Cronaca tutte le notizie. Sono sempre tutte complete ed aggiornate, solo da leggere e condividere!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 145 minuti

Ultimo aggiornamento 30 Settembre, 2021, 21:25:04 di Maurizio Barra

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 07:44 DI LUNEDÌ 27 SETTEMBRE 2021

ALLE 21:25 DI GIOVEDÌ 30 SETTEMBRE 2021

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Sicilia: Miccichè, scelta Governatore a partito con più consensi
Leader Fi frena su annunci Salvini e su aut aut Musumeci a Lega
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
27 settembre 2021
07:44
AGGIORNATO ALLE
11:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il leader di Forza Italia in Sicilia Gianfranco Micciche interviene sulle fibrillazioni all’interno del centrodestra nell’isola. “Lasciamo che la scelta tocchi al partito che uscirà con maggiori consensi dalle amministrative” dice Miccichè in un’intervista al Giornale di Sicilia e alla Gazzetta del Sud dopo le dichiarazioni di Matteo Salvini, che ha annunciato di volere candidare a governatore il segretario regionale del suo partito Nino Minardo e la secca replica del Presidente Nello Musumeci: “La lega decida se stare dentro o fuori”.
“A Roma si discute della possibilità di affidare al partito con più consensi l’onere di indicare il candidato premier – argomenta il presidente dell’Ars -. E’ un metodo che mi piace, applichiamolo anche in Sicilia”. L’esponente azzurro invita gli alleati ad evitare fughe in avanti: “Intanto lasciamo lavorare Musumeci. Anche perchè, fin quando non ci sarà una valutazione negativa da parte della coalizione il candidato in pectore è lui. Ma se si dovesse decidere di non ricandidarlo, Forza Italia non rinuncerà a proporre un suo candidato. Da sempre in Sicilia siamo la prima forza politica ma non abbiamo mai avuto la candidatura a Palazzo d’Orleans”. Miccichè, tuttavia, prende anche le distanze dall’ultimatum di Musumeci: “Non mi piacciono gli aut aut, i dentro o fuori pronunciati verso partiti alleati.
la Lega fa parte della coalizione, a meno che non decida di uscirne spontaneamente. ll governo non ha nemici al suo interno.
Bisogna stare tranquilli e trovare le soluzioni per il bene della Sicilia”.
Infine Miccichè accoglie l’invito al dialogo lanciato due giorni fa a Palermo da Matteo Renzi, che ha detto di guardare a un’area di centro riformista che comprenda anche Forza Italia: “Mi fa piacere che Renzi dica queste cose. Vanno in direzione di un’allargamento della coalizione”.   POLITICA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Politecnico Torino, oggi in aula 15.000 studenti
Rettore scherza, anch’io controllo Green pass, ripresa emoziona
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
27 settembre 2021
11:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quindicimila studenti sono tornati oggi nelle aule del Politecnico di Torino. Lo ha annunciato il rettore Guido Saracco durante gli Stati Generali del Lavoro al via a Torino.

“Sono riprese le lezioni in presenza, è stato emozionante.
Da un sondaggio avevamo verificato che il 90% delle matricole voleva venire in aula. Non c’è stato nessun problema durante i controlli dei Green pass, anch’io scherzosamente li ho controllati”, ha detto Saracco. “Da ingegnere – ha spiegato – abbiamo approcciato il problema in modo scientifico, abbiamo verificato che avere un Green pass comporta il 70% in meno di rischio di essere infettato e il 94-95% in meno di esiti gravi dell’infezione. Abbiamo organizzato una stazione di tamponi in sede: l’80% degli studenti ha dato la disponibilità a farlo volontariamente, ne faremo 900 alla settimana. Siamo gasati, intendiamo agire bene. Formare in presenza è tutta un’altra cose, vogliamo che questa notte dalla quale stiamo uscendo abbia meno conseguenze possibili sulla preparazione. Sappiamo che ci sono aziende che non assumono persone formate in questo periodo storico, per questo dobbiamo osare”.   PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid:S.Luca, zona rossa prorogata di altri 6 giorni
Spirlì ha firmato l’ordinanza che avrà durata fino al 2 ottobre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
27 settembre 2021
11:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata prorogata per ulteriori sei giorni, fino a tutto il 2 ottobre prossimo, la zona rossa nel comune di San Luca in provincia di Reggio Calabria. Il presidente della Regione Calabria Nino Spirlì ha infatti firmato l’ordinanza relativa alla terza proroga del provvedimento disposto a partire dallo scorso 8 settembre poi prorogata fino al 26.

Alla base della decisione, è scritto nell’ordinanza regionale, ci sono i contenuti della nota del 24 settembre 2021, con la quale il Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria ha comunicato che nel Comune di San Luca “si rilevano ancora 109 casi attivi e una elevata incidenza rispetto alla popolazione residente. I dati epidemiologici e di monitoraggio disponibili a livello regionale, pur registrando una leggera flessione nell’ultimo report di monitoraggio – riporta la nota – fanno rilevare un valore dell’incidenza per 100.000 abitanti ancora superiore a 50, soglia di allerta per la zona bianca. In particolare nella provincia di Reggio Calabria, i dati di incidenza dell’ultima settimana di monitoraggio (al 23 settembre), si attestano ad un valore superiore a 100 per 100.000 abitanti”.
A destare preoccupazione è, inoltre, ” la circolazione della variante cosiddetta ‘Delta’, stimata nel territorio regionale e nazionale con valori di prevalenza prossimi al 100% e, pertanto, nettamente predominante”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Giustizia: procuratore Bari, domani primo incontro ministra
Insediato Roberto Rossi, ‘chiediamo accelerare Parco Giustizia’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
27 settembre 2021
11:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In una “udienza speciale” nell’aula E del Palagiustizia barese di via Dioguardi, il collegio dei giudici del Tribunale di Bari presieduto da Rosa Calia Di Pinto con gli altri presidenti di sezione Marco Guida e Ambrogio Marrone, ha dichiarato Roberto Rossi ufficialmente procuratore della Repubblica di Bari, dopo la nomina dell’8 settembre scorso dal plenum del Csm. “Cercherò di fare ‘solo’ il mio dovere” ha detto Rossi, visibilmente commosso, davanti a famigliari e colleghi.
In aula, per la formale “immissione in possesso delle funzioni”, c’erano l’ex procuratore Giuseppe Volpe, il presidente della Corte di Appello Franco Cassano, il procuratore di Trani, Renato Nitti e, nel ruolo di pubblico ministero di udienza, il procuratore aggiunto di Bari, coordinatore della Dda, Francesco Giannella, oltre a quasi tutti i magistrati della Procura e ai vertici dell’avvocatura barese.
“L’emozione di oggi è il risultato dell’impegno di tantissime persone, di un gruppo di lavoro straordinario che è quello della Procura di Bari” ha detto Rossi, che domani avrà il primo incontro istituzionale da procuratore con la ministra della Giustizia, Marta Cartabia, che sarà in visita a Bari. “Domani cominceremo questo dialogo istituzionale che in realtà già da tempo esiste per la soluzione dei problemi – ha detto Rossi – , un dialogo importante e necessario e credo che qualche risultato lo raggiungeremo”. La prima richiesta alla ministra sarà “il nuovo palazzo di giustizia, sui cui si sta avviando rapidamente, nei limiti del possibile, la strada giusta e continueremo su questo. Sono sicuro che la ministra sarà capace di ascoltare le nostre richieste”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Criminalità: Giannini a Foggia, siamo servitori dello Stato
Rito per caduti in servizio, “testimonianza impegno quotidiano”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FOGGIA
27 settembre 2021
11:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi si celebra un rito importante, voler mantenere il ricordo e la testimonianza di un impegno di tutti i giorni fatto da tutti gli appartenenti alle Forze dell’Ordine”. Lo ha detto a Foggia il capo della Polizia, Lamberto Giannini, che in mattinata ha partecipato all’inaugurazione di una stele dedicata ai caduti della Polizia di Stato e all’intitolazione del piazzale della Questura agli agenti deceduti in servizio.
“I caduti – ha aggiunto – sono la carne viva della Polizia. Ci danno la forza di proseguire il nostro lavoro. Siamo tutti servitori dello Stato pronti al sacrificio”.
Il capo della Polizia ha presenziato anche all’intitolazione della nuova “sala crisi” multimediale destinata alla gestione di situazioni emergenziali e di rilievo, alla memoria delle Guardie di Pubblica sicurezza Nicola Fumarulo e Antonio Gentile, morti nel 1956 nell’adempimento del proprio dovere.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: 41 indagati per l’ultima manifestazione a Milano
Tensione con forze ordine. Anche accuse resistenza e istigazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
27 settembre 2021
11:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 41 al momento le denunce che porteranno ad altrettante iscrizioni nel registro degli indagati, nell’inchiesta della Digos e del capo del pool antiterrorismo milanese Alberto Nobili, per la manifestazione di sabato scorso a Milano dei No Green pass dove si sono verificati momenti di tensione perché un gruppo ha tentato di forzare il cordone della polizia per accedere dal lato di Palazzo Reale all’area del Duomo, dove era in corso il comizio di Giorgia Meloni con il candidato sindaco del centrodestra Luca Bernardo.
In particolare, tre persone, due uomini e una donna (anche ricoverata per lievi contusioni) sono accusati di resistenza a pubblico ufficiale perché hanno preso parte al tentativo di forzare il cordone della polizia.
In 38, invece, sono stati denunciati per violenza privata, interruzione di pubblico servizio, istigazione a disobbedire alle leggi e manifestazione non autorizzata. E prosegue il lavoro di identificazione delle altre persone da parte degli investigatori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Sardegna raggiunge 90% copertura popolazione over12
Copertura residenti al 72%, immunità slitta a ottobre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
27 settembre 2021
11:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Sardegna raggiunge il 90% dell’obiettivo di copertura vaccinale, ossia la quasi totalità delle persone over 12 per le quali sono stati attualmente autorizzati i vari sieri anti Covid in Italia. In termini assoluti coloro che4 hanno ricevuto le due dosi sono 1.150.129 (1.105.146 con doppia dose e 44.983 monodose) su circa 1,2 milioni sopra i 12 anni d’età.
Rispetto alla popolazione residente, poco meno di 1,6milioni si arriva, invece, ad una copertura del 72%. Con una media ci circa 8mila somministrazioni al giorno l’Isola potrebbe raggiungere l’immunità di gregge all’80% (con due dosi) tra circa 20 giorni.
E per dare un’ulteriore accelerata alla campagna continuano a susseguirsi Open Day; come quello organizzato all’hub vaccinale dell’Arnas G. Brotzu per sabato 2 ottobre, dalle 9 alle 12, quando sarà possibile effettuare la prima dose del vaccino Pfizer senza prenotazione. E proprio al Brotzu, che ha finora somministrato 66.642 dosi di siero Pfizer e 5.126 di Astrazeneca, oggi parte l’inoculazione delle terze dosi ai fragili: i pazienti trapiantati di rene e dializzati e quelli neurologici affetti da sclerosi multipla. Sempre oggi al via con la terza dose anche nei centri vaccinali di Olbia e La Maddalena.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tre ricoverati Covid in meno negli ospedali dell’Umbria
Stabile rispetto a una settimana da tasso positività test
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
27 settembre 2021
11:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tre ricoverati Covid in meno negli ospedali dell’Umbria, ora 43, due dei quali in terapia intensiva (dato stabile). Lo riporta il sito della Regione.

Nell’ultimo giorno sono stati accertati 18 nuovi positivi e 50 guariti, mentre rimane fermo il numero dei morti. Gli attualmente positivi sono ora 959, 32 in meno di domenica.
Sono stati analizzati 614 tamponi e 1.251 test antigenici, con un tasso di positività sul totale pari a 0,96 per cento (era 0,99 lo stesso giorno della scorsa settimana).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: un morto e più ricoveri in Alto Adige
10 nuovi casi nelle ultime 24 ore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
27 settembre 2021
11:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Alto Adige registra un altro decesso di un paziente covid. Il numero complessivo delle vittime della pandemia sale così a 1192.
Cresce da 22 a 24 il numero dei ricoveri nei normali reparti, mentre scende da dieci a nove quello della terapia intensiva. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati appena 10 nuovi casi, come sempre avviene il lunedì, con pochi tamponi effettuati: tre tamponi pcr positivi su 257 e sette test antigenici positivi su 1123. I guariti sono 44.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rifiuta indossare mascherina e aggredisce autista bus,denunciato
Ieri mattina a Centocelle, a Roma
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
12:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Invitato più volte a indossare la mascherina, ha aggredito il conducente del bus di linea. E’ accaduto ieri mattina a Roma.

I carabinieri della stazione Centocelle hanno denunciato il 50enne romano con le accuse di interruzione di pubblico servizio e resistenza a incaricato di pubblico servizio. L’uomo, a bordo di un autobus della linea 213 in via delle Robinie, ha aggredito il conducente del veicolo, un 35enne romano, che lo aveva più volte invitato a indossare la mascherina di cui era sprovvisto, causando lo stop della corsa del bus per circa 45 minuti. I carabinieri sono intervenuti e lo hanno identificato e denunciato all’autorità giudiziaria.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Detenuto evade dopo visita in ospedale a Genova
Ha 22 anni ed era in carcere per furto e rapina
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
27 settembre 2021
12:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un detenuto di origini marocchine di 22 anni è evaso questa mattina a Genova subito dopo essere stato visitato all’ospedale San Martino. L’uomo, in cella nel carcere di Marassi per furto e rapina, stava salendo sul furgone per tornare in prigione quando ha iniziato a correre facendo perdere le tracce.
Lo comunica Michele Lorenzo, segretario regionale del Sappe. Il detenuto, a cui avevano appena tolto il gesso dal braccio, era senza manette.
“Bisogna evitare il turismo penitenziario – sottolinea Lorenzo – di detenuti che vengono inviati alle visite mediche o pronto soccorso urgente con estrema facilità. Poche ore fa è scappato un altro detenuto a Bari. Occorre maggiore rigore sulle motivazioni d’invio esterno. Si deve potenziare il settore medico penitenziario”. Sono state diramate le segnalazioni per le ricerche.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cinema: incassi +18%, in testa ancora Dune
Quattro nuovi ingressi nella tope ten, da Space Jam a Tre piani
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
12:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gli incassi dei cinema italiani, secondo i dati forniti da Cinetel, nel weekend compreso tra il 23 e il 26 settembre, hanno registrato ancora un incremento d’incassi del 18%, rispetto ai totali della settimana precedente, 4.833.489 euro, 4.115.925 euro di quello prima.
In vetta alla classifica troviamo per la seconda settimana “Dune”, film di Denis Villeneuve (stesso regista di Arrival e Blade Runner 2049) presentato in anteprima mondiale alla Mostra del cinema di Venezia Fuori concorso, tratto dal libro di fantascienza Frank Herbert, remake con un cast stellare del film già trasposto sullo schermo nel 1984 da David Lynch: 1.412.785 euro, totale 4.408.435 euro.
Seguono quattro new entry della top ten. Al secondo posto troviamo infatti “Space Jam: New Legends” di Malcolm D. Lee, dove cinema e disegno animato tornano a fondersi nel segno di uno dei più popolari giocatori di basket (trae spunto da una pubblicità con la leggenda del basket Michael Jordan) di ogni tempo, che qui viene catturato con il figlio, in una realtà parallela dove regna una perfida intelligenza artificiale. Il film, costato 80 milioni dollari, ha incassato 250 milioni al cinema in tutto il mondo. Da noi 1.197.092 euro in quattro giorni dall’uscita. Terza posizione per il nuovo film di Nanni Moretti, tratto dall’omonimo romanzo dello scrittore israeliano Eshkol Nevo, “Tre piani”, che ha segnato 631.230 euro. Quarto gradino per il nuovo “Paw Patrol: Il film”, genere animazione realizzato al computer, basato sull’omonima serie tv creata da Keith Chapman. Il film, prodotto da Spin Master Entertainment, la società di giocattoli dietro la serie, con l’animazione fornita da Mikros Image, ha ottenuto 258.729 euro, 313.725 in quattro giorni. Quinto gradino per l’ultimo nuovo ingresso della top ten, “Escape room 2 – Gioco mortale”, thriller di Adam Robitel uscito a due anni di distanza dal primo Escape room, che ottiene 225.966 euro in quattro giorni.   CINEMA   SPETTACOLI MUSICA E CULTURA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: Cirio, Piemonte regione verde, continuiamo così
Governatore cita dati europei sulla diffusione del virus
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
27 settembre 2021
12:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Piemonte è tra le poche regioni verdi nella mappa europea della diffusione del Coronavirus. Lo sottolinea, sui social, il governatore Alberto Cirio, che cita lo studio del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, secondo cui la regione è tra le aree a minor rischio.
“Un risultato importante frutto dei buoni risultati della nostra campagna vaccinale, del potenziamento del contact tracing e di tutte le misure adottate finora dalla Regione Piemonte – commenta Cirio -. Dobbiamo continuare così”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: 2mila studenti baresi in piazza, ‘no a doppi turni’
Protesta contro scaglionamento, manifestanti da tutta provincia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
27 settembre 2021
12:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La scuola non ci deve insegnare a sgomitare per un mezzo di trasporto”, “per due anni ci avete trascurato ma ora ci avete stufato, no ai doppi turni”. Sono alcuni degli slogan della protesta organizzata dai circa 2mila studenti delle scuole della provincia di Bari scesi oggi in piazza per manifestare contro lo scaglionamento degli ingressi nelle 67 scuole superiori dell’area metropolitana, disposto dalla prefettura di Bari per evitare assembramenti sui mezzi di trasporto.
In base al provvedimento, il 75% degli studenti entra alle 8 e il restante 25% alle 9.40.
Il corteo di protesta è partito da piazza Umberto, nel centro di Bari e i manifestanti si sono radunati in piazza Libertà, davanti al palazzo della Prefettura. Con striscioni, cartelli e megafoni, hanno spiegato le ragioni del loro dissenso, chiedendo di essere ascoltati: propongono di tornare al turno unico o almeno di concedere alle scuole più flessibilità e possibilità di organizzazione degli orari in base alle singole e diverse esigenze e alla percentuale di pendolari che ogni istituto accoglie. Una delegazione di sei rappresentanti di istituto di altrettanti licei e istituti tecnici di Bari ha incontrato un dirigente della Prefettura per esporre il proprio disagio e avanzate le richieste alla base della protesta.
“Abbiamo spiegato che l’ingresso scaglionato ci ha dato più problemi di quanti avrebbe dovuto risolvere – ha detto dopo l’incontro Matteo Simone, rappresentante di istituto del liceo Scientifico Fermi di Bari e coordinatore dei rappresentanti di istituto della provincia – .Abbiamo chiesto che siano potenziati gli autobus e i trasporti. Ci è stato detto che stanno facendo un monitoraggio e che al massimo la prossima settimana ci sarà un altro tavolo tecnico con le aziende di trasporti e l’ufficio scolastico per tentare di trovare una soluzione”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gregoretti: definitivo il non luogo a procedere per Salvini
Scaduti i termini, nessun ricorso da Procura generale di Catania
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
27 settembre 2021
12:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ diventata definitiva la sentenza di non luogo a procedere perché il fatto non sussiste nei confronti di Matteo Salvini che era imputato per sequestro di persona per i tempi di sbarco nel luglio del 2019 di 131 migranti dalla nave Gregoretti, della Guardia costiera italiana, nel porto di Augusta, nel Siracusano. Emessa il 14 maggio scorso dal Gup Nunzio Sarpietro, nell’aula bunker del carcere di Bicocca, a conclusione dell’udienza preliminare, la sentenza non è stata appellata dalla Procura generale di Catania e i termini per un ricorso in Cassazione, che le parti civili non possono presentare, sono scaduti.
La notizia è stata confermata dal legale dell’ex ministro, l’avvocato Giulia Bongiorno.
Quella del Gup di Catania è stata una decisione di natura opposta a quella adottata dal Gup di Palermo che, per il caso Open Arms, lo ha rinviato a giudizio, con un processo che è già pendente.
Per il Gup Sarpietro non c’è stato alcun sequestro di persona, né abuso, condividendo la tesi della Procura e della difesa. In aula il Pm Andrea Bonomo aveva ribadito che l’allora ministro dell’Interno “non ha violato alcuna convenzione nazionale e internazionale”, le sue scelte sono state “condivise dal governo” e la sua posizione “non integra gli estremi del reato di sequestro di persona”. Una ricostruzione contestata dalle parti civili: AccoglieRete, Legambiente. Arci e una famiglia di migranti che era a bordo della Gregoretti che avevano auspicato un ricorso in Cassazione della Procura generale di Catania.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Approda in aula inchiesta su “esame farsa” Suarez
Domani al via l’udienza preliminare davanti gup Perugia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
27 settembre 2021
13:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arriva in aula l’inchiesta della procura di Perugia su quello che è stato definito dagli inquirenti “l’esame farsa” sulla conoscenza dell’italiano sostenuto da Luis Suarez all’Università per Stranieri del capoluogo umbro nel settembre dell’anno scorso. Davanti al gup comincerà infatti domani l’udienza preliminare relativa alla richiesta di rinvio a giudizio per l’allora rettrice Giuliana Grego Bolli, l’ex direttore generale Simone Olivieri, la ex direttrice del Centro di valutazione e certificazioni linguistiche, Stefania Spina, e l’avvocato Maria Cesarina Turco.

Falsità ideologica e materiale e rivelazione e utilizzazione di segreti d’ufficio i reati ipotizzati a vario titolo.
La certificazione della conoscenza dell’italiano, di livello B1, era un documento necessario a Suarez, all’ora al Barcellona, per acquisire la cittadinanza e quindi – secondo i capi d’imputazione – “essere ingaggiato dalla Juventus con la quale era in corso una trattativa”. Nella richiesta di rinvio a giudizio, i pubblici ministeri, coordinati dal procuratore Raffaele Cantone, ribadiscono che l’avvocato Turco, “legale incaricato” dalla società piemontese, fu “concorrente morale e istigatrice” in relazione al reato di falsità ideologica.
Addebito rispetto al quale Grego Bolli, Spina e Olivieri, devono rispondere in particolare di avere attestato falsamente che l’istituzione della sessione d’esame per la certificazione della conoscenza dell’italiano, straordinaria, “era motivata da esigenze logistiche e di sicurezza (la necessità di evitare assembramenti in relazione all’emergenza Covid), quando invece veniva istituita ‘ad personam’ solo per consentire al calciatore di ottenere, nei tempi richiesti dalla società sportiva Juventus e all’esito di una fittizia procedura d’esame” la certificazione linguistica.
Secondo la contestazione dei pm a Grego Bolli, Olivieri e Spina, Suarez ricevette il 12 settembre del 2020 “il file pdf contenente l’intero svolgimento della prova” al termine della quale gli venne rilasciata l’attestazione della conoscenza della lingua italiana.
Gli indagati hanno sempre rivendicato la correttezza del loro operato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Giani: ‘Stato emergenza appena quantificati danni maltempo’
‘Ieri è stata una giornata terribile’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
27 settembre 2021
13:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ stato un momento davvero molto difficile per tutti noi: le segnalazioni dei danni arrivano un po’ da tutta la Toscana, quindi nel momento in cui li quantifichiamo faremo lo stato di emergenza regionale”. Lo ha detto Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, a proposito delle conseguenze dell’ondata di maltempo che ieri ha colpito il territorio.

“Ieri è stata una giornata terribile – ha detto, a margine di un convegno a Firenze – io ho avuto modo di interloquire con i vari sindaci: nelle parole di Persiani, il sindaco di Massa, sentivo il forte stato di disagio e preoccupazione nel momento in cui ci sono state case scoperchiate da questa sorta di uragano, con il vento a 140 chilometri orari; e dall’altra parte c’è invece il fenomeno che ha preso più l’interno, e quindi parlo di quando è passato sopra Firenze ma soprattutto si è concentrato su Bivigliano nel comune di Vaglia o su Borgo San Lorenzo, con queste incredibili pillole di grandine che hanno prodotto danni alle macchine, che hanno squinternato i tetti di edifici”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ilva: ai domiciliari l’ex commissario Laghi
Inchiesta della procura della Repubblica di Potenza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
POTENZA
27 settembre 2021
14:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ex commissario straordinario dell’Ilva di Taranto, Enrico Laghi, è stato posto agli arresti domiciliari stamani dalla Polizia e dalla Guardia di Finanza, nell’ambito di un’inchiesta della Procura della Repubblica di Potenza. L’accusa di quella di corruzione in atti giudiziari in concorso con altre persone.
E’ stato eseguito a carico di Laghi anche un sequestro preventivo per un valore di circa 270 mila euro.
Nell’inchiesta che ha portato Laghi ai domiciliari sono coinvolti anche l’ex Procuratore della Repubblica di Trani e di Taranto, Carlo Maria Capristo, gli avvocati Piero Amara e Giacomo Ragno, il funzionario di Polizia Filippo Paradiso e Nicola Nicoletti, che è stato consulente dei commissari dell’Ilva.
L’inchiesta della Procura potentina ha portato, nel giugno scorso, all’arresto di Amara.
Le indagini hanno ipotizzato un “patto corruttivo” fra gli indagati, con scambi di favori e utilità.
L’arresto di Laghi è avvenuto all’esito di “nuovi approfondimenti investigativi” fondate – secondo quanto si è appreso – “su plurime e convergenti dichiarazioni accusatorie supportate da elementi investigativi di riscontro”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aborto:San Marino,entro 6 mesi norma che cancella reclusione
Unione donne, ‘vigileremo che recepisca quesito referendario’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RIMINI
27 settembre 2021
14:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non hanno potuto brindare col prosecco perché a San Marino un’antica legge vieta ai locali pubblici di vendere alcolici nel giorno della chiamata alle urne, ma le attiviste dell’Unione Donne Sammarinesi (Uds) dopo la vittoria schiacciante del sì con oltre il 77% al referendum che depenalizza l’aborto, hanno festeggiato ugualmente al ritrovo del Bar Tabarrini. Dopo 43 anni dalla legge italiana, il Titano dovrà approvare entro sei mesi da ieri, un norma che cancella la reclusione fino a 6 anni per l’interruzione di gravidanza.
entro la dodicesima settimana di gestazione, e anche successivamente se vi sia pericolo per la vita della donna o se vi siano anomalie e malformazioni del feto che comportino grave rischio per la salute fisica o psicologica della donna.
“Vigileremo affinché venga approvata una legge che recepisca in toto il quesito referendario”, annuncia Vanessa Muratori (Uds), l’ex parlamentare che nel 2003 con Rifondazione comunista presentò il primo progetto di legge sull’aborto. “Allora c’era un Governo di maggioranza democristiana e la proposta fu bocciata – continua -. Nel 2014 ci fu un ulteriore tentativo con un comitato civico, ma questa volta la campagna è stata più articolata strutturata”.
L’iter legislativo partirà con l’incarico che i Capitani Reggenti affideranno al Congresso di Stato, il governo sammarinese, di stendere la nuova norma da sottoporre poi al Collegio Garante che ne verificherà la conformità con il quesito referendario.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Parroco dell’Imperiese, campane attirano blasfemie
Battaglia tra blasfema e prete finisce su bollettino parrocchia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
OSPEDALETTI
27 settembre 2021
14:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ guerra aperta tra il prete di un paesino dell’Imperiese, Ospedaletti, e una donna talmente irritata dal suono delle campane della chiesa che tutte le volte, puntuale, scende in piazza e accompagna il ‘din don’ con una sequela di bestemmie. Il prete ha sopportato un po’ poi, sulla spinta delle continue lamentele dei fedeli, ha scritto il lungo articolo sul bollettino intitolato ‘”Le campane che dovrebbero attirarci a Dio, attirano le bestemmie”, accompagnando il testo con il decreto vescovile in cui si riporta la storia delle campane e il regolamento.

Il problema delle campane, ammette il prete “esiste da sempre, da quando la buon’anima di don Martelletti ha fatto costruire il campanile – ha detto -. Non capisco perché questa avversione: le campane suonano cinque volte al giorno per non più di tre minuti complessivi. Alle 12 e alle 20 salutano la Madonna, mentre negli altri momenti annunciano messa e rosario e c’è una pausa dalle 12 alle 17. Ogni volta suonano non più di 30 secondi”. La goccia che ha fatto traboccare il vaso, è stata il 12 settembre scorso, quando la donna, che abita vicino alla chiesa, è scesa in piazza puntuale e ne ha tirate giù una montagna, proprio nel giorno della Festa di Maria. “Ho ricevuto tantissime telefonate, da parte dei vicini scandalizzati. Io non l’ho sentita altrimenti l’avrei rimproverata” ha detto il prete che dice di non aver presentato alcuna segnalazione ai carabinieri. Tra l’altro, la blasfemia non è più un reato ma un illecito amministrativo, essendo stata depenalizzata nel 1999 e prevede solo una nsanzione da 51 a 309 euro. La battaglia prosegue ma don Michele ha gettato il guanto della sfida: “Sono disponibile – ha detto – a ricevere chiunque voglia dialogare”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Consip, a processo Tiziano Renzi e condannato ad un anno Verdini
Nei confronti del padre dell’ex presidente del Consiglio l’accusa è di traffico di influenze illecito
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
16:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rinviato a giudizio a Roma, Tiziano Renzi – padre dell’ex presidente del Consiglio, Matteo – coinvolto in uno dei filoni dell’indagine Consip. Nei suoi confronti l’accusa è di traffico di influenze illecito.
Lo ha deciso il gup.
Condannato ad un anno di carcere l’ex senatore Denis Verdini per l’accusa di turbativa d’asta nell’ambito di uno dei filoni dell’inchiesta Consip. Lo ha deciso il gup di Roma che ha inflitto la stessa pena all’imprenditore Ezio Bigotti e all’ex parlamentare Ignazio Abrignani. Verdini è stato assolto dall’accusa di concussione così come Bigotti. Per i tre condannati il pm Mario Palazzi aveva chiesto l’assoluzione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Marche, 26 postivi in 24ore, invariati ricoveri (76)
Incidenza 34,10 su 100mila abitanti. Nessun decesso in un giorno
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
27 settembre 2021
15:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 26 i positivi al coronavirus rilevati nelle Marche nelle ultime 24ore per un’incidenza su 100mila abitanti che resta intorno ai 34 (34,10). Intanto il numero di ricoveri è rimasto invariato (76) e nessun decesso si è verificato nell’ultima giornata con il totale che rimane 3.072.
Lo comunica il Servizio Sanità della Regione.
Come di consueto basso il numero di tamponi riportato il lunedì: 1.059 in totale di cui 532 nel percorso diagnostico di screening (4,9% di positivi) e 527 nel percorso guariti; a questi si sommano 238 test antigenici (5 positivi). Dei 26 casi, sono 13 quelli riguardanti al provincia di Pesaro Urbino, sei quella di Ancona e tre il fermano mentre altri quattro sono relativi a persone provenienti da fuori regione. Quattro le persone con sintomi; i casi comprendono sei contatti stretti di positivi, sette contatti domestici, due in setting lavorativo, uno in ambiente di vita o socialità; su altri quattro casi sono in corso approfondimenti epidemiologici.
Il quadro ricoveri evidenzia un dato stabile per i degenti in terapia intensiva (21), un aumento di quelli in semintensiva (21) e una diminuzione dei ricoverati non intensivi (34). Gli ospiti di strutture territoriali sono 46 e due in osservazione nei pronto soccorso. Il totale dei positivi (isolati più ricoverati) scende a 2.654 (-8), le quarantene per contatto con positivi a 3.737 (-235). I guariti/dimessi sono 107.917 (+34).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 57 casi e due decessi in Puglia
Il tasso di positività è 0,9%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
27 settembre 2021
15:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi lunedì 27 settembre in Puglia sono stati registrati 57 casi su 6.284 test per l’infezione da Covid-19, con una incidenza dello 0,9%. Due i decessi.

I nuovi positivi sono 22 nel Leccese, 21 nel Foggiano, 8 in provincia di Bari, 4 nel Tarantino, 2 nella provincia Bat, 1 caso di residenza non nota; 1 residente fuori regione è stato riclassificato e attribuito.
Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 3.634.267 test e sono 2.866 i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 268.244 e sono 258.599 i pazienti guariti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Fvg 16 nuovi contagi, nessun decesso
In terapia intensiva 8 degenti, in altri reparti 41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
27 settembre 2021
16:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi in Friuli Venezia Giulia su un totale di 2.101 test e tamponi sono state riscontrate 16 positività al Covid 19, pari allo 0,76%. Nel dettaglio, su 1.220 tamponi molecolari sono stati rilevati 13 nuovi contagi con una percentuale di positività dell’1,07%.
Sono inoltre 881 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 3 casi (0,34 %). Oggi non si registrano decessi; calano a 8 (-1) le persone ricoverate in terapia intensiva mentre i pazienti in altri reparti sono 41 (+1). Lo comunica il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.
I decessi complessivamente ammontano a 3.817. I totalmente guariti sono 108.559, i clinicamente guariti 78, le persone in isolamento 1.006 (-40). Dall’inizio della pandemia in Fvg sono risultate positive complessivamente 113.509 persone: 23.045 a Trieste, 52.449 a Udine, 22.804 a Pordenone, 13.626 a Gorizia e 1.585 da fuori regione.
Oggi non sono stati rilevati casi di positività tra il personale del servizio sanitario regionale e nemmeno tra il personale e gli ospiti delle strutture residenziali per anziani.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Assessore Lazio,pronti per terza dose insieme antinfluenzale
D’Amato, si inizierà con over 80 vaccinati prima del 31 marzo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
27 settembre 2021
16:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Nel Lazio pronti a partire con la terza dose di richiamo Covid, contestuale al vaccino antinfluenzale”. Così l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato.

“Non appena sarà disponibile la circolare del Ministero della Salute” aggiunge D’Amato spiegando: “Si inizierà con tutti gli over 80 che hanno completato il ciclo vaccinale entro il 31 marzo 2021 (ovvero che hanno fatto la seconda dose entro il 31 marzo 2021), per poi proseguire con tutti gli altri”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: in Campania risale il tasso di incidenza, 6 vittime
Cala numero di test. Leggero aumento ricoveri terapia intensiva
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
27 settembre 2021
16:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Torna a salire l’indice di contagio, in leggero aumento i ricoveri in terapia intensiva.
Sono i dati dell’Unità di crisi della Campania sul Covid.
Oggi i positivi (con un minor numero di test) sono 176 su 6.547 tamponi effettuati: tasso al 2,68% rispetto all’1,56% precedente.
Sono 19 (più 1) le persone in terapia intensiva mentre quelle nei reparti di degenza ordinaria sono 258 (meno 1). Le vittime sono 6: cinque nelle ultime 48 ore e una deceduta in precedenza ma registrata ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Ndrangheta:processo”Orthrus”,14 condanne,assolto ex sindaco
Giuseppe Pitaro era accusato di concorso esterno
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
27 settembre 2021
16:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quattordici condanne e 9 assoluzioni, tra cui quella di un ex sindaco. E’ il verdetto emesso dal Gup di Catanzaro a conclusione del processo, con rito abbreviato, contro la cosca Iozzo-Chiefari della ‘ndrangheta, attiva nei territori di Torre di Ruggiero, Chiaravalle Centrale e zone limitrofe.

La cosca Iozzo-Chiefari risulta essere federata con i Gallace di Guardavalle e in contrasto con i Procopio-Sia-Tripodi di Soverato.
L’ex primo cittadino assolto “perché il fatto non sussiste” é Giuseppe Pitaro, già sindaco di Torre di Ruggiero, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa.
E’ stato condannato, invece, a 4 mesi l’imprenditore edile Giuseppe Gareri, mentre è stato assolto il fratello Mario Salvatore.
L’inchiesta della Dda di Catanzaro che ha portato al processo, denominata Orthrus, con un richiamo al cane a due teste della mitologia greca, coordinata dalla Dda di Catanzaro, e le relative indagini condotte dai carabinieri del Comando provinciale del capoluogo, risalgono all’ottobre del 2019 e portarono all’arresto di 17 persone tra presunti capi e gregari della cosca, accusata di esercitare nel territorio delle Preserre Catanzaresi, tra Guardavalle e Torre di Ruggiero, il monopolio dello spaccio di droga, e le estorsioni, con ingerenze anche negli appalti pubblici, ed in particolare su quelli riguardanti la “Trasversale delle Serre” la strada di collegamento tra le coste ionica e tirrenica della provincia di Catanzaro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Carceri: detenuto evaso a Bari rintracciato a Lecce
Era evaso ieri sera dal pronto soccorso del Policlinico
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
27 settembre 2021
16:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato rintracciato e arrestato a Lecce il detenuto 39enne Vincenzo Rosetti, evaso ieri sera dal pronto soccorso del Policlinico di Bari dove si trovava per essere sottoposto ad esami, trasportato dal carcere dopo aver ingerito una lametta.
Gli agenti della Squadra mobile di Lecce e della polizia penitenziaria lo hanno cercato per tutta la notte e da subito le ricerche si sono concentrate in Salento, essendo la terra di provenienza del detenuto, originario di Monteroni di Lecce.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia: abitazioni sociali in rione ‘piazza spaccio’ Catania
Le consegna Comune dopo confisca. Sindaco, lo Stato è presente
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
27 settembre 2021
17:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da patrimonio in mano a cosche mafiose, ad abitazioni per famiglie disagiate e per ospitare un centro di promozione sociale curato dal volontariato. Nella storica piazza Santi Cosma e Damiano, ai margini di via Plebiscito, a San Cocimo, cuore del blitz antidroga “Quadrilatero” dei carabinieri dello scorso 20 settembre, il sindaco Salvo Pogliese ha formalizzato la presa in consegna nella disponibilità del Comune di cinque immobili dall’Agenzia Nazionale dei beni confiscati alla mafia, per destinare a scopi di utilità collettiva.
Erano presenti, tra gli altri, il prefetto Maria Librizzi, il questore Vito Calvino e il presidente del Tribunale per i minorenni Roberto Di Bella, il comandante provinciale dei carabinieri, colonello Rino Coppola, e una rappresentanza della Guardia di finanza.
“Oggi è un giorno importante per la nostra città – ha detto Pogliese – perché le istituzioni unitariamente riaffermano la presenza dello Stato nel nostro territorio cittadino. In questo quartiere bambini in tenera età erano costretti ad alimentare i proventi illeciti delle cosche mafiose, uno scempio che grazie all’azione della magistratura e dei carabinieri si è riusciti a sventare. Affideremo quattro abitazioni ai servizi sociali comunali per accogliere altrettante famiglie con disagio abitativo e un altro bene con una procedura a evidenza pubblica pronta entro trenta giorni a un’associazione che promuoverà scopi sociali per il quartiere e la città”.
“E’ importante essere qui oggi – ha detto il prefetto Librizzi – perché le istituzioni tutte danno un segnale forte di ristabilimento della legalità in una zona particolarmente colpita dalla presenza della mafia e beni di provenienza illecita verranno utilizzati a fini di utilità collettiva. Lo sfruttamento dei minori è inaccettabile e la presenza dello Stato ribadisce il controllo del territorio contro il malaffare”.
Il sindaco Pogliese ha firmato pubblicamente il passaggio di consegna dei beni dal rappresentante dell’Agenzia nazionale dei beni confiscati Vincenzo Trapani e applicato sulle porte la scritta che è un bene confiscato alla mafia, sei anni dopo la sentenza definitiva di sottrazione alle cosche malavitose della zona.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 1.772 positivi e 45 vittime in 24 ore
In aumento le terapie intensive (+5) e i ricoveri ordinari (+52)
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
17:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 1.772 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 3.099.
Sono invece 45 le vittime in un giorno (ieri erano state 44). Sono stati effettuati 124.077 tamponi molecolari o antigenici per il coronavirus nelle ultime 24 ore, ieri erano stati 276.221. Di conseguenza, il tasso di positività sale al 1,4%. Sono 488 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, in aumento di 5 rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, sono 29. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 3.487, ovvero 52 più di ieri. Dall’inizio della pandemia i casi sono 4.662.087, i morti 130.742, sono invece 4.430.265 i dimessi e i guariti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sky: copertura straordinaria per Youth4Climate e Pre Cop26
Dirette, collegamenti e dibattiti nella settimana milanese
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
18:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dirette, collegamenti, interviste e dibattiti con ospiti illustri tra scienziati, politici, ricercatori e protagonisti dell’industria televisiva e dello sport, per parlare di salvaguardia dell’ambiente e futuro delle nuove generazioni. È questo l’impegno che Sky, attraverso i suoi canali Sky Tg24 e Sky Sport 24, dedicherà ai due grandi appuntamenti internazionali “Youth4Climate: Driving Ambition” e “Pre-Cop26”, che si svolgeranno a Milano da domani al 2 ottobre e che vedranno come protagonisti ministri e Capi dello Stato, ma anche 400 giovani provenienti da tutto il mondo.
Una copertura straordinaria, svolta in sinergia con il Ministero della Transizione Ecologica, con cui Sky ha siglato un protocollo d’intesa per sviluppare progetti di sensibilizzazione e divulgazione sui temi ambientali in vista della Cop26, la Conferenza delle Parti sul clima delle Nazioni Unite che si svolgerà a novembre a Glasgow, di cui il gruppo Sky è Principal Partner e Media Partner.
“Sky Italia è impegnata in prima linea per dare voce e spazio ai due appuntamenti italiani che precedono la conferenza di Glasgow, con il coinvolgimento delle proprie testate giornalistiche nel racconto dell’importante lavoro preparatorio che si svolge in queste giornate milanesi, e attraverso momenti di dibattito e approfondimento per ispirare comportamenti più sostenibili tra le persone e le aziende” commenta Andrea Duilio, amministratore delegato di Sky Italia.
Il primo appuntamento, dal titolo “Sviluppo sostenibile e digitale: la sfida dei giovani parte da Milano”, sarà in onda su Sky Tg24 martedì 28 settembre alle 14 e vedrà la partecipazione, tra gli altri, del ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani. Durante l’incontro sarà anche presentata la Sky Academy Digital, il nuovo progetto di Sky dedicato alle scuole che promuove l’inclusività digitale e una maggiore consapevolezza sui temi ambientali e della sostenibilità tra i giovani.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La nuova statua della ‘Spigolatrice’ di Sapri, scoppia polemica
‘Versione sessista’. L’artista, ‘c’è chi vede solo depravazioni’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
27 settembre 2021
18:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Polemiche  sui social per la statua che raffigura la ‘Spigolatrice’ inaugurata a Sapri, in provincia di Salerno, alla presenza delle autorità locali e del leader del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, in città per un tour elettorale. Secondo i detrattori, si tratta di una versione sessista della lavoratrice dei campi, addetta alla spigolatura, al centro della poesia Luigi Mercantini dedicata al fallito tentativo di insurrezione anti borbonica nel Cilento.
In particolare, si evidenzia l’abito succinto e trasparente che lascia intravedere le forme della ‘Spigolatrice’.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La statua in bronzo è stata realizzata dallo scultore Emanuele Stifano. “Se fosse stato per me – scrive su Fb – avrei fatto una figura completamente nuda, lo stesso vale per il Palinuro di qualche anno fa e per le statue che farò in futuro, semplicemente perchè sono amante del corpo umano in generale e mi piace lavorarci. Penso comunque che sia inutile dare spiegazioni a chi vuole assolutamente vederci depravazioni o cose varie”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tornano i Tony, trionfa Moulin Rouge
Snobbato Slave Play, polemiche su scarsa inclusività dei premi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
27 settembre 2021
19:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per la prima volta in due anni Broadway ha onorato il meglio del teatro: confermando una tendenza che vede successi di Hollywood trasferiti sul palcoscenico, “Moulin Rouge!”, l’adattamento teatrale del film del 2001 di Baz Luhrmann su un triangolo amoroso nella Parigi fin-de-siècle, ha vinto ben dieci premi Tony tra cui quello per il miglior musical, la categoria piu’ prestigiosa.
Per il miglior lavoro teatrale il Tony e’ andato a “The Inheritance”, un dramma in due atti scritto da Matthew López e ispirato a “Howards End” su due generazioni di uomini gay a New York: e’ stata una sorpresa perche’ le critiche erano state tiepide e i pronostici davano per vincitore “Slave Play” dell’afro-americano Jeremy Harris, che aveva incassato un record di nomination senza vincere alla fine nessun premio.
López, che e’ di origini portoricane, e’ il primo autore di origine latino-americana a vincere un Tony per la prosa: “Un motivi di orgoglio – ha detto – ma Broadway deve fare di piu’: siamo il 19 per cento della popolazione ma rappresentiamo solo il due per cento dei testi teatrali che vengono prodotti”.
Polemiche sulla scarsa inclusivita’ dei premi – c’erano molti candidati di colore ma alla resa dei conti i vincitori sono risultati quasi tutti bianchi come era successo agli Emmy la settimana scorsa – hanno accompagnato la cerimonia al Winter Garden di Broadway trasmessa in esclusiva sul canale in streaming Paramount+. Rigorose le norme anti-Covid a poche settimane dalla riapertura dei teatri dopo la lunga pausa forzata per la pandemia: i 1.500 partecipanti, contro i seimila ospitati tradizionalmente nel vasto Radio City Music Hall, hanno dovuto presentare la prova della vaccinazione e indossare le mascherine per le quattro ore della serata.
I candidati ai premi erano tutti show della stagione 2019-2020, bruscamente interrotta il 12 marzo 2020 quando Broadway ha spento le luci a causa del Covid. Premi speciali sono andati “American Utopia” di David Byrne e a “Freestyle Love Supreme”, una troupe improvvisata fondata da Lin-Manuel Miranda con la Broadway Advocacy Coalition, un gruppo che si batte per la giustizia razziale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In preparazione una fiction su Milva
L’aiuto di Martina Corgnati nel progetto Casta Diva e Elisir 27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
19:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Casta Diva Entertainment, la nuova linea di business dedicata al mondo della televisione di Casta Diva Group, ed Elisir 27, la società di produzione di Elide Melli, titolare dei diritti, hanno iniziato la preparazione di una nuova fiction televisiva che racconterà vita e carriera della famosa cantante Milva.
Le due case di produzione vogliono unire le proprie forze e, grazie al prezioso aiuto e alla memoria di Martina Corgnati – figlia di Milva, si propongono di accompagnare lo spettatore in un viaggio alla scoperta dei momenti che hanno reso la cantante celebre e amata in tutta Italia e non solo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Milva, al secolo Maria Ilva Biolcati, ha saputo incantare per decenni il pubblico grazie alla sua inconfondibile voce e alla sua abilità di spaziare tra registri e timbri diversi: 173 album registrati, 80 milioni di dischi venduti in tutto il mondo e 55 anni di carriera ininterrotta hanno reso la cantante un faro nella musica italiana e un emblema dell’arte ben oltre i confini del nostro Paese. La nuova docufiction vuole essere un omaggio a un’artista a tutto tondo a pochi mesi dalla sua scomparsa e un ricordo per tutti coloro che l’hanno ascoltata e amata.
“Siamo molto soddisfatti di essere riusciti a mettere in campo questo progetto insieme a Elisir 27”, affermano Fabio Nesi e Massimo Righini, rispettivamente Amministratore Delegato di Casta Diva Pictures e Chief Creative Officer di Casta Diva Entertainment. Di Casta Diva Entertainment sono in onda su Discovery Fare Detailing con Marcello Mereu e Tarabaralla – Finché c’è dolce c’è speranza condotto da Damiano Carrara. Elide Melli, invece, vanta la produzione di fiction quali Rita Levi Montalcini e Volare – La grande storia di Domenico Modugno e di film quali Vallanzasca – Gli angeli del male e Maradona, la mano di Dio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Centenario Tognazzi nel 2022, si parte con UgoMania
Mostra, film, incontri e eventi a Velletri, fino a dicembre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
27 settembre 2021
19:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Parte da Velletri (Roma) il countdown che porterà ai festeggiamenti per il 100/o anniversario della nascita di Ugo Tognazzi: là dove l’attore ha vissuto per oltre trent’anni con sua moglie Franca Bettoja, si svolge dal 27 settembre fino a dicembre 2021, “UgoMania – Velletri per Ugo”: un ricco calendario di iniziative per celebrare uno dei più grandi interpreti del cinema italiano, e non solo, in preparazione del grande evento per i 100 anni dalla nascita, il 23 marzo 2022.
Si parte con la mostra fotografica “Ugo e Velletri” che resterà allestita per tre mesi.
E’ costituita da 25 scatti privati dell’attore, esposti nelle vetrine dei negozi del centro storico, in collaborazione con i commercianti del quartiere. Da sabato 30 ottobre a lunedì 1 novembre, si terrà al Multiplex Augustus, la maratona cinematografica “Ugomania”, che proporrà alcuni dei più grandi successi dell’attore. Durante la rassegna sarà anche presentato il libro “Ugo, la vita, gli amori e gli scherzi di un papà di salvataggio”, scritto dai figli Ricky, Gianmarco, Maria Sole Tognazzi e Thomas Robsahm, pubblicato da Rai Libri. Sono in programma sempre a Velletri, nel mese di novembre, in date da definire, una visita guidata presso la Casa Museo di Ugo Tognazzi in compagnia del figlio Gianmarco Tognazzi, e il contest culinario “Un cuoco prestato al cinema”, per ricordare le ricette dell’attore con il coinvolgimento diretto degli studenti dell’Istituto Alberghiero di Velletri, che rivisiteranno alcune delle sue ricette più famose.
La kermesse si concluderà con una serata speciale al Teatro Tognazzi, alla presenza dei figli Ricky, Gianmarco e Maria Sole Tognazzi e delle Amministrazioni Comunali di Velletri e Pomezia, gemellate nel nome dell’attore. Saranno proiettati per l’occasione “Il meglio di Ugomania”, video conclusivo che raccoglierà i momenti topici del festival, e il documentario “Ugo e gli amici di Velletri”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La serata terminerà con la proiezione del film documentario “Ritratto di mio padre”, con la regia di Maria Sole Tognazzi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cattelan chiude, stile e ironia non bastano
Poco sopra i 2 milioni su Rai1, esperimento bocciato da ascolti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
19:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Auditel non perdona, e Da Grande non è cresciuto mai, anche se tra gli ospiti di puntata aveva l’uomo più veloce del mondo Marcell Jacobs, medaglia d’oro alle olimpiadi: lo show di Rai1 guidato da Alessandro Cattelan, si è fermato, dietro a uno che di nome fa Enrico Papi e di questi tempi fa gli Scherzi..a parte e per la seconda domenica lo ha superato portandosi dietro al traguardo un milione di spettatori in più del concorrente.
Da osservare che dopo i risultati del debutto, lui, il quarantunenne ex X Factor probabilmente ne aveva percezione, non lasciava dubbi il suo monologo della biretta di ieri sera: “Questa settimana sono stato accusato di essere arrivato su Rai 1 troppo Cattelan: mi avete fatto il più bel complimento della mia vita”, ha detto nel suo secondo e ultimo appuntamento con ‘Da Grande’ su Rai 1 che ha registrato ascolti anche inferiori rispetto al debutto.
Nella serata domenicale del prime time ha raccolto 2.196.000 spettatori, pari al 12% di share (Scherzi a Parte l’ha superato con 3.043.000 spettatori, pari al 17,3% di share), facendo dunque questa volta peggio della scorsa settimana quando registrò 2.376.000 spettatori pari al 12,67% di share, (serata vinta dalla finale europei di pallavolo Italia-Slovenia (Rai3) seguita da Scherzi a Parte (Canale 5).
Ma c’è a inizio puntata, va seppure in alcuni punti detto divertente e ironica, ha commesso un errore di valutazione: “Noi siamo molto contenti di ciò che abbiamo fatto, anche se la pallavolo ci ha un po’ segato le gambe, ma cosa devi fare?”, si è domandato Cattelan dopo la diretta della prima puntata. “In questi casi devi mettere l’orgoglio italiano davanti a tutto. Io sono un grande tifoso della pallavolo italiana, quindi sono anche un po’ contento contro il mio stesso interesse di quello che hanno fatto”.
E invece non era quello il problema… ma il pubblico dei Rai1, che forse non ha avuto tempo di affezionarsi, è più legato a un certo tipo di programmi non troppo sperimentali. Certo gli ospiti e le battute non sono mancate. Da Lillo, a Serena Rossi (dironico il siparietto con la canzoncina sui bambini anche se qualche intenuata ha storto il naso per una parolaccia), da Elodie a Raoul Bova a Sangiovanni (divertente non tanto per il giovane artista quando lo saluta chiamandolo Madame, il conduttore lo richiama sul palco dicendo che twitter è inondato di messaggi, perché ho fatto una gaffe, ma altri postano che lo ha fatto apposta ndr), Marcell Jacobs, Gianmarco Tamberi.
Nel monologo di ieri l’ex presentatore di X Factor, dopo aver ricevuto e scherzato con vari ospiti, si siede con una birra e fa il suo monologo in chiusura. La protagonista è sua figlia Olivia, la più piccola, di 5 anni, che una sera agitata, dice a papà che non vuole più andare a scuola perchè un compagno di classe le fa le pernacchie quando prova i balli per la recita di classe. Commenta: «No, Olivia! Devi andare! Devi insistere! A me è una settimana che mi fanno le pernacchie. Capita… Ti sono sembrato meno papà del solito perché la gente mi fa le pernacchie? No? Ecco, per me sei sempre Olivia, anche se il tuo compagno ti fa le pernacchie. Non ti far fermare dalle pernacchie, perché fanno tanto rumore, ma sono aria, non ti fanno niente. E soprattutto le pernacchie non devono mai farti smettere di fare quello che ami fare: ti piace ballare? E allora balla”. Il conduttore di Tortona non supera l’asticella, per adesso.
Anche se una domanda è lecito porsela quanto è difficile sperimentare, svecchiare e innovare la tv generalista in una tv in cui il ricambio è fermo da decenni.
Lo aspetta un nuovo format su Netflix e poi l’incognita della conduzione di Eurovision alla quale il direttore di Rai1 diceva che stava pensando.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: maxi sbarco a Lampedusa, sono 686
Su un vecchio peschereccio, in precedenza altri 5 sbarchi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
28 settembre 2021
16:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono in tutto 686 i migranti sbarcati a Lampedusa su un peschereccio di 15 metri approdato ieri sera al molo commerciale. Le operazioni di sbarco, che comprendono un primo triage sanitario, si sono concluse poco prima dell’una di notte. Cinque sono stati portati al Poliambulatorio dell’isola perché stavano male.
Sono originari di Egitto, Ciad, Marocco, Siria, Bangladesh, Sudan, Nigeria, Etiopia e Senegal. Il peschereccio, intercettato dalle motovedette ad otto miglia dalla costa, è partito da Zuwara, Libia. Sono stati tutti portati all’hotspot dove, al momento, sono presenti 1.091 persone a fronte dei 250 posti disponibili.  Ieri ci sono stati altri 5 sbarchi sull’isola per un totale di 119 persone.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due scosse di terremoto di magnitudo 3.7 in provincia di Treviso
Alle 2:45 con epicentro presso Miane, nessun danno segnalato
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
03:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due scosse di terremoto di magnitudo 3.6 e 3.7 sono state registrate in rapida sequenza poco dopo le 2:45 in Veneto, in provincia di Treviso.
Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), i due terremoti hanno avuto ipocentro a circa 10 km di profondità ed epicentro presso Miane.

Le scosse sono state chiaramente avvertite dalla popolazione, ma non si segnalano al momento danni a persone o cose.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due scosse di terremoto di magnitudo 3.6 e 3.7 sono state registrate in rapida sequenza poco dopo le 2:45 in Veneto, in provincia di Treviso. Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), i due terremoti hanno avuto ipocentro a circa 10 km di profondità ed epicentro presso Miane.
Le scosse sono state chiaramente avvertite dalla popolazione, ma non si segnalano al momento danni a persone o cose.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Droga: traffico Toscana-Sardegna, 6 arresti in indagini Cc
Blitz a Livorno, Pisa, Nuoro, Cagliari, Mantova. 11 indagati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LIVORNO
28 settembre 2021
08:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Operazione antidroga dei carabinieri di Livorno, che nelle prime ore di questa mattina hanno dato esecuzione a sei ordinanze di custodia cautelare in carcere e ad una per obbligo di dimora, emesse dal gip di Firenze su indagine coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia, nei confronti di sette persone, italiane ed albanesi, ritenute responsabili di “associazione finalizzata al traffico di stupefacenti” e “traffico illecito di sostanze stupefacenti” nelle province di Livorno, Pisa, Cagliari, Nuoro e Mantova. In tutto risultano 11 gli indagati: oltre agli arresti anche quattro denunce.
Dalle indagini, come spiegano gli investigatori, è emerso un nuovo filone di traffico di stupefacenti (marijuana, cocaina ed eroina) dal porto di Livorno verso la Sardegna, in capo a un 44enne nuorese, da tempo residente nel Pisano. Il soggetto, sempre secondo le indagini, avrebbe potuto contare su una organizzazione che con sistematicità provvedeva ad esportare la droga dal continente alla Sardegna. Secondo gli investigatori, lui reperiva la droga, di varia tipologia da due albanesi residenti a Livorno, e poi “arruolava” i corrieri che via mare portavano lo stupefacente in Sardegna. Sull’isola, lo stupefacente veniva consegnato ad un suo presunto referente che, a sua volta, attraverso una collaudata rete di distribuzione, provvedeva alla commercializzazione al dettaglio. L’organizzazione avrebbe avuto una vera e propria base logistica: l’azienda agro-pastorale in provincia di Pisa del 44enne. Sarebbe qui che secondo l’inchiesta si svolgevano gli incontri, dove lo stupefacente approvvigionato dai cittadini albanesi veniva stoccato e confezionato e dove i corrieri ricevevano la partita di droga da portare in Sardegna.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: dopo maxi sbarco altri 4 arrivi a Lampedusa
Approdati sull’isola in 67 su piccoli barchini
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AGRIGENTO
28 settembre 2021
08:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Altri 4 barchini, con un totale di 67 migranti, sono giunti a Lampedusa durante la notte, dopo il maxi sbarco di 686 persone. Le 4 “carrette” – occupate da 30, 8, 12 e 17 persone – sono state intercettate quasi sotto costa dalle motovedette della Guardia costiera e Fiamme gialle.
Questi piccoli gruppi – arrivati dopo alcuni giorni di stop dovuti al maltempo – sono stati portati prima a molo Favarolo e poi all’hotspot.
Lampedusa è, di fatto, abituata a questi piccoli approdi, mentre l’ultimo maxi sbarco registratosi sull’isola risale allo scorso 28 agosto quando giunsero in 539. Secondo quanto ricostruito dalla Procura di Agrigento, i 539 immigrati, che già avevano subito ripetute violenze nei campi libici, erano stati stipati nell’imbarcazione anche sulla base della nazionalità riservando i posti peggiori ai non magrebini. Durante la traversata coloro che stavano sottocoperta, in assenza di acqua e in difficoltà respiratorie, venivano picchiati con dei tubi di gomma e con cinture ad ogni minima protesta. La Procura di Agrigento, guidata da Luigi Patronaggio, subito dopo lo sbarco dei 539, fermò 5 persone per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina con l’aggravante di avere sottoposto i migranti a “trattamento inumano e degradante”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Polizia sgomina “consorzio familiare” per furti in case
Uomini “senza scrupoli”, 12 dei 16 indagati hanno reddito
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
28 settembre 2021
08:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ ritenuto dagli investigatori un “vero e proprio consorzio familiare”, composto da italiani, dedito ai furti nelle case quello sgominato dal personale del commissariato di Assisi che ha dato esecuzione a misure cautelari a carico di otto soggetti. Complessivamente 16 gli indagati, residenti nella zona tra Assisi e Cannara, 12 dei quali risultati beneficiari di reddito di cittadinanza.

I destinatari delle misure cautelari sono stati ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di furti in abitazione tra le zone di Assisi, Arezzo e Siena. Per due è stata disposta la custodia cautelare in carcere, per cinque gli arresti domiciliari e per uno l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.
Gli uomini della presunta banda sono definiti dalla polizia “di notevole profilo criminale”, “efferati e senza scrupoli”, “veri e propri professionisti del crimine”.
Del gruppo facevano comunque parte – sempre in base alle indagini – sia uomini sia donne, legati da vincoli di parentela o affinità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Zaki: oggi seconda udienza del processo a Mansura
Nell’ambito di una sessione di varie ore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MANSURA
28 settembre 2021
08:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si tiene oggi a Mansura, sul delta del Nilo, la seconda udienza del processo a carico di Patrick Zaki, lo studente egiziano dell’università di Bologna in carcere in Egitto da quasi 20 mesi.
Come la prima udienza svoltasi il 14 settembre, quella odierna si tiene di nuovo davanti a una Corte della Sicurezza dello Stato per i reati minori (o d’emergenza) di Mansura, la città natale di Patrick.

Nell’ala nuova del vecchio Palazzo di Giustizia, è previsto che nell’ambito di una sessione di varie ore vengano esaminati molte decine di casi a partire da metà mattinata. La volta scorsa l’aggiornamento a oggi, dopo un’udienza di pochi minuti, fu annunciato verso le 15 ora locale e italiana.
Visto il tipo di corte, si desume che l’accusa a suo carico su cui si dibatterà oggi sulla base di tre articoli giornalistici è quella di “diffusione di notizie false dentro e fuori il Paese”. Un reato sanzionato con un massimo di cinque anni di carcere. La corte può emettere una sentenza inappellabile in qualsiasi udienza.
È già stato confermato però da una legale dello studente che restano in piedi (si presume quindi da affrontare eventualmente in altra sede) le accuse di “minare la sicurezza nazionale” e di istigare alla protesta, “al rovesciamento del regime”, “all’uso della violenza e al crimine terroristico”: le ipotesi di reato basate sui dieci post su Facebook di controversa attribuzione.
Si tratta di crimini che gli fanno rischiare 25 anni di carcere, secondo Amnesty International, o addirittura l’ergastolo, hanno sostenuto fonti giudiziarie egiziane.
Come sempre avvenuto nelle udienze per il rinnovo della custodia cautelare, è prevedibile anche per oggi la presenza presso il Tribunale di un diplomatico italiano nell’ambito di un monitoraggio processuale Ue che coinvolge paesi extra-europei come il Canada.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Telegram oscura chat no vax, ha violato termini servizio
La Procura di Torino ne aveva chiesto il sequestro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
01:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Questo canale non può essere visualizzato perché ha violato i Termini di Servizio di Telegram”: è quanto si legge da questa notte se si tenta di accedere a ‘Basta Dittatura’, la Chat No Vax e No Green pass seguita da migliaia di persone in tutta Italia, che la utilizzavano anche per autoconvocarsi alle manifestazioni. Nelle scorse settimane, la Procura di Torino aveva emesso un decreto di sequestro dopo che erano stati pubblicati indirizzi e numeri di telefono di Palazzo Chigi, del governatore del Piemonte, Alberto Cirio, e altri politici e di noti virologi.
La stessa pm che indaga era finita nel mirino della chat.
La procura di Torino nelle scorse settimane aveva richiesto, con un decreto, la “collaborazione volontaria” gli amministratori di Telegram, società che ha sede a Dubai. I reati ipotizzati dai magistrati torinesi erano istigazione a delinquere e violazione della privacy dopo la divulgazione nel canale ‘Basta dittatura’ di numeri di telefono e indirizzi di politici, giornalisti e virologi. C’erano state inoltre le minacce anche al ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Sempre questa notte è stata oscurata anche la pagina “Basta Dittatura Chat”, popolata da oltre 7mila utenti. L’incitazione alla violenza configurerebbe la violazione dei termini di servizio della piattaforma fondata da Pavel Durov.   TECNOLOGIA   PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Green pass: consigliere teatro lo paragona a quello nazista
Polemiche a Messina per post su Fb, chieste dimissioni da Cda
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MESSINA
28 settembre 2021
08:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Green pass come il lascia passare nazista. Il consigliere dell’Ente Teatro di Messina Nino Principato di nuovo al centro delle polemiche.
Dopo i suoi commenti sul Festival di Sanremo e Achille Lauro che suscitarono l’indignata reazione dell’Arcigay e della comunità Lgbt, Principato ha postato su Facebook la frase “Green Kass degli anni ’40 del 900: La storia si ripete” con un’immagine del lascia passare nazista, paragonato all’attuale “green pass”.
Quindici consiglieri comunali hanno chiesto subito le sue dimissioni: “Riteniamo che tali affermazioni siano estremamente gravi e non degne di un soggetto chiamato dal Comune di Messina all’interno del CdA della più importante istituzione culturale della città, che è il teatro Vittorio Emanuele. Stavolta ha davvero oltrepassato il segno, per il gravissimo accostamento ad uno strumento illiberale e antidemocratico di matrice nazista, e per il pessimo esempio dato alla collettività, in un momento storico in cui bisogna più che mai rispettare le regole per la salvaguardia della salute pubblica”. I consiglieri chiedono al sindaco Cateno De Luca “non solo di prendere pubblicamente le distanze da questa infelicissima uscita del suo rappresentante in seno al Teatro, ma di revocargli immediatamente l’incarico per evidente inadeguatezza a rappresentare l’Ente comunale”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sei falsi dentisti denunciati dai cc del Nas nel Napoletano
Esercizio abusivo della professione. Sequestri per 200mila euro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
28 settembre 2021
08:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sei falsi dentisti sono stati denunciati nel Napoletano dai carabinieri del Nas per esercizio abusivo della professione: I militari, nell’ambito di servizi disposti dal Comando carabinieri per la tutela della salute, hanno ispezionato nei comuni di Napoli, Gragnano, Agerola, Villaricca, Sant’Antonio Abate e Vico Equense, 6 studi dentistici all’interno dei quali vi erano altrettanti odontotecnici che svolgevano l’attività di dentista, pur non avendo mai conseguito il diploma di laurea necessario per l’esercizio della professione sanitaria.
Nel corso delle ispezioni i militari hanno interrogato alcuni pazienti presenti negli ambulatori i quali hanno confermato di essere stati visitati e sottoposti alle cure da parte dei titolari degli studi, confidando nella loro professionalità.
I pazienti hanno riferito di non conoscere l’effettivo possesso dell’abilitazione all’esercizio dell’arte medica da parte degli odontotecnici.
I responsabili sono stati denunciati per esercizio abusivo della professione sanitaria e sono state sottoposte a sequestro le sale odontoiatriche interne agli studi medici complete di strutture e apparati radiografici utilizzati abusivamente dagli odontotecnici per un valore di oltre 200 mila euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per il processo a Zaki nuovo rinvio al 7 dicembre. Portato in udienza in manette
Lo studente egiziano dell’università di Bologna in carcere in Egitto da quasi 20 mesi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MANSURA
29 settembre 2021
09:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il processo nei confronti di Patrick Zaki è stato aggiornato al 7 dicembre, quando si terrà una nuova udienza. Lo ha annunciato un poliziotto in aula nel tribunale di Mansura.
“Il rinvio del processo è stato deciso affinché la difesa possa ottenere copia ufficiale degli atti, fare le proprie memorie e rappresentare Patrick nel migliore dei modi con una forte memoria”: lo ha confermato la sua principale legale, Hoda Nasrallah.
Finora “ci hanno presentato gli atti senza fornircene una copia o fotocopia ufficiale”, ha aggiunto parlando davanti al Palazzo di Giustizia. “Abbiamo alcuni punti in mente ma per fare le memorie è necessario avere i documenti in mano in modo da poterli utilizzare in ogni punto, e finora questo non è stato possibile”, ha detto ancora la legale.
“Un rinvio abnormemente lungo che sa di punizione”. Così Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International in Italia, sul nuovo rinvio del processo per Patrick George Zaki. “Il giudice – spiega Noury – poteva sì accogliere come ha fatto la richiesta della difesa di un rinvio, ma poteva disporre un rinvio tra una, due settimane. Tra l’altro questa data della prossima udienza, il 7 dicembre, è amaramente simbolica perché segnerà il ventiduesimo mese di detenzione arbitraria e illegale di Patrick e quindi una sofferenza continua”. “Abbiamo del tempo davanti – prosegue – per fare qualcosa di importante, di efficace nelle relazioni tra Italia ed Egitto. La richiesta che facciamo è che la diplomazia italiana utilizzi questo tempo nel migliore dei modi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La seconda udienza del processo al Tribunale di Mansura è durata solo due minuti durante i quali, come hanno riferito fonti del collegio di difesa, la sua legale Hoda Nasrallah ha chiesto un rinvio per poter studiare gli atti. La legale ha chiesto inoltre una copia autenticata del fascicolo dato che finora vi ha avuto accesso solo in consultazione presso uffici giudiziari, senza dunque poterlo studiare adeguatamente.
Patrick non ha preso la parola durante l’udienza. Per giustificare la richiesta di rinvio, Hoda ha sostenuto che è stato lo stesso Zaki a chiederlo in quanto “non è soddisfatto” della difesa dato che lei ha potuto leggere gli atti in Procura solo “in fretta”, ha riferito un avvocato presente in aula che ha preferito restare anonimo.
In tribunale Patrick Zaki è stato portato nella gabbia degli imputati in manette, che poi gli sono state tolte dopo meno di cinque minuti. Qualche minuto dopo l’ingresso di Patrick nella gabbia degli imputati, prima ancora che la sua udienza iniziasse, la sessione è stata interrotta e Patrick ha parlato con due avvocati e bevuto un po’ d’acqua. Padre e sorella erano seduti a un paio di metri dalla gabbia.
In aula ci sono anche una quindicina di attivisti e amici di Patrick. A un’attivista Eipr sono stati controllati i documenti. Giornalisti hanno provato più volte a parlare con Patrick, ma sono stati fatti allontanare con moniti verbali. Lo studente è vestito tutto di bianco, il colore degli imputati nei processi egiziani. Anche oggi porta occhiali, barba e codino.
Da poco prima delle 10:30 ora locale e italiana è in corso la sessione di udienze in cui è inserita la seconda del processo a Zaki. I giornalisti sono stati ammessi con diffida dal girare video o scattare foto.
Lo studente egiziano dell’università di Bologna è in carcere in Egitto da quasi 20 mesi.
Come la prima udienza svoltasi il 14 settembre, quella odierna si tiene di nuovo davanti a una Corte della Sicurezza dello Stato per i reati minori (o d’emergenza) di Mansura, la città natale di Patrick.
Nell’ala nuova del vecchio Palazzo di Giustizia, è previsto che nell’ambito di una sessione di varie ore vengano esaminati molte decine di casi a partire da metà mattinata. La volta scorsa l’aggiornamento a oggi, dopo un’udienza di pochi minuti, fu annunciato verso le 15 ora locale e italiana. Visto il tipo di corte, si desume che l’accusa a suo carico su cui si dibatterà oggi sulla base di tre articoli giornalistici è quella di “diffusione di notizie false dentro e fuori il Paese”. Un reato sanzionato con un massimo di cinque anni di carcere. La corte può emettere una sentenza inappellabile in qualsiasi udienza.
È già stato confermato però da una legale dello studente che restano in piedi (si presume quindi da affrontare eventualmente in altra sede) le accuse di “minare la sicurezza nazionale” e di istigare alla protesta, “al rovesciamento del regime”, “all’uso della violenza e al crimine terroristico”: le ipotesi di reato basate sui dieci post su Facebook di controversa attribuzione.
Si tratta di crimini che gli fanno rischiare 25 anni di carcere, secondo Amnesty International, o addirittura l’ergastolo, hanno sostenuto fonti giudiziarie egiziane. Come sempre avvenuto nelle udienze per il rinnovo della custodia cautelare, è prevedibile anche per oggi la presenza presso il Tribunale di un diplomatico italiano nell’ambito di un monitoraggio processuale Ue che coinvolge paesi extra-europei come il Canada.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vigilessa uccisa: interrogate le figlie
A seguire l’interrogatorio di Mirto Milani
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BRESCIA
28 settembre 2021
09:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È iniziato nel carcere Verziano di Brescia l’interrogatorio di garanzia di Paola e Silvia Zani, le due figlie di Laura Ziliani, accusate dell’omicidio della madre.
Le prime ad arrivare sono state le avvocatesse delle ragazze, poi il gip di Brescia Alessanda Sabatucci e infine il pubblico ministero titolare dell’inchiesta Kati Bressanelli.
Gip e pm si trasferiranno poi nel carcere di Canton Mombello per l’interrogatorio di garanzia di Mirto Milani.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Clima: Greta a Milano, mi aspetto molte parole
Arrivata per la PreCop, in coda per il tampone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
28 settembre 2021
10:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Greta Thumberg è arrivata al Mico di Milano per le iniziative collegate alla PreCop26 dedicate ai giovani. In coda per il tampone e presa d’assalto’ dai giornalisti ha replicato solo ad alcune domande.
“Sto bene – ha detto – e ho le stesse aspettative di molti altri incontri, molte parole”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Youth4Climate: Greta, vogliamo giustizia climatica ora
L’attivista svedese a Milano per le iniziative collegate alla PreCop26 dedicata ai giovani
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
28 settembre 2021
17:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Greta Thunberg al Mico di Milano per le iniziative collegate alla PreCop26 dedicata ai giovani. In coda per il tampone, ha replicato solo ad alcune domande.
“Sto bene – ha detto – e ho le stesse aspettative di molti altri incontri, molte parole”.
Al centro congressi la Youth4Climate, conferenza dei giovani sul clima organizzata dal governo italiano come evento introduttivo alla Pre-Cop26, riunione dei ministri dell’Ambiente in vista della Cop26, conferenza annuale dell’Onu in programma a Glasgow dal 31 ottobre al 12 novembre. Quattrocento giovani, due per ciascuno dei 197 paesi dell’Onu, discuteranno con esperti su tutti gli aspetti della crisi climatica.
Sulla crisi climatica “dai leader mondiali sentiamo solo parole, bla bla bla – ha detto Greta Thunberg all’apertura della Youth4Climate – Le emissioni continuano ad aumentare. Possiamo invertire questa tendenza, ma serviranno soluzioni drastiche. E dato che non abbiamo soluzioni tecnologiche, vuol dire che dovremo cambiare noi. Non possiamo più permettere al potere di decidere cosa sia la speranza. La speranza non è un qualcosa di passivo, non è un bla bla bla. La speranza vuol dire la verità, vuol dire agire. E la speranza viene sempre dalla gente. Noi vogliamo giustizia climatica, e la vogliamo ora”.
“La crisi climatica è sintomo di una crisi di più ampio respiro, la crisi sociale della ineguaglianza, che viene dal colonialismo – ha detto ancora -. Una crisi che nasce dall’idea che alcune persone valgono più di altre”. Secondo la giovane attivista svedese per il clima, “stiamo andando velocemente nella direzione sbagliata. I nostri leader non agiscono volutamente, e questo è un tradimento. Non possono dire che lo fanno, perché continuano ad aprire miniere di carbone e a sfruttare giacimenti, senza aumentare i fondi ai paesi vulnerabili. Selezionano giovani come noi facendo finta di ascoltarci, ma non è vero. Non ci hanno mai ascoltati”. Al termine del suo intervento, Greta ha avuto uno scambio di slogan col pubblico di giovani in sala, in stile comizio. “Cosa vogliamo?”, ha gridato. “Giustizia climatica!”, hanno risposto ragazze e ragazzi. “E quando la vogliamo?”. “Ora!”.
“Quando parlo di cambiamento climatico, cosa vi viene in mente? Io penso a posti di lavoro, posti di lavoro verdi – ha proseguito – Il cambiamento climatico non è solo una minaccia, è soprattutto un’opportunità di creare un pianeta più verde e più sano. Dobbiamo cogliere questa opportunità. E’ una soluzione win-win, sia per lo sviluppo che per la conservazione”.
I leader mondiali “devono tirare fuori più fondi per aiutare le popolazioni dell’Africa che già oggi soffrono i danni maggiori della crisi climatica, nonostante questo continente emetta solo il 3% dei gas serra. Occorre dare più finanziamenti, oltre a quelli già promessi al 2020 e mai dati. E’ il momento che i leader mondiali ammettano di parlare e comincino ad agire. Devono mostrare il denaro ed ascoltare i paesi più colpiti”. Lo ha detto la giovane attivista ugandese per il clima Vanessa Nakate all’apertura della conferenza dei giovani sul clima Youth4Climate.
Le proteste dei giovani contro il cambiamento climatico sono utili, ma occorre lavorare insieme per trovare una soluzione. Lo ha detto il ministro per la Transizione Ecologica Roberto Cingolani aprendo i lavori del PreCop 26 di Milano. “Il cambiamento climatico e le disuguaglianze sociali globali devono essere trattati insieme – ha detto – non esiste un’unica soluzione”. “Spero che oltre a protestare, cosa che è estremamente utile – ha aggiunto – ci aiuterete a identificare nuove soluzioni visionali, è questo quello che ci aspettiamo da voi”. “Siamo qui 400 partecipanti di 186 Paesi – ha ricordato il ministro – e il compito della giornata odierna è ascoltare le vostre priorità”. “Vogliamo ascoltare le vostre idee, proposte e raccomandazioni – ha spiegato ai giovani delegati dei vari Paesi riuniti al Mico di Milano – abbiamo bisogno della vostra visione e motivazione e del vostro coinvolgimento”. “Uniamo le forze – ha scandito – non dobbiamo rinunciare al nostro futuro e al futuro del nostro Pianeta, siete intervenuti per questo, lo dico come scienziato, l’ho fatto per 35 anni, come ministro temporaneo e come padre di tre bambini”.
Il convegno ‘Youth 4 Climate’ in vista del PreCop 26 di Milano è “il primo esperimento di governo dei giovani, un vero e proprio esperimento di governo del futuro”, ha detto il ministro Cingolani a margine dell’evento, spiegando che i 400 delegati intervenuti “rappresentano una comunità immensa, saranno i futuri decisori, e avranno due giorni per fare proposte”. “Questi tavoli – ha aggiunto – lavoreranno in discussione continua e dovranno portare proposte che saranno selezionate e presentate al Cop 26 di Glasgow. “E’ la prima volta che si fa un esperimento di Governo dei Giovani – ha sottolineato – con lo scopo chiaro, dare in mano ai giovani un vero e proprio esperimento di governo del futuro”. “Speriamo che le proposte siano buone – ha affermato – e da cittadino e da padre non posso che avere una speranza di vedere cose che con la loro energia fresca noi vecchietti non possiamo vedere”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mottarone: fermi non convalidati, al via udienza al Riesame
Appello Procura Verbania contro decisione gip del 29 maggio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
11:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È cominciata davanti al Tribunale del riesame di Torino la discussione dell’appello della procura di Verbania contro la decisione con cui lo scorso 29 maggio, nell’ambito dell’inchiesta sulla sciagura del Mottarone, il gip Donatella Banci Buonamici dispose la scarcerazione di due degli indagati per la carenza di gravi indizi a loro carico. A sostenere il ricorso in aula c’è il procuratore capo Olimpia Bossi.
La giudice Banci Buonamici non aveva convalidato il fermo di Luigi Nerini ed Enrico Perocchio, rispettivamente gestore e direttore di esercizio della funivia del Mottarone. Il secondo è presente insieme al suo avvocato difensore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vigilessa uccisa:indagati non rispondono
Procura valuta un nuovo interrogatorio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BRESCIA
28 settembre 2021
12:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere Paola e Silvia Zani e Mirto Milani, i tre accusati dell’omicidio dell’ex vigilessa Laura Ziliani. Nel corso dell’interrogatorio di garanzia non hanno risposto alle domande del gip.
La procura di Brescia valuta di interrogarli tra qualche giorno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vigilessa uccisa: finito interrogatorio delle figlie
Durato solo 40 minuti, rimaste forse in silenzio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BRESCIA
28 settembre 2021
12:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È finito l’interrogatorio delle due sorelle Paola e Silvia Zani. È durato solo 40 minuti.
La prima a lasciare il carcere è stata la pm Caty Bressanelli.
Visti i tempi, non si esclude che le tue figlie di Laura Ziliani possono aver deciso di non rispondere alle domande del gip.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Ordine Ancona pronto ad agire per medico no vax
Apparso incappucciato a Carta Bianca
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
28 settembre 2021
12:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Ordine dei Medici della provincia di Ancona è pronto ad agire nei confronti del dirigente medico contrario al vaccino anti covid dell’ospedale regionale di Torrette, apparso incappucciato nella trasmissione Carta bianca, di Rai 3, condotta da Bianca Berlinguer. “Sono stato messo al corrente della vicenda, visionerò il video relativo a quella trasmissione e ascolterò ciò che il collega ha detto – annuncia il presidente dell’Ordine anconetano Fulvio Borromei, sulle pagine locali del Resto del Carlino -.
Il suo caso così come quello di altri rappresentanti della categoria, verrà analizzato con la massima attenzione. Voglio rassicurare tutti, andremo fino in fondo, la legge verrà rispettata”. Il medico era stato intervistato, con felpa, cappuccio in testa, ripreso di schiena e la voce modificata, scatenando la reazione indignata di Massimo Galli, responsabile del reparto Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano. L’intervista era stata fatta nella sede del sindacati degli infermieri Laisa fondato da Enzo Palladino, un infermiere, sempre dell’ospedale di Torrette, volto noto della galassia no vax. Secondo Borromei, nei prossimi giorni si riunirà “una commissione specifica dell’ordine per fare il punto su una serie di casi, tra cui quello del medico di Torrette. In quella occasione, essendo un organo ufficiale, adotteremo le misure necessarie, caso per caso”, conclude il presidente dell’Ordine dei Medici di Ancona, sottolineando che “è molto delicato” analizzare i vari casi, ma che “nulla verrà lasciato al caso, faremo chiarezza”. Secondo fonti dell’azienda Ospedali Riuniti di Ancona, il dirigente sarebbe al momento l’unico medico non vaccinato, mentre ci sono una decina di altri operatori sanitari (infermieri, oss, ausiliari), sospesi. Per il dirigente, spiegano le stesse fonti, “verranno seguite le procedure di legge”, dopo la decisione dell’Ordine professionale. Poco meno di 20 invece le sospensioni dal lavoro senza retribuzione nella provincia di Ancona.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fondazione Agnelli, in 10 anni scuola media non è migliorata
Rapporto 2021, apprendimento non soddisfa, criticità docenti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
13:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Rispetto a dieci anni fa, quando pubblicammo il nostro primo Rapporto, la situazione della scuola media non è migliorata: gli apprendimenti restano insoddisfacenti, i divari territoriali e le disuguaglianze sociali sono ancora più evidenti, i docenti non sono meglio formati né la didattica è stata rinnovata, rimanendo molto tradizionale”. Così Andrea Gavosto, direttore della Fondazione Agnelli, spiega il senso del Rapporto scuola media 2021, presentato oggi ai media.
“Nei prossimi mesi, se la pandemia darà tregua, sarà necessario riportare la secondaria di primo grado al centro dell’attenzione pubblica per farle ritrovare una missione che garantisca efficacia ed equità: consentire a tutti gli studenti di acquisire apprendimenti di qualità”, spiega Gavosto. Curato da Barbara Romano, è il primo rapporto della Fondazione Agnelli in formato interamente digitale (scuolamedia.fondazioneagnelli.it). L’obiettivo è, infatti, parlare non solo agli esperti, ma a un pubblico più ampio, anche di famiglie.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Salmo:rapper indagato per concerto show,salta interrogatorio
Previsto domani a Tempio Pausania ma manca la notifica
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TEMPIO PAUSANIA
28 settembre 2021
13:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Salta l’interrogatorio di Salmo, il rapper ufficialmente indagato dalla Procura di Tempio Pausania per il concerto non autorizzato e il maxi assembramento del 13 agosto al molo Brin di Olbia.
Il cantante olbiese, al secolo Maurizio Pisciottu, si sarebbe dovuto presentare domani mattina davanti al procuratore Gregorio Capasso per essere interrogato sui fatti, ma non ha ricevuto l’avviso di comparizione.
Con lui è indagato anche Kevin Lupetti, proprietario della ruota panoramica installata al porto di Olbia, sotto la quale si è esibito il rapper.
Salmo e Lupetti, assistiti dagli avvocati Salvatore Seu, Antonello Desini e Nicoletta Mani, non hanno però ricevuto la notifica.
I due risultano accusati, in concorso, di avere organizzato senza alcuna autorizzazione il concerto gratuito del 13 agosto che radunò al molo Brin di Olbia oltre tremila spettatori.
Secondo la Procura i due, non comunicando l’organizzazione dell’evento alla Questura per ottenere le relative autorizzazioni, avrebbero violato il Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza. In più il concerto ha provocato un maxi assembramento, violando le norme per la prevenzione e diffusione del coronavirus. Violazioni che avevano scatenato polemiche in tutta Italia, con personaggi dello spettacolo, primo fra tutti Fedez, che avevano attaccato e condannato il comportamento di Salmo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Saranno trascritte tutte le intercettazioni indagine Suarez
Gup Perugia accoglie la richiesta delle parti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
28 settembre 2021
13:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una perizia per trascrivere tutte le intercettazioni telefoniche e ambientali dell’indagine del cosiddetto “esame farsa” per la conoscenza dell’italiano sostenuto da Luis Suarez all’Università per Stranieri di Perugia è stata disposta dal gip Natalia Giubilei nell’ambito dell’udienza preliminare che ha preso il via oggi nel capoluogo umbro. Una udienza tecnica, durata poco più di 20 minuti e rinviata al 12 ottobre prossimo per la nomina del perito.

A chiedere la “perizia trascrittiva” è stata la stessa procura di Perugia, guidata da Raffaele Cantone che coordina le indagini dei sostituti Paolo Abbritti e Gianpaolo Mocetti (tutti e tre presenti stamani in aula), concordemente con le difese degli imputati, la ex rettrice Giuliana Grego Bolli e la ex direttrice del Centro di valutazione e certificazioni linguistiche, Stefania Spina, difese dall’avvocato David Brunelli, l’ex direttore generale Simone Olivieri, difeso dall’avvocato Francesco Falcinelli e l’avvocato Maria Cesarina Turco. Falsità ideologica e materiale e rivelazione e utilizzazione di segreti d’ufficio i reati ipotizzati a vario titolo.
“Soddisfazione per questo risultato processuale” è stata espressa dall’avvocato Falcinelli, secondo il quale “la perizia è significativa perché consentirà al giudice di avere un patrimonio conoscitivo importante”.
La certificazione della conoscenza dell’italiano, di livello B1, era un documento necessario a Suarez, allora al Barcellona, per acquisire la cittadinanza e quindi – secondo i capi d’imputazione – “essere ingaggiato dalla Juventus con la quale era in corso una trattativa”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incidente in ospedale, 2 operai morti
Investiti da azoto in un deposito
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
28 settembre 2021
13:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due operai sono deceduti in un deposito di azoto della sede dell’ospedale Humanitas a Pieve Emanuele nel Milanese. E’ quanto riferiscono i vigili del fuoco.

I due, lavoratori di una ditta esterna, sono deceduti a causa di ustioni da congelamento. Le cause sono in via di accertamento.
Sul posto si trovano personale del 118, vigili del fuoco, Carabinieri e polizia locale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Giletti, Non è l’arena al mercoledì è nuova sfida
‘Non fuggo da Fazio, mi metto in gioco’ Al via 29/9 su La7
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
13:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo un’estate nella quale “ho chiesto due mesi di silenzio per decidere cosa fare” Massimo Giletti con un nuovo contratto che lo lega a La7 per due anni, è pronto a tornare con Non è l’arena, ma lascia la domenica per un nuovo giorno il mercoledì, con il debutto fissato per il 29 settembre in prima serata su La7. “Cambiare giorno è una nuova sfida e averne voglia alla mia età è un indice di quanto abbia voglia di mettermi in gioco” spiega il giornalista, precisando di non lasciare la domenica “per paura di Fazio (con Che tempo che fa su Rai3, ndr).
Io lo rispetto, è un grande professionista ma se avessi avuto paura di lui avrei evitato la domenica dall’inizio. Eravamo una scialuppa contro una portaerei e la sfida era proprio quella, portare una tv eretica contro la liturgia… un po’ alla Fra Dolcino” aggiunge sorridendo. Il suo obiettivo primario “è andare sempre alla ricerca delle verità”. Per introdurre una delle inchieste centrali della prima puntata del programma, che unisce talk, inchiesta e storytelling, Giletti tira fuori una scatolina rossa con dentro due mascherine bianche ffp2 a rappresentare una delle forniture arrivate in Italia:”questa certificazione – spiega mostrando dei documenti – parla in modo molto chiaro, sono scarsamente protettive. Domani dirò in che ospedale sono utilizzate. Perché nessuno parla più dei 190 mln di mascherine sequestrate in tutta italia?”. Il suo saluto nell’ultima puntata della scorsa edizione del programma era stato letto da alcuni come la volontà di allontanarsi dalla tv: “Era un momento difficile – spiega -.
Ho perso mio padre durante quell’anno, ed essere sotto scorta non è una cosa semplice. Per questo ho chiesto tempo prima di decidere”. Le è realmente arrivata una proposta per candidarsi come sindaco di Roma? “Non è la prima volta che mi arrivano proposte del genere – risponde sicuro – dimostra la fragilità dei partiti, cercano volti al di fuori del sistema”. Comunque un futuro in politica “non lo escludo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mottarone: riesame Torino, udienza aggiornata a domani
Procura Verbania ha presentato nuovi atti di indagine
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
13:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È stata aggiornata a domani dal Tribunale del riesame di Torino la discussione dell’appello della procura di Verbania sulla posizione di due degli indagati nell’inchiesta sulla sciagura della funivia del Mottarone, nella quale, il 23 maggio scorso, morirono 14 persone. L’iniziativa, secondo quanto si è appreso, permetterà alle difese di esaminare una parte del nuovo materiale depositato dal procuratore capo Olimpia Bossi.

Nuovi elementi sono stati infatti presentati dalla Procura di Verbania a sostegno della richiesta di riconoscere gravi indizi di colpevolezza, nella sciagura del Mottarone, a carico del gestore dell’impianto, Luigi Nerini, e del direttore di esercizio Emilio Perocchio. Lo si è appreso a Palazzo di Giustizia di Torino dove è cominciata, al Tribunale del riesame, la discussione del ricorso presentato dal procuratore capo Olimpia Bossi contro la scarcerazione dei due indagati disposta dal Gip Donatella Banci Buonamici, il 29 maggio. Il materiale, depositato venerdì, è formato da una serie di testimonianze acquisite dagli inquirenti nell’estate.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: ultracentenaria vaccinata a Rieti con terza dose
Al via oggi nel Lazio per ospiti Rsa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
28 settembre 2021
14:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Iniziate questa mattina a Rieti le prime somministrazioni della terza dose di richiamo del vaccino anti Covid per gli ospiti nelle RSA che hanno fatto la seconda dose almeno da 180 giorni. Tra le prime a ricevere la dose di richiamo ‘nonna Valentina’ donna ultracentenaria residente nella RSA di Santa Rufina a Rieti (foto)”.
Lo dichiara l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.
Da domani sera alla mezzanotte (mercoledì ore 24.00) sarà attivo per tutta la regione il servizio di prenotazione online per gli over 80 che abbiano ricevuto la seconda dose entro il 31 marzo 2021, una platea di 140 mila utenti. Le somministrazioni potranno essere effettuate presso i centri vaccinali oppure in farmacia. Chi volesse potrà fare la terza dose del richiamo dal proprio medico di famiglia contattandolo direttamente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Drone sbatte sulla Torre di Pisa, denunciato turista 25enne
Nessun danno al monumento, oggetto volante sequestrato
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PISA
28 settembre 2021
14:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il tentativo di realizzare qualche foto o video spettacolare “in quota” da parte di un turista francese gli è costato una denuncia penale per avere mandato il drone che stava manovrando a sbattere contro il settimo anello della Torre di Pisa. L’impatto non ha causato nessuna conseguenza al monumento.
La vicenda risale a lunedì e ne è stato protagonista un 25enne in vacanza subito identificato da personale dell’Ufficio Servizi Generali della questura.
Il giovane francese stava visitando piazza dei Miracoli quando ha pensato bene di azionare il drone per un sorvolo della piazza “a caccia” di immagini insolite, ma qualcosa è andato storto e l’oggetto volante è andato a sbattere sulla torre campanaria e poi è precipitato al suolo. Il turista è stato subito individuato dai poliziotti in servizio di vigilanza nell’area monumentale, quindi identificato e denunciato a piede libero, spiega una nota della questura, ai sensi dell’articolo 1231 del Codice della Navigazione in relazione al Regolamento Aip Enav che vieta il sorvolo all’interno dell’area. Il drone, recuperato dal personale dell’Opera Primaziale, è stato sequestrato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Zaki: Amnesty Italia, rinvio lungo che sa di punizione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
28 settembre 2021
14:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Un rinvio abnormemente lungo che sa di punizione”. Così Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International in Italia, sul nuovo rinvio del processo per Patrick George Zaki.
“Il giudice – spiega Noury – poteva sì accogliere come ha fatto la richiesta della difesa di un rinvio, ma poteva disporre un rinvio tra una, due settimane. Tra l’altro questa data della prossima udienza, il 7 dicembre, è amaramente simbolica perché segnerà il ventiduesimo mese di detenzione arbitraria e illegale di Patrick e quindi una sofferenza continua”.
“Abbiamo del tempo davanti – prosegue – per fare qualcosa di importante, di efficace nelle relazioni tra Italia ed Egitto. La richiesta che facciamo è che la diplomazia italiana utilizzi questo tempo nel migliore dei modi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fedez indagato per diffamazione, in una canzone parlò di Pietro Maso
Il testo faceva riferimento alla vicenda dell’uccisione dei genitori
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
15:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il rapper Fedez è indagato a Roma per l’accusa di diffamazione aggravata nei confronti di Pietro Maso, l’uomo che ha scontato una pena ad oltre 30 anni di carcere per avere ucciso nel 1991 i suoi genitori ed è tornato libero nel 2015. L’iscrizione è legata ad una denuncia presentata nei mesi scorsi dall’avvocato Alessio Pomponi, difensore di Maso, in relazione al testo della canzone “No Game-Freestyle” pubblicata nel giugno scorso da Fedez dove si fa riferimento alla vicenda processuale di Maso.
“Flow delicato, pietre di raso, saluti a famiglia da Pietro Maso, la vita ti spranga sempre a testa alta come quando esce sangue dal naso (…)”, questo il passaggio del brano contestato dall’avvocato.
“E’ richiamata in maniera esplicita la drammatica vicenda personale e processuale che mi ha visto coinvolto – scrive Maso nella denuncia – e che, a distanza di anni e di un faticoso e doloroso percorso personale sono riuscito a superare”.
Per il denunciante “le espressioni utilizzate, riferite e riferibili in maniera chiara, diretta ed esplicita al sottoscritto, appaiono oggettivamente diffamatorie e non possono essere certamente ricondotte all’uso di immagini forti appartenenti al genere musicale o alla cifra artistica degli autori, ovvero a vicende personali assimilabili”. Per Maso la “libertà di espressione e di manifestazione del proprio pensiero, anche e soprattutto nel caso di specie… non può determinarsi in modo da ledere l’onorabilità altrui, atteso, vi è più, che la vicenda che ha interessato il sottoscritto, ad oggi, non assume alcun interesse in termini di attualità e rilevanza storica”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mottarone, l’11 ottobre la rimozione della cabina e spunta un nuovo testimone
Si tratta di un ex dipendente della funivia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
29 settembre 2021
09:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prenderanno il via l’11 ottobre le operazioni di rimozione della cabina della funivia Stresa-Mottarone precipitata il 23 maggio scorso, causando la morte di 14 persone e il ferimento di un bimbo di 5 anni, Eitan, l’unico sopravvissuto. I resti della cabina saranno rimossi con un elicottero dei vigili del fuoco.
La data dell’intervento è stata decisa in tribunale a Verbania, nel corso di una riunione con i consulenti delle parti in causa. Per sollevare la cabina saranno tagliati 80-100 alberi onde consentire all’elicottero di operare in sicurezza.
E c’e’ un nuovo testimone nell’inchiesta sulla sciagura del Mottarone. Si tratta, secondo quanto si è appreso di un ex dipendente della funivia che lo scorso 7 giugno si è presentato spontaneamente agli inquirenti riferendo che già in passato aveva parlato di alcune “situazioni” sul funzionamento dell’impianto. Per corroborare il suo racconto, l’uomo aveva consegnato il file audio di una conversazione con due colleghi (uno dei quali è Gabriele Tadini, caposervizio, oggi l’unico indagato agli arresti domiciliari) risalente al 2019.
Oggi, nel corso dell’udienza davanti al Tribunale del riesame, il pm Olimpia Bossi, con una mossa a sorpresa, ne ha depositata una riproduzione su cd. I difensori hanno chiesto di poter ascoltare il file nella sua interezza anche perché, sempre secondo quanto si è appreso, non è stata fatta una trascrizione completa del colloquio: esistono solo alcuni stralci contenuti in un brogliaccio messo a punto della polizia giudiziaria. I giudici si sono detti d’accordo e hanno aggiornato l’udienza a domani.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Salone Libro: accolto ricorso contro proscioglimento Fassino
Ex sindaco Torino a processo il 27 gennaio con altri 5 imputati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
15:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte d’Appello di Torino ha accolto il ricorso della procura contro il proscioglimento dell’ex sindaco Piero Fassino e di altri 5 imputati da una parte delle accuse relative all’inchiesta sulla vecchia gestione del Salone del Libro. Fassino e gli altri, tra cui l’ex assessore regionale alla cultura Antonella Parigi, saranno processati il prossimo 27 gennaio.
I proscioglimenti erano stati decisi il 2 ottobre 2020 nel corso dell’udienza preliminare.
“Prendiamo atto della decisione della Corte di Appello.
Ribadiamo che l’onorevole Fassino ha sempre operato nella piena correttezza e nel rispetto della legge affidandosi ai pareri tecnici dei consulenti nominati dalla Fondazione. Siamo convinti che il dibattimento lo dimostrerà”, dichiarano gli avvocati Francesca Violante e Nicola Gianaria, legali di Piero Fassino, in relazione alla decisione della Corte di Appello sul ricorso della procura.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: in arrivo temporali su Piemonte e Lombardia
Allerta Protezione civile, previsti rovesci di forte intensità
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
16:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’avvicinamento di una perturbazione dall’Europa nord-occidentale, durante la prossima notte, porterà un “breve ma spiccato” peggioramento delle condizioni meteo sul Nord-Ovest, in particolare sulle aree settentrionali di Piemonte e Lombardia. Lo indica un’allerta meteo della Protezione civile.

