Cattolica (-2%).
Tra gli istituti di credito in rosso Banco Bpm (-1,8%), Unicredit (-1,4%), Intesa (-0,9%) e Mps (-0,3%). in rialzo Bper (+0,1%) e Creval (+0,4%).
In calo anche i titoli legati al petrolio con Saipem (-1,2%), Eni (-0,7%) e Tenaris (-0,6%). Rallentano le utility, in linea con l’andamento in Europa. Male Inwit (-1,3%), Terna (-1,1%), Italgas (-1%), A2a e Hera (-0,6%). In rosso Tim (-1,7%) e Mediaset (-1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Digitale: Italia e Spagna rafforzano collaborazione
Colao discute con Calvino di connettività, dati, AI e PA
09 aprile 2021
18:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Italia e Spagna “rafforzano la collaborazione bilaterale e in ambito EU sul digitale”. Lo sottolinea in un tweet il Dipartimento per la trasformazione digitale annunciando l’incontro tra il Ministro Vittorio Colao e la Ministra spagnola Nadia Calvino che, riporta l’account social del dipartimento, “hanno discusso le strategie per la transizione digitale: dati, connettività, AI e Pubblica Amministrazione”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coldiretti, gli italiani tagliano anche la spesa sul cibo -5,5%
Per la prima volta dall’inizio della pandemia, calano gli acquisti in tutti i punti vendita
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
13:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per la prima volta dall’inizio della pandemia gli italiani sono costretti a tagliare anche la spesa alimentare che crolla del 5,5%. E’ quanto emerge da un’analisi Coldiretti divulgata in occasione della diffusione dei dati Istat sul commercio al dettaglio a febbraio 2021.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’organizzazione agricola sottolinea che “si tratta di una brusca inversione di tendenza dopo che l’alimentare era risultato il settore che aveva resistito meglio alla crisi con un aumento della vendite al dettaglio determinato anche dal maggior tempo trascorso a casa dagli italiani in lockdown”. “Ora l’acuirsi della crisi – aggiunge Coldiretti – colpisce direttamente i consumi essenziali della famiglie a partire dal cibo. In particolare viene rilevato che a calare a febbraio rispetto allo scorso anno sono le vendite alimentari in tutte le tipologie commerciali, dalla grande distribuzione (-6,1%) ai piccoli negozi (-2,9%) fino addirittura ai discount (-1,5%). “E’ il drammatico effetto- viene commentato- della presenza in Italia di 5,6 milioni di persone in povertà assoluta, un milione in più rispetto allo scorso anno, con il record negativo dall’inizio del secolo, secondo l’analisi della Coldiretti su dati Istat”.
Fra i nuovi poveri – rileva l’organizzazione- ci sono coloro che hanno perso il lavoro, piccoli commercianti o artigiani che hanno dovuto chiudere, le persone impiegate nel sommerso che non godono di particolari sussidi o aiuti pubblici e non hanno risparmi accantonati, come pure molti lavoratori a tempo determinato o con attività saltuarie che sono state fermate dalla limitazioni rese necessarie dalla diffusione dei contagi per Covid.
Coldiretti conclude segnalando che “proprio per questo è nata l’iniziativa promossa da Coldiretti, Filiera Italia e Campagna Amica con l’offerta di un pacco di oltre 50 chili con prodotti 100% Made in Italy”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in ordine sparso, Milano -0,2%
A Piazza Affari in calo Tim. In calo l’euro sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
13:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee proseguono in ordine sparso in attesa dell’avvio di Wall Street dove i futures sono in rialzo. I mercati restano incerti in attesa di spunti sul fronte dell’andamento della crescita globale.
C”è delusione per il brusco calo, a sorpresa, della produzione industriale tedesca a febbraio mentre si guarda alla campagna di vaccinazione contro il coronavirus come elemento principale per far ripartire l’economia. Sul fronte valutario l’euro sul dollaro è in calo a 1,1899 a Londra.
In rialzo dello 0,1% l’indice stoxx 600. In terreno positivo Parigi (+0,2%) e Francoforte (+0,1%) mentre sono in calo Madrid (-0,3%) e Milano (-0,2%) e Londra (-0,1%). Sui listini pensano le Tlc (-0,5%) e l’energia (-0,2%).
A Piazza Affari in calo Tim (-1,7%), Prysmian (-1,4%), Inwit (-1,3%) e Italgas (-1,1%). Ben intonata Nexi (+2%) e Fineco (+1,5%). Riduce il rialzo iniziale Atlantia (+0,3%), con l’interesse della spagnola Acs per Autostrade per l’Italia. Tra le banche si mettono in mostra Mps (+0,7%) e Bper (+0,5%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Assemblea Ubi approva ultimo bilancio, cala sipario su banca
Miccichè, con integrazione in Intesa nasce gruppo leader europeo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
13:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’assemblea di Ubi Banca ha approvato il bilancio del 2020. Il risultato economico per il 2020 di Ubi Banca e delle sue controllate è stato influenzato dalla contabilizzazione, nei due ultimi trimestri dell’anno, di tutti gli oneri relativi alla integrazione con Intesa Sanpaolo (circa 3,8 miliardi netti), a seguito del successo dell’Opas lanciata da quest’ultima nel febbraio 2020.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si tratta dell’ultimo bilancio approvato da Ubi con la banca che viene ora integrata in Intesa Sanpaolo.
Dal punto di vista della gestione, l’anno 2020 si chiude con un utile dell’operatività corrente, prima delle imposte, pari a 435,2 milioni e pari a 254,7 netti. “L’acquisizione di Ubi Banca da parte di Intesa Sanpaolo è stata una delle operazioni più importanti degli ultimi anni a livello internazionale”, afferma Paolo Grandi, presidente di Ubi.
Con la conclusione del processo di migrazione dei sistemi informativi e l’effettiva incorporazione del prossimo 12 aprile di Ubi in Intesa, giunge a “compimento un percorso che porta all’ulteriore rafforzamento del ruolo di Gruppo leader europeo e punto di forza dell’economia del nostro Paese”, afferma Gaetano Miccichè, amministratore delegato e direttore generale di Ubi.
Il 10 e 11 aprile sarà realizzata la migrazione informatica della rete Ubi in Intesa Sanpaolo. Con questa operazione verranno accolti in Intesa Sanpaolo circa 15 mila dipendenti, 2,4 milioni di clienti, circa 2,6 milioni di conti correnti e circa 1.000 filiali. I clienti di Ubi Top Private confluirà in Intesa Sanpaolo Private Banking.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: crollo consumi, quasi raddoppia propensione risparmio
Sale al 15,8% nel 2020. Per la spesa -10,9%, per i redditi -2,8%
e
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
12:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La spesa per consumi finali si è contratta del 10,9%” nel 2020 , “portando la propensione al risparmio al 15,8%” nel 2020 quasi raddoppiando rispetto all’8,2% del 2019. Lo comunica l’Istat.

“Le misure di sostegno messe in atto per contrastare gli effetti economici dell’emergenza sanitaria – continua l’istituto di statistica – hanno attenuato la caduta del reddito disponibile delle famiglie consumatrici, che nel 2020 è diminuito del 2,8% (-32 miliardi di euro)”. Il potere d’acquisto, che è il reddito disponibile espresso in termini reali, è diminuito del 2,6% nel 2020, interrompendo una dinamica positiva in atto dal 2014, sei anni prima.
Le misure di sostegno, insieme alla contrazione delle entrate fiscali e contributive legate alla crisi pandemica, hanno determinato anche un forte aumento dell’indebitamento netto delle amministrazioni pubbliche, che si è attestato a 
-156,9 miliardi di euro. Questo dato sul deficit delle amministrazioni è in peggioramento di 129 miliardi rispetto all’anno precedente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tesoro: asta Bot a 1 anno, tasso cala a -0,436%
Domanda a 9,56 miliardi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
15:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Tesoro ha collocato tutti i 7 miliardi di euro di Bot annuali offerti in asta, con tassi in calo. Il rendimento medio è sceso a -0,436% da -0,421% del collocamento precedente.
La domanda ha raggiunto i 9,56 miliardi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia, con cambi criteri ristori distribuzione ineguale
Ricorso al condono crea incentivi negativi e disparità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
15:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I contributi a fondo perduto “basati su criteri di ripartizione cambiati nel corso del tempo, possono avere determinato una distribuzione ineguale delle risorse a parità di effetti della pandemia”. Lo osserva la Banca d’Italia nella memoria inviata alle commissioni sul decreto Sostegni.
Ad esempio attività con perdite concentrate in aprile e con i codici Ateco dei Ristori “hanno beneficiato di un sostegno superiore” di chi ha avuto perdite spalmate nell’anno, mentre il calcolo del contributo “può dare luogo a trattamenti molto diversi per contribuenti con caratteristiche simili (in termini di livello e di calo del fatturato) ma che rientrano in fasce di ricavi per le quali la percentuale del calo “ristorata” dai contributi è diversa”. Bankitalia mette in evidenza anche come il ricorso al condono determini incentivi negativi e disparità osservando che l’ eliminazione delle sanzioni per le irregolarità nelle dichiarazioni 2017 e 2018 delle partite Iva e la cancellazione delle vecchie cartelle fino a 5mila euro “si prospettano come condoni, con le connesse conseguenze in termini di incentivi negativi per l’affidabilità fiscale degli operatori economici e disparità di trattamento nei confronti dei contribuenti onesti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano ( -0,5%) debole dopo Wall street, tiene Europa
Negativa anche Madrid, pesa tensione sui titoli di Stato europei
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
16:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I principali mercati azionari del Vecchio continente viaggiano attorno alla parità dopo l’avvio di Wall street, con Milano (indice Ftse Mib -0,5%) e Madrid (-0,6%) di qualche frazione più pesanti. Queste due Borse guardano soprattutto alla tensione tornata piuttosto consistente sui titoli di Stato europei, con lo spread tra Btp e Bund tedeschi a quota 103 punti base e il rendimento del titolo italiano allo 0,74%.

