Tecnologia tutte le notizie. Tutte, complete ed in tempo reale e sempre aggiornate. INFORMATI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Android, Notizie, Scienza, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE: TUTTI GLI APPROFONDIMENTI DAL MONDO HIGH TECH, SOFTWARE, SOCIAL, INNOVAZIONI, INTELLIGENZA ARTIFICIALE E MOLTO ALTRO: RESTA AGGIORNATO!

Tempo di lettura: 54 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 02:52 DI MARTEDÌ 23 NOVEMBRE 2021

ALLE 05:44 DI MARTEDÌ 30 NOVEMBRE 2021

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Iran: attacco hacker contro Mahan Air, ma voli regolari
Sito web irraggiungibile. Portavoce, ‘è stato sventato’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
TEHERAN
21 novembre 2021
10:04
AGGIORNATO IL
23 novembre 2021
02:52
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La principale compagnia aerea privata iraniana, la Mahan Air, è stata vittima questa mattina di un attacco informatico, che secondo la società è stato “sventato”: i voli proseguono regolarmente, ma il suo sito web è tuttora irraggiungibile.

“Molti attacchi informatici si sono verificati contro la compagnia aerea di recente, ma sono stati sventati – ha detto all’agenzia stampa Irna il portavoce della società, Amirhossein Zolanvari -.
Attualmente, tutti i voli vengono effettuati regolarmente”.
La Mahan Air è accusata dagli Usa di fornire supporto alle operazioni all’estero delle Guardie rivoluzionarie e nel 2011 è stata inserita nella lista delle sanzioni statunitensi.
L’Iran è stato colpito da una serie di attacchi informatici di recente, incluso uno che ha interrotto la vendita di benzina nelle stazioni di servizio del Paese il 26 ottobre scorso.
Attacchi che secondo Teheran sono stati lanciati da Stati Uniti e Israele.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Antitrust: sanzione di 200mln ad Amazon e Apple
Per restrizioni a rivenditori sul marketplace Amazon.it
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2021
08:19
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha sanzionato, per complessivi 200 milioni di euro, Amazon e Apple al termine dell’istruttoria sulle restrizioni all’accesso nel marketplace Amazon.it da parte di rivenditori legittimi di prodotti a marchio Apple e Beats “genuini”.
Le sanzioni sono pari a 68,7 milioni di euro alle società del gruppo Amazon e 134,5 milioni di euro alle società del gruppo Apple.
L’autorità ha intimato a tali società di porre fine alle restrizioni, permettendo l’accesso ad Amazon.it ai rivenditori di prodotti Apple e Beats “genuini” in modo non discriminatorio.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Pedofilia on line:aveva centinaia video e immagini,arrestato
Operazione della polizia postale di Catania nel Siracusano
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
23 novembre 2021
08:39
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Un 33enne trovato in possesso di dispositivi informatici che contenevano centinaia di video ed immagini di pornografia minorile, anche con vittime in età infantile è stato arrestato per divulgazione di materiale pedopornografico su internet dalla polizia postale di Catania.

Il materiale è stato trovato durante una perquisizione disposta nei confronti dell’uomo, un disoccupato che abita in provincia di Siracusa, su delega della Procura distrettuale di Catania.

L’arresto è stato convalidato dal pubblico ministero di Siracusa, che ha disposto la detenzione domiciliare.
L’indagine del compartimento polizia postale di Catania trae origine da una segnalazione inviata dalla al Centro nazionale di contrasto della pedopornografia-online (Cncpo) del servizio polizia postale di Roma che ha trasmesso l’informazione ai colleghi del capoluogo etneo per le opportune indagini. Gli approfondimenti investigativi hanno condotto alla identificazione dell’autore ed a raccogliere elementi probatori che hanno consentito all’autorità giudiziaria di emettere apposito provvedimento di perquisizione personale ed informatica. Il materiale sequestrato sarà sottoposto ad approfondite analisi da parte degli esperti della polizia postale per chiarire le modalità di acquisizione e l’eventuale identificazione delle vittime di abusi.   CRONACA

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Oltre le foto, suoni e musica in arrivo nei post Instagram
Il social testa la funzione simile alle Storie in alcuni Paesi
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2021
15:16
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Instagram prova a svecchiare la sua funzione principale, quella della condivisione delle foto, aggiungendo suoni e musica ai post degli utenti.
Un’opzione che è già attiva per le Storie e i Reels, rispettivamente i contenuti temporanei e quelli video, accessibili da una sezione apposita.
L’aggiunta di audio ai post in bacheca è già in fase di test in alcuni paesi, come la Turchia, l’India e il Brasile. Lo si evince da una serie di screenshot pubblicati dagli utenti e poi confermati da Roxanne Chinoy, Strategic Partner Manager di Reels Content Strategy & Community di Instagram. Il manager ha condiviso le schermate che mostrano le operazioni necessarie per inserire la musica, simili a quelle in atto per Reels e Storie.
Nel menu di editing del post, insieme alla scelta del testo, localizzazione e tag delle persone, comparirà un nuovo menu “aggiungi musica”. A quel punto, si potrà scegliere tra i brani più recenti e popolari o quelli preferiti, cercandoli con la lente superiore. Proprio come con Reels, il titolo della canzone apparirà nell’intestazione del post e, al clic su di esso, si verrà indirizzati verso una pagina audio in cui visualizzare tutti i post del feed che hanno utilizzato quella particolare traccia. Tra le altre novità in fase di test su Instagram, c’è anche “Take a Break”, per limitare il tempo trascorso sull’app, e la chiusura di Threads, applicazione separata da quella principale che serviva espressamente per pubblicare in velocità le foto, le cui funzioni saranno riversate sulla stessa Instagram.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Black Friday, in un mese +208% tentativi frode online
Kaspersky, i criminali sfruttano la stagione degli sconti
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2021
11:01
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La stagione dei saldi è uno dei periodi dell’anno preferiti da acquirenti e rivenditori, ma anche dai criminali informatici.
Sono quasi 2 milioni i tentavi di truffa online che i ricercatori di Kaspersky hanno rilevato a livello globale nell’ultimo periodo, che precede l’arrivo del Black Friday.
Una crescita del 208% rispetto ad un mese fa. Dal 27 ottobre al 19 novembre, nei giorni che anticipano la settimana degli sconti, la compagnia di sicurezza informatica ha registrato 221.745 email di spam contenenti le parole “Black Friday”. Gli esperti hanno anche analizzato le più popolari piattaforme di shopping per identificare quali sono state utilizzate come esca per diffondere compagne di phishing.
Quest’ultime, tentano di ingannare gli utenti spingendoli, via email, ad aprire un documento infetto o a cliccare su siti fraudolenti, dove inserire informazioni personali e dati finanziari delle carte, spesso riproducendo finte pagine di pagamento elettronico. “Guardando al numero totale di tentativi di phishing che sfruttano i nomi dei negozi online è stato osservato che Amazon è l’esca più utilizzata. Per la maggior parte del 2021, il secondo più sfruttato è stato eBay, seguito da Alibaba e Mercado Libre” spiegano da Kaspersky. Un’attività che si intensifica maggiormente a ridosso delle giornate dedicate alle offerte. Come sottolinea Tatyana Shcherbakova, security expert di Kespersky, durante la stagione del venerdì nero, assistiamo sempre ad un’intensificazione dell’attività dei criminali. “Ogni applicazione di pagamento è vista dai truffatori come una nuova opportunità per sfruttare gli utenti.
Quindi, per proteggere i vostri dati e i vostri soldi, è importante che vi assicuriate sempre che la pagina sia sicura.
Guardate ad esempio alla URL del sito, per capire se inizia con HTTPS, invece del solito HTTP, e se è presente l’icona di un lucchetto di fianco all’indirizzo”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Antitrust: sanzione di 200mln ad Amazon e Apple
Per restrizioni a rivenditori sul marketplace Amazon.it
APPROFONDIMENTO
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2021
18:16
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha sanzionato, per complessivi 200 milioni di euro, Amazon e Apple al termine dell’istruttoria sulle restrizioni all’accesso nel marketplace Amazon.it da parte di rivenditori legittimi di prodotti a marchio Apple e Beats “genuini”.
Le sanzioni sono pari a 68,7 milioni di euro alle società del gruppo Amazon e 134,5 milioni di euro alle società del gruppo Apple.
L’autorità ha intimato a tali società di porre fine alle restrizioni, permettendo l’accesso ad Amazon.it ai rivenditori di prodotti Apple e Beats “genuini” in modo non discriminatorio.
L’istruttoria, spiega l’Antitrust, ha permesso di accertare che talune clausole contrattuali di un accordo stipulato in data 31 ottobre 2018 – che vietavano ai rivenditori ufficiali e non ufficiali di prodotti Apple e Beats di utilizzare Amazon.it, permettendo la vendita dei prodotti Apple e Beats in tale marketplace solo ad Amazon e a taluni soggetti scelti singolarmente e in modo discriminatorio – violano l’art. 101 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea. Nell’istruttoria si è infatti appurata la volontà di introdurre una restrizione meramente quantitativa del numero di rivenditori, permettendo solo ad Amazon e a taluni soggetti, individuati in modo discriminatorio, di operare su Amazon.it. Le clausole dell’accordo hanno altresì limitato le vendite transfrontaliere, in quanto si è operata una discriminazione dei rivenditori su base geografica. Le restrizioni dell’accordo si sono riflesse sul livello degli sconti praticati dai soggetti terzi su Amazon.it, diminuendone l’entità. La restrittività di tali condotte appare confermata dalla circostanza che Amazon.it rappresenta il luogo di commercio elettronico dove si realizza almeno il 70% degli acquisti di prodotti di elettronica di consumo in Italia, di cui almeno il 40% è rappresentato da rivenditori che utilizzano Amazon come piattaforma di intermediazione. Appare quindi fondamentale che l’applicazione delle regole di concorrenza assicurino un level playing field per tutti i rivenditori che utilizzano i marketplace come luogo sempre più rilevante per lo svolgimento della propria attività commerciale, soprattutto nel contesto odierno, evitando la realizzazione di condotte discriminatorie che restringono la concorrenza. In questa prospettiva, la decisione dell’Autorità riconosce, in linea con la giurisprudenza della Corte di giustizia UE, la necessità che i sistemi di distribuzione, al fine di essere compatibili con le regole sulla concorrenza, si basino su criteri di natura qualitativa, non discriminatori e applicati indistintamente a tutti i potenziali rivenditori. L’Autorità è stata capofila in tale azione e, grazie al suo intervento e alla collaborazione prestata, le autorità nazionali di concorrenza della Germania e della Spagna hanno successivamente avviato analoghi procedimenti, conclude il comunicato.
Amazon, sanzione ingiustificata e sproporzionata “Siamo in profondo disaccordo con la decisione dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) e intendiamo fare ricorso. La sanzione comminata è sproporzionata e ingiustificata”. E’ quanto afferma in una nota Amazon. “Respingiamo le considerazioni dell’AGCM secondo cui Amazon tragga vantaggio dall’esclusione dei partner di vendita dallo store, poiché il nostro modello di business si basa sul loro successo. Grazie all’accordo con Apple, i clienti italiani possono trovare gli ultimi prodotti Apple e Beats sul nostro store, beneficiando di un catalogo più che raddoppiato, con offerte migliori e spedizioni più veloci”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Anitec-Assinform, il digitale crescerà circa +5% annuo 2022-2024
+5,5 2021. Gay, serve sostegno politica industriale e regole
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2021
11:28
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il mercato digitale italiano continua la sua ripresa ed è previsto in aumento al termine dell’anno in corso (+5,5% rispetto al 2020).
Tutti i comparti faranno registrare un segno positivo ad eccezione del segmento dei servizi di rete.
Nei prossimi tre anni (2022-2024) continuerà ad aumentare il volume d’affari del digitale, grazie anche all’impatto positivo delle risorse e delle riforme previste dal Pnrr, con una crescita attesa intorno al +5% annuo. Emerge dal rapporto ‘Il Digitale in Italia 2021. Previsioni 2021-2024 e Policy’, di Anitec-Assinform, l’associazione di Confindustria che raggruppa le principali aziende dell’Ict “L’andamento del PIL italiano è in crescita anche grazie all’efficacia della campagna vaccinale e del conseguente contenimento della pandemia, e questa edizione del rapporto coincide con una fase particolarmente vitale anche del nostro settore”, commenta il presidente, Marco Gay, che avverte: “Per assecondare queste dinamiche è necessario investire in politica industriale e creare un sistema di regole che supportino l’azione del privato e rendano il digitale inclusivo e accessibile. Su tali aspetti ci si dovrà impegnare nei prossimi anni per far sì che le nuove tecnologie accelerino lo sviluppo del Paese”.
La previsione è “che il mercato digitale si attesti a 75.410 milioni di euro nel 2021 (+5,5% rispetto al 2020). Per il triennio 2022-2024 si prevede che la crescita continui portando il mercato a 79.286 milioni di euro (+5,1%) nel 2022, a 83.270 milioni di euro (+5%) nel 2023 e a 87.328 milioni di euro (+4,9%) nel 2024”.   ECONOMIA   POLITICA   MONDO

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

YouTube, contributo di 190 milioni di euro al Pil italiano
Dati Oxford Economics, nel 2020 create 15 mila nuove occupazioni
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2021
15:37
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2020, l’ecosistema che gira intorno a YouTube ha contribuito con 190 milioni di euro al Pil italiano.
Un introito derivante da vari fattori, tra cui i guadagni diretti dei creatori di contenuti e la spesa sostenuta da questi per assumere professionisti, agenzie e acquistare nuova strumentazione.
Proprio YouTube, lo scorso anno, ha permesso di creare 15 mila nuove occupazioni in Italia, collegate direttamente e non alla complessa macchina del colosso di Mountain View. Lo spiega un report di Oxford Economics, commissionato dalla piattaforma video, che evidenzia come “YouTube sia motore di crescita per l’industria digitale italiana”.
“Che si tratti di imprenditori della creatività, media company o etichette discografiche, i creatori di contenuti beneficiano di ricavi che vengono generati direttamente tramite la piattaforma ma hanno anche effetti di più ampia portata”, sottolinea in una nota YouTube. “Per la realizzazione dei video, infatti, vengono acquistati prodotti e servizi presso aziende e rivenditori italiani e, in moltissimi casi, i creator assumono persone qualificate, come specialisti di montaggio, produzione, tecnici del suono e della luce. La spesa sostenuta ha quindi un ulteriore impatto sull’economia”.
YouTube si è rivolta a Oxford Economics circa un anno fa, per valutare l’impatto economico, sociale e culturale della piattaforma in Italia. Il sondaggio anonimo ha coinvolto 2 mila persone che vivono nel nostro Paese, oltre a 470 creatori e imprese sul territorio nazionale. Il 75% degli intervistati ha affermato che YouTube ha avuto un impatto positivo sui loro obiettivi professionali mentre il 76% concorda nel dire che essere youtuber fa provare un senso di identificazione e appartenenza. Il contributo al Pil, stimato sui costi e ricavi, è frutto delle analisi sul Global Impact Model di Oxford Economics, che a sua volta è basato su dati Ocse.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tonfo di Zoom a Wall Street con rallentamento crescita
Ricavi diminuiscono con il ritorno in ufficio
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
23 novembre 2021
18:15
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Zoom pesante a Wall Street dopo la trimestrale che ha evidenziato un rallentamento della crescita.
I titoli perdono il 12,18%.
Gli uffici si riempiono e la crescita dell’app di videoconferenze rallenta.
Il terzo trimestre dell’esercizio fiscale si è chiuso con ricavi in aumento del 35% a 1,05 miliardi di dollari, in rallentamento rispetto al +54% del trimestre precedente e del +360% dello stesso periodo dello scorso anno. L’utile netto è però salito del 70% a 340 milioni.
Per il quarto trimestre, che si chiude in gennaio, Zoom stima ricavi per 1,05 miliardi, sopra le attese degli analisti.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Smart working nel privato, si lavora a protocollo. Orlando: ‘Accordo entro il mese’
Intesa individuale, alternanza della presenza e tempi di disconnessione
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2021
13:55
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Si lavora al Protocollo nazionale sul lavoro agile nel settore privato, sul tavolo del nuovo incontro tra il ministero e le parti sociali.
Il Protocollo fissa il quadro di riferimento per lo smart working con le linee di indirizzo per la contrattazione.
Secondo una prima bozza, si prevede l’adesione su base volontaria e subordinata alla sottoscrizione di un accordo individuale (non richiesto durante lo stato di emergenza), indicando la durata, l’alternanza tra i periodi in presenza e a distanza, gli strumenti di lavoro, i tempi di disconnessione e garantendo parità di diritti e di trattamento per il lavoratore agile.
L’accordo individuale sullo smart working tra datore di lavoro e dipendente deve indicare la durata dell’accordo, l’alternanza tra i periodi di lavoro all’interno e all’esterno dell’ufficio, i luoghi eventualmente esclusi per lo svolgimento della prestazione, gli strumenti di lavoro, i tempi di riposo e le modalità di controllo della prestazione.
Si dovrà inoltre indicare l’attività formativa eventualmente necessaria per lo svolgimento della prestazione di lavoro in modalità agile. La giornata lavorativa svolta in modalità agile – si legge nella bozza consegnata alle parti sociali – si caratterizza per l’assenza di un preciso orario di lavoro e per l’autonomia nello svolgimento della prestazione. Si individua la fascia di disconnessione nella quale il lavoratore non eroga la prestazione lavorativa Si possono chiedere i permessi orari previsti dai contratti collettivi e quelli previsti dalla legge 104 ma non sono previsti straordinari.
In caso di malattia, ferie o infortunio il lavoratore può disattivare i propri dispositivi di connessione e, in caso di ricezione di comunicazioni aziendali, non è comunque obbligato a prenderle in carico prima della prevista ripresa dell’attività lavorativa. Fatti salvi diversi accordi, il datore di lavoro, di norma, fornisce la strumentazione tecnologica e informatica necessaria allo svolgimento della prestazione lavorativa in modalità agile e le spese di manutenzione e di sostituzione della strumentazione fornita dal datore di lavoro sono a suo carico. La prestazione effettuata in modalità di lavoro agile deve essere svolta esclusivamente in ambienti idonei, ai sensi della normativa vigente in tema di salute e sicurezza e per ragione dell’esigenza di riservatezza dei dati trattati. Il lavoratore agile ha diritto alla tutela contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, dipendenti da rischi connessi alla prestazione lavorativa resa all’esterno dei locali aziendali. Ciascun lavoratore agile ha infatti diritto, rispetto ai lavoratori che svolgono le medesime mansioni esclusivamente all’interno dei locali aziendali, allo stesso trattamento economico e normativo complessivamente applicato, anche con riferimento ai premi di risultato. Le Parti sociali si impegnano a facilitare l’accesso al lavoro agile per i lavoratori in condizioni di fragilità e di disabilità.
Il protocollo sullo smart working nel settore privato una volta esaurita la fase emergenziale potrebbe essere firmato entro fine mese: è l’auspicio espresso dal ministro del Lavoro, Andrea Orlando nell’incontro di oggi con le parti sociali nel quale è stata presentata una bozza di accordo. Lo si apprende da partecipanti alla riunione.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tempi stretti per il Protocollo nazionale sul lavoro agile nel settore privato: nell’incontro di oggi tra il ministro del Lavoro, Andrea Orlando e le parti sociali il ministro ha auspicato la firma entro la fine del mese.
Il Protocollo fissa il quadro di riferimento per lo smart working con le linee di indirizzo per la contrattazione.
Secondo una prima bozza, si prevede l’adesione su base volontaria e subordinata alla sottoscrizione di un accordo individuale (non richiesto durante lo stato di emergenza), indicando la durata, l’alternanza tra i periodi in presenza e a distanza, gli strumenti di lavoro, i tempi di disconnessione e garantendo parità di diritti e di trattamento per il lavoratore agile.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
HomePod mini, il nuovo altoparlante Apple arriva in Italia
Già disponibile nei negozi e dal 25 novembre online a 99 euro
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2021
18:17
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Annunciato a ottobre 2020, HomePod mini arriva oggi in Italia.
Il piccolo speaker wireless costa 99 euro ed è disponibile in cinque colori.
Già in vendita nei negozi, dal 25 novembre si potrà ordinare anche online, con consegna nei giorni successivi. L’altoparlante riprende le fattezze dell’HomePod originale, ma in un formato più piccolo.
Alto poco più di 8 cm, sulla cima integra una superficie touch, con i tasti del volume, che mostra i tipici colori in gradazione di Siri quando si attivano i comandi vocali. Proprio in prossimità del volume, Apple ha integrato la possibilità, attraverso il chip Ultra Wideband (U1) presente dagli iPhone 11 in poi, di trasferire il suono dal telefono alla cassa semplicemente avvicinandoli, senza necessità di impostazioni ulteriori. Nonostante le dimensioni, la parte audio è stata curata al dettaglio dal colosso di Cupertino, che ha realizzato un sistema di diffusione di musica e voce a 360 gradi. Inoltre, è possibile abbinare più HomePod mini in diverse stanze per riprodurre audio dalla stessa sorgente, più o meno quello che la concorrenza di Alexa e Google permette di fare con i rispettivi speaker intelligenti.
A bordo c’è il Wi-Fi, per ottenere informazioni e notizie in tempo reale, anche se il collegamento con iPhone, iPad e Mac, avviene tramite AirPlay, il supporto proprietario della Mela. Come ci tiene a sottolineare l’azienda, HomePod mini è realizzato in maniera sostenibile, preferendo terre rare riciclate sia per lo chassis che l’altoparlante. Il tessuto è ricavato al 90% con plastica riciclata mentre è del 100% la quantità di fibre di legno usate nell’imballaggio provenienti da foreste a gestione sostenibile.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
A Tel Aviv l’evento ‘Friends of Italian Innovation’
Italia-Israele, Ambasciata e Intesa Sanpaolo Innovation Center
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2021
18:40
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Cucina, buon cibo, tradizioni, cultura.
Sono le parole chiave al centro dell’incontro ‘Friends of Italian Innovation’ organizzato dall’Ambasciata d’Italia a Tel Aviv, dalla Camera di Commercio Italia-Israele e da Intesa Sanpaolo Innovation Center che si è svolto oggi a Tel Aviv.

L’iniziativa, promossa in occasione della Settimana della cucina italiana nel mondo, giunta alla sesta edizione, ha celebrato la ripresa degli incontri, finalmente in persona, tra i rappresentanti dell’innovazione israeliana, le istituzioni e le imprese italiane attive nell’ecosistema tecnologico israeliano.
Un video di saluto del ministro del Turismo Massimo Garavaglia ha promosso la tradizione enogastronomica italiana anche in ottica di sostenibilità alimentare, invitando tutti a tornare a viaggiare in Italia, meta tra le preferite dai turisti israeliani. L’ambasciatore d’Italia in Israele Sergio Barbanti ha promosso l’evento insieme alla direttrice della Camera di Commercio Israele-Italia e di Enit Israele Clelia di Consiglio, ricordando l’importanza della relazione tra i due Paesi e le grandi opportunità che derivano alle imprese e al sistema economico nazionale da queste relazioni. Per Intesa Sanpaolo Innovation Center, Vincenzo Antonetti ha presentato le caratteristiche dell’ecosistema innovativo italiano, evidenziando le opportunità di cooperazione e investimento tra Israele e Italia in ottica di Open Innovation.
La numerosa presenza di rappresentati del sistema dell’innovazione di Israele – tra cui Startup Nation Central, l’Israel Advanced Tecnology Industries, il Technion-Israel Institute of Technology, The Floor, The Kitchen Hub – e di importanti multinazionali italiane come Enel, Ferrero e Campari Group, è stata la conferma della volontà di creare fruttuose sinergie tra il tessuto imprenditoriale italiano e le eccellenze tecnologiche israeliane.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Netflix conferma Sorrentino in 250 copie, nostra migliore uscita
(v. ‘Esercenti, sale vogliono film Sorrentino…’ delle 13.39)
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2021
18:57
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ la migliore uscita in una sala cinematografica italiana per Netflix: la piattaforma ribadisce le 250 copie da domani per E’ stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino, film Netflix realizzato dallo stesso regista con Lorenzo Mieli per The Apartment.
In precedenza nessun altro prodotto del colosso dello streaming diventato in pochi anni anche uno dei maggiori produttori cinematografici aveva avuto una uscita così importante.
E’ la risposta indiretta all’Anac, l’associazione degli esercenti che aveva sottolineato come la richiesta dell’esercizio, data l’attesa del nuovo film del premio oscar per La Grande Bellezza, che l’Italia ha candidato alla corsa per la statuetta come film internazionale, sia molto più ampia, “sarebbero circa 400 le sale” disponibili a programmarlo”.    CINEMA    SPETTACOLI MUSICA E CULTURA

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Apple fa causa a azienda israeliana del software-spia
Al centro dello scandalo Pegasus. Era stata preceduta da Facebook
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
24 novembre 2021
10:29
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple fa causa alla Nso Group, l’azienda israeliana che produce lo spyware al centro dello scandalo Pegasus.
L’obiettivo della casa di Cupertino è rendere il software della Nso inutilizzabile su tutti i dispositivi Apple.
Un’azione legale simile era stata già avviata da Facebook nel 2019, per evitare che lo spyware israeliano prendesse di mira gli utenti di WhatsApp.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Esa-Argentina: esteso accordo per telemedicina in Antartide
Con possibili future applicazioni in missioni spaziali
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
BUENOS AIRES
23 novembre 2021
20:42
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Agenzia spaziale europea (Esa) e l’Argentina hanno firmato oggi a Buenos Aires un memorandum d’intesa per estendere per il periodo 2021-2022 la sperimentazione nelle basi argentine in Antartide (Belgrano II e Carlini) di un dispositivo di telemedicina, denominato Tempus Pro, in vista anche di una sua futura utilizzazione in missioni spaziali europee.

In una conferenza stampa, a cui erano presenti fra gli altri responsabili dell’Esa e della Commissione nazionale dello spazio (Conae) argentina, e l’ambasciatore dell’Unione europea (Ue) a Buenos Aires, Amador Sánchez Rico, il sottosegretario agli Esteri per le Malvine, l’Antartide e l’Atlantico meridionale, Guillermo Carmona, ha sottolineato il valore dell’accordo che ha “un alto valore scientifico e tecnologico”, e che “permetterà la sperimentazione della telemedicina nel particolare ambiente antartico”, che è abbastanza simile a quello che esiste in pianeti possibili obiettivi dell’attivita umana nello spazio.

Il dispositivo portatile Tempus Pro è da tempo utilizzato da medici di tutto il mondo per misurare in forma remota ed in tempo reale parametri come la frequenza cardiaca, la pressione arteriale, la frequenza respiratoria e la temperatura di un paziente, permettendo anche una comunicazione vocale fra un medico e il personale del luogo di ascolto.
La sperimentazione di Tempus Pro in Antartide è cominciata nel 2020, dopo la firma di un primo memorandum da parte della Direzione nazionale antartica (Dna), l’Esa e la Conae nel novembre 2019.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tim, Vivendi non vende. Giorgetti, difenderemo la rete
Titolo ko in Borsa (-4,7%). Voci su maxi-rilancio ma Kkr frena
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2021
20:58
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Vivendi mette i punti sulle ‘i’ e chiarisce che non solo l’offerta di Kkr non valorizza adeguatamente Tim ma che non venderà la sua quota, anche se la storia della media company transalpina, grande ‘trader’ di asset, suggerisce cautela nel chiudere a doppia mandata gli spiragli per scelte opportunistiche, come nello stile del suo azionista forte Vincent Bolloré.

La precisazione ha frenato la corsa di Tim in Borsa, che oggi ha ingranato la retromarcia, scivolando del 4,7% a 0,43 euro, quasi il 15% in meno del prezzo di 0,505 euro indicato da Kkr.

Segno che la strada per trasformare la manifestazione di interesse “non vincolante e indicativa” del fondo Usa in una vera a propria opa sconta, nella lettura del mercato, più di un’insidia, sia politica che azionaria. Come, ad esempio, la convivenza con un socio di minoranza scomodo, Vivendi, che con il suo 23,9% potrebbe avere un potere di veto sulle operazioni straordinarie.
In questo contesto in serata arrivano le indiscrezioni di Bloomberg, che riferisce di discussioni interne al fondo Usa su quanto si debba rilanciare, rispetto al prezzo al momento ipotetico, di 0,505 euro ad azione. Si oscilla tra 0,7 e 0,9 euro ad azione, che porterebbe la futura opa a valutare Tim più di 19 miliardi di euro, fino all’80% in più di quanto preliminarmente indicato nel comunicato stampa del gruppo telefonico.Le voci vengono vengono immediatamente disinnescate “Kkr è totalmente e solamente focalizzata sull’offerta presentata al board di Tim” mentre la Consob assicura di monitorare la vicenda: “sul dossier siamo già intervenuti”, dice il presidente, Paolo Savona, sottolineando come non si sia in presenza di “un’offerta ma solamente in un preannuncio”.
Intanto il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, ha ribadito la posizione del governo dopo che ieri il supercomitato di ministri ed esperti – istituito per vigilare su un asset strategico come la rete, con l’obiettivo di garantire lo sviluppo della banda ultralarga e tutelare l’occupazione – si è riunito per una prima ricognizione del dossier, rinviando ogni valutazione dopo le decisioni del cda di Tim di venerdì.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Vivendi mette i punti sulle ‘i’ e chiarisce che non solo l’offerta di Kkr non valorizza adeguatamente Tim ma che non venderà la sua quota, anche se la storia della media company transalpina, grande ‘trader’ di asset, suggerisce cautela nel chiudere a doppia mandata gli spiragli per scelte opportunistiche, come nello stile del suo azionista forte Vincent Bolloré.

La precisazione ha frenato la corsa di Tim in Borsa, che oggi ha ingranato la retromarcia, scivolando del 4,7% a 0,43 euro, quasi il 15% in meno del prezzo di 0,505 euro indicato da Kkr.

Segno che la strada per trasformare la manifestazione di interesse “non vincolante e indicativa” del fondo Usa in una vera a propria opa sconta, nella lettura del mercato, più di un’insidia, sia politica che azionaria. Come, ad esempio, la convivenza con un socio di minoranza scomodo, Vivendi, che con il suo 23,9% potrebbe avere un potere di veto sulle operazioni straordinarie.
In questo contesto in serata arrivano le indiscrezioni di Bloomberg, che riferisce di discussioni interne al fondo Usa su quanto si debba rilanciare, rispetto al prezzo al momento ipotetico, di 0,505 euro ad azione. Si oscilla tra 0,7 e 0,9 euro ad azione, che porterebbe la futura opa a valutare Tim più di 19 miliardi di euro, fino all’80% in più di quanto preliminarmente indicato nel comunicato stampa del gruppo telefonico.Le voci vengono vengono immediatamente disinnescate “Kkr è totalmente e solamente focalizzata sull’offerta presentata al board di Tim” mentre la Consob assicura di monitorare la vicenda: “sul dossier siamo già intervenuti”, dice il presidente, Paolo Savona, sottolineando come non si sia in presenza di “un’offerta ma solamente in un preannuncio”.
Intanto il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, ha ribadito la posizione del governo dopo che ieri il supercomitato di ministri ed esperti – istituito per vigilare su un asset strategico come la rete, con l’obiettivo di garantire lo sviluppo della banda ultralarga e tutelare l’occupazione – si è riunito per una prima ricognizione del dossier, rinviando ogni valutazione dopo le decisioni del cda di Tim di venerdì.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Samsung, impianto in Texas per superare la carenza dei chip
Investirà 17 miliardi dollari, 2mila posti lavoro entro il 2024
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2021
10:28
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Samsung ha scelto un sito vicino alla città di Taylor, in Texas, per il suo nuovo impianto dedicato alla costruzione di processori e semiconduttori.
La mossa arriva in un monento in cui è ancora forte la carenza di chip per il mercato della tecnologia di consumo, e non solo.
Di recente, Ford e GM hanno dichiarato di voler convertire parte della loro catena di produzione per sopperire alla mancanza globale di hardware. Secondo le prime informazioni ottenute dal Wall Street Journal, il colosso coreano investirà 17 miliardi di dollari per la realizzazione dell’impianto che, entro il 2024, darà vita a 2.000 nuovi posti di lavoro nell’area. Si tratta del più grande investimento di sempre del gigante dell’elettronica sul suolo statunitense.
I chip realizzati nella nuova struttura verranno utilizzati in una gamma di prodotti tra cui telefonini, reti 5G, computer ad alte prestazioni e intelligenza artificiale. Ad oggi, Samsung impiega oltre 20.000 dipendenti nelle sue fabbriche negli Stati Uniti. Il presidente americano Joe Biden ha spinto le big tech ad aumentare la loro produzione di chip nel Paese. Al contempo, il segretario al commercio degli Stati Uniti, Gina Raimondo, ha sottolineato che la nuova struttura aiuterebbe a “proteggere le catene di approvvigionamento, rivitalizzare la base produttiva e creare più posti di lavoro. Inoltre, l’aumento della produzione interna di chip semiconduttori è fondamentale per la nostra sicurezza nazionale ed economica”. Samsung, come molti dei suoi rivali, è al lavoro per affrontare i problemi della carenza di processori tra i fornitori. Il gruppo produce chip in casa, della serie Exynos, ma si affida anche a terzi, principalmente Qualcomm, per l’integrazione nei suoi prodotti dei processori Snapdragon.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Colao, su cloud almeno il 75% della PA entro 2026
Completare interoperabilità banche dati, ora a macchia leopardo
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2021
10:29
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo due obiettivi fondamentali da raggiungere: il primo obiettivo è la migrazione verso soluzioni cloud di almeno il 75% delle PA italiane entro il 2026” e “il secondo obiettivo riguarda il completamento dell’interoperabilità di tutte le banche dati pubbliche, incluse quelle fiscali” che “è ancora un po'”macchia di leopardo””.
Lo afferma il Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale, Vittorio Colao.
in audizione alla Commissione parlamentare di vigilanza sull’anagrafe tributaria parlando degli interventi”in cantiere sul fronte della transizione digitale del servizio pubblico fiscale da qui ai prossimi mesi”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
A El Salvador la prima Bitcoin City, senza tasse
Bond da 1 mld di dollari per finanziare centrali verdi per conio
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2021
15:52
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
El Salvador è stato il primo Stato ad approvare il Bitcoin come moneta ufficiale e adesso il governo del Paese sembra intenzionato a costruire una vera e propria città dei Bitcoin.
A riportare la notizia Bbc News e il sito specializzato Coindesk: il presidente Nayib Bukele ha svelato il progetto che darà vita alla prima Bitcoin City al mondo.
Non verranno applicate tasse su reddito, proprietà o plusvalenze, con la sola presenza dell’Iva su beni e servizi.
Situata in prossimità del Golfo di Fonseca, tra La Unión e Conchagua, la città baserà il totale della propria economia sulla più famosa criptovaluta al mondo, con un occhio all’energia sostenibile. Infatti, uno dei principali problemi nel coniare i Bitcoin, il “mining”, è il grosso dispendio energetico richiesto da computer e centrali, i data center, nell’effettuare i calcoli matematici da cui nasce la moneta. Per questo Bukele ha lanciato un bond da 1 miliardo di dollari che servirà, in parte, per finanziare infrastrutture a energia rinnovabile, principalmente geotermiche, dedicate al mining. La Bitcoin City sorgerà in una regione caratterizzata dalla presenza di diversi vulcani che forniranno potenza alle centrali. Il bond verrà utilizzato al 50% per finanziare la costruzione delle prime centrali energetiche e, per l’altra metà, per acquistare criptovalute che, a partire dal quinto anno dall’emissione, potranno essere acquistate dai cittadini come fonte per il pagamento dei dividendi a tutti i sottoscrittori.
L’iniziativa mira a consolidare il ruolo di El Salvador come Paese in prima linea nell’adozione dei Bitcoin. A settembre, la valuta digitale è, insieme al dollaro americano, riconosciuta ufficialmente su tutto il territorio nazionale.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Lenovo porta in Italia i nuovi portatili Yoga e Chromebook
Novità anche per gli IdeaPad con schermo cinematografico
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2021
16:27
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Aggiornamento corposo nel catalogo dei portatili di Lenovo.
La compagnia, primo produttore di computer al mondo (sia fissi sia notebook), ha svelato i nuovi modelli di Yoga, Chromebook e IdeaPad.
Nella prima parte del 2021, Lenovo ha visto crescere di quasi il 15%, anno su anno, il suo monte di spedizioni, arrivando a circa il 23,9% della fetta totale di mercato, davanti ad HP e Dell. La gamma Yoga si amplia con lo Slim 7i Pro, che gira con processori Intel di undicesima generazione, scheda grafica integrata Intel Iris Xe o dedicata Nvidia GeForce MX450, a seconda del modello scelto, e soprattutto la possibilità di avere uno schermo Oled ad alta definizione. L’alternativa è un LCD da 14 pollici, che può comunque arrivare ad una risoluzione di oltre 2K e frequenza di aggiornamento da 90Hz (da 1.299 euro). Al suo fianco anche una versione di Yoga Slim 7 Pro con processore AMD Ryzen 7 5800H, con scheda grafica integrata o GPU dedicata GeForce RTX 3050.
Qui lo schermo è da 16 pollici, sempre touch, ma solo Qhd. Il cartellino parte da 1.279 euro. Nel reparto Chromebook, i portatili distinti per ospitare il sistema operativo di Google, Chrome OS, e un utilizzo strettamente dipendente dal web e dal cloud, presentati l’IdeaPad 5i e il Lenovo IdeaPad Flex 5i, entrambi da 499 euro. Quest’ultimo ha un pannello apribile a 360 gradi, per un utilizzo a mo’ di tablet. Per quel che riguarda gli IdeaPad “classici”, con Windows 11, Lenovo introduce per la prima volta, in questo segmento, un display in 16:10, quasi cinematografico. Stando a quanto dichiarato dall’azienda, il formato è pensato per migliorare il multitasking in Windows 11 e la visione di film. IdeaPad 5i Pro e IdeaPad 5 Pro si distinguono prettamente per la diagonale dello schermo, rispettivamente da 16 (999 euro) e 14 pollici (899 euro).
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Angi, 54% giovani pessimista su futuro economia
Il 1 dicembre la premiazione degli Oscar dell’Innovazione
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2021
12:26
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il 54,2% dei giovani tra 18 e 34 anni è pessimista sul futuro dell’economia italiana e resta alto il livello di difficoltà percepita, dal totale dei 1.500 intervistati, circa la possibilità per i giovani di accedere al credito.
Lo segnala l’Osservatorio OpenUp 2021 dell’Angi (Associazione nazionale giovani innovatori).
Due le principali difficoltà nel trovare lavoro: la richiesta di un’esperienza minima che i giovani non hanno (la pensa così il 64,8% giovani e il 51,8% del totale intervistati); la scarsa propensione delle aziende ad assumere (51,8% giovani, 56,2% totale campione).
A pesare ci sono anche le scarse risorse per avviare un’attività o un’impresa; i turn over occupazionali bloccati; la poca attitudine all’innovazione e al rischio. Concordi i due universi campionari sullo scarso livello di riconoscibilità delle donne come innovatrici nel mondo digitale: non riconosciute per il 64,4% dei giovani e per il 55,9% di tutto il campione. Tre gli elementi fondamentali per un’impresa innovativa: investimenti in strumenti, macchinari e tecnologie all’avanguardia; un gruppo dirigenziale giovane; conoscenza degli strumenti digitali. Parte dei dati dell’Osservatorio è stata illustrata durante la presentazione della IV edizione del Premio Angi, che sarà assegnato mercoledì 1 dicembre, presso l’Auditorium del museo dell’Ara Pacis a Roma. 11 le categorie premiate per un totale di 30 progetti di eccellenza del mondo delle imprese e delle startup, che spaziano dalla scienza alla salute, dalla cultura al turismo, passando per mobilità, energia, ambiente, comunicazione e smart city.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Manoscritto di Einstein battuto all’asta per la somma record di 11,6 milioni euro
Ci sono gli appunti del fisico e la preparazione della teoria della relatività
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
24 novembre 2021
14:42
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Un manoscritto di Albert Einstein, nel quale il celebre fisico prendeva appunti e preparava la celebre teoria della relatività, è stato venduto all’asta a Parigi per la somma record di 11,6 milioni di euro.

I precedenti record per un manoscritto di Einstein erano di 2,8 milioni di dollari (2,4 milioni di euro) nel 2018 per una lettera sul tema di Dio, e 1,56 milioni di dollari (1,39 milioni di euro) nel 2017 a Gerusalemme per una lettera sul segreto della felicità.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Amazon a Roma supporta le aziende del Made in Italy
Polarolo, occasione per rinnovare nostro supporto a Pmi
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2021
15:33
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
A Roma l’evento Amazon Made in Italy Rooftop, creato per celebrare le eccellenze del Made in Italy e per raccontare il supporto di Amazon alle piccole e medie imprese italiane.
Presenti 15 aziende dai settori del food & beverage, beauty e design, che hanno mostrato i propri prodotti ai visitatori, ispirandoli con tante idee regalo per il Natale 2021 e una selezione di prodotti in offerta per il Black Friday.
Per alcune aziende italiane che ancora non sono parte della vetrina Made in Italy, l’evento è stato un’importante occasione per ricevere una consulenza gratuita da parte di un account manager di Amazon che ha illustrato loro come muovere i primi passi per iniziare a vendere su Amazon e intraprendere un percorso di digitalizzazione ed internazionalizzazione tramite la vetrina Made in Italy.
“Siamo felici di aver accolto molti visitatori e aziende italiane e di aver visto il loro entusiasmo nello scoprire le storie dietro ad alcune eccellenze rappresentative dell’artigianalità italiana. Questo evento è stato l’occasione per rinnovare il nostro forte supporto alle piccole e medie imprese italiane e al Made in Italy, che sosteniamo da sempre. Durante la stagione natalizia, sappiamo che i nostri clienti amano acquistare prodotti locali e sostenere l’imprenditoria del Belpaese e, proprio per questo, abbiamo inoltre dedicato un’intera vetrina su Amazon.it alle idee regalo delle PMI italiane”, spiega Rita Polarolo, responsabile della vetrina Amazon Made in Italy.
Ecco tutte le PMI che hanno esposto i propri prodotti e raccontato la propria storia di successo su Amazon.it durante l’evento:
AmoRoses (Brescia): leader nella produzione e commercializzazione di rose stabilizzate.
AfroRicci (Milano): nata con la missione di valorizzare la bellezza naturale di tutti i tipi di capelli ricci, AfroRicci si prende cura di tutti i tipi di riccio e molti dei prodotti AfroRicci hanno il 98% di ingredienti a base naturale.
Acetificio Andrea Milano (Modena): fondato nel 1889 da Nicola Milano, da allora ha mantenuto inalterata la sua idea di qualità e la filosofia secondo la quale l’aceto è prima di tutto un’armoniosa miscela di materie prime, dedizione umana e innovazione tecnologia.
La Bottega del Mosaico (Treviso): attiva dal 2002 e specializzata nella ricerca e fornitura di materiali pregiati e di ottima qualità.
Dulàc Farmaceutici (Torino): pioniera, dal 1982, della ricerca e innovazione nel campo farmaceutico e cosmetico.
GM 10 Service (Pistoia): da oltre dieci anni specializzata nel settore arredamento e nella vendita di complementi d’arredo personalizzati.
IlGustonline.com (Ariccia): lo Shop Online più assortito dei Castelli Romani, nato nel 2018 dall’amore per la tradizione culinaria romana di due giovani, Giorgia e Francesco.
Liquorificio Vallenera (Terni): produce un amaro tonico e corroborante ottenuto dalla sapiente infusione di erbe e radici in alcool di ottima qualità.
Mobili Fiver (Pordenone): azienda che da oltre vent’anni lavora nel settore del legno e nella produzione di componenti d’arredo e prodotti di design.
Moretti Food (Cosenza): specializzata nella produzione di salumeria tipica calabrese e presente da oltre vent’anni sia in Italia, sia all’estero.
Mr Moris (Roma): frutto dell’estro e dalla creatività del Sig. Moris Raccah, offre una bottarga fresca, pura e di qualità superiore.
Nuvò (Lago di Garda): azienda produttrice di linee cosmetiche a base di bava di lumaca nata nel 2014 tra le colline del Lago di Garda e ora distribuita in diversi paesi Europei.
Olio Coppini (Terni): nata con l’obiettivo di consolidare la cultura dell’olio extra-vergine d’oliva in ogni Paese del mondo.
Parubi (Modena): creata nel 2016 con la missione di offrire piccola pelletteria di altissima qualità, ad un costo accessibile a tutti.
Zenone Iozzino (Napoli): tra le prime aziende in Italia ad importare le materie prime direttamente dai paesi produttori dal 1907, è oggi leader di mercato nella selezione, essiccazione e distribuzione di specialità a base di frutta secca.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Amazon: sindacati, c’è accordo,revocato sciopero corrieri
Lavoratori in appalto consegneranno regolarmente in Black Friday
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
24 novembre 2021
15:58
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Condivisa ipotesi unitaria di accordo nazionale di secondo livello per tutte le imprese associate ad Assoespressi che effettuano le consegne per conto Amazon Italia Transport”.
Lo fanno sapere Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, evidenziando che “l’accordo sarà sottoposto alle assemblee delle lavoratrici e dei lavoratori del settore che dovranno sciogliere la riserva entro il prossimo 15 dicembre”.

“Di conseguenza – aggiungono i sindacati – viene revocato lo sciopero del 26 novembre proclamato in occasione del Black Friday”.   ACQUISTA SU AMAZON

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Intelligenza Artificiale, Italia lancia Programma strategico
Con 24 politiche da attuare nei prossimi tre anni
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2021
15:52
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Al via in Italia il Programma Strategico per l’Intelligenza Artificiale (IA) 2022-2024, approvato oggi dal Consiglio dei ministri e frutto del lavoro congiunto dei ministeri di Università e Ricerca, Sviluppo Economico e Innovazione tecnologica e la transizione digitale.
Il piano, rendono noto i ministeri in un comunicato congiunto, prevede 24 politiche da sviluppare nei prossimi tre anni per potenziare il sistema dell’IA in Italia, attraverso creazione e potenziamento di competenze, ricerca, programmi di sviluppo e applicazioni.
L’obiettivo è rendere l’Italia un centro sull’intelligenza artificiale competitivo a livello globale, rafforzando la ricerca e incentivando il trasferimento tecnologico.
Il sistema italiano della ricerca e della formazione è pronto a guidare il potenziamento di questo settore”, ha detto il Ministro dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa.
“La strategia è una straordinaria occasione di crescita competitiva: creiamo le condizioni per i giovani italiani, soprattutto donne, che decidono di investire in corsi di studio e nella ricerca sull’intelligenza artificiale di poterlo fare, ai massimi livelli, rimanendo nel nostro Paese. E stimoliamo scambi e incontri anche con tanti ricercatori provenienti da tutto il mondo”. Per il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, il programma punta a “a colmare il ritardo nello sviluppo e nell’adozione di soluzioni innovative in questo ambito tecnologico, dando nuovo impulso alla transizione digitale del nostro sistema produttivo”. Giorgetti ha rilevato inoltre che “l’intelligenza Artificiale è lo strumento con cui il nostro Paese nei prossimi anni vuole rafforzare l’interazione tra centri di ricerca e impresa, in modo da creare le premesse per uno sviluppo basato sulla capacità di innovazione” .
Il programma “è la base per lanciare programmi e investimenti concreti per rendere l’Italia competitiva a livello internazionale e con un sistema pubblico più efficiente”, commenta Vittorio Colao, ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale. “Prevediamo – ha aggiunto – programmi di accelerazione per le start-up che propongono soluzioni innovative per le PA e iniziative ad hoc per alzare notevolmente la qualità di processi e servizi pubblici e migliorare il rapporto cittadini-Stato. Su questo punto lavoreremo di concerto con il ministro per la Pubblica Amministrazione utilizzando anche investimenti presenti nel Fondo Innovazione”. Il programma prevede interventi per aumentare il numero di dottorati e attrarre in Italia i migliori ricercatori, sia in ambito di ricerca fondamentale sia applicata, iniziative per favorire collaborazioni tra il mondo accademico e della ricerca, l’industria, gli enti pubblici e la società, incentivare il rientro in Italia di professionisti del settore, a finanziare piattaforme per la condivisione di dati e software a livello nazionale. Previste anche politiche volte ad ampliare l’applicazione dell’IA nelle industrie e nella pubblica amministrazione. Il coordinamento è affidato al gruppo di lavoro permanente sull’IA nato nell’ambito del Comitato Interministeriale per la Transizione Digitale.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Smartphone, crollano vendite trimestrali per carenza di chip
Gartner, vendute 342 milioni di unità (-6,8%): Apple in ripresa
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2021
15:52
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Continua a farsi sentire la carenza di processori e semiconduttori sul mercato.
Una crisi che colpisce principalmente il settore della tecnologia di consumo, tra cui gli smartphone.
Ed è uno dei motivi del calo, secondo Gartner, nella vendita di telefonini nel terzo trimestre del 2021. Da luglio a settembre, sono state 342 milioni le unità vendute a livello globale, tali da causare una flessione del 6,8% rispetto ai numeri del trimestre precedente. Stando alla più recente indagine della società di analisi, è ancora Samsung al primo posto della classifica dei marchi che hanno venduto di più, nonostante i dati in discesa. Tiene bene Apple, che riacciuffa la seconda posizione ai danni di Xiaomi, terza.
Nello specifico, Samsung ha venduto poco più di 69 milioni di dispositivi, mentre nello stesso periodo del 2020 la cifra era superiore agli 80 milioni. Apple va vicina alle 49 milioni di unità, un buon risultato in confronto alle 40 milioni del terzo trimestre di un anno fa. Anche se esclusa dal podio, Xiaomi, con 44,483 milioni di unità, fa segnare una leggera crescita, così come Vivo (36 milioni) e Oppo (33,62 milioni). Sono queste le aziende che, per Gartner, concentrano il grosso delle vendite, tanto da relegare la categoria “altre” ad un totale di 110 milioni di smartphone venduti, in perdita dai 140 milioni del 2020. Sulla crisi dei processori e semiconduttori, Gartner prevede una maggiore disponibilità entro i primi sei mesi del 2022, anche se la situazione dovrebbe tornare sui livelli pre pandemia solo nel 2023.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Chat personalizzate, WhatsApp lancia gli sticker fai da te
Adesivi da immagini personali, per ora solo nella versione web
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2021
13:04
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Novità per WhatsApp, che ha appena lanciato la possibilità di creare adesivi personalizzati all’interno delle chat.
L’app di messaggistica di proprietà Meta, casa madre presentata da Zuckerberg per inglobare tutti i progetti di Facebook e controllate, ha rilasciato la funzione per la versione web di WhatsApp, accessibile da qualsiasi browser per computer.
Gli sticker, pur non essendo un’esclusiva di un particolare servizio di messaggi, hanno permesso a piattaforme concorrenti, come Telegram, di crescere in popolarità. Finora, WhatsApp consentiva di allegare adesivi in chat realizzati da applicazioni di terze parti, mentre con la mossa odierna la volontà è quella di accentrare maggiormente l’utilizzo da parte degli iscritti di un solo ecosistema.
L’aggiunta di sticker personalizzati, per ora solo dal web, è accessibile aprendo la sezione relativa all’invio di un adesivo e poi cliccando sul pulsante “crea”. A quel punto, viene chiesto di caricare un’immagine dal disco fisso, da cui ricavare lo sticker, eventualmente da editare in dimensioni, cornici, testi, disegni a mano libera e altro ancora (persino un adesivo sull’adesivo). A differenza di messaggi, foto e filmati inviati ai contatti, gli sticker personalizzati non vengono sincronizzati con lo smartphone. Ossia: quelli inviati dal browser, se nati da un’immagine sul telefono, saranno visibili esclusivamente dal computer utilizzato e non anche sul telefono dello stesso mittente. In egual modo, il destinatario dello sticker potrà visualizzarlo solo con un accesso dal client WhatsApp via web. Al momento, la compagnia non ha diffuso informazioni su lancio della funzionalità anche per le app Android e iOS.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Black Friday: Confesercenti stima acquisti per 1,7 mld
Comprerà 1 italiano su 3, ma piccoli negozi faticano
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2021
12:20
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Black Friday a gonfie vele: quest’anno un italiano su tre è pronto a cogliere l’opportunità della giornata di super sconti, per una spesa media di 144 euro a testa e oltre 1,7 miliardi in totale.
È quanto emerge dal sondaggio condotto da SWG per Confesercenti su un doppio campione di consumatori e imprenditori del commercio in cui si precisa che gli acquisti avverranno non solo online, ma circa 100mila i negozi ‘reali’ aderiranno al venerdì nero con sconti medi a partire dal 30%.
Questi ultimi però avranno più problemi di visibilità e solo il 18% delle persone andrà a comprare in negozio contro il 46% che opterà invece per il web.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Black Friday e Natale, l’acquisto è online ma cala del 40%
Indagine Google/Ipsos: 57% degli italiani cerca prima sul web
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2021
17:17
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nei giorni del Black Friday, e in prossimità degli acquisti per il periodo natalizio, a farla da padrone è il web.
Il grosso degli italiani compra online o comunque si informa sul web prima di recarsi in negozio, un luogo dove sbrigare velocemente gli acquisti, riducendo il tempo di permanenza.
Secondo un’indagine commissionata da Google a Ipsos Canada, la persistenza del preferire l’online è una delle conseguenze della pandemia, unita alla riduzione della spesa pro capite per consumatore. Il colosso americano, insieme alla società di ricerca, ha analizzato i trend nelle abitudini di acquisto di 16 mercati al mondo, compresa l’Italia. Ne emerge che, per il 42% degli italiani intervistati, tra 300 a 1.000 a seconda dei quesiti posti, la pandemia ha avuto un impatto sull’organizzazione dello shopping nel corso delle festività.
Dato che viene consolidato dal 40% che ha affermato di voler spendere di meno per gli effetti del Covid-19 sulla propria economia. Il 71% dei partecipanti al sondaggio ha deciso di pianificare gli acquisti in anticipo così da evitare affollamenti, il 55% cerca di concentrare le uscite dedicate allo shopping mentre il 57% degli italiani sarà più attento a come spenderà il proprio denaro. Allo stesso tempo, il 35% dei rispondenti ha cercato con anticipo sconti, offerte o promozioni online. E il digitale si conferma uno spazio oramai fondamentale per i consumatori: il 48% afferma che acquisterà di più online nel periodo delle festività, con il 57% che usa internet per trovare nuove idee e ispirazioni per i regali. Il 53% degli intervistati ha sottolineato che prima di recarsi in negozio per effettuare l’acquisto di un determinato prodotto, verifica sul sito che sia effettivamente disponibile.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Banda larga spinge Pil in Africa, 1120 mld in 10 anni
Sparkle, “mondo affamato di dati, Africa cresce di più”
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
29 novembre 2021
17:07
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La diffusione della banda larga in Africa ha contribuito alla crescita del pil in Africa per 1120 miliardi di dollari in dieci anni, tra il 2009 e il 2019.
E’ quanto emerge dal rapporto ‘Digitalizzazione e sviluppo economico: il caso Africa, una valutazione empirica’, sviluppato dal Centro Studi Tim con il patrocinio di Assafrica, alla presenza di Elisabetta Romano, amministratore delegato di Sparkle, l’operatore globale del Gruppo Tim.
“Siamo nell’era che e’ affamata di dati”, afferma Romano, e “noi Sparkle siamo il secondo operatore internazionale per l’Africa” che è “il continente per cui l’incremento di dati è superiore a quello degli altri.
Perche l’Africa cresce di più? Perchè il prossimo 1,3 miliardi di utenti internet (eyeballs) saranno in Africa”.
Dei contributi maggiori ha beneficiato il Sudafrica (462 miliardi di dollari), l’Egitto (283 miliardi di dollari), la Nigeria (204 miliardi di dollari) e l’Algeria (158 miliardi di dollari). Tuttavia, la banda larga, si legge nel rapporto, ha anche dato un contributo significativo a tutti gli altri paesi: all’Angola 41 miliardi di dollari, al Kenya 27,6 miliardi di dollari, al Marocco 88 miliardi di dollari, alla Libia 88,5 miliardi di dollari ed alla Tunisia 48,8 miliardi di dollari USA. Nelle aree connesse alla rete a banda larga mediante la fibra si registra in media un sensibile incremento dell’occupazione: dalle 22 mila alle 82 mila nuove persone impiegate per ogni milione di abitanti (2,2-8,2%).
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass online, pm Roma indaga per accesso abusivo
Postale e Gdf hanno trasmesso informative in Procura
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2021
14:54
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Trattamento illecito di dati personali e accesso abusivo a sistema informatico.
Sono i reati per i quali la Procura di Roma procede nell’indagine aperta dopo la diffusione online di Green pass.
Il procedimento è stato affidato ai magistrati che si occupano dei reati informatici.
All’attenzione dei pm sono giunte le informative della Guardia di Finanza e del Cnaipic della Polizia Postale. Su questa vicenda anche il Garante della Privacy ha avviato degli accertamenti per verificare la provenienza dei Pass che erano disponibili all’interno di una nota piattaforma di file sharing.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Unesco adotta testo su etica per Intelligenza Artificiale
‘Raccomandazione’ contro rischi algoritmi su diritti sociali
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2021
15:06
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Unesco ha annunciato oggi l’adozione di un primo testo mondiale sull’etica dell’Intelligenza Artificiale, nel tentativo di inquadrare la rivoluzionaria tecnologia che suscita anche timori per il peso che può avere sui comportamenti sociali.
“Le tecnologie dell’IA – si legge nel preambolo alla ‘raccomandazione’ di 28 pagine ratificata dai 193 stati membri dell’Unesco – possono rendere grandi servizi all’umanità” e “tutti i paesi possono beneficiarne”, ma “sollevano anche preoccupazioni etiche di fondo”.
“C’è la necessità – scrive l’organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura – di assicurare la trasparenza e l’intellegibilità del funzionamento degli algoritmi e dei dati a partire dai quali sono stati calcolati”, poiché essi possono influire sui “diritti dell’uomo e le libertà fondamentali, l’eguaglianza dei generi, la democrazia”.
La “raccomandazione” varata oggi dall’organizzazione con sede a Parigi è il frutto di un lavoro cominciato nel 2018 e fondato sui valori di “rispetto, protezione e promozione dei diritti dell’Uomo, diversità ed inclusione, promozione delle società pacifiche e dell’ambiente.
Il testo elenca anche quanto i firmatari dovranno realizzare, soprattutto per la creazione di strumenti legislativi che inquadrino e sorveglino le IA, “garantendo una totale sicurezza per i dati personali e sensibili”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Contrabbanda Squid Game in Nord Corea, condannato a morte
Si tratta di uno studente, che si è servito di una chiavetta USB
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
25 novembre 2021
15:52
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Condannato a morte per aver contrabbandato Squid Game, la serie sudcoreana di successo planetario, in Corea del Nord.
Lo riferisce Variety citando Radio Free Asia, che ha base negli Usa.
Si tratta di uno studente che ha portato la serie trasmessa da Netflix dalla Cina dopo averla caricata su una chiavetta USB. E’ stato scoperto dopo che le autorità hanno sorpreso alcuni studenti a guardare Squid game. Rischia il plotone di esecuzione. Gli altri studenti sono stati condannati a cinque anni di lavori forzati mentre insegnanti e dirigenti della scuola sono stati licenziati e rischiano di finire a lavorare nelle miniere, dice Variety.
Nel 2020 il regime nord coreano ha approvato una ‘Legge per l’eliminazione del pensiero e della cultura reazionari’ che proibisce l’ingresso e la divulgazione nel paese di materiale culturale straniero come film, musica e libri. Il provvedimento ha principalmente lo scopo di impedire la diffusione di contenuti prodotti dalla Corea del Sud e dagli Stati Uniti.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Uno studente è stato condannato a morte per aver contrabbandato Squid Game, la serie sudcoreana di successo planetario, in Corea del Nord.
Lo riferisce Variety citando Radio Free Asia, che ha base negli Usa.
Lo studente ha portato la serie trasmessa da Netflix dalla Cina dopo averla caricata su una chiavetta USB. E’ stato scoperto dopo che le autorità hanno sorpreso alcuni studenti a guardare gli episodi.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Ora rischia il plotone di esecuzione. Gli altri studenti sono stati condannati a cinque anni di lavori forzati mentre insegnanti e dirigenti della scuola sono stati licenziati e rischiano di finire a lavorare nelle miniere, dice Variety.
Nel 2020 il regime nord coreano ha approvato una ‘Legge per l’eliminazione del pensiero e della cultura reazionari’ che proibisce l’ingresso e la divulgazione nel paese di materiale culturale straniero come film, musica e libri. Il provvedimento ha principalmente lo scopo di impedire la diffusione di contenuti prodotti dalla Corea del Sud e dagli Stati Uniti.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Antitrust: multa da 20 milioni a Google e Apple
Poche informazioni e usano dati consumatori a fini commerciali
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2021
08:42
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha chiuso due istruttorie nei confronti di Google e Apple sanzionando entrambe per 10 milioni di euro ossia per il massimo edittale secondo la normativa vigente.
L’Antitrust ha accertato per ogni società due violazioni del Codice del Consumo, una per carenze informative e un’altra per pratiche aggressive legate all’acquisizione e all’utilizzo dei dati dei consumatori a fini commerciali.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha chiuso due istruttorie nei confronti di Google e Apple sanzionando entrambe per 10 milioni di euro ossia per il massimo edittale secondo la normativa vigente.
L’Antitrust ha accertato per ogni società due violazioni del Codice del Consumo, una per carenze informative e un’altra per pratiche aggressive legate all’acquisizione e all’utilizzo dei dati dei consumatori a fini commerciali.

“Crediamo che l’opinione dell’Autorità sia sbagliata – dice Apple – e faremo ricorso contro la decisione.
Apple si impegna da molto tempo per proteggere la privacy dei nostri utenti e lavoriamo con il massimo impegno per progettare prodotti e funzionalità che proteggano i dati. Diamo a tutti gli utenti un livello di trasparenza e controllo
all’avanguardia nel settore, in modo che possano scegliere quali
informazioni condividere, e come vengono utilizzate”. E anche Google annuncia: “Non siamo d’accordo con la decisione dell’Autorità e faremo ricorso”.

La multa a Google e Apple – commenta il Codacons – “è inadeguata e irrisoria, e non farà nemmeno il solletico ai due colossi del web”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Visco, rischi per stabilità in aumento da cripto-attività
Capitalizzazione aumentata di 3,5 volte a 2.800 mld dollari
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2021
10:47
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“A livello globale, i rischi per la stabilità finanziaria derivanti dallo sviluppo del mercato delle cripto-attività sono in aumento.
Sebbene queste ultime rappresentino una quota contenuta del valore totale delle attività finanziarie, la loro capitalizzazione è aumentata di 3,5 volte nel 2021, raggiungendo i 2.800 miliardi di dollari”.

Lo ha detto il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco intervenendo ad un convegno a Milano, sottolineando che “l’uso delle tecnologie digitali nell’offerta di prodotti e servizi finanziari deve avvenire in condizioni di sicurezza per gli investitori, gli emittenti e l’economia in generale”
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Antitrust: multa da 20 milioni a Google e Apple
‘Usano dati dei consumatori a fini commerciali’. Le aziende faranno ricorso
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
29 novembre 2021
17:19
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha chiuso due istruttorie nei confronti di Google e Apple sanzionando entrambe per 10 milioni di euro ossia per il massimo edittale secondo la normativa vigente.
L’Antitrust ha accertato per ogni società due violazioni del Codice del Consumo, una per carenze informative e un’altra per pratiche aggressive legate all’acquisizione e all’utilizzo dei dati dei consumatori a fini commerciali.
“Crediamo che l’opinione dell’Autorità sia sbagliata e faremo ricorso contro la decisione.
Apple si impegna da molto tempo per proteggere la privacy dei nostri utenti e lavoriamo con il massimo impegno per progettare prodotti e funzionalità che proteggano i dati. Diamo a tutti gli utenti un livello di trasparenza e controllo all’avanguardia nel settore, in modo che possano scegliere quali informazioni condividere, e come vengono utilizzate”. Lo afferma Apple in una nota. E anche Google annuncia: “Non siamo d’accordo con la decisione dell’Autorità e faremo ricorso”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Spotify copia TikTok, video a scorrimento verticale
Nuovo menu in fase di test, anche Netflix ha sposato il modello
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2021
11:59
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Uno degli elementi che ha decretato il successo di TikTok, che a fine settembre ha raggiunto 1 miliardo di utenti mensili a livello globale, è la possibilità di scorrere i contenuti della bacheca, il feed, in modalità verticale.
Una tipologia di interazione che di recente ha adottato anche Netflix per suggerire al suo pubblico nuovi film e serie da guardare, in base alle preferenze.
E adesso anche Spotify vuole seguire l’esempio, per invogliare gli iscritti a rimanere di più sulla piattaforma. Secondo quanto mostrato su Twitter da Chris Messina, l’inventore dell’hashtag, Spotify ha introdotto un nuovo menu, chiamato Discover, al cui clic si apre un feed da scorrere verticalmente, con i video degli artisti. Al momento, la funzione è solo per iPhone e iPad e rilasciata in via sperimentale ad una ristretta cerchia di utenti. A quanto pare, l’obiettivo è consentire a cantanti e gruppi di condividere nuovi brani e informazioni sui concerti piuttosto che permettere a tutti di postare filmati o immagini, come accade nelle storie o nei reel di Instagram. Raggiunta dal sito Techcrunch, l’azienda non ha confermato ufficialmente la novità, limitandosi a ricordare che, spesso, avvia dei test su una certa fetta di utenti per capire se possono essere ben accolti da un pubblico più ampio. “In Spotify, conduciamo regolarmente una serie di test nel tentativo di migliorare la nostra esperienza – ha detto un portavoce – alcuni di questi test si fanno strada verso un’esperienza utente allargata mentre altri servono solo per capire come migliorare il servizio. Non abbiamo ulteriori notizie da condividere in questo momento”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Metaverso, Apple pronta con i visori virtuali già nel 2022
Cambio di strategia per l’analista Kuo: “potenti come i Mac”
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2021
15:54
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il metaverso si fa largo tra le strategie delle principali compagnie hi-tech.
Se va a Meta il merito di aver acceso l’interesse sulla possibilità di creare un mondo virtuale dove incontrarsi, lavorare e divertirsi, concorrenti diretti come Microsoft e Google hanno già anticipato i loro progetti a tema.
E sale l’interesse anche intorno ad Apple, che starebbe lavorando da anni ad occhialini di realtà aumentata e visori per il virtuale. Proprio su questi ultimi torna l’analista esperto di fatti della Mela, Ming-chi Kuo, che ora si dice certo che il colosso di Cupertino lancerà i suoi visori di realtà aumentata entro il 2022. Questi saranno “potenti come i Mac e indipendenti dagli iPhone – dice – perché qualora il prodotto verrà posizionato solo come accessorio per computer o smartphone, non beneficerà di una crescita globale”.
Il riferimento va a chi non usa dispositivi di Apple ma che potrebbe dotarsi di un visore dell’azienda se capace di collegarsi a internet, scaricare app o giochi e navigare senza necessità di essere inserito nel più ampio ecosistema del colosso di Cupertino. In precedenza, indiscrezioni e fonti considerate attendibili indicavano il prossimo anno come il più indicato per la presentazione dei cosiddetti Apple Glass AR, che avrebbero anticipato di diversi mesi l’arrivo dei visori di realtà virtuale. Ma proprio l’annuncio del metaverso avrebbe fatto cambiare idea a Tim Cook, tanto da spingere l’azienda verso la finalizzazione del prodotto più lontano, che a questo punto precederebbe gli occhialini aumentati, più orientati alla moda, meno “invasivi” esteticamente e più economici della controparte VR. Kuo ha citato la “potenza di calcolo, la capacità di funzionare senza vincoli e la vasta gamma di applicazioni attese” come fattori che differenzieranno i visori di Apple da quelli della concorrenza.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tonfo del Bitcoin, -20% da record 10 novembre
Difficoltà anche per Ethereum, che cede quasi il 16% dai massimi
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2021
15:54
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo tonfo del Bitcoin, che cede oltre il 20% dal record raggiunto lo scorso 10 novembre.
La criptovaluta più capitalizzata segna un calo giornaliero del 5,29% a 54.712,2 dollari.
Un calo pari al 3,9% su base settimanale, che sale però al 20,25% rispetto ai 68.613 dollari del picco registrato lo scorso 10 novembre. Difficoltà anche per Ethereum, che cede il 6,78% a 4.071,5 dollari e lascia sul campo il 2,24% su base settimanale. Rispetto al record di 4.876,76 dollari dello scorso 10 novembre Ethereum lascia sul campo il 15,9%.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Sciopero: Cub-Usb, bloccato magazzino Amazon a Malpensa
Nessun volo aereo cancellato in scali di Linate e di Malpensa
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
26 novembre 2021
14:02
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il magazzino Amazon al Terminal 2 dell’aeroporto milanese della Malpensa è stato bloccato con un presidio dalle 11 circa di oggi e fino alle 14 nell’ambito dello sciopero di 24 ore del trasporto aereo indetto per oggi.
Lo rende noto la Cub-Trasporti e Usb Lavoro Privato riferendosi al settore cargo.
Secondo i sindacati “l’80% dei circa 700 lavoratori di Mle-Bcube, una delle società di logistica per la distribuzione, presa in consegna e spedizione delle merci nei due aeroporti, hanno preso parte all’astensione”.
La Mle-Bcube, come spiega Gianni Cervone, della Cub-Trasporti, ha in appalto anche il lavoro del magazzino Amazon nello scalo milanese. “Diciamo basta al continuo utilizzo strumentale da parte di Mle-Bcube, della crisi pandemica, per continuare a utilizzare lavoro precario e stagionale e sempre più flessibile – sottolinea il sindacalista -. Lo sciopero è contro le scelte aziendali che vedono i lavoratori subire modifiche di turnazioni oltre a cambi di orario già programmati, e turni che non consentono ai lavoratori di programmare la propria vita privata ed il proprio tempo libero. Contro il continuo utilizzo dei provvedimenti disciplinari in modo discriminatorio e per intimidire chi chiede il rispetto dei propri diritti”.
La crisi, secondo i sindacati di base, ha solo sfiorato il cargo, che “a differenza di altri settori non ha mai smesso di lavorare e fare profitto ed ora è giusto che venga riconosciuto ai lavoratori un premio Covid per aver sempre lavorato anche nei periodi più critici e spesso senza le adeguate misure di sicurezza”.
“Per quanto riguarda i voli – spiega la società di gestione Sea – non è stato cancellato alcun volo e pertanto Linate e Malpensa sono pienamente operativi per tutta la giornata”. I sindacati Cub e Ubs hanno invece spiegato che lo sciopero proseguirà per le 24 ore previste.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tim: Colao, seguiamo vicenda, abbiamo a cuore sicurezza rete
‘E anche i piani di sviluppo banda larga e 5G’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2021
15:26
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Le vicende di mercato le lasciamo al mercato, ovviamente osserviamo la situazione, perché abbiamo a cuore la sicurezza delle reti e dei dati italiani e per quanto mi riguarda i piani di sviluppo di banda larga e 5G” previsti nel Recovery Plan.
Lo dice il ministro per l’Innovazione tecnologica e transizione digitale, Vittorio Colao, nel punto stampa da Bruxelles.

L’ad di Tim Luigi Gubitosi esce dall’angolo e per sbloccare il dossier Kkr, al board, rimetterà le sue deleghe.
“Se questo passaggio consentirà una più serena e rapida valutazione della non binding offer di Kkr – scrive in una lettera indirizzata al board – sarò contento che sia avvenuto”. Gli scenari sono aperti, il consiglio potrebbe confermargli la fiducia così come riassegnare le deleghe (o, lo prevede lo Statuto, istituire un comitato esecutivo). Da non trascurare però gli altri punti all’ordine del giorno, in particolare il tema delle strategie e dell’andamento del business. Mentre politica e governo mantengono un’attenzione vigile: “ovviamente siamo molto interessati a preservare la sicurezza del Paese e il buono sviluppo dell’infrastruttura sul Paese”, ha risposto ai giornalisti che lo interpellavano il ministro per l’Innovazione tecnologica, Vittorio Colao. Il collegio sindacale e il comitato rischi di Tim hanno trovato uno scostamento di qualche centinaio di milioni di euro a livello di ricavi, in buona parte legato ai risultati deludenti della partnership con Dazn. C’è chi, come il fronte vicino ai francesi di Vivendi ritiene che lo scostamento debba emergere subito, sotto forma di una nuova (la terza) correzione delle stime, e chi, invece preferirebbe prendere tempo e aspettare la fine dell’esercizio, confidando sul recupero degli scostamenti con una serie di contromisure, tra cui la revisione degli accordi con Dazn, nuovi azioni sui costi e le iniziative del piano che sarà presentato a febbraio. Emergono anche alcuni ostacoli che il gruppo potrebbe incontrare nelle sue strategie, sia sulla banda larga che nel cloud. Secondo Reuters l’Italia, messa sotto pressione dalla Ue, potrebbe limitare le gare che gli operatori possono vincere per il lancio della banda larga al 50%; sul fronte invece del Psn la presenza di Sogei nella cordata con Cdp e Leonardo, secondo fonti finanziarie potrebbe presentare qualche problema essendo un soggetto pubblico già attivo nel cloud e in quanto tale avvantaggiato nelle gare. Intanto in Borsa il titolo va in altalena e chiude in calo del 2,66% a quota 0,48 euro dopo aver superato in mattinata 0,505 euro offerti da Kkr. Gli scambi restano intensi ma lontani dal picco di 1,7 miliardi toccato lunedì con oltre 884 milioni di azioni ordinarie passate di mano oggi. Domani sarà comunque una giornata cruciale. “E’ urgente – scrive Gubitosi – nominare i consulenti finanziari e approvare la immediata concessione di un periodo di tempo ragionevole per effettuare una limitata due diligence su documenti ed informazioni accettabili per il Consiglio. Tecnicamente potremmo essere pronti a una data room in 48/72 ore”. E nella sua lunga lettera strizza l’occhio ai consiglieri indipendenti: “hanno un ruolo fondamentale in quanto il Consiglio, a tempo debito, dovrà sulla base del lavoro degli amministratori indipendenti, emettere un comunicato che conterrà una valutazione degli effetti che l’eventuale successo dell’offerta potrà avere sugli interessi della società, sull’occupazione e sulla localizzazione dei siti produttivi”. In altre parole, “il Consiglio deve agire nell’interesse di tutti i Soci e a tutela del mercato, e cioè anche degli azionisti di minoranza, e di tutti gli stakeholders” rimandando al mittente le accuse di essere il primo motore dell’operazione, “fuori luogo e false” che soprattutto “non devono essere utilizzate strumentalmente per rallentare il processo di esame della indicazione di interesse, tentativo dal quale mi dissocio in modo netto”. Così nasce il passo indietro di Gubitosi: “Il nostro dovere è quello di tutelare gli interessi di tutti i nostri stakeholders, in particolare il mercato, di non privilegiare posizioni individuali e di agire nel rispetto rigoroso delle regole con rapidità per tutelare la stabilità della nostra società”. Trapela poi qualche indiscrezione sulla proposta di Kkr che prevedrebbe lo scorporo della rete per offrirla a termine a CDP dopo qualche anno, a processo completato. “Questa ipotesi ci sembra più credibile rispetto a indiscrezioni che ipotizzano un intervento sulla rete ex-ante (separazione prima dell’OPA) o unaccelerazione sul progetto rete unica. Kkr infatti manterrebbe la piena esposizione allasset infrastrutturale, il focus primario del fondo, garantendo gli investimenti necessari nei prossimi anni e poi offrendo un percorso che punta alla rete unica, con tempistiche coerenti con il complesso esame del regolatore europeo” commentano gli analisti di Equita.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tonfo di Wall Street, venerdì nero nel Black Friday
Dow Jones -2,5% e Nasdaq -2,2%, mai così male dal 1950
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
26 novembre 2021
19:25
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Questa volta a Wall Street il Black Friday è davvero nero.
La Borsa di New York ha infatti chiuso la seduto in picchiata, in scia alle preoccupazioni innescate dalla nuova variante sudafricana del Covid.
Il Dow Jones ha perso il 2,52% a 34.900 punti, il Nasdaq il 2,23% a 15.491 punti e l’S&P 500 il 2,26% a 4.595 punti.
Si tratta de peggiore Black Friday della storia della Borsa americana, che non registrava una performance così negative almeno dal 1950. Con la flessione di oggi, il Dow Jones archivia la settimana in calo del 2% e il Nasdaq del 3,5%.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tim: Gubitosi si fa da parte, Labriola nuovo dg
Cda fiume, sul tavolo anche conti e strategie
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2021
23:17
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’ad di Tim Luigi Gubitosi fa il passo indietro che aveva preannunciato, non rassegna le dimissioni ma rimette le deleghe al cda. Pietro Labriola è “il nuovo direttore generale della societa'”, lo conferma in una nota Tim.
“Il consigliere Luigi Gubitosi rimette le deleghe di Amministratore Delegato e lascia la carica di Direttore Generale” e così “il Consiglio di Amministrazione avvia le attività per l’esame della manifestazione d’interesse non vincolante di KKR”.
Il cda di Tim ha preso atto della remissione delle deleghe da parte di Luigi Gubitosi e lo ha revocato dalle cariche di CEO e Direttore Generale della Società procedendo ad un riassetto della governance.
“Gubitosi rimane consigliere di amministrazione.Su proposta del Comitato Nomine e Remunerazione, in applicazione del Piano di successione della società” precisa il comunicato è stato nominato direttore generale, Pietro Labriola, che manterrà la carica di CEO della controllata Tim in Brasile. “Al contempo al presidente Salvatore Rossi sono state attribuite responsabilità e deleghe relative a Partnership&Alliances, Institutional Communications, Sustainability Projects & Sponsorship, Public Affairs, nonché la responsabilità di gestione degli assets e delle attività di Tim di rilevanza strategica per il sistema di difesa e di sicurezza nazionale”. Il nuovo assetto di vertice della società “garantisce da subito, nell’interesse di tutti gli stakeholder, la piena operatività del gruppo. Assicura, inoltre, in una fase così articolata una guida coesa, salda e determinata nella piena valorizzazione delle capacità operative della società e del posizionamento sul mercato, nel rispetto del ruolo di tutti gli azionisti e degli altri stakeholder coinvolti” spiega la società. Intanto il cda prosegue a cercare un successore, assistito dall’advisor Spencer Stuart per “definire una leadership esecutiva di medio termine della società stabile e duratura, che tenga conto dell’evoluzione dell’assetto societario complessivo di Tim e del relativo perimetro di attività”. “Questa nomina mostra ancora una volta il valore del management della società e la capacità di valorizzare competenze, merito ed innovazione” ha commentato Rossi circa la scelta interna. Il cda ha poi nominato Paola Sapienza, Lead Independent Director.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass falsi su Telegram, scoperti autori truffa
Indagine Gdf, trovati documenti e tessere sanitarie clienti
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
27 novembre 2021
07:02
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Proponevano sulle chat di Telegram green pass perfettamente funzionanti, in vendita a cento euro l’uno.
La truffa è stata scoperta dal Nucleo speciale tutela privacy e frodi tecnologiche della Guardia di Finanza in un’indagine coordinata dalla procura di Milano che ha portato ad una serie di perquisizioni e sequestri.

Sarebbero quattro, secondo quanto si apprende, gli indagati, che avrebbero già ammesso le loro responsabilità. Nel corso delle perquisizioni sono stati trovati diversi documenti di identità e tessere sanitarie di decine di clienti.
Le perquisizioni hanno riguardato diversi cittadini residenti in Veneto, Liguria, Puglia e Sicilia, amministratori degli account Telegram sui quali pubblicizzavano i pass, ognuno con il proprio Qr code funzionante. Per sostenere l’autenticità dei certificati, gli indagati dicevano di poter contare sulla complicità di appartenenti al servizio sanitario e, in ogni caso, garantivano i clienti la possibilità di riavere indietro il denaro se il pass non avesse funzionato. Il pagamento doveva avvenire rigorosamente in criptovalute.
Le indagini e gli accertamenti tecnici sui telefoni e sui dispositivi degli indagati hanno consentito di rinvenire e sequestrare fotografie di documenti d’identità e tessere sanitarie, referti di tamponi con esito negativo, false recensioni dei clienti che in precedenza avevano acquistato i pass contraffatti e le criptovalute con i quali erano stati pagati i certificati. Sono decine i clienti che, oltre ad aver perso i soldi, hanno condiviso con gli indagati i propri dati nella speranza di avere il pass senza doversi vaccinare o fare un tampone.
L’inchiesta è stata coordinata dal procuratore aggiunto di Milano Eugenio Fusco e dai sostituti Bianca Maria Baj Macario e Maura Ripamonti.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Volontari ‘social’, i 30 giovani Alfieri di Mattarella
Attestati a giovani per uso virtuoso, specie in pandemia
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
29 novembre 2021
17:07
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
A 11 anni è portavoce nel suo quartiere a Napoli del progetto di comunità energetica e solidale, finalizzato a produrre e condividere energia pulita.
È Gennaro Dragone, il più giovane fra i 30 ragazzi a cui il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha conferito l’attestato d’onore di “Alfiere della Repubblica” per essersi distinti nel 2021 per l’uso consapevole e virtuoso degli strumenti tecnologici e dei social network, nell’era della pandemia.
VACCINI E GREEN PASS – Sono un esempio dell’alleanza tra generazioni contro il Covid Lorenzo Cerutti, 18enne milanese, e Francesco Tortora, 17 anni di Roccapiemonte (Salerno): hanno aiutato gli anziani a prenotare i vaccini e scaricare il Green pass. Giulia Galieti, romana di 18 anni, si è invece distinta per un video a sostegno della vaccinazione quando la campagna era agli inizi e c’era incertezza, non solo fra i giovani. DAD – È l’incubo di molte famiglie, e Daniele De Angelis, 14 anni di Marano di Napoli, ha alleviato quello degli zii, entrambi infermieri in un reparto Covid, aiutando i cuginetti con lezioni e compiti. Un po’ come Esmeralda Serranò, 18enne bresciana di Rovato, che nel lockdown si è anche inventata attività ricreative per bambini. C’è poi chi come Alessio Manfredi Selvaggi, 16enne di Campobasso, con le abilità al computer ha aiutato a cogliere aspetti positivi nella didattica a distanza.
VOLONTARIATO – Giovanni Buttafava, 17 anni, a Piacenza ha coordinato la consegna a domicilio di spesa e farmaci. Un coetaneo di Lecce, Andrea Centonze, al liceo ha proposto un corso sul volontariato che ora è un progetto concreto. A Bagni di Lucca, con le abilità informatiche della 17enne Rebecca Lucchesi si è innovata la comunicazione del comitato della Croce Rossa. Altri esempi della forza del volontariato sono Michelangelo Melchiorri, 19 anni, di Macerata, il 18enne Tommaso Capuano, di Cambiago (Milano), e i coetanei Matteo e Simone Mrissa, di Pianezza (Torino).
PIÙ FORTI DELLA MALATTIA – Maria Ester Contrera, 19 anni, di Palermo, è arrivata in fondo al liceo passando più tempo in ospedale che in classe. A Muggiò, in Brianza, la 14enne Giorgia Greco è tornata a ballare dopo un intervento chirurgico molto invasivo, e Andrea Pigato, 18 anni di Romano D’Ezzellino (Vicenza) nella malattia ha espresso il suo talento nella giocoleria. Federica Mauro, classe 2003 di Arezzo, con la pittura supera le difficoltà dell’autismo: la Dante Society di Londra ha scelto una sua opera dal come locandina del concorso artistico internazionale “Dante 700”.
LA FORZA DELLA SCRITTURA – Premiati anche giornalisti in erba come Alessio Cozzolino, 19 anni, di Terralba (Oristano), che già si era distinto su testate nazionali su temi ambientali e di giustizia sociale. O Davide Pietricola e Francesco D’Antonangelo, 14 anni, di Latina: ha emozionato l’intervista sul canale Youtube dell’istituto sull’anno scolastico in pandemia. Chiara Vecchi, 13enne di Monteveglio (Bologna), mostra invece che con la letteratura nessun luogo è irraggiungibile. CARE LEAVERS – Sono i ‘fuori famiglia’ che crescono in comunità fino ai 18 anni, poi devono cavarsela da soli. Pamela Di Carlo, di Savona, da maggiorenne è diventata volontaria nel Care Leavers network. A Cava dei Tirreni (Salerno), Miriam El Ouazani, in comunità esempio di attenzione per i piccoli, ora affronta il problematico tema dell’affido.
INTEGRAZIONE – L’ha messa in pratica Aya Jedidi, 12 anni di Maracalagonis (Cagliari), ‘ponte’ per una compagna di classe proveniente dal Marocco. Come Benedetta Petrongari, 13 anni, di Greccio (Rieti), con un compagno affetto da disturbi nell’interazione sociale. A Bari, l’impegno per l’immigrazione è valso una borsa di studio da 500 euro annui alla 16enne Betsalot Dereje Negatu, originaria dell’Etiopia: l’ha condivisa con un’amica che vive le sue stesse difficoltà. DIFFICOLTÀ GIOVANILI – Aurora Vannucci, 16 anni di Parma, le ha interpretate con la scrittura. A Bolzano la 18enne Silvia Pomella è riuscita a parlarne apertamente con gli amici, trasferendo la sua carica di energia in azioni di cittadinanza attiva. Luca Ragosa, 14 anni, di Genova, invece, senza esitazione, ha salvato un amico da un gesto definitivo.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Metaverso, Adidas potrebbe aprire il suo negozio virtuale
Collezioni esclusive vendute tramite NFT su The Sandbox
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
29 novembre 2021
13:14
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il metaverso oramai conquista tutti e ora è la volta di Adidas.
Il noto marchio di abbigliamento sportivo potrebbe avere il suo piccolo mondo virtuale all’interno di The Sandbox, una delle più famose piattaforme dentro cui realizzare edifici e attività in realtà virtuale.
L’annuncio del metaverso da parte di Mark Zuckeberg ha acceso l’interesse intorno alla possibilità di declinare attività lavorative, formative e ludiche in ambienti ricreati digitalmente, da visitare con visori VR, occhialini AR ma anche computer e smartphone.
Google e Microsoft hanno già confermato la volontà di portare alcune delle loro app sui rispettivi ‘metaverse’. Adidas ha deciso di espandere il proprio concetto di negozio nel metaverso tramite una collaborazione con quattro diverse aziende: Bored Ape Yacht Club, Punks Comic e Gmoney.
I rispettivi account su Twitter hanno postato, sotto un tweet di The Sandbox, il frutto della partnership, che dovrebbe consentire agli utenti di acquistare capi di abbigliamento esclusivi, validati tramite NFT. I non-fungible token, legati al singolo acquisto, permetteranno di dimostrare l’unicità della proprietà dell’oggetto. Lo spazio virtuale di Adidas arricchirà l’universo di The Sandbox, che sfrutta la blockchain per garantire ai ‘possessori’ dei terreni in 3D la validità delle proprie costruzioni, così come ai creatori di contenuti quella delle opere in vendita. A inizio novembre, Nike ha presentato all’ufficio dei brevetti degli Stati Uniti quattro richieste su tecnologie utili a rendere conformi, per il mercato virtuale, cappelli, occhiali, borse, zaini e attrezzature sportive.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Bullismo online, l’Australia pensa alla legge anti anonimato
Se approvata, la norma chiederà ai social di ottenere dati reali
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
29 novembre 2021
13:16
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
I leoni da tastiera potrebbero avere i giorni contati in Australia.
Il primo ministro, Scott Morrison, ha proposto una serie di norme volte a ridurre il bullismo online, soprattutto quello perpetrato dagli account anonimi.
Come spiega ABC News Australia, la legge riterrebbe le piattaforme social, come Facebook o Twitter, responsabili dei commenti diffamatori fatti contro gli utenti.
I social network dovrebbero inoltre mettere a disposizione degli iscritti dei menu più chiari, con cui denunciare le violenze digitali subite, che si tratti di bullismo o vere e proprie diffamazioni. Come parte di questo processo, alla persona che ha pubblicato il contenuto potenzialmente diffamatorio verrà chiesto di rimuoverlo. Ma se si rifiuta, o se la vittima è interessata a perseguire un’azione legale, la piattaforma potrà chiedere la condivisione delle informazioni di contatto, nome, cognome e numero di telefono. L’invio dei dettagli alla Corte Federale dell’Australia avverrebbe solo dopo il via libera di un tribunale. La proposta sarà pubblicata sotto forma di bozza questa settimana e verrà presentata al Parlamento all’inizio del prossimo anno. Morrison ha affermato di voler colmare il divario tra la vita reale e il dibattito online: “Le regole che esistono nel mondo reale devono essere valide anche in quello digitale”.
Che la legge possa essere attuata è probabile, visto che anche il leader dell’opposizione, Anthony Albanese, si è detto favorevole: “Non dovrebbe essere al di là della capacità dei social media poter identificare utenti che si comportano in maniera inappropriata online. Le persone non devono nascondersi dietro account Twitter anonimi per infangare o disturbare gli altri”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Omicron, boom on line e sui social per la nuova variante
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
29 novembre 2021
15:35
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La variante denominata convenzionalmente ‘Omicron’ avanza nel mondo e naturalmente le persone sono spaventate dalla diffusione di questo ceppo del Covid19.
Ecco che allora DataMediaHub ha analizzato le conversazioni online per capire le emozioni delle persone al riguardo.
Dal 27 novembre, a livello mondiale, sono state ben 2,8 milioni le citazioni online relative a Omicron.
Per quanto riguarda in maniera specifica il nostro Paese, le citazioni online (social + news online + blog e forum) in poco più di 47 ore sono state quasi 65mila mila, da parte di oltre 8mila autori unici, i cui contenuti hanno coinvolto più di 441mila persone, prevalentemente giovani e di sesso maschile.
Volumi che ottengono una portata potenziale (‘opportunity to be seen’) di 97,8 miliardi di impression.
Anche stimando ragionevolmente al 5% la portata effettiva rispetto a quella potenziale le impression, le esposizioni effettive a contenuti relativi alla variante sudafricana, sono state 4,9 miliardi circa, al lordo delle duplicazioni.
Un fiume di terabyte generato ovviamente dall’amplificazione fornita dai media alla notizia del diffondersi del virus. Infatti, il contenuto che genera maggior coinvolgimento è proprio un articolo del Corriere della Sera, del 27 novembre scorso, che annuncia anche il primo caso in Italia.
Anche uno degli articoli sul tema, sempre del 27/11, ha generato un alto livello di coinvolgimento e una diffusione trasversale a tutti i canali online dai social alle notizie online che lo hanno ripreso passando per blog e forum, come mostra la “virality map” nell’infografica di sintesi dei risultati della nostra analisi.
Come si può vedere dalla word cloud dei termini maggiormente associati alle citazioni online su Omicron, le persone invocano, i vari modi e termini tempestività nell’azione di contrasto a questa variante e si chiedono come sia possibile che il contact tracing, il tracciamento dei contatti con chi è contagiato, non sia ancora implementato in maniera efficace. Emerge anche con chiarezza la consapevolezza che sinché i Paesi poveri del Mondo non avranno un buon tasso di vaccinazione anche i Paesi ricchi, e dunque l’Italia, ne pagheranno il prezzo.
Non mancano da parte di alcuni le polemiche sul fatto che l’italiano contagiato fosse vaccinato, sottovalutando che di fatto è stato colpito in forma lieve proprio grazie alla vaccinazione. Mentre è lapidario il Prof Zangrillo che su Twitter scrive “Grazie alla variante #Omicron, l’irresponsabile e disgustoso dibattito mediatico tra esperti del nulla ci rovinerà quest’ultimo scorcio di 2021”. Non resta che augurarsi che così non sia.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Giappone verso la criptovaluta di stato con il CriptoYen
La moneta, supportata dalle banche, sarà lanciata nel 2022
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
29 novembre 2021
13:17
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nonostante le oscillazioni altalenanti a cui vanno incontro, le criptovalute rappresentano ancora uno scenario di investimento importante a livello globale.
La dimostrazione è il recente annuncio del Giappone che intende lanciare, entro il 2022, la sua moneta digitale.
Come riportato da Reuters, il piano è di realizzare una critpo basata sullo yen e appoggiata da un consorzio di circa 70 aziende nipponiche, tra cui le tre principali banche del Paese.
Solo qualche giorno fa, El Salvador ha annunciato l’intenzione di costruire una vera e propria Bitcoin City, una sorta di paradiso fiscale privo di tasse.
La conferma dell’iniziativa giapponese è arrivata nel corso di un incontro tra Mitsubishi UFJ Financial Group, Mizuho Financial Group e Sumitomo Mitsui Financial Group, che hanno dichiarato di voler mettere in piedi un’infrastruttura condivisa per il consolidamento sia dei pagamenti digitali che di una valuta alternativa, il cosiddetto “criptoYen”. L’accordo prevede la partecipazione della East Japan Railway Company e della Kansai Electric Power Company. Nel 2020, il contante è valso per circa il 70% degli scambi in Giappone. Una percentuale elevata, per la quale il Governo di Tokyo ha deciso di agire con vari progetti, finalizzati ad un maggiore utilizzo di carte di credito e acquisti online. In virtù del suo stretto legame con lo yen, il criptoYen rientra nel campo dei stablecoin. Si tratta di valute che dipendono dall’andamento della moneta a cui sono ancorate e che non subiscono le oscillazioni di prezzo di un mercato indipendente, come quello di Bitcoin e simili.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nobel Parisi socio onorario Associazione Italiana per l’AI
AIxIA: “Ricerca sistemi complessi rilevante per avanzamento AI”
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
29 novembre 2021
18:31
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
AIxIA, l’Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale, ufficializza il conferimento dello stato di Socio Onorario a Giorgio Parisi, professore emerito all’Università Sapienza di Roma, Vice Presidente dell’Accademia Nazionale dei Lincei, insignito del Premio Nobel per la Fisica 2021.
“Premiato per i suoi studi sui sistemi complessi, il legame tra Parisi e l’intelligenza artificiale è da sempre molto stretto – spiega AIxIA – I lavori di cui Parisi si occupa sin dagli anni Ottanta, infatti, hanno diversi ambiti di applicazione nella nostra realtà quotidiana, che spaziano dallo studio del sistema planetario alla comprensione dei cambiamenti climatici fino ad arrivare allo sviluppo di sistemi di Intelligenza Artificiale.
Il titolo di Socio Onorario riconosce il contributo che l’attività di Parisi ha apportato alla valorizzazione dell’IA, uno degli obiettivi dell’Associazione”.
“La ricerca di Parisi sui sistemi complessi è stata ed è tuttora rilevante per l’avanzamento dell’Intelligenza Artificiale, per la portata dei risultati teorici e per la vastità e l’importanza dei campi applicativi in cui questi trovano attuazione – dice Piero Poccianti, Presidente AIxIA – Riteniamo quindi che il suo contributo possa arricchire l’Associazione con quella visione multidisciplinare indispensabile per far avanzare la scienza in generale e l’AI in particolare.”
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Cisco, nuova Internet e sostenibilità i trend 2022
L’Ad Manghi si collega a incontro in forma di ologramma
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
29 novembre 2021
17:18
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Una nuova Internet, evoluzione del cloud, cybersecurity, futuro del lavoro e sostenibilità.
Sono questi i trend tecnologici per il 2022 annunciati dai vertici di Cisco Italia in occasione dell’incontro presso il Cisco CyberSecurity Innovation Center, situato nel museo della Scienza e della Tecnologia di Milano.
Ad aprire i lavori il nuovo amministratore delegato, Gianmatteo Manghi, che ha preso parte all’incontro collegandosi da Roma attraverso il proprio ologramma a figura intera.
“I primi nove mesi del mio mandato sono stati focalizzati su tre punti: persone e comunità, trasformazione cloud e software, transizione verde e blu”, ha spiegato l’a.d., precisando che “il primo punto implica mettere sempre al centro l’essere umano: quindi non solo lavoro flessibile, ma l’ufficio come luogo di aggregazione. Per questo abbiamo aperto spazi Cisco anche in centri di innovazione come Talent Garden a Milano, all’Università Federico II a Napoli e prestissimo anche a Firenze”.
In tema di trasformazione cloud e software, “ci confermiamo a livello mondiale una delle aziende top al mondo con ricavi di 15 miliardi di dollari nell’anno fiscale 2021, mentre in Italia abbiamo siglato una importante partnership con Noovle, la cloud company del gruppo Tim, per lo sviluppo delle attività cloud per imprese e pubblica amministrazione. Riguardo infine alla transizione ecologica – ha detto l’a.d. di Cisco Italia -, Cisco ha già annunciato di voler azzerare le emissioni nette totali entro il 2040, dieci anni prima rispetto al termine stabilito dagli esperti del settore, e ciò per evitare che il pianeta subisca effetti disastrosi a causa del cambiamento climatico”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Operazione Dark web Polizia postale, evitata perdita 16 mln
Identificati 12 coinvolti in vendita codici carte di credito
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
29 novembre 2021
14:48
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre 16 milioni di euro recuperati, 12 soggetti coinvolti nella vendita online di codici di carte di credito identificati, 49.761 carte rubate bloccate.
Questi i risultati conseguiti dalla Sezione Financial Cybercrime della Polizia postale e delle comunicazioni a conclusione di una attività di monitoraggio, prevenzione e repressione del Dark web durata circa 3 mesi.
Per il 2021, informa la Polizia, l’Italia è il paese leader in Europa del contrasto alla vendita di codici illegali di carte di credito nel Dark web, nell’ambito dell’Azione europea ad alto impatto denominata ‘Carding Action’.
L’attività operativa, coordinata in 9 Paesi europei e nel Regno Unito, ha preso di mira i forum del Dark web preposti alla compravendita di codici di carte compromesse noti come ‘Card Shop’. In particolare, attraverso la minuziosa attività di monitoraggio e una complessa attività di analisi di oltre 200.000 codici di carte di credito, gli specialisti della Sezione Financial Cybercrime, grazie all’ausilio fornito dal team di investigazioni di Group-IB, partner tecnologico di Europol, sono riusciti a bloccare 49.761 carte rubate. Le carte, per lo più oggetto di phishing, sono state bloccate ancor prima che venissero utilizzate in modo fraudolento, la tempestiva segnalazione ai gestori dei circuiti di pagamento, partner dell’azione, ha consentito di evitare una perdita stimata di circa 16 milioni di euro. Nel corso dell’azione, grazie anche all’analisi delle transazioni in criptovaluta utilizzata come mezzo di pagamento dai venditori, gli investigatori della Polizia Postale sono riusciti ad identificare 12 profili, di diverse nazionalità, considerati tra i maggiori venditori di codici di carte di credito compromesse sul Dark web, segnalati alle rispettive Autorità dei Paesi in cui essi operavano.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Twitter: Jack Dorsey si appresta a lasciare guida
Lo riporta la stampa. Titolo vola in Borsa, +10%
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
29 novembre 2021
16:11
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Jack Dorsey si appresta a lasciare la guida di Twitter.
Lo riporta la stampa citando alcune fonti, secondo le quali Dorsey dovrebbe annunciare a breve il suo passo indietro.
Non è chiaro chi prenderà il suo posto come amministratore delegato. E il titolo di Twitter vola a Wall Street all’avvio delle contrattazioni e arriva a guadagnare il 10%.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Twitter: Dorsey lascia la guida, Parag Agrawal nuovo Ceo
Resta nel cda fino alla scadenza del suo mandato nel 2022
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
29 novembre 2021
16:50
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Jack Dorsey si dimette da amministratore delegato di Twitter.
Il suo posto sarà preso da Parag Agrawal.
Lo annuncia Twitter in una nota, sottolineando che Dorsey resterà nel consiglio di amministrazione fino alla scadenza del suo mandato nel 2022.
Sui primi rumors dell’uscita di Dorsey il titolo a Wall Street e’ arrivato a guadagnare fino al 10%.
Jack Dorsey lascia guida di Twitter, Parag Agrawal nuovo Ceo
Resta nel cda fino alla scadenza del suo mandato nel 2022
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
29 novembre 2021
17:12
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Jack Dorsey si dimette da amministratore delegato di Twitter.
Il suo posto sarà preso da Parag Agrawal.
Lo annuncia Twitter in una nota, sottolineando che Dorsey resterà nel consiglio di amministrazione fino alla scadenza del suo mandato nel 2022.
“Ho deciso di lasciare perché ritengo che la società sia pronta ad andare avanti. La mia fiducia in Parag è profonda, è il suo momento per guidare” la società. Lo afferma Jack Dorsey in una nota di Twitter, nella quale si annunciano le sue dimissioni da amministratore delegato.
E Twitter torna agli scambi a Wall Street dopo la sospensione per l’annuncio delle dimissioni di Dorsey. I titoli salgono del 4,33%.