Dalla serata di oggi sono così attesi temporali sui settori settentrionali di Piemonte e Lombardia. Previsti rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.
Valutata per domani allerta gialla per rischio idrogeologico in Calabria e su settori di Piemonte, Lombardia e Sicilia.   SEGUI IL METEO IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Green pass: consigliere teatro lo paragona a quello nazista
Polemiche a Messina per post su Fb, chieste dimissioni da Cda
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MESSINA
28 settembre 2021
08:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Green pass come il lascia passare nazista. Il consigliere dell’Ente Teatro di Messina Nino Principato di nuovo al centro delle polemiche.
Dopo i suoi commenti sul Festival di Sanremo e Achille Lauro che suscitarono l’indignata reazione dell’Arcigay e della comunità Lgbt, Principato ha postato su Facebook la frase “Green Kass degli anni ’40 del 900: La storia si ripete” con un’immagine del lascia passare nazista, paragonato all’attuale “green pass”.
Quindici consiglieri comunali hanno chiesto subito le sue dimissioni: “Riteniamo che tali affermazioni siano estremamente gravi e non degne di un soggetto chiamato dal Comune di Messina all’interno del CdA della più importante istituzione culturale della città, che è il teatro Vittorio Emanuele. Stavolta ha davvero oltrepassato il segno, per il gravissimo accostamento ad uno strumento illiberale e antidemocratico di matrice nazista, e per il pessimo esempio dato alla collettività, in un momento storico in cui bisogna più che mai rispettare le regole per la salvaguardia della salute pubblica”. I consiglieri chiedono al sindaco Cateno De Luca “non solo di prendere pubblicamente le distanze da questa infelicissima uscita del suo rappresentante in seno al Teatro, ma di revocargli immediatamente l’incarico per evidente inadeguatezza a rappresentare l’Ente comunale”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sei falsi dentisti denunciati dai cc del Nas nel Napoletano
Esercizio abusivo della professione. Sequestri per 200mila euro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
28 settembre 2021
08:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sei falsi dentisti sono stati denunciati nel Napoletano dai carabinieri del Nas per esercizio abusivo della professione: I militari, nell’ambito di servizi disposti dal Comando carabinieri per la tutela della salute, hanno ispezionato nei comuni di Napoli, Gragnano, Agerola, Villaricca, Sant’Antonio Abate e Vico Equense, 6 studi dentistici all’interno dei quali vi erano altrettanti odontotecnici che svolgevano l’attività di dentista, pur non avendo mai conseguito il diploma di laurea necessario per l’esercizio della professione sanitaria.
Nel corso delle ispezioni i militari hanno interrogato alcuni pazienti presenti negli ambulatori i quali hanno confermato di essere stati visitati e sottoposti alle cure da parte dei titolari degli studi, confidando nella loro professionalità.
I pazienti hanno riferito di non conoscere l’effettivo possesso dell’abilitazione all’esercizio dell’arte medica da parte degli odontotecnici.
I responsabili sono stati denunciati per esercizio abusivo della professione sanitaria e sono state sottoposte a sequestro le sale odontoiatriche interne agli studi medici complete di strutture e apparati radiografici utilizzati abusivamente dagli odontotecnici per un valore di oltre 200 mila euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per il processo a Zaki nuovo rinvio al 7 dicembre. Portato in udienza in manette
Lo studente egiziano dell’università di Bologna in carcere in Egitto da quasi 20 mesi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MANSURA
29 settembre 2021
09:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il processo nei confronti di Patrick Zaki è stato aggiornato al 7 dicembre, quando si terrà una nuova udienza. Lo ha annunciato un poliziotto in aula nel tribunale di Mansura.
“Il rinvio del processo è stato deciso affinché la difesa possa ottenere copia ufficiale degli atti, fare le proprie memorie e rappresentare Patrick nel migliore dei modi con una forte memoria”: lo ha confermato la sua principale legale, Hoda Nasrallah.
Finora “ci hanno presentato gli atti senza fornircene una copia o fotocopia ufficiale”, ha aggiunto parlando davanti al Palazzo di Giustizia. “Abbiamo alcuni punti in mente ma per fare le memorie è necessario avere i documenti in mano in modo da poterli utilizzare in ogni punto, e finora questo non è stato possibile”, ha detto ancora la legale.
“Un rinvio abnormemente lungo che sa di punizione”. Così Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International in Italia, sul nuovo rinvio del processo per Patrick George Zaki. “Il giudice – spiega Noury – poteva sì accogliere come ha fatto la richiesta della difesa di un rinvio, ma poteva disporre un rinvio tra una, due settimane. Tra l’altro questa data della prossima udienza, il 7 dicembre, è amaramente simbolica perché segnerà il ventiduesimo mese di detenzione arbitraria e illegale di Patrick e quindi una sofferenza continua”. “Abbiamo del tempo davanti – prosegue – per fare qualcosa di importante, di efficace nelle relazioni tra Italia ed Egitto. La richiesta che facciamo è che la diplomazia italiana utilizzi questo tempo nel migliore dei modi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La seconda udienza del processo al Tribunale di Mansura è durata solo due minuti durante i quali, come hanno riferito fonti del collegio di difesa, la sua legale Hoda Nasrallah ha chiesto un rinvio per poter studiare gli atti. La legale ha chiesto inoltre una copia autenticata del fascicolo dato che finora vi ha avuto accesso solo in consultazione presso uffici giudiziari, senza dunque poterlo studiare adeguatamente.
Patrick non ha preso la parola durante l’udienza. Per giustificare la richiesta di rinvio, Hoda ha sostenuto che è stato lo stesso Zaki a chiederlo in quanto “non è soddisfatto” della difesa dato che lei ha potuto leggere gli atti in Procura solo “in fretta”, ha riferito un avvocato presente in aula che ha preferito restare anonimo.
In tribunale Patrick Zaki è stato portato nella gabbia degli imputati in manette, che poi gli sono state tolte dopo meno di cinque minuti. Qualche minuto dopo l’ingresso di Patrick nella gabbia degli imputati, prima ancora che la sua udienza iniziasse, la sessione è stata interrotta e Patrick ha parlato con due avvocati e bevuto un po’ d’acqua. Padre e sorella erano seduti a un paio di metri dalla gabbia.
In aula ci sono anche una quindicina di attivisti e amici di Patrick. A un’attivista Eipr sono stati controllati i documenti. Giornalisti hanno provato più volte a parlare con Patrick, ma sono stati fatti allontanare con moniti verbali. Lo studente è vestito tutto di bianco, il colore degli imputati nei processi egiziani. Anche oggi porta occhiali, barba e codino.
Da poco prima delle 10:30 ora locale e italiana è in corso la sessione di udienze in cui è inserita la seconda del processo a Zaki. I giornalisti sono stati ammessi con diffida dal girare video o scattare foto.
Lo studente egiziano dell’università di Bologna è in carcere in Egitto da quasi 20 mesi.
Come la prima udienza svoltasi il 14 settembre, quella odierna si tiene di nuovo davanti a una Corte della Sicurezza dello Stato per i reati minori (o d’emergenza) di Mansura, la città natale di Patrick.
Nell’ala nuova del vecchio Palazzo di Giustizia, è previsto che nell’ambito di una sessione di varie ore vengano esaminati molte decine di casi a partire da metà mattinata. La volta scorsa l’aggiornamento a oggi, dopo un’udienza di pochi minuti, fu annunciato verso le 15 ora locale e italiana. Visto il tipo di corte, si desume che l’accusa a suo carico su cui si dibatterà oggi sulla base di tre articoli giornalistici è quella di “diffusione di notizie false dentro e fuori il Paese”. Un reato sanzionato con un massimo di cinque anni di carcere. La corte può emettere una sentenza inappellabile in qualsiasi udienza.
È già stato confermato però da una legale dello studente che restano in piedi (si presume quindi da affrontare eventualmente in altra sede) le accuse di “minare la sicurezza nazionale” e di istigare alla protesta, “al rovesciamento del regime”, “all’uso della violenza e al crimine terroristico”: le ipotesi di reato basate sui dieci post su Facebook di controversa attribuzione.
Si tratta di crimini che gli fanno rischiare 25 anni di carcere, secondo Amnesty International, o addirittura l’ergastolo, hanno sostenuto fonti giudiziarie egiziane. Come sempre avvenuto nelle udienze per il rinnovo della custodia cautelare, è prevedibile anche per oggi la presenza presso il Tribunale di un diplomatico italiano nell’ambito di un monitoraggio processuale Ue che coinvolge paesi extra-europei come il Canada.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vigilessa uccisa: interrogate le figlie
A seguire l’interrogatorio di Mirto Milani
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BRESCIA
28 settembre 2021
09:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È iniziato nel carcere Verziano di Brescia l’interrogatorio di garanzia di Paola e Silvia Zani, le due figlie di Laura Ziliani, accusate dell’omicidio della madre.
Le prime ad arrivare sono state le avvocatesse delle ragazze, poi il gip di Brescia Alessanda Sabatucci e infine il pubblico ministero titolare dell’inchiesta Kati Bressanelli.
Gip e pm si trasferiranno poi nel carcere di Canton Mombello per l’interrogatorio di garanzia di Mirto Milani.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Clima: Greta a Milano, mi aspetto molte parole
Arrivata per la PreCop, in coda per il tampone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
28 settembre 2021
10:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Greta Thumberg è arrivata al Mico di Milano per le iniziative collegate alla PreCop26 dedicate ai giovani. In coda per il tampone e presa d’assalto’ dai giornalisti ha replicato solo ad alcune domande.
“Sto bene – ha detto – e ho le stesse aspettative di molti altri incontri, molte parole”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Youth4Climate: Greta, vogliamo giustizia climatica ora
L’attivista svedese a Milano per le iniziative collegate alla PreCop26 dedicata ai giovani
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
28 settembre 2021
17:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Greta Thunberg al Mico di Milano per le iniziative collegate alla PreCop26 dedicata ai giovani. In coda per il tampone, ha replicato solo ad alcune domande.
“Sto bene – ha detto – e ho le stesse aspettative di molti altri incontri, molte parole”.
Al centro congressi la Youth4Climate, conferenza dei giovani sul clima organizzata dal governo italiano come evento introduttivo alla Pre-Cop26, riunione dei ministri dell’Ambiente in vista della Cop26, conferenza annuale dell’Onu in programma a Glasgow dal 31 ottobre al 12 novembre. Quattrocento giovani, due per ciascuno dei 197 paesi dell’Onu, discuteranno con esperti su tutti gli aspetti della crisi climatica.
Sulla crisi climatica “dai leader mondiali sentiamo solo parole, bla bla bla – ha detto Greta Thunberg all’apertura della Youth4Climate – Le emissioni continuano ad aumentare. Possiamo invertire questa tendenza, ma serviranno soluzioni drastiche. E dato che non abbiamo soluzioni tecnologiche, vuol dire che dovremo cambiare noi. Non possiamo più permettere al potere di decidere cosa sia la speranza. La speranza non è un qualcosa di passivo, non è un bla bla bla. La speranza vuol dire la verità, vuol dire agire. E la speranza viene sempre dalla gente. Noi vogliamo giustizia climatica, e la vogliamo ora”.
“La crisi climatica è sintomo di una crisi di più ampio respiro, la crisi sociale della ineguaglianza, che viene dal colonialismo – ha detto ancora -. Una crisi che nasce dall’idea che alcune persone valgono più di altre”. Secondo la giovane attivista svedese per il clima, “stiamo andando velocemente nella direzione sbagliata. I nostri leader non agiscono volutamente, e questo è un tradimento. Non possono dire che lo fanno, perché continuano ad aprire miniere di carbone e a sfruttare giacimenti, senza aumentare i fondi ai paesi vulnerabili. Selezionano giovani come noi facendo finta di ascoltarci, ma non è vero. Non ci hanno mai ascoltati”. Al termine del suo intervento, Greta ha avuto uno scambio di slogan col pubblico di giovani in sala, in stile comizio. “Cosa vogliamo?”, ha gridato. “Giustizia climatica!”, hanno risposto ragazze e ragazzi. “E quando la vogliamo?”. “Ora!”.
“Quando parlo di cambiamento climatico, cosa vi viene in mente? Io penso a posti di lavoro, posti di lavoro verdi – ha proseguito – Il cambiamento climatico non è solo una minaccia, è soprattutto un’opportunità di creare un pianeta più verde e più sano. Dobbiamo cogliere questa opportunità. E’ una soluzione win-win, sia per lo sviluppo che per la conservazione”.
I leader mondiali “devono tirare fuori più fondi per aiutare le popolazioni dell’Africa che già oggi soffrono i danni maggiori della crisi climatica, nonostante questo continente emetta solo il 3% dei gas serra. Occorre dare più finanziamenti, oltre a quelli già promessi al 2020 e mai dati. E’ il momento che i leader mondiali ammettano di parlare e comincino ad agire. Devono mostrare il denaro ed ascoltare i paesi più colpiti”. Lo ha detto la giovane attivista ugandese per il clima Vanessa Nakate all’apertura della conferenza dei giovani sul clima Youth4Climate.
Le proteste dei giovani contro il cambiamento climatico sono utili, ma occorre lavorare insieme per trovare una soluzione. Lo ha detto il ministro per la Transizione Ecologica Roberto Cingolani aprendo i lavori del PreCop 26 di Milano. “Il cambiamento climatico e le disuguaglianze sociali globali devono essere trattati insieme – ha detto – non esiste un’unica soluzione”. “Spero che oltre a protestare, cosa che è estremamente utile – ha aggiunto – ci aiuterete a identificare nuove soluzioni visionali, è questo quello che ci aspettiamo da voi”. “Siamo qui 400 partecipanti di 186 Paesi – ha ricordato il ministro – e il compito della giornata odierna è ascoltare le vostre priorità”. “Vogliamo ascoltare le vostre idee, proposte e raccomandazioni – ha spiegato ai giovani delegati dei vari Paesi riuniti al Mico di Milano – abbiamo bisogno della vostra visione e motivazione e del vostro coinvolgimento”. “Uniamo le forze – ha scandito – non dobbiamo rinunciare al nostro futuro e al futuro del nostro Pianeta, siete intervenuti per questo, lo dico come scienziato, l’ho fatto per 35 anni, come ministro temporaneo e come padre di tre bambini”.
Il convegno ‘Youth 4 Climate’ in vista del PreCop 26 di Milano è “il primo esperimento di governo dei giovani, un vero e proprio esperimento di governo del futuro”, ha detto il ministro Cingolani a margine dell’evento, spiegando che i 400 delegati intervenuti “rappresentano una comunità immensa, saranno i futuri decisori, e avranno due giorni per fare proposte”. “Questi tavoli – ha aggiunto – lavoreranno in discussione continua e dovranno portare proposte che saranno selezionate e presentate al Cop 26 di Glasgow. “E’ la prima volta che si fa un esperimento di Governo dei Giovani – ha sottolineato – con lo scopo chiaro, dare in mano ai giovani un vero e proprio esperimento di governo del futuro”. “Speriamo che le proposte siano buone – ha affermato – e da cittadino e da padre non posso che avere una speranza di vedere cose che con la loro energia fresca noi vecchietti non possiamo vedere”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mottarone: fermi non convalidati, al via udienza al Riesame
Appello Procura Verbania contro decisione gip del 29 maggio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
11:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È cominciata davanti al Tribunale del riesame di Torino la discussione dell’appello della procura di Verbania contro la decisione con cui lo scorso 29 maggio, nell’ambito dell’inchiesta sulla sciagura del Mottarone, il gip Donatella Banci Buonamici dispose la scarcerazione di due degli indagati per la carenza di gravi indizi a loro carico. A sostenere il ricorso in aula c’è il procuratore capo Olimpia Bossi.
La giudice Banci Buonamici non aveva convalidato il fermo di Luigi Nerini ed Enrico Perocchio, rispettivamente gestore e direttore di esercizio della funivia del Mottarone. Il secondo è presente insieme al suo avvocato difensore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vigilessa uccisa:indagati non rispondono
Procura valuta un nuovo interrogatorio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BRESCIA
28 settembre 2021
12:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere Paola e Silvia Zani e Mirto Milani, i tre accusati dell’omicidio dell’ex vigilessa Laura Ziliani. Nel corso dell’interrogatorio di garanzia non hanno risposto alle domande del gip.
La procura di Brescia valuta di interrogarli tra qualche giorno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vigilessa uccisa: finito interrogatorio delle figlie
Durato solo 40 minuti, rimaste forse in silenzio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BRESCIA
28 settembre 2021
12:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È finito l’interrogatorio delle due sorelle Paola e Silvia Zani. È durato solo 40 minuti.
La prima a lasciare il carcere è stata la pm Caty Bressanelli.
Visti i tempi, non si esclude che le tue figlie di Laura Ziliani possono aver deciso di non rispondere alle domande del gip.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Ordine Ancona pronto ad agire per medico no vax
Apparso incappucciato a Carta Bianca
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
28 settembre 2021
12:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Ordine dei Medici della provincia di Ancona è pronto ad agire nei confronti del dirigente medico contrario al vaccino anti covid dell’ospedale regionale di Torrette, apparso incappucciato nella trasmissione Carta bianca, di Rai 3, condotta da Bianca Berlinguer. “Sono stato messo al corrente della vicenda, visionerò il video relativo a quella trasmissione e ascolterò ciò che il collega ha detto – annuncia il presidente dell’Ordine anconetano Fulvio Borromei, sulle pagine locali del Resto del Carlino -.
Il suo caso così come quello di altri rappresentanti della categoria, verrà analizzato con la massima attenzione. Voglio rassicurare tutti, andremo fino in fondo, la legge verrà rispettata”. Il medico era stato intervistato, con felpa, cappuccio in testa, ripreso di schiena e la voce modificata, scatenando la reazione indignata di Massimo Galli, responsabile del reparto Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano. L’intervista era stata fatta nella sede del sindacati degli infermieri Laisa fondato da Enzo Palladino, un infermiere, sempre dell’ospedale di Torrette, volto noto della galassia no vax. Secondo Borromei, nei prossimi giorni si riunirà “una commissione specifica dell’ordine per fare il punto su una serie di casi, tra cui quello del medico di Torrette. In quella occasione, essendo un organo ufficiale, adotteremo le misure necessarie, caso per caso”, conclude il presidente dell’Ordine dei Medici di Ancona, sottolineando che “è molto delicato” analizzare i vari casi, ma che “nulla verrà lasciato al caso, faremo chiarezza”. Secondo fonti dell’azienda Ospedali Riuniti di Ancona, il dirigente sarebbe al momento l’unico medico non vaccinato, mentre ci sono una decina di altri operatori sanitari (infermieri, oss, ausiliari), sospesi. Per il dirigente, spiegano le stesse fonti, “verranno seguite le procedure di legge”, dopo la decisione dell’Ordine professionale. Poco meno di 20 invece le sospensioni dal lavoro senza retribuzione nella provincia di Ancona.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fondazione Agnelli, in 10 anni scuola media non è migliorata
Rapporto 2021, apprendimento non soddisfa, criticità docenti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
13:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Rispetto a dieci anni fa, quando pubblicammo il nostro primo Rapporto, la situazione della scuola media non è migliorata: gli apprendimenti restano insoddisfacenti, i divari territoriali e le disuguaglianze sociali sono ancora più evidenti, i docenti non sono meglio formati né la didattica è stata rinnovata, rimanendo molto tradizionale”. Così Andrea Gavosto, direttore della Fondazione Agnelli, spiega il senso del Rapporto scuola media 2021, presentato oggi ai media.
“Nei prossimi mesi, se la pandemia darà tregua, sarà necessario riportare la secondaria di primo grado al centro dell’attenzione pubblica per farle ritrovare una missione che garantisca efficacia ed equità: consentire a tutti gli studenti di acquisire apprendimenti di qualità”, spiega Gavosto. Curato da Barbara Romano, è il primo rapporto della Fondazione Agnelli in formato interamente digitale (scuolamedia.fondazioneagnelli.it). L’obiettivo è, infatti, parlare non solo agli esperti, ma a un pubblico più ampio, anche di famiglie.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Salmo:rapper indagato per concerto show,salta interrogatorio
Previsto domani a Tempio Pausania ma manca la notifica
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TEMPIO PAUSANIA
28 settembre 2021
13:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Salta l’interrogatorio di Salmo, il rapper ufficialmente indagato dalla Procura di Tempio Pausania per il concerto non autorizzato e il maxi assembramento del 13 agosto al molo Brin di Olbia.
Il cantante olbiese, al secolo Maurizio Pisciottu, si sarebbe dovuto presentare domani mattina davanti al procuratore Gregorio Capasso per essere interrogato sui fatti, ma non ha ricevuto l’avviso di comparizione.
Con lui è indagato anche Kevin Lupetti, proprietario della ruota panoramica installata al porto di Olbia, sotto la quale si è esibito il rapper.
Salmo e Lupetti, assistiti dagli avvocati Salvatore Seu, Antonello Desini e Nicoletta Mani, non hanno però ricevuto la notifica.
I due risultano accusati, in concorso, di avere organizzato senza alcuna autorizzazione il concerto gratuito del 13 agosto che radunò al molo Brin di Olbia oltre tremila spettatori.
Secondo la Procura i due, non comunicando l’organizzazione dell’evento alla Questura per ottenere le relative autorizzazioni, avrebbero violato il Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza. In più il concerto ha provocato un maxi assembramento, violando le norme per la prevenzione e diffusione del coronavirus. Violazioni che avevano scatenato polemiche in tutta Italia, con personaggi dello spettacolo, primo fra tutti Fedez, che avevano attaccato e condannato il comportamento di Salmo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Saranno trascritte tutte le intercettazioni indagine Suarez
Gup Perugia accoglie la richiesta delle parti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
28 settembre 2021
13:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una perizia per trascrivere tutte le intercettazioni telefoniche e ambientali dell’indagine del cosiddetto “esame farsa” per la conoscenza dell’italiano sostenuto da Luis Suarez all’Università per Stranieri di Perugia è stata disposta dal gip Natalia Giubilei nell’ambito dell’udienza preliminare che ha preso il via oggi nel capoluogo umbro. Una udienza tecnica, durata poco più di 20 minuti e rinviata al 12 ottobre prossimo per la nomina del perito.

A chiedere la “perizia trascrittiva” è stata la stessa procura di Perugia, guidata da Raffaele Cantone che coordina le indagini dei sostituti Paolo Abbritti e Gianpaolo Mocetti (tutti e tre presenti stamani in aula), concordemente con le difese degli imputati, la ex rettrice Giuliana Grego Bolli e la ex direttrice del Centro di valutazione e certificazioni linguistiche, Stefania Spina, difese dall’avvocato David Brunelli, l’ex direttore generale Simone Olivieri, difeso dall’avvocato Francesco Falcinelli e l’avvocato Maria Cesarina Turco. Falsità ideologica e materiale e rivelazione e utilizzazione di segreti d’ufficio i reati ipotizzati a vario titolo.
“Soddisfazione per questo risultato processuale” è stata espressa dall’avvocato Falcinelli, secondo il quale “la perizia è significativa perché consentirà al giudice di avere un patrimonio conoscitivo importante”.
La certificazione della conoscenza dell’italiano, di livello B1, era un documento necessario a Suarez, allora al Barcellona, per acquisire la cittadinanza e quindi – secondo i capi d’imputazione – “essere ingaggiato dalla Juventus con la quale era in corso una trattativa”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incidente in ospedale, 2 operai morti
Investiti da azoto in un deposito
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
28 settembre 2021
13:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due operai sono deceduti in un deposito di azoto della sede dell’ospedale Humanitas a Pieve Emanuele nel Milanese. E’ quanto riferiscono i vigili del fuoco.

I due, lavoratori di una ditta esterna, sono deceduti a causa di ustioni da congelamento. Le cause sono in via di accertamento.
Sul posto si trovano personale del 118, vigili del fuoco, Carabinieri e polizia locale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Giletti, Non è l’arena al mercoledì è nuova sfida
‘Non fuggo da Fazio, mi metto in gioco’ Al via 29/9 su La7
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
13:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo un’estate nella quale “ho chiesto due mesi di silenzio per decidere cosa fare” Massimo Giletti con un nuovo contratto che lo lega a La7 per due anni, è pronto a tornare con Non è l’arena, ma lascia la domenica per un nuovo giorno il mercoledì, con il debutto fissato per il 29 settembre in prima serata su La7. “Cambiare giorno è una nuova sfida e averne voglia alla mia età è un indice di quanto abbia voglia di mettermi in gioco” spiega il giornalista, precisando di non lasciare la domenica “per paura di Fazio (con Che tempo che fa su Rai3, ndr).
Io lo rispetto, è un grande professionista ma se avessi avuto paura di lui avrei evitato la domenica dall’inizio. Eravamo una scialuppa contro una portaerei e la sfida era proprio quella, portare una tv eretica contro la liturgia… un po’ alla Fra Dolcino” aggiunge sorridendo. Il suo obiettivo primario “è andare sempre alla ricerca delle verità”. Per introdurre una delle inchieste centrali della prima puntata del programma, che unisce talk, inchiesta e storytelling, Giletti tira fuori una scatolina rossa con dentro due mascherine bianche ffp2 a rappresentare una delle forniture arrivate in Italia:”questa certificazione – spiega mostrando dei documenti – parla in modo molto chiaro, sono scarsamente protettive. Domani dirò in che ospedale sono utilizzate. Perché nessuno parla più dei 190 mln di mascherine sequestrate in tutta italia?”. Il suo saluto nell’ultima puntata della scorsa edizione del programma era stato letto da alcuni come la volontà di allontanarsi dalla tv: “Era un momento difficile – spiega -.
Ho perso mio padre durante quell’anno, ed essere sotto scorta non è una cosa semplice. Per questo ho chiesto tempo prima di decidere”. Le è realmente arrivata una proposta per candidarsi come sindaco di Roma? “Non è la prima volta che mi arrivano proposte del genere – risponde sicuro – dimostra la fragilità dei partiti, cercano volti al di fuori del sistema”. Comunque un futuro in politica “non lo escludo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mottarone: riesame Torino, udienza aggiornata a domani
Procura Verbania ha presentato nuovi atti di indagine
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
13:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È stata aggiornata a domani dal Tribunale del riesame di Torino la discussione dell’appello della procura di Verbania sulla posizione di due degli indagati nell’inchiesta sulla sciagura della funivia del Mottarone, nella quale, il 23 maggio scorso, morirono 14 persone. L’iniziativa, secondo quanto si è appreso, permetterà alle difese di esaminare una parte del nuovo materiale depositato dal procuratore capo Olimpia Bossi.

Nuovi elementi sono stati infatti presentati dalla Procura di Verbania a sostegno della richiesta di riconoscere gravi indizi di colpevolezza, nella sciagura del Mottarone, a carico del gestore dell’impianto, Luigi Nerini, e del direttore di esercizio Emilio Perocchio. Lo si è appreso a Palazzo di Giustizia di Torino dove è cominciata, al Tribunale del riesame, la discussione del ricorso presentato dal procuratore capo Olimpia Bossi contro la scarcerazione dei due indagati disposta dal Gip Donatella Banci Buonamici, il 29 maggio. Il materiale, depositato venerdì, è formato da una serie di testimonianze acquisite dagli inquirenti nell’estate.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: ultracentenaria vaccinata a Rieti con terza dose
Al via oggi nel Lazio per ospiti Rsa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
28 settembre 2021
14:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Iniziate questa mattina a Rieti le prime somministrazioni della terza dose di richiamo del vaccino anti Covid per gli ospiti nelle RSA che hanno fatto la seconda dose almeno da 180 giorni. Tra le prime a ricevere la dose di richiamo ‘nonna Valentina’ donna ultracentenaria residente nella RSA di Santa Rufina a Rieti (foto)”.
Lo dichiara l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.
Da domani sera alla mezzanotte (mercoledì ore 24.00) sarà attivo per tutta la regione il servizio di prenotazione online per gli over 80 che abbiano ricevuto la seconda dose entro il 31 marzo 2021, una platea di 140 mila utenti. Le somministrazioni potranno essere effettuate presso i centri vaccinali oppure in farmacia. Chi volesse potrà fare la terza dose del richiamo dal proprio medico di famiglia contattandolo direttamente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Drone sbatte sulla Torre di Pisa, denunciato turista 25enne
Nessun danno al monumento, oggetto volante sequestrato
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PISA
28 settembre 2021
14:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il tentativo di realizzare qualche foto o video spettacolare “in quota” da parte di un turista francese gli è costato una denuncia penale per avere mandato il drone che stava manovrando a sbattere contro il settimo anello della Torre di Pisa. L’impatto non ha causato nessuna conseguenza al monumento.
La vicenda risale a lunedì e ne è stato protagonista un 25enne in vacanza subito identificato da personale dell’Ufficio Servizi Generali della questura.
Il giovane francese stava visitando piazza dei Miracoli quando ha pensato bene di azionare il drone per un sorvolo della piazza “a caccia” di immagini insolite, ma qualcosa è andato storto e l’oggetto volante è andato a sbattere sulla torre campanaria e poi è precipitato al suolo. Il turista è stato subito individuato dai poliziotti in servizio di vigilanza nell’area monumentale, quindi identificato e denunciato a piede libero, spiega una nota della questura, ai sensi dell’articolo 1231 del Codice della Navigazione in relazione al Regolamento Aip Enav che vieta il sorvolo all’interno dell’area. Il drone, recuperato dal personale dell’Opera Primaziale, è stato sequestrato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Zaki: Amnesty Italia, rinvio lungo che sa di punizione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
28 settembre 2021
14:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Un rinvio abnormemente lungo che sa di punizione”. Così Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International in Italia, sul nuovo rinvio del processo per Patrick George Zaki.
“Il giudice – spiega Noury – poteva sì accogliere come ha fatto la richiesta della difesa di un rinvio, ma poteva disporre un rinvio tra una, due settimane. Tra l’altro questa data della prossima udienza, il 7 dicembre, è amaramente simbolica perché segnerà il ventiduesimo mese di detenzione arbitraria e illegale di Patrick e quindi una sofferenza continua”.
“Abbiamo del tempo davanti – prosegue – per fare qualcosa di importante, di efficace nelle relazioni tra Italia ed Egitto. La richiesta che facciamo è che la diplomazia italiana utilizzi questo tempo nel migliore dei modi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fedez indagato per diffamazione, in una canzone parlò di Pietro Maso
Il testo faceva riferimento alla vicenda dell’uccisione dei genitori
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
15:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il rapper Fedez è indagato a Roma per l’accusa di diffamazione aggravata nei confronti di Pietro Maso, l’uomo che ha scontato una pena ad oltre 30 anni di carcere per avere ucciso nel 1991 i suoi genitori ed è tornato libero nel 2015. L’iscrizione è legata ad una denuncia presentata nei mesi scorsi dall’avvocato Alessio Pomponi, difensore di Maso, in relazione al testo della canzone “No Game-Freestyle” pubblicata nel giugno scorso da Fedez dove si fa riferimento alla vicenda processuale di Maso.
“Flow delicato, pietre di raso, saluti a famiglia da Pietro Maso, la vita ti spranga sempre a testa alta come quando esce sangue dal naso (…)”, questo il passaggio del brano contestato dall’avvocato.
“E’ richiamata in maniera esplicita la drammatica vicenda personale e processuale che mi ha visto coinvolto – scrive Maso nella denuncia – e che, a distanza di anni e di un faticoso e doloroso percorso personale sono riuscito a superare”.
Per il denunciante “le espressioni utilizzate, riferite e riferibili in maniera chiara, diretta ed esplicita al sottoscritto, appaiono oggettivamente diffamatorie e non possono essere certamente ricondotte all’uso di immagini forti appartenenti al genere musicale o alla cifra artistica degli autori, ovvero a vicende personali assimilabili”. Per Maso la “libertà di espressione e di manifestazione del proprio pensiero, anche e soprattutto nel caso di specie… non può determinarsi in modo da ledere l’onorabilità altrui, atteso, vi è più, che la vicenda che ha interessato il sottoscritto, ad oggi, non assume alcun interesse in termini di attualità e rilevanza storica”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mottarone, l’11 ottobre la rimozione della cabina e spunta un nuovo testimone
Si tratta di un ex dipendente della funivia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
29 settembre 2021
09:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prenderanno il via l’11 ottobre le operazioni di rimozione della cabina della funivia Stresa-Mottarone precipitata il 23 maggio scorso, causando la morte di 14 persone e il ferimento di un bimbo di 5 anni, Eitan, l’unico sopravvissuto. I resti della cabina saranno rimossi con un elicottero dei vigili del fuoco.
La data dell’intervento è stata decisa in tribunale a Verbania, nel corso di una riunione con i consulenti delle parti in causa. Per sollevare la cabina saranno tagliati 80-100 alberi onde consentire all’elicottero di operare in sicurezza.
E c’e’ un nuovo testimone nell’inchiesta sulla sciagura del Mottarone. Si tratta, secondo quanto si è appreso di un ex dipendente della funivia che lo scorso 7 giugno si è presentato spontaneamente agli inquirenti riferendo che già in passato aveva parlato di alcune “situazioni” sul funzionamento dell’impianto. Per corroborare il suo racconto, l’uomo aveva consegnato il file audio di una conversazione con due colleghi (uno dei quali è Gabriele Tadini, caposervizio, oggi l’unico indagato agli arresti domiciliari) risalente al 2019.
Oggi, nel corso dell’udienza davanti al Tribunale del riesame, il pm Olimpia Bossi, con una mossa a sorpresa, ne ha depositata una riproduzione su cd. I difensori hanno chiesto di poter ascoltare il file nella sua interezza anche perché, sempre secondo quanto si è appreso, non è stata fatta una trascrizione completa del colloquio: esistono solo alcuni stralci contenuti in un brogliaccio messo a punto della polizia giudiziaria. I giudici si sono detti d’accordo e hanno aggiornato l’udienza a domani.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Salone Libro: accolto ricorso contro proscioglimento Fassino
Ex sindaco Torino a processo il 27 gennaio con altri 5 imputati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
15:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte d’Appello di Torino ha accolto il ricorso della procura contro il proscioglimento dell’ex sindaco Piero Fassino e di altri 5 imputati da una parte delle accuse relative all’inchiesta sulla vecchia gestione del Salone del Libro. Fassino e gli altri, tra cui l’ex assessore regionale alla cultura Antonella Parigi, saranno processati il prossimo 27 gennaio.
I proscioglimenti erano stati decisi il 2 ottobre 2020 nel corso dell’udienza preliminare.
“Prendiamo atto della decisione della Corte di Appello.
Ribadiamo che l’onorevole Fassino ha sempre operato nella piena correttezza e nel rispetto della legge affidandosi ai pareri tecnici dei consulenti nominati dalla Fondazione. Siamo convinti che il dibattimento lo dimostrerà”, dichiarano gli avvocati Francesca Violante e Nicola Gianaria, legali di Piero Fassino, in relazione alla decisione della Corte di Appello sul ricorso della procura.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: in arrivo temporali su Piemonte e Lombardia
Allerta Protezione civile, previsti rovesci di forte intensità
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
16:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’avvicinamento di una perturbazione dall’Europa nord-occidentale, durante la prossima notte, porterà un “breve ma spiccato” peggioramento delle condizioni meteo sul Nord-Ovest, in particolare sulle aree settentrionali di Piemonte e Lombardia. Lo indica un’allerta meteo della Protezione civile.

Dalla serata di oggi sono così attesi temporali sui settori settentrionali di Piemonte e Lombardia. Previsti rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.
Valutata per domani allerta gialla per rischio idrogeologico in Calabria e su settori di Piemonte, Lombardia e Sicilia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 2.985 positivi e 65 vittime nelle ultime 24 ore
Attualmente positivi scendono sotto quota 100mila
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
17:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 2.985 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.772.
Sono invece 65 le vittime in un giorno (ieri erano state 45). Sono poi scesi sotto quota centomila gli attualmente positivi: sono 98.872, con un calo di 2.208 nelle ultime 24 ore. Il tasso di positività è dello 0,9%.
Flessione anche delle terapie intensive: sono 459 (-29) e dei ricoveri: sono 3.418 (-69).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro, ancora morti bianche. Sei vittime in un giorno
Due tecnici morti in un deposito di azoto, altri due operai caduti da un’impalcatura, uno travolto da un Tir. Un agricoltore è morto tra le lame di una trebbiatrice nel Pisano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
08:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il lavoro miete altre sei vittime in Italia in un solo giorno. Due nel Milanese, una nell’hinterland di Torino, una a Capaci, in provincia di Palermo, e un’altra nel Padovano e nel Pisano.
L’ultimo episodio è avvenuto a a Pontasserchio, nella provincia di Pisa dove un imprenditore agricolo di 54 anni è morto in serata dopo essere stato praticamente decapitato dalle lame di una macchina agricola.
Secondo una ricostruzione, l’agricoltore sarebbe stato risucchiato dalle grosse lame del mezzo agricolo dopo essersi accovacciato per verificare se la macchina avesse avuto un guasto o comunque un altro problema che ne impediva il corretto funzionamento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una scia di sangue cominciata a Pieve Emanuele (Milano), dove nel campus universitario Humanitas, collegato all’omonimo ospedale, un getto di azoto liquido ha investito due tecnici di un’azienda esterna causando ustioni da congelamento.
La Procura di Milano ha aperto un’inchiesta, coordinata dall’aggiunto Tiziana Siciliano e dal pm Paolo Filippini, per omicidio colposo, al momento a carico di ignoti, e ha disposto il sequestro dell’autocisterna con cui stavano effettuando il rifornimento di azoto liquido (che prima, però, dovrà essere messa in sicurezza), e del serbatoio-cisterna in cui viene depositato il liquido che è usato nei laboratori dell’università Humanitas per crioconservare cellule.
Emanuele Zanin, bresciano di 46 anni e e Jagdeep Singh, indiano di 42, lavoravano per la Autotrasporti Pé, specializzata in trasporti criogenici, dotata di certificazioni specifiche. I loro corpi, su cui è stata disposta l’autopsia, sono stati trovati a terra in fondo ad un locale a cielo aperto, una sorta di incavo che contiene il serbatoio-cisterna, mentre l’autocisterna era stata collocata a fianco del serbatoio. Una delle ipotesi è che lì siano stati investiti da una perdita di azoto. Al caso lavorano i carabinieri e il personale dell’Ats di Milano per verificare se ci siano stati errori nella manovra o mancanze strutturali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Carabinieri e Asl, di Torino in questo caso stanno indagando anche su un altro incidente mortale accaduto a Nichelino, nell’hinterland torinese. Qui il titolare di un’officina, Leonardo Perna di 72 anni, è caduto da un’impalcatura alta due metri in un’officina meccanica in via XXV Aprile. Nella caduta dall’impalcatura avrebbe sbattuto violentemente la testa. Morte anche a Loreggia, (Padova) dove Valerio Bottero, un operaio di 52 anni che lavorava nella ditta Lavor Metal è caduto caduto da un’impalcatura alta cinque metri ed è deceduto sul colpo.
L’area in cui è avvenuto l’incidente è stata recintata, e sono statui effettuati gli accertamenti da parte dello Spisal per eventuali violazioni in tema di sicurezza sul lavoro. La Procura di Padova sta coordinando i rilievi. Aveva finito le operazioni di carico e scarico della merce a Capaci Giuseppe Costantino, 52 anni. E’ andato nella parte posteriore del Tir per alcune verifiche. Ma il mezzo si è messo in movimento e lo ha travolto uccidendolo. E ora i sindacati tornano a chiede più sicurezza perché “non abbiamo più tempo, non si può più aspettare”.
Dopo le due morti nel Milanese “oltre a ricostruire la dinamica dell’incidente mortale confidiamo nelle indagini in corso per individuare con certezza le responsabilità, per evitare come spesso accade di derubricare l’evento ad una ‘tragica fatalità'”, affermano la Cgil Milano, Funzione pubblica Cgil Milano, Filctem Cgil Milano, mentre la Cgil di Torino parla di “una strage senza fine” ricordando che “proprio ieri, finalmente, questa emergenza è stata al centro del confronto con il Governo che ha preso in considerazione le proposte che da tempo facciamo. “Il piano sicurezza sui posti di lavoro sarà pronto nelle prossime settimane. Nel frattempo assumeremo provvedimenti immediati che anticipano il piano stesso. Lavoreremo sulla costruzione di una banca dati per raccogliere le violazioni che fin qui non c’è stata. Stiamo lavorando per definire delle sanzioni più tempestive per chi viola le norme”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ispezione Anac e Gdf in Arsenale militare Taranto
Nel mirino i lavori per la nave San Marco della Marina
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
18:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Anac e il Nucleo Speciale Anticorruzione della Guardia di Finanza di Roma hanno compiuto un’ispezione presso l’Arsenale Militare di Taranto. Al centro il bando, e i relativi contratti, per l’ammodernamento della nave San Marco della Marina Militare.
Secondo quanto emerso dall’istruttoria ancora in corso, il consorzio di aziende che si è aggiudicato i lavori si configurerebbe come una struttura stabile a supporto dell’Arsenale, e l’Anac ipotizza la violazione dei principi di concorrenza, par condicio e non discriminazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Ndrangheta: senatore Fi Siclari condannato, 5 anni e 4 mesi
Parlamentare era accusato di scambio elettorale politico mafioso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
28 settembre 2021
18:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cinque anni e 4 mesi di reclusione sono stati inflitti dal gup Maria Rosa Barbieri al senatore di Forza Italia Marco Siclari, accusato di scambio elettorale politico mafioso nel processo “Eyphemos” contro le cosche di Sant’Eufemia d’Aspromonte. La sentenza è stata più pesante della richiesta del pm Giulia Pantano, 4 anni.
Secondo le indagini, coordinate anche dal procuratore Giovanni Bombardieri e dall’aggiunto Gaetano Paci, Siclari sarebbe stato appoggiato dalla cosca Alvaro alle politiche del 2018.
Nel febbraio 2020, il gip aveva disposto i domiciliari per Siclari ma la Giunta per le autorizzazioni non ha mai deciso.
Siclari, è scritto nel capo di imputazione, “accettava a mezzo dell’intermediario Giuseppe Antonio Galletta, la promessa di procurare voti da parte di Domenico Laurendi, appartenente al locale di ‘ndrangheta di Santa Eufemia della famiglia mafiosa Alvaro”. In cambio, due mesi dopo le elezioni, secondo la Dda, il senatore si sarebbe interessato per far ottenere il trasferimento a Messina a una dipendente delle Poste, figlia di Natale Lupoi, ritenuto affiliato alla ‘ndrangheta e condannato oggi, nello stesso processo, a 19 anni e 4 mesi di carcere. Nel processo, che si è celebrato con la formula del rito abbreviato, sono stati giudicati colpevoli anche il presunto boss Domenico Laurendi, detto “Rocchellina” (20 anni) e il boss Cosimo Alvaro (17 anni e 9 mesi). Complessivamente Gli imputati condannati sono stati 21 e quelli assolti tre. Nell’operazione “Eyphemos” era stata arrestato anche il sindaco di Sant’Eufemia d’Aspromonte e consigliere regionale di Fratelli d’Italia Domenico Creazzo che ha scelto il rito ordinario ed è sotto processo davanti al Tribunale di Palmi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sequestro false ‘Vespa’ elettriche nel porto di Livorno
Frode sul marchio, verifiche delle Dogane con casa produttrice
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LIVORNO
28 settembre 2021
18:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una partita di “Vespa” con marchio Piaggio contraffatto proveniente dalla Cina è stata sequestrata dai funzionari delle Dogane di Livorno in porto. Sono tutti mezzi elettrici.
La presunta frode avrebbe interessato due distinte spedizioni dalla Cina di scooter elettrici in violazione alla normativa sui marchi. L’operazione ha portato alla denuncia di due legali rappresentanti della società importatrice per merce contraffatta destinata alla commercializzazione e ricettazione.
In tutto si tratta di 71 scooter, che dopo l’omologazione, sarebbero stati venduti al pubblico a oltre 3.000 euro ciascuno per un valore complessivo di oltre 213 mila euro. L’attività è scaturita da una partita di merce dichiarata alla dogana di Livorno e selezionata per un controllo. Grazie ai documenti e a una verifica della spedizione dei motocicli elettrici dalla Cina, i funzionari al momento dello sdoganamento hanno rilevato analogie e similitudini degli scooter sbarcati con la “Vespa” della Piaggio. I dubbi riguardo alla probabile contraffazione e usurpazione del marchio e del design sono stati confermati dalla consulenza della Piaggio, legittima titolare del marchio, che, data la particolare importanza del caso, ha voluto procedere a un riscontro fisico dei prodotti trattandosi di contraffazione peculiare. I funzionari hanno sequestrato l’intera partita di 54 motocicli elettrici, ciascuno dotato anche di indicazioni ritenute false sull’origine del prodotto per l’applicazione sullo scudo frontale dei mezzi di uno scudetto coi colori della bandiera italiana con chiare indicazioni geografiche. Elementi tali, spiegano dalle Dogane, da indurre l’acquirente in errore sulla reale origine del prodotto. Le successive indagini coordinate dalla procura, hanno portato al sequestro di altri 17 motocicli elettrici, ritrovati con una perquisizione in un magazzino in Toscana in uso alla stessa società importatrice che ha sede legale a Milano.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Vescovo invita Papa,lui scherza:nel 2025 verrà Giovanni XXIV
A Ragusa. Lo racconta mons. La Placa dopo incontro in Vaticano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
28 settembre 2021
18:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ho invitato il Papa a visitare la città di Ragusa in occasione del settantacinquesimo anniversario della fondazione della Diocesi nel 2025. Il Santo Padre ha fatto un sorriso e un cenno di assenso e con una battuta mi ha risposto dicendo che nel 2025 sarà Giovanni XXIV a fare quella visita”.
Lo racconta il vescovo di Ragusa, monsignor Giuseppe La Placa, che è stato ricevuto ieri in udienza privata da Papa Francesco nella Biblioteca del palazzo apostolico in Vaticano.
“Si è trattato – ha aggiunto il vescovo – di un colloquio semplice, cordiale e affettuoso che ha lasciato in me una profonda traccia dell’animo Paterno e dello Spirito apostolico del Santo Padre. Abbiamo parlato di vari argomenti legati alla vita della nostra Diocesi e ho ringraziato il Santo Padre per il suo zelo apostolico a servizio della Chiesa universale”.
Prima dell’udienza il vescovo ha presentato al Santo Padre il vicario generale monsignor Sebastiano Roberto Asta e l’artista comisano Giovanni Scalambrieri che ha offerto al Papa una statua in bronzo da lui realizzata raffigurante la Madonna che scioglie i nodi. La statuetta, alta 61 centimetri, è stata realizzata con la tecnica della cera persa, nella fonderia Vulcano di Mazara del Vallo. Lo scultore comisano ha fatto riferimento a una devozione molto cara a Papa Francesco che ha contribuito alla sua diffusione in Argentina e in America Latina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arriva ‘Dieci’ di Marine Carteron
Scrittrice, volevo rendere omaggio ad Agatha Christie
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
19:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MARINE CARTERON, DIECI (GIUNTI, PP. 256, EURO 14). Rilegge il capolavoro di Agatha Christie ‘Dieci piccoli indiani’ strizzando l’occhio alle atmosfere horror di Stephen King, la scrittrice francese Marine Carteron nel suo nuovo coraggioso libro ‘Dieci’ , destinato ai ragazzi e alle ragazze a partire dai 16 anni, che arriva in Italia il 29 settembre per Giunti nella traduzione di Tania Spagnoli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rinchiusi su un’isola disabitata e sotto l’occhio implacabile delle telecamere, i partecipanti di un escape game televisivo si affrontano in un gioco che farà affiorare la vera natura di ciascuno di loro.
La Carteron in questo romanzo mette in scena tutti gli orrori che abitano la realtà e che superano di gran lunga ogni possibile finzione. Il libro è una prova letteraria che supera l’immaginazione e mette in scena i nostri peggiori incubi.
Affronta temi come il suicidio, il bullismo, le droghe, la violenza con cui ognuno di noi, anche gli adolescenti, devono fare i conti.
“Leggevo Agatha Christie da bambina. Quando l’ho riletta da adulta ho voluto renderle omaggio, giocare con i suoi codici linguistici. Trovo il suo stile particolarmente adatto agli adolescenti di oggi: le sue descrizioni sono sempre preziose, nutrono la trama, stabiliscono i personaggi e l’atmosfera delle sue storie” dice la Carteron che è nata nel 1972, ha studiato storia dell’arte e archeologia e vive nella Francia meridionale, dove insegna e scrive romanzi per ragazzi. Nel 2016 il suo libro ‘Génération K’ è stato votato miglior libro per ragazzi dalla rivista letteraria Lire.
‘Dieci’, tra i libri vincitori del premio letterario Livrentéte 2020, è un’attenta partita a scacchi dove tutti i protagonisti sono vittime e carnefici e dove, in assenza di redenzione, salvarsi non sarà più un gioco da ragazzi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Quello che mi auguro è che i miei lettori rabbrividiscano, tremino e arrivino a coprirsi il volto con le mani per tenere a bada la paura” afferma l’autrice. “I miei personaggi sono dei carnefici, alcuni certamente più di altri. Se diventano vittime è per espiare le loro colpe. Ma qui il loro giudice non sarà un modello di moderazione. Io credo che la letteratura non debba affrontare nulla ma possa affrontare tutto. I libri sono responsabilità di chi li scrive, li pubblica e, in misura minore, persino di chi li legge” sottolinea la Carteron che riflette anche sull’impatto della tecnologia sugli adolescenti, senza falsi moralismi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
De Luca, metto mani addosso a chi sporca piazza a Salerno
Dopo atto vandalico in piazza della Libertà da poco inaugurata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SALERNO
28 settembre 2021
19:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Se trovo qualcuno che butta qualcosa a piazza della Libertà gli metto le mani addosso”.
Senza mezzi termini il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha “difeso” la piazza da poco inaugurata a Salerno, e già oggetto, nella tarda serata di ieri, di un atto vandalico.

Nel corso di un incontro nel Centro sociale di Salerno insieme al sindaco Vincenzo Napoli, candidato alla prossima tornata elettorale e al consigliere regionale nonché assessore alle Politiche Sociali del Comune di Salerno, Nino Savastano, il presidente De Luca ha ricordato che “Piazza della Libertà è un’opera straordinaria. La più grande piazza sul mare in Europa che già si sta conoscendo in tutta Italia. È un simbolo. Tra 40 giorni inaugureremo anche il parcheggio con 800 posti e risolveremo così anche il problema dei parcheggi in città”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Clima, piantare boschi per combattere il cambiamento: nascono le Oasi urbane di Coop
Lectio magistralis del neurobiologo vegetale Stefano Mancuso. Diretta streaming dalle 11 su Coop Italia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
19:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Piantare boschi è una delle soluzioni più alla nostra portata per combattere il cambiamento: è questo il tema al centro della lectio magistralis tenuta dal neurobiologo vegetale Stefano Mancuso. L’incontro rientra nel progetto Oasi Urbane di Coop, che prevede entro dicembre la piantumazione di 10 mila alberi in 10 città italiane (i primi mille a Milano), con l’obiettivo di riqualificare aree degradate e contribuire a contrastare la crisi climatica. Sul palco anche le due voci di Caterpillar Radio 2 Rai, Sara Zambotti e Massimo Cirri, e l’amministratrice delegata di Coop Italia, Maura Latini. Diretta streaming su Coop.Italia

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Spigolatrice troppo sexy: foto con statua diventano virali
E’ diventata un’attrazione turistica l’opera definita sessista
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SAPRI
28 settembre 2021
20:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sta diventando una vera e propria attrazione turistica la statua bronzea della Spigolatrice inaugurata a Sapri, nel Salernitano, lo scorso 25 settembre alla presenza, tra gli altri, dell’ex premier Giuseppe Conte. L’opera è stata oggetto di polemiche in quanto realizzata – a detta dei denigratori – con forme provocanti e seducenti tanto da definirla sessista e maschilista.
E, proprio a seguito delle tante polemiche, nelle ultime ore la statua è oggetto di tantissimi selfie realizzati da persone del posto e da turisti che postano le foto sui social. Fotografie subito divenute virali. La statua della Spigolatrice è divenuta anche oggetto di attenzione da parte dei media nazionali e internazionali. Sul lungomare saprese si incrociano troupe televisive che raccontano le diverse opinioni dei cittadini del centro capofila del Golfo di Policastro in merito alle forme provocanti proposte dalla scultura.
Il sindaco di Sapri, Antonio Gentile, difende la scelta dello scultore di rappresentare in tale maniera la Spigolatrice, ovvero una donna lavoratrice di campi con abiti succinti e forme provocanti.
Sulla propria pagina Facebook, il primo cittadino ha scritto: “Sapresi questa nuova statua del volto più conosciuto della lirica patriottica risorgimentale è di tutti e simboleggia anche la volontà e l’impegno di tutti per ripartire e crescere”.
Realizzata dallo scultore cilentano Emanuele Stifano, l’opera è stata finanziata dalla Fondazione Grande Lucania, dall’Ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni e dal Comune di Sapri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Francofonte resta “zona arancione” fino al 6 ottobre
Comune nel Siracusano è unico con queste restrizioni in Sicilia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
28 settembre 2021
21:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Comune di Francofonte, in provincia di Siracusa, continua a rimanere l’unica “zona arancione” in Sicilia. Il presidente della Regione Nello Musumeci ha firmato, infatti, in serata un’ordinanza che conferma – così come richiesto dal dipartimento regionale Asoe – le misure restrittive anti Covid fino a mercoledì 6 ottobre prossimo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Costa: riaprire le discoteche con Green Pass e limiti di capienza
Niente isolamento per le mete Covid-free ma obbligo di tamponi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
10:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Io credo che le discoteche si possano riaprire, con Green Pass e limitazioni della capienza, perché danno occupazione e creano fatturato”. Lo ha detto il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, a Timeline su SkyTg24.
“Su questo argomento – ha aggiunto – ho un parere preciso che sto portando avanti con coerenza, confrontandomi con le sensibilità diverse all’interno del governo”. I benefici delle riaperture delle discoteche si avrebbero anche per la sorta di screening dei ragazzi non vaccinati che entrerebbero con il tampone”.
Niente isolamento fiduciario al rientro in Italia da una delle mete extra-Ue previste nei corridoi turistici Covid-free stabiliti dal ministero della Salute, ma c’è l’obbligo di effettuare il test con tampone molecolare o antigenico in partenza dall’Italia e in arrivo sul territorio nazionale. Inoltre, se la permanenza nel paese estero è superiore a 7 giorni, è necessario un test da effettuarsi nel periodo di soggiorno. I soggetti sono esentati da isolamento fiduciario presentando all’atto dell’imbarco dal paese estero un test negativo effettuato nelle 48 ore precedenti e facendo un ulteriore test in arrivo all’aeroporto nazionale. L’ordinanza è valida fino al 31 gennaio 2022 salvo eventuali proroghe. E’ istituto presso il ministero della Salute, si sottolinea, un tavolo tecnico di monitoraggio e coordinamento composto da rappresentanti dei ministeri di Salute, Turismo e Affari esteri, da rappresentanti delle aziende turistiche e delle società aeroportuali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Agricoltore muore tra lame di una trebbiatrice nel Pisano
Prime ricostruzioni, intrappolato mentre controllava macchinario
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PISA
28 settembre 2021
23:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un imprenditore agricolo di 54 anni è morto in serata dopo essere stato praticamente decapitato dalle lame di una macchina agricola, una trebbiatrice, a Pontasserchio, nella provincia di Pisa. Il corpo è stato ritrovato intorno alle 20.30 ma l’incidente sul lavoro potrebbe essere avvenuto ancora prima.
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco per liberare il corpo rimasto intrappolato nel macchinario e i carabinieri per ricostruire la dinamica. Secondo una ricostruzione, l’agricoltore sarebbe stato risucchiato dalle grosse lame del mezzo agricolo dopo essersi accovacciato per verificare se la macchina avesse avuto un guasto o comunque un altro problema che ne impediva il corretto funzionamento. Il corpo dell’uomo, soprattutto nella parte superiore presentava ferite molto profonde. Accertamenti dei carabinieri in corso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Napoli: le pignorano lo yacht ma lei ne denuncia il furto, presa
Amministratrice yacht chartering accusata di simulazione reato
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
29 settembre 2021
08:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Erano appena scattate le 13 di sabato quando l’amministratrice di una società di yacht chartering (noleggio grandi imbarcazioni) ha scoperto che uno dei natanti ormeggiati nello specchio d’acqua antistante via Caracciolo, a Napoli, era scomparso. Uno yacht del valore di 100mila euro era stato sganciato dal campo di boe e portato via.

Un danno enorme, immediatamente denunciato ai Carabinieri della Stazione di Posillipo. Qualcosa però non tornava e i militari hanno indagato a fondo per comprendere se dietro la sparizione vi fosse effettivamente un furto. In poco più di 48 ore hanno quindi scoperto che l’imbarcazione era stata pignorata in esecuzione di un provvedimento emesso dal Tribunale di Napoli.
Provvedimento, tra l’altro, regolarmente notificato alla donna da un ufficiale giudiziario. Secondo quanto ricostruito dai militari, lo yacht le era stato sottratto perché non ne aveva mai pagato il prezzo ai precedenti proprietari. Da vittima di furto, la donna – una 35enne del Vomero – dovrà ora rispondere di simulazione di reato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un chilo di cocaina in auto, arrestato un consigliere comunale
Fermato dalla Polizia nel Sud Sardegna anche con 45mila euro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
29 settembre 2021
09:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un consigliere comunale 40enne di Anela (Sassari), Virgilio Vannini, è stato arrestato perché trovato in possesso di 1 kg di cocaina purissima e di 45.480 euro in contanti. L’uomo è stato fermato dagli agenti della Questura di Cagliari sulla Statale 387, nei pressi di Serdiana (Sud Sardegna), dopo che con la sua autovettura aveva appena terminato un sorpasso azzardato di un trattore.
I poliziotti, notato l’eccessivo nervosismo dell’uomo, hanno deciso di perquisire la sua Alfa Romeo 159. Sotto il cruscotto, lato passeggero, sono stati rinvenuti tre involucri con droga e soldi. Ora si trova in carcere a Uta (Cagliari).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aspettando il Festival del Futuro
Quale futuro per la next generation tra innovazione e trasformazione del lavoro. Appuntamento alle ore 16 del 29 settembre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
16:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prenderà il via alle ore 16 del 29 settembre l’appuntamento Aspettando il Festival del Futuro, dal titolo Quale futuro per la next generation tra innovazione e trasformazione del lavoro, di cui il quotidiano Bresciaoggi è media ufficiale.
L’evento, che si terrà presso l’auditorium della Camera di Commercio di Brescia, prevede due tavole rotonde che affrontano il tema da due punti di vista complementari: le grandi trasformazioni del lavoro dopo la pandemia e le trasformazioni e le opportunità che riguardano i giovani in ambito lavorativo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A confrontarsi saranno, nel primo caso, Francesco Morace, sociologo, Paolo Lavatelli, partner di KPMG, Marco Bentivogli, coordinatore di Base Italia, Maurizio Zanella, fondatore e presidente, Ca’ Del Bosco, Barbara Ulcelli, presidente di IMG Macchine, con la moderazione di Maurizio Cattaneo, direttore di Bresciaoggi e L’Arena.
A parlare di giovani e di mondo del lavoro saranno invece Roberto Pancaldi, managing director di Mylia – The Adecco Group, Gianluca Delbarba, presidente Acque Bresciane, Cristian Fracassi, presidente di Isinnova, Davide Felicioli, founder & head of sales di 19Adv, Francesco Castelli, prorettore vicario dell’Università degli studi di Brescia e Paolo Bettoni, Presidente Eseb – Ente Sistema Edilizia Brescia. Piergiorgio Chiarini, vicedirettore di Bresciaoggi, modererà la tavola rotonda.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ad aprire l’incontro sarà uno dei tre promotori del Festival del Futuro: Luigi Consiglio, presidente di GEA consulenti di direzione e ceo di Eccellenze d’Impresa che organizza il Festival insieme a Matteo Montan, amministratore delegato del Gruppo editoriale Athesis e Enrico Sassoon, direttore responsabile Harvard Business Review Italia, presidente di Eccellenze d’impresa e direttore scientifico del Festival.
A seguire interverranno Eugenio Massetti, vice presidente della Camera di Commercio di Brescia e Franco Gussalli Beretta, presidente di Confindustria Brescia.
Chiuderà i saluti istituzionali Laura Castelletti, vicesindaco di Brescia. L’evento, in presenza alla Camera di Commercio di Brescia, sarà condotto da Paola Buizza, giornalista di Bresciaoggi.
Con questa anteprima si apre la stagione dedicata al Festival del Futuro a Verona dal 18 al 20 novembre con un’altra tappa intermedia il prossimo ottobre con Aspettando il festival di Vicenza.
Giunto alla terza edizione, il Festival del Futuro proporrà tre giorni di incontri e dibattiti con oltre 100 esperti di fama internazionale, il titolo di questo anno è La grande transizione: dal new normal al never normal. La nuova onda di innovazione che cambierà il mondo.
L’evento è promosso da Gruppo editoriale Athesis, Eccellenze d’Impresa e Harvard Business Review, con il patrocinio della Commissione Europea, del Comune di Brescia e della Camera di Commercio di Brescia. Partner istituzionale è Confindustria Brescia. Main partner dell’evento è Pastificio Rana.
Il platinum partner è Banca Pictet, mentre i local main partner sono: Acque Bresciane, Ance Brescia (Associazione Nazionale Costruttori Editi) e Antonutti Opere Edili Stradali. Aspettando il Festival Brescia è, inoltre, supportato dai local partner Banca Valsabbina e Camozzi Group, dal local supporter Gruppo Brescia Mobilità
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In dogana a Genova sequestro 400mila mascherine non conformi
Denunciato il rappresentante della società con sede nel Lazio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
29 settembre 2021
10:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una partita di 400mila mascherine chirurgiche, sdoganata presso la Sezione Operativa Territoriale di Genova Prà, è stata intercettata dai funzionari dell’agenzia delle Dogane nell’ambito dei quotidiani controlli doganali sulla merce in importazione. Le operazioni di controllo, avvenute con il supporto del Laboratorio Chimico delle Dogane di Roma, hanno consentito di accertare che le mascherine non possedevano i requisiti minimi di respirabilità previsti dalla normativa sui dispositivi medici, potendo risultare, pertanto, potenzialmente pericolose per gli utilizzatori ai quali non avrebbero assicurato una respirazione adeguata e non faticosa.
Il legale rappresentante della società importatrice, che ha sede nel Lazio, è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria che ha disposto il sequestro della merce.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa: ‘Dolore per gli attacchi in Nigeria, garantire l’incolumità’
L’appello del Pontefice all’udienza generale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
29 settembre 2021
10:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa esprime il suo “dolore” per gli attacchi armati avvenuti domenica scorsa contro alcuni villaggi nel nord della Nigeria. “Prego per coloro che sono morti, per quanti sono rimasti feriti e per l’intera popolazione nigeriana.
Auspico che sia sempre garantita nel Paese l’incolumità di tutti i cittadini”, ha detto al termine dell’udienza generale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti:nuovo sbarco nella Locride, arrivati in 106
Ci sono donne e bambini. Soccorsi al largo da Guardia costiera
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROCCELLA IONICA
29 settembre 2021
10:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non si arresta il ritmo degli sbarchi lungo le coste della Locride. Sono 106 i migranti di varie nazionalità arrivati nel Porto di Roccella Ionica a seguito di una operazione di salvataggio in mare compiuta dai militari della Guardia Costiera.
Tra di loro anche diverse donne e tanti minori tra cui anche bambini con meno di sei anni di età.
Prima di essere individuati a diverse miglia di distanza dalla costa calabra, i migranti si trovavano a bordo di una barca a vela alla deriva e in balia del mare particolarmente mosso a causa di forti venti di scirocco. Dopo il trasferimento nell’imbarcazione della Guardia Costiera e l’arrivo in sicurezza nel Porto di Roccella, tutti i profughi provenienti da Siria, Iran, Iraq e Yemen, sono stati sottoposti al test del tampone molecolare e di seguito sistemati momentaneamente nel centro di primo soccorso di Roccella, struttura pubblica messa a disposizione dal Comune di Roccella e gestita dalla locale sezione della Protezione Civile. Con l’arrivo di stamattina è salito a 34 il numero degli sbarchi (30 solo a Roccella Ionica) che finora si sono finora verificati nel solo tratto di costa della Locride negli ultimi 100 giorni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Interista ucciso: per il pg è stato omicidio stradale
Chiesta la conferma della condanna 4 anni. Pm fa appello
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
29 settembre 2021
10:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura generale di Milano, non condividendo l’impostazione della Procura che aveva presentato appello per sostenere il riconoscimento dell’omicidio volontario, ha chiesto la conferma della condanna a 4 anni per omicidio stradale per Fabio Manduca, l’ultrà napoletano arrestato nel 2019 per aver travolto e ucciso con il proprio suv il tifoso del Varese Daniele Belardinelli, morto negli scontri del 26 dicembre 2018, in via Novara, poco lontano dallo stadio di San Siro, prima della partita tra Inter e Napoli.
In primo grado i pm Stagnaro e Bordieri avevano chiesto una condanna a 16 anni per omicidio volontario col “dolo eventuale”, ossia con l’accettazione del rischio del verificarsi dell’evento, ma il gup Carlo Ottone De Marchi il 30 novembre 2020 ha condannato in abbreviato Manduca (arrestato nell’ottobre 2019) per omicidio stradale.
Per il giudice, infatti, l’ultrà, difeso dal legale Eugenio Briatico, pur avendo messo in atto “una guida pericolosa” violando “fondamentali regole di cautela” e causando per “colpa” il “grave investimento nel quale ha perso la vita” Belardinelli, non aveva una “volontà dolosa” di uccidere.
Il sostituto pg Nicola Balice, davanti alla Corte d’Assise d’appello di Milano, ha spiegato che quella di primo grado è una “sentenza equilibrata” rispetto agli elementi emersi dalle indagini e che la ricostruzione alternativa dell’omicidio volontario è solo “ipotetica”. Contro la sentenza del gup hanno presentato appello anche i familiari di Belardinelli (presenti in aula) coi legali Fabio Bossi e Gianmarco Beraldo.
Lo scorso gennaio a Manduca, che era finito anche in carcere, erano stati revocati i domiciliari e per lui era stato disposto l’obbligo di dimora.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Investito mentre lavora su autostrada A14, muore operaio
Incidente nel Foggiano, tra Poggio Imperiale e San Severo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
29 settembre 2021
10:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Poco prima delle ore 8 sull’autostrada A14 Bologna-Taranto, nel tratto tra Poggio Imperiale e San Severo in direzione di Bari, è avvenuto un incidente nel quale un addetto di una ditta esterna – all’altezza del km 528 – è morto dopo essere stato investito da un mezzo pesante durante la fase di installazione di un cantiere. Lo comunica l’ufficio stampa di Autostrade evidenziando che il “cantiere era correttamente presegnalato”.

Sono intervenuti, tra gli altri, i soccorsi sanitari e le pattuglie della Polizia stradale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quattro vittime del lavoro. Operaio investito sulla A14, 2 lavoratori morti in cantieri, agricoltore travolto da trattore
Incidente in autostrada nel Foggiano, tra Poggio Imperiale e San Severo. A Mesagne un uomo travolto da un crollo. A Roma un altro lavoratore precipitato da un’impalcatura. In Val Passiria, schiacciato da mezzo agricolo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
30 settembre 2021
16:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Poco prima delle ore 8 sull’autostrada A14 Bologna-Taranto, nel tratto tra Poggio Imperiale e San Severo in direzione di Bari, è avvenuto un incidente nel quale un addetto di una ditta esterna – all’altezza del km 528 – è morto dopo essere stato investito da un mezzo pesante durante la fase di installazione di un cantiere. Lo comunica l’ufficio stampa di Autostrade evidenziando che il “cantiere era correttamente presegnalato”. Sono intervenuti, tra gli altri, i soccorsi sanitari e le pattuglie della Polizia stradale.
Un muratore di 42 anni, Benito Branca, è morto mentre stava ristrutturando una palazzina a Mesagne (Brindisi).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A quanto si apprende, l’uomo si trovava sul marciapiedi quando sono crollati l’impalcatura, il balcone e parte del solaio le cui macerie lo hanno schiacciato. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, verso le ore 12, mentre erano in corso lavori di manutenzione dello stabile, si è verificato il cedimento della struttura. In pochi istanti si è creato un cumulo di macerie: i presenti hanno iniziato a scavare con le mani.
Un operaio è morto precipitando da un’impalcatura in un cantiere a Roma. E’ accaduto in viale America all’Eur. Sul posto gli agenti del commissariato Esposizione. Da una primissima ricostruzione della polizia, sembra che il 47enne sia precipitato dall’impalcatura all’undicesimo piano. Inutili i soccorsi.
I SINDACATI – Le morti bianche sono una violazione dei diritti umani Lo dice il numero uno della Uil Pubblica amministrazione Sandro Colombi chiedendo “interventi concreti” contro le morti sul lavoro. “La crescita degli infortuni- dice – è dovuta essenzialmente ai ritmi forsennati a cui sono sottoposti i dipendenti dopo le chiusure e le limitazioni avvenute durante le ondate più cruente della pandemia. Ora molti imprenditori cercano di recupere i profitti mancati spremendo a più non posso i lavoratori. Tutto ciò è inaccettabile. Occorre mettere mano al sistema dei subappalti al prezzo più basso. Le pubbliche amministrazioni sono coinvolte su due fronti: come datori di lavoro nei confronti dei propri dipendenti e come soggetti istituzionali preposti all’attuazione delle norme generali per la tutela della salute e della sicurezza di tutti i lavoratori” Le misure scaturite dall’incontro tra sindacati e governo – avverte – “non devono farci dimenticare la centralità della formazione e la necessità per ogni azienda di nominare un responsabile alla sicurezza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Uil e la Uilpa non smetteranno mai di dare battaglia su questa vera e propria piaga sociale finché non sarà debellata”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Saman: contatti tra lo zio e il cugino latitante
Oggi la Corte francese decide su consegna dello zio all’Italia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
29 settembre 2021
10:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Danish Hasnain, lo zio della diciottenne pachistana Saman Abbas, e Nomanulaq Nomanulaq, il cugino ancora latitante, erano in contatto. A scoprirlo sono stati i militari del nucleo investigativo dei carabinieri di Reggio Emilia, guidati dal maggiore Maurizio Pallante, che proprio per questo motivo hanno deciso di effettuare una trasferta in Francia di qualche giorno.
Lo riporta l’edizione locale del Resto del Carlino.
Analizzando i profili falsi sui social usati da Hasnain in questi cinque mesi di latitanza, i carabinieri sono riusciti a raccogliere informazioni utili per determinare la posizione anche dell’altro cugino latitante, che si troverebbe appunto a Parigi.
Questa mattina intanto Danish Hasnain, considerato l’uomo chiave di tutta la storia e per gli inquirenti l’esecutore materiale del presunto delitto di Saman, dovrà comparire davanti al tribunale francese per discutere la sua consegna all’Italia.
Era stato arrestato il 22 settembre alla periferia parigina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
No time to Die, Bond più romantico e post #Metoo
Da domani il 25/mo capitolo, ultimo con Daniel Craig
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
17:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Meno cocktail, meno glamour, meno ironia inglese (almeno quella più macha), all’incirca gli stessi muscoli e cavalli motore a disposizione, ma più sentimenti. Mai si era visto un James Bond così intimo, romantico, melò e post Me-too come in NO TIME TO DIE di Cary Fukunaga, venticinquesimo capitolo e comunque atto finale per Daniel Craig nei panni dell’agente segreto con licenza d’uccidere.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Insomma Bond, ormai in pensione, ‘ha imparato la lezione’, è diventato adulto e ha deciso di essere più buono perché l’etica in fondo è meglio dell’estetica.
Ora facendo una vera ginkana per evitare troppi spoiler, si può dire che in questo film, come da tradizione, c’è ovviamente un super cattivo da sconfiggere, Safin (Rami Malek), alle prese con il solito piano per sterminare l’umanità. Ma questa volta l’arma letale, non è affatto una bomba nucleare, ma un virus letale, il progetto Heracles, creato in una sperduta isola dell’Oceano Pacifico, che agisce anche secondo il DNA (la sceneggiatura, va detto, è anteriore al Covid essendo il film pronto da due anni).
Grande incipit con Madeleine (Léa Seydoux) da bambina alle prese con uno spettrale uomo in maschera bianca (da teatro Nō giapponese) venuto a casa sua per uccidere il padre, membro della Spectre. Poi grande salto temporale con Madeleine adulta per le strade d’Italia, felice e innamorata nella storica Aston Martin di Bond, la Db5 super-accessiorata degli anni Sessanta, che chiede a uno 007 super rilassato, una cosa impossibile anche solo da concepire, quella di andare più veloce.
Poi ovviamente nel film di Fukunaga tutto si accelera – le scene d’azione spettacolari e rumorose, sono il vero elemento di continuità di questo singolare 007 – e si passa così a Santiago de Cuba, dove la Spectre sta tenendo una sorta di convenction della malavita. A Cuba, Bond si incontra poi con il vecchio collega della CIA Felix Leiter (Jeffrey Wright) e con Paloma (Ana de Armas), agente stagista, strizzata in vestito nero da cocktail e molto disponibile, ma niente sesso con il redento 007.
E ancora niente sesso, nè alcuna seduzione quando Craig incontra Nomi (Lashana Lynch), emergente agente dell’MI6 a cui è stato assegnato il nome in codice di 007. Potrebbe essere lei il prossimo James Bond? Altamente improbabile, come si capisce subito.
La storia principale, quella tra Craig e la Seydoux, ormai separati da cinque anni, ma sempre innamorati, ha un inaspettato cupido: Ernst Stavro Blofeld (Christoph Waltz) che vive in una cella imbottita a Londra come un Hannibal Lecter più pazzo che mai. Madeleine infatti, in quanto psichiatra, è una delle poche persone che ha accesso a Blofeld, ed è proprio lì che incontra di nuovo Bond che, tra l’altro, ha per la prima volta un serrato faccia a faccia con il cattivo che ha messo dietro le sbarre.
In questo venticinquesimo capitolo della saga, il più politicamente corretto, da rivelare anche una novità non da poco: l’ingresso tra gli sceneggiatori, sembra voluto da Craig in persona, di Phoebe Waller-Bridge, penna molto al femminile di serie tv cult come KILLING EVE e FLEABAG.
Una curiosità. Lo stesso Daniel Craig ha presentato in anteprima sugli schermi di tutto il mondo ieri sera il 25esimo capitolo della saga di James Bond (distribuito da Universal da domani), ringraziando il pubblico per la pazienza e soffermandosi sull’importanza della sala, luogo d’elezione per chi ama il cinema.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ex giudice ‘anti crocifisso’ rifiuta di deporre sotto croce
In Tribunale a Rimini, per Luigi Tosti udienza rinviata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
29 settembre 2021
11:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ex magistrato Luigi Tosti, costretto a lasciare la toga perché non intendeva più celebrare i processi dove campeggiava il crocifisso, torna in tribunale a Rimini da testimone e riprende la sua battaglia: si rifiuta di deporre in un’aula dove campeggia il simbolo religioso. Tosti era chiamato a testimoniare come parte offesa in un processo per tentata truffa.
La giudice onoraria, Manuela Liverani, ha rinviato l’udienza chiedendo alla cancelleria del tribunale di trovare e mettere a disposizione per la prossima volta un’aula senza crocifisso. Lo riporta il Corriere di Romagna.
La battaglia di Tosti, che risiede da tempo a Rimini dove ha anche lavorato, cominciò nel 2005 quando, in ruolo al tribunale di Camerino, tra maggio e luglio si astenne dal trattare 15 udienze sollevando il problema del crocifisso. Ottenne di essere giudicato in un’aula priva di crocifisso anche nove anni fa, davanti alla Corte d’appello dell’Aquila.
L’ex magistrato, in sede penale, è stato assolto in via definitiva dall’accusa di omissione di atti d’ufficio e da qualunque altro addebito ipotizzato a suo carico collegabile alla questione di principio. Nel 2010 il Csm lo rimosse dall’ordine giudiziario.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Esonda torrente nel Comasco, chiusa l’ex statale Lariana
A Blevio, già colpito dall’alluvione dello scorso luglio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COMO
29 settembre 2021
11:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un torrente è esondato la notte scorsa a Blevio, il piccolo paese sul lago di Como già pesantemente colpito dal maltempo nel mese di luglio. Non ci sono stati feriti e non sono segnalati sfollati.

In particolare, la frazione di Capovico, al confine con il Comune di Como, è stata invasa da fango, massi e detriti in seguito all’esondazione del torrente Pertus: intorno alle 3 di notte il materiale uscito dall’alveo ha invaso la strada che sale alla frazione e la ex statale 583 Lariana per Bellagio, che è interrotta al traffico. I lavori di sgombero sono iniziati già questa mattina all’alba e la strada dovrebbe riaprire entro la giornata di oggi.
I residenti sono stati svegliati nella notte dal fragore dei sassi che si riversavano a valle e hanno rivissuto con paura quanto accaduto il 25 luglio, quando in paese praticamente tutti i corsi d’acqua che scendono ripidamente nel lago erano esondati, provocando danni enormi alle abitazioni. “Il torrente Pertus era monitorato, ma questa volta, a differenza di luglio, non ha piovuto così tanto, per cui stiamo cercando di capire cosa sia accaduto” ha detto il sindaco Alberto Trabucchi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Locatelli, è la quarta causa di morte in Italia
Negli Usa è addirittura la terza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
29 settembre 2021
11:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il covid-19 è diventata la quarta causa di morte nel nostro Paese”. Lo ha sottolineato il coordinatore del Cts Franco Locatelli nel suo al Meet in Italy for Life Sciences organizzata a Genova.
“Negli Stati Uniti la mortalità da covid-19 rappresenta addirittura la terza causa di morte nel 2020 – ha continuato Locatelli – ma oltre a questo carico di dolore c’è la chiara evidenza che la pandemia ha portato a un’alterazione o addirittura a un’interruzione dei servizi nelle prestazioni sanitarie offerte, il 94% dei Paesi che hanno risposto all’Oms ha riportato un’alterazione dei servizi sanitari offerti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ricerca Nespresso, 40% italiani preferisce caffè lungo o mug
Condotta da Squadrati; nuovi trend tipici di Nord europa e Usa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
12:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quattro italiani su 10 iniziano a preferire caffè con formati alternativi al classico espresso, dal caffè lungo o doppio, al caffè lungo in tazza grande o mug.
E’ il risultato di un’indagine condotta da Squadrati, società di ricerche e studi semiotici di mercato, per Nespresso, sui cambiamenti rituale del caffè per gli italiani, quali i formati e i momenti di consumo preferiti, tra tradizione all’italiana e nuove tendenze sociali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nella patria del caffè espresso, l’82% di chi beve caffè si esprime a favore del classico caffè ristretto all’italiana. Ciò nonostante, a conferma delle nuove tendenze di consumo tipiche dei paesi Nord-Europei e degli Stati Uniti, l’indagine mostra come il consumo del più classico espresso sia per molti accompagnato, in base ai vari momenti della giornata, dalla preferenza di formati alternativi come il caffè lungo o doppio (20%) o il caffè lungo in tazza grande o mug (12%).
Secondo il report, se l’espresso viene preferito maggiormente a colazione e a chiusura del pranzo dal 66% dei bevitori di caffè intervistati, il caffè lungo o doppio in tazza piccola viene scelto da ben il 47% come inframezzo durante la mattinata, mentre il caffè lungo in tazza grande viene preferito nel corso della mattinata dal 42% e nel pomeriggio da circa il 40%. Il tutto con grande attenzione alla sostenibilità e voglia di scoprire nuovi sapori e origini del caffè.
Seguendo l’onda di questi cambiamenti e delle nuove tendenze, Nespresso ha rivisto l’offerta dei caffè disponibili e ha introdotto 9 nuove miscele e un nuovo formato dedicato alla condivisione, Vertuo Carafe, per un risultato in tazza che si ispira ai nuovi trend di caffè e che strizza l’occhio al moderno metodo di erogazione a filtro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: azienda paga tamponi dipendenti,’no a divisioni’
Ditta Numana tessile nautica, ‘legalità, lavoro, libertà scelta’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NUMANA
29 settembre 2021
12:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un’azienda di Numana (Ancona) del settore arredamenti tessili, tessuti per vele, telonerie navali e marittime, segue l’esempio della catena ‘NaturaSì’ e annuncia che sosterrà in toto, fino a fine anno, il costo dei tamponi necessari per il Green pass dei propri dipendenti affinché in “nessun caso e a nessuno venga vietato il sacrosanto diritto al lavoro”. A spiegare la scelta, Gianlorenzo Fiorenzi, amministratore delegato di Sailmaker international srl, attualmente 26 dipendenti, la metà apprendisti, che ha prodotto e realizzato per l’Expo Dubai le griglie di protezione dal sole per 50mila metri quadrati, dei camminamenti tra i padiglioni con speciali pannelli ‘ombreggianti’ che riflettono l’80% della luce solare.

Con l’obbligo di Green pass, esteso ai lavoratori delle aziende pubbliche e private dal 15 ottobre, Sailmaker si farà carico dei costi dei tamponi. “Non vogliamo entrare nella polemica, – precisa Fiorenzi – ma l’azienda è decisa a garantire un aiuto ai collaboratori”. In “armonia con mission e Codice Etico”, ha come punti fermi “tre principi fondamentali: rispetto della salute e della sicurezza, della libertà individuale, dei diritti e dignità dei lavoratori”, che dovranno “adeguarsi al nuovo protocollo Covid”. Nelle enormi difficoltà causate dalla pandemia vuole “assicurare a tutti i dipendenti e collaboratori, che lavorerà fattivamente per evitare lotte e divisioni che purtroppo la pandemia ha esasperato nella relazione tra persone, nel dibattito pubblico e nelle aziende”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uccise tifoso, quattro anni a Manduca per omicidio stradale
Confermata in appello condanna di primo grado
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
29 settembre 2021
13:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È stata confermata dalla Corte d’Assise d’appello di Milano la condanna a 4 anni per omicidio stradale per Fabio Manduca, l’ultrà napoletano arrestato nel 2019 per aver travolto e ucciso con il proprio suv il tifoso del Varese Daniele Belardinelli, morto negli scontri del 26 dicembre 2018, in via Novara, poco lontano dallo stadio di San Siro, prima della partita tra Inter e Napoli.
La Procura aveva impugnato puntando, come in primo grado, sull’omicidio volontario, ma la stessa Procura generale aveva chiesto la conferma del verdetto.
“Sono dispiaciuto per la vittima e la sua famiglia, non volevo che una persona morisse, quella sera era la mia prima trasferta, non sono un ultrà “, ha spiegato Fabio Manduca ai cronisti dopo la sentenza della Corte d’Assise d’appello di Milano.
“Sono dispiaciuto per la vittima e la sua famiglia, non volevo che una persona morisse, quella sera era la mia prima trasferta, non sono un ultrà” ha commentato Manduca.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cassazione annulla decisione che rimise Corona in carcere
Provvedimento era già stato sospeso, è in detenzione domiciliare
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
29 settembre 2021
13:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Cassazione ha annullato, in parte con rinvio (per un aspetto relativo a un difetto di motivazione) e in parte senza, il provvedimento con cui il Tribunale di Sorveglianza di Milano, lo scorso marzo, aveva revocato per Fabrizio Corona, a causa di una serie di violazioni delle prescrizioni, il differimento pena a lui concesso nel dicembre 2019 per una patologia psichiatrica, facendolo tornare in carcere. Lo ha spiegato il suo legale, l’avvocato Ivano Chiesa.

Già nei mesi scorsi, sempre su istanza della difesa, i giudici della Sorveglianza avevano sospeso il provvedimento e l’ex agente fotografico era tornato a casa in detenzione domiciliare. “Chi aveva ragione? E adesso chi chiede scusa a Fabrizio per oltre 20 giorni dentro?”, ha detto Chiesa, spiegando che l’ex ‘re dei paparazzi’ viene “processato anche per aver rotto il vetro dell’ambulanza” quel giorno, quando seppe di dover rientrare in carcere.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Deturpa con colori spiaggia lago Venere Pantelleria, denunciata
Dovrà risarcire spesa per il ripristino dello stato dei luoghi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRAPANI
29 settembre 2021
13:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha imbrattato durante una rappresentazione artistica, con sostanze coloranti, il 21 settembre scorso, un lembo di battigia del lago di Venere a Pantelleria. Con questa accusa i carabinieri hanno denunciato, dopo averla identificata, una donna di 60 anni, di Milano, per il reato di deturpamento di bellezza naturale.
Durante la sua attività ha utilizzato una serie di coloranti che hanno deturpato una piccola area. I carabinieri hanno appurato che il colorante era formato da pigmenti appartenenti alle cosiddette porporine, utilizzati come prodotti vernicianti nella decorazione e nell’hobbistica. La donna dovrà risarcire la spesa per il ripristino dello stato dei luoghi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, in Toscana muore 23enne
Ricoverata in terapia intensiva Prato:giovane non era vaccinata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PRATO
29 settembre 2021
13:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una 23enne di origine cinese, non ancora vaccinata, è deceduta a causa del Covid ieri a Prato, dove era ricoverata in terapia intensiva nell’ospedale Santo Stefano. Deceduti anche altri due cittadini orientali, come riporta oggi l’edizione locale de La Nazione, due uomini di 43 e 53 anni, anche loro non ancora immunizzati, che si trovavano in terapia intensiva nel nosocomio pratese, oltre a una 95enne italiana ricoverata nell’area Covid.
Complessivamente sono 9 le vittime del Coronavirus ieri in Toscana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Strage Bologna: dopo il malore torna in aula Paolo Bellini
Dirigente Digos Marotta ricostruisce carriera criminale imputato
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
29 settembre 2021
13:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ ripreso davanti alla Corte d’Assise di Bologna il nuovo processo sulla strage del 2 agosto 1980, sospeso 14 giorni in seguito ai risultati della perizia dei medici disposta dal presidente della Corte, Francesco Maria Caruso, per valutare le condizioni di salute del principale imputato, l’ex Avanguardia Nazionale Paolo Bellini, colpito da un malore lo scorso 3 settembre e poi ricoverato all’ospedale Sant’Orsola di Bologna. Dopo lo stop, dovuto al fatto che una volta dimesso dall’ospedale i medici hanno prescritto due settimane di riposo assoluto per Bellini, il dibattimento è ricominciato questa mattina con l’ex estremista di destra nuovamente in aula, seduto come sempre affianco ai suoi due legali.

Trascorse alcune ore dedicate alla discussione su alcune produzioni delle parti civili, in aula è iniziata la testimonianza del responsabile della Digos di Bologna, Antonio Marotta. Quest’ultimo ha il compito di ricostruire la carriera criminale di Bellini, accusato di concorso nella strage del 2 agosto, a partire dagli anni ’70.
La testimonianza di Marotta proseguirà la prossima settimana, mentre nel pomeriggio sarà ascoltato l’ex commissario capo della polizia di Roma, Giorgio Minozzi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incidente sul Garda, a giudizio immediato i due turisti tedeschi
A processo per la morte di Umberto Garzarella e Greta Nedrotti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BRESCIA
29 settembre 2021
14:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Brescia ha disposto il giudizio immediato per Patrick Kassen e Christian Teismann, i due tedeschi che a giugno scorso a bordo del loro motoscafo hanno travolto la barca ferma sulle acque del Lago di Garda su cui c’erano Umberto Garzarella e Greta Nedrotti, entrambi morti.
L’udienza è stata fissata per il 10 novembre.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Crolla tetto palazzina in ristrutturazione, muore operaio
Aveva 42 anni. Seconda vittima sul lavoro oggi in Puglia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MESAGNE (BRINDISI)
29 settembre 2021
14:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un muratore di 42 anni, Benito Branca, è morto mentre stava ristrutturando una palazzina a Mesagne (Brindisi). A quanto si apprende, l’uomo si trovava sul marciapiedi quando sono crollati l’impalcatura, il balcone e parte del solaio le cui macerie lo hanno schiacciato.

Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, verso le ore 12, mentre erano in corso lavori di manutenzione dello stabile, si è verificato il cedimento della struttura. In pochi istanti si è creato un cumulo di macerie: i presenti hanno iniziato a scavare con le mani. Il muratore era titolare di una ditta individuale.
Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco, il personale sanitario del 118 e gli investigatori dello Spesal della Asl di Brindisi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Trovata morta in casa vicino Roma, si indaga per omicidio
La vittima, 68 anni, aveva ferite alla testa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
29 settembre 2021
14:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una donna è stata trovata morta in casa ieri a Tor San Lorenzo, nel comune di Ardea, centro a pochi chilometri da Roma. A dare l’allarme è stata la domestica che ieri pomeriggio ha trovato la 68enne, pensionata e vedova, a terra in un lago di sangue.
Sul posto 118 e carabinieri della stazione Marina di Tor San Lorenzo e della compagnia di Anzio.
Secondo quanto si apprende, la donna presentava una vistosa ferita alla testa. I pm di Velletri indagano per omicidio.
L’abitazione è stata posta sotto sequestro. Le indagini sono stati affidate ai carabinieri. L’appartamento è stato posto sotto sequestro al fine di effettuare una serie di accertamenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Con orari Covid a casa alle 21′,studenti protestano a Roma
“I turni generano difficoltà, impossibile studiare”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
29 settembre 2021
14:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Più che la Dad poterono gli orari Covid. E così un gruppo di studenti di un Istituto romano ha protestato perchè con le turnazioni per garantire la sicurezza “stiamo a casa alle 21 e non riusciamo a studiare”.
Per questo motivo gli studenti del liceo musicale Farnesina questa mattina hanno protestato davanti alla sede dell’istituto in via dei Giuochi Istmici. La manifestazione “pacifica” di una parte degli alunni, motivata dalla disapprovazione degli orari imposti dal piano anti-Covid, è stata sostanzialmente sostenuta anche dai genitori che hanno indirizzato una lettera alla dirigente scolastica: “Gli orari ad oggi definiti, ancorché provvisori, generano ulteriori difficoltà, minando ulteriormente la qualità dello studio. Il nostro liceo è una delle due uniche realtà musicali di Roma e per tale motivo raccoglie un bacino di utenza con provenienze da zone diverse di Roma e provincia”, hanno spiegato mamme e papà. Insomma i turni peggio della Dad.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Precipita da impalcatura, muore operaio a Roma
Vittima aveva 47 anni, caduto da undicesimo piano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
29 settembre 2021
15:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un operaio è morto precipitando da un’impalcatura in un cantiere a Roma. E’ accaduto in viale America all’Eur.
Sul posto gli agenti del commissariato Esposizione. Da una primissima ricostruzione della polizia, sembra che il 47enne sia precipitato dall’impalcatura all’undicesimo piano. Inutili i soccorsi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Clima: Papa, non c’è più tempo, servono decisioni concrete
Ringrazia giovani Youth4Cilmate, ‘mettete in crisi gli adulti’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
29 settembre 2021
15:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Non c’è più tempo per aspettare, bisogna agire. Ogni strumento che rispetti i diritti umani e i principi della democrazia e dello stato di diritto, valori fondamentali del Consiglio d’Europa, può risultare utile per affrontare questa sfida globale”.
Lo dice il Papa in un messaggio ai partecipanti all’evento sul clima dell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa. “Agiamo con speranza, coraggio e volontà, prendendo decisioni concrete. Non possono essere rimandate a domani, se hanno come fine quello di proteggere la casa comune e la dignità di ogni essere umano”, è l’appello di Papa Francesco.
Sempre sul clima è il videomessaggio di Papa Francesco ai giovani impegnati nella Yoth4Climate, l’evento di Milano in vista della Cop26: “Desidero ringraziarvi per i sogni e i progetti di bene che voi avete e per il fatto che vi preoccupate tanto delle relazioni umane quanto della cura dell’ambiente.
Grazie. È una preoccupazione che fa bene a tutti. Questa visione è capace di mettere in crisi il mondo degli adulti, poiché rivela il fatto che non solo siete preparati all’azione, ma siete anche disponibili all’ascolto paziente, al dialogo costruttivo e alla comprensione reciproca”. “Accompagno il vostro cammino e vi incoraggio a portare avanti il lavoro per il bene dell’umanità”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morisi: procuratore Verona, non c’è un secondo indagato
Su esito analisi droga liquida bisognerà attendere ancora
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VERONA
29 settembre 2021
16:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’inchiesta per droga che coinvolge a Verona Luca Morisi, l’ex social media manager della Lega, “non c’è allo stato attuale un secondo indagato”: “assolutamente, l’unico indagato è Luca Morisi, nessun altro per questo procedimento”. Lo precisa la procuratrice di Verona Angela Barbaglio dopo che la difesa di Morisi aveva rivelato che nell’inchiesta “risulta indagata anche un’altra persona di nazionalità romena”.
Quanto alle analisi sulla composizione chimica della droga liquida, la Procura riferisce che bisognerà attendere ancora.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Lazio, chiude hub La Nuvola a Roma
D’Amato, simbolo per cittadini con oltre mezzo mln vaccinazioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
29 settembre 2021
16:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Con un concerto dedicato agli operatori sanitari ha chiuso ieri l’Hub vaccinale La Nuvola” di Roma “che nei mesi di pandemia ha contribuito alla lotta contro il virus con oltre mezzo milione di somministrazioni di vaccino, diventando un simbolo per tutti i cittadini”. Così l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Napoli:nido tartarughe su litorale di S. Giovanni a Teduccio
E’ stato trovato da un gruppo di pescatori
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
29 settembre 2021
16:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nido di tartarughe sul litorale di San Giovanni a Teduccio a Napoli. E’ il primo censito lungo il litorale partenopeo.
A trovarlo sono stati alcuni pescatori dell’associazione ‘Il mare bagna San Giovanni’ che hanno notato sulla battigia della spiaggia libera la presenza di alcune piccole tartarughe marine. I pescatori, dopo averle aiutate a raggiungere il mare proteggendole dai gabbiani, hanno informato l’Unità operativa San Giovanni della polizia municipale che ha allertato il personale specializzato della Stazione zoologica Anton Dohrn, ente di riferimento in Campania per il monitoraggio delle tartarughe marine.
I ricercatori hanno constatato l’assenza di tracce, cancellate dal calpestio delle persone e dal vento che ha reso impossibile trovare la camera delle uova ma sono riusciti ad individuare, grazie al prezioso aiuto delle persone presenti, un piccolo ancora vivo, prontamente rilasciato al largo ed uno morto tra gli scogli, dove era finito probabilmente per il disorientamento causato dall’illuminazione pubblica. La presenza di questi ‘cuccioli’, insieme ai filmati recuperati dai pescatori, consentono di scrivere nel registro di questa estate anche il primo nido di tartaruga marina deposto lungo il litorale cittadino. Si tratta del 56esimo censito nel corso di questa stagione dal team del progetto ‘Caretta in vista’, coordinato dalla Stazione Zoologica Anton Dohrn. Un numero ”incredibile” se confrontato a quelli di un decennio addietro quando le nidificazioni di tartaruga marina in Campania erano eventi eccezionali con cadenza biennale. ”L’aumento – spiegano dalla Stazione Anton Dohrn – è frutto del cambiamento climatico e del miglioramento generalizzato dello stato di conservazione delle tartarughe marine nel Mediterraneo. Il ritrovamento a San Giovanni evidenzia ancora una volta l’importanza della collaborazione dei cittadini per monitorare questo importante fenomeno e intervenire prontamente per tutelare e monitorare i nidi di tartaruga marina deposti spesso in tratti di litorale fortemente antropizzati ed esposti pertanto a notevoli rischi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vigilessa uccisa: restano in carcere le figlie e Mirto
Rischio di reiterazione del reato e di inquinamento delle prove
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BRESCIA
29 settembre 2021
16:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rischio di reiterazione del reato e rischio di inquinamento probatorio. Su queste basi il gip del tribunale di Brescia Alessandra Sabatucci ha confermato la detenzione in carcere per Paola e Silvia Zani e Mirto Milani, i tre accusati della morte dell’ex vigilessa di Temù, nel Bresciano, Laura Ziliani.
Il ‘trio criminale’, come viene definito nelle carte dell’inchiesta, ieri si era avvalso della facoltà di non rispondere nel corso dell’interrogatorio di garanzia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 3.212 positivi e 63 vittime in 24
Sono 95.979 gli attualmente positivi, ancora in calo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
17:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 3.212 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute, ieri erano stati 2.985. Sono invece 63 le vittime in un giorno (ieri erano state 65).
I tamponi molecolari e antigenici effettuati nelle 24 ore sono 295.452, ieri erano stati 338.425. Il tasso di positività è dell’1,09%, in lieve aumento rispetto al dato di ieri. Sono 450 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid, in calo di 9 rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 23 (ieri erano 19). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 3.317 (ieri 3.418), ovvero 101 meno di ieri. In totale, da inizio epidemia, sono stati individuati 4.668.261 casi, sono 130.870 le vittime, 4.441.412 i dimessi e i guariti, aumentati di 6.042 nelle 24 ore. Sono 95.979 gli attualmente positivi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Terremoti: scossa 3.6 in Veneto, paura ma nessun danno
Nella zona di Valdobbiadene, a 11 km profondità
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TREVISO
29 settembre 2021
18:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una scossa di terremoto di 3.6 di magnitudo si è verificata oggi pomeriggio in Veneto, facendo tremare la zona di Valdobbiadene (Treviso). Il sisma, localizzato dall’Ingv a 5 km a nord est della cittadina del prosecco, e a 11 km di profondità, è stato avvertito distintamente anche nei paesi vicini, come Segusino e Miane.
Non si segnalano danni al momento. Un po’ di spavento tra gli abitanti. Diverse persone hanno telefonato al centralino dei vigili del fuoco per segnalare di aver sentito la scossa e chiedere informazioni sulle conseguenze. L’epicentro del terremoto è stato individuato a circa 11 km di profondità.
Un sisma di intensità analoga, 3.7, era stato avvertito già ieri notte nella stessa zona, seguito da altre scosse di minor entità, comprese tra 2.4 e 3.3 gradi della scala Richter.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo zio di Saman nega le accuse, ‘è tutto falso’
Il tribunale francese ha rinviato al 20 ottobre l’udienza per l’estradizione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
30 settembre 2021
12:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Comparso per la prima volta davanti a un tribunale, a Parigi, Danish Hasnain, lo zio di Saman accusato di averla uccisa, ha negato ogni addebito: “E’ tutto falso. Forse qualcuno mi ha visto?”.
Il tribunale francese, ha fissato la seconda udienza per decidere della sua estradizione al 20 ottobre e nel frattempo ha chiesto un supplemento di informazioni alla giustizia italiana. Non si è trattato, come ha spiegato il tribunale parigino durante l’udienza, di un passaggio per entrare nel merito delle gravissime accuse che la procura di Reggio Emilia gli rivolge, ma di un’udienza per esaminare la richiesta di estradizione arrivata dall’Italia. Solo dopo la decisione, che a questo punto non arriverà prima di altri venti giorni, le autorità italiane potranno interrogare l’uomo e provare a fare chiarezza sui tanti punti oscuri che ancora ci sono sulla vicenda di Saman, il cui corpo, dopo mesi di ricerche nella cascina dove vivevano e lavoravano i suoi genitori (scappati in Pakistan) non è ancora stato ritrovato. Danish Hasnain, è stato arrestato mercoledì scorso alla periferia di Parigi. E’ stato bloccato dalla polizia francese, in esecuzione di un mandato di arresto europeo, rintracciato in collaborazione con i carabinieri del nucleo investigativo di Reggio Emilia. Hasnain è uno dei cinque parenti della 18enne indagati per l’omicidio, quello che, secondo l’ipotesi della procura di Reggio Emilia, ha materialmente ucciso la giovane, che si era ribellata a un matrimonio forzato in patria ed è scomparsa da Novellara (Reggio Emilia) dal 30 aprile. L’uomo ha rifiutato la richiesta di estradizione che gli è stata notificata dopo la richiesta delle autorità italiane. Hasnain è entrato alla Chambre de l’Instruction della Corte d’appello di Parigi, l’organo giudiziario chiamato a decidere sulle richieste di estradizione, con le manette ai polsi, era vestito con una felpa bianca ed è rimasto in silenzio per tutto il tempo in cui il giudice gli ha letto le accuse che sono alla base della richiesta di estradizione dell’Italia. Poi un’interprete gli ha tradotto le parole del magistrato e lui ha risposto, come sua facoltà: “prendo atto di tutto questo, ma è tutto falso. E’ il padre di Saman che ha detto che era stato lo zio, cioè io. Non capisco come si sia arrivati a questo mandato a livello dell’Interpol”. La presidente della Chambre de l’Instruction lo ha interrotto: “questo tribunale non giudica nel merito”, gli ha detto. Terminata l’udienza, Hasnain ha firmato il verbale ed è stato di nuovo ammanettato per essere trasportato nel carcere di Fresnes, a sud di Parigi, dove è detenuto dal giorno del suo arresto. L’avvocata Layla Saidi, che lo difende davanti alla Corte d’appello di Parigi, ha detto ai giornalisti che “per quanto riguarda la procedura del mandato d’arresto europeo che è stato lanciato dall’Italia, il 20 ottobre dobbiamo sottoporre i nostri argomenti. Bisogna capire se questo mandato europeo è conforme o no al diritto internazionale, alle convenzioni internazionali. Ma anche al diritto europeo che unisce la Francia e l’Italia”. Non è certo, peraltro, se l’udienza del 20 ottobre sarà decisiva per l’estradizione. A Parigi ci sono in questi giorni anche i carabinieri del nucleo investigativo di Reggio Emilia, guidati dal maggiore Maurizio Pallante, che hanno scoperto che Danish Hasnain e Nomanulaq Nomanulaq, il cugino ancora latitante, erano in contatto. Analizzando i profili falsi sui social usati da Hasnain in questi cinque mesi di latitanza, infatti, i carabinieri sono riusciti a raccogliere informazioni utili per determinare la posizione anche dell’altro cugino latitante, che si troverebbe appunto a Parigi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi: subito pene severe contro la strage degli incidenti sul lavoro
Il premier: Collaborazione all’interno dell’azienda per individuare precocemente le debolezze in tema di sicurezza lavoro”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
10:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non si ferma la drammatica striscia di morti sul lavoro. In serata, a Cologna Veneta (Verona), un uomo è deceduto dopo essere rimasto schiacciato sotto ad un camion, in circostanze ancora da chiarire.
Nel report del Suem 118 di Verona, intervenuto sul luogo con un’ambulanza e un’auto medica si parla di un infortunio mortale sul lavoro, sul quale stanno svolgendo indagini i carabinieri. Inutili i tentativi di rianimazione del lavoratore (non si esclude si tratti di un autista), che è deceduto sul posto per un grave trauma da schiacciamento.
Una strage contro cui intervenire subito pensando, nel frattempo, ad affrontare i nodi strutturali della sicurezza sul lavoro. Il premier Mario Draghi dedica la primissima parte della sua conferenza sulla Nadef al triste elenco degli incidenti sul lavoro delle ultime 48 ore. Un elenco sul quale il capo del governo si sofferma leggendo nome, cognome ed età delle vittime ed esprimendo “il più sentito cordoglio” suo e del governo. “La questione delle morti sul lavoro assume sempre più i contorni di una strage che funesta l’ambiente economico e psicologico del Paese”, è la netta posizione di Draghi. E il premier corre ai ripari annunciando, già per la prossima settimana, un provvedimento che andrà innanzitutto a modificare tempistica e severità delle pene per i responsabili. Poche ore prima che Draghi e il ministro dell’Economia Daniele Franco illustrino il Def, in Italia si registrano altre quattro vittime sul lavoro: due operai in Puglia (uno a Mesagne l’altro nel foggiano), un agricoltore in Alto Adige, un altro operaio caduto da un’impalcatura all’Eur, nella Capitale. Tragedie che aggravano un bilancio, che solo nella giornata di martedì, aveva registrato altre cinque vittime. La partita per il governo non è facile. In questi ultimi mesi il tema della sicurezza del lavoro è stato legato a doppio filo all’emergenza Covid. Ma, la prossima settimana l’intervento del governo andrà ben oltre i confini della pandemia. “Pene più severe e immediate e collaborazione all’interno dell’azienda per individuare precocemente le debolezze in tema di sicurezza lavoro”, è la ricetta individuata da Draghi per le prime norme da mettere in campo. Il premier, che lunedì scorso ha visto i sindacati, li ringrazia più volte e cita, allo stesso tempo, Carlo Bonomi, che nell’intervento all’Assemblea di Confindustria, ha parlato di “comitati di lavoratori e impresa”. Per Draghi è un passo per aumentare la collaborazione interna e quindi anche il monitoraggio sulla sicurezza. Ma, precisa il capo del governo, “i lavoratori che parteciperanno a questa operazione non sono responsabili di nulla”. Nelle stesse ore anche il ministro del Lavoro Andrea Orlando, da Reggio Calabria, si sofferma sul dossier. Le norme prevedranno “sanzioni più tempestive per imprese che non rispettano le regole, possibilità di raccogliere più facilmente i dati per chi compie violazioni all’interno del tessuto economico” e il “potenziamento delle strutture di controllo”, spiega Orlando. Su quest’ultimo punto il ministro Dem esclude l’istituzione di un organismo unico sottolineando la necessità di un potenziamento delle competenze e dell’organico dell’Ispettorato del Lavoro e di una verifica più capillare del funzionamento degli uffici delle Asl. “Purtroppo, i diversi tagli che si sono succeduti, hanno portato ad una forte ridimensionamento degli organici”, sottolinea. Il governo, nei mesi scorsi, già si è messo. Sbloccando un concorso per oltre duemila nuove risorse all’Ispettorato del Lavoro (800 saranno in servizio entro il 2021) e nominando il magistrato Bruno Giordano (che per anni si è occupato di caporalato) a capo dell’organismo. Basterà? No, e sono proprio Draghi e Orlando a sottolineare come servano interventi di lungo periodo. Di un Piano dal carattere più complessivo. In questo, a dare una mano al governo, ci penserà ancora una volta Pnrr. I segretari di Cisl e Uil, Luigi Sbarra e Pierpaolo Bombardieri plaudono all’urgenza delle misure annunciate da Draghi. Il numero uno della Cgil, Maurizio Landini, registra i progressi del governo ma chiede norme che “fermino le aziende sino a quando non sono ripristinate le norme di sicurezza”. Mentre Bonomi rilancia la sua proposta di istituire “commissioni paritetiche in azienda per intervenire sugli incidenti” e chiede al governo di intervenire, più che sulle sanzioni ex post, su interventi che “facciano in modo che gli incidenti non avvengano”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
James Bond, Daniel Craig sarà Macbeth a Broadway
15 settimane in scena, produce Barbara Broccoli
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
29 settembre 2021
18:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Smesso lo smoking di James Bond, Daniel Craig si prepara a un nuovo, impegnativo lavoro teatrale a Broadway: la star di cinque film della serie di 007 sarà Macbeth in una nuova edizione della tragedia di Shakespeare prodotta da Barbara Broccoli, la storica producer del franchise di 007. Il dramma a base di ambizione e sete di potere andrà in scena per 15 settimane al Lyceum Theater nella primavera 2022.
Sam Gold (“A Doll’s House, Part 2” e “Fun Home”) sarà il regista.
Accanto a Craig, l’attrice etiope-irlandese Ruth Negga avrà la parte di Lady Macbeth.
Craig ha recitato a Broadway l’ultima volta nel 2013 in “Betrayal” con la moglie Rachel Weisz. L’ultimo 007 non è nuovo ai testi di Shakespeare avendo fatto un Otello accanto a David Oyelowo e con la regia dello stesso Gold.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sindaco Cinisi si dimette, “lasciato solo dalle istituzioni”
Protagonista di un duro scontro con figlio del boss Badalamenti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CINISI
29 settembre 2021
19:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Come sindaco mi sento solo e abbandonato dalle istituzioni. Per me il sindaco è un’istituzione di serie A ed invece è diventata di serie B.
Per questo motivo per dare una scossa ho rimesso il mio mandato al prefetto di Palermo Giuseppe Forlani al quale dirò tutti i motivi che mi hanno portato a questa decisione ed esporrò tutte le denunce che ho fatto in questi anni che sono rimaste lettera morta”. Il sindaco di Cinisi (il paese di Peppino Impastato e del boss Tano Badalamenti ndr) Giangiacomo Palazzolo dice di essere stato in prima linea nel contrasto alla mafia (con un duro scontro per una casa confiscata a Leonardo Badalamenti, figlio di don Tano) ma di essere stato costretto in questi anni a difendersi anche da “pezzi delle istituzioni”.
“E’ normale che ho denunciato che sono sparite pratiche per 350 mila euro, che ci sono continui furti di acqua e invece per sette volte sono venuti a indagare su una pensilina di un consigliere comunale che abbiamo dimostrato che è perfettamente in regola – aggiunge Palazzolo – E’ normale che ricevo minacce che ho denunciato e chi mi ha minacciato opera ancora nel territorio. A Cinisi ci sono pezzi di istituzioni che tentano in tutti i modi di delegittimare il mio lavoro e della mia amministrazione. Adesso ho detto basta. Il sindaco per me è un ruolo importante che deve essere svolto con il pieno sostegno delle istituzioni. Se non sarà così le mie dimissioni sono state presentate e diventeranno irrevocabili”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mottarone: segnalò problemi alla funivia, minacciato di licenziamento
Testimonianza consegnata al riesame da Pm Olimpia Bossi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
29 settembre 2021
21:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Minacciato di licenziamento dopo avere segnalato nel 2019 problemi di funzionamento della funivia del Mottarone. E’ quanto ha riferito un ex dipendente, Stefano Carlo Gandini, agli inquirenti che indagano sulla sciagura costata la vita a 14 persone.
Gandini si è presentato alla polizia giudiziaria della procura di Verbania il 7 giugno e ha consegnato un file audio con alcune conversazioni. Il materiale, i cui contenuti sono stati anticipati dal Tg3, è stato prodotto dal pm Olimpia Bossi in occasione dell’udienza, al tribunale del riesame di Torino, in cui è stato discusso il suo appello contro la scarcerazione di due degli indagati.
Intanto è terminata davanti al Tribunale del riesame di Torino la discussione dell’appello della procura di Verbania contro la decisione di scarcerare, nell’ambito dell’inchiesta sulla sciagura della funivia del Mottarone, due degli indagati, il gestore dell’impianto Luigi Nerini e il direttore di esercizio Enrico Perocchio. Il pubblico ministero Olimpia Bossi ha insistito per l’applicazione di una misura cautelare per i reati di rimozione dolosa di cautele contro gli incidenti e omicidio colposo; la richiesta non era stata accolta dalla gip Donatella Banci Buonamici per la mancanza di gravi indizi di colpevolezza. I difensori si sono opposti. Il Tribunale del riesame si è riservato la decisione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Schiacciato da un camion, morto sul lavoro in Veneto
L’incidente a Cologna Veneta, nel veronese
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VERONA
30 settembre 2021
00:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non si ferma la drammatica striscia di morti sul lavoro. In serata, a Cologna Veneta (Verona), un uomo è deceduto dopo essere rimasto schiacciato sotto ad un camion, in circostanze ancora da chiarire.
Nel report del Suem 118 di Verona, intervenuto sul luogo con un’ambulanza e un’auto medica si parla di un infortunio mortale sul lavoro, sul quale stanno svolgendo indagini i carabinieri. Inutili i tentativi di rianimazione del lavoratore (non si esclude si tratti di un autista), che è deceduto sul posto per un grave trauma da schiacciamento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Agguato sul Lungomare nord di Bari, ucciso un 31enne
Raggiunto la scorsa notte da almeno tre colpi di arma da fuoco
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
30 settembre 2021
09:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un 31enne barese, Ivan Lopez, è stato ucciso la scorsa notte in un agguato nel quartiere San Girolamo di Bari. L’uomo, con precedenti penali per rapina, è stato raggiunto da almeno tre colpi di arma da fuoco.
L’agguato è avvenuto dopo le 22 sul Lungomare IX Maggio all’altezza delle case popolari, a ridosso del nuovo waterfront, a nord della città. Lopez è stato portato in ospedale al Policlinico di Bari dove sono state tentate manovre rianimatorie, ma è morto nella notte. Sull’episodio indagano i carabinieri del Comando provinciale, coordinati dalla pm della Dda di Bari Bruna Manganelli.
A quanto si apprende, la vittima era su un monopattino quando il sicario lo ha raggiunto a bordo di un’auto, è sceso, ha sparato ed è fuggito. I militari hanno recuperato tre bossoli, ma ritengono che siano stati sparati più colpi. Su quel tratto di lungomare ci sono telecamere, anche se non nel punto esatto dell’ agguato, i cui video gli investigatori stanno acquisendo per tentare di raccogliere elementi utili a ricostruire la dinamica e identificare il killer.
Il quartiere San Girolamo è uno dei rioni della città dove opera il clan mafioso Strisciuglio. La vittima non risulta affiliata al clan, ma al momento l’ipotesi investigativa è comunque quella di un delitto maturato in ambito criminale, anche se non si esclude alcuna pista.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Guadagni sulle orme di Elena Ferrante
Ricerca per cercar di capire cosa ci abbia raccontato e chi sia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
09:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Certo questo libro inchiesta di Annamaria Guadagni, che ha passato gran parte della sua vita occupandosi di scrittori grandi e piccoli, avendo per tema l’anonima, non poteva non farsi domande e affrontare il tema dell’identità misteriosa di Elena Ferrante, leggendaria autrice dell’ ”Amica geniale” e di altri romanzi di successo internazionale. Lo fa naturalmente in relazione a un altro scrittore napoletano, Domenico Stranone, con intelligenza, piccole intuizioni, un insieme di dati e riflessioni argute e sensibili e che, assieme, non possono naturalmente portare a nessuna risposta reale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sarebbe però sbagliato limitare questo libro che ha un suo bel fascino intellettuale e letterario a questo gioco, perché ricostruendo il mondo della Ferrante, e quello di Lenù e Lila, accenna non superficialmente a una storia napoletana e italiana e di una certa Italia dal 1944, anno di nascita delle due ragazze, in poi. E non lo fa attraverso una ricostruzione storica ma andando a ripescare tutte quelle realtà e quelle letture, a cominciare da ”Piccole donne” della Alcott, per notare, per esempio, che ”il contrasto tra Lenù e Lila è più complesso di quello tra Jo e Amy, che pure non si accontenta di civettare e coltiva l’ambizione di fare la pittrice”, l’artista, come loro vorrebbero diventare scrittrici. Quelle e altre pagine cerca di capire da dove venissero e cosa vi potessero trovare giovani del dopoguerra, quale apporto abbiano dato alla loro crescita.
Allora girando le capita di scoprire, oltre a un’omonima che si chiama proprio Elena Ferrante, altre donne con più o meno la medesima provenienza, da Nunzia Gatta a Marcella Marmo. Così ricostruisce la storia delle biblioteca popolare del rione Luzzati, fondata nel 1948 da Agostino Collina, diverso per fisionomia dal maestro Ferraro raccontato dalla Ferrante, ma col medesimo carattere, come ricorda chi lo conobbe e lavorò con lui. Visita il liceo Garibaldi, che ”è sempre stato una scuola di frontiera, dove la borghesia cittadina si mescola con i ragazzi dei rioni popolari della periferia est”, e i suoi archivi per capire chi lo ha frequentato (tra gli altri Bassolino), e poi si sposta alla Normale di Pisa, dove si sono formate tante studiose che hanno aperto alle donne nuove strade nella società italiana del Novecento. Non a caso il libro si chiude con oltre venti pagine di note e riferimenti.
Allo stesso modo ecco raccontata l’Ischia di fine anni ’50, all’epoca delle due vacanze di Elena Greco (”un piccolo romanzo dentro la quadrilogia napoletana”). Poi il mondo, i negozi, la vita di Chiaia e di Piazza dei Martiri, in cerca di suggestioni, che sono varie e curiose, nei luoghi dove più o meno avrebbe dovuto essere il negozio di scarpe Cerullo che, per incapacità, finisce in mano agli usurai, vanificando il sogno e il sacrificio di Lila, ”ardita disegnatrice di scarpe”, che per questo si è piegata a un matrimonio d’interesse. Guadagni vuole farsi un’idea, e trasmettercela, ”di quell’energia e dell’esercito di conciatori e pellettieri, di scarpari e guantai, che in quegli anni popolavano ancora il centro di Napoli”, aggiungendo che ”per capire cosa abbia divorato i sogni di generazioni di scarpari che come Lila volevano guardare lontano, bisogna vedere ‘Cartoline di Napoli’, un documentario girato da Antonello Branca” e trasmesso in tv nel 1977, scoprendo che a quel tempo Napoli stava diventando la nostra Cina, tra uso di sostanze tossiche e lavori diffusi a cottimo.
Siccome il tema non sono le due ragazze e poi donne, ma la loro autrice, Guadagni insegue e indaga anche gli altri romanzi della Ferrante, da ”Amore molesto” ai ”Giorni dell’abbandono”, per arrivare naturalmente, cinque anni dopo la conclusione della fortunata quadrilogia, a quel ”La vita bugiarda degli adulti” che esce nel 2019, in cui, ”con un colpo da maestra, l’autrice si è sfilata ed è uscita dal testo, separandosi dall’io narrante del romanzo, che del resto è quello di una ragazzina di fine Novecento, che non può più combaciare con la ‘persona letteraria’ che abbiamo conosciuto”. Insomma, l’autore o autrice è un’ombra sfuggente, ma le sue opere sono lì che danno vita più vera di quella reale a lei e ai suoi personaggi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rissa in strada nel milanese, morto 22enne
Un secondo ragazzo di 16 anni non è in pericolo di vita
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
30 settembre 2021
09:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un ragazzo di 22 anni è morto questa notte a seguito delle ferite riportate in una rissa avvenuta per strada tra diversi giovani a Pessano con Bornago, nel Milanese. Lo rendono noto i carabinieri, intervenuti sul posto insieme al 118.