In Piazza Affari comunque i cali maggiori sono accusati da titoli industriali o legati alle incertezze del prezzo del petrolio, con Saipem e Tim che cedono il 2,3%, Italgas e Pirelli entrambi in calo dell’1,7%. Tra le banche la più debole è Mediolanum che scende dell’1,5%, Mps si muove al momento in linea con il listino generale e il Credito valtellinese con l’Opa Agricole in corso sale di qualche frazione di punto a 12,2 euro.
Positiva ma ora senza strappi Atlantia che cresce dello 0,7%, con Buzzi e Nexi in aumento di oltre un punto percentuale.
Fuori dal listino principale sempre di corsa Tod’s, in crescita del 12% dopo l’annuncio dell’ingresso dell”influencer’ Chiara Ferragni nel Cda del gruppo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in calo, Ftse Mib -0,60%
Indice dei principali titoli di Piazza Affari a 24.429 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
17:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta negativa per Piazza Affari: l’indice Ftse Mib ha chiuso in calo dello 0,60% a 24.429 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Birra Peroni, filiera agricola che parte dall’orzo italiano
1.500 aziende coltivano ogni anno orzo distico da birra
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
17:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Birra Peroni si basa su una filiera agricola composta da 1.500 aziende che coltivano ogni anno orzo distico da birra per una produzione complessiva di circa 55 mila tonnellate su circa 17 mila ettari di campi coltivati tra Umbria, Lazio, Toscana, Molise, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Marche, Campania e Puglia. L’orzo una volta raccolto, viene conferito e lavorato presso la malteria Saplo di Pomezia che produce per Birra Peroni Malto 100% Italiano, ingrediente principale delle birre della famiglia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fanno parte della filiera anche le 130 aziende selezionate che su 3 mila ettari tra Lombardia, Veneto e Piemonte coltivano ogni anno circa 20.300 tonnellate di mais Nostrano, l’ingrediente principale con cui viene prodotta la Nastro Azzurro.
Condividendo con gli stessi agricoltori approcci professionali e valori aziendali, Birra Peroni è impegnata da sempre in attività di formazione e sviluppo delle competenze degli attori della propria filiera agricola in un’ottica di miglioramento della qualità, dell’efficienza e degli standard di sostenibilità. È in questo quadro e con il desiderio di “mettere a sistema” il patrimonio di conoscenze e connessioni maturato nel tempo che è nato Campus Peroni, un progetto che rappresenta il contributo che Birra Peroni vuole dare allo sviluppo della filiera in un segmento chiave del Made in Italy.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa conclude incerta, Londra -0,3%
Lievemente positive Francoforte e Parigi, giù Madrid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
18:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente senza una direzione precisa: Londra ha chiuso in calo dello 0,38%, mentre Parigi ha segnato un rialzo finale dello 0,06% e Francoforte un aumento dello 0,21%. Debole Madrid, che ha concluso in ribasso dello 0,83%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund conclude in rialzo a 103 punti base
Il rendimento del prodotto del Tesoro allo 0,725%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
18:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread tra Btp e Bund tedesco a 10 anni in aumento sui mercati telematici: il differenziale ha chiuso a 103 punti base, contro i 99 della conclusione della vigilia e i 101 dell’apertura.
Il rendimento del prodotto del Tesoro è allo 0,725%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Campus Peroni, obiettivo mettere sostenibilità in blockchain
Sannella, nuove frontiere danno valore aggiunto al Made in Italy
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
18:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Registrare i temi della sostenibilità in blockchain e quindi andare a raccontare effettivamente quanta energia e quanta acqua vengono consumate all’interno nell’intero processo produttivo della filiera, ma anche scoprire che tipo di percorso ha fatto la bottiglia per arrivare al consumatore e quindi la sua impronta di carbonio. E’ a la prossima sfida che si è posta Campus Peroni, come fa sapere il direttore delle Relazioni Esterne di Birra Peroni, Federico Sannella, al termine dei lavori.
“L”intento di lavorare tutti insieme per uno stesso obiettivo è stato raggiunto – precisa Sannella – abbiamo individuato delle progettualità come la tracciabilità in blockchain, ma anche ragionando su nuovi orizzonti che daranno un vero e nuovo valore aggiunto al nostro Made in Italy”.
Secondo il direttore, “Campus Peroni, che vuole essere un luogo di apertura inclusivo e di ragionamento sulle prospettive future, ha avuto lo stimolo giusto proprio oggi per iniziare anche a guardare quella componente della filiera della catena del valore che non è più solo agricola, ma che riguarda anche la logistica e la distribuzione”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano scende con tensione titoli Stato, male Saipem
Vendite anche su Tim e Inwit, corre Tod’s con Ferragni in Cda
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2021
19:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ultima giornata di settimana debole per Piazza Affari, appesantita anche dal ritorno della tensione sui titoli di Stato europei: l’indice Ftse Mib ha chiuso in calo dello 0,60% a 24.429 punti, l’Ftse All share in ribasso dello 0,53% a quota 26.658.
Senza una direzione precisa gli altri mercati azionari del Vecchio continente: Londra ha chiuso in calo dello 0,38%, mentre Parigi ha segnato un rialzo finale dello 0,06% e Francoforte un aumento dello 0,21%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Debole Madrid, che ha concluso in ribasso dello 0,83%.
Lo spread tra Btp e Bund tedesco a 10 anni si è mosso invece in aumento sui mercati telematici: il differenziale ha chiuso a 103 punti base, contro i 99 della conclusione della vigilia e i 101 dell’apertura, con un rendimento del prodotto del Tesoro allo 0,725%.
Nel listino azionario principale di Milano, Saipem anche sulle incertezze del prezzo del petrolio ha accusato un calo finale del 3% a quota 2,28 euro, con vendite consistenti su Tim (-2,5%) e Inwit (-2,4%). In ribasso dell’1,8% sia Italgas sia Pirelli, mentre tra le banche Mediolanum ha ceduto l’1,3% e Unicredit l’1,2%. Piatta Mps, in rialzo dello 0,4% il Creval a 12,2 euro con l’Opa di Agricole aperta.
In aumento finale dello 0,6% Atlantia dopo una partenza molto più sostenuta, acquisti più evidenti su Nexi e Buzzi, in crescita dell’1,2% e dell’1,4%. Nei titoli a minore capitalizzazione, gran corsa di Tod’s, che ha concluso in aumento del 14% a 32,7 euro dopo l’annuncio dell’ingresso dell”influencer’ Chiara Ferragni nel Cda del gruppo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
ArcelorMittal, Orlando a Morselli: chiarire sul licenziato
L’operaio aveva invitato a guardare la fiction sulle conseguenze sanitarie delle emissioni dell’acciaieria
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TARANTO
09 aprile 2021
21:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Governo “chiama” ArcelorMittal per cercare di placare le polemiche e fare chiarezza sul caso del lavoratore licenziato per aver pubblicato su Facebook un post che invitava alla visione della fiction “Svegliati amore mio” sulle conseguenze sanitarie e ambientali delle emissioni di un’acciaieria. Il Ministro del Lavoro Andrea Orlando nel pomeriggio di oggi ha avuto un colloquio telefonico con l’Ad di ArcelorMittal, Lucia Morselli, cui ha chiesto informazioni in merito al provvedimento che ha colpito il lavoratore, un tecnico in supporto a un gruppo prossimo ad un avanzamento di qualifica che gli avrebbe consentito di diventare “cost controller” (addetto controllo costi) delle Acciaierie.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Amministratore delegato Morselli, fa sapere il Ministero, “si è impegnata a fornire i dettagli sulla vicenda”. E in serata Arcelor Mittal Italia ha spiegato di aver già fornito al ministro le spiegazioni richieste sul licenziamento durante il colloquio telefonico. Una dichiarazione che non deve esser piaciuta molto al ministro Orlando tanto che fonti del ministero del Lavoro hanno subito ribattuto facendo sapere che l’invio per conoscenza della contestazione disciplinare “non rappresenta e non esaurisce la richiesta di chiarimento rivolta al management dell’azienda”.
Riccardo Cristello, 45 anni, sposato, con due figli, è stato licenziato per “giusta causa” da ArcelorMittal, a differenza di un collega che è stato ‘perdonato’ dopo essersi scusato pubblicamente, perché nei giorni scorsi aveva postato su Facebook uno screenshot, ritenuto denigratorio dall’azienda, che invitava alla visione della fiction sull’acciaieria. “Io – ha spiegato il lavoratore – ho solo condiviso una immagine, come ne condivido cento al giorno. Dicono che ho offeso l’azienda, ma sono solo congetture. Sono stato assunto il 12 luglio del 2000 e dopo quasi 21 anni in fabbrica non meritavo questo trattamento”.
La serie televisiva andata in onda su Canale 5 racconta la lotta di una mamma (interpretata da Sabrina Ferilli) che denuncia l’inquinamento di una fabbrica siderurgica ritenendola responsabile di aver provocato la leucemia che ha colpito la sua bambina. Cristello si è visto recapitare il 31 marzo la lettera di sospensione e dopo 8 giorni quella di licenziamento. “Mi hanno contestato – precisa – un post pubblicato sul mio profilo privato che condivido con mia moglie, che possono leggere solo i nostri 400 amici”.
Cristello non riesce a capacitarsi per quanto accaduto.
“Spero che questo rumore – osserva – faccia tornare l’azienda sui suoi passi per chiarire quanto accaduto e magari sistemare tutto. Nel caso in cui non dovessero esserci sviluppi, attraverso il mio legale chiederò la revoca del licenziamento e il reintegro sul posto di lavoro”.
Per Francesca Re David, segretaria generale Fiom Cgil e Gianni Venturi, responsabile siderurgia, la decisione di ArcelorMittal “è inaccettabile e surreale”. L’azienda, afferma il deputato Dem Michele Bordo “non può calpestare la dignità dei lavoratori”. Il coordinatore nazionale dei Verdi Angelo Bonelli ha invece annunciato un esposto all’Unione Europea, rivolto a Didier Reynders, Commissario Europeo per la giustizia, i diritti fondamentali e la cittadinanza.

Economia tutte le notizie Borse valute cambi quotazioni investimenti e molto altro tutta l'economia è qui! SEGUILA!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 16 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 01:19 DI GIOVEDì 08 APRILE 2021

ALLE 04:29 DI VENERDì 09 APRILE 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Cambi: euro stabile a 1,1871 dollari
Moneta unica scambiata a 109,6600 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2021
01:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro sostanzialmente stabile questa mattina sui mercati valutari. La moneta unica europea è scambiata a 1,1871 dollari con un aumento dello 0,03% e a 109,6600 yen con un calo dello 0,17%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in rialzo, Bce e Powell in agenda giornata
Piatta Tokyo, Europa e Wall Street viste in positivo
r
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2021
08:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse di Asia e Pacifico in gran parte positive con l’unica eccezione di Tokyo che chiude piatta (-0,07%) sui timori di una nuova impennata dei contagi di coronavirus in Giappone. Tra le altre Piazze Shanghai guadagna lo 0,43%, Shenzhen lo 0,35%, Seul lo 0,27%.
Le migliori sono Hong Kong (+1,24%) e Sydney (+1%). Prevista in rialzo in Europa così come Wall Street sulla base dei future.
Per l’agenda sotto la lente la Bce che a meta’ giornata comunicherà le sue strategie in materia di politica monetaria, precedute da una serie di dati macro tra cui prezzi alla produzione a febbraio nell’Eurozona. Dagli Stati Uniti nel pomeriggio le richieste dei sussidi di disoccupazione, il vertice Fmi e in serata il discorso del presidente della Fed, Jerome Powell.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund in lieve calo a 100,4 punti
Rendimento del decennale italiano allo 0,68%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2021
09:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Partenza in lieve calo per lo spread tra Btp e Bund che segna 100,4 punti base a fronte del livello di 101,6 punti di ieri sera. Secondo la piattaforma Bloomberg il rendimento del decennale italiano si attesta attorno allo 0,68%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in avvio a +0,45%
Ftse Mib a 24.855 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 aprile 2021
09:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre in rialzo.
Il Ftse Mib segna un +0,45% a 24.855 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giorgetti, valutiamo golden power per filiere ora escluse
Ministro Sviluppo, cambiare approccio, impresa al centro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2021
09:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo valutando la possibilità di estendere l’ambito di applicazione della golden power anche anche a filiere che allo stato ne sono esclude e rivestono un evidente rilievo nell’assetto economico nazionale”. Lo ha detto il ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti in audizione alle commissioni riunite Attività produttive di Camera e Senato sulle linee programmatiche.