Tecnologia tutte le notizie. Tutte ed in tempo reale. INFORMATI E CONDIVIDILE!
Aggiornamenti, Android, Notizie, Scienza, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE: TUTTI GLI APPROFONDIMENTI DAL MONDO HIGH TECH, SOFTWARE, SOCIAL, INNOVAZIONI, INTELLIGENZA ARTIFICIALE E MOLTO ALTRO: RESTA AGGIORNATO!

Tempo di lettura: 50 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:48 DI LUNEDÌ 15 NOVEMBRE 2021

ALLE 02:52 DI MARTEDÌ 23 NOVEMBRE 2021

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Apple studia gli occhiali per dare più privacy agli iPhone
In un brevetto la tecnologia che oscura lo schermo in pubblico
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
15 novembre 2021
10:48
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple pensa a modi ulteriori per dare a chi usa un iPhone maggiore privacy nei luoghi pubblici.

L’ufficio dei brevetti statunitense ha pubblicato il documento con cui il colosso americano descrive una tecnologia che offrirebbe ai possessori di iPhone la possibilità di oscurare lo schermo e renderlo invisibile agli altri.
Solo indossando un paio di occhiali compatibili, a partire probabilmente dagli Apple Glass attesi già nel 2022 stando alle ultime indiscrezioni di Bloomberg, si potrebbe visualizzare il display. Secondo il brevetto, la funzione ‘privacy eyewear’ riconosce il volto dell’utente che si trova dinanzi, tramite Face ID, per rendere sfocato o del tutto nero il pannello del telefono, a seconda delle impostazioni scelte in fase di configurazione. A quel punto, solo occhiali con una speciale lente sarebbero in grado di tradurre ciò che passa sull’iPhone, filtrando il disturbo di fondo. Il documento include un’illustrazione in cui si nota chiaramente uno scenario d’uso che coinvolge il cellulare. Al fianco di questo brevetto, lo US Patent & Trademark Office ne ha pubblicato un secondo, nel quale si parla dell’opportunità di controllare un drone, come quelli casalinghi famosi molti anni fa, tramite rete cellulare e non più con la sola connettività bluetooth, limitata in termini di copertura. Come riporta The Information, non è escluso che il brevetto si riferisca all’estensione della funzionalità ‘Dov’è’, che consente agli AirTag di Apple di collegarsi, in maniera anonima, agli iPhone, iPad e altri dispositivi del marchio che trova in giro, per inviare la posizione al possessore e tracciare gli oggetti su cui ha inserito gli stessi AirTag. In tal modo, un drone potrebbe viaggiare su distanze molto più elevate, sfruttando i canali di comunicazione dei dispositivi della Mela, rimanendo online e gestibile da remoto.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Realme porta in Italia il nuovo smartphone GT Neo 2
È il marchio mobile cresciuto più velocemente in un anno (+135%)
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
15 novembre 2021
12:41
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’azienda cinese Realme ha presentato oggi il nuovo smartphone GT Neo 2, l’ultimo arrivato della serie.
Il telefono sarà disponibile in due configurazioni: 8 GB di RAM + 128 GB a 449 Euro e 12 GB di RAM + 256 GB a 549 Euro.
Il marchio, secondo i più recenti dati dell’agenzia di analisi Counterpoint, è quello con la crescita maggiore nel segmento mobile, con un +135% di spedizioni anno su anno e il +17% sul trimestre. Peraltro, si tratta di un brand giovane, che ha lanciato il suo primo prodotto nel 2019. In due anni, ha superato quota 100 unità vendute, divenendo il più veloce a raggiungere un tale traguardo rispetto alla nascita. Il GT Neo 2 è alimentato dal processore Qualcomm Snapdragon 870 5G ed è dotato di un display da 6,6 pollici con frequenza a 120 Hz, la stessa dei modelli top di gamma di Samsung e Apple. La fotocamera è tripla, con un sensore principale da 64 MP per scattare foto ad alta risoluzione e un frontale da 16 MP, con filtri di simulazione della pellicola e modalità Street Photografy, per ottimizzare gli scatti all’esterno, anche con poca luce e scenari ampi. Inoltre, beneficia di doppi altoparlanti Dolby Atmos. Conclude il reparto delle specifiche una batteria capiente, da 5.000 mAh, che si ricarica, da zero a cento, in 36 minuti, tramite tecnologia SuperDart Charge. Un occhio di riguardo è riservato da Realme ai videogiocatori, vista la presenza di un sistema di raffreddamento a vapore in acciaio inossidabile, la cui struttura di dissipazione promette di non surriscaldare il telefono, anche dopo sessioni di gioco prolungate.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Fortnite è diventato inaccessibile in Cina
Epic Games aveva annunciato lo stop al server dal 15 novembre
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
15 novembre 2021
12:56
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’esperienza in Cina di Fortnite è finita: gli utenti del popolare videogame online sviluppato da Epic Games hanno confermato l’inaccessibilità al server.

La stessa società, agli inizi di novembre, aveva comunicato l’intenzione di spegnere il server che ospita il gioco in Cina, impedendo da subito agli utenti anche la possibilità di aprire nuovi account.
Per i fan di videogame del Dragone si è trattato di un’altra brutta notizia, parte della repressione che le autorità nazionali hanno lanciato contro il settore, con i funzionari di Pechino che a fine agosto avviarono la campagna contro la dipendenza degli adolescenti.   MONDO

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Dai droni ai robot, la scuola digitale è ‘on the road’
Un bus a domicilio, progetto per alunni dell’Appennino emiliano
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
15 novembre 2021
14:51
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Far volare un drone, usare i visori a realtà aumentata, imparare a conoscere e programmare robot, action cam, avvicinarsi all’universo digitale di web radio, podcast e altri strumenti di creatività: è la scuola “on the road” che in Emilia-Romagna raggiungerà bambini e ragazzi di 23 plessi scolastici (elementari e medie) in comuni dell’Appennino piacentino e parmense.
L’aula è un bus, il ‘Digital Bus School’, nato dall’idea di un maestro elementare sulla scia del John Lennon Educational Bus che due decenni fa viaggiava per le strade degli Stati Uniti e permetteva ai ragazzi di salire a bordo per registrare la propria musica.

Italo Ravenna, maestro di Borgo Val di Taro (Parma), ha pensato a una specie di scuola a domicilio per le nuove tecnologie e per il digitale per gli studenti delle aree interne. Il Digital School Bus è un mini-pullman completamente elettrico e attrezzato con strumentazione tecnologica avanzata. Coinvolgerà alunni e docenti in progetti innovativi e digitali, come imparare a far volare un drone, utilizzare visori di realtà aumentata per vivere esperienze tridimensionali virtuali o un robot rover per simulare la perlustrazione della superficie di un pianeta – simile al famoso Perseverance impiegato su Marte – o una action cam per costruire video d’impatto e innovativi.
L’iniziativa è finanziata con 375mila euro di risorse nazionali erogate della Regione nell’ambito del progetto Appennino Smart e Aree Interne Emilia-Romagna. Oggi la tappa inaugurale, alla scuola Primaria di Ponte dell’Olio (Piacenza), istituto capofila del progetto. Il maestro Ravenna, esperto di media education, è l’educatore digitale che, supportato da tutor, viaggerà a bordo del van durante il tour.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Bonus casa: riattivato canale Agenzia delle Entrate
Flusso interrotto dopo dl anti-frodi. Richieste ripartono
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
15 novembre 2021
16:21
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato riattivato il canale dell’Agenzia delle Entrate per le comunicazioni relative ai bonus edilizi sulla casa.
Il flusso era stato temporaneamente interrotto dopo le modifiche apportate dal decreto antifrodi varato dal governo giovedì.
La piattaforma è stata aggiornata e le richieste possono ripartire.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
In una nota l’Agenzia comunica che “è stato riaperto il canale per la trasmissione delle comunicazioni delle opzioni di cessione o sconto in fattura relative ai bonus edilizi.
La temporanea chiusura si è resa necessaria per adeguare la piattaforma informatica alle modifiche introdotte dal decreto legge n.
157/2021 (pubblicato nella G.U. n. 269 dell’11 novembre 2021)”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato riattivato il canale dell’Agenzia delle Entrate per le comunicazioni relative ai bonus edilizi sulla casa.
Il flusso era stato temporaneamente interrotto dopo le modifiche apportate dal decreto antifrodi varato dal governo giovedì.
La piattaforma è stata aggiornata e le richieste possono ripartire.
In una nota l’Agenzia comunica che “è stato riaperto il canale per la trasmissione delle comunicazioni delle opzioni di cessione o sconto in fattura relative ai bonus edilizi. La temporanea chiusura si è resa necessaria per adeguare la piattaforma informatica alle modifiche introdotte dal decreto legge n. 157/2021 (pubblicato nella G.U. n. 269 dell’11 novembre 2021)”.   POLITICA   ECONOMIA

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

No vax, illusione privacy dietro l’uso di Telegram
Esperto: “così le forze dell’ordine riescono a individuarli”
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
15 novembre 2021
17:12
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Telegram è la piattaforma di chat più utilizzata da No Vax e No Green Pass.
Le indagini della polizia, che hanno portato nelle ultime ore a decine di perquisizioni nei confronti degli attivisti, sono partite proprio da Telegram e dal canale ‘Basta Dittatura’, dove i vari gruppi si organizzavano per le loro attività, non solo lecite.

Il successo dell’app, che ad ottobre ha raggiunto quota 1 miliardo di download globali su Android, è nella convinzione che l’anonimato garantisca incolumità agli utenti, qualsiasi cosa scrivano. “Una base di verità c’è – ci dice l’esperto di cybercrime Livio Varriale – ma le forze dell’ordine hanno saputo organizzarsi nel tempo per stanare fenomeni complessi, dal traffico di droga alla pedopornografia diffusi in canali e gruppi. Spesso agiscono come veri e propri hacker, cercando di recepire informazioni uniche dagli iscritti, che possano ricondurre alla loro identità, anche entrando negli smartphone degli utenti dopo averli infettati con file corrotti. SI tratta di operazioni che richiedono certamente del tempo”. La differenza nell’utilizzo di Telegram rispetto ai più famosi WhatsApp e Facebook Messenger non riguarda più solo la tecnologia alla base del funzionamento. Al lancio da parte del russo Pavel Durov nel 2013, Telegram poteva vantare di essere la sola applicazione per smartphone con una crittografia end-to-end delle chat. Questa permette esclusivamente al mittente e al destinatario di un messaggio di leggerne il contenuto. Una soluzione adottata in seguito proprio da WhatsApp e Messenger.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“La differenza è come si gestisce la piattaforma. Telegram ha sempre evitato di condividere dati di qualsiasi genere con soggetti terzi, indipendenti o governi. Ma anche il suo modus operandi è cambiato, a dimostrazione dell’oscuramento a settembre di vari canali italiani usati da No Vax e No Green Pass, già noti per fomentare odio e uso della violenza”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Presidi, criticità rilevazioni casi, Dad riprende posizioni
Manca collaborazione più efficace con servizi prevenzioni Asl
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
15 novembre 2021
18:52
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Nonostante i nostri auspici di una collaborazione più efficace ed efficiente tra istituzioni scolastiche e dipartimenti di prevenzione dobbiamo purtroppo rilevare la sussistenza di forti criticità”.
Lo afferma il presidente nazionale dell’Associazione presidi, Antonello Giannelli, ricordando che sono trascorsi quasi quindici giorni dalla pubblicazione della nota tecnica concernente le indicazioni per l’individuazione e la gestione dei contatti di casi di infezione da SARS-CoV-2 in ambito scolastico.
“Ci attendiamo, quindi, che anche i dipartimenti di prevenzione garantiscano il loro servizio senza soluzione di continuità. Nel frattempo, la tanto demonizzata Dad sta riacquistando le posizioni perdute, nonostante le tassative disposizioni di legge sulle attività in presenza e le finalità dichiarate dalla nota tecnica”.
La nota ministeriale del 6 novembre scorso, n. 1218, ricorda che “le azioni di sanità pubblica ricadono nell’ambito delle competenze dei Dipartimenti di Prevenzione (DdP) che risultano incaricati della disposizione delle misure sanitarie da intraprendere, inclusi l’isolamento dei casi, la quarantena dei contatti e le tempistiche per il rientro a scuola degli alunni/studenti/operatori scolastici”. Detta nota aggiunge che “fino all’intervento dell’autorità sanitaria, nell’immediatezza della conoscenza del caso positivo, l’Istituto scolastico attiva la seguente procedura già definita e standardizzata, che non comporta alcuna valutazione discrezionale di carattere sanitario”. Continua il Presidente dell’Anp: “In forza di tale procedura i dirigenti delle scuole, ancora una volta, non stanno venendo meno a gravose responsabilità – determinate unicamente dall’eccezionalità del contesto emergenziale – pur di garantire il servizio scolastico e la tutela della sicurezza collettiva. Sappiamo bene quanto il sistema sanitario si sia speso finora – e continui a farlo – per difendere il Paese dalla pandemia e gliene siamo grati”. “In alcune realtà rileviamo con amarezza che quel “caso in cui le autorità sanitarie siano impossibilitate ad intervenire tempestivamente” rischia di tradursi in un “quasi sempre”. In diversi territori, infatti, i dipartimenti di prevenzione non riescono a garantire la tempistica del testing o, addirittura, non applicano le nuove procedure di tracciamento. Ma l’aspetto più critico è che alcuni di essi spariscono dai radar delle scuole già dal tardo pomeriggio del venerdì per ricomparire solo il lunedì mattina mentre le segnalazioni di casi positivi, infatti, arrivano alle scuole anche di domenica. Il grande senso di responsabilità dei dirigenti non consente loro di ignorarle in attesa della ripresa lavorativa del lunedì e, pertanto, provvedono, nell’ assordante silenzio dei dipartimenti, a quanto previsto dalla nota ministeriale del 6 novembre nella consapevolezza che questo è necessario per combattere la diffusione del contagio”, aggiunge Giannelli. “Ci attendiamo, quindi, che anche i dipartimenti di prevenzione garantiscano il loro servizio senza soluzione di continuità, attrezzandosi al meglio per gestire la quarta ondata e facendo tesoro delle esperienze negative del passato. Nel frattempo, la tanto demonizzata Dad sta riacquistando le posizioni perdute, nonostante le tassative disposizioni di legge sulle attività in presenza e le finalità dichiarate dalla nota tecnica. E nonostante lo strenuo impegno di chi la scuola la dirige e del personale tutto, docente e ATA, che vi opera quotidianamente”, concludono i Presidi.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Spagna: un’altra in salvo grazie al gesto della mano dei social
L’appello silenzioso mentre i due erano in una sala d’attesa
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
15 novembre 2021
19:54
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Una mano aperta verso l’alto, il pollice piegato sul palmo e poi le altre quattro dita chiuse attorno a esso per intrappolarlo simbolicamente: è grazie a questo segnale internazionale di richiesta d’aiuto per le vittime di violenza di genere – divenuto virale sui social – che un’altra donna, questa volta a Barcellona, ha ottenuto l’intervento della polizia e l’arresto del compagno come presunto responsabile di maltrattamenti.
Lo hanno reso noto i Mossos d’Esquadra (la polizia della Catalogna).

Secondo quanto spiegato dai Mossos e da media iberici, la donna si trovava insieme al compagno nella sala d’attesa di una clinica privata di Barcellona. Il segnale silenzioso di richiesta d’aiuto è stato notato da una delle dipendenti della clinica: è stata lei poi a chiamare la polizia. In seguito ad interrogatori separati realizzati sia alla donna sia al presunto aggressore, quest’ultimo è stato portato via in manette. I fatti risalgono allo scorso giovedì.
Il segnale di richiesta d’aiuto contro la violenza di genere è stato promosso inizialmente da organizzazioni femministe nordamericane come metodo per aiutare le vittime nei periodi di lockdown dovuti alla pandemia. Poi si è diffuso globalmente sui social.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Russia, ‘la sicurezza dell’equipaggio Iss è una priorità’
Mosca risponde a critiche Usa dopo lancio missili anti-satellite
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
16 novembre 2021
09:56
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Per noi la priorità principale era ed è la garanzia di una sicurezza assoluta dell’equipaggio” della Stazione Spaziale Internazionale (Iss): lo ha dichiarato l’agenzia spaziale russa Roscosmos, ripresa dall’agenzia Interfax, dopo che gli Usa hanno condannato il lancio di un missile anti-satelliti da parte della Russia.

Secondo gli Stati Uniti, il test missilistico della Russia ha provocato una nuvola di detriti mettendo a rischio la Stazione spaziale internazionale.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Design e schermi touch, la Apple Car potrebbe essere così
Vanarama ha sviluppato un prototipo sulla base di brevetti reali
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
16 novembre 2021
15:56
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Non ha montati visibili ma linee decise e simili a quelle del cybertruck di Tesla il prototipo di Apple Car realizzato da Vanarama.
Basato sui reali brevetti ottenuti nel tempo dal colosso di Cupertino, la società di leasing britannica ha sviluppato al computer quelli che potrebbero essere gli esterni e le parti interne del veicolo di cui si parla da tempo, sul quale però Apple non ha mai speso una parola.
Il concept di Apple Car, o come vorrebbero gli esperti di marketing, iCar, si ispira al pick-up a 4 porte a propulsione elettrica di Tesla, presentato a novembre del 2019 e attualmente oggetto di modifiche strutturali per l’adeguamento alle norme di omologazione dei vari paesi in cui sarà venduto. Vanarama si è basata su due brevetti depositati da Apple nel recente passato per la carrozzeria. Il primo, conosciuto come US10309132B1, descrive una struttura del veicolo senza montanti. La costruzione è legata direttamente ad un secondo brevetto, l’US10384519B1, che prevede portiere personalizzabili nell’orientamento, così come i sedili, da ruotare a 360 gradi.
L’abitacolo, il cui sviluppo poggia su almeno tre diversi brevetti, riprende forme e concetti vicini alle Model di Tesla, con un computer centrale esteso in verticale che, a differenza dei veicoli di Elon Musk, prosegue lungo il frontale, senza soluzione di continuità, tutto con interfaccia touch. Al di là di design ed estetica, inclusa la costruzione anteriore con i loghi della Mela, quello creato da Vanarama è il concept di Apple Car più completo e dettagliato visto ad oggi. A fine 2020, l’analista esperto di Apple, Ming Chi Kuo, ha previsto l’arrivo dell’automobile non prima del 2025.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Hacker del futuro, ripartono corsi CyberChallenge e OliCyber
Due iniziative di formazione per istituti superiori e università
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
16 novembre 2021
11:18
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Riaprono le iscrizioni a CyberChallenge.IT e OliCyber: i due programmi di formazione rivolti ai giovani italiani che vogliono formarsi sui temi della cybersicurezza.
Il primo si svolge in 32 università e 2 centri specializzati, il Centro di Competenza Cybersecurity Toscano e il Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito di Torino.
Il secondo è invece per gli istituti di secondo grado, con un percorso che affianca gli elementi del gioco a quelli delle materie cibernetiche del futuro. Secondo una recente indagine di Linkedin Talent Insights ed Experis Italia, nel nostro Paese ci sono circa 6 mila professionisti del settore cyber. Un trend che vedrà, nei prossimi anni, aumentare le richieste per profili tra cui simulatori di attacchi informatici, hacker etici, analisti di scenari. La strada per diventare esperti parte dagli istituti superiori di secondo grado con OliCyber, iniziativa che porta alla partecipazione per le Olimpiadi italiane di cybersicurezza, le cui iscrizioni sono aperte fino al 9 dicembre 2021. Qui, l’apprendimento teorico dei fondamenti di sicurezza informatica sarà arricchito da attività “sul campo”, tramite arene virtuali e sfide all’ultimo codice.
Sono 800 gli universitari che verranno ammessi a CyberChallenge.IT, con iscrizioni aperte fino al 14 gennaio 2022. I giovani saranno seguiti da tutor e aziende del settore, che li introdurranno ai principi scientifici, tecnici ed etici della cybersecurity, con attività pratiche di difesa dagli attacchi cyber. Il programma culminerà in una gara finale nazionale che eleggerà la migliore tra le squadre italiane. Un mese fa, il premier Mario Draghi ha incontrato il TeamItaly, la nazionale italiana di cybersicurezza, composta proprio dai ragazzi selezionati dai percorsi di formazione promossi dal Laboratorio nazionale di cybersecurity del CINI, il Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Sanità e tecnologia, a Milano il nuovo centro di Microsoft
Spazio dedicato a formazione e soluzioni sanitarie innovative
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
16 novembre 2021
12:01
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Microsoft Italia ha inaugurato a Milano la sua nuova “eHealth Experience”.
Si tratta di un percorso inserito all’interno del Microsoft Technology Center, che la divisione nostrana dedicherà alle innovazioni in ambito sanità, con un occhio di riguardo alle tecnologie applicate al settore.
La collaborazione tra Microsoft e i suoi partner, come l’IRCCS Ospedale San Raffaele, ha già permesso, con il supporto di Nvidia, Orobix e Porini, di sviluppare AI-SCoRE, una piattaforma di apprendimento autonomo, in grado di calcolare il rischio derivato dall’infezione da Covid-19. Il sistema salute è un comparto strategico al centro delle priorità del PNRR, che riserva 15,63 miliardi di euro per realizzare la sanità del futuro. Secondo una recente ricerca del Polimi, se il 60% dei professionisti sanitari italiani è dotato di sufficienti competenze digitali di base (Digital Literacy), solo il 4% ha un livello soddisfacente di skill più alte, le cosiddette eHealth Competences. Ecco perché il Microsoft eHealth Experience vuole essere luogo di incontro ma anche di scoperta di ciò che la tecnologia oggi permette di fare per la salute dei cittadini, in un’ottica di condivisione delle esperienze. Nello spazio dedicato, gli attori sanitari potranno seguire ciò che accade, dalla presa in carico di un paziente, fino all’attuazione di soluzioni personalizzate, sviluppate da Microsoft e dai partner.
Ad esempio l’analisi genomica e l’intelligenza artificiale per lo studio dell’andamento di una patologia, gli strumenti di comunicazione per promuovere gli screening, la gestione del triage attraverso Healthcare Bot, un totem che risponde alle prime domande e assegna i ticket agli utenti. Ma anche la diagnostica basata sulla lettura intelligente di dati, le app per l’assistenza da remoto e le interfacce per il coordinamento delle cure e la pianificazione smart degli appuntamenti.   MEDICINA SALUTE E BENESSERE    SCIENZA

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Poste: pacchi consegnati in 90 minuti con servizio online
Su Roma e Milano consegne “Instant” anche di sera e festivi
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
16 novembre 2021
13:22
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Poste lancia Instant, il nuovo servizio di consegna veloce su Roma, Milano e presto nei principali centri urbani, per privati e professionisti che hanno l’esigenza di spedire documenti urgenti e pacchi fino a 20kg di peso con dimensioni non eccedenti le misure di 120 x 80 x 60 cm.

Il servizio, si legge in una nota, “è attivo tutti i giorni fino alle 23.00, con consegne anche di sabato e domenica ed è effettuato tramite il partner di servizi pony express PonyU”.
Il servizio, spiega Poste, è accessibile tramite il portale on line Poste Delivery Web all’indirizzo https://postedeliveryweb-retail.poste.it/postedeliveryweb/retail, dove è possibile visualizzare tre opzioni di consegna: in città, in Italia o all’estero.
Selezionando l’opzione “in città” si può verificare la disponibilità del servizio Instant, inserendo il Cap del mittente e quello del destinatario. Se la tratta è coperta si procede con l’acquisto scegliendo tra le soluzioni di consegna veloci disponibili: la consegna Instant, che prevede ritiro e consegna in città entro 90 minuti, oppure Today o Tomorrow che prevedono il ritiro e la consegna in giornata o il giorno dopo, in mattinata, il pomeriggio o la sera. Inoltre, conclude la nota, per effettuare questo invio non è necessario stampare alcuna etichetta, in modo veloce e totalmente green.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Ue apre a più aiuti di Stato per le aziende di chip
Domani la proposta di Bruxelles per nuovo approccio concorrenza
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
16 novembre 2021
18:59
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione europea presenterà domani una proposta per rendere più flessibili le regole sugli aiuti di Stato per l’industria dei semiconduttori, consentendo più margini di finanziamento da parte dei governi a sostegno delle aziende europee produttrici di microchip.
Lo si apprende da fonti vicine al dossier.

L’intenzione di Bruxelles è anche quella di autorizzare più alleanze nel settore e aumentare la resilienza della catena di approvvigionamento.
La proposta sarà contenuta in un’apposita sezione della comunicazione sulla revisione della politica di concorrenza Ue che il collegio dei commissari adotterà in mattinata.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Social e adolescenti, TikTok contro le sfide estreme
Indagine globale, lo 0,3% dei ragazzi si è messo in pericolo
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
17 novembre 2021
10:52
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
TikTok ha voluto indagare il mondo delle sfide che nascono all’interno della sua piattaforma, spesso rese virali da milioni di iscritti e considerate pericolose.
Come da indagine, molte challenge si sono rivelate delle vere e proprie bufale, prive di riscontri reali.
La società ha commissionato una ricerca globale, su oltre 10 mila persone (adolescenti, genitori ed educatori) anche italiani, per capire come i ragazzi si pongono nei confronti delle sfide.
Secondo i risultati dell’agenzia indipendente Praesidio Safeguarding, lo 0,3% degli utenti intervistati, tra i 13 e i 19 anni, ha dichiarato di aver preso parte ad una sfida che considerava pericolosa. Per quasi la metà (48%), le sfide individuate sull’app sono state percepite come sicure e divertenti; al 32% è stato associato un certo rischio, ma ancora basso; il 14% è stato descritto come rischioso e pericoloso.
Soltanto il 3% è stato definito molto pericoloso, con lo 0,3% che ha preso effettivamente parte alle prove, da postare in diretta. Dalla ricerca è inoltre emerso che, prima di parteciparvi, gli adolescenti utilizzano una serie di metodi per comprendere i rischi delle challenge online: guardare video di altri partecipanti, leggere i commenti e parlarne con gli amici.
Circa la metà (46%) ha dichiarato di volere “maggiore disponibilità di informazioni valide sui rischi” e “sulle attività estreme”. Grazie ad un gruppo di decine di esperti di sicurezza, TikTok e Praesidio affermano che molte delle challenge di cui si è parlato in passato, sono bufale. “Tra queste, includiamo Galindo, Blue Whale e Momo. Le sfide bufala propagano un’informazione falsa, su un soggetto malintenzionato che spinge i bambini a svolgere una serie di attività dannose, che terminano con atti di autolesionismo o suicidio. In realtà, sono storie costruite per diffondere e perpetuare la paura e l’ansia, senza alcun elemento autentico di partecipazione”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google, nuove funzioni a supporto del giornalismo locale
Algoritmo mostrerà notizie locali al fianco di fonti nazionali
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
17 novembre 2021
10:53
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google ha lanciato nuovi strumenti e funzionalità sia per i lettori che per i giornalisti, pensate per dare maggiore risalto alle notizie di giornali e siti locali, considerati autorevoli.
Nel carosello di Google News, a seguito della ricerca di un termine o una frase (ad esempio “contagi Covid”), queste notizie compariranno a fianco delle fonti nazionali, acquisendo così una rilevanza maggiore.
Il colosso americano ha lanciato la novità proprio per fornire informazioni verificate a tema pandemia, sia a riguardo dei contagi che dei vaccini, dalle percentuali alle indicazioni delle autorità sanitarie locali. “L’aggiornamento dell’algoritmo garantirà ai navigatori di poter accedere alle storie locali certificate, mentre cercano notizie di valenza più ampia. Questo aiuterà i siti locali e gli editori a raggiungere un pubblico più ampio” ha spiegato Google. Altra funzione riguarda l’attivazione del sensore GPS su smartphone, tablet e computer.
Abilitandolo, così come si farebbe nel caso dell’utilizzo del navigatore sul telefono, Google potrà fornire risultati di ricerca ancora più precisi, recependo le coordinate relative al luogo in cui si trova un utente. “Ad esempio – spiega il team – se sei a Detroit e cerchi qualcosa sul calcio, ti mostreremo i risultati per le squadre locali, dalle scuole superiori ai college, invece di visualizzare solo le partite della squadra professionale”. Un’ulteriore integrazione, metterà al fianco dei titoli e link di siti e giornali ricercati anche i tweet inviati dai loro account ufficiali, per offrire aggiornamenti in tempo reale su un’eventuale notizia in divenire. L’aggiornamento dell’algoritmo è stato già diffuso a livello globale ma verrà implementato gradualmente nei vari paesi.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Sostenibilità e 5G tra le innovazioni attese dagli italiani
Indagine Samsung-Polimi in occasione dei 30 anni del colosso
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
17 novembre 2021
16:00
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Samsung Electronics Italia celebra i 30 anni di attività nel nostro Paese e, per l’occasione, ha rilasciato i dati di una ricerca condotta in collaborazione con il Politecnico di Milano.
Sostenibilità, inclusione e 5G sono le parole chiave emerse dallo studio.
“Siamo orgogliosi di aver raggiunto questo importante traguardo. Vogliamo continuare a crescere e ad investire in Italia” ha commenta Antonio Bosio, Head of Products & Solutions di Samsung Electronics Italia.
L’indagine del Polimi, svolta su un campione di mille persone dai 18 ai 65 anni, delinea le macro-tendenze e le innovazioni che gli italiani si aspettano dalle aziende tecnologiche. Il 62% pensa che il digitale possa contribuire alla riduzione dell’impatto ambientale, il 49% lo reputa motore di progresso sociale e il 47% strumento per eliminare disuguaglianze e promuovere una società più inclusiva ed equa.
La casa connessa è il luogo da dove partire per limitare il proprio impatto sull’ambiente: il 54% associa infatti l’abitazione alla possibilità di controllare e contenere i consumi. L’87% degli italiani è fiducioso che la tecnologia impatterà positivamente sulla qualità della formazione. Il 30% immagina una didattica dove la realtà aumentata consentirà di seguire lezioni in aula o da remoto, immersive e interattive. Un terzo degli intervistati è inoltre convinto che il digitale avrà sempre più una funzione di motore dell’occupazione, se supportato da una maggiore diffusione delle competenze adeguate e dallo studio delle discipline STEM (Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica). A seguito dell’emergenza sanitaria, il 5G viene inteso come opportunità di implementare un più rapido e completo monitoraggio della salute (58%) mentre per il 37%, lo standard viene associato allo smart working e per il 32% alla realizzazione effettiva di una smart home.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il mondo Intero saluta on line Valentino Rossi
Solo il 16% circa delle conversazioni online proviene dall’Italia
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
17 novembre 2021
13:03
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’icona del motociclismo scende di sella.
Il 9 volte campione del mondo, come sappiamo, con la gara di Valencia di domenica scorsa ha chiuso la sua carriera da pilota di moto.
Al termine della gara “The Doctor” ha dichiarato che “La cosa più bella per me in tanti anni di motociclismo è esser diventato un’icona.
In queste stagioni in cui sono sceso in pista, tanta gente grazie a me si è interessata a questo sport, facendolo diventare più famoso e seguito. Tra noi piloti si parla della gara, ma essere stato un’icona è quel che mi resta di più bello”.
Nell’ultima settimana sono state più di 85mila le citazioni online relative a “pensioni”, da parte di quasi 15mila autori unici, i cui contenuti hanno coinvolto (like + reaction + condivisioni e commenti) più di 1,1 milioni di persone.
Il picco massimo si è avuto proprio durante la gara di Valencia con circa 11mila citazioni di Valentino Rossi tra le 14:00 e le 15:00 del 14 novembre scorso.
Volumi che ottengono una portata potenziale (“opportunity to be seen”) di oltre 599 miliardi di impression.
Anche stimando ragionevolmente al 5% la portata effettiva rispetto a quella potenziale le impression, le esposizioni effettive a contenuti relativi al campione di motociclismo sono 29,9 miliardi, al lordo delle duplicazioni.
È tutto il mondo a salutare e omaggiare “il dottore”. Solo il 16% circa delle conversazioni online proviene dall’Italia. Circa altrettante dagli Stati Uniti. Più del 13% dalla Spagna, dove si teneva il GP, e ben il 20% circa dall’Indonesia. Ma anche molte altre nazioni sono ben rappresentate.
Tra tutte, come mostra l’infografica con, anche, la word cloud dei termini maggiormente ricorrenti nelle conversazioni online relative a Valentino Rossi, spicca l’hashtag #GrazieVale.
Il contenuto che ha generato maggior coinvolgimento è il video su YouTube di MotoGP, l’account ufficiale del circuito motociclistico, che con il video “Valentino Rossi surprised by his 9 title-winning bikes” ottiene 2,9 milioni di visualizzazioni e oltre 67mila like.
Insomma, come lui stesso ha dichiarato, Valentino Rossi è effettivamente un’icona a livello mondiale. E non possiamo che unirci al coro di chi lo ha voluto ringraziare per le emozioni che ci ha donato in questi anni.   SPORT

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Tlc: sicurezza della rete, a Garr il Juniper Elevate Award
E’ prima volta che organizzazione italiana riceve riconoscimento
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
17 novembre 2021
16:53
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La rete italiana a banda ultralarga GARR ha vinto il premio nella categoria Security Excellence degli Elevate Awards di Juniper, giunti alla loro quarta edizione.
Domani la cerimonia durante la quale Juniper Networks, leader nel settore del networking, consegnerà il premio alle otto organizzazioni vincitrici.
La rete GARR è stata selezionata tra decine di candidati in tutto il mondo ed è la prima volta che un’organizzazione italiana si aggiudica questo riconoscimento.
Con i suoi 4 milioni di utenti, 17.500 km di fibra ottica e più di 1000 siti connessi, la rete GARR è da sempre attenta a mantenere servizi di eccellenza che rispondano alle esigenze in continua evoluzione della comunità della ricerca e dell’istruzione. In questa continua sfida, l’automazione è fondamentale e grazie alla nuova tecnologia adottata, il team che gestisce la rete è in grado di rispondere tempestivamente agli incidenti di sicurezza, riducendone drasticamente il numero (bloccati ad esempio 600 DDos, attacchi volti ad esempio ad a impedire l’accesso a un sito).
La nuova tecnologia fa parte di un disegno più ampio di evoluzione della rete GARR, che solo nel 2020 ha visto picchi di crescita del traffico del 60%, in conseguenza all’uso massivo di video lezioni in streaming durante la crisi pandemica. Per far fronte alla necessità di una rete sempre più veloce, capace e sicura, GARR ha deciso di costruire GARR-T, una nuova rete a livello nazionale completamente automatizzata e con capacità complessiva di 40 Terabit al secondo.
“Siamo molto orgogliosi di questo premio, che va a tutta la squadra che ha ideato e sta costruendo questa nuova rete – ha dichiarato Massimo Carboni, Chief Technology Officer GARR – Nonostante le sfide poste dalla pandemia, GARR ha continuato a supportare la comunità della ricerca e dell’istruzione. Stiamo realizzando una vera e propria Terabit Network: GARR-T, automatizzata e molto attenta ai temi della sicurezza, ci permetterà di rispondere alla necessità sempre crescente di servizi collaborativi in cloud dedicati alla nostra comunità”.
Le altre organizzazioni che si sono aggiudicate l’Elevate Award 2021 nelle differenti categorie sono: Northeast Georgia Health System, Sacred Wind Communications, Discovery, First Bank (Stati Uniti), University of Reading (Regno Unito), T-Systems (Germania), Millicom (Lussemburgo).
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Permira: 150 milioni in AllTrails,la app del trekking
Spectrum Equity resta azionista maggioranza
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
17 novembre 2021
16:55
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
AllTrails, la app più popolare per tracciare percorsi e fare trekking ha tra i suoi azionisti anche il fondo Permira che ha deciso di investire 150 milioni di dollari, attraverso il suo Growth Fund.
Il private equity americano Spectrum Equity rimarrà l’azionista di maggioranza della società, precisa una nota, e i nuovi capitali serviranno ad “accelerare lo sviluppo del prodotto dell’azienda e l’espansione internazionale”.

AllTrails ospita la più grande raccolta di guide digitali sui sentieri, con oltre 300.000 percorsi per escursioni, corsa e mountain bike in tutto il mondo e una comunità di oltre 30 milioni di appassionati di outdoor. L’app è stata scaricata più di 40 milioni di volte e vanta una copertura di percorsi in 190 paesi, 30 territori e in tutti e 7 i continenti. “AllTrails ha impiegato un decennio a creare i contenuti necessari per diventare la piattaforma definitiva per le persone che esplorano la vita all’aria aperta. Siamo entusiasti di sostenere Ron e di collaborare nuovamente con Spectrum Equity e Tim Sullivan” commenta Bruce Chizen, Senior Advisor di Permira ed ex CEO di Adobe che entrerà nel cda.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
‘Comuni sicuri’, 27 milioni per incrementare la videosorveglianza
Viminale, serve un rapporto sulla criminalità diffusa nell’area urbana. Entro il 10 dicembre le richieste
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
18 novembre 2021
11:29
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
I Comuni hanno tempo fino al prossimo 10 dicembre per presentare le richieste di ammissione ai finanziamenti statali per il 2021, finalizzati alla realizzazione dei sistemi di videosorveglianza urbana e destinati alla prevenzione e al contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria.
Le risorse ammontano a 27 milioni.
Lo fa sapere il Viminale.
L’installazione dei sistemi di videosorveglianza deve essere prevista nell’ambito dei patti per la sicurezza urbana sottoscritti tra il prefetto e il sindaco. I relativi progetti dovranno essere approvati in sede di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.
Saranno ammesse esclusivamente le richieste accompagnate da progetti di impianto non sovrapponibili a quelli realizzati in precedenza attraverso finanziamenti comunitari, statali, regionali o provinciali, concessi o erogati negli ultimi 5 anni.
La relazione prefettizia sulla richiesta di finanziamento oltre a certificare i requisiti di ammissibilità, dovrà contenere un rapporto sui fenomeni di criminalità diffusa dell’area urbana dove è prevista l’installazione del sistema di videosorveglianza e attestare l’indice di delittuosità registrato nel comune nell’anno precedente a quello di presentazione della richiesta.
Presso la prefettura è istituita una cabina di regia, composta dai rappresentanti delle forze di polizia e della polizia locale, con il compito di monitorare lo stato di attuazione del patto, anche ai fini di informare, da parte del prefetto, l’ufficio per il coordinamento e pianificazione delle Forze di polizia del dipartimento della pubblica sicurezza, individuato quale punto di riferimento per le iniziative in materia di sicurezza urbana.
Tutte le informazioni operative sono consultabili sul sito web della Polizia di Stato.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Operazione Polizia postale, perquisiti 29 no vax
‘Molto attivi su Telegram, ipotesi associazione a delinquere’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
18 novembre 2021
08:47
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La Polizia di Stato sta eseguendo 29 perquisizioni, su tutto il territorio nazionale, a carico di appartenenti a sodalizi No Vax – No Green Pass molto attivi su canali Telegram, nei cui confronti vengono ipotizzati reati che vanno, a seconda delle diverse singole posizioni, dalla costituzione e partecipazione ad associazione segreta, all’istigazione, all’interruzione di pubblico servizio e all’associazione per delinquere finalizzata a compiere danneggiamenti.
La Dda della procura di Genova ha disposto 24 perquisizioni; le altre 5 le sta eseguendo la Digos di Firenze coordinata dalla procura del capoluogo toscano.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Svolta per Apple, permetterà la riparazione fai da te
Prima gli Usa poi l’Italia, manuali e parti di ricambio online
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
18 novembre 2021
10:25
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Pressata dalle associazioni dei consumatori e dagli azionisti attenti alla sostenibilità, Apple ha lanciato il programma Self Service Repair che, come precisato nella nota ufficiale, “consentirà ai clienti in grado di effettuare le riparazioni, di accedere a componenti e strumenti originali di Apple”.
Si tratta di un cambio di rotta importante per un’azienda che solo negli ultimi anni ha aperto la sua politica di accesso, a terzi autorizzati, di pezzi di ricambio originali per i prodotti venduti.
Tutti potranno dunque sostituire elementi usurati o rotti dei propri dispositivi senza doversi recare in un Apple Store oppure in uno dei migliaia di centri autorizzati presenti sul territorio. Si parte dagli Stati Uniti, a inizio 2022, con il supporto alle famiglie di iPhone 12 e iPhone 13, con l’estensione ad altri paesi, Italia inclusa, nel corso dell’anno. Dopo gli smartphone, sarà la volta dei Mac con processore casalingo chip M1. “Ampliare l’accesso a parti originali Apple garantisce ancora più possibilità di scelta quando si ha bisogno di una riparazione” ha dichiarato Jeff Williams, Chief Operating Officer di Apple. Il nuovo negozio online permetterà di acquistare oltre 200 parti originali singole e strumenti, che permettono di completare le riparazioni più comuni per iPhone 12 e iPhone 13. Ma attenzione alla garanzia: “I clienti coperti da garanzia, AppleCare+ o AppleCare Protection Plan, devono contattare Apple o richiedere assistenza ad un fornitore di servizi autorizzato. Se una riparazione eseguita al di fuori delle reti di riparazione autorizzate di Apple non ha esito positivo o provoca danni al dispositivo, le riparazioni future presso gli Apple Store, la rete di fornitori di servizi autorizzati Apple e i centri di riparazione, potrebbero essere soggette a costi di assistenza fuori garanzia” precisa il colosso.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Videochiamate di lavoro più numerose, Google aggiorna Meet
Come risposta allo smart working esteso il limite precedente
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
18 novembre 2021
11:39
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Con il lavoro da remoto che non sembra lasciare del tutto il passo al ritorno in ufficio, Google ha deciso di estendere la sua piattaforma di videochiamate professionali Meet.
L’app, disponibile sia per smartphone che tablet e computer, permette adesso di accogliere un massimo di 500 partecipanti alla stessa stanza, raddoppiando il limite precedente di 250.
La novità non è per tutti gli iscritti ma riguarda solo gli utenti abbonati ai livelli Business Plus, Enterprise Standard, Enterprise Plus ed Education Plus. “Ci auguriamo che aumentando le dimensioni massime delle riunioni sia più facile connettersi e collaborare con colleghi, clienti e consumatori” ha spiegato Google sul suo blog. Oltre a ciò, resta la possibilità di trasmettere la propria diretta ad un massimo di 100.000 spettatori, connessi esclusivamente allo streaming video. La persistenza del lavoro da casa ha portato le principali aziende che sviluppano prodotti di videoconferenza, tra cui Microsoft e Zoom, ad aumentare il numero massimo di partecipanti ad una singola chiamata, solo vocale o anche in video. Microsoft ha già esteso a 25.000 il limite massimo di utenti governativi negli Stati Uniti che possono collegarsi ad una riunione via computer, e dovrebbe agire in maniera simile per gli account legati ad utenze pubbliche in altri paesi. Il limite di utenti non paganti connessi ad una “room” è invece di 1.000. Zoom invece, che ha cominciato a mostrare annunci pubblicitari nelle pagine di riepilogo delle riunioni solo agli utilizzatori gratuiti, consente attraverso l’acquisto del pacchetto aggiuntivo Large Meetings, di estendere da 500 a 1.000 il numero di partecipanti ad una videochiamata.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google, formazione digitale per 1 mln di persone e imprese
Con Italia Digitale corsi e strumenti informatici gratuiti
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
18 novembre 2021
11:05
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google ha raggiunto l’obiettivo, con l’iniziativa “Italia in Digitale” partita a luglio del 2020, di aiutare oltre 1 milione di persone e imprese del nostro Paese a digitalizzarsi.
Secondo un precedente report del McKinsey Global Institute, in Europa oltre il 50% dei lavoratori con un salario basso avrà bisogno di cercare un’occupazione con una retribuzione maggiore dopo la pandemia, attingendo ad una serie di nuove competenze informatiche.
“La riqualificazione digitale è un percorso molto complesso ed è per questo che ci impegniamo a collaborare con legislatori, accademici, gruppi di settore e cittadini, per assicurarci che il nostro contributo sia il più mirato e utile possibile” spiega Google. Attraverso Italia in Digitale, presentato dal CEO di Google e Alphabet, Sundar Pichai, la scorsa estate, singoli e aziende hanno potuto accedere a corsi di formazione e strumenti informatici gratuiti, per intraprendere o trasformare la propria impresa in digitale.
Un esempio è Ibrahim Songne che, arrivato in Italia dal Burkina Faso, ha aperto nel centro di Trento la sua pizzeria, oggi nella classifica “Top 50 Pizza” dedicata ai migliori ristoranti italiani. Ma sono diversi i progetti a supporto delle realtà locali avviati in Italia da Google. Tra questi, Crescere in Digitale e Google Digital Training. Il primo rivolto a giovani e imprese in cerca di occupazione e supporto, il secondo a chi desidera sviluppare o acquisire nuove competenze digitali. Women Will, lanciato nel 2020, è stato realizzato in collaborazione con l’associazione no profit SheTech, nata con l’obiettivo di colmare il gender gap nel mondo della tecnologia, del digitale e dell’imprenditoria. Women Will intende supportare le donne nella loro crescita e carriera professionale attraverso workshop formativi sui temi di leadership, imprenditorialità e ricerca del lavoro.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google e AFP, accordo di 5 anni su remunerazione contenuti
Si tratta del primo accordo su contenuti di un’agenzia stampa utilizzati da motore web
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
18 novembre 2021
13:00
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google e l’agenzia AFP (France Presse) hanno annunciato ieri sera la firma di un accordo europeo quinquennale senza precedenti sulla remunerazione dei contenuti dell’agenzia di stampa internazionale utilizzati dal motore di ricerca.

Non è stato divulgato l’ammontare, forfettario, che spetterà alla AFP in base all’accordo, per la conclusione del quale sono stati necessari 18 mesi di trattative.
La notizia della firma è stata annunciata dal presidente della AFP, Fabrice Fries, e dal direttore generale di Google in Francia, Sébastien Missoffe.
Si tratta della prima partnership conclusa da un’agenzia di stampa in base alla direttiva europea sui cosiddetti “diritti connessi”, una legislazione oggetto di durissime controversie, adottata nel 2019 e trasferita nella legge francese nello stesso anno.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Accordo Thales-Ses per 2 satelliti per le telecomunicazioni
Garantiranno trasmissioni video e connettività a banda larga
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
18 novembre 2021
13:08
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Thales Alenia Space (JV Thales 67% e Leonardo 33%) ha firmato un accordo con SES (Société Européenne des Satellites) per la realizzazione di due satelliti geostazionari all’avanguardia per le telecomunicazioni video e dati.

Astra 1P consentirà alle emittenti private e pubbliche di Germania, Francia e Spagna di trasmettere canali televisivi satellitari con la massima qualità d’immagine e nel modo più economico.
Il satellite sarà basato sulla potente piattaforma interamente elettrica Spacebus NEO, sviluppata da Thales Alenia Space e già collaudata in orbita.
Astra 1Q sarà in grado di supportare le operazioni direct-to-home, consentendo a SES di rispondere alle richieste dinamiche dei suoi clienti per la fornitura di video e dati, anche in futuro. L’adattamento istantaneo alle esigenze in orbita consente la massima flessibilità dei servizi di trasmissione video e di connettività a banda larga.
“Siamo onorati – ha detto Hervé Derrey, CEO in Thales Alenia Space – che SES abbia rinnovato la sua fiducia dopo averci affidato la realizzazione di SES-17, lanciato di recente e in viaggio verso l’orbita geostazionaria, nonché di SES-22 e SES-23 attualmente in fase di sviluppo nei nostri stabilimenti”. E conclude: “Oggi i nostri attuali satelliti che operano in questo slot orbitale privilegiato servono 118 milioni di famiglie”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tennis incontra tecnologia, protezione & sport in Area X
Arnaldi e Bonaccorsi ospiti di Intesa Sanpaolo Assicura
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2021
23:00
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il ritratto di una giovane promessa del tennis e l’esperienza di un big della tecnologia al servizio dello sport saranno di scena domani, venerdì 19 novembre, in un nuovo appuntamento di Protezione e Sport, calendario di incontri di Area X, iniziativa di Intesa Sanpaolo Assicura dedicata alla diffusione della cultura della protezione nel cuore di Torino.

I protagonisti sono il giovane tennista del circuito Challenger Matteo Arnaldi, che nell’ultimo anno ha avuto un progresso da numero 1.030 a 357 nel ranking mondiale Atp e Tommaso Bonaccorsi, responsabile offer go to market, marketing Enterprise Tim.
L’intervista, realizzata dal giornalista Massimo Caputi, sarà trasmessa in streaming alle ore 14 su areax.info.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Arnaldi, 20 anni, originario di Sanremo, nel 2021 si è aggiudicato due Challenger da 25mila dollari in Macedonia e Portogallo. Punta alle qualificazioni del Roland Garros e a migliorare il suo piazzamento, entrando nei primi 150. “Il mio idolo è Novak Djokovic – racconta – mi ispiro al suo gioco che è simile alle mie caratteristiche. E poi apprezzo molto Rafa Nadal”. Nella settimana delle finali Atp a Torino, Arnaldi racconterà la sua storia, di come si è avvicinato al professionismo e come protegge il suo talento. A questo scopo un contributo concreto può arrivare dalla tecnologia. “Da un lato il cloud offre potenzialità infinite di immagazzinare e accedere a ogni dato immaginabile sulla performance atletica – spiega Tommaso Bonaccorsi – Dall’altro l’internet delle cose rende possibile applicare sensori praticamente a qualunque cosa, con sperimentazioni promettenti nel settore della tecnologia indossabile”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro: Passera, moneta digitale serve subito, non tra 5 anni
A.d. Illimity a dibattito promosso da Reply con la Repubblica
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
18 novembre 2021
14:43
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“La creazione dell’euro digitale è tra le urgenze alle quali dobbiamo dare la massima priorità: se avremo l’euro digitale tra cinque anni, come sento dire, sarà troppo tardi”.
Lo afferma Corrado Passera, fondatore e amministratore delegato di Illimity.
“Dobbiamo accelerare nella creazione di uno strumento competitivo e alternativo al Dollaro Digitale o al Renminbi Digitale, che peraltro la Cina è già pronta a diffondere su larga scala nei prossimi mesi. C’è in gioco non solo una perdita di competitività, ma la nostra sovranità”, aggiunge Passera intervenendo al dibattito promosso da Reply con la Repubblica ‘Le nuove filiere della finanza digitale’ per indagare lo stato delle nuove filiere finanziarie e i benefici potenziali per i cittadini e le imprese del settore.
“Stiamo da anni lavorando sui temi tecnologici e di business connessi all’avvento delle nuove tecnologie basate su Blockchain DLT” aggiunge Claudio Bombonato, Senior Partner Reply, durante l’iniziativa alla quale hanno partecipato anche Banca Generali, Nexi e CeTIF. “I tempi sono oramai maturi perché a livello italiano ed europeo gli attori del mercato prendano coscienza dei grandi rischi e opportunità e si sviluppino le prime iniziative concrete sul campo”, conclude Bombonato.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Alibaba: -81% utili secondo trimestre, pesa stretta Cina
Ricavi di luglio-settembre a +29% in linea con tassi precedenti
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
18 novembre 2021
15:27
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Alibaba chiude il secondo trimestre con profitti crollati dell’81%, a 5,37 miliardi di yuan (833 milioni di dollari), contro i 28,77 miliardi di yuan dello stesso periodo del 2020.
I ricavi del gruppo di Hangzhou, generati principalmente dalle operazioni di e-commerce, hanno raggiunto – si legge in una nota – i 200,7 miliardi di yuan (+29%), più o meno in linea con i tassi di crescita degli anni precedenti e poco sotto i 204,i miliardi.
I conti di Alibaba erano particolamente attesi nel mezzo della stretta di Pechino sui colossi tecnologici del Paese. Alibaba (-5,34% a Hong Kong) cede in preapertura a Wall Street il 7,94%.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
‘Casa dolce casa’? Il lavoro domestico ai tempi dello smart working
Il convegno della Società italiana delle storiche alla casa internazionale delle donne a Roma
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
18 novembre 2021
16:03
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Per chiunque lavori da remoto la “neodomesticizzazione” legata allo smart working in pandemia pare implicare alcuni vantaggi e molti rischi: la casa resta un ambito precluso agli ispettorati del lavoro, le postazioni sfuggono in gran parte alle norme che mirano agarantire la sicurezza e la salubrità dei luoghi di lavoro, la libertà di organizzare i propri tempi si traduce facilmente in lavoro senza orari, l’isolamento può rendere chi è dipendente più debole nella contrattazione con la parte datoriale; molti costi–elettricità, telefono, riscaldamento, pulizia, usura della strumentazione e dall’ambiente domestico –ricadono su lavoratori e lavoratrici.
E’ uno dei punti sui quali si sofferma la Società italiana delle storiche in un convegno, dal titolo ‘Casa dolce casa?’ alla Casa internazionale delle donne a Roma.
Molti gli spunti di riflessione per un ragionamento che vuole passare in rassegna tutti gli ambiti toccati da questo tema: non solo la prospettiva storica ma anche l’impatto sull’economia e su tutti gli ambiti della vita familiare.
D’altra parte, anche il risparmio di tempo negli spostamenti, il minor inquinamento che ne deriva, il minor affollamento dei centri urbani etc., se da un lato sono certamente aspetti positivi, dall’altro hanno comunque un profondo impatto sugli attuali assetti socio-economici, con conseguenze negative per molti esercizi commerciali e servizi legati al lavoro “in presenza”.
Senza dubbio – si sottolinea nella presentazione – stiamo assistendo a trasformazioni che difficilmente saranno completamente reversibili, anche se lentamente, grazie alla campagna vaccinale, molte attività tornano in presenza.
Verosimilmente, tali trasformazioni avranno effetti di lungo periodo sull’intera dimensione del quotidiano, sull’organizzazione della vita familiare e relazionale, nonché sul lavoro, i trasporti, l’architettura e l’urbanistica, la sostenibilità etc. Le modalità di lavoro misto, in presenza a distanza, verosimilmente saranno eredità di lungo periodo della pandemia. Se da un lato paiono essere la quadratura del cerchio, dall’altropossono comportare, almeno in certi casi, un aumento della difficoltà organizzativa.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Cina: scetticismo su autenticità della mail della tennista Peng
La sorte della star cinese del tennis Peng Shuai resta avvolta dal mistero
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
18 novembre 2021
19:45
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La sorte della star cinese del tennis Peng Shuai resta avvolta dal mistero.
E non ha convinto nessuno la presunta mail – diffusa dalla tv statale cinese – con la quale Peng avrebbe rassicurato sulle sue condizioni dopo le accuse di violenza sessuale rivolte a Zhang Gaoli, ex vicepremier di 75 anni ed ex componente del Comitato permanente del Politburo.
Da quel momento Peng è sparita.

Nella notte di giovedì, l’emittente in lingua inglese Cgtn della tv statale Cctv ha riferito “di aver appreso” che la tennista “ha inviato un’email a Steve Simon, presidente e Ceo della WTA”, pubblicandone il testo. “Riguardo alle recenti notizie rilasciate sul sito ufficiale della WTA, il contenuto non è stato confermato o verificato da me stessa ed è stato rilasciato senza il mio consenso”, si legge nella lettera attribuita a Peng. “Le notizie in quel comunicato, compresa l’accusa di violenza sessuale, non sono vere. Non sono sparita, né sono in pericolo. Mi sto riposando a casa e tutto va bene.
Grazie ancora per esservi presi cura di me”, continua l’email, in cui si chiede alla WTA di verificare eventuali dichiarazioni future e di chiedere il suo consenso prima di pubblicarle.
A prescindere dai toni quasi burocratici, ben lontani dal post di denuncia sugli abusi subiti, lo screenshot della lettera postata dalla Cgtn include un cursore ben visibile nel centro del testo e, cosa molto più sorprendente, non è stato pubblicato da nessun altro in Cina, cosa che ha alimentato un inevitabile scetticismo. Su Peng insomma il mistero continua.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Auditel-Censis, è boom audience per la tv lineare e in streaming
Nelle case degli italiani quasi 120 milioni di schermi
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2021
10:23
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
I dati sugli ascolti certificano una crescita di audience e di tempo dedicato alla visione della tv lineare e in streaming.
Nel 2020 circa 7,3 milioni di italiani con più di 4 anni (il 12,5% del totale; nel 2019 erano meno di 6 milioni, c’è un + 24,6%) hanno guardato su Internet i programmi televisivi sono in onda in contemporanea sulla tv lineare e 4,2 milioni lo hanno fatto utilizzando lo smartphone.
È quanto emerge dal quarto Rapporto Auditel-Censis, dal titolo “L’Italia multiscreen: dalla Smart Tv allo schermo in tasca, così il Paese corre verso il digitale”, presentato al Senato. Gli schermi all’interno delle case sono 119 milioni e 400 mila (+6,2% negli ultimi due anni), con una media di 5 schermi per ogni famiglia. Le famiglie connesse sono il 90,2% del totale (+3,6% dal 2019). E quelle che possiedono una connessione sia fissa che mobile sono il 59,4% (+6,2%).
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Amazon: nel 2020 investimenti in Italia salgono a 2,9 mld
Nel 2021 creati 3.000 nuovi posti lavoro a tempo indeterminato
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2021
10:30
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Aumentano gli investimenti di Amazon in Italia: da 1,8 miliardi di euro nel 2019 a 2,9 miliardi nel 2020, per un totale di 8,7 miliardi dall’apertura di Amazon.it.

Lo rende noto il Gruppo, aggiungendo che nel 2021 sono stati creati 3.000 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato per un totale di oltre 12.500 dipendenti.
“Attraverso gli investimenti, Amazon ha contribuito alla creazione di nuovi posti di lavoro di qualità, alla crescita delle Pmi italiane online, allo sviluppo delle infrastrutture logistiche e di impianti di energia rinnovabile su larga scala”, spiega la società, sottolineando che ciò ha portato ad “un aumento della sua contribuzione fiscale” al Paese, a 345 milioni di euro nel 2020 da 234 milioni del 2019. Inoltre, ad ottobre è stata aumentata “dell’8% la retribuzione di ingresso dei dipendenti della rete logistica portandola a 1.680 euro”, fa presente Amazon.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Metaverso, da Facebook il guanto per “toccare” gli oggetti
Prototipo dei Meta Reality Labs formato da decine di sensori
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2021
10:36
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
I Meta Reality Labs, già noti come Facebook Reality Labs, hanno svelato un guanto che permetterà di toccare gli oggetti nel metaverso.
Zuckerberg, in occasione dell’annuncio della nascita di Meta, la compagnia che ingloba le attività di Facebook e delle altre aziende correlate, aveva condiviso la sua visione di una piattaforma di realtà virtuale e aumentata, dove le persone potranno incontrarsi per lavorare, studiare e divertirsi.
Il guanto, attualmente in una fase sperimentale e di sviluppo, si porrà come accessorio fondamentale per avvicinare le esperienze digitali a quelle della vita reale. Progettato per essere abbinato ai visori VR, come gli Oculus Quest 2, il guanto è dotato di decine di sensori, che i Labs definiscono “attuatori”, utili a sentire la presenza di oggetti negli ambienti 3D e distinguere tra pesi e consistenze differenti. Tutto attraverso un motorino interno al centro della mano che gonfia gli attuatori attraverso un semplice flusso d’aria. In questo modo, si creano dei dossi tra le dita che restituiscono la sensazione di presa di vari elementi. Toccando una penna, ad esempio, si gonfieranno solo i sensori sulle estremità di pollice ed indice mentre, in caso di un pallone, saranno coinvolti entrambi i guanti e molti più attuatori. Il Reality Labs hanno inoltre aggiunto specifici suoni, che danno l’illusione del tocco fisico. Come spiegano i ricercatori, non vi è una data di uscita ufficiale sul mercato e probabilmente ci vorranno anni prima che il dispositivo finale sia pronto e indossabile per un uso comune.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Quasi 120 milioni di schermi nelle case degli italiani
C’è una media di cinque schermi per famiglia
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2021
20:06
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La pandemia ha accelerato in modo deciso la corsa degli italiani verso la vita digitale, un cambiamento che è qui per restare: gli schermi all’interno delle case sono 119 milioni e 400 mila (+6,2% negli ultimi due anni), con una media di 5 schermi per ogni famiglia.
Le famiglie connesse sono il 90,2% del totale (+3,6% dal 2019).
E quelle che possiedono una connessione sia fissa che mobile sono il 59,4% (+6,2%). È quanto emerge dal quarto Rapporto Auditel-Censis, dal titolo “L’Italia multiscreen: dalla Smart Tv allo schermo in tasca, così il Paese corre verso il digitale”, presentato al Senato.
Lo studio si fonda sulla Ricerca di base Auditel: 7 cicli di indagini (wave), fino a luglio 2021, su un campione rappresentativo delle famiglie e degli individui che vivono in Italia, per un totale di circa 20.000 interviste annuali. Numeri che certificano una crescita di audience e di tempo dedicato alla visione della tv lineare e in streaming, anche per la costante ricerca del pubblico di informazioni affidabili legate all’emergenza pandemica. Si registra anche “una crescente adesione alla banda larga, che si configura sempre più come bene di prima necessità” dice il presidente di Auditel Andrea Imperiali. Un panorama nel quale il palinsesto se lo compone sempre più autonomamente il pubblico. Nel 2020 circa 7,3 milioni di italiani con più di 4 anni (il 12,5% del totale; nel 2019 erano meno di 6 milioni) hanno guardato su Internet i programmi televisivi in onda in contemporanea sulla tv lineare e 4,2 milioni lo hanno fatto utilizzando lo smartphone. Crescono i numeri di tutti i device: nel 2021 gli apparecchi televisivi superano i 43 milioni (+1,0% dal 2019) soprattutto per l’ormai prepotente presenza di Smart Tv o dispositivi esterni collegati: sono 15,3 milioni (+46,6% negli ultimi due anni). In aumento anche gli smartphone, che sono oltre 48 milioni (+8,9% dal 2019). Così come crescono i pc collegati, che sono quasi 20 milioni, e i tablet, che sono 7,7 milioni. Nel 2021 le famiglie che hanno in casa almeno un tablet o un computer sono 15 milioni e 500.000, pari al 64,9% del totale, aumentate del 3,8% negli ultimi due anni. “Un quadro che ci rende tutti, costantemente consumatori, a casa come in strada e al lavoro, a discapito della produttività del singolo” osserva Giuseppe De Rita, Presidente del Censis.
Bisogna, tuttavia, ancora confrontarsi con il digital divide: 2 milioni e 300 mila famiglie italiane, il 9,8% del totale, non sono collegate ad internet; 7 milioni e 200 mila famiglie, il 29,9% del totale hanno solo la connessione mobile, e di queste circa 5 milioni si collegano solo con lo smartphone. Otto milioni e 400 mila famiglie, il 35,1% del totale (la metà è formata da nuclei composti solo da anziani), non ha in casa né un pc né un tablet, quota che arriva al 72,8% tra quelle che si collocano su di un livello socioeconomico basso. “C’è ancora un tema di carenza infrastrutturale – commenta il presidente dell’Agcom Giacomo Lasorella -. Il passaggio chiave è lo sviluppo della banda larga e della rete 5g, anche per ridurre il gap tecnologico a livello territoriale e per categorie di persone, alcune delle quali sono ancora escluse dall’accesso alla quotidianità digitale”. Una situazione sulla quale si agirà anche grazie alle massicce risorse del Pnrr, nel quale il 27% dei fondi “è dedicato all’innovazione del digitale e al 5g” ricorda Mauro Coltorti, Presidente della Commissione Lavori Pubblici, comunicazioni del Senato. L’investimento in innovazione, nei servizi media – audiovisivi, nelle telecomunicazioni, in conoscenza e nel saper fare “oggi più che mai è un atto politico per orientare la competitività, diffondere le competenze e creare sinergie” dice Anna Ascani, Sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico. In un quadro come questo “bisognerebbe immaginare una ristrutturazione del servizio pubblico che tenga conto delle novità sempre più evidenti” spiega Riccardo Nencini, Presidente della Commissione Istruzione Pubblica e beni culturali del Senato. Diventa inoltre, ancora più essenziale, in tempi di infodemia e transizione digitale che il servizio pubblico “offra un giornalismo di qualità – spiega il presidente della Commissione di Vigilanza Rai Alberto Barachini – che informi ma promuova anche il pensiero critico, che è molto diverso dal complottismo”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Da “juventus” a “napoli”, le password più usate del 2021
Resta in cima “123456”, in Italia rischio violazione elevato
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2021
10:49
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli italiani continuano ad utilizzare sempre le stesse password per accedere alle piattaforme digitali, che si tratti di lavoro, studio o svago.

In cima alla lista delle più utilizzate del 2021 resta la sequenza “123456”.
Fanno il loro ingresso nella top 10 di NordPass anche le squadre di calcio, “juventus” e “napoli”.
NordPass, che sviluppa un gestore di password per smartphone e computer, realizza ogni anno la classifica delle chiavi più diffuse nei principali mercati mondiali, valutando anche il rischio di violazione di ogni paese. L’Italia, come la maggior parte d’Europa, presenta un indice di rischio elevato, con oltre 4 password trafugate e divulgate online pro capite. Tra i meno colpiti c’è l’Arabia Saudita, con 0,26 password violate per persona e la Cina, con lo 0,19. Secondo al ricerca, tra le password più comuni in Italia ci sono “123456”, “123456789”, 12345″, “12345678” e “qwerty”. Mentre, più in basso, “juventus”, “000000”, “password”, “andrea” e “napoli”. Al di là delle specificità nazionali, come i team e i nomi di persona, ci sono alcune chiavi utilizzate globalmente, quelle su cui i criminali informatici puntano di più per violare gli account. Ad esempio, India e Giappone hanno in comune “password”, mentre il filo che unisce Indonesia, Spagna e Thailandia è la sequenza “12345”.
Gettonate anche “qwerty” e le sue varianti, tra cui la versione locale “qwertz” in Germania. “Le password continuano a indebolirsi e le persone non mantengono un’adeguata attenzione su come usarle” ha spiegato il CEO di NordPass, Jonas Karklys.
“È importante capire che le chiavi sono la porta d’accesso alle nostre vite digitali e visto che trascorriamo sempre più tempo online, diventa estremamente importante prendersi cura della sicurezza informatica di ognuno”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tass ‘assume’ cosmonauta russo come corrispondente dalla ISS
Le notizie e le sue foto a disposizione dei lettori dell’agenzia
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
19 novembre 2021
12:19
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’agenzia di stampa russa TASS ha stretto un accordo con la Roscosmos, l’ente spaziale russo, per avere una presenza giornalistica sul Stazione Spaziale Internazionale.
Il primo corrispondente della TASS a bordo della stazione orbitale sarà il cosmonauta Alexander Misurkin.
Il suo compito sarà quello di riferire sulla routine quotidiana della stazione spaziale: i suoi dispacci saranno disponibili per i gli abbonati dell’agenzia e i suoi contributi foto e video saranno caricati sul sito web dell’agenzia e sui profili social.
Il memorandum è stato firmato dal direttore generale della TASS, Serghei Mikhailov, e dal CEO di Roscosmos, Dmitry Rogozin.
“Prima eravamo limitati al nostro pianeta: la TASS è presente in tutte le regioni della Russia e in più di 60 Paesi. Nei prossimi anni il loro numero aumenterà. Abbiamo avuto l’idea che lo spazio possa essere tra gli obiettivi della nostra espansione e sono molto contento che la cooperazione con la Roscosmos Corporation abbia preso forma molto rapidamente e armoniosamente”, ha detto Mikhailov. “Reputiamo un incredibile onore poter considerare i cosmonauti russi come nostri colleghi: non vediamo l’ora di ricevere notizie e fantastiche istantanee dall’orbita”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple, i dipendenti torneranno in ufficio da febbraio
Alternanza tra lavoro in sede e smart working fino a metà 2022
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2021
12:29
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
I dipendenti di Apple torneranno nelle varie sedi aziendali dal prossimo 1 febbraio, come parte di un nuovo progetto pilota che punta ancora su una modalità di lavoro ibrido.
Lo conferma una nota inviata dall’amministratore delegato Tim Cook ai lavoratori e ottenuta dal sito The Information.
Stando alla comunicazione, il ritorno a pieno regime in ufficio non avverrà prima di metà 2022, con un piano di rientro graduale. Da febbraio, i dipendenti si recheranno in sede per uno o due giorni alla settimana, mentre da marzo si arriverà a tre. L’organizzazione a turni permetterà di evitare un sovraffollamento degli spazi. Per i team che hanno una maggiore necessità di lavorare di persona vi saranno delle deroghe per passare più tempo in ufficio. Resta, per tutti, la possibilità di lavorare in remoto fino ad un periodo di quattro settimane all’anno, un aumento rispetto alle due settimane annunciate dal colosso americano all’inizio del 2021. “Questo offre maggiori opportunità di viaggiare, essere più vicini ai cari o semplicemente cambiare la routine” ha detto Cook ai dipendenti. Il CEO aveva svelato a giugno i piani di lavoro ibrido, ipotizzando un ritorno in ufficio questo settembre. La scadenza era stata poi spostata ad ottobre e a gennaio, prima della più recente di febbraio. In quell’occasione, un gruppo di dipendenti di Apple aveva scritto una lettera a Cook in cui si chiedeva una politica aziendale più flessibile, che consentisse a chiunque di lavorare da casa senza restrizioni. La modalità di lavoro ibrido andrà avanti, fino a metà 2022, per Facebook. Tra gli altri big del settore, Microsoft ha approvato, un anno fa, lo smart working permanente. Come già sottolineato in passato, Apple e le altre compagnie guardano all’evolversi della situazione pandemica per adattare le proprie strategie alle varie indicazioni di tutela sanitaria.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Password deboli, 123456 e Juventus le piu’ usate
Meno di un secondo per violarle. “Scarsa comprensione pericoli”
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2021
17:49
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
APPROFONDIMENTO
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Basta meno di un secondo per decifrare una delle 200 password più diffuse al mondo nel 2021 e individuate da una recente ricerca di NordPass.
La compagnia che sviluppa software di sicurezza ha elencato, come ogni anno, le chiavi alfanumeriche che gli utenti del web usano più frequentemente per autenticarsi ad app e servizi, anche quelli finanziari e della pubblica amministrazione.
In Italia, le più utilizzate sono ancora le semplici sequenze composte da numeri, come “123456”, anche se crescono in popolarità termini che tirano in ballo squadre di calcio, “juventus” e “napoli”, e nomi propri, “andrea”, “francesco” e “antonio”. “La lista non stupisce anzi conferma un trend che si osserva da anni” ci spiega Alessio Pennasilico, senior Advisor dell’Osservatorio Cybersecurity & Data Protection del Politecnico di Milano.
“L’analisi è l’ulteriore dimostrazione del grado scarso di conoscenza che le persone hanno dei pericoli derivanti dall’utilizzo di password semplici e magari ripetute per i vari servizi a cui si è registrati”. L’Italia, a livello globale, si colloca nella parte alta della classifica dei paesi dove è più elevata la possibilità di violazione informatica, stando ad un indice di rischio realizzato da NordPass. Con una media di oltre 4 chiavi pro capite rubate e diffuse su internet, fanno peggio di noi, in Europa, solo Repubblica Ceca, dove la media è di 6,2 password violate per persona, Francia e Germania, rispettivamente con un indice di 6 e 5,8 chiavi sottratte ad utente. “Eppure, i mezzi per migliorare lo scenario ci sono e vengono offerti gratuitamente” prosegue Pennasilico. “Tra questi, l’autenticazione a due fattori, con cui si riceve un sms con un codice aggiuntivo da inserire nelle app, oppure la sicurezza biometrica, una forma decisamente avanzata di difesa, che usa le impronte digitali e il riconoscimento del volto del reale possessore dello smartphone per l’accesso a portali e servizi”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Emergenza Covid in Germania, gli Efa a Berlino saranno on line
Cerimonia l’11 dicembre, in presenza solo nominati e vincitori
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
19 novembre 2021
18:05
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La 34a edizione degli European Film Awards, gli oscar europei del cinema, si terrà come evento live in streaming da Berlino, sabato 11 dicembre.
Alla cerimonia non parteciperà il consueto pubblico composto dai membri dell’Academy, partner e ospiti dell’industria cinematografica, media internazionali: in presenza ci saranno soltanto i nominati e i premiati.
Una scelta dettata dall’aggravarsi della pandemia da Covid 19 in diversi Paesi europei e in particolare in Germania. La moltiplicazione dei contagi condizionerà tutti gli eventi che normalmente si svolgono durante il weekend degli Efa.
“Siamo estremamente dispiaciuti – spiega Matthijs Wouter Knol, CEO e direttore dell’European Film Academy – e ci rendiamo conto che questa decisione sarà una grande delusione per molti in Europa. E anche noi siamo molto delusi. Ma di fronte alla responsabilità di un tale evento, non vediamo altra scelta. Il rischio sarebbe semplicemente troppo alto. Ora andremo avanti concentrando i nostri sforzi per rendere comunque quest’evento speciale – per coloro che potranno partecipare e per coloro che ci seguiranno a distanza”.
Le procedure per l’assegnazione dei premi – ai quali l’Italia è candidata per miglior film, regia e sceneggiatura con E’ stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino – non risentiranno dei cambiamenti. Ad esprimere il loro voto per la maggior parte dei premi saranno come sempre i 4100 membri della European Film Academy. La cerimonia sarà messa in onda e trasmessa in diretta streaming su https://europeanfilmawards.eu e su vari siti partner.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Sgominato da Ps gruppo criminale dedito a frode informatica
Dopo furto carte pagamento a postini. Quattro misure cautelari
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
20 novembre 2021
09:45
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Si spacciavano anche per funzionari di polizia, così da ottenere informazioni dagli Uffici dell’Anagrafe e le banche per attivare carte di pagamento sottratte ai portalettere durante le loro consegne.

Protagonista della vicenda un gruppo criminale – sgominato dalla Polizia di Stato – composto da quattro persone: un 45enne e un 42enne già noti alle forze dell’ordine,entrambi originari di Napoli ma residenti a Cattolica, nel Riminese – considerati la ‘mente’ dell’attività e il suo ‘braccio destro’ – , la moglie del 45enne e il figlio.

Alla luce dell’operazione avviata nel 2020 e ribattezzata ‘The Jackals’, i quattro sono indagati per i reati di furto aggravato, frode informatica, accesso abusivo a sistema informatico e indebito utilizzo di carte di pagamento elettronico. Il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Bologna, lo scorso 8 novembre, ha disposto la custodia cautelare in carcere per il 45enne e il 42enne e l’obbligo di dimora nel comune di residenza e presentazione quotidiana alla Polizia Giudiziaria per le altre due persone coinvolte.
Dall’attività investigativa condotta dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni per l’Emilia-Romagna è emerso come il gruppo fosse dedito al furto sistematico della corrispondenza assicurata e raccomandata affidata ai portalettere così da impossessarsi e utilizzare poi indebitamente gli strumenti di pagamento contenuti nelle missive come carte di credito, tessere Bancomat e carte revolving per acquisti di beni di lusso o presso esercenti compiacenti. I furti, iniziati nel luglio 2020, hanno colpito numerosi postini che, dopo essere stati seguiti, si ritrovavano con il bauletto dei loro mezzi di trasporto forzato e il contenuto sparito.
Nella maggior parte dei casi, le carte di credito rubate risultavano essere già attive, negli altri casi gli indagati, si procuravano i dati sensibili necessari – come utenze cellulari, indirizzi, informazioni personali – chiamando gli uffici di Stato Civile, la Polizia Municipale, le banche, i gestori di servizi di energia e addirittura in alcuni casi spacciandosi anche per personale delle forze di Polizia impegnate in servizi di emergenza connessi all’emergenza coronavirus.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass falsi online, il Garante della Privacy avvia un’indagine
Migliaia di certificati disponibili a serio rischio manipolazione. Indagano le procure di Roma e Milano. In corso indagini per risalire agli indirizzi Ip di chi ha caricato i certificati in rete
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2021
19:55
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Migliaia di Green pass, apparentemente autentici, disponibili on line in una nota piattaforma di file sharing e scaricabili da chiunque, con il serio rischio che possano essere manipolati o commercializzati.  Considerata la gravità e la pericolosità di questa illecita diffusione di dati personali particolarmente delicati, il Garante per la protezione dei dati personali ha avviato d’urgenza un’indagine per accertare le modalità con le quali questi dati siano finiti in rete e ha dato mandato al Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi tecnologiche della Guardia di Finanza di acquisire gli archivi on line e accertarne la provenienza.
Due fascicoli sulla diffusione di Green pass online, a quanto si apprende, sono stati aperti dalle Procure di Roma e Milano. Il primo è inerente all’indagine avviata anche dal Garante della Privacy sui certificati disponibili all’interno di una nota piattaforma di file sharing, l’altro sui pass reperibili online.
Sono in corso indagini per risalire agli indirizzi ip di chi ha caricato in rete i certificati e individuare chi li ha acquisiti.
Lunedì si terrà un incontro tra il Garante della Privacy e il Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi tecnologiche della Guardia di Finanza.
Un video in cui una voce fuori campo spiega di aver scaricato “tutto l’archivio italiano” dei certificati fino al 15-16 ottobre, trovato su un comune programma di file sharing, circola sulle chat dei no Green pass, creando dibattito. “Lo Stato non è in grado di tutelare i dati sensibili”, è la protesta di chi ha postato il video. C’è chi si informa su quale piattaforma di condivisione utilizzare per ottenere il certificato, ma anche qualche irriducibile che prende le distanze, sostenendo che se si è contrari all’obbligo di Green pass sarebbe ipocrita utilizzarne uno falso. Un utente dello stesso gruppo sminuisce la portata della “fuga” di certificati perché si tratterebbe di pass che non servono a nulla, se non ai fini di studio. Su un altro gruppo, circolano notizie di Green pass in vendita a 250 euro, o due al prezzo di 450 euro.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Blocco app Tesla, decine di persone non possono avviare l’auto
Elon Musk su twitter, ‘controllo’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2021
17:28
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Un blocco all’app di Tesla, utilizzata come chiave dai conducenti per avviare le auto, ha impedito a decine di persone di utilizzare i propri veicoli.
In tanti hanno pubblicato sui social media la visualizzazione del messaggio di errore sull’app della casa automobilistica che impediva loro di connettersi alle vetture.
Lo riporta la Bbc.
L’amministratore delegato di Tesla, Elon Musk, ha risposto personalmente alla denuncia di un autista in Corea del Sud, dicendo su Twitter: “Controllo”. In seguito Musk ha assicurato che l’app sarebbe tornata online.
Circa 500 utenti hanno segnalato un errore sull’app di Tesla nel pomeriggio di venerdì, secondo il sito di monitoraggio delle interruzioni DownDetector. Cinque ore dopo, c’erano poco più di 60 segnalazioni di un errore.
“Ci scusiamo, adotteremo misure per garantire che ciò non accada di nuovo”, ha twittato ancora Musk.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Iran: attacco hacker contro Mahan Air, ma voli regolari
Sito web irraggiungibile. Portavoce, ‘è stato sventato’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
TEHERAN
21 novembre 2021
11:00
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La principale compagnia aerea privata iraniana, la Mahan Air, è stata vittima questa mattina di un attacco informatico, che secondo la società è stato “sventato”: i voli proseguono regolarmente, ma il suo sito web è tuttora irraggiungibile.

“Molti attacchi informatici si sono verificati contro la compagnia aerea di recente, ma sono stati sventati – ha detto all’agenzia stampa Irna il portavoce della società, Amirhossein Zolanvari -.
Attualmente, tutti i voli vengono effettuati regolarmente”.
La Mahan Air è accusata dagli Usa di fornire supporto alle operazioni all’estero delle Guardie rivoluzionarie e nel 2011 è stata inserita nella lista delle sanzioni statunitensi.
L’Iran è stato colpito da una serie di attacchi informatici di recente, incluso uno che ha interrotto la vendita di benzina nelle stazioni di servizio del Paese il 26 ottobre scorso.
Attacchi che secondo Teheran sono stati lanciati da Stati Uniti e Israele.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tim: Mef,Governo prende atto, interesse positivo per Paese
Governo valuterà su rete e crescita occupazione
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
21 novembre 2021
20:49
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Governo prende atto dell’interesse per Tim manifestato da investitori istituzionali qualificati”.
Lo afferma il Ministero dell’economia e delle finanze in una nota, in cui aggiunge: “L’interesse di questi investitori a fare investimenti in importanti aziende italiane è una notizia positiva per il Paese.
Se questo dovesse concretizzarsi, sarà in primo luogo il mercato a valutare la solidità del progetto”.
“Tim è il maggiore operatore di telefonia del Paese. E’ anche la società che detiene la parte più rilevante dell’infrastruttura di telecomunicazione. Il Governo seguirà con attenzione gli sviluppi della manifestazione di interesse e valuterà attentamente, anche riguardo all’esercizio delle proprie prerogative, i progetti che interessino l’infrastruttura”, prosegue il Mef, che chiarisce: “L’obiettivo del Governo è assicurare che questi progetti siano compatibili con il rapido completamento della connessione con banda ultralarga, secondo quanto prefigurato nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, con gli investimenti necessari nello sviluppo dell’infrastruttura, e con la salvaguardia e la crescita dell’occupazione”.
A seguire i diversi aspetti della vicenda, fa sapere ancora il Tesoro, si è ritenuto che “sia un Gruppo di lavoro composto dagli esponenti di Governo titolari delle competenze istituzionali principalmente coinvolte, oltre che dalle Amministrazioni e da esperti”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tim, titolo sugli scudi, +30,2%. Vivendi boccia l’offerta
Il gruppo di lavoro creato dal governo potrebbe riunirsi già in settimana. Salvini: ‘Evitare lo spezzatino’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
22 novembre 2021
19:33
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gruppo di lavoro creato dal Governo per seguire la vicenda Tim potrebbe riunirsi già in settimana, per fare un primo esame delle carte, dopo la manifestazione di interesse presentata dal fondo americano Kkr per un’opa totalitaria sul gruppo italiano.
Lo si apprende da fonti istituzionali. Il gruppo di lavoro, come spiegato nel comunicato del Ministero dell’economia, è composto dagli esponenti di Governo titolari delle competenze istituzionali principalmente coinvolte (dovrebbero essere i ministri dell’economia Franco, dello sviluppo Giorgetti e dell’innovazione tecnologica Colao), oltre che dalle amministrazioni e da esperti. “A Tim, e quindi all’Italia, servono un partner ed un piano industriale che valorizzino e rafforzino l’azienda, non un’operazione finanziaria che rischia di portare ad uno spezzatino di una realtà così importante per il Paese.
Inoltre, visti i non brillanti risultati degli ultimi mesi, il cambio ai vertici auspicato da più parti pare tema non più rinviabile”. Così il segretario della Lega Matteo Salvini, interpellato da Affaritaliani.it, commenta la proposta d’acquisto di Tim da parte di Kkr, il fondo infrastrutturale americano.
Da parte sua Confindustria apprezza la sensibilità del governo sul tema. “Noi non entriamo, ovviamente, in nessun giudizio, essendo” la Tim “un’azienda quotata, apprezziamo però la sensibilità con cui il Governo sta tenendo in massima attenzione il dossier perché comunque parliamo di un settore strategico per il  Paese”. Così, a Potenza, a margine di un’iniziativa sul tema “Motore Mezzogiorno, Ripartenza Italia”, il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, ha risposto a una domanda dei giornalisti sulla questione Tim.
Vivendi, socio di riferimento di Tim, boccia l’offerta di Kkr. “L’offerta di Kkr non riflette il reale valore di Tim, è insufficiente”. È questa la posizione di Vivendi lasciano intendere fonti vicine al gruppo francese.
Intanto la proposta d’acquisto di Kkr mette le ali a Tim in Borsa. Il titolo ha terminato la seduta con un guadagno del 30,25% a 0,451 euro, rispetto agli 0,505 euro offerti da Kkr. Brillanti anche le azioni risparmio, che hanno chiuso con un +29,53% a 0,45 euro, sostanzialmente in linea con le ordinarie, le quali nella seduta hanno toccato un record si 0,459 euro verso le 16.45, tornando così sui valori di giugno. Il volume di scambio delle ordinarie è stato di 1.726.218.126 pezzi, per un controvalore di 758.218.374 euro, e per le risparmio di 418.444.326, per un controvalore di 185.630.659 euro. Beneficia del cambiamento di scenario anche il socio di riferimento di Tim: Vivendi a Parigi guadagna il 2,99% a 11,38 euro ai massimi da due mesi.  Secondo gli analisti di Ubs a Tim serviva un approccio ‘fuori dagli schemi’ per invertire tendenza e tornare alla redditività e lo può trovare con il sostegno di Kkr. “Un private equity esperto come KKR potrebbe rivelarsi una soluzione migliore per supportare il turnaround di Tim rispetto agli azionisti di riferimento che hanno controllato TI negli ultimi 20 anni, grazie al suo lungo orizzonte di investimento, alle sue ampie risorse finanziarie e alla flessibilità extra consentita dal delisting”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Abusi online, Meta ritarda i messaggi sicuri su Facebook
Arrivo della crittografia rimandato al 2023 anche su Instagram
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
22 novembre 2021
11:32
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Meta, la casa madre che controlla Facebook e Instagram, porterà su Messenger e nei messaggi diretti del social delle foto, la crittografia end-to-end solo nel 2023.
Quest’ultima, assicura una forma maggiore di protezione da parte di hacker e agenzie terze, perché consente solo al mittente e al destinatario di un messaggio di leggerne il contenuto.
Una mossa che, stando ad alcune organizzazioni in difesa dei minori, rischia di nascondere una serie di abusi perpetrati online, vista l’impossibilità di controllo da parte delle forze dell’ordine. Originariamente programmata per il 2022, la crittografia in arrivo su Messenger e Instagram non vedrà la luce prima del 2023. Lo ha spiegato un portavoce di Meta, affermando al Sunday Telegraph che: “Come azienda che connette miliardi di persone in tutto il mondo e che ha creato una tecnologia leader del settore, siamo determinati a proteggere le comunicazioni private delle persone e a mantenerle al sicuro online. Ci stiamo prendendo del tempo per raggiungere tale scopo e non prevediamo di completare il lancio globale della crittografia end-to-end per impostazione predefinita su tutti i nostri servizi di messaggistica fino al 2023”. Un parere differente da quello della National Society for the Prevention of Cruelty to Children (NSPCC), che ha sottolineato come la messaggistica privata sia “la prima strategia degli abusi sessuali su minori online, perché impedisce alle forze dell’ordine e alle piattaforme tecnologiche di leggere i messaggi, garantendo un maggiore anonimato”. Meta utilizza già la crittografia end-to-end su WhatsApp e per le chiamate vocali e video su Messenger. Secondo il Centro nazionale statunitense per i bambini scomparsi, su 21 milioni di segnalazioni di abusi sessuali su minori, identificati a livello globale nel 2020, più di 20 milioni provenivano da Facebook.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il caso della tennista scomparsa visto dai social
Il contenuto con maggior engagement è stato il tweet di Serena Williams ‘scioccata dalla notizia’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
22 novembre 2021
11:14
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il caso di Peng Shuai, la tennista cinese scomparsa dopo aver accusato l’ex vicepremier del suo Paese di violenza sessuale, scuote il mondo dello sport e le diplomazie internazionali, con persino l’Onu nei giorni scorsi a chiedere prove dell’ubicazione della stella del tennis cinese. Stando alle notizie delle ultime ore vi sarebbe stata una videochiamata con il presidente del Comitato olimpico internazionale Thomas Bach, e dunque, la vicenda fortunatamente sembra avviata verso il lieto fine.
In attesa di ulteriori rassicurazioni sulla salute di Peng Shuai, DataMediaHub ha analizzato le conversazioni online (social + news online + blog e forum) a livello globale da quando la notizia sull’incertezza della sorte della tennista ha fatto il giro del mondo sino alla mezzanotte di ieri 21 novembre. Sono state più di 384mila le citazioni online relative a ‘pensioni’, da parte di quasi 58mila autori unici, i cui contenuti hanno coinvolto (like + reaction + condivisioni e commenti) più di 2,1 milioni di persone, le citazioni online relative alla tennista.
L’1.5% di queste in italiano.
Il picco massimo si è avuto tra le 14:00 e le 15:00 del 19 novembre con 7.400 citazioni in un’ora.
Volumi che ottengono una portata potenziale (‘opportunity to be seen’) di oltre 1.055 miliardi di impression. Anche stimando ragionevolmente al 5% la portata effettiva rispetto a quella potenziale le impression, le esposizioni effettive a contenuti relativi alla campionessa sono 527 miliardi circa, al lordo delle duplicazioni.
Insomma, davvero tutto il mondo cerca Peng Shuai e, come mostra la word cloud dei termini maggiormente ricorrenti nelle conversazioni online relative alla tennista, non a caso capeggia l’hashtag #WhereIsPengShuai (dov’è Peng Shuai?) come del resto si chiedevano a tutta pagina anche le edizioni del 20 novembre scorso dei due quotidiani sportivi più venduti in Francia e Spagna, L’Equipe e Marca.
Il contenuto che ha generato maggior engagement è il tweet di Serena Williams in cui la tennista, il 18 novembre, si dichiara ‘devastata e scioccata dalle notizie su Peng Shuai’. Ma anche la succitata prima pagina de L’Equipe ottiene quasi 26mila like e più di 9mila tra retweet e tweet che la citano commentandola. Commenti che naturalmente sono in ampissima misura negativi, di sdegno, così come quello della Williams, con infatti ben l’85.2% di sentiment negativo, di emozioni negative associate alle verbalizzazioni online sulla tennista.
Un fiume in piena da parte delle persone di tutto il pianeta che potrebbe aver indotto le autorità cinesi a farla ricomparire se, come ci auguriamo, sarà confermato il suo buono stato di salute.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple, gli iPhone 14 verso lo standard di ricarica unico
Ue e Usa d’accordo con il passaggio alla porta usb-c
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
22 novembre 2021
14:45
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli iPhone 14 potrebbero, per la prima volta nella storia, adottare la porta di ricarica usb-c.

Lo dice un report di iDrop News, che ha raccolto varie indiscrezioni da una serie di fonti affidabili, che forniscono precise informazioni sulla prossima generazione di smartphone della Mela.
Secondo le voci interne più recenti, almeno due dei quattro modelli di iPhone previsti per il prossimo settembre, il 14 Pro e il 14 Pro Max, monteranno una porta standard di tipo-c, che sostituirà il connettore lightning proprietario, quello montato attualmente sugli iPhone 13. Apple utilizza già una ricarica del genere sui più recenti iPad. La decisione sarebbe conseguenza sia delle richieste dell’Unione Europea, che ad ottobre aveva invitato i colossi dell’hi-tech ad uniformarsi ad uno standard unico per venir incontro alle esigenze dei consumatori, sia per questioni puramente tecniche. L’odierna porta lightning non consentirebbe infatti velocità di trasmissione dati pari a quelle delle usb-c, sempre più richieste per spostare file di grandi dimensioni tra dispositivi e verso i computer. Una necessità concreta per gli utenti iPhone che scattano foto e girano video in alta qualità (ProRes), formati pesanti dal punto di vista dell’archiviazione. La velocità di trasferimento di un connettore lightning è comparabile a quella di una porta USB 2.0, oramai superata per tecnologia. Anche l’amministrazione Biden si è detta a favore del passaggio al connettore unico, per i principali dispositivi tecnologici di consumo.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Sicurezza, online email e numeri di dirigenti italiani
Dati scovati da Yoroi: alto il rischio di campagne di frodi
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
22 novembre 2021
14:46
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La compagnia di sicurezza informatica Yoroi ha individuato un insieme di dati relativi a dirigenti di aziende italiane dei settori bancario e assicurativo venduti online, nel dark web.
Il database conterrebbe sia i numeri di telefono che gli indirizzi email delle vittime, un totale di quasi 4.000 contatti, tra nazionali ed esteri.
Secondo gli analisti, il rischio è che tali informazioni possano alimentare campagne di frodi specifiche, conosciute come “ceo-fraud”. In queste, i criminali riescono a impersonare le alte cariche, inviando email a dipendenti, collaboratori e clienti e cercando di far aprire documenti infetti o a cliccare su siti fasulli, così da violare, tramite virus informatici, anche i loro dispositivi e alimentare una escalation di ampia portata. Il fenomeno delle truffe via email è in crescita e secondo le ultime rilevazioni dell’FBI ha prodotto danni pari a 1,8 miliardi di dollari nel corso del 2020. Una cifra superiore ai proventi dei riscatti basati sul ransomware. “È utile ricordare che le truffe di tipo Business Email Compromise (BEC) sono una forma di frode tramite posta elettronica in cui il cyber-criminale si “maschera” da manager o dipendente per indurre il destinatario a rispondere a una richiesta inattesa, come ad esempio il trasferimento di denaro su un conto diverso da quello solito facendo leva sull’autorità del presunto mittente dell’email e sull’urgenza dell’azione” spiega Yoroi. “In genere queste richieste appaiono credibili in quanto sono arricchite di particolari relativi alla funzione del destinatario e alla conoscenza delle dinamiche aziendali, ma si caratterizzano per giungere alla fine della giornata lavorativa o in prossimità del weekend, quando i dipendenti sono stanchi e hanno fretta di chiudere le attività settimanali”.

Tecnologia tutte le notizie in tempo reale. Tutta la Tecnlogia, completa, approfondita ed aggiornata. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Android, Notizie, Scienza, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE: TUTTI GLI APPROFONDIMENTI DAL MONDO HIGH TECH, SOFTWARE, SOCIAL, INNOVAZIONI, INTELLIGENZA ARTIFICIALE E MOLTO ALTRO: RESTA AGGIORNATO!

Tempo di lettura: 57 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 14:39 DI DOMENICA 07 NOVEMBRE 2021

ALLE 10:48 DI LUNEDÌ 15 NOVEMBRE 2021

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Cina: Wang Yaping prima astronauta in passeggiata spaziale
Fa parte della Shenzhou 13, missione della durata di sei mesi
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
07 novembre 2021
14:39
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Wang Yaping è diventata la prima donna astronauta cinese a compiere una passeggiata spaziale quando ieri sera ha preso parte alla prima attività extraveicolare della missione Shenzhou 13, insieme al comandante della missione Zhai Zhigang.