In via Monte Grappa, sono stati soccorsi due giovani, entrambi italiani. Un sedicenne è stato trasportato all’Ospedale di Melzo con ferite alla testa, ma non in pericolo di vita, mentre il secondo, del 1999, è stato trasportato all’ospedale di Monza con ferite di arma da taglio al torace ed è deceduto.
Sono in corso rilievi e accertamenti della S.I.S. del Nucleo Investigativo dei Carabinieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Weekend al cinema, una titana sfida l’ultimo 007
12 nuovi film in arrivo, abbuffata da tempi pre-pandemici
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
09:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dodici film nuovi sul grande schermo in (quasi) contemporanea non si vedevano dall’era pre-pandemica; un blockbuster capace di cambiare il verso alla stagione nelle sale era atteso da tempo; una autentica sorpresa cinematografica (nel bene e nel male) mancava da molto. Tutto questo compone il menu del prossimo weekend per cinefili e se le attese saranno confermate si tratta di un momento quasi storico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– NO TIME TO DIE di Cary Fukunaga con Daniel Craig, Ralph Fiennes, Rami Malek, Léa Seydoux, Naomie Harris, Ben Whishaw, Rory Kinnear, Jeffrey Wright, Dali Benssalah, Ana de Armas, Billy Magnussen, David Dencik, Lashana Lynch. La legge dei social impone di svelare il minimo indispensabile circa la trama del 25mo 007 ufficiale nella storia della saga. Ci sarebbero anche tre titoli spuri in più, ma qui conta soprattutto che siamo in presenza dell’ultimo marchiato a fuoco dalla personalità e dal carisma del protagonista (e coproduttore) Daniel Craig. Roba che non si vedeva più dall’autunno di Sean Connery e che tutto, nei dialoghi e nella trama, lascia intuire come una fine epocale. Qualsiasi scelta futura riguardi la prossima incarnazione dell’agente segreto di Sua Maestà Britannica James Bond dovrà fare i conti con questo addio fin troppo atteso. Si potrebbe dire che il tema del “post Brexit” colpirà anche il futuro di 007. Si dirà allora soltanto che la storia comincia con un Bond in pensione nel “buen retiro” della Giamaica e con la richiesta d’aiuto del vecchio amico Felix Leiter che costringe l’eroe a ritornare in pista. In gioco all’inizio c’è la vita di uno scienziato da salvare ma ben presto comincerà una infernale corrida contro il super-cattivo di turno (affiliato alla Spectre) che porta lo spettatore ai quattro angoli del mondo per salvarne l’esistenza.
– TITANE di Julia Ducornau con Vincent Lindon, Agathe Rousselle, Garance Marillier, Lais Salameh, Dominique Frot, Myriem Akheddiou. Arriva con un giorno di ritardo (solo venerdì) nelle sale la Palma d’oro a sorpresa dell’ultimo festival di Cannes: un incubo post-moderno firmato da una regista esperta in gore e horror che mescola insieme una caccia al serial killer, gli incubi motoristici di Ballard e Cronenberg, il cinema d’autore e quello di genere. Anche la trama procede su due binari paralleli destinati a congiungersi: da una parte un maturo pompiere che ha perso il figlio dieci anni prima e crede adesso di ritrovarlo miracolosamente; dall’altra una ragazza davvero insolita nei comportamenti che si esibisce in spettacoli di lap-dance nei raduni automobilistici.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In mezzo un efferato serial killer a cui nessuno riesce a dare un nome. Grande spettacolo per stomaci forti.
– RESPECT di Liesl Tommy con Jennifer Hudson, Forest Whitaker, Marlon Wayans, Tituss Burgess, Audra McDonald, Mary J. Blige, Hailey Kilgore, Marc Maron, Kimberly Scott, Tate Donovan, Albert Jones, Myk Watford. Poderoso biopic sulla tormentata vita di Aretha Franklin, una delle più grandi voci della scena musicale del XX secolo, dalla difficile infanzia (orfana di madre e succube dell’ansia di successo del padre) allo sfortunato matrimonio, dai drammi collettivi dell’America inquieta (l’omicidio dell’amico di famiglia Martin Luther King) alle battaglia per i diritti civili, fino alla crisi esistenziale tra droga e alcool e alla rinascita con successi planetari che ancora oggi tutti amano. Grande prova per la protagonista Jennifer Hudson.
– I NOSTRI FANTASMI di Alessandro Capitani con Michele Riondino, Hadas Yaron, Alessandro Haber, Paolo Pierobon, Orlando Forte. Un padre senza lavoro e senza casa che cerca di proteggere il figlio dall’abbandono; una giovane madre in fuga da un marito violento, due bambini che giocano ai fantasmi, un amore che fiorisce nel modo più inatteso. Tutto questo si concentra sotto lo stesso tetto dove finiscono per convivere senza saperlo Valerio e Miryam. Opera singolare tra love story e thriller psicologico per un cinema italiano che difficilmente pratica con successo i due generi. In programma alle Giornate degli Autori a Venezia.
– QUO VADIS, AIDA? di Jasmila Zbanic con asna Djuricic, Johan Heldenbergh, Raymond Thiry, Boris Isakovic, Joes Brauers, Emir Hadzihafizbegovic, Teun Luijkx, Reinout Bussemaker, Izudin Bajrovic, Alban Ukaj, Ermin Bravo, Juda Goslinga, Boris Ler, Ermin Sijamija, Micha Hulshof. Un piccolo gioiello dal negletto cinema bosniaco e costruito intorno alla figura originale e forte di una giovane madre (Aida) che vuole mettere in salvo la famiglia fuggendo dalla città di Srebrenica, condannata al saccheggio da parte delle milizie serbe. Siamo nel 1995 e solo l’abilità della donna (traduttrice per le Nazioni Unite) permetterà di scoprire una impensabile via di fuga.
– 47 METRI: GREAT WHITE di Martin Wilson con Katrina Bowden, Aaron Jakubenko, Kimie Tsukakoshi, Tim Kano, Te Kohe Tuhaka, Jason Wilder, Tatjana Marjanovic. La lotta tra l’uomo e la natura, un pugno di naufraghi e uno sciame di famelici squali è il centro di questo thriller australiano di ottima fattura: 5 turisti finiscono in mare dopo che il loro idrovolante si schianta in atterraggio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Adesso nessuno piò venire in soccorso e gli squali sono in attesa delle loro prede.
Escono anche SULLA GIOSTRA di Giorgia Cecere con Claudia Gerini, intrepida donna sola costretta a tornare nel natio Salento per vendere la casa di famiglia (anteprima applaudita al Bi&Fest di Bari) e il cartoon BING E LE STORIE DEGLI ANIMALI riservato ai più piccoli. Sono già in sala: il film concerto di Jack Scott OASIS, il melodramma di Chuck Konzelman e Cary Solomon UNPLANNED (da una storia vera), il documentario THE ARCH di Alessandra Stefani alla scoperta dell’Australia contemporanea e il cartoon giapponese di Kotaro Tamura JOSEE, LA TIGRE E I PESCI.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Clima: momenti di tensione davanti al Mico
Contatto con manganellate tra forze dell’ordine e attivisti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
30 settembre 2021
10:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Momenti di tensione tra forze dell’ordine e manifestanti davanti al Mico: in un video si vede un momento di contatto con manganellate tra gli uomini delle forze dell’ordine e gli attivisti del clima.
I giovani stanno tentando da questa mattina di bloccare gli accessi al Mico con tre diversi blocchi stradali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: allagamenti a Forlì, auto bloccata in sottopasso
Due persone estratte dai Vvf, diversi interventi in provincia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
30 settembre 2021
10:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Allagamenti, strade chiuse, alberi caduti e un incendio provocato probabilmente da un fulmine: è il bilancio di una forte ondata di maltempo che questa mattina ha colpito il Forlivese. Diversi gli interventi dei vigili del fuoco di Forli-Cesena per soccorso e assistenza.
A Forlì in particolare due persone sono rimaste bloccate in auto in un sottopasso allagato. Sono stati entrambi estratti dai pompieri intervenuti con tre squadre e con l’ausilio di gommoni e autogru. Nessun ferito.
Un’altra squadra è intervenuta in tangenziale di Forlì per l’incendio di un’auto e successivamente per un incidente stradale, sotto al tunnel. Coinvolti quattro veicoli e c’è stato un ferito, preso in carico da Romagna Soccorso.
In località Sant’Andrea, nel comune di Forlimpopoli, una squadra di vigili del fuoco è intervenuta per un incendio di un quadro elettrico causato presumibilmente da un fulmine mentre a Forlì un altro incendio è scoppiato per la rottura di un tubo del gas.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
DRAGHI, GIOVANI HANNO RAGIONE, TRANSIZIONE ECOLOGICA ORA
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
10:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Condanna 25 anni alla madre per omicidio figlia 6 anni
Sentenza Corte d’assise. Ipotesi iniziale morte durante incendio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FERMANA
30 settembre 2021
11:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Venticinque anni per Pavlina Mitkova, 38 anni, bulgara, accusata dell’omicidio volontario della figlia Jennifer di 6 anni. E’ la sentenza della Corte d’assise di Macerata, riportata oggi dai media locali.
La Procura aveva chiesto la condanna all’ergastolo. Alla donna, difesa dagli avvocati Gianmarco Sabbioni e Emanuele Senesi, sono state riconosciute le attenuanti generiche. La bimba era morta l’8 gennaio 2020 dopo un incendio divampato nell’abitazione, dove viveva con la famiglia lungo le mura clementine di Servigliano (Fermo). La madre aveva raccontato di essere riuscita ad allontanarsi con l’altra figlia ed era stata soccorsa in strada. Inizialmente si era pensato che la bimba, rimasta in casa, fosse morta asfissiata dal fumo. Ma gli accertamenti condotti da carabinieri e vigili del fuoco avevano portato le indagini in un’altra direzione: l’incendio era risultato appiccato volontariamente. Pochi giorni dopo Mitkova era stata arrestata, inizialmente per incendio doloso e morte come conseguenza di altro reato. Poi dall’esame autoptico era emerso che la bimba era morta a qualche ora prima del rogo, soffocata probabilmente con un cuscino e il capo d’accusa era stata modificato in omicidio volontario. Archiviata invece la posizione del padre, che non era in casa al momento del fatto né nelle ore precedenti e che si trovava a diversi chilometri di distanza da Servigliano. Non è stato mai chiarito il movente: Mitkova in un anno e mezzo non ha mai parlato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Operai morti nel Milanese, 4 indagati per accertamenti
Tra amministratori e legali rappresentanti di 2 aziende
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
30 settembre 2021
11:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quattro persone, tra legali rappresentanti e amministratori delle aziende Sol e Autotrasporti Pe’ di Costa Volpino (Bergamo), sono state iscritte nel registro degli indagati per l’ipotesi di omicidio colposo in relazione alle morti di Emanuele Zanin e Jagdeep Singh operai deceduti due giorni fa a Pieve Emanuele (Milano) per una fuoriuscita di azoto mentre si apprestavano a caricare una cisterna di azoto liquido usato nei laboratori dell’università Humanitas. Le iscrizioni sono atti di garanzia per procedere con gli accertamenti tecnici irripetibili e con l’autopsia nelle indagini dei pm milanesi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prete scoperto mentre compra cocaina in pineta a Migliarino
Quantità per uso personale, Polstrada lo segnala a prefettura
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VIAREGGIO (LUCCA)
30 settembre 2021
12:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un prete incappa nei controlli della Polizia stradale mentre acquista cocaina nella pineta lungo l’Aurelia tra Torre del Lago (Lucca) e Migliarino (Pisa) così viene segnalato alla prefettura come assuntore di stupefacenti. La vicenda risale ad alcuni giorni fa e riguarda un sacerdote che, secondo quanto si apprende, svolge la sua attività di religioso in Versilia.
La droga era in una bustina e in quantità giudicata per uso personale pertanto è scattata solo la segnalazione amministrativa. Una pattuglia lo ha notato in piena notte scendere dalla sua auto, dirigersi nel bosco e ritornare a bordo, quindi gli agenti lo hanno fermato a un distributore di benzina poco più avanti. L’uomo indossava abiti civili. Dai documenti è emerso che si tratta di un sacerdote 45enne. La droga è stata sequestrata e la patente di guida ritirata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Iniziativa al quartiere Tamburi dove c’è dispersione scolastica
Progetto coinvolge 70 studenti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TARANTO
30 settembre 2021
12:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Settanta studenti della scuola media “Ugo De Carolis” del quartiere Tamburi di Taranto hanno provato l’emozione di osservare e studiare i delfini in mare, a bordo di un catamarano. L’esperienza è stata resta possibile dall’associazione Marco Motolese con il progetto “Per e con i giovani”, sostenuto da Fondazione Banco di Napoli, che vede collaborare in partenariato la Jonian Dolphin Conservation, lo Studio Decsa, l’Istituto Comprensivo Statale “Vico-De Carolis-Deledda”, il Club per l’Unesco di Taranto.

Al centro dell’iniziativa c’è il mare visto sotto l’aspetto ambientale e quello culturale, che diventa protagonista di una serie di attività a favore di studenti di tutte le classi terze, di cui sette diversamente abili. Tra le problematiche del quartiere Tamburi viene segnalata anche la dispersione scolastica che il progetto “Per e con i giovani” intende contrastare mediante attività formative e laboratoriali sul mare. Gli studenti si sono imbarcati sul catamarano della Jonian Dolphin Conservation diventando così loro stessi “ricercatori scientifici”.
Nell’occasione Giovanna Lato, dirigente scolastica dell’I.C.
“Vico-De Carolis-Deledda”, ha sottolineato che “dopo un anno e mezzo di pandemia questo evento rappresenta per i nostri ragazzi la prima occasione di trascorrere insieme una giornata all’aria aperta, per questo sono stati tutti entusiasti dell’iniziativa.
Questi studenti stanno approfondendo nelle lezioni di educazione civica proprio il tema dello sviluppo sostenibile e dell’ambiente, le stesse tematiche affrontante dal progetto”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Strage discoteca: procedimento bis, no a Comune parte civile
Prossima udienza gup Ancona 16/12. Citati 5 responsabili civili
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
30 settembre 2021
12:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
No alla costituzione di parte civile del Comune di Corinaldo nel procedimento ‘bis’ per la strage della discoteca Lanterna Azzurra avvenuta nella notte tra il 7 e l’8 dicembre 2018; nella calca e dopo il cedimento di una balaustra fuori dall’uscita di emergenza n.3, seguita al fuggi fuggi provocato da spruzzi di spray al peperoncino, morirono cinque minorenni e una madre 39enne. Lo ha deciso il gup di Ancona Francesca De Palma nell’udienza preliminare che coinvolge 19 imputati (18 persone fisiche e la società Magic srl) sotto accusa per le carenze di sicurezza del locale e una gestione non adeguata dell’emergenza, ravvisate dai consulenti della procura e dalle Le accuse, a vario titolo, sono di cooperazione in omicidio colposo, lesioni anche gravissime, falso e disastro colposo Tra i chiamati in causa, proprietari del locale, gestori, addetti alla sicurezza, tecnici, consulenti e componenti della Commissione di vigilanza – tra cui il sindaco – che diede il nullaosta nel 2017 per pubblici spettacoli nell’ex capannone agricolo.
“Ho cercato di mantenere una linea che è quella della presenza, – ha detto Principi a margine dell’udienza – fino alla fine cercare di collaborare in prima persona rispetto a questa drammatica vicenda con il solo obiettivo di raggiungere la verità rispetto a quello che è successo e ce la metterò tutta”.
Quanto ai famigliari delle vittime, la sua volontà è di “non invadere, non forzare. Sono qui se qualcuno si vuole confrontare con me, come sto facendo adesso, do massima disponibilità”.
Prossima udienza il 16 dicembre quando verranno formalizzate le richieste di riti alternativi: per ora richieste ufficiose di tre patteggiamenti e cinque giudizi abbreviati tra i quali uno condizionato. Intanto ammesse le parti civili (oltre alle vittime quasi 200 le persone che rimasero ferite) e autorizzata la citazione di cinque responsabili civili: il Ministero dell’Interno, l’Unione dei Comuni Misa e Nevola, il Comune di Corinaldo e la società “W.A.R private security” che si occupava di sicurezza nel locale la sera della strage.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Comunali Roma: card. De Donatis, sia città accoglienza
Vicario del Papa, eletti abbiano a cuore vocazione universale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
30 settembre 2021
13:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Mi auguro per Roma che mantenga la sua vocazione all’accoglienza, all’inclusione, alla capacità di ospitare”: lo ha detto il Vicario del Papa a Roma, il cardinale Angelo De Donatis, rispondendo, in una conferenza stampa in Vaticano, alla domanda su che cosa si augura dalla prossima tornata elettorale a Roma. “Qualsiasi persona sia chiamata a rivestire il ruolo pubblico spero abbia a cuore la vocazione universale di questa città”.
Quanto all’Incontro Mondiale delle Famiglie che si terrà nella Capitale nel giugno 2022 il cardinale auspica: “Roma sia all’altezza della situazione”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: card. Bagnasco ‘in buone condizioni generali’
Direzione sanitaria Galliera, evoluzione clinica è positiva
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
30 settembre 2021
14:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le condizioni generali del cardinale Angelo Bagnasco, presidente dei vescovi europei, “sono più che buone e l’evoluzione clinica è positiva”. Lo fa sapere la direzione sanitaria dell’ospedale Galliera di Genova dove Bagnasco è ricoverato dal 28 settembre presso il reparto di Malattie Infettive, a seguito d’infezione da Covid-19.
Il cardinale, viene ricordato, ha completato il ciclo di immunizzazione nel mese di maggio 2021 con vaccino a mRna.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Inchiesta piano vaccini, chiesta archiviazione assessore VdA
E due consiglieri regionale. Indagate per peculato 2 dottoresse
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA
30 settembre 2021
14:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La procura di Aosta ha chiesto l’archiviazione dall’accusa di peculato, nell’ambito dell’inchiesta sul piano vaccinale regionale, per l’assessore regionale all’Istruzione Luciano Caveri e per i consiglieri regionali Paolo Samaritani e Mauro Baccega.
Rimangono indagate, solo per l’accusa di peculato mentre è stata archiviata quella di abuso di ufficio, la dirigente delle professioni sanitarie presso la struttura Sitra (Servizio infermieristico, riabilitativo, della prevenzione e della professione ostetrica aziendale) dell’Usl della Valle d’Aosta, Laura Plati, e Helene Imperial, medico in servizio al Dipartimento Sanità e salute dell’assessorato regionale alla Sanità.
Chiesta l’archiviazione, invece, per Michelle Imperial, sorella di Helene Imperial.
Secondo l’accusa, Imperial e Plati avrebbero indebitamente distratto dosi di vaccino in favore ”di parenti o amici”. Da qui l’accusa di peculato. Le indagini nei loro confronti non sono state ancora chiuse.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ridley Scott, preparo Il Gladiatore 2
A Empire annuncia il progetto cui lavorerà dopo Napoleone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
14:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ridley Scott 83 anni e un mare di progetti. Dopo aver presentato alla Mostra del cinema di Venezia il kolossal medioevale The Last Duel con Matt Damon, Adam Driver, Ben Affleck e Jodie Comer e in attesa del debutto dell’atteso House Of Gucci con Lady Gaga e Adam Driver, a Empire ha annunciato un sequel di uno dei suoi film blockbuster, Il Gladiatore.
Lo comincerà dopo aver terminato Napoleone “Sto già scrivendo Gladiator adesso”, ha detto. “Quindi quando avrò finito Napoleone, il Gladiatore sarà pronto per partire”.
Kitbag (il titolo del film) racconta l’ascesa al potere di Napoleone Bonaparte interpretato da Joaquin Phoenix (il Commodo del Gladiatore!) mentre Giuseppina è Jodie Comer, la protagonista di The Last Duel.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Furbetti del cartellino a Sanremo, 15 condannati
Le pene vanno dagli 8 mesi ai 3 anni e 7 mesi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
30 settembre 2021
15:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quindici condanne, su un totale di sedici imputati, nel processo di primo grado per truffa ai danni dello Stato e violazione della Legge Brunetta sul pubblico impiego, che vede alla sbarra i cosiddetti ‘furbetti del cartellino’, accusati dell’infedele timbratura del cartellino e di essersi assentati senza giustificazione durante l’orario di lavoro. Unica assoluzione quella di Rita Torre, nei confronti della quale la giudice Francesca Minieri del tribunale a Imperia ha tenuto conto della particolare tenuità del fatto.
Le pene vanno dagli 8 mesi a 3 anni e 7 mesi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cinema: No Time To Die in sala con oltre 750 copie
90 milioni di dollari è stima primo weekend ma incognita target
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
15:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre 750 copie: arriva in sala con numeri importanti No Time To Die, il 25/o di James Bond. Una quantità di copie (quasi) da pre pandemia e che rappresenta certo un segnale forte sull’esercizio cinematografico.
Il film con Daniel Craig, in uscita da oggi, è la speranza di ripartenza dell’esperienza in sala ed ha atteso mesi e mesi, da aprile 2020, proprio per questo, come l’attore inglese, alla quinta e ultima volta come 007, ha sottolineato alla premiere. Gli incassi di Bond saranno la verifica, per quanto a capienza ancora ridotta (e il mondo della cultura sollecita da tempo il governo sul 100%) , dell’importanza o meno della visione in sala per il pubblico, di quanto e in che misura abbia ancora appeal per le persone dopo mesi e mesi di abbuffate streaming.
No Time to Die, secondo le stime di Variety, dovrebbe generare incassi per 90 milioni di dollari nel primo weekend.
Debutta in 50 mercati incluso il Regno Unito (mercoledì 29 settembre). E poi ad ottobre in tanti altri. Le incognite sugli incassi sono anche relative al target: Bond è stato storicamente una grande attrazione per il pubblico più anziano, una fascia demografica che non è stata ansiosa di tornare nei cinema con la minaccia di nuove varianti di Covid-19. Allo stesso tempo, molti paesi, tra cui appunto l’Italia, ma anche Francia e Germania hanno in vigore sia restrizioni di capienza e sia la richiesta per l’ingresso del green pass, prova della vaccinazione per andare al cinema.
Per No Time to Die, un weekend di apertura superiore ai 90 milioni di dollari, sottolinea Variety, sarebbe impressionante perché non sarebbe lontano dai suoi ultimi predecessori come Spectre del 2015 (123 milioni di dollari di debutto a livello internazionale) e Skyfall del 2012 (109 milioni di dollari di debutto internazionale). Inoltre, in tempi di emergenza sanitaria per il Covid, sarebbe anche considerato una delle migliori partenze per un film di Hollywood al botteghino internazionale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Amministrative: domani Antimafia su liste impresentabili
Brevi dichiarazioni Morra a Piazza San Macuto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
16:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione parlamentare Antimafia si riunisce domani alle ore 17.15 circa per esaminare le cosiddette ‘liste degli impresentabili’ in vista delle amministrative di domenica e lunedì. In sala stampa sarà possibile, sul sistema a circuito chiuso, seguire la parte pubblica.
Al termine il presidente Nicola Morra rilascerà brevi dichiarazioni in piazza San Macuto per il rispetto delle normative anticovid. Non ci sarà streaming.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tedesco arrestato a Forte dei Marmi, respinta richiesta di scarcerazione
Il 75enne è ricercato dal Cile per sequestro di persona per fatti risalenti ai tempi di Pinochet
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
30 settembre 2021
16:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La corte d’appello di Firenze ha respinto la richiesta di scarcerazione per Reinhard Doring Falkenberg, il cittadino tedesco arrestato lunedì scorso a Forte dei Marmi (Lucca) perchè ricercato dal Cile per sequestro di persona per fatti risalenti ai tempi di Pinochet. L’uomo, 75 anni, resta così in carcere in attesa dell’udienza per la sua eventuale estradizione.
La corte ha respinto la richiesta di scarcerazione ravvisando la presenza di un oggettivo pericolo di fuga.
Secondo quanto appreso l’uomo, cittadino tedesco, condannato in via definitiva in Cile per sequestro di persona, è stato arrestato il 22 settembre scorso, e non il 26 come reso noto in precedenza. Il 24 settembre nei suoi confronti è stata emessa un’ordinanza di misura cautelare su richiesta della procura generale. Il 28 l’uomo è stato sentito dal giudice in occasione dell’udienza di convalida dell’arresto. In questa circostanza il suo legale ha presentato istanza di revoca della misura cautelare. Il ministero della Giustizia, come previsto in questi casi, ha espresso il suo parere comunicando alla corte di appello l’assenza di elementi ostativi all’estradizione, e chiedendo il mantenimento della custodia cautelare in carcere. Oggi poi la corte di appello ha respinto la richiesta di scarcerazione avanzata dal difensore.
Doring Falkenberg “non sapeva di essere ricercato, viveva in Germania da tanti anni”. Lo afferma il suo difensore, avvocato Simona Selvanetti, che gli è stato assegnato d’ufficio al momento dell’arresto. Il legale ha incontrato il 75enne in carcere. “Non sapeva nulla, era in vacanza con la moglie, altrimenti non sarebbe mai venuto in Italia”. “Adesso – prosegue il legale – sta bene, è tranquillo e attende la decisione delle autorità italiane”. L’avvocato ha chiesto per il suo assistito la revoca della misura coercitiva, in attesa dell’udienza che dovrà decidere dell’estradizione. Su Reinhard Doring Falkenberg, spiega sempre il legale, grava una condanna definitiva dei giudici cileni per sequestro di persona, emessa nel 2005.
L’uomo, secondo quanto si è appreso, negli anni Settanta viveva all’interno della ‘Colonia Dignidad’, enclave cilena di nazisti tedeschi in fuga dalla Germania, divenuta centro di detenzione durante il regime di Pinochet.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Addio a Tommy Kirk, divo bambino di ‘Zanna Gialla’
All’indice da Disney perché gay, poi problemi di droga
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
30 settembre 2021
17:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Hollywood dice addio a Tommy Kirk, l’ex attore bambino interprete di film con la Disney tra gli anni Cinquanta e e gli anni Sessanta tra cui ‘Zanna gialla’, ‘Geremia, cane e spia’, ‘Robinson nell’isola dei corsari’, ‘Un professore fra le nuvole’ e ‘Le disavventure di Merlin Jones’.
Kirk è stato trovato morto nella sua casa di Las Vegas a 79 anni.
Nato in Kentucky e cresciuto in California, aveva cominciato a recitare da teenager: scoperto da un agente alla Pasadena Playhouse, aveva avuto una parte nel film ‘The Last of the Old Time Shooting Sheriffs’, un episodio del 1955 della serie ‘TV Reader’s Digest’. Il suo profilo era cresciuto cominciando a interpretare la parte di Tom Hardy in un paio di puntate della serie tratta dai popolari libri per ragazzi “The Hardy Boys” trasmessa nell’ancora più popolare programma della Disney ‘The Mickey Mouse Club’. Accanto a lui, come co-protagonista, Tim Considine con cui nel 1959 fu riunito in ‘Geremia, cane e spia’ che vedeva riuniti con Fred MacMurray tutto il gruppo di punta dei giovani attori della Disney in quel periodo tra cui Annette Funicello e Kevin Corcoran. La fama era arrivata due anni prima con ‘Zanna Gialla’ di cui era protagonista con Kevin Corcoran. Il sodalizio con MacMurray si era ripetuto all’inizio degli anni ’60 con un altro successo, ‘Un professore fra le nuvole’ (1961) e il suo sequel ‘Professore a Tuttogas’. L’ultimo ruolo con la Disney fu in ‘Le Disavventure di Merlin Jones’. Kirk, che aveva a quel punto compiuto 21 anni, aveva cominciato una relazione gay con un quindicenne e gli studi non rinnovarono il contratto. L’omossessualità al tempo faceva scandalo, ma soprattutto furono i ricorrenti problemi di droga (che nel dicembre 1964 portarono anche al suo arresto) a rovinare la reputazione del giovane attore, che si ritrovò sempre più ai margini dell’industria cinematografica. Negli anni settanta Kirk si lasciò alla spalle la carriera di attore, fece outing e mise ordine alla propria vita. Fondò un’impresa di pulizie e da allora solo occasionalmente era tornato a recitare.
“Tommy era gay e non aveva più contatti con quel che resta della sua famiglia di sangue. Noi della non profit ‘A Minor Consideration’ siamo la sua famiglia e ci occuperemo di lui”, ha scritto l’amico di vecchia data Paul Peterson che ha annunciato la morte su Facebook. E poi, rivolgendosi ai fan: “Voi lo avete sollevato quando nel 1965 l’industria del cinema lo aveva messo al tappeto. Non provava amarezza. Dio abbia pietà della sua anima”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cade da impalcatura, morto operaio nel Reggiano
Volo di dieci metri, la vittima è un uomo di 56 anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
30 settembre 2021
16:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Infortunio sul lavoro mortale in uno stabile della frazione di Borzano ad Albinea, nel Reggiano, dove – intorno alle 14 – un operaio edile 56enne è deceduto per le gravi lesioni riportate a seguito di una caduta da circa 10 metri d’altezza mentre stava lavorando alla manutenzione del tetto. Secondo una prima ricostruzione del personale del Servizio Prevenzione e sicurezza della Medicina del Lavoro di Reggio Emilia, intervenuto insieme Carabinieri di Albinea, l’uomo si trovava su una impalcatura quando, per cause ancora in corso di accertamento è precipitato al suolo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
De Rienzo morto per overdose, pusher rischia processo
“Intossicazione da eroina”. Chiuse indagini su cittadino gambiano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
16:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Roma ha chiuso le indagini a carico del cittadino gambiano Mustafà Minte Lamin di 32 anni accusato di avere ceduto all’attore Libero Di Rienzo la droga che gli ha provocato la morte il 15 luglio scorso. Secondo i risultati tossicologici il 45enne è deceduto a causa di una “Intossicazione acuta da eroina”, sostanzialmente una overdose.

Gli esami hanno fatto emergere che Di Rienzo aveva assunto anche cocaina e ansiolitici che però non sarebbero la causa della morte. Nei confronti dell’indagato le accuse sono di morte come conseguenza di altro reato, detenzione e cessione di sostanza stupefacente.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Globi d’Oro, vincono Rossi Stuart e Finocchiaro
Emma Dante e Luchetti registi del momento, trionfa Veleno
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
16:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Kim Rossi Stuart, Donatella Finocchiaro e Simona Malato migliori attori, Emma Dante e Daniele Luchetti registi del momento, mentre trionfa il docu-verità Veleno. E’ il verdetto della premiazione dei Globi d’Oro assegnati da una giuria di più di cinquanta corrispondenti dell’Associazione della Stampa Estera in Italia.

Miglior regia dunque assegnata a Daniele Luchetti per il film “Lacci”, ispirato al romanzo Domenico Starnone e Miglior film a “Le sorelle Macaluso”, diretto da Emma Dante, che trionfa anche nella categoria Migliore attrice con la vincita ex aequo delle protagoniste Donatella Finocchiaro e Simona Malato. Ed è Kim Rossi Stuart a guadagnare il titolo di Migliore attore, per la sua toccante interpretazione in “Cosa sarà”.
Accanto ai grandi, Nora Stassi, protagonista de “L’Agnello”, e vincitrice del premio Giovane promessa di questa edizione; mentre “Paradise, una nuova vita”, di Davide Del Degan, riceve il riconoscimento come Miglior opera prima. Migliore serie tv “Speravo de morì prima” su Francesco Totti, interpretata da Pietro Castellitto e disponibile su Sky; Migliore commedia va a “L’incredibile storia dell’Isola delle Rose” con Elio Germano e Matilda De Angelis, su Netflix.
Daniele Ciprì con “Cattivo Poeta” vince la Miglior Fotografia; la statuetta per la Miglior Sceneggiatura va a Michael Zampino, Heidrun Schleef e Giampaolo Rugo per “Governance”; mentre la Migliore Colonna Sonora è firmata da Mattia Carratello e Stefano Ratchev, per “Padrenostro”.
Il Premio Italia nel Mondo va all’acclamato “Miss Marx”; Giuliano Montaldo, Premio alla Carriera mentre Renato Pozzetto con “Lei Mi Parla Ancora” viene insignito del prestigioso Gran Premio della Stampa Estera. Tra i Documentari vince “Veleno” di Hugo Berkeley e tra i Cortometraggi “La Stanza più fredda”, di Francesco Rossi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
All’asilo nido con Green pass di altro genitore, denunciata
Entrata approfittando di un momento di confusione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
30 settembre 2021
17:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha approfittato di un momento di confusione per accompagnare il figlio all’asilo nido, esibendo il Green pass di un’altra persona. È successo questa mattina al ‘Trilli’ di Mestre, nell’orario di punta in cui tutti i genitori portano i bimbi prima di andare al lavoro: la donna, moldava e priva di una propria certificazione, è stata denunciata per sostituzione di persona.

L’ausiliaria preposta al controllo dei pass non si è subito resa conto che la donna le aveva presentato il documento di un altro genitore, peraltro di sesso maschile; alcuni minuti dopo, una volta realizzato quanto successo, ha riferito la circostanza alla dirigente scolastica, che a sua volta ha contattato la polizia municipale.
Gli agenti hanno ricostruito l’intera vicenda, sentendo la bidella e alcuni testimoni, senza riuscire però ad accertare se il pass sia stato ceduto consapevolmente da un genitore all’altro o sia stato oggetto di furto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Strage discoteca: padre Emma,tragedie per mancanza controlli
Avrebbe compiuto 17 anni. Papà Mattia,locale non doveva riaprire
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
30 settembre 2021
17:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Dopo la strage della Lanterna Azzurra non è cambiato assolutamente niente…qualche mese fa la tragedia del Mottarone”. Si sfoga a margine dell’udienza preliminare del procedimento bis ad Ancona per la strage della discoteca di Corinaldo, Fazio Fabini, padre di Emma, 14 anni, una delle sei vittime nella notte dell’8 dicembre 2018 (cinque minorenni e una madre 39enne).
Oggi Emma avrebbe compiuto 17 anni, stasera verrà assegnato in sua memoria a Senigallia, al Teatro La Fenice, un premio letterario “Emma. Il ricordo salvato”.
“C’è un filo rosso che collega le tragedie che costellano la vita italiana, negli ultimi anni, prima e anche dopo la Lanterna Azzurra, – afferma con amarezza Fabini, con accanto la moglie, a margine dell’udienza – l’inefficienza dello Stato che non è in grado di assicurare la sicurezza dei propri cittadini in nessuna struttura, dando l’illusione ai genitori e responsabili di figli minorenni che sia in realtà un posto sicuro”.
“Lo Stato dovrebbe chiedersi perché i propri funzionari non svolgono loro compiti, che hanno potere su altre persone incaricate di fare verifiche. Perché era aperta quella strutture quando non c’era niente in regola? Sono responsabili coloro che non hanno svolto i controlli nel modo corretto, chi ha avallato, ma chi doveva controllare i controllori non lo ha fatto”.
“Due anni e nove mesi da quella sera, siamo ancora qui…”.
Giuseppe Orlandi, padre del 15enne Mattia, di Frontone nel Pesarese, una delle vittime nella strage, scandisce ancora una volta i tempi di una vicenda incredibile. Sempre presente in udienza anche durante il precedente procedimento concluso con sei condanne per la banda dello spray, nonostante il dolore che lo attanaglia. “E’ inaccettabile quello che è successo, morire così… quella struttura non era a norma, era evidente, inaccettabile che non se ne siano accorti. Non si può giocare con la vita della gente”, afferma, mostrando sul cellulare la foto dell’uscita di sicurezza n.3 quella in cui la balaustra cedette innescando cadute uno sull’altro delle persone presenti e le morti per compressione toracica-asfissia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Inchiesta piano vaccini: Bertin, sorpreso di essere indagato
‘Ufficio di presidenza non mai deliberato sulla questione’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA
30 settembre 2021
17:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Scopro con sorpresa dai giornali di essere indagato. Confermo quanto già da me dichiarato in altre occasioni che, nello specifico, l’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale non ha mai assunto una deliberazione sulla questione”.
Il presidente del Consiglio della Valle ‘d’Aosta Alberto Bertin commenta così la sua iscrizione nel registro degli indagati della procura di Aosta, insieme all’ex commissario Usl Angelo Pescarmona, per falsa testimonianza nell’ambito dell’inchiesta sul piano vaccinale regionale.
Gli accertamenti riguardano l’applicazione del piano vaccinale redatto a livello ministeriale e sull’eventualità che siano state somministrate dosi di vaccino a soggetti che non ne avevano ancora titolo.
Dalla stessa inchiesta sono usciti l’assessore Luciano Caveri e i consiglieri Paolo Sammaritani e Mauro Baccega: l’accusa di peculato ipotizzata nei loro confronti è stata archiviata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Regeni: Di Maio, la verità resta un obiettivo fondamentale
‘Restano lacune ma è stato giusto tenere ambasciatore’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
20:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il perseguimento della verità è sempre stato, e continuerà ad essere, un obiettivo fondamentale da raggiungere nelle nostre relazioni con l’Egitto. Alla verità hanno diritto Giulio e la sua famiglia, ma anche l’Italia intera”.
Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio alla commissione parlamentare di inchiesta sulla morte di Giulio Regeni.
“Arrivare a un quadro definitivo, e sancito da un giusto processo, non restituirà Giulio ai suoi genitori, ma riaffermerà la forza dei valori di giustizia, trasparenza e stato di diritto in cui credeva”, ha detto il ministro esprimendo ai genitori del ricercatore la vicinanza del governo.
“I progressi ultimamente ottenuti risultano insufficienti. Ne siamo ben consapevoli. Ma è anche utile evidenziare quanto l’ex Procuratore della Repubblica di Roma Pignatone ha sottolineato nell’audizione qui di pochi giorni fa: ‘La presenza dell’Ambasciatore è stata una scelta giusta, alla luce dell’importanza di un dialogo diverso da quello esclusivamente giudiziario avuto in alcune fasi'”.
“Nonostante le molte difficoltà, di fronte al suo ricordo e alla sua famiglia, Governo e Parlamento hanno l’obbligo morale di continuare a fare quanto in loro potere”.
L’avvio del processo sulla morte di Regeni il 14 ottobre è stato un “risultato che nelle settimane successive al ritrovamento del corpo di Giulio era insperato. Anche per questo, alla nostra Polizia Giudiziaria e alla nostra Magistratura – cui i diplomatici e le altre Amministrazioni coinvolte hanno sempre garantito la massima assistenza – va il nostro sincero ringraziamento”. “Cruciale – ha detto ancora – è stato il ruolo della società civile e dell’opinione pubblica tutta, che hanno fortemente sostenuto la famiglia di Giulio e la loro ferma domanda di verità”.
“Le consultazioni tra Italia ed Il Cairo riguardano temi bilaterali come la Libia, il Medio Oriente, la diga, questo è il lavoro che facciamo con tutti i Paesi, anche quelli con cui siamo più in difficoltà come l’Egitto per scongiurare guai peggiori a livello bilaterale”. Il governo, ha aggiunto Di Maio, non ha “implementato accordi commerciali”.
“I rapporti con l’Egitto non potranno svilupparsi nella loro pienezza fino a quando non sarà fatta piena luce su quanto accaduto, considerando anche la giusta, persistente ed elevatissima sensibilità sulla vicenda da parte delle Istituzioni e dell’opinione pubblica italiana. Anche per questo abbiamo sensibilizzato i nostri partner in sede di Unione Europea e Nazioni Unite sulle nostre richieste di giustizia e verità”.
“Daremo pieno sostegno all’autorità giudiziaria utilizzando tutti gli strumenti internazionali per eseguire la sentenza, una volta che ci sarà stata”. “Ora il nostro obiettivo è supportare il procedimento penale a carico degli imputati”, ha sottolineato Di Maio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora morti sul lavoro, tre vittime: in Emilia-Romagna, in Piemonte e in Abruzzo
Un operaio di 56 anni cade da 10 metri. Due agricoltori schiacciati dai trattori
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
20:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora tre morti sul lavoro in una sola giornata, in Emilia Romagna, Piemonte e Abruzzo. In uno stabile della frazione di Borzano ad Albinea, nel Reggiano – intorno alle 14 – un operaio edile 56enne è deceduto per le gravi lesioni riportate a seguito di una caduta da circa 10 metri d’altezza mentre stava lavorando alla manutenzione del tetto.
Secondo una prima ricostruzione del personale del Servizio Prevenzione e sicurezza della Medicina del Lavoro di Reggio Emilia, intervenuto insieme Carabinieri di Albinea, l’uomo si trovava su una impalcatura quando, per cause ancora in corso di accertamento è precipitato al suolo.
Un altro morto sul lavoro in Piemonte. Stava ripulendo il terreno dopo la raccolta l’agricoltore di 60 anni morto a Roddi, in provincia di Cuneo, travolto dal suo trattore mentre lavorava in un noccioleto in frazione Arditi. La vittima è Pierluigi Pesci, residente a Sommariva Perno, circa 15 chilometri dall’appezzamento che affittava, in un terreno scosceso e abbastanza isolato. E’ stato un pensionato che stava facendo una passeggiata ad allertare i soccorsi intorno alle 16.30, vedendo il pensionato esanime sotto il piccolo trattore. Sono intervenuti i carabinieri di Alba, vigili del fuoco, tecnici dello Spresal dell’Asl Cn2, oltre all’ambulanza e all’elisoccorso, atterrato in un campo a poche centinaia di metri dal luogo della tragedia. Vani i tentativi dei sanitari di rianimare il sessantenne, rimasto schiacciato dal trattore che si è ribaltato in un tratto ripido, travolgendo anche alcune piante. Si tratta della dodicesima vittima sul lavoro in Italia nell’ultima settimana, l’undicesima dall’inizio dell’anno in provincia di Cuneo.
Era a bordo del suo trattore, a Mosciano Sant’Angelo, quando per cause ancora in corso d’accertamento il mezzo si è ribaltato schiacciandolo. A perdere la vita, nella tarda mattinata, è stato Gabriele Grosso, 72 anni, di Mosciano. Sul posto sono intervenuti immediatamente il 118 e i vigili del Fuoco ma per l’uomo non c’è stato niente da fare. L’anziano è morto sul colpo per la gravità delle ferite riportate. Sul luogo dell’incidente, insieme a vigili e 118, sono intervenuti anche i carabinieri della locale stazione per gli accertamenti di rito.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Trovata morta in casa, figlio indagato per omicidio
Sequestrato cellulare. Da video sarebbe ultimo ad averla vista
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
18:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A meno di 24 ore dal ritrovamento del corpo c’è un indagato per la morte di Graziella Bartolotta, la pensionata 68enne trovata morta martedì pomeriggio in una pozza di sangue nella sua villetta a Tor San Lorenzo, frazione del comune di Ardea, a pochi chilometri da Roma. Si tratta del figlio della donna, ora indagato per omicidio.
Gli investigatori hanno sequestrato il suo cellulare per effettuare accertamenti.
Dalle immagini di una telecamera di videosorveglianza risulterebbe essere lui l’ultimo ad aver visto Graziella viva.
L’uomo, che abita in un altro appartamento della stessa villetta, avrebbe ipotizzato una caduta accidentale della madre che, quando è stata trovata, aveva una profonda ferita alla testa. La donna, vedova, viveva da sola e sembra che non deambulasse bene. Per questo si avvaleva della collaborazione di una domestica che andava abitualmente ad aiutarla.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora un morto sul lavoro, è agricoltore nel Cuneese
Schiacciato dal trattore che si è ribaltato in campo nocciole
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CUNEO
30 settembre 2021
18:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lavorava nel suo campo di nocciole a Roddi, in provincia di Cuneo, quando il trattore che guidava si è ribaltato e lo ha travolto, uccidendolo. È morto così un agricoltore sessantenne.
Sarebbero stati i vicini a dare l’allarme. Sul posto stanno operando i carabinieri di Alba e lo Spresal dell Asl Cn2. E’ la 13esima vittima del lavoro dell’ultima settimana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cerca di salvare cane finito nel canale, morto cacciatore
A perdere la vita nel Ferrarese, un 78enne residente a Forlì
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
30 settembre 2021
19:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un cacciatore è morto, nelle campagne di Massa Fiscaglia nel Ferrarese, mentre tentava di salvare il cane finito in un canale. È successo nella mattinata di oggi e l’uomo, Franco Fanini, 78 anni, residente a Forlì, si trovava nella cittadina estense per una battuta di caccia.
Nel tentativo di salvare il cane in difficoltà è finito a sua volta nel canale ed è probabilmente annegato.
La dinamica dell’incidente è stata ricostruita dai carabinieri di Massa Fiscaglia intervenuti sul posto assieme ai Vigili del Fuoco che si sono dovuti occupare del recupero del corpo dell’anziano affidato poi ai sanitari del 118 che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 3.804 positivi e 51 vittime in 24 ore
Calano ancora le terapie intensive e i ricoveri nei reparti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
20:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 3.804 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 3.212.
Sono invece 51 le vittime in un giorno (ieri erano state 63). I tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia sono 308.836 e il tasso di positività è del 1,23%, in lieve aumento rispetto al dato di ieri. I ricoverati in terapia intensiva per il Covid sono 440, in calo di 10 rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 26 (ieri erano 23), i ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 3.198 (ieri 3.317), ovvero 119 meno di ieri. Gli attualmente positivi sono 94.308, con un calo di 1.671 nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute.
Dall’inizio della pandemia i casi sono 4.669.355, i morti 130.921. I dimessi e i guariti sono invece 4.447.126.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia: al Tg2 il volto di Messina Denaro in video del 2009
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
20:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’immagine del volto del numero uno di Cosa Nostra Matteo Messina Denaro ripreso da una telecamera di sicurezza: le ha trasmesso il Tg2 in un servizio in onda nell’edizione delle 20.30.
Le immagini, afferma il servizio, sono state registrate da una telecamera in strada in provincia di Agrigento, risalgono al 2009 e sono le uniche che inquirenti e investigatori hanno dal 1993.
Il video è possesso degli investigatori della Direzione centrale anticrimine della Polizia.
Nelle immagini, che durano pochi secondi e risalgono al dicembre del 2009, si vede un suv blu che percorre una strada sterrata in piena campagna. A bordo ci sono due persone: l’autista e, sul sedile del passeggero, un uomo stempiato e con gli occhiali. Secondo investigatori e inquirenti, afferma il servizio, quell’uomo potrebbe essere proprio Matteo Messina Denaro.
Le immagini, sostiene sempre il Tg2, sono state riprese da una telecamera di sicurezza a poche centinaia di metri dalla casa di Pietro Campo, boss della Valle dei Templi e fedelissimo del numero uno di cosa nostra che in quel periodo era protetto dalle famiglie agrigentine e, forse, stava andando proprio ad un incontro con i capi mafia locali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bentornato papà, quando la malattia salva
A Bif&St di Bari il film di Fortunato con Finocchiaro, Colangeli, Abbrescia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
30 settembre 2021
19:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BENTORNATO PAPÀ di Domenico Fortunato è un film difficile che parla di malattia e dolore, ma lo fa senza scivolare nella retorica e, tra le sue virtù, c’è anche il fatto che racconta una storia vera, per niente straordinaria, una storia che può capitare a tutti e ci rende uguali. Il film, che passa oggi al Bif&st per poi approdare in sala dal 7 ottobre con Altre Storie, racconta la storia di Franco (interpretato dallo stesso regista Domenico Fortunato) un manager che vive in una bella villa nella campagna pugliese.
La moglie Anna (Donatello Finocchiaro) è una donna solida, affidabile e innamorata, il figlio Andrea (Riccardo Mandolini) uno studente pieno delle inquietudini della sua età e con tanta voglia di scappare dalla provincia, mentre, infine, la figlia Alessandra (Giuliana Simeone) è una ragazza sensibile con un sogno modesto: quello di diventare maestra. A questo si aggiunga il fratello di Franco, Silvano (Giorgio Colangeli).
Ora in questa famiglia felice capita un tragico evento: un ictus improvvisamente colpisce Franco, mescolando all’improvviso tutte le carte. Con l’uomo ricoverato d’urgenza e a rischio vita, la famiglia si ricompatta come non mai e scopre un’umanità che non si aspettava. La prospettiva della morte e la vita d’ospedale piena d’insegnamenti ne mette infatti in discussione ogni membro, quasi in una sorta di terapia familiare di fronte al mistero della vita che pone tutti alla ricerca di un nuovo equilibrio. Nel cast del film anche Dino Abbrescia e Silvia Mazzieri, rispettivamente il vicino d’ospedale di Franco e sua figlia.
“La nota principale che sembra risuonare nel film è certamente drammatica, struggente, da togliere il fiato nei polmoni e strozzarti – dice il regista-attore -. Eppure in quello che apparentemente potrebbe essere l’inferno, c’è invece la vita. Quella “bella”. Semplice, potente e piena d’amore. È così che in BENTORNATO PAPÀ la malattia non è raccontata solo come momento doloroso, qui è soprattutto l’occasione per una famiglia di ritrovarsi, concedendosi tutto quel tempo necessario per parlare, capirsi, spiegarsi”. E ancora il regista: “Questo film, va detto, è soprattutto un omaggio a mio padre che ho perso quando avevo solo venticinque anni e che così ha conosciuto ben poco della mia vita a seguire. Un destino condiviso con il produttore Cesare Fragnelli che ha così partecipato con grande passione a questo progetto”.
Dice infine Donatella Finocchiaro, la credibilissima Anna, moglie di Franco: “Quando un film tocca temi universali ha raggiunto il suo scopo. Certo il tema della malattia è difficile da raccontare. Tra noi attori – continua – c’è stata come una seduta psicanalitica perché abbiamo sentito il bisogno di raccontarci, di scambiare il nostro vissuto per affrontare questa sceneggiatura. E questo ha dato sicuramente più magia al film”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Medusa torna in sala, da doppio Genovese a Martone
In arrivo Baglioni in film opera. Letta, Zalone? E’ presto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
20:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due film di Paolo Genovese, Supereroi (a Natale), sui difficili percorsi di coppia, con Alessandro Borghi e Jasmine Trinca, e, l’anno prossimo ‘Il primo giorno della mia vita’, con Toni Servillo, Margherita Buy, Valerio Mastandrea e Sara Serraiocco; Nostalgia di Mario Martone con Pierfrancesco Favino tratto dal romanzo di Ermanno Rea; Tutti a bordo, commedia corale di Luca Miniero e i nuovi progetti ancora in fase di sviluppo di Ficarra & Picone e Aldo Giovanni e Giacomo. Sono fra i titoli del listino Medusa 2021 /2022, intitolato 25+1 per ricordare l’anniversario non festeggiato: “una ripartenza in sala nel segno dei generi a cominciare dalla commedia in diverse gradazioni, dando sempre un ruolo di primo piano al cinema italiano con i suoi autori e guardando alle storie”, spiega l’ad e vicepresidente della società di produzione e distribuzione, Giampaolo Letta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per riportare le persone nei cinema “servono innanzitutto bei film e belle sale. Poi certo sarebbe molto importante avere già la settimana prossima un allargamento della capienza, come segnale concreto di positività, sperando anche di poter tornare appena possibile al 100% – aggiunge -. Noi siamo convinti ci sia la voglia di tornare a vedere il cinema in sala. Oggi nessuno può sapere se siano cambiati i gusti degli spettatori, lo capiremo nelle prossime settimane, ma ci sono i primi timidi segnali positivi”.
Ad aprire la stagione, Con tutto il cuore, commedia degli equivoci di Vincenzo Salemme tratta da un suo lavoro teatrale (7 ottobre). Seguono fra gli altri, la coppia Matano – Abatantuono per Una notte da dottore di Guido Chiesa (28 ottobre); le uscite evento per tre giorni, da 18 al 20 ottobre, del nuovo film di Marco Tullio Giordana, Yara sul caso Gambirasio, con Isabella Ragonese e Alessio Boni, poi in arrivo su Netflix, e dal 2 al 4 novembre del film opera con mattatore Claudio Baglioni, ‘In questa storia che è la mia’ dal suo ultimo album di inediti, che è già stato sulla piattaforma ITsART.
Esce come evento anche Trafficante di virus di Costanza Quatriglio (dal 29 novembre al primo dicembre) con Anna Foglietta, liberamente ispirato dal libro di Ilaria Capua che poi approderà su Amazon prime Video. il fenomeno social Il milanese Imbruttito arriva al cinema con Mollo tutto e apro un Chiringuito (7 dicembre). La scelta di Supereroi di Genovese come film di Natale “viene dal voler proporre un’offerta diversa da quella ‘classica’ della commedia comica natalizia – sottolinea Letta -. Vogliamo provare a fare una sorta di contro programmazione con una commedia/dramedy sentimentale molto bella e intensa”. Francesco Costabile ha in uscita nel 2022 Una femmina, storia di ribellione alla ‘ndrangheta ispirata dal libro Fimmine ribelli di Lirio Abbate: “E’ un giovane autore in cui crediamo molto, pensiamo a un debutto festivaliero per il film” dice Letta.
Brando Quilici torna, dopo Il mio amico Nanuk (2014) con un nuovo adventure/family movie, Io e Mukti, viaggio verso l’Himalaya di un adolescente e un cucciolo di tigre. Tra gli altri titoli, si provano a rimescolare le coppie formate da Claudio Bisio – Vittoria Puccini e Vinicio Marchioni – Valentina Lodovini in Vicini di casa di Paolo Costella.
Fra qualche firma persa da Medusa come Donato Carrisi, il cui nuovo noir, Io sono l’abisso uscirà con Vision Distribution (“sono le logiche del mercato, ma un po’ dispiace, dopo i primi due film insieme” dice Letta) c’è una new entry di prestigio come Mario Martone: “Siamo veramente contenti, è un regista che apprezziamo molto da sempre. Questa è una storia di amicizia tra due ragazzini in un quartiere difficile di Napoli, che poi si ritrovano con le loro diverse strade, da adulti. E’ un film che ha tutte le caratteristiche per essere presentato a un grande festival”. Unico titolo straniero in listino per ora è l’indiano Last Film Show di Pan Nalin: “E’ un film magico, per la famiglia, per i bambini. Una grande storia anche di cinema che ricorda molto Nuovo cinema Paradiso”, con l’innamoramento di un bambino per la settima arte “che lo porterà a diventare un regista”. Invece per quanto riguarda Checco Zalone, da sempre con i suoi campioni d’incasso di casa a Medusa (l’ultima commedia Tolo Tolo ha debuttato a gennaio 2020), “ha i suoi tempi, è ancora troppo presto per parlare di un nuovo film”.

Mondo tutte le notizie in tempo reale- sempre aggiornate e dettagliate- leggile e condividile!
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 106 minuti

Ultimo aggiornamento 30 Settembre, 2021, 08:24:22 di Maurizio Barra

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 21:54 DI DOMENICA 26 SETTEMBRE 2021

ALLE 08:24 DI GIOVEDÌ 30 SETTEMBRE 2021

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Proiezioni Zdf, Spd avanti al 26%, Cdu-Csu al 24,5%
Aumenta il vantaggio per i socialdemocratici di Scholz
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
26 settembre 2021
21:54
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Al voto di oggi in Germania per le federali, stando alle proiezioni delle 21.47 della ZDF, l’Spd avrebbe ottenuto il 26% (+5,5), l’Unione Cdu-Csu il 24,5 (-8,4), i Verdi sono terzi al 13,9 (+5%), i liberali 11,7 (+1), Afd 10,5 (-2,1) e Linke il 5% (-4,2). Aumenta così il vantaggio dei socialdemocratici.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Islanda riconta voti, donne non più maggioranza parlamento
Al contrario di quanto annunciato in giornata, sono il 47,6%
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
REYKYAVIK
26 settembre 2021
23:30
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Islanda non è il primo Paese europeo con una maggioranza di deputate in Parlamento, dopo averlo creduto per l’intera giornata. Dopo un riconteggio dei voti delle elezioni di ieri in una delle sei circoscrizioni dell’isola, tre donne hanno perso il seggio che pensavano di aver ottenuto.
Le donne elette non sono più 33 su 63 parlamentari bensì 30, pari al 47,6% e quindi sotto la soglia del 50%. Lo ha annunciato il presidente della commissione elettorale Ingi Tryggvason.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Germania, risultati provvisori: l’Spd vince col 25,7%
Fine dell’era Merkel, Cdu-Csu fermo al 24,1%
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
27 settembre 2021
05:26
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il partito socialdemocratico Spd ha vinto le elezioni parlamentari in Germania, segnando la fine dell’era Merkel, con il 25,7% dei voti, leggermente davanti ai conservatori, secondo un conteggio ufficiale provvisorio annunciato stamattina dalla Commissione elettorale federale.
Il campo conservatore Cdu-Csu ha ottenuto il 24,1% dei voti, il peggior risultato della sua storia, mentre i Verdi sono arrivati ;;al terzo posto con il 14,8%, seguiti dal partito liberale Fdp con l’11,5%.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Giappone: star del sumo Hakuho verso il ritiro
E’ il campione più celebrato della classe ‘yokozuna’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
27 settembre 2021
07:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il numero uno del Sumo giapponese, Hakuho, ha deciso di ritirarsi dall’attività agonistica. Lo anticipano i media nipponici che citano fonti a conoscenza dei fatti.
Nato in Mongolia e trasferitosi in Giappone all’età di 15 anni, il campione 36enne della classe yokozuna – il grado più alto nella disciplina – ha vinto 44 tornei consecutivi fino al marzo dello scorso anno, per poi sottoporsi ad un intervento al ginocchio e saltare tre competizioni. In novembre il Consiglio nazionale della massima categoria aveva presentato una diffida verbale al lottatore per la lunga assenza, considerato il livello di notifica più grave, e che precede la raccomandazione al ritiro dallo sport. Tornato a combattere in luglio, nel Gran torneo di Nagoya, Hakuho ha vinto la competizione con il record di 15 vittorie consecutive, prima del nuovo stop dei principali eventi del circuito, a causa dell’emergenza sanitaria causata dal coronavirus. Lo stesso gigante mongolo, 1,92 di altezza e un peso di 155 chilogrammi, era risultato positivo al Covid a inizio anno, a pochi giorni dal Gran Torneo di Tokyo.
Con il ritiro di Hakuho rimane solo un lottatore della classe yokozuna, il connazionale Terunofuji, vincitore del più recente torneo di Autunno alla storica arena del Ryogoku Kokugikan della capitale. Il Sumo è lo sport nazionale del Giappone, e le sue origini risalgono agli inizi del sesto secolo. Oltre che sport di combattimento, la disciplina è considerata una vera e propria forma d’arte, dai rituali propiziatori eseguiti alla presentazione dei lottatori, al gran numero di cerimoniali espletati prima dei combattimenti.   SPORT

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Clima: premier Australia snobba la Cop26, non credo parteciperò
‘Devo occuparmi del post Covid e ho fatto già tante quarantene’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
07:52
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il primo ministro australiano Scott Morrison ha lasciato intendere che potrebbe disertare la storica conferenza sul clima delle Nazioni Unite in programma a Glasgow il prossimo novembre. “non ho ancora preso una decisione….
ma un è un altro viaggio all’estero….e ho passato molto tempo in quarantena”, ha detto in un’intervista al quotidiano West Australia.
Il vertice Cop26, che si terrà dal 1 al 12 novembre in Scozia sotto la presidenza della Gran Bretagna e in partnership con l’Italia, sarà il più importante appuntamento globale sulla crisi climatica degli ultimi anni. L’Australia, uno dei principali esportatori al mondo di carbone e gas, è uno dei 200 paesi che dovrebbero presentare all’incontro un piano aggiornato per i tagli alle emissioni da qui al 2030. Ma il governo di Morrison continua a non prendere alcun impegno e a non delineare un’agenza precisa per arrivare ad emissioni zero nel 2050, nonostante sia il Paese sia il più inquinante in rapporto al numero di abitanti.
“Devo concentrarmi suI Covid. L’Australia riaprirà proprio in quei giorni, ci saranno molte questioni da affrontare”, ha detto ancora il premier australiano.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Al via tour Usa dei Rolling Stones: “Vaccinatevi”
Primo concerto senza Watts a St. Louis, Steve Jordan batterista. Vaccini anti-Covid sono offerti ai fan al pronto soccorso dello stadio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
28 settembre 2021
14:58
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Dal dietro le quinte del primo concerto ieri sera a St. Louis del loro “No Filter Tour”, i Rolling Stones (senza Charlie Watts) hanno lanciato un appello ai fan a venire allo stadio vaccinati, e se non vaccinati, almeno avendo fatto il tampone.

“Hello everyone, siamo tornati, e’ stato troppo lungo”, hanno detto i tre superstiti membri della leggendaria band britannica invitando il loro pubblico a rispettare le norme anti-Covid. “Vogliamo darvi una grande serata”, ha detto Ronnie Wood, 74 anni, in un video postato su Twitter. “E una serata sicura”, gli ha fatto eco Mick Jagger, a 78 anni il piu’ anziano del gruppo.
“Noi siamo vaccinati, e dovreste esserlo anche voi”, ha aggiunto il 77enne Keith Richards: “E se vogliono la maschera, mettetevi la maschera, non e’ un grosso sacrificio”.I tre vegliardi del rock salgono sul palco del Dome at America’s Center per la prima volta dopo la morte di Watts: al suo posto la batteria e’ occupata dal 64enne Steve Jordan.
Aprono per la band i Revivalist, un complesso di New Orleans. Il concerto, che dovrebbe avere un impatto di quattro milioni di dollari sull’economia locale, era originariamente in programma il 27 giugno 2020 ma era stato rinviato a causa del Covid. Vaccini anti-Covid sono offerti ai fan al pronto soccorso dello stadio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Continua l’eruzione alle Canarie, sepolte altre case
Ordine di rimanere a casa in piccole località di La Palma
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
27 settembre 2021
09:38
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Continua l’eruzione vulcanica iniziata il 19 settembre sull’isola di La Palma (Canarie): nelle ultime ore, autorità ed esperti di vulcanologia hanno osservato che il flusso di lava espulsa verso la costa si è ravvivato e ieri sera la colata era già arrivata a 1,6 chilometri dalla costa, dopo aver travolto diverse case della località di Todoque. Secondo Efe, tra gli edifici distrutti dalla lava ci sono la chiesa del paese e il centro sanitario locale.
Da inizio eruzione, oltre 500 edifici sono stati sepolti dalla lava. Le autorità locali hanno ordinato alla popolazione di alcuni nuclei urbani situati sulla costa di rimanere in casa.
Ora si riapre la possibilità che la lava raggiunga il mare, fenomeno che provocherebbe “colonne di vapore d’acqua cariche di acido cloridrico” che potrebbero rappresentare un “pericolo locale” per persone che si trovino lì vicino, secondo quanto spiegato dall’Istituto di Vulcanologia delle Canarie. Di fronte a questa possibilità, per precauzione le autorità locali hanno ordinato alla popolazione di alcuni nuclei urbani situati sulla costa ovest di La Palma di rimanere in casa.
Attualmente l’aeroporto di La Palma è operativo, ma ma rimangono possibili ritardi o cancellazioni di voli.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Continua l’eruzione vulcanica iniziata il 19 settembre sull’isola di La Palma (Canarie): nelle ultime ore, autorità ed esperti di vulcanologia hanno osservato che il flusso di lava espulsa verso la costa si è ravvivato e ieri sera la colata era già arrivata a 1,6 chilometri dalla costa, dopo aver travolto diverse case della località di Todoque. Secondo Efe, tra gli edifici distrutti dalla lava ci sono la chiesa del paese e il centro sanitario locale.
Da inizio eruzione, oltre 500 edifici sono stati sepolti dalla lava. Le autorità locali hanno ordinato alla popolazione di alcuni nuclei urbani situati sulla costa di rimanere in casa. Ora si riapre la possibilità che la lava raggiunga il mare, fenomeno che provocherebbe “colonne di vapore d’acqua cariche di acido cloridrico” che potrebbero rappresentare un “pericolo locale” per persone che si trovino lì vicino, secondo quanto spiegato dall’Istituto di Vulcanologia delle Canarie. Di fronte a questa possibilità, per precauzione le autorità locali hanno ordinato alla popolazione di alcuni nuclei urbani situati sulla costa ovest di La Palma di rimanere in casa. Attualmente l’aeroporto di La Palma è operativo, ma ma rimangono possibili ritardi o cancellazioni di voli.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Scholz, volontà degli elettori chiara Spd,Verdi e Fdp al governo
‘Cdu, Csu vadano all’opposizione’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
27 settembre 2021
09:47
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Gli elettori hanno espresso la loro volontà in modo molto chiaro: hanno rafforzato Spd Verdi e Liberali. E questi tre devono guidare il nuovo governo”.
Lo ha detto Olaf Scholz a Berlino. “Cdu e Csu non hanno soltanto perduto molti voti, ma hanno anche avuto il messaggio dagli elettori che adesso non potranno più stare al governo, ma dovranno andare all’opposizione”, ha aggiunto Scholz.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Terremoto in Grecia, scossa di magnitudo 6.1 a Creta. Un morto per il crollo di una chiesa
Ingv, ad una profondità di 13 chilometri
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
14:30
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una scossa di terremoto di magnitudo 6.1 della scala Richter è stata registrata sull’isola di Creta, ad una profondità di 13 chilometri.
Il sisma, secondo quanto comunicato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) che ne ha registrato la magnitudo, è avvenuta alle 08.17 ora italiana.
Una persona è morta.
Lo riporta la tv greca Ert. Si tratta di un operaio che stava svolgendo dei lavori all’interno di una chiesa ad Arkalochori il cui tetto è crollato dopo il sisma. Sul posto è già arrivato il ministro della Protezione civile, Christos Stylianidis. I vigili del fuoco hanno descritto la situazione come “molto difficile”, ci sono almeno tre persone intrappolate all’interno delle loro case.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Elezioni in Germania, Spd primo partito, Scholz punta su Verdi e Liberali
I risultati definitivi segnano la fine dell’era Merkel. Vince la Spd con il 25,7% dei voti, all’Unione Cdu-Csu il 24,1%
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
29 settembre 2021
14:39
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I tedeschi si sono svegliati con un vincitore, il socialdemocratico Olaf Scholz, ma non hanno ancora un cancelliere. E vivono da oggi una nuova repubblica, che vedrà il potere fondato sull’accordo fra i partiti: non quelli grandi, stavolta il gioco è in mano ai giovani leader di Verdi e liberali, che inizieranno ad accordarsi innanzitutto fra loro.
L’Spd ha dunque strappato il primo posto e Scholz ha rivendicato il mandato a costruire un governo cosiddetto ‘semaforo’. Ma Armin Laschet, che rischia di vedere finita la sua carriera politica, ha replicato con un invito “all’umiltà”. “Con il 25% non si può rivendicare la cancelleria”, secondo lui.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il leader dell’Unione ha rilanciato la prospettiva di aprire un tavolo per la coalizione ‘Giamaica’ fra conservatori, ecologisti e Fdp, soprattutto se Scholz dovesse fallire. Ma il malcontento nei suoi confronti s’ingrossa e rischia di diventare incontenibile. Markus Soeder, presidente degli alleati bavaresi della Csu, ha preso le distanze: “Per l’Unione è una sconfitta, chi perde così tanti voti non può dire altro che questo. E da secondi non si può pretendere, ma solo fare un’offerta” per il governo. E c’è chi ha già chiesto le dimissioni di Laschet, anche all’interno della Cdu. “Gli elettori hanno dato forza a tre partiti: Spd, Verdi e Fdp. Questi hanno un mandato chiaro a costruire il prossimo governo”, ha invece sottolineato Scholz in uno statement di prima mattina, affiancato dalle due donne che insieme a lui da ieri incarnano la rinascita della socialdemocrazia tedesca. La prima sindaca donna di Berlino, Franziska Giffey, e la ministra presidente del Meclemburgo-Pomerania anteriore, che ha trionfato nel Land dell’est. Alla Willy Brandt Haus, il leader ha cercato di nascondere l’emozione in un ampio sorriso mentre scrosciava un lunghissimo applauso dei compagni. “Si vede qui un’Spd molto felice. Due vincitrici e un vincitore”, sono state le sue parole per accompagnare il momento. Qualche ora dopo ha risposto alle domande dei giornalisti: “Stanotte ho dormito bene. Quando mi sono svegliato ho riguardato i dati e me ne sono rallegrato di nuovo”. Non è stato solo lui a parlare già da cancelliere, le domande che gli sono state rivolte – spesso in inglese – dimostrano chi venga considerato il successore di Angela Merkel dopo il voto di domenica. A lui è stato chiesto dei rapporti con Mosca e Washington.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mentre il collega Laschet è stato costretto a rispondere delle enormi grane interne al partito, che per il segretario Paul Ziemiack dovrà ora confrontarsi con “un’analisi brutale” della sconfitta. Anche questo dà il senso di quel che è successo ieri. È vero che la distanza dalla Cdu-Csu è sottile, i socialdemocratici hanno preso il 25,7% contro il 24,1% dei conservatori. Ma hanno conquistato oltre 5 punti rispetto al 2017, mentre Cdu e Csu ne hanno persi quasi nove. E le analisi su Laschet restano impietose: il candidato debole non ha convinto il suo stesso elettorato perdendo tanti consensi addirittura fra gli anziani, che si sono invece fidati delle competenze del ministro delle Finanze. Stando ai risultati ancora non definitivi, i Verdi hanno ottenuto il 14,8%, i liberali l’11,5%, Afd il 10,3 mentre la Linke ha solo sfiorato la soglia di sbarramento con un disastroso 4,9%. Resterà comunque nel Bundestag grazie ai tre collegi vinti, che le assicurano anche il recupero della quota proporzionale di seggi. Il ridimensionamento dei grandi partiti tradizionali è comunque la vera novità di queste urne: l’era post Merkel vedrà la fine della democrazia dei cancellieri, ripete da settimane il politologo Herfried Muenkler, ed è stato Christian Lindner ad annunciare la decisione di aprire dei colloqui esplorativi preliminari con i Verdi, nella persone del co-leader Robert Habeck. Una scelta che gli ecologisti hanno accolto: le premesse sono difficili, ma potrà nascere “qualcosa di nuovo”. Affiancato da Annalena Baerbock, la stella inciampata nei tanti errori che hanno punteggiato la sua campagna elettorale, come ha ammesso lei stessa, Habeck ha riacquistato centralità nel partito. E ha assicurato di aver “già chiarito” internamente la questione di chi sarà vicecancelliere: la casella decisiva spetta stavolta a lui, ha rivelato la Faz.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Olaf Scholz, il leader sobrio che ha resuscitato l’Spd
Si è speso per la solidarietà Ue e la mutualizzazione del debito
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
27 settembre 2021
10:17
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Negli anni ’70 era un capellone di sinistra: gli scatti dell’epoca sono molto lontani dal sessantatreenne sobrio e calvo di oggi. Ma Olaf Scholz, candidato dell’Spd a un passo dalla cancelleria, ha lo stesso sguardo felino del ragazzo di allora.
E pur venendo dall’altra parte del campo, nelle settimane scorse si è fatto immortalare con la ‘Raute’ di Angela Merkel, il rombo ormai iconico della Mutti nazionale, per far capire in modo chiaro di essere lui il vero erede dell’amatissima cancelliera. “Faccio politica perché la so fare, perché mi diverte e perché voglio dare un contributo affinché nel mondo vi siano più giustizia e più pace”, si legge in un profilo sul suo blog. Qui racconta dell’entusiasmo dei genitori per Willy Brandt e Helmut Schmidt, della militanza da giovanissimo “nell’unico partito” in grado di lottare per la giustizia e del legame con Britta. “Cos’è mia moglie per me? Tutto”.
In vantaggio in tutti i sondaggi pre-elettorali e avanti di misura nei primi risultati, l’ex sindaco di Amburgo dopo aver risollevato le sorti dei socialdemocratici è determinato a diventare il prossimo Bundeskanzler. Il che garantirebbe una certa continuità di stile, dopo 16 anni di Merkel: l’attuale ministro delle Finanze, nonché vicecancelliere, è persona estremamente misurata e di poche parole. Nato ad Osnabrueck nel 1958, ma battezzato ad Amburgo, Scholz vive a Potsdam. Il nonno era un ferroviere, da studente si impegnò subito come portavoce, a 17 anni entrò nell’Spd, diventando vicepresidente dei giovani socialdemocratici dello Jusos (1982-88), poi dello Youth europeo (1989) e infine deputato nel Bundestag (1998). Prima di impegnarsi nell’amministrazione, Scholz è stato però avvocato del lavoro, per diventare poi senatore ad Amburgo nel 2001 e sindaco nel 2011. Per sette anni ha governato la città anseatica, fra successi – l’inaugurazione della portentosa Filarmonica dell’Elba su tutti – e momenti difficili, come quando al G20 del 2017 la città fu devastata dagli anti-summit e il primo cittadino dovette assumersene la responsabilità. Dal 2017 è ministro delle Finanze (ma la sua prima esperienza in un esecutivo federale risale al 2007, al dicastero del Lavoro). Nella legislatura uscente, Scholz ha gestito la crisi pandemica con pacchetti di risorse più che generosi, che hanno evitato l’ondata di fallimenti tanto temuta in Germania. E si è speso per una forte solidarietà in Europa, sostenendo la strada del Recovery Fund e della mutualizzazione del debito: il tema che dà ancora l’orticaria ai conservatori.
L’uscita di scena della Merkel e gli errori dei Verdi in campagna elettorale hanno portato consensi inattesi al vicecancelliere, percepito improvvisamente con altri occhi dagli elettori. “Ne sono commosso”, ha confessato in un comizio. Con lui i tedeschi avrebbero anche un cancelliere che ama “leggere molto e con passione” e che pratica tanto sport: si distende col jogging, almeno due-tre volte a settimana, appena può fa canoa, trekking e va volentieri in bicicletta.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Canarie, oltre 700 arrivi in meno di tre giorni
Muore una donna che viaggiava su ultimo barcone soccorso
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
27 settembre 2021
09:59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Da venerdì sera sono arrivati alle isole Canarie oltre 700 migranti: lo rende noto il servizio regionale per le emergenze dell’arcipelago in una serie di tweet. Gli sbarchi sono avvenuti sulle isole di Lanzarote, Gran Canaria, Fuerteventura e La Graciosa.

Una donna che viaggiava sull’ultimo barcone soccorso è stata dichiarata deceduta, secondo quanto confermato dal servizio per le emergenze. I suoi compagni di viaggio (di cui non è stato precisato il numero) sono stati trasportati nella notte al porto di Arguineguín, sull’isola di Gran Canaria.
Da inizio anno sono arrivati alle Canarie almeno 11.060 migranti, secondo gli ultimi dati del Ministero dell’Interno spagnolo (aggiornati al 14 settembre).
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Terremoti: Grecia, scossa di magnitudo 6.1 a Creta
Ingv, ad una profondità di 13 km
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
10:15
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una scossa di terremoto di magnitudo 6.1 della scala Richter è stata registrata sull’isola di Creta, ad una profondità di 13 chilometri.
Il sisma, secondo quanto comunicato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) che ne ha registrato la magnitudo, è avvenuta alle 08.17 ora italiana.
Almeno una persona è morta, nel villaggio di Arkalochori. Si tratta di un operaio che stava svolgendo dei lavori all’interno di una chiesa il cui tetto è crollato a dopo il sisma. Sul posto è già arrivato il ministro della Protezione civile, Christos Stylianidis. I vigili del fuoco hanno descritto la situazione come “molto difficile”, ci sono almeno tre persone intrappolate all’interno delle loro case.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Lukashenko, sui migranti siamo alla catastrofe umanitaria
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
27 settembre 2021
11:16
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente bielorusso Alexander Lukashenko ha descritto la situazione dei migranti al confine (con l’Europa, ndr) come “una catastrofe umanitaria”. “Discutiamo su cosa fare ora.
È sbagliato che la gente soffra.
Dunque li abbiamo vestiti, nutriti e forniti di legna da ardere e qualche tenda. Ma in inverno congeleranno. Sono persone che hanno percorso migliaia di chilometri dal sud. In breve, siamo di fronte a una catastrofe umanitaria al confine”, ha detto Lukashenko durante una riunione con i capi delle forze dell’ordine, citato da Interfax, che ricorda come l’Europa abbia descritto l’immigrazione illegale dal territorio bielorusso “un’aggressione ibrida del regime bielorusso”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gb:Starmer la spunta,in Labour nuove regole pro nomenclatura
Leader strappa riforma soft per elezione capo. Sinistra critica
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
27 settembre 2021
10:37
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Alla fine riesce a spuntarla il leader laburista britannico Keir Starmer con l’approvazione, nel corso del congresso del partito a Brighton, di una riforma del regolamento interno che rafforza il peso della nomenclatura a scapito di quello degli iscritti.
Decisiva per ottenere la vittoria di misura è stata l’adesione al progetto del sindacato Unison.
Si tratta comunque di una versione più ‘soft’ dell’altra proposta avanzata dal capo dell’opposizione (e poi bocciata) che puntava a un ritorno al vecchio sistema in cui i parlamentari pesavano il doppio dei tesserati al momento del voto collettivo per scegliere il nuovo leader del Labour. La soluzione di ripiego si limita a far passare dal 10 al 20% la soglia minima delle firme dei deputati necessari a presentare una candidatura. Questo non può che fare da ‘filtro’ per le future elezioni interne creando un contesto più ostile per gli outsider e più simile al modello del Partito conservatore. E’ stata introdotta anche una norma che quasi blinda i deputati in carica, alzando la soglia necessaria di militanti dei collegi di riferimento necessari a sfiduciarli e rimetterne in discussione la ricandidatura automatica alle successive elezioni. La riforma irrita fortemente la sinistra del Labour: il movimento Momentum ha parlato di “colpo alla democrazia interna inferto nonostante l’opposizione dei membri del partito”.
Altro cambiamento è stata l’introduzione di un processo di denuncia indipendente che valuti eventuali casi di antisemitismo come suggeriva il rapporto della Equality and Human Rights Commission (Ehrc), l’organismo che vigila sui casi di discriminazione in Gran Bretagna, dopo la serie di accuse mosse contro il Labour.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Clima: premier Australia snobba la Cop26, non credo parteciperò
‘Devo occuparmi del post Covid e ho fatto già tante quarantene’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
11:31
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il primo ministro australiano Scott Morrison ha lasciato intendere che potrebbe disertare la storica conferenza sul clima delle Nazioni Unite in programma a Glasgow il prossimo novembre. “non ho ancora preso una decisione….
ma un è un altro viaggio all’estero….e ho passato molto tempo in quarantena”, ha detto in un’intervista al quotidiano West Australia.
Il vertice Cop26, che si terrà dal 1 al 12 novembre in Scozia sotto la presidenza della Gran Bretagna e in partnership con l’Italia, sarà il più importante appuntamento globale sulla crisi climatica degli ultimi anni. L’Australia, uno dei principali esportatori al mondo di carbone e gas, è uno dei 200 paesi che dovrebbero presentare all’incontro un piano aggiornato per i tagli alle emissioni da qui al 2030. Ma il governo di Morrison continua a non prendere alcun impegno e a non delineare un’agenza precisa per arrivare ad emissioni zero nel 2050, nonostante sia il Paese sia il più inquinante in rapporto al numero di abitanti.
“Devo concentrarmi suI Covid. L’Australia riaprirà proprio in quei giorni, ci saranno molte questioni da affrontare”, ha detto ancora il premier australiano.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Continua l’eruzione alle Canarie, sepolte altre case
Ordine di rimanere a casa in piccole località di La Palma
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
27 settembre 2021
11:34
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Continua l’eruzione vulcanica iniziata il 19 settembre sull’isola di La Palma (Canarie): nelle ultime ore, autorità ed esperti di vulcanologia hanno osservato che il flusso di lava espulsa verso la costa si è ravvivato e ieri sera la colata era già arrivata a 1,6 chilometri dalla costa, dopo aver travolto diverse case della località di Todoque. Secondo Efe, tra gli edifici distrutti dalla lava ci sono la chiesa del paese e il centro sanitario locale.
Da inizio eruzione, oltre 500 edifici sono stati sepolti dalla lava. Le autorità locali hanno ordinato alla popolazione di alcuni nuclei urbani situati sulla costa di rimanere in casa. Ora si riapre la possibilità che la lava raggiunga il mare, fenomeno che provocherebbe “colonne di vapore d’acqua cariche di acido cloridrico” che potrebbero rappresentare un “pericolo locale” per persone che si trovino lì vicino, secondo quanto spiegato dall’Istituto di Vulcanologia delle Canarie. Di fronte a questa possibilità, per precauzione le autorità locali hanno ordinato alla popolazione di alcuni nuclei urbani situati sulla costa ovest di La Palma di rimanere in casa. Attualmente l’aeroporto di La Palma è operativo, ma ma rimangono possibili ritardi o cancellazioni di voli.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Scholz assicura, la Germania è stabile
‘Spero in coalizione prima di Natale’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
27 settembre 2021
11:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“La Germania è sempre stabile”. Lo ha detto Olaf Scholz, aspirante cancelliere dell’Spd, in conferenza stampa a Berlino, commentando i risultati delle elezioni e le attese sulla prossima coalizione.
E questo nonostante l’attuale incertezza sulla futura coalizione, ha spiegato.
“Vorremmo costruire una coalizione di governo velocemente, spero prima di Natale”, ha poi ribadito spiegando che bisognerà fare in modo di trovare soluzioni che siano “buone per i singoli partiti al tavolo del negoziato e per il Paese”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina vara una stretta sugli aborti
‘Ridurre interruzioni non terapeutiche’, tra timori calo nascite
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
27 settembre 2021
12:00
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina ha deciso di ridurre il numero di aborti effettuati non per “scopi terapeutici”, nell’ambito delle nuove linee che mirano a migliorare “la salute riproduttiva delle donne” che fanno parte delle politiche per incoraggiare le famiglie ad avere più figli. Il pacchetto di misure, adottato ieri dal governo, è maturato nel pieno dei timori per il calo del tasso di natalità nazionale.

La Cina ha già adottato provvedimenti contro gli aborti selettivi in in base al sesso e le autorità sanitarie avevano avvertito nel 2018 che l’aborto contro “le gravidanze indesiderate era dannoso per le donne e rischiava di causare infertilità”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Francia: al via processo in appello a Sid-Ahmed Ghlam
Per l’attentato sventato a Villejuif e l’omicidio Chatelain
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
27 settembre 2021
11:51
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il processo in appello a Sid-Ahmed Ghlam, gia condannato all’ergastolo per ilo sventato attentato contro una chiesa di Villejuif, nell’hinteland di Parigi, e l’assassinio di Aurélie Châtelain nel 2015, si è aperto oggi dinanzi alla corte d’assise speciale di Parigi.
Lo studente algerino di 30 anni compare assieme ad altri cinque individui, accusati a loro volte di avergli fornito, in diversa misura, un sostegno logistico.
Presenti anche i famigliari della vittima.
Sid-Ahmed Ghlam venne fermato nell’aprile del 2015, poco dopo l’uccisione di Chatelain. Il suo nome è inoltre legato a quello di diversi protagonisti degli attentati del 13 novembre 2015, il cui processo si è aperto a inizio settembre.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Lukashenko, Usa creano basi Nato mascherate in Ucraina
‘Dobbiamo rispondere a questa situazione’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
27 settembre 2021
11:46
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli Stati Uniti stanno effettivamente creando basi Nato in Ucraina mascherate come “centri di formazione”. Lo ha detto il presidente bielorusso Alexander Lukashenko in una riunione con i massimi funzionari della sicurezza, della difesa e delle forze dell’ordine.
“Le questioni legate all’Ucraina richiedono un’attenzione speciale.
Potete vedere che le truppe della Nato vengono trascinate in quel Paese. Gli Stati Uniti stanno stabilendo delle basi in Ucraina. Chiaramente dobbiamo rispondere a questa situazione”, ha sottolineato, come riporta Interfax.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gb: crisi benzina, governo sospende legge sulla concorrenza
Migliaia di stazioni di servizio sono a corto di carburante
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
27 settembre 2021
11:34
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Di fronte alle persistenti code ai distributori in Gran Bretagna nella cosiddetta crisi della benzina, scatenata dalla penuria di autotrasportatori ma aggravata proprio dalla corsa a riempire i serbatoi temendo un razionamento, il governo corre ai ripari e si accinge a sospendere la legge sulla concorrenza.
Lo scopo è quello di poter rifornire in modo più mirato le stazioni di servizio che hanno esaurito i carburanti.
E’ quanto si legge sul sito della Bbc, secondo cui questa iniziativa rende più facile per le compagnie condividere informazioni e dare priorità alle parti del Paese più colpite dal problema. Stando ad alcuni media del Regno, l’esecutivo Tory sarebbe sempre più vicino a coinvolgere l’esercito per guidare le autocisterne e così cercare di ovviare alla carenza di conducenti di mezzi pesanti.
I dati diffusi dalla Petrol Retailers Association (Pra) sono allarmanti: circa due terzi dei quasi 5.500 punti vendita indipendenti sono senza benzina, e il resto è “parzialmente a secco e presto in via di esaurimento”. Nel Regno Unito si contano in tutto oltre 8.000 stazioni di rifornimento, indipendenti o all’interno di grandi catene. I distributori gestiti dai supermercati Asda hanno avviato forme di razionamento: ogni automobilista può rifornirsi per un massimo di 30 sterline.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Di fronte alle persistenti code ai distributori in Gran Bretagna nella cosiddetta crisi della benzina, scatenata dalla penuria di autotrasportatori ma aggravata proprio dalla corsa a riempire i serbatoi temendo un razionamento, il governo corre ai ripari e si accinge a sospendere la legge sulla concorrenza.
Lo scopo è quello di poter rifornire in modo più mirato le stazioni di servizio che hanno esaurito i carburanti.
E’ quanto si legge sul sito della Bbc, secondo cui questa iniziativa rende più facile per le compagnie condividere informazioni e dare priorità alle parti del Paese più colpite dal problema. Stando ad alcuni media del Regno, l’esecutivo Tory sarebbe sempre più vicino a coinvolgere l’esercito per guidare le autocisterne e così cercare di ovviare alla carenza di conducenti di mezzi pesanti.
I dati diffusi dalla Petrol Retailers Association (Pra) sono allarmanti: circa due terzi dei quasi 5.500 punti vendita indipendenti sono senza benzina, e il resto è “parzialmente a secco e presto in via di esaurimento”. Nel Regno Unito si contano in tutto oltre 8.000 stazioni di rifornimento, indipendenti o all’interno di grandi catene. I distributori gestiti dai supermercati Asda hanno avviato forme di razionamento: ogni automobilista può rifornirsi per un massimo di 30 sterline.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Di fronte alle persistenti code ai distributori in Gran Bretagna nella cosiddetta crisi della benzina, scatenata dalla penuria di autotrasportatori ma aggravata proprio dalla corsa a riempire i serbatoi temendo un razionamento, il governo corre ai ripari e si accinge a sospendere la legge sulla concorrenza.
Lo scopo è quello di poter rifornire in modo più mirato le stazioni di servizio che hanno esaurito i carburanti.
E’ quanto si legge sul sito della Bbc, secondo cui questa iniziativa rende più facile per le compagnie condividere informazioni e dare priorità alle parti del Paese più colpite dal problema. Stando ad alcuni media del Regno, l’esecutivo Tory sarebbe sempre più vicino a coinvolgere l’esercito per guidare le autocisterne e così cercare di ovviare alla carenza di conducenti di mezzi pesanti.
I dati diffusi dalla Petrol Retailers Association (Pra) sono allarmanti: circa due terzi dei quasi 5.500 punti vendita indipendenti sono senza benzina, e il resto è “parzialmente a secco e presto in via di esaurimento”. Nel Regno Unito si contano in tutto oltre 8.000 stazioni di rifornimento, indipendenti o all’interno di grandi catene. I distributori gestiti dai supermercati Asda hanno avviato forme di razionamento: ogni automobilista può rifornirsi per un massimo di 30 sterline.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Francia: al via processo in appello a Sid-Ahmed Ghlam
Per l’attentato sventato a Villejuif e l’omicidio Chatelain
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
27 settembre 2021
12:07
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il processo in appello a Sid-Ahmed Ghlam, gia condannato all’ergastolo per ilo sventato attentato contro una chiesa di Villejuif, nell’hinteland di Parigi, e l’assassinio di Aurélie Châtelain nel 2015, si è aperto oggi dinanzi alla corte d’assise speciale di Parigi.
Lo studente algerino di 30 anni compare assieme ad altri cinque individui, accusati a loro volte di avergli fornito, in diversa misura, un sostegno logistico.
Presenti anche i famigliari della vittima.
Sid-Ahmed Ghlam venne fermato nell’aprile del 2015, poco dopo l’uccisione di Chatelain. Il suo nome è inoltre legato a quello di diversi protagonisti degli attentati del 13 novembre 2015, il cui processo si è aperto a inizio settembre.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Corea Sud: Moon apre a divieto consumo carne di cane
Ogni anno fino a un milione di cani finiscono in pentola
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
12:07
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
SEUL, 27 SET – Il presidente sudcoreano Moon Jae-ha oggi aperto alla possibilità di imporre il divieto al consumo di carne di cane nel paese, un’usanza che per la Corea del Sud è diventata fonte di imbarazzo sulla scena internazionale. Lo ha rivelato il suo gabinetto.