Giorgetti ha sottolineato la necessità di un “cambio di approccio” nel nostro Paese che metta l’impresa “al centro”. “Il nostro Paese ha bisogno di un cambiamento di approccio – ha detto – che collochi la figura dell’imprenditore, come figura fisica, e dell’impresa al centro dell’attenzione per il ruolo imprescindibile che possono svolgere”. Negli ultimi anni – ha aggiunto “è prevalso un approccio denigratorio” nei confronti delle imprese. “Senza imprese solide in modo muoversi e operare agevolmente – ha sottolineato – non esistono spazi per creare benessere” nel paese.   POLITICA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano cauta a +0,2%, in evidenza Saipem
In flessione i bancari, spread sotto i 100 punti base
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2021
10:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari si muove in cauto rialzo con il Ftse Mib che guadagna lo 0,2% a a 24.793 punti.
Un clima che accompagna un po’ tutti i listini del Vecchio Continente all’indomani delle minute della Fed in cui viene sottolineato che la crisi sanitaria continua a porre considerevoli rischi e che ci vorrà tempo per centrare gli obiettivi su prezzi e lavoro.
In rialzo Saipem (+2,64%), Amplifon (+1,63%), Inwit (+1,15%) e Moncler (+1,09%), con Jefferies che ha confermato la raccomandazione ‘hold’ ma ha alzato il prezzo obiettivo a a 55 euro mentre nel settore Armani valuta un partner italiano.
Vendite su Mediolanum (-1%), Leonardo (-0,92%), Tim (-0,72%).
Nel credito flettono Unicredit (-0,88%), Mediobanca (-0,62%), Banco Bpm (-0,7%). Piatta Creval a 12,15 euro e quindi sopra i 10,5 euro dell’opa del Credit Agricole. Poco mossa Mps (-0,4%) dopo il deposito delle motivazioni della sentenza su Profumo e Viola.
Lo spread tra i Btp e Bubd cala sotto i 100 punti con il rendimento del decennale italiano allo 0,67%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in moderato rialzo, attende la Bce
Spread in area 100 punti, petrolio sotto i 60 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2021
10:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee viaggiano in moderato rialzo con l’indice d’area, lo stoxx 600, che guadagna quasi mezzo punto con industriali e titoli legati alla informatica in evidenza, deboli energia e finanziari. I listini guardano alle indicazioni di politica monetaria della Bce di metà giornata dopo che le minute della Fed hanno sottolineato che la crisi sanitaria continua a porre considerevoli rischi e che ci vorrà tempo per centrare gli obiettivi su prezzi e lavoro.
Tra le singole Piazze Parigi è la migliore (+0,47%). Più caute Londra (+0,31%) e Francoforte (+0,23%) quest’ultima nonostante il rialzo degli ordini di fabbrica in Germania a febbraio. Milano tiene a +0,18% con in luce Saipem (+2,6%) e Nexi (+2%).
Lo spread tra Btp e Bund oscilla sui 100 punti base con il rendimento del decennale italiano allo 0,67%. Il petrolio è debole con il wti sotto i 60 dollari al barile. Fronte cambi l’euro sale a 1,1889 sul dollaro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gava, il governo lavora alla proroga del superbonus 110%
Sottosegretaria Mite, anche alla semplificazione dei permessi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
8 aprile 2021
10:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il governo lavora alla proroga del super bonus del 110%, alla semplificazione del sistema dei permessi e dei certificati di impatto ambientale e di quelli per le bonifiche delle aree inquinate, che devono poter essere rapidamente reindustrializzate o restituite ai cittadini. Per evitare nuove calamità, è altrettanto necessario investire risorse in opere pubbliche che aumentino la resistenza del territorio che appare sempre più fragile ed esposto al rischio idrogeologico”.
Così il sottosegretario alla Transizione ecologica, Vannia Gava (Lega), al termine di un incontro al ministero con il presidente dell’Ance, Gabriele Buia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps: da oggi si può chiedere bonus baby sitter
Cambiati importi e categorie avanti diritto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2021
11:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ attivo da oggi il servizio online per chiedere il nuovo bonus baby-sitting. Lo fa sapere l’Inps con una nota ricordando che rispetto alla precedente edizione del bonus, sono cambiati importi e categorie di aventi diritto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La domanda può essere inoltrata con le seguenti modalità: · dal sito internet INPS, utilizzando l’apposito servizio online “Bonus servizi di babysitting; e tramite gli enti di Patronati, utilizzando i servizi da loro offerti gratuitamente.
I cittadini che intendano presentare domanda mediante l’applicazione web possono accedere al servizio mediante riconoscimento dell’identità digitale tramite SPID almeno di livello 2, Carta di identità elettronica (CIE), Carta nazionale dei servizi (CNS), ovvero tramite il PIN di tipo dispositivo rilasciato dall’Istituto.
Il bonus può essere chiesto dai lavoratori autonomi iscritti all’Inps, quelli della Gestione separata e quelli del settore sanitario pubblico o privato accreditato per un importo fino a 100 euro a settimana in caso di figli minori di 14 anni in didattica a distanza o in quarantena..
La misura può essere usata fino al 30 giugno 2021. Possono chiedere il bonus anche i lavoratori del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico impiegati per le esigenze connesse all’emergenza epidemiologica da Covid19; Per la sanità possono chiede il bonus i dipendenti appartenenti alla categoria dei medici; infermieri (inclusi ostetrici); tecnici di laboratorio biomedico; tecnici di radiologia medica; operatori sociosanitari (tra cui soccorritori e autisti/urgenza 118). Possono chiederlo anche i medici di base e i pediatri di libera scelta anche se non hanno un contratto di lavoro subordinato, L’importo sarà erogato mediante il Libretto famiglia. Il bonus può essere erogato, in alternativa, direttamente al richiedente, per la comprovata iscrizione ai centri estivi, , ai servizi socio-educativi territoriali, ai centri con funzione educativa e ricreativa e ai servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia. In quest’ultimo caso, il bonus è incompatibile con il c.d. bonus asilo nido.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano piatta (-0,01%), spread stabile a 100 punti
Vendite sui bancari e Tim, si conferma corsa Saipem
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2021
12:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari a metà giornata si appiattisce con il Ftse Mib che segna un marginale -0,01% a 24.737 punti. Lo spread tra btp e bund è stabile a 100 punti base con il rendimento del decennale italiano allo 0,67%.

Ad incidere sul listino sono le vendite sui bancari con Unicredit che perde il 2,13%, Banco Bpm l’,182%). Tra i big flessione anche per Tim (-1,86%), Unipol (-1,31%) e Leonardo (-1,14%). Fuori dal paniere principale Mps cede lo 0,6% all’indomani del deposito delle motivazioni della sentenza su Profumo e Viola. Di contro viaggia spedita Saipem (+3,94%) che ha peraltro siglato un memorandum con Siram Veolia sulla transizione energetica. Confermati anche gli acquisti su Moncler (+1,86%) mentre, nel settore, Armani valuta un partner. Bene poi Campari (+1,49%) con l’assemblea che ha approvato un dividendo in contanti di 0,055 euro per azione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa debole in attesa Bce, positivi i future Usa
Spread stabile a 100 punti, in serata atteso discorso Powell
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2021
12:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee si indeboliscono a metà seduta in attesa della Bce e delle indicazioni di politica monetaria. Lo Stoxx 600, l’indice d’area, guadagna poco più di un quarto di punto frenato soprattutto dai titoli legati all’energia con il petrolio sempre in calo.
Il wti viaggia sotto i 60 dollari al barile mentre l’Ice greggio è vicino ai 63 dollari al barile.
Tra le singole Piazze Londra guadagna lo 0,31%, Parigi lo 0,45% mentre Francoforte si appiattisce (-0,01%) coì come Milano che cede con il Ftse Mib lo 0,16% a 24.700 punti con le vendite su Unicredit (-2,38%), Banco Bpm (-2,2%), Tim (-1,9%).
Lo spread tra Btp e Bund resta stabile a 100 punti con il rendimento del decennale italiano allo 0,66%. I future su Wall Street sono positivi con in agenda una serie di dati macro tra cui le richieste dei sussidi di disoccupazione e l’attesa in serata il discorso del presidente della Fed, Jerome Powell.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: minute, rischi economici elevati nel breve termine
Serve continuo sostegno stimolo di bilancio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2021
13:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Nella loro valutazione sui rischi, i membri (del Consiglio Bce, ndr) hanno nuovamente sottolineato la dicotomia fra il protrarsi di rischi elevati per le prospettive economiche nel breve termine, e sviluppi più positivi nel medio termine”. Lo scrive la Bce nelle minute della riunione del 10-11 marzo.

durante il Consiglio direttivo – si legge nei verbali – i membri hanno giudicato “essenziale che il Consiglio direttivo ribadisca il suo impegno a tenersi pronto a mettere mano a tutti gli strumenti, nella misura adeguata, per assicurare che l’inflazione converga verso il livello desiderato” e a una politica monetaria accomodante per tutto il tempo necessario”.
Accanto a questo impegno, di fronte alla forte contrazione dell’economia dell’area euro a cavallo fra il 2020 e il 2021 “si è ritenuto importante enfatizzare la necessità di un continuo sostegno da parte delle politiche fiscali per favorire la ripresa”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa contrastata con Bce, bene futures, Milano -0,2%
Giù Unicredit, Banco Bpm e Stellantis, sprint Saipem e Atlantia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2021
14:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee contrastate dopo la diffusione dei verbali dell’ultimo Direttivo della Bce sui tassi, da cui è emerso che “la debolezza del Pil può andare oltre il secondo trimestre”. In territorio negativo si muovono Milano (-0,25%) e Madrid (-0,16%), mentre salgono Francoforte (+0,14%), Parigi (+0,46%) e Londra (+0,47%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Positivi i futures Usa, in attesa delle richieste settimanali di sussidi di disoccupazione e del discorso del presidente della Fed Jerome Powell in serata.
Sotto pressione gli automobilistici Renault (-3%)Daimler (-2%) e Stellantis (-1,48%), mentre il calo del greggio (Wti -0,44% a 59,51 dollari al barile) pesa sui petroliferi Total (-1,15%), Eni (-1,11%), Shell (-1,1%) e Bp (-0,98%). In campo bancario, con lo spread in rialzo a 99,8 punti, cedono Unicredit, in attesa di un incontro con gli analisti sui preliminari del primo trimestre, e Banco Bpm (-2,61% entrambe), Mediobanca (-1,74%), Intesa (-1,37%) e Bper (-1,03%), mentre nel resto del Continente cedono Santander (-1,78%), Bbva (-1,36%) e SocGen (-1,74%). Bene i produttori di microprocessori Asml (+1,35%), Asm (+1,64%) ed Stm (+0,6%). In luce Saipem (+3,98%), spinta dalla raccomandazione ‘outperform’ di Mediobanca, che ne sottolinea l’impegno nella transizione energetica, e Atlantia (+2,28%), spinta dall’indiscrezione dell’offerta da 10 miliardi di euro di Acs per la quota in Aspi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aspi: Peres offre 10 mld per quota Atlantia
Lo riporta il Financial Times
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2021
15:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Florentino Perez offre 10 miliardi di euro per comprare la quota di Atlantia in Aspi. Lo scrive il Financial Times, dopo aver visionato una lettera.
“Data la stretta relazione tra i nostri gruppi in seguito all’acquisizione congiunta di Abertis, Acs ha seguito la situazione Aspi negli ultimi mesi e riteniamo che sia un asset molto interessante che si adatta perfettamente alla strategia a lungo termine di Acs”, ha scritto Pérez nella lettera, aggiungendo che il gruppo sarebbe disposto ad accogliere altri investitori nella sua offerta, tra cui Cdp.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fincantieri: assemblea soci approva bilancio 2020
Chiuso in utile, tutto destinato a riserva
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
08 aprile 2021
15:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’assemblea dei soci di Fincantieri Spa, riunita in un’unica convocazione, ha approvato il bilancio 2020 della capogruppo Fincantieri Spa che chiude con un utile di 963.328,57 euro. L’utile è stato destinato per il 5% a riserva legale e per il restante a riserva straordinaria.

