Politica tutte le notizie! Sono sempre complete aggiornate e dettagliate! INFORMATI LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 195 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:22 DI LUNEDÌ 13 SETTEMBRE 2021

ALLE 14:15 DI VENERDÌ 17 SETTEMBRE 2021

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Teatro Valle di Roma intitolato a Franca Valeri
Svelata targa. Presentato progetto di riqualificazione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
11:22
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Questa mattina è stata svelata la targa di intitolazione del Teatro Valle a Franca Valeri, in presenza della figlia dell’artista, Stefania Bonfadelli, dell’autore e conduttore tv Pino Strabioli e dell’attore Urbano Barberini. “L’intitolazione del teatro moderno più antico d’Europa a Franca Valeri è stata fortemente voluta da questa Amministrazione – spiega in una nota il Campidoglio -.
Un omaggio a questa grandissima artista scomparsa un anno fa, legata al Valle tanto da considerarlo “casa sua”: proprio qui Valeri ha debuttato, sia come attrice che come autrice”.
Sempre oggi è stato presentato il progetto di riqualificazione del Valle dai progettisti del gruppo coordinato dallo Studio Berlucchi di Brescia, vincitore del bando pubblico per il restauro del Teatro Valle, che hanno mostrato in anteprima come sarà il teatro finalmente restituito alla città una volta ultimati i lavori.
Il progetto prevede, in accordo con la Soprintendenza, “una riqualificazione integrale dell’intero complesso architettonico” che consentirà “un aumento dei posti disponibili nel pieno rispetto delle prescrizioni normative in termini di prevenzione incendi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: a giugno +52% spese dei turisti stranieri
Ma saldo con pre-Covid ancora pesante, -65%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
11:48
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In ripresa, nel mese di giugno 2021, il saldo della bilancia dei pagamenti turistica italiana.
Secondo i dati della Banca d’Italia ha registrato un avanzo di 503 milioni di euro, a fronte di un saldo positivo di 354 milioni nello stesso mese dell’anno precedente.
Le spese dei viaggiatori stranieri in Italia (1.596 milioni) sono aumentate del 52,6 per cento; quelle dei viaggiatori italiani all’estero (1.092 milioni) sono cresciute del 57,9 per cento. Tuttavia rispetto a giugno 2019 pre pandemia, le spese dei viaggiatori stranieri in Italia sono scese del 65,7 per cento, quelle degli italiani all’estero del 55,0 per cento.   ECONOMIA   MONDO

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Afghanistan:Di Maio, contro estremismo serve risposta coordinata
Italia impegnata con tutti i partner, anche leader religiosi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
13 settembre 2021
12:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La situazione in Afghanistan mostra che la minaccia di un crescente estremismo è ancora concreta e richiede una risposta internazionale coordinata.
L’Italia è impegnata in tale coordinamento con tutti i partner – anche, come presidenza del G20, proponendo il G20 come piattaforma inclusiva di dialogo sul dossier afghano.
La nostra priorità deve essere continuare a garantire assistenza al popolo afghano e preservare i risultati conseguiti negli ultimi vent’anni, soprattutto in termini di diritti umani e libertà civili. Il contributo dei leader religiosi del mondo in questo sforzo sarà fondamentale”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio intervenendo in streaming al panel su ‘Foreign Policy and religion’ nell’ambito del G20 sul dialogo interreligioso in corso a Bologna.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio,comitato garanzia 5S passo concreto verso nuovo corso
‘Ringrazio Beppe per la fiducia’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
12:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“È stata annunciata la rosa di nomi proposta dal nostro Garante Beppe Grillo per i componenti del futuro Comitato di Garanzia. Ho l’onore di far parte di questa lista, insieme ai colleghi e amici Tiziana Beghin, Virginia Raggi, Carla Ruocco, Roberto Fico e Andrea Liberati.
Ringrazio Beppe per la fiducia nell’indicarmi in vista di questo incarico.
L’elezione del Comitato sarà un altro passo concreto in avanti verso il nuovo corso del M5S con Giuseppe Conte, che in questi giorni sta girando tutta Italia per raccontare ai cittadini questa nuova visione che stiamo costruendo”. Lo scrive su Fb il ministro degli esteri Luigi Di Maio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: Fdi, da governo solo pannicelli caldi
Inizia anno ma ancora tanto di irrisolto
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
12:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi 4 milioni di studenti tornano a scuola ma docenti e personale scolastico al suono della campanella troveranno ancora tanto di irrisolto. Il ministero si arrampica sugli specchi, incapace di trovare una soluzione alle piaghe endemiche della scuola italiana, ultima in Europa per le spese ad essa destinate.
Il governo Draghi applica un pannicello caldo per curarla ma non spende per una terapia d’urto che la guarisca: precariato, classi pollaio, vecchi plessi che andrebbero demoliti e ricostruiti più che ristrutturati. Ma non si fa neanche questo. E a ciò aggiungiamo i cambiamenti imposti dall’emergenza Covid che è sale sulle ferite. Fratelli d’Italia chiede al governo attenzione, impegno, salvaguardia del valore primario della istruzione ma anche della salute di chi la frequenta. Scoprire di una circolare emanata dal ministro Speranza che raccomanda ai dirigenti scolastici di non distribuire a dipendenti e studenti le mascherine ricevute e ‘quarantenarle’, perché- a detta della stampa italiana- questi presidi si sono rivelati insicuri, mostra tutta l’inefficienza di un governo che a quasi 2 anni dall’inizio pandemia è ancora fermo all’Abc della messa in sicurezza”. Lo dicono Ella Bucalo e Paola Frassinetti, rispettivamente responsabili dei Dipartimenti Scuola e Istruzione di Fdi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: M5s, fantasma della Dad è più lontano
Emozione straordinaria per rientro quest’anno
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
12:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’emozione del primo giorno di scuola non ha eguali nella vita. Ma tornare in classe sapendo che il fantasma della didattica a distanza è finalmente più lontano rende l’emozione di quest’anno ancora più straordinaria.

Studenti e studentesse di tutta Italia: godetene appieno e vivete quest’anno con tutta l’energia e l’entusiasmo che potete!”. Lo dichiarano le deputate e i deputati del Movimento 5 Stelle in commissione Cultura.
“Sin dall’inizio della pandemia, il nostro impegno per mantenere le porte delle scuole il più possibile aperte non si è mai fermato. È stato fatto tanto e tanto continueremo a fare per guardare sempre più serenamente, con voi, il domani. In bocca al lupo per questa nuova bellissima avventura”, concludono.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Quirinale: Bernini, troppo presto per parlarne
Si farebbe un torto al Capo dello Stato
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CONEGLIANO (TREVISO)
13 settembre 2021
12:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per formulare delle previsioni sulla successione alla Presidenza della Repubblica “è troppo presto”. Lo ha detto oggi il presidente dei senatori di Forza Italia, Annamaria Bernini.

“Faremmo un torto prima di tutto al Capo dello Stato, Sergio Mattarella – ha aggiunto – ma poi anche ai tanti che stanno scaldando i motori in attesa dell’evento, per il quale c’è ancora tempo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Papa Francesco: ‘L’Europa mostri solidarietà, torni al centro del mondo’
Discorso al Palazzo presidenziale di Bratislava
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRATISLAVA
13 settembre 2021
13:32
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Mentre su vari fronti continuano lotte per la supremazia, questo Paese riaffermi il suo messaggio di integrazione e di pace, e l’Europa si distingua per una solidarietà che, valicandone i confini, possa riportarla al centro della storia”. Lo ha detto papa Francesco nel suo discorso al Palazzo presidenziale di Bratislava, incontrando le autorità e la società civile della Slovacchia.
“È necessario adoperarsi per costruire un futuro in cui le leggi si applichino equamente a tutti, sulla base di una giustizia che non sia mai in vendita. E perché la giustizia non rimanga un’idea astratta, ma sia concreta come il pane, è da intraprendere una seria lotta alla corruzione e va anzitutto promossa e diffusa la legalità”, ha detto Francesco
In queste terre, ha detto papa Francesco alle autorità della Slovacchia, “fino ad alcuni decenni fa, un pensiero unico precludeva la libertà; oggi un altro pensiero unico la svuota di senso, riconducendo il progresso al guadagno e i diritti ai soli bisogni individualistici”.
“Oggi, come allora – ha aggiunto -, il sale della fede non è una risposta secondo il mondo, non sta nell’ardore di intraprendere guerre culturali, ma nella semina mite e paziente del Regno di Dio, anzitutto con la testimonianza della carità, dell’amore”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Accoltellamento Rimini: Meloni, ora sostituire Lamorgese
Serve qualcuno di capace
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
12:42
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il richiedente asilo somalo che ha accoltellato cinque persone, tra cui un bambino, era stato segnalato dalla Croce Rossa alla Prefettura come soggetto pericoloso. Ma il governo non ha fatto nulla, come ormai è prassi nell’era Lamorgese.
L’unica attività alla quale si dedica ormai il Ministero dell’Interno è quello di reprimere chi osa fare domande sulla gestione del Covid e multare chi contesta pacificamente il Governo. Cosa altro deve accadere per sostituire il Ministro Lamorgese con qualcuno di capace?”. Lo dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Addio a ex direttore Enit Eugenio Magnani
“Promuoveva l’Italia con il sorriso e come fosse un sogno”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
13:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Enit ricorda Eugenio Magnani, uno dei direttori più determinanti dell’ente e incisivi per la promozione dell’immagine dell’Italia nel mondo, morto improvvisamente a 69 anni. “La sua scomparsa – ricorda l’Agenzia Nazionale del Turismo – è la perdita di un tassello fondamentale della memoria storica dell’Enit.
E’ stato l’ultimo direttore della sede degli Stati Uniti fino al 2015 e ha tracciato tutto il percorso di Enit e dell’Italia negli anni 2000. La sua prematura dipartita lascia un vuoto lungo un cammino e una progettualità operativa che ha contribuito a rendere Enit sempre più un punto di riferimento incisivo nella crescita della Penisola. A lui va l’affetto e la riconoscenza per tutto il bene che ha fatto al Paese. Il suo motto “Smile & Dream” non può che renderlo immortale e una persona indimenticabile piena di saggezza e di profonda umanità.
Instancabile ha svolto le sue delicate mansioni dirigenziali con dedizione e alto senso del dovere. Figura sobria, sapeva dare i giusti orientamenti gestionali portando l’ente a posizioni di assoluto livello nel comparto”.
Nato in Liguria, a Ponte San Luigi, vicino Ventimiglia, inizia molto giovane la sua carriera all’interno nell’Agenzia, ricoprendo incarichi sempre più prestigiosi, come la direzione della delegazione a Londra, per passare poi a New York, fino a diventare direttore Enit per l’America del Nord e, infine, nel 2006, la meritata poltrona di direttore generale, dopo anni di militanza sul campo. Da sempre appassionato del turismo e dell’Italia, Magnani è stato uno dei più brillanti delegati-manager sui quali la promozione turistica italiana abbia potuto contare per molti anni: con la padronanza della lingua inglese e un comportamento sempre molto diplomatico e affabile, Magnani ha diffuso soprattutto nei Paesi anglosassoni lo slogan “Smiles and Dreams” ovvero le caratteristiche che secondo lui più si addicevano al volto dell’Italia e al suo turismo.
Alla famiglia di Eugenio Magnani, alla moglie Grazia e ai tre figli – Lorenzo, Giulia e Alex – le condoglianze dell’ente che ha ispirato per decenni. I funerali si terranno il 14 settembre, alle ore 11, presso la cattedrale di Ventimiglia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Rifiuti: Cingolani, presto bandi economia circolare da 2 mld
Per progetti su “nuovi impianti e trasformazione rifiuti”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
13 settembre 2021
14:22
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“È uscito il bando per i progetti dei porti verdi, usciranno presto quelli per le isole verdi e per l’economia circolare: i nuovi impianti e la trasformazione dei rifiuti. Investiremo oltre 2 miliardi per gli impianti di economia circolare”.
Lo annuncia il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani stamani a Genova al convegno “Verso una transizione sociale – Quale sviluppo per il futuro della Liguria” organizzato dalla Cgil. “La raccolta differenziata deve arrivare al 75%, i restanti materiali vanno recuperati, in discarica ci deve finire meno del 10%” ha aggiunto il ministro.
“Il Governo – ha aggiunto Cingolani – lancerà un grande programma da oltre 2 miliardi di euro per realizzare una cinquantina di nuovi impianti di smaltimento dei rifiuti attraverso l’economia circolare, i progetti innovativi migliori vinceranno, c’è ampio spazio per tutti”. Il ministro ha detto che uno di questi potrebbe essere insediato nelle aree siderurgiche inutilizzate dell’ex Ilva a Genova Cornigliano, come annunciato ieri dal ministro Giorgetti e dal presidente ligure Giovanni Toti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Quota 100: Inps, 341.000 uscite per 18,8 mld spesa
70% dei lavoratori che hanno utilizzato il sistema è uomo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
14:54
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fino al 31 agosto 2021 l’Inps ha accolto oltre 341.000 domande di Quota 100 (almeno 62 anni di età e 38 di contributi) per una spesa sostenuta e da sostenere di oltre 18,8 miliardi fino al 2030. E’ quanto si legge in un Report Inps, secondo il quale circa due terzi delle richieste (224.905) sono state accolte a lavoratori fino ai 63 anni.
Il 69,3% delle persone uscite dal lavoro con questa misura è uomo.
I dipendenti privati usciti con Quota 100 sono 107.237, mentre 166.282 sono i dipendenti privati e 67.609 gli autonomi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tabacco: progetto innovativo per processi produttivi
A Napoli presentato ‘A Greener Tomorrow Digital Project’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
13 settembre 2021
15:06
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sviluppare la digitalizzazione dei processi produttivi nel settore tabacchicolo, riducendo l’impatto ambientale delle coltivazioni. È l’obiettivo del progetto innovativo ”A Greener Tomorrow Digital Project” presentato a Napoli nell’ambito di ”A Greener Tomorrow: innovazione e sostenibilità per una tabacchicoltura più verde”, promosso da British American Tobacco-Bat Italia in collaborazione con la startup JustOneEarth, Italtab e Competere.eu.

”Per Bat il ‘futuro migliore’ è più verde, più consapevole, equo e innovativo – spiega Roberta Palazzetti, presidente e ad di Bat Italia e area director per il Sud Europa – In questa strategia si inserisce il nostro impegno per un’agricoltura più sostenibile, basata su occupazione di qualità, tutela dell’ambiente e innovazione”.
”Il progetto è un esempio di come le nuove tecnologie e la digitalizzazione possano giocare un ruolo chiave per favorire la transizione green di questa così come di altre filiere del settore primario” evidenzia il sottosegretario alle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Gian Marco Centinaio, intervenuto da remoto.
”Si tratta – spiega invece l’assessore all’Agricoltura della Regione Campania, Nicola Caputo – di un’iniziativa con cui la tabacchicoltura campana si candida ad essere un modello di riferimento per tutta l’agricoltura italiana”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: Assaeroporti, mole crediti gestori insostenibile
Borgomeo, non si può ignorare che da tempo non paga
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
15:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Non si può continuare ad ignorare che il vettore da tempo non paga i gestori aeroportuali e che i crediti hanno assunto dimensioni non più sostenibili”. Lo afferma il presidente di Assaeroporti Carlo Borgomeo sul nodo Alitalia e i crediti vantati dai gestori.
Durante l’assemblea che ha approvato le linee programmatiche per il prossimo triennio, Borgomeo, guardando ai problemi più urgenti – si legge in una nota – ha evidenziato la grave questione dei crediti vantati dai gestori nei confronti di Alitalia in amministrazione straordinaria.
“La comprensibile volontà di favorire la nascita della compagnia nazionale di riferimento e di gestire al meglio una grave crisi occupazionale non può tuttavia sottovalutare la situazione di difficoltà degli aeroporti, anch’essi impegnati in una complicata opera di ripartenza e di salvaguardia di migliaia di posti di lavoro”, ha detto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Allarme di Cingolani: rischio impennata delle bollette del 40%
Il Governo al lavoro per ridurre i rialzi. Pesa l’aumento del gas
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
20:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dal primo ottobre “la bolletta elettrica aumenta del 40%”. Il ministro della Transizione ecologica, il “tecnico” Roberto Cingolani, non è un tipo particolarmente diplomatico quando parla, come dimostrano le sue recenti e contestatissime prese di posizione a favore del nucleare.
Ma quello che dice a Genova, a un convegno della Cigl, è una vera bomba. Non si parla di fumose politiche future, ma del portafoglio degli italiani il mese prossimo.
“Lo scorso trimestre la bolletta elettrica è aumentata del 20%, il prossimo trimestre aumenta del 40% – spara il ministro, che ha la competenza sull’energia -. Queste cose vanno dette, abbiamo il dovere di affrontarle”. Poi in poche parole spiega il perché della stangata in arrivo: “Succede perché il prezzo del gas a livello internazionale aumenta, succede perché aumenta anche il prezzo della CO2 prodotta”. In serata il ministro interviene di nuovo, spiegando che l’andamento dei prezzi è già noto agli esperti e rassicura: “Il governo è fortemente impegnato – afferma – per la mitigazione dei costi delle bollette dovuti a queste congiunture internazionali e per fare in modo che la transizione verso le energie più sostenibili sia rapida e non penalizzi le famiglie”. Il rincaro del gas ha una ragione semplice. Mentre la pandemia viene debellata (almeno nei paesi ricchi), l’economia mondiale si riprende alla grande. Le aziende tornano a lavorare a pieno regime, e la domanda di energia si impenna. Ergo, il costo del gas, fonte principale dell’elettricità, aumenta. Poi c’è l’altro elemento, l’aumento del prezzo della CO2. E questo ha a che fare con la necessità di decarbonizzare l’economia, per combattere la crisi climatica. Le aziende che producono anidride carbonica (il principale gas serra), fra le quali quelle energetiche, nella Ue devono pagare per questo, comprando quote di emissioni nel sistema europeo Ets. Il prezzo di queste quote viene aumentato gradualmente, per spingere le aziende a decarbonizzare. Ma questo porta anche a un aumento dei costi di produzione, e quindi delle tariffe in bolletta. In Italia, i prezzi del metano e della corrente sul mercato tutelato sono fissati all’inizio di ogni trimestre da Arera, l’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente. Nel terzo trimestre del 2021, che è iniziato il primo luglio, il costo dell’elettricità era aumentato del 9,9%, e quello del gas del 15,3%. Ma la bolletta elettrica sarebbe salita addirittura del 20%, se il governo non fosse intervenuto per calmierarla. In pratica, aveva usato 1,2 miliardi ricavati dalla vendita di quote di emissioni nel sistema Ets per abbassare la stangata per i cittadini. Ora, per il quarto trimestre, che comincia il primo ottobre, l’Arera deve di nuovo aggiornare le tariffe. Solo che il prezzo del gas e le tariffe del carbonio sono salite ancora dal primo luglio. Il deputato Pd della Commissione Bilancio Gianni Del Moro spiega che “secondo gli esperti de settore, questi aumenti” in bolletta “potrebbero manifestarsi tra il 25% e il 30%”. Ma Cingolani a Genova è stato più pessimista, parlando addirittura di un 40% in più per l’elettricità. Il governo sta studiando come ridurre la stangata, come ha già fatto a luglio. “Queste cose abbiamo il dovere di affrontarle”, dice il ministro. La strada più semplice è quella di usare ancora i soldi dell’Ets. In pratica, i denari sborsati dalle aziende energetiche per emettere CO2, che fanno aumentare le bollette, andrebbero restituiti alle stesse aziende, per fare abbassare le stesse bollette. Il governo però studia anche provvedimenti più strutturali, già suggeriti dall’Arera, e che potrebbero rientrare nel ddl Concorrenza. In pratica, tagliare gli oneri di sistema, cioè tutti quei balzelli caricati sulle bollette di luce e gas perché “relativi ad attività di interesse generale per il sistema elettrico”. Dentro c’è di tutto: bonus elettrico, copertura delle agevolazioni per le imprese a forte consumo, incentivi alle rinnovabili, costi per lo smantellamento delle centrali nucleari, agevolazioni tariffarie per il sistema ferroviario.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
B20: Marcegaglia, lotta a corruzione è tema fondamentale
Grieco, a governi G20 chiediamo forte impegno su quattro punti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
16:32
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Legalità, trasparenza e lotta alla corruzione sono fondamentali per una crescita e uno sviluppo realmente sostenibili” sottolinea la presidente del b20, Emma Marcegaglia, all’evento online organizzato dalla Task Force Integrity & Compliance del B20 sui temi della vigilanza in materia di anticorruzione, legalità e conformità delle procedure aziendali nella ripresa globale. Tra i partecipanti, – spiega una nota -, tra gli altri, anche la presidente della Task Force Integrity & Compliance del B20, Patrizia Grieco, il ministro degli Affari Esteri Luigi Di Maio, il coordinatore del gruppo di lavoro sull’anticorruzione del G20, Giovanni Tartaglia Polcini.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“I temi della legalità e della trasparenza – avverte Emma Marcegaglia – sono fondamentali per perseguire gli obiettivi di crescita e sostenibilità. In tutto questo, è altrettanto essenziale la collaborazione fra settore pubblico e privato e governi e imprese devono fare ciascuno la propria parte. In questo momento di sfide senza precedenti, di crisi e cambiamenti, dobbiamo contrastare con tutte le forze la corruzione e le attività criminali. È, quindi, estremamente importante individuare e attuare le misure corrette per investire in trasparenza e legalità”.
“Come B20 – dice Patrizia Grieco – siamo consapevoli delle nuove sfide legate alla sostenibilità e dei rischi legati alla gestione della pandemia sull’integrità del business. Chiediamo quindi ai governi del G20 un forte impegno su quattro punti principali: garantire condotte responsabili nel ciclo degli approvvigionamenti, sia da parte delle imprese che delle amministrazioni pubbliche; stimolare una governance sostenibile nelle imprese, concentrandosi al contempo sull’armonizzazione delle normative, per rendere le strategie di business in grado di incorporare gli interessi degli stakeholder; promuovere modelli di compliance che puntino sulla cooperazione fra gli attori in gioco, sull’adozione di regole uniformi e sull’evoluzione organizzativa delle imprese; ultimo, ma non meno importante, lavorare sul tema della titolarità effettiva delle aziende in ottica antiriciclaggio e di promozione della trasparenza dei flussi finanziari”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ita: convoca incontro con sindacati domani mattina
Per esame delle condizioni di lavoro del personale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
20:11
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ITA ha convocato per domani mattina, 14 settembre, alle ore 9, i sindacati “per l’esame delle condizioni di lavoro del personale di ITA”. Lo si legge nella convocazione inviata alle sigle di categoria di Cgil, Cisl, Uil e Ugl, a Usb e Fast Confsal e alle sigle professionali Anpac, Anpav, Anp e Navaid.

Rimane confermato che il confronto si svolgerà sulla base dei documenti consegnati nel corso dell’incontro del 6 settembre e ferma restando la nostra comunicazione dell’8 settembre relativa alla avvenuta chiusura della procedura di informazione e consultazione sindacale avviata il 23 agosto”, si spiega nella convocazione firmata dal presidente di ITA Alfredo Altavilla.
La trattativa tra l’azienda e i sindacati è stata chiusa l’8 settembre con il mancato accordo con i sindacati. Poi venerdì 10 settembre la viceministra all’economia Laura Castelli, incontrando i sindacati, ha annunciato di aver ricevuto rassicurazioni dalla società Ita sul fatto che avrebbe convocato nuovamente i sindacati per proseguire le interlocuzioni relative all’assunzione del nuovo personale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sindacati dei lavoratori ex Alitalia convocati all’Ita
Dopo il mancato accordo. Gestori aeroporti esigono crediti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
12:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ita ha convocato per questa mattina alle 9 i sindacati degli ex lavoratori Alitalia “per l’esame delle condizioni di lavoro del personale”.
La convocazione giunge dopo il mancato accordo dell’8 settembre scorso e un intervento della viceministra dell’Economia Castelli.
Intanto i gestori aeroportuali sollecitano Alitalia a versare quanto dovuto, mentre l’Enac la esorta ad informare i passeggeri sui disservizi nella gestione dei bagagli che si sono avuti con lo stato di agitazione per la vicenda Ita.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pmi: cresce online banking, lo sceglie il 64%
Banca Ifis, nel 2022 accesso digitale per tutti i prodotti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
09:32
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il 64% delle Pmi sceglie l’online banking per molteplici servizi finanziari, con una percentuale che sale al 77% nei comparti agroalimentare e automotive, ma in caso di richiesta di credito le aziende preferiscono ancora il rapporto diretto con un consulente in filiale (65%), e solo il 35% usa le piattaforme digitali per il finanziamento. Lo rileva l’ultimo Market Watch realizzato da Banca Ifis in collaborazione con Format Research.
Dall’analisi, condotta su un campione rappresentativo di oltre 500 Pmi, emerge come sia in crescita l’attitudine tecnologica delle aziende in ambito finanziario, ma resti fondamentale la relazione di fiducia. Secondo il Market Watch sono tre le principali voci del funding di una Pmi: l’autofinanziamento (52%), il credito bancario a medio e lungo termine (22%), il credito bancario a breve termine (10%). In aumento del 24%, a causa della pandemia, il ricorso alle garanzie statali sui prestiti e a finanziamenti agevolati. La media passa così dal 36% del periodo pre-Covid al 60%, percentuale però destinata a scendere nel tempo al 45%.
Coinvolti tutti i settori produttivi: la minor incidenza si rileva nell’automotive (46% le imprese coinvolte) mentre agroalimentare, sistema casa e meccanica superano il 70%. Quanto all’utilizzo ben il 71% delle Pmi ha impiegato le risorse per investimenti materiali, immateriali e R&S, con punte nei settori della chimica & farmaceutica (94%), agroalimentare (80%) logistica & trasporti (78%). Il 14% delle aziende ha investito in formazione, il 6% in risparmio energetico e sostenibilità ambientale, il 3% in nuove aree di business. La crescita dell’attitudine tecnologica delle Pmi, in ambito finanziario, spiega una nota, ha spinto Banca Ifis a raddoppiare gli investimenti in digital marketing a sostegno di Ifis4business, piattaforma per le imprese dove l’utente può gestire i propri prodotti e servizi ma anche acquistarli in autonomia. Nei prossimi mesi, l’istituto estenderà l’accesso ai servizi digitali a tutta la clientela factoring, ed entro il primo semestre 2022 a tutti i prodotti a portafoglio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Energia: Timmermans, solo un 1/5 aumento prezzi da quote CO2
Vicepresidente Commissione, resto dipende da carenze del mercato
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
14 settembre 2021
09:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Non dobbiamo essere paralizzati dall’aumento dei prezzi dell’energia e rallentare la transizione, ma anzi dobbiamo accelerare per far sì che l’energia da fonti rinnovabili sia disponibile a tutti”. Lo ha detto il vicepresidente della Commissione europea Frans Timmermans parlando alla plenaria dell’Europarlamento a Strasburgo.
“Solo un quinto dell’attuale aumento dei prezzi – ha spiegato – può essere attribuito alla crescita del prezzo della CO2, il resto dipende dalle carenze del mercato e se avessimo fatto il Green Deal 5 anni fa non saremmo in questa situazione perché saremmo meno dipendenti dalle fonti fossili e dal gas naturale”. “Credo che ce la possiamo fare, possiamo trasformare la Cop 26 a Glasgow in un successo. Ma ancora di più penso che riusciremo ad evitare la crisi climatica”, ha detto poi Frans Timmermans presentando il pacchetto Fit for 55 al Parlamento europeo. “Dobbiamo evitare che sfugga al nostro controllo e alle prossime generazioni dobbiamo lasciare una umanità che conosca i limiti del nostro pianeta, ma dobbiamo agire subito”, ha aggiunto. Timmermans ha poi precisato che nei prossimi giorni incontrerà le controparti americane, russe, cinesi, egiziane e turche per spiegare il pacchetto sul clima europeo. “C’è un interesse reale in quel che fa l’Europa c’è un dialogo continuo con i cinesi per convincerli ad essere più ambiziosi”, ha sottolineato Timmermans.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Made in Italy: Sace, nel 2021 export +11,3%, come pre-covid
Franco, per crescita importante processo vaccinazione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
11:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il rimbalzo dell’economia globale trainerà l’export Made in Italy che raggiungerà livelli più alti di quelli pre-pandemia. Lo afferma Sace nel Rapporto Export 2021 “Ritorno al futuro: anatomia di una ripresa post-pandemica”.

SACE stima un rimbalzo dell’11,3% dell’export di beni, con pieno ritorno ai livelli pre-pandemia già nel 2021 quando le vendite raggiungeranno 482 miliardi. Nel 2022 la crescita sarà del 5,4%.
e del 4% nel biennio successivo. Tale ritmo, superiore di quasi un punto al tasso medio pre-crisi (+3,1%, in media annua, tra 2012 e 2019), consentirà di raggiungere nel 2024 il valore di 550 miliardi di export di beni.
Tuttavia il mancato contenimento della pandemia costringerebbe l’economia globale a rallentare. In questo scenario – ha stimato Sace – la crescita delle nostre esportazioni sarebbe più limitata quest’anno (+7,2%) e pressoché nulla nel 2022. Il pieno recupero delle vendite Made in Italy nei mercati esteri sarebbe quindi rimandato al 2023.
“Il periodo che stiamo attraversando – ha sottolineato – sarà uno spartiacque per la nostra storia. Il 2021 verrà ricordato come l’anno in cui l’export italiano ha ripreso il percorso di crescita con  risultati a doppia cifra”, ha detto il presidente di Sace Rodolfo Errore.“Il nostro Rapporto indica chiaramente come la ripresa dell’Italia passi per l’export, il principale motore della nostra economia. Il nuovo mandato e gli strumenti affidati a SACE ci consentono di intervenire nel sostegno alle esportazioni del Made in Italy, ma allo stesso tempo di lavorare sul contesto interno, sulla spinta agli investimenti, innescando così un circolo virtuoso in grado di migliorare la competitività delle imprese italiane e del Sistema Paese, generando un ulteriore volano per il nostro export- ha dichiaratol’amministratore delegato Pierfrancesco Latini
“Stiamo recuperando la più forte caduta di prodotto dal dopoguerra – ha detto il ministro dell’economia Daniele Franco intervenuto alla presentazione del rapporto -. E’ importante – ha aggiunto – il processo di vaccinazione e contenere il diffondersi della malattia per consolidare il processo di crescita”. .
Sempre secondo lo studio Sace, “Una piena realizzazione delle riforme strutturali del Pnrr e del loro mantenimento in un orizzonte di medio periodo” accentuerebbe “l”intensità della crescita del PIL italiano soprattutto nell’ultimo triennio: nel 2025 l’output nazionale aumenterebbe del 2,7% come riflesso della spinta degli investimenti e delle riforme con ricadute positive sul PIL potenziale”. Inoltre, le riforme strutturali del PNRR incrementerebbero anche la competitività delle imprese italiane attive sui mercati esteri: il livello delle esportazioni di beni, in valore, nel 2025 aumenterebbe infatti del 3,5% rispetto a quanto previsto nello scenario base.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Poste: consegne e-commerce sempre più flessibili
Servizio “Scegli Tu” per personalizzare in corsa consegna pacchi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
14:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Poste Italiane lancia “Scegli Tu”, il servizio per i venditori e-commerce che vogliono offrire ai loro clienti consegne più flessibili e personalizzabili. “Dopo aver concluso l’acquisto online – spiega Poste in una nota – l’e-shopper riceve una notifica con la data di consegna prevista e, se non fosse a casa quel giorno, potrà modificare fino all’ultimo momento data e luogo di consegna, secondo le proprie esigenze”.

Senza necessità di registrazione e in modo gratuito, con Scegli Tu il destinatario può posticipare la data di consegna o cambiare l’indirizzo, chiedere la consegna a un vicino o in un luogo sicuro (come il giardino o il garage) oppure scegliere di ritirare l’acquisto presso l’ufficio postale o il Punto Poste (negozi o locker) più vicino. Le aziende che vendono online e che scelgono Poste Delivery Business per le spedizioni, possono attivare gratuitamente Scegli Tu dalla pagina dedicata, configurando le opzioni di personalizzazione disponibili per il destinatario, tra cui l’invio delle notifiche via sms (a pagamento). Un servizio, sottolinea Poste, che va incontro alle esigenze di chi vende e acquista online semplificando la consegna.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ivass:da assicurazioni ricorso a telemedicina per assistenza
Analisi autorità. Aumentano polizze ad hoc anti Covid
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
14:51
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Le compagnie assicurative in Italia aumentano il ricorso a modalità innovative di assistenza fra cui la telemedicina. E’ quanto sottolinea l’Ivass, l’autorità di vigilanza delle assicurazioni, nella sua analisi semestrale.

“Nei rami danni – si legge – le novità puntano sull’uso della tecnologia (e di sistemi di intelligenza artificiale) e su coperture ad hoc collegate al COVID. Nel settore automotive, l’offerta è sempre più rivolta ad un’auto “connessa” e vengono sviluppate polizze interamente digitali anche in questo caso con garanzie personalizzabili. Le nuove iniziative propongono coperture rivolte anche alla mobilità elettrica.
Le polizze Casa premiano la sostenibilità ambientale attraverso sconti o coperture per incentivare il ricorso all’ecobonus; continua l’offerta di polizze tradizionali con coperture cyber e contro eventi catastrofali. Anche per la polizza casa si inizia a prevedere il modello pay per use (con modularità del premio in funzione del reale utilizzo dell’abitazione), finora utilizzato soprattutto nel settore mobilità. Nell’ambito delle offerte rivolte alle PMI, sono state rilevate iniziative a favore del settore turistico alberghiero, valide anche in caso di contagio COVID-19, e delle imprese “green”. Prosegue l’attenzione delle compagnie per il rischio cyber.
Nel settore vita, le compagnie preferiscono disegnare e offrire polizze di tipo multiramo mentre sono meno orientate verso prodotti di tipo rivalutabile.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Papa Francesco: ‘Omelie di non più di 10 minuti, o il fedele si perde’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRATISLAVA
13 settembre 2021
13:54
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel suo discorso ai vescovi e al clero della Slovacchia nella Cattedrale di San Martino, a Bratislava, papa Francesco ha voluto toccare un argomento che gli sta particolarmente a cuore, aprendo un’ampia parentesi ‘a braccio’ sulla predicazione. “Qualcuno mi ha detto che in ‘Evangelii gaudium’ mi sono fermato troppo sull’omelia, perché è uno dei problemi di questo tempo – ha esordito -.
Sì, l’omelia non è un sacramento, come pretendevano alcuni protestanti, ma è un sacramentale! Non è una predica di Quaresima, no, è un’altra cosa. È nel cuore dell’Eucaristia”.
“E pensiamo ai fedeli – ha quindi avvertito -, che devono sentire omelie di 40 minuti, 50 minuti, su argomenti che non capiscono, che non li toccano…”. “Per favore, sacerdoti e vescovi – ha esortato Francesco -, pensate bene come preparare l’omelia, come farla, perché ci sia un contatto con la gente e prendano ispirazione dal testo biblico”.
“Un’omelia, di solito – ha prescritto -, non deve andare oltre i dieci minuti, perché la gente dopo otto minuti perde l’attenzione, a patto che sia molto interessante. Ma il tempo dovrebbe essere 10-15 minuti, non di più”.
“Un professore che ho avuto di omiletica – ha ricordato il Papa -, diceva che un’omelia deve avere coerenza interna: un’idea, un’immagine e un affetto; che la gente se ne vada con un’idea, un’immagine e qualcosa che si è mosso nel cuore”.
“Così, semplice, è l’annuncio del Vangelo! – ha sottolineato – E così predicava, Gesù che prendeva gli uccelli, che prendeva i campi, che prendeva questo… le cose concrete, ma che la gente capiva. Scusatemi se torno su questo, ma a me preoccupa…”.
E dopo l’immediato applauso scaturito dalla navata, Bergoglio ha aggiunto: “Mi permetto una malignità: l’applauso lo hanno incominciato le suore, che sono vittime delle nostre omelie!”.
Sempre nel discorso in Cattedrale ai vescovi e ai sacerdoti slovacchi, il Papa si è concesso un altro inciso ‘a braccio’ toccando il tema della Chiesa che dev’essere “segno di libertà e di accoglienza” e dell’annuncio del Vangelo che “sia liberante, mai opprimente”. “Sono sicuro che questo mai si saprà da dove viene – ha raccontato -. Vi dico una cosa che è successa tempo fa. La lettera di un Vescovo, parlando di un Nunzio. Diceva: ‘Mah, noi siamo stati 400 anni sotto i turchi e abbiamo sofferto. Poi 50 sotto il comunismo e abbiamo sofferto. Ma i sette anni con questo Nunzio sono stati peggiori delle altre due cose!’. A volte mi domando: quanta gente può dire lo stesso del vescovo che ha o del parroco? Quanta gente? No, senza libertà, senza paternità le cose non vanno”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Rifiuti: Cingolani, presto bandi economia circolare da 2 mld
Per progetti su “nuovi impianti e trasformazione rifiuti”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
13 settembre 2021
14:22
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“È uscito il bando per i progetti dei porti verdi, usciranno presto quelli per le isole verdi e per l’economia circolare: i nuovi impianti e la trasformazione dei rifiuti. Investiremo oltre 2 miliardi per gli impianti di economia circolare”.
Lo annuncia il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani stamani a Genova al convegno “Verso una transizione sociale – Quale sviluppo per il futuro della Liguria” organizzato dalla Cgil. “La raccolta differenziata deve arrivare al 75%, i restanti materiali vanno recuperati, in discarica ci deve finire meno del 10%” ha aggiunto il ministro.
“Il Governo – ha aggiunto Cingolani – lancerà un grande programma da oltre 2 miliardi di euro per realizzare una cinquantina di nuovi impianti di smaltimento dei rifiuti attraverso l’economia circolare, i progetti innovativi migliori vinceranno, c’è ampio spazio per tutti”. Il ministro ha detto che uno di questi potrebbe essere insediato nelle aree siderurgiche inutilizzate dell’ex Ilva a Genova Cornigliano, come annunciato ieri dal ministro Giorgetti e dal presidente ligure Giovanni Toti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Porta a porta torna con il ministro Bianchi e il ct Mancini
Vespa, al via con alcune novità, spazio a tutti ma senza urlare
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
14:28
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ripartiamo con uno studio rinnovato, abbiamo più sedie e un ritorno parziale di pubblico. La sigla dopo 27 anni sarà ridotta, sarà sempre Via col vento, ma portata a 28 secondi dai 57 precedenti.
Stiamo provando anche ad alleggerire i servizi rinnovando la grafica”. Sono alcune delle novità annunciate da Bruno Vespa per la 27/a edizione di Porta a porta, al via da martedì 14 settembre in seconda serata su Rai 1 e in onda ogni martedì, mercoledì e giovedì.
“Avremo spesso a confrontarsi con i politici una famiglia campione – rivela il conduttore -. Domani con il ministro Bianchi ci sarà una famiglia di Osimo, cattolica con tre figli, per parlare di smart working e dad. Ma avremo poi famiglie di diversa estrazione”. Tra gli altri ospiti di domani il ct Roberto Mancini e il presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli con le tre campionesse dei 100 metri a Tokyo Ambra Sabatini, Martina Caironi e Monica Graziana Contrafatto. A seguire Giorgio Palù, presidente Aifa e esperto di virologia, a confrontarsi col professor Valentino Di Carlo che – come ha spiegato Vespa – “ha dubbi sul vaccino ed è contrario al green pass”. “Noi abbiamo sempre fatto una campagna a favore del vaccino – ha spiegato Vespa – ma ospitiamo quella parte minoritaria che ha dubbi sul vaccino o non vuole il green pass per dare voce a tutti”.
“E’ evidente che abbiamo scelto di non litigare in maniera vistosa nel programma, da noi non si urla per rispetto nei confronti degli spettatori – ha aggiunto -. E’ vero che le urla spesso portano un 1% di share in più, ma noi preferiamo rinunciare”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cosa dice la Convenzione dell’Aja sui minori sottratti
In Italia è stata ratificata e resa esecutiva con la legge 15 gennaio 1994 n. 64
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
14:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Convenzione dell’Aja del 1980 è il documento che si occupa delle procedure relative agli aspetti civili della sottrazione internazionale dei minori. In Italia è stata ratificata e resa esecutiva con la legge 15 gennaio 1994 n.
64 ed è attualmente applicata nelle relazioni tra l’Italia ed una serie di stati tra cui lo stesso Israele. Ha come fine “assicurare l’immediato rientro dei minori illecitamente trasferiti o trattenuti in qualsiasi Stato contraente” e “assicurare che i diritti di affidamento e di visita previsti in uno Stato contraente siano effettivamente rispettati negli altri Stati contraenti”. In tema di applicazione delle procedure previste dall’atto, composto da 45 articoli, esistono alcune regole.
In primo luogo “lo Stato di residenza abituale prima della sottrazione e lo Stato in cui il minore è stato portato (Stato di rifugio)” devono avere “entrambi ratificato o aderito alla Convenzione e hanno reciprocamente accettato l’adesione dell’altro Stato”.
Per la Convenzione, il trasferimento o il mancato rientro di un minore é ritenuto illecito “quando avviene in violazione dei diritti di custodia assegnati ad una persona, istituzione o ogni altro ente, congiuntamente o individualmente, in base alla legislazione dello Stato nel quale il minore aveva la sua residenza abituale immediatamente prima del suo trasferimento o del suo mancato rientro”. Il minore sottratto deve avere meno di sedici anni e al compimento del sedicesimo anno la procedura si interrompe, anche se è già in fase giudiziaria.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In tema di “ritorno del minore” l’articolo 8 stabilisce che “ogni persona, istituzione od ente, che adduca che un minore é stato trasferito o trattenuto in violazione di un diritto di affidamento, può rivolgersi sia all’autorità centrale della residenza abituale del minore, sia a quella di ogni altro Stato Contraente, al fine di ottenere assistenza per assicurare il ritorno del minore”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Le autorità centrali svolgono sostanzialmente una funzione di “raccordo” tra il soggetto che chiede il rientro del minore e le autorità dello Stato dove è stato trasferito. Le autorità giudiziarie o amministrative di ogni Stato Contraente devono procedere d’urgenza per quanto riguarda il ritorno del minore” e “qualora l’autorità giudiziaria o amministrativa richiesta non abbia deliberato entro un termine di sei settimane dalla data d’inizio del procedimento, il richiedente (o l’autorità centrale dello Stato richiesto), di sua iniziativa, o su richiesta dell’autorità centrale dello Stato richiedente, può domandare una dichiarazione in cui siano esposti i motivi del ritardo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La durata di sei settimane si riferisce al primo grado di giudizio. Anche se l’ordine di ritorno è stato emesso tempestivamente in primo grado, l’eventuale fase di appello può far durare di più l’intera procedura. Per emettere l’ordine di ritorno il giudice dello Stato rifugio deve verificare una serie di elementi tra cui se prima della sottrazione il minore aveva effettivamente la residenza abituale nello Stato in cui si chiede il ritorno, se il soggetto che presenta la domanda di ritorno è titolare della responsabilità genitoriale e se la sottrazione è stata fatta senza il consenso del soggetto titolare della responsabilità genitoriale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Disposto Daspo di 5 anni per leader romano di Forza Nuova
Divieto di accesso a manifestazioni sportive
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
14:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Notificato oggi il provvedimento Daspo “Fuori contesto”, misura di prevenzione adottata dal Questore di Roma, nei confronti di Giuliano Catellino, storico leader dell’estrema destra romana e di Forza Nuova. Disposto il divieto di accesso alle manifestazioni sportive per la durata di 5 anni con la prescrizione “di presentazione all’Ufficio di Polizia competente in occasione delle partite della Roma per due volte nel corso di ogni incontro”.

“Gli accertamenti svolti dagli agenti della Divisione Polizia Anticrimine – spiega una nota della polizia -, sulla base dell’attività d’indagine svolta dalla Digos capitolina, sono iniziati subito dopo le manifestazioni di protesta, in alcuni casi non autorizzate, organizzate per contestare i recenti provvedimenti governativi varati per contrastare la diffusione dei contagi da covid-19, con particolare riferimento all’introduzione dell’uso del Green pass”. Castellino, nonostante fosse sottoposto alla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, con la prescrizione di non partecipare alle manifestazioni pubbliche senza l’autorizzazione, ha preso parte alle manifestazioni organizzate a Roma, in piazza del Popolo, il 24 luglio, il 14 e 28 agosto. In particolare nel corso dell’iniziativa del 28 agosto il leader di Forza Nuova, “nel fronteggiare i reparti schierati in assetto antisommossa, posti a protezione di Via del Corso, con l’obiettivo di sfondare lo sbarramento e raggiungere le sedi del Parlamento e del Governo italiano, ha incitato con veemenza i manifestanti ed è venuto a contatto fisico con gli operatori di polizia, reiterando nei loro confronti le offese e le violenze, così come aveva fatto in precedenza”, si afferma in una nota. Per questa vicenda Castellino, unitamente ad altri soggetti, è stato denunciato dalla Polizia di Stato alla Procura di Roma.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Eitan: Di Maio, stiamo accertando l’accaduto per intervenire
Ministro degli Esteri parla delle prossime iniziative governo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
SULMONA
13 settembre 2021
14:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo accertando l’accaduto per poi intervenire”. Così il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha risposto ai giornalisti a proposito delle prossime iniziative del Governo sulla vicenda di Eitan, parlando a margine di una manifestazione elettorale M5s a Sulmona, in Abruzzo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Concerto per Dante, Muti e il nume tutelare di Ravenna
Da Mansurian a Liszt, culmine delle celebrazioni 700 anni morte
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
RAVENNA
13 settembre 2021
14:47
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La porta della tomba di Dante a Ravenna è sempre aperta, giorno e notte, e lo è stata anche nei giorni più bui della pandemia, quasi che la sua poesia possa essere un rifugio e una protezione per la città. Un legame forte, consolidato da una necessaria ricerca di punti di riferimento artistici e spirituali che la figura di Dante ha accresciuto in questo anno di celebrazioni.
Dante insomma inteso come una summa di valori che travalica la parola scritta per diventare essenza dell’espressione umana come quella condensata non a caso nel “Concerto per Dante” diretto da Riccardo Muti a partire da Ravenna, città che gli rende omaggio in ogni angolo, il 12 settembre nei giardini pubblici davanti alla Loggetta Lombardesca, poi a Firenze il 13 settembre al Teatro del Maggio e infine a Verona il 15 settembre al Teatro filarmonico.
Un concerto che è un trittico di ispirazioni diverse, un ventaglio di sfumature e per questo imperdibile, mettendo insieme Verdi, Mansurian e Liszt nella loro passione per la Divina Commedia. Riccardo Muti con la sua consueta sensibilità ed energia dirige l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e il Coro del Maggio (maestro del coro Lorenzo Fratini).
Si parte con l’assoluta levità della preghiera di San Bernardo alla Madonna, in un quasi irriconoscibile Giuseppe Verdi (1813-1901), per passare poi al Purgatorio che il Ravenna Festival ha commissionato a Tigran Mansurian (1939), in prima italiana a Ravenna. Infine Franz Liszt (1811-1886) e la sua meravigliosa Dante-Symphonie, da Dante Alighieri, S 109.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Abi: ad agosto minimo storico tassi prestiti, al 2,19%
Rallenta crescita dei depositi, +2,3% prestiti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
15:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo minimo storico per i tassi sui prestiti bancari. Secondo quanto si ricava dal rapporto mensile Abi, ad agosto 2021 il tasso medio sul totale dei prestiti è pari al 2,19% contro il 6,18% di prima della crisi, a fine 2007.
Il tasso medio sulle nuove operazioni di finanziamento alle imprese, sottolinea l’associazione bancaria, è l’1,08% (1,05% il mese precedente; 5,48% a fine 2007). In lieve risalita il tasso medio sulle nuove operazioni per acquisto di abitazioni, all’l’1,47% (1,40% a luglio 2021, 5,72% a fine 2007). E rallenta, in Italia e in Europa, la crescita dei depositi bancari che nei mesi scorsi, complici i lockdown per il Covid, era arrivata a toccare alti livelli determinando una sorta di ‘risparmio forzoso’. Dopo il picco di +11,6% di gennaio, ad agosto si è registrato un +7,7% tornando così al livello di crescita di un anno fa. In termini assoluti i depositi sono ammontati a 1.799 miliardi.
Prosegue, seppure a ritmo meno sostenuto, l’aumento dei prestiti a famiglie e società non finanziarie (+2,3% contro il 2,7% del mese precedente.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Al via domani il Salone del Risparmio con 12mila iscritti
‘La liquidità per costruire nuovi mondi’, fil rouge dei 3 giorni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 settembre 2021
15:14
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Prende il via domani al MiCo di Milano il Salone del Risparmio, la tre giorni del risparmio gestito ideata e organizzata da Assogestioni, che chiuderà i battenti il 17 settembre con il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani. Sono 170 i marchi presenti all’undicesima edizione, che conta oltre 12mila iscritti e oltre 350 relatori nazionali e internazionali.

Il tema di quest’anno, “Da risparmiatore a investitore: la liquidità per costruire nuovi mondi”, sarà il fil rouge del programma delle 115 conferenze, che potranno essere seguite sia in presenza che online sulla piattaforma di broadcasting FR|Vision. Ad aprire i lavori del Salone del Risparmio 2021 sarà il presidente di Assogestioni, Tommaso Corcos, a cui seguiranno gli interventi del direttore generale del Tesoro, Alessandro Rivera, e di Frédéric Laloux, uno dei massimi esperti mondiali di organizzazione aziendale. Il secondo Rapporto Censis-Assogestioni rivelerà poi le scelte di investimento degli italiani, con un focus sugli investimenti sostenibili. Lo studio sarà presentato dal direttore generale di Assogestioni, Fabio Galli, e dal segretario generale del Censis, Giorgio De Rita. La chiusura sarà affidata al commissario della Consob, Paolo Ciocca, Commissario Consob.
Tra i temi al centro della tre giorni anche lo smartworking con la conferenza in programma nella seconda giornata (il 17 settembre) in cui interverrà la ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti. Le strade per la costruzione di un’economia più sostenibile, responsabile e inclusiva saranno invece al centro della conferenza di chiusura, con il ministro Cingolani e il keynote speech del botanico Stefano Mancuso.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salone Nautico: sfilano i big, atteso 30% in più di visitatori
Ingresso con green pass, c’è anche zona per tamponi e vaccini
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
14 settembre 2021
15:58
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono tornati tutti i grossi player, come negli anni d’oro” dice il presidente di Confindustria Nautica Saverio Cecchi parlando della 61/ma edizione del Salone Nautico di Genova (16 al 21 settembre). E’ il Salone dei grandi nomi del settore che confermano la presenza (Sanlorenzo, Azimut Benetti, gruppo Fipa, Amer Yachts, Bluegame, Pardo Yachts, Rio Yachts e Sessa Marine) o ritornano a presentare le loro imbarcazioni nel capoluogo dopo qualche assenza (da Baglietto a Ferretti, Cranchi yachts, Absolute, Arcadia Yachts e Sirena Marine) e del sold out, con tutti gli spazi disponibili esauriti già da giugno.
Questa edizione vedrà anche crescere i visitatori, compatibilmente con i tetti imposti dalle misure di sicurezza. “Ci aspettiamo un 30-40% in più rispetto allo scorso anno (71.168, meno di metà dell’anno precedente, ma vicini al massimo consentito dalle norme di sicurezza per il Covid 19, ndr)”, dicono gli organizzatori.
L’ingresso è con Green pass o tampone negativo nelle 48 ore precedenti. Allestita una postazione per tamponi e vaccini. Più di mille barche e altrettanti espositori: sono i numeri principali dell’edizione. Previste molte “prime” di nuove imbarcazioni e progetti con un occhio alla tecnologia e alla sostenibilità, contenendo le emissioni dei motori, utilizzando materiali innovativi e riciclabili per le costruzioni, pensando a sistemi di ancoraggio elettronico per non danneggiare i fondali e ammortizzatori che utilizzando il movimento del mezzo producono energia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Quota 100: Inps, 341.000 uscite per 18,8 mld spesa
70% dei lavoratori che hanno utilizzato il sistema è uomo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
14:54
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fino al 31 agosto 2021 l’Inps ha accolto oltre 341.000 domande di Quota 100 (almeno 62 anni di età e 38 di contributi) per una spesa sostenuta e da sostenere di oltre 18,8 miliardi fino al 2030. E’ quanto si legge in un Report Inps, secondo il quale circa due terzi delle richieste (224.905) sono state accolte a lavoratori fino ai 63 anni.
Il 69,3% delle persone uscite dal lavoro con questa misura è uomo.
I dipendenti privati usciti con Quota 100 sono 107.237, mentre 166.282 sono i dipendenti privati e 67.609 gli autonomi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tabacco: progetto innovativo per processi produttivi
A Napoli presentato ‘A Greener Tomorrow Digital Project’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
13 settembre 2021
15:06
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sviluppare la digitalizzazione dei processi produttivi nel settore tabacchicolo, riducendo l’impatto ambientale delle coltivazioni. È l’obiettivo del progetto innovativo ”A Greener Tomorrow Digital Project” presentato a Napoli nell’ambito di ”A Greener Tomorrow: innovazione e sostenibilità per una tabacchicoltura più verde”, promosso da British American Tobacco-Bat Italia in collaborazione con la startup JustOneEarth, Italtab e Competere.eu.

”Per Bat il ‘futuro migliore’ è più verde, più consapevole, equo e innovativo – spiega Roberta Palazzetti, presidente e ad di Bat Italia e area director per il Sud Europa – In questa strategia si inserisce il nostro impegno per un’agricoltura più sostenibile, basata su occupazione di qualità, tutela dell’ambiente e innovazione”.
”Il progetto è un esempio di come le nuove tecnologie e la digitalizzazione possano giocare un ruolo chiave per favorire la transizione green di questa così come di altre filiere del settore primario” evidenzia il sottosegretario alle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Gian Marco Centinaio, intervenuto da remoto.
”Si tratta – spiega invece l’assessore all’Agricoltura della Regione Campania, Nicola Caputo – di un’iniziativa con cui la tabacchicoltura campana si candida ad essere un modello di riferimento per tutta l’agricoltura italiana”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Quota 100: Inps, 341mila uscite per 18,8 miliardi di spesa
I dipendenti pubblici usciti con Quota 100 sono 107.237, mentre 166.282 sono i dipendenti privati e 67.609 gli autonomi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
08:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fino al 31 agosto 2021 l’Inps ha accolto oltre 341.000 domande di Quota 100 (almeno 62 anni di età e 38 di contributi) per una spesa sostenuta e da sostenere di oltre 18,8 miliardi fino al 2030.
E’ quanto si legge in un Report Inps, secondo il quale circa due terzi delle richieste (224.905) sono state accolte a lavoratori fino ai 63 anni. Il 69,3% delle persone uscite dal lavoro con questa misura è uomo.
I dipendenti pubblici usciti con Quota 100 sono 107.237, mentre 166.282 sono i dipendenti privati e 67.609 gli autonomi.
Sono 151.849 le persone uscite dal lavoro grazie a Quota 100 con 62 anni mentre 3.759 non li avevano ancora compiuti (per i professori del settore pubblico la scadenza è il primo settembre anche se non hanno ancora compiuto gli anni).
Sono 69.297 quelli che hanno abbandonato il lavoro a 63 anni e 55.091 quelli usciti a 64 anni. A 65 anni sono andati in pensione con Quota 100 41.780 lavoratori e appena 19.352 hanno utilizzato la misura compiuti i 66 anni. Oltre 11,6 miliardi si spendono nei primi anni di sperimentazione della misura (entro il 2021) mentre altri sette si spenderanno nei prossimi anni per il trascinamento dei pagamenti per persone uscite prima dell’età di vecchiaia.
La pensione lorda media delle persone uscite con Quota 100 è di 17.983 euro per gli autonomi, di 27.237 euro per i dipendenti privati e di 28.064 euro per i dipendenti pubblici.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: Assaeroporti, mole crediti gestori insostenibile
Borgomeo, non si può ignorare che da tempo non paga
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
15:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Non si può continuare ad ignorare che il vettore da tempo non paga i gestori aeroportuali e che i crediti hanno assunto dimensioni non più sostenibili”. Lo afferma il presidente di Assaeroporti Carlo Borgomeo sul nodo Alitalia e i crediti vantati dai gestori.
Durante l’assemblea che ha approvato le linee programmatiche per il prossimo triennio, Borgomeo, guardando ai problemi più urgenti – si legge in una nota – ha evidenziato la grave questione dei crediti vantati dai gestori nei confronti di Alitalia in amministrazione straordinaria.
“La comprensibile volontà di favorire la nascita della compagnia nazionale di riferimento e di gestire al meglio una grave crisi occupazionale non può tuttavia sottovalutare la situazione di difficoltà degli aeroporti, anch’essi impegnati in una complicata opera di ripartenza e di salvaguardia di migliaia di posti di lavoro”, ha detto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Usa: chiesa luterana insedia il primo vescovo transgender
Megan Rohrer guiderà la Grace Cathedral di San Francisco
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
13 settembre 2021
15:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La chiesa evangelica luterana d’America, una delle chiese cristiane piu’ grandi degli Stati Uniti con circa 3,3 milioni di fedeli, ha insediato il suo primo vescovo apertamente transgender: il reverendo Megan Rohrer, che guidera’ la San Francisco’s Grace Cathedral in California, uno dei 65 sinodi della chiesa, sovrintendendo a quasi 200 congregazioni di un’ampia zona.
“Sono entrato in questo ruolo perche’ una comunita’ diversa di luterani della California e del Nevada del nord ha devotamente e premurosamente votato per fare questa cosa storica”, ha commentato Rohrer, sposato e con due figli.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Accoltellamento Rimini, questore: ‘Era libero di muoversi’
Lamorgese: ‘Poteva capitare ovunque’. Meloni: ‘Ora sostituire il ministro’. Salvini: ‘Balordi clandestini via’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
RIMINI
13 settembre 2021
17:00
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Fino al 9 settembre era in quarantena presso la Croce rossa italiana di Riccione” e il 10 settembre ha fatto il tampone risultato “negativo”. Quindi era libero di muoversi, “primo perché negativo al tampone dopo il periodo di quarantena, secondo perché ha richiesto asilo internazionale”.
È quanto ha spiegato il questore di Rimini Francesco De Cicco a margine della conferenza stampa sul 26enne che sabato scorso ha accoltellato cinque persone
Lamorgese: ‘Poteva capitare ovunque’ – “E’ stato un episodio che certamente non doveva capitare, ma che poteva capitare in qualunque parte d’Italia o d’Europa. Era una persona evidentemente disturbata, su questo si stanno facendo tutti gli accertamenti del caso dal punto di vista psichiatrico”. Così il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, da Rimini, ha parlato di quanto avvenuto sabato sera quando un giovane somalo ha accoltellato cinque persone, un bambino e quattro donne, ferendole. “Il lato positivo è che le vittime non sono più in pericolo di vita e questa è la cosa più importante”, ha aggiunto. “Abbiamo escluso la pista terroristica. Su questo abbiamo certezza”, ha detto ancora: “Mentre avveniva questo episodio e noi lo seguivamo da Roma, le polizie europee erano in collegamento tra di loro per avere certezza di questo dato, di quest’elemento importante”, ha spiegato, definendo quanto successo sabato “un gravissimo episodio criminale”
Meloni: ‘Ora sostituire Lamorgese’ – “Il richiedente asilo somalo che ha accoltellato cinque persone, tra cui un bambino, era stato segnalato dalla Croce Rossa alla Prefettura come soggetto pericoloso. Ma il governo non ha fatto nulla, come ormai è prassi nell’era Lamorgese. L’unica attività alla quale si dedica ormai il Ministero dell’Interno è quello di reprimere chi osa fare domande sulla gestione del Covid e multare chi contesta pacificamente il Governo. Cosa altro deve accadere per sostituire il Ministro Lamorgese con qualcuno di capace?”. Lo dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
Salvini: ‘Balordi clandestini via’ – “Gli immigrati perbene sono i benvenuti, ma migliaia di balordi clandestini devono tornarsene a casa loro”. Lo ha detto Matteo Salvini, segretario della Lega, a proposito dell’accoltellamento di Rimini. Salvini ha parlato in un’iniziativa elettorale a Chianciano Terme (Siena) a sostegno del candidato del centrodestra, Tommaso Marrocchesi Marzi, alle suppletive della Camera. “A sinistra dicono che Salvini ha il pallino della sicurezza: no, ho il pallino che stiano bene i miei figli”, ha aggiunto il leader leghista, che ha visitato un gazebo della Lega a Chianciano Terme, e si è intrattenuto con militanti e simpatizzanti. “Un richiedente asilo sale sull’autobus a Rimini – ha detto raccontando l’episodio – e gli chiedono il biglietto due ragazze che fanno il controllore: se a voi chiedono il biglietto cosa fate? Tirate fuori il biglietto. No, questo tizio arrivato dall’Africa, richiedente asilo a spese nostre, tira fuori il coltello e accoltella le due lavoratrici, poi scende dal bus e accoltella altre 3 persone tra cui un bimbo di 6 anni che è ancora ricoverato”. Dunque, ha elencato Salvini, “questo, che era a Rimini a spese nostre, ne accoltella cinque; un altro a Napoli, altro clandestino pregiudicato, accoltella una signora per rubarle la borsetta; un altro, marocchino pregiudicato, a La Spezia aggredisce una turista di 24 anni, cercando di stuprarla. Gli immigrati perbene sono i benvenuti, ma migliaia di balordi clandestini devono tornarsene a casa loro”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ordine di Malta: ‘Religioni linfa dei principi umanitari’
Il Gran Cancelliere Boeselager: ‘Le crisi globali li intaccano’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
13 settembre 2021
16:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In un mondo dove le crisi si aggravano e si moltiplicano, il dialogo tra le religioni e il contributo dei leader religiosi alla soluzione dei conflitti è cruciale, mentre le fedi possono dare nuova linfa ai principi umanitari, in declino in tanti scenari internazionali. Lo sottolinea il Gran Cancelliere dell’Ordine di Malta Albrecht Boeselager, al margine del G20 sul dialogo interreligioso di Bologna.

“Nel mondo ci sono molte sfide per il lavoro umanitario, i conflitti stanno aumentando o peggiorando: si pensi ai conflitti in Medio Oriente, nell’Africa subsahariana ed altrove. Ci pongono una grande sfida, così come il Covid. In occidente pensiamo magari di essere già in un’era post-Covid, ma nel Terzo mondo la pandemia sta crescendo rapidamente, e nessuno sa prevedere quali saranno gli effetti a lungo termine e quando sarà riportata sotto controllo. Un primo effetto lo vediamo già, il brusco stop all’economia africana”.
In questo quadro internazionale di grande incertezza e difficoltà, le attività umanitarie dell’Ordine non si fermano e puntano al coinvolgimento di altre fedi e confessioni. “Uno dei migliori esempi di collaborazione è il Libano – spiega Boeselager -. Là lavoriamo con tutte le religioni e confessioni: sciiti, sunniti, drusi e molte confessioni cristiane. Alcune cliniche le gestiamo in cooperazione. Penso che in Libano, un Paese vicino al completo collasso, dove aumenta molto la povertà, la cooperazione con altre religioni provi che la nostra volontà a lavorare con altri faccia la differenza”.
Il Gran Cancelliere si sofferma anche sull’Afghanistan, uno dei temi più in alto nell’agenda internazionale. “Questa crisi ha due effetti importanti che noi dobbiamo tenere d’occhio: uno è il declino della reputazione dei valori occidentali, tra cui i valori umanitari, spesso considerati valori propri dell’Occidente. Il che rende ancora più importante cercare altre fonti che promuovano i valori umani. Per noi una delle fonti di questi valori sono le religioni; ecco perché questo evento a Bologna è così importante. Secondo effetto: i Paesi europei sono molto preoccupati dal possibile flusso di rifugiati. E così incoraggiano i Paesi vicini ad accoglierli: i Paesi europei sono quindi pronti a dar loro molti soldi. Noi siamo preoccupati che le migrazioni, o la minaccia di non fermare i migranti diventi un ‘modello di business’, o un ricatto: pagate o manderemo migranti verso l’Europa. Possiamo già osservarlo in diversi luoghi”.
“In quasi tutte le religioni – conclude – c’è la protezione della vita, la ricerca della pace, l’ospitalità per gli stranieri. Sono una potente fonte di valori etici, la politica dovrebbe attingere a questa fonte più che in passato. Siamo lieti che molti governi lo abbiano capito, e lo stesso accade a livello Onu. Questa occasione di Bologna è un’eccellente opportunità per promuovere questa politica. La politica estera che non consideri la cultura religiosa, il potenziale dei leader religiosi, non è completa. Più ne parliamo, più ci sono rapporti tra le religioni, meglio è. Le leggi umanitarie sono in declino, le religioni sono una delle poche fonti rimaste per dare linfa a questi principi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Zaki: Amnesty, domani la prima udienza del processo
‘Gli è contestato uno scritto del 2019 in difesa dei copti’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
13 settembre 2021
16:24
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Come si temeva, dopo un anno e sette mesi di detenzione preventiva, Patrick Zaki va a processo.
La prima udienza è prevista domani, 14 settembre.
Gli è contestato uno scritto del 2019 in difesa della minoranza copta”. Lo annuncia, su Twitter, il portavoce di Amnesty International in Italia Riccardo Noury.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Allarme di Cingolani: rischio impennata delle bollette del 40%
Il Governo al lavoro per ridurre i rialzi. Pesa l’aumento del gas
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
20:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dal primo ottobre “la bolletta elettrica aumenta del 40%”. Il ministro della Transizione ecologica, il “tecnico” Roberto Cingolani, non è un tipo particolarmente diplomatico quando parla, come dimostrano le sue recenti e contestatissime prese di posizione a favore del nucleare.
Ma quello che dice a Genova, a un convegno della Cigl, è una vera bomba. Non si parla di fumose politiche future, ma del portafoglio degli italiani il mese prossimo.
“Lo scorso trimestre la bolletta elettrica è aumentata del 20%, il prossimo trimestre aumenta del 40% – spara il ministro, che ha la competenza sull’energia -. Queste cose vanno dette, abbiamo il dovere di affrontarle”. Poi in poche parole spiega il perché della stangata in arrivo: “Succede perché il prezzo del gas a livello internazionale aumenta, succede perché aumenta anche il prezzo della CO2 prodotta”. In serata il ministro interviene di nuovo, spiegando che l’andamento dei prezzi è già noto agli esperti e rassicura: “Il governo è fortemente impegnato – afferma – per la mitigazione dei costi delle bollette dovuti a queste congiunture internazionali e per fare in modo che la transizione verso le energie più sostenibili sia rapida e non penalizzi le famiglie”. Il rincaro del gas ha una ragione semplice. Mentre la pandemia viene debellata (almeno nei paesi ricchi), l’economia mondiale si riprende alla grande. Le aziende tornano a lavorare a pieno regime, e la domanda di energia si impenna. Ergo, il costo del gas, fonte principale dell’elettricità, aumenta. Poi c’è l’altro elemento, l’aumento del prezzo della CO2. E questo ha a che fare con la necessità di decarbonizzare l’economia, per combattere la crisi climatica. Le aziende che producono anidride carbonica (il principale gas serra), fra le quali quelle energetiche, nella Ue devono pagare per questo, comprando quote di emissioni nel sistema europeo Ets. Il prezzo di queste quote viene aumentato gradualmente, per spingere le aziende a decarbonizzare. Ma questo porta anche a un aumento dei costi di produzione, e quindi delle tariffe in bolletta. In Italia, i prezzi del metano e della corrente sul mercato tutelato sono fissati all’inizio di ogni trimestre da Arera, l’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente. Nel terzo trimestre del 2021, che è iniziato il primo luglio, il costo dell’elettricità era aumentato del 9,9%, e quello del gas del 15,3%. Ma la bolletta elettrica sarebbe salita addirittura del 20%, se il governo non fosse intervenuto per calmierarla. In pratica, aveva usato 1,2 miliardi ricavati dalla vendita di quote di emissioni nel sistema Ets per abbassare la stangata per i cittadini. Ora, per il quarto trimestre, che comincia il primo ottobre, l’Arera deve di nuovo aggiornare le tariffe. Solo che il prezzo del gas e le tariffe del carbonio sono salite ancora dal primo luglio. Il deputato Pd della Commissione Bilancio Gianni Del Moro spiega che “secondo gli esperti de settore, questi aumenti” in bolletta “potrebbero manifestarsi tra il 25% e il 30%”. Ma Cingolani a Genova è stato più pessimista, parlando addirittura di un 40% in più per l’elettricità. Il governo sta studiando come ridurre la stangata, come ha già fatto a luglio. “Queste cose abbiamo il dovere di affrontarle”, dice il ministro. La strada più semplice è quella di usare ancora i soldi dell’Ets. In pratica, i denari sborsati dalle aziende energetiche per emettere CO2, che fanno aumentare le bollette, andrebbero restituiti alle stesse aziende, per fare abbassare le stesse bollette. Il governo però studia anche provvedimenti più strutturali, già suggeriti dall’Arera, e che potrebbero rientrare nel ddl Concorrenza. In pratica, tagliare gli oneri di sistema, cioè tutti quei balzelli caricati sulle bollette di luce e gas perché “relativi ad attività di interesse generale per il sistema elettrico”. Dentro c’è di tutto: bonus elettrico, copertura delle agevolazioni per le imprese a forte consumo, incentivi alle rinnovabili, costi per lo smantellamento delle centrali nucleari, agevolazioni tariffarie per il sistema ferroviario.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
B20: Marcegaglia, lotta a corruzione è tema fondamentale
Grieco, a governi G20 chiediamo forte impegno su quattro punti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
16:32
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Legalità, trasparenza e lotta alla corruzione sono fondamentali per una crescita e uno sviluppo realmente sostenibili” sottolinea la presidente del b20, Emma Marcegaglia, all’evento online organizzato dalla Task Force Integrity & Compliance del B20 sui temi della vigilanza in materia di anticorruzione, legalità e conformità delle procedure aziendali nella ripresa globale. Tra i partecipanti, – spiega una nota -, tra gli altri, anche la presidente della Task Force Integrity & Compliance del B20, Patrizia Grieco, il ministro degli Affari Esteri Luigi Di Maio, il coordinatore del gruppo di lavoro sull’anticorruzione del G20, Giovanni Tartaglia Polcini.

“I temi della legalità e della trasparenza – avverte Emma Marcegaglia – sono fondamentali per perseguire gli obiettivi di crescita e sostenibilità. In tutto questo, è altrettanto essenziale la collaborazione fra settore pubblico e privato e governi e imprese devono fare ciascuno la propria parte. In questo momento di sfide senza precedenti, di crisi e cambiamenti, dobbiamo contrastare con tutte le forze la corruzione e le attività criminali. È, quindi, estremamente importante individuare e attuare le misure corrette per investire in trasparenza e legalità”.
“Come B20 – dice Patrizia Grieco – siamo consapevoli delle nuove sfide legate alla sostenibilità e dei rischi legati alla gestione della pandemia sull’integrità del business. Chiediamo quindi ai governi del G20 un forte impegno su quattro punti principali: garantire condotte responsabili nel ciclo degli approvvigionamenti, sia da parte delle imprese che delle amministrazioni pubbliche; stimolare una governance sostenibile nelle imprese, concentrandosi al contempo sull’armonizzazione delle normative, per rendere le strategie di business in grado di incorporare gli interessi degli stakeholder; promuovere modelli di compliance che puntino sulla cooperazione fra gli attori in gioco, sull’adozione di regole uniformi e sull’evoluzione organizzativa delle imprese; ultimo, ma non meno importante, lavorare sul tema della titolarità effettiva delle aziende in ottica antiriciclaggio e di promozione della trasparenza dei flussi finanziari”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Zaki sotto processo, rischia cinque anni di carcere
Cadute le accuse più gravi, è imputato per un articolo sui copti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
IL CAIRO
13 settembre 2021
19:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo 19 mesi di custodia cautelare è arrivato il rinvio a giudizio per Patrick Zaki in un processo che inizia a sorpresa già nelle prossime ore e in cui lo studente egiziano dell’Università di Bologna ora rischia cinque anni di carcere.
Cadute le accuse più gravi di incitamento al “rovesciamento del regime” e al “crimine terroristico” che avrebbero comportato fino a 25 anni, come reso noto da dieci ong egiziane l’accusa ora è di “diffusione di notizie false dentro e fuori il Paese” sulla base di un articolo pubblicato due anni fa. Il ragazzo rischia una multa o una pena fino a cinque anni di carcere, ha previsto Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia, segnalando che non è chiaro al momento quante udienze siano previste.
Le sentenze del Tribunale per la sicurezza dello Stato davanti al quale comparirà il 30enne sono inappellabili, hanno precisato le ong, tra cui quella per cui Patrick lavorava come ricercatore, l’Iniziativa egiziana per i diritti personali (Eipr). La Corte è la numero 2 per i “reati minori” (detta anche “d’urgenza”) di Mansura, la città sul delta del Nilo, circa 130 km a nord del centro del Cairo, dove Patrick è nato e vissuto fino al momento di andare all’università nella capitale, dove ora risiede la famiglia. “Purtroppo era previsto che con l’approssimarsi della fine della detenzione preventiva dei 24 mesi, da quell’enorme castello di prove segrete mai messe a disposizione della difesa sarebbe stata presa una delle tante per mandarlo a processo. È uno scritto del 2019 in cui Patrick avrebbe preso le difese della minoranza copta perseguitata in Egitto”, ha riferito il portavoce di Amnesty. L’udienza dovrebbe svolgersi a metà mattinata, ha previsto la sua legale Hoda Nasrallah. Patrick era stato arrestato in circostanze controverse il 7 febbraio dell’anno scorso ed è stato detenuto per quasi tutto il tempo a Torah, il famigerato carcere alla periferia sud del Cairo. La custodia cautelare in Egitto può durare due anni e dopo una prima fase di cinque mesi di rinnovi quindicinali ritardati dall’emergenza Covid il caso è stato a lungo in quella dei prolungamenti di 45 giorni. Fino ad oggi le accuse a suo carico erano basate su dieci post di un account Facebook che i suoi legali considerano non gestiti da lui. Il suo caso, dopo quello della tortura a morte di Giulio Regeni, è quello che più ha creato attrito fra Italia ed Egitto ed è stato oggetto di una mobilitazione culminata con una richiesta del Parlamento al governo di concedergli la cittadinanza italiana. “L’accusa di aver pubblicato un articolo in cui racconta i fatti della sua vita di cristiano egiziano” non fa altro che “confermare che l’unico motivo per privarlo della sua libertà è il suo legittimo esercizio della libertà di espressione per difendere i suoi diritti e quelli di tutti gli egiziani, in particolare i copti, all’uguaglianza e alla piena cittadinanza”, hanno sottolineato le ong egiziane.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 2.800 positivi e 36 le vittime nelle ultime 24 ore
Sale tasso positività, 563 i pazienti in terapia intensiva
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
17:11
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 2.800 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 4.664.
Sono invece 36 le vittime in un giorno, ieri erano state 34. I tamponi effettuati sono stati 120.045. Ieri erano stati 267.358. Il tasso di positività è al 2,3%, in crescita rispetto all’1,7% di ieri. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 563, 4 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.200, in aumento di 87.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Corte Conti Ue, rimpatriato solo 1 irregolare su 5
Ogni anno in 500mila ricevono ingiunzione a lasciare Unione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
13 settembre 2021
17:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Dal 2008, ogni anno circa mezzo milione di cittadini non-Ue ha ricevuto un’ingiunzione a lasciare l’Unione perché vi era entrato o soggiornava senza autorizzazione. Tuttavia, meno di uno su cinque è effettivamente ritornato nel proprio paese al di fuori dell’Europa”: lo rileva la Corte dei Conti Ue in un rapporto sulle riammissioni.
Una delle cause del basso numero di rimpatri di migranti irregolari è la difficoltà a cooperare con i loro Paesi di origine, spiega la Corte. Nel periodo 2015-2020, “l’Ue ha compiuto scarsi progressi nel concludere i negoziati per gli accordi di riammissione, che si sono incagliati prevalentemente in annosi problemi, primo fra tutti la clausola sui cittadini di paesi terzi”, ovvero quella norma che consente il rimpatrio di persone in un Paese terzo nel quale erano transitate prima di entrare nell’Ue. I Paesi terzi tendono a opporsi a questa clausola – spiegano gli esperti – in quanto politicamente molto sensibile e non radicata nel diritto internazionale. Nella pratica, la clausola sui cittadini di Paesi terzi è applicata sporadicamente per motivi giuridici, operativi e connessi ai diritti umani.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: fonti Lega, no emendamenti al Senato, solo odg
Il decreto domani approderà a Palazzo Madama
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
17:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Lega non presenterà emendamenti al decreto legge sul green pass, che domani approda al Senato, ma solo ordini del giorno. E’ quanto risulta da fonti del gruppo parlamentare sul provvedimento che nei giorni scorsi ha provocato tensione nelle forze di maggioranza, specie dopo il voto dei deputati leghisti ad alcuni emendamenti anti green pass nella commissione Affari sociali della Camera.

Ora nel secondo passaggio del provvedimento, a Palazzo Madama, il partito di Matteo Salvini sceglie di non proporre modifiche al testo. Alla Camera aveva presentato emendamenti in commissione e ritirati in Aula dopo una mediazione sul voto di fiducia che era stato paventato ma non posto. Tuttavia alcuni leghisti avevano votato a favore degli emendamenti di Fratelli d’Italia, da sempre contraria all’uso diffuso del green pass.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Amministrative: Letta, evitiamo frizioni, serve unità
“Concentriamoci sulle elezioni”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
17:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Cerchiamo di concentrarci sulle elezioni adesso, remiamo tutti nella stessa direzione, cerchiamo di usare linguaggi, obiettivi e parole che ci consentano di evitare nelle prossime settimane malintesi o discorsi con elementi di frizione rispetto al lavoro per le amministrative”.
Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, alla direzione nazionale del partito.
“Serve determinazione per le elezioni in una logica di unità”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Della Vedova vara nuova segreteria +E,è alternativa libdem
Ne fanno parte anche Marco Taradash e Rita Di Sano
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
17:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il segretario di Più Europa, Benedetto Della Vedova, ha varato la nuova segreteria del partito. Ne fanno parte: Rita Di Sano, Giulio Del Balzo, Roberto Baldi, Federico Eligi, Valerio Federico, Anna Lisa Nalin, Yuri Guaiana, Tania Pace, Manuela Zambrano, Nicolò Scibelli, Carla Taibi, Marco Taradash.
Coordinatore della Segreteria, Giordano Masini.
“È una segreteria che vuole coinvolgere tutte le energie di Più Europa”, ha spiegato il segretario Della Vedova. “Lavoreremo con rinnovata convinzione e slancio per offrire una alternativa europeista e liberaldemocratica ai sovranisti e ai populisti, nel solco delle famiglie politiche confluite al Parlamento Europeo nel gruppo di Renew Europe. Cercheremo di farlo con altri che condividano questo progetto politico ed elettorale. Su crescita economica, sostenibilità, ambiente, diritti e libertà individuali abbiamo avuto e avremo posizioni riformatrici e liberali, con una particolare attenzione alle nuove generazioni.
Al centro del nostro progetto, naturalmente, restano la richiesta e la promozione di una più forte integrazione europea, in vista – ha concluso Della Vedova – degli Stati Uniti d’Europa”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: a ebrei Slovacchia, è bene condividere ciò che ci unisce
“Purificazione della memoria per risanare le ferite passate”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRATISLAVA
13 settembre 2021
17:14
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“È bene condividere e comunicare ciò che unisce. Ed è bene proseguire, nella verità e con sincerità, nel percorso fraterno di purificazione della memoria per risanare le ferite passate, così come nel ricordo del bene ricevuto e offerto”.
Lo ha detto papa Francesco nell’incontro con la Comunità ebraica slovacca in Piazza Rybné nàmestie, a Bratislava.
“Secondo il Talmud – ha ricordato -, chi distrugge un solo uomo distrugge il mondo intero, e chi salva un solo uomo salva il mondo intero. Ognuno conta, e conta molto quello che fate attraverso la vostra preziosa condivisione. Vi ringrazio per le porte che avete aperto da entrambe le parti”. In proposito, il Papa ha detto di conservare vivo “il ricordo dell’incontro a Roma nel 2017 con i Rappresentanti delle vostre comunità ebraiche e cristiane”. “Sono lieto – ha affermato – che in seguito sia stata istituita una Commissione per il dialogo con la Chiesa cattolica e che abbiate pubblicato insieme importanti documenti”.
“Il mondo ha bisogno di porte aperte. Sono segni di benedizione per l’umanità”, ha aggiunto il Pontefice. “Qui, in questa terra slovacca, terra d’incontro tra est e ovest, tra nord e sud – ha concluso -, la famiglia dei figli di Israele continui a coltivare questa vocazione, la chiamata a essere segno di benedizione per tutte le famiglie della terra”: “in mezzo a tanta discordia che inquina il nostro mondo possiate essere sempre, insieme, testimoni di pace. Shalom!”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Pd-Iv contro convegno cure domiciliari promosso da Lega
Organizzato al Senato. Senatrice Lega,non si è parlato di vaccini
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
17:44
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Critiche del Pd e di Italia viva nei confronti della Lega per un convegno, organizzato oggi al Senato, intitolato “International Covid summit – esperienze di cura dal mondo” e promosso dalla senatrice leghista, Roberta Ferrero e con l’intervento del collega di partito Alberto Bagnai. Si tratta di esperienze di terapie domiciliari e di numerosi medici compresi alcuni che sosterrebbero di aver curato il coronavirus con medicinali come l’idrossiclorochina e l’ivermectina.
Ferrero, in un video chiarisce: “Il tema vaccini non è stato proprio affrontato qui.
Una cosa è la prevenzione e un’altra la cura. Sono due temi assolutamente diversi anche se entrambe strategie per combattere il Covid”. Critica la capogruppo Dem a Palazzo Madama, Simona Malpezzi: “Se l’obiettivo dichiarato dalla Lega è quello di convincere gli scettici e gli indecisi a vaccinarsi, è molto difficile capire le ragioni per cui il Senato ospiti un’iniziativa organizzata proprio da senatori leghisti su sperimentazioni mediche senza comprovate evidenze scientifiche illustrate da alcuni relatori che sono dichiaratemene no vax”. E conclude: “La Lega, lungi dal voler contribuire a promuovere la campagna vaccinale, continua a sostenere infondate e ambigue teorie sul covid. E questo atteggiamento resta un problema serio per il governo e per il Paese che sta uscendo – proprio grazie ai vaccini – dalla peggior crisi dal dopoguerra”. Per Daniela Sbrollini di Italia viva, “i senatori della Lega che hanno dato sostegno al convegno al Senato sulle terapie domiciliari Covid, tra fake No Vax e Ivermectina dovrebbero avere bene in mente il senso delle istituzioni che rappresentano”, aggiungendo che “è assolutamente inopportuno che questa iniziativa si svolga all’interno del Senato”. E conclude: “E’ una iniziativa sbagliata e potenzialmente dannosa per i cittadini”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Papa Francesco in Slovacchia: condannare ogni antisemitismo
Il pontefice abbraccia la comunità ebraica: qui il nome di Dio venne disonorato
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
11:22
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il nome di Dio è stato disonorato: nella follia dell’odio, durante la Seconda guerra mondiale, più di centomila ebrei slovacchi furono uccisi. E quando poi si vollero cancellare le tracce della comunità, qui la sinagoga fu demolita”.
Così papa Francesco incontrando la comunità ebraica a Bratislava. “Il nome divino, cioè la sua stessa realtà personale, è nominata invano quando si viola la dignità unica e irripetibile dell’uomo, creato a sua immagine – ha affermato -. Qui il nome di Dio è stato disonorato, perché la blasfemia peggiore che gli si può arrecare è quella di usarlo per i propri scopi, anziché per rispettare e amare gli altri”.
“Siamo uniti – lo ribadisco – nel condannare ogni violenza, ogni forma di antisemitismo, e nell’impegnarci perché non venga profanata l’immagine di Dio nella creatura umana”, ha detto Bergoglio. “Cari fratelli e sorelle, la vostra storia è la nostra storia, i vostri dolori sono i nostri dolori”, ha affermato il pontefice.
In queste terre, ha detto papa Francesco alle autorità della Slovacchia, “fino ad alcuni decenni fa un pensiero unico precludeva la libertà; oggi un altro pensiero unico la svuota di senso, riconducendo il progresso al guadagno e i diritti ai soli bisogni individualistici”. “Oggi, come allora – ha aggiunto -, il sale della fede non è una risposta secondo il mondo, non sta nell’ardore di intraprendere guerre culturali, ma nella semina mite e paziente del Regno di Dio, anzitutto con la testimonianza della carità, dell’amore”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Due femminicidi, una in Lombardia, l’altro in Calabria
Entrambe le donne sono state uccise dai mariti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRESCIA
14 settembre 2021
12:21
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Si allunga la lista dei femminicidi, oggi ce ne sono stati due: uno in Lombardia, l’altro in Calabria.
Una donna, madre di due figli grandi, è stata uccisa dall’ex marito. È accaduto ad Agnosine, in Valsabbia, nel Bresciano, dove la vittima, Giuseppina Di Luca, si era trasferita da un mese dopo la separazione dal marito Paolo Vecchia, di 52.

Questa mattina l’uomo ha raggiunto l’ex moglie a casa e l’ha colpita una decina di volte con un coltello sulle scale della palazzina, poi si è costituito ai carabinieri.
Una donna di 43 anni, Sonia Lattari, é stata uccisa al culmine di una lite con alcune coltellate dal marito, Giuseppe Servidio, di 52, che é stato fermato dai carabinieri. L’uxoricidio é avvenuto nell’abitazione della coppia a Fagnano Castello, nel cosentino.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass, Giorgetti: c’è l’ipotesi di estenderlo a tutti i lavoratori
Per il ministro “l’esigenza delle aziende è avere sicurezza per chi opera”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ASSISI (PERUGIA)
13 settembre 2021
21:12
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Quella di estendere il Green pass a tutti i lavoratori è un’ipotesi in discussione. L’esigenza delle aziende è di avere la sicurezza per chi opera nei reparti. Credo, quindi, che si andrà verso un’estensione senza discriminare nessuno”: lo ha detto il ministro allo Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, al termine dell’incontro con gli imprenditori umbri ad Assisi.
“Soltanto un contagiato, al netto delle conseguenze sanitarie rischia di far chiudere tutta l’azienda. Dobbiamo dare un sistema di certezze – ha concluso – sia sotto il profilo sanitario che sotto il profilo dell’organizzazione del lavoro”.
“Sul Green pass abbiamo votato alla fine il decreto legge: siamo convinti che si debba fare tutto ciò che la prudenza ispira per il contenimento della pandemia, e chiediamo condivisione”. Lo ha detto Giancarlo Giorgetti, ministro per lo Sviluppo economico, a margine di una visita a Sansepolcro (Arezzo). “Naturalmente ci saranno altri passi da fare – ha aggiunto – però ci vuole soprattutto il consenso dei cittadini, che siano tutti convinti e tutti in qualche modo motivati, senza creare divisioni che non servono a nulla”. Giorgetti ha sottolineato che “quando siamo entrati nel governo sapevamo di assumerci un peso, una responsabilità, in una situazione complicata, difficile. Stare al governo significa assumersi responsabilità, prendere decisioni: magari c’è qualcuno che non è contento, ma fa parte delle regole del gioco”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Quirinale, Letta: ‘Favorevole a coinvolgere l’opposizione’
Confronto con Meloni. ‘Mattarella ha quotazioni alte ma non condivido questa scelta’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
21:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Botta e risposta tra Enrico Letta e Giorgia Meloni alla presentazione di un libro. Distanze inevitabili fra i due: anche quando gli obiettivi sono gli stessi, come cambiare la legge elettorale, le ricette sono diverse.
Però c’è sintonia sul metodo per scelta del prossimo Presidente della Repubblica: dialogo fra maggioranza e opposizione.
Letta arriva puntuale alla presentazione del libro di Fabrizio Roncone, Razza Poltrona, a Roma. Giorgia Meloni ritarda una quarantina di minuti. Foto di circostanza prima di salire sul palco. Garbo, eleganza, ma sorrisi forzati. Poi il dibattito: tutti e due non vogliono più una legge elettorale che fa scegliere ai capicorrente, ma quando Giorgia Meloni mette sul tavolo il semipresidenzialismo alla francese, Letta scuote la testa: “Non condivido”. Uno spiraglio di vicinanza si apre sul tema del presidente della Repubblica, introdotto dalle considerazioni sull’immagine poco commendevole che dà la politica dei nostri giorni. “Sono favorevole perché la discussione sul nome di un nuovo capo dello Stato veda l’opposizione coinvolta. Sono favorevole a un coinvolgimento di Fdi, a un voto che metta tutti insieme”.
Mentre Giorgia Meloni azzarda una previsione sul prossimo presidente della Repubblica, ma solo per bocciarla: “Credo che le quotazioni di Mattarella siano molto alte, ma non condivido questa scelta. Forzare le regole per una seconda volta mi pare brutto. E non credo che Draghi sia particolarmente interessato”. Quindi, il punto di incontro con Letta: “Sarebbe una grande vittoria della politica aprire un dialogo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sindacati dei lavoratori ex Alitalia convocati all’Ita
Dopo il mancato accordo. Gestori aeroporti esigono crediti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
12:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ita ha convocato per questa mattina alle 9 i sindacati degli ex lavoratori Alitalia “per l’esame delle condizioni di lavoro del personale”.
La convocazione giunge dopo il mancato accordo dell’8 settembre scorso e un intervento della viceministra dell’Economia Castelli.
Intanto i gestori aeroportuali sollecitano Alitalia a versare quanto dovuto, mentre l’Enac la esorta ad informare i passeggeri sui disservizi nella gestione dei bagagli che si sono avuti con lo stato di agitazione per la vicenda Ita.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pmi: cresce online banking, lo sceglie il 64%
Banca Ifis, nel 2022 accesso digitale per tutti i prodotti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
09:32
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il 64% delle Pmi sceglie l’online banking per molteplici servizi finanziari, con una percentuale che sale al 77% nei comparti agroalimentare e automotive, ma in caso di richiesta di credito le aziende preferiscono ancora il rapporto diretto con un consulente in filiale (65%), e solo il 35% usa le piattaforme digitali per il finanziamento. Lo rileva l’ultimo Market Watch realizzato da Banca Ifis in collaborazione con Format Research.
Dall’analisi, condotta su un campione rappresentativo di oltre 500 Pmi, emerge come sia in crescita l’attitudine tecnologica delle aziende in ambito finanziario, ma resti fondamentale la relazione di fiducia. Secondo il Market Watch sono tre le principali voci del funding di una Pmi: l’autofinanziamento (52%), il credito bancario a medio e lungo termine (22%), il credito bancario a breve termine (10%). In aumento del 24%, a causa della pandemia, il ricorso alle garanzie statali sui prestiti e a finanziamenti agevolati. La media passa così dal 36% del periodo pre-Covid al 60%, percentuale però destinata a scendere nel tempo al 45%.
Coinvolti tutti i settori produttivi: la minor incidenza si rileva nell’automotive (46% le imprese coinvolte) mentre agroalimentare, sistema casa e meccanica superano il 70%. Quanto all’utilizzo ben il 71% delle Pmi ha impiegato le risorse per investimenti materiali, immateriali e R&S, con punte nei settori della chimica & farmaceutica (94%), agroalimentare (80%) logistica & trasporti (78%). Il 14% delle aziende ha investito in formazione, il 6% in risparmio energetico e sostenibilità ambientale, il 3% in nuove aree di business. La crescita dell’attitudine tecnologica delle Pmi, in ambito finanziario, spiega una nota, ha spinto Banca Ifis a raddoppiare gli investimenti in digital marketing a sostegno di Ifis4business, piattaforma per le imprese dove l’utente può gestire i propri prodotti e servizi ma anche acquistarli in autonomia. Nei prossimi mesi, l’istituto estenderà l’accesso ai servizi digitali a tutta la clientela factoring, ed entro il primo semestre 2022 a tutti i prodotti a portafoglio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Energia: Timmermans, solo un 1/5 aumento prezzi da quote CO2
Vicepresidente Commissione, resto dipende da carenze del mercato
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
14 settembre 2021
09:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Non dobbiamo essere paralizzati dall’aumento dei prezzi dell’energia e rallentare la transizione, ma anzi dobbiamo accelerare per far sì che l’energia da fonti rinnovabili sia disponibile a tutti”. Lo ha detto il vicepresidente della Commissione europea Frans Timmermans parlando alla plenaria dell’Europarlamento a Strasburgo.
“Solo un quinto dell’attuale aumento dei prezzi – ha spiegato – può essere attribuito alla crescita del prezzo della CO2, il resto dipende dalle carenze del mercato e se avessimo fatto il Green Deal 5 anni fa non saremmo in questa situazione perché saremmo meno dipendenti dalle fonti fossili e dal gas naturale”. “Credo che ce la possiamo fare, possiamo trasformare la Cop 26 a Glasgow in un successo. Ma ancora di più penso che riusciremo ad evitare la crisi climatica”, ha detto poi Frans Timmermans presentando il pacchetto Fit for 55 al Parlamento europeo. “Dobbiamo evitare che sfugga al nostro controllo e alle prossime generazioni dobbiamo lasciare una umanità che conosca i limiti del nostro pianeta, ma dobbiamo agire subito”, ha aggiunto. Timmermans ha poi precisato che nei prossimi giorni incontrerà le controparti americane, russe, cinesi, egiziane e turche per spiegare il pacchetto sul clima europeo. “C’è un interesse reale in quel che fa l’Europa c’è un dialogo continuo con i cinesi per convincerli ad essere più ambiziosi”, ha sottolineato Timmermans.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Made in Italy: Sace, nel 2021 export +11,3%, come pre-covid
Franco, per crescita importante processo vaccinazione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
11:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il rimbalzo dell’economia globale trainerà l’export Made in Italy che raggiungerà livelli più alti di quelli pre-pandemia. Lo afferma Sace nel Rapporto Export 2021 “Ritorno al futuro: anatomia di una ripresa post-pandemica”.

SACE stima un rimbalzo dell’11,3% dell’export di beni, con pieno ritorno ai livelli pre-pandemia già nel 2021 quando le vendite raggiungeranno 482 miliardi. Nel 2022 la crescita sarà del 5,4%.
e del 4% nel biennio successivo. Tale ritmo, superiore di quasi un punto al tasso medio pre-crisi (+3,1%, in media annua, tra 2012 e 2019), consentirà di raggiungere nel 2024 il valore di 550 miliardi di export di beni.
Tuttavia il mancato contenimento della pandemia costringerebbe l’economia globale a rallentare. In questo scenario – ha stimato Sace – la crescita delle nostre esportazioni sarebbe più limitata quest’anno (+7,2%) e pressoché nulla nel 2022. Il pieno recupero delle vendite Made in Italy nei mercati esteri sarebbe quindi rimandato al 2023.
“Il periodo che stiamo attraversando – ha sottolineato – sarà uno spartiacque per la nostra storia. Il 2021 verrà ricordato come l’anno in cui l’export italiano ha ripreso il percorso di crescita con  risultati a doppia cifra”, ha detto il presidente di Sace Rodolfo Errore.“Il nostro Rapporto indica chiaramente come la ripresa dell’Italia passi per l’export, il principale motore della nostra economia. Il nuovo mandato e gli strumenti affidati a SACE ci consentono di intervenire nel sostegno alle esportazioni del Made in Italy, ma allo stesso tempo di lavorare sul contesto interno, sulla spinta agli investimenti, innescando così un circolo virtuoso in grado di migliorare la competitività delle imprese italiane e del Sistema Paese, generando un ulteriore volano per il nostro export- ha dichiaratol’amministratore delegato Pierfrancesco Latini
“Stiamo recuperando la più forte caduta di prodotto dal dopoguerra – ha detto il ministro dell’economia Daniele Franco intervenuto alla presentazione del rapporto -. E’ importante – ha aggiunto – il processo di vaccinazione e contenere il diffondersi della malattia per consolidare il processo di crescita”. .
Sempre secondo lo studio Sace, “Una piena realizzazione delle riforme strutturali del Pnrr e del loro mantenimento in un orizzonte di medio periodo” accentuerebbe “l”intensità della crescita del PIL italiano soprattutto nell’ultimo triennio: nel 2025 l’output nazionale aumenterebbe del 2,7% come riflesso della spinta degli investimenti e delle riforme con ricadute positive sul PIL potenziale”. Inoltre, le riforme strutturali del PNRR incrementerebbero anche la competitività delle imprese italiane attive sui mercati esteri: il livello delle esportazioni di beni, in valore, nel 2025 aumenterebbe infatti del 3,5% rispetto a quanto previsto nello scenario base.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Poste: consegne e-commerce sempre più flessibili
Servizio “Scegli Tu” per personalizzare in corsa consegna pacchi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
14:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Poste Italiane lancia “Scegli Tu”, il servizio per i venditori e-commerce che vogliono offrire ai loro clienti consegne più flessibili e personalizzabili. “Dopo aver concluso l’acquisto online – spiega Poste in una nota – l’e-shopper riceve una notifica con la data di consegna prevista e, se non fosse a casa quel giorno, potrà modificare fino all’ultimo momento data e luogo di consegna, secondo le proprie esigenze”.

Senza necessità di registrazione e in modo gratuito, con Scegli Tu il destinatario può posticipare la data di consegna o cambiare l’indirizzo, chiedere la consegna a un vicino o in un luogo sicuro (come il giardino o il garage) oppure scegliere di ritirare l’acquisto presso l’ufficio postale o il Punto Poste (negozi o locker) più vicino. Le aziende che vendono online e che scelgono Poste Delivery Business per le spedizioni, possono attivare gratuitamente Scegli Tu dalla pagina dedicata, configurando le opzioni di personalizzazione disponibili per il destinatario, tra cui l’invio delle notifiche via sms (a pagamento). Un servizio, sottolinea Poste, che va incontro alle esigenze di chi vende e acquista online semplificando la consegna.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Abi: ad agosto minimo storico tassi prestiti, al 2,19%
Rallenta crescita dei depositi, +2,3% prestiti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
15:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo minimo storico per i tassi sui prestiti bancari. Secondo quanto si ricava dal rapporto mensile Abi, ad agosto 2021 il tasso medio sul totale dei prestiti è pari al 2,19% contro il 6,18% di prima della crisi, a fine 2007.
Il tasso medio sulle nuove operazioni di finanziamento alle imprese, sottolinea l’associazione bancaria, è l’1,08% (1,05% il mese precedente; 5,48% a fine 2007). In lieve risalita il tasso medio sulle nuove operazioni per acquisto di abitazioni, all’l’1,47% (1,40% a luglio 2021, 5,72% a fine 2007). E rallenta, in Italia e in Europa, la crescita dei depositi bancari che nei mesi scorsi, complici i lockdown per il Covid, era arrivata a toccare alti livelli determinando una sorta di ‘risparmio forzoso’. Dopo il picco di +11,6% di gennaio, ad agosto si è registrato un +7,7% tornando così al livello di crescita di un anno fa. In termini assoluti i depositi sono ammontati a 1.799 miliardi.
Prosegue, seppure a ritmo meno sostenuto, l’aumento dei prestiti a famiglie e società non finanziarie (+2,3% contro il 2,7% del mese precedente.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Al via domani il Salone del Risparmio con 12mila iscritti
‘La liquidità per costruire nuovi mondi’, fil rouge dei 3 giorni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 settembre 2021
15:14
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Prende il via domani al MiCo di Milano il Salone del Risparmio, la tre giorni del risparmio gestito ideata e organizzata da Assogestioni, che chiuderà i battenti il 17 settembre con il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani. Sono 170 i marchi presenti all’undicesima edizione, che conta oltre 12mila iscritti e oltre 350 relatori nazionali e internazionali.