La carne di cane è stata a lungo un alimento base nella cucina sudcoreana, con stime fino a un milione di animali mangiati ogni anno. Il suo consumo è tuttavia da tempo diminuito, poiché i sudcoreani considerano i cani più come animali da compagnia che come cibo. La pratica è così diventata tabù tra le giovani generazioni e la pressione degli animalisti è aumentata.
“Non è arrivato il momento di considerare, con prudenza, la possibilità di vietare il consumo di carne di cane?” ha detto Moon al primo ministro Kim Boo-kyum durante il loro incontro settimanale, ha detto un portavoce della presidenza.
La raccomandazione è stata fatta durante una presentazione del piano per migliorare il sistema di cura degli animali abbandonati, ha detto il portavoce.
L’industria degli animali domestici sta crescendo in Corea del Sud, con sempre più famiglie che vivono con un cane in casa, a cominciare dal capo di stato. Moon non ha mai nascosto il suo amore per i cani e ne possiede diversi nella sua residenza presidenziale, incluso uno che ha adottato dopo il suo insediamento. L’adozione di Tory era una delle sue promesse elettorali, ed è diventato il primo cane strappato a un destino alimentare ad entrare nella Casa Blu, il palazzo presidenziale.
La legge sul benessere degli animali in Corea del Sud mira principalmente a vietare il crudele massacro di cani e gatti, ma non ne vieta il consumo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Germania: Linke entra nel Bundestag grazie ai 3 mandati diretti
Malgrado il 4,9% dei voti sotto la soglia di sbarramento del 5
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
27 settembre 2021
12:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Al voto delle federali di ieri, la Linke (sinistra) tedesca ha mancato la soglia minima del 5% necessaria per il Bundestag, raggiungendo il 4,9%. Il partito ha ottenuto però tre mandati diretti sui 5 che aveva, il che le consentirà di poter contare in Parlamento anche sulla propria quota proporzionale.
Stando alla nuova distribuzione di forze, nella Camera dei deputati potrà dunque contare su 39 seggi (invece dei 69 conquistati nel 2017, quando prese il 9,2%).
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Papa: “Non perdere mai la sanità gratuita”
“Per gli anziani c’è una eutanasia nascosta”
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
27 settembre 2021
16:18
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa torna a lanciare un appello perché “ci sia sempre un sistema sanitario gratuito” e nei Paesi che lo hanno, “come l’Italia e come altri Paesi, non perderlo”, “al contrario arriverebbe solo a coloro che possono pagare”, solo loro “avranno diritto alla salute”. La sanità gratuita e accessibile a tutti “aiuta a superare le disuguaglianze”.
Lo ha detto il Papa ricevendo in udienza l’assemblea della Pontificia Accademia per la Vita.
Gli anziani in molte realtà sono considerati “materiale di scarto perché non servono ma sono radice di saggezza per la nostra civiltà” ha detto inoltre il Papa parlando di “eutanasia nascosta, quella delle medicine: sono care e se ne danno la metà e questo significa accorciare la vita degli anziani, con questo rinneghiamo la speranza”. Questo è “lo scarto di tutti i giorni, la vita è scartata, stiamo attenti a questa cultura dello scarto. Non è un problema di una legge o di un’altra. E’ il problema della scarto”, ha evidenziato il Papa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Puigdemont arrivato a Bruxelles
Il suo avvocato, tornerà in Sardegna domenica per l’udienza
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
12:51
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il leader indipendentista catalano Carles Puigdemont, perseguito in Spagna per il suo ruolo nel tentativo di secessione della Catalogna nel 2017, è arrivato questa mattina a Bruxelles dopo essere stato brevemente arrestato alla fine della scorsa settimana in Sardegna, ha detto all’Afp il suo avvocato Gonzalo Boye.
“E’ a Bruxelles e tornerà in Sardegna domenica” per partecipare a un’udienza in tribunale lunedì prossimo sulla sua estradizione richiesta dalla Spagna, ha detto l’avvocato in un messaggio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Scholz, nessuno deve cercare di dominare l’Ue
‘L’Unione europea deve crescere insieme’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
27 settembre 2021
12:54
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Nessuno deve cercare di dominare l’Unione europea”. Lo ha detto Olaf Scholz, aspirante cancelliere dell’Spd, parlando a Berlino “Ci deve essere una buona collaborazione fra nord e sud, est e ovest.
L’Ue deve crescere insieme e faremo in modo che l’Europa cresca meglio insieme”, ha concluso Scholz, sottolineando che questo è uno dei tratti distintivi della sua linea.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cremlino, Nato in Ucraina sarebbe oltre linee rosse di Mosca
Lo ha detto Putin ha al presidente bielorusso Lukashenko
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
27 settembre 2021
12:59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente russo Vladimir Putin ha detto al presidente bielorusso Alexander Lukashenko, nei loro vari colloqui, che l’espansione della Nato in Ucraina significa “attraversare le linee rosse di Mosca”. Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov quando gli è stato chiesto di commentare la dichiarazione di Lukashenko secondo cui l’argomento dell’espansione della Nato è stato discusso nei colloqui con Putin.
“La questione della potenziale espansione dell’infrastruttura Nato nel territorio ucraino è stata ripetutamente menzionata dal presidente Putin”, ha precisato Peskov. Alla domanda su cosa possono fare Mosca e Minsk in risposta a una tale mossa della Nato, Peskov ha osservato che si tratterebbe di “azioni volte a garantire la sicurezza dei due stati”. Lo riporta la Tass.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Francia: Macron colpito da un uovo durante una visita a Lione
Preso autore del gesto. Il presidente, ‘voglio parlare con lui’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
27 settembre 2021
13:32
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo ha lanciato un uovo oggi contro Emmanuel Macron, durante una visita del presidente francese al Salone internazionale della ristorazione. L’uovo ha rimbalzato sulla spalla di Macron senza rompersi.
L’autore del gesto, un uomo in bermuda, è stato subito trasportato in una sala vicina dal servizio d’ordine, poi ammanettato. “Se ha qualcosa da dirmi, venga pure”, ha commentato il presidente, chiedendo di parlare con l’individuo. “Lo vedrò più tardi.
Andate a prenderlo”, ha aggiunto.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cpi concentra indagini su talebani in Afghanistan
Lo ha annunciato il suo nuovo procuratore capo, Karim Khan
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
27 settembre 2021
14:05
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Corte penale internazionale (Icc) concentrerà le sue indagini sul gruppo dei talebani e dello Stato islamico in Afghanistan (IS-K). Lo ha annunciato il suo nuovo procuratore capo, Karim Khan.

Non potendo “aspettarsi indagini locali più genuine ed efficaci” dopo la presa del potere da parte dei talebani, il pubblico ministero ha chiesto ai magistrati del tribunale di concentrare le indagini sui talebani e sull’IS-K e di “non dare più priorità” ai crimini di cui si sospettano le forze degli Stati Uniti che si sono ritirate dal paese.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Evergrande: Pboc promette un mercato immobiliare sano
‘Ripresa economica è ancora non solida e non equilibrata’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
27 settembre 2021
14:59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Banca centrale cinese ha promesso un “mercato immobiliare sano” dopo la crisi di Evergrande al fine di salvaguardare lo sviluppo del settore e proteggere i diritti legali degli acquirenti di case. Il Comitato di politica monetaria, nella sua riunione trimestrale tenuta venerdì e di cui la Pboc ha dato conto oggi in una nota, ha aggiunto che intensificherà il coordinamento di politica monetaria con quelle fiscali, industriali e regolamentari “per raggiungere l’equilibrio tra sostegno all’economia con la finanza e la prevenzione dei rischi”.
La ripresa economica della Cina, inoltre, è “ancora non solida e non equilibrata”.   ECONOMIA   POLITICA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Migranti: ancora sbarchi nel sud della Spagna
Nelle province di Almería e Granada
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
27 settembre 2021
15:14
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nel corso della mattinata sono stati notificati nuovi arrivi di migranti nel sud della Spagna: almeno tre imbarcazioni, con un numero imprecisato di persone a bordo, hanno toccato terra in provincia di Almería, mentre 24 persone sono state soccorse nella zona a sud Granada. Altre 18 persone sono state intercettate nello stretto di Gibilterra e portate a Ceuta, enclave spagnola in Marocco.
Lo rende noto l’agenzia di stampa Efe in base a dati forniti dalle autorità.
Nel corso del weekend e della mattinata di oggi ci sono stati diversi sbarchi anche alle isole Canarie: sono state soccorse oltre 700 persone.
In tutto, da inizio anno sono sbarcate in Spagna oltre 22.000 persone, secondo dati del Ministero dell’Interno aggiornati al 14 settembre.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Afghanistan: i Talebani vietano il taglio delle barbe
Avviso formale ai saloni: ‘I trasgressori saranno puniti’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
15:30
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I Talebani hanno vietato ai barbieri in diverse province dell’Afghanistan di tagliare o spuntare le barbe dei loro clienti, affermando che farlo sarebbe contrario alla legge islamica, la sharia, e avvertendo che i trasgressori saranno puniti. Lo riporta la Bbc, precisando di aver visionato il relativo avviso nei saloni della provincia meridionale di Helmand.
“Nessuno ha il diritto di lamentarsi”, si legge tra l’altro nel documento.
Lo stesso ordine è stato impartito a diversi barbieri di Kabul. “Uno dei Talebani mi ha detto che potrebbero mandare ispettori sotto copertura”, ha raccontato un parrucchiere per uomo della capitale afghana, citato ancora dalla Bbc.
Un altro barbiere, che gestisce uno dei saloni più grandi della città, ha raccontato che i sedicenti studenti coranici gli avrebbero detto di “smettere di seguire lo stile americano”.
“I clienti non si tagliano le barbe per non essere presi di mira dai miliziani talebani per strada”, ha spiegato un altro barbiere di Herat, terzo centro dell’Afghanistan, che pure dice di non aver finora ricevuto alcun ordine formale dalla polizia religiosa al riguardo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
‘La Cia voleva rapire e assassinare Assange’
Lo rivela Yahoo! News, piani discussi nel 2017 sotto Trump
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
27 settembre 2021
15:33
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cia voleva rapire ed eventualmente assassinare Julian Assange. I piani furono discussi all’interno dell’amministrazione Trump nel 2017, quando il fondatore di Wikileaks era rifugiato nella sede dell’ambasciata dell’Ecuador a Londra, ed emergono da nuove carte rivelate da Yahoo! News e rilanciate dai media internazionali.
A volere una guerra totale contro Assange sarebbe soprattutto l’allora segretario di stato Mike Pompeo, ex capo di quella Cia che a causa di Wikileaks aveva sofferto la più grave perdita di dati della sua storia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cia voleva rapire ed eventualmente assassinare Julian Assange. I piani furono discussi all’interno dell’amministrazione Trump nel 2017, quando il fondatore di Wikileaks era rifugiato nella sede dell’ambasciata dell’Ecuador a Londra, ed emergono da nuove carte rivelate da Yahoo! News e rilanciate dai media internazionali.
A volere una guerra totale contro Assange sarebbe soprattutto l’allora segretario di stato Mike Pompeo, ex capo di quella Cia che a causa di Wikileaks aveva sofferto la più grave perdita di dati della sua storia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Afghanistan si ritira, non interverrà ad Assemblea Onu
Doveva parlare ambasciatore dell’ex governo Ghani
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
27 settembre 2021
18:18
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Afghanistan si è ritirato dalla lista degli interventi al dibattito dell’Assemblea Generale Onu nella giornata conclusiva dei lavori. La portavoce del presidente dell’Assemblea Generale, Monica Grayley, ha confermato: “Abbiamo ricevuto informazioni che lo Stato membro ha ritirato la sua partecipazione al dibattito, prevista per oggi”. Secondo il programma doveva intervenire l’ambasciatore Ghulam Issaczai, nominato dall’ex presidente Ghani.
I talebani però stanno tentando di cacciarlo e assumere il controllo del seggio alle Nazioni Unite.
Isaczai è l’attuale ambasciatore afghano all’Onu, ma il ministro degli Esteri talebano Amir Khan Muttaqi aveva chiesto di parlare in Assemblea Generale, oltre ad aver nominato Suhail Shaheen come nuovo rappresentante. Anche la Birmania è stata cancellata dalla lista degli interventi all’Assemblea Generale – come ha spiegato un portavoce del Palazzo di Vetro – tra le rivendicazioni rivali della giunta militare e lo spodestato governo eletto. In lista era infatti l’attuale ambasciatore birmano alle Nazioni Unite Kyaw Moe Tun – nominato dal governo di Aung San Suu Kyi – che avrebbe dovuto parlare oggi, nell’ultimo giorno di lavori. Secondo fonti diplomatiche, tuttavia, Cina, Russia e Stati Uniti hanno raggiunto un’intesa in base alla quale Mosca e Pechino non si opporranno al fatto che Kyaw Moe Tun rimanga per il momento il rappresentante birmano alle Nazioni Unite, purché non parli durante la settimana di alto livello. Le tre potenze fanno parte della commissione di nove membri che valuta le credenziali, nominata all’inizio di ogni sessione dell’Assemblea Generale e che generalmente non si riunisce fino a ottobre o novembre. La giunta militare ha proposto il veterano militare Aung Thurein come inviato delle Nazioni Unite, mentre Kyaw Moe Tun ha chiesto di rinnovare il suo accredito.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Afghanistan si ritira, non interverrà ad Assemblea Onu
Doveva parlare ambasciatore dell’ex governo Ghani
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
27 settembre 2021
17:05
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Afghanistan si è ritirato dalla lista degli interventi al dibattito dell’Assemblea Generale Onu nella giornata conclusiva dei lavori. La portavoce del presidente dell’Assemblea Generale, Monica Grayley, ha confermato: “Abbiamo ricevuto informazioni che lo Stato membro ha ritirato la sua partecipazione al dibattito, prevista per oggi”.
Secondo il programma doveva intervenire l’ambasciatore Ghulam Issaczai, nominato dall’ex presidente Ghani. I talebani però stanno tentando di cacciarlo e assumere il controllo del seggio alle Nazioni Unite.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Fbi, omicidi aumentati del 30% nel 2020 negli Usa
Sono stati oltre 21 mila. Incremento più alto dagli anni ’60
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
27 settembre 2021
17:05
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli omicidi negli Stati Uniti sono aumentati del 30% nel 2020. Lo rivela il rapporto annuale dell’Fbi (Uniform Crime Report).
Si tratta dell’incremento più significativo dagli anni ’60, da quando vengono registrati gli omicidi nel Paese. L’anno scorso, nel pieno della pandemia, si sono verificati oltre 21.500 omicidi, un numero che non si vedeva dalla metà degli anni ’90. Il picco si è registrato nei mesi di giugno e luglio.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Bennett, su nucleare Iran ha superato tutte le linee rosse
Lo ha detto all’Assemblea Generale dell’Onu
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
27 settembre 2021
17:05
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il programma nucleare iraniano ha superato “tutte le linee rosse”: lo ha detto il primo ministro israeliano Naftali Bennett nel suo discorso all’Assemblea Generale dell’Onu.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Biden ha ricevuto la terza dose del vaccino contro il Covid
Balzo casi in Usa, Harvard sposta lezioni Mba online
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
28 settembre 2021
10:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente americano Joe Biden ha ricevuto la terza dose del vaccino Pfizer davanti alle telecamere. “Non ho avuto alcun effetto collaterale nel ricevere la prima o la seconda dose”, ha affermato Biden sottolineando che anche la First Lady, Jill Biden, riceverà la terza dose.
“Penso che però ora stia insegnando”, ha detto spiegando perché la First lady non fosse con lui.
La Harvard Business Scholl trasferisce online da questa settimana le lezioni per gli studenti al primo anno del suo Mba – Master of Business Administration – dopo un aumento dei casi Covid nonostante il tasso elevato di vaccinazioni e i frequenti test. La scuola chiede anche a tutti gli studenti di eliminare le attività al chiuso senza mascherina. Lo riportano i media americani.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: principe ereditario Giordania positivo, sintomi lievi
Re Abdallah e Rania negativi ma in quarantena per 5 giorni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
27 settembre 2021
17:46
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il principe ereditario giordano Al Hussein bin Abdallah II è risultato positivo al covid. Lo ha annunciato, con un comunicato sull’agenzia Petra, la Casa reale secondo cui il principe mostra “sintomi leggeri” della malattia ma “resta in ottima salute”.

“In accordo con i protocolli in vigore in caso di esposizione al virus per persone che sono già vaccinate – ha proseguito la Casa reale – re Abdallah e la regina Rania, entrambi risultati negativi, osserveranno un’auto-quarantena di 5 giorni”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Macron e Tedros inaugurano l’accademia dell’Oms a Lione
Formerà milioni di agenti della sanità. Pronta dal 2024
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
27 settembre 2021
17:54
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente francese, Emmanuel Macron, e il capo dell’Organizzazione mondiale della Sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, hanno insediato oggi a Lione il centro mondiale di formazione per l’Oms, definito “più necessario che mai” con la crisi del Covid-19.
“Investire nei sistemi di sanità e il modo migliore per prepararsi alle prossime pandemie” ha detto il capo dello Stato francese nel corso della cerimonia di lancio.
“Quello che ci insegna questa crisi – ha aggiunto – è che non si esce da una pandemia mondiale se non si ha una strategia mondiale”.
Da parte sua, Tedros ha sottolineato che la pandemia è “un potente richiamo del valore degli agenti di sanità e della ragione per la quale essi hanno bisogno delle informazioni, delle competenze e degli strumenti più recenti”. Ha poi lanciato un appello “all’impegno di tutti i Paesi” per “assicurare il successo” dell’accademia.
Dotata di tecnologie pedagogiche di punta come l’intelligenza artificiale e la realtà virtuale e di un centro di simulazione di emergenze sanitarie a livello mondiale, l’Accademia di Lione punta a formare milioni di agenti della sanità nel mondo. Il progetto della struttura fu lanciato nel 2019, l’inaugurazione è prevista per inizio 2024. Dovrebbe accogliere circa 16.000 persone all’anno per corsi in presenza o ibridi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I berlinesi vogliono espropriare le case ai colossi
Contro la bolla del caro-affitti il 57% vota ‘sì’ al referendum. Ma la nuova sindaca è contraria
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
18:16
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I berlinesi hanno votato a maggioranza per la confisca degli appartamenti ai colossi dell’immobiliare come Deutsche Wohnen, che posseggono oltre 3.000 immobili. Stando ai dati divulgati in serata dai media tedeschi, il 57% si è pronunciato a favore, il 38 contro.
Il referendum non è vincolante, ma il nuovo senato federale dovrà confrontarsi con il risultato di ieri sera. Franziska Giffey, la socialdemocratica che ha vinto e che succederà a Michael Mueller come sindaca della capitale, ha già detto di essere contraria a misure del genere.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Vietato tagliare la barba, l’ultima stretta dei talebani
Stop anche alla musica nei saloni: ‘Nessuno osi lamentarsi’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
18:17
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Siete urgentemente informati che da oggi rasare le barbe e mettere musica nei saloni da barba e nei bagni pubblici è strettamente proibito”. Chiunque venga “scoperto a radere la barba di qualcuno o mettere musica, sarà punito secondo i principi della sharia e non avrà diritto di lamentarsi”. L’ultimo ritorno dei talebani al passato più oscurantista in Afghanistan spunta da un avviso esposto nei saloni della provincia meridionale di Helmand: come accadeva fino a vent’anni fa, durante il primo Emirato islamico, gli uomini non potranno più radersi.
Dopo il ritorno a impiccagioni e punizioni corporali, e mentre le donne restano relegate ai margini della società ed escluse dalla politica e dalle scuole, la stretta conferma l’intenzione dei mullah di imporre con ogni mezzo alla popolazione la propria intransigente interpretazione della legge islamica, negando le ripetute promesse di moderazione. Misure che, annunciano i padroni di Kabul, verranno fatte rispettare dalla polizia religiosa, incaricata di eseguire i provvedimenti del rinato ministero per la Propagazione della virtù e la prevenzione del vizio, che ha preso il posto di quello dedicato agli Affari femminili.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Macron colpito da un uovo durante una visita a Lione
Preso l’autore del gesto. Il presidente: ‘Voglio parlare con lui’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
28 settembre 2021
11:15
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo ha lanciato un uovo oggi contro Emmanuel Macron, durante una visita del presidente francese al Salone internazionale della ristorazione. L’uovo ha rimbalzato sulla spalla di Macron senza rompersi.
L’autore del gesto, un uomo in bermuda, è stato subito trasportato in una sala vicina dal servizio d’ordine, poi ammanettato. “Se ha qualcosa da dirmi, venga pure”, ha commentato il presidente, chiedendo di parlare con l’individuo. “Lo vedrò più tardi. Andate a prenderlo”, ha aggiunto.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Bridgerton 2, nuove immagini della serie record Netflix
In arrivo nel 2022 tra new entry, nuovi amori e litigi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
19:22
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La nuova stagione della serie più vista di Netflix arriverà nel 2022 e tutti gli occhi sono puntati sulla nuova storia d’amore che Bridgerton racconterà. Oggi Netflix rilascia le prime immagini dell’attesissima seconda stagione che sarà disponibile in tutti i Paesi in cui il servizio è attivo.
Simone Ashley è fra le new entry insieme a Charithra Chandran nei panni della sorella minore di Kate, Edwina Sharma, entrambe le attrici sono di origine indiana. La seconda stagione ha come protagonista Anthony Bridgerton (Jonathan Bailey) alla ricerca dell’amore; in una delle immagini lo si vede coinvolto in una conversazione con Kate Sharma (Ashley). La famiglia Sharma comprende anche Edwina Sharma e Lady Mary Sharma (Shelley Conn) che si uniscono ai protagonisti della seconda stagione, presenti in una delle immagini rilasciate insieme a Lady Danbury (Adjoa Andoh). Kate Sharma è testarda e furba. Il suo spirito acuto e la sua natura indipendente la rendono unica nel mercato matrimoniale del 1814, all’interno del quale spera di trovare il vero amore per sua sorella minore. Edwina Sharma, seguendo l’esempio di sua sorella maggiore, è diventata la perfetta debuttante, di natura gentile e molto affascinante. È giovane e ingenua, ma sa quello che vuole: un vero matrimonio d’amore.
Mary Sharma era la figlia di un conte, ma ha rinunciato al suo titolo per scappare con il suo vero amore: un mercante. Lo scandalo che ne è seguito ha reso Mary un’estranea al suo ritorno nella società londinese per il debutto delle sue figlie.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Clima: Erdogan, la Turchia ratificherà l’Accordo di Parigi
‘Prima della Cop26 che si terrà a novembre a Glasgow’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
19:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“La Turchia sta compiendo un passo storico sul cambiamento climatico. Abbiamo deciso di ratificare l’Accordo di Parigi sul clima il mese prossimo.
Completeremo il processo prima che si tenga” il vertice “Cop26 a Glasgow a novembre”. Lo ha annunciato stasera il presidente turco Recep Tayyip Erdogan in un discorso alla nazione.
“Prepareremo tutti i nostri programmi di sviluppo a medio e lungo termine seguendo la transizione strutturale richiesta dalla rivoluzione verde”, con “l’obiettivo delle emissioni zero”, ha assicurato il leader di Ankara.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tony Bennet e Lady Gaga, ancora insieme per Cole Porter
‘Love for sale’ è il nuovo album in uscita il primo di ottobre
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
19:22
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tony Bennet e Lady Gaga, ancora una volta e per l’ultima volta. S’intitola ‘Love for sale’ il nuovo album, in uscita il primo di ottobre, che vede ritrovarsi la leggendaria voce di Tony Bennett con quella Lady Gaga, dopo il successo che la collaborazione aveva già portato nel 2014, con il precedente ‘Cheek to cheek’.
Il nuovo lavoro condiviso dai due è un tributo a Cole Porter e sarà anche l’ultimo album della carriera di Bennet, oltre ad essere quello che festeggia i dieci anni di collaborazione complessivi tra i due artisti.
Registrato agli Electric Lady Studios di New York, ‘Love For Sale’ contiene una scaletta di dieci brani, dodici per la versione ‘deluxe’, che vanno da ‘It’s De Lovely’ a ‘You’re the top’, passando per una serie di altri celebri titoli come ‘Night and Day’, ‘I concentrate on you’, ‘Dream dancing’ e ‘I get a kick out of you’, cover di Porter tratta dal musical ‘Anything goes’ e brano che ha inaugurato il nuovo progetto dei due, per i quali la scintilla artistica era scoccata nel 2011, in occasione di un evento benefico durante il quale Gaga aveva interpretato uno standard jazz. La tessa sera, Bennet aveva raggiunto la pop star che chiederle di registrare una canzone per il suo progetto di duetti.
Da quel momento, Tony Bennet e Lady Gaga si sono messi al lavoro insieme sul primo progetto condiviso, pubblicato poi tre anni dopo. ‘Cheek to cheek’ aveva conquistato il pubblico e la critica di tutto il mondo, imponendosi anche al primo posto della classifica americana degli album Bilboard 200 e nell Top Ten italiana alla posizione numero sei. Il medesimo disco aveva anche vinto un Grammy Award come ‘Miglior album pop tradizionale’.
Ad anticipare il nuovo progetto discografico, lo scorso mese di agosto erano stati due concerti evento per i quali Tony Bennet e Lady Gaga si erano esibiti, il 3 (giorno del del novantacinquesimo compleanno di Bennet) e il 5, alla Radio City Music Hall di New York. Un riassunto dei concerti sarà trasmesso anche il prossimo 28 novembre dalla CBS. L’album ‘Love for sale’, invece, sarà disponibile in edizione standard, deluxe, vinile e in box set da collezione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa: l’attentatore di Reagan sarà completamente rilasciato
Nel giugno del 2022 dopo 40 anni in un manicomio criminale
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
27 settembre 2021
19:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
John Hinckley, l’uomo che nel 1981 tentò di assassinare il presidente americano Ronald Reagan solo per attirare l’attenzione dell’attrice Jodie Foster, di cui si era follemente innamorato, sarà rilasciato definitivamente e senza condizioni nel giugno del 2022. Lo ha deciso un giudice federale, accogliendo la richiesta dei legali dell’uomo che oggi ha 66 anni e che ha sofferto di disturbi mentali.
Nei prossimi nove mesi Hinckley, che per la prima volta in 40 anni vivrà da solo, sarà ancora monitorato per verificare se la decisione presa non debba essere rivista.
L’agguato risale al 30 marzo 1981 e portò al ferimento di Reagan e di altre tre persone: l’allora portavoce della Casa Bianca James Brady e due agenti. Nel 1982 Hinckley fu dichiarato non colpevole a causa della sua malattia mentale e spedito al manicomio criminale di St. Elizabeth, a Washington.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tornano i Tony, trionfa Moulin Rouge
Snobbato Slave Play, polemiche su scarsa inclusività dei premi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
27 settembre 2021
19:22
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Per la prima volta in due anni Broadway ha onorato il meglio del teatro: confermando una tendenza che vede successi di Hollywood trasferiti sul palcoscenico, “Moulin Rouge!”, l’adattamento teatrale del film del 2001 di Baz Luhrmann su un triangolo amoroso nella Parigi fin-de-siècle, ha vinto ben dieci premi Tony tra cui quello per il miglior musical, la categoria piu’ prestigiosa.
Per il miglior lavoro teatrale il Tony e’ andato a “The Inheritance”, un dramma in due atti scritto da Matthew López e ispirato a “Howards End” su due generazioni di uomini gay a New York: e’ stata una sorpresa perche’ le critiche erano state tiepide e i pronostici davano per vincitore “Slave Play” dell’afro-americano Jeremy Harris, che aveva incassato un record di nomination senza vincere alla fine nessun premio.
López, che e’ di origini portoricane, e’ il primo autore di origine latino-americana a vincere un Tony per la prosa: “Un motivi di orgoglio – ha detto – ma Broadway deve fare di piu’: siamo il 19 per cento della popolazione ma rappresentiamo solo il due per cento dei testi teatrali che vengono prodotti”.
Polemiche sulla scarsa inclusivita’ dei premi – c’erano molti candidati di colore ma alla resa dei conti i vincitori sono risultati quasi tutti bianchi come era successo agli Emmy la settimana scorsa – hanno accompagnato la cerimonia al Winter Garden di Broadway trasmessa in esclusiva sul canale in streaming Paramount+. Rigorose le norme anti-Covid a poche settimane dalla riapertura dei teatri dopo la lunga pausa forzata per la pandemia: i 1.500 partecipanti, contro i seimila ospitati tradizionalmente nel vasto Radio City Music Hall, hanno dovuto presentare la prova della vaccinazione e indossare le mascherine per le quattro ore della serata.
I candidati ai premi erano tutti show della stagione 2019-2020, bruscamente interrotta il 12 marzo 2020 quando Broadway ha spento le luci a causa del Covid. Premi speciali sono andati “American Utopia” di David Byrne e a “Freestyle Love Supreme”, una troupe improvvisata fondata da Lin-Manuel Miranda con la Broadway Advocacy Coalition, un gruppo che si batte per la giustizia razziale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Spagna, oggi la terza dose per la prima vaccinata
E’ un’ultranovantenne ospite di una rsa. Immunizzato il 76,8%
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
27 settembre 2021
19:57
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Oggi è stata somministrata la terza dose del vaccino anti-Covid alla prima vaccinata in Spagna: si tratta di Araceli Hidalgo, una donna ultranovantenne ospite di una casa di riposo di Guadalajara (città del centro del Paese).
Lo ha reso noto il Ministero della Sanità.
In Spagna, la terza dose è stata autorizzata per persone fragili come quelle soggette a trapianti, i malati di tumore o gli anziani ospiti delle rsa.
Intanto, la campagna vaccinale ha raggiunto l’immunizzazione completa per il 76,8% della popolazione totale. Il ritmo delle vaccinazioni è calato notevolmente nelle ultime settimane: tra venerdì e domenica, per esempio, sono state iniettate poco più di 126mila dosi, un numero simile a quello dei weekend di inizio campagna.
Sul fronte dei contagi, gli indicatori rimangono in calo.
L’incidenza su 14 giorni è ora di 65 nuovi casi ogni 100mila abitanti (venerdì era di 69), mentre gli ospedali si sono progressivamente svuotati: l’occupazione da parte di pazienti Covid è al momento del 2,4% per i reparti ordinari e dell’8,9% nelle terapie intensive. Da inizio pandemia, le vittime totali registrate in Spagna sono 86.298.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mali: primo ministro, le elezioni potrebbero essere rinviate
Al momento previste a febbraio dopo due golpe nell’ultimo anno
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
27 settembre 2021
20:13
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le elezioni previste in Mali a febbraio dell’anno prossimo potrebbero essere rinviate: lo detto il primo ministro del Mali, Choguel Kokalla Maiga, parlando con l’agenzia Afp a margine dell’Assemblea generale dell’Onu a New York. Il premier maliano ha detto che le elezioni presidenziali e legislative potrebbero essere rinviate di “due settimane, due mesi, alcuni mesi”, aggiungendo che la decisione sarà presa a ottobre, dopo una riunione di un forum nazionale.

“Alla fine renderemo pubblico un programma più dettagliato”, ha aggiunto Maiga, affermando che “è meglio organizzare elezioni pacifiche, riconosciute da tutti, piuttosto che organizzare elezioni che saranno contestate”.
Il voto è mirato al ripristino del governo civile dopo il colpo di Stato militare guidato dal colonnello Assimi Goita, che ha destituito il presidente Ibrahim Boubacar Keita ad agosto 2020. A questa destituzione è seguito un altro golpe che lo scorso maggio ha rovesciato il governo ad interim istituito nel frattempo, con Goita dichiarato nuovo presidente del Mali.
All’inizio di questo mese, la Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale (Ecowas) aveva ventilato timori su possibili rinvii delle elezioni in Mali.
Il calendario elettorale “è stato fissato sulla base delle richieste di Ecowas senza porre domande sui passaggi pratici da intraprendere per arrivarvi”, ha detto Maiga. “Abbiamo deciso di essere pragmatici, di essere realisti”, ha aggiunto.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Londra a secco di benzina tra panico e razionamenti
Johnson rassicura ma la crisi dei tir pesa pure sugli scaffali
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
28 settembre 2021
12:54
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Gran Bretagna ha posto l’esercito in stato d’allerta nella prospettiva di utilizzare autocisterne e conducenti militari per rimediare alla crisi dei carburanti nel Paese provocata dalla mancanza di un numero sufficiente di conducenti civili e la conseguente corsa ai distributori che ne ha lasciati molti a secco. “Un limitato numero di conducenti militari sono messi in stato d’allerta e saranno impiegati se necessario per stabilizzare ulteriormente la catena di approvvigionamento dei carburanti”, ha fatto sapere in un comunicato il ministero dell’Energia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Per il governo Tory britannico è un fenomeno passeggero, alimentato anche dall’allarmismo. Ma la crisi che si è abbattuta sulla catena di distribuzione della benzina – e di un certo numero di prodotti alimentari – appare ancora tutta da superare nel Regno Unito. Lo confermano le code e i cartelli da ‘tutto esaurito’ che continuano a comparire su e giù per l’isola: fra gli scaffali di molti supermercati semivuoti nei reparti del ‘fresco’ e le non poche pompe di carburante a secco o indotte (nel caso della catena Asda) a razionare l’erogazione a non più di 30 sterline.
Il consiglio dei ministri, riunitosi per una seduta ad hoc convocata da Boris Johnson, ha escluso al momento la necessità di dover ricorrere – con una mossa simbolicamente da ultima spiaggia – ai riservisti dell’esercito per far affluire i carburanti dai depositi alle stazioni di servizio e fronteggiare la mancata copertura dei posti lasciati scoperti nel Regno da circa 100.000 autisti dopo la ripresa post pandemia: un contraccolpo verificatosi anche in vari Paesi Ue, ma che Oltremanica è stato aggravato dalle parallele conseguenze e dagli intralci del post Brexit su una parte di forza lavoro straniera proveniente in passato dal continente.
“Attualmente i militari non servono, anche se come ogni governo responsabile stiamo predisponendo ogni misura che dovesse essere imposta da ulteriori future necessità”, ha tagliato corto a margine della riunione un portavoce di Downing Street.
In aggiunta a queste iniziative tampone è arrivato poi un accordo fra l’esecutivo e i colossi BP, Shell, Esso ed altri per snellire i passaggi del carburante verso le stazioni di servizio. Secondo il refrain ripetuto dai ministri delle Attività Produttive e dell’Agricoltura, Kwasi Kwarteng e George Eustice, del resto, nel Regno una vera penuria di idrocarburi non c’é. Poiché i depositi e le raffinerie britanniche sono in effetti tuttora “piene”. Mentre gli intoppi sulla distribuzione, “in via di soluzione” nelle parole di Eustice, sarebbero stati “interamente controllabili” fin dall’inizio se le organizzazioni di categoria (alla ricerca d’aiuti governativi) e i media non avessero alimentato “l’allarme” inducendo i consumatori “più ansiosi” a un accaparramento fuori dall’ordinario dei rifornimenti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gb: esercito in stato d’allerta per crisi carburanti
Conducenti militari saranno impiegati se necessario
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
27 settembre 2021
23:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Gran Bretagna ha posto l’esercito in stato d’allerta nella prospettiva di utilizzare autocisterne e conducenti militari per rimediare alla crisi dei carburanti nel Paese provocata dalla mancanza di un numero sufficiente di conducenti civili e la conseguente corsa ai distributori che ne ha lasciati molti a secco. “Un limitato numero di conducenti militari sono messi in stato d’allerta e saranno impiegati se necessario per stabilizzare ulteriormente la catena di approvvigionamento dei carburanti”, ha fatto sapere in un comunicato il ministero dell’Energia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Corea del Nord: testare armi è un nostro diritto legittimo
Ambasciatore all’Onu chiede stop a ‘politica ostile’ degli Usa
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
28 settembre 2021
01:09
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Corea del Nord ha il “diritto legittimo” di testare armi e “rafforzare le capacità di difesa”, ha detto ieri sera all’assemblea generale delle Nazioni Unite l’ambasciatore nordcoreano Kim Song, poco dopo lo sparo in mare di un proiettile non identificato rilevato dalla Corea del Sud.
“Nessuno può negare il nostro diritto all’autodifesa”, ha insistito il diplomatico nordcoreano invitando gli Stati Uniti a cessare la loro “politica ostile” nei confronti del suo Paese.

Stiamo solo rafforzando le nostre capacità di difesa nazionale, al fine di difenderci e garantire in modo affidabile la sicurezza e la pace del Paese”, ha aggiunto Kim Song. Gli Stati Uniti “dovrebbero dimostrare di fatto di non avere alcuna volontà ostile nei nostri confronti”, ha proseguito il diplomatico nordcoreano. “Se è così, siamo pronti a rispondere” allo stesso modo “ma non sembra che gli Stati Uniti siano pronti” per prendere questa direzione, ha detto. Gli americani devono “cessare le loro esercitazioni militari e smettere di schierare una panoplia strategica contro il nostro Paese”, ha chiesto inoltre l’ambasciatore di Pyongyang.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in calo (-0,40%)
Sconta aumento rendimenti mercato obbligazionario Usa
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
28 settembre 2021
02:22
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia la seduta in calo, in seguito alla chiusura mista degli indici azionari statunitensi dopo l’aumento dei rendimenti sul mercato obbligazionario, ai massimi da giugno, che segnalano i rischi di un aumento dell’inflazione nei mesi a venire. In apertura il Nikkei mostra una variazione negativa dello 0,40% a quota 30.119,43, con una perdita di 120 punti.
Sul mercato dei cambi lo yen si indebolisce sul dollaro a 111, mentre è stabile sull’euro a 129,80.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Pezzo inedito di John Lennon all’asta in Danimarca
Intervistato con Yoko da un gruppo di 16enni nel 1970
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
07:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una rarissima registrazione di un’intervista a John Lennon e Yoko Ono, che contiene persino un breve pezzo inedito dell’ex Beatle, sarà battuta all’asta oggi in Danimarca. Lo riporta la Bbc.
La traccia di 33 minuti è stata registrata da quattro adolescenti danesi più di 50 anni fa, e pochi mesi prima che i Beatles annunciassero la loro rottura quando la coppia trascorse un periodo nel nord della Danimarca con l’ex marito di Yoko, Anthony Cox, e la loro figlia Kyoko. La traccia di 33 minuti è stata registrata da quattro adolescenti danesi più di 50 anni fa, e pochi mesi prima che i Beatles annunciassero la loro rottura quando la coppia trascorse un periodo nel nord della Danimarca con l’ex marito di Yoko, Anthony Cox, e la loro figlia Kyoko.
La cassetta sarà battuta all’asta a Copenhagen assieme con una copia del giornale della scuola e 23 fotografie. Si stima che possa raggiungere tra i 32.000 e i 50.000 dollari.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Zaki: oggi seconda udienza del processo a Mansura
Nell’ambito di una sessione di varie ore
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MANSURA
28 settembre 2021
08:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Si tiene oggi a Mansura, sul delta del Nilo, la seconda udienza del processo a carico di Patrick Zaki, lo studente egiziano dell’università di Bologna in carcere in Egitto da quasi 20 mesi.
Come la prima udienza svoltasi il 14 settembre, quella odierna si tiene di nuovo davanti a una Corte della Sicurezza dello Stato per i reati minori (o d’emergenza) di Mansura, la città natale di Patrick.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nell’ala nuova del vecchio Palazzo di Giustizia, è previsto che nell’ambito di una sessione di varie ore vengano esaminati molte decine di casi a partire da metà mattinata. La volta scorsa l’aggiornamento a oggi, dopo un’udienza di pochi minuti, fu annunciato verso le 15 ora locale e italiana.
Visto il tipo di corte, si desume che l’accusa a suo carico su cui si dibatterà oggi sulla base di tre articoli giornalistici è quella di “diffusione di notizie false dentro e fuori il Paese”. Un reato sanzionato con un massimo di cinque anni di carcere. La corte può emettere una sentenza inappellabile in qualsiasi udienza.
È già stato confermato però da una legale dello studente che restano in piedi (si presume quindi da affrontare eventualmente in altra sede) le accuse di “minare la sicurezza nazionale” e di istigare alla protesta, “al rovesciamento del regime”, “all’uso della violenza e al crimine terroristico”: le ipotesi di reato basate sui dieci post su Facebook di controversa attribuzione.
Si tratta di crimini che gli fanno rischiare 25 anni di carcere, secondo Amnesty International, o addirittura l’ergastolo, hanno sostenuto fonti giudiziarie egiziane.
Come sempre avvenuto nelle udienze per il rinnovo della custodia cautelare, è prevedibile anche per oggi la presenza presso il Tribunale di un diplomatico italiano nell’ambito di un monitoraggio processuale Ue che coinvolge paesi extra-europei come il Canada.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Per il processo a Zaki nuovo rinvio al 7 dicembre. Portato in udienza in manette
Lo studente egiziano dell’università di Bologna in carcere in Egitto da quasi 20 mesi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MANSURA
29 settembre 2021
09:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il processo nei confronti di Patrick Zaki è stato aggiornato al 7 dicembre, quando si terrà una nuova udienza. Lo ha annunciato un poliziotto in aula nel tribunale di Mansura.
“Il rinvio del processo è stato deciso affinché la difesa possa ottenere copia ufficiale degli atti, fare le proprie memorie e rappresentare Patrick nel migliore dei modi con una forte memoria”: lo ha confermato la sua principale legale, Hoda Nasrallah.
Finora “ci hanno presentato gli atti senza fornircene una copia o fotocopia ufficiale”, ha aggiunto parlando davanti al Palazzo di Giustizia. “Abbiamo alcuni punti in mente ma per fare le memorie è necessario avere i documenti in mano in modo da poterli utilizzare in ogni punto, e finora questo non è stato possibile”, ha detto ancora la legale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Un rinvio abnormemente lungo che sa di punizione”. Così Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International in Italia, sul nuovo rinvio del processo per Patrick George Zaki. “Il giudice – spiega Noury – poteva sì accogliere come ha fatto la richiesta della difesa di un rinvio, ma poteva disporre un rinvio tra una, due settimane. Tra l’altro questa data della prossima udienza, il 7 dicembre, è amaramente simbolica perché segnerà il ventiduesimo mese di detenzione arbitraria e illegale di Patrick e quindi una sofferenza continua”. “Abbiamo del tempo davanti – prosegue – per fare qualcosa di importante, di efficace nelle relazioni tra Italia ed Egitto. La richiesta che facciamo è che la diplomazia italiana utilizzi questo tempo nel migliore dei modi”.
La seconda udienza del processo al Tribunale di Mansura è durata solo due minuti durante i quali, come hanno riferito fonti del collegio di difesa, la sua legale Hoda Nasrallah ha chiesto un rinvio per poter studiare gli atti. La legale ha chiesto inoltre una copia autenticata del fascicolo dato che finora vi ha avuto accesso solo in consultazione presso uffici giudiziari, senza dunque poterlo studiare adeguatamente.
Patrick non ha preso la parola durante l’udienza. Per giustificare la richiesta di rinvio, Hoda ha sostenuto che è stato lo stesso Zaki a chiederlo in quanto “non è soddisfatto” della difesa dato che lei ha potuto leggere gli atti in Procura solo “in fretta”, ha riferito un avvocato presente in aula che ha preferito restare anonimo.
In tribunale Patrick Zaki è stato portato nella gabbia degli imputati in manette, che poi gli sono state tolte dopo meno di cinque minuti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Qualche minuto dopo l’ingresso di Patrick nella gabbia degli imputati, prima ancora che la sua udienza iniziasse, la sessione è stata interrotta e Patrick ha parlato con due avvocati e bevuto un po’ d’acqua. Padre e sorella erano seduti a un paio di metri dalla gabbia.
In aula ci sono anche una quindicina di attivisti e amici di Patrick. A un’attivista Eipr sono stati controllati i documenti. Giornalisti hanno provato più volte a parlare con Patrick, ma sono stati fatti allontanare con moniti verbali. Lo studente è vestito tutto di bianco, il colore degli imputati nei processi egiziani. Anche oggi porta occhiali, barba e codino.
Da poco prima delle 10:30 ora locale e italiana è in corso la sessione di udienze in cui è inserita la seconda del processo a Zaki. I giornalisti sono stati ammessi con diffida dal girare video o scattare foto.
Lo studente egiziano dell’università di Bologna è in carcere in Egitto da quasi 20 mesi.
Come la prima udienza svoltasi il 14 settembre, quella odierna si tiene di nuovo davanti a una Corte della Sicurezza dello Stato per i reati minori (o d’emergenza) di Mansura, la città natale di Patrick.
Nell’ala nuova del vecchio Palazzo di Giustizia, è previsto che nell’ambito di una sessione di varie ore vengano esaminati molte decine di casi a partire da metà mattinata. La volta scorsa l’aggiornamento a oggi, dopo un’udienza di pochi minuti, fu annunciato verso le 15 ora locale e italiana.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Visto il tipo di corte, si desume che l’accusa a suo carico su cui si dibatterà oggi sulla base di tre articoli giornalistici è quella di “diffusione di notizie false dentro e fuori il Paese”. Un reato sanzionato con un massimo di cinque anni di carcere. La corte può emettere una sentenza inappellabile in qualsiasi udienza.
È già stato confermato però da una legale dello studente che restano in piedi (si presume quindi da affrontare eventualmente in altra sede) le accuse di “minare la sicurezza nazionale” e di istigare alla protesta, “al rovesciamento del regime”, “all’uso della violenza e al crimine terroristico”: le ipotesi di reato basate sui dieci post su Facebook di controversa attribuzione.
Si tratta di crimini che gli fanno rischiare 25 anni di carcere, secondo Amnesty International, o addirittura l’ergastolo, hanno sostenuto fonti giudiziarie egiziane. Come sempre avvenuto nelle udienze per il rinnovo della custodia cautelare, è prevedibile anche per oggi la presenza presso il Tribunale di un diplomatico italiano nell’ambito di un monitoraggio processuale Ue che coinvolge paesi extra-europei come il Canada.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Pezzo inedito di John Lennon all’asta in Danimarca
Intervistato con Yoko da un gruppo di 16enni nel 1970
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
10:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una rarissima registrazione di un’intervista a John Lennon e Yoko Ono, che contiene persino un breve pezzo inedito dell’ex Beatle, sarà battuta all’asta oggi in Danimarca. Lo riporta la Bbc.
La traccia di 33 minuti è stata registrata da quattro adolescenti danesi più di 50 anni fa, e pochi mesi prima che i Beatles annunciassero la loro rottura quando la coppia trascorse un periodo nel nord della Danimarca con l’ex marito di Yoko, Anthony Cox, e la loro figlia Kyoko. La traccia di 33 minuti è stata registrata da quattro adolescenti danesi più di 50 anni fa, e pochi mesi prima che i Beatles annunciassero la loro rottura quando la coppia trascorse un periodo nel nord della Danimarca con l’ex marito di Yoko, Anthony Cox, e la loro figlia Kyoko.
La cassetta sarà battuta all’asta a Copenhagen assieme con una copia del giornale della scuola e 23 fotografie. Si stima che possa raggiungere tra i 32.000 e i 50.000 dollari.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Clima: Greta a Milano, mi aspetto molte parole
Arrivata per la PreCop, in coda per il tampone
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
28 settembre 2021
10:07
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Greta Thumberg è arrivata al Mico di Milano per le iniziative collegate alla PreCop26 dedicate ai giovani. In coda per il tampone e presa d’assalto’ dai giornalisti ha replicato solo ad alcune domande.
“Sto bene – ha detto – e ho le stesse aspettative di molti altri incontri, molte parole”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Polonia: tre regioni polacche annullano le risoluzioni anti-Lgbt
Dopo la minaccia della Commissione Ue di tagliare i fondi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
10:07
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tre regioni polacche deciso di annullare delle risoluzioni, votate nel 2019 nell’ambito di una stretta generale sui diritti degli omosessuali, che le dichiaravano libere dall'”ideologia Lgbt”. Lo riporta la Bbc.

Sono state quasi 100 le regioni della Polonia che due anni fa hanno approvato provvedimenti simili scatenando la reazione dell’Ue che ha accusato il Paese di aver violato le leggi contro la discriminazione. La Commissione europea ha poi minacciato di bloccare fino a 126 milioni di euro di finanziamenti a cinque grandi regioni polacche se non avessero eliminato le risoluzioni. Ieri Podkarpackie, Lubelskie e Malopolskie le hanno cancellate seguendo l’esempio di un’altra regione, Swietokrzyskie, che lo ha fatto la scorsa settimana.
Dura la reazione del ministro della giustizia, Zbigniew Ziobro, che ha definito la mossa della commissione europea un “ricatto”.
Le relazioni omosessuali non sono legalmente riconosciute in Polonia. A luglio l’Ue ha aperto una procedura d’infrazione contro Polonia e Ungheria per violazione dei diritti della comunità Lgbt.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Messico: grande festa per i 200 anni dell’indipendenza
López Obrador sottolinea che ‘prima di tutto c’è la Patria’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL MESSICO
28 settembre 2021
10:16
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Con uno spettacolo di luci e suoni sulla storica piazza dello Zocalo di Città del Messico, in presenza di personalità nazionali ed internazionali, degli abitanti della capitale, e di una folta rappresentanza dell’esercito, il presidente messicano Andrés Manuel López Obrador ha ricordato ieri i 200 anni dalla conclusione del processo indipendenza nazionale, durato un decennio.
Nel discorso introduttivo della celebrazione, il capo dello Stato ha esaltato l’ingresso, il 27 settembre 1821, dell”Ejército Trigarante’ nella capitale, sottolineando che oggi il Messico “predica e promuove la fratellanza universale”.

Per López Obrador, “la frase di quello che è stato il miglior presidente del Messico, Benito Juárez, secondo cui ‘fra gli individui come fra le Nazioni, il rispetto dei diritti degli altri significa pace’, sarà sempre la guida delle nostre azioni in materia di politica estera, improntate ad uno spirito di cordialità”.
Dopo aver assicurato che il Messico è stato e continuerà ad essere “sinonimo di amicizia per tutti i popoli del mondo, il capo dello Stato ha manifestato la sua intenzione di dedicare “questa giornata ad esaltare l’importanza di mantenere relazioni amichevoli con tutte le Nazioni del mondo”. Per questo, ha concluso, “ci dichiariamo sostenitori della pace, della sovranità e dell’amore e, anche se non dimentichiamo, sosteniamo che è tempo di perdono e rispetto reciproco”.
All’evento erano presenti varie delegazioni internazionali, fra cui quella del governo italiano, guidata dal sottosegretario agli Esteri, Benedetto Della Vedova.
Sulla facciata della cattedrale metropolitana, utilizzata come schermo, sono stati proiettati i messaggi del presidente statunitense, Joe Biden, e quello di due astronauti russi, che hanno salutato i 200 anni dell’indipendenza messicana.
dell’indipendenza.
Al termine, è stato offerto uno spettacolo audiovisivo, seguito da una rappresentazione in costume storico da parte di soldati messicani dei capitoli più rilevanti dei dieci anni della guerra per l’indipendenza.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Afghanistan: banchiere, il sistema è vicino al collasso
‘Panico tra i clienti, enormi prelievi in corso’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
10:19
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il sistema bancario afghano è vicino al collasso. E’ l’allarme lanciato alla Bbc dal capo di uno dei maggiori istituti di credito del Paese.

Syed Moosa Kaleem Al-Falahi, amministratore delegato della Banca islamica dell’Afghanistan, ha dichiarato che il settore finanziario del paese è nella morsa di una “crisi esistenziale” dovuto al panico che si è diffuso tra i clienti. “In questo momento sono in corso enormi operazioni di prelievo”, ha detto da spiegando che “la maggior parte delle banche non funziona e non fornisce servizi completi”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Libano: premier, elezioni saranno il 27 marzo 2022
Miqati conferma, voto anticipato di 6 settimane
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
10:31
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BEIRUT, 28 SET – Le tanto attese elezioni legislative libanesi saranno anticipate di sei settimane rispetto alla data prevista e si svolgeranno il 27 marzo 2022 invece dell’8 maggio. Lo ha detto nelle ultime ore il premier libanese Najib Miqati parlando in una intervista televisiva.

Il premier ha ammesso che la decisione ancora non è stata formalizzata ma ha affermato: “Si faranno il 27 marzo, è sicuro.
Devo ancora parlare con il ministro degli interni per verificare alcune cose”.
Da giorni si è parlato insistentemente della proposta di diversi blocchi parlamentari di anticipare le elezioni. La ragione ufficiale dietro alla proposta c’è la constatazione che, col voto ai primi di maggio, la campagna elettorale coinciderebbe con il mese del digiuno islamico di Ramadan, quest’anno dal 2 aprile al 2 maggio.
Analisti locali sostengono invece che i principali partiti al potere, contestati da due anni dal movimento di protesta contro il sistema clientelare, hanno fretta di recarsi alle urne con l’attuale legge elettorale.
Uno dei principali temi sensibili è il diritto di voto dei libanesi all’estero, moltissimi dei quali solidali con la mobilitazione popolare che dall’autunno del 2019 attraversa le strade e le piazze delle città del Libano al collasso economico.
In base all’attuale legge elettorale del 2017, le prossime legislative prevedono l’elezione di sei deputati su 128 da parte dei cittadini all’estero. Ma su questo, ricordano gli esperti libanesi, la legge si basa su un provvedimento generico che deve essere accompagnato da una serie di chiarimenti da parte dei legislatori sulle modalità operative e logistiche riguardanti l’elezione di sei deputati eletti dalla diaspora.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Francia, Sanofi blocca produzione vaccino a Rna
‘Arriverebbe troppo tardi sul mercato’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
28 settembre 2021
10:32
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sanofi non passerà alla fase 3 dei test per il suo vaccino a Rna messaggero contro il Covid-19, l’ultimo passo prima della commercializzazione, ma continuerà a sviluppare l’altro siero contro il virus. Lo ha annunciato la società farmaceutica francese.
Nonostante i risultati positivi della fase 1-2 della sperimentazione del suo vaccino a Rna messaggero, Sanofi ritiene che il prodotto arriverà sul mercato troppo tardi, quando saranno state prodotte 12 miliardi di dosi di vaccini anti-Covid da qui alla fine dell’anno.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Terremoti: Grecia, migliaia di persone sfollate a Creta
Il premier Mitsotakis in visita sull’isola
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
10:34
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Scosse di assestamento sono state registrate a Creta, l’isola più grande della Grecia, all’indomani di un forte terremoto che ha ucciso una persona, danneggiato un migliaio di edifici e lasciato molti senza casa.
La scossa di assestamento più forte aveva una magnitudo di 5.3 e si è verificata alle 7.48 (0448 GMT), proprio mentre il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis si sta preparando ad una missione sull’isola.

L’epicentro del sisma di ieri è stato vicino alla cittadina di Arkalochori, dove un uomo è stato ucciso all’interno di una chiesa crollata e una dozzina di persone sono rimaste ferite. “È stata una notte molto difficile, abbiamo avuto molte scosse di assestamento… siamo stati svegli tutta la notte”, ha detto alla radio di statale Ert, Chryssoula Kegeroglou, sindaco del paese. Le autorità hanno allestito delle tende per ospitare centinaia di persone le cui case sono state considerate inagibili e hanno anche messo a disposizione decine di camere d’albergo. Kegeroglou ha detto che circa mille persone hanno trascorso la notte in tenda.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Scosse di assestamento sono state registrate a Creta, l’isola più grande della Grecia, all’indomani di un forte terremoto che ha ucciso una persona, danneggiato un migliaio di edifici e lasciato molti senza casa.
La scossa di assestamento più forte aveva una magnitudo di 5.3 e si è verificata alle 7.48 (0448 GMT), proprio mentre il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis si sta preparando ad una missione sull’isola.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’epicentro del sisma di ieri è stato vicino alla cittadina di Arkalochori, dove un uomo è stato ucciso all’interno di una chiesa crollata e una dozzina di persone sono rimaste ferite. “È stata una notte molto difficile, abbiamo avuto molte scosse di assestamento… siamo stati svegli tutta la notte”, ha detto alla radio di statale Ert, Chryssoula Kegeroglou, sindaco del paese. Le autorità hanno allestito delle tende per ospitare centinaia di persone le cui case sono state considerate inagibili e hanno anche messo a disposizione decine di camere d’albergo. Kegeroglou ha detto che circa mille persone hanno trascorso la notte in tenda.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Eruzione Canarie: distrutti 589 edifici, coperti 258 ettari
Il vulcano sprigiona lava per il decimo giorno consecutivo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
28 settembre 2021
10:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La lava espulsa sull’isola di La Palma (Canarie) dal vulcano Cumbre Vieja, in eruzione da domenica 19 settembre, ha già distrutto 589 edifici e 21 chilometri di strade, coprendo 258 ettari di terreno: lo si apprende dagli ultimi dati resi noti dal sistema europeo Copernicus. 76 edifici sono stati distrutti nelle ultime 24 ore circa.

Dopo che nella mattinata di ieri il vulcano si era apparentemente quasi fermato, verso sera ha ripreso a sprigionare lava intensamente, anche se in maniera intermittente. Un comportamento che gli esperti considerano “normale”.
Secondo gli ultimi dati disponibili, una delle colate di lava del vulcano è arrivata a circa 800-1000 metri dal mare.
L’agenzia di stampa Efe scrive che è ormai alle porte del municipio di Tazacorte, dopo che nella giornata di domenica aveva sepolto buona parte della località di Todoque.
Il comportamento poco prevedibile del Cumbre Vieja getta la popolazione nella paura costante che le loro case possano essere raggiunte dalla lava, secondo le testimonianze di diverse di loro ai media iberici.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Golfo: nuovi incontri a Baghdad tra Iran e Arabia Saudita
Riprendono colloqui tra rappresentanti dei due rivali regionali
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
10:48
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Prove di dialogo tra Arabia Saudita e Iran, i due principali rivali regionali, riprendono a Baghdad lontano dai riflettori dei media e sotto l’auspicio del premier iracheno Mustafa Kazemi.
Lo riferiscono stamani giornali di Baghdad, secondo cui la settimana scorsa si sono svolti nella capitale irachena incontri in forma discreta tra rappresentanti iraniani e sauditi.

Si tratta dei primi incontri diretti tra le parti da quando è stato eletto in Iran il presidente Ebrahim Raisi.
Il primo round di colloqui diretti si erano svolti ad aprile e da allora se ne erano svolti altri, sempre a Baghdad, paese dove sia l’Iran che gli Stati Uniti alleati di Riad, esercitano una influenza diretta.
Come nella primavera scorsa, questi ultimi incontri hanno coinvolto rappresentanti istituzionali di medio rango non meglio identificati e non hanno visto la partecipazione di ministri dei due paesi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gb: crisi della benzina fa salire i prezzi ai distributori
Verde ai massimi da 8 anni. ‘Alcuni gestori ne approfittano’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
28 settembre 2021
10:57
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mentre prosegue la crisi dei carburanti nel Regno Unito arriva una notizia non rassicurante per i tanti britannici in coda per fare rifornimento: il prezzo medio di un litro di benzina è aumentato da 135,87 pence di venerdì a 136,59 pence di domenica, salendo così ai massimi da otto anni. E’ quanto afferma la società di servizi per automobilisti Rac, secondo cui la situazione potrebbe peggiorare con la corsa immotivata a riempire i serbatoi, nonostante le ripetute rassicurazioni sui depositi di carburante pieni.

Inoltre la Rac ha affermato di essere a conoscenza di un “piccolo numero” di gestori che “ne approfittano” della crisi, aumentando i prezzi: viene segnalato un caso limite di benzina venduta a 198,9 pence al litro.
Per il portavoce di Rac, Simon Williams, gli automobilisti si trovano ora di fronte a un “quadro piuttosto desolante”. E ha aggiunto: “Potremmo vedere prezzi ancora più alti alla pompa nei prossimi giorni, indipendentemente dagli attuali problemi di approvvigionamento”. Per ora il governo conservatore ha deciso di non impiegare i conducenti militari di autocisterne per aiutare nella consegna di carburante ma ha comunque ordinato che alcuni effettivi si tengano in stand-by, pronti a intervenire in caso di necessità.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Afghanistan: Bbc, giudici donna minacciate dai talebani
Vivono nascoste dopo aver condannato centinaia di stupratori
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
11:42
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Oltre 220 giudici donna in Afghanistan vivono nascoste nel terrore per paura di ritorsioni da parte dei talebani. Lo denunciano sei di loro alla Bbc in forma anonima per tutelarle.
Si tratta di figure importanti nella difesa dei diritti per le donne che in questi anni hanno condannato centinaia di uomini per stupri, violenze e omicidi.
Ma dopo che i talebani hanno ripreso il potere in Afghanistan molti dei condannati sono stati rilasciati e alle giudici sono cominciate ad arrivare minacce di morte.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cina, la Nato non è stata e non sarà avversario in futuro
Wang a Stoltenberg, Alleanza aderisca a sua posizione geografica
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
28 settembre 2021
11:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina “non è stata e non sarà un avversario della Nato in futuro”: è “disposta a continuare il dialogo sulla base dell’uguaglianza e del rispetto reciproco per promuovere lo sviluppo sano e stabile delle relazioni bilaterali”. Il ministro degli Esteri Wang Yi, in un video colloquio con il segretario generale Jens Stoltenberg avuto ieri, ha detto, secondo una nota del ministero degli Esteri cinese, che “non è necessario che la regione Asia-Pacifico stabilisca alcun nuovo blocco militare, né dovrebbe esserci scontro istigato tra i principali Paesi o che si formi una ‘piccola cerchia’ mirata a incitare una nuova Guerra Fredda”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gb: crisi della benzina fa salire i prezzi ai distributori
Verde ai massimi da 8 anni. ‘Alcuni gestori ne approfittano’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
28 settembre 2021
10:57
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mentre prosegue la crisi dei carburanti nel Regno Unito arriva una notizia non rassicurante per i tanti britannici in coda per fare rifornimento: il prezzo medio di un litro di benzina è aumentato da 135,87 pence di venerdì a 136,59 pence di domenica, salendo così ai massimi da otto anni. E’ quanto afferma la società di servizi per automobilisti Rac, secondo cui la situazione potrebbe peggiorare con la corsa immotivata a riempire i serbatoi, nonostante le ripetute rassicurazioni sui depositi di carburante pieni.

Inoltre la Rac ha affermato di essere a conoscenza di un “piccolo numero” di gestori che “ne approfittano” della crisi, aumentando i prezzi: viene segnalato un caso limite di benzina venduta a 198,9 pence al litro.
Per il portavoce di Rac, Simon Williams, gli automobilisti si trovano ora di fronte a un “quadro piuttosto desolante”. E ha aggiunto: “Potremmo vedere prezzi ancora più alti alla pompa nei prossimi giorni, indipendentemente dagli attuali problemi di approvvigionamento”. Per ora il governo conservatore ha deciso di non impiegare i conducenti militari di autocisterne per aiutare nella consegna di carburante ma ha comunque ordinato che alcuni effettivi si tengano in stand-by, pronti a intervenire in caso di necessità.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Terremoti: Grecia, migliaia di persone sfollate a Creta
Il premier Mitsotakis in visita sull’isola
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
10:34
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Scosse di assestamento sono state registrate a Creta, l’isola più grande della Grecia, all’indomani di un forte terremoto che ha ucciso una persona, danneggiato un migliaio di edifici e lasciato molti senza casa.
La scossa di assestamento più forte aveva una magnitudo di 5.3 e si è verificata alle 7.48 (0448 GMT), proprio mentre il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis si sta preparando ad una missione sull’isola.

L’epicentro del sisma di ieri è stato vicino alla cittadina di Arkalochori, dove un uomo è stato ucciso all’interno di una chiesa crollata e una dozzina di persone sono rimaste ferite. “È stata una notte molto difficile, abbiamo avuto molte scosse di assestamento… siamo stati svegli tutta la notte”, ha detto alla radio di statale Ert, Chryssoula Kegeroglou, sindaco del paese. Le autorità hanno allestito delle tende per ospitare centinaia di persone le cui case sono state considerate inagibili e hanno anche messo a disposizione decine di camere d’albergo. Kegeroglou ha detto che circa mille persone hanno trascorso la notte in tenda.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Compiuta missione a Kabul per valutare presenza Ue
Fonti europee, antenna per aiuti non riconoscimento talebani
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
28 settembre 2021
11:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“C’è già stata una missione esplorativa” Ue a Kabul “ed ora saranno fatte le valutazioni” anche sotto il profilo della sicurezza, per decidere se vi sia la possibilità di stabilirvi una presenza congiunta. Una sorta di antenna per gli aiuti umanitari e le evacuazioni, che non comporta alcun riconoscimento dei talebani.
Lo spiegano fonti Ue, che sottolineano: “La questione non è se dobbiamo essere presenti in Afghanistan, ma come possiamo farlo. Se il Paese collassa, ne pagheremo tutti le conseguenze. Nessuno si vuole affrettare ad un riconoscimento dei Talebani, dobbiamo affrontarli in base ai principi, ma in modo pragmatico”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Casa Bianca, Biden ebbe consigli ma sua la decisione su Kabul
Vertici militari contraddicono il presidente. Bbc, giudici donna minacciate dai talebani
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
11:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Joe Biden “ha ricevuto una serie di punti di vista sull’Afghanistan” dai suoi consiglieri militari e poi “come commander in chief ha preso la sua decisione, quella di ritirare tutte le truppe”: lo ha detto la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki rispondendo alle domande dei giornalisti dopo che nell’audizione al Senato i vertici militari hanno riferito che la loro raccomandazione era di mantenere a Kabul da 2.500 a 3.500 soldati. “Se li avesse tenuti, avrebbe dovuto aumentare il numero e saremmo in guerra con i talebani”, ha aggiunto.
“Al Qaida è ancora in Afghanistan”, hanno detto al Senato il capo dello stato maggiore congiunto Mark Milley e il capo del comando centrale Kenneth McKenzie, smentendo così le affermazioni di Joe Biden – ricordate da un senatore repubblicano – secondo cui il gruppo terroristico è stato sconfitto in quel Paese.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Oltre 220 giudici donna in Afghanistan vivono nascoste nel terrore per paura di ritorsioni da parte dei talebani.
Lo denunciano sei di loro alla Bbc in forma anonima per tutelarle. Si tratta di figure importanti nella difesa dei diritti per le donne che in questi anni hanno condannato centinaia di uomini per stupri, violenze e omicidi. Ma dopo che i talebani hanno ripreso il potere in Afghanistan molti dei condannati sono stati rilasciati e alle giudici sono cominciate ad arrivare minacce di morte.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono oltre 220 le giudici donne che vivono nascoste in diverse parti dell’Afghanistan. Sei di loro hanno raccontato di avere ricevuto minacce di morte da talebani che avevano condannato. Quattro di questi, in particolare, erano stati incarcerati per l’omicidio delle loro mogli. Le giudici, che sono costrette a spostarsi ogni tre-quattro giorni, hanno anche raccontato che le loro case sono state perquisite dai talebani e i loro parenti e amici interrogati per sapere dove si trovassero. Tutti hanno anche affermato che le loro ex case erano state visitate da membri dei talebani. I loro vicini e amici hanno riferito di essere stati interrogati su dove si trovassero. Interpellato dalla Bbc il portavoce dei talebani Bilal Karimi ha sminuito la vicenda invitando “le giudici donne non avere paura” e promettendo un’indagine per verificare se ci siano stati dei reati. “Nessuno dovrebbe minacciarle”, ha detto.
“Finché un vero ambiente islamico non sarà garantito per tutti, alle donne non sarà permesso di venire all’università o di lavorarci. Islam first”. Lo scrive sul suo account Twitter il nuovo rettore dell’ateneo di Kabul, nominato dai talebani, Mohammad Ashraf Ghairat. Nel post fa riferimento al noto slogan di Donald Trump, evocato anche in un altro tweet in cui scrive: “Make Kabul University (KU) Great Again”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Russia 852 morti, record da inizio pandemia
In India ieri registrati meno di 20mila nuovi casi, è il dato più basso da 201 giorni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
28 settembre 2021
15:46
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Russia nelle ultime 24 ore ha registrato 852 morti per coronavirus, stabilendo così un nuovo record dall’inizio della pandemia. Lo riporta il centro anticrisi, citato dalla Tass.
Per la prima volta da quasi sette mesi, l’India ha registrato ieri meno di 20mila nuovi casi di positività al coronavirus, 18.795; lo rende noto il bollettino del ministero alla Sanità.
Il dato, accompagnato dal conteggio di 179 decessi, è il più basso da 201 giorni. Resta riconfermato il trend delle ultime settimane che concentra nello stato del Kerala il maggior numero di casi attivi, 157.733, in calo tuttavia rispetto al giorno precedente. L’India è al secondo posto al mondo per contagi dopo gli Stati Uniti e al terzo per decessi, dopo Usa e Brasile.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Puigdemont: sit-in indipendentisti sardi il 4/10 a Sassari
In occasione dell’udienza in Corte d’appello per l’estradizione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
SASSARI
28 settembre 2021
12:50
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un sit-in di solidarietà per l’eurodeputato catalano Carles Puigdemont, in occasione dell’udienza in Corte d’appello di Sassari sulla richiesta di estradizione in Spagna, è stato organizzato per la mattina del 4 ottobre dagli indipendentisti sardi.
I movimenti ProgReS, iRS, Torra, FEM – Marenostrum, Sardigna Natzione, Movimento Omosessuale Sardo, Òmnium Cultural de l’Alguer “invitano tutti ad aderire e partecipare al sit-in di solidarietà che si terrà lunedì 4 ottobre davanti alla Corte d’Appello di Sassari, in via Budapest 34, alle ore 9.

L’autodeterminazione e il voto – sostengono – sono un diritto, non un delitto. Le questioni politiche devono essere risolte politicamente e non nelle aule di tribunale”.
“Lo Stato italiano non può assumersi la responsabilità di consegnare un esiliato politico nonviolento allo Stato spagnolo – proseguono gli indipendentisti sardi -, che ha già dimostrato il suo spirito vendicativo e la sua attitudine violenta e repressiva nei confronti di pacifiche espressioni democratiche.
Il Parlamento Europeo e il presidente David Sassoli non possono esporre alla certezza della persecuzione giudiziaria spagnola un europarlamentare democraticamente eletto”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Zaki portato nella gabbia degli imputati in manette
Dopo qualche minuto gli sono state tolte
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MANSURA
28 settembre 2021
13:02
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Al Tribunale di Mansura dove è in corso la seconda udienza del suo processo, Patrick Zaki è stato portato nella gabbia degli imputati in manette, che poi gli sono state tolte dopo meno di cinque minuti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Bce: Lagarde, la ripresa c’è ma non siamo fuori pericolo
‘Inflazione verso il 2% gradualmente’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
16:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Economia dell’area euro “si è allontanata dal baratro, ma non ancora fuori pericolo”. Lo ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde, aprendo il Forum delle banche centrali.
Lagarde ha spiegato che “in alcuni settori, la carenza di forniture sta frenando la produzione” creando “rischi per la crescita che potrebbero rafforzarsi se la pandemia continua a influenzare i trasporti globali e le movimentazioni dei cargo, così come industrie fondamentali come i semiconduttori”.
“Una volta che saranno passati gli effetti indotti dalla pandemia, ci aspettiamo che l’inflazione scenda” e “guardando oltre la pandemia, ci aspettiamo che l’inflazione si avvicini lentamente” all’obiettivo del 2%, ha detto Lagarde, spiegando che “neanche le aspettative puntano verso rischi di un superamento prolungato” del 2%. Le aspettative di mercato di lungo termine sono salite di circa 50 punti base da inizio anno a circa l’1,75%, e le misurazioni basate su indagini sono salite leggermente all’1,8%”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Zaki: Amnesty Italia, rinvio lungo che sa di punizione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
28 settembre 2021
14:52
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Un rinvio abnormemente lungo che sa di punizione”. Così Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International in Italia, sul nuovo rinvio del processo per Patrick George Zaki.
“Il giudice – spiega Noury – poteva sì accogliere come ha fatto la richiesta della difesa di un rinvio, ma poteva disporre un rinvio tra una, due settimane. Tra l’altro questa data della prossima udienza, il 7 dicembre, è amaramente simbolica perché segnerà il ventiduesimo mese di detenzione arbitraria e illegale di Patrick e quindi una sofferenza continua”.
“Abbiamo del tempo davanti – prosegue – per fare qualcosa di importante, di efficace nelle relazioni tra Italia ed Egitto. La richiesta che facciamo è che la diplomazia italiana utilizzi questo tempo nel migliore dei modi”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Spagna: governo Sánchez approva l’aumento del salario minimo
Via libera anche alla proroga della cassa Covid fino a febbraio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
28 settembre 2021
15:15
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il governo di centrosinistra spagnolo ha approvato in Consiglio dei ministri due misure di carattere sociale indicate come priorità dallo stesso premier Pedro Sánchez: si tratta dell’aumento di 15 euro del salario minimo, che d’ora in avanti sarà di 965 euro, e della proroga della cassa integrazione Covid fino al 28 febbraio 2022.
La prima di queste due misure è stata adottata senza il consenso della Ceoe (la Confindustria spagnola), mentre la seconda ha ricevuto l’ok del governo dopo esser stata discussa e approvata sia dagli imprenditori che dai sindacati.

Come spiegato in conferenza stampa dalla vicepremier e ministra del Lavoro Yolanda Díaz e dal ministro della Previdenza sociale José Luis Escrivá, la proroga della cassa integrazione, che entrerà in vigore a partire dal primo novembre, prevede che le imprese che offriranno formazione ai loro dipendenti in cig ottengano maggiori esenzioni fiscali.
Il governo ha inoltre approvato oggi il prolungamento fino al 28 febbraio 2022 di aiuti straordinari per le partite Iva le cui attività sono state colpite dall’emergenza Covid.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Obama, tassare ricchi come me per finanziare agenda Biden
‘Ce lo possiamo permettere’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
28 settembre 2021
15:41
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Barack Obama scende in campo a sostegno della Casa Bianca nella settimana decisiva per il futuro dell’agenda Biden. “Bisogna tassare un po’ di più i ricchi, incluso me, per finanziare il piano di spesa del presidente – ha detto in una intervista alla Abc – e assicurare i fondi necessari alla sanità, ai servizi per l’infanzia, alla lotta per il clima.
Penso che i più ricchi se lo possano permettere, ce lo possiamo permettere”. Si stima che la ricchezza di Obama si aggiri attorno ai 70 milioni di dollari, grazie all’accordo con la casa editrice che pubblica i suoi libri e a quello siglato insieme all’ex first lady Michelle con Netflix.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mosca apre nuova indagine per estremismo contro Navalny
‘Ha creato una rete estremista e l’ha diretta’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
28 settembre 2021
15:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli inquirenti russi hanno detto di aver avviato una nuova indagine per “estremismo” contro il critico del Cremlino Alexei Navalny e i suoi principali alleati.
Il Comitato Investigativo, che indaga sui principali crimini in Russia, ha detto in una dichiarazione che nel 2014 Navalny “ha creato una rete estremista e l’ha diretta” con l’obiettivo di “cambiare le basi del sistema costituzionale nella Federazione Russa”.
Lo riporta la testata indipendente Meduza.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Colombia: morto dopo un raid il capo della guerriglia Eln
Comandante ‘Fabián’ deceduto in ospedale per le ferite riportate
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BOGOTÀ
28 settembre 2021
15:52
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il comandante del Fronte occidentale dell’Esercito di liberazione nazionale (Eln) della Colombia, conosciuto con il soprannome di ‘Fabián’, è morto oggi in un ospedale di Cali, dove era stato ricoverato dopo essere stato trovato ieri ferito in un bosco. Lo riferisce Radio Blu di Bogotà.

L’annuncio del decesso dell’importante leader dell’ultima guerriglia ancora attiva sul territorio colombiano è stato dato dal ministro della Difesa Diego Molano, il quale ha precisato che ‘Fabián’ era rimasto ferito nel corso di un bombardamento effettuato la settimana scorsa nel villaggio di Corriente Palo, nel dipartimento di Chocó.
In un primo momento, le autorità militari avevano indicato che ‘Fabián’, il cui vero nome era Ogli Ángel Padilla Romero, era stato ucciso nell’operazione militare. In realtà, ha spiegato il ministro, “era rimasto gravemente ferito e si era nascosto in una zona di arbusti e macchia boschiva”.
Portato in elicottero nell’Ospedale universitario di Cali, il guerrigliero è morto all’alba di oggi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cina: crisi energetica tra blackout e tagli alla produzione
Soprattutto nel Nordest. Goldman Sachs taglia il Pil 2021 al 7,8%
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
28 settembre 2021
16:57
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina è nella morsa della carenza energetica, soprattutto nel Nordest, che minaccia la crescita e la supply chain, già in difficoltà. Secondo Bloomberg Intelligence, almeno 17 province e regioni, pari al 66% del Pil, hanno annunciato forme di interruzione di energia, soprattutto nell’industria pesante. I prezzi record del carbone rendono anti-economica la generazione elettrica malgrado la forte impennata della domanda, mentre alcune aree hanno optato per il blackout per centrare i target su emissioni e intensità energetica.
Goldman Sachs, intanto, ha tagliato le stime della Cina sul Pil 2021 dall’8,2% al 7,8%, col 2022 al 5,5%.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Crisi Evergrande, Hong Kong chiede l’esposizione alle banche
Cannavaro: l’addio alla Cina non legato alla crisi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
29 settembre 2021
08:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Autorità monetaria di Hong Kong, la ‘banca centrale’ dell’ex colonia, ha chiesto alle istituzioni finanziarie di segnalare le loro esposizioni verso Evergrande, il secondo sviluppatore immobiliare cinese a un passo dal default e oberato da 305 miliardi di dollari di debito, sui timori di potenziali rischi sistemici per il sistema finanziario. Lo riporta Bloomberg, citando fonti vicine al dossier, secondo cui le banche sarebbero state sollecitate la scorsa settimana a rispondere con un margine di 24 ore sugli impegni finanziari verso Evergrande, lo sviluppatore più indebitato della Cina, sia in termini di prestiti sia di derivati.
“Il mio addio alla Cina non è figlia della crisi finanzaria dell’Evergrande: avevo deciso qualche mesa fa”.
Cosi’ Fabio Cannavaro, campione del mondo nel 2006, spiega il divorzio dal club di Ghuangzou di cui era allenatore. “L’avevo gia’ detto al club – ha spiegato Cannavaro, a Sky, riferendo di aver rinunciato a 15 mensilità – Ora il campionato cinese è diviso in tre blocchi, ogni volta si va in quarantena, 20-30 giorni, poi a dicembre avrei avuto una bolla di altri 40 giorni. Stavo bene, ma volevo tornare vicino alla mia famiglia”. “Come allenatore – ha aggiunto Cannavaro – sono sempre stato molto esigente: mi piace vincere ma, passando per il gioco, ora non è più possibile fare diversamente. L’esperienza in Cina è stata formativa, ho sempre allenato giocatori forti: ho riordinato le mie idee, quelle che quando ho smesso di giocare non avevo tutte in ordine”. “Ho avuto la fortuna di avere grandi allenatori: gestori come Capello o Lippi, o appassionati di tattica come Sacchi e Zaccheroni. Spero di essere una via di mezzo”, ha aggiunto Cannavaro. Una finestra sul momento Napoli. “Osimhen? Con me a marcarlo non toccava palla… – la battuta – E’ molto forte, fa reparto da solo, gioca nel corto, nello spazio. Quanto a Insigne e il rinnovo del contratto, lui e il suo staff devono fare le loro valutazioni. Ma penso che saprà trovare il compromesso per far contento anche i tifosi che lo amano tanto”. Spalletti, ha concluso Cannavaro, “è una garanzia, ha le idee chiare: gli affiderei le chiavi di una squadra. Quanto al primato, ora va tutto bene con tutti i titolari in forma. Bisognera’ vedere quando ci saranno le prima difficolta’, per assenze o squalifiche”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Fauci, ok a al vaccino anti Covid insieme all’antinfluenzale
Per l’immunologo va bene “farli nella stessa visita”
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
17:02
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Non occorre far passare alcun intervallo di tempo tra la vaccinazione contro l’influenza e quella anti Covid-19, con la terza dose. Lo ha detto l’immunologo Anthony Fauci, rispondendo a una domanda della Cnn sui dubbi della gente all’inizio della stagione vaccinale anche per l’influenza e l’arrivo per molti cittadini dei richiami contro il Sars-Cov2.
“Ciò che conta è solo fare entrambe le immunizzazioni appena possibile – ha dichiarato – e se ciò significa farsi fare un’iniezione in un braccio e l’altra, allo stesso momento nell’altro, questo va benissimo.
Non c’e’ assolutamente nulla di male”. Anzi, ha proseguito, “l’ importante e’ facilitare le opportunita’ per la gente di ricevere entrambe i vaccini e perciò l’ opzione di farli nella stessa visita è probabilmente la piu’ conveniente”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Bosnia, nuovo rogo nel campo di Lipa
Si pensa al dolo. Già lo scorso inverno era stato incendiato
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
SARAJEVO
28 settembre 2021
17:23
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un incendio è scoppiato nella serata di ieri nel campo per migranti di Lipa, presso Bihac, nel nord-ovest della Bosnia-Erzegovina al confine con la Croazia.
Nel darne notizia, i media locali riferiscono che le fiamme sarebbero state appiccate volutamente da un gruppo di migranti.

Non ci sono notizie di eventuali feriti tra gli ospiti del campo.
Già lo scorso inverno il campo di Lipa era stato dato incendiato dai migranti per protesta contro il loro spostamento dal centro di Bihac.
Secondo Radio Sarajevo, ieri sera sono andate distrutte alcune tende, due delle quali completamente, compreso il relativo equipaggiamento. L’incendio è stato posto sotto controllo. Dopo aver completato il sopralluogo, la polizia, fornirà altri dettagli.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Lagarde e Powell disinnescano l’allarme inflazione
Yellen, catastrofico non alzare il tetto del debito Usa
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
17:31
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Dalle due maggiori banche centrali mondiali arrivano toni da ‘colomba’ sulla fiammata inflazionistica in atto.
L’economia dell’area euro “si è allontanata dal baratro, ma non è ancora fuori pericolo”, ha detto la presidente della Bce Christine Lagarde spiegando che “una volta che saranno passati gli effetti indotti dalla pandemia, ci aspettiamo che l’inflazione scenda”.
Anche Jay Powell, presidente della Fed, si è detto “fiducioso” che l’inflazione calerà nel tempo.
Intanto, dal segretario del Tesoro Usa Janet Yellen arriva l’allarme: “Non alzare il tetto del debito sarebbe catastrofico”. L’esponente dell’amministrazione Biden avverte il Congresso che, se non sbloccherà l’impasse sul bilancio federale, ci sarà un aumento della disoccupazione e si avranno problemi sui mercati finanziari. Il debito Usa toccherà il limite fissato attualmente il 18 ottobre.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il rettore di Kabul vieta l’università alle donne
Cita Trump: ‘Islam first’ e ‘Make Kabul University Great Again’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
17:38
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Finché un vero ambiente islamico non sarà garantito per tutti, alle donne non sarà permesso di venire all’università o di lavorarci. Islam first”.
Lo scrive sul suo account Twitter il nuovo rettore dell’ateneo di Kabul, nominato dai talebani, Mohammad Ashraf Ghairat. Nel post fa riferimento al noto slogan di Donald Trump, evocato anche in un altro tweet in cui scrive: “Make Kabul University (KU) Great Again”.
“A causa della carenza di docenti donne, stiamo lavorando a un piano affinché i docenti maschi possano insegnare alle studentesse da dietro una tenda nelle classi. In quel modo verrebbe creato un ambiente islamico che permetterebbe alle studentesse di studiare”, ha proseguito Gahirat su Twitter.
“Finché non avremo creato questo ambiente islamico, le donne dovranno restare a casa. Lavoriamo duramente per creare presto un ambiente islamico”, ha aggiunto il nuovo rettore, senza indicare alcuna data precisa per la fine delle restrizioni.
Finora, dopo la presa del potere dei sedicenti studenti coranici, alle donne era stato permesso di andare all’università, ma vietando le classi miste o dividendo le aule con delle tende in caso di presenza maschile. Inoltre, l’accesso all’educazione è stato bloccato solo per le ragazze a partire dalla scuola secondaria.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Csu: ‘Rispettare il voto, Scholz provi a formare il governo’
Soeder: ‘Ha lui le migliori chance di diventare cancelliere’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
28 settembre 2021
19:03
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Tocca all’Spd provare le prime esplorazioni con Verdi e liberali”. Lo ha detto il capo della Csu bavarese Markus Soeder in conferenza stampa a Berlino, tornando sui risultati delle elezioni di domenica.
“È un tempo avvincente per la Germania, e un tempo difficile per l’Unione”, ha detto. “Abbiamo subito una pesante sconfitta, e questo non soltanto per la distanza rispetto all’Spd. Adesso è importante che il risultato venga rispettato”, ha spiegato.
“Le migliori chance di diventare cancelliere ce le ha Scholz”, ha aggiunto Soeder. “Questo va accettato, anche interiormente”. Soeder ha poi rivolto le congratulazioni al leader dell’Spd per la vittoria e ha sottolineato: “Fare le congratulazioni a chi ha avuto più voti è una questione di stile”, con una chiara frecciata al leader della Cdu Armin Laschet che non le ha ancora fatte.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Arriva ‘Dieci’ di Marine Carteron
Scrittrice, volevo rendere omaggio ad Agatha Christie
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
19:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MARINE CARTERON, DIECI (GIUNTI, PP. 256, EURO 14). Rilegge il capolavoro di Agatha Christie ‘Dieci piccoli indiani’ strizzando l’occhio alle atmosfere horror di Stephen King, la scrittrice francese Marine Carteron nel suo nuovo coraggioso libro ‘Dieci’ , destinato ai ragazzi e alle ragazze a partire dai 16 anni, che arriva in Italia il 29 settembre per Giunti nella traduzione di Tania Spagnoli.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Rinchiusi su un’isola disabitata e sotto l’occhio implacabile delle telecamere, i partecipanti di un escape game televisivo si affrontano in un gioco che farà affiorare la vera natura di ciascuno di loro.
La Carteron in questo romanzo mette in scena tutti gli orrori che abitano la realtà e che superano di gran lunga ogni possibile finzione. Il libro è una prova letteraria che supera l’immaginazione e mette in scena i nostri peggiori incubi.
Affronta temi come il suicidio, il bullismo, le droghe, la violenza con cui ognuno di noi, anche gli adolescenti, devono fare i conti.
“Leggevo Agatha Christie da bambina. Quando l’ho riletta da adulta ho voluto renderle omaggio, giocare con i suoi codici linguistici. Trovo il suo stile particolarmente adatto agli adolescenti di oggi: le sue descrizioni sono sempre preziose, nutrono la trama, stabiliscono i personaggi e l’atmosfera delle sue storie” dice la Carteron che è nata nel 1972, ha studiato storia dell’arte e archeologia e vive nella Francia meridionale, dove insegna e scrive romanzi per ragazzi. Nel 2016 il suo libro ‘Génération K’ è stato votato miglior libro per ragazzi dalla rivista letteraria Lire.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
‘Dieci’, tra i libri vincitori del premio letterario Livrentéte 2020, è un’attenta partita a scacchi dove tutti i protagonisti sono vittime e carnefici e dove, in assenza di redenzione, salvarsi non sarà più un gioco da ragazzi.
“Quello che mi auguro è che i miei lettori rabbrividiscano, tremino e arrivino a coprirsi il volto con le mani per tenere a bada la paura” afferma l’autrice. “I miei personaggi sono dei carnefici, alcuni certamente più di altri. Se diventano vittime è per espiare le loro colpe. Ma qui il loro giudice non sarà un modello di moderazione. Io credo che la letteratura non debba affrontare nulla ma possa affrontare tutto. I libri sono responsabilità di chi li scrive, li pubblica e, in misura minore, persino di chi li legge” sottolinea la Carteron che riflette anche sull’impatto della tecnologia sugli adolescenti, senza falsi moralismi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Bond a Londra, 007 ritorna dopo pandemia
Grande festa per l’addio di Craig a saga. E’ già toto-successore
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
29 settembre 2021
09:48
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
James Bond è tornato e con lui sembra anche la voglia di andare al cinema dopo la pandemia. Non poteva quindi che essere una festa la prima mondiale di ‘No Time to Die’, svoltasi nella prestigiosa Royal Albert Hall di Londra, luogo ideale per presentare il 25esimo episodio della saga di 007 che arriva finalmente sui grandi schermi dopo i rinvii causati dall’emergenza Covid e da una serie di intoppi.
I fan davanti alla celebre sala da concerti hanno accolto con grida di gioia e applausi il protagonista Daniel Craig, al suo ultimo giro di giostra nei panni dell’agente segreto con licenza di uccidere, l’attore Rami Malek, che interpreta il ‘supercattivo’ Lyutsifer Safin, la stella Lashana Lynch, sorta di sostituta di Bond dopo la sua uscita dall’MI6 e Lea Seydoux, un’affascinante psicologa a cui la spia di sua maestà non può resistere. Oltre a loro, il tappeto rosso è stato percorso per una occasione così importante anche dall’erede al trono britannico Carlo e il suo primogenito William, accompagnati dalle rispettive consorti, Camilla e Catherine. “E’ stata una parte troppo importante nella mia vita e non smetterò mai di pensarci”, ha dichiarato a margine dell’evento il 53enne Craig, che detiene il record di longevità, ben 15 anni, fra gli attori che hanno interpretato 007 al cinema, superando anche Roger Moore. Del resto la serata di gala è stata una sorta di festa per celebrare le interpretazioni di Craig. Come ha ammesso lo stesso Malek ricordando i giorni delle riprese: “Si poteva percepire un po’ di tensione, si sapeva che era l’ultima volta per Daniel”. Il film, nelle sale dal 30 settembre, ha già ottenuto importanti risultati nelle pre-vendite di biglietti, segno che si sta finalmente tornando alla normalità dopo i mesi di restrizioni imposte per il Covid. Secondo i gestori dei cinema nel Regno si intravedono i livelli pre-pandemia. La ricetta offerta dall’ultimo 007 è di sicuro vincente e intramontabile.
Inseguimenti, sparatorie, esplosioni, ‘No Time to Die’, filmato anche a Matera e a Gravina in Puglia, offre il meglio in fatto di adrenalina, nella pura tradizione della saga spionistica, per una durata record per la ‘franchise’ di 2 ore e 43 minuti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Rapporto su abusi sessuali in Congo, capo dell’Oms si scusa
E promette di punire i colpevoli
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
GINEVRA
28 settembre 2021
19:43
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una commissione indipendente incaricata di indagare sugli abusi e le violenze sessuali di cui sono accusati dipendenti dell’Organizzazione mondiale della Sanità nella Repubblica democratica del Congo ha concluso che vi sono state “lacune strutturali” e “negligenze individuali” nell’ambito dell’organizzazione. Gli abusi sessuali sono stati commessi sia da dipendenti locali sia da parte dello staff internazionale impegnato nella lotta all’epidemia di Ebola tra il 2018 al 2020, ha evidenziato il rapporto per il quale sono state sentite decine di donne che hanno ricevuto offerte di lavoro in cambio di favori sessuali o che sono state vittime di violenze.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il direttore generale dell’Organizzazione mondiale per la sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, si scusa con le vittime di abusi sessuali perpetrati da dipendenti dell’organizzazione in Congo e promette di punire i colpevoli. “La prima cosa che tengo a dire alle vittime e ai sopravvissuti è che mi scuso, per ciò che avete dovuto subire a causa di persone impiegate dall’Oms per essere al vostro servizio e per proteggervi”, ha detto Tedros Adhanom Ghebreyesus, promettendo “conseguenze gravi” per i responsabili.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ecuador: scontri in carcere, 24 detenuti morti e 42 feriti
Violenze a colpi d’arma da fuoco nel sud-ovest del Paese
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
00:39
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ventiquattro detenuti sono morti e 42 sono rimasti feriti durante violenti scontri con armi da fuoco in un carcere del sud-ovest dell’Ecuador. Lo ha annunciato su Twitter il governatore della provincia costiera di Guayas citando un responsabile della polizia locale, il comandante Fausto Buenano.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Corea Nord: sperimentato con successo razzo supersonico
Annuncio dai media, “grande significato strategico”
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
00:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Corea del Nord ha annunciato di aver sperimentato con successo un razzo supersonico planante.
Lo hanno reso noto i media di Stato.
Il lancio di oggi “ha dimostrato che tutte le specifiche tecniche soddisfacevano i requisiti di progettazione”, ha spiegato la Korean Central News Agency aggiungendo che era di “grande significato strategico” poiché la Corea del Nord cerca di aumentare le sue capacità di difesa per “mille volte”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Eruzione Canarie: lava raggiunge Oceano, timori nubi tossiche
Scienziati temono esplosioni o ondate di acqua bollente
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
01:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La lava del vulcano in eruzione sull’isola di La Palma, alle Canarie, ha raggiunto l’Oceano. Lo ha annunciato l’Istituto vulcanologico delle Canarie (Involcan).

“La colata di lava ha raggiunto il mare a Playa Nueva”, si legge in un tweet. Il vulcano Cumbre Vieja è in eruzione dal 19 settembre e gli scienziati ora temono che il contatto della lava con l’acqua del mare possa provocare esplosioni, ondate di acqua bollente o, peggio, nubi tossiche.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Giappone: conservatori al voto per scegliere il nuovo leader
Si va al ballottaggio, il vincitore sostituirà il premier Suga
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
29 settembre 2021
07:34
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nulla di fatto alla prima votazione delle primarie del partito Liberal-Democratico (Ldp) in Giappone, alla guida della coalizione di governo. Come da attese, il primo scrutinio si è concluso con nessuno dei quattro candidati, due uomini e due donne, capace di ottenere la maggioranza dei 764 voti espressi dai parlamentari e dai membri esterni del partito.

Come da regolamento i primi due contendenti, l’ex ministro degli Esteri Fumio Kishida e il responsabile della campagna vaccinale, Taro Kono, separati da un solo voto, 256 a 255, si affronteranno nel ballottaggio finale che darà priorità ai 382 membri della Dieta e agli esponenti dell’Ldp per ognuna delle 47 prefetture dell’arcipelago.
Lo scrutinio delle schede è già in corso, e il vincitore con ogni probabilità prenderà il posto dell’attuale premier Yoshihide Suga, che ha annunciato di non volersi candidare alla guida del partito a inizio mese, a meno di un anno dall’inizio del suo mandato. Il nuovo capo dell’esecutivo sarà annunciato in una sessione straordinaria della Dieta il 4 ottobre.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Australia verso la riapertura dei confini
App scansiona certificati vaccinali internazionali
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
SYDNEY
29 settembre 2021
08:01
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Australia si avvicina alla riapertura dei confini internazionali, prevista entro Natale, con una nuova app per iPhone che consente di leggere il codice QR dei certificati di vaccinazione. L’app detta VDS-NC Checker, sviluppata da Dipartimento Affari Esteri e Commercio, permette di scansionare i certificati internazionali di vaccinazione.

Come riferisce oggi il Sydney Morning Herald, usa una tecnologia promossa dall’Organizzazione Internazionale Aviazione Civile chiamata Visible Digital Seal, e può scansionare i certificati sia di vaccinazione sia di test. Nella descrizione dell’app si spiega che è stata “sviluppata in conformità della guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sui certificati digitali di vaccinazione sicuri”. “Se il codice QR è autentico, l’app mostra le informazioni più importanti del certificato, inclusi i bio-dati dell’intestatario e le immunizzazioni Covid-19. L’introduzione iniziale dell’app può autenticare i certificati emessi dall’Australia, ma aggiornamenti prossimi potranno autenticare anche certificati emessi da altri paesi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Pugilato: il filippino Manny Pacquiao annuncia il ritiro
L’annuncio su Twitter, “la decisione più dura della mia vita”
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
08:37
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il filippino Manny Pacquiao ha annunciato il suo addio al pugilato parlando della “decisione più dura” della sua vita. “E’ difficile per me accettare che il mio tempo come pugile sia finito – ha detto il campione 42 enne in un video postato su Twitter -.
Oggi annuncio il mio ritiro”.
Una decina di giorni fa Pacquiao ha annunciato che si candiderà alla presidenza delle Filippine nelle elezioni del prossimo anno, nelle fila di un’ala del partito di governo, PDP-Laban.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Evergrande: Fitch taglia rating a ‘C’, poco sopra default
Probabile il mancato pagamento degli interessi su titoli senior
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
29 settembre 2021
08:59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Fitch ha tagliato a ‘C’ da ‘CC’ il rating su Evergrande (+10.86% alla Borsa di Hong Kong), appena una tacca sopra il default, sul probabile mancato pagamento degli interessi dovuti sui bond. Evergrande ha un altro coupon da 47,5 milioni su un bond offshore in dollari in scadenza oggi, in aggiunta a quello da 83,5 milioni non onorato il 23 settembre.
“Il declassamento riflette il fatto che è probabile che Evergrande manchi il pagamento degli interessi su titoli senior non garantiti”, hanno scritto gli analisti di Fitch in una nota, essendo la società già nel ‘periodo di tolleranza’ di 30 giorni superato il quale scatta il default.
Evergrande vola alla Borsa di Hong Kong al massimo intraday di 3,12 dollari di Hk (+16,8%) con l’annuncio sulla vendita per 1,5 miliardi di dollari del 19,93% di Shengjing Bank a Shenyang Shengjing Finance Investment, società di gestione patrimoniale statale, al fine di raccogliere liquidità. Shengjing Bank aveva chiesto che i proventi netti della cessione fossero usati per estinguere le passività del gruppo con l’istituto: Evergrande, che la scorsa settimana non ha pagato interessi per 83,5 milioni, non sarà in grado di usare tali fondi per come la cedola dovuta agli obbligazionisti offshore in scadenza oggi per 47,5 milioni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Giappone: ex ministro Kishida nuovo leader conservatori
Batte il favorito Taro Kono, pronto a diventare premier
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
29 settembre 2021
09:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ex ministro degli Esteri giapponese Fumio Kishida ha battuto a sorpresa il favorito Taro Kono, responsabile della campagna vaccinale, diventando il presidente del partito conservatore (Ldp), e candidandosi alla successione dell’attuale premier Yoshihide Suga. L’Ldp ha la maggioranza in entrambe le camere e il nuovo capo dell’esecutivo sarà annunciato lunedì.
Il 73enne Suga aveva deciso di farsi da parte dopo appena un anno prendendo atto dei consensi a picco per la gestione della pandemia. Il 64enne Kishida è considerato affidabile anche se di scarso carisma. Si è impegnato a spendere molto per rilanciare il paese.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Canarie: piramide di lava di 50 metri nell’oceano e gas
La colata si sta depositando dopo l’arrivo in acqua
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
09:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La colata di lava del vulcano sull’isola di Palma che si sta riversando nell’oceano da una scogliera ha provocato la formazione di una piramide di oltre 50 metri. Lo ha riferito il gruppo Marine Geosciences dell’Istituto spagnolo di oceanografia, sul suo account Twitter: “Osserviamo in diretta l’avanzata dalla lava ai piedi della scogliera costiera che provengono dal flusso meridionale del vulcano La Palma.
Si sta generando un imponente deposito alto più di 50 metri”, era il messaggio pubblicato già stanotte. La colata nell’oceano ha provocato anche intense emanazioni di gas.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Corea del Nord testa il nuovo missile ipersonico
Ma Seul minimizza: ‘E’ ancora nella fase iniziale di sviluppo’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
29 settembre 2021
18:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Corea del Nord ha annunciato la sperimentazione riuscita di un “missile ipersonico planante”, il Hwasong-8, capace di soddisfare “tutte le specifiche tecniche dei requisiti di progettazione”. Come da copione, l’agenzia ufficiale Kcna ha dato i dettagli principali all’indomani del test dal “grande significato strategico” poiché Pyongyang cerca di aumentare le sue capacità di difesa per “mille volte”.
“La stabilità del motore e del serbatoio del carburante per missili, introdotto per la prima volta, è stata confermata”, ha aggiunto la Kcna, senza menzionare la presenza del leader Kim Jong-un alle operazioni di lancio, ma provvedendo a rimarcare la presenza di Pak Jong Chon, stretto collaboratore del leader promosso a inizio settembre nel Politburo del Comitato centrale. L’agenzia ha diffuso anche una foto del missile ipersonico, parte del piano “portato avanti secondo un processo di sviluppo sequenziale, scientifico e affidabile”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Comando di Stato maggiore congiunto sudcoreano, tuttavia, ha gettato acqua sul fuoco, chiarendo in una nota a stretto giro dal dispaccio della Kcna che la Corea del Nord “sembra essere in una fase iniziale di sviluppo che richiederebbe un tempo considerevole per il suo dispiegamento effettivo”, in base alla velocità rilevata e ad altre caratteristiche. In altri termini, può essere intercettato dalle attuali risorse militari di Seul e di Washington. Il missile del Nord ha toccato una velocità di circa Mach 3, quando uno ipersonico dovrebbe arrivare ad almeno Mach 5: viaggiare a più di 10 volte la velocità del suono rende i vettori difficilmente intercettabili da parte dei sistemi di difesa missilistica esistenti. Uno scenario che, a prescindere dal reale livello di minaccia, porta altra incertezza sulla sicurezza regionale, in aggiunta alla conferma della determinazione di Kim sugli armamenti, dato che in una riunione del Partito dei Lavoratori di gennaio fu ufficializzato l’impegno a introdurre una “testata a volo planante ipersonico”. Intanto, Pyongyang ha aperto ieri la sessione parlamentare avendo in agenda questioni economiche e di altro tipo. La riunione dell’Assemblea suprema del popolo è maturata pochi giorni dopo il messaggio della sorella del leader, Kim Yo-jong, di riconciliazione a Seul, includendo la prospettiva di un vertice intercoreano a patto di un cambio di attitudine del Sud con l’abbandono della politica “dei due pesi e delle due misure”. L’incontro si è concentrato su questioni interne, come l’adozione di leggi sull’educazione dei giovani e le modifiche al piano economico nazionale, secondo la Kcna. Assente il supremo comandante, in fuga dagli eventi pubblici: l’ultima sua presenza riportata è del 9 settembre, giorno dei solenni festeggiamenti per i 73 anni della fondazione dello Stato, l’inedita e coreografica parata paramilitare.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mosca, la chiusura dei canali YouTube di RT è un atto di guerra
La Russia promette rappresaglia contro i media tedeschi nel Paese
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
29 settembre 2021
10:03
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il governo russo, attraverso la portavoce del ministero degli Esteri Maria Zakharova, ha denunciato la decisione di YouTube di cancellare i canali in lingua tedesca dell’emittente RT, finanziata dallo Stato, come “guerra d’informazione” e ha detto che bloccherà i media tedeschi in Russia per rappresaglia. Il sito di streaming video, che fa capo a Google, ha cancellato i canali tedeschi di DFP di RT per aver violato “la politica di disinformazione sul coronavirus”.
“Questa è una vera e propria guerra mediatica dichiarata dalla Germania contro la Russia”, ha twittato la direttrice di RT Margarita Simonyan.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Canarie: piramide di lava di 50 metri nell’oceano e gas
La colata si sta depositando dopo l’arrivo in acqua
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
10:02
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La colata di lava del vulcano sull’isola di Palma che si sta riversando nell’oceano da una scogliera ha provocato la formazione di una piramide di oltre 50 metri. Lo ha riferito il gruppo Marine Geosciences dell’Istituto spagnolo di oceanografia, sul suo account Twitter: “Osserviamo in diretta l’avanzata dalla lava ai piedi della scogliera costiera che provengono dal flusso meridionale del vulcano La Palma.
Si sta generando un imponente deposito alto più di 50 metri”, era il messaggio pubblicato già stanotte. La colata nell’oceano ha provocato anche intense emanazioni di gas.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nigeria: Papa, dolore per attacchi, garantire incolumità
L’appello del Pontefice all’udienza generale
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
29 settembre 2021
10:13
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa esprime il suo “dolore” per gli attacchi armati avvenuti domenica scorsa contro alcuni villaggi nel nord della Nigeria. “Prego per coloro che sono morti, per quanti sono rimasti feriti e per l’intera popolazione nigeriana.
Auspico che sia sempre garantita nel Paese l’incolumità di tutti i cittadini”, ha detto al termine dell’udienza generale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Foresta pluviale più antica del mondo restituita a aborigeni
Storico accordo in Australia, gestiranno area patrimonio Unesco
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
10:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Daintree australiano, la foresta pluviale tropicale più antica del mondo, è stato restituito ai suoi custodi aborigeni con un accordo storico. Il sito del patrimonio mondiale dell’Unesco ha oltre 180 milioni di anni ed è stato la dimora di generazioni di aborigeni.
Il popolo orientale di Kuku Yalanji gestirà il parco nazionale con il governo dello Stato del Queensland, spiegano i media internazionali.
L’accordo include anche altri parchi nazionali del Queensland per un’area complessiva di oltre 160.000 ettari. Nel restituire la proprietà formale al popolo Kuku Yalanji orientale, il governo del Queensland ha riconosciuto “una delle culture viventi più antiche del mondo”.
“Questo accordo riconosce il loro diritto di possedere e gestire il loro Paese, di proteggere la loro cultura e di condividerla con i visitatori, mentre diventano leader nel settore del turismo”, ha affermato il ministro dell’Ambiente Meaghan Scanlon. L’intesa è stata raggiunta dopo quattro anni di negoziati.
La regione di Daintree è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità nel 1988, a seguito di una campagna a Canberra per respingere il disboscamento approvato dall’allora governo. Per l’Unesco è un sito “importantissimo” di biodiversità, con oltre 3.000 specie di piante, 107 mammiferi, 368 specie di uccelli e 113 di rettili. L’area è anche il più grande tratto di terra in Australia che ha continuato a persistere come foresta pluviale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
No time to Die, Bond più romantico e post Meetoo
Da domani il 25/mo capitolo, ultimo con Daniel Craig
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
15:11
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Meno cocktail, meno glamour, meno ironia inglese (almeno quella più macha), all’incirca gli stessi muscoli e cavalli motore a disposizione, ma più sentimenti. Mai si era visto un James Bond così intimo, romantico, melò e post Me-too come in NO TIME TO DIE di Cary Fukunaga, venticinquesimo capitolo e comunque atto finale per Daniel Craig nei panni dell’agente segreto con licenza d’uccidere.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Insomma Bond, ormai in pensione, ‘ha imparato la lezione’, è diventato adulto e ha deciso di essere più buono perché l’etica in fondo è meglio dell’estetica.
Ora facendo una vera ginkana per evitare troppi spoiler, si può dire che in questo film, come da tradizione, c’è ovviamente un super cattivo da sconfiggere, Safin (Rami Malek), alle prese con il solito piano per sterminare l’umanità. Ma questa volta l’arma letale, non è affatto una bomba nucleare, ma un virus letale, il progetto Heracles, creato in una sperduta isola dell’Oceano Pacifico, che agisce anche secondo il DNA (la sceneggiatura, va detto, è anteriore al Covid essendo il film pronto da due anni).
Grande incipit con Madeleine (Léa Seydoux) da bambina alle prese con uno spettrale uomo in maschera bianca (da teatro Nō giapponese) venuto a casa sua per uccidere il padre, membro della Spectre. Poi grande salto temporale con Madeleine adulta per le strade d’Italia, felice e innamorata nella storica Aston Martin di Bond, la Db5 super-accessiorata degli anni Sessanta, che chiede a uno 007 super rilassato, una cosa impossibile anche solo da concepire, quella di andare più veloce.
Poi ovviamente nel film di Fukunaga tutto si accelera – le scene d’azione spettacolari e rumorose, sono il vero elemento di continuità di questo singolare 007 – e si passa così a Santiago de Cuba, dove la Spectre sta tenendo una sorta di convenction della malavita. A Cuba, Bond si incontra poi con il vecchio collega della CIA Felix Leiter (Jeffrey Wright) e con Paloma (Ana de Armas), agente stagista, strizzata in vestito nero da cocktail e molto disponibile, ma niente sesso con il redento 007.
E ancora niente sesso, nè alcuna seduzione quando Craig incontra Nomi (Lashana Lynch), emergente agente dell’MI6 a cui è stato assegnato il nome in codice di 007.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Potrebbe essere lei il prossimo James Bond? Altamente improbabile, come si capisce subito.
La storia principale, quella tra Craig e la Seydoux, ormai separati da cinque anni, ma sempre innamorati, ha un inaspettato cupido: Ernst Stavro Blofeld (Christoph Waltz) che vive in una cella imbottita a Londra come un Hannibal Lecter più pazzo che mai. Madeleine infatti, in quanto psichiatra, è una delle poche persone che ha accesso a Blofeld, ed è proprio lì che incontra di nuovo Bond che, tra l’altro, ha per la prima volta un serrato faccia a faccia con il cattivo che ha messo dietro le sbarre.
In questo venticinquesimo capitolo della saga, il più politicamente corretto, da rivelare anche una novità non da poco: l’ingresso tra gli sceneggiatori, sembra voluto da Craig in persona, di Phoebe Waller-Bridge, penna molto al femminile di serie tv cult come KILLING EVE e FLEABAG.
Una curiosità. Lo stesso Daniel Craig ha presentato in anteprima sugli schermi di tutto il mondo ieri sera il 25esimo capitolo della saga di James Bond (distribuito da Universal da domani), ringraziando il pubblico per la pazienza e soffermandosi sull’importanza della sala, luogo d’elezione per chi ama il cinema.   CINEMA   SPETTACOLI MUSICA E CULTURA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Covid: Bennett, no a nuove restrizioni in Israele
Premier difende linea del governo da critiche esperti sanità
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
29 settembre 2021
11:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
A fronte di alcune critiche degli esperti del ministero della sanità sulle attuali modalità della lotta al covid, il premier Naftali Bennett ha ribadito che la politica del governo non è quella di imporre nuove restrizioni.
“La politica del governo – ha detto alla partenza da New York dove si è recato per parlare all’Assemblea generale dell’Onu – è di tenere lo Stato di Israele e l’economia il più aperti possibile a fianco di un intervento mirato sui non vaccinati e sui centri dell’infezione”.