L’operazione extraveicolare è iniziata alle 20:28 locali (13:28 in Italia) quando Zhai e Wang, 41 anni, sono usciti dalla stazione spaziale Tiangong.
I due, a mezzanotte, hanno completato il montaggio di nuovi componenti sul braccio robotico della stazione, utilizzandolo per esercitazioni in manovre e operazioni di soccorso, ha riferito la China Manned Space Agency, osservando che il terzo componente della missione Ye Guangfu è rimasto all’interno della stazione per monitorare e supportare la passeggiata spaziale.
L’agenzia spaziale ha anche specificato che lo scopo delle attività extraveicolari erano quelli di effettuare l’esame della sicurezza e delle prestazioni dei dispositivi di supporto e testare le funzioni di un nuovo tipo di tuta, aggiungendo che l’equipaggio, durante la missione di sei mesi, effettuerà da una a due ulteriori passeggiate spaziali.
Nata nella provincia di Shandong e madre di una bambina di 5 anni, Wang entrò nell’Aeronautica dell’Esercito popolare di liberazione (Pla) nell’agosto 1997, prestando servizio come vice comandante di squadrone prima di unirsi al secondo gruppo di astronauti presso la Divisione astronauti della Pla nel maggio 2010.   MONDO

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Modella no vax cerca in rete falso green pass, truffata
Scoperto studente italiano referente gruppo hacker russo
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
08 novembre 2021
09:27
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il desiderio di mantenersi in forma e l’avversione al vaccino, l’avevano spinta a cercare in rete un green pass falso per andare in palestra ma una modella genovese, dopo aver inviato i propri documenti e 150 euro, aveva atteso invano il certificato.
C’è voluto qualche giorno perché realizzasse di essere stata truffata da uno sconosciuto che, minacciando di denunciarla, l’aveva ricattata, pretendendo altri soldi.
Nonostante l’imbarazzo, la donna ha deciso di denunciare tutto alla Polizia Postale di Genova. La pista seguita dagli uomini della sezione Financial Cybercrime della Polposta ha portato a individuare un’abitazione nel Lazio e uno studente che, grazie a non comuni capacità informatiche era diventato il referente italiano di un gruppo di hacker russi specializzati nella creazione di green pass falsi. Nel corso dell’indagine è emerso che il ragazzo, che gestiva direttamente i canali Telegram su cui erano proposti in vendita i pass falsi, comunicava i dati degli utenti all’hacker russo che forniva le indicazioni su come procedere al pagamento. Per poter confezionare un certificato credibile, il gruppo criminale chiedeva copia dei documenti d’identità che venivano poi utilizzati per aprire conti on line, carte di credito o account su piattaforme di e-commerce o per compiere altri reati. Il ragazzo era riuscito ad accumulare, in pochi mesi, oltre 20 mila euro che aveva investito in cryptomonete, applicazioni bot in grado di moltiplicare i membri di Telegram con utenti fake e beni elettronici di ultima generazione oltre a prodotti di bellezza e capi di abbigliamento griffato, tutto materiale sequestrato nel corso della perquisizione. I genitori del ragazzo, estranei ai fatti, pensavano che il denaro guadagnato dal figlio fosse il ricavato della vendita upgrade per giochi online. L’indagine, diretta dal sostituto procuratore Federico Panichi e coordinata dalla Polizia postale di Roma è oggetto di approfondimenti per gli eventuali sviluppi transnazionali.   CRONACA

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Telegram, versione a pagamento per eliminare la pubblicità
Entro la fine del mese l’arrivo di un abbonamento premium
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
08 novembre 2021
14:27
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il fondatore di Telegram , Pavel Durov, ha annunciato lo sviluppo di una versione a pagamento dell’app, in arrivo entro la fine di novembre.
L’abbonamento, i cui costi sono al momento sconosciuti, permetterà di fare a meno delle pubblicità ufficiali dell’azienda, all’interno di gruppi e canali di conversazione, già attive.
Nulla cambierà per le chat individuali, dove non sono presenti banner di alcun tipo. “Molti utenti hanno suggerito di introdurre la possibilità di disabilitare le pubblicità ufficiali sui canali di Telegram” ha scritto il fondatore. “Abbiamo già iniziato a lavorare su questa nuova funzionalità e prevediamo che verrà lanciata questo mese.
Potrebbe assumere la forma di un abbonamento a basso costo, che consentirebbe a qualsiasi utente di supportarci direttamente e finanziariamente lo sviluppo di Telegram, senza vedere annunci nei canali”. Telegram ha presentato la propria piattaforma pubblicitaria alla fine di ottobre di quest’anno. Come spiegato, i banner appaiono solo nei canali di grandi dimensioni, il cui supporto si associa ai costi più elevati per lo sviluppatore. Un post sponsorizzato è composto da un testo e da un pulsante; facendo clic su quest’ultimo, l’utente accede al sito web promosso o al canale dell’inserzionista. Non ci sono immagini, mentre l’etichetta “sponsorizzato” lo distingue da un post normale. Al momento, i messaggi pubblicitari ufficiali sono disponibili su tutti i canali con un’audience di oltre 1000 utenti. La preoccupazione maggiore per gli iscritti riguarda le informazioni personali e la privacy. Dubbi fugati sul nascere da Durov, che ha sempre chiarito come gli annunci non saranno personalizzati, ossia non analizzeranno il comportamento dei singoli per costruire campagne di marketing mirate.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Samsung, nei giorni del CES 2022 l’arrivo del Galaxy S21 FE
La fiera di Las Vegas parte il 5 gennaio, indicazioni di Prosser
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
08 novembre 2021
14:26
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Una fuga di notizie condivisa dall’informatore tecnologico Jon Prosser, anticipa la presunta data di lancio dei prossimi smartphone di Samsung.
Stando alle indiscrezioni, il Galaxy S21 FE, ‘fan edition’, vedrà la luce il 4 gennaio, mentre la famiglia dei Galaxy S22 un mese dopo, l’8 febbraio.
La supposizione si basa sulla volontà, di Samsung, di tornare a presentare un prodotto di punta al Consumer Electronic Show di Las Vegas, che si terrà dal 5 all’8 gennaio del 2022.
Come accade per le principali fiere tech al mondo, di norma i colossi presenti tendono a svelare i loro prodotti uno o due giorni prima l’apertura ufficiale della kermesse, per mostrarli poi ai visitatori. In un tweet, Prosser afferma che il Galaxy S21 FE sarà messo in vendita l’11 gennaio senza alcun periodo di pre-ordine, mentre le prenotazioni dell’S22 dovrebbero partire l’8 febbraio, con la disponibilità del dispositivo dal 18 febbraio. Anche in questo caso, l’S22 anticiperà di qualche giorno l’avvio del Mobile World Congress di Barcellona, in programma dal 28 febbraio al 3 marzo. Secondo quanto riferito, la serie Galaxy S22 sarà composta da tre modelli: Galaxy S22, Galaxy S22 Pro e Galaxy S22 Ultra. I primi due in linea con le versioni attuali mentre l’S22 oggetto di un cambio radicale, con la possibile presenza di uno slot inferiore entro cui troverà spazio la S Pen, un particolare ereditato dalla serie dei Galaxy Note, ufficiosamente sostituita dai Galaxy Fold e Galaxy Flip.
Il processore di bordo potrebbe essere, nella versione internazionale, lo Snapdragon 898, probabile protagonista del prossimo Tech Summit organizzato da Qualcomm.   ANDROID

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Tesla giù in Borsa, per Twitter Musk deve vendere 10% quota
Imprenditore, pronto a ogni esito. -7% in pre-market Wall Street
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
08 novembre 2021
15:06
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
I follower di Elon Musk su Twitter si sono espressi: il fondatore di Tesla dovrebbe vendere il 10% della sua quota nel gruppo che produce auto elettriche.
A sollecitare il sondaggio era stato lo stesso Musk, che aveva lanciato il referendum in polemica con una proposta di legge dei democratici che vorrebbe dare un giro di vite alle ricchezze dei paperoni americani tassando le plusvalenze ‘virtuali’, cioè non ancora realizzate, sui pacchetti azionari.
Si è espresso a favore della vendita il 58%, su una platea di oltre 3,5 milioni votanti’.
“Ero preparato ad accettare entrambi i risultati”, ha commentato il fondatore di Tesla in un tweet dopo l’esito del sondaggio. E a prepararsi è anche la Borsa, a cui i cinguetti di Musk danno spesso le vertigini: nel pre-market di Wall Street le azioni del gruppo automobilistico perdono il 7%.
La quota che Musk dovrebbe vendere rappresenta meno del 2% di Tesla ed è valutata circa 21 miliardi di dollari. Musk, la cui ricchezza personale ammonta in 338 miliardi di dollari, dispone di 170,5 milioni di azioni Tesla.   ECONOMIA

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Qualcomm potrebbe svelare al Tech Summit lo Snapdragon 898
Il processore sarà cuore degli smartphone top di gamma del 2022
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
08 novembre 2021
14:28
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Qualcomm, tra i principali produttori di processori e chip per dispositivi tecnologici, potrebbe lanciare il suo nuovo modello di punta, lo Snapdragon 898, al Tech Summit 2021.
L’evento annuale si terrà dal 30 novembre al 2 dicembre ed è di norma il palcoscenico dal quale l’azienda presenta le innovazioni che verranno adottate dai suoi partner l’anno successivo.
Secondo un rapporto di Android Central, il primo telefono ad utilizzare il processore sarà lo Xiaomi 12, che verrà lanciato entro la fine dell’anno. Lo Snapdragon 898 è atteso su altri smartphone di riferimento, come la serie dei Galaxy S22, la cui presentazione dovrebbe avvenire agli inizi di febbraio, e i top di gamma di Motorola a Realme.
Un rapporto separato di Gsm Arena afferma di aver analizzato le specifiche tecniche dell’898, grazie alla condivisione delle informazioni su un presunto smartphone con a bordo il chipset Qualcomm SM8450, noto proprio come Snapdragon 898. Si prevede dunque un core CPU AMR Cortex-X2 funzionante a 3,0 GHz, tre core basati su Cortex-A710 con clock a 2,5 GHz e infine quattro core ad alta efficienza, Cortex-A510 a 1,79 GHz. Non dovrebbe mancare una GPU Adreno 730, che tra i miglioramenti dell’architettura e il nuovo processo di produzione a 4 nanometri di Samsung, offrirebbe prestazioni superiori del 20% rispetto alla generazione precedente. Non mancherà il modem di connettività X65 5G, con velocità massima teorica di 10 Gbps. Nessuna conferma ufficiale da parte di Qualcomm, che si è limitata a lanciare un banner sul proprio sito sulla data di avvio del Tech Summit. Sullo sfondo, una barca che disegna il simbolo dell’infinito che, visto in verticale, rappresenta un ‘8’.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
‘I cellulari di 6 attivisti palestinesi hackerati da Nso’
Fanno parte di ong dichiarate illegali da Stato ebraico
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
08 novembre 2021
16:24
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
I cellulari di attivisti di sei ong di difesa dei diritti umani palestinesi di recente dichiarate illegali da Israele e accusate di “terrorismo” sono stati “in precedenza violati da sofisticati spyware realizzati da Nso”, azienda di cyber intelligence controllata dal ministero della difesa israeliano.
Lo riferisce il Guardian che cita un rapporto di ‘Front Line Defenders (Fld), associazione di difesa dei diritti umani di base a Dublino in Irlanda.

Secondo Fld i cellulari di Salah Hammouri – attivista palestinese e avvocato di Gerusalemme a cui è stato revocato lo status di residente in città – e di altri 5 militanti sono stati hackerati con Pegasus, lo spyware caratteristico di Nso. In un caso è risultato che il procedimento fosse in atto dal luglio del 2020.
Il Guardian ha sostenuto che “non c’è evidenza tecnica a conferma che Israele abbia ordinato gli hackeraggi dei sei palestinesi ma che ognuno di questi lavora per organizzazioni che sono state prese di mira e accusate di crimini dalle autorità israeliane”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Usa: sedicenne scomparsa salvata dal gesto imparato su TikTok
E’ il segnale con la mano per denunciare le violenze domestiche
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
09 novembre 2021
18:06
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Quel gesto imparato su TikTok l’ha salvata dall’orco: quattro dita che si chiudono sul pollice piegato sul palmo della mano.
Una sedicenne americana, rapita in North Carolina da un uomo di 61 anni, lo aveva visto fare tante volte sul social più amato dai teenager: un segnale per chiedere aiuto e denunciare abusi e violenze domestiche.
Inventato dalla Canadian Women’s Foundation per aiutare donne, bambini e tutte le vittime di soprusi tra le mura di casa, viene da tempo veicolato su tutte le piattaforme social per raggiungere più persone possibile.
E si è diffuso in maniera capillare soprattutto su TikTok e nel periodo di duro lockdown causato dalla pandemia. Così per una volta il web, sempre più nell’occhio del ciclone per i suoi contenuti, mostra il suo volto migliore, a dimostrazione di quanto i social possano essere utilizzati in maniera utile e intelligente.
La sedicenne di Asheville, cittadina di appena 90 mila anime, era scomparsa da giorni, con la famiglia disperata che aveva presentato una denuncia. Accanto al suo sequestratore ha percorso in auto almeno quattro stati, dalla North Carolina al Tennessee, dall’Ohio al Kentucky. E’ proprio in quest’ultimo stato che un automobilista fermo al semaforo ha notato la ragazzina che, seduta sul sedile posteriore dell’auto accanto, da dietro il finestrino apriva e chiudeva ripetutamente il palmo della mano sul pollice.
Riconoscendo il segnale, un vero e proprio grido di allarme, ha subito chiamato il 911, il numero di emergenza negli Usa, e ha cominciato a seguire per una decina di chilometri il veicolo con a bordo la sedicenne, aiutando la polizia ad individuarlo e bloccarlo. La teenager è stata così liberata e riportata a casa dai genitori, mentre il 61enne, che non ha opposto resistenza, è stato arrestato ed è accusato per ora di sequestro di persona e di possesso di materiale pedopornografico ritrovato nella sua automobile. “In questo caso quel gesto diffuso su TikTok ha davvero salvato una vita, e ne può salvare ancora tante altre”, hanno commentato gli agenti intervenuti sul posto. Per la campagna contro le violenze di Women’s Funding Network, a cui appartiene la Canadian Women’s Foundation, un grande successo e un incoraggiamento ad andare avanti, lavorando con quei social troppo spesso demonizzati.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Azienda mano bionica BionIT Labs raccoglie 3,5 milioni
Investimento grazie a Fondo Italia Venture di Cdp e a Equiter
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
08 novembre 2021
16:19
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
BionIT Labs, giovane startup salentina che sviluppa protesi di mano, ha chiuso un round di investimento di 3,5 milioni di euro guidato da Cdp Venture Capital sgr (attraverso il Fondo Italia Venture II – Fondo Imprese Sud) e Fondo per la Ricerca e l’Innovazione ‘Rif’, gestito da Equiter e dedicato alla ricerca e all’innovazione nel Mezzogiorno.
BionIT Labs ha già raccolto più di 2 milioni di finanziamenti dalla fondazione.
Il principale progetto dell’azienda di base a Lecce prende il nome di Adam’s Hand, la prima mano bionica al mondo completamente adattiva. A oggi non esiste ancora sul mercato una protesi mioelettrica d’arto superiore – cioè attivata dagli impulsi muscolari del soggetto che la indossa – caratterizzata sia da grande semplicità di utilizzo sia da elevata robustezza e un costo sostenibile per l’utente finale. Il dispositivo medico è in fase avanzata di test e arriverà in Italia a inizio 2022 per espandersi nei principali Paesi europei e negli Stati Uniti, il mercato protesico più importante.
BionIT Labs è composta da oltre 20 persone tra dipendenti e collaboratori: ingegneri meccanici, elettronici, biomedici, informatici, esperti di business e finanza provenienti da tutta Italia. “La tecnologia applicata all’ambito medicale ha fatto passi da gigante e ha sviluppato soluzioni in grado di migliorare la vita quotidiana delle persone” spiega Francesca Ottier, responsabile del Fondo Italia Venture II. “Questa operazione ci permette di investire, attraverso il Fondo Rif e, per la prima volta insieme a Cdp Venture Capital, in una startup innovativa che rappresenta una eccellenza nazionale. Il Fondo Rif è gestito da Equiter, che sino a oggi ha effettuato 13 operazioni per oltre 76 milioni di euro”, spiega ha Carla Patrizia Ferrari, ad di Equiter.   PIEMONTE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Directa Sim, al via iter quotazione su Euronext Growth Milan
Via libera da assemblea soci e aumento capitale
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
08 novembre 2021
17:42
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Directa Sim, uno dei primi broker online al mondo a offrire servizi di trading online, ha avviato il processo di quotazione sul mercato Euronext Growth Milan di Borsa Italiana.Il progetto è stato approvato dall’assemblea dei soci che ha anche dato il via libera a un aumento del capitale sociale finalizzato a consentire l’ingresso nella compagine dei soci di nuovi investitori.

Il collocamento funzionale alla raccolta del capitale e alla creazione del flottante necessario alla quotazione sarà diretto verso investitori istituzionali e, quali investitori retail, in via riservata verso i clienti di Directa Sim.
Il perfezionamento dell’operazione è previsto a dicembre. Nel processo di quotazione in corso Directa è assistita da EnVent Capital Markets, in qualità di Euronext Growth Advisor, da Ambromobiliare, quale Advisor finanziario, dallo Studio Maviglia & Partners, quale consulente legale, e da Deloitte, come società di revisione. MiT Sim svolgerà il ruolo dello Specialist.
La sim venne fondata nel 1995 per consentire all’investitore privato di operare direttamente sui mercati, allorché la Borsa Italiana ebbe a concentrare i propri scambi sul telematico, abbandonando “le grida”. L’8 novembre 1995 il primo ordine in Borsa parte dagli uffici torinesi di Directa Sim, utilizzando un collegamento dati su linea telefonica tramite modem. Nel 1996 il fenomeno si amplia velocemente: è la nascita del trading online come servizio accessibile a tutti e di tale fenomeno Directa Sim è il pioniere. Oggi sono quasi 50.000 i conti aperti.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Virgin Galactic: venduti 100 biglietti spazio a 450.000 dlr
“La domanda per i viaggi è alta”
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
09 novembre 2021
01:27
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NOV – Virgin Galactic ha venduto 100 biglietti per lo spazio a 450.000 dollari l’uno.
“La domanda per i viaggi nello spazio è alta e vendiamo biglietti più rapidamente delle aspettative”, afferma Virgin Galactic, che ha chiuso il terzo trimestre con perdite in calo a 48 milioni di dollari dai 92 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Bitcoin corre e vola a nuovo record sopra 67.000 dollari
La criptovaluta sale del 2,5%
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
09 novembre 2021
01:48
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Bitcoin corre e vola a un nuovo record superando quota 67.000 dollari per la prima volta.

La criptovaluta sale infatti del 2,5% a 67.778 dollari.
La svolta arriva mentre il valore complessivo delle valute digitali supera i 3.000 miliardi.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple: all’asta ‘antenato’ Mac assemblato da Jobs e Wozniak
Costruito in un garage 45 anni fa, valutato 600mila dollari
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
09 novembre 2021
09:46
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Va all’asta in California un computer Apple originale dei primordi, costruito 45 anni fa a mano dai fondatori dell’azienda Steve Jobs e Steve Wozniak. L’Apple-1, ancora funzionante, ha un valore stimato di circa 600.000 dollari.  Il cosiddetto “Chaffey College” Apple-1 è uno dei soli 200 computer prodotti da Jobs e Wozniak agli inizi della loro carriera e fu assemblato in un garage.
Ciò che lo rende ancora più raro è il fatto che il computer è uno dei pochissimi ad esser stato costruito con legno di koa.
La casa d’aste John Moran Auctioneers. che cura la vendita, afferma che il dispositivo, che viene fornito con un monitor video Panasonic del 1986, ha avuto solo due proprietari. Il primo fu un professore di elettronica del Chaffey College di Rancho Cucamonga, in California, che – pochi anni dopo l’acquisto, nel 1977 – lo vendette al secondo, un suo studente.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Quanto si parla di Quirinale e Presidente della Repubblica su Facebook
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
09 novembre 2021
10:07
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Da prima che iniziasse il cosiddetto ‘semestre bianco’ la politica si interroga su chi debba essere il prossimo Presidente della Repubblica quando il successore di Sergio Mattarella dovrà essere eletto a partire dai primi giorni di febbraio 2022 dal Parlamento riunito in seduta comune.

Per provare a capire l’interesse suscitato in rete dalla corsa al Quirinale, DataMediaHub ha analizzato le conversazioni sul tema su Facebook, che è sicuramente la piattaforma social con il maggior numero di italiani e dunque quella più rappresentativa delle loro opinioni.

L’analisi si è concentrata su due parole chiave: Quirinale e Presidente della Repubblica. Sono state analizzate per entrambe le keyword le conversazioni e le interazioni, negli ultimi trenta giorni, all’interno delle pagine e dei gruppi pubblici di Facebook, in italiano.
Nel periodo preso in considerazione sono stati pubblicati 7.495 post relativi a quirinale che hanno generato più di 1,9 milioni di interazioni. I tre post che hanno generato il maggior numero di interazioni, e perciò il maggior coinvolgimento, sono relativi all’ipotesi della nomina di Berlusconi a Presidente della Repubblica.
Sia i due post del giornalista del Fatto Quotidiano Andrea Scanzi che quello del Portavoce della Presidenza del Partito Democratico, Leonardo Cecchi, sono molto critici nei confronti di tale ipotesi così come lo sono altrettanto i commenti e le reazioni delle persone. Opinione che pare condivisa anche a livello generale visto che, secondo un sondaggio Index Research realizzato per la trasmissione di La7, Piazza Pulita, e andato in onda il 29 ottobre scorso, solo il 10.4% degli italiani vorrebbe il cavaliere al Quirinale.
Poco più di 7mila i post relativi a Presidente della Repubblica che hanno generato più di 1,4 milioni di interazioni. Il post che ha generato il maggior numero di interazioni è sempre di Scanzi ed è relativa al diniego di Liliana Segre dopo che il quotidiano per il quale lavora il giornalista in questione aveva lanciato una petizione, che in pochi giorni ha raccolto quasi 108mila firme.
Gli italiani appaiono relativamente ‘freddi’ anche rispetto all’ipotesi di Draghi come Presidente della Repubblica, preferendo per lui l’attuale ruolo di Presidente del Consiglio, e privilegiando l’ipotesi di un secondo mandato per Mattarella.
Finite le amministrative si sono aperti i giochi per il Quirinale. Continueremo a monitorare le conversazioni online sul tema e torneremo ad aggiornarvi al riguardo quando saremo più a ridosso dell’effettiva elezione del Presidente della Repubblica.   POLITICA

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Cybercrime emergenza globale, danni oltre 6% Pil mondiale
Rapporto Clusit, 74% attacchi devastanti, “Italia usi il Pnrr”
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
10 novembre 2021
14:00
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Emergenza globale, impatti profondi su ogni aspetto della società e della geopolitica, danni economici pari al 6% del Pil mondiale.
Sono i concetti che sempre più si accostano alla cybersicurezza, diventata oramai un’urgenza mondiale al pari dei cambiamenti climatici.
Per il primo semestre 2021 sono stati analizzati 1.053 attacchi cyber gravi, il 24% in più rispetto allo stesso periodo del 2020. La media è di 170 attacchi gravi al mese, contro i 156 del 2020. Questa escalation è fotografata dal Rapporto redatto periodicamente dal Clusit, l’Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica.
Secondo i ricercatori, nel periodo considerato sono aumentati sensibilmente gli attacchi verso realtà basate in Europa: un quarto degli attacchi sono infatti diretti verso quest’area, in crescita del 10% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. L’analisi degli attacchi in Italia – svolta da Fastweb – ha registrato nel semestre 36 milioni di eventi malevoli, in aumento del 180% rispetto allo stesso periodo 2020. E la cronaca ci ha mostrato come nel nostro paese si è registrata una epidemia di attacchi ransomware, i più clamorosi quelli alla Regione Lazio e alla Siae.
“Da anni siamo di fronte a problematiche che per natura, gravità e dimensione travalicano costantemente i confini della tecnologia e della stessa cybersecurity ed hanno impatti profondi, duraturi e sistemici su ogni aspetto della società – afferma Andrea Zapparoli Manzoni, co-autore del Rapporto e membro del Comitato Direttivo Clusit – Auspichiamo che il Pnrr possa rappresentare per l’Italia l’occasione di mettersi al passo e colmare le proprie lacune anche in ambito cyber”. Secondo il rapporto, a livello mondiale, le perdite stimate per le falle della cybersecurity sono pari a 6 trilioni di dollari per il 2021 ed incidono ormai per una percentuale significativa del Pil mondiale, con un tasso di peggioramento annuale a due cifre ed un valore pari a tre volte il Pil italiano. Nel semestre considerato dal Rapporto sono stati registrati il 24% in più di attacchi gravi; quelli con effetti “molto critici o devastanti” sono passati dal 49% al 74%. Analizzando le categorie, sono aumentati del 21% gli attacchi gravi compiuti per finalità di cybercrime, cioè per estorcere denaro (sono l’88% del totale). In diminuzione, invece, quelli classificati come attività di ‘Cyber Espionage’ (-36,7%), dopo il picco straordinario del 2020 dovuto principalmente allo spionaggio relativo allo sviluppo di vaccini e cure per il Covid-19.
Tra le tecniche d’attacco il ‘malware’ rappresenta il 43% del totale, in crescita del 10,5%. In termini percentuali la categoria più colpita è ‘Government’ che rappresenta il 16% del totale; al secondo posto ancora la Sanità con il 13% degli attacchi totali, al terzo ‘Multiple Targets’, che in questo semestre rappresenta il 12% delle vittime. Quest’ultima tecnica registra una diminuzione perchè, spiega il Clusit, “siamo di fronte a un cambio di strategia da parte degli attaccanti che privilegiano attacchi gravi mirati verso singoli bersagli” con tecniche di tipo ransomware. L’altra evoluzione, secondo Zapparoli Manzoni, è sulla collocazione geografica degli attaccanti. “Sono in team più piccoli, sparpagliati fisicamente in vari paesi e sono ad assetto variabile, cioè si mettono insieme per un progetto – spiega – Quella che rimane fissa è la struttura di riciclaggio dei soldi con un incanalamento nella criminalità organizzata. Al momento la criminalità tradizionale non si è messa a fare cybercrime in grande stile perchè è più radicata sul territorio e non online, il giorno in cui dovesse succedere l’incidenza degli attacchi diventerà gigantesca”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
WhatsApp lavora su Community, funzione per i sottogruppi
Simile alle stanze di Discord. Ed è attesa per la funzione multi-dispositivo
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
09 novembre 2021
19:25
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo un nuovo rapporto di WABetaInfo, WhatsApp sta lavorando al lancio di una nuova funzionalità, chiamata Community.
Questa dovrebbe consentire agli utenti di creare dei sottogruppi all’interno dei gruppi, una sorta di cerchia ristretta che eviterebbe la nascita di ulteriori chat allargate, slegate da quelle principali e da gestire separatamente.
Il rapporto sottolinea che le ‘comunità’ daranno agli amministratori un maggiore controllo sui gruppi, in maniera simile a quanto accade su Discord, la piattaforma di chat per videogiocatori, dove gli iscritti possono creare canali all’interno di un server più ampio, dedicato a titoli o generi differenti.
Stando ai documenti analizzati da WABetaInfo, gli amministratori potranno invitare altri utenti ad una comunità, anche se non è chiaro se questi debbano già essere partecipanti del gruppo principale o meno. Come le normali chat, anche le stanze della community saranno crittografate con sistema end-to-end, per una maggiore sicurezza. Le novità di WhatsApp sarebbero anche altre.
Il team sembra pronto a rilasciare ulteriori opzioni per migliorare l’uso del client di messaggistica. Tra queste, nuovi controlli sulla privacy, il backup sul cloud crittografato e il supporto multi-dispositivo anche da smartphone a smartphone. Ad oggi, la funzione permette di collegare il telefono principale all’app desktop o ad un accesso via web, per chattare anche quando il telefonino è spento o senza internet. L’attesa è però per l’estensione della possibilità di utilizzare lo stesso numero su smartphone diversi, sia Android che iPhone.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Giorgetti convoca Dazn il 16: ‘Fare chiarezza’
Dal canale, che raccoglie l’invito, stop alla doppia utenza per ogni abbonamento
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
10 novembre 2021
17:23
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro Giancarlo Giorgetti ha convocato al Mise i vertici di Dazn per fare chiarezza, a tutela dei consumatori, anche sulle ultime decisioni dell’azienda che detiene i diritti tv del calcio di serie A.
Giorgetti, insieme con la sottosegretaria Anna Ascani che ha la delega sulla materia – si legge in una nota -, ha invitato i rappresentanti Dazn martedì prossimo 16 novembre alle ore 15.Dazn si appresta a mettere fine alla possibilità di concedere a due utenze collegate allo stesso abbonamento di accedere ai contenuti contemporaneamente da due device che si trovano a distanza l’uno dall’altro.
Lo anticipa il Sole 24 ore.
“Come di consueto siamo disponibili alla collaborazione e al confronto con le autorità e le istituzioni: a questo riguardo, abbiamo prontamente accolto l’invito da parte del ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, e del sottosegretario Anna Ascani, ad un confronto da svolgersi all’inizio della prossima settimana”. Lo dichiara Dazn, che detiene i diritti tv per la serie A di calcio, rispondendo alla convocazione al Mise per martedì prossimo.   CALCIO   SPORT

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Apple: all’asta ‘antenato’ Mac assemblato da Jobs e Wozniak
(2)
Costruito in un garage 45 anni fa, valutato 600mila dollari
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
09 novembre 2021
17:27
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Va all’asta in California un computer Apple originale dei primordi, costruito 45 anni fa a mano dai fondatori dell’azienda Steve Jobs e Steve Wozniak.
L’Apple-1, ancora funzionante, ha un valore stimato di circa 600.000 dollari.
Il cosiddetto “Chaffey College” Apple-1 è uno dei soli 200 computer prodotti da Jobs e Wozniak agli inizi della loro carriera e fu assemblato in un garage.
Ciò che lo rende ancora più raro è il fatto che il computer è uno dei pochissimi ad esser stato costruito con legno di koa. La casa d’aste John Moran Auctioneers. che cura la vendita, afferma che il dispositivo, che viene fornito con un monitor video Panasonic del 1986, ha avuto solo due proprietari. Il primo fu un professore di elettronica del Chaffey College di Rancho Cucamonga, in California, che – pochi anni dopo l’acquisto, nel 1977 – lo vendette al secondo, un suo studente.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
In campo anche un drone per cattura cervo nel Parco di Monza
Installate anche delle video trappole per monitorare spostamenti
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
MONZA
09 novembre 2021
13:43
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Proseguono, senza sosta, da parte del Consorzio della Villa Reale di Monza, le operazioni per individuare il cervo che, da più di una settimana, vaga nel parco brianzolo.
Da stanotte sarà in campo anche un drone con telecamere termiche, in dotazione al comando dei Vigili del Fuoco, che si aggiungerà così alla task force creata appositamente per catturare l’animale.

Nel pomeriggio di ieri, nel frattempo, si è svolta una riunione tecnica a cui hanno partecipato Regione Lombardia, il Dipartimento Veterinario dell’Ats Monza e Brianza e la Polizia Provinciale di Monza e Brianza, nella quale si è deciso di dislocare, in alcune zone, 10-15 video trappole per ricostruire gli spostamenti del cervo all’interno delle aree del Parco interessate.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Gb: piano per salvare migliaia cabine telefoniche dalla chiusura
Per Ofcom necessario tutelare zone a bassa copertura cellulari
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
09 novembre 2021
16:19
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’epoca degli smartphone e della iperconnessione l’autorità britannica regolatrice per le società di comunicazione, Ofcom, va controcorrente e lancia un piano per ‘salvare’ migliaia di cabine telefoniche pubbliche, riconoscibili in tutto il mondo per il loro tipico colore rosso, dalla chiusura prevista da tempo.
L’organismo si è infatti pronunciato contro il pensionamento indiscriminato di quelli che restano mezzi di comunicazione fondamentali per alcune zone del Regno Unito, a bassa copertura di telefonia mobile, e che rappresentano una vera e proprio “ancora di salvezza” in caso di emergenza.

E’ previsto quindi che circa 5mila cabine telefoniche siano protette dai piani di smantellamento del colosso telefonico Bt in base a una serie di parametri che ne rendono la loro presenza necessaria: oltre alla scarsa copertura telefonica, qualora si trovino in zone isolate in cui avvengono spesso incidenti o casi di suicidio, se in quel punto nell’ultimo anno sono state effettuate almeno 52 chiamate, o se sono stati utilizzati i numeri di pronto intervento.
Si stima che circa il 96% degli adulti nel Regno Unito possegga un telefono cellulare. “Alcune delle cabine telefoniche che intendiamo proteggere vengono utilizzate per effettuare un numero relativamente basso di chiamate”, ha dichiarato una responsabile di Ofcom, Selina Chadha. “Ma se una di quelle chiamate proviene da un bambino in difficoltà, da una vittima di un incidente o da qualcuno che sta pensando al suicidio, quella linea telefonica pubblica può essere un’ancora di salvezza in un momento di grande bisogno”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Museo del Calcio adesso ha la sua App
Scaricabile gratuitamente offre agli utenti contenuti innovativi
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
09 novembre 2021
17:17
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La storia, le vittorie, le maglie degli Azzurri e di tanti campioni d’ora in avanti saranno visibili e raccontate anche attraverso l’App Museo del Calcio scaricabile gratuitamente: la presentazione è avvenuta oggi a Coverciano con il presidente della Fondazione Museo del Calcio Matteo Marani, ospiti gli ex campioni del mondo ’82 Gabriele Oriali e Marco Tardelli, presenti nell’Auditorium il ct Roberto Mancini e il capodelegazione della Nazionale Gianluca Vialli.”La App Museo del Calcio permetterà anche di restare aggiornati sull’arrivo di nuovi cimeli – ha spiegato Marani annunciando che presto verrà esposta la maglia di Re Cecconi – oltreché sulle visite speciali degli azzurri e sulle diverse iniziative che faremo”.
Ha aggiunto Tardelli: ”La vittoria dell’Italia all’Europeo ha riportato la leggerezza che mancava da tanto nel nostro Paese, proprio come fu col titolo mondiale ’82.
La storia azzurra di ieri e di oggi è un patrimonio importante da custodire”. Nelle sale del museo, creato tanti anni fa da Fino Fini, sono ospitate attualmente mille maglie (”Nessuna Federazione ha una simile collezione” ha evidenziato Marani) e tantissimi cimeli, dalle scarpe di Piola alle ultime donate da Bonucci. ”La Nazionale è la mia vita non solo sportiva, mi ha accompagnato per tutti questi anni – ha affermato Oriali – qui sono di casa, ci sono dal 1967. E l’emozione per la vittoria dell’Europeo mi ha fatto rivivere la gioia del 1982”. Nel corso della presentazione è intervenuto con un video messaggio il presidente della Figc Gabriele Gravina. Realizzata in due lingue, italiano e inglese, l’App realizzata dalla società toscana SPACE S.p.A.-Gruppo ETT potrà essere scaricata sul proprio device all’arrivo al Museo.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Usa, deputato repubblicano uccide la dem Ocasio-Cortez e posta il video su Twitter
L’autore della clip manipolata è Paul Gosar, infuria la polemica
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
09 novembre 2021
18:25
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ polemica in Usa per il video manipolato postato su Twitter dal deputato repubblicano Paul Gosar in cui lo si vede uccidere la deputata dem Alexandria Ocasio-Cortez puntare due spade contro Biden.
“Cosi’, mentre io ero in viaggio per Glasgow, un membro orrendo (del parlamento) con cui lavoro e che ha raccolto fondi per gruppi neonazisti ha condiviso un video di fantasia di lui che mi uccide.
E non subira’ alcuna conseguenza perche’ il leader dei repubblicani (alla Camera, ndr) tifa per lui giustificandolo”, twitta la star progressista, conosciuta anche con l’acronimo Aoc.
Lo staff di Gosar ha difeso il video respingendo le accuse che glorifica la violenza: “tutti hanno bisogno di rilassarsi”, ha commentato la sua digital director Jessica Lycos. Ma Twitter ha gia’ segnalato il cinquettio del deputato con un “avviso di pubblico interesse” perche’ viola la politica della piattaforma contro i comportamenti pieni di odio. Cio’ significa che gli utenti potranno ancora vedere il filmato ma senza poter dare il loro like, rispondere o ritwittarlo.
Il video, che dura 90 secondi, sembra una versione alterata dei titoli di apertura della serie animata giapponese “Attacco al Titano”, dove un eroe lotta per distruggere i Titani. Nelle immagini postate da Gosar lui e’ l’eroe che vola nell’aria e colpisce alle spalle un Titano col volto di Ocasio-Cortez. In un’altra immagine brandisce due spade contro un nemico con la faccia di Biden.
Aoc e’ uno dei bersagli preferiti dei repubblicani.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook: rimossi 13,6 milioni di contenuti violenti
Dati terzo trimestre 2021. Team integrità anche in metaverso
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
09 novembre 2021
19:24
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Diminuisce su Facebook la diffusione dei discorsi di odio, nell’ultimo anno è stata più che dimezzata grazie ai progressi fatti dalla tecnologia della piattaforma e ai cambiamenti portati per ridurre i contenuti problematici nel flusso di notizie.
Lo spiega la società nel Report sugli standard della community relativo al terzo trimestre 2021, analisi che priodicamente mostra come ha affrontato i contenuti difficili.
“Abbiamo rimosso 13,6 milioni di contenuti su Facebook che violavano la nostra policy sulla violenza e sull’istigazione alla violenza e abbiamo rilevato proattivamente il 96,7% di questi contenuti, prima che qualcuno ce li segnalasse – dice Facebook – Su Instagram, abbiamo rimosso 3,3 milioni di contenuti con un tasso di rilevamento proattivo del 96,4%.
Nel quarto trimestre 2021 ci sono state 3 visualizzazioni di discorsi d’odio ogni 10.000 visualizzazioni di contenuti. Su Instagram la diffusione dei discorsi di odio sè stata dello 0,02%”.
Nel periodo considerato Facebook spiega di aver anche rimosso 9,2 milioni di contenuti di bullismo e molestie, con un tasso proattivo del 59,4%. E 7,8 milioni di contenuti di bullismo e molestie su Instagram con un tasso proattivo dell’83,2%.
“Gli utilizzi impropri dei nostri prodotti non sono sempre gli stessi e non lo è neppure il modo in cui approcciamo il nostro lavoro in tema di integrità che è in continua evoluzione – conclude la società – prevede ad esempio che i team di integrità siano incorporati nei team di prodotto di Facebook, Instagram, Messenger, WhatsApp e nei team che costruiranno il metaverso negli prossimi anni”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Malala annuncia su Twitter il suo matrimonio
Lo sposo è un imprenditore pachistano
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
ISLAMABAD
09 novembre 2021
19:54
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il premio Nobel Malala Yousafzai ha annunciato il suo Nikkah (contratto di matrimonio) con Asser Malik con un messaggio su Twitter.

“Oggi è un giorno prezioso nella mia vita.
Asser e io ci siamo sposati e saremo compagni per la vita. Abbiamo celebrato una piccola cerimonia Nikkah a casa a Birmingham con le nostre famiglie. Inviaci le tue preghiere. Siamo entusiasti di camminare insieme per il viaggio che ci aspetta”, ha scritto Malala su Twitter.
Il premio Nobel, che oggi ha 24 anni, ha anche condiviso le foto scattate con il neo marito insieme ai suoi genitori Ziauddin Yousafzai e Tor Pekai. Un Maulana (figura religiosa) è anche mostrato in un’immagine che interviene al Nikkah.
Asser Malik è originario della città di Lahore, provincia del Punjab, ed è un imprenditore nel settore dello sport.
Attualmente lavora come General Manager presso il Pakistan Cricket Board (Pcb).
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Da clima a salute, come sta cambiando l’AI di Google
E l’app Project Relate aiuta le persone a comunicare con gli altri
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
10 novembre 2021
10:02
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Dall’accessibilità alla salute, fino al controllo del territorio in chiave emergenza climatica, Google all’evento Inventors svela le applicazioni e gli aggiornamenti delle sue piattaforme che sfruttano l’intelligenza artificiale.
Nei giorni della Cop26 di Glasgow, Big G spiega che il suo sistema di AI supporta la salvaguardia del territorio, in modo particolare la prevenzione in caso di inondazioni.
Ad oggi il portale Flood Hub copre più di 360 milioni di persone che vivono in India e in Bangladesh, con l’obiettivo di inviare notifiche in tempo reale sulle precipitazioni e il rischio correlato alle esondazioni. Basato sulla cartografia di Google Maps, mostra dati e informazioni sulle condizioni di comunità e villaggi, rendendo visivamente chiaro il livello di acqua atteso, ad esempio in relazione all’altezza di un individuo. “Il nostro lavoro è a stretto contatto con le squadre locali e i volontari. I team hanno centri di monitoraggio e procedure per divulgare gli allarmi”, spiega l’azienda.
Altro settore di applicazione dell’AI di Google è l’accessibilità. Arriva Project Relate una nuova applicazione per Android, che mira ad aiutare le persone con problemi di linguaggio. Lo fa tramite tre funzioni principali: Ascolta, Ripeti e Assistente. Attraverso ‘Ascolta’, l’app trascrive il discorso di un utente, con difficoltà linguistiche, così da facilitare il copia e incolla del testo in altre app, o lasciare che le persone leggano ciò che viene detto. ‘Ripeti’ riproduce il parlato tramite una voce sintetizzata, ma chiara, per superare eventuali barriere durante il dialogo, mentre ‘Assistente è una versione ottimizzata di Assistente Google, simile a quella tradizionale ma sviluppata apposta per adattarsi ai modelli e inflessioni di linguaggio di ognuno. Nella realizzazione dell’app è stato fondamentale il contributo di chi potrà beneficiare direttamente del suo utilizzo, come Aubrie Lee, brand manager del colosso americano, affetta da distrofia muscolare. “Sono abituata allo sguardo sulle facce delle persone quando non riescono a capire quello che ho detto. Project Relate può fare la differenza tra l’avvertire confusione e il comprendere frasi e termini utilizzati nel mezzo di una conversazione”.
Nel campo della medicina, inoltre, Google ha intrapreso da tempo una collaborazione tra la divisione DeepMind, il Cancer Research UK Imperial Centre, la Northwestern University e il Royal Surrey County Hospital, per analizzare i benefici derivanti dall’utilizzo degli algoritmi di AI nella diagnosi di cancro al seno. Secondo il gruppo, la tecnologia può identificare la presenza di tumore nelle mammografie con maggiore precisione rispetto ai metodi tradizionali. Come prossimo passo, l’algoritmo di DeepMind ‘rileggerà’ circa 50.000 esami di pazienti degli ospedali britannici St George’s University Hospitals NHS Foundation Trust e Imperial College Healthcare NHS Trust, per affiancarsi al lavoro dei radiologi. E in futuro, l’intelligenza potrebbe essere usata a pieno regime per velocizzare e ottimizzare i risultati di indagine.
Google ha inoltre confermato l’apertura del suo primo campus Quantum AI a Santa Barbara, in California. Al suo interno troveranno spazio un data center ‘quantistico’, laboratori di ricerca e una fabbrica per la produzione di chip dedicati.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La Nasa: slitta al 2025 il ritorno dell’uomo sulla Luna
Il ritardo legato alla disputa tra Jeff Bezos e Elon Musk
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
10 novembre 2021
08:37
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Slitta la missione della Nasa per riportare l’uomo sulla Luna.
Non partirà prima del 2025, ha annunciato l’agenzia spaziale statunitense, spostando così in avanti la data del 2020 per la missione Artemis che era stata fissata dall’amministrazione Trump.

Tra le cause del ritardo la lunga controversia legale tra la Blue Origin di Jeff Bezos e la Space X di Elon Musk.
Controversia al termine della quale è stato confermato il contratto con Space X che dovrà realizzare il modulo di allunaggio nell’ambito del progetto Starship.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Malala si è sposata, l’annuncio su Twitter
Il Nobel posta le foto della cerimonia e chiede preghiere
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
10 novembre 2021
08:18
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Abito color pesca, lunghi orecchini e il bindi, tradizionale gioiello che pende sulla fronte, occhi bistrati.
Malala, nel giorno del suo matrimonio è raggiante, e posta su Twitter le foto della cerimonia che oggi a Birmingham l’ha unita ad Asser Malik, imprenditore e General Manager del Pakistan Cricket Board.
Il premio Nobel per la Pace, che oggi ha 24 anni, ha deciso di dare l’annuncio sui social e di condividere con i suoi follower la felicità di un nuovo inizio che ha descritto come un “giorno prezioso” nella sua vita. “Asser e io ci siamo sposati e saremo compagni per la vita. Abbiamo celebrato una piccola cerimonia Nikkah a casa a Birmingham con le nostre famiglie.
Inviaci le tue preghiere. Siamo entusiasti di camminare insieme per il viaggio che ci aspetta”, ha scritto nel suo post che in poche ore ha raccolto oltre 85 mila like.
I genitori, il neo marito, il maulana (religioso) appaiono sorridenti nelle istantanee della cerimonia ma a catturare l’attenzione è lei e il ricordo corre inevitabilmente a quel 9 ottobre 2012 quando un gruppo di uomini armati l’ha quasi uccisa a bordo dello scuolabus che la riportava a casa da scuola perché i talebani la ritenevano “il simbolo degli infedeli e dell’oscenità” solo perché era una ragazzina che voleva studiare e dare voce ai diritti delle donne.
Dopo il ricovero all’ospedale militare di Peshawar e il trasferimento a quello di Birmingham, che si era offerto di curarla, la lotta tra la vita e la morte, il percorso per Malala è stato in discesa.
Dal discorso al Palazzo di Vetro dell’Onu nel 2013, a 16 anni, al premio Sakharov per la libertà di pensiero nello stesso anno fino al Nobel nel 2014 a 17 anni, la vita di Malala è stata costantemente sotto i riflettori. Il che non le ha impedito di laurearsi a Oxford e di pensare anche a una vita privata per la quale in molti ritenevano non ci fosse posto.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tim Cook interessato a criptovalute, le ho nel mio portafoglio
“Non penso che chi acquista titoli Apple voglia un’esposizione al cripto”, ha messo in evidenza.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
10 novembre 2021
13:57
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tim Cook ammette: “ho criptovalute nel mio portafoglio, credo che sia ragionevole averle” nell’ambito di una strategia di diversificazione.
L’amministratore delegato di Apple, intervenendo all’incontro DealBook, confessa di essere interessato alle criptovalute da un po’ di tempo ma spazza via l’ipotesi che Apple possa accettarle e possa investirvi.
“Non penso che chi acquista titoli Apple voglia un’esposizione al cripto”, ha messo in evidenza.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Harry allertò boss Twitter su rischi ‘colpo di Stato’ in Usa
Principe inviò email alla vigilia della marcia su Capitol Hill
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
10 novembre 2021
09:48
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il principe Harry ha detto di aver avvertito via e-mail il ceo di Twitter, Jack Dorsey, sul fatto che “la sua piattaforma stava consentendo di organizzare un colpo di stato” un giorno prima dell’assalto al Campidoglio degli Stati Uniti compiuto il 6 gennaio scorso da sostenitori di Donald Trump.

La rivelazione è stata fatta dal duca di Sussex durante un suo intervento via video a un panel chiamato ‘The Internet Lie Machine’, organizzato dalla rivista americana di tecnologia e cultura Wired.
“Quell’e-mail è stata inviata il giorno prima. E poi è successo e da allora non ho più avuto sue notizie”, ha aggiunto il nipote della regina Elisabetta riferendosi a Dorsey, che per il momento non ha replicato alle dichiarazioni.
Il principe ha fatto anche una denuncia generalizzata contro la diffusione dell’odio sui social media, di cui lui e la moglie Meghan sono stati vittime in numerose occasioni. E ha quindi puntato il dito contro “la divisione e le bugie” diffuse via internet.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
A Torino esperimento di un concerto in 5G
Progetto europeo con artisti in contemporanea in luoghi diversi
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
10 novembre 2021
09:52
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Con il concerto ‘The Garden of Forking Paths’ nel Gran Salone Ricevimenti di Palazzo Madama, inserito nel progetto europeo ‘5G-Tours’, Torino è stata teatro il 9 novembre di un esperimento mai realizzato prima, di musica suonata in contemporanea da musicisti in punti diversi dalla città grazie ad un’alta connessione 5G.
Il pubblico, i 6 musicisti del Fiari Ensemble di Torino e gli attori del Teatro Stabile di Torino erano all’interno dello storico Palazzo, mentre i 4 sassofonisti del Saxemble di Zurigo suonavano camminando per le piazze del centro.
“Una sincronia impossibile fino ad oggi – hanno spiegato Alessandro Pane direttore di R&D di Ericsson Italia e Daniele Franceschini, responsabile di Innovazione Tim – realizzabile invece con il 5G che permette di stare sotto la soglia dei 3 centesimi di secondo”.
Alla realizzazione del concerto, scritto dal maestro Andrea Molino, hanno collaborato Rai, Fondazione Torino Musei e LiveU. “La Rai lavora da tempo sul 5G – ha detto Gino Alberico, direttore Centro Ricerche Rai – e in due direzioni, la produzione e la distribuzione del segnale. Con la pandemia abbiamo assistito a spettacoli musicali con artisti in sincrono da remoto, ma in post produzione, qui siamo in diretta”. “Per me essere qui è un sogno – ha detto l’assessora alla Cultura della Città Chiara Foglietta – in quanto io mi occupo di innovazione e cultura, due settori che qui si sposano totalmente”. Torino nel 2018 ha vinto il bando europeo 5G-Tours insieme ad Atene, dove il progetto studia la realtà smart city, e alla francese Rennes con una ricerca nel campo della cooperazione sanitaria in simultanea. Torino, invece sta sviluppando nuovi orizzonti in campo culturale-turistico che nel 2022 coinvolgeranno anche la Gam (Galleria d’arte moderna) con l’arrivo di due innovativi guide ‘robot’.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Accenture, a Roma nuovo Hub e 360 mln investimenti in Italia
Gualtieri, Roma deve diventare Capitale dell’innovazione
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
10 novembre 2021
09:13
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Inaugurato a Roma il nuovo hub di Accenture in Italia, seconda tappa del programma nazionale Forward Building promosso dalla società nel 2019 che prevede un investimento complessivo di 360 milioni di euro e 70.000 metri quadrati di nuovi spazi per ridisegnare l’esperienza professionale delle proprie persone.
Il nuovo hub, composto da sei torri di sette piani collegate tra loro a ogni livello lungo 26.000 metri quadrati di superficie, ospiterà 2.000 postazioni di lavoro .
“Roma deve diventare sempre più la Capitale dell’innovazione, un interlocutore in stretta relazione con il mondo dell’impresa e delle aziende in grado di contribuire alla trasformazione digitale e sostenibile in atto” ha dichiarato Roberto Gualtieri, sindaco di Roma. È nostra responsabilità sostenere questi processi di cambiamento che devono essere sempre più rafforzati e accelerati se vogliamo cogliere pienamente tutte le opportunità che abbiamo avanti come quelle che ci consegna il Pnrr. Si tratta di una sfida storica e, allo stesso tempo, una grande opportunità che Roma vuole cogliere in pieno anche grazie ad investimenti come questo di Accenture che inauguriamo oggi”. “A quasi un mese dall’inaugurazione del Corporate Center di Milano, l’emozione è ancora tanta”, ha dichiarato Mauro Macchi, amministratore delegato di Accenture Italia. Dopo un lungo periodo che ha radicalmente trasformato il nostro modo di vivere e lavorare, essere qui oggi ad aprire le porte di questa nuova casa rappresenta per noi una grande soddisfazione, un traguardo e insieme un punto di partenza.
Questo nuovo investimento sul territorio romano rappresenta una ulteriore dimostrazione della volontà di rafforzare la nostra presenza nella Capitale”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Usa-Cina: prossima settimana vertice virtuale Biden-Xi
Bloomberg cita fonti, ‘non ancora fissata la data precisa’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
10 novembre 2021
10:21
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
I presidenti di Usa e Cina, Joe Biden e Xi Jinping, terranno un vertice virtuale la prossima settimana, anche se non è stata fissata una data specifica.
Lo riferisce Bloomberg, citando persone familiari con la questione, ricordando che la mossa arriva mentre le due maggiori economie al mondo sono bloccate in molteplici controversie – tra cui quelle su tecnologia, commercio, Taiwan e diritti umani – pur concordando sull’importanza di continuare il dialogo.
I due Paesi hanno deciso all’inizio di ottobre di tenere un incontro virtuale tra leader entro la fine dell’anno, con la data esatta che è ancora in fase di negoziazione.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Microsoft per le scuole, Surface Laptop SE con Windows 11 SE
Versione economica del notebook per studenti a 250 dollari
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
10 novembre 2021
11:10
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Come da indiscrezioni dei giorni scorsi, Microsoft ha rivelato un nuovo dispositivo che monta una versione più leggera di Windows 11, il suo ultimo sistema operativo per computer e notebook.
Surface Laptop SE è un portatile economico, pensato per le scuole, con un prezzo di partenza di 249 dollari.
Gira con Windows 11 SE, una declinazione del software di Redmond sviluppata espressamente per macchine con specifiche medio-basse, di norma in uso nel settore scolastico. Hardware e software con cui il colosso statunitense tenta di accaparrarsi una fetta del segmento ‘education’ in patria che, dopo anni di predominio Mac, è saldamente nelle mani di Chrome OS e dei notebook che montano il sistema basato quasi del tutto sul cloud di Google. Il Surface Laptop SE ha uno schermo da 11,6 pollici, risoluzione di 1.366 x 768 pixel e processore Intel Celeron N4020 oppure Celeron N4120 8. Le altre specifiche poggiano su 4 GB di RAM, 64 o 128 GB di spazio di archiviazione, fotocamera frontale da 1 MP con video a 720p e due porte USB, una di tipo C e una standard A. Non manca un jack audio classico. Microsoft ha precisato che riparare il Laptop SE sarà molto semplice: il pannello inferiore della scocca si smonta con viti standard, in modo che i responsabili IT delle scuole possano sostituire con facilità componenti quali display, batteria, perfino tastiera e scheda madre. Il concetto di riparabilità sarà centrale anche per i partner che produrranno i vari portatili con Windows 11 SE, tra cui Acer, Asus, Dell, Fujitsu, HP e Lenovo. Dopo Microsoft, Dynabook ha svelato il Satellite Pro E10-S con Windows 11 SE. Sia il Surface Laptop SE che Windows 11 SE saranno disponibili all’inizio del 2022.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: la Figc approda su LinkedIn
Gravina:valorizzeremo eccellenze interne e quelle nostri partner
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
10 novembre 2021
11:18
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Per una squadra che vince sul campo, ce n’è una più numerosa e molto qualificata che ogni giorno gioca le sue partite per l’efficientamento e l’innovazione della Federazione italiana gioco calcio.
Nell’ecosistema federale operano importanti professionisti, il cui lavoro dietro le quinte contribuisce ai risultati agonistici della Nazionale di Roberto Mancini e delle altre squadre azzurre.

Così, a rimarcare quanto, anche in campo lavorativo, “La forza del gruppo” faccia la differenza, la Federcalcio ha aperto su LinkedIn la pagina Figc – Federazione italiana gioco calcio https://www.linkedin.com/company/figc, che sarà dedicata a fare conoscere agli appassionati di calcio le attività organizzative e le figure professionali che stanno dietro ai successi delle nazionali, con particolare attenzione agli aspetti più manageriali di business, marketing e comunicazione.
“Il nostro team è composto da validi professionisti, i cui risultati si misurano nel rapporto quotidiano con i principali stakeholders della Federazione – ha dichiarato il presidente della Figc Gabriele Gravina nel video-messaggio che inaugura la pagina LinkedIn – ed è giunto il momento di fare conoscere a tutti gli appassionati di calcio le attività organizzative e le figure professionali che concorrono ai successi delle Nazionali.
Per questo la Figc ha aperto una pagina su LinkedIn, un nuovo canale di condivisione delle nostre attività attraverso cui presenteremo e valorizzeremo, grazie alla preziosa collaborazione dei nostri partner, anche alcune eccellenze italiane apprezzate in tutto il mondo”.
Il nuovo profilo LinkedIn, che ospiterà anche contenuti su formazione (tecnica e professionale) e responsabilità sociale, entra a fare parte della flotta digitale della Federcalcio e delle Nazionali, la cui Community digitale complessiva conta ormai più di 13 milioni di tifosi.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

5G: il 30% aziende utilizzatrici vuole sviluppare progetti
PoliMi, “è il momento di investire per far crescere il mercato”
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
10 novembre 2021
13:56
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Cresce la conoscenza delle caratteristiche del 5G da parte delle aziende potenziali utilizzatrici di questa tecnologia: il 30% ha un livello di conoscenza almeno buono, contro il 24% del 2020, e soltanto il 27% non la conosce affatto (era il 48% lo scorso anno).
Le imprese dimostrano anche una maggiore consapevolezza delle opportunità offerte dal 5G, con il 34% che lo valuta positivamente e si sta attivando per capire come sfruttarlo (14 punti in più del 2020) e il 30% che dichiara di aver avviato progetti o iniziative pilota nell’ambito o di volerlo fare nel prossimo anno.
Anche le imprese della filiera ICT si stanno muovendo: il 43% ha attivato o intende attivare progetti 5G nei prossimi 12 mesi. Sono alcuni risultati della ricerca dell’Osservatorio 5G & Beyond della School of Management del Politecnico di Milano, presentata oggi durante il convegno “5G: è il momento di investire”.
“Il 5G costituirà un abilitatore fondamentale per la trasformazione digitale del Paese, offrendo la possibilità di costruire servizi e applicazioni non pensabili con le reti attuali. Ci arriveremo per fasi successive perché questo traguardo richiede di mettere al loro posto una serie di tasselli articolati, attraverso convinzione e investimenti da parte di tutti, privato e pubblico, filiera e aziende utenti”, afferma Giovanni Miragliotta, Responsabile Scientifico dell’Osservatorio. Per Antonio Capone, Responsabile scientifico dell’Osservatorio, “l’esistenza di grandi reti pubbliche ad ampia copertura e dalle alte prestazioni è condizione fondamentale perché la rivoluzione del 5G si possa compiere. Per averle servono grandi investimenti”.
L’Osservatorio ha censito 98 startup internazionali 5G finanziate fra il 2016 e il 2020 per un totale di 2,2 miliardi di dollari di investimenti raccolti, pari a un finanziamento medio di 26 milioni di dollari. Le principali tecnologie 5G sfruttate sono l’Edge Computing (21% delle startup), seguito dall’URLLC (9%), ma buono l’interesse anche per l’Open RAN. Tra le tecnologie ancillari, la più esplorata è l’Artificial Intelligence (30%) per offrire servizi alle aziende clienti e l’ottimizzazione della gestione della rete, e l’IoT (28%).
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Metaverso conquista il cinema, Peter Jackson cede effetti speciali
Unity si aggiudica i creativi di Weta Digital per 1.625 mld dlr
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
10 novembre 2021
13:59
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il metaverso, la piattaforma tecnologica del futuro spinta da Facebook, conquista anche il cinema.
Unity Technology, azienda di sviluppo software e motori grafici per app e videogame, ha annunciato l’acquisizione di Weta Digital, la storica società di animazione ed effetti 3D co-fondata da Peter Jackson, il papà di Avatar e del Signore degli Anelli.
Un accordo da 1.625 miliardi di dollari, che permetterà a Unity di lavorare sulle tecnologie di VFX (visual effect) di Weta e fondare la base per il metaverso.
“Ci vorrà del tempo per dare forma a questa visione, ma consideratelo come il primo passo” ha scritto Marc Whitten, vice presidente senior e general manager di Unity Create sul blog della società. Come parte dell’accordo, il reparto tecnologico dell’acquisita, che include gli ingegneri e gli artisti, sarà integrato in Unity. Il team al lavoro sulle animazioni e quello degli effetti speciali invece resterà separato da Unity (sebbene parte della società) e sarà chiamato WetaFX, soggetto di cui Peter Jackson continuerà a possedere la maggioranza. La stessa Unity integrerà la base informatica di Weta Digital all’interno del suo motore grafico.
Negli scorsi anni, lo studio ha sviluppato gran parte delle animazioni di capolavori di Jackson come “Il Signore degli Anelli”, “Avatar” e “Shang-Chi”. Stando alle prime notizie, Unity si occuperà dell’integrazione, nel suo motore, degli strumenti interni di Weta Digital, tra cui City Builder, che ha contribuito a generare le città 3D distrutte in film come “King Kong”, Manuka, il simulatore che trasferisce gli attori in ambienti digitali e virtuali, e Gazebo, software utilizzato dagli artisti per visualizzare in anteprima le scene prima del rendering finale. Ma anche i programmi di motion capture e di digitalizzazione di effetti su persone e paesaggi.
“Singolarmente questi strumenti sono capaci di portare a risultati spettacolari, ma il loro vero beneficio arriva dall’essere parte di una piattaforma unica, dove la modifica di un elemento cambia, dinamicamente, anche tutti gli altri correlati”, ha aggiunto Whitten.   CINEMA

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Instagram, lavora ad abbonamenti per supportare creatori contenuti
TechCrunch, da 0,99 a 4,99 dollari per contenuti esclusivi
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
10 novembre 2021
12:31
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Instagram starebbe lavorando ad abbonamenti per sostenere i creatori di contenuti, una strategia messa già in campo da piattaforme come Patreon e OnlyFans.
La funzione – secondo il sito specializzato TechCrunch – è stata notata da Sensor Tower e Apptopia, due società di analisi che si occupano dell’ecosistema delle applicazioni, secondo cui l’app di foto ha ricevuto su iOS un aggiornamento che descrive la possibilità di acquisti in-app denominati “Abbonamenti Instagram”.
E i prezzi andrebbero da 0,99 a 4,99 dollari.
TechCrunch ipotizza l’opportunità, per gli iscritti paganti, di accedere a contenuti esclusivi condivisi dagli account preferiti seguiti, nonché l’accesso a quelle che Instagram, a giugno, ha definito come ‘Storie Esclusive’, una funzionalità poi persa di vista. Secondo alcune schermate condivise dal reverse engineer italiano Alessandro Paluzzi, l’abbonamento includerà un “Member Badge”, che darà agli iscritti al canale una spilla speciale al fianco del loro nome utente.
Dopo il successo di piattaforme come Patreon e OnlyFans, che offrono contenuti accessibili solo a seguito del pagamento di un certo canone, i principali social network hanno implementato, o stanno pensando di integrare, modi per consentire agli utenti di supportare le persone che seguono. Twitter ha annunciato la funzione Super Follows e Blue su iOS negli Stati Uniti e in Canada, mentre TikTok, Snapchat, Pinterest e YouTube sono al lavoro su strategie simili. Adam Mosseri, a capo di Instagram, durante la Creator Week di giugno, si era detto favorevole alla monetizzazione dei contenuti sulla piattaforma, includendo anche la possibilità del social di aprire al vasto mercato degli NFT.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tribunale Ue conferma multa a Google, paghi 2,42 miliardi
Per abuso di posizione dominante a vantaggio del suo servizio Shopping
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
10 novembre 2021
12:47
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Tribunale dell’Unione europea ha rigettato il ricorso di Google contro la decisione della Commissione Ue di infliggere una multa da 2,42 miliardi di euro alla società per avere abusato della sua posizione dominante dando un vantaggio illegale al suo servizio di comparazione degli acquisti, Google Shopping.
Il Tribunale ha rigettato nel suo complesso il ricorso del gigante dei motori di ricerca e della sua società madre, Alphabet, riconoscendo “il carattere anticoncorrenziale della pratica controversa” messa in atto con il suo servizio Shopping.
“Google si è allontanata dalla concorrenza nel merito” attraverso un posizionamento più favorevole del suo servizio di comparazione degli acquisti, declassando invece i servizi concorrenti, relegati nella colonna dei risultati generici.
I giudici di Lussemburgo ritengono che, al termine della sua indagine avviata nel 2010 dopo le denunce presentate delle rivali TripAdvisor e Twenga, la Commissione europea abbia “correttamente riscontrato effetti dannosi sulla concorrenza” della pratica attuata da Google in 11 Stati membri, tra cui l’Italia, nel Regno Unito e in Norvegia.
“Google non riesce ancora a dimostrare alcun aumento di efficienza legato a questa pratica che compenserebbe i suoi effetti negativi sulla concorrenza”, scrivono i giudici Ue, osservando che, “anche se gli algoritmi per la classificazione dei risultati generici o i criteri per il posizionamento e la visualizzazione dei risultati dei prodotti specializzati di Google possono, in quanto tali, rappresentare miglioramenti del servizio favorevoli alla concorrenza, ciò non giustifica la pratica in questione, vale a dire la disparità di trattamento dei risultati del servizio di acquisti comparativi di Google e dei risultati dei servizi di acquisti comparativi concorrenti”. Il gigante di Mountain View ha ora la possibilità impugnare la sentenza dinnanzi al tribunale superiore, la Corte di giustizia Ue.
“Gli annunci su Shopping aiutano le persone a trovare i prodotti cercati in modo semplice e veloce, e aiutano i commercianti a raggiungere potenziali clienti. Il giudizio di oggi, che esamineremo nel dettaglio, si riferisce a una serie di fatti molto specifici e già nel 2017 abbiamo apportato modifiche per ottemperare alla decisione della Commissione Europea. Il nostro approccio ha funzionato con successo per più di tre anni, generando miliardi di clic per più di 700 servizi di shopping comparativo”: è il commento di un portavoce di Google alla conferma della multa dal Tribunale dell’Unione europea.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Tribunale dell’Unione europea ha rigettato il ricorso di Google contro la decisione della Commissione Ue di infliggere una multa da 2,42 miliardi di euro alla società per avere abusato della sua posizione dominante dando un vantaggio illegale al suo servizio di comparazione degli acquisti, Google Shopping.
Il Tribunale ha rigettato nel suo complesso il ricorso del gigante dei motori di ricerca e della sua società madre, Alphabet, riconoscendo “il carattere anticoncorrenziale della pratica controversa” messa in atto con il suo servizio Shopping.
“Google si è allontanata dalla concorrenza nel merito” attraverso un posizionamento più favorevole del suo servizio di comparazione degli acquisti, declassando invece i servizi concorrenti, relegati nella colonna dei risultati generici.
I giudici di Lussemburgo ritengono che, al termine della sua indagine avviata nel 2010 dopo le denunce presentate delle rivali TripAdvisor e Twenga, la Commissione europea abbia “correttamente riscontrato effetti dannosi sulla concorrenza” della pratica attuata da Google in 11 Stati membri, tra cui l’Italia, nel Regno Unito e in Norvegia.
“Google non riesce ancora a dimostrare alcun aumento di efficienza legato a questa pratica che compenserebbe i suoi effetti negativi sulla concorrenza”, scrivono i giudici Ue, osservando che, “anche se gli algoritmi per la classificazione dei risultati generici o i criteri per il posizionamento e la visualizzazione dei risultati dei prodotti specializzati di Google possono, in quanto tali, rappresentare miglioramenti del servizio favorevoli alla concorrenza, ciò non giustifica la pratica in questione, vale a dire la disparità di trattamento dei risultati del servizio di acquisti comparativi di Google e dei risultati dei servizi di acquisti comparativi concorrenti”. Il gigante di Mountain View ha ora la possibilità impugnare la sentenza dinnanzi al tribunale superiore, la Corte di giustizia Ue.
“Gli annunci su Shopping aiutano le persone a trovare i prodotti cercati in modo semplice e veloce, e aiutano i commercianti a raggiungere potenziali clienti. Il giudizio di oggi, che esamineremo nel dettaglio, si riferisce a una serie di fatti molto specifici e già nel 2017 abbiamo apportato modifiche per ottemperare alla decisione della Commissione Europea. Il nostro approccio ha funzionato con successo per più di tre anni, generando miliardi di clic per più di 700 servizi di shopping comparativo”: è il commento di un portavoce di Google.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nuova Zelanda: premier live su Fb interrotta da figlia di 3 anni
Ardern parlava di misure anti-Covid. ‘Vai a letto arrivo subito’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
10 novembre 2021
14:41
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Divertente siparietto per la premier della Nuova Zelanda Jacinda Ardern che mentre stava parlando in diretta su Facebook delle restrizioni anti-Covid nel Paese è stata interrotta dalla figlia di tre anni, Neve. “Mamma!!”, si sente la bimba chiamare.
La premier sorridendo le risponde: “Dovresti essere a letto tesoro, è ora della nanna”.
Ma la bambina sembra non avere intenzione di mettersi a dormire, per cui Ardern alla fine cede. “Vai a letto, arrivo subito!”. La premier si è poi scusata con quanti la stavano seguendo in diretta. “Non pensavo ci volesse così tanto!”.
Ardern è stata la prima leader in oltre 20 anni a dare alla luce un figlio mentre era in carica. Prima di lei solo Benazir Butto che ebbe il suo secondo figlio quando era premier del Pakistan nel 1990. Quando era ancora in corsa per diventare premier della Nuova Zelanda, Ardern attirò l’attenzione dei media di tutto il mondo zittendo un giornalista che le chiedeva se avesse intenzione di fare dei figli nel caso fosse stata eletta. Una domanda “inaccettabile” per qualsiasi donna in qualunque luogo di lavoro, fu la secca risposta dell’allora 37enne laburista e subito scoppiò la ‘Jacindamania’. Quattro mesi dopo, la premier annunciò su Twitter di aspettare un figlio con il compagno Clarke Gayford.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Usa: per 76% americani Facebook ha reso la societa’ peggiore
Solo l’11% pensa al contrario che l’abbia migliorata
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
10 novembre 2021
16:28
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Per circa tre quarti degli americani – il 76% – Facebook ha reso la società peggiore.
Lo rivela un nuovo sondaggio di Cnn, secondo cui solo l’11% pensa al contrario che l’abbia migliorata.

Anche gli utenti frequenti del social network di Mark Zuckerberg – quelli che riferiscono di utilizzare il sito almeno diverse volte alla settimana – sono convinti al 70% che Facebook danneggi la società statunitense (il 14% ritiene che la aiuti).
E in generale, il 49% ha affermato di conoscere personalmente qualcuno che sia stato persuaso a credere in una teoria del complotto a causa dei contenuti che ha visto sul social. Una percentuale, quest’ultima, che sale al 61% tra i giovani adulti di età inferiore ai 35 anni.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Problema risolto, di nuovo in funzione il sito del Viminale
Escluso l’attacco hacker, si è trattato di un problema tecnico
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
10 novembre 2021
21:06
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo alcune ore fuori uso, il sito del Viminale è tornato navigabile intorno alle 19.
Il portale http://www.Interno.it è stato irraggiungibile dal primo pomeriggio: al posto dell’homepage solo una pagine bianca.
Escluso l’attacco hacker, si è trattato di un problema tecnico a uno dei server, risolto nel giro di qualche ora.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
SpaceX: lanciato Crew Dragon 3 verso Iss
Quattro astronauti a bordo, il go dopo numerosi rinvii
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
CAPE CANAVERAL
11 novembre 2021
08:36
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato lanciato alle 3.03 italiane dalla base di Cape Canaveral in Florida il Crew Dragon 3.
La navetta di Space X con quattro astronauti a bordo è diretta verso la Stazione Spaziale Internazionale.

Gli astronauti della missione Crew3 sono Raja Chari, al comando, il pilota Tom Marshburn e la specialista di missione Kayla Barron, tutti e tre della Nasa, più lo specialista di missione Matthias Maurer dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa).
L’aggancio con la Stazione Spaziale è previsto alle 13.10 di oggi e l’apertura del portello circa due ore più tardi.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Guinness: Città del Messico capitale con più WiFi pubblico
Primato mondiale con oltre 500 punti in più di Mosca
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA’ DEL MESSICO
11 novembre 2021
09:21
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il governo di Città del Messico ha annunciato di aver ricevuto la conferma di essere entrata nel Libro Guinness dei Primati come la città con il maggior numero di punti di WiFi gratuito al mondo, 21.500.
Lo riferisce la tv Milenio.

L’annuncio è stato fatto ieri nel corso di una cerimonia in cui è stata scoperta una targa riguardante l’evento vicino all’emblematico ‘Angelo dell’Indipendenza’ della capitale messicana, dalla governatrice della città, Claudia Sheinbaum, e dal giudice ufficiale del ‘Guinness World Record’ per l’America latina, Carlos Tapia Rojas.
In particolare Sheinbaum ha elogiato l’operato sia delle autorità locali, sia della compagnia Telmex, con la quale, grazie ad una costruttiva trattativa, si sono potuti registrare risparmi nei servizi di comunicazione e internet.
“Senza il bisogno di stanziare più risorse di quelle pagate per la ordinaria manutenzione, e anzi anche con un risparmio – ha aggiunto – siamo stati in grado di stabilire un accordo di collaborazione che ci ha permesso di avere connettività tramite fibra ottica in ogni punto dove è stata collocata una telecamera fissa a Città del Messico, città che conta 9,2 milioni di abitanti.
José Antonio Peña Merino, capo dell’Agenzia digitale per l’innovazione pubblica (Adip), ha sottolineato da parte sua che la rete WiFi cittadina è la più ampia e aperta di qualsiasi altro agglomerato urbano del mondo.
Il responsabile ha anche sostenuto che si tratta di un servizio che assicura la copertura di Internet in 1.600 quartieri e che, per esempio, il totale dei punti ‘hotspot’ e superiore di 500 a quelli della seconda capitale più fornita, che è Mosca.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Open Fiber: via libera Ue senza condizioni a Cdp-Macquarie
Approvata operazione per controllo congiunto
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
11 novembre 2021
13:55
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Via libera senza condizioni, dell’Antitrust Ue, all’operazione di Cassa Depositi e Prestiti e del fondo australiano Macquarie per l’acquisizione della quota di Enel in Open Fiber.
Il testo della decisione non è ancora disponibile ma il registro della direzione generale per la Concorrenza della Commissione europea è stato aggiornato questa mattina segnalando che si tratta di una “autorizzazione incondizionata”. L’operazione porterà Cdp ad aumentare la quota di partecipazione al 60% e Macquarie ad acquisire il 40%.
Nel suo esame per il via libera al controllo congiunto di Open Fiber da parte di Cdp e Macquarie, l’Ue ha anche valutato se, “alla luce degli interessi di Cdp in Tim”, l’aumento del 10% della quota di Cdp – che passa dal 50 al 60% – “avrebbe aumentato i rischi di coordinamento tra Open Fiber e Tim”. L’Antitrust ha concluso che “i possibili problemi anticoncorrenziali non sono specifici dell’operazione proposta poiché Cdp aveva già il controllo congiunto di Open Fiber”, ma resta valida “l’applicabilità degli articoli 101-102 dei Trattati Ue o qualsiasi altra disposizione nazionale equivalente sui possibili effetti anticoncorrenziali”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Spotify come Facebook, permetterà di bloccare gli utenti
Lo scopo è rendere la piattaforma un luogo di ascolto sicuro
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
11 novembre 2021
12:54
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Spotify come Facebook e Twitter, lancia un nuovo pulsante con cui bloccare gli utenti.
La piattaforma stava lavorando da almeno un paio di anni alla funzione, che era poi stata abbandonata per dare priorità ad altri aggiornamenti, più spiccatamente audio.
Il team ha deciso di dar seguito a quella che, secondo la compagnia, era una delle principali richieste degli iscritti. É quindi in fase di distribuzione, nei vari Paesi, il nuovo menu che, all’interno del profilo di un amico, presenta l’opzione ‘blocca’, sopra quella già esistente ‘non seguire più’. A differenza di quest’ultima, il blocco è riconducibile alla stessa operazione che si esegue sugli altri social network, quando si nascondono tutte le attività di un contatto dalla propria lista di amici.
Il tasto per non seguire più invece, presente dal 2019, consente di nascondere l’utente dal proprio flusso di aggiornamenti della musica in riproduzione, visibile sul lato destro dell’app per computer, senza eliminarlo definitivamente e lasciando che lo stesso possa continuare a seguirci. Una volta bloccata invece, la persona non sarà più in grado di accedere alla pagina, playlist pubbliche o alle attività di ascolto dell’ex amico.
Spotify ha affermato che la novità fa parte della sua missione globale di dare agli utenti la migliore esperienza possibile, favorendo un ambiente sicuro per l’ascolto di musica e di podcast. La rimozione non sarà definitiva: dopo il blocco, apparirà sotto il profilo del contatto la voce “sblocca”, con cui tornare indietro in caso di ripensamento. Ad ogni modo, i contatti limitati, non essendo più presenti nel flusso di aggiornamenti social di Spotify, dovranno essere ricercati con la lente di ingrandimento, tramite l’icona superiore dell’app.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Twitter fa un passo verso i Bitcoin e crea un team dedicato
Obiettivo è allargare opportunità di monetizzazione per creator
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
11 novembre 2021
12:55
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Twitter flirta ancora con il mondo delle criptovalute, con la realizzazione di un team dedicato.
Twitter Crypto sarà guidato dall’ingegnere donna Tess Rinearson, che ha postato proprio sul social il suo nuovo incarico.
Con una dichiarazione al Financial Times, un portavoce ha spiegato che il team di Crypto sarà impegnato nel “valorizzare il settore delle criptovalute, impostando una strategia per il futuro di Twitter”. Rinearson ha poi sottolineato che: “In primo luogo, esploreremo come possiamo supportare il crescente interesse tra i creatori nell’utilizzo di app decentralizzate per gestire beni e valute virtuali.
Andando oltre, vogliamo capire come gli appassionati di criptovalute possono aiutarci a sbloccare nuove funzionalità, che abbiano a che fare con dati, beni digitali e molto altro”. Twitter Crypto lavorerà a stretto contatto con Bluesky, un gruppo indipendente fondato nel 2019 dal fondatore e amministratore delegato del social network, Jack Dorsey, con lo scopo di creare uno standard per decentralizzare i social network, ossia per consentire alle piattaforme di utilizzare soluzioni software, come gli algoritmi, basati su progetti a codice aperto e non solo quelli odierni, nelle mani di pochi colossi, che possono controllarne il comportamento.
Questo dovrebbe dare maggiore accuratezza nella gestione di fake news e atti di cyber bullismo. Dorsey, da sempre estimatore delle criptovalute e in particolare dei bitcoin, ha integrato proprio la moneta digitale in Square, l’app di pagamenti che ha lanciato a marzo di quest’anno. Nel futuro di Twitter ci sono anche i token non fungibili, gli NFT, oggetti da collezione digitali che sono esplosi in popolarità nel 2021 e che alcuni utenti dei social utilizzano come immagine del profilo.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Con 5G risparmio emissioni CO2, pari 35 milioni auto
Studio Ericsson, in Europa diffusione in ritardo rispetto a Usa e Asia
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
12 novembre 2021
14:35
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’utilizzo della tecnologia 5G in quattro settori ad alta intensità di carbonio – energia, trasporto, manifatturiero ed edilizia – potrebbe creare un risparmio annuale di emissioni tra i 55 e i 170 milioni di tonnellate di CO2, che equivale a togliere dalle strade dell’Unione Europea un’auto su sette, quindi oltre 35 milioni di veicoli.
Lo riporta uno studio di Ericsson che spiega come con la tecnologia di quinta generazione la riduzione totale delle emissioni arriverebbe al 20% (dal 15%) delle emissioni annuali totali dell’Ue.
L’equivalente delle emissioni annuali totali di Spagna e Italia messe insieme.
Lo studio sostiene che almeno il 40% delle soluzioni per la riduzione della CO2 adottate nell’Ue da qui al 2030, si baserà sulla connettività fissa e mobile. Queste soluzioni di connettività, così come ad esempio lo sviluppo di generatori per produrre energia rinnovabile, potrebbero ridurre le emissioni dell’Ue di 550 milioni di tonnellate di biossido di carbonio equivalente, ossia quasi la metà delle emissioni create dall’intero settore energetico dell’UE nel 2017, e il 15% delle emissioni annuali totali dell’UE nel 2017, l’anno scelto come benchmark dall’analisi.
“Nonostante il potenziale in gioco – spiega il rapporto Ericsson – le nuove previsioni sull’implementazione del 5G dipingono un quadro preoccupante per l’Europa”. Alla fine del 2020, infatti, il 5G copriva circa il 15% della popolazione mondiale. Nel 2027, solo tre anni prima che le emissioni globali dovrebbero essere dimezzate per rispettare l’obiettivo di limitare il riscaldamento globale a 1,5 ºC, si stima che la diffusione globale sarà circa del 75%. In particolare, si prevede che il Nord America e il Nord Est asiatico godranno di una copertura della popolazione superiore al 95% entro il 2027. “Al contrario, l’Europa è destinata a restare significativamente indietro rispetto ai suoi competitor economici con poco più dell’80% di copertura della popolazione”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il 2030 secondo i giovani italiani,inclusione e ‘smart city’
Ricerca Next Gen di BNP, semafori intelligenti e nuova mobilità
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
11 novembre 2021
15:44
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nei giorni della Cop26 sono inclusione, green, mobilità e smart city i termini che disegneranno l’Italia del 2030, secondo i giovani italiani.

Scenari emersi dalla ricerca “Next Gen 2030” di BNP Paribas Cardif, che ha coinvolto 1.000 ragazzi tra i 15 e i 30 anni.
Per il 35% di loro, tra meno di un decennio vivremo relazioni più eque, con minori discriminazioni di genere (35%) – se non addirittura con una ridefinizione del concetto stesso di genere (21%) – in cui l’aspetto fisico non sarà più un fattore sociale importante (32%). I giovani si aspettano città più a misura d’uomo, soprattutto per quella fetta di popolazione con esigenze specifiche, come le mamme, gli anziani e i disabili (33%).
Ambienti rinnovati, dove i cestini intelligenti prenderanno il posto dei cassonetti dei rifiuti, per separare autonomamente gli scarti (33%), e spazi di aggregazione entro cui condividere interessi comuni (32%). Una smart city che possa sbloccare il potenziale di una nuova mobilità: il 36% dei ragazzi immagina semafori intelligenti che si attivano e disattivano in base al traffico e gestiti direttamente dall’intelligenza artificiale (24%). In tema di sostenibilità, le nuove generazioni attendono la scoperta di nuove tecniche che permettano di riciclare e riutilizzare i prodotti (41%), anche se non mancano i pessimisti che prevedono un peggioramento del riscaldamento globale e dell’inquinamento (31%), controbilanciati da chi crede che useremo più dispositivi ricondizionati (29%) e fonti di energia solo rinnovabili (19%). La tecnologia è vista come opportunità ma anche fonte di rischio: per il 43% degli intervistati, nel 2030 avremo ancora problemi legati ai furti di identità digitale e possibili danni provocati dal malfunzionamento delle auto a guida autonoma (32%), oltre alla paura di nuove pandemie (27%), con il consolidarsi di forme di prevenzione create apposta per affrontare tali criticità.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Lente innovativa trasforma smartphone in ‘super’ microscopio
Scoperta Università Pisa. Procedimento veloce e a basso costo
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
PISA
11 novembre 2021
13:27
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Un nuovo procedimento per sintetizzare filtri ottici partendo da un polimero trasparente su cui vengono scritte con una stampante a getto di inchiostro, opportunamente modificata, nanoparticelle di metallo nobile (oro o argento).
La scoperta arriva dai laboratori del Dipartimento di ingegneria dell’informazione dell’Università di Pisa.
Il procedimento, che di solito si misurava in giorni, in questo caso richiede circa un minuto, costa pochi centesimi e permette di ottenere risultati mai ottenuti prima.
La scoperta, spiega una nota, arriva dal team guidato da Giuseppe Barillaro, docente di elettronica, ed è stata pubblicata sulla rivista “Advanced optical materials”. Lo studio si basa sull’uso di ioni fluoro durante il processo di sintesi delle nanoparticelle sul supporto polimerico, in questo caso silicone, scelto per la sua versatilità e per il costo competitivo. La procedura velocizza la produzione di filtri ottici plasmonici su materiale flessibile di un fattore 100, e migliora le loro proprietà di filtraggio rispetto alla procedura standard di un fattore 1000. La lente è deformabile e resistente, e può essere attaccata alla camera di un cellulare per ottenere prestazioni comparabili a quelle di un microscopio da 30mila euro. Dato il basso costo e la facilità di manutenzione, questa può essere una tecnologia chiave per paesi in cui non è possibile eseguire in tempi rapidi analisi da laboratorio che richiederebbero un microscopio costoso. “Il polimero siliconico – spiega Barillaro – si trova quindi ad avere nuove proprietà se “decorato” con argento, oro, o con una combinazione di entrambi, e può essere usato per la produzione di filtri ottici (ma non solo) non basati sui principi dell’ottica standard, dove le proprietà della lente dipendono dalla sua curvatura e dall’angolo di incidenza della luce, ma sul fenomeno della risonanza plasmonica. Invece, le proprietà dei filtri così ottenuti derivano dalla densità e dalla distribuzione delle nanoparticelle sul polimero”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Mise, 15 milioni di incentivi per l’innovazione 4.0 negli Its
Giorgetti, puntare su formazione altamente specializzata
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
11 novembre 2021
16:01
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Al via gli incentivi per sostenere gli investimenti negli Istituti Tecnici Superiori (ITS) per la realizzazione di sedi e laboratori innovativi legati alla tecnologia 4.0, che hanno l’obiettivo di favorire la formazione di competenze professionali e potenziare la sinergia con il mondo delle imprese.
Lo fa sapere il Mise, spiegando che entro il 3 dicembre gli ITS potranno richiedere le agevolazioni e per la misura sono disponibili complessivamente 15 milioni di euro.
“Incentivare la formazione altamente specializzata di giovani che escono dalle scuole superiori è una priorità per questo governo”, dice il ministro Giancarlo Giorgetti.
Entro il 3 dicembre, gli ITS potranno richiedere le agevolazioni per l’acquisto di beni strumentali, materiali e immateriali, macchinari e servizi che rientrano nell’ambito del Piano nazionale Industria 4.0. Per la misura sono disponibili complessivamente 15 milioni di euro di incentivi, che verranno concessi attraverso un contributo, nella misura del 50% delle spese ammissibili per investimenti nel biennio 2020-2021 non inferiori a 400 mila euro. Si tratta di “un tassello importante che è anche uno degli obiettivi previsti dal PNRR”, spiega il ministro Giorgetti. “Dal primo giorno ho posto un’attenzione particolare nei confronti degli ITS, ancora poco conosciuti in Italia ma che rappresentano all’estero una risorsa fondamentale per alcuni settori industriali e una grande opportunità di occupazione per tanti giovani bravi che scelgono un percorso non universitario”. “Sono sempre più convinto – prosegue il ministro – che senza formazione non possa esserci progresso e sviluppo. E’ importante rafforzare la capacità di innovazione e di formazione garantita dagli istituti scolastici perché soltanto offrendo percorsi più ampi ai giovani che si preparano a entrare nel mondo del lavoro sarà possibile far emergere quelle professionalità che il mondo delle imprese richiede per vincere la sfida della transizione digitale e green”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tim: cda esamina strategie in vista piano
Nessuna negoziazione in corso su rete o altri asset
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
11 novembre 2021
18:11
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Una riunione fiume iniziata a tarda mattinata e chiusa nel tardo pomeriggio per il cda di Tim che ha esaminato “il difficile contesto di mercato e le sfide che attendono la società in materia di strategia, performance aziendale e organizzazione”.
Lo spiega la stessa società, dopo le tante indiscrezioni sui temi caldi e le tensioni provocate dal profit warning.
Il cda “ha definito il percorso per la preparazione e condivisione del Piano Strategico 2022-2024 da approvare a febbraio” su cui sta lavorando l’ad Luigi Gubitosi.
“Non è in corso alcuna negoziazione relativa alla rete o altri asset strategici” ha chiarito il gruppo, dopo che nei giorni scorsi erano state fatte speculazioni su una riapertura del tavolo su Open Fiber o sulla valorizzazione delle società controllate, come Noovle o Sparkle.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Alibaba: Giornata dei Singoli record, vendite per 84,5 mld
Malgrado stretta normativa di Pechino e crisi della supply chain
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
12 novembre 2021
04:28
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Alibaba ha centrato 84,5 miliardi di dollari di vendite durante lo shopping annuale dell’11.11, la ‘Giornata dei Singoli’.
I numeri hanno spazzato via i 74 miliardi del 2020, malgrado il gruppo di Hangzhou sia alle prese con la stretta normativa del governo e con la pandemia del Covid-19, alla base della supply chain globale.
Il più grande evento di shopping al mondo fa sbiancare il Prime Day, il Cyber ;;Monday e il Black Friday, che messi insieme hanno toccato i 30,7 miliardi di dollari. Circa 290.000 marchi hanno partecipato al festival, dall’1 all’11 novembre. La rivale JD.com ha riferito vendite per 48,7 miliardi di dollari.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Julian Assange potrà sposare in carcere la compagna Stella Moris
La coppia ha due figli. Il permesso richiesto per le nozze non era stato finora concesso
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
12 novembre 2021
11:57
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il fondatore di WikiLeaks, Julian Assange, ha ottenuto il permesso di sposare la sua compagna Stella Moris nel carcere di Belmarsh, a Londra, dove è detenuto dal 2019 dopo che gli Stati Uniti hanno intrapreso un’azione legale per estradarlo.
Lo scrive il Guardian.

La coppia, che si è conosciuta quando Assange viveva nell’ambasciata ecuadoriana a Londra, ha due figli, ma il permesso richiesto già da tempo non era stato finora concesso. Per questo la coppia stava per intraprendere un’azione legale contro il direttore della prigione e il segretario alla giustizia, Dominic Raab, accusandoli di voler impedire lo svolgimento del matrimonio.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Pedopornografia:in chat migliaia di file ‘raccapriccianti’
Tre arresti, anche direttore Caritas Benevento
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
12 novembre 2021
09:14
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Migliaia di file dai contenuti definiti “raccapriccianti” dagli inquirenti, che in alcuni casi ritraevano vere e proprie violenze sessuali in danno di bambini in tenera età, sono stati sequestrati dalla polizia postale nell’ambito dell’operazione ‘meet up’ diretta dalla procura di Torino che ha portato all’arresto, tra gli altri, del direttore della Caritas diocesana di Benevento, Don Nicola De Blasio.
Con il prete sono stati arrestati anche un tecnico informatico 37enne residente in Piemonte e il creatore di un canale a pagamento all’epoca dei fatti minorenne che, sfruttando una nota piattaforma di messaggistica, veniva utilizzata per diffondere il materiale.

Il materiale pedopornografico veniva divulgato previo pagamento di una somma di denaro che abilitava all’iscrizione al canale. Nell’operazione sono 26 le persone indagate nei confronti delle quali sono stati eseguiti altrettanti decreti di perquisizione.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
YouTube, addio al numero di ‘non mi piace’ dai video
Il pollice in giù spesso usato per campagne di odio e bullismo
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
12 novembre 2021
13:59
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
YouTube ha deciso: il conteggio dei ‘non mi piace’ sotto ai video non sarà più visibile.
La mossa, secondo la compagnia parte del gruppo Alphabet, si è resa necessaria per “creare un ambiente inclusivo e rispettoso”.
Ad oggi, YouTube, insieme a Reddit, è una delle poche piattaforme ad offrire agli utenti la possibilità di votare contro un contenuto, mentre social come Twitter, Facebook e TikTok spingono verso interazioni più positive e meno divisorie.
Instagram ha introdotto a maggio la possibilità di nascondere il monte di ‘mi piace’ dalle foto pubblicate. Come spiega il team di YouTube, spesso il pollice verso è stato utilizzato dagli iscritti per condurre campagne di odio e bullismo contro altri utenti. Nella fase di test, le modifiche hanno reso le persone “meno propense a cliccare il pulsante ‘non mi piace’ di un video per aumentarne il conteggio”. I navigatori potranno ancora cliccare il ‘non mi piace’, il che ottimizzerà i contenuti consigliati, ma il numero dei ‘dislike’ non sarà più pubblico ma disponibile solo ai creatori del video.
“È un passo importante per ridurre i comportamenti che mirano a mettere a tacere e molestare i creator, in modo particolare quelli più piccoli e i canali che hanno appena cominciato a postare” spiega un portavoce sul blog aziendale.
Il post di YouTube che annuncia i piani per nascondere i conteggi dei ‘non mi piace’ è stato a sua volta non apprezzato da 33.000 persone, ottenendo più di quattro volte il numero di ‘mi piace’. Dopo la notizia, YouTube ha respinto le lamentele degli utenti secondo cui la mossa equivale a censura e protezione dei grandi marchi e inserzionisti.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Anche Google punta sul metaverso con il ‘nuovo’ Labs
Nella divisione tutti i progetti di realtà virtuale e aumentata
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
12 novembre 2021
12:01
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’idea del metaverso, piattaforma tecnologica che disegna il futuro di Facebook, sta influenzando anche i progetti di Google.
Il colosso americano ha infatti annunciato l’integrazione, nel già esistente team dei Google Labs, di tutti i programmi che riguardano la realtà virtuale, quella aumentata e gli altri prodotti innovativi del gruppo, principalmente software.
Altre compagnie adottano un approccio simile, come Facebook, dai cui Reality Labs sono usciti i prototipi dei Facebook Glass, poi divenuti i Rayban Stories, prodotti insieme ad EssilorLuxottica.
Sebbene non si abbiano indicazioni precise circa le attività che impegneranno nel primo periodo il team dei Labs, la società, in un annuncio al personale, ha descritto il fine della riorganizzazione che dovrà “concentrarsi sull’avvio e la crescita di nuove aree di investimento lungimiranti per tutta l’azienda. Al centro del nuovo corso c’è Labs, che analizzerà le tendenze tecnologiche emergenti su una serie di progetti ad alto potenziale e a lungo termine”.
I Google Labs saranno guidati da Clay Bavor, un veterano dell’azienda, che nel recente passato ha supervisionato il progetto di videoconferenza olografico noto come Project Starline. A Bavor faranno capo tutte le iniziative AR e VR di Google, oltre che Starline e Area 120, l’incubatore che si occupa di sviluppare prodotti e servizi da idee di startup interne ed esterne. Al momento, Area 120 è al lavoro su ThreadIt, piattaforma di smart working, con la particolarità della presenza in video, e Stack, app che estrae informazioni chiave da file e documenti.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google celebra il pittore Vermeer con un doodle
Il 12 novembre del 1995 venne inaugurata una mostra con le sue opere a Washington
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
12 novembre 2021
13:33
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google celebra il pittore olandese Vermeer e lo fa con un doodle: il 12 novembre del 1995, infatti, si tenne una mostra alla National Gallery of Art di Washington con l’esposizione di 21 sue opere.
Nel doodle le opere sono “L’allegoria della pittura” (1666-1668) e al centro, a “Donna che scrive una lettera, con la sua domestica” (1670-1671).
A destra invece “Ragazza che legge una lettera a una finestra aperta” (1657-1659). Johannes Vermeer, nato nel 1632 e morto 43 anni dopo, dipinse solo 45 quadri durante la sua vita. Conoscitore e mercante d’arte, ma soprattutto pittore, lavorò esclusivamente su commissione e non dipinse mai più di due o tre opere all’anno, il necessario per mantenere la moglie e gli undici figli.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Netflix supera Disney per valore per prima volta da un anno
Topolino appesantito da delusione su crescita abbonati Disney+
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
12 novembre 2021
12:04
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Netflix supera Walt Disney per valore per la prima volta in un anno.
Il sorpasso è legato alla debolezza dei titoli di Topolino a Wall Street, dove hanno perso dopo la delusione sulla crescita degli abbonati di Disney+.
Netflix ha una capitalizzazione di mercato di 291 miliardi di dollari dopo il balzo del 27% dalla fine di luglio, a fronte dei 288,7 miliardi di Disney.
E Netflix ha cominciato a distribuire videogiochi per smartphone, al momento per giocare non sono previsti sovrapprezzi in aggiunta al costo dell’abbonamento mensile.
Questa potrebbe essere un’altra spinta alla crescita della piattaforma di streaming.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, test e vaccini tra le innovazioni 2021 per il Time
Lista di 100 prodotti che hanno segnato gli ultimi 12 mesi
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
13 novembre 2021
16:34
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
I vaccini e i test casalinghi per il Covid-19 figurano tra le miglior invenzioni del 2021, secondo il Time.
Il popolare magazine statunitense, come ogni anno, ha diffuso la lista dei 100 prodotti che hanno segnato gli ultimi 12 mesi, pescando in varie categorie.
Tra questi anche dispositivi e prodotti per l’accessibilità e il clima. Due i prodotti a tema Covid, il primo riguarda tre test casalinghi, a marchio Abbot, Ellume e Acon. “Questi non sostituiscono i test PCR standard ma possono servire come prima linea di difesa nell’identificare gli infetti e limitare la diffusione del virus” scrive il Time. Poi, in generale i vaccini contro la malattia, tutti quelli resi disponibili a livello globale: “Con le nuove varianti, inclusa la Delta, la protezione, sebbene ancora forte, diminuisce. Ecco perché il richiamo è importante a consolidamento dell’immunità”.
Tra i prodotti incoronati dal Time – che qualche anno fa dichiarò l’iPhone gadget del decennio – c’è il telefono pieghevole di Samsung (Galaxy Z Flip 3), l’unico smartphone della lista, perché il solo ad avere abbinato “ad un prezzo concorrenzialei” la portabilità dei vecchi modelli a funzionalità all’avanguardia. Nel campo dell’informatica, il Time segnala anche il Lenovo ThinkBook Plus Gen 2, portatile che, oltre allo schermo classico interno, ne ha uno esterno al posto della copertura, ottimizzato per la lettura degli ebook.
Non mancano anche le innovazioni in aiuto alle disabilità, come OrCam Read, un lettore che riproduce l’audio dei testi che legge, per non vedenti ed ipovedenti. E c’è una sedia pieghevole che si riduce del 60% del designer italiano, ex Ferrari, Andrea Mocellin.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Digitale: Italia risale classifica Desi, 20/o posto in 2021
Significativamente indietro in termini di capitale umano
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
12 novembre 2021
14:17
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Per l’edizione 2021 dell’indice di digitalizzazione dell’economia e della società (Desi) l’Italia si colloca al 20/o posto fra i 27 Stati membri dell’Ue, dal 25/o dell’edizione precedente.
L’Italia è però “significativamente in ritardo rispetto ad altri paesi dell’Ue in termini di capitale umano” si legge nel rapporto.

Nel 2021 la Commissione ha adeguato il Desi affinché rispecchiasse le due principali iniziative politiche che avranno un impatto sulla trasformazione digitale nell’Ue nel corso dei prossimi anni: il dispositivo per la ripresa e la resilienza e la bussola per il decennio digitale. Gli indicatori sono ora 4 (non c’è più l’uso dei servizi digitali). L’Italia si colloca al al 25mo posto per capitale umano. Solo il 42 % delle persone di età compresa tra i 16 e i 74 anni possiede perlomeno competenze digitali di base (56 % nell’Ue) e solo il 22 % dispone di competenze digitali superiori a quelle di base (31 % nell’Ue).
La percentuale di specialisti Tic in Italia è pari al 3,6 % dell’occupazione totale, ancora al di sotto della media Ue (4,3 %). Solo l’1,3 % dei laureati italiani sceglie discipline Tic, un dato ben al di sotto della media Ue, mentre la questione di genere è nella media.
“In conclusione, l’Italia deve far fronte a notevoli carenze nelle competenze digitali di base e avanzate, che rischiano di tradursi nell’esclusione digitale di una parte significativa della popolazione e di limitare la capacità di innovazione delle imprese. La Strategia Nazionale per le Competenze Digitali rappresenta un risultato importante e un’opportunità per colmare questo divario” sottolinea il rapporto.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Digitale:Calcagno(Fastweb),Desi conferma vero gap competenze
Da 2 anni inchiodati a 61% su banda larga,lavoro enorme da fare
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
12 novembre 2021
17:04
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Purtroppo si conferma ancora una volta che il vero gap tra Italia e resto del continente è sul fronte delle competenze e non delle infrastrutture.
Quasi il 60% degli italiani non ha competenze digitali di base, e questo rappresenterà la barriera più rilevante alla trasformazione digitale del paese.
E spiega il perché siamo inchiodati da due anni al 61% della diffusione di banda larga fissa tra le famiglie”. Così Alberto Calcagno, ad di Fastweb commenta i dati del Desi 2021.
“Il lavoro da fare è enorme. E’ fondamentale orientare i giovani verso percorsi formativi rilevanti per le professioni del futuro e integrare i programmi scolastici con nuove competenze” prosegue ricordando l’impegno di Fastweb: “con la sua Digital Academy farà la sua parte per diffondere cultura e skill digitali. Abbiamo formato migliaia di persone in questi anni e stiamo mettendo a punto un progetto per ampliare il numero di persone che possono avere accesso gratuitamente ai nostri corsi e moltiplicare l’impatto sociale del nostro progetto”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Morto in disastro aereo imprenditore Usa andato nello spazio
Glen de Vries era stato bordo di Blue Origin con Capitan Kirk
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
12 novembre 2021
21:41
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Glen de Vries, l’imprenditore volato nello spazio a bordo di Blue Origin con William Shatner, il Capitano Kirk di Star Trek, lo scorso 13 ottobre, è morto in un incidente aereo.
Il piccolo velivolo su cui era bordo il 49enne si è schiantato in New Jersey.