Il tema di quest’anno, “Da risparmiatore a investitore: la liquidità per costruire nuovi mondi”, sarà il fil rouge del programma delle 115 conferenze, che potranno essere seguite sia in presenza che online sulla piattaforma di broadcasting FR|Vision. Ad aprire i lavori del Salone del Risparmio 2021 sarà il presidente di Assogestioni, Tommaso Corcos, a cui seguiranno gli interventi del direttore generale del Tesoro, Alessandro Rivera, e di Frédéric Laloux, uno dei massimi esperti mondiali di organizzazione aziendale. Il secondo Rapporto Censis-Assogestioni rivelerà poi le scelte di investimento degli italiani, con un focus sugli investimenti sostenibili. Lo studio sarà presentato dal direttore generale di Assogestioni, Fabio Galli, e dal segretario generale del Censis, Giorgio De Rita. La chiusura sarà affidata al commissario della Consob, Paolo Ciocca, Commissario Consob.
Tra i temi al centro della tre giorni anche lo smartworking con la conferenza in programma nella seconda giornata (il 17 settembre) in cui interverrà la ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti. Le strade per la costruzione di un’economia più sostenibile, responsabile e inclusiva saranno invece al centro della conferenza di chiusura, con il ministro Cingolani e il keynote speech del botanico Stefano Mancuso.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salone Nautico: sfilano i big, atteso 30% in più di visitatori
Ingresso con green pass, c’è anche zona per tamponi e vaccini
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
14 settembre 2021
15:58
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono tornati tutti i grossi player, come negli anni d’oro” dice il presidente di Confindustria Nautica Saverio Cecchi parlando della 61/ma edizione del Salone Nautico di Genova (16 al 21 settembre). E’ il Salone dei grandi nomi del settore che confermano la presenza (Sanlorenzo, Azimut Benetti, gruppo Fipa, Amer Yachts, Bluegame, Pardo Yachts, Rio Yachts e Sessa Marine) o ritornano a presentare le loro imbarcazioni nel capoluogo dopo qualche assenza (da Baglietto a Ferretti, Cranchi yachts, Absolute, Arcadia Yachts e Sirena Marine) e del sold out, con tutti gli spazi disponibili esauriti già da giugno.
Questa edizione vedrà anche crescere i visitatori, compatibilmente con i tetti imposti dalle misure di sicurezza. “Ci aspettiamo un 30-40% in più rispetto allo scorso anno (71.168, meno di metà dell’anno precedente, ma vicini al massimo consentito dalle norme di sicurezza per il Covid 19, ndr)”, dicono gli organizzatori.
L’ingresso è con Green pass o tampone negativo nelle 48 ore precedenti. Allestita una postazione per tamponi e vaccini. Più di mille barche e altrettanti espositori: sono i numeri principali dell’edizione. Previste molte “prime” di nuove imbarcazioni e progetti con un occhio alla tecnologia e alla sostenibilità, contenendo le emissioni dei motori, utilizzando materiali innovativi e riciclabili per le costruzioni, pensando a sistemi di ancoraggio elettronico per non danneggiare i fondali e ammortizzatori che utilizzando il movimento del mezzo producono energia.   TECNOLOGIA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Eitan: il nonno agli arresti domiciliari, il piccolo sarebbe a casa sua non lontano a Tel Aviv
La zia Aya presenta istanza per il rientro in Italia. Indagata anche la nonna materna per sequestro: è la ex moglie di Shmuel Peleg. Or Nirko, marito di Aya Biran, zia paterna del piccolo accusa: ‘Si rifiutano di dire dov’è’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
13:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La polizia israeliana ha interrogato Shmuel Peleg, nonno di Eitan Biran, riguardo le accuse di aver “rapito il nipote e portato in Israele”. Lo ha fatto sapere la polizia stessa aggiungendo che dopo l’interrogatorio Peleg è stato posto agli arresti domiciliari fino a venerdì.
Inoltre il piccolo Eitan è a casa del nonno Shmuel Peleg a Petah Tikva, non lontano da Tel Aviv.
Lo riportano i media israeliani. Non si hanno al momento altre notizie. Shmuel è stato interrogato dalla polizia nel pomeriggio e posto agli arresti domiciliari fino a venerdì. Inoltre gli è stato trattenuto il passaporto.
Aya Biran – la zia paterna di Eitan di cui esercita la tutela – ha presentato al Tribunale per le questioni familiari di Tel Aviv la richiesta di far rientrare il piccolo in Italia sulla base della Convenzione dell’Aja. Lo riferisce l’israeliana Canale 13.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La notizia della presentazione al Tribunale di Tel Aviv dell’istanza per il rientro di Eitan in Italia è stata confermata da Or Nirko, marito di Aya Biran, l’affidataria della tutela di Eitan. A quanto si è saputo, l’istanza è stata avanzata in base all’art.29 della Convezione dell’Aja che, tra le altre norme, consente al titolare del diritto di affido di “rivolgersi direttamente al competente tribunale per chiedere il rientro del minore sottratto, anche senza l’intermediazione delle autorità centrali”.
Anche Etty Peleg, ex moglie di Shmuel Peleg e nonna materna del piccolo Eitan, è indagata per il sequestro del bambino di 6 anni. La nonna materna del piccolo Eitan, unico sopravvissuto alla tragedia della funivia del Mottarone del 23 maggio, sarebbe stata in Italia assieme all’ex marito almeno nei giorni precedenti al presunto rapimento. Il ruolo della donna, dunque, nell’inchiesta della Procura di Pavia per sequestro di persona (aggravato dal fatto che la vittima è un minorenne), è da verificare. Potrebbe infatti aver aiutato l’ex marito a portare il piccolo in Israele, dove è arrivato su un volo privato partito da Lugano. Ieri era stato lo stesso zio paterno di Eitan, che vive con la moglie Aya, tutrice legale del bambino, a Pavia, ad accusare la nonna materna di complicità nel sequestro. Anche se, in base ad indiscrezioni raccolte, era stato riferito che la donna sarebbe rientrata in Israele prima del giorno del presunto rapimento avvenuto venerdì scorso.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La stessa Aya aveva raccontato comunque che il nonno, quando è arrivato a prendere Eitan per la visita che gli era stata concessa, ha parcheggiato lontano dall’abitazione e, dunque, non è chiaro se nell’auto ci fossero altre persone ad attenderlo. L’indagine sui presunti complici va avanti.
“La famiglia Peleg trattiene Eitan come i soldati dell’esercito israeliano sono tenuti prigionieri nelle carceri di Hamas”. Questa la denuncia di Or Nirko – marito di Aya Biran, zia paterna del piccolo – in una intervista alla tv Canae 12. “La famiglia Peleg – ha aggiunto – si rifiuta di dire dove il bambino si trova. Lo nascondono in una specie di buco”. Alla domanda se sono andati all’ospedale Sheba per verificare la presenza di Eitan, Nirko ha risposto: “c’è andato mio fratello ma Eitan non c’è”. “Nel corso di una visita precedente Eitan è stato tenuto per due ore e mezza dentro la macchina della nonna materna e interrogato da una persona sconosciuta”. Lo ha detto, parlando coi cronisti fuori dalla sua casa, Or Nirko, zio paterno del bimbo di 6 anni che si è salvato dalla tragedia del Mottarone e venerdì scorso vittima di un presunto rapimento da parte del nonno materno. La persona che lo avrebbe “interrogato”, ha spiegato lo zio, “non si è mai identificata e ha detto che il suo lavoro è ‘cambiare i baffi’, gli ha fatto un sacco di domande, Eitan era sconvolto, aveva gli incubi”. Una “situazione ricorrente”, secondo lo zio, “dopo le visite coi nonni tornava in uno stato emotivo pessimo e quel venerdì il nonno è arrivato con 30 minuti di ritardo, era tutto premeditato, programmato”.
Eitan “sta bene”. Sono le poche parole che vengono riferite da fonti legali vicine alla famiglia materna del bambino di 6 anni, unico sopravvissuto alla tragedia del Mottarone e portato in Israele dal nonno materno, in risposta alle accuse lanciate dalla zio paterno. Nell’ambito del procedimento sull’affidamento si dovrebbe “chiedere a Eitan dove vuole vivere” attraverso “l’ascolto e la verifica delle reali condizioni del minore” con “una consulenza tecnica d’ufficio e quindi in contraddittorio tra le parti”, che invece è stata “rigettata”. Lo ha spiegato l’avvocato Sara Carsaniga, uno dei legali della famiglia materna del bambino.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Zaki, per lui udienza lampo ‘Io detenuto troppo a lungo’. Processo aggiornato al 28 settembre
I legale chiede il rilascio. Ong, rischia altri 3 anni e 5 mesi. Calcolando la custodia cautelare già patita dal febbraio 2020
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MANSURA (EGITTO)
14 settembre 2021
18:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Si è appena conclusa la prima udienza del processo a Patrick Zaki presso il tribunale di Mansura, in Egitto. È durata poco più di cinque minuti e lo studente egiziano dell’università di Bologna ha preso la parola lamentando in sostanza di essere stato detenuto oltre il periodo legalmente ammesso per i reati minori di cui è accusato adesso.
Anche la sua legale ha sostenuto la stessa tesi chiedendone il rilascio o almeno l’accesso al dossier che lo riguarda. Il processo è stato aggiornato al 28 settembre: lo studente egiziano dell’università di Bologna rimarrà in carcere fino a quella data.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’annuncio è stato dato da un poliziotto al termine della prima udienza del processo che si svolge a Mansura. “28 settembre, 28 settembre”, hanno urlato parenti e attivisti rivolti alla piccola grata di un furgone blindato azzurro, dove sono sicuri di aver intravisto Patrick, ai quali premeva di fargli sapere la prossima scadenza che altrimenti nessuno gli avrebbe comunicato. La sua legale, Hoda Nasrallah, nel confermare la data, non ha saputo precisare se il suo assistito venga portato indietro al carcere di Torah, al Cairo, o in qualche prigione di Mansura.
Zaki era ammanettato nella gabbia degli imputati durante la sua udienza e ha salutato a mani giunte una dozzina di parenti, attivisti e i due diplomatici italiani in aula. La legale ha chiesto l’accesso al suo dossier per avere certezza che le accuse di istigazione al terrorismo siano effettivamente decadute, come sembra dalla natura della Corte, ha spiegato una fonte. Barba, occhiali e codino, Patrick era vestito tutto di bianco con camicia, pantaloni larghi e scarpe da tennis. Ha parlato con impeto davanti a un giudice principale, uno a latere e un cancelliere.
In caso di condanna al massimo della pena prevista per il tipo di reato che gli è contestato (“diffusione di notizie false dentro e fuori il Paese” sulla base di un articolo pubblicato due anni fa), Zaki rischia in teoria di rimanere in carcere altri 3 anni e 5 mesi: è quanto emerge da dichiarazioni fatte oggi da una rappresentante dell’ong per cui lo studente egiziano dell’Università di Bologna lavorava e da quanto avevano ricordato a suo tempo fonti della Giustizia egiziana.
“Sì, legalmente è vero. Non abbiamo motivo di immaginare che la pena sarebbe conteggiata diversamente”, ha detto Lobna Darwish dell’Eipr, l’ “Iniziativa egiziana per i diritti personali”, rispondendo alla domanda se i 19 mesi già passati in custodia cautelare in carcere da Patrick gli verrebbero abbonati in caso di condanna. Si desume dunque che, in caso di una sentenza inferiore ai 19 mesi, vi sarebbe un’immediata scarcerazione.
“Qualsiasi egiziano che ha pubblicato notizie, comunicazioni o indiscrezioni sulla situazione interna in modo tale da danneggiare lo Stato e gli interessi nazionali sarà condannato al carcere tra i 6 mesi e 5 anni e a una multa tra 100 a 500 sterline egiziane ai sensi dell’articolo 80 della legge”, avevano ricordato nel giugno scorso fonti giudiziarie riferendosi al caso di Patrick. A causa dell’inflazione altissima in Egitto soprattutto negli anni passati, ormai 100-500 sterline egiziane valgono tra 5 e 27 euro.
“Ovviamente siamo preoccupati, la vicenda è veramente sorprendente, per non dire surreale. Speriamo che le cose possano trovare una loro composizione al più presto e mi auguro che tutte le istituzioni possano lavorare in tal senso”. Così Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia-Romagna, commenta il rinvio a giudizio di Patrick Zaki a margine dell’inaugurazione del nuovo data center del Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (European center for medium-range weather forecasts – Ecmwf). “In chi come noi si batte per la sua liberazione, per il suo ritorno a poter studiare qui a Bologna, c’è preoccupazione, inquietudine. Speriamo che tutto possa risolversi al meglio”.
“Come 19 mesi fa, Patrick è a Mansura e Bologna ritorna in piazza. Abbiamo sperato che non ce ne fosse bisogno ma ci tocca. Ci saranno tante persone come l’8 febbraio del 2020 a Bologna in piazza Maggiore a chiedere ‘Free Patrick Zaki'”. Così Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia annuncia un flashmob per stasera nel capoluogo emiliano, città dove Patrick frequentava un master europeo presso l’Alma Mater. L’iniziativa in occasione della prima udienza del processo in Egitto a carico dell’attivista.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fontana, terza dose dal 20 settembre
Governatore Lombardia, rispettiamo indicazioni che ci arrivano
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 settembre 2021
09:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Dal 20 o 21 settembre saremo pronti ad iniziare questa terza fase, rispettando le indicazioni che ci vengono da Roma di somministrare prima i fragili e ai pluripatologici. Se poi sarà necessario estenderlo a tutta la popolazione, siamo pronti”.
Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, intervenendo alla trasmissione ‘Morning News’ su Canale 5.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Fedriga, Fvg pronto da subito per terze dosi
Immunodepressi e fragili. Ok estendere Green pass se è scienza
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
14 settembre 2021
11:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Rispetto alla somministrazione delle terze dosi prevista dal 20 settembre, “noi partiamo subito per le categorie individuate a livello nazionale, quindi gli immunodepressi, i fragili e i super-fragili”. Lo ha annunciato il presidente del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, intervenendo questa mattina alla trasmissione “Radio anch’io” su Rai Radio 1.

“Siamo pronti e i vaccini ci sono, quindi quel problema che si è presentato qualche mese addietro non c’è più”, ha assicurato Fedriga. E in merito a una estensione del Green pass ai lavoratori pubblici e privati, Fedriga ha detto: “Se questa è la scelta presa su un indirizzo scientifico, sono d’accordo”. E ha proseguito: “Penso che sia un grave errore adesso trasformare il Paese in un’arena dove c’è una lotta tra bande, dobbiamo accompagnare i cittadini in questo periodo difficile. Per questo, per esempio, io sono contrario all’obbligo vaccinale, ma molto favorevole all’informazione corretta sui vaccini che smentisca le fake news e convinca a partecipare alla campagna vaccinale”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa: “Mai ridurre la croce ad un simbolo politico”
Francesco a Presov: “Il testimone della croce persegue una sola strategia, quella del Maestro: l’amore umile”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PRESOV (SLOVACCHIA)
14 settembre 2021
22:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Non riduciamo la croce a un oggetto di devozione, tanto meno a un simbolo politico, a un segno di rilevanza religiosa e sociale”. Così il Papa nel rito bizantino a Presov.
“Non si contano i crocifissi: al collo, in casa, in macchina, in tasca – ha detto -. Ma non serve se non ci fermiamo a guardare il Crocifisso e non gli apriamo il cuore, se non ci lasciamo stupire dalle sue piaghe aperte per noi, se il cuore non si gonfia di commozione e non piangiamo davanti al Dio ferito d’amore per noi. Se non facciamo così, la croce rimane un libro non letto, di cui si conoscono bene il titolo e l’autore, ma che non incide nella vita”.
Secondo il Papa, nei nostri tempi “qui, grazie a Dio, non c’è chi perseguita i cristiani come in troppe altre parti del mondo”, ha detto nell’omelia a Presov. “Ma la testimonianza può essere inficiata dalla mondanità e dalla mediocrità – ha avvertito -. La croce esige invece una testimonianza limpida. Perché la croce non vuol essere una bandiera da innalzare, ma la sorgente pura di un modo nuovo di vivere”. “Quale modo? – ha chiesto il Pontefice – Quello del Vangelo, quello delle Beatitudini. Il testimone che ha la croce nel cuore e non soltanto al collo non vede nessuno come nemico, ma tutti come fratelli e sorelle per cui Gesù ha dato la vita”.
“Il testimone della croce – ha proseguito – non ricorda i torti del passato e non si lamenta del presente. Il testimone della croce non usa le vie dell’inganno e della potenza mondana: non vuole imporre sé stesso e i suoi, ma dare la propria vita per gli altri”. “Non ricerca i propri vantaggi per poi mostrarsi devoto – ha aggiunto -: questa sarebbe una religione della doppiezza, non la testimonianza del Dio crocifisso”.
Secondo Francesco, “il testimone della croce persegue una sola strategia, quella del Maestro: l’amore umile. Non attende trionfi quaggiù, perché sa che l’amore di Cristo è fecondo nella quotidianità e fa nuove tutte le cose ma dal di dentro, come seme caduto in terra, che muore e produce frutto”:

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Eurocamera, tutti gli Stati Ue riconoscano le unioni Lgbt
Unioni registrate in uno Stato membro siano valide in tutta Ue
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
STRASBURGO
14 settembre 2021
11:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Unione europea deve rimuovere tutti gli ostacoli che le persone Lgbtiq affrontano nell’esercitare i loro diritti fondamentali e far sì che i matrimoni o le unioni registrate in uno Stato membro siano riconosciute in tutti i Paesi dell’Ue,. E’ quanto richiesto dagli eurodeputati in una risoluzione approvata dall’assemblea plenaria del Parlamento europeo con 387 voti favorevoli, 161 contrari e 123 astensioni.
Nel testo gli eurodeputati esortano tutti i gli Stati membri a riconoscere come genitori legali gli adulti menzionati nel certificato di nascita di un bambino ed a riconoscere il diritto al ricongiungimento familiare alla coppie dello stesso ed alle loro famiglie per evitare il rischio che i loro bambini diventino apolidi nel caso in cui le loro famiglie si spostino all’interno dell’Ue. Infine, i deputati sottolineano la discriminazione affrontata dalle comunità Lgbtiq in Polonia e Ungheria e, a tal riguardo, chiedono alla Commissione di intraprendere ulteriori azioni come procedure di infrazione, misure giudiziarie o strumenti di bilancio nei confronti questi Paesi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Made in Italy: Sace, nel 2021 export +11,3%, come pre-covid
Franco, per crescita importante processo vaccinazione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
11:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il rimbalzo dell’economia globale trainerà l’export Made in Italy che raggiungerà livelli più alti di quelli pre-pandemia. Lo afferma Sace nel Rapporto Export 2021 “Ritorno al futuro: anatomia di una ripresa post-pandemica”.

SACE stima un rimbalzo dell’11,3% dell’export di beni, con pieno ritorno ai livelli pre-pandemia già nel 2021 quando le vendite raggiungeranno 482 miliardi. Nel 2022 la crescita sarà del 5,4%.
e del 4% nel biennio successivo. Tale ritmo, superiore di quasi un punto al tasso medio pre-crisi (+3,1%, in media annua, tra 2012 e 2019), consentirà di raggiungere nel 2024 il valore di 550 miliardi di export di beni.
Tuttavia il mancato contenimento della pandemia costringerebbe l’economia globale a rallentare. In questo scenario – ha stimato Sace – la crescita delle nostre esportazioni sarebbe più limitata quest’anno (+7,2%) e pressoché nulla nel 2022. Il pieno recupero delle vendite Made in Italy nei mercati esteri sarebbe quindi rimandato al 2023.
“Il periodo che stiamo attraversando – ha sottolineato – sarà uno spartiacque per la nostra storia. Il 2021 verrà ricordato come l’anno in cui l’export italiano ha ripreso il percorso di crescita con  risultati a doppia cifra”, ha detto il presidente di Sace Rodolfo Errore.“Il nostro Rapporto indica chiaramente come la ripresa dell’Italia passi per l’export, il principale motore della nostra economia. Il nuovo mandato e gli strumenti affidati a SACE ci consentono di intervenire nel sostegno alle esportazioni del Made in Italy, ma allo stesso tempo di lavorare sul contesto interno, sulla spinta agli investimenti, innescando così un circolo virtuoso in grado di migliorare la competitività delle imprese italiane e del Sistema Paese, generando un ulteriore volano per il nostro export- ha dichiaratol’amministratore delegato Pierfrancesco Latini
“Stiamo recuperando la più forte caduta di prodotto dal dopoguerra – ha detto il ministro dell’economia Daniele Franco intervenuto alla presentazione del rapporto -. E’ importante – ha aggiunto – il processo di vaccinazione e contenere il diffondersi della malattia per consolidare il processo di crescita”. .
Sempre secondo lo studio Sace, “Una piena realizzazione delle riforme strutturali del Pnrr e del loro mantenimento in un orizzonte di medio periodo” accentuerebbe “l”intensità della crescita del PIL italiano soprattutto nell’ultimo triennio: nel 2025 l’output nazionale aumenterebbe del 2,7% come riflesso della spinta degli investimenti e delle riforme con ricadute positive sul PIL potenziale”. Inoltre, le riforme strutturali del PNRR incrementerebbero anche la competitività delle imprese italiane attive sui mercati esteri: il livello delle esportazioni di beni, in valore, nel 2025 aumenterebbe infatti del 3,5% rispetto a quanto previsto nello scenario base.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Scuola: paritaria Milano, ‘esclusi da piattaforma Green pass’
Nappo (Freud), è come fossimo dei ristoratori
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 settembre 2021
12:18
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La piattaforma nazionale per la verifica del Green pass al personale insegnante e amministrativo è stata attivato solo per le scuole statali e non per le paritarie rendendo complessi, lunghi e tortuosi i controlli. Una vergogna”: è la denuncia che emerge dal mondo delle scuole non statali di cui si fa portavoce Daniele Nappo, direttore dell’Istituto Freud di Milano.

In pratica – è stato spiegato – il sistema pubblico consente il controllo della validità in corso del certificato verde e segnala la scadenza in tempo reale. Le scuole paritarie, non potendovi accedere, devono monitorare i dipendenti – docenti, impiegati e tutti gli addetti – giorno per giorno attraverso un’applicazione per verificare la validità del Green pass. Al contrario i dirigenti delle scuole statali vengono avvisati automaticamente dal portale in tempo reale con un ‘allarme’ (alert) che segnala il certificato scaduto.
“E’ incomprensibile l’attuale scelta del Ministero dell’Istruzione che chiediamo di modificare subito – sottolinea Nappo -. Si costringono i dirigenti a diventare come i ristoratori obbligati alle verifiche con i clienti. Ma i nostri sono dipendenti e la piattaforma già esiste ed è nata in collaborazione con il Ministero della Salute. Le scuole non statali ancora una volta vengono considerate di serie B nonostante siano paritarie e quindi equipollenti alle scuole pubbliche. Perché ancora queste differenze?”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Verso Cdm su Green Pass giovedì, in stand by la riforma del fisco
Nella delega spunta anche il catasto. Atteso confronto partiti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
11:03
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il governo va verso l’introduzione dell’estensione del Green Pass in Consiglio dei ministri giovedì. E’ quanto si apprende da diverse fonti di governo che confermano, come l’esecutivo sia pronto al decreto sul “super Green Pass”.
Pressoché certa l’estensione del certificato verde per il settore pubblico anche se alcuni aspetti del dl andranno limati nelle prossime ore. Mentre per l’estensione ai privati potrebbe essere necessaria un’ulteriore riflessione. E, anche sulla riforma del fisco, spiegano fonti del governo, sarebbero necessari “ulteriori approfodimenti”. Difficile, quindi, che la delega approdi in Cdm questa settimana.
Il testo sulla delega foscale, che affronterà diversi temi, dalle semplificazioni del fisco al calo dell’Irpef per i ceti medi, potrebbe contenere anche la delicata riforma del catasto. Prima del varo dovrebbe tra l’altro essere oggetto di una interlocuzione tra governo e partiti di maggioranza.
“Si rispetti la volontà del Parlamento, che attraverso la commissione Finanze si è espressa, pressoché all’unanimità, sul fatto di evitare la revisione del catasto, aumentando di fatto la tassazione sugli immobili”. Così il deputato di Forza Italia, Sestino Giacomoni, membro del coordinamento di presidenza del partito. “Così come, per quanto riguarda l’aumento delle bollette, troviamo insieme, in commissione, una soluzione. Forza Italia ha una sua proposta: niente Iva, a fronte di un aumento così sostanzioso delle bollette. Lo Stato abbia il coraggio di non imporre alcuna gabella”, conclude.
“Per quanto riguarda la semplificazione fiscale, come M5S stiamo facendo una battaglia importante sull’Irap, per abbassare le tasse, per supportare le imprese”. Lo ha affermato Alessandra Todde, viceministra per lo Sviluppo economico, a margine di un confronto con le categorie produttive nella sede di Confesercenti a Grosseto.
“Le ipotesi di riforma del catasto avanzate dalla stampa vedono la Lega assolutamente contraria.” Così Alberto Bagnai, responsabile economico della Lega, Alberto Gusmeroli, vicepresidente della commissione Finanze della Camera. “La posizione della Lega e del Parlamento sul tema è chiara: nessun inasprimento delle imposte sugli immobili, né diretto né indiretto, nessuna revisione degli estimi catastali, neanche sotto la foglia di fico della “parità di gettito”. La casa in Italia è già supertassata: non possiamo permetterci che un altro aumento delle tasse stronchi la ripresa nel ’22, ripetendo l’errore fatto nel 2012 con l’Imu”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione Giustizia del Senato ha votato il mandato al relatore della riforma del processo civile. Si tratta dell’ultimo passaggio in Commissione della riforma che approda in Aula domani, mercoledì.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Lombardia, prima a raggiungere 80%
Vicepresidente Moratti su social, grazie a operatori e cittadini
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 settembre 2021
12:27
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi la Lombardia raggiunge l’obiettivo fissato da Figliuolo dell’80% della propria popolazione con più di 12 anni con vaccinazione completa. Siamo la prima regione ad arrivare a questo traguardo”.
Lo scrive, sul suo profilo Twitter, la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti.
“Grazie a tutti gli operatori e ai cittadini lombardi – aggiunge Moratti -. Vacciniamoci, proteggiamoci!”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salvini, Lamorgese più interessata a green pass che a reati
Domani in Parlamento Lega le chiederà che sta facendo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
12:54
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Domani in Parlamento arriva il ministro Lamorgese alla quale la Lega chiederà cosa sta facendo perché tra rave party abusivi accoltellamenti, baby gang e femminicidi sembra che il ministro sia più interessata a controllare il green pass ai bambini a Gardaland o ai ragazzi in pizzeria mentre aumentano gli sbarchi e i reati soprattutto per mano dei clandestini. Quindi o fa il ministro dell’Interno o lo fa fare a qualche altro”.
Così il leader della Lega, Matteo Salvini, durante un’iniziativa elettorale nella periferia romana.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Energia: Serracchiani (Pd), governo intervenga su bollette
Rischio è stangata drammatica, ricadute sociali allarmanti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
13:06
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’aumento delle bollette per le forniture di elettricità e gas previsto nelle prossime settimane rischia di diventare una drammatica stangata per i bilanci delle famiglie e delle imprese. E’ stato calcolato che il ‘rincaro record’ peserebbe per circa 500 euro in più sulle bollette rispetto all’ultimo trimestre dove già erano stati inseriti precedenti incrementi.
Una situazione con così allarmanti ricadute sociali non può essere affidata esclusivamente a logiche di mercato e per questo abbiamo chiesto, con un’interrogazione urgente al ministro della Transizione ecologica Cingolani presentata dall’onorevole Gianni Dal Moro, l’intervento del governo allo scopo di contenere o mitigare questi aumenti, in un momento così delicato del Paese”. Lo afferma Debora Serracchiani, capogruppo del Pd alla Camera.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Terza dose: Zaia, prima somministrazione lunedì prossimo
All’hub di Villorba con gen. Figliuolo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
14 settembre 2021
13:06
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La prima simbolica inoculazione della terza dose la faremo alla presenza del generale Figliuolo all’hub di Villorba, lunedì mattina”. Lo ha annunciato il presidente del Veneto, Luca Zaia.
L’assessore regionale alla Sanità, Manuela Lanzarin, ha specificato che per fine settembre il Veneto punta per la terza dose a una platea di 100 mila persone tra over 80 o sanitari, e per fine ottobre ad altre 120-130 mila. La terza dose sarà eterologa, con vaccino mRna.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Zagrebelsky, docenti contro Green pass non sono Università
Esperti? Cosa c’entra pandemia con musica da camera…
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
14 settembre 2021
13:24
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“I 300 professori che hanno firmato la lettera contro il Green pass, tra cui il professore Alessandro Barbero, non rappresentano l’università, ma loro stessi. Come cittadini.
Come lo siamo tutti. La gente potrebbe pensare che si tratti di professori esperti di quella materia, invece non è così, per esempio tra loro so esserci una professoressa di musica da camera. Bellissima cosa la musica da camera, ma cosa c’entra con la pandemia?” Lo ha detto il costituzionalista Gustavo Zagrebelsky, presidente di Biennale Democrazia, presentata oggi al Teatro Carignano di Torino e in programma dal 6 al 10 ottobre.
“Oggi è vero ci sono tanti costituzionalisti che dicono la loro sull’articolo 32 – ha aggiunto Zagrebelsky, a margine della presentazione di Biennale Democrazia al teatro Carignano di Torino – in fondo un po’ lo siamo tutti in quanto cittadini. Ma questo non significa essere esperti no?”. Ai giornalisti che gli chiedevano se secondo lui l’obbligo del Green pass possa avere ripercussioni sul vivere democratico, il giurista ha detto di non voler rispondere. “Con la Biennale – ha aggiunto – ci interrogheremo sui grandi cambiamenti in atto nel Pianeta, un Pianeta diverso da come era quando 15 anni fa è nata la Biennale, sotto un profilo sociale, economico e anche sanitario.
Qualche riflessione, piuttosto che risposte vere e proprie, potrà forse venire dalle nostre discussioni durante la stessa Biennale’.   PIEMONTE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Eitan: media, istanza a corte Tel Aviv per rientro in Italia
Presentata da Aya Biran, la zia paterna del bambino
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
14 settembre 2021
13:33
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Aya Biran – la zia paterna di Eitan di cui esercita la tutela – ha presentato al Tribunale per le questioni familiari di Tel Aviv la richiesta di far rientrare il piccolo in Italia sulla base della Convenzione dell’Aja. Lo riferisce l’israeliana Canale 13.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio, boom esportazioni anche grazie al Patto per Export
‘Fortemente voluto dalla Farnesina. Nei primi 6 mesi +24,2%’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
14:14
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Patto per l’Export, fortemente voluto dalla Farnesina e per cui il Governo ha stanziato 5,4 mld, rappresenta un esempio di inclusività ed efficacia. Ad oltre un anno dal suo varo”, ha detto Luigi Di Maio alla presentazione dell’edizione 2021 del rapporto export Sace, “secondo l’Istat l’export italiano dei primi 6 mesi del 2021 ha raggiunto esportazioni pari a 250 mld.
Non solo abbiamo registrato una crescita del 24,2% rispetto al 2020 ma abbiamo anche superato i 240 mld del primo semestre 2019, anno d’oro delle esportazioni italiane. Questi dati sono il segno tangibile della bontà dello sforzo di sistema intrapreso con il Patto”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Governo: alle 16:30 Conte e ministri M5S vedono Cingolani
Incontro si terrà presso il Mite
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
13:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Alle ore 16:30, a quanto si apprende, il presidente del M5S Giuseppe Conte assieme ai ministri del Movimento incontrerà, al Mite, il ministro per la Transizione Ecologica Roberto Cingolani. L’incontro è stato chiesto nei giorni scorsi da Conte per un chiarimento sulle priorità del governo in merito ai dossier legati alla sostenibilità e alla transizione ecologica.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
J-Ax minacciato dai no vax, sono terroristi
L’artista: ‘Vogliono cercarmi, bastonarmi, investirmi e riempirmi di botte’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 settembre 2021
18:20
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ho ricevuto delle minacce da alcuni NO-VAX che vogliono: ‘Cercarmi, bastonarmi, investirmi e riempirmi di botte’. Quando la politica capirà che siamo di fronte a un gruppo di terroristi anti-italiani che si sta radicalizzando, sarà, come sempre, troppo tardi”: J-Ax, che, dopo aver preso il Covid, si è fatto portavoce della campagna pro vaccini lo ha scritto su Instagram dove ha anche postato un video.
“Sono anti italiani perché più spazio hanno più rallenteranno il rilancio del nostro Paese – ha sottolineato nel lungo video ricordando che non è la prima volta che ha ricevuto minacce – Chiunque abbia amore per l’Italia dovrebbe combattere chi vuole la sua distruzione e i negazionisti vogliono distruggere gli italiani e l’Italia” “Capisco la paura che hanno le persone che non vogliono vaccinarsi.
Cosa credete, che noi che ci siamo vaccinati non abbiamo avuto dubbi? Non ci siamo detti ‘magari la sfiga che qualcosa vada storto capita proprio a me’? ma l’abbiamo fatto – ha spiegato – , perché è un dovere civico, certo per la nostra salute ma anche per difendere la vostra salute, la salute del Paese e del mondo”.
J-Ax ha definito i negazionisti “dei privilegiati che non hanno mai visto cosa fa il Covid”. “Io – ha raccontato – non solo ho avuto il Covid in casa. Ho perso anche qualcuno di importante” aggiungendo che di Covid è morto il padre di Jad, l’altra metà con lui degli Articolo 31.
“Nessuno vuole togliere la libertà di nessuno. Si tratta solo – ha concluso – di rispettare la vita, il dolore e la morte delle persone perché questo è il Covid”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Poste: consegne e-commerce sempre più flessibili
Servizio “Scegli Tu” per personalizzare in corsa consegna pacchi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
14:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Poste Italiane lancia “Scegli Tu”, il servizio per i venditori e-commerce che vogliono offrire ai loro clienti consegne più flessibili e personalizzabili. “Dopo aver concluso l’acquisto online – spiega Poste in una nota – l’e-shopper riceve una notifica con la data di consegna prevista e, se non fosse a casa quel giorno, potrà modificare fino all’ultimo momento data e luogo di consegna, secondo le proprie esigenze”.

Senza necessità di registrazione e in modo gratuito, con Scegli Tu il destinatario può posticipare la data di consegna o cambiare l’indirizzo, chiedere la consegna a un vicino o in un luogo sicuro (come il giardino o il garage) oppure scegliere di ritirare l’acquisto presso l’ufficio postale o il Punto Poste (negozi o locker) più vicino. Le aziende che vendono online e che scelgono Poste Delivery Business per le spedizioni, possono attivare gratuitamente Scegli Tu dalla pagina dedicata, configurando le opzioni di personalizzazione disponibili per il destinatario, tra cui l’invio delle notifiche via sms (a pagamento). Un servizio, sottolinea Poste, che va incontro alle esigenze di chi vende e acquista online semplificando la consegna.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Lazio, primi test salivari scuole sentinella
D’Amato, circa 30mila alunni interessati su territorio regionale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
14:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel Lazio al via i test salivari nelle scuole sentinella con “circa 30 mila alunni interessati sul territorio regionale”. Lo dice l’assessore della Regione alla Sanità, Alessio D’Amato, in visita all’istituto comprensivo Bachelet, nel quartiere Torrino di Roma, dove è iniziata la raccolta di campioni tra gli studenti volontari.
“Sono iniziate le operazioni, molto semplici e non invasive – spiega -.
E’ un test con prelievo salivare di natura molecolare che viene processato in laboratorio. Se c’è un caso positivo, viene isolato. Tutta questa attività – continua D’Amato – serve per evitare chiusure di plessi scolastici, per intervenire chirurgicamente lì dove ci potrebbero essere casi di positività”.
Quanto alle terze dosi di vaccino, l’assessore indica che “stiamo già reclutando i trapiantati di organo solido, che nella nostra regione sono circa 5 mila e si stanno contattando proprio in queste ore per fissare gli appuntamenti presso le strutture di vaccinazione. Inoltre – aggiunge – siamo in attesa della circolare ministeriale in cui, oltre ai trapiantati vengano definiti gli altri soggetti, sicuramente parleremo degli immunodepressi. Ci sarà sicuramente la parte oncoematologica, ma poi questo lo vedremo con la circolare”.
“I trapiantati – conclude l’assessore – potrebbero avere un minor tasso anticorpale e, pertanto, un richiamo aumenta la capacità di prevenzione e sicurezza, nel caso venissero a contatto con la malattia”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Zaki, io detenuto troppo a lungo. Legale chiede il rilascio
Studente egiziano in manette nella gabbia degli imputati
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MANSURA
14 settembre 2021
15:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Si è appena conclusa la prima udienza del processo a Patrick Zaki presso il tribunale di Mansura, in Egitto. È durata poco più di cinque minuti e lo studente egiziano dell’università di Bologna ha preso la parola lamentando in sostanza di essere stato detenuto oltre il periodo legalmente ammesso per i reati minori di cui è accusato adesso.

Anche la sua legale, Hoda Nasrallah, ha sostenuto la stessa tesi chiedendone il rilascio o almeno l’accesso al dossier che lo riguarda.
Zaki era ammanettato nella gabbia degli imputati durante la sua udienza e ha salutato a mani giunte una dozzina di parenti, attivisti e i due diplomatici italiani in aula. La legale ha chiesto l’accesso al suo dossier per avere certezza che le accuse di istigazione al terrorismo siano effettivamente decadute, come sembra dalla natura della Corte, ha spiegato una fonte. Barba, occhiali e codino, Patrick era vestito tutto di bianco con camicia, pantaloni larghi e scarpe da tennis. Ha parlato con impeto davanti a un giudice principale, uno a latere e un cancelliere.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Abi: ad agosto minimo storico tassi prestiti, al 2,19%
Rallenta crescita dei depositi, +2,3% prestiti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
15:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo minimo storico per i tassi sui prestiti bancari. Secondo quanto si ricava dal rapporto mensile Abi, ad agosto 2021 il tasso medio sul totale dei prestiti è pari al 2,19% contro il 6,18% di prima della crisi, a fine 2007.
Il tasso medio sulle nuove operazioni di finanziamento alle imprese, sottolinea l’associazione bancaria, è l’1,08% (1,05% il mese precedente; 5,48% a fine 2007). In lieve risalita il tasso medio sulle nuove operazioni per acquisto di abitazioni, all’l’1,47% (1,40% a luglio 2021, 5,72% a fine 2007). E rallenta, in Italia e in Europa, la crescita dei depositi bancari che nei mesi scorsi, complici i lockdown per il Covid, era arrivata a toccare alti livelli determinando una sorta di ‘risparmio forzoso’. Dopo il picco di +11,6% di gennaio, ad agosto si è registrato un +7,7% tornando così al livello di crescita di un anno fa. In termini assoluti i depositi sono ammontati a 1.799 miliardi.
Prosegue, seppure a ritmo meno sostenuto, l’aumento dei prestiti a famiglie e società non finanziarie (+2,3% contro il 2,7% del mese precedente.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Processo aggiornato al 28 settembre, Zaki resta in carcere
L’annuncio dato da un poliziotto al termine dell’udienza
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MANSURA
14 settembre 2021
15:21
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il processo a Patrick Zaki è stato aggiornato al 28 settembre: lo studente egiziano dell’università di Bologna rimarrà in carcere fino a quella data. L’annuncio è stato dato da un poliziotto al termine della prima udienza del processo che si svolge a Mansura.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il processo a Patrick Zaki è stato aggiornato al 28 settembre: lo studente egiziano dell’università di Bologna rimarrà in carcere fino a quella data. L’annuncio è stato dato da un poliziotto al termine della prima udienza del processo che si svolge a Mansura.
Zaki era ammanettato nella gabbia degli imputati durante la sua udienza durata 5 minutiì e ha salutato a mani giunte una dozzina di parenti, attivisti e i due diplomatici italiani in aula. Ha preso la parola lamentando in sostanza di essere stato detenuto oltre il periodo legalmente ammesso per i reati minori di cui è accusato adesso. La legale ha chiesto l’accesso al suo dossier per avere certezza che le accuse di istigazione al terrorismo siano effettivamente decadute, come sembra dalla natura della Corte, ha spiegato una fonte. Barba, occhiali e codino, Patrick era vestito tutto di bianco con camicia, pantaloni larghi e scarpe da tennis. Ha parlato con impeto davanti a un giudice principale, uno a latere e un cancelliere.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Alto Adige “alcune classi già ritornate in Dad”
Kompatscher, “screening per evitare grossi focolai nelle scuole”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
14 settembre 2021
15:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In Alto Adige, dove l’anno scolastico è iniziato il 6 settembre, “alcune classi sono già in Dad” per casi di positività tra alunni oppure tra i professori.
Lo ha confermato il governatore Arno Kompatscher in conferenza stampa.
“Noi – ha aggiunto – siamo i primi ad avere uno screening, anche se – per il momento – solo parzialmente, mentre il programma nazionale deve ancora partire. Lo screening ci aiuterà ad evitare grossi focolai nelle scuole. I primi casi nelle scuole sono stati scoperti perché le persone, in un modo o l’altro, vengono comunque testate”. Lo screening altoatesino si aggiunge a quello nazionale a campione, ha precisato Kompatscher. “Il ministero alla Salute non ritiene solo utile il nostro screening, ma lo valuta positivo, utile e necessario. Per questo motivo andiamo avanti”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Torna il Praemium Imperiale e vince la speranza
Da Salgado ai giovani del restauro. Franceschini: “è impegno”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
15:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La fotografia? “E’ la mia forma di vita. Io vivo attraverso la fotografia”.
Il grande Salgado si confessa così davanti alle telecamere della tv giapponese, intervistato per il Praemium Imperiale 2021. Alla sua opera di fotografo è andato il riconoscimento per l’arte. E insieme a lui, premiati per la scultura, l’architettura, la musica, ci sono altri tre grandi, l’americano James Turrell con le sue poetiche proiezioni di luce, l’australiano Glenn Murcutt con la sua architettura in sintonia con l’ambiente, il violoncellista Yo-Yo Ma con l’impegno appassionato a promuovere la cultura. Non manca il riconoscimento all’Italia con la Borsa di Studio per la scuola di alta formazione dell’Istituto Centrale per il Restauro. “Per noi un impegno a investire ancora di più”, sottolinea il ministro della Cultura Franceschini. Annunciato in contemporanea nelle grandi capitali del mondo, il premio della Japan Art Association, considerato al pari di un Nobel per l’arte, torna dopo un anno di stop dovuto alla pandemia. E proprio per il cataclisma che questi mesi hanno provocato anche nello spettacolo, c’è l’assenza pesante del cinema e teatro i cui candidati, sottolinea Lamberto Dini, consigliere internazionale del Premio, non sono riusciti a raccogliere i requisiti necessari.
Tant’è, in una cerimonia tutta al maschile, spicca la presidente dell’Icr Alessandra Marino, che non senza una certa emozione accoglie i 38 mila euro che arrivano a premiare il lavoro della Scuola: “Un segno che ci vuole dedizione, costanza, impegno, ma anche tanta gioiosa passione”, sottolinea lei pensando ai 111 allievi. Nelle interviste video ai premiati, intanto, la parola che ricorre di più, quella che corre di bocca in bocca, è “speranza”. Un sentimento che si ritrova nella grandezza della natura ritratta da Salgado come nelle architetture di Murcutt, così attente alle esigenze dell’uomo, o nei concerti di Yo-Yo Ma dai teatri di guerra. Artista, filosofo, pilota, è Turrell a sintetizzare questo mood. “Non puoi essere artista se non sei ottimista”, sorride. La stessa speranza che accende l’eccellenza italiana del restauro e i suoi giovani allievi destinati a portare le loro alte competenze in tutto il mondo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Papa ai Rom: la Chiesa è casa vostra, nessuno vi tenga fuori
Francesco, ‘Passare dalle chiusure all’integrazione’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
KOSICE
14 settembre 2021
16:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Nessuno nella Chiesa deve sentirsi fuori posto o messo da parte”. Lo ha detto papa Francesco nell’incontro con la comunità Rom a Kosice.
“Sì, la Chiesa è casa, è casa vostra. Perciò – vorrei dirvi con il cuore – siete benvenuti, sentitevi sempre di casa nella Chiesa e non abbiate mai paura di abitarci. Nessuno tenga fuori voi o qualcun altro dalla Chiesa!”, ha aggiunto il Pontefice, dopo il ricordo, da parte di un testimone, di quanto disse Paolo VI nell’incontro con i nomadi a Pomezia, il 26 settembre 1965: “Voi nella Chiesa non siete ai margini… Voi siete nel cuore della Chiesa”.
“Cari fratelli e sorelle, troppe volte siete stati oggetto di preconcetti e di giudizi impietosi, di stereotipi discriminatori, di parole e gesti diffamatori. Con ciò tutti siamo divenuti più poveri, poveri di umanità. Quello che ci serve per recuperare dignità è passare dai pregiudizi al dialogo, dalle chiusure all’integrazione”, ha aggiunto. “Giudizi e pregiudizi aumentano solo le distanze – ha detto -. Contrasti e parole forti non aiutano. Ghettizzare le persone non risolve nulla. Quando si alimenta la chiusura prima o poi divampa la rabbia. La via per una convivenza pacifica è l’integrazione”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 4.021 positivi, superati i 130mila morti in Italia
Tasso positività scende all’1,3, in calo intensive e ricoveri
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
16:53
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia supera le 130mila vittime per Covid dall’inizio della pandemia: in base dai dati del ministero della Salute, l’incremento nelle ultime 24 ore è stato di 72 morti, che porta il totale a 130.027. Sono invece 4.021 i casi positivi individuati nelle ultime 24 ore con 318.593 tamponi antigenici e molecolari che fanno scendere il tasso di positività all’1,3%, un punto meno di ieri.
In calo anche il numero dei ricoverati in terapia intensiva – sono 554, nove meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite – e nei reparti ordinari: ad oggi ci sono 4.165 pazienti, 35 meno di ieri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi, spendere risorse Pnrr in modo efficiente e onesto
‘Serve responsabilità, vita Andreatta ci soffre esempio attuale’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
17:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ho spesso ricordato come le ingenti risorse del programma Next Generation Ue debbano richiamarci al senso di responsabilità. Non solo verso l’Ue, ma verso noi stessi e le nuove generazioni.
Abbiamo il dovere di spendere in maniera efficiente e onesta. E di avviare un percorso di riforme per rendere l’economia italiana più giusta e più competitiva, capace di riprendere un sentiero di crescita che abbiamo abbandonato un quarto di secolo fa. La vita di Andreatta, che è stato uno tra i più tenaci costruttori dell’integrazione europea in Italia, ci offre un esempio sempre attuale.” Lo ha sottolineato il premier Mario Draghi a Bologna.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Energia: Salvini, chiesto a Draghi tagli su tasse bollette
In modo che questo aumento arrivi a zero
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 settembre 2021
17:06
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ho espresso la mia solidarietà e ho appena parlato con il Ministro dell’Ambiente Cingolani. Non è possibile aspettare che le bollette della luce e del gas aumentino del 40%”.
Lo ha detto il leader della Lega e senatore, Matteo Salvini, a margine di una visita a Mercato centrale di Milano. “Quindi ho chiesto fortemente a nome della Lega al governo e al presidente Draghi in primis interventi per tagliare la parte di tasse che appesantisce le bollette” ha concluso, in modo “che questo aumento arrivi a zero”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi cita Andreatta,cose vanno fatte perché si devono fare
‘ E non per avere un risultato immediato’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
17:14
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Da ministro, Andreatta si è mosso in modo coraggioso e onesto in anni drammatici per la Repubblica, e non ha esitato a prendere decisioni necessarie anche quando impopolari. “Le cose vanno fatte perché si devono fare, non per avere un risultato immediato,” come sintetizzò con efficacia.” Lo ha sottolineato il premier Mario Draghi in un passaggio del suo intervento all’Intitolazione dell’Aula Magna della Bologna Business School a Beniamino Andreatta.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi, ora Ue sia più forte economicamente e militarmente
Roma e Berlino hanno stesso obiettivo, sottolinea il premier
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
17:16
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Trovo molto appropriato il motto che la Camera di Commercio ha scelto per festeggiare il suo centenario: “Crescere Zusammen” – Crescere Insieme. Dopo i drammi della pandemia, vogliamo procedere uniti su un percorso di sviluppo rapido, inclusivo e sostenibile.
Germania e Italia condividono lo stesso obiettivo strategico: il completamento del percorso di integrazione europea. Un’Europa più forte dal punto di vista economico, diplomatico e militare è il solo modo per avere un’Italia più forte e una Germania più forte”. Lo ha detto il premier Mario Draghi in un videomessaggio al 15/o Forum economico italo-tedesco.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green Pass: Salvini, d’accordo con Zaia, uso sia limitato
‘Ho appena sentito presidente Regione Veneto’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
17:27
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Regione Lombardia ormai ha vaccinato più dell’80% dei suoi cittadini, volontariamente e spontaneamente. Quindi non servono obblighi o costrizioni, ci hanno detto che l’immunità si sarebbe raggiunta con il 70% o l’80% delle vaccinazioni, quindi ci siamo.
-Ringraziamo chi si è vaccinato, io tra loro, ma non possiamo rovinare la vita di chi ha fatto un’altra scelta.” Lo ha detto Matteo Salvini a margine del Mercato Centrale. “Ho appena sentito Zaia, che ribadisce che va usato in maniera limitata. Noi siamo contro l’obbligo vaccinale, siamo per la spiegazione e l’educazione. Sono perfettamente d’accordo con quanto dichiarato da Zaia”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Energia: Misiani(Pd),governo agisca contro aumento bollette
Mazzata per famiglie e imprese, compromette ripresa
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
17:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il caro bollette è una mazzata per le famiglie e le imprese e rischia di compromettere la ripresa.
Come PD chiediamo al governo di stanziare le risorse necessarie per tutelare i consumatori dagli aumenti.

L’impennata senza precedenti delle bollette energetiche conferma la necessità di rafforzare gli strumenti per rendere socialmente sostenibile la transizione ecologica. Paesi come Spagna e Germania stanno varando iniziative legislative, spostando parte degli oneri di sistema ad altre fonti di finanziamento”. Così su Fb, Antonio Misiani, responsabile Economia nella Segreteria del Pd.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Frecce Tricolori: Mattarella e Casellati al 60/ anniversario
Air show a Rivolto (Udine) in programma sabato e domenica
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
RIVOLTO
14 settembre 2021
17:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Due giorni di grande festa, sabato 18 e domenica 19, con un Air show internazionale per celebrare il 60/o anniversario delle Frecce Tricolori si svolgeranno a Rivolto (Udine), storica sede della Pattuglia Acrobatica Nazionale, alla presenza delle massime cariche istituzionali, tra cui il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e la Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.
Il momento clou, con l’esibizione delle Frecce, sarà trasmesso in diretta su Raiuno, anche perché, per le limitazioni anti-Covid, hanno potuto ricevere il permesso di accesso alla Base soltanto 8 mila persone, ovviamente munite di Green pass.

Stamani il vice presidente della Regione Fvg, Riccardo Riccardi.
Il comandante delle Frecce, Gaetano Farina, ha assicurato che quelli del prossimo weekend saranno due giorni di festa del volo, interverranno quasi tutti gli assetti dell’Aeronautica militare – in volo e a terra, in mostra statica – e numerose pattuglie acrobatiche da tutta Europa. Il programma prevede venerdì prove in volo non aperte al pubblico e poi l’apertura dei cancelli della Base sabato dalle 10 alle 15. Lo show in volo inizierà verso le 12.30; il programma si concluderà alle 18.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Afghanistan: Draghi, obbligo morale su diritti e aiuti
‘Vediamo immagini buie, per donne rischio divieto anche sport’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
17:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In Afghanistan “negli ultimi giorni, stiamo assistendo a immagini che ci riportano agli anni più bui nella storia del Paese. In particolare, alle donne, che negli scorsi venti anni avevano riacquistato diritti basilari, come quello all’istruzione, oggi rischia di essere vietato persino di praticare sport, reprimendo altresì la loro rappresentanza nel governo.
Come comunità internazionale abbiamo un obbligo morale verso un Paese in cui siamo stati per venti anni”. Lo dice Mario Draghi al G20 Interfaith Forum.
“Un obbligo di aiuto umanitario, di prevenzione del terrorismo, di sostegno alla tutela dei diritti umani”, aggiunge.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I libri di scuola si ritirano in edicola, il mercato cresce
Andrea Liso, ad di M-dis: gli ordini stanno andando fortissimo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
17:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Niente più file o ricerche in librerie lontane: i libri scolastici si possono ritirare anche in edicola. E’ uno dei servizi portati avanti dalla M-dis, società del gruppo Rcs, che con PrimaEdicola.it sta sviluppando questo tipo di business.
I testi, anche usati, possono essere ordinati su Libraccio.it e ritirati a due passi da casa. “Gli ordini stanno andando fortissimo – afferma Andrea Liso, ad di M-dis -. I numeri sono molto interessanti, il fatto di non dover fare la coda o aspettare i libri sta pagando”. La società ha dato vita nel 2014 al sito PrimaEdicola.it come piattaforma per automatizzare il processo di gestione ordini, spedizione dai magazzini e per garantire la tracciatura della consegna di prodotti arretrati nelle edicole, come un qualsiasi sito di e-commerce. Il lettore può, in sostanza, scegliere, oltre al prodotto editoriale di interesse, l’edicola presso la quale pianificare la consegna di un altro prodotto. “Un’altra categoria che sta andando molto bene è la cancelleria – afferma Liso -. E’ vero che sono prodotti si trovano anche al supermercato o in cartoleria, ma dai numeri che vediamo stiamo fornendo un servizio valido ed è una piacevole scoperta. L’edicola si sta dotando in maniera sistematica di prodotti di cancelleria – afferma -. Noi compriamo agli stessi prezzi dei grossisti e consentiamo agli edicolanti di essere competitivi rispetto alla cartoleria e alla grande distribuzione”.
PrimaEdicola.it offre, infatti, oltre alla possibilità di prenotare e ritirare nell’edicola sotto casa i mensili o settimanali che si sono persi, gli allegati o gli speciali arretrati, i supplementi introvabili, un servizio di shop B2B per consentire agli edicolanti di acquistare prodotti di marca in stock a condizioni favorevoli. In Italia su 26 mila edicole, la metà hanno aderito al progetto (+8% sul 2019). Nei primi 6 mesi dell’anno sono state circa 103 mila le prenotazioni di collane con un incremento del 115%, in aumento del 31% anche gli ordini di arretrati cartacei e del 30% quelli dei pacchi, mentre gli accessi al sito hanno raggiunto una media mensile di oltre 400 mila con una crescita del 49%.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Orlando, reddito cittadinanza? Lo ha fatto Salvini
Togliendolo saremmo tra pochi in Ue senza arma lotta povertà
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
18:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Reddito di cittadinanza? Si possono rivedere tante cose ma se si togliesse domattina saremmo uno dei pochi Paesi in Europa a non avere uno strumento nella lotta alla povertà. Peraltro il reddito non lo abbiamo fatto noi, ma Salvini: se lo dice lui che non va bene…”.
Lo ha detto il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, parlando al congresso nazionale del sindacato di polizia Siap ed esprimendo il suo “no alla crociata con l’idea che se uno è povero è colpa sua”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi: ‘Aiutare l’Afghanistan è un obbligo morale per tutti’
‘Opporsi a chi vuole privarci dei valori in nome della fede’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
19:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La religione non deve essere mai strumentalizzata. Nei casi peggiori, è stata usata per giustificare la violenza, la privazione dei diritti fondamentali, o indirizzare il favore popolare verso fini politici molto terreni.
Al terrore, alla sopraffazione anche subdola che vuole privarci dei nostri valori in nome della religione dobbiamo opporci”. Lo dice il premier Mario Draghi al G20 Interfaith Forum, a Bologna:

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

In Afghanistan “negli ultimi giorni, stiamo assistendo a immagini che ci riportano agli anni più bui nella storia del Paese. In particolare, alle donne, che negli scorsi venti anni avevano riacquistato diritti basilari, come quello all’istruzione, oggi rischia di essere vietato persino di praticare sport, reprimendo altresì la loro rappresentanza nel governo. Come comunità internazionale abbiamo un obbligo morale verso un Paese in cui siamo stati per venti anni”, sottolinea Draghi. “Un obbligo di aiuto umanitario, di prevenzione del terrorismo, di sostegno alla tutela dei diritti umani”, aggiunge.
“L’altro dovere che abbiamo come Occidente, e in particolare come Europa, è la tutela di chi decide di lasciare l’Afghanistan. L’Italia ha aiutato circa 5.000 cittadini afghani a fuggire dagli enormi rischi a cui erano esposti. È stato uno sforzo significativo, di cui dobbiamo essere orgogliosi, ma che non può esaurirsi ora. L’ Ue non deve ignorare il dramma di queste persone, né la portata storica di questi eventi”, afferma il premier. “Dobbiamo dimostrare di essere all’altezza di questa crisi e dei valori che diciamo di rappresentare”, ha aggiunto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Per sconfiggere la pandemia, la campagna di vaccinazione deve procedere spedita ovunque. Solo così potremo salvare vite, frenare il contagio, evitare l’emergere di pericolose varianti. A oggi, però, soltanto il 2% della popolazione dei Paesi più poveri ha ricevuto almeno una dose di vaccino – a fronte del 42% della popolazione mondiale. Al Global Health Summit di Roma, le case farmaceutiche hanno promesso di fornire entro la fine di quest’anno 1,3 miliardi di dosi a prezzi calmierati per gli Stati a basso e medio reddito. Altri 2 mld saranno distribuiti entro il 2022”, spiega il premier.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A Firenze una targa sulla casa natale di Terzani
Apposta in via Pisana, nel giorno del suo 83/o compleanno
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
14 settembre 2021
18:28
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE – “Giornalista scrittore viaggiatore d’oriente”: si legge in una targa che ricorda a Firenze il giornalista e scrittore Tiziano Terzani. È quanto ha deciso il Comune inaugurandola il 14 settembre, giorno in cui Terzani avrebbe compiuto 83 anni.
La targa è stata apposta in via Pisana 147, sull’edificio della sua casa natale. Per la famiglia sono intervenuti la moglie Angela Staude Terzani e il figlio Folco Terzani. La casa nel rione di Monticelli, di poco fuori dalla porta San Frediano, fra i residenti di lunga data del quartiere è ben nota e rivendicata come motivo di prestigio per l’appartenenza di Terzani a questa zona di Firenze. “Per Tiziano Terzani: giornalista, scrittore, viaggiatore d’Oriente – ha scritto il sindaco Dario Nardella su Twitter -. Oggi 14 settembre, in occasione di quello che sarebbe stato il suo 83esimo compleanno, Firenze lo ricorda in via Pisana 147, sua casa natale”. Presenti, tra gli altri, gli assessori Alessandro Martini (toponomastica), Tommaso Sacchi (cultura), il presidente del Quartiere 5 Mirko Dormentoni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: al Senato slitta a mercoledì. Salvini: tamponi gratis
Primo sì della Lega su scuola e trasporti pubblici
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
19:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Slittano a mercoledì mattina alle 9.30 i lavori dell’Aula del Senato sul dl Green pass. Lo slittamento per permettere alla commissione Affari costituzionali di proseguire i lavori.
La commissione è attualmente impegnata sul voto dei 103 emendamenti presentati.
Sì della Lega, seppur su un semplice parere, al decreto che introduce il green pass nelle scuole e nei trasporti pubblici, all’esame della Commissione Affari sociali della Camera. In Commissione per le Politiche Ue la Lega ha votato per dare il parere favorevole al decreto, insieme agli altri partiti della maggioranza. Un piccolo giallo era sorto in mattinata dato che il capogruppo della Lega in Commissione, Alessandro Giglio Vigna, aveva chiesto uno slittamento della seduta, per lo scarso preavviso di convocazione. Quando tuttavia la seduta si è svolta la Lega ha votato a favore del decreto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Intanto in Commissione Affari sociali sono stati presentati 269 emendamenti. La presidente Marialucia Lorefice (M5s) ne ha dichiarati inammissibili 28 per estraneità di materia, mentre altri due sono stati ritirati dal proponente. Tuttavia il governo ha ieri a sua volta presentato un emendamento con i contenuti del decreto 122, quello approvato venerdì in Consiglio dei ministri, contenente l’ulteriore estensione del green pass.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Entro domani dovranno essere depositati i sub-emendamenti, dopo di che si inzierà il voto, con l’obiettivo di concludere venerdì.
“Ho chiesto al ministro d’Incà se il governo intende mettere la fiducia. Al momento non è ancora deciso, è possibile, ma non è ancora scontato. Noi non faremo ostruzionismo ma avremmo il piacere di votare i nostri emendamenti”. Lo dice Luca Ciriani, capogruppo di Fratelli d’Italia al Senato, a margine della conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama. Gli emendamenti “possiamo anche ridurli notevolmente, alle parti essenziali, ma avremmo piacere di poterci confrontare in Aula – prosegue Ciriani – La nostra proposta al governo è quella di metterci d’accordo su pochi emendamenti da votare domani in aula evitando la fiducia”.
“Continuiamo a insistere su questo. Noi chiediamo milioni di tamponi rapidi gratuiti o a basso prezzo per milioni di famiglie di italiani in difficoltà”. Lo ha detto il leader della Lega e senatore, Matteo Salvini, a margine della sua visita al Mercato Centrale della Stazione centrale di Milano. “Il tampone rapido e gratuito è una soluzione, spero che nessuno si metta di traverso”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fontana, ora si può parlare di ‘immunità di gregge’
Governatore Lombardia, 80% vaccinazioni è traguardo importante
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 settembre 2021
19:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi abbiamo raggiunto l’80% della popolazione lombarda vaccinata con ciclo completo. Un traguardo importante che ci fa sentire più tranquilli, considerato che per la maggior parte delle infezioni sopra tale soglia si comincia a parlare di ‘immunità di gregge’.
Credo che, se chi ancora non ha aderito si convincerà, le problematiche legate al Covid si ridurranno in maniera sostanziale e, mi auguro, definitiva”. Lo ha detto il presidente di Regione Lombardia a margine della conferenza stampa di presentazione dell’evento ‘High Summit 26’, questo pomeriggio, a Palazzo Lombardia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ministero ‘salva’ continuità territoriale aerei Sardegna
Voli garantiti anche dopo il 15/10, bando Regione per sette mesi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 settembre 2021
19:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I collegamenti aerei in regime di continuità territoriale da e per la Sardegna, attualmente affidati ad Alitalia, non subiranno interruzioni a causa della cessazione delle attività della compagnia il 15 ottobre. Il ministro delle Infrastrutture Enrico Giovannini ha firmato il decreto che stabilisce il regime per garantire che i servizi ‘onerati’ sulle rotte da Cagliari, Olbia e Alghero verso Roma Fiumicino e Milano Linate, possano proseguire.

Nelle more della definizione di un nuovo progetto di servizi onerati – spiega una nota del Ministero – sul quale, dopo un fitto confronto, si è peraltro già ottenuta la sostanziale condivisione della Commissione europea, la Regione Sardegna può attivare immediatamente la selezione, con rito abbreviato, del vettore cui affidare per i prossimi sette mesi i voli da e per l’isola.
D’intesa con la Commissione europea, sono stati ravvisati nella cessazione delle attività di Alitalia gli estremi della “improvvisa interruzione del servizio”, prevista dall’articolo 16 comma 12 del Regolamento (CE) n. 1008/2008, che legittima la procedura abbreviata di affidamento.
La selezione da parte della Regione Sardegna, in linea con le indicazioni di Bruxelles, avverrà applicando il nuovo regime di servizi onerati sul quale si sta concludendo il confronto con la Commissione europea.
In parallelo verranno completate le attività per l’affidamento a procedura ordinaria dei servizi di volo per la continuità territoriale su un arco temporale pluriennale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Verso Cdm su Green Pass giovedì, in stand by riforma fisco
Dl su “super certificato verde” sarà limato in prossime ore
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
19:27
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il governo va verso l’introduzione dell’estensione del Green Pass in Consiglio dei ministri giovedì. E’ quanto si apprende da diverse fonti di governo che confermano, come l’esecutivo sia pronto al decreto sul “super Green Pass”.
Pressoché certa l’estensione del certificato verde per il settore pubblico anche se alcuni aspetti del dl andranno limati nelle prossime ore. Mentre per l’estensione ai privati potrebbe essere necessaria un’ulteriore riflessione. E, anche sulla riforma del fisco, spiegano fonti del governo, sarebbero necessari “ulteriori approfodimenti”. Difficile, quindi, che la delega approdi in Cdm questa settimana.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Inchiesta “Petrolmafie”, chiesto processo per 85 persone
Coinvolto anche presidente Provincia di Vibo Valentia, Solano
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
14 settembre 2021
19:33
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Dda di Catanzaro ha chiesto il rinvio a giudizio per 85 persone coinvolte nel procedimento denominato “Petrolmafie”, considerato la naturale prosecuzione dell’operazione “Rinascita-Scott”.
L’inchiesta è incentrata su alcuni imprenditori vibonesi, i D’Amico, attivi nel settore del commercio di carburanti, ritenuti dall’accusa espressione della cosca Mancuso di Limbadi nonché collegati alle articolazioni ‘ndranghetistiche sia della provincia di Vibo Valentia (Bonavota di Sant’Onofrio, gruppo di San Gregorio, Anello di Filadelfia e Piscopisani) che del reggino (cosca Piromalli, cosca Italiano di Delianuova, cosca Pelle di San Luca).

Tra le persone per le quali é stato chiesto il processo c’é il presidente della Provincia di Vibo Valentia e sindaco di Stefanaconi, Salvatore Solano, accusato di corruzione, scambio elettorale politico-mafioso e turbata libertà degli incanti con l’aggravante mafiosa.
L’udienza preliminare è stata fissata dal gip per il 4 ottobre nell’aula bunker di Lamezia Terme.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi: ‘Fare quello che si deve, anche se è impopolare’
Il governo va verso l’introduzione dell’estensione del Green pass in Consiglio dei ministri giovedì
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
09:07
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi a Bologna cita Andreatta e dice: ‘”Le cose vanno fatte perché si devono fare, non per avere un risultato immediato’ anche quando sono impopolari, ha sottolineato. Il governo lavora al Green pass esteso ma è ancora tensione con la Lega: Salvini si dice d’accordo con Zaia per un ‘uso limitato’ del certificato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il governo va verso l’introduzione dell’estensione del Green Pass in Consiglio dei ministri giovedì. E’ quanto si apprende da diverse fonti di governo che confermano, come l’esecutivo sia pronto al decreto sul “super Green Pass”. Pressoché certa l’estensione del certificato verde per il settore pubblico anche se alcuni aspetti del dl andranno limati nelle prossime ore. Mentre per l’estensione ai privati potrebbe essere necessaria un’ulteriore riflessione. E, anche sulla riforma del fisco, spiegano fonti del governo, sarebbero necessari “ulteriori approfodimenti”. Difficile, quindi, che la delega approdi in Cdm questa settimana.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Da ministro, Andreatta si è mosso in modo coraggioso e onesto in anni drammatici per la Repubblica, e non ha esitato a prendere decisioni necessarie anche quando impopolari. “Le cose vanno fatte perché si devono fare, non per avere un risultato immediato,” come sintetizzò con efficacia.” Lo ha sottolineato il premier Mario Draghi in un passaggio del suo intervento all’Intitolazione dell’Aula Magna della Bologna Business School a Beniamino Andreatta.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Regione Lombardia ormai ha vaccinato più dell’80% dei suoi cittadini, volontariamente e spontaneamente. Quindi non servono obblighi o costrizioni, ci hanno detto che l’immunità si sarebbe raggiunta con il 70% o l’80% delle vaccinazioni, quindi ci siamo. -Ringraziamo chi si è vaccinato, io tra loro, ma non possiamo rovinare la vita di chi ha fatto un’altra scelta.” Lo ha detto Matteo Salvini a margine del Mercato Centrale. “Ho appena sentito Zaia, che ribadisce che va usato in maniera limitata. Noi siamo contro l’obbligo vaccinale, siamo per la spiegazione e l’educazione. Sono perfettamente d’accordo con quanto dichiarato da Zaia”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Slittano a stamani, i lavori dell’Aula del Senato sul dl Green pass, originariamente previsti per oggi pomeriggio alle 16. Lo si apprende al termine della capigruppo. Lo slittamento per permettere alla commissione Affari costituzionali di proseguire i lavori. La commissione è attualmente impegnata sul voto dei 103 emendamenti presentati.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il pressing dei partiti, intervenire subito sulle bollette
Cingolani: ‘Il governo impegnato per mitigarle’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
09:03
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Da Salvini al Pd, da Fi a LeU: tutti concordi nel chiedere al governo di intervenire per il taglio delle bollette che, secondo il ministro Cingolani, rischiano di crescere del 40%. Salvini: ‘Ho chiesto a Draghi di portare a zero l’aumento delle tasse in bolletta’.
E il premier, intervenendo al forum italo-tedesco ha detto: ‘Lo Stato deve essere pronto ad aiutare cittadini e imprese nell’affrontare i costi di questa complessa trasformazione’ legata al Next Generation Ue.

“I dati tendenziali sugli aumenti dei costi dell’energia sono noti e monitorati da tempo dagli addetti ai lavori: le variazioni delle bollette sono stabilite ogni trimestre dall’autorità per l’energia sulla base del costo delle materie prime come il gas e dal costo della CO2”. Lo sottolinea il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani. “Il governo è fortemente impegnato per la mitigazione dei costi delle bollette dovuti a queste congiunture internazionali e per fare in modo che la transizione verso le energie più sostenibili sia rapida e non penalizzi le famiglie”, conclude il ministro.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ho espresso la mia solidarietà e ho appena parlato con il Ministro dell’Ambiente Cingolani. Non è possibile aspettare che le bollette della luce e del gas aumentino del 40%”. Lo ha detto il leader della Lega e senatore, Matteo Salvini, a margine di una visita a Mercato centrale di Milano. “Quindi ho chiesto fortemente a nome della Lega al governo e al presidente Draghi in primis interventi per tagliare la parte di tasse che appesantisce le bollette” ha concluso, in modo “che questo aumento arrivi a zero”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il caro bollette è una mazzata per le famiglie e le imprese e rischia di compromettere la ripresa. Come PD chiediamo al governo di stanziare le risorse necessarie per tutelare i consumatori dagli aumenti. L’impennata senza precedenti delle bollette energetiche conferma la necessità di rafforzare gli strumenti per rendere socialmente sostenibile la transizione ecologica. Paesi come Spagna e Germania stanno varando iniziative legislative, spostando parte degli oneri di sistema ad altre fonti di finanziamento”. Così su Fb, Antonio Misiani, responsabile Economia nella Segreteria del Pd.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Questo aumento delle bollette è assolutamente eccessivo, qualunque siano le ragioni globali che lo provocano. Ci vuole un intervento del governo per ridurre una tantum gli oneri di sistema e così limitare un impatto che è una gelata sui consumi delle #famiglie e sulla #ripresa.” Lo scrive in un tweet il segretario del Pd Enrico Letta.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Si rispetti la volontà del Parlamento, che attraverso la commissione Finanze si è espressa, pressoché all’unanimità, sul fatto di evitare la revisione del catasto, aumentando di fatto la tassazione sugli immobili”. Così il deputato di Forza Italia, Sestino Giacomoni, membro del coordinamento di presidenza del partito. “Così come, per quanto riguarda l’aumento delle bollette, troviamo insieme, in commissione, una soluzione. Forza Italia ha una sua proposta: niente Iva, a fronte di un aumento così sostanzioso delle bollette. Lo Stato abbia il coraggio di non imporre alcuna gabella”, conclude.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cingolani, governo impegnato per mitigare bollette
Evitare transizione penalizzi famiglie
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
20:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“I dati tendenziali sugli aumenti dei costi dell’energia sono noti e monitorati da tempo dagli addetti ai lavori: le variazioni delle bollette sono stabilite ogni trimestre dall’autorità per l’energia sulla base del costo delle materie prime come il gas e dal costo della CO2”. Lo sottolinea il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani.
“Il governo è fortemente impegnato per la mitigazione dei costi delle bollette dovuti a queste congiunture internazionali e per fare in modo che la transizione verso le energie più sostenibili sia rapida e non penalizzi le famiglie”, conclude il ministro.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“I dati tendenziali sugli aumenti dei costi dell’energia sono noti e monitorati da tempo dagli addetti ai lavori: le variazioni delle bollette sono stabilite ogni trimestre dall’autorità per l’energia sulla base del costo delle materie prime come il gas e dal costo della CO2”. Lo sottolinea il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani.
“Il governo è fortemente impegnato per la mitigazione dei costi delle bollette dovuti a queste congiunture internazionali e per fare in modo che la transizione verso le energie più sostenibili sia rapida e non penalizzi le famiglie”, conclude il ministro.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bufera procure: Csm condanna alla sospensione i 5 ex togati
E’ la sanzione più severa dopo la radiazione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
21:22
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Sezione disciplinare del Csm ha condannato alla sospensione dalle funzioni e dallo stipendio tutti i cinque ex consiglieri che il 9 maggio del 2019 parteciparono con Luca Palamara e i parlamentari Luca Lotti e Cosimo Ferri alla riunione all’hotel Champagne in cui si discusse della nomina del procuratore di Roma. Per gravità si tratta della seconda sanzione, dopo la rimozione dall’ordine giudiziario, che è stata inflitta quasi un anno fa a Palamara.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Luigi Spina, Antonio Lepre e Gianluigi Morlini sono stati condannati alla sospensione per un anno e 6 mesi. Corrado Criscuoli e Paolo Cartoni per mesi . La decisione è arrivata dopo una camera di consiglio durata dieci ore. La procura generale della Cassazione aveva chiesto per tutti la condanna alla sospensione: due anni per Spina, Lepre e Morlini e un anno invece per Criscuoli e Paolo Cartoni. La sentenza è ricorribile davanti alle Sezioni Unite della Cassazione. Se la sospensione venisse confermata dalla Suprema Corte, durante la sua durata verrebbe comunque corrisposto un assegno alimentare.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Tar Sardegna, sanitari no vax non tornano al lavoro
Respinta sospensione cautelare, mesi per fissare merito
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 settembre 2021
22:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Non è una sentenza breve, come tutti si aspettavano, ma un’ordinanza quella che questa sera ha respinto l’istanza di sospensiva cautelare chiesta dai 173 operatori sanitari, tra medici, infermieri e Oss, contro l’allontanamento dal lavoro perché non si erano vaccinati contro il Covid. L’opposizione dei legali dei ricorrenti alla trattazione diretta ha impedito la sentenza breve, ma l’ordinanza scritta dalla prima sezione del Tar Sardegna presieduta dal giudice Dante D’Alessio, appare quasi come un’anticipazione del giudizio finale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salvini: ‘Una centrale nucleare in Lombardia? Nessun problema’
Lo afferma il leader della Lega a Radio anch’io su Radio Rai
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
12:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Metterei una centrale nucleare in Lombardia? Che problema c’è”. Lo afferma il leader della Lega, Matteo Salvini a Radio anch’io su Radio Rai.  “La Svezia di Greta ha 8 centrali.
Ci sono centrali nei centri storici di grandi città: a Copenaghen c’è un termovalorizzatore in centro città, con una pista di sci”, aggiunge.
“Aspettiamo la proposta sul green pass. Non commento i se, se c’è il contatto con il pubblico avrebbe senso, altrimenti se uno è chiuso nel suo ufficio che senso avrebbe? Ma ripeto, non commento i se, aspetto il testo. Occorre equilibro, non ci sto alle tifoserie”, afferma inoltre il leader della Lega.
“Per non far alzare la bolletta, il governo deve abbassare le tasse – dice Salvini – Chi paga 100 euro, la maggioranza di quei 100 euro sono costi come l’Iva. Il governo deve ridurre l’Iva”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass, via libera Senato al decreto con 189 sì, è legge
Solo 32 i contrari e 2 gli astenuti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
12:32
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Via libera definitivo dall’Aula del Senato al primo dl Green pass che estende l’uso della carta verde per ristoranti, spettacoli e competizioni sportive, mostre, piscine, palestre e proroga lo stato di emergenza nazionale fino al 31 dicembre 2021. La fiducia posta dal governo al provvedimento ha ottenuto 189 voti favorevoli, 32 contrari e 2 astenuti.
Queste misure diventano legge.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Inflazione: Istat, ad agosto sale al 2%, top da 2013
Rivista al ribasso dalle stime preliminari, trainano energetici
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
10:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ad agosto, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, è salito dello 0,4% su base mensile e del 2,0% su base annua (da +1,9% del mese precedente); la stima preliminare era +2,1%. Lo rileva l’Istat precisando che l’inflazione tocca un livello che non si registrava da gennaio 2013 (quando fu +2,2%), a causa per lo più dei prezzi dei beni energetici che continuano ad avere una crescita molto ampia sia per la componente regolamentata sia per quella non regolamentata.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: nuovo record del debito pubblico
L’energia spinge l’inflazione, ad agosto top dal 2013. I prezzi dei beni energetici continuano ad avere una crescita molto ampia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
16:00
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo record del debito pubblico. A luglio, secondo le rivelazioni della Banca d’Italia nella pubblicazione sulla finanza pubblica, il debito delle Amministrazioni pubbliche è aumentato di 29,7 miliardi su giugno, risultando pari a 2.725,9 miliardi.
L’incremento è dovuto all’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (36,3 miliardi, a 120,8), che ha più che compensato l’avanzo di cassa delle Amministrazioni pubbliche (7,1 miliardi). L’effetto di scarti e premi all’emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione dei tassi di cambio ha aumentato il debito per 0,4 miliardi.
Ad agosto, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, è salito dello 0,4% su base mensile e del 2,0% su base annua (da +1,9% del mese precedente); la stima preliminare era +2,1%. Lo rileva l’Istat precisando che l’inflazione tocca un livello che non si registrava da gennaio 2013 (quando fu +2,2%), a causa per lo più dei prezzi dei beni energetici che continuano ad avere una crescita molto ampia sia per la componente regolamentata sia per quella non regolamentata.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Inditex: nel semestre quasi 12 miliardi ricavi, corre l’online
Massimo storico fatturato,utile,generazione cassa in trimestre
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
11:20
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il gruppo Inditex, che ha tra i suoi marchi Zara, ha registrato ricavi per 11,94 miliardi di euro nel primo semestre, con una crescita del 49% su base annua e del 53% in valute locali. L’utile netto è stato di 1,27 miliardi di euro, rispetto a una perdita di 195 milioni di euro nel primo semestre del 2020.

Le vendite online, nel frattempo, hanno continuato a registrare una crescita significativa: +36% sul primo semestre 2020 e il 137% pre-pandemia. L’e-commerce dovrebbe rappresentare più del 25% delle vendite totali quest’anno.
Il fatturato, l’utile e la generazione di cassa del gruppo nel secondo trimestre, tra maggio e luglio, hanno raggiunto i massimi storici del periodo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Prosecco:Patuanelli,altro Paese non può mettere a rischio Dop
Prosek sarebbe una istituzionalizzazione dell’italian sounding
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
11:21
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ evidente che il prosecco è una Dop italiana e non possiamo accettare che venga messa a rischio da una piccola produzione in un altro paese”. E’ quanto ha affermato il ministro dell’agricoltura Stefano Patuanelli intervistato stamattina a Uno Mattina.

Secondo il ministro “l’eventuale autorizzazione all’uso del Prosek croato sarebbe una istituzionalizzazione dell’italian sounding” e ha annunciato che sta già lavorando con il sottosegretario Centinaio che ha la delega alla sotto filiera vinicola “su un tavolo tecnico che dia le risposte in modo giusto, motivandole in modo concreto”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Senato respinge richiesta FdI per esaminare subito ddl Zan
Pd-LeU, ma dopo le amministrative lo approveremo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
11:39
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Aula del Senato, ad inizio seduta, ha con un voto confermato il calendario deciso dalla conferenza dei capigruppo ieri, respingendo la richiesta di FdI di inserire il ddl Zan già questa settimana.
Il capogruppo di FdI Luca Ciriani ha spiegato che il suo partito con tale richiesta “si è incaricato di fare chiarezza” sul fatto che il centrosinistra “rinuncia definitivamente a questo provvedimento che a luglio sembrava dover essere il discrimine tra l’attuale oscurantismo e la civiltà”.
Ha replicato per il Pd Anna Rossomando che ha definito “strumentale” la richiesta di Fdi visto che nel calendario sono stati inseriti altri provvedimenti “essenziali per i fondi del Recovery Fund” come le riforme del processo civile e di quello penale, oltre al decreto sul green pass. Ma, ha aggiunto, dopo le amministrative “il ddl Zan noi lo approveremo”; linea confermata da Vasco Errani di Leu. Sottolineando la necessità di approvare subito le riforme della giustizia hanno votato contro la proposta di Fdi anche Lega e Fi, così come Iv.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: Conte, partiti non tradiscano missione governo
Completare campagna vaccinale e mettere in sicurezza il Paese
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GROSSETO
15 settembre 2021
11:42
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Questo governo è nato per due obiettivi: completare la campagna vaccinale e mettere in sicurezza il Paese, e per avviare una buona attuazione del Pnrr: una forza politica che ha accettato di partecipare a questo governo e tradisce una di queste due missioni è una forza politica che prende in giro il suo elettorato, non ha idee chiare, e non fa bene al Paese”. Lo ha detto Giuseppe Conte, presidente del M5s, sulle frizioni nella maggioranza sul Green pass.
“Credo che una forza politica che assume una responsabilità di governo debba essere conseguente”, ha proseguito Conte, in una iniziativa elettorale stamani a Grosseto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green Pass:fabbrica cuneese sciopera contro obbligo in mensa
Lavoratori azienda cuneese contro la decisione della proprietà
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BARGE (CUNEO)
15 settembre 2021
11:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sciopero contro l’obbligo del Green Pass nella mensa aziendale. Accade nello stabilimento di Barge (Cuneo) della Itt, multinazionale dell’automotive che produce pastiglie per freni.
A proclamare l’astensione del lavoro i sindacati Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil e Ugl.
Lo sciopero dei 1100 lavoratori dello stabilimento scatterà oggi, nelle ultime due ore di ogni turno di lavoro.
L’azienda ha predisposto una tensostruttura esterna che i dipendenti senza Green Pass possono utilizzare per consumare il pasto che si devono portare da casa. A disposizione degli operai, anche la possibilità di un tampone antigenico, a carico dell’azienda, per ottenere il Green Pass temporaneo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
M5s: Conte, confronto con Pd sarà sempre più serrato
Abbiamo un dialogo continuo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GROSSETO
15 settembre 2021
11:46
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Come dico sempre, abbiamo un dialogo continuo, abbiamo una traiettoria anche più complessiva che ci porterà a un confronto sempre più serrato”. Lo ha detto Giuseppe Conte, presidente del M5s, rispondendo a una domanda sui rapporti con il Pd, a margine di un’iniziativa elettorale a Grosseto dove peraltro alle Comunali M5s e Pd sono alleati nella stessa coalizione che sostiene il candidato a sindaco Leonardo Culicchi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salone Risparmio: Corcos, industria ha retto l’urto del Covid
Ci siamo presi cura del risparmio degli italiani
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
11:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’industria del risparmio gestito “ha retto gli impatti del Covid con una grande capacità di adattamento e lo ha fatto prendendosi cura del risparmio degli italiani. Questo è stato un grande risultato.
La nostra industria ha fronteggiato shock improvvisi e grandi cambiamenti non solo sui mercati ma anche sui clienti e rispetto alle modalità con cui si fa business”. Così il presidente di Assogestioni, Tommaso Corcos, ha aperto i lavori dell’undicesima edizione del Salone del Risparmio che per tre giorni animerà gli spazi del Mico di Milano.
“In questo mare agitato la nostra industria ha saputo tenere la rotta consolidato un decennio di crescita patrimoniale particolarmente positivo, grazie anche all’aiuto di governi, banche centrali e autorità che hanno intrapreso una serie di iniziative per favorire la crescita economica”, ha aggiunto Corcos. “La ripartenza dei mercati finanziari, della raccolta netta ha spinto nel 2020 gli asset in gestione dell’industria globale a quota 92.500 miliardi con una crescita dell’11% rispetto all’anno precedente”, ha spiegato il presidente di Assogestioni, sottolineando che “anche l’Italia è andata bene”.
Secondo gli ultimi dati, a luglio 2021 il patrimonio gestito ha messo a segno un nuovo record storico a 2.545 miliardi e la raccolta netta ha raggiunto i 57,7 miliardi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tumori, l’Aifa approva una cura italiana ad ‘ampio spettro’
Molecola di precisione che agisce su diversi tipi di neoplasie
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
13:20
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Una terapia intelligente ideata in Italia e’ stata approvata da Aifa con una doppia indicazione: contro il tumore al polmone ma anche “ad ampio spettro” per diversi altri tumori. E’ la prima volta che una terapia nasce proprio con questo tipo di indicazione tanto da fare introdurre un nuovo concetto: quello di target agnostico, cioe’ che agisce indipendentemente dall’organo colpito dal tumore.
Il trattamento si è dimostrato efficace in pazienti con tumori solidi di diverso tipo, tra cui sarcoma, carcinoma polmonare non a piccole cellule, tumori MASC (mammary analogue secretory carcinoma) delle ghiandole salivari, carcinoma della mammella secretorio e non secretorio, tumori della tiroide, carcinoma colorettale, neuroendocrino, pancreatico, ovarico, carcinoma endometriale, colangiocarcinoma, tumori gastrointestinali e neuroblastoma cui tumori del polmone, del colon, nel neuroblastoma e in molti altri tumori solidi.
I pazienti che hanno una particolare mutazione, quella NTRK, individuata con un test, potranno accedervi.
Entrectinib e’ un farmaco a bersaglio molecolare la cui creazione ha preso le mosse dagli studi nei laboratori del Nerviano Medical Sciences e proseguita le successive fasi al Niguarda Cancer Center e all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.
Il via libera di AIFA si legge in una nota della Roche “segna una svolta rivoluzionaria nel panorama dell’oncologia di precisione e nel contesto regolatorio nazionale”. “Siamo doppiamente orgogliosi di questo traguardo, raggiunto grazie ad una ricerca scientifica made in Italy e a un iter regolatorio all’avanguardia, che, rispetto agli altri Paesi, ha reso possibile ai pazienti italiani l’accesso a una terapia personalizzata intelligente” ha affermato Maurizio de Cicco, Presidente e Amministratore Delegato di Roche Italia. Filippo de Braud, Professore Ordinario di Oncologia Università degli Studi di Milano e Direttore del Dipartimento di Oncologia Medica e Ematologia Fondazione IRCCS Istituto Nazionale Tumori di Milano ha spiegato che il valore di questa terapia target è ampiamente dimostrato dalle evidenze raccolte nei trial clinici e si ottengono buone percentuali di risposta intracranica, superiori al 50%, in presenza di metastasi cerebrali al basale. Questa terapia può davvero rivoluzionare le prospettive di trattamento per “i pazienti affetti da carcinoma polmonare non a piccole cellule in stadio avanzato ROS1-positivi e per i pazienti con tumori NTRK-positivi. La sua spiccata efficacia gli consente di essere attivo a livello del sistema nervoso centrale, spesso sede di metastasi difficili da trattare, offrendo ai pazienti oncologici nuove possibilità di cura e un miglioramento dell’aspettativa di vita – ha affermato Silvia Novello, Prof.ssa ordinaria di Oncologia Medica presso l’Università degli Studi di Torino e Presidente di WALCE Onlus (Women Against Lung Cancer in Europe). – I trial clinici mostrano una risposta in circa il 70% dei pazienti con carcinoma polmonare NSCLC ROS1-positivo di cui il 35% presentava metastasi cerebrali, evidenziando anche un buon profilo di tollerabilità e maneggevolezza, aspetti fondamentali sia per i clinici sia per i pazienti che possono beneficiare di questa terapia orale. Per il corretto e proficuo impiego di questo, così come degli altri farmaci targeted, è indispensabile identificare i bersagli d’azione, effettuando test di profilazione genomica che identificano le alterazioni genetiche”.  MEDICINA SALUTE E BENESSERE

SCIENZA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Vertice Arrajolos:al via al Quirinale riunione capi di stato
Al termine dichiarazioni alla stampa dei leader
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
11:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ iniziato al Quirinale il 16esimo vertice dei capi di Stato del “Gruppo Arraiolos” o “Uniti per l’Europa”. I presidenti sono arrivati al palazzo del Quirinale in successione e, dopo la classica foto di famiglia, si sono riuniti per il primo panel di lavoro.
Sono presenti a Roma i rappresentanti di Bulgaria, Germania, Estonia, Irlanda, Grecia, Croazia, Lettonia, Ungheria, Malta, Austria, Polonia, Portogallo, Slovenia e Finlandia. Oltre naturalmente l’Italia rappresentata dal padrone di casa Sergio Mattarella.
Dopo una colazione offerta dal presidente Mattarella si svolgerà la seconda sessione di lavoro che sarà conclusa da dichiarazioni alla stampa dei leader nel cortile d’onore del palazzo. Chiuderà la lunga giornata di lavori una cena ufficiale offerta dal presidente della Repubblica in onore di capi di Stato, consorti e delegazioni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Energia: Salvini, Iva pesa 5mld, governo intervenga
Questa è priorità, non Green pass, ius soli o ddl Zan
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 settembre 2021
11:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La nostra attenzione nelle prossime ore è concentrata sul taglio delle tasse per le bollette di luce e gas. C’è un’Iva che sulle bollette pesa per 5 miliardi e quella dipende unicamente dal governo”.
Lo ha detto il leader della Lega e senatore, Matteo Salvini, parlando del rincaro delle bollette a margine di una visita ad un mercato a Milano con il candidato sindaco del centrodestra, Luca Bernardo.
“Quindi mentre ci sono altre discussioni sul green pass, ius soli e ddl Zan la nostra priorità in queste ore sono le bollette”, ha concluso.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Pil: Conte, possiamo centrare +6%, nostre misure utili
“E’ qualcosa di più di un semplice rimbalzo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GROSSETO
15 settembre 2021
12:04
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo per sfiorare ragionevolmente il +6% di Pil, e secondo me forse lo centreremo appieno”. Lo ha detto Giuseppe Conte, presidente del M5s, nel corso di un comizio a Grosseto.
“E’ qualcosa di più di un semplice rimbalzo – ha aggiunto – perché c’è stata la pandemia e la grave recessione: è un segnale molto positivo, è un segnale che le misure che abbiamo predisposto sono utili per mantenere integro il tessuto economico e sociale”. Per Conte “probabilmente avremo una curva di rientro del debito migliore rispetto al disastro che avremmo avuto con le politiche iper-rigoriste che ci hanno soffocato in passato”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Energia:Renzi, transizione verde sfida politica globale
Sbloccare impianti, lavorare su rinnovabili, agevolare riciclo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
12:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La verità è molto semplice: con le tensioni geopolitiche sul gas, l’aumento del costo delle materie prime, la speculazione finanziaria, il peso della tassazione decisa in sede europea, la transizione ecologica rischia di essere un bagno di sangue per le famiglie e per la manifattura”.
Così il leader di Italia Viva, Matteo Renzi nella sua ultima e-news.

“Dobbiamo finalmente sbloccare gli impianti (sette anni fa ci massacrarono per lo Sblocca Italia, ora si capisce quanto fosse importante quel provvedimento), lavorare sulle rinnovabili, agevolare il riciclo e l’economia circolare. Per fare diventare i rifiuti occasione di ricchezza occorrono tecnologie, che abbiamo; impianti, che continuiamo a non voler fare; regole, che non possono essere punitive contro imprese e famiglie. E naturalmente occorre fare della transizione una sfida politica e geopolitica globale, non lasciando questo argomento ai soli professionisti dell’ideologia ma utilizzando tutti gli strumenti di cui il Paese dispone: bilancio, leva fiscale, politica estera, ruolo delle grandi aziende. Tema appassionante e difficile su cui – conclude Renzi – si gioca la credibilità dei politici contro i populisti”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Via alla terza dose, somministrata a 40 soggetti vulnerabili a Rieti
In Lombardia da lunedì via alla terza dose per 150mila persone
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
12:07
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Partita la somministrazione della terza dose di vaccino anticovid: la Asl di Rieti, informa una nota, ha somministrato nella giornata di ieri il vaccino a 40 soggetti vulnerabili. Si tratta di trapiantati di organo solido che avevano già completato il primo ciclo vaccinale nei mesi scorsi.
“Le persone – sottolinea la Asl – sono state contattate direttamente per la somministrazione del vaccino in terza dose presso l’hub vaccinale ‘ex Bosi’ di Rieti. La Asl di Rieti ha già pianificato la somministrazione della dose aggiuntiva, definendo un programma dettagliato dei soggetti vulnerabili che verranno vaccinati”.
“Lunedì prossimo partiremo con la terza dose del vaccino, con una fase della campagna rivolta a una platea di 150mila persone: chemioterapici, trapiantati, persone affette da Hiv e assuntori di farmaci ad alto dosaggio”, ha detto intanto la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, intervenendo a Skytg24, rivolgendo anche un plauso particolare ai ventenni che hanno risposto alla nostra campagna vaccinale con un’adesione dell’89%.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ue: Tajani, bene von der Leyen, serve esercito europeo
Avanti con coraggio verso Unione della difesa
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
12:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Bene la Presidente von der Leyen.
Avanti con coraggio verso un’Unione europea della difesa.

Lavoriamo insieme a Usa e Nato contro terrorismo, guerra batteriologica e cyber-attacchi a tutela dei cittadini. Serve un esercito comune europeo”. Lo scrive su Twitter il Vicepresidente del Partito popolare europeo Antonio Tajani.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass, le nuove misure
Potrebbe entrare in vigore il 15 ottobre
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
15:32
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Potrebbe entrare in vigore il 15 ottobre, a quanto si apprende da diverse fonti governative, il decreto per l’estensione dell’obbligo di Green Pass ai lavoratori del settore pubblico e privato. La data sarà sul tavolo del Consiglio dei ministri di oggi, chiamato a confermarla.
Lo ha stabilito la cabina di regia che si è riunita a Palazzo Chigi sulle nuove misure per l’obbligo del Green Pass per i lavoratori del settore pubblico e di quello privato.
Le misure individuate oggi dovranno essere applicate anche agli organi costituzionali, includendo dunque il Quirinale e la Corte Costituzionale. L’obbligo di vaccinarsi, quindi, riguarderà anche le cariche elettive di Camera e Senato. E’ questo l’invito  che il Governo ha rivolto a tutte quelle istituzioni che, per il principio dell’autodichia, godono di autonomia decisionale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Queste alcune delle misure che sarebbero state messe a punto dalla cabina di regia:
– Le sanzioni: Arriva la sospensione dal lavoro e quindi dallo stipendio dopo 5 giorni di accesso senza il Green pass. La sanzione varrà sia per il pubblico che per il privato. Per chi eluda i controlli viene anche prevista una sanzione pecuniaria. E vengono fatte salve altre sanzioni disciplinari.
– Da 600 a 1.500 euro: Il nuovo decreto che introduce il green pass nel mondo del lavoro prevederebbe sanzioni da 600 a 1.500 euro. E’ quanto avrebbe spiegato il governo, secondo quanto si apprende, nel corso della riunione con Regioni, Comuni e Province. La sanzione riguarderebbe sia chi non mostra il certificato verde sia chi omette i controlli.
– Prezzi dei tamponi calmierati: Si va verso un obbligo generalizzato per le farmacie di praticare prezzi calmierati per i tamponi.  Il costo sarà pari a zero per chi non possa fare il vaccino, 8 euro per i minorenni, 15 euro per i maggiorenni. L’obbligo, viene spiegato, porterà a un incremento del numero delle farmacie che praticano i prezzi calmierati. Ma non è stata accolta la richiesta dei sindacati di tamponi gratis per tutti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
– Condivisione: Una “condivisione sostanziale” dell’impianto del provvedimento di estensione dell’obbligo di Green pass è stata raggiunta nella cabina di regia.
– Gli eventi: Si valuterà il 1 ottobre, in base all’andamento della curva epidemiologica, se aumentare la capienza nei luoghi in cui si svolgono eventi, nei cinema e nei teatri. Il tema è stato posto dal ministro Dario Franceschini e l’orientamento del governo sarebbe favorevole ma la scelta è non compiere passi affrettati, perché aumentare la capienza vorrebbe dire ridurre il distanziamento, dunque si valuterà tra due settimane alla luce dell’andamento della curva dopo l’apertura delle scuole.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
– Le discoteche: Il tema delle discoteche sarebbe stato posto dal ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti e la richiesta di valutarne il 1 ottobre la riapertura sarebbe stata accolta.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
– Volontariato:  Si va verso l’obbligatorietà del Green Pass anche per chi opera nelle associazioni di volontariato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
M5s: Conte, confronto con il Pd sarà sempre più serrato
L’ex premier: ‘Calmierare le bollette o salta il bilancio delle famiglie’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GROSSETO
15 settembre 2021
12:46
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Come dico sempre, abbiamo un dialogo continuo, abbiamo una traiettoria anche più complessiva che ci porterà a un confronto sempre più serrato”. Lo ha detto Giuseppe Conte, presidente del M5s, rispondendo a una domanda sui rapporti con il Pd, a margine di un’iniziativa elettorale a Grosseto dove peraltro alle Comunali M5s e Pd sono alleati nella stessa coalizione che sostiene il candidato a sindaco Leonardo Culicchi.
“In alcune realtà comunali non siamo riusciti a trovare questa intesa – ha spiegato Conte sull’alleanza M5s- Pd -, in molte altre realtà invece abbiamo un progetto comune, una proposta comune da presentare agli elettori”.  “Credo che questa proposta per Grosseto sia molto competitiva”, ha aggiunto l’ex premier rilevando che “dal calore che c’è, dall’accoglienza” ricevuta nella città toscana, “i cittadini non sono particolarmente soddisfatti di quello fin qui fatto” dall’attuale giunta di centrodestra del sindaco Anton Francesco Vivarelli Colonna che corre per il secondo mandato.
“Stiamo per sfiorare ragionevolmente il +6% di Pil, e secondo me forse lo centreremo appieno”, ha aggiunto – “E’ qualcosa di più di un semplice rimbalzo perché c’è stata la pandemia e la grave recessione: è un segnale molto positivo, è un segnale che le misure che abbiamo predisposto sono utili per mantenere integro il tessuto economico e sociale”.
Per Conte “probabilmente avremo una curva di rientro del debito migliore rispetto al disastro che avremmo avuto con le politiche iper-rigoriste che ci hanno soffocato in passato”.
Il previsto rincaro delle bollette di luce e gas “è un problema finanziario che dobbiamo risolvere anche con il Mef e tutto il governo, ma state certi della nostra forte determinazione a ottenere il calmieramento di queste bollette” -ha proseguito l’ex premier – “se dall’oggi al domani luce e gas aumentano del 30-40%, il bilancio familiare salta completamente”-.
“Questo governo è nato per due obiettivi: completare la campagna vaccinale e mettere in sicurezza il Paese, e per avviare una buona attuazione del Pnrr: una forza politica che ha accettato di partecipare a questo governo e tradisce una di queste due missioni è una forza politica che prende in giro il suo elettorato, non ha idee chiare, e non fa bene al Paese” – ha detto inoltre Conte sulle frizioni nella maggioranza sul Green pass. “Credo che una forza politica che assume una responsabilità di governo debba essere conseguente”.
“Con il M5s e con me la garanzia sarà massima perché questi soldi” del Pnrr “non vadano in mano ai soliti gruppi imprenditoriali e finanziari che da anni comandano in Italia”, ha detto Conte.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salone risparmio:Corcos,ponte tra risparmio e economia reale
Pnrr e ingente liquidità sono opportunità da gestire bene
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 settembre 2021
12:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Vogliamo essere un ponte tra risparmio privato degli italiani e l’economia reale. Il Next Generation Eu e il piano nazionale sono opportunità per essere protagonisti di una trasformazione”.
Lo ha sottolineando il presidente di Assogestioni, Tommaso Corcos, aprendo i lavori del Salone del Risparmio 2021 al Mico di Milano.
“Nei prossimi mesi abbiamo la grande responsabilità di impiegare bene le risorse europee e la ingente liquidità depositata nei conti correnti degli italiani, trasformando il nostro modello di crescita rendendolo sostenibile”, ha aggiunto Corcos. “L’auspicio è che l’industria continui a essere slancio e motore vitale per il paese e che si avvii una nuova stagione di prosperità”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mattarella: ‘La crisi afghana pone l’Ue di fronte a scelte’
Lo afferma il Presidente della Repubblica in occasione della XVI riunione del gruppo Arraiolos
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
14:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’Unione deve essere in grado di far sentire nel mondo la propria voce. Per rafforzare quello spazio di libertà, di sicurezza, di giustizia di cui siamo orgogliosi”.
Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel secondo panel del vertice del “Gruppo Arrajolos” in corso al Quirinale. “L’Europa deve adoperarsi – ha aggiunto Mattarella secondo il testo diffuso dal Quirinale – per disinnescare la logica competitiva che ha contrassegnato gli ultimi anni, che hanno fatto apparire un mondo sempre più multipolare e sempre meno multilaterale; ponendo a rischio sviluppo e benessere futuri. Autonomia non significa rinchiudersi in se stessi. Noi europei conosciamo bene i vantaggi della cooperazione e l’Unione deve avvertire la responsabilità di essere protagonista dello sviluppo di un sistema internazionale basato nuovamente sul metodo multilaterale, con regole condivise rispettate da tutti. Il metodo multilaterale, espresso nelle regole sorte all’indomani del secondo conflitto mondiale, ha subito in questi due decenni una progressiva erosione, prodotta anche da una globalizzazione sempre più veloce. Tocca soprattutto agli europei evitare che il passaggio da un sistema a un altro generi un periodo di pericolosa anomia, di mancanza di regole. La contrapposizione tra Paesi, tra grandi soggetti internazionali, tra aree geografiche, di per sé pericolosa, condurrebbe – ha aggiunto il presidente – a una “corsa al ribasso” degli standard di protezione della libertà, della salute, della condizione dei cittadini. Basta pensare alla tutela dei dati personali, al contrasto ai mutamenti climatici, agli standard alimentari”.
“Ci troviamo a un punto di svolta per il futuro dell’Unione europea, integrare e completare i tanti cantieri aperti: questo lo dobbiamo alle nuove generazioni. Le sfide di questi anni ci portano ad alzare le nostre ambizioni. E’ ineludibile un passo avanti per costruire una credibilità maggiore in tema di sicurezza che sia naturalmente complementare con la Nato. Serve una maggior presenza dell’Europa, bisogna colmare il divario tra attese e risposta. Serve una Ue protagonista, autorevole e con una identità precisa”. Lo ha detto il presidente Sergio Mattarella a conclusione del vertice del “Gruppo Arrajolos”.
“Nelle ultime settimane abbiamo assistito al precipitare della situazione in Afghanistan. Ancor più vicino a noi le crisi non si placano: dalla Siria al Mediterraneo Orientale; dall’irrisolta questione ucraina alla allarmante situazione in Bielorussia. Tutto ciò ci pone di fronte a scelte che riguardano tanto la dimensione interna quanto quella esterna dell’Unione Europea”. Così il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nella sessione ‘Unione Europea sulla via dell’autonomia strategica: responsabilità e opportunità’.
“Da un lato – aggiunge Mattarella – è necessario riflettere su quali siano gli interessi condivisi dell’Unione e cosa occorra per tutelarli, per conseguire una effettiva autonomia strategica. Dall’altro dobbiamo definire il ruolo che l’Unione deve esercitare nella comunità internazionale: in che modo possiamo essere incisivi nell’affermazione del multilateralismo efficace che da anni indichiamo nella nostra azione esterna; come proiettare, anche al di fuori dei nostri confini, i valori e i principi su cui si fonda l’Europa”.
“L’Unione si pone in piena complementarietà con la Nato, rafforzando il suo ruolo di produttore di sicurezza – ha aggunto il Capo dello Stato – Accrescere le nostre capacità, fare dell’Unione un attore più credibile è importante per l’Europa e, vorrei aggiungere, lo è anche per gli Stati Uniti, in un mondo sempre più caratterizzato dal protagonismo di grandi soggetti internazionali”.
“La Conferenza sul futuro dell’Unione rappresenta una grande storica occasione. Non dobbiamo ridurla a uno scialbo momento di ordinaria amministrazione. Dovremo impegnarci – senza remore e senza temi intoccabili – per completare i tanti “cantieri aperti” della nostra integrazione. L’Unione Economica e Monetaria, l’effettiva capacità fiscale, un vero pilastro sociale”, ha inoltre sottolineato il presidente intervendo alla riunione del “Gruppo Arrajolos”.
“Next Generation non è soltanto un piano di resilienza e ripresa ma un programma a lungo termine verso una doppia transizione, verde e digitale. Si tratta di costruire il nostro futuro”. Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo alla prima sessione di lavori del sedicesimo incontro del Gruppo Arraiolos al Quirinale. “Next Generation – ha detto tra l’altro il Capo dello Stato nel suo intervento, la cui sintesi è stata diffusa dal Quirinale – è la strategia. Il percorso per realizzarlo è l’autonomia dell’Unione”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Aifa, più farmaci antidepressivi al Nord, gli antidemenza al Centro
I livelli di consumo in generale più alti al Sud e nelle Isole
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
13:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dai farmaci per l’ipertensione a quelli per la tiroide, “il consumo dei farmaci è più elevato tra i soggetti residenti nelle aree più svantaggiate. e “si osservano livelli di consumo complessivamente più alti al Sud e nelle Isole per la maggior parte delle categorie terapeutiche.

