POLITICA TUTTE LE NOTIZIE TUTTA L'INFORMAZIONE POLITICA: FATTI, AVVENIMENTI, APPROFONDIMENTI, RETROSCENA, DETTAGLI E TANTO ALTRO! LEGGI!
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 169 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 14:45 DI MARTEDÌ 11 MAGGIO 2021

ALLE 02:12 DI DOMENICA 16 MAGGIO 2021

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Protestano centri commerciali, serrata 30mila negozi
‘Chiudiamo perché vogliamo riaprire. Le misure vanno revocate’. Dall’inizio della pandemia perdite per 40 miliardi di euro
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
11 maggio 2021
14:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Saracinesche abbassate stamattina in 1.300 centri commerciali di tutta Italia per protestare contro le chiusure del weekend. Una serrata simbolica, di pochi minuti, che ha interessato 30 mila negozi e supermercati. “Chiudiamo perché vogliamo riaprire.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il tempo è scaduto, le misure vanno revocate. Lo chiediamo a nome degli 800mila lavoratori che sono la forza dei centri commerciali”, spiegano esercenti che aderiscono all’iniziativa promossa da ANCD-Conad, Confcommercio, Confesercenti, Confimprese, CNCC-Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali.
Dall’inizio della pandemia i centri commerciali e gli outlet hanno registrato “oltre 40 miliardi di perdite, 8 miliardi di entrate in meno nelle casse dell’erario”. Lo stima Alberto Frausin, presidente di Federdistribuzione, che oggi, insieme alle altre associazioni di categoria, ha incontrato esponenti politici per sensibilizzare il governo a riaprire nel weekend centri commerciali, parchi commercial e outlet. “Il nostro settore, che incide per l’8% del pil a livello nazionale, è l’unico settore senza data di riapertura”, spiega Frausin e “ogni weekend di chiusura sono 150 milioni di mancati incassi per lo Stato”.
“Siamo costernati, perché dall’inizio della pandemia noi abbiamo messo in campo tutte le attività possibili dal punto di vista della sicurezza sanitaria per i dipendenti e per i clienti – commenta il direttore del centro commerciale Le Gru, Davide Rossi – Continuiamo a investire centinaia di migliaia di euro e non riusciamo a capire come mai non venga riconosciuto questo nostro impegno costante, mentre per le attività a bordo strada il tenore è differente. Non riusciamo a spiegarci il perché del perdurare di questi divieti”.   POLITICA   PIEMONTE   ECONOMIA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Cartelle, c’è l’ipotesi rinvio per due mesi, a fine giugno
Intesa sui ristori, subito fatturato poi saldo a fine anno. Ok a vertice Palazzo Chigi, meccanismo perequazione in Sostegni bis
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
08:21
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cartelle esattoriali congelate ancora per due mesi: è, secondo quanto si apprende da fonti di maggioranza, una delle ipotesi su cui sta lavorando il governo in vista del varo del decreto Sostegni bis.Si starebbe quindi valutando di tenere ancora ferma la macchina della riscossione non fino a fine maggio, come anticipato da un comunicato del Mef nei giorni scorsi, ma fino alla fine di giugno. Sul punto però non ci sarebbe ancora una decisione definitiva.
Un nuovo fondo da 500 milioni per garantire l’avvio del prossimo anno scolastico a settembre. E’, secondo quanto si apprende da fonti di maggioranza, una delle misure in arrivo con il nuovo decreto Sostegni bis.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nelle bozze del provvedimento circolate nei giorni scorsi la norma compariva ma era in bianco.

Un’indennità ad hoc per le attività chiuse per decreto: è, secondo quanto si apprende da fonti di maggioranza, una delle misure allo studio per il prossimo decreto Sostegni bis. Il tema è stato affrontato nel corso della cabina di regia a Palazzo Chigi e ora si starebbero valutando le modalità per realizzare la misura. Si tratterebbe, viene spiegato, di un’indennità aggiuntiva rispetto ai ristori, dedicata in particolare alle categorie rimaste chiuse anche nel mese di maggio, ad esempio i ristoranti senza spazio per i tavoli all’aperto. Tra le novità in arrivo sarebbe confermato anche il rinvio della plastic tax.
C’è intesa di massima sui nuovi contributi a fondo perduto da inserire nel decreto Sostegni bis. Si sarebbe optato per un mix tra le varie ipotesi sul tavolo con un meccanismo in due tempi: nuovi ristori subito, automatici, sulla base del fatturato, e la possibilità – per le imprese interessate, come chiesto in primis dalla Lega – di ricevere un saldo a fine anno, ricalcolando le perdite sulla base dei dati dei bilanci o delle dichiarazioni dei redditi. In questo modo, viene spiegato, si introduce un meccanismo di “perequazione” rispetto a quanto già ottenuto.
A spingere l’idea di affinare il meccanismo dei ristori guardando agli utili nelle scorse settimane era stato in particolare il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, alla luce anche delle interlocuzioni al Mise con le categorie. E una delle questioni da risolvere era proprio quella della tempistica per l’erogazione di questa nuova tranche di ristori che, inevitabilmente, devono aspettare i bilanci (a giugno) o le dichiarazioni dei redditi per le attività in contabilità semplificata (novembre). La soluzione è stata trovata in un mix tra fatturato – la base di calcolo dei ristori erogati finora – e utili: tutti i dettagli si avranno con la scrittura delle norme, in corso in queste ore in vista del Consiglio dei ministri che dovrebbe tenersi tra giovedì e venerdì, ma il nuovo sistema manterrà lo schema attuale di ristori di massimo 150mila euro e per imprese fino a 10milioni di fatturato. Tutte le attività che hanno ricevuto o stanno ricevendo in questi giorni i bonifici dall’Agenzia delle Entrate previsti dal decreto Sostegni 1, riceveranno l’equivalente in automatico. E sempre sulla base del fatturato potranno intanto richiedere – se sarà mantenuta l’impostazione delle prime bozze – un ricalcolo del periodo di riferimento. In più, una volta approvati i bilanci o effettuate le dichiarazioni dei redditi, le imprese interessate potranno poi chiedere un’ulteriore integrazione dell’indennizzo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’ex brigatista rosso Di Marzio è libero, è scattata la prescrizione
L’unico dei 10 ex terroristi rossi in Francia ad aver fatto perdere le sue tracce. Gestisce un ristorante a Parigi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
11 maggio 2021
14:24
AGGIORNATO ALLE
14:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ scattata la prescrizione per Maurizio Di Marzio, ex brigatista rosso ancora introvabile. Dalla mezzanotte di ieri non è più possibile estradarlo in Italia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Marzio, 59 anni, è l’unico fra gli ex terroristi italiani contro i quali due settimane fa è scattata l’operazione ‘Ombre Rosse’ ad aver fatto perdere le sue tracce. Gli inquirenti avevano fatto sapere nei giorni scorsi di “non aver rinunciato” a catturarlo ma tutto lascia ormai pensare che Di Marzio tornerà libero da oggi.
Di Marzio, molisano di origine, ex membro dell’ala militarista delle Brigate rosse, dovrebbe scontare ancora un residuo di pena a 5 anni e 9 mesi di carcere per banda armata, associazione sovversiva, sequestro di persona e rapina. Al momento degli arresti, a non farsi trovare erano stati in tre: oltre a Di Marzio, anche Luigi Bergamin e Raffaele Ventura, che il giorno dopo però, seguendo il consiglio della legale Irène Terrel, si erano costituiti.
Di Marzio, che a Parigi gestisce da anni un noto ristorante in centro, il ‘Baraonda’, fu già arrestato una volta nel 1994 su richiesta dell’Italia. La Corte d’Appello diede dopo un anno parere favorevole all’estradizione ma il relativo decreto governativo non fu mai firmato. Sulle sue spalle pesa il tentato sequestro del vicecapo della Digos di Roma, Nicola Simone, il 6 gennaio 1982.
Ambienti vicini all’inchiesta a Parigi lasciano intendere che il tentativo di Di Marzio di arrivare alla scadenza del 10 maggio era piuttosto scontato e che, in ogni caso, si tratta – fra i 10 individuati per riattivare le procedure di estradizione – della posizione “meno grave”: nessun omicidio e pena in buona parte già scontata in carcere.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tra principesse e mascotte, i parchi a tema ‘fateci riaprire’
Settore da 60 mila addetti protesta contro apertura all’1 luglio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
15:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Fateci riaprire subito! No all’1 luglio!”. In una Piazza del Popolo coloratissima, a protestare è una folla di 350 tra principesse, mascotte, pinguini, majorette, stuntmen, ovvero la rappresentanza dei lavoratori dell’Associazione Parchi Permanenti Italiani, le 230 strutture tra parchi a tema, avventura, acquatici e faunistici, chiusi ormai da ottobre e che oggi rischiano di perdere quasi l’intera stagione calda per un cronoprogramma che, a oggi, li terrà chiusi ancora fino all’1 luglio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un settore che nel 2019 ha generato un giro d’affari complessivo di due miliardi di euro, ma soprattutto un grande complesso di attività con 25 mila posti di lavoro diretti (tra occupati fissi e stagionali) che arrivano a 60.000 addetti considerando l’indotto. “L’atteggiamento del governo è miope – sottolinea il presidente dell’associazione e di Leolandia, Giuseppe Ira – Non riusciamo a capire quale siano le ragioni” di questa apertura ritardata, visto che “lavoriamo all’aria aperta e abbiamo ridotto a un terzo la nostra capacità”. “Dobbiamo restare chiusi e intanto però si continua con le attività di manutenzione per la sicurezza e la conservazione delle strutture”, lamenta Guido Zucchi, ad di Magicland. “Perché possiamo aprire dopo i ristoranti al chiuso e le palestre? – domanda il direttore generale di Mirabilandia, Riccardo Marcante – Chiediamo più rispetto per le nostre 800 famiglie, che da aprile non hanno nessun sostegno. È inaccettabile”.
Non solo divertimento. “Noi siamo un’agenzia della salute – dice Manuela Lovo, direttrice di Acqua estate e presidente dello Sporting Club Noale – Lavoriamo con il cloro e a ottobre più di 100 controlli nelle piscine a livello nazionale hanno dimostrato che non c’è alcun pericolo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pressing su riaperture e coprifuoco. Lunedì c’è la cabina di regia
Governo alle Regioni, restano colori ma legati solo a incidenza
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
11:20
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Già dal monitoraggio della prossima settimana potrebbero cambiare i parametri che definiscono i colori delle regioni, a partire dall’Rt, ma non c’è ancora l’accordo nella maggioranza su coprifuoco e riaperture, con il centrodestra in pressing per accelerare la ripartenza di tutti i settori ancora fermi e cancellare il ‘tutti a casa’ alle 22 e l’asse LeU-Pd a ribadire la necessità di mantenere una linea di prudenza e gradualità nelle scelte in modo che le riaperture siano irreversibili, come lo stesso presidente del Consiglio Mario Draghi ha più volte ribadito. Il risultato è che la cabina di regia politica per il ‘tagliando’ alle misure in vigore che Lega, Forza Italia e Iv volevano entro questa settimana è stata fissata dal premier lunedì ed è probabile che l’unica decisione che verrà presa è il posticipo del coprifuoco alle 23.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ma resta il rebus di quando scatterà la modifica del tutti a casa, con Salvini in prima fila per chiedere che già da martedì la misure diventi operativa. Ma intanto gli effetti dello stallo si sono visti nel vertice a palazzo Chigi. Ad introdurre il tema delle riaperture e del coprifuoco sono stati innanzitutto la ministra degli Affari Regionali Mariastella Gelmini, il collega della Lega Giancarlo Giorgetti e la titolare di Italia Viva Elena Bonetti.
Ma il dossier è stato messo sul tavolo quando Draghi aveva già lasciato la riunione ed era rimasto solo il sottosegretario Roberto Garofoli. Una mossa, quella del premier, che ha tagliato sul nascere ogni possibile discussione anticipata rispetto ai tempi immaginati da palazzo Chigi. Del resto, già nelle scorse ore dalla sede del governo filtrava la linea della prudenza, confermata dalla decisione del premier di convocare la cabina di regia lunedì e non venerdì arrivata in serata. Una scelta che si lega anche alla necessità di avere dati epidemiologici ‘utili’ per poter fare le giuste valutazioni. Quelli che arriveranno venerdì, infatti, non forniranno ancora una fotografia piena degli effetti delle riaperture decise il 26 aprile ma solo dei primi giorni. Ma il pressing dei partiti è forte e non è da escludere che il dossier possa emergere nel corso del Cdm chiamato a dare il via libera al nuovo decreto sostegni. Il centrodestra insiste infatti e per alzare il pressing presenta al Senato una mozione firmata da tutte le forze politiche, Lega, Forza Italia, Udc e Cambiamo: via il coprifuoco, è la richiesta, anticipare le riaperture previste per giugno e luglio, dunque ristoranti al chiuso, palestre, parchi tematici, fiere, convegni e congressi, consentire l’organizzazione di eventi e cerimonie dando il via libera al settore del wedding, aprire gli stadi al pubblico e i centri commerciali nel fine settimana.

Sul tavolo del governo c’è poi un’altra partita ed è quella della modifica dei parametri che definiscono i colori delle Regioni. Basare il nuovo modello di valutazione del rischio contagio sull’incidenza dei casi Covid, mantenendo l’impostazione a 4 colori, con altrettanti livelli di rischio legati a incidenza, e mantenimento dei tassi di occupazione dei posti letto. Sarebbe’ questa-a quanto si apprende-la proposta del Governo alle Regioni. La zona rossa scatterebbe con oltre 250 casi Covid su 100mila abitanti, arancione tra i 150 e i 250 casi, gialla tra i 50 e 150 casi, bianca fino a 50 a casi. Ma il passaggio in zona rossa avverrebbe anche se il livello di occupazione di area medica ospedaliera e area intensiva arrivasse rispettivamente al 40% e al 30%.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Zaia, nessun rischio di passare in zona arancione
Coprifuoco alle 23 ? Spero anche più avanti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
11 maggio 2021
15:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Non c’è rischio di passare in zona arancione, i dati sono buoni”: Così il Presidente del Veneto, Luca Zaia, parlando a Verona, ha escluso che il Veneto – in zona gialla dall’inizio di maggio – possa essere ‘retrocesso’ al prossimo monitoraggio in area arancione. “Ora dobbiamo galoppare con i vaccini, se avessimo avuto più dosi avremmo già vaccinato tutti i veneti.
Il virus c’è ancora, ma la situazione sta migliorando: se ci comportiamo bene ne veniamo fuori velocemente. Chi si è vaccinato poi non finisce in ospedale per essere ricoverato”.. Quanto al dibattito sul tema del coprifuoco, Zaia si è detto fiducioso che “verrà risolto. La posizione originaria dei presidenti elle Regioni era di portarlo alle 23, adesso io spero che si guardi anche un po’ più in la'”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Amendola a Bruxelles, urgente una risposta Ue
‘Mostri solidarietà all’Italia,la nostra è la frontiera europea’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
16:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi a Bruxelles abbiamo affrontato molti temi importanti in agenda del Consiglio Affari Generali.
Sono intervenuto anche per sottolineare come in questi giorni i cittadini italiani guardino all’Europa soprattutto per far fronte all’aumento degli sbarchi di migranti che tornano a interessare le nostre coste.
L’auspicio è che, mentre si continua a negoziare il nuovo Patto sulle migrazioni e l’asilo, si dia una risposta urgente agli sbarchi in corso, nel segno della solidarietà europea. La frontiera marittima italiana è una frontiera europea”. Lo afferma il sottosegretario agli Affari europei Enzo Amendola.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tra principesse e mascotte, i parchi a tema ‘fateci riaprire’
“Fateci riaprire subito! No all’1 luglio!”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
08:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Fateci riaprire subito! No all’1 luglio!”. In una Piazza del Popolo coloratissima, a protestare è una folla di 350 tra principesse, mascotte, pinguini, majorette, stuntmen, ovvero la rappresentanza dei lavoratori dell’Associazione Parchi Permanenti Italiani, le 230 strutture tra parchi a tema, avventura, acquatici e faunistici, chiusi ormai da ottobre e che oggi rischiano di perdere quasi l’intera stagione calda per un cronoprogramma che, a oggi, li terrà chiusi ancora fino all’1 luglio. Un settore che nel 2019 ha generato un giro d’affari complessivo di due miliardi di euro, ma soprattutto un grande complesso di attività con 25 mila posti di lavoro diretti (tra occupati fissi e stagionali) che arrivano a 60.000 addetti considerando l’indotto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’atteggiamento del governo è miope – sottolinea il presidente dell’associazione e di Leolandia, Giuseppe Ira – Non riusciamo a capire quale siano le ragioni” di questa apertura ritardata, visto che “lavoriamo all’aria aperta e abbiamo ridotto a un terzo la nostra capacità”. “Dobbiamo restare chiusi e intanto però si continua con le attività di manutenzione per la sicurezza e la conservazione delle strutture”, lamenta Guido Zucchi, ad di Magicland. “Perché possiamo aprire dopo i ristoranti al chiuso e le palestre? – domanda il direttore generale di Mirabilandia, Riccardo Marcante – Chiediamo più rispetto per le nostre 800 famiglie, che da aprile non hanno nessun sostegno. È inaccettabile”.
Non solo divertimento. “Noi siamo un’agenzia della salute – dice Manuela Lovo, direttrice di Acqua estate e presidente dello Sporting Club Noale – Lavoriamo con il cloro e a ottobre più di 100 controlli nelle piscine a livello nazionale hanno dimostrato che non c’è alcun pericolo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Sassoli, serve una forte iniziativa europea
Per salvare vite umane in mare e proteggere le persone bisognose
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
11 maggio 2021
16:24
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“È stato un onore dare il benvenuto all’Alto commissario Onu per i rifugiati, Filippo Grandi, oggi per discutere di come possiamo lavorare insieme per proteggere meglio i rifugiati e gli sfollati”. Lo scrive su Twitter il presidente del Parlamento europeo David Sassoli.
“Gli eventi nel Mediterraneo centrale dimostrano che è necessaria una forte iniziativa dell’Unione europea per salvare vite umane in mare e proteggere le persone bisognose”, aggiunge Sassoli.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Arena Verona con 6.000 posti, Regione da l’ok
Approvata deroga rispetto ai 1.000 spettatori finora previsti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
11 maggio 2021
16:27
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Arena di Verona potrà ospitare fino a 6.000 spettatori durante il prossimo Festival lirico e gli altri concerti musicali. La Regione Veneto ha accolto la proposta della Fondazione Arena in tal senso.
Lo ha annunciato il sindaco e presidente della Fondazione Arena, Federico Sboarina, durante la conferenza stampa di presentazione del concerto de ‘Il Volo’ che il 5 giugno terrà in Arena un omaggio a Ennio Morricone. Sboarina ha confermato che è arrivato ufficialmente il via libera della Regione per la deroga a 6.000 spettatori rispetto ai mille attualmente previsti dall’ultimo Decreto legge sulle norme Covid. “Già con 6mila spettatori è un segnale forte per l’Arena di Verona: è la luce in fondo al tunnel” ha aggiunto Zaia. Il presidente del Veneto ne ha parlato a margine di un evento in Fiera, la presentazione delle opere infrastrutturali per le Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026. E proprio a questo proposito, Zaia ha ricordato di essere stato lui ad aver avuto l’idea della cerimonia di chiusura delle Olimpiadi in Arena. “E’ una grande occasione per Verona per finire in mondovisione, si parlerà di Verona in tutto il mondo” ha concluso Zaia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
‘Ndrangheta: chiusa ‘Basso profilo’, anche Cesa e Talarico
Accusati di associazione mafiosa da Dda di Catanzaro
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
11 maggio 2021
16:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Dda di Catanzaro ha chiuso le indagini dell’inchiesta “Basso profilo” nei confronti di 83 persone tra le quali il leader dell’Udc Lorenzo Cesa e l’ex segretario regionale del partito e attuale assessore regionale al Bilancio Francesco Talarico, accusati entrambi di associazione mafiosa. L’inchiesta, che ha portato ai domiciliari, poi rimodulati in obbligo di dimora, per Talarico, riguarda i presunti intrecci tra le cosche del crotonese e politici, imprenditori, pubblici amministratori.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tra gli indagati figurano anche l’ex presidente di Confindustria Giovani di Crotone Glenda Giglio e Rocco Guglielmo, notaio di Catanzaro.
Nel filone politico affaristico sono coinvolti Tommaso e Saverio Brutto (padre e figlio; il primo ex consigliere comunale di Catanzaro), Ercole e Luciano D’Alessandro (anche loro padre e figlio; il primo ex militare della Guardia di finanza), Antonio Gallo (ritenuto imprenditore di riferimento dei clan del Crotonese), l’imprenditore Antonio Pirrello, l’avvocato Claudio Larussa. Per tutti l’accusa è di associazione mafiosa. Cesa, all’epoca dei fatti eurodeputato, per l’accusa, “d’intesa con Talarico” si sarebbe impegnato “ad appoggiare il gruppo per soddisfare le mire dei sodali nel campo degli appalti, proponendosi di fornire indicazioni su soggetti incardinati in enti pubblici, in società in house e anche in Albania”, dove Gallo avrebbe voluto trasferire e ampliare il proprio business.
Talarico, da parte sua, come candidato alle elezioni politiche del 2018, avrebbe offerto il suo appoggio, “in cambio di un consistente pacchetto di voti, per introdurre Gallo e Pirrello in ambienti politico-istituzionali nazionali”: sarebbe stato lui a presentare gli imprenditori e i Brutto a Cesa.
A Talarico viene contestato anche il reato di scambio elettorale politico-mafioso sempre in relazione alla candidatura alle politiche del 2018. In quella occasione, per l’accusa, si sarebbe incontrato con alcuni referenti reggini di Gallo, “dichiaratamente vicino all’ex senatore Antonio Caridi”, “in particolare Natale Errigo (anch’egli indagato, ndr) – imparentato con esponenti della cosca De Stefano-Tegano di Archi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Pd, ok a discussione su riaperture se dati permettono
Nella prossima cabina di regia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
16:42
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Pd è favorevole a discutere nella prossima cabina di regia di riaperture, se i numeri migliorano e se la campagna vaccinale prosegue a ritmi serrati. E’ quanto si apprende da fonti dem dopo la riunione di oggi a Palazzo Chigi sul dl sostegni bis.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Milano: Albertini, c’è piccolo spiraglio per mia candidatura
“Non so che può succedere da qui a qualche giorno”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
11 maggio 2021
17:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Un piccolo spiraglio lo lasciamo perché di definitivo c’è solo la morte”. Lo dice a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, l’ex sindaco di Milano ed europarlamentare Gabriele Albertini, rispondendo alla domanda se esclude al 100% di candidarsi alle prossime amministrative.

“Le condizioni che ho scritto in una lettera per spiegare i motivi della mia scelta sono vere – ha aggiunto Albertini – rappresentano la verità. Però siccome di definitivo c’è solo la morte io non so che può succedere da qui a qualche giorno”.
Albertini ha ricordato che nel confronto con il sindaco uscente Beppe Sala “i sondaggi di Mannheimer dicono che vinco ancora prima di scendere in campo, quelli della Ghisleri dicono che saremmo quasi pari. Insomma, ce la giocheremmo, come una monetina con testa o croce”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Banche: Colombani (First), sì a proroga moratorie
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
17:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Per uscire dalla crisi servono politiche creditizie anticicliche. E’ giusto, quindi, chiedere di prorogare le moratorie sui crediti e l’erogazione di prestiti garantiti dallo Stato come hanno fatto l’Abi e le associazioni di rappresentanza delle imprese”.
A dichiararlo è il segretario generale di First Cisl Riccardo Colombani.
“Va notato che le maggiori banche italiane, come dimostra il nostro studio sulle trimestrali appena archiviate, sono nelle condizioni migliori per erogare credito. Hanno capitale ben al di sopra della soglia minima richiesta dall’autorità di vigilanza e la qualità degli attivi, testimoniata da un Npl ratio netto al 2,5%, è molto buona. Sarebbe invece dannosa – conclude Colombani – una nuova tornata di fusioni, che avrebbe l’effetto di ridurre l’occupazione e la presenza sui territori.
Al contrario per essere vicine alle imprese ed alle famiglie le banche hanno bisogno di più personale e maggiore vicinanza alla clientela: non è certo con il lending online che si può pensare di rimettere in moto l’economia”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Viadotto A12 vietato a tir, servono lavori
Aspi: E’ sicuro. Sindaci infuriati e c’è chi evoca crollo Morandi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
11 maggio 2021
17:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Chiuso al traffico pesante il viadotto Valle Ragone, in A12, tra Lavagna e Sestri Levante. La chiusura è scattata nel pomeriggio e riguarda i mezzi superiori alle 3,5 tonnellate.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La decisione è stata presa da Aspi e ministero delle Infrastrutture dopo che durante i sopralluoghi periodici è stata riscontrata una ‘carenza del viadotto rispetto ai carichi pesanti’ secondo le norme di sicurezza amplificate entrate in vigore da alcuni mesi. Aspi sottolinea “la piena stabilità dell’infrastruttura, che resta pienamente fruibile al transito dei veicoli leggeri”.
La decisione ha fatto scattare le polemiche, prime fra tutti quelle dei sindaci di Lavagna e Sestri Levante. “Apprendiamo con preoccupazione della chiusura del viadotto, vogliamo conoscere le ragioni, la durata del provvedimento e chiediamo di minimizzarlo anche in considerazione del disagio che ne deriverà per la viabilità ordinaria”, scrivono ad Aspi i sindaci di Sestri Levante Valentina Ghio e Gian Alberto Mangiante. “Mi chiedo – dice Ghio – come sia possibile che oggi, dopo le numerose segnalazioni, si renda necessaria questa misura così impattante, peraltro evidenziata solo a seguito dell’ispezione del ministero”. Il m5s parla di ‘evidente ammaloramento”, la deputata di Cambiamo Manuela Gagliardi sottolinea che “si parla addirittura del rischio di un Morandi-bis, ciò e’ assolutamente inammissibile”. Il Pd chiede a Aspi di chiarire e la Regione chiede l’apertura immediata dei caselli e che personale di Aspi aiuti per gestire la viabilità ordinaria.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
‘Ndrangheta: chiusa ‘Basso profilo’, anche Cesa e Talarico
Accusa di associazione a delinquere aggravata da metodo mafioso
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
11 maggio 2021
17:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Dda di Catanzaro ha chiuso le indagini dell’inchiesta “Basso profilo” nei confronti di 83 persone tra le quali il leader dell’Udc Lorenzo Cesa e l’ex segretario regionale del partito e attuale assessore regionale al Bilancio Francesco Talarico, accusati entrambi di associazione per delinquere aggravata dal metodo mafioso (e non di associazione mafiosa). L’inchiesta, che ha portato ai domiciliari, poi revocati, per Talarico, riguarda i presunti intrecci tra le cosche del crotonese e politici, imprenditori, pubblici amministratori.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tra gli indagati figurano anche l’ex presidente di Confindustria Giovani di Crotone Glenda Giglio e Rocco Guglielmo, notaio di Catanzaro. Nel filone politico affaristico sono coinvolti Tommaso e Saverio Brutto (padre e figlio; il primo ex consigliere comunale di Catanzaro), Ercole e Luciano D’Alessandro (anche loro padre e figlio; il primo ex militare della Guardia di finanza), Antonio Gallo (ritenuto imprenditore di riferimento dei clan del Crotonese), l’imprenditore Antonio Pirrello, l’avvocato Claudio Larussa. Per tutti l’accusa è di associazione per delinquere aggravata dal metodo mafioso. Cesa, all’epoca dei fatti eurodeputato, per l’accusa, “d’intesa con Talarico” si sarebbe impegnato “ad appoggiare il gruppo per soddisfare le mire dei sodali nel campo degli appalti, proponendosi di fornire indicazioni su soggetti incardinati in enti pubblici, in società in house e anche in Albania”, dove Gallo avrebbe voluto trasferire e ampliare il proprio business. Talarico, da parte sua, come candidato alle politiche del 2018, avrebbe offerto il suo appoggio, “in cambio di un consistente pacchetto di voti, per introdurre Gallo e Pirrello in ambienti politico-istituzionali nazionali”: sarebbe stato lui a presentare gli imprenditori e i Brutto a Cesa.
A Talarico viene contestato anche il reato di scambio elettorale politico-mafioso sempre in relazione alla candidatura alle politiche 2018. In quella occasione, per l’accusa, si sarebbe incontrato con alcuni referenti reggini di Gallo, “dichiaratamente vicino all’ex senatore Antonio Caridi”, “in particolare Natale Errigo (anch’egli indagato, ndr) – imparentato con esponenti della cosca De Stefano-Tegano di Archi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Sardegna anticipa tutti, prime dosi a donne incinte
Somministrazioni al Santissima Trinitá di Cagliari
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
11 maggio 2021
17:38
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Prime vaccinazioni anti Covid in Italia a donne in gravidanza. L’operazione è scattata questo pomeriggio a Cagliari all’ospedale Santissima Trinità.
“Il reparto di ginecologia è stato sempre all’avanguardia – conferma il direttore Sergio Marracini – a partire dai primi parti di donne positive, anche sotto una tenda. Ora questo nuovo passo: la procedura sará codificata a livello nazionale nei prossimi giorni. Ma naturalmente noi stiamo procedendo rispettando già da ora tutti i criteri di sicurezza necessari”.
Il punto nascita del Santissima Trinità ha dato il via alle vaccinazioni anticipando le decisioni ministeriali. Si comincia per ora a partire dalla 28esima settimana, dando priorità alle donne che presentano fattori di rischio di sviluppare una malattia grave da coronavirus. L’equipe della dottoressa Eleonora Coccollone, che in questo difficile periodo ha dato assistenza alle donne Covid positive, si è resa disponibile a vaccinare gratuitamente quelle incinte. Gli operatori del punto nascita valutano l’esistenza di indicazioni alla vaccinazione in priorità. E poi via alla somministrazione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ue: Fico, si rafforzi e parli con una voce sola
Presidente Camera riceve ministro Esteri Lituania
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
18:01
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’emergenza che ogni Paese in Europa sta affrontando ha reso evidente il valore di una Unione forte, e come siano necessari ascolto e cooperazione per affrontare problemi comuni. La sfida è questa: individuare risposte condivise a questa crisi come ai tanti dossier aperti che interessano da vicino l’Unione europea, la quale deve rafforzare la propria capacità di parlare con una voce sola.
Occorre uno sforzo maggiore in questa direzione, un cambio di paradigma. Ho parlato di questo come di altri importanti dossier – dalla situazione in Bielorussia al processo di integrazione dei Balcani occidentali e ai flussi immigratori nel Mediterraneo – con il Ministro degli Affari esteri della Lituania, Gabrielius Landsbergis”. Lo afferma il presidente della Camera Roberto Fico.
“I rapporti tra i nostri Paesi si sono andati progressivamente intensificando in questi anni. Continueremo su questa strada rafforzando anche la collaborazione tra i nostri Parlamenti”, conclude.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Minacce a Salvini: Zaia, tira brutta aria per la democrazia
Leader Lega bersaglio preferito di questi delinquenti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
11 maggio 2021
18:04
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“In questo Paese tira una brutta aria per la democrazia, lo dico da tempo e lo confermo. Tutta la mia solidarietà a Matteo Salvini, uno dei bersagli preferiti di questi potenziali delinquenti”.
Così il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, esprime la sua vicinanza al leader della Lega, fatto oggetto di pesanti minacce sul web.
“Qualsiasi opinione esprima chiunque – aggiunge Zaia – merita rispetto e poi può essere anche aspramente criticata. Ma qui si sta sempre più frequentemente uscendo dal seminato. Una realtà ancor più grave in un momento in cui per molti e ben noti motivi la tensione sociale è altissima e non ha bisogno che si getti benzina sul fuoco”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Meloni,mozione Fdi per conciliare libertà e sicurezza
E’ arrivato il momento di farlo, nonostante pandemia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
18:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Dopo più di un anno dall’inizio della pandemia appare ancora difficile, pena essere accusati di negazionismo, chiedere un bilanciamento tra libertà e sicurezza, tra diritto al lavoro e tutela della salute, tra legittime pretese dei giovani a vivere la loro gioventù e degli anziani e fragili ad essere protetti. Ora è arrivato il momento di iniziare a conciliare questi aspetti e per questo Fratelli d’Italia ha presentato una mozione che verrà votata giovedì 13 maggio.
Sì ai protocolli di sicurezza, No alle limitazioni arbitrarie delle libertà. Ci auguriamo che tutte le forze politiche concentrino gli sforzi per permettere alla nostra Nazione di tornare a vivere”. Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Terrorismo: Corte Milano, prescritta pena per Bergamin
Si era costituito dopo il blitz della Polizia francese
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
11 maggio 2021
18:21
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte d’Assise di Milano ha dichiarato l’estinzione della pena per prescrizione per Luigi Bergamin, il terrorista che si è costituito in Francia dopo il blitz delle Forze dell’Ordine di fine aprile che ha portato all’arresto in totale di nove ex esponenti degli anni di piombo. La Corte ha accolto il ricorso del difensore Giovanni Ceola.

CRONACA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

COVID: Sardegna,primi vaccini a donne incinte
Isola anticipa tutti, ma resta penultima per dosi somministrate
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
11 maggio 2021
19:04
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In Sardegna sono state somministrate oggi le prime vaccinazioni anti Covid in Italia a donne in gravidanza. L’operazione a Cagliari all’ospedale Santissima Trinità.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il reparto di ginecologia è stato sempre all’avanguardia – afferma il direttore Sergio Marracini – a partire dai primi parti di donne positive, anche sotto una tenda. Ora questo nuovo passo: la procedura sarà codificata a livello nazionale nei prossimi giorni ma naturalmente noi stiamo procedendo rispettando già da ora tutti i criteri di sicurezza necessari”.
In generale, però, la Sardegna continua ad arrancare: ammonta a 606.007 il totale delle dosi somministrate dall’inizio della campagna vaccinale, l’80,8% delle 749.940 dosi attualmente disponibili.
La media nazionale è dell’89,4%; solo la Sicilia, con 80,5%, fa leggermente peggio della Sardegna. Nelle ultime 24 ore nell’isola sono stati somministrati solo 9.650 vaccini.
Intanto salgono a 55.765 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati nell’isola dall’inizio dell’emergenza: nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 83 nuovi contagi. In totale sono stati eseguiti 1.224.781 tamponi, di cui 5.776 nelle ultime 24 ore, per un tasso di positività dell’1,4%.
Si registrano anche quattro decessi (1.422 in tutto). Sono, invece, 274 (-14) le persone attualmente ricoverate in ospedale in reparti non intensivi, 40 (-1) i pazienti in terapia intensiva.
Le persone in isolamento domiciliare sono 14.916 e i guariti sono complessivamente 39.113 (+324).
Sul territorio, dei 55.765 casi positivi complessivamente accertati, 14.585 (+11) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.440 (+16) nel Sud Sardegna, 5.035 (+22) a Oristano, 10.751 (+7) a Nuoro, 16.954 (+27) a Sassari.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Terrorismo: Corte, dopo 30 anni cade interesse eseguire pena
Viene meno l’interesse dello Stato all’esecuzione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
11 maggio 2021
19:24
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono “trascorsi non solo più di quarant’anni dai gravissimi fatti di reato per cui Bergamin è stato ritenuto responsabile, ma soprattutto più di trenta anni dall’irrevocabilità della pronuncia di condanna” e l’8 aprile è “ormai decorso il termine massimo previsto”. Lo scrive la Corte d’Assise di Milano nell’ordinanza con cui ha dichiarato l’estinzione per prescrizione della pena di 16 anni e 11 mesi per l’ex militante dei Pac che si trova in Francia.
La Corte fa notare che “il legislatore” ha stabilito che decorsi 30 anni dalla sentenza che infligge una pena temporanea viene meno “l’interesse dello Stato all’esecuzione della stessa”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Letta, Torino e Roma nessuna possibilità convergenza Pd-M5s
“Raggi? Il nostro giudizio è molto negativo”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
14:32
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A Roma e Torino, due città dove nel 2016 il Pd ha straperso e dove sono andate al governo due sindache sul cui operato il nostro giudizio è negativo, non c’è possibilità di alcuna convergenza”,  afferma il segretario del Pd Enrico Letta in una intervista al Messaggero.
“Il nostro giudizio sulla Raggi è molto negativo – proesegue Letta – Roma ha perso veramente tante occasioni , è scesa nella scala italiana , europea, globale. Lo dico da cittadino, in primo luogo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ per questo che abbiamo deciso che non potevamo che andare al voto da soli, vista la volontà – legittima – di Virginia Raggi di candidarsi. Detto questo continua il nostro rapporto con il M5s. Ma è evidente che queste amministrative potevano aiutare a fare passi avanti più solidi. Ora bisogna semplicemente e con grande pragmatismo prendere atto e andare avanti pensando che abbiamo fatto la scelta migliore”.
“Il Pd e il centrosinistra si presentano alla città di Torino con un percorso partecipato, che coinvolgerà migliaia di cittadini e che merita il rispetto di tutti”. Lo precisa il responsabile enti locali del Pd, Francesco Boccia. “Sarebbe stato bello avere in questo processo partecipativo il Movimento 5 Stelle, non è accaduto e ne rispettiamo le scelte, come vogliamo vengano rispettate le scelte dell’intero centrosinistra”, aggiunge invitando l’ex premier Giuseppe Conte a “seguire il movimento partecipativo che si genera con le primarie e ad averne grande rispetto”.
“Lo scenario che mi sento di escludere al 100% è che noi appoggiamo il Pd al ballottaggio”, era stata categorica la sindaca di Torino Chiara Appendino, ieri, interpellata in merito alle elezioni amministrative. “Come ha detto qualcuno – sottolinea – i matrimoni combinati non funzionano. O costruisci un progetto politico prima, in cui tutti credono e che crea coinvolgimento, oppure non funzionano. E non funzionano certamente in 10 giorni tra primo e secondo turno”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un programma pronto con riforme economiche e sociali, “per l’Italia dei prossimi 5 anni”, da presentare “entro questo mese”. Così l’ex premier Giuseppe Conte sul Fatto quotidiano, in una lunga intervista, parla del M5s e tocca diversi argomenti, dal rapporto con il Pd (con cui “sono impegnato in un dialogo alla pari senza subalternità”) a Matteo Renzi – che dopo l’esperienza di governo non ha mai più sentito ma che “non escludo in futuro di incrociare in qualche autogrill” – dal ponte sullo Stretto (su cui bisogna “studiare bene le carte” con “una istruttoria tecnica di supporto alla valutazione politica: non ci infiammiamo ideologicamente”) all’ipotesi di Mario Draghi al Quirinale. “In questi due mesi ho preparato un programma con tante riforme economiche e sociali – osserva Conte – andrà condiviso, dovrà crescere col contributo della società civile e dei territori.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sarà un movimento intriso di cultura ecologica, saremo all’avanguardia in questo. Saremo dalla parte dell’inclusione e della giustizia sociale”. “Per rifondare una forza politica occorre del tempo – rileva parlando dei 5s – ora siamo pronti. Abbiamo una carta dei principi e dei valori, un nuovo statuto, una piattaforma di voto alternativa: a giorni avremo i dati degli iscritti, perché non può che essere così. Il doppio mandato non è attualmente nello Statuto e quindi non sarà nel nuovo Statuto. È un tema che affronteremo più avanti in un confronto alla luce del sole”. Quanto a Casaleggio “la direzione politica del M5s va distinta dalla gestione tecnica della piattaforma. Purtroppo da parte dell’Associazione Rousseau c’è stata una pressante ingerenza nelle scelte politiche”. L’arrivo di Mario Draghi: “l’approccio migliore nei confronti del premier Draghi, che ha indiscusse qualità, è condividere con lui la complessità della fase emergenziale che stiamo attraversando. Sostenerlo in modo leale. Chi oggi dice ‘vedo bene Draghi al Colle sembra quasi voglia liberare una casella al governo. Non è responsabile nei confronti dei cittadini dire in questo momento, con tutti i problemi in corso, che Draghi deve andare al Quirinale”. “Nel rapporto con il Pd sono impegnato in un dialogo alla pari, senza alcuna subalternità – osserva Conte – io non ho mai avuto dubbi sul sostegno alla sindaca”; sulla candidatura di Nicola Zingaretti “li ho avvertiti che avrebbe potuto avere ripercussioni serie sulla tenuta del governo regionale. Ma non ci stracciamo le vesti se non proponiamo una soluzione congiunta. Anche a Torino: cerchiamo di trovare sinergie, c’è un candidato della società civile che può mettere insieme tutti ed essere molto competitivo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Quarant’anni fa l’attentato al Papa
Preziosi ricostruisce vicenda che cambiò pontificato Wojtyla
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
09:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 1981, ore 17.17: papa Giovanni Paolo II ha appena riconsegnato una bimba ai genitori, dopo averla abbracciata e benedetta, mentre stringe le mani di migliaia di fedeli in piazza San Pietro per l’udienza del mercoledì. All’improvviso risuonano nel colonnato del Bernini alcuni colpi di pistola.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa cade ferito nella camionetta, tra le braccia di don Stanislao Dziwisz, colpito dai proiettili del killer turco Alì Agca. A quarant’anni da quel gesto che è passato alla storia, arriva un libro di Antonio Preziosi dal titolo “Il Papa doveva morire” ricco di episodi, particolari poco conosciuti o anche inediti legati a quella giornata in cui il mondo si fermò con il fiato sospeso in attesa di notizie sulla salute del Papa che sopravvisse dopo quasi sei ore di un drammatico intervento chirurgico.
La storia è raccontata in maniera avvincente e minuziosa.
Dalla lettura del volume trapela che pochi secondi dopo l’attentato, papa Wojtyla sussurrasse “hanno fatto come a Bachelet”, ricordando l’omicidio del vicepresidente del Csm ucciso dalle Brigate Rosse. E che sempre pochi secondi dopo l’attentato, aveva confidato a don Stanislao parole di perdono verso l’attentatore, chiunque egli fosse stato. E poi l’incredibile corsa al Gemelli a bordo di una ambulanza con la sirena rotta, la porta della sala operatoria chiusa a chiave ed abbattuta a spallate da medici ed infermieri, lo stupore del capo della equipe medica del Gemelli, il professor Francesco Crucitti, nel constatare la “strana traiettoria” del proiettile che aveva percorso una specie di “zig zag” nell’addome del Pontefice, uscendo dal bacino, evitando di un niente tutti gli organi vitali e l’arteria aorta.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa sopravvive e l’attentatore non se ne fa una ragione: non capisce come abbia fatto a fallire il colpo, con una potente arma da guerra, ad appena tre metri. E ne chiede conto allo stesso Giovanni Paolo II il giorno in cui il Papa si reca a trovarlo nel carcere di Rebibbia per portargli anche personalmente il suo perdono: “come hai fatto? – gli chiede – Come hai fatto a salvarti?”. Il pontefice polacco era convinto di essere stato salvato da un intervento diretto della Madonna di Fatima di cui proprio in quel giorno si festeggiava la ricorrenza dell’apparizione. Ed identificò nell’evento l’adempimento del Terzo Segreto di Fatima. “Una mano ha sparato, un’altra mano ha deviato il proiettile”, ripeteva spesso il pontefice che un anno dopo si recò proprio a Fatima per ringraziare la Madonna ed incastonò nella corona della statua della Vergine proprio il proiettile che aveva attraversato il suo corpo senza ucciderlo.
Quanto alle ragioni dell’attentato, Wojtyla non mostrò mai di appassionarsi a quello che definì, conversando con Indro Montanelli, “un garbuglio”, cioè alla fitta rete di ricostruzioni, smentite, depistaggi su ciò che si era mosso dietro la sparatoria contro di lui. Non aiutò la ricostruzione dell’attentato il comportamento di Agca che, secondo il giudice Ilario Martella, cambiò 52 volte versione, tirando in ballo di volta in volta vari servizi stranieri ed anche l’ajatollah Khomeini. Lo stesso Martella rimane ancora oggi un convinto assertore della “pista bulgara” secondo la quale il killer non agì da solo, ma con la complicità dei servizi di Sofia. Una pista smontata dallo stesso Agca che aveva invece contribuito a costruirla con le sue stesse dichiarazioni.
Quello sui presunti mandanti di Agca non è l’unico mistero irrisolto. Agca parlò di una suora che, nel momento dell’attentato, aveva abbassato il suo braccio impedendogli di prendere bene la mira e di uccidere così il Papa. Ma quella suora, ricorda Preziosi, non è stata mai rintracciata. Misteri a parte, l’unica certezza è che quel giorno il Papa doveva morire ma non morì. Errore del killer per i cronisti, intervento della divina Misericordia per il Papa Santo.
E’ proprio il tema della “regia divina” quello che viene raccontato negli ultimi capitoli del volume. “Questo libro – scrive nella prefazione monsignor Rino Fisichella – ha il merito di porre l’attentato come una chiave di lettura dell’intero pontificato, per evidenziare quanto Giovanni Paolo II abbia visto in quel fatto una ‘rinascita spirituale'”. Ed infatti, dopo quell’attentato, cambiò la storia del pontificato di Giovanni Paolo II e forse, pensando a quanto accadde dopo pochi anni con la fine della Guerra Fredda, cambiò anche il corso della Storia con la “esse” maiuscola.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi, sulle riaperture serve un approccio graduale
Il premier ha espresso cordoglio per la morte della giovane Luana D’Orazio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
09:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dal Recovery al caso Durigon, passando per la sospensione dei brevetti per i vaccini anti covid e per altri temi di attualità. Su questi ed altri temi il presidente del Consiglio Mario Draghi ha dato risposte al question time nell’Aula di Montecitorio.
SETTORE WEDDING – “Lunedì 17 maggio ci sarà la cabina di regia e si daranno risposte al settore del wedding”, ha detto il presidente del Consiglio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Un pensiero alle coppie che stanno programmando il matrimonio. Capisco la preoccupazione di chi si accinge a sposarsi. Il festeggiamento è un desiderio che abbiamo avuto tutti ma è fondamentale avere pazienza per evitare che una occasione di gioia e spensieratezza si trasformi in un potenziale rischio per i partecipanti”. “Il governo resta vicino al settore come il wedding con lo stanziamento di 200 mln per anno in corso e prevede ulteriori indenizzi nel nuovo decreto sostegni la settimana prossima”. “Il tema del weeding sarà argomento della prossima cabina di regia lunedì 17 e sarà l’occasione per dare maggiori certezze ad un comparto che ha subito danni significativi. Il governo è attento a conciliare economia e salute e i matrimoni, in quanto luoghi di agggregazione, possono favorire i contagi. Serve un un approccio graduale a seconda dell’andamento epidemiologico”.
SICUREZZA SUL LAVORO – “Voglio esprimere il cordoglio mio e del governo per la morte della giovane Luana D’Orazio e degli altri 5, ben 5 lavoratori deceduti nell’ultima settimana”, ha detto Draghi. “Non dobbiamo dimenticare, siamo vicini alle loro famigile e intendiamo fare tutto il possibile per evitare il ripetersi di tali tragici episodi dobbiamo fare di più sulla sicurezza sui luoghi di lavoro”, ha aggiunto il premier. Alle parole di Draghi è seguito un lungo applauso della Camera.
Sulla sicurezza sui posti di lavoro “è prevista una strategia di azione nazionale per rafforzare i controlli. Sono già avviate le procedure di assunzione di 1.084 unità di personale nel corpo dell’ispettorato del lavoro e, a legislazione vigente, è prevista la possibilità di assumere altre mille persone a fronte delle 4.500 attualmente in servizio”. “Con una media di tre morti al giorno l’Italia si conferma al di sopra della media europea”.
IL CASO DURIGON – “Gli ufficiali” che della vicenda in cui sarebbe coinvolto il sottosegretario Claudio Durigon sono della Guardia di Finanza,”non rivestono qualifiche di polizia giudiziaria e peraltro non possono eseguire un indagine di diretto intervento. Infine la stessa procura di Milano ha confermato piena fiducia ai militari della Gdf evidenziandone professionalità e rigore” negli interventi. Così il premier rispondendo ad un’interrogazione di Alternativa c’è sul caso Durigon.
PATTO DI STABILITA’ UE – “Il 3 marzo la Commissioe Ue ha adottato una comunicazione che fornisce indicazioni in materia di bilancio, circa la disattivazione della clausola di salvaguardia. L’intenzione è di ancorare la disattivazione fino a quando l’economia europea tornerà ai livelli pre crisi, non prima del 2023. Voglio essere molto chiaro. E’ fuori discussione che le regole sul patto di stabilità dovranno cambiare, ma questo dibattito non è ancora partito”, ha detto Draghi al question time.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La mia linea è che le attuali regole sono inadeguate, lo erano e lo sono di più per la uscita dalla pandemia. Dovremo concentrarsi su un forte slancio della crescita per assicurare la sostenibilità dei conti pubblici”.
“La revisione delle regole deve dunque assicurare margini di azione più ampi alla politica di bilancio nella sua funzione di stabilizzazione anticiclica. In particolare, dobbiamo incentivare gli investimenti, soprattutto per favorire la trasformazione digitale ed ecologica”. “Allo stesso tempo, le nuove regole devono anche puntare a ridurre le crescenti divergenze tra le economie degli Stati membri e a completare l’architettura istituzionale europea. L’Italia intende partecipare attivamente al dibattito europeo. Sul tema è in corso un processo di analisi e riflessione – all’interno del Dipartimento del Tesoro e della Presidenza del Consiglio – che tiene conto anche dei contributi provenienti dal mondo accademico e da altri soggetti istituzionali”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MIGRANTI – Il governo italiano è impegnato “esercitare una pressione intra-europea affinche si torni ad una redistribuzione efficace dei migranti”, ha poi affermato Draghi. “Per quanto riguarda l’accordo di Malta è in corso un fattivo dialogo con Francia e Germania per rivitalizzarlo. Il nostro obiettivo è attivare subito un meccanismo temporaneo di emergenza per il ricollocamento”. “A fronte di questa complessa e drammatica realtà politica, sull’ immigrazione il governo vuole seguire una politica equilibrata efficace e umana, nessuno sarà lasciato solo in acque territoriali italiane, il rispetto dei diritti umani è una componente fondamental nella politica migratoria. Ora è prioritario il contenimento della pressione migratoria nei mesi estivi con una collaborazione più intensa da Libia e Tunisia nel controllo delle frontiere”. “Gli sbarchi di migranti avvenuti a Lampedusa domenica 9 maggio rappresentano il maggior picco di arrivi registrato in questi primi 5 mesi del 2021. I flussi sono in aumento dall’inizio del 2020, anche a causa della diffusione della pandemia in Nord Africa. La spinta migratoria è alimentata costantemente dall’instabilità della situazione politica in Libia e dalla complessità della sua estrema frammentazione interna. Va in proposito osservato che il problema non nasce propriamente sulle coste libiche, ma si sviluppa a partire dall’Africa sub-sahariana”. “Il Governo italiano è impegnato: a promuovere le opportune iniziative bilaterali; a condurre un’azione da parte dell’Unione europea affinché le autorità libiche contrastino i traffici di armi e di esseri umani nel rispetto dei diritti umani”, conclude Draghi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Una leva necessaria di governo dei flussi migratori è costituita, inoltre, dall’azione di rimpatrio dei migranti che non hanno titolo a rimanere sul nostro territorio, in mancanza dei presupposti per il riconoscimento della protezione internazionale.” “Siamo impegnati non solo sul fronte degli Accordi bilaterali, ma anche per il lancio di forme di partenariato europeo con i principali Paesi di origine e transito dei flussi. Queste devono includere iniziative sullo sviluppo economico locale e la tutela della legalità”, aggiunge.
TURISMO – “Il nostro obiettivo è riaprire al più presto l’Italia al turismo, nostro e straniero”, ha affermato Draghi. “La pandemia ha avuto sugli operatori turistici effetti economici ingenti e siamo all’opera per farli ripartire quanto prima e con la massima sicurezza. La prima inziativa è lo sforzo che il governo fa per il rapido completamento della campagna vaccinale. Tra fine giugno e inizio luglio avremo vaccinato con almeno una dose tutti i fragili e gli over 60”. Sui flussi turistici, “per quanto riguarda i Paesi del G7, in particolare Usa, Giappone e Canada saranno favoriti gli ingressi senza quarantena in caso di certifazione vaccinale”. “Il Pnrr include fondi integrati per circa 9 miliardi per sostenere la competitività delle imprese turistiche, è previsto inoltre lo stanziamento di 500 milioni di euro per aprire cento nuovi siti culturali. E’ previsto lo stanziamento di 14 milioni di euro per costituire un digital hub del turismo”. “Per quanto riguarda i flussi turistici, prevediamo di ampliare la sperimentazione dei voli “Covid-tested”, che includa più linee, più rotte e più aeroporti. Manterremo invece tutte le precauzioni necessarie rispetto ai Paesi nei quali è stata riscontrata un’ampia diffusività del Covid e delle sue varianti più pericolose”, spiega il premier.
VACCINI – “Prima di arrivare ad una liberalizzazione dei brevetti è meglio rimuovere il blocco dell’export che Usa e Gb tengono, aumentare la produzione e individuare nuovi siti anche nei paesi poveri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bisogna accelerare il passo sullo sblocco dell’export accanto alla riflessione sulla liberalizzazione dei brevetti”, ha sottolineato Draghi alla Camera. “La posizione espressa da Biden si chiarirà nei prossimi giorni ma parte da una semplice considerazione: c’è uno sbilanciamento tra i finanziamenti pubblici delle grandi case farmaceutiche e i paesi più poveri al mondo. L’indirizzo Usa va condiviso ma il rischio è che la sospensione dei brevetti sia un disincentivo alla ricerca”. Per l’iniziativa Covax “l’Italia ha stanziato 86 milioni e nel prossimo decreto Sostegni ci sarà un aumento significativo del nostro contributo”.
“La questione rimane più complessa che non la sola liberalizzazione dei brevetti, perché la liberalizzazione di per sé non assicura la produzione dei vaccini. La produzione di questi vaccini – soprattutto quelli di nuova generazione, su cui noi facciamo massimo assegnamento, quelli basati sulla tecnica mRNA – è complessa perché richiede tecnologia, specializzazione, organizzazione. Non è facilmente replicabile anche disponendo del brevetto. Inoltre, la liberalizzazione dei brevetti non garantisce di per sé gli standard qualitativi necessari e dunque la sicurezza dei vaccini. Il controllo sulla sicurezza è una questione importante”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bertolaso, abbiamo dosi fino a giugno
‘Lombardia col turbo, potremmo fare under 50 a fine mese’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 maggio 2021
09:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Usando tutto ciò che abbiamo e vaccinando tutti quelli che si sono prenotati si arriva al 10 giugno, vaccini per altre fasce al momento non ci sono”. Lo ha detto Guido Bertolaso, consulente di Regione Lombardia per la campagna vaccinale, intervistato oggi da L’Eco di Bergamo.
Sullo stato attuale “abbiamo il turbo – ha detto – ma stiamo andando a due cilindri, toh, al massimo a tre…” precisando che le prenotazioni per gli under 50 dovrebbero “partire a fine mese”.
Secondo Bertolaso, infatti “potremmo fare 140mila vaccini al giorno, e tra i 29 e il 30 aprile ne abbiamo fatti 115 mila in surplace. Invece ne facciamo 85mila, circa il 18-20% di tutte le vaccinazioni che si fanno nel Paese, e siamo anche oltre la media nazionale che si attesta sul 17%”.
Bertolaso, infine, che aveva dato un ‘”4 -” in informatica alla Lombardia, adesso gli darebbe “8 e mezzo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ue, Recovery spinge Pil Italia, +4,2% nel 2021
Gentiloni, economia cresce in modo robusto
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
12 maggio 2021
10:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Le vaccinazioni e l’allentamento delle restrizioni stanno aprendo la strada alla forte ripresa dell’economia italiana nella seconda metà del 2021. Gli investimenti sostenuti dall’Ue dovrebbero portare l’economia su un percorso di espansione sostenuta, che dovrebbe consentire alla crescita di tornare al livello pre-pandemia entro la fine del 2022″: lo scrive la Commissione Ue nelle previsioni economiche di primavera, che rivedono al rialzo il Pil italiano a 4,2% quest’anno e 4,4% il prossimo.

L’economia crescerà in modo robusto quest’anno e il prossimo. Le prospettive sono migliori delle attese per due fattori: un rimbalzo più forte del previsto nell’attività globale e nel commercio, e l’impulso del Recovery che è stato incorporato alle previsioni”: ha detto il commissario all’economia Paolo Gentiloni presentando le previsioni. Gentiloni ha spiegato che l’incertezza resterà elevata finché la pandemia pesa sull’economia, ma i rischi sono considerati “ampiamente bilanciati”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Austria: Kurz indagato per falso in commissione inchiesta
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
12 maggio 2021
11:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo il quotidiano Der Standard, la procura anticorruzione intende fare luce su presunte contraddizioni di Kurz e Bonelli durante le loro deposizioni in commissione d’inchiesta in merito al loro ruolo nell’iter di nomina del cda della holding Oebag. La svolta – spiega il giornale – è arrivata dall’analisi delle chat sullo smartphone del ceo della Oebag, Thomas Schmid.

Questa mattina, prima del consiglio dei ministri, Kurz ha dichiarato brevemente di aver tentato di rispondere per ore nella commissione d’inchiesta anche su fatti risalienti anni prima. Il suo partito Oevp recentemente si è speso per una riforma delle commissioni d’inchiesta parlamentari, che in Austria possono essere insediate su richiesta dell’opposizione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La strategia ‘zero inquinamento’ della Ue, -55%morti in 10 anni
Tra gli obiettivi della Commissione al 2030 anche la riduzione del 50% dei rifiuti di plastica in mare
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
12 maggio 2021
13:20
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Più rigore nell’applicazione delle norme antinquinamento Ue, una classifica delle Regioni più verdi, impegni per “contaminanti zero” per il settore pubblico e privato, soluzioni digitali per l’innovazione verde in collaborazione con le autorità regionali e locali. Sono alcune delle “azioni chiave” 2021-24 previste dalla strategia inquinamento zero, presentata dalla Commissione europea.
L’Esecutivo Ue fissa diversi obiettivi al 2030, ridurre del 55% le morti per smog, dimezzare i rifiuti di plastica in mare (del 50%) e le microplastiche rilasciate nell’ambiente (del 30%), diminuire del 50% le perdite di nutrienti dal suolo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: salgono a cinque le isole Covid free nelle Eolie
Dopo Salina, Alicudi, Filicudi e Panarea oggi tocca a Stromboli
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
12:21
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salgono a cinque le isole Covid free nelle Eolie. Dopo Salina, Alicudi, Filicudi, Panarea oggi tocca a Stromboli.
La vaccinazione con l’equipe medica giunta in aliscafo avviene nei locali della guardia medica. Circa 200 gli isolani, ma anche i lavoratori stagionali ed i residenti interessati. Subito dopo si proseguirà con Ginostra, il minuscolo borgo di Stromboli raggiungibile solo via mare, e Vulcano.
Da venerdì invece inizieranno le vaccinazioni a Lipari nel nuovo hub vaccinale allestito presso il palacongressi. Tutti coloro che si sono già registrati sul sito del Comune saranno contattati, secondo l’ordine di prenotazione, per fissare data e orario.
“E’ possibile effettuare la prenotazione per tutti i cittadini residenti a partire dai 18 anni di età – precisa il sindaco Marco Giorgianni – per tutti coloro che sono domiciliati a partire dai 18 anni di età e per tutti i proprietari di casa sul nostro territorio insieme ai componenti maggiorenni del proprio nucleo familiare. E’ possibile fare il vaccino anche senza prenotazione, contattando direttamente i medici di famiglia di ciascuna isola che sono stati incaricati dall’Asp”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Malta: pressing Libia per recuperare il tesoro di Gheddafi
Chiesta restituzione 80 mln euro depositati in Bov
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
LA VALLETTA
12 maggio 2021
12:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il governo libico ha lanciato un pressing su Malta per ottenere la restituzione di una parte del tesoro portato all’estero da Muhammar Gheddafi, oltre 80 milioni di euro depositati in conti della Bank of Valletta (BoV) dal figlio del dittatore Mutassi sui quali dal 2012 è in corso una battaglia legale con gli eredi del dittatore libico morto nel 2011. L’argomento è stato uno dei principali temi dell’incontro fra il ministro degli esteri maltese Evarist Bartolo ed il suo omologo libico Najla El-Mangoush, in visita alla Valletta.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo hanno indicato fonti governative maltesi al Times of Malta, specificando che nell’incontro si è parlato anche di immigrazione e della ripresa tanto dei collegamenti aerei fra Libia e Malta quanto dei rapporti commerciali tra i due paesi.
Durante i suoi 40 anni di dominio sulla Libia, Muhammar Gheddafi aveva fatto ingenti investimenti personali a Malta.
Dopo la rivoluzione e la morte del dittatore, il nuovo governo libico ha individuato i fondi che il figlio Mutassim aveva depositato a Malta tramite la società Capital Resources Ltd. A febbraio scorso, dopo un anno di pausa per la pandemia, a Malta è ripresa la battaglia legale tra gli eredi di Gheddafi ed il governo libico.
Oggi il ministro di Tripoli ha chiesto l’aiuto del governo maltese per sbloccare la situazione, Fonti del ministero degli esteri maltese hanno riferito al Times of Malta che Bartolo da una parte ha garantito la condivisione di tutte le informazioni con il governo libico, aggiungendo che però non compirà passi concreti finché non sarà concluso il percorso giudiziario che dovrà determinare il destinatario finale dei fondi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Israele: Salvini e Tajani stasera al Portico d’Ottavia
Coordinatore Fi: sostegno a Israele, ha il diritto di esistere
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
12:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi alle 18.30 a Roma, Portico d’Ottavia. Presente!”.
Lo scrive su twitter il segretario della Lega, Matteo Salvini. Anche Antonia Tajani, coordinatore nazionale di Forza Italia, twitta : “Stasera sarò al Portico d’Ottavia per dimostrare il mio sostegno ad #Israele e ribadire il suo diritto ad esistere contro ogni tentativo di cancellarlo dalla carta geografica. Sono vicino alla comunità ebraica romana”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pesca: sindaco Mazara a Roma, impegno tavolo tra Ministeri
Incontro con Di Maio per affrontare questione sicurezza
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
12 maggio 2021
12:33
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un tavolo di discussione tra Ministero degli Esteri e dell’Agricoltura e pesca per affrontare la questione della sicurezza dei pescatori di Mazara del Vallo nel mar Mediterraneo. È questo l’impegno che ha strappato il sindaco di Mazara del Vallo Salvatore Quinci, incontrando il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

Il primo cittadino è a Roma per incontrare i due Ministri ma anche i capigruppo delle forze politiche di maggioranza. “Quello che ho riscontrato è la convergenza sulla tematica da parte di tutti i partiti – ha detto Quinci – c’è un impegno affinché la situazione non finisca nel dimenticatoio e se ne parli solamente quando si verificano sequestri e assalti da parte dei libici e non solo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mattarella,auguri a Opera Cardinal Ferrari per suoi 100 anni
Istituzione milanese sostiene persone più povere e svantaggiate
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
12:39
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Opera Cardinal Ferrari, istituzione milanese che aiuta e sostiene le persone più povere e svantaggiate, compie 100 anni di attività e il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato un messaggio che è stato letto in occasione delle celebrazioni.
‘L’Opera Cardinal Ferrari, nei decenni, tra i tanti impegni svolti con dedizione, ha assistito le vittime della Grande Guerra, ha protetto gli ebrei dalla furia nazista, si è occupata degli emigrati meridionali nel secondo dopoguerra e, più recentemente, dell’immigrazione dai paesi extra-europei – ha sottolineato il presidente della repubblica -.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Non ha mai interrotto la sua preziosa opera di assistenza neppure durante gli ultimi, difficili mesi di pandemia, segnati da sofferenze e da enormi difficoltà”.
“Nel corso di questo secolo di attività solidale, l’Opera Cardinal Ferrari ha saputo adattarsi alle mutate condizioni sociali, che hanno generato nuove marginalità e nuovi bisogni, senza smarrire lo spirito originario – ha concluso -, di carità cristiana e di solidarietà umana, impresso dal suo fondatore.
Rinnovo dunque gli auguri all’Opera Cardinal Ferrari, ai suoi dirigenti e numerosi volontari, nella condizione che nella solidarietà e nell’aiuto a chi soffre risieda l’anima più autentica del popolo italiano”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Casellati, grazie a nostri infermieri per coraggio
Difendono Nazione con passione e altruismo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
12:42
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Grazie ai nostri infermieri per il coraggio la passione e l’altruismo con cui stanno difendendo la Nazione”. E’ il post del presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione della Giornata dell’Infermiere.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Regioni: ‘Tavolo tecnico, no a repentini declassamenti’
Proporzionale al livello dei contagi nei territori
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
19:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Riunione Governo-Regioni. Il modello adottato in questi mesi ha funzionato e ci ha consentito di affrontare la seconda e terza ondata senza un lockdown generalizzato, ma con specifiche misure territoriali.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ora, nella nuova fase, caratterizzata dal forte avanzamento della campagna di vaccinazione e dai miglioramenti dovuti alle misure adottate, lavoriamo con l’Iss e con le regioni per adeguare il modello immaginando una maggiore centralità di indicatori quali l’incidenza e il sovraccarico dei servizi ospedalieri”, ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, da quanto si apprende, nel suo intervento nel corso dell’incontro.
Stabilire un numero minimo di tamponi da effettuare, proporzionato ai 4 livelli di rischio legati all’incidenza, che corrispondono ad altrettanti colori: in zona rossa, che scatterebbe con oltre 250 casi Covid su 100mila abitanti, andrebbe effettuato un minimo di 500 tamponi. In arancione, tra i 150 e i 249 casi, il minimo è 250. In gialla, tra i 50 e 149 casi, se ne effettuano almeno 150. In bianca, fino a 49 a casi, almeno 100. E’ quanto chiedono le Regioni durante l’incontro con l’Esecutivo che – si apprende dai governatori – avrebbe manifestato “apertura” sulla proposta, che dovrà trovare risposta concreta nei prossimi giorni.
Le Regioni hanno chiesto al Governo anche l’istituzione immediata di un tavolo tecnico per valutare le proposte sulle modifiche ai parametri di valutazione del rischio del contagio: l’obiettivo è aggiornare il sistema di monitoraggio e controllo in linea con l’evoluzione della pandemia, garantendo ai territori la necessaria tutela da repentini declassamenti, dovuti a indicatori poco rilevanti in termini di impatto reale sul sistema sanitario, anche in vista della stagione turistica.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Leu, ora possibile graduale superamento coprifuoco
Dati ultimi giorni sono buoni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
12:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“I dati degli ultimi giorni riguardo i contagi, l’occupazione di posti letto in area medica e in terapia intensiva sono buoni. Salvini sbaglia a porre la questione solo come strumento di propaganda.
La vera sfida è riaprire senza poi dover richiudere. Oggi grazie alla linea della prudenza sostenuta con forza dal ministro Speranza, possiamo permetterci di ragionare su maggiori aperture e su un naturale spostamento del coprifuoco con gradualità e prudenza.
Questo si può fare oggi perché si sono fatte scelte difficili e impopolari ieri sulle chiusure”. Così il capogruppo LeU Federico Fornaro ammorbidisce la linea sulle misure anticovid.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salvini al corteo pro-Israele ‘Il governo prenda posizione’
Per il leader leghista ‘è assordante il silenzio dell’Europa e dell’Onu’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
14:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Più di 1.000 missili contro Israele, silenzio assordante da parte delle istituzioni europee, dell’Onu e di troppi governi sulla violenza islamista. A proposito, aspetto una ferma condanna di questa aggressione anche da parte del governo italiano.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lunga vita a Israele che difende il proprio diritto di esistere, viva la pace e la convivenza fra i popoli”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini, che – informa una nota della Lega – da ieri sta ricevendo centinaia di minacce e insulti sui social per aver espresso solidarietà a Israele.
L’ex ministro dell’Interno ha spiegato che sarà alla manifestazione convocata nel pomeriggio a Roma, al Portico d’Ottavia, dalla comunità ebraica della Capitale, in solidarietà con la popolazione in Israele, “ancora una volta sotto attacco missilistico da parte delle organizzazioni terroristiche palestinesi”. Ha annunciato la sua presenza anche Antonio Tajani, coordinatore nazionale di Forza Italia: “Stasera sarò al Portico d’Ottavia per dimostrare il mio sostegno ad #Israele e ribadire il suo diritto ad esistere contro ogni tentativo di cancellarlo dalla carta geografica. Sono vicino alla comunità ebraica romana”. E ci sarà anche una delegazione di Fratelli d’Italia composta tra gli altri dal Capogruppo alla Camera Francesco Lollobrigida e dai parlamentari Ignazio La Russa, Edmondo Cirielli, Giovanni Donzelli e Giovanbattista Fazzolari.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Grandi navi: Camera, via libera definitivo al decreto
370 voti a favore, 16 contrari, 29 astenuti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
13:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Via libera definitivo dell’Aula della Camera al decreto legge in materia di trasporti e per la disciplina del traffico crocieristico e del trasporto marittimo delle merci nella laguna di Venezia.
Il provvedimento è stato approvato con 370 voti a favore, 16 contrari (i deputati di L’Alternativa c’è) e 29 astenuti (i deputati di Fdi).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
San Marino apre al ‘turismo vaccinale’ dal 17/5
Doppia dose Sputnik e albergo, per ora chiuso a italiani
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
SAN MARINO
12 maggio 2021
14:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
San Marino è pronto a partire con quello che il governo, che ha approvato un apposito regolamento, definisce “turismo vaccinale”: 50 euro per la doppia dose, a partire dal 17 maggio con prenotazione alberghiera 7 giorni prima del soggiorno sul Titano che dovrà essere di almeno tre notti per due volte in 21 giorni. Il turismo vaccinale è aperto a tutti, tranne che agli italiani perché con Roma ancora non c’è un accordo specifico.
Il pacchetto, vaccino più hotel. prevede l’iniezione del vaccino russo Sputnik, non riconosciuto dall’Ema.
“Sui temi dei vaccini e del Covid non si possono fare discorsi di geopolitica”: ha detto il segretario di Stato agli Esteri Luca Beccari. Beccari ha ricordato la “neutralità attiva” come una tradizione sammarinese e i “rapporti bilaterali ottimi” sia con la Russia che la Cina e altri 150 Paesi nel mondo. Ma sicuramente il rapporto privilegiato è con l’Italia, ha comunque sottolineato coralmente il Congresso di Stato, dalla quale San Marino sta continuando a ricevere forniture del vaccino Pfizer, dopo un inizio a rallentatore.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Letta sente ambasciatrice Palestina e poi a presidio Israele
Organizzato da comunità ebraica al Portico d’Ottavia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
14:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il segretario del Pd Enrico Letta parteciperà questa sera alle 18,30 al presidio in solidarietà con Israele organizzato dalla Comunità ebraica di Roma al Portico di Ottavia. Poco prima, alle 17,45 Letta avrà un colloquio telefonico con l’ambasciatrice di Palestina in Italia Abeer Odeh.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, Figliuolo alle Regioni: dal 17/5 aprire ai vaccini per gli over 40
Dall’accordo sui vacanzieri a open day come si muovono le Regioni sui vaccini
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
13 maggio 2021
09:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Da lunedì le regioni italiane potranno aprire alle vaccinazioni degli over 40. Il commissario per l’emergenza, Francesco Figliuolo, lancia lo sprint della campagna in vista dell’estate, confortato dal calo della curva epidemiologica (oggi ancora sotto i diecimila nuovi casi per il quarto giorno consecutivo) e dall’impennata delle somministrazioni, che oggi hanno superato quota 25 milioni, pari cioè ad un terzo della platea.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’ennesimo step di una road-map che sembra avanzare spedita e che vedrà, già da giugno, l’arrivo delle fiale anche nelle aziende. Ed intanto il premier Mario Draghi, durante il question time alla Camera, ha invitato ad “accelerare sullo sblocco dell’export” prima di “arrivare ad una liberalizzazione dei brevetti”. Dal Senato, invece, è arrivata l’approvazione ad un emendamento al dl Covid che prevde lo scudo penale per medici e infermieri durante il periodo di emergenza. “Un segnale importante – il commento del ministro alla Salute, Roberto Speranza – a chi ha lavorato in primissima linea in una fase così dura ed ha aiutato il Paese con il massimo dello sforzo e dell’impegno”. Sulla questione del richiamo Pfizer, infine, l’Ema ha confermato ufficialmente l’efficacia della seconda dose a 42 giorni, come deciso da tempo dal Comitato Tecnico Scientifico, e ribadito questa mattina dallo stesso coordinatore Franco Locatelli. Da lunedì, dunque, si aprirà ufficialmente una nuova fase della campagna vaccinale, alla quale potranno aderire anche i nati fino al 1981, vale a dire gli over 40.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In una lettera inviata alle Regioni, Figliuolo raccomanda comunque ai governatori “l’assoluta necessità di continuare a mantenere particolare attenzione per i soggetti fragili, classi di età over 60, cittadini che presentano comorbidità, fino a garantirne la massima copertura”. Per questo l’inizio delle somministrazioni per i più giovani non partiranno contemporaneamente in tutta Italia, ma solo nelle regioni che sono già pronte e che hanno già completato la vaccinazione di gran parte delle categorie citate dal commissario. Nel frattempo, con l’avvicinarsi delle vacanze, il governo sta pensando alla possibilità di consentire le vaccinazioni anche ai turisti in visita in regioni diverse da quella di residenza. L’accordo sembra essere vicino, come ha anticipato l’assessore alla Salute della Regione Lazio, Alessio D’Amato. “Il commissario Figliuolo è determinato – ha detto -, c’è un tema di sistemi informativi da mettere in comunicazione tra di loro, ma attraverso l’anagrafe vaccinale nazionale io credo che ci si arriverà in breve tempo”. Le regioni hanno utilizzato il 91% delle dosi a loro disposizione, con Puglia, Lombardia e Sardegna tra le più virtuose. E proprio oggi è cominciata la distribuzione di altre 2,1 milioni di dosi, alle quali – entro il fine settimana – si aggiungeranno le restanti dei previsti 3 milioni. Nel Lazio si punta ad arrivare all’immunità di gregge già ad agosto. In Campania, invece, con l’arrivo di altre 215 mila dosi è ripartita la campagna che aveva subito un piccolo rallentamento.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Inusuale, poi, il caso di San Marino che proprio da lunedì aprirà al cosiddetto “turismo vaccinale”. La doppia dose costerà 50 euro, con prenotazione alberghiera 7 giorni prima del soggiorno che dovrà essere di almeno tre notti per due volte in 21 giorni. L’iniziativa è aperta a tutti, tranne che agli italiani per via del mancato accordo ancora con il governo. Sul fronte Pfizer, infine, l’Ema mette la parola fine alla disputa sui 42 giorni del richiamo. “Non è una deviazione rispetto alla raccomandazione”, spiega l’Agenzia europea spiegando che nei test clinici la somministrazione della seconda dose era prevista fino a 42 giorni. Informazioni, tra l’altro, presenti anche nel bugiardino del vaccino.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Accoltella ex e uccide suo figlio: Meloni, medaglia a Mirko
E’ morto con estremo coraggio per difendere sua madre
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
14:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Mirko è morto mentre con estremo coraggio difendeva la mamma dall’ex compagno. Speriamo che sia fatta presto giustizia per questo giovane e che l’assassino la paghi cara.
Per Mirko, per il suo coraggio, chiediamo venga concessa una medaglia d’oro al valor civile”. Lo propone su Twitter la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: La Norvegia rinuncia ad AstraZeneca la variante indiana si diffonde nella Ue
Molti casi segnalati nel Regno Unito. In Italia pochi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
10:14
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Norvegia ha deciso di rinunciare al vaccino anti Covi-19 prodotto da AstraZeneca e di sospendere quello di Johnson & Johnson. Lo ha annunciato il primo ministro norvegese Erna Solberg. La Norvegia – ha annunciato il governo – rinuncerà definitivamente al vaccino AstraZeneca nel suo programma di vaccinazione anti-Covid e riserverà il vaccino di Johnson & Johnson solo ai volontari.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il primo ministro Erna Solberg ha giustificato queste misure con le pur rarissime complicazioni gravi riscontrate dopo la somministrazione di questi vaccini, che utilizzano la stessa tecnologia dell’adenovirus e ai quali la vicina Danimarca ha già rinunciato del tutto. L’Agenzia europea per i medicinali (EMA) e l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) raccomandano di continuare a usarli, giudicando i loro benefici superiori ai rischi. La Norvegia aveva sospeso l’11 marzo l’uso del vaccino AstraZeneca e non ha iniziato ad utilizzare dell’americana Johnson & Johnson sospettata di scatenare, molto occasionalmente, simili effetti collaterali. Tuttavia, pur mantenendo questa sospensione, Oslo si rifiuta di rinunciare a questo vaccino. “Vogliamo creare scorte di emergenza che possiamo utilizzare se le infezioni aumentano o se ci sono fallimenti nelle consegne da altri produttori di vaccini”, ha detto Solberg in una conferenza stampa. Il vaccino monodose di Johnson & Johnson, a differenza di AstraZeneca, potrebbe essere offerto alle persone su base volontaria, ha detto, seguendo le raccomandazioni formulate lunedì dagli esperti nazionali. Su 135.000 somministrazioni effettuate fino a metà marzo con il vaccino AstraZeneca in Norvegia, sono stati registrati otto casi di trombosi grave, quattro dei quali fatali, in persone relativamente giovani e sane. Il governo sta ora valutando la possibilità di restituire le sue dosi di AstraZeneca ai paesi dell’UE che le hanno fornite o, in alternativa, di effettuare una donazione ai Paesi poveri tramite Covax. “È un vaccino efficace che viene utilizzato in molti Paesi – ha sottolineato il ministro della Salute, Bent H›ie – e vogliamo fare in modo che le dosi siano utili ad altri Paesi che possono trovarsi in una situazione sanitaria più grave della nostra”.
In Spagna è attesa per la prossima settimana una decisione su come procedere per l’immunizzazione contro il Covid di persone al di sotto dei 60 anni a cui è già stata somministrata una prima dose di AstraZeneca. Lo ha annunciato in conferenza stampa la ministra della Sanità, Carolina Darias. Sarà decisivo, ha spiegato, il fatto che i tecnici del ministero e delle regioni avranno a disposizione le informazioni per decidere come procedere. Negli ultimi giorni, i presidenti regionali di Madrid e dell’Andalusia avevano spinto per conoscere la posizione del governo a riguardo, spiegando che temono di sprecare dosi di AstraZeneca che attualmente conservano in magazzino.
La variante indiana del virus SarsCov2 B.1.617 si sta diffondendo sempre di più in Europa, dopo aver portato nelle ultime 8 settimane ad un intenso aumento dei contagi in India. A fare il punto è l’ultimo rapporto pubblicato dal Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc). Di questa variante sono stati individuati tre sottotipi, B.1.617.1, B.1.617.2 e B.1.617.3, di cui i primi due segnalati in Europa. Il primo, B.1.617.1, è quello rilevato in India a dicembre, che ha raggiunto il suo picco a fine marzo, per poi calare ad aprile.
In base alle sequenze del virus pubblicate sulla banca dati Gisaid EpiCov è stato rilevato in India (1147), Regno Unito (247), Usa (137), Singapore (64), Germania (28), Australia (21), Danimarca (21), Bahrain (9), Giappone (9), Angola (8), Svizzera (8), Hong Kong (7), Irlanda (7), Portogallo (7), Belgio (5), Lussemburgo (5), Corea del Sud (5), Canada (4), Olanda (4), Nuova Zelanda (4), Svezia (4), Francia (3), Giordania (3), Repubblica Ceca (2), Guadalupe (2), Russia (2), Sint Maarten (2), Spagna (2), Cambogia (1), Grecia (1), Italia (1), Malesia (1), e Messico (1).
Il sottotipo B.1.617.2 è quello che invece ora sta diventando dominante in India da metà aprile e si sta diffondendo rapidamente anche in Europa. Al 10 maggio infatti è stato rilevato nel Regno Unito (676), India (290), Usa (192), Singapore (91), Australia (58), Germania (31), Giappone (20), Danimarca (18), Bahrain (13), Belgio (12), Francia (12), Irlanda (12), Svizzera (10), Nuova Zelanda (9), Italia (5), Polonia (5), Cina (4), Spagna (3), Svezia (3), Indonesia (2), Olanda (2), Aruba (1), Austria (1), Canada (1), Grecia (1), Hong Kong (1), Lussemburgo (1), Norvegia (1), Romania (1), Slovenia (1), e Corea del Sud (1). Il terzo sottotipo, rilevato a febbraio in India, è invece ancora raro. “Il dato positivo – rileva il virologo dell’Università Bicocca di Milano, Francesco Broccolo – è che il sottotipo 2 della variante indiana, quello che più si sta diffondendo in Europa, non presenta la mutazione E 484 Q, presente negli altri due sottotipi, e nelle varianti sudafricana e brasiliana, capace di sfuggire agli anticorpi neutralizzanti del virus”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti:Lamorgese,rafforzare capacità Libia gestire confini
Ministro incontra Inviato Onu a Tripoli, ‘Ue sia più coinvolta’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
15:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha incontrato l’inviato speciale della Nazioni unite per la Libia, Jàn Kubis e gli ha confermato l’intenso e continuo impegno del Governo italiano per “consolidare la cornice di sicurezza in Libia” anche al fine di “rafforzare le capacità di gestione delle frontiere terrestri e marittime da parte delle autorità libiche”. Il ministro ha anche sottolineato la necessità che “l’Unione europea sia maggiormente coinvolta nella gestione del fenomeno migratorio che ha radici al di fuori della Libia e la vede come Paese di transito”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ex studente medicina in Veneto diventa ministro in Guinea
Zaia, è l’unico chirurgo pediatrico dello Stato africano
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
12 maggio 2021
10:12
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Qualche anno fa Dionisio era solo un giovane studente di medicina arrivato in Veneto (tra Piove di Sacco, Arino e Dolo) dal villaggio di Jugudul per merito di un lungimirante missionario: oggi, a 49 anni, Cumbà ha realizzato un sogno, è Ministro della Sanità in Guinea Bissau e lavora nella clinica di Bor dove opera bambini con ogni genere di patologia”. A raccontare la storia di Dionisio, che ha casa a Piove di Saco, è il presidente del Veneto Luca Zaia nella sua pagina Facebook.

“E’ lui l’unico chirurgo pediatrico dello Stato africano, e al Governo ha ribadito di volere del tempo per continuare ad operare – sottolinea il Governatore -. In Italia Dionisio si è sposato con Laura, infermiera all’ospedale di Padova, ed ha fondato con un gruppo di amici di Dolo l’associazione Toka Toka Africa con cui sono stati costruiti pozzi per l’acqua potabile, una scuola e inviati per anni aiuti nel villaggio di Jugudul”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Colao, servizio civile digitale per colmare gap competenze
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
15:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il tassello essenziale di qualsiasi transizione, soprattutto quella digitale, sono le persone.
Grazie al Servizio Civile Digitale tanti giovani potranno aiutare le fasce più bisognose della popolazione ad acquisire le ormai imprescindibili competenze necessarie per esercitare una piena cittadinanza digitale”.
Lo ha detto il ninistro per l’Innovazione tecnologica e la transizione digitale Vittorio Colao.
“L’obiettivo dell’Italia è colmare il divario di competenze con almeno il 70% di popolazione digitalmente abile entro il 2026 – ha aggiunto – Non possiamo trascurare il capitale umano, abbiamo il dovere di rafforzare e incoraggiare le competenze perché grazie al digitale possiamo costruire una società più moderna e inclusiva”.   TECNOLOGIA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Franceschini, a breve la riapertura del Piccolo America
Visita del ministro al cantiere, ‘è una festa di tutti’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
15:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi ho fatto visita al @piccoloamerica nel cantiere del #CinemaTroisi. A breve sarà aperto con uno schermo da 13m, 300 posti, biblioteca aperta h24, 365 giorni l’anno e Wi-Fi gratuito.
Quando riapre una sala storica è una festa di tutti”. Così il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini in merito alla riapertura della storica sala romana.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: fonti governo, in dl Sostegni risorse per 100 milioni
Servono a garantire operatività della compagnia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
16:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ammonterebbero a 100 milioni, secondo quanto si apprende da fonti di governo, le risorse che il governo si appresta a stanziare nel prossimo decreto sostegni per garantire l’operatività di Alitalia.
In una nota il Mise aveva spiegato che la cifra non era paragonabile ai prestiti ponte del passato pari a 900 e 400 milioni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Manifestazione pro-Israele a Roma, preoccupati per i nostri fratelli
I partiti all’evento vicino alla sinagoga. Letta: ‘Uniamoci nel lutto e chiediamo il cessate il fuoco’. Per Salvini ‘quelli di Hamas sono terroristi e non vogliono la pace’. E Di Maio esprime ‘profonda preoccupazione per la spirale di attacchi e violenze’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
12 maggio 2021
19:04
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un’enorme bandiera di Israele è stata esposta dalle finestre del palazzo di fronte a un ingresso della sinagoga di Roma, vicino al Portico di Ottavia dove la comunità ebraica della Capitale ha organizzato una manifestazione in solidarietà a Israele, iniziata con il suono di sirene. “In Israele questa sirena suono due volte anno, quando ricordiamo olocausto e quando i soldati sacrificano loro vita per la loro terra”, hanno detto gli organizzatori dal palco. “Quelli di Hamas non sono fuochi di artificio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ogni razzo su Israele è un tentato omicidio”, recitano alcuni dei cartelli.
“Ci sentiamo male perché abbiamo parenti e amici in Israele. Sono i nostri fratelli. Ovunque c’è guerra c’è dolore. Noi vogliamo la pace, Israele si difende”, dice uno dei manifestanti, Vittorio Polacco. “Israele è sotto attacco. Siamo preoccupati, io ho mia nipote con i figli al fronte. Un razzo e passato sopra la casa di una mia parente. Vivono nel bunker”, gli fa eco allarmata un’altra anziana, Giuliana Anticoli.
Sono presenti tra gli altri il leader della Lega Matteo Salvini, il coordinatore di Forza Italia Antonio Tajani, una delegazione di FdI, il segretario del Pd Enrico Letta insieme ad altri dem, rappresentanti di Iv tra cui Maria Elena Boschi, il leader di Azione Carlo Calenda, i Radicali, una rappresentanza del M5s. Nessun esponente, invece, di SI o Leu. “Crediamo che questa drammatica vicenda debba cessare immediatamente. Esprimiamo solidarietà alle vittime e crediamo prima di tutto che bisogna unirsi nel lutto e chiedere il cessate il fuoco immediato”, ha spiegato Letta, che ha sentito anche l’ambasciatore palestinese: “Speriamo che si trovi una soluzione e che ci sia un forte intervento europeo”.
Secondo Salvini “i missili vanno condannati sempre e bisogna dire che Hamas è una organizzazione terroristica e che ci vuole una soluzione pacifica che gli islamisti non vogliono. Vorrei che il governo fosse per la pace in modo presente chiaro e protagonista e non sia silente”.
“L’Italia ribadisce profonda preoccupazione per la spirale di attacchi e violenze che si sta generando nei Territori Occupati Palestinesi e in Israele”, la posizione espressa dal ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, secondo cui adesso “è prioritario evitare la perdita di ulteriori vite umane e per questo chiediamo con forza a tutte le parti di intraprendere subito misure di de-escalation e di attenersi alla massima moderazione”. “Condanniamo con fermezza – ha aggiunto – i lanci di razzi da Gaza. Voglio dirlo con grande chiarezza: il lancio indiscriminato di razzi è inaccettabile in ogni circostanza e deve pertanto cessare”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Crolla a Spezia un ponte levatoio di una darsena, nessun ferito
Durante operazione di apertura, era stato costruito nel 2010 è costato 9 milioni di euro
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
12 maggio 2021
16:44
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ha ceduto improvvisamente il ponte levatoio della darsena di Pagliari, a Spezia. Stamani durante una manovra di chiusura del ponte, la struttura è crollata per cause in corso di accertamento.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Non risultano feriti, durante le operazioni di apertura e chiusura la zona viene infatti interdetta. Il ponte levatoio, che si trova nella zona dei cantieri nautici e navali, permette l’uscita o l’ingresso di imbarcazioni dalla darsena.
Il traffico, da Spezia e da Lerici, è stato convogliato nelle vie limitrofe. Sono in corso accertamenti sulle cause.
I tecnici dell’Autorità portuale della Spezia e il magistrato di turno hanno eseguito un primo sopralluogo nei pressi del ponte crollato alla darsena Pagliari alla Spezia. Dai primi accertamenti è emerso che potrebbe essere stato un problema idraulico al momento della chiusura del ponte levatoio a provocarne la caduta. Sui tempi del ripristino al momento non ci sono indicazioni.
Il ponte mobile era stato inaugurato nel 2010 dall’Autorità Portuale e rappresentava un passaggio importante nella riqualificazione della zona. Lungo 21 metri, con un’antenna alta 14 metri che ricorda l’albero di una barca a vela, largo 12 metri, permette l’apertura per il passaggio delle barche a vela in un paio di minuti. L’opera ha permesso di garantire un passaggio diretto alla zona dei cantieri dalla città, sulla strada che poi prosegue fino a Lerici. Il progetto rientrava nella realizzazione della darsena di Pagliari, costata complessivamente oltre 9 milioni di euro.
“Ringrazio Polizia e Vigili del Fuoco che sono intervenuti immediatamente sul posto, fortunatamente non risultano feriti. Da questa mattina sono in contatto con il sindaco di Spezia Peracchini, l’assessore regionale alla protezione civile Giampedrone che si trova in città per avere ulteriori notizie e il presidente del porto Sommariva”. Lo scrive in una nota il presidente ligure Giovanni Toti. “Si tratta di un ponte gestito dall’Autorità Portuale della città, di servizio ad una darsena per imbarcazioni da diporto. Fortunatamente nessuno si è fatto male. Il crollo del ponte non comporta problemi al traffico cittadino, stando a quanto mi ha spiegato il sindaco, dal momento che le auto passano in una via adiacente e parallela. Attendiamo le verifiche e le indagini che ci dovranno dire cosa non ha funzionato nel meccanismo che garantiva mobilità al ponte”.
“Mentre il Governo perde ancora tempo a pensare di realizzare un ponte sullo Stretto di Messina, ossia nell’area a maggior rischio sismico del Paese, l’Italia diventa sempre di più il Paese dei ponti che crollano. Oggi, alla Spezia, il ponte mobile della Darsena di Pagliari è uscito dalla propria sede ed è crollato e il viadotto di valle Ragone, in A12, è stato chiuso ai tir oltre le 3,5 tonnellate. Ci chiediamo come sia possibile pensare a un’opera faraonica come il Ponte sullo Stretto quando non si è in grado di provvedere neanche alla manutenzione ordinaria dell’esistente, per di più in un anno sospeso nella pandemia con scarsa circolazione sia di persone che di mezzi”. Così, in una nota, il responsabile nazionale organizzazione dei Verdi ed esponente di Europa Verde, Francesco Alemanni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Draghi su matrimoni fondamentale avere pazienza
Evitare che occasione gioia si trasformi in potenziale rischio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
16:46
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Capisco la preoccupazione di chi si accinge a sposarsi. Il festeggiamento è un desiderio che abbiamo avuto tutti ma è fondamentale avere pazienza per evitare che una occasione di gioia e spensieratezza si trasformi in un potenziale rischio per i partecipanti”.
Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi al question time.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Draghi, nessuno lasciato solo in acque italiane
Governo vuole politica equilibrata efficace e umana
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
16:48
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“A fronte di questa complessa e drammatica realtà politica, sull’ immigrazione il governo vuole seguire una politica equilibrata efficace e umana, nessuno sarà lasciato solo in acque territoriali italiane, il rispetto dei diritti umani è una componente fondamental nella politica migratoria. Ora è prioritario il contenimento della pressione migratoria nei mesi estivi con una collaborazione più intensa da Libia e Tunisia nel controllo delle frontiere”.
Lo ha detto il premier Mario Draghi nel corso del question time alla Camera.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Camera: Rampelli, Question-time diventa spot per Draghi
Anomalia politica governo sostenuto da maggioranza bulgara
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
16:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’anomalia politica di questo governo sostenuto da una maggioranza bulgara consente al presidente Draghi di arrivare alla Camera e argomentare sulle interrogazioni a risposta immediata rivolte da partiti che lo hanno avvisato prima dei contenuti e si sono suddivisi i temi nel tentativo di fargli fare bella figura di fronte agli italiani (in diretta tv). Così uno strumento pensato per rappresentare il pluralismo e l’equilibrio maggioranza/opposizione diventa un mega spot pro-governo.
Un ‘premier time’, appunto”. E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.
“La democrazia plebiscitaria del terzo millennio – prosegue – oltre a fare strame della legge e conculcare all’opposizione il diritto-dovere di presiedere il Copasir, consente a Fdi di parlare in diretta televisiva per 3′ sui 42′ attribuiti a Draghi e ai partiti di maggioranza. Ci domandiamo a questo punto se abbia ancora un senso celebrare questa tradizione, pretendendo pure di monopolizzare un canale Rai per un’ora”, conclude Rampelli.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Brevetti:Draghi,condivido Biden,ma non si disincentivi ricerca
Posizione presidente americano si chiarirà in prossimi giorni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
16:51
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La posizione espressa da Biden si chiarirà nei prossimi giorni ma parte da una semplice considerazione: c’è uno sbilanciamento tra i finanziamenti pubblici delle grandi case farmaceutiche e i paesi più poveri al mondo. L’indirizzo Usa va condiviso ma il rischio è che la sospensione dei brevetti sia un disincentivo alla ricerca”.
Lo ha detto il premier Mario Draghi nel corso del question time alla Camera.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi, a inizio luglio prima dose a tutti fragili e over 60
Sforzo governo per rapido completamento campagna vaccinale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
16:54
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La pandemia ha avuto sugli operatori turistici effetti economici ingenti e siamo all’opera per farli ripartire quanto prima e con la massima sicurezza. La prima inziativa è lo sforzo che il governo fa per il rapido completamento della campagna vaccinale.
Tra fine giugno e inizio luglio avremo vaccinato con almeno una dose tutti i fragili e gli over 60”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi al question time.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Incidenti lavoro: Draghi: dobbiamo fare di più
Ricorda Luana e altri lavoratori deceduti, applausi Camera
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
16:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Esprimo cordoglio mio e governo per la morte della giovane Luana D’Orazio e degli altri ben 5 lavoratori deceduti sul lavoro solo in una settimana”. Lo dice il premier Mario Draghi durante il question time.
Alle parole del premier è seguito un lungo applauso della Camera. “Non dobbiamo dimenticare, siamo vicine alle loro famiglie e vogliamo fare tutto il possibile per evitare il ripetersi di questi episodi, dobbiamo fare di più sulla sicurezza sui luoghi di lavoro”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi, nuovo decreto sostegni la prossima settimana
Governo vicino a settori come wedding
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
16:57
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il governo resta vicino al settore come il wedding con lo stanziamento di 200 mln per anno in corso e prevede ulteriori indenizzi nel nuovo decreto sostegni la settimana prossima”. Lo ha detto il premier Mario Draghi nel corso del question time alla Camera.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Vaccini: Lazio, dal 17 maggio anche ultra40enni da medici base solo con AstraZeneca e Johnson
Un terzo della popolazione coinvolta da mezzanotte di domenica
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
13:39
AGGIORNATO ALLE
14:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Hanno superato quota 500mila le prenotazioni per il vaccino anti Covid-19 per la fascia d’età 50-59 anni in Lombardia. Alle 10.15 di oggi, infatti, hanno già fissato un appuntamento per la vaccinazione 501.732 lombardi, praticamente un terzo della popolazione coinvolta.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo fa sapere l’assessorato al Welfare di Regione Lombardia. Le iscrizioni sul portale di Poste Italiane e Regione Lombardia avevano preso il via alla mezzanotte di domenica scorsa.
Dal 17 maggio nel Lazio il vaccino si potrà prenotare anche dal medico di base. E’ l’accordo raggiunto ieri tra la Regione Lazio e la Federazione dei medici di famiglia del Lazio. Nell’incontro, al quale hanno partecipato il segretario regionale della Fimmg Gianni Cirilli e il vice segretario nazionale vicario Pier Luigi Bartoletti, sono stati affrontati i maggiori punti di criticità nello svolgimento della campagna vaccinale presso gli studi dei medici di famiglia, già segnalati nei giorni scorsi, contestualmente allo stato di agitazione che era stato indetto sabato. Due i punti principali: il primo è il diritto di scelta del cittadino di dove e da chi farsi vaccinare, il secondo di consentire al medico di famiglia di fare il suo lavoro con dignità, e al massimo delle sue possibilità, senza difficoltà o intoppi. I medici di famiglia saranno inseriti nel sistema di prenotazione del portale regionale dove i cittadini troveranno oltre che la prenotazione negli hub anche la prenotazione dal medico di medicina generale o farmacia.
Dal 17 maggio nel Lazio sarà possibile “per i soggetti ultraquarantenni di vaccinarsi solo presso il proprio medico di medicina generale con AstraZeneca o Johnson & Johnson, diversamente si dovrà aspettare l’apertura della fascia”. E’ quanto prevedono le regole stilate dopo l’incontro tra medici di Famiglia (Fimmg) e la Regione Lazio. L’accordo prevede anche un cronoprogramma preciso circa la distribuzione dei vaccini ai medici di famiglia del Lazio.
DAL 17 MAGGIO AL 1 GIUGNO: 2 fiale di Pfizer a settimana a medico per i soggetti fragili
DAL 20 MAGGIO: verranno consegnati ai Medici di Famiglia 20.000 dosi settimanali di Johnson & Johnson per le fasce consentite.
DAL 1 GIUGNO: verranno ampliate le consegne di Pfizer e verranno consegnati quantitativi crescenti del nuovo vaccino a M-Rna di produzione tedesca Curevac.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Luca Zaia si è vaccinato, al governatore dose di Pfizer
Si era prenotato qualche giorno dai, l’inoculazione a Godega
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TREVISO
12 maggio 2021
17:03
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il governatore del Veneto Luca Zaia si è vaccinato oggi pomeriggio contro il Covid. Zaia, che si era prenotato personalmente nei giorni scorsi, è stato ricevuto nel centro vaccinale di Godega di Sant’Urbano (Treviso), il più vicino alla sua abitazione.
A Zaia, che ha 53 anni, è stata somministrata una dose di “Pfizer”. “E’ andata benissimo – ha detto al termine Zaia ai giornalisti – le due alternative per la mia classe d’età erano Pfizer o Moderna , mi hanno dato Pfizer. Devo complimentarmi con gli operatori per per la velocità; eravamo in tanti in attesa, ma credo che non abbiamo aspettato più di 3-4 minuti. La macchina del Veneto, con 60 centri vaccinali, funziona”.
Quanto alle polemiche su amministratori che avevano scelto di vaccinarsi prima del loro turno, ‘per dare l’esempio’, il governatore del Veneto ha risposto: “ho aspettato il mio turno, ho prenotato con il mio telefonino, ho avuto anch’io le mie difficoltà, e poi mi sono presentato quanto toccava a me”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaticano: Tribunale si allarga, udienze anche ai Musei
Per consentire partecipazione a processi con interesse dei media
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
12 maggio 2021
17:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Tribunale vaticano amplia i propri spazi. Le udienze in futuro si terranno anche nell’ex Laboratorio Polifunzionale dei Musei vaticani.
Lo ha detto il Presidente del Tribunale Giuseppe Pignatone al termine dell’udienza di oggi sui presunti abusi al Preseminario annunciando che la prossima udienza, il 7 giugno, si terrà in questa nuova aula “se sarà pronta”. L’utilizzo di una seconda aula è legata anche alla necessità di rispettare le norme Covid nei processi dove il numero di persone è consistente, per esempio, per l’interesse e la presenza della stampa.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Ats Milano, contagi in calo nelle scuole
Scendono sia i casi positivi che le persone in isolamento
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 maggio 2021
18:01
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nella settimana dal 3 al 9 maggio sono stati 446 i casi di tamponi positivi al Covid-19 nelle scuole delle province di Milano e Lodi segnalati all’Ats Città Metropolitana di Milano, in calo rispetto ai 641 della settimana precedente. Si tratta di 387 alunni e 59 operatori scolastici.