“Siamo devastati dall’aver appreso della morte di Glen de Vries. Ha portato molta energia nella squadra di Blue Origin. La sua passione per l’aviazione e la beneficenza sarà ricordata e ammirata”, afferma Blue Origin.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Cybersicurezza, ecco i tre profili di lavoro più richiesti in Italia
Circa 6mila professionisti settore, pesa anche qui ‘gender gap’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
13 novembre 2021
11:47
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Simulatore di attacchi informatici, hacker etico, analista di scenari.
Sono i tre profili di lavoro più richiesti dalle aziende in Italia in ambito cybersicurezza, un settore in forte espansione con l’accelerazione della digitalizzazione e il conseguente aumento della criminalità online.
In Italia il problema del ‘talent shortage’, ovvero la difficoltà dei datori di lavoro nel reperire le persone con le giuste competenze si attesta al 76%, come emerso dalla ricerca condotta da ManpowerGroup. A fare il punto è l’ultimo Rapporto Clusit sulla cybersicurezza che ha delineato una situazione mondiale da allarme rosso: in sei mesi gli attacchi “devastanti” sono passati dal 49% al 74%. Nel nostro paese sta prendendo forma l’Agenzia nazionale per la cybersicurezza, istituita con la legge del 4 agosto 2021.
Per far fronte alla carenza di talenti in questo settore le aziende oggi si affidano sempre di più a cacciatori di teste con un aumento delle richieste di profili tecnici a discapito dei profili manageriali che nei primi sei mesi del 2021 – spiega il Rapporto – hanno subito una leggera flessione. Secondo l’analisi dei dati di Linkedin Talent Insights e di Experis Italia, i professionisti del settore in Italia sono circa 6 .000. La durata media di impiego è di un anno e mezzo, in linea con la media dei professionisti in ambito tecnologico. Le regioni italiane in cui si trova la maggiore concentrazione sono Lombardia, Lazio e Piemonte; mentre le università più frequentate dagli esperti di cybersecurity sono la Sapienza di Roma, l’Università degli Studi di Milano, il Politecnico di Milano e il Politecnico di Torino.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Fortnite è diventato inaccessibile in Cina
Epic Games aveva annunciato lo stop al server dal 15 novembre
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
15 novembre 2021
06:27
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’esperienza in Cina di Fortnite è finita: gli utenti del popolare videogame online sviluppato da Epic Games hanno confermato l’inaccessibilità al server.

La stessa società, agli inizi di novembre, aveva comunicato l’intenzione di spegnere il server che ospita il gioco in Cina, impedendo da subito agli utenti anche la possibilità di aprire nuovi account.
Per i fan di videogame del Dragone si è trattato di un’altra brutta notizia, parte della repressione che le autorità nazionali hanno lanciato contro il settore, con i funzionari di Pechino che a fine agosto avviarono la campagna contro la dipendenza degli adolescenti.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Seul punta al metaverso, servizi PA in virtuale entro 2023
Gli avatar dei cittadini potranno richiedere info e documenti
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
15 novembre 2021
10:35
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Seul diventerà la prima città al mondo a proporre servizi della pubblica amministrazione su una propria versione del metaverso.
L’idea di piattaforma virtuale su cui Facebook vuole costruire il futuro dell’interazione, è già divenuta un punto fermo nei progetti di molte aziende, da Microsoft a Google.
Secondo quanto annunciato dalla capitale della Corea del Sud, entro il 2023 i principali sportelli della città metropolitana saranno accessibili dal Metaverse 120 Center, una piazza virtuale dove ogni cittadino, sotto le sembianze di un avatar, potrà richiedere informazioni e documenti ai dipendenti, anch’essi rappresentanti da alter ego digitali. Il piano va anche oltre i servizi pubblici, prevedendo, dal 2023 in poi, la replica sul metaverso di ricorrenze locali, come la Festa delle Lanterne. Il centro 120 di Seul, quando sarà pienamente operativo nel 2026, ospiterà una varietà di funzioni, tra cui un ufficio virtuale del sindaco e spazi per le imprese, così come un incubatore fintech per le startup. La città non ha dato ulteriori dettagli su come le persone potranno entrare nel metaverso, sebbene una nota sottolinei che l’obiettivo è ampliare l’accesso ai servizi pubblici, soprattutto per gli utenti con disabilità, indipendentemente dalla località geografica di residenza. Il costo dei visori di realtà virtuale potrebbe rappresentare un limite all’adozione. Al momento, i più economici, compatibili con il metaverso di Facebook, sono gli Oculus Quest 2, che in Corea del Sud sono stati lanciati in ritardo rispetto ad altri Paesi, alla fine di agosto, con un prezzo di partenza pari a poco più di 300 euro.

Tecnologia tutte le notizie in tempo reale. Tutto sul Mondo della Tecnologia, sempre aggiornato ed approfondito. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Android, Notizie, Scienza, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI ED APPROFONDIMENTI DAL MONDO SOFTWARE, HI TECH, AI, SOCIALS E MOLTO ALTRO: STAY UPDATED!

Tempo di lettura: 31 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 00:36 DI LUNEDÌ 01 NOVEMBRE 2021

ALLE 14:39 DI DOMENICA 07 NOVEMBRE 2021

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Green pass, Garante Privacy avvia indagine su app pirata
Autorità mette in guardia utenti. L’App C19 è l’unico strumento utilizzabile
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
01 novembre 2021
00:36
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Diversi produttori e sviluppatori, anche di altri Paesi, hanno messo a disposizione sugli store on line app per la verifica del Green pass che consentono a chi le scarica, inquadrando il QR Code, di leggere dati personali e perfino dosi o tamponi effettuati.
In alcuni casi le app richiedono anche una registrazione per il download e trasferiscono i dati a terzi”.
Lo segnala il Garante Privacy ricordando che l’App Verifica C19 rilasciata dal ministero della salute è l’unico strumento utilizzabile per garantire la privacy delle persone. E annuncia l’avvio di un’indagine sulle app green pass non in regola.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nei piani di Zuckerberg un orologio per il metaverso
Dettagli dello smartwatch nell’app per gestire i Ray-ban Stories
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
02 novembre 2021
15:32
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Meta, la società madre che includerà Facebook e tutte le altre app del gruppo, tra prodotti e servizi, potrebbe sviluppare uno smartwatch con cui scattare foto e video.
Nei giorni scorsi, Bloomberg ha pubblicato un’immagine che mostra un orologio con angoli arrotondati simile all’Apple Watch, ma con una fotocamera frontale ben visibile.
Stando agli esperti, questo sarebbe uno strumento del tutto integrato con il ‘metaverso’ pensato da Zuckerberg, dove le attività social vengono fruite al di là dei classici smartphone, tablet e computer, per approdare anche su dispositivi differenti.
Lo sviluppatore Steve Moser ha individuato l’immagine all’interno dell’app View, con cui si gestiscono i Ray-ban Stories, primo tentativo di Facebook di posizionarsi anche nel mercato dell’hardware, con la collaborazione di EssilorLuxottica.
Moser afferma che il codice all’interno dell’app indica che l’orologio potrebbe chiamarsi ‘Milano’ e che sarebbe connesso nativamente con uno smartwatch, da usare per condividere i contenuti sulle piattaforme del gruppo. Secondo Bloomberg , Meta lancerà uno orologio entro il 2022 anche se non si dice certa possa essere quello individuato dallo sviluppatore. Il sito di The Verge ha riferito dei piani di Facebook di lanciare uno smartwatch già a inizio 2021, dotato di fotocamera, cardiofrequenzimetro e connettività LTE.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple, nuove regole di privacy riducono i ricavi dei social
Meno 10 mld di dollari per Facebook, YouTube, Twitter e Snap
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
02 novembre 2021
13:23
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’aggiornamento anti-tracciamento introdotto da Apple in iOS 14.5 è costato ai giganti dei social media quasi 10 miliardi di dollari.
Si tratta dei mancati ricavi a cui hanno dovuto far fronte Facebook, YouTube, Twitter e Snap in quasi tre mesi dall’introduzione del sistema App Tracking Transparency.
La perdita, analizzata dalla pubblicitaria Lotame, si traduce in circa il 12% in meno per i principali colossi social, anche se è Snap la più colpita.
Lo sviluppatore di Snapchat, alla voce ricavi, fa segnare -13,2% rispetto alla rilevazione precedente. All’inizio di quest’anno, le azioni del gruppo erano già diminuite a seguito di una comunicazione sull’impossibilità di stimare l’impatto delle policy di iOS 14.5 sul business aziendale. Per spiegare gli effetti del sistema , che mostra agli utenti di iPhone e iPad un’opzione per bloccare il tracciamento delle informazioni prodotte da singole app e che sarebbero andate a beneficio degli investitori pubblicitari, Lotame fa l’esempio di un’impresa che vende capi di vestiario e che, prima della modifica, guadagnava un cliente ogni 5 dollari investiti per campagne di marketing online su mille uomini: “Adesso, per raggiungere lo stesso pubblico, devo mostrare l’annuncio a duemila persone, perché
Quindi i costi per rimediare un cliente sono raddoppiati, con una perdita del rendimento del 50%”. A seguito di ciò, molte società hanno deciso di non investire più sulle piattaforme. Una settimana fa, Mark Zuckerberg aveva ulteriormente criticato la nuova politica di tracciamento degli annunci, affermando che i cambiamenti di Apple colpiscono non solo Facebook ma “milioni di piccole imprese in quello che è, per loro, già un delicato periodo economico”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Smartphone, crollano le consegne nel terzo trimestre 2021
Idc, calo del 6,7% per carenza di processori. Apple in positivo
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
02 novembre 2021
13:23
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Consegne di smartphone in calo, da luglio a settembre 2021, del 6,7%, rispetto allo stesso periodo del 2020.
E’ quanto risulta dal nuovo report trimestrale sull’andamento del mercato degli smartphone pubblicato dalla società di analisi Idc, che lega il crollo alla carenza di processori e di altre componenti hardware per il settore mobile, tali da rallentare ancora oggi le catene di approvvigionamento a livello globale.
“La crescita a due cifre nei primi trimestri del 2021 si è conclusa nel terzo trimestre. Il calo effettivo è stato di oltre il doppio della previsione di crescita del -2,9%” spiegano.
In totale, sono stati consegnati circa 331,2 milioni di smartphone contro i 354,9 milioni dello scorso anno. Nella top 5 spicca Apple, che beneficia di un dato positivo: 50,4 milioni di iPhone spediti, pari al 20,8% in più in confronto a dodici mesi fa. Grazie all’incremento delle consegne, l’azienda di Cupertino ha riconquistato il secondo posto, scavalcando nuovamente la cinese Xiaomi. Questa ha spedito 44,3 milioni di smartphone, con un calo del 4,6% su base annua. Al primo posto sempre Samsung, che non è esente da un dato negativo del -14,2%.
Il produttore coreano ha consegnato 69 milioni di unità e prevede di incrementare le vendite con il consolidamento dei modelli pieghevoli, che proprio in patria hanno fatto segnare un record di prenotazioni a settembre. Le ultime due posizioni sono occupate da Vivo (+5,8%) e Oppo (+8,6%), rispettivamente con 33,3 milioni e 33,2 milioni di smartphone consegnati. Proprio di recente, Oppo ha festeggiato i 2 milioni di smartphone venduti in Italia.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Cina: dopo Microsoft e Yahoo! anche Epic Games annuncia ritiro
‘Ambiente commerciale e legale sempre più impegnativo’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
03 novembre 2021
17:50
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Yahoo Inc.
ha annunciato la decisione di ritirarsi dalla Cina, citando un “ambiente commerciale e legale sempre più impegnativo”.
La società ha affermato che i suoi servizi non saranno più accessibili dalla Cina continentale a partire dal primo novembre: “Yahoo rimane impegnata nei diritti dei nostri utenti e in un Internet libero e aperto. Ringraziamo i nostri utenti per il loro supporto”, si legge in una nota. Yahoo è la seconda grande azienda tecnologica Usa nelle ultime settimane a ridurre le sue operazioni in Cina, dopo LinkedIn di Microsoft.
Yahoo aveva già avviato un percorso di ridimensionamento delle sue operazioni nel Dragone, tanto che nel 2015 chiuse il suo ufficio di Pechino. Il suo ritiro dalla Cina è in gran parte simbolico poiché diversi servizi di Yahoo e il portale web sono stati bloccati nel Paese dal Great Firewall e sono visibili solo attraverso l’adozione di VPN.
E sta per finire anche l’esperienza cinese di Fortnite: Epic Games, lo sviluppatore del popolare videogioco, ha comunicato che il 15 novembre chiuderà il server che ospita il gioco nel paese. Da ieri, tuttavia, agli utenti è negata la possibilità di aprire un nuovo account. Per i fan cinesi di videogame si tratta di un’altra brutta notizia, parte della repressione della Cina che ha colpito il settore, con i funzionari che a fine agosto hanno lanciato la campagna contro la dipendenza degli adolescenti. Salta Fortress Night, quindi, la versione cinese del videogioco, caratterizzata da alcune differenze rispetto a quella standard.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Musk, su Twitter antica poesia cinese, virale sui social
I versi si ritiene siano scritti dal principe dello Stato Wei
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
02 novembre 2021
15:12
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Elon Musk ha sbancato ancora i social media in mandarino: il patron di Tesla ha postato un criptico tweet intitolato ‘Umanità’ che cita un’antica poesia cinese facendo discutere i netizen sul suo significato.
I versi ripresi sono quelli che si ritiene siano stati scritti dal principe dello Stato Wei, Cao Zhi, nell’epoca dei Tre Regni (220-280 d.C.), fratello minore dell’ imperatore Cao Pi, che lo voleva uccidere perché geloso del suo talento.
Secondo la leggenda, dopo essere salito al trono, Cao Pi cercò di punire con un pretesto il fratello minore, a meno che non fosse riuscito a comporre una poesia nell’arco di sette passi, che è quella citata da Musk, in cinese: “bollire i fagioli bruciandone gli steli, i fagioli piangono in padella, nati dalla stessa radice, perché tanta fretta di finirli…”.
Colpito dai versi e dalla metafora sulla consanguineità, l’imperatore si vergognò e non perseguitò più Cao Zhi. Il post di Musk, finito anche sul suo account Weibo, Il Twitter in mandarino, ha ottenuto milioni di visualizzazioni sulla piattaforma e oltre 15mila retweet su Twitter, oscurato in Cina. Il dibattito scaturito, naturalmente, si è concentrato sul significato che il miliardario ha voluto dare agli antichi versi, popolari in Cina al punto da essere insegnati ai bambini a scuola come esempio dell’importanza della concordia e della collaborazione. Sulla vicenda è intervenuto anche il Global Times, il tabloid del Quotidiano del Popolo, ricordando che su Weibo alcuni utenti si sono chiesti se Musk si riferisse alle tensioni Taiwan-Cina o alle relazioni difficili Usa-Cina o, ancora, se volesse semplicemente fare sfoggio del suo cinese. Tra le altre ipotesi, inoltre, c’è una lettura in chiave criptovalute, in particolare al Dogecoin, sostenuta dallo stesso tycoon, e una polemica sulle donazioni con il World Food Programme dell’Onu.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
I robot imitano i Rolling Stones nel video Start me up VIDEO
Tributo per i 40 anni del brano
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
02 novembre 2021
15:31
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Robot non solo sempre più agili, ma precisi nei movimenti e nel tempismo.
Ne è la dimostrazione l’ultimo video della Boston Dynamics che celebra i 40 anni dall’uscita della canzone “Start Me Up” dei Rolling Stones.
Nella clip i membri del gruppo e il cantante Mick Jagger si esibivano sul palco e il team della società di robotica ha mimato la performance con i loro robot Spot, quadrupedi.
Il video originale è poi stato montato mettendo a fianco l’esibizione robotica, perfettamente sincronizzata anche nel ‘labiale’. I robot ricreano sia i movimenti di Jagger mentre canta che di Keith Richards e Ronnie Wood mentre suonano i loro strumenti. Unico assente il ‘mimo’ di Charlie Watts, forse un tributo al batterista scomparso all’inizio di quest’anno:

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

La Boston Dynamics, che è stata recentemente acquistata dalla casa automobilistica coreana Hyundai, ha già girato diversi video divertenti dei suoi robot, per promuovere i suoi prodotti e per evidenziare nuovi punti di riferimento nel design e nelle prestazioni dei propri automi.
I primi video mostravano una o più delle loro creazioni a quattro zampe che camminavano in un terreno naturale. I video più recenti hanno mostrato miglioramenti nell’agilità mentre i robot fanno salti mortali e rimbalzano sugli oggetti vicini. La tattica sembra funzionare: Boston Dynamics ha venduto oltre 400 robot a varie aziende, incluso il dipartimento di polizia di New York.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Musk, 6 miliardi per fame nel mondo, ma Onu mostri come li spende
Elon Musk, l’uomo più ricco del mondo sostiene che ‘il pubblico deve vedere esattamente come le risorse sono spese’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
02 novembre 2021
15:31
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Elon Musk, l’uomo più ricco del mondo con una fortuna di oltre 300 miliardi di dollari, è pronto a spendere 6 miliardi di dollari per aiutare a sconfiggere la fame nel mondo ma a una condizione: l’Onu deve mostrare dove vanno a finire i fondi e deve dimostrare che la cifra può risolvere il problema.

L’apertura del patron di Tesla segue i commenti del direttore del Pam, David Beasley, che in un’intervista a Cnn nei giorni scorsi aveva ‘sfidato’ i paperoni, e in particolare Musk e Jeff Bezos, ad aiutare con una ‘una tantum’ a risolvere il problema della fame nel mondo.
“Sei miliardi per aiutare 42 milioni di persone che rischiano di morire. Non è complicato”, ha detto Beasley. Musk su Twitter ha replicato: “Se il Pam può descrivere qui su Twitter esattamente come 6 miliardi risolveranno la fame nel mondo, vendo immediatamente le azioni Tesla. Ma il pubblico deve vedere esattamente come le risorse sono spese” .   POLITICA   ECONOMIA   MONDO

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Il metaverso anche nel futuro di Microsoft, per le aziende
A conferenza ‘Ignite’, anche potenziamento dell’AI sul cloud
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
03 novembre 2021
17:49
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
C’è anche il potenziamento del metaverso nella strategia di Microsoft.
La tecnologia, considerata la piattaforma del futuro e su cui sta investendo molto Facebook, secondo l’azienda di Redmond “in uno scenario di crescente digitalizzazione delle aziende può consentire alle persone di incontrarsi in un ambiente virtuale grazie all’uso di avatar, facilitando la collaborazione senza confini a livello globale”.
Microsoft ha spiegato la sua visione nel corso della conferenza ‘Ignite’ dedicata al mondo delle imprese.ù
In particolare, nel corso dell’evento, sono stati annunciati due progetti per l’evoluzione del metaverso: Dynamics 365 Connected Spaces e Mesh per Microsoft Teams. La prima soluzione, ora in anteprima, fornisce “una nuova prospettiva sul modo in cui le persone si muovono e interagiscono con gli spazi e su come gestiscono la salute e la sicurezza in un ambiente di lavoro ibrido”. Il secondo, invece, è una modalità di “comunicazione collaborativa che rende la presenza umana l’ultima frontiera della connessione. Grazie a questa piattaforma, tutti i partecipanti in una riunione possono essere presenti attraverso avatar personalizzati e spazi immersivi a cui si può accedere da qualsiasi dispositivo, senza bisogno di attrezzature speciali”.
Altro campo su cui Microsoft sta investendo è l’Intelligenza Artificiale “con piattaforme sempre più evolute fino a creare ambienti digitali reattivi e consapevoli delle esigenze degli utenti”. In occasione dell’evento Ignite, il colosso di Redmond ha annunciato Azure OpenAI Service, un servizio dedicato al cloud inizialmente disponibile solo su invito, “che darà ai clienti l’accesso ai potenti modelli di OpenAI in aggiunta a sicurezza, affidabilità e privacy”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook annuncia: “Non useremo più il riconoscimento facciale”
“Crescenti preoccupazioni sull’uso, da autorità non ci sono regole chiare”
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
02 novembre 2021
18:39
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook non userà più il riconoscimento facciale per le foto e i video sulla sua piattaforma.
Lo afferma Meta in una nota sottolineando di dover valutare i benefici e le crescenti preoccupazioni sulla tecnologia.
“Nelle prossime settimane chiuderemo il sistema Face Recognition su Facebook”, si legge in una nota. “Continuiamo a ritenere la tecnologia del riconoscimento facciale uno strumento” ma ci sono anche “crescenti preoccupazioni sull’uso” e le autorità, spiega la società di Zuckerberg, non hanno ancora offerto regole chiare. Di fronte a questa incertezza “riteniamo che limitare l’uso del riconoscimento facciale sia appropriato”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Cina: salta Fortnite, Epic Games chiude il server
Stop dal 15 novembre con la stretta di Pechino sui videogame
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
02 novembre 2021
18:40
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’esperienza cinese di Fortnite sta per finire: Epic Games, lo sviluppatore del popolare videogioco, ha comunicato che il 15 novembre chiuderà il server che ospita il gioco in Cina.
Da ieri, tuttavia, agli utenti è negata la possibilità di aprire un nuovo account.
Per i fan cinesi di videogame si tratta di un’altra brutta notizia, parte della repressione della Cina che ha colpito il settore, con i funzionari che a fine agosto hanno lanciato la campagna contro la dipendenza degli adolescenti. Salta Fortress Night, quindi, la versione cinese del videogioco, caratterizzata da alcune differenze rispetto a quella standard.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook annuncia, non useremo più riconoscimento facciale
“Crescenti preoccupazioni su uso, da autorità non regole chiare”
(2)
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
02 novembre 2021
19:43
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook non userà più il riconoscimento facciale per le foto e i video sulla sua piattaforma.
Lo afferma Meta in una nota sottolineando di dover valutare i benefici e le crescenti preoccupazioni sulla tecnologia.
“Nelle prossime settimane chiuderemo il sistema Face Recognition su Facebook”,si legge in una nota. “Continuiamo a ritenere la tecnologia del riconoscimento facciale uno strumento” ma ci sono anche “crescenti preoccupazioni sull’uso” e le autorità, spiega la società di Zuckerberg, non hanno ancora offerto regole chiare.Di fronte a questa incertezza “riteniamo che limitare l’uso del riconoscimento facciale sia appropriato”.
Nell’annunciare lo stop all’uso del riconoscimento facciale, Facebook si impegna a cancellare le ‘faceprint’ accumulate finora di più di un miliardo di persone. “Più di un terzo degli utenti attivi giornalieri ha optato per il nostro riconoscimento facciale e ora la sua rimozione risulterà nella cancellazione di più di un miliardo” di faceprint”, afferma la società. La tecnologia ha creato non pochi problemi a Facebook. Quando la Federal Trade Commission le ha comminato una sanzione da 5 miliardi di dollari nel 2019, uno dei motivi era proprio il riconoscimento facciale. Lo scorso anno Facebook ha patteggiato una class action in Illinois, impegnandosi a pagare 650 milioni di dollari per la disputa con cui era accusata di aver violato la legge dello stato che richiede l’autorizzazione dei residenti per l’uso delle informazioni biometriche.
“Tra le prime mosse di Meta la presa di distanza dall’utilizzo del riconoscimento facciale. Vogliamo vederci bene dentro. Ma il segnale è importante. Parlamento italiano e governo hanno gli strumenti per intervenire a tutela della privacy dei cittadini. Non ci sono più scuse”. Lo scrive su Twitter il deputato del Pd Filippo Sensi.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Zoom si piega alla pubblicità, annunci per gli utenti gratis
Visualizzati solo sul sito e non nelle app: “Privacy tutelata”
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
03 novembre 2021
16:36
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Zoom ha confermato l’avvio di un programma pilota che mostrerà annunci pubblicitari agli utenti con un piano gratuito, conosciuto come ‘basic’.
La società afferma che gli annunci supporteranno gli investimenti necessari a sviluppare nuove funzionalità, da offrire anche agli stessi iscritti non paganti.
Come scrive sul blog ufficiale dell’azienda Janine Pelosi, Chief Marketing Officer di Zoom, la pubblicità sarà visualizzata solo sulla pagina del browser che mostra l’accesso alla riunione, alla fine della stessa e solo se l’incontro è stato organizzato da un iscritto di livello basic.
Non vi saranno dunque banner o box all’interno delle applicazioni o durante le videochiamate. “Abbiamo valutato attentamente come implementare il programma e lo abbiamo fatto con l’obiettivo di garantire la privacy dell’utente. Questi vedranno un banner sul sito web di Zoom che fornisce un collegamento diretto al nostro strumento di gestione dei cookie” spiega Pelosi. “C’è una cosa che vogliamo chiarire: come indicato nella nostra Informativa sulla privacy, non utilizzeremo riunioni, webinar o contenuti di messaggistica (in particolare audio, video, file e messaggi) per marketing, promozioni o scopi pubblicitari di terze parti”. Zoom, proprio in queste ore, ha annunciato che oltre 500 mila aziende in tutto il mondo l’hanno scelta come partner. La società è in procinto di acquisire la startup tedesca Karlsruhe Information Technology Solutions o “Kites”, per portare la traduzione automatica e in tempo reale sulla piattaforma. In precedenza, aveva pianificato di acquisire Five9, produttore di software cloud, ma l’accordo era saltato.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nintendo produrrà meno Switch per crisi dei semiconduttori
L’obiettivo passa da 30 a 24 milioni entro marzo del 2022
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
03 novembre 2021
16:35
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nintendo è l’ultima azienda tecnologica ad essere colpita dalla carenza globale di semiconduttori.
Secondo un resoconto del quotidiano giapponese Nikkei, il colosso produrrà circa il 20% in meno di console Switch rispetto a quanto previsto, fino al 31 marzo 2022.
La stima passa da 30 milioni a 24 milioni di unità, in un periodo, quello natalizio, fondamentale per i ricavi delle multinazionali hi-tech. Un portavoce di Nintendo ha definito “scarsa” l’offerta di semiconduttori e di elementi hardware in generale, confermando la necessità per Nintendo di abbassare drasticamente la produzione di Switch. Nell’ultimo rapporto finanziario relativo al trimestre conclusosi a giugno, Nintendo aveva già riconosciuto le criticità poste alla catena di fornitura tecnologica. Una problematica che si era aggiunta ad una situazione già di per sé non ottimale, per via dei rallentamenti causati dalla pandemia di Covid e relativi blocchi produttivi.
“L”impatto esteso sia del Covid-19 che della carenza globale di semiconduttori crea uno stato di continua incertezza, con la possibilità di un ritardo futuro sulla nostra produzione. Sebbene esistano questi e altri rischi imprevisti, continuiamo a prendere tutte le misure necessarie per portare avanti il lavoro”. Il mese scorso, Nintendo aveva lanciato una versione aggiornata della Switch, con display Oled. Le unità sono andate subito esaurite, in patria come nel resto del mondo, Italia compresa. Domani, 4 novembre, la compagnia diffonderà il nuovo rapporto sugli utili, relativo al trimestre da luglio ad agosto 2021.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
PoliMi, smart working in crescita nel post pandemia
Il lavoro agile attivo per l’89% dei lavoratori nel privato
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
03 novembre 2021
16:34
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La pandemia ha fatto scoprire all’Italia il concetto di smart working, ma qual è il futuro del lavoro agile? Lo raccontano i risultati della ricerca dell’Osservatorio Smart Working della School of Management del Politecnico di Milano*, presentata oggi durante il convegno “Rivoluzione Smart Working: un futuro da costruire adesso”.
I dati mostrano come, rispetto all’apice della crisi nel 2020, quest’anno l’utilizzo del lavoro agile abbia visto una netta flessione, dovuta alle vaccinazioni e al ritorno verso una normalità.
Così nel corso del 2021 si è passati da 5,37 milioni di smart worker nel primo trimestre dell’anno a 4,07 milioni nel terzo trimestre, ma è un trend che potrebbe nuovamente cambiare nel post pandemia.
Secondo la ricerca, infatti, le previsioni parlano di 4,38 milioni i lavoratori che opereranno almeno in parte da remoto (+8%), di cui 2,03 milioni nelle grandi imprese, 700mila delle PMI, 970mila nelle microimprese e 680mila nella PA. Lo smart working rimarrà o sarà introdotto nell’89% delle grandi aziende, dove aumenteranno sia i progetti strutturati sia quelli informali, nel 62% delle PA e nel 35% delle PMI. Che vi sia stata, in ogni caso, una crescita del lavoro agile appare evidente dal fatto che esistano oggi progetti di smart working strutturati o informali presenti nell’81% delle grandi imprese (contro il 65% del 2019), nel 53% delle PMI (nel 2019 erano il 30%) e nel 67% delle PA (contro il 23% pre-Covid). “La pandemia ha accelerato l’evoluzione dei modelli di lavoro verso forme di organizzazione più flessibili e intelligenti e ha cambiato le aspettative di imprese e lavoratori, anche se emergono delle differenze fra le organizzazioni che rischiano di rallentare questa rivoluzione” ha dichiarato Mariano Corso, Responsabile scientifico dell’Osservatorio Smart Working.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Bill Gates finanzia il vaccino italiano contro il Covid
A ReiThera 1,4 milioni di dollari per fornire una copertura più ampia per le varianti del virus e l’HIV
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
03 novembre 2021
12:46
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Un finanziamento di 1,4 milioni di dollari per lo sviluppo di nuovi vaccini basati sulla piattaforma proprietaria GRAd.
E’ quanto ha ricevuto oggi ReiThera Srl, azienda biotech dedicata allo sviluppo tecnologico, alla produzione GMP e alla traslazione clinica di vaccini genetici e prodotti medicinali per terapie avanzate, dalla Bill & Melinda Gates Foundation (BMGF).
Due gli obiettivi chiave del programma: sviluppare vaccini di seconda generazione in grado di fornire una copertura più ampia contro le varianti di SARS-CoV-2 che destano preoccupazione, e supportare l’iniziativa contro l’HIV della Fondazione Bill & Melinda Gates per la generazione di vaccini innovativi.
“Siamo entusiasti – dichiara in una nota Stefano Colloca, Chief Technology Officer e co-fondatore di ReiThera – che la Bill & Melinda Gates Foundation abbia deciso di investire nella tecnologia di ReiThera.
Il progetto ci permetterà di accedere alla loro rete di collaboratori scientifici di grande esperienza sfruttando il potenziale della nostra nuova tecnologia del vettore GRAd per lo sviluppo di vaccini necessari sia per le nuove varianti di COVID-19 che per l’HIV, i quali potrebbero avere un impatto molto positivo sulla vita delle persone nei Paesi a basso e medio reddito”.
ReiThera ha già sviluppato GRAd-COV2, un candidato vaccino contro COVID-19 che codifica la proteina spike del coronavirus SARS-CoV-2. Recenti studi di fase 1 e 2 hanno dimostrato che è sicuro e ben tollerato in adulti e anziani, così come nei soggetti con comorbidità, con tassi di sieroconversione contro SARS-CoV-2 superiori al 93% dopo una singola dose e oltre il 99% con un regime a due dosi. Questi risultati supportano un ulteriore sviluppo clinico del candidato vaccino con uno studio di fase 3.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Ecco i 10 profili su Facebook negazionisti sul clima
“Super inquinatori”, scoperti da ente no profit
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
05 novembre 2021
14:01
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Dal sito Breibert, un tempo gestito dal consigliere di Donald Trump Steve Bannon, ad alcuni media russi, ci sono dieci soggetti su Facebook che sono i più attivi a diffondere notizie false sul clima. E’ la disamina fatta dal Center for Counter Digital Hate (Ccdh), un ente no profit che combatte la disinformazione online che li definisce i “super inquinatori” della rete.
Il risultato dello studio può essere spiegato in due cifre: è riconducibile a 10 ‘editor’ il 69% dei contenuti pubblicati sul social network che negano il cambiamento climatico.
Più nel dettaglio, nella lista ci sono Breitbart ma anche Western Journal, sito di notizie conservatore, e Newsmax, già citato in giudizio per la diffusione di teorie cospirazioniste sulle elezioni presidenziali Usa del 2020.
Poi Media Research Center, un think tank finanziato da Exxon, e The Federalist Paper, sito che nei suoi trascorsi ha pure l’aver promosso la disinformazione sulla pandemia di Covid-19; i media di stato russi mediante RT.com e Sputnik News Per la disamina, l’ente no profit ha utilizzato uno strumento di analisi dei social media che si chiama NewsWhip che ha permesso di esaminare 6.983 articoli che negavano la crisi climatica condivisi su Facebook nel corso dell’ultimo anno, con relative interazioni registrate da questi post (oltre 700mila).
Gli autori dello studio puntano l’indice anche contro Facebook che ospita i contenuti e dovrebbe rifiutarli o etichettarli come fuorvianti in maniera più solerte. Il social network nega però l’attendibilità dei risultati di questa ricerca dicendo che la metodologia usata è imperfetta e che la piattaforma si imegna a combattere la disinformazione sul clima.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Garante Privacy, ok a linee guida su App Io
Predisposte dall’Agenzia per l’Italia digitale
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
03 novembre 2021
15:38
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Via libera del Garante per la protezione dei dati personali alle regole che disciplinano l’accesso telematico ai servizi della Pubblica amministrazione, anche attraverso l’uso della App IO.
L’Autorita’ ha espresso parere favorevole sullo schema di Linee guida predisposte dall’Agenzia per l’Italia digitale (AgID).
Il documento – informa una nota – definisce le modalita’ di realizzazione e di funzionamento del punto di accesso telematico per consentire alle pubbliche amministrazioni e ad altri soggetti erogatori di rendere disponibili agli utenti i propri servizi (avvisi di scadenze, pagamenti, certificazioni, ecc.). Il punto di accesso – costituito dall’insieme dei sistemi sviluppati e gestiti da PagoPa – e’ formato da diversi componenti: un front-end (che include la App IO e un’applicazione web), al quale l’utente puo’ accedere tramite SPID o CIE; un back-end, che gestisce anche le interazioni tra il front-end e il back office; un back office (c.d. portale), dedicato ai soggetti erogatori, grazie al quale essi possono aderire al punto di accesso e utilizzare i servizi e le interfacce messe a disposizione per interagire con i cittadini. Lo schema in esame tiene conto delle indicazioni fornite dall’Ufficio del Garante nel corso di numerose interlocuzioni avute con i rappresentanti di AgID e di PagoPa per assicurare opportune garanzie a tutela della privacy. Indicazioni che hanno riguardato innanzitutto i ruoli assunti da PagoPa e dai soggetti erogatori, e le modalita’ di adesione al punto di accesso telematico. Particolare attenzione e’ stata posta sulle misure e sulle garanzie adottate per realizzare il punto di accesso nel rispetto dei principi di privacy by design e privacy by default, con specifico riguardo al trattamento di dati relativi alla salute e di dati personali relativi a condanne penali e reati, e alle modalita’ di integrazione del punto di accesso telematico con altre piattaforme digitali (ad es., Anagrafe nazionale della popolazione residente, Piattaforma notifiche). Nel parere il Garante ha precisato che l’analisi di ulteriori misure di dettaglio che verranno adottate sara’ effettuata nell’ambito della valutazione d’impatto sulla protezione dei dati che sara’ trasmessa da PagoPa. È stata infine rinviata ad altre regole tecniche di AgID la disciplina di altri aspetti tecnici (utilizzo di sessioni di lunga durata nell’App IO e accesso ai servizi di altre Pa con meccanismi di federated identity).
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Società israeliana del software-spia Pegasus in lista nera Usa
‘Ha agito minacciando la sicurezza nazionale degli Stati Uniti’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
03 novembre 2021
17:45
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La società israeliana Nso che produce il software Pegasus al centro dello scandalo dello spionaggio di diversi vip e leader mondiali è stata inserita nella lista nera dall’amministrazione e degli Stati Uniti.
La motivazione è che l’azienda “ha agito in maniera contraria agli interessi di politica estera e di sicurezza nazionale degli Usa”.
La vicenda era stata svelata da un consorzio internazionale di giornalisti e tra i leader che sarebbero stati spiati figurava anche il presidente francese Emmanuel Macron.
Israele è stato colto di sorpresa dall’inclusione della Nso nella lista nera Usa. Un fonte politica israeliana, citata dalla Tv pubblica Kan, ha affermato: “Abbiamo ricevuto un preavviso solo di una-due ore prima dell’annuncio”. Nel testo diffuso dall’Ufficio del’a industria e della sicurezza (Bis) degli Stati Uniti viene precisato che anche un’altra azienda israeliana di software, Candiru, è stata inclusa nella medesima lista.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La società israeliana Nso che produce il software Pegasus al centro dello scandalo dello spionaggio di diversi vip e leader mondiali è stata inserita nella lista nera dall’amministrazione e degli Stati Uniti.
La motivazione è che l’azienda “ha agito in maniera contraria agli interessi di politica estera e di sicurezza nazionale degli Usa”.

La vicenda era stata svelata da un consorzio internazionale di giornalisti e tra i leader che sarebbero stati spiati figurava anche il presidente francese Emmanuel Macron.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Clubhouse si aggiorna in 13 lingue, anche italiano
Cambia icona, raffigura cantante indiano Anirudh Deshmukh
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
05 novembre 2021
14:02
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Ora Clubhouse parla anche italiano.
L’app del live streaming, grazie ad un aggiornamento, ha lanciato la traduzione dell’interfaccia in 13 lingue diverse dall’inglese.
Oltre all’italiano, ora è disponibile in francese, tedesco, hindi, indonesiano, giapponese, kannada (o canarese), malayalam, portoghese brasiliano, spagnolo, tamil e telegu.
L’elenco include diversi idiomi parlati in India, ma non quattro delle dieci lingue più diffuse al mondo come cinese, arabo, bengali (o bengalese) e russo. La distribuzione dell’aggiornamento interessa in un primo momento la versione Android, poi toccherà a quella iOS. “Siamo entusiasti di portare Clubhouse a tutti. Questo è l’inizio di una nuova era: dove l’autentica valorizzazione delle diversità potenzia la portata globale della piattaforma”, dice il Ceo e co-fondatore Paul Davison.
Contestualmente all’aggiornamento arriva una nuova icona per l’app: raffigura il cantante e compositore indiano Anirudh Deshmukh di Mumbai.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Italia, boom domanda hi-tech, giro d’affari da 6 mld di euro
Dati Gfk, crescita dell’8,4% grazie alla trasformazione digitale
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
04 novembre 2021
13:02
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La vendita di dispositivi tecnologici in Italia continua a segnare dati in rialzo.
Secondo le ultime stime della società di analisi GfK, contenute nel nuovo Panel Distributori ICT, nei primi nove mesi del 2021, il fatturato dell’intero settore ha raggiunto quota 6,1 miliardi di euro, pari a un incremento dell’8,4% rispetto al 2020.
Cifre che sarebbero potute essere anche migliori, se nel terzo trimestre dell’anno la crisi dei chip non si fosse ulteriormente acuita.
I risultati, spiegano gli analisti di GfK, sono la conseguenza del processo di trasformazione digitale nel nostro Paese, rafforzato dal lavoro da remoto e dalla didattica distanza durante i periodi di lockdown. In cima alle richieste dei consumatori ci sono monitor e componenti hardware, rispettivamente al +31,7% e +23,7%, a seguire elettrodomestici e computer portatili, al +19% e +14,5%. Più in basso, seppur in crescita, telefonia (+11,1%) ed elettrodomestici (+19%). Andamento positivo anche per i televisori (+12,7), grazie ai nuovi incentivi per lo switch-off.
La domanda relativa ai canali business cresce in media del +6,7%, sostenuta dalla forte richiesta di computer (+8,2) monitor e signage a +31,1%, oltre che della componentistica hardware (+23,7). L’unico settore che mostra un trend negativo è quello dei servizi (-6,5%), il meno rilevante in quanto a fatturato sviluppato.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Huawei, possibile vendita divisione server per sanzioni Usa
Conseguenza dell’impossibilità di acquistare processori Intel
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
04 novembre 2021
16:16
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo un nuovo rapporto di Bloomberg, Huawei sarebbe sul punto di vendere la sua divisione server.
La notizia arriva da fonti vicine al colosso di Shenzen, in difficoltosa ripresa con il protrarsi del bando statunitense sulla fornitura di hardware e software dai partner americani. Stando al report, un informatore di Huawei avrebbe parlato di come le sanzioni imposte dall’ex presidente Usa Donald Trump, abbiano creato numerosi danni alla catena di fornitura di tutte le divisioni, sia quelle dirette alla produzione di beni per i consumatori che per le aziende, inclusi i server.
L’impossibilità di acquistare i processori x86 da Intel ha bloccato di fatto la costruzione di macchine.
da vendere non solo sul mercato cinese ma internazionale. Huawei dovrebbe vendere la sua divisione server ad un consorzio locale, formato da soggetti pubblici e privati, tra cui Henan Information Industry Investment e Huaqin Technology. Solo qualche mese fa, la società era stata costretta a cedere Honor, il marchio parte della compagnia che produceva smartphone principalmente rivolti ai giovani, ad un consorzio di oltre 30 aziende, esenti dal ban degli Stati Uniti.
Questo le aveva permesso di tornare sul mercato con Honor 50, lanciato anche in Italia, il primo con a bordo i servizi di Google e le relative app, rimosse dai telefoni Huawei a seguito della sanzione. Quest’ultima procede verso il consolidamento di HarmonyOS, il sistema operativo al debutto in Europa sulla famiglia dei P50.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Cop26, per Qualcomm emissioni zero nel 2040
Percorso in tre fasi per ridurre e azzerare la produzione di CO2
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
04 novembre 2021
10:51
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Anche Qualcomm, uno dei principali produttori di semiconduttori al mondo, ha sfruttato l’occasione della Cop26, la conferenza sul clima, per comunicare i suoi obiettivi ambientali a lungo termine.
Il gruppo ha spiegato di voler raggiungere, entro il 2040, la neutralità del carbonio, ossia il bilanciamento delle emissioni di CO2 con la loro rimozione o riduzione, ad esempio tramite il maggiore utilizzo di energia rinnovabile.
Il percorso prevede tre fasi. Nella prima, Qualcomm promette di ridurre le emissioni della categoria Scope 1 e 2 del 50%, rispetto ai valori del 2020, entro il 2030.
Le emissioni Scope 1 sono quelle prodotte dalle attività direttamente connesse all’azienda, come gli impianti di riscaldamento e lo spostamento dei veicoli aziendali. Le Scope 2 derivano invece dalla generazione di elettricità, calore e vapore, importati e consumati da Qualcomm. Il secondo passo prevede la riduzione, del 25% entro il 2030, delle emissioni Scope 3, che non sono sotto il controllo diretto di Qualcomm, dovute anche alle operazioni dei fornitori. Infine, l’obiettivo delle emissioni nette zero, entro il 2040. Qualcomm ha inoltre promesso di ‘decarbonizzare’ del tutto la sua sede di San Diego, utilizzando energia rinnovabile e compensando il carbonio emesso. Secondo una stima di Imec, un centro di ricerca sulle nanotecnologie, circa il 75% delle emissioni di gas serra, legate ad un dispositivo hi-tech, vengono prodotte quando viene realizzato, con quasi la metà proveniente dal processo di fabbricazione dei chip.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
#MeToo, in Cina censurate e oscurate sui social le accuse della star del tennis
Peng Shuai aveva denunciato gli abusi l’ex vicepremier Zhang Gaoli, è il caso più vicino al potere a Pechino
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
04 novembre 2021
20:12
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Un nuovo scandalo #MeToo è scoppiato in Cina, arrivando a toccare i vertici del potere a Pechino.
La star del tennis nazionale Peng Shuai ha accusato di molestie sessuali in un post sui social l’ex vicepremier Zhang Gaoli, la figura di maggior rilievo nel Partito comunista a essere tirata in ballo finora da denunce di questo tipo.

Nel messaggio l’atleta 35enne – ex numero uno del mondo nel doppio femminile – affermava di aver avuto per diversi anni una relazione extraconiugale con l’alto dirigente del Partito comunista cinese, accusandolo però di aver abusato di lei in diverse occasioni.
Tra gli episodi riferiti dalla tennista c’è quello di un presunto stupro avvenuto quando l’ex vicepremier di Pechino, oggi 75enne, l’aveva invitata a casa sua circa tre anni fa per una partita di tennis insieme alla moglie. “Quel pomeriggio non ero consenziente, ho pianto per tutto il tempo”, ha scritto Peng.

La Cina ha oscurato ogni riferimento a un messaggio attribuito alla star del tennis Peng Shuai, ex numero uno del mondo nel doppio, che ha accusato sui social network un ex leader comunista di averla costretta a una relazione sessuale, per poi farne la sua amante.

L’accusa era stata formulata in un post pubblicato martedì sull’account Weibo ufficiale della 35enne cinese, vincitrice del torneo Roland Garros in doppio nel 2014, oscurato poco dopo. In un lungo testo Peng Shuai raccontava tre anni di sesso forzato con l’ex vicepremier Zhang Gaoli, che dal 2013 al 2018 è stato uno dei politici più potenti della Cina.

Ma mentre la censura cancellava il messaggio dall’internet cinese, le condivisioni oltrepassavano il confine diffondendosi a macchia d’olio. L’autenticità del post non si è potuta verificare e l’entourage dell’atleta ha rifiutato di commentare. Zhang Gaoli, da parte sua, non ha commentato pubblicamente l’accusa. Secondo i dati di Weibo, un post sull’account ufficiale della giocatrice è stato visualizzato più di 100.000 volte ma il contenuto non è specificato. Le imbarazzanti rivelazioni arrivano a pochi giorni da un importante conclave del Partito Comunista Cinese (PCC) convocato a Pechino per i prossimi giorni con i massimi leader del Paese.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Ad oggi i due account di Peng Shuai e Zhang Gaoli risultano inaccessibili. Zhang Gaoli, oggi 75 anni, è stato fino all’inizio del 2018 un membro permanente dell’ufficio politico del PCC e come tale uno dei sette uomini più potenti della Cina. E’ considerato vicino al premier Li Keqiang.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: innovazione e digitalizzazione, si guarda al futuro
‘Stati Generali della Scuola Digitale’ il 26 e 27/11 a Bergamo
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
04 novembre 2021
16:36
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Si terranno il 26 e 27 novembre a Bergamo ‘Gli Stati Generali della Scuola Digitale’, iniziativa giunta alla 6/a edizione e che si propone di fare il punto sul tema dell’innovazione e della digitalizzazione della didattica in Italia.

L’evento sarà in forma mista, ovvero in presenza (negli spazi della ex centrale elettrica di via Daste e Spalenga) e in diretta streaming, ed è organizzato dal Comune di Bergamo, dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia e dell’Associazione Impara Digitale, con la collaborazione di BaseItalia e Copernicani, il patrocinio di ‘Indire’, della Provincia di Bergamo e di Agid.
Main sponsor dell’evento sono Acer, Epson, C2Group; sponsor tecnico AK informatica; media partnership di SkyTg24 e Bergamonews.
Il dibattito sarà introdotto dal ministro Patrizio Bianchi e verterà sull’utilizzo dei fondi della NextGenerationEU, sul ruolo della didattica nel processo formativo dei giovani post crisi, sullo stato attuale e sulle trasformazioni necessarie nelle strutture e infrastrutture per la scuola.
Durante la due giorni interverranno, tra gli altri, il sindaco di Bergamo Giorgio Gori, il giornalista Ferruccio De Bortoli, il filosofo Luciano Floridi, il professor Carlo Cottarelli e il direttore di SkyTg24 Giuseppe De Bellis.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Alphabet lancia Isomorphic Labs, IA per ricerca scientifica
Utilizzerà l’intelligenza artificiale per scoprire nuovi farmaci
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
05 novembre 2021
14:00
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La casa madre di Google, Alphabet, ha annunciato la nascita di una nuova startup che ha l’obiettivo di scoprire nuovi farmaci e cure mediche, sfruttando l’intelligenza artificiale.
Isomorphic Labs utilizzerà le piattaforme informatiche di DeepMind, acquisita nel 2014 da Google, per accelerare nella ricerca scientifica.
La base è AlphaFold2, un programma che esegue previsioni sulla struttura delle proteine. Concepito come un sistema di deep learning, nella sua seconda versione, il motore riesce a prevedere la struttura 3D di una proteina, direttamente dalla sua sequenza di amminoacidi.
“Riteniamo che usando metodi computazionali e di intelligenza artificiale possiamo aiutare gli scienziati a portare il loro lavoro ad un livello superiore, accelerando il processo di scoperta di nuovi farmaci” ha affermato Demis Hassabis, fondatore e CEO di Isomorphic Labs, nella nota ufficiale diffusa da Alphabet. Hassabis, che è anche CEO di DeepMind, svolgerà il ruolo di amministratore delegato della startup, che si avvalorerà sia di dipendenti attuali di Alphabet che di scienziati e ricercatori esterni. Isomorphic Labs non è la prima azienda nata con lo scopo di scoprire nuovi farmaci tramite gli algoritmi potenziati dall’IA. Dal 2012 opera a Toronto, Atomwise, una startup universitaria che vuole affrontare il problema dei costi di sviluppo dei farmaci.
Secondo l’ultimo studio della National Center for Biotechnology Information statunitense, il prezzo per creare un nuovo farmaco è, in media, di 1,3 miliardi di dollari. Come spiega il report, allo stato attuale i ricercatori sintetizzano fisicamente ogni singolo componente per poi testarlo in laboratorio in condizioni simili a quelle umane. L’uso dell’IA renderebbe i processi di testing più veloci, sicuri e meno onerosi, dal punto di vista economico.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook, nuove opportunità di monetizzazione per i gruppi
Dalla vendita di prodotti e servizi ai piani in abbonamento
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
05 novembre 2021
09:35
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Durante l’evento annuale Communities Summit, Facebook ha annunciato una serie di nuove funzionalità dirette ai gruppi.
La volontà è quella di dare ai gestori la possibilità di monetizzazione il loro lavoro, sia tramite l’offerta di beni e servizi che attraverso la sottoscrizione di piani in abbonamento a contenuti esclusivi.

Sono tre le novità principali. La prima riguarda i cosiddetti ‘Community Shops’, un’estensione delle funzionalità esistenti di Facebook, per i privati, che consentono agli amministratori di vendere merchandising a tema o altri prodotti. Poi le raccolte fondi, che permettono di finanziare progetti specifici o, come spiega Facebook, “compensare i costi di gestione del gruppo”.
Infine i sottogruppi a pagamento. Si tratta di cerchie più piccole all’interno di un gruppo, per le quali gli iscritti pagano una quota mensile per la loro partecipazione. Se ad oggi, Facebook già integra l’opportunità di creare sottogruppi gratuiti, la versione a pagamento nasce per restituire la sensazione di un’esperienza ‘premium’, con l’accesso a contenuti esclusivi, come ad esempio sessioni di coaching o di discussione su temi verticali. Oltre a queste aggiunte, Facebook ha annunciato ulteriori opzioni di personalizzazione, con cui i gestori possono modificare il colore di sfondo, lo stile di carattere e altri aspetti del gruppo. Poi le ‘chat della community’, per facilitare il contatto tra amministratori e moderatori e una nuova sezione “in primo piano”, per mettere in risalto post, link e contenuti multimediali. Le modifiche sono globali ma verranno rilasciate gradualmente nei vari mercati.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Banco Bpm: crescita con digitale, rete e fabbriche prodotto
Sostegno a ripresa Paese, impieghi +2,6% annuo a 121 mld in 2024
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
05 novembre 2021
10:01
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il piano industriale di Banco Bpm individua i “tre pilastri fondamentali di crescita” in “un nuovo modello commerciale digital-driven”, con transazioni e vendite da remoto che saliranno, rispettivamente, sopra il 90 e il 50% nel 2024, da una “crescita dei volumi e della redditività del core business” che fanno leva “su digitalizzazione, competenze distintive, valore del franchise e valore aggiunto delle nostre fabbriche specializzate” nonché dalla “messa a pieno regime delle fabbriche prodotto” rappresentate da Anima, Agos e dalla bancassicurazione.

Così i ricavi “core” del segmento Family Banking sono attesi in crescita nel 2021-2024 con un tasso medio annuo (cagr) del 19,2%, le commissioni nette da risparmio gestito del 6,3%, i ricavi “core” del segmento pmi del 5% e quelli dell’investment banking del 5,6%.
La maggior integrazione e contributo di Banca Aletti, specializzata nel private banking, si tradurrè in 123 milioni di commissioni nel 2024. mentre da Banca Akros sono attesi ricavi “core” superiori a 160 milioni.
Banco Bpm parla di “un piano concreto e strutturato per cogliere al meglio tutte le opportunità derivanti dal pnrr e per sostenere la crescita economica del paese”, con l’obiettivo di aumentare gli impieghi netti core alla clientela a 121 miliardi nel 2024 (cagr del 2,6%) e generare flussi netti di raccolta gestita di 14,5 miliardi nell’arco di piano.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple, via l’obbligo delle mascherine per i clienti Usa
Da oggi, in 100 dei 270 Apple Store minori restrizioni
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
05 novembre 2021
14:03
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo quanto riferito da Bloomberg, da oggi 100 dei 270 Apple Store negli Stati Uniti non richiederanno più ai clienti di indossare una mascherina all’ingresso.
La modifica si applica, tra gli altri, ai negozi in Arizona, California, Connecticut, Florida, Louisiana, New Jersey e New York mentre l’obbligo resta a Los Angeles e nella Bay Area di San Francisco.
La società avrebbe informato ieri i dipendenti, con una nota in cui spiega che la decisione si basa sulla riduzione dei casi di infezione da Covid-19 e un aumento dei tassi di vaccinazione nelle zone interessate.
Come molti colossi, con sedi in varie parti del mondo, Apple ha cambiato approccio verso i clienti degli store diverse volte. Nel marzo del 2020, la società ha chiuso quasi tutti i suoi negozi al dettaglio, riaprendoli gradualmente a maggio dello scorso anno e, in maniera definitiva, a marzo 2021. Molti di questi avevano già allentato le restrizioni sull’uso della mascherina, riportando l’obbligo quando i casi di Covid-19 sono aumentati.
Se tanti clienti negli Stati Uniti potranno fare acquisti senza dispositivo di protezione personale, i dipendenti degli Apple Store dovranno ancora indossarli, secondo l’azienda a causa delle diverse ore passate nello stesso ambiente e il contatto con centinaia di persone. La società ha aggiunto che “continuerà a monitorare le linee guida locali e i dati sul Covid” durante le prossime festività natalizie, adeguandosi ad eventuali cambiamenti nei vari Paesi.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Denuncia post odio su social,Procura archivia,non abbiamo Fb
Pm, rete degli uffici non consente accesso a questi canali
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
BELLUNO
05 novembre 2021
12:18
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La rete internet della Procura non da’ accesso ai social network, e così non possono essere svolte indagini per denunce di insulti e post di odio su Facebook.
E’ la ragione che ha portato gli uffici giudiziari di Belluno ad archiviare la denuncia di una candidata italo-algerina alle ultime Regionali in Veneto, Assia Belhadj, che dopo aver postato su Facebook la propria foto con il velo era stata sommersa dagli insulti offensivi e violenti degli haters.
La donna era candidata con la lista di Arturo Lorenzoni.
La sua richiesta di giustizia è stata frustrata dalla decisione della Procura, che con il pm Katjiuscia D’Orlando ha chiesto l’archiviazione, confermata poi dalla gip Enrica Marson.
Nel provvedimento i magistrati spiegano innanzitutto che non è stato possibile identificare gli autori dei post in modo chiaro, e inoltre che “la rete in uso all’ufficio non consente l’accesso a Facebook”. In passato, prosegue la Procura, queste indagini “venivano svolte da personale – che ora non c’è più – che usava il proprio computer privato e il proprio profilo Facebook”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“È una situazione assurda – dice Assia Belhadj, italo-algerina che opera nel nostro Paese come mediatrice interculturale ,- chi doveva decidere ha deciso che le più di 100 persone che si sono permesse di offendermi, prendermi in giro, minacciarmi, deridere me e la mia religione, non possono essere processate perché non si riesce a risalire alla loro identità”, ha commentato Belhadj, mediatrice interculturale. Contando sul fatto che ogni profilo di un social network deve essere associato ad un indirizzo email pensava che sarebbe stato banale arrivare ai suoi odiatori. E’ stato il procuratore di Belluno, Paolo Luca, a spiegare meglio la dinamica che ha portato ad accantonare il fascicolo.
“Le indagini – dice – non hanno consentito di identificare gli autori di quei post. Mancavano gli elementi per giungere ad identificare gli autori in modo chiaro. A queste indagini hanno lavorato la Digos e la Polizia postale. Il Gip ha accolto la richiesta di archiviazione”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Amazon: Alexa compie 3 anni in Italia, 10 mld di interazioni
Nell’ultimo anno 7 milioni volte “ti voglio bene” da utenti
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
07 novembre 2021
09:52
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Alexa, l’assistete vocale di Amazon, spegne oggi la sua terza candelina in Italia, la settima negli Stati Uniti.
“Nei primi tre anni dall’arrivo in Italia gli utenti attivi che utilizzano Alexa sono cresciuti oltre l’80% anno su anno e nel solo 2021 si contano oltre 5 miliardi di interazioni tra gli utenti in Italia”, afferma Gianmaria Visconti, Country Manager di Amazon Alexa.
In tre anni ha registrato 10 miliardi di interazioni, 450 milioni di ore di musica ascoltate, 28 milioni di chiamate.
Una curiosità: oltre 7 milioni di volte, solamente nell’ultimo anno, gli utenti le hanno detto “ti voglio bene”. Tra le altre richieste gettonate ad Alexa: cosa c’è in tv, quanti giorni mancano a Natale, il santo del giorno. Sono oltre 140.000 in tutto il mondo i dispositivi per la casa intelligente compatibili con Alexa.
Le funzionalità di Alexa in Italia sono frutto dell’impegno di una community di sviluppatori composta da oltre 54.000 membri. “Non avremmo ottenuto questi risultati senza la combinazione di più fattori – conclude Visconti – in primis il lavoro svolto dal team italiano: 50 colleghi, tra Language Engineer e Data Scientist, del nostro centro di Ricerca e Sviluppo a Torino, che in questi anni hanno migliorato la comprensione linguistica di Alexa del 70% circa”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Musk chiede su Twitter se vendere il 10% delle sue azioni Tesla
Una provocazione contro la tassa sui miliardari di Biden
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
07 novembre 2021
00:15
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Elon Musk non finisce mai di stupire su Twitter.
Stavolta, con un post che farà ancora una volta discutere, sfida la proposta di Joe Biden e dei democratici di una tassa sugli asset dei miliardari americani chiedendo ai suoi 63 milioni di follower se sia il caso di liberarsi del 10% delle azioni di Tesla in suo possesso.

Il post appare come una provocazione, ma Musk ha spiegato di fare sul serio, promettendo che si atterrà al risultato del sondaggio. Finora le risposte al suo post sono oltre 700 mila, e circa il 56% approva la decisione di vendere. Le azioni di Tesla nelle mani del suo fondatore a fine giugno erano oltre 170 milioni. Venderne il 10% significherebbe un ammontare di circa 21 miliardi di dollari.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Elon Musk non finisce mai di stupire su Twitter.
Stavolta, con un post che farà ancora una volta discutere, sfida la proposta di Joe Biden e dei democratici di una tassa sugli asset dei miliardari americani chiedendo ai suoi 63 milioni di follower se sia il caso di liberarsi del 10% delle azioni di Tesla in suo possesso.

Il post appare come una provocazione, ma Musk ha spiegato di fare sul serio, promettendo che si atterrà al risultato del sondaggio. Finora le risposte al suo post sono oltre 700 mila, e circa il 56% approva la decisione di vendere. Le azioni di Tesla nelle mani del suo fondatore a fine giugno erano oltre 170 milioni. Venderne il 10% significherebbe un ammontare di circa 21 miliardi di dollari.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo Facebook è corsa al metaverso, anche Microsoft e Nike
Entro 2024 il mercato potrebbe raggiungere 800 miliardi dollari. E Meta pensa a negozi fisici
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
07 novembre 2021
09:55
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il metaverso non è più materia di fantascienza, ma viene considerato il futuro di Internet, un settore che potenzialmente potrebbe diventare un’opportunità di investimento nei prossimi anni.
Tanto che dopo Facebook è partita la corsa di diverse società come Microsoft ma anche, inaspettatamente, di Nike.
E la Cina non sta a guardare. Bloomberg Intelligence stima che il mercato del metaverso entro il 2024 potrebbe raggiungere gli 800 miliardi di dollari.
Lo scorso 28 ottobre Facebook ha annunciato una grande operazione di ‘rebranding’, con un nuovo nome, Meta. L’obiettivo è quello di essere vista come una società del metaverso, non più solo come un social network e un insieme di app. Secondo Mark Zuckerberg, questo nuovo concetto supportato dalla realtà virtuale consentirà di “teletrasportarci al lavoro, a un concerto o a una riunione di famiglia in forma di ologramma” facendo risparmiare tempo, traffico e non incidendo sull’ambiente. E ha previsto che il metaverso raggiungerà un miliardo di persone nel prossimo decennio. Meta – secondo il New York Times – starebbe pensando anche ad aprire negozi fisici, posti in cui gli utenti potranno fare esperienza con i dispositivi sviluppati dalla sua divisione Reality Labs
Anche Microsoft, in un evento rivolto alle aziende, ha annunciato i suoi piani per questa tecnologia con spazi personalizzati e immersivi per incontrarsi nel lavoro. “Il metaverso è qui e non sta solo trasformando il modo in cui vediamo il mondo, ma anche il modo in cui vi partecipiamo, dalla fabbrica alla sala riunioni”, ha detto il Ceo Satya Nadella. Tra le altre aziende che puntano su questo ambito c’è Nvidia, il colosso americano dei semiconduttori, ma anche la piattaforma di giochi Roblox. E la Cina non sta certo a guardare con ByteDance, Alibaba e Tencent. Quest’ultima, in particolare, ha registrato quasi cento marchi relativi al metaverso e starebbe allestendo un nuovo team internazionale.
In un futuro mondo virtuale diventerà centrale anche il tema della vendita dei beni virtuali già esploso da tanti anni nel settore del gaming e tornato d’attualità di recente con gli Nft, i certificati digitali che negli ultimi mesi hanno conosciuto un vero e proprio boom in tanti settori. Per questo, anche aziende non tecnologiche potrebbero investire nel metaverso. È il caso di Nike: ha registrato alcuni dei suoi marchi per l’uso in contesti virtuali, il che fa pensare che si stia preparando a una presenza massiccia in questo particolare ambito. Altro elemento che potrebbe diventare primario in questo futuro mondo virtuale sono le criptomonete, possibile mezzo di pagamento in questa visione futuristica di Internet.
L’ecosistema che dovrebbe trasformare le nostre vite potrebbe inoltre diventare un mercato multimiliardario e generare milioni di posti di lavoro per i creatori. Facebook, ad esempio, ha già annunciato che nei prossimi cinque anni creerà 10mila nuovi posti di lavoro nell’Unione Europea. Mentre Bloomberg Intelligence prevede che l’opportunità di mercato per il metaverso raggiunga gli 800 miliardi di dollari entro il 2024.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Una voce scettica sul metaverso è quella dell’ex Ceo di Google, Eric Schmidt. “Chi deciderà le regole? Il mondo diventerà più digitale che fisico. E questa non è necessariamente la cosa migliore per la società umana”, ha spiegato al New York Times.

Tecnologia tutte le notizie in tempo reale. Tutta la Tecnologia sempre aggiornata. INFORMATI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Android, Notizie, Scienza, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 52 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:49 DI LUNEDÌ 25 OTTOBRE 2021

ALLE 00:36 DI LUNEDÌ 01 NOVEMBRE 2021

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Clubhouse, moderatori potranno inserire link in primo piano
Per mostrare fonti nella discussione e promuovere prodotti
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
25 ottobre 2021
10:49
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Clubhouse aggiornerà il 27 ottobre la sua app per iOS e Android con l’introduzione dei link in primo piano in ogni stanza.
I creatori delle chat room solo audio, o i moderatori, potranno inserire collegamenti ipertestuali sulla parte superiore della finestra, così da tenerli sempre a portata di mano.
La novità potrà aiutare non solo a fornire fonti di ciò di cui si sta discutendo ma anche a promuovere prodotti e servizi oggetto della stanza stessa.
La nuova funzione è stata ufficializzata dal CEO di Clubhouse, Paul Davison, e dalla responsabile globale del marketing, Maya Watson. Alcuni link non saranno consentiti per motivi di sicurezza e moderazione. Davison non ha nominato esplicitamente cosa verrà vietato ma ha citato OnlyFans per sottolineare la tipologia di collegamento non idoneo ad apparire nelle room.
Chiunque potrà aggiungere, modificare o rimuovere un collegamento, purché sia moderatore della stanza, indipendentemente dal numero di follower che ha. Il CEO ha sottolineato che Clubhouse non tratterà nulla dalle eventuali entrate che i creator potranno ottenere dalla sponsorizzazione dei link, per la vendita di libri o abbonamenti a servizi online. Davison ha però affermato che il team condividerà nei prossimi mesi alcuni aggiornamenti sulle novità che riguardano la monetizzazione. Nelle scorse settimane si è parlato di alcune ipotesi, come le sale a pagamento, simile ai ‘tickets’ degli Spaces di Twitter.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Adobe bloccherà lo stipendio dei lavoratori non vaccinati
A casa i dipendenti non immunizzati entro l’8 dicembre
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
25 ottobre 2021
17:13
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
I dipendenti statunitensi di Adobe, che entro l’8 dicembre non avranno ricevuto la loro dose di vaccino, saranno lasciati a casa, senza stipendio.
Lo rivela un’email della Chief People Office di Adobe, Gloria Chen, trapelata e resa nota dalla CNBC.
Secondo la comunicazione, oltre il 93% dei dipendenti di Adobe con sede negli Stati Uniti ha già ricevuto almeno la prima dose del vaccino anti Covid-19.
Ciò vuol dire che la politica aziendale avrà un impatto su una piccola percentuale della forza lavoro del gigante del software.
L’e-mail prosegue affermando che Adobe richiede l’immunizzazione a seguito dell’ordine esecutivo dell’amministrazione Biden, secondo cui ogni partner e appaltatore del governo deve assicurare che i dipendenti abbiano almeno iniziato il ciclo vaccinale previsto. Ad ogni modo, la compagnia prenderà in considerazione le esenzioni mediche e religiose. Adobe è solo l’ultima, in ordine temporale, delle grandi aziende del settore tecnologico ad aver preso una posizione netta in favore del vaccino in contrasto del Covid-19. Un altro gigante come IBM ha, all’inizio di questo mese, resa obbligatoria la vaccinazione per i lavoratori, con lo stesso termine dell’8 dicembre. Altre società, tra cui Apple, non impongono l’obbligo, optando per i tamponi rapidi frequenti. I lavoratori non vaccinati dovranno sottoporsi a test giornalieri, prima di entrare in ufficio. La Mela è, al momento, un’eccezione nel panorama, con Google, Microsoft e Facebook che richiedono a tutti i dipendenti di essere vaccinati per tornare nei loro uffici.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Samsung, anche il Galaxy Tab S8 avrà il ‘notch’
Simile a quello sui nuovi MacBook, conterrà la fotocamera
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
25 ottobre 2021
17:15
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
In base alle indiscrezioni più recenti, il prossimo tablet top di gamma di Samsung, il Galaxy Tab S8, avrà un notch frontale.
La tacca, resa famosa dagli iPhone, è tornata a far parlare di sé la scorsa settimana, quando Apple ha svelato i nuovi modelli di MacBook che la ospitano.
Così come i computer della Mela, i tablet di Samsung sfrutteranno lo spazio privo di touch per ospitare la fotocamera per i selfie e, probabilmente, un sistema di riconoscimento del volto, assente sui MacBook.
La fonte, conosciuta su Twitter come OnLeaks, ha fornito ulteriori informazioni sul dispositivo, parlando di un sensore da 8 megapixel, display Amoled da 14,6 pollici con refresh rate di 120 Hz, due fotocamere sul retro da 13 e 5 megapixel e la presenza della S Pen, con striscia magnetica per il fissaggio posteriore. Ad alimentare l’intero pacchetto dovrebbe essere una batteria da 12.000 mAh con supporto alla ricarica da 45 W, ma non è chiaro se Samsung offrirà l’adattatore in confezione o lo escluderà, come ha già fatto per gli ultimi modelli di smartphone.
OnLeaks scommette su un processore Exynos 2200 o uno Snapdragon 888, 8 oppure 12 GB di RAM, 128, 256 o 512 GB di spazio di archiviazione e quattro altoparlanti a marchio AKG. Non mancherà la versione con la sola connettività Wi-Fi e quella con lo slot per schede mobili, probabilmente anche con piani 5G. Al momento non è dato conoscere la finestra di lancio del Galaxy Tab S8 ma non dovrebbe essere molto lontana, considerando che la famiglia precedente dei Tab S7 e S7+ è stata presentata nell’agosto del 2020, seguita dai Galaxy Tab S7 FE e Galaxy Tab A7 Lite di maggio 2021.   ANDROID

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Green, talento e tecnologia: il manifesto per la ripartenza
Dalla Fondazione Guido Carli progetto per il “Mondo nuovo”
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
25 ottobre 2021
13:25
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Green, talento e trasformazione digitale: sono i tre punti del manifesto per “il mondo nuovo”, lanciato dalla presidente della Fondazione Guido Carli, Romana Liuzzo che verrà presentato durante la Convention “Il Mondo Nuovo – La Ripartenza”, venerdì 3 dicembre alle 17.30 all’Auditorium Parco della Musica, Sala Sinopoli.
“Viviamo un nuovo inizio – spiega la presidente della Fondazione Guido Carli, Romana Liuzzo -.
Questo significa avere la grande opportunità di proporre, costruire e creare, non certo di ristrutturare”.
Il manifesto si articola partendo da tre elementi fondamentali. Innanzitutto la costruzione di un’Italia maggiormente green e sostenibile, che sappia utilizzare una parte significativa dei fondi recovery utilizzando un deciso piano di defiscalizzazione. La seconda leva è quella del ritorno dei talenti, attingendo ai fondi Next Generation Eu per investire risorse nella creazione di nuovo capitale umano potenziando la ricerca ed un meccanismo premiale per la p.a . Al terzo punto la trasformazione tecnologica che consenta al nostro Paese di passare dal concetto di semplice modernizzazione a quello più strutturale di un totale cambiamento tecnologico. A confrontarsi durante l’evento del 3 dicembre, manager, rappresentanti delle istituzioni e della politica. Tra gli interventi quello del ministro della transizione ecologica, Roberto Cingolani. Interverranno tra gli altri Aldo Bisio (Amministratore Delegato Vodafone Italia), Michela Vittoria Brambilla (Presidente Leidaa), Urbano Cairo (Presidente Cairo Communication e Rcs), Claudio Descalzi (Amministratore Delegato Eni), Oscar Farinetti (Fondatore di Eataly), Luigi Ferraris (Amministratore Delegato Ferrovie dello Stato), Giovanni Malagò (Presidente Coni) e Stefano Sala (Amministratore Delegato Publitalia’80). A moderare l’incontro sarà il giornalista e conduttore televisivo Nicola Porro. L’evento si svolgerà in presenza e sarà trasmesso anche in diretta streaming su corriere.it e tgcom24.it.   POLITICA   ECONOMIA

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Cop 26, tecnologia Cisco per la Conferenza di Glasgow
Sviluppata una piattaforma inclusiva per partecipare ai meeting ed eventi
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
25 ottobre 2021
15:14
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Cisco è partner della Conferenza delle Nazioni Unite sul Cambiamento Climatico (COP 26) in programma a Glasgow dal 31 ottobre al 12 novembre con l’obiettivo di mettere a disposizione il  supporto tecnologico necessario a garantire lo svolgimento dei lavori in maniera flessibile e inclusiva.
Con la piattaforma Legislate for Webex – progettata per realizzare in tutta sicurezza le conversazioni a distanza – i partecipanti a distanza potranno interagire con i loro colleghi, votare le mozioni e disporre sia della traduzione simultanea dal vivo che dei sottotitoli.
Fin dall’inizio l’Italia ha giocato un ruolo di primo piano nell’organizzazione di COP 26, organizzando a Milano sia la Conferenza preparatoria (PRE-COP26), sia l’evento ‘Youth for Climate’ in collaborazione con il governo britannico.
‘Durante i lavori preparatori di Milano, giovani di tutto il mondo hanno fatto una richiesta chiara: agire immediatamente con scelte che preservino il futuro loro e quello del Pianeta’ ha commentato Gianmatteo Manghi, Amministratore di Cisco Italia. ‘Il percorso che sarà definito dalle decisioni della comunità internazionale trova nella tecnologia digitale un alleato con cui sviluppare soluzioni innovative, che siano mezzo di coesione e inclusione’
Tutte le sessioni dell’evento di Glasgow saranno gestite da ‘moderatori digitali’, che grazie alle funzionalità offerte da Webex avranno il compito di garantire lo stesso livello di coinvolgimento a tutti. Cisco fornirà anche una connessione internet sicura allo stato dell’arte in tutte le location e le tecnologie di rete impiegate durante l’evento saranno infine riutilizzate, in modo da non sprecare alcuna apparecchiatura.
‘Siamo orgogliosi di aiutare i policy maker e i loro collaboratori di tutto il mondo a unirsi alle più importanti negoziazioni sul clima di sempre’, ha commentato Fran Katsoudas, Chief People, Policy & Purpose Officer, Cisco. ‘Crediamo che progettare un futuro inclusivo dipenda da ognuno di noi, nessuno escluso. Le azioni di oggi per proteggere il Pianeta sono fondamentali per questo obiettivo. Siamo in un momento cruciale per le politiche sul clima e per il domani del nostro pianeta’.
Quasi tutte le 3000 sessioni ‘fisiche’ avranno anche una componente digitale grazie al supporto del partner Cisco Gold ITGL, e ciò per assicurare che COP 26 produca i suoi risultati in modo rappresentativo e inclusivo.  ‘Cisco ha sviluppato una piattaforma inclusiva per partecipare a meeting ed eventi, in grado di favorire l’interazione delle persone presenti dal vivo o virtualmente.’, ha aggiunto Wendy Mars, Presidente di Cisco EMEAR. ‘Siamo molto orgogliosi del modo in cui i nostri team e i partner europei hanno lavorato per creare un’esperienza ibrida più sicura e inclusiva in occasione di COP26. Le nostre tecnologie e innovazioni sono una parte importante della transizione green e digital che permetterà di creare un futuro sostenibile e inclusivo per tutti’.
Alok Sharma, Presidente Designato di COP26, si è detto lieto di dare il ‘benvenuto a Cisco come partner della conferenza sul clima. Non vedo l’ora di lavorare con Cisco e con tutti i nostri partner per fare in modo che l’evento si svolga con successo e in modo inclusivo’.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Media, nuovo cyber attacco russo in Usa
Colpiti network computer governo, aziende e think tank
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
25 ottobre 2021
15:27
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La Russia sfida nuovamente gli Usa con un nuovo e ampio cyber attacco contro network di computer governativi, aziendali e di think tank, pochi mesi dopo il vertice tra Joe Biden e Vladimir Putin e le sanzioni americane contro Mosca per una serie di operazioni analoghe che hanno colpito anche altri Paesi.
Lo hanno reso noto i dirigenti di Microsoft ed esperti di cyber sicurezza, come riportano i media Usa, secondo cui dietro ci sarebbe l’Svr, i servizi segreti russi per l’estero, gli stessi che hackerarono il partito dem nelle elezioni del 2016.   MONDO

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Arrivano ‘Facebook Papers’, ignorati allarmi e segnalazioni
10.000 pagine rivelano i segreti del social, da vip a Etiopia
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
25 ottobre 2021
17:16
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook alle prese con la crisi maggiore da Cambridge Analytica.
I principali media americani – 17 in tutto – pubblicano i cosiddetti ‘Facebook Papers’ che svelano i segreti del social di Mark Zuckerberg.
I nuovi documenti, più di 10.000 pagine, offrono uno spaccato di quanto accade all’interno della società e il suo processo decisionale. Le rilevazioni includono gli allarmi ignorati dei dipendenti sui discorsi di odio e le disinformazioni, oltre alle loro richieste di impedire ai politici americani e alle celebrità di postare sul social tutto quello che volevano a dispetto del rispetto delle politiche. I documenti rivelano inoltre l’appello dei dipendenti a fermare i post che incitavano alla violenza in paesi a rischio come l’Etiopia, ma anche le segnalazioni già nel 2018 del traffico di esseri umani.
I documenti rivelano come i servizi di Facebook siano stati usati per diffondere l’odio religioso in India: le ricerche condotte all’interno del social hanno messo infatti in evidenza come il materiale anti-Islam sulla piattaforma è diffuso e come i contenuti che incitavano all’odio e alla violenza si erano particolarmente diffusi nel febbraio del 2020, in coincidenza con le tensioni scoppiate a Nuova Delhi durante le quali sono morte 53 persone.
Fra le rilevazioni anche quelle riportate dal Washington Post citando alcune fonti e riguardanti Zuckerberg direttamente. L’amministratore delegato si sarebbe infatti piegato alla richiesta del partito comunista del Vietnam di censurare i dissidenti anti-governativi, anche perché non farlo avrebbe comportato il rischio di essere cacciati dal paese.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Al via l’Expo mondiale dell’Internet delle cose
A Wuxi, nella provincia di Jangsu
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
26 ottobre 2021
15:46
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il 2021 World Internet of Things (Iot) Exposition, il principale evento Iot della Cina, ha preso il via due giorni fa nella città di Wuxi, nella provincia di Jiangsu della Cina orientale.
L’evento di tre giorni include un summit, una mostra con le ultime applicazioni e prodotti Iot, oltre a 10 forum incentrati su temi come il 5G, i big data e il trasporto intelligente.
L’industria dello Iot è diventata una delle più importanti per lo sviluppo dell’economia digitale in Cina, con la sua scala che ha superato i 2.400 miliardi di yuan (circa 375,8 miliardi di dollari) alla fine del 2020, come ha dichiarato Wang Zhijun, vice ministro dell’industria e della tecnologia dell’informazione, in occasione del summit.Soprannominata una “città Iot”, a Wuxi hanno sede al momento più di 3.000 aziende legate a questo settore, che conducono la formulazione di oltre la metà degli standard internazionali dello Iot.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Assange: mobilitazione contro estradizioni in vista dell’appello
In settimana udienze chiave giustizia Gb su richiesta Usa
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
25 ottobre 2021
17:39
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ ripresa nel Regno Unito la mobilitazione di attivisti impegnati per i diritti umani e la libertà di stampa alla vigilia del processo britannico d’appello destinato a decidere sul ricorso presentato dalla giustizia di Washington per ottenere l’estradizione negli Stati Uniti di Julian Assange, cofondatore di Wikileaks, dopo la sentenza di primo grado che nel gennaio scorso l’aveva negata.

Nel fine settimana diverse centinaia di persone sono sfilate per le strade di Londra – dalla sede della Bbc fino all’Alta Corte, dove mercoledì inizierà la due giorni di udienze cruciali sulla sorte dell’attivista australiano, inseguito senza tregua dagli Usa fin da quando Wikileaks diffuse una montagna di documenti americani imbarazzanti, incluso su crimini di guerra commessi in Afghanistan e Iraq.
Assange è accusato in Usa di violazione dello Espionage Act, imputazione contestatissima dai difensori dei diritti umani e mai sollevata prima d’ora per un caso di pubblicazione giornalistica di file segreti, oltre che di complicità in pirateria informatica.
Oltreoceano l’artefice di Wikileaks, che da oltre due anni è detenuto nel carcere londinese di massima sicurezza di Belmarsh pur non avendo più alcuna pendenza con la giustizia del Regno, dopo i 7 anni trascorsi da rifugiato nell’ambasciata dell’Ecuador di Londra, rischia una condanna monstre a 175 anni di galera. Condanna che secondo una perizia accettata dalla giudice di primo grado britannica lo esporrebbe al rischio del suicidio.
Il team legale di Assange ha sempre respinto le accuse, ritenute una minaccia alla libertà di stampa e frutto di vendetta politica. Tanto più stando alle ultime rivelazioni emerse in settembre secondo cui la Cia, durante l’amministrazione Trump, nel 2017, aveva studiato un piano per rapire ed eventualmente assassinare Assange durante la sua permanenza nella sede diplomatica ecuadoriana. A gennaio un tribunale di Londra aveva negato l’estradizione per tutelarela sua “salute mentale”. In estate però gli Usa sono riusciti a mettere in discussione l’affidabilità della perizia accolta in primo grado , ottenendo il via libera all’appello.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tesla vola a Wall Street, vale 1.000 miliardi
Dopo ordine Hertz
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
25 ottobre 2021
19:36
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tesla vola a Wall Street e sale del 9,6%, arrivando a una capitalizzazione di mercato di 1.000 miliardi di dollari.
A spingere i titoli l’ordine di 100.000 vetture da parte di Hertz.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’idea di Bezos, stazione spaziale privata anche per turismo
Blue Origin si allea con Sierra Space per parco commerciale
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
25 ottobre 2021
21:49
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Jeff Bezos spinge sullo spazio.

Blue Origin punta a realizzare una stazione spaziale commerciale privata insieme a Sierra Space: potrebbe essere operativa dalla metà del decennio e ospitare almeno 10 persone.
Si chiamerà ‘Orbital Reef’ e potrà ospitare esperimenti scientifici ma anche vacanze. Sarà insomma un ‘parco commerciale’ di dimensioni simili alla stazione spaziale internazionale.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Samsung: erede gruppo condannato per uso di stupefacenti
Comminata una multa pari a 60 mila dollari
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
26 ottobre 2021
05:11
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’erede e leader de facto del gruppo sudcoreano Samsung, Lee Jae-yong, è stato condannato dalla Corte distrettuale centrale di Seul per uso illegale di stupefacenti, in particolare del propofol, un potente anestetico.

A Lee, vicepresidente del colosso dell’elettronica, è stata comminata una multa da 70 milioni di won (circa 60.000 dollari), ha riferito l’agenzia Yonhap.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Steve Wozniak lancia Privateer per mappare l’orbita spaziale
Segue la scia di Musk e Bezos con una startup poco conosciuta
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
26 ottobre 2021
12:41
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Steve Wozniak come Elon Musk e Jeff Bezos.
L’imprenditore e co-fondatore della Apple insieme a Steve Jobs, ha fondato la startup Privateer per inserirsi nella corsa allo Spazio.
L’azienda, finora poco conosciuta, ha già arruolato Moriba Jah, professore di ingegneria meccanica e aerospaziale all’università di Austin, nel Texas, che si considera un “ambientalista spaziale”, al lavoro anche per il Jet Propulsion Laboratory della Nasa. Di Privateer, con sede alle Hawaii, si conosce ben poco. Un mese fa, Wozniak e il co-fondatore Alex Fielding ne avevano annunciato l’esistenza, affermando che avrebbero dato ulteriori dettagli in futuro. L’obiettivo è quello di affrontare il crescente problema dei residui spaziali, ossia quella tipologia di rifiuti che vengono prodotti sia dai viaggi delle agenzie internazionali che di compagnie private ma anche dei satelliti e gli altri sensori in orbita, da decenni.
Privateer si concentrerà, almeno inizialmente, sul miglioramento della nostra conoscenza su tutto ciò che l’uomo ha inviato nello Spazio e che è ancora possibile monitorare. “Abbiamo davvero lo scopo di costruire la Google Maps dello Spazio” aveva detto recentemente Fielding a TechCrunch. “Siamo così orgogliosi di avere una persona e uno scienziato del calibro di Moriba nel team di Privateer” ha sottolineato Wozniak in una nota ufficiale. “La sua conoscenza del problema è superata solo dalla passione che ha per la creazione di soluzioni che possano affrontarlo. Alcuni potrebbero dire che Privateer beneficia di una connessione con il mio nome, mentre io lo considero un fiore all’occhiello della mia carriera, è un onore essere in questo grande gruppo”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nokia rilancia con l’effetto nostalgia del 6310
A 20 anni dal debutto riprende le linee originali e torna Snake
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
26 ottobre 2021
18:39
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Presentato ufficialmente la scorsa estate, Nokia ha ufficializzato l’arrivo anche in Italia del telefonino 6310, in versione 2021.
Il design riprende la livrea dell’originale anche se sotto la scocca emergono un paio di elementi di differenziazione con il modello apparso per la prima volta nel 2001, venti anni fa.
Il successore ha un display da 2,8 pollici e una batteria rimovibile da 1.150mAh. Il Nokia 6310 permette di navigare sul web e di scattare foto con il sensore da 0,3MP. Non mancano il jack audio da 3,5 mm, il doppio slot SIM, la radio FM e il riproduttore di file MP3.
Spazio anche per l’iconico videogame Snake, già apparso in veste rinnovata sulle precedenti operazioni nostalgia di Nokia, che negli anni scorsi ha dato nuova forma ai vari 3310, 8110, 6300 e Nokia 8000. Il 6310 è un cosiddetto ‘feature phone’, senza la possibilità di accedere ad app avanzate come i comuni smartphone ma può comunque contare sulla connettività 4G, Bluetooth 5.0, 16 MB di RAM e 8 GB di spazio di archiviazione a disposizione dell’utente, espandibili fino a 32 GB con MicroSD.
Dietro la realizzazione del cellulare c’è HMD Global, azienda finlandese che ha acquisito il marchio Nokia nel dicembre 2016, due anni dopo il primo passaggio dello storico brand, sull’orlo del fallimento, a Microsoft. Nokia 6310 è già in vendita a 59 euro nei colori Black e Dark Green. “Il nuovo Nokia 6310 riprende l’iconica silhouette dell’originale e lo aggiorna con alcune nuove aggiunte come un grande schermo curvo, una migliore leggibilità e accessibilità, oltre a una serie di funzionalità classiche. È costruito con un guscio resistente, quindi può sopportare gli urti della vita” ha spiegato l’azienda.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
‘Vaccini favoriscono Aids, video Bolsonaro via da Fb e Youtube
Presidente sospeso dalla piattaforma video per una settimana
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
26 ottobre 2021
12:08
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook e Youtube hanno rimosso un video del presidente brasiliano Jair Bolsonaro in cui affermava che “secondo alcuni resoconti, nelle persone vaccinate contro il Covid l’Aids si sviluppa più velocemente”.
Lo riferiscono i media brasiliani.

Secondo O’ Globo, il presidente è stato inoltre sospeso per una settimana da Youtube, che già in precedenza aveva rimosso alcuni video di Bolsonaro.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook, 10 miliardi di dollari investiti sui Reality Labs
Utili in calo anche per la spesa dedicata al metaverso
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
28 ottobre 2021
17:50
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook, a partire dal prossimo trimestre, divulgherà separatamente i risultati finanziari dei Facebook Reality Labs, che finora erano integrati con quelli delle altre app del gruppo.
I Labs si occupano dei progetti più innovativi di Facebook, come il ‘metaverso’, Ia nuova piattaforma su cui la società punta per il futuro.
“Ciò fornirà agli investitori ulteriore visibilità sugli investimenti che stiamo facendo nella realtà aumentata e virtuale” scrive Mark Zuckerberg in un post. “Nel 2021, prevediamo che questi investimenti ridurranno il nostro utile operativo complessivo di circa 10 miliardi di dollari e mi aspetto che la cifra cresca ulteriormente nei prossimi anni. Si tratta di una delle principali aree di investimento per noi e una parte importante della nostra strategia”. Oltre alla creazione del metaverso, la divisione già produce alcuni dispositivi, come il visore Oculus Quest e la linea di speaker Portal.
In generale, i ricavi di Facebook si sono attestati a 29,01 miliardi di dollari nell’ultima rilevazione trimestrale, contro i 21,47 miliardi di dollari dello stesso periodo del 2020. Una cifra inferiore ai 29,57 miliardi di dollari attesi dagli analisti. Facebook ha anche comunicato di attendersi un fatturato compreso tra 31,5 e 34 miliardi di dollari nel quarto trimestre, contro i 34,84 miliardi di dollari stimati dal mercato. Nonostante le difficoltà, il gruppo fondato e guidato da Mark Zuckerberg ha visto gli utili salire del 17% a 9,1 miliardi di dollari. Una spinta ai guadagni potrebbe arrivare dai Reels, le clip in stile TikTok che, secondo Zuckerberg, rappresentano il principale motore di crescita per la pubblicità su Instagram. “I Reels sono incredibilmente divertenti e penso che ci sia un enorme potenziale davanti. Ci aspettiamo che il segmento continui a crescere e sono ottimista sul fatto che diventeranno importanti per i nostri prodotti al pari delle Storie” ha concluso il Ceo.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Samsung, erede gruppo condannato per uso di stupefacenti
A Lee Jae-yong è stata comminata una multa da 70 milioni di won, circa 60.000 dollari
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
26 ottobre 2021
13:55
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’erede e leader ‘de facto’ del gruppo sudcoreano Samsung, Lee Jae-yong, è stato condannato dalla Corte distrettuale centrale di Seul per uso illegale di stupefacenti, in particolare del propofol, un potente anestetico.
A Lee, vicepresidente del colosso dell’elettronica, è stata comminata una multa da 70 milioni di won (circa 60.000 dollari), ha riferito l’agenzia Yonhap.
Il tribunale, inoltre, ha anche ordinato un’ulteriore confisca di 17 milioni di won a danno di Lee per le violazioni della legge sul controllo degli stupefacenti, accogliendo in toto le richieste e l’impianto accusatorio della procura.
A giugno, i pubblici ministeri avevano incriminato il vicepresidente di Samsung Electronics per l’uso del propofol sganciato dai trattamenti medici in una clinica di chirurgia plastica a Seul per un totale di 41 occasioni tra gennaio 2015 e maggio 2020.
Secondo la legge sudcoreana, il destinatario di una sostanza controllata ritenuta essere stata somministrata illegalmente è perseguibile, così come coloro che l’hanno permesso. L’avvocato di Lee aveva però affermato che l’uso del propofol era parte di un trattamento ospedaliero e non illegale.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Cyberattacco a distributori benzina Iran
Oggi è l’anniversario delle manifestazioni del 2019
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
26 ottobre 2021
13:04
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
I distributori di benzina in differenti città iraniane, compresa la capitale Teheran, sono stati costretti alla chiusura dopo un cyberattacco che ha colpito il sistema di distribuzione.
Lo riferiscono i media iraniani.
Oggi ricorre l’anniversario delle manifestazioni del 2019, il movimento verde, che scatenarono la repressione. In alcune città, sui tabelloni digitali è apparsa la scritta “Dov’è il nostro petrolio Khamenei?”, con riferimento al caro prezzi carburante che affligge il Paese.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Attacco hacker alla San Carlo, colpito da ransomware Conti
Malware limita l’accesso del sistema infettato
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
26 ottobre 2021
13:17
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gruppo alimentare San Carlo-Unichips, con sede in Milano, ha subito un attacco hacker attraverso un ransomware, un particolare tipo di malware che limita l’accesso del sistema infettato e predispone lo sblocco solo dopo il pagamento di un riscatto.
I sistemi informatici della società sono stati colpiti venerdì scorso e ieri è stata presentata una denuncia al compartimento della Polizia postale della Lombardia.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Si tratta del ransomware Conti, appartenente a una recente famiglia di malware e già sotto osservazione dal 2020. L’attacco, che non avrebbe creato danni importanti al gruppo San Carlo, sarebbe stato rivendicato sul deep web.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Attacco hacker alla San Carlo e Artsana
Esperto, 50% aziende italiane esposte al ransomware
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
26 ottobre 2021
19:23
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Continuano gli attacchi hacker alle aziende italiane, dopo quello subito la scorsa settimana dalla Siae.
L’ultima vittima è il gruppo alimentare San Carlo-Unichips, colpito da un ransomware, ma nei giorni scorsi anche Artsana Group è finita sotto attacco informatico.
“In Italia il 50% delle aziende è a rischio ransomware”, spiega Marco Ramilli, fondatore e Ceo della società di sicurezza Yoroi.
Nel caso di San Carlo ad agire è stato il ransomware noto come Conti, come tutti i malware di questo tipo limita l’accesso del sistema infettato e predispone lo sblocco solo dopo il pagamento di un riscatto. “Sono state immediatamente attivate tutte le procedure di sicurezza per isolare e contenere la minaccia – informa l’azienda – Al momento alcuni servizi informatici sono solo parzialmente funzionanti, ma l’operatività del Gruppo è comunque garantita, dalla produzione, alla distribuzione, alla vendita dei nostri prodotti. Nel caso di Artsana, a cui fanno capo noti marchi di prodotti sanitari e per l’infanzia tra cui Chicco e PreNatal, l’attacco – spiega la stessa società – “ha provocato una temporanea indisponibilità di parte della propria infrastruttura tecnologica. Il Gruppo ha prontamente attivato un insieme strutturato di attività volte ad accertarne le cause e a ripristinare al più presto la normale operatività dei sistemi in uso, ha informato le autorità competenti e sta mettendo in atto tutte le azioni necessarie per risolvere la situazione”. Al momento “non ci sono evidenze relative a un’esportazione di dati”.
“Nel corso dell’anno l’Italia è stata colpita da un’epidemia di ransomware – spiega Marco Ramilli di Yoroi – Abbiamo analizzato 80 grandi imprese italiane nel settore alimentare, della moda, delle automobili e scoperto che il 50% è a rischio ransomware a causa delle esposizioni su Internet dei loro sistemi Secondo diverse stime i danni di questi attacchi sono stati di decine di milioni di euro”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
DataMediaHub, le conversazioni on line sulle pensioni
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
26 ottobre 2021
14:52
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La manovra economica del Governo è al rush finale ma uno degli ostacoli è la tensione sulle pensioni all’interno dell’esecutivo con i partiti che “assediano” il Premier Draghi facendo pressioni, chi chiedendo maggior attenzione a chi fa lavori gravosi e chi per evitare il ritorno alla Fornero.

Per sondare l’umore degli italiani al riguardo, DataMediaHub ha indagato sul tema analizzando le conversazioni online (social + news online + blog e forum) al riguardo negli ultimi sette giorni.