Un trend inverso, con consumi maggiori nelle aree del Nord e minori al Sud, si osserva invece per i farmaci antidepressivi; infine, per i farmaci antidemenza, il tasso di consumo è più alto nelle province del Centro Italia”. E’ quanto rileva l’Atlante delle disuguaglianze sociali nell’uso dei farmaci per la cura delle principali malattie croniche, presentato oggi dall’Agenzia Italiana del Farmaco.
Incrociando indice di deprivazione, le prescrizioni farmaceutiche erogate e il contesto geografico, il rapporto esamina 12 patologie croniche per adulti e 3 dell’età pediatrica. “Sono i soggetti residenti nelle aree più deprivate a far registrare i più alti tassi di consumo pro capite” si legge. Pertanto, “la posizione socioeconomica non preclude l’accesso alle cure, ma è, al contrario, fortemente correlata con l’uso dei farmaci”.
Questo “probabilmente a causa del peggior stato di salute di questi soggetti, che potrebbe essere associato a uno stile di vita non corretto”.
Sulla base dei risultati osservati, il tasso di consumo di farmaci rispecchia la distribuzione geografica e per genere osservata dall’epidemiologia già nota delle malattie. Il rapporto conferma, infatti, che la depressione è il disturbo mentale più diffuso e che colpisce maggiormente le donne. Così come che la demenza è in continua crescita e colpisce circa 1.279.000 persone, di cui il 60-70% con Alzheimer. Mentre le patologie della tiroide sono fra i disturbi piu’ comuni e sono le malattie piu’ frequenti del sistema endocrino dopo il diabete.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Amazon,intesa con sindacati, apre dialogo azienda-lavoratori
Firmato protocollo, incontri periodici e controlli su contratto
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
21:24
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Da incontri periodici sui temi del settore, come l’andamento dell’e-commerce, alle verifiche puntuali sull’applicazione del contratto collettivo: Amazon Italia Logistica e i sindacati dei lavoratori hanno sottoscritto al ministero del Lavoro un protocollo di relazioni industriali.
Le parti si assumono l’impegno a rispettare le norme del CCNL Logistica, Trasporto Merci e Spedizioni e la loro applicazione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Orlando ha presieduto oggi l’incontro tra Amazon Italia Logistica Srl, assistita da Conftrasporto, e le rappresentanze sindacali di categoria, Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti. L’accordo tra Amazon e sindacati sulle relazioni industriali è “storico”, unico a livello mondiale, affermano Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti sottolineando che l’intesa ” prevede il riconoscimento reciproco delle parti e del contratto nazionale Logistica, Trasporto Merci e Spedizione come strumento regolatore del rapporto di lavoro e delle relazioni sindacali”.
Per Amazon “le relazioni improntate su queste basi” possono “favorire le nostre strategie di investimento nel Paese, dove abbiamo investito oltre 6 miliardi negli ultimi 10 anni creando 12.500 posti di lavoro a tempo indeterminato.”.   ACQUISTA SU AMAZON

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Eitan, lo zio paterno: ‘Con lui un breve colloquio’
Nirko: ‘Andremo in Israele’. Ti manchiamo e ti vogliamo bene’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRAVACÒ SICCOMARIO (PAVIA)
15 settembre 2021
19:21
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia “conta sulla collaborazione di Israele per una soluzione concordata della vicenda, nell’interesse superiore del minore”. Lo scrive la Farnesina, in una nota verbale inviata nei giorni scorsi all’ambasciata israeliana a Roma riguardo al caso di Eitan Biran.
“Confermiamo che il bambino Eitan Biran è entrato in Israele l’11 settembre.
Israele agirà in cooperazione con l’Italia, per il bene del minore. Le autorità israeliane stanno seguendo il caso e gestiranno qualunque richiesta, pervenuta attraverso i canali appropriati, in conformità della legge e dei trattati internazionali pertinenti”. È la risposta di Israele alla nota verbale inviata dalla Farnesina.
“Andremo in Israele non vi do la data”: così ha detto Or Nirko, lo zio paterno di Eitan ai giornalisti. “Eitan ti manchiamo e ti vogliamo bene. Le nostre bimbe – ha aggiunto – tutti i giorni si svegliano e lui non c’è”.  “Tornare con Eitan in Italia? Non posso prevedere il futuro, speriamo”, ha aggiunto lo zio del bimbo, unico sopravvissuto della tragedia del Mottarone, portato dal nonno materno in Israele. “La strada per riportarlo a casa ancora lunga”.
Gli zii paterni Aya Biran e Or Nirko hanno sentito Eitan: Un “piccolo colloquio” col bambino “c’è stato”, ha spiegato lo zio. “Siamo pronti ancora a dialogare con la famiglia Peleg – ha detto – Noi gli abbiamo concesso tutte le visite, anche se temevamo che potesse succedere quello che è accaduto”.
“Siamo stati contattati dalla diplomazia dei due Paesi” ha aggiunto. “Mi affido alle autorità israeliane e italiane per risolvere la situazione nel più breve tempo possibile”, ha detto. “Sull’affidamento del bambino deve decidere il Tribunale italiano e non quello israeliano, il centro della sua vita è in Italia”,  ha sottolineato lo zio paterno. “Aya – ha aggiunto Nirko – è a pezzi, distrutta”.
Ci sono stati tanti complici, tante persone che hanno aiutato i nonni materni di Eitan a portare il piccolo in Israele, di questo è convinto Or Nirko. “Il ruolo della nonna sì è importante” ha detto ai giornalisti, parlando anche di “tanti complici e persone che gli hanno dato una mano. Non potevano farlo da soli”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salone Risparmio: Corcos,sostenibilità è sfida chiave
Corcos, raccolta fondi green ha superato i fondi tradizionali
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 settembre 2021
13:47
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La sostenibilità “è un tema centrale per l’industria del risparmio gestito, la vera sfida che ha di fronte la società: l’industria globale detiene il 25% delle attività finanziaria e il 40% delle azioni globali. Ciò significa che la nostra voce viene ascoltata nei consigli di amministrazione delle aziende.
Come investitori istituzionali abbiamo spazio per assumere posizioni di leadership per raggiungere gli obiettivi di zero emissioni nette”. Lo ha evidenziato il presidente di Assogestioni, Tommaso Corcos, aprendo il Salone del Risparmio 2021.
“È una strada che viene chiesta dai nostri sottoscrittori – ha spiegato Corcos, sottolineando che “nel primo semestre di quest’anno la raccolta sui fondi sostenibili ha superato la raccolta sui fondi tradizionali”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: per gli italiani è appena sufficiente e inadatta a lavoro
Report di #FragilItalia, l’osservatorio di AreaStudi Legacoop
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
14:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gli italiani promuovono il sistema scolastico per un soffio (voto medio 6,3), indicandone come problemi principali i programmi di studio obsoleti, le dotazioni tecnologiche inadeguate, la scarsa motivazione dei docenti, l’edilizia scolastica, le classi sovraffollate. Lo ritengono incapace di fornire competenze adeguate al mercato del lavoro e ne ravvisano le differenze qualitative tra le diverse aree del Paese e tra grandi città e provincia.
Inoltre, relativamente al rapporto tra istruzione secondaria superiore e mondo del lavoro, appare evidente il mismatch, in quasi la metà del territorio nazionale, tra specializzazione produttiva e specializzazione formativa tecnico-professionale.
È quanto emerge dai risultati di “Gli italiani e la scuola”, secondo report di #FragilItalia, l’osservatorio di AreaStudi Legacoop, nato dalla collaborazione con IPSOS e Centro studi di Unioncamere Emilia-Romagna, che, attraverso l’indagine di opinione e i più recenti dati disponibili, monitora l’evoluzione dei principali fenomeni sociali ed economici attuali del Paese.
La valutazione media complessiva del sistema scolastico italiano si attesta ad un valore di poco superiore alla sufficienza (voto 6,3), con variazioni relative ai diversi livelli di istruzione.
Il voto più alto va all’Università (6,6) seguita a ruota dalla scuola dell’infanzia (6,5) e dalle scuole elementari (6,4). Gli asili nido ottengono un 6,2, mentre il voto più basso (6) va alle scuole medie e alle superiori. Le principali carenze della scuola vengono riscontrate nei programmi di studio obsoleti e troppo teorici (52%, con punte del 67% tra gli under 30 e del 60% nel Nord Est), nelle dotazioni tecnologiche inadeguate (50%, e 57% nel Sud e Isole), nella scarsa motivazione dei docenti (50%), nell’edilizia scolastica (47%, con una punta del 58% al Sud), nelle classi sovraffollate (39%). Netta la valutazione sulla qualità del sistema scolastico in relazione ai diversi contesti geografici e demografici. Per il 59% degli intervistati le scuole migliori sono al Nord (con punte del 92% tra gli intervistati de Nord Est e dell’82% tra quelli del Nord Ovest), mentre solo il 5% si esprime a favore delle scuole del Sud (per il 25% non ci sono differenze). Inoltre, per il 52% le scuole migliori sono nelle grandi città (con punte del 60% tra gli under 30 e nel Nord Ovest), mentre solo il 15% opta per la provincia (per il 33% non ci sono differenze).
I giudizi critici si estendono anche alla capacità del sistema scolastico di fornire competenze adeguate al mercato del lavoro. Infatti, se la percentuale di chi lo ritiene molto o abbastanza in grado di fornire adeguate competenze linguistiche è al 44%, il dato cala drasticamente per le competenze green (23%) e le competenze digitali (22%). In particolare, per le competenze green (dove il 77% esprime un giudizio di inadeguatezza), i più delusi sono i baby boomers, le donne e i residenti al Centro Nord (tutti all’80%), ravvisando, come problemi principali, lo scarso interesse dei docenti, la loro scarsa preparazione e la mancanza di centri di ricerca. Per le competenze digitali (78% di giudizi negativi), i più delusi sono i giovani, i ceti popolari e i residenti nel Centro e nel Sud; i problemi principali indicati sono le carenze dei laboratori, l’obsolescenza dei programmi didattici, la scarsa preparazione dei docenti.
Ma quali sono i percorsi formativi che, secondo gli italiani, offrono maggiori opportunità di ingresso nel mondo del lavoro? In testa alle preferenze si collocano informatica e telecomunicazioni (45%), seguite dal percorso sanitario (29%) e dal percorso meccanica, meccatronica ed energia (26%). Fanalino di coda gli indirizzi artistico e musicale, moda e umanistico. Per migliorare la capacità di favorire l’ingresso nel mondo del lavoro, gli intervistati indicano, per la scuola superiore, l’opportunità di attivare gli scambi culturali con le scuole dell’UE, prevedere corsi specifici per l’accesso al lavoro, effettuare stage presso le imprese; per l’università, gli stage presso le imprese si collocano al primo posto, seguiti dalla possibilità di svolgere studi all’estero e da presentazioni aziendali.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Nel periodo della pandemia l’attenzione si è rivolta al sistema di istruzione, a tutti i livelli – commenta Mauro Lusetti, presidente di Legacoop – ne abbiamo tutti percepito distintamente sia l’impatto sociale, sulla vita delle famiglie e dei nostri giovani, sia sull’economia. L’urgenza di far ripartire in sicurezza questo settore cruciale per far ripartire il Paese è diventato quasi uno slogan. Però non si possono ridurre tutti i problemi della scuola italiana al green pass sì, green pass no. Così come per il Paese nel suo complesso è venuto il momento di investire nella direzione giusta, nel superare ritardi ormai annosi, per il sistema di istruzione significa soprattutto innalzare e rendere più omogenea la qualità del sistema su tutto il territorio nazionale, e rafforzare e qualificare il rapporto tra istruzione e lavoro. Scuole, imprese, lavoro sono il sistema nervoso delle nostre comunità: e noi dobbiamo investire nelle comunità”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salone Risparmio: gli investimenti green piacciono agli italiani
Rapporto Censis-assogestioni, ma temono i prodotti non autentici
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 settembre 2021
14:32
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gli investimenti finanziari green e responsabili piacciono agli italiani: quasi due su tre conoscono gli strumenti Esg (Environmental, Social, Governance) basati su criteri di investimento responsabile e il 52% sarebbe interessato a mettrci i soldi. Ma il green deve essere autentico e certificato.
E’ quanto emerge dal Rapporto «Gli italiani e la finanza sostenibile, per andare oltre la pandemia», realizzato dal Censis, in collaborazione con Assogestioni, presentato oggi al Salone del Risparmio di Milano.
Anche per i consulenti finanziari gli investimenti responsabili attirano più di prima. Secondo l’82,4% la clientela è molto o abbastanza interessata ai prodotti Esg, il 76,9% nota una maggiore attenzione rispetto al periodo pre Covid-19 e il 68,3% li propone con più frequenza. Investire in modo responsabile, per la maggioranza degli italiani, significa soprattutto tutelare l’ambiente: per poco più della metà degli intervistati (il 62,9% tra i più benestanti) il criterio ambientale si conferma come il più importante, mentre solo il 26,2% indica il sociale e il 21,7% la governance. Ancora più netta è la prospettiva dei consulenti finanziari: per il 90,7% l’ambito Esg più attrattivo per la clientela è quello ambientale. Gli italiani temono però il green washing. Per l’84,6% servono regole condivise a livello europeo e strumenti come l’adozione di marchi ‒ ad esempio un bollino ‒ con cui gli investitori possano identificare i prodotti finanziari green. Per ampliare la diffusione dei prodotti Esg tra gli investitori, l’81,2% degli italiani è favorevole all’introduzione di agevolazioni e incentivi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Elezioni: in 117 Comuni seggi in sedi alternative a scuole
Viminale, coinvolti 300mila elettori, 2 mln euro di contributo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
14:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 117 i Comuni che hanno manifestato, entro il termine previsto, il proprio interesse ad ottenere i contributi previsti dal Fondo di 2 milioni di euro per realizzare sedi alternative agli edifici scolastici da destinare a seggi elettorali, al fine di evitare la sospensione delle attività didattiche, in occasione della tornata elettorale di quest’anno. In totale sono 510 i seggi elettorali interessati, con il coinvolgimento di circa 300.000 elettori e di oltre 30.000 studenti. Lo fa sapere il Viminale.
Nella maggior parte dei casi sono state individuate come sedi alternative, palestre comunali, strutture polivalenti e uffici municipali dismessi.
I contributi saranno effettivamente erogati, come stabilito dalla normativa vigente, a seguito dell’attestazione dell’avvenuto trasferimento dei seggi da parte dei Comuni interessati, ai quali le competenti Prefetture hanno già comunicato gli importi dei contributi loro assegnati.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Eitan: zio paterno, con lui breve colloquio
‘Su affidamento decide il tribunale Italiano, la sua vita è qui’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRAVACÒ SICCOMARIO (PAVIA)
15 settembre 2021
14:47
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Hanno sentito Eitan gli zii paterni Aya Biran e Or Nirko. Un “piccolo colloquio” col bambino, unico sopravvissuto della tragedia del Mottarone portato in Israele dal nonno materno “c’è stato” ha detto lo zio.

Lui e Aya, che è stata nominata dal tribunale tutrice di Eitan, andranno nel Paese mediorientale. “Tornare con EItan in Italia? Non posso prevedere il futuro, speriamo” ha detto aggiungendo che “la strada per riportarlo a casa ancora lunga”.
“Mi affido alle autorità israeliane e italiane per risolvere la situazione nel più breve tempo possibile” ha proseguito, sottolineando però che “sull’affidamento del bambino deve decidere Tribunale italiano e non quello israeliano, il centro della sua vita è in Italia”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PA: nuova bozza su lavoro agile, 22 prossimo incontro
Il testo dell’Aran ai sindacati
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
08:18
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I lavoratori della pubblica amministrazione interessati al lavoro agile dovranno fare un accordo scritto che preveda la durata dell’accordo, le modalità di svolgimento della prestazione fuori dalla sede abituale “con indicazione delle giornate di lavoro da svolgere in sede e di quelle da svolgere a distanza”. Lo si legge nella bozza dell’Aran ai sindacati secondo la quale dovranno essere indicate nell’accordo anche le modalità di recesso , le fasce di operabilità, di contattabilità e di inoperabilità, i tempi di riposo e le modalità di esercizio del potere di controllo del datore di lavoro.
Il prossimo incontro sarà il 22.
L’accordo individuale per il lavoro agile tra amministrazione e lavoratore impegnato ovviamente in attività “smartabili” dovrà contenere “le modalità di esercizio del potere direttivo e di controllo del datore di lavoro sulla prestazione resa dal lavoratore all’esterno dei locali dell’amministrazione nel rispetto dell’articolo 4 dello Statuto dei lavoratori” sugli impianti audiovisivi (controllo a distanza esclusivamente per esigenze organizzative e produttive, per la sicurezza del lavoro e per la tutela del patrimonio aziendale e previo accordo collettivo). Nella nuova bozza vengono confermate le tre fasce orarie previste per la prestazione lavorativa (operatività, contattabilità e inoperabilità, fascia quest’ultima nel quale il lavoratore non può erogare nessuna prestazione). Nelle giornate di lavoro agile non si possono fare straordinari, trasferte né lavoro disagiato. Per sopravvenute esigenze di sevizio il lavoratore può essere richiamato in sede ma la comunicazione deve arrivare almeno il giorno prima della necessaria presenza in sede. Per accompagnare il percorso di introduzione e consolidamento del lavoro agile “saranno previste specifiche attività formative” che dovranno perseguire l’obiettivo di addestrare il personale all’utilizzo delle piattaforme di comunicazione e degli altri strumenti previsti per operare in modalità agile. L’amministrazione dovrà anche diffondere modelli organizzativi che rafforzino il lavoro in autonomia, l’empowerment, la delega decisionale, la collaborazione e la condivisione delle informazioni”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mattarella, Pnrr cambiamento green, costruiremo nostro futuro
Percorso per realizzarlo è l’autonomia dell’Unione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
15:12
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Next Generation non è soltanto un piano di resilienza e ripresa ma un programma a lungo termine verso una doppia transizione, verde e digitale. Si tratta di costruire il nostro futuro”.
Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo alla prima sessione di lavori del sedicesimo incontro del Gruppo Arraiolos al Quirinale. “Next Generation -ha detto tra l’altro il Capo dello Stato nel suo intervento,di cui una sintesi è stata diffusa dal Quirinale- è la strategia. Il percorso per realizzarlo è l’autonomia dell’Unione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo con Northrop Grumman per nuove opportunità droni
Su sistemi a pilotaggio remoto a decollo-atterraggio verticale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
15:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo e Northrop Grumman “hanno annunciato la loro intenzione di collaborare per cogliere insieme nuove opportunità nel settore dei sistemi a pilotaggio remoto con capacità di decollo e atterraggio verticale (Vertical Take-Off and Landing- Uncrewed Aerial Systems – VTOL UAS)”.
Beneficiando dell’esperienza di Leonardo nel volo verticale e delle capacità di Northrop Grumman nelle tecnologie avanzate in campo aeronautico e nei sistemi a pilotaggio remoto di prossima generazione – spiega una nota – le due aziende valuteranno la possibilità di cogliere insieme opportunità nel mercato dei sistemi VTOL UAS su scala globale.
I due partner prenderanno in considerazione possibili collaborazioni sulla progettazione di piattaforme, architetture di sistemi, ottimizzazione del carico e l’integrazione all’interno di nuovi scenari operativi, con particolare attenzione alle esigenze dei clienti ed ai concetti operativi legati alla missione. L’accordo “rappresenta lo sviluppo più recente nell’ambito della proficua partnership di lungo periodo tra Northrop Grumman e Leonardo. Le due Aziende lavorano a stretto contatto nel campo dei sistemi di protezione di velivoli”, dal 1995.
“Consideriamo questa partnership – commenta Gian Piero Cutillo, managing director della divisione Elicotteri di Leonardo – come una grande opportunità per valorizzare al massimo le sinergie tra Leonardo e Northrop Grumman nel campo dei sistemi a pilotaggio remoto a decollo e atterraggio verticale. Questa collaborazione arriva in un momento in cui emergono nuove esigenze in questo settore per applicazioni militari e civili in tutto il mondo. Questa partnership consentirà di ricorrere ad un approccio solido e condiviso sia per le tecnologie di riferimento già esistenti, sia per quelle di prossima generazione provenienti da due importanti player aerospaziali globali”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Eitan: Salvini, deve tornare in Italia
“Rilanciamo nostra proposta di legge su sottrazione di minori”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PAVIA
15 settembre 2021
15:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Eitan deve tornare in Italia.
Confido sul fatto che Israele è un Paese serio e che le regole di diritto internazionale vengano rispettate.
Anch’io mi sto muovendo, in ambito diplomatico, per cercare di sbloccare la situazione”. Lo ha dichiarato oggi Matteo Salvini, a margine del comizio tenuto a Broni (Pavia), commentando la vicenda del bambino di 6 anni, orfano dei genitori dopo la tragedia del Mottarone, che sabato 11 settembre è stato portato da Pavia in Israele: un caso per il il quale la Procura di Pavia ha aperto un’inchiesta, con i nonni materni di Eitan indagati per sequestro di persona..
“Questa triste storia – ha aggiunto il segretario della Lega – ci offre l’occasione per rilanciare una nostra proposta di legge che avevamo presentato 3 anni fa, affinché non si verifichino più sottrazioni di minori portati all’estero, come purtroppo ne capitano tante ogni anno. Ci sono troppi casi di ‘bambini rubati’: non deve più succedere”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green Pass: Salvini, “non si può estendere a tutti”
L’intervento del leader della Lega a un comizio a Broni (Pavia)
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PAVIA
15 settembre 2021
15:21
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ho parlato questa mattina con il ministro Giorgetti: al momento non esiste un progetto definito sull’estensione del Green Pass”. Lo ha dichiarato oggi a Broni (Pavia) Matteo Salvini, a margine del comizio in cui ha sostenuto la candidatura a sindaco di Giusy Vinzoni.

“La posizione della Lega è chiara – ha aggiunto Salvini -: siamo per la difesa della salute dei cittadini, anche sui luoghi di lavoro. Ma non si può pensare di estendere l’obbligo del Green Pass a 60 milioni di italiani”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Grenn pass: governo pone fiducia su dl in Senato
In capigruppo decisione su tempi discussione e voto
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
15:22
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro per i rapporti con il parlamento, Federico D’Incà, ha posto in Senato la fiducia sul decreto sul green pass nel testo approvato dalla Camera.
La presidente Maria Elisabetta Casellati ha convocato la Conferenza dei capigruppo per stabilire i tempi di discussione e voto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Rave: Meloni, Lamorgese non ha saputo fare suo lavoro
Ha lasciato nazione in balia di punkabbestia e clandestini
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
15:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Con la gestione del Viminale guidata da Luciana Lamorgese, abbiamo assistito a rave party illegali, aumento dell’immigrazione clandestina e scarso controllo del territorio. Un ministro che non ha saputo fare il suo lavoro e che ha lasciato la nostra Nazione in balia di punkabbestia e clandestini.
Non possiamo diventare un luogo di ritrovo per sbandati o un mega centro di accoglienza. Grazie a Fratelli d’Italia, oggi Luciana Lamorgese sarà in Aula e chiederemo conto delle sue evidenti responsabilità. Non meritiamo un ministro così. Ne vogliamo le dimissioni per il bene dell’Italia e degli italiani».
Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giocattolo antidoto a pandemia, boom domanda e mercato +18%
Trend green, in sharing. Da Assogiocattoli ‘Gioco per Sempre’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
18:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Durante la pandemia gli italiani, piccoli e grandi, hanno giocato di più e il mercato italiano del giocattolo è in netta ripresa. Nell’ultimo semestre è cresciuto a doppia cifra, con le vendite aumentate di oltre il 18%, secondo i nuovi dati di Assogiocattoli.
Anche rispetto al 2019, anno pre-pandemia, il dato cresce del 3%. I giocattoli si sono rivelati fondamentali per le famiglie più casalinghe del solito che si sono anche rivolte ai produttori attraverso i siti internet e i social per essere supportate nel trovare modalità efficaci per crescere e distrarre i loro bambini giocando.
Dall’esperienza del 2020 nasce ora la campagna “Gioco per Sempre” (www.assogiocattoli.eu) di Assogiocattoli per sensibilizzare le famiglie sull’importanza del gioco dal punto di vista pedagogico, sociale e culturale e per imparare ad usare i giocattoli in tutte le fasi di sviluppo dei bambini, non solo in occasione di compleanni e del Natale. L’associazione ha anche rivelato i nuovi trend del gioco per l’inverno 2021: se anche quest’anno le costruzioni vantano i trend di crescita più elevati, crescono le vendite dei peluche, i giochi in scatola e i cardgame per i ‘kidult’, cioè i giovani adulti. Seguono le bambole fashion e i giocattoli per la prima infanzia. Si intravedono inoltre nuovi comportamenti e scelte come lo shopping online, lo sharing di giocattoli che si possono affittare e la svolta green dei produttori che sfornano, ad esempio, peluche fatti interamente di plastica riciclata, confezioni più green e nuove modalità per rottamare i giochi vecchi che i brand ricicleranno in nuovi prodotti. Nuovi anche i progetti di supporto per i genitori nell’uso ideale dei giocattoli a finalità pedagogiche e di crescita dei figli.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mario Draghi tra i 100 di Time, unico italiano
Yellen: ‘Gli Usa sono grati di averlo di nuovo come partner’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
16 settembre 2021
09:39
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Unico italiano in lista, Mario Draghi è per la terza volta tra i 100 personaggi più influenti di Time nel 2021. Janet Yellen spiega le ragioni dell’inclusione: “Gli Stati Uniti sono grati di avere Mario di nuovo come partner”, scrive la segretario al Tesoro americana ed ex capo della Fed tracciando il breve profilo del presidente del Consiglio.
Draghi è tra i venti leader globali selezionati quest’anno da Time che includono, tra gli altri, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il suo predecessore Donald Trump. La Yellen va indietro al celebre messaggio del luglio 2012, quando dalla Lancaster House di Londra Draghi proclamò che la Bce “era pronta a tutto” per salvare l’Euro: il famoso ‘whatever it takes’.
“Draghi e la Bce aiutarono a stabilizzare l’economia europea. All’epoca ero alla Fed e fui particolarmente grata di avere un partner come Mario dall’altro lato dell’Atlantico, qualcuno con grande esperienza e nervi saldi”, osserva la Yellen. Ora alla testa del governo italiano Draghi “guida il Paese attraverso la pandemia con mano abile, difendendo una rapida campagna vaccinale e misure di ristoro per imprese e lavoratori”. Sostenuto da un vasto stanziamento di fondi Ue, il premier italiano “ha messo in moto politiche necessarie e politicamente difficili per rendere più verde l’economia, ridurre le diseguaglianze e avanzare con la digitalizzazione”. Un accenno anche alla presidenza di turno del G20 per mettere assieme le maggiori economie mondiali: “Sono passati nove anni da quel famoso discorso, ma l’approccio di Mario di fare tutto il possibile è più rilevante e stimolante che mai”, scrive la Yellen. Il numero con i top 100 di Time è uscito oggi con sette diverse copertine, ciascuna con altrettanti protagonisti della lista: ci sono il principe Harry e la moglie Meghan, la ginnasta Simone Biles, l’attrice Kate Winslet, la cantante Billie Eilish, la direttrice del Wto, Ngozi Okonjo-Iweala, l’amministratore delegato di Nvidia Jensen Huang e la scrittrice Cathy Park Hong.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 4.830 positivi, 73 le vittime
Effettuati 317.666 tamponi, tasso di positività stabile all’1,5%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
17:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 4.830 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 4.021.
Sono invece 73 le vittime in un giorno, ieri erano state 72. Effettuati 317.666 tamponi molecolari e antigenici con un tasso di positività all’1,5%, stabile rispetto all’1,3% di ieri. Sono 540 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 14 in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 32 (ieri erano 29). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.128, in calo di 37 rispetto a ieri. Dall’inizio della pandemia i casi sono 4.618.040, i morti 130.100. I dimessi e i guariti sono invece 4.369.453, con un incremento di 8.606 rispetto a ieri, mentre gli attualmente positivi sono 118.487, con un calo di 3.853 casi nelle ultime 24 ore.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco: da ottobre accesso on line solo con Spid, Cie e Cns
Per Ag.Entrate, ‘Fisconline’ attivo per professionisti e imprese
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
17:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dall’1 ottobre 2021 l’accesso dei cittadini ai servizi online dell’Agenzia delle Entrate e di Agenzia entrate-Riscossione potrà avvenire solo con Spid, Cie (Carta di identità elettronica) e Cns (Carta nazionale dei servizi). Lo comunica l’Agenzia delle Entrate avvertendo che “La dismissione di username e password Fisconline, avverrà alla mezzanotte del 30 settembre 2021”.
Da quel momento le tre chiavi digitali – Spid, Cie e Cns – saranno le uniche valide per i servizi online. Nulla cambia invece per professionisti ed imprese che potranno per il momento continuare ad utilizzare le loro attuali credenziali Fisconline e Entratel
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Terna: inaugurato a Roma il nuovo asilo aziendale
Iniziativa a supporto di natalità e occupazione femminile
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
17:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Terna ha inaugurato a Roma “MiniWatt”, il nuovo asilo aziendale realizzato presso la propria sede centrale. La struttura ospiterà fino a 23 bambini dai 6 ai 36 mesi.
Un’iniziativa, spiega l’azienda in un comunicato, “a sostegno della natalità e a supporto dell’occupazione femminile e dei giovani genitori che hanno la necessità di conciliare al meglio vita privata e lavoro”.
Alla base del progetto la sostenibilità ambientale e l’innovazione architettonica. “Il nuovo asilo aziendale – ha dichiarato la presidente di Terna, Valentina Bosetti – conferma la grande attenzione che Terna dedica ai bisogni e alle esigenze delle persone. È un’azione concreta – prosegue – di supporto alle famiglie, perché offriremo un valido sostegno nella cura dei figli e nelle scelte educative”. Terna ha assicurato un elevato livello qualitativo della struttura, sia in termini estetico-funzionali sia di sicurezza e di attenzione all’ambiente. L’allestimento degli spazi interni ed esterni, spiega l’azienda, “è stato sviluppato in accordo con il progetto educativo incentrato sul tema della ‘biofilia’ e in linea con i più avanzati orientamenti pedagogici”. “L’inaugurazione del nostro nuovo asilo nido aziendale – ha spiegato l’amministratore delegato Stefano Donnarumma – è un ulteriore segnale dell’attenzione di Terna verso i propri dipendenti e, in particolare, verso i colleghi con figli piccoli, che possono usufruire di una struttura all’avanguardia dal punto di vista sia pedagogico sia della sostenibilità ambientale”. Gli elementi di arredo dell’asilo aziendale, spiega Terna in un comunicato, rispondono alle normative nazionali e internazionali relative all’atossicità e al rispetto dei requisiti di sostenibilità ambientale per i materiali impiegati, e sono volti a creare un ambiente in cui favorire esperienze di sperimentazione, conoscenza e gioco, anche attraverso proposte di laboratori.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Rave: Lamorgese; non si poteva sgomberare, linea giusta
‘Senza forze Ps sarebbero stati 30mila’. Meloni, ‘si dimetta’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
19:03
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il rave di Ferragosto del lago di Mezzano, nel viterbese, è stato organizzato segretamente, con comunicazioni su chat ‘coperte’: la massa dei camperisti – toccate punte di 7mila persone – è convenuta contemporaneamente nell’area da diverse direttrici, ‘bucando’ i controlli – non le scorte di cui ha parlato qualcuno – attivati dalle forze dell’ordine. Si è deciso a quel punto che fosse troppo rischioso un intervento di sgombero con la forza, visto che erano presenti anche bambini.
Ma la cinturazione della zona e l’opera di “dissuasione” ha evitato che il raduno toccasse addirittura le 30mila presenze e si protraesse fino al 23 agosto. Il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese – ‘interrogata’ da FdI – ha rivendicato la bontà del suo operato in Aula alla Camera, dove la destra l’ha però duramente attaccata chiedendone le dimissioni con flash mob e striscioni. “Non meritiamo un ministro così”, ha detto Giorgia Meloni. A difesa della titolare del Viminale si sono schierati Pd e M5S.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Expo Dubai: Di Maio, opportunità formidabile per l’Italia
‘Potremo promuovere il modello italiano di mobilità’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
19:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“EXPO Dubai è un’opportunità formidabile per l’Italia. Oltre 190 Paesi presenteranno all’Esposizione Universale modelli di integrazione tra conoscenze e tra competenze ed esperienze, per generare valore sociale, economico e culturale”.
Lo ha detto il ministro degli esteri Luigi Di Maio partecipando all’evento di presentazione della partecipazione di Fs a Expo Dubai.
“Il progetto di partecipazione dell’Italia, dal titolo “La Bellezza unisce le Persone”, racconta attraverso soluzioni tecnologiche innovative l’identità del nostro Paese e la capacità italiana di combinare competenze, talenti e culture, e di integrare territori e città in ecosistemi di imprese, università, arte, scienza e natura”, ha detto il ministro, aggiungendo che “insieme a “Sostenibilità” e “Opportunità”, la “Mobilità” sarà uno dei temi trasversali all’intera Esposizione Universale, a testimonianza della necessità di incrementare e migliorare sul piano globale le connessioni fisiche e digitali tra luoghi e persone, in modo rapido, sostenibile e inclusivo.
Grazie anche alla partnership tra Ferrovie dello Stato e Padiglione Italia, potremo promuovere a Expo Dubai il modello italiano di mobilità sostenibile ed integrata, sempre più indispensabile per generare sviluppo, inclusione sociale e attrattività nei nostri territori”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: ‘Ci sono no vax tra i cardinali, uno è ricoverato’
Il pontefice apre alle unioni gay ma ‘il matrimonio è solo tra un uomo e una donna’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
20:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sui vaccini “anche nel collegio cardinalizio ci sono alcuni negazionisti: e uno di questi, poveretto, è ricoverato col virus”. Lo ha detto papa Francesco rispondendo ai giornalisti durante il volo di ritorno dalla Slovacchia.
“In Vaticano sono tutti vaccinati – ha comunque spiegato – tranne un piccolo gruppetto che si sta studiando come aiutare”.
L’aborto è “un omicidio”, è come “affittare un sicario per risolvere un problema”, ma sulla comunione ai politici che difendono la possibilità di scelta delle donne “i vescovi devono agire come pastori: nella storia della Chiesa, tutte le volte che i vescovi hanno gestito un problema non come pastori si sono schierati sul versante politico”. Lo ha detto papa Francesco rispondendo ai giornalisti sul volo di ritorno dalla Slovacchia.
“Il matrimonio – ha detto il Papa – è solo tra un uomo e una donna: è un sacramento e la Chiesa non ha il potere di cambiare i sacramenti. Ma ci sono leggi che civilmente cercano di aiutare tanta gente di orientamento sessuale diverso: è importante aiutare la gente, ma senza imporre cose che, per loro natura, nella Chiesa non vanno”. Il Pontefice ha fatto anche l’esempio della legge francese sui Pacs, “senza però che questo abbia a che vedere con le nozze omosessuali: possono usarli ma il matrimonio come sacramento è uomo-donna”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ast: volata finale, Thissen sceglie tra Arvedi e Marcegaglia
Nel testa a testa sarebbe favorito il primo gruppo. Ore decisive
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TERNI
15 settembre 2021
21:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono ore decisive per la procedura di vendita dell’Ast di Terni da parte di ThyssenKrupp. La trattativa per la cessione del sito specializzato nelle produzione di acciaio inossidabile, con all’attivo circa 2.300 dipendenti, sarebbe infatti alle battute conclusive.
Il testa a testa finale – in base a indiscrezioni – vedrebbe contrapporsi i gruppi italiani Arvedi e Marcegaglia, con il primo che potrebbe essere favorito. Ma nessuna decisione è ancora stata presa.
Quattro in totale le manifestazioni d’interesse inizialmente presentate a ThyssenKrupp, tre le offerte vincolanti, Arvedi, Marcegaglia e i cinesi di Baosteel. Nei giorni scorsi il ministro allo Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, riferendo alla Camera, aveva annunciato che il nome dell’acquirente sarebbe stato reso noto entro settembre.
La vendita di Ast era stata annunciata da ThyssenKrupp, alle prese con una profonda ristrutturazione, nel maggio 2020. Per il closing finale bisognerà attenere l’inizio del 2022.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A Milano prima statua a una donna, Cristina di Belgiojoso
Fu eroina del Risorgimento. Sala, prossima per Margherita Hack
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 settembre 2021
21:48
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A Milano è stata inaugurata la prima statua in città intitolata ad una donna, Cristina Trivulzio di Belgiojoso, eroina e filantropa del Risorgimento che partecipò alle cinque giornate di Milano. La statua si trova in piazza Belgioioso ed è stata svelata dal sindaco, Giuseppe Sala.

L’opera rappresenta Cristina Trivulzio di Belgiojoso, eroina milanese del Risorgimento, di cui quest’anno ricorrono i 150 anni dalla morte. Il progetto è promosso dalla Fondazione Brivio Sforza, con il sostegno della Banca di Credito Cooperativo di Milano, con il contributo del Comune di Milano e con il patrocinio di Regione Lombardia.
“È incredibile – ha commentato il sindaco Sala – che non ci fosse prima di oggi nessuna statua a Milano dedicata a una donna, la prossima sarà dedicata a Margherita Hack”. A Milano infatti nessuna delle 121 statue è dedicata a una personalità femminile, ad eccezione di soggetti di iconografia religiosa o allegorici. La statua inaugurata oggi ritrae Cristina Trivulzio di Belgiojoso, eroina milanese del Risorgimento, interpretata dallo scultore Giuseppe Bergomi sulla base della documentazione iconografica raccolta dalla Fondazione Brivio Sforza. Cristina.
Donna di cultura, istruita e fortunata per ceto e censo, si è messa in gioco con competenza e determinazione per creare un modello di società più inclusivo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Auto: vendite agosto in Europa -18,1%, Stellantis -29,4%
Dati Acea. Da inizio anno mercato +12,7% sul 2020
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
16 settembre 2021
08:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel mese di agosto nei mercati dell’Unione Europea, Paesi Efta e Regno Unito sono state immatricolate – secondo i dati dell’Acea, l’associazione dei costruttori europei – 724.710 auto, il 18,1% in meno dello stesso mese del 2020.
Complessivamente da inizio anno le immatricolazioni sono 8.188.886, il 12,7% in più dell’analogo periodo dell’anno scorso, fortemente colpito dall’epidemia.

Nello stesso mese, il gruppo Stellantis ha immatricolato 122.836 auto, il 29,4% in meno dello stesso mese del 2020. La quota è pari al 16,9% a fronte del 19,7%.
Da inizio anno le immatricolazioni del gruppo sono 1.684,112, il 14,8% in più dell’analogo periodo dell’anno scorso con la quota che passa dal 20,2% al 20,6%.
“Sul mercato dell’auto, stremato dalla pandemia, sta arrivando un’altra stangata: la crisi dei semiconduttori che sta interessando in maniera sempre più grave anche la produzione di auto”, sottolinea il Centro Studio Promotor, secondo cui “è necessario che il nostro Paese adotti al più presto una politica di incentivi per la transizione all’auto elettrica che superi gli interventi episodici e disponga sostegni permanenti sia per l’acquisto di auto verdi sia per quelli di auto tradizionali con emissioni contenute. L’occasione è la prossima legge di Bilancio e anche il Pnrr dell’Unione Europea che porterà in Italia ingenti risorse”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Governo al lavoro sul caro bollette, probabile un decreto ad hoc
Cingolani: ‘Nucleare? Oggi non potremmo farlo’. Il ministro per la Transizione ecologica: ‘Accelerare su rinnovabili per sganciarci dal gas’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
17 settembre 2021
09:41
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il governo è al lavoro su un provvedimento per fronteggiare il rincaro delle bollette energetiche ma le misure non sono state sul tavolo del Consiglio dei ministri. E’ quanto si apprende da fonti dell’esecutivo al termine della riunione del premier Mario Draghi con i ministri Roberto Cingolani e Daniele Franco.
Per intervenire, spiegano le stesse fonti, c’è tempo fino al 30 settembre.
“Oggi noi non potremmo fare nulla di nucleare, perché abbiamo un referendum che dice no alle vecchie tecnologie, e quelle nuove al momento non ci sono ancora”, ha detto stamani a Radio anch’io il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani tornando così su un tema, quello del nucleare, che sta tornando a dividere la maggioranza. Il leader della Lega Matteo Salvini ha dichiarato, infatti, nei giorni scorsi, che vedrebbe di buon occhio anche una centrale in Lombardia. E, sempre sul nucleare, il ministro ha aggiunto: “Non ho cambiato idea. Io ho raccontato che oggi ci sono 4 paesi che stanno studiando sorgenti di energia alternative, i reattori di 4/a generazione. Ho detto che queste fonti non sono mature, che probabilmente nel prossimo decennio capiremo se sono convenienti e sicure. Qualora questo fosse verificato, sarebbe importante capire se possono essere usate”.
Per quanto riguarda invece le energie alternative, Cingolani ha spiegato: “La cosa più importante è accelerare sull’installazione di rinnovabili, così ci sganciamo più rapidamente possibile dal costo del gas”. Quindi ha lanciato una sorta di appello: “Stimiamo che il Decreto Semplificazioni porti i giorni necessari per autorizzare un impianto per energia rinnovabile da 1200 giorni a circa 1/5 (240 giorni, n.d.r.)”.
Sul ‘caro bollette’, invece, ha osservato: “Va riscritto il metodo di calcolo” delle bollette energetiche, “lo stiamo facendo in queste ore”. Adesso  “c’è da mitigare l’aumento del trimestre, che c’è in tutto il mondo, e all’80% dipende dall’aumento del gas. Poi c’è da mettere in piedi un intervento più strutturale. Bisogna ragionare su come è costruita una bolletta, va riscritto il metodo di calcolo. Lo stiamo facendo in queste ore”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“In Europa ci sono più di cento centrali nucleari, 56 solo nella vicina Francia, 10 nella Svezia green di Greta. L’Italia è la più grande importatrice di energia elettrica al mondo, e la bolletta della luce degli Italiani è fra le più care al mondo, anche per colpa delle tasse che superano il 50% dei costi totali”, commenta il leader della Lega Matteo Salvini.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cingolani, stiamo riscrivendo metodo di calcolo delle bollette
“Mitigazione aumento trimestre, poi intervento strutturale”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
09:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Va riscritto il metodo di calcolo” delle bollette energetiche, “lo stiamo facendo in queste ore”.
Lo ha detto stamani il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, intervistato a Radio anch’io.

Sulle bollette dell’energia, ha spiegato il ministro, “c’è da mitigare l’aumento del trimestre, che c’è in tutto il mondo, e all’80% dipende dall’aumento del gas. Poi c’è da mettere in piedi un intervento più strutturale. Bisogna ragionare su come è costruita una bolletta, va riscritto il metodo di calcolo. Lo stiamo facendo in queste ore”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ast ceduta da TK ad Arvedi, torna proprietà italiana
Closing operazione previsto entro il primo semestre 2022
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TERNI
16 settembre 2021
09:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ThyssenKrupp ha annunciato la cessione dell’Ast di Terni al gruppo Arvedi. L’acciaieria torna quindi a una proprietà italiana.

Thyssenkrupp ha annunciato “la vendita di Acciai Speciali Terni (Ast), inclusa la relativa organizzazione commerciale in Germania, Italia e Turchia, alla società italiana Arvedi, raggiungendo così un nuovo traguardo nel riassetto del gruppo”.
“È stato concordato – è stato spiegato – di non divulgare il prezzo d’acquisto. La transazione è soggetta all’approvazione del Consiglio di Sorveglianza di Thyssenkrupp AG e all’autorizzazione dell’autorità antitrust europea”.
Il closing dell’operazione di cessione di Ast ad Arvedi “è previsto entro il primo semestre 2022 e Thyssenkrupp sta esaminando la possibilità di mantenere una partecipazione di minoranza nel gruppo Ast”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Gimbe, in 7 giorni tutti gli indicatori in calo
“In ospedale ci sono quasi esclusivamente persone non vaccinate”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
10:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dai decessi per Covid ai contagi, la settimana 8-14 settembre, rispetto alla precedente, ha visto tutti i numeri in calo: scendono -14,7% i nuovi casi (33.712 rispetto a 39.511), del -6,7% i decessi (389 rispetto 417), dell’-8,8% le persone in isolamento domiciliare (117.621 rispetto a 128.917), del -3,3% i ricoveri con sintomi (4.165 rispetto a 4.307) e del -1,6% le terapie intensive (554 rispetto a 563). Lo rileva il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe, che sottolinea come in ospedale ci siano “quasi esclusivamente persone non vaccinate”.

“Continuano a diminuire i nuovi casi settimanali – dichiara Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe – mentre solo 4 Regioni registrano un incremento percentuale dei nuovi casi”.
Inoltre, “solo in 2 Province si contano oltre 150 casi per 100.000 abitanti: Siracusa (178) e Messina (168). In calo anche i decessi: 389 negli ultimi 7 giorni (di cui 52 riferiti a periodi precedenti), con una media giornaliera di 56 rispetto ai 60 della settimana precedente”. “Sul fronte ospedaliero – afferma Renata Gili, responsabile Ricerca sui Servizi Sanitari del Gimbe – dopo 8 settimane di aumento si registra una lieve riduzione dei posti letto occupati da pazienti Covid-19, che scendono del 3,3% in area medica e dell’1,6% in terapia intensiva”.
“Iniziano a scendere anche gli ingressi giornalieri in terapia intensiva – spiega Marco Mosti, direttore Operativo Gimbe – con una media mobile a 7 giorni di 36 ingressi al giorno rispetto ai 42 della settimana precedente”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salone nautico al via tra boom di ordini, green e innovazione
Presenti tutti i big del settore, mille espositori
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
16 settembre 2021
10:51
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Inaugurata la 61/a edizione del Salone Nautico di Genova alla presenza del ministro del Mims Enrico Giovannini e del presidente di Confindustria Bonomi.
oltre mille espositori e mille barche su 200 mila metri quadrati di superficie (l’85% all’aperto) con il 14% in più di spazi a terra e il 19% in più in acqua rispetto all’anno scorso.

Presenti tutti i grandi marchi, i principali cantieri italiani ed esteri con i modelli di punta e molte presentazioni in anteprima delle novità dalla vela a yacht e superyacht a motore, alle imbarcazioni pneumatiche, fra innovazioni tecnologiche e nuovi materiali che guardano a prestazioni, comfort e sostenibilità. “E’ un giorno importante per l’Italia. Il successo di questo Salone è la testimonianza della capacità di una città e della forza di una manifestazione”, ha detto Giovannini. “Sappiamo che dobbiamo sviluppare di più la nostra portualità e la nautica da diporto. Il Pnnr investe come non mai proprio su questi settori”, ha aggiunto. “La nautica ha il suo punto fermo anche nel 2021” è lo slogan del Salone nautico di quest’anno, che si candida a riferimento in un momento molto positivo del mercato, con i cantieri che hanno fatto il pieno di ordini, all’insegna di una ritrovata voglia di barca. La stima di crescita del fatturato per il 2021 supera il 23% rispetto all’anno passato, per una cifra attorno ai 6 miliardi, non avveniva dal 2007-2008. Azimut – Benetti ha annunciato ordini al 31 agosto per 1,2 miliardi di euro; Ferretti per i primi sei mesi del 2021 parla di ricavi per 457 milioni, +78% rispetto al 2020, Sanlorenzo ha un portafoglio ordini per un miliardo e il suo valore in borsa è più che raddoppiato dal giorno della quotazione.
Per garantire la sicurezza l’ingresso è possibile solo con il green pass, il biglietto è nominativo e si acquista solo on line. Per supportare l’organizzazione la Regione Liguria ha allestito al Nautico una postazione per tamponi rapidi per il rilascio immediato del green pass, due per il controllo della temperatura e uno spazio vaccini.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Presidi, in quarantena qualche centinaio classi su 400mila
‘La piattaforma per i controlli sta funzionando’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
16:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Al momento in tutta Italia sono qualche centinaia le classi in quarantena su un totale di 400mila. A Roma poche decine”.
A spiegarlo Mario Rusconi, presidente dell’Associazione nazionale presidi di Roma. Sul fronte dei controlli del Green pass per il personale della scuola Rusconi spiega: “La piattaforma sta funzionando”.

“Non sappiamo quale sarà l’evoluzione perché ci sono ben 12mila classi con un numero di oltre 25 studenti – aggiunge Rusconi-. E’ pensabile che qui possa esserci una maggiore diffusione del virus, pur indossando le mascherine. Per questo auspichiamo che i ragazzi dai 12 anni si vaccinino. La risposta dei 16-17enni è molto ampia. L’educazione scientifica sui giovani sta funzionando ed è merito della scuola”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Inps, la presentazione del rapporto sullo stato sociale
Ad ospitare l’evento in programma dalle 16,30 la Scuola Superiore Sant’Anna
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
18:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La presentazione del rapporto annuale dell’Inps sull’attività e il ruolo dell’istituto nel sistema di welfare nazionale e nell’attuale contesto sociale ed economico italiano.
Ad ospitare l’evento dalle 16,30 la Scuola Superiore Sant’Anna con l’Istituto di Economia
LA DIRETTA:

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Dopo l’intervento di saluto della rettrice Sabina Nuti, il rapporto è presentato da Pasquale Tridico e Daniele Checchi, rispettivamente presidente e direttore generale dell’Inps.
Ne discutono, moderati dall’economista Andrea Roventini (Scuola Superiore Sant’Anna), la sociologa Chiara Saraceno (Collegio Carlo Alberto di Torino) e l’economista Giovanni Dosi (Scuola Superiore Sant’Anna).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Governo lavora a misure contro caro bollette,non oggi in Cdm
In mattinata riunione Draghi-Cingolani-Franco
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
11:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il governo è al lavoro su un provvedimento per fronteggiare il rincaro delle bollette energetiche ma le misure non saranno oggi sul tavolo del Consiglio dei ministri. E’ quanto si apprende da fonti dell’esecutivo al termine della riunione del premier Mario Draghi con i ministri Roberto Cingolani e Daniele Franco.
Per intervenire, spiegano le stesse fonti, c’è tempo fino al 30 settembre.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green Pass: al via cabina regia a Palazzo Chigi con Draghi
Presenti i rappresentanti delle forze di maggioranza
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
11:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ iniziata la cabina di regia a Palazzo Chigi sulle nuove misure sull’obbligo del Green Pass per i lavoratori del settore pubblico e di quello privato. Alla riunione, presieduta dal premier Mario Draghi partecipano i capidelegazione di M5S.
Lega, Fi, Pd, Iv e Leu.
All’incontro partecipano: il ministro della Cultura Dario Franceschini (Pd), il ministro della Salute Roberto Speranza (Leu), la titolare degli Affari Regionali Maria Stella Gelmini (Fi), il ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D’Incà (M5S), il ministro per lo Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti (Lega) , la titolare per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti (Iv).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: in 6 mesi saldo positivo di 925.408 rapporti, vola termine
Ma solo 118.694 a tempo indeterminato
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
11:39
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nei primi sei mesi dell’anno l’Inps ha registrato oltre 3,3 milioni di attivazioni di rapporti di lavoro e quasi 2,4 milioni di cessazioni con un saldo positivo nel periodo per 925.408 unità. La gran parte delle attivazioni sono state per contratti non standard (a termine, stagionali, in somministrazione ecc) e le assunzioni a tempo indeterminato sono state 552.440, il 16,63% del totale (vanno poi aggiunte le trasformazioni).
Il saldo tra entrate e uscite per i contratti a tempo indeterminato è stato di 118.694 unità. Fino a giugno era in vigore il blocco dei licenziamenti per tutte le imprese.

A giugno del 2021 i lavoratori in cassa integrazione Covid scendono sotto quota un milione, per la prima volta dall’inizio della pandemia a marzo 2020. Lo si legge sull’Osservatorio Inps sul precariato che calcola che i lavoratori in cassa nel mese siano stati 987.000 per una media di 65 ore a testa. Nel picco della prima ondata, ad aprile 2020, sono stati messi in cassa integrazione Covid dalle aziende 5.620.000 lavoratori per una media di 107 ore a testa. Le ore usate a giugno 2021 sono quindi poco più di un decimo di quelle del momento di massimo utilizzo dell’ammortizzatore.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Boris Johnson terremota il governo, ora è più rosa
Raab perde Esteri ma diventa vice. Premier, Paese sarà più equo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
15 settembre 2021
21:38
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Terremoto nel governo Tory britannico di Boris Johnson, che ha giocato oggi la carta di un mega rimpasto per cercare di rilanciarsi di fronte alle nuove incognite sanitarie, economiche e sociali che il Regno Unito si appresta ad affrontare nei prossimi mesi. E ai segnali di affanno mostrati dagli ultimi sondaggi.

L’operazione facce nuove (o seminuove) si è consumata più o meno nei tempi previsti dai media e in barba alle mezze smentite ufficiali di una settimana fa; ma in una dimensione ancor più ampia rispetto alle attese. Con non pochi siluramenti in tronco e la retrocessione di Dominic Raab dagli Esteri alla Giustizia (seppure compensata dall’ascesa da numero 2 de facto a vicepremier de jure della compagine, carica vacante da anni nel Paese). Oltre che con un rafforzamento delle quote rosa segnato – alla testa di due dicasteri chiave – dalla conferma della controversa Priti Patel all’Home Office (Interni) e dalla promozione di Liz Truss dal Commercio Internazionale al Foreign Office al posto di Raab: seconda donna a diventare capo della diplomazia di Sua Maestà in assoluto dopo l’effimera esperienza della laburista Margaret Becket fra il 2006 e il 2007 sotto Tony Blair.
L’impostazione ideologica dell’esecutivo non appare destinata in effetti a cambiare granché in un Paese nel quale il Pil è tornato a crescere di buona lena, ma non senza ombre che vanno dalle incertezze sui piani invernali anti Covid all’impatto delle restrizioni revocate e della scommessa vaccinale sul già pesante bilancio di morti per pandemia, dalle polemiche sull’incremento delle tasse per finanziare sanità e welfare ai tagli del meccanismo assistenziale dell’Universal Credit. A testimoniarlo contribuisce proprio l’immagine delle due donne forti emergenti del team: Patel e Truss (a cui resta affidato pure il portafogli delle Pari Opportunità, annesso per la prima volta agli Esteri), entrambe in fama di falco e di storiche pretoriane della Brexit. Mentre Raab, brexiteer liberale, si dovrà accontentare della poltrona di vice, associata a quella di ministro della Giustizia e Lord Chancellor, dopo essere finito nell’occhio del ciclone per la gestione del ritiro dall’Afghanistan e per essere stato sorpreso dalla caduta di Kabul in mano ai Talebani mentre si trovava in vacanza al mare a Creta.
Fra le altre caselle di rilievo, BoJo ha mantenuto forse obtorto collo nel ruolo di cancelliere dello Scacchiere, con ampi poteri sul Tesoro, sulle Finanze e sui cordoni della borsa del governo, il 40enne rampante Rishi Sunak (d’origine indiana proprio come Patel in un collettivo che rimane a forte impronta multietnica): una figura gradita all’establishment e che qualcuno ritiene possa provare prima o poi a fargli le scarpe al numero 10 di Downing Street. Mentre ha fatto cadere le testa di Gavin Williamson, rimosso dal vertice dell’Istruzione dopo le tante critiche ricevute su scuola e pandemia e sostituito da Nadhim Zahawi (radici curdo-irachene), promosso per aver coordinato con grande successo la campagna sui vaccini da viceministro ad hoc. Fuori pure il moderato Robert Buckland, caduto alla Giustizia per risultati giudicati insufficienti sulla riforma carceraria; e il chiacchierato Robert Jenrick, sfiorato da qualche scandalo come ministro delle Aree Urbane e degli Enti Locali, pure centrale sul fronte dell’emergenza Covid.
Ad ereditare le competenze di Jenrick sarà Michael Gove, dottor sottile delle parrocchia Tory e coprotagonista con Johnson della campagna referendaria per il divorzio dall’Ue del 2016, la cui stella torna a brillare dopo il tradimento inflitto allo stesso Boris 5 anni fa e la mezza pace successiva. Per il resto vanno segnalate le conferme di Sajid Javid alla Sanità, di Ben Wallace alla Difesa, di Jacob Rees-Mogg a Leader of the House ai Comuni, di Suella Braverman come Attorney General e il salto d’un altro brexiteer doc, Steve Barclay, da numero due del Tesoro a cancelliere del Ducato di Lancaster e ministro dell’Ufficio di Gabinetto. Nonché l’ascesa ancora di due donne, Anne-Marie Trevelyan, che rimpiazza Truss al Commercio Estero, e Nadine Dorries, reduce come Johnson da un drammatico contagio Covid nella primavera del 2020, proiettata da sottosegretaria alla Sanità a ministra della Cultura, dei Media e dello Sport al posto di Oliver Dowden (che va alla presidenza del Partito Conservatore).
La squadra “che ho nominato oggi – ha proclamato il premier su Twitter a pratica conclusa – lavorerà senza risparmio per unire e rendere più equo il Paese. Vogliamo ricostruirlo in meglio dopo la pandemia e attuare le nostre priorità. Ora tutti all’opera”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Propaganda nazi-fascista sui social, quattro indagati
Operazione Digos Torino, sequestrato ingente materiale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
16 settembre 2021
12:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pubblicavano sui social, e su diverse chat, immagini e frasi dal contenuto nazista, razzista e antisemita. La Digos della Questura di Torino ha concluso una indagine nei confronti di quattro persone, tutte residenti nel Torinese, indagate per propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale etnica e religiosa.

Sequestrati numerosi indumenti, fibbie, elmetti, berretti, foulard, bandiere, medaglie, crest, timbri, distintivi, adesivi, foto, manifesti e quadri con simbologie nazi-fasciste nonché una carabina ad aria compressa e un machete illegalmente detenuti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pnrr: da Banca Progetto un sito sulle opportunità per le Pmi
Illustra le maggiori gare d’appalto del Recovery
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
12:20
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Banca Progetto, la banca digitale per famiglie e imprese guidata dall’Ad Paolo Fiorentino, continua a sostenere le PMI italiane dando il suo supporto al AppaltiPnrr.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Si tratta, spiega l’istituto di credito, ” dell’unico sito in Italia che illustra le più importanti gare d’appalto indette dalle amministrazioni pubbliche attraverso i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza lanciato da FormatLab”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo l’ad Paolo Fiorentino “stiamo accelerando sul nostro percorso di crescita grazie anche al modello di banca digitale e all’innovativa infrastruttura tecnologica che ci consentono velocità e semplificazione dei processi. Per questo siamo i primi ad abbracciare iniziative che possano semplificare il modo in cui le aziende accedono a tutti i servizi di cui hanno bisogno, che siano finanziamenti o informazioni. Pensiamo che dare il nostro supporto all’iniziativa di FormatLab, guidata da professionisti del settore, sia fondamentale in un contesto normativo in evoluzione e in un momento in cui le PMI italiane devono poter usufruire di tutte le possibilità offerte dal PNRR”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Inps: in sei mesi saldo contratti +925.408, vola termine
Solo 118.694 a tempo indeterminato;Sotto 1 mln lavoratori in cig
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
12:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nei primi sei mesi dell’anno l’Inps ha registrato oltre 3,3 milioni di attivazioni di rapporti di lavoro e quasi 2,4 milioni di cessazioni con un saldo positivo nel periodo per 925.408 unità. La gran parte delle attivazioni sono state per contratti non standard (a termine, stagionali, in somministrazione ecc) e le assunzioni a tempo indeterminato sono state 552.440, il 16,63% del totale (vanno poi aggiunte le trasformazioni).
Il saldo tra entrate e uscite per i contratti a tempo indeterminato è stato di 118.694 unità. Fino a giugno era in vigore il blocco dei licenziamenti per tutte le imprese. E’ quanto emerge dall’Osservatorio Inps sul precariato.
A giugno del 2021 i lavoratori in cassa integrazione Covid scendono sotto quota un milione, per la prima volta dall’inizio della pandemia a marzo 2020. Nel mese i lavoratori in cassa sono stati 987.000 per una media di 65 ore a testa. Nel picco della prima ondata, ad aprile 2020, sono stati messi in cassa integrazione Covid dalle aziende 5.620.000 lavoratori per una media di 107 ore a testa. Le ore usate a giugno 2021 sono quindi poco più di un decimo di quelle del momento di massimo utilizzo dell’ammortizzatore.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Wojciechowski: su Prosek proteggere indicazioni geografiche
‘Aspettiamo osservazioni Italia’. Dopo sollecitazioni Patunelli
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
12:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Non abbiamo ancora autorizzato il Prosek. Aspetteremo vostre osservazioni.
Per noi è fondamentale proteggere le indicazioni geografiche”. Così il commissario all’agricoltura Wojciechowski: nel corso di un incontro con gli assessori all’agricoltura collaterale al G20, rispondendo alle sollecitazioni del Ministro Patuanelli.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Poste: progetto Creathon per periferie più inclusive
Sfida tra giovani per la riqualificazione dei quartieri
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
12:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Si chiama “Creathon”, ed è il nuovo progetto realizzato da Poste Italiane in collaborazione con Consel Consorzio Elis, che coinvolto 45 ragazzi tra figli di dipendenti e studenti di tre istituti scolastici, presenti in contesti socioculturali di periferia nelle città di Cittadella, Roma e Napoli-Scampia. Un progetto, spiega Poste, promosso per avvicinare i ragazzi al tema della diversità, dell’integrazione e dell’inclusione sociale.
Gli studenti si sono messi in gioco per rispondere alla “sfida” lanciata dall’azienda dal titolo “Nessun grado di separazione – Come creare un ambiente inclusivo ripensando alla diversità come valore guida”, in linea con l’Agenda 2030, che tra gli obiettivi del piano di sviluppo sostenibile ha anche quello di “Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, resilienti e sostenibili”.
Riuniti in gruppi su piattaforme virtuali, i partecipanti hanno cercato di immaginare soluzioni e progetti per la riqualificazione degli spazi dei quartieri più periferici, per renderli più vivibili e trasformarli in un posto di condivisione e socialità per gli abitanti. Tanta la creatività e l’innovazione nei progetti presentati dai diversi team, tra cui il progetto vincente, che ha proposto l’utilizzo di Ape-Car ecologiche che si muoveranno in diversi quartieri e stand sociali fissi nei parchi abbandonati. Obiettivo del progetto di Poste, spiega l’azienda i una nota, è “lo sviluppo di competenze trasversali per favorire l’orientamento professionale, creando così un ponte tra l’azienda e il mondo del lavoro”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Decarbonizzare l’industria del cemento, strategia di Federbeton
Callieri,filiera vuole essere protagonista transizione ecologica
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
12:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La filiera del cemento e del calcestruzzo vuole essere uno dei protagonisti della transizione ecologica”, dice il presidente di Federbeton, Roberto Callieri, presentando la strategia di decarbonizzazione dell’industria del cemento e del calcestruzzo. “Per affrontare la sfida della decarbonizzazione, le imprese si sono dotate di una strategia che, da qui al 2050, prevede investimenti per un totale di 4,2 miliardi di euro, oltre agli extra-costi operativi pari a circa 1,4 miliardi annui”, spiega.
E avverte: “Solo con adeguati e immediati strumenti di supporto si potrà impedire il depauperamento del tessuto industriale, preservare la competitività della filiera e scongiurare la delocalizzazione delle emissioni. Non da ultimo, occorre condividere una nuova cultura ambientale, basata sul dialogo e non più sulla contrapposizione preconcetta a qualsiasi scelta dell’industria”.
Federbeton ha elaborato la “Strategia per la decarbonizzazione” per il settore con il supporto degli esperti di Kpmg Advisory sui temi della sostenibilità. Il piano – spiega una nota – , sulla base di analisi di scenario, contiene l’approccio di Federbeton alla transizione ecologica e gli obiettivi da raggiungere entro il 2030 e il 2050, ipotizzando una serie di azioni per raggiungere la carbon neutrality nel 2050, così come previsto dagli obiettivi europei.
Agli investimenti, (anche, tra l’altro, per utilizzo di combustibili alternativi in sostituzione di quelli fossili; ricorso a energia rinnovabile ed efficientamento energetico; riduzione del rapporto clinker-cemento; implementazione di tecnologie Carbon Capture; approvvigionamento locale e trasporti green; Ottimizzazione della quantità di calcestruzzo nelle costruzioni) si aggiungono 1.4 milioni di euro annui di extra-costi operativi Per Federbeton “è necessario il supporto delle istituzioni e un contesto economico e culturale favorevole. Senza adeguate e immediate misure di sostegno – avverte – l’industria è concretamente a rischio”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Festa Roma, Uma Thurman sul manifesto della 16/a edizione
14-24 ottobre. Delli Colli e Monda, simbolo di energia e libertà
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
13:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Uma Thurman è la protagonista dell’immagine ufficiale della 16/a edizione della Festa del Cinema di Roma, che si svolgerà dal 14 al 24 ottobre 2021 all’Auditorium Parco della Musica con la direzione artistica di Antonio Monda, prodotta dalla Fondazione Cinema per Roma presieduta da Laura Delli Colli, direttore generale Francesca Via. La foto è un omaggio all’attrice statunitense e alla sua straordinaria performance in Kill Bill: Volume 2 di Quentin Tarantino, che riceverà il Premio alla Carriera nel corso della Festa del Cinema 2021.
Lo sguardo ipnotico dell’interprete attraversa lo schermo cinematografico e parla direttamente allo spettatore: il volto di Uma Thurman è un concentrato di energia, libertà e passione. Emerge il ritratto di una donna forte e determinata che lotta per quello che ama e trasforma il suo desiderio di vendetta nel sogno di nuova vita, alla ricerca di una vera e propria rinascita. “La scelta di siglare la Festa con l’immagine di un personaggio cult che continua a attraversare il cinema amato anche dalle generazioni più giovani non è solo un omaggio a un’attrice straordinaria ma un modo per augurare al cinema, oltre ogni cliché, la stessa energia e la stessa capacità di continuare a combattere per una vera stagione di ripartenza”, sottolinea Laura Delli Colli. “Uma Thurman è un’icona del cinema contemporaneo: una donna forte, sensibile, intelligente e indipendente. Una presenza imprescindibile come la bellezza e la libertà”, spiega Antonio Monda.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Verso ok estensione Green Pass in vigore dal 15 ottobre
Data concordata in cabina regia, Cdm chiamato a confermarla
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
13:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Potrebbe entrare in vigore il 15 ottobre, a quanto si apprende da diverse fonti governative, il decreto per l’estensione dell’obbligo di Green Pass ai lavoratori del settore pubblico e privato. La data sarà sul tavolo del Consiglio dei ministri di oggi, chiamato a confermarla.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: dopo 5 giorni senza, c’è sospensione stipendio
Nel pubblico e privato.Sanzioni pecuniarie a chi elude controlli
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
13:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Arriva la sospensione dal lavoro e quindi dallo stipendio dopo 5 giorni di accesso senza il Green pass. E’ l’orientamento che emerge al termine della cabina di regia del governo.
La sanzione varrà sia per il pubblico che per il privato. Per chi eluda i controlli viene anche prevista una sanzione pecuniaria. E vengono fatte salve altre sanzioni disciplinari.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Governo chiede a Camere di adeguarsi a obbligo Green Pass
Richiesta a organi costituzionali, chiamati decidere entro 15/10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
13:11
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Si va verso l’estensione dell’obbligo del Green Pass anche per gli organi costituzionali, includendo dunque il Quirinale e la Corte Costituzionale. L’obbligo, quindi, riguarderà anche le cariche elettive di Camera e Senato.

E’ quanto sottolineano diverse fonti di governo al termine della cabina di regia a Palazzo Chigi. L’obbligo, per il principio dell’autodichia, non può applicarsi automaticamente agli organi costituzionali che, secondo quanto prevedrebbe il decreto sul “super Green Pass”, saranno chiamati a pronunciarsi entro il 15 ottobre.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Whirlpool: l’azienda conferma la procedura di licenziamento
I sindacati chiedono la sospensione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
15:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Whirlpool conferma che le motivazioni che hanno portato l’azienda ad avviare a metà luglio la procedura di licenziamento collettivo per i lavoratori dello stabilimento di Napoli “non sono cambiate” e si dice disponibile “ad ascoltare eventuali proposte” e “a supportare i lavoratori”.
Lo si apprende mentre è in corso il tavolo convocato dal ministero del Lavoro, d’intesa con il Mise e la regione Campania, con l’azienda, Invitalia ed i sindacati.

I sindacati chiedono di sospendere la procedura, che scade a fine mese, e al governo di mettere in piedi un progetto concreto per la ripresa produttiva del sito di via Argine.
“Ennesima manifestazione e, speriamo, non ennesimo giro a vuoto. Perché oggi non ci accontentiamo. Serve bloccare la procedura, impedire che si arrivi al giorno, il 29 settembre, in cui se non succede nulla l’azienda può mandare le lettere di licenziamento”,  ha detto Barbara Tibaldi, segretaria nazionale Fiom, nel corso della manifestazione dei lavoratori Whirlpool al Mise.
“Il governo – secondo Tibaldi – deve finalmente rispondere del lavoro che tanto annuncia sui giornali. I drammi, le chiusure delle aziende, le ipotesi in loro tutela non possono essere oggetto di campagna elettorale”. “Vogliamo vedere – ha concluso Tibaldi – a cosa hanno lavorato, vogliamo vedere qual è la soluzione che è stata annunciata sui giornali. Chiediamo che la procedura di licenziamento si sospenda”.
“Questa discussione va avanti da 3 anni, la mia faccia sulla vertenza” Whirlpool “non è mai mancata, ci sono sempre stata e non mi sono mai tirata indietro. Noi abbiamo lavorato su un consorzio incentrato sulla mobilità sostenibile che riesca a gestire il riassorbimento della forza lavoro. È chiaramente necessario che l’azienda e il sindacato si siedano al tavolo. Ma una cosa la devo dire: non vorrei passasse il messaggio che il governo non abbia lavorato, sarebbe davvero una grande mancanza di rispetto”. Così, a quanto si apprende, la viceministra dello Sviluppo economico, Alessandra Todde, al tavolo su Whirlpool risponde ad azienda e sindacati e richiama il progetto di un hub della mobilità sostenibile annunciato a inizio agosto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Elezioni: 15 milioni italiani al voto d’autunno
Amministrative, suppletive e regionali
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
17 settembre 2021
10:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 15 milioni in circa 1.700 comuni gli italiani coinvolti dalle consultazioni elettorali di settembre ed ottobre, tra amministrative, regionali e suppletive.
Agli appuntamenti al seggio il sito del Viminale dedica uno speciale.
AMMINISTRATIVE – Interessati circa 12 milioni di elettorali di 1.157 Comuni, di cui 115 superiori ai 15mila abitanti. Si parte domenica 19 e lunedi’ 20 settembre in Valle d’Aosta.
Si vota, invece, domenica 3 e lunedi’ 4 ottobre per le amministrative nei comuni delle regioni a statuto ordinario e nel Friuli Venezia Giulia, con eventuale turno di ballottaggio domenica 17 e lunedi’ 18 ottobre.
Sempre il 3 e il 4 ottobre si svolgono le operazioni elettorali relative alle sezioni 2, 44, 73 e 78 del Comune di Lamezia Terme, dopo che il Tar della Calabria ha disposto l’annullamento e la rinnovazione delle operazioni elettorali avvenute nel 2019, con conseguente annullamento della proclamazione degli eletti alla carica di sindaco e alle cariche di consiglieri comunali.
Domenica 10 e lunedi’ 11 ottobre sono chiamati al voto gli elettori per le comunali in Sardegna e Sicilia, con eventuale turno di ballottaggio domenica 24 e lunedi’ 25 ottobre. Lo stesso 10 ottobre si svolgono le elezioni amministrative anche in Trentino-Alto Adige, con eventuale turno di ballottaggio domenica 24 ottobre.
SUPPLETIVE – Il 3 e 4 ottobre si svolgeranno anche le suppletive della Camera nei collegi uninominali 12-Siena della XII Circoscrizione Toscana e 11-Roma-Quartiere Primavalle della XV Circoscrizione Lazio 1.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
REGIONALI – Domenica 3 e lunedi’ 4 ottobre, infine, si votera’ in Calabria anche per il rinnovo della carica del presidente e del consiglio regionale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Da green pass a mascherine, al voto con le regole Covid
Ecco le indicazioni Viminale-Salute per elezioni settembre-ottobre
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
13:39
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dal green pass alle mascherine, dal distanziamento agli accessi contingentati: 15 milioni di italiani si apprestano ad andare al voto tra settembre e ottobre con le regole imposte dal Covid. Circolari di Viminale e ministero della Salute riportano le prescrizioni da osservare.
La novita’ è l’obbligo del green pass per i componenti dei seggi delle sezioni elettorali ospedaliere e di quelle allestite nelle Rsa.
Il protocollo sanitario firmato dai ministri dell’Interno e della Salute, Luciana Lamorgese e Roberto Speranza, punta a contemperare “il diritto al voto con quello alla salute”.
Per l’allestimento dei seggi vanno previsti “percorsi dedicati e distinti di ingresso e di uscita, chiaramente identificati con opportuna segnaletica, in modo da prevenire il rischio di interferenza tra i flussi di entrata e quelli di uscita”. È, inoltre, necessario evitare assembramenti nei seggi, “prevedendo il contingentamento degli accessi nell’edificio ed eventualmente creando apposite aree di attesa all’esterno dell’edificio stesso”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I locali destinati al seggio dovranno essere “sufficientemente ampi per consentire il distanziamento non inferiore a un metro sia tra i componenti del seggio che tra questi ultimi e l’elettore”. Bisogna, pero’ , anche garantire la distanza di due metri al momento dell’identificazione dell’elettore, quando a quest’ultimo sara’ chiesto di rimuovere la mascherina limitatamente al tempo occorrente per il suo riconoscimento.
Nel corso delle operazioni di voto, ci saranno periodiche operazioni di pulizia dei locali e disinfezione delle superfici di contatto, compresi tavoli, cabine elettorali e servizi igienici. È necessario, inoltre, rendere disponibili prodotti igienizzanti (dispenser di soluzione idroalcolica) da disporre negli spazi comuni all’entrata nell’edificio e in ogni seggio per permettere l’igiene frequente delle mani.
SI rimette poi “alla responsabilita’ di ciascun elettore il rispetto di alcune regole basilari di prevenzione” come evitare di recarsi al seggio in caso febbre superiore a 37.5 gradi; non essere stati in quarantena o isolamento domiciliare o a contatto con persone positive negli ultimi 14 giorni. Il Comitato tecnico-scientifico non ha quindi ritenuto necessaria la misurazione della temperatura corporea durante l’accesso ai seggi.
I componenti dei seggi ‘normali’ – cosi’ come gli elettori – devono indossare la mascherina chirurgica e sostituirla ogni 4-6 ore; devono, comunque, mantenere sempre la distanza di almeno un metro dagli altri componenti e procedere ad una frequente e accurata igiene delle mani. L’uso dei guanti e’ consigliato solo per le operazioni di spoglio delle schede. Discorso diverso per i componenti dei seggi ospedalieri e di quelli allestiti nelle rsa: in questi casi dovranno avere il green pass. Cio’ “al fine di garantire adeguate condizioni di sicurezza nell’espletamento delle fasi di raccolta del voto degli elettori positivi al Covid-19 in trattamento ospedaliero o domiciliare e di tutti coloro che si trovano in condizione di quarantena o isolamento fiduciario”.
Il personale che raccoglie il voto a domicilio dovra’ essere formato e dotato di adeguati dispositivi di protezione individuale. Dovrà inoltre indossare camice/grembiule monouso, guanti, visiera con mascherina chirurgica oppure dispositivi di protezione facciale di tipo FFP2 o FFP3; per gli elettori in quarantena basteranno guanti e mascherina chirurgica.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Casa: boom di compravendite nel secondo trimestre 2021 (+73,4%)
Agenzia delle Entrate, settore terziario-commerciale +97,9%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
13:48
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel secondo trimestre 2021 aumentano del 73,4% gli acquisti di abitazioni mentre gli scambi nel comparto terziario-commerciale fanno registrare un +97,9% rispetto allo stesso periodo del 2020. Volumi di compravendita in crescita anche nei settori produttivo (+85,4%) e agricolo (+88,1%).
E’ quanto rileva il report dell’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia (Omi), pubblicato oggi e disponibile sul sito internet delle Entrate, I dati, sottolinea l’Omi, vanno valutati tenendo conto che lo stesso trimestre del 2020 fu contraddistinto da quasi due mesi di lockdown.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Italia quarta al mondo per cyber minacce legate a pandemia
Ricerca, 130mila attacchi tra mail spam, malware e siti maligni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
14:01
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel primo semestre 2021 l’Italia è il quarto paese al mondo più colpito dalle minacce informatiche correlate al Covid-19 e alla pandemia e precedeuta solo da Stati Uniti, Germania e Colombia. Il dato emerge dal report sulle minacce informatiche a cura di Trend Micro Research.

Secondo la società di sicurezza informatica, sul nostro Paese si sono abbattuti 131.197 attacchi tra e-mail di spam, malware e siti maligni a tema pandemia. Nella classifica delle minacce a tema Covid-19 l’Italia è preceduta da Stati Uniti (1.584.337), Germania (832.750) e Colombia (462.005). Nel primo semestre 2021 l’Italia è in vetta anche nelle classifiche dei malware, i virus malevoli, e si attesta prima in Europa e quarta al mondo, con 28.208.577 attacchi. Sul podio Giappone (174.994.613) Stati Uniti (163.667.075) e India (29.008.051).
In particolare le minacce arrivate via e-mail in Italia sono state 194.879.311, i siti maligni visitati sono stati 7.559.192. Il numero di app maligne scaricate nella prima metà del 2021 è di 28.215; nella prima metà del 2021 sono stati 1.712 i malware unici di online banking che hanno colpito l’Italia.
In tutto il mondo, la società di sicurezza Trend Micro ha bloccato nel primo semestre un totale di circa 41 miliardi di minacce per un incremento del 47% rispetto al periodo precedente. La maggior parte degli attacchi è arrivata via e-mail. A livello mondiale i ransomware si confermano la minaccia principale, con i cybercriminali che hanno continuato a prendere di mira le aziende più famose.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mattarella: ‘Italia frugale, da 20 anni in avanzo primario di bilancio’
Al Quirinale anche il Presidente della Repubblica di Malta, George Vella, il Presidente della Repubblica di Finlandia, Sauli Niinistö, il Presidente d’Irlanda, Michael D. Higgins
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
14:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Da 20 anni l’Italia è in avanzo primario di bilancio. Questo è un segno di frugalità.
Si tratta di far crescere l’economia, non di frenarla, per affrontare efficacemente il debito. A sottolinearlo è il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella in un colloquio con il presidente ungherese János Áder ricevuto ogi al Quirinale. Si è trattato – si è appreso – di un franco confronto con l’Ungheria sui temi del debito e delle migrazioni.
Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha incontrato questa mattina al Quirinale, in separate udienze, il Presidente della Repubblica di Malta, George Vella, il Presidente della Repubblica di Finlandia, Sauli Niinistö, il Presidente d’Irlanda, Michael D. Higgins e il Presidente di Ungheria, János Áder.
Durante i colloqui si è registrata una ampia convergenza con Malta sul dossier libico e quello più ampio del Mediterraneo. Analoga convergenza si è registrata con la Finlandia sul tema dell’ estensione di sovranità a livello europeo. Inoltre – si è appreso – si è confermata una comune adesione con Helsinki al piano di investimenti europeo sul digitale e la transizione ecologica. Condivisione anche con l’Irlanda sul tema delle migrazioni. Infine, è stata esaminata anche la questione degli accordi di frontiera dell’Unione europea con la Gran Bretagna.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Strage Bologna: periti, Bellini deve riposare 14 giorni
A causa di un malore potrà tornare in aula dopo il 28 settembre
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
16 settembre 2021
14:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’ex Avanguardia nazionale Paolo Bellini, accusato di concorso nella strage del 2 agosto 1980, a causa delle sue condizioni di salute non potrà partecipare alle udienze del processo che lo vede coinvolto a Bologna per 14 giorni e quindi tornerà in aula solo a partire dall’udienza del 29 settembre. E’ quanto emerge dalla perizia depositata dai tre medici incaricati dalla Corte d’Assise di valutare se Bellini, che fino ad ora ha assistito a quasi tutte le udienze del dibattimento, possa continuare a farlo anche nelle prossime date già fissate “senza rischi eccedenti la normale condizione esistenziale del cittadino, in relazione alle condizioni di salute di ciascuno, evidentemente variabili, tenuto conto che si tratta semplicemente di assistere a udienze che non comportano sforzi”.

La Corte, dopo che Bellini aveva avuto un problema cardiaco il 3 settembre ed era stato ricoverato all’ospedale Sant’Orsola di Bologna, aveva ordinato la perizia in risposta alla richiesta di legittimo impedimento formulata dai legali di Bellini, gli avvocati Antonio Capitella e Manfredo Fiormonti. I medici del Sant’Orsola, che avevano visitato Bellini dopo il ricovero, erano arrivati alle stesse conclusioni, come documentato anche dai legali dell’imputato nell’udienza dell’8 settembre. L’ex estremista di destra è stato poi dimesso dall’ospedale il 13 settembre. Ora viste le conclusioni dei medici incaricati dalla Corte, Bellini potrà chiedere il rinvio delle udienze fino al 28 settembre per legittimo impedimento. “La cancelleria ci ha comunicato che domani saranno sentiti solo i periti – ha spiegato l’avvocato Capitella – senza che vengano convocati altri testimoni. Da questa comunicazione, deduco che probabilmente i medici hanno accertato il legittimo impedimento di Bellini. L’udienza del 22 settembre, con due testimoni in videocollegamento dalla Svizzera, però si terrà lo stesso perché Bellini aveva già dato suo assenso a tenerla anche in sua assenza”, conclude Capitella.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salone Risparmio: Intelligenza artificiale è realtà nelle Sgr
Ricerca Consob-Assogestioni, è una priorità strategica
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
15:04
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo sviluppo di sistemi di intelligenza artificiale è “una priorità strategica” per la stragrande maggioranza delle società di gestione del risparmio, nelle quali, questa tecnologia è già una realtà. E’ quanto emerge da una Ricerca sull’utilizzo di tecniche di intelligenza artificiale nell’asset management, realizzata da Consob in collaborazione con Assogestioni, presentata durante il Salone del Risparmio.

Secondo l’indagine, condotta sulle Sgr di maggiori dimensioni (rappresentative del 50% del patrimonio gestito a fine 2020), nella quasi totalità dei casi i sistemi di Intelligenza artificiale sono in uso da almeno un anno e tutte le società, tranne una, hanno dichiarato di avere in corso nuovi progetti in tale senso. Tra i principali benefici dell’IA, spicca il miglioramento delle performance dei processi di investimento, accanto al mantenimento della propria posizione competitiva e l’aumento dell’efficienza opoerativa, oltre alla possibilità di sviluppare strategie di gestione innovative. Gli operatori sono consapevoli dei rischi e indicano soprattutto “l’incomprensibilità degli algoritmi” e il rischio di “controlli inadeguati”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Da domani si scia in val Senales, ma solo con il Green pass
Tutto pronto sul ghiacciaio per professionisti e appassionati
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
16 settembre 2021
15:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Domani riparte – all’insegna del Green pass – la stagione sciistica sul ghiacciaio della val Senales Numerose squadre nazionali e club di sci nazionali e internazionali si sono già prenotate per le prossime settimane.
Come spiega Stefan Hütter, responsabile marketing dell’Alpin Arena Senales, “c’è anche molto interesse per l’allenamento ad alta quota sulla nostra pista da sci di fondo, la cui apertura è prevista per l’inizio di ottobre”.
Gli sciatori per diletto in possesso del Green pass potranno scendere su una parte della pista di Grawand a partire da venerdì. “Per il momento è possibile sciare la mattina dalle ore 9 alle ore 12.30, ma appena le temperature lo permetteranno, garantiremo la possibilità di sciare tutto il giorn”, aggiunge Hütter.
Sul ghiacciaio, ad un’altitudine di 3.212 m, si stanno completando i lavori agli impianti di risalita e sulle piste.
Lukas Tumler, responsabile delle piste e degli impianti dell’Alpin Arena Senales, spiega che il ghiacciaio è stati protetto dai raggi del sole da una copertura in pile per tutta l’estate. “Inoltre, durante la primavera accumuliamo depositi di neve, che ora ci permettono di disporre di circa 200.000 m3 di neve da utilizzare nella preparazione delle piste”. Per poter accedere alle piste, tutti coloro che hanno più di 12 anni (nati nel 2009) devono essere dotati di Green pass. “Vogliamo offrire alle squadre in allenamento, agli sciatori e al nostro staff un contesto il più sicuro possibile. Ecco perché abbiamo deciso di prendere questo provvedimento”, spiega Hütter.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nestlè investe 1,2 mld franchi per agricoltura rigenerativa
In Italia progetto per 40% acqua nell’irrigazione dei pomodori
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
15:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nei prossimi cinque anni Nestlé investirà 1,2 miliardi di franchi svizzeri per promuovere l’agricoltura rigenerativa in tutta la sua catena di approvvigionamento. L’annuncio arriva in concomitanza con il vertice delle Nazioni Unite sui sistemi alimentari di New York.

Sono tre le direzioni in cui il gruppo intende aiutare gli agricoltori ad utilizzare pratiche rigenerative, rispettose dell’ambiente: fornire assistenza tecnica per applicare nuove tecnologie, offrire un sostegno agli investimento e anche “pagare un sovrapprezzo per prodotti provenienti dall’agricoltura rigenerativa”.
“Attraverso le nostre partnership di lungo corso con le comunità agricole di tutto il mondo vogliamo accrescere il nostro supporto verso pratiche agricole che siano buone per l’ambiente e per le persone – ha spiegato Mark Schneider, CEO di Nestlé – Al fine di sostenere una corretta transizione, per noi è fondamentale aiutare gli agricoltori di tutto il mondo che si assumono i costi e i rischi legati al passaggio all’agricoltura rigenerativa”.
“Siamo consapevoli – ha aggiunto il Chairman Paul Bulcke – che l’agricoltura rivesta un ruolo fondamentale nel miglioramento della salute del suolo, nel ripristino del ciclo dell’acque e nell’aumento della biodiversità a lungo termine”.
Come parte di questo piano globale per sostenere la transizione a una agricoltura rigenerativa, Nestlé Italia ha avviato con Steriltom, storico fornitore di polpa di pomodoro per le pizze Buitoni, all’inizio del 2021 un primo progetto di agricoltura rigenerativa che, grazie a sonde “intelligenti” installate nei campi, contribuisce a risparmiare più del 40% di acqua per l’irrigazione dei pomodori.
“Siamo particolarmente orgogliosi di questo progetto che – ha concluso Marco Travaglia, Presidente e Amministratore Delegato Gruppo Nestlé Italia e Malta. – rappresenta un primo, ma importante passo nel cammino che stiamo intraprendendo in Italia per supportare l’adozione di pratiche di agricoltura rigenerativa nella nostra filiera” .
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 248 casi e un decesso in Puglia
Il tasso di positività è 1,78%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
16 settembre 2021
15:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi in Puglia sono stati registrati 248 casi su 13.931 test per l’infezione da Covid-19, con una incidenza dell’1,78%. E’ stato registrato un decesso.

I nuovi positivi sono 59 nel Leccese, 53 in provincia di Bari, 43 nel Foggiano, 40 nel Brindisino, 32 nella provincia Bat, 14 nel Tarantino, 5 residenti fuori regione, 2 casi di residenza non nota.
Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 3.497.003 test e sono 3.368 i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 266.706 e sono 256.579 i pazienti guariti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Buco bilancio,slitta processo ex sindaco e ex Giunta Catania
Prima udienza rinviata al 20 gennaio 2022 per difetto notifica
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
16 settembre 2021
15:47
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata rinviata per difetto di notifica la prima udienze del processo all’ex sindaco di Catania Enzo Bianco, la sua giunta in carica tra il 2013 e il 2018 e l’allora collegio dei revisori di conti nell’ambito del procedimento per il buco di bilancio del Comune del capoluogo etneo, che è in dissesto finanziario. Sono complessivamente 29 le persone che il 20 gennaio del 2022 dovranno comparire nell’aula Famà di piazza Verga davanti alla prima sezione del Tribunale monocratico.
Nel procedimento si sono costituiti come parti civili il Comune di Catania, la Cgil e l’Ugl. La Procura contesta agli imputati il falso ideologico per avere, tra l’altro, “falsamente attestato la veridicità delle previsioni di entrata” anche se “consapevoli della loro sovrastima” e per avere “dolosamente omesso l’iscrizione nell’atto contabile di somme sufficienti a finanziare gli ingenti debiti fuori bilancio”. L’ inchiesta si è basata su indagini del nucleo di Polizia economica finanziaria della guardia di finanza di Catania. E’ coordinata dal procuratore Carmelo Zuccaro, dall’aggiunto Agata Santonocito e dai sostituti Fabio Regolo e Fabio Saponara. Atti dell’inchiesta sono stati trasmessi anche alla Corte dei conti della Sicilia davanti alla quale è pendente un altro procedimento.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Marche, 117 casi in 24h, nuovo calo incidenza a 52,81
-2 ricoverati (81) in un giorno, deceduta 71enne del Maceratese
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
16 settembre 2021
16:04
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cala ancora l’incidenza giornaliera su 100mila abitanti di nuovi positivi nelle Marche: ne sono stati rilevati 117 e l’incidenza si attesta a 52,81 (ieri 58,98); 28 i nuovi contagi in provincia di Macerata, 19 nel Fermano, 18 ciascuna nelle province di Ancona e Ascoli Piceno, 13 a Pesaro Urbino e 21 da fuori regione. Lo fa sapere il Servizio Sanità nelle Marche.
I ricoveri fanno segnare un -2 (81) e si registra un nuovo decesso (una 71enne di Colmurano nel Maceratese morta a Fermo) con il totale che sale a 3.062.
Stabile il numero degenti in terapia intensiva (27), -3 in semintensiva (19) e +1 nei reparti non intensivi (35); tre le persone dimesse. Le strutture territoriali ospitano 43 persone e dieci sono in osservazione nei pronto soccorso. In diminuzione il numero totale di positivi (ricoveri più isolamenti) a 2.952 (-126) di cui 2.910 in isolamento domiciliare (-85), di quarantene per contatto con positivi (3.953; -93). I guariti/dimessi raggiungono quota 106.707 (+203).
Tra i nuovi contagiati 21 persone con sintomi; i casi comprendono 28 contatti stretti di positivi, 36 contatti domestici, tre in setting lavorativo e due in ambiente di vita o socialità; su 25 casi in corso approfondimenti epidemiologici.
In tutto eseguiti 3.139 tamponi: 1.814 nel percorso diagnostico di screening (6,4% di positivi); a questi si aggiungono 972 test antigenici (26 casi rilevati).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Emilia-Romagna 364 nuovi contagi e sei morti
Calano sia i casi attivi che i ricoveri nei reparti ospedalieri
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
16 settembre 2021
16:06
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 364 i nuovi casi di positività al Coronavirus registrati in Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore sulla base di circa 28.500 tamponi registrati.
Diminuiscono ricoveri e casi attivi, mentre si contano ancora sei morti: si tratta di due uomini di 82 e 93 anni in provincia di Modena, un uomo di 93 anni nel Bolognese, uno nel Reggiano di 95 anni, una donna di 86 nel Ferrarese e un uomo di 73 nel Forlivese.

I casi attivi scendono a 13.372, i pazienti in terapia intensiva sono 44 (come ieri) e quelli negli altri reparti Covid 427 (-23).
Dei nuovi positivi, 135 sono asintomatici, individuati soprattutto grazie al contact tracing. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 38,3 anni.
Modena, in termini assoluti, è la provincia con il numero di contagi più alto (85) seguita Bologna (56) e Parma (54).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Fvg, dal 20/9 prenotazioni per terza dose fragili
Riccardi, raggiungere adeguato livello di reazione anticorpale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
16 settembre 2021
16:22
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Dalle 9 di lunedì 20 settembre si aprono in Friuli Venezia Giulia le prenotazioni riservate alla terza dose del vaccino anti-Covid per le categorie di grave fragilità indicate dalla circolare ministeriale. L’obiettivo della terza dose è quello di far raggiungere un adeguato livello di reazione anticorpale a coloro che hanno un sistema immunitario indebolito”.
Lo annuncia il vicegovernatore con delega alla Salute, Ricardo Riccardi, ricordando che sarà possibile prenotare l’appuntamento presso gli sportelli Cup delle Aziende sanitarie, nelle farmacie abilitate e tramite il Call Center Regionale allo 0434/223522 o con la WebApp.
Le persone rientranti in questa fascia – informa la Regione – per accedere alla somministrazione dovranno sottoscrivere nel punto vaccinale un’autocertificazione in ordine alla propria condizione di fragilità rientrante nelle disposizioni ministeriali. Inoltre bisognerà avere con sé il Green pass o il certificato vaccinale.
“Il tipo di vaccino che verrà inoculato (Pfizer o Moderna) – si legge nella nota – dovrà essere preferibilmente lo stesso usato in occasione della seconda dose, ma sono possibili anche vaccinazioni con farmaci diversi, come stabilito da Aifa. Sarà possibile prenotarsi a partire da 28 giorni dopo la somministrazione della seconda dose”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Raggi e Gualtieri si incontrano a San Basilio, botta e risposta
‘Da anni vado a San Basilio, per Gualtieri prima volta’. L’ex ministro: ‘Lei ci ha raggiunto’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
17 settembre 2021
09:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Roberto Gualtieri, candidato a sindaco di Roma per il centrosinistra, e la sindaca uscente Virginia Raggi, si sono ritrovati insieme a San Basilio, ieri sera. Andato a parlare con don Antonio Coluccia, per girare con lui il quartiere di una delle periferie di Roma, Gualtieri ha incontrato Raggi che si è unita a loro.
I due sfidanti si sono poi visti questa mattina all’incontro organizzato da Confcooperative Roma tra i candidati, con Carlo Calenda e Enrico Michetti assente.
In un tweet, la sindaca uscente, ha poi postato un video della passeggiata fatta con l’avversario dicendo che era passata a San Basilio prima di rientrare a casa e così ha portato Gualtieri a “conoscere il quartiere”.
“Io sono anni che vado a San Basilio e stiamo facendo un lavoro importante, Gualtieri ci è andato per la prima volta in campagna elettorale come stanno facendo adesso tutti, ma sono i volti di partiti che conosciamo bene.
Sono i soliti noti, si dimenticheranno delle periferie tra qualche settimana: il meccanismo purtroppo lo conosciamo”, ha detto la sindaca uscente di Roma, a margine dell’evento organizzato da Confcooperative Roma, con i candidati sindaco:

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

‘Non voglio fare né polemiche, né ironie ma io ero a San Basilio, facendo un giro importante in un quartiere dove c’è una piazza di spaccio e ad un certo punto la sindaca ci ha raggiunto. Sono contento. Ho letto che ha detto che mi ha portato a San Basilio ma non è così. Credo che ai cittadini non interessi, ognuno ha il suo stile”, ha detto il candidato a sindaco di Roma del centrosinistra. “Ci sono cose troppo importanti – ha proseguito Gualtieri -. C’è chi rischia la vita per denunciare le piazze di spiaccio, ho fatto il giro insieme a don Coluccia, una persona straordinaria, coraggiosa che rischia la vita e conosce tutta la situazione. Per me è stato emozionante girare con lui per questa piazza di spaccio, dopo un po’ si è presentata anche la sindaca. Meglio, eravamo in due”, ha concluso.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ruby ter: Berlusconi, processo vada avanti in mia assenza
‘C’è evidente pregiudizio,perizia lede mia storia e onorabilità’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
16 settembre 2021
16:27
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per Silvio Berlusconi la decisione dei giudici di Milano del caso Ruby ter di sottoporlo a una “illimitata perizia psichiatrica” è “lesiva della mia storia e della mia onorabilità”, oltre che un “evidente pregiudizio nei miei confronti”. Lo scrive l’ex premier in una dichiarazione depositata al presidente del collegio, spiegando che “non posso quindi accettare questa decisione” e affermando che “si proceda, dunque, in mia assenza alla celebrazione di un processo” che definisce “ingiusto”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, Fauci promuove l’Italia: ‘Gestione migliore degli Usa’
‘Il Paese è diventato un esempio nel mondo’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
16:32
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’Italia sta andando bene, meglio degli Usa, ora è diventata un esempio per il mondo”: Anthony Fauci torna a Villa Firenze, la residenza dell’ambasciatrice d’Italia a Washington, e promuove il nostro Paese per la gestione della pandemia, in particolare per la percentuale di persone completamente vaccinate sopra i 12 anni, quasi il 75%, contro il 54% degli Stati Uniti (63% con almeno una dose).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Beato don Fornasini, prete partigiano martire di Marzabotto
Il 26 cerimonia a Bologna alla fine del festival Francescano
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
16 settembre 2021
16:46
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Don Giovanni Fornasini è “fratello di tutti”, se c’è “un testamento della sua vita è che non lasciava dietro nessuno”. Così l’arcivescovo di Bologna, cardinale Matteo Zuppi, ha ricordato la figura del sacerdote martire, ucciso dai nazifascisti il 13 ottobre 1944 a San Martino di Caprara, testimone degli eccidi avvenuti a Monte Sole, Marzabotto, nei giorni precedenti, presentando gli eventi per la sua beatificazione che avverrà domenica 26 settembre, in chiusura del Festival Francescano a Bologna.