Il numero di persone isolate, invece, è 5.585 (5.388 alunni e 197 operatori), anche questo in calo rispetto agli 8.344 della settimana prima.
“Si registra un calo dei casi che frequentano le scuole e dei relativi provvedimenti di isolamento rispetto alla settimana precedente — spiega il Dott. Marino Faccini, Direttore della UOC Medicina Preventiva delle Comunità-Malattie Infettive di Ats Milano — in un quadro di diminuzione dei contagi a livello generale. Anche se il trend epidemiologico evidenzia segnali favorevoli, va mantenuta alta l’attenzione verso le misure di prevenzione e di sorveglianza”.
Dei 446 positivi, 35 sono del Nido, 95 della scuola dell’infanzia, 115 della scuola primaria, 93 della secondaria di primo grado e 108 di quella di secondo grado.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Lombardia ricoveri ancora in calo, 36 decessi
1.198 i nuovi positivi, tasso di positività stabile al 2.3%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 maggio 2021
18:01
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Con 50.658 tamponi effettuati, sono 1.198 i nuovi positivi in Lombardia con il tasso di positività stabile al 2,3%, come ieri. Calano ancora i posti letto occupati sia in terapia intensiva (-6, 448) che negli altri reparti (-115, 2.441).
I decessi sono 36 per un totale di 33.271 morti in regione dall’inizio della pandemia.
Per quanto riguarda le province, sono 362 i casi nella città metropolitana di Milano, di cui 141 a Milano città, 163 a Varese, 136 a Brescia, 96 a Monza e Brianza, 85 a Como, 82 a Bergamo, 73 a Mantova, 63 a Pavia, 42 a Cremona, 33 a Lecco, 25 a Sondrio, 8 a Lodi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Garante Privacy impone nuove misure a TikTok
Per impedire in maniera ancora più efficace l’accesso dei più piccoli
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
18:27
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Garante della Privacy ha imposto nuove misure a TikTok per impedire in maniera ancora più efficace l’accesso dei più piccoli e la piattaforma si è impegnata ad adottarle sul mercato italiano.
Le misure approntate da TikTok a seguito dei provvedimenti d’urgenza del Garante hanno portato risultati significativi, ma non ancora sufficienti, secondo l’Autorità.
Tra il 9 febbraio, inizio del blocco imposto dal Garante, e il 21 aprile sono stati oltre 500 mila gli utenti rimossi perché probabili infratredicenni. Il Garante ha quindi chiesto a TikTok di mettere in campo una serie di ulteriori interventi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
‘Nessuno verrà lasciato solo in acque italiane’
L’Italia chiede di rispettare gli accordi di Malta
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
09:24
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia sta cercando di rivitalizzare l’accordo di Malta sui migranti e per questo “sono in corso colloqui con la Francia e la Germania. Il premier Draghi poi afferma che l’Italia è “per il rispetto dei diritti umani”, che “nessuno sarà lasciato solo in acque italiane” e che saranno “rimpatriati i migranti che non hanno titolo a rimanere”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E avverte che il Governo è impegnato in “accordi bilaterali” e su “forme di partenariato europeo con i principali Paesi di origine e transito dei flussi”.

Intanto il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha incontrato l’inviato speciale della Nazioni unite per la Libia, Jàn Kubis e gli ha confermato l’intenso e continuo impegno del Governo italiano per “consolidare la cornice di sicurezza in Libia” anche al fine di “rafforzare le capacità di gestione delle frontiere terrestri e marittime da parte delle autorità libiche”. Il ministro ha anche sottolineato la necessità che “l’Unione europea sia maggiormente coinvolta nella gestione del fenomeno migratorio che ha radici al di fuori della Libia e la vede come Paese di transito”.
“Il maggior coinvolgimento dell’Unione europea a fianco della Libia – ha concluso la titolare del Viminale – passa anche attraverso la preziosa attività delle agenzie delle Nazioni unite, con l’Unhcr e l’Oim in prima fila, alle quali è riconosciuta autorevolezza, competenza ed esperienza”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti:Di Maio,riattivare meccanismo redistribuzione Ue
‘L’Italia non può essere lasciata sola’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
19:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Nelle more dell’adozione del Nuovo Patto sulle Migrazioni e l’Asilo, riteniamo sia urgente riattivare il meccanismo di redistribuzione stabilito con la Dichiarazione di Malta, a cui anche la Germania ha già preso parte in passato”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio al termine dell’incontro con il suo omologo tedesco Heiko Maas.
“La situazione degli arrivi – ha aggiunto – è in continuo peggioramento e l’Italia, al pari degli altri Stati di primo ingresso, non può essere lasciata sola ad affrontare questo fenomeno, che ha valenza globale e riguarda evidentemente la sicurezza di tutta l’Ue”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
COVID:Sardegna punta a ritornare bianca
Curva stabile sotto i 100 casi, pronto sprint per vaccinazioni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
12 maggio 2021
19:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo tre settimane in zona rossa e due in arancione la Sardegna potrebbe arrivare a fine maggio, al via ufficiale della stagione estiva, lasciandosi alle spalle le restrizioni per il Covid. In questo momento, infatti, l’Isola si trova a cavallo tra la fascia gialla e quella bianca, grazie a numeri sempre più confortanti e un indice di poco oltre i 50 casi per 100mila abitanti, stimato nella settimana che va dal 3 al 9 maggio, ossia quella che sarà presa in considerazione dal monitoraggio dell’Istituto superiore di Sanità in vista della prossima cabina di regia di venerdì.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E proprio il 14 maggio si attende il cambio di colore da lunedì 17 per la Sardegna che mostra già da due settimane numeri da zona gialla. Resta, infatti, stabile sotto i 100 casi la curva dei contagi Covid. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 96 nuovi casi con 5.004 tamponi effettuati nelle 24 ore ed un tasso di positività dell’1,9%. Si registrano anche 5 decessi e continuano a svuotarsi gli ospedali. Sono 254 (-20) i pazienti attualmente ricoverati in reparti non intensivi, 38 (-2) quelli in terapia intensiva.
E mentre si registra una frenata nella campagna di vaccinazione con sole 6.715 dosi somministrate nelle ultime 24 ore, l’Ats fa sapere di essere pronta ad ampliare il target delle adesioni: venerdì 14 si passerà al sistema di prenotazione di Poste e con il via alle adesioni per gli over 50, ma già da lunedì 17 potrebbe essere la volta degli over 40. Nel frattempo la regione apre un nuovo hub con una potenzialità di 1000 dosi al giorno a San Gavino, mentre si registra la protesta della sindaca di Lodè Antonella Canu: “Il piano vaccinale a Lodè è stato bloccato dall’Ats che ha annullato la data del 15 maggio, quando, nel Punto vaccinale mobile del paese, si sarebbero dovuti essere vaccinare gli ultraottantenni e soggetti fragili”, denuncia pubblicamente.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Servizi: Draghi nomina Elisabetta Belloni a capo del Dis
Ambasciatrice sostituisce Vecchione. Sequi nuovo segretario generale della Farnesina; Parente prorogato alla direzione dell’Aisi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
11:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha nominato l’ambasciatore Elisabetta Belloni Direttore generale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza, in sostituzione dell’attuale Direttore generale, prefetto Gennaro Vecchione. Il Presidente Mario Draghi ha preventivamente informato della propria intenzione il Presidente del Copasir, Raffaele Volpi, e ha ringraziato il prefetto Vecchione per il lavoro svolto a garanzia della sicurezza dello Stato e delle istituzioni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La nomina è disposta sentito il Comitato interministeriale per la sicurezza della Repubblica.

L’ambasciatore Ettore Sequi, attualmente capo di gabinetto del ministro degli Esteri Luigi Di Maio, è il nuovo segretario generale della Farnesina dopo la nomina di Elisabetta Belloni al Dis. Lo si apprende da fonti informate.

Il direttore del Dis Mario Parente è stato prorogato alla guida dell’Agenzia di sicurezza interna. Sarebbe scaduto a giugno.

“Rivolgo i miei sentiti e sinceri complimenti all’ambasciatore Elisabetta Belloni per il nuovo incarico alla direzione del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (Dis). La vasta esperienza professionale ed il profilo umano sono doti che consentiranno un contributo saldo e costante alla sicurezza nazionale. Al Prefetto Mario Parente confermato alla guida dell’Aisi ribadisco la mia stima certo che possa dare continuità all’ottimo lavoro che sta svolgendo. A tutti e due i migliori auguri di buon lavoro nel comune supremo interesse della nostra Italia” Così il presidente del Copasir Raffaele Volpi.

“Buon lavoro a Elisabetta Belloni, donna di valore nominata ai vertici del DIS, e buona prosecuzione al generale Mario Parente”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini, su twitter.

Soddisfazione per la nomina di Elisabetta Belloni e per la conferma del Generale Mario Parente. Per la Lega sono buone notizie perché, come successo per Domenico Arcuri, sono l’ennesimo segnale di discontinuità rispetto alle scelte di Conte e dei 5Stelle. E’ quanto fanno sapere fonti della Lega.

“La nomina di Elisabetta Belloni alla guida del DIS è un’ottima scelta per le Istituzioni italiane. E il fatto che si commissari ANPAL, rimandando in Mississippi il padre del reddito di cittadinanza e dei navigator è un’ottima notizia. Due passi in avanti”. Lo scrive sui social il leder di Iv, Matteo Renzi, commentando le nomine del governo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per Draghi nessun compenso per la carica di premier
E’ quanto si legge nella pubblicazione, sul sito di Palazzo Chigi, dei dati e documenti del Presidente del Consiglio relativi agli adempimenti sulla trasparenza amministrativa
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
10:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mario Draghi non percepisce alcun compenso di nessuna natura connesso alla carica di presidente del Consiglio. E’ quanto si legge nella pubblicazione, sul sito di Palazzo Chigi, dei dati e documenti del Presidente Mario Draghi relativi agli adempimenti sulla trasparenza amministrativa.
Il reddito del premier del 2020, anno fiscale 2019, secondo l’ultima dichiarazione pubblicata sul portale “amministrazione trasparente” della Presidenza del Consiglio, ammonta a poco più di 580 mila euro (581.665 euro).
Nella dichiarazione Draghi dichiara poi il possesso di dieci fabbricati (uno a Londra) – alcuni in comproprietà e uno in comunione dei beni – e sei terreni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sostegni slittano ancora, via Parisi dall’Anpal
Nel dl 100 mln ad Alitalia.Proroga contributi autonomi ad agosto
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
09:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il nodo ristori è stato sciolto, ma il nuovo decreto sostegni slitta ancora. Il consiglio dei ministri che dovrà esaminare il provvedimento non si terrà prima della prossima settimana, come annunciato dal premier Mario Draghi alla Camera, accumulando un ulteriore ritardo rispetto alla iniziale tabella di marcia, considerando che il Def lo indicava originariamente addirittura a fine aprile.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I ministeri stanno facendo il punto sulle misure proposte e su quelle che effettivamente troveranno spazio nel provvedimento, a cominciare dal dicastero guidato da Andrea Orlando che, spalleggiato dal Pd, punta a portare a casa nuove tutele per l’occupazione, ma anche a richiamare al suo interno funzioni di indirizzo e di coordinamento delle politiche attive finora attribuite all’Anpal. Di fatto salta l’attuale presidente Domenico Parisi. “Con il commissario naturale che non prosegua”, ha detto il ministro Orlando. L’agenzia guidata da Parisi, scelto da Luigi di Maio all’inizio del 2019 per importare in Italia l’esperienza americana dei centri per l’impiego e considerato il ‘padre’ dei Navigator, viene di fatto commissariata e depotenziata, riallineandone la governance a quella delle agenzie fiscali. A capo comparirebbe dunque un direttore e non più un presidente. La norma comporterebbe peraltro un ripensamento del rapporto con il ministero del Lavoro, con la centralizzazione di alcuni compiti, che Orlando ha già definito “un passaggio necessario”.
Sul fronte lavoro arriva invece una importante proroga dei contributi per gli autonomi al mese di agosto e si sta inoltre valutando un potenziale allargamento dei contratti di espansione, un rafforzamento della Naspi, oltre agli annunciati sgravi per chi nel turismo abbandona la cig e punta alla rioccupazione. Le misure sono sponsorizzate dai dem che però, dopo l’incasso ottenuto dalla Lega sul fronte indennizzi, rilanciano anche sullo sport. La richiesta è di interventi da un miliardo di euro.
Un aiuto ad hoc dovrebbe arrivare anche per le attività chiuse nel mese di maggio. E proprio a questo aspetto potrebbe essere legata anche la tempistica dell’approvazione del decreto. Se la cabina di regia di lunedì dovesse optare per nuove aperture, la platea dei beneficiari si restringerebbe. Non è per questo escluso che i sostegni possano arrivare sul tavolo del cdm nei giorni successivi, più o meno a metà della prossima settimana.
Ad essere chiusa dovrebbe invece essere la norma, comparsa finora vuota nelle vecchie bozze del provvedimento, per garantire la continuità operativa di Alitalia. La cifra si aggira sui 100 milioni di euro, molto lontana – come fanno notare al Mise – dai prestiti ponte di cui la compagnia ha finora goduto, pari a 400 e 900 milioni di euro.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, Valle d’Aosta in bilico tra giallo e arancione
Determinanti i dati delle ultime ore
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA
13 maggio 2021
09:38
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Valle d’Aosta è in bilico tra il passare in zona gialla oppure restare in zona arancione. E’ quanto emerge dall’analisi dei dati del contagio da Covid-19 relativi alla scorsa settimana.
L’incidenza dei nuovi casi positivi ad oggi è intorno a 160 su 100.000 abitanti, l’indice Rt è inferiore a 1. Saranno determinanti i dati delle ultime ore per confermare o meno il calo del contagio nella regione alpina.
Il passaggio in zona gialla consentirebbe di allentare le misure restrittive, in particolare per quanto riguarda l’apertura di bar e ristoranti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Turbate gare adeguamento sismico scuole, arrestato sindaco
Provvedimenti cautelari eseguiti da Gdf nel cosentino
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PAOLA
13 maggio 2021
09:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il sindaco di Praia a Mare (Cosenza) Antonio Praticò e un funzionario dello stesso comune sono stati arrestati e posti ai domiciliari nel corso dell’operazione “Amici in Comune” condotta dai finanzieri della Tenenza di Scalea che hanno anche eseguito 9 misure interdittive nei confronti dell’ex sindaco di un altro comune, imprenditori e funzionari emesse dal gip su richiesta del procuratore di Paola Pierpaolo Bruni. Sarebbero emerse condotte poste in essere da pubblici ufficiali in concorso con imprenditori e professionisti che avrebbero determinato collusioni e turbative d’asta anche su gare per l’adeguamento sismico di scuole.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Comuni: Tajani, Bertolaso ed Albertini ci ripensino
Clima positivo, molto bene riunione ieri del centrodestra
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
09:57
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Senza FI il centrodestra non solo non vince, ma non esiste. Dobbiamo trovare candidati capaci, la candidatura di Bertolaso a Roma mi sembra la più adatta, certo alcune resistenze lo hanno portato a rinunciare, mi auguro che ci ripensi.
Spero ci ripensi anche Albertini a Milano. Con loro il centrodestra potrebbe puntare seriamente al governo di queste due città. Comunque il clima è positivo, ieri la riunione sulle città capoluogo è andata molto bene”. Lo afferma Antonio Tajani, vicepresidente di Fi, a ‘L’Italia s’è desta’ su Radio Cusano Campus.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Servizi: Casellati, congratulazioni a Belloni
La sua nomina segna una tappa per affermazione donne
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
10:07
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Le mie congratulazioni a Elisabetta Belloni, prima donna al vertice dell’intelligence italiana. La nomina a direttore generale del Dis segna una tappa miliare nel lungo cammino di affermazione delle donne nelle istituzioni.

Un’amministrazione da sempre declinata al maschile si apre ora alla concretezza, alla sensibilità e alla straordinaria capacità di visione di un ambasciatore in rosa che ha saputo distinguersi per competenza e determinazione nella sua prestigiosa carriera diplomatica. Tanti auguri di buon lavoro a Elisabetta Belloni nella certezza che anche in questo nuovo, delicato ruolo, saprà operare con grande tenacia ed incisività”. Lo ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: sprint Sardegna, 13.700 inoculazioni in un giorno
Gimbe, l’11,2% ha completato il ciclo con le due dosi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
13 maggio 2021
10:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo due giorni di rallentamento riparte di slancio la campagna di vaccinazione in Sardegna: nelle ultime 24 ore sono state somministrate 13.736 dosi negli 88 hub e punti allestiti da Ats in tutta l’Isola. Secondo il report del Governo si è passati, infatti, dalle 612.722 inoculazioni di martedì alle 626458 di ieri, cioè il 77,5% delle 808.440 dosi consegnate dalla struttura commissariale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Sardegna, come conferma anche la Fondazione Gimbe nel suo monitoraggio settimanale, si avvicina così alla soglia del 40% della popolazione residente che ha avuto almeno una dose (il 38,42%), mentre si arriva all’11,2% per chi ha completato il ciclo vaccinale.
“La percentuale di overb80 che ha effettuato il ciclo completo è pari al 69% a cui aggiungere un ulteriore 14,5% solo 1a dose – fa sapere Gimbe – la percentuale di popolazione 70-79 anni che ha effettuato il ciclo completo è pari al 13,1% a cui aggiungere un ulteriore 52% solo 1a dose; la percentuale di popolazione 60-69 anni che ha effettuato il ciclo completo è pari al 9,3% a cui aggiungere un ulteriore 33% solo 1a dose”. Infine “la percentuale di dosi somministrate su dosi consegnate per Astrazeneca è pari al 74,4%”.
E da domani, come annunciato dalla Regione, parte l’adesione per gli over 50 che si potranno prenotare sul portale delle Poste.
Si attende invece di capire se, come ha chiesto il generale Figliuolo, da lunedì 17 anche gli over 40 potranno iniziare ad aderire alla campagna.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sindaco Venezia pronto a discesa in campo con un suo partito
Per Brugnaro contatti con Toti, ipotesi nome è ‘Coraggio Italia’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
13 maggio 2021
10:28
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Luigi Brugnaro, il sindaco-imprenditore di Venezia, è pronto al salto nella scena politica nazionale con un suo partito di centro. Una discesa in campo – riporta la stampa locale – alla quale il patron di Umana sta lavorando da tempo, e che avrebbe visto ad aprile anche il deposito del simbolo della nuova formazione, “Coraggio Italia”, presso l’ufficio brevetti del Mise.
Del neo partito centrista Brugnaro avrebbe discusso a Roma durante un incontro con il governatore della Liguria, Giovanni Toti. “E’ il momento di fare scelte coraggiose: donne e uomini di buona volontà a cui chiediamo di mettersi generosamente a disposizione del futuro dell’Italia — ha detto Brugnaro — Ringrazio Giovanni Toti perché vuole essere parte della costruzione di un nuovo grande progetto politico”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fontana, Figliuolo valuta redistribuzione AstraZeneca
Governatore, in Lombardia li utilizziamo tutti senza probmela
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 maggio 2021
10:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sulla ridistribuzione delle dosi di AstraZeneca dalle Regioni dove c’è un alto tasso di rifiuto, il commissario Figiuliolo “ci ha detto che stanno facendo le valutazioni del caso. Noi lombardi abbiamo il grande merito che li utilizziamo tutti senza alcun problema, stiamo utilizzando anche AstraZeneca.
Anche io mi sono vaccinato con AstraZeneca ed è stata un’ottima scelta”. Lo ha detto il governatore della Lombardia, Attilio Fontana.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sulla ridistribuzione delle dosi di AstraZeneca dalle Regioni dove c’è un alto tasso di rifiuto, il commissario Figiuliolo “ci ha detto che stanno facendo le valutazioni del caso. Noi lombardi abbiamo il grande merito che li utilizziamo tutti senza alcun problema, stiamo utilizzando anche AstraZeneca.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Anche io mi sono vaccinato con AstraZeneca ed è stata un’ottima scelta”. Lo ha detto il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, intervenendo a Radio 24.
Quella della ridistribuzione di AstraZeneca, ha aggiunto il presidente lombardo, “è una richiesta che io ho fatto formalmente. Il generale Figliuolo però ritiene che anche queste compensazioni tra Regioni debbano essere realizzate soltanto da parte della struttura commissariale, per una serie di ragioni, che vanno da quelle di carattere programmatico alla coerenza con il piano vaccinale. Quindi noi, come dal primo momento, ci adeguiamo alle disposizioni che ci vengono date dal commissario e rispettiamo le sue decisioni”. “La Regione sta viaggiando a ritmo eccellente – ha detto ancora Fontana -. Noi rispettiamo le indicazioni e i numeri che ci vengono richiesti da Roma. Potremmo andare molto oltre quei numeri, ma purtroppo dobbiamo tenere conto del numero di vaccini a disposizione. Il generale ci ha detto di viaggiare in questi giorni intorno alle 85mila inoculazioni e noi anche ieri abbiamo superato di qualche centinaio le 85mila, ma oggi con la nostra organizzazione potremmo tranquillamente inocularne 140-150mila dosi al giorno”.
La possibilità di fare il richiamo in vacanza “sembra che sia una proposta di grande buon senso. – ha aggiunto il governatore della Lombardia   Come è stato di buon senso vaccinare tutte le persone che per motivi di studio e di lavoro si trovano in Lombardia, credo che si possa fare analogamente per chi è in vacanza”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sprint vaccini, da lunedì si parte con gli over 40
Ok Ema a Pfizer a 40 giorni. Via libera scudo penale per medici
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
13:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Da lunedì le regioni italiane potranno aprire alle vaccinazioni degli over 40. Il commissario per l’emergenza, Francesco Figliuolo, lancia lo sprint della campagna in vista dell’estate, confortato dal calo della curva epidemiologica (oggi ancora sotto i diecimila nuovi casi per il quarto giorno consecutivo) e dall’impennata delle somministrazioni, che oggi hanno superato quota 25 milioni, pari cioè ad un terzo della platea.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’ennesimo step di una road-map che sembra avanzare spedita e che vedrà, già da giugno, l’arrivo delle fiale anche nelle aziende. Ed intanto il premier Mario Draghi, durante il question time alla Camera, ha invitato ad “accelerare sullo sblocco dell’export” prima di “arrivare ad una liberalizzazione dei brevetti”. Dal Senato, invece, è arrivata l’approvazione ad un emendamento al dl Covid che prevde lo scudo penale per medici e infermieri durante il periodo di emergenza.
“Un segnale importante – il commento del ministro alla Salute, Roberto Speranza – a chi ha lavorato in primissima linea in una fase così dura ed ha aiutato il Paese con il massimo dello sforzo e dell’impegno”. Sulla questione del richiamo Pfizer, infine, l’Ema ha confermato ufficialmente l’efficacia della seconda dose a 42 giorni, come deciso da tempo dal Comitato Tecnico Scientifico, e ribadito questa mattina dallo stesso coordinatore Franco Locatelli.
Da lunedì, dunque, si aprirà ufficialmente una nuova fase della campagna vaccinale, alla quale potranno aderire anche i nati fino al 1981, vale a dire gli over 40. In una lettera inviata alle Regioni, Figliuolo raccomanda comunque ai governatori “l’assoluta necessità di continuare a mantenere particolare attenzione per i soggetti fragili, classi di età over 60, cittadini che presentano comorbidità, fino a garantirne la massima copertura”. Per questo l’inizio delle somministrazioni per i più giovani non partiranno contemporaneamente in tutta Italia, ma solo nelle regioni che sono già pronte e che hanno già completato la vaccinazione di gran parte delle categorie citate dal commissario. Nel frattempo, con l’avvicinarsi delle vacanze, il governo sta pensando alla possibilità di consentire le vaccinazioni anche ai turisti in visita in regioni diverse da quella di residenza.
L’accordo sembra essere vicino, come ha anticipato l’assessore alla Salute della Regione Lazio, Alessio D’Amato. “Il commissario Figliuolo è determinato – ha detto -, c’è un tema di sistemi informativi da mettere in comunicazione tra di loro, ma attraverso l’anagrafe vaccinale nazionale io credo che ci si arriverà in breve tempo”.
Le regioni hanno utilizzato il 91% delle dosi a loro disposizione, con Puglia, Lombardia e Sardegna tra le più virtuose. E proprio oggi è cominciata la distribuzione di altre 2,1 milioni di dosi, alle quali – entro il fine settimana – si aggiungeranno le restanti dei previsti 3 milioni. Nel Lazio si punta ad arrivare all’immunità di gregge già ad agosto. In Campania, invece, con l’arrivo di altre 215 mila dosi è ripartita la campagna che aveva subito un piccolo rallentamento.
Inusuale, poi, il caso di San Marino che proprio da lunedì aprirà al cosiddetto “turismo vaccinale”. La doppia dose costerà 50 euro, con prenotazione alberghiera 7 giorni prima del soggiorno che dovrà essere di almeno tre notti per due volte in 21 giorni. L’iniziativa è aperta a tutti, tranne che agli italiani per via del mancato accordo ancora con il governo.
Sul fronte Pfizer, infine, l’Ema mette la parola fine alla disputa sui 42 giorni del richiamo. “Non è una deviazione rispetto alla raccomandazione”, spiega l’Agenzia europea spiegando che nei test clinici la somministrazione della seconda dose era prevista fino a 42 giorni. Informazioni, tra l’altro, presenti anche nel bugiardino del vaccino.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Puglia supera quota 1,7 mln somministrazioni
1.212.212 le prime dosi e 510.066 seconde
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
13 maggio 2021
10:58
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In Puglia è stato superato il tetto di 1,7 milioni di somministrazioni: ad oggi sono state consegnate 1.905.525 dosi di vaccini anti Covid e 1.722.278 sono quelle inoculate. Nel dettaglio, sono 1.212.212 le prime dosi e 510.066 seconde dosi.
La percentuale dei pugliesi che hanno ricevuto almeno una dose è del 30.66%, mentre il 12.9 % ha ricevuto anche la seconda dose.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: un altro giorno senza decessi in Alto Adige
58 i nuovi casi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
13 maggio 2021
11:21
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un’altra giornata senza decessi in Alto Adige. I nuovi casi covid sono 58: 42 analizzando 702 tamponi pcr e 16 su 4.266 test antigenici eseguiti.
In lieve calo i ricoveri: invariati quelli nei normali reparti ospedalieri (25), in terapia intensiva (6), mentre scende di due unità, a 18, il numero dei letti occupati nelle cliniche private. Aumenta invece il numero di altoatesini in quarantena che ieri erano 2.104 e oggi sono 2.259. I nuovi guariti sono invece 42.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gregoretti: attesa per domani la decisione Gup di Catania
Tre ipotesi scuola:processo,non luogo a procedere,altre indagini
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
13 maggio 2021
11:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ attesa per domani la decisione dell’udienza preliminare a Catania sul caso Gregoretti. Il Gup Nunzio Sarpietro, si ritirerà in camera di consiglio e poi dovrebbe leggere, nell’aula bunker di Bicocca, la sua decisione sulla richiesta di rinvio a giudizio per sequestro di persona per l’allora ministro dell’Interno Matteo Salvini per i ritardi nello sbarco, nel luglio del 2019, di 131 migranti dalla nave della Guardia costiera italiana nel porto di Augusta, nel Siracusano.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tre le ipotesi di scuola: un decreto di rinvio a giudizio, con la fissazione della prima udienza dell’eventuale processo, una sentenza di non luogo a procedere o un’ordinanza che dispone un’ulteriore fase istruttoria. Per il ritardo nello sbarco di migranti dalla nave Open Arms, il Gup di Palermo, Lorenzo Jannelli, il 17 aprile scorso ha rinviato a giudizio Salvini, fissando la prima udienza per il prossimo 15 settembre davanti la seconda sezione penale del Tribunale.
La Procura distrettuale di Catania ha ribadito al Gup di emettere una sentenza di non luogo a procedere perché, la sua tesi espressa in aula dal Pm Andrea Bonomo, nello sbarco dei migranti da nave Gregoretti l’allora ministro dell’Interno “non ha violato alcuna convenzione nazionale e internazionale”, le sue scelte sono state “condivise dal governo” e la sua posizione “non integra gli estremi del reato di sequestro di persona” perché “il fatto non sussiste”. Una ricostruzione contestata dalle parti civili che chiedono il processo per Salvini: AccoglieRete, Legambiente. Arci e una famiglia di migranti che era a bordo della Gregoretti. Per il legale di Legambiente, Daniela Ciancimino, l’ex ministro ha “trattenuto illegittimamente a bordo” 131 persone, e deve andare a processo per sequestro di persona anche per le “sofferenze patite dai migranti ammassati su nave Gregoretti”. Per la difesa, rappresentata dall’avvocatessa Giulia Bongiorno, “l’azione penale contro Salvini non doveva neppure iniziare, perché il suo è stato un atto politico insindacabile” perché, ha sostenuto, per il “principio della separazione dei poteri e le decisioni adottate nell’interesse nazionale sono impenetrabili e non possono essere contestate in sede giudiziaria”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Omofobia, Coraggio: ‘Una legge è opportuna’
‘Su Covid lo Stato garantisca unitarietà di azione. La Consulta non può restare inerte sui nuovi diritti’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
10:39
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Non ho studiato il ddl Zan proprio per non essere chiamato a dare un parere concreto sulle norme. Ma sicuramente una qualche normativa è opportuna”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Alla riunione straordinaria della Corte costituzionale, il presidente Giancarlo Coraggio ha toccato anche il tema di una legge sull’omofobia.
Coraggio ha aperto la sua relazione sull’attività del 2020 parlando della reazione dei cittadini e delle istituzioni all’emergenza Covid ed esprimendo “la sentita partecipazione al lutto di quanti hanno sofferto la perdita dei loro cari”. Ad ascoltarlo c’erano il capo dello Stato Sergio Mattarella, i presidenti delle Camere Elisabetta Casellati e Roberto Fico, il premier Mario Draghi e la ministra della Giustizia Marta Cartabia, che è stata la prima donna presidente della Corte costituzionale.
“La pandemia è stata una prova difficile per il nostro Paese, che – ha aggiunto – tuttavia ha dato grande dimostrazione di sé. I cittadini, sfatando luoghi comuni duri a morire, hanno saputo accettare i pesanti ma inevitabili sacrifici dei loro diritti con un senso civico diffuso e consapevole. E anche le istituzioni, pur con un certo affanno delle strutture sanitarie, hanno trovato la forza e la capacità di far fronte a questo evento drammatico e inusitato”.
Anche la Corte costituzionale durante la pandemia non si è mai fermata. “L’ampio ed efficace utilizzo dei sistemi informatici ha consentito la ininterrotta prosecuzione delle udienze e delle camere di consiglio, con la partecipazione da remoto sia dei giudici che delle parti. Un salto di qualità imposto dall’emergenza che ci ha sollecitato a portare avanti con determinazione l’introduzione del processo telematico, nonché ad utilizzare in larga misura strumenti di comunicazione vecchi e nuovi”. Proprio grazie alla piena operatività della Corte, non solo il numero di decisioni è stato “sostanzialmente analogo a quello dell’anno precedente, e in linea con quello degli ultimi cinque”, ma si sono “anche ridotti i tempi di conclusione dei giudizi, scesi, per quelli incidentali, da circa un anno ad otto mesi”. Tutto ciò ha comportato “la riduzione delle stesse pendenze”.
Nella Sanità, servizio nazionale ma a gestione regionale, serve “un esercizio forte, da parte dello Stato, del potere di coordinamento e di correzione delle inefficienze regionali: il suo esercizio inadeguato non solo comporta rischi di disomogeneità, ma può ledere gli stessi livelli essenziali delle prestazioni – ha notato – Il problema si è riproposto con la pandemia, nonostante la competenza esclusiva dello Stato sulla profilassi internazionale che avrebbe dovuto garantire “unitarietà di azione e di disciplina”.
Serve “leale collaborazione” tra Stato e Regioni “nelle materie di interesse comune o in ambiti posti al crocevia di una pluralità di competenze” – ha auspicato il presidente della Corte costituzionale, di fronte a un contenzioso tra Stato e Regioni che resta “ancora elevato”. Un nodo che affonda le sue radici nella revisione del titolo V della Costituzione, “i cui problemi applicativi non si possono dire ancora risolti” e che richiede anche di “apprestare più efficaci meccanismi di prevenzione e risoluzione dei conflitti”.
Sugli ex terroristi che si trovano in Francia, Coraggio ha affermato: “Non si puo istituzionalizzare il diritto alla fuga e di sottrarsi alla pena che è stata irrogata in un processo giusto e corretto condotto da giudici indipendenti. Questi signori devono essere soggetti ai principi della nostra Costitituzione che non è ispirata alla vendetta, ma alla rieducazione”.
Sull’ergastolo ostativo, che impedisce la concessione della liberazione condizionale ai mafiosi se non collaborano, “la Corte ha fatto lo sforzo di bilanciare i valori in gioco: garantire la conservazione dell’istituto della collaborazione che è fondamentale nella lotta alla criminalità organizzata, ma insieme affermare l’improcrastinabile necessità di prevedere un fine pena anche per l’ergastolo. E’ un dovere perché si tratta di rispettare la funzione rieducativa della pena che altrimenti non avrebbe senso”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tra le istituzioni che hanno saputo reagire alla pandemia c’è la scuola, “che, con l’insegnamento a distanza (una soluzione certo emergenziale ma accettata con spirito di sacrificio da docenti e alunni), è stata comunque in grado di assicurare, nei limiti del possibile, la vitale prosecuzione dell’istruzione, anche se si sono purtroppo manifestate gravi diseguaglianze economiche e territoriali”, ha sottolineato Coraggio nella sua relazione sull’attività della Consulta nell’anno passato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Calabria, migliora situazione casi su 100mila abitanti
Gimbe, 700 tra 5-11 maggio.11,3% popolazione finito vaccinazione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
13 maggio 2021
11:27
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ in miglioramento, nella settimana 5-11 maggio, in Calabria, l’indicatore relativo ai “Casi attualmente positivi per 100.000 abitanti”, che sono 700, e in diminuzione i nuovi casi rispetto alla settimana precedente del 15,6%. E’ quanto rileva la Fondazione Gimbe nel monitoraggio settimanale con analisi su andamento dell’epidemia da Covid 19, forniture e somministrazioni vaccini.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Restano sopra la soglia di saturazione i posti letto in area medica occupati da pazienti Covid-19 al 42%.
Sul fronte vaccinale, la percentuale di popolazione che ha effettuato il ciclo completo è pari al 11,3% (Italia 13%) a cui aggiungere un ulteriore 14,4% solo la prima dose (Italia 16,2).
Per gli over80 hanno completato il ciclo il 62,4% (Italia 77%) a cui aggiungere un ulteriore 11,3% solo prima dose (Italia 13%).
Nella fascia di età 70-79 anni ha effettuato il ciclo completo il 18,1% (Italia (18,1%) a cui aggiungere un ulteriore 44,3% con prima dose (Italia 55,9%); nella fascia 60-69 anni ha effettuato il ciclo completo il 14,3% (Italia 12,3%) a cui aggiungere un ulteriore 36% con una dose (Italia 38,2%). La percentuale di dosi somministrate su dosi consegnate per Astrazeneca è pari al 65,6% (Italia 80,7%).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: gen. Figliuolo in visita a strutture vaccini Veneto
A Mestre con autorità e a hub Palaexpo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
13 maggio 2021
11:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il commissario straordinario per la vaccinazione, gen. Francesco Paolo Figliuolo, è giunto stamani a Mestre, prima tappa della visita che compirà in Veneto alle strutture vaccinali.
Dopo avere incontrato le autorità locali presso l’ospedale All’Angelo, Figliuolo è giunto al Pala Expo di Porto Marghera, il più grande hub regionale, che serve il territorio dell’azienda ULSS Serenissima. Figliuolo è accompagnato dal presidente della regione Veneto Luca Zaia e dal capo della protezione civile, Fabrizio Curcio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Altre dosi AstraZeneca al nord: ‘Ne usiamo di più’
Figliuolo: ‘Previsti bilanciamenti tra le Regioni’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
22:44
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Più dosi di AstraZeneca alle Regioni del Nord, dove se ne usano in misura maggiore: è lo sviluppo del piano vaccinale. Il commissario Figliuolo annuncia che sono previsti bilanciamenti fra le Regioni in modo da usare tutte le dosi del vaccino anglosvedese.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel Lazio open day over 40 per Astrazeneca, tutto esaurito in poche ore.
Per le Regioni che rispettano i target previsti dal Piano, e che necessitano di ulteriori dosi oltre a quelle già consegnate in virtù di un alto numero di somministrazioni, è previsto un meccanismo di ‘compensazione’ con l’anticipo di ulteriori dosi. È quanto prevede la struttura commissariale per l’Emergenza Covid. Per la ripartizione viene comunqie rispettata la quota parte spettante a ciascun territorio. Le dosi vengono comunque poi recuperate in seguito dalle altre regioni. A chiedere più dosi, in particolare quelle di Astrazeneca che sono meno utilizzate in alcuni territori, sono Veneto, Lombardia e Piemonte.
Ci saranno ulteriori bilanciamenti sul vaccino di AstraZeneca, con il consenso delle regioni interessate. L’obiettivo è di vaccinare il più possibile senza tenere nulla in magazzino. Tali bilanciamenti saranno provvisori e puntano comunque – in seguito – a un recupero per il mantenimento della distribuzione di vaccini per numero di abitanti. È quanto si apprende dalla struttura commissariale di Francesco Figliuolo. A chiedere ulteriori bilanciamenti erano state alcune regioni, tra cui Veneto, Lombardia e Piemonte.
Per le Regioni che rispettano i target previsti dal Piano, e che necessitano di ulteriori dosi oltre a quelle già consegnate in virtù di un alto numero di somministrazioni, è previsto un meccanismo di ‘compensazione’ con l’anticipo di ulteriori dosi. È quanto prevede la struttura commissariale per l’Emergenza Covid. Per la ripartizione viene comunqie rispettata la quota parte spettante a ciascun territorio. Le dosi vengono comunque poi recuperate in seguito dalle altre regioni. A chiedere più dosi, in particolare quelle di Astrazeneca che sono meno utilizzate in alcuni territori, sono Veneto, Lombardia e Piemonte.
“Maggio è un mese di transizione, a giugno dobbiamo aprire le vaccinazioni ad altre fasce d’età e alle aziende” ha affermato il gen. Francesco Paolo Figliuolo, durante la visita all’hub vaccinale di Marghera (Venezia). “Questo mese – ha proseguito – avremo circa 17 milioni di dosi, siamo con una media di 450 mila dosi somministrate al giorno con punte di oltre 500 mila tra giovedì e venerdì. A giugno dobbiamo aprire ad altre fasce, alle aziende, si faranno test con classi d’età, ‘warm up’ con i medici aziendali per testate la bontà del sistema. Giugno deve essere il mese della svolta per dare la spallata definitiva e lasciarci indietro il periodo peggiore. Dobbiamo arrivare all’immunità di gregge, sono molto confidente che ci arriveremo tempi previsti”, ha concluso.
Per il mese di giugno l’intenzione della struttura commissariale per la vaccinazione è di “dare una sorta di via libera parallela e multipla su tutte le classi di età, e aprire altri hub nelle aziende”, ha aggiunto. Questa programmazione, ha precisato Figliuolo, avverrà “quando avrò la programazione certa dei vaccini in arrivo a giugno, se è coerente con le mie stime da 20 milioni di dosi in su, e una volta che saranno al sicuro gli Over 80, i fragili e gli Over 65”. Il Veneto, ha quindi ricordato, “ha a disposizione altri 65 huib nelle aziende, a livello nazionale sono altri 1.000, ma comunque sono subordinati all’arrivo dei vaccini. Tra il piano vaccini cadenzato e le misure di contenimento decise dal governo, c’è stata una caduta del 50% dell’ospedalizzazione e del 40% nelle terapie intensive. Questi numeri fanno sì che la popolazione abbia fiducia e le classi produttive intercettino – ha concluso – la ripresa economica a livello mondiale”.
Nel Lazio open day over 40 per Astrazeneca, tutto esaurito in poche ore – “Successo straordinario in meno di tre ore sold out a Roma, Frosinone, Latina e Viterbo. La modalità del ticket virtuale ha funzionato e sono rimasti pochi slot all’outlet di Valmontone e Rieti. L’esperienza è da ripetere con un numero di dosi necessariamente maggiore che richiederemo alla struttura commissariale.” Lo comunica in una nota l’assessore alla Sanità e Integrazione sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.
Fedriga, da lunedì in Friuli Venezia Giulia spazio a chiunque si prenoti  – “Da lunedì, se al momento della prenotazione ci saranno spazi liberi nelle agende, noi inseriremo chiunque possa prenotarsi”, anche gli over 40, per i quali le prenotazioni inizieranno quel giorno. “Non possiamo prenderci la responsabilità di rallentare la campagna vaccinale”. Lo ha detto il presidente del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, durante un incontro a Trieste, in merito all’adesione alla campagna vaccinale in regione che in alcuni target non è stata importante. “Il nostro obiettivo sarebbe iniziare le vaccinazioni degli over 40 da giugno, ma se abbiamo le agende libere anticiperemo”.
La Valle d’Aosta chiede la zona gialla – La Valle d’Aosta chiede di essere inserita in ‘zona gialla’ a partire da lunedì prossimo. In tal senso il presidente della Regione, Erik Lavevaz, ha inviato una lettera al ministro della Sanità, Roberto Speranza. Alla base della richiesta ci sono: “l’indice Rt della Valle d’Aosta che è sotto la soglia dell’1 da oltre un mese; l’incidenza dei nuovi casi positivi che è intorno a 150 su 100.000 abitanti; gli indici ospedalieri che sono molto buoni”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, 233 positivi nelle Marche nelle ultime 24 ore
4.925 tamponi, 2.672 nuove diagnosi, positivi/testati 8,7%.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
13 maggio 2021
11:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 233 i positivi rilevati nelle Marche nelle ultime 24 ore tra le 2.672 nuove diagnosi: 91 in provincia di Pesaro Urbino, 46 in provincia di Macerata, 32 in provincia di Ascoli Piceno, 29 in provincia di Fermo, 20 in provincia di Ancona e 15 fuori regione. Secondo il Servizio Sanità della Regione Marche “nelle ultime 24 ore sono stati testati 4.925 tamponi: 2.672 nel percorso nuove diagnosi (di cui 911 nello screening con percorso Antigenico) e 2.253 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari all’8,7%)”.
I 233 positivi comprendono soggetti sintomatici (39), contatti in setting domestico (68), contatti stretti di casi positivi (90), contatti in setting lavorativo (5), contatti in ambiente di vita/socialità (2), contatti in setting assistenziale (1), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (9). Per altri 19 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Sui 911 testa del Percorso Screening Antigenico “sono stati riscontrati 24 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 3%”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: vaccinazione straordinaria personale scuole Trentino
Annuncio dell’assessore Bisesti in Consiglio provinciale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRENTO
13 maggio 2021
12:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata inviata questa mattina dal Dipartimento salute la comunicazione di una seduta di vaccinazione straordinaria per il personale scolastico del Trentino, allo scopo di garantire che le tempistiche della seconda dose non coincidano con l’esame di stato. Lo ha annunciato in Consiglio provinciale l’assessore all’istruzione, Mirko Bisesti, nel corso dell’esame degli ordini del giorno collegati alla manovra finanziaria urgente per soccorrere imprese e famiglie.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: Ok Commissione Senato a risoluzione su lancio Ita
Lega, bene convergenza unanime per la tutela dell’occupazione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
12:16
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Mettere in campo tutte le iniziative necessarie a consentire alla nuova compagnia aerea Ita di iniziare la propria attività entro luglio 2021 e mettere in campo tutti gli strumenti necessari per la salvaguardia della forza lavoro di Alitalia. La risoluzione approvata all’unanimità in Commissione Trasporti impegna il governo in una direzione precisa, una strada che la Lega batte in maniera concreta da tempo.
Siamo soddisfatti per aver trovato una convergenza unanime per la tutela dell’occupazione e il ‘decollo’ in tempi brevi di una nuova compagnia di bandiera fondamentale per l’intera nazione.” Lo dicono in una nota i deputati della Lega e componenti della Commissione Trasporti Edoardo Rixi (co-firmatario della risoluzione) e Federica Zanella.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dl Covid: iniziato in Aula Senato esame
Voto dell’Assemblea previsto in giornata
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
12:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Con la relazione di Gianclaudio Bressa (Autonomie) è iniziato in Aula al Senato l’esame del dl Covid. Il provvedimento ha ottenuto questa mattina il via libera dalla commissione Affari costituzionali del Senato.

Il senatore Lello Ciampolillo del gruppo Misto ha sollevato una questione pregiudiziale che, messa ai voti, è stata respinta. E’ in corso la discussione generale.
Il voto dell’Assemblea di palazzo Madama è atteso in giornata. Il provvedimento che deve essere approvato entro il primo giugno, dovrà poi passare all’esame della Camera.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Turbativa d’asta, divieto dimora per sindaco del Messinese
Sospesa funzionaria, indagati 2 imprenditori e un professionista
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
FALCONE
13 maggio 2021
12:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Divieto di dimora e sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio di responsabile dell’Area Tecnica per la durata di un anno. E’ il provvedimento notificato dai carabinieri al sindaco di Falcone (Me), Carmelo Paratore.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’ordinanza cautelare, emessa dal Gip di Barcellona Pozzo di Gotto, Eugenio Aliquò, prevede anche la sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio di responsabile dell’Area economica e finanziaria, per un anno, di una funzionaria comunale. Applicata la misura interdittiva del divieto di contrattare con la pubblica amministrazione, per lo stesso periodo, a due imprenditori e a un professionista. Sono tutti indagati per turbata libertà degli incanti con l’accusa di avere truccato gare di alcuni appalti. Dalle indagini dei carabinieri, è l’ipotesi della Procura, sarebbe emerso “un complesso meccanismo di turbative d’asta, in cui il sindaco Paratore, con la complicità della funzionaria comunale, favoriva alcune ditte e professionisti a lui più vicini, ai quali erano stati affidati i lavori per il ripascimento del tratto costiero antistante l’abitato del comune di Falcone, opere finanziate per diversi milioni di euro dalla Regione Siciliana”. Gli altri operatori economici che intendevano partecipare ai bandi pubblici, sostiene la Procura, venivano in qualche modo invitati a “farsi da parte”.
Nell’ordinanza, il Gip Aliquò sottolinea “la capacità del Paratore, che era sindaco, responsabile dell’Area tecnica e Rup del procedimento, di influenzare il normale sviluppo dell’azione amministrativa, impedendo che la stessa possa manifestarsi attraverso l’osservanza delle regole dell’imparzialità…”. Per il giudice, inoltre, il sindaco avrebbe cercato di accelerare i tempi di esecuzione dei lavori per ricavarne un consenso tra i cittadini. Indicativa, secondo il Gip, è al proposito, una frase di Paratore a un operatore economico: “devo essere sindaco io, perché se non sono sindaco io, non spenderete neanche una lira qua!!…”. Titolari dell’inchiesta, denominata ‘Movie direction’, sono il procuratore di Barcellona Pozzo di Gotto, Angelo Cavall,o e il sostituto Andrea Apollonio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza San Carlo: gup, Appendino imprudente e negligente
Motivazioni condanna 18 mesi. Per gup approccio fu frettoloso
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
13 maggio 2021
12:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Un approccio frettoloso, imprudente e negligente”. E’ quanto rimprovera il tribunale di Torino alla sindaca Chiara Appendino in relazione ai fatti di Piazza San Carlo.
Lo si legge nelle motivazioni della sentenza con cui la prima cittadina è stata condannata a 18 mesi di reclusione. Il 3 giugno 2017, durante la proiezione su maxi schermo della finale di Champions Juve-Real delle ondate di panico tra la folla provocarono 1.600 feriti e, più tardi, la morte di due donne.
Secondo il gup Maria Francesca Abenavoli, la sindaca ha “commissionato” l’evento in piazza e poi si disinteressata “di tutti gli aspetti operativi”; le scelte dell’amministrazione hanno però consegnato agli organizzatori una “traccia troppo rigida” entro cui lavorare. Ma la responsabilità della sindaca, come si ricava dalla sentenza, deriva anche da un decreto legislativo del 2000 che attribuisce ai primi cittadini funzione di tutela della incolumità pubblica.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Copasir chiede a Draghi ispezione sulla vicenda Renzi-Mancini
La decisione del Comitato risale alla seduta di martedì scorso dopo l’audizione del direttore del Dis Gennaro Vecchione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
09:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Ufficio di presidenza del Copasir ha deciso di chiedere al presidente del Consiglio Mario Draghi l’attivazione di un’inchiesta interna sul caso dell’incontro tra il segretario di Iv Matteo Renzi ed il capocentro del Dis Marco Mancini in un autogrill documentato dalla trasmissione Report.
La decisione del Comitato risale alla seduta di martedì scorso, dopo l’audizione del direttore del Dis Gennaro Vecchione (di cui ieri Draghi ha deliberato la sostituzione con Elisabetta Belloni), dedicata proprio al caso Renzi-Mancini.
Nella prossima seduta il Copasir, fa sapere il presidente Raffaele Volpi, avvierà così la procedura prevista dall’articolo 34 della legge sull’intelligence, che prevede che l’organismo parlamentare, “qualora, sulla base degli elementi acquisiti nell’esercizio delle proprie funzioni, deliberi di procedere all’accertamento della correttezza delle condotte poste in essere da appartenenti o da ex appartenenti agli organismi di informazione e sicurezza, può richiedere al presidente del Consiglio dei Ministri di disporre lo svolgimento di inchieste interne”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ l’Ufficio ispettivo del Dis che può svolgere, “autorizzato dal presidente del Consiglio dei ministri, inchieste interne su specifici episodi e comportamenti verificatisi nell’ambito dei servizi di informazione per la sicurezza”. Le relazioni conclusive delle inchieste interne, prevede sempre la legge, sono trasmesse integralmente al Copasir.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lombardia: 71 mln per la montagna. Salvini,da parole a fatti
Con Dl Sostegni; in arrivo altri 100 in Sostegni Bis
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
12:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In arrivo 700 milioni per la montagna, grazie al Decreto Sostegni in fase di conversione alla Camera, a cui dovrebbero aggiungersene altri 100 con il Decreto Sostegni Bis. lo rende noto la Lega che in una nota esprime grande soddisfazione “per un risultato promesso dal leader Matteo Salvini e diventato realtà anche grazie all’impegno dei ministri a partire dal responsabile del Turismo Massimo Garavaglia”.

“In particolare – prosegue la nota – almeno 71 milioni saranno destinati alla Lombardia. In attesa che i tecnici dei ministeri formalizzino lo stanziamento, l’aspettativa è di 41 milioni per sostenere gli impianti di risalita, più altri 6 per maestri di sci e scuole di sci, più altri 24 milioni per le imprese turistiche danneggiate dai divieti.
“I milioni in arrivo per la montagna – commenta il segretario Matteo Salvini – spiegano una volta di più perché abbiamo deciso di entrare nel governo Draghi. Basta con le complicazioni dei codici Ateco, con i ritardi e con le inefficienze: ora arrivano soldi veri, che si accompagnano alle riaperture fatte con buonsenso. La Lega non molla, per la Lombardia e il resto d’Italia. Dalle parole ai fatti”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giovani: Dadone, orientamento al lavoro anche dopo le medie
“Ne parlerò insieme al ministro dell’Istruzione”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
12:48
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Orientare i ragazzi al mondo del lavoro anche dopo le medie e non soltanto concluse le superiori.
Lo ha annunciato la ministra alle Politiche Giovanili Fabiana Dadone partecipando al Convegno Nazionale “Ci sto? Affare Fatica!” “Una delle più grandi difficoltà che ha ancora oggi questo Paese – ha sottolineato – è quello di riuscire ad orientare i giovani rispetto alle prospettive del mondo del lavoro.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Su questo all’interno del Pnrr , di cui si sente molto parlare ma so che i ragazzi hanno una contezza limitata sui contenuti per cui stiamo provando a fare delle campagne che spieghino a loro in termini chiari e pratici come i finanziamenti riusciranno ad avere un’incidenza sulle proprie vite. E in termini di orientamento ci sono proprio delle progettualità che riguardano uno specifico accompagnamento tra il mondo della scuola e il mondo del lavoro che oggi all’interno del Piano Nazionale è previsto soltanto al termine delle scuole superiori, ma che io invece – ha spiegato Dadone – voglio provare a spostare, e di questo ne parlerò insieme al ministro dell’Istruzione, già al termine delle scuole medie perché anche quella, secondo me, è una fase importante nella quale serve dare un’indicazione, serve presentare nuovi modelli e prospettive per permettere effettivamente ai nostri ragazzi di capire quali siano le nuove professioni, che tipo di attività vogliano svolgere ed avere dei modelli di fronte permette effettivamente di farsi un’idea più chiara di quali possano essere le prospettive del futuro”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Bernini, accordo Malta fallito, bloccare partenze
Serve realismo prima di prevista e prevedibile prossima ondata
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
13:21
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La questione dei flussi migratori deve diventare una questione comunitaria, e questo è l’unico punto su cui c’è un comune sentire tra le forze politiche. Ma ci vuole realismo prima della prevista e prevedibile ondata dei prossimi mesi: la soluzione non può essere il ripristino dell’accordo di Malta, rivendicato impropriamente come un successo perché avrebbe dovuto rendere permanente la relocation tra i Paesi firmatari.
Quell’accordo infatti non ha affatto funzionato, e non lo dice solo Forza Italia, lo dicono i numeri forniti dal portavoce della Commissione europea: dal 2018 sono stati solo 1273 i trasferimenti di richiedenti asilo dall’Italia verso altri Stati membri, più o meno la metà dei migranti sbarcati a Lampedusa nell’ultimo fine settimana”. Lo afferma in la presidente dei senatori di Forza Italia Anna Maria Bernini.
“Dunque per scongiurare un’emergenza ampiamente annunciata bisogna troncare sul nascere il business aberrante dei vecchi e nuovi trafficanti di esseri umani. In attesa di una vera, e improbabile, solidarietà europea non c’è altra strada”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Fontana, speriamo di poter aprire presto ai quarantenni
Il Governatore a Pavia, coi 50enni prenotazioni fino metà giugno
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PAVIA
13 maggio 2021
13:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Con le prenotazioni degli over 50 abbiamo riempito l’agenda delle vaccinazioni sino a metà giugno, ma speriamo presto di poter avviare la campagna vaccinale anche per i 40enni”: a fornire il quadro in Lombardia è stato il presidente della Regione Attilio Fontana, a margine dell’incontro avuto a Pavia con gli amministratori locali e i rappresentanti del mondo economico ed imprenditoriale per illustrare il “Piano Lombardia, interventi per la ripresa economica”.
“La campagna vaccinale sta procedendo bene – ha aggiunto -: stiamo attuando rigorosamente le indicazioni del generale Figliuolo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Attualmente stiamo viaggiando ad una media di 85mila vaccinazioni al giorno, ma potremmo presto superare le 115mila, come è già successo nei giorni scorsi, e puntare alle 140mila.
Tutto dipende dalla disponibilità di vaccini. In Lombardia abbiamo registrato pochissimi casi di rifiuti per l’Astra-Zeneca: io stesso l’ho fatto senza problemi”.
Fontana ha anche ribadito la richiesta delle Regioni al governo “di rivedere i criteri per il calcolo dell’indice Rt sulla circolazione del virus Covid-19, dal quale dipende l’assegnazione dei colori. Con la situazione attuale è più opportuno fare riferimento sull’incidenza dei ricoveri negli ospedali, nelle terapie intensive e negli altri reparti, piuttosto che sui nuovi contagi. Il sistema adottato nella fase espansiva della pandemia, oggi va rivisto”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tesoro: in asta Btp 30 anni tassi sopra il 2%
Colloca 3 mld Btp a 3 anni, tassi allo 0,06%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
14:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Tesoro ha collocato 1,75 miliardi di Btp a 30 anni con un rendimento medio che supera quota 2% (2,06%). In asta anche il titolo a 3 anni, per il quale sono stati collocati 3 miliardi di euro con un rendimento de -0,06% in rialzo rispetto a -0,17% precedente.
Infine sul titolo a 7 anni sono stati collocati 4,5 miliardi con un rendimento dello 0,69%.   ECONOMIA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Copasir chiede a Draghi ispezione su vicenda Renzi-Mancini
Chiesto dall’ufficio di presidenza
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
15:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Ufficio di presidenza del Copasir ha deciso di chiedere al presidente del Consiglio Mario Draghi l’attivazione di un’inchiesta interna sul caso dell’incontro tra il segretario di Iv Matteo Renzi ed il capocentro del Dis Marco Mancini in un autogrill documentato dalla trasmissione Report.
Lo fa sapere il presidente del Comitato, Raffaele Volpi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Fvg, 100 nuovi casi su 8.799 test e tamponi; 8 decessi
Calano isolamenti e ricoveri in reparti ordinari
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PORDENONE
13 maggio 2021
15:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi in Friuli Venezia Giulia su 6.968 tamponi molecolari sono stati rilevati 84 nuovi contagi con una percentuale di positività dell’1,2%. Sono inoltre 1.831 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 16 casi (0,87%).
I decessi registrati sono 5, a cui se ne aggiungono 3 pregressi, i ricoveri nelle terapie intensive sono stabili e pari a 18, mentre si riducono quelli in altri reparti che risultano essere 98. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.
I decessi complessivamente ammontano a 3.760, con la seguente suddivisione territoriale: 803 a Trieste, 1.994 a Udine, 672 a Pordenone e 291 a Gorizia. I totalmente guariti sono 91.037, i clinicamente guariti 5.601, mentre quelli in isolamento oggi scendono a 5.854.
Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 106.368 persone con la seguente suddivisione territoriale: 21.001 a Trieste, 50.481 a Udine, 20.768 a Pordenone, 12.929 a Gorizia e 1.189 da fuori regione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Superbonus motore d’avviamento dell’economia
Confindustria: ‘In due anni impatto di 1% sul Pil’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
16:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo le stime del Centro Studi di Confindustria, l’applicazione del superbonus 110% ” attiverà in due anni 18,5 miliardi di spese con un impatto positivo sul PIL pari a circa l’1%”. Lo afferma il vicepresidente per Credito, Finanza, Fisco di Confindustria, Emanuele Orsini, in audizione alla Camera.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Superbonus 110%, spiega, “è come il motorino di avviamento delle autovetture, prima mettiamo in moto, prima l’economia riparte”. È in grado di “rimettere in moto l’intera filiera delle costruzioni”, riqualificare il patrimonio immobiliare, aiuta a raggiungere gli obiettivi climatici e “prevenire i danni causati da eventi sismici”.
La proroga del superbonus “almeno fino al 31 dicembre 2023” e la semplificazione burocratica e normativa vanno affrontati “con urgenza nel primo provvedimento utile “.
“Accanto alla proroga – spiega Orsini – è necessaria l’adozione urgente di alcuni correttivi che consentano alla misura di liberarne tutto il potenziale” e per questo si aspetta che le risorse, 22,26 miliardi già allocati dal governo, “siano incrementate il prima possibile”.
In particolare, sostiene Confindustria, “occorre rimuovere i diversi ostacoli burocratici e normativi” e “trovare un bilanciamento tra i requisiti necessari a tutelare l’interesse erariale e l’accesso e l’utilizzo dell’incentivo”. Secondo alcune indagini condotte a fine 2020, “una famiglia su tre, seppur interessata all’agevolazione, si dichiara intenzionata a rinunciarvi, in ragione della sua complessità”.
Secondo Confindustria, tra le criticità, non si può lasciare “fuori gli immobili delle imprese (si pensi ad un hotel, o un edificio amministrativo nel centro di una città”. Infine, l’incertezza sui tempi “porta alla conseguenza per cui alcune banche preferiscono non impegnarsi nell’acquisto di crediti relativi a lavori da completare o, addirittura, eseguire nel 2022”, interrompendo iter già avviati. E poi un richiamo sui processi di rafforzamento del sistema creditizio che “non debbano in alcun modo pregiudicare il legame con i territori e la capacità di servizio all’imprese”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
M5s, Crimi ‘diffida’ Rousseau
Il reggente intima l’associazione a consegnare i dati al Movimento entro 5 giorni. La mossa potrebbe essere propedeutica alla richiesta di intervento del Garante della Privacy
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
15:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il reggente del M5s Vito Crimi ha inviato al presidente di Rousseau, Davide Casaleggio, una diffida per ottenere la consegna dei dati degli iscritti. Nell’atto, anticipato dal Fatto Quotidiano, si intima l’associazione ad “astenersi da qualsiasi trattamento dei dati degli iscritti, che non sia finalizzato alla consegna dei medesimi dati al Movimento entro 5 giorni”.
La diffida, secondo l’opinione di esperti, dovrebbe essere uno degli atti propedeutici alla richiesta di intervento del Garante della Privacy.
Non a caso, infatti, nell’atto si diffida Rousseau dal compiere “qualsiasi trattamento dei dati”. Dopo questa mossa, quindi, se il Garante dovesse ritenere il reggente del Movimento titolato ad agire per conto del M5s, potrebbe decidere di intervenire. Ieri il presidente di Rousseau, Davide Casaleggio, parlando della richiesta di consegna dei dati da parte del curatore legale aveva affermato che “la proprietà dei dati è sempre in carico al singolo iscritto che deve essere coinvolto. Solo con il consenso degli iscritti si potrà fare quello che è necessario fare”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Milano: Albertini, candidatura? Ci penso fino a sabato
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 maggio 2021
16:20
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Si prenderà fino a sabato per una riflessione Gabriele Albertini prima di confermare o meno il rifiuto a candidarsi a sindaco di Milano per il centrodestra, spiegato in una lettera aperta pubblicata da Libero. “Farò coincidere la chiusura definitiva della mia riflessione con il 15 maggio, sabato, che – ha spiegato al Giorno – è l’anniversario del mio primo giuramento da sindaco davanti al prefetto”.
“Adesso – ha aggiunto – il quadro è completo, non ci sono più equivoci, l’appoggio del centrodestra nei miei confronti è pubblico.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ma le mie motivazioni non sono cambiate e quanto ho scritto nella lettera non è strumentale. Comunque mi prendo qualche altra ora di riflessione, fino a sabato”. E intanto oggi dovrebbe parlare con la leader di FdI Giorgia Meloni. “Ieri mi ha cercato con insistenza, ma ero fuori Milano per una questione di lavoro e non siamo riusciti a sentiti. Credo che lo faremo oggi”, ha spiegato.
Albertini continua a spiegare che le ragioni per il suo no restano. Qualcuno ha pensato che “sia un Macchiavelli e che le mie mosse siano fatte per indurre i leader del centrodestra a convergere sulla mia candidatura. E che mia moglie Giovanna, e io con lei, sia solo un ‘instrumentum regni’. Ma non è così. Io in quella lettera ho scritto la verità”.
Certo, sulla carta l’ex sindaco è il candidato più forte contro Sala, seguito dal “più malleabile” Maurizio Lupi. E poi Riccardo Ruggiero che “ha un curriculum ragguardevole ma a livello di notorietà pochi lo conoscono. Però ha un vantaggio: pare che lui invece che chiedere sia disposto a mettere capitali nella campagna elettorale”. Che voglia fare il sindaco o meno, Albertini ha un’idea chiara sulla sua giunta dove chiamerebbe gli “assessori intelligenti” che lo accompagnarono nella sua prima avventura da sindaco: Paolo Del Debbio, Luigi Casero e Sergio Scalpelli ma anche giovani come Giulio Gallera, ha sottolineato. Oltre, ovviamente al suo storico vicesindaco, Riccardo De Corato (Fdi). Senza dimenticare una stoccata a Giuseppe Sala, che ha detto che mai farebbe il vicesindaco in una giunta con la Carroccio “ma – ha ricordato – ha fatto il direttore generale di un’amministrazione comunale che vedeva la Lega nella maggioranza”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Letta, la giustizia va riformata ma senza referendum
Per il segretario del Pd ‘sono inconcepibili gli scandali del Csm. L’attuale forma di autogoverno della magistratura ha fallito’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
16:33
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’immagine uscita dalle ultime scandalose notizie sulle vicende del Csm è uno stimolo in più per fare le riforme a partire da quella del Csm. Siamo per cambiare le forme di autogoverno della magistratura, che hanno fallito, siamo per garantire e difendere l’indipedenza della magistratura ma indipendenza e attuali forme dell’autogoverno non sono la stessa cosa, perché le attuali forme di autogoverno con gli scandali del Csm sono inconcepibili”.
Lo ha detto il segretario Pd, Enrico Letta, durante l’incontro in streaming ‘Le proposte Pd sulla giustizia’.
“Non crediamo in questa fase ad altre forme e modalità di riforma” della giustizia, ha aggiunto Letta, secondo cui “l’idea di buttare la palla in calcio d’angolo facendo altri, ennesimi referendum” non va bene, visto che questi “temi hanno bisogno di risposte entro questa estate, se non vogliamo bloccare il processo del Recovery. Ecco perché – ha proseguito – il Pd si schiera convintamente con Draghi e Cartabia. Facciamo oggi le riforme, facciamole tutte insieme, ci mettiamo al lavoro con spirito non di parte”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tre studenti adolescenti su 4 pronti a vaccinarsi
Skuola.net: ‘Soltanto il 6,7% dirà no quando sarà il momento’
a
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
16:33
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccinare gli studenti adolescenti dai 12 ai 15 anni in concomitanza con l’inizio del nuovo anno scolastico o forse anche prima. L’Italia prova l’accelerazione sul piano vaccinale con l’obiettivo di rendere sicura la scuola e tre studenti su 4 si dicono favorevoli.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo una ricerca effettuata dal sito specializzato Skuola.net assieme al dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive dell’Università “Sapienza” di Roma – su un campione di 5.313 ragazzi tra gli 11 e i 30 anni – circa il 75% si dichiara a favore del vaccino anti-Covid. Tra i restanti, comunque, il 10,1% al momento propende per il ‘no’ ma non esclude che, in futuro, potrebbe cambiare idea, e l’8,7% dice di non essersi ancora fatto un’opinione a riguardo. Alla fine, dunque, appena il 6,7% mostra l’assoluta intenzione di non sottoporsi al vaccino.
Presto, dunque, così come sta avvenendo negli Stati Uniti, i nostri ragazzi più giovani potrebbero beneficiare del vaccino di Pfizer-BioNTech, che ha superato tutti gli esami preparatori alla somministrazione di massa anche per i minorenni. Anche se manca ancora l’ok dell’Ema, l’Agenzia europea del farmaco.
La principale motivazione della disponibilità dei giovani a sottoporsi alla vaccinazione è la consapevolezza della gravità della situazione (38%), che in molti casi hanno potuto toccare con mano attraverso le vicende di familiari e conoscenti. Subito dopo viene la percezione che i benefici prodotti dai vari vaccini sin qui autorizzati superino di gran lunga i rischi (23%). Parecchi, però, lo farebbero soprattutto per avere una garanzia in più che i propri cari non si ammalino di Covid-19: a dirlo è il 21,5% dei favorevoli.
Interessante anche la tempistica con cui i giovani vorrebbero vaccinarsi. Poco meno della metà (47,9%) si candiderebbe non appena finita la fase di protezione delle persone più ‘fragili’, considerata prioritaria. Ma poco più di un terzo (35,7%) non aspetterebbe così a lungo e sarebbe pronto a farlo il prima possibile.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Amministrative: Boccia, Pd con M5s a Napoli e Bologna
Dove si può c’è alleanza, è alternativa a centrodestra
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
16:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Dove si può l’alleanza con i 5 stelle viene costruita, sapendo che è l’alternativa al centrodestra. Andremo uniti a Napoli, a Bologna, a Varese.
Le alleanze non si fanno in provetta. L’alleanza fra centrosinistra 5 Stelle dove si può si fa e dove non si può al ballottaggio convergeremo, dove è possibile”. Lo ha detto il deputato Francesco Boccia, responsabile enti locali nella segreteria Pd, in una intervista a Radio Immagina.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi riceve a P.Chigi presidente argentino Fernandez
Nella sede del governo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
16:54
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha ricevuto a Palazzo Chigi il presidente della Repubblica Argentina, Alberto Fernandez.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Camera: lunedì visita del Presidente Fico a Vienna
Incontro con l’omologo Wolfgang Sobotka.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
16:57
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico, si recherà a Vienna lunedì 17 maggio per una visita ufficiale. La mattina alle 10 in programma la visita al Consiglio nazionale austriaco e l’incontro con l’omologo Wolfgang Sobotka.
Alle 13 bilaterale con Christian Buchmann, Presidente del Consiglio federale dell’Austria.
Nel pomeriggio il Presidente Fico si recherà invece nella sede dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica, dove incontrerà il direttore generale Rafael Grossi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giustizia: Letta, inconcepibili scandali Csm, ora riforma
Incontro in streaming ‘Le proposte Pd sulla giustizia’.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
3 maggio 2021
16:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’immagine uscita dalle ultime scandalose notizie sulle vicende del Csm è uno stimolo in più per fare le riforme a partire da quella del Csm. Siamo per cambiare le forme di autogoverno della magistratura, che hanno fallito, siamo per garantire e difendere l’indipedenza della magistratura ma indipendenza e attuali forme dell’autogoverno non sono la stessa cosa, perché le attuali forme di autogoverno con gli scandali del Csm sono inconcepibili”.
Lo ha detto il segretario Pd, Enrico Letta, durante l’incontro in streaming ‘Le proposte Pd sulla giustizia’.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dl Covid: Lega, bene impegno Governo a riaprire cerimonie
Grazie a nostro ordine del giorno al Decreto Covid c’è l’impegno
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
17:03
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ottima notizia l’ok del Governo alla proposta della Lega per stabilire un protocollo di riapertura in sicurezza delle cerimonie, che risponde alle richieste di decine di migliaia di aziende e di tantissime coppie e famiglie. Grazie al nostro ordine del giorno al Decreto Covid c’è l’impegno dell’esecutivo ad adottare linee guida che garantiscano lo svolgimento in sicurezza degli eventi.

Un’iniziativa fortemente caldeggiata dalla Lega ed in continuità con le riaperture già stabilite per le visite nelle Rsa.
Positiva la convergenza su questo ordine del giorno da parte delle altre forze politiche di maggioranza, che hanno deciso di sottoscrivere il nostro testo. Siamo orgogliosi che le nostre indicazioni siano determinanti per indirizzare le scelte del Governo, sul quale non avremmo potuto di certo incidere stando all’opposizione”. Lo dichiarano in una nota i senatori della Lega Luca Briziarelli, Maurizio Campari, Gianfranco Rufa, Emanuele Pellegrini, William De Vecchis e Pasquale Pepe firmatari dell’ordine del giorno 1.3 testo 2.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ruby ter, pianista di Arcore condannato a due anni
“Non fatemi parlare altrimenti mi fanno un altro processo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
SIENA
13 maggio 2021
17:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il tribunale di Siena ha condannato a due anni di reclusione per falsa testimonianza Danilo Mariani, il pianista senese di Arcore, nell’ambito del processo Ruby ter. Lo stesso tribunale oggi aveva stralciato la posizione di Mariani per l’accusa di falsa testimonianza, rinviando al 21 ottobre il processo per corruzione che lo vede vede imputato insieme a Silvio Berlusconi.
“Non fatemi parlare altrimenti mi fanno un altro processo”.
Lo ha detto, subito dopo la lettura della sentenza del tribunale di Siena che lo ha condannato oggi a due anni di reclusione per falsa testimonianza, pena sospesa, Danilo Mariani, il pianista senese di Arcore, imputato al processo Ruby ter a Siena.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sostegni bis: verso un contratto di rioccupazione
Sgravi al 100% per rientro dopo cig a settori commercio-turismo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
17:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel decreto Sostegni bis si va verso la definizione di un “contratto di rioccupazione” da applicare a tutti i settori: un contratto a tempo indeterminato che, a quanto si apprende, sarà legato alla formazione e ad un periodo di prova, massimo di sei mesi, con sgravi contributivi al 100% che andranno restituiti nel caso in cui il lavoratore non venga poi assunto. Sgravi che si cumulano agli altri già a disposizione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La norma, proposta dal ministro del Lavoro Andrea Orlando, punta a a mettere in moto un sistema che favorisca la ripartenza e un’alternativa ai licenziamenti (il primo blocco scadrà il 30 giugno).
Inoltre, per i settori del commercio e del turismo, tra i più colpiti dagli effetti della pandemia, il decreto dovrebbe prevedere un esonero contributivo al 100% per i dipendenti che vengono riconfermati dopo il blocco dei licenziamenti e la fine della cassa Covid a ottobre, per mantenere i livelli occupazionali. Con questo stesso obiettivo, le aziende che registrano un calo del 50% di fatturato potranno stipulare un contratto di solidarietà con la retribuzione al 70% ma dovranno impegnarsi, nell’accordo, al mantenimento dei livelli occupazionali. Per i contratti di espansione, invece, si va verso l’abbassamento della soglia a 100 dipendenti sia per lo scivolo verso l’uscita che per la riduzione dell’orario di lavoro, nella logica – sempre a quanto si apprende – di premiare le aziende che assumono e sostenere così la staffetta generazionale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Rinvio ad agosto contributi per artigiani e commercianti
Lo annuncia l’Inps
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
17:16
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Inps conferma il differimento al 20 agosto 2021 del pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali con scadenza originaria 17 maggio 2021 per i lavoratori iscritti alle gestioni autonome speciali INPS degli artigiani e degli esercenti attività commerciali. Lo si apprende da una nota Inps.

Con il nulla osta del Ministero del Lavoro giunto ieri, infatti, viene autorizzato lo slittamento quale misura per attenuare gli effetti negativi causati dal prolungarsi dell’emergenza epidemiologica Covid 19 e favorire la ripresa.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giustizia: Letta, riforme subito, i referendum ritardano
Questi temi hanno bisogno di risposte entro questa estate
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
17:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Non crediamo in questa fase ad altre forme e modalità di riforma” della giustizia. “L’idea di buttare la palla in calcio d’angolo facendo altri, ennesimi referendum” non va bene, visto che questi “temi hanno bisogno di risposte entro questa estate, se non vogliamo bloccare il processo del recovery.
Ecco perché il Pd si schiera convintamente con Draghi e Cartabia. Facciamo oggi le riforme, facciamole tutte insieme, ci mettiamo al lavoro con spirito non di parte”. Lo ha detto il segretario Pd, Enrico Letta, durante l’incontro in streaming ‘Le proposte Pd sulla giustizia’.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: D’Incà,maggioranza sfilacciata,intervengano leader
Costruire percorso dialogo governo-Camere per evitare palude
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
17:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Percepisco uno sfilacciamento all’interno della maggioranza, ma non bisogna utilizzare temi come quello delle riaperture per piantare bandierine e cercare visibilità. Vedo delle tensioni nei partiti della maggioranza che si riverberano sulle attività parlamentari e sul rapporto tra le singole forze politiche.
Credo sia corretto pensare a un coinvolgimento dei leader politici che sono chiamati a una prova di grande responsabilità facendosi carico della situazione del nostro Paese e andando oltre i sondaggi”. Lo dice il ministro ai Rapporti con il Parlamento Federico D’Incà, in un’intervista ad Huffington post.
“Interpreto le sollecitazioni del presidente” Mattarella “come un richiamo a tutti i partiti a concentrarsi sulle azioni che ci vedranno impegnati nei prossimi mesi”, dice D’Incà commentando quanto emerso ieri dopo un incontro del capo dello Stato con i presidenti delle Camere. “Serve una piena condivisione di un percorso di iniziativa governativa e parlamentare per la messa a terra del Pnrr. Non possiamo permetterci di sbagliare o sarà la storia a giudicarci, non i sondaggi”, aggiunge.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gregoretti: Salvini su twitter, merito il processo?
Domani a Catania il leader della Lega di nuovo in tribunale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
17:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Domattina a Catania si decide: secondo voi, merito un processo per “sequestro di persona” (fino a 15 anni di carcere) per aver difeso i confini dell’Italia dagli sbarchi e aver svegliato l’Europa?”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini su twitter.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Harry’s Bar ha 90 anni, festa con serranda chiusa
Non ha plateatico esterno. Cipriani ‘ci permettano di riaprire’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
13 maggio 2021
18:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il tavolo su cui Hemingway finì di scrivere “Di là dal fiume e tra gli alberi” è vuoto, mentre davanti alla serranda abbassata all’imbocco di Calle Vallaresso sfila distratto qualche turista. Non è così che Arrigo Cipriano aveva immaginato di festeggiare oggi a Venezia il novantesimo compleanno del suo Harry’s Bar.
Ma le regole del Covid non fanno sconti a nessuno, neppure ad un locale dichiarato nel 2001 patrimonio nazionale dal ministero dei Beni culturali. E così a Cipriani, 89 anni, non è rimasto che festeggiare fuori dal locale, chiuso perchè senza plateatico e servizio mensa.
“Aspetto che il Presidente del Consiglio Draghi stanzi con questo governo i fondi per rimborsarci almeno di una parte dei danni economici che ci ha causato la pandemia – spiega Cipriani – ma la cosa più bella sarebbe quella di permetterci di riaprire tra una decina di giorni. Al resto ci pensiamo noi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Sardegna, sui vaccini si accelera
In arrivo 380mila dosi e da domani operativo portale delle Poste
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
13 maggio 2021
18:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mentre la curva dei contagi resta in discesa e la Sardegna si appresta a tornare in zona gialla da lunedì, l’obiettivo della Regione è dare un’accelerata decisiva nella campagna vaccinale.
Nella giornata di ieri sono state somministrate circa 13.700 dosi, dopo due giorni di rallentamento; oggi l’annuncio dell’arrivo di oltre 380mila dosi di vaccino Pfizer entro il 3 giugno e il via alle prenotazioni, da domani, con il portale delle Poste.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo il report quotidiano del Governo si è passati dalle 612.722 inoculazioni di martedì alle 626.458 di ieri, cioè il 77,5% delle 808.440 dosi consegnate dalla struttura commissariale. La Sardegna, come conferma anche la Fondazione Gimbe nel suo monitoraggio settimanale, si avvicina così alla soglia del 40% della popolazione residente che ha avuto almeno una dose (il 38,42%), mentre si arriva all’11,2% per chi ha completato il ciclo vaccinale.
E dalle 12 di domani anche nell’Isola sarà possibile richiedere la vaccinazione anti-Covid attraverso il sistema di prenotazione realizzato da Poste Italiane. Tre le modalità che saranno immediatamente a disposizione dei cittadini: il portale online dedicato, accessibile all’indirizzo ‘prenotazioni.vaccinicovid.gov.it’; il call-center, attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20 al numero verde 800.00.99.66; gli sportelli automatici (Atm) presso gli uffici postali. A partire dal 18 maggio sarà anche possibile effettuare la prenotazione tramite i portalettere.
Intanto nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 72 nuovi contagi (ieri erano 96) a seguito di 4.677 tamponi eseguiti (1.234.462 il totale), per un tasso di positività che scende dall’1,9% all’1,5%. Complessivamente salgono a 55.933 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza.
Si registra un solo nuovo decesso (1.428 in tutto). Sono, invece, 241 (-13) le persone attualmente ricoverate in ospedale in reparti non intensivi, 39 (+1) i pazienti in terapia intensiva.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A rischio default i servizi di 1400 Comuni
Coraggio: ‘Evitare il dissesto, ma con soldi veri’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
19:01
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono 1400 i Comuni che rischiano il default. Se saltano i bilanci, saltano anche i servizi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tagliare spese vuol dire spegnere luci, non raccogliere i rifiuti, chiudere asili”. Così, il presidente dell’Anci Antonio Decaro in riferimento ad una recente sentenza della Consulta che ha cancellato la possibilità di restituire in 30 anni anticipazioni di liquidità concesse per pagare i debiti commerciali. “A 1400 Comuni che stavano spalmando il debito non si può dire di restituirlo in 3 o 4 anni – continua -. Entro maggio dobbiamo approvare i bilanci. So che il ministero dell’Economia se ne sta occupando. Bisogna fare presto”.
“Evitare il dissesto dei Comuni, che non sempre è causato da spese folli ma dalla difficoltà di far fronte a giuste preteste dei cittadini, è un compito primario che lo Stato deve assolvere. Il problema è come farlo. Era stato fatto in modo sbagliato, perchè autorizzava la prosecuzione di una gestione inadeguata – non si può continuare a fare debiti sulle spese correnti – e scaricava sulle generazioni future”. Così il presidente della Corte Costituzionale Giancarlo Coraggio.
“Si faccia con soldi veri o con interventi seri che non creino problemi”, ha aggiunto Coraggio ribadendo il “rispetto assoluto” per il ruolo dei sindaci. Rispondendo, durante la conferenza stampa, alla domanda di un giornalista sulla sentenza della Consulta che ha bocciato la possibilità per i Comuni di restituire alcune anticipazioni di liquidità in 30 anni, Coraggio ha spiegato: “E’ una sentenza abbastanza complessa, la seconda che pronunciamo in questo campo. E forse non è risultata del tutto evidente una cosa – ha aggiunto il presidente della Corte Costituzionale – ovvero sembra quasi che abbiamo voluto colpire i Comuni o che non apprezziamo in modo adeguato il ruolo dei sindaci. Non è cosi. Noi siamo consapevoli che i sindaci sono in prima linea nel nostro sistema istituzionale, sono loro che hanno i contatti primi e più forti con i cittadini. Massimo rispetto della Corte per loro. Se c’è un mestiere difficile e essenziale, è quello dei sindaci”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio vede Kerry, Italia-Usa leader transizione ecologica
Incontro alla Farnesina
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
19:07
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo in un momento storico fondamentale per la salvaguardia del pianeta, Italia e Usa sono chiamati ad esercitare un ruolo di leadership per convincere i nostri partner che la transizione energetica e la lotta per la salvaguardia del pianeta sono un vantaggio e una grande opportunità per tutta la Comunità internazionale”. Lo dice Luigi Di Maio a margine dell’incontro alla Farnesina con l’inviato Usa per il clima John Kerry.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Alcol, impennata del 250% del consumo a casa
Aperitivi digitali e home delivery hanno cambiato modo di bere
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
20:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’approvvigionamento delle bevande alcoliche non ha conosciuto pause nel periodo del lockdown”. Anzi, “il mercato ha rafforzato nuovi canali alternativi e anche meno controllati relativamente al divieto di vendita a minori”, cambiando anche “le abitudini degli italiani”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tanto che gli acquisti su canali online di e-commerce, per il settore delle bevande alcoliche “si stima abbiano conosciuto un’impennata nel 2020 tra il 181 e il 250% nell’home delivery, con un aumento dei consumi domestici registrati”. E’ quanto emerge dai nuovi dati relativi al consumo di alcol durante la pandemia Covid, diffusi all’Istituto Superiore di Sanità.
L’isolamento, spiega l’Iss, ha portato a “un incremento di consumo incontrollato, anche favorito da aperitivi digitali sulle chat e sui social network, spesso in compensazione della tensione conseguente all’isolamento, alle problematiche economiche, lavorative, relazionali e dei timori diffusi nella popolazione resa sicuramente più fragile dalla pandemia”. D’altro canto, i servizi di alcologia e i dipartimenti per le dipendenze e di salute mentale, a causa delle chiusure obbligate, precisa l’Iss, “hanno registrato una crescita di difficile gestione prima, durante e dopo i lockdown per la scarsità delle risorse a disposizione, per la quantità di richieste inevase a causa delle restrizioni anti-Covid-19 e per l’impreparazione relativa a soluzioni digitali, solo tardivamente introdotte”.
Sono stati 3,8 milioni, nel 2019, i binge drinker che hanno avuto almeno un’abbuffata alcolica, tra i quali anche 830.000 giovanissimi 11-25enni. Mentre “nel corso del 2020 si è registrato un incremento al 23,6 % per i maschi e al 9,7% per le femmine di coloro che consumano alcol a rischio”. E’ quanto evidenziano i dati diffusi dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss) in vista dell’Alchool Prevention Day che si celebra domani, Relativamente al 2020, secondo un dato dell’analisi preliminare per l’anno del lockdown, “a preoccupare in particolar modo è l’aumento delle giovani consumatrici a rischio, le 14-17enni, che superano per numerosità, per la prima volta, i loro coetanei maschi”. E questo in un quadro complessivo d’incremento del consumo sbagliato di alcol tra le donne di tutte le età e di un incremento tra gli uomini nella fascia 35-60 anni. I dati pre-Covid, invece, a cui si riferisce il nuovo Rapporto Istisan e la Relazione annuale del Ministro della Salute trasmessa a maggio 2021 al Parlamento, evidenziano che nel 2019 in Italia sono stati più di 36 milioni coloro che hanno consumato alcolici, pari al 77,8% degli italiani sopra gli 11 anni e al 56,5% delle italiane, per le quali si conferma un trend in crescita dal 2014. Le fasce di popolazione con consumatori più a rischio è, per entrambi i generi, quella dei 750.000 minorenni, prevalentemente 16-17enni, seguita da oltre 2,7 milioni di anziani ultra-65enni. Mentre nel 2019, sono state circa 8,2 milioni le persone che hanno fatto quotidianamente un consumo rischioso, in leggero calo rispetto al 2018. “Alla luce dei dati riportati”, conclude Emanuele Scafato, direttore del Centro Oms per la ricerca sull’alcol e dell’Osservatorio Nazionale Alcol dell’Iss, “il day after della pandemia deve potersi connotare per attivazione di risorse e strategie che mirino all’era post Covid-19 con nuovi modelli d’intercettazione dei rischi da alcol, favorendo la formazione del personale sanitario e attivando nuove strategie di prevenzione, anche attraverso un rinnovato Piano Nazionale Alcol”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scudo penale per medici, punibili solo per colpa grave
Tre fattori la escludono. Norma fino a fine stato emergenza Covid
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
22:07
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato approvato il decreto Covid, all’esame del Senato in prima lettura. Il provvedimento ha avuto 144 voti favorevoli, 25 contrari e 3 astensioni e dovrà passare alla Camera per l’ok alla conversione in legge (c’è tempo fino al primo giugno).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tra le novità introdotte, il cosiddetto ‘scudo penale’ a medici e personale sanitario in servizio per l’emergenza Covid. Di conseguenza, i reati di omicidio colposo e lesioni personali colpose compiuti da quelle categorie “sono punibili solo nei casi di colpa grave”.