Nell’ultima settimana sono state più di 22mila le citazioni online relative a “pensioni”, da parte di oltre 4mila autori unici, i cui contenuti hanno coinvolto (like + reaction + condivisioni e commenti) quasi 160mila persone.
Volumi non straordinariamente alti a onor del vero, se paragonati a quelli di altre analisi che abbiamo condotto nel recente passato su altri temi, ma che ottengono una portata potenziale (“opportunity to be seen”) di oltre 224 miliardi di impression.
Anche stimando ragionevolmente al 5% la portata effettiva rispetto a quella potenziale le impression, le esposizioni effettive a contenuti relativi alle pensioni sono 11,2 miliardi, al lordo delle duplicazioni.
Valori generati dalla ampia copertura mediatica del tema, come mostra la nuvola di parole con gli account più attivi e come conferma anche il grafico delle dieci emoji maggiormente utilizzate in associazione al tema che vede al primo posto l’emoji di un giornale come sinonimo di informazione al riguardo.
Emoji che sono anche il termometro del sentiment, delle emozioni, delle persone, con una chiara prevalenza di facce rabbiose. E infatti nel complesso emerge la chiara prevalenza di un sentiment negativo sul tema.
Anche la word cloud, la nuvola di parole con i termini maggiormente associati alle conversazioni online relative alle pensioni, fornisce ulteriori elementi al riguardo. Al di là dei singoli temi, che possono essere visti nel dettaglio nell’infografica, quello che emerge con chiarezza è quasi una contrapposizione tra reddito di cittadinanza e sistema pensionistico in termini di risorse da allocare per una cosa piuttosto che per l’altra.
Infine si segnala che è l’account di tale Mr LUL che genera maggior coinvolgimento a livello di singolo contenuto. Il “creator” su YouTube, che si propone come “Il canale di riferimento per i cittadini, lavoratori e professionisti Hr che desiderano essere maggiormente consapevoli sulla corretta gestione del rapporto di lavoro in ogni sua fase”, e ha più di 150mila iscritti, piazza cinque video su cinque nei primi post per engagement relativamente al tema in questione.
E più in generale sono diversi i canali YouTube che hanno generato un livello di coinvolgimento elevato riguardo alle pensioni. Un indicatore sulle fonti di informazione degli italiani.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Usa revocano la licenza di operare a China Telecom
La decisione presa all’unanimità in nome ‘della sicurezza’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
26 ottobre 2021
17:22
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La Federal Communications Commission revoca la licenza per operare negli Stati Uniti a China Telecom.
L’agenzia americana ha votato all’unanimità, 4 a 0, la cancellazione del permesso di operare negli Usa , continuando così negli sforzi di eliminare dal mercato americano società tecnologiche cinesi nel nome della sicurezza.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Amazon custodirà in cloud i dati dell’intelligence Gb
Johnson, ‘sicurezza nazionale è priorità’. Critiche ad accordo
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
26 ottobre 2021
19:20
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
I dati classificati dell’intelligence, quindi alcuni fra i segreti più importanti per la sicurezza nazionale del Regno Unito, sono destinati a essere ospitati dai sistemi di Amazon, tramite la sua controllata Amazon Web Services (Aws).
Il quotidiano Financial Times ha infatti rivelato un accordo per l’utilizzo di un ‘cloud’, quindi di uno spazio virtuale di archiviazione, da parte delle tre agenzie di spionaggio britanniche, Gchq, MI5 e MI6.
Si prevede che venga realizzata una piattaforma digitale dal colosso americano per sfruttare tecnologie all’avanguardia nello spionaggio, come analisi di ‘big data’ e intelligenza artificiale, ma che il tutto sia gestito dai funzionari di sua maestà. Resta comunque una decisione destinata a sollevare dubbi e critiche da diversi punti di vista, a partire dai timori che venga messa a rischio la sovranità britannica rispetto a dati tanto cruciali di fatto custoditi da un soggetto privato. In merito è stato interpellato il portavoce del primo ministro Boris Johnson che non ha commentato direttamente la rivelazione del giornale ma ha fatto alcune precisazioni. “Abbiamo utilizzato la tecnologia del settore privato nelle applicazioni di sicurezza nazionale per decenni al fine di mantenere il Paese al sicuro – ha sottolineato – ovviamente garantire la sicurezza di questa tecnologia è una priorità assoluta e tutte le protezioni sono già adottate per le informazioni classificate indipendentemente dal fornitore della tecnologia”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Arriva nuovo dl Recovery, dalla formazione digitale al turismo
Nella bozza 42 norme, ecobonus all’80% e contributi per gli alberghi
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2021
14:40
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Sconti a chi investe in formazione digitale, iniettando risorse nel nuovo ‘Fondo per la Repubblica digitale’.
Mobilità più facile per i professori universitari, anche dall’estero, borse di studio per gli studenti.
Sono solo alcune delle misure contenute nella bozza del nuovo decreto Recovery che arriverà mercoledì sul tavolo del Consiglio dei ministri. Nella notte è toccato ai tecnici un vaglio del testo, piuttosto corposo, e alcune delle 42 norme contenute nella bozza sarebbero ancora in bilico: dubbi in particolare vi sarebbero, secondo quanto si apprende, su alcune misure legate alle assunzioni.
Ad annunciare un nuovo provvedimento con “ulteriori semplificazioni” per accelerare l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza era stato lo stesso premier, Mario Draghi. Raccolte le indicazioni da parte di tutti i ministeri degli “ulteriori provvedimenti necessari per semplificare gli iter dei singoli progetti e del Piano”, il governo passa ora al varo del decreto legge, che rende concreti alcuni investimenti e alcune riforme previste dal piano, come le misure per sostenere il turismo, tra i più colpiti dalla pandemia, e traghettarlo nel mondo 4.0. Arriva quindi l’annunciato ecobonus all’80% e un contributo a fondo perduto fino a 100mila euro per la ristrutturazione degli alberghi (dall’efficienza energetica all’eliminazione delle barriere architettoniche, alle piscine termali). Ma anche un contributo diretto del 35% per i lavori tra i 500mila euro e i 10 milioni. Nel pacchetto anche la creazione di una “Sezione Speciale Turismo” del Fondo di garanzia per le Pmi e un credito d’imposta del 50% per agenzie e tour operator per lo sviluppo digitale.
Il decreto punta ad accelerare gli investimenti, con un nuovo intervento su quelli ferroviari ma anche attraverso un taglio dei tempi per le autorizzazioni ambientali strategiche (Vas). Spunta anche un nuovo Fondo dei fondi denominato “Fondo ripresa resilienza Italia”. Per spingere la rigenerazione urbana poi vengono assegnati subito i 2,5 miliardi previsti dal piano di qui al 2026 per combattere il degrado delle città.
Arriva l’attuazione anche di alcune riforme del pacchetto scuola-università, a partire dalle borse di studio per gli studenti e dall’aumento degli alloggi a disposizione per chi si voglia spostare per fare l’università. Cambiano anche i percorsi di laurea, con la possibilità di conseguire parte dei crediti formativi in corsi attigui, per favorire l’interdisciplinarità.
Scatterà anche il concorso per la progettazione di scuole innovative.
Nella bozza compaiono norme sulla gestione commissariale di Bagnoli e per Taranto, ma anche per il potenziamento del commissario unico alle bonifiche delle discariche abusive. Arriva poi una proroga per la commissione consultiva tecnico-scientifica e per il comitato prezzi dell’Aifa, nelle more della loro riorganizzazione. Nel decreto infine un pacchetto di norme per garantire gli investimenti rafforzando allo stesso tempo il sistema di prevenzione antimafia.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Assange: al via appello in Gb su estradizione a Usa
Due udienze, poi lunga attesa verdetto. Attivisti in strada
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
27 ottobre 2021
09:53
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Processo d’appello al via, dinanzi all’Alta Corte di Londra, sul ricorso presentato dalle autorità di Washington contro la decisione di primo grado con cui la giustizia britannica ha negato nel gennaio scorso l’estradizione del cofondatore australiano di WikiLeaks Julian Assange verso gli Usa.
In agenda sono previste due udienze, oggi e domani, mentre per il verdetto finale ci potrebbero volere diverse settimane se non mesi: fino a un termine massimo indicato dai media entro Natale o ai primi di gennaio.

Fuori dall’aula si sono riuniti stamattina diversi attivisti per invocare che il 50enne australiano – detenuto in attesa d’una decisione nel carcere di massima sicurezza inglese di Belmarsh ormai da due anni, pur non avendo più alcuna pendenza penale nel Regno Unito, dopo i 7 trascorsi da rifugiato nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra e la successiva scelta di Quito di scaricarlo di fronte alle pressioni americane – non venga estradato oltre Oceano e sia liberato. Tanto più – sottolineano i suoi avvocati, la sua compagna Stella Morris e i collaboratori di WikiLeaks – dopo quanto si è appreso di recente sui piani che la Cia avrebbe predisposto nel 2017, sotto la presidenza di Donald Trump e la guida di Mike Pompeo, per rapire Julian quando ancora si trovava nell’ambasciata ecuadoriana; senza escludere di poterlo assassinare.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Processo d’appello al via, dinanzi all’Alta Corte di Londra, sul ricorso presentato dalle autorità di Washington contro la decisione di primo grado con cui la giustizia britannica ha negato nel gennaio scorso l’estradizione del cofondatore australiano di WikiLeaks Julian Assange verso gli Stati Uniti.
In agenda sono previste due udienze, oggi e domani, mentre per il verdetto finale ci potrebbero volere diverse settimane se non mesi: fino a un termine massimo indicato dai media entro Natale o ai primi di gennaio.
Fuori dall’aula si sono riuniti stamattina diversi attivisti per invocare che il 50enne australiano – detenuto in attesa d’una decisione nel carcere di massima sicurezza inglese di Belmarsh ormai da due anni, pur non avendo più alcuna pendenza penale nel Regno Unito, dopo i 7 trascorsi da rifugiato nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra e la successiva scelta di Quito di scaricarlo di fronte alle pressioni americane – non venga estradato oltre Oceano e sia liberato.
Tanto più – sottolineano i suoi avvocati, la sua compagna Stella Morris e i collaboratori di WikiLeaks – dopo quanto si è appreso di recente sui piani che la Cia avrebbe predisposto nel 2017, sotto la presidenza di Donald Trump e la guida di Mike Pompeo, per rapire Julian quando ancora si trovava nell’ambasciata ecuadoriana; senza escludere di poterlo assassinare.
Assange rischia, se estradato, una pena monstre fino a 175 anni negli Usa, dove gli si dà la caccia da oltre 10 anni dopo la montagna d’imbarazzanti documenti segreti diffusi fin dal 2010 da WikiLeaks attraverso alcune delle più prestigiose testate giornalistiche al mondo: documenti fra cui spiccano i file del Pentagono trafugati dall’ex militare Chelsea Manning contenenti rivelazioni su crimini di guerra commessi in Afghanistan e Iraq.
Washington accusa l’ex primula rossa australiana di presunta complicità con Manning in pirateria informatica. Imputazione a cui in seguito ha aggiunto quella di violazione dello Espionage Act, contestata per la prima volta nella storia per un caso di rivelazione mediatica di documenti. La giudice britannica di primo grado Vanessa Baraister aveva negato l’estradizione, pur rifiutando di accogliere le argomentazioni della difesa contro la legittimità di un’inchiesta denunciata da più parti come una vendetta politica e una minaccia alla libertà d’informazione, sulla base di una perizia medica che ipotizzava rischi di suicidio per Julian Assange: date le sue condizioni psico-fisiche e il trattamento giudiziario e carcerario al quale andrebbe incontro negli Stati Uniti. Ma il team legale che rappresenta il governo Usa è riuscito a ottenere il diritto a presentare appello sollevando dubbi sulla credibilità del perito.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Robot a scuola intelligenza umana, neuroni segnalano sbagli
Esperimento per sviluppo Pc ispirati a cervello
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
28 ottobre 2021
17:50
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
I robot vanno a scuola di intelligenza umana: accade in Giappone, dove i ricercatori dell’Università di Tokyo hanno insegnato ad un piccolo robot ad attraversare un labirinto stimolando elettricamente una rete di neuroni coltivati in provetta e collegati alla macchina.
L’esperimento, che potrà contribuire allo sviluppo di computer ispirati al cervello umano, è pubblicato sulla rivista Applied Physics Letters.
Il robot protagonista dello studio ha una forma circolare (che ricorda quella dei comuni robot-aspirapolvere) ed è privo di sensori che gli possano permettere di acquisire informazioni sull’ambiente in cui si trova.
Una volta posizionato all’interno di un percorso a ostacoli ricostruito in laboratorio, è stato guidato verso il traguardo usando la rete di neuroni esterna come una sorta di joystick biologico: ogni volta che il robot ruotava nella direzione sbagliata o intraprendeva un percorso errato, i neuroni in coltura venivano disturbati con un impulso elettrico.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Allarme in Ue, sottratte chiavi per generare Green pass Ue
Furto non sarebbe avvenuto in Italia
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
28 ottobre 2021
12:26
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Alcune chiavi che consentono la generazione del Green pass europeo sarebbero state sottratte e con quelle sarebbero stati pubblicati e diffusi in rete programmi per creare certificati falsi.
Lo si apprende da fonti qualificate italiane secondo le quali si sarebbe già deciso di annullare tutti i pass generati con quelle chiavi.
In mattinata, inoltre, sarebbero in programma una serie di riunioni a livello europeo tra tutti i soggetti tecnici interessati per un’analisi approfondita della situazione. Non si conosce al momento il numero dei codici sottratti né se il problema riguardi anche l’Italia, anche se sono in corso accertamenti.
Il furto delle chiavi non sarebbe avvenuto in Italia: secondo quanto si apprende, dai primi accertamenti effettuati, non risulterebbero infatti attacchi informatici alla Sogei, la società di Information tecnology del ministero dell’Economia che per l’Italia fornisce i codici per generare i certificati verdi.
L’attacco potrebbe dunque aver riguardato un omologo ente di un altro paese europeo. Al momento, viene comunque ribadito le chiavi che sono state sottratte sono state annullate e, di conseguenza, sono stati invalidati tutti i green pass generati con quei codici.
Un pass intestato ad Adolf Hitler, nato il 1 gennaio del 1900: il falso certificato, che ad un controllo con l’app ‘Verifica C19’ risultava valido, circola dalla tarda serata di ieri in rete ed è stato pubblicato su Twitter e sui alcuni siti specializzati. Secondo il sito ‘Zerozone.it’, a portare alla luce la vicenda è l’utente ”Reversbrain’ che su Twitter attorno alle 22.30 di ieri ha pubblicato una serie di tweet: “penso che le chiavi utilizzate per firmare il certificato digitale Covid Ue, almeno in Italia, siano trapelate in qualche modo” scriveva, invitando a scansionare un qr code con la app ufficiale italiana. Codice che effettivamente risultava valido e, appunto, intestato ad Adolf Hitler. “Se la perdita fosse confermata – aggiungeva – significa che il falso certificato Covid dell’UIe può essere contraffatto da chiunque”. L’utente ha poi aggiornato il thread questa mattina, dopo la notizia che effettivamente sono state sottratte delle chiavi per generare i pass, sostenendo che il certificato non è più valido. Secondo il sito Zerozone, il certificato sarebbe stato emesso da ‘Cnam – Caisse Nationale d’Assurance Maladie’, un ente francese, il 25 ottobre 2021. Un altro Qr code falso ma valido, sempre intestato ad Adolf Hitler, nato però il 1 gennaio del 1930, indicherebbe invece l’azienda ‘Janssen – Cilag international’ come produttrice del vaccino somministrato, in Polonia, dal Centrum e Zdrowia. Tutto sembrerebbe essere nato da una discussione su ‘RaidForum’, un market sul web diventato un punto di scambio di data leaks, scrive ancora Zerozone, dove c’è anche chi ipotizzata la possibilità che possa essere stata sottratta anche la chiave privata del governo polacco.
“Ad una prima analisi sembra siano state sottratte le chiavi private che servono a firmare i green pass, una specie di timbro che serve a validare i documenti. La soluzione sarebbe una inversione di quelle chiavi che invaliderebbe tutti pass generati, e una loro ritimbrazione”: lo spiega Stefano Zanero, docente di computer security e informatica forense al Politecnico di Milano, in merito alla manipolazione di alcuni green pass falsi diffusi in rete. L’esperto aggiunge che il Qr Code potrebbero essere manipolati in vari modi, potenzialmente anche manualmente da un “impiegato infedele” durante l’inserimento dei dati, ma in questo caso sembrerebbe più una alterazione delle chiavi crittografiche private che consentono di generare i green pass validi. E, aggiunge Zanero, “anche se i casi al momento riguardano Francia e Polonia non possiamo sapere l’estensione del fenomeno perchè ogni nazione custodisce le sue chiavi, nè la contezza del danno perchè le chiavi potrebbero essere anche state sottratte qualche mese fa”. L’azione dice infine l’esperto, sembra di taglio dimostrativo visto che i green pass falsi risultano intestati ad Adolf Hitler “un personaggio che non è più vivo e fa clamore”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Arriva in Italia Honor 50 con le app di Google
Ha Android al completo il primo dispositivo del dopo Huawei
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2021
11:55
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Honor annunciato l’arrivo a livello globale, Italia compresa, del nuovo smartphone Honor 50.
Il marchio, lo scorso novembre, è stato venduto da Huawei alla Shenzhen Zhixin New Information Technology, società formata da un consorzio di oltre 30 agenti, rivenditori e distributori.
Non rientrando nel ban del Dipartimento del Commercio statunitense, il nuovo soggetto può beneficiare delle licenze ritirate dai produttori di hardware e software a Huawei, tra cui Google.
Honor 50 ospita dunque Android e il Play Store completo. A livello tecnico, monta un processore Snapdragon 778G di Qualcomm, una fotocamera frontale da 32 megapixel con angolo di visione di 90 gradi e un modulo fotografico posteriore quadruplo, con sensore principale da 108 megapixel, grandangolare da 8 megapixel, fotocamera macro da 2 megapixel e lente di profondità da 2 megapixel. Il design è, al solito, molto curato, con una cornice ultrasottile sulla parte anteriore e bordi in vetro lucidato, che risaltano il display Oled curvo da 6,57 pollici. Stando ad Honor, lo schermo può produrre ben 1,07 miliardi di colori e copre il 100% della gamma cromatica DCI-P3. Il refresh rate è fino a 120 Hz, con frequenza di campionamento del touchscreen di 300 Hz. La batteria è da 4300 mAh, con supporto alla ricarica veloce, chiamata SuperCharge da 66W, che permette di portare la batteria dallo 0 al 70% in 20 minuti. Honor 50 sarà disponibile in pre ordine a partire dal 1 Novembre su HiHonor al prezzo di 529 euro. Il 12 Novembre arriverà anche su Amazon e nei negozi TIM, Vodafone e Wind3.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel futuro di Amazon c’è Project Mic, musica e podcast live
Un po’ Clubhouse un po’ Spotify con stanze interattive
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
28 ottobre 2021
17:50
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Amazon è l’ultima azienda, in ordine cronologico, a voler puntare sul mercato dell’audio, seguendo le orme di Clubhouse.
Stando ad alcuni documenti visionati da The Verge, il nuovo prodotto è un’app multipiattaforma conosciuta come “Project Mic”.
L’obiettivo, a quanto pare, è combinare vari componenti audio e musicali provenienti dal vasto ecosistema di Amazon, tra cui Audible, l’assistente Alexa, il catalogo di Amazon Music e Twitch, in un servizio unificato, in grado di distribuire programmi radiofonici online in diretta.
Amazon immagina la piattaforma come un social incentrato più sulla musica che sulle chat audio dal vivo, con intermezzi aperti, in cui ogni ascoltatore può intervenire, se autorizzato dal moderatore. Ciò lo distinguerebbe da Clubhouse e da altri concorrenti, come gli Spaces di Twitter, che ricalcano le stesse metriche delle chat room divise per argomento. Secondo le fonti, anche Project Mic avrà la possibilità di indirizzare le stanze per interessi ma con l’aggiunta di una ricerca basata su hashtag, artisti, canzoni e generi musicali.
Ciò lo metterebbe in competizione con Spotify, che negli ultimi tempi ha investito molto nello spazio dei podcast e ha modellato molti dei suoi spettacoli e funzionalità in-app per essere più simili alla radio. Peraltro, proprio Spotify ha lanciato, per ora negli Stati Uniti, un gadget per auto, chiamato Car Thing, con un display touch e progettato per essere agganciato alle casse del veicolo e trasmettere contenuti prelevati da internet. Amazon aveva preceduto una simile mossa con Echo Auto, molto più minimalista, e disponibile anche in Italia.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Microsoft lavora a Windows 11 SE, concorrente di Chrome OS
Edizione leggera abbinata al Surface Laptop per le scuole
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2021
12:07
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo le fonti di Windows Central, Microsoft sarebbe in procinto di svelare due novità, una software e una hardware.
La prima ha il nome di Windows 11 SE, un’edizione più leggera dell’ultimo sistema operativo, indirizzata alle scuole.
L’idea di fondo è quella di concorrere, soprattutto negli Stati Uniti, con Chrome OS di Google, il software che, a bordo di portatili di vari marchi, è riuscito a rimpiazzare I MacBook dai banchi degli studenti.
Il suffisso, utilizzato in passato per Windows 98 SE, non starebbe più per ‘Second Edition’ ma ‘Student Edition’ o ‘School Edition’, palesando del tutto lo scopo del suo sviluppo. Non è chiaro quali funzionalità verranno eliminate rispetto all’edizione standard ma è plausibile che i requisiti minimi di installazione vengano rivisti per consentire il caricamento anche su computer non di ultima generazione. Ad ogni modo, ancora Windows Central afferma come Microsoft abbia pensato di affiancare a Windows 11 SE anche un suo prodotto specifico.
Il riferimento è ad un Surface Laptop di fascia bassa. Le fonti parlano di uno schermo da 11,6 pollici con risoluzione di 1366ž768 pixel. Il telaio sarà in plastica e conterrà un processore Intel Celeron N4120, massimo 8 GB di RAM, due porte USB (una Type-A e una Type-C), il jack audio da 3,5 millimetri e le tradizionali opzioni di connettività, tra Wi-Fi e Bluetooth. Il prezzo dovrebbe aggirarsi intorno ai 600 euro, leggermente inferiore a quello del Surface Laptop Go, attualmente l’offerta più economica in casa Microsoft.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Big Tech all’esame di Wall Street,pieno utili Google
Trimestrale sopra le attese per Microsoft, bene anche Twitter
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
27 ottobre 2021
12:49
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Big Tech si presenta all’esame di Wall Street scossa dallo scandalo Facebook, che accende ancora di più l’attenzione su una Silicon Valley ritenuta ormai da molti troppo potente.
Alphabet chiude il terzo trimestre con ricavi in crescita del 41% a 65,12 miliardi di dollari, sopra le attese degli analisti e il risultato migliore degli ultimi 14 anni.
L’utile netto è quasi raddoppiato a 18,9 miliardi. La raccolta pubblicitaria è salita del 43% a 53,13 miliardi, grazie alla buona performance di YouTube. Pieno di utili e ricavi anche per Microsoft . Il colosso di Redmond annuncia vendite in aumento del 22% a 45,3 miliardi, e un utile in crescita del 48% a 20,5 miliardi.
Risultati ben sopra le attese degli analisti che spingono i titoli di Microsoft nelle contrattazioni after hours a Wall Street, dove salgono dello 0,64%. Sorprende positivamente anche Twitter. I ricavi si sono attestati a 1,28 miliardi di dollari, con la pubblicità in aumento del 41%. le modifiche alla privacy introdotte da Apple, spiega la società che cinguetta, hanno avuto un impatto più limitato delle attese. Il trimestre comunque si chiude in rosso, con perdite per 537 milioni legate al patteggiamento dell’azione legale del 2016 con la quale era accusata di aver ingannato gli investitori. Nonostante le rivelazioni e la pioggia di critiche, il social di Mark Zuckerberg ha chiuso un terzo trimestre con un utile netto di 9,1 miliardi di dollari su ricavi per 29,01 miliardi, in crescita del 35% ma sotto le attese degli analisti. Risultati tutto sommato positivi che però non spazzano via i timori degli osservatori, che temono l’incertezza dell’effetto delle nuove politiche sulla privacy di Apple sulla raccolta pubblicitaria ma anche l’aggressiva concorrenza per la conquista del pubblico più giovane. Preoccupazioni che si riflettono sui titoli Facebook, già appesantiti dalle rivelazioni contenute nelle 10.000 pagine di documenti interni pubblicati.
Documenti nelle mani della Sec che, non si esclude, potrebbe avviare un’indagine e imporre anche sanzioni salate nel caso in cui accertasse che gli investitori sono stati ingannati, oltre che imporre modifiche e paletti ai vertici dell’azienda, che vede Zuckerberg saldamente al comando come amministratore delegato, presidente del consiglio di amministrazione e titolare del 58% delle azioni con diritto di voto. In questo contesto si presentano all’appuntamento dei conti gli altri grandi colossi Big Tech. Il 28 ottobre è la volta di Apple e Amazon. Cupertino è attesa superare le attese degli analisti, anche se il quarto trimestre appare incerto in seguito alla carenza di chip che potrebbe influenzare le vendite natalizie. Per Amazon le attese sono per ricavi in crescita del 16% ma un utile per azione in calo su base annua, visto il confronto con terzo trimestre stellare del 2020 a causa del Covid.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Un doodle di Google per Kano Jigoro, papà del judo
Il 28 ottobre 1860 nasceva il primo componente del Cio di nazionalità asiatica
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
28 ottobre 2021
09:43
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Un doodle interettivo di Google per Kano Jigoro, il papà del judo, che nasceva a Mikage il 28 ottobre 1860.
Sportivo e insegnante di educazione fisica è considerato il fondatore del judo ed è stato il primo componente asiatico ad entrare nel Cio nel 1909.
Amante delle arti marziali, Jigoro inventò il Judo, ‘arte gentile’ che trae le sue origini da un’arte marziale più antica, il jujitsu. La prima palestra di addestramento di judo moderno, il dojo, fu organizzata da Jigoro Kano secondo i principi dell’atletica modificando le regole originali per permettere di atterrare e combattere corpo a corpo sul tappeto, mentre è vietato colpire o calciare il proprio avversario. Forse il judo è lo sport giapponese più popolare all’estero, dal 1964 è stato introdotto come disciplina olimpica maschile e in seguito anche per le donne. Oggi sono circa 5 milioni i judo-ka in tutto il mondo.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Snapchat spinge sul clima, obiettivo emissioni negative entro il 2030
“Generazioni più giovani hanno a cuore queste battaglie”
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
28 ottobre 2021
17:30
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Snap, l’azienda proprietaria dell’app per giovanissimi Snapchat, si impegna nella sostenibilità ambientale.
Dopo aver annunciato l’anno scorso il proprio impegno verso il conseguimento della carbon neutrality, la riduzione di emissioni e l’impiego di elettricità rinnovabile al 100%, ora compie un ulteriore passo in avanti.
Si impegna “a raggiungere le zero emissioni nette per poi spingersi anche oltre, fino a raggiungere emissioni negative entro il 2030” “Questo impegno – spiega in una nota – nasce dalla consapevolezza che non si stia facendo abbastanza per scongiurare gli impatti più disastrosi del cambiamento climatico. I nostri prodotti hanno una notevole diffusione tra le generazioni più giovani, che hanno molto a cuore la lotta al cambiamento climatico, e noi sentiamo la profonda responsabilità di agire rapidamente e su larga scala per fare la differenza, impegnandoci nel percorso verso il Net Zero e oltre, spronando gli altri a intraprendere la medesima strada”.
Il piano di sostenibilità di Snap prevede diversi passi fino al 2030 e in parallelo, l’investimento di “almeno 1 milione di dollari l’anno fino al 2030 nel settore della rimozione del carbonio, per contribuire al suo graduale consolidamento”. Snap, inoltre, insieme a oltre 200 aziende firmatarie, ha sottoscritto il Climate Pledge e ha messo a punto un programma di azione per il clima finalizzato a spronare anche i partner. Prevede, tra gli altri, anche la riduzione delle emissioni legate agli spostamenti tramite l’aggiornamento delle policy aziendali sui viaggi e lo sviluppo di standard più solidi sull’edilizia sostenibile.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Gruppo di hacker minaccia attacchi al settore dell’assistenza sanitaria italiana
Allertate da Agenzia cyber per attivare adeguate contromisure
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
30 ottobre 2021
11:15
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Minacce di attacchi hacker al settore dell’assistenza sanitaria italiana sono apparse su un manifesto emesso da ‘Groove cyber crime group’, una ‘crew’ criminale che ha chiamato a raccolta altri gruppi analoghi per rispondere alle azioni condotte dalle agenzie Usa contro ‘Revil’, gang di provenienza russa specializzata in ransomware e ritenuta responsabile dell’attacco del maggio scorso al Colonial Pipeline negli Stati Uniti.
L’intento è colpire gli Usa ed i suoi alleati.
Fonti del settore sanitario italiano hanno riferito che l’Agenzia per la cybersicurezza nazionale ha già allertato da giorni i potenziali target sui possibili rischi suggerendo adeguate contromisure per contrastare il possibile attacco.
Nel manifesto di ‘Groove’ è esplicitamente citato il settore dell’assistenza sanitaria italiana tra i possibili target e considerata la prominente posizione del gruppo di cybercriminali la minaccia è valutata molto attentamente.
Da qui l’invito dell’Agenzia ad innalzare le misure di sicurezza informatica per prevenire eventuali azioni ostili. Gli attacchi agli Usa ed ai suoi alleati sollecitati dal ‘Groove group’ sarebbero dunque una ritorsione per l’azione contro ‘Revil’ il cui sito ‘happy blog’ è stato a sua volta hackerato e messo offline nei giorni scorsi con un’azione di ‘contro-attacco’ promossa dagli Usa. Il sito era usato per estorcere soldi alle vittime di ‘ransomware’ facendo uscire dati sensibili. A luglio Revil aveva anche compromesso l’azienda americana di software Kaseya.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Sport:”Oltre la Robotica” a Roma, nuovo orizzonte inclusione
Al Campus Biomedico in collaborazione con il MUR
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
28 ottobre 2021
11:26
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Un nuovo orizzonte di inclusione per i diversamente abili nello sport è quanto promette la robotica applicata alla medicina.
È emerso chiaramente nel corso dell’evento “Oltre la Robotica” presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma.
Lo ha dimostrato il Preside della Facoltà Dipartimentale di Medicina e Chirurgia dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, il Prof. Vincenzo Di Lazzaro, che ha tenuto una lectio magistralis sulla medicina del futuro, parlando in particolare delle innovazioni introdotte con mani robotiche, neuroprotesi, robot indossabili e robot riabilitatori. “Persone colpite da malattie neurodegenerative possono in parte recuperare il controllo delle facoltà motorie grazie all’applicazione della robotica alla medicina, merito della collaborazione sempre più stretta tra le diverse professionalità, dal neurologo all’ingegnere, fino al coinvolgimento del fisiatra. Pensiamo ad esempio a quanto già ottenuto dal trio azzurro Sabatini, Caironi e Contrafatto che nei 100 metri femminili dei giochi Paralimpici hanno conseguito straordinarie vittorie – ha rilevato Di Lazzaro, che con il suo team di ricerca sta lavorando molto sugli arti robotici e sui robot per la riabilitazione, grazie anche alla sinergia tra l’Università Campus Bio-Medico e realtà istituzionali quali Inail e Ania.
Ma sorprendenti idee vengono dai ragazzi, sin dalle elementari: la squadra Allegribot della provincia di Como si è aggiudicato il premio del Bootcamp 2021 grazie ad un giubotto leggero e pratico che indica alle persone mediante tre sensori in quale direzione procedere. I tre sensori (spalla destra, spalla sinistra e dietro la nuca) mediante un tremolio avvertono chi li indossa, usando “Arduino” che invia segnali ad una app. In questo modo, ad esempio, un tutor potrebbe indirizzare le persone ipovedenti nel canottaggio, nella corsa, vela, persino pallavolo.
Sono stati inoltre premiati studenti delle scuole elementari e secondarie di primo e secondo grado. Il premio, istituito già da qualche anno in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e la Fondazione Museo Civico di Rovereto, si pone l’obiettivo di valorizzare i migliori progetti scientifici presentati durante la FIRST© LEGO© League Italia.   SPORT

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Tlc: Asstel, in calo ricavi operatori, 28,5 mld nel 2020
Ma è il settore con maggiori investimenti. Sarmi, settore strategico per il sistema Paese
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
28 ottobre 2021
14:11
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2020 gli operatori di telecomunicazioni hanno fatto registrare ricavi per 28,5 miliardi, valore più basso degli ultimi 10 anni e in calo di 1,5 miliardi rispetto al 2019.
È quanto emerge dal Rapporto sulla Filiera delle Telecomunicazioni in Italia, presentato da Asstel-Assotelecomunicazioni insieme alle organizzazioni sindacali Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil.
Un dato, sottolinea lo studio, da attribuire a un “contesto iper-competitivo” che “ha comportato un ulteriore calo dei prezzi”. Questo nonostante il 2020 sia stato un anno record per i volumi di traffico dati: +50% sia per il fisso che per il mobile. Dal 2010 al 2020, evidenzia il rapporto, i ricavi complessivi hanno fatto registrare un calo del 32%, il radio-mobile del 40%, le comunicazioni fisse del 23%. Tale calo risulta inoltre superiore a quello degli altri principali Paesi europei. Proseguono tuttavia gli investimenti nella costruzione delle reti a banda ultra-larga, radio e in fibra. Nel 2020 i 7,4 miliardi di investimenti (oltre 100 milioni di oneri per frequenze) hanno raggiunto l’incidenza record del 26% sul fatturato totale degli operatori.
Dal rapporto si evince, comunque, che è pari al 26% dei ricavi totali l’investimento che gli operatori delle telecomunicazioni hanno attuato in Italia nel corso del 2020. Rispetto alle altre aziende che erogano servizi, il settore Telco si conferma quello con i maggiori investimenti, seppur con ricavi e prezzi in calo da anni.
Le difficoltà economiche del settore, spiega il rapporto, “sono ben rappresentate dalla dinamica del saldo di cassa disponibile per gli operatori Tlc (EBITDA – CAPEX): nel 2010 questo valeva 10,5 miliardi di euro disponibili per il servizio del debito finanziario, per il pagamento delle imposte e per la remunerazione degli azionisti; nel 2020 si è passati a un valore di 2,5 miliardi di euro, valore più basso di sempre”. “Segno – rileva ancora lo studio – che la marginalità del settore è assorbita dai flussi di cassa necessari a sostenere gli investimenti”. “Le telecomunicazioni costituiscono un settore strategico per il sistema Paese. Bisogna mantenere una chiara visione strategica rispetto alla trasformazione da realizzare”, dichiara il presidente di Asstel, Massimo Sarmi. “Aspetto non meno importante – prosegue – è l’attenzione a costruire un modello di digitalizzazione resiliente e capace di reagire ai cambiamenti di contesto per quanto riguarda servizi, infrastrutture, regole e competenze”.
Tlc: Orlando, sì a tavolo di confronto sul settore
“Alla richiesta di aprire un tavolo di confronto sul settore io rispondo sì, per quanto riguarda le competenze del mio ministero. Innanzitutto per ragionare su come si può fare partire il Fondo” bilaterale di settore, “ma anche sul tema che riguarda la formazione”. Così il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Andrea Orlando, intervenendo alla presentazione del Rapporto sulla Filiera delle Telecomunicazioni in Italia. “C’è un problema – spiega il ministro – che riguarda come si interviene, in modo omogeneo, in un settore come questo, a fronte di risorse importanti. Tra Pnrr e risorse proprie abbiamo mobilitato qualcosa come 5 miliardi di euro e, sulla formazione, sono stati già stanziati 800 milioni”.
Solari (Cgil), piano per infrastruttura di rete non rinviabile
“Questi anni di crisi sanitaria hanno di fatto imposto all’attenzione di noi tutti un nuovo diritto, quello alla connettività. Non è più rinviabile un ‘piano Paese’ per l’infrastruttura di rete”. Così il segretario generale Slc-Cgil, Fabrizio Solari, commentando i dati del Rapporto sulla Filiera delle Telecomunicazioni in Italia.
Tlc: Colao, non sono i ministri a fare i prezzi
La competizione del mercato mobile ha portato un calo vistoso nei prezzi delle offerte. “Ma i prezzi non li fanno i politici o i regolatori. Se c’è un calo molto forte, gli operatori devono guardarsi negli occhi”. Così il ministro per l’Innovazione tecnologica e la Transizione digitale, Vittorio Colao, intervenendo al Forum Nazionale delle Tlc. “Come cliente o cittadino – ha spiegato – posso esserne contento ma se lo stesso calo viene giudicato eccessivo rispetto alle dinamiche dell’industria, non dipende dalla politica”. Il governo, dal punto di vista di Colao, si è mosso con il decreto semplificazioni e si dice pronto ad ascoltare gli altri soggetti della Filiera. “Se ci sono suggerimenti, ben vengano”, ha aggiunto. Il ministro ha poi ricordato il tema dei limiti elettromagnetici del 5G, che gran parte della Filiera chiede di innalzare, portandoli ai livelli della media europea: “Siamo consapevoli del lavoro che andrà fatto ma ci saranno altri momenti per parlarne”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Gruppo hacker minaccia attacchi a strutture sanità Italia
Allertate da Agenzia cyber per attivare adeguate contromisure
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
28 ottobre 2021
12:10
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Minacce di attacchi hacker al settore dell’assistenza sanitaria italiana sono apparse su un manifesto emesso da ‘Groove cyber crime group’, una ‘crew’ criminale che ha chiamato a raccolta altri gruppi analoghi per rispondere alle azioni condotte dalle agenzie Usa contro ‘Revil’, gang di provenienza russa specializzata in ransomware e ritenuta responsabile dell’attacco del maggio scorso al Colonial Pipeline negli Stati Uniti.
L’intento è colpire gli Usa ed i suoi alleati.
Fonti del settore sanitario italiano hanno riferito che l’Agenzia per la cybersicurezza nazionale ha già allertato da giorni i potenziali target sui possibili rischi suggerendo adeguate contromisure per contrastare il possibile attacco.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Da Poste un webinar su Pec e firma digitale
Tra obiettivi aumentare la consapevolezza su impatti positivi
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
28 ottobre 2021
13:11
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Poste ha organizzato un webinar gratuito per favorire la consapevolezza e la conoscenza della Pec e firma digitale, sempre più centrali nella vita quotidiana, sia nel rapporto con l’amministrazione pubblica che con le aziende private.
L’obiettivo, spiega l’azienda in una nota, è anche “sottolinearne il valore al fine di contribuire a cittadini digitali ecosostenibili”. Nel corso del webinar, spiega Poste Italiane, sono stati illustrati i motivi per cui la posta elettronica certificata fornisce vera e propria validità legale alle comunicazioni via mail, fornendo certezza di avvenuto invio/ricezione e garanzia di inalterabilità del messaggio, elemento importante anche ai fini di possibili contenziosi.

L’utilizzo di questi strumenti permette di efficientare i tempi di lavorazione e dare una mano all’ambiente: non è più necessario stampare, firmare e scansionare documenti e con un sistema di conservazione digitale viene ottimizzato lo spazio fisico necessario per la gestione degli archivi. È possibile partecipare gratuitamente ai webinar di Educazione Digitale iscrivendosi al link https://www.posteitaliane.it/it/educazione-digitale.html dove consultare il calendario degli appuntamenti e numerosi strumenti dedicati al mondo digitale.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Corbyn in sua difesa: “Assange va ringraziato non estradato”
Si chiude appello su no alla consegna agli Usa, lunga attesa per il verdetto
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
28 ottobre 2021
13:18
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Julian Assange andrebbe “esaltato” per aver fatto emergere, attraverso i documenti segreti intercettati da WikiLeaks, tanti fatti inconfessabili e crimini di guerra imputati agli americani in Afghanistan e in Iraq; non certo consegnato agli Usa, che gli danno la caccia da oltre un decennio e dove rischia di andare incontro a una condanna monstre a 175 anni di galera.
Lo ha detto oggi l’ex leader laburista britannico, Jeremy Corbyn, unendosi ad alcune decine di attivisti e sostenitori del 50enne australiano dinanzi all’Alta Corte di Londra, sede del processo d’appello intentato dal governo di Washington di fronte alla giustizia del Regno Unito contro il no all’estradizione opposto da una giudice londinese di primo grado nel gennaio scorso sulla base del pericolo di suicidio legato al prevedibile trattamento giudiziario e carcerario oltre Oceano: processo la cui seconda e ultima udienza è in corso oggi, prima dell’attesa di un nuovo verdetto previsto orientativamente non prima di 6-8 settimane.

Julian – ha denunciato Corbyn – “non ha commesso alcun crimine e malgrado questo è detenuto in una prigione di massima sicurezza (britannica in attesa della decisione finale sull’estradizione)… Questo è ciò che abbiamo fatto ad una persona che ci ha detto la verità: la verità sull’Afghanistan, sull’Iraq, sulla sorveglianza globale che incombe su di noi, su un’incredibile quantità di segreti nascosti dagli Usa e naturalmente da molti altri governi in giro per il mondo”. L’ex numero uno del Labour ha quindi elogiato “il coraggio e la determinazione” di Assange, insistendo sulla necessità che “in primo luogo non venga trasferito negli Stati Uniti in nessun caso; e in secondo luogo sia rilasciato dal carcere di Belmarsh affinché possa riprendere una vita normale con la sua compagna e i suoi figli”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2020 boom dei videogiochi, fatturato di 2,2 miliardi
Presentato primo rapporto Censis-Iidea, +22% rispetto al 2019
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
28 ottobre 2021
15:33
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Boom dei videogiochi nell’anno della pandemia.
A rivelarlo sono i dati del primo rapporto Iidea-Censis dal titolo “Il valore economico e sociale dei videogiochi in Italia” presentato questa mattina a Roma.
Nel 2020, infatti, il settore videoludico ha fatto registrare un fatturato di 2,2 miliardi di euro, con un aumento del 21,9% rispetto all’anno precedente. In Italia il comparto conta 160 imprese che impiegano 1.600 addetti, di cui il 79% ha un’età inferiore ai 36 anni. Un’ulteriore spinta potrebbe arrivare al Pnrr. Secondo le stime del Censis, investendo nel gaming 45 milioni di euro in cinque anni (la somma prevista dal Piano alla voce finanziamento delle piattaforme di servizi digitali per gli sviluppatori e le imprese culturali), il fatturato delle imprese italiane del settore salirebbe a 357 milioni di euro nel 2026.
“Un intervento simile – si legge nel rapporto – creerebbe nei cinque anni 1.000 posti di lavoro qualificato per i giovani, attiverebbe complessivamente 360 milioni di euro di investimenti privati e genererebbe 81 milioni di gettito fiscale aggiuntivo”.
Per gli italiani, poi, il settore del gaming non appare più un terreno sconosciuto ma, invece, un potenziale volano per il lavoro e potenziale ambasciatore del made in Italy. Per il 71,6% degli intervistati, inoltre, i videogiochi sono divertenti e fanno trascorrere il tempo in modo piacevole. Il 68,2% li ritiene coinvolgenti, perché sanno appassionare e trasmettono emozioni. Il 60,8% li trova intuitivi e facili da utilizzare. Per il 52% aiutano a sviluppare nuove abilità, come risolvere problemi o prendere decisioni in maniera veloce. Per il 42,2% i videogiochi favoriscono la socializzazione, perché incoraggiano le attività di gruppo. Uno dei settori maggiormente in ascesa è quello degli esports. Il 58,5% degli italiani conosce o ha sentito parlare delle competizioni videoludiche. Tra loro, il 40,5% ne dà un giudizio positivo, mentre il 17,7% non li ama.
Chi conosce il gaming competitivo lo ritiene una bella forma di intrattenimento (52,4%), un modo sano di competere (40,7%), uno strumento per sviluppare nuove competenze e capacità (36,7%), un volano per la relazionalità (29,1%). Per il 73,3% gli esports sono una esperienza originale, diversa dalle gare sportive tradizionali. “Gli italiani dimostrano in larga parte di essere consapevoli delle potenzialità dei videogiochi – afferma Massimiliano Valerii, direttore generale del Censis – ora va svecchiata una certa narrazione stereotipata”. “Il gaming non viene più considerato soltanto come fenomeno di intrattenimento e di gioco – gli fa eco il presidente di Iidea, l’associazione di categoria del mondo dei videogiochi -, ma anche come una risposta sociale ai bisogni delle persone, una soluzione innovativa per la didattica, una base di confronto e di scambio relazionale”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Patuanelli, intesa Mipaaf-Amazon per lotta italian sounding
Con Ispettorato Icqrf tutelata spesa online agroalimentare Dop
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
28 ottobre 2021
15:46
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Rafforzare la tutela, la promozione, la valorizzazione e l’informazione dei prodotti agroalimentari italiani Dop e Igp verso i consumatori che acquistano su Amazon.

Con questo obiettivo è stato siglato oggi dal ministro delle Politiche Agricole, Stefano Patuanelli, l’accordo tra il Mipaaf e Amazon per la tutela dell’agroalimentare italiano nel sito e-commerce.
L’accordo, con il monitoraggio quotidiano dei marketplaces online effettuato dall’ICQRF, aumenta la tutela online dei prodotti italiani con la certificazione di Denominazione di Origine Protetta (Dop) e di Indicazione Geografica Protetta (Igp), consentendo ad Amazon di rimuovere tempestivamente i prodotti contraffatti. “E’ importante essere qui – ha detto il ministro delle Politiche agricole e alimentari Stefano Patuanelli – e ringrazio Amazon per il lavoro costruttivo fatto, insieme a Felice Assenza, Capo del Dipartimento Ispettorato Centrale della tutela della Qualità e Repressione Frodi dei prodotti agro-alimentari (ICQRF) del Mipaaf, che ringrazio altresì per l’impegno a tutela dell’agroalimentare Made in Italy, sempre oggetto di grande attenzione di chi vuole approfittare, in modo comodo e non lecito, della qualità, della eccellenza e distintività delle produzioni agroalimentari di qualità. Un lavoro volto a garantire la crescita delle nostre esportazioni: più riusciamo a essere incisivi nel contrasto dell’italian sounding più riusciamo a incrementare la presenza dei nostri prodotti sulle tavole dei cittadini di tutto il mondo. Questo protocollo è importante – ha concluso il ministro Patuanelli prima di raggiungere il Cdm – perché è importante Amazon e perché è importante il mercato di Amazon e perché è importante ciò che su quella piattaforma accade. E consente quindi di incrementare davvero la tutela dell’unicità di ciò che viene acquistato dal consumatore. Il consumatore – ha concluso – deve poter stare certo che quando ritiene di acquistare un prodotto italiano, questo lo sia veramente. Attraverso il protocollo diamo uno strumento in più affinché ciò accada”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Instagram, link nelle Storie disponibile per tutti
Indipendentemente dal numero di follower
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
28 ottobre 2021
17:29
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Ultima novità in casa Instagram: l’adesivo con link sulle Stories è ora disponibile per tutti indipendentemente dal numero di follower.
“Sappiamo quanto sia fondamentale per la nostra community poter condividere ciò che sta più a cuore, e questa nuova funzionalità potrà essere usata dai creator proprio per far sentire la propria voce a supporto di temi importanti come uguaglianza e giustizia sociale.
Per le aziende potrà essere un modo per condividere nuove offerte con i clienti o, ancora, per gli artisti potrà rappresentare un modo per far conoscere le proprie opere – spiega la società – Quando abbiamo introdotto per la prima volta la condivisione dei Link nelle Storie, la funzione era disponibile solo per alcuni account selezionati.
Abbiamo notato che questa funzione poteva, però, essere utile per account di tutte le dimensioni e tipologia, e abbiamo quindi deciso di espandere l’accesso all’adesivo dei Link nelle Storie a tutti”.
Ecco come aggiungere un Link alle Storie: Scatta, registra, o carica il contenuto nella tua Storia. Seleziona lo strumento adesivi nella parte superiore dello schermo. Tocca lo sticker “Link” per aggiungere il link desiderato e poi tocca “Fatto”. Posiziona l’adesivo nella tua storia – così come per gli altri adesivi – e toccaci sopra per vedere le opzioni di colore.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Assange: chiuso processo d’appello, ora lunga attesa verdetto
Difesa contro estradizione Gb a Usa, sarebbe condanna a morte
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
28 ottobre 2021
19:30
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Processo d’appello chiuso, è tempo di attesa per verdetto di secondo grado della giustizia britannica sulla contestatissima richiesta di estradizione negli Usa di Julian Assange: il 50enne australiano fondatore di WikiLeaks che Washington insegue senza tregua da oltre 10 anni, dopo essere stata messa in imbarazzo dalla diffusione di una montagna di documenti segreti, inclusi file del Pentagono su crimini di guerra commessi in Afghanistan e Iraq.

Il braccio di ferro giudiziario ha esaurito oggi una nuova fase cruciale, con la seconda e ultima udienza del procedimento, innescato dal ricorso del team legale che rappresenta il governo americano contro il no all’estradizione opposto nel gennaio scorso da una giudice londinese di primo grado alla consegna dell’ex primula russa agli Usa, sulla base di un asserito pericolo di suicidio legato – secondo una perizia – al prevedibile trattamento giudiziario e carcerario.
Oltreoceano, il ricercato, accusato di pirateria informatica e addirittura di spionaggio, rischia una condanna monstre 175 anni di galera.
Ora non resta che attendere la nuova sentenza, prevista orientativamente fra 6-8 settimane: i due giudici d’appello – lord Ian Burnett e lord Timothy Holroyde – si sono peraltro riservati una scadenza, sottolineando a fine audizioni d’avere raccolto dalle due parti “molti elementi su cui riflettere” e lasciando intendere di volersi prendere il tempo necessario.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Zuckerberg annuncia il nuovo nome di Facebook: si chiamerà Meta
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
28 ottobre 2021
21:22
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“C’è un’altra cosa di cui voglio parlare con voi oggi”.
Con queste parole Mark Zuckerberg annuncia il cambio di nome di Facebook, che “da oggi è Meta”. “Siamo all’inizio del prossimo capitolo di internet e del prossimo capitolo della nostra società”, afferma Zuckerberg.
Facebook che sarà scambiata a Wall Street con il nuovo ticker ‘MVRS’ dall’1 dicembre. Il nuovo ticker riflette il cambio di nome della società in Meta per riflettere il ruolo centrale del metaverso.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“C’è un’altra cosa di cui voglio parlare con voi oggi”.
Con queste parole Mark Zuckerberg annuncia il cambio di nome di Facebook, che “da oggi è Meta”. “Siamo all’inizio del prossimo capitolo di internet e del prossimo capitolo della nostra società”, afferma Zuckerberg.
Facebook che sarà scambiata a Wall Street con il nuovo ticker ‘MVRS’ dall’1 dicembre. Il nuovo ticker riflette il cambio di nome della società in Meta per riflettere il ruolo centrale del metaverso, considerata dalla società la piattaforma internet del futuro:

Il nuovo nome cattura al meglio la realtà di Facebook, che include Instagram, Messenger, Quest VR, la piattaforma Horizon VR e altro: “Siamo visti come un social media ma nel nostro dna siamo una società che costruisce tecnologia per connettere le persone. Mi auguro che nel tempo saremo visti come una società di metaverso”, ha messo in evidenza Zuckerberg, prevedendo che proprio il metaverso raggiungerà un miliardo di persone nel prossimo decennio. La società prevede, in questo settore, di creare 10mila posti di lavoro in Europa nei prossimi 5 anni.
Sarà un posto dove la gente potrà interagire, lavorare e creare prodotti e contenuti in un nuovo ecosistema che potrebbe creare milioni di posti di lavoro per i creatori. L’annuncio come primo effetto ha avuto quello di mettere le ali ai titoli della società di Zuckerberg in Borsa, dove è arrivata a guadagnare il 4,3%.
La svolta di Facebook arriva mentre la società è alle prese con quella che secondo molti è la peggiore crisi della sua storia. Le rivelazioni dei Facebook Papers – migliaia di pagine di documenti interni pubblicati – ha scatenato una pioggia di polemiche raccontando una Facebook in cui i profitti sono stati messi al di sopra di tutto, anche della sicurezza degli amici. Una Facebook a conoscenza dei problemi della sua piattaforma e di come il suo algoritmo ha esacerbato le divisioni e l’odio. Rivelazioni che hanno riportato il social nel mirino delle autorità americane, inclusa la Sec, e che hanno alimentato le richieste per uno suo spezzatino.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Ue con Bill Gates finanzierà progetti innovativi verdi
Von der Leyen, ‘con Usa impegno a ridurre metano 30% entro 2030’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
29 ottobre 2021
10:07
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Insieme al presidente Biden c’è un impegno alla riduzione del metano di almeno il 30% entro il 2030, a cui hanno dichiarato 60 Paesi.
Il metano causa un riscaldamento di otto volte superiore a quello della Co2”.
Lo ha detto il presidente della commissione Ue Ursula von der Leyen nella conferenza stampa sul G20 e la Cop26.
“Lanceremo poi un’iniziativa che riguarda l’innovazione, le tecnologie del futuro saranno fondamentali per ridurre le emissioni. A Glasgow assieme a Bill Gates lanceremo un programma per “finanziare i progetti innovativi che favoriscono il clima e che riguardano, ad esempio l’idrogeno verde”, ha aggiunto.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Sicurezza online, 40% dei minori condividerebbe info private
Indagine Educazione Digitale-Kaspersky su oltre 1.800 bambini
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
30 ottobre 2021
11:10
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il 40% dei bambini, tra i 5 e 10 anni, intervistati da Educazione Digitale, ammette che condividerebbe dati e informazioni personali online, anche a sconosciuti.
Il rischio non è solo ipotetico: il 36% ha dichiarato di aver ricevuto su internet proposte di giochi o sfide pericolose da parte di contatti estranei.
La società di sicurezza informatica Kaspersky ha commissionato a Educazione Digitale il sondaggio che ha coinvolto un campione di 1.833 bambini italiani.
L’indagine, condotta tra maggio e ottobre 2021, aveva lo scopo di analizzare le abitudini della generazione ‘alpha’ in merito all’uso dei dispositivi tecnologici e la loro consapevolezza circa i rischi nei quali potrebbero incorrere, navigando in rete. Hanno collaborato all’indagine 88 scuole italiane, parte del progetto Digital Security di Kaspersky. Stando all’analisi, i bambini italiani accedono ai dispositivi digitali in età sempre più giovane. Il 55% nella fascia di riferimento tra i 5 e i 10 anni possiede già un dispositivo personale e il 20% lo utilizza per più di due ore al giorno. Quando è stato chiesto ai piccoli intervistati cosa gli piaccia di più degli strumenti digitali che hanno a disposizione, il 34% di loro ha affermato che, grazie alla rete e ai dispositivi tecnologici, riesce ad entrare in un mondo personale, nel quale si sente bene e a proprio agio. La possibilità di conoscere nuovi amici e condividere le proprie giornate è, invece, il motivo segnalato dal 41%. Infine, il 19% riconosce in questi device la possibilità di imparare cose nuove, mentre solo al 6% non piace utilizzarli.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook, il metaverso parte da Horizon Home
Nuova schermata accessibile da VR con tutte le app del gruppo
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
30 ottobre 2021
11:16
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Presentato ieri il rebrand del marchio Facebook, che diventerà un prodotto di Meta, il fulcro centrale della nuova esperienza virtuale ha il nome di Horizon Home.
Accessibile tramite i visori di realtà virtuale, Oculus Quest 2, e modelli successivi, Horizon Home sostituirà l’attuale pagina di avvio a cui si accede con indosso un paio di Quest 2.
Questa conterrà tutte le attività social dell’utente, incentrate sui prodotti del marchio Meta: Facebook, WhatsApp, Instagram ma anche la parte dei messaggi e dei video.
Zuckerberg considera la nuova Home come la porta di ingresso, la ‘metaverso’, inteso anche come ambiente per il lavoro, tanto da confermare che, nelle prossime settimane, l’aggiornamento della Oculus Home in Horizon Home, vedrà la disponibilità di app di terze parti, come Slack e Dropbox.
Facebook aggiungerà anche le chiamate audio di Messenger alla realtà virtuale, integrando l’opzione di solo testo che supporta dall’inizio di quest’anno.
Il team dietro lo sviluppo di Oculus sta inoltre lavorando ad un nuovo dispositivo per il VR, oggi conosciuto con il nome in codice Project Cambria. “Non sarà una generazione successiva di quanto c’è già oggi. Cambria è un visore che si posiziona al top, con un prezzo decisamente alto. Lo svilupperemo per le persone che vogliono iniziare a testare un nuovo concetto di informatica, all’avanguardia rispetto a quanto è possibile oggi”. Nelle ultime ore, sono emerse in rete alcune informazioni su quello che dovrebbe essere il primo smartwatch a marchio Facebook. Un’immagine, resa nota da Bloomberg, mostra l’orologio con una fotocamera frontale, prelevata dall’app di gestione dei Rayban Stories, gli occhiali connessi presentati a metà settembre con EssilorLuxottica.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nuove iniziative di Apple per produrre energia pulita
Progetti in aiuto delle comunità globali prive di elettricità
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
30 ottobre 2021
11:12
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
In vista di COP26, Apple ha annunciato nuovi progetti legati all’energia rinnovabile in tutto il mondo, attraverso il programma Power For Impact.
Negli Stati Uniti, l’azienda lavorerà con la Oceti Sakowin Power Authority, formata da sei tribù Sioux, per sviluppare fonti di energia rinnovabile tribali attraverso il finanziamento, lo sviluppo, la costruzione e la gestione di strutture per la generazione e la trasmissione di energia per il mercato all’ingrosso.
In Sudafrica, Apple sta contribuendo a fornire energia rinnovabile a oltre 3500 famiglie che prima non vi avevano accesso mentre, in Nigeria, sosterrà lo sviluppo di un sistema che fornirà elettricità a un centro medico e a 200 famiglie nella regione circostante.
Nelle Filippine, Apple aiuterà a finanziare un istituto scolastico che offre borse di studio a studenti meritevoli ma svantaggiati, compensando le spese dell’elettricità tramite l’installazione di pannelli fotovoltaici sul tetto. In Thailandia, il colosso sta già partecipando ad un’iniziativa finalizzata ad aumentare la produzione di energia rinnovabile e l’accumulo di energia, così come in Vietnam, per l’elettricità solare a 20 scuole in tutto il Paese. In Colombia, Apple sta aiutando a mettere in servizio un sistema fotovoltaico sul tetto dell’ospedale Santa Ana; in Israele, il Nitzana Educational Eco-Village per giovani a rischio beneficerà di pannelli fotovoltaici per ridurre i costi dell’elettricità e generare una nuova fonte di reddito per l’organizzazione. Con l’obiettivo di diventare carbon neutral entro il 2030, Apple genererà più di 9 gigawatt di energia pulita in tutto il mondo, grazie al passaggio di altri suoi fornitori a fonti rinnovabili. Complessivamente, Apple ha ridotto del 40% le sue emissioni di gas serra negli ultimi cinque anni.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Microsoft sorpassa Apple, è la più ricca del mondo
Superati i 2.460 miliardi di valore di mercato
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
30 ottobre 2021
11:16
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Microsoft sorpassa Apple e torna sul tetto del mondo.
E’ di nuovo l’azienda più ricca del pianeta con un valore di mercato che ha raggiunto nelle ultime ore quasi 2.460 miliardi di dollari, contro i 2.430 miliardi di dollari della casa di Cupertino.
Sono loro le uniche realtà Usa nel club dei ‘due trilioni’. E’ la prima volta in oltre un anno che il gigante del web fondato da Bill Gates strappa lo scettro alla rivale della Silicon Valley guidata da Tim Cook. E a pesare sono i conti delle ultime trimestrali, migliori delle attese per Microsoft, deludenti per Apple.
Cook punta il dito sulla crisi legata sia alle difficoltà di produzione degli iPhone legate alla pandemia nel sudest asiatico, sia alla carenza di chip che starebbe costando alla casa della mela circa 6 miliardi di dollari. Ne approfitta dunque il colosso di Redmond che ha più di altri del settore delle Big Tech ha beneficiato dello smart working e degli investimenti nel cloud computing raggiungendo il 20% della quota di mercato dietro solo ad Amazon che supera il 40%.
Così a Wall Street in chiusura di settimana il titolo di Apple è arrivato a perdere durante la giornata di contrattazioni oltre il 3%. Eppure la casa di Cupertino è stata la prima azienda a raggiungere sia i mille miliardi di dollari sia i duemila miliardi di dollari di capitalizzazione, superando per la prima volta Microsoft quando ancora a capo delle due aziende c’erano Steve Jobs e Bill Gates, e confermandosi il gruppo più ricco al mondo lo scorso anno superando il gigante petrolifero saudita Saudi Aramco.
Microsoft comunque di recente aveva già sorpassato la casa di Cupertino nel 2020 e aveva chiuso per la prima volta sopra i duemila miliardi di dollari di capitalizzazione il giugno scorso, dopo il primo aggiornamento in cinque anni del suo sistema operativo Windows. Ora l’azienda sembra essere tornata ai tempi d’oro, come nel 1999, in piena era della bolla tecnologica sui mercati, raggiunse il picco di 614,7 miliardi di dollari di valore, un record assoluto per allora. “Microsoft è diventata il Tom Brady dei titoli tecnologici”, scherzano gli investitori, riferendosi alla star del football americano ancora in auge alla veneranda età di 44 anni.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Polizia smaschera truffa telematica da 300mila euro
Manomettevano centraline per sostituirsi a impiegati della banca
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
30 ottobre 2021
16:35
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Acquistavano online Rolex e altri orologi di lusso pagando con assegni falsi ma che le vittime credevano autentici dopo aver verificato chiamando la banca di riferimento.
Tuttavia all’altro capo del telefono c’era uno dei truffatori che, manomettendo una centralina telefonica, si era sostituto all’impiegato dell’istituto di credito.
È il sistema escogitato da una banda smascherata dalla squadra Mobile della questura di Bologna e ritenuta responsabile di decine di ‘colpi’ di questo tipo messi a segno nelle ultime settimane fra Emilia-Romagna, Toscana, Lombardia e Piemonte, con un bottino stimato in circa 300mila euro.
L’ultima azione è stata intercettata mercoledì ad Altedo, nel Bolognese, dalla polizia che ha arrestato due persone, un 31enne e un 33enne entrambi di Napoli. Sono accusati di truffa, interruzione illecita di comunicazioni telefoniche, sostituzione di persona e danneggiamento. Uno è stato sorpreso accanto a una cabina Telecom, che aveva manomesso isolando temporaneamente le linee telefoniche di una vicina banca in modo che le chiamate finissero sul cordless utilizzato dal complice, fermo in auto poco lontano. Da lì, fingendosi funzionario della stessa banca, aveva rassicurato la vittima di turno, un 51enne di Pisa, su autenticità e copertura dell’assegno da 11.600 euro che l’uomo aveva ricevuto a pagamento del Rolex.
L’operazione ha permesso di sequestrare le apparecchiature elettroniche utilizzate per la manomissione e anche l’assegno, risultato contraffatto ma molto verosimile. La successiva attività investigativa ha permesso di sventare un’altra truffa analoga, ai danni di un piemontese che stava vendendo agli stessi soggetti un orologio da 30.000 euro. Secondo gli investigatori i due arrestati sarebbero il terminale operativo di un’organizzazione articolata, con base sempre a Napoli, sulla quale le indagini sono ancora in corso.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Cos’è la global minimum tax, scatterà nel 2023
La Global Tax colpirà anche i giganti del web, introiti per 125 miliardi
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
30 ottobre 2021
20:33
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La minimum tax globale sulle multinazionali, approvata dai leader del G20 nel vertice di Roma dopo anni di trattative, andrà a colpire in particolare i colossi del web cresciuti in questi anni, da Amazon a Facebook.

I leader mondiali si sono impegnati ad attuarla entro la data del 2023, fissata nel quadro Ocse dove era stata sottoscritta da 136 paesi su 140.

La tassa avrà un’aliquota minima del 15% sugli utili delle multinazionali per evitare che queste continuino a trasferire la propria sede fiscale in un paese dove il trattamento è più favorevole. L’intesa inoltre consentirà di riattribuire ai Paesi del mondo intero i benefici per oltre 125 miliardi di dollari realizzati da 100 aziende multinazionali tra le più grandi e più redditizie al mondo, sottolinea l’Ocse. E secondo uno studio indipendente la tassa genererà almeno 60 miliardi di dollari di introiti l’anno solo per gli Stati Uniti.

L’accordo poggia su due pilastri: il primo prevede che le aziende con entrate per oltre 20 miliardi di euro possano essere tassate anche nei Paesi dove avvengono i consumi. Il secondo prevede che i Paesi che ospitano il quartier generale delle multinazionali possano imporre una tassa minima di almeno il 15% in ciascuna delle nazioni in cui operano.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Con la nuova minimum tax sparirà la digital service tax europea che aveva provocato le critiche degli Stati Uniti perché andava a colpire specialmente le grandi aziende tecnologiche basate oltre Oceano. Nel caso di attuazione della tassa globale nei prossimi due anni, i paesi europei offriranno alle aziende un credito fiscale per rimborsare le somme versate in eccesso rispetto all’imposta globale.
Dopo l’approvazione da parte dei capi di Stato e di governo, l’accordo sulla minimum tax deve essere trasformato in legge nei vari Paesi, con l’obiettivo di implementarla nel 2023. Uno scoglio ancora da superare, sottolineano esperti e analisti, è comunque la creazione di un meccanismo credibile di risoluzione delle dispute a livello internazionale.
Il progetto per una tassa minima globale sulle grandi società era stata proposto dalla segretaria al Tesoro Usa Janet Yellen, ad aprile scorso, nell’ambito della politica della nuova amministrazione del presidente Biden. Il numero uno della Casa Bianca dovrà comunque affrontare l’opposizione repubblicana al Senato alle nuove regole.

Quindi a giugno è stata appoggiata dal G7 e ai principi di ottobre ha avuto l’ok da 136 Paesi sui 140 del Quadro Inclusivo Ocse/G20. Un’intesa resa possibile, dopo anni di intensi negoziati, grazie all’adesione di Irlanda, Estonia e Ungheria, che per lungo tempo si erano fermamente opposte all’idea di una minimum tax globale sulle multinazionali.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il doodle di Google per Halloween
Due uccelli intagliano una zucca e preparano al fuoco una pozione forse magica
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
31 ottobre 2021
15:25
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Anche Google celebra Halloween con un doodle a tema: due uccelli intagliano una zucca e preparano al fuoco una minestra-pozione forse magica.
Il nome Halloween deriva dal termine scozzese Allhallow-even (o Hallow-e’en), ossia Eve of All Saints, la Vigilia di Ognissanti.
Il termine comparve nella sua forma moderna nella seconda metà del 1700, ma le radici di questa festa risalgono a molti secoli prima, quando le tribù celtiche celebravano la fine dell’estate e, credendo che in questa notte di ottobre gli spiriti tornassero sulla terra, si travestivano per nascondersi e spaventarli.
La celebrazione fu poi ripresa nella tradizione cristiana dedicando il 1 novembre a Tutti i Santi.
La notte di Halloween, soprattutto nei paesi anglosassoni, i bambini di tutte le età passano di casa in casa al grido di trick-or-treat, “dolcetto o scherzetto”. L’origine di questa tradizione è antichissima e sembra risalire al Medioevo, quando, nella notte di Ognissanti, i mendicanti erano soliti bussare alle porte delle case e chiedere del cibo in cambio di una preghiera; chi si rifiutava otteneva una maledizione o l’augurio di cattiva sorte.

Tecnologia tutte le notizie in tempo reale. Tutta la Tecnologia sempre aggiornata e completa! LEGGILA E CONDIVIDILA!
Aggiornamenti, Android, Notizie, Scienza, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 37 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:25 DI LUNEDÌ 18 OTTOBRE 2021

ALLE 10:49 DI LUNEDÌ 25 OTTOBRE 2021

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Smartwatch Amazfit, compatibili con iPhone e Android
Sono i modelli GTR 3 e GTS 3 con Zepp OS
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
18 ottobre 2021
12:25
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Amazfit ha svelato la terza generazione dei suoi smartwatch: GTR 3, GTR 3 Pro e GTS 3.
Tutti girano con Zepp OS, un nuovo sistema operativo che nasce con lo scopo di aumentare la durata della batteria degli smartwatch, senza fare a meno di funzionalità avanzate.
Tra queste, l’opportunità di effettuare una misurazione della salute 4 in 1, ossia, con un solo clic, ricevere i dati su quattro parametri che descrivono il proprio stato di salute: frequenza cardiaca, ossigeno nel sangue, livello di stress e frequenza respiratoria. Non mancano il monitoraggio del sonno, con la verifica della qualità della respirazione, e l’andamento del ciclo mestruale.
Inoltre, sono già tante le app supportate, molte delle quali orientate al fitness. Si possono infatti sincronizzare i dati con Apple Health e Google Fit, così come con Strava, Relive, Runkeeper e TrainingPeaks, tutte dedicate all’attività sportiva.
Il modello di punta della nuova famiglia è il GTR 3 Pro, che ha il Wi-Fi, chiamate via Bluetooth e musica direttamente dall’altoparlante. Ha uno schermo Amoled Ultra HD da 1,45 pollici, autonomia di 12 giorni e spazio di archiviazione di 2,3 GB. Il GTR 3 è simile ma con un display da 1,39 pollici e durata della batteria fino a 21 giorni.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Molto diverso, nel design, il GTS 3, che ha una forma quadrata e si contraddistingue per essere particolarmente sottile e leggero: pesa 24 grammi contro i 32 grammi dei due GTR. Stessa autonomia del GTR 3 di 12 giorni. I tre orologi, prodotti dall’azienda Zepp Health, costano 149,90 euro (GT3 e GTS 3) e 199,90 euro (GTR 3 Pro) e sono compatibili sia con iPhone che con gli smartphone Android, per la gestione di applicazioni e notifiche.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Elon Musk vale 236,2 miliardi, più di Gates e Buffett insieme
E’ quanto emerge dal Bloomberg Billionaires Index.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
18 ottobre 2021
16:24
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Elon Musk vale 236,2 miliardi di dollari: è il paperone del mondo e più ricco di Bill gates e Warren Buffett insieme.
E’ quanto emerge dal Bloomberg Billionaires Index.
Jeff Bezos è secondo in classifica con 197,1 miliardi.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple alza velo su nuovo MacBook Pro, più veloce e potente
Arrivano anche i mini iPod colorati e la terza generazione di AirPods
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
18 ottobre 2021
20:52
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple presenta il nuovo MacBook Pro in due versioni, una con schermo da 16 pollici e l’altra da 14 pollici.
Dotato di una telecamera a più alta risoluzione, il nuovo MacBook Pro presenta “il miglior sistema audio” per un notebook, è più potente e veloce grazie al chip M1 e ha una maggiore durata della batterie.
“E’ semplicemente straordinario”, dice l’azienda di Cupertino i cui titoli salgono a Wall Street durante la presentazione.
Arriva anche il mini Homepod in arancione, giallo e blu e le nuove cuffiette AirPods, che costano 179 dollari e possono essere ordinate subito con disponibilità a partire dalla prossima settimana. I mini Homepod in vari colori saranno invece disponibili da novembre.
La terza generazione di AirPods usa l’audio computazionale per offrire un suono con equalizzazione adattiva ed è resistente al sudore e all’acqua.
Oltre ad avere una batteria che dura un’ora in più rispetto alle generazioni precedenti, offrendo fino a sei ore di autonomia in ascolto e fino a quattro ore di autonomia in conversazione. “Gli AirPods hanno cambiato per sempre il concetto di cuffie wireless grazie al design innovativo, all’incredibile qualità audio e all’esperienza magica”, ha dichiarato Greg Joswiak, Senior Vice President of Worldwide Marketing di Apple. “Siamo davvero entusiasti di lanciare una nuova generazione di AirPods, che offrono una qualità audio insuperabile, grazie all’equalizzazione adattiva e all’audio spaziale con rilevamento dinamico della posizione della testa, e – ha aggiunto – funzionano alla perfezione con gli altri dispositivi Apple, rendendo ancora migliori gli auricolari più venduti al mondo”.
Nell’annunciare i nuovi mini HomePod e i nuovi AirPods, Apple presenta anche l’Apple Music Voice Plan, un nuovo piano di abbonamento di Apple Music sviluppato su Siri. Apple Music Voice Plan offre accesso al catalogo completo di 90 milioni di brani tramite Siri.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google, sulla confezione del Pixel 6 c’è anche l’italiano
Al lancio non è prevista commercializzazione nel nostro Paese
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
19 ottobre 2021
10:47
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi Google svelerà, alle 19, i nuovi Pixel 6 e Pixel 6 Pro.
Il colosso statunitense ha già confermato i mercati che riceveranno i modelli nella fase di lancio e l’Italia non è presente.
Nonostante ciò, un’immagine che sta circolando molto sul web nelle ultime ore mostra la confezione di un Pixel 6 con descrizione in varie lingue, tra cui proprio l’italiano. Nessuna conferma ufficiale ma la presenza anche dello spagnolo, il cui Paese è come l’Italia escluso dalla prima commercializzazione, fa presagire un arrivo futuro non troppo lontano dagli scaffali. C’è da dire che anche il Pixel 4a (5G) del 2020 presentava una confezione di vendita con diciture in italiano ma non è mai arrivato nei negozi o sugli store nostrani.
Intanto, emergono notizie anche sui prezzi di vendita di Pixel 6 e Pixel 6 Pro per il mercato francese, quello più vicino al nostro. Riportati su Twitter dall’account OnLeaks, il Pixel 6 12/128GB avrà un cartellino da 649 euro mentre il Pixel 6 Pro 12/128GB costerà 899 euro. Entrambi i modelli vengono elencati come disponibili a partire dal 28 ottobre. In un primo momento, le indicazioni sui prezzi erano apparse anche sulla versione britannica di Amazon, poi rimosse.
Sono rimaste però le pagine dei due smartphone, con relative specifiche. Per il Pro, la declinazione top di gamma, si parla di un display da 6,71 pollici, refresh rate a 120 Hz e, ovviamente, processore Google Tensor, la vera novità della casa, il primo sistema hardware ingegnerizzato interamente da Big G.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Ricerca, cresce la passione degli italiani per la smart home
NielsenIQ per LG, il soggiorno è preferito alla cucina
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
19 ottobre 2021
13:16
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La cucina non è più la ‘regina della casa’, spodestata dopo 25 anni dal soggiorno, come camera preferita dagli italiani.
A rilevarlo è l’indagine “L’innovazione in casa”, condotta da NielsenIQ e commissionata da LG Electronics, in occasione dei 25 anni di presenza in Italia dell’azienda.

La tecnologia ha guadagnato sempre più spazio nelle nostre case, tanto che un italiano su due rinuncerebbe a una casa più grande pur di avere dei dispositivi smart. La necessità di disporre di device intelligenti in casa è particolarmente evidente tra i più giovani (68%) e tra chi vive al Sud (65%). Se secondo il 55% degli intervistati, fino a 25 anni fa era la cucina il focolare domestico che riuniva la famiglia attorno a sé, oggi il 51% dichiara di essersi sempre più spostato in soggiorno. Segue la camera da letto, che si è guadagnata la dignità di uno spazio da vivere e non più esclusivamente destinato al sonno.
La ricerca, che esplora i cambiamenti che la tecnologia ha portato nelle case degli italiani, cerca anche di cogliere le aspettative future. Oggi nelle case degli italiani ci sono in media dieci dispositivi elettronici, di cui almeno tre smart. Il re dei prodotto smart, per il 71% degli intervistati, è indubbiamente il televisore, seguito dal computer (62%) e dagli smart speaker (33%). Per quanto riguarda il futuro, i più giovani chiedono un ambiente dove i dispositivi smart gestiranno in toto le faccende domestiche (65%).
“Negli ultimi 25 anni l’innovazione tecnologica ha indubbiamente modificato le case degli italiani migliorandole e semplificandole – commenta Chiara Magelli, Consumer Insight Leader di NielsenIQ Italia -. I dispositivi ed elettrodomestici smart hanno contribuito a questo processo, ritagliandosi un ruolo centrale nella vita di tutti i giorni e con premesse ancora migliori per il futuro”. “Venticinque anni fa abbiamo portato in Italia la nostra visione di tecnologia che si sviluppa su tre asset: innovazione, comfort, intelligenza artificiale – aggiunge Sergio Buttignoni, Corporate Marketing Director di LG Electronics Italia -. Il nostro obiettivo è offrire prodotti avanzati che semplifichino la vita quotidiana dell persone”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Scarsa connessione per 13 milioni di italiani, 4,3 senza web
Censis-Lenovo, il digitale migliora la vita ma emergono difficoltà
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
20 ottobre 2021
19:34
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 4,3 milioni gli italiani ancora senza una connessione di rete.
Lo afferma un nuovo rapporto del Censis che, in collaborazione con Lenovo, ha stilato “La digital life degli italiani”, un report che fotografa lo stato attuale dell’uso della tecnologia nel nostro Paese.
Se 13,2 milioni di italiani hanno a che fare con connessioni domestiche lente o malfunzionanti, 22,7 milioni lamentano qualche disagio in casa durante le attività digitali, a causa di stanze sovraffollate (14,7 milioni) o della necessità di condividere i dispositivi con i loro familiari (12,4 milioni). “Siamo all’alba di una nuova transizione digitale. Ora serve un progetto di società pienamente inclusiva, che possa dare risposta alla domanda ancora insoddisfatta di dispositivi, connessioni, competenze, e superare le diversità di accesso” ha spiegato Massimiliano Valerii, Direttore Generale del Censis.
Ad oggi, ci sono 24 milioni di italiani che non si sentono pienamente a loro agio nell’ecosistema digitale: 9 milioni riscontrano difficoltà con le piattaforme di messaggistica istantanea, 8 milioni con la posta elettronica, altrettanti con i social network e 7 milioni con la navigazione sui siti web e con le piattaforme che consentono di vedere in streaming eventi sportivi. 5 milioni non sanno eseguire un pagamento online e 4 milioni non hanno dimestichezza con l’uso delle app e delle piattaforme per le videochiamate e i meeting virtuali. Ma per chi riesce a navigare senza troppi problemi, i benefici nell’uso di smartphone e PC sono tangibili: 9 intervistati su 10 si dicono soddisfatti dei dispositivi che usano, considerati in linea con le attività svolte giornalmente.
Il 73% del campione vive in famiglie in cui ogni membro si connette con un proprio strumento, senza doverlo condividere, il 67,9% risiede in abitazioni in cui ciascuno ha uno spazio dedicato alla propria ‘vita digitale’ e il 69,4% si sente sicuro quando effettua pagamenti o altre operazioni finanziarie online. Il 55% degli italiani è convinto che la vita di coppia abbia tratto beneficio dalle opportunità offerte dai dispositivi digitali. Ma se il 42,7% dimostra una grande fiducia nel partner, sono 7 milioni quelli che rivelano di essersi sentiti gelosi a causa delle interazioni social dell’altro e 6 milioni che ne spiano le attività online. C’è una certa attesa per una nuova era di innovazione che potrà coinvolgere anche la Pubblica Amministrazione. L’85,3% dei cittadini spera che in un prossimo futuro possa dialogare via e-mail con gli uffici pubblici, l’85% che si possano richiedere documenti e certificati online, l’83,2% di poter pagare su internet in modo semplice e veloce tasse, bollettini e multe. Il 78,9% si aspetta di ricevere informazioni personalizzate via e-mail, sms o messaggi WhatsApp.
Tanta semplificazione dunque ma senza dimenticare la protezione dei dati: il 76,4% vorrebbe poter conoscere le informazioni personali di cui la PA dispone, così da evitare inutili duplicazioni, il 75% vorrebbe comunicare via PEC nella massima riservatezza, il 74% vorrebbe poter accedere a tutti i servizi online con una sola password. La pandemia ha creato modalità ‘ibride’ nell’uso degli strumenti digitali che, per Censis e Lenovo, vanno monitorate. Il riferimento è al 66% di chi utilizza lo stesso dispositivo personale, smartphone e/o computer, anche per il lavoro e al 26,9% che impiega i dispositivi elettronici aziendali per ragioni personali, sottovalutando i rischi per sicurezza e privacy. “Ecco perché dobbiamo concentrarci su tecnologie più intelligenti” ha sottolineato Emanuele Baldi, Executive Director di Lenovo Italia. “Vogliamo perfezionare ulteriormente le innovazioni, per contribuire a una società digitale più connessa, sicura e inclusiva”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Netflix: utile trimestre sopra attese, salgono abbonati
Squid Game la serie più vista di sempre
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
20 ottobre 2021
00:07
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Netflix chiude il terzo trimestre con un utile sopra le attese degli analisti a 1,44 miliardi di dollari, o 3,19 dollari per azione a fronte dei 2,56 dollari su cui scommetteva il mercato.
I ricavi sono saliti a 7,48 miliardi, in linea con le aspettative.
Gli abbonamenti sono saliti di 4,38 milioni, oltre le attese, per un totale di 213,56 milioni. Per il quarto trimestre Netflix prevede 7,71 miliardi di ricavi e un utile per azione di 80 centesimi.
“Siamo ancora abbastanza piccoli con molte opportunità per crescere. Nel nostro mercato più grande”, gli Stati Uniti, “siamo a meno del 10% del tempo trascorso davanti alla televisione”. Lo afferma Netflix, affermando che ‘Squid Game’ è il suo show più visto di sempre.   ECONOMIA

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

P.a: bozza, lavoro da remoto con vincoli di orari e luogo
Testo presentato da Aran a sindacati
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
20 ottobre 2021
10:33
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Non solo smart working da casa con le fasce orarie di operatività, contattabilità e disconnessione: nella pubblica amministrazione potrebbe arrivare a breve il lavoro da remoto, attività che si potrà fare fuori dalla sede ma con vincoli precisi di orario e di luogo di lavoro.
E’ quanto emerge dalla nuova bozza di contratto per le Funzioni centrali (ministeri, agenzie fiscali, enti pubblici none economici ecc) presentata dall’Aran ai sindacati.
Viene inserito oltre al lavoro agile il lavoro da remoto tra le altre forme di lavoro a distanza. “.Il lavoro da remoto – si legge – può essere prestato anche, con vincolo di tempo e nel rispetto dei conseguenti obblighi di presenza derivanti dalle disposizioni in materia di orario di lavoro, attraverso una modificazione del luogo di adempimento della prestazione lavorativa, che comporta la effettuazione della prestazione in luogo idoneo e diverso dalla sede dell’ufficio al quale il dipendente è assegnato”. Il lavoro da remoto realizzabile con l’ausilio di dispositivi tecnologici, messi a disposizione dall’amministrazione – può essere svolto come telelavoro domiciliare, che comporta la prestazione dell’attività lavorativa dal domicilio del dipendente; altre forme di lavoro a distanza, come il coworking o il lavoro decentrato da centri satellite. Il lavoratore ha gli stessi obblighi derivanti dallo svolgimento della prestazione lavorativa presso la sede dell’ufficio, “con particolare riferimento al rispetto delle disposizioni in materia di orario di lavoro” e sono naturalmente garantiti tutti i diritti previsti dal contratto per il lavoro svolto presso la sede dell’ufficio, con particolare riferimento a riposi, pause e permessi orari. Per questa modalità di lavoro non sono quindi individuate le tre fasce orarie previste per il lavoro agile (operatività, contattabilità e inoperabilità).
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook patteggia in Usa, 14,3 mln per discriminazioni lavoro
Favoriti lavoratori stranieri. ‘Non è sopra la legge’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
20 ottobre 2021
10:44
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook patteggia con le autorità americane, che l’hanno accusata di aver riservato illegalmente posti per lavoratori immigrati che stava sponsorizzando per ottenere la carta verde invece di attingere dalla forza lavoro americana.
Il patteggiamento prevede il pagamento di 14,3 milioni di dollari, di cui 4,75 milioni al governo e fino a 9,5 milioni alle vittime della presunta discriminazione.
“Facebook non è al di sopra della legge e deve rispettare le leggi , che vietano pratiche di assunzione discriminatorie”, afferma la divisione diritti civili del Dipartimento di Giustizia.   MONDO   POLITICA

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

L’iPod ha 20 anni, da svolta musica a gadget per nostalgici
Fu lanciato il 23 ottobre 2001. Ora milioni di canzoni in tasca con lo streaming
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
23 ottobre 2021
16:02
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Compie 20 anni l’iPod, il lettore di file mp3 che dopo il walkman degli anni Ottanta ha contribuito a rivoluzionare la fruizione musicale da passeggio.
Era il 23 ottobre del 2001 quando sugli scaffali arrivo’ il dispositivo in grado di mettere “mille canzoni in tasca” dell’utente, cosi’ recitava lo slogan con cui Apple presentava il prodotto al pubblico.
Ora le canzoni in tasca grazie agli smartphone e ai servizi di streaming sono milioni. E gli iPod sono un prodotto sempre piu’ per nostalgici, come ha mostrato il film Baby Driver.
Qualche mese prima dell’iPod l’azienda allora guidata da Steve Jobs aveva lanciato iTunes, il software per organizzare e riprodurre i file musicali che vendeva anche canzoni: dal 2019 ha lasciato il posto a tre distinte app (per la musica, i podcast e la Apple tv) segnando cosi’ la fine di un’era. Due operazioni inscindibili, quella di iTunes e dell’iPod, che hanno marcato il passaggio dalla musica analogica a quella digitale e hanno riportato quest’ultima nell’alveo della legalita’ dando un’alternativa al download pirata di file musicali dalla piattaforma Napster attiva a cavallo fra gli anni Novanta e Duemila. Elegante e minimalista, con una rotella di scorrimento per la navigazione, la capienza dell’iPod nel tempo e’ aumentata: dai 5 GB iniziali si e’ arrivati agli attuali 256 GB dell’iPod Touch in commercio.
E negli anni Apple ha mandato in pensione l’iPod nano e lo shuffle, che hanno contribuito a fare la storia del dispositivo. Erano sbarcati sul mercato nel 2005 per sostituire l’iPod mini. Nel corso di questi 20 anni la fruizione della musica e’ cambiata radicalmente. Gia’ il lancio dell’iPhone nel 2007, che combinava telefono e lettore musicale in un unico gadget, ha segnato l’inizio della fine per l’iPod come per gli altri lettori Mp3. Poi e’ arrivata la rivoluzione della musica in streaming che ha superato le vendite di dischi fisici e i download digitali: invece di dover comprare le singole canzoni servizi come Apple Music, Spotify, Amazon Music e altri, consentono di scegliere in ogni momento tra un catalogo di milioni di brani, in cambio del pagamento di un abbonamento mensile ma anche senza abbonamento e con la pubblicita’ . E cosi’ l’iPod, tuttora in commercio, resta un dispositivo iconico che permette anche di giocare e di usare tante app disponibili per il fratello maggiore iPhone, ma e’ diventato un prodotto per nostalgici. Come nel film d’azione ‘Baby Driver’ in cui il protagonista ascolta musica solo con la sua vasta collezione di iPod vintage.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook pensa ad un nuovo nome per la società
Media, vuol essere riconosciuta per metaverso e altri prodotti
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
20 ottobre 2021
20:24
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La società Facebook, sotto il faro di regolatori e legislatori per le sue pratiche commerciali, sta pianificando di rinnovarsi con un nuovo nome che si concentri sul metaverso, la piattaforma tecnologica del futuro per cui sta investendo anche in Europa.
Lo riporta il sito The Verge, la novità potrebbe essere ufficializzata anche la prossima settimana all’evento Connect del 28 ottobre.
Alla base della decisione anche la volontà di costruire un’immagine incentrata anche su altri prodotti come Instagram, WhatsApp e Oculus. Una scelta che ha già fatto Google nel 2015 quando è nata la holding Alphabet che comprende le varie anime della società.
Secondo le indiscrezioni del sito The Verge, che si basano su quanto comunicato da una fonte ben informata, il cambio di nome nel marchio (non del social network) ha lo scopo per il gigante della tecnologia di essere conosciuto per qualcosa di più dei social media e di tutti i problemi che si è trascinato. Il rebrand – spiega la testata – “probabilmente posizionerebbe l’app blu di Facebook come uno dei tanti prodotti di una società madre che supervisiona gruppi come Instagram, WhatsApp, Oculus e altri”. Al momento, come riporta The Verge, Facebook non ha commentato.
Nelle scorse settimane la società è tornata alla ribalta per le rivelazioni della ex dipendente Frances Haugen che hanno fatto scaturire una inchiesta a puntate sul Wall Street Journal; ma anche per l’annuncio dell’investimento in Europa sul metaverso che ha definito la piattaforma tecnologica del futuro, per cui sono previsti 10mila nuovi posti di lavoro.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google lancia Pixel 6 e Pixel 6 Pro, nel 2022 in Italia
Design come da anticipazioni e la potenza del processore Tensor
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
20 ottobre 2021
19:26
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google ha rivelato ufficialmente i Pixel 6 e 6 Pro al suo evento Pixel Fall Launch di ieri sera.
Entrambi i modelli sono disponibili per il pre-ordine in mercati selezionati, mentre arriveranno in Italia nei primi mesi del 2022.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre al design, che era stato già confermato dalla stessa Google nelle scorse settimane, il focus è nella potenza del processore Tensor, prodotto internamente dal colosso statunitense. Il chip poggia gran parte del proprio lavoro sull’intelligenza artificiale e il machine learning. Alimenta una serie di software di IA, tra cui Magic Eraser, un’app in stile Photoshop che rimuove “persone e oggetti indesiderati” con un tocco e uno swipe. Funziona con tutte le foto, sia quelle appena scattate che i file già archiviati sul telefonino, prelevati anche dal servizio Google Foto.
Tensor consente inoltre la traduzione in tempo reale, e volendo pure offline, in 55 lingue, italiano compreso. L’aspetto interessante è che il passaggio dal testo scritto nella propria lingua a quello desiderato può avvenire in applicazioni di Google e in quelle di terze parti, come WhatsApp. Ultimo, ma non meno importante, Google afferma che Pixel 6 è dotato di una funzione basata sull’intelligenza artificiale chiamata “Glance”, che visualizza automaticamente app e informazioni di cui l’utente potrebbe aver bisogno. Il Pixel 6 ha uno schermo da 6,4 pollici a refresh rate a 90Hz, fotocamera da 50 megapixel + 12 MP e per i selfie da 8 MP. Il Pixel 6 Pro ha un display più grande e curvo da 6,7 ;;pollici e frequenza di aggiornamento a 120 Hz. Monta le stesse fotocamere principali da 50 MP e ultrawide da 12 MP, oltre a un teleobiettivo da 48 MP con zoom ottico 4x e una fotocamera selfie da 11 MP. Il Pixel 6 128/8 GB costa, nei mercati europei del primo lancio, 649 euro mentre il Pro da 128/12 GB parte da 999 euro.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Netflix aumenta gli abbonati, spinta da Squid Game
‘Siamo abbastanza piccoli, molte opportunità per crescere’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
20 ottobre 2021
18:31
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Utile sopra attese e più abbonati del previsto per Netflix nel terzo trimestre grazie al ritorno di popolari serie e a Squid Game, lo show del colosso dello streaming più visto di sempre e divenuto un fenomeno globale.
Il successo di Squid Game ha infatti contribuito al balzo dei nuovi abbonati, saliti nel periodo luglio-settembre di 4,4 milioni, oltre le previsioni del mercato, portando il totale a 213,56 milioni.
Per gli ultimi tre mesi dell’anno, il servizio in streaming stima altri 8,5 milioni di nuovi abbonati netti e per 7,71 miliardi di dollari.
Il terzo trimestre è stato invece archiviato con un utile a 1,44 miliardi di dollari, o 3,19 dollari per azione a fronte dei 2,56 dollari su cui scommetteva il mercato. I ricavi sono saliti a 7,48 miliardi, in linea con le aspettative. I titoli di Netflix hanno reagito positivamente all’annuncio dei risultati, arrivando a salire del 3,8% prima di ridimensionare il rialzo. Dall’inizio dell’anno hanno guadagnato il 18%.
“Abbiamo iniziato a testare la nostra offerta di giochi in Paesi selezionati. Siamo ancora alle fasi iniziali di questa iniziativa e puntiamo a provare diversi tipi di giochi, imparare dai nostri clienti e migliorare la nostra offerta. I giochi su Netflix – afferma la società – saranno inclusi dell’abbonamento e non avranno pubblicità”. Nella lettera gli azionisti Netflix mette anche in evidenza di “competere con un’ampia gamma di attività” nella conquista del tempo e dell’attenzione dei consumatori. “Siamo ancora abbastanza piccoli e con molto opportunità per crescere. Secondo Nielsen, negli Stati Uniti – il nostro maggiore mercato – siamo ancora a meno del 10%” del tempo trascorso davanti alla televisione”, osserva Netflix mostrando ai critici di ritenere di poter crescere ancora nonostante la concorrenza sempre più agguerrita.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Attacco hacker alla Siae: esfiltrati dati, chiesto il riscatto. Il dg Blandini: “Non pagheremo”
Sono stati sottratti circa 60 gigabyte di dati, alcuni sono già nel dark web. Chiesti 3 milioni in bitcoin. L’azione rivendicata da ‘Everest’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
21 ottobre 2021
08:10
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Un attacco del tipo ‘data breach’,  rivendicato dal gruppo Everest, è stato portato da hacker alla Siae: sono stati esfiltrati circa 60 gigabyte di dati ed è stato chiesto un riscatto per evitarne la pubblicazione. La richiesta fatta alla Siae è di tre milioni di euro in bitcoin.
I documenti sottratti sono 28 mila.
Sono stati sottratti dati sensibili come carte di identità, patenti, tessere sanitarie e indirizzi, che sono stati già messi in vendita sul dark web.
La Società degli autori e degli editori, secondo quanto si apprende, era già stata vittima alcune settimane fa di piccoli attacchi, quelli che in gergo sono chiamati phishing, ed era scattata l’allerta dei sistemi di sicurezza.
La Polizia postale indaga sul caso, attraverso il compartimento di Roma del Cnaipic (Centro nazionale anticrimine informatico per la protezione delle infrastrutture critiche).
“La Siae non darà seguito alla richiesta di riscatto”, dice il dg Gaetano Blandini, che sottolinea: “Abbiamo già provveduto a fare la denuncia alla polizia postale e al garante della privacy come da prassi.
Verranno poi puntualmente informati tutti gli autori che sono stati soggetti di attacco. Monitoreremo costantemente l’andamento della situazione cercando di mettere in sicurezza i dati degli iscritti della Siae”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Un attacco del tipo ‘data breach’ è stato portato da hacker alla Siae: sono stati esfiltrati circa 70 gigabyte di dati ed è stato chiesto un riscatto per evitarne la pubblicazione.
La Polizia postale indaga sul caso, attraverso il compartimento di Roma del Cnaipic (Centro nazionale anticrimine informatico per la protezione delle infrastrutture critiche).
La richiesta fatta alla Siae, spiega il dg Blandini, è di tre milioni di euro in bitcoin.
I documenti sottratti sono 28 mila. Blandini ha spiegato che non pagherà nessun riscatto.
I pm della Procura di Roma sono in attesa di una prima informativa sull’attacco hacker che ha colpito la Siae. Le verifiche sono svolte dalla Polizia Postale.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Amazon, Microsoft e Tencent valgono 10 volte Piazza Affari
Area studi Mediobanca, +20,7% in primi 6 mesi 2021
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
20 ottobre 2021
18:32
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue il feeling dei giganti del Web con la Borsa.
L’incremento del loro valore è stato del +87,8% nel triennio 2018-2020 e del +20,7% dal dicembre 2020 al 15 ottobre 2021.
A fine 2020 la loro capitalizzazione aggregata valeva quasi dieci volte l’intera Borsa italiana. L’Area Studi Mediobanca presenta il report annuale sui Giganti del WebSoft, nel triennio 2018-2020 e nel primo semestre 2021 e analizza anche il loro andamento in Borsa, essendo tutti quotati con l’eccezione del gruppo tedesco Otto, a controllo familiare. Al 15 ottobre 2021 il podio della Borsa è occupato da Microsoft (1.969 miliardi), Amazon (1.488 miliardi) e Alphabet (733 miliardi).
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Bitcoin vola a nuovo record, schizza a 66.000 dollari
Da inizio anno ha guadagnato 124%.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
20 ottobre 2021
16:18
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Bitcoin sale al suo nuovo record.
La criptovaluta vola e tocca 66,000 dollari.
dall’inizio dell’anno ha guadagnato il 124%. A spingere la criptovaluta è l’esordio dell’ETF sul Bitcoin a Wall Street: il fondo ha debuttato nella seduta di martedì, in quella che è considerato un passo storico per i cripto asset.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La Protesta dei Portuali Corre sui Social
Analisi DataMediaHub
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
21 ottobre 2021
10:14
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Le proteste dei portuali, e in particolare di quelli di Trieste, scuotono l’Italia tra pericolo di blocco delle merci, incubo della crescita di contagi e ordine pubblico.
La manifestazione dei portuali contro l’obbligatorietà del Green pass sul posto di lavoro, che ha visto la partecipazione di 15mila persone (numero molto rilevante per una città di 200 mila abitanti) ha sancito per Trieste il titolo di capitale della protesta no vax o, più in generale, no green pass.
Non a caso al primo turno delle amministrative il movimento 3V (no vax) ha ottenuto il voto del 4.59% dei triestini che si sono recati alle urne.
Secondo un sondaggio condotto da SWG tra il 6 e l’8 ottobre scorso, dunque prima dell’obbligatorietà del green pass sul luogo di lavoro e delle relative proteste dei portuali, la maggioranza degli italiani è critica nei confronti delle manifestazioni anti green pass ma quasi 3 su 10 ne comprendono le ragioni. Perciò DataMediaHub ha approfondito il sentiment degli italiani sulle proteste dei portuali analizzando le conversazioni online (social + news online + blog e forum) sul tema, con un focus su Facebook che è la piattaforma social più popolata e dunque maggiormente rappresentativa dei pensieri dei cittadini.
Escluso Facebook le citazioni relative ai portuali sono state più di 225mila, da parte di oltre 14mila autori unici, i cui contenuti hanno coinvolto (like + condivisioni e commenti) circa 1,4 milioni di persone. Il contenuto che ha creato maggior coinvolgimento è stato quello di Peter Imanuelsen, giornalista svedese che infatti su Twitter ha come nick name @PeterSweden, che la sera dell’avvio delle proteste ha twittato l’invito a solidarizzare con i portuali. Invito ampiamente raccolto con quasi 10mila retweet e circa 17mila mi piace.
Netta prevalenza di sentiment negativo, di emozioni negative legate alle verbalizzazioni online relative ai portuali. Una negatività che però prevalentemente non è di contrarietà alle proteste dei lavoratori ma di sostegno alla protesta e di sdegno per la gestione dell’ordine pubblico giudicato eccessivo. Orientamento che viene confermato anche dall’analisi specifica delle conversazioni su Facebook relative alla questione. Infatti, degli oltre 20mila post, che hanno generato 3,7 milioni di interazioni (like + reaction + commenti e condivisioni), due dei primi tre per livello di coinvolgimento sono di solidarietà alle proteste, con la colletta a sostegno lanciata da una piccola testata locale, ‘9MQ’, che ottiene quasi 22mila condivisioni.
Sappiamo che il movimento no green pass/ no vax è particolarmente attivo sui social e che quanto favorevole alle loro tesi diviene virale per l’elevato numero, appunto, di condivisioni, ma si tratta comunque di un segnale da non sottovalutare.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Bitcoin corre e tocca nuovo record a 66.000 dollari
A spingere la criptovaluta è l’esordio dell’ETF
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
20 ottobre 2021
18:29
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Bitcoin corre e tocca un nuovo record a 66.000 dollari.
A spingere la criptovaluta è l’esordio dell’ETF sul Bitcoin a Wall Street: il fondo ha debuttato nella seduta di martedì, in quella che è considerato un passo storico per i cripto asset.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Trump annuncia il lancio di un suo social media, ‘Truth’
Dovrebbe vedere la luce il prossimo mese. L’ex presidente Usa pronto alle prossime elezioni
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
21 ottobre 2021
17:23
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Donald Trump ha annunciato il lancio di una nuova piattaforma social.
Si chiamerà ‘Truth’, verità.

In un comunicato si legge come il nuovo social, la cui proprietà sarà chiamata Trump Media and Tecnolgy Group (Tmtg), dovrebbe vedere la luce il prossimo mese. “Ho creato Truth Social per combattere la tirannia di Big Tech”, afferma l’ex presidente Usa in un comunicato. “Viviamo in un mondo dove i talebani hanno una enorme presenza su Twitter, mentre ancora il vostro presidente preferito viene silenziato. Questo è inaccettabile!”, aggiunge Trump che per le affermazioni fatte prima e dopo il 6 gennaio, il giorno dell’assalto al Congresso americano, è stato temporaneamente bandito sia da Twitter che da Facebook. L’annuncio secondo alcuni osservatori rafforza l’ipotesi di una candidatura di Trump alle presidenziali Usa del 2024.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La Corea del Sud lancia il suo primo razzo spaziale
Interamente prodotto nel Paese
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
21 ottobre 2021
10:21
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La Corea del Sud ha lanciato oggi il suo primo razzo spaziale nazionale a sviluppo interno, nell’ultimo tentativo di promuovere il suo programma ambizioso unendosi al ristretto club spaziale globale.