L’assemblea dei soci ha inoltre approvato la proposta di autorizzazione all’acquisto e alla disposizione di azioni proprie, previa revoca della precedente autorizzazione assembleare del 9 giugno 2020, nonché il “Performance Share Plan 2022-2024” per il management di Fincantieri.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tpl: Giovannini convoca Enti locali, tavolo permanente
Per verificare organizzazione in vista graduale riapertura
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2021
15:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Verifica della situazione organizzativa del sistema di trasporto pubblico locale in relazione alla graduale riapertura delle attività scolastiche in presenza e analisi della gestione del servizio pubblico in sicurezza. Questi i temi oggetto di un incontro in video conferenza, che si terrà “con la massima urgenza”, preannunciato oggi dal Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini ai presidenti della Conferenza dei presidenti delle Regioni, dell’Associazione dei Comuni e dell’Unione delle provincie.
Nella lettera in cui preannuncia l’incontro, il ministro propone un “tavolo permanente”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa peggiora, listini Usa contrastati, Milano -0,45%
Richieste di sussidi in aumento oltre le stime, sprint Atlantia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2021
16:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Peggiorano le Borse europee con i listini Usa contrastati a seguito di richieste settimanali di disoccupazione scesi meno delle stime. Milano (-0,45%) si conferma la peggiore preceduta da Madrid (-0,17%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tengono Francoforte (+0,18%), Parigi e Londra (+0,4% entrambe). Atteso in serata il discorso del presidente della Fed Jerome Powell, mentre amplia il calo il greggio (Wti -0,85% a 59,27 dollari).
Scivolano gli automobilistici Renault (-3,8%)Daimler (-2,2%) e Stellantis (-2,9%) insieme ai petroliferi Shell (-2,6%), Eni (-2,47%), Bp (-2,28%) e Total (-1,97%).Stabile a 100 punti lo spread tra Btp e Bund, con vendite su Unicredit (-3,28%), dopo un incontro con gli analisti in vista della trimestrale, Banco Bpm (-2,74%), Intesa (-1,67%), Mediobanca ed Mps (-1,4% entrambe) e Bper (-1,27%), poco variata Creval (-0,08%). Nel resto del Continente cedono Santander (-2,1%), Bbva (-1,26%) e SocGen (-2,36%). Bene i produttori di microprocessori Asml (+2,35%), Asm (+2,29%) ed Stm (+0,9%). In luce Atlantia (+4%), dopo l’offerta da 10 miliardi di Acs (-1,28%) sulla quota in Aspi, seguita da Saipem (+2,77%), spinta dalla raccomandazione ‘outperform’ di Mediobanca, che ne sottolinea l’impegno nella transizione energetica.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: +12,5% rimesse immigrati in 2020 a 6,7 miliardi
Accelerazione nell’ultimo trimestre dello scorso anno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2021
16:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In crescita nel 2020, con un’accelerazione nell’ultimo trimestre, le rimesse inviate all’estero dagli stranieri residenti in Italia. E’ quanto si ricava dalle tabelle diffuse dalla Banca d’Italia secondo cui nello scorso anno la crescita è stata del 12,5% a 6,76 miliardi di euro.
Nel solo quarto trimestre le rimesse sono aumentate del 19,6 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente a 1,9 miliardi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano peggiora (-0,77%), giù Unicredit e Banco Bpm
Spread stabile a 100 punti, cede Eni, sprint Atlantia e Saipem
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2021
16:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Peggiora Piazza Affari nell’ultima mezz’ora di scambi (Ftse Mib -0,77% a 24.530 punti), con lo spread tra Btp e Bund tedeschi stabile a 100 punti base ed il rendimento decennale in calo di 2,7 punti allo 0,664%. Scivolano Unicredit (-3,15%), dopo un incontro con gli analisti a porte chiuse in vista della trimestrale e Banco Bpm (-2,61%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Più caute Bper (-1,48%), Intesa (-1,39%), Mps (-1,37%) e Mediobanca (-1,32%). Poco mossa Creval (+0,08%), con l’Opa di Credit Agricole in corso. Corre Atlantia (+3,77%), spinta dall’offerta di Acs (-0,71% a Madrid), che ha messo sul piatto 10 miliardi per la quota in Aspi. Segno meno invece per Eni (-2,14%), con il greggio Wti in calo dello 0,9% a 59,24 dollari al barile, mentre si muove in controtendenza Saipem (+2,42%), spinta da un report di Mediobanca, che prevede un rendimento migliore dell’indice (outperform) grazie all’impegno del Gruppo nella transizione energetica. Segno meno per Tim (-2,49%), in coda ai rivali europei. Giù anche Stellantis (-2,17%) insieme al resto del settore auto, Unipol (-2,62%) e Leonardo (-1,47%). Bene Moncler (+1,98%) con Armani alla ricerca di un partner e Campari (+1,35%) la cui assemblea degli azionisti ha approvato un dividendo in contanti di 0,055 euro per azione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa positiva nel finale, cede solo Milano (-0,6%)
Spread scende a 99,8 punti, scivola Unicredit, sprint Atlantia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2021
17:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee positive nel finale, tranne che a Milano (Ftse Mib -0,6%) con i listini Usa a due velocità (Nasdaq +0,74%, Dow Jones -0,07%). Tiene Francoforte (+0,12%), fanno meglio Madrid (+0,34%), girata in positivo, Parigi (+0,49%) e Londra (+0,53%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Atteso in serata il discorso del presidente della Fed Jerome Powell, mentre si conferma in calo il greggio (Wti -0,85% a 59,27 dollari).
Scivolano gli automobilistici Renault (-3,7%), Daimler (-1,95%) e Stellantis (-2,17%) insieme ai petroliferi Shell (-2,75%), Bp (-2,68%), Eni (-2,16%) e Total (-1,77%). Scivola Unicredit (-3,24%), dopo un incontro con gli analisti in vista della trimestrale. Giù anche Banco Bpm (-1,95%), Intesa (-1,54%) e Commerzbank (-1,67%), mentre girano al rialzo Bbva (+0,58%) e Credit Agricole (+0,53%) a differenza di Santander (-0,97%), che però dimezza il calo.
Bene i produttori di microprocessori Asml (+1,54%), ed Asm (+1,22%), mentre gira in calo Stm (-0,15%). In luce Atlantia (+3,07%), dopo l’offerta da 10 miliardi di Acs (-0,54%) sulla quota in Aspi. Bene anche Saipem (+2,47%), spinta dalla raccomandazione ‘outperform’ di Mediobanca, che ne sottolinea l’impegno nella transizione energetica.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dl Sostegni: Ag.Entrate, primi 600mila bonifici per 1,9 mld
Per domande presentate entro 5 aprile.Per 10mila credito imposta
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2021
17:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono partiti gli ordinativi di pagamento delle prime 600mila istanze presentate sulla piattaforma dell’Agenzia delle Entrate per un importo complessivo di 1.907.992.796 euro a favore delle imprese destinatarie dei sostegni che hanno presentato la domanda entro la mezzanotte del 5 aprile 2021. Lo comunica l’Agenzia.
I contribuenti coinvolti vedranno accreditarsi le somme direttamente sul conto corrente indicato nella domanda oppure potranno usare l’importo riconosciuto in compensazione. La richiesta di credito di imposta riguarda 10mila contribuenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in calo, -0,66%
Indice Ftse Mib a quota 24.576 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 aprile 2021
17:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in calo per Piazza Affari.
L’indice Ftse Mib ha ceduto lo 0,66% a 24.576 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa positiva in chiusura, Parigi +0,57%
Bene Londra (+0,83%), Madrid (+0,33%) e Francoforte (+0,17%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2021
18:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura positiva per le borse europee: Parigi ha guadagnato lo 0,57% a 6.165 punti, Londra lo 0,83% a 6.942 punti, Madrid lo 0,33% a 8.625 punti e Francoforte lo 0,17% a 15.202 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano ultima in Europa (-0,66%) , scivola Unicredit
Giù Banco Bpm, Tim e Stellantis, sprint Atlantia e Saipem
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2021
18:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari ha chiuso in coda alle altre piazze europee, unica in territorio negativo (Ftse Mib -0,66% a 24.576 punti), tra scambi in rialzo per 2,7 miliardi di euro di controvalore. In calo sotto quota 100 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi decennali (99,7 punti e rendimento allo 0,66%) mentre il greggio (Wti -0,38% a 59,55 dollari al barile) non è riuscito a invertire la rotta per tutta la giornata, restando sotto la soglia dei 60 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sotto pressione Unicredit (-3,36%), dopo un incontro con gli analisti a porte chiuse in vista della trimestrale. Giù anche Banco Bpm (-2,16%), più caute Bper (-1,69%), Intesa (-1,63%), Mps (-1,58%) e Mediobanca (-1,3%), invariata invece Creval a 12,16 euro, ben al di sopra dei 10,5 euro dell’Opa di Credit Agricole, tuttora in corso. Sugli scudi Atlantia (+3,1%), maglia rosa del listino dopo l’offerta della spagnola Acs (-0,68% a Madrid), che ha messo sul piatto 10 miliardi per la quota in Aspi. Segno meno invece per Eni (-1,88%), mentre si è mossa in controtendenza Saipem (+1,82%), spinta da un report di Mediobanca, che prevede un rendimento migliore dell’indice (outperform) grazie all’impegno nella transizione energetica, che ancora oggi si è concretizzato in un protocollo d’intesa con Veolia. Segno meno per Tim (-2,73%), Stellantis (-2,73%) insieme al resto del settore auto e Unipol (-2,68%). Giù Leonardo (-1,14%), bene Moncler (+1,74%) con Armani alla ricerca di un partner e Campari (+1,45%) la cui assemblea degli azionisti ha approvato un dividendo in contanti di 0,055 euro per azione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in calo a New York a 59,60 dollari
Le quotazioni perdono lo 0,30%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
08 aprile 2021
20:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in calo a New York, dove le quotazioni perdono lo 0,30% a 59,60 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per il Recovery regia a Palazzo Chigi e task force locali
Draghi: ‘Recuperare credibilità, procedure snelle e spendere bene’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2021
23:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Una regia “politica”, a Palazzo Chigi e con tutti i ministri interessati. Una struttura centralizzata di controllo, “l’unica forma di presenza del governo nel Pnrr”, e poi la responsabilità diretta di Comuni, Province e Regioni sui 200 miliardi di interventi del Recovery Plan.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con task force locali che entreranno in campo per aiutare gli enti a ‘mettere a terra’ i progetti. Prende forma la governance del Piano di ripresa e resilienza che l’Italia, assicura il premier Mario Draghi, presenterà entro il 30 aprile.
Una occasione “unica”, “storica”, dice il presidente del Consiglio a sindaci e governatori, per “cambiare tutto” e tornare “credibili” sulla capacità di realizzare gli investimenti e non sprecare le risorse. Bisogna “spendere e spendere bene” incalza il premier, illustrando le prime mosse del piano, dall’alta velocità al Sud agli asili nido, a un ‘piano Marshall’ per gli aiuti alle fasce più povere – dalle case popolari al recupero delle strutture sportive, all’accelerazione da imprimere alla ricostruzione post-sisma fino al rilancio del turismo anche grazie alla spinta di “servizi digitali”.
Certo, la scrematura dei progetti ancora non è terminata e il piano “sta cambiando molto in particolare su “verde e digitale”, e le richieste superano “di 30 miliardi” le risorse disponibili, ha precisato il Ragioniere generale dello Stato Biagio Mazzotta.
E la Commissione Ue, negli scambi informali e pressoché quotidiani, sta chiedendo a sua volta delle correzioni e blocca alcune idee che si traducono in spesa corrente o non sono funzionali alle riforme, quella della P.a. prima di tutto ma anche giustizia e “concorrenza su cui siamo molto indietro”. Uno dei nodi aperti è quello delle assunzioni che comunque servono intanto per rendere effettivi i servizi nelle nuove infrastrutture (se si costruiscono nuovi asili nido, spiega il Ragioniere, poi bisogna metterci il personale) ma anche per “assumere quelle qualifiche nel campo della digitalizzazione che non ci sono”, fa l’esempio il premier, assicurando che accanto ai nuovi ingressi ci sarà un “forte programma di aggiornamento” dei dipendenti pubblici.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fmi, Lagarde: è cruciale mantenere le misure sostegno
L’incertezza è ancora alta per evoluzione pandemia e vaccinazioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2021
16:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ cruciale evitare di ritirare le politiche di sostegno prematuramente, sia sul fronte monetario che su quello fiscale”. Lo ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde, nel suo intervento ai meeting de Fondo monetario internazionale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Dal precedente meeting del Fmi a ottobre 2020 – ha detto Lagarde – le prospettive economiche globali sono migliorate grazie ai progressi delle campagne di vaccinazione e alle vigorose politiche di sostegno fornite alle nostre economie.
Tuttavia questa prospettiva più rosea continua ad essere a una considerevole incertezza, che riguarda anche l’evoluzione della pandemia e la scala delle vaccinazioni”.