Punibili penalmente solo per “colpa grave”, ma nel definire il grado di gravità della responsabilità del professionista il giudice dovrà tener conto in particolare di tre fattori legati alla straordinarietà dell’emergenza pandemica. A prevedere una maggiore tutela per medici, infermieri e personale sanitario in prima linea contro l’epidemia da nuovo coronavirus è il cosiddetto scudo penale, introdotto con un emendamento al decreto Covid, approvato dall’aula del Senato e che passa ora alla Camera.
L’emendamento prevede che i reati di omicidio colposo e lesioni personali colpose compiuti nell’esercizio di una professione sanitaria e legati alla situazione di emergenza Covid, sono dunque punibili solo “nei casi di colpa grave” e ai fini della valutazione del grado della colpa, è previsto che il giudice tenga conto di alcuni fattori che possono escludere la gravità. In particolare, dovrà considerare, tra le altre, tre condizioni: la “limitatezza delle conoscenze scientifiche al momento del fatto sulle patologie da SarsCoV2 e delle terapie appropriate”, la “scarsità delle risorse umane e materiali concretamente disponibili in relazione al numero dei casi da trattare” e “il minor grado di esperienza e conoscenze tecniche possedute dal personale non specializzato, impiegato per far fronte all’emergenza”. Soddisfatto il presidente della Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo) Filippo Anelli, secondo il quale la norma è “una prima importante risposta ai bisogni della classe medica ed un omaggio – afferma – ai colleghi deceduti, che si sono spesi per la comunità pur sapendo di operare quasi in condizioni di guerra”.
Lo scudo, sottolinea, che “varrà fino alla fine dello stato di emergenza Covid fissata al 31 luglio, rappresenta una garanzia per medici e professionisti sanitari, che potranno ora operare con maggiore serenità”. Altro elemento importante, spiega, è che lo scudo penale “non riguarda solo l’atto della vaccinazione anti-Covid, come inizialmente previsto, ma è esteso a tutti i trattamenti che il medico effettua in relazione all’infezione Covid-19”. Sul piano civile, precisa inoltre Anelli, “non si nega il risarcimento al soggetto leso, perchè questa norma riguarda esclusivamente l’aspetto penale”. In questi mesi, varie sono state le cause aperte nei confronti di medici, con avvii di procedimenti che ora, però, rileva, “dovranno essere valutati diversamente proprio alla luce di questo provvedimento”. Lo scudo penale è un grande passo avanti anche per il maggiore sindacato dei medici ospedalieri, l’Anaao-Assomed, che dallo scorso anno ne chiede l’istituzione. Soprattutto nei primi mesi della pandemia, osserva il segretario nazionale Carlo Palermo, “degli errori sono ovviamente stati commessi, ma non per responsabilità dei medici. Eravamo infatti di fronte ad un virus sconosciuto, con cui si aveva a che fare per la prima volta”.
Ora, nel valutare la punibilità penale, “si dovranno considerare appunto vari fattori, tra i quali proprio le conoscenze disponibili sul virus al momento del fatto. I medici avranno dunque una maggiore tranquillità nello svolgere il proprio lavoro”. Lo scudo, osserva inoltre la Federazione degli ordini dei farmacisti italiani (Fofi), “non costituisce un salvacondotto, ma inserisce stabilmente tra gli elementi necessari alla valutazione delle responsabilità del professionista anche le condizioni, spesso estreme, in cui i professionisti della sanità si sono trovati e si trovano a operare in questa terribile emergenza sanitaria”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pd: Orlando, alleanza con M5s? Non è finita, ma è complicata
‘Credo sia anche una opportunità per cambiare noi stessi e i 5s’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
09:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’alleanza col M5s del Partito democratico è “complicata”, e “questo lo sapevamo, l’abbiamo sperimentato nelle scorse elezioni regionali. Non credo che sia finita, credo che sia una strada obbligata, e credo che sia anche una opportunità, nel senso che, perché vada avanti, bisogna cambiare noi stessi e cambiare i 5s.
È una prova che dobbiamo riuscire a superare, mettendo in evidenza i limiti, ma anche cercando anche di far leva sulle energie che può mettere in campo questa alleanza”. A dirlo il ministro del Lavoro Andrea Orlando, intervistato stamani su Radio24.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mo: Letta, Israele si fermi a legittima difesa
Soluzione resta due popoli e due stati
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
09:16
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Chiediamo a Israele di fermarsi alla legittima difesa e di non andare oltre, l’escalation sarebbe buttare benzina sul fuoco e chiediamo all’Italia di farsi interprete affinché l’Ue sia protagonista e gli Usa facciano la loro parte, portando una voce di pace. Noi continuiamo a ritenere la soluzione di due popoli e due stati e una pace legittima per i due stati sia l’unica soluzione”.
Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, alla direzione nazionale del partito.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi, Stato investa su donne e possibilità avere figli
Consapevolezza che averne non è antitetico a emancipazione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
09:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La consapevolezza dell’importanza di avere figli è un prodotto del miglioramento della condizione della donna, e non antitetico alla sua emancipazione. Lo Stato deve dunque accompagnare questa nuova consapevolezza.
Continuare ad investire sul miglioramento delle condizioni femminili. E mettere la società – donne e uomini – in grado di avere figli”.
Lo dice il premier Mario Draghi agli Stati generali della natalità.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gregoretti: Gup, non luogo a procedere per Salvini. Prosciolto perché “il fatto non sussiste”
Sentenza emessa a Catania, accolte le richieste di Pm e difesa
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
15 maggio 2021
09:47
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sentenza di non luogo a procedere nei confronti di Matteo Salvini, che era imputato con l’accusa di sequestro di persona. E’ la decisione del Gup di Catania, Nunzio Sarpietro, letta nell’aula bunker del carcere di Bicocca, a conclusione dell’udienza preliminare per il caso Gregoretti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Al centro del procedimento nei confronti dell’allora ministro dell’Interno i ritardi nello sbarco, nel luglio del 2019, di 131 migranti dalla nave della Guardia costiera italiana nel porto di Augusta, nel Siracusano.
“Il fatto non sussiste”. E’ la motivazione con cui il del Gup di Catania, Nunzio Sarpietro ha emesso la sentenza di non luogo a procedere nei confronti di Matteo Salvini a conclusione dell’udienza preliminare sul caso Gregoretti. Le motivazioni complete saranno pubblicate entro i prossimi 30 giorni.
Salvini soddisfatto – “ASSOLTO! No al processo perché il fatto non sussiste!!! Grazie Amici per avermi sostenuto, vi voglio bene”. E’ l’esultanza sui social del leader della Lega, Matteo Salvini.
“Il Giudice ha studiato lavorato e si è preso le sue responsabilità. Mi spiace solo per i denari che sono costati ai cittadini italiani queste giornate. L’Italia è l’unico Paese dell’Ue dove la sinistra politica ha mandato a processo un ministro non per reati corruttivi, ma per scelte di governo. Abbiamo la sinistra più retrograda del Continente europeo che usa la magistratura per vincere le elezioni dove non riesce a vincerle con in cabina. Spero che la sentenza sia utile agli amici del Pd e del M5s, le battaglie si vincono o in Parlamento o nelle campagne elettorale”. Così’ Matteo Salvini.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: triste che donne incinta debbano nascondere pancia
Bergoglio promuove assegno unico,’senza famiglie non c’è futuro’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
14 maggio 2021
10:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Penso con tristezza, alle donne che sul lavoro vengono scoraggiate ad avere figli o devono nascondere la pancia. Com’è possibile che una donna debba provare vergogna per il dono più bello che la vita può offrire? Non la donna, ma la società deve vergognarsi, perché una società che non accoglie la vita smette di vivere.
I figli sono la speranza che fa rinascere un popolo!”. Lo ha detto il Papa agli Stati generali sulla natalità.
Poi il Pontefice, ringraziando il premier Mario Draghi per le sue parole “chiare e speranzose”, ha promosso l’assegno unico.
“Finalmente in Italia si è deciso di trasformare in legge un assegno, definito unico e universale, per ogni figlio che nasce.
Esprimo apprezzamento alle autorità e auspico che questo assegno venga incontro ai bisogni concreti delle famiglie, che tanti sacrifici hanno fatto e stanno facendo, e segni l’avvio di riforme sociali che mettano al centro i figli e le famiglie. Se le famiglie non sono al centro del presente, non ci sarà futuro; ma se le famiglie ripartono, tutto riparte”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Governo: Letta, Draghi dia nuova missione a maggioranza
Serve chiara direzione marcia su velocità spese Pnrr
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
18:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
‘Se falliremo sulla spesa fallirà l’Italia e l’idea di Next generation Ue, se non riusciremo a spendere quei soldi, l’idea di rendere permanente il Next generation Eu’. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, alla direzione nazionale del partito.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Chiediamo a Draghi di dare una nuova missione alla maggioranza, che non può limitarsi a stare insieme per inviare il Pnrr a Bruxelles e per i vaccini, ma deve avere chiara una direzione di marcia su velocità, semplificazione e velocità di spesa. Dentro il Pnrr c’è la clausola di premialità a favore dell’occupazione delle donne e dei giovani, vuol essere un piano di discontinuità rispetto all’Italia degli anni scorsi. Questa clausola è la nostra bandiera. C’è chi si è intestato la battaglia del passaggio fra le 22 e le 23, noi su questo sguardo lungo che intacca una discontinuità a favore delle donne e dei giovani’ ha spiegato il segretario sottolineando che ‘la drammatica morte di Luana a Prato non sembra più ascrivibile solo a un incidente sul lavoro. La ripartenza del lavoro deve avvenire in piena e totale sicurezza. E’ una priorità assoluta, su questo dovremo lavorare come se non ci fosse altro..’
Sulle riaperture il segretario ha sottolineato ‘ Si riapre nonostante l’irresponsabilità tenuta da chi voleva sbracare ,si riapre non perché lo chiede Salvini, ma perché è stata seguita una linea di responsabilità – ha detto Letta – In questi giorni stiamo tutti aspettando con fiducia il ritorno alla normalità, speriamo presto e siamo ottimisti sul fatto che arriverà molto presto, questione di giorni. La campagna vaccinale sta andando bene, le regioni fanno il loro dovere’  Oggi siamo ottimisti e possiamo pensare a riaperture nei prossimi giorni, a giugno, perché siamo stati rigorosi, perché Draghi ha limitato l’irresponsabilità di alcuni nostri alleati al governo e alcuni di opposizione.
“Dobbiamo essere concentrati sul Pd, perché se lo siamo siamo concentrati sull’Italia, concentrati sul nuovo tesseramento, che deve raggiungere l’obiettivo di mezzo milione di iscritti, noi vogliamo dare centralità agli iscritti e alla militanza” – ha detto il segretario sottolineando che ‘quando le primarie sono contendibili in modo molto aspro e impegnato, come accade a Bologna, si grida alla rissa. Quando sembrano avere una candidatura più forte si dice: a che servono? Io credo che l’importanza del metodo che ci siamo dati sia capire la realtà della situazione, senza che sia la scelta in un stanza chiusa del segretario o di due o tre dirigenti. In questo senso le primarie a Bologna, Roma e Torino saranno una modalità per parlare delle città e del centrosinistra’. ‘Un augurio particolare a Roberto Gualtieri che mette al servizio di una grande missione, fondamentale per noi, tutta la sua competenza. E potrà rovesciare la tendenza di questi anni a perdere tutte le opportunità che Roma aveva. La nostra voglia di cambiare pagina va nella direzione della disponibilità di Gualtieri, che si confronterà, essendo il candidato più forte, essendo sostenuto da noi, convintamente, perché riteniamo che Roma debba avere un sindaco globale”.
L’alleanza col M5s del Partito democratico è “complicata”, e “questo lo sapevamo, l’abbiamo sperimentato nelle scorse elezioni regionali. Non credo che sia finita, credo che sia una strada obbligata, e credo che sia anche una opportunità, nel senso che, perché vada avanti, bisogna cambiare noi stessi e cambiare i 5s. È una prova che dobbiamo riuscire a superare, mettendo in evidenza i limiti, ma anche cercando anche di far leva sulle energie che può mettere in campo questa alleanza”. A dirlo il ministro del Lavoro Andrea Orlando, intervistato stamani su Radio24.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: nuovo record debito, a marzo 2.651 mld
Migliorano entrate tributarie a 30,1 miliardi (+9,8%)
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
10:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel mese di marzo il debito pubblico italiano ha toccato un nuovo record. L’aumento segnalato dalla Banca d’Italia è di 6,9 miliardi rispetto al mese di febbraio, così da portare il debito complessivo delle Amministrazioni Pubbliche a 2.650,9 miliardi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pur trattandosi di un nuovo record, l’aumento è stato inferiore a quello del mese di febbraio quando aveva sfiorato i 37 miliardi (36,9) sul mese di gennaio.
L’aumento nel mese di marzo – segnala la Banca d’Italia – è dovuto principalmente al fabbisogno (25,3 miliardi), che ha più che compensato la riduzione delle disponibilità liquide del Tesoro (18,3 miliardi, a 84,6 miliardi). L’effetto complessivo di scarti e premi all’emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione dei tassi di cambio ha ridotto il debito per 0,1 miliardi.
Migliorano le entrate tributarie. A marzo le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato, sono state pari a 30,1 miliardi, in aumento del 9,8 per cento (2,7 miliardi) rispetto allo stesso mese del 2020, che era stato influenzato, tra l’altro, dagli slittamenti d’imposta disposti dal DL “cura Italia”. Nel primo trimestre dell’anno le entrate tributarie sono state pari a 96,0 miliardi, in aumento dell’1,1 per cento (1,0 miliardi) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
‘Israele ha invaso Gaza, anzi no’. La gaffe dell’esercito
L’incredibile correzione di rotta ricostruita da Times of Israel
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
11:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Times of Israel prova a spiegare la clamorosa gaffe dell’esercito israeliano, che stanotte attraverso un suo portavoce ha prima annunciato l’avvio delle operazioni di terra a Gaza e dopo un paio d’ore ha precisato che invece le truppe non erano mai entrate nella Striscia, adducendo “un problema interno di comunicazione”.
“Le forze di difesa israeliane – scrive il giornale sul suo sito web – sembrano aver indotto erroneamente i media stranieri a credere che l’esercito avesse lanciato un’invasione di terra nella Striscia durante il suo massiccio bombardamento del nord di Gaza.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nella sua dichiarazione iniziale in inglese, l’esercito ha espresso in modo ambiguo dove si trovavano le sue forze di terra durante l’attacco, dicendo che ‘le truppe aeree e di terra dell’IDF stanno attualmente attaccando nella Striscia di Gaza’.
Quando è stato chiesto di chiarire la questione, ovvero se ci fosse stata un’invasione di terra, il portavoce dell’IDF Jonathan Conricus ha risposto: ‘Sì. Come è scritto nella dichiarazione. In effetti, le forze di terra stanno attaccando a Gaza. Questo vuol dire che sono nella Striscia'”.
Parole che Conricus tra l’altro ha ripetuto a Tel Aviv per confermare l’avvio dell’intervento di terra.
Ma, continua Times of Israel, sebbene dire che l’esercito era dentro Gaza “fosse tecnicamente corretto”, è stato fuorviante: “Alcune truppe dell’IDF erano effettivamente posizionate in un’enclave tecnicamente all’interno del territorio di Gaza, ma a tutti gli effetti sotto il controllo israeliano. Per questo la loro presenza lì non poteva rappresentare un’invasione di terra”.
“Tutto ciò – conclude il Times of Israel – ha portato alla diffusione di notizie false in tutto il mondo, incluso da parte del New York Times e del Washington Post, secondo cui Israele aveva lanciato una campagna di terra nella Striscia di Gaza, cosa che invece non aveva fatto”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pensioni: Cgil, cambiare contratto espansione, rischio flop
Troppo costoso per le aziende, poco conveniente per i lavoratori
A
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
11:20
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il contratto di espansione per l’accesso alla pensione fino a cinque anni in anticipo rispetto alla data della pensione di vecchiaia o anticipata “rischia il flop” perché troppo costoso per le aziende o, se si anticipa di solo due anni, poco conveniente per i lavoratori. Lo afferma il segretario confederale della Cgil, Roberto Ghiselli, chiedendo al Governo risorse aggiuntive e un tavolo di confronto sulla misura in vista dell’abbassamento della soglia al 100 dipendenti per le aziende che potrebbero richiederla che dovrebbe rientrare nel decreto Sostegni-bis in arrivo la prossima settimana in consiglio dei ministri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Se non si modificano i criteri di accesso – ha spiegato – si rischia il flop. Per le aziende pagare l’importo della pensione maturata per cinque anni recuperando l’importo della Naspi per due anni è troppo costoso. Ma se l’accordo è solo per due non conviene al lavoratore che preferirà andare in Naspi perché almeno avrà i contributi”. L’azienda infatti paga i contributi con questa misura solo nel caso dell’accesso alla pensione anticipata (per la quale gli anni di contributi sono necessari all’uscita) ma non per la pensione di vecchiaia (per la quale ne bastano venti).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gregoretti: Gup, non luogo a procedere per Salvini
Sentenza emessa a Catania, accolte richieste Pm e difesa
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
14 maggio 2021
11:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sentenza di non luogo a procedere nei confronti di Matteo Salvini, che era imputato con l’accusa di sequestro di persona. E’ la decisione del Gup di Catania, Nunzio Sarpietro, letta nell’aula bunker del carcere di Bicocca, a conclusione dell’udienza preliminare per il caso Gregoretti.

Al centro del procedimento nei confronti dell’allora ministro dell’Interno i ritardi nello sbarco, nel luglio del 2019, di 131 migranti dalla nave della Guardia costiera italiana nel porto di Augusta, nel Siracusano.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Svimez, 73.200 imprese rischiano di chiudere
Il 15% del totale. Circa 20mila sono al Sud e 17. 500 al Centro
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
11:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
73.200 imprese italiane tra 5 e 499 addetti, il 15% del totale, di cui quasi 20mila nel Mezzogiorno (19.900) e 17.500 al Centro, sono a forte rischio di espulsione dal mercato. Di queste, una quota quasi doppia riguarda le imprese dei servizi (17%), rispetto alla manifattura (9%).
E’ quanto emerge dall’indagine Svimez-Centro Studi delle Camere di Commercio Guglielmo Tagliacarne-Unioncamere, condotta su un campione di 4mila imprese manifatturiere e dei servizi tra 5 e 499 addetti. Nel rapporto viene messo in evidenza come le imprese a rischio di chiusura siano quelle che “hanno forti difficoltà a ‘resistere’ alla selezione operata dal Covid come risultato di una fragilità strutturale dovuta ad assenza di innovazione (di prodotto, processo, organizzativa, marketing), di digitalizzazione e di export, e di una previsione di performance economica negativa nel 2021”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Speranza, dal 16 maggio stop quarantena Paesi Eu
Voli Covid tested anche per aeroporti di Venezia e Napoli
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
11:46
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato un’ordinanza che prevede l’ingresso dai Paesi dell’Unione Europea e dell’area Shengen, oltre che da Gran Bretagna e Israele, con tampone negativo, superando il vigente sistema di mini quarantena. Nella stessa ordinanza sono, invece, prorogate le misure restrittive relative al Brasile.
Con altra ordinanza si rafforzano i voli Covid tested, estendendone la sperimentazione agli aeroporti di Venezia e Napoli, oltre a Milano e Roma e ampliando i Paesi di provenienza a Canada, Giappone, Emirati Arabi Uniti, oltre agli Stati Uniti. Le ordinanze sono vigenti dal 16 maggio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Siria: scambio prigionieri tra governo e opposizioni armate
Tra i detenuti liberati anche un miliziano iraniano
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
11:00
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il governo siriano e le opposizioni armate vicine alla Turchia hanno condotto nel nord del Paese in guerra uno scambio di prigionieri che ha coinvolto una decina di persone in tutto da entrambe le parti in conflitto.
Lo riferiscono media siriani, precisando che lo scambio è avvenuto al valico militare di al Bab, a nord di Aleppo, lungo la trincea che divide la zona controllata dal governo centrale e quella in mano alle milizie anti-regime cooptate dalla Turchia.

Le fonti affermano che nei prossimi giorni potrebbero svolgersi altri scambi di prigionieri. Tra i detenuti coinvolti nello scambio si registra anche un miliziano iraniano impegnato in Siria a fianco del governo di Damasco. In passato ci sono stati scambi tra le parti in cui sono stati liberati anche donne e bambini.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: Bianchi, deve insegnare gli affetti
“Scuola italiana ha tanti problemi e molte risorse”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
11:54
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La scuola italiana ha molti problemi ma anche molte risorse. E’ dopo la famiglia la prima comunità che i bambini incontrano ed è l’unica istituzione che vede i bambini trasformarsi in ragazzi, in adolescenti e poi giovani, donne e uomini, è una istituzioni che li accompagna nella trasformazione di corpo e mente e deve insegnare come vivere anche il dolore.
Io ho detto che la scuola deve essere affettuosa, dobbiamo ricostruire un sapere, un imparare di affetti, non c’è natalità se non ci sono gli affetti”.
Così il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi agli Stati generali della natalità.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Spagna: Vox punta a presiedere consiglio regionale di Madrid
Abascal: Ayuso sia generosa. Lei risponde: forse sarebbe troppo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
14 maggio 2021
12:41
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il consiglio regionale di Madrid è un luogo molto importante che noi accetteremmo, e la sua presidenza potrebbe essere occupata da diversi parlamentari di Vox”: lo ha detto in un’intervista trasmessa sulla radio Cadena Cope Santiago Abascal, leader della formazione di ultradestra spagnola, che ha ottenuto 13 seggi alle ultime amministrative madrilene e promesso il suo appoggio alla popolare Isabel Díaz Ayuso per la sua conferma come presidente regionale. La candidata del Partito Popolare (Pp) ha stravinto le elezioni ma senza raggiungere la maggioranza assoluta, per cui avrà bisogno di un sostegno da parte di Vox.

Abascal ha detto che “non c’è ancora un accordo” con il Pp e che ha offerto il suo sostegno ad Ayuso “in cambio di niente”, e che per questo si aspetta “reciprocità” e un gesto di “generosità”.
Ayuso gli ha risposto sul canale televisivo Antena 3: secondo lei, per un gruppo politico che ha 13 consiglieri su 136 “forse sarebbe troppo” ottenere la presidenza del consiglio. Tuttavia, ha anche detto che bisogna “essere generosi” e che “si vedrà” su che punti si metteranno d’accordo il suo partito e Vox.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccinazioni: Veneto apre oggi a prenotazioni 40enni
Dalle ore 16, Zaia, da adesso 200mila posti disponibili
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
14 maggio 2021
13:24
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Veneto apre da oggi pomeriggio, alle ore 16 – in anticipo rispetto alla giornata di lunedì, indicata dalla struttura commissariale – la prenotazione per i 40enni del vaccino anti-Covid. Lo ha annunciato il presidente Luca Zaia, invitando la classe d’età precedente (50-59 anni), ad affrettarsi, perchè dal pomeriggio entreranno nel sito altre 742.000 persone.
“Ci sono da questo momento – ha detto Zaia – 200.000 posti liberi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini, Figliuolo: ‘Bene over 40 ma focus restano gli anziani’. Bertolaso: ‘Il 2 giugno la Lombardia apre ai 16-29enni’
In Veneto partite le prenotazioni per i 40enni. Lazio, dalle 24 prenotazioni per i 52-53enni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
12:32
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La prossima apertura delle prenotazioni agli over 40 è utile ai fini programmatici, ma il focus nazionale rimane sugli over 80, visto che ne mancano ancora molti all’appello”. Lo ha detto il commissario per l’emergenza Covid Francesco Figliuolo, a margine della sua visita in Trentino Alto Adige.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In ogni caso, ha aggiunto il generale, “con l’ordinanza numero 6 del 9 aprile, c’è stato un notevole incremento delle percentuali di over 80 e fragili vaccinati in tutte le regioni unitamente a un calo netto e repentino di ricoveri, terapie intensive e decessi”.
Sono 3.476.377 gli over 80 che sono completamente vaccinati in Italia. Si tratta del 76,87% delle persone previste. Lo rivela il report settimanale sui vaccini pubblicato dalla struttura commissariale. Gli over 80 ad aver ricevuto la prima dose sono 4.002.914, pari all’88,51%. Sono ancora in attesa della prima somministrazione, infine, 519.666 ultraottantenni, pari all’11,49% del totale. Sono invece 1.228.783, pari al 20,40%, le persone tra i 70 e i 79 anni ad aver ricevuto il richiamo, mentre 4.526.186 (75,16%) hanno ricevuto la prima dose. In attesa della prima inoculazione 1.495.947 (24,84%).
Lavoratori dei supermercati, ma anche quelli impegnati nel settore dei trasporti, della logistica e del turismo. Sono queste alcune delle categorie prioritarie per le quali potrebbe scattare la vaccinazione nell’ambito del Piano delle classi produttive a giugno. A quanto si apprende si tratta di un documento a cui l’Inail sta lavorando, anche alla luce delle indicazioni date dalle regioni. Tra le categorie che erano state inizialmente indicate come prioritarie c’erano anche parrucchieri ed estetisti.
Ok al documento con le indicazioni per la vaccinazione anti-Covid nei luoghi di lavoro, che individua le classi di priorità e che è stato “trasmesso alle Regioni”, con cui “siamo pronti ad avviare la campagna vaccinale, contestualmente alla disponibilità di dosi”. Lo fa sapere il ministro del Lavoro, Andrea Orlando: “Si inizia da coloro che in questi mesi di emergenza sanitaria hanno contribuito a non far fermare il Paese nei settori essenziali: dai lavoratori del commercio al dettaglio e della grande distribuzione nel settore alimentare, agli addetti ai trasporti, dai lavoratori della ristorazione ai servizi alla persona”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il 2 giugno, non causalmente il giorno della Festa Repubblica, apriremo le vaccinazioni all’ultima categoria, ovvero i ragazzi dai 16 ai 29 anni, in modo di ricevere la prima dose prima di andarsene in vacanza. Il 27 maggio, potremmo aprire le vaccinazioni alla fascia 30-39.” Lo ha detto il coordinatore della campagna vaccinale lombarda, Guido Bertolaso, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Lombardia. “Abbiamo immaginato di aprire le prenotazioni per vaccinarsi ai 40-49enni il 20 maggio, garantendo la somministrazione ad inizio del mese di giugno. Tutta la Lombardia avrà ricevuto la prima dose prima di andare in vacanza e questo vorrà dire immunità di gregge, tranquillità, immagine e capacità di accogliere”, ha aggiunto Bertolaso.
Il Veneto ha aperto – in anticipo rispetto alla giornata di lunedì, indicata dalla struttura commissariale – la prenotazione per i 40enni del vaccino anti-Covid. Lo ha annunciato il presidente Luca Zaia, invitando la classe d’età precedente (50-59 anni), ad affrettarsi, perchè dal pomeriggio entreranno nel sito altre 742.000 persone. “Ci sono da questo momento – ha detto Zaia – 200.000 posti liberi”. “Dalle 16 si aprono le prenotazioni dei 40enni. Già in giornata sarà possibile vaccinarsi”. ha detto Zaia nel consueto punto stampa sul Covid. Il governatore ha anche annunciato la disponibilità di un app “SanitàKmZero’ dove è possibile prenotare direttamente dallo smartphone la vaccinazione. Finite le prenotazioni per le vaccinazioni della fascia 40-49enni, poi “sia andrà ad un via libera tutti, cioè non si procederà più per target d’età, che finora è stato il sistema migliore.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E non servirà presentarsi ai centri con la carta d’identità”. Lo ha detto il presidente del Veneto, Luca Zaia, annunciando la partenza delle vaccinazioni già da oggi per i 40enni.
Dalla mezzanotte di oggi, 14 maggio, sono aperte le prenotazioni per le classi di età 52 e 53 anni, ovvero per i nati nel 1969 e 1968. Le cittadine e i cittadini possono prenotarsi tramite il sito SaluteLazio, https://prenotavaccino-covid.regione.lazio.it/. Lo comunica in una nota l’assessorato alla Sanità e Integrazione sociosanitaria della Regione Lazio.
Il Lazio ha chiesto alla struttura Commissariale per l’emergenza Covid 100mila dosi del vaccino Astrazeneca rimaste inutilizzate in altre regioni. Le dosi, secondo quanto si è appreso, potranno essere usate per altri Open day che verranno replicati dopo che giovedì in due ore e mezza si è verificato il sold out dei 20mila slot a disposizione per il fine settimana.
A partire dal 15 maggio, sarà aperta in Campania la piattaforma per le adesioni alla vaccinazione dei cittadini della fascia di età 45-49. Per la fascia 40-44 la piattaforma sarà aperta a partire da martedì prossimo, 18 maggio. Ne dà notizia l’Unità di Crisi della regione.
In Liguria “ho già dato istruzione di vaccinare tutti i residenti temporanei. Vaccineremo anche i turisti”. Lo ha detto il presidente della Regione e assessore alla Sanità Giovanni Toti nel punto stampa sulla pandemia. “Bisogna intendersi: chi fa il fine settimana e pensa di fermarsi il lunedì per vaccinarsi non verrà vaccinato”, ha chiarito Toti. Chi trascorre l’estate o un lungo periodo in Liguria può fare “una cosa già prevista nell’ordinamento sanitario”: iscriversi all’Asl “come residente temporaneo”, ha spiegato, e registrare la propria tessera sanitaria per aver accesso agli stessi sistemi di prenotazione dei residenti.
Superati gli 8 milioni di italiani vaccinati con entrambe le dosi. In base ai dati pubblicati sul sito del governo, ad oggi sono 8.070.376 i cittadini che hanno completato il ciclo vaccinale, pari al 13,62% della popolazione. Complessivamente sono quasi 26 milioni (25.912.621) le dosi somministrate dall’inizio della campagna vaccinale mentre sono quasi 30 milioni (29.583.060) le dosi consegnate: le regioni hanno dunque a disposizione oltre 3,6 milioni di dosi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Stop a quarantena da Paesi Ue, Cts per proroga green pass
Speranza: ‘Dal 16 maggio stop alla quarantena dai Paesi dell’Unione Europea’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
17:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato un’ordinanza che prevede l’ingresso dai Paesi dell’Unione Europea e dell’area Shengen, oltre che da Gran Bretagna e Israele, con tampone negativo, superando il vigente sistema di mini quarantena. Nella stessa ordinanza sono, invece, prorogate le misure restrittive relative al Brasile.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Con altra ordinanza si rafforzano i voli Covid tested, estendendone la sperimentazione agli aeroporti di Venezia e Napoli, oltre a Milano e Roma e ampliando i Paesi di provenienza a Canada, Giappone, Emirati Arabi Uniti, oltre agli Stati Uniti. Le ordinanze sono vigenti dal 16 maggio
Il Cts valuterà la proroga della validità del green pass covid, che attualmente – secondo l’indicazione europea – è prevista fino a sei mesi. Anche se la discussione del tema non è ancora calendarizzata, a quanto si apprende l’intenzione è di un pronunciamento che sia in linea con le indicazioni della Ue.
Di Maio, ok turisti Usa-Canada-Giappone con voli Covid free  – “Gli spostamenti a scopo turistico saranno consentiti anche da Usa, Canada e Giappone, Paesi con i quali rafforziamo i voli Covid free: apriamo così a un turismo sicuro da tutti gli Stati del G7 dopo oltre un anno”. Lo scrive il ministro degli Esteri Luigi Di Maio in un post su Fb, ricordando che “finora con i voli Covid free non si poteva venire in Italia per turismo dai Paesi extra Ue. Adesso – aggiunge – riapriamo a questa opportunità, che consente spostamenti in sicurezza senza la quarantena. Con impegno lavoriamo per portare l’Italia fuori dalla crisi e salvare la stagione turistica”, aggiunge.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Sacerdote Città Castello, mi dispiace ma non dico nulla
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTÀ DI CASTELLO (PERUGIA)
14 maggio 2021
14:21
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Oltre al comunicato stampa non diciamo niente, mi dispiace”: così l’ormai ex parroco, don Samuele Biondini, raggiunto nella casa dei suoi genitori a Lerchi, frazione di Città di Castello.
Il religioso, uno dei due parroci della chiesa di San Pio X che hanno lasciato il sacerdozio, rispondendo al citofono si è affacciato sul terrazzo di casa.
Chiedendo però di non “essere ripreso e fotografato”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Si allarga il bonus vacanze, sconti anche in agenzie di viaggio
E presso i tour operator. In Sostegni-bis anche ipotesi proroga
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
14:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cambia il bonus vacanze. La misura, finanziata lo scorso anno con 2,6 miliardi, è stata in larga parte inutilizzata e ora si punta ad allargarla rendendo possibile chiedere sconti direttamente nelle agenzie di viaggio e presso i tour operator.
La novità, secondo quanto si apprende, dovrebbe essere inserita nel dl Sostegni bis a cui sta lavorando il governo. Tra le ipotesi, in base alle richieste arrivate dai partiti, anche quella di estendere la proroga per l’utilizzo del voucher alle nuove richieste. Attualmente infatti possono utilizzare il bonus solo quanti ne hanno fatto richiesta entro la fine del 2020.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Isole minori: Gelmini, sindaci frontiera risorsa Paese
Ministro ha incontrato sindaco Lampedusa, garantiremo servizi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
14 maggio 2021
14:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Con il sindaco di Lampedusa e Linosa, Totò Martello, ho avuto un incontro molto cordiale e costruttivo. I sindaci di frontiera sono una risorsa per il nostro Paese, fanno un servizio straordinario per i loro concittadini e devono, dunque, avere il massimo supporto dallo Stato e dalle istituzioni per poter svolgere al meglio il loro delicato compito”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha detto il ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Mariastella Gelmini, al termine dell’incontro avuto questa mattina a Roma con il sindaco di Lampedusa e Linosa, Totò Martello.
“Il governo – ha aggiunto Gelmini – proprio per venir incontro alle esigenze di tante piccole comunità, ha ulteriormente accelerato la campagna vaccinale per le piccole isole – non mi piace chiamarle isole minori, perché stiamo parlando di veri e propri gioielli -, luoghi simbolo della bellezza e chiave per la ripartenza del settore turistico. Fondamentale sarà anche, nei prossimi mesi, intervenire per garantire sempre più alle popolazioni di queste realtà servizi primari adeguati e una continuità territoriale indispensabile e non più rinviabile”.
Il sindaco Martello ha definito l’incontro “estremamente positivo”.
“Abbiamo affrontato diversi temi riguardanti le Pelagie e più in generale la condizione delle piccole comunità che, come noi, ‘vivono in mezzo al mare’ – ha aggiunto Martello – ringrazio il ministro Gelmini per l’attenzione e la competenza che ha dedicato a Lampedusa, in particolare per quel che riguarda alcune questioni che per noi sono di grande rilevanza come le tratte sociali, i collegamenti marittimi, l’Energia e la vicenda relativa al depuratore dell’isola”.
A margine dell’incontro il ministro Gelmini ha parlato con il sindaco Martello anche dell’emergenza migranti, riconoscendo l’impegno di Lampedusa sul fronte dell’accoglienza umanitaria.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Clima: Kerry a Draghi, la leadership dell’Italia è cruciale
Inviato Usa vede premier a Palazzo Chigi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
14:51
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ho avuto l’onore di incontrare il primo ministro italiano Mario Draghi. Grazie per l’impegno nelle nostre sfide comuni in vista del G20 e della COP26.
La leadership dell’Italia è cruciale per affrontare la crisi climatica”. Lo scrive su Twitter John Kerry, inviato speciale del presidente Usa per il clima, dopo l’incontro a Palazzo Chigi con Draghi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Figliuolo, sistema tracciamento Alto Adige è un’eccellenza
Generale prova Corona-Pass bolzanino
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
14 maggio 2021
15:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La Provincia di Bolzano sta facendo un eccellente lavoro di tracciamento, soprattutto con i test nasali, che rappresentano una buona pratica che spero di poter mettere a frutto anche a Roma e di studiarlo bene a livello logistico e scientifico”. Lo ha detto il commissario per l’emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo dopo la visita dell’hub alla fiera di Bolzano.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In Alto Adige i test nasali vengono effettuati in forma permanente due volte alla settimana in tutte le scuole. Il generale – ha poi riferito al governatore Arno Kompatscher – ha di persona testato il corona-pass altoatesino. Pochi minuti dopo il test nasale sul suo telefonino è arrivata la spuntina verde che in Alto Adige da accesso ai locali interni dei ristoranti e agli eventi al chiuso.
“Il green pass altoatesino – ha precisato Figliuolo – prevede già molto a livello premiale di quello che sarà il passaporto europeo, per quanto riguarda la possibilità di viaggiare”. In merito alla campagna vaccinale il generale ha sottolineato la “grande attenzione posta in Alto Adige agli over 80 e ai fragili, avendo di fatto quasi chiuso questo importante capitolo”. Il commissario ha definito “maggio un mese di transizione, ricordando che la scorsa settimana si viaggiava su una media di 460 mila somministrazioni al giorno. Figliuolo ha comunque ricordato che in media il 90% delle dosi a disposizione vengono utilizzate. “Queste – ha aggiunto – significa lavorare bene, puntando soprattutto sugli over 65 e per una riduzione dei numeri di ospedalizzazione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Bertolaso, ‘Il 2 giugno Lombardia apre a 16-29enni’
Il 27 maggio tocca alla fascia 30-39 anni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
15:39
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il 2 giugno, non causalmente il giorno della Festa della Repubblica, apriremo le vaccinazioni all’ultima categoria, ovvero i ragazzi dai 16 ai 29 anni, in modo di ricevere la prima dose prima di andarsene in vacanza. Il 27 maggio, potremmo aprire le vaccinazioni alla fascia 30-39”.

Lo ha detto il coordinatore della campagna vaccinale lombarda, Guido Bertolaso, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Lombardia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Musumeci, Sicilia da lunedì in zona gialla
Governatore, sentito ministro Speranza. A breve decreto
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
14 maggio 2021
16:07
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Sicilia da lunedì passa in zona gialla. Lo comunica il presidente della Regione Nello Musumeci, dopo aver sentito il ministro della Salute Roberto Speranza, che sta per firmare il relativo decreto.
“Dopo tante sofferenze si torna finalmente a respirare – commenta il governatore – e provo gioia soprattutto per gli operatori economici, coloro cioè che più hanno finora sofferto. Teniamoci caro questo risultato, con senso di responsabilità e con il rispetto verso le norme di prevenzione. La battaglia finale si vince solo quando tutti i siciliani si saranno accostati al vaccino”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il cronoprogamma delle riaperture
Dalle spiagge ai matrimoni, settore per settore
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
16:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ci sarà lunedì il tagliando alle misure anticovid attualmente in vigore, disposte con il decreto legge 52 del 22 aprile. La cabina di regia politica convocata dal presidente del Consiglio Mario Draghi dovrà decidere se, come e da quando modificare le restrizioni, a partire dal coprifuoco, e indicare le date per quei quei settori la cui ripartenza non è prevista dal decreto.
15 MAGGIO – Riaprono le piscine all’aperto e gli stabilimenti balneari, che dovranno attenersi ai protocolli di sicurezza già approvati.
22 MAGGIO – Potrebbe essere la data per la riapertura dei centri commerciali nei fine settimana.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La decisione sarà presa dalla cabina di regia, anche se non è escluso che la data della ripartenza possa slittare al 29 maggio.
1 GIUGNO – Il decreto in vigore prevede la riapertura dei ristoranti al chiuso, “con consumo al tavolo, dalle ore 5:00 fino alle ore 18:00 e nel rispetto di protocolli e linee guida”, delle palestre e anche la possibilità di tornare ad assistere agli eventi sportivi, con la capienza limitata al 25% e comunque con non più di mille spettatori all’aperto e 500 al chiuso.
15 GIUGNO – Riaprono le fiere con la presenza di pubblico. Prima di quella data è possibile “svolgere, anche in data anteriore, attività preparatorie che non prevedono afflusso di pubblico”. Il 15 giugno potrebbe essere anche la data buona per la ripartenza di tutto il settore dei matrimoni e sempre quel giorno decade anche il limite di un unico spostamento al giorno nelle zone gialle per andare in un’altra abitazione a trovare parenti o amici in un massimo di 4 persone oltre ai minori conviventi.
1 LUGLIO – Riaprono convegni e congressi, centri termali e parchi di divertimento.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi-Kerry, avanti insieme su clima e decarbonizzazione
In sedi multilaterali per cogliere chance transizione ecologica
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
16:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha incontrato questa mattina a Palazzo Chigi l’Inviato Speciale del presidente Usa per il Clima, John F. Kerry.
Nel corso del colloquio – a quanto rende noto Palazzo Chigi – è stata discussa l’importanza di una stretta collaborazione fra Italia e Stati Uniti per affrontare con efficacia l’emergenza climatica e la sfida della decarbonizzazione in tutti i fori multilaterali, a partire dal G7, dal G20 e dalla Cop26, e per cogliere le opportunità offerte dalla transizione ecologica.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Meloni, nessuna rivalità con Salvini ma mia fermezza paga
C.destra resta unito. Decideremo candidati la settimana prossima
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
16:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fdi, all’opposizione, cresce nei sondaggi. Il Carroccio è in calo.
I rapporti fra lei e Salvini sono tesi? La domanda viene rivolta da Avvenire alla leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni che subito punta a spegnere eventuali polemiche politiche: “Non mi piace che si costruisca una rivalità. Salvini, come scrivo nel libro (la sua biografia “Io sono Giorgia”, ndr) ha una grande capacità di interpretare i sentimenti della gente. Io sono diversa, ma ora la mia fermezza sta pagando”.
Questo, lascia intendere, non scava necessariamente un solco nel centrodestra e assicura che sui candidati “decideremo la prossima settimana. E il centrodestra resterà unito, non c’è altra scelta. I nostri elettori ci vogliono al governo insieme”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi, Italia senza figli è destinata a scomparire
Impegno governo su più fronti per aiutare coppie e giovani donne
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
16:46
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Un’Italia senza figli è un’Italia che non crede e non progetta. È un’Italia destinata lentamente a invecchiare e scomparire.
Il governo si sta impegnando su molti fronti per aiutare le coppie e le giovani donne”. Lo dice il premier Mario Draghi agli Stati generali della natalità.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Università: Cattolica; voto, Ateneo Studenti prima
Voto a Milano, Roma, Piacenza, Cremona, Brescia e Campobasso
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 maggio 2021
16:46
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Alle elezione degli iscritti all’Università Cattolica nelle sedi di tutta Italia (Milano, Cremona, Brescia, Piacenza, Roma e Campobasso), la lista Ateneo Studenti ha ottenuto 2 seggi su 3 nel Consiglio di amministrazione dell’ente per la gestione del diritto allo studio, l’Educatt, il più importante organo dell’Ateneo. Il terzo seggio è stato assegnato a UniLab.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo rende noto, in un comunicato, Ateneo Studenti.
Al termine dello spoglio delle elezioni delle rappresentanze studentesche “si registra un’affluenza nazionale storica del 28,90% pari a circa 13.000 studenti votanti”. Gli studenti hanno votato anche per le rappresentanze nei Consigli di Facoltà.
Ateneo Studenti ha ottenuto 38 seggi su 79, UniLab 28, La Svolta 10. Nella sede di Milano la lista ha ottenuto 36 seggi, su 58 negli 8 Consigli di Facoltà, su 9796 votanti. Inoltre, per la prima volta la lista ha ottenuto 2 seggi alla facoltà di Medicina nella sede di Roma.
“A nome di Ateneo Studenti – ha dichiarato Paolo Spagnuolo, presidente della lista – desidero ringraziare tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento di questo grande risultato.
La massiccia partecipazione al voto ci consente di poter dire che siamo effettivamente rappresentativi della comunità studentesca e, allo stesso tempo, ci attribuisce una grande responsabilità nel farci portatori delle esigenze degli studenti. Inoltre, la rilevante consistenza del dato sull’affluenza documenta il desiderio degli studenti di poter essere costruttori attivi e partecipi dell’Università soprattutto in un momento di crisi come quello che stiamo attraversando”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: no della Corte dei Conti a decreto produzione ReiThera
Lo rende noto la stessa Corte in una nota
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
09:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte dei Conti ferma il decreto che attivava i fondi per la biontech romana ReiThera, che non riceverà quindi gli 81 milioni promessi da Invitalia lo scorso gennaio. Uno stop preventivo che di fatto blocca il provvedimento.
“Attendiamo ancora la motivazione”, spiegano fonti del ministero dello Sviluppo, sottolineando che nel frattempo il piano per la produzione va avanti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tecnicamente, una volta compreso il nodo da sciogliere potrà essere ripresentato un nuovo decreto attuativo. “Prendiamo atto della decisione della Corte dei Conti, che blocca di fatto l’impegno preso a suo tempo dalle parti governative. Aspettiamo di conoscerne i rilievi per valutare gli impatti che questa avrà sull’operatività di ReiThera”, afferma l’azienda.
Quello che è incappato nelle maglie dei magistrati contabili è il decreto per la produzione del vaccino italiano, che prevedeva un finanziamento di 50 milioni su un totale di 81 milioni previsti dal decreto rilancio. Ma il confronto con l’ufficio di controllo della Corte ha portato alla richiesta di chiarimenti e i magistrati contabili “ritenendo che le risposte fornite dall’Amministrazione non fossero idonee a superare le osservazioni formulate nel rilievo, hanno deferito la questione all’esame del Collegio della Sezione centrale controllo di legittimità”. Il decreto è stato “ricusato e l’atto non è stato quindi ammesso alla registrazione”.
Nella nota la Corte dei Conti ha spiegato tutti i passaggi del confronto col Mise per sostenere la produzione del vaccino ReiThera presso lo stabilimento di Castel Romano. Il progetto finora è arrivato alla fase due delle sperimentazione, che si è conclusa in 25 ospedali italiani con mille volontari, e i finanziamenti servono per procedere alla fase tre. Ma con lo stop della Corte, si apre comunque una fase di incertezza sulla produzione del vaccino italiano.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Solinas, da Speranza conferma zona gialla da lunedì
“Cambio sarebbe già potuto avvenire la settimana scorsa”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 maggio 2021
17:18
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro della Salute ha comunicato alla Regione il passaggio alla zona gialla, confermando la riclassificazione dell’Isola nella fascia di minor rischio. Lo annuncia il governatore della Sardegna Christian Solinas in una nota nella quale osserva che “il cambio di classificazione sarebbe già potuto avvenire la settimana scorsa, stando ai principali indicatori che misurano la diffusione del virus sul nostro territorio.
Un risultato che premia i grandi sforzi messi in campo per contrastare la pandemia e il sacrifico dei sardi. L’allentamento delle restrizioni – conclude – consentirà, in sicurezza, la ripartenza di tante attività”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi, assegno unico epocale, prossimo anno esteso a tutti
Non ci saranno ripensamenti, aumenteranno gli assegni esistenti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
17:20
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Al sostegno economico delle famiglie con figli è dedicato l’assegno unico universale. Da luglio la misura entrerà in vigore per i lavoratori autonomi e i disoccupati, che oggi non hanno accesso agli assegni familiari.

Nel 2022, la estenderemo a tutti gli altri lavoratori, che nell’immediato vedranno un aumento degli assegni esistenti”. Lo dice Mario Draghi agli Stati generali della natalità. “Le risorse ammontano a oltre 21 miliardi, di cui almeno sei aggiuntivi rispetto agli attuali strumenti per le famiglie.
L’assegno unico ci sarà anche negli anni a venire, è una di quelle misure epocali su cui non ci si ripensa l’anno dopo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gregoretti: Salvini, mi hanno chiamato tutti tranne Pd e M5s
Mi sarei aspettato una telefonata di Letta per le minacce
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
17:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per la Gregoretti “mi hanno scritto Toti, Meloni, Tajani, li ringrazio molto. Se mi hanno scritto anche dal Pd o dal M5S? No, dalle parti del Pd silenzio assoluto.
Almeno sulle minacce che ho ricevuto mi aspettavo che Enrico Letta dicesse qualcosa”. Lo dice a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, il leader della Lega e senatore Matteo Salvini.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Berlusconi, Ronzulli, non è tempo di coccodrilli
Il Cavaliere ci seppellirà
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 maggio 2021
17:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Non è tempo di coccodrilli, il presidente Berlusconi ci seppellirà”: lo ha detto la senatrice Licia Ronzulli uscendo dall’ospedale San Raffaele di Milano dove il leader di Forza Italia è ricoverato da alcuni giorni. “Si sta risolvendo un quadro infiammatorio per il quale si è reso necessario il ricovero”, ha concluso.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, nelle Marche 328 ricoveri, otto meno di ieri
50 restano in intensiva, 21 dimessi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
14 maggio 2021
18:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono scesi a 328 i ricoveri per covid negli ospedali marchigiani, -8 su ieri. Invariato il numero dei pazienti in terapia intensiva, 50 , mentre quelli in semi intensiva sono 92 (-1) e quelli in reparti non intensivi 186 (-7).
Secondo il Servizio Sanità della regione Marche nelle ultime 24 ore ci sono stati 21 dimessi. Sono 6 (+2) le persone nei pronto soccorso, non considerate tra i ricoverati, mentre gli ospiti di strutture territoriali sono 108. I positivi in isolamento domiciliare sono 4.475, i positivi alla data di oggi (ricoverati più isolamenti) 4.803, le persone in quarantena per contatto con contagiati 9.790. I dimessi/guariti dall’inizio della pandemia salgono a 92.869.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lazio chiede 100mila dosi Astrazeneca da ‘non virtuosi’
Nel week end primo open day, alle 24 prenotazioni 52-53enni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
14 maggio 2021
18:22
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Avanti con la campagna vaccinale e con gli Open day dopo il successo di quello del prossimo fine settimana col sold out di ben 20mila slot in due ore e mezza a Roma, Frosinone, Latina e Viterbo. Per questo l’assessore alla sanità del Lazio Alessio D’Amato ha chiesto al Commissario per l’emergenza Covid Francesco Figliuolo 100mila dosi del vaccino Astrazeneca rimaste inutilizzate in altre regioni.
Le dosi, secondo quanto si è appreso, potranno essere usate proprio per altri Open day dedicati ad Astrazeneca che verranno replicati in futuro magari per le fasce d’età più basse. Intanto dalle 24 si apriranno le prenotazioni per le classi di età 52 e 53 anni, ovvero per i nati nel 1969 e 1968.
Domani poi inizia il week end del primo open day Astrazeneca per gli over 40 che vede in campo 21 hub e il debutto del ticket virtuale che consentirà lo spostamento per raggiungere il punto di somministrazione e il rientro nella propria abitazione durante le ore del coprifuoco.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Letta in vivavoce con Berlusconi: “Sta bene”
Ex sottosegretario al telefono con il presidente di Fi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
18:24
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gianni Letta parla con Silvio Berlusconi al telefono per sincerarsi delle sue condizioni ed è in vivavoce con il presidente di Forza Italia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Al telefono si sente il leader di Fi che saluta prima di terminare la conversazione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Licia Ronzulli ha smentito una ridda di notizie incontrollate secondo cui il leader di Forza Italia sarebbe stato addirittura in fin di vita. Voci circolate già nella serata di ieri, anche tra i gruppi parlamentari, che avevano allarmato molto l’intero panorama politico e giornalistico. A ora di pranzo le parole di Matteo Salvini (“Non sta benissimo, ma ne uscirà”) avevano tranquillizzato ma non del tutto sulla situazione medica del Cavaliere. Poi però, le parole nette di Licia Ronzulli. E infine quelle del medico curante dell’ex premier, Alberto Zangrillo, su twitter: “Ogni giornata di lavoro al San Raffaele è molto impegnativa. TUTTI i miei pazienti stanno bene. Fatevene una ragione”.
“Silvio Berlusconi sarà dimesso in questi giorni”, ha affermato Ronzulli.
“Ho appena parlato con Berlusconi. A nome di tutta Forza Italia gli ho fatto gli auguri di pronta guarigione”. Lo scrive su Twitter Antonio Tajani, Coordinatore nazionale di Forza Italia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: fonti, in norma Sostegni bis 800 mln per Ita
Risorse a valere sui 3 miliardi previsti per avvio compagnia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
19:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Uno stanziamento che si aggira intorno agli 800 milioni per Ita. E’ su questa cifra, secondo quanto si apprende da fonti di governo, che si sta ragionando nel mettere a punto la norma per la newco di Alitalia prevista nel decreto Sostegni bis.
Le risorse verrebbero sbloccate nell’ambito dei 3 miliardi della dotazione pubblica già prevista per l’avvio della nuova compagnia.
Ad ottobre 2020 il decreto interministeriale per la costituzione di Ita istituiva infatti un Fondo al Mef con 3 miliardi di dotazione, di cui solo 20 milioni erogati subito come capitale sociale iniziale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini, pianoforte per 100mila somministrazioni hub Mandela
Musica ‘sugella’ passaggio per chi esce vaccinato
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
14 maggio 2021
19:07
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La musica a sigillare il passaggio fra chi all’interno dell’Hub Mandela Forum di Firenze entra senza vaccinazione e ne esce vaccinato, differenza che in questo momento definisce una variabile di grande valore. Con questo pensiero un pianoforte è stato posizionato oggi al centro del Mandela, dove dall’apertura dell’hub sono state superate le 100mila somministrazioni (ieri erano 104.088 per l’esattezza).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E come nelle stazioni ferroviarie e negli aeroporti delle più grandi città europee, spiega una nota, il pianoforte al centro della sala principale del Mandela, manda un unico messaggio: suonami. Rivolto indistintamente a tutti.
“Le oltre 100mila somministrazioni effettuate al Mandela Forum, in uno tra i più grandi hub della Toscana, testimoniamo il buon andamento della campagna di vaccinazione nella nostra regione – commenta il governatore toscano Eugenio Giani in una nota -. Ben venga questa iniziativa sostenuta dalla Asl centro per festeggiare questo importante risultato, reso possibile grazie a uno straordinario lavoro di squadra”. Per Giani, “se a oggi in tutta la Toscana siamo riusciti a somministrare oltre 1milione e mezzo di dosi, lo dobbiamo a una macchina organizzativa complessa, che abbiamo progressivamente perfezionato e reso migliore con il contributo di tutti a partire dagli stessi cittadini, che hanno compreso quanto sia importante vaccinarsi”. “Le 100mila vaccinazioni rappresentano lo stargate fra quello che era il Mandela prima e la memoria che si rinnova oggi attraverso i medici, gli infermieri, i volontari, i tecnici e i gestori di impianti e tutti coloro che vengono a vaccinarsi”, dice Giuseppe Malgeri, direttore del Mandela Forum da cui è partita l’idea di celebrare così, con un pianoforte, il raggiungimento delle 100mila vaccinazioni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L.elettorale: Letta, scinderla da convenienze del momento
“Il cambio può avvenire solo nell’ambito di una larga intesa”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
19:14
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ritengo che la questione della legge elettorale vada scissa rispetto alle convenienze politiche del momento, per un motivo ideale e concreto”. Lo ha detto il segretario Pd, Enrico Letta, nella replica alla direzione Pd.

“Chi ha fatto leggi elettorali per un ritorno immediato poi ne è stato travolto. E poi noi siamo una minoranza, siamo piccoli, noi da soli non siamo in grado di farla. Il cambio può avvenire solo nell’ambito di una larga intesa, e quindi non può essere interpretata come una nostra convenienza”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Sardegna gialla, vaccini a over 50
Rt più basso d’Italia, conto alla rovescia per zona bianca
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 maggio 2021
19:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Sardegna torna in fascia gialla come il resto d’Italia, tranne la Valle d’Aosta che resta per un’altra settimana in arancione. L’Isola però inizia già il conto alla rovescia per la zona bianca, visto che tutti gli indici mostrano che il cambio di colore potrebbe essere ad un passo, già dal 24 maggio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo il monitoraggio Iss-Ministero della Salute la Sardegna, con 0.7, è la regione italiana con l’indice di trasmissibilità del Covid, l’R(t), più basso d’Italia. Non solo: ha una classificazione di rischio basso, con un’incidenza di 41 casi per 100mila abitanti, dato più basso d’Italia insieme al Molise, e una percentuale di positività del 2,3%. Anche i dati delle ultime 24 ore mostrano che la situazione è in miglioramento: 99 casi nel territorio, dei quali 15 su una petroliera ormeggiata a Cagliari. Mentre prosegue il calo dei ricoveri, oggi quasi 250 i posti letto occupati da pazienti positivi, si registrano altri due decessi.
Sul fronte vaccini è stato attivato il sistema di prenotazione per i vaccini anti-Covid di Poste Italiane. Il portale è aperto anche agli over 50 nati dal 1970, a salire verso le altre fasce d’età. Tre le modalità che saranno immediatamente a disposizione dei cittadini: il portale online dedicato, accessibile all’indirizzo ‘prenotazioni.vaccinicovid.gov.it’; il call-center, attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20 al numero verde 800.00.99.66; gli sportelli automatici (Atm) presso gli uffici postali. A partire dal 18 maggio sarà anche possibile effettuare la prenotazione tramite i portalettere. In fase di prenotazione sarà possibile scegliere la data e il punto di vaccinazione, secondo le disponibilità. La Regione, in una nota, parla di “esordio positivo” per il sistema che ha già dato 10mila appuntamenti per la somministrazione alle 12.30, ad appena mezz’ora dall’avvio. E alla Maddalena è partito, invece, il programma per rendere “covid free” le isole minori: nel primo giorno convocati oltre 7.000 cittadini. La campagna ha un potenziale di 2.500 somministrazioni giornaliere nei due hub allestiti nella palestra della Scuola per sottufficiali e nell’ex Arsenale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: report, immunizzato 76,8% degli over 80
Per i 70-79 anni richiamo fatto solo al 20,4% della platea
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
20:06
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 3.476.377 gli over 80 che sono completamente vaccinati in Italia. Si tratta del 76,87% delle persone previste.
Lo rivela il report settimanale sui vaccini pubblicato dalla struttura commissariale. Gli over 80 ad aver ricevuto la prima dose sono 4.002.914, pari all’88,51%. Sono ancora in attesa della prima somministrazione, infine, 519.666 ultraottantenni, pari all’11,49% del totale. Sono invece 1.228.783, pari al 20,40%, le persone tra i 70 e i 79 anni ad aver ricevuto il richiamo, mentre 4.526.186 (75,16%) hanno ricevuto la prima dose. In attesa della prima inoculazione 1.495.947 (24,84%).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Orlando, priorità ai lavoratori essenziali
Ok al documento che individua le categorie, trasmesso a Regioni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
20:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ok al documento con le indicazioni per la vaccinazione anti-Covid nei luoghi di lavoro, che individua le classi di priorità e che è stato “trasmesso alle Regioni”, con il quale “siamo pronti ad avviare la campagna vaccinale, contestualmente alla disponibilità di dosi”. Lo fa sapere il ministro del Lavoro, Andrea Orlando.
“Si inizia – spiega – da coloro che in questi mesi di emergenza sanitaria hanno contribuito a non far fermare il Paese nei settori essenziali: dai lavoratori del commercio al dettaglio e della grande distribuzione nel settore alimentare, agli addetti ai trasporti, dai lavoratori della ristorazione ai servizi alla persona”.
La ripartenza del Paese “corre se garantiamo anche ai lavoratori una protezione dal virus, mettendoli in sicurezza”, sottolinea il ministro, evidenziando inoltre che “le adesioni numerose da parte di aziende, imprese, attività private dimostrano che dai lavoratori e dagli imprenditori può arrivare un importante contributo per raggiungere gli obiettivi della campagna vaccinale”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: scatto in avanti Sardegna, 13.774 dosi in un giorno
Quasi il 40% cittadini ha avuto almeno una somministrazione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
15 maggio 2021
09:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pur restando all’ultimo posto tra le regioni italiane che somministrano più vaccini nell’arco delle 24 ore, la Sardegna ha un nuovo scatto in avanti per le inoculazioni. Nel giorno in cui c’è stato il passaggio al portale di prenotazione di Poste Italiane e si è dato avvio alla campagna isole minori covid free alla Maddalena la regione raggiunge quota 13.774 vaccini nell’arco della giornata, passando alle 637.953 di giovedì alle 651.727 di ieri.

Complessivamente, secondo il report del Governo è stato somministrato l’80,6% delle 808.440 dosi consegnate dalla struttura commissariale che ha già chiesto alle regioni di ampliare da lunedì 17 la platea dei beneficiari estendendo agli over 40 la possibilità di adesione.
E se in tutto il Paese ha completato il ciclo vaccinale quasi il 14% della popolazione, la Sardegna si ferma all’11,6 con quasi il 40% dei cittadini che ha ricevuto almeno una dose (39,97%), proprio mentre l’Isola si appresta ad entrare in zona gialla, che scatterà da lunedì 17.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Marche, 149 positivi in un giorno, 68 nel Pesarese
Casi sono 6,9% nuove diagnosi. 30 persone con sintomi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
15 maggio 2021
10:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’ultima giornata 149 casi di positività al coronavirus nelle Marche su 2.144 nuove diagnosi per un rapporto positivi/test del 6,9%. Altri 24 casi (da sottoporre a tampone molecolare) emergono nel percorso Screening Antigenico (711 test) e il rapporto positivi/test è pari al 3%”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo comunica il Servizio Sanità della Regione. Nel complesso in 24ore sono stati testati “3.677 tamponi: 2.144 nel percorso nuove diagnosi (di cui 711 nello screening con percorso Antigenico) e 1.533 nel percorso guariti”.
Per quanto riguarda la ‘mappa’ del contagio, dei 149 casi, sono 68 quelli rilevati in provincia di Pesaro Urbino, 28 nell’Anconetano, 21 in provincia di Ascoli Piceno, 14 nel Fermano, 11 in provincia di Macerata e 7 fuori regione. I positivi con sintomi sono 30. I casi comprendono contatti in setting domestico (32), contatti stretti di casi positivi (48), in setting lavorativo (3), contatti in ambiente di vita/socialità (1), contatti in setting assistenziale (1), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (23), screening percorso sanitario (1) e due casi provenienti da fuori regione. Per altri otto casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Biennale Arte 2022, il Padiglione Italia a Eugenio Viola
Franceschini, “Una visione creativa, ambiziosa e innovativa”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
10:39
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sarà Eugenio Viola il curatore del Padiglione Italia alla 59a Biennale Arte di Venezia, in programma dal 23 aprile al 27 novembre 2022, sotto la guida di Cecilia Alemani. Lo annuncia il ministro della cultura Franceschini, che sottolinea: “Viola è portatore di una visione creativa, ambiziosa e innovativa, capace di indagare a fondo i profondi mutamenti innescati dalla pandemia nella nostra società”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Napoletano, 46 anni, Viola è attualmente il curatore del Mambo museo di arte moderna di Bogotà, in Colombia. “Per me un grande onore e privilegio”, ha commentato ringraziando il ministro. “Lavorerò al massimo dell’impegno, eticamente, consapevole della responsabilità per il prestigioso incarico che mi è stato affidato”. Nella sua carriera Viola ha curato oltre 70 mostre in Italia e nel mondo ed ha al suo attivo più di 50 pubblicazioni tra libri e cataloghi. Il progetto che proporrà nel grande padiglione alle Tese delle Vergini dell’Arsenale e che è stato scelto dal ministro nella terna proposta dal dal direttore generale Creatività Contemporanea Onofrio Cutaia, viene sintetizzato come “una riflessione sulle urgenze dell’Italia di oggi, suggerendo chiavi di lettura e soprattutto di risoluzione e riscatto alla situazione attuale attraverso la creazione di un percorso”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Prima dell’esperienza in Colombia, Viola è stato Senior Curator del PICA- The Perth Institute of Contemporary Arts a Perth in Australia, nonché curatore del Museo Madre di Napoli, dal 2009 al 2016. Qui ha co-curato le prime grandi mostre istituzionali in Italia dedicate a Boris Mikhailov e a Francis Alӱs, un progetto di Daniel Buren e le retrospettive di Vettor Pisani e Giulia Piscitelli. Come guest curator ha collaborato con numerose istituzioni italiane e internazionali. Ai dieci curatori invitati alla selezione era stato chiesto espressamente di affrontare i temi attuali e urgenti della società di oggi, esplorandoli attraverso la trasversalità e l’interdisciplinarietà propri dei linguaggi del contemporaneo, per creare mondi e immaginari in grado di dialogare in maniera costruttiva con gli spazi del Padiglione Italia che occupa 1200 mq, a cui si aggiungono 900 mq di spazio in esterno.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Silvio Berlusconi dimesso dal San Raffaele
Il leader azzurro era ricoverato da lunedì scorso per complicazioni legate al post covid
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 maggio 2021
21:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’ex premier Silvio Berlusconi è stato dimesso dall’ospedale San Raffaele dove era ricoverato da martedì scorso 11 maggio per complicazioni legate al post covid.
Contrariamente alle precedenti dimissioni, Berlusconi stavolta ha preferito evitare di farsi vedere dai cronisti e dai cameramen che lo attendevano all’uscita del padiglione D dell’ospedale. Non era infatti presente a bordo di una delle auto del corteo che è partito dal padiglione ma, a quanto si è saputo, è stato fatto salire su un’altra vettura che attendeva nei pressi ed è uscito da un altro varco.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo davvero felici per il Presidente Berlusconi. L’ho trovato forte e in forma”: ha detto il vice presidente del Gruppo San Donato Kamel Ghribi che ha incontrato l’ex premier prima delle sue dimissioni.

“Forza Italia saluta con entusiasmo questi positivi sviluppi, che avvicinano il momento nel quale il proprio leader potrà finalmente tornare a svolgere l’attività pubblica che in questi mesi gli è stata preclusa su stretta indicazione medica”. Così il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani su Fb. “Il presidente Berlusconi – prosegue Antonio Tajani – naturalmente non ha mai smesso di seguire puntualmente le vicende politiche, per quanto compatibile con il riposo assoluto prescrittogli dai curanti, è rimasto in contatto continuo con i vertici del Movimento, ed è ansioso di tornare alla piena attività. Si atterrà tuttavia naturalmente ai tempi e alle regole di prudenza indicate dai sanitari. Il Presidente è grato e commosso dalle tante manifestazioni di affetto, di amicizia e di solidarietà ricevute dai militanti di Forza Italia, dai vertici delle istituzioni, da alleati e avversari politici.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Famiglia: Mattarella, è nucleo vitale della società, va sostenuta
Il capo dello Stato: ‘Grande attenzione va dedicata ai giovani che hanno diritto ad attuare i loro progetti di vita’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
14:12
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La famiglia è nucleo vitale della società. L’articolo 29 della Costituzione ne riconosce espressamente il carattere di società naturale preesistente allo Stato e ne afferma i diritti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Luogo di condivisione e trasmissione dei valori, segna il rapporto tra le generazioni ed è al centro dello sviluppo dei sentimenti della comunità, oltre a rappresentare elemento centrale della sua continuità”. Lo afferma il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione della Giornata Internazionale della Famiglia.
Il capo dello Stato sottolinea che “la Giornata internazionale della Famiglia, proclamata dall’Onu, richiama alla necessità di riflettere, in modo approfondito, sui problemi concreti delle famiglie, sulle misure necessarie per ridurre il divario che conduce tante persone alla povertà e all’esclusione.
Primo e più efficace elemento di equilibrio sul piano sociale, la famiglia merita politiche di sostegno, nella consapevolezza del ruolo che svolge anche al fondamentale fine della ripresa della natalità”.
“Grande attenzione – ha proseguito Mattarella – va dedicata ai giovani, i quali hanno diritto di attuare i loro progetti di vita, assicurando così anche l’avvenire del Paese”. “Veniamo da una stagione drammaticamente segnata dalla pandemia. Le famiglie – che sono state una delle frontiere più avanzate della resilienza – sono state colpite da lutti, sofferenze e dalle pesanti conseguenze sociali causate dalle inevitabili misure di contenimento: questo aspetto accresce la necessità di attenzione nei loro confronti per realizzare una efficace ripartenza”, ha concluso il presidente della Repubblica.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pil: Confcommercio, torna positivo a maggio, stima +3,7%
Sprint dei consumi ad aprile ma il recupero è ancora lontano
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
11:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Dopo un primo trimestre di contrazione dell’attività produttiva, seppure meno elevata rispetto alle stime, ed un aprile ancora in negativo, nel mese di maggio l’economia italiana dovrebbe avere sperimentato una variazione congiunturale ampiamente positiva”. E’ quanto indica l’Ufficio studi di Confcommercio, stimando una crescita del 3,7% rispetto ad aprile.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Le riaperture, seppure parziali, e il progressivo allentamento delle misure di limitazione al movimento delle persone, potrebbero avere spinto il Pil del 3,7%, nella metrica destagionalizzata rispetto ad aprile. Su base annua, la variazione stimata è del +10,7%. Queste indicazioni – aggiunge – sono coerenti con il raggiungimento di una crescita prossima al 4% nel complesso del 2021”.
Ma il recupero delle perdite resta “ancora lontano”: nell’ultima congiuntura l’Indicatore dei consumi di Confcommercio (Icc) segnala ad aprile, per il secondo mese consecutivo, una forte crescita nel confronto annuo con una variazione del 45,1%. Una stima che tuttavia “va letta con estrema cautela”, perché il confronto è con il periodo di lockdown: rispetto ad aprile del 2019 si rileva ancora una flessione del 23% per il complesso della spesa e del 49,5% per i servizi. E, sempre se si guarda al confronto con aprile pre-Covid, emerge un crollo della domanda anche superiore al 70%. In questi settori, sottolinea Confcommercio, soprattutto della filiera turistica e ricreativa, “si concentrano i rischi di chiusure di attività se non verrà data al più presto la possibilità di operare in modo meno restrittivo, oltre che ad intervenire con adeguati sostegni”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Da oggi aprono le spiagge. Via quarantena dai Paesi Ue
Verso proroga validità del green pass. Solo Valle d’Aosta arancione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
20:21
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sulle spiagge di Ostia, Fiumicino e Fregene avvio ufficiale oggi della stagione balneare baciato dal sole ma sferzato da un vento rigido che si fa sentire. Tuffi in acqua solo per “temerari” per il momento sulle spiagge libere frequentate da giovani in particolare.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Maggiori presenze sono attese nel pomeriggio e poi domani in particolare. Le famiglie con bambini prediligono le passeggiate su lungomare o sui moli di porti; molti i bikers sulle ciclabili. Il vero debutto oggi è stato per stabilimenti e chioschi balneari che possono finalmente accogliere la clientela, e la tendenza di prenotazioni, è buona per la stagione, alle prese per il secondo anno con le misure anti Covid e le linee guida delle Ordinanze Balneari di Roma e Fiumicino: registrazione degli ingressi, distanziamenti tra le postazioni di ombrelloni e lettini, sanificazioni, misurazione della temperatura, ecc.

Con il calo ormai costante della curva pandemica, ieri il sesto giorno consecutivo con meno di diecimila nuovi casi, arriva il primo allentamento delle misure per chi fa il suo ingresso sul territorio italiano.
Da domenica, infatti, entrerà in vigore l’ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza, che elimina la mini-quarantena per chi arriva dall’Unione Europea, ma anche dai territori dell’area Schengen, da Gran Bretagna e Israele. Un piccolo passo sul fronte riaperture, al quale, già da oggi, si aggiungerà quello del ritorno in spiaggia. In gran parte delle regioni italiane, infatti, si aprirà ufficialmente la nuova stagione balneare. In attesa, poi, di un ventilato prolungamento della validità del certificato vaccinale, cresce sempre più il dibattito su coprifuoco e mascherine. Argomenti che saranno al centro della cabina di regia di lunedì dove, con ogni probabilità, arriverà il via libera allo slittamento alle 23 dell’obbligo di restare a casa. E, sempre lunedì, l’Italia si colorerà per intero di giallo, fatta eccezione per la sola Valle d’Aosta che resterà ancora in arancione, seppur riaprendo i dehors dei bar fino alle 18.
Il bollettino di ieri parla di 7.567 nuovi casi di positività, con 182 vittime e un tasso che continua la sua lenta, ma costante, discesa attestandosi al 2,5%. Ancora in calo anche terapie intensive (-33) e ricoveri (-558), con le Regioni che continuano a registrare sempre più una minor pressione sul sistema ospedaliero. Segnali positivi in vista del lento ritorno alla sperata normalità.
Oggi riapriranno le piscine all’aperto ma, soprattutto, si darà il via alla nuova stagione balneare, anticipata oggi dal ‘mare’ di oltre 25 mila ombrelloni aperti in contemporanea sulle coste del Friuli Venezia Giulia. Una voglia d’estate che, secondo un sondaggio di Swg e Confturismo, ha portato già 9 milioni di italiani ad aver prenotato quando e dove andare in vacanza. Sotto la lente delle associazioni dei consumatori ci saranno comunque i prezzi di lettini e ombrelloni che potrebbero essere ‘gonfiati’ per rientrare dei mancati incassi.
Maggiore sembra essere, invece, l’attesa per il 17 maggio.
Lunedì, infatti, durante la cabina di regia dovrebbe essere varato ufficialmente lo slittamento del coprifuoco, tema cavalcato a più riprese, in particolare, da Lega e Fratelli d’Italia. La stessa leader dell’opposizione, Giorgia Meloni, ha definito “assurdo” quanto accaduto ieri al Foro Italico quando gli spettatori sono stati invitati a lasciare gli Internazionali di tennis mezz’ora prima delle 22. “Un altro esempio dell’assurdità del coprifuoco”, il tweet della Meloni che ha rilanciato lo stop alla misura, come richiesto anche da Matteo Salvini e Giovanni Toti. “Credo che progressivamente l’idea è di arrivare al superamento”, ha annunciato il presidente dell’Istituto superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, senza specificare però tempi e modi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Altro argomento di discussione è quello legato all’obbligo delle mascherine. “Al chiuso la mascherina dovrebbe rimanere anche dopo, per un bel po'”, il parere del sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri che, nei giorni scorsi, aveva ipotizzato l’addio alle protezioni una volta raggiunti i 30 milioni di vaccinati. Apre alla possibilità di togliere le mascherine all’aperto Andrea Crisanti, secondo il quale una decisione potrà essere valutata tra “un paio di settimane”. Arriva dall’infettivologo genovese Matteo Bassetti, infine, l’invito al governo a rimuovere l’obbligo della mascherina “dopo 20 giorni dalla prima dose del vaccino”.
Ed è proprio sul fronte vaccinale che il Comitato Tecnico Scientifico potrebbe varare la prossima novità, quella cioè di prolungare la validità del green pass oltre i previsti 6 mesi.
Indicazioni in tal senso sono state date dal governatore della Liguria, Giovanni Toti. “Il ministro (Speranza, ndr) ha incontrato l’Ordine nazionale dei medici – ha detto – cui ha assicurato che nei prossimi provvedimenti di legge sarà prorogato di almeno tre mesi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Campania, approvato protocollo per ripresa cerimonie
De Luca, pronti a ripartire appena ci sarà via libera nazionale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
15 maggio 2021
11:46
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Regione Campania ha varato un protocollo di sicurezza per la ripresa delle attività del wedding e delle cerimonie. Il governatore Vincenzo De Luca ha firmato oggi l’ordinanza che contiene le misure stabilite dall’Unità di crisi e condivise con le categorie interessate.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo deciso – spiega De Luca – di anticipare il più possibile la definizione dei protocolli di sicurezza che consentono, in attesa della data definitiva del via alla ripartenza delle attività prevista entro questo mese di maggio, di approntare tutte le misure necessarie condivise con le categorie interessate. Ciò consentirà di essere pronti alla fine di maggio per poter programmare la ripresa delle attività già dall’inizio di giugno. Si tratta di un comparto importante per la nostra regione, che comprende tante realtà produttive dislocate in tutti i territori, dall’area flegrea, alle isole, alle costiere”.
Il protocollo è stato definito nel rispetto delle nuove disposizioni vigenti e sulla base delle risultanze degli incontri e delle proposte pervenute dalle Camere di Commercio, dalle principali associazioni di categoria, da singoli ristoratori nonché operatori nel settore del wedding campano e delle cerimonie.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Milano: Albertini, grazie ma non mi candido a sindaco
‘Per un insieme di ragioni personali’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 maggio 2021
12:06
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gabriele Albertini non ha accettato la candidatura sindaco di Milano per il centrodestra, Lo ha annunciato sul suo sito http://www.gabrielealbertini.com dopo giorni di voci, indiscrezioni e richieste dei partiti che compongono la coalizione. “Purtroppo – ha scritto oggi – devo comunicare che per un insieme di ragioni personali non posso accettare questa generosa opportunità offertami.” Albertini è stato sindaco di Milano per due mandati, dal 1997 al 2006.
Sulla scelta di oggi l’ex sindaco aveva detto nei giorni scorsi che avrebbe sciolto le riserve proprio il 15 maggio, “il giorno dell’anniversario del mio primo giuramento da sindaco”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: aprono centri tamponi Croce Rossa, fila a Cagliari
Con arrivo turisti ipotesi apertura anche punto nel Nord Isola
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
15 maggio 2021
12:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Neanche il tempo di inaugurare la struttura che davanti al centro tamponi rapidi della Croce Rossa Italiana alla stazione di Cagliari si è formata la fila di cittadini pronti a fare il test: poco meno di due minuti per il tampone e 15 minuti di attesa per l’esito. Nel nuovo centro tamponi, aperto nell’ex edicola della stazione proprio davanti ai binari in posizione centrale, si stima che potranno essere effettuati dai 200 ai 300 test giornalieri, attraverso due postazioni attive.
In contemporanea a Cagliari sono stati aperti oggi anche i centri per tamponi rapidi antigenici anche nelle stazioni Fs di Bari Centrale, Bologna Centrale, Firenze Santa Maria Novella., Palermo Centrale, Reggio Calabria Centrale, Torino Porta Nuova e Venezia Santa Lucia.
“Ora abbiamo interlocuzioni con diversi sindaci e Pensiamo di poter monitorare quelle realtà qualora ce ne fosse bisogno – dice il presidente regionale della Cri della Sardegna Sergio Piredda – abbiamo anche intenzione di aprire un secondo centro in una della città del nord Sardegna anche in previsione dell’afflusso dei turisti, con la prossima apertura della stagione estiva”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Famiglia: Bonetti, emozione grande parole di Papa Francesco
Assegno unico per oltre 2 mln di famiglie
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
RIMINI
15 maggio 2021
12:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Un’emozione grande le parole di Papa Francesco” sull’assegno unico universale pronunciate agli Stati generali della natalità. Lo ha detto la ministra per le Pari opportunità e la Famiglia Elena Bonetti a margine della presentazione di una mostra a Rimini.

“L’assegno unico universale partirà da luglio” e “più di due milioni di famiglie riceveranno per la prima volta questo assegno – ha ricordato la ministra -: per chi già lo riceveva, sarà in forma maggiorata”.
Inoltre “con il prossimo decreto arriveranno sostegni per i centri estivi” e, ha aggiunto Bonetti, “sostegni alle famiglie in difficoltà attraverso i Comuni, non solo per il tema alimentare, ma in modo più ampio per sostenere tutte quelle spese per le quali le famiglie sono in difficoltà”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salvini all’attacco sulle riforme, nuova lite con Letta
Il leader del Carroccio torna sul coprifuoco. Nuove aperture di Conte ai Dem
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
12:47
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo botta e risposta tra il leader della Lega Matteo Salvini e il segretario del Pd Enrico Letta. In una intervista a Repubblica il leader del Carroccio sottolinea “non sarà questa maggioranza a riformare giustizia e fisco.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La ministra Cartabia può avere le idee chiare, ma se sei in Parlamento con Pd e 5S è dura”. “Leggo che #Salvini non vuole che questo governo faccia le riforme della giustizia e del fisco. Mi chiedo su quale discorso programmatico abbia dato la sua fiducia a Draghi a febbraio. Lasci. E lasci che le riforme le faccia #Draghi con chi le vuole”, replica a stretto giro Enrico Letta. Intanto Salvini torna a chiedere modifiche sul coprifuoco. “L’Italia ha dati sanitari confortanti “che ci permettono di chiedere, a nome di migliaia di sindaci e di tutte le Regioni, il ritorno al lavoro, alla libertà e alla vita”. Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini, durante la videoconferenza di questa mattina in vista della cabina di regia di lunedì. La Lega chiede, tra le altre cose, “la riapertura di bar e ristoranti al chiuso almeno al 50%, un programma di cancellazione del coprifuoco da qui ai prossimi giorni, via libera a palestre e piscine al chiuso”.
Mentre continuano le prove di dialogo, anche se non per le amministrative, tra i Dem ed M5s.
“Abbiamo alle spalle un cammino comune con il Pd e Leu fatto di franco e continuo scambio e di arricchimento reciproco che non parte dall’arrogante posizione di chi vuole affermare solo il proprio punto di vista. Una collaborazione salda. Questa esperienza non può essere accantonata: dobbiamo continuare a lavorare insieme e dobbiamo darci un orizzonte”. Lo ha detto Giuseppe Conte all’Assemblea di Articolo Uno, cui è collegato in video anche il segretario Pd Enrico Letta.
“Noi staremo insieme alle prossime politiche, saremo parte di una proposta comune. Ne sono convinto. Potremo farlo perchè siamo persone che sanno ascoltarsi, parlarsi, si stimano tra di loro. Questa è una marcia in più incredibile. Dobbiamo prometterci che lavoriamo a innaffiare insieme la nostra convivenza e la nostra lealtà reciproca che è la base per presentarci agli italiani”, ha detto Enrico Letta all’Assemblea di Articolo Uno, rivolto a M5S e Leu.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sottosegretario,porrò a ministro tema salivari per maturità
Serafini (Snals), subito questi test anche per la terza media
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
12:58
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Condivido la riflessione sull’opportunità di utilizzare i test salivari già per gli esami di terza media e di maturità. Porrò il tema all’attenzione del ministro Patrizio Bianchi”.
Lo ha detto il sottosegretario all’Istruzione Rossano Sasso. A chiedere test salivari subito per gli esami di terza media e poi per la maturità è lo Snals con Elvira Serafini. “Con l’autorizzazione del ministero a poter utilizzare i test salivari, auspichiamo possano essere utilizzati subito per gli esami di Stato. Il Covid sta colpendo le fasce di alunni giovani e giovanissimi, con le varianti sono presi di mira anche i piccoli. Sarebbe importantissimo tutelare docenti, personale ata e alunni: con questi test sarebbero certi che non ci sono casi di positività.
Chiediamo la gratuità di questi test per tutti, personale e studenti”, dice la segretaria dello Snals.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Toscana 19 morti in un giorno, età media 76 anni
L’84% dei nuovi positivi nella regione è under 60
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
15 maggio 2021
13:12
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Conta 491 nuovi positivi Covid (età media 37 anni; solo il 16% sopra i 60 anni) e altri 19 decessi (età media in calo a 76,7 anni) il report delle 24 ore della Regione. In Toscana sono saliti a 236.263 i casi di positività al Coronavirus dall’inizio della pandemia.
I nuovi casi sono lo 0,2% in più rispetto al totale del giorno precedente mentre i guariti – 915 nelle 24 ore, tutte guarigioni complete a tampone di controllo negativo – crescono dello 0,4% e raggiungono quota 215.214 unità. Il totale delle vittime sale a 6.518 deceduti (10 a Firenze, 2 a Prato, 1 a Lucca, 1 a Livorno, 5 a Arezzo). Ci sono oggi 14.531 positivi, dato in calo col -3% rispetto a ieri. Tra loro i ricoverati sono 1.064 (-53 persone, pari al -4,7%) di cui 180 in terapia intensiva (due in meno) e 13.467 coloro in isolamento domiciliare con sintomi che non richiedono cure ospedaliere o senza sintomi (-390 su ieri, -2,8%). In calo anche le quarantene domiciliari con 28.025 persone in isolamento fiduciario (-764 su ieri, -2,7%), in sorveglianza attiva Asl per contatti con persone contagiate.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Regione, la campagna vaccini in Umbria mostra efficacia
“Tra i primi per riduzione contagi e ricoveri”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
15 maggio 2021
13:28
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La direzione Salute e Welfare della Regione Umbria sottolinea “il buon andamento della campagna vaccinale, testimoniato dal report ministeriale che vede la nostra regione costantemente nelle prime posizioni per la capacità di somministrare le dosi ricevute dalla struttura del Commissario nazionale, con percentuali superiori al 90 per cento”.
“Il piano regionale – spiega la direzione in una nota – ha sempre seguito in maniera rigorosa quello nazionale ed ha mirato a proteggere tutti i soggetti più a rischio come gli anziani, i soggetti estremamente vulnerabili, i loro familiari e caregiver.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In questo senso, a fronte di una popolazione anziana tra le più numerose d’Italia, abbiamo vaccinato circa 22.000 cittadini, con età compresa tra i 70 e i 100 anni, in più rispetto alla media italiana. Al fine della protezione dei nuclei familiari più fragili, abbiamo vaccinato mediamente due familiari o caregiver che prestano assistenza ad un soggetto estremamente vulnerabile”.
“Se non avessimo avuto cura di favorire la massiccia adesione di anziani, fragili e caregiver – prosegue la direzione regionale Salute – avremmo potuto dedicarci alla vaccinazione di fasce d’età più giovani, ma questa strategia è stata uno degli elementi che ci ha permesso, tra le prime regioni d’Italia, di ridurre i contagi e i ricoveri, sia ordinari che in terapia intensiva”.
I positivi risultati della nostra campagna vaccinale sono evidenziati anche – si sottolinea – dall’ultimo monitoraggio di Agenas, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali.
L’Umbria ha vaccinato in maniera capillare e tempestiva: il 13,46% della popolazione con ciclo completo (ottavo posto tra le regioni), il 95,74% degli over 80 con prima dose (terzo posto) e il 77,04% con ciclo completo (ottavo posto), il 100% degli ospiti delle Rsa con prima dose (primo posto) e l’83,34% con ciclo completo (nono posto), il 95,07 degli operatori delle Rsa (quinto).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre 2 milioni di over 70 ancora non vaccinati
A 500mila ottantenni e 1,5 mln 70-79enni neanche una dose
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
13:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ci sono oltre 2 milioni di italiani over 70 che non hanno ancora ricevuto la prima dose del vaccino. In base all’ultimo report del governo, aggiornato al 14 maggio, 519.666 ultra ottantenni (l’11,49% della popolazione di questa fascia d’età) e 1.495.947 cittadini tra i 70 e i 79 anni (il 24,84%) non sono stati vaccinati.
Tra gli over 80 la regione più indietro è la Sardegna, con un 30,99% che non ha avuto neanche la prima dose mentre in Veneto la percentuale scende all’1,56%. Tra i 70-79enni la regione che ha vaccinato meno è la Sicilia, con il 42,57% e quella che è andata meglio è la Puglia, dove resta un 15,70% di non vaccinati.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mafie: nel Bolognese tribuna stadio tricolore per le vittime
A San Venanzio di Galliera, progetto cofinanziato da Regione E-R
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
15 maggio 2021
13:57
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un gesto per ricordare le vittime innocenti delle mafie, che ha i colori della bandiera italiana.
E’ la Tribuna della Legalità, gli spalti del campo sportivo ‘Galetti’ di San Venanzio di Galliera (Bologna) che – grazie a un progetto cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna – da oggi riporteranno i nomi di una trentina di persone, in rappresentanza delle oltre mille che hanno perso la vita a causa della criminalità organizzata.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Una testimonianza per quanti hanno compiuto il proprio dovere fino all’estremo sacrificio, ma anche per le persone, tra le quali molti bambini, che sono state vittime incolpevoli della criminalità. Stamattina l’inaugurazione, con la partecipazione del presidente della Regione, Stefano Bonaccini, del sindaco di Galliera, Stefano Zanni, del prefetto di Bologna, Francesca Ferrandino, di Paolo Setti Carraro, fratello di Emanuela, moglie del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, di Damiano Tommasi, dirigente sportivo ed ex calciatore, e di Pierpaolo Romani, coordinatore nazionale di Avviso Pubblico.
“Promuovere e diffondere la cultura della legalità, soprattutto tra i giovani e nelle scuole – ha detto Bonaccini – monitorare fenomeni di illegalità e favorire lo scambio di conoscenze e informazioni sui fenomeni criminosi, rafforzare la prevenzione e proseguire nel riutilizzo di beni confiscati alle mafie restituendoli alle comunità locali. Questi sono gli obiettivi che perseguiamo come Regione insieme ai territori, alle istituzioni statali e alle forze dell’ordine”, ha spiegato il presidente dell’Emilia-Romagna.
Il progetto del Comune di Galliera non si esaurisce qui: la Tribuna della Legalità verrà accompagnata da una serie di iniziative pubbliche di promozione della cultura legalitaria.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: l’abuso sui minori è ‘omicidio psicologico’
L’invito del pontefice: ‘Lottiamo contro abitudine di coprire abusi su minori’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTÀ DEL VATICANO
15 maggio 2021
14:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’abuso sui minori è una sorta di ‘omicidio psicologico’ e in tanti casi una cancellazione dell’infanzia”. Così il Papa all’Associazione Meter.
“La protezione dei bambini contro lo sfruttamento sessuale è un dovere di tutti gli Stati, chiamati a individuare sia i trafficanti sia gli abusatori. In pari tempo sono quanto mai doverose la denuncia e la prevenzione attuate nei vari ambiti della società: scuola, realtà sportive, ricreative e culturali, comunità religiose, singoli individui. Inoltre, nel campo della tutela dei minori e nella lotta alla pedofilia occorre predisporre interventi specifici per un aiuto efficace alle vittime”.
“Anche oggi vediamo quante volte, nelle famiglie, la prima reazione è coprire tutto: anche nelle altre istituzioni, nella Chiesa, dobbiamo lottare con questa abitudine vecchia di coprire”. Lo ha detto papa Francesco a proposito degli abusi sessuali sui minori ricevendo in udienza in Vaticano l’Associazione Meter.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Lazio, dal 17 maggio anche ultra40enni da medici base solo con AstraZeneca e Johnson
Un terzo della popolazione coinvolta da mezzanotte di domenica
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
13:39
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Hanno superato quota 500mila le prenotazioni per il vaccino anti Covid-19 per la fascia d’età 50-59 anni in Lombardia. Alle 10.15 di oggi, infatti, hanno già fissato un appuntamento per la vaccinazione 501.732 lombardi, praticamente un terzo della popolazione coinvolta.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo fa sapere l’assessorato al Welfare di Regione Lombardia. Le iscrizioni sul portale di Poste Italiane e Regione Lombardia avevano preso il via alla mezzanotte di domenica scorsa.
Dal 17 maggio nel Lazio il vaccino si potrà prenotare anche dal medico di base. E’ l’accordo raggiunto ieri tra la Regione Lazio e la Federazione dei medici di famiglia del Lazio. Nell’incontro, al quale hanno partecipato il segretario regionale della Fimmg Gianni Cirilli e il vice segretario nazionale vicario Pier Luigi Bartoletti, sono stati affrontati i maggiori punti di criticità nello svolgimento della campagna vaccinale presso gli studi dei medici di famiglia, già segnalati nei giorni scorsi, contestualmente allo stato di agitazione che era stato indetto sabato. Due i punti principali: il primo è il diritto di scelta del cittadino di dove e da chi farsi vaccinare, il secondo di consentire al medico di famiglia di fare il suo lavoro con dignità, e al massimo delle sue possibilità, senza difficoltà o intoppi. I medici di famiglia saranno inseriti nel sistema di prenotazione del portale regionale dove i cittadini troveranno oltre che la prenotazione negli hub anche la prenotazione dal medico di medicina generale o farmacia.
Dal 17 maggio nel Lazio sarà possibile “per i soggetti ultraquarantenni di vaccinarsi solo presso il proprio medico di medicina generale con AstraZeneca o Johnson & Johnson, diversamente si dovrà aspettare l’apertura della fascia”. E’ quanto prevedono le regole stilate dopo l’incontro tra medici di Famiglia (Fimmg) e la Regione Lazio. L’accordo prevede anche un cronoprogramma preciso circa la distribuzione dei vaccini ai medici di famiglia del Lazio.
DAL 17 MAGGIO AL 1 GIUGNO: 2 fiale di Pfizer a settimana a medico per i soggetti fragili
DAL 20 MAGGIO: verranno consegnati ai Medici di Famiglia 20.000 dosi settimanali di Johnson & Johnson per le fasce consentite.
DAL 1 GIUGNO: verranno ampliate le consegne di Pfizer e verranno consegnati quantitativi crescenti del nuovo vaccino a M-Rna di produzione tedesca Curevac.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Clima: Kerry, la voce del Papa più importante che mai
In un’intervista al sito della Santa Sede ‘Vatican News’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTÀ DEL VATICANO
15 maggio 2021
19:44
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Papa è una delle grandi voci della ragione e una convincente autorità morale sul tema della crisi climatica” e la sua voce oggi “è più importante che mai” di fronte alle emergenze ambientali che affliggono il pianeta: è quanto afferma John Kerry, inviato speciale del presidente Usa per il clima, in un’intervista al sito della Santa Sede Vatican News dopo l’incontro di oggi in Vaticano con Francesco.
Kerry definisce il Papa “un precursore”, che anticipa i tempi: “La sua Enciclica Laudato si’ è davvero un documento molto, molto potente, eloquente e molto persuasivo dal punto di vista morale.
E penso che la sua, sarà una voce molto importante che ci accompagnerà fino alla Conferenza di Glasgow, alla quale credo intenda partecipare. Abbiamo bisogno di tutti in questa battaglia. Tutti i leader del mondo devono unirsi e ogni Paese deve fare la sua parte”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gaza: Di Maio sente Borrell per riunione straordinaria Ue
Tra i ministri degli Esteri europei
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
19:41
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha sentito telefonicamente oggi pomeriggio, a quanto si apprende, l’Alto rappresentante Ue Josep Borrell. Al centro della telefonata la situazione in Medio Oriente e la necessità di organizzare a stretto giro una riunione straordinaria tra i ministri degli Esteri europei.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gaza: corteo a Torino, in 3 mila sfilano pro Palestina
Presidio si mette in movimento e attraversa centro città
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
15 maggio 2021
17:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Corteo pro Palestina nel centro di Torino. Circa 3mila le persone che stanno percorrendo via Po dopo essersi ritrovate in piazza Castello per l’iniziativa organizzata da ‘Progetto Palestina’.