“Secondo i dati – ha aggiunto – le 40 comunità più rosse in Israele sono nel settore arabo e oltre il 90% delle persone ospedalizzate in condizioni gravi non è vaccinato. Per questo, nonostante le pressioni, ad ora ci stiamo astenendo dall’imporre restrizioni all’intera popolazione”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Russia, 857 morti in 24 ore, picco da inizio epidemia
Lo riporta il centro operativo nazionale anticoronavirus, ripreso dalla Tass
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
29 settembre 2021
11:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Russia nelle ultime 24 ore si sono registrati 857 decessi provocati da Covid-19, il massimo in un solo giorno dall’inizio dell’epidemia: lo riporta il centro operativo nazionale anticoronavirus, ripreso dalla Tass. Stando ai dati ufficiali, in Russia nel corso dell’ultima giornata si sono registrati 22.430 nuovi casi di Covid.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Messico: presidente chiede perdono a indigeni Yaqui
Per abusi sofferti durante la dittatura di Porfirio Díaz
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL MESSICO
29 settembre 2021
11:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“A nome dello Stato messicano”, e a conclusione delle celebrazioni per il 200/o anniversario dell’indipendenza nazionale, il presidente Andrés Manuel López Obrador ha chiesto scusa ieri al popolo indigeno Yaqui per l’emarginazione, gli abusi e le ingiustizie commesse durante la dittatura di Porfirio Díaz ((1877-1911).
Il capo dello Stato messicano, scrive oggi il quotidiano La Jornada, si è recato personalmente a Vicam, cittadina dello stato settentrionale di Sonora, al confine con gli Stati Uniti, dove ha definito “vergognoso” quanto accaduto all’epoca del cosiddetto ‘porfiriato’, assicurando che “fortunatamente quell’epoca è dietro le nostre spalle” e che “i danni causati saranno riparati”, López Obrador ha indicato che è stato messo a punto un programma completo di indennizzi che prevede la restituzione di terre (fino a 20.000 ettari), garanzie per il diritto di accesso all’acqua (un grave problema in quella regione, ndr.) e l’introduzione di un articolato piano di assistenza sociale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il progetto “deve essere attuato entro la fine del 2023”, ha concluso, impegnandosi a recarsi ogni due o tre mesi nella regione dove vivono gli Yaqui per garantirne l’attuazione concreta.
Stanziati in una regione che comprende il bacino del fiume Yaqui e che si estende fra gli stati di Sonora, nel Messico settentrionale, e Arizona, nel sud degli Stati Uniti, il popolo Yaqui ha tentato per due volte nel 19/o secolo, senza successo, di costituire uno Stato indipendente.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ripresa e clima, il Giappone riparte da Kishida
Eletto leader dei conservatori, sarà il nuovo premier dopo Suga
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
29 settembre 2021
20:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Stimoli economici per migliaia di miliardi di yen per la ripresa post pandemia, assieme alle azioni necessarie per la lotta ai cambiamenti climatici. Le prime promesse di Fumio Kishida, nuovo presidente del partito conservatore in Giappone e futuro premier, puntano a voltare pagina dopo il durissimo periodo segnato dal coronavirus che ha travolto anche il suo predecessore Yoshihide Suga, crollato sotto il 30% dei consensi soprattutto per la gestione della pandemia e la determinazione ad andare avanti con l’organizzazione dei giochi Olimpici nonostante l’impennata dei contagi e la contrarietà di larga parta della popolazione.
Sovvertendo tutti i pronostici il candidato moderato, 64 anni, ex ministro degli Esteri, politico di lungo corso dai toni considerati forse un po’ troppo pacati anche per la politica quieta del Sol Levante, è riuscito a battere al ballottaggio il responsabile della campagna vaccinale Taro Kono, favorito dall’opinione pubblica nei sondaggi ma la cui figura giudicata sopra le righe si scontrava con l’area più tradizionalista del partito. Dopo una sostanziale parità al primo scrutinio, Kishida ha avuto bisogno del maggior sostegno dei parlamentari nella seconda votazione per affermarsi con una maggioranza di 257 voti contro i 170 di Kono. La presidenza del partito alla guida della coalizione di governo in Giappone è l’anticamera alla nomina di capo dell’esecutivo, dal momento che i Liberal-democratici hanno una solida maggioranza in entrambi i rami del Parlamento.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ex responsabile della diplomazia sotto Shinzo Abe prenderà dunque il posto Suga, che aveva comunicato a inizio settembre di non volersi presentare alle primarie del partito, ufficializzando di fatto le sue dimissioni. Nella sessione straordinaria della Dieta di lunedì Kishida con ogni probabilità riceverà l’investitura ufficiale, diventando il centesimo presidente del Consiglio in Giappone. “Stiamo attraversando un periodo di crisi a livello nazionale. Dobbiamo continuare ad arginare l’espansione del coronavirus e a questo proposito introdurremo stimoli economici del valore di migliaia di miliardi di yen per la ripresa economica post pandemia”, ha detto Kishida subito dopo il voto, esprimendo la sua determinazione a salvaguardare i valori universali tra cui la democrazia, garantire la pace e la stabilità nella regione, e fornire un maggior contributo da parte del Giappone alle sfide della comunità globale, a partire dalla questione dei cambiamenti climatici. Da politico di esperienza Kishida non ha trascurato di ricordare agli esponenti del partito gli impegni immediati, con la fine della legislatura prevista per il 21 ottobre e lo scioglimento della Camera bassa, oltre alle istanze più vitali che riguardano il Paese, promettendo di contrastare la bassa natalità. Nato a Hiroshima e discendente da una famiglia di politici da tre generazioni – una consuetudine in Giappone per i legislatori di alto profilo – Kishida è stato eletto per la prima volta nel 1993 e ha servito nove mandati alla Camera dei Deputati. La sua designazione alla guida del partito allude alla continuità a meno di due mesi dalle elezioni: ora promette di guidare un governo “capace di spiegare alla gente lo scopo dei provvedimenti e di ascoltare gli appelli delle persone”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Con una serie di problemi aperti sul tavolo, dall’impatto della pandemia sull’economia alle minacce geopolitiche rappresentate da Corea del Nord e Cina.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Russia, 857 morti in 24h, picco da inizio epidemia
Registrati in un giorno 22.430 nuovi casi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
29 settembre 2021
11:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Russia nelle ultime 24 ore si sono registrati 857 decessi provocati da Covid-19, il massimo in un solo giorno dall’inizio dell’epidemia: lo riporta il centro operativo nazionale anticoronavirus, ripreso dalla Tass. Stando ai dati ufficiali, in Russia nel corso dell’ultima giornata si sono registrati 22.430 nuovi casi di Covid.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Germania: leader Verdi-Fdp,bene primo colloquio in nottata
Selfie in 4 su social, ‘alla ricerca punti comuni e ne troviamo’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
29 settembre 2021
11:41
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I verdi tedeschi e i liberali hanno annunciato nella notte un primo incontro per le esplorazioni preliminari, che inizieranno ufficialmente oggi, in vista del governo. Intorno a mezzanotte hanno postato su Instagram un selfie che mostra i copresidenti dei Verdi Robert Habeck e Annalena Baerbock, il capo dell’Fdp Christian Lindner e il segretario generale Volker Wissing.
I quattro hanno affermato: “alla ricerca di punti in comune e ponti oltre quello che ci divide, per costruire un nuovo governo. E ne troviamo addirittura alcuni. Tempi avvincenti”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
‘Biden cancella viaggio Chicago per negoziati su sua agenda’
In vista del piano socio-economico e delle infrastrutture
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
11:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Joe Biden cancellerà il suo viaggio a Chicago previsto per oggi per continuare a guidare i cruciali negoziati a Washington sulla sua agenda legislativa, ancora in bilico al Congresso. Lo riferisce la Cnn citando un dirigente della Casa Bianca.
La Casa Bianca ha confermato che Joe Biden ha rinviato a data da destinarsi la visita prevista per oggi a Chicago, per continuare a lavorare con i membri del Congresso all’approvazione del suo piano socio-economico e di quello sulle infrastrutture.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gb: crisi della benzina, primi militari in azione a giorni
Ministro conferma, entreranno in campo 150 autisti dell’esercito
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
29 settembre 2021
11:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Inizieranno a entrare in azione nel giro di “un paio di giorni” i primi militari britannici allertati su indicazione del governo Tory di Boris Johnson per dare una mano contro la crisi della catena di rifornimento al dettaglio del carburante (come di alcuni altri prodotti) rallentata nel Regno Unito dai vuoti di organico post Brexit fra gli autisti di camion: crisi che ha scatenato fino a ieri code alle stazioni di servizio. Lo ha formalizzato stamane il ministro delle Attività Produttive, Kwasi Kwarteng, precisando che la decisione “è presa”.

L’operazione coinvolge 150 specialisti dell’esercito, sottoposti ad addestramento sprint (75 nei giorni scorsi, altri 75 da oggi) per la guida delle autocisterne e finora tenuti in standby. Kwarteng ha quindi riconosciuto che i giorni passati sono stati “difficili” per i consumatori, ma ha ribadito che la situazione – resa più acuta nelle sue parole da fenomeni di accaparramento innescati dall’allarmismo dei media e di alcune organizzazioni di categoria – si sta adesso “stabilizzando”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Germania, ‘nessun ruolo in sospensione RT su YouTube’
Che sia attacco statale a Russia Today ‘è teoria complottista’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
29 settembre 2021
12:01
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Si tratta di una decisione di YouTube che non ha nulla a che vedere con il governo tedesco”.
Lo ha detto il portavoce del governo tedesco, Steffen Seibert, commentando la sospensione di Russia Today da parte di Youtube.
“Ne prendiamo atto”. L’idea che l’inizitiva di Youtube contro Russia Today abbia a che fare con l’esecutivo tedesco è frutto di “una teoria complottista”. “Non c’è stato alcun attacco statale” alla stampa russa, ha aggiunto il portavoce.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ue, misure contro Stati che incoraggiano traffico migranti
Bruxelles propone lo stop ai visti per esponenti regime Minsk
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
29 settembre 2021
12:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ad un anno dalla presentazione del primo Patto sulla migrazione, la Commissione Ue ha adottato un nuovo pacchetto che vede al centro un piano d’azione contro il traffico di migranti, con un rafforzamento delle partnership di cooperazione positiva con i Paesi terzi ma anche misure contro le autorità che incoraggiano le partenze. Come passo immediato, di fronte al fenomeno del traffico di migranti facilitato dalla Bielorussia, Bruxelles propone di sospendere l’accordo di facilitazione dei visti Ue-Bielorussia per i funzionari del regime di Minsk.
Lo spiegano il vicepresidente Margaritis Schinas e la commissaria Ylva Johansson.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ad un anno dalla presentazione del primo Patto sulla migrazione, la Commissione Ue ha adottato un nuovo pacchetto che vede al centro un piano d’azione contro il traffico di migranti, con un rafforzamento delle partnership di cooperazione positiva con i Paesi terzi ma anche misure contro le autorità che incoraggiano le partenze. Come passo immediato, di fronte al fenomeno del traffico di migranti facilitato dalla Bielorussia, Bruxelles propone di sospendere l’accordo di facilitazione dei visti Ue-Bielorussia per i funzionari del regime di Minsk.
Lo spiegano il vicepresidente Margaritis Schinas e la commissaria Ylva Johansson.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Francia: Le Pen crolla nei sondaggi per l’Eliseo, cresce Zemmour
Per Harris Interactive leader di Rn solo al 16% al primo turno
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
29 settembre 2021
12:37
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Crollo nei sondaggi per Marine Le Pen. Secondo un ultimo studio realizzato dall’istituto Harris Interactive per Challenges, la candidata del Rassemblement National ottiene solo il 16% delle intenzioni di voto nel primo turno delle elezioni presidenziali del 2022, contro il 24% del mese precedente.
Tanto che in molti si chiedono se l’alleata di ferro di Matteo Salvini non stia scontando una sorta di effetto Zemmour, in riferimento ad Eric Zemmour, il polemista di estrema destra seguitissimo in tv che continua a far salire la suspense su una sua possibile candidatura al vertice della Francia.
Secondo lo studio, Zemmour è cresciuto al 13-14% delle preferenze contro il 7% di settembre. Nella destra repubblicana, Xavier Bertrand è il candidato che otterrebbe più voti (14%), davanti a Valérie Pécresse (12%) o Michel Barnier (8%). Emmanuel Macron otterrebbe tra il 23% e il 26% delle preferenze, a seconda delle diverse configurazioni, piazzandosi comunque primo al primo turno del 10 aprile. A sinistra, il candidato della gauche radicale, Jean-Luc Mélenchon, incasserebbe il 13% dei favori. Anne Hidalgo è al 7% e l’ecologista Yannick Jadot al 6%, davanti ad Arnaud Montebourg (2%).
Macron viene dato per vincente con il 54% delle preferenze al secondo turno del 24 aprile.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Covid: Bennett, no a nuove restrizioni in Israele
Premier difende linea del governo da critiche esperti sanità
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
29 settembre 2021
11:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
A fronte di alcune critiche degli esperti del ministero della sanità sulle attuali modalità della lotta al covid, il premier Naftali Bennett ha ribadito che la politica del governo non è quella di imporre nuove restrizioni.
“La politica del governo – ha detto alla partenza da New York dove si è recato per parlare all’Assemblea generale dell’Onu – è di tenere lo Stato di Israele e l’economia il più aperti possibile a fianco di un intervento mirato sui non vaccinati e sui centri dell’infezione”.

“Secondo i dati – ha aggiunto – le 40 comunità più rosse in Israele sono nel settore arabo e oltre il 90% delle persone ospedalizzate in condizioni gravi non è vaccinato. Per questo, nonostante le pressioni, ad ora ci stiamo astenendo dall’imporre restrizioni all’intera popolazione”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Russia, 857 morti in 24 ore, picco da inizio epidemia
Lo riporta il centro operativo nazionale anticoronavirus, ripreso dalla Tass
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
29 settembre 2021
11:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Russia nelle ultime 24 ore si sono registrati 857 decessi provocati da Covid-19, il massimo in un solo giorno dall’inizio dell’epidemia: lo riporta il centro operativo nazionale anticoronavirus, ripreso dalla Tass. Stando ai dati ufficiali, in Russia nel corso dell’ultima giornata si sono registrati 22.430 nuovi casi di Covid.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Messico: presidente chiede perdono a indigeni Yaqui
Per abusi sofferti durante la dittatura di Porfirio Díaz
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL MESSICO
29 settembre 2021
11:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“A nome dello Stato messicano”, e a conclusione delle celebrazioni per il 200/o anniversario dell’indipendenza nazionale, il presidente Andrés Manuel López Obrador ha chiesto scusa ieri al popolo indigeno Yaqui per l’emarginazione, gli abusi e le ingiustizie commesse durante la dittatura di Porfirio Díaz ((1877-1911).
Il capo dello Stato messicano, scrive oggi il quotidiano La Jornada, si è recato personalmente a Vicam, cittadina dello stato settentrionale di Sonora, al confine con gli Stati Uniti, dove ha definito “vergognoso” quanto accaduto all’epoca del cosiddetto ‘porfiriato’, assicurando che “fortunatamente quell’epoca è dietro le nostre spalle” e che “i danni causati saranno riparati”, López Obrador ha indicato che è stato messo a punto un programma completo di indennizzi che prevede la restituzione di terre (fino a 20.000 ettari), garanzie per il diritto di accesso all’acqua (un grave problema in quella regione, ndr.) e l’introduzione di un articolato piano di assistenza sociale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il progetto “deve essere attuato entro la fine del 2023”, ha concluso, impegnandosi a recarsi ogni due o tre mesi nella regione dove vivono gli Yaqui per garantirne l’attuazione concreta.
Stanziati in una regione che comprende il bacino del fiume Yaqui e che si estende fra gli stati di Sonora, nel Messico settentrionale, e Arizona, nel sud degli Stati Uniti, il popolo Yaqui ha tentato per due volte nel 19/o secolo, senza successo, di costituire uno Stato indipendente.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ripresa e clima, il Giappone riparte da Kishida
Eletto leader dei conservatori, sarà il nuovo premier dopo Suga
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
29 settembre 2021
20:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Stimoli economici per migliaia di miliardi di yen per la ripresa post pandemia, assieme alle azioni necessarie per la lotta ai cambiamenti climatici. Le prime promesse di Fumio Kishida, nuovo presidente del partito conservatore in Giappone e futuro premier, puntano a voltare pagina dopo il durissimo periodo segnato dal coronavirus che ha travolto anche il suo predecessore Yoshihide Suga, crollato sotto il 30% dei consensi soprattutto per la gestione della pandemia e la determinazione ad andare avanti con l’organizzazione dei giochi Olimpici nonostante l’impennata dei contagi e la contrarietà di larga parta della popolazione.
Sovvertendo tutti i pronostici il candidato moderato, 64 anni, ex ministro degli Esteri, politico di lungo corso dai toni considerati forse un po’ troppo pacati anche per la politica quieta del Sol Levante, è riuscito a battere al ballottaggio il responsabile della campagna vaccinale Taro Kono, favorito dall’opinione pubblica nei sondaggi ma la cui figura giudicata sopra le righe si scontrava con l’area più tradizionalista del partito. Dopo una sostanziale parità al primo scrutinio, Kishida ha avuto bisogno del maggior sostegno dei parlamentari nella seconda votazione per affermarsi con una maggioranza di 257 voti contro i 170 di Kono. La presidenza del partito alla guida della coalizione di governo in Giappone è l’anticamera alla nomina di capo dell’esecutivo, dal momento che i Liberal-democratici hanno una solida maggioranza in entrambi i rami del Parlamento.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ex responsabile della diplomazia sotto Shinzo Abe prenderà dunque il posto Suga, che aveva comunicato a inizio settembre di non volersi presentare alle primarie del partito, ufficializzando di fatto le sue dimissioni. Nella sessione straordinaria della Dieta di lunedì Kishida con ogni probabilità riceverà l’investitura ufficiale, diventando il centesimo presidente del Consiglio in Giappone. “Stiamo attraversando un periodo di crisi a livello nazionale. Dobbiamo continuare ad arginare l’espansione del coronavirus e a questo proposito introdurremo stimoli economici del valore di migliaia di miliardi di yen per la ripresa economica post pandemia”, ha detto Kishida subito dopo il voto, esprimendo la sua determinazione a salvaguardare i valori universali tra cui la democrazia, garantire la pace e la stabilità nella regione, e fornire un maggior contributo da parte del Giappone alle sfide della comunità globale, a partire dalla questione dei cambiamenti climatici. Da politico di esperienza Kishida non ha trascurato di ricordare agli esponenti del partito gli impegni immediati, con la fine della legislatura prevista per il 21 ottobre e lo scioglimento della Camera bassa, oltre alle istanze più vitali che riguardano il Paese, promettendo di contrastare la bassa natalità. Nato a Hiroshima e discendente da una famiglia di politici da tre generazioni – una consuetudine in Giappone per i legislatori di alto profilo – Kishida è stato eletto per la prima volta nel 1993 e ha servito nove mandati alla Camera dei Deputati. La sua designazione alla guida del partito allude alla continuità a meno di due mesi dalle elezioni: ora promette di guidare un governo “capace di spiegare alla gente lo scopo dei provvedimenti e di ascoltare gli appelli delle persone”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Con una serie di problemi aperti sul tavolo, dall’impatto della pandemia sull’economia alle minacce geopolitiche rappresentate da Corea del Nord e Cina.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Russia, 857 morti in 24h, picco da inizio epidemia
Registrati in un giorno 22.430 nuovi casi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
29 settembre 2021
11:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Russia nelle ultime 24 ore si sono registrati 857 decessi provocati da Covid-19, il massimo in un solo giorno dall’inizio dell’epidemia: lo riporta il centro operativo nazionale anticoronavirus, ripreso dalla Tass. Stando ai dati ufficiali, in Russia nel corso dell’ultima giornata si sono registrati 22.430 nuovi casi di Covid.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Germania: leader Verdi-Fdp,bene primo colloquio in nottata
Selfie in 4 su social, ‘alla ricerca punti comuni e ne troviamo’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
29 settembre 2021
11:41
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I verdi tedeschi e i liberali hanno annunciato nella notte un primo incontro per le esplorazioni preliminari, che inizieranno ufficialmente oggi, in vista del governo. Intorno a mezzanotte hanno postato su Instagram un selfie che mostra i copresidenti dei Verdi Robert Habeck e Annalena Baerbock, il capo dell’Fdp Christian Lindner e il segretario generale Volker Wissing.
I quattro hanno affermato: “alla ricerca di punti in comune e ponti oltre quello che ci divide, per costruire un nuovo governo. E ne troviamo addirittura alcuni. Tempi avvincenti”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
‘Biden cancella viaggio Chicago per negoziati su sua agenda’
In vista del piano socio-economico e delle infrastrutture
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
11:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Joe Biden cancellerà il suo viaggio a Chicago previsto per oggi per continuare a guidare i cruciali negoziati a Washington sulla sua agenda legislativa, ancora in bilico al Congresso. Lo riferisce la Cnn citando un dirigente della Casa Bianca.
La Casa Bianca ha confermato che Joe Biden ha rinviato a data da destinarsi la visita prevista per oggi a Chicago, per continuare a lavorare con i membri del Congresso all’approvazione del suo piano socio-economico e di quello sulle infrastrutture.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gb: crisi della benzina, primi militari in azione a giorni
Ministro conferma, entreranno in campo 150 autisti dell’esercito
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
29 settembre 2021
11:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Inizieranno a entrare in azione nel giro di “un paio di giorni” i primi militari britannici allertati su indicazione del governo Tory di Boris Johnson per dare una mano contro la crisi della catena di rifornimento al dettaglio del carburante (come di alcuni altri prodotti) rallentata nel Regno Unito dai vuoti di organico post Brexit fra gli autisti di camion: crisi che ha scatenato fino a ieri code alle stazioni di servizio. Lo ha formalizzato stamane il ministro delle Attività Produttive, Kwasi Kwarteng, precisando che la decisione “è presa”.

L’operazione coinvolge 150 specialisti dell’esercito, sottoposti ad addestramento sprint (75 nei giorni scorsi, altri 75 da oggi) per la guida delle autocisterne e finora tenuti in standby. Kwarteng ha quindi riconosciuto che i giorni passati sono stati “difficili” per i consumatori, ma ha ribadito che la situazione – resa più acuta nelle sue parole da fenomeni di accaparramento innescati dall’allarmismo dei media e di alcune organizzazioni di categoria – si sta adesso “stabilizzando”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Germania, ‘nessun ruolo in sospensione RT su YouTube’
Che sia attacco statale a Russia Today ‘è teoria complottista’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
29 settembre 2021
12:01
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Si tratta di una decisione di YouTube che non ha nulla a che vedere con il governo tedesco”.
Lo ha detto il portavoce del governo tedesco, Steffen Seibert, commentando la sospensione di Russia Today da parte di Youtube.
“Ne prendiamo atto”. L’idea che l’inizitiva di Youtube contro Russia Today abbia a che fare con l’esecutivo tedesco è frutto di “una teoria complottista”. “Non c’è stato alcun attacco statale” alla stampa russa, ha aggiunto il portavoce.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ue, misure contro Stati che incoraggiano traffico migranti
Bruxelles propone lo stop ai visti per esponenti regime Minsk
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
29 settembre 2021
12:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ad un anno dalla presentazione del primo Patto sulla migrazione, la Commissione Ue ha adottato un nuovo pacchetto che vede al centro un piano d’azione contro il traffico di migranti, con un rafforzamento delle partnership di cooperazione positiva con i Paesi terzi ma anche misure contro le autorità che incoraggiano le partenze. Come passo immediato, di fronte al fenomeno del traffico di migranti facilitato dalla Bielorussia, Bruxelles propone di sospendere l’accordo di facilitazione dei visti Ue-Bielorussia per i funzionari del regime di Minsk.
Lo spiegano il vicepresidente Margaritis Schinas e la commissaria Ylva Johansson.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ad un anno dalla presentazione del primo Patto sulla migrazione, la Commissione Ue ha adottato un nuovo pacchetto che vede al centro un piano d’azione contro il traffico di migranti, con un rafforzamento delle partnership di cooperazione positiva con i Paesi terzi ma anche misure contro le autorità che incoraggiano le partenze. Come passo immediato, di fronte al fenomeno del traffico di migranti facilitato dalla Bielorussia, Bruxelles propone di sospendere l’accordo di facilitazione dei visti Ue-Bielorussia per i funzionari del regime di Minsk.
Lo spiegano il vicepresidente Margaritis Schinas e la commissaria Ylva Johansson.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Francia: Le Pen crolla nei sondaggi per l’Eliseo, cresce Zemmour
Per Harris Interactive leader di Rn solo al 16% al primo turno
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
29 settembre 2021
12:37
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Crollo nei sondaggi per Marine Le Pen. Secondo un ultimo studio realizzato dall’istituto Harris Interactive per Challenges, la candidata del Rassemblement National ottiene solo il 16% delle intenzioni di voto nel primo turno delle elezioni presidenziali del 2022, contro il 24% del mese precedente.
Tanto che in molti si chiedono se l’alleata di ferro di Matteo Salvini non stia scontando una sorta di effetto Zemmour, in riferimento ad Eric Zemmour, il polemista di estrema destra seguitissimo in tv che continua a far salire la suspense su una sua possibile candidatura al vertice della Francia.
Secondo lo studio, Zemmour è cresciuto al 13-14% delle preferenze contro il 7% di settembre. Nella destra repubblicana, Xavier Bertrand è il candidato che otterrebbe più voti (14%), davanti a Valérie Pécresse (12%) o Michel Barnier (8%). Emmanuel Macron otterrebbe tra il 23% e il 26% delle preferenze, a seconda delle diverse configurazioni, piazzandosi comunque primo al primo turno del 10 aprile. A sinistra, il candidato della gauche radicale, Jean-Luc Mélenchon, incasserebbe il 13% dei favori. Anne Hidalgo è al 7% e l’ecologista Yannick Jadot al 6%, davanti ad Arnaud Montebourg (2%).
Macron viene dato per vincente con il 54% delle preferenze al secondo turno del 24 aprile.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
‘Rien ne va plus’ per Marine Le Pen: secondo un ultimo sondaggio realizzato dall’istituto Harris Interactive per Challenges, la candidata del Rassemblement National (RN), crolla nelle intenzioni di voto al primo turno delle elezioni presidenziali francesi del 2022, ottenenedo il 16% delle preferenze, contro il 24% del mese scorso. Tanto che in molti a Parigi si chiedono se l’alleata di ferro di Matteo Salvini non stia scontando una sorta di ‘effetto Zemmour’, in riferimento a Eric Zemmour, il polemista di estrema destra seguitissimo in tv e considerato eccessivamente radicale anche dalla stessa Le Pen che continua ad alimentare la suspense su una sua possibile candidatura.
Ieri Le Pen è tornata a spingere sul tema dell’immigrazione, forse anche nella speranza di recuperare terreno dinanzi ad un avversario sovranista in piena espansione. Già sconfitta nella corsa all’Eliseo del 2017, Le Pen dice che se verrà eletta organizzerà un referendum per iscrivere il “primato nazionale” nella Costituzione. Un tema che per lunghi anni fu cavallo di battaglia del padre fondatore del partito, Jean-Marie Le Pen. La candidata RN propone, tra l’altro, di iscrivere nella carta fondamentale il controllo dell’immigrazione e la superiorità del diritto francese sul quello europeo ed internazionale. Obiettivo? Rifondare “l’insieme del diritto applicabile agli stranieri”. I sondaggi futuri diranno se questa nuova iniziativa le consentirà di riacciuffare qualche punto di popolarità, mentre la possibile candidatura di Zemmour rischia di spaccare l’estrema destra. Per il numero due del Rassemblement National, Jordan Bardella, Zemmour “fa vendere” libri e ottiene record di audience in tv ma non propone “alternative”. “Mi rammarico che passi più tempo a criticare Le Pen che attaccare Macron…”, ha detto. Secondo il sondaggio, il giornalista da best seller con ‘Le Suicide Francais’ (Il suicidio francese) è cresciuto al 13-14% dei favori, contro il 7% di settembre. Venerdì, Zemmour è stato anche ricevuto da Orban in Ungheria, come se il ‘campo sovranista’ dell’Europa ormai scommettesse su di lui. Nella destra repubblicana, Xavier Bertrand è il candidato che otterrebbe più voti (14%), davanti a Valérie Pécresse (12%) o Michel Barnier (8%). Macron ruota intorno al 23%-26% delle preferenze, a seconda delle diverse configurazioni, piazzandosi comunque in testa al primo turno del 10 aprile. A sinistra, il candidato della gauche radicale, Jean-Luc Mélenchon, incasserebbe il 13% dei favori. Anne Hidalgo è al 7% e l’ecologista Yannick Jadot al 6%. Macron viene comunque dato per vincente con il 54% delle preferenze al ballottaggio del 24 aprile.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tunisia: il presidente incarica una donna premier
È la prima volta nel mondo arabo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TUNISI
29 settembre 2021
12:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente tunisino Kaïs Saïed ha incaricato Néjla Bouden di formare il governo. Lo rende noto uno stringato comunicato della Presidenza precisando che tale decisione è stata adottata ai sensi dell’articolo 16 del decreto presidenziale 117 relativo alle misure eccezionali.
È la prima volta nel mondo arabo che una donna viene incaricata premier, riferiscono i media locali.
a presidenza non ha reso noto la biografia della Bouden. che pero’ risulta essere professore di Geologia presso la Scuola Nazionale degli Ingegneri di Tunisi ENIT e ha ricoperto la carica di Direttore Generale e Capo dell’Unità di Gestione del Progetto di Modernizzazione dell’Istruzione Superiore a sostegno dell’occupazione, PromESSE, prima di ricoprire la carica di Policy Officer presso il Gabinetto del Ministro dell’ Istruzione Superiore e della Ricerca Scientifica, Chiheb Bouden , nel 2015.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Erdogan a Putin, contento di rivederti di persona
Colloqui a Sochi su rapporti bilaterali, Siria, Libia e talebani
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
14:58
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Mio caro amico, sono molto contento di incontrarti di persona. In effetti, la pandemia di coronavirus ha separato molti amici”.
Così il presidente turco Recep Tayyip Erdogan si è rivolto al suo omologo russo Vladimir Putin al suo arrivo a Sochi, sul mar Nero, tradizionale sede dei loro incontri bilaterali. Lo riportano media locali. Putin era in autoisolamento precauzionale dal 14 settembre dopo alcuni casi di Covid-19 tra membri del suo staff.
“Nonostante tutte le misure che abbiamo preso” contro la pandemia, “la nostra battaglia continua in condizioni difficili”, ha aggiunto Erdogan, I due leader si sono incontrati per discutere le relazioni bilaterali e diverse questioni regionali, tra cui le crisi in Siria, Libia e Afghanistan.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gb: ambientalisti bloccano ancora autostrada M25, 11 arresti
Settima volta da inizio proteste. ‘In tutto compiuti 400 fermi’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
29 settembre 2021
15:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli attivisti del gruppo ecologista Insulate Britain hanno di nuovo bloccato l’autostrada M25, una delle arterie più trafficate del sud Inghilterra, per la settima volta dall’inizio delle proteste che chiedono un maggiore isolamento delle abitazioni nel Regno Unito al fine di contrastare il cambiamento climatico. Sono stati compiuti 11 arresti fra lo sparuto numero di manifestanti che hanno bloccato la strada, arrivando perfino a incollare le proprie mani sull’asfalto dello Swanley Interchange, un importante snodo viario nel Kent.

Per gli agenti della polizia inglese è più facile procedere ai fermi dopo che nei giorni scorsi il ministero dell’Interno aveva ottenuto dall’Alta corte di Londra una ingiunzione allo sgombero contro gli ambientalisti che bloccano le autostrade.
Secondo il gruppo Insulate Britain, parte del più vasto movimento ecologista Extinction Rebellion, dall’inizio delle proteste sono stati arrestati in tutto 400 manifestanti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ex Br, il tribunale francese rinvia tutti al 12 gennaio
Corte d’appello chiede un complemento d’informazioni all’Italia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
29 settembre 2021
15:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Chambre de l’Instruction della Corte d’Appello di Parigi, riunita oggi per comunicare la decisione relativa alle richieste della difesa dei 10 ex terroristi italiani rifugiati in Francia, ha deciso di rinviare tutti al 12 gennaio 2022. La decisione, ha spiegato la giudice, è stata presa simultaneamente alla richiesta di un complemento di informazioni all’Italia sulle sue domande di estradizione.
In apertura dell’udienza, la giudice della Chambre de l’Instruction ha comunicato che l’eccezione di costituzionalità che era stata sollevata dalla difesa degli ex terroristi italiani è stata respinta.
L’avvocata della maggior parte degli imputati, Irène Terrel, ha successivamente detto che “il non accoglimento di questa richiesta era previsto”. La stessa legale ha lungamente protestato con la giudice per i tempi troppo ristretti – a suo avviso – che sono lasciati alla difesa per l’esame dei dossier che dovranno arrivare dall’Italia entro il 5 dicembre.
Dall’udienza di oggi, erano assenti per malattia Sergio Tornaghi e Giorgio Pietrostefani. Per quest’ultimo, l’avvocata Terrel ha fatto presente che si trova ancora in ospedale e che le sue condizioni sono gravi. La giudice ha deciso di stralciare la posizione di Pietrostefani rinviando al 5 gennaio l’udienza per il suo caso.
Per mercoledì 6 ottobre, infine, è stato convocato Maurizio Di Marzio, arrestato a Parigi il 19 luglio e per il quale potrebbe essere scattata la prescrizione lo scorso 10 maggio.   POLITICA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Spagna: scatta sciopero treni, domani prima giornata
A ottobre sono previsti altri sette giorni di stop
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
29 settembre 2021
15:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sta per scattare in Spagna uno sciopero di macchinisti dei treni, convocato dal sindacato maggioritario del settore, Semaf: domani sarà la prima di otto giornate di protesta. Le altre sono previste per l’1, il 4, il 5, il 7, l’8, l’11 e il 12 ottobre.

Secondo quanto riportato dai media iberici, è prevista la soppressione di 892 treni nelle prime quattro giornate di sciopero, sia su linee ad alta velocità sia su quelle a media e lunga percorrenza. Saranno garantiti servizi minimi.
Il motivo dello sciopero è il malcontento dei macchinisti per aspetti come la riduzione di servizi nel periodo della pandemia e quello che considerano il “non rispetto” dei termini del contratto collettivo di Renfe, la società pubblica che gestisce il trasporto ferroviario di passeggeri in Spagna.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Germania: Verdi, prima i colloqui con liberali e Spd
‘Con l’Unione solo dopo. Il mandato è per il cambiamento’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
29 settembre 2021
15:50
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Noi Verdi incontreremo i Liberali venerdì e l’Spd domenica”. Lo ha detto Annalena Baerbock, co-leader del partito, in conferenza stampa a Berlino.
Ci sarà spazio anche per un confronto successivo con l’Unione, “ma parliamo prima con Fdp e Spd”, ha precisato l’ex candidata ecologista alla cancelleria. “Abbiamo un chiaro mandato per il cambiamento in questo Paese”, ha sottolineato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Siria: Erdogan a Putin, la pace dipende da noi
Leader russo: ‘Insieme siamo in grado di superare i problemi’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
15:52
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Sarebbe benefico se le relazioni Turchia-Russia si sviluppassero in modo sempre più forte ogni giorno. I passi che facciamo insieme sulla Siria rivestono grande importanza.
La pace laggiù dipende dalle relazioni Turchia-Russia”. Così il presidente turco Recep Tayyip Erdogan nel suo incontro a Sochi con l’omologo russo Vladimir Putin.
I colloqui si tengono mentre nel nord-ovest della Siria si registra una recrudescenza degli scontri tra le forze di Bashar al-Assad, sostenute da Mosca, e le milizie locali filo-Ankara.
“I nostri incontri non si svolgono sempre senza problemi, ma le nostre istituzioni sono brave a superarli e trovare soluzioni”, ha commentato dal canto suo Putin, sottolineando anche l’importanza della cooperazione tra Ankara e Mosca sulla tregua in Nagorno-Karabakh dopo il conflitto tra Azerbaigian e Armenia dello scorso anno.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Afghanistan: Draghi, G20 straordinario il 12 ottobre
Lo dice il premier a Palazzo Chigi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
16:24
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Ci sarà il vertice G20 straordinario il 12 ottobre sull’Afghanistan”. Lo dice il premier Mario Draghi in conferenza stampa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gb:’meglio lavoro di studio’, Euan Blair più ricco di papà
Tradisce ideali ex premier con startup per ‘evitare’ università
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
29 settembre 2021
17:00
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il 37enne figlio di Tony Blair, Euan, ha superato di gran lunga la fortuna stimata del padre, ex primo ministro laburista, con la sua start-up che di fatto esorta i giovani a non iscriversi all’università e li spinge invece a trovare un posto di lavoro subito dopo il diploma.
Si chiama Multiverse e, secondo il Times, ha permesso a Blair junior, con la sua quota di 25% detenuta nella società, di ammassare un patrimonio superiore a 160 milioni di sterline, molto più dei 60 milioni su cui, si dice, può contare il padre.

Lo ha fatto però andando contro le politiche dell’ex primo ministro, almeno ai suoi esordi, quando nel 1997 col suo slogan “istruzione, istruzione, istruzione” era arrivato al numero 10 di Downing Street.
Per Euan quei propositi non avevano funzionato in termini di miglioramento della mobilità sociale nel Regno Unito, ancora troppo rigida. “Ottenere una laurea non ti garantisce un lavoro, anche quelle delle presunte migliori università”, ha affermato.
Euan non si è fatto mancare la migliore istruzione universitaria ma ritiene che per molti giovani quella non sia la soluzione per una vita di successo ed ecco perché la sua società indirizza i diplomati delle scuole superiori direttamente ai possibili datori di lavoro – fra le società coinvolte ci sono colossi come Google, Facebook e Morgan Stanley – pronti a offrire un tirocinio che potrebbe poi diventare una assunzione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Hamas, normalizzazione Turchia-Egitto un bene per la Palestina
Haniyeh auspica un successo dei colloqui tra Ankara e Il Cairo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
17:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Noi riteniamo che” la normalizzazione delle relazioni tra Turchia ed Egitto “sarebbe un bene per la causa palestinese, per le condizioni umanitarie a Gaza e la fornitura di aiuti umanitari alla regione”. Lo ha detto il leader dell’ufficio politico di Hamas, Ismail Haniyeh, in un’intervista a Istanbul con il giornale filo-governativo turco Daily Sabah.
Haniyeh ha lasciato Gaza nel 2019, rifugiandosi principalmente in Qatar e Turchia.
Ankara e Il Cairo hanno ripreso dallo scorso maggio i primi incontri ufficiali a livello di viceministri dopo la rottura del 2013, seguita alla destituzione del presidente egiziano Mohammed Morsi, esponente dei Fratelli musulmani sostenuti dal capo dello stato turco Recep Tayyip Erdogan.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Lo zio di Saman nega le accuse, ‘è tutto falso’
Il tribunale francese ha rinviato al 20 ottobre l’udienza per l’estradizione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
29 settembre 2021
21:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Comparso per la prima volta davanti a un tribunale, a Parigi, Danish Hasnain, lo zio di Saman accusato di averla uccisa, ha negato ogni addebito: “E’ tutto falso. Forse qualcuno mi ha visto?”.
Il tribunale francese, ha fissato la seconda udienza per decidere della sua estradizione al 20 ottobre e nel frattempo ha chiesto un supplemento di informazioni alla giustizia italiana. Non si è trattato, come ha spiegato il tribunale parigino durante l’udienza, di un passaggio per entrare nel merito delle gravissime accuse che la procura di Reggio Emilia gli rivolge, ma di un’udienza per esaminare la richiesta di estradizione arrivata dall’Italia. Solo dopo la decisione, che a questo punto non arriverà prima di altri venti giorni, le autorità italiane potranno interrogare l’uomo e provare a fare chiarezza sui tanti punti oscuri che ancora ci sono sulla vicenda di Saman, il cui corpo, dopo mesi di ricerche nella cascina dove vivevano e lavoravano i suoi genitori (scappati in Pakistan) non è ancora stato ritrovato. Danish Hasnain, è stato arrestato mercoledì scorso alla periferia di Parigi. E’ stato bloccato dalla polizia francese, in esecuzione di un mandato di arresto europeo, rintracciato in collaborazione con i carabinieri del nucleo investigativo di Reggio Emilia. Hasnain è uno dei cinque parenti della 18enne indagati per l’omicidio, quello che, secondo l’ipotesi della procura di Reggio Emilia, ha materialmente ucciso la giovane, che si era ribellata a un matrimonio forzato in patria ed è scomparsa da Novellara (Reggio Emilia) dal 30 aprile. L’uomo ha rifiutato la richiesta di estradizione che gli è stata notificata dopo la richiesta delle autorità italiane. Hasnain è entrato alla Chambre de l’Instruction della Corte d’appello di Parigi, l’organo giudiziario chiamato a decidere sulle richieste di estradizione, con le manette ai polsi, era vestito con una felpa bianca ed è rimasto in silenzio per tutto il tempo in cui il giudice gli ha letto le accuse che sono alla base della richiesta di estradizione dell’Italia. Poi un’interprete gli ha tradotto le parole del magistrato e lui ha risposto, come sua facoltà: “prendo atto di tutto questo, ma è tutto falso. E’ il padre di Saman che ha detto che era stato lo zio, cioè io. Non capisco come si sia arrivati a questo mandato a livello dell’Interpol”. La presidente della Chambre de l’Instruction lo ha interrotto: “questo tribunale non giudica nel merito”, gli ha detto. Terminata l’udienza, Hasnain ha firmato il verbale ed è stato di nuovo ammanettato per essere trasportato nel carcere di Fresnes, a sud di Parigi, dove è detenuto dal giorno del suo arresto. L’avvocata Layla Saidi, che lo difende davanti alla Corte d’appello di Parigi, ha detto ai giornalisti che “per quanto riguarda la procedura del mandato d’arresto europeo che è stato lanciato dall’Italia, il 20 ottobre dobbiamo sottoporre i nostri argomenti. Bisogna capire se questo mandato europeo è conforme o no al diritto internazionale, alle convenzioni internazionali. Ma anche al diritto europeo che unisce la Francia e l’Italia”. Non è certo, peraltro, se l’udienza del 20 ottobre sarà decisiva per l’estradizione. A Parigi ci sono in questi giorni anche i carabinieri del nucleo investigativo di Reggio Emilia, guidati dal maggiore Maurizio Pallante, che hanno scoperto che Danish Hasnain e Nomanulaq Nomanulaq, il cugino ancora latitante, erano in contatto. Analizzando i profili falsi sui social usati da Hasnain in questi cinque mesi di latitanza, infatti, i carabinieri sono riusciti a raccogliere informazioni utili per determinare la posizione anche dell’altro cugino latitante, che si troverebbe appunto a Parigi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
James Bond, Daniel Craig sarà Macbeth a Broadway
15 settimane in scena, produce Barbara Broccoli
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
29 settembre 2021
18:41
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Smesso lo smoking di James Bond, Daniel Craig si prepara a un nuovo, impegnativo lavoro teatrale a Broadway: la star di cinque film della serie di 007 sarà Macbeth in una nuova edizione della tragedia di Shakespeare prodotta da Barbara Broccoli, la storica producer del franchise di 007. Il dramma a base di ambizione e sete di potere andrà in scena per 15 settimane al Lyceum Theater nella primavera 2022.
Sam Gold (“A Doll’s House, Part 2” e “Fun Home”) sarà il regista.
Accanto a Craig, l’attrice etiope-irlandese Ruth Negga avrà la parte di Lady Macbeth.
Craig ha recitato a Broadway l’ultima volta nel 2013 in “Betrayal” con la moglie Rachel Weisz. L’ultimo 007 non è nuovo ai testi di Shakespeare avendo fatto un Otello accanto a David Oyelowo e con la regia dello stesso Gold.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Serbia: sondaggio, 57% a favore adesione Ue
Percentuale migliore degli ultimi 5 anni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
19:05
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BELGRADO, 29 SET – Se in Serbia si votasse in un referendum sull’adesione alla Ue, il 57% si direbbe a favore, il risultato migliore degli ultimi cinque anni, rispetto a un 30% di contrari e a un 12% di indecisi. E’ quanto è emerso da un sondaggio condotto tra fine luglio e inizio agosto dal ministero per l’integrazione europea, e diffuso in concomitanza della visita oggi e domani a Belgrado della presidente della commissione Ue Ursula von der Leyen.

Soddisfazione ha espresso la ministra per l’integrazione europea Jadranka Joksimovic, secondo cui il risultato positivo del sondaggio dimostra che la società in Serbia è focalizzata sul futuro del Paese e sulla qualità delle riforme. Maggiori opportunità di lavoro e guadagno, possibilità di viaggiare più liberamente in Europa e un futuro migliore per i giovani sono le motivazioni indicate dai favorevoli all’adesione. La Serbia è impegnata nel negoziato di adesione nel quale ha aperto finora 18 capitoli sul totale di 35.
L’ostacolo più duro da superare per l’integrazione di Belgrado nella Ue è la soluzione della questione del Kosovo, che appare ancora lontana. A più riprese Bruxelles ma anche i Paesi più importanti dell’Unione hanno lasciato intendere che per l’adesione, oltre alle riforme e ai criteri previsti, è necessario risolvere prima le dispute bilaterali ancora in sospeso. E nei Balcani sono tante.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Rettore di Kabul vieta profumi, tacchi e vestiti colorati
Oltre all’obbligo del velo islamico ‘per non eccitare i maschi’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
19:43
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Quando all’università di Kabul verrà garantito un “ambiente islamico” e alle donne verrà permesso di tornare a frequentarla, saranno “obbligate a indossare un vero hijab islamico” (il velo) e sarà loro vietato di “utilizzare profumi, indossare vestiti vivacemente colorati e tacchi alti”.
Lo scrive su Twitter il rettore dell’ateneo, Mohammad Ashraf Ghairat, appena nominato dai talebani.

“Le cose menzionate eccitano sessualmente i maschi, causano corruzione morale e aprono la strada a relazioni haram (illegali). Non faremo compromessi sui nostri valori islamici”, aggiunge Ghairat.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Eritreo muore a 127 anni, famiglia spera entri nel Guinness
Primato è attualmente della francese Jeanne Calment, di 122 anni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
20:03
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’eritreo Natabay Tinsiew è morto all’età di 127 anni, come annunciato dalla sua famiglia che spera si guadagni un posto nel Guinness dei primati mondiali come persona vissuta più a lungo. Questa posizione, infatti, è attualmente occupata dalla francese Jeanne Calment, morta nel 1997 a 122 anni.

“Pazienza, generosità e una vita gioiosa” sono stati i segreti del defunto, come ha detto suo nipote Zere Natabay alla Bbc. L’uomo è morto lunedì nel suo villaggio, Azefa, circondato da montagne e che ha una popolazione di circa 300 abitanti.
Suo nipote ha detto che i registri della chiesa e il suo certificato di nascita mostrano l’anno di nascita, 1894, in cui fu battezzato, anche se la sua famiglia credeva che fosse nato nel 1884 e battezzato solo dieci anni dopo, quando nel loro villaggio arrivò un sacerdote. Padre Mentay, un prete cattolico che ha prestato servizio nel villaggio per sette anni, ha confermato che i documenti indicano la nascita di Natabay nel 1894, aggiungendo di aver partecipato alla festa del suo 120esimo compleanno nel 2014.
Il nipote ha detto alla Bbc di aver già contattato il Guinness dei primati per la convalida dei documenti della nascita e di attendere notizie. Natabay si è sposato nel 1934 e sua moglie è morta nel 2019, all’età di 99 anni.
È stato un pastore proprietario di molti capi di bestiame e ha visto crescere cinque generazioni della sua famiglia. Zere ha detto che suo nonno sarà ricordato come un “uomo straordinario”, gentile, premuroso e laborioso.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Britney Spears: padre sospeso da ruolo tutore
Lo ha deciso la giudice della Superior Court di Los Angeles
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
30 settembre 2021
00:24
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Jamie Spears da oggi non e’ piu’ il tutore legale della figlia Britney: lo ha deciso la giudice della Superior Court di Los Angeles Brenda Penny.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Jamie Spears da oggi non e’ piu’ il tutore legale della figlia Britney: lo ha deciso la giudice della Superior Court di Los Angeles Brenda Penny. La decisione segna una vittoria
per la popstar che oggi, attraverso il suo avvocato Matthew Rosengart, aveva chiesto la sospensione immediata del padre dal ruolo di tutore di tutti i suoi asset. Al posto di Jamie, la Penny ha nominato il revisore dei conti John Zabel come tutore temporaneo dei beni di Britney.
La popstar non ha partecipato personalmente all’udienza. Jamie Spears aveva chiesto la revoca complessiva dell’istituto della custodia a cui Britney è assoggettata dal 2008. Rosengart si era opposto affermando che in questo modo il padre non avrebbe dovuto rispondere di tutti gli abusi che ha fatto subire alla figlia “non solo negli ultimi 13 anni, ma fin da quando era bambina”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tenta di accoltellare agenti, donna uccisa a Gerusalemme
Polizia neutralizza l’assalitrice a colpi d’arma da fuoco
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
06:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una donna è stata uccisa dalla polizia dopo aver tentato di accoltellare alcuni agenti nella Città Vecchia di Gerusalemme. In un comunicato ufficiale, la polizia spiega che l’assalitrice, armata di un oggetto appuntito” ha tentato di accoltellare alcuni agenti in una strada che conduce alla moschea di al-Aqsa, dove un giornalista dell’Afp ha udito colpi d’arma da fuoco e visto il corpo di una donna a terra, poi coperto da un lenzuolo.

Sport tutte le notizie, tutte le discipline sportive rigorosamente complete ed aggiornate! LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Notizie, Sport, Ultim'ora

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 36 minuti

Ultimo aggiornamento 29 Settembre, 2021, 13:56:07 di Maurizio Barra

SPORT TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

SPORT TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:50 DI DOMENICA 26 SETTEMBRE 2021

ALLE 13:56 DI MERCOLEDÌ 29 SETTEMBRE 2021

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

F1: Russia, Bottas cambia motore, partirà dalla 17/a posizione
Pilota Mercedes penalizzato di 10 posti, sarà vicino a Verstappen
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
26 settembre 2021
10:50
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il pilota della Mercedes Valtteri Bottas partirà dalla 17/a posizione in griglia nel Gp di Russia di Formula 1, oggi a Sochi, a causa della sostituzione del propulsore della sua monoposto che ha comportato una penalizzazione di dieci piazze rispetto al settima ottenuto nelle qualifiche di ieri.
Il suo compagno di scuderia, Lewis Hamilton, partirà dalla quarta posizione – la prima fila è occupata da Lando Norris su McLaren e Carlos Sainz su Ferrari, la terza posizione è di George Russel su Williams -, mentre il suo rivale per il titolo, Max Verstappen, partirà ultimo, a fianco della Ferrari di Charles Leclerc, per cambio della power unit. La scelta del team Mercedes sembra in parte legata proprio alla particolare situazione, con il finlandese – che è alla seconda penalità per cambio del motore – che potrebbe ‘controllare’ l’olandese che cercherà di guadagnare posizioni il più velocemente possibile.
Bottas, ieri, aveva detto che partendo dalla settima posizione avrebbe avuto buone chance di puntare al podio e magari anche alla vittoria.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Motonautica: Sardinia Grand Prix; Barlesi-Barone vincono gara 2
Prova regina del campionato a Marina Piccola a Cagliari
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
26 settembre 2021
12:56
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Dopo il secondo posto di ieri, Serafino Barlesi e Alessandro Barone del team ‘Banca Generali’ portano a casa Gara-2 del mondiale Classe 3D & FIM Offshore 5000, prova regina del Fin Sardinia Grand Prix di motonautica, in corso al Porticciolo di Marina Piccola di Cagliari.
Il throttleman Barlesi (68enne romano) e il driver Barone (60enne messinese) dopo un avvio che li aveva visti scivolare in terza posizione, hanno messo in scena la rimonta passando prima “Sabbie di Parma” di Lorenzo Bacchi e Marco Fasciani e poi dopo un bel duello hanno strappato il comando a Giovanni Carpitella e Andrea Bacchi su “Gasbeton”, i vincitori di Gara-1.
Barlesi e Barone, campioni del mondo in carica, hanno poi dominato e chiuso con 2’56” di vantaggio su Carpitella e Bacchi. Barlesi e Barone agganciano in testa alla classifica generale Carpitella e Bacchi con 700 punti. Pinelli e Dall’Acqua a quota 450 sono ancora in corsa per il titolo iridato, così come Cardazzo e Montavoci (338). Domani per la conclusiva Gara-3 l’allineamento delle barche alla partenza rispetterà l’ordine di arrivo di oggi ma rovesciato, ovvero con l’ultimo al primo posto.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Russia; Norris in testa a metà gara, Leclerc rimonta
Grande risalita del ferrarista, insieme con Verstappen
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
26 settembre 2021
14:49
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Lando Norris su McLaren è in testa a metà gara nel Gp di Russia, sul circuito di Sochi, quando ancora solo una parte dei concorrenti ha effettuato il pit stop. Il giovane britannico precede Lewis Hamilton con la Mercedes e Sergio Perez con la Red Bull.
Grande recupero di Max Verstappen, che partito dall’ultimo posto ha recuperato al momento fino alla quinta posizione, trascinandosi dietro Charles Leclerc, sesto da penultimo che era. Carlos Sainz, che è rimasto a lungo in testa, si è fermato per il pit dopo essere stati superato da Norris.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Lando Norris su McLaren è in testa a metà gara nel Gp di Russia, sul circuito di Sochi, quando ancora solo una parte dei concorrenti ha effettuato il pit stop. Il giovane britannico precede Lewis Hamilton con la Mercedes e Sergio Perez con la Red Bull.
Grande recupero di Max Verstappen, che partito dall’ultimo posto ha recuperato al momento fino alla quinta posizione, trascinandosi dietro Charles Leclerc, sesto da penultimo che era. Carlos Sainz, che è rimasto a lungo in testa, si è fermato per il pit dopo essere stati superato da Norris.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Hamilton trionfa in Russia, 100/a vittoria in carriera
Terzo Sainz con la Ferrari, secondo Verstappen
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
26 settembre 2021
15:35
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Lewis Hamilton su Mercedes ha vinto il Gp di Russia, 15/a prova del Mondiale, conquistando la centesima vittoria in carriera in Formula 1. Secondo sul podio il suo rivale per il titolo, Max Verstappen.
Terzo Carlos Sainz, con la Ferrari.
La pioggia ha stravolto le graduatorie nel finale. Lando Norris che era in testa con la McLaren ha preferito non entrare ai box ed è scivolato in settima posizione. Il quarto posto è andato al suo compagno di squadra, Daniel Ricciardo, che ha preceduto Valtteri Bottas, quinto con la Mercedes. Sesto Fernando Alonso con la Alpine, ottavo Kimi Raikkonen su Alfa Romeo. NA punti sono andati anche Sergio Perez su Red Bull e George Russel Williams.
“C’è voluto molto tempo per arrivare a 100 vittorie e non ero sicuro che ci sarei mai arrivato. Sono felice per me e per il team”. Sono le prime parole a caldo di Lewis Hamilton, che in Russia ha vinto il suo 100/o Gp di Formula 1. Un successo non facile e favorito in parte dalla pioggia caduta nel finale, che ha messo nei guai il leader della corsa, Lando Norris. “Lando ha fatto un lavoro fantastico, aveva un ritmo incredibile. È stato agrodolce vedere la mia vecchia squadra avanti, ma per fortuna è arrivata la pioggia e noi abbiamo indovinato il timing per cambiare le gomme”.
“Oggi ho fatto un’ottima partenza, mi sono infilato dietro a Norris e sono andato a superarlo alla seconda curva. Nel finale, siamo riusciti a fare la sosta ai box al momento giusto e sono uscito in terza posizione, conquistando il podio”. Così il pilota della Ferrari Carlo Sainz dopo il terzo posto conquistato a Sochi nel Gp di Russia, vinto da Lewis Hamilton.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Hamilton, 100 vittorie? Non pensavo di arrivarci
Britannico “Norris fantastico, per fortuna è piovuto”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
26 settembre 2021
15:51
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“C’è voluto molto tempo per arrivare a 100 vittorie e non ero sicuro che ci sarei mai arrivato. Sono felice per me e per il team”.
Sono le prime parole a caldo di Lewis Hamilton, che in Russia ha vinto il suo 100/o Gp di Formula 1. Un successo non facile e favorito in parte dalla pioggia caduta nel finale, che ha messo nei guai il leader della corsa, Lando Norris. “Lando ha fatto un lavoro fantastico, aveva un ritmo incredibile. È stato agrodolce vedere la mia vecchia squadra avanti, ma per fortuna è arrivata la pioggia e noi abbiamo indovinato il timing per cambiare le gomme”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Gp Russia: Sainz “ottima partenza, poi pit al momento giusto”
Ferrarista contento per il terzo posto a Sochi
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
26 settembre 2021
16:04
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi ho fatto un’ottima partenza, mi sono infilato dietro a Norris e sono andato a superarlo alla seconda curva. Nel finale, siamo riusciti a fare la sosta ai box al momento giusto e sono uscito in terza posizione, conquistando il podio”.
Così il pilota della Ferrari Carlo Sainz dopo il terzo posto conquistato a Sochi nel Gp di Russia, vinto da Lewis Hamilton.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Italia anno super non finisce mai, vince Europei Polo donne
Batte Inghilterra in finale e conquista il suo secondo titolo
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
POGLIANO MILANESE
26 settembre 2021
17:05
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Un 2021 da ricordare per sempre per lo sport italiano. E il trend favorevole sembra non finire mai, visto che anche oggi c’è stata una vittoria azzurra in una manifestazione internazionale.
E’ quella della Nazionale di Polo femminile che ha vinto gli Europei battendo in finale l’Inghilterra per 6,5-6 grazie quindi al mezzo gol di handicap, , su un campo che ha retto benissimo nonostante la tanta pioggia caduta sul circolo La Mimosa di Pogliano Milanese. Grande protagonista tra le file azzurre Camila Rossi, autrice di tre marcature.
Per l’Italia si tratta del secondo oro europeo dopo quello conquistato nella prima edizione a Chantilly nel 2017 (aveva invece ottenuto l’argento nel 2018 a Villa a Sesta, dove in finale era stata sconfitta dalla Germania). Il successo femminile arriva a una settimana di distanza da quello conseguito dall’Italia maschile agli Europei di Sotogrande, in Spagna.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Ciclismo: bis Alaphilippe, vince mondiale 2021
Il francese si conferma campione iridato
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
26 settembre 2021
22:12
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Si chiude con la fuga di Julian Alaphilippe il Mondiale di ciclismo Fiandre 2021. Una cavalcata vincente davanti a centinaia di migliaia di spettatori per il francese che dopo il successo dello scorso anno a Imola, anche quello per distacco, si concede un meritatissimo bis dopo 268,3 km di una gara spettacolare sul percorso da Anversa a Leuven.
La maglia iridata resta quindi sulle sue spalle, con una gara corsa con intelligenza e soprattutto forza con quello scatto a 17 chilometri dall’arrivo di Lovanio che ha fatto la differenza, e lasciato dietro il favoritissimo della vigilia, il belga Wout Van Aert, e anche l’italiano Sonny Colbrelli, migliore tra gli azzurri, che chiude al decimo posto mentre completano il podio l’olandese Dylan Van Baarle, argento davanti al danese Michael Valgren.
Sfortunata l’Italia (che chiude il Mondiale con tre ori e un bronzo) che pure aveva ambizioni per il podio: la caduta nelle fasi iniziali di Ballerini e Trentin ha condizionato l’azione degli azzurri. L’Italia è così rimasta senza medaglie nell’ultima Nazionale diretta da Davide Cassani. Su uno strappo in pavé scatto di Julian Alaphilippe, a ruota Wout van Aert e un drappello di una decina di corridori di lusso, tra i quali i concentrati Sonny Colbrelli e Giacomo Nizzolo. Diciassette al comando, con il gruppo che si è definitivamente arreso: Alaphilippe, Madouas, Sénéchal, Evenepoel, Stuyven, Van Aert, Mohoric, Colbrelli, Bagioli, Nizzolo, Pidcock, Van Baarle, Van der Poel, Hoelgaard, Powless, Stybar, Valgren. A 44 km dalla fine a giocarsi l’oro il gruppo che era davanti in quel momento: Colbrelli, Nizzolo e Bagioli. Oltre a loro, Alaphilippe, Madouas, Senechal, Evenepoel, Stuvyen, Van Aert, Mohoric, Pidcock, Van Baarle, Van der Poel, Valgren, Hoelgaard, Powless, Stybar. Entrati sul circuito finale ancora una volta Alaphilippe si è messo in proprio: attacco spettacolare che ha distrutto la resistenza dei rivali. Subito una ventina di secondi di margine per il francese, mentre dietro hanno provato a riportarsi sotto van Baarle, Valgren, Powless e Stuyven. L’Italia invece ha provato l’inseguimento disperato con Nizzolo e Colbrelli, purtroppo vano. “E’ stato molto difficile, è una grande emozione vestire ancora la maglia iridata. Serve motivazione, voglia di lavorare e di fare bene”, ha commentato Alaphilippe ai microfoni di Rai Sport. “Sapevo che stavo bene, che ho lavorato bene nell’ultima settimana. Abbiamo corso bene – ha aggiunto – facendo selezione davanti con attacchi continui. Alla fine mi sono trovato da solo e non avevo programmato di partire così da lontano, ma ha funzionato lo stesso”, ha aggiunto. Anche la rabbia mi ha portato fin qui, visto che i tifosi belgi non è che mi abbiano rivolto belle parole”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Motonautica: Sardinia Grand Prix; trionfo di Carpitella e Bacchi
Vincono gara 3 e Mondiale Classe 3D FIM Offshore 5000
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
26 settembre 2021
17:58
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Al termine di uno splendido duello, piegando la resistenza dei campioni uscenti, Giovanni Carpitella e Andrea Bacchi del team “Gasbeton” hanno vinto la decisiva Gara-3 e conquistato il Campionato del Mondo Classe 3D & FIM Offshore 5000, prova regina del FIM Sardinia Grand Prix di Motonautica, chiuso al Porticciolo di Marina Piccola di Cagliari, che in tutta la giornata tra spiagge e molo ha visto accorrere un migliaio di spettatori.
Il throttleman Carpitella (53enne veneziano) e il driver Bacchi (25enne reggiano), già vittoriosi in Gara-1 e secondi ieri in Gara-2, hanno preso subito il comando e poi impresso alla gara un ritmo che i campioni uscenti Serafino Barlesi e Alessandro Barone del team “Banca Generali”, secondi venerdì e primi ieri, sono riusciti a sostenere fino a poco dopo metà gara, quando per un problema tecnico sono stati costretti a rallentare, chiudendo secondi a 28″9.
E a fine gara è arrivata poi anche l’inevitabile squalifica. Così sul secondo gradino del podio sono saliti Roberto Lo Piano e Fernando De Mitri del team “De Mitri”, finalmente competitivi dopo che una serie di problemi gli avevano condizionati nelle due precedenti prove.
Barlesi e Barone sono secondi nella classifica del Campionato Mondiale grazie ai 700 punti che avevano messo assieme nelle prime due gare, mentre il terzo posto di oggi non è bastato a “Spirit of Corsica” di Francois Pinelli e Nicola Dall’Acqua, che chiudono terzi a quota 675.
“E’ stata una gara tirata, ieri – dice Carpitella – avevamo perso la leadership e oggi eravamo costretti a giocarci tutto.
Ci siamo divertiti, ma è stata impegnativa, con mare e vento che si alzavano. Quando si avvicinavano, noi mettevamo qualcosa in più per fargli capire che ne avevamo”. E Andrea Bacchi ha raccolto il testimone di papà Lorenzo: «Giovanni per me è un secondo papà, mi conosce da quando sono nato. Cosa mi ha detto? Mi ha guardato negli occhi e detto bravo, era troppo emozionato per dire altro». Carpitella e Bacchi hanno vinto anche il Campionato Italiano – Trofeo Sardegna (la somma di Gara-1 e Gara-3).
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Ciclismo: il commiato di Cassani, “Mondiale da pelle d’oca”
Ct: “Bellissimo finire qui mia avventura, oggi non ho rimpianti”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
26 settembre 2021
22:10
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“E’ stato comunque un mondiale da pelle d’oca. Bellissimo finire qui la mia avventura con un pubblico straordinario.
Oggi sicuramente non ho rimpianti, se non maledire la sfortuna”: così il commissario tecnico azzurro Davide Cassani commenta l’ultima prova della competizione iridata che è stata anche la sua ultima da ct.
“Anche un corridore come Giacomo Nizzolo mi ha ringraziato per la bellezza di questo evento. Onore ad Alaphilippe. Sapevamo che era forte ed aveva puntato deciso al Mondiale saltando anche l’olimpiade”.
E’ stata una giornata di emozione e sfortuna – ha sottolineato Cassani al sito della Federciclismo – Matteo Trentin e Davide Ballerini ci sono mancati anche se si sono messi a disposizione per chiudere sulla fuga iniziale. Dopo la caduta stavano molto male. Nel finale c’erano 17 uomini davanti e 3 dei nostri che sono stati molto bravi. Nulla da dire, ha vinto il più forte. Con questo Alaphilippe mi è parso di vedere il Bettini dei bei tempi che faceva 3-4 scatti consecutivi finchè non riusciva ad andare via”. Tornando sulle fasi cruciali ha aggiunto: “Forse Colbrelli ha tergiversato un pochino, ma il problema nostro è stata la mancanza di un uomo nel finale, nonostante la presenza di Nizzolo che si è sacrificato, ne sarebbe servito un altro”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Giappone: star del sumo Hakuho verso il ritiro
E’ il campione più celebrato della classe ‘yokozuna’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
27 settembre 2021
07:20
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il numero uno del Sumo giapponese, Hakuho, ha deciso di ritirarsi dall’attività agonistica. Lo anticipano i media nipponici che citano fonti a conoscenza dei fatti.
Nato in Mongolia e trasferitosi in Giappone all’età di 15 anni, il campione 36enne della classe yokozuna – il grado più alto nella disciplina – ha vinto 44 tornei consecutivi fino al marzo dello scorso anno, per poi sottoporsi ad un intervento al ginocchio e saltare tre competizioni. In novembre il Consiglio nazionale della massima categoria aveva presentato una diffida verbale al lottatore per la lunga assenza, considerato il livello di notifica più grave, e che precede la raccomandazione al ritiro dallo sport. Tornato a combattere in luglio, nel Gran torneo di Nagoya, Hakuho ha vinto la competizione con il record di 15 vittorie consecutive, prima del nuovo stop dei principali eventi del circuito, a causa dell’emergenza sanitaria causata dal coronavirus. Lo stesso gigante mongolo, 1,92 di altezza e un peso di 155 chilogrammi, era risultato positivo al Covid a inizio anno, a pochi giorni dal Gran Torneo di Tokyo.
Con il ritiro di Hakuho rimane solo un lottatore della classe yokozuna, il connazionale Terunofuji, vincitore del più recente torneo di Autunno alla storica arena del Ryogoku Kokugikan della capitale. Il Sumo è lo sport nazionale del Giappone, e le sue origini risalgono agli inizi del sesto secolo. Oltre che sport di combattimento, la disciplina è considerata una vera e propria forma d’arte, dai rituali propiziatori eseguiti alla presentazione dei lottatori, al gran numero di cerimoniali espletati prima dei combattimenti.   MONDO

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Basket, Petrucci: “Perché non riaprire al 100% i palazzetti?”
Presidente Federbasket: “Non ringrazierò se aprono solo al 50%”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
09:40
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Nelle dichiarazioni si vedono sempre ringraziamenti al Governo, ma cosa ci ha dato il Governo? Io sono scontento, a costo di apparire monotono. Il calcio è lo sport più popolare, chi più di me può saperlo, ma non viene fatto il minimo cenno ai palazzetti.
Perché i presidenti delle altre nazioni, sia del basket che del calcio, mi dicono che da loro l’apertura degli impianti è tutto al 100%? Vi ricordate quando si diceva che l’Italia era il primo Paese nella lotta al Covid? Adesso saremo l’ultimo, è inutile che ci vantiamo. Nella metropolitana ci si può ammassare e in un palazzetto non si può assistere a una partita al 100%? Perché non mi si dà una risposta?”. Così Gianni Petrucci, presidente della Federbasket, parlando a Radio Anch’io lo sport, su RadioRai. “Il calcio e il basket stanno attraversando un momento di grande crisi: la Federazione ha perso in un anno 15 milioni, le società molto di più. Non ringrazio se, fra qualche giorno, come si prevede, ci danno l’apertura al 50%. Questo è un Governo che usa sempre il futuro, anche chi ci governa nello sport. E poi, non si affronta il problema, che è la battaglia principale: il rapporto Coni-Sport e Salute. Si dovrebbe dire il Coni può fare solo questo, Sport e Salute solo questo. Si seguita a parlare, si parla di scuola, che serve la scuola, ma è 100 anni che serve la scuola. Allora si affronti il problema d’accordo con il Coni”, aggiunge.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Basket, Petrucci: “Se riaprono stadi anche i palazzetti al 75%”
‘Noi li vorremmo a 100%. Mancini ct giusto per azzurri di calcio’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
15:37
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Sono contrario a fermarci, se si ferma lo sport passa inosservato, soprattutto in questo momento di crisi. Per me oggi in Italia governa il Comitato tecnico scientifico, di norma dovrebbe decidere il Governo: non ho mai visto dire una cosa al Comitato tecnico scientifico e poi sentire una smentita da parte del Governo.
Se riapriranno i palazzetti al 75% del pubblico entro Natale? Non posso mettermi a fare la battaglia contro tutto e contro tutti, ma vorremo avere il 100% per tutte le società. Anche per una campagna abbonamenti in tranquillità. Se è giusto che il calcio abbia gli stadi riaperti al 75%, perché il basket non deve averli?”. Così Gianni Petrucci, presidente della Federbasket, parlando a Radio Anch’io lo sport, su RadioRai. Infine, sul ct della Nazionale di calcio, Roberto Mancini, Petrucci aggiunge: “A suo tempo gli diedi la deroga per allenare la Fiorentina, perché era bravo, pur subendo delle critiche. Mancini è un vincente ed è il classico personaggio da Nazionale: sempre corretto, sempre puntuale, con una grande immagine. L’allenatore è lo spot di una Nazionale”.   CALCIO   POLITICA

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Vela, T35 Goiling: vince Realteam Sailing, Alinghi è secondo
La stagione agonistica dei catamarani 2021 si è conclusa
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
11:31
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Si è conclusa la stagione 2021 dei catamarani foiling della classe TF35, che ha visto il successo dell’equipaggio svizzero Realteam Sailing di Esteban Garcia. Al secondo posto Alinghi, con Ernesto Bertarelli al timone, e al terzo Spindrift di Dona Bertarelli e Yann Guichard.
Nove le prove disputate. L’evento è stato organizzato dallo Yacht Club Isole di Toscana, in collaborazione con la Classe Internazionale TF35. Quella disputata nel fine settimana è stata la seconda e ultima tappa del circuito 2021 della classe TF35 organizzata nelle acque del golfo di Follonica, dopo le cinque sul lago di Ginevra. I sette TF35 foiling hanno così toccato l’acqua salata del Mediterraneo con successo per la prima volta alla Marina di Scarlino.
“Anche in occasione di questo secondo evento alla Marina di Scarlino abbiamo potuto regatare in condizioni meteo ideali – ha detto Ernesto Bertarelli, skipper di Alinghi e presidente della classe TF35, al termine della la premiazione -. Per noi è stato molto importante testare le imbarcazioni in mare, confrontandoci con la navigazione con onda che per le barche foiling, in determinate condizioni meteomarine, può rappresentare un problema. Abbiamo imparato molto e torneremo l’anno prossimo: tutti i team sono entusiasti. Abbiamo ricevuto un’accoglienza eccezionale a terra, per questo ringrazio Leonardo Ferragamo e tutto lo staff della Marina di Scarlino, dello yacht club e quanti hanno contribuito al successo dell’evento e della nostra presenza. Un ringraziamento anche a Omega e PelleP, i partner che supportano la nostra attività”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Motonautica: Sardinia Gran Prix, una scommessa vinta
Sport e turismo fanno festa per evento che si è appena concluso
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
11:47
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Festeggiano insieme sul podio per una scommessa vinta: non sono i campioni del mondo Giovanni Carpitella e Andrea Bacchi, ma a godersi la ‘vittoria’sono Gianni Chessa e Vincenzo Iaconianni, rispettivamente assessore al Turismo della Regione Sardegna e presidente della Federazione Italiana Motonautica. Oltre ad avere incoronato i nuovi campioni del mondo della Classe 3D, al FIM Sardinia Grand Prix di Motonautica, chiuso ieri al Porticciolo di Marina Piccola di Cagliari, a trionfare è stato il pubblico.
Chessa, conoscendo bene la sua terra, non aveva dubbi: “Gli italiani amano il mare.
A fine settembre con la riapertura delle scuole la gente normalmente si allontana dalle spiagge, ma gli eventi sportivi hanno riportato la Sardegna e in questo caso i cagliaritani a tornare per godersi un evento di caratura mondiale. Non è un caso che la gente sia qui: bel tempo ed eventi sportivi, oltre alla voglia di riprendersi la normalità che la pandemia ci ha portato via. Tutti ingredienti che hanno portato a questa incredibile affluenza. Questo è stato un investimento fatto con la certezza di avere risposte, dal punto della visibilità a da quello della partecipazione. Sono queste le iniziative che potranno permettere ai cagliaritani e sardi di capire che abbiamo intrapreso la strada giusta. Possiamo vivere il turismo sportivo grazie alle nostre offerte”.
“Senza dare fastidio a chi non era interessato – dice Vincenzo Iaconianni – siamo riusciti a mettere nelle giuste condizioni diverse migliaia di cagliaritani di poter assistere a un evento che ora possiamo definire riuscitissimo. Non solo il Campionato del Mondo, ma anche le prove di Campionato Italiano di Offshore ed Endurance e soprattutto la prova di Campionato Italiano Junior. Che ha trovato tra l’altro un campo di gara ideale qui a Cagliari e ci torneremo senz’altro. Non è stato facile organizzare, abbiamo avuto la conferma della fattibilità dell’evento con appena un mese di anticipo. Quindi pochissimo tempo e in una località nella quale non si era mai gareggiato prima. E il risultato è andato oltre ogni più rosea aspettativa.
Queste sono manifestazioni importanti che richiedono risorse importanti”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Auto: Cubeda su Osella vince la 66/a Coppa Nissena
Catanese con doppietta conquista il titolo Tricolore di gruppo
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
11:55
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Era già accaduto a Verzegnis e Alghero e adesso anche alla 66^ Coppa Nissena, il podio tutto siciliano per la terza volta nel Campionato Italiano Velocità Montagna che si è concluso alla gara organizzata dall’Automobile Club Caltanissetta, che è stata round decisivo per il Trofeo Italiano Velocità Montagna sud ed ha completato il Campionato Siciliano Velocità Salita.
Ha vinto Domenico Cubeda su Osella FA 30 Zytek.
Il catanese alfiere della scuderia di famiglia, è tornato al successo ed ha dominato la gara siciliana con due vittorie in entrambe le salite sui 5.450 metri della SS 122 tra Ponte Capodarso ed il Villaggio Santa Barbara, concluse in 2’00″61 e 2’01″51. Seconda posizione per un sempre tenace Franco Caruso, il ragusano della Scuderia Vesuvio che ha continuato a convincere sempre più durante l’intera stagione sulla Nova Proto NP01-2, che ha convinto anche stavolta ma non ha insidiato da troppo vicino il vincitore. Terza posizione e secondo podio tricolore per il 23enne siracusano Luigi Fazzino che ha usato con intelligenza e tenacia la generosità del motore turbo dell’Osella PA 2000 curata dal Team Paco 74.
I verdetti della gara siciliana hanno decretato i Campioni Italiani mancanti, con Francesco Leogrande su Osella tricolore CN, Giancarlo Maroni su Osella Hayabusa Campione Sportscar Motori Moto, a Giacomo Liuzzi su MINI il titolo Racing Start Plus e quello Racing Start RS nelle mani dell’assente reatino Antonio Scappa. “Siamo tornati al successo e questa è una iniezione di nuovo entusiasmo per me e per l’intera squadra – ha affermato Cubeda – Una stagione molto gratificante che ci ha portato 3 vittorie a Verzegnis ed Alghero prima di questa. Poi nelle ultime due gare qualcosa non ha funzionato a dovere ma la prima vittoria su questo difficile percorso ci ripaga del lavoro svolto insieme a Paco 74 Corse. Fondamentali le regolazioni dopo le prove dove abbiamo raccolto i dati che ci hanno permesso di trovare le migliori soluzioni per la gara”-.
-“Caltanissetta è una gara difficile e ottenere il 2° posto è davvero una gioia – ha dichiarato Franco Caruso – il tracciato nasconde delle insidie che possono far commettere errori tali da compromettere la gara”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Da Parma ad Assisi per raccogliere fondi per i malati di Sla
Paolo e Pietro Delporto pedaleranno con il paralimpico Devicenzi
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
15:36
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Partirà mercoledì 29 settembre l’avventura da Parma ad Assisi di Paolo e Pietro Delporto, assieme all’atleta paralimpico Andrea Devicenzi: 500 km in 5 giorni per raccogliere fondi a favore delle famiglie colpite dalla Sla. “La nostra è una storia di amicizia, di sport, di valori e di aiuto verso gli altri – racconta Paolo – un’amicizia con Andrea iniziata 10 anni fa quando, insieme a mio fratello Pietro, abbiamo voluto sostenere l’attività agonistica degli atleti paralimpici.
Un percorso che mi ha portato ad aiutare questi ragazzi nel corso del tempo e che oggi ci vede ancora insieme, ma a ruoli invertiti. Oggi è infatti Andrea che aiuta me, dal momento che sono stato colpito dalla malattia, e ho deciso di promuovere un evento benefico dal forte valore simbolico, per raccogliere fondi a sostengo delle famiglie colpite dalla Sla”.
Chi volesse contribuitre con una donazione, lo può fare con un bonifico sull’IBAN di AISLA Onlus – Sezione Parma Credito Valtellinese, IBAN IT39S0521612700000000000267 CAUSALE: DONA DI SLANCIO Le città toccate saranno Parma, Reggio Emilia, Zocca, Porretta Terme, Pistoia, Firenze, e tutte quelle attraversate dalla via di Francesco: La Verna, San Sepolcro, Città di Castello, Pietralunga, Gubbio e Assisi.
 Chiunque lo desideri potrà pedalare a fianco di Andrea e Pietro, oppure incontrarli per un saluto nei punti di incontro organizzati dalla AISLA Nazionale. “Tutto ha avuto inizio grazie allo sport e all’amore verso il ciclismo, grazie al quale siamo riusciti a portare in pochi anni il nostro team a raggiungere obiettivi importanti in ambito nazionale e internazionale.
 Abbiamo deciso di costruire insieme a Paolo questo percorso verso la città di Assisi, per far conoscere la realtà della Sla a più persone possibili, le difficoltà fisiche ed economiche che le persone con Sla affrontano quotidianamente e per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di investire sempre più nella ricerca”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“La bella estate”, Giovanni Malagò racconta la stagione dei trionfi azzurri dalle 14:30
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
08:13
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“La bella estate”, con il presidente del Coni, Giovanni Malagò, che ha raccontato la stagione dei trionfi azzurri.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
tra Mattarella e Draghi vince la medaglia della passione sportiva? Mi appello all’accordo Tamberi-Barshim e vediamo cosa possiamo fare…”.
Così il presidente del Coni Giovanni Malagò, sulla stagione dei trionfi azzurri. “Mattarella è un presidente clamorosamente appassionato di sport e competente – ha proseguito Malagò, che negli ultimi mesi ha avuto diversi incontri al Quirinale e a Palazzo Chigi con gli azzurri – Il suo discorso oggi al volley ha impressionato per conoscenza”. “Draghi, avesse potuto, avrebbe fatto anche l’atleta: ha giocato a pallacanestro, è appassionato di golf, è runner”. “Continueremo a far bene, perché il nostro gruppo è diversissimo e gli atleti si parlano, si chattano, si gasano, si motivano. È una grande comunità. E in questo il Cio ha avuto il suo merito”. Così il presidente del Coni Giovanni Malagò sulla stagione dei trionfi azzurri.
“Il successo dello sport ha inciso anche sul Pil e la crescita dell’economia e il grande merito va al calcio che ha fatto partire questa grande onda, c’e’ stato un passaggio di testimone fino alle Paralimpiadi”. Lo ha detto il presidente del Coni Giovanni Malagò circa lo sport azzurro.
GOLF – “La Ryder Cup 2023 come Milano-Cortina sono grandi eventi consolidati che dimostrano che se andiamo compatti, il governo il comitato olimpico, la federazione e l’ente locale possiamo concorrere a qualsiasi grande manifestazione che porta occupazione e sviluppo” ha detto il presidente del Coni Giovanni Malagò riguardo lo sport azzurro. “Se prendiamo un grande evento riusciamo a fare le cose, per lo meno in quelli previsti da grande evento e qui rientra anche la costruzione degli stadi” .
PRESIDENZA CIO -“Io futuro presidente del Cio? Credo che ogni membro abbia aspirazioni di crescere in questa meravigliosa famiglia, ma tante persone mettono troppa carne al fuoco e spesso così perdono di credibilità. Nella vita tutto può essere, ma non sarebbe serio fare ragionamenti diversi oggi”. Così il presidente del Coni Giovanni Malagò, sulla stagione dei trionfi azzurri, commentando l’auspicio espresso dal presidente della Federgolf, Franco Chimenti. “Quanto al peso dell’Italia nel Cio dopo Tokyo – ha aggiunto Malagò – oggi il nostro rapporto è veramente eccezionale. Il peso, il prestigio e la credibilità dell’Italia a livello sportivo credo che non l’abbiamo in nessun altro settore”, ha proseguito Malagò.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pallavolo: Malago’, due successi che inorgogliscono l’Italia
Azzurri e azzurre da Mattarella al Quirinale
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
12:35
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Complimenti alla pallavolo, per due vittorie che inorgogliscono il comitato olimpico e tutta l’Italia”. Giovanni Malago’ rivolge i complimenti agli azzurri e alle azzurre campioni d’Europa nel volley, ricevuti dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al Quirinale.

Malago’, dopo la partecipazione con diversi atleti all’inaugurazione dell’anno scolastico e l’incontro con i medagliati olimpici e paralimpici, ha definito l’incontro con Mattarella “una meravigliosa consuetudine. “Oggi abbiamo la fortuna di festeggiare ragazzi e ragazze che hanno compiuto impresa unica nella storia dello sport – ha aggiunto il presidente del Coni – Sappiamo benissimo come ci fossero altre aspettative durante le Olimpiadi da queste due squadre.
Soprattutto per questo e’ ancora piu’ incredibile quanto successo: lo sport da’ sempre la possibilita’ di riscattarsi, e loro l’hanno fatto alla grande. Complimenti alla pallavolo, al presidente Manfredi, ai ct Mazzanti e De Giorgi”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pallavolo: Mazzanti, ‘vittoria e sconfitta,sport metafora vita’
Azzurri e azzurre da Mattarella al Quirinale
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
12:36
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“La vittoria e’ la lode del vincitore: chi perde e’ un fallito, solo chi vince ha diritto ad attraversare il Rubicone e sfilare in trionfo per le strade di Roma. Ma lo sport non e’ questo, vittoria e sconfitte sono le due facce della stessa medaglia”.
Lo ha detto Davide Mazzanti, ct delle azzurre di volley campionesse d’Europa, parlando al Quirinale durante l’incontro con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. “Un pallone che cade qualche centimetro piu’ in la’, e il tuo sogno e’ distrutto – ha proseguito Mazzanti – E’ lo sport, stressante e magnifico: per tutti lo sport e’ efficace metafora, rappresenta in piccolo cio’ che ci definisce in grande. In questa grande estate sportiva in tricolore, speranza è costruire mondo dove la riconoscenza e la gratitudine non svaniscano, al di la’ del punto in cui cadra’ l’ultima palla”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Draghi, che orgoglio volley,mesi indimenticabili per sport
A memoria non ricordo un anno così straordinario
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
13:18
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“A voi va il ringraziamento del governo e dello staff di Palazzo Chigi: la pallavolo italiana è di nuovo campione d’Europa, per la settima volta per la maschile e la terza per la femminile e per la prima volta contemporaneamente. E’ un risultato che ci riempie di orgoglio e si aggiunge a mesi indimenticabili per lo sport italiano.
A memoria, non ricordo un anno così, veramente un anno straordinario”. Lo dice il presidente del Consiglio Mario Draghi, incontrando a palazzo Chigi i campioni d’Europa 2021 della nazionale femminile e maschile di pallavolo.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pallavolo: Draghi, vinte sconfitte e paure, lezione per tutti
Non vi siete persi d’animo dopo Olimpiadi,trasformato difficoltà
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
14:28
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“In queste settimane avete dato prova di grande caparbietà. Le Olimpiadi di Tokyo non sono andate come speravate.
Ma, con la calma e determinazione che hanno i grandi atleti, avete trovato le motivazioni giuste per ripartire. Non vi siete persi d’animo, avete ritrovato lo spirito di squadra. E siete tornati a casa con le medaglie d’oro”. Lo dice il presidente del Consiglio Mario Draghi, incontrando a palazzo Chigi i campioni d’Europa 2021 della nazionale femminile e maschile di pallavolo. “Ricorderemo a lungo le immagini delle vostre finali. Avete vinto contro i vostri avversari, ma anche contro le vostre paure. La Nazionale femminile ha superato in finale la stessa squadra che l’aveva eliminata alle Olimpiadi.
Quella maschile ha recuperato per due volte un set di svantaggio, e ha vinto al tie break decisivo. Avete trasformato la sconfitta e le difficoltà nella base delle vostre vittorie.
Una lezione non solo per chi vi segue, ma per tutti noi”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Malagò, podio tifo Mattarella-Draghi? Come Tamberi e Barshim
Presidente Coni: tutti e due grande passione sport
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
15:35
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Chi tra Mattarella e Draghi vince la medaglia della passione sportiva? Mi appello all’accordo Tamberi-Barshim e vediamo cosa possiamo fare…”. Così il presidente del Coni Giovanni Malagò, sulla stagione dei trionfi azzurri.
“Mattarella è un presidente clamorosamente appassionato di sport e competente – ha proseguito Malagò, che negli ultimi mesi ha avuto diversi incontri al Quirinale e a Palazzo Chigi con gli azzurri – Il suo discorso oggi al volley ha impressionato per conoscenza”.
“Draghi, avesse potuto, avrebbe fatto anche l’atleta: ha giocato a pallacanestro, è appassionato di golf, è runner”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Malagò, presidenza Cio? Non metto troppa carne al fuoco..
Peso Italia all’estero eccezionale,non ha pari in altri settori
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
15:39
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Io futuro presidente del Cio? Credo che ogni membro abbia aspirazioni di crescere in questa meravigliosa famiglia, ma tante persone mettono troppa carne al fuoco e spesso così perdono di credibilità. Nella vita tutto può essere, ma non sarebbe serio fare ragionamenti diversi oggi”.

Così il presidente del Coni Giovanni Malagò, sulla stagione dei trionfi azzurri, commentando l’auspicio espresso dal presidente della Federgolf, Franco Chimenti. “Quanto al peso dell’Italia nel Cio dopo Tokyo – ha aggiunto Malagò – oggi il nostro rapporto è veramente eccezionale. Il peso, il prestigio e la credibilità dell’Italia a livello sportivo credo che non l’abbiamo in nessun altro settore”, ha proseguito Malagò.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Golf:Malagò,Ryder? Se andiamo compatti riusciamo a fare cose
Presidente Coni: qui rientra anche la costruzione degli stadi
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
15:40
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“La Ryder Cup 2023 come Milano-Cortina sono grandi eventi consolidati che dimostrano che se andiamo compatti, il governo il comitato olimpico, la federazione e l’ente locale possiamo concorrere a qualsiasi grande manifestazione che porta occupazione e sviluppo”. Lo ha detto il presidente del Coni Giovanni Malagò dello sport azzurro.
“Se prendiamo un grande evento riusciamo a fare le cose, per lo meno in quelli previsti da grande evento e qui rientra anche la costruzione degli stadi”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Tokyo: Malagò, non è stato risultato inaspettato ma strameritato
N. 1 Coni:sempre detto si poteva vincere in tutte discipline
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
15:42
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Quello delle Olimpiadi no è stato un risultato inaspettato. Ho detto che avremmo fatto meglio delle precedenti edizioni e la suaqdra era la più numerosa di sempre”.

Lo ha detto il presidente del Coni Giovanni Malagò circa lo sport azzurro.
“Ho sempre detto – aggiunge Malagò – che potevamo vincere una medaglia in tutte le discipline, abbiamo perso in alcuni settori e vinto in altri inaspettati. Alla fine abbiamo strameritato. Io contesto il ranking del medagliere, quando misuri solo l’oro non misuri la forza del Paese”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Tokyo:Malagò,crescita Pil?Tutto è partito da successo calcio
Presidente Coni: c’è stato passaggio testimone fino Paralimpiadi
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
15:43
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Il successo dello sport ha inciso anche sul Pil e la crescita dell’economia e il grande merito va al calcio che ha fatto partire questa grande onda, c’e’ stato un passaggio di testimone fino alle Paralimpiadi”. Lo ha detto il presidente del Coni Giovanni Malagò dello sport azzurro.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sport, ICS: via a nuova misura liquidità per investimenti
SSD accedono ai finanziamenti agevolati fino a 300 mila euro
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
15:46
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
L’Istituto per il Credito Sportivo (ICS), banca sociale per lo sviluppo sostenibile dello sport e della cultura, continua il proprio percorso a supporto dell’intero sistema sportivo del Paese. Da oggi diventa disponibile la nuova misura di liquidità per investimenti nell’impiantistica sportiva, un’iniziativa che amplia e si aggiunge alla terza misura di finanziamenti agevolati dedicati alla liquidità, avviata dall’ICS già lo scorso mese.
Beneficiari di questa nuova misura, come previsto dal Decreto Sostegni Bis, sono Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche, iscritte al Registro delle associazioni e società sportive dilettantistiche del Coni o Sezione parallela CIP, società sportive professionistiche impegnate nei campionati nazionali a squadre di discipline olimpiche e paralimpiche, con fatturato derivante da diritti audiovisivi inferiore al 25% del fatturato complessivo relativo al bilancio 2019, Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate, Enti di Promozione Sportiva, Organismi omologhi alle FSN, DSA e EPS del Comitato Italiano Paralimpico, Leghe che organizzano campionati nazionali a squadre di discipline olimpiche e paralimpiche.
Le SSD potranno accedere a finanziamenti agevolati fino a 300 mila euro con durata massima di 6 anni, di cui 2 di preammortamento, e le ASD fino a 200 mila euro, mentre tutti gli altri soggetti potranno richiedere finanziamenti fino a 5 milioni di euro. Gli importi richiesti non potranno superare il 25% delle entrate, ovvero del fatturato del rendiconto o del bilancio 2019, o il fabbisogno di liquidità autocertificato dei successivi 12 o 18 mesi. I finanziamenti saranno assistiti da garanzie all’80% messi a disposizione dal Fondo di Garanzia per l’Impiantistica Sportiva ex lege 289/2002 Comparto Liquidità (art 14 c.1 D.L. 8/4/2020 n.23) e da un contributo in conto interessi nella misura di 1,95% messo a disposizione dal Fondo Contributi negli interessi Comparto Liquidità (art14 c.2 D.L.
8/4/2020 n.23) È possibile aderire alla misura attraverso il portale dedicato sul sito del Credito Sportivo.

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Tokyo:Malagò,rivoluzione culturale sport continua, nostro merito
Presidente Coni: mai successo che giornali non parlassero calcio
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
15:55
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“La rivoluzione culturale dello sport continua, non era mai successo che per pagine pagine e pagine non si era mai parlato di calcio. Questo è un grande merito che vogliamo ci sia riconosciuto.
Certo se poi c’e’ campionato di calcio è diverso, bisogna essere realistici”. Lo ha detto il presidente del Coni Giovanni Malagò dello sport azzurro riguardo alla risonanza delle vittorie olimpiche questa estate.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Al via il Giro di Sicilia, con Nibali, Froome e Valverde
Quattro tappe e 20 squadre con campioni e giovani emergenti
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
27 settembre 2021
17:54
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Scatta domani con la prima tappa, la Avola-Licata di 179 chilometri, il Giro di Sicilia di ciclismo. La corsa, che si svilupperà su quattro frazioni e si concluderà venerdì prossimo a Mascali, inaugura di fatto la stagione autunnale del calendario italiano.
Tanti i nomi di primo piano tra le venti squadre al via. A guidare la vecchia guardia del ciclismo ci saranno Vincenzo Nibali, vincitore di due edizioni del Giro d’Italia, un Tour de France e una Vuelta, il britannico Chris Froome, che ha conquistato quattro Tour, due Vuelta e un Giro, lo spagnolo Alejandro Valverde, campione del mondo su strada 2018, il francese Romain Bardet e lo statunitense Joe Dombrowski.
A sfidarli saranno le nuove generazioni, rappresentate da Lorenzo Fortunato, Simone Velasco e dal danese Mattias Skjelmose Jensen. Annunciata dagli organizzatori – Rcs Sport, in collaborazione con la Regione Siciliana – anche la presenza del vice campione europeo e campione mondiale under 23 Filippo Baroncini che però è dato fra i partenti anche della Ruota d’Oro in Toscana, occasione in cui dovrebbe sfoggiare per la prima volta la nuova maglia iridata.
Dopo la tappa inaugurale di domani, mercoledì sarà la volta della Selinunte-Mondello da 173 chilometri, quindi la Termini Imerese-Caronia da 180 chilometri per chiudere con la Sant’Agata di Militello-Mascali di 180 chilometri.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Tokyo: Palmisano,chi vorrei incontrare ancora? Checco Zalone
Olimpionica marcia,’mi sento in centrifuga: Mattarella, Papa…’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
18:40
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
A distanza di quasi due mesi dalla medaglia d’oro mi sento ancora in una centrifuga, la mia vita è completamente cambiata: siamo stati da Mattarella, da Draghi e perfino dal Papa”. A parlare, ospite di Rai Radio1, a Un Giorno da Pecora, è la vincitrice della medaglia d’oro per marcia 20km a Tokyo Antonella Palmisano.
Chi vorrebbe incontrare ancora? “Un mio mito, Checco Zalone, mi piace molto e mi fa stra ridere!” Le è già arrivato il premio per la medaglia d’oro? “Ancora no, lo stiamo aspettando. Dovrebbe essere di 180mila euro, ma poi reali credo siano intorno ai 107mila”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sport: flashmob a Milano, nasce movimento Champions for change
Tante adesioni al manifesto per sviluppare social responsibility
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
21:06
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Settanta sportivi di cinquanta sport diversi hanno partecipato oggi ad un grande flashmob presso l’Arco della Pace di Milano per sancire sancito la nascita di Champions for change, il primo movimento di sport social responsibility. “Lo sport è inclusione e, con le sue virtù e i suoi talenti, deve ritornare ad essere modello di riferimento per le nuove generazioni”, recita una nota del movimento, “nato per restituire allo sport tutta la sua forza valoriale, aggiungendo alla sua dimensione di ‘entertainment” quella di ‘palestra di valori’ per allenarsi a diventare cittadini e persone migliori”.
Il ‘manifesto’ proposto dal movimento – promosso da Value In Action e ideato e voluto da Action Agency – ha già avuto le adesioni di campioni quali Maurizia Cacciatori, Jury Chechi, Umberto Pelizzari, Antonio Rossi. E’ anche in partenza una campagna digital e analogica per raccogliere le storie di sportivi, campioni non solo nelle loro discipline ma anche nella vita, che ogni giorno sono motori del cambiamento attraverso le loro azioni. Tutte le storie saranno poi votate sui canali social del movimento, che selezionerà le cinque migliori di responsabilità sociale.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Auto: a Vallelunga la finale del Talent Gran Turismo
Il 5 e 6 ottobre, in giuria anche l’ex Formula 1 Fisichella
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
10:38
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Saranno 16 i semifinalisti provenienti da tutta Italia che si contenderanno la vittoria nella due giorni di prove di abilità in programma presso l’autodromo di Vallelunga (Roma) il 5 e 6 ottobre.
Simulatore, skid car e prova su pista con Ferrari 458 Italia, il tutto sotto gli occhi di quattro giudici d’eccezione e con un livello di difficoltà portato al massimo per l’occasione.