Le misure di supporto all’economia fornite durante la pandemia hanno aiutato a mantenere “notevolmente basse” le insolvenze di famiglie e imprese europee sui loro debiti, tuttavia le banche “hanno davanti a sé maggiori rischi sulla qualità degli attivi e la loro redditività resta bassa”. Lo ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde, nel suo intervento ai meeting de Fondo monetario internazionale. Lagarde si è soffermata anche sugli intermediari finanziari non bancari, le cui vulnerabilità “sono aumentate”: nel complesso il sistema finanziario è ora più vulnerabile, “perché l’ottimismo sui mercati finanziari è in contrasto con i bilanci aziendali indeboliti” dalla crisi pandemica.

La presidente della Bce ha invitato a proseguire nelle misure di sostegno a famiglie e imprese, pur mantenendole “nella misura del possibile temporanee, e sempre più mirate”. Le autorità di vigilanza – ha spiegato Lagarde – dovranno “assicurare che i cuscinetti di capitale possono essere usati. se necessario, per assorbire le perdite” e “allo stesso tempo le banche devono essere proattive nell’identificare e gestire il rischio di credito”. Quanto al settore finanziario non bancario, fino a ieri chiamato ‘sistema bancario ombra’, “deve essere reso più solido attraverso riforme del contesto normativo, dati il ruolo crescente di questi intermediari nel finanziare l’economia reale e la loro interconnessione con il prestito del sistema finanziario”.

Economia tutte le notizie Tutte le notizie economico-finanziare sono qui! Sempre aggiornate! SEGUILE!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 24 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 22:24 DI MARTEDì 06 APRILE 2021

ALLE 01:19 DI GIOVEDì 08 APRILE 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Boom di ‘paperoni’, sono 2.755 e valgono 13.100 miliardi
Forbes: crescita record, Bezos il più ricco al mondo con Musk
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
06 aprile 2021
22:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il 2021 anno record per i ‘paperoni’. Il numero dei miliardari nel mondo è balzato a 2.755, ovvero 660 in più rispetto all’anno precedente.

Complessivamente valgono 13.100 miliardi, 8.000 in più del 2020.
E’ quanto emerge dalla 35ma classifica annuale dei super ricchi di Forbes, nella quale di registrano 493 nuovi ingressi, circa uno ogni 17 anni, di cui 210 dalla Cina e da Hong Kong.
Jeff Bezos si conferma l’uomo più ricco del mondo, con una fortuna di 177 miliardi di dollari. La medaglia d’argento va a Elon Musk, con i suoi 151 miliardi.   MONDO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Tokyo, apertura poco variata (+0,12%)
Cambi: yen si apprezza su dollaro ed euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
07 aprile 2021
02:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo inizia la seduta all’insegna della cautela, dopo la frenata degli indici azionari Usa e con gli investitori che guardano agli sviluppi sulla campagna di vaccinazione nei paesi dell’Unione europea. Il Nikkei segna una variazione appena positiva dello 0,12% a quota 29,733.67, con un guadagno di 37 punti.
Sul fronte valutario lo yen è si apprezza leggermente sul dollaro a 109,80 e sull’euro a 130,40.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: stabile, Wti poco sotto i 60 dollari al barile
A 59,31 dollari, Brent a 62,74 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
08:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio poco mosse sul mercato after hour dopo i rialzi delle ultime sedute. Il greggio Wti passa di mano a 59,31 dollari al barile 2 centesimi in meno del livello di 59,33 di ieri a fine giornata.
Anche il Brent cede di un frazionale 0,2% a 62,74 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: in calo a 1.737 dollari
Cede lo 0,3%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
08:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro in calo sui mercati asiatici dopo i rialzi della vigilia che avevano portato il lingotto ai massimi da una settimana a 1.745 dollari l’oncia.
Il prezzo spot stamani è in calo dello 0,3% a 1.737 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund: apre poco mosso a 101 punti
Rendimento decennale italiano allo 0,68%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
08:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata senza sensibili variazioni per lo spread tra Btp e Bund che segna 101 punti base a fronte del livello di 100,7 punti di ieri sera. Secondo la piattaforma Bloomberg il rendimento del decennale italiano si attesta a 0,68%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in rialzo sul dollaro a 1,1881
Su yen scende a 130,15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
08:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in rialzo sul dollaro in avvio di giornata: la moneta unica europea passa di mano a 1,1881 sul dollaro a fronte del valore di 1,1871 di ieri sera dopo la chiusura di Wall street. Sullo yen l’euro scende a 130,40.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in ordine sparso, Fmi alimenta fiducia ripresa
Future Europa e Usa si mantengono prossimi ai massimi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
08:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in ordine sparso per le Borse asiatiche mentre i listini mondiali si mantengono prossimi ai massimi storici, sostenute dalle attese per la ripresa economica, confermate ieri dalle previsioni del Fondo monetario Internazionale, e dalla politica ultraespansiva di banche centrali e governi.
Tokyo ha chiuso in rialzo dello 0,1%, Seul dello 0,3% e Sydney dello 0,6% mentre Hong Kong arretra dello 0,7%, Shanghai dello 0,3% e Shenzhen dello 0,5%.
Poco mossi i future sull’Europa e gli Stati Uniti, in attesa della pubblicazione, questa sera, del Beige book della Fed.
Stabile anche il petrolio, con il Wti che scambia a 59,31 dollari al barile e il brent a 62,7 dollari mentre l’oro avanza dello 0,5 a 1.741 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre poco mossa
Indice Ftse Mib sale dello 0,03% a 24.767 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 aprile 2021
09:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura poco mossa per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha avviato le contrattazioni sostanzialmente invariato, in progresso dello 0,03% a quota 24.767 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa parte in cauto rialzo
Londra +0,3%, Francoforte +0,06% e Parigi +0,1%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
09:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio in rialzo frazionale per le Borse europee, che si mantengono sui massimi segnati ieri. A Parigi il Cac 40 avanza dello 0,1% a 6.137 punti, a Francoforte il Dax sale dello 0,06% a 15.221 punti mentre a Londra il Ftse-100 segna un progresso dello 0,32% a 6.845 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano sale con Leonardo, Pirelli e Atlantia
Vendite su Moncler, Prysmian e Interpump
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
09:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari avvia la seduta in cauto rialzo, al pari delle altre Borse europee, continuando a risalire la china in direzione dei livelli pre-covid. L’indice Ftse Mib avanza dello 0,16% a 24.800 punti, sostenuto da Leonardo (+1,3%), Pirelli (+1,2%) e Atlantia (+1%).
Acquisti anche per Stellantis (+0,7%), Buzzi (+0,8%), Eni (+0,6%), Tim (+0,6%) e Unicredit (+0,5%). Dall’altra parte del listino flettono Moncler (-1,4%), Prysmian (-1,1%), Interpump (-0,8%), Stm (-0,7%), Italgas (-0,5%) e Banco Bpm (-0,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pmi composito Italia sale a marzo a 51,9 punti, sotto attese
Livelli più alti da luglio 2020. Pmi servizi invece cala a 48,6
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
10:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’indice Pmi composito di Markit Economics, che misura la fiducia dei manager addetti agli acquisti delle imprese, a marzo in Italia è salito a 51,9 punti, dai 51,4 di febbraio. Lo riporta l’agenzia Bloomberg, spiegando che si tratta del secondo mese consecutivo di espansione e della lettura più alta dal luglio 2020.
Le attese degli analisti erano per un’aumento a 52,2 punti. Cala invece a marzo l’indice Pmi servizi, che si attesta a 48,6 punti, dai 48,8 di febbraio, segnando l’ottavo mese consecutivo di contrazione. Le attese erano invece per un rialzo a 49 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa sale con fiducia ripresa, corrono Edf e Amundi
Bene Londra con avvio vaccini Moderna. Attesa per minute Fed
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
10:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee in cauto rialzo, con Londra che allunga il passo nel giorno in cui iniziano le vaccinazioni con il siero di Moderna in Gran Bretagna. Il Ftse 100 sale dello 0,9%, staccando Francoforte (+0,1%), Parigi (+0,3%) e Milano (+0,2%).