“Condanniamo l’aggressione israeliana, ma anche il silenzio che continua a persistere davanti alla pulizia etnica messa in atto dal governo di Israele – dicono gli organizzatori della manifestazione -. Stiamo parlando di un massacro e non di un conflitto”. Dalle casse musica araba, ma anche ‘Bella Ciao’, mentre i manifestanti scandiscono gli slogan “Free free Palestine” e “Palestina libera”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Israele: manifestazione pro Palestina a Padova
In piazza 300 aderenti a Rifondazione Comunista e Donne in Nero
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PADOVA
15 maggio 2021
15:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Una manifestazione a sostegno della causa palestinese si è svolta stamane a Padova, in piazza Cavour. Vi hanno partecipato circa 300 dimostranti aderenti a Rifondazione Comunista e all’associazione pacifista internazionale Donne in Nero, molti dei quali innalzavano bandiere della Palestina.
L’obiettivo dei manifestanti era quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sui drammatici eventi in corso a Gaza.. Alla guida della manifestazione l’influencer Miriam Mazza.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Spiagge: Lignano, sindaco, ‘per ora poco movimento’
Luca Fanotto, ‘domani valutazione su weekend’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
15 maggio 2021
15:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sorprendentemente, si sta registrando in queste ore una scarsa affluenza a Lignano Sabbiadoro, una delle località turistiche del litorale del Fvg tra le più note e frequentata non soltanto da locali e italiani provenienti da altre regioni, ma anche da turisti della vicina Austria, per non contare i tedeschi. Sicuramente a scoraggiare i bagnanti e i vacanzieri in generale nel corso della prima giornata di apertura degli impianti balneari, sarà stato il tempo non proprio da mare.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per tutta la mattina il cielo è stato coperto da dense nubi, poi si è verificata una piccola apertura.
La temperatura, comunque, è abbastanza alta.
“Al momento non si registra molto movimento nella località, auspichiamo che il bel tempo continui anche domani, quando si potrà effettivamente valutare l’afflusso verso la nostra spiaggia nel corso di questo weekend”. Ha detto il sindaco di Lignano Sabbiadoro, Luca Fanotto, commentando l’andamento in città del primo giorno di riapertura, appunto, riferendosi all’intera area costiera, da Muggia a Lignano.
Ieri, proprio lungo tutta la costa della regione, si è svolto un singolare e suggestivo evento simbolico, l’apertura in contemporanea di oltre 25.000 ombrelloni, con anche ola fatte sempre con gli ombrelloni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:test in stazione Bari,Lopalco ‘ripartire in sicurezza’
Due tensostrutture della Croce rossa fino a settembre
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
15 maggio 2021
16:03
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La Croce rossa ci è stata accanto fin dall’inizio della pandemia e lo dimostra ancora oggi con l’allestimento di questa postazione per i test anti Covid all’interno della stazione. Si tratta di una struttura efficiente in grado di dare risposte rapide ai cittadini, ma anche simbolo della sinergia fra istituzioni e servizio sanitario regionale che concorrono insieme verso un obiettivo comune: ripartire in sicurezza”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha dichiarato l’assessore regionale alla Salute, Pier Luigi Lopalco, intervenuto alla inaugurazione della tensostruttura della Croce rossa che effettuerà per tutta l’estate tamponi rapidi anti-Covid gratuiti.
La tensostruttura si trova nel piazzale Ovest della stazione centrale di Bari. All’interno sono attive due postazioni con medici e infermieri che saranno al lavoro ogni giorno, compresi sabato e domenica, dalle 11 alle 18, fino alla fine di settembre. E’ stato allestito anche un secondo gazebo dove i soggetti eventualmente postivi possono attendere l’esito del tampone molecolare. I volontari hanno predisposto un percorso di accesso sicuro nel rispetto delle misure di distanziamento, con controllo della temperatura ai varchi, raccolta dati anagrafici, firma del consenso e registrazione.
Asl e Regione collaboreranno per la gestione degli eventuali soggetti positivi. “Abbiamo voluto dare supporto con l’attività del laboratorio di analisi dell’ospedale di Venere per processare i tamponi molecolari – ha spiegato il direttore generale della Asl, Antonio Sanguedolce – e il dipartimento di prevenzione chiamato ad intervenire con il contact tracing”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
‘Fascista’, striscione su casa sindaco Pordenone
Ciriani, “vigliacca intimidazione”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PORDENONE
15 maggio 2021
17:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La notte scorsa ignoti hanno affisso uno striscione di protesta sulla recinzione esterna della casa del sindaco di Pordenone, Alessandro Ciriani, reo, a loro avviso, di non aver partecipato a una manifestazione che celebrava il centenario delle giornate antifasciste del quartiere di Torre di Pordenone.
A raccontare quanto accaduto è stato lo stesso primo cittadino sui canali social: “Questa mattina, alle 7.20, sento suonare il campanello.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono i Carabinieri e subito penso a una disgrazia – è la premessa -. Tranquillizzo i miei genitori molto anziani, svegliati anche loro. Corro ad aprire, angosciato: i militari, gentilissimi, mi accompagnano fino ad un tratto della recinzione di casa, quella esposta alla strada, dove campeggia un grande striscione. Il testo? Il sindaco fascista e la resistenza bla bla… Eccoli qui i sinceri democratici e antifascisti e antirazzisti e ‘anti quello che vi pare’ che, a corto di idee e a ridosso della campagna elettorale, non trovano di meglio che togliere dalla soffitta il peggior nostalgismo anni ’70”.
“Antifascisti? – prosegue Ciriani – In realtà, un grumo violento e intollerante della peggiore sinistra. Questo gesto, volendo usare lo stesso esasperato armamentario politico della sinistra cittadina, non è una vigliacca intimidazione? Non è comunicare che “sappiamo dove vivi”? Non è come quando i nazisti segnavano con vernice le case degli ebrei? Nella loro testa bacata è così ma io preferisco trattare il fatto come esercizio di imbecillità totale e spero che sia corale e senza distinguo la condanna. Non tanto per il gesto in sé – conclude il primo cittadino – quanto per aver svegliato e spaventato due anziani malati, due bambini e sporcato una casa privata”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Omofobia: tensione a Milano tra studenti e forze polizia
Manifestanti contro iniziativa anti ddl Zan in Duomo con Salvini
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 maggio 2021
17:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Momenti di tensione, spintoni e qualche manganellata oggi pomeriggio a Milano fra la Polizia e un gruppo di manifestanti intervenuti in piazza del Duomo per protestare contro un’iniziativa anti-ddl Zan.
Il presidio comizio era stato organizzato da Associazione ProVita e Famiglia con il titolo ‘Restiamo liberi’ e fra la gente, a sorpresa, aveva partecipato anche il leader della Lega Matteo Salvini.

I contro-manifestanti, appartenenti ad associazioni studentesche come Rete degli Studenti e Tsunami, si sono presentati attorno alle 16 al grido ‘Vergogna vergogna, ddl Zan subito’.
La Polizia è intervenuta per tenere i due gruppi separati anche con qualche manganellata nei confronti degli studenti che si sono poi spostati verso Piazza Fontana, dove poi si sono fermati per un sit in pacifico.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini, presto campagna per 16enni su Tik Tok
Progetto del Ministero delle Politiche giovanili, coinvolgerà influencer
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
17:58
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Una campagna di sensibilizzazione sui social, dedicata i giovanissimi, sull’importanza della vaccinazione. Per gli under 20 si useranno Tik Tok con i suoi influencer mentre per gli under 30, verranno coinvolti i vip di Instagram, Facebook e Twitch.
E’ questo il progetto a cui sta lavorando il Ministero alle Politiche Giovanili, per dare impulso alla campagna vaccinale tra giovanissimi e ragazzi, anche in vista del ritorno a scuola in sicurezza a settembre. La campagna – viene fatto sapere- riguarderà comunque anche i canali istituzionali.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Decreto sostegni bis venerdì, sul tavolo Imu-Tasi-Tosap
Pichetto: ’14 miliardi per i ristori e 20-25 mld per liquidità e moratorie’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
13:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il dl Sostegni bis potrebbe arrivare “dopodomani”, venerdì, con “in campo uno slittamento fino al 30 giugno” delle cartelle, “un’esenzione Imu e Tosap da definire, probabilmente ci sarà uno stanziamento di 600 milioni per la Tari e una moratoria sui prestiti in conto capitale anche con un passaggio delle garanzie da 6 anni a 10 anni”. Lo ha detto Gilberto Pichetto Fratin, viceministro allo Sviluppo Economico a 24 Mattino su Radio 24.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono tutti elementi che dovrebbero essere nel decreto di dopodomani, ragioniamo su 14 miliardi circa di meccanismi di ristori e 20-25 miliardi che comprendiamo tutta la parte di liquidità e moratorie”.
“Ragionare sui margini e tenere conto anche dei costi fissi per avere un quadro un po’ più corretto” delle perdite delle imprese e concedere ristori adeguati. E’ questo, secondo il viceministro allo Sviluppo economico l’orientamento per il nuovo meccanismo da inserire nel decreto Sosetegni bis. Il binario, conferma a Radio 24 dopo la cabina di regia sul tema tenutasi ieri a Palazzo Chigi, sarà duplice: da un lato si interverrà “immediatamente con un acconto che è calcolato col vecchio sistema, praticamente la perdita di oltre il 30% e quindi una percentuale rispetto a quella che è stata la perdita di anno su anno”, poi si farà invece riferimento “a quelli che sono stati i veri costi e naturalmente i ricavi”. Il parametro “potrebbe essere il margine operativo lordo, ma è ancora tutto da definire nelle modalità tecniche. Di fatto la differenza tra ricavi e costi, in quanto ci sono imprese che hanno ricavi altissimi ma margini bassissimi e viceversa”. Due anche i periodi di riferimento: si valuterà, spiega ancora il viceministro, la differenza tra aprile 2019 e aprile 2020 e anche tra aprile 2020 e 2021, valutando le perdite “della prima, seconda e terza ondata di pandemia”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: Censis, con certificazione accreditata +30 mld pil
Studio Osservatorio Accredia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
10:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Le risorse del PNRR vanno spese presto e bene e utilizzando in modo massiccio la certificazione accreditata si potrebbe creare un valore aggiuntivo di 30 miliardi entro il 2023. E” quanto si legge nello studio dell’Osservatorio Accredia «La certificazione accreditata al servizio del Recovery plan» curato dal Censis presentato oggi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Spendere presto e bene – si legge – è la sfida per le istituzioni e la Pubblica Amministrazione. Servono perciò strumenti utili a far coesistere la verifica del rispetto delle regole con l’impiego rapido dei fondi. . Con un più ampio ricorso alla certificazione accreditata – sostiene la ricerca – “verrebbero amplificati anche i benefici ambientali e sociali, per un valore stimato in 2,2 miliardi di euro annui, con impatti positivi su ambiente (riduzione di emissioni inquinanti e risparmio energetico), lavoro (riduzione degli infortuni sui luoghi di lavoro), sicurezza alimentare (riduzione delle malattie legate al cibo e dei relativi costi sociali). Ecco perché è auspicabile – sottolinea lo studio – che ai fondi NgEu vengano applicati criteri di accesso che stimolino il ricorso alla certificazione accreditata. Così si risponderebbe ai dubbi degli italiani. Ipotizzando l’obiettivo di arrivare a 150.000 imprese certificate sotto accreditamento (60.000 in più rispetto alle attuali), si genererebbe un valore aggiuntivo pari a 30 miliardi di euro entro il 2023”.
Secondo un sondaggio sulla spesa dei fondi del Recovery contenuto nella ricerca il 75,5% degli italiani teme che dalla pressione a spendere in fretta “possa derivare una riduzione dei controlli, spianando la strada all’illegalità”. La maggioranza degli intervistati (il 56,4%) sostiene che le risorse vanno spese velocemente, “ma con meccanismi affidabili di verifica del rispetto di norme e regole”. Per il 30,4% servono controlli ferrei da parte dello Stato, anche a costo di rallentamenti.
Solo per il 6,5% “bisogna azzerare del tutto i controlli per spendere le risorse con la massima celerità”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia, via libera Ue a ristori per 12,8 milioni di euro
Risarcimento per danni legati al Covid subiti a gennaio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
13 maggio 2021
08:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione Ue ha approvato un aiuto di 12,8 milioni di euro stanziato dall’Italia per compensare Alitalia per gli ulteriori danni subiti a causa della pandemia di coronavirus. Lo annuncia l’Antitrust Ue.

La misura approvata oggi consente all’Italia di compensare ulteriormente i danni diretti subiti da Alitalia nel mese di gennaio 2021. Per la Ue la misura è proporzionata, e dopo l’analisi dei danni rotta per rotta ha rilevato che “il risarcimento non va oltre quanto necessario” per compensarli.

Il via libera di Bruxelles arriva dopo altre tre decisioni simili prese il 4 settembre 2020, il 29 dicembre 2020 e il 26 marzo 2021 per approvare le misure del governo italiano volte a risarcire Alitalia per i danni subiti dalle restrizioni causate dal Covid. L’importo totale dei ristori a favore della compagnia approvati finora dalla Commissione Ue ammonta a oltre 310 milioni di euro.

Ammonterebbero a 100 milioni, secondo quanto si apprende da fonti di governo, le risorse che il governo si appresta a stanziare nel prossimo decreto sostegni per garantire l’operatività di Alitalia. In una nota il Mise aveva spiegato che la cifra non era paragonabile ai prestiti ponte del passato pari a 900 e 400 milioni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tesoro: in asta Btp 30 anni tassi sopra il 2%
Colloca 3 mld Btp a 3 anni, tassi allo 0,06%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
14:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Tesoro ha collocato 1,75 miliardi di Btp a 30 anni con un rendimento medio che supera quota 2% (2,06%). In asta anche il titolo a 3 anni, per il quale sono stati collocati 3 miliardi di euro con un rendimento de -0,06% in rialzo rispetto a -0,17% precedente.
Infine sul titolo a 7 anni sono stati collocati 4,5 miliardi con un rendimento dello 0,69%.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Industria: Lombardia in ripresa (+0,2%), artigianato (-2,2%)
Analisi del primo trimestre di Unioncamere e Confindustria
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 maggio 2021
12:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In Lombardia il primo trimestre 2021 registra un nuovo lieve incremento congiunturale della produzione industriale (variazione congiunturale destagionalizzata +0,2%) e un rimbalzo tendenziale consistente (la variazione è del +8,7%). E’ quanto emerge dall’analisi dell’andamento economico di industria e artigianato nel primo trimestre 2021 realizzato da Unioncamere e Confindustria Lombardia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Queste dinamiche non riescono però a compensare il gap della produzione con il periodo pre-crisi, che è ancora inferiore del 2,3% rispetto alla media 2019. In contrazione la produzione delle aziende artigiane manifatturiere: -2,2% la variazione congiunturale destagionalizzata ma è più modesto il rimbalzo tendenziale (+5,5% la corrispondente variazione). In questo caso la distanza dal periodo pre-crisi è ancora più rilevante arrivando al -11,3%.
“Nel primo trimestre 2021 la produzione manifatturiera lombarda recupera ancora per le imprese industriali, anche se a velocità ridotta, ma svolta in negativo per le artigiane”, affrma Gian Domenico Auricchio, Presidente di Unioncamere Lombardia.
“In questa fase di ripartenza gli imprenditori devono affrontare ancora il trascinamento dei problemi legati alla crisi sanitaria”, afferma Marco Bonometti, presidente di Confindustria Lombardia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Superbonus motore d’avviamento dell’economia
Confindustria: ‘In due anni impatto di 1% sul Pil’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
16:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo le stime del Centro Studi di Confindustria, l’applicazione del superbonus 110% ” attiverà in due anni 18,5 miliardi di spese con un impatto positivo sul PIL pari a circa l’1%”. Lo afferma il vicepresidente per Credito, Finanza, Fisco di Confindustria, Emanuele Orsini, in audizione alla Camera.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Superbonus 110%, spiega, “è come il motorino di avviamento delle autovetture, prima mettiamo in moto, prima l’economia riparte”. È in grado di “rimettere in moto l’intera filiera delle costruzioni”, riqualificare il patrimonio immobiliare, aiuta a raggiungere gli obiettivi climatici e “prevenire i danni causati da eventi sismici”.
La proroga del superbonus “almeno fino al 31 dicembre 2023” e la semplificazione burocratica e normativa vanno affrontati “con urgenza nel primo provvedimento utile “.
“Accanto alla proroga – spiega Orsini – è necessaria l’adozione urgente di alcuni correttivi che consentano alla misura di liberarne tutto il potenziale” e per questo si aspetta che le risorse, 22,26 miliardi già allocati dal governo, “siano incrementate il prima possibile”.
In particolare, sostiene Confindustria, “occorre rimuovere i diversi ostacoli burocratici e normativi” e “trovare un bilanciamento tra i requisiti necessari a tutelare l’interesse erariale e l’accesso e l’utilizzo dell’incentivo”. Secondo alcune indagini condotte a fine 2020, “una famiglia su tre, seppur interessata all’agevolazione, si dichiara intenzionata a rinunciarvi, in ragione della sua complessità”.
Secondo Confindustria, tra le criticità, non si può lasciare “fuori gli immobili delle imprese (si pensi ad un hotel, o un edificio amministrativo nel centro di una città”. Infine, l’incertezza sui tempi “porta alla conseguenza per cui alcune banche preferiscono non impegnarsi nell’acquisto di crediti relativi a lavori da completare o, addirittura, eseguire nel 2022”, interrompendo iter già avviati. E poi un richiamo sui processi di rafforzamento del sistema creditizio che “non debbano in alcun modo pregiudicare il legame con i territori e la capacità di servizio all’imprese”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: Profumo (Acri), Fondazioni offrono loro competenze
Per non sprecare opportunità
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
15:58
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Le Fondazioni di origine bancaria possono mettere a disposizione le loro competenze progettuali e la loro capacità di attivazione di reti sui territori, perché le opportunità che si apriranno con la nuova stagione del Next Generation Eu Plan non vadano sprecate”. Lo afferma il presidente dell’Acri Francesco Profumo in un videomessaggio alla conferenza della Fondazione Mps sullo sviluppo sostenibile sottolineando come i progetti del Recovery si devono trasformare “in un potente volano per la ricostruzione di un Paese finalmente orientato a uno sviluppo sostenibile e inclusivo”.

“Nella loro duplice veste di investitori istituzionali e di soggetti erogatori, le Fondazioni sono convinte che lo sviluppo sarà veramente sostenibile solo se saprà coniugare crescita economica e coesione sociale. Questo è vero tanto a livello locale – a Siena come a Torino, a Napoli come a Trento – quanto a livello nazionale. Il sistema delle Fondazioni, attraverso Acri, ha consolidato la capacità di agire in maniera sinergica su entrambi i livelli”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sostegni bis: verso un contratto di rioccupazione
Sgravi al 100% per rientro dopo cig a settori commercio-turismo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
17:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel decreto Sostegni bis si va verso la definizione di un “contratto di rioccupazione” da applicare a tutti i settori: un contratto a tempo indeterminato che, a quanto si apprende, sarà legato alla formazione e ad un periodo di prova, massimo di sei mesi, con sgravi contributivi al 100% che andranno restituiti nel caso in cui il lavoratore non venga poi assunto. Sgravi che si cumulano agli altri già a disposizione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La norma, proposta dal ministro del Lavoro Andrea Orlando, punta a a mettere in moto un sistema che favorisca la ripartenza e un’alternativa ai licenziamenti (il primo blocco scadrà il 30 giugno).
Inoltre, per i settori del commercio e del turismo, tra i più colpiti dagli effetti della pandemia, il decreto dovrebbe prevedere un esonero contributivo al 100% per i dipendenti che vengono riconfermati dopo il blocco dei licenziamenti e la fine della cassa Covid a ottobre, per mantenere i livelli occupazionali. Con questo stesso obiettivo, le aziende che registrano un calo del 50% di fatturato potranno stipulare un contratto di solidarietà con la retribuzione al 70% ma dovranno impegnarsi, nell’accordo, al mantenimento dei livelli occupazionali. Per i contratti di espansione, invece, si va verso l’abbassamento della soglia a 100 dipendenti sia per lo scivolo verso l’uscita che per la riduzione dell’orario di lavoro, nella logica – sempre a quanto si apprende – di premiare le aziende che assumono e sostenere così la staffetta generazionale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Rinvio ad agosto contributi per artigiani e commercianti
Lo annuncia l’Inps
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
17:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Inps conferma il differimento al 20 agosto 2021 del pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali con scadenza originaria 17 maggio 2021 per i lavoratori iscritti alle gestioni autonome speciali INPS degli artigiani e degli esercenti attività commerciali. Lo si apprende da una nota Inps.

Con il nulla osta del Ministero del Lavoro giunto ieri, infatti, viene autorizzato lo slittamento quale misura per attenuare gli effetti negativi causati dal prolungarsi dell’emergenza epidemiologica Covid 19 e favorire la ripresa.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: nuovo record debito, a marzo 2.651 mld
Migliorano entrate tributarie a 30,1 miliardi (+9,8%)
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
10:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel mese di marzo il debito pubblico italiano ha toccato un nuovo record. L’aumento segnalato dalla Banca d’Italia è di 6,9 miliardi rispetto al mese di febbraio, così da portare il debito complessivo delle Amministrazioni Pubbliche a 2.650,9 miliardi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pur trattandosi di un nuovo record, l’aumento è stato inferiore a quello del mese di febbraio quando aveva sfiorato i 37 miliardi (36,9) sul mese di gennaio.
L’aumento nel mese di marzo – segnala la Banca d’Italia – è dovuto principalmente al fabbisogno (25,3 miliardi), che ha più che compensato la riduzione delle disponibilità liquide del Tesoro (18,3 miliardi, a 84,6 miliardi). L’effetto complessivo di scarti e premi all’emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione dei tassi di cambio ha ridotto il debito per 0,1 miliardi.
Migliorano le entrate tributarie. A marzo le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato, sono state pari a 30,1 miliardi, in aumento del 9,8 per cento (2,7 miliardi) rispetto allo stesso mese del 2020, che era stato influenzato, tra l’altro, dagli slittamenti d’imposta disposti dal DL “cura Italia”. Nel primo trimestre dell’anno le entrate tributarie sono state pari a 96,0 miliardi, in aumento dell’1,1 per cento (1,0 miliardi) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pensioni: Cgil, cambiare contratto espansione, rischio flop
Troppo costoso per le aziende, poco conveniente per i lavoratori
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
11:20
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il contratto di espansione per l’accesso alla pensione fino a cinque anni in anticipo rispetto alla data della pensione di vecchiaia o anticipata “rischia il flop” perché troppo costoso per le aziende o, se si anticipa di solo due anni, poco conveniente per i lavoratori. Lo afferma il segretario confederale della Cgil, Roberto Ghiselli, chiedendo al Governo risorse aggiuntive e un tavolo di confronto sulla misura in vista dell’abbassamento della soglia al 100 dipendenti per le aziende che potrebbero richiederla che dovrebbe rientrare nel decreto Sostegni-bis in arrivo la prossima settimana in consiglio dei ministri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Se non si modificano i criteri di accesso – ha spiegato – si rischia il flop. Per le aziende pagare l’importo della pensione maturata per cinque anni recuperando l’importo della Naspi per due anni è troppo costoso. Ma se l’accordo è solo per due non conviene al lavoratore che preferirà andare in Naspi perché almeno avrà i contributi”. L’azienda infatti paga i contributi con questa misura solo nel caso dell’accesso alla pensione anticipata (per la quale gli anni di contributi sono necessari all’uscita) ma non per la pensione di vecchiaia (per la quale ne bastano venti).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: Sbarra, 500mila posti a rischio nel 2021
Prorogare il blocco dei licenziamenti per tutti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
15:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La transizione alla normalità è un processo che va governato insieme, nel segno della coesione e dell’inclusione sociale. Secondo fonti governative ci sono 500 mila lavoratori a rischio nel 2021, che andrebbero ad aggiungersi al milione di disoccupati dell’ultimo anno.
Non c’è settore che sia fuori pericolo e non è sbloccando i licenziamenti che creeremo le condizioni di ripartenza”. Lo ha affermato il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, concludendo il Consiglio della Cisl Toscana. “Al ministro Orlando e al Governo chiediamo – ha aggiunto – massima coesione con la proroga generalizzata del blocco dei licenziamenti almeno fino alla fine dell’emergenza”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: fonti, in norma Sostegni bis 800 mln per Ita
Risorse a valere sui 3 miliardi previsti per avvio compagnia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
20:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Uno stanziamento che si aggira intorno agli 800 milioni per Ita. E’ su questa cifra, secondo quanto si apprende da fonti di governo, che si sta ragionando nel mettere a punto la norma per la newco di Alitalia prevista nel decreto Sostegni bis.
Le risorse verrebbero sbloccate nell’ambito dei 3 miliardi della dotazione pubblica già prevista per l’avvio della nuova compagnia.
Ad ottobre 2020 il decreto interministeriale per la costituzione di Ita istituiva infatti un Fondo al Mef con 3 miliardi di dotazione, di cui solo 20 milioni erogati subito come capitale sociale iniziale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sole 24 Ore: risultati trimestre in miglioramento, +1,8% ricavi
Riduce perdita a 5,7 mln. Bene sviluppo abbonamenti digitali
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
19:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il gruppo editoriale Sole 24 ore chiude i conti del primo trimestre 2021 “in miglioramento”, come sottolinea la società, “grazie al miglior andamento dei ricavi combinato alle azioni di contenimento dei costi, pur risentendo ancora degli impatti dell’emergenza sanitaria legata alla diffusione del virus Covid-19″.
I ricavi consolidati sono stati pari a 44,1 milioni, in crescita di 0,8 milioni, +1,8% rispetto al 1° trimestre 2020”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
+2,8% per i ricavi editoriali che salgono a 25,1 milioni “principalmente per lo sviluppo dei ricavi derivanti da abbonamenti digitali al quotidiano, al sito http://www.ilsole24ore.com, ai prodotti dell’area Tax & Legal, da collaterali e libri, che compensano la contrazione dei ricavi generati da abbonamenti al quotidiano cartaceo e da vendita di periodici”. +17,4% per i ricavi diffusionali del quotidiano digitale che salgono a 4,8, mentre i ricavi pubblicitari a 16,5 milioni sono in linea con il primo trimestre 2020, “meglio del mercato di riferimento”.
Il risultato netto è negativo per 5,7 milioni, in miglioramento di 0,3 milioni rispetto al risultato negativo per 5,9 milioni al 31 marzo 2020. Al netto di oneri e proventi non ricorrenti il miglioramento è di 1,4 milioni con una perdita netta che si riduce a 5,3 milioni.
Sul fronte del risultato operativo l’Ebitda è negativo per 0,5 milioni, in miglioramento di 1,1 milioni; l’Ebit è negativo per 4,5 milioni, in miglioramento di un milione .
I ricavi di editoria elettronica dell’area Tax & Legal sono pari a 9,2 milioni in crescita di 0,6 milioni (+6,9%). La diffusione (carta + digitale) del quotidiano Il Sole 24 ORE da gennaio a marzo 2021 è pari a 146.488 copie medie giorno (+3,0%). In calo il costo del personale: -3,1% a 20,6 milioni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pil: Confcommercio, torna positivo a maggio, stima +3,7%
Sprint dei consumi ad aprile ma il recupero è ancora lontano
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
11:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Dopo un primo trimestre di contrazione dell’attività produttiva, seppure meno elevata rispetto alle stime, ed un aprile ancora in negativo, nel mese di maggio l’economia italiana dovrebbe avere sperimentato una variazione congiunturale ampiamente positiva”. E’ quanto indica l’Ufficio studi di Confcommercio, stimando una crescita del 3,7% rispetto ad aprile.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Le riaperture, seppure parziali, e il progressivo allentamento delle misure di limitazione al movimento delle persone, potrebbero avere spinto il Pil del 3,7%, nella metrica destagionalizzata rispetto ad aprile. Su base annua, la variazione stimata è del +10,7%. Queste indicazioni – aggiunge – sono coerenti con il raggiungimento di una crescita prossima al 4% nel complesso del 2021”.
Ma il recupero delle perdite resta “ancora lontano”: nell’ultima congiuntura l’Indicatore dei consumi di Confcommercio (Icc) segnala ad aprile, per il secondo mese consecutivo, una forte crescita nel confronto annuo con una variazione del 45,1%. Una stima che tuttavia “va letta con estrema cautela”, perché il confronto è con il periodo di lockdown: rispetto ad aprile del 2019 si rileva ancora una flessione del 23% per il complesso della spesa e del 49,5% per i servizi. E, sempre se si guarda al confronto con aprile pre-Covid, emerge un crollo della domanda anche superiore al 70%. In questi settori, sottolinea Confcommercio, soprattutto della filiera turistica e ricreativa, “si concentrano i rischi di chiusure di attività se non verrà data al più presto la possibilità di operare in modo meno restrittivo, oltre che ad intervenire con adeguati sostegni”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Cgia, sostegni Governo coprono solo 13% perdite
Ora bisogna azzerare le tasse alle imprese
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
15 maggio 2021
16:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il supporto economico del Governo, con il decreto Sostegni e il decreto Sostegni bis, per una cifra complessiva di 45 miliardi di euro non coprirebbe nemmeno il 13% delle perdite denunciate dalle aziende. Lo rileva la Cgia secondo cui col nuovo decreto Sostegni, in fase di approvazione, il Governo dovrebbe erogare 18 miliardi di contributi a fondo perduto alle aziende e alle partite Iva in difficoltà economica.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Questo importo si aggiungerà ai 27 miliardi di sussidi finora dati alle imprese nei 14 mesi di pandemia. A fronte di un crollo del fatturato nel 2020 di 350 miliardi del nostro sistema economico, con questi 45 miliardi di indennizzi verrebbe coperto il 13% circa delle perdite totali. E, prosegue la Cgia, visto che lo scostamento di bilancio da 40 miliardi è stato votato il 22 aprile, si corre il pericolo che i 18 miliardi di indennizzi arrivino in ritardo. Il premier Draghi e il ministro Franco hanno promesso che gli aiuti arriveranno almeno fino a dicembre.
La Cgia ritiene quindi che le risorse per le imprese e le partite Iva con il decreto Sostegni bis non saranno le ultime e sostiene che bisogna azzerare le tasse alle imprese, consentendo alle partite Iva e alle Pmi di risparmiare quest’anno 28 miliardi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: sindacati, il 20 maggio giornata per la sicurezza
Landini, Sbarra e Bombardieri ad assemblee in aziende e cantiere
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
17:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata di mobilitazione per la sicurezza sul lavoro giovedì 20 maggio promossa da Cgil, Cisl e Uil con assemblee unitarie in tutta Italia insieme alle lavoratrici e ai lavoratori, con la presenza dei segretari generali in tre luoghi diversi. La giornata del 20 maggio, data simbolica in cui nel 1970 fu approvato lo Statuto dei lavoratori, rientra nel quadro delle iniziative lanciate dai sindacati con lo slogan “Fermiamo la strage nei luoghi di lavoro” e la richiesta di un “Patto per la salute e la sicurezza” tra governo e parti sociali.

I segretari generali di Cgil, Cisl e Uil parteciperanno a tre delle iniziative programmate giovedì mattina: Maurizio Landini sarà all’assemblea unitaria presso l’azienda agricola Kiwi Sud ad Eboli, in provincia di Salerno; Luigi Sbarra parteciperà all’assemblea che si terrà in un cantiere edile, presso il piazzale del Campo base dell’U.O Barberino Infrastrutture Pavimental Spa a Barberino del Mugello sulla A1, in provincia di Firenze; Pierpaolo Bombardieri prenderà parte all’assemblea unitaria a Pomigliano d’Arco, in provincia di Napoli, nello stabilimento Leonardo.

Cronaca tutte le notizie Tutti i fatti e gli avvenimenti di Cronaca sempre aggiornati approfonditi dettagliati monitorati affidabili! LEGGILI!
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 57 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 16:28 DI DOMENICA 09 MAGGIO 2021

ALLE 14:45 DI MARTEDÌ 11 MAGGIO 2021

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: Gelmini, presto date per wedding e sport
In settimana cabine regia con Cts. Dl Sostegni 2 da 40 mld
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2021
16:28
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Moltissimi futuri sposi e operatori del wedding mi hanno scritto e io li rassicuro: il Governo ci sta lavorando e sulla base dell’andamento dei contagi presto daremo una data” per la ripresa “perchè i matrimoni vanno programmati per tempo. E lo stesso vale per lo sport.
Già in settimana ci saranno cabine di regia con il Cts per dare date a questi settori”. Così il ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Mariastella Gelmini, a ‘Domenica in’ su Rai 1. “C’è l’emergenza sanitaria – ha aggiunto – ma anche quella economica e presto arriverà il decreto Sostegni 2 con 40 miliardi a supporto delle categorie colpite”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Coprifuoco, wedding, sport: verso roadmap riaperture
Gelmini: ‘Presto le date’. In settimana cabine regia con Cts
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2021
16:28
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 139 i morti con il Covid nelle ultime 24 ore. Sempre tanti, troppi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ma si tratta del dato più basso dallo scorso 25 ottobre, quando se ne registrarono 128. Un segnale importante in vista della settimana che porterà il Governo a definire il cronoprogramma delle nuove riaperture: dal wedding allo sport, dai ristoranti al chiuso all’allentamento del coprifuoco ai centri commerciali nei weekend. Mentre al ministero della Salute si ragiona su una possibile modifica dell’indice Rt che potrebbe altrimenti rimandare alcune regioni in arancione nonostante il trend positivo su ricoveri e contagi. Il fine settimana intanto, complice il clima estiva, è stato caratterizzato da spiagge e zone della movida affollate, con tanti interventi delle forze dell’ordine che ieri hanno sanzionato 1.500 persone. Tra i settori che chiedono a gran voce la ripartenza c’è quello dei matrimoni, che lamenta perdite elevate a causa del blocco delle cerimonie.
“Moltissimi futuri sposi e operatori del wedding – spiega il ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Mariastella Gelmini – mi hanno scritto e io li rassicuro: il Governo ci sta lavorando e sulla base dell’andamento dei contagi presto daremo una data” per la ripresa “perchè i matrimoni vanno programmati per tempo. E lo stesso vale per lo sport. Già in settimana ci saranno cabine di regia con il Cts per dare date a questi settori”. Tra le attività sportive in stand by ci sono le piscine al chiuso e le palestre. Per il wedding le Regioni puntano a ripartire già dall’1 giugno con le linee guida messe a punto, che prevedono banchetti all’aperto, ospiti rigorosamente distanziati e tutti con la mascherina. Ma una data più probabile è quella del 15 giugno. Il via libera alle piscine al chiuso potrebbe invece avvenire prima. Ovviamente, tutto è condizionato da un’attenta analisi dei dati epidemiologici dal 26 aprile. Per quanto riguarda i ristoranti al chiuso, caffè al bancone ed il prolungamento del coprifuoco (alle 23 o alle 24 a seconda di quale linea prevarrà nel Governo) le novità potrebbero scattare già da lunedì 17 maggio. Ma si tratta di punti ancora divisivi all’interno della maggioranza ed il premier Draghi dovrà quindi trovare una sintesi come è accaduto per le riaperture del 26 aprile scorso. La cabina di regia politica che deciderà si riunirà a metà settimana.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: sindaco Lampedusa, basta ambiguità su questo tema
“Serve sostegno europeo, Salvini e Meloni sono irresponsabili”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
09 maggio 2021
17:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Se in un giorno sbarcano mille migranti sull’isola la macchina dell’accoglienza, anche se tra mille difficoltà, può reggere. Ma se ne arrivano tremila o quattromila che facciamo?” Così il sindaco di Lampedusa e Linosa Totò Martello, commenta l’ultima ondata di sbarchi sull’isola dove nel giro di poche ore sono approdati oltre mille migranti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Lo avevo detto il giorno in cui è nato il governo Draghi: – aggiunge – l’Italia non può permettersi ambiguità su un tema fondamentale come quello dei flussi migratori, e meno che mai può permettersi di gestire l’arrivo dei migranti con la logica dell’emergenza quotidiana. Servono regole chiare per il soccorso in mare e per il controllo nel Mediterraneo, e servono azioni di tutela dei diritti umani”.
“Al tempo stesso – osserva il sindaco – c’è bisogno di meccanismi che salvaguardino Lampedusa e la sua comunità, siamo un territorio di confine non solo italiano ma anche europeo, anche Bruxelles deve assumersi le sue responsabilità”.
Riferendosi infine alle dichiarazioni dei leader del centro destra, il sindaco di Lampedusa afferma: “Salvini ha perso il pelo ma non il vizio, è da irresponsabili ricominciare a fomentare odio sociale mettendo ‘gli italiani contro i migranti’. Quanto all’idea della Meloni di attivare un ‘blocco navale’, è una sciocchezza talmente evidente che non merita neppure commenti”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Roma: Conte, M5s con Raggi. Gualtieri correrà alle primarie del Pd
Lombardi e Corrado: ‘Zingaretti candidato sfiora il paradosso’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
09 maggio 2021
17:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo una riflessione lunga un mese in casa Pd, si torna al punto di partenza: sarà l’ex ministro dell’Economia Roberto Gualtieri il candidato in quota dem per il Campidoglio. Alla fine è stato il M5s mettere la parola fine al pressing serrato da parte del partito su Nicola Zingaretti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La condizione posta dal governatore per la corsa al Campidoglio era la tenuta dell’asse giallorosso in Regione, una circostanza che il Movimento non ha assicurato in alcun modo, prospettando anzi una crisi imminente. Insomma, la trattativa serrata degli ultimi giorni tra Nazareno e 5 stelle non è andata a buon fine e l’ultima parola è spettata al leader in pectore dei pentastellati, Giuseppe Conte: “Virginia Raggi è un ottimo candidato. Ci auguriamo che la decisione del Pd non metta in discussione il lavoro comune che da qualche mese è stato avviato a livello di governo regionale”. La candidatura di Gualtieri a sindaco di Roma era nell’aria da tempo, congelata nell’ultimo periodo per dare spazio all’ipotesi Zingaretti, considerato un nome più forte. L’ex ministro dell’Economia, come raccontano fonti a lui vicine, è stato spettatore fino a ieri restando a disposizione del partito, poi, venute meno le condizioni per la corsa dell’ex segretario dem, si è fatto avanti “con umiltà e orgoglio. Partecipo alle primarie del 20 giugno”, ha annunciato.
A stretto giro è arrivato il sostegno via twitter del segretario Enrico Letta che, a fine giornata, viene descritto da chi gli è vicino “consapevole delle difficoltà del Movimento”. Carlo Calenda, da tempo in pista per Palazzo Senatorio, lo punge: “Il candidato del Pd lo ha scelto sostanzialmente i 5s minacciando di far cadere la Regione. Alleati sinceri e affidabili…”. Da domani “il prof Gualtieri”, come qualcuno lo ha ribattezzato, sarà il primo grosso ostacolo per il bis di Virginia Raggi, in attesa delle scelte del centrodestra. La sindaca grillina, da parte sua, incassa l’endorsement di Conte, ringrazia e rilancia: “Avanti uniti”.
“Avanti uniti. Grazie del sostegno a Giuseppe Conte, al MoVimento 5 Stelle, a tutti coloro che si impegnano e si impegneranno per Roma. Grazie a tutti voi! #AvantiConCoRaggio”. Così su twitter la sindaca di Roma Virginia Raggi.
“E’ innegabile il forte imbarazzo che una eventuale candidatura di Nicola Zingaretti per le Comunali di Roma porterebbe nella neonata alleanza regionale”. Così le due assessore a 5s della giunta di Nicola Zingaretti, Roberta Lombardi e Valentina Corrado. “La situazione che si verrebbe a creare (uniti in Regione e avversari a Roma con Zingaretti come candidato e presidente) sfiorerebbe il paradosso”, dicono le pentastellate augurandosi che le scelte del Pd su Roma “non contemplino soluzioni che avrebbero, inevitabilmente, ripercussioni sulla tenuta dell’attuale maggioranza regionale e su scenari di future alleanze nel Lazio”.
“Il candidato del Pd a Roma lo hanno scelto sostanzialmente i 5S, con il sostegno di Conte alla Raggi e minacciando di far cadere la regione in caso di candidatura di Zingaretti. Alleati sinceri e affidabili. Benvenuto a @gualtierieurope. Dopo le primarie ci confronteremo”. Lo scrive su Twitter Carlo Calenda, leader di Azione e candidato al Campidoglio.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Vaccini: Lazio, successo Open day Astrazeneca a Rieti
Iniziativa si replica prossimo weekend,D’Amato verifica modalità
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2021
17:39
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Visita a sorpresa a Rieti per verificare le modalità del Open Day. Ringraziamenti alle operatrici e gli operatori sanitari.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Grande successo di adesione”. Così l’assessore alla sanità del Lazio Alessio D’Amato a proposito dell’Open day organizzato a Rieti ieri e oggi per la somministrazione del vaccino Astrazeneca.
L’iniziativa, promossa dalla asl di Rieti e che si replicherà anche nel prossimo weekend , cioè sabato 15 maggio e domenica 16 maggio, sempre dalle ore 8 alle ore 22, è rivolta agli over 50 anni e alle persone appartenenti alle “categorie prioritarie” della provincia di Rieti. In ogni giornata la Asl di Rieti eseguirà un massimo di 400 vaccini AstraZeneca.
Ieri e oggi, quindi, previa prenotazione direttamente presso il nuovo Centro vaccinale allestito dall’Azienda presso la Caserma Verdirosi, è toccato a tutti gli over 50 anni e tutte le categorie prioritarie a prescindere dall’età: Forze Armate, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Capitaneria di Porto, Vigili del Fuoco, Polizia Locale, Protezione Civile, Operatori sanitari aderenti agli Ordini professionali, personale delle Comunità residenziali, socio sanitarie e socio assistenziali, civili, religiose, come si legge sul sito della asl.
Non è escluso, anche per favorire l’utilizzo del vaccino Astrazeneca, che possano essere organizzati altri Open day in altre località del Lazio, compresa Roma.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Livatino: nasce in Vaticano gruppo su ‘scomunica mafie’
Con Pignatone, Bindi, mons. Pennisi e don Ciotti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
09 maggio 2021
18:21
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per onorare Rosario Livatino, primo magistrato beato nella storia della Chiesa, il Dicastero per lo Sviluppo Umano Integrale costituirà un Gruppo di lavoro sulla ‘scomunica alle mafie’, con l’obiettivo di approfondire il tema e collaborare con i vescovi del mondo sulla questione. E’ quanto si apprende da fonti vaticane.
Del gruppo faranno parte, sempre secondo quanto si apprende, l’arcivescovo di Monreale, mons. Michele Pennisi, il presidente del Tribunale dello Stato della Città del Vaticano, Giuseppe Pignatone, il presidente dell’associazione Libera don Luigi Ciotti, Rosy Bindi, ex presidente Antimafia, e Vittorio Alberti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lamorgese all’Ue, redistribuire subito i migranti
A Lampedusa sbarchi senza sosta, più di 2mila migranti su 20 barconi in poche ore, hotspot scoppia. In Libia nuova tragedia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TUNISI
10 maggio 2021
19:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lampedusa torna ad essere letteralmente sotto assedio. Negli ultimi due giorni gli sbarchi di migranti si susseguono al “ritmo” di quasi uno all’ora.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dai piccoli barchini partiti dalla coste tunisine con poche decine di persone, ai vecchi pescherecci stracarichi di centinaia profughi in fuga dall’inferno libico. Il bilancio degli arrivi, che conta già oltre 2 mila migranti, si aggiorna in continuazione. E l’hotspot dell’isola è ormai al collasso. Nella notte tra domenica e lunedì, circa 700 persone sono rimaste all’addiaccio sul molo Favarolo per mancanza di posti all’interno della struttura. Intanto, al largo della Libia, si consumava l’ennesima tragedia: un’imbarcazione si è capovolta e cinque persone, fra cui un bambino, sono annegate.
Da gennaio, sono 500 i profughi che hanno perso la vita nel Mediterraneo, mentre nel 2020 furono 150. Dopo i 16 sbarchi con circa 1500 migranti che si sono registrati nella giornata di domenica, sono approdati sull’isola altri quattro barconi, per un totale di 635 profughi. Nella tarda mattinata se ne sono aggiunti altri 97, fra cui 4 donne e 2 bambini. Poi le condizioni del mare sono peggiorate e all’orizzonte non sono state avvistate altre imbarcazioni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo preoccupati che sempre più persone intraprendano questo viaggio pericoloso e la perdita di vite umane è intollerabile. Finora almeno 500 persone sono annegate nel Mediterraneo centrale quest’anno rispetto ai circa 150 morti registrati nello stesso periodo” del 2020 ha detto Safa Msehli. “Gli Stati non possono ignorare le proprie responsabilità e obblighi ai sensi del diritto internazionale. Abbiamo bisogno di più mezzi guidati dallo Stato per la ricerca e il soccorso nel Mediterraneo”.
Colloquio telefonico tra il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ed il commissario europeo per gli Affari Interni Ylva Johansson dopo i massicci sbarchi di migranti degli ultimi giorni. Lamorgese, si apprende, ha spiegato che l’obiettivo immediato dell’Italia, in attesa della definizione del Patto su immigrazione ed asilo, è attivare entro l’estate un meccanismo temporaneo di solidarietà tra gli Stati europei disponibili per il ricollocamento delle persone soccorse in mare. Johansson ha ringraziato l’Italia per il suo impegno nella gestione dei flussi ed ha riconosciuto che l’Europa deve dare un segnale di solidarietà. La titolare del Viminale ha illustrato al commissario Johansson i numeri degli arrivi e le previsioni in vista della stagione estiva, che peraltro coincidono con le stime della Commissione Ue. Alla luce di questi dati, il ministro ha invocato un cambio di rotta immediato in direzione di una maggiore solidarietà nei confronti dell’Italia. Non si possono infatti attendere i tempi del contrastato negoziato in corso sul Patto europeo per l’immigrazione e l’asilo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Serve subito che un gruppo di Paesi – come avvenuto nel settembre del 2019 con l’accordo di Malta cui hanno partecipato anche Francia e Germania – si faccia carico di accogliere automaticamente, sulla base di un meccanismo di quote condivise, i migranti soccorsi in mare. Per evitare che tutto il peso dei flussi estivi destinati ad aumentare ricada solo sull’Italia. Lamorgese e Johansson hanno poi discusso della missione congiunta a Tunisi programmata per il 20 maggio. Con le autorità tunisine si punterà a cercare un accordo finalizzato a frenare le partenze ed aumentare i rimpatri, a fronte di un sostegno economico – cui parteciperà anche l’Europa – per la ripresa del Paese in forte crisi.
E nel tado pomeriggio l’Alto commissariato per i rifugiati dell’Onu in Libia in un tweet ha scritto che “42 sopravvissuti a un naufragio sono appena stati riportati a Tripoli dalla Guardia costiera libica. L’Unhcr e la Croce rossa stanno curando i sopravvissuti che soffrono di ustioni in diverse parti del corpo. Un cadavere è stato recuperato e 23 persone risultano disperse”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Lombardia, già più di 270mila i prenotati over 50
46 somministrazioni fissate per oggi il 70% entro il 2 giugno
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
10 maggio 2021
09:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono già a quota 270.170 le prenotazioni per il vaccino anti Covid-19 per la fascia d’età 50-59 giunte da ieri sera in Lombardia. Lo comunica la direzione Welfare della Regione, che specifica che il 98,6% delle persone prenotate lo hanno fatto attraverso il portale di Poste Italiane e Regione.
46 persone saranno vaccinate oggi, alcune hanno avuto appuntamento alle 8,00 di questa mattina. Le vaccinazioni cresceranno a partire dal 23 maggio con al momento un picco il 31 maggio di 32mila vaccinazioni per quella fascia d’età. Il 70% circa dei prenotati ha ricevuto l’appuntamento entro il 2 giugno.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Formare giovani per riavvicinarli alla politica del ventunesimo secolo
Aperto il bando per la seconda edizione della Scuola Politica ‘Vivere nella Comunità’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
14:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sei mesi di lezioni, 50 docenti per più di 100 ore di alta formazione interdisciplinare e apartititica. Sono i numeri della prima edizione della Scuola Politica ‘Vivere nella Comunità’, nata da un’idea di Pellegrino Capaldo, Marcello Presicci e Paolo Boccardelli, insieme a Sabino Cassese, Gabriele Galateri, Bernardo Giorgio Mattarella, Bianca Farina, Stefano Lucchini, Massimo Lapucci e Giulio Anselmi
Le lezioni hanno spaziato dalla politica all’economia, dall’ambiente al digitale, dalla geopolitica alla comunicazione e dalla salute al lavoro.
Secondo gli organizzatori, la rappresentanza politica e i tradizionali partiti politici “sembrano essere in crisi, una crisi non solo legata ai valori proposti ma anche e soprattutto ai livelli di competenza e preparazione dei propri rappresentanti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vogliamo formare e sostenere giovani figure utili al Paese, al di là di qualsiasi schieramento politico”
L’iniziativa formativa della Scuola Politica, gratuita grazie al sostegno economico delle imprese e delle fondazioni coinvolte ha come obiettivo quello di contribuire al dibattito civile e politico, elaborando attraverso i suoi partecipanti e i docenti, analisi sulle problematiche che riguardano l’Italia. Oltre a formare gli studenti, si vuole individuare attraverso un ciclo di incontri promossi dal supervisory board, delle linee guida utili al mondo istituzionale, finanziario e politico. Il prossimo 3 giugno si terrà un seminario dal titolo ‘PNRR e Recovery Fund. Come rilanciare il Paese?’.
‘Siamo molto soddisfatti della prima edizione avviata durante l’anno della pandemia – ha detto il segretario generale Marcello Presicci -. Con spirito di servizio abbiamo formato 30 giovani mettendoli in contatto con dei docenti straordinari, sostenendo gratuitamente il loro percorso di crescita formativa in un momento storico complesso. Come ha affermato il presidente del Consiglio Mario Draghi serve investire nell’istruzione e nei giovani. Sono due settori essenziali per la crescita del nostro Paese. Noi facciamo questo’.
La prossima edizione della Scuola Politica prenderà il via il 19 prossimo novembre. I requisiti per partecipare alla selezione sono nel bando consultabile sul sito ScuolaPoliticaNuovoMillennio.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Italia quasi tutta in giallo, ecco la roadmap delle riaperture
In settimana la cabina di regia con il Cts
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
12:46
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Da oggi l’Italia è quasi tutta in giallo, ad eccezione di Sicilia, Sardegna e Valle D’Aosta che mantengono le restrizioni: chiusi bar, ristoranti, cinema e teatri, spostarsi solo all’interno del comune. Si apre una settimana decisiva per le indicazioni sulla ripresa di alcune attività ancora ferme
Sono stati 139 i morti con il Covid nelle ieri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sempre tanti, troppi. Ma si tratta del dato più basso dallo scorso 25 ottobre, quando se ne registrarono 128. Un segnale importante in vista della settimana che porterà il Governo a definire il cronoprogramma delle nuove riaperture: dal wedding allo sport, dai ristoranti al chiuso all’allentamento del coprifuoco ai centri commerciali nei weekend. Mentre al ministero della Salute si ragiona su una possibile modifica dell’indice Rt che potrebbe altrimenti rimandare alcune regioni in arancione nonostante il trend positivo su ricoveri e contagi.
Il fine settimana intanto, complice il clima estiva, è stato caratterizzato da spiagge e zone della movida affollate, con tanti interventi delle forze dell’ordine che ieri hanno sanzionato 1.500 persone.
Tra i settori che chiedono a gran voce la ripartenza c’è quello dei matrimoni, che lamenta perdite elevate a causa del blocco delle cerimonie. “Moltissimi futuri sposi e operatori del wedding – spiega il ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Mariastella Gelmini – mi hanno scritto e io li rassicuro: il Governo ci sta lavorando e sulla base dell’andamento dei contagi presto daremo una data” per la ripresa “perchè i matrimoni vanno programmati per tempo. E lo stesso vale per lo sport. Già in settimana ci saranno cabine di regia con il Cts per dare date a questi settori”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tra le attività sportive in stand by ci sono le piscine al chiuso e le palestre. Per il wedding le Regioni puntano a ripartire già dall’1 giugno con le linee guida messe a punto, che prevedono banchetti all’aperto, ospiti rigorosamente distanziati e tutti con la mascherina. Ma una data più probabile è quella del 15 giugno. Il via libera alle piscine al chiuso potrebbe invece avvenire prima. Ovviamente, tutto è condizionato da un’attenta analisi dei dati epidemiologici dal 26 maggio.
Per quanto riguarda i ristoranti al chiuso, caffè al bancone ed il prolungamento del coprifuoco (alle 23 o alle 24 a seconda di quale linea prevarrà nel Governo) le novità potrebbero scattare già da lunedì 17 maggio. Ma si tratta di punti ancora divisivi all’interno della maggioranza ed il premier Draghi dovrà quindi trovare una sintesi come è accaduto per le riaperture del 26 aprile scorso. La cabina di regia politica che deciderà si riunirà a metà settimana. Le misure andranno poi in Consiglio dei ministri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I dati delle ultime 24 ore, oltre alle minori vittime, fa registrare un aumento del tasso di positività (dal 3% al 3,7%), con 8.292 contagiati. I ricoverati in terapia intensiva sono scesi a 2.192, 19 in meno di ieri. Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 15.420 persone, in calo di 379 unità.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Comunali:Letta,Zingaretti era ottimo candidato ma fa altro
Gualtieri farà benissimo in Campidoglio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
10 maggio 2021
10:46
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Zingaretti sarebbe stato un ottimo candidato a Roma, ma sta facendo un’altra cosa e la sta facendo molto bene gestendo la sanità del Lazio”. Lo ha detto il segretario del Pd Enrico Letta a Forrest su Radio1.

“La sua candidatura andava gestita e verificata rispetto alla gestione della campagna vaccinale. Da settimane Gualtieri aveva fatto capire che era interessato a candidarsi al Campidoglio.
Mettiamo in campo il ministro dell’ Economia che ha lanciato la prima versione del Recovery e farà benissimo al Campidoglio”, ha concluso.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sileri, con 30 milioni di vaccinati niente mascherina
‘Sarà sensato metterla solo in caso di assembramenti’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
14:32
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Togliersi la mascherina all’aperto? Concordo con questa ipotesi quando saranno raggiunti i 30 milioni (la metà della popolazione target) con almeno una dose di vaccino, bisognerà aspettare 3 settimane per avere una buona protezione, allora è chiaro che anche la mascherina all’aperto dove non c’è assembramento credo sia sensato mettersela in tasca e rimettersela in faccia quando c’è assembramento e rischio”. Lo ha detto il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, a 24 Mattino su Radio 24.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo Sileri “per la quota di persone che non vuole vaccinarsi serviranno campagne di informazione. Ma attenzione, la presenza di un Green Pass, che ti consente la mobilità, di muoverti, sarà un ulteriore stimolo alla vaccinazione”.
“Capisco le persone e il bisogno di ricominciare a fare una vita normale, serve ancora pazienza per 2-3 settimane, aspettare che si concludano le vaccinazioni di tutti gli over 80 e che si arrivi a 30 milioni di italiani coperti con almeno la prima dose di vaccino”. Così il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, su ‘Il Corriere della sera’, dove si richiama alla prudenza e all’attenzione perché “in giugno anche noi saremo come la Gran Bretagna”.
E su ‘Il Messaggero’ si spinge a dire che per metà giugno l’Italia si aspetta che ci siano 30 milioni di persone già con prima dose e il Paese possa essere in bianco. Nel frattempo – osserva – bisogna “continuare a rispettare le regole: mantenere la mascherina; rispettare il distanziamento; pulire sempre le mani; non assembrarsi”.
“L’unica cosa che temo davvero è che vaccinati anche i trentenni, si penserà che il virus sia scomparso e in pochi sotto i 30 anni si vaccineranno”, fa presente dicendo che per la vaccinazione ai più piccoli “dipende dal lavoro di ricerca delle aziende farmaceutiche, ma forse per settembre potrebbe far partire la vaccinazione anche dei 12-16enni”.
Su ‘Il Messaggero’ chiede di “riaprire anche se i contagi dei giovani cresceranno” e sul coprifuoco dice che “tra due settimane il limite delle 22.00 si potrà spostare” ribadendo che “l’indice Rt deve pesare di meno”. Ecco cosa si aspetta: “Entro due settimane tutte le Regioni in fascia gialla e il coprifuoco alle mezzanotte. E i ristoranti potranno lavorare anche al chiuso. A metà giugno, quando 30 milioni di italiani avranno ricevuto la prima dose, allora vedremo anche Regioni in fascia bianca”. Poi fa presente che i contagi “con le riaperture aumenteranno, nelle prossime settimane, i nuovi positivi, ma solo per le fasce di età più giovani, come avvenuto nel Regno Unito e in Israele”. Dobbiamo “comunque vigilare e a questo, lo ripeto, serve il sistema dei colori. E soprattutto questa estate dovremo fare di tutto per convincere anche i più giovani a vaccinarsi”. Sul green pass anche a chi ha ricevuto una dose: “sono favorevole, ma a una condizione. Bisognerà comunque verificare, con il test sierologico, se la persona che ha ricevuto la prima dose abbia effettivamente sviluppato gli anticorpi in modo consistente. A quel punto, è giusto rilasciare il green pass”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Comunali, Letta: ‘Zingaretti era un ottimo candidato ma fa altro’
‘Gualtieri farà benissimo in Campidoglio’
(2)
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
12:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Zingaretti sarebbe stato un ottimo candidato a Roma, ma sta facendo un’altra cosa e la sta facendo molto bene gestendo la sanità del Lazio”. Lo ha detto il segretario del Pd Enrico Letta a Forrest su Radio1.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La sua candidatura andava gestita e verificata rispetto alla gestione della campagna vaccinale. Da settimane Gualtieri aveva fatto capire che era interessato a candidarsi al Campidoglio. Mettiamo in campo il ministro dell’ Economia che ha lanciato la prima versione del Recovery e farà benissimo al Campidoglio”, ha concluso.
“Sul Copasir ha ragione la Meloni. Per legge va presieduto dalla minoranza. Siccome l’unica minoranza oggi è quella di Fdi, è giusto a Fdi tocchi la presidenza del Copasir. Per quanto la legge non sia scritta benissimo sul principio non ho dubbi”, h aggiunto il segretario del Pd.
“Avevamo chiesto a Virginia Raggi di avere coraggio e mettersi in discussione. La sindaca sa che a Roma ci sono emergenze irrisolte in molti settori: buche, rifiuti, periferie, trasporti. A differenza dell’emergenza sanitaria nel Lazio risolta da Zingaretti. Conte ha fatto una scelta di campo decidendo di sostenere la Raggi, scegliendo la strada del confronto davanti agli elettori, ma Gualtieri andrà al ballottaggio e Virginia Raggi ci aiuterà in quell’occasione”. Così il responsabile Enti Locali del Pd e ex ministro Francesco Boccia sulla partita delle comunali a Roma.
“Roberto Gualtieri è una candidatura forte e credibile e la sua scelta di candidarsi aiuterà questo progetto di una rinascita”. Così il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, a margine dell’inaugurazione del playground di Tiburtino III, del murales e di un parco dedicato ad Anna Magnani. “Roma non può continuare a vivere solo di emergenze: emergenza rifiuti, emergenza trasporti, emergenza lavoro, emergenza buche, emergenza periferie. Emergenza disuguaglianze perché in questi anni sono cresciute in maniera intollerabile le ingiustizie. Le persone sono stremate e non ne possono più perché i problemi vengono addirittura ignorati”, osserva. “Hanno privato Roma di un’idea di futuro.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Non è normale – aggiunge -. Bisogna e si può voltare pagina. Ridare a Roma il ruolo che gli spetta nel mondo e ridare tranquillità e felicità ai cittadini. Solo l’alleanza del centrosinistra può garantire questo e riaccendere la speranza. A Roma l’alleanza c’è e chi se ne tira fuori sbaglia. Bisogna prima di tutto pensare a Roma e non a sé stessi”. “Facciamo delle primarie una grande opportunità di mobilitazione popolare. Ci sono tante persone autorevoli e radicate che arricchiranno il confronto”, conclude.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Agenas, terapie intensive al 24%.Solo 3 oltre soglia del 30%
Sono ai valori di metà febbraio scorso, prima della terza ondata
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
10:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Continua a calare, a livello nazionale, il numero delle terapie intensive occupate da pazienti Covid, attestandosi al 24%, ben 6 punti sotto la soglia critica del 30% . Tornano quindi al valore di metà febbraio, ovvero prima dell’effetto della terza ondata pandemica.
Solo 3 regioni, inoltre, superano tale soglia oltre la quale diventa difficile la presa in carico di malati non Covid: Lombardia, Toscana e Puglia. Lo mostrano i dati dell’Agenzia Nazionale per i Servizi sanitari regionali (Agenas), relativi alla giornata del 9 maggio. Due settimane fa le terapie intensive Covid erano al 30% e 7 le regioni oltre questo valore.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Barbara Berlusconi in dolce attesa del quinto figlio
È il terzo con Lorenzo Guerrieri, la nascita prevista a novembre
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
18:00
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Barbara Berlusconi è di nuovo in dolce attesa. È prevista per metà novembre la nascita del suo quinto figlio (se maschio o femmina non si sa ancora), il terzo con il compagno Lorenzo Guerrieri, imprenditore nel settore immobiliare. Al quarto mese di gravidanza, la figlia di Veronica Lario e del leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, ha già dato alla luce Alessandro (nel 2007), Edoardo (2009), Leone (2016) e Francesco (2018).
In questi anni l’ex ad del Milan è rimasta attiva su più fronti: è amministratore delegato della Holding 14, la società, di cui sono soci anche i fratelli Luigi ed Eleonora, che controlla il 21,42% di Fininvest e investe in particolare nelle start up e nel digitale; è impegnata nella cultura attraverso la galleria d’arte contemporanea Cardi Gallery e nel sociale con progetti educativi a sostegno di studenti con disturbi specifici dell’ apprendimento.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Alto Adige, nessun decesso e 13 nuovi casi
Pochi test effettuati, lieve aumento ricoveri
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
10 maggio 2021
11:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue il buon andamento della pandemia in Alto Adige. Nelle ultime 24 ore non si è registrato nessun decesso ed appena 13 nuovi casi, seppur con pochissimi test.
Sono infatti risultati positivi 3 tamponi pcr su 251 e 10 test antigenici su 824. Finora sono stati effettuati 171.068 test nasali, di cui 302 positivi, ai quali vanno aggiunti 401.368 ‘tamponcini’, di cui 345 positivi e 188 confermati con pcr. In lieve aumento (da 29 a 31) i ricoveri nei normali reparti ospedalieri e nelle cliniche private (da 18 a 21), mentre resta stabile il numero di terapia intensiva (6). Sono 2137 gli altoatesini in quarantena.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: Guindani, occasione per il mercato telco e 5G
“Avanti con copertura nazionale e crescita competenze”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
11:27
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Accompagnare i fondi del Pnrr seguendo quattro direttrici. Questa è la strada indicata da Pietro Guindani, presidente uscente di Asstel, che al Messaggero ha ricordato come oltre agli investimenti, bisogna tener presente anche il calo del fatturato dell’intero sistema telco nazionale, così come dei lavoratori addetti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Per ogni 100 euro incassati – spiega Guindani – ne dedichiamo 25 in investimenti, prima ancora di coprire le spese operative”. Il mercato degli operatori ha visto, in Italia, un calo dei ricavi pari al 19% in dieci anni (2009-2019), del 5,3% nella prima fase Covid, considerando la media della rete fissa e di quella mobile. La corsa accelerata all’innovazione e la contrazione dei prezzi, tra le cause principali. I 40 miliardi che il Recovery Plan prevede per la trasformazione digitale del nostro Paese sono dunque una risorsa importante, soprattutto in ottica 5G.
Asstel propone di accompagnare i fondi del Pnrr con una strategia su quattro fronti: un asse pubblico-privato per la copertura di tutto il territorio con reti Vhcn fisse e mobili, o combinazione di entrambi, con meccanismi di neutralità tecnologica e ottimizzazione economica. Poi una necessaria semplificazione burocratica, su cui Guindani ha sempre spinto, partendo con lo snellimento delle procedure amministrative. Sono queste, per Asstel, ad aver in parte rallentato la diffusione delle reti Bul e Vhcn. Terzo punto è stimolare l’adozione dei servizi, ossia incentivare la domanda degli stessi. Le imprese chiedono sostegno per investire nelle infrastrutture, il cui costo non è irrisorio. Infine, le competenze: secondo l’indice Desi 2020, elaborato dalla Commissione Europea, l’Italia è ultima in Europa per skill digitali mentre è la numero venticinque per la digitalizzazione, prima solo di Romania, Grecia e Bulgaria.   TECNOLOGIA   ECONOMIA   MONDO

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Fonti Ue, ottimismo su accordo per pass Covid a maggio
Domani nuovo negoziato tra Consiglio e Parlamento europeo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
10 maggio 2021
14:04
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
C’è ottimismo sulla possibilità di trovare un accordo sul pass vaccinale Covid entro maggio. Lo spiegano fonti Ue.
Secondo la presidenza portoghese di turno del Consiglio l’intesa potrebbe essere trovata già a metà maggio, permettendo così di completare i vari passaggi necessari per giugno.
La questione sarà discussa domani dai ministri dei 27 al Consiglio affari generali Ue, e subito dopo ci sarà un nuovo negoziato tra Parlamento e Consiglio europeo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Roma: Zingaretti, Gualtieri candidatura forte e credibile
Solo c.sinistra può far voltare pagina.Primarie sono opportunità
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
10 maggio 2021
11:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Roberto Gualtieri è una candidatura forte e credibile e la sua scelta di candidarsi aiuterà questo progetto di una rinascita”. Così il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, a margine dell’inaugurazione del playground di Tiburtino III, del murales e di un parco dedicato ad Anna Magnani.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Roma non può continuare a vivere solo di emergenze: emergenza rifiuti, emergenza trasporti, emergenza lavoro, emergenza buche, emergenza periferie. Emergenza disuguaglianze perché in questi anni sono cresciute in maniera intollerabile le ingiustizie. Le persone sono stremate e non ne possono più perché i problemi vengono addirittura ignorati”, osserva.
“Hanno privato Roma di un’idea di futuro. Non è normale – aggiunge -. Bisogna e si può voltare pagina. Ridare a Roma il ruolo che gli spetta nel mondo e ridare tranquillità e felicità ai cittadini. Solo l’alleanza del centrosinistra può garantire questo e riaccendere la speranza. A Roma l’alleanza c’è e chi se ne tira fuori sbaglia. Bisogna prima di tutto pensare a Roma e non a sé stessi”.
“Facciamo delle primarie una grande opportunità di mobilitazione popolare. Ci sono tante persone autorevoli e radicate che arricchiranno il confronto”, conclude.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A 40 anni dai referendum, l’aborto divide ancora l’Italia
Nuzzo (Udi) con vittoria dei no la 194 era “finalmente nostra”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
15:46
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono passati 40 anni ma i fronti sull’aborto rimangono contrapposti e inconciliabili. Un tema che nella società italiana è sempre stato e continua a essere divisivo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il 17 maggio 1981 gli italiani respinsero i due referendum abrogativi che volevano modificare la legge 194: “Norme per la tutela sociale della maternità e sull’interruzione volontaria della gravidanza” approvata il 22 maggio 1978, in un’Italia in piena emergenza terrorismo alle prese con il rapimento e poi con il delitto Moro.
Gli italiani scelsero di preservare quella legge che consente alla donna l’interruzione volontaria di gravidanza in una struttura pubblica nei primi 90 giorni di gestazione e, solo per motivi di natura terapeutica tra il quarto e il quinto mese, e ai medici l’obiezione di coscienza.
Anche i referendum erano contrapposti: da una parte i Radicali proponevano una piena liberalizzazione dell’aborto estendendolo anche nelle case di cura private; dall’altra il Movimento per la Vita con due quesiti: uno ‘massimale’ che chiedeva l’abrogazione della legge 194 e l’altro ‘minimale’ per cancellare gli articoli che tutelavano l’autodeterminazione della donna riconoscendo come lecito soltanto l’aborto terapeutico. Ma gli italiani respinsero tutti i quesiti: quello radicale con l’88,4% dei no e quello del Movimento per la Vita con il 68% dei no.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Vincendo quei due referendum, sentimmo che la legge era finalmente ‘nostra’ ” spiega Pina Nuzzo all’epoca responsabile dell’Udi provinciale a Lecce e comunale a Modena, in seguito dall’87 all’89 garante nazionale e dal 2001 al 2003 responsabile nazionale della stessa Unione Donne Italiane.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Eravamo consapevoli delle difficoltà da affrontare per l’applicazione della 194, ma intanto c’era e conteneva il principio dell’autodeterminazione”. Vincere quella battaglia, però, non fu facile racconta Nuzzo che all’epoca a 27 anni parlava dal megafono su palchi improvvisati, dove dietro c’era suo figlio intento a giocare. “Fummo molto deluse dal referendum dei Radicali poiché dovevamo spiegare alle donne perché votare No a entrambi i referendum. Chi aveva i soldi già si rivolgeva a cliniche private, mentre noi volevamo che si abortisse in ospedale sotto l’assistenza della sanità pubblica”.
All’epoca si costituirono due comitati in difesa della legge: uno tra partiti e associazioni miste; uno solo di donne, con associazioni femminili e gruppi femministi. Per Nuzzo, “la campagna dei partiti era ideologica e non poteva funzionare, mentre la nostra era capillare e parlava direttamente alle donne. Salivamo su una 500 attraversando i quartieri – ricorda Nuzzo – annunciando con un megafono l’appuntamento del giorno dopo in una casa per discutere sulla salute delle donne o dei bambini. Non potevamo parlare di aborto perché le donne si sarebbero vergognate. Una volta insieme il tema era la sessualità e c’era anche chi ammetteva: ‘Io stiro fino a tarda notte per evitare un rapporto con mio marito…ho già tre figli’. La campagna referendaria ha significato stabilire un rapporto con le donne”.
L’esponente dell’Udi, che dal 2012 ha ideato il blog “Laboratorio Donnae”, evidenzia come dopo la vittoria sui due referendum “cominciò il boicottaggio della 194 con la strumentalizzazione politica dell’obiezione di coscienza, problema ancora attuale. Ad ogni modo è una delle migliori leggi, tiene insieme due concetti: il diritto della donna di abortire in condizioni sicure e l’autodeterminazione che le consente di dire: “Do corso a questa vita oppure no”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Se per caso si dovesse rimettere mano alla 194 o fare un nuovo referendum, Nuzzo è certa: “faremmo dei passi indietro, noi donne lo perderemmo perché ci troveremmo a fare i conti con la bigenitorialità fin dal concepimento, sono sicura che la donna non potrebbe più decidere autonomamente”. Anche ripetere quell’esperienza per le stesse donne sarebbe difficile: “il femminismo è cambiato. Oggi si hanno più strumenti, più possibilità, ma meno capacità di parlarsi. All’epoca molte di noi hanno visto coetanee morire d’aborto clandestino e anche questo ci ha portato ad avere coraggio… non so nemmeno io come abbiamo fatto”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Salvini,a Draghi porteremo modelli altri paesi
2148 sbarchi in 24 ore non sono compatibili
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
12:42
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“2.148 sbarchi in 24 ore non sono compatibili con un paese che vuole ripartire. Ne parleremo con Draghi”.
Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini, in un incontro con i giornalisti fuori dalla sede di Regione Lombardia. “Noi a Draghi porteremo i modelli degli altri paesi europei – ha aggiunto -. Siccome giustamente si parla di un governo europeista e di quello che ci chiede l’Europa, chiederemo che l’Italia si comporti come si comporta la Spagna, la Grecia e la Francia. In nessun altro Paese ci sono i numeri, le dimensioni e i problemi che abbiamo in Italia” ha aggiunto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Comunali: Salvini,mercoledì vertice, non è detto escano nomi
Leader Lega, felice se nessun veto su Albertini e Bertolaso
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
10 maggio 2021
12:54
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mercoledì ci sarà il vertice tra i partiti di centrodestra per parlare del prossimo turno di elezioni amministrative. Lo ha confermato il leader della Lega Matteo Salvini nel corso di un incontro con la stampa oggi fuori da Palazzo Lombardia.
“L’abbiamo chiesto noi – ha spiegato il numero uno del Carroccio -, ne parleremo, poi se i candidati ci saranno tra una o due settimane non è un problema, visto che si vota a ottobre quindi l’importante è che prima o poi ci ci siano”. “Se non c’è nessun veto su Bertolaso a Roma e Albertini a Milano sono la persona più felice del mondo, da milanese di nascita e romano di residenza – ha aggiunto Salvini -.
Chiederemo a tutti un gesto di amore per queste città e un passo indietro ai partiti. Io lo faccio anche domani mattina. Faccio parte di una squadra e serve il consenso di una squadra non nascondo che io sarei già in piazza a sostegno di Guido a Roma e Gabriele a Milano da ieri, non da domani. Detto questo, se non ci fossero le condizioni siamo in grado di fare scelte altrettanto importanti, rimango convinto che siano due grandi risorse”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Roma:Boccia,Gualtieri andrà a ballottaggio e M5S lo sosterrà
Avevamo chiesto a Raggi di mettersi in discussione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
10 maggio 2021
12:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Avevamo chiesto a Virginia Raggi di avere coraggio e mettersi in discussione. La sindaca sa che a Roma ci sono emergenze irrisolte in molti settori: buche, rifiuti, periferie, trasporti.
A differenza dell’emergenza sanitaria nel Lazio risolta da Zingaretti. Conte ha fatto una scelta di campo decidendo di sostenere la Raggi, scegliendo la strada del confronto davanti agli elettori, ma Gualtieri andrà al ballottaggio e Virginia Raggi ci aiuterà in quell’occasione”.
Così il responsabile Enti Locali del Pd e ex ministro Francesco Boccia sulla partita delle comunali a Roma.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Zaia, io mi sono prenotato per mercoledì
Fissato appuntamento con il telefonino, non sono un privilegiato
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
10 maggio 2021
13:11
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Io mi vaccino mercoledì a Godega”: lo annuncia il Presidente del Venero Luca Zaia.
“Anch’io mi sono ‘impiantato’ e dopo aver provato alle ore 16 ci sono riuscito alle 18 – aggiunge – Ho prenotato autonomamente con il mio telefonino.
Non sono un privilegiato”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: Zingaretti, fatto Astrazeneca e sto bene, vaccinatevi
“Solo così riusciremo ad uscire dall’incubo della pandemia”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
13:11
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Quarantotto ore fa mi sono vaccinato con Astrazeneca e sto benissimo”. Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, durante l’inaugurazione del playground di Tiburtino III e del murale dedicato ad Anna Magnani.
“Fateve ‘sto vaccino” ha detto alla romana il presidente della Regione ricordando che grazie ai vaccini “riusciremo ad uscire dall’incubo della pandemia”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Salvini, a Draghi porteremo modelli altri paesi
“2.148 sbarchi in 24 ore non sono compatibili con un paese che vuole ripartire’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
10 maggio 2021
13:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“2.148 sbarchi in 24 ore non sono compatibili con un paese che vuole ripartire. Ne parleremo con Draghi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini, in un incontro con i giornalisti fuori dalla sede di Regione Lombardia. “Noi a Draghi porteremo i modelli degli altri paesi europei – ha aggiunto -. Siccome giustamente si parla di un governo europeista e di quello che ci chiede l’Europa, chiederemo che l’Italia si comporti come si comporta la Spagna, la Grecia e la Francia. In nessun altro Paese ci sono i numeri, le dimensioni e i problemi che abbiamo in Italia” ha aggiunto.
“Non do promozioni o bocciature – ha proseguito Salvini – I numeri dicono che sono arrivati ieri, in una domenica di maggio, il doppio dei clandestini che sbarcarono in tutto il mese di maggio quando ero ministro. Con in più che c’è il Covid. Sicuramente così non si può andare avanti. Volere è potere. Io venerdì sono a Catania in un’aula di tribunale per rispondere di quello che ho fatto e ne vado fiero”. Salvini ha inoltre confermato di essersi confrontato con il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese: “Con Lamorgese ci siamo messaggiati ieri, però se si aspetta la solidarietà europea penso che andrà a finire come sui vaccini: il nulla – ha aggiunto -. Gli altri paesi non stanno aspettando l’Europa, ma stanno difendendo i loro territori per conto loro con pieno diritto. Il presidente Draghi dice che noi meritiamo rispetto e anche sul fronte dell’immigrazione meritiamo rispetto. Non possiamo invitare i turisti da mezzo mondo su un’isola che ogni giorno vede migliaia di sbarchi. Non è serio”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ue, da oggi i primi test al sistema digitale dei pass Covid
Con 19 Paesi. ‘Dal primo giugno gli Stati potranno caricare i dati’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
10 maggio 2021
13:44
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La fase di test del digital green pass inizia oggi in 18 stati membri più l’Islanda. Da oggi testiamo l’interoperabilità delle strutture che produrranno i pass, il caricamento e il download dei dati.
Finora non usiamo dati reali ma dati prova, dal primo giugno gli Stati membri potranno caricare dati reali”. Così un portavoce dell’Esecutivo comunitario risponde ad una domanda sulle tempistiche del nuovo certificato Covid Ue.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Balcani: Di Maio, in gioco credibilità Ue, serve più impegno
Discussione oggi opportunità per inviare messaggio forte
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
10 maggio 2021
16:07
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“È in gioco la credibilità dell’Ue nei Balcani occidentali. Dopo l’eccellente risposta data nella prima fase della pandemia, le difficoltà nell’aiutare la regione con l’invio di vaccini stanno generando un sentimento di sfiducia nei confronti dell’Unione europea.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Guardiamo a questa discussione di oggi come un’opportunità per mandare un messaggio forte sul nostro impegno nei confronti della regione”. Lo ha detto, secondo quanto si apprende, il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, alla riunione dei capi delle diplomazie dell’Ue.
“La postura politica dell’Unione europea è troppo debole rispetto a quello che è il nostro impegno finanziario molto alto. Questo messaggio deve tradursi nell’adozione di conclusioni sui Balcani Occidentali. La pandemia e le sue conseguenze socio-economiche, insieme alle persistenti difficoltà in termini di avanzamento nel processo di allargamento Ue, alimentano pericolose derive nazionaliste”, ha sottolineato Di Maio.
“Il rilancio di questo processo appare ancor più urgente alla luce del rinnovato attivismo di attori terzi che possono facilmente riempire il vuoto creato dalle nostre indecisioni sulla prospettiva europea della regione. Dobbiamo evitare il circolo vizioso in cui l’assenza di una prospettiva europea concreta da parte Ue, rallenti o arresti il progresso delle riforme nei Paesi della regione, lasciando più spazio ad attori terzi a loro volta interessati a rallentare il processo di avvicinamento di questi Paesi ai valori e agli standard europei e occidentali”, ha spiegato il ministro secondo quanto si apprende.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ocse: disoccupazione giovani Italia al top dopo la Spagna
E per le donne siamo terzi dopo Colombia e Spagna
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
13:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La disoccupazione giovanile in Italia torna a crescere a marzo (dal 31,9% a 33%) e si fissa al top dopo quella spagnola tra i paesi Ocse. Lo si legge nelle tabelle appena pubblicate sulla disoccupazione nei paesi dell’Area secondo le quali il tasso medio è del 13,3%, in calo dal 13,6% di febbraio.
In Spagna il tasso di disoccupazione dei giovani tra i 15 e i 24 anni è del 37,7%, in calo di oltre un punto dal 38,8% di febbraio.
il tasso di disoccupazione delle donne in Italia cresce a marzo in controtendenza rispetto a quello che accade nella maggioranza dei paesi Ocse. La disoccupazione femminile nel nostro Paese è cresciuta all’11,4% rispetto all’11,3% di febbraio a fronte di un calo medio nei paesi Ocse dal 6,8% al 6,6%. In Italia la disoccupazione femminile a marzo, nonostante il blocco cei licenziamenti ancora in vigore per affrontare l’emergenza da Covid 19, è la più alta nei paesi Ocse dopo la Colombia (18,3% ma in calo dal 19% di febbraio) e la Spagna (17,4% dal 17,6% di febbraio)
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Zingaretti inaugura parco e murale per Anna Magnani a Roma
Al Tiburtino III. “Aperti oltre 30 cantieri in 17 quartieri”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
13:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Con il tradizionale taglio del nastro il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha inaugurato stamattina il nuovo parco Anna Magnani e un murale dedicato alla grande attrice romana nel quartiere del Tiburtino III, alla periferia di Roma. Il nuovo parco attrezzato con area verde, realizzato da Ater Roma e cofinanziato dalla Regione Lazio con un investimento di 250 mila euro, si trova tra via della Vanga e via Tagliacozzo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il playground, dopo un primo intervento di bonifica con la rimozione di rifiuti, vecchie recinzioni e sterpaglie, è stato dotato di uno spazio ludico per bambini, un campo da basket, un percorso fitness e vialetti interni. E’ stato inoltre realizzato un impianto di illuminazione a led e sono stati piantumati circa 80 nuovi alberi e 250 arbusti. “Un immenso grazie a tutti gli operai e i lavoratori che hanno realizzando questo parco e stanno facendo i cantieri – ha detto Zingaretti- in questo momento in 17 quartieri di Roma sono aperti oltre 30 cantieri per intervenire radicalmente sulla qualità della vita delle periferie. Noi siamo la Regione, non siamo il Comune di Roma. La Capitale paga una tragedia che stiamo vivendo, noi non ci siamo rassegnati e grazie ad Ater e tutto quello che si può fare lo stiamo portando avanti”.
Inaugurato anche un murale dedicato ad Anna Magnani finanziato dalla Fondazione Roma Cares della As Roma e realizzato dall’artista Lucamaleonte sulla parete di un edificio Ater di fronte al nuovo parco attrezzato. L’opera fa parte di un progetto frutto di un accordo tra Regione Lazio, Fondazione Roma Cares della As Roma e Ater Roma, che prevede la realizzazione di altre opere dedicate a storici volti della romanità in diversi quartieri della città, dove sono presenti edifici Ater.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Una squadra barese vince il primo campionato di Debate
Finalisti invitati a Bruxelles, prossima edizione ad ottobre
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
14:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I Leoncini dell’istituto superiore Sette di Sant’Eramo al Colle, in provincia di Bari, sono i vincitori del primo Campionato Italiano Giovanile di Debate a cui hanno partecipato 76 squadre di 16 regioni. Nella finale – che si è svolta il 9 maggio, giornata dell’Europa – hanno battuto 4 a 1 Confuto Ergo Sum, dell’istituto Alfano di Termoli, in provincia di Campobasso.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Organizzato dalla Società Nazionale Debate Italia con il sostegno di Coop Lombardia e il patrocinio di Commissione Europea e Parlamento Europeo, il campionato ha anche laureato il miglior debater, premio andato fra i 380 partecipanti a Yanis Zebala della squadra (che non è arrivata in finale) Campus Da Vinci di Umbertide, in provincia di Perugia. Alle 4 squadre che hanno partecipato alla giornata conclusiva del Campionato e ai 10 Best Debater arriverà come premio un invito, non appena sarà possibile, a Bruxelles per una visita guidata a Palazzo Berlaymont, sede della Commissione europea, e a Strasburgo ad assistere a una seduta plenaria del Parlamento europeo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ad assistere in diretta e commentarle con Filippo Solibello ed Elio, dopo la diffusione di un videomessaggio del presidente del Parlamento Europeo David Sassoli, fra gli altri il vicepresidente del Parlamento Ue Fabio Massimo Castaldo, Alfredo De Bellis, vicepresidente di Coop Lombardia e Federica Megalizzi, vicepresidente della Fondazione Antonio Megalizzi, mentre il commento tecnico delle gare è stato affidato agli organizzatori: Manuele De Conti, presidente della Società Nazionale Debate Italia e Marco Costigliolo, responsabile organizzativo del Campionato.
Soddisfatto De Conti, che pensa già alla prossima edizione in programma da ottobre. “Siamo molto soddisfatti – ha aggiunto il vicepresidente di Coop Lombardia – di aver sostenuto questo progetto rivolto ai giovani. Il Debate è destinato ad avere un successo sempre maggiore”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: nel 2021 sbarcati in poco meno di 13mila, il triplo rispetto al 2020
Dati dei Ministero dell’Interno. Solo ieri sono arrivati in 1.950
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
14:28
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Si avviano a toccare quota 13mila gli sbarchi di migranti nel 2021 in Italia. I dati del Ministero dell’Interno indicano 12.894 arrivi, il triplo rispetto ai 4.184 dello stesso periodo dello scorso anno.
Ieri si è toccato il picco con ben 1.950 persone giunte in una sola giornata. I tunisini sono in testa tra le nazionalità più rappresentate (1.716), seguiti da ivoriani (1.292) e bengalesi (1.216). I minori stranieri non accompagnati sono 1.373.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: questa settimana in arrivo 3 milioni di dosi
Nel Lazio il richiamo di Pfizer spostato a 5 settimane: consentirà un aumento della platea delle prime dosi del vaccino Pfizer già a partire già da maggio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
08:18
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il piano vaccinale italiano procede spedito, con le somministrazioni che hanno superato le 24 milioni di dosi e le Regioni che hanno aperto ufficialmente agli over 50. Gli italiani che hanno ricevuto almeno una dose sono, ad oggi, il 28,08% (16.747.147) dell’intera popolazione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un nuovo, ennesimo step, verso quella che potrebbe essere la fine di un incubo. E, con l’avvicinarsi della quota di 30 milioni di persone che hanno ricevuto la prima dose – cioè metà della platea vaccinabile – si ipotizzano anche eventuali nuovi allenamenti sulle restrizioni. Ostenta ottimismo, in tal senso, il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, secondo il quale si potrebbe ripensare all’utilizzo della mascherina, obbligandone l’uso solo in caso di assembramenti o luoghi affollati. Ipotesi, però, che potrà essere seriamente presa in considerazione – come conferma lo stesso sottosegretario – solo una volta superata quota 30 milioni di dosi somministrate. Cosa che secondo Giovanni Corrao, professore di statistica medica all’Università Milano Bicocca, potrebbe avvenire per il 22 giugno.
A spingere per avere più fiale a disposizione sono le Regioni con in testa i presidenti Lombardia, Attilio Fontana, e del Veneto, Luca Zaia, che lamenta l’insufficienza di dosi. “Stiamo andando avanti a scartamento ridotto”, ha spiegato oggi annunciando anche che la prossima settimana potrebbe aprirsi la possibilità di estendere i vaccini anche agli over 40.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Intanto questa settimana arriveranno altre 3 milioni di dosi, per la maggior parte Pzifer, ma anche Astrazeneca, Moderna e Johnson & Johnson. Ad oggi in Italia le persone completamente vaccinate, quindi anche con il richiamo, sono quasi 7,5 milioni, cioè il 12,52% della popolazione. Le prenotazioni per gli over 50 sono state ufficialmente aperte in tutta Italia ma non tutte le regioni hanno proceduto all’iscrizione. Alta partecipazione in Lombardia, con quasi 400 mila prenotazioni in poche ore, ma anche in Friuli Venezia Giulia e Abruzzo. La Sardegna, invece, partirà solo da venerdì prossimo quando sarà operativo il passaggio al sistema di prenotazioni di Poste Italiane. Sul fronte europeo, poi, arriva la puntualizzazione sul mancato rinnovo dell’accordo con AstraZeneca. “Il contratto – spiega un portavoce dell’Esecutivo comunitario – resta in vigore fino alla consegna dell’ultima dose”. Non ci saranno dunque rinvii o interruzioni. Le dosi previste saranno comunque consegnate fino alla scadenza dell’accordo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Da Pfizer, invece, fanno sapere che “non è necessaria una nuova formula contro le varianti”.
Pubblicato anche il nuovo rapporto dell’Aifa, che registra 56.110 le segnalazioni di sospetti eventi avversi su un totale di 18.148.394 dosi somministrate, cioè 309 ogni 100.000 dosi, di cui il 91% sono riferite a eventi non gravi. Nel frattempo, con l’arrivo del bel tempo, l’Italia si prepara alla stagione estiva, con la data del 15 maggio che farà da spartiacque con la riapertura di stabilimenti e lidi un po’ in tutto il Paese. La Basilicata riproporrà, anche per il 2021, il progetto di regione “covid free”. In campo ci saranno “unità speciali” pronte a fare test ai turisti ed eventualmente – se il Governo darà il via libera – anche a somministrare i richiami dei vaccini a chi avesse già ricevuto la prima dose. Iniziativa, peraltro, proposta anche dal Veneto. Si preparano ad accogliere i turisti anche le isole siciliane, dove è in atto la vaccinazione generalizzata.
A Salina, per esempio, è stato vaccinato già l’80% degli aventi diritto, mentre a Lampedusa e Linosa si punta al 100% tra poche ore. Un programma che andrà avanti nei prossimi giorni e che si concluderà con Ustica e Pantelleria. Partirà, invece, venerdì il programma di vaccinazione di massa a La Maddalena, in Sardegna. In Molise, poi, la maggior parte dei comuni non ha registrato alcun nuovo caso di coronavirus mentre San Marino ha vaccinato il 75% della popolazione, utilizzando per la quasi totalità il vaccino Sputnik.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Meloni: ‘Sì a Draghi patriota, no se garantisce altri interessi’
Lo afferma la leader di FdI nel suo libro “Io sono Giorgia”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
14:44
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Mario Draghi è il capitano patriota che issa alta la bandiera tricolore e difende la nave Italia, i suoi interessi e la sua solidità, o è piuttosto il capitano imposto da altri affinché la nave Italia sia riðmessa sulla rotta reputata giusta in qualche altra capitale europea, o extraeuropea? Non è una differenza da poco. Non per noi”.
Lo afferma Giorgia Meloni nel suo libro “Io sono Giorgia”, in cui si domanda: “L’autorevole ex governatore della Banca d’Italia ha assunto il compito di guidare il nostro Paese nella crisi per difenderne gli interessi, o per garantire altro?”
“Un Draghi patriota – rileva la leader di Fdi – potrà sempre contare su Fratelli d’Italia, anche dall’opposizione. Un Draghi garante di interessi diversi da quelli dell’Italia invece troverà FDI a sbarrargli la strada. L’ho detto anche a lui, quando l’ho conosciuto in occasione delle consultazioni che hanno preceduto la nascita del suo governo. Mi è parso che, in cuor suo, apprezzasse la nostra genuina franchezza”, conclude.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giorgia Meloni si racconta, ecco in che cosa credo
Domani in libreria autobiografia leader Fdi; Draghi sia patriota
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
14:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
APPROFONDIMENTO
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
teenager in politica affiancato da lavori da baby sitter e barman che sfocia, a solo 21 anni, in un approdo nelle Istituzioni con l’elezione al consiglio provinciale di Roma e la porta ad essere, a 31 anni, il più giovane ministro nella storia della Repubblica italiana. Guidando Fdi, (per i sondaggi il terzo partito in Italia e l’unico all’opposizione di Mario Draghi), ed i Conservatori e Riformisti europei (la “famiglia politica” che riunisce 40 partiti europei ed extraeuropei), è l’unico leader politico donna in un panorama politico ai cui vertici sono gli uomini a farla da padroni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In “Io sono Giorgia”, Giorgia Meloni si racconta in prima persona. E dice chi è, in cosa crede, e come è arrivata fin qui. In un percorso che, dice lei stessa, si basa tutto su una sfida: “In un mondo nel quale tutti puntano a diventare qualcuno, la sfida che ho imposto alla mia vita è riuscire a rimanere me stessa, costi quel che costi”. Nel volume, in libreria, da domani Giorgia Meloni parla per la prima volta di sé a tutto tondo. Delle sue radici, della sua infanzia e del suo rapporto con la mamma Anna, la sorella Arianna, i nonni Maria e Gianni e del dolore per l’assenza del padre; della sua passione viscerale per la politica; della gioia di essere madre della piccola Ginevra e della storia d’amore con Andrea; dei suoi sogni e del futuro che immagina per l’Italia e per l’Europa. Ma affronta anche, con la schiettezza e la chiarezza che la caratterizzano, temi complessi come la maternità, l’identità e la fede.
Voglio che chi dovesse scegliere di votarmi, di sostenermi, di credere in me, in futuro, lo faccia consapevolmente, conoscendomi per quello che sono”, scrive Meloni nell’appassionata introduzione di un libro che, aggiunge, arriva ad un “punto di snodo” della sua vita. “Abbastanza avanðti da poter incidere, ma non ancora libera dal rischio di perdermi”, dice, promettendo di raccontarsi “senza trucchi, senza inganni”.
Un viaggio nell’identità, nei valori, nel passato che diventa presente e sogna il futuro, raccontato da una donna messa dal ‘Times’ nel gotha delle personalità più influenti dell’Europa che non ha paura nel restare, da sola, all’opposizione di “SuperMario” Draghi. “Un Draghi patriota – sottolinea – potrà sempre contare su Fratelli d’Italia, anche dall’opposizione. Un Draghi garante di interessi diversi da quelli dell’Italia invece troverà FDI a sbarrargli la strada”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Lazio, richiamo Pfizer a 5 settimane
Unità crisi, consentirà aumento platea prime dosi da maggio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
10 maggio 2021
14:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“A partire dal lunedì 17 maggio saranno estesi i richiami del vaccino Pfizer a 5 settimane, ossia 35 giorni”. Lo comunica l’Unità di Crisi Covid della Regione Lazio.
“Tutti gli interessati verranno avvisati in anticipo via sms e l’allungamento, recependo le raccomandazioni del Comitato tecnico scientifico (Cts) e della Struttura Commissariale, consentirà un aumento della platea delle prime dosi del vaccino Pfizer a partire già dal mese in corso, ovvero determinando un aumento della copertura della popolazione.
Nessuna modifica, al momento, invece per tutti gli altri vaccini” spiega l’Unità di Crisi regionale. “A titolo esemplificativo chi doveva fare il richiamo Pfizer il 17 maggio lo farà sempre nello stesso luogo e alla stessa ora il 31 di maggio e così a seguire” aggiunge.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giustizia: Letta, a giorni proposta Pd
Con Referendum Salvini botta solo la palla in tribuna
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
14:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“In settimana il Pd presenterà il suo progetto sulla giustizia che è serio e non propaganda come ha fatto Salvini parlando di referendum sulla giustizia che significa solo buttare la palla in tribuna”. Così il segretario del Pd, Enrico Letta, a Radio Immagina.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Arena Verona: Salvini, 6.000 spettatori fino a mezzanotte
Riapriamo l’Italia, torniamo alla vita
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
10 maggio 2021
15:00
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Seimila spettatori all’Arena di Verona, fino a mezzanotte: è la richiesta della città, per mandare a tutta Italia e al mondo un messaggio di libertà e di ritorno alla vita. Si può e si deve fare, in sicurezza e con buonsenso.
Riapriamo l’Arena, riapriamo l’Italia, torniamo alla vita”. Lo afferma in una nota il leader della Lega, Matteo Salvini.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco: Entrate, online 730 precompilato
Quest’anno dati su bonus vacanze e spese scolastiche
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
15:11
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Da oggi è possibile visualizzare la dichiarazione dei redditi precompilata dal Fisco (modelli 730 e Modello Redditi Persone fisiche), dal 19 maggio sarà poi possibile accettare, integrare o modificare i dati. Lo comunica l’Agenzia delle entrate.
I dati messi a disposizione dei contribuenti sfiorano 1 miliardo, con l’aggiunta, da quest’anno, delle informazioni sul bonus vacanze, sulle spese scolastiche e sulle erogazioni liberali agli istituti scolastici. Al primo posto le spese sanitarie che raggiungono 718 milioni.Il 730 deve essere inviato entro il 30 settembre, il Modello Redditi Persone fisiche entro il 30 novembre.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Rousseau, no lista iscritti a neo-Movimento
C’è galera per violazione privacy.Niente dati ai non iscritti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
15:38
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Rousseau per legge non può assolutamente comunicare gli elenchi di iscritti a persone diverse dal legittimo rappresentante legale o addirittura, come richiesto, a persone neanche iscritte al Movimento”. Così l’associazione in un post in cui aggiunge: se comunicasse i dati “ad un soggetto terzo”, violerebbe il “Codice Privacy che prevede fino alla pena della reclusione per comunicazione e diffusione illecita di dati personali oggetto di trattamento su larga scala.
Per questo non è possibile neanche comunicare la lista ad una neo forza politica che abbia una diversa associazione con un diverso Statuto e un diverso simbolo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Resta il coprifuoco, verso posticipo alle 23
Domani un vertice tra il governo e le regioni su modifiche Rt
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
12:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Resta il coprifuoco, anche se sarà posticipato molto probabilmente alle 23; il settore del wedding ripartirà a metà giugno mentre i centri commerciali potranno tornare ad accogliere clienti anche nei fine settimana forse già dal 22 maggio. E non è escluso che si arrivi ad una revisione dei parametri che determinano il cambio di colore delle Regioni: al posto dell’Rt diventerà determinante l’occupazione dei posti letto in terapia intensiva. Si delinea il ‘pacchetto’ di interventi che andranno a modificare il decreto, pacchetto che potrebbe essere esaminato nella cabina di regia tra le forze di maggioranza convocata da Palazzo Chigi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Con la curva dei contagi e delle vittime che continua la lenta discesa, mai così pochi dall’8 ottobre scorso, il progressivo svuotamento delle terapie intensive e la campagna di vaccinazione che ormai procede senza particolari intoppi, la linea dell’esecutivo resta quella di procedere nel programma delle riaperture.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ma mantenendo sempre quel principio di gradualità e prudenza più volte sottolineato dal presidente del Consiglio Mario Draghi, per fare in modo che non si debba tornare indietro. Anche perché, è il ragionamento che viene fatto, i numeri ‘veri’, quelli in cui ci sarà la fotografia di quanto avvenuto a partire dalle riaperture del 26 aprile, si cominceranno a vedere solo con il monitoraggio di venerdì prossimo. Ed è questo il motivo principale per il quale non ci sarà l’eliminazione delle misure, a partire dal coprifuoco, come vorrebbero parte del centrodestra, Iv e buona parte delle Regioni. Matteo Salvini lo ha chiesto anche oggi, spalleggiato dai governatori del centrodestra, da Giovanni Toti a Luca Zaia. “Aperture, aperture, aperture, ritorno al lavoro senza coprifuoco.
Conto che questa sia la settimana e il governo prenda atto non delle richieste della lega ma dei dati medici e scientifici”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Parole alle quali replica Enrico Letta che, senza nominarlo, accusa quei “pifferai magici” che provano ad intestarsi la scelte del governo e rivendica la posizione del Pd, che è poi la stessa del ministro della Salute Roberto Speranza: le riaperture devono essere irreversibili e lo saranno solo se si rispettano “protocolli e tempistica”. Se ci sarà la ripartenza, aggiunge, “è solo perché c’è stato il rigore e chi, come noi, ha vigilato perché fosse rispettato”. La sintesi tra le posizioni la farà Draghi nella cabina di regia politica anche se la linea è tracciata e l’ha ribadita anche il ministro degli Esteri Luigi Di Maio: le misure vanno “alleggerite” per attirare i turisti e non rimanere indietro rispetto agli altri paesi europei. Alleggerite, non eliminate.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La verifica dei prossimi giorni sarà poi l’occasione per indicare anche gli interventi che interessano quei settori che non hanno ancora ripreso l’attività. Il wedding, ad esempio, dovrebbe ripartire il 15 giugno; e una data dovrebbe arrivare anche per le piscine al chiuso. Il centrodestra è in pressing per anticipare già a lunedì prossimo l’apertura dei ristoranti al chiuso e delle palestre (prevista invece per il 1 giugno), dei centri commerciali nei fine settimana – domani i 1.300 punti vendita sparsi in Italia abbasseranno le saracinesche per protestare proprio contro la prolungata chiusura – mentre per i parchi tematici si punta al primo giugno (ora fissata al primo luglio) ma difficilmente le richieste verranno accolte. E’ molto probabile invece che ci sia un ragionamento sulla richiesta che arriva dalle Regioni di rivedere l’Rt: con il sistema in vigore, se si va sopra l’1 si passa automaticamente in arancione e con 1,25 in rosso.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I dati attuali dicono che a rischiare il passaggio in arancione sono almeno in 3: Lombardia, Veneto e Campania. “A partire dalla prossima settimana l’Rt rischia di aumentare e ci potranno essere nuove zone arancioni – conferma l’analisi del Gimbe – ma se il governo dice che le riaperture sono irreversibile a questo deve corrispondere un cambiamento dei parametri”. Mercoledì ci sarà una riunione tra il ministro degli Affari Regionali Mariastella Gelmini, Roberto Speranza e le Regioni con queste ultime che continuano a chiedere di tenere in considerazione per l’attribuzione dei colori non più l’indice di diffusione del contagio ma l’Rt ospedaliero e la percentuale dei vaccinati tra le categorie più a rischio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Intanto per il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, si potrebbe ripensare all’utilizzo della mascherina, obbligandone l’uso solo in caso di assembramenti o luoghi affollati. Ipotesi, però, che potrà essere seriamente presa in considerazione – come conferma lo stesso sottosegretario – solo una volta superata quota 30 milioni di dosi somministrate. Cosa che secondo Giovanni Corrao, professore di statistica medica all’Università Milano Bicocca, potrebbe avvenire per il 22 giugno.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A spingere per avere più fiale a disposizione sono le Regioni con in testa i presidenti Lombardia, Attilio Fontana, e del Veneto, Luca Zaia, che lamenta l’insufficienza di dosi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gimbe,con Rt in risalita serve cambio parametri o si chiude
Cartabellotta,subito modifiche sistema o molte regioni arancioni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
11:47
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A partire dalla prossima settimana l’indice Rt sui contagi di Covid-19 rischia di aumentare e ci potranno essere nuove zone arancioni, a meno che il Governo non ne modifichi i parametri. A dirlo è Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, intervenuto ai microfoni della trasmissione ‘L’Italia s’è desta’ su Radio Cusano Campus.