Il KSLV-II – noto anche come Nuri – è decollato dal Naro Space Center nel villaggio costiero meridionale di Goheung alle 17:00 locali (le 10:00 in Italia), con un’ora in ritardo sul programma, secondo quanto comunicato dal ministero della Scienza.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple regina brand, Tesla ‘triplica’
Interbrand, valore primi 100 marchi al mondo +15% in 2021
c
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
21 ottobre 2021
10:47
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il podio dei brand di maggior valore resta appannaggio delle big tech americane – Apple, Amazon e Microsoft – mentre Tesla, che nel 2021 ha visto il suo marchio registrare una rivalutazione record del 184%, a 36,3 miliardi di dollari, è il gruppo che ha fatto il salto maggiore, scalando ben 26 posizioni.
Nel complesso i 100 maggiori marchi mondiali, emerge dalla classifica 2021 ‘Best global brands’ di Interbrand, valgono 2.667,5 miliardi di dollari, il 15% in più del 2020, il tasso di crescita più alto in 22 anni, da quando il ranking viene stilato.
L’Italia si conferma in classifica con Gucci, 33/a con un brand che vale 16,6 miliardi di dollari (+6%), Ferrari, 76/a con un marchio valutato 7,2 miliardi (+12%), e Prada, 94/a con un brand da 5,4 miliardi (+20%).
Apple, che conserva lo scettro, ha visto il suo marchio rivalutarsi del 26% a 408,2 miliardi, seguita da Amazon (+24% a 249,2 miliardi) e da Microsoft (+27% a 210,2 miliardi), che conserva la terza posizione dopo aver scalzato lo scorso anno Google (+19% a 196,8 miliardi), quarta anche nel 2021.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
PayPal valuta acquisto social Pinterest, vale 39 miliardi
Lo riporta Bloomberg, Pinterest sale a Wall Street
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
21 ottobre 2021
10:48
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
PayPal sta valutando l’acquisizione del social media Pinterest.
Lo riporta l’agenzia Bloomberg citando alcune fonti, secondo le quali le due società stanno discutendo su un prezzo di circa 70 dollari per azione, al quale Pinterest sarebbe valutata 39 miliardi di dollari. L’indiscrezioni mette le ali ai titoli del social media, che volano a Wall Street del 12,9%.
Pinterest, un social network di foto lanciato nel 2010, secondo Statista può contare su 454 milioni di utenti attivi.
I fondatori sono Evan Sharp, Ben Silbermann e Paul Sciarra. Nei primi anni di vita ha avuto un boom di utenti grazie anche all’uso da parte di personaggi famosi come Obama.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Apple, tamponi giornalieri ai dipendenti non vaccinati
Test rapidi settimanali per i lavoratori immunizzati
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
21 ottobre 2021
11:46
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple sta intensificando i controlli per il Covid-19 sui dipendenti.
Secondo quanto riporta Bloomberg, il colosso statunitense avrebbe deciso di sottoporre i lavoratori non vaccinati, che si recano in ufficio, a tamponi giornalieri.
Esattamente un mese fa, c’era stato l’incontro tra il Ceo della Mela, Tim Cook, e il responsabile delle vendite al dettaglio e del personale, Deirdre O’Brien, per decidere la stretta. Il requisito si applicherà anche ai lavoratori che, per ragioni di privacy, non indicano il proprio stato vaccinale anti Covid. Stando alle fonti, non ancora confermate, la compagnia richiederà anche ai dipendenti vaccinati di eseguire un test, rapido e settimanale. Bloomberg spiega che Apple ha dato tempo fino al 24 ottobre per compilare un form in cui ogni assunto può inserire che tipologia di vaccino ha fatto e quando. Senza tale informazione, l’azienda lo considererà non vaccinato. Le regole entreranno in vigore il 1 novembre e riguarderanno, per ora, gli Stati Uniti. La politica sarà leggermente diversa per i dipendenti negli Apple Store. A questi, se non vaccinati, verrà chiesto di eseguire un tampone due volte a settimana anziché ogni giorno. Gli immunizzati dovranno presentare un test rapido negativo alla settimana, da ritirare, gratuitamente, presso gli uffici o direttamente nei negozi. Potranno poi farlo a casa, con i risultati che verranno inviati ad ognuno su un’app interna.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’italiana Cheli a capo dei programmi osservazione Terra Esa
Da gennaio dirigerà il centro Esrin di Frascati
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
21 ottobre 2021
11:50
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’italiana Simonetta Cheli è stata nominata Direttrice dei Programmi di Osservazione della Terra dell’Agenzia spaziale europea (Esa): dal 1/o gennaio 2022 guiderà il centro Esrin di Frascati, succedendo a Josef Aschbacher, diventato Direttore Generale dell’Esa a marzo 2021.

La nomina è arrivata durante il 300esimo Consiglio dell’Esa in corso a Parigi.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Phishing, per aziende italiane danni pari a 0,68 mln dollari
Lo stima Sophos, Microsoft marchio più imitato per Check Point
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
21 ottobre 2021
17:53
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Una ricerca dell’azienda di sicurezza informatica Sophos, dal nome ‘Phishing Insights 2021’, evidenzia come gli attacchi phishing siano in aumento in tutto il mondo.
L’Italia non è esclusa, a dimostrazione della violazione ai danni della Siae, che stando alle ultime indagini pare essere stata colpita da un ransomware a seguito di una email phishing.
“In Italia – spiega Sophos – il costo medio sostenuto da tutte le aziende nel 2021 per rimediare ai danni provocati da questo tipo di attacchi, tra tempi di inattività, ore di lavoro e riscatti versati, è di 0,68 milioni di dollari”.
Ad ulteriore conferma del trend, Check Point Software Technologies, tramite Check Point Research, ha rilasciato il nuovo ‘Brand Phishing Report’. L’analisi evidenzia quali sono stati, nel terzo trimestre dell’anno, i marchi più imitati dai criminali informatici, nel tentativo di ingannare gli utenti proprio tramite phishing. Da agosto a settembre 2021, il 29% di tutti i tentativi di attacco si è basato su Microsoft. Amazon ha rubato la seconda posizione a DHL, rappresentando il 13% dei tentativi di phishing contro l’11% del trimestre precedente.
Entrambi i marchi, per gli analisti, potrebbero vedere un balzo ulteriore nel particolare settore del cyber crimine, da qui a dicembre. «I criminali cercheranno di trarre vantaggio dallo shopping online, in vista della stagione natalizia» spiega Check Point Software. Il resto della top ten vede Bestbuy (8%), Google (6%), WhatsApp (3%), Netflix (2.6%), LinkedIn (2.5%), Paypal (2.3%), Facebook (2.2%). Una volta sottratte, spesso le informazioni degli utenti, compresi dati sensibili e di pagamento, vengono vendute in pacchetti sul dark web. Un report separato della società di informatica Bitglass ha scoperto che oggi i dati rubati si diffondono sulla rete ‘oscura’ undici volte più velocemente rispetto a sei anni fa.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La settimana sociale dei cattolici
Diretta streaming dalle 8.30
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
25 ottobre 2021
09:44
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono i giovani al centro della terza giornata della Settimana Sociale dei cattolici italiani in corso a Taranto “Il Pianeta che speriamo.
Ambiente, lavoro, futuro.
#tuttoèconnesso”. La parola passa a chi da anni cerca di sensibilizzare le nuove generazioni ad un nuovo sguardo sulla politica e il bene comune: il gesuita padre Francesco Occhetta, docente alla Gregoriana, e suor Alessandra Smerilli, l’economista chiamata dal Papa a rivestire il ruolo di segretario ad interim del Dicastero per lo Sviluppo Umano Integrale. Nella sessione dedicata al confronto istituzionale, la platea ascolterà Giancarlo Giorgetti, ministro dello Sviluppo Economico, Andrea Orlando, ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, David Sassoli, presidente del Parlamento Europeo.
A chiudere sarà il videomessaggio di Paolo Gentiloni, commissario Europeo per gli Affari Economici. L’evento della Conferenza Episcopale Italiana ragionerà poi,a fine giornata, sul tema: “Il Pianeta che speriamo. La transizione è nelle nostre mani”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
LA DIRETTA:

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Programma di domenica:
LA MISSIONE. PROSPETTIVE, RESPONSABILITÀ, IMPEGNI
Ore 8.30 Restituzione dei lavori, coordina Marco Tarquinio, direttore di Avvenire
Interviene suor Alessandra Smerilli, segretario ad interim del Dicastero per lo Sviluppo Umano Integrale, membro del Comitato Scientifico e Organizzatore delle Settimane Sociali
Prosecuzioni e impegni a cura di mons. Filippo Santoro, arcivescovo di Taranto, presidente del Comitato Scientifico e Organizzatore delle Settimane Sociali.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Programma di domenica:
LA MISSIONE. PROSPETTIVE, RESPONSABILITÀ, IMPEGNI
Ore 8.30 Restituzione dei lavori, coordina Marco Tarquinio, direttore di Avvenire
Interviene suor Alessandra Smerilli, segretario ad interim del Dicastero per lo Sviluppo Umano Integrale, membro del Comitato Scientifico e Organizzatore delle Settimane Sociali
Prosecuzioni e impegni a cura di mons. Filippo Santoro, arcivescovo di Taranto, presidente del Comitato Scientifico e Organizzatore delle Settimane Sociali.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: computer prevede effetto varianti sui monoclonali
Studio UniTrieste. Può aiutare a progettare anticorpi più forti
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
21 ottobre 2021
14:51
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Prevedere gli effetti delle varianti di Sars-CoV-2 sull’efficacia terapeutica di due anticorpi monoclonali, bamlanivimab e etesevimab, autorizzati dallo scorso febbraio per il trattamento di Covid-19 da lieve a moderato, sia negli Stati Uniti, sia in Europa, attraverso il computer e suoi algoritmi.
Questo l’obiettivo dello studio realizzato da gruppo di ricercatori dell’Università di Trieste, e pubblicato sulla rivista Scientific Reports (Springer Nature), che potrà avere importanti applicazioni nella previsione dell’efficacia di vaccini e terapie.
Lo ha reso noto l’Università di Trieste, sottolineando che “i risultati ottenuti dal team di ricerca Molecular Biology and Nanotechnology Laboratory hanno già suscitato l’interesse degli scienziati impegnati nella lotta al Covid”.
“La novità rispetto ai precedenti studi eseguiti dal nostro team sulle varianti di Sars-Cov-2 – ha spiegato Erik Laurini, co-fondatore del gruppo triestino – è che invece di guardare l’effetto di mutanti sull’interazione con la proteina umana che il virus sfrutta per entrare nelle nostre cellule, siamo andati a valutare il ruolo della diversità genetica virale sull’efficacia di uno degli attuali trattamenti terapeutici.Prevedere in tempi rapidi se una nuova mutazione può compromettere l’efficacia di un agente antivirale – ha aggiunto – sarà fondamentale per combattere definitivamente il Covid”.
In particolare, la metodologia applicata ha permesso di prevedere a livello molecolare gli effetti negativi sull’attività di questi agenti terapeutici di sostituzioni nelle posizioni 452 e 484 di Sars-Cov-2, mutazioni presenti nella ben nota variante Delta.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: offerte di lavoro per ‘no Pass’, l’ultima frontiera Telegram
Chat come mini agenzie di collocamento ‘negazioniste’. si cercano perfino badanti prive di certificato
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
21 ottobre 2021
13:43
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Offerte e ricerca di lavoro per chi è senza vaccino e contrario al Green pass: è l’ultima frontiera dei ‘no Pass’ su Telegram, dove stanno proliferando chat che funzionano come bacheche virtuali in cui si offre e si ricerca lavoro solo tra chi non è in possesso, o comunque è contrario, al certificato verde.
Lo riporta la Gazzetta di Modena.
Gruppi simili, come delle mini agenzie di collocamento ‘negazioniste’, sono nati in tutta Italia e se ne trovano diverse anche in Emilia-Romagna, con iscritti anche oltre quota duemila per chat.
Si cercano, ad esempio, colf referenziate, perfino badanti “non inoculate”. C’è chi è disposto a perdere il posto fisso: “Sto continuando a lottare nella mia azienda ma da domattina quando mi presenterò mi sa che non mi faranno andare sul mio posto di lavoro, in quanto ieri già volevano sapere se avessi il Green pass”, si legge in alcuni commenti. C’è anche un gruppo che si chiama ‘Collocamento no-green pass’.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Huawei torna in Italia con lo smartphone nova 9
Punta ancora su Android senza Google e su quattro fotocamere
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
21 ottobre 2021
17:52
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Huawei Consumer Business Group ritorna in Italia con un nuovo smartphone, con a bordo ancora il sistema operativo Android, invece del più recente HarmonyOS.
Huawei nova 9 debutta con una serie di nuove tecnologie per il sistema di quattro fotocamere con sensore principale da 50 megapixel, tra cui il RYYB colour filter array (CFA) e l’XD Fusion Engine.
L’integrazione hardware-software della fotocamera permette di catturare immagini e video di qualità anche in situazioni di scarsa luminosità. Il display è curvo da 6,57 pollici e con frequenza di aggiornamento a 120 Hz.
Sotto la scocca è presente il processore Snapdragon 778G e c’è il supporto alla ricarica veloce a 66 W SuperCharge. Il chip è completato da un sistema di raffreddamento, che combina VC Liquid Cooling e grafene per una dissipazione del calore durante le attività più dispendiose di energia. Come detto, a far girare il telefonino è la versione personalizzata di Android, conosciuta come EMUI 11, ancora priva delle app di Google e di tutte quelle che utilizzano i servizi del colosso americano per funzionare (come Waze). Resta però la possibilità di scaricare nuove applicazioni da AppGallery, lo store proprietario, che con il tempo è diventato un’alternativa stabile al PlayStore.
Proprio di recente, AppGallery ha raggiunto 560 milioni di utenti attivi mensili, supportati da 5,1 milioni di sviluppatori e partner registrati. “Il lancio del nova 9 dimostra che siamo tornati nel mercato mobile. Lo smartphone è al centro del nostro ecosistema di prodotti e servizi – ha affermato Pier Giorgio Furcas, Deputy General Manager Huawei Consumer Business Group Italia – Solo in Italia contiamo 10 milioni di persone che utilizzano i nostri smartphone. Con nova 9, miriamo a mantenere costante questo percorso che dimostra come la nostra innovazione risponda ai desideri e alle esigenze delle persone”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Trump annuncia il lancio del suo social media ‘Truth’
Dovrebbe vedere la luce il prossimo mese. L’ex presidente Usa pronto alle prossime elezioni
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
21 ottobre 2021
17:52
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Donald Trump ha annunciato il lancio di una nuova piattaforma social.
Si chiamerà ‘Truth’, verità.  In un comunicato si legge come il nuovo social, la cui proprietà sarà chiamata Trump Media and Tecnolgy Group (Tmtg), dovrebbe vedere la luce il prossimo mese.
“Ho creato Truth Social per combattere la tirannia di Big Tech”, afferma l’ex presidente Usa in un comunicato. “Viviamo in un mondo dove i talebani hanno una enorme presenza su Twitter, mentre ancora il vostro presidente preferito viene silenziato. Questo è inaccettabile!”, aggiunge Trump che per le affermazioni fatte prima e dopo il 6 gennaio, il giorno dell’assalto al Congresso americano, è stato temporaneamente bandito sia da Twitter che da Facebook. L’annuncio secondo alcuni osservatori rafforza l’ipotesi di una candidatura di Trump alle presidenziali Usa del 2024.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La Corea del Sud lancia il suo primo razzo spaziale
Interamente prodotto nel Paese
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
21 ottobre 2021
10:21
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La Corea del Sud ha lanciato oggi il suo primo razzo spaziale nazionale a sviluppo interno, nell’ultimo tentativo di promuovere il suo programma ambizioso unendosi al ristretto club spaziale globale.

Il KSLV-II – noto anche come Nuri – è decollato dal Naro Space Center nel villaggio costiero meridionale di Goheung alle 17:00 locali (le 10:00 in Italia), con un’ora in ritardo sul programma, secondo quanto comunicato dal ministero della Scienza.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Smacco per gli Usa, fallito ultimo test missile ipersonico
Lo rivela il Pentagono, battuta d’arresto contro Cina e Russia
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
22 ottobre 2021
01:33
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Smacco per gli Usa, che devono subire una battuta d’arresto nella corsa ai missili ipersonici rimanendo indietro rispetto a Cina e Russia.
Il Pentagono ha infatti ammesso il fallimento dell’ultimo test avvenuto in Alaska.

Il lancio è stato compromesso dal malfunzionamento del razzo usato per portare il missile oltre la velocità del suono. Nelle ultime settimane i test compiuti da Mosca e Pechino rispettivamente con i missili ipersonici chiamati Zircon di Mosca e Lunga Marcia si erano conclusi con un successo.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook: comitato controllo esamina esenzione vip da regole
Per utenti alto profilo norme diverse, prepara raccomandazioni
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
22 ottobre 2021
10:21
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il consiglio di supervisione di Facebook ha avviato un esame interno sul sistema che esonererebbe gli ‘amici’ di alto profilo dalle regole della piattaforma.
E si impegna a mettere a punto raccomandazioni per cambiare e correggere il sistema vigente.
Secondo il consiglio di supervisione di Facebook, il social media non ha riportato, o lo ha fatto in modo incompleto, informazioni sul trattamento dei contenuti degli utenti vip, per i quali sono state usate regole diverse rispetto a quelle vigenti per tutti gli altri utenti.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Scansionare iride in cambio di soldi, ultima trovata Silicon Valley
Già 100mila utenti hanno accettato offerta società Worldcoin
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
22 ottobre 2021
12:29
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Offrire criptovaluta gratuita, quindi soldi gratis, in cambio della scansione della propria iride.
E’ l’idea, degna di una serie tv distopica, a cui sta lavorando la startup Worldcoin, dell’imprenditore della Silicon Valley Sam Altman, Ceo del gruppo della società di intelligenza artificiale OpenAI ed ex presidente dell’acceleratore di start-up Y Combinator, che ha co-fondato Worldcoin con lo studente di fisica teorica Alex Blania.
L’azienda afferma di aver già attratto 25 milioni di dollari di finanziamenti dagli investitori.
Worldcoin – come spiega la testata Usa Wired – promette di dare criptovaluta gratuita alle persone che verificano i propri account eseguendo una scansione dell’iride attraverso un oggetto a forma di bulbo oculare già distribuito in 12 paesi del mondo: 100.000 persone hanno già accettato. L’immagine dell’iride, una volta scansionata viene crittografata e diventa un codice univoco, mentre i dati originali – spiegano gli ideatori della società – vengono eliminati per proteggere la privacy degli utenti, insomma “non esiste un grande database di dati biometrici”. Successivamente, agli utenti viene data una quota gratuita della criptovaluta di Worldcoin. Obiettivo della start up, 1 miliardo di utenti entro il 2023. Scopo dell’operazione, dicono i promotori, è diffondere l’uso delle criptovalute e attrarre sviluppatori in grado di creare app sul sistema della società.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Dl fisco: online Faq Ag.Riscossione, più tempo per cartelle
Nuova opportunità per “Rottamazione-ter” e “Saldo e stralcio”
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
22 ottobre 2021
11:36
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono state pubblicate sul sito di Agenzia delle entrate-Riscossione le risposte alle domande più frequenti (Faq) che forniscono alcuni chiarimenti sulle novità del decreto fiscale.
Il provvedimento prevede tempi più lunghi per il pagamento di cartelle notificate tra il primo settembre e il 31 dicembre 2021 e una nuova opportunità per i contribuenti che hanno perso il beneficio della “Rottamazione-ter” o del “Saldo e stralcio” per non aver rispettato i nuovi termini di pagamento delle rate 2020 che erano stati introdotti dal Decreto Sostegni bis.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Ecco nel dettaglio i principali chiarimenti.
CINQUE MESI PER LE CARTELLE. Il decreto estende da 60 a 150 giorni (5 mesi) il termine per effettuare il pagamento delle cartelle di pagamento notificate dall’Agenzia della Riscossione nel periodo ricompreso tra il primo settembre e il 31 dicembre 2021. Pertanto, fino allo scadere del termine di 150 giorni dalla notifica non saranno dovuti interessi di mora e l’agente della riscossione non potrà dar corso all’attività di recupero.
ROTTAMAZIONE, NUOVA CHANCE. Il dl prevede la riammissione nei termini dei contribuenti decaduti dai provvedimenti di “Rottamazione-ter” e “Saldo e stralcio” a seguito del mancato pagamento delle rate previste nel 2020 che, in base alle disposizioni introdotte dal “Sostegni-bis”, andavano corrisposte entro il 31 luglio, 31 agosto, 30 settembre e 31 ottobre 2021.
Il provvedimento dunque dispone che tutte le rate di “Rottamazione-ter” e “Saldo e stralcio” del 2020, devono essere versate entro il 30 novembre. Entro la stessa data devono essere anche versate le rate della “Rottamazione-ter” e del “Saldo e stralcio” in scadenza nel 2021.
DILAZIONI, DECADENZA ESTESA. Per i piani di rateizzazione che erano in corso all’8 marzo 2020 (inizio del periodo di sospensione delle attività di riscossione conseguente all’emergenza Covid-19), è prevista l’estensione da 10 a 18 del numero di rate che, in caso di mancato pagamento, determinano la decadenza della dilazione (per i soggetti con residenza, sede legale o la sede operativa nei comuni della c.d. “zona rossa” la sospensione decorre dal 21 febbraio 2020).
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Twitter estende a tutti la funzione di chat audio Spaces
Rimosso il limite precedente, dirette aperte su iOS e Android
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
22 ottobre 2021
12:29
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
A quasi un anno dal rilascio, in versione limitata, di Spaces, Twitter apre la funzionalità a tutti gli iscritti.
La possibilità di ospitare sessioni audio in diretta è supportata sia per chi usa iOS (iPhone e iPad) che qualsiasi dispositivo Android, con l’ultima versione di Twitter.
Il microblog aveva presentato Spaces nel novembre dello scorso anno, come tentativo di seguire il successo di Clubhouse con la propria versione di chat room incentrate sull’audio.
Al lancio, la capacità di ospitare uno ‘spazio’ era limitata agli utenti con 600 follower o più. L’annuncio delle ultime ore arriva comunque molto dopo quanto previsto, dato che la stessa Twitter si era prefissata un’apertura della funzione entro il mese di aprile.
Il social network ha aggiornato periodicamente Spaces, aggiungendo, ad esempio, la possibilità di nominare altri partecipanti come co-conduttori di una diretta, fino a 10 relatori. Ha inoltre aperto un fondo per i ‘creators’, chiamato Spark Program. I Ticketed Spaces mirano invece ad incrementare gli introiti per chi ospita le dirette, grazie al pagamento di biglietti speciali per gli ascoltatori. Il concorrente diretto, Clubhouse, è uscito dalla fase di beta, solo ad invito, a luglio 2021, anche se dopo un boom iniziale di download da parte dei possessori di dispositivi Android, l’app ha perso di fervore e, apparentemente, di interesse. Gli analisti adesso si chiedono se il lancio globale di Spaces sancirà la fine di Clubhouse o, di contro, una ripresa del primo esperimento del genere.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Oppo come Apple e Google, produrrà in casa i suoi processori
La carenza di chip spinge le aziende a produzione interna
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
22 ottobre 2021
16:00
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Un nuovo rapporto di Nikkei Asia suggerisce che Oppo, il quarto produttore di smartphone al mondo, comincerà presto a produrre in casa i processori per i propri dispositivi.
I chip dovrebbero essere integrati all’interno dei telefoni top di gamma nel giro di un paio di anni.
Se il 2023 può sembrare un termine lontano, bisogna considerare che la tabella di marcia nell’ingegnerizzazione di hardware è solitamente avanti un biennio rispetto alla commercializzazione vera e propria. Stando alla fonte di Nikkei Asia, Oppo non sarà sola nell’implementazione di una catena di produzione casalinga.
Secondo quanto riferito, il gruppo utilizzerà la tecnologia a 3 nanometri di Tsmc, la più grande fabbrica indipendente di semiconduttori al mondo, adattandola alla sua catena di montaggio. Si parla già di alcuni ‘core’ personalizzati che potranno aiutare con la fotografia, la sicurezza e il machine learning. Utilizzando chip progettati su misura, come Apple, Google e Samsung, Oppo potrebbe esercitare un maggiore controllo sulla catena di fornitura e ridurre la dipendenza dai leader del settore Qualcomm e MediaTek, e i relativi problemi di approvvigionamento, che ne stanno caratterizzando l’operato nell’ultimo anno. Una volta implementati i processori proprietari, Oppo potrà montarli anche sui prodotti OnePlus e Realme, che dipendono dalla stessa politica di assemblaggio hardware.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Twitter, ricerca interna svela algoritmo orientato a destra
Maggiore amplificazione su bacheche rispetto ai post di sinistra
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
22 ottobre 2021
16:02
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Twitter ha comunicato i risultati di una ricerca interna, secondo cui, spesso, l’algoritmo che mostra i post agli iscritti, preferisce contenuti di destra rispetto a quelli di sinistra.
“Abbiamo analizzato milioni di tweet dal 1 aprile al 15 agosto 2020, da account gestiti da funzionari eletti in sette paesi: Canada, Francia, Germania, Giappone, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti” ha affermato il social network in un post sul blog.
“Gli analisti hanno usato questi dati per verificare quali tweet siano stati amplificati sul flusso di notizie, quando viene selezionato il feed tramite algoritmo rispetto a quello cronologico”.
Nel complesso, e soprattutto nei periodi pre-elettorali, i contenuti politici finiscono con l’avere una predominanza sugli altri e, di questi, ad essere stati mostrati più frequentemente sono stati quelli di destra. “In sei paesi su sette – tutti tranne la Germania – i tweet pubblicati da account della destra politica hanno ricevuto un’amplificazione algoritmica maggiore rispetto alla sinistra, se studiati come gruppo”. Tuttavia, Twitter non è certa di cosa abbia causato questo sbilanciamento. La società ha sottolineato che: “L’amplificazione algoritmica non è problematica in sé: tutti gli algoritmi finiscono con l’amplificare i contenuti a cui sono applicati. Diventa problematica se sorge un trattamento preferenziale in funzione di come l’algoritmo è costruito, rispetto alle interazioni che le persone hanno con esso”. A seguito della ricerca, Twitter ha affermato di voler coinvolgere ricercatori esterni, così che possano aiutarla a migliorare i sistemi alla base dell’organizzazione automatica dei contenuti.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Fico, inclusione digitale priorità per cittadinanza attiva
Lo dimostrano firme online per referendum, rispettare differenze
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
22 ottobre 2021
12:55
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Anche l’inclusione digitale è non solo la sfida del presente, ma anche una priorità assoluta per il Paese perché è il modo in cui poter esercitare una cittadinanza attiva.
Lo dimostra quanto accaduto con le raccolte di firme online per i referendum.
Le nuove tecnologie offrono infatti straordinarie potenzialità nei rapporti fra cittadini, istituzioni e amministrazioni”. Lo afferma il presidente della Camera Roberto Fico in un video messaggio all’inaugurazione di “4 Weeks 4 Inclusion”.
“Il rispetto e la valorizzazione delle differenze non sono solo un dovere etico, ma motore e moltiplicatore di sviluppo economico e sociale e una delle direttrici da seguire per uscire dalla crisi. Le buone pratiche che le aziende italiane stanno adottando sono la dimostrazione di come il mondo del lavoro sia un luogo fondamentale per avanzare nel cambiamento e valorizzare tutte le diversità e non discriminarle”, conclude.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: vendevano farmaci online, 42 siti oscurati dai Nas
Venduta anche l’ivermectina, antiparassitario per il quale l’Ema, nel marzo 2021, ha raccomandato di non utilizzare il principio attivo per la prevenzione o il trattamento del covid al di fuori degli studi clinici
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
23 ottobre 2021
09:04
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono stati 42 i siti, collocati su server esteri, oscurati dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute perché venivano pubblicizzati o offerti in vendita vari farmaci anche contro il covid 19.
Su 35 dei 42 siti veniva venduta anche l’ivermectina, antiparassitario utilizzato in campo veterinario e per il quale l’Ema, nel marzo 2021, ha raccomandato di non utilizzare il principio attivo per la prevenzione o il trattamento del covid al di fuori degli studi clinici.
Con questa operazione salgono a 283 i siti oscurati dai Nas nel 2021, di cui 244 legati all’emergenza Covid.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Da Tinder nuove funzioni di sicurezza contro le molestie
In fase di test ridotto del 10% l’invio di messaggi molesti
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
23 ottobre 2021
15:59
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tinder ha introdotto due nuove funzioni per prevenire le molestie sull’app.
Si tratta di ‘Questo messaggio ti infastidisce?’ e ‘Vuoi ripensarci?’.
Novità che si aggiungono alla lista di opzioni di sicurezza che Tinder ha lanciato negli ultimi anni e che mirano a fornire maggiore sicurezza agli iscritti.
‘Questo messaggio ti infastidisce?’ fornisce supporto ai membri quando viene rilevato un linguaggio molesto in un messaggio appena ricevuto. La funzione riconosce, sulla base di un’intelligenza artificiale con apprendimento autonomo e supportata dai feedback degli utenti, se è il caso di segnalare un testo considerato molesto. Quando un membro di Tinder risponde “sì” alla domanda “Questo messaggio ti infastidisce?”, avrà la possibilità di segnalare il comportamento della persona che lo ha contattato.
Secondo Tinder, i primi test hanno mostrato un aumento del 46% del numero di segnalazioni per messaggi inappropriati, con gli iscritti che si sentono più legittimati e supportati nel segnalare i comportamenti scorretti. ‘Vuoi ripensarci?’ agisce allo stesso modo, ma dal lato di chi sta inviando il messaggio. L’intelligenza artificiale interviene in modo proattivo per avvertire il mittente che il suo testo potrebbe risultare offensivo, chiedendogli di pensarci due volte prima di premere invio. ‘Vuoi ripensarci?’ avrebbe già ridotto il linguaggio inappropriato nei messaggi inviati per oltre il 10% di chi ha ricevuto la notifica. “Le parole sono potenti quanto le azioni e oggi vogliamo ribadire ulteriormente che nessun tipo di molestia avrà mai spazio su Tinder”, ha affermato Tracey Breeden, Head of Safety and Social Advocacy per Tinder e Match Group”. Per continuare a inviare e ricevere messaggi sulla piattaforma, gli utenti dovranno dare il consenso ai filtri. In assenza di ciò, si potrà continuare a fare Swipe e Match con gli altri ma senza poter gestire le chat dirette.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Social media, nel mondo 4,5 miliardi utenti
Ogni giorno 1 milione di iscritti in più, spicca la crescita di TikTok
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
24 ottobre 2021
14:23
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
In ottobre il numero degli utenti a livello globale dei social media ha superato la quota di 4,5 miliardi di persone.
La crescita è rallentata negli ultimi tre mesi, ma il totale globale continua a crescere a un ritmo di 1 milione di nuovi utenti al giorno.
Tra le diverse piattaforme spicca la crescita di TikTok. Sono i dati contenuti nrl rapporto Digital 2021 October Global Statshot di DataReportal, pubblicato in collaborazione con We Are Social e Hootsuite. Secondo l’analisi nell’ultimo anno, quello della pandemia, sono 400 milioni gli utenti che si sono uniti ai social (+9,9%).
Per avere un’idea del fenomeno, basti pensare che la popolazione mondiale al momento è di 7,89 miliardi – spiega il rapporto – ed è cresciuta di 80 milioni di persone nell’ultimo anno.
Secondo i trend attuali, entro la prima metà del 2022 il 60% della popolazione mondiale avrà un account social. Tra le varie piattaforme spicca la crescita di TikTok, che è da poco entrata nel club dei social media con più di 1 miliardo di utenti, impiegando soli cinque anni per questa scalata. A confermare la crescita, le previsioni nei giorni scorsi della società di analisi Talkwaker che ha spiegato come la piattaforma cinese è destinata a diventare leader dei social media nel 2022. Una curiosità: Snapchat, che ha avuto un calo a Wall Street per i risultati deludenti della trimestrale, va forte invece in India con quasi 116 milioni di utenti, cioè il 21% dell’utenza mondiale di questo social.
Con l’aumento degli utenti, dice il rapporto, cresce per i social anche la platea di persone a cui mostrare propri spazi pubblicitari: 825 milioni di utenti over 18 per TikTok e 3 miliardi di utenti per Facebook, nel caso del social di Zuckerberg è quasi metà della popolazione mondiale. E il costo della pubblicità è cresciuto del 33% rispetto all’anno scorso. Dalla ricerca emergono anche i dati relativi all’uso di internet e dei dispositivi. Più di due terzi della popolazione mondiale usa uno smartphone, con un incremento dell’1,9% anno su anno si è arrivati a 5,29 miliardi di persone a ottobre 2021. In generale, le persone che accedono a internet sono 4,88 miliardi, cioè il 62% della popolazione mondiale, solo in Cina sono un miliardo.
Rispetto alle rilevazioni dello scorso anno sono 220 milioni in più (+4,8%), di cui 70 milioni in Cina (+7,5%) ma, spiegano gli autori del rapporto con il Covid-19 che continua a ostacolare la ricerca, le cifre reali potrebbero essere notevolmente più alte. Infine, tra le app più redditizie del terzo trimestre del 2021 ci sono Disney+, YouTube e Tinder, mentre le più scaricate sono le Vpn. Si è registrato anche un crescente interesse per i podcast: un utente su cinque di età compresa tra i 16 e 64 anni ne ascolta uno a settimana, con una prevalenza tra le giovani donne.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Spazio: Francia, lanciato razzo Ariane con due satelliti
Uno è militare e di ultima generazione
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
KOUROU
24 ottobre 2021
06:09
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ decollato da Kourou, nella Guyana francese, il razzo francese Ariane 5 dotato di due satelliti per le telecomunicazioni, di cui uno di ultima generazione per uso militare.
Il lancio era stato rinviato nei giorni scorsi per ulteriori controlli.

Il razzo è partito alle 11:10 ora locale (3:10 ora italiana, dopo il rinvio di venerdì. Il conto alla rovescia è stato interrotto alle 21:56 ora locale, cinque minuti prima del miglior tempo della finestra di tiro, ma è finalmente ripreso alle 23:03. La missione è stata completata con successo 38 minuti e 41 secondi dopo il lancio.
Il razzo trasporta due satelliti, il SES-17, gestito dal gruppo lussemburghese SES, e Syracuse 4A, un satellite militare per telecomunicazioni sviluppato per il Ministero delle Forze Armate francese.
Comandato dalla Direzione generale degli armamenti (DGA), Syracuse 4A avrà lo scopo di consentire alle forze armate francesi di rimanere permanentemente collegate con tutte le forze sul terreno. SES-17 fornirà copertura nelle Americhe, nell’Oceano Atlantico e nei Caraibi, in particolare per rivoluzionare la connettività in volo per gli utenti di aeromobili, soddisfare la forte domanda di trasmissione dati nei settori del trasporto marittimo e accelerare le iniziative di inclusione digitale.
“Syracuse 4A è progettato per resistere agli attacchi militari da terra e nello spazio, nonché alle interferenze”, ha detto all’AFP il colonnello Stéphane Spet, portavoce dell’Air Force e dell’Air Force.

Tecnologia tutte le notizie in tempo reale! CLICCA LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Android, Notizie, Scienza, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 44 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:44 DI LUNEDÌ 11 OTTOBRE 2021

ALLE 12:25 DI LUNEDÌ 18 OTTOBRE 2021

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Negozio di cover italiano svela design del Galaxy S22 Ultra
Forme più squadrate e alloggiamento per la S Pen
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
11 ottobre 2021
11:44
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Uno store online italiano di custodie per smartphone, CoverPigtou, ha pubblicato una serie di foto di quello che dovrebbe essere il Galaxy S22 Ultra, il prossimo telefonino di punta di Samsung. Rispetto alla famiglia attuale, le immagini mostrano un ‘mockup’, uno smartphone fittizio e di norma utilizzato per produrre le custodie, con un design più squadrato, simile a quello dei Galaxy Note 20, e un alloggiamento inferiore per la S Pen.
Si tratta del pennino che ha da sempre distinto la gamma dei Note da tutti gli altri, vista l’opportunità di utilizzare una biro digitale per prendere appunti e disegnare. Già dallo scorso gennaio, la S Pen ha fatto il suo debutto su altri modelli, come il Galaxy S21 Ultra, arrivando a funzionare anche sul pieghevole Z Fold3.
A differenza dei precedenti però, il telefonino venturo ospiterà l’accessorio internamente, proprio come i Note. CoverPigtou rivela che i pulsanti del volume e di accensione resteranno lungo il bordo destro del telefono mentre il sinistro sarà lasciato libero da qualsiasi porta. Un particolare è la configurazione della fotocamera posteriore, che forma una ‘P’ e che sembra non proseguire le fattezze attuali, che sulla serie S21 danno vita ad un’unità che, per costruzione e materiali, segue le linee dello chassis frontale. Altri prototipi di cover, svelati dall’informatore @xleaks7, sposano l’idea che l’S22 Ultra avrà un aspetto sostanzialmente diverso da quanto venduto oggi. Il grosso interrogativo resta sulla data di presentazione.
Di solito, Samsung tende a svelare la serie ‘S’ tra fine gennaio e febbraio anche se, questa volta, potrebbe slittare di qualche mese, per anticipare l’uscita del Galaxy S21 FE.   ANDROID

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Cresce il furto di password online, +45% in sei mesi
Kaspersky, utilizzando malware speciali chiamati Trojan-PSW
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
13 ottobre 2021
13:50
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Negli ultimi sei mesi gli esperti dell’azienda di sicurezza informatica Kaspersky hanno osservato una crescita nelle attività dei truffatori che rubano le password utilizzando malware speciali chiamati Trojan-PSW. Si tratta di ‘stealer’, programmi in grado di raccogliere informazioni di accesso e altre informazioni sull’account di una vittima.
Dalla ricerca, emerge che il numero degli utenti caduti nel furto di password è cresciuto sensibilmente nel tempo.
Ad esempio, a settembre le vittime erano 160.000 in più rispetto ad aprile, con un aumento del 45%. Negli ultimi mesi, Kaspersky ha notato anche un forte aumento nel numero di tentativi di infezione: il terzo trimestre del 2021 (da luglio a settembre) ha visto una crescita quasi del 30%. Il numero totale dei rilevamenti è aumentato rispetto all’anno precedente, passando da 24,8 milioni a 25,5 milioni.
“Come dimostrano le statistiche, credenziali d’accesso, password, dettagli di pagamento e altre informazioni personali continuano ad essere oggetto di interesse da parte dei criminali informatici. Per questo motivo, incoraggiamo gli utenti a prendere alcune precauzioni per proteggere i loro account. Ad esempio si può utilizzare l’autenticazione a più fattori. Dato l’aumento dell’attività dei truffatori che utilizzano password stealer, si consiglia di non cliccare su link non sicuri e di utilizzare una soluzione di sicurezza aggiornata” ha commentato Denis Parinov, security expert di Kaspersky. Per evitare di imbattersi in programmi dannosi e truffe che mirano a rubare le credenziali, Kaspersky invita anche a non pubblicare online informazioni personali che potrebbero rivelare la propria identità, come indirizzo di casa, numero di telefono personale ed email.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La Lego annuncia, niente più etichette di genere sui giocattoli
Secondo una ricerca commissionata dall’azienda stessa la dicitura ‘per bambine’ inibisce i maschi: i giochi saranno divisi ‘per passione’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
11 ottobre 2021
15:13
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La Lego ha annunciato che eliminerà dai suoi giocattoli gli “stereotipi di genere” dopo che un sondaggio commissionato dallo stesso gigante danese delle costruzioni per bambini ha rilevato un problema nei ragazzi.
La ricerca condotta dal Geena Davis Institute on Gender in Media ha scoperto, infatti, che mentre le bambine sono sicure di sé e pronte a giocare anche con le confezioni di mattoncini pensate per i maschi, il 71% dei bambini intervistati ha confessato di temere di essere presi in giro qualora avessero utilizzato scatole descritte come “giocattoli per ragazze”.
Una paura, sottolinea lo studio riportato dal Guardian, condivisa se non più accentuata nei genitori.
Da qui la decisione della Lego di togliere le etichette di genere da scatole e sul sito e dividere i giochi per “passione”.MONDO
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Cgil: sito fuori uso per attacco hacker
Azione di disturbo strutturata. Chiunque può intuirne la matrice
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
11 ottobre 2021
16:17
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il sito web della Cgil è da stamattina irraggiungibile per un attacco hacker.
Si tratta – spiegano alla Cgil – di un’azione informatica di disturbo, volontaria e strutturata, ovvero con la tipologia di fenomeno informatico malevolo denominato “attacco DDoS” (Denial-of-service attack), un fenomeno, occorso in più riprese a partire da sabato scorso e attualmente ancora in essere. Circac 130mila i tentativi di connessione contemporanea da più Paesi. Gli attacchi informatici – afferma la Cgil – sono senza volto ma in questo caso la firma in calce è così evidente che chiunque potrà intuirne la matrice.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Sequestrato il sito web di Forza Nuova, su disposizione della Procura di Roma
L’attività rientra nell’indagine avviata dai pm relativa anche agli scontri avvenuti sabato nel centro della Capitale e che ha portato all’arresto di 12 persone.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
12 ottobre 2021
10:47
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Su richiesta della Procura di Roma la Polizia Postale ha notificato un provvedimento di sequestro del sito internet del movimento di estrema destra Forza Nuova.
L’attività rientra nell’indagine avviata dai pm di Roma e relativa anche agli scontri avvenuti sabato nel centro della Capitale e che ha portato all’arresto di 12 persone.
Il reato per cui si è proceduto è quello di istigazione a delinquere aggravato dall’utilizzo di strumenti informatici o telematici.   POLITICA   CRONACA

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Cosa Dicono Online gli Italiani sul Fascismo
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
12 ottobre 2021
20:29
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Le violenze a margine della manifestazione ‘no green pass’, sabato scorso a Roma, culminate con l’assalto alla sede della CGIL, hanno scosso profondamente l’opinione pubblica. Una sorta di ‘Capitol Hill’ italiana.
L’eco di quanto avvenuto, le prese di posizione dei leader politici, e le ambiguità di alcuni di questi, a cui ha fatto da contraltare l’abbraccio tra Draghi e Landini, non cessa e una parte dei partiti hanno presentato una mozione per chiedere al governo di ‘sciogliere l’organizzazione neofascista Forza Nuova e le altre formazioni che si richiamano al fascismo’. Ecco che allora DataMediaHub ha indagato le conversazioni online (social + siti di news + blog e forum) relative a ‘fascismo’.
Nell’ultima settimana sono state più di 89mila le citazioni relative a fascismo, da parte di oltre 10mila autori unici, i cui contenuti hanno coinvolto (like + reaction + commenti e condivisioni) quasi mezzo milione di persone.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Un campione casuale ma sufficientemente ampio da comprendere quello che la maggioranza degli italiani pensi sul tema.
Come mostra l’infografica di sintesi dei dati emergenti dall’analisi vi è una nettissima prevalenza di sentiment negativo, di emozioni e sentimenti negativi nelle verbalizzazioni associate alle conversazioni online relative alla questione.
Anche la word cloud, la nuvola di parola dei termini maggiormente ricorrenti nelle dichiarazioni spontanee delle persone evidenziano tale sentiment, con affermazioni quali “attacco squadrista” , piuttosto che ‘violenza squadrista’ e ‘violenza fascista’ a dominare la scena.
Emerge con altrettanta chiarezza come le persone chiedano ‘massima severità’ nei confronti degli autori delle violenze, e raccolgono l’appello di sciogliere le organizzazioni che si richiamano agli ideali del fascismo.
Infine, si evidenzia anche la richiesta di ‘chiedere scusa’ e l’ambiguità del leader di Fratelli d’Italia richiamata da molti con ‘Meloni chiosa’.
Insomma, se anche El Pais, il quotidiano più venduto in Spagna, oggi titola in prima pagina che ‘Un brote de violencia fascista pone en alerta a Italia’ (L’esplosione della violenza fascista allarma l’Italia), la netta maggioranza degli italiani è sensibile al pericolo e si pronuncia fermamente contro.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Un doodle di Google dedicato a Montale
A 125 anni dalla nascita del poeta del ‘male di vivere’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
12 ottobre 2021
10:24
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Un doodle di Google per ricordare il 125 anniversario della nascita di Eugenio Montale. L’autore di Ossi di seppia, tra i massimi poeti italiani del Novecento, fissò i termini di una poetica del negativo in cui il “male di vivere” si esprime attraverso la corrosione dell’Io lirico tradizionale e del suo linguaggio.
Premio Nobel per la letteratura, nato a Genova il 12 ottobre 1896, fu anche giornalista, scrittore, filosofo e critico letterario.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Discipline tecniche e ragazze, riparte ‘Tech is Pink’
Percorso, dai 7 ai 18 anni, promosso da Samsung e Mediaworld
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
13 ottobre 2021
13:50
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Parte il 25 ottobre la seconda edizione di ‘Tech is Pink’, percorso di formazione online focalizzato sulle discipline Stem, dedicato esclusivamente alle ragazze. Promosso da MediaWorld e, per la prima volta, anche da Samsung Electronics Italia, l’obiettivo è far conoscere al pubblico femminile le materie Science, Technology, Engineering and Mathematics, che si stanno ponendo come sempre più determinanti per il futuro delle nuove professioni.
Si va dalle lezioni su coding, gaming, sviluppo app e web design, per tutte le ragazze dai 7 ai 18 anni.
Un percorso che parte da un’età davvero bassa, per un motivo: “Realizzato in collaborazione con Girls Tech, iniziativa di SYX, associazione no-profit per la diffusione delle nuove tecnologie informatiche, Tech is Pink nasce proprio con l’obiettivo di sensibilizzare le ragazze sui temi del digitale sin da piccole, perché è proprio da giovanissimi che ci si appassiona alle discipline Stem” spiega Samsung.
Secondo gli ultimi dati di Talents Venture, in Italia solo circa il 37% delle studentesse sceglie un percorso di studi Stem e, tra i laureati in materie tecnico-scientifiche, solo il 18% è donna, peri l report ‘Valored4Stem’. Tech is Pink si traduce dunque in un percorso fatto di oltre 30 corsi online in live streaming per un totale di circa 180 ore di formazione gratuita, con l’obiettivo di sviluppare i talenti tecnologici femminili e sostenere concretamente la presenza femminile nel settore della scienza e della tecnologia, favorendo al contempo la riduzione dello ‘skills mismatch’, ovvero il divario tra le competenze richieste dal mercato del lavoro e quelle realmente disponibili. I corsi, tenuti da professionisti di Girls Tech, tratteranno alcuni degli argomenti più attuali: dal coding con Scratch e Python alla progettazione di app, dalla cybersecurity fino al graphic design e al gaming, il tutto strutturato e declinato in base alle differenti età delle partecipanti.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple potrebbe tenere un nuovo evento il 26 ottobre
Attesi i nuovi computer Mac e gli AirPods di terza generazione
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
12 ottobre 2021
12:08
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Sarebbe il 26 ottobre la data scelta da Apple per tenere il suo ennesimo appuntamento di presentazione online, a questo punto l’ultimo del 2021.
Considerando la varietà di prodotti già annunciati nei mesi scorsi, ad oggi restano fuori dagli aggiornamenti solo computer Mac e portatili MacBook, oltre alla nuova generazione degli AirPods, gli auricolari senza fili del gruppo. Come riporta l’informatore Mark Gurman di Bloomberg, il colosso di Cupertino aveva, in principio, considerando la data del 19 ottobre per l’evento, facendolo poi slittare ad una settimana dopo, il 26 ottobre appunto.
Non è un caso: il 19 di questo mese, Google svelerà i suoi Pixel 6 e Pixel 6 Pro, e un accavallamento delle conferenze, seppur online, non è mai ben visto dal pubblico così come dagli operatori di settore.
Nel merito dei dispositivi, Gurman ricorda come Apple abbia in cantiere diverse novità, inclusi i MacBook Pro aggiornati con il nuovo chip M1X. La versione 2021 del portatile dovrebbe essere disponibile nelle dimensioni da 14 e 16 pollici, con cornici più sottili, un display più grande e uno chassis ridisegnato. Utilizzerà il processore M1X, che è un aggiornamento dell’M1 e segnerà il ritorno della connettività MagSafe via USB-C. Apple riporterà in auge anche la porta HDMI e lo slot per schede SD. Secondo Gurman, la Mela presenterà anche un rinnovato Mac mini, sempre con un chip M1X. Pochi dettagli invece sugli AirPods 3: alcune voci parlano di un design a metà strada tra gli auricolari tradizionali e il modello Pro, con uno stelo più piccolo. Quasi certamente godranno delle nuove tecnologie audio presentate di recente da Apple, come lo Spatial Audio, che simula lo spostamento di voce e suono intorno a chi ascolta durante la musica, i video e i giochi supportati.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Instagram, una notifica per sapere se l’app non funziona
A seguito della poca trasparenza sulle interruzioni
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
13 ottobre 2021
13:17
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Instagram, che fa parte del gruppo Facebook, ha deciso di attivare una nuova funzione con cui gli utenti potranno sapere se l’app sta riscontrando problemi di funzionamento, sia a livello locale che globale. Secondo quanto si legge sul blog ufficiale della piattaforma, verrà avviata presto, nei soli Stati Uniti, una fase di test, con cui gli iscritti riceveranno, in alto sul feed della bacheca, una notifica che indicherà criticità in corso e dunque l’impossibilità di accedere a contenuti aggiornati o postarne dei nuovi.
Il tutto a seguito del più recente down che ha messo fuori uso non solo Instagram ma anche Facebook e WhatsApp. In quel caso, come nei precedenti, gli iscritti hanno saputo del blocco solo qualche ora dopo averlo sperimentato, quando la compagnia lo ha confermato con note e comunicati. “Questa mancanza di chiarezza può essere frustrante” spiega Instagram “per cui vogliamo che sia più facile capire cosa sta succedendo, direttamente da noi”. Ma questa non è l’unica novità in arrivo.
Il secondo strumento in fase di prova è lo ‘Stato dell’Account’. Con un nuovo menu, gli iscritti potranno controllare se il loro profilo ‘rischia’ delle sanzioni, ad esempio per aver violato le policy dell’app o esser stato segnalato da altri utenti. Nella sezione saranno raccolte tutte le informazioni su come ci si sta comportando sulla piattaforma social, e se l’account è a rischio disabilitazione. Sarà anche possibile presentare ricorso se si ritiene di non aver violato le norme, selezionando “Richiedi una Revisione”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Open diventa partner di Facebook in Italia sul fact-checking
Si aggiunge a Pagella Politica nella lotta alle bufale
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
12 ottobre 2021
13:01
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook ha annunciato l’ingresso di Open all’interno dei suoi collaboratori indipendenti per il fact-checking. La sezione coordinata da David Puente è già stata certificata dall’organizzazione indipendente ‘International Fact-Checking Network’ e si unisce a Pagella Politica, partner di Facebook in Italia da gennaio 2018, nella lotta alla disinformazione.
Insieme svolgeranno il proprio lavoro di analisi su Facebook e Instagram in Italia. “Dare alle persone più informazioni su ciò che vedono online è fondamentale per aiutarle a decidere cosa leggere, a cosa credere e cosa condividere” spiega Facebook in una nota. “Fin dal 2016 Facebook collabora con partner indipendenti di fact-checking per identificare e combattere la disinformazione sulle sue piattaforme. Il numero di partner è quasi triplicato negli anni e oggi collaboriamo con più di 80 fact-checker indipendenti in tutto il mondo, che analizzano i contenuti in oltre 60 lingue diverse”. Ogni volta che un fact-checker valuta un contenuto come falso, Facebook riduce la sua distribuzione, in modo che meno persone possano vederlo, e avvisa chi lo ha già visto sulla non correttezza. Applica inoltre al contenuto un’etichetta di avvertimento che rimanda all’analisi fatta del fact-checker.
Facebook ha annunciato di recente diversi aggiornamenti al programma, introducendo due nuove classificazioni a disposizione dei fact-checker: “Alterato”, per i video e le immagini che sono stati manipolati e “Privo di contesto”, per i contenuti che non sono del tutto falsi ma che possono essere fuorvianti senza un contesto aggiuntivo. “Siamo lieti di dare il benvenuto a Open come partner di fact-checking in Italia. Insieme a Pagella Politica, avrà un ruolo di fondamentale importanza nell’aiutarci a combattere e ridurre la diffusione della disinformazione in lingua italiana sulle nostre piattaforme” ha detto Luca Colombo, Country Director di Facebook Italia.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Cybersecurity, torinese Ermes tra le 100 eccellenze mondiali
Selezionata da Gartner tra realtà che sfruttano Ai
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
13 ottobre 2021
11:47
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La torinese Ermes, nata all’interno dell’incubatore I3P del Politecnico di Torino nel 2018, è l’unica italiana nella top 100 delle realtà che sfruttano l’intelligenza artificiale per rilevare e difendere da attacchi alla sicurezza delle aziende. La selezione è curata da Gartner, leader mondiale di ricerca e consulenza informatica.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Ermes è nata dall’idea dell’imprenditore Hassan Metwalley di utilizzare l’intelligenza artificiale per difendere le aziende da potenziali intrusioni che fanno leva sulle vulnerabilità dei dipendenti oltre che sulle reti aziendali, potenziando esponenzialmente la sicurezza durante la navigazione e generando notevoli risparmi sui consumi di banda. “Siamo veramente orgogliosi di essere stati selezionati come unica realtà italiana all’interno di una classifica così autorevole a livello internazionale, che annovera le più grandi aziende del settore.
Certi che l’Italia stia, finalmente, diventando un punto di riferimento sostanziale nel panorama della Cybersecurity, abbiamo investito tutto sulle competenze tecniche e trasversali di quello che, oggi, è un team eccelso e all’avanguardia” commenta Metwalley, ceo e co–founder di Ermes Intelligent Web Protection Già nel 2017 Ermes aveva vinto il Primo Premio Pni Cube.
Ermes ha protetto più di 30mila utenti bloccando oltre 360 miliardi di connessioni pericolose.   PIEMONTE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Travelino, il robot che ti “organizza” il viaggio in chat
Baby startup palermitana a Smau Milano
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
13 ottobre 2021
11:45
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Cerchi un alloggio di qualsiasi categoria in una città del mondo? Vuoi un volo low cost per la Shangai, Milano o Parigi? Con Travelino, un robot da viaggio che si utilizza nelle chat più popolari, lo puoi fare in un batter d’occhio. E’ questo il progetto innovativo diventato realtà di un giovane founder palermitano, Federico Lima 29 anni.
La baby startup turistica “Travelino”, oggi ha presentato allo Smau di Milano, la sua innovazione: il primo robot ad intelligenza artificiale che porta verso il futuro l’industria turistica globale, trasformando le chat di messaggistica degli utenti in potenti motori di ricerca di tutti i servizi di viaggio, contenuti forniti da operatori stranieri e, soprattutto, da quelli locali. La startup ha già ricevuto un premio da parte del ministero dello Sviluppo Economico: il Bravo innovation Hub ed un percorso di accelerazione d’impresa, già concluso con Invitalia nel maggio del 2021.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
«Nel marzo del 2020, pochi giorni prima della pandemia, ho fondato Threebot, società a cui fa capo Travelino – dice il Ceo Lima – In un periodo di incertezza assoluta che ha generato conseguente crisi per tutte le economie nazionali, ho deciso di puntare al settore che avrebbe avuto più difficoltà nel tempo a risollevarsi, come sta accadendo. Nel progetto ho coinvolto professionisti e tecnici di livello con un forte know how del mondo tech & digital. Mentre il mondo si muoveva molto lentamente mi sono presentato alle holding e multinazionali di distribuzione dei servizi come Booking.com, Skyscanner e Sicily by cars, ho conquistato con la mia idea la loro fiducia ed oggi, queste realtà, ricoprono lo status di “Partner commerciale” con Travelino. Oltre al riconoscimento del Bravo innovation hub e della Regione Siciliana che ci ha inserito nel suo programma s3 di sviluppo per la digitalizzazione intelligente -Turismo e beni culturali, riscuotiamo apprezzamenti da diversi operatori stranieri del turismo, abbiamo maturato contatti ad Hong Kong ed in California, stiamo finalizzando altre importanti intese commerciali che favoriranno la distribuzione della tecnologia in altri mercati, l’obiettivo è un lancio in contemporanea entro il prossimo maggio 2022». Travelino vuole fornire un servizio sociale per i viaggiatori e di supporto agli operatori per il raggiungimento della domanda online locale ed estera. “Con questa prima versione dell’assistente di viaggio – dice Lima – rendiamo il concetto di intelligenza artificiale accessibile ed universale, (nella sua versione più semplificata) a tutti i viaggiatori, anche quelli poco digitali avranno la possibilità di apprendere e misurarsi con una tecnologia in forte crescita».
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il servizio è semplice – prosegue – Raggiungendo i canali web di Travelino (social network, web site) l’utente può attivare il robot A.I. con un click nella sua app di chat preferita, senza il download, l’assistente si attiva automaticamente nel canale selezionato di messaggistica istantanea (Whatsapp, Messenger, Telegram). Travelino, sarà attivo in chat h24, e ha l’obiettivo di guidare gli utenti durante la ricerca del servizio di viaggio, potrà essere interrogato anche attraverso un singolo messaggio di testo o l’uso di una nota vocale per ottenere in pochi istanti le migliori offerte sui servizi di viaggio all’interno del proprio canale. Nell’era dell’intelligenza artificiale, non potevano di certo mancare degli assistenti vocali a cui rivolgersi per facilitare l’organizzazione della propria vacanza”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini:3.000 scritte No vax bloccano sito Fb Asl,indagini
Pagina della Toscana Sud Est ingolfata,ore di commenti e offese
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
AREZZO
13 ottobre 2021
10:53
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Hanno mandato in tilt con circa 3.000 commenti la pagina Fb della Asl Toscana Sud Est definendo i sanitari vaccinatori “nazisti” e scrivendo offese di ogni genere legati alle vaccinazioni. Il direttore generale Antonio D’Urso ha presentato denuncia alla polizia postale di Arezzo.
Il fatto è accaduto tra martedì e oggi con la pagina Facebook della Asl che è rimasta bloccata per alcune ore. Compare nei commenti una sigla a doppia V che, secondo gli investigatori della polizia postale, sarebbe ricollegabile a organizzazioni No vax.
In corso controlli a It e server utilizzati da chi ha intasato tanto massivamente il profilo.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il capitano Kirk di Star Trek nello spazio sul Blue Origin
Oggi 90/enne Shatner parteciperà al programma spaziale di Besos
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
VAN HORN
13 ottobre 2021
11:42
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il capitano Kirk oggi vola nello spazio, anche se per pochi minuti. William Shatner, il 90/enne attore canadese che interpretò il comandante dell’Enterprise nella mitica serie Star Trek e che diventerà la persona più anziana a lambire il cosmo, è infatti uno dei quattro “turisti” che saranno lanciati oggi a bordo di Blue Origin nel programma spaziale del patron di Amazon, Jeff Bezos, giunto al secondo lancio.

Il lancio, rimandato ieri per il vento, è previsto per oggi alle 9 (le 16 italiane) dalla base di lancio nell’ovest del Texas. La capsula Blue Origin si sgancerà dal razzo vettore riutilizzabile New Shepard e si fermerà per alcuni minuti in assenza di gravità oltre la cosiddetta ‘Linea di Karman’, collocata a 100 km di altitudine, che convenzionalmente segna il confine fra l’atmosfera terrestre e lo spazio. La capsula ricadrà poi sulla Terra frenata da tre grandi paracadute e da un retropropulsore, a poca distanza dalla base di lancio. Il tutto durerà 11 minuti.
Gli altri tre passeggeri sono Chris Boshuizen, ex tecnico Nasa e cofondatore dell’associazione Planet Labs che ogni giorno fotografa la terra in alta risoluzione da alcuni satelliti; Glen de Vries, imprenditore nel campo dei software per la biomedicina, e l’unica donna, Audrey Powers, una dirigente dello stesso progetto Blue Origin di Bezos.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Asstel e Luiss Business School per un nuovo corso di studio
Il programma su “Le Nuove Relazioni Industriali” parte da Roma
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
13 ottobre 2021
11:46
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Asstel-Assotelecomunicazioni è diventato partner dell’Executive Course della Luiss Business School “Le Nuove Relazioni Industriali”. Il percorso si inserisce nella più ampia cornice dell’Executive Programme in Organizzazione e Gestione delle Risorse Umane e si terrà a Roma l’11 febbraio 2022, a Milano il 25 febbraio 2022 e a Belluno l’11 marzo 2022.
Obiettivo del programma è trasferire ai partecipanti le conoscenze di base su quello che è il quadro normativo e contrattuale di riferimento, collegandolo alle nuove sfide derivanti dalla trasformazione digitale e dagli impatti che questa ha generato sia sui processi organizzativi aziendali che sugli strumenti di comunicazione adottati per fronteggiare l’emergenza.
Ogni modulo approfondirà le principali pratiche e tecniche negoziali in materia di Relazioni Industriali e spazierà dalle Relazioni Sindacali al Welfare aziendale.
“La digitalizzazione sta profondamente trasformando il mercato del lavoro e i modelli di riferimento delle organizzazioni aziendali e della leadership. Pertanto, è necessario promuovere programmi di alta formazione che permettano di governare la trasformazione in corso. Il mondo del lavoro è, infatti, alla ricerca di nuove professionalità e di un aggiornamento continuo delle competenze, per questo noi di Asstel crediamo che l’Executive Course della Luiss Business School Le Nuove Relazioni Industriali possa rappresentare un percorso innovativo indirizzato sia a studenti, sia a lavoratori già in forza per approcciare in maniera multidisciplinare e innovativa al mondo delle relazioni industriali. L’obiettivo è di generare esperienza proprio dall’incontro diretto con l’impresa e con nuovi saperi. Perché spostare in avanti il proprio orizzonte è fondamentale per anticipare i trend e vincere la sfida del futuro” ha commentato il Direttore di Asstel, Laura di Raimondo.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Alibaba: media, Jack Ma è riapparso a Hong Kong
A quasi un anno dall’ultima apparizione pubblica
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
13 ottobre 2021
12:38
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il fondatore di Alibaba, Jack Ma, è riapparso a Hong Kong, a quasi un anno di distanza dalla clamorosa bocciatura dell’Ipo della fintech del gruppo Ant Financial, naufragata agli inizii di novembre 2020 su disposizione delle autorità cinesi a 48 ore dell’esordio dei titoli alle Borse di Shanghai e Hong Kong.
Lo riporta The Standard, testata dell’ex colonia britannica, citando “due fonti autorevoli” che lo hanno visto il primo ottobre in città.
Ma ha partecipato a pochissimi eventi pubblici in Cina nel mezzo della stretta di Pechino contro i colossi Internet e tecnologici, ma quella di Hong Kong sarebbe per il carismatico ex insegnante di inglese la prima conferma di viaggio tra le voci secondo cui gli era stato vietato di lasciare il Paese a causa di indagini in corso.
Non è chiaro chi abbia incontrato Ma durante il suo periodo di soggiorno e se da allora abbia lasciato la città.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Mancano chip, verso taglio obiettivi produzione iPhone
Fornitori hanno difficoltà nella consegna di componenti
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
13 ottobre 2021
15:01
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple si avvia a tagliare i suoi obiettivi di produzione per l’iPhone 13 nel 2021 a causa della carenza di chip. Lo riporta l’agenzia Bloomberg citando alcune fonti, secondo le quali l’azienda di Cupertino starebbe comunicando ai suoi partner che la produzione sarà inferiore perché Broadcom e Texas Instruments stanno incontrando difficoltà nella consegna di componenti.
Apple aveva previsto di produrre 90 milioni di iPhone entro la fine dell’anno, ma ne produrrà di 80 milioni, hanno detto le fonti dell’agenzia di stampa.
“La domanda è stata forte in tutto il mondo, soprattutto in Cina e negli Stati Uniti – ha commentato l’analista di Wedbush Dan Ives – Apple sarà a corto di almeno 5 milioni di iPhone 13 se la domanda continua a questo ritmo”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nuova iniziativa eccentrica di Musk, birra ispirata a Tesla
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
13 ottobre 2021
13:15
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Elon Musk, a Berlino per mostrare gli sviluppi della sua Gigafactory, la fabbrica europea che produrrà i veicoli elettrici Tesla, ha svelato ‘Gigabier’, la birra legata all’iniziativa. Con una bottiglia ispirata al Cybertruck, il pick-up futuristico che verrà costruito proprio in Germania dal 2022, la Gigabier sarà realizzata nella patria della birra, anche se non è dato sapere se verrà venduta anche sul mercato estero.
Musk stava discutendo alcuni dei piani di Tesla per rendere la vita più facile e divertente per i dipendenti della Gigafactory Berlin, che dovrebbe impiegare fino a 10.000 persone, quando ha svelato il progetto della birra.
Oltre a questo, ha discusso della possibilità di costruire un sistema di spostamento interno, una sorte di stazione per aiutare i pendolari, che si muoveranno in massa verso lo stabilimento alle porte di Berlino. Inoltre, Tesla personalizzerà le pareti dei vari garage, ‘per renderli meno noiosi attraverso dei murales’ ha spiegato Musk.
Non è la prima volta che il Ceo flirta con il mondo del ‘food and beverage’. Lo scorso novembre, l’eclettico imprenditore aveva messo in vendita la Tesla Tequila, andata a ruba ed esaurita in poche ore, al prezzo di 250 dollari a bottiglia. Anche in quel caso, il contenitore aveva suscitato più interesse del contenuto, grazie alla forma particolare a fulmine in vetro soffiato a mano. Altre case automobilistiche, come Volkswagen, si sono dedicate in passato alla produzione di cibo per i propri dipendenti. La tedesca ha prodotto un particolare wurstel, che ormai viene commercializzato in undici Paesi al mondo.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook: le ‘stanze audio’ disponibili in tutto il mondo
Per creator e personaggi pubblici, dopo boom di Clubhouse
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
13 ottobre 2021
13:16
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo un test negli Stati Uniti, sono disponibili in tutto il mondo le stanze audio di Facebook, lanciate a giugno in scia del boom di Clubhouse. Si chiamano ‘Live Audio Room’ e per il momento l’utilizzo è disponibile solo per creator e personaggi ipubblici.
Chi le crea può dare inizio a conversazioni con un certo numero di persone che si uniscono, che possono essere designate come oratori o ascoltatori. Le stanze sonore danno anche la possibilità di mettere in piedi delle raccolte fondi destinate ad un’organizzazione no profit.
Le ‘Live Audio Room’ sono visualizzate in primo piano nel feed delle notizie di Facebook e le persone possono anche registrarsi per ricevere avvisi quando una stanza audio dal vivo viene pubblicata. Per il momento possono essere create solo su iOS, ma la società ha avviato dei test per portarle anche su Android. In futuro potrebbero anche sbarcare sulla versione di Facebook per i computer.
Dopo il record di download di Clubhouse lo scorso inverno in coincidenza della pandemia e dei lockdown, il clamore su questa piattaforma si è spento ma la modalità di live audio è stata adottata da altri social network. Anche Twitter ha lanciato Spaces, e ha esteso la possibilità di avviare una conversazione live audio su questo nuovo spazio a chiunque abbia più di 600 follower, sia da dispositivo Android sia iOS.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google, con Restor la cura del territorio è partecipativa
Progetto rende dati e immagini satellitari accessibili a tutti
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
14 ottobre 2021
13:39
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google conferma l’impegno in favore dell’ambiente. Lancia Restor, un progetto da oggi disponibile in tutto il mondo, che permette a chiunque di analizzare il potenziale di riassetto di qualsiasi territorio mostrando sulle mappe i dati sulle specie di piante locali e le loro caratteristiche, il livello di carbonio nel suolo attuale e potenziale di un luogo e altre variabili come la copertura del suolo, il suo Ph e le precipitazioni annuali. Quindi dati scientifici indispensabili e immagini satellitari ad alta risoluzione.
Con queste informazioni, singoli cittadini o istituzioni, possono intraprendere un percorso di riassetto e determinare quali piante coltivare e come curare l’area. La piattaforma mette in contatto tra loro i professionisti, facilita lo scambio di informazioni, e rende i progetti visibili a potenziali finanziatori e al pubblico.
“Di fronte al rapido surriscaldamento del nostro pianeta, proteggere e ripristinare gli ecosistemi mondiali è fondamentale per salvaguardare la biodiversità da cui tutti dipendiamo e per aiutarci ad adattarci a un clima che cambia – spiega Google sul suo blog – Inoltre, ripristinare il potenziale ecologico degli ecosistemi stessi ha il potenziale di ridurre circa il 30% delle emissioni globali di carbonio accumulate ed è già una componente chiave per limitare gli effetti più devastanti del cambiamento climatico”.
Il progetto è alimentato da Google Earth Engine e Google Cloud, ha ricevuto il supporto di Google Earth Engine e Google Cloud ed è finanziato da Google.org con 1 milione di dollari. E’ stato fondato da laboratorio Crowther dell’Università ETH di Zurigo che nel 2019 ha iniziato a lavorare su un progetto “per mettere in contatto i professionisti tra loro e con gli scienziati per creare una rete di portata mondiale e rendere il movimento visibile al pubblico”. Poi designer, animatori e tecnologi creativi del Google Creative Lab hanno aiutato a progettare e sviluppare la piattaforma.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Android 12 trasforma lo smartphone nelle chiavi dell’auto
L’app Digital Car Key permetterà di aprire e chiudere il veicolo
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
13 ottobre 2021
15:01
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’ultimo aggiornamento dei Google Play Services, la base di codici con cui app terze possono comunicare con il sistema operativo Android, svela il lancio di Digital Car Key. Si tratta di una funzione già presentata da Google e riportata in auge all’evento per gli sviluppatori di quest’anno, Google I/O 2021.
I nuovi indizi portano a credere che Big G introdurrà la funzionalità già su Android 12, la cui presentazione è fissata per il 19 ottobre, insieme al lancio della serie di smartphone Pixel 6 e 6 Pro. Si tratta della possibilità di trasformare lo smartphone nella chiave dell’auto, attraverso una copia di questa in digitale. Il processo prevede la registrazione, all’interno di un’app apposita, del paio in possesso, per il proprio veicolo supportato. Inizialmente non saranno compatibili tutti gli smartphone aggiornati ad Android 12 (si parla solo di Pixel e Samsung), così come non tutte le auto potranno sfruttare il particolare metodo di blocco e sblocco degli sportelli. Google aveva già spiegato il funzionamento di Digital Car Key, che sfrutterà la comunicazione via NFC e UWB per dialogare con il mezzo. Ciò presuppone che l’automobile integri già un simile strumento, che di norma è presente su modelli di lusso, anche se il mercato sta velocemente evolvendo in tale direzione, trasformando il classico concetto di ‘keyless’, l’apertura, chiusura e accensione con il solo pulsante ‘start’, in qualcosa di più tecnologicamente avanzato. La stessa Google, ha cominciato a collaborare con i produttori di auto, per ottimizzare l’interfaccia di comunicazione e realizzare uno standard condiviso, tramite la Android Ready SE Alliance. Apple offre giù un servizio simile, con Car Key per iPhone ed Apple Watch, disponibile solo per le più recenti BMW.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook aggiorna norme su bullismo e intimidazione
Più protezione soggetti vulnerabili e personaggi pubblici
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
13 ottobre 2021
18:21
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook rafforza le norme contro il bullismo e le intimidazioni: introduce nuove regole per aumentare la protezione delle persone da molestie di massa e rafforza la protezione per i personaggi pubblici. L’annuncio arriva in occasione della Giornata nazionale per la prevenzione e la sensibilizzazione del bullismo negli Stati Uniti.
In particolare, come spiega in un post Antigone Davis, Global Head of Safety di Facebook, verranno rimosse le azioni “coordinate di molestie di massa che prendono di mira individui a maggior rischio di danni offline, come le vittime di tragedie o dissidenti governativi, anche se il contenuto da solo non viola le nostre politiche”.
I contenuti discutibili, verranno eliminati sui profili e nei messaggi diretti.
Riguardo i personaggi pubblici come politici, giornalisti, celebrities o creators, verranno rimossi contenuti a carattere sessuali rivolti a queste persone; immagini ritoccate dispregiative; attacchi attraverso descrizioni fisiche negative che sono taggate, menzionate o pubblicate sull’account del personaggio pubblico, contenuti degradanti. “Diventare un personaggio pubblico non è sempre una scelta – spiega Davis – e questa fama può aumentare il rischio di bullismo e molestie, in particolare se la persona proviene da una comunità sottorappresentata, comprese le donne, le persone di colore o la comunità LGBTQ”.
Facebook fa sapere che nell’aggiornare queste norme ha lavorato con esperti tra cui sostenitori della libertà di parola e gruppi per la sicurezza delle donne, creatori di contenuti e figure pubbliche e che “continuerà a lavorare con esperti e ad ascoltare i membri della community per garantire che le nostre piattaforme rimangano sicure”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
MacBook e AirPods le novità di Apple attese il 18 ottobre
Dopo la conferma della data, aumentano le voci sui nuovi modelli
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
14 ottobre 2021
13:33
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple ha confermato il suo prossimo evento online, “Unleashed”, fissato per le ore 19 del 18 ottobre. Il mese scorso, l’azienda ha presentato la nuova linea di iPhone 13, i nuovi iPad e l’Apple Watch Series 7.
Considerati i prodotti che ancora attendono un aggiornamento di design e funzioni, sono attualmente candidati a fare la loro comparsa virtuale dall’Apple Park di Cupertino, i MacBook Pro e gli AirPods di terza generazione. Stando alle indiscrezioni degli esperti, la prossima famiglia di portatili sarà la prima, di fascia alta, a sostituire i chip Intel con i processori casalinghi di Apple, conosciuti come Silicon. Il MacBook, un tempo prodotto di punta della Mela, rimane uno degli oggetti che meglio performa in quanto a vendite, generando circa il 10% delle entrate del colosso americano nel segmento ‘devices’.
Stando al sito 9to5mac, i modelli futuri includeranno un nuovo design, un caricatore magnetico MagSafe e display rinnovati nelle dimensioni, da 14 e 16 pollici. I dispositivi dovrebbero anche presentare la porta HDMI rimossa dall’ultima generazione ma non la touch bar superiore, che probabilmente non ha ottenuto riscontri così positivi nel tempo. Apple ha aggiornato l’ultima volta i MacBook Pro di fascia bassa alla fine dello scorso anno, con il processore M1, mentre i più recenti notebook top di gamma risalgono al 2019. Oltre ai nuovi MacBook, Apple sta lavorando al successore dei suoi AirPods, in terza generazione, da non confondersi con gli AirPods Pro, che hanno un formato diverso dello stelo, più corto. Gli AirPods 3 dovrebbero invece presentare lo stesso design iconico, con l’aggiunta di tecnologie che già conosciamo, come lo Spatial Audio, con rilevamento dinamico della posizione della testa, ad oggi disponibile solo su AirPods Pro e le cuffie Max.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
TikTok, rimossi 81 mln video per violazione politiche uso
Rappresenta meno dell’1% del totale dei contenuti pubblicati
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
14 ottobre 2021
17:19
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
TikTok ha rilasciato il nuovo Rapporto sull’applicazione delle Linee Guida della Community per il secondo trimestre del 2021. Si tratta del documento sulla trasparenza e sicurezza, che include informazioni dettagliate sulla quantità e la natura dei contenuti e degli account rimossi a seguito di violazioni, da aprile a giugno.
Secondo i dati, la piattaforma ha rimosso oltre 81 milioni di video (81.518.334) che hanno violato le politiche di utilizzo. Un numero che rappresenta meno dell’1% del totale dei contenuti pubblicati. Di questi, il 93% è stato rimosso nel giro di 24 ore dalla pubblicazione, mentre il 94,1% prima di ricevere una segnalazione da parte di un utente. Inoltre, l’87,5% dei contenuti rimossi non aveva ancora ricevuto neanche una visualizzazione, un dato in miglioramento rispetto al precedente report, che segnava una percentuale pari all’81,8%.
Durante il trimestre di riferimento, sono stati pubblicati oltre 8,1 miliardi di filmati su TikTok, con una media di circa 90 milioni al giorno. Da luglio, TikTok usa una tecnologia di riconoscimento automatico dei contenuti. Questa rimuove, in misura preventiva e senza intervento umano, i video lesivi dei termini del servizio, che presentano nudità, attività sessuali, atti violenti o illegali. I team dedicati possono poi intervenire per validare il ban. Il social ha affermato che il tasso di falsi positivi, ovvero la rimozione di filmati che in realtà non violano le regole, è del 5%. Una percentuale che si riflette nel recente rapporto sulla trasparenza, visto che circa 4,6 milioni degli 81 milioni di video rimossi sono stati ripristinati (poco più del 5% dunque). Nel secondo trimestre, TikTok ha lanciato funzioni per eliminare o segnalare commenti multipli e account che usano espressioni di bullismo. La campagna #CreateKindness mira invece a sensibilizzare sul tema del bullismo online, con video dedicati.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Smartphone pieghevoli, anche Oppo in corsa
Secondo fonti cinesi, il primo modello è in via di presentazione
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
14 ottobre 2021
13:26
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Stando alle informazioni diffuse dall’account Digital Chat Station sul social cinese Weibo, Oppo sarebbe vicina al lancio del suo primo smartphone pieghevole. Anzi, per il leaker, potrebbero essere due i dispositivi da svelare, sulla falsariga dei Galaxy Z Flip 3 e Galaxy Z Fold 3, ossia una versione con apertura a conchiglia e una a mo’ di libro.
Per ora però, ci sono informazioni tecniche solo su quest’ultimo. Il display principale, l’interno esteso, dovrebbe avere una diagonale di 7,8 pollici, una risoluzione QHD e un refresh rate da 120 Hz. Per quanto riguarda il comparto fotografico, il sensore di bordo candidato è il Sony IMX766 da 50 MP, con una selfie cam da 32 MP. Il processore pare essere lo Snapdragon 888 di Qualcomm su sistema operativo Android 11, con personalizzazione Color OS 12. Oppo aveva già mostrato un suo prototipo di pieghevole, anche alla stampa italiana, mesi fa.
In quel caso però, si trattava di uno smartphone con display ad apertura a scorrimento, sicuramente più futuristico e con tempi di test più lunghi del normale, per via del particolare sistema meccanico alla base. Secondo il Foldable Smartphone Shipment Forecast di Counterpoint Research, le spedizioni degli smartphone pieghevoli toccheranno 9 milioni di unità entro la fine del 2021. Una crescita già di per sé significativa, tre volte superiore quella del 2020, ma che entro un paio di anni farà segnare un balzo anche maggiore, pari a 10 volte il numero attuale. Gli analisti stimano vendite in doppia cifra, pari a circa 90 milioni di unità, per i telefonini con schermo flessibile, se il trend rimarrà tale per il biennio. Attualmente è Samsung a dominare lo scenario, con una quota di mercato superiore all’88% che, nel momento in cui altri produttori lanceranno i loro modelli, dovrebbe scendere e attestarsi intorno al 75%.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Robot e sensori, partenrship S.Anna Pisa-StMicroelectronics
Anche su formazione, collaborazioni scientifiche e ricerca
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
PISA
14 ottobre 2021
10:57
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Attività e progetti comuni su temi ingegneristici come la robotica tradizionale e quella collaborativa, utilizzando tecnologie di attuazione ad altissima efficienza e sensoristica avanzata, fondamentale per il cosiddetto ‘Internet delle cose’, a cui si aggiunge la collaborazione su sensori e attuatori Mems ottici. Sono questi i contenuti di un accordo quadro di collaborazione tra StMicroelectronics e Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa che prevede anche intese per la formazione, nuove collaborazioni scientifiche, ricerca, consulenza tecnico-scientifica per l’innovazione delle imprese.

“La collaborazione – spiega una nota della Sant’Anna – intende integrare le rispettive competenze accademiche e industriali per massimizzare l’impatto delle attività di ricerca e favorire la nascita e la crescita di imprese spin-off in settori di interesse comune. Grazie a questo accordo la Scuola Sant’Anna potenzia il proprio impegno nelle attività di ‘terza missione’, che mirano a produrre impatto e a creare valore per la collettività, anche attraverso la collaborazione con enti privati di alto profilo”. Secondo Paolo Dario, prorettore alla terza missione della Sant’Anna, “l’iniziativa rilancia la collaborazione storica con StMicroelectronics”, che, aggiunge Nunzio Abbate, direttore del System Lab di StMicroelectronics “è socio e componente del consiglio direttivo del Competence center mise artes 4.0, creato dalla Sant’Anna nel 2019 con 127 soci accademici, industriali e centri di ricerca”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
MacBook e AirPods le novità di Apple attese
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
14 ottobre 2021
11:24
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple ha confermato il suo prossimo evento online, “Unleashed”, fissato per le ore 19 del 18 ottobre. Il mese scorso, l’azienda ha presentato la nuova linea di iPhone 13, i nuovi iPad e l’Apple Watch Series 7.
Considerati i prodotti che ancora attendono un aggiornamento di design e funzioni, sono attualmente candidati a fare la loro comparsa virtuale dall’Apple Park di Cupertino, i MacBook Pro e gli AirPods di terza generazione. Stando alle indiscrezioni degli esperti, la prossima famiglia di portatili sarà la prima, di fascia alta, a sostituire i chip Intel con i processori casalinghi di Apple, conosciuti come Silicon. Il MacBook, un tempo prodotto di punta della Mela, rimane uno degli oggetti che meglio performa in quanto a vendite, generando circa il 10% delle entrate del colosso americano nel segmento ‘devices’.
Oltre ai nuovi MacBook, Apple sta lavorando al successore dei suoi AirPods, in terza generazione, da non confondersi con gli AirPods Pro, che hanno un formato diverso dello stelo, più corto. Gli AirPods 3 dovrebbero invece presentare lo stesso design iconico, con l’aggiunta di tecnologie che già conosciamo, come lo Spatial Audio, con rilevamento dinamico della posizione della testa, ad oggi disponibile solo su AirPods Pro e le cuffie Max.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook: la talpa Haugen sarà sentita da comitato controllo
Organismo indipendente creato dal social
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
14 ottobre 2021
13:36
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Frances Haugen, la whistleblower del caso Facebook, ascoltata il 5 ottobre scorso dal Congresso Usa, sarà audita anche dall’Oversight Board, un comitato indipendente creato dallo stesso social network per riesaminare le scelte più spinose riguardo la policy della piattaforma. Lo ha annunciato lo stesso organismo, che in passato si è espresso anche sul bando di Donald Trump.
“Alla luce delle serie affermazioni fatte su Facebook dalla signora Haugen – spiega il board – l’abbiamo invitata a parlare nelle prossime settimane, invito che è stato accettato.
I membri del consiglio apprezzano la possibilità di discutere le esperienze della signora Haugen e raccogliere informazioni che possono aiutare a spingere Facebbok verso una maggiore trasparenza e responsabilità, attraverso le nostre decisioni e raccomandazioni” L’ex manager della società di Menlo Park, i cui documenti hanno dato il via ad una inchiesta a puntate del Wall Street Journal sul social di Mark Zuckerberg, ha affermato che la piattaforma antepone il profitto al benessere degli utenti e che non ha controlli, neppure da parte del suo Oversight board.
Nei giorni scorsi anche i principali eurodeputati della commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori del Parlamento europeo hanno deciso di invitare la Frances Haugen ad un’audizione l’8 novembre.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il cloud cresce in Italia, mercato 2021 a 3,84 mld
Osservatorio PoliMi, nelle grandi aziende è un dato di fatto
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
15 ottobre 2021
11:00
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Cresce il mercato italiano del cloud: nel 2021 la spesa delle imprese raggiunge i 3,84 miliardi di euro segnando un incremento del 16% rispetto al 2020. L’adozione di questa tecnologia è un dato di fatto nelle grandi aziende: nel 44% dei casi, infatti, le applicazioni si trovano oggi su cloud pubblico o privato, che si appresta a superare la quota ancora gestita on-premises, ossia, quella parte di applicazioni installata su server propri.
Tuttavia, più di un’impresa su tre (34%) ammette di non aver ancora accompagnato questo percorso tecnologico con azioni di cambiamento organizzativo rivolte alla direzione It (information technology), come l’arricchimento delle competenze del personale. E’ la fotografia che emerge dall’Osservatorio Cloud Transformation della School of Management del Politecnico di Milano. “A seguito del deciso cambio di passo avvenuto nel corso del 2020 a causa dell’emergenza sanitaria, le prime stime per quest’anno confermano un ulteriore consolidamento, con tassi di crescita assimilabili a quelli pre-pandemici”, spiega Alessandro Piva, direttore dell’Osservatorio Cloud Transformation, aggiungendo che “oggi le imprese e le pubbliche amministrazioni stanno affrontando la vera sfida: strutturare una strategia di lungo periodo che ponga il cloud al centro della digitalizzazione”. I dati mostrano “un incremento degli investimenti legati ai progetti strategici, all’interconnessione delle applicazioni, ormai distribuite in diversi ambienti computazionali, e all’innovazione funzionale e architetturale”. Il public & hybrid cloud, ovvero l’insieme dei servizi forniti da provider esterni e l’interconnessione tra cloud pubblici e privati, si conferma la componente principale, per una spesa di 2,39 miliardi di euro (+19%).
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Huawei, reti 5G devono diventare sempre più sostenibili
Ding, obiettivo è ridurre del 45% emissioni gas serra settore
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
14 ottobre 2021
17:18
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il 5G è diventato un nuovo motore per la crescita dell’industria mobile ma l’intero settore dovrà continuare a innovare e rendere queste reti sempre più sostenibili. E’ questo, in sostanza, il contenuto dell’intervento di Ryan Ding, Executive Director e Presidente Huawei Carrier Business Group, al Global Mobile Broadband Forum Secondo Ding, gli operatori che hanno investito in questa tecnologia hanno registrato rendimenti elevati anche se si stima riusciranno a realizzare un valore reale per la propria azienda soltanto quando il tasso di penetrazione del 5G raggiungerà la soglia del 20% come in Cina, Corea del Sud e Kuwait, innescando così un ciclo positivo che ha visto una crescita dell’utenza, con connessi rendimenti aziendali e implementazione di nuove reti.
Le reti 5G di elevata qualità, ha aggiunto, guideranno la rapida crescita del traffico dati mobile.
Si stima infatti che il traffico dati medio per utente al mese raggiungerà i 600 GB entro il 2030. Tuttavia, se l’efficienza energetica delle reti attualmente in uso dovesse rimanere invariata, il consumo energetico delle reti wireless aumenterà di oltre dieci volte.
Pertanto Ding ha affermato che, con l’obiettivo di ridurre del 45% le emissioni di gas serra prodotte dal settore Ict gli operatori dovranno perseguire l’innovazione in aree come l’alimentazione, la distribuzione, l’utilizzo e la gestione delle reti 5G per realizzarne di più sostenibili e caratterizzate da prestazioni superiori e migliore efficienza energetica. In conclusione, Ding ha sottolineato che Huawei ha già implementato soluzioni per siti a ridotte emissioni di carbonio in più di 100 Paesi tra cui Arabia Saudita, Grecia, Pakistan e Svizzera, supportando gli operatori nella riduzione delle emissioni di anidride carbonica per un valore totale di 40 milioni di tonnellate.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
New York Post, Zuckerberg ha speso 419 milioni e favorito Biden
‘Ha finanziato ong che hanno condizionato uffici elettorali’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
14 ottobre 2021
19:01
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Durante le elezioni del 2020, il patron di Facebook Mark Zuckerberg ha speso 419 milioni di dollari a favore di organizzazioni nominalmente non partisan e non profit che hanno assistito gli uffici elettorali favorendo il voto democratico. E’ quanto sostiene una analisi del New York Post, – tabloid conservatore controllato da Rupert Murdoch – secondo cui questi soldi hanno aumentato significativamente il margine di voto di Joe Biden in alcuni Stati chiave, come la Georgia e l’Arizona, dove il candidato dem ha vinto rispettivamente di 12 mila e 10 mila voti.

“Questa fusione senza precedenti di uffici pubblico-privati con risorse e persone private è una grave minaccia alla nostra repubblica e dovrebbe essere il focus degli sforzi della riforma elettorale”, scrive il giornale. “Le elezioni 2020 non sono state rubate – prosegue il New York Post riferendosi alle accuse di Donald Trump – ma sono state probabilmente comprate da uno degli uomini più ricchi e potenti del mondo versando i suoi soldi tramite scappatoie legali”.
Nel mirino dell’indagine giornalistica in particolare il Center for Technology and Civic Life (CTCL) e il Center for Election Innovation and Research (CEIR), che avrebbero usato il denaro di Zuckerberg per “infiltrare” gli uffici elettorali a livello cittadino e di contea con attivisti di sinistra e promuovere campagne e prassi elettorali favorevoli ai dem, a partire dal voto per posta.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Microsoft chiude LinkedIn in Cina, “difficile operare”
Il servizio costretto a bloccare i profili di giornalisti e attivisti
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
15 ottobre 2021
11:00
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Microsoft abbandona LinkedIn in Cina, citando un ambiente difficile in cui operare: il ritiro segna la più grande partenza dal Paese asiatico di un’importante azienda tecnologica degli ultimi anni. LinkedIn, si legge in una nota, ha affermato che sostituirà il suo servizio cinese con un servizio di job board privo di funzionalità di social media.
La mossa è maturata dopo che il servizio di proprietà di Microsoft è stato costretto a bloccare i profili di giornalisti e attivisti per i diritti umani in Cina a causa dei contenuti postati e ritenuti “proibiti”.
La chiusura del sito di networking professionale, che opera in Cina da febbraio 2014, avverrà entro la fine dell’anno e segna la fine dell’ultima grande rete di social media americana in grado di operare apertamente nel Paese. LinkedIn, in una dichiarazione postata sul suo blog ufficiale, ha spiegato di aver preso la decisione dopo aver “affrontato un ambiente operativo significativamente più impegnativo e maggiori requisiti di conformità in Cina”. Mohak Shroff, vicepresidente esecutivo, ha sottolineato che “la nostra decisione di lanciare una versione locale di LinkedIn era stata guidata dalla nostra missione di connettere i professionisti di tutto il mondo per renderli più produttivi e di successo”, rispettando i requisiti del governo di Pechino sulle piattaforme Internet. Tuttavia, “stiamo affrontando un ambiente operativo significativamente più impegnativo e maggiori requisiti di conformità in Cina”.
La nuova strategia locale è “di concentrarci sull’aiutare i professionisti con sede in Cina a trovare lavoro in Cina e le aziende cinesi a trovare candidati di qualità. Entro la fine dell’anno, lanceremo InJobs, una nuova piattaforma di lavoro indipendente per la Cina”, ma privo di social feed o della possibilità di condividere post o articoli. “Continueremo inoltre a lavorare con le imprese cinesi per aiutarle a creare opportunità economiche”, in linea con l’impegno a creare opportunità. Anche se questa è stata “la nostra visione per quasi due decenni, sembra più importante che mai mentre tutti ci sforziamo di costruire un’economia globale che offra maggiore prosperità e progresso alle persone di tutto il mondo”, ha concluso.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Microsoft chiude LinkedIn in Cina. Il social media impiegato principalmente nello sviluppo dei contatti professionali presto non sarà più operativo nel Paese dove era rimasto l’unico grande social americano ad operare apertamente.

In una nota LinkedIn motiva la decisione con un ambiente diventato sempre più difficile dal punto di vista operativo anche per i requisiti sempre più stringenti richiesti da Pechino. Lo scorso marzo, riporta il Wall Street Journal, l’authority cinese che vigila su internet aveva imposto ai vertici di LinkedIn di regolare meglio i propri contenuti, dando loro 30 giorni di tempo.
Negli ultimi mesi il social media aveva comunicato come diversi profili di attivisti per la difesa dei diritti umani, di accademici e di giornalisti erano stati bloccati da Pechino con l’accusa di diffondere contenuti vietati. Linkedin ha quindi reso noto che in Cina rimpiazzerà il suo normale servizio con una sorta di bacheca internet del lavoro dove sparirà ogni aspetto social come condividere opinioni e storie.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Green pass: falsi certificati, sequestrati 2 canali Telegram
Indagine Polposta Catania, 25 euro in criptovaluta a documento
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
15 ottobre 2021
08:58
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura Distrettuale di Catania ha disposto il sequestro preventivo di due canali Telegram che proponevano la vendita di Green pass falsi. Il provvedimento è stato già convalidato dal Giudice per le indagini preliminari.
I due canali sono stati oscurati. Le indagini del compartimento Polizia postale di Catania dopo segnalazioni della Digos della Questura hanno riguardato canali i Telegram “Green Bypass 2.0” e “Vendita Green Pass autentico”, in cui erano iscritti rispettivamente 5.200 e oltre 120 utenti che pubblicizzavano la vendita di Green pass falsi dietro il pagamento di un corrispettivo in criptovaluta di 250 euro.
Gli esperti della Polizia postale, oltre a verificare il contenuto dei canali, sono riusciti a identificare due persone che partecipavano ai gruppi. Nei loro confronti la Procura ha disposto e perquisizioni domiciliari ed informatiche. Gli investigatori hanno sequestrato smartphone e supporti che saranno analizzati per confermare eventuali responsabilità. Le indagini proseguono identificare altri partecipanti. Inoltre, contestualmente alle perquisizioni, la Procura Distrettuale di Catania ha emesso decreto di sequestro preventivo trasmesso dalla Polizia per l’esecuzione alla società Telegram che ha prontamente provveduto ad oscurare i canali.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook: dopo caso Haugen rende private chat dipendenti
Ex dipendente parlerà il 25 ottobre al Parlamento Gb
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
15 ottobre 2021
10:59
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Per evitare un altro caso Frances Haugen, Facebook ha deciso di rendere private alcune chat tra i dipendenti. Lo ha fatto, secondo il New York Times, intervenendo all’interno di Workplace, la piattaforma professionale del social network.
Qui, i dipendenti dell’azienda americana, così come quelli delle altre società, pagando un canone aprono dei profili specifici e possono organizzare il lavoro e le attività extra, tramite chat singole o in gruppo e scrivere sulle bacheche che simulano l’organizzazione dei team.
Nel caso di Facebook, alcuni gruppi erano dedicati a discutere della sicurezza della piattaforma e di altri temi caldi, tra cui le elezioni americane. Non è chiaro se tali gruppi, una volta privati, continueranno ad essere alimentati con le comunicazioni ufficiali dell’azienda di Menlo Park, anche se solo per determinati ruoli, ma la mossa sembra voler stringere le maglie sulla fuga di notizie.
Tuttavia, un portavoce della società ha affermato che la misura era prevista da tempo. “Le fughe di notizie diminuiscono l’efficacia, l’efficienza e il morale dei team che lavorano ogni giorno per affrontare le sfide derivanti dalla gestione di una piattaforma per miliardi di persone. Possono anche mettere a rischio i dipendenti che lavorano su temi sensibili e portare a travisare o a fraintendere argomenti complessi” spiega una nota di Facebook.
Intanto prosegue la testimonianza di Frances Haugen davanti ad altri organi, dopo l’udienza al Senato Usa. L’ex dipendente di Facebook parlerà il 25 ottobre ad una commissione del parlamento britannico e l’8 novembre presso l’Unione Europea.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple, aprire a store di terze parti diminuirebbe sicurezza
“Su Android fino a 47 volte più infezioni che su iPhone”
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
15 ottobre 2021
11:13
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il sistema operativo di Apple sarebbe più sicuro di Android perché non permette il ‘sideloading’, cioè il download delle app al di fuori del suo negozio digitale ufficiale. Lo dice la stessa azienda di Cupertino che ha condiviso un lungo documento in risposta al Digital Markets Act della Commissione europea che potrebbe forzare proprio il ‘sideload’ delle app su iPhone in Europa.