La celebrazione sarà presieduta dal cardinale Marcello Semeraro, prefetto della Congregazione delle cause dei santi, a nome di papa Francesco. L’evento si svolgerà nella Basilica di San Petronio ma un maxi schermo sarà allestito anche in piazza Maggiore. Per entrambi i luoghi si potrà accedere prenotando online. Nel giorno della beatificazione saranno portate in basilica, insieme all’urna coi resti del corpo del martire, anche alcuni oggetti che gli sono appartenuti e che sono il simbolo della sua storia e testimonianza: la bicicletta con cui accorreva verso chi aveva bisogno, gli occhiali e l’aspersorio che aveva con sé il giorno in cui fu ucciso.
Commosso il ricordo della nipote Caterina, classe 1938, bambina quando lo zio fu ucciso: “Era instancabile, aiutava tutti, tutti indistintamente. Venivano, chiedevano, lui prendeva la bici e andava, dove poteva, per liberare. Ha liberato tantissima gente”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ruby ter: Berlusconi,da pm toni inaccettabili contro di me
‘Perizia psicologica fuori di ogni logica’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
16 settembre 2021
16:47
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La “Procura nel corso dell’udienza dell’8 settembre, con toni e modi davvero inaccettabili nei confronti miei e dei medici che mi hanno per molte volte visitato, ha chiesto di disattendere” le conclusioni delle relazioni mediche della difesa, che nell’udienza di fine maggio avevano portato a un lungo rinvio del processo, e “di procedere oltre”. Lo scrive Silvio Berlusconi nella dichiarazione ai giudici del caso Ruby ter.
Per l’ex premier la decisione di sottoporlo non solo a una perizia “cardiologica”, ma anche “psichiatrica”, è “al di fuori di ogni logica” e “del tutto incongrua rispetto alla mia storia e al mio presente”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ruby ter: perizia non si fa più, da fissare nuova udienza
Berlusconi: ‘Il processo vada avanti senza di me’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
17 settembre 2021
09:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La perizia medico legale sulle condizioni di salute di Silvio Berlusconi, che era stata già disposta e non era ancora iniziata, non si farà più. Con la dichiarazione dell’ex premier, il quale ha detto ai giudici di andare avanti col processo in sua assenza, sono venuti meno, infatti, i presupposti per i quali i giudici della settima penale l’avevano decisa, ossia il legittimo impedimento presentato l’8 settembre.
Ora il collegio dovrà fissare una nuova udienza ‘ravvicinata’ per andare avanti col dibattimento al posto di quella ‘lontana’ del 17 novembre in cui si sarebbe dovuto discutere sulla perizia, dopo il deposito.
Per Silvio Berlusconi la decisione dei giudici di Milano del caso Ruby ter di sottoporlo a una ‘illimitata perizia psichiatrica è lesiva della mia storia e della mia onorabilità’, oltre che un ‘evidente pregiudizio nei miei confronti’. Lo scrive l’ex premier in una dichiarazione depositata al presidente del collegio. ‘Non posso accettare questa decisione. Si proceda dunque in mia assenza alla celebrazione di un processo che ritengo ingiusto’.
La “Procura nel corso dell’udienza dell’8 settembre, con toni e modi davvero inaccettabili nei confronti miei e dei medici che mi hanno per molte volte visitato, ha chiesto di disattendere” le conclusioni delle relazioni mediche della difesa, che nell’udienza di fine maggio avevano portato a un lungo rinvio del processo, e “di procedere oltre”. Lo scrive Silvio Berlusconi nella dichiarazione ai giudici del caso Ruby ter. Per l’ex premier la decisione di sottoporlo non solo a una perizia “cardiologica”, ma anche “psichiatrica”, è “al di fuori di ogni logica” e “del tutto incongrua rispetto alla mia storia e al mio presente”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 5.117 positivi, 67 le vittime
Effettuati 306.267 tamponi, tasso positività stabile all’1,6%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
17:44
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 5.117 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 4.830.
Sono invece 67 le vittime in un giorno, ieri erano state 73. Effettuati 306.267 tamponi molecolari e antigenici con il tasso di positività stabile all’1,6%. Sono 531 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 9 in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 30 (ieri erano 32). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.018, 110 in meno rispetto a ieri. Dall’inizio della pandemia i casi sono 4.623.155, i morti 130.167. I dimessi e i guariti sono invece 4.376.646, con un incremento di 7.193 rispetto a ieri, mentre gli attualmente positivi sono 116.342, con un calo di 2.145 casi nelle ultime 24 ore.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Forze Armate: esercitazione Alpini nello scenario 5 Torri
Sopra Cortina, 22 settembre prove combattimento in alta montagna
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
16 settembre 2021
17:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il gruppo delle 5 Torri, un museo a cielo aperto della Prima Guerra mondiale, e tra i luoghi più belli delle Dolomiti, sarà lo scenario d’alta montagna dove il prossimo 22 settembre si svolgerà l’edizione 2021 di ‘Vertigo’ l’esercitazione multinazionale interforze che vedrà le truppe Alpine dell’Esercito Italiano impegnate in una serie di difficili prove tecniche: progressione alpinistica, manovre di soccorso in parete (con e senza elicotteri) sviluppo di azioni militari in un ambiente selettivo. L’esercitazione si terrà nel pieno rispetto delle misure anti Covid-19.

Sulle 5 Torri era posizionato più di 100 anni fa Comando dell’artiglieria italiana durante il conflitto del ’15-’18.
Gli Alpini, eredi dei soldati che durante la prima Guerra scrissero su queste montagne pagine di storia militare, testeranno la propria capacità di operare in maniera sinergica in un ambiente ostile, dando risalto al concetto di “mountain warfare”, evoluzione delle tradizionali tecniche di combattimento in alta montagna.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: chi è senza non può essere licenziato. Ecco le misure
Le nuove regole per il lavoro, avvocati in tribunale senza certificato
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
17 settembre 2021
10:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Magistrati e dipendenti di Bankitalia, colf, badanti, elettricisti e idraulici, ministeriali e dipendenti dei consigli comunali, governatori e consiglieri regionali eletti alle elezioni, volontari: dal 15 ottobre e fino al 31 dicembre, quando è prevista la scadenza dello stato d’emergenza, il green pass diventa obbligatorio in tutti i luoghi di lavoro e andrà ad incidere direttamente sulla vita di 23 milioni di italiani di cui 14 milioni e 700mila impiegati nel settore privato. Compresi deputati e senatori anche se, essendo Camera e Senato organi costituzionali, spetterà a loro decidere da quando e con quali modalità adeguare il proprio ordinamento in base al principio dell’autodichia, ossia dell’autonomia decisione.
OBBLIGO PER TUTTI I LAVORATORI – Il decreto, 9 articoli nell’ultima bozza, introduce innanzitutto l’obbligo per tutti i dipendenti pubblici: “personale delle amministrazioni pubbliche, delle Autorità amministrative indipendenti, compresa la Consob e la Commissione di vigilanza sui fondi pensione, della Banca d’Italia, nonché degli enti pubblici economici e degli organi di rilievo costituzionale” nonché tutti i “titolari di cariche elettive o di cariche istituzionali di vertice”.
E anche a tutti quei soggetti che, “a qualsiasi titolo” svolgono la propria attività lavorativa in un’amministrazione pubblica, anche se con contratti esterni. La norma vale anche per gli organi costituzionali – Presidenza della Repubblica, Camera, Senato, Corte Costituzionale – ma spetterà a loro definire in che modo applicarlo. Stesso discorso per il settore privato: “chiunque svolge un’attività lavorativa” per accedere al luogo di lavoro è obbligato a “possedere e esibire la certificazione”. Sia nel pubblico sia nel privato, non dovranno esibire il green pass tutti coloro che sono esentati dalla campagna vaccinale.
ANCHE NEI TRIBUNALI MA NON PER GLI AVVOCATI – Il decreto introduce anche una norma ad hoc per l’accesso a tribunali e uffici giudiziari: il green pass dovranno averlo i magistrati ordinari, amministrativi, contabili, militari e onorari, gli avvocati e i procuratori dello Stato e i componenti delle commissioni tributarie. La norma non varrà però per i legali: le disposizioni, dice il decreto, “non si applicano agli avvocati e altri difensori, consulenti, periti e altri ausiliari del magistrato estranei all’amministrazione della giustizia, testimoni e parti del processo”. Un avvocato potrà dunque andare in tribunale senza avere il certificato ma, ad esempio, dovrà mostrarlo per entrare in uno studio legale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TAMPONI A 15 EURO PER TUTTI – Per non penalizzare ulteriormente chi non vorrà o non può vaccinarsi, il decreto introduce i tamponi a prezzo calmierato per tutti nelle farmacie che hanno aderito al protocollo d’intesa: gratis per chi non si può vaccinare, 8 euro per i minori e 15 euro per tutti gli altri. Nella bozza è prevista per le farmacie che non rispettano i prezzi una sanzione da mille a 10mila euro e il prefetto potrà disporre anche la chiusura dell’attività per 5 giorni.
GREEN PASS VALIDO PER 72 ORE – Per quanto riguarda i tamponi, con un emendamento al decreto green pass bis, è stata inoltre estesa la validità dell’esito dei molecolari a 72 ore mentre quella degli antigenici continuerà ad essere 48 ore.
CONTROLLI DEI DATORI, ANCHE A CAMPIONE – Il governo ha previsto che a verificare se i lavoratori sono in possesso del green pass, sia nel pubblico che nel privato, dovranno essere i datori di lavoro ai quali spetta inoltre il compito di definire, entro il 15 ottobre, le “modalità operative per l’organizzazione delle verifiche”, che potranno essere anche a campione. Ci dovrà essere un responsabile incaricato degli accertamenti che, in via prioritaria, dovranno essere eseguiti al momento dell’accesso. La validità del green pass potrà essere verificata, nel privato, con la app ”VerifiCa19′ mentre nel pubblico il premier, su proposta dei ministri per la pubblica amministrazione e della salute, potrà definire delle linee guida “per la omogenea definizione delle modalità organizzative”.
SANZIONI FINO A 1.500 EURO E SOSPENSIONE DELLO STIPENDIO –  “La retribuzione non è dovuta dal primo giorno di assenza”. Lo stop allo stipendio scatta fin dal primo giorno per i lavoratori del pubblico e del privato che non abbiano il certificato verde. Nel pubblico chi non ha Green pass è ritenuto “assente ingiustificato” e dopo il quinto giorno di assenza il rapporto di lavoro è sospeso.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel privato invece il lavoratore è assente senza diritto alla retribuzione fino a presentazione del pass. Nessuna conseguenza disciplinare e niente licenziamenti, in ambo i casi. Per i datori di lavoro che non effettuano i controlli sono previste inoltre sanzioni da 400 a mille euro, mentre dipendenti pubblici, privati e autonomi che verranno sorpresi in un luogo di lavoro senza il pass rischiano una sanzione da 600 a 1.500 euro. E sanzioni sono previste anche per i magistrati ordinari: l’accesso senza il pass è considerato “illecito disciplinare” ed è sanzionato in base alla normativa di riferimento.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Questore vieta cortei a Milano
Permesse solo manifestazioni statiche all’Arco della Pace
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
16 settembre 2021
18:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Questa mattina sono stati notificati ai 16 promotori della protesta No Vax di Milano i provvedimenti disposti dal questore di Milano, Giuseppe Petronzi, che prevedono il divieto di corteo per le prossime manifestazioni, che dovranno svolgersi solo in forma statica in piazza Sempione, all’Arco della Pace.
La prima sarà quella del 18 settembre.
Il provvedimento arriva al termine di una valutazione condivisa con la prefettura e dopo l’analisi dei comportamenti dei contestatori e della pianificazione emersa dai loro gruppi social. La polizia ha individuato 16 persone come “promotori di fatto” delle manifestazioni, durante le quali “hanno assunto un ruolo attivo posizionandosi alla testa del corteo e incitando gli altri partecipanti a seguirli nei percorsi di volta in volta improvvisati”. Secondo quanto riferito dalla questura, le iniziative dei No Vax, organizzate ogni sabato dal 24 luglio si sono svolte sempre senza alcun preavviso alle autorità.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Regista docufilm ponte Genova, è stato ‘cantiere umano’
Fusaro. oltre orizzonte d’acciaio c’è uomo del Rinascimento
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
16 settembre 2021
19:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’emozione e la voglia di riscatto, la metafora del passaggio, un altrove possibile. Queste le parole di Raffaello Fusaro, regista del docufilm ‘Un Ponte del nostro tempo’ voluto da Fincantieri e Fincantieri Infrastructure in ricordo della costruzione del nuovo ponte di Genova, opera straordinaria che affonda i suoi piloni nel dolore inestinguibile del crollo di Ponte Morandi.
Il film, proiettato stasera nella sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale di Genova, racconta quel ‘cantiere umano’, quei mille uomini che hanno dato corpo e vita a un’idea e al sentimento di riscatto di una intera comunità. Il nuovo ponte è oggi una realtà straordinaria: nato in un anno, fatto di puro acciaio, adesso si fonde con l’orizzonte diventando orizzonte lui stesso. “Oltre questo orizzonte d’acciaio c’è l’uomo rinascimentale – ha detto Fusaro -, c’è la sintesi migliore e più emozionale dell’essere vivente, che ha un ingegno che progetta senza scorie o sulle scorie, l’essenza di un nastro che ricuce la ferita, la forza delle mani di mille artigiani”. In quel cantiere, spiega ancora il regista, “sono arrivati prima i sentimenti dei lavoratori e poi le materie prime. Ho visto l’emozione, ho visto l’impegno, ho visto l’abnegazione e lo sforzo collettivo. Questo ponte non unisce solo due sponde, unisce l’Italia”. Questo docufilm “parla di meraviglia – ha concluso Fusaro -, che nasce dal superamento di un lutto, dalla comprensione che il dolore e la forza per poter continuare camminano di pari passo”.
‘Un Ponte del nostro tempo’, con musiche del maestro Danilo Rea, è stato presentato alla Festa del Cinema di Roma nel 2020 e successivamente trasmesso da Sky Arte.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: Brunetta, vale per tutti, 23 milioni di lavoratori
Per pubblico e per il privato, anche gli autonomi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
19:32
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La novità è che è una strategia universalistica, andiamo a toccare tutto il mondo del lavoro pubblico e privato e per il privato dipendente e autonomo, un insieme di 23 milioni di lavoratori”. Così il ministro della Funzione pubblica Renato Brunetta in conferenza stampa, a palazzo Chigi, dopo il via libera al decreto sull’estensione del Green pass, da parte del Consiglio dei ministri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ucciso in piazza: in chat Giunta, ‘Cominciare a sparare’
Un mese prima fatto sangue, frase assessore leghista
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PAVIA
16 settembre 2021
19:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Giunta di centrodestra che da poco meno di un anno guida il Comune di Voghera (Pavia), guidata dal sindaco Paola Garlaschelli, è di nuovo al centro di una bufera politica. Ad alimentare la polemica questa volta è la frase scritta da Giancarlo Gabba, esponente leghista ed assessore ai lavori pubblici del Comune oltrepadano, in una chat riservata della giunta che risale allo scorso mese di giugno.

Discutendo con altri assessori dei problemi che sarebbero stati creati da un negozio frequentato dagli stranieri presenti in città, Gabba ha commentato: “Finchè non si comincerà a sparare, sarà sempre peggio!”.
Lo stralcio di questa conversazione è stato pubblicato sulla pagina Facebook “Politica è partecipazione”, particolarmente frequentata dai cittadini di Voghera. A colpire è anche il fatto che questa dichiarazione, in un colloquio che doveva restare privato ma che qualcuno ha voluto diffondere, è stata fatta circa un mese prima della morte di Youns El Boussettaoui, il 39enne marocchino che la sera del 20 luglio scorso è stato ucciso da un colpo esploso dalla pistola di Massimo Adriatici, all’epoca assessore alla sicurezza. Adriatici, che per questa vicenda risulta indagato per eccesso colposo di legittima difesa, è uscito dalla Giunta. Nei giorni scorsi il sindaco Garlaschelli ha attuato un rimpasto, inserendo due nuovi assessori.
Ma propria ora che sembrava tornata un po’ di tranquillità negli ambienti politici vogheresi, è esplosa una nuova polemica per la chat con la dichiarazione dell’assessore Gabba, poche settimane prima del tragico episodio di piazza Meardi. In Giunta ci si interroga su chi abbia diffuso una conversazione che doveva restare riservata. Ma intanto dalle opposizioni piovono di nuovo pesanti critiche sul governo cittadino.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fitch alza stime Pil Italia, livelli pre-pandemia in 2022
Nel 2021 la crescita è stata rivista al rialzo dal +4,8% a +5,7%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
19:57
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fitch alza le stime sul Pil dell’Italia nel 2021, aspettandosi una crescita del 5,7%, a fronte del 4,8% atteso lo scorso giugno. “Questo è largamente dovuto alla crescita molto forte del secondo trimestre” nel corso del quale il Pil “è aumentato del 2,7%, al di sopra delle nostre previsioni dell’1,4%.
Un rimbalzo più veloce delle attese dell’attività dei consumatori dopo la fine delle restrizioni è stato un fattore chiave”, spiega il Global economic outlook.
L’agenzia prevede un ritorno dell’economia ai “livelli pre-pandemia nel secondo trimestre del 2022” in cui il Pil dovrebbe crescere del 4,3% per poi frenare al 2,2% nel 2023.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio-Fico-Raggi eletti Garanti M5s
Fraccaro eletto nel collegio dei Probiviri
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
17 settembre 2021
08:42
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Luigi Di Maio, Roberto Fico e Virginia Raggi sono stati eletti membri del Comitato dei Garanti del M5S. La sindaca di Roma si piazza prima con 22.289 preferenze.
In seconda posizione Roberto Fico con 11.949 voti, seguito da Luigi Di Maio con 11.748 voti.
L’ex ministro e sottosegretario Riccardo Fraccaro entra nel Collegio dei Probiviri del M5S e va a sostituire Raffaela Andreola. Fraccaro ha ottenuto 21.097 voti e ha sconfitto Grazia Di Bari, seconda con 8.976.
“Grazie di cuore a tutti, un’altra tappa raggiunta insieme. Un ringraziamento anche ai componenti uscenti del Comitato di Garanzia Vito Crimi, Roberta Lombardi e Giancarlo Cancelleri, che hanno portato avanti il loro incarico con grande impegno. Avanti con unità e determinazione in questo nuovo corso con Giuseppe Conte. Il MoVimento 5 Stelle c’è”. Lo scrive su Fb il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Elezioni supplettive: a Siena la scommessa di Letta
Il 3 e 4 si vota per i seggi vacanti della Camera Toscana 12 e Roma Primavalle
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
17 settembre 2021
12:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il 3 e 4 ottobre si vota anche per le elezioni supplettive in due collegi della Camera dei deputati a Siena (collegio Toscana 12) e a Roma, Primavalle.
Per il collegio di Siena, lasciato vacante da Pier Carlo Padoan, sono in corsa il segretario del Pd Enrico Letta, l’imprenditore Tommaso Marrocchesi Marzi (civico sostenuto dal centrodestra) e il leader del partito comunista Marco Rizzo.
Ha fatto discutere la scelta del segretario Dem di non correre sotto il simbolo del suo partito. Scelto invece un logo con il suo nome su campo rosso.
“Per privilegiare – ha scritto su twitter Letta – #allargamento e spirito di #coalizione”. “È del tutto naturale, scontato – dicono dal Nazareno – che per l’elezione suppletiva in un Collegio uninominale col maggioritario un candidato sostenuto da una coalizione cosi’ ampia utilizzi un simbolo inedito e realizzato per questo. Basti pensare ai precedenti di Gualtieri e Ruotolo per le suppletive del 2020. Nel caso di Letta la coalizione intorno al suo nome e’ molto larga e composita. Una coalizione da privilegiare e rispettare con umilta’ . Il tema del logo del PD e’ una non questione politica”.
Si vota anche nel collegio di Primavalle lasciato libero da Emanuela del Re, deputata del M5S che è divenuta incompatibile essendo stata nominata Rappresentante Permanente della UE per il Sahel. A giocarsela sono Andrea Casu per il Pd, pasquale Calzetta di Forza Italia e Luca Palamara. A detare polemiche la mancata candidatura di un esponente M5s, in un primo tempo di era fatto il nome di Elisabetta Trenta.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia pubblica il bando per la cessione del marchio
Avviso pubblicato sui quotidiani,versione integrale sarà sul web
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
17 settembre 2021
08:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Parte la gara per la cessione del brand Alitalia. La società in amministrazione straordinaria ha infatti pubblicato su diversi quotidiani l’invito agli interessati.
“Nell’ambito della procedura di amministrazione straordinaria di Alitalia Sai, i commissari straordinari intendono procedere alla cessione del brand ‘Alitalia'”, si legge nell’avviso in cui i commissari invitano i soggetti interessati a formulare la propria offerta. La versione integrale dell’invito, con modalità, termini e condizioni verrà pubblicata su amministrazionestraordinariaalitaliasai.comsu cui al momento il bando non è ancora disponibile.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Di Maio, il G20 sull’Afghanistan si farà
Ministro, ‘serve subito una Difesa europea’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
17 settembre 2021
09:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il G20 straordinario sull’Afghanistan “si farà dopo l’Assemblea generale delle Nazioni Unite dove andrò la prossima settimana. A margine dell’Assemblea ci sarà un incontro del G20 a livello di ministri degli Esteri proprio per preparare il Vertice straordinario dei leader”: lo ha detto in un’intervista a Repubblica il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.
Per Di Maio, il ritiro Usa dall’Afghanistan e l’accordo per la fornitura di sottomarini nucleari all’Australia da parte di Usa e Gb mostrano “l’urgenza di lanciare una vera Difesa Ue sostenuta da decisioni in politica estera che sfuggano al diritto di veto dei singoli governi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in calo indice Rt, ricoveri e terapie intensive
Dati della bozza del Monitoraggio Covid Iss-Ministero Salute
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
17 settembre 2021
10:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Continua a scendere, nel periodo 25 agosto – 7 settembre 2021, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici che è stato pari a 0,85 (range 0,83 – 0,95), al di sotto della soglia epidemica ed in diminuzione rispetto alla settimana precedente quando il valore era pari a 0,92. Scende anche l’incidenza dei casi ogni 100 mila abitanti (ed e’ questo uno degli indicatori decisionali chiave) che passa, nel valore nazionale, da 64 della scorsa settimana a 54 di quest’ultima (periodo 10-16 settembre).

Emerge dalla bozza del monitoraggio settimanale sull’epidemia da Covid-19 all’esame della cabina di regia che verra’ illustrato oggi.
Il tasso di occupazione in terapia intensiva dei malati di Covid è in lieve diminuzione al 6,1% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute), con il numero di persone ricoverate in diminuzione da 563 (7/09/2021) a 554 (14/09/2021). Lo stesso valore nella scheda sugli indicatori decisionali che accompagna il monitoraggio settimanale, ora all’esame della cabina di Regia, aggiornato al 14 settembre, vede un valore ancora piu’ basso: 5,8. Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale diminuisce leggermente al 7,2%. Il numero di persone ricoverate in queste aree è in diminuzione da 4.307 (7/09/2021) a 4.165 (14/09/2021).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Banche:stop dividendi colpisce fondazioni,-45% proventi 2020
Acri, ma aumentate erogazioni per fare fronte a crisi Covid
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
17 settembre 2021
12:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo stop ai dividendi delle banche deciso lo scorso anno dalla Bce per fare fronte alla crisi pandemica ha colpito fortemente le fondazioni di origine bancaria che hanno visto diminuire i proventi del 45% e ridurre il patrimonio. Secondo la relazione dell’Acri, l’associazione delle fondazioni, nel 2020 il patrimonio contabile complessivo è sceso a 39,7 miliardi di euro, in diminuzione di circa 553 milioni di euro (-1,4%).
I proventi si sono attestati 1.421,4 milioni di euro rispetto a 2.600,7 milioni del 2019 (-45,3%).
Gli enti malgrado il forte calo dei proventi hanno aumentato le erogazioni per fare fronte all’emergenza dovuta alla crisi Covid. Il presidente Francesco Profumo spiega che “proprio quando c’era più bisogno di loro, le Fondazioni hanno dimostrato di essere presenti” con le risorse rivenienti anche dalla pridente gestione degli anni precedenti la pandemia. In particolare, si legge nel rapporto, “L’attività erogativa, intesa come delibere assunte, è stata pari, nel 2020, a 949,9 milioni di euro , in aumento del 4,3% rispetto ai 910,6 milioni del 2019, cui corrisponde un tasso di erogazione del 2,4% sul patrimonio medio dell’insieme delle Fondazioni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Eitan: zio,prossima settimana in Israele
Esclusa partenza in questo fine settimana
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PAVIA
17 settembre 2021
12:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Non partiamo oggi per Israele, probabilmente la settimana prossima, forse martedì”. Lo ha detto Or Nirko, zio paterno di Eitan, davanti alla sua abitazione rispondendo con poche parole ai cronisti.n casa c’è anche la zia Aya, tutrice legale del bambino di 6 anni, unico sopravvissuto alla tragedia della funivia del Mottarone e portato in Israele sabato scorso dal nonno materno Shmuel, ai domiciliari a Tel Aviv (la misura scade oggi) accusato di rapimento e indagato a Pavia per sequestro di persona assieme alla nonna materna Etty.

Or ha escluso, dunque, che la coppia partirà in questo fine settimana, ma probabilmente la prossima, forse martedì, per rivedere il piccolo, dopo una breve quarantena e prima dell’udienza fissata per il 29 settembre. I legali israeliani di Aya hanno attivato, infatti, la procedura della Convenzione dell’Aja sulla sottrazione internazionale di minori per chiedere l’immediato rientro in Italia del bimbo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Roma: nei sondaggi Michetti avanti, Gualtieri favorito
Il candidato del centrosinistra in pole per il ballottaggio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
17 settembre 2021
12:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Enrico Michetti, candidato del centrodestra avanti, seguito dal Roberto Gualtieri del centrosinistra, che però è favorito al ballottaggio, con un 53% di preferenze: è questa la situazione della corsa a sindaco di Roma fotografata da due sondaggi (Messaggero-Swg e Corsera-Ipsos).
A distanza gli altri due candidati principali (in corsa il 3 e 4 ottobre nella Capitale sono in tutto 22): il Corriere della Sera attribuisce il terzo posto alla sindaca uscente, Virginia Raggi (15,5%) seguita da Carlo Calenda con il 14%. Posizioni invertite per l’altro sondaggio che vede il candidato di Azione al terzo posto con una forchetta tra il 18 e il 22%, con l’esponente di M5s accreditata di un 15-19%.
Per Michetti Ipsos vede un consenso con un range 29-33% mentre Gualtieri è al 26-30%.
Swg accredita il candidato di centrodestra al 36% e quello che potrebbe essere il suo sfidante al ballottaggio al 28,5%. Ambedue i sondaggi danno l’ex ministro in pole per il successivo ballottaggio del 17-18 ottobre) anche se sono tanti ancora gli indecisi.
Sempre per Swg, il Pd a Roma potrebbe essere il primo partito con il 22,8% seguito da Fdi con il 18.2%. Le liste pro Raggi arriverebbero al 14,3%. Posizioni identiche con valori leggermente diversi anche secondo Ipsos.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Napoli: sondaggio premia Manfredi, vicino al 50%
Al ballottaggio con Maresca l’ex rettore sarebbe al 70%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
17 settembre 2021
12:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gaetano Manfredi, candidato sindaco di Napoli di centrosinistra, M5S e forze civiche, è in testa ai sondaggi pubblicati da la Repubblica e la Stampa. L’ex rettore e ministro del governo Conte II se si votasse domani, secondo il sondaggio realizzato da Youtrend per Gedi e pubblicato dai due quotidiani, otterrebbe al primo turno il 48,2%, vicino a una possibile vittoria subito, contro il 26,2% di Catello Maresca, ex pm anticamorra, in lizza con il centrodestra, il 17,4% dell’ex sindaco di Napoli Antonio Bassolino ed il 7,4% di Alessandra Clemente.
Notevole il numero di indecisi ed astenuti, pari al 52,4%. In caso di ballottaggio, Manfredi avrebbe il 69,2% contro il 30,8% di Maresca con per ora un 53,6% di astenuti e indecisi. Tra i partiti sarebbero in vetta i 5 Stelle, in forte calo, ma al 28% seguiti dal Pd con il 15,4%.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mattarella, il rafforzamento della Difesa Ue rafforza anche la Nato
Alleanza resta per l’Italia una pietra angolare
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
17 settembre 2021
12:48
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I risultati raggiunti dalla Nato “sono evidenti e straordinari: primo fra tutti i 70 anni di pace nel continente europeo. L’Alleanza atlantica rappresenta per l’Italia una pietra angolare in coordinamento con Ue che contribuisce alla stabilità.
Sono convinto che il rafforzamento dell’Unione europea in questo campo (Difesa e sicurezza ndr) basato sulla complementarietà con la Nato e la condivisione di risorse militari fornirà contributo prezioso e qualificato al processo di rafforzamento dell’Alleanza alla stabilità dell’indispensabile rapporto transatlantico”. Lo ha detto il presidente Sergio Mattarella dalla base Nato di Napoli.
Mattarella è in visita al Comando Jfc Naples della Nato per il 70′ anniversario della presenza dell’Alleanza Atlantica in Italia. Presenti anche il vicesegretario Nato Mircea Geoana, il ministro della Difesa Lorenzo Guerini, l’ammiraglio Robert Burke comandante del Comando interforze alleato di Napoli.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Smart Mobility:Octo-Ambrosetti presentano strategia italiana
“Connected Mobility 2025”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
17 settembre 2021
09:41
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Saranno presentati oggi a Roma, in occasione dell’Octo Connected Forum 2021, i risultati di “Connected Mobility 2025”, iniziativa nata dall’alleanza tra Octo e The European House – Ambrosetti, per delineare una strategia italiana sulla mobilità connessa. L’evento vedrà la partecipazione del ceo di Octo, Nicola Veratelli, del managing partner & ceo di The European House-Ambrosetti, Valerio De Molli e di numerosi player della mobilità e rappresentanti istituzionali.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il reddito di cittadinanza a 1,36 milioni di famiglie
L’importo medio a nucleo 545,95 euro. Oltre il 44% dei beneficiari sono single
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
17 settembre 2021
10:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ad agosto 2021 quasi 1,36 milioni di famiglie hanno avuto il reddito di cittadinanza per un importo medio a nucleo di 545,95 euro e una spesa complessiva nel mese di 742 milioni, in lieve calo su luglio (759,8 milioni) ma comunque sui massimi degli ultimi mesi. Lo si legge nell’Osservatorio sul reddito e pensione di cittadinanza, secondo il quale ad agosto le persone totalmente coinvolte sono state poco più di tre milioni (3.027.851).
Se si guarda ai primi sette mesi dell’anno, le famiglie che hanno avuto almeno una mensilità del sussidio sono 1,6 milioni per 3,7 milioni di persone coinvolte.
Su 1.359,481 famiglie beneficiarie del reddito o della pensione di cittadinanza 604.381 sono composte da una sola persona. I single che ricevono il sussidio sono quindi il 44,46% del totale, emerge dall’Osservatorio dell’Inps sul reddito di cittadinanza ad agosto secondo il quale sono 516.572 le famiglie monocomponenti che ricevono il sussidio senza disabili.
L’importo medio per le famiglie con una sola persona ad agosto era di 446 euro. Le famiglie con almeno sei componenti che percepiscono il reddito sono appena 32.350 con un sussidio medio di 675 euro. La percentuale sul totale è del 2,38%.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Reddito: Inps, ad agosto a 1,36 mln famiglie, 742 mln spesa
Oltre 44% beneficiari sono single
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
17 settembre 2021
10:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ad agosto 2021 quasi 1,36 milioni di famiglie hanno avuto il reddito di cittadinanza per un importo medio a nucleo di 545,95 euro e una spesa complessiva nel mese di 742 milioni, in lieve calo su luglio (759,8 milioni) ma comunque sui massimi degli ultimi mesi. Lo si legge nell’Osservatorio Inps sul reddito e pensione di cittadinanza, secondo il quale ad agosto le persone totalmente coinvolte sono state poco più di tre milioni (3.027.851).
Se si guarda ai primi sette mesi dell’anno, le famiglie che hanno avuto almeno una mensilità del sussidio sono 1,6 milioni per 3,7 milioni di persone coinvolte.
Su 1.359,481 famiglie beneficiarie del reddito o della pensione di cittadinanza 604.381 sono composte da una sola persona (il 44,46% del totale). Le famiglie con almeno sei componenti che percepiscono il reddito sono appena 32.350 con un sussidio medio di 675 euro. La percentuale sul totale è del 2,38%.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sevel, stop prolungato al 21 settembre
Niente rinnovo per 300 lavoratori somministrati e staff-leasing
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ATESSA
17 settembre 2021
11:04
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo stop produttivo alla Sevel di Atessa (Chieti) che si ferma fino a martedì 21 settembre, quando il lavoro ripartirà al turno delle 5.45. Il prolungamento del blocco produttivo è stato reso noto dalla Rsa della Uilm a seguito della comunicazione dell’azienda.
La mancanza di componenti elettronici provenienti dall’Asia ha già causato numerosi fermi nello stabilimento più grande d’Europa che produce i furgoni Ducato. In conseguenza la Sevel ha annunciato la riduzione dei turni di lavoro da 18 a 15, con provvedimento che scatta lunedì 27 settembre. Anche alla Manutenzione i turni diminuiscono scendendo da 20 a 18. La nuova programmazione di lavoro porterà oltre 600 trasfertisti del gruppo Stellantis a tornare negli stabilimenti di appartenenza, mentre per 300 lavoratori somministrati e di staff-leasing non avranno il rinnovo di contratto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mele, “Stellantis avanti con piano, procediamo a step”
Deputy Europa, per microchip soluzione non immediata
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
17 settembre 2021
12:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il piano da 5 miliardi per l’Italia, lanciato nel 2019, è in fase di implementazione, stiamo continuando a investire sul futuro. Il piano al 2030 è in fase di sviluppo, verrà condiviso con fornitori, parti sociali e governo nel momento della maturazione.
È un piano a step che stiamo condividendo con la trasparenza necessaria”. Lo ha affermato Davide Mele, deputy della regione Europa di Stellantis, al convegno sull’auto organizzato dalla Fim Cisl a Torino.
“Stellantis ha le conoscenze per essere leader, non follower.
Stiamo procedendo in modo serrato per prendere decisioni concrete da portare a termine il più rapidamente possibile”, ha spiegato Mele che ha ricordato gli investimenti annunciati pari a 30 miliardi da qui al 2025 a livello globale per l’elettrificazione. Mele ha parlato anche della crisi microchip che ha costretto Stellantis a fermate produttive delle fabbriche. “Stiamo mettendo l’attenzione massima per individuare le azioni da mettere in piedi, ma non si trova una soluzione da un giorno all’altro. Stiamo lavorando 24 ore al giorno ma dobbiamo gestire la contingenza temporanea, dobbiamo adattare la nostra competitività allo stato attuale della fornitura.
Nonostante tutto questo continuiamo nel nostro impegno di investimenti e raggiungimento degli obiettivi della fusione”.
I lavori sono stati aperti dal segretario nazionale della Fim Ferdinando Uliano. “Ci aspettiamo una immediata convocazione del governo del tavolo di Stellantis presso il Mise.
Parallelamente, pensiamo che il presidente del Consiglio Mario Draghi debba intervenire direttamente sull’azienda, perché anche il Governo Italiano deve far pesare gli interessi del nostro Paese nel gruppo”, ha affermato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Iniziato lo sciopero dei trasporti, a Roma ferma la linea C della metro
A Napoli folla alle fermate degli autobus e ferme le funicolari
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
17 settembre 2021
10:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ iniziato secondo programma lo sciopero dei mezzi pubblici in adesione a una mobilitazione nazionale del sindacato Usb che chiede rivendicazioni in materia di “salario d’ingresso” e “sicurezza sul lavoro”, “contratti atipici” e altro.
Questa la situazione a Milano: l’Atm, l’azienda dei trasporti, riferisce che “il servizio prosegue su tutte le linee metropolitane” e che “il traffico potrebbe rallentare la circolazione delle linee di superficie”. In città il traffico stradale è intenso sin dalle prime ore del mattino e in diversi punti della città si segnalano rallentamenti.
Lo sciopero prevede due fasce orarie di garanzia: l’astensione dal lavoro avverrà dalle 8.45 alle 15, e dalle 18 a fine servizio.
Questa la situazione sulla rete di Roma: sono regolari la Metro A e la Metro B/B1. Chiusa la Metro C. La Ferrovia Roma-Lido è attiva con forte riduzioni di corse. La Ferrovia Termini-Centocelle è chiusa; la Ferrovia Roma-Viterbo per il servizio metropolitano è regolare come pure la Ferrovia via Roma-Viterbo per il servizio regionale. Su bus e tram sono possibili cancellazioni di linee e soppressioni di corse.
A Napoli l’adesione dei lavoratori dei trasporti allo sciopero è stata alta. Lo riferisce la sigla sindacale i cui dati parlano di 70 per cento di adesioni nell’ATC di Capri, e di 60 per cento di adesioni dei lavoratori di funicolari e bus in Anm. A Napoli chiusi i tre impianti di funicolare mentre al momento la linea 1 della metropolitana è regolare. Il sindacato riferisce di disagi anche per gli utenti di AIR mobilità, CTP ed EAV. Disagi anche sulla linea ALIBUS per la cancellazione di 10 corse. L’Usb riferisce di “pericolosi affollamenti” alle fermate dei bus a causa del rientro dei mezzi nei depositi e di “impossibilità” a mantenere il distanziamento a bordo dei bus in circolazione e lungo tempi d’attesa.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Polizia: ministero Interno francese premia Questore Trieste
A Irene Tittoni Medaglia Bronzo Sicurezza interna
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
17 settembre 2021
11:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Questore di Trieste Irene Tittoni, ex Direttore del Servizio Polizia delle Frontiere e degli Stranieri, è stato insignito della Medaglia di Bronzo per la Sicurezza interna dal Direttore Centrale della Polizia di Frontiera francese Fernand Gontier, per conto del Ministro dell’Interno transalpino. La consegna del riconoscimento è avvenuta nei giorni scorsi a Mentone (Francia), al termine di un incontro bilaterale italo-francese sulla cooperazione internazionale, ma la notizia è stata diffusa soltanto questa mattina dalla Questura di Trieste.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Fontana,87% lombardi ha aderito
‘Da lunedì pronti a partire con le terze dosi per i più fragili’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
17 settembre 2021
11:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’87% dei lombardi ha aderito alla campagna vaccinale, l’81% ha già completato la vaccinazione e da lunedì 20 settembre siamo pronti per partire con le terze dosi dedicate alla protezione delle persone più fragili e a rischio”.
Lo scrive su Facebook il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana.

Per Fontana, sono “dati molto positivi e concreti per contrastare le nuove ondate Covid, evitare chiusure ed occuparci della ripresa economica che in Lombardia sta correndo veloce, in molti settori anche meglio di quanto ci si aspettasse”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Eitan: zio, in Israele probabilmente la prossima settimana
‘Partiamo forse martedì’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PAVIA
17 settembre 2021
11:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Non partiamo oggi per Israele, probabilmente la settimana prossima, forse martedì”. Lo ha detto Or Nirko, zio paterno di Eitan, davanti alla sua abitazione rispondendo con poche parole ai cronisti.
In casa c’è anche la zia Aya, tutrice legale del bambino di 6 anni, unico sopravvissuto alla tragedia della funivia del Mottarone e portato in Israele sabato scorso dal nonno materno Shmuel, ai domiciliari a Tel Aviv (la misura scade oggi) accusato di rapimento e indagato a Pavia per sequestro di persona assieme alla nonna materna Etty.
Or ha escluso, dunque, che la coppia partirà in questo fine settimana, ma probabilmente la prossima, forse martedì, per rivedere il piccolo, dopo una breve quarantena e prima dell’udienza fissata per il 29 settembre. I legali israeliani di Aya hanno attivato, infatti, la procedura della Convenzione dell’Aja sulla sottrazione internazionale di minori per chiedere l’immediato rientro in Italia del bimbo. Intanto, le indagini dei pm di Pavia vanno avanti per ricostruire il percorso di Shmuel, che ha portato in auto il bambino fino a Lugano per prendere un volo noleggiato per Israele, e le presunte complicità nel blitz che pare fosse stato organizzato da tempo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Zaki: da Brescia a Roma a piedi per chiedere cittadinanza
Iniziativa di Station to Station, ‘Camminerò per Patrick’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
17 settembre 2021
12:03
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un milione e 500mila passi in un mese, partendo dalla provincia di Brescia e arrivando a Roma, per chiedere al Governo di accelerare le procedure per l’iter per riconoscere la cittadinanza italiana a Patrick Zaki, il ricercatore e attivista egiziano dell’Universita di Bologna in carcere in Egitto da oltre un anno e mezzo. È l’iniziativa ‘Walking for Patrick’ che intraprenderà Marino Edoardo Antonelli, un cittadino che fa parte della community Station to Station che ha promosso la petizione per chiedere il conferimento della cittadinanza allo studente egiziano.

Partenza lunedì dalla sua abitazione di Rezzato, in provincia di Brescia, e da lì Antonelli camminerà per 880 chilometri indossando la maglietta con il QRcode della petizione. Dalle colline del Garda alla via degli Dei, passando per Bologna (25/26 settembre), Firenze (29/30 settembre) e sulla via di Francesco verso la marcia della Pace di Assisi (10 ottobre).
Il suo arrivo a Roma è previsto il 20 ottobre.
All’arrivo nella Capitale, i ragazzi che aderiscono alla community organizzeranno un flash mob. Sui social si potrà seguire il cammino di Antonelli. “Se tu non puoi camminare, Patrick – spiega in una nota – voglio farlo io per te almeno finché non ti sarà nuovamente permesso e allora chissà che non potremo farlo insieme, camminando nella stessa direzione”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Eternit: Cirio “è ferita aperta, va ottenuta giustizia”
Regione Piemonte parte civile a processo bis in corso a Novara
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
NOVARA
17 settembre 2021
12:18
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
È durata meno di un quarto d’ora la deposizione de presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, all’udienza questa mattina in Corte d’Assise a Novara a porte chiuse del processo Eternit bis per la morte di 392 persone vittime dell’amianto nel territorio di Casale Monferrato. Imputato l’industriale svizzero Stephan Schmidheiny, accusato di omicidio volontario con dolo eventuale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La mia presenza qui significa chiedere giustizia. La giustizia va chiesta, la giustizia va ottenuta – ha detto il governatore piemontese lasciando l’aula magna dell’Università del Piemonte Orientale al termine della deposizione -. La ferita dell’amianto è ancora aperta. La regione Piemonte farà tutto il possibile, come ha fatto in precedenza anche prima di me, per una campagna di bonifica reale, sostenendo gli enti pubblici e privati che rimuovono l’amianto dalla strutture. Ma soprattutto nel suo ruolo di parte civile farà tutto ciò che è possibile perché venga fatta giustizia”.
Nella sua deposizione il presidente ha ricordato che per la bonifica del sito di Casale la Regione ha investito a partire dal 1996 circa 120 milioni di euro, a cui si sommano i costi per il sistema sanitario e la collettività per le cure necessarie a ogni singolo caso, 33 mila euro per il percorso diagnostico-terapeutico, 25 mila euro i costi assicurativi e per le compensazioni e 200 mila euro le perdite legate alla mancata attività lavorativa.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In Umbria ancora un calo degli attualmente positivi al Covid
Praticamente stabile quadro dei ricoverati in ospedale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
17 settembre 2021
12:28
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 84 i nuovi positivi al Covid registrati in Umbria nell’ultimo giorno mentre i guariti sono stati 108 guariti mentre non si registrano nuovi morti. Lo riporta il sito della Regione.

Gli attualmente positivi sono ora 1.223, 24 in meno di giovedì.
I tamponi analizzati sono stati 1.730 e 4.245 i test antigenici, con un tasso di positività sul totale pari a 1,4 per cento (1,37 il giorno precedente).
Praticamente stabile il quadro dei ricoverati in ospedale, 50, uno in più nelle ultime 24 ore, sei dei quali nelle terapie intensive per le quali non si registrano variazioni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Nuova Sardegna festeggia i 130 anni
Due giorni di eventi a Sassari. Il direttore Di Rosa: ‘Sempre con chi vuole il bene della Sardegna’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
SASSARI
17 settembre 2021
12:54
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Due giorni di festa per parlare di futuro”. Così Antonio Di Rosa, direttore del quotidiano La Nuova Sardegna, anticipa il weekend di eventi per i 130 anni del giornale.
Dall’inizio dell’anno sono state tante le iniziative, ma l’appuntamento clou va in scena da oggi alle 17 in piazza d’Italia a Sassari.
Il salotto buono della città in cui La Nuova Sardegna è nata e ha solide radici, ospiterà incontri, dibattiti, eventi, concerti, interviste e testimonianze.
Di Rosa sarà il padrone di casa, affiancato da Anna Piras, giornalista Rai, già caporedattrice regionale e oggi vicedirettrice di Rai Parlamento. Ci saranno Roberto Briglia e Gianni Vallardi, presidente e ad di DbInformation, che dal 2016 edita il giornale. Con i principali attori politici, istituzionali, economici, sociali e culturali dell’isola ci saranno, in presenza o in collegamento, i ministri della Transizione ecologica, dell’Istruzione e dello Sviluppo economico, Roberto Cingolani, Patrizio Bianchi e Giancarlo Giorgetti (i primi due oggi, il terzo domani), e giornalisti come Bianca Berlinguer, Giovanni Floris e Lucia Annunziata,, Luciano Fontana, direttore del Corriere della Sera, e Carlo Bonini, vice direttore di Repubblica.
Il 9 agosto 1891 intellettuali e politici sassaresi – tra cui Enrico Berlinguer, il nonno dell’ex segretario del Pci, Pietro Satta Branca, Giuseppe Castiglia e Antonio Stara – fecero stampare il primo numero del settimanale La Nuova Sardegna, che il 17 marzo 1892 divenne un quotidiano. Chiusa nel 1926 dal fascismo, riprese le pubblicazioni nel 1947. Vent’anni dopo la comprò l’imprenditore Nino Rovelli. Dal 1980 fa capo al Gruppo Editoriale L’Espresso, che nel 2016 l’ha ceduta in affitto alla DBInformation.
“130 anni sono tanti, ma saremo ancora a lungo testimoni di eventi rilevanti- afferma Antonio Di Rosa – La Nuova è un giornale democratico e liberale, lo è sempre stato, altrimenti non sarebbe stato chiuso per 21 anni dal fascismo”. Oggi “è il giornale di riferimento del Nord Ovest, ma è stimolo e motore in tutta la Sardegna”, aggiunge il direttore che ha un’idea precisa di ciò che accade nell’isola. “Troppe iniziative sono al palo”, denuncia. “Il Recovery Fund è l’ultima occasione, occorre sfruttare i tanti soldi in arrivo dall’Ue per infrastrutture, trasporti, bonifiche, agroalimentare, sistema portuale – sottolinea – servono investimenti che producano occupazione e sviluppo”.
La Nuova, dal canto suo, “sarà sempre con chi vuole il bene della Sardegna e si adopera per questo”, assicura infine Di Rosa. “C’è chi trova ogni cavillo per non fare nulla – c’è un partito pericoloso, per niente minoritario, che non vuole che si faccia nulla e dice che va tutto bene, ma non bisogna temere di scommettere su seri piani di sviluppo economico e sociale”.
Parlando di futuro, il pensiero va ai giovani. “Ci si lamenta perché i ragazzi vanno via – conclude Di Rosa – ma per consentire che tornino dopo essersi formati bisogna creare le condizioni”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Eitan: zio,prossima settimana in Israele
Esclusa partenza in questo fine settimana
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PAVIA
17 settembre 2021
12:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Non partiamo oggi per Israele, probabilmente la settimana prossima, forse martedì”. Lo ha detto Or Nirko, zio paterno di Eitan, davanti alla sua abitazione rispondendo con poche parole ai cronisti.n casa c’è anche la zia Aya, tutrice legale del bambino di 6 anni, unico sopravvissuto alla tragedia della funivia del Mottarone e portato in Israele sabato scorso dal nonno materno Shmuel, ai domiciliari a Tel Aviv (la misura scade oggi) accusato di rapimento e indagato a Pavia per sequestro di persona assieme alla nonna materna Etty.

Or ha escluso, dunque, che la coppia partirà in questo fine settimana, ma probabilmente la prossima, forse martedì, per rivedere il piccolo, dopo una breve quarantena e prima dell’udienza fissata per il 29 settembre. I legali israeliani di Aya hanno attivato, infatti, la procedura della Convenzione dell’Aja sulla sottrazione internazionale di minori per chiedere l’immediato rientro in Italia del bimbo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Toscana, ancora 9 morti in un giorno solo
Più guariti che nuovi positivi ma ricoveri in ospedale +1%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
17 settembre 2021
13:39
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora nove morti di Covid in sole 24 ore ed è il secondo giorno consecutivo che in Toscana si registra un numero così consistente di decessi. Le ultime vittime hanno età media di 81,8 anni e sono tre di Firenze, una di Prato, Pistoia, Massa Carrara, Pisa, Arezzo e Grosseto.
Il totale dei morti sale a 7.095 in Toscana dall’inizio dell’epidemia.
Inoltre, secondo il report della Regione, nelle stesse 24 ore sono stati rilevati altri 494 nuovi casi, la cui età media è di 39 anni. In Toscana sono ora 278.581 i casi di positività totali dall’inizio della pandemia (+0,2% sul giorno precedente, percentuale di incremento che si mantiene costante). Anche i guariti crescono dello 0,2% e raggiungono quota 262.919 (94,4% dei casi totali). Nelle 24 ore sono stati 650 (tutti a tampone molecolare negativo), numero assoluto superiore ai nuovi casi.
Gli attualmente positivi sono oggi 8.567 (-1,9% rispetto su ieri, continua la tendenza al lieve calo giornaliero). Tra loro i ricoverati sono 402 (+4 il saldo su ieri, +1%) di cui 48 in terapia intensiva (saldo -2 persone ma ci sono stati nove decessi). Altre 8.165 persone positive sono in isolamento a casa, riferisce la Regione, “poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (-169 su ieri, -2%). Inoltre ci sono 11.666 persone (+15 unità su ieri, +0,1%) anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate e va monitorata per il tempo necessario la loro condizione clinica.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio: il G20 sull’Afghanistan si farà
Ministro, ‘serve subito una Difesa europea’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
17 settembre 2021
09:39
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il G20 straordinario sull’Afghanistan “si farà dopo l’Assemblea generale delle Nazioni Unite dove andrò la prossima settimana. A margine dell’Assemblea ci sarà un incontro del G20 a livello di ministri degli Esteri proprio per preparare il Vertice straordinario dei leader”: lo ha detto in un’intervista a Repubblica il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.
Per Di Maio, il ritiro Usa dall’Afghanistan e l’accordo per la fornitura di sottomarini nucleari all’Australia da parte di Usa e Gb mostrano “l’urgenza di lanciare una vera Difesa Ue sostenuta da decisioni in politica estera che sfuggano al diritto di veto dei singoli governi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Elezioni amministrative: Dal più piccolo al debuttante, i comuni al voto
A Morterone 26 alle urne, a Misiliscemi sarà eletto primo sindaco
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
17 settembre 2021
13:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dal più piccolo al debuttante, dal più grande al meno conosciuto, 1.349 comuni italiani sono pronti per andare alle urne.
Saranno oltre 12 milioni gli italiani che domenica 3 e lunedì 4 ottobre torneranno al voto per il rinnovo delle amministrazioni comunali. Si voterà in 1.157 comuni a statuto ordinario e 192 a statuto speciale, tra cui sei capoluoghi di regione (Bologna, Milano, Napoli, Roma, Torino e Trieste) e 14 di provincia (Benevento, Carbonia, Caserta, Cosenza, Grosseto, Isernia, Latina, Novara, Pordenone, Ravenna, Rimini, Salerno, Savona e Varese).
Il comune più piccolo è quello di Morterone, in provincia di Lecco, che conta – stando ai dati del Viminale – 34 abitanti, di cui appena 26 aventi diritto al voto.
Due i candidati sindaco, il rappresentate del partito Gay Andrea Grassi e, all’ultimo minuto, quello della lista civica “Morterone Insieme”, Dario Pesenti. Ma il paesino della Valsassina, che rischiava il commissariamento dopo la mancata ricandidatura della prima cittadina uscente, non è l’unico ad avere meno di cento abitanti. Nella lista figurano anche altri 6 comuni: Massello (in provincia di Torino, 58 abitanti), Olmo Gentile (Alessandria, 90), Rosazza (Biella, 87), Balmuccia (Vercelli, 94), Rondanina (Genova, 69) e Carapelle Calvisio (L’Aquila, 85).
L’amministrazione comunale con il maggior numero di votanti è quella di Roma, dove saranno chiamati alle urne oltre 2,3 milioni di cittadini.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per la prima volta apriranno le urne, invece, a Misiliscemi, in Sicilia. Il comune, nato ufficialmente lo scorso febbraio dall’unione di 8 frazioni che si sono staccate dalla città di Trapani, era sotto la guida di un commissario. Si tratta del 391/mo comune dell’Isola, pronto a festeggiare il suo primo sindaco della storia.
Alle urne andranno complessivamente 137 comuni con una popolazione superiore ai 15 mila abitanti, 1.212 con una inferiore e 20 capoluoghi. Il turno di ballottaggio è fissato per domenica 17 e lunedì 18 ottobre. Il 19 e 20 settembre si svolgeranno le elezioni ad Ayas, unico comune della Valle d’Aosta al voto. Il 10 ottobre in 8 comuni del Trentino-Alto Adige (eventuale ballottaggio il 24 ottobre) ed il 10 e 11 ottobre in 102 comuni della Sardegna e 43 comuni della Sicilia (con eventuale ballottaggio il 24 e 25 ottobre). Il 7 novembre – con eventuale turno di ballottaggio il 21 novembre – si svolgeranno invece le elezioni amministrative straordinarie per i 7 comuni sciolti per infiltrazioni mafiose: Orta di Atella (Caserta), Manfredonia (Foggia), Carmiano (Lecce), Scanzano Jonico (Matera), nonché Africo, San Giorgio Morgeto e Sinopoli, in provincia di Reggio Calabria.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Palombelli in tv sui femminicidi e l’ipotesi delle ‘donne esasperanti’, scoppia la bufera
Social contro giornalista per le frasi dette durante lo Sportello di Forum
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
17 settembre 2021
13:44
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Questi uomini erano completamente fuori di testa, obnubilati oppure c’è stato un comportamento esasperante, aggressivo anche dall’altra parte?”. Barbara Palombelli, durante la puntata de Lo Sportello di Forum di ieri, ha commentato così i femminicidi, dopo che negli ultimi giorni, sette donne sono state uccise.
“Una domanda che dobbiamo farci per forza”, dice la giornalista.
Ma sui social è bufera, c’è chi ritiene che le sue parole siano un’offesa e un oltraggio alle donne uccise e chi chiede la sospensione dalla conduzione del programma Mediaset:

Consiglio di Stato: La richiesta del Green pass è legittima, non viola la privacy
Respinte le motivazioni di quattro cittadini non vaccinati
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
17 settembre 2021
13:53
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La richiesta di Green pass non viola la privacy ed è legittima. Lo ha stabilito il Consiglio di Stato che, pronunciandosi in sede cautelare, ha ribadito la validità e l’efficacia delle disposizioni attuative (il Dpcm del 17 giugno 2021) del sistema incentrato sulla certificazione verde Covid-19, il Green pass.
Il Consiglio, confermando la decisione del Tar Lazio n.
4281/2021, ha respinto quanto sostenuto da 4 cittadini, non vaccinati, secondo i quali il meccanismo di contenimento dell’epidemia delineato dal legislatore nazionale comporterebbe un pregiudizio della riservatezza sanitaria, in contrasto con la disciplina europea sulla protezione dei dati sanitari.
La decisione cautelare ha rilevato che, “in ogni caso, non essendo stata dimostrata l’attualità del pregiudizio lamentato dai ricorrenti, restando salva la libera autodeterminazione dei cittadini che scelgono di non vaccinarsi, risulta prevalente l’interesse pubblico all’attuazione delle misure disposte attraverso l’impiego del Green pass, anche considerando la sua finalità di progressiva ripresa delle attività economiche e sociali”.
In ogni caso, viene sottolineato, in sede di merito il Tar potrà approfondire le questioni relative alla disciplina europea in materia di dati sanitari.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Generali, sì Ivass ad acquisto del controllo su Cattolica
Prossimo passo ok Consob a prospetto per l’opa
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
17 settembre 2021
13:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Generali ha ottenuto l’autorizzazione preventiva dall’Ivass all’acquisizione di una partecipazione di controllo in Cattolica Assicurazioni. Il via libera rende più vicino l’avvio dell’opa il cui documento d’offerta sarà publicato una volta ricevuta l’approvazione dalla Consob.

il gruppo triestino ha ricevuto anche il via libera dal Commissariat aux Assurances all’acquisizione del controllo indiretto di CATTRe SA e il sì dalla Central Bank of Ireland all’acquisto del controllo indiretto di Vera Financial Dac.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: ancora senza prima dose 3,4 milioni di over 50
Oltre la metà si trova nella fascia 50-59 anni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
17 settembre 2021
13:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono ancora 3.424.070 gli italiani over 50 che non si sono sottoposti ad alcuna somministrazione di vaccino anti-Covid: si tratta del 12,3% della popolazione della fascia d’età considerata. Il dato emerge dal report settimanale della struttura del commissario Francesco Figliuolo.
Rispetto ad una settimana fa i vaccinati con più di 50 anni sono aumentati di circa 100mila unità.
Oltre la metà dei non vaccinati (1,7 milioni) sono tra i 50 ed i 59 anni: si tratta del 17% di questa fascia d’età.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Emiliano, tampone gratis a chi non si vaccina è un errore
‘Lo abbiamo detto nell’incontro con il ministro Brunetta’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TARANTO
17 settembre 2021
13:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“C’è chi dice: va bene, avete fatto il Green pass, ma ora fate i tamponi gratuiti. Così quelli che non si vogliono vaccinare possono evitare di vaccinarsi e fanno i tamponi gratuiti.
Ci siamo permessi di dire nell’incontro con il ministro Brunetta che questa era una scelta sbagliata. Devo dire che con il Green pass il governo ha fatto una cosa straordinaria e quindi il presidente del Consiglio Draghi ha tutto il mio elogio insieme al ministro Brunetta”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, in un incontro a Taranto nell’ambito del Medimex, a cui ha partecipato anche l’assessore regionale alla Sanità, Pier Luigi Lopalco.
“Ci sono i sindacati – ha puntualizzato il governatore – che dicono addirittura: facciamo il vaccino obbligatorio.
L’obbligatorietà di un vaccino non è una barzelletta perché il corpo è sacro e ogni trattamento sanitario obbligatorio ha il suo impatto, ha le sue conseguenze giuridiche. Sappiate però che i nostri bambini, neonati o quasi, hanno obbligo vaccinale e senza rispettare l’obbligo vaccinale non vanno né all’asilo nido né alle scuole per l’infanzia”.
Però “l’obbligo – ha detto ancora Emiliano – è l’estrema ratio. Questo perché il corpo è sacro. Viene costruito un sistema che spinge alla vaccinazione ed è una motivazione soft che io condivido. Escludo che persone con intelletto non abbiano capito che il vaccino sia centrale in questa vicenda, è pura malafede”.
Il presidente Emiliano ha infine ricordato che la Puglia è la regione che “ha vaccinato nella fascia di pericolosità il più alto numero di persone, come ha iniziato a vaccinare i ragazzi dai 12 ai 19 anni ha fatto crollare del 50% i contagi in quella fascia”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Eitan: visita console italiano, è in buone condizioni
‘Verifica della situazione e del contesto familiare’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
17 settembre 2021
13:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il console presso l’ambasciata italiana a Tel Aviv ha incontrato questa mattina il piccolo Eitan Biran alla presenza del nonno materno Shmuel Peleg. La visita consolare organizzata d’intesa con la Farnesina e resa possibile anche grazie alla collaborazione delle autorità israeliane, “era finalizzata a verificare la situazione e il contesto familiare in cui si trova attualmente il minore”.
“Il piccolo Eitan – hanno detto fonti dell’ambasciata – è apparso in buone condizioni di salute”.

Politica tutte le notizie in tempo reale! TUTTO SULLA POLITICA! COMPLETO ED AGGIORNATO! LEGGI INFORMATI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 84 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:35 DI VENERDÌ 10 SETTEMBRE 2021

ALLE 11:22 DI LUNEDÌ 13 SETTEMBRE 2021

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Scuola: Green pass genitori? I presidi, crea problemi enormi
Giannelli: ‘Capiamo l’esigenza ma i controlli potrebbero creare codice e rischio assembramenti’. La presa di posizione dopo l’approvazione dell’estensione del certificato verde in Cdm
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
10:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Capisco l’esigenza di il green pass ai genitori” che accompagnano i figli a scuola ma questo creerà “un enorme problema alle scuole”.
Lo ha detto Antonello Giannelli, Presidente nazionale della associazione presidi, a Omnibus La7 dopo l’approvazione di ieri in Consiglio dei ministeri di una estensione del Green pass per tutti coloro, compresi i genitori,
“Per i controlli si creeranno code all’esterno o all’interno delle scuole con il rischio di creare assembramenti”, ha fatto presente Giannelli per il quale non si può fare “un paragone con i ristoranti o con le stazioni perché in questi casi non tutti allo stesso minuto come avviene invece nelle scuole”.
“L’assembramento non c’è, i genitori hanno sempre portato i figli alle porte della scuola”. Così il ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi, a margine di un convegno a Reggio Emilia, risponde ai presidi sui rischi del Green pass per i genitori.
“La sigla sindacale dei presidi segnala ancora una volta problemi che ci segnalano da aprile. Credo che alla base ci sia un principio fondamentale: i grandi tutelano i piccoli. Questo è quello che stiamo facendo da sempre. Il genitore che deve entrare a scuola per parlare con un insegnante, lo farà nella tutela di tutti. È quello che stiamo facendo e che abbiamo sempre fatto”.
“Gli studenti, anche se maggiorenni, non possono presentare il Green pass. Ad eccezione dei ragazzi iscritti all’Its e all’università”. Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi – a margine del convegno sulla scuola diffusa al teatro Ariosto a Reggio Emilia, chiarisce la casistica sul fatto che secondo il nuovo Decreto, “i ragazzi minorenni non esporre il Green pass”, ponendo dunque l’ interrogativo su coloro che all’ultimo anno di superiori diventano maggiorenni. “Insistiamo sul fatto che il Green pass serva ai, agli adulti, proprio perché permettano ai figli di entrare a scuola senza problemi. Ma i ragazzi non sono tanti fonte di molto, stanno già facendo tantissimo e tra le categorie col più alto tasso di vaccinati del Paese”, ha continuato il ministro.

Produzione industriale vendita a luglio, sopra livelli preCovid
Nel mese di aumento dello 0,8%. Su base annua balzo del 7%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
10:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A luglio 2021 la produzione industriale è aumentata dello 0,8% rispetto a giugno. Nella media del periodo maggio-luglio il livello della produzione cresce dello 0,6% rispetto ai tre mesi precedenti.
Lo comunica l’Istat aggiungendo che corretto per gli effetti di calendario, l’indice complessivo è cresciuto in termini tendenziali del 7,0% (i giorni lavorativi di calendario sono stati 22 contro i 23 di luglio 2020).
Rispetto a febbraio 2020, mese antecedente l’inizio dell’emergenza sanitaria, a luglio il livello dell’indice della produzione industriale è superiore dell’1,5%. L’Istat sottolinea “la dinamica favorevole” registrato nel mese che conferma la fase di crescita della crescita del mese precedente.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: Bellizzi (Catalogna), importante invito dialogo Spagna
‘Speriamo in sua visita a Manresa il prossimo anno’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
11:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’invito del Papa alla Spagna e alla Catalogna a dialogare, come detto dal Pontefice di recente in una intervista alla radio spagnola Cope, “si sposa perfettamente con quello che il governo della Catalogna ha sempre ripetuto negli ultimi anni: la via è quella del dialogo, di trovare una via consensuale politica e non giudiziaria. Quindi, quando il Santo Padre invita a trovare una soluzione tra le parti attraverso il dialogo ci trova chiaramente concorda con le sue parole”.
Lo ha detto il Delegato del Governo della Catalogna in Italia, Luca Bellizzi, a margine di un evento a Roma in vista della Festa della Catalogna che si celebra domani 11 settembre.
Quanto ad un possibile viaggio di Papa Francesco in Catalogna, “noi ci speriamo ancora – ha aggiunto Bellizzi – però vedremo. Come sa, i viaggi del Santo Padre fino all’ultimo sono appesi ad un filo. Per noi come Governo, e per tutto la Catalogna, sarebbe un piacere avere il Santo Padre per un momento cosi importante: i 500 anni, nel 2022, dell’arrivo di Sant’Ignazio a Manresa e da lì tutto quello che poi ha comportato il movimento gesuita”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I 91 anni di Liliana Segre, custode della nostra storia
Fiano: ‘Ci fai sperare nel futuro’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
14:03
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Auguri a Liliana Segre, la senatrice a vita, testimone della Shoah, compie oggi 91 anni. “Buon compleanno Liliana che custodisci la nostra storia e ci fai sperare nel futuro, un grande bacio”, scrive Emanuele Fiano, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera, in un post su Facebook.
“Buon compleanno a una nostra concittadina ea un punto di riferimento per la nostra comunità”, ha scritto Sala che poi ha citato una frase della senatrice a vita: “se si ammettono le parole dell’odio nel contesto pubblico, se si accoglie lo hate discorso nella ritualità del quotidiano, si legittimano rapporti imbarbariti.
Io l’odio l’ho visto. L’ho sofferto. E così dove può portare”.
“Buon compleanno Liliana. E soprattutto GRAZIE”. Così su twitter il segretario Pd Enrico Letta.
“Auguri di buon compleanno a Liliana Segre simbolo di vita, coraggio, passione civile. Raccontando la sua storia ha testimoniato gli orrori del ‘900 e l’odio razziale ma ha anche descritto cos’è l’Italia di oggi, libera e democratica” . Lo scrive scrive su Twitter il vicepresidente della Camera e il presidente di Italia Viva Ettore Rosato.
“I nostri migliori auguri di buon compleanno a Liliana Segre, testimone dell’orrore della Shoah, custode e della nostra memoria storica, monito vivente per le nuove generazioni affinché sappiano a capiscano cosa è stato e cosa non deve mai più essere”. Lo dichiarano i componenti cinquestelle della Commissione Segre contro intolleranza, razzismo e antisemitismo: le senatrici Emma Pavanelli, Loredana Russo, Sabrina Ricciardi, Simona Nocerino, Maria Domenica Castellone e il senatore Gaspare Marinello.
“Siate sempre la farfalla gialla che vola sopra i fili spinati”… Buon compleanno, senatrice Liliana Segre”. Così il presidente del Parlamento europeo David Sassoli su Twitter,
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Whirlpool:Napoli;lavoratori in corteo da via Argine al porto
Ad aprire il corteo lo striscione di Fim, Fiom e Uilm
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
10 settembre 2021
11:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nuova protesta a Napoli dei lavoratori della idromassaggio. Gli operai sono in corteo in via Argine, dove si trova lo stabilimento, e sono diretti verso il porto del capoluogo partenopeo.

Ad aprire il corteo lo striscione di Fim, Fiom e Uilm.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Produzione industriale vendita a luglio, sopra livelli preCovid
Nel mese di aumento dello 0,8%. Su base annua balzo del 7%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
13:53
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A luglio 2021 la produzione industriale è aumentata dello 0,8% rispetto a giugno. Nella media del periodo maggio-luglio il livello della produzione cresce dello 0,6% rispetto ai tre mesi precedenti.
Lo comunica l’Istat aggiungendo che corretto per gli effetti di calendario, l’indice complessivo è cresciuto in termini tendenziali del 7,0% (i giorni lavorativi di calendario sono stati 22 contro i 23 di luglio 2020).
Rispetto a febbraio 2020, mese antecedente l’inizio dell’emergenza sanitaria, a luglio il livello dell’indice della produzione industriale è superiore dell’1,5%. L’Istat sottolinea “la dinamica favorevole” registrato nel mese che conferma la fase di crescita della crescita del mese precedente.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Speranza, 73,5% vaccinati,realistico80% a settembre
Obiettivo alla portata, faremo il necessario per raggiungerlo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
11:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo convinti, come Governo, che il vaccino sia l’arma fondamentale Puntiamo tutte le energie per aumentare il numero delle persone vaccinate, percentuale che è già molto alta.
Siamo ormai al 73,5% di persone vaccinabili che hanno già avuto due dosi e lavoriamo a raggiungere l’obiettivo dell’80% a fine settembre. Ci sembra un obiettivo realistico e alla portata. Faremo tutto il necessario per raggiungerlo”. Così il ministro della Salute Speranza, durante la presentazione del “Libro blu 2020” dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio, dai talebani i fatti sono già scoraggianti
‘Dire li giudicheremo dalle azioni è un’espressone già superata’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
11:42
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Dire ‘giudicheremo i talebani dai fatti e non dalle parole’ è già un’espressione anacronistica”, perché “dopo 15 giorni i fatti sono già ampiamente incoraggianti, per usare parole gentili”. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, alla presentazione del Libro Blu dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli, riferendosi alla repressione in corso di donne e giornalisti e alla composizione del nuovo governo dei talebani.

Dall’Afghanistan “la pressione migratoria non è ancora iniziata” ma “la nostra grande preoccupazione ora è che la siccità, il rischio di conflitto interno e il rischio del terrorismo non provochino un collasso del Paese e trasformino l’Afghanistan in un Paese fallito” , ha aggiunto il ministro.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Talebani, donne non possono fare ministeri, devono fare figli
‘Le manifestanti che protestano non sono rappresentative’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
11:58
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Una donna non può fare il ministro.
E’ come se le mettessi sul collo un peso che non può supportare.

Non è necessario che le donne siano nel governo, loro devono fare figli”. Così il portavoce talebano Sayed Zekrullah Hashim, rispondendo in un’intervista alla rete afgana Tolo News a una domanda sul nuovo esecutivo esclusivamente maschile. “Le donne che protestano non rappresentano tutte le donne afghane”, ha aggiunto il portavoce.
“Le quattro donne che protestano nelle strade non rappresentano le donne dell’Afghanistan. Le donne dell’Afghanistan sono quelle che danno figli al popolo dell’Afghanistan, che li educano secondo i valori islamici”, ha proseguito il portavoce dei sedicenti studenti coranici.
“Negli ultimi 20 anni, qualunque cosa abbia detto questo media — ha aggiunto Hashimi, rispondendo all’intervistatore di Tolo News -, cosa hanno fatto gli Stati Uniti e il suo governo fantoccio in Afghanistan se non permettere la prostituzione negli uffici?”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: Lamorgese, rischio estremismi,
“Da inizio pandemia abbiamo svolto 50 milioni di controlli – ha sottolineato il ministro – ci sono state manifestazioni con infiltrazioni della criminalità”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
19:38
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La preoccupazione c’è perché i toni salgono sempre di più e c’è il rischio che ci siano estremismi che vanno a incidere sulle manifestazioni”. Lo ha detto, durante la presentazione del Libro Blu 2020 dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli, il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, parlando delle manifestazioni anti Green pass.
“Da inizio pandemia abbiamo svolto 50 milioni di controlli – ha sottolineato il ministro -, ci sono stati manifestazioni con infiltrazioni della criminalità.
In questo momento abbiamo avuto manifestazioni che ci davano disturbo, come il blocco delle stazioni, dove ci siamo particolarmente impegnati ed è andato tutto bene”.
La Procura di Milano sta raccogliendo elementi utili e sta valutando anche l’ipotesi di associazione per delinquere nelle indagini sul gruppo di No Vax, che si autodefinivano ‘guerrieri’, perquisiti ieri in un blitz della Digos col coordinamento del capo del pool dell’antiterrorismo milanese Alberto Nobili e del pm Piero Basilone. Si sta lavorando, infatti, per capire se esiste una “rete” anche più ampia rispetto agli 8 già indagati per istigazione per delinquere aggravata.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzi: Istat, attesi nuovi aumenti nei prossimi mesi
Prospettive positive sulla domanda di lavoro dalle imprese
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
12:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Dalle aspettative di inflazione degli operatori economici ad agosto emerse indicazioni di nuovi incrementi dei prezzi per i prossimi mesi”. Lo indica l’Istat nella Nota mensile di agosto sull’andamento dell’economia italiana, rilevando anche che è “salita la percentuale dei consumatori che si aspetta un forte aumento dei prezzi, mentre tra le imprese si manifestano attestano di rincari nel settore delle costruzioni e per i beni del comparto manifatturiero destinati al consumo”.

Ad agosto, è proseguita la ripresa dell’inflazione, spinta dalla componente energetica. In base alla stima preliminare diffusa a fine mese, l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività (Nic) ha registrato un incremento tendenziale del 2,1% (2 decimi di punto al di sopra del mese precedente).
Per quanto riguarda il mercato del lavoro, le prospettive per la domanda da parte delle imprese, indica inoltre l’Istat, “mantengono un orientamento positivo: i giudizi delle imprese presentano saldi positivi per tutti i settori economici anche se in riduzione, rispetto a luglio, nelle costruzioni e nei servizi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Docente Terni, nessuno può imporre simbolo religioso
“Lo ha riconosciuto la Cassazione” afferma il prof. Coppoli
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TERNI
10 settembre 2021
12:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“In un Paese in cui i privilegi della Chiesa sono sedimentati, sono assolutamente soddisfatto che dopo 13 anni sia stata riconosciuto che nessun dirigente della pubblica amministrazione può imporre in maniera autorativa l’affissione di un simbolo religioso, in quanto collide con il principio di laicità dello Stato. Peccato che i giudici non abbiano ancora mostrato coraggio sotto il profilo della questione discriminatoria verso le altre religioni”: a parlare è Franco Coppoli, il docente di lettere di Terni sospeso nel 2008 dall’insegnamento per un mese per avere rimosso il crocefisso da un’aula dell’istituto dove insegnava, vicenda sulla quale, al termine di un lungo iter giudiziario, si è espressa la Cassazione.
Sentenza che lo stesso insegnante, al quale è stata annullata la sospensione, definisce “bella”.
“Le mie ragioni vengono affermate – spiega – in quanto finalmente viene detto che imporre il crocefisso in un ufficio pubblico è in contrasto con la Costituzione. Per quanto fosse facile dedurlo non era altrettanto facile ottenerlo”.
Tra l’altro, ricorda, “nessuna tradizione storica prevede la presenza del crocefisso nelle aule e nei tribunali”. Per Coppoli – che ora insegna in un altro istituto superiore della città – il fatto però che secondo la Cassazione sia possibile, in caso di richiesta, affiggere anche altri simboli religiosi, “se da una parte è interessante perché ribadisce che la scuola è una comunità e dunque riconosce la centralità di tutte le componenti, dall’altro può generare il rischio concreto che ancora una volta siano le maggioranze ad imporre i loro simboli nelle aule”. “Noi, come insegnanti – conclude il docente -, vigileremo su questo aspetto. Si tratta di una battaglia civile, per evitare discriminazioni delle minoranze rispetto a presunte maggioranze”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: Ue, aiuti da 900 milioni illegali, Italia li recuperi
Dimostrata discontinuità economica di Ita. Lavoratori in piazza
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
12:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione europea ha concluso che i due prestiti statali per un importo complessivo di 900 milioni di euro concessi dall’Italia ad Alitalia nel 2017 sono illegali ai sensi delle norme Ue in materia di aiuti di Stato.
L’Italia deve pertanto recuperare gli aiuti da Alitalia maggiorati degli interessi.
Lo ha annunciato la stessa Commissione europea. Resta invece aperta l’indagine Ue per valutare la conformità alle norme comunitarie dell’ulteriore prestito ponte di 400 milioni concesso alla compagnia nel 2019.
Inoltre, la Commissione europea ha concluso che Italia Trasporto Aereo non è il successore economico di Alitalia e quindi non è responsabile del rimborso degli aiuti di Stato illegali ricevuti da Alitalia. Lo riferisce lo stesso esecutivo Ue, precisando che i conferimenti di capitale pari a 1,35 miliardi di euro a favore della newco sono conformi alle condizioni di mercato e non si configurano quindi come aiuti di Stato ai sensi delle norme Ue.
“L’Italia ha dimostrato che esiste una chiara discontinuità tra Alitalia e la nuova compagnia aerea Ita”, ha detto la vice presidente Ue Margrethe Vestager.
A Roma, intanto, è in corso la manifestazione dei lavoratori, in piazza San Silvestro, a poca distanza da Palazzo Chigi. In piazza con slogan, striscioni, bandiere sindacali e cori contro il premier Mario Draghi e i vertici di Ita. In centinaia protestano contro il piano della newco, che prevede l’assunzione di sole 2.800 persone, contro i 10.500 lavoratori della vecchia compagnia di bandiera.   ECONOMIA   MONDO

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Bonomi, allarme prezzi per materie prime e elettricità
Prospettive positive sulla domanda di lavoro dalle imprese
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
12:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I rincari delle materie prime e dell’elettricità preoccupano le imprese. “Confindustria sta monitorando con preoccupazione l’escalation congiunturale dei prezzi delle principali commodity. Tra questi il prezzo dell’energia elettrica”, ha detto il presidente Carlo
Bonomi in un videomessaggio all’assemblea di Elettricità Futura. “Queste tensioni di mercato devono essere comprese nei loro
fattori di origine e gestite di conseguenza.
Non devono farci arretrare rispetto agli obiettivi di sostenibilità”, ha proseguito.
L’Istat indica intanto nuovi possibili aumenti in vista. “Dalle aspettative di inflazione degli operatori economici ad agosto sono emerse indicazioni di nuovi incrementi dei prezzi per i prossimi mesi”. Secondo l’Istituto, è “salita la percentuale dei consumatori che si attendono un forte aumento dei prezzi, mentre tra le imprese si manifestano attese di rincari nel settore delle costruzioni e per i beni del comparto manifatturiero destinati al consumo”.
Ad agosto, è proseguita la ripresa dell’inflazione, spinta dalla componente energetica. In base alla stima preliminare diffusa a fine mese, l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività (Nic) ha registrato un incremento tendenziale del 2,1% (2 decimi di punto al di sopra del mese precedente).
Per quanto riguarda il mercato del lavoro, le prospettive per la domanda da parte delle imprese, indica inoltre l’Istat, “mantengono un orientamento positivo: i giudizi delle imprese presentano saldi positivi per tutti i settori economici anche se in riduzione, rispetto a luglio, nelle costruzioni e nei servizi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giochi: Fico,urgente riforma,salute cittadini priorità
Difficile equilibrio fra interessi erari e rischi ludopatia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
12:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Credo che Parlamento e Governo debbano valutare con urgenza una riforma organica di giochi e scommesse che sappia meglio contemperare la tutela di tutti gli interessi, a partire da quello della salute dei cittadini che è e deve essere la priorità”. Così il presidente della Camera Roberto Fico in occasione della presentazione del libro blu dell’agenzia delle accise, dogane e monopoli.

Fico ha parlato dell'”importante ruolo che l’Agenzia esercita in merito ai giochi e alle scommesse. Si tratta di un settore di grande delicatezza, in cui si fatica da decenni a trovare un equilibrio tra gli interessi dell’erario, che ricava un gettito molto significativo, e la tutela dei cittadini, soprattutto minori, dai rischi della ludopatia. Il Libro blu dimostra come l’Agenzia operi in questo ambito sia per assicurare la riscossione dei tributi, sia per contrastare crescenti fenomeni di illegalità, quali, tra le altre cose, le truffe online, il gioco illegale su siti web irregolari, l’elusione del divieto di gioco ai minori – aggiunge – . Al tempo stesso, dal documento emerge come il quadro normativo in materia sia estremamente complesso e frammentato per il susseguirsi di numerose modifiche normative e per l’assenza di una visione organica da parte del legislatore”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Afghanistan: Casellati, non abbandoniamo donne coraggiose
Non rinunciare a diritti, a partire da quelli di genere
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
13:01
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Andarsene dall’Afghanistan non deve significare abbandonare le donne al loro destino. Donne sotto attacco ma coraggiose, le prime a scendere in piazza per chiedere che i progressi ottenuti non siano cancellati come se nulla fosse successo.
Come se fosse inevitabile rassegnarsi a rinunciare ai diritti, a partire da quelli di genere, conquistati con immane fatica e con incrollabile tenacia individuale”. Lo ha detto la presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati intervenendo al Convegno per i 20 anni dell’11 settembre organizzato da Pier Ferdinando Casini e dall’Unione Interparlamentare.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Afghanistan: a Cagliari nuova nave con a bordo 51 profughi
Quarto approdo, complessivamente in Sardegna 210 rifugiati
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
10 settembre 2021
13:16
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Quarto arrivo di profughi afghani destinati all’ospitalità in Sardegna, complessivamente in queste settimane ne sono arrivati 210. Questa mattina è approdata al porto di Cagliari un’altra nave della Tirrenia con a bordo 51 persone, soprattutto nuclei familiari con bambini, in tutto 17 minori.
Come sempre ad attenderli in banchina, dove è stato allestito il punto accoglienza con le tende per le visite mediche, Croce rossa italiana, Protezione civile e Ats che eseguirà anche i tamponi per l’accertamento del Covid.
Al termine di tutte le operazioni, i profughi saranno trasferiti nella varie province sarde. Circa il 50% rimarrà a Cagliari, il 30% andrà a Sassari, gli altri saranno suddivisi tra Nuoro e Oristano, rispettando la composizione dei nuclei familiari.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Afghanistan: Michel, sostegno al lavoro di Fao, Ifad e Wfp
Anche a livello globale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
10 settembre 2021
13:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ha ringraziato in un incontro a Roma il “pieno sostegno al lavoro a livello globale della Fao, dell’Ifad (Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo) e del World Food Program (programma alimentare mondiale Wfp/Pam) e soprattutto in Afghanistan”. Lo scrive su Twitter il politico belga precisando che “la vostra continua presenza sul campo è fondamentale.
Siamo con il popolo afghano”.
Michel ha poi annunciato che nel corso dell’incontro si è discussa la “necessità di fermare la violenza in Etiopia e dare accesso agli aiuti umanitari”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Conte, il dialogo col Pd è intenso, c’è affinità
‘Dobbiamo rafforzarlo e presentare un progetto Paese’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
10 settembre 2021
14:04
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La traiettoria politica è sempre quella: il dialogo col Pd è intenso, c’è molta affinità per quanto riguarda alcuni obiettivi di fondo e quindi dobbiamo rafforzare questo dialogo per presentarci per un progetto Paese”, in modo da “poter sfruttare questa sinergia”. L’ha detto l’ex premier, Giuseppe Conte, a San Giovanni in Persiceto (Bologna), dove il Movimento 5 Stelle sosterrà la candidata di centrosinistra Sara Accorsi (Pd).
In serata Conte parteciperà alla Festa nazionale dell’Unità a Bologna.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Comunali: Salvini, non credo a cappotto centrosinistra
Michetti? Non giudico persone ma c’è voglia di cambiamento
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
14:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Non credo al cappotto a favore del centrosinistra. Michetti? Non giudico le persone ma i romani hanno avuto il Pd e i Cinque stelle e si vede come sono messi, credo ci sia voglia di cambiamento”.
Così il leader della Lega, Matteo Salvini su La7.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
M5s: Conte, è una faticaccia enorme, non credo reggerò a lungo
Quando sarà il momento troveremo qualcuno più bravo di me
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
10 settembre 2021
19:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo rilanciando il progetto del M5s, lo porteremo avanti, al di là degli interpreti. Siccome non ritengo di essere infallibile, e neppure vedo un orizzonte poi così lungo, ve lo dico francamente: questo è un impegno stressantissimo.
Lavorare così per il bene comune è una faticaccia enorme, quindi non credo che la potrò reggere anche fisicamente a lungo. E quindi però, faremo in modo, che ci sia qualcuno più bravo di me, quando sarà il momento. Però questo progetto è forte e lo dovete appoggiare, non lasciate che altri parlino con la vostra voce, parlate voi”. Lo ha detto Giuseppe Conte, leader del Movimento 5 Stelle, parlando agli elettori a Finale Emilia (Modena), in vista delle prossime comunali.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Moto Guzzi, entro 2025 la fabbrica avveniristica a Mandello
La sfida è raddoppiare la produzione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
15:11
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Moto Guzzi si proietta nel futuro verso i prossimi 100 anni. E lo fa con la realizzazione di una nuova fabbrica avveniristica che prevede di produrre 40mila moto all’anno, raddoppiando l’attuale produzione e incrementando gli addetti, che oggi sono 200 più 80 stagionali.
Il progetto di ristrutturazione partirà entro l’anno per concludersi entro il 2025. La presentazione è avvenuta a Mandello del Lario, nello storico sito industriale, dove da un secolo vengono prodotte le motociclette del marchio dell’Aquila. “Abbiamo voluto dare un’anima alla fabbrica che non sarà più solo un luogo di lavoro ma anche di aggregazione. Apriremo le porte al pubblico organizzando molti eventi”, afferma il responsabile sviluppo e innovazione del gruppo Piaggio Michele Colaninno, presentando il progetto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Confindustria, proposta a governo su decarbonizzazione
Bonomi, per i costi a carico delle imprese
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
15:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Con Aurelio Regina, delegato della presidenza di Confindustria per l’Energia, presenteremo nei prossimi mesi una proposta di riforma al governo per un processo decarbonizzazione economicamente efficiente e consapevole degli impatti sociali. L’impegno delle imprese non sarà comunque sufficiente se non saremo in grado di far recepire alla società il messaggio che perseguire la decarbonizzazione significa anche accettare lo sviluppo nei territori di impianti e infrastrutture”.
Lo ha detto il presidente di Confindustria Carlo Bonomi in un videomessaggio all’assemblea di Elettricità Futura, l’associazione di aziende che rappresenta il 70% dell’energia prodotta nel nostro Paese.
Un tema sottolineato da Bonomi è quello dei costi a carico delle imprese. “Le risorse pubbliche a livello europeo per questa sfida supereranno i 1.000 miliardi di euro e oltre 2.500 miliardi saranno a carico del settore privato” e “gli stessi fondi del piano nazionale di ripresa e resilienza destinati alla transizione energetica rappresentano il 6% del fabbisogno di investimenti necessari all’Italia per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione”, ha fatto i conti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 settembre: circolare capo polizia, tutelare obiettivi Usa
Invito a prefetti e questori, anche in relazione a crisi afghana
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
15:39
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per il ventesimo anniversario dell’11 settembre una circolare firmata dal capo della Polizia, Lamberto Giannini, invita prefetti e questori, “anche in relazione alla crisi afghana”, a sensibilizzare “misure di vigilanza e sicurezza a protezione degli obiettivi diplomatico-consolari, turistici culturali e commerciali degli Stati Uniti, nonchè di ogni altro sito o obiettivo ritenuto a rischio per la circostanza”. Nel contempo la circolare raccomanda di “implementare al massimo l’attività informativa” per prevenire illegalità e “garantire l’ordine e la sicurezza pubblica”.

Il documento del capo della Polizia segnala inoltre, in relazione a quanto avvenuto in Afghanistan, “l’innalzamento del livello di conflittualità tra vari gruppi terroristici, tesi ad acquisire o a confermare un ruolo di leadership nell’ambito della variegata galassia jihadista”. E la data dell’11 settembre assume dunque “particolare rilevanza alla luce dell’attuale scenario internazionale”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
‘Rischio caos a scuola’, Brunetta spinge sul green pass
Allarme dei presidi, ma il governo prepara l’estensione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
21:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mentre l’estensione dell’obbligo del Green pass ai genitori che entrano a scuola preoccupa i presidi, sui quali pende anche il rischio di multe fino a 1000 euro in caso di inadempienze, il ministro Renato Brunetta auspica per il futuro un’estensione totale del certificato, sia per il lavoro pubblico che quello privato. Il titolare del dicastero della Funzione pubblica, definisce la misura “geniale” perché aumenta il costo sia psichico che monetario “per gli opportunisti contrari al vaccino” costringendoli a fare il tampone e diminuisce la circolazione del virus e quindi la nascita di nuove varianti.
E il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ribadisce l’importanza della misura “perché vogliamo che chiunque entri in una scuola possa essere sicuro. Vogliamo mettere in sicurezza tutte le nostre scuole, i nostri ragazzi, i nostri figli”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A lanciare l’allarme sull’estensione del Green pass al mondo della scuola era stato il presidente di Anp, Antonello Giannelli. “Capisco l’esigenza di rendere obbligatorio il pass ai genitori” che accompagnano i figli a scuola ma questo creerà “un enorme problema. Per i controlli ci saranno code all’esterno o all’interno degli istituti con il rischio di creare assembramenti”. Perplessi sull’applicazione della misura Green pass alla scuola, sono tutti i sindacati. “Il governo ha scaricato la responsabilità sulle scuole mentre doveva procedere all’obbligo vaccinale. Bisogna non avere idea di come funzionano le scuole per pensare di attuare il Green pass a questo contesto”, dice Francesco Sinopoli della Flc Cgil. Anief annuncia un ricorso e uno sciopero il primo giorno di scuola in 10 regioni, per lo Snals l’estensione del Green pass comporta nuovi impegni sulle spalle dei presidi, già gravati da graduatorie sbagliate, mancanza di aule e di personale. “Quello che non si vuole comprendere è che le misure per la scuola non possono essere quelle usate per una pizzeria”, lamenta Pino Turi, segretario della Uil Scuola.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 settembre: circolare del capo della polizia, tutelare gli obiettivi Usa
Invito a prefetti e questori, anche in relazione alla crisi afghana
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
16:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per il ventesimo anniversario dell’11 settembre una circolare firmata dal capo della Polizia, Lamberto Giannini, invita prefetti e questori, “anche in relazione alla crisi afghana”, a sensibilizzare “misure di vigilanza e sicurezza a protezione degli obiettivi diplomatico-consolari, turistici culturali e commerciali degli Stati Uniti, nonchè di ogni altro sito o obiettivo ritenuto a rischio per la circostanza”. Nel contempo la circolare raccomanda di “implementare al massimo l’attività informativa” per prevenire illegalità e “garantire l’ordine e la sicurezza pubblica”.

Il documento del capo della Polizia segnala inoltre, in relazione a quanto avvenuto in Afghanistan, “l’innalzamento del livello di conflittualità tra vari gruppi terroristici, tesi ad acquisire o a confermare un ruolo di leadership nell’ambito della variegata galassia jihadista”. E la data dell’11 settembre assume dunque “particolare rilevanza alla luce dell’attuale scenario internazionale”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Rifiuti speciali, Italia leader in Europa nel riciclo, 80%
Ma ne produce troppi, mentre altri paesi li riducono
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
16:18
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia si conferma eccellenza nel riciclo dei rifiuti speciali a livello europeo. Ma se ne producono ancora troppi rispetto agli altri Paesi, e le criticità dovute alla mancanza di un adeguato sistema impiantistico limitano le potenzialità di sviluppo “circolare”.

Sono queste le principali evidenze che emergono dal dossier “I rifiuti prodotti dalle attività economiche”, realizzato dal Laboratorio REF Ricerche per FISE Assoambiente.
I rifiuti prodotti dalle attività economiche in Italia sono pari a circa 82 milioni di tonnellate. In Europa l’Italia ha la leadership assoluta nella percentuale di recupero di materia che sfiora l’80% (79,3%). Il 50% dei rifiuti speciali proviene da precedenti trattamenti di acque reflue e rifiuti e il 30% dal manifatturiero. La metà dei rifiuti speciali provenienti da trattamento dei rifiuti finisce ancora in discarica. Resta residuale il recupero energetico.
In Italia la produzione dei rifiuti da attività economiche negli ultimi anni è cresciuta più del PIL. Nell’intervallo temporale 2010-2018 il PIL italiano è cresciuto del 10%, mentre questi rifiuti sono aumentati del 23%. L’esatto contrario di quanto registrato in altri Paesi europei come Germania e Francia, in cui nello stesso periodo lo sviluppo del Pil (rispettivamente +31% e +18%) è stato di gran lunga superiore all’aumento dei rifiuti da attività economiche (rispettivamente +14% e +5%). Nel nostro Paese per ogni 1.000 euro di PIL si producono 47 kg di rifiuti, contro i 42 della Spagna, i 35 della Germania e i 33 della Francia.
Continua a crescere la voce degli stoccaggi (18 mln di tonnellate) complice la carenza impiantistica del nostro Paese.
Resta stabile il numero degli impianti presenti in Italia, vicino agli 11.000, a testimonianza di un settore parcellizzato e diffuso sul territorio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Brunetta, in futuro il green pass per tutti i lavoratori
Sia pubblici sia privati. E’ una misura geniale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 settembre 2021
09:39
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In futuro il green pass deve valere sia per il lavoro pubblico che quello privato. Lo ha detto il ministro della Funzione pubblica, Renato Brunetta parlando di misura “geniale” perché aumenta il costo sia psichico che monetario “per gli opportunisti contrari al vaccino” costringendoli a fare il tampone e diminuisce la circolazione del virus e quindi la nascita di nuove varianti.
Per Brunetta il Green pass dovrebbe essere introdotto per tutto il lavoro pubblico e privato ma anche per chi utilizza i servizi pubblici e privati.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Quota 100: Letta, per noi è un errore, ma sentiamo Draghi
Leader Pd, con premier colloqui continui ma non metto manifesti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
16:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Su Quota 100 “sentiremo cosa ne pensa il presidente del Consiglio Mario Draghi”. Così, a margine della sua visita al Salone del Mobile, che oggi chiude i battenti, nei padiglioni di Rho della Fiera di Milano, il segretario del Partito Democratico, Enrico Letta ha espresso il suo parere sulla richiesta di Matteo Salvini di non cancellare il provvedimento bandiera della Lega nel governo Conte Uno.

“Noi siamo d’accordo sul fatto che su questo tema si siano fatti degli errori profondi in passato e noi non crediamo che sia la strada giusta – ha aggiunto il numero uno Dem -. Salvini su questi temi fa campagna elettorale permanente perché sa che questa cosa non è possibile, ma noi siamo seri e cerchiamo di dire le cose che si possono fare e non quelle che non si possono fare. La differenza tra chi sta in questo governo con serietà e chi ci sta con la propaganda continua”.
A proposito, invece, del suo rapporto con il premier Draghi, Letta ha commentato: “A differenza di Salvini, io ogni volta che parlo con il presidente del consiglio non metto i manifesti ai muri. Parlo normalmente, come è naturale che sia, con il premier e con i ministri, senza bisogno di fare manifesti. Il colloquio è continuo e anche molto proficuo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ita: ‘da Roma notifica all’Ue per massimo 1,35 miliardi’
Per altre iniezioni di capitale servirà un nuovo esame
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
10 settembre 2021
17:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia si è impegnata a non utilizzare più di 1,35 miliardi di euro da iniettare nel capitale di Ita per i prossimi tre anni, di cui 700 milioni quest’anno. Questa cifra è il tetto massimo notificato a Bruxelles ed è ritenuta conforme al mercato da parte della Commissione europea.
Lo si apprende da ambienti vicini al dossier. Nel decreto Rilancio il governo Conte aveva previsto aumenti di capitale per la newco per 3 miliardi euro ma, spiegano le stesse fonti, se l’Italia dovesse decidere di procedere con altre iniezioni – anche dopo il 2023 – servirà una nuova valutazione da parte di Bruxelles.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo volo con cittadini stranieri partito da Kabul
A bordo anche 49 cittadini francesi e loro familiari
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
KABUL
10 settembre 2021
17:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un secondo aereo della Qatar Airways, dopo quello con il quale ieri un centinaio di cittadini con passaporto straniero avevano lasciato l’Afghanistan, è partito oggi da Kabul. A bordo, secondo quanto fatto sapere dal ministero degli Esteri di Parigi, vi sono anche 49 cittadini francesi e i loro familiari.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Afghanistan: Unesco, rischio catastrofe generazionale
‘In gioco gli immensi progressi sull’educazione delle ragazze’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
17:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo la presa del potere da parte dei Talebani, in Afghanistan c’è il rischio di una “catastrofe generazionale” in materia di educazione. E’ l’allarme lanciato dall’Unesco, che in un rapporto giudica “in pericolo” gli “immensi progressi” ottenuti finora.
“In Afghanistan c’è in gioco la necessità assoluta di preservare i progressi raggiunti in materia di educazione, in particolare per le ragazze e le donne”, ha dichiarato Audrey Azoulay, direttore generale dell’Unesco.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green Pass obbligatorio negli uffici Siemens in Italia
De Rossi, anticipiamo governo per garantire sicurezza lavoro
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
10 settembre 2021
17:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Siemens è la prima azienda a introdurre, dal 27 settembre il Certificato Verde obbligatorio per accedere all’hub di Milano e alle altre sedi del gruppo in Italia. “Abbiamo deciso di introdurre il Green Pass, anticipando le decisioni che Governo e parti sociali stanno valutando per continuare a garantire la salute e sicurezza sui luoghi di lavoro e al contempo mantenere la continuità del business”, dice Pierfrancesco De Rossi presidente e ceo di Siemens Spa.
“Lo smart working, la nostra modalità di lavoro dal 2018, consentirà comunque a chi non accede alle sedi di lavorare da remoto.” Ci saranno poi deroghe per i siti produttivi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cattolica: ok Ivass a opa Generali atteso a metà settembre
Partenza offerta possibile tra fine settembre e inizio ottobre
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
10 settembre 2021
18:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La prossima settimana potrebbe arrivare l’autorizzazione preventiva dell’Ivass all’acquisizione della totalità del capitale di Cattolica da parte delle Generali. L’ok dell’authority, riferiscono fonti finanziare, è infatti atteso intorno alla metà di settembre, sostanzialmente in linea con la tempistica ipotizzata dalle Generali in occasione dell’annuncio dell’offerta pubblica di acquisto.

Acquisito il via libera dell’Ivass, la Consob avrà cinque giorni di tempo per autorizzare la pubblicazione del documento di offerta su cui sarà chiamato ad esprimersi il cda di Cattolica, che dovrà valutare, con i suoi advisor Citigroup e Kpmg, la congruità dell’offerta del Leone, che ha messo sul piatto 6,75 euro ad azione.
Tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre l’opa – che vede il Leone affiancato dall’advisor Mediobanca – potrebbe dunque approdare sul mercato dove il titolo Cattolica, che oggi ha chiuso a 7,14 euro, si è sempre sopra il prezzo offerto da Generali.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cannabis: Radicali, domani parte campagna referendum
Per depenalizzare la coltivazione di cannabis e aprire alla legalizzazione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
18:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un referendum per depenalizzare la coltivazione di cannabis e aprire alla legalizzazione. Lo annunciano i Radicali italiani.
La campagna, come riferisce una nota, sarà lanciata domani alle 17. “Il quesito referendario depositato propone di intervenire sia sul piano della rilevanza penale sia su quello delle sanzioni amministrative per quanto riguarda la cannabis – si spiega – legalizzare vuol dire togliere ossigeno alle mafie che gestiscono il traffico e lo spaccio”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Venezia: con sostenibilità è “più antica città del futuro”
Tema emerge nel Strategy innovation forum con aziende big
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
10 settembre 2021
18:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sostenibilità, è questa la chiave per rendere Venezia “la più antica città del futuro”. L’evento Strategy innovation forum, ideato da Carlo Bagnoli, docente di strategia a Ca’ Foscari, vuole porre l’attenzione sulla città, di recente candidatasi a capitale mondiale della sostenibilità.