“Oggi siamo in piena fase discendente della terza ondata, sicuramente per questa settimana avremo questa continuazione della fase discendente – spiega Cartabellotta – dall’altro lato, l’Iss ha segnalato un lieve incremento dell’indice Rt. Le Regioni dicono che bisogna modificare i parametri per il sistema a colori. Se ci devono essere delle modifiche devono essere fatte in tempi rapidi, altrimenti molte Regioni finiranno in zona arancione”. “Se il governo dice che le riaperture sono irreversibili a questo deve corrispondere un cambiamento di questi parametri – prosegue – a partire dalla prossima settimana l’indice rischia di aumentare ancora, visto che vedremo gli effetti delle prime riaperture”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Renzi,serve commissione inchiesta su ciò che non torna
Vogliamo vedere chiaro su come sono stati spesi soldi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
16:28
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“C’è uno strano silenzio sulle tante cose che non tornano nella vicenda mascherine, ventilatori, banchi a rotelle. Vogliamo vedere chiaro su come sono stati spesi i soldi.
Anche per questo lanciamo una raccolta firme perché il Senato approvi la commissione di inchiesta che chiediamo ormai da quattordici mesi. Sono i soldi degli italiani, facciamo chiarezza?”.
Così Matteo Renzi nell’enews.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Direttrice generale Wto a Palazzo Chigi, incontro con Draghi
Tra dossier caldi su tavolo Organizzazione brevetti vaccini
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
16:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Incontro a Palazzo Chigi tra il premier Mario Draghi e la direttrice generale del Wto (Organizzazione Mondiale del Commercio), Ngozi Okonjo-Iweala.
L’incontro si inserisce nella visita a Roma di Okonjo-Iweala che, nella giornata di ieri, ha visto anche il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.
Tra i dossier sul tavolo del Wto c’è quello dei brevetti sui vaccini. La direttrice generale ha fatto ingresso a Palazzo Chigi, a piedi, pochi minuti fa.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Lamorgese a Ue, redistribuire i salvati in mare
Ministro a Johansson, meccanismo automatico per estate
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
17:11
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Colloquio telefonico tra il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ed il commissario europeo per gli Affari Interni Ylva Johansson dopo i massicci sbarchi di migranti degli ultimi giorni. Lamorgese, si apprende, ha spiegato che l’obiettivo immediato dell’Italia, in attesa della definizione del Patto su immigrazione ed asilo, è attivare entro l’estate un meccanismo temporaneo di solidarietà tra gli Stati europei disponibili per il ricollocamento delle persone soccorse in mare.
Johansson ha ringraziato l’Italia per il suo impegno nella gestione dei flussi ed ha riconosciuto che l’Europa deve dare un segnale di solidarietà.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, Wto: ‘Puntiamo a soluzione pragmatica sui vaccini’
Così la direttrice generale dopo aver incontrato Draghi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
20:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente del Consiglio ha incontrato nel pomeriggio la Direttrice Generale per l’Organizzazione Mondiale del Commercio, Ngozi Okonjo-Iweala. Al centro del colloquio la cooperazione internazionale nella lotta alla pandemia ed in particolare l’impegno all’aumento della capacità produttiva globale dei vaccini, la riforma dell’Omc e il rafforzamento del sistema del commercio multilaterale, anche nel quadro della Presidenza italiana del G20.
Per la vaccinazione su scala globale contro il Covid-19 si lavora a una “soluzione pragmatica”, ha detto la direttrice generale del Wto durante una conferenza stampa successiva al suo incontro con il presidente del Consiglio Mario Draghi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
il ministro dell’Economia Daniele Franco e, ieri, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. “C’è un tono più costruttivo, più volontà di sedersi al tavolo del negoziato” e “specie dopo l’incontro di tre settimane fa con i produttori, ho l’impressione di una maggiore apertura a sedersi al tavolo del negoziato e arrivare a un risultato pragmatico”.
Le autorità italiane, che hanno la presidenza del G20 quest’anno, sono “di grande aiuto” nello sforzo dell’Organizzazione mondiale del Commercio per rafforzare le vaccinazioni su scala globale, ha detto ancora Ngozi Okonjo-Iweala.
La revisione della proposta per superare i brevetti sui vaccini contro il Covid-19 è attesa per fine maggio, e “la mia aspettativa è che tale data potremo avere tutte le parti sedute al tavolo negoziale” e che tale proposta arrivi “il prima possibile, ha spiegato Ngozi Okonjo-Iweala. La direttrice non si è sbilanciata su quale possa essere il punto di caduta di un accordo, se una spinta per la produzione nei Paesi emergenti da parte delle case farmaceutiche che hanno i brevetti o una rimozione de brevetti. “Speriamo di avere una decisione prima” del mese di dicembre, che è la tempistica che si sono date le parti coinvolte.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A Bolzano un ponte per il ‘costruttore di ponti’ Alex Langer
Iniziativa partita nel lontano 1996 da un gruppo di studenti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
10 maggio 2021
18:16
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il ‘costruttore di ponti’ Alex Langer avrà ora anche ufficialmente un suo ponte a Bolzano. Il fondatore del movimento verde italiano è scomparso nel 1995.
La giunta comunale di Bolzano ha approvato la delibera di attribuzione ufficiale dell’odonimo: “Ponte Alexander Langer” al ponte che collega viale Trento alla ciclabile retrostante il Lido di viale Trieste. Tale denominazione è entrata nell’uso comune della cittadinanza a seguito di un’iniziativa promossa nel 1996 da un gruppo di studenti ed insegnanti della scuola professionale di via Santa Geltrude che simbolicamente si trovava su quel ponte che chiamavano “Langer” per discutere di temi pacifisti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Sardegna verso giallo, netto calo casi
Si accelera su vaccini, da venerdì adesione per gli over 50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
10 maggio 2021
18:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Calano i contagi in Sardegna dove si ritorna ai livelli di fine febbraio 2021: 31 casi in 24 ore con oltre 4.400 tamponi effettuati per un tasso di positività che crolla allo 0,7%. Soltanto due i decessi registrati dall’unità di crisi regionale, mentre prosegue la lenta discesa dei ricoverati: -7 nei reparti di medicina anche se sale di uno il numero dei pazienti nelle terapie intensive, in tutto 41.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo tre settimane in zona rossa e all’inizio della seconda in zona arancione l’Isola vede avvicinarsi sempre più la fascia gialla e, se i numeri continuano ad essere questi, potrebbe già iniziare il conto alla rovescia per tornare al colore bianco. Le restrizioni però pesano ancora: a Sassari un gruppo di attivisti sfida il coprifuoco con una manifestazione protrattasi sin dopo le 22, mentre anche nell’Isola i centri commerciali si preparano ad abbassare le saracinesche per la protesta nazionale dei centri commerciali, tenuti chiusi nei weekend, fissata per domani mattina alle 11 in contemporanea in tutta Italia.
Nel frattempo la Regione, dopo la frenata di domenica, preme nuovamente sull’acceleratore nella campagna vaccinale: mercoledì 12 apre il nuovo hub a San Gavino, allestito nella struttura polivalente del Comune: dieci postazioni per un potenziale, a pieno regime, di circa mille somministrazioni al giorno. Venerdì 14 maggio parte la vaccinazione di massa programmata a La Maddalena nell’ambito del progetto in atto su tutto il territorio nazionale per rendere le isole minori d’Italia Covid free in vista della stagione turistica. Ma soprattutto l’Ats apre all’adesione di tutti gli over 50 sardi, che potranno iscriversi al portale – stavolta delle poste – per poter accedere alla somministrazione. Da questa settimana, compatibilmente con la disponibilità delle scorte, le prenotazioni del vaccino saranno disponibili sul sistema della Poste per tutte le categorie attualmente coinvolte, come previsto dal piano nazionale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Fontana, con più dosi finiremmo in anticipo
‘Dosi somministrate, abbondantemente superati i 4 milioni’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
10 maggio 2021
19:53
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Se avessimo più vaccini, potremmo chiudere la campagna anticipatamente”: il presidente della Lombardia Attilio Fontana lo ha detto arrivando alla Scala.
“Abbiamo abbondantemente superato i 4 milioni di dosi somministrate e oltre un milione (1.118.992) di lombardi, il 10% dei residenti, ha completato il ciclo vaccinale con prima e seconda dose”.
“Speriamo che presto l’Europa – ha concluso – riesca a garantirci più dosi affinché i nostri hub possano lavorare al massimo delle proprie potenzialità”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
M5S, progetto pronto per voto online, parola a iscritti
‘Sono loro unici sovrani’. Ci sarà nuova piattaforma e-voting
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
21:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Assemblea congiunta dei gruppi di Camera e Senato del M5S sulla riorganizzazione interna del Movimento. Ad aprire i lavori il capo politico Vito Crimi.
“Il nuovo progetto politico è pronto per essere sottoposto al vaglio degli iscritti, che rimangono gli unici sovrani della vita futura del Movimento.
Siamo pronti a convocare gli iscritti per invitarli a esprimersi su questo nuovo progetto politico”. Lo scrive il M5S in un post che riprende la relazione di Vito Crimi alla congiunta che si è tenuta in serata. Nel post il M5S annuncia il ricorso “ad una società di servizi, al fine di mettere a disposizione una nuova piattaforma di e-voting, a seguito di una attenta indagine di mercato”. “La parola agli iscritti, dunque. Spetta a loro decidere se abbracciare il nuovo percorso”, si legge.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Offese social a Mattarella, perquisizioni in tutta Italia
Undici indagati, tra loro anche un professore universitario
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
09:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri del Ros sta eseguendo perquisizioni in numerose città italiane nei confronti di 11 indagati per aver insultato e offeso sui social il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Le operazioni sono in corso a Roma, Latina, Padova, Bologna, Trento, Perugia, Torino e Verbania.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Le perquisizioni fanno seguito alle indagini avviate dalla procura di Roma lo scorso agosto nei confronti di un 46enne di Lecce, accusato degli stessi reati per i suoi post su Twitter. Le indagini del Ros hanno portato alla luce una elaborata strategia di aggressione alle più alte istituzioni del Paese. Numerosi sono stati i post e i contenuti multimediali offensivi rilevati tra aprile 2020 e febbraio 2021, anche grazie all’impiego del Reparto Indagini Telematiche, unità del Ros specializzata nelle investigazioni telematiche e web. E’ stata ricostruita la rete relazionale e le abitudini social dei soggetti coinvolti, di età compresa tra i 44 e i 65 anni, tra i quali figurano impiegati e professionisti. Tre degli indagati gravitano in ambienti di estrema destra con vocazione sovranista. Tra loro anche un professore universitario di 53 anni, vicino a gruppi e militanti di ispirazione suprematista e antisemita tramite la piattaforma social VKontakte, il Facebook russo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Berlusconi ricoverato al San Raffaele per proseguire le terapie
Il leader di FI di nuovo in ospedale per gli strascichi del Covid
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
10:39
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, è tornato al San Raffaele per proseguire le terapie che sta seguendo per superare gli strascichi del Covid, che lo ha colpito lo scorso autunno. La notizia, anticipata da Libero, è confermata da fonti parlamentari azzurre.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Imprese, crisi pesa, garantire la liquidità
Lettera a istituzioni, in dl misure efficaci e subito operative
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
10:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Abi, Alleanza delle Cooperative (Agci, Confcooperative, Legacoop), Casartigiani, CIA, CLAAI, CNA, Coldiretti, Confagricoltura, Confapi, Confartigianato, Confcommercio, Confedilizia, Confesercenti, Confetra, Confimi Industria, Confindustria, Copagri hanno inviato una lettera alle Istituzioni, in cui si chiede di continuare a garantire la necessaria liquidità alle imprese.
La crisi sanitaria continua a incidere negativamente sulle attività di impresa.
Le rappresentanze ritengono importante che il dl in corso di definizione (Sostegni bis) contenga misure di semplice applicazione, effettivamente efficaci e immediatamente operative, senza prevedere l’emanazione di una regolamentazione secondaria per la piena operatività.
Le imprese insistono innanzitutto su una proroga delle cosiddette moratorie perché possano esplicare i loro effetti senza soluzione di continuità con le moratorie in essere. Inoltre, occorre che siano di automatica applicazione, evitando complicazioni burocratiche.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Terrorismo: Brignoli condannata a 4 anni di carcere
Disposti anche 5 anni di interdizione dai pubblici uffici
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
11 maggio 2021
10:46
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata condannata a 4 anni di carcere Alice Brignoli, moglie del defunto militante dell’Isis Mohamed Koraichi, a processo in abbreviato con l’accusa di terrorismo internazionale dopo essere stata arrestata in Siria a settembre dal Ros dei carabinieri e riportata in Italia assieme ai 4 figli, poi affidati ad una comunità. Lo ha deciso stamane la gup di Milano Daniela Cardamone, che ha disposto anche 5 anni di interdizione dai pubblici uffici.

La gup Cardamone ha anche stabilito una provvisionale, immediatamente esecutiva, per ognuno dei quattro figli della donna, assistiti dall’avvocato e curatore speciale Silvia Belloni che ha deciso di costituirsi parte civile nel processo.
“La costituzione di parte civile è stato un gesto di responsabilità nei loro confronti”, ha spiegato l’avvocato Belloni dopo la sentenza.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:studio Iss-S.Raffaele, anticorpi durano fino a 8 mesi
Indipendentemente da gravità malattia ed età
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
11:00
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gli anticorpi neutralizzanti del virus SarsCoV2 persistono nei pazienti fino ad almeno otto mesi dopo la diagnosi di Covid-19, indipendentemente dalla gravità della malattia, l’età dei pazienti o la presenza di altre patologie. Chi non riesce a produrli entro i primi quindici giorni dal contagio è a maggior rischio di sviluppare forme gravi di Covid-19.

Sono questi i due risultati principali del più ampio studio italiano su questo tema, condotto dall’Ospedale San Raffaele di Milano in collaborazione con l’Istituto superiore di sanità (Iss), e pubblicato sulla rivista Nature Communications.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Istat, prospettive favorevoli per l’economia nei prossimi mesi
Vendite stabili, migliora attesa su lavoro e fiducia famiglie
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
11:27
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La stabilizzazione delle vendite al dettaglio, il miglioramento delle attese della domanda di lavoro da parte delle imprese e della fiducia di famiglie e imprese concorrono a determinare prospettive favorevoli per i prossimi mesi”. Lo scrive l’Istat nella Nota mensile sull’andamento dell’economia italiana di aprile.

“La ripresa economica internazionale, caratterizzata da dinamiche molto eterogenee fra paesi e settori produttivi, si continua ad associare a una vivace dinamica degli scambi mondiali”, rileva l’Istat, aggiungendo che “in Italia, nel primo trimestre, il Pil ha segnato una flessione, inferiore a quella dell’area euro, a sintesi di un aumento del valore aggiunto dell’industria e di una diminuzione di quello dei servizi”.
“Il mercato del lavoro mostra contenuti segnali di miglioramento, in un contesto caratterizzato da elevati livelli di incertezza soprattutto sulle tempistiche di modifica delle misure relative al mantenimento dei contratti di lavoro. Ad aprile – prosegue l’Istat – , è proseguita la risalita dell’inflazione, con un aumento di tre decimi di punto rispetto al mese precedente”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giustizia:Fi,con proposte Cartabia luce in fondo al tunnel
Vengono archiviati gli errori commessi negli ultimi anni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
12:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il pacchetto del ministro Cartabia per la riforma della giustizia ci soddisfa, si intreccia con tante proposte storiche di Forza Italia, ha un profilo garantista e soprattutto ha come obiettivo quello di ricostruire un sistema azzoppato, ristabilendo un principio di civiltà giuridica. Vengono archiviati gli errori commessi e perpetrati negli ultimi anni, viene rivista in modo intelligente la prescrizione, il pm non potrà appellare le sentenze di assoluzione, vengono previsti interventi per ridurre sensibilmente la durata del processo civile.

Un disegno coraggioso, che potrebbe davvero cambiare il volto della giustizia nel nostro Paese e che si rende indispensabile per non perdere le risorse europee del Recovery Plan. Finalmente vediamo la luce in fondo al tunnel. Toccherà alle forze politiche che sostengono il governo Draghi dimostrare maturità e perseguire fino in fondo questi importanti obiettivi”. Così Matilde Siracusano, deputata di Forza Italia e componente della Commissione Giustizia di Montecitorio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Salvini, coprifuoco 22 non ha senso, è immorale
Chiudere in casa italiani con migliaia di sbarchi non ha senso
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
12:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Chiudere gli italiani alle 22 in casa mentre a Lampedusa sbarcano migranti a centinaia non ha senso ed è immorale”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini riferendosi ai ritardi nella eliminazione del coprifuoco.

“Se la scienza è scienza, vale sia quando chiudi sia quando riapri. Davanti a questi dati che abbiamo perchè continuare a impedire agli italiani di tornare a lavorare con buon senso ed in sicurezza? Tornare al lavoro anche nei ristoranti al chiuso è un sacrosanto diritto”, conclude.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Roma:Salvini,candidatura Bertolaso è in campo,uniti vinciamo
La sinistra corre divisa in tre, serve sforzo finale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
11 maggio 2021
12:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“A Roma, se va bene, la sinistra alle comunali corre divisa in tre. Se il centrodestra fa un sforzo finale, noi andiamo uniti e possiamo vincere”.
Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini al termine di un incontro con i rappresentanti dei centri commerciali.
Salvini conferma che la candidatura di Guido Bertolaso “è assolutamente in campo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: Orlando, in arrivo 2.100 nuovi ispettori
Tavolo con i sindacati. Sulla sicurezza ‘fare fronte comune’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
12:44
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per la sicurezza nei luoghi di lavoro è necessario “fare fronte comune”: così il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, al tavolo con i sindacati rimarcando la necessità di rafforzare la prevenzione e i controlli, aumentando gli investimenti e gli organici, con “una ricognizione” su questo fronte anche a livello delle Asl. Orlando ha quindi confermato che è in arrivo l’assunzione di circa 2.100 unità all’Ispettorato del lavoro.
Una prima “risposta di grande impatto”, ha detto.
Al tavolo convocato da Orlando sulla sicurezza nei luoghi di lavoro ha partecipato anche il ministro della Salute, Roberto Speranza; per Cgil, Cisl e Uil hanno preso parte i segretari generali Maurizio Landini, Luigi Sbarra e Pierpaolo Bombardieri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pd: confronto in segreteria su giustizia,presto proposta dem
Sarà sia sul processo penale sia sul civile.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
12:44
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Confronto stamattina nella segreteria Pd sulla riforma della giustizia in vista di una proposta dem, annunciata ieri dal segretario Enrico Letta, sia sul processo penale sia sul civile. La responsabile Giustizia Anna Rossomando, a quanto si apprende da fonti del Nazareno, ha aperto l’esame evidenziando come nella giustizia italiana il problema principale sono i tempi con ricadute, oltre che sul rispetto della dignità delle persone, anche sulla competitività del paese e danni su imprese e aziende.
Proprio come ieri il ministro Cartabia, anche il Pd è convinto che la riforma della giustizia è centrale per ottenere i fondi del Recovery oltre che per il rilancio del paese.
Come riformare sia il processo penale sia il civile è stato al centro del dibattito tra i membri della segreteria con l’obiettivo nei prossimi giorni di mettere a punto la proposta dem.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mattarella,David Donatello oggi rappresenta segnale speranza
Scandisce una festa importante per il nostro Paese
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
12:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il David scandisce una festa importante per il nostro Paese. L’anno scorso non è stato possibile svolgere questa cerimonia quest’anno averla potuta svolgere rappresenta un segnale di ripartenza e di speranza”.

Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della cerimonia per i David di Donatello.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mattarella, ora serve prudenza ma anche il coraggio di agire
Dalle gravi crisi si esce con solidarietà,visione e senso appartenenza
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
12:53
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Per sconfiggere il virus serviranno ancora prudenza e responsabilità nei comportamenti, ma servirà anche determinazione, iniziativa e anche coraggio d’innovazione e qualità. Dalle gravi crisi si esce solo con la solidarietà, con la visione e il senso di appartenenza”.
Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della cerimonia per i David di Donatello.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pd: i sedicenni voteranno alle primarie per amministrative
Coinvolgere giovani significa farli partecipare a scelte futuro
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
12:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Partito Democratico consentirà ai sedicenni di partecipare alle elezioni primarie per scegliere i candidati sindaci alle elezioni amministrative. Dare potere ai giovani significa farli partecipare alle scelte per il loro futuro, a partire dai luoghi in cui vivono e crescono.” Lo dichiarano i responsabili Organizzazione Stefano Vaccari, e Missione Giovani, Chiara Gribaudo.
“Potranno votare anche i giovani stranieri residenti regolarmente, quelle seconde generazioni che da anni chiedono cittadinanza democratica e che hanno diritto di partecipare al futuro delle città in cui vivono”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa sui ristori, subito fatturato poi saldo a fine anno
Ok a vertice P.Chigi, meccanismo perequazione in Sostegni bis
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
13:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
C’è intesa di massima, secondo quanto si apprende mentre è in corso il vertice a Palazzo Chigi, sui nuovi contributi a fondo perduto da inserire nel decreto Sostegni bis. Si sarebbe optato per un mix tra le varie ipotesi sul tavolo con un meccanismo in due tempi: nuovi ristori subito, automatici, sulla base del fatturato, e la possibilità – per le imprese interessate, come chiesto in primis dalla Lega – di ricevere un saldo a fine anno, ricalcolando le perdite sulla base dei dati dei bilanci o delle dichiarazioni dei redditi.
In questo modo, viene spiegato, si introduce un meccanismo di “perequazione” rispetto a quanto già ottenuto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’ex brigatista rosso Di Marzio è libero, è scattata la prescrizione
L’unico dei 10 ex terroristi rossi in Francia ad essere sparito
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
11 maggio 2021
14:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ scattata la prescrizione per Maurizio Di Marzio, ex brigatista rosso ancora introvabile. Dalla mezzanotte di ieri non è più possibile estradarlo in Italia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Marzio, 59 anni, è l’unico fra gli ex terroristi italiani contro i quali due settimane fa è scattata l’operazione ‘Ombre Rosse’ ad aver fatto perdere le sue tracce. Gli inquirenti avevano fatto sapere nei giorni scorsi di “non aver rinunciato” a catturarlo ma tutto lascia ormai pensare che Di Marzio tornerà libero da oggi.
Di Marzio, molisano di origine, ex membro dell’ala militarista delle Brigate rosse, dovrebbe scontare ancora un residuo di pena a 5 anni e 9 mesi di carcere per banda armata, associazione sovversiva, sequestro di persona e rapina. Al momento degli arresti, a non farsi trovare erano stati in tre: oltre a Di Marzio, anche Luigi Bergamin e Raffaele Ventura, che il giorno dopo però, seguendo il consiglio della legale Irène Terrel, si erano costituiti.
Di Marzio, che a Parigi gestisce da anni un noto ristorante in centro, il ‘Baraonda’, fu già arrestato una volta nel 1994 su richiesta dell’Italia. La Corte d’Appello diede dopo un anno parere favorevole all’estradizione ma il relativo decreto governativo non fu mai firmato. Sulle sue spalle pesa il tentato sequestro del vicecapo della Digos di Roma, Nicola Simone, il 6 gennaio 1982.
Ambienti vicini all’inchiesta a Parigi lasciano intendere che il tentativo di Di Marzio di arrivare alla scadenza del 10 maggio era piuttosto scontato e che, in ogni caso, si tratta – fra i 10 individuati per riattivare le procedure di estradizione – della posizione “meno grave”: nessun omicidio e pena in buona parte già scontata in carcere.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Protestano centri commerciali, serrata 30mila negozi
‘Chiudiamo perché vogliamo riaprire. Le misure vanno revocate’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
11 maggio 2021
13:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
S
Saracinesche abbassate stamattina in 1.300 centri commerciali di tutta Italia per protestare contro le chiusure del weekend. Una serrata simbolica, di pochi minuti, che ha interessato 30 mila negozi e supermercati. “Chiudiamo perché vogliamo riaprire.
Il tempo è scaduto, le misure vanno revocate. Lo chiediamo a nome degli 800mila lavoratori che sono la forza dei centri commerciali”, spiegano esercenti che aderiscono all’iniziativa promossa da ANCD-Conad, Confcommercio, Confesercenti, Confimprese, CNCC-Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali.
“Siamo costernati, perché dall’inizio della pandemia noi abbiamo messo in campo tutte le attività possibili dal punto di vista della sicurezza sanitaria per i dipendenti e per i clienti – commenta il direttore del centro commerciale Le Gru, Davide Rossi – Continuiamo a investire centinaia di migliaia di euro e non riusciamo a capire come mai non venga riconosciuto questo nostro impegno costante, mentre per le attività a bordo strada il tenore è differente. Non riusciamo a spiegarci il perché del perdurare di questi divieti”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Lazio, dal 17 maggio anche ultra40enni da medici base solo con AstraZeneca e Johnson
Un terzo della popolazione coinvolta da mezzanotte di domenica
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
13:46
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Hanno superato quota 500mila le prenotazioni per il vaccino anti Covid-19 per la fascia d’età 50-59 anni in Lombardia. Alle 10.15 di oggi, infatti, hanno già fissato un appuntamento per la vaccinazione 501.732 lombardi, praticamente un terzo della popolazione coinvolta.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo fa sapere l’assessorato al Welfare di Regione Lombardia. Le iscrizioni sul portale di Poste Italiane e Regione Lombardia avevano preso il via alla mezzanotte di domenica scorsa.
Dal 17 maggio nel Lazio il vaccino si potrà prenotare anche dal medico di base. E’ l’accordo raggiunto ieri tra la Regione Lazio e la Federazione dei medici di famiglia del Lazio. Nell’incontro, al quale hanno partecipato il segretario regionale della Fimmg Gianni Cirilli e il vice segretario nazionale vicario Pier Luigi Bartoletti, sono stati affrontati i maggiori punti di criticità nello svolgimento della campagna vaccinale presso gli studi dei medici di famiglia, già segnalati nei giorni scorsi, contestualmente allo stato di agitazione che era stato indetto sabato. Due i punti principali: il primo è il diritto di scelta del cittadino di dove e da chi farsi vaccinare, il secondo di consentire al medico di famiglia di fare il suo lavoro con dignità, e al massimo delle sue possibilità, senza difficoltà o intoppi. I medici di famiglia saranno inseriti nel sistema di prenotazione del portale regionale dove i cittadini troveranno oltre che la prenotazione negli hub anche la prenotazione dal medico di medicina generale o farmacia.
Dal 17 maggio nel Lazio sarà possibile “per i soggetti ultraquarantenni di vaccinarsi solo presso il proprio medico di medicina generale con AstraZeneca o Johnson & Johnson, diversamente si dovrà aspettare l’apertura della fascia”. E’ quanto prevedono le regole stilate dopo l’incontro tra medici di Famiglia (Fimmg) e la Regione Lazio. L’accordo prevede anche un cronoprogramma preciso circa la distribuzione dei vaccini ai medici di famiglia del Lazio.
DAL 17 MAGGIO AL 1 GIUGNO: 2 fiale di Pfizer a settimana a medico per i soggetti fragili
DAL 20 MAGGIO: verranno consegnati ai Medici di Famiglia 20.000 dosi settimanali di Johnson & Johnson per le fasce consentite.
DAL 1 GIUGNO: verranno ampliate le consegne di Pfizer e verranno consegnati quantitativi crescenti del nuovo vaccino a M-Rna di produzione tedesca Curevac.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Maturità: il 14 maggio incontro su protocollo sicurezza
Tra ministero e sindacati
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
12:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I sindacati del comparto scuola sono stati convocati dal ministero dell’Istruzione per il 14 maggio, venerdì, alle ore 11 per condividere il testo del protocollo d’intesa per svolgere in sicurezza gli esami in vista delle prove che attendono i ragazzi che hanno concluso la terza media e i 500 mila alle prese con prove di maturità; questi ultimi si svolgeranno dal 16 giugno. Il 13 maggio è invece convocato un tavolo che riguarda la fascia 0-6 anni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: Orlando, in arrivo 2.100 nuovi ispettori
Tavolo con i sindacati. Sulla sicurezza ‘fare fronte comune’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
12:44
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per la sicurezza nei luoghi di lavoro è necessario “fare fronte comune”: così il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, al tavolo con i sindacati rimarcando la necessità di rafforzare la prevenzione e i controlli, aumentando gli investimenti e gli organici, con “una ricognizione” su questo fronte anche a livello delle Asl. Orlando ha quindi confermato che è in arrivo l’assunzione di circa 2.100 unità all’Ispettorato del lavoro.
Una prima “risposta di grande impatto”, ha detto.
Al tavolo convocato da Orlando sulla sicurezza nei luoghi di lavoro ha partecipato anche il ministro della Salute, Roberto Speranza; per Cgil, Cisl e Uil hanno preso parte i segretari generali Maurizio Landini, Luigi Sbarra e Pierpaolo Bombardieri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tesoro: in asta il 13 maggio fino a 9,2 mld di Btp
A 3, 7 e 30 anni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
18:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Tesoro offrirà in asta, il prossimo 13 maggio, fino a 9,25 miliardi di euro di Btp a 3, 7 e 30 anni. In particolare saranno emessi titoli a 3 anni fino a 3 miliardi di euro, 4,5 miliardi a 7 anni e 1,75 a 30 anni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Marcegaglia: ‘Riforma Wto e sistema scambi priorità per il B20′
Vede Ngozi Okonjo-Iweala, possibile un business forum a novembre
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
17:27
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Promozione del libero commercio, riforma del Wto, rilancio del multilateralismo, ripresa degli scambi, difesa della proprietà intellettuale, e maggiore inclusione delle Pmi e dei Paesi in via di sviluppo nel sistema multilaterale degli scambi. Questi i principali temi affrontati nell’incontro di oggi a Roma -riporta una nota -fra Emma Marcegaglia, presidente del B20 – principale engagement group del G20 presieduto quest’anno dall’Italia – e Ngozi Okonjo-Iweala, direttrice generale del Wto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Hanno partecipato anche Barbara Beltrame Giacomello, vicepresidente per l’internazionalizzazione di Confindustria e Chair della Task Force “Trade & Investment” per il B20 Italia, e la dig di Confindustria Francesca Mariotti.
“È stato un piacere poter incontrare Ngozi Okonjo-Iweala, prima donna a ricoprire il ruolo di direttore generale dell’Organizzazione mondiale del commercio. La riforma dell’Omc e il rilancio del sistema multilaterale degli scambi rappresentano due priorità nell’agenda B20 nell’ottica di promuovere una ripresa economica più inclusiva e sostenibile”, commenta Emma Marcegaglia. “L’incontro di oggi – dice l’industriale dell’acciaio e past president di Confindustria, nel suo ruolo di B20 Chair – è stato un’occasione di confronto sulle priorità dell’agenda Wto ad iniziare dalla necessità di ripristinare al più presto l’organo di appello per la risoluzione delle dispute fra Stati, sul quale abbiamo confermato il nostro massimo supporto, all’urgenza di avanzare sui negoziati plurilaterali, come quello sull’e-commerce, all’esigenza di rendere la Wto un’organizzazione più moderna ed efficace. La dg del Wto ha dimostrato grande attenzione al mondo delle imprese e la volontà di intensificare il dialogo valorizzando l’immenso patrimonio di conoscenze dell’industria.
Al riguardo – ha indicato ancora Marcegaglia – abbiamo discusso della possibilità di organizzare un Business Forum a margine della conferenza ministeriale Wto di fine novembre. Il B20 Italy produrrà raccomandazioni concrete per rigenerare il multilateralismo, soprattutto quello commerciale, sostenendo i governi nello sforzo di darsi regole comuni e rispettate da tutti”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mattarella, istituzioni sostengano cinema, futuro sarà bello
Cerimonia per i David al Quirinale. E scherza con Geppi Cucciari
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
14:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’industria del cinema e dell’audiovisivo rappresenta un “patrimonio che appartiene a tutti gli italiani, è un bene indivisibile. Siamo però di nuovo chiamati a ripartire, non solo a proseguire e avvertiamo il senso di una missione comune.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tutti concordano che dopo il covid non torneremo alla realtà di prima ma ci troveremo in scenari nuovi. Adesso le sale ripartono. Le sale del cinema sono un luogo prezioso per la vita delle città, così come i teatri, i musei e tutti i luoghi della cultura. E’ giusto che le istituzioni vi sostengano in questa sfida. Istituzioni e operatori uniti nell’obiettivo di rafforzare le produzioni nazionali. Il domani del cinema sarà certamente bello”. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della cerimonia per i David di Donatello al Quirinale.
Il governo, ha sottolineato il ministro della Cultura Dario Franceschini, “ha sostenuto convintamente il mondo del cinema con 225 milioni di euro per l’emergenza a cui si è aggiunto l’incremento molto forte delle risorse del fondo cinema che nel giro di qualche anno è arrivato alla cifra in immaginabile non molto tempo fa di 640 milioni, consentendo di portare stabilmente il tax credit al 40%. E soprattutto mi fa piacere che sia passata la consapevolezza che investire in cultura, investire nel cinema non è soltanto un’operazione socialmente importante o culturalmente importante è una grande operazione industriale”.
Disinvolta e fuori dagli schemi la conduzione di Geppi Cucciari che si è rivolta al presidente della Repubblica chiamandolo, tra l’altro “affittuario di questo monolocale”. A Mattarella l’attrice ha ricordato tutte le scadenze della sua giornata tipo, compresa la “pennichella”, e soprattutto gli ha ha chiesto che mai farà a fine mandato. Il Capo dello Stato è stato al gioco e ha assicurato alla Cucciari che terrà conto di tutti i suoi consigli.

Politica tutte le notizie Tutta l'informazione del mondo politico è qui! LEGGILA!
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 79 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:52 DI VENERDÌ 07 MAGGIO 2021

ALLE 16:28 DI DOMENICA 09 MAGGIO 2021

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Covid, Fedriga: ‘Allo studio seconda dose vaccino in vacanza’. Cirio: ‘Nostre montagne come le isole, vanno vaccinate’
Lo ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
07 maggio 2021
12:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La prima cosa da superare oggi, vista anche la situazione contingente, è l’indice rt che oggi andiamo a valutare”. Lo ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, che lo ritiene poco affidabile,intervenendo a Sky Tg24.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In alternativa, per Fedriga “un indice da tenere in considerazione è il rt ospedaliero: fa capire se aumentano o diminuiscono le richieste di ospedalizzazione ed è un indicatore che può dare segnale importante, e che non dà una visione distorta”. “Avremo un confronto come Regioni con il Commissario Figliuolo” per verificare la possibilità che a una persona vaccinata con la prima dose possa essere somministrata la “seconda dose in vacanza- ha poi annunciato Fedriga-. Stiamo vedendo se è possibile organizzare questo, stiamo lavorando ma siamo di fronte alla campagna più grande della storia dell’umanità. Molte cose si possono risolvere, altre sono molto difficili, qualche disagio può esserci”.
“Credo che il commissario debba favorire quelle Regioni che stanno rispettando i target dati e noi li abbiamo anche superati”, ha detto la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, al termine della sua visita all’Ospedale di Vimercate, commentando la richiesta fatta ieri dal governatore Fontana di avere ulteriori dosi AstraZeneca qualora nelle altre regioni venissero rifiutate. “Da noi meno dell’1% delle persone vaccinate rifiuta AstraZeneca – ha aggiunto – anche perché i nostri medici spiegano loro che questo è un vaccino sicuro ed efficace”. “Nell’ordine del giorno della prossima commissione Salute della Conferenza delle Regioni, che sarà mercoledì, ci sarà il tema della possibilità di poter vaccinare le persone che si spostano in altre regioni, anche per vacanza”. “Noi in Lombardia abbiamo vaccinato tutte le persone che lavorano nel nostro territorio, quindi – ha aggiunto – credo che sia auspicabile che la stessa possibilità possa essere data alle persone che si spostano verso altre regioni o per vacanza o per altri motivi”.
Per il governatore del Piemonte, Alberto Cirio, “se si ritiene giusto vaccinare gli abitanti delle isole minori, che soffrono una carenza di ospedali e strutture sanitarie, lo stesso dovrebbe valere anche per le aree montane, che non sono in una situazione molto diversa”, ha detto incontrando un gruppo di lavoratori stagionali valsusini che ha inscenato una mini-protesta davanti alla sede della Regione a Torino. Obiettivo, spiega, “vaccinare gli abitanti e gli operatori delle montagne piemontesi, creando così delle bolle covid-free sul modello di quanto è stato proposto per le isole italiane e far ripartire il turismo”.
Intanto ieri sono state di nuovo superate le 500 mila dosi di vaccino somministrate in un giorno in Italia, secondo il Commissariato all’emergenza. Per l’esattezza alle 4 di stamani risultavano somministrare 501.236 dosi. Oltre 16 milioni di italiani hanno ricevuto almeno una dose di vaccino contro il coronavirus, il 26,7% della popolazione, secondo il ‘contatore’ di Sky Tg24 su dati del ministero della Salute. Tra loro ci sono anche gli oltre 6,8 milioni che hanno ricevuto anche il richiamo o la monodose di Johnson&Johnson, completando quindi il ciclo vaccinale.
“Il mese di maggio è un mese di transizione. Io mi aspetto 17 milioni di vaccini, stanno arrivando e arriveranno con cadenza settimanale così come li avete visti giungere in questa prima settimana. Ci daranno modo di tenerci sull’obiettivo”, ha detto il generale Francesco Paolo Figliuolo a margine della visita all’hub vaccinale di Pescara, nell’ambito della sua tappa in Abruzzo. Per quanto riguarda le aziende, il generale sottolinea che “i punti aziendali partiranno più avanti quando avremo più vaccini e dopo aver messo in sicurezza gli over 65 e i fragili. Da lunedì – ricorda – partono le prenotazioni per gli over 50. Stiamo piano piano vedendo sempre più luce – conclude – e stiamo attraversando il tunnel”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Moratti, Figliuolo dia più vaccini a chi rispetta i target
Vicepresidente, questo week-end arriveremo a 4 mln di dosi fatte
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VIMERCATE (MONZA)
07 maggio 2021
13:03
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Credo che il commissario debba favorire quelle Regioni che stanno rispettando i target dati e noi li abbiamo anche superati”. Lo ha detto la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, al termine della sua visita all’Ospedale di Vimercate, in Brianza, commentando la richiesta fatta ieri dal governatore Fontana di avere ulteriori dosi AstraZeneca qualora nelle altre regioni venissero rifiutate.
“Da noi meno dell’1% delle persone vaccinate rifiuta AstraZeneca – ha aggiunto – anche perché i nostri medici spiegano loro che questo è un vaccino sicuro ed efficace”.
“Per poter rimanere in zona gialla è importante aderire alla campagna vaccinale. A noi per fortuna in Lombardia sta andando molto bene e in questo fine settimana toccheremo i 4 milioni di somministrazioni” ha aggiunto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Comunali: fonti Lega, presto vertice di centrodestra
L’obiettivo rimane quello di vincere in tutte le città al voto
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
13:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nei prossimi giorni ci sarà una riunione di centrodestra, con i responsabili enti locali dei partiti, sul tema elezioni amministrative. Lo rende noto la Lega. L’obiettivo è trovare nomi competitivi per i candidati sindaci, a partire da Milano e Roma, dove grande è il rammarico per i No che hanno portato al ritiro prima di Bertolaso e poi di Albertini, due candidati eccellenti.
L’obiettivo rimane quello di vincere in tutte le città al voto, con un centrodestra unito e finalmente propositivo, a fronte di una sinistra divisa, litigiosa e inconcludente.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Livatino: De Raho,modello per magistrati per rigore funzione
Procuratore il 9 maggio ad Agrigento per beatificazione giudice
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
07 maggio 2021
13:24
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Andrò ad Agrigento innanzitutto perché Livatino rappresenta un simbolo, un magistrato modello al quale tutti i magistrati, soprattutto in un momento come questo, dovrebbero fare riferimento”. Lo ha detto ad Ancona il procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Federico Cafiero De Raho in merito alla celebrazione del 9 maggio in cui verrà beatificato il giudice Rosario Angelo Livatino, ucciso a 38 anni dalla mafia della ‘Stidda’ il 21 settembre 1990.

Livatino, ha aggiunto De Raho, è un “simbolo perché esprime il rigore nell’esercizio della funzione ma al tempo stesso l’umiltà e la comprensione che sono momenti fondamentali nell’esercizio della funzione giurisdizionale. Comprendere la persona e quindi svolgere con rigore il proprio ufficio – ha concluso il procuratore nazionale antimafia – ma al tempo stesso non dimenticare la dignità del soggetto che c’è di fronte”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Zingaretti, aperto primo hub vaccinale aziendale nel Lazio
A Torrice, in provincia di Frosinone
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
07 maggio 2021
13:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Si è aperto il primo hub vaccinale aziendale nel Lazio e tra i primi in Italia a Torrice in provincia di Frosinone. Una iniziativa, un esperimento che segna un passo in avanti nella campagna vaccinale del Lazio, che già procede speditamente, e che dimostra ancora una volta l’importanza della collaborazione tra pubblico e privato.

Ringrazio prima di tutto il Presidente Maurizio Stirpe, voce di questa iniziativa, che ha voluto lanciare un segnale preciso, ribadendo che le vaccinazioni sono indispensabili per uscire dall’emergenza sanitaria. Senza dimenticare il Gruppo Prima Sole Components (PSC), che ha dato gratuitamente il sito per realizzare il centro vaccinale, la Croce Rossa, il Comune di Torrice, la Protezione Civile e soprattutto medici, infermieri e personale sanitario che ogni giorno sono in prima linea nella battaglia contro il virus e che non smetterò mai di ringraziare per il loro straordinario impegno”. Lo dichiara il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti in merito all’apertura del nuovo hub vaccinale aziendale a Torrice in provincia di Frosinone.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Comunali: Meloni scrive a Salvini: ‘Mai veti FdI, ora vertice’
La Lega convoca i responsabili degli enti locali. FdI: Meglio leader ma bene vedersi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
11:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Non è stato Fratelli d’Italia ad aver posto dei veti alle candidature alle comunali di Roma e Milano. Ora è necessario convocare un vertice e chiarirsi come coalizione in modo da stabilire prima possibile candidature unitarie.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sarebbero questi i punti centrali del messaggino che la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni avrebbe inviato al segretario della Lega, Matteo Salvini nelle scorse ore. Dopo questo messaggio, a quanto si apprende da FdI, non è arrivata alcuna risposta da Salvini. Tuttavia, fonti della Lega hanno fatto sapere di aver convocato una riunione, nei prossimi giorni, tra i responsabili enti locali dei partiti .
La coalizione dovrà provare a trovare una quadra sui nomi da candidare alle prossime comunali. Soluzione che, commentano sempre fonti di FdI, non è definita “ottimale”, visto che si chiedeva la convocazione di un vertice dei leader, ma tutto sommato accettabile, come un buon punto di partenza per cominciare ad affrontare la questione amministrative.
Niente veti né su Albertini né su Bertolaso. È quanto è emerso dallo scambio di messaggi di questa mattina tra Salvini e Meloni. lo rende noto la Lega. Il leader della Lega ha espresso grande soddisfazione nell’apprendere “che non ci sono e non ci saranno veti incomprensibili a soluzioni utili” e mercoledì ci sarà un tavolo per discutere di amministrative convocato proprio su richiesta di Salvini.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Verso accordo ‘Patto per la scuola’ tra sindacati e governo
Si prevedono nuove procedure di reclutamento per i docenti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
14:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Si va verso la chiusura dell’accordo tra sindacati della scuola e ministero dell’Istruzione, il ‘Patto per la scuola al centro del Paese’, che deve tuttavia ancora avere l’ok di Palazzo Chigi.
Il documento prevede nuove procedure di reclutamento per assicurare la presenza dei docenti al primo settembre di ogni anno in classe, vuole garantire la sicurezza degli ambienti scolastici, assicurare la continuità didattica tramite una programmazione pluriennale degli organici e dei contratti a tempo determinato, combattere gli abbandoni e la dispersione scolastica e molto altro.
Saranno poi i tavoli tecnici a occuparsi dei singoli temi dell’accordo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: tutti i progetti da realizzare entro il 31 agosto 2026
Le opere dovranno essere ‘effettivamente implementate’. Tre livelli di governance, ‘control room’ a Palazzo Chigi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
17:18
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il 31 agosto del 2026: è questa la scadenza entro cui dovranno essere “realizzati” tutti i progetti previste del Pnrr. Lo si legge nelle schede del Recovery inviato dal governo in Ue e al Parlamento italiano.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per fine agosto del 2026 le diverse opere dunque non dovranno solo essere “definite, inviate e ottenere il via libera formale” ma anche essere “effettivamente implementate” come stabilito dai regolamenti europei.
Sono 2.487 in tutto le pagine delle schede progetto che accompagnano il Recovery plan italiano, non ancora rese pubbliche. Il dossier, che include il Pnrr già pubblicato online, è corredato di tabelle e cartine per illustrare le varie opere, a partire da quelle ferroviarie e indica il cronoprogramma nel dettaglio. Gran parte del documento è in inglese.
Sono tre i livelli della governance del Pnrr indicati nel dettaglio nelle schede progetto. L’attuazione del piano sarà in tre step: la realizzazione degli interventi che farà capo ai ministeri, alle Regioni e agli enti locali, ciascuno nelle sue competenze; il coordinamento centrale per il monitoraggio dell’attuazione e la rendicontazione alla Commissione Europea che sarà affidata ad un’apposita struttura presso il Mef, che costituirà il punto di contatto con la Ue; infine il monitoraggio dello stato di avanzamento del Piano e l’eventuale proposta di attivazione dei poteri sostitutivi è affidata a una ‘control room’ a Palazzo Chigi.
Ammontano a circa 13,8 miliardi i costi degli interventi del Recovery Plan che il governo punta ad attuare entro il 2021. Secondo le tabelle inserite nelle schede progetto allegate al Pnrr inviato alla Commissione europea, gli stanziamenti maggiori riguardano due misure previste dalla legge di bilancio: Transizione 4.0 (oltre 1,7 miliardi quest’anno sui 13,4 miliardi complessivi) e il rifinanziamento del Fondo Simest per rafforzare la solidità patrimoniale delle imprese favorendone la competitività sui mercati esteri. Poco più di 1,1 miliardi è destinato all’efficientamento energetico e al rafforzamento del territorio dei Comuni.
Un “audit body”, ovvero un’autorità di controllo, ad hoc per il Pnrr e responsabile di monitorare il sistema di verifica interno e proteggere gli interessi dell’Unione europea, in particolare prevenendo e identificando i casi di frode, corruzione e conflitto di interessi. L’autorità sarà collocata al ministero dell’Economia e opererà in modo autonomo. Servirà una legge successivamente all’invio del Pnrr in Europa per la sua definizione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’11 maggio i parchi a tema in piazza, aprire prima del 1 luglio
A Roma in piazza del Popolo, in ballo 60 mila posti di lavoro
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
14:18
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“I personaggi dei cartoon più amati dai bambini scendono in piazza per difendere il diritto alla magia dei parchi divertimento e la dignità umana e professionale di oltre 60.000 lavoratori, tra occupati fissi, stagionali e dell’indotto, fortemente preoccupati per il loro futuro, a causa delle decisioni di un governo che ha sistematicamente ignorato le istanze della categoria”. Lo annuncia l’Associazione Parchi Permanenti Italiani aderente a Confindustria, che ha indetto una manifestazione per martedì 11 maggio, alle 11.30 in Piazza del Popolo a Roma.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La petizione #NO1luglio – contro il rinvio fino a quel giorno della riapertura dei parchi, prevista nel decreto anti-Covid del governo -, “in pochi giorni ha già raccolto decine di migliaia di firme e che continuerà anche dopo l’evento, allo scopo di anticipare il via libera ai parchi tematici e acquatici”. Giuseppe Ira, presidente dell’Associazione Parchi Permanenti Italiani e di Leolandia (Bergamo), sottolinea: “Il governo sta giocando con il futuro di migliaia di lavoratori, molti dei quali sono stagionali e dal 30 aprile hanno perso ogni sussidio.
Le istituzioni non possono continuare ad ignorarci. Chiediamo di poter aprire prima, come avviene all’estero e come sarebbe logico dopo le dichiarazioni del premier Draghi riferite all’invito ai turisti stranieri a tornare in Italia a partire dal 15 maggio. Sarebbe spiacevole che i turisti trovassero chiusi solo i parchi a tema: le nostre sono attività sicure, all’aperto e i protocolli predisposti lo scorso anno hanno dimostrato di funzionare perfettamente”.
Il settore è composto da circa 230 strutture tra parchi a tema, faunistici, avventura e acquatici. Nel 2019 ha generato un giro d’affari superiore ai 400 milioni di euro e 25.000 posti di lavoro diretti (tra occupati fissi e stagionali). Cifre che salgono rispettivamente a 2 miliardi di euro e 60.000 addetti considerando l’indotto composto da hotel, ristorazione, merchandising, manutenzioni e altri servizi collaterali. Nel 2020 il 20% dei parchi ha rinunciato completamente all’apertura, 5 parchi italiani sono passati sotto il controllo di fondi di investimento stranieri e si sono persi 10.000 posti di lavoro stagionali.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Zaki: Di Maio, liberarlo subito, silenzio ha funzionato
Amnesty: ‘è prigioniero, non parlare aiuta i governi repressivi’
A
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
07 maggio 2021
14:54
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Tutte le iniziative sono meritorie, ma più aumenta la portata mediatica del caso e più l’Egitto reagisce irrigidendosi. Non ci illudiamo che dall’altra parte otteniamo un risultato facendo così”, “dobbiamo liberare subito Patrick Zaki e farlo tornare dalla sua famiglia”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
È quanto dichiarato dal ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, a proposito della situazione dello studente egiziano dell’Università di Bologna detenuto dal 7 febbraio del 2020 al Cairo con accuse legate alla sua attività politica e giornalistica. “Per quelli che abbiamo portato a casa in questi anni – ha aggiunto Di Maio – la notizia è stata data quando hanno messo piede in Italia”.
“Se non fosse stato per la mobilitazione della società civile e per il sostegno dei mezzi d’informazione in questi 15 mesi, la drammatica situazione di Patrick Zaki avrebbe rischiato di finire dimenticata. Il silenzio è proprio ciò che aiuta governi repressivi a continuare a commettere violazioni dei diritti umani”, afferma invece Riccardo Noury, portavoce Amnesty International in Italia. “Qui non stiamo parlando di un sequestro compiuto da un gruppo armato con cui negoziare in silenzio – sottolinea Noury – ma di un prigioniero di coscienza in carcere da 15 mesi e privato di ogni suo diritto dalle autorità di uno stato amico dell’Italia col quale sarebbe necessario alzare la voce e non abbassarla””.
“Tutti vogliamo la libertà di Patrick Zaki – ha scritto da parte sua su Twitter il deputato Pd Filippo Sensi – Tutti.
Nessuno ha la verità in tasca. Nessuno. Vale per me. Vale per il ministro degli Esteri che dice di abbassare i toni su Zaki.
Sappia che il Parlamento ha fatto e continuerà a fare la sua parte. La faccia anche il governo”. Oggi a Roma, al Nazareno, il segretario del Pd Enrico Letta ha scoperto una targa in sostegno del ricercatore dell’Alma Mater.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Omofobia: Pascale attacca Tajani, ecco perché non voto più FI
Su Instagram dopo le parole del coordinatore azzurro sulla famiglia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
15:11
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Francesca Pascale, ex compagna di Silvio Berlusconi, prende le distanze da Forza Italia e in una storia pubblicata sul profilo Instagram a lei associato rivela “perché non voto più FI”. La spiegazione sta in un link alle dichiarazioni sulla famiglia fatte ieri dal coordinatore nazionale del partito, Antonio Tajani (“La famiglia è per noi il nucleo fondamentale della società e va difesa, ma senza figli non esiste”, aveva detto Tajani in una conferenza stampa).

In una storia successiva, Pascale pubblica la foto di una bandiera arcobaleno che sventola al sole con l’hashtag “ddl Zan” e come sottofondo una canzone di Fedez intitolata “Bella storia”. L’ex fidanzata del Cav si è già espressa a favore della legge contro l’omotransfobia approvata alla Camera, sottolineando il rispetto della libertà di coscienza su temi delicati da sempre garantita dai vertici di FI ai propri parlamentari.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Csm: Greco deposita la relazione al Pg di Milano
Il procuratore generale: “ci sono accertamenti da fare
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 maggio 2021
15:14
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il procuratore della Repubblica di Milano, Francesco Greco, ha depositato al procuratore generale milanese Francesca Nanni la relazione sul caso dei verbali resi ai pm del suo ufficio dall’avvocato siciliano Piero Amara sulla presunta Loggia Ungheria. Vicenda che ha creato uno scontro all’interno della procura e che ha investito anche il Csm.
La relazione dovrà essere valutata dal pg Nanni che si è limitata a dire che “ci sono accertamenti da fare” per poi eventualmente trasmetterla al pg della Cassazione per una possibile azione disciplinare.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio, il 16 maggio data auspicabile per superare il coprifuoco
‘Vogliamo uscire dall’incubo ma non è un liberi tutti’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
19:44
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il 16 maggio? Credo sia una data auspicabile per superare il coprifuoco, ma ovviamente non è un liberi tutti. Ci siamo passati altre volte”.
Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, a L’aria che tira, su La7.
“Tutti vogliamo uscire da quell’incubo. Il tema è superare il coprifuoco per non rientrarci dopo pochi mesi – ha aggiunto -. Non vale solo per l’Italia, sono ore importanti. Ora dobbiamo affrontare l’estate e permettere ai turisti vaccinati di venire in Italia”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Roma: Frongia lascia giunta, entra in staff Dadone
A breve sarà nominato nuovo assessore allo sport
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
07 maggio 2021
15:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Daniele Frongia, già vicesindaco e assessore allo sport del Campidoglio, lascia il suo ruolo all’interno della giunta capitolina ed entra nello staff del ministro Fabiana Dadone. Il Campidoglio renderà a breve noto il nome del nuovo assessore allo sport.
La decisione di Frongia è stata discussa e condivisa con la sindaca Raggi. Il già vicesindaco e assessore all’interno dello staff della ministra Fabiana Dadone si occuperà anche di alcuni progetti legati alla Capitale dovendo occuparsi di Enti Locali.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’anno del Covid 96mila mamme hanno perso il lavoro
Rapporto Save The Children, più dura crescere un figlio al Sud
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
15:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’anno della pandemia è stato difficile per le mamme italiane, circa 6 milioni, che hanno dovuto districarsi tra lavoro e i figli piccoli rimasti a casa poiché non hanno potuto contare sul supporto di asili nido e scuole materne. Complessivamente nel 2020 sono state 249 mila le donne che hanno perso il lavoro e ben 96 mila erano mamme, di queste 4 su 5 hanno figli con meno di 5 anni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono quelle madri che a causa della necessità di seguire i più piccoli, hanno dovuto rinunciare al lavoro o ne sono state espulse. La quasi totalità – 90 mila su 96 mila – erano già occupate part-time prima della pandemia. Mamme ancora più in difficoltà nel Sud, con Campania e Calabria agli ultimi posti, mentre la situazione va meglio al nord, dove al vertice, come avviene dal 2012, ci sono ancora una volta le Province Autonome di Bolzano e Trento, seguite quest’anno dalla Valle d’Aosta, che “supera” l’Emilia Romagna. L’aspetto positivo è che in tutte le Regioni c’è un miglioramento generale, dovuto ad una propensione maggiore ad un’equa distribuzione nei carichi di cura e lavoro familiare all’interno delle coppie, anche se non ancora sufficiente a ridurre gli squilibri esistenti.
E’ quanto emerge dal sesto rapporto “Le Equilibriste: la maternità in Italia 2021” che Save The Children lancia alla vigilia della Festa della mamma per fare una analisi della condizione delle madri in Italia durante la pandemia.
Non è un caso, sottolinea Save The Children, se il nostro Paese detiene il primato delle madri più anziane d’Europa alla nascita del primo figlio (31,3 anni contro una media di mamme in EU di 29,4), per non parlare del tasso di natalità che durante la pandemia ha registrato un decremento del 3,8%, pari a 16 mila nascite in meno, rispetto all’anno precedente.
Visto il quadro “fosco” Save The Children invoca urgenti politiche per l’infanzia, in particolare chiede alla politica di “mettere subito in atto misure in grado di creare un sistema integrato da zero a sei anni, che offra un servizio di qualità e gratuito in cui i bambini abbiano la possibilità di apprendere e di vivere contesti educativi necessari al loro sviluppo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: domani in Vaticano dosi per altri 300 senzatetto
Elemosineria, ‘bene campagna vaccino sospeso, oltre previsioni’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
07 maggio 2021
16:01
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Domani saranno vaccinati in Vaticano, nell’Aula Paolo VI, altri 300 senza fissa dimora. Il cardinale Konrad Krajewski, Elemosiniere del Papa, spiega a Vatican News che da due settimane nell’ambulatorio “Madre della misericordia”, collocato sotto il Colonnato di San Pietro, si siano raccolte le adesioni di chi voleva vaccinarsi.

Si tratta di persone che solitamente non sono assistite dalle organizzazioni che operano sul territorio, come invece era accaduto nelle scorse settimane per i circa 1400 poveri vaccinati in Vaticano.
Intanto, l’Elemosineria Apostolica fa sapere che l’iniziativa del “vaccino sospeso” ha raccolto un consenso che va al di là di ogni previsione. L’India, Paese colpito duramente dalla seconda ondata della pandemia e alla quale Papa Francesco ha rivolto un messaggio di vicinanza, ha ricevuto 200mila dollari da impiegare nella lotta contro il Covid. Alla Siria, altro Paese segnato da un conflitto senza fine e anche dal coronavirus, sono arrivati 350mila euro. I contributi – spiegano dall’Elemosineria – vengono affidati alle Nunziature che poi li ripartiscono a seconda delle necessità.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: Ministero, in Dad si può bocciare ma tener conto Covid
Circolare, riflettere su complessità apprendimento quest’anno
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
20:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La valutazione degli apprendimenti e delle attività svolte in didattica a distanza ha gli stessi effetti delle attività didattiche svolte in presenza ma ” è opportuno richiamare l’attenzione sulla necessità che la valutazione degli alunni e degli studenti rifletta la complessità del processo di apprendimento maturato nel contesto dell’attuale emergenza epidemiologica”.    Pertanto, le valutazioni sul raggiungimento degli obiettivi di apprendimento “avverrà in considerazione delle peculiarità delle attività didattiche realizzate, anche in modalità a distanza, e tenendo debito conto delle difficoltà incontrate dagli alunni e dagli studenti in relazione alle situazioni determinate dalla situazione emergenziale”, nell’intero anno scolastico. Lo stabilisce una circolare del ministero dell’Istruzione diffusa in queste ore alle scuole.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Reati fiscali, pm ‘Processare genitori e sorella di Renzi’
Accuse di irregolarità in dichiarazioni redditi società Eventi 6
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
07 maggio 2021
16:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture per operazioni parzialmente inesistenti e dichiarazione infedele dei redditi: queste le accuse per le quali la procura di Firenze ha chiesto il rinvio a giudizio dei genitori di Matteo Renzi, Tiziano Renzi e Laura Bovoli, in qualità rispettivamente di amministratore di fatto e di legale rappresentante dalla società di famiglia Eventi 6 srl. Per gli stessi reati è stato chiesto il rinvio a giudizio della sorella dell’ex premier, Matilde Renzi, legale rappresentante di Eventi 6 per l’anno 2018.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’udienza preliminare è fissata per il 20 maggio. Secondo la GdF, tra il 2016 e il 2019 la Eventi 6 avrebbe indicato nella dichiarazione dei redditi, passivi fittizi per un totale di oltre 5,5 milioni di euro, evadendo imposte per circa 1,2 milioni. A questo scopo, dunque, la srl si sarebbe formalmente avvalsa dei servizi della cooperativa Marmodiv. Per l’accusa la coop, amministrata di fatto dai Renzi, sarebbe stata usata per gestire manodopera per conto della Eventi 6 e si sarebbe accollata tutti gli oneri previdenziali, contributivi e fiscali. Il 10 marzo scorso, sempre a Firenze, i coniugi Renzi erano stati rinviati a giudizio nell’ambito di un’inchiesta speculare a questa, relativa appunto al fallimento della cooperativa di servizi di volantinaggio ‘Marmodiv’, e a quelli delle coop ‘Delivery Service Italia’ e ‘Europe Service’.
Per le indagini delle Fiamme gialle, coordinate dal procuratore aggiunto Luca Turco, i coniugi Renzi avrebbero usato le cooperative, di cui sarebbero stati amministratori di fatto, per aumentare il volume di affari della società di famiglia Eventi 6. Secondo quanto appreso, il prossimo 20 maggio nell’udienza preliminare il difensore dei Renzi, avvocato Lorenzo Pellegrini, chiederà al gup di riunire il nuovo procedimento col processo nato da questo primo filone dell’inchiesta.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mafie: De Raho, banche dati per smascherare cartelli appalti
Procuratore, c’è registro affidatari ma non di chi partecipa
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
07 maggio 2021
17:16
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi le banche dati costituiscono lo strumento più significativo per contrastare le mafie e devo dire che sotto questo profilo è particolarmente importante l’istituzione delle banche dati riguardanti gli appalti”. Così il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho che ha firmato ad Ancona un protocollo con la procura distrettuale delle Marche, con la procura generale e le procure circondariali per condividere sempre più informazioni d’indagine sui reati spia per criminalità e terrorismo grazie a personale della polizia giudiziaria di Polizia di Stato, Carabinieri e Fiamme gialle tramite la piattaforma Sidda/Sidna.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Esiste una banca dati che riguarda gli affidatari degli appalti – ha ricordato – ma non la banca dati di coloro che partecipano agli appalti. Invece sarebbe importante – spiega De Raho – conoscere chi sono i soggetti che partecipano perché l’aspetto più pericoloso nell’ambito dell’affidamento degli appalti è la formazione die cartelli. Il cartello si smaschera con un’indagine specifica o mediante le banche dati che consentono di individuare qual è il gruppo di imprenditori che partecipa di volta in volta alle gare d’appalto”.
Il procuratore si è soffermato anche sugli appalti per la ricostruzione post sisma sulla quale “l’attenzione è altissima.
Ci sono verifiche in prevenzione e nel monitoraggio sviluppato nel contrasto alle infiltrazioni mafiose nei pubblici appalti.
Vi sono numerosissime attività d’indagine a livello nazionale che riguardano anche territori che possono sembrare secondari rispetto alle infiltrazioni mafiose registrate altrove”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Isole minori covid free, vaccinazioni a Salina e Capraia
Alle Eolie si procederà nelle altre isole per immunizzare tutti gli abitanti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
LIVORNO
07 maggio 2021
20:58
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono cominciate a Salina, nelle Eolie, le vaccinazioni anticovid per tutti, a cominciare dai 18 anni, per rendere le isole siciliane covid free al più presto. Tra lunedì e sabato le vaccinazioni saranno effettuate agli altri eoliani partendo da Alicudi, poi Filicudi, quindi Panarea, Stromboli e Ginostra, Vulcano per terminare a Lipari.
A Lampedusa da domani la campagna vaccinale prosegue senza soluzione di continuità, con la somministrazione delle dosi a tutta la restante popolazione over 18.
S
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Le squadre già presenti nell’isola da martedì scorso sono state integrate da altro personale. Da lunedì cominceranno, curate dall’Asp trapanese, le vaccinazioni alle Egadi e a Pantelleria. Gli abitanti delle isole potranno ricevere il vaccino dalle 9 alle 18, tutti i giorni, domenica compresa, rispettivamente nelle sedi di Pantelleria, nella Mediateca in via San Leonardo, e di Favignana, alla Tonnara Florio. Anche a Ustica, isola palermitana, le vaccinazioni di massa cominceranno la prossima settimana.
Le 13 in punto l’orario di inizio programmato per le vaccinazioni degli abitanti di Capraia (Livorno), prima insieme a Salina tra le isole minori coinvolte nell’operazione Covid free. Alla fine saranno 170 i residenti che verranno vaccinati dai 4 medici della Marina militare arrivati stamani sull’isola insieme a un collega della Asl e al dottore di Capraia, la più lontana dalla costa tra le sette isole dell’Arcipelago toscano. Sede delle vaccinazioni l’ambulatorio Asl del paese, vicino alla chiesa di San Nicola, in tre stanze appositamente attrezzate, con intervalli di sei minuti tra l’una e l’altra.
“L’obiettivo è concludere le vaccinazioni in giornata – ha detto il sindaco Marida Bessi – anche se abbiamo rischiato di far saltare tutto visto che con la libecciata di oggi il traghetto avrebbe potuto non partire da Livorno. È uno dei problemi della cosiddetta continuità territoriale e per chi come noi non abita su un isola non è facile da far capire. La nave per fortuna è arrivata e rimarrà fino alle 16. Tornando alle vaccinazioni ad ogni residente è stato dato un appuntamento. Io mi vaccinerò con il Johnson con appuntamento previsto per domani mattina: vorrà dire che mi farò vaccinare per ultima come per dare il segnale di precedenza ai miei isolani”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Ciocca, sospendere brevetti di aziende finanziate da Ue
‘Finanziare ricerca anche per trovare una cura’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 maggio 2021
17:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ necessario e urgente sospendere temporaneamente i brevetti delle aziende farmaceutiche, in gran parte sostenute da finanziamenti della Ue, per consentire la liberalizzazione nella produzione dei vaccini per accelerarne il loro utilizzo in tutto il mondo, unico modo per cui la pandemia può essere davvero sconfitta”: lo chiede l’europarlamentare pavese della Lega, Angelo Ciocca, che annuncia la presentazione di una mozione in tal senso al Parlamento europeo chiedendo al “premier Draghi di condividere questa posizione”.
“Il vaccino è fondamentale ma non basta, bisogna finanziare e sostenere la ricerca anche per trovare una cura – sottolinea l’europarlamentare Ciocca – e per impegnarsi da subito nell’affrontare le patologie provocate dal Covid anche in chi è guarito.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Le analisi dimostrano che il Coronavirus determina serie conseguenze per chi lo ha contratto in maniera grave”.
“Quindi – conclude Ciocca – dobbiamo procedere rapidi con la vaccinazione nei Paesi sviluppati come in quelli poveri, con lo studio di una cura efficace e con la preparazione e l’adeguamento delle strutture sanitarie, oltre che con studi ad hoc, per le conseguenze sulla salute che potrebbero determinarsi nei prossimi anni in chi si è ammalato”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Lazio, prima dose a un terzo popolazione target
Tra gli over 18 il 15% ha già completato il percorso vaccinale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
07 maggio 2021
17:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Nel Lazio un terzo degli utenti della popolazione target (dai 18 anni in su – dato Istat) ha già ricevuto la prima dose di vaccino, il 15% ha già completato il percorso vaccinale”. Così l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi: ‘Troppe diseguaglianze, non lasciare nessuno indietro’
I leader Ue nella dichiarazione conclusiva del summit di Oporto: ‘Ok agli obiettivi sociali ma non vincolanti’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
21:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I leader Ue, nel summit sociale di Oporto, si impegnano a “mantenere le misure d’emergenza finché è necessario, promuovendo un approccio per facilitare la creazione di posti di lavoro”, e chiedono che il Consiglio Ue approvi gli obiettivi dell’agenda sociale entro il 2030, tra cui il 78% di occupazione, il 60% di lavoratori adulti impegnati in una formazione annuale. Ma i leader, nella dichiarazione conclusiva, precisano che tutto dovrà essere fatto “rispettando il principio di sussidiarietà (quindi le competenze a livello dei singoli Stati, ndr) e limitando il peso amministrativo sulle Pmi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ci aspettiamo che gli Stati membri completino le ratifiche (delle risorse proprie necessarie al Recovery, ndr) entro la fine di maggio, è importante per consentire alla Commissione di poter andare sui mercati a giugno” a reperire le risorse: lo ha detto la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, al termine del summit di Porto. Von der Leyen ha spiegato che la Commissione può andare sui mercati solo il mese successivo al completamento delle ratifiche. “Dipende dal mese in cui ratificano, noi possiamo andare sui mercati il mese successivo. Se ratificano il 2 giugno, ad esempio, possiamo andare a luglio”, ha aggiunto.
“Da tempo l’Ue ha fatto del suo modello sociale un punto di orgoglio. Il sogno europeo è di garantire che nessuno venga lasciato indietro. Ma, già prima della pandemia, le nostre società e i nostri mercati del lavoro erano frammentati. Disuguaglianze generazionali, disuguaglianze di genere e disuguaglianze regionali. Questa non è l’Italia come dovrebbe essere, né l’Europa come dovrebbe essere”, ha detto  il premier Mario Draghi intervenendo nell’ambito di un panel dal titolo “Employment and jobs”.
“Troppi Paesi dell’Ue hanno un mercato del lavoro a doppio binario, che avvantaggia i garantiti – in genere i lavoratori più anziani e maschi – a spese dei non garantiti, come le donne e i giovani. Mentre i cosiddetti garantiti sono meglio retribuiti e godono di una maggiore sicurezza del lavoro, i non garantiti soffrono un vita lavorativa precaria. Questo sistema è profondamente ingiusto e costituisce un ostacolo alla nostra capacità di crescere e di innovare”, ha aggiunto Draghi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Assicuriamoci che il programma Sure di sostegno all’occupazione rimanga al suo posto”, diventando strutturale, ha spiegato aggiungendo “non riduciamo troppo presto gli stimoli di bilancio”.
“L’Italia, grazie al Piano di ripresa e resilienza, sta cercando di porre rimedio a questa triste situazione. Verranno investiti 6 miliardi di euro per riformare le politiche attive del mercato del lavoro. Il Piano prevede un Programma per l’occupabilità e le competenze, destinato alla formazione e alla riqualificazione di coloro che devono cambiare lavoro o che sono alla ricerca di una prima occupazione, seguendo l’esempio del Programma europeo di garanzia per i giovani”, ha sottolineato Draghi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel Pnrr “4,6 miliardi di euro sono destinati ad accrescere il numero di asili nido e di scuole materne, alleviando il carico delle madri lavoratrici. Sono previste anche misure di lotta alla povertà infantile. L’Italia sostiene il progetto di proposta della Commissione Ue di Garanzia europea per l’infanzia, nonché i principi contenuti nell’agenda relativi all’assistenza di lungo termine e alle pari opportunità di genere. Oltre 14 miliardi di euro sono previsti per le infrastrutture di trasporto al Sud, per aumentare la produttività e l’accesso al mercato per imprese e lavoratori”. Lo dice il premier Mario Draghi a Oporto.   MONDO   ECONOMIA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Recovery: nasce premio ‘Impresa dell’anno per parità genere’
Previste varie categorie a seconda della grandezza delle imprese
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
18:04
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Arriva il premio per “l’impresa dell’anno per la parità di genere”: lo si legge nelle schede che accompagnano il Recovery nella parte che elenca le diverse misure per favorire il recupero del gender gap. Previste varie categorie a seconda della grandezza delle imprese: grandi, medie, piccole e micro.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ddl Zan: Fedez tira la volata alla manifestazione di Milano
Domani all’Arco della Pace Malika Ayane, Turci e Coma Cose
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 maggio 2021
18:07
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un aumento di 423 followers per i Sentinelli in 7 minuti: è l’effetto Fedez, che ha postato su Instagram la locandina della manifestazione di domani all’Arco della Pace in sostegno del Ddl Zan, cui parteciperà lo stesso parlamentare promotore. A Fedez, i ringraziamenti dei Sentinelli, che domani si aspettano di vedere in piazza non meno di 3500 persone, vale a dire le stesse che si ritrovarono a ottobre in piazza della Scala per la stessa manifestazione.
Domani, sul palco, a dire che “il tempo è scaduto” – slogan della manifestazione – e che la legge va approvata insieme al portavoce Luca Paladini e ad Alessandro Zan, anche artisti come Paola Turci, i Coma Cose, Gaia, Malika Ayane e Lella Costa.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio, dalla pandemia emerga un’Europa più forte
‘Serve segnare una discontinuità dalle formule del passato’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
18:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nei due giorni della conferenza State of the Union è emersa in particolare “la necessità che dalla crisi pandemica emerga un’Europa più forte, che riduca le distanze dai cittadini”: lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio concludendo i lavori e sottolineando come l’imminente conferenza sul futuro dell’Europa offra “un’occasione storica per segnare una discontinuità da formule del passato”.
“Il progetto europeo – ha detto Di Maio – ha dato da un lato prova di robusti margini di resilienza, dall’altro ha mostrato che il ruolo dell’Unione è molto più esteso della sommatoria delle sue competenze”.
Ora “trovare il corretto bilanciamento tra le molteplici istanze della cittadinanza e gli interessi nazionali degli Stati membri è il principale nodo che l’Europa deve sciogliere”.
Ma, ha avvertito, l’approfondimento del sistema di integrazione europea “non deve significare un cedimento a tentazioni protezionistiche, tantomeno deve assecondare anacronistiche illusioni di autarchia che allenterebbero indispensabili vincoli solidaristici con i nostri tradizionali partner transatlantici”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Orlando: “Lo Stato non può risparmiare sulla sicurezza sul lavoro”
Ministro Orlando in visita dalla famiglia di Luana D’Orazio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
AGLIANA (PISTOIA)
07 maggio 2021
18:20
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per la sicurezza sul lavoro “si può agire su più livelli. Il primo è il rafforzamento del coordinamento tra i diversi soggetti” che operano, il secondo “è lavorare su formazione e prevenzione”, il terzo non marginale è quello degli organici, lo Stato non puo’ risparmiare sulla sicurezza”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha detto il ministro Andrea Orlando dopo la riunione a Prato in prefettura convocata in seguito alla morte di Luana D’Orazio.
Il ministro ha fatto visita alla famiglia dell’operaia 22enne morta sul lavoro in un’azienda tessile. Al termine dell’incontro il ministro non ha rilasciato dichiarazioni ma i famigliari di Luana hanno spiegato che Orlando ha detto di essere venuto da “semplice cittadino” per portare vicinanza ed esprimere condoglianze e che se riuscirà verrà ai funerali fissati per lunedì. “La visita del ministro è stata una sorpresa – hanno spiegato la mamma di Luana e il cugino Davide – non ce l’aspettavamo. Oggi ci ha telefonato dicendo che forse avrebbe partecipato ai funerali ma non ci aveva detto della visita. Abbiamo sentito vicino lo Stato”.

Prima di andare ad Agliana (Pistoia), dove Luana aveva abitato coi genitori, il ministro Andrea Orlando era stato a Prato in prefettura per partecipare a un tavolo tecnico sulla sicurezza sul lavoro da lui stesso convocato. “Non basta il cordoglio, non basta la vicinanza, non basta neanche l’indignazione che quando avvengono cose come questa, cresce in modo forte – aveva detto Orlando uscendo dal tavolo tecnico -.
Occorre fare. Oggi ci siamo confrontati con tutti gli organi deputati al controllo per capire quali sono gli interventi che possono ulteriormente rafforzare gli strumenti di prevenzione e di contrasto al rischio”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: indici in calo ma Sardegna è arancione
Per cambio non bastano Rt più basso d’Italia e crollo ricoveri
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
07 maggio 2021
19:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’annuncio della nuova ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza gela la Sardegna che puntava al passaggio dall’arancione al giallo dopo una sola settimana come è accaduto oggi alla Valle d’Aosta, che è tornata all’arancio dopo il passaggio al rosso venerdì 30. Invece, nonostante abbia l’Rt più basso d’Italia – 0.74 assieme alla Calabria -, una classificazione complessiva del rischio “bassa” e registri poco più di 60 casi per 100mila abitanti, nell’Isola si applicheranno ancora per una settimana misure più restrittive che vietano gli spostamenti tra comuni e l’apertura di bar e ristoranti, costretti a proseguire con il solo asporto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Regione aveva anche provato a convincere il ministro con un dossier ma l’appello è caduto nel vuoto e la cabina di regia ha dato indicazioni che escludono l’anticipo.
Nel frattempo la curva dei contagi resta pressoché stabile anche se si registra un lieve aumento dei casi, 164, rispetto ai 126 di ieri e il tasso di positività risalga dal 3,6% al 4,7%. Si registrano quattro nuovi decessi (1.409 in tutto) ma prosegue il crollo dei ricoveri. Va un po’ più spedita anche la campagna vaccinale con quasi 12mila iniezioni in 24 ore. Restano abbondanti le scorte visto è stato somministrato il 78,6%, Ma ora la parola d’ordine è correre visto che da lunedì 10, come ha annunciato il generale Figliuolo, si amplierà ancora la platea dei beneficiari con il via all’adesione per gli over 50.
Si registra anche un maggiore coinvolgimento anche per i medici di base che da oggi possono contare su due sportelli dell’Ats, all’Ospedale Marino di Cagliari e l’Hub di Sassari ‘Promocamera’, per la preparazione delle dosi pronte all’uso che saranno destinate all’immunizzazione dei pazienti a domicilio o in ambulatorio. Mentre a Olbia riprende la somministrazione del vaccino per tutto il personale scolastico, docente e non, che fosse rimasto escluso dalla prima tornata vaccinale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Zaki: Di Maio, liberarlo subito, silenzio ha funzionato
Amnesty: ‘è prigioniero, non parlare aiuta i governi repressivi’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
08 maggio 2021
18:28
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Tutte le iniziative sono meritorie, ma più aumenta la portata mediatica del caso e più l’Egitto reagisce irrigidendosi. Non ci illudiamo che dall’altra parte otteniamo un risultato facendo così”, “dobbiamo liberare subito Patrick Zaki e farlo tornare dalla sua famiglia”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
È quanto dichiarato dal ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, a proposito della situazione dello studente egiziano dell’Università di Bologna detenuto dal 7 febbraio del 2020 al Cairo con accuse legate alla sua attività politica e giornalistica. “Per quelli che abbiamo portato a casa in questi anni – ha aggiunto Di Maio – la notizia è stata data quando hanno messo piede in Italia”.
“Se non fosse stato per la mobilitazione della società civile e per il sostegno dei mezzi d’informazione in questi 15 mesi, la drammatica situazione di Patrick Zaki avrebbe rischiato di finire dimenticata. Il silenzio è proprio ciò che aiuta governi repressivi a continuare a commettere violazioni dei diritti umani”, afferma invece Riccardo Noury, portavoce Amnesty International in Italia. “Qui non stiamo parlando di un sequestro compiuto da un gruppo armato con cui negoziare in silenzio – sottolinea Noury – ma di un prigioniero di coscienza in carcere da 15 mesi e privato di ogni suo diritto dalle autorità di uno stato amico dell’Italia col quale sarebbe necessario alzare la voce e non abbassarla””.
“Tutti vogliamo la libertà di Patrick Zaki – ha scritto da parte sua su Twitter il deputato Pd Filippo Sensi – Tutti.
Nessuno ha la verità in tasca. Nessuno. Vale per me. Vale per il ministro degli Esteri che dice di abbassare i toni su Zaki.
Sappia che il Parlamento ha fatto e continuerà a fare la sua parte. La faccia anche il governo”. Oggi a Roma, al Nazareno, il segretario del Pd Enrico Letta ha scoperto una targa in sostegno del ricercatore dell’Alma Mater.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il coprifuoco divide anche gli esperti
Galli, uscire di sera mette a rischio. Bassetti,non ci sono dati
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
19:42
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tra favorevoli e contrari, il coprifuoco continua a divedere, non solo i politici, ma anche gli esperti. “Vietare di uscire di casa dopo le 22 per ben 7 mesi è il provvedimento più liberticida fra quelli che sono stati presi”, “non ha basi scientifiche” e “può essere controproducente” secondo Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie Infettive dell’Ospedale San Martino di Genova.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo difende, invece, a spada tratta Massimo Galli, direttore della struttura di Malattie Infettive dell’Ospedale Sacco di Milano, secondo il quale “uscire la sera è una delle 4 situazioni della giornata in cui è verosimile avere un rimescolamento di popolazione e diffusione del virus”.
Il problema del coprifuoco dal punto di vista scientifico, precisa Bassetti, ordinario di infettivologia all’Università di Genova, “è che non abbiamo dati per dire che funzioni. Sappiamo che da quando è stato istituito ha dato risultati ma insieme a altri provvedimenti, come la chiusura di bar e ristoranti. Oggi però non so a cosa serva tra le 22 e le 23, nel momento in cui locali e ristoranti sono comunque aperti”. Questo provvedimento dovrebbe disincentivare il movimento, ma “se le persone sono in giro per 3 ore la sera invece che per 4 ore, si ha solo l’effetto contrario a quello voluto, perché fanno la stessa cosa per un’ora in meno, quindi si concentrano di più, si assembrano di più e ci sono più contatti”. Inoltre, precisa Bassetti, “il coprifuoco è stato introdotto a ottobre e siamo a maggio.
Sappiamo che più tempo durano le misure e meno vengono rispettate”. Quindi, “bisogna trovare un compromesso, ovvero prolungarlo fino alle 24. Poi con il caldo e l’aumento dei vaccinati, si potrà pensare di togliere questo limite, come hanno fatto altri paesi europei. Anche per non castrarci dal punto di vista turistico”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di parere opposto Galli, professore di infettivologia all’Università degli Studi di Milano. “Nell’arco della giornata – spiega – esistono quattro condizioni che implicano movimento e il rimescolarsi della popolazione: l’andare al lavoro o a scuola, lo stare al lavoro o a scuola, il tornare a casa e l’uscire la sera. In tutte queste situazioni – aggiunge l’esperto – verosimilmente si hanno contatti e ci si mischia con gente diversa, con o senza precauzioni, a seconda dei comportamenti dei singoli individui. È evidente che se devi tenere in piedi le prime tre cose, perché sono quelle che tengono in moto il Paese, si finisce per doverne sacrificare o ridimensionare una che comporta un rimescolamento della popolazione completamente diverso dalle altre. Le limitazioni serali servono a disincentivare i movimenti. Se non si capisce questa cosa – conclude Galli – si andrà avanti a discutere all’infinito, ma non dovrebbe esser difficile da capire. Se poi ci si vuol fare polemica politica è un’altra questione”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ponte Stretto: gruppo di lavoro Mims dà ok, dubbi su tunnel
Preferibile soluzione a più campate
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
19:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il gruppo di lavoro del Mims sul Ponte sullo Stretto da il suo ok all’ipotesi di un ponte (meglio a più campate) mentre ritiene meno praticabile l’idea del tunnel. Si “ritiene che sussistano profonde motivazioni per realizzare un sistema di attraversamento stabile dello Stretto di Messina”, si legge nelle conclusioni del lungo documento depositato.
Più in dettaglio “il sistema con ponte a più campate consentirebbe di localizzare il collegamento in posizione più prossima ai centri abitati di Messina e Reggio Calabria, con conseguente minore estensione dei raccordi multimodali, un minore impatto visivo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi con Biden sui brevetti ma chiede di aprire l’export
Il presidente del Consiglio italiano da Oporto sostiene la linea, rilanciata con forza da Emmanuel Macron, di andare in pressing sui Paesi extra Ue, a partire dagli Usa
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
11:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I brevetti sui vaccini possono essere sospesi ma vanno insieme rimossi tutti i blocchi alla loro esportazione. Mario Draghi precisa così la sua posizione, nel corso della cena di lavoro dei leader europei che chiude la prima giornata del Social Summit di Oporto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il premier italiano sostiene la linea, rilanciata con forza da Emmanuel Macron, di andare in pressing sui Paesi extra Ue, a partire dagli Stati Uniti, perché la smettano di bloccare l’export dei vaccini Covid. Ma sui brevetti plaude a Joe Biden. Non frena la sua proposta di sospensione, come fanno leader e istituzioni europee. Non sposa lo scetticismo di Angela Merkel. Draghi afferma il suo “favore” per la proposta del presidente americano e afferma che un intervento “temporaneo ben congegnato” è possibile. Anche perché è tempo per “Big Pharma”, che dai governi ha ricevuto tanto, di restituire qualcosa. Per un Paese, come l’Italia, che con qualche difficoltà sta lavorando per produrre vaccini Covid sul proprio territorio, è importante agire sulle filiere produttive a livello europeo e mondiale. Così come è cruciale dare una mano ai Paesi meno sviluppati, a partire da quelli del Nord Africa e dell’Asia, sia per ragioni umanitarie che per evitare un ritorno del contagio che a fatica si sta arginando. Non solo l’aumento della produzione e lo sviluppo di filiere diffuse a livello globale potrebbe avere effetti positivi sul costo dei vaccini, osservano fonti ministeriali italiane, ma vanno anche tenute in conto considerazioni geopolitiche e il tentativo di sottrarre Paesi come il Marocco o l’India all’influenza di Cina e Russia. Draghi a Roma il 21 maggio ospiterà il Global Health Summit, che tenterà anche di disegnare una prospettiva sul fronte della produzione e distribuzione dei vaccini. L’imperativo, dice ai colleghi nel suo intervento alla cena di lavoro di Oporto, è accelerare l’immunizzazione dei cittadini, con trasparenza e affidabilità. E insieme aumentare la produzione in ogni parte d’Europa. Ma l’Ue, sottolinea, non può far cadere il grido di allarme che risuona dai Paesi meno sviluppati: siamo di fronte all’evento unico di milioni di persone che stanno morendo perché non in condizione di acquistare vaccini. Anche per questo è giusto esigere che tutti i Paesi produttori rimuovano i blocchi alle esportazioni: l’Ue può esigerlo, dal momento che esporta l’80% della propria produzione verso paesi che invece non esportano. In questo contesto, di rimozione dei blocchi, che la proposta di Biden può essere sposata, afferma Draghi. Sapendo che la sospensione dei brevetti – che non sarebbe, sostiene, un disincentivo all’industria farmaceutica – è un’idea realistica se insieme si affrontano i problemi di sicurezza della produzione e della incredibile complessità del processo produttivo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ in questo ragionamento che si inserisce la sferzata alle cosiddette “Big Pharma”. I giganti dei vaccini hanno ricevuto – osserva Draghi – finanziamenti enormi dai governi, e a questo punto ci sarebbe quasi da aspettarsi che ne restituissero almeno una parte a chi ha bisogno. Come europei non possiamo ignorare questo problema. Sappiamo che le risorse finanziarie non sono e non saranno mai sufficienti. Ma – sottolinea il premier italiano – il grido risuona.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Credo che dovremmo essere aperti alla discussione” sulla deroga sulla proprietà intellettuale. Ma quando usciremo di qui dovremo avere “una visione a 360 gradi su questo” argomento. “Abbiamo bisogno di vaccini ora. La deroga sulla proprietà intellettuale non risolverà problema. Quello che serve è una condivisione dei vaccini, l’export di dosi e investimenti per accrescere” la capacità produttiva. “L’Unione europea è l’unica regione democratica del mondo che esporta su larga scala. Circa il 50% di quanto viene prodotto in Europa viene esportato verso circa 90 Paesi, incluso Covax. Sono circa 200 milioni di dosi che sono state esportate e circa 200 milioni di dosi distribuite agli europei. Invitiamo tutti quanti si impegnano nel dibattito della deroga temporanea dei brevetti di unirsi a noi ad impegnarsi ad esportare una larga parte di quanto producono”. Così la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ddl Zan: a Milano panchine arcobaleno contro discriminazioni
Inaugurate alla presenza del deputato Pd promotore della legge
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 maggio 2021
20:00
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A Milano da oggi ci sono due panchine dipinte con i colori dell’arcobaleno per sensibilizzare i cittadini alla cultura del rispetto, della diversità e dell’inclusione sociale. Le panchine arcobaleno sono state inaugurate in Piazza Morbegno, nel quartiere di NoLo, alla presenza del deputato del Pd, Alessandro Zan, promotore dell’omonima legge contro l’omotransfobia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Proprio la città di Milano domani ospiterà una manifestazione, promossa dai Sentinelli, per chiedere l’approvazione della legge.
“Crediamo nella necessità di promuovere la cultura del rispetto e dell’inclusione sociale e non abbiamo paura di estendere diritti – ha commentato la segretaria del Pd di Milano, Silvia Roggiani -. Quello che ci fa paura, invece, sono le parole pronunciate da alcuni esponenti leghisti, venute alla ribalta dopo il discorso di Fedez. Parliamo di personaggi che a Milano ricoprono anche ruoli importanti, come il consigliere comunale e regionale Bastoni e l’assessore Lepore, candidato in pectore per la destra in Municipio 2, e per i quali non abbiamo sentito ancora nessuna presa di distanza”.
Le panchine arcobaleno sono state promosse dal Pd con una mozione in Municipio 2 sottoscritta anche da Sinistra per Milano e Movimento 5 Stelle.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: 300 assunzioni al Mef per monitoraggio progetti
La relativa spesa è a carico del bilancio dello Stato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
20:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Trecento assunzioni a tempo indeterminato al Mef e che dovranno lavorare all’attuazione, al monitoraggio e al controllo dei progetti del Recovery plan. E’ quanto si legge nelle schede progetto del Pnrr.
La relativa spesa è a carico del bilancio dello Stato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sassoli, dobbiamo riformare il Patto di stabilità e crescita
Neo politica stampo europeo di Biden ci invita a non avere tabù
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
07 maggio 2021
20:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Per non tornare indietro e per ridurre le disuguaglianze dovremo anche lavorare sui debiti contratti per proteggere i nostri cittadini in questi tempi di pandemia. Non vogliamo che i nostri cittadini più vulnerabili, più fragili, le donne e i giovani, portino domani il peso della crisi.
Ecco il motivo per cui dobbiamo avviare oggi un grande dibattito sulle regole dopo il Covid e riformare il Patto di Stabilità e Crescita. Anche la nuova politica di Biden, ci invita a non avere tabù ed è politica di chiaro stampo europeo”.
Così il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli.
“Indietro non vogliamo tornare, indietro non sarà possibile tornare”, ha aggiunto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: prima dose all’87% degli over 80 e al 69% tra 70-79 anni
Trentino-Alto Adige e Veneto in testa, Calabria e Sicilia in coda
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
21:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ salita all’87% la quota degli over 80 (in tutto sono 4.532.890 persone) vaccinati con la prima dose di farmaco anti-Covid, mentre ha completato il ciclo il 72%. Nella fascia d’età compresa tra 70 e 79 anni (6.032.659 persone) la prima iniezione è stata fatta dal 69%, la seconda dal 14%.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo indica il monitoraggio settimanale del commissariato all’emergenza. In testa tra le regioni che hanno somministrato la prima dose agli ultraottantenni c’è la Provincia di Trento (99%), seguita dal Veneto (98%); in coda Calabria (66%) e Sicilia (67%).
Anche per la classe 70-79 primeggiano Trentino (80%) e Veneto (79%); Sicilia (52%) e Calabria (54%) fanalini di coda. Quasi completata la prima somministrazione ai 374.908 ospiti delle rsa (97%), mentre l’81% è immunizzato. Il personale sanitario è al 96% per la prima dose e all’81% per la seconda. Il 76% del personale scolastico (1.491.493 persone) ha ricevuto la prima puntura; il 5% anche la seconda.
Le forniture di vaccini hanno raggiunto quota 26.916.650, con un aumento 4.501.990 rispetto alla settimana precedente, secondo quanto indica il monitoraggio settimanale del commissariato all’emergenza. Quelli somministrati sono saliti a 22.807.444, 3.200.944 in più della precedente settimana. La media giornaliera nell’ultima settimana si è dunque attestata sulle 457.278 somministrazioni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Summit Porto, ok a obiettivi sociali ma non vincolanti
Leader Ue s’impegnano su agenda, ma rispettando competenze Stati
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
07 maggio 2021
22:04
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I leader Ue, nel summit sociale di Porto, si impegnano a “mantenere le misure d’emergenza finché è necessario, promuovendo un approccio per facilitare la creazione di posti di lavoro”, e chiedono che il Consiglio Ue approvi gli obiettivi dell’agenda sociale entro il 2030, tra cui il 78% di occupazione, il 60% di lavoratori adulti impegnati in una formazione annuale. Ma i leader, nella dichiarazione conclusiva, precisano che tutto dovrà essere fatto “rispettando il principio di sussidiarietà (quindi le competenze a livello dei singoli Stati, ndr) e limitando il peso amministrativo sulle Pmi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nella dichiarazione finale i leader Ue e le parti sociali accolgono con favore il piano d’azione sul pilastro europeo dei diritti sociali presentato dalla Commissione all’inizio di marzo, che definisce azioni concrete per raggiungere gli obiettivi sociali. Il piano d’azione propone inoltre obiettivi europei in materia di occupazione, competenze e inclusione sociale, da conseguire entro il 2030. Ridurre il numero di persone a rischio di esclusione sociale o povertà di almeno 15 milioni, tra cui 5 milioni di bambini è uno degli obiettivi dell’agenda sociale europea, indicati al Social Summit di Oporto. Tra gli obiettivi c’è anche l’acquisizione di competenze digitali di base per l’80% degli adulti e la riduzione dei tassi di abbandono scolastico. Inoltre, il dimezzamento del divario dei tassi di occupazione degli uomini e delle donne nel 2030, rispetto ai dati del 2019; l’aumento dei servizi per l’infanzia; la riduzione del numero di giovani tra i 15 e i 29 anni che non studiano né lavorano dal 12,6% del 2019 al 9% nel 2030.
“Gli obiettivi sociali dell’Europa devono andare di pari passo con quelli verdi e digitali. Vogliamo avvicinarci alla piena occupazione, fare in modo che un maggior numero di europei abbia accesso alle competenze di cui ha bisogno e garantire pari opportunità a tutti i cittadini in un’economia più digitale e sostenibile. Il vertice sociale di Porto rappresenta il nostro impegno congiunto a costruire un’Europa sociale che sia adatta all’epoca in cui viviamo e che funzioni per tutti”, ha detto la presidente della Commissione Ursula von der Leyen.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ritrovati al Circeo i resti di 9 uomini del Neanderthal
Nella Grotta Guattari. Franceschini, “straordinario”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
21:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ominidi che cercano riparo in una grotta per scaldarsi, dormire, difendersi dall’agguato delle fiere, affilare le armi con le quali torneranno a cacciare. Ma anche ferocissime iene che di quello stesso antro naturale, in tempi diversi, hanno fatto una tana dove portare i loro sanguinolenti trofei.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ un viaggio nel tempo lungo oltre 100 mila anni quello che stanno facendo archeologi, paleontologi, antropologi, archeobotanici che da ottobre 2020 sono impegnati nella Grotta Guattari al Circeo (Lt) in una nuova campagna di scavo condotta dalla soprintendenza archeologica delle province di Latina e Frosinone in collaborazione con l’Università di Tor Vergata.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un tuffo in un passato lontanissimo in cui questo lembo di territorio era abitato dagli uomini di Neanderthal, i ‘cugini’ più anziani e poi misteriosamente estinti dell’homo sapiens, e là dove ora si trovano spiagge e terre coltivate si estendevano a perdita d’occhio verdi praterie. Ma anche da animali feroci, iene, rinoceronti, orsi delle caverne. Esemplari grandissimi come lo spropositato megalocervo oppure antichi come l’uro, una razza di bovino poi estinta.