Soltanto i primi 2 classificati accederanno alla finale e si sfideranno per centrare l’obiettivo. Diventare il vincitore della prima edizione di GT Talent ed ottenere la licenza Nazionale C necessaria per partecipare ad una gara di Coppa Italia GT.
Il format, mai realizzato prima in Europa, ideato e prodotto da CarSchoolBox, azienda esperta nel settore della guida sportiva sicura e leader nell’ambito degli eventi in pista dedicati agli amanti delle supercar, ha permesso a migliaia di persone comuni in tutta Italia, affascinate dal mondo dei motori, di vivere un’esperienza unica con l’obiettivo di provare a realizzare quello che, fino ad oggi, sembrava essere solo un sogno impossibile. Gareggiare come pilota professionista in una competizione vera e in diretta tv. Se il mondo delle corse automobilistiche, infatti, è considerato da sempre poco accessibile per via degli elevati costi di accesso, grazie a GT Talent il migliore tra i partecipanti si ritroverà nuovamente sul circuito di Vallelunga in griglia di partenza al volante di una Ferrari 488 Challenge ufficiale in occasione di una delle tappe della Coppa Italia GT.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Esordio amaro per Fognini e Caruso al San Diego Open
Ligure ko con americano Nakashima, siciliano battuto da Fritz
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
18:06
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Esordio amaro per Fabio Fognini e Salvatore Caruso al “San Diego Open”, nuovo torneo ATP 250 dotato di un montepremi di 600mila dollari che si sta disputando sui campi in cemento della città californiana.
Nella notte italiana il 34enne di Arma di Taggia, n.32 del ranking, è stato battuto in rimonta per 67(5) 61 75, dopo oltre due ore e un quarto di battaglia, dallo statunitense Brandon Nakashima, 20enne di San Diego, n.85 ATP, in tabellone grazie ad una wild card.
Per il ligure è costato caro qualche doppio fallo di troppo (11 contro un solo ace).
Primo set della loro prima sfida estremamente equilibrato con Nakashima che ha salvato una palla-break nel game d’avvio e Fognini che lo ha imitato nell’ottavo gioco. Ha deciso un tie-break altrettanto serrato che il ligure si è aggiudicato per 7 punti a 5. Il 20enne di San Diego, sostenuto dal pubblico di casa, ha reagito nel secondo parziale, vinto per 6-1 strappando per ben tre volte la battuta all’azzurro. Fabio pareva aver rimesso le cose a posto in avvio di frazione decisiva prendendo un break di vantaggio (2-0) ma si è fatto riagguantare nel quarto gioco (2-2) e nel sesto ha dovuto salvare un’altra palla-break (3-3). Anche nel decimo game ne ha annullate due – altrettanti match-point – ad un Nakashima scatenato ma nel dodicesimo l’impresa non gli è riuscita e lo statunitense ha chiuso 7-5 per la gioia del pubblico.
Ed è andata male anche a Caruso. Il 28enne siciliano di Avola, n.128 del ranking, promosso dalle qualificazioni, ha ceduto per 64 76(2), in un’ora e 42 minuti di gioco, all’altro statunitense Taylor Fritz, 23enne californiano di Rancho Santa Fe, n.39 ATP.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Ginnastica, Biles: ‘Avrei dovuto smettere prima dei Giochi’
Statunitense: ‘Mai avrei dovuto fare altra esperienza olimpica’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
18:10
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La quattro volte campionessa olimpica Simone Biles ha detto che “avrebbe dovuto smettere molto prima di Tokyo”, dopo essersi ritirata da cinque delle sue sei finali ai Giochi in Giappone. In un’intervista al New York Magazine, la Biles spiega che non avrebbe “mai dovuto fare un’altra esperienza olimpica”, dopo “tutto quello che ho passato negli ultimi sette anni”.
Biles ha parlato nel 2018 di abusi da parte del medico di squadra Larry Nassar, che ora sta scontando l’ergastolo in carcere. “Era troppo”, ha sottolineato l’atleta statunitense.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: il ‘Mecenate dello sport’ assegnato a Piero Ferrari
Per il suo contributo al brand della casa di Maranello
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
12:03
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sarà assegnato al vice presidente del Gruppo Ferrari, Piero Ferrari, il Premio Mecenate Dello Sport – “Varaldo Di Pietro”, 2021. La cerimonia di consegna del prestigioso riconoscimento, che gode del patrocinio del Coni e dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti, si svolgerà a Roma domani 29 settembre, alle ore 11,00 nel Salone d’Onore del Coni al Foro Italico, alla presenza del presidente del Coni Giovanni Malagò e di prestigiosi ospiti del mondo dello sport e del giornalismo.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
L’evento sarà presentato dal vice direttore di Rai Sport Enrico Varriale.
Il premio, promosso dalla “Fondazione Mecenate dello Sport – Varaldo Di Pietro”, presieduta da Giovanni Di Pietro, è giunto alla nona edizione e intende dare il giusto riconoscimento a coloro che, in campo nazionale e internazionale, hanno fornito un contributo essenziale per la crescita dello sport e l’esaltazione dei suoi valori universali espressi sia nella pratica delle discipline sportive sia in attività di alto valore sociale e solidale.
L’Ing Piero Ferrari è stato a lungo al fianco di suo padre, Enzo Ferrari, in un proficuo percorso di collaborazione e, come si legge nella motivazione del premio, “attraverso la sua attività e la sua dedizione all’azienda di famiglia è oggi il simbolo di stile, eleganza, competenza, continua ricerca e innovazione, uniti a una lunga ed unica tradizione, che rappresentano alcuni dei più importanti valori racchiusi nel marchio Ferrari”.
“Abbiamo voluto assegnare il Mecenate dello Sport all’ing.
Ferrari in rappresentanza del brand Ferrari, perché questo grandissimo e prestigioso marchio non rappresenta soltanto la storia dell’automobilismo e degli sport motoristici ma perché in essa sono racchiusi i grandi valori che fanno dello sport un grande esempio di vita” afferma Giovanni Di Pietro. Nel corso della cerimonia sarà anche assegnato il premio “Giornalismo, Economia e Sport”, conferito quest’anno a Maria Leitner, giornalista del TG2 e conduttrice di TG2 Motori. Piero Ferrari succede nell’albo d’oro ad altre importanti personalità quali Massimo Moratti, Nerio Alessandri, Claudio Ranieri, Timothy Shriver Kennedy, Lavinia Biagiotti e Javier Zanetti.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pallavolo, Righi: “Delusi da aumento a 50% capienza palasport”
Presidente Righi: “Chiedo a Governo di correggere proposta CTS”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
13:59
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo tutti fieri dei risultati delle nostre Nazionali e della splendida accoglienza ricevuta a Roma. Ovvio, però, che si trattasse di un’occasione unica per rappresentare anche il malessere dei club nei confronti del blocco spettatori al 35%.
A fine serata è arrivata la doccia fredda dell’aumento modesto di un 15%, quando per gli sport outdoor e gli altri spettacoli al chiuso l’incremento è stato ben altro”. Così il presidente della Lega Pallavolo Serie A, Massimo Righi, commenta la decisione del Comitato tecnico scientifico che, ieri sera, ha fissato gli ingressi nei palasport al 50% delle capienze, per le regioni in zona bianca.
“Ieri ci è stata riconosciuta una filiera di valori unica e apprezzatissima dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ma nei fatti il Comitato Tecnico Scientifico ha disatteso le aspettative di giocatori e dei rispettivi club – aggiunge -: ci si aspettava di essere protagonisti di uno sport che gode della stessa considerazione degli sport outdoor, degli spettacoli culturali e musicali. Mi domando, inoltre, se i componenti del CTS abbiano mai assistito a una partita di pallavolo. Se questo fosse il caso, non sono stati molto attenti alle dinamiche dei nostri spettatori sugli spalti, un ambiente assimilabile a un pubblico teatrale. Se non sono mai venuti, li invito a farlo subito così da capire finalmente di cosa stiamo parlando!”.
“Chiedo fortemente al Governo di correggere la sconcertante proposta del CTS di lasciare pallavolo e basket come maglie nere dello sport italiano”, conclude.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Capienza: Valente (M5S), Cdm domani decida per 100%
“Aumentare forbice primo passo verso normalità ma non basta”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
15:36
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Con il parere positivo espresso ieri dal Comitato Tecnico-Scientifico, impianti sportivi, teatri, cinema e spettacoli dal vivo compiono un altro passo verso la normalità. Sottolineo però che aumentare la forbice degli eventi al chiuso (da 35% al 50%) e degli eventi all’aperto (dal 50 al 75%) non basta”: così, in un post su Instagram, Simone Valente, deputato del MoVimento 5 Stelle.

“Pur rispettando le valutazioni del CTS – scrive Valente – penso però che il Consiglio dei Ministri di domani debba assumersi la responsabilità di decidere un ulteriore ampliamento della capienza che deve tendere il più possibile per tutti gli eventi al 100%. Se si è chiesto – giustamente – alle persone di vaccinarsi e avere il green pass, allora bisogna permettere a interi settori di ripartire e alle persone di godere degli eventi sportivi, cinematografici e culturali”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Ciclismo, Giro di Sicilia: Molano vince la prima tappa
Il colombiano ha preceduto Albanese sul traguardo di Licata
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
16:20
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Juan Sebastian Molano, della UAE Emirates, con il tempo di 4h40’58” e alla media di 38,225 km/h, ha vinto la 1/a tappa del Giro di Sicilia di ciclismo, organizzato da Rcs Sport-La Gazzetta dello Sport. Il colombiano, sul percorso che collega Avola (Siracusa) a Licata (Agrigento), lungo 179 chilometri, ha preceduto Vincenzo Albanese (Eolo-Kometa Cycling Team), secondo, e l’argentino Maximiliano Richeze (UAE Emirates), terzo.

Molano è il primo leader della classifica generale dell cors a tappe isolana e indossa la maglia giallorossa, precedendo nell’ordine Albanese a 4″ e Richeze di 6″. Domani è in programma la 2/a tappa, con partenza da Selinunte (Trapani) e arrivo a Mondello, borgata marinara alle porte di Palermo, dopo 173 chilometri.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Credito Sportivo nella palestra Boxe Vesuviana di Lucio Zurlo
Presidente Abodi in visita dove iniziò viaggio Irma Testa
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
19:06
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
L’Istituto per il Credito Sportivo ha mantenuto la promessa fatta alla campionessa Irma Testa, in occasione del Premio Ischia Internazionale di Giornalismo: il Presidente Abodi ha raggiunto Torre Annunziata per conoscere personalmente Lucio Zurlo, maestro di Irma, e visitare la sua “Boxe Vesuviana”, palestra nel quartiere popolare Provolera.
Il viaggio che ha portato Irma Testa a essere la prima pugile italiana a partecipare a un’Olimpiade (Rio 2016) e la prima a conquistare una medaglia (Tokyo 2020), è partito proprio da qui, da una struttura che l’ha accolta a soli dieci anni e nella quale Zurlo ha spostato la sua attività da circa 20 anni, dopo i precedenti 41 passati a insegnare la boxe ai ragazzi del quartiere, ai quali ha sempre offerto una vera e propria alternativa alla strada.

Zurlo rappresenta un mito per il pugilato italiano e, nonostante la carta d’identità attesti i suoi 83 anni, ha ancora tanta voglia di ring e di trasmettere ai suoi ragazzi la passione per questo sport.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pugilato: il filippino Manny Pacquiao annuncia il ritiro
L’annuncio su Twitter, “la decisione più dura della mia vita”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
08:37
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il filippino Manny Pacquiao ha annunciato il suo addio al pugilato parlando della “decisione più dura” della sua vita. “E’ difficile per me accettare che il mio tempo come pugile sia finito – ha detto il campione 42 enne in un video postato su Twitter -.
Oggi annuncio il mio ritiro”.
Una decina di giorni fa Pacquiao ha annunciato che si candiderà alla presidenza delle Filippine nelle elezioni del prossimo anno, nelle fila di un’ala del partito di governo, PDP-Laban.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Nba: verso rigide regole anti-Covid per non vaccinati
Da test quotidiani a divieto di mangiare con altri giocatori
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
09:59
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
In accordo con i sindacati dei giocatori, in Nba si sta cercando di finalizzare per la prossima regular season un protocollo sanitario che si annuncia particolarmente vincolante per i cestisti non vaccinati, secondo i media statunitensi in possesso della memoria del procedimento.
I giocatori che non vogliono immunizzarsi rappresentano circa il 10% del totale e saranno soggetti alle stesse restrizioni in vigore per gran parte della passata stagione, prima che il vaccino anti Covid-19 fosse disponibile.
Dovranno sottoporsi a test quotidiani durante le giornate di allenamento, di viaggio e delle partite a differenza del personale vaccinato e cosiddetto di ‘livello 1’, cioè allenatori e staff che lavorano regolarmente a meno di 4,5 metri di giocatori e arbitri. Il personale di ‘livello 1’, a differenza dei giocatori, è obbligato a vaccinarsi.
I giocatori vaccinati e lo staff di ‘livello 1’ saranno testati solo se mostrano sintomi, se risultano contatti di positivi o su richiesta di personale medico. Inoltre alle persone non vaccinate sarà vietato mangiare nella stessa stanza di un altro giocatore o membro dello staff di ‘livello 1’ e dovranno stare ad almeno due metri da qualsiasi altra persona. A loro verrà assegnato un armadietto il più lontano possibile da quelli degli altri compagni di squadra.
Il tema vaccinazione è al centro del dibattito in Nba e riguarda una cinquantina di giocatori tra cui le stelle Kyrie Irving (Brooklyn) e Bradley Beal (Washington). A lungo scettico, LeBron James, superstar dei Lakers, ha rivelato di essere stato vaccinato rifiutandosi però di incoraggiare le persone a fare lo stesso perché crede che “non sia (il suo) lavoro”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Atp San Diego: Sonego batte Basilashvili in due set
Torinese sfiderà Korda al secondo turno, fuori Federico Gaio
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
10:18
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Esordio vincente per Lorenzo Sonego nel primo turno del San Diego Open, nuovo torneo Atp 250 con un montepremi di 600 mila dollari che si sta disputando sui campi in cemento della città californiana.
Il 26enne torinese, n.23 al mondo e 9 del seeding, ha battuto per 63-64, in poco più di un’ora e 15 minuti di partita, il georgiano Nikoloz Basilashvili, n.34 Atp.
Sonego dovrà vedersela al secondo turno con l’americano Sebastian Korda (n. 42): è in pareggio il bilancio dei precedenti, con il piemontese a segno negli ottavi a Montpellier (veloce indoor) ed il 21enne di Bradenton, Florida, vincitore negli ottavi a Parma (terra rossa) sempre quest’anno.
Nella notte italiana è invece terminata l’avventura di Federico Gaio. Il 29enne di Faenza, n.154 del ranking, proveniente dalle qualificazioni, è stato battuto per 62-63, in poco meno di un’ora e 30 minuti di gioco, dall’argentino Diego Schwartzman, n.15 Atp e sesta testa di serie, che non aveva mai affrontato prima in carriera.   PIEMONTE

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

F1:Malagò “Ferrari?Aspettative importanti su nuova stagione”
N.1 Coni ‘I piloti sono ottimi’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
12:06
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Sul prossimo anno (2022, ndr) le aspettative sono importanti e credo che nessuno meglio dell’ingegner Ferrari possa rispondere come nella Formula 1 la dinamica della programmazione nel medio termine è completamente legata allo sviluppo delle tecnologie. La Formula 1 è uno sport diverso, è difficile vincere se non si è migliori, si possono portare a casa uno o due gran premi ma non la stagione.
I piloti comunque restano restano ottimi”, lo ha detto il presidente del Coni Giovanni Malagò durante l’assegnazione del Premio Mecenate dello Sport – “Varaldo Di Pietro” al vice presidente del Gruppo del Cavallino, Piero Ferrari.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Sul prossimo anno (2022, ndr) le aspettative sono importanti e credo che nessuno meglio dell’ingegner Ferrari possa rispondere come nella Formula 1 la dinamica della programmazione nel medio termine è completamente legata allo sviluppo delle tecnologie. La Formula 1 è uno sport diverso, è difficile vincere se non si è migliori, si possono portare a casa uno o due gran premi ma non la stagione.
I piloti comunque restano restano ottimi”, lo ha detto il presidente del Coni Giovanni Malagò durante l’assegnazione del Premio Mecenate dello Sport – “Varaldo Di Pietro” al vice presidente del Gruppo del Cavallino, Piero Ferrari.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sport: Malagò, ‘Ferrari è mia famiglia e famiglia d’Italia’
N.1 Coni, ‘Identificazione fortissima con Italia-Team’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
12:10
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Piero Ferrari e la Ferrari sono la mia famiglia e sono la famiglia d’Italia. Sulla scocca della macchina siamo stati onorati di mettere il marchio tricolore della squadra olimpica.
C’è una identificazione fortissima”. Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, alla cerimonia di consegna all’Ing. Piero Ferrari del Premio Internazionale ‘Mecenate dello Sport’, promosso dalla ‘Fondazione Mecenate dello Sport – Varaldo Di Pietro’, avvenuta al salone d’onore del Coni.
“Fin da quando è nata la Ferrari – ha ricordato il numero uno del Coni – la famiglia Malagò è stata il suo più antico partner.
Mio padre andava a prendere a Maranello la macchina venduta e la portava al cliente finale. Per i 50 anni della Ferrari festeggiati a Roma, mi hanno chiesto di fare il presidente del comitato organizzatore, fu la mia prima esperienza da dirigente sportivo. Solo allo Stadio dei Marmi c’erano 25 mila persone”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Piero Ferrari, “Schumacher persona semplice e lineare”
Vicepresidente Cavallino, ‘Ci bevemmo una bottiglia di rosso’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
12:13
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Ho avuto il piacere di avere Schumacher ospite a casa e bere assieme una bottiglia di vino rosso, aveva davvero piacere nell’avere questi momenti di intimità e tranquillità. Era una persona semplice, chiara, precisa, una personalità molto lineare.
Mi spiace che ne parliamo oggi come fosse morto, non è morto. Lui c’è ma non riesce a comunicare”. Lo ha detto Piero Ferrari, vice presidente del Gruppo del Cavallino, durante l’assegnazione al Premio Mecenate al Salone d’Onore del Coni. Poi sul figlio Mick ha aggiunto: “Sta facendo il suo percorso, è in un team che appoggiamo. Loro hanno fatto una scelta che è quella di non spendere nel 2021 e hanno usato una macchina che non era già buona del 2020. Stanno spendendo tanto per il 2022 e anche noi di Ferrari stiamo aiutando l’Haas. Speriamo di dargli per il suo secondo anno una vettura che possa dimostrare le sue qualità”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Premio Mecenate dello Sport 2020 a Piero Ferrari
Vicepresidente Cavallino, ‘Lo condivido con tutti a Maranello’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
12:26
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il Premio Internazionale ‘Mecenate dello Sport’, promosso dalla ‘Fondazione Mecenate dello Sport – Varaldo Di Pietro’ presieduta da Giovanni Di Pietro, è stato assegnato oggi all’Ing. Piero Ferrari, in rappresentanza della famiglia e del brand Ferrari “per aver saputo creare e far crescere nel tempo uno dei più noti e prestigiosi simboli dell’Italia nel mondo – questa la motivazione – non soltanto a livello sportivo, capace nel tempo di suscitare orgoglio, emozione, senso di appartenenza per milioni di italiani e rappresentando un valore assoluto per lo sviluppo degli sport motoristici in Italia e a livello internazionale”.

Alla cerimonia di consegna, al salone d’onore del Coni, è seguito un talk moderato dal vice direttore di Rai Sport Enrico Varriale e al quale ha preso parte oltre ai premiati, il presidente del Coni, Giovanni Malagò. Il premio, giunto alla sua nona edizione, gode del patrocinio del Coni e dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti. “La Ferrari è fatta di tante persone e questo premio lo condividerò con tutti a Maranello. Anche in Formula 1 non ci sono solo i piloti, ma oltre mille persone dietro quel lavoro. Ho avuto la fortuna di aver potuto dare il mio contributo, il sostegno e anche il coraggio, nei momenti più o meno belli. In tutta l’azienda c’è un grande senso d’appartenenza”, le parole di Piero Ferrari.
Nel corso della cerimonia sarà anche assegnato il premio ‘Giornalismo, Economia e Sport’, conferito quest’anno a Maria Leitner, giornalista del TG2 e conduttrice di TG2 Motori. Piero Ferrari succede nell’albo d’oro del prestigioso riconoscimento ad altre importanti personalità quali Massimo Moratti, Nerio Alessandri, Claudio Ranieri, Timothy Shriver Kennedy, Lavinia Biagiotti e Javier Zanetti.

Calcio tutte le notizie, tutto sul Mondo Calcio, sempre aggiornato in tempo reale ed approfondito! LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 61 minuti

Ultimo aggiornamento 29 Settembre, 2021, 12:01:03 di Maurizio Barra

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 06:23 DI DOMENICA 26 SETTEMBRE 2021

ALLE 12:01 DI MERCOLEDÌ 29 SETTEMBRE 2021

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Serie A: Lazio-Roma, probabili formazioni
Prima sfida italiana tra i due, in Inghilterra furono scintille
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
26 settembre 2021
06:23
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Domenica alle 18 in campo il derby della Capitale Lazio-Roma.
Trentasei giorni, tanti ne sono passati tra l’ufficialità di Josè Mourinho alla Roma (4 maggio) e quella di Maurizio Sarri alla Lazio (9 giugno). Un lasso di tempo in cui la Juventus ha vinto la Coppa Italia, l’Inter il suo diciannovesimo scudetto e l’Italia si preparava a debuttare nell’Europeo che poi avrebbe vinto a Wembley.
Un mese che ha riportato, calcisticamente, la Capitale al centro d’Italia e il derby di domani ne è la prova. Era dai tempi delle sfide tra Eriksson e Capello che non c’erano due fuoriclasse così in panchina nella stracittadina della Capitale. I riflettori sono tutti su di loro: il Comandante da una parte, lo Special One dall’altra, ma in due vesti diverse rispetto al loro rispettivo passato. Stavolta regna il basso profilo, perché le rose a disposizione non permettono ancora voli pindarici e potrebbe anche essere il primo derby senza romani in campo dal 1966. Difficile infatti che Cataldi e Calafiori possano avere una chance dall’inizio, mentre ci sarebbe stato sicuramente Lorenzo Pellegrini ma l’espulsione di giovedì ha rovinato i piani di Mourinho. Tanto che alla vigilia il portoghese non perde l’occasione di ricordarlo: “Di Lorenzo ce n’è uno solo, Rapuano (l’arbitro di Roma-Udinese, ndr) è giovane e ha fatto una ‘cagata’, la prossima volta non sbaglierà”, dice scherzando il tecnico giallorosso. Che per domani proverà a recuperare Vina ma non svela comunque le sue carte in vista della gara con la Lazio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Così come la Lazio, che domani ritroverà le vecchie certezze nell’undici titolare. Sarri spera anche nel gioco e magari in una vittoria che manca da quasi un mese (l’ultima, all’Olimpico nel 6-1 contro lo Spezia del 28 agosto): “Troviamo una squadra forte – ha ammesso il toscano – con una buona prestazione avremo più possibilità di fare risultato. Il derby è una delle partite più importanti d’Europa. Tutti fin da bambini sogniamo un giorno di poterla giocare. Quindi ci siamo e giochiamola”. Chiede il “110%” e non abbocca a chi gli chiede della Roma senza Pellegrini: “Io faccio strategia, non la cambio in base agli avversari”. E se da un lato Sarri ritiene “plausibile” che la sconfitta di Milano possa “aver lasciato qualche scoria” e “che qualcosa dentro ai giocatori si possa essere rotta”, d’altro canto snocciola i numeri e ammonisce: “La squadra è bella viva. Tutto questo negativo che sento aleggiare attorno a noi mi sembra eccessivo, abbiamo le stesse medie dello scorso anno”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Probabili formazioni
Lazio (4-3-3): 25 Reina; 29 Lazzari, 3 Luiz Felipe, 33 Acerbi, 23 Hysaj; 21 Milinkovic-Savic, 6 Leiva, 10 Luis Alberto; 7 Felipe Anderson, 17 Immobile, 9 Pedro. (1 Strakosha, 31 Adamonis, 4 Patric, 26 Radu, 77 Marusic, 88 Basic, 8 Akpa Akpro, 32 Cataldi, 5 Escalante, 27 Moro, 94 Muriqi, 18 Romero). All.: Sarri. Indisponibili: Zaccagni. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno.
Roma (4-2-3-1): 1 Rui Patricio; 2 Karsdorp, 23 Mancini, 3 Ibanez, 13 Calafiori; 17 Veretout, 4 Cristante; 22 Zaniolo, 77 Mkhitaryan, 92 El Shaarawy; 9 Abraham. (87 Fuzato, 63 Boer, 6 Smalling, 19 Reynolds, 24 Kumbulla, 42 Diawara, 14 Villar, 55 Darboe, 59 Zalewski, 21 Mayoral, 11 Carles Perez, 14 Shomurodov.) All.: Jose Mourinho.
Squalificati: Pellegrini Diffidati: nessuno Indisponibili: Spinazzola, Vina Arbitro: Guida di Torre Annunziata Quote Snai: 2,65; 3,40; 2,60.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Juve primo colpo in casa ma allarme Dybala
Piegata la Samp, preoccupano infortuni argentino e Morata
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 settembre 2021
14:25
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un’altra vittoria di sofferenza, ma la Juventus trova il primo successo casalingo grazie alle reti di Dybala, Bonucci (rigore) e Locatelli: la Sampdoria è battuta 3-2. A preoccupare i bianconeri, però, sono le condizioni di Dybala, uscito in lacrime per un problema muscolare, e anche Morata andrà valutato per un fastidio alla coscia destra.
E mercoledì c’è il Chelsea, in Champions.   JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS: TUTTE LE PARTITE INTERE, GLI HIGHLIGHTS, GLI APPROFONDIMENTI, LE INTERVISTE, DIETRO LE QUINTE, DATI, CURIOSITÀ, IMMAGINI. TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS! CONFERENZE STAMPA, FLASH BACKS, TUTTO SUL MONDO BIANCONERO! DA NON PERDERE E DA CONDIVIDERE!   PIEMONTE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Perin difende i pali della porta bianconera, Morata e Dybala fanno coppia in attacco, sulla fascia sinistra c’è Bernardeschi: queste le scelte di Allegri per la prima delle tre gare in sette giorni, con De Ligt che affianca Bonucci e Chiesa che parte titolare sulla stessa fascia di Cuadrado. D’Aversa punta sul tandem Caputo-Quagliarella, con quest’ultimo applauditissimo dagli oltre 15mila dello Stadium, e lascia in panchina l’altro ex della sfida, il giovane Dragusin. La Juve parte fortissimo, dopo appena dieci minuti Dybala sblocca la gara: Locatelli gli appoggia un pallone al limite dell’area, la Joya fa esplodere un mancino rasoterra e preciso che si insacca nell’angolino basso alla sinistra di Audero. Poi, però, l’argentino alza bandiera bianca e le sue condizioni preoccupano non poco. In lacrime al momento del cambio, Dybala si è procurato un problema muscolare alla regione posteriore della coscia sinistra e domani si sottoporrà ad esami strumentali, mentre mercoledì arriverà il Chelsea e sabato ci sarà il derby contro il Toro. La Juve piace e convince, soprattutto nei fraseggi nello stretto e sotto il punto di vista tecnico, e arriva anche il raddoppio: Murru respinge con il braccio un tiro di Chiesa, Bonucci i va sul dischetto e spiazza Audero. Come spesso capita, però, la squadra di Allegri si rilassa e subisce gol alla prima occasione concessa, con Yoshida che va in anticipo su Bonucci su azione di corner e riapre la partita. Ad inizio ripresa ci pensa Locatelli a riportare i bianconeri sul doppio vantaggio: Chiesa si attarda alla conclusione ma Colley pasticcia, Kulusevski serve un pallone che l’ex Sassuolo deve soltanto spingere dentro per il suo primo gol con la Juve. I bianconeri sembrano in controllo della partita, Morata si tocca la coscia destra al momento del cambio con Kean e fa una smorfia di dolore, poi la Sampdoria la riapre nel finale: Cuadrado perde palla in uscita, Silva serve Candreva ed è 3-2.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I blucerchiati cercano il pareggio ma non riescono a raggiungerlo, per Allegri è la seconda vittoria consecutiva e la prima allo Stadium. In vista del Chelsea e per il Toro, con il collaboratore granata Moretti presente sulle tribune per visionare i bianconeri, andranno valutati Morata e soprattutto Dybala. Per la Sampdoria resta la buona prestazione, anche se in difesa vanno registrati gli automatismi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: la Fiorentina vince a Udine, successi Empoli e Sassuolo
Risultati: Udinese-Fiorentina 0-1, Empoli-Bologna 4-2 e Sassuolo-Salernitana 1-0
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 settembre 2021
21:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Quarta vittoria di fila, terza in trasferta, per la Fiorentina di Italiano che cresce col suo cannoniere Vlahovic, implacabile su rigore.I viola giocano bene e sta crescendo anche la convinzione. Ha un po’ sofferto alla fine ma l’Udinese di Gotti, al terzo ko di fila dopo un ottimo inizio anche se solo col Napoli ha perso nettamente.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Continua a stupire invece l’Empoli di Andreazzoli, che arriva a nove punti e bastona un Bologna incerto ma anche un po’ sfortunato.
Gli emiliani subiscono un autogol dopo 1′, recuperano col primo gol di Barrow, poi sbagliano un rigore con Arnautovic. La gara svolta: l’Empoli passa con Pianamonti che approfitta di un errore del portiere e triplica su rigore. Il Bologna schiuma rabbia, colpisce una doppia traversa di Barrow e Arnautovic, ritorna in corsa con Arnautovic, poi chiude il conto con un gran terra Samuele Ricci.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ci vuole capitan Berardi per rilanciare un Sassuolo deludente, che non riesce a tenere il passo di quello esaltante di De Zerbi. L’azzurro segna di testa, su cross di Boga, e riporta a centro classifica la squadra che crea e sbaglia parecchio. La Salernitana ci mette il cuore, sta crescendo ma non riesce a sfruttare le opportunita’ capitate. Sempre precaria la situazione di Castori, i campani sono malinconicamente ultimi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Napoli spietato, Cagliari ko e azzurri in testa
Sardi remissivi, Osimhen scatenato segna e fa segnare Insigne
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 settembre 2021
22:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sesta vittoria consecutiva del Napoli che batte il Cagliari 2-0 e rimane da solo in testa alla classifica a punteggio pieno. Il divario tra le due squadre è troppo netto perché il risultato possa essere messo in qualche modo in discussione.
Il Cagliari punta a una gara difensiva e spera con le barricate di frenare gli azzurri e portare via un punto dal Maradona. Spalletti conferma la squadra che ha vinto giovedì a Genova con la Sampdoria, con la sola eccezione di Politano che prende il posto di Lozano.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Cagliari ha bisogno di punti e Mazzarri, per non lasciare il minimo spazio disponibile agli attacchi veloci degli azzurri, si copre in maniera estrema, schierando a inizio partita un 4-4-1-1 inedito, che lascia il solo Joao Pedro in proiezione offensiva e piazza tutti gli altri calciatori rossoblù a protezione della loro area di rigore. I calcoli dell’ex tecnico del Napoli, però, vanno gambe all’aria quasi subito perché dopo soli dieci minuti il bunker che Mazzarri aveva predisposto salta per un gol di Osimhen che sfrutta da breve distanza e devia in rete un rasoterra da destra di Zielinski lanciato sul filo del fuorigioco da Anguissa. Il Cagliari nonostante lo svantaggio non modifica in maniera sostanziale la sua tattica di gioco.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
E’ evidente il tentativo dei sardi di contenere lo svantaggio per sperare di potersi poi giocare il tutto per tutto nella fase finale della partita. Il Napoli, che continua ad esercitare un predominio costante nel gioco, a sua volta non ha fretta e non accelera in maniera visibile le proprie azioni, aspettando che siano gli avversari a scoprirsi per poi tentare di punirli con le ripartenze veloci. Dopo soli 12′ nella ripresa gli azzurri trovano il gol del raddoppio grazie ancora una volta a Osimhen che con una caparbia azione di sfondamento costringe Godin a falciarlo in area. Insigne trasforma il rigore con un tiro centrale.
Mazzarri fa entrare Keita in campo per affiancarlo a Joao Pedro, ma il Cagliari non modifica il proprio atteggiamento che rimane troppo passivo, nonostante la necessità di dover spingere sull’acceleratore per tentare di recuperare. Spalletti dà il via a una serie di cambi e la squadra crea e non concretizza un buon numero di occasioni da gol. Ma il Napoli non ha alcun interesse a spingere troppo perché quel che conta è solo la vittoria che mantiene gli azzurri ancora da soli in testa alla classifica a punteggio pieno.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Venezia-Torino 1-1
Tutto nella ripresa al Penzo, granata in 10 sfiorano colpo al 95′
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
27 settembre 2021
23:38
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Finisce 1-1 il posticipo tra Venezia e Torino. Un pari che scontenta le due squadre, con i padroni di casa che recriminano per un gol annullato, peraltro giustamente per fuorigioco, a Johnsen, e il Toro che ha peccato un po’ in fase offensiva.
Finale da cardiopalma in pieno recupero con gli arancioneroverdi che all’ultimo minuto sfiorano il gol e sulla ripartenza il Toro fallisce il colpo del ko, dovendosi accontentare del secondo pareggio consecutivo, il primo invece per il Venezia in serie A.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: romeno Kovacs arbitro di Shakhtar Donetsk-Inter
Per il Milan con l’Atletico Madrid ci sarà il turco Cakir
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 settembre 2021
12:21
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sarà l’arbitro romeno Istvan Kovacs a dirigere la partita tra Shakhtar Donetsk e Inter, valida per la seconda giornata del girone D di Champions League, in programma martedì prossimi, 28 settembre, alle ore 18:45. Il direttore di gara avrà come assistenti e quarto uomo i connazionali Vasile Florin Marinescu, Ovidiu Artene e Andrei Chivulete.
Al Var, il tedesco Marco Fritz e il romeno Ovidiu Hategan.
Il Milan, impegnato sempre martedì ma alle 21 ospitando l’Atletico Madrid a San Siro per la seconda giornata del gruppo B, avrà come direttore di gara Cuneyt CakÕr, turco come tutta la squadra arbitrale: assistenti Bahattin Duran e Tarik Ongun, quarto uomo Arda Kardesler, var Abdulkadir Bitigen e avar Mete Kalkavan.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve-Samp: Dybala si infortuna ed esce in lacrime
Argentino aveva segnato gol del vantaggio,poi costretto a uscire
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
26 settembre 2021
13:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
E’ durata poco più di 20 minuti la partita di Dybala contro la Sampdoria, ferma sull’1-0 con gol proprio della Joya. L’argentino, infatti, è stato costretto al cambio per un problema muscolare: il capitano bianconero è uscito in lacrime e sulle sue gambe, consolato da Morata, Bentancur e Chiesa, ma evidentemente ha percepito la gravità dell’infortunio.
Le sue condizioni verranno valutate dallo staff medico. Al suo posto è entrato Kulusevski.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Juve-Sampdoria 3-2
Dybala segna e si fa male, gara in bilico fino alla fine
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
26 settembre 2021
14:25
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Juventus batte la Sampdoria 3-2 nell’anticipo delle 12.30 della sesta giornata di serie A, conquistando la seconda vittoria consecutiva. In gol per i bianconeri già al 10′ Paulo Dybala, che poco dopo però è stato costretto a uscire per un problema muscolare: il capitano è uscito in lacrime.
Nel finale del tempo, Bonucci raddoppia su rigore ma poco dopo Yoshida accorcia le distanze per la Samp.
Nella ripresa, il 3-1 firmato da Locatelli ma Candreva a 7′ dalla fine riporta sotto i blucerchiati, incapaci però di completare la rimonta allo Stadium.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve; Allegri ‘passo dopo passo, arriviamo’
“Morata e Dybala? Speriamo di riaverli dopo la sosta’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 settembre 2021
15:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Piano piano, un pezzettino alla volta, ma arriviamo”. Massimiliano Allegri tira le somme dopo la prima vittoria in casa in campionato, 3-2 alla Sampdoria, e avvisa le avversarie.
“E’ un altro passo avanti, siamo nella parte sinistra della classifica – ha detto il tecnico Juve a Dazn – A poco a poco, arriviamo…”. Brutte notizie da Dybala e anche da Morata: “Speriamo di ritrovarli dopo la sosta”, dice, ovvero dopo meta’ ottobre. “Questa vittoria, sofferta, ci dara’ fiducia. Ora ci serve una vittoria ampia per l’entusiasmo.
Bisogna imparare a difendere senza palla, vedo gente che quando e’ oltre la linea della palla guarda dietro..”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Italiano “vittoria sofferta, ottimo approccio alla gara”
“Sono felice per la porta inviolata, prima volta in stagione”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
26 settembre 2021
17:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Dopo l’Inter con cui la squadra ha fatto per 70′ una grande partita, volevamo reagire: siamo riusciti a ripartire e a vincer con un primo tempo ottimo”. Lo ha detto il tecnico della Fiorentina, Vincenzo Italiano, nella conferenza stampa post gara a Udine.

“Non stiamo mai sbagliando l’approccio – ha aggiunto – e questo è fondamentale. Nel secondo tempo il cambio di sistema dell’Udinese ci ha messo in difficoltà. La sofferenza ci sta: si soffre in qualsiasi campo in serie A. La sofferenza la nostra squadra ce l’ha nelle proprie corde. Ci prendiamo questi tre punti – ha concluso – e sono felice di aver lasciato la porta inviolata, per la prima volta in stagione”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Udinese: Rabbia Gotti, partita indirizzata da rigore inesistente
Tecnico “lo scorso anno 14 rigori contro, record in Europa”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
26 settembre 2021
17:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“C’è grande rammarico per aver perso la partirà con un rigore di questo tipo qui. La partita viene indirizzata e decisa da un rigore inesistente”: lo ha affermato Luca Gotti, allenatore dell’Udinese, in conferenza stampa.
“Non voglio essere condizionato da cattivi pensieri – ha aggiunto -, ma trovo assurdo che si possa dare un rigore così. Per me non era rigore mai. Walace stava correndo nella sua direzione e incrocia Bonaventura. Lo scorso anno l’Udinese ha subito 14 rigori contro, record in Europa, ora dopo sei gare perdiamo la partita per questo tipo di decisione, non possiamo non essere almeno dispiaciuti”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Lazio-Roma 3-2
Derby show all’Olimpico. Sarri vince la prima sfida con Mourinho
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
26 settembre 2021
20:23
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Derby show all’Olimpico: la Lazio supera 3-2 alla Roma e Maurizio Sarri si aggiudica il primo confronto romano con José Mourinho. Biancocelesti avanti al 10′ del primo tempo con un colpo di testa vincente di Milinkovic-Savic.
Il raddoppio laziale arriva al minuto 19′ e porta la firma dell’ex di turno, Pedro. La Roma accorcia le distanze sul finire del primo tempo (41′) con Ibanez. Nel secondo tempo è ancora la Lazio ad andare a segno al 18′ con Felipe Anderson che capitalizza un assist di Ciro Immobile. Al 24′ ancora a segno la Roma, stavolta con Veretout che realizza un rigore concesso per un fallo su Zaniolo.
Fa festa la Lazio con Maurizio Sarri che va sotto la curva nord e si fa passare l’aquila Olimpia dall’addestratore e poi la mostra ai tifosi, mentre Mourinho chiama a sé i giocatori giallorossi per parlare con loro.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
400 volte Insigne con Napoli, targa e maglia speciale
La cerimonia di consegna prima dell’inizio di Napoli-Cagliari
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
26 settembre 2021
20:44
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Una targa e una maglia speciale sono state consegnate dal Vice Presidente del Calcio Napoli, Eduardo De Laurentiis a Lorenzo Insigne sul terreno di gioco del Maradona, poco prima dell’inizio della partita con il Cagliari, per festeggiare le 400 presenze del capitano con la maglia azzurra.
“400 volte in azzurro Capitano! #ForzaNapoliSempre”, si legge sul canale Twitter della SSC Napoli dove sono state pubblicate le foto della consegna della targa e della maglia.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lazio: Pedro, ho segnato alla Roma? sono felice’
‘Giocati tanti derby, ma questo è uno dei più belli del mondo’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
26 settembre 2021
21:00
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sono molto felice per questa vittoria così importante per noi e per i tifosi: erano quattro partite che non vincevamo e poi per me questo era un derby speciale”. Così, intervistato da Dazn, Pedro sulla stracittadina di Roma di cui oggi è stato protagonista anche se non con la maglia che ha indossato fino a pochi mesi fa, e con cui aveva segnato a maggio.
Oggi si è ripetuto, ma in biancoceleste.
“Abbiamo fatto una bellissima partita – dice ancora il ‘canario’ della Lazio – e sono contento anche per l’allenatore che ci ha trasmesso un’idea di gioco offensiva: infatti abbiamo avuto tante occasioni, specie nel primo tempo”. Nei giorni scorsi aveva detto che in caso di gol avrebbe esultato. e così è stato. “E’ successo – commenta – e sono felice, perché mi trovo molto bene e mi piace giocare nella Lazio. I tifosi, quando sono arrivato, mi hanno ricevuto nel miglior modo possibile e anche i compagni. E poi sono molto contento di giocare per Sarri, che ha idee sul calcio che a me piacciono tanto”. Intanto è diventato il terzo calciatore ad aver segnato nel derby romano con entrambe le maglie. “Allora entrerò nella storia – scherza – e sono contento anche di questo. Questo era un momento importante per la mia carriera e per me segnare è stato bellissimo. E poi questa è una partita importante per la città, ha tanto valore: di derby ne ho giocati sia al Chelsea che a Barcellona ma questo è uno dei più belli del mondo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Derby Londra all’Arsenal, per Tottenham è crisi
Finisce 3-1 per i Gunners, tra gli Spurs ancora a secco Kane
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
26 settembre 2021
22:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La politica dei giovani comincia a pagare, e l’Arsenal risale posizioni in classifica dopo il disastroso avvio di campionato, il peggiore negli ultimi 67 anni. Oggi i Gunners hanno battuto per 3-1 il Tottenham nel più sentito fra i derby di Londra.
La squadra di Arteta ha avuto un avvio bruciante, segnando tre gol nei primi 35 minuti di gioco, con Smith-Rowe, Aubameyang e Saka. A 11′ dalla fine del match è invece arrivata la rete della bandiera per gli Spurs, segnata dal sudcoreano Son. Ancora a secco Harry Kane, che in questa edizione della Premier League non ha ancora segnato. E per il Tottenha, tre sconfitte di fila a settembre e sempre incassando tre reti, ora è crisi.
Con questo successo, che il tecnico Mikel Arteta ha dedicato ai tifosi (“è per loro, che che non ci hanno mai fatto mancare il loro supporto quando ne avevano più bisogno: oggi è un giorno speciale”), l’Arsenal raggiunge proprio il Tottenham al decimo posto in classifica, con 9 punti in sei partite.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Insigne, ho festeggiato bene 400 presenze con il Napoli
‘Adesso dobbiamo pensare a lavorare, la strada è molto lunga’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
26 settembre 2021
23:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
”Avevo detto quando ricevuto targa e maglia che il modo migliore per festeggiare le 400 presenze in maglia azzurra era vincere era fare gol. Ci siamo riusciti ma ora dobbiamo stare con piedi per terra abbassare la testa e lavorare perché la strada è molto lunga”.
Lorenzo Insigne è molto felice per il risultato raggiunto con il Cagliari e per il primato in classifica, in un giorno speciale.
”Ho provato – dice ai microfoni di Dazn – l’emozione indescrivibile che ho sempre sognato, me la sto godendo e sto cercando di ripagare la fiducia con le mie prestazioni”.
Prima dell’inizio della partita sul tabellone il suo nome per errore era stato affiancato alla maglia numero 10. ”Il 10 – commenta Insigne – non si tocca, è stata la maglia di una leggenda che ha portato Napoli sul tetto del mondo e che ci ha fatto sognare. La 10 è una maglia che è del nostro idolo e non si può toccare”.
”Prepariamo le partite in settimana – conclude Insigne – il mister cerca di farci divertire e lavorare e poi si vede in campo quello he facciamo in settimana. Da capitano dico che bisogna stare tranquilli, la strada è in salita. L”anno scorso ci siamo rimasti male per un pareggio con il Verona e ci fa ancora male. Noi cerchiamo di esprimere il gioco del mister Spalletti. Lui sapeva che eravamo un po’ delusi per quello che è accaduto lo scorso anno, ma ci sta tirando su e noi dobbiamo solo seguirlo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Napoli 6 vittorie su 6, crescono Empoli e Fiorentina
Torna al successo il Sassuolo, grazie a un gol di Berardi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 settembre 2021
23:41
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Napoli non delude e inanella la sesta vittoria su sei e si riporta in testa alla classifica a punteggio pieno e in solitaria. Contro il Cagliari finisce 2-0 con la formazione di Luciano Spalletti trascinata da Osimhen, a segno nel primo tempo e poi artefice del rigore realizzato poi da capitan Insigne (alla 400/a presenza con la squadra partenopea).
Crescono Fiorentina e Empoli portandosi in una posizione di classifica importante, grazie ai successi su Udinese (1-0) e Bologna (4-2).
Grazie a un gol di Berardi, torna alla vittoria (1-0) anche il Sassuolo inguaiando la Salernitana, sempre ultima.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve: Dybala e Morata al JMedical, esami in corso
Fantasista argentino si è infortunato ieri contro la Sampdoria
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
27 settembre 2021
15:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Giornata di esami al J Medical per Alvaro Morata e Paulo Dybala, che si sottoporranno ad esami specifici per valutare i rispettivi problemi muscolari accusati durante la sfida contro la Sampdoria. Lo spagnolo si è presentato al centro medico qualche minuto dopo le 9.30, le sensazioni del tecnico Allegri non sono positive: il rientro a disposizione dei due attaccanti è previsto almeno per metà ottobre, dopo la pausa per le nazionali.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Preziosi: “Non comprerò la Salernitana”
‘Nuovi proprietari affidabili, Il Genoa è in buone mani”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
27 settembre 2021
15:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La Salernitana? Assolutamente no, non entrerò mai più nel calcio. Ho ricevuto anche una telefonata, ma dico di no”.
Enrico Preziosi ha smentito a Radio Rai le voci di un suo possibile acquisto della Salernitana circolate nei giorni scorsi subito dopo la cessione del Genoa al fondo americano 777 Partners. “I nuovi proprietari sono persone giovani che hanno una situazione finanziaria importante, sono affidabili e questa era la cosa più importante – ha aggiunto l’ormai ex patron rossoblù -. Erano tre anni che volevo cedere e questa è una società di tutto rispetto. Il futuro del Genoa è blindato”. L’ex presidente rimarrà comunque legato al club più antico d’Italia. “Chi ha comprato il 100% della società ha il diritto di decidere, i proprietari decideranno ma per contratto ho un posto nel board, che non vuol dire che avrò potere decisionale. Avrò una delega nelle attività”. Da tre anni ormai Preziosi cercava di vendere il club, colpito anche da una lunga e pesante contestazione ma fino all’arrivo di 777 Partners non aveva trovato interlocutori adeguati. Adesso come spiega lui stesso le cose sono cambiate. “Ho fatto degli errori ma anche 15 anni di Serie A. Sono stati fatti degli sforzi, forse avrei potuto fare di più ma magari anche peggio. Ho lasciato il club in mani sicure, non posso piacere a tutti. Spero che chi c’è oggi possa fare meglio – ha spiegato -. L’era dei presidenti mecenati è finita, adesso i club sono delle vere e proprie aziende.  Dovranno fare i conti con le leggi italiane, serviranno stadi di proprietà e i bilanci dovranno essere in positivo, cercando di valorizzare il prodotto per poi magari cedere nuovamente”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Pioli: ‘Atletico pronto a colpire ad ogni errore’
‘Milan deve fare gara di attenzione e di alto livello tecnico’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
27 settembre 2021
15:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Non credo che l’Atletico stia vivendo un momento no. Fino a sabato erano ancora imbattuti.
E’ una squadra molto solida con un allenatore molto preparato. Giocatori esperti pronti a colpire ad ogni errore. Dovremo fare una partita di altissimo livello tecnico con attenzione fino all’ultimo minuto”: lo dice il tecnico del Milan Stefano Pioli alla vigilia del match di Champions League contro l’Atletico Madrid.  Un girone molto complicato per il Milan che ha fatto tesoro della partita con il Liverpool. “Il livello è molto alto. I particolari in Champions – ammette Pioli – fanno la differenza, abbiamo subito gol su disattenzione e ci hanno punito immediatamente. L’Atletico ha battuto Real e Barcellona lo scorso anno e l’esperienza di Liverpool ci può aiutare ad essere pronti”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Simeone: Con il Milan gara difficile, daremo il massimo’
‘E’ rivale molto cresciuto, Atletico maturo e conosce dinamiche’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
15:34
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Milan? È sempre bello tornare a giocare contro una grande squadra. Ed è una rosa che è cresciuta molto in questi ultimi anni.
Sappiamo di affrontare un rivale importante. Giocheremo comunque con tranquillità. Hanno dinamismo e velocità. Il Milan ha un’ottima dinamica di gioco e ha fatto bene nella trasferta di Liverpool. Dovremo dare il massimo”: lo dice il tecnico dell’Atletico Madrid Diego Simeone alla vigilia della sfida Champions contro il Milan. “Il nostro morale è alto. È un gruppo maturo e tutti conoscono le dinamiche del calcio. Domani è una partita difficile, ma cercheremo di fare il massimo e so che potremo fargli male”, spiega Simeone. L’Atletico è reduce dalla sconfitta contro l’Alaves in campionato, un ko che Simeone non vuole drammatizzare: “Hanno cercato di sottrarci degli spazi. Ci hanno obbligato a creare più gioco. Ma nella partita con il Villarreal abbiamo fatto bene. È stata una stagione con molte situazioni di gioco diverse. Dobbiamo continuare ad evolverci”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Materazzi: “Sì a possibili modifiche calendario Fifa”
‘Ma si giochi meno. Partite significative e riposo-chiave’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
15:34
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il dibattito sull’idea di “migliorare il calcio”, lanciata da Arséne Wenger, responsabile dello sviluppo mondiale della Fifa, è sempre aperto. L’organismo che gestisce il calcio nel mondo vuole modificare i calendari e far disputare i Mondiali ogni due anni dal 2028, anziché ogni quattro, come avviene adesso.
L’Uefa è contraria al progetto. Due campioni del mondo, parlando al sito ufficiale della Fifa, hanno dato il proprio ‘feedback’ alle prossime iterazioni del programma globale del calcio. Marco Materazzi, iridato 2006, e il tedesco Sami Khedira, campione nel 2014, hanno approvato il programma delle partite, ma dato priorità a una pausa per i calciatori. “Penso che poter riposare meglio, viaggiare meno e avere l’opportunità di passare più tempo con il club potrebbe essere utile per i giocatori”, ha detto l’ex azzurro. “Quando rappresenti il ;;tuo Paese, le partite sono più importanti, diventano più emozionanti, perché c’è più adrenalina, più atmosfera e più voglia di competere con le squadre più forti”, ha aggiunto Materazzi.
L’incolumità atletica dei calciatori è uno dei temi principali per Khedira che usa la propria esperienza per dare una prospettiva sulla necessità di concedere priorità alle partite che contano. “I tifosi vogliono vedere partite significative ed è lo stesso per i giocatori”, ha aggiunto l’ex centrocampista a tuttocampo della Germania. “Non dobbiamo mettere in calendario più partite meno significative, perché i giocatori hanno così tante partite e viaggiano così tanto. Se dovessi giocare un torneo, o la Champions League, o il campionato, le amichevoli possono dare un po’ fastidio e impedire di tirare un po’ il fiato”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Brahim Diaz, contro Atletico vogliamo i tre punti
‘Hanno rosa ampia e di talento, lavorano duro fino al 90”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
27 settembre 2021
15:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il fatto che arrivi dal Real Madrid influenzerà la prestazione contro l’Atletico, ma io sono del Milan e l’unica cosa importante è raccogliere i tre punti”. Lo dice Brahim Diaz, alla vigilia del match di Champions contro l’Atletico a San Siro. Avversario complicato per i rossoneri che affronteranno una squadra dalla “rosa molto ampia ed eterogenea”.
“Hanno giocatori di grande talento – spiega lo spagnolo – non so se siano i più forti di Spagna, ma sono molto forti, lavorano fino al 90esimo e segnano anche all’ultimo minuto”, avverte Brahim Diaz. Il centrocampista non sente la pressione di dover sostituire Calhanoglu, né di essere leader della giovane squadra rossonera. “Il nostro motto è tutti per uno, uno per tutti. Siamo come una famiglia, ci appoggiamo l’uno all’altro. Non mi sento il leader, ognuno ha le sue responsabilità. Dobbiamo restare a livello alto perché dobbiamo affrontare partite difficili”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Malagò, podio tifo Mattarella-Draghi? Come Tamberi e Barshim
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
15:35
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Chi tra Mattarella e Draghi vince la medaglia della passione sportiva? Mi appello all’accordo Tamberi-Barshim e vediamo cosa possiamo fare…”. Così il presidente del Coni Giovanni Malagò, sulla stagione dei trionfi azzurri.
“Mattarella è un presidente clamorosamente appassionato di sport e competente – ha proseguito Malagò, che negli ultimi mesi ha avuto diversi incontri al Quirinale e a Palazzo Chigi con gli azzurri – Il suo discorso oggi al volley ha impressionato per conoscenza”.
“Draghi, avesse potuto, avrebbe fatto anche l’atleta: ha giocato a pallacanestro, è appassionato di golf, è runner”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Samp, Gabbiadini torna in gruppo dopo un mese di stop
Attaccante della Samp dovrebbe essere convocato contro l’Udinese
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
27 settembre 2021
15:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inizia finalmente la discesa per l’attaccante della Sampdoria Manolo Gabbiadini che si era infortunato a fine agosto nella prima giornata di campionato col Milan procurandosi un trauma distorsivo alla caviglia sinistra.
Domani infatti la squadra di D’Aversa tornerà ad allenarsi in vista della gara di domenica al Ferraris con l’Udinese dove Gabbiadini potrebbe essere almeno convocato.
L’attaccante potrebbe disputare al massimo uno spezzone di partita anche perché poi ci sarà la sosta e quindi l’idea è quella di utilizzarlo dall’inizio, per non rischiare, soltanto nella trasferta di Cagliari in programma il 17 ottobre.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sport, ICS: via a nuova misura liquidità per investimenti
SSD accedono ai finanziamenti agevolati fino a 300 mila euro
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
15:46
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Istituto per il Credito Sportivo (ICS), banca sociale per lo sviluppo sostenibile dello sport e della cultura, continua il proprio percorso a supporto dell’intero sistema sportivo del Paese. Da oggi diventa disponibile la nuova misura di liquidità per investimenti nell’impiantistica sportiva, un’iniziativa che amplia e si aggiunge alla terza misura di finanziamenti agevolati dedicati alla liquidità, avviata dall’ICS già lo scorso mese.
Beneficiari di questa nuova misura, come previsto dal Decreto Sostegni Bis, sono Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche, iscritte al Registro delle associazioni e società sportive dilettantistiche del Coni o Sezione parallela CIP, società sportive professionistiche impegnate nei campionati nazionali a squadre di discipline olimpiche e paralimpiche, con fatturato derivante da diritti audiovisivi inferiore al 25% del fatturato complessivo relativo al bilancio 2019, Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate, Enti di Promozione Sportiva, Organismi omologhi alle FSN, DSA e EPS del Comitato Italiano Paralimpico, Leghe che organizzano campionati nazionali a squadre di discipline olimpiche e paralimpiche.
Le SSD potranno accedere a finanziamenti agevolati fino a 300 mila euro con durata massima di 6 anni, di cui 2 di preammortamento, e le ASD fino a 200 mila euro, mentre tutti gli altri soggetti potranno richiedere finanziamenti fino a 5 milioni di euro. Gli importi richiesti non potranno superare il 25% delle entrate, ovvero del fatturato del rendiconto o del bilancio 2019, o il fabbisogno di liquidità autocertificato dei successivi 12 o 18 mesi. I finanziamenti saranno assistiti da garanzie all’80% messi a disposizione dal Fondo di Garanzia per l’Impiantistica Sportiva ex lege 289/2002 Comparto Liquidità (art 14 c.1 D.L. 8/4/2020 n.23) e da un contributo in conto interessi nella misura di 1,95% messo a disposizione dal Fondo Contributi negli interessi Comparto Liquidità (art14 c.2 D.L.
8/4/2020 n.23) È possibile aderire alla misura attraverso il portale dedicato sul sito del Credito Sportivo.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Nations League: giovedì i convocati di Mancini per le finali
Il 6 ottobre a Milano è in programma la semifinale con la Spagna
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
16:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Giovedì sera il ct della Nazionale, Roberto Mancini, diramerà la lista dei convocati per la fase finale della Nations League. Lo stadio Meazza di Milano ospiterà mercoledì 6 ottobre la prima semifinale tra Italia e Spagna; giovedì 7 ottobre a Torino si affronteranno la Francia campione del mondo e il Belgio.
La Nations League, vinta nella prima edizione dal Portogallo, verrà poi assegnata domenica, a Milano.
La finale di consolazione a Torino. La Nazionale si radunerà domenica sera al Suning Centre di Appiano Gentile e resterà a Milano fino alla partita contro la Spagna, per spostarsi nella notte a Coverciano da dove, in base al risultato della semifinale, si dirigerà poi verso la sede del match di domenica 10 ottobre.
In tre anni, Mancini ha puntato su un gruppo di 78 convocati, dei quali 68 schierati: il più impiegato è Bonucci, con 34 presenze (2.915′), seguito da Jorginho con 33, ma più minuti in campo (2.952′), con 36 esordienti. Bonucci è il calciatore italiano con più presenze all’Europeo, Chiellini supera Zoff (113 presenze) ed è sesto nella classifica all-time delle presenze in Nazionale. Immobile (16 reti) è il calciatore in attività più prolifico in Nazionale. Da oggi, su Uefa.com, è in corso la vendita libera dei biglietti per le finali di Nations.
Le autorità italiane hanno confermato una capienza del 50% (37.000 per Milano, 20.000 a Torino). I fan potranno acquistare fino a due biglietti ciascuno.
In occasione delle Uefa Nations League Finals, torna l’appuntamento con Casa Azzurri, che verrà ospitata allo ‘Spirit de Milan’, ex stabilimento industriale adibito alla produzione di cristallerie, che ospita quotidianamente eventi musicali e offre un servizio di ristorazione caratterizzato dalle tradizioni della città. Casa Azzurri Milano vivrà in una location dedicata alla Nazionale, ai suoi partner, ai suoi sostenitori, agli appassionati di calcio. Sarà prevista un’area ristorante/bar e un’area dedicata agli eventi. Il programma, in via di definizione, prevede, oltre all’accoglienza esclusiva per gli ospiti della Figc, una serie di eventi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro differenziato per Ibra, out contro l’Atletico
Zlatan si è allenato in mattinata, poi ha lasciato Milanello
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
27 settembre 2021
17:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Zlatan Ibrahimovic non sarà a disposizione per la sfida contro l’Atletico Madrid di domani sera. L’attaccante svedese ha lasciato il centro sportivo rossonero prima dell’allenamento della squadra avendo svolto in mattinata lavoro differenziato.
Stefano Pioli spera di poterlo recuperare dopo la sosta per le nazionali della prossima settimana.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ghirelli, gesto Campobasso ha valore eccezionale
Presidente Lega Pro ‘siamo il cuore del fairplay, grazie’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
16:21
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Un gesto di un valore morale eccezionale quello compiuto dalla squadra del Campobasso. Ha restituito palla ai calciatori della Fidelis Andria e ha consentito di segnare una rete e tutto ciò mentre era sotto di un gol”.
Così il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli commenta quanto accaduto ieri durante il match Campobasso-Fidelis Andria, scandito da un bellissimo gesto di fair play dei rossoblù molisani.
Sullo 0-1 per l’Andria, un giocatore ospite era finito a terra e i giocatori della squadra pugliese avevano messo il pallone fuori per far intervenire i sanitari. Alla ripresa però, Tenkorang, attaccante del Campobasso, forse ignaro di tutto, aveva ricevuto la sfera e con l’Andria ferma, era andato in gol.
In campo era poi successo un parapiglia ma, grazie all’intercessione del tecnico della squadra di casa, il Campobasso aveva permesso alla Fidelis di segnare, riportando in questo modo il risultato sul vantaggio maturato prima dell’interruzione per infortunio. “La Serie C si conferma il cuore del fair play e dei gesti che innovano nel costume della vita sportiva – le parole di Ghirelli -i. Sento forte il bisogno di dire grazie ai calciatori, ai tecnici, ai dirigenti, al presidente del Campobasso Mario Gesuè. La Serie C vi ringrazia, non dimenticheremo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Klopp, Liverpool mostri reazione dopo 3-3 in Premier
“Sabato non abbiamo difeso bene, domani col Porto sarà diverso”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
17:41
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Non bisogna vedere le cose più grandi di quello che sono, ma ora dobbiamo mostrare una reazione, questo è certo”. Così il manager del Liverpool, Juergen Klopp, alla vigilia della sfida col Porto per la seconda giornata del girone B di Champions League – lo stesso del Milan, battuto 3-2 ad Anfield Road – e dopo il pareggio per 3-3 con il Brentford in Premier.
“Penso che sia davvero difficile vincere una partita di calcio quando non difendi al tuo livello più elevato ed è quello che non l’abbiamo fatto sabato scorso”, ha proseguito Klopp, sostenendo poi di aver parlato dei problemi difensivi con i suoi giocatori e di essere fiducioso tutto si sistemerà.  Il Liverpool ha vinto le ultime due partite in trasferta contro il Porto, con un punteggio totale di 9-1, nel 2018 e nel 2019, ma Klopp ha detto che quei risultati sono privi di significato nel contesto della gara di martedì. “Non pensiamo alle ultime due sfide, pensiamo a questa partita – ha affermato -. Sono una squadra di alto livello, non c’è dubbio su questo. Si qualificano ogni anno per la Champions, sono sempre primi o secondi nel campionato portoghese, ed è per questo che ci stiamo preparando, non per una squadra che abbiamo battuto in passato”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Brych arbitrerà l’Atalanta, Manzano per la Juve
La Dea ospiterà lo Young Boys, i bianconeri il Chelsea
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
17:41
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sarà l’arbitro tedesco Felix Brych a dirigere Atalanta-Young Boys, partita della seconda giornata del girone F di Champions League, in programma mercoledì prossimo alle 18.45 al Gewiss Stadiumdi Bergamo. Brych avrà come assistenti Mark Borsch e Stefan Lupp, quarto uomo Daniel Schlager, Var Sascha Stegemann, Avar Deniz Aytekin, tutti suoi connazionali. Sempre mercoledì, alle 21, scenderà in campo all’Allianz Stadium la Juventus nel girone H contro il Chelsea e ad arbitrare l’incontro sarà lo spagnolo Jesus Gil Manzano.
Gli assistenti sono Diego Barbero e Ángel Nevado, il quarto uomo Juan Martínez Munuera. Al Var l’olandese Pol van Boekel, coadiuvato da un altro spagnolo José Luis Munuera.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gravina, obiettivo dal 2024 due B e fascia intermedia
‘Serve riforma culturale, puntare su infrastrutture e giovani’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
27 settembre 2021
18:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Tutti pensano che la riforma del calcio passa attraverso la riforma dei campionati. Certo è fondamentale, ma se la riduciamo ad una semplice operazione matematica serve un ragioniere.
Non è la mia riforma. La mia riforma è culturale. La cultura nel mondo del calcio credo che sia uno degli elementi più complessi da costruire e su quello sto investendo energie”. Lo ha detto il presidente della Federcalcio Gabriele Gravina.
“La rivoluzione culturale – ha aggiunto – comprende tutto, la modalità di investimento, la valorizzazione di due asset fondamentali quali infrastrutture e settori giovanili. Mi riferisco anche al controllo e alle modalità di gestione aziendalistiche, tenere i costi sotto controllo e cercare di aumentare i ricavi, cercare di vendere meglio il nostro brand”.
“L’idea di fondo legata alla riforma – ha detto Gravina – è legata ad una esigenza: il nostro calcio è surriscaldato cioè si spende troppo perché il divario a livello di mutualità è altissimo. C’é un rapporto di 1 a 20 tra la serie A e B, di 1 a 10 tra C e B e infinito tra C e dilettanti perché non c’è mutualità. Il rischio è retrocedere perché se retrocedi tu fallisci. La storia dice che su 4 società che vanno dalla B alla C tre, in uno o due anni, falliscono. La mia preoccupazione è raffreddare il sistema con delle fasce intermedie e poi arrivare, dal ’24-’25 a quella che sarà la fusione tra quella che noi costituiremo, mi auguro con l’approvazione del Consiglio federale, che prevede una C elite ed una D elite con una fusione tra la C elite e la B per arrivare nel ’24-’25 ad una A, due B, poi la D elite che si fonda con la serie C con un semiprofessionismo abbastanza allargato e poi il mondo del dilettantismo che sarà vero, non professionismo di fatto. Il vantaggio sarà che la federazione metterà a disposizione delle risorse ma chiederemo un intervento governativo. Serve la modifica della 91 sul semiprofessionismo ma servono una serie di interventi e ne cito uno, l’apprendistato che è un diritto del mondo del calcio che rivendichiamo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Atalanta; lesione per Palomino, niente Young Boys
Problema al bicipite femorale per l’argentino
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BER
27 settembre 2021
18:31
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
José Palomino, allenatosi a margine del gruppo oggi a Zingonia, salterà la seconda partita del Group Stage F di Champions League mercoledì (18.45) a Bergamo contro lo Young Boys. Il difensore argentino dell’Atalanta, sostituito da Joakim Maehle al 25′ del secondo tempo sabato scorso in campionato contro l’Inter a San Siro, ha riportato una lesione di più grado al bicipite femorale sinistro.
I tempi di recupero, data la lieve entità dell’infortunio, pur non specificati non dovrebbero tuttavia essere particolarmente lunghi. Difficile, comunque, che il giocatore trentunenne possa farcela in vista del match di serie A col Milan domenica 3 ottobre.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Contro Chelsea la Juve sfavorita dal pronostico
Complicata anche serata del Milan. Inter, vincere è imperativo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
19:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Due vittorie di misura contro Spezia e Sampdoria evidentemente non bastano a recuperare credito: malgrado giochi in casa, la Juventus è pesantemente sfavorita nel confronto di mercoledì con il Chelsea, seconda giornata di Champions League. Il pronostico Snai si orienta senza tentennamenti sul 2 dei Blues campioni in carica, a 1,90.
Ad alta quota la vittoria bianconera, data a 4,00,più alla portata il pareggio, a 3,55. Il bomber più probabile della sfida è Lukaku, a 2,25, anche se con tutta probabilità si troverà di nuovo alle prese con Chiellini. Quale che sia l’esito dell’incontro, per gli analisti Snai le due squadre sono già con un piede e mezzo agli ottavi: la qualificazione del Chelsea è appena a 1,02, la Juventus è a 1,07, con un vantaggio abissale sullo Zenit, dato a 4,75, e sul Malmoe, a 20.
Complicata anche la serata del Milan, che domani ospita l’Atletico Madrid. Quote equilibrate, ma gli spagnoli sono leggermente avanti, visto che il 2 vale 2,55 e il segno 1 è offerto a 2,90. Non improbabile il pareggio, a 3,15. La sconfitta di Liverpool è stata onorevole, ma ha messo il cammino del Milan ancora più in salita, in un girone difficile: la qualificazione è ora un traguardo che vale 2,75, con chance più ridotte rispetto all’Atletico, dato a 1,65, e i Reds, a 1,10.
Battuta in casa dal Real Madrid, l’Inter ha assoluta necessità dei tre punti domani in casa dello Shakhtar, che a sua volta deve riscattare lo scivolone del primo turno contro lo Sheriff Tiraspol. Alta la fiducia per i nerazzurri: il 2 non va oltre quota 1,55, mentre la vittoria degli ucraini di De Zerbi sale fino a 5,50. Decisamente improbabile il pareggio, a 4,25. Con la vittoria, l’Inter rinsalderebbe le già buone prospettive di qualificazione.
Apparsa in crescita nel match di campionato con l’Inter, l’Atalanta si candida al successo interno contro lo Young Boys, mercoledì sera: a 1,50 il segno 1, a 6,00 il 2 degli svizzeri, che però ripartono dalla insperata vittoria ottenuta nel primo turno contro lo United. Un altro pareggio della Dea, dopo il buon 2-2 in casa del Villarreal, si gioca a 4,75.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ateneo Urbino conferisce laurea in Scienze motorie a ct Mancini
“Nessuno credeva in vittoria. Complimenti a azzurri tutti sport”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
URBINO
27 settembre 2021
20:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ci fa piacere essere considerati gli apripista di questa nuova fortunata stagione sportiva italiana. Veniamo da questa straordinaria impresa calcistica: alla base di tutto c’è grande impegno e passione”.
Così il ct della nazionale, Roberto Mancini, nella cerimonia di consegna della laurea honoris causa in scienze motorie, dalle mani del rettore dell’ Università di Urbino, Giorgio Calcagnini. Il tecnico di Jesi (Ancona) è arrivato da solo in auto sotto il rettorato in Piazza Rinascimento e tanti giovani gli si sono fatti incontro per autografi e selfie, che non ha negato a nessuno. Al Teatro Sanzio ad attendere Mancini erano presenti anche il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, e il presidente della Regione, Francesco Acquaroli, che lo ha voluto come testimonial di promozione turistica delle Marche.
In toga e ‘tocco’ da laurea, Mancini ha tenuto una lectio magistralis sul tema “Leadership, coeso, spirito di gruppo, clima relazionale: come costruire una squadra vincente nello sport”. “Siamo partiti – ha detto ancora il ct con riferimento all’impresa culminata con il trionfo di Wembley – senza nessuno che credesse nelle nostre potenzialità di vincita. Nessuno pensava nemmeno ad altri sport, come i 100 mt, la staffetta, il salto in alto, la pallavolo e altro ancora. Colgo l’occasione – ha concluso – per fare i miei complimenti a tutti questi ragazzi per le loro vittorie”.
Emozioni e applausi al Teatro Sanzio dove è stato proiettato un video che ha ripercorso i successi degli azzurri all’Europeo e sono state lette le motivazioni della laurea honoris causa al ct esempio, anche da calciatore, di dedizione al lavoro, serietà e grande talento. Ad accogliere Mancini nella location della cerimonia anche il presidente della Provincia di Pesaro Urbino, Giovanni Paolini, e il sindaco di Urbino, Maurizio Gambini.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Agnelli, in Superlega 3 valori essenziali stabilità calcio
Presidente Juve li enumera nella lettera agli azionisti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
27 settembre 2021
20:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Superlega “ha nelle sue regolamentazioni tre valori essenziali per la stabilità dell’industria calcistica”. Lo scrive Andrea Agnelli nella lettera agli azionisti Juventus.
I tre valori sono – spiega – “un nuovo framework condiviso per il controllo dei costi, che contribuisca, contrariamente a quanto affermato anche in sedi autorevoli, all’equilibrio competitivo delle competizioni; un forte impegno alla solidarietà e alla mutualità; la centralità delle prestazioni dei club nelle competizioni europee e del contributo di questi allo sviluppo dei talenti come elementi fondanti di un nuovo concetto di ‘meritocrazia’ sportiva”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Inzaghi, con Shakhtar importante ma non decisiva
Servirà ottima gara, De Zerbi in due mesi è stato molto bravo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
27 settembre 2021
20:17
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La sfida con lo Shakhtar non è ancora decisiva ma è molto importante, penso che loro siano un’ottima squadra. Molto ben allenata e che gioca bene a calcio, con individualità importanti”.
Lo ha detto il tecnico dell’Inter, Simone Inzaghi, alla vigilia della gara con lo Shakhtar Donetsk in Champions League. “Dovremo fare un’ottima partita sapendo che veniamo da una gara fatta molto bene contro l’Atalanta. De Zerbi? In due mesi e mezzo è stato molto bravo.
Ha portato delle leggere modifiche considerando i giocatori che ha e che sono di assoluto valore”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Inzaghi, dobbiamo trovare il giusto equilibrio
Pazza Inter? Io mi diverto a vederla giocare
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
20:25
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Avevo chiesto una squadra che reagisse e che giocasse bene a calcio. Credo si siano viste queste due cose nelle prime sei partite.
In più bisognerà trovare equilibrio, attacchiamo con tanti uomini, sviluppiamo tantissimo calcio ma a volte dobbiamo cercare strade meno difficili perché sbagliando qualcosa tecnicamente si prendono contropiede molto pericolosi”. Lo ha detto il tecnico dell’Inter, Simone Inzaghi, alla vigilia della gara con lo Shakhtar Donetsk in Champions League.
“Contro Verona, Fiorentina e Atalanta abbiamo trovato qualche difficoltà. Siamo andati in svantaggio in tutte e tre ma sono molto contento della reazione della squadra- ha detto ancora l’allenatore -. Pazza Inter? Io so solo che mi diverto moltissimo a vederla giocare”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Shakhtar; De Zerbi, Inter più forte dell’anno scorso
In Ucraina mi trovo bene e mi diverto, la squadra sta crescendo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
20:28
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Rispetto a un anno fa, l’Inter è più forte nella testa: già lo stavano diventando, ma lo scudetto è stato determinante. Credo siano più forti perché hanno la consapevolezza di esserlo”.
Lo ha detto il tecnico dello Shakhtar Donetsk, Roberto De Zerbi, alla vigilia della gara contro l’Inter in Champions League. “Lukaku e Hakimi sono fortissimi, ma sono stati rimpiazzati bene – ha proseguito -. Ha perso Conte, uno dei migliori allenatori italiani, ma ha preso Inzaghi che è altrettanto bravo e più giovane: l’Inter ha capito qual è la strada per arrivare ai risultati. Lo stimo come allenatore. Per me era l’allenatore giusto per l’Inter in questo momento”.
“La mia esperienza allo Shakhtar? Si gioca ogni tre giorni sempre ma è quello che volevo. Mi trovo bene e mi sto divertendo, la squadra è forte. Siamo ancora in costruzione, abbiamo tanti giovani e un’idea di gioco diversa rispetto a quella dell’anno scorso ma penso siamo sulla strada giusta”, ha concluso De Zerbi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Capello, può essere anno buono per il Napoli
Oggi a Coverciano la 2/a edizione del premio Inside the sport
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
27 settembre 2021
20:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Questo può essere buono per il Napoli. E’ partito bene, dimostrando di essere una squadra.
Ha qualità in ogni settore. Credo che sarà difficile batterlo e difficile da raggiungere. Lo dissi già due mesi fa. Non è andato in Champions per pochi punti. Gli scontri diretti saranno fondamentali. L’unico ostacolo può essere rappresentato dal fatto che a gennaio Koulibaly e Anguissa saranno impegnati nella coppa d’Africa. L’Inter è considerata la favorita insieme alla Juventus che purtroppo ha dei problemi. Vedo un Il Milan frizzante, speriamo duri così, il campionato sarà ancora più competitivo”. Lo ha detto Fabio Capello, oggi a Coverciano ritirando il premio ‘Inside the Sport’, seconda edizione, promosso dal Mcl (Movimento cristiano lavoratori) e organizzato con l’Ussi (Unione stampa sportiva italiana).
Fiorentina-Napoli? “Sarà una partita interessante, la Fiorentina ha perso in casa con l’Inter, aveva creato molto, ma dopo si è distratta ed è stata condannata. Contro squadre di valore dovrà stare molto attenta. Con Italiano ha cambiato idea di gioco, più dinamismo, aggressività e personalità. Nel calcio moderno è fondamentale”, ha aggiunto.
I lavori, coordinati da Gianfranco Coppola, presidente nazionale Ussi e Michele Cutolo, vicepresidente nazionale Mcl, sono stati preceduti da un forum su ‘calciomercato tra etica e business’ a cui hanno partecipato numerosi giornalisti ed esperti tra cui Demetrio Albertini, presidente del settore tecnico della Figc.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ex calciatore arrestato per droga: l’avvocato, è innocente
“La sua vita è il calcio, nulla a che fare con il narcotraffico”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
27 settembre 2021
20:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dice di essere innocente e di non avere nulla a che fare con il narcotraffico, che la sua vita è solo il calcio, l’ex calciatore della nazionale colombiana Antony De Avila Charris, arrestato a Napoli, lo scorso 21 settembre, dagli agenti del commissariato Vicaria Mercato che gli hanno notificato un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura di Napoli per l’accusa di produzione e traffico internazionale di droga. A rendere note le sue dichiarazioni è stato l’avvocato Fabrizio De Maio, legale dell’ex calciatore, che lo ha incontrato in carcere.

“Bisogna precisare che De Àvila, – spiega l’avvocato De Maio – era libero di circolare, tant’è vero che il 28 giugno 2021, prese un aereo da Cali, diretto a Madrid, e da qui partì per giungere a Napoli qualche giorno dopo. Ha quindi, superato tante frontiere, è stato sottoposto a tantissimi controlli da parte delle forze dell’ordine e mai nessuno lo ha fermato”.
“Questo arresto, – afferma ancora l’avvocato di De Àvila – è senza senso, non ha motivo. Ecco la verità sul caso più discusso del momento”.
L’avvocato Fabrizio De Maio annuncia di voler percorrere ogni strada percorribile per riportare in libertà l’ex calciatore della nazionale colombiana, che ha partecipato anche a due mondiali. Attraverso il suo legale De Àvila fa sapere che gli manca la famiglia. Al suo avvocato ha chiesto di riferire anche questa sua dichiarazione: “Ringrazio tutti i miei fan di tutto il mondo per il sostegno e l’affetto che mi dimostrate. Non vedo l’ora di abbracciarvi tutti perché sono innocente”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sport: flashmob a Milano, nasce movimento Champions for change
Tante adesioni al manifesto per sviluppare social responsibility
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
21:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Settanta sportivi di cinquanta sport diversi hanno partecipato oggi ad un grande flashmob presso l’Arco della Pace di Milano per sancire sancito la nascita di Champions for change, il primo movimento di sport social responsibility. “Lo sport è inclusione e, con le sue virtù e i suoi talenti, deve ritornare ad essere modello di riferimento per le nuove generazioni”, recita una nota del movimento, “nato per restituire allo sport tutta la sua forza valoriale, aggiungendo alla sua dimensione di ‘entertainment” quella di ‘palestra di valori’ per allenarsi a diventare cittadini e persone migliori”.
Il ‘manifesto’ proposto dal movimento – promosso da Value In Action e ideato e voluto da Action Agency – ha già avuto le adesioni di campioni quali Maurizia Cacciatori, Jury Chechi, Umberto Pelizzari, Antonio Rossi. E’ anche in partenza una campagna digital e analogica per raccogliere le storie di sportivi, campioni non solo nelle loro discipline ma anche nella vita, che ogni giorno sono motori del cambiamento attraverso le loro azioni. Tutte le storie saranno poi votate sui canali social del movimento, che selezionerà le cinque migliori di responsabilità sociale.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Real; Ancelotti “emozione tornare al Bernabeu”
“Rapporto speciale col torneo, abbiamo piccolo vantaggio”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
21:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Tornare al Bernabeu ci rende ancora più emozionati. Abbiamo tanti ricordi di Champions League qui.

Questo club ha qualcosa di speciale in questa competizione. È la più complicata, la più dura, ma questo club ha più di chiunque l’abitudine a vincerla. Quindi, partiamo con un piccolo vantaggio”. Il tecnico del Real Madrid, Carlo Ancelotti, ha espresso tutto il suo entusiasmo per il ritorno nello storico stadio più che parlare della sfida con lo Sheriff – squadra al momento all’opposto nella tradizione rispetto alle merengues -, aprendo la conferenza stampa della vigilia. “Zizou ha fatto molto bene, spero di essere alla sua altezza e anche di essere in grado di vincere una Champions in più!”, ha aggiunto l’italiano, parlando del suo predecessore sulla panchina capace di vincere tre coppe di seguito.
“Lo Shriff gioca bene, hanno fatto bene contro la Dinamo Zagabria nel preliminare e alla loro prima partita, sono molto organizzati, molto veloci davanti, quindi servirà la massima concentrazione per raccogliere i tre punti”, ha poi sottolineato Ancelotti. “E’ una squadra pronta a competere, hanno battuto lo Shakhtar, che è riuscito a metterci in difficoltà la scorsa stagione”, ha avvertito Nacho, che era a fianco di Ancelotti, per il quale non ha nascosto la sua ammirazione: “Il mister ha esperienza, è riuscito a trasformare un gruppo abbastanza giovane in una squadra che mette in difficoltà qualsiasi avversaria – ha detto il difensore -. Ci ha reso migliori, ci ha reso una squadra molto dinamica, che segna molti gol. Con il poco tempo che abbiamo passato insieme, le cose non potevano andare meglio”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Genoa: stop di tre settimane per Biraschi
Lesione flessore adduttore sinistro per il difensore rossoblù
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
27 settembre 2021
21:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tegola per Davide Ballardini che perde per almeno tre settimane il difensore Davide Biraschi.
Uscito a metà secondo tempo della sfida con il Verona di sabato sera, Biraschi è stato sottoposto ad esami strumentali che hanno evidenziato una lesione di primo grado all’adduttore lungo sinistro.
I tempi di recupero previsti, come comunicato dalla società rossoblù, sono di tre settimane.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Venezia-Torino 1-1
Primo pareggio in A per i veneti grazie ad un rigore di Aramu
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
27 settembre 2021
22:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Venezia e Torino hanno pareggiato 1-1 nel posticipo della sesta giornata del campionato di serie A, giocato allo stadio Penzo di Venezia. Il Toro è andato in vantaggio all’11’ della ripresa con Brekalo, ma un fallo da rigore di Djidji ha consentito ad Aramu di pareggiare dal dischetto al 33′.
I granata salgono a quota otto punti in classifica, il Venezia è terz’ultimo con quattro.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juric “punto guadagnato, tatticamente potevo far meglio”
Tecnico Toro, se avversario cambia le cose siamo in difficoltà
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
27 settembre 2021
23:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Penso che dormirò bene, ora analizziamo gli errori di Djidji, però siamo a un punto in cui se l’avversario cambia le cose siamo in difficoltà, non capiamo bene le situazioni. Finché siamo giusti, precisi, va bene, quando cambia qualcosa andiamo in difficoltà”.
Così l’allenatore del Torino, Ivan Juric, commenta la gara col Venezia.
Per l’allenatore granata, il pareggio per 1-1 è un punto guadagnato: “Abbiamo fatto bene per lunghi tratti, abbiamo sbloccato la gara, tatticamente potevo fare di più io, poi potevamo chiudere la partita in modo diverso, abbiamo lasciato troppi spazi – spiega -. È un punto guadagnato, loro nelle partite giocate sono sempre stati al limite di vincere, pareggiare, va bene così”. Da ultimo, ribadisce la difficoltà di giocare al Penzo: “È stata una partita tosta, dura, loro stavano dietro, l’episodio del rigore è stata la conseguenza delle cose che potevamo fare meglio”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Premier; 1-1 col Palace, Brighton manca assalto a vetta
Maupay in pieno recupero evita anzi la sconfitta ai Seagulls
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
23:46
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nonostante il punto strappato ai supplementari col gol di Neal Maupay, con l’1-1 contro il Crystal Palace di Patrick Vieira il Brighton getta al vento l’occasione di salire in vetta alla Premier League dopo sei giornate. Le sconfitte di Chelsea e United, così come il pareggio del Liverpool, avrebbero dato ai Seagulls il primo posto se fossero passati a Selhurst Park, mentre così gli uomini di Graham Potter restano sesti, in un gruppone di cinque squadre che seguono ad un punto la capolista Liverpool.
Gli Eagles sono invece quindicesimi con 6 punti.
Anche il Palace può rimproverarsi per aver mancato il secondo successo stagionale, dopo aver aperto le marcature grazie un rigore di Zaha nel recupero del primo tempo. Al 33′ della ripresa, Ayew ha sfiorato il 2-0. Un errore costato caro, visto che al 5′ di recupero una rilancio sbagliato del portiere Guaita ha permesso a Maupay di pareggiare.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Zanetti, rischiavamo perdere ma in A ci possiamo stare
Tecnico “Toro è una delle squadre migliori, Venezia subito poco”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
27 settembre 2021
23:53
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Credo che dal punto di vista agonistico non si poteva fare altrimenti contro una squadra che è una delle migliori, assieme all’Atalanta. Mettono le partite sul piano della qualità e se non ci sai stare dentro subisci.
Ho visto altre squadre subire molto di più, mi fa piacere”. Così l’allenatore del Venezia, Paolo Zanetti, dopo l’1-1 nel posticipo col Toro.
“Rischiavamo anche di perderla per una disattenzione, un po’ con ‘il ciuccio in bocca’ come siamo noi in alcuni frangenti, perché siamo inesperti. Fatichiamo a essere incisivi davanti, però quando concediamo, seppur pochissimo, rischiamo forte – aggiunge, Zanetti parlando dei rischi corsi nel finale -. Credo però che questa partita ci possa dare grande stimolo soprattutto per capire che in questa categoria ci possiamo stare. Spero che i miei giocatori ne siano consapevoli”. Il tecnico ha anche spiegato le sue scelte tattiche, fatte “per coprire bene il campo e non dare punti di riferimento con due punte veloci, visto che loro sono straordinari a giocare sulla pressione su riferimento. Gli abbiamo creato più di qualche grattacapo, siamo stati sempre molto offensivi”, conclude.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Superlega:Uefa, nullo procedimento verso Juve, Real, Barca
Corte appello “come se non fosse mai stato aperto”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
00:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Corte d’appello Uefa ha reso noto di aver cancellato il procedimento disciplinare in che era stato aperto con la Juve, il Real e il Barcellona per il caso della Superlega. “A seguito della sospensione dei procedimenti nei confronti di Juventus, Barcellona e Real Madrid, nella vicenda relativa a una potenziale violazione del quadro normativo Uefa in relazione alla cosiddetta ‘Super League’, la Corte d’Appello UEFA ha dichiarato nullo il procedimento, come se il procedimento non fosse mai stato aperto”, recita la nota diffusa nella tarda serata dalla federazione europea.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Annullate anche sanzioni per tutti i club che aderirono a piano
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
11:59
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
In chiusura del giorno in cui il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, sottolinea nella lettera agli azionisti che la Superlega “ha nelle sue regolamentazioni tre valori essenziali per la stabilità dell’industria calcistica”, l’Uefa decide di annullare tutti i procedimenti disciplinari, già sospesi, contro la stessa Juventus, il Barcellona e il Real Madrid, ancor uniti nel patto, ma anche verso gli altri nove club – Inter, Milan, Atletico Madrid e sei big di Premier League -, che lo scorso aprile diedero vita all’effimero progetto, in ottemperanza a una sentenza del tribunale di Madrid.
Le sanzioni disciplinari “in relazione al cosiddetto progetto ‘Superlega’ sono dichiarate nulle, senza alcun pregiudizio, come se il procedimento non fosse mai stato avviato”, fa sapere la Corte d’appello della federazione guidata da Alexander Ceferin.
Lo scorso maggio, l’Uefa aveva annunciato sanzioni, principalmente finanziarie, nei confronti dei nove club che si erano ritirati e con i quali aveva dichiarato di aver raggiunto un accordo, a seguito delle loro scuse e del riconoscimento del loro ‘errore’. Nel frattempo, i tre club ribelli si erano rivolti ad un tribunale di Madrid che a stretto giro aveva chiesto alla Uefa di annullare le misure di reintegrazione, che prevedevano anche una multa di 100 milioni di euro se mai avessero cercato di competere in una competizione non autorizzata.
il tribunale madrileno ha anche sollecitato ad annullare i procedimenti disciplinari contro Juve, Real e Barca, peraltro al momento sospesi, che prevedeva la possibile esclusione dalle coppe europee.
Pochi giorni fa, il tribunale ha dato all’Uefa un termine di cinque giorni, che scadevano domani, per rispettare tale provvedimento. In extremis, è giunta quindi la comunicazione della Corte d’appello.

Relazione finanziaria annuale al 30 giugno 2021. Lunedì 27 Settembre 2021:

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Libri:’Storia d’Italia e del calcio’ con Tardelli e De Sisti
Gravina e Malagò a presentazione Circolo Canottieri Tevere Remo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
09:20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
‘La storia d’Italia, del calcio e della Nazionale’ raccontata e svelata in uno dei circoli storici di Roma.
Il tutto giovedì 30 settembre (alle 18.00) dove il presidente del Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, Daniele Masala ospiterà la presentazione del libro “Storia d’Italia del Calcio e della Nazionale Uomini, fatti, aneddoti 1950-1994” di Mauro Grimaldi con la prefazione di Marco Tardelli.
Interverranno, oltre all’autore, Gabriele Gravina presidente della Figc Giancarlo De Sisti e Marco Tardelli.
A dare il benvenuto agli ospiti il segretario del Reale Circolo Livio Lavitola, Andrea Granzotto Consigliere allo sport. Mentre ospite d’eccellenza il presidente del Coni Giovanni Malagò. “La cultura è parte integrante del Reale Circolo Canottieri Tevere Remo e questa manifestazione ne è l’ennesima testimonianza” spiega Daniele Masala, vincitore di due medaglie d’oro con il Pentathlon moderno nella XXIII Olimpiade di Los Angeles dell’84.
Nel libro viene presentata la crescita della Nazionale italiana di calcio che, dopo le varie vicissitudini, comincia a dominare l’Europa e il mondo con il Milan di Nereo Rocco e l’Inter di Helenio Herrera. La conquista delle Coppe dei Campioni e Coppe intercontinentali. L’arrivo di Ferruccio Valcareggi alla guida della Nazionale che permette agli Azzurri di conquistare nel 1968 il Titolo Europeo. Si conclude con gli anni Ottanta che si aprono con la conquista del terzo Titolo mondiale di Spagna nel 1982. È il Mondiale di Enzo Bearzot, Paolo Rossi, Marco Tardelli, e altri grandi campioni. Anything else?
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Biglietto a prezzo pieno per U14, condannato il Napoli
Avvocato, verdetto avrà effetto su tutte le società inadempienti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
28 settembre 2021
10:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il giudice di pace di Acerra (Napoli) Nicola Ricciuto ha condannato la Società Sportiva Calcio Napoli a risarcire i genitori di un tifoso under 14 che avevano acquistato, negli ultimi dieci anni e fino al 2018, 27 biglietti a prezzo intero per accedere allo stadio San Paolo (oggi Diego Armando Maradona) malgrado avesse diritto all’ingresso gratuito (gratuito, rpt).
La società azzurra, attraverso sentenza dello scorso agosto e resa nota oggi, è stata ritenuta colpevole di non avere indicato il 50% delle partite, di ogni singolo campionato e coppe, anche europee, alle quali gli under 14 potevano accedere, gratuitamente, con un adulto pagante, in ogni settore dello stadio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Corte di Appello di Napoli, lo scorso 25 giugno, aveva rigettato l’istanza della SSC Napoli e confermato, con la sua sentenza, la corretta interpretazione di una legge del 2007 (precisamente l’articolo 11 ter della legge 41) che imponeva alle società sportive, con impianti superiore a 7.500 posti, di riservare, per il 50% delle gare organizzate nell’anno, biglietti gratuiti ai minori di anni 14 accompagnati da un genitore o da un parente fino al quarto grado, come stabilito dal Tribunale di Napoli (giudice Valletta).
“La decisione – precisa l’avvocato Erich Grimaldi, legale dei genitori del tifoso minorenne – che otteneva tali provvedimenti avrà effetto nei confronti di tutte le società di serie A e B, che hanno violato la predetta legge e aprirà la strada a tante azioni risarcitorie per tutti coloro che sono in possesso di biglietti acquistati, per i minori, negli ultimi dieci anni”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bloccati servizi streaming che trasmettevano Serie B
Lo ha deciso il Tribunale di Milano dopo ricorso Lega
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
10:53
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Blocco immediato di 16 indirizzi telematici attraverso i quali venivano trasmesse, in modalità live streaming, le gare del campionato della Serie BKT2021/2022.
Lo ha deciso il Tribunale di Milano dopo che la Lega Serie B aveva nei giorni scorsi depositato un ricorso cautelare nei confronti di alcuni servizi IPTV illegali.

La pronuncia, in via d’urgenza, ha individuato nella sistematica reiterazione della diffusione illecita dei contenuti un pericolo di ripetizione con conseguente ulteriore pregiudizio, a danno della Lega Serie B e dei propri licenziatari esclusivi, non solo in termini patrimoniali ma anche non patrimoniali (in primis la lesione all’immagine commerciale).
Si tratta del primo ricorso da parte della Lega Serie B contro un’attività di pirateria dal quale è stato ottenuto, da parte del Giudice, un ordine di blocco cosiddetto dinamico – rivolto ai principali fornitori di servizi di connettività italiani – che non solo riguarda gli attuali indirizzi di trasmissione illeciti ma anche tutti quelli che fanno e faranno riferimento ai network illegali indicati nel ricorso.
“C’è grande soddisfazione – è il commento del presidente della Lega Serie B Mauro Balata – perché è stato riconosciuto il grave danno subito, la necessaria tutela del prodotto e il ruolo dei licenziatari esclusivi. Per questo ringrazio il Tribunale di Milano ma anche i nostri partner televisivi che sono intervenuti ad adiuvandum, costruendo un vero e proprio gioco di squadra funzionale al buon esito del ricorso”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
PSG: Messi torna per match contro il Manchester City
L’argentino ha recuperato dalla botta subita al ginocchio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
18:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lionel Messi torna in campo con il Paris SG contro il Manchester City questa sera in Champions League. L’ex Barcellona ha recuperato da una botta al ginocchio ed è tra i convocati per il match clou a Parigi della massima competizione europea.
L’attaccante argentino aveva riportato una contusione ossea al ginocchio sinistro, dopo il contatto con il difensore del Lione Jérôme Boateng il 19 settembre. Un infortunio che poi lo ha privato delle gare di campionato contro Metz e Montpellier. Rientra anche il centrocampista italiano Marco Verratti, anch’egli infortunato al ginocchio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Superlega: Uefa chiede ricusazione giudice Tribunale Madrid
Dopo l’annullamento del procedimento contro i club ‘ribelli’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
11:50
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Uefa fa la propria contromossa sul fronte Superlega. A seguito dell’annullamento del procedimento disciplinare nei confronti di Juve, Real Madrid e Barcellona, il massimo organismo del calcio continentale ha deciso di ricusare il giudice del Tribunale di Madrid, Manuel Ruiz de Lara, lo stesso che aveva invitato l’Uefa a ritirare le sanzioni, a causa di “significative irregolarità”.

L’Uefa – come sottolineano i giornali spagnoli – si augura che il giudice si faccia da parte e che le irregolarità nel procedimento vengano a galla. Inoltre, “verrà presentato un ricorso formale a un tribunale superiore e l’Uefa continuerà a difendere i propri interessi e quelli delle parti interessate mediante la presa di misure necessarie”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
‘Gesto sfida volgare’ a tifosi, Zaniolo multa 10.000 euro
Dopo la sostituzione nel derby contro la Lazio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
28 settembre 2021
18:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nessuna squalifica, ma un’ammenda di 10.000 euro per Nicolò Zaniolo. E’ quanto deciso dal giudice sportivo nei confronti del centrocampista della Roma che rientrando domenica negli spogliatoi dell’Olimpico dopo esser stato sostituito durante il derby Lazio-Roma ha rivolto ai tifosi laziali che lo insultavano “un gesto di sfida volgare”, come si legge nella motivazione del giudice sportivo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Insultò ispettore antidoping,nota biasimo a Gasperini
Decisione Tna, tecnico Atalanta pagherà spese procedimento
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
13:28
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Una nota di biasimo e il pagamento delle spese del procedimento per Giampiero Gasperini, per aver insultato un ispettore Nado Italia per un controllo antidoping sui suoi calciatori. E’ quanto deciso dal Tribunale Nazionale Antidoping, nel procedimento disciplinare a carico del tecnico del tecnico dell’Atalanta.
Il Tna “afferma la responsabilità dello stesso in ordine all’addebito ascrittogli” e “dispone la sanzione della nota di biasimo”. Gasperini dovrà inoltre pagare le spese del procedimento, in tutto 378 euro.
L’episodio contestato a Gasperini e’ avvenuto il 7 febbraio scorso: al campo di allenamento dell’Atalanta si presentò un ispettore di Nado Italia per un controllo antidoping “out of competion”, ovvero a sorpresa, su 4 calciatori. Gasperini interruppe il test a sorpresa inveendo contro l’ispettore e chiamando il suo giocatore ad allenarsi. Il controllo fu poi completato a fine allenamento, e la contestazione al tecnico riguardava solo le offese, non l’interruzione del controllo: per questo la procura antidoping aveva chiesto per il Gasperini 20 giorni di stop.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Svezia: Ibrahimovic torna fra i convocati del ct
Per le partite di qualificazione mondiale contro Kosovo e Grecia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
18:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Zlatan Ibrahimovic torna a disposizione della Nazionale svedese. L’attaccante del Milan, fuori da tempo per infortunio, è stato inserito nella lista dei convocati per le prossime prtite contro Kosovo e Grecia, entrambe valide per la qualificazione ai prossimi Mondiali.

Ibra, dopo l’addio alla Nazionale, era stato già convocato a marzo, poi aveva saltato l’Europeo sempre per infortunio. Adesso il ct Janne Andersson ha deciso di richiamarlo, malgrado sia indisponibile per il Milan. Oltre a Ibrahimovic, convocati anche altri tre giocatori che militano in Serie A: Albin Ekdal (Sampdoria), Dejan Kulusevski (Juventus) e Mattias Svanberg (Bologna).
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Giudice: un turno a Djidji, a Osimhen multa per simulazione
Napoli multato di 3 mila euro per fischietto che disturbava gara
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
21:20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un solo squalificato dal giudice sportivo della Serie A dopo la sesta giornata di campionato. Si tratta di Koffi Djidji del Torino, dopo l’espulsione rimediata nella sfida di ieri sera contro il Venezia, per doppia ammonizione.
Il difensore salterà dunque il derby contro la Juventus.
Ammonizione ed ammenda di 2.000 euro all’attaccante del Napoli Victor James Osimhen per aver simulato di essere stato sottoposto ad intervento falloso in area di rigore avversaria nel match contro il Cagliari al San Paolo. Ammenda di 3.000 euro anche al Napoli per ‘aver i suoi sostenitori all’11’ del secondo tempo utilizzato un fischietto che disturbava il regolare svolgimento della gara costringendo l’arbitro a effettuare l’annuncio di rito”. 2.000 euro di ammenda anche all’Inter per gli insulti dei suoi tifosi nei confronti dell’allenatore avversario nel match di San Siro contro l’Atalanta.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions, Gasperini: ‘Con Young Boys partita speciale’
‘Ritroviamo i nostri tifosi, giornata storica per l’Atalanta’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
28 settembre 2021
18:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Una partita speciale, perché dopo tanto girovagare riusciamo a giocare in casa col nostro pubblico. Una giornata storica per l’Atalanta”.
E’ quanto ha detto a Skysport Gian Piero Gasperini, alla vigilia della seconda giornata di Champions League.
“Per lo Young Boys parlano i risultati: ha vinto 9 volte nelle ultime 10 partite senza perdere, ha battuto il Manchester United alla prima giornata del girone. Tutti gli allenatori, non solo io, hanno negato fin da subito che si tratti di una squadra di quarta fascia”, ha spiegato il tecnico nerazzurro che teme la rapidità degli svizzeri: “E’ un avversario organizzato e veloce, abituato a giocare per vincere. Sarà una partita di assoluto livello dove dovremo stare attenti a velocità, ripartenze e capacità di andare con più uomini in attacco dello Young Boys.
Dobbiamo mettere in campo le nostre caratteristiche per affrontare la sfida al meglio”.
Il 2-2 con l’Inter in campionato sabato scorso ha regalato fiducia ai bergamaschi: “La concentrazione va trovata e tenuta gara su gara, ma non è che una simile competizione necessiti di stimoli. Per noi mercoledì sera a Bergamo è importante, al Milan penseremo poi”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Guangzhou ufficializza addio a Cannavaro: ‘Grazie Fabio’
Rescissione contrattuale in accordo col tecnico
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
21:20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ora è ufficiale, Fabio Cannavaro non è più l’allenatore del Guangzhou FC. Confermando quanto già emerso nei giorni scorsi, lo ha annunciato oggi il club cinese, il cui futuro è incerto viste le difficoltà economiche della sua proprietà, l’immobiliare Evergrande alle prese con uno spaventoso crac finanziario che gli osservatori internazionali hanno paragonato a quello americano di Lehman Brothers.
“Dopo trattative amichevoli, il Guangzhou Evergrande ha deciso di rescindere il contratto di Fabio Cannavaro – scrive il club sul social Weibo – Ringraziamo profondamente Fabio Cannavaro per il suo immenso sforzo e il suo contributo positivo al club, e gli auguriamo il meglio per il resto della sua carriera!”.
L’ex campione del mondo italiano, tornato nel 2017 nel club che aveva già allenato nella stagione 2014-15, era già in testa alla classifica dopo non essere riuscito a vincere il campionato cinese la scorsa stagione. Le difficoltà di Evergrande, colosso dell’immobiliare ultraindebitato, mettono ora in pericolo il club stesso.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Gasperini, vinciamo per la prima volta a Bergamo
‘Provino definitivo per Muriel, col pubblico è un’altra cosa’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
28 settembre 2021
14:43
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“A Bergamo in Champions non abbiamo mai vinto e non sarebbe male farlo con lo Young Boys, una partita importante ma non decisiva, anche se i punti sono uguali ovunque”. Gian Piero Gasperini, alla vigilia della seconda sfida del girone F di Champions League, vorrebbe regalare una soddisfazione ai tifosi dell’Atalanta, per la prima volta al Gewiss Stadium in una competizione continentale dopo gli esili a Reggio Emilia in Europa League e a San Siro.