«Siamo alla sesta edizione, il più grande Think tank sul tema dell’innovazione strategica in Italia. Lo facciamo a Venezia perché strategia vuol dire dare significato alle tecnologie, quindi luogo perfetto», ha spiegato il docente.
Con il forum oggi c’è stato il contestuale via a Venisia (Venice sustainability innovation accelerator), un acceleratore di startup che consenta di andare oltre ai problemi della città, lo spopolamento in particolare, ma che sia in grado di fornire indirizzi alle aziende del Paese.
“Rilanciare Venezia e farne un nuovo modello di sviluppo attraverso l’innovazione tecnologica, coinvolgendo direttamente i giovani. È questo lo spirito di Venisia, grazie al quale Ca’ Foscari attrae in città startup e talenti da tutto il mondo”, ha affermato Tiziana Lippiello, Rettrice dell’Università Ca’ Foscari Venezia.
Nella giornata hanno preso parte i rappresentanti delle aziende interessate direttamente, come Enel, Eni, Snam, Bcg, ma anche realtà istituzionali e rilevanti nel panorama internazionale, come Intesa San Paolo, Generali, Tim e Cassa depositi e prestiti.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Cantieri autostrade: 15km coda in A12 tra Nervi e Rapallo
Nella mattinata si erano registrate code anche in A7 e A26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
10 settembre 2021
18:51
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Traffico paralizzato sulla autostrada A12 Genova-Roma verso la riviera di Levante. Si registrano, infatti, 15 chilometri di coda tra Genova Nervi e Rapallo a causa dei cantieri.
Gli incolonnamenti sono andati avanti tutto il pomeriggio tanto che sono state distribuite bottigliette d’acqua agli automobilisti bloccati. Rallentamenti anche sulla A10 Genova-Savona in direzione della riviera di Ponente ma senza disagi. Nella mattinata si erano registrate code anche in A7 e A26. Solo ieri il ct della Nazionale Roberto Mancini era rimasto bloccato dai lavori sulla A26 e aveva pubblicato una storia su Instagram divenuta ieri virale in cui invitava Aspi a vergognarsi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Facciamo salpare la Ricerca”, arriva la staffetta contro le malattie oncologiche
L’iniziativa di Fondazione Città della Speranza con il Patrocinio dello Stato Maggiore della Difesa
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
19:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Una corsa che attraversa tutta l’Italia per supportare la Ricerca. E’ la staffetta per la speranza “Facciamo salpare la Ricerca” organizzata da Fondazione Città della Speranza e patrocinata dallo Stato Maggiore della Difesa.
La staffetta “Facciamo salpare la Ricerca” mira a supportare la ricerca oncologica pediatrica, tema centrale per la Fondazione Città della Speranza che si occupa di promuovere la ricerca scientifica contro le malattie oncologiche.
Inoltre, l’iniziativa vuole rendere omaggio alla memoria dei medici Giuseppe Basso e Modesto Carli che hanno dedicato la propria vita alla lotta ai tumori pediatrici.
Alla conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa sono intervenuti il Generale Massimo Mennitti – Capo del V Reparto del Comando Generale, il Contrammiraglio Angelo Virdis – Capo Ufficio Pubblica Informazione e Comunicazione della Marina Militare, il Colonnello Gianni Massimo Cuneo – Comandante Centro Sportivo Arma dei Carabinieri, la Prof.ssa Antonella Viola – direttrice scientifica dell’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza e il Dr. Luca Primavera, direttore generale dell’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza.
Nell’introdurre l’evento, il Generale Massimo Mennitti, Capo del V Reparto (Relazioni Esterne) del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa, che coniuga beneficienza, ricerca scientifica e sport, forte del sostegno dell’Arma dei Carabinieri e della Marina Militare “sempre attente a promuovere il valore della solidarietà”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Questa Staffetta è una manifestazione che ritengo centrale perché Città della Speranza e IRP insieme agli atleti delle armi dello Stato Maggiore hanno la possibilità di avvicinare le persone, i nostri cittadini. Ho sempre sostenuto che la ricerca e la scienza non si fanno solo nei laboratori dichiara Antonella Viola – Direttrice scientifica di IRP Città della Speranza – sono anche divulgazione. Grazie ad eventi di portata nazionale come questo riusciamo ad esempio a raggiungere ed incuriosire le nuove generazioni ad avvicinarsi a materie che sono percepite come ostiche ma che, in realtà, rappresentano nuove professioni e nel nostro caso nuovi traguardi nella ricerca oncologica pediatrica”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La nostra staffetta per la Speranza ci permette di stare per una settimana insieme ad atleti che oltre a rappresentare l’Italia alle Olimpiadi, in questo caso, porteranno lo spirito dei ricercatori, i volontari, i medici e i nostri piccoli pazienti in un percorso che attraversa diverse regioni Italiane – dichiara Stefania Fochesato responsabile fundraising di Città della Speranza. Siamo onorati di questa collaborazione con lo Stato Maggiore che ci consente tutti gli anni di raccogliere fondi importanti per la ricerca oncologica pediatrica”
La staffetta avrà il via dalla sede del Comando Interregionale Vittorio Veneto di Padova, città della Fondazione, il prossimo 13 settembre e toccherà 6 diverse regioni Italiane fino a giungere il 18 settembre a Taranto, all’aeroporto militare di Grottaglie, dove la bandiera di Città della Speranza verrà issata sulla portaerei Cavour. Il percorso sarà affrontato da 8 atleti olimpionici che hanno rappresentato il nostro Paese a Tokio, desiderosi di supportare la ricerca.
Le tappe della staffetta saranno le seguenti:
– Lunedì 13 settembre: partenza dalla sede del Comando Interregionale Vittorio Veneto di Padova, alla presenza del Comandante delle Frecce Tricolori Gaetano Farina e della campionessa mondo di spada dell’esercito e bronzo alle ultime olimpiadi Mara Navarria
– Martedì 14 settembre: arrivo ad Assisi
– Mercoledì 15 settembre: arrivo a Roma presso il Salone d’Onore del Coni, alla presenza della vice presidente Solis Silvia
– Giovedì 16 settembre: arrivo a Cassino (FR)
– Venerdì 17 settembre: arrivo alla Reggia di Caserta
– Sabato 18 settembre: arrivo all’aeroporto militare di Grottaglie con cerimonia per issare la bandiera di Città della Speranza sulla portaerei Cavour. Incontro pubblico serale “La Ricerca è Vita” alla presenza della dott.ssa Antonella Viola, direttrice scientifica dell’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, e del dottor Valerio Cecinati, primario del reparto di Oncologia pediatrica del SS. Annunziata di Taranto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ita, si riapre il confronto con i sindacati
Castelli: ‘Sarà attivato un tavolo al Mef sul tema delle politiche attive e ammortizzatori sociali’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 settembre 2021
11:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il confronto tra Ita e i sindacati si riapre. Lo hanno detto i sindacati al termine dell’incontro con la viceministra Laura Castelli al Mef.
“Ita ha comunicato e comunicherà che riprenderà il confronto”, ha detto il segretario nazionale della Uiltrasporti , Ivan Viglietti all’uscita dal ministero.
“Ho sentito poco fa il Ministro Orlando sul tema delle politiche attive e degli ammortizzatori sociali per i dipendenti Alitalia. Su questo, la prossima settimana, attiveremo un tavolo presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. Lato Mef, abbiamo ricevuto rassicurazioni dalla società ITA sul fatto che, nei prossimi giorni, convocherà nuovamente i sindacati, sulla base dei testi distribuiti, per proseguire le interlocuzioni relative all’assunzione del nuovo personale”. Lo afferma il Viceministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, al termine dell’incontro con le rappresentanze sindacali del comparto aereo.
L’Italia si è impegnata a non utilizzare più di 1,35 miliardi di euro da iniettare nel capitale di Ita per i prossimi tre anni, di cui 700 milioni quest’anno. Questa cifra è il tetto massimo notificato a Bruxelles ed è ritenuta conforme al mercato da parte della Commissione europea. Lo si apprende da ambienti vicini al dossier. Nel decreto Rilancio il governo Conte aveva previsto aumenti di capitale per la newco per 3 miliardi euro ma, spiegano le stesse fonti, se l’Italia dovesse decidere di procedere con altre iniezioni – anche dopo il 2023 – servirà una nuova valutazione da parte di Bruxelles.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sindacati al Mef, “si riapre il confronto con Ita”
Castelli,prossima settimana tavolo con Orlando su ammortizzatori
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
19:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il confronto tra Ita e i sindacati si riapre. Lo hanno detto i sindacati al termine di un incontro di tre ore con la viceministra Laura Castelli al Mef.
“Ita ha comunicato e comunicherà che riprenderà il confronto”, ha detto il segretario nazionale della Uiltrasporti , Ivan Viglietti all’ uscita dal ministero.
“Abbiamo ricevuto rassicurazioni dalla società sul fatto che, nei prossimi giorni, convocherà nuovamente i sindacati, sulla base dei testi distribuiti, per proseguire le interlocuzioni relative all’assunzione del nuovo personale”, assicura Castelli, sottolineando che ci sono “due punti fermi: garantire l’avvio della società” e “assicurare a tutti i dipendenti di Alitalia un percorso di politiche attive, finalizzate al reinserimento di queste professionalità nel mercato del lavoro”. La prossima settimana, ha annunciato il viceministro dopo avere sentito Andrea Orlando, “attiveremo un tavolo” al ministero del Lavoro proprio per affrontare il “tema delle politiche attive e degli ammortizzatori sociali per i dipendenti Alitalia”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Zaki, nuovo interrogatorio. Ong, possibile rinvio giudizio
Eipr, ‘è preludio ad accuse inventate’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
IL CAIRO
10 settembre 2021
20:06
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo quello del 13 luglio, ieri c’è stato un nuovo interrogatorio per Patrick Zaki. Lo ha reso noto oggi sul proprio sito ‘Eipr’, l’ong egiziana per cui lavorava lo studente egiziano dell’Università di Bologna, esprimendo il timore che questo sviluppo sia il segnale – quasi un “preludio” – di un rinvio a giudizio basato su “accuse inventate” o “fabbricate”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: tensioni al Cpr di Torino, fiamme nell’area rossa
Forze ordine sedato tentativo rivolta. Ospiti in infermeria
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
10 settembre 2021
20:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nuove tensioni al Cpr di Torino, il Centro di Permanenza del Rimpatrio di corso Brunelleschi. Un gruppo di migranti in attesa di essere espulsi hanno incendiato alcuni materassi dei moduli abitativi della cosiddetta ‘area rossa’, che ha subito gravi danni.
Una colonna di fumo nero si è levata dalla struttura, visibile da diversi punti della città.
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno domato l’incendio. La polizia è al lavoro per identificare gli autori della protesta.
Le forze dell’ordine sono intervenute per sedare la rivolta e alcuni ospiti si trovano ora in infermeria per escludere eventuali intossicazioni. A causa dell’incendio sono stati resi inutilizzabili 35 posti letto e gli ospiti saranno spostati in un’altra area.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tromba d’aria a Pantelleria, 2 morti e 9 feriti
Sindaco, coinvolte diverse auto e anche alcune case
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PANTELLERIA
10 settembre 2021
20:20
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Una tromba d’aria che si è abbattuta sull’isola di Pantelleria ha provocato, secondo i soccorritori, la morte di due persone e il ferimento di altre nove. La tromba d’aria avrebbe investito in pieno almeno dieci auto.
La conferma arriva dal sindaco di Pantelleria Vincenzo Campo, che sta seguendo e coordinando le operazioni di soccorso.
“Ci sono due morti e diversi feriti – dice -. E’ stata certamente una tromba d’aria che ha coinvolto case e anche diverse auto. Sono in corso le ricerche. Stiamo ancora valutando quello che è successo”. Al momento sono pronti ad intervenire da Lampedusa anche i soccorsi del 118 con l’elisoccorso. Questo avverrà quando le condizioni climatiche lo consentiranno. Sulla Sicilia si è infatti abbattuta un’ondata di maltempo e per domani il dipartimento della Protezione Civile aveva già diffuso una allerta meteo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Zaki, nuovo interrogatorio. Ong, possibile rinvio giudizio
Eipr, ‘è preludio ad accuse inventate’
APPROFONDIMENTO
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
IL CAIRO
10 settembre 2021
20:24
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo quello del 13 luglio, ieri c’è stato un nuovo interrogatorio per Patrick Zaki. Lo ha reso noto oggi sul proprio sito ‘Eipr’, l’ong egiziana per cui lavorava lo studente egiziano dell’Università di Bologna, esprimendo il timore che questo sviluppo sia il segnale – quasi un “preludio” – di un rinvio a giudizio basato su “accuse inventate” o “fabbricate”.
“Ieri, giovedì 9 settembre 2021, l’ufficio dell’Alta Procura per la Sicurezza dello Stato” ha “tenuto una nuova udienza d’interrogatorio con Patrick George Zaki”, precisa l’Iniziativa egiziana per i diritti personali (Eipr), una delle maggiori ong in Egitto, impegnata nella difesa dei diritti politici, civili, economici e sociali, con particolare attenzione ai diritti e alle libertà personali.
“L’accusa aveva convocato Zaki per completare l’interrogatorio con lui, inizialmente il 13 luglio 2021, un anno e mezzo dopo il suo arresto all’aeroporto del Cairo nel febbraio 2020”, ricorda l’Eipr per cui Patrick era ricercatore in studi di genere. “L’Iniziativa egiziana teme che le due nuove sessioni investigative possano essere un preludio al rinvio a giudizio di Zaki, come è successo nei mesi scorsi con altri ricercatori e opinion maker”, sostiene l’ong aggiungendo che “se questa previsione è vera, allora questo rinvio si baserà su accuse infondate e inventate, basate su un falso rapporto di accusa, senza prove tecniche che confermino che Zaki possieda questi account” (Facebook per i post dei quali viene detenuto). “Questo rinvio arriverà anche alla luce del fatto che l’ufficio del massimo procuratore per la sicurezza dello Stato ha ignorato le ripetute richieste della difesa di Patrick” che chiede sia di controllare “le telecamere di sorveglianza all’aeroporto del Cairo per verificare la manomissione del rapporto di arresto, sia” di dimostrare che lo studente “era stato intimidito, minacciato e torturato con percosse e scosse elettriche dalle forze di sicurezza nazionali in una delle loro sedi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Noi continuiamo a lavorare ogni giorno, l’abbiamo fatto durante il Governo Conte II e lo continuiamo a fare come Farnesina in questo Governo, e continuiamo a portare avanti l’obiettivo, il prima possibile, di portare in libertà Patrick Zaki e restituirgli tutti i suoi diritti”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, a Bologna con il leader M5S Giuseppe Conte.
“La sua città si è stretta intorno a lui sempre di più. Ho sempre parlato con Bonaccini, con il sindaco e l’assessore Lepore. Continueremo a lavorare in stretta sintonia con la società civile e le autorità e dobbiamo solo metterci tutte le energie possibili e dobbiamo portare a casa l’obiettivo. Patrick Zaki deve tornare dalla sua famiglia”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tromba d’aria a Pantelleria, 2 morti e 9 feriti
Investite in pieno almeno dieci auto
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PANTELLERIA
11 settembre 2021
09:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Una tromba d’aria che si è abbattuta sull’isola di Pantelleria ha provocato, secondo i soccorritori, la morte di due persone e il ferimento di altre nove. La tromba d’aria avrebbe investito in pieno almeno dieci auto. Le vittime, che erano a bordo delle loro auto, sono state investite in pieno dalla tromba d’aria e scaraventate fuori dall’abitacolo, una su un muretto l’altra a terra.
Anche i feriti, quattro dei quali sono in gravi condizioni, sarebbero stati coinvolti in incidenti stradali provocati dalla furia del maltempo. Sul posto stanno intervenendo i sanitari del 118 e i carabinieri. Le condizioni meteo sull’isola allo stato sono in miglioramento. I sanitari del 118 stanno organizzando il trasferimento dei feriti, quattro dei quali sarebbero in gravi condizioni, negli ospedali di Palermo. Il primo trasferimento dovrebbe avvenire non appena le condizioni meteo consentiranno di fare alzare l’elisoccorso in sicurezza. Intanto proseguono nella zona i sopralluoghi da parte dei carabinieri, che sono stati i primi a organizzare i soccorsi insieme ai sanitari in servizio sull’isola e che stanno facendo la conta dei danni.
Le due persone morte in seguito al passaggio del tornado sono abitanti dell’isola. Si tratta di Giovanni Errera, di 47 anni, vigile del fuoco in servizio sull’isola, e di un pensionato di 86 anni, Francesco Valenza. I due viaggiavano a bordo delle loro auto, sulla strada che porta al lago di Venere, quando sono stati investiti dalla tromba d’aria.
La conferma arriva dal sindaco di Pantelleria Vincenzo Campo, che sta seguendo e coordinando le operazioni di soccorso. “Ci sono due morti e diversi feriti – dice – è stata certamente una tromba d’aria che ha coinvolto case e anche diverse auto. Sono in corso le ricerche. Stiamo ancora valutando quello che è successo”. Al momento sono pronti ad intervenire da Lampedusa anche i soccorsi del 118 con l’elisoccorso. Questo avverrà quando le condizioni climatiche lo consentiranno. Sulla Sicilia si è infatti abbattuta un’ondata di maltempo e per domani il dipartimento della Protezione Civile aveva già diffuso una allerta meteo. Per domani, intanto, è stato proclamato il lutto cittadino. Lo ha annunciato lo stesso sindaco Vincenzo Campo con un post sui social. “L’Amministrazione comunale si stringe con affetto e sgomento attorno alle famiglie delle vittime”, scrive il primo cittadino.
“Circa una ora fa, una tromba d’aria a Pantelleria ha colpito diverse autovetture e, purtroppo, provocato due morti e quattro feriti gravi. Sul posto immediatamente arrivati i soccorsi”. Così la Protezione civile su Facebook. I sanitari del 118 che si trovano sull’isola parlano già di un bilancio in aumento. Nove i feriti accertati, ma sono ancora in corso le ricerche di eventuali dispersi.
“Quella che si è presentata ai nostri occhi è stata una scena apocalittica”. È quanto racconta un soccorritore del 118 intervenuto stasera in contrada Campobello, sull’isola di Pantelleria, dove una tromba d’aria ha distrutto abitazioni e auto. Al momento sono due i morti accertati ma i soccorritori stanno ancora intervenendo sul posto alla ricerca di eventuali dispersi. La tromba d’aria è arrivata dal mare e in pochi secondi ha trascinato in un vortice case e auto che stavano percorrendo la strada perimetrale dell’isola.
“Sentivo pioggia e vento fortissimi, qualcosa di davvero anomalo per la nostra isola. Tutto è successo in un momento”. È la testimonianza di Pino Guida, residente in contrada Karuscia a Pantelleria. Casa sua dista poco meno di un chilometro dal luogo dove la tromba d’aria ha investito case e auto seminando morte e distruzione. “Dall’intensità della pioggia sembrava come un tornado che veniva dal mare – racconta ancora Guida – da casa non riuscivamo a uscire, tanto era forte il vento. A un certo punto è andata via anche la luce e a quel punto abbiamo pensato che la tromba d’aria aveva provocato danni seri, anche se non potevamo immaginare ci fossero anche delle vittime”.
“Sono vicino alle famiglie delle vittime. La tromba d’aria che è si abbattuta su Pantelleria ha purtroppo provocato due morti, diversi feriti e moltissimi danni. Prego Iddio che il bilancio non si aggravi e sono vicino alle famiglie così improvvisamente colpite negli affetti più cari”. Lo afferma il presidente della Regione, Nello Musumeci che si mantiene “in costante contatto con il direttore della Protezione civile regionale, che si è già attivata”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salvini, ‘I vaccini causano varianti’, è polemica
Le parole del leader della Lega scatenano la reazione del Pd
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 settembre 2021
13:42
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il problema non sono i non vaccinati, ma il virus che varia. Le variazioni nascono come reazione ai vaccini.
In Israele sono tutti vaccinati e il virus sta girando tra migliaia di persone. Io invito, non obbligo tutti a vaccinarsi, ma servono i tamponi, gratuiti per chi non se lo può permettere”. Così Matteo Salvini su La7. Parole che fanno scoppiare la polemica politica. Durissima la reazione del Pd. Per Matteo Ricci, sindaco di Pesaro e coordinatore dei sindaci dem, “Salvini è totalmente irresponsabile”. “Non si può parlare a vanvera contro ogni evidenza scientifica. La sua presenza al Governo – aggiunge – sta frenando l’azione virtuosa di Draghi. La Lega sta facendo opposizione no vax, esca dal Governo, non è compatibile con Draghi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pesante anche il commento del virologo Roberto Burioni, che, postando la frase di Salvini, scrive su twitter: “Voi capite perché sono scoraggiato?”.
Intanto, monta la pressione dei governatori leghisti del nord perché si vada avanti spediti sull’estensione del green pass, malgrado a Roma il partito abbia scelto una politica più gradualista. Un dibattito interno che cresce attorno al segretario, sempre più stretto tra l’ala “governista”, e quella movimentista, che chiede maggiore prudenza su questo fronte. Ma Matteo Salvini non vuol nemmeno sentir parlare di spaccatura e anzi rivendica l’esito dell’accordo raggiunto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Questa delle due Leghe è una fantasia che va bene per Topolino. Noi portiamo a casa i risultati: la nostra discussione sui green pass ha spinto tutto il governo a darci ragione sui tamponi salivari, sui tamponi gratis per chi è in condizioni di necessità di famiglie con figli”. Detto questo, all’indomani del voto di Montecitorio sul decreto, il governatore del Veneto, Luca Zaia, torna a confermare la sua linea a favore dell’allargamento: “A livello nazionale c’è stata l’approvazione di ulteriori misure di estensione del Green pass e penso – osserva Zaia – che vadano nella direzione di sostenere la campagna vaccinale”. E bacchetta duramente l’europarlamentare del suo stesso partito, Francesca Donato, che aveva irriso, prima di scusarsi, i familiari di un medico morto di Covid. Con lei Zaia è netto: “C’è un proverbio in veneto adatto a chi parla e poi si scusa: ‘prima de parlar, tasi”, ovvero prima di aprire la bocca pensaci, o stai zitto, ovvero prima di aprire la bocca pensaci”. Anche il presidente della Lombardia, Attilio Fontana, in passato definì il Green pass uno “strumento di libertà, non di oppressione”. Stessi toni da parte del presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, secondo cui “l’estensione dell’obbligo del Green pass è utile per permettere di proseguire le attività”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tromba d’aria a Pantelleria, le salme trasferite in obitorio
Le due vittime sono Giovanni Errera e Francesco Valenza
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PANTELLERIA (TRAPANI)
11 settembre 2021
01:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Le salme di Giovanni Errera, 47 anni, e Francesco Valenza, 86 anni, sono state trasferite presso la camera mortuaria dell’ospedale ‘Bernardo Nagar’ di Pantelleria. I due abitanti dell’isola siciliana sono le vittime della tromba d’aria che nel tardo pomeriggio di ieri si è abbattuta sul Pantelleria.

Errera, vigile del fuoco presso il distaccamento dell’isola, al momento della tragedia era fuori servizio e a bordo del suo fuoristrada. Valenza invece era pensionato. Entrambi erano sulla strada costiera in contrada Campobello.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tromba d’aria a Pantelleria, sull’isola pompieri del gruppo Usar
Specializzati nel soccorso dopo catastrofi e ricerche dispersi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PANTELLERIA (TRAPANI)
11 settembre 2021
01:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Una squadra di sei vigili del fuoco del gruppo Urban search and rescue (Usar), specializzati per il soccorso in scenari catastrofici e nella ricerca delle persone scomparse, è arrivata nella tarda serata di ieri sull’isola siciliana di Pantelleria.
A trasportarli dall’aeroporto di Trapani-Birgi è stato un elicottero dell’82° Centro Csar (Combat search and rescue – Ricerca e soccorso) di Trapani.
Tra i sei pompieri che hanno raggiunto l’isola ci sono anche alcuni componenti del nucleo Saf (Speleo alpino fluviale).
I Vigili del fuoco opereranno a Pantelleria alla ricerca di eventuali dispersi dopo la tromba d’aria di ieri che ha provocato la morte di due abitanti dell’isola mentre altre nove persone sono rimaste ferite.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11/9: L’America si ferma, da Biden-Harris appello all’unità
Con Joe e Jill Biden anche Clinton e Obama. Springsteen canta in ricordo delle vittime. L’appello del presidente e di Kamala Harris da Shanksville, in Pennsylvania: ‘L’unità è fondamentale’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
12 settembre 2021
09:51
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Joe Biden e la First Lady Jill a Ground Zero per le commemorazioni dell’11 settembre. Con loro Barack e Michelle Obama e Bill e Hillary Clinton, tutti con indosso la mascherina. Nel parterre che ospita il presidente e i due ex ci sono anche l’ex sindaco di New York Michael Bloomberg e la Speaker della Camera Nancy Pelosi.  In un videomessaggio di 6 minuti e 23 secondi in occasione del 20/o anniversario dell’attacco all’America.
il presidente Biden ha lanciato un appello all’unità. “Abbiamo visto come l’unità è una di quelle cose che va mai distrutta. L’unità è quella che ci rende l’America al meglio. E questa per me è la lezione più importante dell’11 settembre”.
Il ricordo si apre con un minuto di silenzio alle 8.46, quando il primo aereo si scagliò contro la Torre nord. Bruce Springsteen canta in ricordo delle vittime.Il Boss sale sul palco in abito scuro e con la chitarra dopo il secondo minuto di silenzio, tenuto per commemorare lo schianto del secondo aereo nelle Torre Sud. Springsteen canta ‘I’ll See in My Dreams’.
L’appello all’unità di Biden viene rilanciato anche dalla sua vice. “I giorni che sono seguiti all’11 settembre ci ricordano che l’unità è possibile in America. L’unità è fondamentale: è essenziale per la nostra prosperità, per la nostra sicurezza nazionale”. Lo afferma la vicepresidente Kamala Harris. Harris è a Shanksville, in Pennsylvania, dove si è schiantato il volo 93 diretto a Washington.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Intanto i canali della rete di al Qaeda hanno iniziato a pubblicare online una massiccia campagna di propaganda sul web, con foto, video e articoli, legata alla celebrazioni degli attacchi in Usa dell’11 settembre. Lo riferiscono esperti del settore. “E’ qualcosa senza precedenti”, afferma tra gli altri Rita Katz, responsabile di Site, il centro di monitoraggio sul jihadismo:

IL VIDEO DELLA CERIMONIA A GROUND ZERO:

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Le istituzioni italiane ed europee ricordano l’11 settembre di 20 anni fa e commemorano le vittime nell’anniversario di quella tragedia.
“Quella tragedia ci ha uniti nel segno del dolore. La memoria della barbara aggressione di vent’anni or sono ci spinge con sempre maggiore vigore a proteggere quella cornice comune di valori che risponde ai principi di libertà e pacifica convivenza tra popoli”. Lo afferma il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in una dichiarazione in occasione del ventesimo anniversario degli attentati negli Usa dell’11 settembre 2001. “L’impegno dell’Italia in questo ambito – ribadisce il Capo dello Stato – non verrà mai meno, a partire dal contributo alla definizione di una cornice di sicurezza che sappia sconfiggere il terrorismo e i suoi inganni”.
“La drammatica vicenda afgana che è seguita” agli attentati dell’11 settembre, “sino al recente gravissimo attentato presso l’aeroporto di Kabul, ultimo di una sequela di brutali attacchi terroristici susseguitisi negli anni in tanti Paesi, conferma quanto sia impervia la strada della affermazione dei diritti dell’uomo. Libertà, democrazia, pace e sicurezza sono valori indivisibili che non possono mai essere considerati acquisiti, bensì devono essere preservati e alimentati dalla comunità internazionale”.
“L’11 settembre ricordiamo coloro che hanno perso la vita e onoriamo coloro che hanno rischiato tutto per aiutarli”. Così su Twitter la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen. “Anche nei momenti più bui e difficili, il meglio della natura umana può trasparire – aggiunge -. L’Ue è al fianco degli Usa nella difesa della libertà e della compassione contro l’odio”.
“L’11 settembre ha cambiato la storia del mondo. Quel giorno rimane una ferita aperta in tutti i nostri cuori, non sarà mai dimenticato”, commenta il presidente del Parlamento europeo David Sassoli. “Venti anni dopo, la lotta al terrorismo non è finita. Resteremo sempre vigili”, conclude Sassoli.
“Gli orribili attacchi dell’11 settembre 20 anni fa hanno cambiato il corso della storia”, scrive il presidente del Consiglio europeo Charles Michel. “Ricordiamo le vittime e il nobile sacrificio di tanti soccorritori e operatori umanitari – precisa Michel -. L’Ue sta dalla parte degli Stati Uniti e del loro presidente nella continua lotta al terrorismo e all’estremismo in tutte le sue forme”.
L’11 settembre “ha cambiato ogni giorno degli ultimi venti anni in maniera radicale nelle nostre società, nelle nostre civiltà e nel nostro modo di gestire gli affari esteri come governi alleati. Questa è un’occasione per rinnovare l’impegno della nostra alleanza con gli Stati Uniti, nella Nato, dell’Alleanza euroatlantica” anche di fronte “a pericoli che non possiamo affrontare da soli. La lotta al terrorismo non è finita”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a Roma alla commemorazione degli attentati dell’11 settembre.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Veneto, 506 nuovi casi e nessun decesso in 24 ore
Scendono gli attuali positivi (-271) e i dati ospedalieri
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
11 settembre 2021
10:04
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 596 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Veneto nelle ultime 24 ore, che portano il totale a 461.499 malati da inizio pandemia. Il bollettino regionale non segnala invece decessi, fermi a 11.719.
Gli attuali positivi sono 12.902 (-271).
Scendono i dati ospedalieri con 240 ricoveri in area non critica (-10) e 57 (-1) in terapia intensiva.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11/9: a Trieste custodito frammento Twin Towers
Prima città in Italia a dedicare piazza a vittime
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
11 settembre 2021
10:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi ricorre l’anniversario dell’11 settembre 2001. Trieste fu la prima città in Italia a dedicare una piazza alle vittime di quella terribile giornata di vent’ anni fa, a Barcola.
Successivamente l’ambasciatore americano in Italia dell’epoca, Melvin Sembler, ci regalò un frammento delle Twin Towers che abbiamo collocato all’ingresso del Comune, assieme a una targa che ricorda quel tragico avvenimento”. Lo ha detto il sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza in un intervento riportato dal quotidiano cittadino Il Piccolo oggi in edicola, in occasione del ventennale dell’11/9.
L’intitolazione della piazza di Barcola all’11 settembre 2001 fu voluta dalla locale sezione del World Trade Centers Association (Wtca), come ricorda Cristina Sbaizero, ceo del World Trade Center Trieste, “la nostra associazione ricorda ogni anno gli eventi di quel giorno che segnò il mondo intero, attraverso la partecipazione a iniziative di promozione economica del territorio del Friuli Venezia Giulia, nell’ambito di eventi organizzati da altri World Trade Center nel mondo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Arrivano le nuove norme per Alitalia, con il decreto del Mims
Per accelerare autorizzazioni. Ritocchi su fondo biglietti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 settembre 2021
11:01
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Arrivano con il decreto Infrastrutture e Trasporti le nuove norme per Alitalia: il decreto del Mims, approvato la scorsa settimana in Cdm e pubblicato in Gazzetta Ufficiale, contiene infatti un articolo che riguarda il trasporto aereo e interviene per accelerare i processi autorizzativi e adeguare il piano di cessione di Alitalia alla decisione europea. Ritocchi anche alle norme che riguardano il fondo da 100 milioni per l’indennizzo di chi ha biglietti o voucher della vecchia Alitalia.
Prorogate al 30 ottobre 2022 le norme transitorie previste dal decreto sulla Brexit per i collegamenti tra Milano Linate e il Regno Unito.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: non fanno il vaccino, 30 medici sospesi nel Riminese
Dopo 11 a inizio settimana. Nel Ferrarese stop per 205 operatori
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
11 settembre 2021
12:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sale, nel Riminese, il numero dei medici raggiunti da un provvedimento di sospensione per il loro rifiuto a vaccinarsi contro il Covid 19. Come riporta la stampa locale sono 30 i dottori destinatari della sospensione che vanno ad aggiungersi agli 11 già sospesi a inizio settimana, per un computo totale di 41 anche se tre di questi 11 si sono messi in regola nel giro di poche ore, facendo la prima dose di vaccino per evitare di restare a casa e rinunciare allo stipendio fino alla fine dell’anno.

Con i nuovi 30 nominativi segnalati dall’Ausl Romagna, osserva il presidente dell’ordine dei medici della provincia di Rimini, Maurizio Grossi, “arriviamo a un totale di 41 medici sospesi nel giro di poche settimane di cui 38 solo questa settimana”. Tra i sospesi, evidenziano i quotidiani riminesi, tre medici ospedalieri, dottori che prestano servizio anche come guardie mediche, 6 dentisti e 3 pediatri: di questi ultimi uno esercita a Cesena e 2 nella zona del distretto sanitario sud di Rimini. Proprio sul fronte pediatrico, visto il numero non elevato di medici, la sospensione di due pediatri rischia di creare problemi alle famiglie.
Se nella provincia romagnola sono 41 i medici che sono stati raggiunti dalla sospensione, nel Ferrarese, così riporta il quotidiano ‘La Nuova Ferrara’, sono 205 gli operatori sanitari, tra pubblici e privati, sospesi per non avere rispettato l’obbligo vaccinale. Nel dettaglio si tratta di 10 lavoratori dell’azienda ospedaliera Sant’Anna, 15 dell’Asl e altri 180 non dipendenti delle due aziende ma di strutture private sociosanitarie.
Trenta sono stati gli operatori che, dopo aver ricevuto l’accertamento ed essere stati sospesi, hanno deciso di immunizzarsi per riavere la possibilità di lavorare. Resta da definire, invece, la posizione di ulteriori 400 operatori, la cui documentazione a giustificazione della mancata vaccinazione è al vaglio dell’Asl.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mims, riaprono i cantieri Terzo Valico dei Giovi
Ministero, superate le criticità che avevano determinato la cig

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
11 settembre 2021
12:46
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Riaprono i cantieri Terzo Valico dei Giovi”. Lo comunica il Mims in una nota sottolineando che “sono state superate le criticità che avevano determinato” la Cig per circa 300 operai, “grazie a un accordo siglato oggi tra il General Contractor guidato da Webuild e il Ctg (Consorzio Tunnel Giovi), costituito dalle aziende Pizzarotti e Collini”.

L’accordo “definisce infatti un percorso condiviso di superamento del contezioso che consentirà di riavviare progressivamente, dalla prossima settimana, tutti i cantieri.
Tutti i lavoratori potranno così tornare in attività”.
“Il riavvio dei lavori nei Cantieri del Terzo Valico è una ottima notizia. Segno evidente di una consapevolezza da parte di tutti su quanto quell’opera sia strategica per il Paese, e della necessità di rispettare la realizzazione nei tempi stabiliti – ha detto la viceministra alle Infrastrutture e Mobilità sostenibili Teresa Bellanova -. E’ quanto avevamo sollecitato al Commissario Mauceri nell’incontro del 31 agosto scorso, sottolineando come per opere così impegnative l’affidamento reciproco tra le parti dovesse rappresentare un elemento caratterizzante. In queste settimane siano stati impegnati per affrontare nel migliore dei modi l’empasse, finalmente risolto”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio a Blinken, minaccia terrorismo resta, Italia con Usa
Lettera per anniversario 11/9, insieme per sfide globali
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 settembre 2021
13:03
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Benché siano stati inferti duri colpi al terrorismo internazionale, la sua minaccia continua ad essere attuale. L’Italia proseguirà nel suo impegno volto a contrastarlo, a fianco degli Usa e dei partner internazionali”.

Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio in una lettera al segretario di Stato Usa Antony Blinken nell’anniversario degli attentati dell’11 settembre. “La solidarietà e la cooperazione sviluppate negli anni passati contro il terrorismo hanno ulteriormente unito i nostri due Paesi. Il legame tra Roma e Washington, è ora più che mai fondamentale per affrontare le sfide che si profilano sullo scenario globale”.
“Rinnovare la memoria di questo tragico evento è responsabilità di tutti coloro che credono ai nostri valori comuni. Quella barbara aggressione non colpì soltanto gli Stati Uniti, ma il mondo intero. Con la sua azione terroristica Al-Qaeda volle colpire il messaggio universale di democrazia, libertà e dignità della persona. In quel drammatico frangente, la comunità euro-atlantica seppe reagire – in modo coeso, deciso e responsabile – a difesa della pace e della sicurezza internazionale”, aggiunge Di Maio Nella lettera il titolare della Farnesina esprime a tutti i cittadini americani la “più sentita vicinanza” nell’anniversario degli attentati.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cannabis: al via la raccolta firme per il referendum sulla depenalizzazione
Iniziativa coordinata da ass. Coscioni, Forum droghe, Antigone
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 settembre 2021
15:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Parte la raccolta delle firme per il referendum sulla Cannabis. È stato depositato alla Cassazione un quesito che propone di intervenire sia sul piano della rilevanza penale sia su quello delle sanzioni amministrative per quanto riguarda la cannabis. A proporlo, e depositarlo in Cassazione lo scorso 7 settembre, esperti, giuristi e militanti, da sempre impegnati contro il proibizionismo, coordinati dalle Associazioni Luca Coscioni, Meglio Legale, Forum Droghe, Antigone, Società della Ragione.
Alla proposta partecipano anche rappresentanti dei partiti +Europa, Possibile e Radicali italiani.
Parte dunque la raccolta firme, da completare in soli 20 giorni in quanto, come previsto dalla legge, le firme vanno raccolte dall’ 1 gennaio al 30 settembre dello stesso anno: sarà possibile sul sito Referendumcannabis

grazie alla firma digitale, una possibilità unica per la pratica della democrazia diretta per via telematica. I promotori si appellano al Governo perché non vi siano discriminazioni circa la possibilità di consegna delle firme certificate entro il 30 ottobre, come per gli altri referendum presentati in Cassazione prima del 15 giugno.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Quello della coltivazione, vendita e consumo di cannabis è una delle questioni sociali più importanti nel nostro Paese. Un tema che attraversa la giustizia, la salute pubblica, la sicurezza, la possibilità di impresa, la ricerca scientifica, le libertà individuali e, soprattutto, la lotta alle mafie. Sono 6 milioni i consumatori di cannabis in Italia, tra questi anche moltissimi pazienti spesso lasciati soli dallo Stato nell’impossibilità di ricevere la terapia, nonostante la regolare prescrizione. Questi italiani hanno oggi due sole scelte: finanziare il mercato criminale nelle piazze di spaccio o coltivare cannabis a casa rischiando fino a 6 anni di carcere. Un dibattito che non può più essere rimandato e deve essere affrontato con ogni strumento democratico”, si legge in una nota del promotori.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Anm: ‘Improcrastinabile la riforma del Csm, il governo faccia in fretta’
Santalucia: ‘Non realistico il taglio del 40% dei tempi del processo’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 settembre 2021
13:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Governo e la sua maggioranza hanno modificato l’iniziale proposta sulla improcedibilità, hanno attenuato i vistosi difetti di quell’impianto, che però resta insoddisfacente perché legato ad una opzione in favore di una soluzione sistematicamente inaccettabile.E vedremo nei prossimi giorni se l’esigenza governativa di rispettare un calendario delle riforme a tappe sostanzialmente forzate prevarrà sul bisogno avvertito anche da buona parte dell’Accademia di rimediare alla irrazionalità di quella scelta”. Lo ha detto il presidente dell’Anm Giuseppe Santalucia, parlando della riforma della prescrizione e della improcedibilità.
La riforma dell’ordinamento giudiziario e del sistema elettorale del Csm – ha osservato – è “improcrastinabile” e invece “sembra segnare il passo”.
“Credo che possa e debba chiedersi al Ministro, al Governo e alla politica di fare in fretta, dicendo con chiarezza che non si può andare al rinnovo del Csm senza aver provveduto a eliminare i fattori di rischio di una ulteriore delegittimazione dell’organo consiliare”.
“Siamo tutti consapevoli dell’importanza delle riforme – ha sottolineato – che sono per la gran parte necessitate dall’urgenza di venir fuori da una crisi di portata eccezionale, e che ci si debba predisporre costruttivamente, rifuggendo da atteggiamenti di preconcetta chiusura alle innovazioni. Personalmente penso anche che occorra coltivare un cauto e razionale ottimismo, per tenere a bada le pur comprensibili tendenze al disincanto. Ma l’ottimismo non può essere ingenuo, va sostenuto con il necessario realismo, perché solo in tal modo si impedisce che l’entusiasmo riformatore si faccia in breve tempo pericolosa illusione”.
“La Magistratura dovrà fare la sua parte affinché gli strumenti messi a disposizione possano essere utilizzati nel miglior modo possibile-ha aggiunto il leader dell’Anm- In termini di ampliamento delle risorse, il reclutamento di oltre 8.000 addetti da destinare all’ufficio per il processo non è poca cosa, e occorrerà nel breve tempo ragionare sulla allocazione migliore all’interno degli uffici, per sfruttare nella massima misura le potenzialità della nuova organizzazione.
E però l’ufficio per il processo deve essere una delle plurime soluzioni da dare all’annoso problema dei tempi della giustizia civile, perché non è, purtroppo, una formula magica”.
“Non è previsto che lo Stato abdichi alle sue prerogative se vengano superati tempi ragionevoli per l’accertamento dei reati. E’ agevole prevedere che la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo avrà modo di censurare l’ibrido istituto della prescrizione processuale”. Lo ha detto il segretario dell’Anm Salvatore Casciaro parlando al Comitato direttivo centrale della norma sulla improcedibilità in materia di prescrizione. Secondo Casciaro restano “preoccupazioni” anche dopo le modifiche introdotte, si “rischia di generare un punto di frizione col principio di separazione dei poteri”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 222 casi e due decessi in Puglia
Il tasso di positività è 1,35%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
11 settembre 2021
13:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi sabato 11 settembre in Puglia sono stati registrati 222 casi su 16.343 test per l’infezione da Covid-19, con una incidenza dell’1,35%. Due i decessi.

I nuovi positivi sono 46 in provincia di Bari, 45 nel Leccese, 37 nel Brindisino, 33 nella provincia Bat, 32 nel Foggiano, 22 nel Tarantino, 1 residente fuori regione, 6 casi di residenza non nota.
Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 3.435.097 test e sono 3.725 i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 265.867 e sono 255.395 i pazienti guariti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Carceri: Mattarella, la detenzione non sia macchia indelebile
Il capo dello Stato parla ai ragazzi dell’istituto penale per i minorenni di Nisida
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 settembre 2021
14:18
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La detenzione è come una cicatrice che nel corso del tempo scompare. L’importante è che non sia in alcun caso motivo di emarginazione, accantonamento, preclusione”.
Lo dice il presidente della Repubblica Sergio Mattarella rispondendo ad alcune domande dei ragazzi dell’istituto penale per i minorenni di Nisida. “Ci sono tante persone che sono state detenute e hanno poi avuto esperienze di successo nella vita; non succede solo nei film. L’importante è che la detenzione non si traduca in una macchia indelebile ma sia una cicatrice che scompare. C’è il dovere di agevolare il reinserimento nella vita sociale”, ha concluso.
Mattarella risponde a chi gli chiede “come mai i detenuti debbano essere etichettati a vita anche se hanno partecipato al programma di riabilitazione?”. “In qualunque comunità in cui si vive insieme vi sono delle regole. Nel nostro paese queste regole sono le leggi, un tempo decise dal sovrano, adesso le decide il Parlamento eletto dai cittadini, quindi sono regole scelte dalla maggioranza dei cittadini. La violazione di queste regole – sottolinea Mattarella – crea una rottura di questo patto sociale e la collettività reagisce in maniera graduata a seconda della gravità della violazione delle regole. E’ vero che la detenzione rimane come traccia nel casellario giudiziario, non nei documenti, ma questo non va sopravvalutato e non può diventare in nessun caso una sorta di marchio che rimane e preclude o fa emarginare”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Insomma, per il Capo dello Stato “Quella frattura e violazione di regole è come quando ci si ferisce e l’organismo reagisce per chiudere quella ferita. Quasi tutti abbiamo delle cicatrici, io ne ho una qui”, dice Mattarella indicandosi la fronte. “Avevo tre anni e sono caduto dalle scale e ricordo il dolore ma non ci faccio più caso, anche perchè la cicatrice va scomparendo. Ecco, la detenzione è ‘ una cicatrice che nel corso del tempo scompare e non va considerata più perchè non è la caratteristica della persona: perciò è importante che non sia un nessun caso motivo di emarginazione, accantonamento, preclusione”.
Quindi, il presidente spiega; “Vi sono tante persone che hanno avuto esperienze di detenzione e sono inserite pienamente, con successo, nella vita. Quello che è importante è il dovere dello Stato, e io sono qui per riaffermarlo, che questo non si tramuti in alcun caso in una sorta di macchia indelebile”.
E sottolinea “il dovere di agevolare il reinserimento nella vita sociale: questa prospettiva va garantita non a parole ma nei comportamenti dell’ordinamento e con il comportamento sociale delle altre persone, con la fiducia che occorre avere e sviluppare in maniera particolarmente forte, partendo dal valore di ciascuna persona. Le mie parole vanno tradotte in comportamenti reali nella vita sociale”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11/9: Venezia ricorda con corteo acqueo in Canal Grande
Una decina di imbarcazioni ‘contro ogni fondamentalismo’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
11 settembre 2021
14:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Anche quest’anno Venezia ha voluto ricordare la tragedia dell’11 settembre alle Torri Gemelle di New York con il tradizionale corteo acqueo lungo il Canal Grande.
Il corteo, organizzato dall’U.S.
Remiera Francescana e dall’Associazione Cavalieri di San Marco, con la collaborazione e la partecipazione dei Vigili del Fuoco, di Vittorio Orio e di Giovanni Fracassi, costituito da una decina di imbarcazioni, è partito da piazzale Roma per raggiungere il Bacino di San Marco.
Presente, in rappresentanza della Città, l’assessore comunale alla Promozione del Territorio, Paola Mar.
La manifestazione, hanno ricordato gli organizzatori, non vuole solo essere il ricordo di una giornata di lutto per tutto il mondo, la cui ferita è ancora recente, ma un preciso messaggio rivolto in particolare ai più giovani, che in quegli anni erano fanciulli o non erano ancora nati e che oggi sono maggiorenni e si preparano a essere i protagonisti del domani, affinché ogni fondamentalismo, di qualunque natura esso sia, non trovi comprensione e attrazione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Emilia-Romagna 499 nuovi casi e quattro morti
Prosegue lento calo dei ricoverati, 97,1% in isolamento a casa
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
11 settembre 2021
15:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 499, in Emilia-Romagna, i nuovi casi di positività al Coronavirus individuati nelle ultime 24 ore. Si contano però ancora quattro morti: si tratta di una donna di 88 anni e due uomini di 87 nel Bolognese e una donna di 103 anni nel Modenese.

I casi attivi rimangono attorno a quota 15mila, con il 97,1% in isolamento domiciliare. Prosegue il lento calo dei ricoverati: sono 43, lo stesso numero di ieri, in terapia intensiva e dieci in meno (390) negli altri reparti Covid.
I nuovi positivi sono stati individuati sulla base di 36.357 tamponi, e gli asintomatici sono 181. In termini assoluti Modena è la provincia con il più alto numero di nuovi positivi (106) seguita da Bologna (86) e Rimini (71).

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Conte, a Torino non ci sono condizioni per appoggio M5s al Pd
L’ex premier contestato da manifestanti ‘No pass’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
11 settembre 2021
17:46
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Se andremo al ballottaggio, come credo, mi auguro che il Pd ci appoggi”. Così il leader del Movimento 5 stelle, Giuseppe Conte, a Torino per sostenere la candidata sindaca M5s Valentina Sganga, ha risposto ai giornalisti sull’ipotesi ballottaggio nel capoluogo piemontese. “Ma non ci sono le condizioni in questo momento – ha aggiunto ulteriormente incalzato dai reporter – per poter dire, dopo gli atteggiamenti assunti dal Partito democratico torinese, che noi appoggiamo il Pd a Torino”.
Nel corso delle proteste contro il green pass nel capoluogo piemontese, l’ex premier è stato duramente contestato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: torna popolo del “no”, manifestazioni in diverse città
Il passaparola avvenuto attraverso social e Telegram
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 settembre 2021
21:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il popolo dei “no vax” e del no al Green pass è tornato in piazza in tutta Italia. Sono circa 120 le città in cui sono state indette manifestazioni per il pomeriggio di sabato 11 settembre.
Anche in questo caso il “passaparola” è avvenuto attraverso i social network e Telegram, il servizio di messaggistica dove sono attivi molti canali della galassia antivax finiti anche all’attenzione anche di alcune procure. Nel gruppo “Basta dittatura”, che conta oltre 42 mila contatti, è riportato l’elenco delle piazze dove sono in programma sit-in tra cui Roma, Milano, Torino, Firenze, Genova, Napoli e Palermo. “Ogni sabato ad oltranza – è detto nella chat – finché la dittatura non sarà distrutta”. Manifestazioni “senza nessun partito dietro” e organizzate “dal popolo”, si afferma nel canale Telegram.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA – Si è tenuta a Piazza del Popolo la manifestazione del Popolo no vax. Secondo quanto si apprende da fonti di polizia circa 400 le persone che hanno aderito all’iniziativa. In piazza anche un gruppo di una trentina di aderenti a Forza Nuova.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO – I no green pass da piazza Duomo si sono spostati in corteo verso piazza della Scala. ‘No green pass’ e ‘Umani non sorci’ sono due degli striscioni che hanno aperto il corteo, con slogan del tipo ‘Siamo il popolo’, ‘Giù le mani dai bambini’ e ‘Draghi vaffanculo’, ma anche ‘Milano non si piega’ e ‘Libera l’università’. “Questo è il popolo civile che scende per le strade per difendere i diritti costituzionali” spiegano invitando a una nuova manifestazione sabato prossimo in piazza Duomo “con due presidenti di Cassazione”. I manifestanti hanno scandito slogan anche contro il sindaco Giuseppe Sala passando davanti a Palazzo Marino. “Milano non si piega”, “Vaccino=crimine di Stato” sono alcuni dei cartelli esibiti per il centro della città, con cori come “Noi siamo il popolo sovrano”, “Resistenza Resistenza” e altri. Il corteo, con circa cinquemila partecipanti, si è poi trasformato in un sit-in ‘a singhiozzo’. Arrivati ai bastioni di porta Venezia i partecipanti (almeno quelli nelle prime file del lunghissimo serpentone) si sono seduti mentre al megafono c’era chi spiegava: “Questa battaglia che stiamo combattendo per la libertà acquista sempre più significato. Fuori in città ci sono tanti altri, e li aspettiamo”. Il corteo è poi ripreso verso corso Buenos Aires dove si è nuovamente fermato dopo alcune centinaia di metri. “Ci vogliono boicottare e noi blocchiamo Milano” hanno detto contrari a quello che chiamano il ‘no green nazi pass’. Deviate alcune linee di bus e tram. Negli slogan insulti anche a Mattarella e Speranza e ritmi da stadio tipo ‘Chi non salta, si vaccina’.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO – Tensione al corteo ‘No green pass’ per le vie del centro di Torino. Anziché muoversi verso via Po, i manifestanti – un migliaio circa – hanno svoltato in via Accademia delle Scienze, dove sono volati alcuni calci e spintoni all’indirizzo delle forze dell’ordine presenti, che non hanno potuto impedire l’ingresso del corteo nella via, ora fermo all’entrata di piazza Carlo Alberto. “Libertà libertà”, è uno degli slogan dei manifestanti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA – Meno di 25 persone hanno partecipato al corteo no Green pass partito poco prima delle 19 da piazza Chanoux. Come nel resto di Italia, le manifestazioni si ripetono da luglio: il primo appuntamento ha visto partecipare, nel capoluogo regionale, 500 persone e i cortei si sono fatti sempre meno partecipati di settimana in settimana, passando da 300 persone, 200 e infine al centinaio degli ultimi appuntamenti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Fvg, calano contagi, ricoveri e isolamenti, un decesso
Ricoverate in terapia intensiva sono 11, in altri reparti 44
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
11 settembre 2021
17:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi in Friuli Venezia Giulia su 4.214 tamponi molecolari sono stati rilevati 118 nuovi contagi con una percentuale di positività del 2,8%. Sono inoltre 6.088 i test rapidi antigenici eseguiti dai quali sono stati rilevati 10 casi (0,16%).
Nella giornata odierna si registra il decesso di una paziente, di 96 anni, ricoverata a Pordenone; scendono a 11 le persone ricoverate in terapia intensiva e a 44 gli ospedalizzati in altri reparti. Lo comunica il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardi..
Complessivamente i decessi ammontano a 3.809, con la seguente suddivisione territoriale: 816 a Trieste, 2.020 a Udine, 679 a Pordenone e 294 a Gorizia. I totalmente guariti sono 106.870, i clinicamente guariti 112 mentre le persone in isolamento sono 1.437.
Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono stati registrati complessivamente 112.283 contagi con la seguente suddivisione territoriale: 22.599 a Trieste, 52.009 a Udine (dove i positivi sono stati ridotti di un’unità a seguito di un test antigenico non confermato dal tampone molecolare), 22.578 a Pordenone, 13.529 a Gorizia e 1.568 da fuori regione.
Per quanto riguarda il Sistema sanitario regionale è stata rilevata la positività di cinque dipendenti: un assistente amministrativo e un collaboratore sanitario all’Asufc, un operatore tecnico all’Asfo e un Oss e un coadiutore amministrativo all’Asugi. Non si registrano invece contagi nelle strutture residenziali per anziani né tra gli operatori né tra gli ospiti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salvini: ‘Quota 100 va confermata. Pronti a fare barricate’
Lo ha detto il leader della Lega a Benevento. ‘Spazio per la quarta rottamazione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BENEVENTO
12 settembre 2021
08:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Tra le priorità della Lega nella prossima manovra finanziaria c’è quella di confermare quota 100. Faremo le barricate davanti al Parlamento per difenderla”. Lo ha detto a Benevento il leader della Lega, Matteo Salvini.

“Ci sarà spazio nella prossima manovra per una quarta rottamazione delle cartelle esattoriali. La rateizzazione del saldo e stralcio è fondamentale perché il primo gennaio rischiano di partire 50 milioni di cartelle esattoriali che saranno un disastro, un massacro soprattutto per coloro che hanno delle cartelle di 10, 15, 20mila euro e sarebbero rovinati. Sarà una delle priorità della Lega”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, a Benevento per un incontro organizzato a sostegno della candidata sindaco Rosetta De Stasio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 5.193 positivi, 57 vittime
333.741 test, tasso positività al 1,6%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 settembre 2021
17:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 5.193 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 5.621.
Sono invece 57 le vittime in un giorno, ieri erano state 62.
I tamponi effettuati sono 333.741, ieri erano stati 286.028.
Il tasso di positività è al 1,6%, in calo rispetto a ieri che del 2%.
Sono 547 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, uno in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 40 (ieri erano 37). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.117, 47 in meno rispetto a ieri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Test, areazione, mascherine: così si torna in aula
Triplicati i fondi per i trasporti, per ora mascherine in classe
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 settembre 2021
12:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Test salivari, finestre aperte o impianti di aereazione, mascherine, piattaforma per verificare i Green pass: sono le misure per contrastare il rischio Covid nell’anno che vede i ragazzi tornare in presenza. L’ultima novità è il certificato verde richiesto non solo a tutti coloro che operano nella scuola ma anche ai genitori degli alunni, una notizia che ha scatenato la rabbia e la protesta di molte famiglie.
Per quello che riguarda i test salivari, il piano prevede di monitorare almeno 55mila alunni ogni 15 giorni. Un campione, dunque, di circa 110mila studenti al mese, rappresentativo della popolazione scolastica di riferimento che ammonta ad un totale di circa 4 milioni 200mila alunni. Ad essere coinvolti, su base volontaria, studenti delle classi primarie e secondarie di primo grado, ossia elementari e medie. Nel Lazio è stata individuata una platea di 30mila studenti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per il ricambio dell’aria il Comitato tecnico scientifico ha stabilito che dovrà essere assicurato aprendo le finestre ma sono stati stanziati fondi con i quali le scuole possono autonomamente decidere di installare impianti di filtraggio e pulizia dell’aria “anche perché un conto è aprire le finestre in inverno a Bolzano, altro è farlo a Palermo”, ha osservato il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi. Uno dei problemi sollevati dai dirigenti scolastici in questi giorni riguarda le quarantene nel caso vi sia un positivo in classe. Lo scorso anno erano di 10 giorni che diventavano poi 14 per poter avere l’esito del tampone dopo l’isolamento, ora la legge prevede che per i vaccinati scenda a 7 giorni ma i dirigenti scolastici mettono in guardia dalla difficoltà che sorgeranno in classi in cui una parte è vaccinata un’altra no, con periodi di quarantene, dunque, diversi. Tra le misure sulle quali si è maggiormente lavorato per garantire il distanziamento, sono i trasporti locali: il ministro Giovannini ha assicurato che sono stati triplicati i finanziamenti. Si vedrà da lunedì come andrà, soprattutto nelle grandi città dove sono state intensificate le corse bus: a Roma ad esempio sono 3500 in più.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il personale scolastico vaccinato supera ad oggi il 93%, in cinque regioni raggiunge il 100%: Abruzzo, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lazio e Toscana. Le mascherine, almeno per ora, andranno indossate e si potranno togliere solo alla mensa e in palestra; saranno fornite dalle scuole come lo scorso anno. La proposta del ministro Bianchi e contenuta nel decreto del 6 agosto di toglierle se tutti vaccinati per ora è slittata; servono comunque delle linee guida sulle quali si sta ragionando. “Sono stati stanziati circa 2 miliardi destinati agli istituti scolastici, ai comuni e alle province proprio per affrontare e migliorare la didattica, per gli interventi per la protezione individuale, per le piccole manutenzioni e per la razionalizzazione e la creazione di spazi – ricorda oggi l’assessore del Lazio Claudio Di Berardino, che coordina la commissione Scuola della Conferenza delle Regioni – anche per quanto riguarda il complesso sistema dei trasporti si sono svolte riunioni presso tutte le prefetture con l’individuazione di soluzioni in grado di conciliare i servizi per gli studenti con l’organizzazione scolastica”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Franco, nel 2021 debito e deficit meglio del Def
Per trovare soluzione a Patto 15-16 mesi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 settembre 2021
18:39
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRDO, 11 SET – “Quest’anno avremo risultati migliori di quelli indicati nel Def. Fra qualche settimana pubblicheremo la nota di aggiornamento al Def con nuovi obiettivi, le nuove stime di crescita per quest’anno ma anche deficit e debito, e nuovi obiettivi degli anni prossimi che sono di una riduzione di deficit e debito”: lo ha detto il ministro dell’economia Daniele Franco a margine dell’Ecofin informale in Slovenia.
Il ritorno alle vecchie regole Ue di bilancio nel 2023 “è una questione aperta, abbiamo davanti a noi 15-16 mesi per trovare una soluzione”: ha aggiunto Il ministro si è detto però “tranquillo” che l’Ecofin troverà una soluzione “come sempre”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tensione a corteo No Green pass Torino, calci e spintoni
Un migliaio di manifestanti al grido di ‘libertà libertà’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
11 settembre 2021
19:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tensione al corteo No Green Pass che come ogni sabato, da alcune settimane, si sta muovendo per le vie del centro di Torino. Anziché muoversi verso via Po, i manifestanti – un migliaio circa – hanno svoltato in via Accademia delle Scienze, dove sono volati alcuni calci e spintoni all’indirizzo delle forze dell’ordine presenti, che non hanno potuto impedire l’ingresso del corteo nella via, ora fermo all’entrata di piazza Carlo Alberto, dove sono presenti i reparti mobili della polizia.
“Libertà libertà”, è uno degli slogan dei manifestanti.
La situazione è tornata alla calma, con i No Green pass che hanno ripreso il corteo lungo via Po. I manifestanti stanno ora passando davanti a Palazzo Nuovo, storica sede delle facoltà umanistiche dell’università, per dirigersi su corso San Maurizio. Al momento non si registrano altre tensioni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il piccolo Eitan ‘rapito’ dal nonno e portato in Israele
Il bimbo superstite del Mottarone ‘sottratto alla zia a Pavia’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
12 settembre 2021
11:28
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il piccolo Eitan, il bambino israeliano di 6 anni unico sopravvissuto della sua famiglia alla tragedia del Mottarone a maggio, sarebbe stato “rapito” dal nonno materno e portato in Israele. Il bimbo, da mesi conteso tra la famiglia materna e la zia paterna che vive a Pavia ed ha la sua tutela dopo la morte dei genitori, “oggi non è stato riportato all’orario stabilito dopo un incontro con i famigliari della mamma”, spiegano i legali della sorella del papà, Aya Biran Nirko.
“Siamo sconvolti e increduli che siano arrivati a tanto”, ha detto l’avvocato Armando Sibari che, con Cristina Pagni e Massimo Saba, assiste la signora Biran, mentre il capo della comunità ebraica di Milano, Milo Hasbani, “conferma” che il piccolo “è arrivato in Israele”. Eitan – secondo la ricostruzione della tv israeliana Kan – avrebbe lasciato la casa a Pavia con il nonno questa mattina. La zia, non vedendolo rientrare, ha ripetutamente tentato di contattare l’uomo fin quando non ha ricevuto un suo messaggio nel quale si informava – è la ricostruzione dell’emittente – che “Eitan è tornato a casa” in Israele. La stessa fonte ha poi aggiunto che Aya Biran-Nirko ha anche successivamente ricevuto un messaggio dall’avvocato di Shmulik Peleg, il nonno materno, nel quale si confermava che Eitan era arrivato in Israele. Il viaggio dall’Italia, sempre secondo l’emittente, è stato reso possibile dal fatto che il nonno “continuava ad avere il passaporto israeliano del bambino, in contrasto con quanto disposto da un giudice italiano”. La donna ha quindi presentato una denuncia alla polizia italiana affermando che “il bambino è stato rapito dal nonno”, racconta la tv israeliana. Una vicenda dai contorni tutti da chiarire anche in Israele dove il ministero degli Esteri ha fatto sapere che “sta verificando la fondatezza delle informazioni”. Da mesi il piccolo è al centro di una contesa tra la zia materna che vive nello Stato ebraico e quella paterna, a Pavia. Già lo scorso agosto la zia materna Gali Peri in una intervista aveva rivendicato l’affidamento del bimbo sostenendo che Eitan si trovata in Italia “in una famiglia che non lo conosceva, che in precedenza non era stata a lui vicina in alcun modo” e subito dopo aveva aggiunto che il “piccolo era in ostaggio” e sarebbe dovuto tornare in Israele. Gali ed il marito Ron Peri avevano anche annunciato di aver dato istruzione al loro legale, Ronen Dlayahu, di richiedere l’adozione del bambino, affinché crescesse in Israele “così come avrebbe voluto sua madre”. “La nomina della dottoressa Biran Nirko a tutrice di Eitan – avevano sottolineato all’epoca i legali della zia paterna in Italia – è stata disposta e confermata dai giudici tutelari competenti”. Dopo la tragedia della funivia del Mottarone, Eitan – che ha perso la mamma, il papà ed il fratellino – è stato affidato in prima istanza alla zia paterna Aya dal tribunale dei minori di Torino. Una volta dimesso dall’ospedale è stato accolto nella sua casa a Travacò, in provincia di Pavia. Ed è stato disposto che la famiglia materna potesse vedere il bambino due volte alla settimana, per due ore e mezzo ciascuna. Fino ad oggi, quando al termine di una di quelle visite programmate, non è stato riportato a casa.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vacanze: estate di ripresa ma restano le criticità
Confturismo, budget ridotti e troppa “concentrazione”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 settembre 2021
00:12
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In vacanza sì ma tutti concentrati nello stesso periodo e nei medesimi luoghi, con budget ridotti e soggiorni più brevi. Emerge dai dati dell’Osservatorio Confturismo-Confcommercio sulla fiducia dei viaggiatori italiani secondo il quale ci sono stati segnali di ripresa estivi, ma restano forti criticità e il recupero rispetto al pre-covid resta ancora molto lontano.

Dei 25 milioni di italiani che, normalmente, partono tra giugno e settembre, 4,5 milioni non lo hanno fatto e non lo faranno.
Degli altri 20,5 milioni, il 71% ha fatto almeno una vacanza di 5 notti o più, mentre il 18% si è concesso solo uno o più soggiorni più brevi, sempre con pernottamento: il 5% si è invece limitato ad escursioni giornaliere, mentre il 6% punta su settembre, ma ancora non è certo di partire.
Fortemente negativa la concentrazione temporale delle scelte di viaggio, che mette in crisi tutti gli sforzi compiuti in passato per destagionalizzare i flussi: il 51% delle partenze tra la seconda metà di luglio e agosto. Male giugno, scelto solo dall’8%, e la prima metà di luglio, mentre settembre sembrerebbe resistere, con un 12% totale. Concentratissime anche le preferenze di destinazione, con le mete balneari al 64% e a seguire – con un divario che sembra incolmabile – la montagna al 18% e le città d’arte, che non si schiodano dal 9%. Un panorama che influisce negativamente anche sulla percezione del costo della vacanza, giudicata esplicitamente come elemento critico di quest’estate dal 2% degli intervistati, che dichiara di avere speso più di quanto intendeva.
Molti gli italiani che rispondono di avere dedicato quest’anno alle vacanze un budget inferiore che in passato: il 14% rispetto al 2020 e addirittura il 30% rispetto al 2019.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Papa partito per Budapest e Slovacchia,atteso incontro con Orban
L’Airbus A320 dell’Alitalia è decollato alle 6.10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTÀ DEL VATICANO
12 settembre 2021
06:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Papa Francesco è partito alle 6.10 di questa mattina per il suo viaggio a Budapest e in Slovacchia che si concluderà mercoledì 15 settembre: il 34/o del suo Pontificato, il primo dopo l’operazione chirurgica al colon che Bergoglio ha subito lo scorso 4 luglio al Policlinico Gemelli.
Oggi stesso il Pontefice toccherà entrambi i Paesi che lo attendono, fermandosi in Ungheria per una visita-lampo di appena sette ore, dedicata in particolare alla messa conclusiva, nella Piazza degli Eroi di Budapest, del 52/o Congresso eucaristico internazionale svoltosi nella capitale magiara.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il programma prevede la partenza del Papa da Roma-Fiumicino per Budapest alle 6.00 , con arrivo alle 7.45 e accoglienza ufficiale nell’Aeroporto internazionale da parte del vice primo ministro Zsolt Semjen. Alle 8.45, presso il Museo delle Belle Arti, il Papa incontrerà il presidente della Repubblica Janos Ader e il primo ministro Viktor Orban – incontro quest’ultimo particolarmente atteso -, quindi alle 9.15 i vescovi e alle 10.00 i rappresentanti del Consiglio ecumenico delle Chiese e alcune comunità ebraiche dell’Ungheria. Alle 11.30 la messa nella Piazza degli Eroi e di seguito l’Angelus.
Alle 14.30 la cerimonia di congedo all’Aeroporto di Budapest e alle 14.40 la partenza per Bratislava, dove papa Francesco atterrerà alle 15.30, con l’accoglienza ufficiale presso lo scalo aereo da parte della presidente della Repubblica, Zuzana Caputova. Ancora due gli appuntamenti della giornata nella capitale slovacca, entrambi presso la Nunziatura apostolica dove alloggerà il Papa: alle 16.30 l’incontro ecumenico e alle 17.30 quello privato con i membri della Compagnia di Gesù .
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Papa Francesco è arrivato in Slovacchia, seconda tappa del suo viaggio
Francesco proveniva da Budapest ha incontrato Orban. Poi la messa per il congresso eucaristico internazionale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BUDAPEST
12 settembre 2021
17:21
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Papa Francesco, conclusa la sua visita di poche ore a Budapest per la messa conclusiva del 52/o Congresso eucaristico internazionale, è arrivato in Slovacchia, seconda tappa del suo viaggio, dove resterà fino a mercoledì prossimo. L’aereo del Pontefice, proveniente dalla capitale ungherese, è atterrato all’aeroporto internazionale di Bratislava, dove Francesco è stato accolto dalla presidente della Repubblica Zuzana Caputova. Alla Nunzitura apostolica previsti due incontri: uno ecumenico e uno privato con i membri della Compagnia di Gesù.
“Quando alla nostra porta bussa la mano straniera con sincera fiducia (..), sul nostro tavolo ci sarà il dono di Dio ad attenderlo”.
Così il Papa citando un poeta slovacco nell’incontro ecumenico a Bratislava. “Il dono di Dio sia presente sulle tavole di ciascuno perché, mentre ancora non siamo in grado di condividere la stessa mensa eucaristica, possiamo ospitare insieme Gesù servendolo nei poveri – ha aggiunto – e sarà un segno più evocativo di molte parole che aiuterà la società civile a comprendere, specialmente in questo periodo sofferto, che solo stando dalla parte dei più deboli usciremo davvero tutti insieme dalla pandemia”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La visita in Ungheria – L’aereo Alitalia con a bordo il Pontefice è atterrato all’aeroporto della capitale magiara, dove ad accogliere Francesco è il vice primo ministro Zsolt Semjen. Il Pontefice, nel Museo delle Belle Arti di Budapest, ha incontrato il primo ministro Viktor Orban e il presidente della Repubblica d’Ungheria, Janos Ader. L’incontro di papa Francesco a Budapest con il presidente della Repubblica d’Ungheria Janos Ader, con il primo ministro Viktor Orban e il vice primo ministro Zsolt Semjen “si è svolto secondo il programma previsto, in un clima cordiale, ed è terminato alle ore 9.25”, durando in tutto circa 40 minuti. Lo comunica la Sala stampa vaticana. Erano presenti, con il Pontefice, anche il card. Pietro Parolin, segretario di Stato, e mons. Gallagher, segretario per i Rapporti con gli Stati. Tra i vari argomenti trattati, “il ruolo della Chiesa nel Paese, l’impegno per la salvaguardia dell’ambiente, la difesa e la promozione della famiglia”.
“Ho chiesto a Papa Francesco di non lasciare che l’Ungheria cristiana perisca”. E’ quanto ha scritto il primo ministro ungherese Viktor Orban sul suo profilo Facebook dopo l’incontro di stamane col Pontefice a Budapest.
Francesco ha incontrato i vescovi d’Ungheria, quindi il Consiglio ecumenico delle Chiese con le comunità ebraiche.
“Ogni volta che c’è stata la tentazione di assorbire l’altro non si è costruito, ma si è distrutto; così pure quando si è voluto ghettizzarlo, anziché integrarlo. Quante volte nella storia è accaduto! Dobbiamo vigilare e pregare perché non accada più. E impegnarci a promuovere insieme una educazione alla fraternità, così che i rigurgiti di odio che vogliono distruggerla non prevalgano. Penso alla minaccia dell’antisemitismo, che ancora serpeggia in Europa e altrove. È una miccia che va spenta”. Così il Papa a Budapest, incontrando il Consiglio ecumenico delle Chiese e alcune Comunità ebraiche dell’Ungheria. “Ma il miglior modo per disinnescarla è lavorare in positivo insieme, è promuovere la fraternità”, ha detto il Pontefice. Francesco ha fatto riferimento alla “evocativa immagine del Ponte delle Catene, che collega le due parti di questa città: non le fonde insieme, ma le tiene unite. Così devono essere i legami tra di noi”. E “il Ponte ci istruisce ancora: esso è sorretto da grandi catene, formate da tanti anelli. Siamo noi questi anelli – ha spiegato – e ogni anello è fondamentale: perciò non possiamo più vivere nel sospetto e nell’ignoranza, distanti e discordi”. Secondo Francesco, “il Dio dell’alleanza ci chiede di non cedere alle logiche dell’isolamento e degli interessi di parte. Non desidera alleanze con qualcuno a discapito di altri, ma persone e comunità che siano ponti di comunione con tutti”.
“In questo Paese voi, che rappresentate le religioni maggioritarie, avete il compito – ha aggiunto in un altro passaggio – di favorire le condizioni perché la libertà religiosa sia rispettata e promossa per tutti”. “E avete un ruolo esemplare verso tutti – ha aggiunto il Pontefice -: nessuno possa dire che dalle labbra degli uomini di Dio escono parole divisive, ma solo messaggi di apertura e di pace. In un mondo lacerato da troppi conflitti è questa la testimonianza migliore che deve offrire chi ha ricevuto la grazia di conoscere il Dio dell’alleanza e della pace”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Infine, in Piazza degli Eroi, celebra la messa conclusiva del 52/o Congresso eucaristico internazionale e reciterà l’Angelus.

LA DIRETTA:

 

Lamorgese: ‘Attacchi di Salvini danneggiano l’immagine dell’intero esecutivo’
‘Green pass fondamentale per la ripartenza’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 settembre 2021
13:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Green pass è fondamentale per supportare la ripartenza in sicurezza delle imprese e del Paese. La linea del governo è netta: estenderne quanto più possibile l’utilizzo e completare il piano vaccini che, tra l’altro, sta andando molto bene”. E’ quanto afferma in un’intervista al Corriere della Sera il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, sul certificato verde e le proteste dei No vax.
“È evidente – sottolinea – che l’innalzamento dei toni delle proteste può favorire forti tensioni per l’ordine pubblico e atti ostili anche da parte di singoli, non direttamente riconducibili a gruppi organizzati”.
E poi precisa: “La galassia delle sigle No-vax appare composita e variegata, e al momento non risultano contatti strutturati con frange estremiste. Certo, in alcune delle proteste si è registrata una sporadica partecipazione di appartenenti all’estrema sinistra o all’area anarchica nonché, soprattutto a Roma, alla destra radicale. In alcune occasioni ci sono stati evidenti tentativi, non riusciti, di alimentare una degenerazione violenta della protesta”.
Infine sugli attacchi ricevuti da parte del leader della Lega, mentre si dice disponibile ad un incontro con Salvini, aggiunge: “Quando gli attacchi partono da chi sostiene il governo, diventando martellanti e personali, finiscono per danneggiare l’immagine dell’amministrazione e dell’intero esecutivo, in un momento molto delicato per il Paese nel quale occorrerebbe più coesione”.
“Il Ministro Lamorgese faccia il Ministro e si occupi di sicurezza”. Cosi Matteo Salvini (Lega) a Isernia, dove ha apertola campana elettorale per le amministrative. “Lei dice che il problema del governo sono le dichiarazioni di Salvini, mentre un richiedente asilo a Rimini ha accoltellato 6 persone, ta loro un bambino. Se c’è un ministro dell’Italia lo dimostri adesso”.
“A Lamorgese chiedo un incontro da due mesi: sono disponibile anche domani, però vorrei ci fosse anche Draghi che è garante del governo e dell’Italia”, ha detto Salvini, a Isernia, parlando di sicurezza. “Di chiacchiere – ha detto ancora – ne ho sentite tante. C’è qualcosa che non va. Se il ministro dell’Interno non è i grado di garantire la sicurezza si faccia da parte Confrontiamoci, da ministro di risultati penso di averne dato, ma in questo momento non si vedono”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bianchi, ritrovarsi a scuola gioia grande
Domani in classe quasi 4 mln, 7.4 mln gli studenti in Italia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 settembre 2021
12:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ritrovarsi a scuola è una gioia grandissima. Desidero esprimere il mio profondo ringraziamento a tutti voi, alle studentesse e agli studenti, ai genitori, al personale scolastico e amministrativo, centrale e territoriale, così come alle tante persone che contribuiscono ogni giorno alla vita delle nostre scuole.
A voi tutti, i miei più vivi auguri per un sereno anno di lavoro e crescita, insieme”. Lo scrive il Ministro Patrizio Bianchi nella lettera che ha inviato alla comunità scolastica . Sono 7.407.312 gli gli studenti che siederanno tra i banchi delle scuole statali in tutta Italia.
Domani rientrano a scuola in 3.865.365.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per Eitan aperta inchiesta per sequestro di persona
Zio, aggirata la legge; Comunità ebraica, un atto gravissimo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 settembre 2021
12:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Pavia ha aperto un’inchiesta per sequestro di persona nel caso di Eitan Biran, il piccolo, unico sopravvissuto della tragedia del Mottarone, che i nonni materni hanno portato in Israele sottraendolo alla zia Aya che ne è anche tutrice legale.
Lo si apprende da fonti qualificate.
“Me lo sentivo che quella famiglia avrebbe fatto qualcosa di sporco per aggirare la legge italiana” ha detto al Corriere il marito di Aya, Or Nirko.
Alla zia “è davvero molto attaccato, per lui è un punto di riferimento fondamentale…E’ davvero un grande dolore pensare che sia stato portato via così” ha osservato Madre Paola Canziani, superiora dell’Istituto Canossiane di Pavia, la scuole frequentata da Eitan dove il piccolo era ritornato da una settimana.
Anche “la Comunità Ebraica di Milano – ha spiegato il presidente Milo Hasbani – ha appreso con sgomento la notizia del sequestro del piccolo Eitan ed esprime una decisa condanna nei confronti di questo gravissimo atto che viola le leggi italiane ed internazionali. L’augurio è che la vicenda si risolva nel più breve tempo possibile nella direzione dell’ottemperanza della decisione del Tribunale dei minori”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Test, areazione, mascherine, così si torna in aula
Triplicati i fondi per i trasporti, per ora mascherine in classe
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
09:41
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Test salivari, finestre aperte o impianti di aereazione, mascherine, piattaforma per verificare i Green pass: sono le misure per contrastare il rischio Covid nell’anno che vede i ragazzi tornare in presenza. L’ultima novità è il certificato verde richiesto non solo a tutti coloro che operano nella scuola ma anche ai genitori degli alunni, una notizia che ha scatenato la rabbia e la protesta di molte famiglie.
Per quello che riguarda i test salivari, il piano prevede di monitorare almeno 55mila alunni ogni 15 giorni. Un campione, dunque, di circa 110mila studenti al mese, rappresentativo della popolazione scolastica di riferimento che ammonta ad un totale di circa 4 milioni 200mila alunni. Ad essere coinvolti, su base volontaria, studenti delle classi primarie e secondarie di primo grado, ossia elementari e medie.
Nel Lazio è stata individuata una platea di 30mila studenti. Per il ricambio dell’aria il Comitato tecnico scientifico ha stabilito che dovrà essere assicurato aprendo le finestre ma sono stati stanziati fondi con i quali le scuole possono autonomamente decidere di installare impianti di filtraggio e pulizia dell’aria “anche perchè un conto è aprire le finestre in inverno a Bolzano, altro è farlo a Palermo”, ha osservato il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi. Uno dei problemi sollevati dai dirigenti scolastici in questi giorni riguarda le quarantene nel caso vi sia un positivo in classe.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo scorso anno erano di 10 giorni che diventavano poi 14 per poter avere l’esito del tampone dopo l’isolamento, ora la legge prevede che per i vaccinati scenda a 7 giorni ma i dirigenti scolastici mettono in guardia dalla difficoltà che sorgeranno in classi in cui una parte è vaccinata un’altra no, con periodi di quarantene, dunque, diversi. Tra le misure sulle quali si è maggiormente lavorato per garantire il distanziamento, sono i trasporti locali: il ministro Giovannini ha assicurato che sono stati triplicati i finanziamenti.
Si vedrà come andrà, soprattutto nelle grandi città dove sono state intensificate le corse bus: a Roma ad esempio sono 3500 in più. Il personale scolastico vaccinato supera ad oggi il 93%;in cinque regioni raggiunge il 100%: Abruzzo, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lazio e Toscana. Le mascherine, almeno per ora, andranno indossate e si potranno togliere solo alla mensa e in palestra; saranno fornite dalle scuole come lo scorso anno. La proposta del ministro Bianchi e contenuta nel decreto del 6 agosto di toglierle se tutti vaccinati per ora è slittata; servono comunque delle linee guida sulle quali si sta ragionando. “Sono stati stanziati circa 2 miliardi destinati agli istituti scolastici, ai comuni e alle province proprio per affrontare e migliorare la didattica, per gli interventi per la protezione individuale, per le piccole manutenzioni e per la razionalizzazione e la creazione di spazi – ricorda oggi l’assessore del Lazio Claudio Di Berardino, che coordina la commissione Scuola della Conferenza delle Regioni – anche per quanto riguarda il complesso sistema dei trasporti si sono svolte riunioni presso tutte le prefetture con l’individuazione di soluzioni in grado di conciliare i servizi per gli studenti con l’organizzazione scolastica”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Visite a parenti ospedale con Green pass
Direzione Welfare, massimo per 45 minuti. Pass anche per le rsa
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 settembre 2021
14:14
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Via libera in Lombardia agli ingressi in ospedale per i parenti delle persone ricoverate dotati di green pass, purché avvengano in fascia diurna, una persona alla volta e per un massimo di 45 minuti. È quanto riporta una delibera di Giunta, resa nota a tutte le Ats, Asst e Irccs pubblici e privati, dalla direzione generale Welfare della Regione.

Per quanto riguarda gli accompagnatori dei pazienti che accedono ai pronto soccorso, sarà consentito restare nelle sale d’attesa, ma solo se muniti di green pass. È consentito l’accesso di un accompagnatore anche per le visite ambulatoriali programmate, anche in questo caso solo se con la certificazione.
Il divieto di accesso continuerà invece nelle aree di degenza Covid.
Nel documento si dispone anche che il personale che lavora in contesti sensibili, a stretto contatto ad esempio con pazienti immunodepressi o dializzati, anche se dotato di green pass, debba effettuare un tampone di controllo ogni 15 giorni. Per chi non lavora in questi contesti, lo screening tamponale dovrà avvenire ogni 30 giorni.
Secondo la delibera, l’accesso alle Rsa dei famigliari deve avvenire, massimo due persone per volta e solo se si è in possesso di green pass. Il ‘certificato verde’ è richiesto anche per badanti o personale di supporto ai ricoverati. Non sono ammesse visite per i pazienti positivi al Covid, tranne che in casi di fine vita.
Per i nuovi pazienti delle Rsa, saranno necessari tampone d’ingresso, quarantena di dieci giorni e, qualora non siano già vaccinati, anche l’avvio del ciclo di vaccinazioni. Gli ospiti ai quali è consentita l’uscita temporanea dalla struttura residenziale, potranno continuare a farlo senza misure di isolamento al rientro, solo se in possesso di green pass.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Barbera, la pandemia non ha piegato il cinema
A Venezia +63% ingressi rispetto al 2020 e 769 proiezioni totali
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
12 settembre 2021
14:22
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ positivo il bilancio della 78/a edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica: soddisfatti all’incontro stampa il presidente della Biennale Roberto Cicutto e il direttore artistico Alberto Barbera.
Ecco i numeri: gli ingressi totali sono stati 153.265 (+63% rispetto al 2020 e -7% sul 2019); le proiezioni totali 769, quelle sold out 369, con una percentuale riempimento sale del 70%.
“Il fatto che il cinema non sia stato piegato dalla pandemia anche per la qualità dei risultati è una cosa davvero positiva e questo lo dimostrano i numeri che sono andati molto al di là anche dell’edizione del 2019, ovvero l’ultima prima del Covid. Speriamo che questo trend positivo continui, che si abbandoni finalmente il divano di casa e che ci sia davvero un allargamento dei posti in sala come auspicato dal ministro Dario Franceschini” sottolinea Barbera.
La principale preoccupazione per il festival, comunque, era certamente il Covid: “Avevamo calcolato che con la media del 3 per cento rispetto ai tamponi effettuati avremmo dovuto avere 120 casi positivi, mentre alla fine ne abbiamo riscontrati solo tre, un dato davvero sorprendente”. Cinque film italiani in concorso, spiega Barbera, non è certo “il frutto di un criterio geopolitico, ma della sola qualità ed era giusto non escluderli.
Se i festival hanno ancora una funzione, forse anche di più di prima, è valorizzare i prodotti di alta gamma, muovendosi in quest’oceano di prodotti indistinti”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:in Calabria flessione nuovi contagi (+228),due decessi
Un ingresso in più in terapia intensiva,due in meno nei reparti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
12 settembre 2021
16:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Flettono ancora i nuovi contagi in Calabria, 229 (ieri erano 278) ma c’è un ricovero in più in terapia intensiva (18). Lievissima flessione del tasso di positività che è pari al 7,06% con 3.244 tamponi: nelle 24 ore precedenti era al 7,12%.
Due i decessi, a Cosenza e Reggio, che portano il totale delle vittime a 1.353. Diminuiscono i ricoveri nei reparti di cura, -2 (159). Sono 208 i guariti ( 74.472) e 19 in più gli attualmente positivi (5.087); 20 i nuovi soggetti isolati a domicilio (4.910).
In Calabria, ad oggi, il totale dei tamponi eseguiti – secondo i dati giornalieri relativi all’epidemia da Covid-19 comunicati dai Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende sanitarie provinciali – ammonta a 1.128.392 e le persone risultate positive al Coronavirus sono 80.912.
Territorialmente, dall’inizio dell’epidemia, i casi positivi sono così distribuiti: Catanzaro: Casi attivi 224 (23 in reparto, 6 in terapia intensiva, 195 in isolamento domiciliare); Casi chiusi 10912 (10763 guariti, 149 deceduti); Cosenza: Casi attivi 1662 (47 in reparto, 5 in terapia intensiva, 1610 in isolamento domiciliare); Casi chiusi 24819 (24201 guariti, 618 deceduti); Crotone: Casi attivi 365 (10 in reparto, 0 in terapia intensiva, 355 in isolamento domiciliare); Casi chiusi 7323 (7214 guariti, 109 deceduti); Reggio Calabria: Casi attivi 2235 (70 in reparto, 7 in terapia intensiva, 2158 in isolamento domiciliare); Casi chiusi 25990 (25616 guariti, 374 deceduti); Vibo Valentia: Casi attivi 255 (7 in reparto, 0 in terapia intensiva, 248 in isolamento domiciliare); Casi chiusi 6002 (5906 guariti, 96 deceduti).
L’Asp di Catanzaro comunica 2 nuovi positivi fuori regione.
L’Asp di Cosenza fa sapere che nel setting fuori regione oggi si registrano 2 nuovi casi a domicilio. Dall’Asp di Crotone 16 nuovi positivi di cui 5 migranti e dal’Asp di Vibo Valentia due rientri da stato estero e tre da altra regione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: ricoveri in aumento in Piemonte, nessun decesso
228 i nuovi casi, 156 guariti. In isolamento 3.648 piemontesi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
12 settembre 2021
16:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Aumentano i ricoveri per Coronavirus in Piemonte. Sono 25 quelli in intensiva (+1), 190 quelli nei reparti ordinari (+9).
L’Unità di crisi regionale registra nelle ultime 24 ore 228 nuovi casi, l’1,3% dei 17.753 tamponi eseguiti. Gli asintomatici sono 106. Nessun nuovo decesso, i guariti sono 156. Le persone in isolamento domiciliare sono 3.648, gli attualmente positivi 3.863.
Dall’inizio della pandemia, dunque, il Piemonte ha registrato 379.347 positivi, i decessi rimangono 11.733, i guariti sono 363.751.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 4.664 positivi, 34 le vittime
267.358 test, tasso positività all’1,7%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 settembre 2021
17:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 4.664 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 5.193.
Sono invece 34 le vittime in un giorno, ieri erano state 57. I tamponi effettuati sono 267.358, ieri erano stati 333.741.
Il tasso di positività è all’1,7%, in lieve aumento rispetto all’1,6% di ieri. Sono 559 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 12 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 36 (ieri erano 40). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.113 (ieri 4.117), quattro in meno rispetto a ieri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: Ministero, assunti quasi 60 mila prof e 11 mila Ata
87 mila i posti aggiuntivi in deroga sul sostegno già assegnati
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 settembre 2021
17:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ad oggi risultano assunti, con contratto a tempo indeterminato, 59.425 docenti (di cui 12.840 incarichi conferiti in base alle procedure del decreto sostegni bis). Risultano assunti anche 10.729 ATA.
Sono poi 87.209 i posti aggiuntivi in deroga già assegnati sul sostegno. I dati li rende noti il ministero dell’Istruzione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’afghana Saya al premio Agnes, sarò una brava italiana
Emozione sul palco a Napoli. Da Franco a Vespa tutti i premiati
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
12 settembre 2021
18:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Rahila Saya ha poco più di 20 anni, studia Legge e Scienze politiche all’università di Kabul, o almeno studiava, ed era il volto di punta dell’emittente radio tv Andisheh fino all’alba del 25 agosto, quando ha lasciato la città oramai in mano ai talebani grazie all’intervento del console Tommaso Claudi e delle forze di sicurezza italiane. Sul palco del Premio Biagio Agnes, che le ha assegnato il riconoscimento internazionale, ringrazia tutti quelli che l’hanno aiutata, promette “di essere una brava cittadina italiana” e racconta di quando minacciata non diceva “nulla alla famiglia per non farli preoccupare”.

È stato questo il momento più emozionante di una serata intensa, anche per la presenza fisica del pubblico, come hanno sottolineato i conduttori Mara Venier e Alberto Matano. Una presenza che ha stimolato anche l’appello di Emilia Costantini, premiata per il cinema, che ha chiesto al governo e al presente ministro Luigi Di Maio affinché “come ha chiesto anche il ministro Franceschini si torni alla capienza totale per i luoghi dello spettacolo, altrimenti teatri come la Sistina rischiano di rimanere chiusi”. Il premio, organizzato dalla Fondazione Biagio Agnes di cui è presidente la consigliera Rai Simona Agnes, si è svolto per la prima volta nel Giardino Romantico di Palazzo Reale a Napoli ed è andato in onda su Rai1 sabato 11 settembre in seconda serata.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Letta, ‘Le battaglie sui dirittid risultati’
Il segretario del
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
12 settembre 2021
20:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ci sono cose che si faranno in Parlamento, le nuove battaglie sui diritti trovare risultati: arrivareremo all’approvazione finale del ddl Zan e vogliamo usare un anno e mezzo di legislatura per non ripetere l’errore che facemmo alla fine della scorsa legislatura di non varare una nuova legge sulla cittadinanza”. Lo ha detto alla festa nazionale dell’Unità il segretario del Pd Enrico Letta.
“Noi sosteniamo questo governo in modo le sosteale – ha detto Letta – e vogliamo che il governo Draghi duri fino alla scadenza naturale della legislatura e attui un programma fatto di riforma che era troppo tempo che non si accettano a fare: dopo il passaggio sulla giustizia andremo determinati sulla riforma fiscale.
C’è il tema agenda digitale e sociale, a partire dall’avere imparato la lezione che la sanità pubblica non si tocca. Poi c’è la riforma dell’apprendistato, perché lo stage non può essere il modo per entrare nel mondo del lavoro, e gli ammortizzatori. Saremo esigenti sul tema ambientale”.
Letta è intervenuto anche sul tema dei vaccini: “Dobbiamo completare la campagna vaccinale per rendere il nostro Paese completamente libero. Senza i 10 milioni che mancano all’appello non ce la faremo contro le varianti. Da qui la nostra comunità dà un messaggio al Paese : il vaccino è libertà e questa parola libertà, che è stata usata a sproposito troppe volte, è libertà di andare a scuola, lavorare, guadagnare, guadagnare. Chi non vuole vaccinare è contro l’altrui libertà e non può essere premiato. Chi è ambiguo su Green pass e vaccinazioni è contro la salute degli italiani ed è contro le imprese ei lavoratori”.
Per quanto riguarda lo scenario politico attuale, Letta vede aprirsi una fase di “bipolarismo estremo”: “Attorno a noi si costruirà l’alternativa vincente alla destra estrema. Siamo entrati in una fase nuova: si chiude il periodo iniziato nel 2013 quando era finito il bipolarismo e nato un tripolarismo che ha fatto saltare tutto. Stiamo entrando in una fase nuova di bipolarismo estremo e un nuovo schema politico in cui o si sta di qua o di là: non c’è posizione intermedia che abbia la minima possibilità di fare qualcosa di utile. La novità è che dall’altra parte non c’è più il centrodestra di Berlusconi che era comunque legato al Ppe, ma la destra estrema”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salvini, Ius soli e ddl Zan non hanno speranza di passare

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
SPOLETO (PERUGIA)
12 settembre 2021
22:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ius soli e ddl Zan non hanno ogni speranza di passare in Parlamento ed Enrico Letta lo sa benissimo”: è quanto ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, a Spoleto per supportare la candidatura a sindaco di Paolo Imbriani. “Le priorità per italiani – ha aggiunto il leader del Carroccio – salute, lavoro e pensioni.
Ius soli e ddl Zan sono tra le ultime conseguenze dei cittadini italiani e gli stranieri sono presenti nel nostro Paese”.
“Se Letta vuole creare problemi – ha detto ancora Salvini – continui così ei problemi li troverà”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE 13 settembre 2021 08:25 POLITICA TUTTE LE NOTIZIE La scorsa notte l’Unione Degli Studenti ha organizzato un’azione di protesta davanti al ministero
Macerie e striscioni sulle scale del palazzo di viale Trastevere Dell’Istruzione, disponendo delle macerie sulle scale antistanti per simboleggiare – informano in una nota – “lo stato della scuola pubblica”, esortando a una mobilitazione generale per il 19 novembre. “Dopo i banchi a rotelle e il dibattito sì Dad-no Dad, gli studenti e le studentesse non solo hanno bisogno di tornare a scuola in presenza ma anche in sicurezza.