L’indice Stoxx 600 ritocca i massimi pre-covid segnati ieri, in scia all’ottimismo sulla ripresa economica globale, alimentato dalle previsioni dell’Fmi, e dalla fiducia nel prolungato sostegno di banche centrali e governi, sostegno di cui si cercheranno conferme nelle minute della Fed che verranno pubblicate stasera. In questa direzione vanno anche i dati pmi sui servizi a marzo, migliori delle attese nell’Eurozona, in Francia e in Germania.
A Parigi si mette in luce Edf (+6,7%), spinta dalle indiscrezioni su un piano da 10 miliardi di euro dello Stato francese per acquistare le minoranze del colosso elettrico. Bene Amundi (+3%) dopo l’accordo per acquistare Lyxor. Poco mossa Ryanair che prevede una perdita fino a 850 milioni nel 2020-21 e un esercizio in pareggio quest’anno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Istat, quasi metà imprese strutturalmente a rischio
Solo 11% risulta solido. Valore aggiunto industria -11%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
11:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Una “mappa della solidità” delle imprese indica che “circa il 45% di esse è strutturalmente a rischio: esposte a una crisi esogena, subirebbero conseguenze tali da metterne a repentaglio l’operatività”. Queste imprese sono “numerose” nei settori a basso contenuto tecnologico e di conoscenza.
All’opposto, “solo l’11% risulta solido, ma spiega quasi la metà dell’occupazione e oltre due terzi del valore aggiunto complessivi”. È quanto emerge dal Rapporto 2021 sulla competitività dei settori produttivi reso noto dall’Istat.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: governo-parti sociali, sì al protocollo in luoghi di lavoro
Punti straordinari per lavoratori. Aggiornato testo sulla sicurezza
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
11:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sottoscritto, al tavolo tra governo e parti sociali, il Protocollo nazionale per la realizzazione dei piani aziendali finalizzati all’attivazione di punti straordinari di vaccinazione anti Covid nei luoghi di lavoro. E iI Protocollo di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del Covid negli ambienti di lavoro, che aggiorna i precedenti accordi sulla salute e sicurezza tenendo conto di quelli del 14 marzo e 24 aprile 2020.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Possono così prendere il via le vaccinazioni nei luoghi di lavoro, con il supporto dei medici aziendali e della rete Inail, rivolte ai lavoratori. L’adesione è volontaria.
Per quanto riguarda il Protocollo nazionale per la realizzazione dei piani aziendali finalizzati all’attivazione di punti straordinari di vaccinazione anti Covid nei luoghi di lavoro, l’iniziativa è rivolta ai lavoratori, a prescindere dalla tipologia contrattuale con cui prestano attività nell’azienda, e ai datori di lavoro.
I datori di lavoro, singolarmente o in forma aggregata e indipendentemente dal numero di lavoratrici e lavoratori occupati, secondo il testo, con il supporto o il coordinamento delle Associazioni di categoria di riferimento, possono manifestare la disponibilità ad attuare piani aziendali per la predisposizione di punti straordinari di vaccinazione anti Covid nei luoghi di lavoro destinati alla somministrazione in favore delle lavoratrici e dei lavoratori che ne abbiano fatto volontariamente richiesta. I datori di lavoro che non sono tenuti alla nomina del medico competente o non possano fare ricorso a strutture sanitarie private, possono avvalersi delle strutture sanitarie dell’Inail.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I costi per la realizzazione e la gestione dei piani aziendali, inclusi i costi per la somministrazione, sono a carico del datore di lavoro, mentre la fornitura dei vaccini, dei dispositivi per la somministrazione (siringhe, aghi) e la messa a disposizione degli strumenti formativi previsti e degli strumenti per la registrazione delle vaccinazioni eseguite è a carico dei Servizi sanitari regionali.
Se la vaccinazione viene eseguita in orario di lavoro, il tempo necessario è equiparato all’orario di lavoro.
Nel testo si richiama il recente decreto Covid con cui è stata esclusa espressamente la responsabilità penale degli operatori sanitari per eventi avversi nelle ipotesi di uso conforme del vaccino.
Per quanto riguarda, invece, l’aggiornamento del Protocollo sulla sicurezza, confermando le misure per contrastare il diffondersi del virus, dalle mascherine al distanziamento fino alla sanificazione periodica, nel testo si raccomanda “il massimo utilizzo, ove possibile, della modalità di lavoro agile o da remoto” da parte dei datori di lavoro privati. Raccomanda inoltre, per le attività produttive, che siano limitati al massimo gli spostamenti all’interno dei siti e contingentato l’accesso agli spazi comuni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tra i punti aggiunti, quello sulla riammissione al lavoro dopo l’infezione che “avverrà secondo le modalità previste dalla normativa vigente (circolare del Ministero della salute del 12 ottobre 2020 ed eventuali successive istruzioni). I lavoratori positivi oltre il ventunesimo giorno saranno riammessi al lavoro solo dopo la negativizzazione del tampone molecolare o antigenico effettuato in struttura accreditata o autorizzata dal servizio sanitario”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Corte Conti:crediti Stato sovrastimati e dubbia esigibilità
Ogni anno riscossi solo 7/8 mld su 160/170 indicati
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
11:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I crediti dello Stato effettivamente riscossi ogni anno sono solo una piccola parte di quelli ritenuti esigibili. E’ quanto scrive la Corte dei Conti che sottolinea come “ogni anno, dei 160/170 miliardi di euro circa (di cui 60/70 in conto competenza) che vengono mediamente considerati di riscossione certa, in concreto ne vengono effettivamente riscossi 7/8 miliardi”.
“Non risultando quindi sufficientemente dimostrati i criteri di costruzione delle stime effettuate o comunque delle annotazioni contabili relative alle somme ritenute di riscossione certa”.   POLITICA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tim: Agcom sceglie Orlandi come presidente Organo Vigilanza
Compito monitorare parità trattamento accesso infrastrutture
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
11:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gianni Orlandi è il nuovo presidente dell’Organo di Vigilanza indipendente istituito dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni con l’obiettivo di monitorare e verificare che tutti gli operatori di telecomunicazioni abbiano la parità di trattamento nell’accesso alle infrastrutture di rete di Tim.
Il Presidente è scelto dall’Agcom, che designa in tutto tre membri mentre gli altri due sono scelti da Tim: Francesco Sclafani, Maurizio Mensi, Fabio Di Marco e Giovanni Amendola.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gianni Orlandi, ricorda una nota, è professore ordinario di Elettrotecnica presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione, Elettronica e Telecomunicazioni della Facoltà di Ingegneria dell’Università Sapienza di Roma, partecipa al Consiglio Scientifico della Fondazione Roma Sapienza. “Favorire una rapida digitalizzazione è fondamentale per accelerare la crescita economica del Paese. Con questo obiettivo l’Organo di Vigilanza assicura a tutti gli operatori del mercato l’accesso alla rete TIM alle stesse condizioni, tutelando in tal modo gli investimenti e gli utenti finali – ha dichiarato il Presidente Gianni Orlandi -. Il ruolo strategico delle infrastrutture di rete ultrabroadband è stato dimostrato con forza dagli avvenimenti dell’ultimo anno, grazie alla possibilità di lavorare e studiare a distanza e accedere online ai servizi della pubblica amministrazione. Ringrazio l’Avvocato Francesco Sclafani che prima di me ha guidato l’Organo di Vigilanza e lo ha preparato a cogliere le sfide che nei prossimi mesi ci aspettano”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pmi composito Eurozona sale a marzo a 53,2, oltre le stime
Pmi servizi a 49,6 punti, dai 45,7 di febbraio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
11:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’indice Pmi composito dell’Eurozona è salito a marzo oltre le attese a 53,2 punti, dai 48,8 di febbraio. Gli analisti avevano previsto che si fermasse a 52,5 (come la stima flash).
Lo riporta l’agenzia Bloomberg, che evidenzia come si tratti della lettura più alta dal luglio 2020.
In crescita anche l’indice Pmi servizi, salito a 49,6 punti dai 45,7 di febbraio, oltre le stime degli analisti (48,8) e ai livelli più alti da agosto 2020. In Germania l’indice Pmi composito è salito a marzo a 57,3 (56,8 la lettura preliminare), dai 51,1 di febbraio, segnando il livello più alto dal febbraio 2018. In crescita anche l’indice Pmi servizi, salito a 51,5, da 50,8 della stima flash e 45,7 punti di febbraio.
In Francia l’indice Pmi composito aumenta a 50 (49,5 la stima flash) dai 47 punti di febbraio. Il Pmi servizi sale a 48,2 da 45,6 di febbraio (la stima flash era di 47,8).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tlc:Data4 punta 350 milioni su crescita datacenter in Italia
Nuovo finanziamento bancario da 620 milioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
12:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Data4, uno dei principali operatori e investitori francesi ed europei nel mercato dei data center, ha annunciato oggi un finanziamento bancario record pari a 620 milioni di euro che porta a quasi 1 miliardo la sua ‘potenza di fuoco’ per crescere in Europa e sull’Italia, dove ha già un sito a Cornaredo (Milano), punta 350 milioni. Il gruppo punta in 5 anni a raddoppiare il suo fatturato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il finanziamento appena ottenuto risulta particolarmente importante per il posizionamento di Data4 in Italia, in quanto ci consente di rispondere al trend positivo di sviluppo del mercato a cui stiamo assistendo” sottolinea il Country Manager di DATA4 Services Italy, Davide Suppia. “Di fronte alla crescente digitalizzazione del Paese, il finanziamento ci consente di portare il piano di investimenti in Italia a 350 milioni di euro (parliamo di ulteriori 100 milioni di euro che si vanno aggiungere ai 250 stanziati) – precisa Suppia – entro il 2024 saranno operativi 10 Datacenter, 5 di questi oggi sono già occupati con clienti attivi, mentre il sesto è fase di test e sarà pronto nel mese di luglio. A febbraio 2022 ci sarà poi l’apertura di un altro Data Center”.
Il finanziamento di 620 milioni di euro è stato erogato da tre banche, Deutsche Bank, Société Générale e SMBC, che sono joint-arranger, bookrunner e underwriter di questa transazione.
L’operazione, ricorda una nota, è una componente chiave della strategia 2020-2024 annunciata, a maggio 2020, dal Gruppo che tra gli altri finanziatori è supportato anche da AXA IM – Real Assets. Con le risorse aggiuntive prevede di incrementare la capacità di potenza del campus di Marcoussis da 100MW a 200MW, rendendolo il più potente campus di data center in Europa, e di aumentare significativamente il numero di data center nei campus esistenti in Italia e Spagna ed espandersi in Germania, Europa centrale e Scandinavia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa incerta ma ancorata ai massimi, Milano -0,2%
Male Moncler, bene Nexi. A Parigi vola Edf, bene Amundi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
12:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue senza particolari spunti la seduta dei listini europei, che oscillano attorno alla parità e si mantengono in prossimità dei massimi pre-covid. Milano cede lo 0,2%, Francoforte lo 0,1%, Parigi avanza dello 0,04% mentre Londra è in rialzo dello 0,6%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In lieve rialzo anche i future su Wall Street.
A sostenere i listini sono le attese per una ripresa dell’economia, alimentate dalle previsioni dell’Fmi e la politica ultraespansiva di governi e banche centrali, di cui si cercheranno conferme stasera nelle minute della Fed. Indicazioni positive sono arrivate anche dai dati sugli indici pmi dell’Eurozona, migliori delle attese.
Pesano sul listino milanese i cali di Moncler (-1,7%), Interpump (-1,5%) e Prysmian (-1,4%) e Ferrari (-1,2%). Deboli anche Stm (-0,9%) e Banco Bpm (-0,9%). Dall’altra parte del listino si mettono in luce Nexi (+3%), A2A e Leonardo (+1,3%) e Tim (+1,1%) mentre Unieuro corre del 3,1% dopo l’ingresso di Iliad. In Europa vanno bene le utilities e le tlc (+0,7% gli indici di settore Dj Stoxx) mentre soffrono i farmaceutici (-0,6%). Vola Edf (+9,7%), in scia la programma del governo francese di delistare il gruppo, e Amundi (+2,6%) dopo l’acquisto di Lyxor.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Landini, blocco dei licenziamenti fino ad ottobre per tutti
No al condono fiscale, chi paga le tasse non è cittadino serie B
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
12:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sulla questione del lavoro “chiediamo che ci sia un intervento sul blocco dei licenziamenti: è necessario avere una data unica” e quindi “portare dal 30 giugno al 31 ottobre” lo stop per tutti. “E’ importante, siamo ancora dentro l’emergenza”.
Così il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, in audizione sul decreto sostegni presso le commissioni riunite Bilancio e Finanze del Senato.
“Contemporaneamente è aperto il confronto sulla riforma degli ammortizzatori sociali. Avere questo periodo che evita di aprire la strada ai licenziamenti credo sia un tema importante”, ha rimarcato Landini.
Il segretario generale della Cgil ha inoltre ribadito che “non ci convince il condono fiscale: esiste il problema del cosiddetto magazzino ma un conto è cancellare ciò che è realmente irrecuperabile, altro è arrivare a forme che assumono carattere di condono fiscale.
Lotta all’evasione ed una vera e propria riforma del fisco sono l’esigenza che poniamo, il tema che deve essere aperto: non può essere che chi paga le tasse debba sentirsi un cittadino di serie B o poco furbo”, ha detto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
P.a: per 1 bando 48 riferimenti legge, 33 decreti
Studio Fpa, Forum DD, Movimenta
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
12:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ben 48 riferimenti legislativi, 13 Decreti legislativi, 8 Decreti legge, 7 Leggi, 4 Decreti del Presidente della Repubblica, 4 Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, 4 Decreti Ministeriali, 1 regolamento europeo, 1 contratto collettivo e 6 adempimenti dell’Ente che istituisce il Concorso, oltre alle Linee guida per il piano di fabbisogno di personale e la direttiva del Ministro della PA sui concorsi. È questo il dedalo normativo di un bando “tipo” del Dipartimento della Funzione pubblica secondo i calcoli contenuti nel Il “fattore umano”, il Vademecum presentato da FPA, Forum Disuguaglianze e Diversità Movimenta.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fmi: tasse su ricchi e su redditi alti per aiutare la ripresa e pagare i conti covid
Ridurrebbero disuguaglianze. Georgieva: ‘c’è luce in fondo al tunnel, ma rischio cicatrici’. Il direttore generale Fmi sottolinea che il clima ‘è la priorità per il G20 e il G7′.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
07 aprile 2021
14:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I governi dovrebbero considerare tasse più alte sui ricchi per pagare i conti del Covid. Lo afferma il Fmi, secondo il quale i paesi dovrebbero considerare “un contributo temporaneo alla ripresa dal Covid” da far pagare ai redditi più alti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Questo aiuterebbe a ridurre le disuguaglianze e “aumenterebbe la probabilità di una mobilità intergenerazionale” considerato che i giovani sono quelli che stanno pagando il prezzo più alto del Covid.