Il Circeo com’era, scoperti 9 uomini di Neanderthal Sabato 08 Maggio 2021 VIDEO:

Un’indagine delicata portata avanti in quello che da 80 anni è considerato tra i siti più importanti del paleolitico medio. E che oggi si arricchisce di un nuovo eccezionale ritrovamento con i resti ricomposti di 9 individui di Neanderthal e di un incredibile numero di preziosi fossili, animali e vegetali. “Una scoperta straordinaria”, applaude il ministro della Cultura Franceschini sottolineando il lavoro della soprintendenza.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di fatto, spiegano gli esperti che da mesi sono al lavoro tra le rocce e le ossa sparse in questo mondo sotterraneo a due passi dal mare che fu della maga Circe, una sorta di smisurata banca dati che sarà utilissima per ricostruire la storia, ma anche l’ecosistema di queste terre in un arco di tempo lontanissimo, per i non addetti ai lavori persino difficile da immaginare, che va da 125 mila a 50 mila anni fa. Scoperta casualmente nel 1939, la Grotta Guattari, studiata a suo tempo dal paleontologo Alberto Carlo Blanc, deve la sua eccezionalità ad un crollo che circa 60 mila anni fa l’ha sepolta sigillandone l’apertura e facendo sì che tutto si mantenesse così com’era, in pratica una sorta di capsula del tempo.
Proprio per questo e per il ritrovamento allora di una calotta cranica straordinariamente ben conservata è stata subito annoverata tra i siti più importanti al mondo per lo studio dell’uomo di Neanderthal. Il nuovo intervento, fatto con l’aiuto di tecnologie e competenze che 80 anni fa non erano neppure immaginabili e allargato ad una zona della grotta che non era mai stata indagata neppure da Blanc, apre ora scenari di enorme interesse per la ricerca, spiega Francesco Di Mario, il funzionario archeologo della soprintendenza che dirige lo scavo. Gli scheletri umani ricomposti, racconta, “appartengono tutti ad individui adulti, fatta eccezione forse solo per uno che potrebbe essere di un giovane”. Tra loro una sola femmina. Ma non si tratta di persone vissute tutte nella stessa epoca: i più vicini a noi sarebbero vissuti tra i 50 mila ed i 68 mila anni fa, il più antico addirittura tra i 100 mila ed i 90 mila anni fa. Adesso tutto questo materiale dovrà essere studiato, fa notare il direttore del servizio di antropologia del Sabab Lazio Mario Rubini, ma già dalle prime indagini sono arrivate tantissime informazioni, “un’analisi sul tartaro dei denti – anticipa – ha mostrato per esempio che la loro dieta era molto variata, mangiavano molti prodotti cerealicolo vegetariani, frutto della raccolta, ed è noto quanto una buona alimentazione sia fondamentale per lo sviluppo dell’encefalo” . Tant’è, con i nuovi ritrovamenti, ribadisce Rubini, il sito del Circeo diventa “assimilabile per importanza a quello di El Sidron in Spagna o a quello di Krapina nell’ex Jugoslavia. La cosa incredibile al momento è che ci ha restituito molti individui, tanti da accendere una luce importante sulla storia del popolamento dell’Italia”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E la speranza adesso è che studiando quest’immensa mole di materiale si possa arrivare a risolvere i tanti misteri che avvolgono questa specie. Uno in particolare, legato proprio alla Grotta laziale, dove tutti i crani ritrovati presentano una larga apertura alla base, come se qualcuno li avesse aperti apposta per mangiarne il cervello. In passato, ricorda l’antropologo, “era stata avanzata l’ipotesi di un rituale di cerebrofagia”, ma l’interrogativo è ancora aperto, dice, “potrebbe essere stato l’uomo ad aprire il foro occipitale e la iena a finire di sgranocchiarlo, potrebbe essere stata la iena stessa ad aprirlo, e potrebbe semplicemente trattarsi di una rottura dovuta al caso”. E’ uno degli enigmi, forse uno dei più inquietanti, che il lavoro dei prossimi mesi potrebbe riuscire a svelare.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Grotta Guattari e l’enigma dei crani aperti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
09:51
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Una grande apertura alla base del cranio. Come se la mano di qualcuno fosse intervenuta per aprire quelle teste, magari per mangiarne il cervello.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ la particolarità che accomuna tutti i crani ritrovati all’interno della grotta Guattari al Circeo (LT), dove una nuova campagna di scavi condotta dalla soprintendenza archeologica delle province di Latina e Frosinone insieme con l’Università di Tor Vergata ha portato alla clamorosa scoperta, annunciata oggi dal ministro Franceschini, del ritrovamento dei resti compatibili con 9 individui di Neanderthal. “Uno dei tanti enigmi su cui stiamo lavorando e che ci auguriamo di risolvere”, sottolinea l’antropologo Mario Rubini, direttore del servizio di antropologia del Sabap Lazio. Nel 1939, quando venne ritrovato il primo cranio, poggiato in terra al centro di quello che sembrava un cerchio di pietre, si era pensato ad un rito di cerebrofagia. Il paleontologo Alberto Carlo Blanc aveva parlato allora di “cannibalismo rituale” e a dimostrazione della sua teoria aveva fatto una comparazione con una collezione di crani provenienti dalle tribù antropofaghe della Melanesia. Il ritrovamento oggi di altri teschi con le stesse caratteristiche potrebbe far pensare ad una conferma dell’ipotesi avanzata dal paleontologo novecentesco, peraltro poi largamente discussa e contestata dagli studi successivi nei quali altri studiosi hanno immaginato come più probabile che il cranio fosse stato svuotato invece da un animale, facilmente le stesse iene che nell’ultimo periodo di ‘vita’ della grotta l’hanno abitata facendone la loro tana. La realtà, avverte oggi Rubini, è che le possibilità da valutare sono diverse. “Dobbiamo considerare che nel nostro mestiere quello che ci troviamo sotto gli occhi è sempre il frutto dell’ultima ‘mano’ intervenuta – spiega -. Potrebbe quindi essere stato l’uomo ad aprire il foro occipitale e la iena a finire di sgranocchiarlo, oppure potrebbe essere stata la iena stessa ad aprirlo per assicurarsi un cibo dalle alte qualità nutrienti, oppure ancora potrebbe semplicemente trattarsi di una rottura dovuta al caso”. La soluzione, insomma, al momento non c’è. “Stiamo indagando”, ripete l’antropologo, “al momento l’unica cosa certa è che abbiamo un femore mangiato da una iena, che su quell’osso ha lasciato persino l’impronta dei denti. D’altra parte sappiamo che le iene amano rosicchiare le parti terminali delle ossa lunghe perché sono molto ricche di calcio e questo serve al loro metabolismo”. Per i crani aperti, però, l’interrogativo rimane aperto. “E’ uno dei tanti che ci auguriamo di sciogliere – sottolinea Rubini – la soluzione di questi enigmi sarà fondamentale per ricostruire la storia del popolamento dell’Italia dal profondo passato ad oggi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Marche, 254 casi in 24ore,rapporto positivi/test 9,6%
42 persone con sintomi. Altri 30 positivi da test antigenici
C
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
08 maggio 2021
10:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 254 i positivi al coronavirus rilevati in 24ore nelle Marche in base alle 2.652 nuove diagnosi per un rapporto casi/test del 9,6%. Lo comunica il Servizio Sanità della Regione.
Ancora una volta il maggior numero di casi si è registrato in provincia di Pesaro Urbino (84); seguono le province di Macerata (66), Ancona (40), Ascoli Piceno (33) e Fermo (22); 9 i positivi provenienti da fuori regione. Testati 4.758 tamponi: 2.652 nel percorso nuove diagnosi (di cui 635 nello screening con percorso Antigenico) e 2.106 nel percorso guariti. Nel Percorso Screening Antigenico effettuati 635 test e riscontrati “30 positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 5%”.
Le persone con sintomi sono 42. Tra i casi ci sono contatti in setting domestico (59), contatti stretti di positivi (78), in setting lavorativo (3), contatti in ambiente di vita/socialità (2 casi), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (18) e un caso proveniente da fuori regione. Per altri 51 casi sono ancora in corso indagini epidemiologiche.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: De Luca annuncia ‘Capri è Covid Free’
Governatore, ‘flussi turistici da programmare entro maggio”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAPRI (NAPOLI)
08 maggio 2021
10:57
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, a Capri (Napoli), ha annunciato il completamento della vaccinazione dei residenti dell’isola. “Capri è immunizzata – ha detto De Luca ai giornalisti, prima di un incontro pubblico in ‘piazzetta’ con j sindaci dell’isola – è essenziale per la stagione turistica, perché gli operatori selettore debbono programmare la stagione entro maggio.
Ora toccherà a Ischia, a Sorrento, e arriveremo fino al Cilento”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Milano: Sala, con M5S pensiamo sia meglio correre separati
‘Negli anni è stata diversa la proposta di idea della città’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 maggio 2021
11:03
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Con il Movimento 5 stelle “ne stiamo discutendo, anche amichevolmente, e pensiamo che in questo momento sia meglio fare due proposte perché in questi anni è stata anche diversa la proposta dell’idea di città”.
Lo ha spiegato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, rispondendo ai giornalisti che gli hanno chiesto se pensa ancora che il centrosinistra e il Movimento 5 stelle debbano correre con due candidati sindaco diversi alle comunali.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Papa, sospendere brevetti, dare accesso a tutti
‘Protezione proprietà intellettuale è virus dell’individualismo’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
08 maggio 2021
11:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa chiede di “abbandonare i nostri individualismi e promuovere il bene comune”. Per questo è necessario “uno spirito di giustizia che ci mobiliti per assicurare l’accesso universale al vaccino e la sospensione temporanea dei diritti di proprietà intellettuale”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Così Papa Francesco in un videomessaggio ai giovani partecipanti al “Vax Live”, evento benefico per sostenere la distribuzione globale ed equa dei vaccini. Occorre “uno spirito di comunione che ci permetta di generare un modello economico diverso, più inclusivo, equo, sostenibile”. “La pandemia ci ha messo tutti in crisi, ma non dimentichiamo che non si esce uguali da una crisi, o ne usciamo migliori o peggiori”.
La società ha bisogno di “una guarigione delle radici, che guarisca la causa del male e non rimanga solo sui sintomi. In queste radici malate troviamo il virus dell’individualismo, che non ci rende né più liberi né più uguali né più fratelli, anzi ci rende indifferenti alla sofferenza degli altri. E una variante di questo virus – sottolinea il Papa – è il nazionalismo chiuso, che impedisce, per esempio, un internazionalismo dei vaccini. Un’altra variante è quando mettiamo le leggi di mercato o di proprietà intellettuale sopra le leggi dell’amore e della salute dell’umanità”, conclude il Pontefice.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Croce Rossa: al via ‘bike tour’ da Venezia a Cortina
Partenza da Questura Venezia, pedalata oggi e domani

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
08 maggio 2021
11:28
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un bike tour attraverso le bellezze del Veneto che parte da Venezia per raggiungere le Dolomiti, i due patrimoni Unesco simbolo del Veneto, ha preso il via oggi dalla Questura lagunare a un’iniziativa per celebrare la Giornata mondiale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, che coniuga sport e solidarietà.
A salutare i partecipanti oggi il questore di Venezia, Maurizio Masciopinto, il presidente regionale della Croce Rossa, Francesco Bosa, e la presidente del Comitato di Venezia, Francesca Battan, assieme all’assessore comunale Simone Venturini.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Un evento utile – ha detto Venturini – non solo per rimarcare questo importante anniversario, ma anche per ringraziare i volontari che, non solo durante questo anno difficile ma anche dopo l’Acqua Granda, hanno affiancato la città in moltissime attività sia di natura sanitaria, sia di natura sociale. Questi volontari hanno veramente fatto moltissimo per la città, un ringraziamento è doveroso e lo rimarchiamo con questa bicicletta che unisce le varie città del Veneto”.
I volontari-ciclisti pedaleranno oggi e domani, portando con sé i sette principi su cui si basa la Croce Rossa: umanità, imparzialità, neutralità, indipendenza, volontarietà, unità e universalità.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Al via seconda giornata vertice informale leader Ue a Porto
Sarà seguito dal summit Ue-India
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
08 maggio 2021
11:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Al via la seconda giornata del vertice informale dei capi di Stato e di governo dell’Ue a Porto. Il vertice sarà seguito dal summit Ue-India.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: ok Comune Bari a tavolini bar e ristoranti in strada
Con passaggio in ‘zona gialla’ per esercizi senza spazi esterni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
08 maggio 2021
11:48
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fino al 15 settembre, a Bari, bar e ristoranti che non hanno spazi pedonali esterni potranno posizionare i tavolini in strada. E’ il contenuto della delibera approvata dalla Giunta comunale per consentire a tutti di poter lavorare quando, da lunedì, la Puglia passerà in ‘zona gialla’.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il dl Riaperture, infatti, prevede la possibilità del consumo al tavolo esclusivamente all’aperto. Per questo l’amministrazione comunale, limitatamente al periodo emergenziale, ha deciso di ampliare la disciplina derogatoria sulle occupazioni di suolo pubblico, approvando un regolamento contenente le norme per la occupazione di parte della pavimentazione stradale, limitatamente allo spazio destinato a parcheggio e secondo limiti geometrici che garantiscano la funzionalità e la sicurezza per la circolazione veicolare e pedonale.
Sarà possibile quindi installare pedane al livello dei marciapiedi esistenti su parte della carreggiata stradale (noti come “Parklet” e diffusi in molti paesi europei) per l’installazione di sedie e tavolini all’aperto e solo ove risulti impossibile occupare lo spazio del marciapiede prospiciente l’esercizio commerciale o quello al di là della sede stradale. Potranno presentare richiesta ristoranti, fast-food, rosticcerie, friggitorie, pizzerie, birrerie, pub, enoteche e altri esercizi simili con cucina. Nella “zona di particolare rilevanza urbanistica” non sarà possibile occupare più di un posto auto per esercizio di ristorazione, mentre nel resto del territorio comunale la massima superficie occupabile sarà di due posti auto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi: pronti alle riaperture, ma usando la testa
Il premier: ‘Da Oporto passo importante Ue su coordinamento mercato lavoro’. Von der Leyen: ‘Approvato un contratto per 900 milioni di dosi garantite più 900 milioni di opzioni con Pfizer-BioNTech per il 2021-2023′
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
OPORTO
08 maggio 2021
21:12
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sulle riaperture bisogna “calcolare bene il rischio. I dati sono abbastanza incoraggianti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Se l’andamento dovesse continuare in questa direzione, la cabina di regia procederà ad altre riaperture. E’ importante essere graduali, anche per capire quali riaperture avranno più effetto sui contagi e quali meno”. Lo dice il premier Mario Draghi al termine del vertice europeo di Oporto.
“Come credo la maggior parte degli italiani – ha detto Draghi – voglio riaprire, voglio che le persone tornino fuori a lavorare, a divertirsi, a stare insieme, ma bisogna farlo in sicurezza cioè calcolando bene il rischio”.
“Con la ripartenza del turismo bisogna considerare anche che gli aeroporti sono luoghi cui bisogna guardare con molta attenzione, perché sono luoghi dove i contagi possono succedere, quindi bisogna rinforzare i controlli negli aeroporti. Questo non vuol dire chiudere: vuol dire riaprire ma farlo con la testa”.
“Abbiamo chiesto con molta enfasi – ha detto inoltre il premier – che commissione e parlamento Ue procedano con la massima rapidità al certificato verde” per il Covid, “per avere un modello europeo su cui confrontarsi per la misure turistiche. Altrimenti ci sarà molta confusione”.
LA CONFERENZA STAMPA:

Il premier è intervenuto anche sulla questione dei vaccini. “La questione è molto più complessa” della sola liberalizzazione dei brevetti dei vaccini perché “farlo sia pur temporaneamente non garantisce la produzione dei vaccini che è molto complessa. E poi la produzione deve essere sicura e questo non viene garantito dalla liberalizzazione dei vaccini. La situazione è molto molto più complicata”. Lo dice il premier Mario Draghi al termine del vertice europeo di Oporto.
Che quella sui brevetti “sia una mossa tattica diplomatica degli Stati Uniti per battere la politica internazionale del vaccino di Russia e Cina non lo credo perché i numeri di oggi fan vedere che questa è una cosa per il momento molto buffa. La Russia ha annunziato 750milioni di dosi, finora ne ha consegnate sei. La Cina 600 milioni e ne ha consegnate 40. Non sono avversari tali da impensierire gli Usa”. “La proposta di Biden ha aperto una porta, poi vedremo. C’e’ chi protegge la sacralità del brevetto e chi e’ piu’ aperto”.
La posizione di Biden sui brevetti “credo che venga da una constatazione: ci sono milioni di persone che non hanno accesso ai vaccini o per mancanza di distribuzione o per mancanza di denaro, che stanno morendo”. “Ci sono le grandi case farmaceutiche hanno avuto sovvenzioni governative imponenti. Semplicemente si potrebbe dire che ci si aspetta qualcosa in cambio da queste case farmaceutiche”.
“Prima di arrivare” alla liberalizzazione dei brevetti dei vaccini “bisognerebbe fare cose più semplici tipo la rimozione del blocco alle esportazioni che oggi gli Stati Uniti per primi e il Regno Unito continuano a mantenere. E’ dato di oggi che l’Europa esporta tanto quanto ha dato ai propri suoi cittadini: il 50% della produzione dell’Unione è andata al Canada o a Paesi che bloccano le esportazioni”.
La dichiarazione di Oporto – ha detto in un altro passaggio – “come tale non sembra essere di grande importanza a prima vista, ma non è così: il momento è la fine di un lungo viaggio nel campo della tutela dei diritti sociali. Sembra ovvio ma è un processo che iniziò nel 2017, allora lanciato dal presidente della commissione Juncker. Ci sono voluti quattro anni per portare tutto il Consiglio europeo a condividere una prima forma di coordinamento dei mercati del lavoro e soprattutto dei diritti sociali”.
La dichiarazione “deve essere accompagnata da politiche di contorno parte delle quali sono state messe in atto nella pandemia, parte delle quali sono politiche fiscali e di bilancio. Io ma anche altri” leader europei “hanno fatto riferimento sia al programma Sure che è un inizio di sussidio alla disoccupazione a livello europeo e un piccolo passo verso la creazione di un mercato comune di lavoro. Ma anche la necessità che certe politiche espansive di bilancio non vengano ritirate troppo presto finché la ripresa non venga consolidata”.
“In Europa dobbiamo continuare ad accelerare le vaccinazioni con trasparenza e in sicurezza aumentando la produzione”. E’ la linea che il premier Mario Draghi ha assunto nel suo primo vertice Ue in presenza a Oporto dedicato ai temi sociali. Una posizione che – riferiscono fonti di palazzo Chigi – ha raccolto ampio consenso da parte dei leader e che ha orientato il dibattito nel corso della cena di preparazione al primo vertice informale in presenza per il premier. Il monito di Draghi – viene confermato – è rivolto anche a quei Paesi che ancora pongono blocchi alle esportazioni mentre l’Ue esporta l’80% della propria produzione.
Intanto la presidente della commissione Europea Ursula Von der Leyen scrive su twitter dicendosi: “Felice di annunciare che la Commissione europea ha appena approvato un contratto per 900 milioni di dosi garantite più 900 milioni di opzioni con Pfizer-BioNTech per il 2021-2023. Seguiranno altri contratti e altre tecnologie per i vaccini”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel decreto sostegni arrivano nel frattempo fondi per i pazienti long Covid.”Il Coronavirus – dice il ministro Speranza -può lasciare, nei pazienti che lo hanno avuto in forma grave, conseguenze anche dopo la guarigione. Per questo ho proposto che vengano stanziati 50 milioni di euro affinché il Servizio Sanitario Nazionale prenda in carico gratuitamente, con esami diagnostici e terapie, tutti i pazienti maggiormente colpiti dal virus anche dopo le dimissioni dalla struttura ospedaliera. Questo provvedimento consentirà, inoltre, di avviare un monitoraggio per acquisire ulteriori dati da mettere a disposizione dei nostri ricercatori”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Tavolo Di Maio-Speranza, dal 15/5 via la quarantena dai Paesi Ue
L’obiettivo del Governo è quello di riaprire a tutti i Paesi stranieri che hanno raggiunto un livello alto di vaccinazione. Rafforzamento dei voli Covid free con gli Usa
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
13:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Si è svolto questa mattina un tavolo operativo organizzato dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio e dal ministro della salute Roberto Speranza sulle riaperture ai turisti stranieri in vista del periodo estivo. Secondo quanto si apprende, dal 15 maggio verrà superata la mini quarantena per le persone provenienti dai Paesi europei.
Lo stesso varrà anche per i cittadini provenienti da Gb e Israele.
L’obiettivo del Governo è quello di riaprire a tutti i Paesi stranieri che hanno raggiunto un livello alto di vaccinazione. Per questo si lavora alla definizione di un parametro al di sopra del quale tutti gli stranieri possano venire in Italia: è quanto si apprende dopo la riunione di stamani.
In merito agli Usa, a quanto emerge dalla riunione di questa mattina organizzata dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio e dal ministro della Salute Roberto Speranza sulle riaperture ai turisti stranieri in vista del periodo estivo, verranno potenziati i voli Covid free ed entro la metà di giugno l’obiettivo è quello di riaprire eliminando la quarantena anche per i turisti provenienti dagli Usa, applicando sempre lo stesso criterio (tampone, vaccino o Covid).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi: pronti alle riaperture, ma usando la testa
Il premier: ‘Da Oporto passo importante Ue su coordinamento mercato lavoro’. Von der Leyen: ‘Approvato un contratto per 900 milioni di dosi garantite più 900 milioni di opzioni con Pfizer-BioNTech per il 2021-2023′
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
OPORTO
09 maggio 2021
13:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sulle riaperture bisogna “calcolare bene il rischio. I dati sono abbastanza incoraggianti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Se l’andamento dovesse continuare in questa direzione, la cabina di regia procederà ad altre riaperture. E’ importante essere graduali, anche per capire quali riaperture avranno più effetto sui contagi e quali meno”. Lo dice il premier Mario Draghi al termine del vertice europeo di Oporto.
“Come credo la maggior parte degli italiani – ha detto Draghi – voglio riaprire, voglio che le persone tornino fuori a lavorare, a divertirsi, a stare insieme, ma bisogna farlo in sicurezza cioè calcolando bene il rischio”.
“Con la ripartenza del turismo bisogna considerare anche che gli aeroporti sono luoghi cui bisogna guardare con molta attenzione, perché sono luoghi dove i contagi possono succedere, quindi bisogna rinforzare i controlli negli aeroporti. Questo non vuol dire chiudere: vuol dire riaprire ma farlo con la testa”.
“Abbiamo chiesto con molta enfasi – ha detto inoltre il premier – che commissione e parlamento Ue procedano con la massima rapidità al certificato verde” per il Covid, “per avere un modello europeo su cui confrontarsi per le misure turistiche. Altrimenti ci sarà molta confusione”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il premier è intervenuto anche sulla questione dei vaccini. “La questione è molto più complessa” della sola liberalizzazione dei brevetti dei vaccini perché “farlo sia pur temporaneamente non garantisce la produzione dei vaccini che è molto complessa. E poi la produzione deve essere sicura e questo non viene garantito dalla liberalizzazione dei vaccini. La situazione è molto molto più complicata”. Lo dice il premier Mario Draghi al termine del vertice europeo di Oporto.
Che quella sui brevetti “sia una mossa tattica diplomatica degli Stati Uniti per battere la politica internazionale del vaccino di Russia e Cina non lo credo perché i numeri di oggi fan vedere che questa è una cosa per il momento molto buffa. La Russia ha annunziato 750milioni di dosi, finora ne ha consegnate sei. La Cina 600 milioni e ne ha consegnate 40. Non sono avversari tali da impensierire gli Usa”. “La proposta di Biden ha aperto una porta, poi vedremo. C’e’ chi protegge la sacralità del brevetto e chi e’ piu’ aperto”.
La posizione di Biden sui brevetti “credo che venga da una constatazione: ci sono milioni di persone che non hanno accesso ai vaccini o per mancanza di distribuzione o per mancanza di denaro, che stanno morendo”. “Ci sono le grandi case farmaceutiche hanno avuto sovvenzioni governative imponenti. Semplicemente si potrebbe dire che ci si aspetta qualcosa in cambio da queste case farmaceutiche”.
“Prima di arrivare” alla liberalizzazione dei brevetti dei vaccini “bisognerebbe fare cose più semplici tipo la rimozione del blocco alle esportazioni che oggi gli Stati Uniti per primi e il Regno Unito continuano a mantenere. E’ dato di oggi che l’Europa esporta tanto quanto ha dato ai propri suoi cittadini: il 50% della produzione dell’Unione è andata al Canada o a Paesi che bloccano le esportazioni”.
La dichiarazione di Oporto – ha detto in un altro passaggio – “come tale non sembra essere di grande importanza a prima vista, ma non è così: il momento è la fine di un lungo viaggio nel campo della tutela dei diritti sociali. Sembra ovvio ma è un processo che iniziò nel 2017, allora lanciato dal presidente della commissione Juncker. Ci sono voluti quattro anni per portare tutto il Consiglio europeo a condividere una prima forma di coordinamento dei mercati del lavoro e soprattutto dei diritti sociali”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La dichiarazione “deve essere accompagnata da politiche di contorno parte delle quali sono state messe in atto nella pandemia, parte delle quali sono politiche fiscali e di bilancio. Io ma anche altri” leader europei “hanno fatto riferimento sia al programma Sure che è un inizio di sussidio alla disoccupazione a livello europeo e un piccolo passo verso la creazione di un mercato comune di lavoro. Ma anche la necessità che certe politiche espansive di bilancio non vengano ritirate troppo presto finché la ripresa non venga consolidata”.
“In Europa dobbiamo continuare ad accelerare le vaccinazioni con trasparenza e in sicurezza aumentando la produzione”. E’ la linea che il premier Mario Draghi ha assunto nel suo primo vertice Ue in presenza a Oporto dedicato ai temi sociali. Una posizione che – riferiscono fonti di palazzo Chigi – ha raccolto ampio consenso da parte dei leader e che ha orientato il dibattito nel corso della cena di preparazione al primo vertice informale in presenza per il premier. Il monito di Draghi – viene confermato – è rivolto anche a quei Paesi che ancora pongono blocchi alle esportazioni mentre l’Ue esporta l’80% della propria produzione.
Intanto la presidente della commissione Europea Ursula Von der Leyen scrive su twitter dicendosi: “Felice di annunciare che la Commissione europea ha appena approvato un contratto per 900 milioni di dosi garantite più 900 milioni di opzioni con Pfizer-BioNTech per il 2021-2023. Seguiranno altri contratti e altre tecnologie per i vaccini”.
Nel decreto sostegni arrivano nel frattempo fondi per i pazienti long Covid.”Il Coronavirus – dice il ministro Speranza -può lasciare, nei pazienti che lo hanno avuto in forma grave, conseguenze anche dopo la guarigione. Per questo ho proposto che vengano stanziati 50 milioni di euro affinché il Servizio Sanitario Nazionale prenda in carico gratuitamente, con esami diagnostici e terapie, tutti i pazienti maggiormente colpiti dal virus anche dopo le dimissioni dalla struttura ospedaliera. Questo provvedimento consentirà, inoltre, di avviare un monitoraggio per acquisire ulteriori dati da mettere a disposizione dei nostri ricercatori”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: rischio folla,questura vieta sit-in sovranisti a Roma
Tam tam sui social per partecipare, anche leader FN Castellino
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
14:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vietata dalla Questura di Roma la manifestazione indetta dal coordinamento dei movimenti identitari sovranisti in programma oggi pomeriggio a Bocca della Verità, al centro di Roma. Secondo quanto si è appreso da fonti di polizia, il divieto sarebbe stato deciso perché il tam tam sui social non avrebbe permesso una previsione sul numero di partecipanti che potrebbe essere stato superiore rispetto a quello preavvisato.
Al sit-in, si apprende dalle stesse fonti, avrebbe manifestato l’intenzione di partecipare anche Giuliano Castellino, leader romano di Forza Nuova, attualmente sottoposto a sorveglianza speciale. I promotori del sit-in hanno indetto nel pomeriggio una conferenza stampa contro la decisione della Questura.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
76/o da fine guerra, vicepresidente Fb posta soldato Adler
Storia del 97enne americano che ritrova ‘bimbi’ grazie al social
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
08 maggio 2021
15:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nicola Mendelsohn, vicepresidente di Facebook per l’area Europa, Medio Oriente e Africa ricorda la storia del soldato americano Martin Adler in occasione del 76/o anniversario della fine della Seconda guerra mondiale. Adler, che ha da poco compiuto 97 anni, grazie a una foto condivisa sul social ha potuto ritrovare e incontrare di nuovo, virtualmente, i tre ‘bambini’ conosciuti nel 1944 mentre con il reggimento di fanteria statunitense si trovava nell’Italia settentrionale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un incontro a distanza di 70 anni con tre ottantenni residenti in provincia di Bologna, reso possibile dalle tante condivisioni dopo l’appello del giornalista e scrittore reggiano Matteo Incerti che aveva rilanciato il messaggio della figlia di Martin, Rachelle.
Incerti oggi ringrazia Mendelsohn e la executive communication manager di Fb Sonia Van Gilder Cooke e parla di “una favola della vita, una piccola fiaba di speranza che poi si è propagata in tutto il mondo” che ripercorrerà in un libro in uscita a giugno. “Il segreto della rete è la condivisione.
Condivisione che se ben utilizzata ci può aiutare a superare l’odio e ogni difficoltà”, aggiunge. Mendelsohn ha postato la foto scattata a dicembre in occasione della videochiamata tra Adler e i tre ‘bambini’. L’8 maggio “è un giorno per ricordare i sacrifici e il coraggio di milioni di persone che hanno contribuito a portare la pace in Europa, tra cui Martin Adler che aveva appena 20 anni quando combatté nella difficile campagna d’Italia”, scrive.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Arena Verona, ok a 6.000 spettatori, manca solo il ‘timbro’
Si valuta anche ipotesi capienza intera, con tamponi al pubblico
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VERONA
08 maggio 2021
15:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Con il via libera alla deroga sulla massima capienza dato per competenza dall’Asl 9 Scaligera – dopo l’ok della Conferenza delle Regioni -, l’Arena di Verona si appresta ad aprire i cancelli fino a 6.000 spettatori per il Festival Lirico e gli eventi extra lirica. Lo ha annunciato la sottosegretaria alla Cultura, Lucia Borgonzoni, durante un incontro in streaming con il sindaco della città, Federico Sboarina, presidente della Fondazione Arena.
Ora, ha riferito Sboarina, “manca solo il recepimento formale da parte della Regione”. Ma si sta valutando un’ipotesi sperimentale di piena capienza (cioè circa 15mila) per l’anfiteatro. Borgonzoni, che ha lavorato al progetto, ha detto di aver avuto il via libera dal Comitato tecnico Scientifico ad una sperimentazione che prevede l’effettuazione del tampone rapido anti-Covid agli spettatori in ingresso all’Arena e la ripetizione del test (per l’eventuale tracciamento) una settimana dopo l’evento. I tamponi saranno gratuiti, grazie alla collaborazione di alcune aziende farmaceutiche. Questo, però, solo per gli spettacoli per i quali non sia già in corso – come invece il Festival Lirico – la vendita dei biglietti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Comunali: Sala, meglio due proposte diverse con M5s
L’ex premier Conte chiederà “un confronto con tutte le anime che hanno dato il loro contributo” al suo governo-bis, dal quale “dipenderanno anche le scelte sui territori”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
08 maggio 2021
15:24
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Continua il confronto dei partiti in vista delle Comunali. A Milano le trade tra Pd ed M5s sembrano per il momento essere separate come ha spiegato Beppe Sala:  con il Movimento 5 stelle “ne stiamo discutendo, anche amichevolmente, e pensiamo che in questo momento sia meglio fare due proposte perché in questi anni è stata anche diversa la proposta dell’idea di città”, ha detto rispondendo ai giornalisti che gli hanno chiesto se pensa ancora che il centrosinistra e il Movimento 5 stelle debbano correre con due candidati sindaco diversi alle comunali.
“Chiederò un confronto con tutte le anime che hanno dato il loro contributo nell’esperienza del Governo Conte 2, e dall’esito di tale confronto dipenderanno anche le scelte sui territori”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Così l’ex premier Giuseppe Conte, che questa mattina ha partecipato a un incontro virtuale con rappresentanti del Movimento 5 Stelle di Torino, sembra intanto riaprire a una possibile alleanza con il Pd in vista delle amministrative di ottobre. “Qualora emergessero chiusure di parte, in particolare da parte del Partito Democratico, che negassero questa prospettiva – aggiunge – il Movimento 5 Stelle metterà in campo le migliori risorse possibili”.
Il Movimento 5 Stelle – fa sapere- è pronto a mettere in campo “le migliori risorse possibili” alle elezioni amministrative del prossimo autunno. “Qualora emergessero chiusure di parte, in particolare da parte del Partito Democratico, che negassero la prospettiva” unitaria, “il Movimento 5 Stelle metterà in campo le migliori risorse possibili, secondo tre possibilità – sottolinea l’ex premier -: un’assoluta continuità con l’Amministrazione attuale, una personalità di spicco nazionale o, ancora, una figura di eccellenza individuata nella società civile, tra le tante realtà che in questi anni hanno dato il loro contributo”.
“Il simbolo è e rimane del Movimento 5 Stelle”, ha detto parlando della questione Rousseau, nel corso dell’incontro virtuale con i rappresentanti territoriali del M5s torinese, il presidente Giuseppe Conte. “Sicché le liste che rappresentano il Movimento 5 Stelle – ha aggiunto – possono continuare a utilizzare il simbolo per tutte le loro attività”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ora si tratterà di individuare figure condivise, con capacità, valori e visione in grado di guardare a un orizzonte estremamente ampio, che idealmente punti al 2050. Per farlo tuttavia è importante tenere conto del profondo processo di trasformazione che sta vivendo il Movimento 5 Stelle, guidato da Giuseppe Conte. Dal cui esito, le comunità locali, non potranno prescindere”. Così la sindaca di Torino, Chiara Appendino.   PIEMONTE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Recovery: precompilata Iva e -19% evasione entro 2026
Gli obiettivi del piano nazionale, con digitale e data mining
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
15:33
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ridurre, entro il 2026, la “propensità a evadere” le tasse del 19% rispetto al 2019. Con una serie di misure che ruotano attorno all’uso del digitale, al data mining, ma anche alla collaborazione con i contribuenti attraverso le lettere di compliance’ dell’Agenzia delle entrate.

E’ uno dei milestones del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Entro la metà del 2023 arriva la dichiarazione precompliata per 2,3 milioni di partite iva (su 4 milioni) per le dichiarazioni 2022. Entro il 2024 è previsto un aumento del 20% delle compliance letters, da cui il recovery si aspetta un calo del 5% dei ‘falsi positivi’ e un +15% del gettito.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cala occupazione donne, 4 regioni Italia tra le 5 peggiori Ue
Eurostat, nel 2020 Campania e Sicilia sotto il 30%, come Ankara
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
15:48
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia resta la Cenerentola d’Europa per l’occupazione femminile: quattro regioni del Sud risultano nel 2020 tra le cinque peggiori nell’Unione europea a 27 alle spalle solo della Mayotte, regione d’oltremare francese. Nell’anno della pandemia il tasso di occupazione femminile è stato in media in Europa del 62,4% per le donne tra i 15 e 64 anni ma il tasso in tre regioni italiane si è attestato sotto il 30% con la Campania in calo al 28,7%, la Calabria al 29% e la Sicilia al 29,3%.
La Puglia scende al 32,8% mentre la Mayotte si ferma al 23,9%. L’Italia è scesa nell’occupazione femminile di 1,1 punti dal 50,1% al 49% (-0,6 punti in Ue). Una situazione simile per l’occupazione femminile della Campania si trova nella regione di Ankara, in Turchia con il 28,7% delle donne tra i 15 e i 64 anni occupate mentre in Germania la media complessiva è del 73,1% ma ci sono regioni che superano il 78%.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ue-India, comune interesse a sicurezza, prosperità, sviluppo
Dichiarazione finale dei leader al termine del vertice a Porto
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
08 maggio 2021
16:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo convenuto che le due più grandi democrazie del mondo, l’Ue e l’India hanno una cosa in comune, l’interesse a garantire sicurezza, prosperità e sviluppo sostenibile in un contesto multipolare mondiale”. E’ un passo della dichiarazione finale dei leader Ue-India al termine del vertice a Porto.
Una “riunione che ha messo in luce i nostri interessi, principi e valori condivisi di democrazia, libertà, stato di diritto e rispetto dei diritti umani, che sono alla base del nostro partenariato strategico”, prosegue la nota.
“Abbiamo deciso di sviluppare ulteriormente queste convergenze e di promuovere nuove sinergie per contribuire congiuntamente a un mondo più sicuro, più verde, più pulito, più digitale, resiliente e stabile, in in linea con l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e l’accordo di Parigi”, prosegue la dichiarazione finale dei leader.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Zan: ‘A Milano successo per la democrazia’
‘Le persone e i cittadini vogliono far sentire la loro voce’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 maggio 2021
16:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Questo è un successo per la democrazia che dimostra che l’Italia è un Paese civile e la stragrande maggioranza delle persone vuole una legge che tuteli le persone più vulnerabili”. Così il deputato del Pd, Alessandro Zan, promotore dell’omonimo disegno di legge contro l’omotransfobia ha parlato della manifestazione in corso a Milano per chiedere al più presto l’approvazione della legge.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Le persone e i cittadini vogliono far sentire la loro voce e chiedere alle istituzioni di approvare una legge di civiltà. – ha aggiunto – Questa non è una legge sulle minoranze ma contro i crimini di odio. Tutti potrebbero essere colpiti da questi crimini per questo è importante approvarla”.
Dopo questa manifestazione “mi aspetto che il Senato continui la discussione della legge in modo ordinato e civile a partire dalla commissione. Senza sotterfugi e ostruzionismi. Senza utilizzare le prerogative di qualcuno per limitare la discussione democratica al Senato – ha concluso -. Che, come è stato fatto alla Camera, ci sia una discussione civile e franca anche al Senato senza comprimere il dibattito per portare a casa il prima possibile una legge che l’Italia aspetta da trent’anni”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ue, realistico obiettivo intesa su pass Covid a maggio
Von der Leyen sistema tecnico sarà operativo a giugno
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
08 maggio 2021
16:20
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sul certificato digitale Ue per i viaggi “il lavoro tecnico e legale è in carreggiata. Il sistema operativo sarà operativo a giugno.
E sul fronte politico possiamo puntare realisticamente all’obiettivo di raggiungere un accordo tra Consiglio e Parlamento europeo per fine maggio”.
Così la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen sul pass europeo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Omofobia: Zan a iniziativa Circolo milanese 02Pd
Promossa campagna ‘Una bandiera arcobaleno sulle vetrine’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 maggio 2021
16:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il deputato del Pd, Alessandro Zan, promotore dell’ omonimo disegno di legge contro l’omotransfobia, ha preso parte questa mattina ad un’iniziativa del Circolo milanese 02Pd. Ha partecipato ad un incontro al Blanco, storico locale di piazzale Lavater, da sempre in prima linea nelle battaglie della comunità Lgbt.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
All’incontro, promosso dal Circolo del Pd – che ha lanciato la campagna “Una bandiera arcobaleno sulle vetrine di tutti i circoli Pd fino a quando il ddl Zan non sarà approvato” – erano presenti n centinaio di persone tra cui Lia Quartapelle, deputata del Partito Democratico e Pierfrancesco Maran, assessore del Comune di Milano. Al centro del dibattito il disegno di legge Zan che dovrà essere discusso in Senato nelle prossime settimane.
Per Zan “si tratta di una legge contro le discriminazione che indicherà anche la posizione dell’Italia in Europa rispetto ai diritti e contro il sovranismo”. “Il ddl Zan sarà una legge di civiltà contro le discriminazioni e l’ omotransfobia – spiega Massimo Scarinzi, segretario del Circolo 02PD – e dovrebbe essere una battaglia di tutti. Siamo felici che anche uno storico esponente di Forza Italia come Elio Vito abbia voluto essere presente questa mattina all’iniziativa”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
COVID:Fvg,presto capiremo cosa riserva estate
Sindacati chiedono dimissioni Dg Asfo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
08 maggio 2021
18:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Situazione in netto miglioramento, in particolare per quanto riguarda i contagi ed i decessi. La pressione sulle strutture sanitarie si mantiene stabile ad un livello ben al di sotto del le soglie di guardia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I dati di questa settimana non riflettono ancora le riaperture del 26/04. Rimane quindi ancora un’incertezza considerevole circa il consolidamento di questo miglioramento. A tal fine la settimana prossima e quella seguente saranno cruciali per iniziare a capire cosa ci riserverà l’estate”. E’, in sintesi, l’analisi scientifica settimanale sull’andamento del Covid e le previsioni per la prossima settimana in Fvg, fatta dal Data scientist della Sissa di Guido Sanguinetti.
A Pordenone, intanto, Cgil, Uil, Nursind e le relative Rsu annunciano che depositeranno lunedì, in Regione, a Trieste, le firme per la richiesta di dimissioni del direttore generale di Asfo Joseph Polimeni: nel mirino la gestione della pandemia da parte dell’Azienda sanitaria Friuli occidentale, giudicata «assente». Criticità messe nero su bianco in una lettera inviata al governatore Fedriga e all’assessore alla Salute Riccardi. Per i lavoratori c’è stato un “ritardo nell’adeguamento dell’organico tutte le realtà dell’Azienda stanno riscontrando criticità dovute alla carenza cronica di personale”. Si “sarebbero potuti assumere e mantenere in servizio gli operatori necessari a far fronte alla pandemia” e invece sono stati licenziati “gli operatori a tempo determinato e interinali, alla vigilia dei mesi estivi in cui”.
Oggi in Friuli Venezia Giulia su 4.916 tamponi molecolari sono stati rilevati 68 nuovi contagi con una percentuale di positività dell’1,38%. Sono inoltre 2.847 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 22 casi (0,77%). I decessi registrati sono 6, ai quali se ne aggiungono 2 pregressi, mentre i ricoveri nelle terapie intensive scendono a 21 e si riducono anche quelli negli altri reparti che risultano essere 157. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Sissa, miglioramento Fvg, si attende esito riaperture
Analisi scientifica settimanale del data scientist Sanguinetti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
08 maggio 2021
18:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Situazione in netto miglioramento, in particolare per quanto riguarda i contagi ed i decessi. La pressione sulle strutture sanitarie si mantiene stabile ad un livello ben al di sotto delle soglie di guardia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I dati di questa settimana non riflettono ancora le riaperture del 26/04. Rimane quindi ancora un’incertezza considerevole circa il consolidamento di questo miglioramento. A tal fine la settimana prossima e quella seguente saranno cruciali per iniziare a capire cosa ci riserverà l’estate”. E’, in sintesi, l’analisi scientifica settimanale sull’andamento del Covid e le previsioni per la prossima settimana in Fvg, fatta dal Data scientist della Sissa di Guido Sanguinetti.
Secondo il ricercatore, “prosegue la discesa della curva pandemica in FVG nella settimana appena conclusa (01/05-07/05), ad un ritmo ancora più sostenuto rispetto alla settimana precedente. Nella settimana trascorsa si sono rilevati 771 nuovi casi (contro i 1.107 della settimana 24/04-30/04, con un calo del 30,3%). Sostanzialmente stabile il numero di persone testate per la prima volta a 12.790 (contro i 12.338 della settimana precedente); il parametro rapporto di casi positivi su casi testati cala fortemente al 6% (contro il 9,1% della settimana precedente).
Sostanzialmente stabile la situazione delle terapie intensive con 28 ricoverati contro i 30 del 30/04. In calo i ricoveri nei reparti ordinari con 175 degenti a fronte dei 239 di una settimana fa. In forte calo anche il dato dei decessi con 32 decessi registrati nel periodo 01/05-07/05, contro i 55 registrati la settimana precedente”, conclude lo scienziato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Merola, con assembramenti c’è il rischio di ammalarsi
‘Bene intervento polizia, curva ricoveri risale, ognuno valuti’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
08 maggio 2021
18:21
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ieri sera in zona universitaria la polizia è intervenuta ripetutamente e questo è molto importante. Io non faccio appelli retorici, informo tutti che si stanno inguaiando e si stanno mettendo a rischio di ammalarsi”.

E’ netto il parere del sindaco di Bologna, Virginio Merola, in risposta alle domande dei cronisti che gli facevano notare il massiccio intervento delle forze dell’ordine per allontanare ieri sera dalle piazze cittadine un migliaio di persone ed evitare così ulteriori assembramenti.
“Vedo che risale la curva dei ricoveri, come dice il direttore dell’Ausl Paolo Bordon, quindi ognuno valuti da sé.
Francamente più di fare il mio dovere, insieme alle forze di polizia e a quelle della sanità, non sono in grado di mettermi nella testa della gente. Ho una gran voglia di divertirmi anche io – ha aggiunto Merola – però dobbiamo capire che è una apertura graduale e sarà ancora più graduale se non ci comportiamo al meglio tutti”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Zingaretti,ho fatto vaccino,orgoglioso lavoro comunità
Ha ricevuto la prima dose di Astrazeneca all’hub di Termini
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
18:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ho appena fatto il vaccino. Grazie a tutte e tutti! Possiamo davvero essere orgogliosi del lavoro di una comunità straordinaria della nostra Regione #LazioSiVaccina”.
Così su Twitter il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Zingaretti ha ricevuto stamani la prima dose del vaccino Astrazeneca presso l’hub vaccinale della stazione Termini a Roma.
Era stato lui stesso, qualche giorno fa ad annunciare che oggi si sarebbe vaccinato con quel vaccino. “Mi vaccinerò con Astrazeneca perché sono nato nel 1965. E’ un segnale di speranza”, aveva detto. L’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato aveva spiegato che il presidente della Regione si è prenotato online dopo l’apertura delle prenotazioni per la sua fascia d’età. “Il presidente si è prenotato per Astrazeneca come Draghi e la Merkel – aveva sottolineato D’Amato – . Non esistono vaccini di serie A e B. I vaccini sono sicuri e abbiamo visto come hanno contribuito al tasso di letalità nel Regno Unito. Il problema non è il vaccino, ma il virus”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
P.Civile, razzo cadrà tra l’1 e le 7, remota ipotesi Italia
Tavolo tecnico continua a seguire situazione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
19:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Si è ridotta – indica la Protezione civile – la finestra di incertezza relativa al rientro incontrollato in atmosfera del lanciatore spaziale cinese “Lunga marcia 5B” previsto per questa notte. Al momento, le tre traiettorie che potrebbero interessare alcuni settori di nove regioni centro-meridionali italiane si collocano tra l’1:00 di notte e le 7:30 del mattino.
“Resta remota”, spiega il Dipartimento, la probabilità che uno o più frammenti possano cadere sul nostro territorio. Tuttavia il tavolo tecnico continuerà a seguire l’evolversi della situazione attraverso i dati disponibili fino all’avvenuto impatto al suolo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Finale del campionato italiano giovanile di Debate
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2021
11:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono Confuto ergo sum di Termoli (in provincia di Campobasso) e Leoncini di Sant’Eramo in Colle (Bari) i finalisti del primo campionato italiano giovanile di Debate, a cui hanno partecipato 76 squadre provenienti da 16 regioni. L’ultima fase è dunque di una sfida fra Molise e Puglia. La finale del 09 Maggio sarà su un tema preparato ovvero ‘L’Unione europea dovrebbe rendere prioritaria la realizzazione del modello degli Stati Uniti d’Europa’. Solo le posizioni pro e contro verranno assegnate poco prima del dibattito, sul tema.
Oltre alla squadra vincitrice, sarà assegnato anche il titolo di best debater.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ponte Stretto: Musumeci, ora parola a Draghi
Governatore Sicilia, serve atto responsabilità di tutti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
08 maggio 2021
19:44
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Adesso dopo il parere tecnico serve un atto di responsabilità da parte di tutti, a cominciare dal premier Draghi. C’è già un progetto esecutivo, perché continuare a perdere tempo, mi sentirei legittimato a pensare che si voglia trovare il pretesto per bloccare tutto di nuovo”.

Così il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, commenta il via libera del Comitato tecnico del Mit al Ponte sullo Stretto. “Dal governo centrale ci aspettiamo una parola definitiva – aggiunge – L’opera consentirà al Mezzogiorno di diventare la piattaforma del Mediterraneo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Festa dell’Europa, a Bologna una bandiera lunga 50 metri
Stesa su Biblioteca Salaborsa presenti Merola e Schlein
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
08 maggio 2021
19:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Una bandiera europea, lunga oltre 50 metri, stesa sulla facciata della Biblioteca Sala Borsa di Bologna per celebrare la festa dell’Europa in calendario domani.
L’iniziativa, ideata dall’associazione EuropaNow! e patrocinata dal Comune, intende rilanciare il progetto di una comunità più unita e solidale.
Il drappo è stato realizzato cucendo insieme circa 150 bandiere europee ed è stato esposto oggi giorno in cui, nel 1945, terminò la Seconda Guerra Mondiale.
“Le città e i cittadini – ha affermato il sindaco Virginio Merola – devono essere il motore dell’Europa. E’ importante, oggi, aprire un dibattito pubblico sul futuro, la direzione è l’unità europea”. “In un anno particolare – ha aggiunto la vicepresidente della Regione Emilia-Romagna Elly Schlein – per ripartire dopo la pandemia, con il Recovery fund l’Europa ha messo in campo strumenti senza precedenti. Fondi per ripartire in un modo diverso, puntando sulla transizione ecologica, sulla lotta alle diseguaglianze, sull’inclusione sociale sulla trasformazione digitale. Abbiamo la responsabilità di tradurli in opportunità concrete per i cittadini e le comunità”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Rutte, Draghi su Sure? Per Olanda è una misura una tantum
Il premier risponde alla domanda sul programma Ue per il lavoro
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
08 maggio 2021
21:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Non ne abbiamo discusso al vertice. Forse non ero attento”.
Ma per l’Olanda il programma SURE adottato dall’Unione per il mantenimento dei livelli di occupazione durante la pandemia è una misura “una tantum”. Così il premier olandese Mark Rutte in conferenza stampa ha risposto ad una domanda sul proposito di Mario Draghi di rendere la misura strutturale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Razzo in caduta:nuove stime indicano rientro su Mediterraneo
Finestra temporale dalle 3,11 e le 5,11 italiane
e
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2021
02:46
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dovrebbe avvenire nel Mediterraneo il rientro del secondo stadio del razzo cinese Lunga Marcia 5B, secondo le stime aggiornate del sito Space-Track, basate dei dati del Comando di Difesa Aerospaziale del Nord-America (Norad). La finestra temporale prevede ancora un’incertezza di più o meno un’ora e va dalle 3,11 alle 5,11 italiane; l’area sulla quale dovrebbe avvenire il rientro è più a ovest rispetto a quella precedentemente prevista nel Nord Atlantico, ed è compresa fra 35,9 gradi di latitudine e 24,4 di longitudine: corrisponde al bacino del Mediterraneo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Razzo in caduta: resta una sola traiettoria sull’Italia
Protezione Civile, ‘probabilità estremamente bassa’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2021
04:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Si è verificato senza impatti il passaggio del detrito spaziale sulla traiettoria che interessava buona parte del centro-sud italiano e resta quindi una sola traiettoria che potrebbe ancora coinvolgere alcuni settori di Sardegna, Calabria e Sicilia. Tuttavia, “la probabilità che uno o più frammenti possano cadere sul nostro territorio rimane estremamente bassa”.
Lo rende noto il tavolo tecnico del Dipartimento della protezione civile che sta seguendo il rientro incontrollato in atmosfera del lanciatore spaziale cinese “Lunga marcia 5B” sulla base dei dati forniti dalla Agenzia Spaiale Italiana.
La finestra di rientro sulla Terra è fino alle 7 del mattino ora italiana. Il tavolo tecnico continuerà a seguire l’evolversi della situazione in tempo reale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Razzo in caduta: escluso interessamento territorio italiano
Protezione Civile: concluse attività, chiuso Comitato Operativo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2021
05:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ esclusa la caduta di uno o più frammenti sul territorio italiano del detrito spaziale del lanciatore spaziale cinese “Lunga marcia 5B” in rientro incontrollato in atmosfera. Lo rende noto il tavolo tecnico del Dipartimento della protezione civile che sta seguendo il rientro, sulla base degli ultimi dati forniti dalla Agenzia Spaziale Italiana.

Il Capo Dipartimento della Protezione Civile, in accordo con ASI e con gli altri partecipanti al tavolo, ha dichiarato concluse le attività operative, chiudendo il Comitato Operativo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mattarella a via Caetani nel ricordo di Aldo Moro
Il presidente: ‘Fare luce sugli anni di piombo’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2021
14:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha deposto una corona di fiori sotto la lapide dell’On. Aldo Moro, a via Caetani, in occasione del quarantatreesimo anniversario dell’uccisione dello Statista.
“Il terrorismo non è riuscito a realizzare l’ambizione di rappresentare una cesura, uno spartiacque nella storia d’Italia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il disegno cinico — non esente da collegamenti a reti eversive internazionali — di destabilizzare la giovane democrazia è stato isolato e cancellato”. Negli Anni di Piombo, “è la statura della nostra democrazia, è la Repubblica ad avere prevalso contro l’eversione che aveva nel popolo il proprio nemico”, dice il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in una lunga intervista a Repubblica nel Giorno della Memoria per le vittime del terrorismo e delle stragi. Tuttavia, aggiunge, “ci sono ancora ombre, spazi oscuri, complicità, non pienamente chiarite”, e “l’esigenza di completa verità è molto sentita dai familiari. Ma è anche un’esigenza fondamentale per la Repubblica”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono stati anni molto sofferti, in cui la tenuta istituzionale e sociale del nostro Paese, è stata messa a dura prova. Oltre quattrocento le vittime in Italia, di cui circa centosessanta per stragi”, sottolinea. L’origine? “Certamente non dalla contestazione del ’68”, secondo il presidente della Repubblica, “al contrario. Le stagioni delle lotte sindacali, come quelle delle manifestazioni studentesche, sviluppatesi alla fine degli anni ’60 del Novecento, hanno rappresentato forti stimoli allo sviluppo di modelli di vita ispirati a maggiore giustizia e coesione sociale”.

“Il bersaglio era la giovane democrazia parlamentare, nata con la Costituzione repubblicana, per approdare a una dittatura, privando gli italiani delle libertà conquistate nella lotta di Liberazione. Esattamente il contrario di quanto proclamava il terrorismo rosso, quando parlava di Resistenza tradita”. E il terrorismo nero, aggiunge Mattarella, “è stato spesso strumento, più o meno consapevole, di trame oscure, che avevano l’obiettivo politico di rovesciare l’asse politico del Paese interrompendo il percorso democratico”.
Infine, ringrazia il Presidente Macron: “con la sua decisione ha confermato amicizia per l’Italia e manifestato rispetto per la nostra democrazia. Mi auguro che possa avvenire lo stesso per quanti si sono sottratti alla giustizia italiana e vivono la loro latitanza in altri paesi”.
Casellati: silenzi più rumorosi delle bombe – “Le cicatrici di queste ferite sono parte del nostro DNA collettivo. È un dolore che non si prescrive e che ci chiede oggi di proseguire con costante determinazione la strada per la verità e la trasparenza. Perché tante sono le pagine ancora da ricostruire e i silenzi fanno spesso più rumore delle bombe”. Lo ha detto la presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati alla cerimonia della giornata della memoria per le vittime del terrorismo.
Fico, riconciliazione solo con giustizia – “Non può esserci piena riconciliazione senza piena giustizia. Anche questo è il senso della giornata di oggi. Secondo questo stesso spirito, le Istituzioni devono continuare a cercare con determinazione e senza esitazioni la verità sulle tante pagine ancora oscure di quegli anni, superando i depistaggi, le complicità, le omissioni posti in essere anche da parte di settori deviati dello Stato”. Lo ha detto il presidente della Camera Roberto Fico alla cerimonia in Senato per il giorno della memoria per le vittime del terrorismo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: 700 inoculazioni a Salina, c’è anche il sindaco
Da domani al via anche nelle altre isole dell’Eolie
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
09 maggio 2021
10:48
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salgono ad oltre 700 nei primi due giorni i vaccinati nell’isola di Salina. Anche il sindaco di Santa Marina Domenico Arabia ha ricevuto la prima dose.
“Vaccino fatto – ha commentato -, prossima dose tra un mese. Un giorno alternativo per una buona causa. Buona l’adesione nei primi due giorni della campagna vaccinale, ma possiamo sempre migliorare”.
Prima dose anche per l’ex sindaco Massimo Lo Schiavo “Un grazie alle amministrazioni comunali delle isole minori ed ai numerosi volontari che hanno reso impeccabile il servizio di questi giorni. Un grazie allo Stato, nella figura del presidente Musumeci e del generale Figliuolo che hanno permesso, in tempi rapidi, di mettere in sicurezza, le isole minori, portandoci fin dentro “casa” la cura a questa pandemia che molto dolore ha provocato!”. Da domani inizierà la somministrazione nelle altre isole minori delle Eolie che si concluderà a Lipari.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giorno memoria:Decaro,Paese sappia trovare unità come allora
“Ci hanno permesso di vivere grazie alo loro sacrificio”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
09 maggio 2021
11:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Quello era un periodo buio della vita del nostro Paese, in cui sulla base delle idee e della politica si ammazzava e si terrorizzava. In quel momento buio ci fu l’unità delle istituzioni, dei cittadini, dei sindacati, delle associazioni, dei partiti politici, che ci ha permesso di superare quel periodo storico, e io spero che il nostro Paese, in questo momento difficile, sappia trovare la stessa unità”.
Lo ha detto il sindaco di Bari e presidente Anci, Antonio Decaro, a margine della cerimonia in occasione del 43esimo anniversario dell’uccisione di Aldo Moro.
Per Decaro quella “unità” si può trovare “pensando ai principi e ai valori di persone come Aldo Moro e come Peppino Impastato, morto nello stesso giorno e che oggi ricordiamo con Moro. Due persone che ci hanno permesso di vivere grazie al loro sacrificio in un Paese migliore ed è a loro – ha concluso Decaro – che ci dobbiamo ispirare anche quando sembra che tutto ci stia venendo contro e abbiamo voglia di arrenderci”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tav:flash mob a Torino ‘basta ritardi, nominare commissario’
Si Tav in piazza. Giachino, opera serve a rilancio città
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
09 maggio 2021
12:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La Tav è l’opera più importante per il rilancio e il futuro di Torino”. Lo ribadisce Mino Giachino, candidato sindaco di Si Tav Si Lavoro, l’associazione che questa mattina ha organizzato un flash mob davanti alla prefettura del capoluogo piemontese per “far sentire a Governo e Parlamento la grande delusione per il tempo perso, un ritardo che pagherà caro l’economia torinese”.

“I partiti fanno finta di nulla, ma il blocco silenzioso da parte di Toninelli e del governo giallorosso ritardano i lavori dell’opera più importante per Torino di 2 anni e questo farà perdere all’economia torinese tra i 5 e i 6 miliardi”, sostiene Giachino, che da tempo sollecita “la nomina di un commissario straordinario come per il ponte di Genova”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Torino: Appendino incinta, ‘la famiglia cresce’
Sindaca rivela sui social di aspettare un maschietto
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
09 maggio 2021
14:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La sindaca di Torino, Chiara Appendino, è incinta. Ad annunciarlo sui social, nel giorno della Festa della Mamma, è la stessa prima cittadina.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi è una festa della mamma un po’ speciale. La famiglia cresce e tra qualche mese Torino avrà un piccolo cittadino in più, è un maschietto”, scrive Appendino commentando una foto che la ritrae col marito Marco, la primogenita Sara e un orsacchiotto azzurro. “Auguri a noi, e auguri a tutte le mamme!, conclude la sindaca.
Appendino non ha mai fatto mistero di desiderare un altro figlio e di voler tornare a dedicare del tempo alla famiglia, una volta terminata l’esperienza da sindaca. L’annuncio dell’arrivo di un bambino smentisce l’indiscrezione, emersa nelle ultime ore, di un ripensamento della prima cittadina sul secondo mandato, dopo che nei mesi scorsi aveva annunciato l’intenzione di non ricandidarsi. Non sarà dunque suo il nome “in continuità con l’amministrazione attuale” a cui Giuseppe Conte ha fatto accenno, ieri nell’incontro online con il Movimento 5 Stelle di Torino, tra le possibili soluzioni per le elezioni amministrative d’autunno nel caso in cui non vada in porto, come sembra, l’alleanza con il Pd.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dl sostegni: ok aula Senato con 207 sì, passa alla Camera
Da Imu a separati, gli aiuti del dl Sostegni 1. Voucher viaggi più lunghi. Non cedibile credito su bonus mobili
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
13:11
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’aula del Senato ha confermato la fiducia al governo sul decreto Sostegni, con 207 voti favorevoli, 28 contrari e 5 astensioni. Per il via libero definitivo il provvedimento, che scade il 21 maggio, dovrà passare alla Camera.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Come deciso dalla conferenza dei capigruppo di Montecitorio, l’esame slitterà al 17 maggio (inizialmente previsto il 12) e anche in questo caso il governo porrà la fiducia.
Salta il ‘superbonus per le aziende’, vale a dire la possibilità di cedere i crediti d’imposta maturati dalle imprese per investimenti in beni strumentali previsti dal piano Transizione 4.0. L’alt arriva dalla Ragioneria dello Stato: mancano le coperture, dicono i guardiani dei conti pubblici, obbligando il Parlamento a modificare il maxiemendamento al dl Sostegni. All’inizio i cinquestelle salgono sulle barricate, evocando la crisi. Ma poi lo strappo rientra con la promessa del governo di aprire un tavolo in vista dell’approvazione del Sostegni bis che dovrebbe arrivare la prossima settimana. La maggioranza, nonostante le minacce, vota dunque compatta la fiducia a Palazzo Madama.
Oltre 13mila interventi per 1,6 miliardi di euro – Al 28 aprile 2021 risultano quasi 13mila interventi legati al Superbonus per un ammontare corrispondente di oltre 1,6mld di euro. Rispetto alla precedente pubblicazione del 13 aprile, si osserva un ulteriore significativo aumento in sole due settimane del 26,8% in termini di numero e del 36% nell’importo. Sono gli ultimi dati del monitoraggio congiunto di Enea e Mise illustrati durante l’evento organizzato dall’Ance con tutta la filiera delle costruzioni per chiedere la conferma e la semplificazione del Superbonus al 110%.
Ance, azione decisa o si spegne motore ripresa – “Senza un’azione decisa sul Superbonus al 110% in tutte le sue emanazioni spegneremo uno dei grandi motori della ripresa del nostro Paese”. Così il presidente dell’Ance, Gabriele Buia, nel suo intervento all’evento organizzato con tutta la filiera delle costruzioni per chiedere una semplificazione del superbonus. A volte sento che il Superbonus rischia di essere una misura che favorisce i più ricchi”, dice Buia. “Sono d’accordo: se resterà questa selva di procedure, solo chi avrà più risorse da investire per trovare il bandolo della matassa ci riuscirà”.
Con 32 miliardi di euro il decreto sostegni è intervenuto per fronteggiare i prolungati danni economici causati dalla pandemia con nuovi ristori a favore delle imprese (per cui sono stati modificati platea e criteri di calcolo degli aiuti, eliminando i codici Ateco ed innalzando a 10 milioni la soglia massima di fatturato dei beneficiari).
È stato previsto uno stanziamento di 700 milioni per il settore della montagna e per alleggerire il carico della riscossione è stato sospeso l’invio delle cartelle e sono state annullate le cartelle esattoriali per i redditi più bassi relative al periodo 2000-2010. Il dl ha prorogato a fine giugno il blocco dei licenziamenti e la Cig ordinaria e al 31 dicembre la cassa integrazione in deroga.
Riconosciuta un’indennità di 2.400 euro ai lavoratori stagionali del turismo, degli stabilimenti termali e dello spettacolo, rifinanziati il reddito di cittadinanza con 1 miliardo e quello di emergenza con 1,5 miliardi. Alla sanità vanno infine 5 miliardi, di cui 2,8 ai vaccini e ai farmaci anti-Covid.
Il Senato è quindi intervenuto con una serie di modifiche a favore di famiglie e imprese, in attesa che il nuovo Sostegni-bis elargisca nuove risorse.
PIU’ TEMPO PER VOUCHER VIAGGI E CONCERTI – La durata dei voucher viaggi emessi per voli, treni, pacchetti turistici ma anche per le gite scolastiche passa da 18 a 24 mesi. Durano invece tre anni quelli per gli spettacoli. Voucher potranno essere emessi dalle palestre, da usare fino a 6 mesi dopo la fine dello stato di emergenza.
SUPPORTO AI GENITORI SEPARATI – Viene creato un Fondo da 10 milioni per aiutare i genitori separati o divorziati in difficoltà economiche causa Covid a garantire l’assegno di mantenimento. Il beneficio massimo è di 800 euro al mese.
STOP AI SEGGI NELLE SCUOLE – Per evitare chiusure legate alle elezioni si chiede ai Comuni di individuare entro metà luglio sedi alternative alle aule per i seggi della prossima tornata d’autunno. A disposizione c’è un fondo da 2 milioni.
STOP IMU, CANONE RAI E COSTI FISSI – Niente prima rata Imu per le imprese con cali di fatturato del 30%, niente canone Rai per alberghi, bar e ristoranti, che potranno anche mettere i tavolini all’aperto senza pagare la tassa sull’occupazione del suolo pubblico fino alla fine dell’anno.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Arrivano inoltre fondi per le tv locali, i bus turistici, le città d’arte e per le start up ‘esodate’ dai ristori. Prorogate le concessioni degli ambulanti.
NIENTE INGORGHI PER GLI SFRATTI – Parziale sollievo per i proprietari, che non dovranno più pagare le tasse sui canoni non riscossi anche per i contratti in essere già prima del 2020. Nuovo intervento sugli sfratti che da un lato proroga il blocco per le procedure esecutive attivate da febbraio 2020, dopo l’inizio della pandemia, e dall’altro conferma lo sblocco a partire dal primo luglio per gli sfratti pre-Covid. Una scelta per “evitare ingorghi” e uscire in modo graduale dalla misura.
NON CEDIBILI BONUS MOBILI E 4.0 – I crediti fiscali del bonus mobili ed elettrodomestici così come quelli sull’acquisto di beni strumentali legati a Transizione 4.0 (il soprannominato superbonus per le aziende) non potranno essere ceduti, al contrario di quanto inizialmente approvato dalle Commissioni. Le norme non erano finanziariamente coperte.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Livatino: Papa, suo esempio stimoli tutti difesa legalità
‘Si sforzava di giudicare non per condannare ma per redimere’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
09 maggio 2021
12:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi ad Agrigento è stato beatificato Rosario Angelo Livatino, martire della giustizia e della fede nel suo servizio alla collettività come giudice integerrimo che non si è lasciato mai corrompere. Si è sforzato di giudicare non per condannare ma per redimere.
Il suo lavoro lo poneva sempre sotto la tutela di Dio, per questo è diventato testimone del Vangelo, fino alla morte eroica. Il suo esempio sia per tutti, specialmente per i magistrati, stimolo a essere leali difensori della legalità e della libertà”. Lo ha detto il Papa al Regina Caeli.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gerusalemme: Papa, basta scontri, violenza genera violenza
Il Pontefice ‘preoccupato’ auspica ‘soluzioni condivise’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
09 maggio 2021
12:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Seguo con particolare preoccupazione gli eventi che stanno accadendo a Gerusalemme.
Prego affinché essa sia luogo di incontro e non di scontri violenti, luogo di preghiera e di pace.
Invito tutti a cercare soluzioni condivise affinché l’identità multireligiosa e multiculturale della Città Santa sia rispettata e possa prevalere la fratellanza. La violenza genera solo violenza.
Basta con gli scontri!.” Lo ha detto il Papa al Regina Caeli.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Gelmini, presto date per wedding e sport
In settimana cabine regia con Cts. Dl Sostegni 2 da 40 mld
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2021
15:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Moltissimi futuri sposi e operatori del wedding mi hanno scritto e io li rassicuro: il Governo ci sta lavorando e sulla base dell’andamento dei contagi presto daremo una data” per la ripresa “perchè i matrimoni vanno programmati per tempo. E lo stesso vale per lo sport. Già in settimana ci saranno cabine di regia con il Cts per dare date a questi settori”.
Così il ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Mariastella Gelmini, a ‘Domenica in’ su Rai 1.
“C’è l’emergenza sanitaria – ha aggiunto – ma anche quella economica e presto arriverà il decreto Sostegni 2 con 40 miliardi a supporto delle categorie colpite”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: in Campania somministrazioni a quota 2.114.925;
Con la prima dose 1.530.755 cittadini, con la seconda 584.170
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
09 maggio 2021
13:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Complessivamente in Campania sono stati vaccinati con la prima dose 1.530.755 cittadini. Di questi 584.170 hanno ricevuto la seconda dose.
Le somministrazioni effettuate sono state, in totale 2.114.925;. I dati sono aggiornati alle ore 12 di oggi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bit Digital, al via edizione di rilancio per il turismo
Breton, operativo entro fine giugno il Digital Green Certificate
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
RHO
09 maggio 2021
15:51
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il mondo ha perso nel 2020 un miliardo di viaggiatori e ha visto andare in fumo più di 120 milioni di posti di lavoro. E’ quindi tanta la voglia di ripartire che si respira alla Borsa Internazionale del turismo, inaugurata oggi con un convegno che ha visto la partecipazione del ministro del Turismo Garavaglia e del commissario europeo per il Mercato interno Thierry Breton.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo le cifre del disastro 2020 (-59,2% di flussi internazionali, -44,1% di turismo domestico) gli esperti indicano un orizzonte di ottimismo, confortati dall’andamento delle vaccinazioni e dalle misure di sicurezza che saranno intraprese a cominciare dal passaporto vaccinale, imminente per l’Europa e che l’Italia anticiperà alla metà di maggio.
Breton ha parlato del Digital Green Certificate, che concede l’ingresso a tutti coloro che abbiano ricevuto un vaccino approvato dalla Ue, siano risultati negativi a un test o siano guariti dal Covid, e che è volto a facilitare i viaggi all’estero. “Sono fiducioso – ha detto – che questo sarà pienamente operativo entro la fine di giugno”. “Il governo deve mettere gli operatori del turismo nelle condizioni di fare bene, con le date certe e i protocolli chiari – ha sottolineato il ministro Garavaglia -. Per questo anticiperemo alla metà di maggio il lasciapassare europeo. Chi è più veloce ha la ripartenza più forte”.
“Oggi è una grande data, si ricomincia a sognare – ha spiegato l’amministratore delegato di Fiera Milano, Luca Palermo – non potevamo non esserci come Bit per continuare a sostenere il turismo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, 250 positivi nelle Marche in un giorno
3,898 tamponi, 2.082 nuove diagnosi, positivi/testati 12%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
09 maggio 2021
13:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 250 i positivi rilevati nelle Marche nelle ultime 24 ore tra 2.082 nuove diagnosi: 67 in provincia di Pesaro Urbino, 54 in provincia di Ascoli Piceno, 51 in provincia di Macerata, 36 in provincia di Ancona, 33 in provincia di Fermo e 9 fuori regione. Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore “sono stati testati 3,898 tamponi: 2.082 nel percorso nuove diagnosi (di cui 390 nello screening con percorso Antigenico) e 1.816 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 12%)”.
I 250 positivi comprendono soggetti sintomatici (39), contatti in setting domestico (67), contatti stretti di casi positivi (95), contatti in setting lavorativo (2)), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (10), contatti in setting sanitario (1). Per altri 36 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Sui 390 test del Percorso Screening Antigenico “sono stati riscontrati 19 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 5%”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora un calo attualmente positivi Covid in Umbria
Stabili i ricoverati negli ospedali, altri tre morti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
09 maggio 2021
13:11
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono stati 108 i nuovi casi Covid accertati in Umbria nell’ultimo giorno a fronte di 158 guariti.
Tre i morti.
E’ il bilancio che emerge dal sito della Regione.
Gli attualmente positivi sono ora 2.583, 53 meno di sabato.
Sono stati analizzati 2.065 tamponi e 3.764 test antigenici.
Il tasso di positività è dell’1,8 per cento sul totale (sabato 1,2) e del 5,2 sui soli molecolari (era 3,7).
Stabili i ricoverati in ospedale nei reparti ordinari, 156, 21 dei quali, due in più, nelle terapie intensive.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Livatino: Papa, suo esempio stimoli tutti difesa legalità
‘Si sforzava di giudicare non per condannare ma per redimere’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
09 maggio 2021
12:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi ad Agrigento è stato beatificato Rosario Angelo Livatino, martire della giustizia e della fede nel suo servizio alla collettività come giudice integerrimo che non si è lasciato mai corrompere. Si è sforzato di giudicare non per condannare ma per redimere.
Il suo lavoro lo poneva sempre sotto la tutela di Dio, per questo è diventato testimone del Vangelo, fino alla morte eroica. Il suo esempio sia per tutti, specialmente per i magistrati, stimolo a essere leali difensori della legalità e della libertà”. Lo ha detto il Papa al Regina Caeli.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Lazio, esauriti slot per Pfizer a maggio
Unità Crisi, disponibili Astrazeneca e J Sono tutti sicuri
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
09 maggio 2021
12:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono esauriti gli slot disponibili per la prenotazione del vaccino Pfizer per il mese di Maggio, prenotate tutte le dosi disponibili. Sono disponibili ancora per il mese di maggio 100 mila slot di prenotazione per il vaccino AstraZeneca e il monodose di Johnson e Johnson”.
Lo comunica l’Unità di Crisi Covid della Regione Lazio. “Ricordiamo che tutti i vaccini sono sicuri ed efficaci” aggiunge l’unità di crisi regionale.
“Con i prossimi arrivi verranno ulteriormente alimentati gli slot di prenotazione di tutti i vaccini” prosegue l’Unità di crisi regionale. “È importante prenotare i primi slot disponibili. Raggiunte, ad ora, 2.276.057 somministrazioni, di cui 1.527.583 prime dosi, pari al 31,55% della popolazione target e 748.474 seconde dosi, pari al 15,46%” conclude.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Veneto supera 2 mln di somministrazioni
Completato ciclo 12% della popolazione, 28,6% almeno una dose
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
09 maggio 2021
12:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Veneto supera la soglia di due milioni di vaccinazioni, pur rallentando leggermente il ritmo nelle ultime 24 ore, con 39.805 somministrazioni effettuate ieri, che portano il totale a 2.013.974.
Secondo il bollettino aggioirnato alla mezzanotte, le dosi iniettate sono il 91,6% del totale delle forniture; la popolazione con almeno una dose è di 1.394.149 persone, il 28,6% dei residenti, mentre in 585.440 hanno avuto il richiamo, pari al 12% della popolazione.
La settimana appena conclusa è quella con il maggior numero di somministrazioni (257.931) dall’inizio delle vaccinazioni.
La fascia Over 80 con almeno una dose è coperta al 96,7%; quella tra 70 e 79 anni all’80,4%; quella 60-69 al 54,1%. I disabili con almeno una somministrazione sono il 70,7%, i vulnerabili il 65,3%.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In Lombardia da mezzanotte over 50 possono prenotare i vaccini
Lo aveva annunciato Fontana giovedì scorso
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
09 maggio 2021
12:03
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Prenderanno il via dalla mezzanotte di oggi, domenica 9 maggio, sul portale di Regione Lombardia, le prenotazioni per effettuare il vaccino anti Covid-19 per i 50-59 enni. Lo spiegano fonti della Direzione Welfare di Regione Lombardia.
Il governatore Attilio Fontana aveva annunciato giovedì scorso l’avvio delle prenotazioni per la fascia di età 50-59 da lunedì.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Veneto, 492 nuovi casi e 3 decessi in 24 ore
Continua calo dati clinici: -14 nei reparti, -3 nelle intensive
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
09 maggio 2021
12:00
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 492 i nuovi contagi da Coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Veneto, che portano il totale a 417.480 malati. Sono tre le vittime, per un totale di 11.423 da inizio pandemia.

Il bollettino regionale segnala un calo neoi pazienti attualmente positivi, 19.026, 102 in meno rispetto a ieri.
Prosegue il calo dei dati clinici, con 1.021 ricoverati nelle aree non creitiche (-14) e 153 pazienti (-3) nelle terapie intensive.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Ferrara lavora a evento test, ‘piano entro un mese’
Sindaco, al lavoro con esperti sicurezza, Università e Asl
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
09 maggio 2021
11:51
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Potrebbe essere il Parco Urbano, a Ferrara, il luogo per la sperimentazione dei concerti o degli eventi in presenza senza distanziamenti, con specifici protocolli di sicurezza che stiamo elaborando su modello, ad esempio, delle esperienze di Barcellona e Amsterdam, e che contiamo di approntare in circa un mese”. Lo annuncia il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri (Lega).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A questo scopo, precisa, “stiamo componendo una squadra di esperti, l’obiettivo è unire competenze trasversali coinvolgendo in primis l’università di Ferrara e l’Azienda sanitaria, e con il contributo di esperienza e conoscenze di chi realizza i piani sicurezza per manifestazioni e grandi eventi”. I riferimenti esteri sono il Palau Sant Jordi di Barcellona il 27 marzo (quasi 5mila persone senza distanziamenti a un concerto) Amsterdam, in un precedente concerto con 1.500 persone finanziato dallo stesso governo olandese.
“L’anno scorso – aggiunge Fabbri – grazie alle forze messe in campo, abbiamo aperto una strada: col Ferrara Summer Festival abbiamo portato grandi artisti in città con pubblico in presenza, seduto. Le misure e le soluzioni messe in campo hanno ispirato altre realtà in tutta Italia. E anche con Movida sicura, il protocollo che ha regolato gli accessi in sicurezza in alcune aree di maggiore frequentazione del centro storico, siamo stati esempio e modello per tanti”. “Quest’anno la sfida è sperimentare – sempre in piena sicurezza – un ritorno ai concerti e agli eventi senza distanziamenti. Siamo in costante contatto col sottosegretario Lucia Borgonzoni”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: abusi e violenza contro le donne non sono amore
‘Basta scontri a Gerusalemme’. E sulla beatificazione di Livatino: ‘Il suo esempio stimoli la difesa della legalità’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA’ DEL VATICANO
09 maggio 2021
13:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La prepotenza conduce a una degenerazione dell’amore, ad abusare degli altri, a far soffrire la persona amata. Penso all’amore malato che si trasforma in violenza, e quante donne sono vittime oggigiorno delle violenze.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Questo non è amore. Amare come ci ama il Signore vuol dire apprezzare la persona che ci sta accanto e rispettare la sua libertà, amarla così com’è, non come vogliamo che fosse, gratuitamente”. Lo ha detto il Papa al Regina Caeli.
“Seguo con particolare preoccupazione – ha detto il Papa – gli eventi che stanno accadendo a Gerusalemme. Prego affinché essa sia luogo di incontro e non di scontri violenti, luogo di preghiera e di pace. Invito tutti a cercare soluzioni condivise affinché l’identità multireligiosa e multiculturale della Città Santa sia rispettata e possa prevalere la fratellanza. La violenza genera solo violenza. Basta con gli scontri!”
Il Papa ha parlato della beatificazione di Rosario Livatino.”Oggi ad Agrigento è stato beatificato Rosario Angelo Livatino, martire della giustizia e della fede nel suo servizio alla collettività come giudice integerrimo che non si è lasciato mai corrompere. Si è sforzato di giudicare non per condannare ma per redimere. Il suo lavoro lo poneva sempre sotto la tutela di Dio, per questo è diventato testimone del Vangelo, fino alla morte eroica. Il suo esempio sia per tutti, specialmente per i magistrati, stimolo a essere leali difensori della legalità e della libertà”. Lo ha detto il Papa al Regina Caeli.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: a Matera “Astranight” con 250 dosi somministrate
Ve ne erano 750 a disposizione, dopo mezzanotte tutto finito
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MATERA
09 maggio 2021
13:33
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Solo 250 delle 750 dosi di vaccino AstraZeneca disponibili a Matera per “Astranight” – l’iniziativa voluta dall’Azienda sanitaria per incentivare il ricorso al farmaco che immunizza dal covid – sono state somministrate la notte scorsa nella città dei Sassi.
Le somministrazioni si sono concluse mezz’ora dopo la mezzanotte.
Ieri sera, chi – appartenendo alla fascia di età fra 60 e 79 anni – voleva vaccinarsi, ha potuto ritirare un numero con l’orario indicato per ricevere il vaccino e la scheda da compilare con i dati per l’anamnesi. Quando le somministrazioni sono cominciate, le persone sono state ammesse a gruppi nella struttura, prima di essere indirizzati ai nove punti vaccinali in funzione: secondo quanto si è appreso, tutto si è svolto regolarmente e senza difficoltà.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: ieri 1.500 sanzionati da forze ordine, in aumento
Viminale, 94mila persone e 11.500 attività controllate
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2021
16:22
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In aumento le persone sanzionate dalle forze di polizia per il mancato rispetto delle prescrizioni anti-Covid ieri, giornata che ha fatto registrare numerosi assembramenti nelle zone della movida di diverse città con l’intervento degli agenti. Su 94.031 controllati – indica il Viminale – i sanzionati sono stati 1.440, più 3 denunciati per violata quarantena.
Verifiche anche su 11.579 attività/esercizi commerciali: 69 i titolari sanzionati, 28 le chiusure disposte.
Nei giorni precedenti le violazioni si attestavano sotto le mille.

Politica tutte le notizie Tutti gli avvenimenti e l'informazione politica a portata di click! LEGGI!
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 88 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:51 DI MERCOLEDÌ 05 MAGGIO 2021

ALLE 12:52 DI VENERDÌ 07 MAGGIO 2021

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

L’operazione Platinum-Dia ‘Duro colpo alla ‘ndrangheta’
Interessate Germania, Romania e Spagna oltre a Italia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
05 maggio 2021
09:51
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
È in corso un’operazione di polizia contro la ‘Ndrangheta, coordinata dalla Procura di Torino che vede impegnati sul territorio nazionale oltre 200 donne e uomini della Direzione Investigativa Antimafia e un centinaio di unità della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza con il supporto di unità cinofile, elicotteri e militari del Reggimento Genio Guastatori di Caserta, nonché 500 agenti della Polizia Criminale del Baden-Wuttemberg, della Polizia Economico Finanziaria di Ulm, dalla polizia romena e spagnola.
L’operazione, denominata ‘Platinum-Dia, rappresenta secondo gli inquirenti “un duro colpo” alla ‘ndrangheta.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre che il territorio italiano, sono interessate Germania, Romania e Spagna.

Sono numerose le misure di custodia cautelare e le perquisizioni, emesse dal Tribunale di Torino su richiesta della DDA piemontese e coordinata dalla DNA, in Italia ed in Germania, nei confronti di soggetti ritenuti affiliati alla ‘ndrangheta. Si tratta di soggetti attivi nel “locale” di Volpiano (Torino), considerati terminale economico della famiglia Agresta di Platì (RC), nonché nei confronti di esponenti della famiglia Giorgi, detti “Boviciani”, di San Luca (RC), ritenuti responsabili di narcotraffico internazionale ed attivi in Piemonte, Calabria, Sardegna e, in Germania, nel Land del Baden Wùrttemberg, nelle località turistiche del Lago di Costanza.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre all’esecuzioni di diverse misure cautelari, l’operazione ‘Platinum-Dia’ ha portato a numerosi sequestri preventivi di beni costituiti da aziende cooperative ed edili, immobili, auto, conti correnti bancari e postali, corrispondenti ad un valore di molti milioni di euro. Sono oggetto della misura cinque società che operano nella ristorazione, in particolare la torrefazione Caffè Millechicchi e il bar VIP’S di Torino, una rivendita tabacchi in via Volpiano sempre nel capoluogo piemontese; nel settore immobiliare la G.P. Immobiliare e, nel settore dell’edilizia, la società General Costruzione, imprese con sede a Torino. Controlli e perquisizioni sono in corso dall’alba anche nel nord Sardegna ad opera dei carabinieri della Compagnia di Alghero.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La maxi operazione Platinum-DIA condotta a Torino e con ramificazione in Germania Spagna e Romania dimostra la pervasività della ‘Ndrangheta ma soprattutto la forza dello Stato”. Così Nicola Morra presidente commissione Antimafia. “Il mio personale plauso va alla DIA e al lavoro del direttore Maurizio Vallone e dell’ufficiale di collegamento della commissione Antimafia colonnello Luigi Grasso, che ha permesso tra l’altro di creare un filo diretto di sinergie e di scambio di informazioni – prosegue -. Locale di Volpiano legata alla famiglia Agresta di Platì, la famiglia Boviciani di San Luca questi gli elementi fondanti di una rete mafiosa europea. Questa la pericolosità della Ndrangheta calabrese che si continua a sottovalutare”. “Oltre il necessario ringraziamento a centinaia di donne e uomini delle forze dell’ordine italiane e di altri paesi europei, mi chiedo quanto ancora si voglia sottovalutare il problema – prosegue l’esponente M5S -. Abbiamo una forza criminale in campo che non solo ha monopolizzato un territorio e lo ha asservito ai suoi fini criminali, ma ha una impressionante forza economica con cui risulta capace di espandersi ovunque in Europa. La magistratura, anche europea, lotta con tutte le forze, dovrebbe farlo anche la politica italiana avendo come priorità la Calabria”.   PIEMONTE   CRONACA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Giornata contro la pedofilia, l’evento online di Telefono Azzurro
In pandemia allarme abusi sui minori, sul web e non solo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
09:51
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Internet e le nuove tecnologie hanno accresciuto adescamenti sessuali e abusi sui minori. Con la pandemia si è registrato in tutto il mondo un incremento dei casi di violenza, online e offline.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo dimostrano i dati del Centro di Ascolto e Consulenza 1.96.96 di Telefono Azzurro che ha registrato una media di circa 6 casi al mese di abusi sessuali offline e 5 online (dati 2020): tali richieste d’aiuto sono pervenute in primo luogo dalla Lombardia (20% offline e 26% online).
Nasce da queste tendenze preoccupanti la volontà di Telefono Azzurro di promuovere un confronto tra istituzioni, media, esperti nazionali e internazionali e alte cariche ecclesiastiche, nella Giornata nazionale contro la pedofilia. Si terrà infatti oggi 5 maggio – dalle ore 10:00 alle ore 17:30 a Palazzo Borromeo, sede dell’Ambasciata d’Italia nella Santa Sede – l’evento “Dignità dei bambini e degli adolescenti al tempo del covid” un’occasione per riflettere sugli importanti passi compiuti nel campo della difesa dei minori e per sottolineare l’importanza di continuare ad agire insieme, cooperando anche nell’ambito della Child Dignity Alliance (alleanza istituita a seguito del Congresso del 2017 Child Dignity in the Digital World e volta a generare consapevolezza globale sul fenomeno del CSEA – child sexual exploitation and abuse).
L’evento sarà trasmesso in diretta streaming da: sito e pagina Facebook di Telefono Azzurro, di Avvenire e di Vatican News (media partner dell’iniziativa).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La sfida più grande per noi adulti – ha dichiarato Ernesto Caffo, Presidente e Fondatore di Telefono Azzurro – è assicurare che i giovani abbiano un accesso sicuro a queste tecnologie: il web infatti è frequentato anche da perpetratori e i bambini, specialmente i più vulnerabili, possono facilmente diventare preda di diversi tipi di abuso, come il sextortion, il revenge porn e l’adescamento online. I governi, il settore non-profit, le istituzioni, il mondo accademico e la società civile dovrebbero unire gli sforzi”.
All’evento interverranno, tra gli altri: Elena Bonetti, Ministro per le Pari Opportunità e della Famiglia; Patrizio Bianchi, Ministro dell’Istruzione; Cardinale Matteo Maria Zuppi, Arcivescovo di Bologna; Ernesto Caffo, Presidente Telefono Azzurro; Pietro Sebastiani, Ambasciatore d’Italia presso la Santa Sede; Ivan Scalfarotto, Sottosegretario del Ministero dell’Interno; Anna Macina, Sottosegretaria alla Giustizia; Valentina Vezzali, Sottosegretaria allo Sport; Carla Garlatti, Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza; Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato, e Adrien Taquet, Secrétaire d’État auprès du ministre des Solidarités et de la Santé, chargé de l’Enfance et des Familles.
Nel pomeriggio si discuterà dell’accordo raggiunto tra il Parlamento e il Consiglio europeo sulla deroga temporanea alla direttiva ePrivacy.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Estate Covid-free, pass per i viaggi e isole ‘immuni’. Si parte venerdì con Capraia e le Eolie
Le Regioni spingono per le riaperture in sicurezza. Fedriga: non fossilizzarsi sul coprifuoco
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
05 maggio 2021
22:11
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il governo lavora per un’estate ‘covid-free’ in Italia, con il pass verde per i viaggi, valido anche per i turisti extra-Ue, e le isole minori tutte immunizzate. ‘Il piano di vaccinazione per le Isole Minori avrà inizio venerdì prossimo, 7 maggio, con l’isola di Capraia e le Eolie”. Lo rende noto il Commissariato per l’emergenza Covid in un comunicato.
“Penso che dobbiamo guardare il settore delle riaperture ad ampio ventaglio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ci sono attività ancora chiuse, come le palestre e il settore del wedding (matrimoni, ndr), che non hanno prospettive”. Se “ci fossilizziamo” solo sul coprifuoco “ho paura che sbagliamo obiettivo: dobbiamo guardare a tutto tondo il problema”. Lo ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, a Radio24.
Mi auguro che il coprifuoco possa avere gradualità, per arrivare a toglierlo. Ma se ci fosse la necessità ancora di qualche settimana nessuno si straccerà le vesti. E’ fondamentale riaprire qualche attività con la massima sicurezza”.