“Dopo tutto ci abbiamo giocato solo tre partite nella scorsa edizione. A Milano avevamo vinto con la Dinamo Zagabria conquistandoci la qualificazione in trasferta. Ma l’anno scorso abbiamo vinto a Liverpool e Amsterdam. I punti contano uguale – afferma l’allenatore nerazzurro -. Il pubblico è una componente fondamentale del calcio, giocare con lo stadio con tanta gente entusiasta è tutta un’altra cosa. L’abbiamo visto sabato a San Siro con l’Inter”.
Novità in vista in attacco per i bergamaschi: “Muriel oggi è al provino definitivo, ma il lavoro dei giorni scorsi presuppone che sia arruolabile e domani vada in panchina – continua il tecnico -. Zapata è molto attivo e in forma, quando lo si toglie è per trovare altre soluzioni. I titolari non sono sempre quelli che partono dall’inizio, le 5 sostituzioni stanno dando risultati e alternative a tante squadre”. Sul cammino europeo, Gasperini è netto: “Lo Young Boys è una squadra offensiva con un’identità, ma questo è un girone dove far risultato ovunque e con chiunque – chiude -. Le partite non sono mai scontate, anche a Villarreal per noi è stata aperta a risultati diversi. Ci vogliono umiltà e consapevolezza”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
‘Giramondo’ Cusin ct del Sud Sudan, punto a Coppa Africa
‘Nazionale più nuova al mondo, terra martoriata ma fantastica’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
15:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sarà un allenatore italiano a guidare il Sud Sudan, la nazionale di calcio più giovane al mondo, nata solo nel 2011 dopo l’indipendenza del Paese centro africano. Il nuovo ct è infatti Stefano Cusin, toscano, 52 anni a ottobre, alle spalle una lunga serie di esperienze all’estero, dal Congo alla Bulgaria, dall’Arabia Saudita alla Palestina, che ora ha il mandato di ottenere le qualificazioni alla Coppa d’Africa del 2023 in Costa d’Avorio.

“È un incarico fantastico, nel Paese più nuovo al mondo, con la nazionale più nuova al mondo – ha raccontato Cusin dopo aver incontrato il ministro dello Sport del Sud Sudan e aver firmato un contratto biennale -. Questa è una regione bella, super interessante. Storicamente è martoriata dalle varie guerre civili, però c’è tanta voglia di sport e calcio. Sono qua da tre giorni e mi hanno accolto in modo fantastico. Ora l’obiettivo è portare la nazionale per la prima volta in coppa d’Africa”.
L’allenatore giramondo, che è anche stato vice di Walter Zenga e si considera un “ambasciatore del calcio”, debutterà alla guida della sua nuova squadra il mese prossimo, in un quadrangolare organizzato in Marocco a cui parteciperanno anche Gambia e Sierra Leone.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Capienza: Valente (M5S), Cdm domani decida per 100%
“Aumentare forbice primo passo verso normalità ma non basta”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
15:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Con il parere positivo espresso ieri dal Comitato Tecnico-Scientifico, impianti sportivi, teatri, cinema e spettacoli dal vivo compiono un altro passo verso la normalità. Sottolineo però che aumentare la forbice degli eventi al chiuso (da 35% al 50%) e degli eventi all’aperto (dal 50 al 75%) non basta”: così, in un post su Instagram, Simone Valente, deputato del MoVimento 5 Stelle.

“Pur rispettando le valutazioni del CTS – scrive Valente – penso però che il Consiglio dei Ministri di domani debba assumersi la responsabilità di decidere un ulteriore ampliamento della capienza che deve tendere il più possibile per tutti gli eventi al 100%. Se si è chiesto – giustamente – alle persone di vaccinarsi e avere il green pass, allora bisogna permettere a interi settori di ripartire e alle persone di godere degli eventi sportivi, cinematografici e culturali”.   POLITICA

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Champions: Kantè positivo al covid, salta la Juve
Tuchel annuncia forfait del centrocampista
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
18:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il centrocampista del Chelsea N’Golo Kante è risultato positivo al covid e salterà la sfida di Champions League di domani contro la Juventus. Lo ha annunciato l’allenatore dei Blues, Thomas Tuchel, in conferenza stampa.

“N’Golo è riusltato positivo e dovrà osservare la quarantena – le parole di Tuchel – Oggi non si è allenato”. In Inghilterra la quarantena è fissata in dieci giorni, quindi Kantè salterà anche la partita di Premier League di sabato prossimo contro il Southampton. Tuchel non ha chiarito se Kantè fosse vaccinato o meno e si è mostrato molto prudente sulla questione dei vaccini ai giocatori. “I calciatori sono adulti e fanno le loro scelte, va accettato – le parole del tecnico – Posso prendere una decisione per me. È una questione delicata. Il vaccino sembra essere una vera protezione, io sono vaccinato, ma non sono in grado di dare consigli”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tuchel: ‘Juve più debole senza Cristiano Ronaldo’
Tecnico Chelsea: ‘Sfida difficile ma ho fiducia nelle nostre qualità’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
18:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Parlerà il tempo, ma quando una squadra perde Cristiano Ronaldo diventa più debole”: così il tecnico del Chelsea, Thomas Tuchel, parla a proposito della Juventus, avversari domani sera all’Allianz Stadium. “I bianconeri hanno avuto un inizio difficile in serie A ma hanno convinto in Champions – aggiunge l’allenatore dei Blues in conferenza stampa – e abbiamo grande rispetto per questo club: sarà una sfida difficile ma abbiamo fiducia nelle nostre qualità”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Jorginho: “Kanté non vaccinato? E’ scelta personale”
‘Ma dobbiamo stare attenti, la pandemia non è ancora finita’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
16:28
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Vaccinarsi è una scelta personale, dico solo questo”. Così Jorginho, sul caso di positività che ha fatto finire in quarantena il suo compagno di squadra nel Chelsea, il centrocampista franco-maliano Kantè, non vaccinato contro il Covid.
“Lo abbiamo saputo questa mattina. – aggiunge il centrocampista dei Blues e della nazionale italiana – Adesso sto pensando solo alla gara contro la Juventus”.
Anche il tecnico del Chelsea, Thomas Tuchel, ha risposto a una domanda sul caso Kanté: “I giocatori sono liberi se vaccinarsi o no, è una scelta che va accettata. Ma dobbiamo stare attenti, la pandemia non è finita”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Rete Refugee Teams, Cozzoli: ‘Importante tappa inclusione’
Gravina: ‘Progetto che regala momenti di gioia’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
17:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Si è conclusa oggi la seconda e ultima giornata delle partite della Fase Nazionale 2021 di Rete Refugee Teams, il progetto di carattere sociale rivolto ai minori stranieri accolti in Italia, promosso dal settore giovanile e scolastico della Figc, in collaborazione con il Ministero dell’Interno, l’Anci e il servizio centrale della Rete Sai. L’evento si è svolto presso lo Stadio dei Marmi a Roma e si inserisce nell’ambito della #BeActive Settimana Europea dello Sport promossa dalla Commissione Europea e organizzata in Italia dal Dipartimento per lo Sport e da Sport e Salute.

Vincitori della manifestazione i ragazzi di Carmiano (Puglia), che hanno avuto la meglio sulle altre sette finaliste: Marsala (Sicilia), Raffadali (Sicilia), Asti (Piemonte), Firenze (Toscana), Bologna (Emilia Romagna), Cerro a Volturno (Molise) e Alto Sannio (Campania). Alla cerimonia di premiazione hanno partecipato autorità e istituzioni sportive, tra cui il presidente e amministratore delegato di Sport e Salute, Vito Cozzoli, e il presidente della Figc, Gabriele Gravina.
“Lo Sport è salute, corretti stili di vita, ma anche inclusione e integrazione. Crediamo molto in questa progettualità, è una tappa importante – ha detto Cozzoli – Il prossimo anno vorremmo rilanciarla allargandola ad altre discipline, facendola diventare multi-sportiva. Un impegno che abbiamo preso con il Ministero del Lavoro, con il Ministro Orlando e con la Sottosegretaria con delega allo Sport, Vezzali.
Complimenti alla Figc per aver varato da anni questa iniziativa che coinvolge tanti ragazzi che hanno voglia di unirsi attraverso lo sport”. “Un progetto straordinario che cresce, questa è la settima edizione, e aiuta i ragazzi a vivere le dimensioni del nostro sport in una settimana importante – ha dichiarato Gravina – L’impegno di noi dirigenti responsabili deve essere promuovere i valori dello sport. Questo è un progetto che prevede l’inclusione e l’integrazione, e la capacità di regalare momenti di gioia. E’ uno dei messaggi più belli che possiamo mandare”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Inter sbatte sullo Shakhtar, solo 0-0 contro De Zerbi
Traversa di Barella e occasioni, ma nerazzurri non si sbloccano
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
00:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ancora lo Shakhtar Donetsk, ancora uno 0-0, ancora un risultato che complica e non poco il percorso dell’Inter in Champions League. Come un anno fa, a Kiev i nerazzurri non riescono ad abbattere il muro degli ucraini, che stavolta, con De Zerbi in panchina, hanno pure cercato più volte il colpaccio.
Anche perché il passo indietro degli uomini di Simone Inzaghi rispetto alle ultime uscite è stato evidente, sia in termini di condizione fisica che di idee di gioco. Eppure, esattamente come con Conte nella scorsa stagione, l’Inter rientra dall’Ucraina con l’amaro in bocca per le tante occasioni sprecate, tra la traversa centrata di Barella e la serie di opportunità gettate al vento da Dzeko e Lautaro, con Pyatov che nel finale si è esaltato salvando su Correa e De Vrij.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inzaghi: ‘Poco brillanti ma potevamo vincere’ – “Abbiamo affrontato una squadra in salute che ha avuto tanto palleggio, noi abbiamo avuto il demerito di non aver sfruttato le occasioni. Potevamo concludere meglio, abbiamo avuto 5 occasioni anche in una serata non brillantissima. Potevamo vincerla”. Lo ha detto il tecnico dell’Inter Simone Inzaghi dopo lo 0-0 contro lo Shakhtar Donetsk in Champions. “Lo 0-0 è il risultato più strano, abbiamo avuto tantissime occasioni, abbiamo trovato un grandissimo portiere. Lo Shakhtar è una grandissima squadra allenata molto bene. Il girone è molto equilibrato, vediamo il doppio confronto con lo Sheriff: saranno passate due partite e vedremo prima dello scontro diretto con lo Shakhtar cosa succederà” ha concluso Inzaghi.
De Zerbi: ‘Shakhtar ha fatto una grande partita’ – “Abbiamo fatto una grande partita, l’Inter ha avuto qualche occasione, ma anche noi abbiamo avuto occasioni importanti”. Lo ha detto il tecnico dello Shakhtar Donetsk Roberto De Zerbi, dopo il pareggio per 0-0 contro l’Inter. “Noi giochiamo tutte le partite per vincerle. Abbiamo ancora 4 partite da giocare, quindi ci sono i punti per fare tutto. Alla fine vedremo quanti ne abbiamo fatti noi e le nostre avversarie. Inter? Confermo che è più forte dell’anno scorso, così come confermo che lo Shakhtar ha fatto una grandissima partita. L’ho vista in maniera diversa rispetto a quella del campionato, questo è merito nostro”, ha concluso.
Il racconto della partita – Un pareggio utile solo per muovere la classifica, dopo la sconfitta all’esordio contro il Real Madrid, ma i nerazzurri avevano ben altri obiettivi, anche per cercare di evitare gli errori del passato e la rincorsa, affannosa, agli ottavi negli ultimi 90′. Ora non saranno permessi errori nella doppia sfida con lo Sheriff, per non complicare ulteriormente una campagna europea partita non sotto i migliori auspici. Oltre a far emergere una certa allergia alla Champions, visto che nelle ultime 18 partite l’Inter ha trovato solo 3 vittorie, non propriamente numeri da big. Difficoltà che si sono presentate pure a Kiev, con uno Shakhtar fin da subito pimpante, nonostante perda subito Traorè per un brutto infortunio al ginocchio. La verve dei padroni di casa non si è spenta nemmeno dopo la traversa di Barella con un destro dal limite, prima grande occasione per i nerazzurri. Un legno che serve anche da sveglia per gli uomini di Inzaghi, perché poi Dumfries fa sfiorare l’autogol a Matviyenko con un cross velenoso e sul corner seguente Dzeko, da due passi, spara clamorosamente alto. Nella ripresa è sempre lo Shakhtar a fare la partita (chiuderà il secondo tempo col 67% di possesso palla), creando tante opportunità potenzialmente pericolose seppur Handanovic, alla fine, non debba compiere nemmeno un intervento. L’Inter cerca di approfittare degli errori degli ucraini, ma a sua volta è molto imprecisa, come quando Lautaro calcia altissimo a tu per tu con Pyatov dopo un errore del portiere e capitano ucraino in impostazione. Non bastano nemmeno i cambi a rianimare i nerazzurri, apparsi anche in difficoltà a livello fisico dopo gli sforzi della sfida di sabato con l’Atalanta. Nel finale, però, la qualità emerge: serve il miglior Pyatov per salvare lo Shakhtar, con due interventi decisivi su un destro velenoso di Correa e su colpo di testa di De Vrij. Troppo poco, però, per riuscire a strappare i tre punti alla diretta concorrente per gli ottavi. Con il risultato che l’Inter, ancora una volta, si ritrova spalle al muro in Champions: i margini di errori saranno decisamente ridotti per provare ad evitare la quarta eliminazione consecutiva ai gironi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Young Boys; Wagner, possiamo battere l’Atalanta
Il tecnico degli svizzeri: ‘Dobbiamo attaccare gli spazi’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
28 settembre 2021
18:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ci siamo preparati, ma a essere onesti prevedevamo che Fassnacht non sarebbe riuscito a essere con noi e ci siamo organizzati per trovare una soluzione”. David Wagner, tecnico dello Young Boys, prima della rifinitura al Gewiss Stadium di Bergamo alla vigilia della seconda partita del girone F di Champions League annuncia la defezione di uno dei suoi giocatori più rappresentativi: “Il mio staff e io seguiamo l’Atalanta da molto tempo, sappiamo quanto sia buona e come sia cresciuta costantemente – spiega -.
E’ una squadra ottima, con un ottimo assetto difensivo con molte possibilità di fare gol.
Dobbiamo solo giocare a calcio e abbiamo la possibilità di vincere pur contro un avversario di alto livello che ha esperienza internazionale e sa giocare bene”. L’allenatore tedesco-statunitense non vuole cullarsi sugli allori dopo aver battuto in rimonta la favorita del raggruppamento: “Non sarà come contro il Manchester United, quando abbiamo giocato con determinati automatismi, perché stavolta abbiamo di fronte una squadra diversa. In ogni caso dobbiamo seguire le nostre idee e trovare gli spazi per giocare. I nerazzurri giocano molto bene quando trovano spazi e dobbiamo farlo anche noi”. Silvan Hefti, il terzino destro che normalmente gioca nella “catena” col nazionale svizzero grande assente del mercoledì sera, sprizza ottimismo: “Non siamo i favoriti, ma a Bergamo vogliamo giocare al meglio delle nostre possibilità. Mi aspetto una partita intensa contro giocatori molto forti sul piano fisico – chiude -. Senza Fassnacht non sarà semplice, perché sappiamo tutto quelli che sa fare, è un grande compagno e un grande giocatore.
Ma anche in passato abbiamo giocato bene in situazioni di questo tipo, siamo un’ottima squadra”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Milan beffato, Atletico passa su rigore al 97′
Rossoneri in 10 dal 29′. Leao sblocca, poi Griezmann e Suarez
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
00:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’impresa del Milan dura fino al 97′, l’Atletico Madrid strappa la vittoria grazie al penalty di Suarez che realizza il 2-1 su rigore nel recupero. Il Milan non riesce a cancellare lo zero dalla classifica del gruppo B di Champions, come chiesto da Pioli alla vigilia.
Ci va vicino giocando una partita di grande sacrificio e abnegazione, affrontando in inferiorità numerica per un’ora di gara campioni come Suarez, Griezmann, Joao Felix. A condannare il Milan è sostanzialmente Kessié, espulso al 29′ per doppia ammonizione. Fino a quel momento, infatti, il Milan aveva disputato una grande gara, giocando con aggressività, ritmo, velocità, caricati dal ritorno in Champions a San Siro dopo sette anni. La cronaca
Il gol al 20′ di Leao regala il meritato vantaggio ai rossoneri: azione insistita, poi l’attaccante raccoglie palla dal limite e trova l’angolino basso alla destra di Oblak. Tifosi in visibilio, una festa che durà però meno di dieci minuti. A cambiare il volto di una partita fino a quel momento perfetta del Milan, è una clamorosa ingenuità di Kessié. L’ivoriano già ammonito per un’inutile trattenuta tattica su Llorente a metà campo dopo un quarto d’ora di gioco, entra in ritardo sempre su Llorente.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’arbitro, fiscale e forse un po’ troppo severo, non ha dubbi ed estrae il secondo giallo. Il Milan protesta, Rebic viene ammonito, e dopo appena mezz’ora cambiano gli equilibri per un Milan costretto ad una partita di solo sacrificio contro i campioni di Liga. Pioli ridisegna la squadra, richiama Rebic e inserisce Tonali per dare sostanza al centrocampo. Il Milan affronta a testa alta l’inferiorità numerica, dà anima e corpo su ogni pallone, si compatta ordinato e non rinuncia anche a far male. E’ clamorosa la traversa di Leao su lancio lungo precisissimo di Maignan che manda in porta il compagno di squadra. Leao viene segnalato in fuorigioco, dubbio. Il brivido più grande arriva allo scadere con il tentativo di Suarez che si spegne di poco a lato. Il secondo tempo è una strenua difesa del gol di Leao. Quarantacinque minuti d’assedio dell’Atletico che cala il carico e inserisce Joao Felix e Griezmann. Pioli richiama Diaz – acciaccato – e Leao per Giroud.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il francese avrebbe dovuto aiutare la squadra in una prova complicatissima ma gioca senza l’abnegazione dei compagni, in ritardo su tutti i contrasti non dà il contributo che ci si aspettava. Anzi, il Milan sembra giocare in nove. Non si risparmiano invece Tonali, Calabria, Saelemaekers, Theo Hernandez. Imperioso Bennacer. La difesa interviene con i tempi giusti, neutralizzando l’attacco stellare dell’Atletico. E dove non arrivano Tomori e Romagnoli, ci mette il guantone Maignan. Ma in un tempo intero giocato stringendo i denti, ogni sbavatura si paga e a cinque minuti dalla fine, il gol che gela il pubblico: Griezmann tira al volo e trova la prima rete dal ritorno all’Atletico. Poi la beffa più amara, al sesto minuto di recupero l’arbitro concede il rigore per un fallo di mano di Kalulu, il Var controlla e convalida, Suarez segna. E’ un ritorno amaro per il risultato, ma non per la prestazione. Perché il Milan ha giocato ad armi pari, fino a quando in campo ci sono stati 22 giocatori. Dal 29′ rossoneri in 10 per l’espulsione di Kessie.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Chiellini, contro i campioni sarà grande serata
Capitano Juventus: “Faremo una grande partita”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
19:17
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Domani sarà la partita più semplice: sono sfide facili da preparare, la tensione è massima e tutto è portato al massimo dall’atmosfera”: così il capitano della Juventus, Giorgio Chiellini, alla vigilia della sfida contro il Chelsea. “E’ la nostra prima in casa di questa Champions e giocheremo contro i Campioni d’Europa, è difficile ma stimolante – aggiunge il difensore bianconero – e sono sicuro che faremo una grande partita: tutto l’ambiente non vede l’ora di vivere questa grande serata”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Allegri: ‘Contro il Chelsea serve una gara tecnica’
‘Bel test sui calci da fermo, se sbagli una volta ti puniscono’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
21:17
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Domani serve una partita tecnica: Tuchel ha fatto un grandissimo lavoro, loro sono forti in contropiede e nelle palle inattive: per noi sarà un bel test sui calci da fermo”: così il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, sul Chelsea, avversaria dei bianconeri domani sera all’Allianz Stadium. E avvisa i suoi: “Giochiamo una partita internazionale: se sbagli una volta, il Chelsea ti punisce, perciò serve una gara pulita tecnicamente” aggiunge l’allenatore in conferenza stampa.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Shakhtar Donetsk-Inter 0-0
Nel finale due ‘miracoli’ di Pyatov, primo punto per entrambe
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
20:50
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
E’ terminato senza reti, a Kiev, l’incontro di Champions tra gli ucraini dello Shakhtar Donetsk e l’Inter, valido per il secondo turno del gruppo D della Champions League. Uno 0-0 merito soprattutto del portiere della formazione allenata da De Zerbi, Pyatov, che nel finale ha compiuto due interventi straordinari, prima sulla conclusione di Correa, quindi sul colpo di testa di De Vrij.
Da segnalare anche la traversa colpita da Barella al 15′. All’8′ di gioco un grave infortunio ha costretto Lassina Traorè, attaccante dello Shakhtar, ad uscire in barella. Con questo pari entrambe le formazioni hanno raccolto il primo punto nel torneo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Inzaghi, poco brillanti ma potevamo vincere
Tecnico Inter: “Nostro demerito non aver sfruttato le occasioni”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
28 settembre 2021
21:31
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo affrontato una squadra in salute che ha avuto tanto palleggio, noi abbiamo avuto il demerito di non aver sfruttato le occasioni. Potevamo concludere meglio, abbiamo avuto 5 occasioni anche in una serata non brillantissima.
Potevamo vincerla”. Lo ha detto il tecnico dell’Inter Simone Inzaghi dopo lo 0-0 contro lo Shakhtar Donetsk in Champions.
“Lo 0-0 è il risultato più strano, abbiamo avuto tantissime occasioni, abbiamo trovato un grandissimo portiere. Lo Shakhtar è una grandissima squadra allenata molto bene. Il girone è molto equilibrato, vediamo il doppio confronto con lo Sheriff: saranno passate due partite e vedremo prima dello scontro diretto con lo Shakhtar cosa succederà” ha concluso Inzaghi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: De Zerbi, Shakhtar ha fatto una grande partita
Inter diversa rispetto a campionato per merito nostro
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
21:48
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo fatto una grande partita, l’Inter ha avuto qualche occasione, ma anche noi abbiamo avuto occasioni importanti”. Lo ha detto il tecnico dello Shakhtar Donetsk Roberto De Zerbi, dopo il pareggio per 0-0 contro l’Inter.
“Noi giochiamo tutte le partite per vincerle. Abbiamo ancora 4 partite da giocare, quindi ci sono i punti per fare tutto. Alla fine vedremo quanti ne abbiamo fatti noi e le nostre avversarie. Inter? Confermo che è più forte dell’anno scorso, così come confermo che lo Shakhtar ha fatto una grandissima partita. L’ho vista in maniera diversa rispetto a quella del campionato, questo è merito nostro”, ha concluso.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Milan rimontato dall’Atletico Madrid, finisce 1-2
Leao a segno nel primo tempo, il rosso a Kessié cambia tutto
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
28 settembre 2021
23:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Milan è stato battuto 1-2 dall’Atletico Madrid nel secondo turno di Champions League (gruppo B). La squadra di Pioli ha costruito tanto finché si è giocato in 11 contro 11, trovando il meritato vantaggio con Leao al 20′ del primo tempo.
Ma al 29′ l’espulsione di Kessié per doppia ammonizione ha spostato gli equilibri della partita. I rossoneri hanno comunque resistito all’assedio spagnolo fino all’84, quando è arrivato il pareggio siglato da Griezmann. Ed al 97′ Luis Suarez ha realizzato il rigore (fallo di mano in area di Kalulu) che ha dato il successo all’Atletico. Il Milan resta a zero punti.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Pioli “che delusione, in 11 contro 11 meglio noi”
Tecnico Milan:”l’arbitro? Non credo sia stato migliore in campo”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
23:32
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“C’è delusione perché eravamo vicini ad una risultato importante contro una grande squadra. In 11 contro 11 abbiamo giocato alla pari, anzi meglio”.
Stefano Pioli, a Sky, così ha espresso il suo rammarico per la sconfitta per 1-2 con l’Atletico Madrid, che ha ribaltato il risultato con un rigore realizzato al 97′. “Bastava un po’ più di attenzione, soprattutto, sul primo gol, in un momento in cui eravamo in tanti a difendere – ha continuato il tecnico rossonero – Ci manca ancora quel tassello che fa la differenza, bisogna stare sul pezzo, dentro le partite con lucidità”. Ma “per mezzora abbiamo giocato un grande calcio. Peccato per l’ambiente, per i tifosi, per i giocatori. Però questa prestazione ci deve dare fiducia nelle nostre qualità. L’arbitro? Non credo che sia stato il migliore in campo questa sera”.
“Siamo stati un po’ penalizzati. Dispiace. L’inferiorità numerica ci ha costretto a fare un altro tipo di partita – ha poi commentato Pioli a Mediaset – Peccato, siamo andati vicini a fare un risultato positivo, non esserci riusciti ci dispiace”.
“Ci sono state tante situazioni – ha spiegato ancora Pioli – non solo l’espulsione e il rigore. Ma guardiamo alle cose buone che abbiamo fatto in 11 contro 11. Con un po’ di attenzione in più potevamo portare a casa la vittoria, soffrendo e stringendo i denti. Ci è mancata ancora qualcosina”.
E fino all’espulsione di Kessié il Milan aveva dato l’impressione di poter davvero vincere la partita: “Abbiamo giocato bene in parità numerica, con ritmo e qualità. Abbiamo concretizzato meno di quello che abbiamo creato. Siamo una squadra competitiva, ma il livello è altissimo e noi dobbiamo stare dentro le partite per novanta minuti. Abbiamo speso tantissimo, ma recupereremo le energie, sia fisiche che mentali.
Da domani penseremo all’Atalanta”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: PSG batte Guardiola, Messi primo gol
Sterile pressione inglese, i ‘tre tenori’ incantano al Parco
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
28 settembre 2021
23:33
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il PSG si presenta tirato a lucido e pratico come non era mai stato alla prima serata di gala di Champions: la supersquadra degli emiri, rafforzata con l’obiettivo di conquistare l’Europa, liquida il Manchester City di Pep Guardiola con un 2-0 che la conferma tra le favoritissime per il titolo. A coprire qualche punto ancora debole, i tre rinforzi dell’estate, Messi, Donnarumma e Hakimi.
Grande possesso e molta sfortuna per gli inglesi, che nel primo tempo hanno colpito due traverse nella stessa azione. Rassicurante Donnarumma, che sembra doversi alternare con Navas (l’italiano sarà preferito in Champions), Messi ha giocato al minimo fino a quando si è acceso e ha duettato con Mbappé e Neymar.
I “tre tenori” hanno dato spettacolo, con folate a velocità supersonica. Nel primo tempo ha fatto quasi tutto la squadra di Guardiola ma un PSG molto attento, a tratti cinico e irrefrenabile quando dispiegava i tre tenori, è riuscito a chiudere in vantaggio. Le due squadre sono schierate come da previsioni in modo speculare, ognuna con il suo 4-3-3. La sperimentata difesa del PSG, rafforzata da Donnarumma e Hakimi, con Marquinhos centrale con Kimpembe, viene impegnata a fondo da De Bruyne, Mahrez, Sterling e Grealish ma tiene duro. Al primo contropiede, i parigini passano in vantaggio: è Mbappé, il più brillante del trio d’attacco, a scattare sulla destra e a centrare forte rasoterra. Neymar prolunga sul secondo palo Gueye controlla e di destro la mette nell’angolino dove Ederson non può arrivare. Per il senegalese, è il primo gol in Champions League.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il City non si scompone, e torna a macinare gioco ed occasioni. La più incredibile al 26′, quando su un cross di De Bruyne, Sterling di testa coglie la traversa. A porta ormai sguarnita, entra a tutta velocità Bernardo Silva che riesce a colpire una seconda volta il legno. Nel finale si rivede il trio d’attacco, che nel secondo tempo farà la differenza. Al 74′, Leo Messi, fino a quel momento il meno brillante dei suoi, si accende: riceve palla fuori area, a destra, e punta verso sinistra accentrandosi. Scambia con Mbappé a velocità troppo alta per i difensori di Guardiola, il francese gli restituisce il pallone e senza pensarci l’argentino, di sinistro, la mette nell’angolo opposto. Il Parc des Princes impazzisce, 2-0 e primo gol della “Pulce” con la sua nuova maglia, un momento che Parigi aspettava dall’estate.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Ancelotti, sconfitta difficile da spiegare
Tecnico Real dopo ko con lo Sheriff “siamo mancati nei dettagli”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
29 settembre 2021
00:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Difficile spiegare questa sconfitta, vista la partita che abbiamo giocato”. Carlo Ancelotti, tecnico del Real Madrid, non sa spiegarsi il ko con lo Sheriff Tiraspol, un 1-2 subito in casa nella 2/a giornata di Champions League.

“Lo Sheriff ha difeso bene, arroccato dietro. Noi abbiamo combinato bene, abbiamo fatto tanti cross … ma quello che non abbiamo fatto bene sono stati i piccoli dettagli. Potevamo essere più concentrati” ha aggiunto l’allenatore.
Quanto alle sue scelte tattiche dopo il pareggio realizzato da Benzema “non credo che abbiamo perso perché ho messo Camavinga come terzino. Abbiamo perso perché non siamo stati fortunati e per piccoli dettagli. Hazard? Ha bisogno di segnare un gol. Perché per il resto ha giocato bene, ha combinato bene con Karim. Ora non gli resta che segnare”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Premier Transnistria, con vittoria Sheriff ora famosi nel mondo
Leader autoproclamata Repubblica dopo 2-1 su Real Madrid
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
10:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ora siamo conosciuti in tutto il mondo non solo per la nostra cultura, i prodotti di alta qualità, ma anche come una squadra di calcio che può ottenere grandi vittorie in grandi tornei contro grandi squadre in grandi stadi”. Così Alexander Martynov, primo ministro della Transnistria, autoproclamatasi Repubblica indipendente nel 1992, commenta la clamorosa vittoria dello Sheriff Tiraspol contro il Real Madrid.
Ieri sera, nella seconda giornata di Champions League, la squadra della capitale della Transnistria – vincitrice di 19 degli ultimi 21 campionati moldavi – ha battuto 2-1 gli uomini allenati da mister Ancelotti.
“Congratulazioni ancora! Oggi, come mai prima d’ora, sono sinceramente orgoglioso di aver trascorso tre anni della mia attività lavorativa nella società sportiva ‘Sheriff’. Ancora una volta complimenti a tutti. Questo è un grande risultato per ogni Transnistriano”, ha aggiunto Martynov, riportano gli organi d’informazione della Transnistria.
Dopo il 2-0 del 15 settembre scorso contro lo Shakhtar Donetsk di mister Roberto De Zerbi, lo Sheriff viaggia a punteggio pieno del girone D. Il prossimo 19 ottobre affronterà l’Inter a San Siro.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Scaroni, non parlo di arbitri e resto ottimista
Milan ha dimostrato di poter battere chiunque
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
29 settembre 2021
11:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Non parlo mai degli arbitri, è un argomento che va lasciato da parte. Essere sconfitti è sempre doloroso, però mi porto dietro ottimismo e fiducia perché ho visto una bella squadra, combattiva e resiliente e questo mi fa ben sperare per il futuro”: lo dice il presidente del Milan Paolo Scaroni a margine dell’evento benefico di Fondazione Milan e Restore the Music, il giorno dopo la sconfitta di Champions League contro l’Atletico Madrid al 97′ per un rigore dubbio.

“È stato molto emozionante per tutti vedere di nuovo la Champions a San Siro. Il Milan deve stare sempre in Champions, questo è l’obiettivo che ci poniamo. Poi le partite sono fatte di episodi – analizza Scaroni – e ieri ce ne sono stati non a nostro favore, ma nell’insieme ho visto una bella squadra. Resto fiducioso anche per questo girone di Champions, perché ho visto una squadra che è in grado di battere chiunque. Pioli? Sta facendo molto bene, ha creato una vera squadra, con uno spirito di ottimismo fatto di giovani che hanno voglia di giocare insieme, e facendo così sono sicuro che arriveranno anche i risultati”.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

Tempo di lettura: 26 minuti

Ultimo aggiornamento 29 Settembre, 2021, 03:55:04 di Maurizio Barra

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATI

DALLE 22:28 DI SABATO 25 SETTEMBRE 2021

ALLE 03:55 DI MERCOLEDÌ 29 SETTEMBRE 2021

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

U19 Partita intera Campionato Primavera 1 Giornata 4 Inter-Juventus 0-2 25’ pt Turco (J), 33’ pt Turicchia (J). Sabato 25 Settembre 2021 VIDEO:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

JUVE-SAMP, MATCHDAY STATION
26 SETTEMBRE 2021
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
LA NUMERO 127 La prossima sarà la sfida numero 127 tra Juventus e Sampdoria in Serie A: 63 le vittorie bianconere, 26 successi blucerchiati e 37 pareggi costituiscono il bilancio tra le due formazioni nel massimo campionato.
LA SAMP A TORINO La Sampdoria ha perso le ultime sei trasferte contro la Juventus in Serie A, con un punteggio complessivo di 19-2, e solo una volta ha incassato almeno sette sconfitte sul campo dei bianconeri, nelle prime otto sfide in Piemonte contro la Vecchia Signora nella massima serie – nel periodo 1947-1953.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
DUE VOLTE LUNCH GAME Juventus e Sampdoria si sono affrontate due volte alle 12.30 in Serie A, sempre in casa dei bianconeri, con un successo interno e un pareggio.
ALLEGRI 400 La prossima sarà la panchina numero 400 per Massimiliano Allegri in Serie A; il tecnico della Juventus ha ottenuto 243 successi nella competizione, almeno 59 in più di ogni altro allenatore a partire dal suo esordio nella competizione nel 2008/09.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
CUADRA E I BLUCERCHIATI Juan Cuadrado ha segnato due gol e fornito tre assist contro la Sampdoria in Serie A, ma ha partecipato a una sola rete nelle sei sfide più recenti.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
TALKING POINTS | JUVENTUS WOMEN – EMPOLI
26 SETTEMBRE 2021
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
1-0 – Era da novembre 2019 (vs Fiorentina) che la Juventus non vinceva un match casalingo di Serie A col punteggio di 1-0.
GIRELLI AL TOP – Cristiana Girelli è la miglior marcatrice della Juventus in Serie A contro l’Empoli: sette gol (almeno quattropiù di qualsiasi altra bianconera nella competizione), quattro dei quali realizzati in match casalinghi. Cristiana è stata anche la giocatrice che ha effettuato più tiri nel match (sei, almeno tre più di qualsiasi altra calciatrice in campo) ed era dallo scorso febbraio che Cristiana Girelli non andava a bersaglio in due presenze consecutive in Serie A (serie di sette in quel caso).
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
TRENTA – La Juventus ha vinto ognuna delle ultime 30 gare casalinghe di Serie A: dal 2004/05 (da quando Opta raccoglie questo dato) soltanto l’AGSM Verona (35 successi interni consecutivi nel dicembre 2009) ha fatto meglio nel massimo torneo femminile.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
SETTE PER LA PRIMA VOLTA – La Juventus ha collezionato 7 clean sheet consecutivi per la prima volta in Serie A.
LENZI – Martina Lenzini è la giocatrice che ha completato più passaggi nella sfida tra Juventus ed Empoli (80).
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

LE IMMAGINI DI JUVENTUS – SAMPDORIA 3-2 Serie A Giornata 6 Dybala 10′ pt, Bonucci 43′ pt, Yoshida 44′ pt, Locatelli 12′ st, Candreva 38′ st. Juve punti 8, gol fatti 10, gol subiti 10. Ore 12 e 30 Domenica 26 Settembre 2021 26 settembre 2021

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

DYBALA, BONUCCI E LOCATELLI. 3-2 ALLA SAMP
26 SETTEMBRE 2021
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
La Juve rischia di complicarsi la vita nel finale della gara contro la Sampdoria, dopo aver condotto le danze senza patemi fin dal decimo del primo tempo, quando Dybala, uscito poco dopo per un infortunio muscolare, infila il gol del vantaggio. È vero che dopo il raddoppio di Bonucci su rigore e l’immediata replica di Yoshida la gara era ancora aperta, ma la rete di Locatelli nella ripresa sembrava aver chiuso definitivamente i conti. E invece gli ultimi minuti sono di apprensione, se non di sofferenza, perché se è vero che dopo la rete di Candreva la Samp non crea altre occasioni, è altrettanto certo che la Juve un pareggio oggi non se lo sarebbe proprio potuta permettere.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Ciò che conta sono certamente i tre punti, ma sarà importante, nel processo di crescita chiesto da Allegri, eliminare certe amnesie difensive che, anche in una gara mai in discussione, rischiano di compromettere il risultato finale.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

Serie A MATCH INTERO Giornata 6 Juventus-Sampdoria 3-2 Dybala 10′ pt, Bonucci 43′ pt, Yoshida 44′ pt, Locatelli 12′ st, Candreva 38′ st. Juve punti 8, gol fatti 10, gol subiti 10. Ore 12 e 30 Domenica 26 Settembre 2021 VIDEO:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

Serie A Highlights Giornata 6 Juventus-Sampdoria 3-2 Dybala 10′ pt, Bonucci 43′ pt, Yoshida 44′ pt, Locatelli 12′ st, Candreva 38′ st. Juve punti 8, gol fatti 10, gol subiti 10. Ore 12 e 30 Domenica 26 Settembre 2021 VIDEO:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

LA FIAMMATA DI DYBALA
La partita inizia con dieci minuti di studio, si sarebbe detto un tempo, e anche di qualche imprecisione di troppo. Poi ecco la fiammata improvvisa, che risveglia la gara dal torpore nel quale si stava trascinando: Locatelli apre deliziosamente per Alex Sandro, e dopo la ribattuta della difesa, si ritrova il pallone nuovamente tra i piedi. Lascia allora partire una fiondata da fuori area che colpisce in pieno volto Thorsby, ma sulla respinta c’è Dybala, che scarica nell’angolino un sinistro rasoterra imparabile.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
BONUCCI-YOSHIDA, BOTTA E RISPOSTA
Era quello che ci voleva per la Juve, che nei tre minuti successivi costruisce altre due nitide occasioni, non finalizzate da Chiesa, che mette sul fondo da buona posizione, e da Morata, che si ritrova a tu per tu con Audero senza riuscire a superarlo. Appena dopo il 20′ Dybala è costretto a fermarsi per infortunio e viene sostituito da Kulusevski, che va ad affiancare Morata in attacco.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
La Samp abbozza solo una timida reazione e i ritmi della gara tornano ad abbassarsi. La Juve prova comunque a costruire e dopo una girata di testa di Kulusevski fuori misura, nel finale di tempo, un guizzo di Chiesa e il suo destro deviato con un braccio da Murru valgono il rigore che Bonucci trasforma in modo impeccabile. La Juve potrebbe andare al riposo con il doppio vantaggio, ma la replica della Samp questa volta è immediata e dopo il destro di Quagliarella intercettato da Perin, Yoshida accorcia immediatamente le distanze, anticipando Bonucci sul cross di Candreva e infilando in rete il gol che tiene vivi i liguri.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
LOCATELLI, PRIMO GOL IN BIANCONERO
La pioggia, prima timida, aumenta a inizio ripresa e certo non aiuta la linearità della manovra. Serve allora una dose ulteriore di aggressività, quella con cui la Juve porta il pressing offensivo e che permette a Kulusevki di intercettare in area un avventato alleggerimento di Coley, arrivare sul fondo, evitare l’uscita di Audero e offrire a Locatelli l’occasione di segnare il suo primo gol in bianconero con il più comodo dei tap-in.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
ACCORCIA CANDREVA, LA JUVE TIENE
Allegri cambia uomini e modulo per gli ultimi venti minuti, inserendo Chiellini e Ramsey al posto di Chiesa e Bernardeschi e schierando la squadra con tre centrali di difesa. Bentancur va vicino a poker con una sventola dal limite che Audero riesce a mettere in angolo con un intervento quasi da pallavolo, però ora è la Samp che mantiene l’iniziativa, mentre la Juve aspetta il varco giusto per ripartire.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
I doriani non sembrano spingere con troppa foga, ma pur manovrando con calma riescono a trovare il varco giusto per riaprire il match, quando Silva sfonda sulla sinistra e favorisce l’inserimento di Candreva che, di prima intenzione, infila alle spalle di Perin. Siamo al 38′ e c’è da soffrire fino all’ultimo dei quattro minuti di recupero concessi e la Juve si aggrappa all’esperienza e al carisma di Chiellini, decisivo con i suoi interventi per tenere gli ospiti lontano dall’area. I bianconeri serrano i ranghi e resistono, centrando con lo stesso punteggio di La Spezia, la seconda vittoria consecutiva. Anche questa sofferta. Anche questa però, tremendamente importante.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
JUVENTUS-SAMPDORIA 3-2
RETI: Dybala 10′ pt, Bonucci 43′ pt, Yoshida 44′ pt, Locatelli 12′ st, Candreva 38′ st
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
JUVENTUS
Perin; Cuadrado, Bonucci, de Ligt, Alex Sandro; Chiesa (25′ st Chiellini), Bentancur (37′ st MckKennie), Locatelli, Bernardeschi (25′ st Ramsey); Dybala (22′ pt Kulusevski), Morata (37′ st Kean)
A disposizione: Szczesny, Pinsoglio, de Sciglio, Danilo, Rugani, Pellegrini
Allenatore: Allegri
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
SAMPDORIA
Audero; Bereszynski; Yoshida, Colley, Murru (14′ st Augello); Depaoli (14′ st Damsgaard), Thorsby (42′ st Askildsen), Ekdal (14′ st Silva), Candreva; Caputo (25′ st Torregrossa), Quagliarella
A disposizione: Ravagli, Falcone, Chabot, Ciervo, Dragusin, Ferrari, Trimboli
Allenatore: D’Aversa
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
ARBITRO: Ayroldi
ASSISTENTI: Di Vuolo, Lombardi
QUARTO UFFICIALE: Camplone
VAR: Orsato, Tegoni
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
AMMONITI: 28′ pt Thorsby, 41′ pt Murro, 47′ pt Ekdal, 8′ st Bentancur, 21′ st Cuadrado, 39′ st Bonucci, 41′ st Kean.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
SALA STAMPA | LE PAROLE POST PARTITA
26 SETTEMBRE 2021
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

Juventus-Sampdoria 3-2 Giornata 6 Serie A Allegri «Dobbiamo chiudere prima le partite». Domenica 26 Settembre 2021 VIDEO:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

Juventus-Sampdoria 3-2 Giornata 6 Serie A Bernardeschi «Era importante vincere». La soddisfazione di Federico al termine della partita. Domenica 26 Settembre 2021 VIDEO:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

Conferenza Stampa Allegri Post Juventus- Sampdoria 3-2 Giornata 6 Serie A. Domenica 26 Settembre 2021 VIDEO:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

MASSIMILIANO ALLEGRI
«Bisogna far fatica, avere il gusto di difendere e non prendere gol, è una cosa che fa parte del calcio come il possesso palla. Non abbiamo subito molte occasioni, il problema è che dobbiamo prendere meno gol, difendendo con ordine. Chiesa? Ha qualità importanti, e oggi ha gestito anche bene la palla, soprattutto nel secondo tempo. Ha grandi qualità. Questo è un momento difficile quanto a fatica mentale e fisica, ma un pezzettino alla volta risaliamo la classifica. La vittoria di oggi ci deve far capire che si deve soffrire, come a La Spezia, adesso abbiamo bisogno di una vittoria netta, che farebbe ulteriormente crescere l’autostima. Bonucci ha calciato il rigore perché era giusto che si prendesse lui la responsabilità: li sa tirare bene».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
MANUEL LOCATELLI
«Dobbiamo darci una mano in campo, un passo alla volta. Sappiamo tutti quello che dobbiamo fare, giocando da squadra. Noi ascoltiamo Allegri, dobbiamo fare quello che ci dice per far crescere la nostra classifica»
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
FEDERICO BERNARDESCHI
«Abbiamo fatto un grandissimo primo tempo, peccato per il gol subito, ci è dispiaciuto molto. Siamo però rientrati in campo determinati, serve la cattiveria giusta per chiudere le partite e non permettere agli avversari di riaprirle. Quando gioco a sinistra devo fare un lavoro diverso rispetto all’altro lato del campo, dando sostegno e copertura maggiori. Uscire fra gli applausi mi ha fatto molto piacere. Se serve sono disponibile anche a giocare davanti, vedremo cosa decide il Mister».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

History Claudio Gentile. La carriera in bianconero del terzino campione del mondo. Lunedì 27 Settembre 2021 VIDEO:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

Claudio Gentile Un maestro della difesa. Claudio Gentile compie oggi 68 anni. Tanti auguri! Riguardiamo le immagini più belle dell’ex giocatore bianconero. Lunedì 27 Settembre 2021 VIDEO:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

The Movie Juventus-Sampdoria 3-2. La Signora conquista la prima vittoria in casa in campionato. Domenica 26 Settembre 2021 VIDEO:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

UNDER 23 | A SALÒ PASSA LA FERALPI
26 SETTEMBRE 2021
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
La Juventus Under 23 incontra nuovamente la FeralpiSalò a distanza di pochi giorni dal successo nella Coppa Italia di Serie C. Questa volta ad avere la meglio è la formazione lombarda con un 3-2 che ha visto i bianconeri chiudere in vantaggio il primo tempo (0-1) grazia alla splendida rete di Sekulov, al suo secondo gol consecutivo, prima di subire la rimonta dei padroni di casa. A segno, nel finale, per la squadra di Mister Zauli anche Marley Akè, anche lui alla sua seconda marcatura di fila.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Questo pomeriggio la Juventus Under 23 si presenta con un 3-5-2: Israel tra i pali, De Winter, Poli e Riccio in difesa, Barbieri, Sersanti, Leone, Zuelli e Akè sulla linea mediana e davanti la coppia formata da Sekulov e Cudrig.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
LA PARTITA INTERA, QUINDI GLI HIGHLIGHTS VIDEO:

U23 Campionato Serie C Girone A Giornata 5 Partita intera Feralpisalò-Juventus 3-2 10’ pt Sekulov (J); 11’ st Guerra (F), 19’ st Luppi (F), 36’ st rig. Luppi (F), 45’ st Aké (J). Domenica 26 Settembre 2021.mp4 VIDEO:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

U23 Campionato Serie C Girone A Giornata 5 Highlights Feralpisalò-Juventus 3-2 10’ pt Sekulov (J); 11’ st Guerra (F), 19’ st Luppi (F), 36’ st rig. Luppi (F), 45’ st Aké (J). Domenica 26 Settembre 2021 VIDEO:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

L’inizio di gara vede la formazione bianconera giocare con ordine e personalità e dopo appena dieci minuti passa meritatamente in vantaggio con una splendida azione di Sekulov conclusasi con il gol. Il classe 2003 riceve palla nei pressi della trequarti difensiva della Juve e sfruttando le sue straordinarie doti atletiche riesce a lasciarsi alle spalle diversi avversari prima di arrivare a tu per tu con Gelmi e batterlo con freddezza. A vantaggio acquisito non cambia il copione del match con la squadra di Mister Zauli compatta e decisa a non concedere spazi ai padroni di casa.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
L’attenzione dei bianconeri non permette ai lombardi di costruire vere e proprie occasioni nitide da gol: il più pericoloso è Guidetti, ma in una circostanza calcia alto e in un’altra si vede bloccare la conclusione da Israel. Di fatto è la Juve ad andare più vicina al raddoppio con Akè sugli sviluppi di un’azione in mischia in area di rigore. Il risultato, però, non cambia e le squadre rientrano, così, negli spogliatoi con i bianconeri in vantaggio.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Nella ripresa, invece, cambia il copione della partita. La FeralpiSalò parte subito molto forte e al minuto 53 il neo entrato Di Molfetta prova subito a scuotere i suoi compagni. La scossa arriva e tre giri di orologio più tardi, infatti, Guerra pareggia i conti con una rovesciata eseguita alla perfezione, 1-1. I bianconeri provano subito a reagire, ma i padroni di casa sono in fiducia e al 60’ sfiorano il sorpasso con il tiro di un altro neo entrato, Hergheligiu, ma Israel è decisivo e devìa in corner.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Il 2-1, però, arriva quattro minuti dopo con Luppi che è il più veloce, dopo una serie di rimpalli, a mettere in porta il pallone del vantaggio lombardo. Si mette in salita il match per la squadra di Mister Zauli, ma il desiderio di tornare in partita è uno stimolo importante: Akè ci prova, ma la sua conclusione viene murata. Al minuto 80 arriva addirittura il tris della FeralpiSalò, ancora con Luppi che non senza difficoltà riesce a superare Israel dal dischetto.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
La Juve, nonostante le due reti di svantaggio a dieci minuti dalla fine, non smette di crederci e al 90’ accorcia le distanze con il mancino di Akè, 3-2. Nel recupero continua a spingere e con Sersanti impegna Gelmi, ma non a sufficienza per un 3-3 che sarebbe stato davvero incredibile.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
L’ANALISI DI MISTER ZAULI
«Sono state tre gare molto dispendiose e impegnative quelle contro Pro Vercelli, Triestina e FeralpiSalò. La squadra, però, ha sempre dato il massimo dal primo minuto fino alla fine e anche oggi la gara è stata molto intensa. Nel primo tempo abbiamo giocato un buon calcio e avremmo potuto chiudere il primo tempo in vantaggio di due reti. Sicuramente è stata una partita molto aperta, da entrambe le parti. Volevamo tornare a Torino con punti, ma così non è stato. Adesso il nostro obiettivo sarà quello di focalizzarci sul prossimo appuntamento che ci attenderà cercando di limitare ulteriormente alcuni errori che commettiamo in alcuni momenti dell’incontro».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
IL TABELLINO
Campionato di Serie C, Girone A – 5a giornata
FeralpiSalò – Juventus U23 3-2
Marcatori: 10’ pt Sekulov (J); 11’ st Guerra (F), 19’ st Luppi (F), 36’ st rig. Luppi (F), 45’ st Aké (J)
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
FeralpiSalò: Gelmi, Bergonzi, Pisano, Bacchetti, Guidetti (cap.), Spagnoli (17’ st Luppi), Guerra (41’ st Miracoli), Corrado, Carraro (37’ st Legati), Balestrero (1’ st Herheligiu), Damonte (1’ st Di Molfetta). A disposizione: Liverani, Porro, Brogni, Corradi, Suagher, Tirelli, Salines. Allenatore: Stefano Vecchi.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Juventus: Israel, Riccio, De Winter (21’ st Anzolin), Sekulov (12’ st Soulè), Leone, Poli (cap.), Sersanti, Zuelli (12’ st Miretti), Aké, Barbieri (32’ st Compagnon), Cudrig (21’ st Pecorino). A disposizione: Garofani, Raina, Stramaccioni, Da Graca, Palumbo. Allenatore: Lamberto Zauli.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Arbitro: Maria Sole Ferrieri Caputi di Livorno (Assistenti: Markiyan Voytyuk di Ancona e Nicola Zandona’ di Portogruaro. Quarto Ufficiale: Simone Galipò di Firenze).
Ammoniti: 32’ pt De Winter (J), 36’ pt Bergonzi (F); 26’ st Bacchetti (F), 48’ st Soule (J).
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Prossimo impegno
Campionato di Serie C – 6° giornata
Juventus U23 – Giana Erminio
Mercoledì 29 settembre, ore 17.30 – Stadio “Giuseppe Moccagatta”, Alessandria.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

UNDER 19 FEMMINILE, IL CAMPIONATO INIZIA CON UNA VITTORIA! 26 settembre 2021 L’Under 19 Femminile di Silvia Piccini vittoriosa all’esordio in campionato: 5-1 al Tavagnacco. LE IMMAGINI

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

IL WEEKEND DELLE UNDER
26 SETTEMBRE 2021
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
UNDER 19 FEMMINILE
Il primo passo in campionato, per le ragazze di Silvia Piccini, è vincente: Tavagnacco sconfitto 5-1 con cinque marcatrici diverse. Le bianconere hanno chiuso il primo tempo in vantaggio 3-0 con i gol di Pfattner, Talle e D’Auria. Nella ripresa a segno Ferrari e Arcangeli.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
«Ottimo inizio – il commento di Coach Piccini -. Siamo state brave contro un avversario chiuso, con pazienza abbiamo creato e sbloccato il risultato. Ottime anche le relazioni trovate tra tutte le giocatrici: la strada per essere migliori è appena iniziata».

Under 19 Femminile | Il tabellino di Juventus – Tavagnacco 5-1 (Domenica 26.09.2021):

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

UNDER 17 MASCHILE
Pari per l’Under 17 di Mister Pedone. Con la Cremonese a Vinovo finisce 1-1: vantaggio bianconero con Anghelè, pari ospite nel finale con Ricci. Di seguito il tabellino della gara:

Under 17 | Il tabellino di Juventus – Cremonese 1-1 (Domenica 26.09.2021)

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

UNDER 16 MASCHILE
A Monza, il Monza si impone 3-2 nella prima giornata di campionato. Lombardi avanti di due gol, rimonta Juve nel secondo tempo con Pugno e Scienza, ma nuovo vantaggio dei padroni di casa, stavolta definitivo.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
«Torniamo dalla trasferta di Monza con una sconfitta – l’analisi di Mister Panzanaro -. Abbiamo approcciato male alla gara, ci hanno sopraffatto e noi siamo stati poco agguerriti. Loro volevano vincere la partita, noi non abbiamo fatto niente per fare altrettanto. All’inizio della ripresa c’è stata una svolta radicale e abbiamo pareggiato, ma ciò che voglio sottolineare è l’atteggiamento diverso, che mi aspettavo potesse esserci fin da subito. Nel finale poi l’episodio ci ha condannato alla sconfitta e non abbiamo avuto la forza di reagire. Meglio subire questa sconfitta all’inizio perché ci farà restare con i piedi per terra, siamo una squadra da costruire, che deve ragionare di più collettivamente. C’è tanto da lavorare, ci rimboccheremo le maniche per affrontare in maniera diversa le prossime gare».

Under 16 | Il tabellino di Monza – Juventus 3-2 (Domenica 26.09.2021)

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

UNDER 15 MASCHILE
Comincia con una vittoria il cammino in campionato della squadra di Benesperi. A Monza, i bianconeri si impongono 6-1. Primo tempo chiuso avanti di quattro reti: tre di Merola e una di Giardino. Nel secondo tempo ancora in gol Merola, per il poker personale, e sesto gol firmato Lontani.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
«Buona la prima – il commento di Benesperi -. Abbiamo iniziato la partita con il giusto atteggiamento, alla fine è finita sei a uno e abbiamo sbagliato anche il calcio di rigore del possibile sette a uno. Peccato per quel goal subito nel secondo tempo, ma la squadra ha risposto bene al primo appuntamento. Siamo soltanto all’inizio, ci aspettano altre 17 finali».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
5 PILLS | JUVE-SAMP
27 SETTEMBRE 2021
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
3 gol, 3 punti, ancora una volta contro una ligure: stesso punteggio, stessa regione, a distanza di 4 giorni. Ecco le statistiche più curiose di Juve-Samp.
Leonardo Bonucci ha sia calciato che trasformato il suo primo rigore in carriera in Serie A. L’ultimo difensore della Juventus a essere andato a bersaglio dal dischetto era stato Andrea Barzagli, contro l’Atalanta, nel maggio 2012.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Manuel Locatelli ha sia segnato che fornito assist nello stesso match solo per la seconda volta in carriera in Serie A: la prima col Sassuolo, contro il Chievo, nell’aprile 2019. Per lui è stata la partita numero 150 in A.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Mattia Perin è tornato a giocare un match di Serie A con la maglia della Juventus a distanza di 897 giorni dall’ultimo: 13 aprile 2019, contro la SPAL, al Paolo Mazza.
Due dei tre gol segnati da Maya Yoshida in Serie A sono arrivati in trasferta: il primo contro il Parma, lo scorso gennaio.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Paulo Dybala ha segnato otto gol contro la Sampdoria: soltanto contro l’Udinese (nove) l’attaccante della Juventus ha fatto meglio in Serie A.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
SUBITO CONCENTRATI SUL CHELSEA
27 SETTEMBRE 2021
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Si apre una nuova settimana importante per i bianconeri, che in pochi giorni affronteranno la seconda sfida della fase a gironi di Champions League (contro il Chelsea campione in carica, mercoledì sera all’Allianz Stadium) e il derby della Mole (sabato all’Olimpico).
La squadra si è ritrovata quindi questa mattina al Training Center: come sempre nei giorni post gara, menu “misto”: recupero per chi ha giocato ieri, lavoro in campo per il resto del gruppo.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
LE CONDIZIONI DI MORATA E DYBALA
Gli accertamenti diagnostici effettuati questa mattina presso il J Medical hanno evidenziato:
– Per Alvaro Morata una lesione muscolare di basso grado del bicipite femorale della coscia destra.
–  Per Paulo Dybala una elongazione del muscolo semitendinoso della coscia sinistra.
Entrambi rientreranno a disposizione dopo la sosta per gli impegni delle nazionali.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Domani, vigilia di Champions League, la squadra si allenerà al pomeriggio al Training Center. Alle 19 la conferenza stampa dei bianconeri.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

LA LETTERA DEL PRESIDENTE AGLI AZIONISTI
27 SETTEMBRE 2021
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Cari Azionisti,
le vittorie di questi ultimi 10 anni sono state accompagnate da uno straordinario sviluppo della Società in termini di ricavi, affermazione del brand nel panorama globale, infrastrutturale (Stadium e Village), progettualità sportiva (Women e U23) e di organico. Sono convinto che la Juventus abbia, oggi, le caratteristiche adatte per affrontare le sfide future. È giusto sottolineare, tuttavia, che nel momento di massima tensione verso lo sviluppo, con imponenti mezzi finanziari messi a disposizione della Società, il calcio e la Juventus in particolare, hanno subito un durissimo colpo a causa della pandemia Covid-19.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
I danni causati sono stati ingenti. Intere linee di ricavo sono scomparse da un momento all’altro, mentre la base dei costi è rimasta immutata. Si stima che la carenza di liquidità complessiva del sistema ammonti a €8,5 miliardi.
Gli stadi vuoti per quasi due anni sono il simbolo di quanto è successo e la loro riapertura non deve distrarre dai limiti che il calcio ha palesato crudamente, mettendo a nudo tutte le proprie debolezze strutturali.
Il calcio, abituato nell’ultimo ventennio a crescere in doppia cifra in modo totalmente inelastico rispetto a tutte le crisi che hanno, nello stesso periodo, colpito l’economia e la società, ha sviluppato al proprio interno un’eccessiva fiducia che si è tradotta in un’eccessiva confidenza con il rischio.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
La crisi ha, inoltre, interrotto la costante crescita del valore complessivo delle transazioni per l’acquisizione e cessione delle prestazioni dei calciatori (circa -50% nel 2021 vs 2019), che per molti club erano diventate una componente rilevante del modello di business per mitigare il rischio sportivo, che nella nostra industria coincide al rischio economico-finanziario.
La complessiva instabilità e quindi debolezza del comparto calcistico non possono però, e non devono, essere attribuite esclusivamente alla pandemia.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Le grandi istituzioni del calcio, che agli albori svolgevano la funzione di terze parti indipendenti e garanti dell’applicazione corretta delle regole, hanno progressivamente aggiunto al ruolo di regolatori quello di organizzatori, broker, distributori del prodotto calcio e infine percettori e distributori dei proventi.
La programmazione sana e credibile di una Società non può basarsi su obsolete impalcature di sistema, pena il ridimensionamento collettivo del comparto, cioè quanto di meno auspicabile per il calcio, lo sport più popolare del mondo.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Da anni, inoltre, si parla della generazione Z, dei suoi valori, delle sue esigenze. Il mondo dopo il Covid-19 appartiene a questa nuova generazione che oscilla ormai tra i 12 e i 21 anni d’età. Il calcio deve rimanere centrale nel suo tempo libero, nel suo mix di interessi. Le opportunità fornite dalla rivoluzione digitale possono certamente contribuire ad avvicinare questi giovani. In questo senso, il dibattito e le critiche sulla fruizione delle partite “live” con mezzi diversi dalla tv tradizionale sono anacronistici e destinati a scomparire.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Nel mondo digitalizzato l’utente ha un potere di scelta enorme, che non può essere ignorato e, pertanto, egli sceglierà in base alle proprie inclinazioni e ai valori che lo rappresentano.
Non è questa la sede opportuna per tornare sulle cause della nascita della Super League, ma è opportuno darvi conto del fatto che questa nuova competizione, che si propone di offrire al mondo il miglior spettacolo calcistico, ha nelle sue regolamentazioni tre valori essenziali per la stabilità dell’industria calcistica: (i) un nuovo framework condiviso per il controllo dei costi, che contribuisca, contrariamente a quanto affermato anche in sedi autorevoli, all’equilibrio competitivo delle competizioni; (ii) un forte impegno alla solidarietà e alla mutualità; (iii) la centralità delle prestazioni dei club nelle competizioni europee e del contributo di questi allo sviluppo dei talenti come elementi fondanti di un nuovo concetto di “meritocrazia” sportiva (concetto che non può basarsi esclusivamente sulle performance domestiche in ossequio a equilibri geopolitici e commerciali che dovrebbero rimanere estranei all’essenza dello sport).
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
In sintesi: un nuovo paradigma meritocratico ed un ritorno ai fondamentali: controllo dei costi e trasparenza, con tre categorie di stakeholder al centro del progetto: (i) tifosi, che dettano la domanda del prodotto; (ii) calciatori, i protagonisti degli spettacoli – sia per le competizioni dei club che delle nazionali; (iii) investitori, che assumono tutto il rischio imprenditoriale dell’industria calcistica. Un nuovo paradigma che il calcio non può continuare a trascurare e sulla base dei quali il dialogo politico dovrà riprendere.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Niente deve essere dato per scontato, tutto può essere migliorato, ripensato. Come disse Edoardo Agnelli ormai quasi un secolo fa: “Dobbiamo impegnarci a far bene, ma ricordandoci che una cosa fatta bene può essere sempre fatta meglio”.
Il calcio è lo sport più popolare del mondo, i colori bianconeri come quelli di tantissimi altri club, partecipano a questo spettacolo da sempre. È preciso dovere di chi rappresenta la Società, garantire il massimo della professionalità, dell’impegno e dell’integrità perché la Juventus tenga fede alla propria storia.
La Juventus ci sarà e il sostegno della mia famiglia, da ormai quasi un secolo, sono la testimonianza più tangibile e la migliore garanzia per continuare a ricoprire un ruolo di vertice nel grande spettacolo del calcio: condividendo la stessa passione con centinaia di milioni di tifosi in tutto il mondo.
Fino alla fine
Andrea Agnelli.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

Relazione finanziaria annuale al 30 giugno 2021:

Relazione finanziaria annuale al 30 giugno 2021. Lunedì 27 Settembre 2021:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

BITGET È IL PRIMO SLEEVE PARTNER DI JUVENTUS!
28 SETTEMBRE 2021
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
La Juventus annuncia oggi una nuova partnership, molto speciale.
Si tratta, infatti, della prima Sleeve Partnership nella storia del Club: da domani sera, contro il Chelsea in Champions League, e poi dal 2 ottobre prossimo anche in Serie A, la maglia bianconera avrà uno sponsor sulla manica della divisa.
Si tratta di Bitget, piattaforma asiatica di cryptocurrency exchange di portata internazionale: una partnership, questa, che permetterà a Bitget una grande visibilità grazie alla grande audience globale che può raggiungere Juventus.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Non solo: l’accordo conferma, ancora una volta, come il Club abbia uno sguardo sempre rivolto al futuro e alle tecnologie più all’avanguardia, e come continui ad attrarre, sul mercato asiatico, sempre più realtà di rilevanza globale.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
«Siamo felici di dare il benvenuto a Bitget come primo Sleeve Partner di Juventus e aiutarli a far crescere la loro awareness presso la nostra fanbase mondiale – il commento di Giorgio Ricci, Chief Revenue Officer di Juventus – Lavoreremo a livello globale per supportare la crescita internazionale del nostro partner, con l’obiettivo condiviso di rivolgerci a un’audience sempre più ampia».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
BITGET È IL PRIMO SLEEVE PARTNER DI JUVENTUS!
28 SETTEMBRE 2021
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
La Juventus annuncia oggi una nuova partnership, molto speciale.
Si tratta, infatti, della prima Sleeve Partnership nella storia del Club: da domani sera, contro il Chelsea in Champions League, e poi dal 2 ottobre prossimo anche in Serie A, la maglia bianconera avrà uno sponsor sulla manica della divisa.
Si tratta di Bitget, piattaforma asiatica di cryptocurrency exchange di portata internazionale: una partnership, questa, che permetterà a Bitget una grande visibilità grazie alla grande audience globale che può raggiungere Juventus.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Non solo: l’accordo conferma, ancora una volta, come il Club abbia uno sguardo sempre rivolto al futuro e alle tecnologie più all’avanguardia, e come continui ad attrarre, sul mercato asiatico, sempre più realtà di rilevanza globale.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
«Siamo felici di dare il benvenuto a Bitget come primo Sleeve Partner di Juventus e aiutarli a far crescere la loro awareness presso la nostra fanbase mondiale – il commento di Giorgio Ricci, Chief Revenue Officer di Juventus – Lavoreremo a livello globale per supportare la crescita internazionale del nostro partner, con l’obiettivo condiviso di rivolgerci a un’audience sempre più ampia»
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
«Bitget va in cerca di partner eccezionali nel mondo dello sport e nella comunità dei game. La Juventus dimostra con la sua storia i suoi valori di competizione e di correttezza, che fanno parte dello spirito dello sport. La partnership permetterà a Bitget di aumentare la sua awareness internazionale»,  le parole di James Lee, Global Strategy Officer di Bitget.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

U23 L’esperienza di Fabrizio Poli. L’esperto difensore classe 1989 racconta il suo ruolo nella Juventus Under 23 e traccia un primo bilancio della sua prima stagione in bianconero. Martedì 28 Settembre 2021 VIDEO:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

Tutti i gol della settimana! 20-26 Settembre 2021. Dalla Prima Squadra maschile alle Juventus Women, passando per l’U23 e l’U19, ecco tutte le reti segnate dalle squadre bianconere nella settimana appena terminata VIDEO:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

Classic Match UCL Juventus-Chelsea 3-0 Stagione 2012-2013. 20 Novembre 2012 A Torino, i Bianconeri ospitano i campioni d’Europa in carica. Una notte indimenticabile. Martedì 28 Settembre 2021 VIDEO PARTITA INTERA:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

Juventus-Chelsea Il pareggio del 2009. 10 Marzo 2009, ritorno degli ottavi di Champions League. A Torino finisce 2-2 con reti di Iaquinta, Essien, Del Piero (R) e Drogba. Martedì 28 Settembre 2021 VIDEO:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

Juventus-Chelsea La grande vittoria del 2012. Allianz Stadium 20 novembre 2012. La Juventus batte 3-0 la squadra inglese campione d’Europa in carica. Martedì 28 Settembre 2021 VIDEO:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

FIVE MOMENTS: JUVE-CHELSEA
28 SETTEMBRE 2021
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Sono due i precedenti a Torino tra Juventus e Chelsea, entrambi in Champions League. Il primo appuntamento nell’edizione 2008-09: all’Olimpico, il ritorno degli ottavi di finale termina 2-2 e i londinesi si qualificano al turno successivo. La rivincita bianconera si ha quattro anni dopo: allo Stadium si gioca la quinta giornata del girone e la rete di Quagliarella pone le basi per un secco 3-0, premessa per l’avanzata della Signora e l’eliminazione anticipata dei campioni d’Europa in carica.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
IL TIMBRO DI SEBA
Giovinco lanciato verso la porta, il suo tocco a tu per tu con Cech, la palla che termina la sua corsa in rete. É questa l’immagine che chiude come meglio non si potrebbe Juventus-Chelsea del 20 novembre 2012. Dopo il gol di Quagliarella nella prima frazione di gioco, i bianconeri raddoppiano nella ripresa con Vidal, per poi sigillare definitivamente il risultato con l’acuto di Seba nei minuti di recupero.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
L’ATTENZIONE DI LEO
All’andata, allo Stamford Bridge, Chelsea e Juventus impattano 2-2 e i Blues si portano avanti grazie a una doppietta di Oscar poco dopo la mezzora. Nei confronti del giovane talento brasiliano, all’epoca ventunenne, occorre prestare grande attenzione e a Torino la BBC lo contiene molto bene. Emblematico è un controllo di Bonucci, bravissimo nel primo tempo a opporsi a una conclusione dell’avversario potenzialmente molto pericolosa.
PotendoVi gustare sia la sintesi, sia la partita intera, ritroverete questi dettagli.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
GIORGIO OVUNQUE
Un contrasto di Chiellini con Moses, centrocampista nigeriano subentrato al sessantesimo minuto al posto di Azpilicueta. Pochi secondi dopo, Vidal firma il 2-0 e il piano dell’allenatore del Chelsea Di Matteo va in frantumi. Giorgio è il leader assoluto della sfida, è ovunque, come attestano i numeri: è lui a toccare più palloni nella Juventus e a recuperarne di più. Costruzione e opposizione, una prestazione che sa di rivincita sull’eliminazione patita 4 anni prima.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
DROGBA, IL TRASCINATORE
Insieme a Buffon, Marchisio e Giovinco, Chiellini è uno dei giocatori che hanno disputato entrambi gli Juventus-Chelsea andati in scena a Torino.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Un confronto ad alta intensità contro qualcosa di più di un “semplice” grande attaccante: lui è un vero e proprio trascinatore e sarà l’uomo che spingerà i londinesi alla conquista della loro prima Champions League nel 2012.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
AVVERSARI E COMPAGNI
In quella gara, nella quale il pubblico dell’Olimpico con un sentito applauso finale riconosce alla Juve di essersi battuta fino in fondo, ci sono due giocatori avversari che diventeranno compagni di squadra: Marchisio e Anelka. Claudio è bianconero da sempre, Nicolas invece parte da Parigi per un lungo viaggio in diversi club. Dopo Londra ci sarà Shanghai e poi 6 mesi a Torino, per sole 3 apparizioni in maglia bianconera nel 2013, in una formazione nella quale – ormai – il Principino è un veterano.

JUVE-CHELSEA, ULTIMI BIGLIETTI!

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

GALLERY | LA VIGILIA DI JUVE-CHELSEA AL TRAINING CENTER Martedì 28 Settembre 2021 Juventus al lavoro allo Juventus Training Center verso la sfida dell’Allianz Stadium contro il Chelsea, seconda gara stagionale di Champions League. LE IMMAGINI

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

L’allenamento della vigilia di Juventus-Chelsea. L’ultima rifinitura dei bianconeri alla vigilia del secondo match della fase a gironi di UEFA Champions League contro il Chelsea. Martedì 28 Settembre 2021 VIDEO:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

La vigilia di Juventus-Chelsea! Verso la seconda sfida della fase a gironi di Champions League. Tutte le emozioni della vigilia. Martedì 28 Settembre 2021 VIDEO:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

UNDER 19, I CONVOCATI PER JUVE-CHELSEA DI YOUTH LEAGUE
28 SETTEMBRE 2021
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Seconda giornata della fase a gironi di UEFA Youth League alle porte per la Juventus Under 19. Domani pomeriggio, alle ore 16.00, al Training Center di Vinovo i bianconeri affronteranno il Chelsea. Qui sotto l’elenco dei giocatori a disposizione di Mister Bonatti.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
I CONVOCATI
1 Senko
2 Savona
3 Turicchia
4 Omic
5 Nzouango Bikien
6 Citi
7 Hasa
10 Bonetti
11 Iling-Junior
13 Muharemovic
14 Mulazzi
17 Chibozo
18 Turco
19 Fiumanò
21 Doratiotto
27 Galante
29 Maressa
30 Daffara
32 Miretti
33 Soulè
34 Garofani.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
ALLEGRI E CHIELLINI: «NON VEDIAMO L’ORA DI SCENDERE IN CAMPO»
28 SETTEMBRE 2021
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Dopo il successo sul Malmö nella prima giornata di Champions League, la Juventus ospita il Chelsea all’Allianz Stadium. Mister Massimiliano Allegri e capitan Giorgio Chiellini, alla vigilia del match, hanno presentato la sfida rispondendo alle domande dei giornalisti in conferenza stampa.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

Juventus-Chelsea Allegri «Sarà una sfida meravigliosa». Le parole del Mister bianconero alla vigilia della sfida contro la squadra londinese. Martedì 28 Settembre 2021 VIDEO:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

Juventus-Chelsea Chiellini «Faremo una grande partita». Il capitano della Juventus presenta la sfida contro la squadra campione d’Europa. Martedì 28 Settembre 2021 VIDEO:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

MASSIMILIANO ALLEGRI
«Abbiamo fatto un buon allenamento, a parte Ramsey sono tutti disponibili. Rabiot è a disposizione e domattina deciderò, ma quello che conterà sarà giocare una partita tecnica. Loro sono una squadra fisica, solida, Tuchel ha fatto un grandissimo lavoro, sono molto forti in contropiede e sulle palle inattive e per noi sarà un bel test anche sotto questo aspetto. Bisognerà giocare con pazienza quando abbiamo la palla, sarà difficile trovare varchi e dovremo essere bravi a stare in campo.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
La formazione la sceglierò domani, intanto ve ne dico quattro: giocano Szczesny, Locatelli, Alex Sandro e Danilo, devo decidere solo la posizione. Abbiamo giocatori con caratteristiche diverse, l’unica punta di ruolo è Kean e cercherò di mettere i due o tre davanti a seconda delle loro caratteristiche. Sarà fondamentale, come dicevo, disputare una bella partita dal punto di vista tecnico, pulita, con pazienza e divertendoci, sapendo che abbiamo di fronte una squadra che se sbagli una volta ti punisce.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Quando si partecipa alla Champions si deve avere il desiderio di vincerla, questo ti porta a fare cose straordinarie. Domani giochiamo contro i campioni d’Europa, sarà una serata magnifica a prescindere. Bisogna avere l’entusiasmo, la voglia e l’emozione di giocare queste partite perché questo ti porta a fare cose straordinarie. Solo puntando al massimo puoi arrivare in cima. Il nostro desiderio, di ognuno di noi, è arrivare in finale, poi vedremo, ma l’obiettivo l’abbiamo in testa e bisogna volerlo andare a prendere. Vale lo stesso per lo scudetto.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Questo fa la differenza per stare in una grande squadra. Poi non si può vincere tutti gli anni, perché ci sono anche gli altri e vincere non è una cosa normale, però quello che conta è il nostro desiderio».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
«Bernardeschi contro la Sampdoria ha fatto una buona gara e ha ottime potenzialità inespresse – la risposta del Mister, interrogato sui singoli -. Deve fare partite di sostanza e al suo interno deve usare le sue qualità importanti. Finora ha sempre fatto bene quando chiamato in causa, tutto parte dalla testa, dalla cattiveria di un giocatore quando affronta le partite, in particolare quando ha la palla.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Rabiot è su quella falsariga: quando uno gioca alla Juventus non può esser emesso in discussione, poi la differenza la fanno gli obiettivi che si pone, la voglia di migliorarsi tutti i giorni e la cattiveria con cui si allena, tira in porta, passa la palla o difende. Sembrano dettagli, ma sono quelli che fanno la differenza. Arthur è ancora indietro, durante la sosta giocheremo due amichevoli per metterlo in condizione nel più breve tempo possibile e far giocare chi finora ha giocate un po’ meno.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Kean? Deve giocare e fare gol, che è una cosa che sa fare meravigliosamente bene perché calcia bene, sa attaccare la profondità e chiude bene l’azione. Deve migliorare nella tecnica individuale quando gioca con la squadra, ma ha già tanta esperienza. Da Chiesa mi aspetto quello che sta facendo ora e ancora meglio. Lui ha fatto molto bene, perché arrivare alla Juve e fare un’annata come quella dell’anno scorso non era semplice, poi aver fatto un Europeo di alto livello ha ridotto il margine d’errore.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Per lui quest’anno è molto importante e molto più difficile dell’anno precedente».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
GIORGIO CHIELLINI
«Domani secondo me sarà una gara più facile di quelle fatte ultimamente. Sono gare belle, facili da preparare perché l’attenzione è massima e tutto sarà portato ai massimi livelli dall’atmosfera che ci sarà. Giochiamo la prima di casa in Champions contro i campioni d’Europa che si sono anche rinforzati, quindi sarà una partita difficile quanto stimolante. Sono sicuro che faremo una grande partita e tutto l’ambiente, noi in primis, non vede l’ora di vivere questa grande serata. Giocare contro i migliori aiuta sempre a crescere. Gol subiti? In Champions ancora non ne abbiamo presi, speriamo sia di buon auspicio.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
Bisognerà essere bravi domani a non concedere ripartenze al Chelsea. Ci vorrà pazienza, velocità di gioco e non permettergli di giocare sulle loro qualità migliori. Aspettative? Ci aspettiamo di passare il turno, poi da febbraio in poi si aprono mille dinamiche tra sorteggi, infortuni, stati di forma ed evoluzioni delle squadre che possono cambiare il corso della stagione.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
In questo momento in campionato e in coppa è inutile fare programmi a lungo termine, ma si deve pensare al presente, cercando sempre di migliorare. Bisogna avere il giusto equilibrio, analizzando tutto con la giusta prospettiva e con consapevolezza».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE E TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS
«Vincere domani sarebbe importante perché vincere aiuta a vincere e fa bene al morale – ha proseguito il capitano -. Sarebbe prezioso anche in ottica girone, perché una vittoria ci permetterebbe di arrivare alle due sfide con lo Zenit con un match point e la possibilità di chiudere presto il passaggio del turno, il che non è cosa da poco e ci permetterebbe di gestire meglio le energie nelle ultime partite. Ci darebbe anche consapevolezza, ma quella deve darcela la prestazione a prescindere dal risultato».   JUVENTUS   TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS   CALCIO   PIEMONTE

Piemonte tutte le notizie in tempo reale. Sempre aggiornate! SEGUILE E CONDIVIDILE!
Aggiornamenti, Notizie, Piemonte, Ultim'ora

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 47 minuti

Ultimo aggiornamento 28 Settembre, 2021, 17:27:08 di Maurizio Barra

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 07:56 DI SABATO 25 SETTEMBRE 2021

ALLE 17:27 DI MARTEDÌ 28 SETTEMBRE 2021

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Serra marijuana nel giardino, elettricista ai domiciliari
Intervento dei carabinieri in una villetta di Asti
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
ASTI
25 settembre 2021
07:56
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Nel giardino di casa aveva allestito una serra per la coltivazione della marijuana.
I carabinieri hanno arrestato un elettricista di 48 anni in frazione di Quarto Inferiore, ad Asti.

Ad insospettire i militari dell’Arma, durante un servizio sul territorio, è stato il forte odore di stupefacente proveniente dalla villetta in cui l’uomo vive con l’anziana madre. Nella serra, non visibile dalla strada, erano coltivate ‘a terra’ oltre 20 piante di marijuana, alcune di altezza superiore ai due metri e mezzo.
All’interno dell’abitazione c’erano oltre 600 grammi di marijuana, decine di infiorescenze di marijuana essiccata e un bilancino di precisione.
L’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari.   CRONACA

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Camst: podcast e foto, il bilancio sociale è multimediale
Per raccontare l’impegno dell’azienda durante la pandemia
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 settembre 2021
11:06
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Podcast, stories e immagini per raccontare l’impegno di Camst attraverso la voce dei suoi stakholder. E’ il tema dell’edizione 2020 del bilancio di sostenibilità dell’azienda leader nei servizi di ristorazione che prende vita anche in formato digitale con contenuti multimediali che raccontano l’impegno del gruppo sulle politiche di sostenibilità in un periodo difficile come quello segnato dal Covid.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
L’anno della pandemia viene raccontato dalle fotografie di Marika Puicher. Gli scatti, che hanno come protagonisti i dipendenti Camst, sono stati realizzati nelle città dove opera l’azienda, tra cui il Palalpitur di Torino.
“Impegnarsi per essere sostenibili non è la moda del momento, è l’unica chance che abbiamo – sottolinea Francesco Malaguti, presidente Camst group – Nell’anno della pandemia abbiamo cercato di guardare al futuro con positività e impegno: abbiamo lavorato al nostro Piano Strategico per i prossimi 5 anni definendo le direttrici di sviluppo della nostra azienda, senza perdere di vista gli obiettivi dell’Agenda 2030. Il bilancio di sostenibilità va proprio in questa direzione, concretizzare la nostra adesione agli obiettivi ambiziosi delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile. Per realizzare questo bilancio abbiamo promosso un lavoro corale e partecipato: questo è il modus operandi che ci guiderà negli anni a venire, tutti siamo coinvolti, tutti dobbiamo migliorare”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Accoltella la compagna e tenta il suicidio, sono gravi
Nel Torinese. Ricoverati in ospedale in prognosi riservata
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 settembre 2021
11:51
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Colpisce la compagna con diverse coltellate poi tenta il suicidio. E’ successo nella tarda serata di venerdì in un alloggio di via Martiri a Caluso, nel Torinese.

Al culmine di un violento litigio un 23enne di nazionalità nigeriana ha preso un coltello da cucina e ha colpito ripetutamente la compagna, una ragazza di 21 anni anche lei nigeriana. Subito dopo il giovane ha tentato il suicidio ingerendo della varechina.
A impedirgli di togliersi la vita sono stati i carabinieri, chiamati dai vicini di casa che hanno sentito le disperate grida d’aiuto della ragazza. I militari hanno sequestrato l’arma usata dal 23enne e un figlio manoscritto in cui spiega i motivi del gesto.
I due sono stati ricoverati all’ospedale di Chivasso. La 21enne, gravissima, è stata trasportata in ospedale in codice rosso. Il compagno è anche lui ricoverato in prognosi riservata.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Expocasa, green design e sostenibilità le nuove tendenze
A Torino l’edizione 58, ingresso gratuito fino al 3 ottobre
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 settembre 2021
13:12
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Expocasa, fiera torinese dell’arredamento giunta quest’anno all’edizione numero 58, ha aperto i battenti oggi all’Oval del Lingotto Fiere. Fra le poche manifestazioni che non hanno saltato causa pandemia l’edizione 2020, sarà anche quest’anno a ingresso gratuito, come avvenuto lo scorso anno quando riuscì in un periodo difficile a raccogliere 35 mila visitatori.

La fiera, per la seconda volta in autunno anziché nel tradizionale periodo primaverile, sarà visitabile tutti i giorni fino al 3 ottobre. Su 20 mila metri quadrati di spazi espositivi, sono presenti 100 stand e 200 marchi.
Numerose le novità, ispirate alle tre parole d’ordine ‘green, design e sostenibilità’. Al green, rivelatosi una vera necessità nei tempi delle chiusure, sono dedicati alcuni appuntamenti con esperti a cura dell’associazione Sguardo nel Verde. Un focus è dedicato all’illuminazione con l’area Expoluce curata dall’architectural light designer Giusy Gallina. Sono presenti approfondimenti sulla carta da parati, grande tendenza del momento, e sul distretto della rubinetteria piemontese. C’è anche una ‘Safe and clean area’, poiché la recente esperienza ha insegnato quanto sia importante la corretta igienizzazione degli ambienti.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Allegri, vincere per un altro saltino in classifica
‘Juve in ritardo, ora serve dare continuità’
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 settembre 2021
14:50
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
“Dobbiamo cercare di giocare bene e vincere, così da fare un altro saltino in classifica e trovare i primi tre punti in casa. Poi penseremo alla Champions League e al Chelsea”: così il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, alla vigilia della sfida interna contro la Sampdoria.
E sulle favorite per lo scudetto: “L’Inter perché è campione in carica, il Milan perché dal post-Covid è in testa a tutte le classifiche e il Napoli perché ha vinto le prime cinque gare – l’analisi del tecnico -. Noi adesso non dobbiamo guardare la classifica: siamo un po’ in ritardo, abbiamo vinto uno scontro salvezza e ora serve dare continuità”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Allegri ‘Chiesa sta bene, Rabiot out,Perin titolare’
Tecnico spiega che francese ha dei problemi a una caviglia
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 settembre 2021
14:52
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
“Chiesa sta bene e può giocare sia a destra che a sinistra, mentre Rabiot ha un problema alla caviglia e non sarà a disposizione”: questo il punto sull’infermeria fatto dal tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, alla vigilia della partita casalinga di campionato contro la Sampdoria. “Non so se Dybala riposerà, vedremo – aggiunge l’allenatore bianconero – mentre Perin sarà titolare”.   JUVENTUS   CALCIO

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Violenza donne: a Verbania una ‘Stanza tutta per sè’
Al Comando provinciale dei carabinieri
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 settembre 2021
15:27
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
A Verbania, presso il Comando provinciale dei carabinieri, è stata inaugurata alla presenza delle autorità cittadine ‘Una stanza tutta per sé’, un luogo per accogliere in modo familiare le donne vittime di abuso. Si tratta della 190/a stanza realizzata in Italia – altre 20 sono in corso di preparazione – nell’ambito dall’accordo siglato nel 2015 tra il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, i Club Soroptimist e Per il Club.

La stanza, la seconda a Verbania, è stata realizzata anche con la collaborazione di amici e imprenditori che hanno deciso di mettersi in gioco. Tra loro ingegneri, architetti, designer di interni, muratori e tecnici.
Il progetto ha lo scopo “di sostenere la donna, nel delicato momento della denuncia di violenze e abusi alle Forze dell’Ordine, attraverso la realizzazione di un ambiente protetto e dedicato che trasmetta una sensazione di accoglienza e attenzione per le sofferenze subite”.
Il progetto nazionale comprende, inoltre, un impegno articolato sulle problematiche dell’incentivo alla denuncia e si occupa di predisporre mezzi utili ad avvicinare il maggior numero possibile di vittime al fine di far conoscere l’esistenza e la localizzazione sul territorio delle ‘stanze tutte per sé’ presenti in tutta l’Italia.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Torino Pride in piazza per i diritti dopo stop pandemia
Centinaia di persone in centro con bandiere arcobaleno
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 settembre 2021
19:01
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Centinaia di persone si stanno radunando in corso Principe Eugenio per il Torino Pride che tra poco sfilerà nel centro della città con le bandiere arcobaleno.
“Quanti di noi vorrete ancora sulla coscienza?”, è lo slogan della manifestazione, sospesa lo scorso anno a causa della pandemia, che si svolge con il tradizionale corteo dopo il via libera delle autorità che in un primo momento avevano autorizzato solo un presidio statico.

Al fianco della associazioni Lgbt anche numerose famiglie, oltre alla sindaca di Torino Chiara Appendino, presente con la figlia Sara, e i candidati sindaco del centrosinistra, Stefano Lo Russo, e del Movimento 5 Stelle, Valentina Sganga.   POLITICA

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

E’ scontro su diritti, Lo Russo, al Pride bisogna esserci
Candidato centrosinistra a Damilano, stravagante aderire su Fb
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 settembre 2021
16:54
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
“Al Pride bisogna esserci, in presenza. Bisogna essere in piazza, non ci si può limitare ai post su Facebook.
Le adesioni con un post sono stravaganti”.
Così, in occasione del Torino Pride, Stefano Lo Russo, candidato sindaco di Torino del centrosinistra, in polemica con il candidato di Torino Bellissima e del centrodestra, Paolo Damilano, che non partecipa alla manifestazione di oggi pomeriggio. “Dobbiamo andare avanti sulla politica dei diritti, sulla linea tracciata in questi anni – aggiunge -. Torino dev’essere una città all’avanguardia”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Torino: Appendino, dispiace assenza Damilano al Pride
Dobbiamo essere sempre all’avanguardia, tornerò da cittadina
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 settembre 2021
16:57
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
“È l’ultimo anno che partecipo da sindaca ma non da cittadina: continuerò ad esserci, perché è uno dei momenti più importanti per la città. La risposta alle conquiste di questi anni sono le persone in piazza e chi lotta per i diritti.
Torino deve essere sempre all’avanguardia”. Così la sindaca di Torino Chiara Appendino in testa al lunghissimo corteo del Torino Pride.”Mi dispiace che non tutti i candidati sindaco siano presenti, sarebbe stato importante”, aggiunge Appendino in merito all’assenza del candidato di Torino Bellissima e del centrodestra, Paolo Damilano.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Ciclismo, Mondiali: Balsamo vince la gara donne Elite
L’azzurra ha battuto allo sprint la favorita olandese Vos
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
25 settembre 2021
17:27
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Elisa Balsamo ha vinto la gara in linea donne Elite ai Mondiali in Belgio. L’azzurra ha battuto, in uno sprint a due, la favorita olandese Marianne Vos, che si è dovuta accontentare della medaglia d’argento.
La Balsamo, nella gara partita da Anversa e conclusa a Leuven (Belgio), dopo 157,7 chilometri, si è imposta con il tempo di 3h52’27”, precedendo l’olandese Marianne Vos, seconda e medaglia d’argento con lo stesso tempo. Terzo, e bronzo, la polacca Katarzyna Niewiadoma, a 1″; quarta l’ungherese Kata Blanka Vas, con lo stesso tempo, e quinta la cubana Arlenis Sierra Canadilla, anche lei con lo stesso tempo.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Ciclismo, Balsamo: “Io iridata? Non riesco a crederci”
Azzurra: “La squadra è stata fantastica. Sono senza parole”
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
25 settembre 2021
17:33
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
“Sono totalmente senza parole. Non posso crederci.
E’ un sogno, dopo una lunghissima stagione. Il team è stato fantastico. Oggi ho battuto Marianne Voss.
Pazzesco. All’ultima curva ho solo pensato di andare a tutto-gas. L’anno prossimo con questa maglia sarà incredibile.
Grazie a tutto il team e allo staff. Qui sul traguardo c’è il mio ragazzo, mentre la mia famiglia mi sta seguendo da casa”.
Queste le prime parole di Elisa Balsamo dopo avere conquistato il titolo Mondiale femminile Elite in linea nella manifestazione in corso sulle strade del Belgio.
La Balsamo, che è anche una pistard e in questa veste ha preso parte all’Olimpiade di Tokyo, l’anno scorso aveva vinto la prova su strada degli Europei under 23, mentre aveva già conquistato la maglia iridata da juniores, vincendo la prova di questa categoria dei Mondiali del 2016 a Doha.   SPORT

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Bersaglieri: Mulè, disponibili collaborare a Raduno Cuneo
Sottosegretario visita a Torino sezione più antica d’Italia
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 settembre 2021
18:00
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Il sottosegretario alla Difesa, Giorgio Mulè, ha visitato la sezione di Torino dell’Associazione Nazionale Bersaglieri, la prima ad essere fondata in Italia nel lontano 1886. Accolto dal presidente della sezione, Massimo Chendi, Mulè ha sottolineato l’importanza delle associazioni d’Arma nel tramandare tradizioni e valori della nostra storia.

L’incontro è stata anche l’occasione per fare il punto sull’organizzazione del raduno nazionale, che si svolgerà l’anno prossimo a Cuneo, con il presidente regionale dell’Associazione e del comitato organizzatore, Guido Galavotti, e con il generale Antonio Pennino, membro del comitato organizzatore.
Nel ricordare l’importanza delle adunate, Mulè si è detto disponibile a collaborare per la sua buona uscita. Inizialmente in programma nel maggio di quest’anno, la manifestazione è stata rinviata di un anno a causa della pandemia e si svolgerà dal 16 al 22 maggio.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: a Torino decimo corteo contro certificato verde
Nuova manifestazione in centro
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 settembre 2021
18:26
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi è una giornata importante, contro le discriminazioni. E il Green pass è una discriminazione”.
Alcune centinaia di manifestanti che si oppongono al certificato verde sono partiti in corteo da piazza Castello, a Torino. “Il lavoro non si tocca” e “Torino non si piega” sono gli slogan scanditi dai partecipanti. Dopo aver rinunciato ad accordarsi al corteo del Pride, i No Green pass sono scesi per i Giardini Reali per raggiungere corso Regina Margherita. È il decimo corteo organizzato. Sempre di sabato.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Giaveno in fiera per i suo funghi rinomati, è 40/a Festa
La rassegna dal 3 al 10 ottobre in piazza e in 17 ristoranti
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 settembre 2021
18:41
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Giunge al traguardo della 40/a edizione ‘Fungo in festa’, la rassegna organizzata dalla Città e dalla Pro Loco. Si terrà domenica dal 3 al 10 ottobre, nella speranza che qualche giorno di pioggia possa permettere di recuperare il ritardo di una stagione finora penalizzata dalla siccità.
Il clou domenica 10 ottobre, con la piazza gastronomica dotata di maxischermo per gli show cooking degli chef stellati Matteo Baronetto (Del Cambio) e Alessandro Mecca (Spazio 7). Per tutto il periodo della fiera, menu a base di funghi in 17 ristoranti che hanno aderito alla manifestazione.
‘Fungo in festa’, presentato sabato 25 ottobre in Municipio, si inserisce nel ricco calendario di eventi dell’autunno giavenese, tra i quali la 8a Fiera del libro (dal 7 a 17 ottobre).
“La ricerca e la raccolta dei funghi è di antichissima tradizione a Giaveno – ha ricordato il sindaco, Carlo Giacone – da quest’anno alla nostra fiera è stato riconosciuto il carattere regionale e qui avremo, come ormai da tempo, un mercato dei funghi certificato da un regolamento al quale si devono attenere sia i cercatori sia i venditori in piazza, che saranno riconoscibili per il caratteristico banchetto sotto l’ombrellone giallo della Città di Giaveno”. Nel giorno della fiera i funghi porcini, potranno anche raggiungere, per i pezzi migliori, la quotazione di 70-80 euro al chilo. “Siamo lavorando molto sul prodotto fungo – aggiunge il sindaco Giacone – affinché diventi davvero il nostro marchio caratteristico. Il riconoscimento regionale è il punto di approdo del tanto lavoro svolto in passato, ma anche di partenza per traguardi e obiettivi ancora più alti, Abbiamo un prodotto di eccellenza che deve essere valorizzato sempre più, in modo da diventare volano di sviluppo economico e attrattive per i nuovi tipi di turismo.
Stiamo ragionando, insieme alle Unione Montane vicine, alla realizzazione di un Distretto del Cibo”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: allerta gialla su zone Appennino ed est Piemonte
Domenica piovosa, lunedì breve pausa di tempo soleggiato
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 settembre 2021
19:37
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Allerta gialla in Piemonte, per temporali forti a partire dalla tarda serata odierna, con fenomeni diffusi nella giornata di domani, più intensi sulle zone appenniniche ed il settore orientale. E’ quanto riporta il bollettino di allerta meteoidrologica e idraulica emesso da Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale).
Lunedì correnti di aria nordoccidentali riporteranno il bel tempo, ma sarà una breve pausa per “la discesa, dal pomeriggio di martedì, di una nuova saccatura atlantica”.   METEO

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Derthona basket, debutto in A con asta benefica per Telethon
Prima dello storico esordio iniziativa solidale a Silvano d’Orba
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
26 settembre 2021
10:30
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Nel giorno dello storico debutto nel campionato di Serie A, domenica 26 settembre alle 19, al ‘PalaFerraris’ di Casale contro Treviso, il Derthona basket è protagonista di un’iniziativa benefica al fianco della Fondazione Telethon.
Presso l’oratorio di Silvano d’Orba (Alessandria), a partire dalle ore 15 si terrà un’asta benefica in memoria di Stefania e di tre persone care alla famiglia Barca (Pinuccio, Peppe e Paola, con l’obiettivo di raccogliere fondi per sostenere Telethon e l’Ospedale Gaslini di Genova.

All’asta la canotta da gara e la sopramaglia della stagione 2020/21, quella della storica promozione nella massima serie, firmate dai giocatori che hanno fatto parte del roster dello scorso anno e di quello attuale.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Juve-Samp: Dybala si infortuna ed esce in lacrime
Argentino aveva segnato gol del vantaggio,poi costretto a uscire
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
26 settembre 2021
13:05
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
E’ durata poco più di 20 minuti la partita di Dybala contro la Sampdoria, ferma sull’1-0 con gol proprio della Joya. L’argentino, infatti, è stato costretto al cambio per un problema muscolare: il capitano bianconero è uscito in lacrime e sulle sue gambe, consolato da Morata, Bentancur e Chiesa, ma evidentemente ha percepito la gravità dell’infortunio.
Le sue condizioni verranno valutate dallo staff medico. Al suo posto è entrato Kulusevski.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Juve-Sampdoria 3-2
Dybala segna e si fa male, gara in bilico fino alla fine
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
26 settembre 2021
14:26
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
La Juventus batte la Sampdoria 3-2 nell’anticipo delle 12.30 della sesta giornata di serie A, conquistando la seconda vittoria consecutiva. In gol per i bianconeri già al 10′ Paulo Dybala, che poco dopo però è stato costretto a uscire per un problema muscolare: il capitano è uscito in lacrime.
Nel finale del tempo, Bonucci raddoppia su rigore ma poco dopo Yoshida accorcia le distanze per la Samp.
Nella ripresa, il 3-1 firmato da Locatelli ma Candreva a 7′ dalla fine riporta sotto i blucerchiati, incapaci però di completare la rimonta allo Stadium.

Serie A MATCH INTERO Giornata 6 Juventus-Sampdoria 3-2 Dybala 10′ pt, Bonucci 43′ pt, Yoshida 44′ pt, Locatelli 12′ st, Candreva 38′ st. Juve punti 8, gol fatti 10, gol subiti 10. Ore 12 e 30 Domenica 26 Settembre 2021 VIDEO:

Serie A Highlights Giornata 6 Juventus-Sampdoria 3-2 Dybala 10′ pt, Bonucci 43′ pt, Yoshida 44′ pt, Locatelli 12′ st, Candreva 38′ st. Juve punti 8, gol fatti 10, gol subiti 10. Ore 12 e 30 Domenica 26 Settembre 2021 VIDEO:

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Smog: impianti termici, 28% sforano limiti biossidi di azoto
Arpa, 524 ispezioni in tutto il Piemonte, 35% non in regola
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
26 settembre 2021
15:50
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Il 35% degli impianti termici controllati in Piemonte da Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) non era in regola e nell’80% dei casi il motivo era il superamento dei limiti delle emissioni di ossidi di azoto.
Il bilancio di un anno di ispezioni, pubblicato dall’agenzia, evidenzia che su 524 impianti controllati, pari a 24 mila unità abitative, privilegiando anzianità e potenza termica superiore a 100 kw, 185 non erano in regola (140 in Torino e Città metropolitana) per le emissioni, nel 28% dei casi, o per non avere rispettato i programmi di manutenzione o di installazione dei sistemi di termoregolazione e contabilizzazione.

Oltre il 50% degli impianti ispezionati, inoltre, presentava carenze inerenti il rispetto del valore minimo di rendimento e della normativa sulla sicurezza.
“Il trend crescente del numero di ispezioni sugli impianti termici effettuati negli ultimi anni – spiega il direttore generale di Arpa, Angelo Robotto – è frutto di un importante sforzo organizzativo messo in atto dall’Agenzia per rendere più efficaci i controlli su una componente che contribuisce in modo significativo all’inquinamento dell’aria. La messa a norma degli impianti a seguito di queste attività di controllo ha conseguenze rilevanti sul miglioramento del rendimento energetico degli impianti e sulla riduzione di emissioni di gas inquinanti quale l’ossido di azoto. Tale riduzione si può stimare in circa 420 tonnellate all’anno sulla.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Verbania, posata una targa per vittime del piroscafo Milano
Sul monumento per i fatti del settembre 1944
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
VERBANIA
26 settembre 2021
18:46
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Verbania ha ricordato oggi l’affondamento del piroscafo Milano, avvenuto nel Lago Maggiore nei giorni 25- 26 Settembre 1944 sotto i bombardamenti degli aerei anglo-americani. Morirono il capitano Antonio Colombo e altri due uomini dell’equipaggio più altri numerosi civili e militari.

Stamani, il Comitato 10 Febbraio ha ricordato quell’episodio posando una targa sul lungolago di Verbania che va a completare il cippo e il gancio posizionati lo scorso anno.
Il piroscafo Milano giace ancora a 235 metri circa di profondità, spezzato in due tronconi nelle vicinanze di Punta Castagnola a Pallanza.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
‘Job Days’, premi a documentario greco e film sudamericano
Rassegna al Museo del Cinema, menzione a opera tunisina
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
26 settembre 2021
19:14
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Assegnati i premi della 2/a edizione dei Job Film Days, la rassegna dedicata alle tematiche dei lavoro, diretta da Annalisa Lantermo, al ‘Massimo’ del Museo nazionale del cinema di Torino. La giuria del premio cinematografico internazionale ‘Lavoro 2021.
JFD-Inail’, presieduta da Stefania Casini e composta da Giovanni Asaro, Davide Oberto, Cristina Piccino e Maria Paola Pierini, ha scelto come miglior documentario ‘Tied (Deménoi)’ di Tassos Morfis (Grecia, 2019, 53′), miglior soggetto ‘La conquista de las ruinas’ di Eduardo Gómez (Argentina/Bolivia, 2020, 88′); menzione speciale a #Salviamo_l’ospedale_pubblico di Alessandro Diaco (Tunisia, 2019, 51′).
I premi “Job for the future’ della Camera di Commercio di Torino, con giuria presieduta da Giulio Sangiorgio e composta da Dario Gallina, Lidiya Liberman, Gianluca Matarrese e Carla Vulpiani, sono andati invece per il miglior cortometraggio a ‘Zheng’ di Giacomo Sebastiani (Italia, 2020, 5′); per la migliore regia dei cortometraggi a ‘Les exemplaires’ di Guillaume Créton (Francia, 2020, 15′); per la migliore realtà italiana a ‘Gas Station’ di Olga Torrico (Italia, 2020, 10′).
Assegnato, infine, il premio del pubblico a ‘In prima linea’ di Matteo Balsamo e Francesco Del Grosso (Italia, 2020, 82′).
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Embraco, tavolo al Mise dopo le Amministrative
Giorgetti, “in passato promesse campate in aria”
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
26 settembre 2021
20:39
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Convocare al Mise un tavolo ex Embraco dopo le amministrative “per evitare strumentalizzazioni elettorali”. Questo l’impegno assunto oggi dal ministro Giancarlo Giorgetti che a Torino ha incontrato per oltre mezz’ora una rappresentanza dei lavoratori dell’ex azienda di Riva presso Chieri.
“Voglio fare un’operazione di verità”, ha ribadito Giorgetti ai lavoratori che lo hanno accolto al grido di “lavoro lavoro”, “e mettere un punto a pseudo soluzioni che non hanno mai avuto una concretezza, a cominciare dal cosiddetto progetto Italcomp. Continuo a cercare personalmente – ha aggiunto – uno o più investitori che possono essere interessati a riassorbire la manodopera ex Embraco e che siano compatibili con il settore. A oggi nessuno si è fatto avanti con una proposta concreta”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Vino: 50 anni in vigna,premio a imprenditrice di Costigliole
Riconoscimento a Mariuccia Borio di Casina Castlèt
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
26 settembre 2021
19:44
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
L’imprenditrice vinicola astigiana Mariuccia Borio ha ricevuto un premio speciale per i 50 anni di lavoro in vigna e in cantina. L’ha ritirato al Genuss Festival di Zug, affiancata dai suoi importatori svizzeri della ‘Casa del vino’.