Il dell’Istruzione assicura di aver investito milioni, ma i rappresentanti degli studenti universitari conosce bene i problemi delle scuole da anni” dichiara Luca Redolfi, coordinatore nazionale dell’organizzazione.
“Ci hanno lasciato una scuola in macerie, distrutto dai processi di aziendalizzazione e sottofinanziata, ora la ricostruiamo noi”, si afferma nella nota, in cui si sollecitano investimenti nella scuola pubblica, in termini di trasporto pubblico, edilizia e diritto allo studio, ma non solo. “E’ necessaria una riforma totale dell’istruzione – dicono -, che sappia rinnovare la didattica e immaginare un nuovo modello di scuola inclusa che sappia trasformare la società”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Generali: patto di sindacato Caltagirone-Del Vecchio
Accordo in vista assemblea sul cda, vincolato l’11% del capitale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 settembre 2021
14:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Delfin, holding lussemburghese di Leonardo Del Vecchio, e una serie di società del gruppo Caltagirone, controllato dall’imprenditore Francesco Gaetano Caltagirone, hanno stipulato un patto di consultazione in vista dell’assemblea delle Generali che, la prossima primavera, sarà chiamata ad approvare il bilancio 2021 ea rinnovare il cda. Al patto i due imprenditori hanno vincolato “la totalità delle azioni Generali detenute”, pari al 10,948% del capitale sociale del Leone.
Lo si legge in un avviso a pagamento pubblicato su Il Messaggero.
Il patto, spiega l’estratto, è riconducibile a una pattuizione rilevante ai sensi dell’articolo 122, comma 5, lettera a, del Testo unico della finanza, “ossia una pattuizione volta a ‘…istitui[re] preventiva di consultazione per l’esercizio del diritto di voto'”, con “l’impegno delle parti di consultarsi in merito alle materie poste all’ordine del giorno dell’assemblea, con particolare riferimento alla nomina” del nuovo cda. “Resta fermo che le parti – si legge nell’estratto – piena autonomia rispetto alle decisioni da diritto assumere in vista e nel corso dell’Assemblea, ivi incluso per quanto concerne l’esercizio del voto”.
Il patto siglato da Delfin con le società di Caltagirone ha “ad oggetto la totalità delle azioni di Assicurazioni Generali” detenute al 10 settembre ed ha la finalità di permettere alle Parti “di consultarsi al fine di meglio ponderare i rispettivi autonomi interessi rispetto a una più profittevole ed efficace gestione” della compagnia triestina, “improntata alla modernizzazione tecnologica dell’attività caratteristica, al posizionamento aperta dell’impresa, nonché alla sua crescita strategica in una logica di mercato, trasparente e contendibile”.
Al patto sono state conferite 173.098.564 azioni ordinarie, pari al 10,948% del capitale sociale del Leone. “Le disposizioni del Patto Parasociale – si legge nell’estratto – troveranno altresì applicazione a tutte le eventuali altre azioni ordinarie di Assicurazioni Generali che dovessero, in qualsiasi forma, pervenire nella titolarità, diretta e/o indiretta, delle Parti per tutta la durata della durata Patto”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pil: Confindustria, recupero spedito, vicini a 6% ma resta incertezza
Per scarsità di materie prime e andamento epidemia Covid
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 settembre 2021
14:01
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Prosegue spedito il recupero del Pil italiano. Dopo il forte rimbalzo del secondo trimestre (+2,7%), nel terzo trimestre i principali stanno tenendo, nonostante gli effetti della scarsità di alcune materie prime e semilavorati e la ripresa dei contagi.
Rimane molta incertezza per il quarto trimestre, legato al proseguimento dell’epidemia.
Il 2021, comunque, potrebbe chiudersi con un recupero vicino al +6,0%”. E’ quanto si legge nella congiuntura flash di settembre del Centro studi di Confindustria.
“Quest’anno avremo risultati migliori di quelli indicati nel Def. Fra qualche settimana pubblicheremo la nota di aggiornamento al Def con nuovi obiettivi, le nuove prospettive di crescita per quest’anno ma anche deficit e debito, e nuovi obiettivi degli anni prossimi che sono di una riduzione di deficit e debito”: lo ha detto il ministro dell’economia Daniele Franco a margine dell’Ecofin informale in Slovenia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Industria: Benedetti, ripresa c’è, ma investire bene risorse
Presidente Danieli, ritoccare temi natalità e immigrazione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
11 settembre 2021
17:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La ripresa c’è, anche per la filiera dell’acciaio, che in questo momento sta andando bene a livello mondiale, ma dobbiamo come Paese ‘ritoccare’ il tema della natalità, e anche quello dell’immigrazione, perché abbiamo bisogno di persone “. Lo ha detto Gianpietro Benedetti, presidente e ad della Danieli & C.
Officine Meccaniche, a margine di un evento.
“Bisogna cercare di non sperare troppo le risorse e non investire soldi dove non ci sarà ritorno – ha proseguito – anche perché su queste risorse che diventano debito si pagano gli interessi, dunque si stanno seminando le prerogative per un’ prezzo. Di fronte a questo meglio investire, perché l’inflazione si combatte solo migliorando la competitività del sistema, che comincia anche dalla scuola”. Sulla situazione italiana, il presidente della Danieli ha detto di essere “fiducioso che l’imprenditorialità che caratterizza molte parti d’Italia da Sud al Nord, darà un effetto positivo”. Tuttavia, “poiché molte delle medie e grandi ormai non sono più italiane, queste stesse aziende vengono regolate solo sulla base dei numeri e dei costi,
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dante 700: Patuelli, mondo economia segua suo ideale etico
Presidente Abi a evento a Ravenna con governatore Bankitalia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 settembre 2021
18:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Un monito a tutto il mondo dell’economia perché tutti seguano l’ideale etico del Catone dantesco, per la rigida rettitudine per l’adempimento dei doveri per stare lontani anche dalle colpe dell’Inferno dantesco”. Così il presidente dell’Abi Antonio Patuelli ha chiuso la sua introduzione alla giornata conclusiva del Festival Dante2021 con la partecipazione del governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco.
L’evento si svolge nei Chiostri Francescani della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, attigui alla Tomba di Dante nel settimo centenario della scomparsa del Poeta. Nel suo discorso Patuelli ha ricordato il discorso pronunciato da Benedetto Croce, il 14 settembre 1920, per il sesto centenario dantesco che venne seguito dalla pubblicazione del volume sulla “Poesia di Dante”. “Si tratta – spiega Patuelli di una sorta di autorevole e semplice “guida” della Commedia e al tempo stesso di un libro di storia che è quanto mai attuale, chiaro nel linguaggio ed esplicativo del percorso effettuato dall’Alighieri nella Commedia”.
POLITICA LE NOTIZIE
Nel secondo trimestre +338.000 occupati, cala il tasso di disoccupazione
Istat, il tasso dei non occupati scende al 9,8%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
10:41
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel secondo trimestre 2021 si registra un aumento di 338 mila occupati (+1,5%) rispetto al trimestre precedente e una crescita di 523.000 unità sullo stesso periodo del 2020. Lo rileva l’Istat.
La crescita congiunturale è legata soprattutto alla crescita dei dipendenti a termine (+226.000, +8,3) a fronte di una crescita di 80.000 unità a tempo indeterminato (+0,5%) e di 33.000 indipendenti (+0,7%) . Il tasso di occupazione nel secondo trimestre è del 58% (+1 punto sul primo trimestre ).
Nel secondo trimestre 2021, sottolinea l’Istat, l’input di lavoro, misurato dalle ore lavorate, registra un aumento del 3,9% rispetto al trimestre precedente e del 20,8% rispetto al secondo trimestre 2020; anche il Pil è aumentato, del 2,7% in termini congiunturali e del 17,3% in termini tendenziali. Rispetto al primo trimestre si osserva un calo sia del numero di disoccupati (-55.000, -2,2%) sia di quello degli inattivi di 15-64 anni (-337 mila, -2,4%). I dati mensili provvisori di luglio 2021 mostra un arresto del trend in crescita registrato tra febbraio e giugno 2021, con un lieve calo dell’occupazione rispetto a giugno (-23 mila, -0,1%) che si associa a quello dei disoccupati ( -29 mila, -1,2%) e all’aumento degli inattivi di 15-64 anni (+28 mila, +0,2%). Rispetto al secondo trimestre 2020, l’aumento dell’ occupazione (+523 mila unità, +2,3%) coinvolge soltanto i dipendenti a termine (+573 mila, +23,6%);. Continua il calo dei dipendenti a tempo indeterminato (-29 mila, -0,2%) e degli indipendenti (-21 mila, -0,4%).
Crescono sia gli occupati a tempo pieno sia quelli a tempo parziale (+1,8% e +4,8%, rispettivamente). Rispetto al secondo trimestre del 2020 crescono i disoccupati (+514 in un anno), mentre si tra i mila marcatamente gli inattivi (-1 milione 253 mila, -8,5%), dopo cinque trimestri di crescita . I dati risentono anche delle nuove regole sulla classificazione che considerano in cassa integrazione da oltre tre mesi.
Dal lato delle imprese, nel secondo trimestre 2021 prosegue la crescita delle posizioni lavorative dipendenti che, in termini congiunturali, segnano un aumento dello 0,7% nel totale. Il segnale positivo caratterizza sia la componente a tempo pieno (+0,6%) sia quella a tempo parziale (+0,9%). Rispetto al trimestre precedente, le ore lavorate per dipendente crescono del 3,4%; su base tendenziale, anche per questo indicatore, si osserva un incremento eccezionalmente marcato (+29,2% rispetto al secondo trimestre 2020), associato a una riduzione altrettanto straordinaria del ricorso alla cassa integrazione, che si abbassa a 78,7 o ogni mille ore lavorate. Il tasso dei posti vacanti aumenta di 0,6 punti percentuali su base congiunturale e di 1,0 su base annua. Il costo del lavoro, per unità di lavoro, cresce dello 0,6% in termini congiunturali, con un aumento più sostenuto delle retribuzioni (+0,7%) e di minore intensità degli oneri sociali (+0,3%), quale effetto del persistere delle misure di sostegno all’occupazione attuate attraverso gli sgravi contributivi. Su base annua si rileva, invece, un calo del costo del lavoro del 3,1%. A diminuire sono entrambe le componenti: le retribuzioni scendo del 2,3% rispetto al secondo trimestre 2020, quale effetto di riflesso della crescita registrato nello stesso trimestre dell’anno precedente, quando la ricomposizione dell’occupazione provocata dai provvedimenti di sospensione delle attività economiche aveva privilegiato la presenza delle componenti a profilo retributivo più alto; parallelamente, la riduzione più intensa degli oneri sociali (-5,4%) è conseguenza, da un lato,
Il tasso di disoccupazione nel secondo trimestre cala al tasso 9,8%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il tasso di disoccupazione tra i 15 ei 74 anni cala nel secondo trimestre del 2021 al 9,8% con una di 0,3 punti sul primo e di 1,7 punti sullo stesso periodo del 2020. I disoccupati nel periodo sono 2.459.000 in calo del 2,2% sullo stesso periodo del 27% sullo stesso periodo del 2020. Si considera senza lavoro anche chi è in cassa integrazione da oltre tre mesi.
Sono 678.000 gli occupati in meno rispetto al periodo della pre pandemia
Nel secondo trimestre 2021 l’occupazione è cresciuta di 523.000 unità sul secondo trimestre 2020 ma all’appello rispetto allo stesso trimestre del 2019 mancano 678.000 occupati. In particolare sono al lavoro 370.000 donne in meno (-3,7% a fronte del -2,3% degli uomini. Gli occupati tra i 15 ei 34 anni sono 199.000 in meno sul secondo trimestre del 2019. (-3,8% ). Nel secondo trimestre 2021 la fascia tra i 15-34 anni al lavoro ha avuto una crescita sul 2020 maggiore rispetto alla media.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: flashmob a Padova della rete Studenti medi Veneto
Manifesti e striscioni avanti a tre licei cittadini
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PADOVA
13 settembre 2021
10:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un flashmob a Padova, davanti al Liceo Cornaro, al Liceo Fermi e al Tito Livio, è stato messo in atto stamani dalla Rete degli Studenti medi del Veneto, in occasione della riapertura delle scuole.
“In questi due anni – ha detto Irene Bresciani, della Rete padovana – non è stato profuso praticamente nessun impegno per costruire una scuola e soprattutto una società diversa.
Il mondo che ci è stato consegnato si sta distruggendo sotto ai nostri occhi, da una sanità debole a un’istruzione immobile, da un sistema di produzione che distrugge l’ambiente ad un mondo del lavoro precario e insicuro. Vogliamo quindi inaugurare l’inizio di questo nuovo anno chiarendo con fermezza quali sono le nostre aspettative e soprattutto le nostre rivendicazioni. Forse ci si aspetta che gli studenti studenti vogliano tornare alla normalità ante-pandemia, ma questi anni in didattica a distanza hanno aperto nuove discussioni su aspetti del nostro sistema scolastico che consideriamo retrogradi e ora più che mai da rivoluzionare”.
Tra gli slogan degli striscioni “Il futuro è nostro, ripartiamo da Zero!”; così altri manifesti appesi per le strade della città e tenuti in mano davanti alle entrate delle scuole: “Non sei stanco parlino sempre di giovani e mai con noi giovani?”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: oggi suona la campanella per 4 mln di studenti
In nove regioni. Debutta il Green pass anche per il genitori
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
08:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Rientrano a scuola stamane 3.865.365 alunni delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Umbria, Veneto, oltre a quelli della Valle d’Aosta e della Provincia di Trento. Le lezioni sono già riprese il 6 settembre per gli studenti della Provincia di Bolzano, mentre inizieranno domani, 14 settembre, per 192.252 alunni della Sardegna, il 15 settembre per 1.706.814 bambini e ragazzi delle Regioni Campania, Liguria, Marche, Molise e Toscana , il 16 settembre per 829.028 studenti del Friuli Venezia Giulia e della Sicilia.
Gli ultimi a tornare in classe saranno gli 813.853 alunni delle Regioni Calabria e Puglia, il 20 settembre.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono stati assunti con contratto a tempo indeterminato 59.425 docenti (di cui 12.840 incarichi conferiti in base alle procedure del decreto sostegni bis) mentre da nominare ci saranno solo le supplenze brevi che vengono decisi dai dirigenti scolastici.
Risultano assunti anche 10.729 ATA. Sono infine 87.209 i posti aggiuntivi in ​​deroga già in possesso di un titolo di studio. Debutta stamane il Green pass che andrà controllato non solo al personale scolastico -i controlli sono avvenuti con una app già dai giorni scorsi, oggi entra in funzione una apposita piattaforma -, ma anche ai genitori degli alunni che studia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bianchi, gioia tutti in classe, scuola ci fa sentire paese
“Non ho abbandonato idea mascherine giù se tutti vaccinati”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
08:38
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo tornati in classe, è una gioia vedere le classi piene di ragazzi. Riparte una scuola che deve non solo riaprire – in molte regioni è stata aperta lo scorso anno – anche ripensarsi, deve tornare a essere il centro della nostra comunità ed essere conscia di se stessa
. Lo ha detto stamane il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi.
“Non ho abbandonato l’idea” di far togliere le mascherine laddove in classe siano tutti vaccinati: “è la nostra direzione di marcia, è una indicazione chiara del decreto del 6 agosto.
Stiamo lavorando da aprile ad una scuola nuova, più inclusiva affettuosa e stiamo lavorando anche su questo aspetto mascherine”, ha aggiunto il ministro.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Da Sorrentino a Placido, riaprire accesso alle sale al 100%
L’appello dello spettacolo dal vivo a Franceschini
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
11:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Piena “fiducia nell’efficacia protettiva del green pass” e un appello: “poter contare sulla riapertura con accesso totale alle sale e cioè al 100% della loro capienza” E’ la lettera aperta al ministro della Cultura, Dario Franceschini, dal mondo dello spettacolo dal vivo.
Tra i primi firmatari, Andrée Ruth Shammah del Teatro Franco Parenti di Milano, Filippo Fonsatti, direttore del Teatro Stabile di Torino e presidente di Federvivo-Agis, e ancora Paolo Sorrentino, Gabriele Lavia, Roberto Andò, Michele Placido.
Sarebbe importante poter avere l’indicazione di una data per misure meno restrittive sull’occupazione di vendita e luoghi all’aperto, per poter programmare produzioni e circuitazione degli spettacoli che hanno subito nel corso delle ultime due stagioni cancellazioni e rinvii senza certezze. Il settore, come Lei ben conosce, concorre in percentuale importante al PIL della nostra nazione. Anche in considerazione di ciò, ci benessere che mantenga il forte impegno nella direzione indicata come dimostra la Sua recente lettera al presidente del Consiglo Mario Draghi, che nell’assumere l’importante incarico aveva citato con forza (e per la prima volta da parte di un premier) il ruolo strategico dello spettacolo dal vivo e della cultura nel suo complesso”. per poter programmare produzioni e circuitazione degli spettacoli che hanno subito nel corso delle ultime stagioni due stagioni cancellazioni e rinvii senza certezze. Il settore, come Lei ben conosce, concorre in percentuale importante al PIL della nostra nazione. Anche in considerazione di ciò, ci bene buona che mantenga il forte impegno nella direzione indicata come dimostra la Sua recente lettera al presidente del Consiglo Mario Draghi, che nell’assumere l’importante incarico aveva citato con forza (e per la prima volta da parte di un premier) il ruolo strategico dello spettacolo dal vivo e della cultura nel suo complesso”. per poter programmare produzioni e circuitazione degli spettacoli che hanno subito nel corso delle ultime stagioni due stagioni cancellazioni e rinvii senza certezze. Il settore, come Lei ben conosce, concorre in percentuale importante al PIL della nostra nazione. Anche in considerazione di ciò, ci benessere che mantenga il forte impegno nella direzione indicata come dimostra la Sua recente lettera al presidente del Consiglo Mario Draghi, che nell’assumere l’importante incarico aveva citato con forza (e per la prima volta da parte di un premier) il ruolo strategico dello spettacolo dal vivo e della cultura nel suo complesso”.
Tra le adesioni, quelle di Alberto Barbera (Mostra del Cinema della Biennale di Venezia), Monique Veaute (Festival dei Due Mondi di Spoleto), Paolo del Broccò (Rai Cinema), Franco D’Ippolito (Teatro Metastasio di Prato), Pamela Villoresi (Teatro Biondo di Palermo), Walter Zambaldi (Teatro Stabile Bolzano), Ilaria Borletti Buitoni (Società del Quartetto), Marco Balsamo (Nuovo Teatro), Giovanna Melandri (Fondazione Maxxi), Fabrizio Grifasi (Fondazione Romaeuropa), Francescantonio Pollice (AIAM – Associazione Italiana Attività Musicali), Manuela Kustermann (Teatro Vascello di Roma), Rosanna Purchia, Nino Marino (Teatro Stabile dell’Umbria), Piero Maccarinelli (Artisti Riuniti), Giorgio Ferrara (Teatro Stabile del Veneto) E poi artisti del calibro di Paolo Sorrentino, Stefania Rocca, Umberto Orsini, Michele Placido, Roberto Andò,Gabriele Lavia, Giuliana De Sio, Federica Vincenti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: 900 mila verifiche del Green pass dalle 7. Bianchi: “Tutti in classe, ci fa sentire paese”
La prima campanella per 4 milioni di studenti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
10:51
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La piattaforma per il controllo del Green pass nelle scuole “è attiva dalle 7 e ci sono state oltre 900mila verifiche. Se premuroso che non tutto il Paese è partito, ma 4.500 scuole su 8.000, pensate che risultato straordinario che è”.
Lo ha detto il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, arrivando alle scuole primarie Carducci di Bologna per il primo giorno di scuola. “Tutto ieri l’abbiamo provata un’ultima volta. Questo è un Paese che sa fare cose domanda che funziona, tutti me la stannondo in giro per l’Europa”.
Rientrano a scuola oggi 3.865.365 alunni delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Umbria, Veneto, oltre a quelli della Valle d’Aosta e della Provincia di Trento. Le lezioni sono già riprese il 6 settembre per gli studenti della Provincia di Bolzano, mentre inizieranno domani, 14 settembre, per 192.252 alunni della Sardegna, il 15 settembre per 1.706.814 bambini e ragazzi delle Regioni Campania, Liguria, Marche, Molise e Toscana , il 16 settembre per 829.028 studenti del Friuli Venezia Giulia e della Sicilia. Gli ultimi a tornare in classe saranno gli 813.853 alunni delle Regioni Calabria e Puglia, il 20 settembre. Sono stati assunti con contratto a tempo indeterminato 59.425 docenti (di cui 12.
Risultano assunti anche 10.729 ATA. Sono infine 87.209 i posti aggiuntivi in ​​deroga già in possesso di un titolo di studio. Debutta stamane il Green pass che andrà controllato non solo al personale scolastico -i controlli sono avvenuti con una app già dai giorni scorsi, oggi entra in una apposita piattaforma – ma anche ai genitori degli alunni che funzionerà in istituto e chiunque abbia accesso agli atenei .
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bianchi: gioia tutti in classe, scuola ci fa sentire paese – “Siamo tornati in classe, è una gioia vedere le classi piene di ragazzi. Riparte una scuola che deve non solo riaprire – in molte regioni è stata aperta lo scorso anno – ma anche ripensarsi, deve tornare a essere il centro della nostra comunità ed essere conscia di se stessa. Il compito della scuola quest’anno è farci sentire Paese”. Lo ha detto a Sky il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi.
“Non ho abbandonato l’idea” di far togliere le mascherine laddove in classe siano tutti vaccinati: “E’ la nostra direzione di marcia, è una indicazione chiara del decreto del 6 agosto. affettuosa e stiamo lavorando anche su questo aspetto mascherine”,
“Il 93% del personale scolastico – aggiunge – è vaccinato. Non sarà più possibile mettere in dad una intera regione, se ci sono rischi si interviene in forma mirata, siamo attentissimi al contagio ma anche agli altri studenti, la solidarietà torni ad essere al centro. Saremo chiururgici nelle misure”, siamo al lavoro affinchè nel caso di una scuola in difficoltà per il Covid “non vada in difficoltà l’intera regione. Le regioni che hanno più sofferto lo scorso anno sono quelle in cui si registra il 100% di copertura vaccinale del personale e gli studenti hanno fatto in numero maggiore le dosi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: Meloni,

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Accompagno Ginevra a scuola, il suo primo giorno, e come sempre il mio cuore trema nel vederla affrontare il mondo da sola. La vedo crescere e come per qualsiasi genitore, sentimenti come gioia, ma anche timore, si accavallano nella mente.
I più giovani, i nostri figli, hanno pagato un prezzo altissimo la pandemia, tra della libertà durante e didattica a distanza. Il mio augurio è che tutto torni alla normalità il prima possibile. Buon primo giorno di scuola amore mio. Buon rientro a tutti i ragazzi: tenete duro, siete la nostra forza”. Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: Letta, massimo impegno perchè anno sia in presenza
Basta Dad
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
10:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Un grande in bocca al lupo alle ragazze e ai ragazzi per il rientro a scuola oggi. E la promessa del massimo impegno; dobbiamo fare tutto il possibile e anche di più perché l’anno continui fino alla fine in #presenza, in classe.
#BastaDAD”. Così il segretario Pd Enrico letta su twitter.

Politica tutte le notizie in tempo reale! Sempre aggiornate! Da non perdere! SEGUILE CONDIVIDILE!
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 114 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 00:30 DI MARTEDÌ 07 SETTEMBRE 2021

ALLE 10:35 DI VENERDÌ 10 SETTEMBRE 2021

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Afghanistan: Guerini, pronti ad altre evacuazioni
Informativa dei ministri degli Esteri e della Difesa sull’evolversi della situazione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 settembre 2021
00:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I ministri Di Maio e Guerini riferiscono in Parlamento sulla situazione in Afghanistan.
L’INTERVENTO DEL MINISTRO DEGLI ESTERI – “Le immagini strazianti dei profughi e le aspettative di pace e sviluppo di un intero popolo ribaltate in pochi giorni non possono lasciarci indifferenti. Non ci lascia certo indifferenti la prospettiva che i progressi faticosamente raggiunti in 20 anni, soprattutto per le donne, possano essere cancellati.
Lavoriamo perché ciò non avvenga. Vogliamo rimanere al fianco del popolo afghano”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio nell’informativa sull’Afghanistan al Senato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Crediamo nella necessità di coinvolgere tutti gli attori internazionali che possano contribuire alla definizione di una strategia sostenibile nei confronti dell’Afghanistan. Come Presidenza di turno, abbiamo proposto la piattaforma del G20, più ampia e inclusiva, per affrontare le principali sfide del dossier afghano. Stiamo verificando condizioni, modalità e tempistiche per un vertice straordinario dedicato all’Afghanistan, che potrebbe essere preceduto da riunioni preparatorie dei Ministri degli Esteri”, ha detto Di Maio. “Nel giro di pochi giorni abbiamo messo in salvo e trasferito in Italia 5011 persone, di cui 4890 afghani (più della metà, donne e bambini), tra quanti hanno collaborato con le istituzioni italiane e appartengono a categorie vulnerabili – ha spiegato il ministro –  Il ponte aereo ininterrotto realizzato grazie alla sinergia fra tutti gli alleati ha consentito di far uscire dall’Afghanistan complessivamente oltre 120.000 persone, compresi interi nuclei familiari.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia, tra i Paesi europei, ha evacuato il maggior numero di cittadini afghani”.
“Con i Paesi dell’area e con i nostri partner che hanno già dislocato in Qatar i propri punti di rappresentanza competenti per l’Afghanistan, stiamo riflettendo sulla creazione di una presenza congiunta in Afghanistan – un nucleo formato da funzionari di più Paesi sotto l’ombrello dell’Unione Europea o, eventualmente, delle Nazioni Unite – con funzioni prevalentemente consolari e che serva da punto di contatto immediato. Si tratterebbe di una soluzione innovativa, per la quale sarà necessario un efficace coordinamento preventivo”, ha ggiunto.
“Il secondo tema al centro del coordinamento internazionale riguarda l’atteggiamento da mantenere nei confronti dei Talebani e, più in generale, della futura dirigenza afghana – ha proseguito il ministro –  L’approccio dell’Italia si inserisce, anzitutto, nel solco di un’impostazione condivisa a livello europeo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ne abbiamo discusso la scorsa settimana nella riunione informale dei Ministri degli Esteri dell’Unione in Slovenia. Per poter proseguire nel nostro sostegno al popolo afghano, abbiamo convenuto che giudicheremo i talebani sulla base delle loro azioni e non delle loro dichiarazioni”.   “In Pakistan, dove abbiamo istituito in Ambasciata una situation room per la gestione dei profughi afghani, ho tenuto a visitare la frontiera con l’Afghanistan, a Torkham. Dai sopralluoghi che ho svolto e come mi hanno confermato gli interlocutori della cooperazione allo sviluppo sul campo, almeno per il momento, dal punto di vista dei flussi migratori la situazione rimane sotto controllo, ma il rischio è che la crisi economica e alimentare, anche in vista dell’inverno, possa innescare flussi più ampi”.
Sul tema dei diritti umani in Afghanistan, “con particolare attenzione alle donne, intendiamo promuovere nei fora internazionali, a cominciare dalle Nazioni Unite, iniziative appropriate a tutela dei diritti umani e delle libertà fondamentali degli afghani. Lavoreremo per cercare di costruire un consenso in ambito Consiglio Diritti Umani per l’istituzione di un meccanismo di monitoraggio, anche attraverso la promozione di una dichiarazione congiunta nel corso dell’imminente 48ma sessione del Consiglio che comincerà lunedì prossimo”, ha detto ancora Di Maio nell’informativa sull’Afghanistan al Senato. “Stiamo anche lavorando all’organizzazione di un evento sulla condizione e sui diritti delle donne in Afghanistan in occasione della prossima settimana ministeriale dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Vogliamo inoltre mobilitare le risorse assegnate al quarto Piano d’Azione Nazionale per l’attuazione dell’Agenda Donne Pace e Sicurezza delle Nazioni Unite, includendovi iniziative per l’Afghanistan”, ha aggiunto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’INTERVENTO DEL MINISTRO DELLA DIFESA – “C’è rammarico e forte preoccupazione per chi non è riuscito a partire dall’Afghanistan e la Difesa offre piena disponibilità per eventuali ulteriori operazioni di evacuazione dal Paese”. Così il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, nella sua informativa sull’Afghanistan in Aula al Senato.
Lo “straordinario impegno, la grande professionalità e la profonda umanità che le nostre forze armate hanno dimostrato nell’affrontare la crisi afghana” sono stati sottolineati dal ministro Guerini. L’evacuazione di 5.011 persone, tra i quali 4.890 afghani, ha osservato, “ha comportato un grande sforzo operativo in uno scenario difficile, con 90 voli e una task force di 119 militari che ha assicurato la cornice di sicurezza. E’ stata – ha aggiunto – un’impresa straordinaria, merito delle nostre donne e uomini in in divisa. Gli italiani sono orgogliosi di loro”.
“Durante la Ministeriale Nato dello scorso febbraio avevo rappresentato la necessità di valutare la conferma della presenza delle forze dell’Alleanza anche oltre la scadenza dell’1 maggio, prevista dagli accordi stipulati dagli Usa”, ha detto Guerini. Già allora, ha spiegato, “il raggiungimento delle condizioni politiche e di sicurezza previste dall’accordo appariva lontano dell’essere soddisfatto, visto lo stallo dei colloqui di pace, l’aumento degli attacchi alle forze di sicurezza afgane e gli assassini mirati di rappresentanti delle istituzioni”. Le ragioni dello sfaldamento delle forze di sicurezza afghane “sono da ricercare innanzitutto nella diretta conseguenza di un’evidente mancanza di coesione e in uno scarso senso di identità ascrivibile soprattutto all’atteggiamento della leadership repubblicana, che, per diversi motivi, non è stata in grado di svolgere quel ruolo di guida politica autorevole e rappresentativa che la situazione richiedeva.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E questa è una delle prime e più importanti lezioni che secondo me dobbiamo recepire e approfondire”, ha aggiunto il ministro.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola, Bianchi alla Camera: ‘Il 13 settembre tutti i prof in cattedra’
Sulle iniziative in vista dell’avvio dell’anno scolastico
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 settembre 2021
18:16
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi audizione del ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi sulle iniziative in vista dell’avvio dell’anno scolastico in Commissioni cultura alla Camera e al Senato, alle 9 e alle 15.
“Sono oltre 857 mila i docenti; oltre un milione di persone lavora nella nostra scuola. L’impegno che ci eravamo presi era di ripartire avendo tutti i docenti al loro posto.
Questo impegno per la prima volta sarà realizzato”, ha detto il ministro.
“Partiremo il 13 settembre – ha sottolineato il ministro – avendo tutti i docenti al loro posto rispetto alle 112 mila cattedre vuote e vacanti: avremo 58.735 mila posizioni a ruolo già assegnate, di cui 14194 sul sostegno; non abbiamo atteso, e altri 113.544 mila incarichi annuali sono stati assegnati, di cui 59.813 sul sostegno. Inoltre oltre 59 mila posti sono assegnati per il sostegno. Un lavoro titanico, collettivo. Ci saranno solo le assegnazioni di brevissimo periodo che faranno i presidi”. Lo scorso anno le assunzioni erano state 19.995 in totale di cui 1.778 sul sostegno.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La prima cosa da fare è la riforma degli Its, segue poi la riforma della filiera professionale e tecnica: con i ministri Orlando e Speranza stiamo ragionando su percorsi di inserimento lavorativo nella piena tutela dei ragazzi ma anche degli imprenditori. La terza azione da fare è l’orientamento che deve essere un accompagnamento dei ragazzi alle scelte della loro vita. Serve poi la riforma del reclutamento e la formazione continua di tutto il personale, ovvero la formazione dei docenti e del personale, compresi i dirigenti: la scuola è una organizzazione complessa. Bisogna andare ad un nuovo contratto di tutto il personale, è scaduto, bisogna dargli più valore, anche per un problema di rispetto sociale dei docenti che negli anni si è offuscato”, ha aggiunto Bianchi.
“Serve anche la riforma del dimensionamento degli istituti, è un tema che riguarda la numerosità: le classi pollaio sono 2,9% del totale, concentrato negli istituti tecnici professionali delle grandi periferie urbane. E’ lì che dobbiamo agire e stiamo agendo, con azioni mirate, basta interventi a pioggia”, ha proseguito Bianchi. “Infine c’è una settima riforma, è quella della didattica: io non sono convinto che l’unità classe sia l’unico modo per insegnare, bisogna trovare modalità riferite alle effettive competenze dei ragazzi e che riguardino la socializzazione; nell’autonomia scolastica, spingeremo perché le sperimentazioni diventino patrimonio generale di tutti”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Nei prossimi mesi avremo un immane compito: l’opportunità di poter fare della scuola il centro pulsante del paese. Questo ci impegna tutti. Insieme dovremo condividere il cammino che non possiamo sottovalutare ne disperdere”, ha concluso il ministro.
“Cinque miliardi e 100 sono stati investiti sulla digitalizzazione, altri 2 miliardi sulla riapertura – ha detto ancora il ministro -. La scuola ha reagito più di ogni altro settore alle vaccinazioni, oltre il 92 per cento del personale si è vaccinato e c’è una quota elevata che non può vaccinarsi, abbiamo una età media elevata del personale che lavora nella scuola. Volgo un ringraziamento al garante della Privacy: grazie al lavoro che stiamo facendo insieme e che riguarda il controllo del green pass sarà possibile, dal 13 settembre, avere sui pc dei presidi, grazie ad una piattaforma, la lista del personale presente negli istituti col bollino rosso e verde, non cumulabile nel tempo, evitando file e di far vedere all’esterno chi ha la certificazione in regola e chi no. Abbiamo messo insieme dati del ministero della Salute e dell’Istruzione, le capacità tecniche del Mef e l’assistenza dell’Autorità della privacy. Sarà infine necessario investire in alte competenze nella Pa; nel ministero dell’Istruzione ne abbiamo la metà di quelle previste”.
“Abbiamo usato tutti i fondi europei a disposizione e abbiamo indotto tutti gli enti locali a utilizzarli – ha sottolineato Bianchi -. Siamo in una fase di nuova negoziazione e noi come ministero abbiamo lavorato sui fondi del Pon e siamo passati dai 2,7 miliardi dell’anno scorso ai 3,8 miliardi. Un miliardo in più per la scuola”.
“Io credo la via siano i test salivari, devono essere estesi oltre le ‘scuole sentinella’ ma non intervengo: è materia del commissario Figliuolo, lo ringrazio sempre e non mi permetto di intervenire”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Così il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi.
“Se c’è necessità di quarantena riguarda il singolo istituto, non è più possibile estendere questa condizione a tutta la regione o al comune. Isoleremo il cluster, ne vedremo la gravità, lo limiteremo; sulle quarantene sentiamo il parare del Cts e delle autorità sanitarie ma la scuola deve rimanere aperta questa è la mia posizione evitando situazioni di contagio diffuso”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giovannini, oggi invio al Parlamento proposte riforma Tpl
Elaborate da Commissione per riforma del trasporto locale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 settembre 2021
09:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il trasporto pubblico locale in Italia ha dei problemi molto gravi, soprattutto in alcune regioni e città. Per questo proprio oggi io invio ai presidenti delle commissioni di Camera e Senato delle proposte elaborate da una commissione per la riforma del trasporto pubblico locale”.

Lo ha detto il ministro delle infrastrutture e mobilità sostenibili ad Agorà su Rai3.
“Nell’attuale assetto lo Stato finanzia l’organizzazione per totale ed esclusiva competenza delle Regioni. Sappiamo che la situazione è molto variegata”, ha spiegato Giovannini. “Al di là degli aspetti strutturali, il Pnrr destina oltre 3 miliardi per il rinnovo di 3mila autobus in senso ecologico, perché stiamo provando a creare una filiera nazionale e non soltanto ad acquistare dall’estero”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ocse a Italia, ringiovanire PA e favorire digitalizzazione
Più agilità nei processi di assunzione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 settembre 2021
10:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La riduzione e l’invecchiamento della forza lavoro e la carenza di competenze rilevanti frenano la capacità del settore pubblico di produrre risultati”: è l’avvertimento lanciato dall’Ocse nel documento ‘Studi economici dell’Ocse-‘Italia’ pubblicato a Parigi. L’organismo internazionale raccomanda quindi al nostro Paese di “ringiovanire la forza lavoro del settore pubblico, attraverso una maggiore agilità dei processi di assunzione, formazione e gestione delle carriere, con particolare attenzione a colmare le lacune nelle competenze del personale, ad esempio quelle necessarie per consentire la digitalizzazione del settore pubblico”.
“Accrescere l’efficacia del settore pubblico italiano è più urgente che mai”: si legge.
Per l’Ocse, questa “sarà la chiave per assicurare il previsto impulso agli investimenti pubblici, migliorare il clima di impresa e garantire l’accesso a servizi pubblici di qualità in tutto il Paese”. “La qualità dei beni e dei servizi pubblici è variabile, e un ampio spettro di regolamenti e procedure gravosi e non coordinati rallentano il dinamismo delle imprese”, avverte l’Ocse, aggiungendo che “la fiducia nelle pubbliche istituzioni si attesta tra i livelli più bassi rilevati nei Paesi dell’OCSE. Nel corso dei prossimi anni, l’Italia si troverà dinanzi ad un’opportunità senza precedenti per migliorare l’efficacia del suo settore pubblico attraverso le risorse e gli obiettivi strategici del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, il rinnovamento dei servizi pubblici e i contributi derivanti dalla digitalizzazione e dall’innovazione”.   TECNOLOGIA   ECONOMIA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Bianchi, dall’Ue un miliardo in più per la scuola
Si passa da 2,7 a 3,8 miliardi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 settembre 2021
10:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo usato tutti i fondi europei a disposizione e abbiamo indotto tutti gli enti locali a utilizzarli. Siamo in una fase di nuova negoziazione e noi come ministero abbiamo lavorato sui fondi del Pon e siamo passati dai 2,7 miliardi dell’anno scorso ai 3,8 miliardi.
Un miliardo in più per la scuola”. Lo ha detto davanti alla commissione Istruzione della Camera il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: ‘Con aprile torna ottimismo famiglie ma pochi soldi’
Ma per il 70% il reddito 2021 in linea con 2020
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 settembre 2021
14:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono migliorate ad aprile le attese delle famiglie sulla situazione economica generale e sul mercato del lavoro con la percentuale di chi si attendeva un peggioramento del quadro generale al minimo dalla primavera dell’anno precedente. E’ quanto emerge dall’ultimo numero dell’ Indagine Straordinaria sulle Famiglie italiane di Bankitalia che l’istituto ha avviato dopo lo scoppio della pandemia Covid.
Ancora ad aprile però il 30% dichiara di aver percepito nell’ultimo mese un reddito più basso rispetto a prima dello scoppio della pandemia, ma oltre il 70% dei nuclei si attende per il 2021 un reddito in linea con il 2020.
I consumi degli italiani ad aprile erano ancora fortemente condizionati dalla pandemia con l’80 delle famiglie che avevano ridotto le spese per servizi di alberghi, bar e ristoranti e di aver fatto meno frequentemente acquisti in negozi di abbigliamento rispetto al periodo precedente la pandemia; sette famiglie su dieci riportano una minore spesa per i servizi di cura della persona.
Si sottolinea come la contrazione interessa anche i nuclei che arrivano con facilità alla fine del mese, per i quali pesano soprattutto le misure di contenimento ancora in vigore al momento dell’intervista e la paura del contagio.
I comportamenti di consumo degli italiani restano però condizionati dall’emergenza sanitaria anche per le intenzioni di consumo: ad aprile oltre i due terzi delle famiglie dichiaravano che avrebbero mantenuto invariate le spese per beni non durevoli e servizi nei successivi tre mesi, un quarto le avrebbe ridotte Il saldo negativo tra risposte in aumento e in diminuzione è più pronunciato per i nuclei che tra marzo e aprile hanno percepito un reddito più basso rispetto a prima della pandemia e che hanno più difficoltà a fronteggiare le spese mensili; il calo dei consumi riguarderebbe però anche parte di coloro che si aspettano un incremento di reddito nel 2021. Nelle valutazioni delle famiglie, le aspettative di consumo dipendono anche dal successo della campagna vaccinale, che per un terzo dei nuclei in aprile stava procedendo meglio o in linea rispetto alle attese.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Ricciardi, per la scuola in presenza serve la mascherina
Test salivari importanti per screening ma molecolari più sicuri
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 settembre 2021
11:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La mascherina a scuola andrà tenuta ancora, “perché anche i vaccinati, in misura molto minore e senza conseguenze gravi, possono comunque trasmettere l’infezione. E’ opportuno che all’interno degli ambienti affollati vengano rispettati i parametri della distanza e delle mascherine per salvaguardare la possibilità di fare scuola in presenza”.
A dirlo è Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute, ospite di Morning news su Canale 5.
E sempre riguardo le scuole, Ricciardi ha sottolineato come i “test salivari e quelli antigenici rapidi sono ottimi per screening prioritari, ma non hanno una sensibilità del 100%, perché ci sono ancora falsi negativi – precisa – Per gli screening nelle scuole su grandi numeri vanno bene, ma per gli accertamenti diagnostici servono i tamponi molecolari. I test salivari non sono strategia di accertamento diagnostico, ma uno strumento importante”.
Per quanto riguarda il vaccino per i bambini sotto i 12 anni, l’esperto ha reso noto come “proprio in questi giorni siano stati presentati dei dossier sulle sperimentazioni nei bambini tra 5 e 11 anni, che sono andati molto bene. Siamo fiduciosi – conclude – dell’approvazione da parte dell’Fda e l’Ema entro l’anno, e magari che si possa cominciare a vaccinarli dall’inizio dell’anno prossimo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: maggioranza ritira emendamenti, niente fiducia
Tutti i partiti della maggioranza, compresa la Lega, hanno ritirato gli emendamenti al decreto legge
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 settembre 2021
11:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tutti i partiti della maggioranza, compresa la Lega, hanno ritirato gli emendamenti al dl green pass all’esame dell’Aula della Camera. Lo rendono noto fonti parlamentari spiegando che a questo punto il governo non porrà la fiducia.
“Se ci sono emendamenti che noi condividiamo da chiunque arrivino noi li sosteniamo”.
Così il leader della Lega Matteo Salvini, parlando del dl Green Pass, risponde ai cronisti che gli chiedono se la Lega, che ha ritirato gli emendamenti in Aula, sia pronta a votare le proposte di modifica presentate da FdI. “Sulla base di quante nostre proposte saranno accolte valuteremo di conseguenza, ma non è mai stata in discussione la nostra fiducia al governo e a Draghi. Se ci bocciano le nostre proposte voteremo contro. Il Parlamento è fatto per parlare e per discutere. Borghi? La Lega decide unitariamente”, conclude.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaticano: Chiesa affronti sua mancanza fede e la corruzione
Documento preparatorio all’Assemblea del Sinodo dei vescovi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
07 settembre 2021
11:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Chiesa deve accompagnare le persone nelle sofferenze causate dalla pandemia e dalla povertà ma “non possiamo nasconderci che la Chiesa stessa deve affrontare la mancanza di fede e la corruzione anche al suo interno”. E’ quanto si legge nel Documento Preparatorio della XVI Assemblea generale ordinaria del Sinodo dei Vescovi il cui processo comincerà ad ottobre e durerà due anni.
“In particolare non possiamo dimenticare – sottolinea il documento del Vaticano – la sofferenza vissuta da minori e persone vulnerabili a causa di abusi sessuali, di potere e di coscienza commessi da un numero notevole di chierici e persone consacrate”. “Per troppo tempo quello delle vittime è stato un grido che la Chiesa non ha saputo ascoltare a sufficienza. Si tratta di ferite profonde che difficilmente si rimarginano, per le quali non si chiederà mai abbastanza perdono e che costituiscono ostacoli, talvolta imponenti, a procedere nella direzione del ‘camminare insieme’. La Chiesa tutta è chiamata a fare i conti con il peso di una cultura impregnata di clericalismo”.
Il Sinodo è un invito a “camminare insieme” all’interno della Chiesa m anche con “l’intera famiglia umana”. Non deve produrre documenti ma “far germogliare sogni”.
Infine il Documento preparatorio ricorda che i vescovi sono gli “autentici custodi, interpreti e testimoni della fede di tutta la Chiesa” e “non temano perciò di porsi all’ascolto del Gregge loro affidato” ma “la consultazione del Popolo di Dio non comporta l’assunzione all’interno della Chiesa dei dinamismi della democrazia imperniati sul principio di maggioranza”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Chiesa deve accompagnare le persone nelle sofferenze causate dalla pandemia e dalla povertà ma “non possiamo nasconderci che la Chiesa stessa deve affrontare la mancanza di fede e la corruzione anche al suo interno”. È quanto si legge nel Documento preparatorio della XVI Assemblea generale ordinaria del Sinodo dei Vescovi il cui processo comincerà ad ottobre e durerà due anni.
“In particolare non possiamo dimenticare – sottolinea il documento del Vaticano – la sofferenza vissuta da minori e persone vulnerabili a causa di abusi sessuali, di potere e di coscienza commessi da un numero notevole di chierici e persone consacrate”.
“Per troppo tempo quello delle vittime è stato un grido che la Chiesa non ha saputo ascoltare a sufficienza. Si tratta di ferite profonde che difficilmente si rimarginano, per le quali non si chiederà mai abbastanza perdono e che costituiscono ostacoli, talvolta imponenti, a procedere nella direzione del ‘camminare insieme’. La Chiesa tutta è chiamata a fare i conti con il peso di una cultura impregnata di clericalismo”. Il Sinodo è un invito a “camminare insieme” all’interno della Chiesa ma anche con “l’intera famiglia umana”. Non deve produrre documenti ma “far germogliare sogni”. Infine il Documento preparatorio ricorda che i vescovi sono gli “autentici custodi, interpreti e testimoni della fede di tutta la Chiesa” e “non temano perciò di porsi all’ascolto del Gregge loro affidato” ma “la consultazione del Popolo di Dio non comporta l’assunzione all’interno della Chiesa dei dinamismi della democrazia imperniati sul principio di maggioranza”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Figliuolo, raggiunto l’80% delle prime somministrazioni
‘Preoccupati per un milione e 800mila 50enni non vaccinati’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 settembre 2021
23:14
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi è un bel giorno perchè abbiamo appena raggiunto e di poco superato l’80% delle prime inoculazioni: è un traguardo importante perchè ci dice che fine settembre raggiungeremo 80% di platea interamente vaccinata ovvero 43milioni e 200mila cittadini dai 12 anni in su che completeranno la scheda vaccinale”. Lo ha detto il commissario per l’emergenza Covid Figliuolo in visita all’hub vaccinale Amazon a Passo Corese.
“C’è preoccupazione su quel milione e 800mila cittadini tra i 50-59 anni non ancora vaccinato e anche se abbiamo raggiunto l’82% delle prime inoculazioni questo potrebbe non bastare: il mio appello è a queste persone anche se c’è stata una ripresa della campagna vaccinale negli ultimi giorni con oltre 10mila prime inoculazioni al giorno per questa fascia età”, ha detto il Commissario per l’emergenza, aggiumgendo: “Si partirà con la terza dose a settembre per gli immunocompromessi, una platea di tre milioni di persone, poi a seguire si andrà sugli anziani e sui sanitari e poi vedremo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bianchi,se niente mascherine presidi non saranno abbandonati
Ragioniamo su linee guida,accompagneremo i dirigenti in gestione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 settembre 2021
12:33
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per quanto riguarda l’abbassamento delle mascherine nelle classi con i ragazzi tutti vaccinati, il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, parlando oggi in commissione Istruzione alla Camera, ha ricordato che la possibilità è stata prevista nel decreto legge del 6 agosto scorso sulle misure urgenti per il rientro a scuola, “stiamo ragionando sulle linee guida, quando sarà l’ora accompagneremo il preside nella gestione di queste situazioni, nessun dirigente scolastico sarà abbandonato”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Figliuolo all’hub Amazon, l’Italia che fa squadra vince
Dal 2/7 attivo per immunizzare cittadini, dipendenti e fornitori
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 settembre 2021
12:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’Italia che fa squadra vince”. Il generale Francesco Paolo Figliuolo, Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, ha sottolineato così il valore della sinergia pubblico-privato che nel centro di distribuzione Amazon a Passo Corese ha dato vita a un hub vaccinale della Asl di Rieti entrato in attività il 2 luglio, 250 metri quadri concessi in uso gratuito dall’azienda, che si è occupata anche degli allestimenti.

“Fin da subito abbiamo accolto con grande entusiasmo questo progetto che rappresenta per noi, non solo un ulteriore modo per prenderci cura dei nostri dipendenti, ma anche un supporto concreto al territorio”, ha sottolineato Salvatore Schembri Volpe, ad di Amazon Italia Logistica, durante la visita di Figliuolo al centro vaccinale, pensato per somministrare le dosi ai cittadini residenti nel Lazio oltre che ai dipendenti e al personale dei fornitori dell’azienda di commercio elettronico.
Il commissario ha elogiato la “sinergia tra privato, con una azienda internazionale come Amazon, e pubblico, con la Regione Lazio e l’Asl di Rieti che, con tanto spirito d’iniziativa ed entusiasmo, sta conducendo la campagna vaccinale nella provincia di Rieti dove oggi abbiamo registrato il superamento dell’80% di popolazione che ha concluso il ciclo”. “Stiamo superando l’80% di popolazione del Lazio che ha concluso il ciclo vaccinale. Se oggi abbiamo raggiunto questi risultati che ci consentono di poter restituire normalità alle nostre vite, lo dobbiamo anche a iniziative valide e meritevoli da parte dei privati”, ha notato a sua volta Alessio D’Amato, assessore regionale alla Sanità.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Afghanistan: Di Maio, rischio di flussi migratori più ampi
‘Al momento situazione sotto controllo ma timori per inverno’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 settembre 2021
12:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“In Pakistan, dove abbiamo istituito in Ambasciata una situation room per la gestione dei profughi afghani, ho tenuto a visitare la frontiera con l’Afghanistan, a Torkham. Dai sopralluoghi che ho svolto e come mi hanno confermato gli interlocutori della cooperazione allo sviluppo sul campo, almeno per il momento, dal punto di vista dei flussi migratori la situazione rimane sotto controllo, ma il rischio è che la crisi economica e alimentare, anche in vista dell’inverno, possa innescare flussi più ampi”.
Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio nell’informativa sull’Afghanistan al Senato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“In Pakistan, dove abbiamo istituito in Ambasciata una situation room per la gestione dei profughi afghani, ho tenuto a visitare la frontiera con l’Afghanistan, a Torkham. Dai sopralluoghi che ho svolto e come mi hanno confermato gli interlocutori della cooperazione allo sviluppo sul campo, almeno per il momento, dal punto di vista dei flussi migratori la situazione rimane sotto controllo, ma il rischio è che la crisi economica e alimentare, anche in vista dell’inverno, possa innescare flussi più ampi”.
Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio nell’informativa sull’Afghanistan al Senato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio, valutiamo presenza congiunta a Kabul con partner
Dopo trasferimento delle rappresentanze diplomatiche in Qatar
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 settembre 2021
12:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Con i Paesi dell’area e con i nostri partner che hanno già dislocato in Qatar i propri punti di rappresentanza competenti per l’Afghanistan, stiamo riflettendo sulla creazione di una presenza congiunta in Afghanistan – un nucleo formato da funzionari di più Paesi sotto l’ombrello dell’Unione Europea o, eventualmente, delle Nazioni Unite – con funzioni prevalentemente consolari e che serva da punto di contatto immediato. Si tratterebbe di una soluzione innovativa, per la quale sarà necessario un efficace coordinamento preventivo”.
Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio nell’informativa sull’Afghanistan al Senato.   MONDO

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Green pass: Salvini, Lega pronta a valutare emendamenti FdI
Qualora proposte siano condivisibili
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 settembre 2021
12:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Se ci sono emendamenti che noi condividiamo da chiunque arrivino noi li sosteniamo”. Così il leader della Lega Matteo Salvini, parlando del dl Green Pass, risponde ai cronisti che gli chiedono se la Lega, che ha ritirato gli emendamenti in Aula, sia pronta a votare le proposte di modifica presentate da FdI.

“Sulla base di quante nostre proposte saranno accolte valuteremo di conseguenza, ma non è mai stata in discussione la nostra fiducia al governo e a Draghi. Se ci bocciano le nostre proposte voteremo contro. Il Parlamento è fatto per parlare e per discutere. Borghi? La Lega decide unitariamente”, conclude.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ruby ter: difesa Cav, rinvio per salute
Depositata istanza di legittimo impedimento
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 settembre 2021
13:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Silvio Berlusconi, tramite la sua difesa, ha depositato una richiesta di rinvio per motivi di salute dell’udienza in calendario per domani del processo Ruby ter. L’istanza di legittimo impedimento sarà valutata dai giudici della settima sezione penale, presieduti da Marco Tremolada.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Roma punta sulla sponda cinese per un G20 sull’Afghanistan
Di Maio chiude missione in Pakistan
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
07 settembre 2021
13:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo l’apertura di Vladimir Putin è alla sponda della Cina che il governo italiano punta per poter organizzare quel G20 straordinario sull’Afghanistan che, per il premier Mario Draghi e il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, continua ad essere necessario. L’idea di Draghi e del governo italiano resta quello di mettere in campo il più possibile un approccio multilaterale alla questione. Non è facile ma a Palazzo Chigi  c’è un prudente ottimismo sulla possibilità di organizzare l’incontro. Si tratterebbe, chiaramente, di un vertice in videocall.
Che potrebbe tenersi solo dopo l’Assemblea Generale dell’Onu.
“Stiamo lavorando alla convocazione di un G20 straordinario sull’Afghanistan che cercherà di mettere insieme attorno a un tavolo le più grandi potenze mondiali per decidere insieme come aiutare questo popolo”, ha sottolineato Di Maio dal Pakistan, tappa finale della sua missione nei Paesi limitrofi all’Afghanistan. Ed è un concetto che Draghi potrebbe recapitare a Xi. Da un punto di vista diplomatico il momento resta delicato anche perché, finora, le grandi potenze mondiali si sono mosse in ordine sparso. Ma l’idea dell’Italia è che per evitare una crisi umanitaria in Afghanistan e per far fronte al possibile rischio di un escalation terroristica ci sia bisogno di tutti: dagli Usa alla Russia, dalla Cina ai Paesi dell’Asia Centrale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
È su questo binario che Di Maio ha impostato la sua missione in Uzbekistan, Tagikistan, Qatar e Pakistan. “Il grande problema ci sarà nei prossimi mesi se non aiuteremo il popolo afghano. La crisi alimentare e la crisi economica potrebbero scatenare flussi migratori significativi ed è per questo che l’Italia ha elaborato un piano per gli afghani e stiamo spingendo in tutti contesti per aiutare ad evitare una crisi umanitaria”, ha spiegato il titolare della Farnesina. Di Maio, dopo aver fatto tappa ad Islamabad, ha visitato in giornata anche la frontiera di Torkham, tra Pakistan e Afghanistan. “Lavoreremo con il Pakistan e con gli altri Paesi confinanti per costruire una strategia comune”, ha insistito. Strategia comune che tra l’Occidente e il nuovo governo Talebano al momento resta lontanissima. E mentre le prossime mosse di Washington appaiono ancora un’incognita, un sì di Pechino al G20 straordinario potrebbe sbloccare, nei prossimi giorni, lo stallo sul vertice voluto dalla presidenza italiana.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Rapporto Coop 2021, 9 su 10 orgogliosi di essere italiani
7 su 10 “pensano positivo”; per 41% nuova fiducia nel prossimo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 settembre 2021
14:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Quasi 9 italiani su 10 sono orgogliosi di esserlo e le ricerche associate alla parola Italia on line sono cresciute a luglio 2021 di un +211%. Lo ha messo in luce il “Rapporto Coop 2021-Economia, consumi e stili di vita degli italiani di oggi e di domani”, parte integrante di italiani.coop, il portale di ricerca e analisi sulla vita quotidiana degli italiani.

Secondo il rapporto, per quasi 7 italiani su 10, il nuovo mood del post pandemia è “io penso positivo”, soprattutto per la maggiore consapevolezza rispetto alle “cose importanti della vita” (45% degli intervistati). Inoltre, per il 41% degli intervistati (rispetto al 19% di quattro anni fa), torna la fiducia nel prossimo, a partire dalla famiglia e dagli affetti più stretti. Inoltre, nel rinnovato clima di benevolenza vengono assorbite con più elasticità anche le differenze. Così gli italiani si definiscono pro eutanasia e aborto, accoglienti con i rifugiati e tra i più LGBT+ friendly del continente. E pur posizionandosi tra gli ultimi Paesi in Europa quanto a parità di genere, il 42% degli italiani mostra consapevolezza di questo triste primato.
Sono proprio le donne ad essere le più convinte delle proprie capacità (già oggi sono più istruite degli uomini) e ritengono di essere la prima potenzialità inespressa di cui dovrebbe approfittare il Paese per il suo rilancio (tra gli italiani lo sostiene il 42% delle donne contro un ben più modesto 18% di uomini).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Afghanistan: Guerini, pronti ad altre evacuazioni
Avevo segnalato necessità restare oltre scadenza prevista da Usa
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 settembre 2021
14:22
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“C’è rammarico e forte preoccupazione per chi non è riuscito a partire dall’Afghanistan e la Difesa offre piena disponibilità per eventuali ulteriori operazioni di evacuazione dal Paese”. Così il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, nella sua informativa sull’Afghanistan in Aula al Senato.
Guerini ha poi ricordato di aver rappresentato nella Ministeriale Nato del febbraio scorso “la necessità di valutare la conferma della presenza delle forze dell’Alleanza anche oltre la scadenza dell’1 maggio, prevista dagli accordi stipulati dagli Usa”. Già allora, ha spiegato, “il raggiungimento delle condizioni politiche e di sicurezza previste dall’accordo appariva lontano dell’essere soddisfatto, visto lo stallo dei colloqui di pace, l’aumento degli attacchi alle forze di sicurezza afgane e gli assassini mirati di rappresentanti delle istituzioni”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Xi a Draghi, Italia svolga ruolo attivo su legami Cina-Ue
Colloquio telefonico tra il presidente e il premier
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
07 settembre 2021
15:14
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Cina auspica che l’Italia svolga un ruolo attivo nel promuovere “lo sviluppo sano e stabile delle relazioni Cina-Ue”. E’ quanto ha detto il presidente Xi Jinping nel colloquio telefonico avuto oggi con il premier italiano Mario Draghi, nel resoconto del network statale Cctv.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Cina auspica che l’Italia svolga un ruolo attivo nel promuovere “lo sviluppo sano e stabile delle relazioni Cina-Ue”. E’ quanto ha detto il presidente Xi Jinping nel colloquio telefonico avuto oggi con il premier italiano Mario Draghi, nel resoconto del network statale Cctv. La Cina “apprezza la promozione attiva dell’Italia della cooperazione globale in materia di salute pubblica e cooperazione economica”, quale presidente di turno del G20 e assicura il suo sostegno per la riuscita del summit di Roma di ottobre: la lotta globale al Covid-19 e la ripresa dell’economia mondiale sono “in una fase critica”.
Il presidente Xi Jinping, nel colloquio telefonico odeirno con il premier Mario Draghi, ha detto che “in quanto piattaforma principale per la cooperazione economica internazionale, il G20 dovrebbe aderire al vero multilateralismo e promuovere lo spirito di solidarietà e cooperazione contro la pandemia”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha avuto questa mattina una conversazione telefonica con il Presidente della Repubblica Popolare Cinese, Xi Jinping.
La discussione si è concentrata principalmente sugli ultimi sviluppi della crisi afghana e sui possibili fori di cooperazione internazionale per farvi fronte, ivi compreso il G20. Il Presidente Draghi e il Presidente Xi hanno discusso anche della collaborazione tra i due Paesi sia in vista del Summit di Roma sia sul piano bilaterale.
La Cina auspica che l’Italia svolga un ruolo attivo nel promuovere “lo sviluppo sano e stabile delle relazioni Cina-Ue”.
E’ quanto ha detto il presidente Xi Jinping nel colloquio telefonico avuto oggi con il premier italiano Mario Draghi, nel resoconto del network statale Cctv.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass esteso, verso dl unico per Pa e privati
Il testo dovrebbe andare in Cdm giovedì prossimo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 settembre 2021
16:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dovrebbe giungere sul tavolo del cdm giovedì prossimo, dopo la Cabina di Regia, un decreto legge, composto di un solo articolo, che dovrebbe prevedere l’estensione del green pass ai dipendenti della P.a e del settore privato. Lo prevedono fonti ministeriali vicine al dossier.
Si starebbe decidendo in queste ore.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: appello con ortodossi e anglicani per il clima
Prima volta documento congiunto Bartolomeo e Welby per Cop26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
07 settembre 2021
16:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per la prima volta, i leader della Chiesa cattolica romana, la Chiesa ortodossa orientale e la Comunione anglicana hanno lanciato un appello congiunto per la sostenibilità ambientale, il suo impatto sulla povertà e l’importanza della cooperazione globale. Papa Francesco, il Patriarca ecumenico Bartolomeo e l’arcivescovo di Canterbury Justin Welby esortano a fare ciascuno la propria parte nello “scegliere la vita” per il futuro del pianeta.
I leader cristiani invitano le persone a pregare per i leader mondiali in vista della Cop26 di novembre: “Qualunque sia la fede o visione del mondo, ascoltiamo il grido della terra”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Elemosiniere del Papa dona 15mila gelati a detenuti
In estate anche gite al mare per senzatetto e aiuti per Covid
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
07 settembre 2021
16:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Nei mesi estivi, l’Elemosineria Apostolica non è andata in vacanza”. Lo comunica lo stesso ‘braccio della carità’ del Papa.
In questi giorni l’Elemosiniere, il cardinale Konrad Krajewski, ha consegnato 15.000 gelati ai detenuti del carcere di Regina Coeli e a quelli di Rebibbia. Poi “come ogni anno, piccoli gruppi di persone senza fissa dimora, oppure ospitati nei dormitori, sono stati portati al mare o al lago, presso Castel Gandolfo, per un pomeriggio di relax e una cena in pizzeria”. Donati anche strumenti per affrontare il Covid nei Paesi più poveri.
“Non sono state certamente dimenticate – comunica in una nota l’Elemosineria apostolica – neanche le popolazioni più povere di altre nazioni, le quali, attraverso la segnalazione e la mediazione dei Nunzi Apostolici, ricevono farmaci, respiratori polmonari e materiale sanitario spediti direttamente dal Vaticano mediante il corriere diplomatico della Santa Sede”. Ad agosto è stato acquistato un tomografo per il Madagascar, del valore di circa 600.000 dollari, ed è stata conclusa la preparazione di ambulatori medici, ristrutturati o costruiti di nuovo, per quasi 2.000.000 di euro, in tre Paesi tra i più poveri dell’Africa. “Le opere di misericordia, corporale e spirituale, le troviamo nel Vangelo” e “se valgono per ogni cristiano, sono indicazioni ancora più preziose per regolare anche tutto l’agire dell’Ufficio caritativo del Santo Padre”, conclude la nota.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
G20: Xi a Draghi, sostegno per successo del summit di Roma
Colloquio telefonico con il premier
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
07 settembre 2021
16:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Cina “apprezza la promozione attiva dell’Italia della cooperazione globale in materia di salute pubblica e cooperazione economica”, quale presidente di turno del G20 e assicura il suo sostegno per la riuscita del summit di Roma di ottobre: la lotta globale al Covid-19 e la ripresa dell’economia mondiale sono “in una fase critica”. Il presidente Xi Jinping, nel colloquio telefonico odierno con il premier Mario Draghi, ha detto che “in quanto piattaforma principale per la cooperazione economica internazionale, il G20 dovrebbe aderire al vero multilateralismo e promuovere lo spirito di solidarietà e cooperazione contro la pandemia”.

Xi ha auspicato un lavoro più stretto per affrontare insieme le sfide comuni come il ripristino dell’economia globale e uno sviluppo che sia inclusivo e sostenibile.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: La Lega vota ancora con Fdi, tensione alla Camera
Letta: ‘Il Carroccio ha superato ampiamente il limite’. Conte: “Obbligo extrema ratio, non lo escludiamo”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
19:38
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Resta alta la tensione nella maggioranza mentre in Aula è in discussione il dl Covid.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Lega ha votato a più riprese emendamenti con FdI, con il parere contrario del governo.
“Abbiamo scelto di votare tre emendamenti qualificanti, per concentrare su di essi tutta l’attenzione”, ha detto nell’Aula della Camera Claudio Borghi della Lega durante le votazioni sul dl Covid che contiene le norme sul green pass. Ieri, a scrutinio segreto, i deputati della Lega han votato a favore di un emendamento di Fdi al testo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ un partito inaffidabile per il governo, chiediamo chiarezza”, attacca il segretario del Pd Enrico Letta.
La tensione, complice anche il voto delle amministrative ormai alle porte, è destinata a crescere rischiando di rallentare il percorso sulle riforme indirizzato dal presidente del Consiglio.
“Noi – dice ancora Letta – abbiamo un partito di maggioranza, la Lega, che pensa di poter fare tutto e il contrario di tutto. Di essere al governo, all’opposizione e di strizzare l’occhio al popolo no vax. Io credo ci sia un limite e questo limite per quanto mi riguarda è già stato ampiamente superato”. “Una forza di maggioranza deve votare con la maggioranza di governo – ha aggiunto – mentre la Lega ha votato contro Draghi e sta votando contro Draghi”. Per Letta, “siccome noi difendiamo Draghi, il governo e siamo corretti, crediamo che questo limite sia stato ampiamente superato”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Con Salvini e Meloni sempre più uniti bisogna che dall’altra parte ci sia una larga coalizione”, aggiunge a margine di un’iniziativa elettorale per le suppletive di ottobre.
Sul Green pass, “la Lega chiarisca la sua posizione perché su questo non si può scherzare”: a chiederlo è il presidente del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte. “Nel giro di poche settimane la Lega ha adottato tre posizioni differenti, approvazione in Cdm, astensione e voto contrario in commissione e aula”. Una richiesta “senza polemiche perché l’interesse e il bene comune vien prima di tutto”. “Fdi – ha aggiunto – ha fatto un’altra scelta non si è voluta assumere la responsabilità della salvezza del Paese quindi può dire tutto e il contrario di tutto, ma la Lega che ha assunto una responsabilità deve essere conseguente”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia non parteciperà alla conferenza di Durban
‘In linea con altri Paesi occidentali’. Rischi di antisemitismo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 settembre 2021
17:14
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A quanto si apprende da fonti diplomatiche, nemmeno l’Italia parteciperà alla prossima Conferenza Mondiale Contro il Razzismo di Durban che si svolgerà a settembre a New York, in linea con altri Paesi occidentali.
Nei mesi scorsi erano emerse polemiche per il fatto che la nuova conferenza intergovernativa dell’Unesco rischia di trasformarsi in una nuova conferenza antisemita e anti israeliana.
Nella Conferenza svoltasi nel 2001 in Sudafrica Israele venne definito uno “stato razzista e di apartheid”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia non parteciperà alla Conferenza mondiale contro il Razzismo che si svolgerà il 22 settembre a New York a margine dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Un appuntamento che, a 20 anni dalla prima edizione del 2001, sarà disertato da molti Paesi occidentali dopo le polemiche dei mesi scorsi sul fatto che la conferenza intergovernativa dell’Unesco rischia di trasformarsi in un vertice antisemita e anti israeliano come già avvenuto negli appuntamenti precedenti.

I Paesi che hanno già deciso per il boicottaggio, oltre all’Italia, sono Usa, Canada, Australia, Regno Unito, Francia, Germania, Austria, Olanda, Ungheria, Repubblica Ceca e ovviamente Israele. Tutti Paesi che hanno già boicottato l’edizione del 2011, a New York, e molti di quelli che hanno disertato anche quella del 2009 a Ginevra.
Una vita travagliata, quella della Conferenza, che ebbe inizio nel 2001, quando nel primo appuntamento appunto a Durban, in Sudafrica, Israele venne definito uno “stato razzista e di apartheid” e la Conferenza si trasformò in un atto d’accusa contro lo Stato ebraico con la distribuzione, tra l’altro, di materiali antisemiti come I protocolli dei Savi di Sion.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La situazione si ripeté nel 2009 con uno show anti-israeliano dell’allora presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad, unico leader a salire sul palco. In quell’occasione, che venne boicottata dall’Italia, l’Unione europea si spaccò con l’uscita dalla sala dei 23 ministri dell’Ue presenti. Rimase invece la Francia, rappresentata però solo a livello di ambasciatore, per “far sentire un’altra voce, quella della tolleranza e della responsabilità”.
Nel 2011 l’Italia confermò il boicottaggio delle celebrazioni del decennale di Durban perché, nelle parole dell’allora ministro degli Esteri Franco Frattini, “non esistono le condizioni minime per partecipare all’evento”. E anche Parigi si sfilò: una posizione riconfermata dal presidente Emmanuel Macron che a metà agosto ha ribadito l’assenza dalla Conferenza della Francia, scioccata peraltro dalle manifestazioni no-vax che hanno paragonato il pass sanitario alla Shoah. “La Francia continuerà a lottare contro ogni forma di razzismo e veglierà affinché la conferenza di Durban si svolga nel rispetto dei princìpi fondatori delle Nazioni Unite”, ha precisato l’Eliseo in una nota a metà agosto.
“La Conferenza di Durban è stata usata e continua ad essere usata per promuovere atteggiamenti anti-israeliani e antisemiti”, ha sintetizzato il portavoce del ministero degli Esteri canadese, Grantly Franklin, annunciando la non partecipazione del suo Paese. Non si sono ancora espressi, invece, Stati come Bulgaria, Nuova Zelanda e Polonia, che non furono presenti nel 2011.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ita: quasi 30mila in corsa per assunzione
Circa 7.200 gli ex di Alitalia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 settembre 2021
17:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono quasi 30mila i candidati per l’assunzione da parte di Ita e di questi circa 7.200 sono dipendenti provenienti da Alitalia. Lo annuncia Ita in un comunicato nel quale fa il punto sui dati finali della campagna di raccolta di candidature tramite il portale attivato nei giorni scorsi.

Alla mezzanotte – comunica la nuova compagnia – le candidature ricevute erano complessivamente 29.451. Di queste, 2.760 per i ruoli di comandati e piloti (1.298 provenienti da Alitalia in Amministrazione Straordinaria), 8.097 per assistenti di volo (3.311 provenienti da Alitalia) e 18.594 per il personale di staff (2.601 provenienti da Alitalia).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
G20: Xi a Draghi, sostegno per successo del summit di Roma
Colloquio telefonico con il premier
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
07 settembre 2021
18:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha avuto questa mattina una conversazione telefonica con il Presidente della Repubblica Popolare Cinese, Xi Jinping. La discussione si è concentrata principalmente sugli ultimi sviluppi della crisi afghana e sui possibili fori di cooperazione internazionale per farvi fronte, ivi compreso il G20.
Il Presidente Draghi e il Presidente Xi hanno discusso anche della collaborazione tra i due Paesi sia in vista del Summit di Roma, sia sul piano bilaterale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Exor: semestre torna in utile, consolidato a 838 milioni
Migliora la posizione finanziaria della holding degli Agnelli
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
07 settembre 2021
19:41
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Exor, la holding del gruppo Agnelli presieduta da John Elkann, ha chiuso il primo semestre 2021 con un risultato positivo: l’utile consolidato è pari a 838 milioni di euro a fronte di una perdita di 1,3 miliardi di euro nell’analogo periodo dell’anno scorso. Il valore degli asset (Nav) ammonta a 32,15 miliardi di dollari rispetto ai 29,5 miliardi del 31 dicembre 2020.
La posizione finanziaria netta consolidata, pari al 30 giugno 2021 a -3,12 miliardi di euro, migliora di 122 milioni rispetto ai -3,25 miliardi del 31 dicembre 2020.   PIEMONTE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Vaccini: Cgil, governo si assuma responsabilità su obbligo
Green pass non può diventare uno strumento per licenziare
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 settembre 2021
19:53
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Governo e il Parlamento si assumano la responsabilità politica di prevedere l’obbligo vaccinale per tutti i cittadini e le cittadine, obbligo previsto allo stato solo per il personale sanitario”. E’ quanto chiede il Comitato direttivo della Cgil, nell’ordine del giorno approvato al termine della riunione, aggiungendo per questo di considerare “necessario che vengano superate le contraddizioni nel Governo, sinora emerse” per determinare “un quadro normativo che assolva l’obiettivo di generalizzare la vaccinazione, evitando di produrre nei fatti divisioni nei luoghi di lavoro”.
L’obiettivo da realizzare, rimarca, deve essere “vaccinare, non licenziare”.
“Non abbiamo nulla in via di principio contro il Green pass, che consideriamo uno strumento importante e condivisibile, da adottarsi per via normativa, ma che rischia in questa fase di diventare alternativo all’obbligo vaccinale” che invece è la “scelta netta da compiere in applicazione della nostra Carta Costituzionale”, rimarca. In ogni caso il Green pass, sottolinea il parlamentino della Cgil, “non può diventare uno strumento per sanzionare o licenziare lavoratori/trici o limitare il riconoscimento di diritti contrattuali come l’accesso al servizio mensa”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ruby ter, Silvio Berlusconi sarà sottoposto a perizia medica sulle sue condizioni
La pm: ‘E’ vecchio, ma il processo si deve fare. Il quadro descritto non così grave da costringerci a un altro rinvio’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 settembre 2021
15:18
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Serve una perizia medico legale sulle condizione di salute di Silvio Berlusconi per “poter prendere una decisione motivata e ragionata” sul processo Ruby ter. Lo ha deciso il collegio della settima sezione penale di Milano presieduto da Marco Tremolada.
Il processo è stato rinviato al 15 settembre per conferire l’incarico ai periti. “Noi vorremmo indicare un cardiologo e uno psichiatra” come periti, ha spiegato alle parti il presidente Tremolada. Per i giudici è “indispensabile un accertamento peritale tecnico per poter prendere una decisione motivata e ragionata, allo stato non adottabile” seguendo solo le “massime di esperienza”. Da qui il rinvio del processo al 15 settembre nel pomeriggio per il conferimento dell’incarico a un “collegio peritale”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Quello di Silvio Berlusconi è un “quadro di malattia di vecchiaia, costellato da patologie compatibili con la vecchiaia, il quadro di uomo vecchio che nel corso della sua vita ha avuto tante patologie, un uomo molto vecchio, ripeto, con tante piccole fastidiose patologie”, ma che “se non fosse supportato da una serie di medici infinita e di avvocati sarebbe qui a farsi il processo”. Lo ha detto il procuratore aggiunto Tiziana Siciliano nel processo milanese sul caso Ruby ter spiegando che, anche sulla base delle relazioni mediche presentate dalla difesa, “questo quadro” non è “tale da costringere 50 persone a rinviare” il processo. Nel suo lungo intervento l’aggiunto Siciliano ha spiegato che la Procura “si è fidata” delle precedenti relazioni mediche, quelle depositate dalla difesa a fine maggio e che avevano portato ad un rinvio del processo di tre mesi e mezzo, che descrivevano pure una “gravissima situazione psicologica” legata ad una “patologia depressiva”. Poi, però, ha aggiunto, “è arrivata l’estate” e “con la soddisfazione di un essere umano che guarda un altro essere umano stare meglio, l’abbiamo visto migliorare”. In pratica, per i pm se la “condizione clinica” indicata nelle relazioni presentate dalla difesa a maggio era “estremamente seria”, tanto che “ci aveva fatto chiedere la separazione delle posizioni processuali”, quella che emerge dalle ultime certificazioni non è così grave. In questa “grande consulenza”, ossia quella del pool di medici che segue Berlusconi, tra cui anche uno psichiatra e un neuropsicologo, “c’è un convitato di pietra, ossia quella che è la condizione invalidante” tale da portare ad un rinvio del processo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E, dopo aver elencato una per una tutte le patologie di cui soffre il Cavaliere, tra cui la “fibrillazione atriale” ma anche “gotta e diabete”, e gli interventi subiti negli anni e dopo aver ripetuto che è “il quadro di un uomo vecchio con patologie di vecchiaia”, Siciliano ha chiarito che alla difesa è stato anche prospettata la possibilità che l’ex premier si collegasse “da remoto da casa” per le udienze, ma “tutte queste nostre proposte sono state respinte”. E ancora: “Berlusconi può fruire delle migliori cure che la nostra medicina può offrire”. Poco prima l’avvocato Cecconi illustrando l’istanza di rinvio aveva chiarito che nel “periodo estivo” c’era stato un “moderato miglioramento del quadro clinico e psichico rappresentato ad aprile”, ma poi ci sono stati “importanti episodi di recrudescenza su una serie di situazioni, su un quadro di ‘long covid’ aggravato da patologie esistenti e in parte sopravvenute”, soprattutto negli ultimi “20 giorni”. E ha chiarito che nelle relazioni “non viene indicato un termine ragionevole entro il quale poter avere un possibile miglioramento delle condizioni di salute”. Ora i giudici sono in camera di consiglio per decidere se accogliere o meno l’istanza di legittimo impedimento. Tra i testi previsti per oggi, in teoria, anche il ragioniere Giuseppe Spinelli
“C’è stato sicuramente un moderato miglioramento nel periodo estivo, che però invece negli ultimi tempi è stato al tempo stesso condizionato da diversi e importanti episodi soprattutto di fibrillazione atriale, che sono quelli che maggiormente preoccupano in termini proprio di stabilità delle condizioni generali, preoccupano i medici e inevitabilmente hanno ripercussioni sotto il profilo strettamente giuridico”. Così il legale Federico Cecconi ha descritto le condizioni di salute di Silvio Berlusconi prima dell’udienza del processo Ruby ter nella quale ha presentato una nuova istanza di legittimo impedimento. Silvio Berlusconi “continua a sostenere che questo è un processo per così dire grottesco dal suo punto di vista, dove la contestazione è basata su una sua generosità del tutto svincolata da quella che sono in realtà le ragioni ipotizzate” dall’accusa. “Ci sia ancora una “recrudescenza di questi episodi” di fibrillazione atriale cardiaca che sono quelli che più preoccupano il “pool” di medici che lo sta seguendo. Lo ha spiegato l’avvocato Federico Cecconi illustrando ai giudici del Ruby ter, sulla base delle relazioni mediche, l’istanza di legittimo impedimento, spiegando tra le altre cose che “tra il 30 agosto e l’1 settembre ha avuto vari episodi di fibrillazione, uno durato anche più di 9 ore”. E ha chiarito poi che, secondo i medici, non si può escludere la “cronicizzazione” di questi problemi di salute.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Commercio: Istat, a luglio vendite -0,4% mese,+6,7% anno
Crescita sul 2020 più forte nei piccoli negozi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
10:47
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A luglio 2021 si stima un calo congiunturale per le vendite al dettaglio (-0,4% in valore e -0,7% in volume). Lo rileva l’Istat sottolineando che su base tendenziale si registra un aumento del 6,7% in valore e dell’8,8% in volume.
Le vendite dei beni non alimentari su giugno diminuiscono (-0,6% in valore e -1,0% in volume), mentre quelle dei beni alimentari sono stazionarie in valore e in lieve calo in volume (-0,3%).Rispetto a luglio 2020, il valore delle vendite al dettaglio cresce in tutti i canali distributivi ma è maggiore nei piccoli negozi: nella grande distribuzione è del 5,6%, nelle imprese operanti su piccole superfici , +8,2%; per le vendite al di fuori dei negozi è 2,6% e per il commercio elettronico (+6,4%). E’ quanto emerge dai dati dell’Istat dove si sottolinea che la crescita è anche dovuta ai bassi livelli di luglio 2020.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A luglio 2021 si stima un calo congiunturale per le vendite al dettaglio (-0,4% in valore e -0,7% in volume). Lo rileva l’Istat sottolineando che su base tendenziale si registra un aumento del 6,7% in valore e dell’8,8% in volume.
Le vendite dei beni non alimentari su giugno diminuiscono (-0,6% in valore e -1,0% in volume), mentre quelle dei beni alimentari sono stazionarie in valore e in lieve calo in volume (-0,3%).Nel trimestre maggio-luglio 2021, in termini congiunturali, le vendite al dettaglio aumentano dello 0,5% in valore e dello 0,4% in volume. Sono in crescita le vendite dei beni non alimentari (+0,7% in valore e in volume), mentre restano sostanzialmente invariate quelle dei beni alimentari (+0,1% in valore e -0,1% in volume).
Su base tendenziale, a luglio 2021, le vendite al dettaglio aumentano del 6,7% in valore e dell’8,8% in volume. L’incremento riguarda sia le vendite dei beni alimentari (+4,4% in valore e +4,2% in volume) sia quelle dei beni non alimentari (+8,5% in valore e +12,3% in volume).
Tra i beni non alimentari, si registrano variazioni tendenziali positive per tutti i gruppi di prodotti. Gli aumenti maggiori riguardano Abbigliamento e pellicceria (+15,4%) e Calzature, articoli in cuoio e da viaggio (+12,0%), mentre gli incrementi più contenuti si hanno per Utensileria per la casa e ferramenta (+1,4%) e Dotazioni per l’informatica, telecomunicazioni, telefonia (+2,3%). Rispetto a luglio 2020, il valore delle vendite al dettaglio cresce in tutti i canali distributivi ma è maggiore nei piccoli negozi: nella grande distribuzione è del 5,6%, nelle imprese operanti su piccole superfici , +8,2%; per le vendite al di fuori dei negozi è 2,6% e per il commercio elettronico (+6,4%). E’ quanto emerge dai dati dell’Istat dove si sottolinea che la crescita è anche dovuta ai bassi livelli di luglio 2020.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass:Salvini, parlato con Draghi, nessuna estensione
Mi conforta
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 settembre 2021
11:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ho parlato con il presidente Draghi, non risulta nessuna estensione di green pass a tutti i lavoratori del pubblico e del privato, a differenza di quello che ho letto su qualche giornale e quindi questo mi conforta”.
Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, a margine della sua visita al Salone del Mobile nei padiglioni di Rho della Fiera di Milano.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Reddito: Conte, referendum vigliacco e immorale
Leader M5s su iniziativa Iv
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
11:54
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Credo che sia vigliacco e immorale chiedere un referendum su questa misura di civiltà”. Così il presidente M5s, Giuseppe Conte, ad Agorà su Rai3 parlando del reddito di cittadinanza.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass:Gelmini, posizione Lega non è ambigua
Ministro, maggioranza non ha problemi. Lega sostiene Draghi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
11:54
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’atteggiamento della Lega sul green pass non è ambiguo. Lo sostiene il ministro per gli Affari Regionali ed esponente di Forza Italia, Mariastella Gelmini, che a margine della sua visita al Salone del Mobile nei padiglioni della FieraMilano di Rho, ha detto: “mi pare che non ci siano ambiguità.
La Lega, all’interno delle Regioni e della Conferenza Stato-Regioni con il presidente Fedriga, ha sempre avuto una linea a favore dei vaccini, della lotta alla pandemia. Credo sia importante che all’interno del Cdm il green pass sia passato all’unanimità con il consenso di tutti i ministri, anche quelli della Lega”.
Secondo Gelmini non ci sono problemi all’interno della maggioranza: “Al momento mi sembra che la maggioranza non abbia problemi – ha detto -. Stiamo lavorando tutti insieme, stiamo cercando di affrontare in maniera definitiva la lotta al virus, stiamo lavorando alla riapertura della scuola, che è un obiettivo importante”.
A chi le chiedeva, infine, se la posizione della Lega metta a rischio la tenuta del governo, il ministro Azzurro ha risposto: “Mi sembra che anche oggi, in una intervista al ‘Corriere’, Salvini chiarisca la sua posizione: la Lega è un partner di maggioranza, ha votato all’unanimità in Cdm tutti i provvedimenti, poi è normale come succede anche sul Reddito di Cittadinanza o su altri punti, che ci siano sensibilità diverse.
L’importante è sostenere Draghi e non dimenticare, nonostante le amministrative e il semestre bianco, che noi abbiamo un cronoprogramma delle riforme da rispettare. Ci sono 53 riforme che l’Europa ci chiede come condizione per ottenere le risorse.
Se non vogliamo sprecare questa opportunità del Piano Nazionale, occorre che tutte le forze di maggioranza rimangano concentrate come stanno facendo sugli obiettivi che la Ue ci chiede, ma che soprattutto servono all’Italia per uscire dalla pandemia più forte di prima”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green Pass: Fornaro, posizione Lega problema per maggioranza
Salvini scelga da che parte stare
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
11:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La posizione della Lega sul green pass filo no vax è un problema per la maggioranza che sostiene il governo Draghi. Salvini e i suoi non possono pensare di votare gli emendamenti dell’opposizione, che di fatto azzererebbero il green pass con somma gioia dei novax, senza che questo non crei problemi anche di coerenza rispetto alle decisioni prese in Consiglio dei Ministri.La Lega scelga da che parte stare: se da quella dei no vax o dalla stragrande maggioranza degli italiani, oltre che dei suoi Presidenti di Regione e sindaci”.
Lo afferma il capogruppo di LeU Federico Fornaro.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Assessore Lazio, entro venerdì 80%vaccinati,non ci fermiamo
D’Amato, ora l’obiettivo è 90%, siamo la prima Regione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
08 settembre 2021
12:58
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Tra domani e dopodomani raggiungeremo l’80 per cento” di popolazione over12 vaccinata con doppia dose, “ma non ci fermiamo. L’obiettivo è il 90% poiché la variante Delta una maggiore capacità di replicarsi”.
A dirlo l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato. “Raggiunto questo obiettivo ambizioso il Lazio potrebbe essere un modello come la Danimarca – ha aggiunto D’Amato -.
Attualmente siamo la prima regione per copertura vaccinale e per le cure monoclonali”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green Pass: Lega vota ancora con Fdi, emendamento respinto
Per la seconda volta oggi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
13:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Lega vota nuovamente nell’Aula della Camera, a scrutinio segreto, con Fdi e l’opposizione su un emendamento, bocciato per l’esenzione del green pass fino a 18 anni. La richiesta di modifica del testo avanzata dal capogruppo di Fdi Francesco Lollobrigida è stata bocciata con 137 sì e 268 no, oltre a due astenuti.
Sulla carta, l’opposizione può contare a Montecitorio su poco più di cinquanta voti in totale.
Oggi è la seconda volta che la Lega vota con Fdi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ue: Draghi incontra domani Michel a P.Chigi
L’incontro con presidente Consiglio europeo alle 15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
13:18
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente del Consiglio Mario Draghi domani giovedì 9 settembre incontrerà alle ore 15.00 a Palazzo Chigi il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel. Lo si legge in una nota di Palazzo Chigi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Venezia: Verdi, Governo sia attento su conflitto interessi
Portavoce nazionali, fare chiarezza su legittimità operazioni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
08 settembre 2021
14:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Uno dei luoghi di maggiore rilevanza nazionale e internazionale com’è Venezia, tanto che gode di una legge speciale, merita un’attenzione diretta da parte del Governo per arginare comportamenti scorretti e conflitti di interesse”. Lo sottolineano in una nota i co-portavoce nazionali di Europa Verde, Eleonora Evi e Angelo Bonelli.

“Già mesi or sono – prosegue la nota – il consigliere comunale di Venezia e storico leader dei Verdi Gianfranco Bettin aveva chiesto al Sindaco Brugnaro che ci fosse un chiarimento radicale in forma pubblica circa i conflitti di interesse su aree di proprietà del Sindaco, oggetto di progetti e interventi rilevantissimi sul piano economico e urbanistico. Oltre a chiedere che sia fatta chiarezza su questa particolare situazione di conflitto di interessi e sulla legittimità di operazioni che non sembrano avere a cuore il futuro della città, il bene comune, la tutela dell’ambiente e la difesa dei diritti dei residenti, vogliamo sottolineare l’importanza di salvaguardare un patrimonio artistico e culturale tra i più ricchi al mondo e un ecosistema meraviglioso e fragile.
Vigileremo con tutti i mezzi a disposizione, anche a livello Europeo, affinché Venezia, già penalizzata da malaffare e spreco di denaro pubblico (Mose) – concludono Evi e Bonelli – non debba patire una nuova stagione di speculazione e conflitti di interessi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Messa, annulleremo domande sbagliate test Medicina
“Incontrerò commissioni che preparano esami ammissione”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
15:32
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Devo riuscire a fare le graduatorie tenendo conto degli errori, quindi verosimilmente annullando le domande sbagliate o comunque quelle che sono sotto verifica”.
Così la ministra dell’Università Maria Cristina Messa, intervenendo alla trasmissione The Breakfast Club su Radio Capital, in merito alla questione dei presunti errori nelle domande a test di ingresso per il Corso di laurea in medicina.
“E poi – aggiunge Messa – vorrei incontrarmi con le commissioni che preparano i test per riuscire a dare qualche cosa di un pochino meno debole per il prossimo anno”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cannabis:ok testo base,via libera a mini-coltivazioni a casa
Primo passo commissione, aumentano pene per traffico-spaccio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
15:07
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato votato, in commissione Giustizia della Camera, il testo base sulla cannabis. “Si depenalizza la coltivazione di non oltre 4 piante ‘femmine’ in casa – annuncia il presidente Mario Perantoni (M5s), anche relatore del provvedimento -.
E’ un risultato importante, ottenuto sulla scia della giurisprudenza della Corte di Cassazione ma anche grazie alla capacità dei gruppi parlamentari di confrontarsi e trovare una sintesi ragionevole. Se si diminuiscono le sanzioni per i fatti di lieve entità aumenta da 6 a dieci anni le pene per i reati connessi a traffico, spaccio e detenzione ai fini di spaccio della cannabis”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: Lollobrigida (FdI), inutile e limita libertà
FdI chiede di intervenire sulla scuola e sull’impresa
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
15:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il green pass è un provvedimento inutile per affrontare la pandemia e dannoso per la nostra economia. Il governo, approfittando della paura, limita le libertà dei cittadini.
Fratelli d’Italia chiede di intervenire sulla scuola e sull’impresa e continua a fare proposte che l’esecutivo non recepisce”. Lo ha detto il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Reddito: Renzi, o cambia o ci sarà referendum
Sicuro che raccoglieremo molte firme
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
15:11
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il fatto di aver permesso di aprire la discussione sul reddito di cittadinanza ha portato al fatto che Draghi lo cambierà Io le firme le raccolgo, e sul reddito di cittadinanza ne raccoglieremo molte di firme..”, poi “se il reddito non cambia il referendum si farà”.
Lo ha detto il leader di Iv, Matteo Renzi, a L’Aria che tira su La7 dove ricorda: “Salvini il reddito di cittadinanza l’ha votato”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Via libera alla mini coltivazioni di cannabis a casa
Primo passo in commissione, aumentano pene per traffico-spaccio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
11:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato votato, in commissione Giustizia della Camera, il testo base sulla cannabis. “Si depenalizza la coltivazione di non oltre 4 piante ‘femmine’ in casa – annuncia il presidente Mario Perantoni (M5s), anche relatore del provvedimento -.
E’ un risultato importante, ottenuto sulla scia della giurisprudenza della Corte di Cassazione ma anche grazie alla capacità dei gruppi parlamentari di confrontarsi e trovare una sintesi ragionevole. Se si diminuiscono le sanzioni per i fatti di lieve entità aumenta da 6 a dieci anni le pene per i reati connessi a traffico, spaccio e detenzione ai fini di spaccio della cannabis”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Hanno votato contro la Lega, FdI, Coraggio Italia e FI (con eccezione di Elio Vito), Italia viva si è astenuta, mentre hanno votato a favore tutti gli altri, dal radicale Riccardo Magi (promotore di una delle proposte confluite nel testo base) al M5s, Pd e Leu. La Lega in commissione ha chiesto di separare il testo della pdl di Molinari.
Ora, dopo la votazione del testo base, dovrà essere fissato il termine per presentare gli emendamenti, da discutere in commissione. Solo dopo questi ulteriori passaggi si potrà andare in Aula.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Estensione green pass, domani in Cdm solo la norma sulle mense scolastiche
E sulle ditte di pulizia. Questa settimana niente cabina di regia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
16:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Domani in Consiglio dei ministri dovrebbe arrivare la norma per estendere l’obbligo di Green pass alle ditte di pulizia che operano nelle scuole e al personale delle mense scolastiche. Lo si apprende da fonti di governo, secondo le quali per ora si dovrebbe procedere soltanto per questa due categorie.
Non è invece prevista per questa settimana la cabina di regia di governo che dovrebbe valutare un’estensione più generalizzata del Green pass ai lavoratori del settore pubblico e privato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Frenata sul Green pass, in Cdm solo per le mense scolastiche e le Rsa
Poi per i ristoratori, statali e aziende. Arriva la road map
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
09:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il certificato verde sarà esteso da subito alle ditte di pulizia che operano nelle scuole e al personale delle mense scolastiche e anche ai lavoratori ‘esterni’ a contatto con strutture del settore sanitario come le Rsa.
Prende forma, dunque, il primo step che introduce di fatto l’obbligo graduale anche per le altre categorie: baristi e istruttori sportivi, poi i dipendenti statali e infine quelli delle aziende private.
Quello tracciato nelle ipotesi del Governo, in vista del Cdm delle prossime ore, è un cronoprogramma che arriva fino ad ottobre e che, rispetto alle indiscrezioni dei giorni scorsi, rallenta il percorso sull’allargamento del Green pass ai vari settori. Un prossimo provvedimento – in cui valutare l’estensione più generalizzata – non sarà preso in considerazione prima di metà settembre.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Solo in quest’ultimo caso il lasciapassare dovrebbe diventare tassativo anche per tutte quelle categorie che lavorano nei luoghi dove il pass è già richiesto a chi li frequenta: ristoratori, camerieri, barman, gestori di locali e dipendenti delle strutture (cinema e teatri, ad esempio), ma anche per istruttori sportivi che lavorano in luoghi come piscine e palestre.
Ad esibire il Qr code a richiesta saranno anche gli autisti dei mezzi del trasporto pubblico locale, che si aggiungeranno a quelli dei treni dell’alta velocità passando per coloro che lavorano su navi, traghetti, aerei e per i quali è già previsto. L’idea inoltre è di includere anche i lavoratori al contatto con il pubblico, come quelli agli sportelli. Un ulteriore step – previsto a ottobre – riguarda invece il settore della pubblica amministrazione: in questo caso dovrebbe essere prevista una piattaforma specifica per facilitare i controlli, sulla scia di quanto è già previsto per il personale scolastico.
Gli ultimi saranno i lavoratori del settore privato, come gli operai delle grandi fabbriche, ma anche in generale i dipendenti di piccole e medie imprese. In questo caso restano però una serie di questioni da risolvere come la copertura delle spese per i tamponi (che dovrà eseguire chi non è vaccinato): nonostante il pressing di Confindustria affinché sia lo Stato a farsene carico, dall’Esecutivo trapela che – esclusi i fragili – il costo dei tamponi non sarà coperto dallo Stato non solo perché a pagarli non dovrà essere la collettività ma perché ciò costituirebbe un forte disincentivo alla vaccinazione. I lavoratori autonomi, come gli avvocati o i commercialisti, al momento non sono tra le categorie per le quali si valuta l’obbligo del lasciapassare, a differenza dei magistrati che rientrerebbero nella categoria della pubblica amministrazione. Ma per l’accesso a strutture pubbliche – ad esempio gli avvocati nei tribunali – sarà necessario anche per loro esibire il pass. Tutte le persone fragili dotate di una certificazione medica valida che li esenta dalla somministrazione del siero per motivi di salute dovranno comunque sottoporsi ad un tampone ed è molto possibile che – così come già succede per il personale scolastico – per questa categoria i test saranno disponibili gratuitamente.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Eni, energia pulita come dal Sole nel prossimo decennio
Successo del primo test del supermagnete per la fusione nucleare
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
16:44
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Eni ha annunciato che la società CFS, partecipata dal gruppo italiano come maggiore azionista e dal Mit di Boston, ha condotto con successo il primo test di un supermagnete che dovrebbe contenere e gestire la fusione nucleare di deuterio e trizio. CFS prevede di costruire entro il 2025 il primo reattore sperimentale e di produrre energia per la rete già nel prossimo decennio.
“La fusione a confinamento magnetico – scrive Eni in un comunicato -, tecnologia mai sperimentata e applicata a livello industriale finora, è una fonte energetica sicura, sostenibile e inesauribile, che riproduce i princìpi tramite i quali il Sole genera la propria energia, garantendone una enorme quantità a zero emissioni e rappresentando una svolta nel percorso di decarbonizzazione”.
CFS, aggiunge la nota, prevede di “immettere energia da fusione nella rete elettrica nel prossimo decennio”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 5.923 nuovi contagi, 69 vittime. Tasso positività 2%
564 in terapia intensiva e 4.235 i ricoverati
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
17:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 5.923 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 4.720.
Sono invece 69 le vittime in un giorno (ieri 71). I tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia sono 301.980. Il tasso di positività è all’1,96%. Sono 564 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 1 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 38.
I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.235. Si tratta di 72 persone in meno rispetto a ieri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mahmood rinvia ancora tour, “abbandonati dalle istituzioni”
“Quando ci sono volontà e attenzione, le soluzioni si trovano”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
17:53
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“A quasi due anni dall’inizio della pandemia, il nostro settore si trova ancora allo stesso punto: siamo fermi (tolte poche, troppo poche, situazioni a capienze ridotte). Oggi mi ritrovo a spostare le date del tour per la terza volta; e come me moltissimi mie colleghi e colleghe saranno obbligati a farlo”.
Così, con uno sfogo sui social, Mahmood annuncia il nuovo spostamento di date per il suo tour.
“Ciò che differenzia questi spostamento dai precedenti è che oggi abbiamo a disposizione degli strumenti che permetterebbero di potere fare i concerti in sicurezza: i green pass – continua il cantante -. Guardo fuori dall’Italia e vedo che si può fare, evidentemente quando ci sono la volontà e l’attenzione verso un settore, le soluzioni si trovano. Provo un forte sentimento di abbandono da parte delle istituzioni”. Mahommod sottolinea come “molto spesso” agli artisti, proprio da parte delle istituzioni “viene chiesto di esporsi per la tutela di diritti delle persone, per sensibilizzare il nostro pubblico verso temi che si dibattono a livello politico. Ora invece, ci sentiamo soli, non considerati da uno Stato la cui maggior parte dei rappresentanti pensa solo a litigare sui social e a creare continuamente fazioni avverse tra le persone, Adesso è arrivato il momento di ascoltarci. E’ davvero giunto il turno dei nostri diritti: abbiamo il diritto di tornare a fare il nostro mestiere e chi ci segue ha il diritto di tornare a riempire la propria vita di arte, cultura e intrattenimento. Abbiamo il diritto di essere ascoltati”.
Queste le nuove date nei club in Italia e nelle principali città europee, previste a partire da novembre 2021 e spostate al 2022: 23 aprile al Bataclan di Parigi, 25 aprile Anversa, 26 aprile Amsterdam, 28 aprile Losanna, 30 aprile Zurigo, 2 maggio Londra, 4 maggio Madrid e 27 maggio Varsavia. Proseguirà poi in Italia: 11 maggio Firenze (recupero del 16/11/2021), 13 maggio Venaria (TO) (recupero del 20/11/2021), 14 maggio Nonantola (MO) (recupero del 19/11/2021), 17 e 18 maggio Milano (recupero del 23-24/11/2021), 21 maggio Roma (recupero del 13/11/2021) e 22 maggio Napoli (recupero del 12/11/2021).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ita: lavoratori Alitalia bloccano la Roma-Fiumicino
Corteo verso sede Ita all’ Eur
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
17:58
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un corteo di auto di lavoratori Alitalia sta procedendo a passo d’uomo sulla Fiumicino-Roma, in direzione dell’ Eur, sotto la sede di Ita. Tutto il tratto e’ al momento bloccato.
Nel frattempo sotto la sede di Ita si sono gia’ radunati un centinaio di lavoratori, con slogan e bandiere.
E’ stato acceso anche un fumogeno. La polizia che presidia la sede della compagnia è in assetto anti-sommossa con scudi e manganelli.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un corteo di auto di lavoratori Alitalia sta procedendo a passo d’uomo sulla Fiumicino-Roma, in direzione dell’ Eur, sotto la sede di Ita. Tutto il tratto e’ al momento bloccato.
Nel frattempo sotto la sede di Ita si sono gia’ radunati un centinaio di lavoratori, con slogan e bandiere.
E’ stato acceso anche un fumogeno. La polizia che presidia la sede della compagnia è in assetto anti-sommossa con scudi e manganelli.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: flash mob a Torino, ma è richiesta matrimonio
Dichiarazione d’amore nella stessa piazza delle proteste
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
08 settembre 2021
18:06
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo flash mob dei no Green pass nel centro di Torino, questa volta non per protestare contro il certificato verde ma per aiutare un attivista ad organizzare una originale dichiarazione d’amore alla propria fidanzata.
Maglietta bianca con le lettere che componevano la scritta “Feffy vuoi sposarmi?”, i no Green pass si sono schierati attorno all’amico Francesco in ginocchio, con tanto di anello per la sua Francesca e musica rock di accompagnamento.