Le forniture di AstraZeneca nei frigoriferi “sono un problema vero”. “Non c’è dubbio che su AstraZeneca sia stata fatta una comunicazione confusa che ha fatto prendere paura ai cittadini però noi dobbiamo usare la chiarezza della scienza”. Lo ha detto il presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, a Radio 24. “Anche nella mia regione abbiamo un’adesione sotto le aspettative in certi target d’età – ha ribadito -, dovuta a una fascia di popolazione che non intende vaccinarsi, ma anche a una grande fascia che non vuole usare AstraZeneca e questo crea problemi gravi sulla campagna vaccinale”. “Io spero – ha aggiunto – che le ‘chiarezze’ che devono essere fatte sempre di più dagli organi competenti possano rassicurare i cittadini. Ho visto degli studi su AstraZeneca che spiegano come controindicazioni ed effetti avversi sono molto più bassi rispetto a medicine che prendiamo quotidianamente nelle nostre abitazioni. Dobbiamo avere molta razionalità”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Martedì prossimo i punti vendita di tutti i centri commerciali d’Italia manifesteranno contro le chiusure nei fine settimana con il gesto simbolico di abbassare le saracinesche per alcuni minuti. L’iniziativa, che coinvolge 30.000 negozi e supermercati, è promossa dalle associazioni del commercio, ANCD-Conad, Confcommercio, Confesercenti, Confimprese, CNCC-Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali e Federdistribuzione, che chiedono “l’immediata revoca delle misure restrittive che da oltre 6 mesi impongono la chiusura dei negozi nei giorni festivi e pre-festivi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco, dal 10 maggio disponibile il 730 precompilato
In 2020 3,8 mld hanno trasmesso precompilata senza intermediari
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
09:53
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Nel 2020 circa 3,8 milioni di contribuenti hanno inviato la dichiarazione direttamente utilizzando la procedura disponibile sul sito internet dell’Agenzia delle entrate”. Lo ha detto il direttore dell’agenzia delle Entrate Ernesto Maria Ruffini in audizione in commissione Anagrafe Tributaria.
“Dal 10 maggio 2021 – ha aggiunto – i cittadini potranno visualizzare il modello 730 precompilato per i redditi 2020” arricchito da una maggiore quantità di dati precompilati sulle spese detraibili, “come le spese per istruzione scolastica, ai quali si aggiungono gli oneri e le spese già presenti negli scorsi anni”.
“La dichiarazione precompilata – ha detto ancora Ruffini – mostra un trend in termini quantitativi e qualitativi indiscutibilmente positivo: è stato registrato un incremento costante negli anni delle dichiarazioni trasmesse direttamente dal cittadino senza l’intervento di intermediari: da 1,4 milioni del 2015 a 3,8 milioni del 2020, pari a oltre il 17% del totale dei 730 ricevuti”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Zingaretti, nel Lazio immunità di gregge in tempi brevi
Il governatore: ‘Se la Lombardia la raggiungerà per prima? Me lo auguro’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
05 maggio 2021
15:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Noi se corriamo e andiamo avanti con l’arrivo dei vaccini penso (che l’immunità di gregge) sia un obiettivo raggiungibile in tempi brevi”. Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, intervenendo alla trasmissione Agorà su Rai Tre.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Se la Lombardia la raggiungerà per prima? “Me lo auguro. Noi dobbiamo smetterla con questa competizione, è una bella notizia”, ha risposto.

“Sabato mi vaccinerò con Astrazeneva perché sono nato nel 1965. E’ un segnale di speranza”. Lo ha annunciato il presidente della Regione Nicola Zingaretti nel corso di una conferenza stampa per illustrare i risultati della campagna vaccinale negli over 80.
L’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, ha spiegato che il presidente della Regione si è prenotato online dopo l’apertura delle prenotazioni per la sua fascia d’età. “Il presidente si è prenotato per Astrazeneca come Draghi e la Merkel – ha sottolineato D’Amato – . Non esistono vaccini di serie A e B. I vaccini sono sicuri e abbiamo visto come hanno contribuito al tasso di letalità nel Regno Unito. Il problema non è il vaccino, ma il virus”.

“Entro metà maggio anche il Lazio riaprirà le Rsa alle visite dei parenti. Lo faremo seguendo le regole e le raccomandazioni date”.

La vaccinazione completa anti-Covid negli over 80 ha ridotto nel Lazio del 91% l’incidenza d ricovero per il coronavirus in questa fascia di età. E’ quanto emerge da uno studio realizzato dal Dipartimento di Epidemiologia della Regione Lazio, presentato stamattina. E’ stato confrontato il rischio di ospedalizzazione per Covid-19 in 180mile persone che avevano completato il ciclo vaccinale con altrettanti controlli che non avevano effettuato la vaccinazione nello stesso periodo. L’incidenza di ricovero per Covid-19 nei vaccinati è del 2,7/1000 rispetto al 27/1000 dei non vaccinati a parità di genere, età e comorbidità. Dall’indagine emerge che a questa fascia di età è attribuibile quasi un terzo dei ricoveri per Covid-19 nel Lazio (il 28%) e oltre il 58% dei decessi. “Quindi sono stati evitati 267 ricoveri per queste persone cioè quasi 4.000 giorni di degenza. E’ un risultato straordinario” ha commentato Marina Davoli, direttore del Dipartimento di Epidemiologia del Lazio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Questo studio è un pezzo di strategia di lotta al Covid che abbiamo attuato nella nostra regione. Quello che abbiamo ascoltato ci dice che avevamo ragione. Si doveva partire e concentrarci su chi non solo rischiava di prendere il Covid ma rischiava più di altri di morire”. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, in occasione della presentazione di uno studio sugli effetti della vaccinazione anti-Covid negli over80. “E’ stata una grande scommessa che abbiamo vinto – ha aggiunto -. Grazie a questa scelta di campo moriranno molte meno persone. Avremo un’estate diversa in cui se continuiamo così, anche a virus circolante, potremo avere una curva di decessi più bassa e meno ricoveri rispetto allo scorso anno. Non vuol dire che abbiamo vinto la battaglia, ma stiamo sulla strada giusta. Quello che ci permetterà di vincere la battaglia al Covid non è la demagogia del liberi tutti o delle mascherine inutili, ma ricorrere a scienza, centri di eccellenza e agli studi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Più del 95% dei decessi per Covid nel Lazio si sono verificati tra gli over 60. Quindi è molto importante che si continui con questo passo per coprire questa fascia d’età”. Così Marina Davoli direttore del Dipartimento di Epidemiologia del Lazio, nel corso di una conferenza stampa sugli effetti della campagna di vaccinazione anti-Covid negli over 80.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Fedriga, non fossilizzarsi sul coprifuoco
“Guardare in modo più ampio. Riaprire in massima sicurezza”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
05 maggio 2021
10:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Penso che dobbiamo guardare il settore delle riaperture ad ampio ventaglio. Ci sono attività ancora chiuse come le palestre e il settore del wedding (matrimoni, ndr) che non ha prospettive”.
Se “ci fossilizziamo” solo sul coprifuoco “ho paura che sbagliamo obiettivo: dobbiamo guardare a tutto tondo il problema”. Lo ha detto il presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, a Radio24.
“Mi auguro che il coprifuoco possa avere gradualità – ha puntualizzato – per arrivare a toglierlo. Ma se ci fosse la necessità ancora di qualche settimana nessuno si straccerà le vesti. E’ fondamentale riaprire qualche attività con la massima sicurezza”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Chiari ricorda Aldo Moro
Il 6 maggio incontro in streaming organizzato da Microeditoria
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
11:01
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ripercorrere una delle pagine più drammatiche della storia italiana con l’obiettivo di trovare rimandi con l’attualità e interpretare le sfide del nostro presente: si intitola “Ricordare Aldo Moro” l’evento digitale organizzato il 6 maggio alle 20.45 dalla Rassegna della Microeditoria di Chiari (in occasione della nomina della città a Prima Capitale Italiana del libro), con la collaborazione del Centro “Alcide De Gasperi” di Castegnato, del Gruppo “Amici di Aldo Moro” di Borgosatollo e del Centro Studi “Giovanni Gronchi” di Pontedera, per riflettere sull’esperienza del politico sequestrato e ucciso dalle Brigate Rosse nel 1978:

Realizzato nella sezione delle Microinterviste Autori e Editori, il dibattito sarà coordinato da Luciano Zanardini, vice direttore de “La Voce del Popolo” di Brescia, e vedrà la partecipazione di Tino Bino, presidente dell’Associazione “Partecipazione & Identità Mino Martinazzoli” di Brescia, Michele Busi, autore del libro “I giorni della violenza e dell’attesa. Brescia cattolica e il dramma di Aldo Moro” (Edizioni GAM Rudiano) e Lucio D’Ubaldo, autore del libro “Amare il nostro tempo. Appunti sul giovane Moro” (Edizioni Il Domani d’Italia, Roma). L’incontro si svolgerà in diretta streaming e on demand sui canali Facebook e Youtube di Microeditoria, Comune di Chiari e Libreriamo.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: martedì protesta centri commerciali contro chiusure
Saracinesche giù, coinvolti 30mila negozi e supermercati
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
06 maggio 2021
18:24
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Martedì prossimo i punti vendita di tutti i centri commerciali d’Italia manifesteranno contro le chiusure nei fine settimana con il gesto simbolico di abbassare le saracinesche per alcuni minuti. L’iniziativa, che coinvolge 30.000 negozi e supermercati, è promossa dalle associazioni del commercio, ANCD-Conad, Confcommercio, Confesercenti, Confimprese, CNCC-Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali e Federdistribuzione, che chiedono “l’immediata revoca delle misure restrittive che da oltre 6 mesi impongono la chiusura dei negozi nei giorni festivi e pre-festivi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Le associazioni del commercio “vogliono dare voce ai 780.000 lavoratori delle 1.300 strutture commerciali integrate presenti su tutto il territorio nazionale, che vivono da oltre un anno in un clima di forte incertezza, aggravato dalle stringenti misure con cui il Governo impedisce a migliaia di attività commerciali di lavorare nel week-end, ovvero nei giorni più importanti della settimana in termini di ricavi e fatturato”, afferma un comunicato congiunto di ANCD-Conad, Confcommercio, Confesercenti, Confimprese, CNCC-Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali e Federdistribuzione.
La manifestazione vuole anche “ribadire la sicurezza dei centri, parchi e gallerie commerciali che, sin dall’inizio della pandemia, hanno adottato protocolli rigorosi, garantendo che non si registrasse alcun caso di focolaio in tali strutture.
Dall’inizio dell’emergenza, il settore dei centri commerciali si è impegnato in un dialogo costruttivo con il Governo, anche mettendo volontariamente e gratuitamente a disposizione 160 strutture sul territorio nazionale per la creazione di hub vaccinali”, aggiunge la nota delle associazioni del commercio che “auspicano di poter avere dalle Istituzioni risposte certe e tempestive, per rimettere in moto un comparto tra i più danneggiati dalla crisi, che continua ad operare solo parzialmente e senza una chiara prospettiva di ripresa”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco:Ruffini, per riforma fare piazza pulita di 800 leggi
In 2020 3,8 mln cittadini presentato da soli, 730 precompilato
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
11:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo circa 800 norme tributarie, e quindi servono 800 spiegazioni, circolari di attuazione, declinazioni, da qui. Se si vuole un’ Amministrazione semplice il Parlamento faccia piazza pulita di 800 leggi e ne faccia poche e semplici”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Così il direttore dell’Agenzia delle Entrate Ernesto Maria Ruffini in commissione Anagrafe Tributaria sottolineando che la riforma fiscale è un’occasione anche per “far pulizia dell’eccessiva normazione” . Ruffini ha ricordato che nel 1954 le dichiarazioni (cartacee) erano presentate entro il 31 marzo “ora con le precompilate on line si arriva alla presentazione a novembre”. In particolare una semplificazione si impone, a parere di Ruffini, per tutte le norme relative alle numerose agevolazioni fiscali (tax expenditures) che arrivano tutte nel modello precompilato.
Quanto al 730 precompilato, Ruffini ha sottolineato che nel 2020 “le dichiarazioni trasmesse direttamente dal cittadino senza l’intervento di intermediari ha riguardato 3,8 milioni contribuenti” pari al 17% del totale dei 730 ricevuti e quasi il triplo rispetto a 1,4 milioni del 2015. Quest’anno il 730 precompilato sarà disponibile a partire del 10 maggio. L’agenzia delle Entrate lavora anche a una precompilata delle dichiarazioni Iva. “La dichiarazione annuale Iva, ha detto Ruffini, sarà messa a disposizione dei contribuenti a partire dalle operazioni del primo gennaio 2022”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Zingaretti, nel Lazio immunità di gregge in tempi brevi
Se corriamo e andiamo avanti con l’arrivo dei vaccini
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
05 maggio 2021
11:27
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Noi se corriamo e andiamo avanti con l’arrivo dei vaccini penso (che l’immunità di gregge) sia un obiettivo raggiungibile in tempi brevi”. Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, intervenendo alla trasmissione Agorà su Rai Tre.
Se la Lombardia la raggiungerà per prima? “Me lo auguro. Noi dobbiamo smetterla con questa competizione, è una bella notizia”, ha risposto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Comuni: Cgia, un terzo della spesa finisce in burocrazia
Incidenza spesa al netto smaltimento rifiuti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
05 maggio 2021
11:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2019 le spese dei Comuni impiegate per i servizi generali, amministrazione e gestione hanno toccato i 15,9 miliardi di euro. Quindi un terzo della finisce in attività burocratica.
Secondo la Cgia di Mestre, che commenta il dato, queste uscite stimano le risorse impiegate dalle Amministrazioni comunali per ottemperare gli adempimenti burocratici che quotidianamente sono chiamate ad affrontare.
Secondo gli Artigiani se si calcolano l’incidenza di questo importo sulla spesa corrente totale in capo ai Comuni (al netto del servizio rifiuti), questa ammonta mediamente al 35,3%, ma sale al 40,5% per le Amministrazioni tra i 5 e i 10 mila abitanti, per attestarsi al 45,7% per quelli fino a 5 mila abitanti. Per le altre classi dimensionali l’incidenza scende.
Tra i 10 e i 20 mila abitanti si raggiunge il 37,6%, diminuisce per quelle da 20 a 60 mila al 36,2% per fermarsi al 28,6% per le realtà amministrative comunali con più di 60 mila abitanti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco: Ruffini, per la riforma fare piazza pulita di 800 leggi
Il direttore dell’Agenzia delle Entrate: ‘Il Parlamento faccia poche e semplici norme’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
18:22
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo circa 800 norme tributarie, e quindi servono 800 spiegazioni, circolari di attuazione, declinazioni, da qui. Se si vuole un’ Amministrazione semplice il Parlamento faccia piazza pulita di 800 leggi e ne faccia poche e semplici”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Così il direttore dell’Agenzia delle Entrate Ernesto Maria Ruffini in commissione Anagrafe Tributaria sottolineando che la riforma fiscale è un’occasione anche per “far pulizia dell’eccessiva normazione” . Ruffini ha ricordato che nel 1954 le dichiarazioni (cartacee) erano presentate entro il 31 marzo “ora con le precompilate on line si arriva alla presentazione a novembre”.
“Nel 2020 circa 3,8 milioni di contribuenti hanno inviato la dichiarazione direttamente utilizzando la procedura disponibile sul sito internet dell’Agenzia delle entrate”, ha detto Ruffini. “Dal 10 maggio 2021 – ha aggiunto – i cittadini potranno visualizzare il modello 730 precompilato per i redditi 2020” arricchito da una maggiore quantità di dati precompilati sulle spese detraibili, “come le spese per istruzione scolastica, ai quali si aggiungono gli oneri e le spese già presenti negli scorsi anni”. “La dichiarazione precompilata – ha detto ancora Ruffini – mostra un trend in termini quantitativi e qualitativi indiscutibilmente positivo: è stato registrato un incremento costante negli anni delle dichiarazioni trasmesse direttamente dal cittadino senza l’intervento di intermediari: da 1,4 milioni del 2015 a 3,8 milioni del 2020, pari a oltre il 17% del totale dei 730 ricevuti”.
“A partire dalle operazioni effettuate dal 1° gennaio 2022 sarà messa a disposizione dei contribuenti anche la dichiarazione annuale IVA”, ha spiegato Ruffini. I soggetti, o i loro intermediari, “potranno accedere alle bozze dei registri IVA mensili. Se le bozze sono complete (o successivamente alla loro integrazione per annotare tutte le operazioni effettuate nel periodo), il contribuente può convalidare i registri e con tale operazione non sarà obbligato alla tenuta dei registri IVA mensili convalidati, che saranno memorizzati dall’Agenzia”, ha aggiunto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Spagna: Meloni, congratulazione ai nostri alleati di Vox
Sarà decisiva per governo regionale di Madrid
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
11:51
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Isabel Diaz Ayuso ha dimostrato che si può aprire in sicurezza senza compromettere la salute e ha meritato la riconferma. Congratulazioni a Rocio Monastero e ai nostri alleati di VOX, che continuano a crescere e saranno decisivi per la formazione del nuovo governo regionale di Madrid”.
Lo scrive su Twitter il presidente di Fratelli d’Italia e dei Conservatori europei (ECR Party), Giorgia Meloni, commentando il risultato delle elezioni regionali di Madrid.   MONDO

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Csm: verbali Amara consegnati da pm a Davigo a Milano
Potrebbe incidere su competenza con atti da Roma a Brescia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
05 maggio 2021
11:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il pm milanese Paolo Storari nell’aprile 2020 avrebbe consegnato a Milano a Piercamillo Davigo, allora al Csm, i verbali degli interrogatori resi tra dicembre e gennaio precedenti dall’avvocato Piero Amara sulla presunta loggia segreta Ungheria. Un gesto dettato dalla necessità di autotutelarsi poiché i vertici della Procura non avrebbero dato seguito alle sue ripetute richieste di indagare immediatamente sul caso.

La consegna nel capoluogo lombardo potrebbe incidere sulla competenza territoriale e portare i pm di Roma, che hanno convocato Storari da indagato per sabato, a trasmettere gli atti relativi alla sua posizione a Brescia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Arena di Verona chiede 6.000 persone e eventi fino alle 24
L’appello del sindaco e del direttore artistico per una deroga
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VERONA
05 maggio 2021
11:58
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un appello per estendere all’Arena di Verona la capienza a 6000 spettatori e la durata degli spettacoli fino alle 24 all’Arena è stato lanciato dal sindaco e presidente della Fondazione Arena, Federico Sboarina, assieme a Gianmarco Mazzi, amministratore delegato della società Arena di Verona s.r.l. e direttore artistico per i concerti “live” e gli eventi televisivi all’Arena.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La nuova stagione è imminente e per i vertici della Fondazione areniana i tempi sono già scaduti per organizzare la vendita dei biglietti del Festival lirico 2021 che si aprirà il 19 giugno con l’Aida in forma di concerto, diretta dam maestro Riccardo Muti per celebrare il 150/o anniversario della prima rappresentazione dell’opera verdiana. Le limitazioni attualmente in vigore infatti consentono l’ingresso di mille spettatori, ma la Fondazione da tempo ha predisposto un protocollo, già inviato al ministero e al Cts, per ospitare 6000 spettatori nell’Arena, che può arrivare ad accoglierne fino a 15mila. Per sostenere l’appello ad ottenere la deroga, l’11 maggio Il Volo sarà a Verona per lanciare l’evento del 5 giugno in onore di Ennio Morricone (concerto che aprirà gli spettacoli areniani 2021) e, nell’occasione, canterà all’Arena il “Canto degli Italiani”, che verrà trasmesso in tv il 2 giugno, per la Festa della Repubblica. “L’11 maggio 1946 la Scala di Milano ripartirà al pubblico dopo la Liberazione, a settantacinque anni di distanza, nel difficile periodo che tutti viviamo, l’Arena di Verona si batte per riaprire” hanno dichiarato Federico Sboarina e Gianmarco Mazzi. “Facciamo questo appello – hanno sottolineato – con un obiettivo, alla portata nostra e delle nostre Autorità: che l’Arena di Verona, per non morire, possa accogliere nei suoi spettacoli almeno 6 mila spettatori fino a mezzanotte e che il suo primo evento internazionale, “Il Volo – Tribute to Ennio Morricone”, in programma sabato 5 giugno e trasmesso in Italia e negli Stati Uniti, possa avvenire con tale presenza di pubblico, per diffondere all’estero un’immagine incoraggiante del nostro Paese”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Francobollo italiano celebra Napoleone a 200 anni da morte
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
11:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato emesso oggi un francobollo italiano dedicato a Napoleone Bonaparte, nel bicentenario della morte.
La vignetta del francobollo, valido per la posta ordinaria diretta in Europa, riproduce un ritratto di Napoleone (nelle vesti di Re d’Italia) dipinto da Andrea Appiani e conservato nella Pinacoteca Ambrosiana di Milano; in alto compare l’inizio (”Ei fu…”) della famosa poesia che Alessandro Manzoni scrisse all’annuncio della morte di Napoleone.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Uno dei testi contenuti nel bollettino illustrativo dell’emissione e’ firmato da Charles Bonaparte, presidente della Federazione Europea delle Città Napoleoniche, il quale sottolinea i legami di Napoleone con la storia italiana: non solo per le origini della famiglia Bonaparte, ma anche per le campagne combattute in Italia e per la costituzione del Regno d’Italia, di cui Napoleone cinse la corona.
A sua volta Angelo Di Stasi, presidente della Commissione per lo studio e l’elaborazione delle carte-valori postali del Ministero dello Sviluppo Economico, sottolinea in particolare le radici italiane di Napoleone per via della nascita in Corsica, allora legata alla cultura italiana: ”per questo ci piace pensare che il francobollo emesso dallo Stato italiano nel bicentenario della scomparsa di Napoleone renda omaggio non solo al protagonista indiscusso della storia europea a cavallo tra XVIII e XIX secolo, ma anche e soprattutto ad un grande italiano”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
All’Isola d’Elba al via l’anno dedicato a Napoleone
Mercoledì 5 maggio per i 200 anni dalla morte
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ISOLA D’ELBA (LIVORNO)
05 maggio 2021
10:46
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mercoledì 5 maggio, alle 12 all’Isola d’Elba (Livorno) si terrà l’apertura ufficiale dell’anno dedicato a Napoleone Bonaparte che per tutto il 2021 sarà il fil rouge dei programmi e delle iniziative dell’Isola. L’avvio dei festeggiamenti, spiega una nota, avviene nel giorno del Bicentenario di Napoleone, che all’Elba risiedette per dieci mesi, lasciando una traccia indelebile del suo passaggio.
Tutti i momenti previsti non sono aperti al pubblico.
Alle 10,30 è in programma la messa di suffragio di Napoleone Bonaparte, con la presenza di rievocatori storici. Alle 12 alzabandiera, in cui verrà issato il vessillo dell’Isola d’Elba a segno di apertura delle attività dell’anno. La messa sarà trasmessa in differita alle 17 sui canali social del Comune di Portoferraio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Napoleone: selezione opere Uffizi per mostra a isola d’Elba
In Pinacoteca Foresiana Portoferraio dal 30/6 al 10/10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
05 maggio 2021
10:28
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Una mostra all’isola d’Elba (Livorno) dedicata a Napoleone Bonaparte per celebrare il bicentenario della morte: la rassegna, nella Pinacoteca Foresiana di Portoferraio dal 30 giugno al 10 ottobre, è realizzata con una selezione di opere in arrivo dalle Gallerie degli Uffizi, oltre che dipinti da collezioni locali. A dare l’annuncio dell’iniziativa, una delle primissime realizzate nell’ambito del programma degli Uffizi diffusi, nel giorno della ricorrenza della morte dell’imperatore di Francia, sono il direttore del museo fiorentino Eike Schmidt e il sindaco di Portoferraio Angelo Zini.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In attesa dell’iniziativa all’isola d’Elba, dice ancora la nota, è online su uffizi.it la mostra virtuale ‘Gli Uffizi e Napoleone. Opere, luoghi e memorie nelle collezioni delle Gallerie’ con 57 immagini in alta definizione. Oggi alle 17 la storica dell’arte Rita Balleri terrà una conferenza (trasmessa su Facebook) sulle porcellane asburgiche e napoleoniche nella collezione di Palazzo Pitti e dal 24 maggio a settembre ci saranno dirette tematiche per la serie Uffizi on air. Per Schmidt la mostra all’Elba è “una tappa fondamentale per il progetto Uffizi diffusi e per celebrare la grande storia della Toscana. Attraverso i tesori d’arte del nostro museo risvegliamo e ravviviamo la memoria culturale del territorio”. Zini si augura che la mostra “possa essere l’inizio di una proficua collaborazione con le Gallerie e di poter far parte in modo stabile del progetto Uffizi diffusi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Lazio,ricoveri ridotti del 91% tra over 80 vaccinati
In questa fascia d’eta il 28% dei ricoveri e oltre 58% decessi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
05 maggio 2021
12:28
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La vaccinazione completa anti-Covid negli over 80 ha ridotto nel Lazio del 91% l’incidenza d ricovero per il coronavirus in questa fascia di età. E’ quanto emerge da uno studio realizzato dal Dipartimento di Epidemiologia della Regione Lazio, presentato stamattina.
E’ stato confrontato il rischio di ospedalizzazione per Covid-19 in 180mile persone che avevano completato il ciclo vaccinale con altrettanti controlli che non avevano effettuato la vaccinazione nello stesso periodo. L’incidenza di ricovero per Covid-19 nei vaccinati è del 2,7/1000 rispetto al 27/1000 dei non vaccinati a parità di genere, età e comorbidità.
Dall’indagine emerge che a questa fascia di età è attribuibile quasi un terzo dei ricoveri per Covid-19 nel Lazio (il 28%) e oltre il 58% dei decessi. “Quindi sono stati evitati 267 ricoveri per queste persone cioè quasi 4.000 giorni di degenza. E’ un risultato straordinario” ha commentato Marina Davoli, direttore del Dipartimento di Epidemiologia del Lazio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio al G7, Italia pronta a accogliere turisti stranieri
Il ministro ribadisce: ‘Lavoriamo per superare il coprifuoco’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
12:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo riaprendo, con l’obiettivo di far ripartire il turismo e l’economia. Dobbiamo sostenere il settore turistico, commercianti, ristoratori.
Dobbiamo fare impresa e creare lavoro. L’Italia è pronta, lavoriamo per superare totalmente il coprifuoco, ma non abbassiamo la guardia.
In questa seconda giornata di G7 a Londra ribadirò ai miei omologhi che stiamo lavorando per accogliere turisti stranieri in Italia, in totale sicurezza. Siamo pronti a dargli il benvenuto nelle nostre incantevoli regioni”. Lo scrive il ministro degli Esteri Luigi Di Maio su Facebook.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
M5s, Corte Appello non accerta assenza rappresentanza
“Decreto Tribunale Cagliari riguarda solo il ricorso Cuccu”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
12:46
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La sentenza della Corte d’Appello ha stabilito che il decreto del Tribunale di Cagliari “ha una portata limitata e ben circoscritta: mira a garantire alla ricorrente, Carla Cuccu, la corretta instaurazione del contraddittorio processuale, con funzione strumentale ai fini del singolo processo e nell’ambito del quale esaurisce la sua funzione” e dunque non ci sarebbe “nessun accertamento in via assoluta e definitiva circa la carenza di un rappresentante legale del Movimento”. Lo rende noto il Movimento 5 Stelle.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: stop catechista fai-da-te, sarà servizio ‘ufficiale’
Annunciato per l’11 maggio un Motu Proprio di Bergoglio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
05 maggio 2021
12:47
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa istituisce il ‘ministero’ del catechista. Così come gli altri servizi ufficiali della Chiesa, dal presbiterato al diaconato, dall’accolitato al lettorato, anche chi è chiamato alla preparazione dei sacramenti in parrocchia, svolgerà un compito ‘ufficiale’.
La Lettera Apostolica in forma di “Motu proprio” di Papa Francesco ‘Antiquum ministerium’ con la quale si istituisce il ministero di catechista sarà presentata alla stampa l’11 maggio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Zingaretti, sabato mi vaccinerò con Astrazeneca
“E’ un segnale di speranza”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
05 maggio 2021
12:58
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Sabato mi vaccinerò con Astrazeneca perché sono nato nel 1965. E’ un segnale di speranza”.
Lo ha annunciato il presidente della Regione Nicola Zingaretti nel corso di una conferenza stampa per illustrare i risultati della campagna vaccinale negli over 80.
L’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, ha spiegato che il presidente della Regione si è prenotato online dopo l’apertura delle prenotazioni per la sua fascia d’età. “Il presidente si è prenotato per Astrazeneca come Draghi e la Merkel – ha sottolineato D’Amato – . Non esistono vaccini di serie A e B. I vaccini sono sicuri e abbiamo visto come hanno contribuito al tasso di letalità nel Regno Unito. Il problema non è il vaccino, ma il virus”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: governo pubblica testo Pnrr trasmesso a Ue
“Italia domani” ha 269 pagine
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
13:00
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato pubblicato sul sito della presidenza del Consiglio il testo del Piano nazionale di ripresa e resilienza trasmesso dal governo italiano alla Commissione europea. Il testo, dal titolo “Italia domani”, è lungo 269 pagine.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Baghdad, Italia sblocchi nostri 90 milioni euro congelati
60 di commesse Leonardo e Fincantieri fermi da sanzioni del 1991
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
13:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Molte aziende italiane operano in Iraq, ci sono ampie possibilità di investimenti”, ma “ci sono alcuni problemi risalenti ai tempi di Saddam: l’Iraq acquistò armi e forniture” da Leonardo e Fincantieri, “che ha pagato, ma a causa dell’embargo del 1991 non le abbiamo mai ricevute. Si tratta di 60 milioni di euro congelati nelle banche italiane con gli interessi”, e di “30 milioni di conti correnti” dell’ambasciata e altri funzionari.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha detto il vicepremier iracheno Fuad Hussein a Roma.
“Sono in corso trattative” per sbloccare la situazione, “il ministro Di Maio si è impegnato a far avanzare la questione”, ha aggiunto. “Le trattative verranno valutate, e vedremo se riguarderanno lo sblocco delle armi acquistate o delle somme di denaro congelate”, ha sottolineato il vicepremier e ministro degli Esteri, in una conferenza stampa durante la sua visita a Roma, in cui ha incontrato tra gli altri il titolare della Farnesina e i presidenti di Camera e Senato, ed è stato ricevuto dal Papa in Vaticano.
Recuperarli “è un nostro diritto”, ha concluso Hussein. “Dopo il 2003 l’embargo che aveva colpito il regime di Saddam Hussein sono state tolte e l’Iraq è tornato a essere un Paese sovrano”, ha spiegato l’ambasciatrice irachena in Italia, Safia Taleb al Souhail.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: indice Youtrend, crescono Puglia e Abruzzo
Il Veneto resta in testa. La Sicilia ancora ultima
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
13:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Veneto è ancora, con 91 punti su 100, la Regione più avanti nell’indice regionale dei vaccini elaborato settimanalmente da YouTrend, secondo i dati aggiornati al 3 maggio.
Seguono, tra 85 e 90 punti, la Provincia autonoma di Trento e la Lombardia, mentre continua a essere ultima la Sicilia (56 punti su 100).
A essere cresciute di più rispetto a una settimana fa sono Puglia e Abruzzo, entrambe di 10 punti.
Indice regionale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Perquisita casa del sindaco dimissionario di Foggia
Sequestrati cellulari del leghista Landella e di sua moglie
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
FOGGIA
05 maggio 2021
14:06
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel corso di una perquisizione a casa del sindaco dimissionario di Foggia Franco Landella (Lega), avvenuta sabato primo maggio, la polizia ha sequestrato i telefoni cellulari del primo cittadino e di sua moglie, oltre ad alcuni documenti.
Landella ha rimesso ieri il proprio mandato. Complessivamente sono tre i consiglieri di maggioranza arrestati nel Comune di Foggia dove è al lavoro anche una commissione del Viminale per verificare eventuali infiltrazioni della criminalità.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Puglia; altri 3 casi ‘indiana’ e uno ‘simil-nigeriana’
Cluster in provincia di Lecce; caso ‘nigeriana’ nel Barese
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
05 maggio 2021
14:18
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il laboratorio del Policlinico di Bari ha individuato altri tre casi di variante indiana in provincia di Lecce e un caso di variante simile a quella nigeriana nel Barese, la prima in Puglia. In tutto, quindi, sono cinque i casi di variante indiana in Puglia, conteggiando anche i due confermati ieri che appartengono, però, ad un focolaio diverso.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I campioni erano stati inviati al laboratorio di riferimento regionale dal Dipartimento di prevenzione di Lecce la settimana scorsa.
È stata, inoltre, individuata una nuova variante “simil- nigeriana”, perché appartenente alla stessa “famiglia” di quella nigeriana ma con più mutazioni nella proteina spike e in altre porzioni del virus. Il ragazzo con infezione da questa variante, di nazionalità straniera, era stato ricoverato con polmonite bilaterale in un ospedale della provincia di Bari e dimesso la settimana scorsa. “Tale riscontro è rilevante in termini di sanità pubblica ed evidenzia come sia fondamentale l’attività di sequenziamento implementata dall’Aouc Policlinico al fine di supportare le attività di controllo dell’epidemia sul territorio regionale e il contact tracing”, commenta la responsabile del Laboratorio Covid del Policlinico di Bari, la professoressa Maria Chironna.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il governo accelera sui vaccini: “Niente fiale in frigo”
Il Cts: ‘Estendere il richiamo Pfizer-Moderna a 42 giorni’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
11:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ “raccomandabile” un prolungamento nella somministrazione della seconda dose dei vaccini a mRNA Pfizer-BioNtech e Moderna “nella sesta settimana dalla prima dose”. Lo prevede la circolare del ministero della Salute con cui si trasmette il parere del Cts in merito all’estensione dell’intervallo tra le due dosi dei vaccini a mRNA.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Cts rimarca che “rimane una quota significativa di soggetti non vaccinati che, per connotazioni anagrafiche o patologie concomitanti, sono a elevato rischio di sviluppare forme di COVID-19 gravi o fatali”. Sulla scorta di ciò, il Cts raccomanda un prolungamento nella somministrazione della seconda dose.
I soggetti che hanno ricevuto la prima dose del vaccino AstraZeneca senza sviluppare eventi di trombosi rare “non presentano controindicazione per una seconda somministrazione del medesimo tipo di vaccino”. Così il parere del Cts trasmesso con una nuova circolare del ministero della Salute. Le trombosi rare risultano infatti essersi verificate solo dopo la prima dose. Tale posizione, afferma il Cts, “potrà essere eventualmente rivista se dovessero emergere evidenze diverse nelle settimane prossime derivanti in particolare dall’analisi del profilo di sicurezza del vaccino nei soggetti che in UK hanno ricevuto la 2/a dose”.
Nella riunione con i sindaci delle isole minori si è trattato il tema della campagna vaccinale  ed in tale ambito si procederà con le vaccinazioni di massa con il supporto della Difesa e della Protezione civile. Il criterio di priorità è quello di vaccinare progressivamente partendo dalle isole che hanno maggiori fragilità in termini di rischio epidemiologico e carenza di adeguati presidi sanitari, viene sottolineato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’incontro con i sindaci delle isole minori “è stata anche l’occasione per ribadire il rispetto assoluto delle priorità vaccinali, categorie fragili e over 80, ma la campagna prosegue spedita, 15 milioni di italiani hanno avuto almeno una dose di vaccino, è molto importante. Contiamo in due settimane di completare la vaccinazione delle categorie più fragili”, ha detto il ministro degli Affari regionali Mariastella Gelmini. Nella campagna vaccinale ci sono stati “casi di incongruenze molto limitati, Musumeci ieri ha sentito Figliuolo, c’è consapevolezza che il rispetto delle categorie da vaccinare è fondamentale per la campagna e per la sicurezza delle persone. Dopo i primi mesi in cui le dosi non arrivavano, oggi non ci sono dosi che rimangono in frigorifero, c’è la capacità di somministrare tutte quelle che arrivano. Siamo andati ampiamente oltre l’80% delle dosi consegnate, con punte del 90%”.
C’è poi il capitolo delle residenze per anziani. “Sarà sicuramente un’ordinanza che arriverà nel giro delle prossime ore il provvedimento che sbloccherà il nodo della riapertura delle Rsa, assicurando la possibilità di visita da parte dei familiari, nel rispetto delle norme di sicurezza e come è oggi possibile solo in pochissime strutture”. Ad annunciarlo è Sandra Zampa, consulente del ministro della Salute Roberto Speranza e responsabile Salute del Pd. “Il Ministero – aggiunge – ha scelto di predisporre un’ordinanza su cui si sta lavorando in queste ore, affinché entri in vigore immediatamente”.
Intanto il Senato ha approvato con 202 sì, 28 no e 5 astenuti la conversione in legge del decreto Covid. Il provvedimento prevede misure urgenti per fronteggiare la diffusione del Covid-19 e interventi di sostegno per lavoratori con figli minori in dad o in quarantena.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Poste: cassetta postale diventa smart, a Milano le prime
Forniranno anche dati ambientali come temperatura e umidità
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
05 maggio 2021
14:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Le iconiche cassette postali rosse, che dal 1961 sono presenti in tutta Italia, diventano smart e da oggi potranno fornire informazioni ai cittadini sul loro Comune o sui principali dati ambientali, come temperatura, umidità, polveri sottili. Milano è la prima città in Italia ad ospitare le nuove cassette postali smart di Poste Italiane: al momento sono state installate in via Cordusio, piazza Duomo e via Orefici, in pieno centro.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dotate di uno schermo ad ‘e-ink’, simile a quello che si trova sugli e-reader, oltre a veicolare le informazioni utili per i cittadini sono anche dotate di sensori che rilevano la presenza della corrispondenza all’interno e consentono a Poste di ottimizzare la fase di ritiro, riducendo l’impatto ambientale.
“Nel 2021 a sessanta anni di età la cassetta postale viene rinnovata e non è più solo uno strumento passivo dove il cliente imbuca la corrispondenza ma diventa uno strumento ‘parlante’ sempre connesso con internet”, ha spiegato Gabriele Marocchi, responsabile Ingegneria di Poste Italiane nel corso della presentazione. In questa prima fase a Milano saranno installate 46 cassette smart e nuove installazioni ci saranno anche a Torino, Roma, Napoli per un totale di 100 nuove cassette.
“Nel 2022 saranno incrementati i numeri fino a raggiungere 12 mila cassette sul territorio italiano – ha aggiunto Marocchi -.
Su tutto il territorio nazionale ci sono circa 40 mila cassette che avranno nel tempo una rivisitazione verso quello che è la cassetta smart, con un percosso che ci vedrà impegnati fino al 2022 con la sostituzione di un buon numero del parco cassette”.   TECNOLOGIA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Clima:arriva nuovo Piano per resilienza della rete elettrica
Presentato da Terna, Arera e Rse. Obiettivo aumentare sicurezza
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
15:53
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Arriva la nuova metodologia per il Piano di resilienza della rete elettrica nazionale. E’ stata presentata oggi – nel corso di un convegno on-line – da Arera (l’Autorità di regolazione per l’energia, l’acqua, e i rifiuti), Terna (la società che gestisce la rete di trasmissione elettrica nazionale), e Rse (la società per lo sviluppo di attività di ricerca nel settore energetico) per incrementare l’affidabilità e la sostenibilità della rete di trasmissione nazionale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Rientra nell’ambito delle azioni di lotta ai cambiamenti climatici per studiare – per esempio di fronte alla triplicazione di eventi meteo estremi negli ultimi 40 anni a livello globale – soluzioni e interventi innovativi per migliorare la sicurezza delle infrastrutture energetiche strategiche del nostro Paese.
L’obiettivo è incrementare la sicurezza, l’affidabilità e la sostenibilità delle infrastrutture energetiche strategiche per il Paese, esposte frequentemente a fenomeni climatici estremi sempre più intensi ed estesi. Tre le linee guida dello studio che individua una serie di interventi specifici per minimizzare il rischio di interruzione del servizio elettrico. Sono prese in considerazione “la frequenza e l’estensione degli eventi climatici estremi, il loro impatto sulle infrastrutture di rete e un’analisi della tipologia di asset interessati”. Identificate le aree del territorio più a rischio e a maggior priorità di intervento: grazie a modelli previsionali, sensori, IoT e potenziamento delle reti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Omofobia, in arrivo testo del Centrodestra di governo
Meloni: ‘Iniziativa della Lega intelligente’. Gelmini: ‘Non c’è un centrodestra favorevole alle dscriminazioni’. Zan: ‘Se ci sarà ostruzionismo in Commissione, allora l’Aula’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
19:06
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il centrodestra di governo è al lavoro per un testo unitario contro le violenze, alternativo al Ddl Zan. Non sarà, quindi, iniziativa di un singolo partito. Lo si apprende da fonti della Lega.
Non sarà, quindi, iniziativa di un singolo partito.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo si apprende da fonti della Lega. Il ministro Gelmini osserva: “Non c’è un centrodestra favorevole alle discriminazioni, siamo tutti contrari e abbiamo massimo rispetto per la libertà, anche sessuale. Il centrodestra, con delle proposte, è schierato dalla parte degli omosessuali e della libertà di espressione”.
“Sul ddl Zan mi sembra che quella della Lega sia una iniziativa intelligente, quella di circoscrivere il tema alla discriminazione, lasciando da parte materie che non c’entrano niente con la lotta alla discriminazione” ha detto la leader di Fdi Giorgia Meloni.
“Raccogliere le firme per andare direttamente in Aula è una delle opzioni previste dal regolamento del Senato, ora però attendiamo di capire come andrà in commissione. Io sono per dare la possibilità alla commissione Giustizia di discutere, se ci sarà lo stesso atteggiamento ostruzionistico di tenere tutto nelle sabbie mobili e di non consentire alla legge di essere votata a quel punto ci sono stati casi in cui la conferenza dei capigruppo si riunisce e a maggioranza decide di portarla fuori dalla commissione e di portarla in Aula”. Lo dice il deputato Alessandro Zan a un giorno da pecora su RadioUno, commentando l’iniziativa M5s di raccogliere firme per portare in Aula il ddl sull’omotransfobia che porta il suo nome.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giustizia: subito scontro, salta avvio pdl Comm. Inchiesta
Da una parte il centrodestra, dall’altra Pd, M5s e LeU
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
16:47
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ subito scontro tra il centrodestra da una parte e Pd, M5s, Leu dall’altra sulle proposte di legge che istituiscono una Commissione parlamentare di inchiesta sulla magistratura e il caso Palamara. Lega, Fi e Fdi hanno contestato la decisione dei presidenti delle Commissioni Affari e Giustizia della Camera di nominare due relatori di Pd e Leu, “tiepidi” sull’istituzione della Commissione di inchiesta, relatori che quindi non hanno svolto la relazione introduttiva che avvia l’esame delle pdl.
E’ ora in corso un ufficio di presidenza delle Commisisoni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Omofobia: Zan, Fedez? Me lo sono perso, ero a cena
Il deputato racconta di aver visto l’intervento successivamente
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
16:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Se ho seguito l’intervento di Fedez al Primo maggio? “Sapevo che ci sarebbe stato perché l’avevo letto sui giornali, solo che ero a cena con dei cari amici e l’ho visto successivamente. E’ stato comunque emozionante”.
A parlare, ospite di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, è il deputato Pd e promotore dell’omonimo Ddl Alessandro Zan, che oggi è intervenuto alla trasmissione condotta da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro. Come mai non ha seguito un intervento così ispirato dal suo Ddl? “Non sapevo” che Fedez “parlasse alle 21.20, pensavo lo avrebbe fatto prima. L’avevo seguito prima che salisse sul palco ma poi avevo questo appuntamento e non potevo dare buca”. Politica e diritti a parte, a lei piace la musica di Fedez? “Si, mi piace molto la canzone che ha presentato a Sanremo con Francesca Michielin”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dl Sostegni: al via esame Senato, ipotesi domani fiducia
Il provvedimento passerà poi a Montecitorio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
17:00
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ iniziata al Senato la discussione sul Dl Sostegni, approvato dalle commissioni Bilancio e Finanze di Palazzo Madama. In base a quanto si apprende da fonti parlamentari, domani potrebbe essere posta la fiducia, che verrebbe quindi votata in giornata.
Il provvedimento, che scade il 21 maggio, passerà poi a Montecitorio: in Aula è atteso il 12 maggio. La prima a prendere la parola in Aula a Palazzo Madama è stata Roberta Toffanini (Fi), relatrice dl provvedimento insieme a Daniele Manca (Pd).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Governo: Malpezzi,Salvini ha problemi con sondaggi e con FdI
“Il leader della Lega è in competizione con Meloni”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
17:06
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Salvini ha dei problemi in casa, lo dicono i sondaggi e lo dice la sua profonda competizione con Giorgia Meloni, oltre al tentativo di fare distinguo che poi risultano inutili. Vedi la sceneggiata fatta sul coprifuoco, che è stata sterile e senza contenuto perché era già nella linea del decreto condivisa da tutta la maggioranza.
Lui cerca il consenso nell’immediato, senza raccontare la verità agli italiani e le difficoltà che ci sono ancora. Invece avremmo bisogno di parlare con una voce sola”. L’ha detto la capogruppo del Pd al Senato, Simona Malpezzi ospite di ‘Radio immagina’ rispondendo a una domanda sui rapporti con il leader della Lega, Matteo Salvini.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Lega, da Pd inutile polemica su coprifuoco
“Dem usano ancora le istituzioni per colpire Salvini”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Per l’ennesima volta il Pd utilizza le istituzioni per colpire Salvini. Simona Malpezzi dimentica che il presidente della Conferenza Stato Regioni esprime la posizione di tutti i presidenti: piuttosto, la richiesta che arriva dai territori – ovvero riaprire e rivedere il coprifuoco – rende ancora più incomprensibile la posizione di chi si ostina a difendere le restrizioni, pensando di fare uno sgarbo alla Lega”.
Lo dichiarano i presidenti dei gruppi della Lega di Camera e Senato, Riccardo Molinari e Massimiliano Romeo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Pd,riapertura centri commerciali possibile in week end
Collina, “ragioniamo, i protocolli di sicurezza ci sono”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
17:12
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Credo che sia possibile ragionare di riaprire in sicurezza i centri commerciali nel week end. I protocolli di sicurezza ci sono, i centri commerciali possono farli rispettare.
Le istanze di chi impiega in tutta Italia quasi un milione di lavoratrici e lavoratori e che ha sofferto un calo drastico del fatturato vanno ascoltate e valutate in relazione ai dati della pandemia e all’andamento della curva dei contagi”. Lo dice il senatore del Pd Stefano Collina, vicepresidente della Commissione Industria, Commercio e Turismo, che continua: “auspichiamo dunque che il governo possa prendere in considerazione a breve la riapertura dei centri commerciali nei giorni festivi e pre-festivi, stabilendo un calendario certo per il riavvio delle attività”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Alan Kurdi: dopo sette mesi nave ong ripartita da Olbia
Dopo la pronuncia del Tar, ora è diretta in Spagna
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
OLBIA
05 maggio 2021
17:18
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo sette mesi passati ormeggiata al porto di Olbia, la nave Alan Kurdi, di proprietà dell’organizzazione non governativa tedesca Sea-Eye, questo pomeriggio ha lasciato la Sardegna ed è salpata con destinazione il porto di Burriana, in Spagna.
La nave della ong tedesca che si occupa del salvataggio in mare dei migranti che attraversano il Mediterraneo, aveva attraccato a Olbia nel settembre dello scorso anno – dopo un’odissea in mare e conseguenti polemiche politiche – con 125 persone a bordo, tutte accolte, curate e rifocillate in banchina dalle autorità militari, sanitarie e civili.

L’Alan Kurdi pochi giorni dopo era stata fermata in porto con un provvedimento della Guardia costiera che in seguito a un’ispezione a bordo aveva rilevato delle irregolarità relative alla sicurezza. Qualche settimana fa una pronuncia del Tar ha concesso alla Sea-Eye l’autorizzazione a lasciare Olbia per recarsi in Spagna dove dovrà essere sottoposta a un intervento di manutenzione che risolverà i problemi di sicurezza.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Lombardia calano contagi e ricoveri, 32 decessi
Sono 1.557 i nuovi casi con tasso positività al 3%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
05 maggio 2021
18:01
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Con 50.251 tamponi effettuati, sono 1.557 i nuovi positivi in Lombardia, con il tasso di positività ancora in calo al 3% (ieri 3.4%). Diminuiscono i posti letto occupati sia in terapia intensiva (-6, 519) che negli altri reparti (-75, 3.188).
I decessi sono 32 per un totale complessivo di 33.046 morti in regione dall’inizio della pandemia.
Per quanto riguarda le province, sono 369 i nuovi casi nella città metropolitana di Milano, di cui 160 in città, 227 a Varese, 223 a Brescia, 140 a Como, 138 a Monza e Brianza, 119 a Mantova, 106 a Pavia, 85 a Bergamo, 48 a Cremona, 43 a Lecco, 26 a Lodi e 4 a Sondrio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giovannini, estendere modello covid tested a tutti trasporti
Intervento ministro a G7
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
18:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“I voli covid tested fino ad ora sperimentati hanno aumentato la sicurezza e la fiducia dei viaggiatori. Ora questo modello va esteso anche ad altri mezzi di trasporto, come abbiamo fatto in Italia inaugurando di recente il primo treno ad alta velocità covid tested nella tratta Roma-Milano”.
Così il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, intervenendo alla Ministeriale G7 Trasporti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dl sostegni: Giorgetti, la prossima settimana va in Cdm
Ministro, quella circolata è solo una bozza da migliorare
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
18:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il governo sta lavorando al decreto sostegni e riteniamo che la settimana prossima possa essere portato in consiglio dei ministri”. Lo ha detto il ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti rispondendo in question time alla Camera, precisando che “la bozza circolata è semplicemente una bozza su cui ci sono da portare ancora dei miglioramenti”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery, il testo del Pnrr pubblicato dal governo. Tra le riforme anche la riduzione del tax gap
Il governo pubblica il piano trasmesso a Bruxelles. C’è il monitoraggio per taglio tempi pagamenti debiti Pa. Giorgetti: ‘Decreto sostegni la prossima settimana in Cdm’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
20:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il governo sta lavorando al decreto sostegni e riteniamo che la settimana prossima possa essere portato in consiglio dei ministri”. Lo ha detto il ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti durante il question time alla Camera.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giorgetti ha anche annunciato indennizzi ad hoc per tutte le attività che sono state “chiuse per decreto, in particolare pubblico esercizio”. E’ stato pubblicato intanto sul sito di palazzo Chigi il testo del Pnrr trasmesso dal governo italiano alla Commissione europea. Ecco alcune delle novità:t
Per “migliorare ulteriormente” e “realizzare pienamente gli obiettivi di riduzione dei tempi di pagamento” della Pubblica amministrazione “si procederà ad implementare l’attività di monitoraggio già in corso” attraverso appositi indicatori desunti dalla base dati del sistema informativo della Piattaforma per i crediti commerciali (PCC)” gestito dal Mef. E’ una delle novità del Recovery Plan trasmesso a Bruxelles. Il governo si impegna a implementare il set di indicatori “entro il quarto trimestre 2021” e “contestualmente” a “rafforzare l’attività di sensibilizzazione” della P.a. per “accelerare le procedure di pagamento”.
La riduzione del tax gap entra tra le “riforme abilitanti” del Pnrr. “L’evasione fiscale – si legge nella versione inviata alla Ue – aggrava il prelievo sui contribuenti onesti, sottrae risorse al bilancio e introduce distorsioni” nell’economia. Per ridurlo si punta all’ulteriore incentivazione della compliance, con l’introduzione dal 2023 della precompilata Iva, e al potenziamento dei controllo sui contribuenti a maggiore rischio di evasione, con strumenti avanzati di data analysis e con l’interoperabilità delle banche dati. Completa il quadro il federalismo fiscale, a cui si punta a dare attuazione entro l’inizio del 2026.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: assessore Lazio, test sierologici a 82 euro è furto
Vergognoso speculare su virus, invieremo segnalazioni a Nas
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
05 maggio 2021
18:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ci arrivano segnalazioni di laboratori privati che arrivano a far pagare, per un semplice test sierologico che rileva la presenza di anticorpi per il Covid, anche la cifra di 82 euro. E’ vergognoso quando invece le associazioni di categoria hanno sottoscritto un’intesa ad un prezzo quattro volte inferiore.
Sono indignato se penso a chi specula sul virus e invieremo le segnalazioni dei cittadini ai Carabinieri dei NAS, perché non è accettabile che a pagare siano i consumatori ai quali mi rivolgo dicendo aprite gli occhi e non fatevi fregare”. Lo dichiara l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mef: a marzo entrate +3,7mld con la ripresa dei versamenti
+13,2% in un mese. Nel trimestre gennaio-marzo +0,8%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
18:41
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A gennaio-marzo 2021 le entrate tributarie erariali sono state pari a 99,683 miliardi di euro, in aumento di 803 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (+0,8%). Nel solo mese di marzo, con la fine della sospensione dei versamenti in scadenza nell’ultimo trimestre del 2020, la variazione positiva delle entrate tributarie è pari a 3,723 miliardi (+13,2%).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo scrive il Mef in una nota. Il confronto tra il primo trimestre del 2021 e quello del corrispondente periodo dell’anno precedente – spiega il Mef – “presenta un evidente carattere di disomogeneità dovuto al fatto che il lockdown, con le conseguenti misure economiche dirette ad affrontare l’emergenza sanitaria, è stato adottato a partire dall’11 marzo 2020”. Inoltre i provvedimenti di sospensione e proroga dei versamenti di tributi erariali, emanati nel corso dell’ultimo trimestre del 2020, hanno influenzato anche il gettito relativo ai primi tre mesi del 2021 modificando il consueto profilo temporale dei versamenti delle imposte. Nel trimestre, le imposte dirette segnano un gettito in aumento di 602 miliardi (+1%) a 58,086 miliardi. Le imposte indirette aumentano invece di 201 milioni (+0,5%) a 41,597 miliardi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Sardegna,inchiesta su furbetti vaccino
Indagini Procura di Cagliari. 166 nuovi contagi e 5 morti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
05 maggio 2021
18:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Cagliari ha aperto un’inchiesta sui cosiddetti ‘furbetti’ del vaccino anti-Covd. La Guardia di Finanza, su ordine del pm Giangacomo Pilia, ha acquisito nel quartier generale dell’Azienda per la tutela della salute (Ats) tutta la documentazione sui sieri, e le persone a cui sono stati inoculati, per capire se ci siano stati abusi e corsie preferenziali nella somministrazione rispetto a quanto previsto dai protocolli nazionali.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un’inchiesta simile a quella di recente deflagrata con gli avvisi di garanzia a medici e infermieri da parte della Procura dì Oristano. Oltre all’acquisizione dei documenti, è stata ascoltato nei giorni scorsi anche Massimo Temussi, commissario straordinario dell’Ats. A far scattare le indagini, delegate alla Finanza e ai carabinieri del Nas, sono stati alcuni esposti sui “salta fila”, persone che sarebbero state vaccinate in anticipo rispetto agli anziani e alle categorie a rischio.
L’inchiesta della Procura di Cagliari riguarda le somministrazioni effettuate a Cagliari, nei distretti sanitari del Campidano, Sulcis, Medio Campidano, l’intera fascia meridionale dell’Isola.
A proposito di vaccini, ammonta a 545.676 il totale delle dosi somministrate in Sardegna dall’inizio della campagna vaccinale, l’82,7% delle 659.940 attualmente disponibili, consegnate alla Regione dalla struttura commissariale.
Per quanto riguarda i nuovi contagi, invece, il numero resta ancora sopra 100: nell’aggiornamento quotidiano dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 166 nuovi casi contro i 104 di ieri. Complessivamente sono 55.146 i positivi accertati nell’Isola dall’inizio dell’emergenza. In totale sono stati eseguiti 1.201.710 tamponi, con un incremento di 3.564 test rispetto al dato precedente. Il tasso di positività sale dal 3,5 al 4,6%.
Si registrano anche cinque nuovi decessi (1.403 in tutto), ma diminuiscono i ricoveri in ospedale. Sono 338 (-16) i pazienti attualmente in reparti non intensivi, 46 (-1) quelli in terapia intensiva.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Federmeccanica:Federico Visentin designato alla presidenza
Sarà eletto in assemblea 25 giugno
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
5 maggio 2021
18:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ Federico Visentin il nuovo presidente designato di Federmeccanica. Lo ha deciso il consiglio generale dell’associazione che si è riunito oggi.
L’elezione avrà luogo durante l’assemblea generale, che si terrà il prossimo 25 giugno. Visentin , è già vicepresidente nazionale di Federmeccanica con delega all’Education e delegato per l’Italia nel Board di ESF – Federazione Europea Mollifici. E’ Presidente di CUOA – Business School di Altavilla Vicentina.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
G30, rischio endemico minaccia debito Paesi emergenti
Timori per turbolenze finanziarie nel medio termine
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
19:01
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Le mutazioni del coronavirus e l’andamento delle infezioni “indicano una minaccia endemica, non temporanea” che si associa al rischio di turbolenze finanziarie nel medio termine”. Per i paesi emergenti, tutto ciò potrebbe creare difficoltà crescenti nella gestione del debito pubblico.

E’ quanto spiega un rapporto del G30 sui debiti sovrani.
Lawrence Summers, co-presidente del G30 Working Group, avverte che senza prendere le misure necessarie a fronteggiare shock futuri, il rischio è che i problemi del debito non si risolvano in maniera ordinata, “con conseguenze nell’ordine di centinaia di miliardi di dollari, se non migliaia”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: tra riforme anche riduzione tax gap
Nel quadro anche il federalismo fiscale da completare entro 2026
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
19:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La riduzione del tax gap entra tra le “riforme abilitanti” del Pnrr. “L’evasione fiscale – si legge nella versione inviata alla Ue – aggrava il prelievo sui contribuenti onesti, sottrae risorse al bilancio e introduce distorsioni” nell’economia.
Per ridurlo si punta all’ulteriore incentivazione della compliance, con l’introduzione dal 2023 della precompilata Iva, e al potenziamento dei controllo sui contribuenti a maggiore rischio di evasione, con strumenti avanzati di data analysis e con l’interoperabilità delle banche dati. Completa il quadro il federalismo fiscale, a cui si punta a dare attuazione entro l’inizio del 2026.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Bei, da Fondo paneuropeo 12 miliardi in 6 mesi
Bilancio dell’attività a sostegno delle imprese
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
19:03
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Fondo paneuropeo di garanzia (FEG), lo strumento sostenuto dagli Stati membri e gestito dal gruppo BEI (BEI e FEI) per far fronte alla crisi causata dalla pandemia da Covid-19 nei suoi primi 6 mesi ha approvate operazioni per circa 12 miliardi a sostegno di 94 miliardi di investimenti di imprese ed enti locali di tutta la Unione europea: nel complesso, quasi la metá del target del fondo. Lo si legge in una nota che fa il bilancio dei primi 6 mesi di attività.   ECONOMIA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

M5s: Rousseau, chi ha disposto espulsioni ne risponda
Inammissibile il ricorso di Crimi su un curatore legale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
19:04
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte di Appello di Cagliari ha dichiarato inammissibile il ricorso del reggente M5s Vito Crimi contro la nomina di un curatore speciale del Movimento. Il M5s si era opposto alla decisione del tribunale di Cagliari di nominare un rappresentante legale del Movimento avendo ritenuta non più valida la reggenza del capo politico attuale.
“Il collegio ha accolto la nostra eccezione di inammissibilità del reclamo di Crimi, eccezione fondata su una giurisprudenza granitica, come evidenziato nell’ordinanza”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Così gli avvocati che tutelano la consigliera regionale della Sardegna Carla Cuccu, Lorenzo Borrè e Patrizio Rovelli, da cui è partito il caso Crimi. “Ora – incalzano i due avvocati – confidiamo che il M5s proceda alla nomina del nuovo legale rappresentante e che questi prenda atto della illegittimità dell’espulsione di Cara Cuccu, come già riconosciuto in via cautelare dal tribunale di Cagliari”.
“Non ha importanza se la decisione della Corte di Appello sul M5s è riferita solo al giudizio in corso a Cagliari: quello che oggi emerge è che il M5s è privo di una legale rappresentanza. Se non fosse così il Movimento non avrebbe avuto bisogno di fare ricorso ma avrebbe potuto dimostrare carte alla mano chi rappresenta il M5s. Questo non è accaduto e per una forza politica è una questione paradossale: è la dimostrazione dell’incertezza e della superficialità in cui versa attualmente il M5s”. Lo dice l’avvocato Daniele Granara, legale di 11 parlamentari M5s che hanno presentato ricorso contro la loro espulsione dal M5s.
“Le espulsioni fatte dai capigruppo di Camera e Senato su indicazione di un ex Capo Politico, sprovvisto di poteri di guida politica sono chiaramente viziate, potrebbero essere annullate ed impegnano la responsabilità personale di coloro che, esercitando un potere non posseduto, le hanno disposte”. E’ quanto afferma l’associazione Rousseau.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: monitoraggio per taglio tempi pagamenti debiti Pa
Nuovo set indicatori entro fine 2021 e sensibilizzazione uffici
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
19:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per “migliorare ulteriormente” e “realizzare pienamente gli obiettivi di riduzione dei tempi di pagamento” della Pubblica amministrazione “si procederà ad implementare l’attività di monitoraggio già in corso” attraverso appositi indicatori desunti dalla base dati del sistema informativo della Piattaforma per i crediti commerciali (PCC)” gestito dal Mef. E’ una delle novità del Recovery Plan trasmesso a Bruxelles.
Il governo si impegna a implementare il set di indicatori “entro il quarto trimestre 2021” e “contestualmente” a “rafforzare l’attività di sensibilizzazione” della P.a. per “accelerare le procedure di pagamento”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
M5s: Rousseau, va eletta governance collegiale
Chi impegna M5s a fare altro parla a titolo personale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
20:20
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il M5s ad “oggi non è in grado di esprimere alcuna volontà e chiunque decida di impegnare il Movimento rispetto a qualunque atto di ordinaria o straordinaria amministrazione, parla a titolo personale almeno fino a che non sarà eletta, con le modalità previste in Statuto, la nuova governance collegiale paritaria a 5 componenti, chiamata Comitato direttivo”. Lo afferma l’Associazione Rousseau.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Roma: Meloni, chi mi vuole candidata vuol togliermi di torno
“C’è un sacco di gente che mi vorrebbe in corsa al Campidoglio”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
05 maggio 2021
20:24
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“C’è un sacco di gente che mi vorrebbe candidata a Roma, tendenzialmente tutti quelli che mi vorrebbero togliere dalle scatole”. Lo ha detto la leader di Fdi, Giorgia Meloni, rispondendo a una domanda in conferenza stampa.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi sente Merkel su Covid e Global Health Summit
Il vertice si terrà a Roma il 21 maggio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
20:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Presidente del Consiglio Draghi ha avuto oggi pomeriggio una conversazione telefonica con la Cancelliera della Repubblica Federale di Germania, Angela Merkel. Lo rende noto Palazzo Chigi.
Al centro dei colloqui – spiega la presidenza del Consiglio – vi sono stati gli ultimi sviluppi nella lotta alla pandemia anche in preparazione del “Global Health Summit”, che si terrà a Roma il 21 maggio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Omofobia, in arrivo testo del Centrodestra di governo
Non sarà un’iniziativa di un singolo partito
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
20:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il centrodestra di governo è al lavoro per un testo unitario contro le violenze, alternativo al Ddl Zan. Non sarà, quindi, iniziativa di un singolo partito.
Lo si apprende da fonti della Lega.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sindacati a Palazzo Chigi: ‘Sui licenziamenti decide il Cdm, pronti a iniziative’
Impegno del governo per ruolo in governance sul Recovery
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
20:27
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La proroga del blocco dei licenziamenti deve andare avanti almeno fino a fine ottobre. Il governo ha preso atto delle nostre richieste e si è impegnato a darci una risposta nella sua collegialità”, nell’ambito del decreto Sostegni bis.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo dice il segretario della Cisl Luigi Sbarra dopo l’incontro a Palazzo Chigi con il governo. Pierpaolo Bombardieri, segretario Uil, afferma: “Ci hanno detto che della questione risponde il Consiglio dei ministri. Anche noi faremo una valutazione sulle iniziative conseguenti”. Maurizio Landini, della Cgil, dichiara: “Se non arrivano le risposte dovremo vedere quali iniziative mettere in campo”.
L’incontro sul Recovery a Palazzo Chigi dei segretari di Cgil, Cisl e Uil con il ministro dell’Economia Daniele Franco e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Roberto Garofoli, è durato circa due ore.
Sul Recovery “il Governo si è impegnato ad organizzare incontri con i ministeri sulle sei missioni e a strutturare nella governance una partecipazione delle parti sociali. Si è detto disponibile ad un nostro coinvolgimento diretto per un’azione di monitoraggio e accompagnamento dell’attuazione” del piano. Così il leader della Cisl Luigi Sbarra uscendo da Palazzo Chigi. Maurizio Landini gli ha fatto eco: “Positivo l’impegno del governo ad affrontare con noi alcune questioni” compresa la “definizione del ruolo dei sindacati nella governance. E’ una decisione che il governo prenderà entro fine mese, quindi ci sarà un altro incontro”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Franceschini, pensiamo incentivi per chi riapre le sale
A Convegno Giornate Professionali. Salvatores, da 10/6 mio film
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
20:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
C’è una scelta dello Stato sul cinema “come politica industriale, nella convinzione che investire su quest’area dia un contributo centrale alla crescita economica del Paese”. Lo ha detto il ministro della Cultura Dario Franceschini intervenendo al convegno in streaming “Ritorno al cinema” che ha chiuso le Giornate Professionali di Cinema Reload.
L’incontro ha posto a confronto istituzioni, produttori, esercenti e distributori su temi come i tempi della ripartenza, le misure precauzionali, “che ancora rendono difficile un ritorno in massa al cinema” come ha sottolineato Francesco Rutelli, presidente dell’Anica, e i provvedimenti necessari per sostenere il settore.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fra gli argomenti del dialogo la nuova finestra di distribuzione esclusiva dei film in sala fissata del ministro a 30 giorni: “La window ridotta limitiamola alla fine dell’estate, per dare un segnale a un mercato che deve ripartire”, ha chiesto Mario Lorini presidente dell’Anec (Ente Nazionale Esercenti Cinema). “Vi faccio una proposta precisa: fate un accordo fra tutte le parti sulle finestre – ha risposto Franceschini – e io lo sottoscrivo e lo ratifico in un decreto ministeriale”. In questa fase di emergenza “abbiamo ragionato sugli ammortizzatori sociali, sul decreto sostegni e ce n’è un altro in arrivo per le sale. I sostegni continueranno anche se si riapre. Anzi, sto pensando a un incentivo per chi riapre. Anche di questo ragioneremo con voi”, ha aggiunto.
Per questo, nel nuovo decreto sostegni, Franceschini sta chiedendo “ulteriori fondi di emergenza per continuare a sostenere le attività in questa fase transitoria di passaggio – aveva detto poco prima nel Question time alla Camera – speriamo il più breve possibile, dall’emergenza alla normalità”. Il Ministro ha anche rassicurato gli operatori del settore in merito alla possibilità di un prossimo maggiore allargamento delle misure precauzionali fra le quali il coprifuoco, che al momento è fissato alle 22: “E’ chiaro che tutto dipende dall’andamento dei contagi che verificheremo a metà maggio, cioè a 21 giorni dalle riaperture. Se i dati andranno bene si potranno modificare quelle regole, e andremo verso una stagione di riaperture che dovremo accompagnare con sostegni, aiuti e misure innovative coraggiose”.
Intanto un passo concreto lo fa anche Gabriele Salvatores che ha accettato di “mettere a disposizione delle sale il mio ultimo film, Comedians, Comici, in cui recitano, fra gli altri, Christian De Sica, Ale e Franz e Natalino Balasso. Vi comunico con gioia che sarà nelle sale da giovedì 10 giugno e spero vi terrà compagnia per tutta l’estate”, ha detto il regista Premio Oscar in un video messaggio. “Ringrazio Salvatores e Indiana Productions che hanno accettato stamattina la nostra sfida di essere a fianco dell’industria con i fatti – ha commentato Luigi Lonigro, presidente dei distributori nell’Anica e direttore di 01 Distribution -. Sono convintissimo che l’esempio di Gabriele sarà seguito da altri colleghi italiani e che ci saranno nuove importanti sorprese”. Una direzione confermata da Francesca Cima, presidente dei Produttori dell’Anica: “In questi giorni ci stiamo sentendo tra colleghi per mettere a disposizione i tanti film oltre 200-250, fra titoli già pronti prima della chiusure delle sale, oppure terminati o interamente girati durante la pandemia attenendoci alle misure precauzionali. Ci sono già varie adesioni, anch’io farò uscire una nostra produzione con Valeria Golino (Fortuna di Nicolangelo Gelormini) che era stata alla Festa di Roma. Arriverà in sala il 27 maggio”.   CINEMA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Denise: Vescovo,chi l’ha rubata rompa il silenzio e dia pace
Sindaco Mazara del Vallo, 17 anni insopportabili
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
05 maggio 2021
21:42
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Questa piazza così piena, nel rispetto delle norme anti Covid-19, stasera vuole dire che è ora di finirla. Chi ha rubato Denise si ricordi che sono uomini e donne.
Se hanno un cuore diano finalmente pace ai genitori e a tutta l’Italia intera. Rompano il silenzio”. Lo ha detto monsignor Domenico Mogavero, Vescovo di Mazara del Vallo, intervenendo all’iniziativa “Insieme per Denise”, stasera in piazza della Repubblica a Mazara. Più di 500 sono i mazaresi che hanno partecipato alla fiaccolata in piazza, stringendosi attorno ai genitori della piccola Denise.
“Questi 17 anni sono diventati insopportabili – ha detto il sindaco Salvatore Quinci – c’è una Mazara che non sopporta più e che insieme ai genitori vuole la verità”. Poi l’appello di Piera Maggio a chi ha rapito la sua piccola: “Fatevi coraggio, non potete tenervi sulla coscienza cosa è successo. Denise è figlia di questa città e dobbiamo proteggerla”.
L’avvocato Giacomo Frazzitta ha ribadito che chi ha preso Denise non è un extraterrestre, “è un umano”. Poi l’invito ai mazaresi: “Da domani diventati investigatori anche voi. La verità su Denise è dentro questa città, non da altre parti”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Livatino: camicia del giudice reliquia per Beatificazione
La indossava il giorno dell’agguato, consegnata alla Curia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
05 maggio 2021
21:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Curia di Agrigento ha chiesto ed ottenuto in via temporanea l’affidamento della camicia indossata dal giudice Rosario Livatino al momento del mortale agguato del 21 settembre 1990 che sino ad oggi ha costituito un “reperto” nei diversi processi in Corte d’Assise a Caltanissetta. E’ stato lo stesso presidente ad emettere un decreto di concessione di quella che è ormai lecito considerare una reliquia del magistrato che sarà beatificato ad Agrigento domenica prossima 9 maggio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La richiesta dei vertici della Curia agrigentina risale a qualche tempo fa ed adesso si è concretizza con la firma del relativo decreto in corso di notifica con la consegna della camicia azzurra diventata rossa per il sangue della vittima. Con molta probabilità l’effetto personale del “Martire della Giustizia e, indirettamente, della Fede” sarà mostrato ai 200 invitati ammessi alla funzione religiosa che si svolgerà nella cattedrale di Agrigento e sarà trasmessa in diretta da Rai 1.
Nel frattempo dovrà essere decisa la futura sorte del “reperto/reliquia” rimasta custodita negli armadi blindati del Tribunale di Caltanissetta per 31 anni senza che nessuno ufficialmente lo richiedesse.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La svolta di Biden sui brevetti, Ue: se ne parlerà al summit di Oporto
Speranza: ‘E’ un importante passo in avanti’. Draghi: ‘Vaccini bene globale, abbattere ostacoli’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
07 maggio 2021
08:48
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’Ue è pronta a discutere di come la proposta degli Stati Uniti per una deroga alla protezione della proprietà intellettuale” dei brevetti “per i vaccini Covid possa aiutare a raggiungere l’obiettivo” di affrontare la crisi globale del Covid “in modo efficace e pragmatico”. La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, sceglie il suo intervento sullo Stato dell’Unione, a Firenze, per aprire alla proposta del presidente Usa, Joe Biden. I 27 leader ne discuteranno già al vertice informale, a Porto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ma mentre le quotazioni delle aziende farmaceutiche crollano in borsa, e le Big Pharma manifestano tutto il loro allarme, da Berlino – pur aprendo alla discussione – Angela Merkel lascia filtrare il suo scetticismo. “La protezione della proprietà intellettuale è una fonte di innovazione e deve rimanere tale anche in futuro”, fa sapere.
Una voce fuori dal coro quella della cancelliera tedesca, mentre l’alleato di sempre, il presidente francese Emmanuel Macron, si dice “del tutto favorevole alla revoca”. Più sfumata, appare la posizione del premier Mario Draghi, che non si espone: “I vaccini sono un bene comune globale. È prioritario aumentare la loro produzione, garantendone la sicurezza, e abbattere gli ostacoli che limitano le campagne vaccinali” dice il premier alla vigilia della partenza per Porto. Il ministro Roberto Speranza invece esulta: “La svolta di Biden è un importante passo in avanti”. Ed il capo della Farnesina, Luigi Di Maio, commenta: “L’Italia c’è, l’Europa non perda questa occasione e dimostri di essere unita e coraggiosa”.
Plaude il segretario dell’Onu, Antonio Guterres, “per il sostegno senza precedenti degli Usa”. Di “grande soddisfazione” parla la direttrice generale dell’Organizzazione mondiale del commercio (Wto), Ngozi Okonjo-Iweala. Il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, fa sapere che l’Eurocamera “è pronta a discutere” qualsiasi proposta che aiuti ad accelerare il processo di vaccinazione a livello globale. Persino il russo, Vladimir Putin, si dice pronto ad avallare l’idea. Ma di fronte alla febbre da brevetto, Farmindustria si dice “sorpresa e preoccupata”. Si tratta di “iniziative – sottolinea – che, di certo, non risolvono il problema di avere subito più vaccini”. L’ad di Pfizer, Albert Bourla, dichiara di essere “per nulla” favorevole, mentre il laboratorio tedesco BioNTech, mette in guardia: “i brevetti non sono il fattore limitante della produzione e dell’approvvigionamento” degli immunizzanti. “Non aumenterebbero la produzione mondiale né l’approvvigionamento nel breve e medio termine”. Intanto è tonfo a Wall Street per la casa farmaceutica Usa Moderna, il cui titolo è arrivato a perdere oltre il 9% , mentre Pfizer ha segnato oltre -2%.
Anche a Bruxelles c’è cautela. In alcuni Palazzi delle istituzioni si evidenzia: la questione che l’Ue si pone è quale sia il modo migliore per vaccinare la popolazione mondiale a breve termine. “Lo è la revoca dei brevetti sui vaccini, sapendo che per stabilire una linea di produzione occorre almeno un anno. E per la discussione al Wto ne serviranno almeno due”, oppure è meglio puntare a rafforzare la capacità produttiva?” viene chiesto retoricamente. L’Ue non ha mai chiuso all’export dei vaccini, come invece hanno fatto Usa e Regno Unito. Bruxelles ha autorizzato il trasferimento di 200milioni di dosi, tante quante ne ha consegnate fino ad oggi ai propri cittadini. “Bisogna vedere in termini reali quanto può durare il negoziato, e la messa in produzione”, insistono le fonti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il timore è che la discussione distolga dall’obiettivo reale. I sieri servono ora. Il meccanismo Covax, per le donazioni ai Paesi a basso e medio reddito, ha ricevuto solo 53milioni di dosi contro i due miliardi previsti entro l’anno, destinati ad immunizzare il 20% di quelle popolazioni. Insomma, occorre donare più che liberalizzare i brevetti. Anche perché la mossa potrebbe scoraggiare la ricerca delle industrie europee e Usa, a beneficio di Russia e Cina.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Debate di parlamentari europei su matrimoni tra stesso sesso
Con finali Campionato Giovanile confronto su tema divisivo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
09:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo 6 mesi e ben 269 dibattiti che hanno coinvolto più di 300 giovani di tutta Italia si avvia alla finale la prima edizione del Campionato Italiano Giovanile di Debate – organizzato dalla Società Nazionale Debate Italia con il sostegno di Coop Lombardia, il patrocinio di Commissione europea e Parlamento europeo, Rai Cultura e Rai Scuola. Venerdì 7 maggio si terranno i quarti di finale e domenica 9 le quattro squadre vincitrici si scontreranno nelle semifinali e nella finale che assegnerà il titolo di prima squadra Campione d’Italia e di Best Debater 2021.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ma questo weekend all’insegna del debate e dell’Europa si aprirà con un evento eccezionale: per la prima volta in Italia 4 membri di un Parlamento – in questo caso quello europeo – si sfideranno in un dibattito pubblico secondo le regole del debate. A ospitare questo evento sarà proprio Caterpillar AM, il programma di Rai Radio2 in onda dalle 6:00 alle 7:30, visibile anche in video streaming su Rai Play e disponibile in podcast.
Il tema sarà uno dei più controversi del momento – L’Unione Europea dovrebbe spingere gli Stati membri a consentire i matrimoni fra coppie dello stesso sesso – e la squadra Pro sarà composta da Brando Benifei (PD – Alleanza Progressista di Socialisti e Democratici) e Eleonora Evi (Verdi – Alleanza Libera Europea), mentre ad opporsi saranno Carlo Fidanza (FdI – Conservatori e Riformisti Europei) e Simona Baldassarre (Lega – Identità e Democrazia). I concorrenti avranno un minuto di tempo ciascuno per esporre le proprie argomentazioni e rispondere a quelle degli avversari. A introdurre e commentare la mozione sarà il responsabile dell’Ufficio del Parlamento europeo a Milano Maurizio Molinari mentre il verdetto sarà affidato ai commenti degli ascoltatori raccolti e sintetizzati dai conduttori Filippo Solibello e Marco Ardemagni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Letta,bene sfida Biden,brevetti liberi contro pandemia
Lontani muri, cloro e candeggina, ma ricordiamo chi ci stava…
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
09:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Biden sfida le big della farmaceutica. Brevetti liberi per battere la #pandemia.
Civiltà.
Come sembrano lontani muri, cloro e candeggina. Ricordiamoci sempre però chi stava per l’uno e chi per l’altro”.
Lo scrive su twitter il segretario del Pd, Enrico Letta.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salvini, Albertini? cerco unire ma nel c.destra troppi no
A Milano e Roma dobbiamo decidere in poche settimane
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
06 maggio 2021
10:01
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono mesi che cerco di costruire e unire il centrodestra in vista delle amministrative. A Roma e Milano avevamo i candidati giusti: Bertolaso e Albertini, ma altri hanno detto No per settimane e mesi e loro hanno perso la pazienza”: così il segretario della Lega Matteo Salvini ha commentato il passo indietro dell’ex sindaco di Milano che ha deciso di non accettare la candidatura.

“Ora spero che chi non era d’accordo – ha aggiunto – abbia proposte alternative, perché sia nella Capitale che nel capoluogo lombardo possiamo e dobbiamo vincere. Entro poche settimane dobbiamo decidere”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Albertini si sfila dalla corsa a sindaco, scelgo la famiglia
Avrei chiamato Sala come vicesindaco, siamo in tempi particolari
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
06 maggio 2021
10:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Grazie, ma no grazie: è questo il succo della lettera aperta pubblicata oggi su Libero indirizzata al direttore Pietro Senaldi, a Vittorio Feltri, a Pino Farinotti, e ai milanesi con cui Gabriele Albertini si è sfilato dalla corsa a sindaco di Milano per il centrodestra per motivi familiari. C’è stata, ha spiegato, la tentazione di accettare ma “mi sono fermato davanti alla mia famiglia…
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
‘bicellulare’, (siamo solo in due a vivere insieme) ed a mia moglie non potevo infliggere un disagio, per Lei così insopportabile, per un terzo quinquiennio! Ecco allora, che, dopo averVi ringraziato, Vi chiedo scusa, miei Cari Concittadini!”.
L’ex sindaco però non ha rinunciato a un colpo di scena: “se fossi stato candidato e se fossi stato eletto – ha rivelato -, ecco il mio primo atto, da sindaco di Milano: chiedere a Beppe Sala, d’entrare nella Giunta Municipale, come vicesindaco, d’unirsi a me nel Governo della Città, magari, accompagnato da alcuni assessori, suggeriti da Lui e/o dalle forze politiche responsabili che lo sostengono” perché siamo in “tempi particolari” e “gravi”. Secondo Albertini la città “sempre, anticipatrice di ogni ‘nuovo corso’, per l’Italia deve vivere la sua, immancabile rinascita, con una ritrovata, inusitata, potente, implacabile concordia delle Sue forze politiche e sociali, delle Sue imprese e dei Suoi lavoratori e di tutti i Suoi cittadini”. Rivelazione per cui il sindaco Sala ha ringraziato. “E’ un gentiluomo e non lo scopriamo certamente oggi. Ora però – ha aggiunto – mi attende una sfida impegnativa: convincerlo a votare per il suo futuro, mancato vice 🙂 “.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Terremoti: Friuli; sui social il ricordo del sisma
Sindaco Gemona, 6 maggio scolpito nella storia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
06 maggio 2021
10:11
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Chiuse in macchina venivamo letteralmente sconquassate da una forza bruta” improvvisa, travolgente. Poi più nulla, solo le grida della gente ed una foschia fittissima, di colore arancione, quello dei mattoni.” “Mi ricordo la polvere che subito ci avvolse e che penetrava nel naso, nella bocca, tra i vestiti, fra i capelli”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono alcuni dei ricordi del sisma del 6 maggio 1976 che provocò quasi mille vittime e distruzioni gravissime, comparsi oggi sul gruppo Facebook “Sei di Gemona”, dove sono in molti a ritornare con la memoria ai giorni del terremoto di 45 anni fa.
“Mai dismenteà”, non dimenticare, scrive un altro utente postando la foto del centro di Gemona raso al suolo dopo la seconda scossa, nel settembre 1976. “Impossibile dimenticare…un mandi alla vecchia Gemona”, “momenti indimenticabili per tutta la vita, mai mai dimenticherò”, “chi l’ha provato non può scordare” il sisma e le vittime.
Il 6 maggio 1976 rimarrà una data “per sempre scolpita nella storia di Gemona e del Friuli”. Lo scrive su Facebook il sindaco di Gemona del Friuli (Udine), Roberto Revelant. “Oggi – continua Revelant – ricordiamo le vittime di quel catastrofico terremoto, non dimenticandoci nemmeno di quello che è accaduto dopo: i soccorsi, la solidarietà e la ricostruzione. I friulani hanno sempre dimostrato di saper trovare la forza di reagire e ripartire anche quando viene a mancare ogni certezza.” “Il nostro compito – conclude Revelant – è di trasmettere ai nostri figli ed ai nostri nipoti tale eredità. Solo così nessuno sarà mai dimenticato ed onoreremo lo straordinario lavoro di chi ci ha preceduto”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: ripresa graduale con i vaccini, ma resta l’incertezza
L’Eurotower non esclude ‘sviluppi avversi’ della pandemia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
12:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I progressi delle campagne vaccinali in Europa “dovrebbero porre le basi per un recupero dell’attività economica nell’arco del 2021, sebbene per una completa ripresa sarà necessario attendere ancora qualche tempo”, in un contesto che resta di “elevata incertezza”. Lo scrive la Bce nel Bollettino economico, secondo cui “la tempistica dell’allentamento delle misure di contenimento non è ancora chiara e non si possono escludere ulteriori sviluppi avversi associati alla pandemia”.

“É probabile che l’inflazione complessiva aumenti ulteriormente nei prossimi mesi”, tuttavia “gli indicatori delle aspettative di inflazione a più lungo termine ricavati dai mercati rimangono su livelli contenuti”, scrive la Bce, confermando “l’orientamento molto accomodante della politica monetaria”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Incidenti lavoro:Meloni,sì a raccolta fondi figlio Luana
Lanciata dal Comune di Montemurlo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
10:47
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Come Fratelli d’Italia aderiamo volentieri alla raccolta fondi lanciata dal Comune di Montemurlo per aiutare il figlio di Luana, mamma 22enne scomparsa in seguito a un incidente sul lavoro”. Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, aggiungendo gli estremi per la raccolta fondi: “Se altri volessero dare una mano a questo bambino ecco i riferimenti per la donazione: Iban IT11 U030 6937 9791 0000 0004 565 Banca Intesa San Paolo-Filiale di Montemurlo via Scarpettini.
Causale: “Donazione per Luana”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bianchi: ‘A settembre tutti gli studenti in classe’
Un piano per i precari, basta con le classi-pollaio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
10:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
«Voglio riportare a settembre tutti gli studenti in aula e in sicurezza». L’annuncio è del ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, intervistato da Repubblica, con la sottolineatura che per la sicurezza sanitaria il dl sostegni ha già dato alle scuole 150 milioni.
Nessuna sanatoria sui precari, ma il tema va affrontato: l’obiettivo un sistema a regime con concorsi annuali. Ma si dovrà tener conto delle diverse situazioni: ‘porremo attenzione alle persone e alle esigenze degli studenti’. E basta con le classi-pollaio: una riduzione già dal prossimo anno scolastico. Che il ministro auspica possa partire tra il 10 e il 15 settembre.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Esperti, in Umbria stasi discesa curva epidemica Covid
Ma situazione “migliore di quella italiana”, Rt a 0,97
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
06 maggio 2021
10:51
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In Umbria la “lenta discesa” della curva epidemiologica relativa ai contagi Covid negli ultimi giorni “sembra avere una stasi, essersi quasi fermata” ma il quadro che emerge dai dati “è comunque molto migliore della situazione nazionale”. E’ il quadro delineato dagli epidemiologi del nucleo regionale nella conferenza stampa di aggiornamento settimanale.

L’indice Rt calcolato sugli ultimi 14 giorni è 0,97, 0,88 quello italiano.
“Siamo su valori molto bassi – ha rilevato Marco Cristofori – e quindi è normale che il calo della curva epidemia sia più lento. Lo dicono anche i modelli matematici. Continua anche a scendere l’incidenza dei casi rispetto alla popolazione e tutti i distretti sono sotto la soglia indicata dal Cts. A livello nazionale l’Umbria è la regione che sta messa meglio e ha ormai da cinque settimane l’incidenza più bassa. E questo comporta anche il calo degli attualmente positivi”.
Riguardo alle vaccinazioni, l’assessore Luca Coletto ha sottolineato che “i fragili sono ormai quasi tutti vaccinati”.
“Li stiamo raggiungendo – ha aggiunto – anche grazie al team mobile dell’esercito”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: zero decessi e appena 46 nuovi casi in Alto Adige
Superata soglia 100 mila test nasali
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
06 maggio 2021
11:20
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata positiva per quanto riguarda la pandemia covid in Alto Adige con nessun decesso e appena 46 nuovi casi. Sono risultati positivi 30 su 711 tamponi pcr e 16 su 5288 test antigenici.
Finora sono stati effettuati 106.396 test nasali, di cui 229 positivi e 356497 tamponcini nelle scuole, dei quali 338 sono risultati positivi e 169 confermati con pcr.
Gli altoatesini in quarantena sono 2.296.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio vede ministri di Palestina, Mali, Slovacchia
Dopo la due giorni di lavori al G7 Esteri-Sviluppo a Londra
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
11:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo la due giorni di lavori al G7 Esteri-Sviluppo a Londra, il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, avrà il primo di tre incontri bilaterali con il suo omologo palestinese, Riad Malki. E’ quanto si apprende da una nota della Farnesina.

Di Maio incontrerà successivamente il ministro dei maliani all’estero, Al Hamdou Ag Ilène, “un’ulteriore, significativa tappa per il rafforzamento dei rapporti tra l’Italia e la regione del Sahel – si legge nella nota -, a seguito della visita effettuata dal ministro Di Maio a Bamako il mese scorso.
Il titolare della Farnesina riceverà anche il ministro degli Esteri slovacco, Ivan Korčok, per uno scambio di vedute sulle principali questioni europee e internazionali.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Superbonus: Conte, M5s si farà garante proroga a 2023
Draghi e Franco hanno dimostrato ampia disponibilità
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
11:27
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sulla proroga del Superbonus “Draghi e Franco hanno già dimostrato ampia disponibilità: ora però bisogna tradurre l’impegno per iscritto. Gli operatori hanno bisogno di certezze per lavorare.
Serve una proroga almeno per il 2023, coperture adeguate con fondi aggiuntivi, perché non bastano le somme non utilizzate. Gli operatori devono avere la certezza delle coperture”.
Così Giuseppe Conte, intervenuto ad un’iniziativa della filiera edilizia sul Superbonus, che aggiunge: “il M5S si farà garante della sua applicazione ed estensione al 2023” .
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 282 positivi al nelle Marche nell’ultima giornata
4.441 tamponi, 2.454 nuove diagnosi, positivi/testati all’11,5%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
06 maggio 2021
11:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 282 i positivi al covid rilevati nelle Marche nelle ultime 24 ore tra le 2.454 nuove diagnosi: 122 in provincia di Pesaro Urbino, 68 in provincia di Macerata, 39 in provincia di Ascoli Piceno, 21 in provincia di Fermo, 19 in provincia di Ancona e 13 fuori regione. Secondo il Servizio Sanità della Regione Marche “nelle ultime 24 ore sono stati testati 4.441 tamponi: 2.454 nel percorso nuove diagnosi (di cui 647 nello screening con percorso Antigenico) e 1.987 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari all’11,5%)”.
I 282 nuovi positivi comprendono soggetti sintomatici (41 casi rilevati), contatti in setting domestico (61), contatti stretti di casi positivi (101) contatti in setting lavorativo (2), contatti in ambiente di vita/socialità (1), contatti in setting assistenziale (1), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (18). Per altri 57 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Sui 647 test del Percorso Screening Antigenico “sono stati riscontrati 36 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 6%”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sassoli, un bambino su 5 a rischio povertà in Europa
‘Con Garanzia europea per l’infanzia possibile fermare fenomeno’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
06 maggio 2021
11:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Più di un bambino su cinque in Europa è a rischio di povertà ed esclusione sociale. Il Parlamento europeo crede fermamente che la Garanzia europea per l’infanzia sia il modo per invertire questo fenomeno”.
Così il presidente dell’Europarlamento David Sassoli su Twitter. Il Social Summit Ue di Porto “deve essere un’opportunità per sostenere maggiori investimenti nel sociale per ogni bambino”, conclude Sassoli.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bce, ripresa graduale, serve ancora politica espansiva
L’Eurotower non esclude ‘sviluppi avversi’ della pandemia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
11:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I progressi delle campagne vaccinali in Europa “dovrebbero porre le basi per un recupero dell’attività economica nell’arco del 2021, sebbene per una completa ripresa sarà necessario attendere ancora qualche tempo”, e resta di “elevata incertezza”. Lo scrive la Bce nel Bollettino economico, secondo cui “la tempistica dell’allentamento delle misure di contenimento non è ancora chiara e non si possono escludere ulteriori sviluppi avversi associati alla pandemia”.

Secondo la Bce le aspettative di inflazione “rimangono su livelli contenuti” e dunque si conferma “l’orientamento molto accomodante della politica monetaria”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Bonaccini, in E-R entro fine estate tutti vaccinati
Se rispettati contratti sottoscritti tra produttori e Ue
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
06 maggio 2021
11:41
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sul fronte vaccinale “le cose cominciano ad andare meglio. Io stimo che in Emilia-Romagna, a fine maggio avremo oltre un milione e mezzo, ma credo oltre abbondantemente, di persone vaccinate”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Entro la fine dell’estate se le previsioni saranno confermate per ciò che sono i contratti sottoscritti tra aziende fornitrici e Unione Europea, in Emilia-Romagna avremo vaccinato tutti coloro che si vogliono vaccinare”. Lo ha detto, intervenendo su Rainews 24 il presidente della Regione, Stefano Bonaccini.
“Noi abbiamo aperto proprio in queste ore le prenotazioni per le persone che hanno tra i 60 e i 64 anni – ha osservato – due lunedì fa quando aprimmo ai 65-69enni in meno di un giorno abbiamo avuto 102.000 prenotazioni: quando si prenota in Emilia-Romagna viene data immediatamente l’ora, il giorno e il luogo e alcuni inizieranno a vaccinarsi già da oggi pomeriggio o domani mattina. Apriremo entro fine maggio a chi ha meno di 60 anni, abbiamo sottoscritto il protocollo con le parti sociali e quindi, sempre a fine maggio apriremo anche alle aziende. È evidente – ha concluso Bonaccini – che per fare tutto questo, mentre stiamo completando gli 80enni e gli ultra 80enni con la doppia dose e stiamo vaccinando disabili, patologici, care-giver, che per aprire alle aziende e andare sotto i 60 anni c’è bisogno di tanti vaccini”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Valle d’Aosta verso il ritorno in zona arancione
Nuovi casi settimanali ampiamente sotto la soglia dei 250
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA
06 maggio 2021
16:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Valle d’Aosta va verso il ritorno in zona arancione a partire da lunedì prossimo. I dati dell’ultima settimana indicano una riduzione del contagio: nella settimana dal 30 aprile al 6 maggio sono stati registrati 187 nuovi casi positivi su 100.000 abitanti, ben lontano dalla soglia dei 250 che hanno fatto scattare la zona rossa.
L’indice Rt puntuale è ampiamente sotto l’1, la pressione sull’ospedale Parini si è allentata. I nuovi dati saranno valutati domani dalla Cabina di regia dell’Istituto superiore di sanità e dal ministero alla Salute per decidere i nuovi provvedimenti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio: liberalizzare i vaccini, l’Ue sia coraggiosa
‘Da Biden un segnale molto importante sui brevetti’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
12:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’annuncio dell’amministrazione Biden, favorevole alla sospensione dei brevetti, è un segnale molto importante. L’Italia c’è, l’Europa non perda questa occasione e dimostri di essere unita e coraggiosa”.
E’ quanto scrive su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.
“Serve un libero accesso ai brevetti sui vaccini anti Covid – prosegue -. È una corsa contro il tempo e c’è bisogno della collaborazione di tutti per evitare di essere travolti dalle varianti del virus. Ogni Stato deve avere le stesse opportunità ed è fondamentale, davanti a questa emergenza, liberalizzare la produzione”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tirrenia: sì del Mise a ristrutturazione, ma Cin rifiuta
Il sindacato Federam-Cisal annunciato uno sciopero immediato
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
06 maggio 2021
12:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Mise ha autorizzato la stipulazione dell’accordo di ristrutturazione con Cin nella versione sottoposta” dai commissari straordinari di Tirrenia “al Comitato di Sorveglianza”. Ma “Cin ha respinto la proposta rivoltale conformemente alle prescrizioni ministeriali, diffidando i commissari straordinari alla sottoscrizione entro le 10 di stamattina dell’atto unilateralmente integrato dalla stessa Cin, nel tardo pomeriggio di ieri, con clausole inaccettabili per l’amministrazione straordinaria”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo fanno sapere i commissari straordinari di Tirrenia in una nota, che “si riservano ogni azione”.
Il Mise “ha autorizzato la stipulazione dell’accordo di ristrutturazione ex art. 182-bis l.f. con Cin, nella versione sottoposta dagli stessi commissari al Comitato di Sorveglianza, subordinatamente all’ integrazione dell’accordo con le condizioni espressamente evidenziate nel provvedimento autorizzatorio al fine di ulteriormente tutelare gli interessi del ceto creditorio di Tirrenia in amministrazione straordinaria”. I commissari hanno quindi “confermato la disponibilità a sottoscrivere l’accordo a queste condizioni”. Ma Cin “ha respinto la proposta”. I commissari si riservano ora “ogni azione avverso dichiarazioni o comportamenti diffamatori o comunque non rispettosi della correttezza del proprio operato”, conclude la nota.
Intanto il sindacato Federam-Cisal ha annunciato uno sciopero immediato dei marittimi e del personale di terra di Tirrenia.
“Bloccheremo le navi di tutto il gruppo Onorato – annuncia la sigla con il segretario generale Alessandro Picco – E’ inammissibile mettere a rischio 6mila posti di lavoro e il futuro di altrettante famiglie”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Superbonus: Ance, azione decisa o si spegne motore ripresa
Oltre 13mila interventi per 1,6 miliardi di euro
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
12:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Senza un’azione decisa sul Superbonus al 110% in tutte le sue emanazioni spegneremo uno dei grandi motori della ripresa del nostro Paese”. Così il presidente dell’Ance, Gabriele Buia, nel suo intervento all’evento organizzato con tutta la filiera delle costruzioni per chiedere una semplificazione ed una conferma del superbonus.