La pratica del ‘sideloading’ è diffusa soprattutto nel mondo Android che consente di caricare su smartphone e tablet dei file in formato ‘.apk.’ in modalità manuale, eludendo i controlli del Play Store. Nel mondo Apple invece, l’unico modo per installare un’applicazione esterna all’App Store è su un dispositivo sbloccato, già di per sé un’operazione sconsigliata dalla Mela, per i rischi dell’avere un sistema aperto, con software privi di controlli e certificazioni.
Per avvalorare ulteriormente la tesi della pericolosità del ‘sideloading’ Apple sottolinea come, negli ultimi quattro anni, sui dispositivi Android siano state individuate da 15 a 47 volte più infezioni malware rispetto all’iPhone. Il colosso di Cupertino sostiene che, se fosse costretto a supportare il sideloading, come auspicano gli sviluppatori di terze parti quali Epic Games, un numero maggiore di app dannose raggiungerebbero gli utenti, perché sarebbe più facile per i cybercriminali prendere di mira i dispositivi. Inoltre, il controllo attuale di Apple avviene non solo in fase di installazione ma anche di comportamento delle app stesse, nel merito dei dati a cui accedono. Con il ‘sideloading’, infine, potrebbe venire meno anche tale sicurezza, con informazioni ed elementi hardware dello smartphone, eventualmente esposti agli aggressori digitali.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple Watch Series 7 arriva in Italia, ecco le novità
Schermo più ampio del 20% e cristallo resistente agli urti
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
15 ottobre 2021
11:29
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo una settimana di prevendita, arriva oggi nei negozi italiani l’Apple Watch Series 7. Disponibile con cassa da 41 mm e 45 mm, lo smartwatch ha uno schermo quasi del 20% più grande del precedente, nonostante l’ingombro resti praticamente lo stesso, grazie alla riduzione delle cornici intorno al quadrante.
Series 7 è più robusto, con un cristallo anteriore resistente agli urti ed è il primo della famiglia di smartwatch di Apple con resistenza alla polvere di grado IP6X e all’acqua fino a 50 metri. Apple Watch Series 7 introduce cinque nuove finiture per la cassa in alluminio: mezzanotte, galassia, verde, un nuovo blu e (PRODUCT) RED.
Inoltre, è disponibile anche una nuova gamma di colori e stili per i cinturini. I modelli in acciaio inossidabile sono disponibili in argento, grafite e oro, in aggiunta ad Apple Watch Edition in titanio naturale e nero siderale. Il design è stato perfezionato con angoli più smussati e arrotondati, con lo stesso schermo touch che adesso è dotato di un bordo rifrangente, in modo che i quadranti e le app a tutto schermo sembrino un tutt’uno con la curvatura della cassa. La batteria offre sempre un’autonomia di 18 ore, a cui si aggiunge una velocità di ricarica del 33% superiore. Resta il focus sul benessere: battito cardiaco, monitoraggio del sonno, dei livelli di ossigeno nel sangue e dell’ECG, oltre che le novità introdotte da Fitness+, un servizio creato proprio intorno ad Apple Watch, con tre mesi di accesso gratuito dalla prima attivazione. I prezzi del nuovo orologio partono dai 439 euro per il modello da 41 mm e 469 euro per il 45 mm, a salire poi per le versioni con connessione dati indipendente via e-sim, oltre al Wi-Fi.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Squid Game, dopo la serie tv Netflix pensa al videogioco
Nei progetti c’è anche un ampliamento del franchise
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
15 ottobre 2021
12:52
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel giro di poco più di due settimane, la serie tv di Netflix Squid Games è diventata la più vista di sempre sulla piattaforma di streaming, scavalcando Bridgerton. L’azienda di streaming avrebbe così intenzione di ampliare il franchise, lavorando un nuovo prodotto ispirato alle vicende dei protagonisti, un videogame.
Lo ha affermato, in maniera ufficiosa, Minyoung Kim, vice presidente del contenuto della divisione Asiatico-Pacifica di Netflix, in un’intervista a The Hollywood Reporter. “Abbiamo ricevuto – ha detto – un volume travolgente di richieste con l’obiettivo di ampliare il marchio Squid Game. Il ruolo del mio team è quello di esaminare davvero tutte queste opportunità, per creare una tabella di marcia concreta. Stiamo esaminando diverse aree, dai videogiochi ai prodotti di consumo e altro, per capire davvero cosa possiamo portare al nostro pubblico e aumentare la loro fidelizzazione alla serie, rimanendo fedeli al mondo che il nostro creatore ha costruito”. Dalle indiscrezioni, si intuisce che si tratterebbe di un videogame del genere ‘battle royale’, simile ai famosi Fortnite e Pubg, che ben si adatterebbe alla trame di Squid Game, anche se, almeno per il momento, non è dato sapere in cosa consisterà il titolo e se davvero verrà lanciato. Netflix aveva annunciato, mesi fa, di voler entrare nel settore dei videogiochi, rendendo disponibili i videogame all’interno della propria app, basati su serie originali. Ad oggi, gli utenti Android possono già accedere ad alcuni giochi ospitati sia sul Play Store che sull’app di Netflix, sebbene non siano esclusivi dell’azienda di Reed Hastings.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
The Hundred, aumento capitale per casa influencer del futuro
Cinque mln euro per media holding che punta a nuove parthership
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
15 ottobre 2021
12:54
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il suo obiettivo è trasformare gli influencer emergenti in un fenomeno di successo da milioni di follower. Si tratta di ‘The Hundred’, la media holding che si è rafforzata proprio in questi giorni con un aumento di capitale di 5 milioni di euro.
Nata per scoprire gli influencer del futuro grazie all’utilizzo della tecnologia più avanzata, Big Data compresi, li supporta poi dal punto di vista artistico e imprenditoriale con l’obiettivo di creare marchi e aziende di successo. Un traguardo che premia il modello proposto da The Hundred: non un’agenzia classica ma un laboratorio che sviluppa su misura nuovi brand e progetti aziendali insieme agli entertainer. Un concetto innovativo che permette agli influencer di accedere a importanti capitali e a competenze per passare dalla promozione di prodotti e servizi di terzi alla valorizzazione di asset propri. Dopo l’aumento di capitale, supportato da un gruppo di investitori guidati da Nicola Volpi, uno dei partner fondatori di Permira e da Antonio Zaccheo, presidente del Cda di The Hundred, la media holding punta a nuove partnership con i migliori entertainer italiani e diversi accordi sono in fase di chiusura. Beauty & Make-up, Education e Gaming saranno i settori di riferimento sui quali l’azienda punterà nel medio-lungo termine. TikToker, musicisti, artisti, fashion blogger sono solo alcuni dei profili che The Hundred segue con interesse.
“Come il venture capital investe nelle start up, così The Hundred investe sui talent più promettenti creando marchi ed aziende insieme a loro in una logica di partnership. Il nostro approccio si basa su di un affiancamento vero e proprio che aiuta gli influencer a crescere dal punto di vista artistico ed imprenditoriale fornendo loro tutti gli strumenti necessari”, ha dichiarato Vincenzo Macrì – CEO & CoFounder di The Hundred”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Navetta cinese agganciata alla stazione spaziale
L’annuncio di Nuova Cina, attracco al porto radiale
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
16 ottobre 2021
02:15
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La navetta spaziale cinese Shenzhou 13, con i suoi tre astronauti a bordo, si è agganciata con successo alla stazione spaziale cinese. Lo ha annunciato l’agenzia Nuova Cina.
La navetta è attraccata al porto radiale della stazione spaziale, come ha detto spiegato l’Agenzia cinese dei voli spaziali abitati.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Girato primo film nello spazio, troupe tornata sulla Terra
Il primato è russo, riprese durate 12 giorni in orbita
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
17 ottobre 2021
06:52
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Si sono concluse, dopo 12 giorni in orbita, le riprese del primo film nello spazio. La troupe russa composta dall’attrice Yulia Peresild, dal regista Klim Šipenko e dal cosmonauta Oleg Novitski ha appena fatto il suo ritorno sulla terra, dopo essere partita lo scorso 5 ottobre.
La navicella Soyouz MS-18 è atterrata in Kazakistan alle 4:36, l’orario previsto, secondo le immagini trasmesse in diretta dall’agenzia spaziale russa.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Cina collauda nuovo razzo ipersonico
Ft, è in grado di trasportare una testata nucleare
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
17 ottobre 2021
14:26
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La Cina ha collaudato un razzo ipersonico in grado di trasportare una testata nucleare che ha circumnavigato la Terra prima di dirigersi verso il suo obiettivo: lo riporta il Financial Times (Ft), che cita cinque persone a conoscenza del test. La prova, commenta il giornale, ha dimostrato le sofisticate capacità spaziali del Paese, cogliendo di sorpresa la comunità dell’intelligence statunitense.

Lanciato ad agosto, il razzo trasportava un velivolo planante ipersonico che ha volato a bassa orbita prima di scendere verso il suo bersaglio. Il velivolo ha mancato il bersaglio per una quarantina di chilometri, ma il test ha comunque dimostrato che Pechino è molto più avanti nel campo delle armi ipersoniche di quanto i funzionari americani immaginassero.
Secondo Taylor Fravel, un esperto della politica cinese sulle armi nucleari che non era a conoscenza del test, un velivolo planante ipersonico armato con una testata nucleare potrebbe aiutare la Cina ad evadere i sistemi di difesa missilistica Usa progettati per distruggere i missili balistici in arrivo.
Sarebbe “destabilizzante” se la Cina sviluppasse e dispiegasse un’arma del genere, ha aggiunto l’esperto.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook: 10mila nuovi posti lavoro in Ue in 5 anni
Investirà nel metaverso, “piattaforma informatica del futuro”
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
18 ottobre 2021
00:05
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook creerà 10mila nuovi posti di lavoro in tutta l’Unione Europea nei prossimi cinque anni. “La regione sarà messa al centro dei nostri piani per aiutare a costruire il metaverso, la piattaforma informatica del futuro, una nuova generazione di esperienze virtuali interconnesse che utilizzano tecnologie come la realtà virtuale e aumentata.
Ha il potenziale di aiutare a sbloccare l’accesso a nuove opportunità creative, sociali ed economiche”, spiegano Nick Clegg, Vice Presidente Global Affairs, e Javier Olivan, Vice Presidente Central Product Services, nel dare l’annuncio ufficiale.
Il metaverso viene considerata la nuova frontiera di Internet, qualche mese fa in una intervista Mark Zuckerberg aveva già accennato di voler investire in questo campo. Consiste in un insieme interconnesso di esperienze che coinvolge sia il mondo digitale sia quello fisico. “Nell’iniziare il viaggio per trasformare il metaverso in una realtà, una delle più urgenti priorità per Facebook è quella di trovare ingegneri altamente specializzati – spiega la società – Non vediamo l’ora di lavorare con i Governi di tutta l’Ue per trovare le persone giuste e i mercati giusti per portare avanti questo obiettivo, come parte di una prossima campagna di reclutamento che avverrà in tutta la regione”.
“Questo investimento è un voto di fiducia nella forza dell’industria tecnologica europea e nel potenziale del talento tecnologico europeo. L’Europa è estremamente importante per Facebook”, sottolineano i due vicepresidenti Clegg e Olivan ricordando sia “la biotecnologia tedesca che ha contribuito a sviluppare il primo vaccino MRNA”, sia gli investimenti già messi in campo da Facebook in Europa come “il laboratorio europeo di ricerca sull’Intelligenza Artificiale con il programma di accelerazione FAIR in Francia e la sede dei Facebook Reality Labs a Cork”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook investe in Europa, creerà 10mila nuovi posti di lavoro in cinque anni tutti dedicati al metaverso, la piattaforma tecnologica del futuro, un insieme interconnesso di esperienze che coinvolge sia il mondo digitale sia quello fisico. “La regione sarà messa al centro dei nostri piani per aiutare a costruire il metaverso che ha il potenziale di aiutare a sbloccare l’accesso a nuove opportunità creative, sociali ed economiche”, spiegano Nick Clegg, Vice Presidente Global Affairs, e Javier Olivan, Vice Presidente Central Product Services nel dare l’annuncio.
Nella regione, cruciale per il colosso dei social network, è in atto da tempo un dibattito istituzionale su concorrenza e privacy.
“Questo investimento è un voto di fiducia nella forza dell’industria tecnologica europea e nel potenziale del talento tecnologico europeo. L’Europa è estremamente importante per Facebook”, sottolineano Clegg e Olivan ricordando gli investimenti già messi in campo dalla società come “il laboratorio europeo di ricerca sull’Intelligenza Artificiale in Francia e la sede dei Facebook Reality Labs a Cork”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Una delle più urgenti priorità – aggiungono – è quella di trovare ingegneri altamente specializzati, una campagna di reclutamento avverrà in tutta la regione”. “E’ un voto di fiducia nella forza dell’industria tecnologica e nel talento europeo, anche qui in Italia. Facebook è all’inizio di un percorso entusiasmante per contribuire a costruire la piattaforma informatica del futuro e saranno i talenti europei a plasmarla fin dall’inizio”, commenta Luca Colombo, Country Director di Facebook Italia.
Il termine metaverso è stato usato per la prima volta da Neal Stephenson nel romanzo Snow Crash, un classico del genere cyberpunk pubblicato nel 1992. Viene considerata la nuova frontiera di Internet, un nuovo grande mondo virtuale dove gli utenti, per mezzo dei loro avatar, vivono esperienze interattive multimediali. Una specie di evoluzione del fenomeno Second Life, su cui stanno già puntando i colossi del ‘gaming’. Mark Zuckeberg mesi fa ha già anticipato di voler investire in questo settore che si sposa con gli investimenti che sta facendo da tempo nella realtà virtuale e nei visori a realtà aumentata. Un primo passo di Facebook verso il metaverso può essere considerato lo strumento Horizon Workrooms, lanciato qualche mese fa che permette di lavorare in un ambiente virtuale condiviso in cui si interagisce con il movimento delle mani.
Il metaverso potrebbe essere dunque un nuovo eldorado digitale, un grande spazio condiviso come lo è ora Internet, in cui diverse aziende tecnologiche costruiranno le proprie ‘case’ in cui si muoveranno gli avatar degli utenti con gli smartphone o altri dispositivi. E come tutti gli spazi digitali si porranno problemi di regole. “Per far nascere tutto questo sarà necessaria la collaborazione e la cooperazione tra aziende, sviluppatori, creator e politici”, osserva Facebook che si rivolge all’Ue. “Ha un ruolo importante da svolgere nel definire le nuove regole di internet – concludono Clegg e Olivan – I politici europei sono in prima linea nell’aiutare a includere valori europei come la libertà di espressione, privacy, trasparenza e i diritti delle persone, nel funzionamento quotidiano di internet. Facebook condivide questi valori e nel corso degli anni abbiamo intrapreso azioni significative per sostenerli. Speriamo nel completamento del Mercato Unico Digitale per sostenere ulteriormente gli attuali punti di forza dell’Europa, così come la stabilità sui flussi di dati internazionali che sono essenziali per una fiorente economia digitale”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Telegram raggiunge 1 miliardo di download su Android
La chat aveva beneficiato del blackout di Facebook e WhatsApp
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
18 ottobre 2021
11:15
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Telegram ha confermato di aver raggiunto un traguardo storico. Su Android, il servizio di chat ‘sicura’ è stato scaricato 1 miliardo di volte, tramite il negozio digitale Play Store.
WhatsApp e Facebook hanno superato la soglia nel 2016, ma Telegram lo ha fatto in un tempo relativamente più breve. Anzi, tra il 4 e il 5 ottobre, ossia durante il più recente blackout che ha colpito i server di Facebook, la piattaforma co-fondata da Pavel Durov ha beneficiato di 70 milioni di nuove installazioni, considerando anche l’App Store di Apple. “Sono orgoglioso di come il nostro team ha gestito la crescita senza precedenti perché Telegram ha continuato a funzionare perfettamente per la maggior parte delle persone. Detto questo, alcuni nelle Americhe potrebbero aver riscontrato una velocità più bassa del solito, dal momento che milioni di nuovi iscritti si sono precipitati su Telegram nello stesso momento” aveva detto Durov. Non è possibile sapere quanti siano diventati veri utilizzatori dell’app ma resta comunque un balzo in avanti importante per la quota del miliardo. Telegram, nelle scorse settimane, ha dovuto fronteggiare varie critiche per aver ceduto, secondo i detrattori, alle richieste del governo russo di censurare il canale con le raccomandazioni di voto anti-governativo diffuse dal team di Navalnyj, fra i più noti critici del presidente Putin. Anche in Italia si è visto qualche cambiamento, con la rimozione della chat ‘Basta Dittatura’, portata avanti dall’organizzazione dei gruppi no vax e no green pass. Lo scorso fine settimana, Telegram ha oscurato i canali ‘Green Bypass 2.0’ e ‘Vendita Green Pass autentico’, per la vendita illegale dei permessi verdi. In totale erano seguiti da oltre 5.300 iscritti.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Cina: nessun missile ipersonico, testato veicolo spaziale
Ministero degli Esteri: lanciato per verificare la tecnologia riutilizzabile
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
18 ottobre 2021
11:40
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La Cina ha provato di recente non un missile ipersonico, ma un veicolo spaziale. Il portavoce del ministero degli Esteri Zhao Lijian, in risposta a quanto riportato ieri dal Financial Times su un sospetto test di agosto che ha sorpreso l’intelligence Usa, ha affermato che la vicenda ha riguardato “una prova di routine di un veicolo spaziale per verificare la tecnologia riutilizzabile del veicolo spaziale.

Questo è di grande significato per ridurre i costi dei veicoli spaziali”. E può fornire, ha aggiunto Zhao nel briefing quotidiano, “un modo conveniente ed economico di utilizzare lo spazio pacificamente”.
“Molte aziende nel mondo hanno effettuato esperimenti simili: prima che la navicella ritorni, l’attrezzatura di supporto è separata per essere bruciata e disintegrata nel processo di caduta nell’atmosfera fino a finire in mare aperto”, ha aggiunto Zhao, secondo cui ” la Cina collaborerà con altri Paesi del mondo per l’uso pacifico dello spazio a beneficio dell’umanità”. Alla domanda su quando fosse avvenuto il test, il portavoce ha confermato il mese di agosto come riferito dal quotidiano della City di Londra.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Attesa per i MacBook Pro, online i nomi dei nuovi processori
Stasera alle 19 italiane l’evento in diretta streaming
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
18 ottobre 2021
11:59
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
A poche ore dal nuovo evento in streaming di Apple, dove dovrebbero essere presentati i MacBook Pro da 14 e 16 pollici, emergono online i nomi dei possibili processori che li alimenteranno. Come riporta Mark Gurman di Bloomberg, all’interno del processo di revisione che Apple invia agli sviluppatori, c’è un aggiornamento del file di registro che riporta le diciture “M1 Pro” e “M1 Max”, etichette che dovrebbero riferirsi proprio ai processori di nuova generazione, che Apple produce internamente.
“Non sto dicendo che Apple prenderà questa direzione con i loro veri nomi di marketing, ma questa è una possibilità, anche se confusa” ha scritto Gurman.
Nome a parte, più fonti concordano sul fatto che i chip avranno un massimo di 10 core, 8 core ad alte prestazioni e 2 a basso consumo energetico. Gurman ricorda inoltre le altre specifiche dei MacBook di cui si parla da tempo: i suddetti display da 14″ e 16″ con tecnologia mini-LED, connettore MagSafe, nessuna Touch Bar, Slot SD, porta HDMI, 32 o 64 GB di memoria RAM. In passato, Apple ha aggiunto “X” e “Z” ai nomi dei suoi chip, per rappresentare le iterazioni aggiornate delle generazioni di base. Ad esempio, con l’iPad Pro del 2018, l’azienda ha presentato il processore “A12X”, aggiornamento del chip A12 dell’iPhone XS. Un interrogativo che va al di là della nomenclatura riguarda la disponibilità dell’hardware, vista la carenza che ancora interessa il mercato globale della tecnologia. Proprio Apple, che aveva previsto di produrre 90 milioni di iPhone entro la fine dell’anno, ha abbassato l’obiettivo a 80 milioni, viste le difficoltà dei fornitori Broadcom e Texas Instruments.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Da ansia a problemi privacy, 50 effetti negativi dei social
Maxi studio esamina più di 50 articoli pubblicati tra 2003-2018
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
18 ottobre 2021
12:13
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono circa 50 gli effetti negativi legati all’utilizzo dei social media, e non tutti correlati solo alla salute mentale. A identificarli una ricerca australiana, della University of Technology Sydney, pubblicata sul Journal of Global Information Management.
Per lo studio, il team di ricerca ha esaminato più di 50 articoli di ricerca pubblicati tra il 2003 e il 2018.
Nel 2003, i social media erano ancora agli inizi e Facebook non sarebbe stato creato prima di un anno. Uno dei primi social network, MySpace, è stato fondato proprio in quell’anno.
Gli studiosi riportano ben 46 effetti dannosi legati all’uso di siti come Facebook, Twitter e Instagram.
Tra questi ansia, depressione, molestie, incitamento al suicidio, cyberstalking, delinquenza, gelosia, sovraccarico di informazioni e mancanza di sicurezza online. Ma anche violazione della privacy, inganno, conflitto con gli altri e una maggiore propensione per l’assunzione di rischi finanziari.
Nel complesso, i problemi relativi all’utilizzo dei social media vanno da problemi di salute fisica e mentale a impatti negativi sul lavoro e sul rendimento scolastico, oltre a problemi di sicurezza e privacy. I ricercatori stanno attualmente studiando i fattori che influenzano la dipendenza dai social media e le strategie che le persone usano per regolare il proprio comportamento. Il prossimo passo sarà provare a sviluppare e testare applicazioni, funzionalità di progettazione e altre soluzioni in grado di ridurre gli effetti negativi.

Tecnologia tutte le notizie in tempo reale. Tutta la Tecnologia sempre aggiornata e completa! LEGGILA E CONDIVIDILA!
Aggiornamenti, Android, Notizie, Scienza, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 41 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 19:17 DI MARTEDÌ 05 OTTOBRE 2021

ALLE 11:44 DI LUNEDÌ 11 OTTOBRE 2021

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Zuckerberg, ‘talpa’ ha dipinto falsa immagine Facebook
Illogico che spingiamo su rabbia per profitto
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
05 ottobre 2021
19:17
AGGIORNATO IL
06 ottobre 2021
03:43
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Marck Zuckerberg ha preso le ferme difese di Facebook in una nota ai dipendenti, dopo le accuse al Senato da parte dell’ex manager (diventata una ‘talpa’) Frances Haugen, che a suo avviso “non hanno alcun senso”.
“Noi ci preoccupiamo profondamente – scrive – di questioni come la sicurezza, il benessere e la salute mentale.
E’ difficile vedere una copertura che rappresenta in modo errato il nostro lavoro e le nostre motivazioni. Al livello piu’ elementare penso che molti di voi non riconoscano la falsa immagine della societa’ che e’ stata dipinta”.
Zuckerberg ha inoltre sottolineato: “L’argomentazione che deliberatamente spingiamo per il profitto contenuti che rendono le persone arrabbiate e’ profondamente illogica”. E poi: “Facciamo soldi con le inserzioni e gli inserzionisti continuamente ci dicono che non vogliono che i loro annunci siano vicino a contenuti dannosi o furiosi. Non conosco alcuna azienda tech che vuole realizzare prodotti che rendono le persone arrabbiate o depresse. Morale, business e incentivi sui prodotti puntano tutti nella direzione opposta”.   MONDO   POLITICA

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Clima: Pichai (Google), scelte individui impatto su Pianeta
Viaggi, hotel e ricerca, le novità per pesare meno su ambiente
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
06 ottobre 2021
09:32
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Come individui, le scelte che facciamo possono avere un senso limitato ma, nel complesso, hanno un impatto concreto sul Pianeta”. Sono le parole che Sundar Pichai, amministratore delegato di Google e Alphabet, ha espresso per annunciare alcune novità che il colosso introdurrà, da oggi gradualmente negli Stati Uniti e nel resto del mondo, per rendere le attività delle persone più sostenibili.
Ad esempio, durante la ricerca di voli e di hotel, appariranno delle etichette per contraddistinguere gli itinerari che consumano di meno e le strutture che usano energia rinnovabile.
“Il cambiamento climatico non è più una minaccia remota: è sempre più presente a livello locale e personale”, ha ricordato Pichai durante la presentazione online delle nuove funzionalità.
“In tutto il mondo – ha aggiunto – incendi, inondazioni e altri eventi climatici estremi continuano a influire sulla nostra salute, le nostre economie e il nostro futuro. Abbiamo bisogno di soluzioni urgenti ed efficaci per affrontare questa sfida incalzante. Ecco perché lo scorso anno abbiamo preso l’audace impegno di rendere i nostri data center e campus operativi 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 esclusivamente con energia a zero emissioni di CO2 entro il 2030”. Questo vorrà dire utilizzare le diverse soluzioni di Big G, da Gmail alla Ricerca, senza consumare risorse naturali al raggiungimento dell’obiettivo.
Il cambiamento climatico è uno scenario a cui Google tiene in maniera particolare. “Dalla fine di ottobre, quando le persone cercano informazioni sui cambiamenti climatici, troveranno una pagina dei risultati con informazioni approfondite sull’argomento – spiega il Ceo – Saranno disponibili dati di organismi ufficiali e autentici, con pannelli informativi per aiutare gli utenti a impegnarsi più profondamente nel cambiamento climatico e nella sostenibilità, partendo dalla loro comunità”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google, arrivano le mappe eco-sostenibili
Percorsi per consumare meno e l’AI per gestire i semafori
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
07 ottobre 2021
16:47
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google lancia nuove funzionalità di Maps che mirano ad incrementare l’ecosostenibilità durante gli spostamenti. A partire da oggi, negli Stati Uniti, Maps proporrà per impostazione predefinita il percorso che comporta la quantità minore di emissioni di carbonio, quando l’ora di arrivo stimata è simile a quella dell’itinerario più veloce.
La funzione arriverà in Europa nel 2022. Secondo le stime di Google, questa novità consentirà di evitare oltre 1 milione di tonnellate di emissioni di carbonio all’anno, equivalenti a rimuovere oltre 200 mila auto dalla strada.
Google sta anche lavorando per far sì che le auto che continuano a circolare siano eco-friendly. Nella Ricerca sarà più facile vedere le opzioni di modelli ibridi e veicoli elettrici, confrontarli con quelli a benzina, e trovare eventuali sgravi:

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Parlando di Maps e ambiente, è evidente che gran parte dello sforzo di miglioramento della piattaforma sia andato ai percorsi pedonali e ciclabili. Per questi ultimi, sarà più semplice trovare l’itinerario giusto per raggiungere i luoghi desiderati, anche tramite bici e scooter elettrici in sharing, la cui localizzazione viene ampliata per oltre 300 città al mondo.
“Stiamo cercando nuovi modi per rendere più efficienti i percorsi stradali nei centri urbani – spiega Sundar Pichai, Ceo di Google e Alphabet: Uno di questi è la ricerca preventiva con l’uso dell’intelligenza artificiale per ottimizzare l’efficienza dei semafori. Abbiamo sperimentato l’AI in Israele, per prevedere le condizioni del traffico e fare in modo che i semafori si alternino nel momento migliore, ottenendo come risultato una riduzione del 10-20% del consumo di carburante e dei ritardi agli incroci. Porteremo la tecnologia, nel breve periodo, a Rio de Janeiro e in altre città”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook, blackout avvenuto durante manutenzione ordinaria
Lo spiega il vice presidente: “Lavoriamo perché non accada più”
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
07 ottobre 2021
16:12
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Un guasto al sistema informatico che gestisce la ‘spina dorsale’ di Facebook. Questa sarebbe la causa del blackout che ha messo fuori uso, per oltre 7 ore, il social network e tutti i servizi ad esso connessi, compresi Instagram e WhatsApp.
Lo spiega, in un post sul blog ufficiale degli ingegneri di Facebook, Santosh Janardhan, vice presidente del gruppo.
“Il traffico dati tra tutte le strutture informatiche di Facebook è gestito da router, che determinano dove indirizzare i dati in entrata e in uscita. Nell’ampio lavoro quotidiano di manutenzione, i nostri ingegneri hanno spesso bisogno di mettere offline parte della dorsale, ad esempio quando riparano una linea in fibra, devono aggiungere capacità di banda o aggiornare il software dei router”. Durante una delle attività di gestione, è stato emesso un comando per valutare la tenuta della ‘spina dorsale’ del colosso. Un errore nel sistema, un bug, ha impedito di ripristinare immediatamente i data center di Facebook a livello globale, lasciandoli offline. Come sottolinea Santosh Janardhan, la prima disconnessione ne ha create altre a catena, il che ha reso la situazione particolarmente critica. “Tutto è successo molto velocemente – continua – e mentre i nostri ingegneri lavoravano per capire cosa stava succedendo, hanno dovuto affrontare l’impossibilità di accedere ai data center con i normali mezzi, perché le reti non funzionavano, e l’indisponibilità degli strumenti che usiamo normalmente per indagare i blackout”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook è preparata a scenari critici del genere grazie alle esercitazioni ‘tempesta’, che simulano un grave guasto del sistema, mettendo offline un servizio, un data center o un’intera regione. “Da qui in poi, il nostro compito è rafforzare i nostri test, esercitazioni e resilienza generale, per assicurarci che eventi come questo accadano il più raramente possibile”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
ToothPic, cyber security per banche e assicurazioni
Basta password e hardware token, firma smartphone dà sicurezza
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
06 ottobre 2021
10:39
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
ToothPic, startup che opera nella sicurezza informatica per l’autenticazione, sta lavorando con le banche e con le compagnie assicurative per offrire tecnologie innovative che consentano di eseguire qualsiasi attività da mobile aumentando il livello di sicurezza. Nel 2020 infatti si è verificato un aumento dei cyber attack del 300% e in particolare nel settore finanziario del 23% rispetto al 2019.

“Proprio con l’obiettivo di accompagnare banche e assicurazioni verso l’adozione di strumenti digitali garantendo allo stesso tempo la sicurezza di aziende e utenti è necessario mettere in campo soluzioni che consentono di aumentare il livello di sicurezza del processo di autenticazione grazie alla possibilità di eseguire operazioni come accedere ai propri servizi online, firmare e scambiare digitalmente documenti criptati tramite smartphone” sottolineano i fondatori di ToothPic.
La soluzione da un lato è in grado di riconoscere i dispositivi da cui è avvenuta una specifica transazione, andando così a risolvere eventuali casi di finte dichiarazioni o movimenti bancari sospetti, dall’altro garantisce la protezione degli assetti interni, offrendo la possibilità agli impiegati di utilizzare il proprio dispositivo come chiave di autenticazione sicura per accedere alle piattaforme aziendali, proteggendo così la propria identità e i dati sensibili. ToothPic consente al solo destinatario – quindi solo ad uno specifico smartphone – di aprire messaggi e documenti criptati, evitando così il rischio che le credenziali vengano clonate e intercettate da terze parti.   PIEMONTE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Instagram, nuova sezione Video con i filmati degli utenti
Un solo menu dove trovare i video caricati online
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
06 ottobre 2021
12:53
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Instagram ha annunciato una novità che spinge ulteriormente la piattaforma verso la fruizione dei video. I filmati di Instagram Tv e quelli postati sul feed, vengono adesso accumunati tutti in Instagram Video, una sezione dell’app dedicata esclusivamente alla loro visualizzazione.
Instagram Video comparirà sul profilo con una nuova tab, con cui gli iscritti potranno scoprire i vari contenuti come si fa già oggi, ossia scrollando dall’alto in basso per vedere quelli di uno stesso creator oppure verso destra per andare avanti con gli altri.
Se i video di IGTV e del feed si combinano in un unico formato, il processo di caricamento dal proprio rullino resta lo stesso: cliccando sul simbolo + nell’angolo in alto a destra nella home page di Instagram e selezionando “Pubblica”.
“Introdurremo anche nuove funzioni per ritagliare i video, nuovi filtri e nuovi tag di persone e luoghi” spiega il team di Instagram. I creator avranno sempre la possibilità di condividere un video pubblicato sulle loro Storie oppure tramite la funzionalità Direct. Le anteprime saranno di 60 secondi, a meno che il video non sia idoneo per le inserzioni: in questo caso, l’anteprima resterà di 15 secondi. Ovviamente, un occhio di riguardo va anche alle analisi di quanto i filmati abbiano raggiunto un certo pubblico. Per rendere più facile per le aziende e i creator conoscere i risultati dei loro contenuti video, Instagram introdurrà una nuova metrica, che comprende sia gli insights sui post del feed sia quelli sui video.
Con Instagram Video, le inserzioni di IGTV si chiameranno ‘inserzioni video in-stream’. I creator idonei potranno ancora monetizzare i contenuti di lunga durata, e i marchi potranno raggiungere il pubblico coinvolgendolo con contenuti lunghi. Le aziende interessate a promuovere i propri video per raggiungere più utenti, potranno pubblicare video non superiori ai 60 secondi.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Internet: provider,operatori nazionali sono asset strategico
AIIP, ruolo fondamentale anche in sviluppo di Cloud nazionale
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
06 ottobre 2021
13:00
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli operatori territoriali nazionali sono un asset strategico per l’integrità e resilienza digitale del Paese. E’ quanto afferma in una nota il presidente dell’Associazione Italiana Internet Provider (AIIP) Giovanni Zorzoni, secondo il quale “un approccio inclusivo, federato e diffuso può dare all’Italia l’impulso e il sostegno necessari per vincere le importanti sfide che dobbiamo affrontare”.
L’AIIP sottolinea che il prolungato disservizio di Facebook, Whatsapp e Instagram di lunedì ha portato all’attenzione di tutti l’importanza dell’integrità e resilienza dei servizi digitali.
Per questo, afferma, è “fondamentale che, in questa fase di avvio dei progetti del PNRR, si consideri, a fianco dei grandi cantieri nazionali quali il “Polo Strategico Nazionale” (c.d.
PSN), il ruolo strategico degli Operatori territoriali, che rappresentano un ecosistema distribuito e federabile, un fattore critico di successo per l’innovazione e la resilienza digitale del Paese, oltre che elemento di prossimità territoriale essenziale per accompagnare le imprese e le pubbliche amministrazioni italiane nel loro percorso di trasformazione”.
“Distribuire le infrastrutture e i servizi digitali abilitanti tramite operatori territoriali è un modo per ridurre i rischi, aumentare la sicurezza, la resilienza e valorizzare l’innovazione diffusa riducendo il divario tra territori” ha commentato Zorzoni.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Media e pandemia, è boom per la tv via Internet
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Rapporto Censis, over 65 più smart, bene libri, male giornali
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
06 ottobre 2021
14:16
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Iperconnessi e sempre di fronte a uno schermo a qualsiasi età, tra smartphone, tv e pc: sembra ormai impossibile separare gli italiani, giovani e non, dall’uso quotidiano dei media, per lo più digitali, ormai strumenti necessari di informazione e intrattenimento, ma anche autentiche valvole di sfogo nei difficili mesi del lockdown. Che il covid abbia dato una spinta eccezionale all’evoluzione digitale nel nostro Paese lo dimostra il 17° Rapporto sulla comunicazione del Censis nel quale accanto all’analisi puntuale dei media nel post pandemia vengono forniti anche spunti sulle possibili prospettive future.

Secondo il Rapporto, promosso da Intesa Sanpaolo, Mediaset, Rai, Tv2000 e Windtre, dopo 18 mesi di restrizioni nel 2021 si sono evolute le “diete mediatiche” degli italiani: se sono aumentati i telespettatori della tv tradizionale (il digitale terrestre: +0,5% rispetto al 2019) e della tv satellitare (+0,5%), la tv via internet ha registrato un vero boom (web tv e smart tv salgono al 41,9% di utenza: +7,4% nel biennio), con la mobile tv che è passata dall’1% di spettatori nel 2007 a un terzo degli italiani oggi (33,4%). Di accelerazione straordinaria si può parlare anche per l’uso di internet: l’utenza ha infatti raggiunto quota 83,5% (+4,2% rispetto al 2019), l’utilizzo degli smartphone sale all’83,3% (rispetto al 2019: +7,6%) e aumentano complessivamente al 76,6% gli utenti dei social network (+6,7%).
Proprio a questo segmento è legato uno dei dati più interessanti: nel 2021 si accorciano infatti le distanze tra le generazioni, con la percentuale di over 65 che utilizza internet in aumento dal 42,0% al 51,4%. Tra gli anziani inoltre crescono anche gli utenti dei social media dal 36,5% al 47,7%.
Sul fronte dei media tradizionali, buone le notizie che riguardano la radio: secondo i dati, complessivamente i radioascoltatori sono il 79,6%, stabili da un anno all’altro.
Bene anche il libro, che conquista lettori (il 43,6% degli italiani, con un aumento dell’1,7% rispetto al 2019, e aumentano anche i consumatori di ebook all’11,1%), mentre si consolida la crisi storica dei quotidiani (-8,2% rispetto a 2019), dei mensili (-7,8%) e dei settimanali (-6,5% nel biennio).
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Snapchat tenta risalita con novità per creatori di contenuti
Dai regali per le star agli accordi di marketing con i brand
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
06 ottobre 2021
18:40
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Snapchat corteggia sempre di più i creatori di contenuti, che hanno dato una spinta a TikTok e Instagram. La chat ad oggi conta 293 milioni di utenti attivi giornalmente, di cui il 69% sono adolescenti e il 4% over 50.
A maggio ha annunciato Gifting, una nuova funzione che consente agli iscritti di supportare i creatori di contenuti preferiti attraverso le ‘Story Replies’. Oggi ha confermato il lancio della novità per le ‘Snap Star’, ovvero 16 iscritti famosi nel mondo che la proveranno in anteprima.
In pratica quando un utente vede un messaggio che gli piace può acquistare degli Snap Token per inviare un regalo e iniziare una conversazione con la sua ‘Snap Star’ del cuore. Queste potranno guadagnare una percentuale sui regali ricevuti attraverso le Story Replies. Le star possono gestire le tipologie di messaggi che ricevono personalizzando i filtri, in modo da eliminare quelli che ritengono poco opportuni e mantenere una conversazione rispettosa.
Altra novità è il ‘Creator Marketplace’, presentato la scorsa primavera, che i creatori di contenuti hanno l’opportunità di integrare direttamente nel loro ecosistema pubblicitario. Con la disponibilità, le aziende possono connettersi anche con le Snap Star a livello globale per ottimizzare la proprio presenza di marketing all’interno della piattaforma. Snapchat sta anche introducendo un nuovo tag “sponsored by” disponibile per le compagnie che dispongono di profili pubblici verificati. Le star potranno taggare un marchio nei contenuti sponsorizzati e che apparirà sotto l’username. Il 100% del ricavato andrà direttamente al creator. Infine, il Creator Hub, uno spazio dove cogliere suggerimenti su come muovere i primi passi sulla piattaforma fino a consigli avanzati, per distinguersi e ottenere ricompense.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Torino: sito Atc hackerato, 400 bollette sbagliate
Proseguono effetti hackeraggio scorso aprile
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
06 ottobre 2021
15:15
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Errore in bolletta per 400 famiglie di inquilini delle case di edilizia pubblica a Torino.
Dopo mesi si fanno ancora sentire gli effetti dell’attacco informatico subìto ad aprile dall’Atc del Piemonte Centrale che ha causato l’errato addebito di una spesa già pagata per circa 400 delle oltre 29mila famiglie che vivono in una casa popolare di Torino e provincia.
L’errore si trova sulla bolletta di settembre che sta arrivando per posta in questi giorni e riguarda nello specifico 422 delle 721 famiglie che nel 2021 hanno firmato un nuovo contratto.
A causare il problema il fatto che, nelle settimane di black out informatico dovute all’hackeraggio, la firma dei contratti agli sportelli è proseguita, ma con registrazione manuale e i dati e le spese sostenute sono poi stati successivamente inseriti nel sistema informatico che in qualche caso però non li ha identificati come già pagati. Atc invita a non pagare la bolletta errata che sarà sostituita da un nuovo bollettino in arrivo nei prossimi giorni. Chi avesse già pagato, invece, può prendere appuntamento allo sportello per il rimborso.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Attacco hacker a Twitch, svelati i guadagni degli streamer
Trafugato file da 125 Gb, forse azione di protesta
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
06 ottobre 2021
18:39
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Attacco hacker a Twitch, popolare piattaforma di streaming per videogiochi che ha una media di 15 milioni di utenti attivi giornalieri. L’attacco, come ha scritto il sito The Verge, ha portato alla diffusione di una serie di informazioni riservate sul funzionamento del servizio, anche quanto paga i suoi creatori di contenuti.
Sembra sia stato messo in chiaro pure il codice sorgente, cioè le informazioni strutturali necessarie al funzionamento della piattaforma.
Secondo la testata di tecnologia, le infomazioni sono in un file da 125 Gb, inizialmente diffuso sul sito 4chan da un utente che ha scritto di averlo fatto per “favorire un cambiamento radicale e una maggiore competizione negli spazio online di streaming video”. Il file parla di una ‘parte 1’, lasciando intendere che arriverà un seguito.
“Possiamo confermare che si è verificata una violazione”, ha affermato un portavoce di Twitch su Twitter. Tra le informazioni diffuse anche il fatto che Amazon, proprietaria di Twitch, stesse lavorando ad un servizio per fare concorrenza a Steam, la più famosa piattaforma per scaricare videogiochi.
“I nostri team stanno lavorando con urgenza per capire la portata. Aggiorneremo la community non appena saranno disponibili ulteriori informazioni”, ha fatto sapere l’azienda.
Al momento non è chiaro quanti dati siano stati trafugati, sembra che ad alcuni utenti venga chiesto di modificare le password e di attivare la verifica a due fattori. L’hackeraggio segue a settimane di protesta contro Twitch per migliorare il suo servizio sotto il movimento #DoBetterTwitch. Ad agosto, gli streamer hanno scioperato un giorno per protestare contro la mancanza di azione dell’azienda sul linguaggio d’odio.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo sceicco di Dubai spiò l’ex moglie usando il software Pegasus
Magistrato l’Alta corte Gb: ‘Abuso illegale di potere’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
06 ottobre 2021
19:13
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo sceicco di Dubai e premier degli Emirati Arabi Uniti Mohammed bin Rashid al-Maktoum spiò illegalmente l’ex moglie Haya e cinque collaboratori della principessa usando il controverso software della Nso Pegasus per intercettare chiamate e messaggi sui loro telefoni. Lo ha sancito un magistrato dell’Alta corte di Londra, scrive la Bbc.

Il giudice Sir Andrew McFarlane – in una sentenza del 5 maggio pubblicata oggi – ha affermato che agenti al servizio dello sceicco spiarono Haya mentre l’ex coppia era impegnata in una battaglia legale a Londra sul futuro dei loro due figli. Tra coloro che furono ascoltati illegalmente c’era anche uno degli avvocati della principessa, Fiona Shackleton, membro della Camera dei Lord, che fu avvertita dell’azione degli hacker da Cherie Blair, moglie dell’ex premier britannico Tony Blair, che lavora per l’Nso Group, un’azienda israeliana.
Tra luglio e agosto 2020, le spie si introdussero 11 volte nel telefono di Haya, con l’avallo “esplicito o implicito” dello sceicco, afferma la sentenza che parla di “abuso illegale di potere” e parla di un’enorme mole di informazioni sottratte alle persone colpite dagli hacker. Al-Maktoum ha respinto tutte le accuse, ricorda la Bbc.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google, 1 mld di dollari per migliore connettività in Africa
Investimento nei prossimi cinque anni per cittadini e imprese
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
07 ottobre 2021
10:07
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google investirà un miliardo di dollari nei prossimi cinque anni per consentire un accesso più rapido e abbordabile in Africa, supportandone l’imprenditoria.
L’affidabilità di Internet è un problema nel continente in cui meno di un terzo dei suoi abitanti – pari in complesso a circa 1,3 miliardi – sono connessi alla banda larga, secondo la Banca mondiale.
L’Africa, però, è un mercato promettente, avendo quasi metà della sua popolazione di età inferiore ai 18 anni. Per Sundar Pichai, amministratore delegato di Google e di Alphabet, “enormi progressi” sono stati fatti negli ultimi anni, ma è necessario ulteriore lavoro per rendere “internet accessibile, abbordabile e utile per ogni africano”. Gli investimenti sosterranno dunque la trasformazione digitale assicurando migliori connettività e accesso, come ha aggiunto in una nota. I fondi saranno indirizzati alle infrastrutture di sviluppo tra le quali il cavo sottomarino Equiano, che connetterà Sudafrica, Namibia, Nigeria e l’isola di Sant’Elena con l’Europa. L’accordo amplia l’impegno preso quattro anni fa da Google di dare competenze digitali a circa 10 milioni di giovani africani e piccole imprese. Google ha annunciato inoltre una partnership con la compagnia di telecomunicazioni kenyota Safaricom per il lancio di smartphone Android economici. Il progetto sarà replicato nel continente con altre società come Airtel, Mtn, Orange e Vodacom.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’AI tra priorità presidenza italiana del Consiglio d’Europa
Della Vedova, accento anche sui diritti delle donne e dei minori
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
07 ottobre 2021
10:09
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’intelligenza artificiale e il suo impatto sui diritti umani è uno dei quattro grandi temi scelti dall’Italia come priorità della presidenza del comitato dei ministri del Consiglio d’Europa che avrà inizio il prossimo 17 novembre. L’ha detto il sottosegretario agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale, Benedetto Della Vedova, che ha incontrato i vertici dell’istituzione paneuropea per illustrare brevemente l’agenda del semestre di presidenza italiana.
Durante questo periodo saranno approfonditi anche i temi della tutela dei diritti delle donne e dei minori, nonché della salvaguardia dei beni culturali. Inoltre, saranno affrontati argomenti concernenti il nostro Paese, come le condanne della Corte europea dei diritti umani e la mancata creazione della commissione indipendente sui diritti.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

iOS 15, Apple rimuove alcune funzioni di Siri utilizzate dai non vedenti
Tra le novità di Siri su iOS 15, segnaliamo anche l’assenza di alcune funzioni prima disponibili
07 ottobre 2021
10:11
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Con iOS 15, sembra che Apple abbia rimosso alcune funzionalità utilizzate su iPhone dagli utenti ipovedenti e non vedenti.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Come scoperto nelle ultime ore, diversi comandi di Siri che forniscono dettagli su telefonate, messaggi vocali e invio e-mail sembrano non funzionare più su iOS 15.
Ad esempio, non è più possibile impartire comandi come:
Ho dei nuovi messaggi voicemail?
Riproduci i messaggi in segreteria
Controlla la cronologia delle chiamate
Controlla le chiamate recenti
Chi mi ha chiamato?
Invia una e-mail
Invia una e-mail a [nome persona]
È ancora possibile chiedere a Siri di riprodurre il messaggio voicemail più recente disponibile o proveniente da una persona specifica, ma Siri non leggerà più l’elenco di tutti i messaggi vocali disponibili.
La rimozione di queste funzione su Siri è stata documentata anche sui forum AppleVis frequentato dagli utenti non vedenti e ipovedenti che utilizzano prodotti Apple. Dopo l’aggiornamento, infatti, Siri restituisce il messaggio tipico legato a funzioni che non può portare a termine: “Non posso aiutarti con la tua richiesta” o “Mi dispiace, purtroppo non posso farlo“.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Prima dell’update a iOS 15, tutti questi comandi erano attivi e permettevano di sfruttare Siri per ascoltare la cronologia delle chiamate o inviare una nuova e-mail. A quanto pare, dal giorno dell’uscita dell’aggiornamento, queste funzioni sono state disabilitate anche sulle precedenti versioni di iOS.
Al momento non è chiaro se si tratta di un bug, se ci sono comandi alternativi disponibili per gli utenti o se Apple per qualche motivo ha semplicemente deciso di eliminarli.   ACCESSIBILITÀ

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Imprese: EY, digitale e sostenibilità chiavi per il futuro
5G ha raggiunto il 95% della popolazione e oltre 7.500 Comuni
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
07 ottobre 2021
10:29
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Digitale e sostenibilità saranno fattori determinati per la trasformazione dei modelli di business delle aziende. Secondo un’indagine sui consumi 2021 realizzata da EY e Swg il 58% dei consumatori intervistati è propenso ad acquistare in negozi che si impegnano a ridurre l’impatto sull’ambiente.
La copertura 5G, rileva l’Osservatorio ultra broadband EY, ha ormai raggiunto il 95% della popolazione e oltre 7.500 Comuni italiani. Dati questi che sono stati al centro della terza e ultima giornata dell’EY Digital Summit “Racconti del futuro”. Nel corso del convegno è emerso come le tecnologie digitali, e i data analytics, saranno una delle chiavi per favorire una sempre maggiore integrazione della sostenibilità nel core business delle aziende. Trova ampio consenso tra i consumatori anche la tracciabilità dei prodotti: EY e Swg rilevano come il 62% sia invogliato ad acquistare in supermercati e negozi di alimentari dove, per ogni prodotto, è possibile vedere le caratteristiche nutrizionali e seguirne la provenienza. Cresce e si rafforza la fiducia dei consumatori: nel prossimo semestre le intenzioni di spesa sembrano mostrare una crescita della propensione a rinnovare casa (30%), mezzi di trasporto (23%) e verso investimenti di tipo finanziario (26%).
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Torna Nokia con il tablet T20
Gira con Android 11 e ha funzionalità dedicate ai bambini
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
07 ottobre 2021
10:50
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
In prevendita da oggi, con spedizioni già da domani, il Nokia T20 è il nuovo tablet con cui la storica compagnia torna nel particolare settore della tecnologia di consumo. Il T20 è un tablet da 10,4 pollici, che poggia molto del suo valore su una batteria di grandi dimensioni e un prezzo concorrenziale, pari a 239 euro.
Sotto la scocca monta un modulo da ben 8.2000 mAh, che promette un’autonomia da record: 15 ore di navigazione, 10 ore di riproduzione video e ben 7 ore di videochiamate su app come Zoom.
Altre specifiche comprendono un processore Tiger T610 a 8 core, 4 GB di memoria RAM e 64 GB di spazio di archiviazione, espandibile tramite microSD fino a 512 GB. Il reparto multimediale poggia su una fotocamera posteriore da 8 megapixel e una frontale, utile per le videochiamate, da 5 megapixel. Due le versioni disponibili: una con il solo Wi-Fi e la variante con l’aggiunta di uno slot per sim LTE, che porta il prezzo finale a 249 euro. “Progettato, costruito e testato con la stessa passione di tutti i prodotti Nokia, il T20 aggiunge la stessa affidabile qualità in uno schermo più grande, così si ha una cosa in meno di cui preoccuparsi, anche se la giornata diventa più impegnativa” spiega Nokia.
“Ormai avere una batteria che dura a lungo è indispensabile.
Il Nokia T20 ha una potenza sufficiente per sostenere 7 ore di riunioni online, 10 ore di film o 15 ore di navigazione sul web.
E una ricarica più rapida significa poter tornare a ciò che si stava facendo ancora più velocemente”. Il tablet è realizzato da HMD, un’azienda finlandese nata nel dicembre 2016 dopo l’acquisto della divisione ‘feature phone’ di Microsoft Mobile, che deteneva il marchio Nokia dal 2014.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio, impegno Italia per ripresa sostenibile e digitale
‘Trasformeremo sfide in opportunità, a partire dalla pandemia’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
07 ottobre 2021
11:36
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo tutti gli strumenti per vincere la sfida della ripresa. Il Piano Nazionale di Risanamento e Resilienza mira a rivedere il nostro modello di crescita puntando sulla transizione ecologica, sulla trasformazione digitale e l’innovazione, e sui giovani”.
Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, partecipando al Festival annuale dello Sviluppo Sostenibile (Asvis).
Il ministero degli Esteri, ha ricordato di Maio, partecipa alla V edizione del Festival attraverso l’organizzazione di 44 iniziative promosse da 39 sedi della rete diplomatica italiana.
“Trasformare le sfide attuali, a partire dalla pandemia, in un’opportunità per una ripresa più sostenibile, resiliente e in linea con il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030: su questo ci siamo focalizzati nei fori multilaterali che ci hanno visto protagonisti in questo anno, come Presidenza di turno del G20 e co-presidenza della COP26 – ha detto Di Maio -. Al centro di questa ripresa abbiamo posto le Persone, il Pianeta e la Prosperità, riconoscendo l’interdipendenza di queste tre dimensioni”. Il ministro si è poi soffermato sui “passaggi salienti” del 2020 e le “traiettorie su cui sarà opportuno lavorare, in una stretta collaborazione tra Governi e società civile”: la salute, la sicurezza alimentare e il cambiamento climatico e lo sviluppo sostenibile. Per quanto riguarda la salute, Di Maio ha ricordato che “l’Italia ha sostenuto la necessità di una risposta multilaterale alla pandemia, attraverso l’equo accesso a strumenti terapeutici, diagnostici e vaccini, sia contribuendo al rafforzamento dell’architettura sanitaria globale”. Inoltre, “abbiamo sostenuto attivamente l’ACT-Accelerator e il suo pilastro vaccini, la COVAX Facility, contribuendo per oltre 385 milioni di euro e impegnandoci a donare 45 milioni di dosi di vaccino, con particolare attenzione alle aree più bisognose, segnatamente Medio Oriente e Nord Africa, Sahel, Corno d’Africa, Balcani e Sud-Est Asiatico”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Samsung, cambio di strategia, prima il Galaxy S21FE poi S22
Lancio rimandato rispetto al passato e ora previsto a gennaio
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
07 ottobre 2021
16:10
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Sarebbe stato messo in atto un cambio di strategia commerciale da parte di Samsung per i prossimi modelli di smartphone. Il gruppo coreano avrebbe infatti deciso di posticipare l’uscita del Galaxy S21 FE, la ‘Fan Edition’ che rappresenta un modello più economico rispetto alla serie dei Galaxy S21.
A differenza dello scorso anno, quando il Galaxy S20 FE era stato lanciato alla fine di settembre, lo slittamento a gennaio del nuovo esemplare, come da indiscrezioni delle ultime ore, sposterebbe più in avanti l’arrivo della famiglia dei Galaxy S22.
Questo è quanto afferma l’informatore che su Twitter è conosciuto con il nome di Ice Universe, a cui fa eco Roland Quandt. Samsung non ha confermato i motivi del ritardo del rilascio del Galaxy S21 FE ma gli analisti ne individuano due. Il primo dipenderebbe dall’ancora scarsità di processori e altre componenti hardware da parte dei fornitori. La seconda invece, dal successo, riscontrato in patria ma che si rispecchia anche altrove, dei due pieghevoli Galaxy Z Fold3 e Galaxy Z Flip3. Nonostante il diverso posizionamento commerciale degli smartphone, Samsung vorrebbe porre un lasso di tempo maggiore tra le varie presentazioni, dando il tempo ai consumatori di scegliere il modello che più preferiscono, prendendo in considerazione anche i foldable.
Intanto i siti web ufficiali di Samsung nel Regno Unito e in Olanda, hanno inserito il Galaxy S21 FE all’interno di offerte promozionali, in scadenza a marzo del 2022.   ANDROID

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Con il Covid più tempo sul web e maggior rischio fake news
Ricerca, maggioranza italiani non riconosce siti di ‘bufale’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
07 ottobre 2021
15:55
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Covid ha causato anche una infodemia, epidemia di informazioni, con gli italiani che trascorrono molto più tempo sul web ma non sono in grado di distinguere su internet le fake news. Insomma “il virus si insinua anche nella mente” secondo la ricerca biennale “Infosfera” ideata e promossa dal laboratorio Unisob MediaLab dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, scaricabile gratuitamente dal sito web http://www.unisobmedialab.it ed effettuata su oltre duemila questionari.
In Italia ad un anno di distanza (la prima somministrazione dei questionari è stata effettuata nel mese di aprile 2020 in pieno lockdown in Italia e la seconda a febbraio 2021) è aumentata di oltre il 7% la percentuale degli italiani che crede alla narrazione del virus creato in laboratorio come arma batteriologica (dal 19,36% al 26,48%).
Se nella prima fase della pandemia il 56,81% degli italiani riteneva necessario seguire i movimenti dei cittadini attraverso app o smartphone per prevenire nuovi contagi dell’epidemia, circa un anno dopo la percentuale è scesa al 40,6%. Mutata anche l’idea sull’azione del governo italiano. Ad aprile 2020 per il 55,93% degli intervistati, l’Italia, con i decreti governativi, aveva risposto all’emergenza in maniera tardiva ma efficace.
Dato crollato al 36,03% nella seconda rilevazione. La ricerca di Unisob MediaLab realizzata in collaborazione con il Centro Studi Democrazie digitali, la Fondazione Italiani – Organismo di ricerca e l’Associazione italiana della Comunicazione pubblica e istituzionale, ha registrato un incremento boom del tempo trascorso sul web (prima del Covid per il 50,09% degli italiani non meno di 4 ore; con la pandemia la percentuale è arrivata all’83,8%) e si è soffermata anche in questa edizione sul tema delle fake news.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Twitter vende la piattaforma per la pubblicità social MoPub
Passa ad AppLovin per 1 mld dollari, società sviluppa videogames
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
07 ottobre 2021
15:54
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Twitter ha annunciato la vendita della piattaforma pubblicitaria MoPub ad AppLovin, società che sviluppa videogame. L’accordo si è chiuso per 1,05 miliardi di dollari.
Stando a quanto comunicato dal microblog, la decisione è scaturita dalla necessità di raggiungere i 7,5 miliardi di dollari in entrate entro la fine del 2023.
MoPub, lo scorso anno, ha generato circa 188 milioni di dollari di entrate per Twitter, il che rappresenta quasi il 5,9% delle entrate pubblicitarie totali dell’azienda. Il servizio di MoPub consente a chi investe in adv sul social, di tenere traccia dei dati prodotti in tempo reale, in maniera simile a DoubleClick di Google. L’operazione di vendita arriva a qualche mese dal lancio di iOS 14.5, la nuova versione del sistema operativo mobile di Apple che rende più difficile per gli inserzionisti tenere traccia delle attività degli utenti sui propri iPhone e iPad.
“La transazione accelera la tabella di marcia dei ricavi e ci permette di restare focalizzati sui prodotti interni che consentono di posizionare Twitter su una crescita a lungo termine, servendo al meglio la conversazione pubblica”, ha detto il Ceo di Twitter, Jack Dorsey, in una nota. Ha aggiunto che fornirà ulteriori dettagli sull’impatto finanziario stimato dell’accordo, quando riporterà i guadagni del terzo trimestre, il 26 ottobre. L’acquirente di MoPub, AppLovin, è stata quotata in borsa ad aprile. Si occupa dello sviluppo di giochi per dispositivi mobili, con un portafoglio che include oltre 200 titoli gratuiti, tra cui “Word Connect”, “Slap Kings” e “Bingo Story”. Le azioni della società sono aumentate del 9% a poche ore dall’ufficialità del passaggio.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
5G: Bisio (Vodafone), entro l’anno raggiungeremo 50-60 città
Occorre riequilibrare domanda-offerta sul fronte digitale
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
07 ottobre 2021
16:03
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il 5G è ormai una realtà. Siamo a una trentina di città in Italia e chiuderemo l’anno a 50-60 città.
Il 5G è una tecnologia esponenziale che porterà a una vera riscrittura del modo di fare impresa, servizi, education in tutte le nostre società con aspettative di crescita decisamente importanti”. Così l’amministratore delegato di Vodafone Italia, Aldo Bisio, intervenendo alla terza giornata dell’EY Digital Summit. “Per realizzare questa trasformazione – ha spiegato – servono competenze. In Italia mancano circa 100-150 mila persone con questo tipo di competenze. Con i fondi del Pnrr ci sono 40-45 miliardi ‘targati digitale’ da qui al 2026 che verranno immessi nel sistema, quindi la domanda continuerà a crescere.
C’è bisogno che questo Paese pensi a come riequilibrare domanda-offerta sul fronte digitale nei prossimi anni, sia le aziende che le università dovranno ridefinire il proprio ruolo”.
“La pandemia – ha concluso – ci ha fatto prendere coscienza violentemente del fatto che senza una struttura sociale digitalizzata perderemo la competizione a livello mondiale sull’economia”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Cybersicurezza, in Italia 903 attacchi settimanali ad aziende
Ricerca, paese è secondo in Ue, ransomware il più utilizzato
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
10 ottobre 2021
19:16
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia è seconda nell’Unione Europea, dietro la Spagna, per attacchi informatici. Settimanalmente le aziende italiane ne subiscono mediamente 903 e hanno visto crescere la percentuale del 36%, rispetto al 2020.
Il ransomware è stato la forma di attacco più utilizzata e, in Italia, la percentuale di organizzazioni colpite da ransomware ogni settimana nel 2021 è dell’1.9%. Sono i dati diffusi dalla società Check Point Research, in occasione del mese della sicurezza informatica. Nel 2021, spiega, in tutto il mondo gli attacchi informatici verso le aziende sono cresciuti del 40% rispetto al 2020.
Secondo il rapporto, se l’Africa è l’area maggiormente presa di mira, l’Europa e il Nord America sono alle prese con il più grande aumento del numero di attacchi tra il 2020 e il 2021. Le aziende in Africa hanno registrato il più alto volume di attacchi fino a ora nel 2021, con una media di 1615 attacchi alla settimana per azienda. Questo rappresenta un incremento del 15% rispetto allo scorso anno ed è seguito dalla regione Asia-Pacific con una media di 1299 attacchi settimanali per azienda (incremento del 20%), dall’America Latina con una media di 1117 attacchi settimanali (aumento del 37%), dall’Europa con 665 (incremento del 65%) e il Nord America con 497 (57% di crescita).
In generale, i settori che hanno visto il maggior numero di attacchi informatici sono l’istruzione e la ricerca con una media di 1468 attacchi alla settimana per organizzazione (un incremento del 60% rispetto al 2020), la pubblica amministrazione e l’esercito con 1802 (incremento del 40%), e la sanità con 752 (incremento del 55%).
La società di sicurezza, infine, rileva che a livello globale nel 2021, in media 1 azienda su 61 viene colpita una volta a settimana da attacchi ransomware, con un incremento del 9% rispetto al 2020. Tra i settori più colpiti da questo tipo di attacchi la sanità, con un incremento del 39% rispetto al 2020.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Si apre la Maker Faire, con le donne afghane della robotica
Atteso anche l’intervento di Luca Pamitano
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
07 ottobre 2021
16:44
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Le donne afghane della robotica e l’astronauta Luca Parmitano sono fra gli ospiti più attesi della Maker Faire, il principale evento europeo dedicato all’innovazione che apre i battenti oggi a Roma, nei grandi spazi del Gazometro, per far dialogare tecnologia e scienza, arte e innovazione. Tutto è pronto per il via ufficiale alla manifestazione organizzata dalla Camera di Commercio di Roma, per la conferenza di apertura in programma nel pomeriggio.ù
‘Fast Forward – The Future in the Making’ è il tema dell’edizione 2021, organizzata quest’anno in modalità ibrida, online e in presenza e in programma da venerdì 8 a domenica 10 ottobre.Tutto è pronto negli spazi restaurati del Gazometro, con 240 stand dei maker arrivati da tutta Italia e dall’estero.
Numerosi gli ospiti che a partire da oggi pomeriggio si alterneranno per raccontare il futuro.
Fra questi Roya Mahboob, Ceo di Digital dell’organizzazione no profit Citizen Fund, il cui obiettivo è aiutare le ragazze e le donne nei Paesi in via di sviluppo ad accedere alla tecnologia e che si concentra sull’alfabetizzazione digitale per colmare il divario tra istruzione e mercato del lavoro. Roya Mahboob, nominata tra le 100 persone più influenti al mondo dalla rivista Time nel 2013, è anche fondatrice di Afghan Dreamers, il gruppo di robotica femminile fondato nel 2017 a Herat.
Grande attesa anche per l’intervento Luca Parmitano, l’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa), che nella sua esperienza di astronauta è spesso riuscito a conciliare la tecnologia più avanzata con una visione profondamente umana dell’esplorazione spaziale.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tesla dice addio alla Silicon Valley, nuova sede in Texas
L’annuncio di Musk, il nuovo quartier generale ad Austin
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
08 ottobre 2021
09:31
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Elon Musk ha annunciato che trasferirà il quartier generale di Tesla ad Austin, nello stato del Texas, lasciando così la Silicon Valley in California, dove finora la sede è stata quella di Palo Alto. L’annuncio è arrivato in occasione dell’assemblea annuale degli azionisti.
Già da tempo, dal 2020, Musk si era trasferito in Texas, criticando duramente la gestione della pandemia da parte dello stato della California accusato di aver messo in campo restrizioni anti-Covid troppo severe.
Restrizioni che il fondatore e numero uno di Tesla aveva definito senza mezzi termini “fasciste”.
Nell’area di Austin, non lontano dall’aeroporto sulle sponde del Colorado River, sono ancora in corso i lavori per la realizzazione di un nuovo stabilimento del gruppo che produce automobili elettriche. Non sarà comunque un vero e proprio addio alla California, dove resterà l’attuale stabilimento in cui sarà anche aumentata la produzione.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Pagamenti digitali: PoliMi,con cashback volano a 145mld,+23%
Osservatorio, torna la crescita; auspicio è ripresa del piano
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
08 ottobre 2021
10:06
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’effetto cashback fa ritrovare la crescita ai pagamenti digitali, che nei primi sei mesi del 2021 sono aumentati del 23% raggiungendo i 145,6 miliardi, compensando il calo del 2020. A trainare sono soprattutto i pagamenti contactless, che superano i 52 miliardi di euro (+66% in un anno).
Ma anche i pagamenti da smartphone sono in volata con 2,7 miliardi di transato, il doppio in un anno. L’aumento del numero di transazioni digitali è ancora più deciso di quello a valore (+41%) e lo scontrino medio, soprattutto grazie agli incentivi, scende di oltre l’11% in un anno, da 51,7 a 45,7 euro.
Sono alcuni dei risultati dell’Osservatorio Innovative Payments della School of Management del Politecnico di Milano, secondo cui a fine anno “supereremo quota 300 miliardi di euro di pagamenti digitali, con un incremento maggiore rispetto ai livelli pre pandemia”, spiega il direttore dell’Osservatorio, Ivano Asaro. I numeri semestrali mostrano come “gli incentivi promossi dal Governo abbiano avuto un effetto positivo sui pagamenti digitali, stimolando anche i consumi”, aggiunge Valeria Portale, direttore dell’Osservatorio Innovative Payments, auspicando che “il piano di incentivi possa essere ripreso, al fine di coinvolgere un numero maggiore di cittadini e mantenere l’iniziativa attiva più a lungo, rendendo il pagamento digitale la nuova normalità”
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
YouTube cancella Rewind, riepilogo dei migliori video 2021
Come nel 2020, Google promuoverà singoli filmati degli utenti
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
08 ottobre 2021
15:02
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Non si terrà nemmeno alla fine di quest’anno Rewind, la classica carrellata di video più visti su YouTube. La compagnia aveva cancellato l’edizione del 2020 a causa del Covid-19, considerando che per i mesi duri della pandemia non fosse il caso di autocelebrarsi con i filmati più cliccati, e farà lo stesso in questo 2021.
Come confermato dal sito Tubefilter, YouTube avrebbe deciso di eliminare del tutto Rewind, sostituendolo con ‘altre esperienze’.
Secondo l’azienda parte del gruppo Alphabet (il contenitore in cui è inserito anche Google), la piattaforma ha raggiunto un numero talmente considerevole di video, famosi e non, che risulterebbe troppo complesso riassumere l’andamento annuale in un video di pochi minuti, come successo in passato. Google si affiderà invece a creatori come MrBeast e Slayy Point per produrre video di fine anno e promuoverli attraverso i social network. Gli utenti dovrebbero accedere, entro dicembre, ad un nuovo strumento riepilogativo con le tendenze annuali, oltre che un mini sito interattivo con i contenuti promossi.
Ad ogni modo, la funzione Rewind non era mai stata presa bene dai navigatori. Al debutto nel 2010, era rimasta popolare per gran parte della sua storia come un’istantanea di quanto accaduto nei 12 mesi precedenti. Molto è cambiato nel 2018, con il video correlato che è divenuto quello con più ‘non mi piace’ di tutta la piattaforma: 19 milioni di ‘dislike’, a fronte di soli 3 milioni di like. Nel 2019, il controllo editoriale è stato sostituito dalle statistiche, per rispecchiare in maniera più concreta i numeri ottenuti dai vari creator.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Xbox compie 20 anni, arrivano nuovi controller e cuffie
Dedicati al primo storico logo e compatibili con tutti i modelli
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
08 ottobre 2021
15:04
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Microsoft ha annunciato due nuovi hardware, in occasione dei 20 anni di Xbox. Entrambi saranno disponibili dal 15 novembre, allo stesso prezzo di 64 euro.
Il nuovo ‘Controller Wireless Edizione speciale 20° anniversario’ è caratterizzato da una finitura nera traslucida con interni argentati.
Le impugnature posteriori e il D-pad sono rifiniti con il colore verde che rimanda al primo logo storico di Xbox. Il gamepad è compatibile con Xbox Series X|S, Xbox One, PC Windows e dispositivi mobili. Quando i giocatori collegano il controller a una console Xbox Series X o S , sbloccheranno uno sfondo dinamico esclusivo.
Questo può essere impostato su qualsiasi console con cui viene utilizzato il pad, anche quella di un amico quindi, ma una volta scelto un altro sfondo, l’immagine del 20° anniversario non sarà più disponibile a meno che non venga ricollegato nuovamente il controller. “Il controller 20th Anniversary Special Edition beneficia di tutte le funzionalità dei nostri nuovi controller wireless Xbox – spiega Microsoft – come una migliore ergonomia, una migliore connettività tra dispositivi, un pulsante ‘condividi’ dedicato e una latenza ridotta”.
Le nuove ‘Cuffie stereo per Xbox Edizione speciale 20° anniversario’ presentano lo stesso corpo nero traslucido con interni argentati, con dettagli verdi sul microfono, all’interno e all’esterno dei padiglioni auricolari. Montano cuscinetti auricolari di alta qualità e una manopola per il controllo del volume sul padiglione destro. Le cuffie supportano anche tecnologie audio di nuova generazione, tra cui Windows Sonic, Dolby Atmos e DTS Headphone: X.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple accusata di infrangere le regole antitrust in Olanda
Sotto la lente il sistema di pagamento in-app
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
10 ottobre 2021
19:15
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’antitrust olandese avrebbe intimato ad Apple di apportare modifiche ai sistemi di pagamento in-app, accentandone anche di terzi. Il motivo, secondo l’organo regolatore del Paese, è che attualmente il colosso di Cupertino obbliga gli sviluppatori a utilizzare esclusivamente la piattaforma di acquisto interna, che prevede commissioni su quanto speso dagli utenti tra il 15% e il 30%.
Stando a quanto riportato da Reuters, l’antitrust considera tale strumento anticoncorrenziale. L’Authority for Consumers and Markets olandese, avrebbe già informato Apple della decisione, accusandola di abuso di potere sull’App Store. L’autorità non ha previsto alcuna multa per l’azienda ma solo chiesto di rivedere le pratiche di acquisto in-app. L’indagine olandese è stata avviata nel 2019, con un focus particolare sulle app più remunerative dal punto di vista della spesa degli utilizzatori, come le piattaforme di incontri tra adulti. I relativi sviluppatori, come Match Group, proprietaria di Tinder, avevano chiesto all’antitrust di indagare sulla questione, asserendo che Apple le impediva di comunicare direttamente con i clienti per ricevere pagamenti. Il giornale locale, NL Times, afferma che la Mela avrebbe chiesto al tribunale di Rotterdam di bloccare la pubblicazione della sentenza. A seguito della causa contro Epic, Apple ha acconsentito a dare ai clienti l’opportunità di acquistare app e giochi anche da link esterni, che poi rimandano al download sull’App Store. I pagamenti in-app invece, sono sempre rimasti legati all’ecosistema interno.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: Panetta, urgente regolamentare i crypto-asset
Le banche centrali dovranno offrire una valuta digitale
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
08 ottobre 2021
18:21
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“C’è voluta una grande crisi per far far un balzo in avanti alla regolamentazione delle banche, e un’altra per affrontare i rischi degli intermediari finanziari non bancari. Non dobbiamo aspettare un’altra crisi per regolamentare una finanza sempre più digitalizzata con nuovi player globali”.

Lo ha detto Fabio Panetta, consigliere esecutivo della Bce, riferendosi ai crypto-asset a una conferenza di alto livello organizzata dalla Bank of England. Panetta ha aggiunto che “una regolamentazione è necessaria, ma non sufficiente. Anche le banche centrali dovranno andare sul digitale” con una valuta che soddisfi la domanda del mercato.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
A Internet Festival salute 5G e escape room su Afghanistan
Tra i temi dell’If 2021 che termina il 10 ottobre
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
PISA
10 ottobre 2021
19:11
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Meditare in realtà aumentata grazie a una app immersiva, sperimentare i servizi sanitari del futuro con tecnologie 5G, confrontarsi con un conflitto a distanza e sfuggire ai rischi usando il modello di una escape room, indossare un visore per entrare in una realtà parallela, mangiare un concerto: sono solo alcune delle esperienze che sarà possibile provare in prima persona domani all’Internet Festival, in corso a Pisa fino a domenica.
Le installazioni interattive da testare sono al Centro Congressi Le Benedettine, dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 18.30. Tra queste si inaugurano le due escape room “Escape from Benedettine”, a cura di Fosforo: la festa della scienza, ed “Escape War!,” a cura di Emergency, ambientata in Afghanistan per proiettare i giocatori nella vita di chi ogni giorno, da oltre 40 anni, subisce una guerra che ha causato milioni di morti, profughi e centinaia di migliaia di feriti e mutilati.
Il mondo 3D è protagonista nell’installazione di Andrea Camporeale, Interazioni VR, che permette al visitatore di animare un avatar virtuale, e in quella a cura di VG Perspective dedicata al mondo del videogioco, “Luoghi oltre lo schermo”.
“MedinItaly”, invece, è un’esperienza sonora meditativa in realtà virtuale ambientata nel paesaggio italiano e pensata per alleviare lo stress quotidiano. L’installazione, sviluppata e progettata da La Jetèe – Roberto Malfagia, Francesca Nucci, Giampaolo Capobianco, combina il meglio delle tecnologie contemporanee con le pratiche della Mindfullness e del Binaural Sound Healing. “5G for Mobile Health” è infine il nome del progetto della Scuola Superiore Sant’Anna dedicato al ruolo sempre più centrale dei servizi di mobile health and e-health.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Italiani in rete tra community online, social network e news
Dati Osservatorio SevenData- ShinyStat tra maggio e agosto 2021
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
10 ottobre 2021
19:16
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’italiano che naviga in rete è più individualista dal punto di vista fisico, ma non depresso. Ama l’umorismo (+15% tra maggio e agosto), gli animali (+5%) e la natura (+44%).
E’ soprattutto legato alle community online (+5%) e vive di social network (+23% ). La sua dieta mediatica è fatta dalle news (+15% ) dai quotidiani (+24%) e dalla radio (+30%).
Sono questi alcuni degli scatti fotografici fatti nel periodo agosto-maggio 2021 dal Report trimestrale dell’Osservatorio SevenData-ShinyStat, progetto nato con l’obiettivo di analizzare l’andamento degli interessi degli italiani sul Web.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Dall’analisi del mood dei navigatori in Rete restituita dalla quarta wave dell’Osservatorio – dichiara Fabrizio Vigo, co-founder e ceo di SevenData – emerge la figura di un italiano con grande voglia di svago, meno preoccupato del fronte occupazionale e più orientato alla valorizzazione dell’ambiente (natura e animali) senza fare venire meno l’attrazione per tutto ciò che è web, online communities comprese. Siamo dell’idea, d’altra parte, che i dati rilevati fotografino una maggiore leggerezza degli italiani, seppur con trend non ancora del tutto assestati. In altre parole, l’uscita dalla pandemia deve essere ancora metabolizzata per diventare del tutto consapevolezza strutturale di un nuovo inizio, ma i segnali sono fortemente incoraggianti. Riteniamo quindi che anche le prossime edizioni dell’Osservatorio risentiranno probabilmente di un’instabilità dell’atteggiamento degli italiani che può essere considerata fisiologica in base a una situazione socio-economica attualmente ancora in fase di consolidamento”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel vissuto degli italiani in Rete, risulta infatti, che la rilevanza del mondo del lavoro, intesa come propensione a programmare piani di carriera, nell’ultima osservazione non era sentita come fattore prioritario (-9%). Ciò è soprattutto osservabile nel settore delle Banche e della Finanza (rispettivamente -23% e -20%), nell’Advertising & Marketing (-14%), Accounting & Auditing (-12% ), Business Services (-9%) e nell’Investing (-6%) come, d’altra parte, nel mondo del Legal (-21%), che fa registrare un trend in picchiata. I dati annunciano un trend positivo da settembre a novembre sui temi business. Segnali di una pausa dal mondo del lavoro sono quelli della scarsa attenzione rivolta alle associazioni dei lavoratori (-25%), al mondo delle piccole imprese (-23%) e, in generale, al settore tecnologico collegato all’uso professionale dell’web, che risulta complessivamente in discesa. Anche il numero di clic afferenti al mondo della cultura risulta in diminuzione nelle diverse declinazioni: Libri e Letteratura (-16% ), Scienza e Cultura (- 11%) Architettura (-13%), Biologia (-29%), Economia (-27%) Business Finance (-26%) Design (-14%), Biblioteche e Musei (0%), Letteratura Classica (-16%), Medicina (-11%), Filosofia (-39%), Editoria (-10%), Arts Education (+ 1%) . Molto rilevante è l’attenzione per i viaggi, diretta conseguenza del periodo di rilevazione ma non solo, che rappresenta un’accelerazione dell’interesse molto forte a conferma dei dati di Pil molto positivi del settore turistico nell’estate appena trascorsa. Ciò risulta evidente considerando la voce viaggiare tout court (+19% ), Spiagge ed isole (+56% ) Viaggiare in aereo (+33% ), Airport Parking (+46%), Autonoleggio e Taxi (+14%), Bus e Treni (+69%), Hotel (+32%), Agenzie di viaggi (+24%). I ristoranti rimangono tuttavia in territorio negativo (-8%). Sul lato media è in forte ripresa l’interesse per la Radio (+30%) ed i Quotidiani (+24%). Dal punto di vista dei contenuti invece, vanno per la maggiore i Film classici (+46%), i Docufilm (+41%), le Notizie Locali (+2%), , le Sports News (10%), la Tv Fiction (+8%) e la Stampa specializzata (+14%). In negativo invece, la Tv per ragazzi (-6%) le news finanziarie (-31% ), i reality shows televisivi ( -54%) la Sitcom (-4%), i Talk Shows (-32%).
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook ammette nuovi problemi tecnici
‘Difficolta’ di accesso anche per Instagram e WhatsApp’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
10 ottobre 2021
19:17
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovi problemi tecnici per Facebook e le altre sue piattaforme Instagram e WhatsApp. Lo rende noto la societa’ stessa, riferendo che “alcune persone e imprese hanno difficolta’ ad accedere ai prodotti Facebook”.
“Stiamo lavorando per tornare alla normalita’ al piu’ presto e ci scusiamo per qualsiasi inconveniente”, spiega la compagnia.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook: misure contro vendita illegale zone foresta amazzonica
Società bloccherà le inserzioni relative alle aree protette
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
09 ottobre 2021
09:37
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook si prepara a contrastare le vendite illegali di aree protette della foresta amazzonica sul proprio sito: il colosso dei social statunitense, riporta oggi la Bbc, non rivelerà come si propone di scovare le inserzioni incriminate, ma ha sottolineato che le nuove misure si applicheranno solo alle zone protette, come i terreni riservati alle popolazioni indigene.
La decisione segue un’inchiesta della stessa Bbc trasmessa lo scorso febbraio, secondo cui appezzamenti di foresta pluviale grandi come 1.000 campi da calcio venivano offerti in vendita sul servizio di annunci economici di Facebook: e molti di quei lotti si trovavano all’interno di aree protette.

Secondo un recente studio del think tank Ipam (Instituto de Pesquisa Ambental da Amazonia), un terzo della deforestazione dell’Amazzonia avviene nelle zone di proprietà pubblica.
Facebook cercherà di “identificare e bloccare le nuove inserzioni” relative alle aree protette della foresta pluviale amazzonica, ha reso noto la società.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Brunetta, con addio p.a. a smart working boom del Pil oltre 6%
Al 6,2-6,3%.Effetto anche sul 2022, crescita 5%
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
09 ottobre 2021
14:33
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il green pass e il ritorno al lavoro in presenza nella p.a. “significa che intere parti delle nostre città ricominciano a vivere” e a consumare: “vuol dire reddito, molto probabilmente nell’ultimo trimestre di questo 2021 avremo un boom” e “molto probabilmente il tasso di crescita non sarà del 6% ma di più, 6,2-6,3”.
Lo ha detto il ministro della Funzione pubblica Renato Brunetta a ‘Forum in Masseria’. Brunetta prevede “un effetto di trascinamento molto di questo anno sul prossimo. E’ molto probabile che il 2022 partendo da questa eredità positiva dia una sorpresa positiva di crescita attorno al 5%, non al 4,5%”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
‘Medici come Mengele’,attacco a Fb Azienda sanitaria Trieste
Oltre 500 commenti deliranti da parte di un gruppo già noto
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
09 ottobre 2021
15:14
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La pagina Facebook dell’Azienda sanitaria universitaria Giuliano-Isontina (Asugi) è stata assalita ieri sera da un numeroso gruppo di profili falsi, che ha tentato di creare scompiglio e diffondere fake news commentando in blocco due post riservati alla campagna vaccinale. Tutti i profili, un centinaio, sono stati bloccati e inseriti in una lista da fornire alle autorità e alla Polizia Postale per le indagini.
Si tratterebbe di profili fake che si rifanno a un gruppo già noto alla stampa e alle autorità, che organizza i suoi attacchi su una app di messaggistica istantanea e da lì colpisce in massa. Lo rende noto la stessa Asugi che in un comunicato sostiene che sono stati “oltre 500” i “commenti deliranti” in cui per esempio “si paragonano i sanitari a novelli Josef Mengele, si cita la teoria complottista del nuovo ordine mondiale e si parla di genocidio sistematico”.
I messaggi sono stati segnalati come fake news alla piattaforma di Facebook ma durante la notte e ancora questa mattina altri hanno provato a forzare la disattivazione temporanea ai commenti, ma senza successo. Asugi ritiene che senza il blocco l’attacco sarebbe andato avanti per ore e comunque “si è deciso di non oscurare la pagina per raccogliere più dati possibile”.
ASUGI si scusa del temporaneo disservizio e ricorda che “i vaccini anti COVID-19 hanno superato le tre fasi della sperimentazione clinica previste, hanno soddisfatto standard elevati e hanno ricevuto una raccomandazione scientifica positiva dall’Agenzia europea per i medicinali (EMA), prima che la Commissione europea ne autorizzasse l’uso pubblico”, conclude la nota.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Movida:maxi assembramento di 700 giovani a Roma, intervengono cc
Multato anche locale, in 150 per evento pubblicizzato su social
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
09 ottobre 2021
15:34
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Maxi assembramento di giovani nella notte a Roma. I carabinieri della stazione Parioli con l’ausilio dei colleghi della Stazione Roma Nomentana, Piazza Bologna e del Nucleo Radiomobile di Roma, sono intervenuti ei pressi di piazza delle Muse, all’interno dell’area pedonale, per disperdere un assembramento di circa 700 persone.
I militari hanno identificato circa 20 giovani che saranno sanzionati in violazione della normativa anti-covid.
Nei pressi di Piazza Trasimeno, invece, i Carabinieri della Stazione Salaria hanno sanzionato il titolare di un esercizio commerciale che, a seguito di alcune verifiche, vedeva la presenza di circa 150 avventori, tutti assembrati, inoltre sorprendevano i dipendenti del locale mentre vendevano bevande alcoliche a ragazzi minorenni. Per il gestore è scattata la sanzione amministrativa di oltre 300 euro e contestualmente la chiusura di 5 giorni.
Nel corso dell’attività di controllo, i militari hanno appurato che tutti i presenti partecipavano a un evento che era stato ampiamente sponsorizzato con apposite locandine virtuali su le più note applicazioni di “social network”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La Nobel Ressa attacca Fb, ‘è contro i fatti e mina democrazia’
Reporter filippina: ‘I suoi algoritmi danno priorità alle bugie’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
09 ottobre 2021
17:33
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook è “contro i fatti” e non è riuscita a impedire la diffusione della disinformazione. L’atto d’accusa è della giornalista filippina Maria Ressa che ieri ha vinto il Nobel per la pace.

La reporter ha affermato in un’intervista rilanciata dal Guardian che gli algoritmi di Fb “danno priorità alla diffusione di bugie intrecciate con rabbia e odio rispetto ai fatti”. E sebbene sia diventato il più grande distributore di notizie al mondo, “è prevenuto contro i fatti, è prevenuto contro il giornalismo. Se non hai fatti, non puoi avere verità, non puoi avere fiducia. Se non hai nessuno di questi, non hai una democrazia”, ha aggiunto la co-fondatrice del sito Rappler, premiata con il Nobel insieme al collega russo Dmitry Muratov per aver “salvaguardato la libertà di espressione”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio, a San Francisco primo Polo innovazione Italia
Sostegno a nostre start-up ad aumentare opportunità all’estero
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
SORRENTO
10 ottobre 2021
19:16
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha annunciato che inaugurerà il primo Polo Culturale e dell’Innovazione italiano “nelle prossime settimane nell’iconica città di San Francisco”. Lo ha detto lo stesso ministro aprendo il G20 Innovation League a Sorrento, e spiegando che l’iniziativa si inserisce nelle azioni del governo per sostenere le startup italiane “ad aumentare le proprie opportunità di business all’estero”.
“Siamo convinti che la contaminazione tra le catene produttive tradizionali e le soluzioni innovative sia la chiave per realizzare una crescita migliore, più sicura, più sostenibile ed equa.
Per questo, oltre alla G20 Innovation League, abbiamo lanciato, insieme all’Ice, il Global Startup Program. Aiuta 150 startup italiane ad aumentare le proprie opportunità di business all’estero attraverso una concreta collaborazione con incubatori internazionali”, ha detto il ministro, spiegando che si tratta dello “stesso spirito che ci ha ispirato nel promuovere” il Polo. “Tutte queste iniziative daranno un ulteriore impulso all’ecosistema delle start-up italiane, che ha già mostrato dinamismo e resilienza durante la pandemia e che conta oggi su migliaia di fiorenti team e aziende. Il loro numero ha continuato a crescere negli ultimi due anni – ha sottolineato Di Maio – con un incremento di oltre l’8% nel 2020 rispetto al 2019 e di un ulteriore 14% nei primi sei mesi del 2021”.
“Oggi Sorrento ci ha accolto per il G20 Innovation League, evento organizzato per la prima volta nella storia di questo vertice. Insieme a start-up provenienti da tutto il mondo, investitori e grandi aziende, stiamo mettendo in campo progetti legati a innovazione e sviluppo. In una parola: futuro. Stiamo valorizzando i nostri giovani e mettendo nelle loro mani strumenti adeguati per realizzare idee che fanno la differenza, senza dover abbandonare l’Italia. L’obiettivo è stimolare nuovi investimenti internazionali e favorire la cooperazione sulle nuove sfide tecnologiche e digitali”. Lo scrive su Facebook il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. “Nell’anno della Presidenza italiana G20 stiamo rafforzando il ruolo del nostro Paese come motore globale dell’innovazione. Continuiamo a lavorare a una società più equa, verde e inclusiva. È un impegno quotidiano, da cui dipende anche la piena ripartenza italiana”.
Il primo Centro di Cultura e Innovazione italiano, che sarà aperto “a brevissimo” a San Francisco, “l’area più innovativa del mondo”, intende essere “un punto di riferimento per giovani start-up e aziende italiane che vogliono internazionalizzarsi”, “un’antenna” che unisca “domande e offerta di tutto il mondo, dove possano convergere sia gli attori che finanziano sia le idee che vogliono essere finanziate”. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, nella conferenza stampa finale del G20 Innovation League a Sorrento. “Ci stiamo lavorando da diverso tempo”, ha aggiunto Di Maio, spiegando che nel Polo, il primo nel suo genere, confluirà sia l’Ice che l’Istituto di cultura, e che costituisce “uno dei tasselli di un mosaico” messo insieme da Farnesina e Mise per favorire l’internazionalizzazione delle imprese italiane.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Expo Dubai: Padiglione Italia diventerà Scuola Restauro Tech
Per salvare opere d’arte in zone di guerra
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
DUBAI
10 ottobre 2021
13:57
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Padiglione Italia diventerà una scuola di restauro per opere d’arte in zona di guerra, dall’alto livello tecnologico. Facendo tesoro dell’esperienza acquisita dalla riproduzione in 3d del David di Michelangelo, esposto nel teatro della Memoria dello stesso Padiglione ed una delle principali attrazioni di questo Expo a Dubai, la struttura inizialmente destinata a restare per i soli sei mesi di Expo, avrà una vita più lunga di quella a cui era stata destinata.
Lo ha annunciato la professoressa Grazia Tucci dell’Università di Firenze che ha guidato il progetto di riproduzione del capolavoro michelangiolesco.
La Scuola Restauro Tech mapperà, acquisirà informazioni e digitalizzerà i monumenti e le opere d’arte di quell’area del Mediterraneo e Medioriente che si chiama ‘Menasa’. Il Medioriente è culla di millenarie civiltà umane, ma anche territorio di zone di guerra che hanno portato a grosse perdite culturali. Nelle zone di guerra di quest’area abbiamo visto perdere opere d’arte come quelle dei Buddha di Bamiyan, oppure la città di Palmyra in Siria. Facendo tesoro dell’esperienza di digitalizzazione del David di Michelangelo e poi riproduzione come copia fedele in 3d per portarlo all’Expo, verrà creata una scuola in grado di affrontare il problema della conoscenza del patrimonio nelle aree a rischio di conflitto, con 300 ore di didattica.
“Abbiamo la conoscenza dei beni culturali, abbiamo delle tecnologia all’avanguardia, unendo alla tecnologia il saper fare italiano – dice la professoressa Tucci -. La conoscenza è il primo passo di eredità che ci lascia questo padiglione in futuro. Siamo partiti dalla digitalizzazione del David reale e siamo arrivati alla riproduzione della Copia in 3D. Dal reale al digitale fino a riprodurre nuovamente l’oggetto – conclude la professoressa Tucci – integrando la tecnologia più aggiornata con il saper fare italiano”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Vacanza in hotel a un euro a notte, ma in diretta streaming
La proposta di un albergo di Rimini in stile ‘Grande Fratello’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
11 ottobre 2021
10:37
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Una vacanza per coppie di cinque giorni a un euro a notte a patto che gli ospiti accettino di essere in diretta streaming 24 ore su 24. E’ la proposta, per la prossima estate, dello ‘Stupido Hotel’ di Rimini, di cui dà conto il Corriere di Romagna.
L’albergo ‘Grande Fratello’ è immaginato dal suo gestore, Fabio Siva: “Siamo nell’epoca del digitale.
Siamo tutti in rete, contemporaneamente. Siamo tutti su Facebook, Instagram, TikTok, Twitch. Tutti si vogliono far vedere. Offriamo a tutti una vacanza al prezzo minimo a patto che paghino con la privacy”.
Al quarto piano dell’hotel, isolato dal resto, ci saranno telecamere in tre stanze, una sala regia con una voce che presenterà e commenterà la diretta streaming. “Un’altra telecamera verrà posizionata nel corridoio centrale, in cui gli ospiti faranno colazione assieme. E un’altra verrà installata nel terrazzo, dove ci saranno sdraio, ombrelloni e una vasca idromassaggio per quattro persone. Toglieremo le porte delle camere e stabiliremo alcuni momenti comuni obbligatori, per far sì che le coppie interagiscano fra di loro quanto più possibile”, spiega Siva. Lo streaming, annuncia, sarà 24 ore al giorno su Twitch, 12 su YouTube, due su Facebook, “e stiamo progettando quelle sugli altri social network”. Il casting è avviato.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Maker Faire, pezzi di ricambio per robot che invecchiano
In mostra parti di corpi animate e coperte da tessuti biologici
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
10 ottobre 2021
19:08
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Scegli la tua pelle”, indica il cartellino scritto a mano vicino a due frammenti di tessuti biologici, uno più chiaro e uno più scuro, entrambi ottenuti in laboratorio: è un esempio di quanto è possibile incontrare nella mostra “Corrupted body”, che si interroga sull’aspetto che avranno i robot del futuro e se, nel caso siano fatti di materiali biologici, siano anch’essi destinati a invecchiare come gli esseri umani. La mostra fa parte della Maker Art, la sessione dedicata all’arte della Maker Faire, la più importante manifestazione europea dedicata alla creatività e all’innovazione tecnologica, promossa e organizzata dalla Camera di Commercio di Roma attraverso la sua Azienda Speciale Innova.
Nata dal progetto del maker Antonio Burrai, la mostra “Corrupted body” è dedicata al tema dell’invecchiamento dei robot.
In particolare analizza le nuove prospettive delle connessioni uomo-macchina e si interroga se i robot del futuro saranno macchine di acciaio oppure replicanti rivestiti di tessuti biologici, a partire della pelle. In ognuno dei due scenari si può immaginare una sorta di decadimento delle macchine che ricorda molto da vicino l’invecchiamento degli esseri umani e che, per i robot, potrebbe essere risolto sostituendo le parti invecchiate con pezzi di ricambio.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Maker Faire, avatar e serpenti i robot amici dell’uomo
Al servizio dell’uomo, dalla prevenzione alle emergenze
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
10 ottobre 2021
19:14
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Dall’avatar che porta il medico al letto di un paziente colpito da una malattia infettiva al robot serpente che si inoltra in strettoie inaccessibili e in luoghi pericolosi per l’uomo: stanno nascendo i nuovi robot collaborativi, progettati per eseguire compiti che l’uomo non potrebbe mai svolgere perché troppo rischiosi. AlterEgo, Slim, Moka sono i nomi di alcuni dei nuovi robot amici dell’uomo ed è possibili conoscerli a Roma, negli stand allestiti nei grandi spazi restaurati del Gazometro che quest’anno ospita la Maker Faire, la più grande rassegna europea dedicata all’innovazione organizzata dalla Camera di Commercio di Roma.
I robot collaborativi sono ormai una realtà: sanno interagire con l’uomo e possono essere controllati a distanza in modo preciso, come gli umanoidi e i dispositivi indossabili del progetto ergo Cub promosso dall’Istituto italiano di tecnologia (Iit) e dall’Inail, con un investimento di circa cinque milioni di euro.
L’obiettivo è aiutare l’uomo sui luoghi di lavoro, in particolare industrie e ospedali, rendendo la prevenzione più efficiente e per gestire e ridurre il rischio psicofisico dei lavoratori.
Ci sono poi i robot che aiutano l’uomo grazie al controllo a distanza, fino a diventare veri e propri avatar. Un esempio è Slim (Snake-Like robot for Inspection and Maintenance), il prototipo del robot serpente progettato per ispezionare aree pericolosi e inaccessibili all’uomo di impianti industriali e macchinari. E’ stato sviluppato nel laboratorio Rain (Robotic Automation and INspection lab) dell’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit). Ha una struttura fatta di giunti snodabili, che ricorda quella di un serpente. Può estendersi fino a cinque metri attraverso passaggi stretti e tortuosi, sfidando alte temperature, buio, gas o fumi tossici e radiazioni, controllato da remoto da un essere umano, mentre le due telecamere inviano le immagini, permettendo in questo modo di ispezionare anche zone altrimenti impossibili da raggiungere a un essere umano.
E’ ugualmente controllato a distanza, ma è un umanoide alto 140 centimetri, AlterEgo, progettato per dare assistenza in remoto evitando il rischio di contagio, ma anche per esplorare territori pericolosi come quelli colpiti da un terremoto. Sviluppato dall’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit) e dal Centro ‘E. Piaggio’ dell’Università di Pisa, è un robot avatar comandato a distanza con un visore e un joystick che permettono all’operatore di vedere attraverso gli occhi del robot e a utilizzarne le mani. E’ invece un braccio montato su quattro ruote Moca (MObile Collaborative robotic Assistant), progettato dall’Iit per aiutare fisicamente le persone a svolgere il loro lavoro in modo ergonomico e confortevole.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Ingegnere informatica russa era hacker, arrestata
Si dedicava a frodi informatiche e e-commerce
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
11 ottobre 2021
08:54
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La polizia postale di Genova ha arrestato una hacker russa di 40 anni perché ritenuta appartenente a una organizzazione transnazionale dedita alle frodi informatiche, alla ricettazione ed al riciclaggio. La donna era una insospettabile madre di famiglia che, grazie alla laurea in ingegneria informatica, si dedicava alle criptovalute e al crimine on line.
Secondo quanto accertato dalla polizia, la donna era il terminale ligure di una associazione a delinquere e, esperta nel creare nuove identità, ritirava presso punti di recapito sempre diversi della provincia di Genova, gli oggetti che acquistava sui portali di e-commerce utilizzando fondi, carte di credito e conti bancari di ignari malcapitati.Per eludere eventuali controlli, la donna si presentava presso i punti di ritiro munita di documenti falsi oppure reclutava terze persone che, dietro compenso, ritiravano i pacchi in sua vece.
Telefonini di ultima generazione e materiale elettronico di altissima qualità, spediti in Russia, a favore di soggetti appartenenti all’organizzazione oppure messi in vendita sui noti portali dedicati all’e-commerce. I proventi erano poi riciclati tramite acquisti di criptovalute presso numerosi exchange internazionali. Nel corso della perquisizione domiciliare, gli investigatori hanno sequestrato numerosi pos e centinaia di carte di credito appositamente attivate per riciclare i proventi derivanti da truffe e frodi informatiche.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple impugna la sentenza contro Epic Games sull’App Store
Per l’apertura a sistemi alternativi di pagamento delle app
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
11 ottobre 2021
11:21
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple ha impugnato il verdetto di un giudice federale nella sua battaglia legale contro il produttore di Fortnite, Epic Games. Ad inizio settembre, il giudice Yvonne Gonzalez Rogers, sebbene non avesse riconosciuto una condotta monopolistica da parte di Apple, aveva stabilito la necessità, per la compagnia, di consentire agli sviluppatori di utilizzare link esterni per vendere le proprie app agli utenti, da scaricare sempre dall’App Store ufficiale.
Adesso Cupertino fa ricorso, con l’obiettivo di ristabilire l’ordine delle cose e tenere attivo il proprio modus operandi sulle percentuali dovute da sviluppatori indipendenti e software house per le vendite sul negozio digitale. Ad oggi, Apple trattiene tra il 30% e il 60% (ad esempio per gli audiolibri) sui ricavi dei vari marchi. Se l’appello presentato da Apple presso il tribunale del Distretto Nord della California sarà accolto, con il termine di novembre, si tornerebbe allo scenario precedente. La sentenza di Yvonne Gonzalez Rogers impone sin da subito alla Mela di aprire il proprio business a link terzi, esterni all’App Store, ma un’eventuale esito positivo sull’impugnazione farebbe slittare il cambio di passo fino ad un’ulteriore nuova sentenza.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo la CNBC, c’è il rischio che la vicenda non si chiuda nell’ordine di mesi ma di anni. Ad ogni modo, Apple può ancora imporre che i suoi sistemi di pagamento vengano utilizzati per le transazioni in-app. Per quest’ultimo caso, la settimana scorsa l’Authority for Consumers and Markets olandese ha accusato Apple di infrangere le regole antitrust nel Paese.

Tecnologia tutte le notizie in tempo reale. CLICCA LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Android, Notizie, Scienza, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 26 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 17:02 DI VENERDÌ 01 OTTOBRE 2021

ALLE 19:17 DI MARTEDÌ 05 OTTOBRE 2021

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

P.a: bozza, dal 15 ottobre tutti di nuovo allo sportello
Smart working con condizioni, garantire servizi e obiettivi
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
01 ottobre 2021
17:02
AGGIORNATO ALLE
17:30
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tra la metà e la fine di ottobre tutti i dipendenti pubblici torneranno a lavorare in presenza partendo “da subito”, quindi già dal 15 ottobre, con la presenza in servizio del personale preposto alle attività di sportello e di ricevimento degli utenti (front office) e dei settori preposti alla erogazione di servizi all’utenza (back office), anche attraverso la flessibilità degli orari di sportello e di ricevimento dell’utenza. Lo prevede la bozza del decreto per il rientro dei lavoratori delle pubbliche amministrazioni predisposta dal ministro della Pa, Renato Brunetta, e per il superamento dell’utilizzo del lavoro agile emergenziale.

Lo smart working dal 15 ottobre potrà essere autorizzato nel rispetto di otto “condizionalità”, a partire dal fatto di non pregiudicare o ridurre la fruizione dei servizi per gli utenti.
L’amministrazione deve prevedere una rotazione del personale, dovendo essere “prevalente” il lavoro in presenza, e dotarsi di una piattaforma digitale o di un cloud per garantire la riservatezza dei dati e delle informazioni trattate. Inoltre l’accordo individuale per il lavoro agile deve definire obiettivi, modalità e tempi di esecuzione e di disconnessione, eventuali fasce di contattabilità e criteri di misurazione della prestazione.   POLITICA   ECONOMIA

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Lungo effetto lockdown fa volare le App,cresce business
Aumenta il tempo online con +15% ricavi. Tik Tok resta la regina
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
01 ottobre 2021
18:45
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Si fa sentire l’onda lunga del lockdown sul mercato delle applicazioni mobili. I blocchi generalizzati, che hanno ridotto le uscite e la socialità fisica, avevano già portato il settore a beneficiare di un boom dei ricavi, pari a quasi il +40% nel 2020 rispetto al 2019.