La richiesta di matrimonio in piazza Castello, tra gli sguardi incuriositi dei passanti. “Un momento di svago e di distrazione – hanno spiegato i no Green pass – prima della prossima manifestazione”, già questo sabato sera.   CRONACA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Draghi riforma il comitato sugli atti delle stragi, la guida a Palazzo Chigi
Il premier vede i familiari delle vittime, De Pasquale non sarà presidente
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
10:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La guida del comitato per la desecretazione degli atti riguardanti le stragi passa alla presidenza del Consiglio. Lo ha annunciato Mario Draghi ai familiari delle vittime delle stragi ricevuti oggi.
Il premier ha spiegato che seguirà personalmente il dossier e indicherà a presiedere il comitato Roberto Chieppa, segretario generale di Palazzo Chigi.
I rappresentanti delle associazioni dopo l’incontro si dicono “molto soddisfatti” anche perché la guida del comitato non spetterà più al presidente dell’archivio di Stato, Andrea De Pasquale, da loro duramente criticato per la gestione del fondo Rauti.
“Il massimo impegno” per rispondere concretamente alla richiesta che le Associazioni dei familiari delle vittime delle stragi reiterano da anni: “Chiarezza e giustizia, quale contributo importante ai fini della ricostruzione di vicende drammatiche che hanno caratterizzato la recente storia del nostro Paese,  ha affermato li premier nell’incontro.
Il premier, che ha firmato il 2 agosto la direttiva per la desecretazione degli atti su Gladio e P2, ha annunciato che il Comitato consultivo sarà coordinato direttamente da Palazzo Chigi, nell’ottica di dare impulso alle attività di desecretazione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Anpi denuncia, ‘bunker-museo con guide in divisa nazista’
Polemica per il post pubblicato sulla pagine del presidente del Veneto. Zaia: ‘Non gestisco i social ma ci scusiamo’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
19:06
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’ANPI del Veneto “esprime sconcerto nel leggere il post pubblicato nella pagina Facebook del presidente Zaia relativi all’apertura di uno spazio museale in uno dei bunker costruiti dai nazisti presso le Fonti di Recoaro Terme e che la visita guidata venga fatta da persone in divisa d’epoca della Wehrmacht”. “L’intero compendio termale nell’ultimo anno della Seconda Guerra Mondiale fu il quartier generale di Kesselring -spiega Anpi- e questa scelta arriva proprio in coincidenza con l’8 settembre”.
“Nulla da eccepire se la riqualificazione del bunker fosse motivata da uno scopo di approfondimento dei terribili eventi bellici che nella nostra regione si prolungarono fino alla fine di aprile del 1945 e anche talora ai primi di maggio, in coincidenza con la ritirata delle truppe naziste -spiega Anpi- Però che la visita guidata venga fatta da persone in divisa d’epoca della Wehrmacht lascia increduli tutti coloro che, nel rispetto della storia e della nostra Costituzione, condannano nazismo e fascismo e l’occupazione nazista dell’Italia che tanti lutti ha provocato al nostro Paese”.
“Nella temperie che stiamo vivendo, in cui uomini politici pensano di dedicare strade e parchi a Arnaldo Mussolini o addirittura a Hitler, per non parlare di Almirante, chiediamo ai rappresentanti delle Istituzioni massimo rispetto della Costituzione su cui hanno giurato e dunque condotte chiaramente antifasciste”, conclude il coordinamento regionale ANPI Veneto.
“Tutte le attività sui profili social riguardanti la promozione del territorio sono svolte in assoluta autonomia da una apposita struttura”, sulla quale il presidente Zaia “non esercita un diretto e costante controllo”, ma “tutto ciò premesso, la Presidenza si scusa, a nome della struttura responsabile, con tutte le parti che si siano sentite in qualche modo ferite da questo post”.
Così il governatore Luca Zaia, attraverso una nota dell’ufficio stampa della Giunta regionale, risponde alla polemica sollevata dall’Anpi sul post. “L’intento del post – precisa la nota di Zaia – non era certo quello di offendere sensibilità e memorie. Onde evitare ulteriori disagi è stato dato ordine di cancellare il post”. “L’iniziativa del museo di Recoaro – prosegue – era stata segnalata dall’Associazione Terme di Recoaro alla competente Direzione della Regione la quale, a sua volta, l’aveva trasmessa alla struttura che segue i profili social. il Presidente della Regione non ha alcuna visibilità né (ovviamente) esercita e può esercitare un diretto e costante controllo su queste materie, bensì si occupa in prima persona unicamente dei contenuti relativi ai post inerenti le attività amministrative, politiche, sanitarie, anche sulla base dei comunicati ufficiali diffusi dall’Ufficio Stampa”.
“Il Museo si trova all’interno dell’area delle Terme, attualmente gestita dalla Regione Veneto. Il nostro comune non ha dato nessun permesso in quanto la zona in questione non è di nostra competenza”. E questa la precisazione di Armando Cunegato, sindaco di Recoaro Terme (Vicenza), dove è scoppiata la polemica dopo l’intervento dell’Anpi regionale. “Non ero presente all’ inaugurazione e non entro nel merito della questione” – ha aggiunto il primo cittadino recoarese, che si trova in vacanza in questi giorni – anche se devo dire che i bunker fanno parte della storia del nostro paese dal punto di vista storico”. Nella località termale vicentina esiste tuttora l’Associazione Bunker di Recoaro che fu fondata nei decenni scorsi proprio per gestire questi ‘siti’ della storia bellica.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fumata nera, niente accordo tra Ita e i sindacati
Altavilla, pregiudizi che prescindono dalla bontà del progetto
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
19:18
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mancato accordo tra Ita e i sindacati sulla trattativa. Lo riferisce Ita in una nota.
“Il Presidente di ITA Alfredo Altavilla esprime il rincrescimento per l’impossibilità di arrivare ad un accordo, motivata dal perdurare di pregiudiziali puramente formali che nulla hanno a che fare con il merito e la bontà del progetto relativo alla nascita di ITA e che rispecchiano consuetudini e linguaggi non più attuali”, si legge.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La trattativa tra Ita e i sindacati si chiude senza accordo dopo che i rapporti tra le parti si sono inaspriti. All’incontro di oggi non c’erano i sindacati di categoria perché impegnati a Fiumicino in “assemblee precedentemente fissati”.
Intanto l’antitrust Ue chiederà al governo italiano di recuperare dalla vecchia Alitalia i 900 milioni di euro di prestito ponte, in quanto considerati aiuti di Stato illegali, riporta il Financial Times. La decisione dovrebbe essere annunciata domani dalla Commissione Ue. “Il Presidente di Ita Alfredo Altavilla esprime il rincrescimento per l’impossibilità di arrivare ad un accordo, motivata dal perdurare di pregiudiziali puramente formali che nulla hanno a che fare con il merito e la bontà del progetto relativo alla nascita di Ita e che rispecchiano consuetudini e linguaggi non più attuali”, ha spiegato la compagnia in una nota, confermando “l’intenzione di procedere all’assunzione delle 2.800 persone attraverso l’applicazione di un regolamento aziendale”. Dura la replica dei sindacati che incolpano anche il governo per non aver agevolato la trattativa.
“Il governo è completamente assente e anche da incoscienti lasciare tutte queste persone col rischio di perdere il posto di lavoro e la tensione si sta alzando, non so se se ne rendono conto”, ha detto il segretario nazionale della Filt Cgil, Fabrizio Cuscito, nell’apprendere la decisione di Ita di chiudere il confronto. “Noi chiediamo immediatamente una convocazione al governo. Non si può più ritardare, stiamo andando verso un punto di non ritorno. La mobilitazione continuerà nelle prossime ore”, ha concluso Cuscito. Per domani previste assemblea dei lavoratori a Fiumicino alle 10.30. L’incontro di oggi era previsto per le 15, i sindacati avevano chiesto all’azienda un rinvio alle 18 per le assemblee dei lavoratori di Alitalia all’aeroporto di Fiumicino. Da Ita è arrivato un ‘no’ al rinvio e a differenza dei rappresentanti dei piloti e assistenti di volo, Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e UglTa “non hanno potuto partecipare all’incontro”, ha detto il segretario nazionale della UilTrasporti, Ivan Viglietti, fuori dalla sede di Ita. “Avevamo inviato una richiesta chiedendo di poter posticipare l’orario dell’incontro” e “avevamo inviato un documento unitario di proposta di lavoro e non è stato possibile affrontarlo. Quando siamo arrivati la riunione era già conclusa”, ha spiegato l’esponente sindacale. Dall’aeroporto un corteo di dipendenti Alitalia, dopo le assemblee, si è spostato sotto la sede di Ita nel quartiere Eur per protestare contro il piano della compagnia, procedendo a passo d’uomo sulla Fiumicino-Roma e bloccando tutto il tratto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: piano da 5 miliardi per 3 milioni persone
Il ministro Orlando illustra la riforma delle politiche attive alle parti sociali
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
13:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il piano lavoro per almeno 3 milioni di persone, entro il 2025, da attuare tramite il programma Gol (Garanzia di occupabilità dei lavoratori) a cui sono destinati 4,9 miliardi (4,4 miliardi nel Pnrr, 500 milioni nel React-Eu), il Piano per le nuove competenze (Pnc), oltre il rafforzamento dei centri per l’impiego e del sistema duale, sono al centro della riforma delle politiche attive illustrata alle parti sociali dal ministro del Lavoro, Andrea Orlando. Gol si rivolge a tutti i beneficiari di un ammortizzatore sociale o del Reddito di cittadinanza, oltre che a giovani Neet, persone con disabilità e in condizione di fragilità.
Di almeno 3 milioni di beneficiari del programma Gol entro il 2025, in base ai target del Pnrr, almeno il 75% deve essere rappresentato da donne, disoccupati di lunga durata, persone con disabilità, giovani under 30, lavoratori over 55.
Inoltre, almeno 800 mila dei 3 milioni devono essere coinvolti in attività di formazione, di cui 300 mila per il rafforzamento delle competenze digitali.
In particolare, nell’ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza è stata prevista una riforma per il potenziamento delle politiche attive del lavoro ed il perno è l’istituzione del Programma di Gol, che nella Missione 5 del Pnrr si accompagna ad un Piano nazionale per le nuove competenze, al Piano straordinario di rafforzamento dei centri per l’impiego (che diventa parte anch’esso del Pnrr) e al rafforzamento del sistema duale.
Gol si rivolge a tutte le persone beneficiarie di un ammortizzatore sociale o del Reddito di cittadinanza, oltre che giovani neet, persone con disabilità e altre persone in condizione di fragilità nella ricerca del posto di lavoro. Per ciascuno, viene inoltre spiegato, è previsto un percorso appropriato alle caratteristiche personali e alla situazione del mercato del lavoro locale. Se la persona è facilmente ricollocabile scatteranno gli interventi per accompagnarla ad un nuovo lavoro, altrimenti verrà indirizzata alle attività di formazione: di upskilling o reskilling.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre a questi percorsi ad personam, ce ne saranno altri di gruppo in caso di crisi aziendali. Infine, ci saranno percorsi ad hoc nei casi che incrociano l’esigenza di inserimento sociale o di conciliazione tra lavoro e famiglia, per esempio per le madri single.
L’orizzonte temporale è quello del Pnrr, quindi il quinquennio 2021-25. Le risorse complessive in questo ambito previste dal Pnrr sono pari a 4,4 miliardi di euro su Gol, cui si aggiungono 500 milioni di euro a valere sul React-Eu, 600 milioni di euro per il rafforzamento dei centri per l’impiego (di cui 400 già in essere e 200 aggiuntivi, oltre ad ulteriori 470 che restano sul bilancio dello Stato) e 600 milioni di euro per il rafforzamento del sistema duale. Elemento costitutivo della riforma (da cui dipendono i finanziamenti Ue) è la definizione di milestones e target. Milestone 1 è l’adozione dei decreti interministeriali per l’approvazione di Gol e Piano nuove competenze entro il 2021; milestone 2 è l’adozione di Piani regionali per la piena attuazione di Gol ed esecuzione di almeno il 10% delle attività previste entro il 2022. Il primo target, almeno 3 milioni di beneficiari di Gol entro il 2025.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Daytime Rai1 specchio del paese racconta ripartenza
Da Clerici a Matano. Coletta per Unomattina vorrei Mornignews
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
21:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Questo daytime come lo specchio del Paese: ci aspettano un autunno di ripresa, fari accesi sull’attualità, la politica, la campagna vaccinale, e appuntamenti importanti dalla scuola alle amministrative, ma senza dimenticare la leggerezza e l’intrattenimento per questo ho confermato un gruppo di conduttori, giornalisti empatici che vogliono parlare al loro pubblico, compresa Antonella Clerici che nasce come cronista sportiva”. Stefano Coletta, direttore di Rai1 presenta il nuovo daytime della rete ammiraglia, al via da lunedì 13 settembre, che resta confermando volti e contenitori con qualche accorgimento.
La nuova programmazione si aprirà con ‘UnoMattina’, in onda dalle 6.45, con la conduzione di Monica Giandotti e di Marco Frittella; confermate ‘Storie Italiane’ in onda dalle 9.55, con Eleonora Daniele al timone “mi ha dato grandi soddisfazioni e la ringrazio con la sua estrema sensibilità verso tematiche importanti”; poi Antonella Clerici che alleggerirà la mattinata con la seconda edizione dello show culinario ‘E’ sempre mezzogiorno’, e dopo pranzo alle 14 ‘Oggi è un altro giorno’, programma affidato a Serena Bortone, quindi ‘La vita in diretta’, alle 17.05, con la conferma di Alberto Matano, che firma anche il programma, giornalista del Tg1. “Devo ringraziarlo per il rigore, ha dato con la sua personalizzazione del programma una nuova linfa a questo contenitore così longevo regalando ascolti straordinari”, sottolinea Coletta. Tutti hanno una tecnica di improvvisazione, perché dietro c’è una scuola”. Si parte da UnoMattina. Giandotti ringrazia l’azienda Coletta e Rai1: “Accanto al racconto dei fatti e degli eventi che caratterizzano l’attualità del giorno, l’obiettivo che si intende raggiungere è quello di fornire una chiave di lettura delle tematiche più scottanti che si declinano nel panorama italiano e internazionale. L’intento è raccontare quello che è stato ieri e che sta succedendo oggi. Inevitabile affrontare la campagna vaccinale, il tema del green pass cercare anche di capire le persone che sono incerte. Noi staremo sulla strettissima attualità nella prima parte, nella seconda invece ci sarà l’approfondimento, la parte finale sarà quella del della bellezza, della rinascita dopo quasi due anni di emergenza sanitaria. Marco Frittella condivide quello che dice la sua collega e aggiunge “per quel che riguarda la collaborazione tra la rete e il Tg 1 è di lunghissima data, un rapporto di collaborazione unico. Abbiamo affrontato un anno davvero difficile, tenendo presente sempre la missione di servizio pubblico e l’attualità come l’informazione sovanno di pari passo”. A chi domanda a Coletta se Uno Mattina e La Vita in Diretta non siano contenitori troppo datati il direttore dell’ammiraglia del servizio pubblico replica: “L’innovazione è sempre stato il mio antidepressivo, a conferma i 50 titoli prodotti quando ero a Rai3. Ma questi due contenitori, di Rai1, i marchi più longevi, e rappresentano il cardine dell’identità del canale rispetto al quale poi si possono inserire nuovi titoli. Sono arrivato a Rai1 con la tenacia di innovare le morning news, non ci sono riuscito. Non è una questione di resistenza da parte del Tg1, non ci siamo ancora riusciti perché mettere insieme due entità come la rete e un telegiornale non è facile, ci sono regole da seguire. Ma vogliamo intervenire sul primo segmento di Unomattina. Punto a farlo entro gennaio”.
Eleonora Daniele torna con Storie Italiane. “Continueremo con le nostre inchieste, ci occuperemo in particolare di donne e lavoro, di infanzia e diritti negati. Ci sono tante donne, madri nonne che seguono il programma. Ma anche di disabilità e salute, abbiamo combattuto perché un farmaco venisse distribuito per i bambini Disma 1”. A Serena Bortone “piacerebbe poter raccontare delle storie o dei personaggi, di qualunque ambito, che portino con sé l’elemento del riscatto. Ovviamente non mancherà la politica abbiamo appuntamenti importanti da seguire. Vorrei restituire l’immagine vera del paese, stiamo studiando una rubrica sui rapporti coniugali”. Dice Matano: “Non sarò da solo.
Gli inviati sono il cuore della trasmissione, hanno rischiato in prima persona la scorsa stagione. Ne avremo di nuovi. Ma stare sul posto è importante, lo abbiamo dimostrato in chiusura di stagione con il nostro inviato che ha trovato il piccola Nicola il bimbo scomparso nel Mugello. La nostra sfida è raccontare in modo asciutto, senza morbosità. Manterremo la parte finale con gli ospiti seduti al tavolo, la parte più pop”.
Antonella Clerici dopo il successo dello scorso anno, in cui ha raggiunto picchi di oltre due milioni e mezzo di spettatori, le novità del suo cooking show, con Sal De Riso pronto a preparare ‘torte con dedica’, in occasioni di compleanni, ricorrenze, feste di laurea…che verranno recapitate nelle case. “Per noi è importante raccontare la provincia” racconta la conduttrice “lo studio più grande è aperto per gli ospiti, è la casa degli italiani. Devo fare i programmi che mi somigliano, con un clima giocoso e gioioso”.
Per Clerici “lavorare è un privilegio, lo metto al primo posto, dopo gli affetti”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Blitz della Polizia contro No Vax, perquisizioni in varie città
Su Telegram avevano ipotizzato violenze durante manifestazioni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
13:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Polizia ha eseguito una serie di perquisizioni in diverse città nei confronti di appartenenti ai movimenti No Vax che su un gruppo Telegram avevano ipotizzato di compiere azioni violente nel corso delle manifestazioni contro i provvedimenti del Governo. Le indagini, coordinate dalla procura di Milano, sono state condotte dalla Digos e dalla Polizia Postale. Le perquisizioni sono scattate a Milano, Bergamo, Roma, Venezia, Padova e Reggio Emilia.
Oltre alle abitazioni degli indagati, i controlli hanno riguardato pc, cellulari, tablet e account social.
Ipotizzavano su alcune chat di Telegram violenze, anche con armi, durante un imminente raduno No Vax a Roma, gli indagati individuati nel corso dell’operazione della Polizia di Stato contro alcune delle frange più scalmanate dei No Vax in Lombardia e in Italia.
Si definivano “i guerrieri’, su Telegram, gli indagati nell’operazione della Polizia di Stato coordinata dalla Sezione distrettuale Antiterrorismo della Procura di Milano, che ha portato oggi a eseguire numerose perquisizioni in varie regioni. La frangia No Vax, che aveva intenzione di costruire rudimentali ordigni “fai da te” e di approvvigionarsi di coltelli, era composta da 5 donne e 3 uomini.
Le “azioni violente” che stavano programmando, anche con l’uso di armi, i ‘no vax’ che si facevano chiamare ‘guerrieri’ su Telegram, perquisiti oggi dalla polizia e indagati per istigazione a delinquere aggravata, erano “tese a mutare o condizionare la politica governativa e istituzionale in tema di campagna vaccinale”. Lo scrivono il capo del pool antiterrorismo di Milano Alberto Nobili e il pm Piero Basilone nei decreti di perquisizione. Gli indagati portavano avanti “iniziative volte ad affermare le convinzioni dell’area cosiddetta ‘no vax'”.
Per gli inquirenti il blitz di stamani, come viene chiarito, rientra in una “importante attività preventiva contro dei disordini” che erano stati programmati. Da un lato, c’è il riscontro che questi gruppi stanno “alzando il tiro” e dall’altro si dimostra che le istituzioni e le forze dell’ordine sono presenti nel contrastarli. Le perquisizioni, come si legge nel decreto, riguardano documenti “di qualsiasi natura (anche informatici)” e dispositivi, come notebook, cellulari, memorie o supporti informatici, “utili alla ricostruzione dei fatti e della responsabilità”. Si cercano anche “armi” e elementi “riguardanti i rapporti tra gli indagati e tra questi e altri soggetti che potrebbero aver concorso all’istigazione alla commissione di delitti connotati dalla violenza contro persone e cose” e per la “delineazione dei rispettivi ruoli”.
Nel corso delle perquisizioni di oggi nei confronti del gruppo di No Vax che stava progettando azioni violente, soprattutto per la manifestazione di sabato prossimo a Roma, sarebbero state trovate armi, come coltelli e bastoni. Lo si apprende nelle indagini della Digos, coordinate dal capo del pool antiterrorismo milanese Alberto Nobili e dal pm Piero Basilone.
“Quando andremo a Roma i primi” da aggredire “sono i giornalisti”. Lo affermavano in chat gli 8 No Vax coinvolti nell’operazione di oggi della Polizia di Stato invitando a “usare le molotov” (che non risulta possedessero) per “far saltare i furgoni delle tv”.  Secondo quanto riferito in questura a Milano, “per la stampa, ritenuta asservita al regime, avevano un vero e proprio odio”.
“Non risulta, al momento, dal nostro monitoraggio, che ci siano altre chat analoghe, con No Vax che istigano ad azioni violente”, hanno precisato, nel corso di un incontro in Questura, a Milano, i dirigenti della Digos Guido D’Onofrio e del Compartimento di Polizia Postale e delle Comunicazioni Lombardia, Tiziana Liguori. Il gruppo Telegram di cui gli 8 indagati erano gli ispiratori aveva circa 200 partecipanti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: via libera al decreto dalla Camera, passa al Senato – LE NORME
Pochi deputati della Lega votano a favore
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
08:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Primo via libera della Camera, senza fiducia, al primo decreto legge che contiene le norme sul green pass, proroga a fine anno lo stato di emergenza nazionale fino al 31 dicembre 2021 e rivede i parametri sanitari per il passaggio di colore nelle regioni del Paese.
Il Senato avrà solo una settimana per convertire il provvedimento, che scade il prossimo 21 settembre.
Durante la prima lettura parlamentare, in cui non sono mancati i momenti di tensione tra le forze politiche prevalentemente per l’atteggiamento di Lega e Fdi, sono state introdotte modifiche al perimetro di utilizzo del green pass e alcune proroghe di misure già in essere, come la possibilità di somministrazione, presso le farmacie e altre strutture sanitarie, di test antigenici rapidi a prezzi contenuti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Innanzitutto, la durata del certificato è stata aumentata da nove a a 12 mesi.
Il decreto aggiorna i parametri in base ai quali si determina il colore delle Regioni per l’applicazione di misure differenziate rispetto a quelle l’intero territorio nazionale; subordina al possesso del green pass l’accesso alla ristorazione per il consumo al tavolo, se al chiuso, anche se non è richiesto per i servizi di ristorazione all’interno di alberghi e di altre strutture ricettive, qualora tali servizi siano riservati esclusivamente ai clienti alloggiati. Green pass anche per spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportive; musei e mostre; piscine, palestre, sport di squadra, centri benessere, sagre, fiere, convegni e congressi; centri termali, parchi tematici e di divertimento.
Il green pass serve anche per centri culturali e centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia; quest’ultima esclusione comprende anche i centri estivi e le attività di ristorazione degli stessi centri educativi; attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò (anche se svolte all’interno di locali adibiti ad attività differente); feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose, come stabilito in commissione; concorsi pubblici.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Quanto alle visite nelle Rsa da parte dei familiari degli ospiti è consentita mediante certificazione verde con cadenza giornaliera.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Arrivano novità anche per il fisco. Un ordine del giorno a prima firma Fdi approvato all’unanimità, che ha permesso di vincere l’ostruzionismo dell’opposizione, impegna il Governo a rinviare e dilazionare le cartelle esattoriali e l’impegno per la rottamazione quater.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Blitz contro NoVax:8’guerrieri’ indagati
Si definivano così nel gruppo Telegram, dove c’erano 3 uomini
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
09 settembre 2021
09:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Si definivano “i guerrieri’, su Telegram, gli indagati nell’operazione della Polizia di Stato coordinata dalla Sezione distrettuale Antiterrorismo della Procura di Milano, che ha portato oggi a eseguire numerose perquisizioni in varie regioni. La frangia No Vax, che aveva intenzione di costruire rudimentali ordigni “fai da te” e di approvvigionarsi di coltelli per colpire a una manifestazione No Vax a Roma sabato prossimo, era composta da 5 donne e 3 uomini.

Sono state definite come “molto determinate e arrabbiate” le 5 donne che si trovavano tra gli elementi di spicco del canale Telegram denominato ‘I guerrieri’, al centro dell’operazione di Polizia Postale e della Digos. Delle perquisizioni demandate dall’autorità giudiziaria, infatti, 5 hanno riguardato donne e 3 uomini.
Si tratta di una frangia composta da persone con un “profilo basso” senza “esponenti d’area”, ma da gente comune: disoccupati, operai, portinai, camerieri. Uno degli uomini, che aveva un porto d’armi, era conosciuto per essere vicino all’indipendentismo veneto, ma al momento non sarebbe emerso niente di più strutturato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: ok Cdm a dl per obbligo lavoratori scuola e Rsa. Draghi: ‘A breve ulteriore estensione’
Il segretario del Pd sull’estensione: ‘Non possiamo permetterci giochi politici’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
14:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al decreto legge “per fronteggiare l’emergenza da Covid-19 in ambito scolastico, della formazione superiore e socio sanitario – assistenziale”. Il dl estende l’obbligo di Green pass al personale esterno della scuola e dell’università e ai lavoratori delle Rsa.
A breve ci sarà un intervento più ampio di estensione dell’obbligo del Green pass.
Lo avrebbe detto il presidente del Consiglio Mario Draghi nel corso del Consiglio dei ministri, a quanto si apprende da fonti presenti alla riunione. Tra i ministri non si sarebbe aperto un dibattito sul tema.
Per il personale, anche esterno, delle Rsa il decreto approvato in Consiglio dei ministri prevede “l’obbligo del vaccino, e non del Green Pass”, come invece è previsto per i lavoratori in ambito scolastico coinvolti nel provvedimento varato questa mattina. Lo ha spiegato, al termine del Cdm, il ministro per le Pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti.
“Abbiamo questi 200 miliardi dell’Ue da spendere, non possiamo permetterci per giochi politici di fermare il Paese”, dice il segretario del Pd Enrico Letta parlando di Green Pass a Radio Anch’io. Secondo Letta “la grande maggioranza del Paese vuole ripartire e non può farsi limitare da una minoranza che non vuole il rispetto delle regole. Chiedo al governo di tener conto del giudizio della maggioranza degli italiani, di andare avanti nell’estensione del green pass nel pubblico e nel privato, a partire dall’estensione a livello nazionale della norma che la Toscana ha lanciato sull’estensione obbligatoria al personale sanitario”.
“Invito i vertici della Lega a chiarire la loro posizione, soprattutto sulla politica sanitaria e la campagna vaccinale. Non è questione di polemica, la Lega si è assunta una responsabilità appoggiando questo governo e deve responsabilmente e trasparentemente dire agli italiani quali sono le posizioni che stanno cambiando ogni giorno sul completamento della campagna vaccinale”. Lo ha detto il presidente del Movimento 5 stelle, Giuseppe Conte, parlando delle posizioni della Lega sul Green pass e sui vaccini a margine della sua visita al Salone del Mobile di Milano. “Io spero di no, che non ci saranno altri temi di divisione nella maggioranza – ha aggiunto -. Noi dobbiamo lavorare sperando che non ci siano tensioni, ma sperando che ci si possa tutti ritrovare attorno allo stesso tavolo a condividere degli obiettivi nell’interesse dei cittadini. Spero che non sorgano altre tensioni su altri temi. In questo momento il completamento della campagna vaccinale è il nostro obiettivo prioritario”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Intanto decidiamo cosa vogliamo fare sul green pass, poi come gestirlo credo sia una questione che verrà dopo”. Ad affermarlo il ministro del Lavoro Andrea Orlando, a margine di un evento Generali a Roma, a chi gli domandava di dare una risposta a imprese e sindacati che chiedono il costo dei tamponi a carico dello Stato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ucciso in piazza: legali vittima, proiettili Adriatici illegali
‘Tipo dum dum, avevano foro su ogiva per fare più danni’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
09 settembre 2021
11:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il proiettile esploso dall’ex assessore del Comune di Voghera Massimo Adriatici che ha ucciso Youns El Boussettanoui lo scorso 21 luglio era illegale, perchè del tipo hollow point (o dum dum) cioè con un foro sull’ogiva per provocare maggiori ferite: è quanto sostengono i legali della vittima, gli avvocati Debora Piazza e Marco Romagnoli, in una memoria presentata al gip Maria Cristina Lapi. E’ quanto riporta la Repubblica.

Adriatici è accusato di eccesso colposo di legittima difesa dopo che dalla sua Beretta è partito il proiettile che ha ucciso El Boussettanoui al termine di una colluttazione tra i due.
Secondo i legali della vittima, sia quello estratto dalla salma sia i sette rimasti nel caricatore della pistola sono munizioni di tipo espansivo vietate dalla legge.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Cirio, in Piemonte primi test salivari per la scuola
Governatore, una attenzione in più verso i nostri bambini
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
09 settembre 2021
11:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono arrivati al magazzino della Regione Piemonte di Momo, nel Novarese, i primi 33.600 test salivari per il Covid. Ad annunciarlo, su Facebook, è il governatore Alberto Cirio.

“Ne abbiamo acquistati 1,2 milioni – ricorda – e li useremo per lo screening nelle nostre scuole elementari, perché consentono di monitorare i bambini con il semplice prelievo della saliva e, quindi, sono meno invasivi dei tradizionali da inserire in gola e nel naso. Una attenzione in più verso i nostri bambini – afferma Cirio -, che avremo anche con i nostri anziani”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Cei ai vescovi, far vaccinare operatori parrocchie
Lettera della Presidenza, “Esortare anche tutti i fedeli”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
14:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Le Conferenze Episcopali Regionali e ciascun Vescovo, sentiti i Consigli di partecipazione, possono formulare messaggi o esortazioni per invitare alla vaccinazione tutti i fedeli e, in particolar modo, gli operatori pastorali coinvolti nelle attività caratterizzate da un maggiore rischio di contagio, come quelle elencate”. Così la Presidenza Cei in una lettera inviata a tutti i Vescovi all’inizio del nuovo anno pastorale.
“Per contribuire a una maggiore e più efficace informazione, in questa fase potrebbe essere opportuno promuovere incontri con esperti che possano offrire spiegazioni e delucidazioni sul tema delle vaccinazioni”.
Nella lettera, sul tema “Curare le relazioni al tempo della ripresa”, si spiega che “nella cura della relazione pastorale non deve mai mancare l’attenzione massima alle persone che s’incontrano e che s’intende servire come operatori. Tale attenzione diventa gesto di amore anche attraverso la scelta di vaccinarsi”, ricordando anche le dichiarazioni di papa Francesco e del presidente Sergio Mattarella sull’argomento”.
“Il tema della vaccinazione, come noto, rientra nella più ampia materia della tutela della salute pubblica ed è affidato alle competenti autorità dello Stato – prosegue la Presidenza della Cei -. Finora l’obbligo vaccinale riguarda solo alcune circoscritte categorie di lavoratori. La normativa civile attuale non prevede l’obbligo vaccinale né richiede la certificazione verde per partecipare alle celebrazioni o alle processioni né per le attività pastorali in senso stretto (catechesi, doposcuola, attività caritative…)”. “Resta fondamentale mitigare i rischi di trasmissione del virus, che è ancora pericoloso, specialmente nelle sue varianti – avverte la lettera -. Per questo è bene continuare a osservare le misure di protezione finalizzate alla riduzione del contagio, quali l’uso delle mascherine, il distanziamento fisico e l’igiene costante delle mani. La prevenzione di nuovi focolai passa, infatti, attraverso l’adozione di comportamenti responsabili e un’immunizzazione sempre più diffusa”.
Secondo la Presidenza Cei, “la tematica è complessa e la nostra riflessione dovrà rimanere aperta. L’appello del Papa, tuttavia, interpella le coscienze di tutti e, soprattutto, di chi è impegnato nell’azione pastorale delle nostre comunità. Siamo, dunque, chiamati a rispondere per primi a ‘un atto di amore’ per noi stessi e per le comunità che ci sono affidate”.
“Facciamo quanto è nelle nostre possibilità – si esorta quindi – perché le relazioni pastorali riprendano nella cura vicendevole e, specialmente, dei più deboli”. “Ci sono alcune attività pastorali che possono esporre a un particolare rischio di contagio o perché svolte in gruppo (come la catechesi) oppure per la loro stessa natura (come le attività coreutiche) – indica la lettera -. La cura delle relazioni chiede d’incentivare il più possibile l’accesso alla vaccinazione dei ministri straordinari della Comunione Eucaristica; di quanti sono coinvolti in attività caritative; dei catechisti; degli educatori; dei volontari nelle attività ricreative; dei coristi e dei cantori”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Intervento a presentazione docufilm su Nave San Vittore
Intervento a presentazione docufilm su Nave San Vittore
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
12:28
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Come diceva Calamandrei, occorre aver visto per capire. Io ho visto la situazione delle carceri e ho capito.
Oggi firmerò la costituzione di un gruppo di lavoro per affrontare tutta una serie di problemi specifici. Vedo che ci sono grande disponibilità e sensibilità in questo senso”. Lo ha detto oggi la ministra della Giustizia, Marta Cartabia, alla presentazione del docufilm ‘Exit’, dedicato alla Nave di San Vittore, reparto “umano” che ospita detenuti fortemente motivati ad uscire da problemi di tossicodipendenza.
La ministra ha spiegato che “non potremo fare miracoli, ci sono situazioni critiche, in cui manca l’acqua corrente.
Quest’estate non ho potuto non pensare alla vita in cella, con 48 gradi di temperatura. Da oggi deve cominciare un cammino”.
Cartabia ha ricordato la sua prima visita alla Nave, il 15 ottobre 2018. “Non sono brava con i numeri, ma quella data la ricordo bene. In quell’occasione, un detenuto, anziché mostrarmi le ristrettezze in cui viveva, ha voluto farmi vedere l’unica finestra che permetteva di guardare oltre alle mura della prigione. Le carceri devono avere finestre non solo esistenziali, ma anche fisiche”. “Ribadisco che non potremo fare miracoli, – ha aggiunto – ma questo reparto non deve rimanere un’eccezione, la storia insegna che il cambiamento parte da storie individuali”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Minacce a Musumeci: Governatore ascoltato da Procuratore
Indagini su ordigno trovato a Militello, rafforzata vigilanza
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
09 settembre 2021
12:48
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Proseguono serrate le indagini degli inquirenti per fare luce sugli autori delle minacce di morte rivolte al presidente della Regione Nello Musumeci, legate ad un ordigno collocato lungo la linea ferrata Catania-Militello, paese natale del governatore. Stamane Musumeci si è incontrato per circa due ore con il procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Caltagirone Giuseppe Verzera, che coordina le indagini.
Il magistrato sta verificando se nella attività dell’attuale governo regionale possa essere ricondotta l’origine del grave atto intimidatorio.
Nel biglietto trovato dai carabinieri vicino all’ordigno si fa cenno ai gelesi, agli americani e al 5G, materia quest’ultima che esula dalle competenze della Regione. La Procura comunque non tralascia alcuna ipotesi.
Intanto, su disposizione del Comitato per l’ordine e la sicurezza, convocato dal prefetto di Catania Maria Carmela Librizzi, è stato potenziato il servizio di vigilanza alle abitazioni di Musumeci di Catania e Militello e disposta una rete di video sorveglianza. Tra i tanti attestati di solidarietà pervenuti al presidente della Regione, anche quello del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, che ha voluto telefonare al governatore, assicurando ogni attenzione da parte delle Forze dell’ordine. Anche il presidente del Copasir, il Comitato per la sicurezza della Repubblica, Adolfo Urso, ha testimoniato la propria vicinanza al Governatore: “Lo Stato saprà agire contro ogni minaccia terroristica”, ha dichiarato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
‘E’ nata Poesia’, la bimba di una cittadina afghana fuggita da Kabul
A darne notizia il presidente della Regione Lazio Zingaretti. La madre ringrazia il personale sanitario
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
09:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ nata a Roma all’ospedale San Filippo Neri la prima bimba di una cittadina afghana fuggita da Kabul. A darne notizia ieri sera il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.
“Dal San Filippo Neri una bella notizia. E’ nata la prima bambina di una cittadina afghana fuggita da Kabul che avevo incontrato qualche giorno fa visitando un centro di accoglienza delle suore carmelitane – ha scritto su Twitter-. Benvenuta Ghazal! Il tuo nome vuol dire Poesia, ne abbiamo bisogno!”. Dopo il parto la mamma ha voluto ringraziare il personale sanitario per l’assistenza e l’accoglienza.
“Nonostante in consultorio vediamo tante situazioni difficili, questa è un’esperienza che ti cambia la vita”. A dirlo Laura Anelli, ginecologa responsabile dei consultori dell’Asl Roma 1 che ha seguito dal suo arrivo in Italia la donna afghana che ieri sera ha partorito una bimba al San Filippo Neri. “Nonostante l’organizzazione eccellente delle strutture di accoglienza ci sono storie tragiche, famiglie divise – aggiunge – davanti a tanto dolore non si può rimanere indifferenti. Ho iniziato a seguire la donna dal suo arrivo a Roma, 15 giorni fa circa. Quando l’ho vista la prima volta aveva gli occhi tristi, lo sguardo perso. Poi le cose sono andate meglio. Abbiamo cercato di fornire tutta l’assistenza necessaria e di farla sentire accolta”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass:ok Cdm a dl per obbligo lavoratori scuola e Rsa
Anche per lavoratori dell’università
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
13:16
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Consiglio dei ministri, a quanto si apprende da fonti di governo, ha dato il via libera al decreto legge “per fronteggiare l’emergenza da Covid-19 in ambito scolastico, della formazione superiore e socio sanitario – assistenziale”. Il dl estende l’obbligo di Green pass al personale esterno della scuola e dell’università e ai lavoratori delle Rsa.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: Draghi in Cdm, a breve estensione più ampia
Tra i ministri non si sarebbe aperto un dibattito
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
13:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A breve ci sarà un intervento più ampio di estensione dell’obbligo del Green pass. Lo avrebbe detto il presidente del Consiglio Mario Draghi nel corso del Consiglio dei ministri, a quanto si apprende da fonti presenti alla riunione.
Tra i ministri non si sarebbe aperto un dibattito sul tema.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In Cdm discussione su dossier Alitalia
Ma nessuna ipotesi decreto ad hoc sul tavolo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
13:21
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il dossier Alitalia – al centro delle proteste sindacali di queste ore – è stato tra i temi in discussione nel Consiglio dei ministri appena terminato. E’ quanto si apprende da fonti di governo che sottolineano come, sul tavolo, non sia stata però esaminata alcuna ipotesi di un decreto ad hoc.
In mattinata la commissione Ue ha ribadito che nessuna decisione è stata presa ancora sul prestito ponte di 900 milioni concesso alla compagnia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green Pass: fonti, Lega voterà a favore decreto
Bene governo, accolti nostri ordini del giorno
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
13:22
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Lega voterà a favore del decreto Green Pass. E’ l’indicazione arrivata ora, a quanto si apprende, ai deputati leghisti in Aula per l’esame del provvedimento, ripreso alle 10 a Montecitorio.

“La Lega è soddisfatta perché, dopo un confronto costruttivo, è riuscita a ottenere dal governo alcuni impegni importanti, confermati in sede di accoglimento di ordini del giorno e che saranno inseriti nei prossimi provvedimenti”, affermano sempre fonti della Lega. “Si tratta, tra le altre cose, di milioni di euro per tamponi a prezzo simbolico per i minorenni e le famiglie in difficoltà, estensione della validità a 72 ore del tampone molecolare, il riconoscimento del tampone salivare rapido, il risarcimento per eventuali danni da vaccino, l’esclusione di obblighi estesi e generalizzati, ad esempio per l’utilizzo dei mezzi pubblici. Un altro passaggio importante riguarda rinvio, rateizzazione e rottamazione delle cartelle esattoriali”, concludono.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green Pass: Letta, avanti su estensione a pubblico e privato
“La vuole maggioranza italiani, non possiamo permetterci giochi”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
13:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo questi 200 miliardi dell’Ue da spendere, non possiamo permetterci per giochi politici di fermare il paese”. Lo ha detto il segretario del Pd Enrico Letta parlando di Green Pass a Radio Anch’io.
Secondo Letta “la grande maggioranza del paese vuole ripartire e non può farsi limitare da una minoranza che non vuole il rispetto delle regole. Chiedo al governo di tener conto del giudizio della maggioranza degli italiani, di andare avanti nell’estensione del green pass nel pubblico e nel privato, a partire dall’estensione a livello nazionale della norma che la Toscana ha lanciato sull’estensione obbligatoria al personale sanitario.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

In Cdm discussione su dossier Alitalia. Ue: ‘Nessuna decisione presa sul prestito ponte’
Nessuna ipotesi di decreto ad hoc sul tavolo del governo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
13:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il dossier Alitalia – al centro delle proteste sindacali di queste ore – è stato tra i temi in discussione nel Consiglio dei ministri appena terminato. E’ quanto si apprende da fonti di governo che sottolineano come, sul tavolo, non sia stata però esaminata alcuna ipotesi di un decreto ad hoc.
In mattinata la commissione Ue ha ribadito che nessuna decisione è stata presa ancora sul prestito ponte di 900 milioni concesso alla compagnia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Su muro Genova insulti a Toti e Bassetti
Infettivologo,fermare clima odio,deve essere condannato da tutti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
09 settembre 2021
13:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Bassetti Toti Bastardi”: L”infettivologo dell’ospedale San Martino di Genova posta su Facebook la foto di questo insulto comparso ieri su un muro a Genova nel quartiere di Pontedecimo. “Questi insulti, divenuti abituali e assurti a linguaggio della politica, sono inaccettabili”, afferma.
“Chi oggi sui vaccini e sulla gestione della pandemia dice e scrive oscenità, probabilmente non sa dire altro”, aggiunge tra l’altro. “Il clima d’odio sulla politica vaccinale, costruito ad arte e fomentato da alcuni politici, i loro giornali, alcuni giornalisti, varie trasmissioni televisive e i social deve essere fermato e condannato da tutti”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ok Cdm a obbligo vaccino per personale Rsa
Misura contenuto in dl approvato nel corso della riunione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
13:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per il personale, anche esterno, delle Rsa il decreto approvato in Consiglio dei ministri prevede “l’obbligo del vaccino, e non del Green Pass”, come invece è previsto per i lavoratori in ambito scolastico coinvolti nel provvedimento varato questa mattina. Lo ha spiegato, al termine del Cdm, il ministro per le Pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Lazio promosso, torna in giallo nella mappa Ecdc
Sempre rosso per Toscana, Marche, Basilicata, Calabria e Isole
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
09 settembre 2021
13:48
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Lazio dal rosso torna in giallo nella mappa aggiornata dell’incidenza Covid in Europa, realizzata dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie. Restano in rosso Toscana, Marche, Basilicata, Calabria e le Isole maggiori. Nell’ultima settimana, la più alta percentuale di nuovi casi rispetto alla popolazione si è verificata nella Francia meridionale e nella parte settentrionale dell’Irlanda.
Queste regioni, insieme ad alcune province greche, sono le uniche colorate in rosso scuro.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: obbligo per chiunque entri a scuola
Ma non per studenti. Verificano dirigenti e datori di lavoro che avranno a disposizione una piattaforma per il controllo delle certificazioni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
08:04
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Fino al 31 dicembre 2021, cessazione dello stato di emergenza, al fine di tutelare la salute pubblica, chiunque accede a tutte le strutture delle istituzioni scolastiche, educative e formative”, “deve possedere ed è tenuto ad esibire la certificazione verde Covid-19”. E’ quanto prevede il decreto sul Green pass approvato oggi in Cdm. L’obbligo di esibire il Pass vale per chiunque entri in una scuola ma non riguarda gli studenti e chi è esentato dal vaccino.
L’estensione vale anche per le università, i centri dell’infanzia e le scuole serali. I controlli spettano ai dirigenti scolastici e nel caso di personale esterno alle scuole, anche ai rispettivi datori di lavoro. Previste sanzioni da 400 a mille euro sia per chi non ha il pass sia per i dirigenti e i datori di lavoro ai quali sono demandati i controlli.
IL TESTO APPROVATO – Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti per fronteggiare l’emergenza da COVID-19 in ambito scolastico, della formazione superiore e socio sanitario-assistenziale. Lo si legge nel comunicato stampa del Cdm. Le misure non si applicano ai soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute. Le nuove norme restano in vigore sino al 31 dicembre prossimo, termine di cessazione dello stato di emergenza e disciplinano l’accesso in ogni struttura del sistema nazionale di istruzione e di formazione, compresi le strutture in cui si svolgono i corsi serali, i centri per l’istruzione degli adulti, i servizi educativi per l’infanzia, i sistemi regionali di istruzione e Formazione Tecnica Superiore e degli Istituti Tecnico Superiori e il sistema della formazione superiore. Chiunque accede a tutte le strutture delle istituzioni scolastiche, educative e formative è tenuto a possedere la Certificazione Verde. Questa disposizione non si applica ai bambini, agli alunni e agli studenti nonché ai frequentanti i sistemi regionali di formazione, ad eccezione di coloro che prendono parte ai percorsi formativi degli Istituti tecnici superiori. Il dirigente scolastico e i responsabili di tutte le istituzioni scolastiche, educative e formative hanno il compito di controllare il possesso del Green Pass da parte del lavoratore. Nel caso in cui l’accesso alle strutture sia motivato da ragioni di servizio o di lavoro, la verifica sul rispetto delle prescrizioni deve essere effettuata anche dai rispettivi datori di lavoro. Inoltre chiunque accede alle strutture del sistema nazionale universitario deve possedere ed è tenuto ad esibire la certificazione verde COVID-19. I responsabili delle Università e delle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica sono tenuti a verificare il rispetto delle prescrizioni. Le verifiche sono svolte a campione con le modalità individuate dalle Università. Nel caso in cui l’accesso alle strutture sia motivato da ragioni di servizio o di lavoro, la verifica sul rispetto delle prescrizioni deve essere effettuata anche dai rispettivi datori di lavoro. Per le Rsa le nuove norme entrano in vigore da 10 ottobre e saranno efficaci fino al 31 dicembre prossimo, termine di cessazione dello stato di emergenza, e applicano l’obbligo vaccinale nelle strutture residenziali, socio-assistenziali e sociosanitarie. Le nuove norme si applicano a tutti i soggetti che svolgono, a qualsiasi titolo, la propria attività lavorativa nelle strutture residenziali, socio-assistenziali, sociosanitarie e hospice (RSA, strutture per anziani, ecc.). Sono tenuti ad assicurare il rispetto dell’obbligo vaccinale i responsabili delle strutture e i datori di lavori dei soggetti che a qualunque titolo svolgono attività lavorativa sulla base di contratti esterni. Le modalità di verifica dell’adempimento dell’obbligo saranno definite con un decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri adottato di concerto con il Ministro della salute, sentito il Garante per la protezione dei dati personali.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A Staffolo muro della memoria per 381 vittime anni di piombo
Inaugurato 18/9 con figlio appuntato Ricci morto in via Fani
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
STAFFOLO
09 settembre 2021
15:21
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nasce a Staffolo, nelle Marche, il primo “Muro della Memoria”, lungo 8 metri e formato da 8 lapidi, che ricorda i nomi delle 381 vittime del terrorismo e delle stragi degli anni di piombo. Ai piedi del muro c’è una installazione in bronzo dedicata alla memoria del carabiniere Domenico Ricci, originario di Staffolo, scorta e autista di Aldo Moro, morto a 44 anni, nella strage di via Fani del 16 marzo del 1978.

Muro e monumento saranno inaugurati il 18 settembre alle 10, in piazza IV Novembre, da Giovanni Ricci, figlio dell’appuntato, alla presenza di autorità civili e militari. Per il taglio del nastro sarà letto un messaggio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Per questa iniziativa, il Comune di Staffolo ha coinvolto l’associazione intitolata a Domenico Ricci, e il Liceo artistico Mannucci di Jesi. A realizzare l’installazione sono state infatti tre studentesse, Giulia Salta, Maria Zenobi e Maria Ciuffolotti, sotto il coordinamento di Massimo Ippoliti e su una idea progettuale di un cittadino di Staffolo, Franco Costarelli: dalle rovine di un muro in mattoni nasce una vite, e ai suoi piedi c’è un orologio fisso sulle ore 9:05, il momento della strage di via Fani. “Staffolo sarà il primo paese d’Italia che avrà l’onore e il coraggio di raccontare queste dolorose pagine di storia ai ragazzi – spiega Giovanni Ricci – e lo farà attraverso la tecnologia: alla base del monumento sarà riportato un QR code che, inquadrato con i cellulari, rimanderà alle pagine del libro della Presidenza della Repubblica con la narrazione dei singoli episodi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: Ok Camera al decreto, solo 1/3 Lega vota in Aula
In tutto i sì sono stati 259, 34 i contrari, 2 gli astenuti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
15:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Via libera dell’Aula della Camera al decreto legge Covid che contiene le norme sul green pass, proroga a fine anno lo stato di emergenza nazionale e rivede i parametri sanitari per il passaggio di colore nelle regioni del Paese. I voti a favore sono stati 259, 34 i contrari, due gli astenuti.
I pochi deputati Lega in Aula votano a favore. Il testo, che scade il prossimo 21 settembre, ora passa al Senato.
Solo circa un terzo del gruppo della Lega ha partecipato alla votazione finale : si evince dai tabulati della votazione secondo cui del gruppo del Carroccio hanno votato solo in 45 su 132.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Italia-Ue: Charles Michel a Palazzo Chigi, incontro con Draghi su Covid e Afghanistan
E’ stato accolto nel cortile di Palazzo Chigi dal premier italiano
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
17:28
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha incontrato oggi pomeriggio a Palazzo Chigi il Presidente del Consiglio Europeo, Charles Michel. Al centro del colloquio la crisi afghana, anche in connessione con le prospettive dell’azione internazionale nei diversi fori, incluso il G20, la lotta alla pandemia da Covid e la gestione dei flussi migratori.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Italia-Ue: Michel arrivato a P. Chigi, incontro con Draghi
Presidente del Consiglio Ue accolto nel cortile dal premier
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
15:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente del Consiglio Ue Charles Michel è arrivato a Palazzo Chigi per il faccia a faccia con Mario Draghi. Michel è stato accolto nel cortile di Palazzo Chigi dal premier italiano.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: bozza dl, obbligo per chiunque entri a scuola
Ma non per studenti. Verificano dirigenti e datori di lavoro
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
16:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Fino al 31 dicembre 2021, cessazione dello stato di emergenza, al fine di tutelare la salute pubblica, chiunque accede a tutte le strutture delle istituzioni scolastiche, educative e formative”, “deve possedere ed è tenuto ad esibire la certificazione verde Covid-19”. Lo si legge nella bozza del decreto sul Green pass approvato oggi in Cdm.

L’obbligo di esibire il Pass vale per chiunque entri in una scuola ma non riguarda gli studenti e chi è esentato dal vaccino. L’estensione vale anche per le università. I controlli spettano ai dirigenti scolastici e nel caso di personale esterno alle scuole, anche ai rispettivi datori di lavoro.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cassazione,in aula crocifisso se comunità scuola d’accordo
Eventualmente con altri simboli fedi e cercando intesa tra tutti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
16:03
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’ aula di una classe “può accogliere la presenza del crocifisso quando la comunità scolastica interessata valuti e decida in autonomia di esporlo, eventualmente accompagnandolo con i simboli di altre confessioni presenti nella classe e in ogni caso ricercando un ragionevole accomodamento tra eventuali posizioni difformi”. E’ quanto ha stabilito la corte di Cassazione (sentenza n.
24414, pubblicata oggi) che a Sezioni Unite, si è occupata dell’affissione del crocifisso nelle aule scolastiche.
In particolare, la questione esaminata dalla Cassazione riguardava la compatibilità tra l’ordine di esposizione del crocifisso, impartito dal dirigente scolastico di un istituto professionale statale sulla base di una delibera assunta a maggioranza dall’assemblea di classe degli studenti, e la libertà di coscienza in materia religiosa del docente che desiderava fare le sue lezioni senza il simbolo religioso appeso alla parete. La Corte ha affermato che la disposizione del regolamento degli anni Venti del secolo scorso – che tuttora disciplina la materia, mancando una legge del Parlamento – è suscettibile di essere interpretata in senso conforme alla Costituzione. “L’aula può accogliere la presenza del crocifisso quando la comunità scolastica interessata – spiega la Cassazione – valuti e decida in autonomia di esporlo, eventualmente accompagnandolo con i simboli di altre confessioni presenti nella classe e in ogni caso ricercando un ragionevole accomodamento tra eventuali posizioni difformi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: a Budapest incontrerà Viktor Orban
Il precedente incontro risale al 2016
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTÀ DEL VATICANO
09 settembre 2021
16:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Durante la sua presenza di poche ore a Budapest, per celebrare la messa conclusiva del 52/o Congresso eucaristico internazionale, è previsto che domenica prossima papa Francesco veda il primo ministro ungherese Viktor Orban, in un incontro presso il Museo delle Belle Arti insieme al presidente della Repubblica Janos Ader. Lo ha confermato in un briefing con i giornalisti il direttore della Sala stampa vaticana Matteo Bruni.
Ad accogliere il Papa all’aeroporto della capitale ungherese sarà invece il vice primo ministro Zsolt Semjen.
I precedenti incontri di papa Francesco con Orban, tra i capofila del sovranismo europeo, spesso in disaccordo con la visione del Papa sull’accoglienza degli immigrati, non sono stati udienze private e risalgono in Vaticano al 2016, in un incontro con la delegazione dei parlamentari cristiani, e al 2017, con altri capi di Stato e di governo in occasione dell’anniversario dei Trattati di Roma. Sempre domenica, ad accogliere il Papa al suo arrivo nella capitale slovacca Bratislava sarà invece la presidente della Repubblica Zuzana Caputova. Il Papa resterà poi in Slovacchia fino a mercoledì 15.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: Cisl, alcuni ritardi, presidi nel limbo
A Roma protesta genitori Dante Alighieri per riduzione sezioni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
16:20
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Le assegnazioni dei 422 milioni per l’organico docente e ata definito ‘Covid’ sono state inviate agli Uffici scolastici regionali ma in alcune regioni non sono state date indicazioni in merito ai possibili sdoppiamenti o alla formazione di gruppi di apprendimento come è avvenuto lo scorso anno. Inoltre denunciamo, purtroppo, un grave ritardo nella consegna, da parte di diversi enti locali, di aule che dovevano essere completate già dallo scorso anno.
I dirigenti sono in un limbo di incertezze. Questa situazione non ha permesso di stabilizzare la gestione dello scorso anno e speriamo che ci siano i tempi per rivedere l’impostazione generale”. La denuncia arriva dalla segretaria della Cisl Scuola, Maddalena Gissi.
Una conferma in tal senso arriva dalla protesta dei genitori di una nota scuola romana, l’Istituto Comprensivo Dante Alighieri della capitale, dove le sezioni quest’anno sono passate da 6 a 4 di fatto procedendo allo smembramento di due sezioni aggiunte l’anno scorso per rispettare le disposizioni ministeriali in piena emergenza Covid. “Per anni si è denunciata la pratica delle “classi pollaio” e se c’è stata una cosa positiva, in questo periodo drammatico, è stata proprio la possibilità di ridurre il numero degli alunni per classe, dando anche la possibilità ai docenti di tenere conto delle singole esigenze e dell’individualità in crescita degli alunni. Oggi lo Stato ci chiede di tornare a prassi passate nocive e di non tenere conto dell’aumento di probabilità di contagio a cui andremo incontro in classi con numeri di alunni così aumentati ed in gran parte ancora non vaccinati”, scrivono i genitori degli alunni al direttore dell’Ufficio scolastico del Lazio, Rocco Pinneri, chiedendo di tenere inalterato il numero delle sezioni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giustizia: voto unanime commissione su Tribunale famiglia
Ok anche di FdI all’emendamento in Senato
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
16:54
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione Giustizia del Senato ha approvato all’unanimità, quindi con il sì di Fdi, l’emendamento delle relatrici alla riforma del processo civile, che istituisce il nuovo Tribunale della famiglia dei minorenni e delle persone. Lo riferisce la relatrice Fiammetta Modena, al termine della seduta.

Il nuovo Tribunale sarà competente su tutte le materie che riguardano separazione, divorzi, affidi e il diritto penale minorile.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giustizia:Commissione conclude voto riforma processo civile. In aula mercoledì
Vi libera all’unanimità all’istituzione del nuovo Tribunale della famiglia dei minorenni e delle persone
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
17:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione Giustizia del Senato ha concluso l’esame e le votazioni degli emendamenti alla riforma del processo civile, la più importante delle riforma della giustizia per ciò che attiene le condizioni poste dalla Ue per avere i fondi del Pnrr.
Martedì la Commissione Bilancio darà il parere sulle coperture e la Commissione Giustizia voterà formalmente il mandato al relatore. Mercoledì il testo è atteso in Aula.
Durante l’esame è stato approvato all’unanimità, quindi con il sì di Fdi, l’emendamento delle relatrici alla riforma del processo civile, che istituisce il nuovo Tribuna della famiglia dei minorenni e delle persone.
Lo riferisce la relatrice Fiammetta Modena, al termine della seduta. Il nuovo Tribunale sarà competente su tutte le materie che riguardano separazione, divorzi, affidi e il diritto penale minorile.
Saranno ampliate le competenze in materia civile del giudice di pace. E’ quanto prevede uno degli emendamenti del governo alla legge delega di riforma del processo civile approvati dalla Commissione Giustizia del Senato, che ha ripreso stamani l’esame delle proposte di modifica. L’emendamento del governo, così come è stato modificato da un sub-emendamento della Svp anch’esso approvato, esclude un ampliamento delle competenze in materia tavolare, cioè in materia di diritti di proprietà sui beni immobili.
Potrà essere scaricato dalle tasse il compenso dell’avvocato che assiste nella mediazione. E’ uno dei benefici fiscali previsti da un emendamento del governo alla riforma del processo civile approvato dalla Commissione Giustizia del Senato insieme ad altre misure che mirano a favorire i riti alternativi. L’emendamento stabilisce che la legge delega debba “riordinare e semplificare la disciplina degli incentivi fiscali delle procedure stragiudiziali di risoluzione delle controversie”, come mediazione, negoziazione assistita e arbitrato, prevedendo tra le altre cose “l’incremento della misura dell’esenzione dall’imposta di registro, il riconoscimento di un credito d’imposta commisurato al compenso dell’avvocato che assiste la parte nella procedura di mediazione, nei limiti previsti dai parametri professionali; l’ulteriore riconoscimento di un credito d’imposta commisurato al contributo unificato versato dalle parti nel giudizio che risulti estinto a seguito della conclusione dell’accordo di mediazione; l’estensione del patrocinio a spese dello Stato alle procedure di mediazione e di negoziazione assistita; la previsione di un credito di imposta in favore degli organismi di mediazione commisurato all’indennità non esigibile dalla parte che si trova nelle condizioni per l’ammissione al patrocinio a spese dello Stato; la riforma delle spese di avvio della procedura di mediazione e delle indennità spettanti agli organismi di mediazione”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 5.522 positivi, 59 vittime
291.468 test, tasso positività all’1,9%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
17:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 5.522 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 5.923.
Sono invece 59 le vittime in un giorno, ieri erano state 69.
I tamponi effettuati sono 291.468, ieri erano stati 301.980.
Il tasso di positività è all’1,9%, stabile rispetto al 2% di ieri.
Sono 558 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, sei in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 38, stesso numero di ieri. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.230; si tratta di 5 persone in meno rispetto a ieri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Venezia: da oggi la Certosa ha il suo ‘Bosco del Cinema’
Ottavia Piccolo mette a dimora pianta dedicata a Benigni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
09 settembre 2021
17:41
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Centosette piantine in tutto, l’ultima delle quali dedicata al fresco Leone d’Oro alla carriera Roberto Benigni. È nato simbolicamente oggi, all’isola della Certosa di Venezia, il primo “Bosco del Cinema”, d’intesa tra Ministero della Transizione ecologica e il Comando unità forestali, ambientali e agroalimentari dell’Arma dei Carabinieri.

“L’iniziativa rientra nel progetto ‘Un albero per il futuro’ voluto dall’Arma – ha spiegato il generale, Antonio Pietro Marzo – di mettere a dimora 60mila piantine, per creare un grande bosco diffuso. E anche quello della Certosa ne fa parte, nel suo piccolo. Ogni pianta comincerà a sottrarre anidride carbonica e man mano che crescerà, un algoritmo mostrerà quanta ne sarà stata sottratta all’ambiente”.
Ogni futuro albero è stato dedicato ad uno degli artisti che nel corso degli anni è stato insignito del Leone d’oro alla carriera, nonché ai dieci film vincitori del “Green drop award”, che in questi anni sono stati segnalati alla Mostra per il loro alto valore ambientale È spettato a Ottavia Piccolo, attrice e attivista trapiantata da anni a Venezia, mettere a dimora l’ultima pianta, la cui targhetta riporta il nome di Roberto Benigni. “Questa è l’occasione per dire che il mondo va aiutato, – ha detto – abbiamo il compito di far capire che siamo tutti sulla stessa barca. Io mi sento testimone del mio tempo e il mio lavoro è quello di non voltare la testa dall’altra parte”, ha concluso.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gli orfani dell’attacco alle Torri gemelle
Circa 3000 erano bimbi e persero un genitore. Lezione resilienza
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
09 settembre 2021
17:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
C’è chi era molto piccolo, e del padre o della madre ha pochi ricordi sfocati, chi era a scuola e ha capito subito che la sua vita sarebbe cambiata per sempre, e poi c’è la ‘Generazione 11 settembre’, gli oltre cento nati dopo gli attentati del 2001 nei quali hanno perso il padre. In tutto sono quasi 3.000 i bambini orfani degli attacchi che hanno cambiato la storia dell’America: ora sono giovani adulti e in occasione del ventesimo anniversario raccontano com’è stato crescere con costanti incubi notturni, il dolore di non aver mai conosciuto un genitore, e il peso di essere costantemente visti come le vittime di un disastro storico.
Ma parlano anche dell’orgoglio per la loro determinazione.
Ashley Bisman, 36enne di Port Washington, New York, per esempio l’11 settembre 2001 stava seguendo una lezione di storia al liceo e ha visto in tv l’edificio dove lavorava il padre in fiamme: il suo corpo non è mai stato trovato, solo la sua carta di credito. “C’è una tristezza che non se andrà mai”, racconta al Wall Street Journal, precisando però che la vita è fatta anche di speranza, amore e risate: “Non si tratta della tragedia che ti è capitata, ma di come ti rialzi e la superi”. Mentre la 19enne Leah Quigley di Wellesley, Massachusetts, è nata un mese dopo la morte del padre: Patrick Quigley IV era un passeggero del volo United Airlines 175, il secondo aereo a colpire il World Trade Center. Quando aveva 7 anni ha trovato conforto nel frequentare un campo estivo per gli orfani degli attentati: “E’ stato di grande aiuto sapere che non c’ero solo io”. Per lei, essere etichettata come figlia dell’11 settembre è stato difficile, “qualcosa che nessuno sa davvero come affrontare”.
Celia Rose Gooding invece è un’attrice 21enne, e afferma che recitare l’ha aiutata a superare il dolore per la morte del padre, trader finanziario alla Cantor Fitzgerald. Sua madre anni fa le ha regalato la fede nuziale del genitore, e la porta sempre con lei, “per mantenere la sua energia”. Poi ci sono i due fratelli Julia e Michael Gardner, 22 e 24 anni, di New York City: hanno scoperto che coltivare gli hobby del padre – come ascoltare i suoi vinili di Beatles e Led Zeppelin – li aiuta a sentirsi più vicini a lui. Nicholas Gorki, 19enne di Rye Brook, New York, non era ancora nato durante l’attacco alle Torri Gemelle e sua madre, incinta di circa sette settimane, a causa delle nausee ha fatto tardi al lavoro. Era analista presso la Morgan Stanley Dean Witter e stava per entrare nella Torre Sud quando ha visto il primo aereo colpire la Torre Nord. Sorte opposta è purtroppo toccata al padre, Sebastian Gorki, un dirigente di Deutsche Bank che lavorava a Midtown Manhattan: si era offerto volontario per un incontro di lavoro all’ultimo minuto nelle Torri, ed è morto nel crollo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VdA per obbligo Green pass a sciatori e personale funivie
Chiesto al Governo stop contingentamento presenze
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA
09 settembre 2021
18:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Valle d’Aosta va verso l’obbligo di Green pass per sciatori e personale degli impianti a fune nella prossima stagione invernale. E’ quanto emerso oggi dalla riunione del gruppo di lavoro presieduto dagli assessori Luigi Bertschy e Jean-Pierre Guichardaz e composto da rappresentanti dell’associazione valdostana impianti a fune, maestri di sci, albergatori, guide alpine, Confcommercio e Camera di Commercio.

La Valle d’Aosta, chiede altresì al governo il “superamento della logica del contingentamento nell’utilizzo degli impianti di risalita”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Benzina: prezzo torna a salire, +5 cents a 1,655 al litro
Nell’ultima settimana in aumento al diesel
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 settembre 2021
17:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tornano a salire dopo un periodo di quiete i prezzi dei carburanti. Secondo le rilevazioni settimanali del Ministero della transizione ecologica, il prezzo medio in modalità self service della benzina è aumentato di 5 centesimi al litro, arrivando a 1,655 euro.
Il diesel è a 1,504 euro al litro, in rialzo in questo caso di 4 centesimi rispetto al monitoraggio della settimana precedente.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giorgetti, premi per chi investe nei territori in crisi
Il ministro dello Sviluppo Economico: “Anti delocalizzazioni? Regole moderne per evitare chiusure”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
AIROLA
07 settembre 2021
16:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Con il ministro del Lavoro abbiamo quasi definito una proposta che è sbagliato chiamare ‘anti delocalizzazioni’. Occorre stabilire regole moderne per evitare chiusure”.
Così il ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti, intervistato dal Tg2 ad Airola, dove ha visitato lo stabilimento Adler. “Per quelli che prendono un contributo e scappano – ha detto Giorgetti – rispetto al passato qualcosa è cambiato. Con i contratti di sviluppo abbiamo fatto una piccola pausa di rifinitura perché vogliamo introdurre una premialità per quegli imprenditori che faranno investimenti in territori in crisi”.
“Per la ricostruzione e il rilancio del Paese serve disponibilità da parte di tutti: imprenditori, ma anche lavoratori e sindacati. Non si può andare controvento, se certe produzioni sono ormai vietate o fuori mercato”, ha aggiunto il ministro dello Sviluppo economico. “La ripresa non dipende solo da buone leggi o dalle risorse in campo, che sono tante, ma c’è bisogno di forza lavoro e materie prime. C’è molta più domanda che offerta”, ha inoltre detto Giorgetti. “Nel settore edilizio, con il superbonus 110%, e se partono tutti gli appalti pubblici previsti per i prossimi 5 anni – ha aggiunto – non c’è un’industria di costruzioni in grado di rispondere a questa domanda. Anche questo è un tema da discutere”.
In merito all’incontro tra le parti sociali in cui si è discusso dell’obbligatorietà del green pass nei luoghi di lavoro, il ministro ha detto che “sul green pass si mettono d’accordo loro, imprese e sindacati. E’ sicuramente un passo in avanti, ma ci sono anche altre questioni da valutare ovviamente”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Conad ipotizza aspettativa per dipendenti non vaccinati
L’ad Pugliese lancia l’ipotesi, no-vax propongono boicottaggio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
07 settembre 2021
19:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Aspettativa non retribuita per i dipendenti Conad senza Green pass. E’ l’ipotesi lanciata dall’amministratore delegato dalla cooperativa di negozianti Francesco Pugliese, nel corso di un’intervista al programma ‘Quarta Repubblica’ di Rete 4, che ha suscitato dibattito e polemiche, arrivate fino a una campagna di boicottaggio lanciata sui social dai gruppi di attivisti no-vax.
Nel corso della trasmissione, Pugliese ha ricordato l’impegno dei dipendenti non solo di Conad, ma di tutti i supermercati italiani, nel corso della pandemia, fin dal primo lockdown. Un impegno spesso sottovalutato, ma che ha consentito in maniera non scontata di tenere aperti i punti vendita in un periodo di grande disorientamento. “Io sono molto d’accordo con il Green pass – è il ragionamento fatto da Pugliese – non capisco per quale motivo io che sono vaccinato devo avere queste attenzione e poi devo invece correre il rischio di andare in un supermercato col dipendente che può non essere vaccinato. Se non si vogliono vaccinare credo che la via più giusta sia quella di andare in aspettativa non retribuita”. La sollevazione che ha provocato la proposta, alimentata soprattutto in ambienti no-vax, ha portato Pugliese e Conad a non tornare sulla questione. Hanno preferito trincerarsi dietro un ‘no comment’ senza approfondire il livello di fattibilità della proposta e la situazione relativa ai dipendenti sei supermercati. D’altronde, sui social, per tutto il giorno Conad è stato uno dei temi più discussi: non solo e non tanto per la proposta di boicotaggio, ma anche per i numerosissimi interventi di persone che invece applaudivano la proposta di Pugliese con l’invito palese a fare acquisti nei punti Conad proprio come gesto di sostegno alla decisione. La proposta di Pugliese ha preso in contropiede anche i sindacati, impegnati in questi giorni, sia a livello generale, sia di categoria, in una complessa trattativa che riguarda tantissimi aspetti legati al complicato rapporto fra mondo del lavoro e applicazione del Green Pass, hanno preferito non aprire un fronte dall’alto valore simbolico, come quello che potrebbe essere rappresentato da un marchio noto come Conad. Anche perché, all’inizio della campagna vaccinale, non erano mancate le voci, anche dal mondo sindacale, che chiedevano di includere i commessi dei supermercati fra le categorie da vaccinare prioritariamente. E’ alto, inoltre, il timore di atti vandalici, soprattutto in Emilia-Romagna, dove nei giorni e nelle settimane scorsi sono state danneggiate e imbrattate alcune sedi vaccinali. Soprattutto alla luce del fatto che giovedì, Conad aprirà a Bologna un negozio che vuole essere il proprio fiore all’occhiello: un punto vendita di prodotti di alta qualità con annesso bistrot in un suggestivo immobile del XIV secolo, l’ex Monte di Pietà di via Indipendenza, a pochi passi da piazza Maggiore, abbandonato da anni. Il timore che l’inaugurazione di un progetto al quale Conad lavora da tempo, e che ha subito una battuta d’arresto a causa della pandemia, possa trasformarsi in un pretesto per una manifestazione no-vax ha, probabilmente, spinto Conad alla prudenza su un tema che però, nelle prossime settimane, potrebbe coinvolgere anche altri luoghi di lavoro, soprattutto quelli aperti al pubblico.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mps: Sileoni (Fabi), operazione già conclusa senza elezioni
Giusto abbassare toni. Orcel non ascolti la politica
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
15:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Questa operazione Mps Unicredit si sarebbe potuta già concludere se non ci fossero state le elezioni politiche (quelle suppletive a Siena ndr) di mezzo”. Lo afferma il segretario generale della Fabi Lando Sileoni intervistato a Class Cnbc “Giustamente il presidente Mario Draghi.
il ministro Franco e lo stesso direttore generale del Tesoro Rivera assieme al governo hanno deciso si abbassare i toni per permettere ai candidati di svolgere le elezioni in un clima più sereno rispetto a quell’attuale anche se non mancheranno le strumentalizzazioni a carattere politico con argomenti che no stanno in piedi”: Sileoni ha quindi aggiunto come l’ad di Unicedit Andrea Orcel “ha un un grosso vantaggio: non avrà alcun condizionamento della politica, andrà per la sua strada senza curarsi dei pettegolezzi, spero che non avrà alcun condizionamento delle dinamiche politico-finanziarie prettamente italiane, a condizione di saper utilizzare le proprie esperienze professionali maturate all’estero e anche qui in Italia e rappresenterà probabilmente la vera novità del settore”..
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Smart working: Brunetta, quello nella Pubblica Amministrazione è all’italiana
‘Proiettarlo nel futuro mi sembra un abbaglio’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
20:00
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il lavoro agile può servire nell’emergenza ma non può essere il lavoro del futuro, proiettarlo nel futuro mi sembra un abbaglio”. Così Renato Brunetta ministro della Pubblica Amministrazione rispondendo alla Camera al question time.
“Oggi chi fa lavoro agile non ha un contratto specifico, non ha obiettivi, non ha tecnologie, in più non c’è sicurezza, vedi il caso del Lazio, insomma è un lavoro a domicilio all’Italiana” ha detto ancora Brunetta.
“Il futuro è nel Pnrr, è nel +6% di crescita del Paese.
E il Paese per crescere ha bisogno di una Pubblica Amministrazione in presenza, regolata, garantita, in sicurezza, con un contratto”, ha aggiunto il ministro.
“Il lavoro smart – ha anche detto – è stata la risposta all’emergenza. Si doveva tenere i dipendenti a casa e si è scelta questa soluzione, li si poteva mettere in cassa integrazione come nel privato e invece si è scelto questa modalità. Idea intelligente, ma il lavoro agile non ha garantito i servizi pubblici essenziali”.
Queste ultime osservazioni del ministro hanno determinato una vivace replica del deputato Sebastiano Cubeddu (M5S) lo scambio è poi proseguito nella replica del ministro all’onorevole Stefania Prestigiacomo. Il ministro, rivolto ai ai deputati del Movimento Cinque Stelle M5S ha detto: “I luddisti siete voi”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

In Cdm discussione su dossier Alitalia. Ue: ‘Nessuna decisione presa sul prestito ponte’
Nessuna ipotesi di decreto ad hoc sul tavolo del governo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
13:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il dossier Alitalia – al centro delle proteste sindacali di queste ore – è stato tra i temi in discussione nel Consiglio dei ministri appena terminato. E’ quanto si apprende da fonti di governo che sottolineano come, sul tavolo, non sia stata però esaminata alcuna ipotesi di un decreto ad hoc.
In mattinata la commissione Ue ha ribadito che nessuna decisione è stata presa ancora sul prestito ponte di 900 milioni concesso alla compagnia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Su muro Genova insulti a Toti e Bassetti
Infettivologo,fermare clima odio,deve essere condannato da tutti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
09 settembre 2021
13:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Bassetti Toti Bastardi”: L”infettivologo dell’ospedale San Martino di Genova posta su Facebook la foto di questo insulto comparso ieri su un muro a Genova nel quartiere di Pontedecimo. “Questi insulti, divenuti abituali e assurti a linguaggio della politica, sono inaccettabili”, afferma.
“Chi oggi sui vaccini e sulla gestione della pandemia dice e scrive oscenità, probabilmente non sa dire altro”, aggiunge tra l’altro. “Il clima d’odio sulla politica vaccinale, costruito ad arte e fomentato da alcuni politici, i loro giornali, alcuni giornalisti, varie trasmissioni televisive e i social deve essere fermato e condannato da tutti”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ok Cdm a obbligo vaccino per personale Rsa
Misura contenuto in dl approvato nel corso della riunione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
13:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per il personale, anche esterno, delle Rsa il decreto approvato in Consiglio dei ministri prevede “l’obbligo del vaccino, e non del Green Pass”, come invece è previsto per i lavoratori in ambito scolastico coinvolti nel provvedimento varato questa mattina. Lo ha spiegato, al termine del Cdm, il ministro per le Pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Lazio promosso, torna in giallo nella mappa Ecdc
Sempre rosso per Toscana, Marche, Basilicata, Calabria e Isole
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
09 settembre 2021
13:48
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Lazio dal rosso torna in giallo nella mappa aggiornata dell’incidenza Covid in Europa, realizzata dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie. Restano in rosso Toscana, Marche, Basilicata, Calabria e le Isole maggiori. Nell’ultima settimana, la più alta percentuale di nuovi casi rispetto alla popolazione si è verificata nella Francia meridionale e nella parte settentrionale dell’Irlanda.
Queste regioni, insieme ad alcune province greche, sono le uniche colorate in rosso scuro.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: obbligo per chiunque entri a scuola
Ma non per studenti. Verificano dirigenti e datori di lavoro che avranno a disposizione una piattaforma per il controllo delle certificazioni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
08:04
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Fino al 31 dicembre 2021, cessazione dello stato di emergenza, al fine di tutelare la salute pubblica, chiunque accede a tutte le strutture delle istituzioni scolastiche, educative e formative”, “deve possedere ed è tenuto ad esibire la certificazione verde Covid-19”. E’ quanto prevede il decreto sul Green pass approvato oggi in Cdm. L’obbligo di esibire il Pass vale per chiunque entri in una scuola ma non riguarda gli studenti e chi è esentato dal vaccino.
L’estensione vale anche per le università, i centri dell’infanzia e le scuole serali. I controlli spettano ai dirigenti scolastici e nel caso di personale esterno alle scuole, anche ai rispettivi datori di lavoro. Previste sanzioni da 400 a mille euro sia per chi non ha il pass sia per i dirigenti e i datori di lavoro ai quali sono demandati i controlli.
IL TESTO APPROVATO – Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti per fronteggiare l’emergenza da COVID-19 in ambito scolastico, della formazione superiore e socio sanitario-assistenziale. Lo si legge nel comunicato stampa del Cdm. Le misure non si applicano ai soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute. Le nuove norme restano in vigore sino al 31 dicembre prossimo, termine di cessazione dello stato di emergenza e disciplinano l’accesso in ogni struttura del sistema nazionale di istruzione e di formazione, compresi le strutture in cui si svolgono i corsi serali, i centri per l’istruzione degli adulti, i servizi educativi per l’infanzia, i sistemi regionali di istruzione e Formazione Tecnica Superiore e degli Istituti Tecnico Superiori e il sistema della formazione superiore. Chiunque accede a tutte le strutture delle istituzioni scolastiche, educative e formative è tenuto a possedere la Certificazione Verde. Questa disposizione non si applica ai bambini, agli alunni e agli studenti nonché ai frequentanti i sistemi regionali di formazione, ad eccezione di coloro che prendono parte ai percorsi formativi degli Istituti tecnici superiori. Il dirigente scolastico e i responsabili di tutte le istituzioni scolastiche, educative e formative hanno il compito di controllare il possesso del Green Pass da parte del lavoratore. Nel caso in cui l’accesso alle strutture sia motivato da ragioni di servizio o di lavoro, la verifica sul rispetto delle prescrizioni deve essere effettuata anche dai rispettivi datori di lavoro. Inoltre chiunque accede alle strutture del sistema nazionale universitario deve possedere ed è tenuto ad esibire la certificazione verde COVID-19. I responsabili delle Università e delle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica sono tenuti a verificare il rispetto delle prescrizioni. Le verifiche sono svolte a campione con le modalità individuate dalle Università. Nel caso in cui l’accesso alle strutture sia motivato da ragioni di servizio o di lavoro, la verifica sul rispetto delle prescrizioni deve essere effettuata anche dai rispettivi datori di lavoro. Per le Rsa le nuove norme entrano in vigore da 10 ottobre e saranno efficaci fino al 31 dicembre prossimo, termine di cessazione dello stato di emergenza, e applicano l’obbligo vaccinale nelle strutture residenziali, socio-assistenziali e sociosanitarie. Le nuove norme si applicano a tutti i soggetti che svolgono, a qualsiasi titolo, la propria attività lavorativa nelle strutture residenziali, socio-assistenziali, sociosanitarie e hospice (RSA, strutture per anziani, ecc.). Sono tenuti ad assicurare il rispetto dell’obbligo vaccinale i responsabili delle strutture e i datori di lavori dei soggetti che a qualunque titolo svolgono attività lavorativa sulla base di contratti esterni. Le modalità di verifica dell’adempimento dell’obbligo saranno definite con un decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri adottato di concerto con il Ministro della salute, sentito il Garante per la protezione dei dati personali.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A Staffolo muro della memoria per 381 vittime anni di piombo
Inaugurato 18/9 con figlio appuntato Ricci morto in via Fani
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
STAFFOLO
09 settembre 2021
15:21
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nasce a Staffolo, nelle Marche, il primo “Muro della Memoria”, lungo 8 metri e formato da 8 lapidi, che ricorda i nomi delle 381 vittime del terrorismo e delle stragi degli anni di piombo. Ai piedi del muro c’è una installazione in bronzo dedicata alla memoria del carabiniere Domenico Ricci, originario di Staffolo, scorta e autista di Aldo Moro, morto a 44 anni, nella strage di via Fani del 16 marzo del 1978.

Muro e monumento saranno inaugurati il 18 settembre alle 10, in piazza IV Novembre, da Giovanni Ricci, figlio dell’appuntato, alla presenza di autorità civili e militari. Per il taglio del nastro sarà letto un messaggio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Per questa iniziativa, il Comune di Staffolo ha coinvolto l’associazione intitolata a Domenico Ricci, e il Liceo artistico Mannucci di Jesi. A realizzare l’installazione sono state infatti tre studentesse, Giulia Salta, Maria Zenobi e Maria Ciuffolotti, sotto il coordinamento di Massimo Ippoliti e su una idea progettuale di un cittadino di Staffolo, Franco Costarelli: dalle rovine di un muro in mattoni nasce una vite, e ai suoi piedi c’è un orologio fisso sulle ore 9:05, il momento della strage di via Fani. “Staffolo sarà il primo paese d’Italia che avrà l’onore e il coraggio di raccontare queste dolorose pagine di storia ai ragazzi – spiega Giovanni Ricci – e lo farà attraverso la tecnologia: alla base del monumento sarà riportato un QR code che, inquadrato con i cellulari, rimanderà alle pagine del libro della Presidenza della Repubblica con la narrazione dei singoli episodi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: Ok Camera al decreto, solo 1/3 Lega vota in Aula
In tutto i sì sono stati 259, 34 i contrari, 2 gli astenuti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
15:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Via libera dell’Aula della Camera al decreto legge Covid che contiene le norme sul green pass, proroga a fine anno lo stato di emergenza nazionale e rivede i parametri sanitari per il passaggio di colore nelle regioni del Paese. I voti a favore sono stati 259, 34 i contrari, due gli astenuti.
I pochi deputati Lega in Aula votano a favore. Il testo, che scade il prossimo 21 settembre, ora passa al Senato.
Solo circa un terzo del gruppo della Lega ha partecipato alla votazione finale : si evince dai tabulati della votazione secondo cui del gruppo del Carroccio hanno votato solo in 45 su 132.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Italia-Ue: Charles Michel a Palazzo Chigi, incontro con Draghi su Covid e Afghanistan
E’ stato accolto nel cortile di Palazzo Chigi dal premier italiano
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
17:28
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha incontrato oggi pomeriggio a Palazzo Chigi il Presidente del Consiglio Europeo, Charles Michel. Al centro del colloquio la crisi afghana, anche in connessione con le prospettive dell’azione internazionale nei diversi fori, incluso il G20, la lotta alla pandemia da Covid e la gestione dei flussi migratori.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Italia-Ue: Michel arrivato a P. Chigi, incontro con Draghi
Presidente del Consiglio Ue accolto nel cortile dal premier
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
15:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente del Consiglio Ue Charles Michel è arrivato a Palazzo Chigi per il faccia a faccia con Mario Draghi. Michel è stato accolto nel cortile di Palazzo Chigi dal premier italiano.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: bozza dl, obbligo per chiunque entri a scuola
Ma non per studenti. Verificano dirigenti e datori di lavoro
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
16:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Fino al 31 dicembre 2021, cessazione dello stato di emergenza, al fine di tutelare la salute pubblica, chiunque accede a tutte le strutture delle istituzioni scolastiche, educative e formative”, “deve possedere ed è tenuto ad esibire la certificazione verde Covid-19”. Lo si legge nella bozza del decreto sul Green pass approvato oggi in Cdm.

L’obbligo di esibire il Pass vale per chiunque entri in una scuola ma non riguarda gli studenti e chi è esentato dal vaccino. L’estensione vale anche per le università. I controlli spettano ai dirigenti scolastici e nel caso di personale esterno alle scuole, anche ai rispettivi datori di lavoro.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cassazione,in aula crocifisso se comunità scuola d’accordo
Eventualmente con altri simboli fedi e cercando intesa tra tutti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
16:03
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’ aula di una classe “può accogliere la presenza del crocifisso quando la comunità scolastica interessata valuti e decida in autonomia di esporlo, eventualmente accompagnandolo con i simboli di altre confessioni presenti nella classe e in ogni caso ricercando un ragionevole accomodamento tra eventuali posizioni difformi”. E’ quanto ha stabilito la corte di Cassazione (sentenza n.
24414, pubblicata oggi) che a Sezioni Unite, si è occupata dell’affissione del crocifisso nelle aule scolastiche.
In particolare, la questione esaminata dalla Cassazione riguardava la compatibilità tra l’ordine di esposizione del crocifisso, impartito dal dirigente scolastico di un istituto professionale statale sulla base di una delibera assunta a maggioranza dall’assemblea di classe degli studenti, e la libertà di coscienza in materia religiosa del docente che desiderava fare le sue lezioni senza il simbolo religioso appeso alla parete. La Corte ha affermato che la disposizione del regolamento degli anni Venti del secolo scorso – che tuttora disciplina la materia, mancando una legge del Parlamento – è suscettibile di essere interpretata in senso conforme alla Costituzione. “L’aula può accogliere la presenza del crocifisso quando la comunità scolastica interessata – spiega la Cassazione – valuti e decida in autonomia di esporlo, eventualmente accompagnandolo con i simboli di altre confessioni presenti nella classe e in ogni caso ricercando un ragionevole accomodamento tra eventuali posizioni difformi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: a Budapest incontrerà Viktor Orban
Il precedente incontro risale al 2016
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTÀ DEL VATICANO
09 settembre 2021
16:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Durante la sua presenza di poche ore a Budapest, per celebrare la messa conclusiva del 52/o Congresso eucaristico internazionale, è previsto che domenica prossima papa Francesco veda il primo ministro ungherese Viktor Orban, in un incontro presso il Museo delle Belle Arti insieme al presidente della Repubblica Janos Ader. Lo ha confermato in un briefing con i giornalisti il direttore della Sala stampa vaticana Matteo Bruni.
Ad accogliere il Papa all’aeroporto della capitale ungherese sarà invece il vice primo ministro Zsolt Semjen.
I precedenti incontri di papa Francesco con Orban, tra i capofila del sovranismo europeo, spesso in disaccordo con la visione del Papa sull’accoglienza degli immigrati, non sono stati udienze private e risalgono in Vaticano al 2016, in un incontro con la delegazione dei parlamentari cristiani, e al 2017, con altri capi di Stato e di governo in occasione dell’anniversario dei Trattati di Roma. Sempre domenica, ad accogliere il Papa al suo arrivo nella capitale slovacca Bratislava sarà invece la presidente della Repubblica Zuzana Caputova. Il Papa resterà poi in Slovacchia fino a mercoledì 15.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: Cisl, alcuni ritardi, presidi nel limbo
A Roma protesta genitori Dante Alighieri per riduzione sezioni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
16:20
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Le assegnazioni dei 422 milioni per l’organico docente e ata definito ‘Covid’ sono state inviate agli Uffici scolastici regionali ma in alcune regioni non sono state date indicazioni in merito ai possibili sdoppiamenti o alla formazione di gruppi di apprendimento come è avvenuto lo scorso anno. Inoltre denunciamo, purtroppo, un grave ritardo nella consegna, da parte di diversi enti locali, di aule che dovevano essere completate già dallo scorso anno.
I dirigenti sono in un limbo di incertezze. Questa situazione non ha permesso di stabilizzare la gestione dello scorso anno e speriamo che ci siano i tempi per rivedere l’impostazione generale”. La denuncia arriva dalla segretaria della Cisl Scuola, Maddalena Gissi.
Una conferma in tal senso arriva dalla protesta dei genitori di una nota scuola romana, l’Istituto Comprensivo Dante Alighieri della capitale, dove le sezioni quest’anno sono passate da 6 a 4 di fatto procedendo allo smembramento di due sezioni aggiunte l’anno scorso per rispettare le disposizioni ministeriali in piena emergenza Covid. “Per anni si è denunciata la pratica delle “classi pollaio” e se c’è stata una cosa positiva, in questo periodo drammatico, è stata proprio la possibilità di ridurre il numero degli alunni per classe, dando anche la possibilità ai docenti di tenere conto delle singole esigenze e dell’individualità in crescita degli alunni. Oggi lo Stato ci chiede di tornare a prassi passate nocive e di non tenere conto dell’aumento di probabilità di contagio a cui andremo incontro in classi con numeri di alunni così aumentati ed in gran parte ancora non vaccinati”, scrivono i genitori degli alunni al direttore dell’Ufficio scolastico del Lazio, Rocco Pinneri, chiedendo di tenere inalterato il numero delle sezioni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giustizia: voto unanime commissione su Tribunale famiglia
Ok anche di FdI all’emendamento in Senato
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
16:54
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione Giustizia del Senato ha approvato all’unanimità, quindi con il sì di Fdi, l’emendamento delle relatrici alla riforma del processo civile, che istituisce il nuovo Tribunale della famiglia dei minorenni e delle persone. Lo riferisce la relatrice Fiammetta Modena, al termine della seduta.

Il nuovo Tribunale sarà competente su tutte le materie che riguardano separazione, divorzi, affidi e il diritto penale minorile.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giustizia:Commissione conclude voto riforma processo civile. In aula mercoledì
Vi libera all’unanimità all’istituzione del nuovo Tribunale della famiglia dei minorenni e delle persone
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
17:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione Giustizia del Senato ha concluso l’esame e le votazioni degli emendamenti alla riforma del processo civile, la più importante delle riforma della giustizia per ciò che attiene le condizioni poste dalla Ue per avere i fondi del Pnrr.
Martedì la Commissione Bilancio darà il parere sulle coperture e la Commissione Giustizia voterà formalmente il mandato al relatore. Mercoledì il testo è atteso in Aula.
Durante l’esame è stato approvato all’unanimità, quindi con il sì di Fdi, l’emendamento delle relatrici alla riforma del processo civile, che istituisce il nuovo Tribuna della famiglia dei minorenni e delle persone.
Lo riferisce la relatrice Fiammetta Modena, al termine della seduta. Il nuovo Tribunale sarà competente su tutte le materie che riguardano separazione, divorzi, affidi e il diritto penale minorile.
Saranno ampliate le competenze in materia civile del giudice di pace. E’ quanto prevede uno degli emendamenti del governo alla legge delega di riforma del processo civile approvati dalla Commissione Giustizia del Senato, che ha ripreso stamani l’esame delle proposte di modifica. L’emendamento del governo, così come è stato modificato da un sub-emendamento della Svp anch’esso approvato, esclude un ampliamento delle competenze in materia tavolare, cioè in materia di diritti di proprietà sui beni immobili.
Potrà essere scaricato dalle tasse il compenso dell’avvocato che assiste nella mediazione. E’ uno dei benefici fiscali previsti da un emendamento del governo alla riforma del processo civile approvato dalla Commissione Giustizia del Senato insieme ad altre misure che mirano a favorire i riti alternativi. L’emendamento stabilisce che la legge delega debba “riordinare e semplificare la disciplina degli incentivi fiscali delle procedure stragiudiziali di risoluzione delle controversie”, come mediazione, negoziazione assistita e arbitrato, prevedendo tra le altre cose “l’incremento della misura dell’esenzione dall’imposta di registro, il riconoscimento di un credito d’imposta commisurato al compenso dell’avvocato che assiste la parte nella procedura di mediazione, nei limiti previsti dai parametri professionali; l’ulteriore riconoscimento di un credito d’imposta commisurato al contributo unificato versato dalle parti nel giudizio che risulti estinto a seguito della conclusione dell’accordo di mediazione; l’estensione del patrocinio a spese dello Stato alle procedure di mediazione e di negoziazione assistita; la previsione di un credito di imposta in favore degli organismi di mediazione commisurato all’indennità non esigibile dalla parte che si trova nelle condizioni per l’ammissione al patrocinio a spese dello Stato; la riforma delle spese di avvio della procedura di mediazione e delle indennità spettanti agli organismi di mediazione”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 5.522 positivi, 59 vittime
291.468 test, tasso positività all’1,9%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
17:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 5.522 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 5.923.
Sono invece 59 le vittime in un giorno, ieri erano state 69.
I tamponi effettuati sono 291.468, ieri erano stati 301.980.
Il tasso di positività è all’1,9%, stabile rispetto al 2% di ieri.
Sono 558 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, sei in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 38, stesso numero di ieri. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.230; si tratta di 5 persone in meno rispetto a ieri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Venezia: da oggi la Certosa ha il suo ‘Bosco del Cinema’
Ottavia Piccolo mette a dimora pianta dedicata a Benigni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
09 settembre 2021
17:41
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Centosette piantine in tutto, l’ultima delle quali dedicata al fresco Leone d’Oro alla carriera Roberto Benigni. È nato simbolicamente oggi, all’isola della Certosa di Venezia, il primo “Bosco del Cinema”, d’intesa tra Ministero della Transizione ecologica e il Comando unità forestali, ambientali e agroalimentari dell’Arma dei Carabinieri.

“L’iniziativa rientra nel progetto ‘Un albero per il futuro’ voluto dall’Arma – ha spiegato il generale, Antonio Pietro Marzo – di mettere a dimora 60mila piantine, per creare un grande bosco diffuso. E anche quello della Certosa ne fa parte, nel suo piccolo. Ogni pianta comincerà a sottrarre anidride carbonica e man mano che crescerà, un algoritmo mostrerà quanta ne sarà stata sottratta all’ambiente”.
Ogni futuro albero è stato dedicato ad uno degli artisti che nel corso degli anni è stato insignito del Leone d’oro alla carriera, nonché ai dieci film vincitori del “Green drop award”, che in questi anni sono stati segnalati alla Mostra per il loro alto valore ambientale È spettato a Ottavia Piccolo, attrice e attivista trapiantata da anni a Venezia, mettere a dimora l’ultima pianta, la cui targhetta riporta il nome di Roberto Benigni. “Questa è l’occasione per dire che il mondo va aiutato, – ha detto – abbiamo il compito di far capire che siamo tutti sulla stessa barca. Io mi sento testimone del mio tempo e il mio lavoro è quello di non voltare la testa dall’altra parte”, ha concluso.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gli orfani dell’attacco alle Torri gemelle
Circa 3000 erano bimbi e persero un genitore. Lezione resilienza
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
09 settembre 2021
17:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
C’è chi era molto piccolo, e del padre o della madre ha pochi ricordi sfocati, chi era a scuola e ha capito subito che la sua vita sarebbe cambiata per sempre, e poi c’è la ‘Generazione 11 settembre’, gli oltre cento nati dopo gli attentati del 2001 nei quali hanno perso il padre. In tutto sono quasi 3.000 i bambini orfani degli attacchi che hanno cambiato la storia dell’America: ora sono giovani adulti e in occasione del ventesimo anniversario raccontano com’è stato crescere con costanti incubi notturni, il dolore di non aver mai conosciuto un genitore, e il peso di essere costantemente visti come le vittime di un disastro storico.
Ma parlano anche dell’orgoglio per la loro determinazione.
Ashley Bisman, 36enne di Port Washington, New York, per esempio l’11 settembre 2001 stava seguendo una lezione di storia al liceo e ha visto in tv l’edificio dove lavorava il padre in fiamme: il suo corpo non è mai stato trovato, solo la sua carta di credito. “C’è una tristezza che non se andrà mai”, racconta al Wall Street Journal, precisando però che la vita è fatta anche di speranza, amore e risate: “Non si tratta della tragedia che ti è capitata, ma di come ti rialzi e la superi”. Mentre la 19enne Leah Quigley di Wellesley, Massachusetts, è nata un mese dopo la morte del padre: Patrick Quigley IV era un passeggero del volo United Airlines 175, il secondo aereo a colpire il World Trade Center. Quando aveva 7 anni ha trovato conforto nel frequentare un campo estivo per gli orfani degli attentati: “E’ stato di grande aiuto sapere che non c’ero solo io”. Per lei, essere etichettata come figlia dell’11 settembre è stato difficile, “qualcosa che nessuno sa davvero come affrontare”.
Celia Rose Gooding invece è un’attrice 21enne, e afferma che recitare l’ha aiutata a superare il dolore per la morte del padre, trader finanziario alla Cantor Fitzgerald. Sua madre anni fa le ha regalato la fede nuziale del genitore, e la porta sempre con lei, “per mantenere la sua energia”. Poi ci sono i due fratelli Julia e Michael Gardner, 22 e 24 anni, di New York City: hanno scoperto che coltivare gli hobby del padre – come ascoltare i suoi vinili di Beatles e Led Zeppelin – li aiuta a sentirsi più vicini a lui. Nicholas Gorki, 19enne di Rye Brook, New York, non era ancora nato durante l’attacco alle Torri Gemelle e sua madre, incinta di circa sette settimane, a causa delle nausee ha fatto tardi al lavoro. Era analista presso la Morgan Stanley Dean Witter e stava per entrare nella Torre Sud quando ha visto il primo aereo colpire la Torre Nord. Sorte opposta è purtroppo toccata al padre, Sebastian Gorki, un dirigente di Deutsche Bank che lavorava a Midtown Manhattan: si era offerto volontario per un incontro di lavoro all’ultimo minuto nelle Torri, ed è morto nel crollo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VdA per obbligo Green pass a sciatori e personale funivie
Chiesto al Governo stop contingentamento presenze
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA
09 settembre 2021
18:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Valle d’Aosta va verso l’obbligo di Green pass per sciatori e personale degli impianti a fune nella prossima stagione invernale. E’ quanto emerso oggi dalla riunione del gruppo di lavoro presieduto dagli assessori Luigi Bertschy e Jean-Pierre Guichardaz e composto da rappresentanti dell’associazione valdostana impianti a fune, maestri di sci, albergatori, guide alpine, Confcommercio e Camera di Commercio.

La Valle d’Aosta, chiede altresì al governo il “superamento della logica del contingentamento nell’utilizzo degli impianti di risalita”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Benzina: prezzo torna a salire, +5 cents a 1,655 al litro
Nell’ultima settimana in aumento al diesel
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 settembre 2021
17:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tornano a salire dopo un periodo di quiete i prezzi dei carburanti. Secondo le rilevazioni settimanali del Ministero della transizione ecologica, il prezzo medio in modalità self service della benzina è aumentato di 5 centesimi al litro, arrivando a 1,655 euro.
Il diesel è a 1,504 euro al litro, in rialzo in questo caso di 4 centesimi rispetto al monitoraggio della settimana precedente.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giorgetti, premi per chi investe nei territori in crisi
Il ministro dello Sviluppo Economico: “Anti delocalizzazioni? Regole moderne per evitare chiusure”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
AIROLA
07 settembre 2021
16:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Con il ministro del Lavoro abbiamo quasi definito una proposta che è sbagliato chiamare ‘anti delocalizzazioni’. Occorre stabilire regole moderne per evitare chiusure”.
Così il ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti, intervistato dal Tg2 ad Airola, dove ha visitato lo stabilimento Adler. “Per quelli che prendono un contributo e scappano – ha detto Giorgetti – rispetto al passato qualcosa è cambiato. Con i contratti di sviluppo abbiamo fatto una piccola pausa di rifinitura perché vogliamo introdurre una premialità per quegli imprenditori che faranno investimenti in territori in crisi”.
“Per la ricostruzione e il rilancio del Paese serve disponibilità da parte di tutti: imprenditori, ma anche lavoratori e sindacati. Non si può andare controvento, se certe produzioni sono ormai vietate o fuori mercato”, ha aggiunto il ministro dello Sviluppo economico. “La ripresa non dipende solo da buone leggi o dalle risorse in campo, che sono tante, ma c’è bisogno di forza lavoro e materie prime. C’è molta più domanda che offerta”, ha inoltre detto Giorgetti. “Nel settore edilizio, con il superbonus 110%, e se partono tutti gli appalti pubblici previsti per i prossimi 5 anni – ha aggiunto – non c’è un’industria di costruzioni in grado di rispondere a questa domanda. Anche questo è un tema da discutere”.
In merito all’incontro tra le parti sociali in cui si è discusso dell’obbligatorietà del green pass nei luoghi di lavoro, il ministro ha detto che “sul green pass si mettono d’accordo loro, imprese e sindacati. E’ sicuramente un passo in avanti, ma ci sono anche altre questioni da valutare ovviamente”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Conad ipotizza aspettativa per dipendenti non vaccinati
L’ad Pugliese lancia l’ipotesi, no-vax propongono boicottaggio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
07 settembre 2021
19:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Aspettativa non retribuita per i dipendenti Conad senza Green pass. E’ l’ipotesi lanciata dall’amministratore delegato dalla cooperativa di negozianti Francesco Pugliese, nel corso di un’intervista al programma ‘Quarta Repubblica’ di Rete 4, che ha suscitato dibattito e polemiche, arrivate fino a una campagna di boicottaggio lanciata sui social dai gruppi di attivisti no-vax.
Nel corso della trasmissione, Pugliese ha ricordato l’impegno dei dipendenti non solo di Conad, ma di tutti i supermercati italiani, nel corso della pandemia, fin dal primo lockdown. Un impegno spesso sottovalutato, ma che ha consentito in maniera non scontata di tenere aperti i punti vendita in un periodo di grande disorientamento. “Io sono molto d’accordo con il Green pass – è il ragionamento fatto da Pugliese – non capisco per quale motivo io che sono vaccinato devo avere queste attenzione e poi devo invece correre il rischio di andare in un supermercato col dipendente che può non essere vaccinato. Se non si vogliono vaccinare credo che la via più giusta sia quella di andare in aspettativa non retribuita”. La sollevazione che ha provocato la proposta, alimentata soprattutto in ambienti no-vax, ha portato Pugliese e Conad a non tornare sulla questione. Hanno preferito trincerarsi dietro un ‘no comment’ senza approfondire il livello di fattibilità della proposta e la situazione relativa ai dipendenti sei supermercati. D’altronde, sui social, per tutto il giorno Conad è stato uno dei temi più discussi: non solo e non tanto per la proposta di boicotaggio, ma anche per i numerosissimi interventi di persone che invece applaudivano la proposta di Pugliese con l’invito palese a fare acquisti nei punti Conad proprio come gesto di sostegno alla decisione. La proposta di Pugliese ha preso in contropiede anche i sindacati, impegnati in questi giorni, sia a livello generale, sia di categoria, in una complessa trattativa che riguarda tantissimi aspetti legati al complicato rapporto fra mondo del lavoro e applicazione del Green Pass, hanno preferito non aprire un fronte dall’alto valore simbolico, come quello che potrebbe essere rappresentato da un marchio noto come Conad. Anche perché, all’inizio della campagna vaccinale, non erano mancate le voci, anche dal mondo sindacale, che chiedevano di includere i commessi dei supermercati fra le categorie da vaccinare prioritariamente. E’ alto, inoltre, il timore di atti vandalici, soprattutto in Emilia-Romagna, dove nei giorni e nelle settimane scorsi sono state danneggiate e imbrattate alcune sedi vaccinali. Soprattutto alla luce del fatto che giovedì, Conad aprirà a Bologna un negozio che vuole essere il proprio fiore all’occhiello: un punto vendita di prodotti di alta qualità con annesso bistrot in un suggestivo immobile del XIV secolo, l’ex Monte di Pietà di via Indipendenza, a pochi passi da piazza Maggiore, abbandonato da anni. Il timore che l’inaugurazione di un progetto al quale Conad lavora da tempo, e che ha subito una battuta d’arresto a causa della pandemia, possa trasformarsi in un pretesto per una manifestazione no-vax ha, probabilmente, spinto Conad alla prudenza su un tema che però, nelle prossime settimane, potrebbe coinvolgere anche altri luoghi di lavoro, soprattutto quelli aperti al pubblico.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mps: Sileoni (Fabi), operazione già conclusa senza elezioni
Giusto abbassare toni. Orcel non ascolti la politica
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
15:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Questa operazione Mps Unicredit si sarebbe potuta già concludere se non ci fossero state le elezioni politiche (quelle suppletive a Siena ndr) di mezzo”. Lo afferma il segretario generale della Fabi Lando Sileoni intervistato a Class Cnbc “Giustamente il presidente Mario Draghi.
il ministro Franco e lo stesso direttore generale del Tesoro Rivera assieme al governo hanno deciso si abbassare i toni per permettere ai candidati di svolgere le elezioni in un clima più sereno rispetto a quell’attuale anche se non mancheranno le strumentalizzazioni a carattere politico con argomenti che no stanno in piedi”: Sileoni ha quindi aggiunto come l’ad di Unicedit Andrea Orcel “ha un un grosso vantaggio: non avrà alcun condizionamento della politica, andrà per la sua strada senza curarsi dei pettegolezzi, spero che non avrà alcun condizionamento delle dinamiche politico-finanziarie prettamente italiane, a condizione di saper utilizzare le proprie esperienze professionali maturate all’estero e anche qui in Italia e rappresenterà probabilmente la vera novità del settore”..
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Smart working: Brunetta, quello nella Pubblica Amministrazione è all’italiana
‘Proiettarlo nel futuro mi sembra un abbaglio’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 settembre 2021
20:00
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il lavoro agile può servire nell’emergenza ma non può essere il lavoro del futuro, proiettarlo nel futuro mi sembra un abbaglio”. Così Renato Brunetta ministro della Pubblica Amministrazione rispondendo alla Camera al question time.
“Oggi chi fa lavoro agile non ha un contratto specifico, non ha obiettivi, non ha tecnologie, in più non c’è sicurezza, vedi il caso del Lazio, insomma è un lavoro a domicilio all’Italiana” ha detto ancora Brunetta.
“Il futuro è nel Pnrr, è nel +6% di crescita del Paese.
E il Paese per crescere ha bisogno di una Pubblica Amministrazione in presenza, regolata, garantita, in sicurezza, con un contratto”, ha aggiunto il ministro.
“Il lavoro smart – ha anche detto – è stata la risposta all’emergenza. Si doveva tenere i dipendenti a casa e si è scelta questa soluzione, li si poteva mettere in cassa integrazione come nel privato e invece si è scelto questa modalità. Idea intelligente, ma il lavoro agile non ha garantito i servizi pubblici essenziali”.
Queste ultime osservazioni del ministro hanno determinato una vivace replica del deputato Sebastiano Cubeddu (M5S) lo scambio è poi proseguito nella replica del ministro all’onorevole Stefania Prestigiacomo. Il ministro, rivolto ai ai deputati del Movimento Cinque Stelle M5S ha detto: “I luddisti siete voi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giovannini,Regioni usino fondi per potenziare trasporti pubblici
Con Covid mobilità dolce non decolla, riforma tpl ineludibile
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
11:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In vista del rientro a scuola e della ripresa delle attività sono state triplicate le risorse alle Regioni per potenziare il trasporto pubblico locale. Tuttavia il Covid ha peggiorato la situazione del traffico locale incrementando l’uso dell’auto, mentre la mobilità “dolce” con mezzi privati elettrici e a pedale “non decolla”.
Lo ha riferito il ministro dell’e Infrastrutture Enrico Giovannini nella sua udizione in Commissione Trasporti dove ha ribadito la necessità “di una profonda riforma del trasporto locale e dell’importanza di potenziare una “mobilità locale sostenibile”, indispensabile per attuare la “transizione ecologia” richiesta dal Pnrr.
“Nella seconda parte del 2021 saranno ripartiti a Regioni e Provincie 618 milioni di euro per finanziare servizi aggiuntivi (a fronte dei 222 rendicontati nel primo semestre). “Cioè tre volte tanto”, ha detto il ministro delle infrastrutture Enrico Giovannini sottolineando che “lo sforzo è considerato pienamente adeguato a sostenere un aumento consistente dell’offerta di Tpl per l’autunno 2021″”. “C’è un ampio spazio (finanziario) per le Regioni di potenziare ancora di più il trasporto pubblico locale e le Regioni già sanno che non ci saranno problemi di coperture”. ha detto in au altro passaggio del suo intervento. “Al momento – ha detto Giovannini – i piani delle Regioni ci indicano al momento solo 44 milioni” di spesa per il secondo trimestre del 2021 “quindi c’è ancora ampio spazio per potenziare ancora di più”.
Sulla base dei dati forniti dalle Regioni/Province Autonome e da Trenitalia, si stima un aumento dei servizi negli orari “di punta” pari al 10% sui treni e al 15%-20% sui mezzi del Tpl”.
Secondo quanto riferito dal Ministro: “I servizi aggiuntivi previsti per l’autunno 2021 sono pari a 3,4 volte quelli messi in campo a settembre 2020. Mentre i servizi aggiuntivi previsti per la seconda parte dell’anno in corso sono superiori del 9,3% a quelli rendicontati nel primo semestre. Il numero di mezzi dedicati ai servizi aggiuntivi per il secondo semestre 2021 è pari a 5.703”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco: sotto 300 euro la metà delle cartelle in notifica
Per l’invio entro l’anno. Solo il 10% supera 10mila euro
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
16:33
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La grande maggioranza delle cartelle di pagamento per le quali entro fine anno è prevista la notifica da parte dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione sono di entità ridotta. Infatti, circa la metà non arriva a 300 euro di importo.
Il 60 per cento del totale è al di sotto dei 500 euro, mentre solo il 10 per cento delle cartelle supera i 5mila euro. Entro l’anno, dopo lo sblocco del 31 agosto, è previsto l’invio di 4 milioni di cartelle affidate all’agente di riscossione in prossimità dell’avvio della sospensione, rispetto ai 20-25 milioni ferme.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Da Intesa 1,5 mld per le pmi del ‘sistema casa’
Due plafond per ridurre impatto ambientale e crescere all’estero
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
19:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa Sanpaolo punta sul rilancio del “sistema casa” italiano mettendo a disposizione delle piccole e medie imprese 1,5 miliardi di euro. Si tratta di due nuovi plafond, che rientrano nel programma Motore Italia della banca, volti a sostenere gli investimenti in economia circolare, sostenibilità e internazionalizzazione.
La nuova misura è stata annunciata oggi nell’ambito del Supersalone di Milano.
La sostenibilità e l’export sono i due driver principali della crescita del settore del mobile, spiega Intesa, che ha deciso di riservare un plafond da 1 miliardo per ridurre l’impatto ambientale delle imprese e un altro da 500 milioni per sviluppare le attività all’estero.
“L’industria del mobile è uno dei settori più dinamici in questa fase di ripresa e ha recuperato i livelli pre-Covid”, spiega il capo economista di Intesa Sanpaolo, Gregorio De Felice, che ha condotto uno studio sul settore, secondo cui, nel primo semestre 2021 il fatturato è aumentato del 12,9% rispetto alla prima metà del 2019. In Europa, solo Danimarca e Polonia hanno fatto meglio di noi. Il mercato del mobile cresce sia in Italia, favorito dalle ristrutturazioni e dagli incentivi, sia all’estero con un balzo delle esportazioni verso gli Stati Uniti e la Francia.
“L’avanzo commerciale ha già raggiunto i 4,1 miliardi e potremmo superare gli 8 miliardi nell’intero anno, battendo il record storico del 2001”, osserva De Felice. Digitale, ricerca e sviluppo, green, internazionalizzazione e capitale umano sono le priorità da affrontare nei prossimi anni. E “ci aspettiamo investimenti importanti”. Per Anna Roscio, responsabile Sales&Marketing Imprese di Intesa Sanpaolo, il ruolo della banca “è stato determinante durante la pandemia ed è il motore in questa fase di ripartenza”. Inotlre, la crisi pandemica ha generato una “rinnovata capacità di fare sistema intensificando il rapporto tra il pubblico e il privato”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tesoro: in asta il 13 settembre Btp per 4,25 mld
Titoli a 3, 7 e 30 anni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
19:44
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Tesoro offrirà in asta, il prossimo 13 settembre, Btp per un totale di 4,25 miliardi di euro. Ne dà notizia un comunicato secondo cui saranno messi all’asta Btp a 3 anni per 1,5 miliardi di euro con cedola annuale zero, a 7 anni per 1,5 miliardi allo 0,5% e 30 anni per 1,25 miliardi con cedola 1,7%.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sicurezza: Meloni, Lamorgese si deve dimettere
“Rappresenta uno stato forte con deboli e debole con forti”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
19:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Lamorgese si deve dimettere: rappresenta uno stato bravo a fare il forte con i deboli e il debole con i forti. Multava i ristoratori che manifestavano e cosa ha fatto con gli scappati di casa, i fattoni che si trovavano a Viterbo? Perchè non andavano in Francia o in Spagna”.
Così la leader di FdI, Giorgia Meloni, a “Dritto e Rovescio” trasmissione condotta da Paolo del debbio che andrà in onda alle 21.25 questa sera.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sta bene la bambina afghana nata a Roma, la mamma ringrazia
D’Amato in visita in ospedale, augurio che famiglia si riunisca
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
09 settembre 2021
19:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sta bene la bimba della cittadina afghana fuggita da Kabul nata ieri all’ospedale San Filippo Neri di Roma. Dopo il parto la mamma ha voluto ringraziare il personale sanitario per l’assistenza e l’accoglienza.