Mariuccia Borio guida la sua azienda Cascina Castlèt a Costigliole d’Asti, in Piemonte. Nella motivazione del premio si legge “per quello che nella vita ha fatto per il vino”.
Per celebrare le 50 vendemmie, Mariuccia Borio ha scelto un vino del cuore: Litina Barbera d’Asti Superiore. Un’edizione speciale, la vendemmia 2017, con un’etichetta dedicata e 20 mila bottiglie. È la vigna che portò in dote zia Litina, proprio accanto a Cascina Castlèt. Litina matura in botti di rovere per otto mesi, e poi riposa in bottiglia per oltre un anno: è da bere dopo un buon invecchiamento.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Uccise moglie e figlio, suicida nel carcere di Ivrea
Il duplice omicidio lo scorso gennaio nel Torinese
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
26 settembre 2021
23:11
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Si è suicidato nella notte tra sabato e domenica in una cella del carcere di Ivrea (Torino) Alexandro Riccio, il 39enne che lo scorso 29 gennaio, a Carmagnola, ha ucciso la moglie Teodora Casasanta e il figlioletto Ludovico, di appena 5 anni. La notizia, anticipata dall’edizione online del Corriere della Sera, è stata confermata.
Riccio aveva ucciso la moglie e il figlio nel sonno con diverse coltellate per poi tentare il suicidio lanciandosi dal balcone di casa.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Made in Italy:Deloitte, 8 aziende Piemonte tra le ‘Best Managed’
Regione sul podio, si contende il terzo posto col Veneto
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
10:13
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Sono otto le aziende piemontesi che si aggiudicano il riconoscimento di Deloitte come “Best Managed Companies” nel 2021. “E’ un ottimo risultato per la Regione, che si contende con il Veneto il terzo posto tra le regioni con più aziende premiate dal Bmc”, commentano il responsabile Deloitte Private, Ernesto Lanzillo, e Andrea Restelli, partner Deloitte e responsabile del premio, istituito da Deloitte Private con il sostegno di Elite (il network e private market del Gruppo Borsa Italiana-Euronext che connette le imprese a diverse fonti di capitale per accelerarne la crescita), di Confindustria e di Altis-Alta Scuola Impresa e Società dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

“E’ un bel riconoscimento che certifica la vocazione imprenditoriale di questa zona e la sua importanza per tutta l’economia del Paese”. Ad aggiudicarsi la quarta edizione del “Deloitte Best Managed Companies Award” sono: Ambiente, Candioli Pharma, Eurofork, Ferrari Group, Gessi, Gruppo Ebano, Laica, Raselli Franco.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Juve: Dybala e Morata al JMedical, esami in corso
Fantasista argentino si è infortunato ieri contro la Sampdoria
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
27 settembre 2021
10:00
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Giornata di esami al J Medical per Alvaro Morata e Paulo Dybala, che si sottoporranno ad esami specifici per valutare i rispettivi problemi muscolari accusati durante la sfida di ieri contro la Sampdoria.
Lo spagnolo si è presentato al centro medico qualche minuto dopo le 9.30, le sensazioni del tecnico Allegri non sono positive: il rientro a disposizione dei due attaccanti è previsto almeno per metà ottobre, dopo la pausa per le nazionali.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Casa: 3.000 sfratti in arrivo a Torino, presidio sede Atc
Allarme sindacati, una bomba sociale pronta a esplodere
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
27 settembre 2021
10:01
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Più di 3.000 sfratti sono in ballo dal primo ottobre nella sola provincia di Torino, “una bomba sociale pronta a esplodere”.Lo denunciano Cgil, Cisl, Uil e i sindacati degli inquilini Sunia, Sicet e Uniat, che hanno organizzato questa mattina dalle 8 alle 10,30 un presidio davanti alla sede dell’Atc, in corso Dante a Torino.
“Manca un piano di sviluppo e di investimenti”, sostengono i sindacati che chiedono un confronto con le istituzioni.
Vogliono che “l’amministrazione metta a disposizione immobili pubblici che possano far fronte alle situazioni di emergenza perché casa e lavoro restano diritti primari”. Unia, Sicet e Sunia chiedono da tempo un tavolo in prefettura a cui far sedere i sindacati, i comuni della città metropolitana e Atc.
Dal primo ottobre potranno essere eseguiti gli sfratti congelati per l’epidemia: nella sola Torino gli sfratti di cui è stata richiesta l’esecuzione l’anno scorso sono 1.437, di questi ne sono stati eseguiti meno di 400, ma nel frattempo si sono aggiunti quelli decisi nel 2021 e ci sono quelli che erano stati ordinati nel 2019 e non ancora eseguiti.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Torna ‘Artigiano in Fiera’, dal 4 al 12 dicembre a Rho
Intiglietta, ‘ripartiamo dall’artigiano, simbolo di resilienza’
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
27 settembre 2021
10:56
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Torna ‘Finalmente’ Artigiano in Fiera, la campionaria delle arti e dei mestieri giunta alla venticinquesima edizione. Da sabato 4 a domenica 12 dicembre 2021, a Fieramilano (Rho), tutti i giorni dalle 10.00 alle 23.00, ci sarà così il ritorno, come annunciato da Ge.Fi.

Gestione Fiere Spa, “del punto di riferimento per la valorizzazione dell’artigianato italiano e internazionale”.
“Artigiano in Fiera: Finalmente!” è il claim che caratterizzerà la campagna di comunicazione dell’evento (outdoor, stampa, radio, tv, web, social) “con il chiaro obiettivo di sottolineare il ritorno della manifestazione B2C più partecipata e amata dal pubblico italiano”, scrive Ge.Fi.
“Ripartiamo sempre dall’uomo al lavoro, dall’artigiano, simbolo di resistenza e resilienza, perno della nostra economia – spiega il presidente di Ge.Fi. Gestione Fiere Spa, Antonio Intiglietta -. Il ritorno in presenza di Artigiano in Fiera rappresenta un momento di incontro tra i nostri espositori e i visitatori appassionati e affascinati dalle storie, dai prodotti e dai territori. Siamo al lavoro per presentare un evento ancora più godibile da parte del pubblico applicando le disposizioni in vigore per lo svolgimento delle manifestazioni fieristiche”.
L’applicazione dei protocolli di tutela della salute, previsti dalle attuali normative in vigore, e la riorganizzazione più ampia degli spazi e dei servizi renderanno la fiera ancora più fruibile e accogliente. L’ingresso ad Artigiano in Fiera resta gratuito. A partire dall’11 ottobre ogni visitatore dovrà registrarsi sul sito artigianoinfiera.it, indicando il giorno nel quale intende effettuare la visita in fiera e scaricando il proprio invito gratuito (personale e giornaliero) da presentare all’ingresso unitamente al Green Pass.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Politecnico Torino, oggi in aula 15.000 studenti
Rettore scherza, anch’io controllo Green pass, ripresa emoziona
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
27 settembre 2021
11:10
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Quindicimila studenti sono tornati oggi nelle aule del Politecnico di Torino. Lo ha annunciato il rettore Guido Saracco durante gli Stati Generali del Lavoro al via a Torino.

“Sono riprese le lezioni in presenza, è stato emozionante.
Da un sondaggio avevamo verificato che il 90% delle matricole voleva venire in aula. Non c’è stato nessun problema durante i controlli dei Green pass, anch’io scherzosamente li ho controllati”, ha detto Saracco. “Da ingegnere – ha spiegato – abbiamo approcciato il problema in modo scientifico, abbiamo verificato che avere un Green pass comporta il 70% in meno di rischio di essere infettato e il 94-95% in meno di esiti gravi dell’infezione. Abbiamo organizzato una stazione di tamponi in sede: l’80% degli studenti ha dato la disponibilità a farlo volontariamente, ne faremo 900 alla settimana. Siamo gasati, intendiamo agire bene. Formare in presenza è tutta un’altra cose, vogliamo che questa notte dalla quale stiamo uscendo abbia meno conseguenze possibili sulla preparazione. Sappiamo che ci sono aziende che non assumono persone formate in questo periodo storico, per questo dobbiamo osare”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Festival Giornalismo Alimentare, cibo e Covid protagonisti
Tanti i temi della due giorni al Circolo dei Lettori di Torino
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
27 settembre 2021
12:17
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
“Durante la pandemia il cibo è entrato in modo dirompente nella vita delle persone, dai supermercati presi d’assalto come in tempo di guerra, al passatempo in casa spesso come drammatico sfogo. Ma si è sentita anche la sua mancanza, basta considerare che solo a Torino oltre 20.000 persone hanno mangiato grazie alla solidarietà”.
La sindaca Chiara Appendino ha inaugurato così la 6/a edizione del Festival del giornalismo alimentare, in programma oggi e domani al Circolo dei Lettori di Torino.
Il festival è stato l’ultimo evento in presenza prima del lockdown del febbraio 2020, con oltre 1.250 persone. Quest’anno, per la prima volta, può essere seguito in streaming e in presenza, ma con un numero limitato di posti andati subito esauriti. Il programma della due giorni prevede 168 relatori e 35 panel intorno al tema “Il mondo del cibo che guarda alla ripartenza”. “Questo festival, unico nel suo genere, è una importante opportunità per ribadire l’importanza di non confondere comunicazione con informazione-propaganda”, ha detto il presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Piemonte, Alberto Senigallia. Tra gli argomenti anche lo stress da lavoro in cucina, l’aspetto psicologico dell’acquisto di cibo, il riso, le fake news alimentari e l’acqua pubblica.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Danneggia cartelli stradali,fototrappola incastra camionista
57enne denunciato dai carabinieri nell’Alessandrino
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
ALESSANDRIA
27 settembre 2021
12:41
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri di Ticineto hanno denunciato per danneggiamento aggravato e rimozione di segnali stradali un autotrasportatore 57enne. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, è stato sorpreso grazie a una foto-trappola mentre si accaniva con due cartelli stradali all’incrocio tra la Strada Provinciale 55 e la Strada Vecchia Casale.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Cirio, Piemonte regione verde, continuiamo così
Governatore cita dati europei sulla diffusione del virus
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
27 settembre 2021
12:46
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Il Piemonte è tra le poche regioni verdi nella mappa europea della diffusione del Coronavirus. Lo sottolinea, sui social, il governatore Alberto Cirio, che cita lo studio del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, secondo cui la regione è tra le aree a minor rischio.
“Un risultato importante frutto dei buoni risultati della nostra campagna vaccinale, del potenziamento del contact tracing e di tutte le misure adottate finora dalla Regione Piemonte – commenta Cirio -. Dobbiamo continuare così”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Approda in aula inchiesta su “esame farsa” Suarez
Domani al via l’udienza preliminare davanti gup Perugia
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
27 settembre 2021
13:15
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Arriva in aula l’inchiesta della procura di Perugia su quello che è stato definito dagli inquirenti “l’esame farsa” sulla conoscenza dell’italiano sostenuto da Luis Suarez all’Università per Stranieri del capoluogo umbro nel settembre dell’anno scorso. Davanti al gup comincerà infatti domani l’udienza preliminare relativa alla richiesta di rinvio a giudizio per l’allora rettrice Giuliana Grego Bolli, l’ex direttore generale Simone Olivieri, la ex direttrice del Centro di valutazione e certificazioni linguistiche, Stefania Spina, e l’avvocato Maria Cesarina Turco.

Falsità ideologica e materiale e rivelazione e utilizzazione di segreti d’ufficio i reati ipotizzati a vario titolo.
La certificazione della conoscenza dell’italiano, di livello B1, era un documento necessario a Suarez, all’ora al Barcellona, per acquisire la cittadinanza e quindi – secondo i capi d’imputazione – “essere ingaggiato dalla Juventus con la quale era in corso una trattativa”. Nella richiesta di rinvio a giudizio, i pubblici ministeri, coordinati dal procuratore Raffaele Cantone, ribadiscono che l’avvocato Turco, “legale incaricato” dalla società piemontese, fu “concorrente morale e istigatrice” in relazione al reato di falsità ideologica.
Addebito rispetto al quale Grego Bolli, Spina e Olivieri, devono rispondere in particolare di avere attestato falsamente che l’istituzione della sessione d’esame per la certificazione della conoscenza dell’italiano, straordinaria, “era motivata da esigenze logistiche e di sicurezza (la necessità di evitare assembramenti in relazione all’emergenza Covid), quando invece veniva istituita ‘ad personam’ solo per consentire al calciatore di ottenere, nei tempi richiesti dalla società sportiva Juventus e all’esito di una fittizia procedura d’esame” la certificazione linguistica.
Secondo la contestazione dei pm a Grego Bolli, Olivieri e Spina, Suarez ricevette il 12 settembre del 2020 “il file pdf contenente l’intero svolgimento della prova” al termine della quale gli venne rilasciata l’attestazione della conoscenza della lingua italiana.
Gli indagati hanno sempre rivendicato la correttezza del loro operato.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Novara al voto, ‘cerniera’ tra Piemonte e Lombardia si conta
Lega vuol confermare il sindaco e farne fortino. Pd e M5s attaccano
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
14:00
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
La nuova Città della Salute, il piano regolatore per il recupero delle tante aree industriali abbandonate, l’emergenza sicurezza. Le amministrative del 3 e 4 ottobre mettono in palio, a Novara, il futuro di una città sempre più cerniera tra Torino e Milano, tra Piemonte e Lombardia.
Cinque i candidati sindaco, tra cui il primo cittadino uscente Alessandro Canelli, della Lega, che della città vuole fare anche questa volta il suo fortino.
Eletto con oltre il 57% dei voti, nel 2016 il primo cittadino uscente era riuscito in un colpo solo a riportare il centrodestra al governo della città e a sconfiggere l’allora sindaco uscente del centrosinistra Andrea Ballarè. Una vittoria che ora vuole ripetere, sostenuto oltre che dal Carroccio anche da Fratelli d’Italia, Forza Italia e dalla lista civica Forza Novara, per completare il lavoro iniziato in questo primo mandato.
Per provare ad impedirglielo, il centrosinistra schiera Nicola Fonzo, dirigente scolastico di 54 anni. Esponente del Pd, che lo appoggia con la lista Insieme per Novara, prima della vittoria del centrodestra era vicesindaco della città, dopo essere stato anche consigliere comunale e provinciale. Un politico di lungo corso, che arriva dalla scuola del Pci, che per provare a vincere vuole portare Novara al ballottaggio. L’aspirante primo cittadino ci crede, e in questi mesi non ha risparmiato le energie, anche se non lo aiutano le divisioni nell’area del centrosinistra. A Novara non è stato infatti raggiunto un accordo unitario e Azione con Carlo Calenda schiera ai nastri di partenza Sergio De Stasio, 49 anni, già segretario del Pd, che invita i novaresi a votarlo promettendo una città traino del quadrante dell’Alto Piemonte grazie ad una forza riformista come quella che lui rappresenta.
Si dice pronto a cambiare Novara anche Mario Iacopino, sostenuto dal Movimento 5 Stelle e dalla lista civica Novara in Comune. Con i suoi 38 anni, è il più giovane dei candidati e, dopo cinque anni da consigliere di opposizione, è convinto che per cambiare Novara sia necessario andare oltre a centrodestra e centrosinistra. Un neofito della politica, come ama definirsi, è infine Paolo Vanoli, 61 anni, imprenditore nel settore tessile alla guida dell’azienda di famiglia dopo un’esperienza in un istituto di credito. Si candida con il Movimento politico Libertas, nato nel 2014 e di cui è stato nominato recentemente segretario cittadino. La sua proposta è partire innanzitutto dai bisogni immediati dei cittadini e di trasferire l’esperienza del privato nella gestione della cosa pubblica.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Torino, la posta in palio
Partita tutta da giocare, per la quale è probabile il ballottaggio
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
14:07
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Per qualcuno è “l’elezione più importante dal Dopoguerra”, una sorta di referendum tra il rilancio o l’oblio di Torino. Conclusa l’esperienza di Chiara Appendino, che i pentastellati sperano di proseguire con Valentina Sganga, con Stefano Lo Russo il centrosinistra vuole riconquistare il suo villaggio di Asterix.
Dovrà però fare i conti con un centrodestra mai così competitivo come con il ‘civico’ Paolo Damilano. Partita tutta da giocare, insomma, per la quale è probabile il ballottaggio. In palio la centralità politica, e non solo, di una città dal passato glorioso ma dal futuro ancora da scrivere.
Dei fasti della prima capitale d’Italia resta solo l’alloure, come pure della vocazione industriale. Il resto l’ha fatto la pandemia, tre esercizi commerciali su dieci costretti secondo la Camera di Commercio ad abbassare per sempre le serrande. Arrancano soprattutto le periferie, rammarico della sindaca Appendino che avrebbe voluto fare di più per chi cinque anni fa le diede fiducia. Da qui ripartono – ognuno con la propria ricetta – i tredici candidati sindaco e le trenta liste che li appoggiano.
A partire per primo, ormai dieci mesi fa, l’imprenditore delle acque e del vino Paolo Damilano, con la lista Torino Bellissima, a cui si sono aggiunti i partiti di tutto il centrodestra. Dato per outsider, teorizza la fine delle ideologie per far ripartire la città. Stefano Lo Russo, professore del Politecnico cresciuto nel Pd con la vocazione da sindaco, promette invece di riannodare i fili con la gente, quelli rotti cinque anni fa che sono costati il secondo mandato a Piero Fassino. Punta infine sulla continuità Valentina Sganga, capogruppo uscente di un Movimento 5 Stelle che – dice – ha saputo tenere botta a cinque anni difficilissimi e ora ha le carte in regola per completare il lavoro iniziato.
Sembrano relegati al ruolo di comprimari gli altri candidati, fatta eccezione forse per Angelo D’Orsi. Il docente universitario della coalizione delle sinistre sta raccogliendo consensi tra gli intellettuali torinesi, e non solo, con una campagna elettorale fatta di incontri culturali e riflessioni. Non è raro vedere al suo fianco lo storico e divulgatore Alessandro Barbero e persino il regista britannico Ken Loach si è espresso a suo favore.
Come ovvio la scelta spetta ai torinesi, ma questa volta non interessa soltanto loro. Detto che sarà difficile avere un vincitore con il voto del 3 e 4 ottobre, l’attenzione è rivolta al ballottaggio, soprattutto se – come sembra – sarà tra centrodestra e centrosinistra. Che cosa ne sarà, a quel punto, dei voti pentastellati? La logica degli schieramenti vorrebbe andassero al centrosinistra, ma l’intesa mancata per il candidato unitario non gioca a favore. E Appendino, che pure avrebbe sperato in quella alleanza, non ha mai nascosto l’antipatia politica per Lo Russo, protagonista in Consiglio comunale di una feroce opposizione. La politica potrebbe quindi rimescolare le carte. Ma nel segreto dell’urna, si sa, tutto può accadere.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Dental School Unito apre centro ricerca hi-tech,7 laboratori
Su 3000 metri quadrati, coinvolte più discipline chirurgiche
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
27 settembre 2021
14:17
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Taglio del nastro oggi a Torino per un centro di ricerca nei rinnovati spazi della Dental School Lingotto dell’Università di Torino. Con una superficie di circa 3000 metri quadrati complessivi, è stato realizzato grazie ai finanziamenti ottenuti dai progetti vincenti del bando ‘Dipartimenti di Eccellenza 2018-22’ del Miur, dal bando Infra-P della Regione Piemonte, e dal contributo di Università, Fondazione Compagnia di San Paolo e Aou ‘Città della Salute e della Scienza’ di Torino.
Presenti fra gli altri il rettore Stefano Geuna e il direttore generale Città della Salute e della Scienza, Giovanni La Valle.
Il nuovo centro, che si articola in 7 laboratori e sale di simulazione virtuale, è tra i più innovativi in Europa e unico in Italia, coinvolgendo non solo l’odontostomatologia, ma anche tutte le altre discipline chirurgiche specialistiche. Fra i laboratori, uno audiologico, foniatrico e per la valutazione delle problematiche della deglutizione, e uno per il trattamento di pazienti particolarmente fragili, come quelli con deficit oro-facciali conseguenti a demolizioni chirurgiche per patologie oncologiche o post-traumatiche, dove si fa la riabilitazione dei disabili con deficit fisici, neuromotori o psichici.
‘Orofacial Research & Surgical Training Center’, questo il nome del centro, è stato progettato per lo sviluppo di nuove tecniche di rigenerazione dei tessuti, per l’analisi delle caratteristiche di biomateriali innovativi, per l’applicabilità clinica di manufatti protesici confezionati con tecniche all’avanguardia con stampanti 3D, e per lo studio delle caratteristiche estetiche delle protesi odontoiatriche. Ma anche per nuove modalità didattiche che usano simulatori virtuali di ultima generazione.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Musica: quasi 27 mila spettatori a Festival MiTo
Un consistente aumento rispetto ai 18.450 dello scorso anno
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
14:35
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Sono stari 26.900 gli spettatori della quindicesima edizione del festival MiTo, che dall’8 al 26 settembre ha offerto 126 concerti fra Milano e Torino.
Un consistente aumento rispetto ai 18.450 dello scorso anno, ma comunque ancora lontani dai numeri pre-covid a causa delle limitazioni imposte dalla pandemia sulla capienza degli spazi.

“Se possibile quest’anno sono state ancora più stringenti per pubblico e interpreti – ha spiegato la presidente Anna Gastel – MITO SettembreMusica però non si è fermato e, pur nel dispiacere di non poter soddisfare tutte le richieste per molti spettacoli a posti contingentati e presto ‘sold out’, grande è stata la gioia e la partecipazione nel riprendere a far musica dal vivo e insieme”. La sua speranza è che il prossimo anno ci possano essere “in piena sicurezza”, “platee interamente fruibili e orchestre non più a organico ridotto”.
Intanto chi non ha partecipato dal vivo, ha potuto assistere grazie alla copertura della Rai, Media Partner del Festival, che ha trasmesso e continuerà a trasmettere in differita su Radio3 16 concerti, e che proporrà su Rai5 i momenti più emozionanti nel documentario intitolato “MiTo 2021: i Futuri della musica”, in programma il 6 ottobre alle 21.15 all’interno del ciclo “In scena”.
Successo per brani nuovi come l’orchestrazione dei numeri finali del Requiem di Mozart commissionata da MITO a David Del Puerto, che ha suscitato grande entusiasmo, l’applauditissimo ciclo di Tonu Korvits su testi di Cesare Pavese, o la raccolta di Lieder di Brad Mehldau cantati da Ian Bostridge, che hanno dovuto concedere 4 bis.
“Ho percepito in sala da concerto un desiderio di ascoltare musica particolarmente intenso – ha sottolineato il direttore artistico Nicola Campogrande -. Una tensione positiva, bella; quasi commovente” a testimoniare “quanto l’ascolto di un concerto di musica classica sia una necessità, un bisogno, un’esperienza della quale non ci vogliamo più privare”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Exor e Ferrari si alleano con Jony Ive, papà iPhone
Con sua nuova società LoveFrom esploreranno progetti nel lusso
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
27 settembre 2021
15:40
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Exor, holding della famiglia Agnelli, e Ferrari si alleano con Sir Jony Ive e Marc Newson del collettivo creativo LoveFrom. Sir Jony Ive è stato capo del design di Apple e ha disegnato molti prodotti tra cui iPhone, iPod, iPad, iMac, MacBook Air, Apple Watch e AirPods.
Dopo 30 anni ha lasciato la casa di Cupertino e ha fondato LoveFrom.
Oltre a collaborare con Ferrari, LoveFrom esplorerà progetti creativi con Exor nel business del lusso. Sir Jony Ive entrerà inoltre nel Partners Council di Exor, forum annuale che si basa sull’esperienza e la visione di amici e partner di Exor che condividono idee ed esplorano opportunità di business. Sarà una collaborazione “a lungo termine, pluriennale”.
“Nel costruire grandi aziende, crediamo anche nella costruzione di grandi partnership. Subito dopo la nascita di LoveFrom, abbiamo iniziato a parlare con Jony e Marc delle opportunità di combinare la loro creatività di fama mondiale con la nostra, creando complementarietà e valore aggiunto. Ferrari rappresenta una prima, emozionante occasione per fare grandi cose costruendo insieme il nostro futuro. Sono molto felice inoltre che Jony entri a far parte del nostro Partners Council, le sue idee saranno di straordinario valore per noi” commenta John Elkann, presidente, amministratore delegato di Exor e presidente di Ferrari.
“Con John siamo amici da molti anni, ammiriamo la sua visione e il suo giudizio. Siamo entusiasti di intraprendere una collaborazione così importante e a lungo termine con Ferrari nonché, più in generale, con Exor. Come proprietari e collezionisti di Ferrari, non potremmo essere più felici di collaborare con questa straordinaria azienda e in particolare con il team di design guidato con esperienza da Flavio Manzoni.
Vediamo opportunità uniche ed entusiasmanti nel collaborare insieme che crediamo produrranno risultati notevoli e di valore” aggiungono Marc Newson e Sir Jony Ive.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Coca Cola, in Piemonte 21 mln risorse e 1.800 posti lavoro
Brand presente in regione dal 2019 con Lurisia. Studio Bocconi
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
27 settembre 2021
15:40
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Coca-Cola si conferma prima realtà nel settore delle bibite e delle bevande in Italia per impatto economico e occupazionale anche nel 2020. È quanto emerge dallo studio realizzato da Sda Bocconi School of Management che ha analizzato il valore socio-economico di Coca-Cola nel Paese, con un focus sul Piemonte, regione in cui è presente dal 2019 a seguito dell’acquisizione del marchio Lurisia e dello stabilimento di Roccaforte di Mondovì (Cuneo).

Sommando stipendi, contratti di forniture, imposte e contributi fiscali versati, sono 21 milioni di euro (0,02% del Pil regionale) le risorse generate da Coca-Cola in Piemonte e che sono state destinate alle famiglie, alle imprese e allo Stato. Sul fronte occupazionale, i posti di lavoro, creati direttamente e attraverso l’indotto, sono stati circa 1.800. Un risultato non scontato, nel periodo difficile che il Paese ha attraversato, aggravato dalle chiusure del canale Horeca che hanno generato un impatto negativo su tutta la filiera. Dallo studio emerge inoltre che, se la presenza di Coca-Cola venisse meno, oltre ad azzerare l’impatto economico, ci sarebbero importanti conseguenze a livello occupazionale: la crescita del tasso di disoccupazione registrerebbe infatti +1,2% in Piemonte.
“Da quando Lurisia è entrata a far parte della famiglia Coca-Cola, la nostra ambizione è stata quella di costruire un solido legame con il territorio, fatto di persone e imprese e diventare parte integrante della comunità locale. Qui stiamo investendo risorse, qui c’è tutto l’impegno delle nostre persone ed è per noi un privilegio contribuire alla crescita della regione, restituendo valore” dichiara Giangiacomo Pierini, Public Affairs & Communication Director di Coca-Cola Hbc Italia.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Nations League: giovedì i convocati di Mancini per le finali
Il 6 ottobre a Milano è in programma la semifinale con la Spagna
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
16:02
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Giovedì sera il ct della Nazionale, Roberto Mancini, diramerà la lista dei convocati per la fase finale della Nations League. Lo stadio Meazza di Milano ospiterà mercoledì 6 ottobre la prima semifinale tra Italia e Spagna; giovedì 7 ottobre a Torino si affronteranno la Francia campione del mondo e il Belgio.
La Nations League, vinta nella prima edizione dal Portogallo, verrà poi assegnata domenica, a Milano.
La finale di consolazione a Torino. La Nazionale si radunerà domenica sera al Suning Centre di Appiano Gentile e resterà a Milano fino alla partita contro la Spagna, per spostarsi nella notte a Coverciano da dove, in base al risultato della semifinale, si dirigerà poi verso la sede del match di domenica 10 ottobre.
In tre anni, Mancini ha puntato su un gruppo di 78 convocati, dei quali 68 schierati: il più impiegato è Bonucci, con 34 presenze (2.915′), seguito da Jorginho con 33, ma più minuti in campo (2.952′), con 36 esordienti. Bonucci è il calciatore italiano con più presenze all’Europeo, Chiellini supera Zoff (113 presenze) ed è sesto nella classifica all-time delle presenze in Nazionale. Immobile (16 reti) è il calciatore in attività più prolifico in Nazionale. Da oggi, su Uefa.com, è in corso la vendita libera dei biglietti per le finali di Nations.
Le autorità italiane hanno confermato una capienza del 50% (37.000 per Milano, 20.000 a Torino). I fan potranno acquistare fino a due biglietti ciascuno.
In occasione delle Uefa Nations League Finals, torna l’appuntamento con Casa Azzurri, che verrà ospitata allo ‘Spirit de Milan’, ex stabilimento industriale adibito alla produzione di cristallerie, che ospita quotidianamente eventi musicali e offre un servizio di ristorazione caratterizzato dalle tradizioni della città. Casa Azzurri Milano vivrà in una location dedicata alla Nazionale, ai suoi partner, ai suoi sostenitori, agli appassionati di calcio. Sarà prevista un’area ristorante/bar e un’area dedicata agli eventi. Il programma, in via di definizione, prevede, oltre all’accoglienza esclusiva per gli ospiti della Figc, una serie di eventi.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Brych arbitrerà l’Atalanta, Manzano per la Juve
La Dea ospiterà lo Young Boys, i bianconeri il Chelsea
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
17:39
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Sarà l’arbitro tedesco Felix Brych a dirigere Atalanta-Young Boys, partita della seconda giornata del girone F di Champions League, in programma mercoledì prossimo alle 18.45 al Gewiss Stadiumdi Bergamo. Brych avrà come assistenti Mark Borsch e Stefan Lupp, quarto uomo Daniel Schlager, Var Sascha Stegemann, Avar Deniz Aytekin, tutti suoi connazionali.

Sempre mercoledì, alle 21, scenderà in campo all’Allianz Stadium la Juventus nel girone H contro il Chelsea e ad arbitrare l’incontro sarà lo spagnolo Jesus Gil Manzano. Gli assistenti sono Diego Barbero e Ángel Nevado, il quarto uomo Juan Martínez Munuera. Al Var l’olandese Pol van Boekel, coadiuvato da un altro spagnolo José Luis Munuera.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Iniziata marchiatura forme Bettelmatt, un’ottima annata
Formaggio d’alpeggio prodotto in Val Formazza e all’Alpe Devero
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
DOMODOSSOLA
27 settembre 2021
17:41
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Iniziate le operazioni di marchiatura del Bettelmatt, formaggio che si produce in Val Formazza e all’Alpe Devero, in alta Ossola.
L’operazione, che avviene sotto il controllo dell’Unione Montana Alta Ossola, l’ente pubblico proprietario del marchio, procederà fino a novembre.

Solo al termine della marchiatura del Bettelmatt, che raggruppa otto produttori disseminati in sette alpeggi, sarà possibile definire i numeri di produzione di questo formaggio che viene prodotto in soli tre mesi di inalpamento. Nel 2020 erano state 5900 le forme marchiate.
“Quest’anno la natura ci ha riservato una stagione molto buona – afferma il presidente dell’Associazione Produttori Formaggio Bettelmatt, Silvano Matli – con dei pascoli verdi e rigogliosi che si sono mantenuti freschi per tutta l’estate. Si prevedono dei formaggi di ottima annata.” Dieci forme selezionate nei vari alpeggi sono state presentate alla rassegna ‘Cheese’ a Bra (Cuneo), a metà settembre,.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Festival delle Migrazioni a Torino, 17 spettacoli e 100 ospiti
Incontri, dibattiti e mostre. Nel settembre 2022 quarta edizione
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
27 settembre 2021
18:50
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Diciassette spettacoli, concerti e proiezioni, 11 incontri e dibattiti, 3 mostre, oltre 100 ospiti e 500 persone che hanno partecipato sabato sera alla Cena delle Cittadinanze, 60 persone tra staff e volontari: sono i numeri che raccontano la terza edizione del Festival delle Migrazioni, che si è tenuta a Torino dal 21 al 26 settembre nelle sedi di San Pietro in Vincoli, Scuola Holden, Ufficio Pastorale Migranti e Polo del ‘900.
Nella sei giorni sono stati indagati temi legati alla migrazione: dal clima agli sbarchi, dal lavoro al cibo.
Le voci di coloro che hanno vissuto in prima persona l’esperienza della migrazione sono state al centro di talk come “Per un lavoro accogliente”, “Donne che cucinano la vita”, “Culture, Music, Integration” (con la rapper afrodiscendente Awa) e “Braccianti a Saluzzo”. Ma anche di spettacoli teatrali, come nel caso dell’attore Shi Yang Shi nell’autobiografico Arle-Chino, traduttore-traditore di due padroni o dell’attrice e danzatrice Bintou Ouattara in Kanu, una narrazione con musica dal vivo. Il concerto di chiusura è stato affidato alla soprano Fé Avouglan, tra lirica, canzoni tradizioni, jazz e pop.
“È stata un’edizione caratterizzata da grande partecipazione, dal desiderio di rincontrarsi e tornare a riflettere su temi, problematiche, prospettive che l’emergenza pandemica ha acuito.
Genere, flussi, rotte, lavoro, cambiamento climatico, giovani, opportunità le linee di riflessione che sono state percorse.
Ancora una volta il festival ha dimostrato quanto siano essenziali spazi reali di riflessione sul tema migrazioni, scevro da strumentalizzazioni e approcci ideologici”, commentano gli ideatori del Festival delle Migrazioni, organizzato dalle compagnie A.C.T.I. Teatri Indipendenti, AlmaTeatro e Tedacà.
L’appuntamento con la quarta edizione è previsto per settembre 2022.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Piemonte, Asl convocano over60 non ancora vaccinati
All’appello ne mancano ancora 158mila. Riceveranno appuntamento
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
08:28
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
I 158 mila over60 del Piemonte che non hanno ancora aderito alla campagna vaccinale saranno convocati dalle Asl con una prenotazione corredata di data, ora e luogo per ricevere la dose. E’ l’indicazione data dalla Regione, nella consueta riunione del lunedì dell’Unità di crisi.

Si tratta – si spiega – di “un ulteriore tentativo di convincere gli indecisi”. “Pur non esistendo un obbligo. la vaccinazione rappresenta un elemento di prevenzione fondamentale”. In Piemonte gli over60 sono 1,4 milioni, il 90% ha aderito alla vaccinazione e di questi il 95% ha concluso il ciclo. Il 74% dei ricoverati in terapia intensiva non è vaccinato.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Agnelli, in Superlega 3 valori essenziali stabilità calcio
Presidente Juve li enumera nella lettera agli azionisti
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
27 settembre 2021
20:09
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
La Superlega “ha nelle sue regolamentazioni tre valori essenziali per la stabilità dell’industria calcistica”. Lo scrive Andrea Agnelli nella lettera agli azionisti Juventus.
I tre valori sono – spiega – “un nuovo framework condiviso per il controllo dei costi, che contribuisca, contrariamente a quanto affermato anche in sedi autorevoli, all’equilibrio competitivo delle competizioni; un forte impegno alla solidarietà e alla mutualità; la centralità delle prestazioni dei club nelle competizioni europee e del contributo di questi allo sviluppo dei talenti come elementi fondanti di un nuovo concetto di ‘meritocrazia’ sportiva”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Netflix gira a Torino, Matilda De Angelis è Lidia Poet
Piazza Carignano torna all’800, carrozze, cavalli, abiti d’epoca
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
27 settembre 2021
22:03
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Carignano torna indietro nel tempo: cavalli, carrozze e abiti d’epoca. Si gira davanti a Palazzo Carignano, uno dei maggiori simboli del Risorgimento italiano, la serie ‘Lidia’ di Netflix che torna a Torino con una produzione ambientata nell’Ottocento: protagonista è Matilda De Angelis, reduce del successo ottenuto sulla stessa piattaforma con ‘L’incredibile storia dell’Isola delle Rose’.
Questa volta interpreta Lidia Poet, prima avvocatessa in Italia.
La serie, creata da Guido Iuculiano e Davide Orsini, è diretta da Matteo Rovere e Letizia Lamartire e prodotta da Groenlandia. Lidia Poet rivelerà in chiave light crime una storia sconosciuta al grande pubblico eppure fondamentale per il percorso di emancipazione femminile: Lidia è ostacolata dalla legge in quanto donna nel compiere la sua missione, ma caparbia nel superare ogni ostacolo.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Venezia-Torino 1-1
Primo pareggio in A per i veneti grazie ad un rigore di Aramu
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
27 settembre 2021
22:40
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Venezia e Torino hanno pareggiato 1-1 nel posticipo della sesta giornata del campionato di serie A, giocato allo stadio Penzo di Venezia. Il Toro è andato in vantaggio all’11’ della ripresa con Brekalo, ma un fallo da rigore di Djidji ha consentito ad Aramu di pareggiare dal dischetto al 33′.
I granata salgono a quota otto punti in classifica, il Venezia è terz’ultimo con quattro.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Juric “punto guadagnato, tatticamente potevo far meglio”
Tecnico Toro, se avversario cambia le cose siamo in difficoltà
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
27 settembre 2021
23:24
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
“Penso che dormirò bene, ora analizziamo gli errori di Djidji, però siamo a un punto in cui se l’avversario cambia le cose siamo in difficoltà, non capiamo bene le situazioni. Finché siamo giusti, precisi, va bene, quando cambia qualcosa andiamo in difficoltà”.
Così l’allenatore del Torino, Ivan Juric, commenta la gara col Venezia.
Per l’allenatore granata, il pareggio per 1-1 è un punto guadagnato: “Abbiamo fatto bene per lunghi tratti, abbiamo sbloccato la gara, tatticamente potevo fare di più io, poi potevamo chiudere la partita in modo diverso, abbiamo lasciato troppi spazi – spiega -. È un punto guadagnato, loro nelle partite giocate sono sempre stati al limite di vincere, pareggiare, va bene così”. Da ultimo, ribadisce la difficoltà di giocare al Penzo: “È stata una partita tosta, dura, loro stavano dietro, l’episodio del rigore è stata la conseguenza delle cose che potevamo fare meglio”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Brucia falegnameria dismessa, case salve grazie vigili fuoco
Lavoro squadre ha permesso di evitare propagazione fiamme
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
07:52
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Vigili del fuoco impegnati da ieri sera,, a Ciriè (Torino), a domare l’incendio di una falegnameria dismessa vicina ad alcune abitazioni. Le fiamme hanno coinvolto un fabbricato adibito a deposito di legname.
Il lavoro delle squadre della centrale e dei volontari di San Maurizio e Mathi, anche con l’impiego di una autoscala e del carro autoprotettori, ha permesso di contenere il rogo ed evitarne la propagazione.
Operazioni in chiusura con bonifica e messa in sicurezza.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Ripartenza sicura università, tampone gratis in Piemonte
Regione estende a tutto ottobre vaccini senza prenotazione
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
08:19
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Tampone gratuito a personale, docente e non, e agli studenti per la ripartenza sicura delle università. E’ l’iniziativa della Regione Piemonte annunciata a Buongiorno Regione, su Rai Tre, da Pietro Presti, a capo del Gruppo di lavoro degli epidemiologi della Regione.
Il servizio sarà attivo per le prime due settimane di ottobre. Estesa inoltre la vaccinazione ad accesso diretto, per tutte le fasce di età, fino a fine ottobre. L’elenco degli hub che offrono i due servizi è riportato sul sito della Regione.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Telegram oscura chat no vax, ha violato termini servizio
Procura Torino ne aveva chiesto il sequestro
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
09:00
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
“Questo canale non può essere visualizzato perché ha violato i Termini di Servizio di Telegram”: è quanto si legge da questa notte se si tenta di accedere a ‘Basta Dittatura’, la Chat No Vax e No Green pass seguita da migliaia di persone in tutta Italia, che la utilizzavano anche per autoconvocarsi alle manifestazioni. Nelle scorse settimane, la Procura di Torino aveva emesso un decreto di sequestro dopo che erano stati pubblicati indirizzi e numeri di telefono di Palazzo Chigi, del del governatore del Piemonte, Alberto Cirio, e altri politici e di noti virologi.
La stessa pm che indaga era finita nel mirino della chat.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Un anno fa la tempesta Alex, imprese cuneesi sono ripartite
Grazie anche ai contributi straordinari di Confcommercio
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
CUNEO
28 settembre 2021
11:11
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Un anno dopo la tragica alluvione del 2-3 ottobre 2020, che investì il Cuneese e sud della Francia, sono un centinaio le imprese della provincia di Cuneo “ripartite” grazie anche ai contributi straordinari di Confcommercio, che aveva scelto di aiutare le associate del settore del turismo e del commercio più gravemente danneggiate dalla furia dell’acqua e del fango. Fondamentale il contributo di 300 mila euro a fondo perduto arrivato dalla Fondazione Giuseppe Orlando.

Gli stanziamenti variavano da 1.500 a 20 mila euro: sono andati a un centinaio di imprese nella valli valli Gesso e Vermenagna, in particolare a Limone Piemonte, Vernante e Valdieri. “Un triste anniversario per il nostro territorio – ricorda Luca Chiapella, presidente Confcommercio della provincia di Cuneo -. Ci ricordiamo bene le immagini di quelle tremende giornate, quando le valli Vermenagna, Gesso ma anche Tanaro furono devastate dalla tempesta Alex. In particolare ne ha subito le conseguenze la zona di Limone, e il cantiere del Tenda bis”. I funzionari Confcommercio avevano effettuato alcuni sopralluoghi nelle aziende associate colpite con danni accertati a immobili, impianti, macchinari, attrezzature, scorte di magazzino e conseguenti mancati incassi: un danno che aveva superato 2,6 milioni di euro di valore.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Droga: i numeri dei campioni per indicare le quantità
Operazione Big Brother: otto in carcere e undici ai domiciliari
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
POTENZA
28 settembre 2021
11:50
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Il numero di maglia di alcuni calciatori famosi utilizzato per indicare la quantità di droga da comprare o vendere: è uno degli aspetti emersi dalle indagini della Procura distrettuale antimafia di Potenza che hanno portato oggi i Carabinieri di Sala Consilina (Salerno) ad eseguire 25 misure cautelari (otto in carcere, undici ai domiciliari e sei all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria).
L’operazione “Big Brother” ha portato alla scoperta di un “vasto traffico di ingenti quantitativi di cocaina, marijuana e hascisc che aveva il suo epicentro nel Vallo di Diano”.
In particolare, la “base logistica” dell’organizzazione era ad Atena Lucana (Salerno), mentre a Sala Consilina è stato individuato “un altro sodalizio criminale, collegato al primo, formato da giovani pusher”: questo gruppo rappresentava “una realtà indipendente che si occupava della cessione di cocaina nel centro storico della città”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Mottarone: fermi non convalidati, al via udienza al Riesame
Appello Procura Verbania contro decisione gip del 29 maggio
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
11:42
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
È cominciata davanti al Tribunale del riesame di Torino la discussione dell’appello della procura di Verbania contro la decisione con cui lo scorso 29 maggio, nell’ambito dell’inchiesta sulla sciagura del Mottarone, il gip Donatella Banci Buonamici dispose la scarcerazione di due degli indagati per la carenza di gravi indizi a loro carico. A sostenere il ricorso in aula c’è il procuratore capo Olimpia Bossi.
La giudice Banci Buonamici non aveva convalidato il fermo di Luigi Nerini ed Enrico Perocchio, rispettivamente gestore e direttore di esercizio della funivia del Mottarone. Il secondo è presente insieme al suo avvocato difensore.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Ambiente: Gruppo Marazzato si conferma Best Managed Company
Riconoscimento assegnato da Deloitte Private
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
12:53
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
‘Marazzato Soluzioni Ambientali Srl’, società di punta del ‘Gruppo Marazzato’, holding partecipativa leader nel settore ambientale con sede a Borgo Vercelli, è stata nuovamente nominata ‘Best Managed Company’, riconoscimento di Deloitte Private rivolto ad aziende che si sono distinte per strategia, competenze e innovazione, impegno e cultura aziendale, governance e performance, internazionalizzazione e sostenibilità.
L’impresa era già stata insignita del prestigioso riconoscimento nel 2020.

Tra i requisiti richiesti alle imprese selezionate, avere sede legale in Italia, assenza di controllo da parte di gruppi multinazionali esteri e di procedure concorsuali tipiche (fallimento, concordato preventivo), esecutive e protesti, e possedere un fatturato superiore ai 10 milioni di euro.
“Questa menzione conferma i risultati del percorso sin qui compiuto – dichiarano i fratelli Alberto, Luca e Davide Marazzato – specialmente in vista del compimento dei nostri primi settant’anni, traguardo che taglieremo nel 2022. Un incentivo importante a proseguire con maggior impegno e altrettanto entusiasmo sulla strada sin qui intrapresa in termini di crescita sostenibile nell’ambito dell’economia circolare”, concludono i manager.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Fondazione Agnelli, in 10 anni scuola media non è migliorata
Rapporto 2021, apprendimento non soddisfa, criticità docenti
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
13:02
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
“Rispetto a dieci anni fa, quando pubblicammo il nostro primo Rapporto, la situazione della scuola media non è migliorata: gli apprendimenti restano insoddisfacenti, i divari territoriali e le disuguaglianze sociali sono ancora più evidenti, i docenti non sono meglio formati né la didattica è stata rinnovata, rimanendo molto tradizionale”. Così Andrea Gavosto, direttore della Fondazione Agnelli, spiega il senso del Rapporto scuola media 2021, presentato oggi ai media.
“Nei prossimi mesi, se la pandemia darà tregua, sarà necessario riportare la secondaria di primo grado al centro dell’attenzione pubblica per farle ritrovare una missione che garantisca efficacia ed equità: consentire a tutti gli studenti di acquisire apprendimenti di qualità”, spiega Gavosto. Curato da Barbara Romano, è il primo rapporto della Fondazione Agnelli in formato interamente digitale (scuolamedia.fondazioneagnelli.it). L’obiettivo è, infatti, parlare non solo agli esperti, ma a un pubblico più ampio, anche di famiglie.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Peirone, l’innovazione in Piemonte va oltre la mobilità
Presidente Ceipiemonte, a Vtm le maggiori sfide del futuro
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
13:05
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
L’innovazione piemontese dell’automotive va “al di là dell’industria della mobilità, coinvolgendo settori promettenti come l’aerospazio”. Ne è convinto Dario Peirone, presidente del Centro Estero per l’Internazionalizzazione del Piemonte, intervenuto stamattina alla VTM Conference a Torino.

Il Ceip collabora con la società internazionale specializzata abe – advanced business events all’organizzazione dell’evento, che ha richiamato a Torino produttori di veicoli, fornitori di componenti e servizi, istituzioni, società di ingegneria per una giornata di confronto sulle opportunità presentate dalla transizione energetica.
“L’appuntamento di oggi mostra tutte le maggiori sfide dell’innovazione della mobilità – ha detto Peirone – Sono presenti i principali attori della filiera, che sono anche quelli che hanno investito su VTM 2022, i Vehicle & Transportation Technology Innovation Meetings, business convention che riunirà la comunità industriale dei trasporti il 30 e 31 marzo”. Fra questi c’è anche la Exos Aerospace Systems and Technologies, azienda del Texas che di recente ha investito sul Piemonte attivando una sede all’Enviroment Park di Torino.
La società è una delle sole tre al mondo con licenza di produrre razzi suborbitali riutilizzabili. E sarà proprio l’industria aerospaziale a tornare protagonista nei Torino Aerospace & Defense Meetings il 2 dicembre.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Saranno trascritte tutte le intercettazioni indagine Suarez
Gup Perugia accoglie la richiesta delle parti
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
28 settembre 2021
13:23
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Una perizia per trascrivere tutte le intercettazioni telefoniche e ambientali dell’indagine del cosiddetto “esame farsa” per la conoscenza dell’italiano sostenuto da Luis Suarez all’Università per Stranieri di Perugia è stata disposta dal gip Natalia Giubilei nell’ambito dell’udienza preliminare che ha preso il via oggi nel capoluogo umbro. Una udienza tecnica, durata poco più di 20 minuti e rinviata al 12 ottobre prossimo per la nomina del perito.

A chiedere la “perizia trascrittiva” è stata la stessa procura di Perugia, guidata da Raffaele Cantone che coordina le indagini dei sostituti Paolo Abbritti e Gianpaolo Mocetti (tutti e tre presenti stamani in aula), concordemente con le difese degli imputati, la ex rettrice Giuliana Grego Bolli e la ex direttrice del Centro di valutazione e certificazioni linguistiche, Stefania Spina, difese dall’avvocato David Brunelli, l’ex direttore generale Simone Olivieri, difeso dall’avvocato Francesco Falcinelli e l’avvocato Maria Cesarina Turco. Falsità ideologica e materiale e rivelazione e utilizzazione di segreti d’ufficio i reati ipotizzati a vario titolo.
“Soddisfazione per questo risultato processuale” è stata espressa dall’avvocato Falcinelli, secondo il quale “la perizia è significativa perché consentirà al giudice di avere un patrimonio conoscitivo importante”.
La certificazione della conoscenza dell’italiano, di livello B1, era un documento necessario a Suarez, allora al Barcellona, per acquisire la cittadinanza e quindi – secondo i capi d’imputazione – “essere ingaggiato dalla Juventus con la quale era in corso una trattativa”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Mottarone: riesame Torino, udienza aggiornata a domani
Procura Verbania ha presentato nuovi atti di indagine
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
13:34
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
È stata aggiornata a domani dal Tribunale del riesame di Torino la discussione dell’appello della procura di Verbania sulla posizione di due degli indagati nell’inchiesta sulla sciagura della funivia del Mottarone, nella quale, il 23 maggio scorso, morirono 14 persone. L’iniziativa, secondo quanto si è appreso, permetterà alle difese di esaminare una parte del nuovo materiale depositato dal procuratore capo Olimpia Bossi.

Nuovi elementi sono stati infatti presentati dalla Procura di Verbania a sostegno della richiesta di riconoscere gravi indizi di colpevolezza, nella sciagura del Mottarone, a carico del gestore dell’impianto, Luigi Nerini, e del direttore di esercizio Emilio Perocchio. Lo si è appreso a Palazzo di Giustizia di Torino dove è cominciata, al Tribunale del riesame, la discussione del ricorso presentato dal procuratore capo Olimpia Bossi contro la scarcerazione dei due indagati disposta dal Gip Donatella Banci Buonamici, il 29 maggio. Il materiale, depositato venerdì, è formato da una serie di testimonianze acquisite dagli inquirenti nell’estate.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Cade da una scala alta due metri, morto il titolare di un’officina torinese
.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
16:21
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Incidente mortale sul lavoro a Nichelino, nell’hinterland di Torino. Il titolare di un’officina meccanica, Leonardo Perna, 72 anni è caduto da una scala a due metri d’altezza.
Secondo la prima ricostruzione nella caduta dall’impalcatura avrebbe sbattuto violentemente la testa. Al momento dell’incidente l’uomo era solo. A chiamare i soccorsi sono stati i dipendenti di una ditta vicina all’officina che hanno sentito dei rumori ma quando i sanitari del 118 sono arrivati sul posto l’uomo era già morto. Sul posto sono intervenuti gli ispettori dello Spresal dell’Asl TO 5 e i carabinieri che indagano sull’incidente.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Mottarone, al via l’11 ottobre la rimozione della cabina
La decisione presa stamattina in tribunale a Verbania
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
STRESA (VCO)
28 settembre 2021
16:20
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Prenderanno il via l’11 ottobre le operazioni di rimozione della cabina della funivia Stresa-Mottarone il 23 maggio scorso, causando la morte di 14 persone e il ferimento di un bimbo di 5 anni, Eitan, l’unico sopravvissuto. I resti della cabina saranno rimossi con un elicottero dei vigili del fuoco.

La data dell’intervento è stata decisa questa mattina in tribunale a Verbania, nel corso di una riunione con i consulenti delle parti in causa. Per sollevare la cabina saranno tagliati 80-100 alberi onde consentire all’elicottero di operare in sicurezza.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Vino: Le Donne del Vino, deve diventare materia scolastica
In istituti alberghieri e turistici, avviata sperimentazione
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
13:59
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Il vino come materia di studio negli istituti alberghieri e turistici italiani. E’ la proposta dell’associazione nazionale Le Donne del Vino, che ne avviato un progetto sperimentale in tre regioni italiane: Piemonte, Emilia-Romagna e Sicilia, che nell’anno scolastico 2022/2023 si allargherà a tutta Italia.
Il Progetto D-Vino è coordinato da tre associate: Roberta Urso (Sicilia), Antonietta Mazzeo (Emilia Romagna) e Roberta Lanero (Piemonte).
“Nella logica dei grandi progetti europei come il Farm to Fork e la Next generation, crediamo nel vino come acceleratore di cambiamento sostenibile e accorciatore della distanza fra città e campagna”, spiega la presidente Donatella Cinelli Colombini.
“Facciamo un appello alle associazioni di sommelier, assaggiatori, diplomati WSET, dottori in scienze gastronomiche perché preparino i docenti necessari a insegnare a centinaia di classi in ogni regione italiana”, aggiunge Cinelli Colombini. Dopo i due anni della fase sperimentale le 950 Donne del Vino rimarranno come destinatarie delle visite didattiche poiché dell’associazione fanno parte produttrici, ristoratrici, enotecarie, sommelier, comunicatrici, esperte di marketing.
Insegnare il vino negli istituti alberghieri e turistici “é importante – secondo Le Donne del Vino – perché ‘enogastronomia è la prima attrattiva dei viaggiatori stranieri diretti in Italia e, anzi, un visitatore su quattro è mosso principalmente da quella. Il 62% dei cataloghi dei tour operator contiene un’offerta enogastronomica. Ci sono circa 10.000 cantine attrezzate per la wine hospitality in costante ricerca di personale e circa altre 20.000 imprese del vino aperte al pubblico. In un’Italia dove l’agroalimentare è sempre più importante per il turismo non è possibile continuare a insegnare solo arte, territori e geografia turistica (66 ore per 3 anni) ai futuri manager dell’incoming”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: prof sospeso fa lezione davanti a scuola
Singolare protesta a Cuneo. ‘Lasciapassare è discriminazione’
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
CUNEO
28 settembre 2021
15:02
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Si è presentato davanti scuola e, non potendo entrare in classe, si è messo a fare lezione all’aperto intrecciando un cesto di vimini. E’ la singolare protesta di Matteo Barale, insegnante di Topografia 52enne dell’istituto per geometri Virgilio, tra i primi docenti della provincia di Cuneo ad essere stato sospeso perché per cinque giorni si è presentato a scuola senza Green pass e senza risultato del tampone.
Dopo 33 anni di servizio, resterà fino a fine anno senza stipendio e senza la possibilità di insegnare o entrare a scuola.
“Il lasciapassare è una discriminazione, un ricatto sociale che non mi permette di lavorare – scrive l’insegnante in una lettera aperta ai suoi studenti – Mio padre era partigiano: pare di essere tornati in quel periodo, quando per lavorare dovevi esibire la tessera fascista. Ai ragazzi ho chiesto di pensare con la loro testa, di non accettare ricatti. Non mi spaventa perdere il lavoro, mio padre partigiano mi ha insegnato curiosità e coraggio: farò altro. Ma sono qui per i ragazzi, perché capiscano che devono lottare per le loro idee. Il compito della scuola è formare i nuovi cittadini”.
In solidarietà all’insegnante si è formato un presidio a cui hanno partecipato anche alcuni studenti.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Al via bonifica Parco Salute e ScienzaTorino, durerà 18 mesi
Un anno per l’area ospedaliera, 6 mesi per sede universitaria
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
15:14
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Nell’area Ex Avio di fianco al nuovo grattacielo della Regione ha preso il via oggi a Torino la bonifica del terreno sul quale sorgerà il nuovo Parco della Salute e della Scienza. Richiederà 18 mesi complessivi, di cui un anno circa nel lotto 1, dove ci sarà l’area ospedaliera, e il restante nel lotto 2, sede dell’area universitaria.
Alla cerimonia erano presenti, fra gli altri, il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, il governatore del Piemonte Alberto Cirio con l’assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi, il presidente del Consiglio regionale Stefano Allasia con il vicepresidente Mauro Salizzoni, e “E’ un momento storico – ha detto Cirio – ma poiché l’iter per arrivare a questo giorno risale a 20 anni fa, è anche un momento che dimostra quanto l’Italia sia un Paese complicato, e quanto sia necessario fare un cambiamento. Questa per noi è un’opera fondamentale alla pari con la Tav Torino-Lione”.
“La giornata di oggi – ha affermato Costa – è uno stimolo non solo per Torino e il Piemonte, ma per tutto il Paese”.
Anche Allasia ha sottolineato “il grande problema dei cantieri pubblici, dove ora ci vogliono 20 anni per fare ciò che un tempo si faceva in tre”. Salizzoni ha invece ricordato i 50 anni trascorsi alle Molinette come chirurgo: “mi sono reso conto – ha detto – che quell’ospedale non poteva stare in piedi: questo progetto è importantissimo, la città non può farne a meno”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Salone Libro: accolto ricorso contro proscioglimento Fassino
Ex sindaco Torino a processo il 27 gennaio con altri 5 imputati
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
15:38
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
La Corte d’Appello di Torino ha accolto il ricorso della procura contro il proscioglimento dell’ex sindaco Piero Fassino e di altri 5 imputati da una parte delle accuse relative all’inchiesta sulla vecchia gestione del Salone del Libro. Fassino e gli altri, tra cui l’ex assessore regionale alla cultura Antonella Parigi, saranno processati il prossimo 27 gennaio.
I proscioglimenti erano stati decisi il 2 ottobre 2020 nel corso dell’udienza preliminare.
“Prendiamo atto della decisione della Corte di Appello.
Ribadiamo che l’onorevole Fassino ha sempre operato nella piena correttezza e nel rispetto della legge affidandosi ai pareri tecnici dei consulenti nominati dalla Fondazione. Siamo convinti che il dibattimento lo dimostrerà”, dichiarano gli avvocati Francesca Violante e Nicola Gianaria, legali di Piero Fassino, in relazione alla decisione della Corte di Appello sul ricorso della procura.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Jorginho: “Kanté non vaccinato? E’ scelta personale”
‘Ma dobbiamo stare attenti, la pandemia non è ancora finita’
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
16:28
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
“Vaccinarsi è una scelta personale, dico solo questo”. Così Jorginho, sul caso di positività che ha fatto finire in quarantena il suo compagno di squadra nel Chelsea, il centrocampista franco-maliano Kantè, non vaccinato contro il Covid.
“Lo abbiamo saputo questa mattina. – aggiunge il centrocampista dei Blues e della nazionale italiana – Adesso sto pensando solo alla gara contro la Juventus”.
Anche il tecnico del Chelsea, Thomas Tuchel, ha risposto a una domanda sul caso Kanté: “I giocatori sono liberi se vaccinarsi o no, è una scelta che va accettata. Ma dobbiamo stare attenti, la pandemia non è finita”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: in arrivo temporali su Piemonte e Lombardia
Allerta Protezione civile, previsti rovesci di forte intensità
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
16:31
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
L’avvicinamento di una perturbazione dall’Europa nord-occidentale, durante la prossima notte, porterà un “breve ma spiccato” peggioramento delle condizioni meteo sul Nord-Ovest, in particolare sulle aree settentrionali di Piemonte e Lombardia. Lo indica un’allerta meteo della Protezione civile.

Dalla serata di oggi sono così attesi temporali sui settori settentrionali di Piemonte e Lombardia. Previsti rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.
Valutata per domani allerta gialla per rischio idrogeologico in Calabria e su settori di Piemonte, Lombardia e Sicilia.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Museo del Cinema, dal 16 dicembre una mostra su Diabolik
In concomitanza con film. Nel cortile sarà esposta Jaguar nera
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
16:33
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Il Museo Nazionale del Cinema prepara una mostra su Diabolik a partire dal 16 dicembre, giorno in cui uscirà nelle sale il film dei fratelli Manetti dedicato al re del terrore. Lo hanno annunciato il presidente Enzo Ghigo e il direttore Domenico De Gaetano, che sperano di riuscire ad esporre nel cortile anche la Jaguar E-Type nera di Diabolik.

“Nella mostra saranno esposte alcune delle prime tavole pubblicate dal 1962 dalla casa editrice Astoria ‘Il re del terrore’. Ci sarà un riferimento agli altri eroi del mondo del fumetto che si sono ispirati a Diabolik come Kriminal, Satanik e Paperinik, ma anche oggetti, foto d’archivio del film di Mario Bava del ’68 e del film incompiuto Seth Holt. E, poi, 15 pannelli con foto di scena del film dei fratelli Manetti”, anticipa De Gaetano. L’auspicio è di portare a Torino anche uno dei protagonisti del film in cui Luca Marinelli interpreta Diabolik, Miriam Leone ha il ruolo della compagna Eva Kant e Valerio Mastandrea è l’ispettore Ginko.
La mostra si terrà nella nuova area al piano zero del Museo che diventerà uno spazio espositivo per mostre temporanee. “I lavori di riallestimento e del nuovo impianto di illuminazione sono già iniziati e saranno completati a fine novembre. un intervento da 150.000 euro. L’effetto scenografico sarà notevole. Ad accogliere i visitatori saranno i due padroni di casa Maria Adriana Prolo. fondatrice del Museo e Alessandro Antonelli, padre della Mole Antonelliana, un filmato che unirà storia del cinema e dell’architettura”, ha spiegato Ghigo. Tra i progetti anche quello di intitolare a Prolo la strada davanti alla Mole.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Covid: ricoveri in calo in Piemonte, ma c’è un decesso
Guariti superiori ai positivi, 3.445 persone in osolamento
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
17:01
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Calano nelle ultime 24 ore in Piemonte i ricoveri da Covid: sono 24 in terapia intensiva, uno in meno rispetto a ieri, e 192 nei reparti ordinari, 16 in meno.
L’Unità di crisi regionale registra però un decesso, non riferito alla giornata odierna, mentre i nuovi casi di positività sono 192, lo 0.8% dei 23.564 tamponi eseguiti.
Gli asintomatici sono 105 (54,7%). Le persone in isolamento domiciliare sono 3.445, gli attualmente positivi 3.661. Balzo dei nuovi guariti, che sono 280.
Dall’inizio della pandemia, dunque, il Piemonte ha registrato 382.656 positivi, 11.759 decessi e 367.236 guariti.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
Vino: doppio brindisi Bava, 110 vendemmia 90 anni presidente
L’azienda con sede a Cocconato è nata nel 1911
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
17:09
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE
L’azienda vinicola Bava festeggia quest’anno la sua 110/a vendemmia e i 90 anni del presidente Piero Bava, nipote del fondatore e riconosciuto nel 2016 come uno dei ‘Patriarchi della Barbera’. Continua la tradizione dell’azienda con i figli di Piero Bava, Roberto, Giulio e Paolo e i nipoti, Francesca e Giorgio.
Tre diverse generazioni al lavoro fianco a fianco per offrire, su oltre 50 mercati nel mondo, vini piemontesi ispirati “alla sostenibilità, al rispetto per il territorio, ai radicati valori familiari e di ospitalità, di passione, di gusto”.
Sono decine e decine i menu ideati da Roberto Bava per i suoi wine dinner che hanno toccato tutti e cinque i continenti. Oggi, appesi alle pareti della cantina, rappresentano il segno tangibile della creatività e della storia della famiglia Bava. I vigneti di proprietà si sono estesi negli anni dal Monferrato fino alla Langa da Barolo (oggi 50 ettari, alternati a 20 ettari di boschi, noccioleti e prato, per preservare la biodiversità).
Le etichette Bava adesso 14. Un percorso di visita guidata dedicato alla storia dell’azienda nelle cantine Bava sarà inaugurato nelle prossime settimane. Intanto, sui canali social istituzionali dell’azienda, il viaggio nella storia Bava è iniziato già da qualche mese tra foto d’epoca, ricordi e racconti con l’hashtag #bava110.

Economia tutte le notizie in tempo reale! SEMPRE AGGIORNATE E COMPLETE! LEGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 40 minuti

Ultimo aggiornamento 28 Settembre, 2021, 05:17:09 di Maurizio Barra

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 02:22 DI SABATO 25 SETTEMBRE 2021

ALLE 05:17 DI MARTEDÌ 28 SETTEMBRE 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Green Pass: Cgia, molti artigiani rischiano fermo produzione
3,7 mln lavoratori privato non ancora vaccinati
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
25 settembre 2021
02:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per la Cgia molti artigiani e altrettanti piccoli imprenditori sono preoccupati e sperano nell’effetto annuncio; ovvero che entro il prossimo 15 ottobre la gran parte dei 3,7 milioni di dipendenti del settore privato che non si sono ancora vaccinati lo facciano. Se ciò non dovesse avvenire, tante aziende potrebbero trovarsi nella condizione di dover bloccare l’attività lavorativa, perché non possono avvalersi dell’apporto, in particolar modo, di tecnici e operai altamente specializzati.
Figuriamoci se, poi, fosse necessario sostituirli, così come prevede il decreto per le imprese con meno di 15 dipendenti: trovare alcune figure professionali, infatti, è da tempo un’ impresa quasi impossibile, specie in alcune aree del Paese. Per le aziende con pochi dipendenti, lo stop per uno di loro significa il fermo della produzione. Certo, per ottenere il certificato verde c’è la possibilità che, in alternativa al vaccino, il dipendente si sottoponga periodicamente al tampone; ma quanti saranno disposti a sostenere un costo mensile di almeno 180 euro al mese? Le imprese più a rischio potrebbero essere quelle del settore metalmeccanico, dell’edilizia, del tessile e della calzatura, dove già ora molti posti di lavoro sono scoperti perché mancano i candidati. Il problema del green pass, almeno in linea teorica, si pone visto che a metà settembre erano 3,7 mln i dipendenti privati non ancora immunizzati. E per tanti piccoli imprenditori rimpiazzare una parte di queste figure potrebbe non essere possibile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banche:Fabi, 60% Npl da prestiti a grandi aziende, industrie
Solo 126 soggetti pesano su bilanci per 3 mld
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 settembre 2021
11:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono i gruppi industriali e le grandi aziende a pesare, coi prestiti non rimborsati, sui bilanci delle banche italiane, ma i piccoli debitori (famiglie, partite Iva, piccole e medie imprese) hanno avuto maggiori difficoltà, nell’anno del Covid, a saldare le rate”. E’ quanto afferma un’analisi della Fabi sui dati a marzo 2021.
“Il 4,39% dei clienti è “responsabile” del 60% delle rate non pagate” di prestiti superiori ai 500mila euro, per 28 miliardi di sofferenze. Ad appena 126 soggetti (lo 0,002% della clientela) con prestiti oltre i 25 milioni, sottolinea la ricerca, fanno capo 2,9 miliardi di Npl (il 6,12% delle sofferenze).
“Le banche puntano molto sulla vendita dei prodotti finanziari e poco sui prestiti – ha affermato il segretario generale della Fabi Lando Sileoni – Un’attività, quest’ultima, che è ancora molto legata ai rapporti personali dei banchieri con le imprese. Insomma, c’è ancora molto credito relazionale, finanziamenti agli amici degli amici”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
LuisaViaRoma si allea con Style Capital, obiettivo Borsa
Fondo private equity investirà 130 mln crescita società Firenze
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
25 settembre 2021
11:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
LuisaViaRoma, azienda di Firenze tra i leader nel settore e-commerce di moda e lusso, ha annunciato oggi una partnership con Style Capital: il fondo di private equity specializzato nei marchi di moda e lifestyle investirà, spiega una nota, circa 130 milioni di euro per supportare la crescita internazionale della società fiorentina.
Al termine dell’operazione, il presidente e ceo di LuisaViaRoma, Andrea Panconesi, manterrà una quota del 60%, mentre Style Capital deterrà importanti diritti di governance, con l’obiettivo comune di quotare la societa in borsa nei prossimi anni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Panasonic prevede riduzione di oltre 1.000 posti di lavoro
Pensionamenti anticipati per fronteggiare crisi dopo pandemia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
25 settembre 2021
12:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Una riduzione di oltre 1.000 posti di lavoro per la Panasonic tramite i classici piani di pensionamento anticipati. Lo anticipano i media nipponici – che citano fonti a conoscenza del dossier, in linea con il programma di ristrutturazione aziendale in corso, che prevede per l’azienda della elettronica da consumo una trasformazione della ragione sociale in una holding, a partire dal prossimo aprile.

Gli oltre mille dipendenti che hanno un’anzianità di lavoro di almeno 10 anni – e che aderiranno all’offerta – costituiscono circa l’1% dei 100mila impiegati in Giappone.
Nell’anno fiscale concluso a marzo Panasonic ha registrato un fatturato inferiore ai 7.000 miliardi di yen (53 miliardi di euro) per la prima volta in 25 anni, a causa del drastico ridimensionamento dei consumi dovuto alla pandemia del coronavirus.
La crisi ha coinvolto di recente altre aziende manifatturiere nipponiche, tra cui la casa auto Honda – che ha proposto i prepensionamenti a circa 2.000 persone lo scorso agosto, e la società produttrice di fotocamere, Olympus, attuando uno schema analogo in febbraio per 840 dipendenti.   TECNOLOGIA   MONDO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Auto:martedì al via prenotazioni Ecobonus per acquisto usato
Incentivi con rottamazione fino a 2.000 euro. Fondi per 40 mln
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 settembre 2021
14:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si sbloccano gli incentivi per la rottamazione di vecchie auto in cambio di acquisto di una vettura usata a basse emissioni, non inferiore alla classe ‘euro 6’. Lo annuncia il ministero dello Sviluppo in una nota.
A partire dalle ore 10 di martedì 28 settembre i concessionari potranno accedere sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it per inserire le prenotazioni degli incentivi per l’acquisto di veicoli di categoria M1 usati a basse emissioni.
Per il nuovo incentivo, che varia da 750 euro a 2.000 euro a seconda delle emissioni del veicolo usato acquistato, sono messi a disposizione 40 milioni di euro di fondi.
Per ottenere l’Ecobonus bisognerà tener conto di alcuni paletti. L’acquisto dovrà riguardare un veicolo usato di classe euro non inferiore a 6, con un prezzo risultante dalle quotazioni medie di mercato non superiore a 25.000 euro e con emissioni comprese tra 0-160 g/km CO2.
Il contributo viene riconosciuto solo con rottamazione e si differenzia a seconda della fascia di emissioni del veicolo usato che si acquista: 2mila euro per 0-60; mille euro per 61-90; 750 euro per 91-160.
Il veicolo rottamato dovrà essere della medesima categoria di quello acquistato, immatricolato da almeno 10 anni e intestato da almeno 12 mesi all’acquirente o ad un familiare convivente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pnrr, Giovannini, dobbiamo stimolare imprenditoria giovanile
‘Ci sono anche risorse altri fondi europei’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
25 settembre 2021
12:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo assoluto bisogno di stimolare l’imprenditoria giovanile, e il Pnrr italiano contiene alcune regole che sono già in attuazione su questo”. Lo ha affermato Enrico Giovannini, ministro per le Infrastrutture e mobilità sostenibili, intervenendo in collegamento video al Festival nazionale dell’Economia Civile.

“Rete ferroviaria italiana ha già fatto dei bandi – ha spiegato – che recepiscono le condizioni, sia per partecipare alle gare sia di premialità, per quelle imprese che aumentano l’occupazione giovanile e femminile: parliamo di un settore in cui per esempio l’occupazione femminile, parlo delle costruzioni delle ferrovie, ancora è indietro, ma è stata una scelta che abbiamo voluto fare non solo decidere cosa fare, ma come farlo, con un orientamento proprio alle giovani generazioni”.
Giovannini ha ricordato che, ai tempi del governo Letta, “da ministro mi ero accorto che non esisteva una onorificenza in Italia per i giovani imprenditori: provai a realizzarla, poi mi fu detto che il ministro del Lavoro si occupa del lavoro dipendente, non di quello non dipendente, quindi passai tutta la pratica al mio collega. Poi il governo cadde, e non se ne fece di nulla”. il ministro ha anche sottolineato che “non c’è solo il Pnrr: ci sono 15 miliardi del fondo sviluppo e coesione; ci sono le risorse, 80 miliardi, dei prossimi fondi europei; ci sono i fondi pluriennali di investimento”. “Quello che stiamo provando a fare al Ministero – ha aggiunto -, che già ha la fetta maggiore del Pnrr e del fondo complementare, 62 miliardi di cui più della metà nel Mezzogiorno, è darci un approccio sistemico, in modo da spingere le Regioni e i Comuni stessi a spendere le altre risorse secondo i criteri del Pnrr. La partita non è finita: e quindi le proposte che stanno arrivando, se non sono contenute nel Pnrr possono essere invece veicolate attraverso altri fondi”.   POLITICA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Def: Franco, cresceremo circa del 6%, il 4% nel 2022
Ma a malapena recuperiamo in 2 anni il 9% perso
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 settembre 2021
13:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Quest’anno cresceremo circa del 6 per cento, l’anno prossimo almeno del 4 per cento. Sono tassi di crescita molto elevati, anche più elevati di quelli che ci sapettavamo.
Ma l’anno scorso abbiamo perso nove punti di Pil. Torniamo a malapena dove saremmo stati”, ha detto il ministro dell’Economia Daniele Franco parlando a Lecce ad un convegno sul Pnrr. “Il vero test è la crescita del nostro Paese dopo questa fase di recupero. Siamo usciti da circa un quarto di secolo di crescita molto modesta, inferiore a quella del resto dell’area dell’Euro. Il nostro problema è crescere stabilimente più di quanto siamo cresciuti in passato”.
“Il debito pubblico sarà meno di quanto si attendeva, per tanti motivi ma anche perche’ l’economia va meglio”, ha aggiunto il ministro.
“Abbiamo investito poco, il 19% del Pil. Studiamo poco – ha spiegato Franco al convegno “Pnrr, è bene comune” -: abbiamo tassi di giovani che si diplomano e laureano inferiori ai tassi degli altri paesi. Spendiamo poco per ricerca, abbiano tassi di occupazione bassi: il 33% rispetto all’81% della Germania e al 72% della Francia. Il nostro problema è affrontare questo e il piano (il Pnrr, ndr) può essere uno degli strumenti importanti. Non è la bacchetta magica, dobbiamo attuarlo bene ma serve anche altro”.
“Il piano viene da una scelta europea molto innovativa. Ha un’ampiezza di 800 miliardi di euro, è qualcosa di nuovo nella storia comunitaria. Gli obiettivi sono due: imprimere una spinta a uscire dalla crisi dovuta alla pandemia, accelerare la transizione verso obiettivi di ambientalizzazione. La sfida climatica è enorme. L’altra quesitone è la sfida digitale. E’ un disegno ambizioso, che ha una razionalità, che ha un contenuto di solidarietà”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco:scade la precompilata, si pagano bollo auto e cartelle
Entro fine mese si versa anche rata Irpef
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 settembre 2021
14:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A fine mese scadono i termini di diversi obblighi fiscali. Si comincia da martedì 28 settembre, ultimo giorno per le persone fisiche di consegnare il modello Redditi Persone Fisiche 2021 in formato cartaceo alle poste mentre il 30 settembre è la scadenza per la consegna on line del 730/2021 da parte delle persone tramite il web.
La stessa data è la dead line per diversi pagamenti. Innanzitutto è il termine ultimo per pagare le cartelle sospese durante la pandemia e che avevano scadenza nel periodo dall’8 marzo 2020 (21 febbraio per i comuni della “zona rossa”) al 31 agosto 2021. Scade anche il termine per le rate dei pagamenti dell’Irpef che chi ha chiesto la rateizzazione. E il Pagamento del Bollo d’Auto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Acli: creare ‘Case del Lavoro’ al posto dei centri impiego
Manfredonia, ‘non bastano i semplici sportelli’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 settembre 2021
16:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Insieme al Terzo Settore possiamo immaginare un cambio di paradigma, una vera e propria rivoluzione del sistema dei Centri per l’impiego. Abbiamo bisogno non di singoli centri, ma di case, di Case del Lavoro che possano diventare qualcosa di più di meri sportelli: case della formazione, che orientino, che si prendano carico delle persone”.
Con queste parole il Presidente nazionale delle Acli, Emiliano Manfredonia, ha lanciato una delle proposte dell’associazione durante la relazione finale che ha concluso il 53° Incontro nazionale di Studi delle Acli. “Le singole realtà del Terzo Settore potrebbero apportare un contributo unico nell’erogazione e nel coordinamento di questi servizi essenziali. Ciascuna secondo la propria specificità, ciascuno secondo la propria singolare esperienza. Dobbiamo superare il monismo onnicomprensivo dei centri per l’impiego – ha sottolineato il Presidente delle Acli – in favore di una rete di realtà diversificate che potrebbero rappresentare le nostre Case del Lavoro sul territorio, in modo da ottimizzare i servizi (dal semplice insegnare come scrivere un curriculum al più complesso processo di matching fra domanda e offerta di lavoro, all’erogazione di corsi di formazione strutturati e continui) e in modo da raggiungere anche le periferie delle nostre comunità ed i territori più in difficoltà come le aree interne e il meridione. Semplificare la burocrazia, dotare di strumenti queste realtà e valorizzare le reti territoriali e di comunità che le Acli e altri soggetti sono riusciti a creare nel corso di decenni e decenni di impegno, dedizione e fatica. Del resto, lo stesso Piano nazionale di ripresa e resilienza, nella Missione 5, affida al mondo del Terzo Settore il ruolo di co-protagonista nell’elaborazione di servizi alla cittadinanza. Un’opportunità da cogliere e una sfida da vincere, per tutti noi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: paga solo 50% stipendi, il resto dopo gara marchio
Commissari scrivono ai dipendenti, lunedì la prima metà
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 settembre 2021
22:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lunedì 27 settembre Alitalia pagherà ai propri lavoratori solo metà dello stipendio. Lo comunicano i commissari Gabriele Fava, Giuseppe Leogrande e Daniele Santosuosso ai dipendenti.
“Ci dispiace molto dovervi informare che gli stipendi del mese corrente saranno regolati al 50% con valuta lunedì 27 settembre, mentre il rimanente 50% vi verrà accreditato non appena avremo evidenza sull’esito del bando del marchio”, spiegano i commissari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Moncler: Ruffini, non vendo azioni, focus su Stone Island
Stiamo andando bene, sono ottimista per ultimo trimestre
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 settembre 2021
18:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Non ho assolutamente intenzione di vendere azioni. Credo molto in questa azienda”.
Così il numero uno di Moncler Remo Ruffini esclude un alleggerimento nel capitale dell’azienda di moda quotata in Piazza Affari. Né sono in vista altre acquisizioni dopo quella di Stone Island: “voglio concentrarmi su Stone Island, su questa nuova sfida e conquistare le community”. “Dobbiamo fare di Stone Island quello che anbiamo fatto con Moncler negli ultimi 10 anni”, spiega a margine di MondoGenius l’evento digitale condotto da Alicia Keys a Milano in collegamento con Shanghai per presentare 11 nuove collezioni Moncler di altrettanti stilisti.
Interpellato sull’andamento del gruppo, Ruffini indica che “Tutti i paesi stanno andando bene. Il quarto trimestre per noi è vitale e mesi più importanti sono davanti a noi”. “In Europa i segnali sono buoni. Il consumatore locale sta crescendo bene e sono rimasto sorpreso dalla crescita dei turisti russi e americani”. “Bene il resto del mondo in termini di crescita – prosegue -. La Cina continua ad andare bene, la Corea è campione del mondo. Il Giappone è più incerto, non c’è il lockdown ma una comunicazione intermittente del governo. Infine l’America sta andando molto bene”. “Non sono ottimista di carattere ma sono positivo sul futuro anche se non si possono fare previsione ed e giusto rispettare la strategia ed essere flessibili”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro, sindacati da Draghi. Il premier: ‘C’è intesa su questi temi’
Il ministro Orlando: ‘La sicurezza è priorità’. Landini: ‘Dal governo prime importanti risposte’ . Bombardieri (Uil): ‘Sospensione per chi viola sicurezza’. Sbarra (Cisl): ‘Banca dati per agevolare i controlli’. Il governo assumerà 2300 ispettori
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
20:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Riparte il confronto dei sindacati con il governo.E’ durato oltre un’ora il confronto tra Cgil, Cisl e Uil con il premier Mario Draghi convocato sul tema della salute e sicurezza sul lavoro, gli occhi dei sindacati sono puntati anche sugli altri temi aperti, tra cui gli investimenti del Pnrr e la fine del blocco dei licenziamenti, e sulle riforme in arrivo: riforma degli ammortizzatori sociali e delle politiche attive, del fisco e delle pensioni.  “Un incontro particolarmente utile, proficuo e concreto” nel corso del quale “si sono individuati alcuni interventi di breve e medio periodo” sulla sicurezza sul lavoro. Così il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, al termine dell’incontro a Palazzo Chigi con i sindacati, sottolineando che è “importante l’oggetto” della discussione “ma anche il metodo sul quale proseguiremo.
C’è accordo a lavorare in questa direzione. Non casualmente – aggiunge – il confronto del governo con le parti sociali parte dal tema che va affrontato prima di ogni altro perché riguarda la vita e la sicurezza dei lavoratori”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“È stato un incontro molto utile per fissare un metodo di lavoro”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi, a quanto si apprende da fonti di Palazzo Chigi, al tavolo con i sindacati. “C’è intesa su questi temi”, in materia di tutela della sicurezza e della salute sul posto di lavoro. All’incontro erano presenti i ministri Orlando e Brunetta e il sottosegretario Garofoli. Nel corso dell’incontro con i leader sindacali, sono stati individuati alcuni interventi di immediata realizzabilità in materia di tutela della sicurezza e della salute sul posto di lavoro. In particolare: – sulla revisione e il potenziamento del sistema della formazione dei dipendenti e degli imprenditori; – la revisione e il potenziamento delle norme sanzionatorie da applicare a seguito delle ispezioni; – la razionalizzazione dell’assetto delle competenze in materia di ispezione; – la costituzione di una banca dati unica delle sanzioni applicate.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
LANDINI -Sono arrivate le “prime risposte importanti” dal governo, con “l’impegno nei prossimi giorni ad ulteriori convocazioni per entrare nel merito delle altre questioni”. Così il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, al termine dell’incontro a Palazzo Chigi sulla sicurezza sul lavoro. Anche sugli investimenti del Pnrr “c’è l’impegno a convocare un altro incontro che porti alla definizione di un Protocollo con le parti”, aggiunge Landini. “Salario minimo? Non se ne è parlato”. Lo ha chiarito il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, dopo l’incontro a Palazzo Chigi fra Governo e sindacati. A chi gli domandava se il salario minimo per la Cgil è una priorità, Landini ha risposto: “Abbiamo da tempo indicato il superamento dei contratti ‘pirata’ e stiamo ponendo il tema di dare una validità generale ai contratti nazionali firmati dai sindacati maggiormente rappresentativi. Vuol dire – ha aggiunto – non solo garantire i minimi dei contratti nazionali ma anche i diritti del avoro di tutti. Ma di questo il Governo non ha fatto alcun cenno, ci ha ribadito che se era per loro si discuteva di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, punto. Si è discusso di altri argomenti perché lo abbiamo chiesto e abbiamo posto questo tema”.
BOMBARDIERI – “Abbiamo parlato di sicurezza sul lavoro, condiviso necessità di combattere questa strage. Intanto si è deciso di costruire una banca dati centrali per gli infortuni. E sulle sanzioni il governo si è impegnato, su nostra richiesta, a deliberare con decreto la sospensione dei posti di lavoro dove ci sono violazioni delle norme di sicurezza per dare la possibilità all’azienda di mettersi a norma”. Così il segretario generale della Uil, Pierpaolo Bombardieri, al termine dell’incontro a Palazzo Chigi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
SBARRA – “C’è questa disponibilità a lavorare da subito sull’incrocio delle banche dati per mettere insieme sinergie, competenze, esperienze finalizzate alla gestione di questo fenomeno. Nasce una banca dati nazionale che agevolerà il compito del governo e dell’ispettorato del lavoro, delle Regioni, di Inail, delle Asl”. Lo ha detto il segretario generale della Cisl Luigi Sbarra dopo l’incontro fra sindacati e governo a Palazzo Chigi. “Il giudizio è positivo, è stato un importante dell’incontro, il governo condivide la necessità da noi sollecitata di lavorare per costruire una strategia nazionale di contrasto agli incidenti sui luoghi di lavoro, alle malattie professionali e agli infortuni, questa lunga scia di sangue che porta ogni anno via quasi 1.600 persone – ha aggiunto Sbarra -. Non è accettabile. Ecco perché serve un forte intervento finalizzato a contrastare questo odioso fenomeno delle morti nei luoghi di lavoro. Ci sono primi interventi che si metteranno in campo da subito, una forte disponibilità del governo ad accelerare le procedure di reclutamento di 2.300 ispettori, tecnici, ingegneri per rafforzare l’esercito da impegnare sul territorio e nei luoghi di lavoro con l’obiettivo di rafforzare ispezioni, verifiche, controlli.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
È un segnale importante, abbiamo detto che non è sufficiente perché secondo noi anche a seguito di pensionamenti il contingente preposto alle verifiche e ai controlli sul territorio nazionale va ulteriormente rafforzato. Poi c’è un impegno forte per concentrare risorse e investimenti sulla formazione e la prevenzione, per sostenere un’autentica cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro”. “C’è la volontà del governo – ha concluso – di dare seguito a sanzioni ancora più pesanti come la sospensione dell’attività lavorativa dove si registrano evidenti violazioni alle norme nazionali e locali su salute e sicurezza”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: Schmit, l’Ue chiede di aumentare i salari minimi
La prima volta che l’Ue lo chiede. E’ un cambio di paradigma
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 settembre 2021
11:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo lavorando per aumentare i salari minimi laddove sono troppo bassi, abbiamo presentato una proposta di direttiva sui salari minimi, che rispetta i modelli nazionali, che siano basati sulla contrattazione collettiva o sui salari minimi fissati per legge. L’obiettivo è di garantire la dignità del lavoro, combattere la povertà, promuovere il dialogo sociale e la contrattazione collettiva e sostenere la coesione sociale”.
Così il commissario europeo al Lavoro, Nicolas Schmit, in un video messaggio all’iniziatva della Cgil.
“E’ la prima volta che l’Ue chiede agli Stati membri di aumentare i salari e lo fa in un contesto di crisi economica. E’ un cambiamento di paradigma”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Landini, legge su rappresentanza e contratti validi per tutti
Il salario minimo va collocato nei Ccnl. Giù tasse ai lavoratori
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 settembre 2021
12:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La discussione sul salario minimo “va collocata nel contesto in cui si dà valore ai contratti nazionali, molti già oltre i 9 euro orari, e sostegno legislativo al modello contrattuale”. Serve “una legge sulla rappresentanza che dia valore generale ai Ccnl firmati dai soggetti maggiormente rappresentativi”, anche per fermare “la crescita infinita dei contratti pirata e la competizione al ribasso”.
Lo dice il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, dall’iniziativa del sindacato a Bologna. “Dare validità generale ai contratti nazionali – sottolinea – vuol dire sancire che i minimi salariali dei Ccnl diventano validi per legge e non possono essere derogati” insieme “a tutti gli altri diritti”, come ferie, malattia, orari.
Per aumentare i salari, sostiene inoltre il numero uno della Cgil, c’è anche il tema della riforma fiscale che deve “ridurre la tassazione sul lavoro dipendente e sui pensionati”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
‘Con 400mila nascite l’anno siamo un Paese da 30 milioni di abitanti’
Presidente Istat Blangiardo: politica ed economia si muovano per tempo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
08:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il sistema politico e quello economico devono muoversi per tempo, altrimenti la prospettiva per l’Italia non è solo l’invecchiamento generale della popolazione, di cui si parla tantissimo ma alla fine sembra che non sia una vera emergenza, ma anche un serio rischio per la nostra economia”. A dirlo, in una conversazione con Il Sole24Ore, il presidente dell’Istat Gian Carlo Blangiardo.

“I nuovi nati in Italia dal 2014 sono in forte calo. Nel 2020, l’anno orribile della pandemia, si è arrivati a 404mila, e secondo le mie valutazioni il 2021 si chiuderà entro un range 385-395mila nascite. È un trend in atto da tempo, ma questo ulteriore calo possiamo dire che è effetto della seconda ondata della pandemia di ottobre-novembre dello scorso anno”.
Secondo Blangiardo, “con il passare del tempo la popolazione perde la sua fisionomia iniziale: stante l’aspettativa di vita alla nascita di circa 80 anni, 400mila nascite sono compatibili con una popolazione che nel lungo periodo si ferma a poco più di 30 milioni, non di 59 come è adesso”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bonomi: ‘Confindustria non si candida a fare un partito’
‘Abbiamo detto che rispettiamo partiti e istituzioni’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 settembre 2021
15:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Da Palazzo Chigi mi aspetto il meglio possibile che può uscire dall’incontro del presidente Draghi con i sindacati, quindi la rinnovata volontà di tutti a lavorare nell’interesse del Paese”, ha detto il presidente di Confindustria Carlo Bonomi a ‘Mezz’ora in più’ su Rai3.
“Confindustria non si candida a fare un partito”, ha detto ancora Bonomi: “no”, Confindustria non si candida insieme a Draghi a coiprire questo vuoto di politica. “Se avete sentito la mia relazione, c’è un passaggio in cui dico abbiamo rispetto dei partiti e delle istituzioni.
Quello che abbiamo messo in evidenza è che il governo Draghi su 3 punti essenziali ha fatto le cose che servivano al Paese: il piano vaccinale, ha riscritto le prime 80 pagine del Pnrr e riportato quella credibilità internazionale dell’Italia nell’Europa, G20 e Nato”, ha aggiunto.
“Abbiamo voluto mettere in chiaro che c’è una occasione storica del Paese. Abbiamo la sensazione che, a causa del processo delle elezioni amministrative, sia iniiziato il gioco delle bandierine su molti temi importanti, non vogliamo che questo gioco metta a rischio quello che il Paese aspetta da 30 anni, le riforme”. Bonomi ha richiamato le riforme di ammortizzatori sociali e politiche attive, fisco, previdenza e concorrenza: “Non possiamo più permettere che ci sia un rallentamento del percorso e abbiamo preso degli impegni con l’Ue”.
“La risposta dei sindacati” alla proposta di un Patto “mi sembra positiva: io ho letto comunque la voglia di esplorare questa possibilità perché alcune cose sono demandate alla politica, altre alle parti sociali, quindi abbiamo noi e i sindacati la responsabilità di dare delle risposte”.
“Abbiamo la stessa posizione dei sindacati, siamo per rafforzare la contrattazione perché garantisce tutti, e l’esempio ci viene da Ita”, ha spiegato il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi intervenendo sul salario minimo. Nei Paesi dove è stato inserito, aggiunge, “la tendenza delle imprese è uscire dalla contrattazione collettiva e questo non è nell’interesse dei lavoratori. Dobbiamo andare a colpire i contratti pirata, che vengono fatti da chi non ha rappresentanza e fanno dumping salariale. Lì dobbiamo lavorare insieme”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Confindustria non si candida a fare un partito”. Lo ha detto il presidente di Confindustria Carlo Bonomi a ‘Mezz’ora in più’ su Rai3.
Bonomi ha detto che “no”, Confindustria non si candida insieme a Draghi a coprire questo vuoto di politica. “Se avete sentito la mia relazione, c’è un passaggio in cui dico abbiamo rispetto dei partiti e delle istituzioni. Quello che abbiamo messo in evidenza è che il governo Draghi su 3 punti essenziali ha fatto le cose che servivano al Paese: il piano vaccinale, ha riscritto le prime 80 pagine del Pnrr e riportato quella credibilità internazionale dell’Italia nell’Europa, G20 e Nato”, ha aggiunto.
“Abbiamo voluto mettere in chiaro che c’è una occasione storica del Paese. Abbiamo la sensazione che, a causa del processo delle elezioni amministrative, sia iniziato il gioco delle bandierine su molti temi importanti, non vogliamo che questo gioco metta a rischio quello che il Paese aspetta da 30 anni, le riforme”, ha aggiunto Bonomi richiamando le riforme di ammortizzatori sociali e politiche attive, fisco, previdenza e concorrenza: “Non possiamo più permettere che ci sia un rallentamento del percorso e abbiamo preso degli impegni con l’Ue”.
Bonomi ha anche detto di aver trovato “la risposta dei sindacati” alla proposta di un Patto “positiva: io ho letto comunque la voglia di esplorare questa possibilità perché alcune cose sono demandate alla politica, altre alle parti sociali, quindi abbiamo noi e i sindacati la responsabilità di dare delle risposte”. Sul salario minimo, infine, il presidente di Confindustria ha chiarito: “Abbiamo la stessa posizione dei sindacati, siamo per rafforzare la contrattazione perché garantisce tutti, e l’esempio ci viene da Ita”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura poco variata (+0,08%)
Ottimismo su revoca stato emergenza Giappone
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
27 settembre 2021
02:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo inizia la prima seduta della settimana poco variata, dopo la chiusura mista degli indici azionari Usa e mentre prevale l’ottimismo sulla revoca dello stato di emergenza anti Covid-19 in Giappone a partire dal primo ottobre. In apertura il Nikkei segna una variazione appena positiva dello 0,08% a quota 30.272,23, aggiungendo 23 punti.
Sul fronte valutario lo yen perde terreno sul dollaro a 110,60 e sull’euro a 129,70.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: Wti a 75 dlr, Brent sfiora 80 dlr a massimi 3 anni
Domanda aumenta ma produzione non risponde adeguatamente
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
10:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Balzo del petrolio sui mercati asiatici. L’aumento della domanda, a cui non sta facendo riscontro un’adeguata risposta della produzione, spinge il Wti americano con consegna a novembre a 74,97 dollari al barile, in rialzo dell’1,34%.
Il Brent si è avvicinato agli 80 dollari, salendo fino a 79,52 dollari, il massimo da 3 anni a questa parte.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo spot sale a 1.756 dollari l’oncia
Rialzo dello 0,35%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
08:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo dell’oro con consegna immediata è in lieve rialzo questa mattina. Il lingotto è quotato 1.756,61 dollari l’oncia, con un guadagno dello 0,35%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro stabile a 1,1721 dollari in avvio di giornata
Moneta unica a 129,73 yen (-0,03%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
08:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’euro è poco mosso questa mattina sui mercati valutari internazionali. La moneta unica vale 1,1721 dollari, con una variazione minima di +0,01%.
Il rapporto di cambio con lo yen è a 129,73, pari a -0,03%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund apre stabile a 100 punti base
Rendimento del decennale italiano allo 0,76%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
08:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le elezioni tedesche muovono poco lo spread tra Btp e Bund decennali. Il differenziale segna 100 punti base, come alla chiusura di venerdì, con un lieve calo del rendimento dei titoli del Tesoro (0,76% da 0,78%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in ordine sparso, bene i finanziari
Piatto Giappone, Cina contrastata, attesa per vicenda Evergrande
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
08:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In ordine sparso le principali Borse asiatiche, che nel complesso vedono l’indice complessivo in rialzo per la terza seduta consecutiva, con la spinta dei titoli finanziari, sulla scia di quelli Usa, a seguito di un aumento dei rendimenti dei treasury. Ha chiuso piatto il Giappone, col Nikkei per nulla mosso (-0,03%) e il Topix in lieve calo (-0,1%).
In crescita invece Taiwan (+0,3%) e Sidney (+0,5%). A contrattazioni ancora in corso bene Hong Kong (+0,4%) e in calo Shanghai (-0,7%) e Shenzen (-0,8%), con la Cina che attende decisioni del governo sull’eventuale salvataggio del colosso immobiliare Evergrande, che la settimana scorsa ha scosso i mercati locali. In Corea bene il Kospi (+0,2%), non il Kosdaq (-0,2%). India in calo (-0,1%).
In rialzo i future sia per Wall Street che per i principali mercati europei, con i risultati provvisori delle elezioni in Germania che vedono in testa la Spd, in un testa a testa con la Cdu-Csu.
Tra gli appuntamenti in calendario, l’intervento della presidente della Bce, Christine Lagarde, in audizione al Parlamento europeo, che il giorno dopo terrà il discorso inaugurale del Forum della Bce, che si terrà online, con la presenza, tra gli altri, del governatore della Fed, Jerome Powell. Tra i dati macroeconomici attesi in giornata, nel pomeriggio ci saranno quelli sugli ordini di beni durevoli negli Usa e sull’attività manifatturiera della Fed di Dallas, entrambi stimati in rialzo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo (+0,7%)
Il Ftse Mib a 26.157 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
27 settembre 2021
09:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo per Piazza Affari. Il Ftse Mib guadagna lo 0,73% a 26.157 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: l’Europa apre positiva, bene Francoforte con le elezioni
Dax (+1%), Londra (+0,9%) e Parigi (+0,6%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
09:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura positiva per le principali Borse europee. La migliore è Francoforte (+1,08%) a 15.699 punti, con le elezioni, seguita da Londra (+0,91%) a 7.115 punti nei primi minuti di contrattazione, Parigi (+0,68%) a 6.683 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Made in Italy: Deloitte, 74 eccellenze 2021 innovano e crescono
Le “Best Managed Companies” in linea con le priorità del Pnrr
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
09:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aziende virtuose e resilienti, con una crescita superiore alla media italiana, che investono soprattutto in innovazione e hanno sposato la sostenibilità come strategia e valore aziendale, oltre ad avere una spiccata vocazione all’internazionalizzazione. E’ la fotografia delle 74 eccellenze italiane che hanno ottenuto il riconoscimento di “Best Managed Companies”, il premio istituito da Deloitte Private e sostenuto da Elite, il network e private market del Gruppo Borsa Italiana-Euronext, da Confindustria e da Altis-Alta Scuola Impresa e Società dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.
Nonostante la contrazione dell’attività economica e del fatturato dovuto alla pandemia, queste aziende – secondo un’elaborazione di Deloitte Private su dati Istat – hanno una performance migliore rispetto alla media delle imprese italiane, registrando un incremento medio del fatturato pari al 14,4%. Le “Best managed companies” sono in linea con le priorità del piano nazionale di ripresa e resilienza, sono presenti in tutta Italia, con una maggiore concentrazione al Nord (72%), e rappresentano sia aziende di piccole e medie dimensioni sia grandi imprese: il 54% ha un numero di dipendenti fino a 249, il restante 46% va oltre le 250 unità. In media, generano all’estero quasi la metà del proprio fatturato (44%) e l’espansione delle vendite oltreconfine è il principale fattore di crescita, su cui punta il 76% delle aziende. Il settore più rappresentato è quello dei prodotti industriali e costruzioni (29%), seguito da consumer products (26%), technology (11%), energia (8%), retail (7%), sanitario (3%), oil & gas (3%). Il 43% delle imprese è a conduzione familiare, il 14% è partecipata da fondi di Private Equity mentre sono 6 le aziende quotate in Borsa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
C.Conti, in centri impiego troppi approcci diversi, serve coordinamento
L’azione dell’Anpal nell’attività di monitoraggio è stata inadeguata
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
10:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ necessario un maggiore coordinamento dei centri per l’impiego per avere prestazioni migliori per l’accesso al mercato del lavoro. Emerge dall’indagine della Corte dei Conti sul “Funzionamento dei centri per l’impiego nell’ottica dello sviluppo del mercato del lavoro”, secondo la quale è stata “inadeguata” l’azione dell’Anpal nell’attività di monitoraggio.
“Nel nostro Paese – si legge – esistono eterogenei assetti organizzativi, con approcci, metodologie e sistemi informativi diversificati e sovente non dialoganti”. E’ invece, essenziale una “definizione chiara di misure, interventi e regole coordinata dal livello centrale”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Made in Italy: Deloitte, potenziale Toscana pronto a emergere
Sei aziende tra le “Best Managed Companies” 2021
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
10:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sei aziende toscane si sono aggiudicate il riconoscimento di Deloitte “Best Managed Companies”, rivolto ad aziende che si sono distinte per strategia, competenze e innovazione, impegno e cultura aziendale, governance e performance, internazionalizzazione e sostenibilità. “Anche quest’anno, ottima performance della Toscana – commentano il responsabile di Deloitte Private, Ernesto Lanzillo, e Andrea Restelli, partner Deloitte responsabile del premio Bmc -.
Nel 2020-2021 la Regione ha molto sofferto a causa del Covid-19, soprattutto per il crollo del turismo che qui genera un indotto molto significativo, ma la presenza di sei Bmc in questa regione ci fa pensare che esista un potenziale imprenditoriale ancora inespresso che potrebbe emergere appieno nei prossimi anni, riportando la regione a livelli pre-crisi”. Ad aggiudicarsi il riconoscimento sono: Enegan, NT Food, NWG Energia, PQE Group, Readytec e Seco. L’iniziativa è stata ideata da Deloitte Private, la soluzione del network Deloitte rivolta alle Pmi quotate e non, agli imprenditori, ai family office, agli investitori privati, ai Private Equity ed alle start-up, con il sostegno di Elite (il network e private market del Gruppo Borsa Italiana-Euronext che connette le imprese a diverse fonti di capitale per accelerarne la crescita), di Confindustria e di Altis-Alta Scuola Impresa e Società dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano guadagna (+0,4%) con banche e petroliferi
Bene l’industria, non le utility. Tonfo di La Doria
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 settembre 2021
10:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inizio di settimana positivo per Piazza Affari (+0,4%), in linea con l’andamento delle altre principali Borse europee. A Milano il listino principale è guidato dai petroliferi, con Eni (+1,5%), l’impiantistica di Tenaris (+1,4%) e Saipem (+0,9%), col greggio in deciso rialzo (Wti +1,1%) a 74,8 dollari al barile e il Brent a 79 dollari, spinto dall’aumento della domanda e che ha toccato i massimi da tre anni.
Bene le banche, con lo spread a 100,5 punti e il rendimento del decennale italiano allo 0,76%, a iniziare da Unicredit (+1,5%), Bper (+1,3%), Intesa (+1%), mentre è meno convinta Mps (+0,1%), per cui proseguono le trattative. In calo Carige (-2,5%). Bene nell’industria soprattutto Leonardo (+1,5%) e Atlantia (+1,4%). Guadagnano qualcosa le auto con Stellantis (+0,1%), non con Ferrari (-0,4%). Male qualche utility, a iniziare da A2a