“C’è una luce in fondo al tunnel. Dopo la peggiore recessione dalla Seconda Guerra Mondiale, la ripresa è in corso”. Ma “anche se c’è una luce, la crisi continua a gettare ombre”, quali una ripresa “pericolosamente” a più velocità, un’elevata incertezza e il rischio di cicatrici economiche, afferma il direttore generale del Fmi, Kristalina Georgieva, invitando i governi ad agire per concedere a tutti una possibilità.

I governi dovrebbero spingere sugli investimenti pubblici “per assicurare che tutti possano beneficiare della storica trasformazione delle economie. Per sbloccare questo potenziale i paesi avranno bisogno di spendere in modo efficiente e di aver sufficienti entrate fiscali. In molti casi questo significherà una tassazione progressiva e un accordo internazionale su temi come la minimum tax per le aziende”, dice Kristalina Georgieva.

“Il 2021 ha il potenziale di essere l’anno dell’azione sul clima. E’ una priorità per il G20 e per il G7”, sottolina Georgieva.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in calo (-0,6%), male le banche e i petroliferi
Industria in ordine sparso. Giù Moncler, corre Nexi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
15:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ha girato in rosso a metà giornata Piazza Affari (-0,6%), dopo una mattinata in cui i dati Istat hanno fornito una mappa delle imprese italiane secondo cui il 45% è strutturalmente a rischio, e mentre continua la lotta alla pandemia in tutto il mondo, con la pronuncia dell’Ema su eventuali restrizioni per l’uso di AstraZeneca.
A Milano pesante il lusso con Moncler (-2,3%), in ordine sparso l’industria, con perdite per Cnh (-1,8%), Interpump (-1,7%) e Prysmian (-1,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In controtendenza Leonardo (+0,9%) e Buzzi (+0,5%). Debole Atlantia (-0,06%). Male i petroliferi, da Tenaris (-1,5%), Saipem (-0,6%) e Eni (-0,4%), pur col greggio in rialzo (wti +0,5%) a 59,6 dollari al barile. Pessimiste le banche, nonostante lo spread stabile, che fa segnare 100,9 punti, con il rendimento del decennale italiano allo 0,68%.
Peggio Mps (-1,6%), Banco Bpm (-1,4%), Unicredit (-1,1%), Bper (-0,9%) e Intesa (-0,7%). Bene invece Fineco (+0,5%). In rosso le auto, da Ferrari (-1,5%) a Stellantis (-0,9%). Tra i farmaceutici patisce soprattutto Diasorin (-1,2%), meno Recordati (-0,8%).
In cima al listino principale Nexi (+2,8%) e va bene Tim (+1%). In positivo anche A2a (+0,8%) e Enel (+0,4%). Fuori dal listino principale vola il produttore di scaffalature Rosss (+18,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a New York a 59,85 dollari
Quotazione cresce dello 0,88%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
07 aprile 2021
15:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio è in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dello 0,88% a 59,85 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps: nel 2020 usate solo 40% ore cig autorizzate
Civ presenta Rendiconto sociale, dati su cig ordinaria e deroga
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
15:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2020 sono stati autorizzati quasi tre miliardi di ore di cassa integrazione tra quella ordinaria e quella in deroga con un indice di tiraggio complessivo (l’utilizzo effettivo delle ore chieste) del 40%. Lo si legge nel Pre-Rendiconto sociale dell’Inps sul 2020 presentato oggi dal Civ che non tiene conto delle ore autorizzate dai Fondi di solidarietà.
Nel complesso sono stati autorizzati 1,98 miliardi di ore di cassa integrazione ordinaria con un utilizzo inferiore a 700 milioni e un tiraggio del 35% e quasi 981 milioni di ore di cassa in deroga con un utilizzo di 494 milioni e un tiraggio del 50%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre debole, Dj -0,06%, Nasdaq -0,16%
S 500 sale dello 0,09%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
07 aprile 2021
15:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre debole. Il Dow Jones perde lo 0,06% a 33.405,82 punti, il Nasdaq cede lo 0,16% a 13.675,66 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,09% a 4.076,77 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa debole con Wall Street aperta sotto tono
In ordine sparso banche e farmaceutici, negative le auto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
16:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Incerte le principali Borse europee con l’apertura sotto tono di Wall Street, in una giornata in cui gli indici Pmi dei principali Paesi europei di marzo che vanno bene, ma meno delle previsioni, mentre sono oltre le aspettative quello complessivo dell’Eurozona e quello del Regno Unito. In primo piano resta la lotta alla pandemia da Covid 19, con la rincorsa ai vaccini e la Gran Bretagna che va verso una serie di aperture.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La migliore è Londra (+0,9%), con l’indice Pmi , seguita da Parigi (+0,04%), mentre sono in rosso Madrid (-0,4%) e Francoforte (-0,2%). Sulla stessa linea Milano (-0,2%), con lo spread salito di qualche decimale, a 101,1 punti e il rendimento del decennale italiano allo 0,69%.
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, perde lo 0,3%, sotto il peso soprattutto del comparto salute, dei ben voluttuari e dell’industria. In ordine sparso i farmaceutici, con perdite significative per alcuni, come Novartis (-1,6%) e Roche (-1%), con guadagni invece per altri come Glaxo (+0,8%) e Ipsen (+1,9%). Male le auto, in particolare Volkswagen (-1,9%).
Positive molte banche, a iniziare da Danske (+2%), Barclays e Lloyds (+1,4%), negative altrettante, da Unicredit (-0,7%) a Banco Bilbao (-0,5%). Tra le compagnie aeree bene soprattutto Deutsche Lufthansa (+2,9%). A più velocità i petroliferi, con rialzi per Bp (+2%) e ribassi per altri come Equinor (-0,9%), col greggio in calo (wti -0,3%) a 59,1 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street sale, Dj +0,09%, Nasdaq +0,20%
S 500 avanza dello 0,19%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
07 aprile 2021
16:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street gira in positivo. Il Dow Jones sale dello 0,09% a 33.463,13 punti, il Nasdaq avanza dello 0,20% a 13.725,81 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,19% a 4.081,55 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: Giovannini, trattativa Governo-Ue non è in stallo
Al lavoro per creare vettore competitivo e salvaguardare posti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
16:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La trattativa” tra il governo e la commissione Ue su Alitalia “non è in stallo”. Lo ha detto il ministro delle infrastrutture e mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, al question time alla Camera, spiegando che “il governo sta ponendo in essere tutte le iniziative necessarie affinché il nuovo vettore aereo nazionale sia in grado di rispondere alla domanda di trasporto, ma anche di competere con gli altri operatori del settore, salvaguardando al massimo i livelli occupazionali”.

Circa gli slot, in base alla disciplina di settore, “possono essere trasferiti nel caso di acquisizione totale o parziale, quando le bande orarie sono direttamente connesse con il vettore aereo acquisito”, ha spiegato ancora il ministro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Eataly: chiusura definitiva store Bari e Forlì
Azienda, piani sviluppo confermati. In tutto 80 i dipendenti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
07 aprile 2021
17:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Eataly chiude definitivamente gli store di Bari e Forlì. I due negozi, che hanno complessivamente 80 dipendenti, non riapriranno neppure quando l’emergenza sanitaria sarà finita.
“La decisione è maturata su fattori di contingenza locale aggravati dalla pandemia. I piani di sviluppo di Eataly restano confermati. Bari e Forlì sono gli unici negozi che non verranno riaperti, e la priorità oggi riguarda la situazione del personale e lavorare con le organizzazioni sindacali in modo fattivo e collaborativo per ridurre gli impatti di stabilità reddituale sul personale dei due negozi”, spiega l’azienda in una breve nota.
Il punto vendita di Bari era stato aperto nel 2013 nell’area della Fiera del Levante, quello di Forlì nel 2014 in un palazzo storico della città come una costola dell’azienda principale, Romagna Eataly, proprietà al 50% di Farinetti e il restante della famiglia Silvestrini, fondatori di Unieuro.
La Filcams Cgil parla di “doccia fredda” e chiede che sia tutela l’occupazione.   PIEMONTE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano piatta (+0,02%), corre Nexi, male Moncler
Sofferente la maggioranza delle banche, giù i petroliferi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
17:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piatta la Borsa di Milano verso il tardo pomeriggio (+0,02%), mentre la pandemia e la corsa ai vaccini tengono banco, in un pomeriggio in cui l’Ema si è pronunciata su AstraZeneca con i benefici che vengono ritenuti superiori ai possibili effetti collaterali. A Piazza Affari corre Nexi e vanno bene Azimut (+2,1%) e nell’industria Leonardo (+1,4%) e Buzzi (+1%), al contrario di Prysmian (-1,2%).
In forma Tim (+1%) e A2a (+1,1%). In fondo al listino principale il lusso con Moncler (-2%) e trai farmaceutici Diasorin (-1,7%).
Soffre la maggioranza delle banche, a iniziare da Banco Bpm (-0,7%), Bper (-0,3%) e Unicredit (-0,2%), mentre sono in positivo Intesa (+0,2%) e soprattutto Fineco (+1,3%). Spread stabile, a 100,8 punti, con rendimento del decennale italiano allo 0,69%. Male i petroliferi, da Tenaris (-1,2%) a Saipem (-0,3%), ma va meglio Eni (+0,2%), col greggio in calo (wti -0,9%) a 58,7 dollari al barile. Tra le auto male Ferrari (-0,8%), piatta Stellantis (+0,03%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
G20, Franco: ‘l’incertezza è alta, non ritirare gli aiuti’. La crescita dell’Italia accelererà nel 2021
Il governatore di Bankitalia Visco: ‘da ritiro prematuro rischi significativi’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
17:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Dopo la contrazione economica del 2020 le prospettive globali sono migliorate grazie ai vaccini e alle politiche messe in atto, ma la ripresa è offuscata dall’incertezza, e disomogenea. Il G20 ha rinnovato l’impegno a evitare qualsiasi ritiro prematuro delle misure di sostegno” e ribadito “la volontà di usare tutti gli strumenti disponibili, per il tempo necessario, per proteggere posti di lavoro e redditi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha detto il ministro dell’Economia Daniele Franco durante la conferenza stampa al termine della riunione dei ministri delle Finanze e Governatori del G20.

DI fronte alle necessità di liquidità di diversi Paesi e alle difficoltà della pandemia, “il G20 ha chiesto al Fondo monetario internazionale di avanzare una proposta per l’allocazione di nuovi diritti speciali di prelievo per 650 miliardi di dollari, in modo da soddisfare la necessitò di riserve supplementari”. Lo ha detto il ministro dell’Economia Daniele Franco durante la conferenza stampa al termine della riunione dei ministri delle Finanze e Governatori del G20.

Per l’economia italiana, dopo un primo trimestre in negativo, “ci aspettiamo una ripresa nel secondo, che dovrebbe via via accentuarsi nel terzo e quarto trimestre”. Lo ha detto il ministro dell’Economia Daniele Franco durante la conferenza stampa al termine della riunione dei ministri delle Finanze e Governatori del G20. “Nelle prossime settimane – ha spiegato – completeremo il Def con nuovi obiettivi di finanza pubblica, nel farlo chiederemo al Parlamento un nuovo scostamento di bilancio che sarà usato per un nuovo decreto volto a dare ulteriore sostegno all’economia e ai cittadini, che verrà definito nelle prossime settimane”.