“Benvenuta Ghazal e un grande augurio alla sua mamma e al papà. Sono stato nel pomeriggio in visita per un saluto e sia la bambina che la madre stanno bene”. Ha detto l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, che nel pomeriggio si è recato in visita all’ospedale. “La mamma ha voluto ringraziare per l’amore con cui è stata accolta e accudita dai nostri operatori – ha aggiunto D’Amato -. Il padre e i nonni sono a Kabul e l’augurio è che presto la famiglia possa tornare a riunirsi. La settimana scorsa insieme al presidente Zingaretti facemmo visita ai cittadini afghani che abbiamo accolto in occasione delle vaccinazioni e ho avuto modo di apprezzare la loro dignità e gratitudine. Le nostre operatrici e i nostri operatori sanitari hanno dimostrato tutta la loro professionalità e umanità. Grazie a tutta la magnifica equipe del San Filippo Neri”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Famiglia:se padri violenti no mediazione giudice tra coniugi
Emendamento alla riforma del processo civile
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
19:20
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In caso di violenza domestica il giudice dovrà evitare “il tentativo di conciliazione” previsto dalla legge nei casi di separazione non consensuale. E’ uno degli emendamenti alla riforma del processo civile approvato in Commissione Giustizia del Senato.
L’emendamento è stato presentato dalle senatrici della Commissione di inchiesta sul femminicidio (prima firmataria Valeria Valente) e riformulato in alcuni punti dalle relatrici, Fiammetta Modena (Fi), Anna Rossomando (Pd) e Julia Unterberger (Svp).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mattarella in Vaticano il 16 dicembre da papa Francesco
Ci saranno anche visite in Germania e Spagna
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
19:27
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sarà in Vaticano il prossimo 16 dicembre. Si tratta – si è appreso – di un’udienza di congedo in vista della conclusione del settennato.
Il capo dello Stato ha in programma anche una visita in Germania ad ottobre ed una in Spagna in data da definire.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11/9: più vittime per il cancro che per gli aerei
40 mila risarcimenti per un massacro che dura da 20 anni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
09 settembre 2021
19:28
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A 20 anni dalle stragi dell’11 settembre sono più le vittime collaterali degli attentati che quelle uccise dagli aerei di al Qaida. La Commissione che distribuisce il sostegno finanziario alle vittime dell’11 settembre ha pubblicato il suo ’20th Anniversary Special Report’ in cui delinea un massacro durato due decenni con un numero di persone uccise da tumori e altre malattie provocate dalle esalazioni degli incendi di gran lunga maggiore rispetto a quello delle vittime dell’impatto dei jet dirottati dai terroristi di Osama bin Laden.

“Non dobbiamo mai dimenticare i morti e i feriti degli attacchi, ma dobbiamo affrontare il fatto che le sofferenze continuano”, ha detto il ministro della Giustizia Merrick Garland presentando il rapporto della Commissione che, si apprende adesso, in vent’anni ha erogato compensi a 40 mila individui e famiglie per un totale di oltre 8,95 miliardi di dollari, nella maggior parte di soccorritori che si sono avvelenati per i veleni tossici di Ground Zero. Molti, si scopre anche, venivano da fuori New York: quasi 4.000 dalla Florida, oltre mille dalla Pennsylvania e poi a seguire, tutti gli Stati americani, 35 da Portorico, quattro dalle Isole Vergini, più una trentina da nazioni estere, grazie all’ondata di solidarietà globale di fronte al crollo delle Torri Gemelle.
Oltre 67 mila pratiche di risarcimento sono state sbrigate negli ultimi dieci anni, dopo che la Commissione nel 2011 ha riaperto l’accesso al Fondo di Compensazione: nel 48% dei casi si trattava di persone malate di cancro o con altre malattie che rendevano legittima l’inclusione.
Il Fondo di Compensazione delle vittime dell’11 settembre era stato creato due mesi dopo le stragi: nel biennio successivo quasi tremila famiglie sono state risarcite con somme da due a sette milioni di dollari per aver perso un parente negli attentati. “Quanto vale una vita?”, era stato il mantra che in quei due anni aveva guidato Kenneth Feinberg, l’avvocato del Massachusetts amico di Ted Kennedy a cui il Congresso aveva affidato l’impossibile compito di attribuire un valore monetario ad ogni vita perduta negli attacchi.
Feinberg aveva alle spalle una vasta esperienza in cause di vittime dell’agente Orange in Vietnam e dell’amianto. In quei due anni amministrò a sua discrezione un budget illimitato e senza precedenti, in una vicenda che oggi è diventata un film prodotto per Netflix da Higher Ground, la società di produzione dell’ex presidente Barak Obama: Michael Keaton è il protagonista mentre Stanley Tucci ha la parte di Charles Wolf, un vedovo del World Trade Center che a lungo aveva contestato l’approccio della Commissione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: Salvini, sì Lega non complica vita famiglie
Assenze in aula? Proporzionali agli altri gruppi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
NOVARA
09 settembre 2021
19:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il nostro voto a favore del decreto legge sul Green pass permette ai cittadini di affrontare la pandemia senza perdere le libertà, senza complicare la vita alle famiglie, senza far spendere soldi per tamponi, mentre il Pd è il M5s hanno come priorità il permettere la coltivazione casalinga della canapa indiana. Sulle assenze nelle nostre file rispondo che sono proporzionali agli altri gruppi”.
Così Matteo Salvini, a Novara per sostenere la candidatura del sindaco uscente della Lega, Alessandro Canelli. Il leader del Carroccio ha detto di “non essere al top”, avendo fatto ieri la seconda dose del vaccino.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il cdm vara una norma per Alitalia in attesa dell’Ue
Il sì alla cessione in base alla conformità al piano
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 settembre 2021
23:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Consiglio dei ministri ha approvato una norma che adegua le procedure di cessione già delineate dal legislatore alle nuove esigenze connesse ai tempi di adozione della decisione europea della vicenda Alitalia. In particolare, spiega il comunicato finale di Palazzo Chigi, per velocizzare le procedure la norma prevede uno schema di autorizzazione basato sulla conformità del piano alla decisione della Commissione Ue.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Arriva estensione light Green pass, Lega diserta Camera
Draghi punta ora a quello totale. Salvini tiene alta tensione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
08:38
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il governo fa un primo, piccolo, passo verso l’estensione dell’obbligo di Green pass. “A breve”, annuncia ai ministri il premier Mario Draghi, arriverà un allargamento più ampio, che potrebbe riguardare i lavoratori del pubblico e del privato, con un approccio che sarà probabilmente “graduale”, in più step.
Ma ogni passaggio si annuncia tutt’altro che indolore.
In Consiglio dei ministri, infatti, nessuno, neanche dalla Lega, alza il dito per opporsi all’estensione, ma alla Camera i maldipancia e i distinguo leghisti si fanno sentire.
Matteo Salvini, dopo il via libera del governo a una manciata di ordini del giorno del suo partito, dà infatti indicazione di votare sì al primo decreto legge sul Green pass, che ha disciplinato il certificato verde. Il provvedimento viene approvato e passerà adesso al Senato per il via libera definitivo blindato, senza modifiche. Ma lo vota solo un terzo dei deputati leghisti, con un dato che dal partito sminuiscono ma che sembra far emergere una spaccatura interna profonda.
Con il decreto legge approvato dal governo, in una breve riunione del Consiglio dei ministri, il Green pass diventa obbligatorio per tutti coloro che varchino la soglia di una scuola o di una università (con eccezione degli studenti minorenni) e viene esteso ai lavoratori delle Rsa l’obbligo di vaccinazione che oggi già vale per medici e infermieri.
La via è tracciata, come ricorda Draghi al tavolo del Cdm: il Green pass diventerà probabilmente obbligatorio – ma si sta ancora discutendo con sindacati e associazioni imprenditoriali – nella gran parte dei luoghi di lavoro pubblici e privati. Per poi arrivare all’introduzione dell’obbligo vaccinale? Troppo presto per parlarne: tutto dipenderà dalla soglia di somministrazioni (90% della popolazione è l’asticella) che si riuscirà a raggiungere nel prossimo mese.
“Non abbiamo paura di dire che l’obbligo è una opzione in campo”, dichiara il ministro della Salute Roberto Speranza. Una posizione agli antipodi di quella di Salvini, che all’obbligo si oppone strenuamente. Anche se, secondo un sondaggio di Swg, il 70% degli elettori leghisti sarebbero favorevoli e secondo una rilevazione di Eurobarometro gli italiani sono tra i più favorevoli in Europa ai vaccini (77%). “Il governo ascolti la grande maggioranza del Paese che vuole ripartire e estende il Green pass nel pubblico e nel privato”, chiede Enrico Letta.
Il leader della Lega ha ottenuto per ora tempo e un ampliamento del Green pass più graduale del previsto. Ma depone le armi sul decreto legge che ha introdotto l’obbligo del Pass che era all’esame della Camera, contro il quale alcuni leghisti erano scesi anche in piazza. Dopo il colloquio di ieri mattina con Draghi, Salvini avrebbe avuto nuove interlocuzioni con il governo per ottenere il via libera a un pacchetto di sei ordini del giorno, poi approvati in Aula, che impegnano l’esecutivo all’estensione di validità a 72 ore del tampone, al riconoscimento dei test salivari, a indennizzare chi sia danneggiato dal vaccino, a riconoscere le cure monoclonali, a ridurre ancora i costi dei tamponi. Passa a larga maggioranza anche la richiesta di un nuovo stop alle cartelle. E odg come quello del Pd, sostenuto dal ministro Dario Franceschini con una lettera a Draghi, per ampliare la capienza di pubblico a concerti e spettacoli, con obbligo del Green pass.
A Montecitorio le assenze al voto finale sono numerose, in tutti i gruppi parlamentari, con picchi in Fi (27 votanti su 76) ma anche nel Pd (assenti al 48% anche se quasi la metà di questi “in missione”). Ma si fa notare il dato della Lega: solo 45 deputati, su 132, votano sì, con una percentuale di presenti al 34%. “E’ un dato proporzionale a quello degli altri”, minimizza Salvini, che racconta di soffrire i postumi della seconda dose di vaccino, fatta ieri. Dalle fila leghiste trapela insofferenza. C’è malumore tra i “governisti”: poco gradiscono la scelta di Salvini di lasciare la dichiarazione di voto allo scettico Claudio Borghi, che rivendica la scelta di votare con Fdi, “andando oltre la maggioranza”, su alcuni emendamenti. E c’è insofferenza tra i malpancisti del Green pass, che avrebbero voluto almeno un’astensione. Ora lo scontro promette di spostarsi sul secondo decreto Green pass, che ha imposto l’obbligo per la scuola e per i trasporti di lunga percorrenza, che è in commissione alla Camera e che dovrebbe fondersi, attraverso un emendamento, con il dl approvato oggi in Cdm per personale scolastico e Rsa. Già mercoledì i leghisti hanno disertato un voto sul decreto e ora presentano un pacchetto di una trentina di emendamenti sui 265 complessivi. Si assisterà al bis di quanto visto sul primo decreto? Lo temono nel centrosinistra, dove si sarebbero aspettati una censura del governo ai voti leghisti dei giorni scorsi contro la maggioranza.
Draghi dà però segno di voler andare avanti sulla via tracciata. Una cabina di regia potrebbe essere convocata la prossima settimana per decidere sull’estensione del Pass ai lavoratori del pubblico e del privato. “Oggi in Cdm voto unanime: lavoriamo tutti – sottolinea da Fi Mara Carfagna – per evitare che si ripeta il dramma dell’autunno 2020: mai più lockdown, coprifuoco e chiusure”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Renzi,Lega non esce da governo nemmeno con bombe
Su green pass per Lega sono tutte dinamiche interne
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
09:41
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Quelli nemmeno con le bombe a mano escono dal governo”. Lo ha detto il leader di Iv Matteo Renzi parlando del green pass a Radio 24 e rispondendo alla domanda se la Lega uscirà dal governo.
“Sono tutte dinamiche interne” a suo avviso.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fiano, buon compleanno Segre custode nostra storia
Ci fai sperare nel futuro
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
09:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Buon compleanno Liliana che custodisci la nostra storia e ci fai sperare nel futuro, un grande bacio”. Così Emanuele Fiano, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera, in un post su Facebook.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: Green pass genitori? I presidi, crea problemi enormi
Giannelli: ‘Capiamo l’esigenza ma i controlli potrebbero creare code e rischio assembramenti’. L presa di posizione dopo l’approvazione dell’estensione del certificato verde in Cdm
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
10:11
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Capisco l’esigenza di estendere il green pass ai genitori” che accompagnano i figli a scuola ma questo creerà “un enorme problema alle scuole”.
Lo ha detto Antonello Giannelli, Presidente nazionale della associazione presidi, a Omnibus La7 dopo l’approvazione di ieri in Consiglio dei ministri di una estensione del Green pass per tutti coloro che varchino la soglia di una scuola o di una università (con eccezione degli studenti minorenni).
“Per i controlli si creeranno code all’esterno o all’interno delle scuole con il rischio di creare assembramenti”, ha fatto presente Giannelli per il quale non si può fare “un paragone con i ristoranti o con le stazioni perché in questi casi non entrano tutti allo stesso minuto come avviene invece nelle scuole”.
Il problema dei trasporti – ha evidenziato – come quello dei locali, per la riapertura delle scuole non è stato risolto. Per i trasporti si prevede in alcuni casi “lo scaglionamento dell’orario di entrata tra le 8 e le 10.
Io sono assolutamente contrario, si stravolgono i tempi dei ragazzi che tornerebbero in alcuni casi alle 17 senza un pasto caldo e a quell’età è un problema”. Resta poi “il problema delle classi pollaio, anche se io non amo questo termine. La situazione, dal punto di vista dei locali, è infatti identica a quella di settembre 2020”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Italia tutta bianca tranne la Sicilia. Scende ancora l’Rt a 0,92 e l’incidenza passa da 74 a 64
In lieve aumento i ricoveri. I dati del monitoraggio Covid in esame alla Cabina di regia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
10:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Continua a scendere, nel periodo 18 – 31 agosto 2021, l’Rt medio nazionale calcolato sui casi sintomatici di Covid che è stato pari a 0,92 (range 0,79 – 1,02), al di sotto della soglia epidemica. La settimana precedente registrava un valore pari a 0.97.
Scende anche l’incidenza dei casi ogni 100 mila abitanti (ed e’ questo uno degli indicatori decisionali chiave per le eventuali misure) che passa, nel valore nazionale, da 74 della scorsa settimana a 64 di quest’ultima (periodo 3-9 settembre). Emerge dalla bozza del monitoraggio settimanale sull’epidemia da Covid-19 all’esame della cabina di regia e che verra’ illustrato oggi.
Tre Regioni e Province autonome – Friuli Venezia Giulia, Lombardia e Provincia autonoma di Bolzano – risultano classificate a rischio moderato questa settimana. Le restanti 18 Regioni/Province autonome risultano classificate a rischio basso. La scorsa settimana erano invece 17 le Regioni a rischio moderato. E’ quanto emerge dalla bozza di monitoraggio settimanale attualmente all’esame della Cabina di regia. Solo una la Provincia autonoma di Bolzano riporta un’allerta segnalata. Nessuna riporta molteplici allerte di resilienza.
Aumentano i ricoveri di malati di Covid nelle terapie intensive e nelle aree mediche. Il tasso di occupazione in terapia intensiva è ancora in lieve aumento al 6,2% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute) rispetto al 5,7 della settimana scorsa. Il dato aggiornato al 7 settembre, contenuto nella scheda sugli indicatori decisionali di accompagno al monitoraggio settimanale Iss-Ministero della Salute segna invece 5,6. Aumentano le persone ricoverate in intensiva da 544 (31/08/2021) a 563 (7/09/2021). L’occupazione in aree mediche a livello nazionale aumenta leggermente da 7.3% a 7,4%: 4.252 ricoverati il 31 agosto a 4.307 il 7.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: controlli Nas in terme e spa, chiuse 11 strutture
Irregolarità nel 15% delle 628 strutture ispezionate
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 settembre 2021
09:48
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I Carabinieri dei Nas, d’intesa con il Ministero della Salute, hanno condotto su tutto il territorio nazionale una campagna di controlli presso terme, centri benessere e spa per verificare il rispetto delle norma anti-Covid.
Le attività di controllo hanno interessato complessivamente 628 strutture e attività, accertando irregolarità in 95 di esse, pari al 15% degli obiettivi ispezionati, delle quali 11 oggetto di provvedimenti di sospensione a causa di gravi carenze. Mancato uso delle mascherine e assenza di sanificazione sono tra le infrazioni maggiormente segnalate.

Politica tutte le notizie in tempo reale! TUTTO SULLA POLITICA! COMPLETO ED AGGIORNATO! LEGGI INFORMATI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 64 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 15:06 DI SABATO 04 SETTEMBRE 2021

ALLE 00:30 DI MARTEDÌ 07 SETTEMBRE 2021

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Mattarella: ‘All’Ue serve una politica estera e di sicurezza comune’
Il presidente della Repubblica: ‘Finora è stata troppo timida’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 settembre 2021
15:06
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’Ue ha dimostrato, di fronte alla pandemia e alle sue conseguenze sul piano economico e sociale, una capacità di reazione efficace e tempestiva. Le azioni intraprese, sia sul terreno delle campagne di vaccinazione sia sul terreno del sostegno alle crisi sociali e alla ripresa economica, confermano la bontà delle scelte effettuate in direzione di una sovranità condivisa a livello continentale.
La integrazione europea consente di giocare a livello internazionale sul piano economico una massa critica a tutto vantaggio dei popoli europei”. Così Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio al forum Ambrosetti.
“Analogo impegno deve riguardare ora il contributo dell’Unione Europea alla causa della pace, dello sviluppo, della sicurezza e della stabilità internazionale. La globalizzazione dei mercati importa che avvenga contemporaneamente alla diffusione dei diritti, per il raggiungimento della piena dignità delle persone in ogni angolo del mondo. Di qui la necessità di una politica estera e di sicurezza comune”. Lo afferma il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel messaggio al Forum Ambrosetti. “È materia in cui la Ue si è mossa, sin qui, troppo timidamente”, aggiunge il Capo dello Stato.
“Serve una maggiore assunzione di responsabilità da parte dell’Unione, non in contrapposizione, ma in piena sinergia con la Nato. La promozione dello sviluppo di capacità militari europee deve essere interpretata come naturale e coerente azione di rafforzamento del pilastro europeo dell’Alleanza Atlantica”. Così il Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, che ha incontrato a Washington il segretario alla Difesa Usa. Per Guerini “la Nato resta il pilastro della nostra sicurezza, ma va rilanciata sfruttando il processo di revisione strategica in corso”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Colao, la prossima Google può essere europea
NextGenEu opportunità per creare terreno fertile
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CERNOBBIO
04 settembre 2021
16:20
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Europa è al lavoro perchè la prossima Google possa nascere nel Vecchio Continente. “Ci sono grandi opportunità, dobbiamo usare questi fondi per rendere l’Europa un terreno fertile per far sì che la prossima giant tech sia europea, dobbiamo creare l’ambiente, l’infrastruttura, il quadro normativo e gli incentivi finanziari” perchè sia possibile, dice il ministro Vittorio Colao rispondendo a una domanda a margine del Workshop Ambrosetti.
La prossima Google, Amazon o Netflix la deciderà il mercato “ma non possiamo pensare che sia impossibile”.
La tecnologia e la digitalizzazione “possono essere un’opportunità per creare più equità e coesione sociale ma anche per ricreare un orgoglio europeo”, ha detto Colao che con la spagnola Nadia Calvino e il francese Bruno Le Maire al workshop Ambrosetti hanno fatto il punto sul Next Generation Eu. “Le quote del NGEu sono massicce, possono contribuire a un cambiamento di autopercezione dell’Europa, qualcuno la chiama indipendenza, autonomia tecnologica e strategica, qualcuno chiama sovranità ma sostanzialmente

vuol dire il futuro nelle mani degli europei”.   TECNOLOGIA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Incontro sindacati-Confindustria lunedì su lavoro e green pass
Cgil Cisl Uil vedono anche Confapi, tra i temi l’obbligo vaccinale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 settembre 2021
17:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un incontro tra sindacati e imprese è fissato per lunedì 6 settembre. Alle 18, si apprende, Cgil, Cisl e Uil vedranno Confindustria, alle 20 Confapi.
Tra i temi al centro del confronto, che riparte per fare il punto della situazione, ci sono le questioni dell’occupazione e dello sviluppo ma anche l’obbligo vaccinale e il green pass sui luoghi di lavoro. I sindacati si sono già detti favorevoli ad un obbligo di vaccinazione per legge se deciso dal governo.
Cresce l’ipotesi della fiducia al decreto alla Camera – Il Governo potrebbe mettere la fiducia sul decreto Green Pass da lunedì nell’Aula della Camera. L’ipotesi, a quanto si apprende, sta crescendo in queste ore, per garantire i tempi di approvazione del decreto, aggirando i mal di pancia in primis interni ai parlamentari della Lega ma anche di alcuni 5s.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nucleare, Cingolani frena. L’Enel: non è realistico ripensarci
L’ad Starace: ‘Accelerare sulle rinnovabili’. Sull’atomo interviene la Cei, il cardinale Bassetti: attenti a dargli la patente di sviluppo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CERNOBBIO
04 settembre 2021
20:11
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nella transizione energetica bisogna fare in fretta, ma la strada non è il nucleare. “Nel mix energetico italiano meno combustibili fossili ci sono e meglio stiamo tutti.
Quanto più velocemente ci disfiamo della percentuale di energia che stiamo producendo da fonti fossili, tanto meglio siamo messi dal punto di vista energetico. Per fare questo è necessario accelerare gli investimenti nelle rinnovabili”. Lo ha detto l’a.d di Enel Francesco Starace al workshop Ambrosetti. Sul nucleare Starace chiude, “no, non è realistico pensare a una riconsiderazione. Quello che viene definito ‘nuovo nucleare’ “non è tanto nuovo come sembra”.
“Io non ho fatto nessuna proposta, ho parlato agli studenti degli studi che si stanno conducendo, anche perchè ad oggi non c’è una tecnologia”. Così il ministro della transizione ecologica, Roberto Cingolani, intervista da Rai News 24 a margine del Forum Ambrosetti a Cernobbio. “Ma e’ bene parlarne – aggiunge – prima che qualunque scelta consapevole debba essere fatta; prima di prendere delle decisioni bisogna sapere di cosa si sta parlando. Francamente sono colpito dalla polemica, ma credo faccia parte della dialettica”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Conto tantissimo in questo chiarimento con Conte del 14. Conte conosce bene le nostre sensibilità. E’ giusto che sia il leader di una forza a chiarire la linea. Fortunatamente non ho notizie di alcuna proposta sul nucleare nel governo, altrimenti la bloccherei senz’altro”, dice il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.
Citando questo pomeriggio don Tonino Bello, il cardinale presidente della Cei, Gualtiero Bassetti, ha detto che “non sempre lo sviluppo è sinonimo di progresso”: infatti, “le ‘armi moderne’ non sono un indice di sviluppo, sebbene siano tristemente un segno di progresso; ‘le articolazioni scientifiche’ dell’economia moderna, che impediscono ad alcuni popoli di progredire, sono addirittura una ‘involuzione’; lo stesso ragionamento si può fare per le moderne tecniche fotografiche che caratterizzano le ‘patinatissime pagine della pornografia’ o infine il nucleare a cui bisogna ‘stare molto attenti a dargli la patente di sviluppo'”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Fvg 162 nuovi contagi e nessun decesso
In terapia intensiva 15 degenti, in altri reparti 48
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
04 settembre 2021
17:06
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi in Friuli Venezia Giulia su un totale di 9.544 test e tamponi sono state riscontrate 162 nuove positività al Covid, pari all’1,69%. Nel dettaglio, su 3.882 tamponi molecolari sono stati rilevati 144 nuovi contagi con una percentuale di positività del 3,7%.
Sono inoltre 5.662 i test rapidi antigenici eseguiti dai quali sono stati rilevati 18 casi (0,31%). Oggi non si registrano decessi. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 15 (+2), mentre scendono a 48 (-5) gli ospedalizzati in altri reparti. Lo comunica in una nota il vicegovernatore del Fvg con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.
I decessi complessivamente ammontano a 3.804. I totalmente guariti sono 106.149, i clinicamente guariti 92 mentre le persone in isolamento sono 1.320. Dall’inizio della pandemia in Fvg sono stati registrati complessivamente 111.428 contagi (il numero dei positivi – spiega la Regione – è stato ridotto di un’unità a seguito di un test antigenico non confermato dal successivo tampone molecolare nell’area udinese) con la seguente suddivisione territoriale: 22.277 a Trieste, 51.768 a Udine, 22.399 a Pordenone, 13.440 a Gorizia e 1.544 da fuori regione.
Per quanto riguarda il Sistema sanitario regionale non sono state rilevate delle positività al virus. Si registrano invece – conclude la Regione – relativamente alle strutture residenziali per anziani, un contagio di un operatore (Trieste) e uno di un ospite (Trieste).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 6.157 positivi, 56 vittime
331.350 test, tasso positività a 1,8%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 settembre 2021
17:07
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 6.157 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 6.735.
Sono invece 56 le vittime in un giorno, rispetto alle 58 di ieri.
I tamponi effettuati sono 331.350, ieri erano stati 296.394. Il tasso di positività è del 1,8%, rispetto al 2,2% di ieri.
Sono 569 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 13 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 53. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.204, si tratta di 40 persone in più rispetto a ieri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Roma: 22 i candidati a Sindaco, 39 le liste collegate
Presentazione avvenuta oggi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
04 settembre 2021
17:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono in tutto 22 i candidati a sindaco di Roma: è quanto emerge al termine della presentazione delle liste, avvenuta alle ore 12 di oggi. Ammonterebbero invece 39 in tutto le liste collegate alle candidature, di cui 20 a sostegno dei quattro principali contendenti: la sindaca uscente Virginia Raggi del M5s (6 liste di supporto, oltre a quella M5s anche 4 liste civiche tra cui una che porta il suo nome e legato alla ‘società civile’, un’altra composta da ambientalisti e un’altra ancora con esponenti del mondo dello sport; spazio poi ad un’ultima lista tutta composta al femminile), Carlo Calenda in veste di ‘civico’ (1 lista perchè non ne ha voluto altre se non quella di Azione), Roberto Gualtieri per il centrosinistra (6, la principale è quella del Partito democratico ma lo sostengono anche Sinistra civica ecologista, Roma Futura, Psi, i Verdi e Demos); Enrico Michetti per il centrodestra (6, una civica che porta il suo nome insieme a quelle dei partiti della coalizione (Fratelli d’Italia, Lega per Salvini, Forza Italia, Rinascimento – Cambiamo con Toti), poi Cantiere Italia, Democrazia del popolo e Rivoluzione animalista.
Sempre secondo quanto si apprende ammonterebbero a circa 2mila i nomi nelle liste per l’Assemblea Capitolina.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Verso fiducia su dl green pass, Salvini aggiusta il tiro
“Obbligo vaccini sia eccezione”. Brunetta, obbligo? se serve perché no
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 settembre 2021
23:53
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Non si placa lo scontro interno alla maggioranza sui vaccini. Se Matteo Salvini prova a smarcarsi facendo fronte comune con i governatori leghisti e smussando il no all’obbligo vaccinale (che “potrebbe servire solo in via eccezionale per alcune categorie”), Pd e M5s cercano di fargli terra bruciata attorno.
Enrico Letta sottolinea il suo sostegno convinto all’allargamento della misura e auto-elegge il Pd a “partito più draghiano di tutti”, Luigi Di Maio incalza: “Salvini deve decidere se inseguire la Meloni o il bene del Paese”.
Intanto, in vista dell’approdo nell’Aula della Camera la prossima settimana, il governo valuta sempre più concretamente la possibilità di mettere la fiducia sul decreto green pass aggirando i mal di pancia di parte di leghisti e Cinque stelle. Il ministro della pubblica amministrazione, Renato Brunetta, non ha dubbi: il certificato verde andrà esteso “a tutto il mondo del lavoro pubblico e privato in maniera tale che ci sia una sorta di passaporto di sicurezza”. L’allargamento del green pass sarà affrontato nella cabina di regia di giovedì prossimo tra il premier Mario Draghi con i capi delegazione dei partiti al governo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ne parliamo la settimana entrante – preannuncia Brunetta -, poi dalla cabina di regia si andrà in Cdm con tutte le determinazioni che il consiglio riterrà”. Cruciale per qualsiasi scelta sarà anche l’esito dell’incontro tra Confindustria e sindacati che si terrà lunedì. Intanto, nel dibattito sull’opportunità di allargare l’uso del green pass, Forza Italia si è schierata decisamente per il sì, marcando una netta distanza dagli alleati della Lega (con cui dovrebbe federarsi). “Come voterò in caso di fiducia sul decreto green pass? Lo vedrete… – risponde Claudio Borghi, tra i più critici nel partito di via Bellerio – , c’è una discussione in corso. Sarebbe poco leale e corretto anticipare le decisioni”.
La Lega  – intanto – lancia le sue proposte su piano vaccinale e Green Pass, frutto della videoconferenza tra Matteo Salvini e i presidenti Massimiliano Fedriga, Attilio Fontana, Maurizio Fugatti, Christian Solinas, Nino Spirlì, Donatella Tesei, Luca Zaia. Al primo punto c’è la promozione della campagna vaccinale, “riconoscendo l’efficacia dell’impegno dei sindaci, delle Regioni, della struttura commissariale e del governo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Si parte dall’assunto che “un incremento delle adesioni può essere ottenuto con informazioni corrette, salvaguardando la libertà ed evitando obblighi o costrizioni, che potrebbero servire solo in via eccezionale per alcune categorie specifiche”. Il secondo punto è l’uso del Green Pass “per favorire aperture in sicurezza a partire dai grandi eventi (per esempio, concerti o eventi sportivi), ma senza complicare la vita agli italiani”. Quindi, vengono proposti “tamponi gratuiti per alcune categorie, così da permettere agevolmente l’ottenimento del Green Pass (ad esempio per i minori che fanno sport o le persone che non possono vaccinarsi)”, la “possibilità di usare tamponi salivari molecolari per ottenere il Green Pass” e infine, “l’estensione dell’utilizzo degli anticorpi monoclonali prescrivibili anche dal medico di medicina generale”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: nel Lazio 404 nuovi positivi, a Roma 204
Otto i decessi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
04 settembre 2021
17:46
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi su oltre 7 mila tamponi nel Lazio e oltre 16 mila test antigenici per un totale di oltre 23 mila test, si registrano 404 nuovi casi positivi (-26), sono 43 i casi in meno rispetto a sabato 28 agosto, 8 i decessi ( = ) compresi i recuperi, 448 i ricoverati (+2), 65 le terapie intensive (-2) e 921 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 1,7%.
I casi a Roma città sono a quota 204”. Lo comunica in una nota l’Assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salone Mobile: Boeri, finalmente un raggio di futuro
Feltrin, ‘fatto bene della filiera’. Porro, ‘rotto gli schemi’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
04 settembre 2021
19:47
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Dopo il lungo inverno dell’epidemia, ecco finalmente un raggio di futuro”: così il curatore Stefano Boeri parla del SuperSalone che apre domani a Rho Fiera alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Un appuntamento, questo di settembre, fortemente voluto da Salone del Mobile.Milano dopo le sospensioni per Covid delle scorse edizioni primaverili.

“Abbiamo rotto gli schemi – dice Maria Porro, Presidente del Salone – per non restare fermi in una situazione che avrebbe potuto impoverire il sistema e compromettere il primato di Milano”.
“Dopo due anni e mezzo – commenta il presidente di FederlegnoArredo, Claudio Feltrin – il design italiano ritrova il suo appuntamento più importante, motore irrinunciabile di un settore che, nonostante le difficoltà della pandemia, nell’ultimo anno è riuscito ad agganciare la ripresa. La produzione complessiva della filiera legno- arredo è di 39 miliardi di euro, il macrosistema arredamento vale 21 miliardi di euro di cui 11 miliardi destinati all’export, e nel primo semestre è cresciuto del 14,3% sul 2019, con un recupero in particolare sul mercato italiano”. “Abbiamo fatto – continua Feltrin – il bene della filiera e riaffermato la leadership del nostro comparto, della città di Milano e del Sistema Italia”.
“In un momento ancora difficile della nostra storia, il “supersalone” – afferma Stefano Boeri – anticipa il futuro delle Fiere e delle grandi esposizioni, proponendo un evento aperto sia alle aziende sia al pubblico, con i prodotti in presenza ma prenotabili per l’acquisto on-line, un allestimento totalmente riutilizzabile e ricchissimo di contributi artistici e culturali”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: corteo di protesta in centro a Milano
Insulti a Draghi e slogan contro obbligo certificazione verde
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
04 settembre 2021
20:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Si sono ritrovati in piazza Fontana, a Milano i no Green pass e sono partiti in corteo al grido di ‘Libertà’ fermandosi prima in piazza Duomo e poi arrivando davanti alla sede dell’Università Statale di Milano e poi dirigendosi verso Palazzo di Giustizia.
Un corteo che ha costretto alla modifica di alcune linee dei mezzi pubblici.

“Noi siamo il popolo”, “No green pass” e insulti a Draghi, a Bassetti e Burioni sono alcuni degli slogan che scandiscono gli oltre 1.500 manifestanti che hanno anche intonato l’inno di Mameli.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Zahra, ora donne afghane pensano al suicidio
Attivista a Ischia: “Meglio la morte che essere in gabbia”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
04 settembre 2021
20:18
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ riuscita a fuggire da Kabul grazie al ponte aereo italiano, dopo essersi nascosta per tre giorni dalle ricerche dei talebani. Ora è salva, ma Zahra Ahmadi, attivista e imprenditrice afghana di 32 anni, non si dà pace per la sorte delle sue connazionali, 16 milioni di donne rimaste in Afghanistan e ora angosciate per le restrizioni annunciate dal nuovo regime.
Il premio internazionale Ischia di giornalismo le consegna un riconoscimento per il suo impegno nella causa dei diritti umani, e lei coglie l’occasione per lanciare l’ennesimo, drammatico appello: “Per le donne dell’Afghanistan impegnate nella lotta per i diritti civili la cosa peggiore adesso è la morte della speranza. In questi giorni quando riesco a parlare con alcune di loro percepisco forte il sentimento di impotenza e rassegnazione ed in qualche caso mi confessano apertamente di pensare al suicidio”.
Parole gonfie di angoscia e di dolore, le stesse sensazioni da cui Zahra è riuscita a scappare ma che non dimentica.
Poco prima che i talebani prendessero il potere, aveva partecipato ad una manifestazione proprio contro i fondamentalisti e temendo ritorsioni ha vissuto giorni d’angoscia nascosta insieme ad alcune amiche, finche’ grazie all’Italia che ha raccolto gli appelli del fratello Ahmed, ristoratore residente da anni a Venezia, il 19 agosto è arrivata all’aeroporto di Fiumicino tramite il ponte aereo organizzato dalla Difesa.
“Quando ormai non avevo più speranze il console italiano in Afghanistan (Tommaso Claudi, ndr) e mio fratello Ahmed mi hanno contattato e sono riuscita a lasciare il mio paese ed a salvarmi la vita. Ma sono angosciata per chi è rimasto. Se arriviamo ad essere prigioniere a casa nostra, se le mura delle nostre abitazioni diventano una gabbia questo per noi è inaccettabile e non possiamo pensare ad un futuro così, senza la libertà che avevamo. Meglio suicidarsi allora che restare in queste condizioni”, dice Zahra visibilmente commossa.
L’attivista, ormai tra i simboli della resistenza afghana, è giunta al premio Ischia dopo un viaggio dall’itinerario tenuto nascosto, nel timore di attentati. Ma il pericolo di finire nel mirino dei fondamentalisti non la spinge a nascondersi, anzi.
Dopo il ritiro del riconoscimento assegnatole dalla Fondazione Giuseppe Valentino e da Culturae Italia parteciperà al Festival della Politica di Mestre, sabato 11 settembre, ad un confronto sulla crisi afghana, per rilanciare il grido d’allarme sui rischi umanitari nel suo Paese.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green Pass: manifestazione protesta a Pescara
Organizzatore,non serve colpevolizzare o bullizzare nostri figli
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PESCARA
04 settembre 2021
20:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Proseguono ad oltranza le manifestazioni vespertine del sabato, a Pescara, contro il Green Pass e l’eventuale imposizione dei vaccini anti-Covid ai minori: anche stasera in piazza Rinascita evento pacifico organizzato da Nico Liberati, componente del gruppo permanente di lavoro, che organizza i sit-in e che coinvolge sempre più associazioni e realtà associative presenti in Abruzzo e nelle Marche.
“Non possiamo e non dobbiamo permettere che trattino i nostri figli come dei malati cronici fin dalla più giovane età – ha detto Liberati nel corso del suo intervento – dobbiamo impedire la sperimentazione di massa sui nostri figli.
L’ago della bilancia, la goccia che farà traboccare il vaso, è certamente la questione legata alla gestione dei minori. Come poterci fidare ancora, di chi ha intenzione di utilizzare i nostri figli come cavie, con la scusa di tutelare la nostra salute: vogliono inocularli con dei sieri sperimentali, vogliono preservarli ma li additano come dei malati. E mentre ci chiedono il permesso di inocularli, con la pretesa di curarli, da una malattia che per loro è poco più che un raffreddore, per preservare il bene comune e la comunità, continuano a farli alloggiare in istituti scolastici insicuri, non forniscono loro biblioteche, palestre o luoghi di incontro e socializzazione”.
Secondo Liberati “costoro sono i colpevoli, ed i governi attraverso le associazioni di categoria, i giornalisti, debbono evitare di colpevolizzare una nazione intera, perché anche volendo non potranno a lungo sfuggire alle proprie responsabilità. Per vaccinare tutti, non serve colpevolizzare o bullizzare i nostri figli. Le autorità che dispongono degli strumenti per fermare la pandemia possono o meno attuare un obbligo vaccinale, ma senza terrorizzare, distorcere o inventare complotti inesistenti”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio, non riconosceremo il governo dei talebani
A Doha la sede provvisoria dell’ambasciata italiana di Kabul
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 settembre 2021
21:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sarà probabilmente Doha la destinazione provvisoria dell’Ambasciata italiana di Kabul e di altre sedi diplomatiche occidentali mentre si fa remota la possibilità di un riconoscimento del governo talebano che è “molto improbabile”. E’ stato il ministro degli Esteri Luigi di Maio dall’Uzbekistan, dove è stato oggi in missione, a ribadire che nella capitale afghana “al momento non ci sono le condizioni di sicurezza per riaprirle, per questo motivo prende sempre più consistenza l’idea di ricollocarle, in maniera temporanea, a Doha”.
E a escludere la possibilità di un riconoscimento del neonato emirato islamico.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: A ottobre il Green pass esteso. Nodo per obbligo su Tpl
Lunedì incontro sindacati-Confindustria su regole per lavoro
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 settembre 2021
13:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Green pass obbligatorio per i dipendenti statali, per tutte quelle categorie che lavorano nei luoghi dove è già richiesto e – forse – anche per gli autisti del trasporto pubblico locale e per i passeggeri. L’ultimo nodo sull’estensione del certificato verde – prevista con un nuovo decreto e con misure in vigore da ottobre – riguarda ora l’accesso al Tpl e il controllo del pass sui mezzi.
Il tutto in attesa dell’incontro tra sindacati e imprese fissato per lunedì 6 settembre, quando Cgil, Cisl e Uil vedranno Confindustria e Confapi per discutere del lasciapassare sui luoghi di lavoro.
Con l’Italia senza cambi di colore per almeno una settimana (in giallo c’è la sola Sicilia, il resto della Penisola è in fascia bianca) l’obiettivo del Governo resta il raggiungimento entro fine settembre dell’80% della platea vaccinale immunizzata. Un dato importante che sembra ormai essere alla portata ma che potrebbe non significare l’immunità di gregge, per la quale mancherebbe ancora il completamento del ciclo vaccinale per almeno altri 7 milioni di persone. Per questo una misura efficace per alzare l’asticella, puntando all’85% di immunizzati tra gli over 12 ad ottobre, potrebbe essere proprio l’allargamento del certificato verde.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ambrosetti, la domenica della politica italiana
Ultima giornata Workshop Ambrosetti con Governo e l’opposizione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
05 settembre 2021
08:24
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’ultima giornata di lavori del Workshop Ambrosetti è tradizionalmente dedicata all’agenda italiana. Aprirà i lavori il ministro degli esteri Luigi Di Maio poi ‘L’Italia che vogliamo’ sarà il filo conduttore del dibattito tra Giuseppe Conte (in videoconferenza), Enrico Letta, Giorgia Meloni e Matteo Salvini.
Il ministro degli affari regionali Mariastella Gelmini offrirà una manoramica sulle relazioni con le Regioni e il ministro degli Interni Luciana Lamorgese discuterà con gli imiprenditori di sicurezza. Chiude la mattinata un focus su educazione, università e ricerca con i ministri Patrizio Bianchi e Maria Cristina Messa.
Nella seconda parte della giornata si torna a focalizzarsi sulle imprese e l’economia, il ministro Renato Brunetta parlerà delle sfide della pubblica amministrazione, il ministro Andrea Orlando degli sviluppi dell’occupazione e il ministro Giancarlo Giorgetti indicherà su cosa punta per la corsa alla competitività e la crescita. Infine il ministro delle Economia Daniele Franco avrà il compito di concludere i lavori.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Talebani nel Panshir, “pronti al nuovo governo”. Di Maio a Doha: ‘Famiglie afghane salve grazie alla solidarietà’
Fuga dai villaggi, rischio crisi umanitaria. Emergency continua a operare
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 settembre 2021
21:47
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha visitato il compound per la prima accoglienza e il transito dei profughi afghani di Doha. “Intere famiglie evacuate dall’Afghanistan grazie a questa solidarietà internazionale sono in salvo e possono garantire un futuro migliore ai propri figli”, ha scritto su Facebook il titolare della Farnesina dopo la sua visita.
“Durante gli incontri con le massime autorità qatarine ho comunicato loro che nei prossimi giorni abbiamo intenzione di ricollocare a Doha l’Ambasciata a Kabul”, ha aggiunto Di Maio. “Intanto anche oggi – ha proseguito il ministro – ci sono stati altri morti al confine tra Afghanistan e Pakistan a causa di un attentato”. “Con il Qatar, i Paesi limitrofi all’Afghanistan e i principali attori internazionali, oltre a costruire un percorso comune per sostenere il popolo afghano, dobbiamo intensificare le iniziative di contrasto al terrorismo. Serve il massimo impegno da parte di tutti”, ha concluso Di Maio.
La situazione in Afghanistan – I combattenti Talebani stanno penetrando in profondità nella Valle del Panshir, l’ultimo baluardo della resistenza in Afghanistan: resistenza che fatica a tenere le proprie posizioni, mentre in molti fuggono dai villaggi, innescando una potenziale crisi umanitaria.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo rivelano fonti locali, secondo le quali i jihadisti, ormai dotati di armi moderne confiscate all’ex esercito esercito regolare afghano e di unità di élite, avrebbero conquistato nuovi distretti nella valle.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ali Maisam Nazary, portavoce della resistenza ma che non si trova nella valle, afferma che i miliziani che combattono i Talebani “non cederanno mai”, mentre l’ex vicepresidente Amrullah Saleh, che è al fianco di Ahmed Massoud – figlio del “Leone del Panshir”, Ahmed Shah Massoud, ucciso dai talebani nel 2001 -, constata che la situazione è difficile per la resistenza e parla del rischio di una “crisi umanitaria su larga scala” innescata dalle migliaia di abitanti del Panshir “sfollati dall’avanzata talebana”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fino a ieri i distretti caduti nelle mani degli Styudenrti del Corano erano almeno quattro. L’unica certezza è che sono arrivati fino al villaggio di Anabah, a 25 km dall’ingresso meridionale della valle del Panshir, che è lunga 115 km. Ad Anabah sorge l’ospedale di Emergency: finora i Talebani “non hanno interferito con le attività di Emergency”, scrive l’ong fondata da Gino Strada, che aggiunge tuttavia che “molte persone hanno lasciato i loro villaggi negli ultimi giorni”.
Intanto i talebani sono pronti ad annunciare il loro nuovo governo, dopo tre settimane di gestazione: lo afferma Inamullah Samangani, membro della commissione culturale talebana, citato da Tolo News, secondo il quale l’annuncio sarà fatto a breve. Samangani ha affermato che “non ci sono ostacoli all’annuncio di un nuovo governo” e che l’annuncio avverrà a ufficialmente “a breve”. Tolo News rileva come non ci siano indiscrezioni sulla composizione dell’esecutivo.
Ma secondo un analista afghano, Syed Ishaq Gilani, citato dall’emittente, “ci saranno decine di ministeri tecnici e ad occuparli dovrebbero essere dei tecnici competenti”. Secondo Gilani, inoltre, i Talebani “dovranno prendere in considerazione la democrazia nel futuro sistema politico”. Tolo News sottolinea la presenza a Kabul da ieri di Faiz Hameed, capo dei servizi di intelligence del Pakistan (Is), in coincidenza con gli ultimi preparativi per la formazione del governo. Hameed è stato fotografato assieme all’ambasciatore pachistano al Serena Hotel della capitale afghana.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Brunetta: lo smart working nella PA resterà al 15%, i paletti di Landini
E con regole contrattuali. In presenza per catalizzare la ripresa. Landini: ‘Preservare i diritti’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 settembre 2021
18:12
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo smart working nella Pubblica amministrazione non sarà abolito, è auspicabile resti per una quota fino al 15%. Annuncio con il Corriere della Sera del ministro Renato Brunetta, che punta al ritorno in presenza della burocrazia come catalizzatore della ripresa, in questo momento sospinta anche dal superbonus 110% nell’edilizia.
Ritorno in ufficio anche per smaltire le montagne di arretrati, forti dell’arrivo di migliaia di nuovi assunti grazie allo sblocco del turnover e alle risorse Pnrr. E sullo smart working si definiranno ‘regole del gioco’ contrattuali per disconnessione, produttività, risultati.
Il leader Cgil Landini, dalla Festa de Il Fatto anticipa i paletti che fisserà nella discussione sullo smart working: “gli orari, le maggiorazioni, il sabato e la domenica, rimangono, non è che le cancelli”, ha aggiunto. Il rischio è invece proprio quello di “cancellare il tempo”. Ma tutto deve essere regolato dai contratti nazionali.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mps: Salvini, svenderla è una vergogna, diamole tempo
In un Paese normale decine di Procure starebbero già indagando
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
05 settembre 2021
09:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mps “è un enorme problema, ci sarà accanto a me Enrico Letta, io fossi nel Pd avrei vergogna”. Lo ha detto il segretario della Lega Matteo Salvini al margine del Workshop Ambrosetti di Cernobbio.
A suo avviso l’alternativa alla fusione con Unicredit è “il tempo”. “La prima semestrale del 2021 chiude in attivo e arrivare a svendere una banca che torna faticosamente a produrre utili mettendoci altri miliardi di soldi pubblici è una vergogna”. “Mps – ha proseguito – è un banca il cui presidente è un ex parlamentare del Pd che si è dimesso per fare il presidente dopo avere fatto il ministro e messo dei soldi in quella banca”. “In un Paese normale – ha spiegato – ci sarebbero non una ma 10 procure a indagare sulla vicenda Monte Paschi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Conte, avanti su cashback di Stato e superbonus imprese
Alleggerire il carico fiscale sul ceto medio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 settembre 2021
10:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bisogna “alleggerire il carico sul ceto medio” anche tramite il “superamento dell’Irap” e “un superbonus imprese”. Lo ha detto il leader del M5s Giuseppe Conte al forum a Cernobbio.
“Dobbiamo continuare a puntare sul cashback di Stato che si è rivelato di forte stimolo”, ha aggiunto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scontro sul reddito di cittadinanza. Meloni: “Metadone di Stato”. Orlando: “Non sanno cosa sia la povertà”
La leader di FdI al Forum Ambrosetti a Cernobbio attacca il provvedimento. Pronta la replica del ministro
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CERNOBBIO
06 settembre 2021
11:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Non sono d’accordo con Giuseppe Conte, il reddito di cittadinanza è metadone di Stato, ‘ti mantengo nella tua condizione’, non è un provvedimento di sviluppo”. Lo ha detto la leader di FdI Giorgia Meloni al forum Cernobbio.
“Non rispondo perché chi usa queste metafore probabilmente non si rende conto di che cosa è la povertà'”.
Così il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, a margine del Forum Ambrosetti. “Credo che ci siano delle modifiche da fare, ma credo che sarebbe un passo indietro per il nostro Paese se tornasse ad essere tra i pochi paesi che non ha uno strumento di contrasto alla povertà”, ha aggiunto.
“Il reddito di cittadinanza si è rivelato sbagliato. Lo abbiamo votato ma riconoscere un errore è segno di saggezza. Proporrò un emendamento alla manovra per destinare alla imprese questi soldi”,  ha detto il leader della Lega Matteo Salvini al forum Ambrosetti a Cernobbio.
“Immagino che Meloni non volesse offendere i beneficiari, ma è una espressione volgare, forte”, ha detto il leader del M5s Giuseppe Conte alla festa del Fatto Quotidiano. “Dobbiamo riconoscere la dignità sociale” alla persone, secondo Conte.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ue:Letta,sostenere Draghi in negoziato nuovo patto stabilità
Dobbiamo rendere permanente Next Generation Ue
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CERNOBBIO
05 settembre 2021
10:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“In Ue ci si gioca tutto. Io combatto per due grandi obiettivi: rendere permanente il meccanismo degli eurobond inserito nel Next Generation Eu” e “sostenere Draghi e Franco nel negoziato difficile sul nuovo e futuro patto di stabilità sapendo che ce la giochiamo bene con l’autorevolezza di Draghi e di un governo forte”.
Lo ha detto il segretario del Pd Enrico Letta al forum Ambrosetti a Cernobbio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Afghanistan: Di Maio, 120 milioni per progetti umanitari
‘Convertiti fondi utilizzati per formazione forze sicurezza’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 settembre 2021
10:07
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’Italia, nel corso dell’ultimo consiglio dei ministri, ha convertito i 120 milioni di euro che utilizzava per la formazione delle forze di sicurezza afghane in progetti di assistenza umanitaria”. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, nel corso del Forum Ambrosetti a Cernobbio, in collegamento da Doha.

“E dopo che avremo avviato la collaborazione – ha aggiunto – ad esempio con il Pakistan, potremo avviare la fase due che ruota intorno ad un piano italiano per il popolo afghano. Il nostro Piano ha già mosso i primi passi con una riunione interministeriale coinvolgendo tutte le istituzioni, le onlus e la società civile. Stiamo cercando di fare sistema per gestire una fase completamente diversa da quella che si è conclusa”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Montenegro: insediato nuovo metropolita Joanikije
In cerimonia a Cetinje, assediata da manifestanti antiserbi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BELGRADO
05 settembre 2021
11:00
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il nuovo metropolita ortodosso del Montenegro Joanikije è stato ufficialmente intronizzato nel corso di una cerimonia nel monastero di Cetinje, località nel sud del Paese, antica capitale reale del Montenegro, che ospita attualmente la residenza ufficiale della presidenza montenegrina.
A presiedere la cerimonia religiosa è stato il patriarca serbo ortodosso Porfirije, alla presenza di un ristretto numero di fedeli e del personale del monastero.
Le decine di vescovi e altri esponenti religiosi, unitamente a ospiti civili, che dovevano assistere alla cerimonia, non hanno potuto raggiungere Cetinje a causa di blocchi stradali e barricare erette da migliaia di manifestanti nazionalisti antiserbi, ostili alla politica di Belgrado e contrari all’elezione di Joanikije, considerato diretta emanazione di Belgrado e della sua politica espansionistica.
Joanikije, che subentra al metropolita Amfilohije, morto lo scorso anno per le conseguenze del Covid, è stato eletto lo scorso marzo nel corso dei lavori del Sinodo della Chiesa ortodossa serba.
Il Montenegro non dispone ufficialmente di una propria Chiesa autonoma, e una Chiesa ortodossa montenegrina sorta nel Paese è ritenuta illegale. Per l’insediamento del nuovo metropolita, le campane di tutte le chiese del Montenegro hanno suonato a festa.
Una cerimonia parallela si è tenuta alla cattedrale della capitale Podgorica, dove per Belgrado era presente il ministro per l’innovazione tecnologica Nenad Popovic.
Il patriarca Porfirije e il metropolita Joanikije si recheranno a Podgorica a metà giornata, per partecipare a un pranzo in loro onore. Stamane erano giunti a Cetinje in elicottero, a causa dei blocchi stradali.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il nuovo metropolita ortodosso del Montenegro Joanikije è stato ufficialmente intronizzato nel corso di una cerimonia nel monastero di Cetinje, località nel sud del Paese, antica capitale reale del Montenegro, che ospita attualmente la residenza ufficiale della presidenza montenegrina.
A presiedere la cerimonia religiosa è stato il patriarca serbo ortodosso Porfirije, alla presenza di un ristretto numero di fedeli e del personale del monastero.
Le decine di vescovi e altri esponenti religiosi, unitamente a ospiti civili, che dovevano assistere alla cerimonia, non hanno potuto raggiungere Cetinje a causa di blocchi stradali e barricare erette da migliaia di manifestanti nazionalisti antiserbi, ostili alla politica di Belgrado e contrari all’elezione di Joanikije, considerato diretta emanazione di Belgrado e della sua politica espansionistica.
Joanikije, che subentra al metropolita Amfilohije, morto lo scorso anno per le conseguenze del Covid, è stato eletto lo scorso marzo nel corso dei lavori del Sinodo della Chiesa ortodossa serba.
Il Montenegro non dispone ufficialmente di una propria Chiesa autonoma, e una Chiesa ortodossa montenegrina sorta nel Paese è ritenuta illegale. Per l’insediamento del nuovo metropolita, le campane di tutte le chiese del Montenegro hanno suonato a festa.
Una cerimonia parallela si è tenuta alla cattedrale della capitale Podgorica, dove per Belgrado era presente il ministro per l’innovazione tecnologica Nenad Popovic.
Il patriarca Porfirije e il metropolita Joanikije si recheranno a Podgorica a metà giornata, per partecipare a un pranzo in loro onore. Stamane erano giunti a Cetinje in elicottero, a causa dei blocchi stradali.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Settimana mercati: si guarda a ripresa, faro su Bce
In arrivo Pil Eurozona e dati produzione industriale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 settembre 2021
11:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Con l’estate ormai alle spalle i mercati tornano verso la normalità con l’attenzione rivolta alla ripresa economica e all’andamento dei contagi da coronavirus.
Nell’area euro, la settimana è piuttosto povera di indicatori congiunturali ma il focus sarà sulla riunione di politica monetaria della Bce prevista per il 9 settembre.

Negli Stati Uniti l’attenzione è sul mercato del lavoro, uno dei temi a cui guarda la Fed per decidere sulla politica di stimoli all’economia. In arrivo, il 9 settembre, le richieste di sussidio ed i sussidi di disoccupazione esistenti. Ancora alta l’attenzione sul fronte dell’inflazione e dei prezzi delle materie prime che potrebbero incidere sulla ripresa economica globale. In arrivo anche una serie di dati macroeconomici dalla Cina. Previste martedì 7 settembre la bilancia commerciale e le esportazioni, e giovedì 9 i prezzi al consumo.
Nel Vecchio continente la Bce, secondo gli analisti finanziari, potrebbe annunciare una nuova revisione al rialzo delle stime di crescita per quest’anno, una revisione generalizzata delle proiezioni di inflazione e, con ogni probabilità, il passaggio a un ritmo di acquisti Pepp più moderato. Intanto l’indice Zew in Germania (7 settembre), prima indagine relativa al mese di settembre, dovrebbe confermare che il picco della ripresa è ormai alle spalle. La tornata di dati sulla produzione industriale consentirà di avere il polso sulla ripresa economica. Inizierà la Germania, martedì, e nel fine settimana, venerdì 10, arrivano anche i dati di Italia, Spagna, Francia e Regno Unito.
La lettura finale del Pil dell’Eurozona del primo trimestre (7 settembre) dovrebbe confermare, secondo le stime degli analisti, la crescita vista nella stima preliminare, con il contributo positivo della domanda interna, e negativo dal canale estero. Infine, la stima finale dell’inflazione tedesca di agosto, venerdì 10, dovrebbe confermare la prima lettura.
Dall’Italia è previsto anche il dato sulle vendite al dettaglio, mercoledì 8 settembre.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salvini e Meloni si abbracciano, prove tecniche di governo
I due leader si salutano davanti alle telecamere
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
05 settembre 2021
12:00
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il segretario della Lega Matteo Salvini e la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni si sono abbracciati davanti alle telecamere prima di lasciare il Workshop Ambrosetti di Cernobbio. “Sono prove tecniche di Governo” hanno commentato prima di lasciarsi.

Matteo Salvini e Giorgia Meloni si sono seduti sul parapetto dell’Hotel Villa d’Este di Cernobbio in riva al lago di Como per fotografarsi con il telefonino. Alla domanda dei giornalisti su quali fossero i rapporti tra i due partiti hanno risposto abbracciandosi e pronunciando la frase ‘prove tecniche di governo’.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio, lotta al terrorismo rimane fondamentale
Oggi colloqui in Qatar sulla situazione in Afghanistan
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 settembre 2021
12:06
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La lotta al terrorismo rimane fondamentale: c’è in ballo la sicurezza dell’Afghanistan, ma anche di tutta l’Ue, e non possiamo permetterci di abbassare la guardia”. Lo scrive su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, spiegando gli argomenti dei colloqui che ha in programma oggi con le autorità del Qatar durante la tappa a Doha della sua missione nella regione.
“Oggi missione in Qatar, da tempo ormai centro nevralgico delle relazioni di tutto il mondo con l’Afghanistan”, scrive Di Maio, che poi aggiunge: “Dobbiamo continuare a lavorare su quattro fronti: lotta al terrorismo; accoglienza e sostegno ai civili afghani; corridoi umanitari tramite Paesi terzi; supporto alle organizzazioni umanitarie sul posto. Punti cardine che sono stati anche al centro dei colloqui che ho avuto ieri in Uzbekistan e Tajikistan con i rappresentanti delle Istituzioni locali”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Terremoto: appello Arquata Futura a Bianchi, no a pluriclassi
Qui scuola modello, ma non è scongiurata ipotesi accorpamento
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ARQUATA DEL TRONTO
05 settembre 2021
12:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo appello al ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi da parte dell’associazione Arquata Futura, che in una lettera esprime esprimono “sconcerto e delusione” perché “è tutt’altro che scongiurato il pericolo di accorpamento e soppressione delle classi nelle scuole della parte più colpita del cratere marchigiano” nonostante la promessa del Governo “all’indomani del quinto anniversario del sisma che tanti lutti e tanta distruzione ha portato nei nostri paesi”.
Arquata Futura aveva già scritto al ministro il 20 agosto, segnalando in particolare il plesso scolastico di Arquata del Tronto, “vero fiore all’occhiello del territorio, costruito dalla Fondazione Specchio dei Tempi e punto di riferimento, per qualità e varietà delle attività formative, anche per i Comuni vicini.
Infliggere le pluriclassi, e quindi un fatale scadimento della qualità dell’istruzione, in una situazione già fortemente penalizzata si sarebbe tradotto nell’implicito invito a iscrivere altrove i bambini in età scolare, portando a nuovo impoverimento e nuovo spopolamento”. Dopo le proteste del Comune, delle associazioni e di analoghe rimostranze da parte di altri Comuni del cratere “il 25 agosto era arrivata l’assicurazione di uno stanziamento di 400 milioni assegnato al ministro per l’Istruzione che avrebbe consentito di mantenere il numero di classi dello scorso anno scolastico almeno per quello in procinto di iniziare. L’annuncio era stato dato dalla presidente di Anci Marche”. “Accade però – seguita Arquata Futura – che il funzionario responsabile dell’Ufficio scolastico regionale delle Marche, proprio in questi giorni di avvio delle attività, stia agendo come se non fosse accaduto nulla. Presidi e direttori delle scuole interessate sono stati infatti invitati a organizzare orari e attività scolastica proprio a partire da quell’accorpamento delle classi che sembrava essere stato evitato”. L’associazione chiede l’intervento del ministro e un chiarimento urgente: “la qualità dell’offerta scolastica è fattore decisivo nella decisione delle famiglie di tornare o andare via dalla zona più colpita dal terremoto”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Moratti, in Lombardia adesione a 86%, ventenni a 87%
‘Fra i ragazzi in età scolastica la percentuale è del 71%”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CERNOBBIO
05 settembre 2021
12:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“In Lombardia siamo all’86% di adesioni alla campagna vaccinale, fra i giovani dai 20 ai 30 anni siamo all’87%”. La vicepresidente della Lombardia e assessore al welfare Letizia Moratti lo ha spiegato a margine del Forum Ambrosetti a Cernobbio.

Fra i ragazzi in età scolastica “la percentuale è del 71% che è comunque un buon numero”, ha osservato aggiungendo che è allo studio “un piano di comunicazione da parte dei pediatri rivolto ai genitori dei ragazzi dai 12 ai 19 anni”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio: “Lotta al terrorismo fondamentale”
Il ministro in Qatar, nei colloqui la situazione nella regione afghana
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 settembre 2021
13:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La lotta al terrorismo rimane fondamentale: c’è in ballo la sicurezza dell’Afghanistan, ma anche di tutta l’Ue, e non possiamo permetterci di abbassare la guardia”,scrive su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, spiegando gli argomenti dei colloqui che ha in programma con le autorità del Qatar durante la tappa a Doha della sua missione nella regione.
“Dobbiamo essere tutti orgogliosi delle donne e degli uomini della difesa e dell’intelligence che hanno lavorato per salvare oltre 5mila afghani facendo sì che l’Italia potesse diventare primo Paese Ue per numero afghani”, ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, nel corso del suo intervento al Forum Ambrosetti a Cernobbio. “Al momento – ha aggiunto – restano oltre 30 italiani in Afghanistan.
Voglio ringraziare le onlus e agenzie delle Nazioni Unite che hanno lavorato per salvare vite”.
“Incontrerò oggi l’emiro del Qatar e poi il ministro degli Esteri perché è nostra intenzione di ricollocare a Doha l’ambasciata che avevamo a Kabul”, ha detto Di Maio. “Domani – ha aggiunto – sarò in Pakistan per visitare il campo profughi al confine con l’Afghanistan. Il nostro obiettivo è quello di aiutare questi Paesi a gestire i flussi dei migranti. C’è un grande dibattito in Italia sui corridoi umanitari. Ricordo che il corridoio umanitario inteso come evacuazione di civili afghani verso l’Italia o l’Europa sul piano bilaterale non credo sia praticabile perché non possiamo immaginare di dare le liste di coloro che vogliamo evacuare ai talebani. Sarebbe come creare delle liste di proscrizione quindi il lavoro che possiamo fare è quello di collaborare con i Paesi confinanti. Il Qatar è diventato il centro nevralgico delle relazioni diplomatiche rispetto a questo Governo afghano che deve nascere”.
“L’Italia, nel corso dell’ultimo consiglio dei ministri, ha convertito i 120 milioni di euro che utilizzava per la formazione delle forze di sicurezza afghane in progetti di assistenza umanitaria”, ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Mai. “E dopo che avremo avviato la collaborazione – ha aggiunto – ad esempio con il Pakistan, potremo avviare la fase due che ruota intorno ad un piano italiano per il popolo afghano. Il nostro Piano ha già mosso i primi passi con una riunione interministeriale coinvolgendo tutte le istituzioni, le onlus e la società civile. Stiamo cercando di fare sistema per gestire una fase completamente diversa da quella che si è conclusa”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salvini e Meloni si abbracciano, prove tecniche di governo
I due leader a Cernobbio si salutano davanti alle telecamere e postano un loro selfie. ‘Governeremo insieme’, ‘Noi uniti, non c’è piano B’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CERNOBBIO (COMO)
06 settembre 2021
10:42
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il segretario della Lega Matteo Salvini e la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni si sono abbracciati davanti alle telecamere prima di lasciare il Workshop Ambrosetti di Cernobbio. “Sono prove tecniche di Governo” hanno commentato prima di lasciarsi. Matteo Salvini e Giorgia Meloni si sono seduti sul parapetto dell’Hotel Villa d’Este di Cernobbio in riva al lago di Como per fotografarsi con il telefonino.
Alla domanda dei giornalisti su quali fossero i rapporti tra i due partiti hanno risposto abbracciandosi e pronunciando la frase ‘prove tecniche di governo’.
Le cose con la presidente di Fdi Giorgia Meloni vanno “benissimo”. Il segretario della Lega Matteo Salvini, che con lei ha partecipato al Forum Ambrosetti, lo ha detto ai giornalisti aggiungendo “governeremo insieme”. Sui tempi ha spiegato che “dipende da Draghi. Se vuole fare il presidente della Repubblica è complicato un quarto governo in quattro anni anche se capisco che c’è chi voglia tirare a campare, soprattutto i 5stelle”. “Draghi tutti lo piazzano. Io – ha ironizzato – lo vorrei allenatore del Milan…”
“Io non ho un piano B nelle alleanze: per me esiste solamente l’alleanza di centrodestra, spero che per la Lega e Forza Italia valga alla stessa maniera, questo l’ho chiesto più volte, ma sono abbastanza ottimista che nel 2023 il centrodestra si presenterà compatto e anche sul fatto che possa avere, per il tramite del consenso degli italiani, la possibilità di governare”. Lo ha detto la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni a margine del Forum Ambrosetti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giovannini,dopo Pnrr sforzo non è finito, guardiamo a 2030
Ministro al Workshop Ambrosetti,non perdere di vista altri fondi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
05 settembre 2021
13:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Vogliamo progettare l’Italia del 2030 non solo al 2026. Questa enfasi sul Pnrr non deve farci perdere di vista che ci sono anche altri fondi, quelli strutturali, di coesione, dei bilanci ordinari”.
Lo ha detto Enrico Giovannini Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili al Workshop Ambrosetti, premessa per concludere che “lo sforzo fatto sul Pnrr non è finito, non dobbiamo perdere di vista la possibilità di andare oltre 2030”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: Salvini apre sugli statali, Conte frena su obbligo vaccinale
Brunetta: ‘E’ una patente di libertà’. Letta e Conte favorevoli all’estensione ma l’esponente M5s frena sull’obbligo vaccinale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 settembre 2021
09:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Continua il dibattito tra le forze politiche sull’estensione del Green Pass. Apre il leader della Lega Matteo Salvini.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il green pass per gli Statali proposto dal ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta “per chi ha a che fare con il pubblico può essere un ragionamento” secondo il segretario della Lega Matteo Salvini. Se ne parla settimana prossima in cabina di regia” ha detto aggiungendo che “diverso è il green pass per uno che sta a casa e fa un esame all’università da remoto”, quello è “teatro dell’assurdo”.
Per Brunetta il Pass “è una patente di libertà”.
Lo ha detto il ministro della Pubblica amministrazione,in una intervista a Rai News24 a margine del Forum Ambrosetti a Cernobbio. “Il green pass ti apre alla vita – ha aggiunto – al lavoro e alla socializzazione. Cosa accadrà nei prossimi giorni lo ha detto il presidente Draghi affermando che intende estendere il green pass. Io lo estenderei a tutto il mondo del lavoro, sia pubblico che privato. Se questo accadrà il passo successivo, almeno per quanto mi riguarda, sarà il ritorno a lavoro in presenza di tutti i dipendenti pubblici”.
“Siamo pronti in ogni condizione. Il governo userà tutti gli strumenti laddove fosse necessario”. Così il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, risponde a una domanda sulla possibilità dell’obbligo vaccinale a scuola durante SkyTg24.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Noi sosteniamo il governo Draghi convintamente nell’estensione del green pass e degli obblighi vaccinali là dove è necessario”. Lo ha detto il segretario del Pd Enrico Letta sottolineando che “la serietà dell’applicazione delle regole vuol dire essere in grado di ripartire in sicurezza” . “Dobbiamo essere tutti seri, tutti responsabili, e nessuno giochi – ha aggiunto – non si può essere per il green pass e contro, si dicano parole di chiarezza” . “Crediamo – ha concluso – che l’intero Paese debba lottare contro il virus e non contro il green pass” .
Favorevole ad un maggiore uso del green Pass anche Giuseppe Conte. “Io sono favorevole ad un utilizzo maggiore del green pass”, per quanto riguarda “l’obbligo secco vaccinale, se sarà necessario dobbiamo considerarlo come estrema ratio”. Lo ha detto il leader del M5s Giuseppe Conte alla festa del Fatto Quotidiano.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Valutiamo i dati e manteniamoci aperti a tutte le soluzioni che diano sicurezza ai cittadini”, ha aggiunto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Franco, non escludiamo crescita fine anno sopra +5,8%
Dati incoraggianti, importante che sia più veloce che in passato
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CERNOBBIO
05 settembre 2021
14:44
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ in atto ripresa intensa del Pil, il terzo trimestre sta andando bene. Per fine anno l’Ufficio Parlamentare di Bilancio prevede un +5,8%, non possiamo escludere che a fine anno sia superiore”.
Lo ha detto il ministro dell’Economia Daniele Franco sottolineando che “i dati sono incoraggianti”. “E’ importante – ha aggiunto – che la crescita sia rapida”, ma “la sfida più importante è crescere in modo strutturalmente più elevato che in passato”.

Ambrosetti, MilanoSesto, volano per giro d’affari da 2,3 mld
Ricadute economiche ma anche sociali e ambientali
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
05 settembre 2021
14:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MilanoSesto, 1,5 milioni di metri quadri dove sorgevano le acciaierie Falck, è il più grande intervento di rigenerazione urbana in Italia e fra i principali in Europa. A partire dai primi due lotti, quello residenziale Unione 0 e la Città della Salute e della Ricerca.
“Un intervento di questa portata genera impatti di molteplice natura per il territorio l’investimento è di oltre 825 milioni di euro e si prevede che genererà un giro d’affari di oltre 2,3 miliardi e oltre 5.300 posti di lavoro”. Lo ha calcolato una ricerca di The European House – Ambrosetti realizzata in collaborazione con Milanosesto e Hines.
Al termine dei lavori, con il completamento della Città della Salute e della Ricerca e la nascita del polo residenziale e lavorativo, sarà dispiegato il vero potenziale della rigenerazione. Le persone che frequenteranno gli spazi, ovvero le famiglie insediate, i city user che alloggeranno all’hotel, i lavoratori del quartiere, i pazienti e i loro famigliari, porteranno sul territorio quasi 190 milioni di euro di consumi addizionali, ogni anno. Il Comune di Sesto San Giovanni beneficerà di 2,6 milioni di euro addizionali – fra IMU, TARI e addizionale IRPEF – cifra pari al 6,2% del gettito fiscale complessivo del Comune.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Regata Storica Venezia, è la prima con parità donne e uomini
Uguali compensi premio per le regatanti come per i maschi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
05 settembre 2021
14:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Venezia sembra tornata quella del pre-Covid per i turisti – ieri 85mila le presenze in città – e oggi si riprenderà in presenza di pubblico la sua manifestazione più sentita: la Regata Storica in Canal Grande. Con una novità, segno dei tempi: la raggiunta parità nei premi in denaro tra regatanti uomini e donne.
Una svolta di ‘genere’ in una kermesse che affonda le radici nella tradizione della Serenissima.
Nelle scorse settimane la polemica sulla discriminazione tra equipaggi era tornata alla ribalta, e il Comune, con un intervento del sindaco Brugnaro, aveva deciso di aumentare il monte premi di 25.900 euro,, parificando per la prima volta i compensi tra campioni e campionesse del remo. In città si attende una grande affluenza, in vista della partenza del Corteo Storico,, alle 16, al termine del quale scatteranno le gare di mascarete, pupparini e gondolini. Il tutto con l’adozione di regole anti-Covid: sulla “Machina”, il grande palco delle autorita’ , si accederà solo con Green pass, mentre l’accesso alle aree lungo le rive del Canal Grande saranno contingentate, con obbligo di distanziamento e mascherine.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La parità di genere fa breccia fra le tradizioni più antiche, come la Regata Storica di Venezia, che quest’anno per la prima volta ha celebrato l’uguaglianza nei premi in denaro per i regatanti, uomini e donne. Una Venezia con una luce spettacolare, in una giornata di fine estate che ha visto la città lagunare tornare a livelli pre-Covid, piena di turisti ma rispettosi delle norme di sicurezza sanitaria.
Sulla “Machina”, il grande palco delle autorità davanti a Ca’ Foscari che segna l’arrivo delle regate, si accedeva solo con il Green pass, mentre l’accesso alle aree lungo le rive del Canal Grande era contingentato, con il distanziamento tra le persone e l’uso della mascherina. Il conteggio degli arrivi ci sarà nelle prossime ore; ieri a Venezia c’erano state 85mila presenze. La svolta di ‘genere’ nella kermesse, in realtà, ha coinvolto più la politica che gli ambienti del tifo e dello sport della voga . Nelle scorse settimane la discriminazioni tra equipaggi maschili e femminili era tornata alla ribalta, e il Comune, con un intervento del sindaco Brugnaro, ha deciso di aumentare il monte premi di 25.900 euro per le regate, parificando per la prima volta i compensi tra campioni e campionesse del remo. Questo ha acceso un riflettore in più sulla competizione delle donne, quella sulle veloci ‘mascarete’ vinta dalle campionesse del remo Romina Ardit e Anna Mao, due ‘regine’ di questa gara, che sul tema della parità però non si sono espresse. Lo ha fatto però una delle paladine di questa battaglia, Elena Almansi, anch’essa regatante: “Sono molto felice che si sia raggiunto l’obiettivo della parità dei premi tra uomini e donne, che tanto abbiamo inseguito come categoria, io per prima”, ha commentato Almansi. “L’unico rammarico è che sia stato deciso non per volontà politica, ma per rimediare ad uno scivolone ed una brutta figura internazionale che è stata fatta dal Consiglio comunale un mese fa”, ha aggiunto La gara dei gondolini, quella dei campionissimi, è stata invece dominata dall’imbarcazione arancio di Rudi e Mattia Vignotto, padre e figlio, dell’isola di Sant’Erasmo. Al secondo posto il ‘viola’ dei fratelli Roberto e Renato Busetto, al terzo il ‘rosa’ di Alvise d’Este e Davide Prevedello. Per Rudi Vignotto, un mito tra i veneziani, si tratta della 17/ma bandiera rossa, il record di vincite nella regata storica. Per il pubblico che ha assistito al corteo storico in Canal Grande anche una sorpresa: la figura onirica, inaspettata, di una rinocerontessa d’oro, copia fedele della scultura di Valeriano Trebbiani che comparve nel film ‘E la nave va’ di Federico Fellini. Il rinoceronte femmina d’oro, collocata su una ‘bissona’ di 12 metri, spinta da 4 vogatori, approderà domani da lunedì al Lido, dove resterà sino alla conclusione del Festival del Cinema.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giorgetti, più incentivi a chi aiuta risolvere tavoli crisi
Rispetto a chi evita ‘fastidi’ sindacali e investe altrove
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CERNOBBIO
05 settembre 2021
15:22
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Chi ci aiuterà a risolvere i tavoli di crisi merita più incentivi di altri che desiderano evitare fastidi e confusioni sindacali e vanno a investire in qualche terreno vergine. Questo significa fare politica industriale”.
Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, nel corso dell’intervento al Forum Ambrosetti a Cernobbio.
“Noi – ha aggiunto – ci stiamo impegnando per cambiare.
Vogliamo cercare di ricostruire un sistema di incentivi e di sussidi che servono, e in particolare in questa fase”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Franco: non escludiamo una crescita sopra +5,8% a fine anno
‘Dati incoraggianti, l’importante è che sia più veloce che in passato’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CERNOBBIO
05 settembre 2021
16:58
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ in atto una ripresa intensa del Pil, il terzo trimestre sta andando bene. Per fine anno l’Ufficio Parlamentare di Bilancio prevede un +5,8%, non possiamo escludere che a fine anno sia superiore”.
Lo ha detto il ministro dell’Economia Daniele Franco sottolineando che “i dati sono incoraggianti”. “E’ importante – ha aggiunto – che la crescita sia rapida”, ma “la sfida più importante è crescere in modo strutturalmente più elevato che in passato”.
“I segnali che abbiamo quest’anno sono incoraggianti, chiuderemo con un deficit e un debito un po’ migliori di quanto indicato nel Def”, ha detto il ministro dell’Economia Daniele Franco sottolineando che il debito “l’anno prossimo scenderà ulteriormente e verso la fine del decennio convergerà verso i livelli pre-pandemici”.
“Chi ci aiuterà a risolvere i tavoli di crisi merita più incentivi di altri che desiderano evitare fastidi e confusioni sindacali e vanno a investire in qualche terreno vergine. Questo significa fare politica industriale”, ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, nel corso dell’intervento al Forum Ambrosetti a Cernobbio. “Noi – ha aggiunto – ci stiamo impegnando per cambiare. Vogliamo cercare di ricostruire un sistema di incentivi e di sussidi che servono, e in particolare in questa fase”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola, la prima campanella suona a Bolzano, mascherine e Green pass
Apripista in Italia, primo giorno in presenza per 90.000 ragazzi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 settembre 2021
16:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Prima campanella per 90 mila bambini e ragazzi altoatesini, apripista in tutta Italia per il nuovo anno scolastico, il terzo dell’era covid. In Alto Adige riaprono anche gli asili: per il momento tutti in presenza.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’inizio dell’anno 2021/22 sarà all’insegna della mascherina per tutti e del Green pass per il personale docente. “Il nostro obiettivo è quello di offrire ai bambini e ai giovani una didattica in presenza ed in sicurezza, perché sono loro al centro del nostro impegno”, afferma l’assessore alla scuola di lingua tedesca Philipp Achammer. Ma un numero consistente di insegnanti per il momento non risultano vaccinati.
“E’ una ripresa che ha il sapore della normalità, perché tutti torneranno in presenza” così l’assessore alla scuola italiana Giuliano Vettorato, che prosegue “la digitalizzazione e l’innovazione didattica rimangono importanti per il nostro sistema scolastico, ma la scuola è fatta soprattutto di presenza, di relazioni e di convivenza: per questo lunedì sarà una giornata tanto importante. A tutti, personale scolastico e studenti, l’augurio di buon lavoro”.
La situazione attuale prevede l’obbligo della mascherina per i bambini a partire dai sei anni e per tutto il personale. Si raccomanda una distanza interpersonale di un metro (purché le condizioni spaziali e strutturali lo consentano); questa può essere derogata per lezioni di ginnastica o di sport all’aria aperta (purché venga mantenuta una distanza di due metri).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 5.315 i positivi, 49 le vittime
Fatti 259.756 test, il tasso positività è al 2%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 settembre 2021
17:00
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 5.315 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 6.157.
Sono invece 49 le vittime in un giorno, rispetto alle 56 di ieri.
I tamponi sono 259.756, ieri erano stati 331.350. Il tasso di positività è del 2%, rispetto al 1,8% di ieri.
Sono 572 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 3 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 37. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.216, si tratta di 12 persone in più rispetto a ieri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Afghanistan: Di Maio, ambasciata italiana si sposta a Doha
Il ministro: ‘Lo abbiamo riferito alle autorità del Qatar’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 settembre 2021
17:20
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo riferito alle autorità qatarine che abbiamo intenzione di sostare l’ambasciata che era a Kabul qui a Doha come ufficio diplomatico per continuare a seguire la crisi afghana”. Lo annuncia il ministro degli Esteri Luigi Di Maio che ha lasciato da poco il Qatar – dove ha incontrato tra gli l’altri l’Emiro e il ministro degli Esteri – per recarsi in Pakistan, prossima tappa della sua missione nella regione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mattarella, vaccinarsi un dovere civico e morale. Sottrarsi mette a rischio vite
Non si invochi la libertà per sottrarsi all’immunizzazione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 settembre 2021
13:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il tema della salute come bene pubblico “richiama alla responsabilità sociale e in questo periodo al dovere, morale e civico della vaccinazione. E’ lo strumento che in grande velocità la comunità scientifica ci ha consegnato per sconfiggere il virus e sta consentendo di superarne le conseguenze non solo di salute ma anche economiche e sociali”.
Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Pavia.
“Non si invochi la libertà per sottrarsi dalla vaccinazione, perché quella invocazione equivale alla richiesta di licenza di mettere a rischio la salute altrui e in qualche caso di mettere in pericolo la vita altrui. Chi pretende di non vaccinarsi, con l’eccezione di chi non può farlo per salute, e di svolgere una vita normale frequentando luoghi di lavoro o svago, costringe tutti gli altri a limitare la propria libertà, a rinunciare alla propria possibilità di recuperare in pieno luoghi e modi e tempi di vita”.
“Non posso non dire una parola – ha aggiunto – sulla violenza e le minacce che affiorano in questo periodo, contro medici, scienziati e giornalisti e persone delle istituzioni, fenomeni allarmanti e gravi che vanno contrastati con fermezza, anche sanzionando con doveroso rigore”.
“L’economia – ha detto in un altro passaggio del suo intervento – è ripartita, il governo ha fatto presenze e che i dati della ripresa economica sono di straordinario carattere positivo. Questo è possibile perché contrastiamo la pandemia con comportamenti responsabili, con la vaccinazione, con la prudenza che non contrasta con la normalità della vita”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Marco Mengoni canta inno d’Italia per Mattarella
Installazione sonora nel bosco del supersalone
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 settembre 2021
19:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Questa mattina Marco Mengoni, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha intonato l’Inno d’Italia al cui termine ha salutato e omaggiato il Presidente con queste parole: “Vorrei che fosse ancora il nostro Presidente”.
Marco Mengoni ha aperto ieri, 4 settembre, in Triennale il Salone del Mobile 2021 e da oggi sarà possibile visitare “RESONANTREES PERFORMING MARCO MENGONI”, l’installazione sonora con al centro la voce e le canzoni di Mengoni che risuonano all’interno degli alberi del “Bosco di Forestami” realizzata dal Sound Artist Federico Ortica, presente agli spazi espositivi del “supersalone” a Fiera di Milano Rho.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 139 positivi nelle Marche in un giorno, un decesso
I ricoverati sono 82 (+2), in terapia intensiva 22
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
05 settembre 2021
19:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 139 i positivi al covid rilevati nelle Marche nell’ultima giornata con un tasso di incidenza di 68,06 su 100mila abitanti. I ricoverati sono 82 (+2 su ieri), di cui 22 in terapia intensiva, dato invariato rispetto a ieri.
Nelle ultime 24 ore c’è stato un nuovo decesso, quello di una 73enne di Macerata, con patologie pregresse, deceduta a San Benedetto del Tronto, che porta il totale a 3.052. La provincia di Pesaro Urbino ha il maggior numero di casi, 44, seguita da Macerata con 30, Fermo con 25, Ascoli Piceno con 16, Ancona con 14, oltre a 10 casi fuori regione.
Alto il numero dei tamponi complessivamente analizzati, 5.234, di cui 3.935 del percorso diagnostico screening (i positivi sono il 3,5%) e 1.299 del percorso guariti. I 139 nuovi casi comprendono 25 soggetti sintomatici, 46 contatti domestici, 39 contatti stretti di positivi, 4 contatti in ambiente di vita/socialità, 2 contatti in setting lavorativo, 2 casi extra regione, mentre per 25 casi sono in corso approfondimenti epidemiologici. Su 82 ricoverati (+2), resta invariato il numero dei pazienti in intensiva (22), mentre quelli in semi intensiva salgono a 19 (+1), e quelli in aree non intensive a 41 (+1). I dati del Servizio Salute della Regione Marche indicano che c’è stato un dimesso nell’ultima giornata. Sono 6 le persone nei pronto soccorso (non considerate tra i ricoverati) e 43 gli ospiti di strutture territoriali. I positivi alla data di oggi sono 3.507 (+21), di cui 3.424 in isolamento domiciliare. Le persone in quarantena scendono da 4.576 a 4.548. I dimessi/guariti salgono a 104.834.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Montenegro: 60 feriti e otto arresti in scontri Cetinje
Da Usa e Ue appelli alla calma e a convivenza pacifica
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 settembre 2021
21:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BELGRADO, 05 SET – Sono state 60 le persone che tra ieri e oggi hanno dovuto far ricorso alle cure dei medici in conseguenza delle proteste antiserbe e degli scontri avvenuti a Cetinje, in Montenegro, in occasione dell’insediamento del nuovo metropolita ortodosso Joanikije.
Come ha riferito il sito della radiotelevisione montenegrina Rtcg, che cita fonti ospedaliere, si tratta di 30 manifestanti e 30 poliziotti, quattro dei quali sono stati ricoverati in ospedale.

Gli arresti sono stati otto, fra i quali un consigliere del presidente montenegrino Milo Djukanovic, ritenuto fra gli ispiratori delle proteste. Condanna degli incidenti sono giunte dall’ambasciata Usa a Podgorica, dalla rappresentanza Ue e dalle ambasciate di vari Paesi, fra cui l’Italia, con appelli alla calma e alla convivenza pacifica fra le varie componenti etniche.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: in classe a Bolzano; Bianchi, ‘sia nuovo inizio’
L’augurio del ministro a tutto il personale e ai ragazzi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 settembre 2021
08:07
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Si torna in classe oggi in Alto Adige. “La scuola è ritrovarsi è un nuovo incontro, sia un nuovo inizio per i ragazzi i docenti il personale e tutte le famiglie”.
Questo l’augurio del ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi intervenuto stamane a Radio 1 ‘Tutti in classe’. Dal 13 settembre si riprende via via in tutte le Regioni. “Abbiamo lavorato per garantire un avvio tranquillo, con misure di sicurezza e il personale in ordine”, scrive in un tweet il ministro.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bianchi, niente mascherine è segnale ritorno alla normalità
Il ministro, siamo già al lavoro per dare indicazione precisa
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 settembre 2021
08:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’indicazione di poter abbassare le mascherine da parte dei ragazzi vaccinati “è contenuta nel decreto legge del 6 agosto sulle misure urgenti per il rientro in classe; ci sono indicazioni in tal senso e noi ci stiamo lavorando”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi intervenendo alla trasmissione “Tutti in classe” su Rai 1.
Il ministro ha assicurato che verrà ovviamente salvaguardata la privacy di tutti gli studenti, vaccinati e non, e che la possibilità di togliere la mascherina “è un segnale forte di ritorno alla normalità”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass, vaccini e scuola, si apre una settimana clou
Giovedì la cabina di regia, si discuterà anche di smart working
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 settembre 2021
13:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dall’estensione del Green Pass all’obbligo vaccinale, dallo smart working alla scuola. Prende il via oggi una settimana cruciale sulle norme anti-Covid, in vista di un nuovo imminente decreto che sarà varato per la ripresa a pieno ritmo delle attività produttive.
GREEN PASS – A metà settimana, probabilmente giovedì, si terrà una cabina di regia per portare avanti l’obbligo del certificato verde cominciato il 6 agosto scorso con ristoranti, bar e cinema.
La discussione sull’allargamento ad altri settori, ormai dato quasi per certo, sarà uno dei temi principali all’ordine del giorno. In cima alla lista dei settori che potrebbero essere coinvolti dall’obbligatorietà ci sono i dipendenti pubblici o comunque chi ha un contatto col pubblico.  Si parlerà poi anche degli autisti del trasporto pubblico, ma anche degli addetti alle mense scolastiche o dei lavoratori delle aziende private. Già domani ci sarà un incontro tra Confindustria e sindacati, con questi ultimi che anche oggi hanno ribadito di essere favorevoli alla vaccinazione obbligatoria.
VACCINI – Con alcune regioni che hanno ormai aperto le somministrazioni senza prenotazioni, la campagna procede spedita verso l’80% della platea vaccinata. Un obiettivo che, con ogni probabilità, dovrebbe essere raggiunto entro la fine del mese. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, avverte: “O si rafforza ancora la campagna vaccinale, o si è costretti a immaginare che a un certo punto bisognerà usare misure del passato”. A tenere banco è, ovviamente, la discussione sull’obbligatorietà. Lo stesso Speranza ribadisce che “se difesa del diritto alla salute e necessità di evitare nuove privazioni di libertà ci dovessero portare a questa soluzione, certo non ci spaventeremo e non ci fermeremo”. L’obbligo è un'”estrema ratio” per il leader del M5S, Giuseppe Conte.
SMART WORKING – Altro tema caldo è anche quello dello smart working. Il ministro Renato Brunetta annuncia che “non sarà abolito” ma “è auspicabile che resti per una quota fino al 15%”. Da definire anche una piattaforma informatica e quelle che lo stesso ministro chiama le “regole del gioco” contrattuali per disconnessione, produttività e risultati. Il segretario della Cgil, Maurizio Landini, chiede invece che lo smart working venga regolamentato attraverso i contratti nazionali per preservare i diritti del lavoratori.
SCUOLA – Oggi suonerà la prima campanella a Bolzano. Archiviati gli esami di riparazione, sarà questo il primo vero test sulla ripresa della scuola e sull’obbligo del Green pass per docenti e personale d’istituto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Questa settimana servirà anche per mettere a punto le nuove regole in aula come quella, annunciata dal ministro Bianchi qualche giorno fa ma ancora molto controversa, della possibilità di abbassare le mascherine nelle classi con tutti gli studenti vaccinati. Anche di questo si discuterà quasi sicuramente nella cabina di regia, anche se un piano scuola, concordato con le Regioni, è già stato redatto e varato.
NUOVI COLORI – La nuova settimana potrebbe portare importanti novità anche per le colorazioni delle regioni. Dopo un’estate passata in totale bianco, Sardegna e Calabria rischiano di raggiungere la Sicilia in giallo. In quel caso tornerebbe l’obbligo delle mascherine all’aperto e alcune restrizioni per bar e ristoranti, soprattutto al chiuso. Eventuali decisioni saranno comunque prese dopo i dati del monitoraggio del venerdì ed entrerebbero in vigore il lunedì successivo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pm Torino a Telegram, oscurate chat No Vax
Rogatoria internazionale in caso di mancata risposta
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
06 settembre 2021
09:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La procura di Torino ha emesso un decreto di sequestro della Chat Telegram ‘Basta dittatura’, tra gli strumenti di comunicazione di alcuni gruppi No Vax e No Green Pass. Dalla struttura legale del social, informata via mail dai magistrati secondo quanto riferisce nelle pagine locali il quotidiano La Stampa, non è ancora arrivata una risposta ufficiale e nei prossimi giorni potrebbe essere avviata una rogatoria internazionale.
La chat è quella che ha pubblicato, tra i vari riferimenti, i numeri di telefono di Palazzo Chigi, dall’ufficio per la Comunicazione a quello del programma di governo, ma anche di noti virologi e di politici.   PIEMONTE   TECNOLOGIA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Scuola: prima campanella a Bolzano per 90mila studenti
Il ministro Bianchi: ‘Sia nuovo inizio’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 settembre 2021
12:11
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi prima campanella per 90mila bambini e ragazzi altoatesini, apripista in tutta Italia per il nuovo anno scolastico, il terzo dell’era Covid. In Alto Adige riaprono anche gli asili: per il momento tutti in presenza. L’inizio dell’anno 2021/22 sarà all’insegna della mascherina per tutti e del Green pass per il personale docente. Soprattutto nelle scuole di lingua tedesca un numero rilevante di insegnanti non è ancora vaccinato e dovrebbe infatti effettuare test nasali permanenti.
La scuola elementare di Tirolo, sopra Merano, aprirà solo mercoledì perché si sono registrati sei casi di positività tra gli insegnanti, scrive il Dolomiten.
“La scuola è ritrovarsi,è un nuovo incontro, sia un nuovo inizio per i ragazzi i docenti il personale e tutte le famiglie”. Questo l’augurio del ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi intervenuto stamane a Radio 1 ‘Tutti in classe’. Dal 13 settembre si riprende via via in tutte le Regioni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo lavorato per garantire un avvio tranquillo, con misure di sicurezza e il personale in ordine”, scrive in un tweet il ministro.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini, Messa: ‘Tenere ferma la barra e andare avanti’
“La libertà collettiva ha la prevalenza”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 settembre 2021
10:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Bisogna pensare agli altri in questo momento e non a se stessi. Capisco che uno possa pensare che questa sia una lesione della propria libertà individuale, ma esiste una libertà collettiva che ha prevalenza”. Così la ministra dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa, rispondendo in diretta su Radio24 nel corso della trasmissione 24 Mattino a una domanda sulla lettera di alcuni professori universitari contro il green pass. “Il mondo dell’università è quello dove la dialettica è forse al suo massimo”, ha proseguito il ministro.
“Gli studiosi sono persone, hanno le loro opinioni e convinzioni che portano avanti, in genere, non tutti purtroppo ma la maggior parte, sulla base dello studio. Io li ascolto assolutamente perché credo serva sempre ascoltare, ma poi bisogna tenere ferma la barra e andare avanti”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Troppi positivi in paese Calabria,banca impone stop clienti
Sindaco Acquaro:provocazione vergognosa,ritirare subito avviso
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VIBO VALENTIA
06 settembre 2021
10:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Troppi casi positivi al Covid 19 in paese e la banca decide di impedire l’accesso a correntisti e clienti provenienti dal comune in questione.
Accade in provincia di Vibo Valentia, nei confronti dei residenti di Acquaro, piccolo centro montano di poco più di 2600 abitanti.
A loro sono riservati i contenuti di un avviso apparso all’ingresso della filiale di Dasà di un istituto bancario della zona.
“Una provocazione vergognosa – afferma il sindaco di Acquaro, Giuseppe Barilaro – frutto di una decisione assurda che offende una comunità intera e calpesta le regole basilari della convivenza civile. Non trovo altre parole per definire lo pseudo avviso con il quale la filiale di Dasà della Banca di Credito Cooperativo del Vibonese ha deciso di precludere sine die l’accesso nei propri locali ai correntisti ed ai clienti provenienti dal comune di Acquaro, prendendo spunto dai casi positivi al Covid rilevati ed in considerazione dell’ordinanza restrittiva del sindaco”.
Per il primo cittadino che non nasconde la propria indignazione “si tratta di motivazioni ignobili quanto infondate, che calpestano il senso di responsabilità dimostrato, in questa difficile fase dell’emergenza pandemica, dai cittadini e dall’amministrazione comunale di Acquaro.
Con assoluta celerità abbiamo provveduto ad attivare la necessaria attività di screening finalizzata all’individuazione dei casi positivi con i soggetti interessati che sono stati tempestivamente posti in stato di isolamento domiciliare. Il tutto allo scopo di garantire la salute della stragrande maggioranza dei nostri concittadini che, proprio grazie alle necessarie misure di salvaguardia sanitaria adottate, hanno potuto continuare e continuano tutt’ora a svolgere le normali attività della loro vita quotidiana e lavorativa. Appare quindi assolutamente discriminatorio l’atteggiamento dei vertici della Bcc del Vibonese e nella fattispecie della filiale di Dasà”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Crollo cavalcavia: tre condannati, pene fino a 3 anni e 8 mesi
Cedimento struttura nel 2016 provocò un morto e sei feriti