Adesso, la società di analisi Sensor Tower, con una rilevazione sul terzo trimestre del 2021, consolida il trend ancora in crescita, parlando appunto di ‘effetto lockdown’. Nello specifico, i due principali negozi di applicazioni mobili, App Store di Apple e Play Store di Google, fanno registrare un +15,1% di entrate sul trimestre 2021 nei confronti del 2020. Di contro, diminuiscono i nuovi download, giù dell’1,9%. Per Sensor Tower, lo scenario è quello in cui gli utenti utilizzano sempre le stesse app, per cui non vi è aumento concreto nel numero di installazioni su smartphone e tablet, con pochi sviluppatori che si dividono il grosso delle entrate, in ascesa per acquisti in-app e servizi in abbonamento. Apple e Google, insieme, portano a casa 33,6 miliardi di dollari su 35,7 miliardi di download. Nella classifica dei ricavi è Tik Tok a regnare, considerando il business generale di entrambe le piattaforme.
Non cambia la situazione nell’analisi dell’andamento su App Store. Per il sistema operativo Android, Google piazza invece al primo posto One, il suo servizio di abbonamento cloud, per archiviare online foto, video e documenti e averli sempre a disposizione. Nel merito dei download, la situazione non cambia: in testa al mercato globale, così come in quello inerente al mondo Apple, c’è Tik Tok, che lascia spazio su Android a Facebook e Instagram.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tornando all’effetto lockdown, applicazioni di collaborazione e videochiamate, come Zoom e Google Meet, restano saldamente nel ranking delle top 10, e così fa Telegram, che nel corso dell’anno ha rosicchiato utenti a Facebook dopo le controverse modifiche alla gestione della privacy degli utenti fuori dal mercato europeo.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Decisamente più concorrenziale il segmento dei videogame: in generale il più remunerativo è il titolo Pubg Mobile, uno sparatutto simile a Fortnite, mentre Honor of Kings si consolida primo su App Store, con il concorrente Genshin Impact che è il più remunerativo sul Play Store. Per numero di download, Sensor Tower elegge Pubg Mobile il primo nel totale di iOS e Android. Quest’ultimo si alterna con Count Masters su App Store ma si riprende la leadership per quantità di installazioni sul Play Store.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
I nonni del 2021? Quasi-genitori e amanti della tecnologia
1 ragazzo su 3 chatta con loro, il 60% fa videochiamate
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
02 ottobre 2021
12:05
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
I nonni “moderni” continuano a fare le veci dei genitori: per 6 studenti su 10 sono veri e propri “accompagnatori” da e verso la scuola, oltre che fornitori ufficiali del pranzo dopo le lezioni. Per 8 su 10 sono stati “baby-sitter” in assenza delle mamme e dei papà.
Ma forse non tutti sanno che i nonni di oggi sono anche smart: sono proprio i ragazzi ad aiutarli con le tecnologie
Per la maggior parte di bambini e ragazzi sono un tassello fondamentale della propria vita. Per i loro genitori diventano quasi un’ancora di salvezza. Stiamo parlando dei nonni. Perché, oggi più di ieri, le persone più grandi rivestono una grande varietà di ruoli: consiglieri, baby-sitter, cuochi, autisti e chi più ne ha più ne metta. A mostrarlo in tutta la sua portata una ricerca effettuata da Skuola.net – intervistando mille giovani tra i 10 e i 21 anni – in occasione della Festa dei Nonni.

Dall’indagine, infatti, emerge come siano veramente tanti i nonni che vanno in soccorso delle famiglie per riempire quelle caselle che i ritmi frenetici a cui viaggia la società contemporanea a volte non consentono di riempire. Ad esempio, per circa 6 ragazzi su 10 il nonno è quella figura che lo accompagnava o andava a prendere a scuola quando era più piccolo (o, specie nelle fasce più basse d’età, che ancora ci va), se non tutti i giorni, quasi. E la stessa quota (60%) racconta che casa dei nonni è stata (e lo è tutt’ora) il ‘ristorante’ di riferimento per i pranzi dopo scuola.
Ancora più ampia – siamo quasi nell’ordine di 8 su 10 – la fetta di ragazzi che ha passato parecchi pomeriggi e serate della propria infanzia in compagnia di uno o più nonni, quando magari i genitori non potevano essere presenti o avevano impegni che li portavano fuori casa. Come vere e proprie ‘bambinaie’.
E ben 7 su 10 dicono addirittura di aver dormito in più di un’occasione, se non spesso e volentieri, a casa dei nonni. Di fatto trascorrendoci giornate intere. Tantissimi, poi, quelli che almeno una vacanza se lo sono fatta al seguito dei nonni: circa 1 su 2.
Un rapporto così stretto, quasi simbiotico, con i genitori dei propri genitori non poteva che sfociare anche in una certa confidenza e complicità. Così un gran numero di ragazzi (66%), quando ha un problema, ammette di confidarsi con i nonni. Di cosa si parla? Di un po’ di tutto: dai litigi con i genitori alle questioni sentimentali, dall’andamento scolastico alle amicizie. In fondo, da che mondo è mondo, gli anziani sono o non sono il simbolo della saggezza?
I giovani, però, sanno ripagare a dovere così tanta disponibilità. In che modo? Aiutando i nonni nelle questioni su cui, per una pura questione generazionale, potrebbero andare in difficoltà. In cima alla lista, ovviamente, ci sono le nuove tecnologie. Ma i nonni non devono temere, ci sono i nipoti a fugare ogni loro dubbio; visto che il 55% degli intervistati sostiene di essere l’assistente personale del nonno e che un altro 33% è pronto a intervenire in caso di difficoltà.
È anche grazie a queste consulenze, probabilmente, che sempre più nonni sono ormai pienamente ‘digitalizzati’: circa un terzo (30%) comunica con i nipoti facendo videochiamate online, oltre la metà (60%) chatta via WhatsApp (anche se qualcuno ha ancora bisogno di un continuo ripasso).
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre 400 file pedopornografici archiviati,medico ai domiciliari
Nel Ravennate. Immagini sequestrate dalla Polizia Postale
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
02 ottobre 2021
13:11
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Un medico ultra-sessantenne del Ravennate è stato posto agli arresti domiciliari in esecuzione di un’ordinanza cautelare del Gip di Bologna firmata lunedì scorso al termine di una indagine svolta della Polizia Postale bolognese in materia di pedopornografia online. L’inchiesta, coordinata dal Pm Bruno Fedeli della Procura di Bologna e dal Centro Nazionale per il Contrasto alla Pedopornografia Online del servizio di Polizia Postale, è scattata dall’attività a carico di un altro utente dedito allo scambio di immagini e video prodotti mediante lo sfruttamento sessuale di minori.

I successivi accertamenti hanno portato gli investigatori fino al medico del Ravennate. Nel corso della perquisizione eseguita nel novembre scorso, l’uomo, per gli inquirenti consapevole dell’illiceità delle sue condotte e pensando di riuscire a occultarne le tracce, aveva cercato invano di disfarsi del proprio cellulare, poi recuperato dagli agenti.
L’analisi dello smartphone e dei dispositivi sequestrati anche grazie al supporto del locale Commissariato, ha permesso di rilevare la presenza di oltre 400 file tra immagini e video a contenuto pedopornografico, nonché di numerosissime chat su diverse piattaforme social da cui è emerso un chiaro interesse dell’indagato a reperire materiale con minori anche di età prepubere.   CRONACA

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Crisi chip pesa sempre più su smartphone, -50 mln unità 2021
Analisti, 90% settore interessato ad approvigionamento
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
02 ottobre 2021
13:40
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo l’auto, la crisi dei chip comincia a farsi sentire concretamente anche nel mercato degli smartphone. Secondo numeri aggiornati della società di analisi Counterpoint Research, nel 2021 verranno spedite quasi 50 milioni di unità in meno rispetto alle stime precedenti allontanando il settore dal risultato del 2019, l’anno di normalità più recente.
Secondo gli analisti, il 90% del settore sarà interessato da questi problemi e la situazione avrà un impatto più evidente sul secondo semestre di quest’anno: stimano che le unità totali di smartphone spedite per il 2021 dovrebbero crescere del 6% annuo a 1,41 miliardi di unità, mentre le previsioni precedenti parlavano di una crescita del 9% e di 1,45 miliardi di unità.
Nel 2019 erano stati spediti 1,479 miliardi di smartphone.
Gli analisti riportano che i produttori di smartphone hanno dichiarato di aver ricevuto solo l’80% dei chip già ordinati nel secondo trimestre del 2021. E la situazione sembra peggiorare: nel terzo trimestre è probabile che la media di ordini evasi scenderà al 70%. La società di analisi osserva che la crisi interessa un po’ tutti i marchi del settore, Apple un po’ meno dei concorrenti Android come Samsung, Xiaomi e Oppo.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre che sulle auto, la crisi dei semiconduttori sta pesando anche nel settore dei videogiochi e delle console. Lo sviluppo dei chip è la chiave per la competitività tecnologica, infatti grandi aziende come Google e Apple sono al lavoro da tempo per sviluppare in casa i loro semiconduttori e ridurre così la dipendenza dai fornitori esterni. Secondo indiscrezioni i telefoni Pixel di Google potrebbero avere i processori interni – denominati Tensor – già nella prossima serie il cui lancio è imminente.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Dieci anni senza Steve Jobs, il suo mito resta vivo
Fondatore Apple morì 5 ottobre 2011, ora nodo successione Cook
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
05 ottobre 2021
18:36
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Siate affamate, siate folli”. E’ il messaggio che Steve Jobs ha lasciato in eredità ai giovani nel suo famoso discorso rivolto agli studenti della Standford University.
Scomparso il 5 ottobre 2011 a 56 anni, per un tumore al pancreas, il co-fondatore della Apple è diventato un simbolo di innovazione e creatività e il suo mito resta vivo a dieci anni dalla morte. In molti sostengono che la sua visione e il suo lascito permettono ancora oggi al colosso di Cupertino di essere un punto di riferimento in diversi settori, dagli smartphone ai computer. Mentre l’azienda nei prossimi dieci anni potrebbe preparasi nuovamente ad un cambio di leadership, con l’addio di Tim Cook.
Nel corso di questi anni a Steve Jobs sono stati dedicati libri, film e le case d’aste continuano a fare affari con i cimeli che affiorano di tanto in tanto, dal suo curriculm vitae, alla prima domanda di lavoro, ai biglietti da visita ai manuali autografati. Segno che la sua figura carismatica, una incona senza tempo in jeans e dolcevita nero, nell’immaginario comune ancora non è stata sostituita.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Forse solo Elon Musk, con la sua visione e la sua spregiudicatezza, può accendere nuovi entusiasmi. Steve Jobs, nato a San Francisco il 24 febbraio 1955, di origini siriane per parte di padre, non fu cresciuto dai suoi genitori naturali ma fu dato in adozione. Particolare della sua vita privata che ha ispirato anche Banksy. L’artista inglese qualche anno fa lo ha ha ritratto, con un computer e una sacca sulle spalle, nel campo profughi di Calais, in Francia, per portare l’attenzione sulla crisi dei rifugiati.
Nella sua lunga vita in Apple – fondata nel 1976 con Steve Wozniak e Ronald Waynee in un garage e passata dal quasi fallimento alla capitalizzazione di trilioni di dollari – Jobs ha immaginato o reimmaginato quasi tutta la tecnologia che usiamo ogni giorno: dal personal computer col mouse (“il computer è una bicicletta per la mente”, diceva), all’iPhone che ha rivoluzionato il concetto di telefono (per il Time è tra i gadget più influenti del decennio), all’iPod e ad iTunes che hanno aperto la strada alla smaterializzazione della musica e allo streaming. Ed è stato anche fondatore e amministratore delegato di Pixar Animation Studios prima dell’acquisto da parte della Walt Disney Company, intuendo negli anni Ottanta che il settore dell’intrattenimento e dei contenuti sarebbe esploso, come poi è accaduto.
‘Non c’e’ un giorno che non pensiamo a Steve Jobs, sarà sempre il Dna di Apple”, ha detto qualche anno fa Tim Cook inaugurando il teatro a lui dedicato nell’Apple Park, la nuova sede dell’azienda di Cupertino a cui il suo fondatore aveva lavorato fino all’ultimo. Cook ha preso il testimone a fine agosto 2011, quando Jobs si è dimesso per motivi di salute e ha portato avanti in questi dieci anni un’azienda non facile da gestire, con un’eredità così pesante sulle spalle e con temi sempre più pressanti legati alla privacy e alla concorrenza. L’ingegnere che ha dato all’azienda californiana una svolta green e ha sorpreso, vista la sua discrezione, per aver fatto coming out nei prossimi anni però potrebbe non essere più alla guida dell’azienda, per sua stessa ammissione. E a quel punto si riaprirà la nuova difficile partita per prendere il testimone della Apple di Steve Jobs.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Talpa accusa Facebook, ha contribuito all’attacco 6 gennaio
E alla polarizzazione politica Usa. Social media, fuorviante
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
03 ottobre 2021
21:05
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Una talpa accusa Facebook: ha contribuito all’attacco al Congresso del 6 gennaio rilassando troppo presto i controlli imposti per le elezioni del 2020. Lo riporta il New York Times, sottolineando che la talpa – di cui non è stata diffusa l’identità – accusa anche Facebook di aver contribuito alla polarizzazione delle politica americana.

La talpa spiegherà le sue accuse nel corso di un’intervista a ’60 Minutes’ che andrà in onda nella serata americana. E in vista dell’appuntamento Facebook ha avviato la sua difesa con un’email ai dipendenti di 1.500 parole, scritta da Nick Clegg, il vicepresidente di Facebook per gli Affari Globali. Una missiva in cui le accuse vengono definite “fuorvianti”. “I social media hanno avuto un forte impatto sulla società negli ultimi anni”, ma le prove “non sostengono l’idea che Facebook, o i social media in generale, siano la causa primaria della polarizzazione”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Pandora Papers, svelati i tesori offshore di leader e vip
I segreti finanziari offshore di ricchi e potenti davanti agli occhi del mondo. Da Tony Blair al Re di Giordania, all’amante di Putin. 12 milioni di file. South Dakota paradiso fiscale
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
05 ottobre 2021
10:22
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
I segreti finanziari offshore di ricchi e potenti messi davanti agli occhi del mondo. I Pandora Papers – così come sono stati chiamati dal Consorzio Internazionale dei Giornalisti Investigativi (ICIJ) che li ha elaborati sulla base di 11,9 milioni nuovi file riservati – fotografano le ricchezze nascoste nei paradisi fiscali di 35 leader mondiali, migliaia di vip e miliardari del Pianeta: dal Re di Giordania a Tony Blair, dal fondo della Regina Elisabetta a Julio Iglesias e Claudia Shiffer, passando per Shakira e il circolo ristretto dei collaboratori di Vladimir Putin (amante compresa).
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’inchiesta, frutto del lavoro di due anni di 600 giornalisti e di 150 testate (L’Espresso per l’Italia), apre uno spaccato su oltre 29.000 conti offshore e si spinge ben oltre ai Panama Papers di cinque anni fa, basati sul materiale di un singolo studio legale. I Pandora Papers raccolgono infatti l’analisi di dati di 14 diverse entità di servizi finanziari in Paesi e territori che includono la Svizzera, Singapore, le Isole Vergini Britanniche, Belize e Cipro. I documenti esaminati sono datati fra il 1996 e il 2020, anche se alcuni risalgono agli anni 1970.
I file rivelano come il Re di Giordania Abdullah, storico alleato degli Stati Uniti, abbia usato varie società fantasma per acquistare per oltre 100 milioni di dollari proprietà di lusso a Malibu, in California, a Londra e a Washington. In Europa i documenti espongono l’acquisto per 22 milioni di dollari di un castello in Francia, vicino Cannes, da parte del premier ceco Andrej Babis, politico miliardario che si presenta come populista avversario dell’elite europea. Mentre in Africa puntano al presidente del Kenya Uhuru Kenyatta: pur dipingendosi da anni come nemico numero uno della corruzione, Kenyatta e alcuni dei suoi stretti familiari hanno creato almeno sette entità offshore per nascondere denaro e beni immobiliari per più di 30 milioni di dollari. Nei documenti c’è anche la famiglia reale britannica, che tramite il fondo della Regina ha acquistato per 67 milioni di sterline una proprietà a Londra legata alla famiglia del presidente dell’Azarbaijan, Ilham Aliyev, accusata di corruzione. Sempre restando in Gran Bretagna i Pandora papers notano come Tony e Cheire Blair hanno risparmiato centinaia di migliaia di sterline in tasse sulla proprietà con l’acquisto di un edificio per uffici a Londra tramite una società offshore.
Il nome del presidente russo Vladimir Putin non compare nei documenti che, invece, fanno luce sulla fortuna di alcuni uomini e donne nella sua cerchia più ristretta. Fra questi spicca il suo amico di infanzia Petr Kolbin ma anche Svetlana Krivonogikh, con la quale Putin avrebbe avuto una relazione. Krivonogikh – che si vocifera abbia avuto una figlia dallo zar – avrebbe acquistato tramite una società offshore un lussuoso appartamento a Monaco. Nei fascicoli dell’inchiesta vengono chiamati in causa anche il cantante spagnolo Julio Iglesias, l’ex top model tedesca Claudia Schiffer e la cantante Shakira. Ma anche il mafioso Raffaele Amato: ‘o Lello’, arrestato nel 2005 e la cui storia ha contribuito a ispirare il film Gomorra, operava – riporta il Miami Herald – tramite una società di comodo, registrata in Gran Bretagna e usata per acquistare proprietà in Spagna poco prima di fuggire dall’Italia.
I nomi dei grandi paperoni americani – da Jeff Bezos a Elon Musk – non compaiono nei documenti, secondo quanto riportano i medi statunitensi. Ma, per l’imbarazzo di Joe Biden e della sua lotta al fisco trasparente, i documenti rivelano come il South Dakota è uno dei paradisi fiscali mondiali, con nulla da invidiare alle “opache giurisdizioni in Europa e nei Caraibi”.
Decine di milioni di dollari – riporta il Washington Post – da fuori degli Stati Uniti sono parcheggiati in società a Sioux Falls, la capitale dello Stato americano. E parte di questi fondi sono legati a persone e aziende accusate di abusi di diritti umani o altri reati finanziari. Per Biden una rivelazione scottante che potrebbe indebolirlo davanti ai repubblicani contrari ai suoi piani fiscali americani e internazionali.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La dimostrazione del ruolo degli Stati Uniti come la più grande ‘voragine’ fiscale e offshore del mondo è l’unica cosa che effettivamente cattura l’occhio nei Pandora Papers. Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. “L’unica cosa che effettivamente cattura l’attenzione è la dimostrazione di quale Stato è la più grande voragine fiscale e offshore del mondo. E, naturalmente, sono gli Stati Uniti”, ha detto Peskov, citato dalla Tass.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La Casa reale giordana ha respinto le informazioni contenute nei “Pandora Papers’ definendole “inaccurate, distorte e che esagerano i fatti°. In una nota ufficiale diffusa dalla agenzia Petra si afferma che “non è un segreto che sua Maestà Abdallah II possieda una serie di appartamenti e di residenze negli Usa e in Gran Bretagna. Questo non è nè inusuale nè improprio'”. Secondo la stessa nota quelle proprietà “non sono state pubblicizzate per motivi di sicurezza e di privacy. Non è stato per segretezza nè per tentare di nascondere le cose, come sostenuto in quelle informazioni”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Come tante altre inchieste di giornalismo investigativo, anche questa dei Pandora Papers darà un impulso molto positivo ai decisori politici” e da parte della Commissione europea “ci sarà prima della fine dell’anno una proposta” nel suo piano per la lotta all’evasione fiscale “contro l’abuso delle società di comodo, che è una delle questioni fondamentali che emergono” anche da questa inchiesta. Lo ha detto il commissario europeo per l’Economia, Paolo Gentiloni, arrivando all’Eurogruppo a Lussemburgo.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook, ‘talpa’, profitti sopra la sicurezza, ingannato il pubblico
A denunciare il social di Mark Zuckerberg è la talpa Frances Haugen, l’ex dipendente che ha fatto sprofondare la società nella sua crisi più profonda dai tempi di Cambridge Analytics.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
04 ottobre 2021
11:28
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook ha messo i “profitti al di sopra della sicurezza” del pubblico. A denunciare il social di Mark Zuckerberg è la talpa Frances Haugen, l’ex dipendente che ha fatto sprofondare la società nella sua crisi più profonda dai tempi di Cambridge Analytics.
In un’intervista a ’60 Minutes’ racconta di aver presentato almeno denunce alla Sec, la Consob americana, nelle quali accusava il social di aver nascosto le sue ricerche e i suoi studi agli investitori e al pubblico.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La 37enne afferma di aver lavorato in diversi social ma a Facebook ha trovato al situazione peggiore. “A un certo punto nel 2021 ho realizzato che dovevo agire in modo sistematico e dovevo avere abbastanza documenti in modo che nessuno potesse mettere in dubbio che era reale” la descrizione della società, racconta. Haughes ha poi passato molti documenti al Wall Street Journal.
“Ho visto ripetutamente conflitti di interesse fra quello che era buono per il pubblico e quello per che era buono per Facebook e Facebook ogni volta ha scelto quello che era meglio per lei” e per i suoi profitti, dichiara Frances Haugen.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Samsung: vendite record in Corea per smartphone pieghevoli
1 milione di Galaxy Z Fold3 e Z Flip3 venduti
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
05 ottobre 2021
08:52
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Le vendite dei nuovi smartphone pieghevoli di Samsung, Galaxy Z Fold3 e Galaxy Z Flip3, fanno registrare numeri da record in Corea. Superato il milione di unità vendute, adesso si punta ai 7 milioni in tutto il mondo, entro la fine dell’anno.
Secondo quanto comunicato dall’azienda al giornale Korea Herald, la terza generazione della serie Galaxy Z ha raggiunto il traguardo a poco più di un mese dal lancio sul mercato casalingo, il 27 agosto. Stando agli analisti, un tale ritmo di vendita è simile a quello del Galaxy Note 10 e del Galaxy S8, che sono stati i più veloci a superare il milione in Corea del Sud. Peraltro, le stime erano già abbastanza rosee alla chiusura dell’attività di preordine.
Entrambi i modelli erano stati prenotati per 920 mila unità nel Paese, con 270 mila esemplari ritirati nel primo giorno di disponibilità, un record per qualsiasi dispositivo Galaxy.
Proprio per la risposta dei consumatori, Samsung aveva prolungato il periodo di pre-order di qualche giorno. Dei due modelli, lo Z Flip3, con apertura a conchiglia, è quello più venduto, quasi il doppio dello Z Fold3. Questo anche per il prezzo più accessibile del precedente e un posizionamento di partenza che oggi è sotto i mille euro. Il successo interno dei pieghevoli si riflette anche sul mercato globale, dove i preordini di Flip e Fold avevano, tra la fine di agosto e gli inizi di settembre, superato tutte le vendite dei pieghevoli precedenti finora.   ANDROID

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Facebook: è Frances Haugen la talpa dell’inchiesta del Wsj
“Social ha messo i profitti al di sopra della sicurezza”
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
04 ottobre 2021
14:53
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Ho visto ripetutamente conflitti di interesse fra quello che era buono per il pubblico e quello per che era buono per Facebook e Facebook ogni volta ha scelto quello che era meglio per lei” e per i suoi profitti. Lo afferma Frances Haugen, una ex dipendente del social media, spiegando perché ha deciso di diventare una ‘talpa’ e denunciare la società.
Haughen è colei che ha fornito al Wall Street Journal i documenti interni che hanno mostrato uno spaccato finora segreto di Facebook. Facebook ha messo i “profitti al di sopra della sicurezza” del pubblico, denuncia Haugen, che ha fatto sprofondare la società nella sua crisi più profonda dai tempi di Cambridge Analytics. In un’intervista a ’60 Minutes’ racconta di aver presentato almeno denunce alla Sec, la Consob americana, nelle quali accusava il social di aver nascosto le sue ricerche e i suoi studi agli investitori e al pubblico. La 37enne afferma di aver lavorato in diversi social ma a Facebook ha trovato al situazione peggiore. “A un certo punto nel 2021 ho realizzato che dovevo agire in modo sistematico e dovevo avere abbastanza documenti in modo che nessuno potesse mettere in dubbio che era reale” la descrizione della società, racconta.
Il social si difende dalle accuse della talpa. “Ogni giorno – spiega – i nostri team devono trovare un equilibrio tra garantire la libertà di espressione di miliardi di persone e mantenere la nostra piattaforma un luogo sicuro e positivo. Continuiamo ad apportare miglioramenti significativi per contrastare la diffusione della disinformazione e dei contenuti dannosi. Affermare che incoraggiamo la diffusione di questi contenuti e che non prendiamo provvedimenti è semplicemente falso”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Huawei prepara il lancio di HarmonyOS 3.0 il 24 ottobre
Nuova versione in arrivo con la conferenza per gli sviluppatori
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
04 ottobre 2021
11:26
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’aggiornamento del sistema operativo di Huawei, HarmonyOS 3.0, che ha sostituito Android sugli smartphone del gruppo, potrebbe essere svelato il 24 ottobre. Quel giorno si terrà infatti la Huawei Developer Conference, stessa occasione che, lo scorso settembre, aveva ospitato una conferenza di lancio di HarmonyOS 2.0.
La notizia non è ufficiale ma è stata rivelata da un dipendente dell’azienda, che ha pubblicato sui social cinesi un’immagine di presentazione del software, con l’indicazione della terza versione. Sembra inoltre che, per la prima volta, l’aggiornamento sarà disponibile per tutti gli smartphone Huawei compatibili e attivati a livello globale e non solo per gli utenti in Cina. Del resto, HarmonyOS è cresciuto in maniera esponenziale dal suo rilascio iniziale. La versione attuale, 2.0, è arrivata lo scorso 2 giugno e, nella prima settimana, è stata installata su oltre 10 milioni di dispositivi. Gli ultimi dati di luglio parlano di 40 milioni di utenti passati al nuovo sistema. Huawei si è comunque fissata un obiettivo molto più lontano: 300 milioni di dispositivi HarmonyOS entro la fine dell’anno, 200 milioni dei quali smartphone. Per l’anno in corso, il colosso di Shenzen punta a superare le 100 milioni di installazioni. HarmonyOS non è solo una piattaforma per telefonini: l’idea è quella di unificare le diverse esperienze utente, portando il sistema operativo anche su accessori indossabili, tablet e internet delle cose. A luglio, la compagnia ha svelato gli smartphone P50 e P50 Pro, di cui ancora non si conosce l’eventuale disponibilità al di fuori della Cina.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nazionale italiana hacker ‘etici’ terza a campionati europei
Giovani tra i 16 e i 23 anni, crittografia tra le sfide
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
05 ottobre 2021
08:53
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Si sono classificati terzi i ragazzi del Team Italy all’edizione 2021 dei Campionati europei di cybersicurezza, organizzati da Enisa, l’Agenzia dell’Unione europea per la cybersicurezza. Crittografia, sicurezza web, analisi forense di computer e dispositivi mobili e sicurezza dell’hardware sono alcune delle competenze alle quali i membri della nazionale italiana, tra i 16 e i 23 anni, hanno dovuto attingere per conquistare il bronzo finale.
“Siamo soddisfatti perché la nazionale italiana ha dato il massimo.
L’impegno dei nostri ragazzi è testimoniato dal fatto che, alla chiusura delle classifiche pubbliche, l’Italia era la prima squadra”, ha commentato Paolo Prinetto, direttore del Laboratorio nazionale di cybersecurity del Cini, il Consorzio interuniversitario nazionale per l’informatica che ha il mandato dall’Unità Cybersecurity della Repubblica Italiana per formare il Team Cyberdefender.
Ogni anno, una città diversa ospita le giornate di competizione, che vedono scontrarsi, sui campi del digitale, i migliori talenti informatici, gli hacker etici. Quest’anno, la fase finale si è svolta a Praga. Al primo posto della competizione si è piazzata la Polonia, seconda la Germania.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Azimut Marketplace, l’amazon dei servizi finanziari alle pmi
Punta pareggio 2023 con 42.500 aziende e 550 milioni di erogato
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
04 ottobre 2021
18:22
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Azimut insieme a Step lancia Azimut Marketplace, piattaforma fintech per fornire servizi finanziari alla piccole e medie imprese italiane con in programma di fare altrettanto in Spagna, Portogallo e Brasile.
La joint venture, dove il gestore italiano ha una quota del 43,5%, punta a raggiungere il pareggio bilancio nel 2023 quando conta di avere come clienti 42.500 imprese, 550 milioni di credito erogato e 13,5 milioni di ricavi.
L’obiettivo è di fornire credito, e non solo, a 82.000 imprese nel 2026 strappandole alle banche tradizionali.
“Abbiamo già avviato le istanze per registrare Marketplace come agente assicurativo e agente dei servizi di pagamento”, ha indicato Marco Montagnani, amministratore delegato di Azimut Marketplace durante un incontro con la stampa. Assicurazioni e depositi andranno così ad ampliare le proposte che già dall’inizio dell’anno prossimo vedranno la piattaforma offrire conti correnti per le imprese. ”Lo possiamo fare senza trasformarci in banca” ha sottolineanto Paolo Martini, ad e direttore generale di Azimut Holding. “Azimut Marketplace è il nuovo Amazon dei servizi finanziari per le pmi”, ha aggiunto.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook: lunedì nero costa a Zuckerberg 6 miliardi dollari
Le scuse: in tanti si affidano a noi, dopo il blackout ‘impareremo e cresceremo’. E’ stata la peggiore interruzione di servizio dal 2008
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
05 ottobre 2021
14:17
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il lunedì nero di Facebook – fra l’impatto delle rivelazione della talpa Frances Haugen e lo stop dei sue piattaforme per ore – è costato a Mark Zuckerberg più di sei miliardi di dollari. Con il calo dei titoli Facebook a Wall Street, la ricchezza di Zuckerberg è scesa a 121,6 miliardi di dollari, secondo il Bloomberg Billionaires Index, facendo scivolare al quinto posto, alle spalle di Bill Gates.
Facebook e le sue app Instagram e WhatsApp hanno lentamente ripreso a funzionare dopo un blackout di circa sette ore in Europa e negli Stati Uniti. Lo riportano il New York Times e altri media Usa.
Si tratta della peggiore interruzione di servizio del colosso dei social media dal 2008.
“Scusate per l’interruzione, sappiamo quante persone fanno affidamento sui nostri servizi per restare connesse”: sono le scuse ufficiali che Mark Zuckerberg posta sul suo profilo Facebook dopo le sei ore di down delle sue app.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Scrive su Twitter anche il capo di Whatsapp, Will Cathcart: “Sono grato a tutti coloro che hanno lavorato duramente per riportare il nostro servizio all’affidabilità che ci si aspetta, è stato un promemoria per ricordarci quante persone e organizzazioni si affidano alla nostra app ogni giorno. Impareremo e cresceremo da questo”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Sincere scuse a tutti coloro che sono stati colpiti dalle interruzioni dei servizi alimentati da Facebook in questo momento. Stiamo riscontrando problemi di rete e i team stanno lavorando il più velocemente possibile per eseguire il debug e ripristinare il tutto il più velocemente possibile”: aveva spiegato su Twitter, Mike Schroepfer, Chief Technology Officer di Facebook.
E’ stata un’errata configurazione dei server di Facebook, quindi un errore interno, la causa del down totale che ha investito le app. Il vicepresidente delle infrastrutture di Facebook,  Santosh Janardhan, ha infatti spiegato in un post che il blackout mondiale è stato provocato da modifiche alla configurazione dei router che coordinano il traffico di rete tra i suoi centri dati. “Questa interruzione del traffico di rete ha avuto un effetto a cascata sul modo in cui comunicano i nostri centri dati, bloccando i nostri servizi”, ha detto Janardhan.
Il down mondiale è partito dalle 17:30 circa ora italiana, quando sono iniziate ad arrivare tante segnalazioni. Sul sito downdetector.com, che tiene conto dei guasti di diverse piattaforme, gli utenti hanno segnalato problemi di accesso alle app, ma anche di connessione al server e di caricamento dei contenuti.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Su Twitter è partita la consueta ironia degli utenti mentre sono volati gli hashtag #whatsappdown, #instagramdown, #facebookdown.
Non è la prima volta che i servizi dell’ecosistema Facebook non funzionano all’unisono. L’ultimo blackout mondiale che aveva mandato in tilt WhatsApp, Instagram e Facebook si era registrato lo scorso 19 marzo ed era durato circa un’ora; ma quello più lungo si è verificato il 13 marzo 2019, un record di 14 ore di stop per le applicazioni.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook, WhatsApp e Instagram riprendono a funzionare
E’ stata la peggiore interruzione di servizio dal 2008
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
05 ottobre 2021
00:42
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook e le sue app Instagram e WhatsApp hanno lentamente ripreso a funzionare dopo un blackout di oltre cinque ore in Europa e negli Stati Uniti.
Lo riportano il New York Times e altri media Usa.
Si tratta della peggiore interruzione di servizio del colosso dei social media dal 2008.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook e le sue app Instagram e WhatsApp hanno lentamente ripreso a funzionare dopo un blackout di circa sette ore in Europa e negli Stati Uniti. Lo riportano il New York Times e altri media Usa.
Si tratta della peggiore interruzione di servizio del colosso dei social media dal 2008.
“Scusate per l’interruzione, sappiamo quante persone fanno affidamento sui nostri servizi per restare connesse”: sono le scuse ufficiali che Mark Zuckerberg posta sul suo profilo Facebook dopo le sei ore di down delle sue app. Scrive su Twitter anche il capo di Whatsapp, Will Cathcart: “Sono grato a tutti coloro che hanno lavorato duramente per riportare il nostro servizio all’affidabilità che ci si aspetta, è stato un promemoria per ricordarci quante persone e organizzazioni si affidano alla nostra app ogni giorno. Impareremo e cresceremo da questo”. In precedenza si era scusato  Mike Schroepfer, Chief Technology Officer di Facebook, su Twitter: “Sincere scuse a tutti coloro che sono stati colpiti dalle interruzioni dei servizi alimentati da Facebook in questo momento. Stiamo riscontrando problemi di rete e i team stanno lavorando il più velocemente possibile per eseguire il debug e ripristinare il tutto il più velocemente possibile”. E’ stata un’errata configurazione dei server di Facebook, quindi un errore interno, la causa del down totale che ha investito le app. Il vicepresidente delle infrastrutture di Facebook, Santosh Janardhan, ha infatti spiegato in un post che il blackout mondiale è stato provocato da modifiche alla configurazione dei router che coordinano il traffico di rete tra i suoi centri dati. “Questa interruzione del traffico di rete ha avuto un effetto a cascata sul modo in cui comunicano i nostri centri dati, bloccando i nostri servizi”, ha detto Janardhan.
Il down mondiale è partito dalle 17:30 circa ora italiana, quando sono iniziate ad arrivare tante segnalazioni. Sul sito downdetector.com, che tiene conto dei guasti di diverse piattaforme, gli utenti hanno segnalato problemi di accesso alle app, ma anche di connessione al server e di caricamento dei contenuti. Su Twitter è partita la consueta ironia degli utenti mentre sono volati gli hashtag #whatsappdown, #instagramdown, #facebookdown.
Non è la prima volta che i servizi dell’ecosistema Facebook non funzionano all’unisono. L’ultimo blackout mondiale che aveva mandato in tilt WhatsApp, Instagram e Facebook si era registrato lo scorso 19 marzo ed era durato circa un’ora; ma quello più lungo si è verificato il 13 marzo 2019, un record di 14 ore di stop per le applicazioni.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook: blackout dovuto a modifiche configurazione router
Secondo il vicepresidente delle infrastrutture Santosh Janardhan
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
SAN FRANCISCO
05 ottobre 2021
05:48
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il blackout mondiale che ieri da colpito Facebook e le sue app Instagram e WhatsApp è stato provocato da modifiche alla configurazione dei router che coordinano il traffico di rete tra i suoi centri dati.
“Questa interruzione del traffico di rete ha avuto un effetto a cascata sul modo in cui comunicano i nostri centri dati, bloccando i nostri servizi”, ha dichiarato in un post il vicepresidente delle infrastrutture di Facebook Santosh Janardhan.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Whatsapp: le scuse di Zuckerberg, in tanti si affidano a noi
Dopo il blackout ‘impareremo e cresceremo’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
05 ottobre 2021
10:01
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Scusate per l’interruzione, sappiamo quante persone fanno affidamento sui nostri servizi per restare connesse”: sono le scuse ufficiali che Mark Zuckerberg posta sul suo profilo Facebook dopo le sei ore di down delle sue app dovute, a quanto si sa al momento, da un guasto interno Scrive su Twitter anche il capo di Whatsapp, Will Cathcart: “Sono grato a tutti coloro che hanno lavorato duramente per riportare il nostro servizio all’affidabilità che ci si aspetta, è stato un promemoria per ricordarci quante persone e organizzazioni si affidano alla nostra app ogni giorno.
Impareremo e cresceremo da questo”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook:Nyt,durante ‘down’ fuori uso anche badge dipendenti
Ha ritardato accesso a server di esperti sicurezza
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
05 ottobre 2021
12:25
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Ci sarebbe non solo un problema tecnico, ma anche un problema organizzativo alle base del collasso dell’infrastruttura di Facebook che ha portato al ‘down’ del social e delle sue app per sei ora circa. Secondo il New York Times, ma anche altri media americani, gli addetti alla sicurezza di Facebook hanno avuto un rallentamento nella valutazione dell’incidente perché i loro badge digitali aziendali hanno smesso di funzionare, impedendo fisicamente di accedere ai server di Facebook per riparare il guasto.
L’interruzione ha avuto un impatto anche su molti degli strumenti e sistemi interni che i dipendenti Facebook usano nel loro lavoro quotidiano, come le email e il software per il lavoro da remoto Workplace “complicando i nostri tentativi di diagnosticare e risolvere rapidamente il problema”, ha spiegato in un post il vice presidente di Facebook per le infrastrutture, Santosh Janardhan.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Arriva Windows 11, le novità del nuovo sistema operativo
Si scarica da oggi ma solo su PC compatibili
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
05 ottobre 2021
12:27
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Già dalle prime ore di ieri sera, leggermente in anticipo sulla data del 5 ottobre, Microsoft ha reso disponibile l’aggiornamento a Windows 11. Il nuovo sistema operativo può essere installato su computer compatibili, utilizzando l’app PC Health Check, che ne analizza le prestazioni.
Il pulsante Avvio
La prima novità riguarda il pulsante Start che, posizionato al centro, permette di accedere rapidamente ai contenuti e alle applicazioni preferite.
Inoltre, grazie alla piattaforma cloud di Microsoft 365, è possibile accedere ai file recenti da qualsiasi dispositivo utilizzato. Un’altra novità è l’introduzione dei Widgets, un nuovo feed personalizzato che sfrutta l’Intelligenza Artificiale per mostrare contenuti su misura direttamente sul desktop.
La produttività di Teams e lo Store L’app Microsoft
Teams è adesso integrata direttamente nella barra delle applicazioni, così da velocizzare l’apertura o la partecipazione alle chiamate e videochiamate, si a scopo personale che di lavoro. Con Windows 11 cambia anche il Microsoft Store. Il negozio digitale non solo diviene un punto di accesso unico per scaricare le app, ma anche uno strumento utile a ricercare altre tipologie di contenuti, come film e giochi per la Xbox. Microsoft ha lavorato a fondo per migliorare e semplificare il multitasking, tramite l’introduzione degli Snap Layouts, Groups e la possibilità di impostare desktop differenti in Windows 11.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Con i nuovi layout a tre colonne, si possono visualizzare gli elementi attivi in uno spazio organizzato, mentre la funzione Desktops consente di personalizzare la propria scrivania con diversi set di applicazioni.
Il divertimento
Tornando al gaming, vale la pena ricordare che Windows 11 apre le porte alla modalità di visualizzazione Auto HDR e al supporto per il DirectStorage, una caratteristica introdotta per la prima volta sulle console Xbox Series X e Xbox Series S, che riduce i tempi di caricamento dei giochi.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook:lunedì nero costa a Zuckerberg 6 miliardi dollari
Ricchezza è scesa a 121,6 miliardi di dollari
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
05 ottobre 2021
14:33
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il lunedì nero di Facebook – fra l’impatto delle rivelazione della talpa Frances Haugen e lo stop dei sue piattaforme per ore – è costato a Mark Zuckerberg più di sei miliardi di dollari. Con il calo dei titoli Facebook a Wall Street, la ricchezza di Zuckerberg è scesa a 121,6 miliardi di dollari, secondo il Bloomberg Billionaires Index, facendo scivolare al quinto posto, alle spalle di Bill Gates.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tim Cook ricorda Steve Jobs a 10 anni morte, ‘oggi e sempre’
Su Twitter foto, video e frase del carismatico fondatore Apple
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
05 ottobre 2021
15:45
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tim Cook ricorda Steve Jobs a dieci anni dalla morte. Posta su Twitter un collage di video e foto del carismatico co-fondatore della Apple insieme ad una delle sue frasi celebri: “Le persone che hanno passione possono cambiare il mondo in meglio”.

“Difficile da credere sono passati già dieci anni. Ti celebriamo oggi e sempre”, scrive l’attuale Ceo della società di Cupertino.
Scomparso il 5 ottobre 2011 a 56 anni per un tumore al pancreas, il co-fondatore della Mela è diventato un simbolo di innovazione e creatività e il suo mito resta vivo. In molti sostengono che la sua visione e il suo lascito permettono ancora oggi al colosso californiano di essere un punto di riferimento in diversi settori, dagli smartphone ai computer.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Haugen, Facebook danneggia i minori e indebolisce la democrazia
La talpa al Senato Usa: ‘Antepone i profitti alla sicurezza’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
05 ottobre 2021
16:59
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono qui perché credo che i prodotti di Facebook danneggino gli adolescenti, seminino divisioni e indeboliscano la nostra democrazia”: così l’ex product manager di Fb Frances Haugen, la talpa che ha rivelato le opacità del social, ha aperto la sua testimonianza al Senato Usa. “La leadership della compagnia sa come rendere Facebook e Instagram più sicuri ma non vuole fare i necessari cambiamenti perché ha messo i suoi astronomici profitti davanti alla gente e ha scelto di crescere ad ogni costo”, ha detto, rievocando i continui “conflitti tra profitti e sicurezza”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Gay, i digital enable sono un settore in fermento
Digital Magics cavalca momento con aumento capitale e piano
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
05 ottobre 2021
17:08
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La prima missione del Pnrr si concentra su innovazione e digitalizzazione mettendo a disposizione oltre 50 miliardi di euro per la trasformazione digitale del paese. “Ci aspetta un grande shock positivo, culturale e su questo si inserisce il piano industriale che abbiamo varato qualche mese fa e su cui abbiamo pianificato l’aumento di capitale che è in corso, per sostenere la crescita delle startup digitali nel nostro portafoglio passando dai 53 milioni di asset attuali a 100 milioni nel 2025 ma soprattutto arrivando a 200 partecipazioni attive, che lavorano, operano, crescono fatturano, tramite una progettualità vincente quella dei programmi di accelerazione sui settori a più grande evoluzione dal fintech all’insurtech, dalla sostenibilità all’intelligenza artifificiale, dall’internet of things al 5G”.

Così Marco Gay, ad di Digital Magics, il business incubator fondato nel 2003 da Enrico Gasperini (scomparso nel 2015) racconta le opportunità della transizione digitale per le startup.
“Tutti i settori tradizionali sono di fronte non all’opportunità di innovarsi ma alla necessità di innovarsi – sottolinea Gay spiegando così perchè gli incubatori e gli acceleratori si trovano all’epicentro della rivoluzione del Pnrr – I settori più in fermento sono quelli dei digital enable, cioè quegli strumenti di innovazione che sono centrali: blockchain, intelligenza artificiale, il cloud, il cosiddetto machine learning. Hanno un chiaro impatto su tutto il mondo 4.0, quindi su trasformazione digitale ed ecologica che il nostro paese sta vivendo ma peraltro crescono a doppia cifra già dal 2016”.   PIEMONTE

Tecnologia tutte le notizie in tempo reale. Tutte, complete, aggiornate, da non perdere! LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Android, Notizie, Scienza, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 30 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 01:05 DI MARTEDÌ 28 SETTEMBRE 2021

ALLE 17:02 DI VENERDÌ 01 OTTOBRE 2021

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Telegram oscura chat no vax, ha violato termini servizio
La Procura di Torino ne aveva chiesto il sequestro
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 settembre 2021
01:05
AGGIORNATO ALLE
09:43
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Questo canale non può essere visualizzato perché ha violato i Termini di Servizio di Telegram”: è quanto si legge da questa notte se si tenta di accedere a ‘Basta Dittatura’, la Chat No Vax e No Green pass seguita da migliaia di persone in tutta Italia, che la utilizzavano anche per autoconvocarsi alle manifestazioni. Nelle scorse settimane, la Procura di Torino aveva emesso un decreto di sequestro dopo che erano stati pubblicati indirizzi e numeri di telefono di Palazzo Chigi, del governatore del Piemonte, Alberto Cirio, e altri politici e di noti virologi.
La stessa pm che indaga era finita nel mirino della chat.
La procura di Torino nelle scorse settimane aveva richiesto, con un decreto, la “collaborazione volontaria” gli amministratori di Telegram, società che ha sede a Dubai. I reati ipotizzati dai magistrati torinesi erano istigazione a delinquere e violazione della privacy dopo la divulgazione nel canale ‘Basta dittatura’ di numeri di telefono e indirizzi di politici, giornalisti e virologi. C’erano state inoltre le minacce anche al ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Sempre questa notte è stata oscurata anche la pagina “Basta Dittatura Chat”, popolata da oltre 7mila utenti. L’incitazione alla violenza configurerebbe la violazione dei termini di servizio della piattaforma fondata da Pavel Durov.   PIEMONTE   POLITICA

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Partnership sui microchip al centro summit Ue-Usa
Fonti Ue, si attende emergano sviluppi concreti
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
13:12
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
I microchip saranno una delle principali aree di discussione tra Ue e Usa al Consiglio su commercio e tecnologia (Ttc), a Pittsburgh, il 29 settembre.
“Un’area in cui c’è molto terreno comune e da cui si attende emergano sviluppi concreti”, spiegano fonti Ue. “La forte scarsità di microchip è un problema globale, ed è una problematica che sia Unione che Stati Uniti vogliono affrontare in modo congiunto.
Ma prima di tutto occorrerà capire da cosa dipende questa mancanza, dove sono le lacune e dove le opportunità per aumentare la produzione. Se non c’è una diagnosi comune – evidenziano le stesse fonti – non è possibile concordare su misure congiunte. Inoltre sia Ue che Usa guardano ad una serie di opzioni e soluzioni a breve termine” su cui si stanno facendo progressi.
Il Ttc si propone di avere un approccio pragmatico, per avanzare in materie selezionate dove c’è potenziale per la collaborazione, individuando possibilità di complementarietà per unire le forze ed essere leader.   MONDO

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Calcio: bloccati servizi streaming che trasmettevano Serie B
Lo ha deciso il Tribunale di Milano dopo ricorso Lega
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
10:53
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Blocco immediato di 16 indirizzi telematici attraverso i quali venivano trasmesse, in modalità live streaming, le gare del campionato della Serie BKT2021/2022.
Lo ha deciso il Tribunale di Milano dopo che la Lega Serie B aveva nei giorni scorsi depositato un ricorso cautelare nei confronti di alcuni servizi IPTV illegali.

La pronuncia, in via d’urgenza, ha individuato nella sistematica reiterazione della diffusione illecita dei contenuti un pericolo di ripetizione con conseguente ulteriore pregiudizio, a danno della Lega Serie B e dei propri licenziatari esclusivi, non solo in termini patrimoniali ma anche non patrimoniali (in primis la lesione all’immagine commerciale).
Si tratta del primo ricorso da parte della Lega Serie B contro un’attività di pirateria dal quale è stato ottenuto, da parte del Giudice, un ordine di blocco cosiddetto dinamico – rivolto ai principali fornitori di servizi di connettività italiani – che non solo riguarda gli attuali indirizzi di trasmissione illeciti ma anche tutti quelli che fanno e faranno riferimento ai network illegali indicati nel ricorso.
“C’è grande soddisfazione – è il commento del presidente della Lega Serie B Mauro Balata – perché è stato riconosciuto il grave danno subito, la necessaria tutela del prodotto e il ruolo dei licenziatari esclusivi. Per questo ringrazio il Tribunale di Milano ma anche i nostri partner televisivi che sono intervenuti ad adiuvandum, costruendo un vero e proprio gioco di squadra funzionale al buon esito del ricorso”.   CALCIO   CRONACA

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Studio Pe, uso algoritmi e AI rischioso in sviluppo urbano
Commissione Ue, politica di coesione può aiutare
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
28 settembre 2021
12:35
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Rischi per la sicurezza, la vita privata, ma anche pregiudizi e decisioni sbagliate legate al cosiddetto effetto “scatola nera” creato dagli algoritmi. Sono tra i maggiori problemi delle tecnologie basate sull’intelligenza artificiale (AI), ancora in una fase iniziale di sviluppo, emersi in uno studio commissionato dal Parlamento europeo su AI e sviluppo urbano.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Altri possibili problemi individuati sono di natura economica, come la perdita di posti di lavoro dovuta all’automazione.
“Questi rischi possono compromettere, in diversa misura, la coesione socioeconomica e territoriale”, si legge nel rapporto.
Nonostante le città cosiddette smart siano al centro delle nuove politiche Ue, “l’utilizzo dell’intelligenza artificiale è ancora qualcosa che non è stato esaminato in profondità”, hanno fatto notare i ricercatori Louis Colnot e Julie Pellegrin, che hanno presentato lo studio alla commissione per lo sviluppo regionale del Parlamento europeo. Le raccomandazioni agli eurodeputati sono di affrontare il tema dell’IA, monitorare attentamente le spese legate a queste tecnologie, consolidare la base di conoscenza e incentivare il dibattito tra i cittadini su vantaggi e svantaggi.
Secondo Monika Zsigri, vice capo unità della Dg Regio della Commissione europea, “la politica di coesione può fare molto per quanto riguarda i rischi legati all’AI e alla digitalizzazione che possono derivare per l’Europa”. “Ci sono dei negoziati in corso tra Stati membri e Commissione” per “garantire che l’intelligenza artificiale sia sempre presa in considerazione nei programmi”, ha aggiunto, sottolineando che il “sistema di valutazione e rendicontazione della Commissione deve essere maggiormente dettagliato”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google porta su Meet le traduzioni audio dal vivo
Per ora dall’inglese al francese, spagnolo, portoghese e tedesco
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
13:11
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’app di videoconferenza Google Meet ha lanciato una nuova funzione in beta, che mira ad aiutare le persone a beneficiare di videoconferenze più reali, sia in ambito lavorativo che di studio. Big G ha aggiunto alla piattaforma Meet la traduzione dell’audio in tempo reale, per ora solo con sorgente l’inglese, verso il francese, spagnolo, portoghese e tedesco.
Meet, nonostante il boom nell’utilizzo di app per lo smart working e l’apprendimento a distanza a seguito della pandemia, è rimasta leggermente indietro a Microsoft Teams e Zoom, che hanno beneficiato in misura più ampia del trend nell’uso del digitale nei mesi di lockdown.
La novità di Meet è già disponibile per riunioni virtuali tra utenti di Google Workspace Business Plus, Enterprise Standard, Enterprise Plus, Education Plus e Teaching & Learning Upgrade. Per abilitare le traduzioni automatiche, gli interessanti devono attivarle in ‘Impostazioni’ e scegliere l’inglese come lingua principale. “Le didascalie aiutano le call via Google Meet ad essere più agevoli e inclusive, rimuovendo la barriera della lingua a favore della collaborazione” ha spiegato l’azienda. Il gigante della tecnologia non ha menzionato l’eventuale integrazione di altri idiomi per la traduzione dall’inglese, come l’italiano, né quando prevede di rendere disponibile la funzione fuori dalla fase beta.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
In vendita online 3,8 mld dati legati a furti Clubhouse e Facebook
La richiesta è di 100mila dollari, pericolo campagna massiccia phishing
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
15:59
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ in vendita su un popolare forum per hacker un database che conterrebbe 3,8 miliardi di dati di utenti. Secondo il sito Cybernews, il database sarebbe formato dai dati degli utenti iscritti a Clubhouse, precedentemente violati, e da quelli dei loro contatti in rubrica; ma anche dai dati dei profili Facebook associati all’account Clubhouse e probabilmente da quelli provenienti da un furto su Facebook già noto e risalente ad aprile.
Queste violazioni sono avvenute con la tecnica dello ‘scraping’, cioè i dati sono stati esfiltrati grazie ad un software. La richiesta per il database con nomi e numeri di telefono è di 100mila dollari.
Il database includerebbe dati personali come nomi e numeri di telefono; tra le informazioni sensibili anche la posizione dell’utente basata sui suffissi dei numeri di telefono e contatti Facebook, utili per ricostruire, eventualmente, un potenziale network da attaccare. Secondo gli esperti, colpisce l’ampiezza del database e il mix di informazioni con i profili Facebook. I furti dai dati di queste entità spesso danno il via a massicce campagne di phishing.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Non c’è stata alcuna violazione di Clubhouse – spiega la piattaforma – Ci sono una serie di bot che generano miliardi di numeri di telefono casuali. La privacy e la sicurezza sono della massima importanza e continuiamo a investire in pratiche di sicurezza leader del settore”.
La vendita online del database 3,8 miliardi di dati risale ai primi di settembre ed è il frutto di due furti già noti subiti da Clubhouse ad aprile e a luglio scorso con la tecnica dello ‘scraping’. Con lo stesso metodo, sempre lo scorso aprile anche Facebook è stata colpita in 533 milioni di profili. “Le persone tendono a condividere troppe informazioni sui social media – spiega Mantas Sasnauskas, ricercatore del sito Cybernews – questo fornisce tante superfici di attacco per portare a termine le truffe di malintenzionati”.
Clubhouse che ha avuto un picco di popolarità la scorsa primavera grazie alla pandemia, ha all’incirca 13 milioni di utenti in tutto il mondo. A febbraio il Garante Privacy italiano ha fatto richiesta formale alla piattaforma di conoscere tutti i dettagli in merito al trattamento dei dati personali degli utenti, compreso quello relativo alla condivisione di informazioni della rubrica o di altre app effettuata all’interno di Clubhouse e anche la raccolta di dati da queste ulteriori app e social.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Tim-Leonardo-Cdp-Sogei presentano proposta Cloud Nazionale
Prevede newco con Tim al 45%, Leonardo 25%, Cdp 20%, Sogei 10%
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
28 settembre 2021
20:11
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Cassa Depositi e Prestiti (attraverso la controllata Cdp Equity), Leonardo, Sogei e Tim “hanno presentato congiuntamente, in qualità di soggetto promotore, al Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale (MITD) una proposta di partenariato pubblico-privato per la creazione del Polo Strategico Nazionale (PSN), un’infrastruttura per la gestione in cloud di dati e applicazioni della Pubblica Amministrazione”. Lo comunicano spiegando che prevede, in caso di aggiudicazione “la costituzione di una NewCo con una quota del 20% detenuta da Cdp, del 25% da Leonardo, del 10% da Sogei e del 45% da Tim”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Mosca, la chiusura dei canali YouTube di RT è un atto di guerra
La Russia promette rappresaglia contro i media tedeschi nel Paese
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
29 settembre 2021
10:03
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il governo russo, attraverso la portavoce del ministero degli Esteri Maria Zakharova, ha denunciato la decisione di YouTube di cancellare i canali in lingua tedesca dell’emittente RT, finanziata dallo Stato, come “guerra d’informazione” e ha detto che bloccherà i media tedeschi in Russia per rappresaglia. Il sito di streaming video, che fa capo a Google, ha cancellato i canali tedeschi di DFP di RT per aver violato “la politica di disinformazione sul coronavirus”.
“Questa è una vera e propria guerra mediatica dichiarata dalla Germania contro la Russia”, ha twittato la direttrice di RT Margarita Simonyan.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
iPhone 14, nuovo design e ricarica senza fili
Addio alla tacca frontale e alla porta di alimentazione
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
13:27
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’ iPhone 13 è appena arrivato nei negozi, ma online circolano già notizie sulla versione attesa a settembre del 2022. Nella sua ultima newsletter ‘Power On’, Mark Gurman di Bloomberg ha cominciato a parlare del prossimo modello e delle modifiche che Apple ha intenzione di apportare.
La più importante sembra essere la scomparsa del notch, la tacca superiore che oggi ospita la fotocamera e il Face ID. Ma ci sarebbe anche l’alimentazione solo wireless, cioè senza fili, un dettaglio non da poco dopo la richiesta dell’Ue di un caricabatterie unico.
Si tratta di un’indicazione già espressa, a inizio mese, da un altro informatore esperto del mondo Apple, Jon Prosser, che afferma di aver visto i rendering dell’iPhone 14 Pro Max con un design anteriore a ‘foro’, un singolo cerchio per la fotocamera.
Niente ‘under-screen’ camera dunque, la tecnologia che permette, tra gli altri, al Galaxy Z Fold3 di Samsung di usare un display con pixel più grandi in corrispondenza del sensore per i selfie, così da nasconderlo. Non è chiaro come farà Apple con il sensore di luce ambientale, il chip a infrarossi e altri sensori alloggiati nel notch, necessari per far funzionare il Face ID.
L’analista Ming-Chi Kuo sottolinea invece che la gamma di iPhone 14 sarà la prima senza porta di ricarica ma alimentazione solo wireless. Ciò permetterebbe al colosso americano di aggirare la volontà della Commissione europea di spingere i dispositivi tecnologici ad utilizzare tutti una porta USB-C standard. Ciò richiederebbe ad Apple di migliorare gli attuali tempi di alimentazione senza fili, decisamente più lunghi rispetto alla modalità con cavo. All’inizio di settembre, Kuo ha affermato che Apple rilascerà un iPhone pieghevole nel 2024 e non nel 2023, come da suoi precedenti rapporti.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Germania, ‘nessun ruolo in sospensione RT su YouTube’
Che sia attacco statale a Russia Today ‘è teoria complottista’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
29 settembre 2021
12:01
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Si tratta di una decisione di YouTube che non ha nulla a che vedere con il governo tedesco”.
Lo ha detto il portavoce del governo tedesco, Steffen Seibert, commentando la sospensione di Russia Today da parte di Youtube.
“Ne prendiamo atto”. L’idea che l’inizitiva di Youtube contro Russia Today abbia a che fare con l’esecutivo tedesco è frutto di “una teoria complottista”. “Non c’è stato alcun attacco statale” alla stampa russa, ha aggiunto il portavoce.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Torna DigithON a Bisceglie, 48 ore per presentare start-up
Per partecipare basta registrarsi sul portale digithon.it
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
29 settembre 2021
12:08
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Si chiude tra 48 ore la “call for ideas” che sta raccogliendo centinaia di startup in lizza per la partecipazione a DigithON 2021, la “più grande maratona digitale italiana” che torna per il sesto anno consecutivo dal 21 al 24 ottobre nelle Vecchie Segherie, a Bisceglie. Anche questa edizione si svolgerà online, come la precedente, per garantire la sicurezza sanitaria.
Saranno in tutto 100 le start-up ammesse dal comitato scientifico che sarà chiamato a votare le migliori.
L’apertura della “maratona” è in calendario il 21 ottobre ed è affidata all’ex ministro Francesco Boccia, fondatore di DigithON, e alla giornalista Barbara Carfagna. Tra i primi ospiti ci saranno il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, l’amministratore delegato di Tim, Luigi Gubitosi, e l’ad del gruppo Vivendi, Arnaud de Puyfontaine. Tra i partner c’è Confindustria che oggi, nella sede di Bari, ha ospitato la conferenza stampa di presentazione.
Sono intervenuti il presidente di Confindustria Bari-BAT, Sergio Fontana, Francesco Boccia, e Letizia D’amato, presidente della fondazione.
Per partecipare all’evento basta registrarsi sul portale digithon.it. “Obiettivo primario della manifestazione – è stato spiegato – è quello di essere un trampolino di lancio per progetti originali dedicati alle principali tematiche al centro della rivoluzione digitale e avvicinare la comunità finanziaria a quella delle start-up. Dal 21 al 23 ottobre le 100 startup scelte presenteranno i progetti attraverso la piattaforma online, la premiazione è affidata al presidente Fontana e si svolgerà il 24 ottobre. I giovani inventori avranno cinque minuti a disposizione per presentare la loro idea e risponderanno alle domande degli analisti. Per il vincitore è previsto anche un assegno da 10mila euro offerto da Confindustria Bari-Bat.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Amazon annuncia ‘Astro’, il robot tuttofare per la casa
“Più di una Alexa con le ruote”. Controllabile anche da remoto
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
29 settembre 2021
13:28
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Si chiama Astro il robot che Amazon ha presentato negli Stati Uniti e che si appresta ad essere il primo automa domestico per la famiglia. Costa mille dollari e si potrà acquistare, nei soli States per adesso, solo su invito, in numero limitato.
Il robot, che ricorda molto il protagonista del cartone Wall-E, è dotato di una telecamera periscopica che gli consente di espandere il suo campo visivo e controllare anche cosa succede oltre la sua statura, a persone, animali e oggetti. Il suo compito principale è infatti quello di sorveglianza domestica, essendo anche supportato dal servizio, in abbonamento, Protect Pro di Ring, che chiama in automatico i soccorsi in caso di aiuto.
Per il resto, è come avere un dispositivo Alexa che si muove per casa. Risponde infatti ai comandi vocali, può essere impostato come sveglia o per ottenere le ultime notizie e le informazioni sul meteo, oltre alla vasta gamma di funzionalità tramite le ‘skill’ di Amazon. Vista la presenza di fotocamere e un microfono, Astro può fungere anche da terminale per le videochiamate, sia in ingresso che in uscita, utilizzando le app di teleconferenza compatibili con Alexa. Un occhio di riguardo è dato alla privacy: i proprietari possono impostare aree oltre le quali il robot non può andare e spegnere led, schermo e microfoni, in certe ore del giorno. Dave Limp, capo dei dispositivi e dei servizi di Amazon, ha detto: “Siamo andati oltre gli schermi con Alexa. Sappiamo che i clienti non volevano solo un dispositivo su ruote ma qualcosa di unico e personale. Ed è quello che abbiamo realizzato con Astro”.   ACQUISTA SU AMAZON

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

L’intelligenza artificiale aiuta a prevenire future pandemie
Trova virus animali che minacciano l’uomo
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
13:22
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’intelligenza artificiale aiuta a identificare i virus che rischiano di fare il temuto ‘salto di specie’ dall’animale all’uomo come il coronavirus SarsCoV2: lo fa grazie a un sistema di apprendimento automatico che valuta i genomi dei virus, permettendo così di concentrare gli sforzi per monitorare solo quelli potenzialmente più pericolosi. Il risultato è pubblicato sulla rivista Plos Biology dai ricercatori dell’Università di Glasgow.
Individuare le zoonosi (cioè le malattie che si trasmettono dagli animali all’uomo) prima della loro insorgenza è un’impresa ardua, perché nel mondo animale circolano più di 1,6 milioni di virus e solo una piccola minoranza è davvero in grado di infettare gli esseri umani.
Per riuscire a individuarla, i ricercatori hanno innanzitutto realizzato un database con 861 specie di virus appartenenti a 36 famiglie: da qui sono partiti per sviluppare dei modelli di apprendimento automatico che assegnassero una probabilità di infezione nell’uomo sulla base della classificazione tassonomica dei virus e del loro legame con altri già noti come patogeni per l’uomo.
Il modello che ha dimostrato le migliori performance è stato poi utilizzato per analizzare altri genomi di varie specie virali: si è così scoperto che i genomi potrebbero avere caratteristiche indipendenti dalla classificazione tassonomica e che potrebbero predisporre i virus ad adattarsi all’uomo. I virus etichettati come sospetti dall’intelligenza artificiale potranno essere studiati più a fondo per caratterizzarli meglio e iniziare lo sviluppo di eventuali vaccini.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple aggiorna iWork, nuove funzioni per Pages, Keynote e Numbers
Focus su visualizzazione e modifica da iPhone e iPad
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
13:24
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple ha aggiornato la sua suite di produttività per iPhone, iPad e Mac, iWork, che comprende Pages, Keynote e Numbers. Si tratta del principale concorrente di Microsoft Office, divenuto oramai da tempo multipiattaforma.
Una delle novità di Keynote, per la realizzazione di slide e presentazioni, è la possibilità di includere feed video in diretta nei documenti. Durante la visualizzazione, all’interno di maschere e cornici si può dunque trasmettere un filmato da una sorgente live, senza interruzioni.
La fonte visiva può essere anche il mirroring dello schermo di un iPhone o un iPad, per mostrare il funzionamento di app o semplicemente del sistema operativo. Non mancano poi funzioni di collaborazione. Ad esempio, con il multi-presentatore, chiunque può controllare una presentazione condivisa e far avanzare le diapositive in remoto, utilizzando un Mac, iPhone o iPad. Secondo Apple, la modalità potrebbe tornare utile per le presentazioni di gruppo, soprattutto in tempi di smart working.
Le modifiche a Pages sono in gran parte incentrate su iPhone. La funzione ‘visualizzazione schermo’ organizza testo, immagini e altri aspetti del documento in una modalità a colonna singola, facilitando appunto la lettura sullo smartphone. Apple afferma che è possibile disattivare la visualizzazione, in modo da poter vedere come si presenta il documento prima della condivisione con altri o la stampa su carta. Per quanto riguarda Numbers, la Mela porta le tabelle pivot su tutti i dispositivi, per riassumere, raggruppare e riorganizzare i dati e individuare e studiare tendenze e modelli. Si possono anche importare tabelle pivot da Microsoft Excel ed esportale nel formato di Office.
Tutte e tre le app supportano i nuovi strumenti di traduzione di Apple su iOS 15, iPadOS 15 e macOS Monterey. Le ultime versioni di Keynote, Pages e Numbers sono già disponibili su App Store e Mac App Store.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Youtube mette al bando i no vax
Rimossi contenuti e account di attivisti come il nipote di Jfk
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
12:41
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Youtube mette al bando le disinformazioni su tutti i vaccini approvati, cancellando gli account di diversi attivisti no vax diventati popolari sui social, come Joseph Mercola e Robert F. Kennedy Jr, nipote di Jfk.
Lo annuncia la stessa piattaforma, spiegando che rimuoverà qualsiasi video contenente affermazioni che i vaccini non riducono la trasmissione o la contrazione della malattia, o che causano l’autismo, il cancro e l’infertilità. Si tratta di un ampliamento della politica di Youtube, che aveva già bandito la disinformazione sui vaccini anti Covid.
Intanto, scoppia in Germania il caso RT, i canali del media pro-Cremlino, che sono stati bloccati per violazione delle regole Covid. “YouTube ha sempre avuto norme per la community chiare, che delineano ciò che è consentito sulla piattaforma. RT DE ha ricevuto un avvertimento per il caricamento di contenuti che violavano la nostra politica di disinformazione relativa al Covid e ciò ha comportato la sospensione del loro diritto di pubblicazione. Durante questa sospensione, hanno cercato di eludere l’esecuzione utilizzando un altro canale e, di conseguenza, entrambi i canali sono stati chiusi per violazione dei termini di servizio di YouTube”. Lo fa sapere un portavoce di YouTube. Per il Cremlino, verso la condotta di YouTube serve tolleranza zero.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Navi controllate da terra, il software si sviluppa
IB Marine “Primo passo verso le navi senza equipaggio”
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
LA SPEZIA
29 settembre 2021
19:40
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Le navi si controllano da terra: è la nuova frontiera tecnologica e un passo verso le navi che navigheranno senza equipaggio a bordo. IB Marine ha messo a punto un software che consente alle compagnie di monitorare da remoto e gestire in contemporanea le funzioni dell’intera flotta, trasmettendo una massa continua di dati e informazioni per arrivare ad ottimizzare i tempi delle manutenzioni, o elaborare in tempo reale, vagliando tutti i parametri e le variabili, la rotta migliore da seguire in base alle condizioni meteo marine e la velocità e ancora, come gestire i consumi di carburante.
Tutto da una control room, una stazione di monitoraggio, a terra. “In ogni nave riesco a entrare dentro, me la porto in ufficio. Prendiamo i dati e li trasformiamo in informazioni” sintetizza Giampiero Soncini, ceo di IB Marine (società rapallese da poco entrata a far parte del gruppo norvegese Arribatec) che al Seafuture di La Spezia presenterà gli sviluppi più recenti del software lanciato già dal 2016, che prevede, ad esempio l’interazione con le mappe dei ghiacci per i passaggi a Nord Ovest e Nord Est nel mare Artico. “Abbiamo un software che preleva tutti i dati della nave e quelli meteorologici, i dati di navigazione, dell’apparato motore e li mette insieme e abbiamo elaborato degli algoritmi che ci permettono di verificare la gestione per cui ad esempio possiamo dire al comandante che sta navigando ad una velocità e ad un consumo che è al di fuori dei parametri, oppure consigliargli una rotta diversa per evitare un ciclone. Le valutazioni le fanno algoritmi matematici che esaminano 100 possibilità diverse in un secondo. Poi sarà comunque il comandante a decidere come usare le informazioni”. continua Soncini che aggiunge “Mettendo tutto insieme alla fine dell’anno si arriva anche a 100 milioni all’anno di risparmio per grandi flotte”. Dopo un 2020 di sofferenza legato al fatto che il fatturato era legato soprattutto alle crociere, IB Marine ha tre nuovi contratti con altrettante compagnie per un totale di 455 navi da “monitorare” da remoto. “Il monitoraggio in remoto è il primo passo verso le navi senza equipaggio transpacifiche e transatlantiche – continua Soncini – che penso saranno abbastanza diffuse da qui a 20 anni e la norma, il 60-70% da qui a 30”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google potenzia ricerche con l’AI, arriva algoritmo ‘Mum’
Risultati più dettagliati in contenuti, foto e video
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
29 settembre 2021
19:56
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google spinge ancora sull’Intelligenza artificiale e potenzia il suo motore di ricerca. La parola chiave è Mum, acronimo di Multitask Unified Model, un nuovo algoritmo in grado di fornire risultati anche alle richieste più complesse in contenuti, video e immagini.
“Oggi ci sono più informazioni accessibili rispetto al passato e i progressi nell’intelligenza artificiale trasformeranno radicalmente il modo in cui utilizziamo tali informazioni”, spiega Prabhakar Raghavan, Senior Vice President di Google in occasione dell’evento annuale Search On.
Ecco le novità che arriveranno nei prossimi mesi per tutti gli utenti di Google. La prima riguarda la ricerca per immagini attraverso Lens, l’app lanciata nel 2017. Basterà toccare l’icona dell’app per inquadrare la foto di una cosa che cerchiamo (da una bici ad una maglietta) per chiedere di trovare qualcosa simile o avere una descrizione dettagliata. Una modalità di ricerca ‘inquadra-e-chiedi’ che potrà rendere più facile anche trovare il punto esatto che ci interessa in un video.
Sempre nei video, il nuovo algortimo Mum consentirà di trovare argomenti correlati in un filmato, pure quelli che non sono esplicitamente menzionati, “in base alla comprensione avanzata delle informazioni nel video”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La prima versione di questa funzione verrà lanciata nelle prossime settimane, “con ulteriori miglioramenti visivi in arrivo nei prossimi mesi”. I progressi nell’Intelligenza Artificiale, porteranno poi anche ad una pagina di Ricerca rinnovata e più visiva che comprenderà la funzionalità “Cose da sapere” per approfondire nuovi argomenti, anche personalizzandoli a seconda dell’utente.
Arrivano su Google Maps il dettaglio degli incendi e delle informazioni sul clima, ma anche la possibilità per chi non ce l’ha di avere un proprio indirizzo grazie all’app Address Maker con test già partito in alcune comunità africane. “Con l’Intelligenza artificiale di Google e le informazioni sulla mappatura, le persone e le organizzazioni di tutto il mondo possono accedere a informazioni utili e affidabili necessarie per fare progressi nell’affrontare sfide globali come il cambiamento climatico”, spiega la società all’evento Search On.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa: Imprese Vincenti, digitalizzazione tema terza tappa
Prosegue digital tour per la valorizzazione delle pmi
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
09:49
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Reagire alla crisi ed essere competitivi grazie a tecnologia e processi di digitalizzazione sono i temi al centro della terza tappa di ‘Imprese Vincenti 2021′, il programma di Intesa Sanpaolo per la valorizzazione delle piccole e medie imprese italiane. Nella tappa dedicata alla digitalizzazione vengono presentate 14 Pmi vincenti per le strategie digitali.
L’appuntamento viene trasmesso in diretta streaming sul sito di Intesa Sanpaolo.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Garante, attenzione microfono sempre acceso sugli smartphone
Indagine sulle app “rubadati” e sul mercato dei dati
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
10:41
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Microfoni degli smartphone sempre accesi a carpire informazioni rivendute poi a società per fare proposte commerciali. Un fenomeno sempre più diffuso, che sembrerebbe causato anche dalle app che scarichiamo sui nostri cellullari.
Molte app, infatti, tra le autorizzazioni di accesso che richiedono al momento del download, inseriscono anche l’utilizzazione del microfono. Una volta che si accetta, senza pensarci troppo e senza informarsi sull’uso che verrà fatto dei propri dati, il gioco è fatto.
Su questo illecito uso di dati che si sta facendo alle spalle di persone ignare, già all’attenzione dei suoi uffici, il Garante per la privacy ha avviato un’indagine dopo che un servizio televisivo e diversi utenti hanno segnalato come basterebbe pronunciare alcune parole sui loro gusti, progetti, viaggi o semplici desideri per vedersi arrivare sul cellulare la pubblicità di un’auto, di un’agenzia turistica, di un prodotto cosmetico. L’Autorità ha avviato un’istruttoria, in collaborazione con il Nucleo speciale privacy e frodi tecnologiche della Guardia di Finanza, che prevede l’esame di una serie di app tra le più scaricate e la verifica che l’informativa resa agli utenti sia chiara e trasparente e che sia stato correttamente acquisito il loro consenso. La nuova attività del Garante si affianca a quella già avviata sulla semplificazione delle informative, attraverso simboli ed immagini, affinché gli utenti e i consumatori siano messi in grado in maniera sintetica ed efficace di fare scelte libere e consapevoli.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook tenta di fare breccia tra i pre-adolescenti
Wsj, ha creato team per studiare questa fascia d’eta’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
11:58
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook cerca di fare breccia tra i pre-adolescenti. Secondo documenti interni ottenuti dal Wall Street Journal, il social di Mark Zuckerberg ha formato un team per studiare i ‘pre-teenager’, fissando un obiettivo triennale per creare piu’ prodotti per loro.
Facebook non è l’unica azienda tecnologica a corteggiare la fascia di eta’ tra i 10 e i 12 anni e ad essere finita sotto esame per questo: praticamente tutte le principali piattaforme di social media, tra cui TikTok e YouTube, hanno affrontato problemi legali o normativi relativamente al modo in cui i bambini utilizzano i loro prodotti.
La legge federale sulla privacy vieta la raccolta di dati sui minori di 13 anni e i membri del Congresso hanno criticato le aziende tecnologiche per non aver fatto di più per proteggere i bambini online dai contenuti dannosi. I documenti mostrano che il numero di adolescenti che usano Facebook ogni giorno e’ calato del 19% negli ultimi due anni, e gli esperti hanno scoperto che teenager e pre-teenager considerano il social un luogo per ‘vecchi’.
“Facebook e’ per le persone anziane, come i quarantenni”, ha detto un bambino di 11 anni ai ricercatori, secondo il Wsj. La societa’ teme quindi di perdere terreno rispetto alle app concorrenti, in particolare Snapchat e TikTok, che stanno guadagnando popolarita’ tra i piu’ giovani.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
E questo è un fattore alla base del nuovo approccio, che peraltro dovrebbe essere affrontato durante un’audizione di una sottocommissione del Senato giovedì incaricata di sondare gli effetti di Instagram sulla salute mentale. Nel frattempo proprio quest’ultima (di proprieta’ di Facebook), ha sospeso lo sviluppo di Instagram Kids, una versione dell’app per bambini.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Microsoft, carenza di Xbox anche nel 2022 per scarsità chip
Per Toshiba i ritardi potrebbero andare avanti fino al 2023
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
01 ottobre 2021
10:39
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il capo del business dei videogiochi di Microsoft, Phil Spencer, è tornato sulla questione della carenza di chip nel mercato informatico. Il manager ha dichiarato al sito The Wrap che la mancanza di processori ha impedito alla società di portare sugli scaffali dei negozi tutte le console Xbox Series X/S che avrebbe voluto.
Tuttavia, pare che questa non fosse l’unica ragione: “Penso che il problema dei chip sia stato troppo isolato.
Non si è discusso, ad esempio, di tutti gli elementi che servono per la realizzazione di una console. Ci sono diversi punti critici a riguardo, una catena di fornitura complessa che va oltre. Per questo, bisogna essere realistici e affermare che lo slittamento nella produzione andrà avanti ancora per i prossimi mesi, sicuramente fino alla fine di questo e del prossimo anno solare”. I produttori di console hanno lottato contro la carenza di chip negli ultimi 18 mesi.
La pandemia di Covid-19 ha interrotto le catene di approvvigionamento essenziali e ha visto aumentare significativamente la domanda di dispositivi di gioco, man mano che i paesi hanno implementato misure di distanziamento sociale. In particolare, PS5 e Xbox Series X, così come le nuove schede grafiche RTX di Nvidia, sono stati tra gli acquisti hi-tech che più di altri hanno subito i ritardi, con la maggior parte delle scorte iniziali esaurite in pochi minuti. Takeshi Kamebuchi, direttore responsabile dei semiconduttori di Toshiba, ha detto a Bloomberg: “La fornitura di chip rimarrà ridotta almeno fino a settembre del prossimo anno. In alcuni casi, la domanda di alcuni clienti potrebbe rimanere insoddisfatta fino al 2023”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Google Pixel 6, emergono online prezzi e data di vendita
Ma ci sono dubbi sul cartellino, troppo basso per alcuni
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
13:09
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
I Pixel 6 e 6 Pro sono stati già svelati, ufficiosamente, da Google anche se si attende ancora una conferenza ufficiale online. Ogni giorno però emergono indiscrezioni e specifiche a riguardo.
L’ultima arriva dallo youtuber Brandon Lee, cha ha diffuso il prezzo di vendita dei due modelli e le tempistiche di arrivo sul mercato. Ripreso dal sito Gadgets 360, pare allora che il Google Pixel 6 avrà un cartellino di 649 euro mentre il Pixel 6 Pro di 899 euro.
Per alcuni si tratta di un valore fin troppo basso considerando il posizionamento dei terminali che, come in passato, dovrebbero rivaleggiare con i top di gamma della concorrenza, tra cui l’iPhone 13. Secondo le fonti di Lee, il Pixel 6 sarà disponibile nelle opzioni di colore Carbon e Fog, senza confermare se queste varianti saranno valide anche per la versione Pro. In termini di data di uscita, la presentazione online dovrebbe avvenire intorno al 19 ottobre, con il 28 dello stesso mese indicato quale giorno per l’arrivo nei negozi. A suo tempo, Big G ha comunicato in anticipo i Paesi che vedranno la disponibilità dei Pixel: Usa, Canada, Australia, Regno Unito, Francia, Germania, Giappone e Taiwan. Non c’è dunque l’Italia.
Più verosimilmente, il 28 ottobre sarà la data in cui si prevede verrà aperta la vendita sullo store digitale di Google. Nulla è ovviamente confermato, sebbene le indicazioni sulle tempistiche siano un po’ le stesse per i vari informatori che negli ultimi giorni hanno rilasciato notizie in merito alla nuova famiglia di smartphone.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Twitch, nuove misure per reprimere bullismo e spam
Numeri di telefono verificati per riconoscere e limitare i bot
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
12:53
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Twitch ha aggiunto nuovi strumenti nella lotta contro le molestie sulla piattaforma. Il servizio, reso famoso dalle dirette dei videogiocatori unite alle chat dal vivo con i seguaci, ha annunciato delle misure con cui intende ridurre il più possibile la presenza di bot automatici, software che inviano messaggi nelle finestre di chat dei ‘creator’, con lo scopo di contaminarle e renderle impraticabili.
Per questo, qualsiasi ‘streamer’ potrà richiedere che le persone che entrano in chat debbano verificare il loro numero di telefono prima di poter scrivere messaggi.
Una regola che può essere applicata anche come impostazione predefinita in caso di seguaci con un nuovo profilo o con pochi amici. Queste premesse sono presenti, secondo l’azienda, quando ci si imbatte nei bot, profili che vengono creati continuamente con il solo scopo di produrre spam, senza alcuna interazione reale con gli altri utenti. Inoltre, se un account associato a un numero di telefono viene sospeso, vengono sospesi anche tutti gli altri account associati a quello stesso numero, sia a livello di sito che di canale, una misura ulteriore di monitoraggio preventivo. L’aggiornamento arriva in un momento critico per Twitch.
I creatori di contenuti lottano per far fronte ad una vera e propria esplosione di abusi sulla piattaforma. Ad agosto, molti streamer sono stati obiettivo di gruppi di molestatori, che hanno messo assieme operazioni note come “incursioni di odio”, nelle quali la chat di un utente viene inondata di messaggi di bullismo, razzisti e transfobici, generati da centinaia di account bot contemporaneamente.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Poste Italiane partecipa al Cybermonth di ottobre
Tante le iniziative aziendali per conoscenze su cybersicurezza
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
13:07
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Anche Poste Italiane partecipa al Cybersecurity Awareness Month, dedicato alla sensibilizzazione in materia di sicurezza informatica. La principale iniziativa, spiega Poste in una nota, sarà il programma Cyber League che coinvolgerà 11.500 dipendenti in un campionato dedicato a consolidare competenze e conoscenze sulla sicurezza informatica, per prevenire e proteggersi da possibili attacchi informatici.

Inoltre, attraverso un progetto continuativo di educazione digitale, Poste Italiane mette a disposizione della collettività competenze e professionalità, proponendo varie iniziative quali i webinar gratuiti, aperti a tutti i cittadini, sui molteplici aspetti legati a tecnologia e digitale. Dal 2003, il CyberMonth in Europa e Stati Uniti è l’occasione per ricordare quanto sia sempre più necessario per tutti proteggere adeguatamente le nostre attività online. Le attività possono essere seguite attraverso gli hashtag #CyberSecMonth, #ThinkB4UClick e #BeCyberSmart.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Pmi:Ice estende accordo Amazon, vetrina Giappone ed Emirati
Digitalizzare imprese e farle crescere in Italia
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2021
17:34
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Agenzia ICE e Amazon rinnovano l’accordo a sostegno del Made in Italy e dell’export delle PMI italiane per digitalizzare e farle crescere Italia, Regno Unito, Francia, Germania, Spagna, Stati Uniti e, da oggi, anche in Giappone e negli Emirati Arabi Uniti.
L’accordo, spiega una nota ricordando che dal 2019 sono state coinvolte oltre 1.500 Pmi, prevede la realizzazione di un piano di promozione e sviluppo per le aziende con prodotti all’interno della vetrina di Amazon dedicata esclusivamente al Made in Italy, nonché un piano di formazione per la vendita online e attività di marketing che promuovano i prodotti e accrescano le vendite all’estero.
In più, le aziende che aderiranno al programma potranno contare sul supporto degli esperti di Amazon in tutte le fasi del loro percorso, tramite una consulenza dedicata con l’obiettivo di facilitare lo sviluppo e la crescita del loro business.
“È il primo dei 28 accordi con cui stiamo portando 7.000 PMI italiane nell’e-commerce – sottolinea Carlo Ferro, Presidente di ICE Agenzia – Non potevamo mancare di aprire un canale digitale verso gli EAU, tra le 32 iniziative che ICE offrirà alle imprese nel contesto della presenza italiana all’esposizione universale”. “Crediamo nel tessuto imprenditoriale di questo Paese e siamo già al fianco di oltre 18.000 PMI italiane che vendono nei nostri negozi online. Nel 2020, hanno avuto accesso a centinaia di milioni di clienti Amazon in tutto il mondo e hanno registrato vendite all’estero per oltre 600 milioni di euro. La preziosa collaborazione con l’Agenzia ICE ci permetterà di stimolare ancora più realtà italiane a sviluppare un’offerta internazionale e omnicanale, raggiungendo con i propri prodotti milioni di clienti in tutto il mondo” afferma Mariangela Marseglia, VP e Country Manager di Amazon.it e Amazon.es.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook sotto torchio a Congresso Usa su danni a teenager
Il social replica, piattaforme sono sicure e aiutano
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
30 settembre 2021
20:37
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook sotto torchio oggi al Congresso Usa dopo le rivelazioni del Wall Street Journal sui possibili impatti negativi delle sue piattaforma (compresa Instagram) sulla salute mentale delle adolescenti.
Rivelazioni riguardanti in particolare ricerche interne di Fb che, secondo il senatore dem Richard Blumenthal, dimostrano come il social fosse a conoscenza degli impatti dannosi dei suoi siti sui bambini e il suo tentativo di nascondere queste scoperte.
Antigone David, capo globale della sicurezza di Facebook, ha replicato che il quotidiano ha pubblicato in modo selettivo le ricerche interne per dare una visione inaccurata e fosca del lavoro della società e ha sostenuto che una indagine sugli adolescenti su 12 questioni serie come ansia, tristezza e disordini alimentari ha mostrato che Instagram li ha generalmente aiutati. In una ricerca Fb pubblicata dal Wsj si ammette tuttavia che “noi rendiamo le questioni dell’immagine del corpo peggiori per una adolescente su tre”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Cybersicurezza, da Google-Eurocosumers gioco per difendersi
E’ Space Shelter, per YouTuber addestramento da Paolo Nespoli
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
01 ottobre 2021
10:04
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Per il mese europeo della cybersicurezza che si tiene ogni anno a ottobre, Google ed Euroconsumers – la rete di Organizzazioni di Consumatori che comprende Altroconsumo in Italia e le corrispettive in Spagna (Ocu), Belgio (Test-Achats) e Portogallo (DecoProteste) – hanno unito le forze per creare Space Shelter.
E’ un gioco online che ha l’obiettivo di aiutare le persone di tutte le età a mettere alla prova le proprie abilità e impararne nuove, attraverso un avatar che aiuta a comprendere, ad esempio, l’autenticazione a più fattori e le impostazioni della privacy.
Testimonial del gioco 12 Youtubers dei quattro paesi che riceveranno un kit di sopravvivenza e l’addestramento da un’autorità: Paolo Nespoli, ex astronauta, comunicatore scientifico e allenatore. Questi aspiranti astronauti della sicurezza promuoveranno a loro volta il gioco a un gruppo più ampio di consumatori.
“Dopo un anno di accelerazione tecnologica guidata dalla pandemia e minacce alla sicurezza di alto profilo, questo lavoro ha acquisito maggiore urgenza – spiega Google – Ogni giorno blocchiamo automaticamente più di 100 milioni di tentativi di phishing; Google Foto cripta 4 miliardi di foto, e Google Play Protect esegue scansioni di sicurezza su 100 miliardi di applicazioni installate. Controlliamo 900 milioni di password ogni giorno e proteggiamo automaticamente più di 4 miliardi di dispositivi con la nostra tecnologia”.
“Space Shelter rende l’apprendimento della sicurezza digitale più accessibile, persino divertente – afferma Marco Scialdone, Head of Litigation & Academic Outreach di Euroconsumers – Aumentando la consapevolezza in questo senso, attraverso iniziative come Space Shelter, le persone si sentiranno in grado di beneficiare maggiormente delle enormi opportunità presentate dalla tecnologia”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il cambiamento climatico visto dai social
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
01 ottobre 2021
10:31
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La cosiddetta transizione ecologica è uno dei principali capitoli d’investimento del PNRR, alla voce “rivoluzione verde e transizione ecologica”, e, non più tardi di ieri, il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, è intervenuto all’evento “Youth4Climate: Driving Ambition” rimarcando come i giovani siano la generazione più minacciata dai cambiamenti climatici. Evento al margine del quale ha anche incontrato Greta Thunberg, insieme alle militanti per la lotta al cambiamento climatico Vanessa Nakate e Martina Comparelli, rassicurandole sull’impegno del Governo al riguardo.
Se dunque appare chiaro che la questione non sia più rinviabile è interessante altrettanto capire quanto gli italiani, tra le mille preoccupazioni di questo periodo di ripresa post-pandemia, siano effettivamente coinvolti al riguardo.
Secondo un sondaggio condotto da SWG tra il 22 e il 24 settembre, la transizione ecologica è un’opportunità per più della metà (53%) dei cittadini del nostro Paese, ma per circa un terzo (38%) invece è più che altro un costo.
In particolare per quanto riguarda l’aumento di bollette e materie prime.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
DataMediaHub ha approfondito la questione analizzando le conversazioni online sul tema. Sono state analizzate le conversazioni online (social + news online + blog e forum) negli ultimi trenta giorni relativamente al termine “clima”. Stando ai risultati l’interesse appare crescente. Infatti, vi è una crescita del 64% delle citazioni online relative al clima. Per la precisione sono state poco meno di 77mila le citazioni inerenti al clima, da parte di quasi 34mila autori unici, i cui contenuti hanno coinvolto (like + reaction + commenti e condivisioni) ben di più di mezzo milione di persone.
“Sostenibilità, “opportunità”, “possibilità”, “responsabile” e “importante” sono stati alcuni dei termini, con un sentiment, con una accezione positiva, maggiormente citati. Per contro “clima” ed “emergenza sono stati invece tra i principali termini citati con un sentiment negativo. Non a caso, come mostra la “virality map”, la mappa della diffusione online nel tempo, il nostro articolo relativo alle affermazioni del Premier che paragonano il cambiamento climatico ad un’emergenza simile a quella della pandemia da Covid19, ha avuto una ampissima diffusione e condivisione. Insomma, appare chiaro che per la maggioranza degli italiani sia necessario agire presto e bene sulla questione. Resta da conciliare l’impatto economico che potrebbe generarsi nel breve termine per finalmente agire al riguardo.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Dall’AI di Google un modello per prevedere piogge imminenti
Testato per precipitazioni che cadono nei successivi 90 minuti
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
01 ottobre 2021
11:51
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Dall’Intelligenza artificiale arriva il modello che prevede le piogge imminenti, entro la successiva ora e mezza. A testarlo e provarne l’efficacia, i ricercatori della DeepMind di Google, insieme ad un gruppo del Servizio Meteorologico del Regno Unito, come spiegano sulla rivista Nature.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gruppo guidato da Shakir Mohamed ha applicato le proprie conoscenze sui metodi di apprendimento profondo alla scienza del ‘nowcasting’, cioè delle previsioni della pioggia in un dato posto nell’arco delle due ore successive, e poi confrontato i risultati con gli strumenti tradizionali. Gli attuali metodi di previsione si servono di supercomputer per eseguire enormi molti di calcoli sui dati atmosferici, dando buone previsioni per il lungo periodo. Quando si tratta di farle a più corto raggio invece il sistema non è ancora così avanzato. Alcune previsioni nel breve periodo sono facili da fare, quando ci sono vaste nubi di pioggia che coprono centinaia di chilometri. Le cose si fanno più difficili con i temporali e le tempeste, perché la quantità di acqua che contengono varia con il tempo e perché la loro forma cambia a seconda di dove si spostano. Perciò, le previsioni dell’ora (nowcasting) rimangono ancora una sfida per i ricercatori.
Per cercare di risolvere il problema, i ricercatori della Deep Mind hanno applicato una rete di apprendimento profondo chiamata Deep Generative Model of Rainfal (DGMR), che come gli altri modelli di apprendimento profondo funziona analizzando i dati che descrivono andamenti e la loro evoluzione nel tempo.
Queste informazioni vengono poi usate per fare previsioni per i successivi 90 minuti. I ricercatori hanno testato l’accuratezza del modello chiedendo a 56 meteorologi di confrontare queste previsioni con quelle fatte usando gli strumenti tradizionali, e l’89% di loro ha preferito il modello Dgmr, perché più affidabile. Secondo i ricercatori, l’Intelligenza artificiale potrebbe quindi essere un nuovo potente strumento per migliorare le previsioni del tempo.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps: Pin in pensione, parte lo Spid
Sul sito dell’Inps da oggi anche la delega all’accesso
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
01 ottobre 2021
12:36
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Pin va in pensione e lascia il passo a Spid. Da oggi non è più possibile accedere ai servizi on line dell’Inps mediante il Pin (con la sola eccezione di quelli rilasciati ai residenti all’estero non in possesso di un documento di riconoscimento), ma attraverso Spid (Sistema pubblico di identità digitale), Cie (Carta di identità elettronica) e Cns (Carta nazionale dei servizi).
E, intanto, è disponibile sul sito Inps la nuova funzionalità che consente a chi ha già l’identità digitale di delegare l’accesso ad una persona di sua fiducia anche lei munita di identità digitale. Lo fa sapere l’Inps, ricordando la novità che scatta dal primo ottobre.
Rimarranno ancora temporaneamente attivi i Pin rilasciati alle aziende e ai loro intermediari allo scopo di consentirne il più completo adeguamento informatico ed organizzativo ai sistemi di identità digitale.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Boom mercato app: Tik Tok regna su iOS, Facebook su Android
Sensor Tower, nel post pandemia crescono i ricavi: +15,1%
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
01 ottobre 2021
13:15
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Continua la forte ascesa del mercato delle app. Secondo la più recente rilevazione della società di analisti Sensor Tower, nel terzo trimestre del 2021 (da luglio a settembre), i negozi digitali di Apple e Google hanno ottenuto, in totale, 33,6 miliardi di dollari in entrate, pari al +15,1% rispetto al 2020.
Le installazioni delle app, considerate come prime installazioni del singolo account, sono invece 35,7 miliardi, un calo dell’1,9% sulla rilevazione precedente. Secondo gli analisti, ciò è sinonimo di un utilizzo abbastanza consolidato degli stessi software: si spende più tempo sulle app famose che beneficiano anche degli acquisti in-app o di servizi a pagamento. Per quanto riguarda gli incassi, in generale è Tik Tok a confermarsi regina. L’app è al primo posto dei ricavi su App Store mentre è solo quarta sul Google Play Store. Qui, si conferma in testa, per spesa degli utenti, la piattaforma di cloud Google One. Discorso simile nell’analisi dei download: Tik Tok è regina considerando i numeri di iOS e Android, così come nella sola considerazione dell’App Store di Apple. Terza invece nel ranking del Play Store, dove Facebook e Instagram occupano le prime due posizioni. La considerazione che la pandemia abbia contribuito all’ascesa di alcune nuove app, prima poco presenti, è data dall’ingresso in classifica di Zoom e Google Meet, così come della versione aziendale di WhatsApp: Business, in modo particolare su sistema operativo Android. Decisamente più concorrenziale il segmento dei videogame: in generale il più remunerativo è Pubg Mobile, uno sparatutto simile a Fortnite, mentre Honor of Kings si consolida primo su App Store, con il concorrente Genshin Impact che è il titolo con maggiori ricavi sul Play Store.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Lungo effetto lockdown che fa volare le app: cresce business
Aumenta il tempo online con +15% ricavi. Tik Tok resta la regina
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
01 ottobre 2021
14:51
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Si fa sentire l’onda lunga del lockdown sul mercato delle applicazioni mobili. I blocchi generalizzati, che hanno ridotto le uscite e la socialità fisica, avevano già portato il settore a beneficiare di un boom dei ricavi, pari a quasi il +40% nel 2020 rispetto al 2019.

Adesso, la società di analisi Sensor Tower, con una rilevazione sul terzo trimestre del 2021, consolida il trend ancora in crescita, parlando appunto di ‘effetto lockdown’. Nello specifico, i due principali negozi di applicazioni mobili, App Store di Apple e Play Store di Google, fanno registrare un +15,1% di entrate sul trimestre 2021 nei confronti del 2020. Di contro, diminuiscono i nuovi download, giù dell’1,9%. Per Sensor Tower, lo scenario è quello in cui gli utenti utilizzano sempre le stesse app, per cui non vi è aumento concreto nel numero di installazioni su smartphone e tablet, con pochi sviluppatori che si dividono il grosso delle entrate, in ascesa per acquisti in-app e servizi in abbonamento. Apple e Google, insieme, portano a casa 33,6 miliardi di dollari su 35,7 miliardi di download. Nella classifica dei ricavi è Tik Tok a regnare, considerando il business generale di entrambe le piattaforme.
Non cambia la situazione nell’analisi dell’andamento su App Store. Per il sistema operativo Android, Google piazza invece al primo posto One, il suo servizio di abbonamento cloud, per archiviare online foto, video e documenti e averli sempre a disposizione. Nel merito dei download, la situazione non cambia: in testa al mercato globale, così come in quello inerente al mondo Apple, c’è Tik Tok, che lascia spazio su Android a Facebook e Instagram. Tornando all’effetto lockdown, applicazioni di collaborazione e videochiamate, come Zoom e Google Meet, restano saldamente nel ranking delle top 10, e così fa Telegram, che nel corso dell’anno ha rosicchiato utenti a Facebook dopo le controverse modifiche alla gestione della privacy degli utenti fuori dal mercato europeo. Decisamente più concorrenziale il segmento dei videogame: in generale il più remunerativo è il titolo Pubg Mobile, uno sparatutto simile a Fortnite, mentre Honor of Kings si consolida primo su App Store, con il concorrente Genshin Impact che è il più remunerativo sul Play Store. Per numero di download, Sensor Tower elegge Pubg Mobile il primo nel totale di iOS e Android. Quest’ultimo si alterna con Count Masters su App Store ma si riprende la leadership per quantità di installazioni sul Play Store.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Accuse alla Blue Origin di Jeff Bezos, ‘cultura sessista’
La denuncia shock di dipendenti ed ex della società spaziale
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
01 ottobre 2021
16:12
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Un ambiente di lavoro caratterizzato da un pervasivo “sessismo” e dove la “velocità mozzafiato” è preferita alla sicurezza. Sono le pesanti accuse mosse contro Blue Origin, la società spaziale di Jeff Bezos, da parte di un gruppo di ex e attuali dipendenti.
La cultura che vige nella società “riflette il peggio del mondo in cui viviamo”, si legge in una lettera aperta firmata da Alexandra Abrams, ex capo della comunicazione dei dipendenti di Blue Origin, e da altri 20 fra suoi colleghi ed ex.
“Le disparità fra i sessi sono comuni nell’industria spaziale ma a Blue Origin si manifestano in un modo particolare di sessismo. Numerosi leader hanno avuto comportamenti inappropriati con le donne”, prosegue la missiva. Blue Origin replica secca: “Non abbiamo alcuna tolleranza per le molestie di alcun genere”.