La riunione del G20 ha sottolineato “rischi significativi” che deriverebbero da un ritiro prematuro degli aiuti alle economie, e i ministri e Governatori sono concordi nel ritenere che le misure di sostegno andranno ridotte, o eliminate, “in modo graduale, per minimizzare i rischi”. Ha detto il Governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in ordine sparso,bene banche e petroliferi
Farmaceutici in ordine sparso, auto in calo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
17:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Andamento in ordine sparso per le principali Borse europee nel tardo pomeriggio, mentre è in corso il secondo meeting del G20 dei ministri delle finanze e dei governatori delle banche centrali, da cui arrivano appelli a non ritirare che gradualmente gli aiuti economici messi in campo per la pandemia, intanto il Fiscal Monitor del Fmi ha aggiornato in meglio le previsioni di crescita globale. Sullo sfondo anche lo spettro di un boicottaggio Usa per le Olimpiadi invernali di Pechino 2022.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quanto alla corsa ai vaccini contro il Covid 19, è arrivata la pronuncia dell’Ema su AstraZeneca (-1%), che ritiene i benefici superiori agli effetti collaterali, pur annunciando un aggiornamento del bugiardino, mentre molti Paesi ne stanno invece limitando comunque l’utilizzo. In allerta l’oro (+0,2%) a 1.742 dollari l’oncia. La migliore è Londra (+1%), seguita da Parigi (+0,2%) e Milano (+0,06%), con dietro Francoforte (-0,05%) e Madrid (-0,3%).
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, perde lo 0,1%), sotto il peso del comparto salute e dell’industria, mentre vanno bene investimenti immobiliari e energia. In positivo la maggioranza delle banche, a iniziare da Lloyds e Barclays (+1,8%), Hsbc (+1,6%) e altre del Nordeuropa, con eccezioni come Banco Bpm (-0,7%) e Unicredit (-0,3%). In rialzo molti petroliferi, soprattutto Bp (+2,3%), ma anche Koninklijke (+0,7%), mentre sono in controtendenza alcuni come Equinor (-0,9%) e Aker (-0,8%), col greggio in calo (wti -0,6%) a 59 dollari al barile. In rosso quasi tutte le auto, in particolare Volkswagen (-1,9%) e Renault (-1,4%), con eccezione Daimler (+0,2%). A più velocità i farmaceutici, con guadagni per qualcuno, da Ipsen (+2,4%) a Vifor (+1,2%), e perdite per altri, come Novartis (-1,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude debole (-0,08%)
Il Ftse Mib a 24.740 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 aprile 2021
17:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura debole per Piazza Affari.
Il Ftse Mib ha perso lo 0,08% a 24.740 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in rosso tranne Londra (+0,9%)
Madrid (-0,4%), Francoforte (-0,2%)%), Parigi (-0,01%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
17:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rosso, tranne che per Londra (+0,91%) a 6.885 punti, per le principali Borse europee.
La peggiore è stata Madrid (-0,43%) a 8.597 punti, seguita da Francoforte (-0,24%) a 15.176 punti e Parigi (-0,01%) a 6.130 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
G20: Visco, ci saranno insolvenze e Npl ma c’è fiducia
Aiuti diventeranno più selettivi.Le banche oggi meglio preparate
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
18:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quando le misure di sostegno all’economia, a livello globale, saranno gradualmente rimosse “ci sarà sicuramente un aumento delle insolvenze, non c’è dubbio” e la cosa migliore che possono fare le autorità è “cercare di essere efficaci nell’aiutare le imprese sane a superare questa transizione”.
Lo ha detto il Governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, nella conferenza stampa al termine del G20 dei ministri delle finanze e governatori.
“Stiamo monitorando – ha spiegato Visco – si andrà verso un approccio più selettivo e alla fine ci sarà un aumento dei crediti deteriorati e delle insolvenze, ma siamo entrati in questa crisi in migliori condizioni, a livello globale, europeo e italiano, rispetto alla passata crisi finanziaria: siamo fiduciosi che supereremo questo periodo molto meglio di quanto avvenuto in passato”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund: chiude in rialzo a 101,6 punti
Rendimento del decennale italiano allo 0,69%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
18:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rialzo a 101,6 punti per il differenziale tra Btp e Bund, rispetto ai 100,7 punti della chiusura del giorno precedente. Nella giornata ha toccato un minimo di 99,7 punti, a circa un’ora dall’apertura e un massimo di 102,05 punti poco prima della chiusura.

Il rendimento del decennale italiano risulta allo 0,69%, in linea con la chiusura di martedì. Durante la seduta intanto ha toccato un minimo dello 0,66% circa un’ora dopo l’apertura e un massimo dello 0,70% poco prima della chiusura.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mps: Profumo-Viola,abbiamo tirato fuori non creato il marcio
Arrivati su invito di Bankitalia. Chiederemo revisione radicale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
18:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Non siamo stati noi a creare il ‘marcio’ nel Montepaschi. Noi quel marcio l’abbiamo tirato fuori, scoprendo il ‘mandate agreement’ segreto che regolava i rapporti tra Mps e Nomura”.
E’ quanto affermano l’ex presidente di Mps Alessandro Profumo e l’ex Ad, Fabrizio Viola a commento delle motivazioni della sentenza di condanna da parte del Tribunale di Milano annunciando che in appello “chiederemo la revisione radicale della sentenza di primo grado”.
Profumo e Viola, che ricordano di aver fatto loro luce su i derivati Alexandria e Santorini, in una lunga nota raccontano: “nel 2012, su invito della Banca d’Italia, abbiamo assunto l’incarico di presidente (Profumo) e di amministratore delegato (Viola) di Mps. Il quadro macroeconomico era difficilissimo, per la crisi del rischio Italia, e la situazione della banca disperata. Quindi è stata una scelta fatta per spirito di servizio e non certo per convenienza personale. In particolare, Profumo ha rinunciato al compenso per il suo incarico di presidente”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano sotto tono (-0,08%), giù le banche, corre Nexi
Male petroliferi e auto, industria a più velocità. Perde Moncler
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
18:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta chiusa con debolezza a Piazza Affari (-0,08%), in una giornata in cui l’Istat ha presentato una mappa in cui risulta che circa il 45% delle imprese italiane sia strutturalmente a rischio, intanto il Pmi di marzo è risultato in crescita, ma meno delle attese. Dal G20 dei ministri delle finanze e dei governatori delle banche centrali intanto il ministro dell’Economia, Daniele Franco, ha espresso l’attesa per un’accelerazione della crescita nel 2021 e il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, ha parlato di un ritiro graduale degli aiuti e di fiducia, nonostante la consapevolezza che ci saranno npl e insolvenze.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sul fronte pandemia, dall’Ema è arrivato un parere che sottolinea i benefici del vaccino AstraZeneca più dei rischi, pur annunciando modifiche al bugiardino e alcuni avvisi in merito. In leggero rialzo l’oro (+0,2%) a 1.741 dollari l’oncia a sera.
Non hanno brillato le banche, con cali per Mps (-1,4%), Banco Bpm (-0,8%), Unicredit (-0,5%), Bper (-0,4%) e Intesa (-0,1%), mentre lo spread è lievemente salito, fermandosi a 101,6 punti.
Peggiore del listino principale Moncler (-2,6%) per il lusso e sono andati male Inwit (-1,8%) e tra i farmaceutici Diasorin (-1,6%). In calo i petroliferi, da Tenaris (-1,5%) a Saipem (-0,5%) e Eni (-0,1%), col greggio in forte discesa a sera (wti -1,9%) a 58,1 dollari al barile. Deboli le auto, da Ferrari (-0,5%) a Stellantis (-0,01%). In ordine sparso l’industria, con guadagni per Leonardo e Buzzi (+1% entrambi), non per Cnh (-1,4%) e Prysmian (-1,2%).
Balzo di Nexi (+3,5%), in linea con i competitor, come Worldline (+2,3%) a Parigi, mentre un report di Oddo sostiene che la prospettiva delle riaperture degli esercizi commerciali dovrebbero via via favorire le paytech. Bene Azimut (+1,5%), A2a (+1,2%) tra le utility e Tim (+0,8%). Fuori dal listino principale netto sprint delle scaffalature di Rosss (+17,6%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in rialzo a New York, a 59,77 dollari
Crescita dello 0,7%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
07 aprile 2021
20:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dello 0,7% a 59,77 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mps, Tribunale: ‘da Profumo e Viola inganno per i profitti della banca’
I giudici Milano: ‘l’organismo di vigilanza ha omesso i controlli e ha assistito inerte agli accadimenti’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2021
19:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ “ravvisabile un’intenzione d’inganno (…), giacché tale era il fine che animava il nuovo management, ossia rassicurare il mercato in vista dell’incetta di denari che si sarebbe da lì a poco perpetrata con gli aumenti di capitale”. Lo si legge nelle motivazioni della sentenza con cui lo scorso ottobre il Tribunale di Milano ha condannato a 6 anni Alessandro Profumo e Fabrizio Viola imputati come ex presidente ed ex ad di Mps.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per i giudici “sussiste” pure un “ingiusto profitto, principalmente in favore della banca stessa, parsa navigare in migliori acque grazie al falso, che ne ha accresciuto la percezione di affidabilità”
“L’organismo di vigilanza ha assistito inerte agli accadimenti, limitandosi a insignificanti prese d’atto, nella vorticosa spirale degli eventi (dalle allarmanti notizie di stampa sino alla débâcle giudiziaria) che un più accorto esercizio delle funzioni di controllo avrebbe certamente scongiurato”. Lo si legge nelle motivazioni con cui il Tribunale di Milano lo scorso ottobre ha condannato a 6 anni Alessandro Profumo e Fabrizio Viola imputati come ex presidente ed ex ad di Mps. Per i giudici “l’organismo di vigilanza – pur munito di penetranti poteri di iniziativa e controllo (…) ha sostanzialmente omesso i dovuti accertamenti”.

“Non entriamo nel merito delle motivazioni della sentenza, che sono oggetto di approfondimenti da parte dei nostri legali, in vista del ricorso in Corte d’Appello, nel quale chiederemo la revisione radicale della sentenza di primo grado”. E’ quanto affermano l’ex presidente di Mps Alessandro Profumo e l’ex ad Fabrizio Viola in un commento congiunto alle motivazioni della sentenza di condanna in primo grado da parte del Tribunale di Milano. “Nel 2012, su invito della Banca d’Italia, abbiamo assunto l’incarico di presidente (Profumo) e di amministratore delegato (Viola) di Mps.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il quadro macroeconomico era difficilissimo, per la crisi del rischio Italia, e la situazione della banca disperata. Quindi è stata una scelta fatta per spirito di servizio e non certo per convenienza personale. In particolare, Profumo ha rinunciato al compenso per il suo incarico di presidente”. E’ quanto affermano Alessandro Profumo e Fabrizio Viola commentando le motivazioni della sentenza del tribunale di Milano. “In questo contesto -dicono- abbiamo garantito la sopravvivenza di Montepaschi”.

“Vorremmo soffermarci ora sulle famigerate Alexandria e Santorini, il cui danno prodotto alla banca abbiamo fatto venire alla luce noi, non altri. Come è noto, la condanna a 6 anni discende dalla nostra scelta di adottare, per le due operazioni, il criterio di contabilizzazione “a saldi aperti”. Ciò in continuità con le precedenti modalità di contabilizzazione e d’intesa con le autorità di vigilanza e controllo”. E’ quanto affermano l’ex presidente Alessandro Profumo e l’ex Ad di Mps, Fabrizio Viola sulle motivazioni della sentenza del tribunale di Milano. “È appena il caso di ricordare – aggiungono – che una pena tanto severa mette di fatto sullo stesso piano noi, ovvero chi ha adottato un criterio contabile oggi in discussione ma non allora, e coloro che hanno distrutto quello che era il terzo gruppo bancario italiano, condannati a poco più di 7 anni”.