“A volte sento che il Superbonus rischia di essere una misura che favorisce i più ricchi”, dice Buia. “Sono d’accordo: se resterà questa selva di procedure, solo chi avrà più risorse da investire per trovare il bandolo della matassa ci riuscirà”.
Al 28 aprile 2021 risultano quasi 13mila interventi legati al Superbonus per un ammontare corrispondente di oltre 1,6mld di euro. Rispetto alla precedente pubblicazione del 13 aprile, si osserva un ulteriore significativo aumento in sole due settimane del 26,8% in termini di numero e del 36% nell’importo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Rete Unica: Colao, obiettivo banda larga a tutti, faremo gare
Le questioni societarie le devono valutare società e Antitrust
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
15:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Credo che il ruolo giusto della politica sia quello di pensare agli interessi dei cittadini”, quindi a portare la banda larga a loro e “secondo di farlo in maniera equilibrata. Le questioni societarie le devono valutare le società e l’antitrust”.
Lo afferma Vittorio Colao, ministro dell’Innovazione Tecnologica, in un webinar de Il Messaggero.
“Il nostro obiettivo è politico e di paese – sottolinea – non di assetti societari” e quindi puntare a “qualsiasi situazione adatta a dare la banda larga a tutti, lo faremo con le gare” che metteranno operatori in concorrenza.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: Letta, Coppa Italia senza serie C è errore grave
Ma non è bastata la lezione della SuperLega?
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
12:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Leggo che stanno decidendo di fare la prossima Coppa Italia di calcio senza squadre di #SerieC. Un errore grave.
Nel resto d’Europa si valorizzano i club delle serie minori. Ma non è bastata la lezione della SuperLega??”.
Così in un tweet il segretario Pd Enrico Letta contro la nuova formula del torneo di calcio.
NOTA DI MAURIZIO BARRA:
“La medesima cosa che scrissi qui io, i più attenti lo ricorderanno”.
FINE NOTA.  CALCIO

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

FI: Tajani, famiglia non esiste senza figli e va difesa
In occasione di iniziative del partito per festa della mamma
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
12:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La famiglia è per noi il nucleo fondamentale della società e va difesa, ma senza figli non esiste. Le nostre politiche sono sempre state a sostegno della maternità, ad esempio nel Recovery plan presentato dal governo italiano a Bruxelles c’è una parte consistente sugli asili nido.

Noi continuiamo ad andare in quella direzione”. L’ha detto il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani nella conferenza stampa di FI sulle iniziative organizzate per la festa della mamma.
“Nel documento del nostro dipartimento c’è anche una parte sulla tutela delle donne contro la violenza – ha aggiunto – perché la maternità significa anche rispetto della donna. La donna non è una fattrice, si realizza pienamente con la maternità e noi dobbiamo tutelare il ruolo della donna nella società permettendole contemporaneamente di essere madre e di realizzarsi nel lavoro”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cc ucciso: Meloni, assassini scontino pena fino all’ultimo
Colpiscono al cuore parole sua moglie Cerciello, Rosa Maria
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
12:48
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Colpiscono al cuore le parole commosse di Rosa Maria, compagna del vice brigadiere Cerciello Rega, dopo la condanna all’ergastolo dei due americani per l’omicidio di Mario. Speriamo che gli assassini ora scontino la loro pena fino all’ultimo giorno, senza alcuno sconto.
Giustizia per Mario”.
Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dl Sostegni: governo pone la fiducia al Senato
Lo comunica in Aula il ministro D’Incà
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
12:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro per i rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà, ha comunicato all’Aula che il governo intende porre la fiducia sul Dl Sostegni, all’esame del Senato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dl sostegni: ok aula Senato con 207 sì, passa alla Camera
Da Imu a separati, gli aiuti del dl Sostegni 1. Voucher viaggi più lunghi. Non cedibile credito su bonus mobili
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
21:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’aula del Senato ha confermato la fiducia al governo sul decreto Sostegni, con 207 voti favorevoli, 28 contrari e 5 astensioni. Per il via libero definitivo il provvedimento, che scade il 21 maggio, dovrà passare alla Camera.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Come deciso dalla conferenza dei capigruppo di Montecitorio, l’esame slitterà al 17 maggio (inizialmente previsto il 12) e anche in questo caso il governo porrà la fiducia.
Salta il ‘superbonus per le aziende’, vale a dire la possibilità di cedere i crediti d’imposta maturati dalle imprese per investimenti in beni strumentali previsti dal piano Transizione 4.0. L’alt arriva dalla Ragioneria dello Stato: mancano le coperture, dicono i guardiani dei conti pubblici, obbligando il Parlamento a modificare il maxiemendamento al dl Sostegni. All’inizio i cinquestelle salgono sulle barricate, evocando la crisi. Ma poi lo strappo rientra con la promessa del governo di aprire un tavolo in vista dell’approvazione del Sostegni bis che dovrebbe arrivare la prossima settimana. La maggioranza, nonostante le minacce, vota dunque compatta la fiducia a Palazzo Madama.
Oltre 13mila interventi per 1,6 miliardi di euro – Al 28 aprile 2021 risultano quasi 13mila interventi legati al Superbonus per un ammontare corrispondente di oltre 1,6mld di euro. Rispetto alla precedente pubblicazione del 13 aprile, si osserva un ulteriore significativo aumento in sole due settimane del 26,8% in termini di numero e del 36% nell’importo. Sono gli ultimi dati del monitoraggio congiunto di Enea e Mise illustrati durante l’evento organizzato dall’Ance con tutta la filiera delle costruzioni per chiedere la conferma e la semplificazione del Superbonus al 110%.
Ance, azione decisa o si spegne motore ripresa – “Senza un’azione decisa sul Superbonus al 110% in tutte le sue emanazioni spegneremo uno dei grandi motori della ripresa del nostro Paese”. Così il presidente dell’Ance, Gabriele Buia, nel suo intervento all’evento organizzato con tutta la filiera delle costruzioni per chiedere una semplificazione del superbonus. A volte sento che il Superbonus rischia di essere una misura che favorisce i più ricchi”, dice Buia. “Sono d’accordo: se resterà questa selva di procedure, solo chi avrà più risorse da investire per trovare il bandolo della matassa ci riuscirà”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Con 32 miliardi di euro il decreto sostegni è intervenuto per fronteggiare i prolungati danni economici causati dalla pandemia con nuovi ristori a favore delle imprese (per cui sono stati modificati platea e criteri di calcolo degli aiuti, eliminando i codici Ateco ed innalzando a 10 milioni la soglia massima di fatturato dei beneficiari).
È stato previsto uno stanziamento di 700 milioni per il settore della montagna e per alleggerire il carico della riscossione è stato sospeso l’invio delle cartelle e sono state annullate le cartelle esattoriali per i redditi più bassi relative al periodo 2000-2010. Il dl ha prorogato a fine giugno il blocco dei licenziamenti e la Cig ordinaria e al 31 dicembre la cassa integrazione in deroga.
Riconosciuta un’indennità di 2.400 euro ai lavoratori stagionali del turismo, degli stabilimenti termali e dello spettacolo, rifinanziati il reddito di cittadinanza con 1 miliardo e quello di emergenza con 1,5 miliardi. Alla sanità vanno infine 5 miliardi, di cui 2,8 ai vaccini e ai farmaci anti-Covid.
Il Senato è quindi intervenuto con una serie di modifiche a favore di famiglie e imprese, in attesa che il nuovo Sostegni-bis elargisca nuove risorse.
PIU’ TEMPO PER VOUCHER VIAGGI E CONCERTI – La durata dei voucher viaggi emessi per voli, treni, pacchetti turistici ma anche per le gite scolastiche passa da 18 a 24 mesi. Durano invece tre anni quelli per gli spettacoli. Voucher potranno essere emessi dalle palestre, da usare fino a 6 mesi dopo la fine dello stato di emergenza.
SUPPORTO AI GENITORI SEPARATI – Viene creato un Fondo da 10 milioni per aiutare i genitori separati o divorziati in difficoltà economiche causa Covid a garantire l’assegno di mantenimento. Il beneficio massimo è di 800 euro al mese.
STOP AI SEGGI NELLE SCUOLE – Per evitare chiusure legate alle elezioni si chiede ai Comuni di individuare entro metà luglio sedi alternative alle aule per i seggi della prossima tornata d’autunno. A disposizione c’è un fondo da 2 milioni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
STOP IMU, CANONE RAI E COSTI FISSI – Niente prima rata Imu per le imprese con cali di fatturato del 30%, niente canone Rai per alberghi, bar e ristoranti, che potranno anche mettere i tavolini all’aperto senza pagare la tassa sull’occupazione del suolo pubblico fino alla fine dell’anno. Arrivano inoltre fondi per le tv locali, i bus turistici, le città d’arte e per le start up ‘esodate’ dai ristori. Prorogate le concessioni degli ambulanti.
NIENTE INGORGHI PER GLI SFRATTI – Parziale sollievo per i proprietari, che non dovranno più pagare le tasse sui canoni non riscossi anche per i contratti in essere già prima del 2020. Nuovo intervento sugli sfratti che da un lato proroga il blocco per le procedure esecutive attivate da febbraio 2020, dopo l’inizio della pandemia, e dall’altro conferma lo sblocco a partire dal primo luglio per gli sfratti pre-Covid. Una scelta per “evitare ingorghi” e uscire in modo graduale dalla misura.
NON CEDIBILI BONUS MOBILI E 4.0 – I crediti fiscali del bonus mobili ed elettrodomestici così come quelli sull’acquisto di beni strumentali legati a Transizione 4.0 (il soprannominato superbonus per le aziende) non potranno essere ceduti, al contrario di quanto inizialmente approvato dalle Commissioni. Le norme non erano finanziariamente coperte.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
M5s: Conte, legge obbliga Casaleggio a dare dati iscritti
‘Su questo c’è poco da scherzare, perché questi vincoli di legge sono assistiti da solide tutele, civili e penali’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
14:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Casaleggio per legge è obbligato a consegnare i dati degli iscritti al Movimento, che ne è l’unico e legittimo titolare”. Lo dice l’ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte a Repubblica.
“Su questo c’è poco da scherzare, perché questi vincoli di legge sono assistiti da solide tutele, civili e penali”.
“Abbiamo predisposto tutto per partire. Siamo pronti. Questa impasse sta solo rallentando il processo costituente, ma certo non lo bloccherà. Verrà presto superata, con o senza il consenso di Casaleggio”, sottolinea il leader in pectore del M5s.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dl Sostegni, salta ‘superbonus’ aziende. M5s, valutiamo fiducia
Bocciata cessione del credito su beni strumentali e bonus mobili
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
14:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Ragioneria generale dello Stato boccia la norma inserita dal Parlamento del dl Sostegni per “la cedibilità del credito di imposta nell’acquisto dei beni strumentali relativamente al Piano Transizione 4.0”, il cosiddetto superbonus per le aziende, mandando su tutte e furie il Movimento 5 Stelle. “E’ una decisione incomprensibile e immotivata.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cominceranno delle interlocuzioni con la Ragioneria e parallelamente un processo di seria riflessione su quello che sarà il voto del M5s alla fiducia stasera al Senato”, ha detto Ettore Licheri, capogruppo M5s al Senato.
La Ragioneria ha chiesto lo stralcio ritenendo che la norma abbia “potenziali rilevanti effetti sulla finanza pubblica”.
“Gli effetti finanziari – viene spiegato – potrebbero essere particolarmente significativi per quei crediti che, come industria 4.0, prevedono una fruizione in quote annuali, perché l’impatto sul deficit sarebbe anticipato interamente al primo anno di utilizzo, indipendentemente dall’effettivo utilizzo in compensazione”. Anche alla luce di questo, spiega la Ragioneria, “non è possibile, allo stato, assentire proposte di estensione della cedibilità ad altre tipologie di crediti”.
Bocciata anche la cessione del credito o lo sconto in fattura sul bonus mobili ed elettrodomestici, anche in questo caso introdotta nel corso dell’esame del provvedimento nelle Commissioni del Senato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: ‘Solidarietà e vicinanza all’India per l’emergenza Covid’
Messaggio al card. Oswald Gracias, arcivescovo di Bombay
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTÀ DEL VATICANO
06 maggio 2021
14:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“In questo momento in cui così tanti in India stanno soffrendo a causa dell’attuale emergenza sanitaria, io scrivo per trasmettere la mia sincera solidarietà e vicinanza spirituale a tutto il popolo indiano, insieme con la certezza delle mie preghiere che Dio concederà guarigione e consolazione a tutti coloro che sono affetti da questa grave pandemia”. Lo afferma papa Francesco in un messaggio inviato al card.
Oswald Gracias, arcivescovo di Bombay e presidente della Conferenza dei vescovi Cattolici dell’India, per l’emergenza sanitaria Covid-19 nel Paese.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dl Sostegni, salta ‘superbonus’ aziende. M5s, valutiamo fiducia
Bocciata cessione del credito su beni strumentali e bonus mobili
(2)
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
15:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Ragioneria generale dello Stato boccia la norma inserita dal Parlamento del dl Sostegni per “la cedibilità del credito di imposta nell’acquisto dei beni strumentali relativamente al Piano Transizione 4.0”, il cosiddetto superbonus per le aziende, mandando su tutte e furie il Movimento 5 Stelle. “E’ una decisione incomprensibile e immotivata.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cominceranno delle interlocuzioni con la Ragioneria e parallelamente un processo di seria riflessione su quello che sarà il voto del M5s alla fiducia stasera al Senato”, ha detto Ettore Licheri, capogruppo M5s al Senato.
La Ragioneria ha chiesto lo stralcio ritenendo che la norma abbia “potenziali rilevanti effetti sulla finanza pubblica”.
“Gli effetti finanziari – viene spiegato – potrebbero essere particolarmente significativi per quei crediti che, come industria 4.0, prevedono una fruizione in quote annuali, perché l’impatto sul deficit sarebbe anticipato interamente al primo anno di utilizzo, indipendentemente dall’effettivo utilizzo in compensazione”. Anche alla luce di questo, spiega la Ragioneria, “non è possibile, allo stato, assentire proposte di estensione della cedibilità ad altre tipologie di crediti”.
Bocciata anche la cessione del credito o lo sconto in fattura sul bonus mobili ed elettrodomestici, anche in questo caso introdotta nel corso dell’esame del provvedimento nelle Commissioni del Senato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi, vaccini bene globale, abbattere ostacoli
Prioritario aumentare produzione garantendo sicurezza
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
16:06
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“I vaccini sono un bene comune globale. È prioritario aumentare la loro produzione, garantendone la sicurezza, e abbattere gli ostacoli che limitano le campagne vaccinali”.
Lo dichiara il presidente del Consiglio Mario Draghi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Omofobia:esame ddl al Senato solo su testo Zan,12 sì e 9 no
La richiesta Pd-M5s è stata votata dalla commissione Giustizia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
16:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La discussione sul disegno di legge contro l’omotransfobia al Senato sarà solo sul testo approvato alla Camera, primo firmatario il deputato Alessandro Zan del Pd.
A deciderlo, 12 voti favorevoli e 9 contrari della commissione Giustizia del Senato.
La maggioranza quindi si è divisa (contrari Lega, FdI e parte di Forza Italia) rispetto alla richiesta avanzata da M5s e Pd di discutere solo il testo Zan, disgiungendo di fatto le altre 4 proposte (due del M5s, una del Pd e una del gruppo delle Autonomie) che erano state accorpate e calendarizzate la settimana scorsa.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Milano, Moratti ha rifiutato la candidatura a sindaco
Vice presidente Lombardia: ‘Non è carino dire a chi ho detto no’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
06 maggio 2021
16:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Mi era stato chiesto, ma precedentemente al mio impegno in Regione, che ritengo prioritario perché vedo che la sanità è un punto cardine per poter avere altre garanzie come quella del diritto allo studio, alla salute e al lavoro. La mia scelta è stata quella di impegnarmi nell’ambito della sanità: così la vicepresidente della Lombardia, Letizia Moratti, a “Oggi è un altro giorno” su Rai1, ha risposto alla domanda se fosse stata interpellata come possibile candidato sindaco del centrodestra a Milano.
Non ha rivelato chi le abbia fatto l’offerta, se Salvini o Berlusconi: “Quando si dice un no, non è carino dire a chi lo si è detto”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sindacati-governo al lavoro per ‘Patto per l’istruzione’
Nuovo incontro domani, primo punto il reclutamento nella scuola
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
16:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Arrivare ad un ‘Patto per l’istruzione e la formazione’, da condividere e sottoscrivere con il Governo: è l’obiettivo dei sindacati che hanno incontrato il Ministro della Istruzione Patrizio Bianchi. Alla stesura del Patto, si lavorerà anche domani mattina dalle 8,30 e probabilmente anche nel fine settimana.
“Occorre indicare come obiettivo prioritario quello di garantire, dal 1 settembre, attraverso la copertura dei posti vacanti, il regolare avvio dell’anno scolastico. Vanno individuate nell’immediato soluzioni in materia di reclutamento del personale scolastico” ha detto il segretario Cisl Luigi Sbarra.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Sardegna spinge per tornare in giallo
Dossier della Regione al Ministero. Ieri 128 contagi e due morti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
06 maggio 2021
18:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La zona arancione per un’altra settimana – come prevede l’ultima ordinanza del ministro della Salute – è quasi sicura, ma la Sardegna ci crede ancora e ribadisce la richiesta di tornare in giallo già da lunedì 10 maggio. Le motivazioni sono contenute in una relazione che l’assessorato della Sanità ha trasmesso al Ministero e che fotografa il progressivo miglioramento del quadro epidemiologico nell’Isola.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo il presidente della Regione Christian Solinas “la permanenza in arancione risulterebbe paradossale alla luce dei dati registrati nelle ultime settimane. Tutti i principali indicatori descrivono una situazione in miglioramento, con un quadro generale compatibile con una fascia di rischio più bassa di quella attuale. Le misure restrittive sono indispensabili quando rispondono a precise necessità di contenimento del virus, diversamente il pericolo è quello di vedere applicate limitazioni solo in virtù degli automatismi previsti dalle disposizioni normative”.
Se i dati fossero confermati, il monitoraggio della settimana di riferimento dal 26 aprile al 2 maggio indicherebbe per la Sardegna un indice di contagio Rt di 0.74, in ulteriore discesa rispetto allo 0.81 della settimana precedente. Buoni anche i dati sulla pressione negli ospedali, dove il tasso di occupazione si attesta al 22% sia per le degenze in area medica, sia nelle le terapie intensive, indici al di sotto delle soglie d’allerta previste.
Intanto nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 128 nuovi casi contro i 166 di ieri. Si registrano anche due decessi (1.405 in tutto). Complessivamente dall’inizio dell’emergenza i casi accertati di positività nell’Isola sono 55.274. In totale sono stati eseguiti 1.205.247 tamponi, con un incremento di 3.537 test rispetto al dato precedente. Il tasso di positività scende dal 4,6 al 3,6%.
Calano i ricoveri in ospedale: 319 (-19) i pazienti in reparti non intensivi, 41 (-5) quelli in terapia intensiva.
Per quanto riguarda i vaccini, ammonta a 552.571 il totale delle dosi somministrate dall’inizio della campagna vaccinale, il 76,9% delle 718.440 dosi attualmente disponibili, con un incremento di quasi 10.600 nelle ultime 24 ore.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Violenza donne: Alessandria attiva chatbot,è primo capoluogo
Risponditore intelligente simula dialogo per chiedere aiuto
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ALESSANDRIA
06 maggio 2021
18:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Alessandria è il primo capoluogo d’Italia ad attivare il chatbot, uno strumento discreto sul sito del Comune che aiuta le donne vittime di violenza e che assicura l’anonimato. Perché non lascia traccia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha realizzato l’associazione Save the Woman.
“Stiamo lavorando – ha commentato il sindaco, Gianfranco Cuttica di Revigliasco – affinché anche nella nostra città la digitalizzazione possa contribuire a ridurre sempre più la distanza tra i cittadini e le istituzioni. Un ringraziamento a Nadia Biancato, presidente della consulta Pari opportunità, per aver proposto al Comune questo progetto così importante e ai nostri tecnici per aver permesso di realizzare tutto questo”.
Sul sito del Comune si potrà “fare finta” di cercare informazioni sui buoni pasto o sull’anagrafe e invece chiedere aiuto per una situazione difficile che si sta vivendo. Il chatbot #nonpossoparlare è un risponditore intelligente, che simula la conversazione con un essere umano ed è in grado di interrogare il centro antiviolenza a qualsiasi ora senza lasciare dati sul proprio telefono.
“In questo periodo – aggiunge l’assessore comunale alle Pari opportunità, Cinzia Lumiera – sono aumentati i casi di violenza domestica. E questa situazione ha reso la violenza ancor più silenziosa e occulta ed è proprio da questo che nasce l’idea di un’App che in completo anonimato e sicurezza possa dare una prima risposta a tutti i quesiti iniziali delle donne vittime”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Libia: mitragliati tre pescherecci italiani, ferito un comandante
La marina libica: “Sparati in aria, avevano sconfinato in acque libiche’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
IL CAIRO
06 maggio 2021
20:23
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il peschereccio “Aliseo” della flotta di Mazara del Vallo, che era impegnato con altre due imbarcazioni in una battuta al largo delle coste di Bengasi, è stato mitragliato da una motovedetta militare libica. I colpi d’arma da fuoco hanno ferito il comandante, Giuseppe Giacalone.
Lo ha confermato il figlio Alessandro, aggiungendo che al momento non conosce le condizioni del padre.
La Marina libica, che controlla la Guardia costiera, ha smentito di aver sparato “contro” pescherecci italiani ma ammesso che sono stati esplosi “colpi di avvertimento in aria” per fermare imbarcazioni da pesca che a suo dire avevano sconfinato in acque territoriali libiche.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Non ci sono stati colpi esplosi contro imbarcazioni, ma colpi di avvertimento in aria”, ha detto il commodoro Masoud Ibrahim Abdelsamad, portavoce della Marina libica senza fornire per il momento ulteriori dettagli sull’incidente.
“Quando i pescherecci arrivano, la nostra guardia costiera prova a fermarli”, ha aggiunto il portavoce promettendo maggiori dettagli e insistendo nel sostenere che “non ci sono stati spari diretti contro l’imbarcazione”. “C’erano quattro o cinque pescherecci nelle acque territoriali libiche senza alcun permesso da parte del governo libico”, ha riferito ancora il portavoce: “La nostra Guardia costiera, fra le sue funzioni, ha quella del controllo della pesca”, ha ricordato.
Erano 3 i pescherecci italiani che si trovavano in una zona definita “ad alto rischio” verso i quali una motovedetta libica ha sparato alcuni colpi di avvertimento che hanno ferito il comandante di una delle tre imbarcazioni. Lo ricostruisce la Marina Militare che sta ancora operando nella zona – 35 miglia a nord della costa di Al Khums – e che è intervenuta con la fregata Libeccio. Il ministro della Difesa Lorenzo Guerini è costantemente aggiornato sugli sviluppi della situazione.
Il motopesca “Aliseo” è stato liberato. Lo ha confermato Alessandro Giacalone, armatore del mezzo e figlio di Giuseppe, il comandante rimasto ferito lievemente. Il giovane ha avuto conferma tramite una telefonata con un cellulare satellitare ricevuta dal fratello Giacomo, attualmente a bordo dell’Anna Madre, l’altro peschereccio della società, che si trova anch’esso in battuta di pesca. L’Aliseo è già in navigazione verso le coste siciliane.
Il comandante medicato a bordo – “Il motopesca ha invertito la rotta e si sta dirigendo verso Mazara del Vallo”. Lo conferma Alessandro Giacalone della società armatrice “Pescanuova srl”, e figlio del Comandante Giuseppe, rimasto ferito. Sono sette i membri d’equipaggio che si trovano a bordo, insieme allo stesso Comandante: “Ho notizie che a bordo ci sono i militari italiani che lo stanno medicando”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Arte e bellezza, le Giornate Fai di primavera
15-16/5 in 600 siti. Franceschini, in arrivo nuovo Rinascimento
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
19:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Da quel caleidoscopio di arte e architettura che è il Castello di Sammezzano a Reggello (FI) alle chiese di Gio Ponti, quasi sconosciute ai più, tra Milano e Taranto. E poi la Villa “Il Vascello” a Roma, il borgo di Santa Maria del Cedro (CS), Palazzo Malvinni Malvezzi a Matera, che dopo le ferite del terremoto del 1980 ha ritrovato la sua luminosa commistione tra barocco e neoclassico.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E ancora il Parco archeologico del Pausilypon, vicino Napoli, con la monumentale villa romana sul mare, che tanto piacque all’imperatore Augusto. Con 600 aperture (50% open air) in 300 città e 19 regioni, rigorosamente nel pieno rispetto delle norme di sicurezza sanitaria, tornano le Giornate Fai di primavera, 29/a edizione in programma sabato 15 e domenica 16 maggio e primo grande evento nazionale dedicato ad arte e cultura dopo l’ultimo periodo di chiusure forzate.
Un piccolo “miracolo” e un regalo agli italiani, che lo scorso anno era saltato per il lockdown, oggi frutto di “un’incontenibile voglia d’Italia” e dell’entusiasmo delle 335 delegazioni e Gruppi volontari Fai sparsi in tutto il Paese, pronti ad aprire e raccontare luoghi di eccezionale bellezza, spesso inaccessibili al pubblico.
“In quasi mezzo secolo di manifestazioni – ricorda il presidente del Fondo Andrea Caradini – il Fai, che oggi conta 70 proprietà, ha promosso oltre 60 mila luoghi in tutta Italia. Alle Giornate di primavera 2019 avevamo 1.100 siti aperti in 430 città.
Quest’anno potremo accogliere solo 220 mila visitatori, con un terzo dei luoghi. Meglio di niente, fino a pochi giorni fa non eravamo sicuri neanche di poterlo fare”.
“Sono convinto – dice il ministro della cultura, Dario Franceschini – che proprio come la riapertura intelligente, scrupolosa e coraggiosa di teatri, cinema e musei, anche le Giornate Fai dimostreranno che si può usufruire del patrimonio culturale in sicurezza”. Così come, aggiunge, “sono convinto che il rientro nella normalità sarà un grande nuovo Rinascimento, con l’Italia protagonista. La consapevolezza di cos’è questo Paese senza il proprio patrimonio materiale e immateriale spingerà ad andare verso consumi culturali nuovi”.
Accompagnate dalla campagna raccolta fondi (sms solidale 45586) e insignite della Targa del Presidente della Repubblica, le Giornate chiuderanno anche la Settimana Rai dedicata ai beni culturali (10 al 16 maggio). “Il nostro Paese ha bisogno di cose belle e belle esperienze in questo momento – speiga il presidente di Viale Mazzini, Marcello Foa – Lo dimostra il riscontro straordinario che abbiamo ogni volta che raccontiamo la bellezza del patrimonio nelle nostre trasmissioni”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ulteriore prova, se fosse necessario, è il boom di richieste per il Castello di Sammezzano, “totale pazzia di quell’eccentrico del marchese Ferdinando Panciatichi Ximenes D’Aragona”, come racconta il vicepresidente esecutivo del Fondo, Marco Magnifico.
In meno di due ore sono andati subito sold out i 900 posti disponibili, con il sito web preso d’assalto (in tutti i luoghi, ingressi solo su prenotazione e soggetti ai cambiamenti di colore delle regioni). Ma nelle due giornate a spalancare porte e cancelli ci sono anche 142 luoghi di culto, 132 palazzi e ville, 25 castelli, 48 borghi, oltre a siti archeologici, biblioteche, edifici militari, persino mulini. Tra le chicche, il percorso tra i più bei teatri della Lombardia, che a Milano dalla Scala approda al Franco Parenti passando per il Piccolo, verso il Ponchielli di Cremona e il Sociale di Mantova. Ma c’è anche l’appartamento di Carlo Felice di Savoia a Palazzo Chiablese a Torino, rinnovato da Benedetto Alfieri e appena riallestito. O il treno Centoporte a Massa, trasformato in ospedale nella Seconda guerra mondiale. E poi percorsi nella natura, come il trekking nel bosco alla seicentesca Villa Volpara detta “Il Fodo”, che opsitò la tipografia clandestina del Comitato di Liberazione dei partigiani di La Spezia; o Acigreenway ad Acireale (CT), pista ciclopedonale sul tracciato dismesso della ferrovia nella Riserva Naturale Orientata della Timpa.

INFO: GiornateFai.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: raduno negazionista in campagne Olbia, 60 sanzionati
La Forestale li scopre seguendo turisti sbarcati senza test
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
OLBIA
06 maggio 2021
22:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Guardia forestale e carabinieri scoprono un mega raduno di negazionisti in un terreno a Cugnana, nelle campagne di Olbia, organizzato dall’associazione Alu per “discutere la garanzia di difesa dei diritti delle persone”, e sanzionano oltre 60 persone. La stessa associazione in segno di protesta ha inviato una lettera ai ministri della Giustizia, dell’Interno e della Difesa, lamentando una “grave violazione dei diritti umani”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A scovare i negazionisti sono stati i militari del Corpo forestale della Stazione di Olbia, che la mattina del 5 maggio hanno fermato per un normale controllo una famiglia lombarda appena sbarcata dal traghetto attraccato nel porto di Golfo Aranci. Marito, moglie e figli al seguito erano privi della certificazione relativa a tampone negativo, prevista da un’ordinanza regionale. I turisti si sono rifiutati di sottoporsi al test rapido antigenico nel presidio dell’Ats attivato nello scalo portuale, dichiarando di volersi mettere in quarantena in una casa in aperta campagna, a Cugnana. Nel pomeriggio i forestali sono andati a controllare il domicilio indicato dalla famiglia e hanno trovato una trentina di auto parcheggiate e decine di persone radunate in una sorta di arena, con un oratore dotato di megafono al centro.
Non è stato consentito loro l’ingresso e, con la collaborazione dei carabinieri del Reparto territoriale di Olbia, hanno atteso che gli ospiti lasciassero la riunione per identificarli e sanzionarli. Alcuni erano residenti a Olbia, altri provenivano da tutta la Sardegna e hanno dichiarato di essere lì per discutere la garanzia di difesa dei diritti umani delle persone, in riferimento alle misure restrittive adottate dal governi italiano e da altri organi in materia di contrasto al diffondersi della pandemia da Sars-Cov2, giudicati da loro una la violazione dei diritti umani e delle libertà personali.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Libia:Farnesina, in corso verifiche ma zona ad alto rischio
Comandante ha lievi ferite che non destano preoccupazione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
23:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Con riferimento all’incidente che ha coinvolto oggi al largo delle coste libiche il motopeschereccio italiano “Aliseo”, fonti della Farnesina confermano che il comandante ha riportato solo lievi ferite che non destano preoccupazione.
Sono in corso accertamenti sulla dinamica di quanto avvenuto.

“L’incidente odierno – aggiungono le fonti – conferma nondimeno la pericolosità della zona prospiciente le coste della Libia dove non si può pescare”. La zona è stata del resto definita “ad alto rischio” per tutte le imbarcazioni già nel maggio 2019 dal Comitato Interministeriale per la Sicurezza dei Trasporti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Save The Children, 96 mila mamme hanno perso il lavoro
Rapporto su maternità e lavoro: top Bolzano-Trento, Sud in coda
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
10:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Su 249 mila donne che hanno perso il lavoro nel corso del 2020, l’anno della pandemia, ben 96 mila sono mamme con figli minori. Tra di loro, 4 su 5 hanno bambini con meno di cinque anni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono quelle madri che a causa della necessità di seguire i più piccoli, hanno dovuto rinunciare al lavoro o ne sono state espulse. La quasi totalità – 90 mila su 96 mila – erano già occupate part-time prima della pandemia.
Alla vigilia della Festa della Mamma, Save The Children lancia per il sesto anno consecutivo il Rapporto “Le Equilibriste 2021”, dove viene confermato il divario tra Nord e Sud anche rispetto alla condizione delle mamme. Campania e Calabria sono il fanalino di coda, mentre ai primi posti, come avviene dal 2012, ci sono ancora una volta le Province Autonome di Bolzano e Trento, seguite quest’anno dalla Valle d’Aosta, che “supera” l’Emilia Romagna.
Anche quest’anno, Save the Children ha raccolto in un video le storie di alcune madri che hanno voluto condividere la loro storia. Sono le “equilibriste” che durante la pandemia raccontano della paura di affrontare una gravidanza, o delle difficoltà nel conciliare i compiti di madre con lo smart working e la Dad dei propri figli; o di non riuscire a trovare un lavoro dopo averlo perso, oppure di svolgere un lavoro in presenza, anche se ridotto, mentre le scuole erano chiuse e la prole a casa.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Digitalizzazione P.a. spinge investimenti di 7 pmi su 10
Banca Ifis,51% aziende facilitate,vincono Pec e cassetto fiscale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
09:33
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dalla firma digitale a Spid e Pec, la digitalizzazione della pubblica amministrazione ha portato il 74% delle imprese ad accelerare sul fronte degli investimenti tecnologici, secondo l’osservatorio Market Watch PMI. Un sondaggio realizzato dall’Ufficio Studi di Banca Ifis e da Format Research, condotta tra marzo e aprile su un campione rappresentativo di 552 imprese italiane, mostra come “la digitalizzazione della pubblica amministrazione non solo facilita le Piccole e medie imprese d’Italia ma ha un diretto effetto sui loro investimenti tecnologici”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un’impresa su due (il 51%) riconosce oggi la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione come un fattore facilitante nella relazione, senza forti differenze tra piccoli Comuni e grandi centri, mentre un 42% pensa che l’evoluzione tecnologica sarà un vantaggio nel prossimo futuro. Solo un 6% di aziende non ipotizza benefici, né attuali né futuri.
I servizi digitali più apprezzati sono la PEC per il recapito degli atti amministrativi (94%), il cassetto fiscale dell’Agenzia delle Entrate e previdenziale dell’Inps (93%), la fatturazione elettronica (87%), il Durc online (87%) e la digitalizzazione della giustizia (72%).
Gli investimenti delle aziende legati alla digitalizzazione del pubblico sono concentrati su: firma digitale (48%), Spid (41%) e Pec (32%). Inoltre il 17% ha digitalizzato i pagamenti, il 16% usa il cloud per la gestione documentale e una quota analoga ha software per la finanza e la contabilità, mentre l’11% ha digitalizzato la modulistica.
Dallo studio emerge come la digitalizzazione della P.a. cambi anche il ruolo di commercialisti e altri consulenti ai quali si affida il 95% delle Pmi. Per il 47% delle Piccole e Medie Imprese la digitalizzazione favorisce maggiori deleghe al professionista nei rapporti con la P.a. e per il 46% il ruolo del consulente si evolve verso quello di facilitatore dei processi, a supporta dell’azienda nell’interpretazione delle normative.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Palestre e ristoranti al chiuso, pressing per aprire il 17
Atteso il monitoraggio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
10:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ristoranti al chiuso e palestre aperte dal 17 maggio, eliminazione o revisione del coprifuoco, cancellazione del parametro che con 250 casi ogni 100mila abitanti fa scattare automaticamente la zona rossa: in vista del tagliando alle misure anticovid che il governo farà la prossima settimana, e con l’Italia che da lunedì non avrà più zone rosse, sale il pressing delle Regioni e del centrodestra per allentare ulteriormente le restrizioni.
Il monitoraggio che arriverà nelle prossime ore confermerà sostanzialmente i dati delle ultime settimane: la curva dei contagi continua a scendere lentamente, con l’Rt che resta stabile attorno a 0,85 a livello nazionale. Un miglioramento che si rifletterà nelle ordinanze per il cambio dei colori delle Regioni da lunedì: la Valle d’Aosta, unica zona rossa rimasta, passerà in arancione e raggiungerà la Sardegna e la Sicilia, mentre Basilicata, Calabria e Puglia dovrebbero diventare gialle facendo così salire ad oltre 53 milioni il numero degli italiani che potranno circolare liberamente senza certificazioni e andare al ristorante a pranzo e cena, al cinema, al teatro o in un museo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Motivi per i quali è partito il pressing di chi punta, con i dati che arriveranno venerdì 14, a riaprire tutto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il governo non ha ancora fissato la data per la cabina di regia politica tra le forze di maggioranza e l’ala rigorista del governo continua a ribadire la necessità di procedere con prudenza per non vanificare gli sforzi fatti finora. Ma Matteo Salvini ha già fatto sapere quello che i suoi ministri andranno a chiedere in Cdm: basta restrizioni. “Torniamo alla vita, facciamo lavorare la gente al chiuso, all’aperto, di giorno e di sera. Bisogna riaprire, togliere limiti, chiusure, coprifuoco.cSolo il pregiudizio ideologico può tenere ancora chiusi gli italiani” dice il leader della Lega.
Anche le Regioni spingono per maggiori aperture con il presidente della Conferenza Massimiliano Fedriga che ha già annunciato la linea che uscirà dalla riunione di giovedì: le regioni vogliono “riaperture ad ampio ventaglio”.
L’obiettivo, fermo restando che il 15 riapriranno sia le piscine all’aperto sia i centri commerciali nel fine settimana, è quello di anticipare al 17 maggio l’apertura delle palestre e dei ristoranti al chiuso, prevista invece dal decreto per il 1 giugno. Mossa per arginare le proteste delle categorie che però non sembrano avere molto seguito, come dimostra il flop della manifestazione delle partite Iva a piazza del Popolo con poche decine di persone. I governatori chiederanno anche di rivedere il sistema delle fasce, cercando di eliminare il criterio sull’incidenza, quello che con 250 casi ogni 100mila abitanti fa scattare automaticamente la zona rossa. Quanto al coprifuoco, difficile che il governo decida di eliminarlo totalmente e, dunque, si va verso il posticipo alle 23 o a mezzanotte, rinviando all’inizio di giugno ulteriori scelte.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Con l’annuncio che il 15 maggio l’Italia si aprirà ai turisti, il governo ha preso però una strada chiara e dunque è evidente che ci saranno ulteriori interventi. “Con il check procederemo a nuove aperture” conferma il ministro degli Affari Regionali Mariastella Gelmini ribadendo però la necessità di procedere “progressivamente e in sicurezza”. Ma il tagliando servirà anche per dare una data certa anche a quei settori che finora sono rimasti fuori da ogni programmazione: quello delle cerimonie e degli eventi, innanzitutto, ma anche le piscine al chiuso, le discoteche e i locali da ballo. “Appena sarà possibile – dice l’esponente di Forza Italia che sta mediando con le regioni – il governo non perderà tempo e darà risposte” anche a loro. Con l’obiettivo, ora che da lunedì in tutta Italia apriranno le vaccinazioni per i 50enni, di arrivare all’estate con due uniche restrizioni: l’utilizzo della mascherina e il distanziamento.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Fedriga, superare indice Rt
‘Allo studio seconda dose vaccino in vacanza’
r
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
07 maggio 2021
11:47
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La prima cosa da superare oggi, vista anche la situazione contingente, è l’indice rt che oggi andiamo a valutare”. Lo ha detto il presidente della Conferenza delle Regione, Massimiliano Fedriga, che lo ritiene poco affidabile,intervenendo a Sky Tg24.
In alternativa, per Fedriga “un indice da tenere in considerazione è il rt ospedaliero: fa capire se aumentano o diminuiscono le richieste di ospedalizzazione ed è un indicatore che può dare segnale importante, e che non dà una visione distorta”.
“Avremo un confronto come Regioni con il Commissario Figliuolo” per verificare la possibilità che a una persona vaccinata con la prima dose possa essere somministrata la “seconda dose in vacanza-ha poi annunciato Fedriga- Stiamo vedendo se è possibile organizzare questo, stiamo lavorando ma siamo di fronte alla campagna più grande della storia dell’umanità. Molte cose si possono risolvere, altre sono molto difficili, qualche disagio può esserci”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid,Italia sempre più gialla,nessuna regione sarebbe rossa
VdA verso arancione. Anche Calabria, Puglia e Basilicata gialle
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
10:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia diventa sempre piu’ gialla e nessuna regione dovrebbe essere rossa: la Val d’Aosta, l’unica ancora a rischio alto, dovrebbe, infatti, diventare arancione.
Verso un cambio di colore anche per Calabria, Puglia e Basilicata che dovrebbero passare dall’arancione al giallo.

Incerta ancora la situazione per la Sardegna. Le decisioni, sulla base dei dati della cabina di regia verranno prese dal ministro della Salute Roberto Speranza con le ordinanze delle prossime ore. L’Italia, secondo quanto, avrebbe solo due regioni in arancione: la Sicilia e la Valle d’Aosta. I cambi di fascia partiranno lunedi prossimo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Commercio: Istat, vendite ferme a marzo, +0,2% in trimestre
Rispetto al lockdown di marzo 2020 balzo del 22,9%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
10:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Le vendite al dettaglio a marzo 2021 vedono “una sostanziale stazionarietà congiunturale”. L’Istat registra un calo dello 0,1% in valore rispetto a febbraio e un aumento dello 0,1% in volume.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’insieme del primo trimestre, le vendite al dettaglio aumentano dello 0,2% in valore e diminuiscono dello 0,3% in volume rispetto al trimestre precedente. Da marzo 2020, il primo mese di lockdown, c’è “un fortissimo incremento tendenziale che riflette i livelli particolarmente depressi” di quel mese, spiega l’Istat, con aumenti delle vendite del 22,9% in valore e del 23,5% in volume e record per quasi tutti i prodotti non food.
Rispetto a marzo 2020 beni non alimentari che registrano un balzo del 49,7% in valore e del 50,3% in volume mentre; in crescita, seppur in modo più contenuto, anche le vendite dei beni alimentari (+3,7% in valore e in volume). Rispetto invece a febbraio 2021 c’è una crescita per i beni alimentari (+1,9% in valore e +1,7% in volume) e un calo per i non alimentari (-1,6% in valore e -1,1% in volume).
Tra i beni non alimentari, in particolare le vendite di giochi, giocattoli, sport e campeggio segnano +110,7% su base annua e quelle di foto-ottica e pellicole, supporti magnetici, strumenti musicali +109,2%. Guidano la classifica degli aumenti anche calzature, articoli da cuoio e da viaggio (+94,2%), abbigliamento e pellicceria (+93,9%), seguiti da mobili ed elettrodomestici. Per i prodotti farmaceutici si evidenzia la crescita di minore entità (+0,7%).
Le vendite crescono in tutti i canali distributivi: la grande distribuzione (+17,0%), le imprese operanti su piccole superfici (+27,8%) e le vendite al di fuori dei negozi (+43,8%).
Continua anche la volata del commercio elettronico (+39,9%).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Libia: Musumeci, assurdo che pescatori rischino la vita
Governatore, non penalizzare economia del Sud Italia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
07 maggio 2021
10:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“È assurdo che i pescatori siciliani debbano correre il rischio, persino, di perdere la vita andando nel Mare Mediterraneo per portare un pezzo di pane a casa. È assurdo che il governo italiano non abbia ancora avvertito la necessità di chiudere questa partita con il governo libico, una partita aperta da oltre cinquant’anni.
È assurdo che si debba continuare a penalizzare un’economia, nel Sud Italia, sul banco di interessi molto più grandi, spesso inconfessabili”.
Lo ribadisce il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, in merito all’ennesimo attacco, nelle acque libiche, a tre motopescherecci della marineria dell’Isola.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Credito: Crif, +207% richieste prestiti famiglie ad aprile
Veloce recupero verso volumi pre covid, spinta da beni e servizi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
12:11
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Crescita boom ad aprile (+207,4%) e veloce recupero verso i volumi pre covid delle richieste di prestiti da parte delle famiglie italiane. Si rafforza così l’andamento positivo di marzo dopo che i primi due mesi del 2021 erano partiti con il freno a mano tirato, secondo quanto emerge dall’analisi delle richieste registrate sul Sistema di Informazioni Creditizie di Crif.
A spingere il deciso rimbalzo sono stati i i prestiti finalizzati all’acquisto di beni e servizi, che nell’ultimo mese di osservazione hanno fatto segnare un +329,7% confermando la crescente propensione delle famiglie italiane a far fronte a nuove spese con il sostegno di un finanziamento. Un forte aumento viene registrato anche dalle richieste di prestiti personali, sia rispetto a marzo che rispetto al corrispondente mese dello scorso anno (+116,3%). L’importo medio dei finanziamenti richiesti si è attestato a 9.474 euro, in lievissimo ribasso rispetto al mese di marzo, ma che vede una rilevante crescita (+16,5%) rispetto al valore dello stesso mese del 2020.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Libia: comandante Aliseo, siamo vivi per miracolo
Capitano racconta assalto motovedetta libica,spari a pallettoni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
07 maggio 2021
12:01
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo vivi per miracolo, ci hanno sparato a pallettoni, qui la cabina è piena di buchi”. Giuseppe Giacalone risponde via radio mentre è in navigazione in direzione di Mazara del Vallo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il motopesca ‘Aliseo’ arriverà in porto domattina presto. Si emoziona quando ripensa al fatto che lui è un “miracolato, perché soltanto Dio ci ha aiutato”.
Davanti agli occhi i momenti terribili vissuti ieri: “Erano le 14 quando tutto è successo – racconta – mentre eravamo in navigazione verso Nord-est ci ha raggiunto una motovedetta libica e ha iniziato a sparare. I colpi ci hanno raggiunto e i vetri della plancia sono andati in frantumi”.
Il comandante ricostruisce quegli attimi convulsi, mentre i militari libici sparavano ad altezza d’uomo per costringere l’Aliseo a fermarsi. “E’ stato un inferno. Io sono rimasto ferito al braccio e anche alla testa perchè il finestrino della cabina è andato in frantumi e le schegge di vetro mi hanno colpito”.
Poi Giuseppe Giacalone racconta che i militari a bordo della motovedetta, non appena si sono resi conto del suo ferimento, hanno cercato di giustificarsi: ” ‘perdono, perdono, ora ti soccorriamo’ ripetevano mentre la nostra imbarcazione veniva sorvolata dall’elicottero della Marina Militare italiana che è subito intervenuto in nostro soccorso”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Milano: Sala, mi spiace Albertini se la sia presa
Lui come me maestro di battute
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
10:01
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Mi spiace Albertini se la sia presa, ma d’altro canto l’Albertini che conosco io da anni è un po’ come me, è sempre stato un maestro di battute”: così il sindaco di Milano Giuseppe Sala, alla scuola primaria Leopardi per l’intitolazione del comprensorio A Ermanno Olmi, risponde a Gabriele Albertini, per il quale l’attuale primo cittadino ha banalizzato la sua proposta di averlo come vice a Palazzo Marino in caso di elezione. “Non penso che dobbiamo arrivare tra me e lui a rivolgerci sempre con la massima serietà per cui mi dispiace, però – è il suo invito – andiamo oltre la battuta”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Vaia, su brevetti Draghi stimoli Europa
Per un tempo transitorio va posto al cento primario bene salute
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
10:22
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Forza Draghi, animo! Insieme, come Paese, per superare la logica dei brevetti. Non si tratta di demonizzare il legittimo interesse di chi detiene la proprietà intellettuale , bensì, per un tempo transitorio, porre al centro la Persona ed il primario bene della salute.
Di tutti! Difficile? Impossibile ? Un sogno? Non credo . Facciamo sentire la Nostra voce””. Così il direttore dello Spallanzani, Francesco Vaia, in un post su Facebook. “Il Presidente Draghi si unisca a Biden, stimoli l’Europa a trovare strumenti giuridici e politici utili per contemperare l’interesse , ripeto legittimo, dell’industria , con il bene supremo della vita di tutti noi.
Vaccino e terapie , anche domiciliari, per tutti” prosegue.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ex Ilva:protesta davanti sede Regione Puglia,bloccata strada
In presidio Usb, lavoratori chiedono anche corsi formazione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TARANTO
07 maggio 2021
10:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Alcune decine di lavoratori dell’Ilva in amministrazione straordinaria stanno bloccando la strada sotto la sede della presidenza della Regione Puglia, sul Lungomare di Bari, nell’ambito di un presidio organizzato dall’ Usb per sollecitare l’avvio dei corsi di formazione e lavori di pubblica utilità che consentano da un lato la riqualificazione degli operai e dall’altro l’integrazione economica alla cassa integrazione straordinaria. “Siamo stanchi – dicono i lavoratori – ci avete tolto tutto e ci avete solo illuso con le promesse”.

Secondo l’Unione sindacale di base, i corsi di formazione sono “preziosi strumenti da sfruttare assolutamente per dare a questa fetta di lavoratori un’opportunità dal punto di vista professionale, ma anche sociale. Del resto stiamo chiedendo di fare a Taranto quel che a Genova, dove i lavoratori operano a servizio dei comuni di residenza, si fa già da molti anni.
Questo dovrebbe quindi essere garantito anche qui in Puglia”.
Finora gli unici corsi di formazione legati alle bonifiche sono quelli di Fondimprese.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: un altro giorno senza decessi in Alto Adige
72 i nuovi casi tra pcr e antigenici
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
07 maggio 2021
11:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un altro giorno senza decessi Covid in Alto Adige. Sono 72 i nuovi casi, 50 tramite l’analisi di 839 test pcr e 22 tramite 7329 test antigenici.
Per quanto riguarda invece i test nasali, 126.673 sono stati effettuati finora (241 positivi) e 357.778 nelle scuole (330 positivi di cui 189 confermati con pcr).
Continua a scendere il numero dei ricoveri nei normali reparti ospedalieri che cala da 43 a 34. Invariati invece i ricoveri in terapia intensiva (6) e nelle cliniche private (18). Sono 2.194 gli altoatesini in quarantena.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sgomberi: contestazioni al presidio della Lega a Milano
Polizia in tenuta antisommossa, nessun contatto
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 maggio 2021
11:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Aspre contestazioni a un presidio della Lega, e qualche minuto di tensione, si sono verificati, stamani, in zona Navigli, in prossimità di un centro sociale in via Gola. Vari esponenti locali della Lega, infatti, verso le 10 hanno organizzato un presidio per chiedere a Prefettura e Questura di sgomberare gli abusivi presenti nel quartiere, più volte al centro delle cronache per spaccio e disordini.
Gli esponenti politici e i loro supporter, una cinquantina, sono stati duramente contestati da una ventina di appartenenti ai centri sociali, poco distanti.
La Polizia in assetto antisommossa si è schierata per impedire ogni contatto, via Borsi e Darwin sono state temporaneamente chiuse, ma non ci sono stati tafferugli. Il presidio prosegue ma gli esponenti politici lo hanno già lasciato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: 1,27 milioni assunzioni maggio-luglio, boom turismo
Per settore a maggio 45 mila in più rispetto ad un anno fa
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
11:06
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono oltre 389mila le assunzioni programmate dalle imprese per maggio e arrivano a sfiorare 1,27 milioni nell’arco del trimestre maggio-luglio. E’ quanto mostra il Bollettino mensile del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal nel quale si sottolinea come pur in un quadro ancora di incertezza, si registri una promettente ripresa dell’attività economica globale, degli scambi commerciali e un clima di maggior fiducia delle imprese grazie ai recenti allentamenti delle restrizioni anti-Covid, che produce per il mese in corso una crescita dei contratti sul mese precedente (+84mila rispetto ad aprile con un tasso di crescita del 27,5%).
Aumenta anche la quota di imprese che programmano assunzioni passando dal 9% di aprile scorso al 12% di maggio. Resta tuttavia ancora in terreno negativo il confronto con i livelli occupazionali pre-Covid: rispetto a maggio 2019 sono 40mila le entrate complessive programmate in meno (pari a -9,3%), ma le imprese industriali segnalano già oltre 3mila entrate in più (+2,8%).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
M5s presenta una mozione per la revoca dell’incarico a Durigon
“Mantiene comportamenti e utilizza parole inappropriate circa l’indagine che riguarda il partito a cui appartiene’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
12:39
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il MoVimento 5 Stelle alla Camera dei deputati ha presentato una mozione per la revoca della nomina nei confronti del sottosegretario leghista al ministero dell’Economia e delle Finanze, Claudio Durigon, che, “come emerge da un servizio giornalistico di Fanpage, mantiene – afferma M5s – comportamenti e utilizza parole inappropriate circa l’indagine della magistratura che riguarda il partito a cui appartiene”. I firmatari chiedono al Governo di “avviare immediatamente le procedure di revoca, su proposta del Presidente del Consiglio dei ministri, sentito il Consiglio dei ministri, della nomina a Sottosegretario di Stato” di Durigon.
“Riferendosi all’indagine sui presunti fondi occulti della Lega – ricorda M5s – e sui 49 milioni di rimborsi elettorali frutto di truffa, parlando con un conoscente, Durigon afferma: ‘Quello che indaga della Guardia di Finanza […] il generale […] lo abbiamo messo noi'”. Nel documento depositato i parlamentari M5s fanno riferimento all’inopportunità che Durigon conservi l’incarico al Mef (dicastero a cui afferisce la Guardia di Finanza) e le numerose deleghe, sostenendo che “le esternazioni del sottosegretario Durigon riguardo a un millantato ‘controllo’ delle indagini e dei processi portati avanti dalla Guardia di Finanza rispetto al suo partito gettano una oscura e pesante ombra sull’imparzialità e sull’incorruttibilità di tale Corpo dello Stato”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Comunali: fonti Lega, presto vertice c.destra
L’obiettivo rimane quello di vincere in tutte le città al voto
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
12:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nei prossimi giorni ci sarà una riunione di centrodestra, con i responsabili enti locali dei partiti, sul tema elezioni amministrative. lo rende noto la Lega.
L’obiettivo è trovare nomi competitivi per i candidati sindaci, a partire da Milano e Roma, dove grande è il rammarico per i No che hanno portato al ritiro prima di Bertolaso e poi di Albertini, due candidati eccellenti. L’obiettivo rimane quello di vincere in tutte le città al voto, con un centrodestra unito e finalmente propositivo, a fronte di una sinistra divisa, litigiosa e inconcludente.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Milano: Occhiuto, speriamo che Albertini ci ripensi
Centrodestra ha già dimostrato di saper vincere
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
12:28
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Forza Italia aveva salutato con favore la possibile candidatura di Albertini, speriamo ci ripensi e decida di candidarsi a Milano dove è già stato un ottimo sindaco”. Lo ha detto Roberto Occhiuto, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, intervenendo a “Studio 24”, su RaiNews24.
“Il centrodestra ha dimostrato in passato di poter vincere in tutte le Regioni. Ovunque si è votato ha vinto scegliendo candidati graditi dagli elettori. Sarà così anche stavolta nelle città dove si voterà e anche in Calabria”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Roma:Serracchiani,Zingaretti responsabile valuterà con Letta
Su operato Raggi abbiamo opinione molto negativa
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
07 maggio 2021
12:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Rispetto all’operato di Raggi l’opinione è molto negativa, Zingaretti ha invece dato prova di grandi capacità amministrative e questo ci rassicura, rassicura i cittadini e non solo il Pd. Zingaretti è una persona responsabile e farà tutte le valutazioni insieme al segretario”.

Così il capogruppo Pd alla Camera Debora Serracchiani a Studio 24 su Rainews sulla possibilità della candidatura del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti per il sindaco di Roma.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vibo Valentia Capitale italiana del Libro 2021
E’ stata proclamata all’unanimità. L’annuncio in diretta live
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
12:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ Vibo Valentia la Capitale Italiana del Libro 2021. E’ stata proclamata all’unanimità.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha comunicato al ministro della Cultura, Dario Franceschini, in diretta live sul sito del ministero, il presidente della Giuria, Romano Montroni.
Istituita dal ministro Franceschini nel 2020, ai sensi della legge 13 febbraio 2020, n.15, la Capitale Italiana del Libro è la prima volta che viene proclamata. “E’ la prima volta che facciamo la proclamazione della Capitale italiana del Libro che deriva da una legge del Parlamento. L’anno scorso, come prevedeva la norma, non essendoci il tempo per seguire tutta la procedura, il Consiglio dei ministri ha proclamato Chiari” ha spiegato il ministro Franceschini. Le altre città finaliste erano Ariano Arpino, Caltanisetta, Campobasso, Cesena e Pontremoli. Vibo Valentia è stata prescelta come Capitale italiana del Libro 2021 perché “si è distinta per la qualità delle iniziative presentate, esposte con chiarezza, in cui si fondono rigore ed entusiasmo. L’idea di base nell’introduzione al progetto che ha vinto è di fare entrare prepotentemente il libro nella vita delle persone. Un concetto che siamo certi verrà tradotto in comportamenti virtuosi destinati a lasciare un’impronta duratura”. E’ la motivazione, letta da Franceschini, espressa dalla giuria, composta insieme a Montroni da Valentina Alferj, Angelo Piero Cappello, Fulvia Amelia Toscano e Marcello Veneziani. Tra gli applausi in un’esplosione di gioia la sindaca di Vibo Valentia, Maria Limardo, ha detto: “Sono emozionata come non mai. Stiamo facendo un grande percorso come amministrazione per il riscatto della nostra comunità, perché la mia città è sempre stata considerata ultima in tutte le graduatorie e noi dobbiamo essere orgogliosamente i primi o comunque concorrere orgogliosamente, a testa alta, in Italia e nel mondo perché la città di Vibo Valentia è una città bella, ricca, piena di patrimonio, piena di straordinarie bellezze. Ma soprattutto è fatta di tanta bella gente che legge, che scrive, che ha la consapevolezza e il senso identitario dell’appartenenza al luogo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mafie: De Raho, impedire anche solo euro in attività lecite
Procuratore, ad Ancona protocollo condivisione dati reati spia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
07 maggio 2021
12:33
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Non dobbiamo consentire alle mafie di entrare neanche con un euro nelle attività economiche presenti”. E’ uno dei passaggi più significativi dell’intervento del procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Federico Cafiero De Raho ad Ancona per la firma di un protocollo “apripista” tra Dna, Procura generale della Corte d’appello di Ancona guidata da Sergio Sottani, procura distrettuale Marche con al vertice Monica Garulli, e procure circondariali, per rafforzare la condivisione di informazioni d’indagine su reati spia di crimine organizzato e terrorismo con l’immissione di dati nel sistema Sidda/Sidna.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
De Raho ha preso spunto dall’esempio Marche un “territorio apparentemente sereno ma in cui mafie possono avere interesse a reinvestire ricchezze. In un momento difficile come l’attuale – ha osservato – la condivisione delle conoscenze, un intervento coordinato, sono lo strumento migliore per impedire alle mafie di fagocitare attività economiche in difficoltà”. E’ “compito di tutti – ha aggiunto – impedire che le mafie, anche tramite l’usura, si impadroniscano di attività” o vi immettano soldi per “gestirle dall’interno, mantenendo l’apparenza della titolarità economica tradizionale”. “Le mafie – ha ribadito – sono un cancro della società, uno strumento che determina l’arretramento di una parte di Italia che ha invece bisogno di essere aiutata”.

Politica tutte le notizie rigorosamente ed accuratamente dettagliate approfondite ed ufficiali! LEGGI!
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 50 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 05:49 DI MARTEDÌ 04 MAGGIO 2021

ALLE 09:51 DI MERCOLEDÌ 05 MAGGIO 2021

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pressing dei sindacati, cambiare le pensioni adesso
Serve più flessibilità. Attesa convocazione Draghi sul Recovery
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
05:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo apprezzato l’apertura del ministro del Lavoro nel voler attivare un tavolo di confronto, diciamo di fare presto. Le pensioni non sono un lusso, sono un giusto riconoscimento dopo una vita di lavoro”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Così il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, aprendo l’iniziativa di Cgil, Cisl e Uil per chiedere di “cambiare le pensioni adesso” e prevedere più flessibilità. “Pensare che dopo la fine di Quota 100 sia possibile tornare senza colpo ferire al modello Monti-Fornero con un salto anagrafico che per molti sarebbe di 5 anni significa non essere sintonizzati sulla realtà del Paese, sulla vita reale delle persone”, ha detto.

Il tema delle pensioni “non è più rinviabile. La riforma Monti-Fornero compie 10 anni e rende evidente la necessità di intervenire. Più che una riforma è stato un taglio chiesto dall’Europa”, con un intervento “drastico”. Ora serve “una vera riforma del sistema pensionistico”. Così il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, all’iniziativa di Cgil, Cisl e Uil per chiedere di “cambiare le pensioni adesso”. “Riforme a pezzettini non esistono. Al governo chiediamo di aprire un confronto per una riforma complessiva del sistema pensionistico. Ci aspettiamo si apra questo confronto a 360 gradi, è evidente che chiediamo di avere risposte e se non ci saranno o dovessero essere negative, dobbiamo anche valutare unitariamente quali iniziative mettiamo in campo per sostenere le proposte e farle vivere nel Paese”, ha detto Landini.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sindacati in pressing sulle pensioni, perché si riapra subito il cantiere della riforma, prima dello stop a Quota 100 a fine anno, definendo nuova flessibilità in uscita a partire dai 62 anni o con 41 anni di contributi a prescindere dall’età. Tema su cui Cgil, Cisl e Uil insistono per l’avvio di un confronto con il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Andrea Orlando, e lanciano l’iniziativa “Cambiare le pensioni adesso”, in programma oggi con i segretari generali Maurizio Landini, Luigi Sbarra e Pierpaolo Bombardieri. Restano intanto in attesa di una convocazione dal premier Mario Draghi sul Recovery plan, chiesta la scorsa settimana dagli stessi segretari generali sostenendo “l’importanza strategica” del Pnrr ma giudicando “inadeguato” il confronto avuto finora con il Governo sulla definizione delle priorità, degli obiettivi e delle risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza.
Uno strumento considerato “fondamentale” per il rilancio del Paese, per aumentare l’occupazione, a partire dai giovani e dalle donne, e per ridurre i divari territoriali, secondo i sindacati che reclamano un ruolo anche nella governance. Al centro le riforme, che avranno “un impatto diretto” sul lavoro, su cui chiedono l’indicazione delle ricadute. Mentre prosegue il confronto sula riforma degli ammortizzatori sociali, su cui nel pomeriggio è in calendario un nuovo tavolo delle parti sociali con Orlando, questa volta dedicato alle modalità di gestione, dopo che sulla parte relativa al perimetro e alla definizione dello strumento universale di protezione dei lavoratori si cerca una sintesi tra le diverse posizioni.
Sul fronte della previdenza, i sindacati tornano quindi a chiedere al Governo di aprire al più presto un tavolo. A fine anno si conclude la sperimentazione triennale di Quota 100, la possibilità di uscita anticipata con almeno 62 anni di età e 38 anni di contributi, ed il pensionamento di vecchiaia a 67 anni tornerà la via principale, a meno che non si abbiano 42 anni e 10 mesi di contributi (41 anni e 10 mesi per le lavoratrici).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Con il timore sul cosiddetto “scalone”. Cgil, Cisl e Uil rilanciano la piattaforma unitaria e chiedono di superare la legge Fornero a partire dal 2022, di introdurre una flessibilità in uscita dai 62 anni di età o con 41 anni di contributi a prescindere dall’età, di riconoscere la diversa gravosità dei lavori e anche il lavoro di cura delle donne, le maggiori vittime dell’inasprimento dei requisiti pensionistici degli ultimi anni; di prevedere una pensione di garanzia per i giovani, di sostenere il reddito dei pensionati ed estendere la 14esima, di rilanciare la previdenza complementare.   ECONOMIA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Bianchi: tra 10 anni 1,4 milioni di studenti in meno
‘In sede contrattuale va riconosciuto forte impegno dei presidi’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
09:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Mef ci ha riconosciuto gli organici del passato e ha dato qualcosa in più. Nei prossimi 10 anni avremo 1 milione e 400 mila ragazzi in meno, avremmo quindi dovuto avere tanti insegnanti in meno.
Abbiamo bisogno di prof per avere classi più piccole e aumentare il tempo scuola. Dobbiamo uscire dalla meccanica lineare tot docenti-tot studenti. Abbiamo bisogno anche di più dirigenti. I dirigenti hanno una funzione fondamentale, non abbiamo dato il giusto peso alla gravosità degli impegni che hanno avuto, va e andrà riconosciuto di più nel confronto contrattuale”. Così il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi in audizione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Audizione del ministro Bianchi sulle linee programmatiche: ‘Necessaria riforma del ministero dell’Istruzione’
Commissioni riunite Cultura di Camera e Senato
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
12:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Le Commissioni riunite Cultura di Camera e Senato, presso la Sala del Mappamondo, svolgono l’audizione del ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, sulle linee programmatiche del suo dicastero.
“Il ministero così come è oggi, non è più in grado di organizzare la specificità e la complessità dei compiti. Stiamo ampliando l’età dell’educazione dai 0 anni fino alla formazione continua: serve un dipartimento che si occupi di formazione tecnica superiore, dobbiamo mettere mano all’organizzazione del ministero e degli organi decentrati”, ha detto il ministro dell’Istruzione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro ha parlato della necessità di una riforma del ministero dell’Istruzione e della governance complessiva. “Poi vanno rafforzate le strutture del sistema scolastico: il Piano di ripresa e resilienza ci aiuta moltissimo basta pensare agli investimenti per la fascia dei più piccoli”, ha aggiunto.
“Il Mef ci ha riconosciuto gli organici del passato e ha dato qualcosa in più. Nei prossimi 10 anni avremo 1 milione e 400 mila ragazzi in meno, avremmo quindi dovuto avere tanti insegnanti in meno. Abbiamo bisogno di prof per avere classi più piccole e aumentare il tempo scuola. Dobbiamo uscire dalla meccanica lineare tot docenti-tot studenti. Abbiamo bisogno anche di più dirigenti. I dirigenti hanno una funzione fondamentale, non abbiamo dato il giusto peso alla gravosità degli impegni che hanno avuto, va e andrà riconosciuto di più nel confronto contrattuale”.
“La pandemia come choc esterno ha esasperato le diversità e messo a nudo delle situazioni non più sostenibili come il diritto allo studio: abbiamo un indice insostenibile di dispersione scolastica. C’è una dispersione esplicita, di chi non riesce a raggiungere titolo di studio, e chi lo consegue ma non ha le competenze adeguate. Dobbiamo iniziare fin dall’estate a fare un ponte verso l’anno prossimo usando fondi già in carico al ministero, 150 milioni. Altri 320 milioni li metteremo a disposizione per una struttura di supporto che dall’estate si proietti all’anno prossimo: inizieremo ad avere una scuola più aperta e interattiva col territorio, come parte di una nuova fase di scuola. Altri 40 milioni li dedichiamo alla povertà educativa” con progetti che “si rivolgono alle aree periferiche e marginali: è una azione che va vista nella logica di un riequilibrio”.
“Abbiamo il tema del transitorio: come recuperare coloro che hanno accumulato esperienza e che hanno bisogno di stabilità – ha detto il ministro dell’Istruzione -, su quasi 500 mila posti comuni, abbiamo oltre 200 mila docenti a tempo determinato con situazioni diverse: la cosa sbagliata e trattarli tutti allo stesso modo, sono persone con esperienze, titoli e esperienze diverse.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Stiamo ragionando col Mef per capire come riconoscere titoli e merito diversi e permettere di far confluire queste persone all’interno di una visione stabile per far partire la macchina di una assunzione regolare e continua”.
“Bisogna programmare – ha detto Bianchi – le uscite degli insegnanti: con l’Inps siamo riusciti ad avere per tempo le previsioni di uscita di quest’anno e dei prossimi 10 anni e ci vuole anno per anno la possibilità di reclutamento che tenga conto delle uscite per garantire continuità e stabilità nei processi di reclutamento. Inoltre la professione del docente va riconosciuta anche in termini salariali, servono carriere più articolate per i docenti e tutto il personale delle scuole”.
Sul precariato “vedo che all’interno della stessa maggioranza vi sono posizioni differenti, sono quasi lampadine di queste diversità ma dobbiamo affrontarle – ha detto il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi replicando in audizione alle tante domande dei commissari delle commissioni Istruzione e Cultura di Camera e Senato -, se lo facciamo come bivio questo metterà in difficolta tutto: ci stiamo lavorando insieme al premier. Attenzione: abbiamo degli obblighi lasciati dai predecessori Non ho idea di un intervento magico, stiamo lavorando, avendo chiare le posizioni di ognuno. Bisogna trovare soluzioni praticabili, sono convinto che dobbiamo andare verso la formazione di tutti i docenti, un corpo che non ha confronti in Ue, dobbiamo prendere coscienza e realtà”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Festa Inter: Sala, inevitabile tifosi scendessero in piazza
Strumentalizzazione politica per racimolare qualche voto in più
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
04 maggio 2021
10:32
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ vero la situazione era certamente prevedibile ma non è pensabile che si potesse evitare che i tifosi scendessero in piazza e sarebbe stato così in qualunque città italiana la cui squadra avesse vinto lo scudetto”. Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha commentato in un video sui social gli assembramenti di domenica sera, e soprattutto in piazza Duomo, dei tifosi dell’Inter.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Io capisco che le immagini di piazza Duomo abbiano potuto colpire la sensibilità di tanti, e considero con attenzione le voci di tanti milanesi arrabbiati – ha detto -.Capisco di meno la strumentalizzazione politica per racimolare qualche voto in più”.

Sugli assembramenti che si sono verificati in città per i festeggiamenti dei tifosi interisti dopo la vittoria dello scudetto “ho sentito tante lamentele ma non un’idea sensata su come avremmo potuto gestire meglio le strade cittadine. Devo dire che ci ha provato Salvini ipotizzando di portare chissà come i tifosi a San Siro”, ha spiegato il sindaco di Milano. “Ma a tacere che gli stadi in Italia sono chiusi, che assembramenti ci sarebbero stati nell’ingresso e nell’uscita dello stadio? E una volta dentro sarebbero stati tifosi a doverosa distanza o si sarebbero abbracciati? – ha aggiunto -. Questa è stata l’ideona di uno che ha fatto il ministro dell’Interno e quindi presunto addetto ai lavori”. “Come al solito nella critica si è distinta la Lega, quella che vuole aprire tutto ma anche quella che aveva in piazza a festeggiare a Milano un vice ministro e due consiglieri comunali che allegramente postavano le loro foto – ha concluso -. E’ davvero una chicca l’intervista della consigliera ed eurodeputata leghista Silvia Sardone che dice ‘io ero lì per lo shopping’. Certo notoriamente si va a fare shopping con la mascherina dell’Inter e insieme ai compagni di partito”.   CALCIO

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Generali:Donnet, siamo partner di vita di famiglie e imprese
Abbiamo piano di investimenti da 3,5 miliardi di euro
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
10:42
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Nel 2021 Generali celebra il suo 190/o anniversario. Non si tratta solo di un traguardo significativo che poche aziende raggiungono, ma anche di un’opportunità per onorare la nostra storia continuando a svolgere, accanto al nostro lavoro quotidiano, un ruolo di cittadinanza d’impresa sempre più attivo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Così il ceo di Generali, Philippe Donnet, in un editoriale su Euractiv, tra le più autorevoli piattaforme d’informazione sugli affari europei.
“Il purpose di Generali è consentire – aggiunge – alle persone di costruire un futuro più sicuro prendendosi cura delle loro vite e dei loro sogni. Il nostro obiettivo è essere un Partner di Vita per i nostri clienti, siano essi individui, famiglie o aziende, e viviamo attivamente le comunità in cui operiamo. Abbiamo dimostrato questo impegno nel marzo dello scorso anno, quando, durante la fase più critica della crisi di Covid-19, abbiamo prontamente lanciato un Fondo Straordinario Internazionale da 100 milioni di euro per combattere la pandemia.Più di recente abbiamo presentato il programma di investimenti “Fenice 190″, che si propone di contribuire al rilancio dell’economia europea in un’ottica di sostenibilità. Il nostro piano prevede di investire un totale di 3,5 miliardi di euro nel corso di cinque anni attraverso una serie di fondi indirizzati a infrastrutture, innovazione e digitalizzazione, Pmi, abitabilità green, strutture sanitarie e istruzione.
Abbiamo già movimentato un miliardo di euro nel 2020. Sono orgoglioso di affermare che questo è lo spirito di Generali”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dl Sostegni: 2 anni per uso voucher viaggi saltati per Covid
Via libera al decreto da commissione Senato. Per locali stop tassa tavolini e canone Rai
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
10:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La commissione congiunta del Senato Bilancio e Finanze nella notte ha dato il via libera al decreto Sostegni. Il provvedimento, che scade il 21 maggio, è ora atteso in Aula al Senato per la prima lettura. Relatori a Palazzo Madama sono Roberta Toffanin (Fi), Daniele Manca (Pd) e per l’opposizione Luca De Carlo (FdI).
Ok a rinvio scadenze a professionisti col Covid – Via libera alla sospensione della decorrenza dei termini relativi ad adempimenti in capo al libero professionista che contrae il Covid-19: è passato nelle commissioni congiunte Bilancio e Finanze del Senato, l’emendamento al decreto sostegni trasversale, primo firmatario il senatore di FdI Andrea de Bertoldi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il testo stabilisce che “la mancata trasmissione di atti, documenti e istanze, nonché i mancati pagamenti entro il termine previsto che comporti mancato adempimento verso la pubblica amministrazione da parte del professionista abilitato per sopravvenuta impossibilità dello stesso per motivi connessi all’infezione da Coronavirus 2 (SARS-CoV-2), non comporta decadenza dalle facoltà, e non costituisce comunque inadempimento connesso alla scadenza dei termini medesimi” ed il mancato adempimento “non produce effetti nei confronti del professionista e del suo cliente”. Le scadenze, si legge, vengono sospese “a decorrere dal giorno del ricovero in ospedale, o dal giorno d’inizio della permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva o dal giorno d’inizio della quarantena con sorveglianza attiva, fino a trenta giorni decorrenti dalla data di dimissione dalla struttura sanitaria o conclusione della permanenza domiciliare fiduciaria o della quarantena”, e gli adempimenti ‘congelati’ dovranno esser eseguiti dal professionista “entro i sette giorni successivi a quello di scadenza del termine del periodo di sospensione”. La copertura della norma è pari a 9,1 milioni di euro per l’anno 2021.
Stop prima rata Imu con calo 30% fatturato – Chi ha una attività in perdita non dovrà pagare la prima rata dell’Imu: le commissioni Bilancio e Finanze del Senato hanno approvato un emendamento riformulato che prevede per chi ha cali di fatturato del 30% rispetto al 2019 l’esonero dal pagamento della rata Imu di giugno sugli immobili sede dell’attività di cui sono proprietari e gestori.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La perdita di gettito è di 216 milioni (di cui 73,5 milioni a carico dello Stato e 142,5 milioni da risarcire ai Comuni). Via libera anche all’estensione dell’esonero Irpef per gli affitti non riscossi su contratti stipulati anche prima del 2020 (costa 45,2 milioni nel 2021).
Fondo ai separati in difficoltà col mantenimento – Un fondo ad hoc per aiutare i genitori separati o divorziati in difficoltà causa Covid a garantire l’assegno di mantenimento: lo prevede un emendamento al decreto Sostegni riformulato e approvato dalle commissioni Bilancio e Finanze del Senato. La modifica prevede l’istituzione di un Fondo da 10 milioni per il 2021 per l’erogazione di una parte o dell’intero assegno fino a un massimo di 800 euro al mese.
Per locali stop tassa tavolini e canone Rai – Proroga dal 30 giugno al 31 dicembre dell’esenzione della tassa sull’occupazione del suolo pubblico e niente pagamento del canone Rai per alberghi e i locali pubblici che hanno dovuto chiudere. Lo prevedono alcuni emendamenti al dl Sostegni approvati in commissione congiunta Bilancio e Finanze del Senato. La proroga dello stop alle tasse sull’occupazione suolo pubblico, quindi anche quelle per i tavolini all’aperto di bar e ristoranti, costa 165 milioni. Lo stop al canone Rai determina invece minori entrate per 83 milioni di euro.
Fondi a Comuni per evitare seggi nelle scuole – Trovare in vista della tornata elettorale d’autunno locali da adibire a seggio alternativi alle scuole: lo prevede un emendamento al decreto Sostegni approvato dalle commissioni Bilancio e Finanze del Senato. Visto il “differimento delle consultazioni elettorali per l’anno 2021″ la norma istituisce un fondo di 2 milioni al ministero dell’Interno per erogare contributi in favore dei Comuni che entro il 15 luglio individuano sedi alternative agli edifici scolastici” per “ridurre i disagi per l’attività didattica”.
2 anni per uso voucher viaggi saltati per Covid – Più tempo per utilizzare i voucher per i viaggi saltati causa Covid: le commissioni Bilancio e Finanze del Senato hanno approvato un emendamento al decreto Sostegni che proroga di sei mesi – da 18 mesi a due anni – la durata dei voucher emessi per voli, biglietti dei treni, soggiorni in strutture ricettive, pacchetti turistici ma anche per gite scolastiche e viaggi di istruzione – compreso il quarto anno all’estero per gli studenti delle scuole superiori. Si prevede anche che questi voucher possano essere ceduti alle agenzie di viaggio. Resta fermo il rimborso al termine dei 24 mesi se il voucher rimane inutilizzato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Più tempo per voucher concerti, durano 3 anni – Si allungano i tempi per poter usare i voucher per i biglietti degli spettacoli e dei musei annullati a causa del Covid e delle misure restrittive: saranno validi per tre anni e non più per 18 mesi. Lo prevede un emendamento al Dl Sostegni approvato in Senato. Per quanto riguarda esclusivamente i biglietti dei concerti, questi rimarranno validi sempre per tre anni al massimo a patto però che l’evento sia riprogrammato entro il 2023. Con un altro emendamento si prevede che anche le palestre che sono rimase chiuse possano, oltre ai rimborsi, erogare voucher da utilizzare entro sei mesi dalla fine dell’emergenza.
Proroga blocco sfratti, non per quelli pre-Covid – Arriva una nuova proroga per gli sfratti per morosità o pignoramento dell’immobile limitata però ai provvedimenti esecutivi adottati dall’inizio della pandemia in poi. Lo prevede un emendamento al decreto Sostegni riformulato e approvato dalle commissioni Bilancio e Finanze del Senato. La norma dispone che per gli sfratti adottati dal 28 febbraio 2020 al 30 settembre 2020 il blocco rimanga fino al 30 settembre 2021, per quelli più recenti (tra il primo ottobre 2020 e il 30 giugno 2021) l’esecuzione resterà sospesa fino al 31 dicembre 2021. Per gli sfratti già esecutivi pre-pandemia, quindi, il blocco resta solo fino al 30 giugno. Evitare “gravi ricadute su un tessuto economico sociale già gravemente inciso dall’emergenza pandemica” e insieme “una grave sofferenza della macchina organizzativa preposta all’attuazione dei provvedimenti”. E’ questa la motivazione che ha spinto il governo a procedere con gradualità sulla fine del blocco degli sfratti a partire dal primo luglio prossimo e fino al 31 dicembre del 2021.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Con l’approvazione di un emendamento al decreto legge Sostegni, saranno destinati 35 milioni di euro al Comune di Genova per un progetto di rigenerazione e riqualificazione urbana dell’area sottostante il viadotto San Giorgio. Lo rende noto il Ministero delle infrastrutture e mobilità sostenibili. Si tratta di risorse – precisa la nota – che consentono di avviare una profonda operazione di rigenerazione urbana, in accordo con il sindaco di Genova Marco Bucci, creando il “Parco di Polcevera”, un’area di ricreazione, educazione, sport e luoghi di incontro sociale e culturale in un’ottica di sostenibilità ambientale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: Bianchi, ragioniamo su stabilizzazione precari
Oltre 200 mila con contratti a tempo ma hanno titoli diversi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
10:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo il tema del transitorio: come recuperare coloro che hanno accumulato esperienza e che hanno bisogno di stabilità: su quasi 500 mila posti comuni, abbiamo oltre 200 mila docenti a tempo determinato con situazioni diverse: la cosa sbagliata e trattarli tutti allo stesso modo, sono persone con esperienze, titoli e esperienze diverse. Stiamo ragionando col Mef per capire come riconoscere titoli e merito diversi e permettere di far confluire queste persone all’interno di una visione stabile per far partire la macchina di una assunzione regolare e continua”.
Lo ha detto il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi in audizione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Religione: Acs, si istituisca Inviato Speciale libertà fede
L’appello della fondazione pontificia al governo italiano
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
04 maggio 2021
11:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre propone al Governo italiano di istituire la carica di ‘Inviato speciale per la libertà religiosa’. Secondo il Rapporto 2021 sulla libertà religiosa nel mondo di Acs, 62 Paesi su un totale di 196 fanno registrare violazioni molto gravi della libertà religiosa.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il 67% circa della popolazione mondiale, pari a circa 5,2 miliardi di persone, vive in nazioni in cui tale diritto umano è seriamente minacciato. “La fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre chiede dunque al Governo italiano – sottolineano il presidente Alfredo Mantovano e il direttore Alessandro Monteduro – di istituire la carica di Inviato Speciale per la libertà religiosa, sia per assumere un ruolo identificabile e incisivo a livello internazionale, sia per confermare che il diritto di professare liberamente la fede religiosa, riconosciuto dall’art. 19 della Costituzione italiana, non è circoscritto nell’ambito dei confini nazionali ma, al contrario, deve essere promosso in ogni sede internazionale, nazionale e locale, quale diritto inviolabile di ciascuno”.
Per Acs, di fronte ai dati sulle violazioni della libertà religiosa, “la reazione delle istituzioni nazionali e internazionali appare esitante e tardiva, anche se vi sono alcuni segnali positivi” come “l’istituzione della carica di Ambasciatore per la libertà religiosa e la fede in un numero crescente di nazioni, quali Danimarca, Paesi Bassi, Stati Uniti, Norvegia, Finlandia, Polonia, Germania e Regno Unito”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mattarella,supereremo prova pandemia anche grazie a Esercito
Messaggio a Capo Stato Maggiore Serino per 160/mo anniversario
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
12:24
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il 160° Anniversario della fondazione dell’Esercito Italiano, offre l’occasione di esprimere gratitudine verso una Forza Armata, risorsa importante per il Paese e protagonista in momenti significativi della nostra storia unitaria. Un patrimonio professionale giustamente riconosciuto e valorizzato anche in occasione della presente crisi pandemica.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giungano così a voi ufficiali, sottufficiali, graduati, militari di truppa e personale civile, sentimenti di riconoscenza per il servizio che rendete alle istituzioni della Repubblica, alla quale siete legati da giuramento di fedeltà e, in particolare, l’apprezzamento per quanto avete fatto e state facendo per contrastare la grave emergenza sanitaria. Il vostro prezioso e qualificato contributo al funzionamento del Sistema Sanitario Nazionale e, in concorso alle Forze di polizia, per garantire nella sicurezza la cornice dell’esercizio delle libere attività delle nostre comunità, si è confermato di assoluto valore. Supereremo questa prova e sarà anche per il vostro contributo”. Così il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato al Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata, Pietro Serino.
“In questa importante giornata – afferma il presidente della Repubblica – desidero innanzitutto rivolgere il mio pensiero alla Bandiera dell’Esercito, simbolo di onore e valore scritto nelle pagine secolari dei suoi Corpi e delle sue Specialità, e a tutti coloro che hanno donato la vita o che sono rimasti feriti per il bene della Patria. Il loro sacrificio è per tutti noi chiaro esempio della dedizione e delle virtù proprie ai cittadini in uniforme. L’Esercito, fiero delle proprie tradizioni, ha confermato la sua funzione di componente fondamentale nella gestione dei molteplici impegni assunti nell’ambito delle alleanze e delle coalizioni cui aderiamo per decisione del Parlamento. La storia ultracentenaria della Forza Armata continua oggi attraverso il processo di innovazione capace di affrontare in chiave interforze nuove sfide in scenari sempre più complessi ed in rapido cambiamento, con al centro la valorizzazione del capitale umano”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Omofobia:Zan,ddl impantanato,Ostellari non è super partes
Presidente ha usato impropriamente sue prerogative
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
12:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Solitamente una legge che viene approvata in un ramo del Parlamento viene automaticamente calendarizzata nell’altro, qui invece si è cercato di rinviare in continuazione e c’è voluto un voto della commissione che sancisce una cosa che normalmente si fa, questo è un fatto inedito che dimostra come il presidente della commissione abbia utilizzato impropriamente le proprie prerogative che invece dovrebbero essere super partes, lui si è messo di traverso come se la commissione fosse di sua priorità”. Così il deputato Pd Alessandro Zan sullo stallo in commissione al Senato del ddl anti-omofobia.

A novembre, ricorda Zan, il ddl è stato approvato “alla Camera con una grande maggioranza di deputati anche del centrodestra” ma “il giorno dopo è stata trasferita al Senato per la seconda lettura e purtroppo ci troviamo ancora impantanati, perché il presidente della commissione di giustizia ha deciso di tenerla in ostaggio”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Meloni,Stato non può tartassare chi ha chiuso
Interi comparti lasciati soli, nell’indifferenza dell’esecutivo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
12:32
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Interi comparti lasciati soli, nell’indifferenza del governo. Nonostante tutto, intere categorie già martoriate dalla crisi, continuano a pagare le tasse.
Lo Stato non può tassare chi è stato costretto a chiudere, ma deve dare la possibilità a tutte le imprese di riaprire e di ripartire. Solo così si possono aiutare gli italiani e l’economia”. Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Rai: Salvini, Lega farà proposta, Pd-5s non diano lezioni
Finora ne hanno occupato ogni angolo e scantinato
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
12:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Presenteremo una nostra proposta sulla Rai. I 5 Stelle e il Pd hanno occupato ogni angolo, ogni scantinato della Rai, che ora ci diano lezioni è troppo…Sentir parlare di partiti in Rai da Letta e Di Maio dopo che hanno piazzato nelle direzioni certa gente impresentabile, a volte ignorante…
facessero prima un esame di coscienza e poi ne parliamo”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini, conversando con i cronisti sulla riforma della Rai.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:FdI, risolviamo problemi senza allenze contro natura
Opposizione propositiva anche senza prendere poltrone governo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
12:38
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Speriamo che questo governo cominci ad affrontare in maniera corretta tutti i problemi” e “in particolare quello dell’Italia divisa tra chi prende lo stipendio a fine mese e chi no. Commercianti, operatori del turismo non hanno mai chiesto granchè allo Stato e hanno dato dato.
Bisogna ragionare di interventi che possano alleviare le loro sofferenze. Non sappiamo se sarà approvato il testo Zucconi – noi speriamo di sì – per noi è importante la soluzione di questi problemi. E’ il dovere di un’opposizione propositiva che dimostra un’altra volta che non bisogna andare a prendere le poltrone di governo, alleandosi magari contro-natura”.
Lo ha detto il capogruppo di FdI alla Camera Francesco Lollobrigida durante la presentazione della proposta di legge sulla rinegoziazione degli affitti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini, somministrate oltre 21,5 milioni di dosi
Sicilia: psicosi AstraZeneca, 250mila dosi nei frigo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
04 maggio 2021
23:33
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono state somministrate oltre 21,5 milioni di dosi di vaccino contro il Covid in base ai dati provenienti da tutte le regioni e pubblicati sul portale del governo che tiene il conto quotidiano dell’andamento della campagna vaccinale. In particolare sono state inoculate 21.572.011 dosi, delle quali 12.257.380 sono state somministrate a donne, e 9.314.631 a uomini.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In totale hanno ricevuto la doppia dose 6.516.019 persone.
In Sicilia sono 250 mila le dosi di AstraZeneca chiusi nei frigoriferi e al momento inutilizzate. A fornire il dato aggiornato è il dirigente generale del Dasoe, Mario La Rocca, in conferenza stampa nella Presidenza della Regione. “Abbiamo avviato l’open day tre settimane fa per dare forza e impulso alla campagna di vaccinazione e a quella con AstraZeneca in modo particolare, la cui scorta nei frigoriferi è sempre stata abbondante – dice il governatore Nello Musumeci – Verso AstraZeneca c’è stata e c’è una comprensibile ma ingiustificata psicosi, a fronte di 5-6 decessi la cui connessione con il vaccino comunque è stata esclusa”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Sicilia avvia la campagna vaccinale di massa nelle isole minori. Saranno somministrate le dosi a tutti i cittadini dai 18 anni in su: si parte nel weekend a Lampedusa e Linosa, da lunedì nel resto delle isole. “Spero che il generale Figliuolo voglia comprendere che da parte nostra non c’è alcuna volontà di essere disobbedienti – dice il governatore Nello Musumeci – ma avvertiamo tutti il peso della responsabilità della specifica condizione epidemiologica dell’isola ma anche di carattere sociale. Dobbiamo correre, altrimenti non ce ne usciremo più da questo tunnel”.

“Abbiamo deciso di aprire da domani la prenotazione ai cittadini dai 50 anni in su: per l’esattezza dai nati dal 1971 (dal primo gennaio) in poi”. Lo annuncia il governatore della Sicilia, Nello Musumeci, in conferenza stampa a Palazzo d’Orleans. “Abbiamo chiesto al commissario Figliuolo, con due lettere, la possibilità di ammettere al vaccino anche le persone al di sotto dai 50 ai 60 anni – afferma Musumeci – Ci è stato sempre risposto che non è possibile, e che può essere consentito solo quando avremo messo al sicuro gli ultra 80enni ma è chiaro che non abbiamo poteri sanzionatori o coercitivi, per convincere i riottosi”.
Sono oltre due milioni le dosi del vaccino di Astrazeneca nei frigoriferi delle regioni: su un totale di 6.565.080 consegnate all’Italia ne sono infatti state somministrate 4.525.107, il 69% del totale. A disposizione ne rimangono dunque 2.039.973, vale a dire il 57,1% di tutte le dosi dei 4 sieri autorizzati dall’Ema e dell’Aifa e non ancora somministrati (che sono complessivamente 3.572.061). Di queste 2 milioni di dosi, una parte deve comunque essere tenuta da parte: la settimana prossima cominceranno i richiami per chi è stato vaccinato a metà febbraio, quando si è iniziato a somministrare il siero dell’azienda anglo-svedese.
Un protocollo per le vaccinazioni anti Covid nelle aziende. Sono le linee guida a cui le regioni stanno lavorando d’intesa con la struttura commissariale per l’Emergenza del generale Francesco Figliuolo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo una prima stima, la vaccinazione nelle grandi aziende – qualche centinaio inizialmente – potrebbe partire nella seconda metà di maggio o alla fine del mese, a seconda dei ritmi della campagna vaccinale. Le aziende dovranno essere inserite nei vari piani delle Regioni e dovranno recepire l’organizzazione della logistica, facendosi carico dei costi della somministrazione, in collaborazione con il sistema sanitario.
La campagna vaccinale continua con focus su anziani e soggetti fragili, mirando a rafforzare un trend positivo che ha fatto registrare incrementi diffusi a livello nazionale, per ciò che riguarda le somministrazioni, contemporaneamente a una decisa diminuzione dei decessi e dei ricoveri ordinari e in terapia intensiva. In particolare, dal 10 aprile ad oggi, si è rilevato un meno 26% di decessi, meno 34% di ricoveri ordinari e meno 31% di ricoveri in terapia intensiva”. Così, a quanto si apprende, viene fatto sapere da ambienti della struttura commissariale del generale, Francesco Figliuolo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio a Timmermans, ‘pieno sostegno al Green Deal europeo’
Impegno Italia nella Conferenza sul futuro dell’Europa
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
12:39
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Luigi Di Maio ha incontrato ieri, prima di partire per la riunione dei ministri degli Esteri del G7 in programma oggi e domani a Londra, il vice presidente esecutivo della Commissione europea e commissario per il Clima, Frans Timmermans. Al centro del loro colloquio – si legge in una nota della Farnesina – i temi ambientali e la Conferenza sul futuro dell’Europa.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio ha innanzitutto ribadito il pieno sostegno italiano al Green Deal europeo, strumento fondamentale per la protezione dell’ambiente e grande opportunità per la crescita economica in un momento cruciale per la ripresa dell’economia europea. Al riguardo, il titolare della Farnesina ha evidenziato come l’Italia abbia lavorato ad un Pnrr particolarmente ambizioso sul tema dell’ambiente, a cui sono destinati circa 60 miliardi di euro, ossia oltre il 40% delle risorse a disposizione, con l’obiettivo di rendere più sostenibile la nostra economia.
L’Italia, ha ricordato Di Maio, ha inoltre posto il nesso Energia-Clima al centro della sua presidenza G20, al fine di favorire la neutralità climatica e promuovere l’innovazione tecnologica.
Il ministro si è poi soffermato sull’impegno dell’Italia nell’ambito della Conferenza sul futuro dell’Europa, sottolineando come questa dovrà concentrarsi sulle priorità dei cittadini dell’Unione europea, dando quindi importanza preminente ai contributi provenienti della società civile e dai Parlamenti nazionali e ascoltando i giovani.   MONDO

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Festival economia di Trento in presenza con Nobel e ministri
16/a edizione con incontri e approfondimenti dal 3 al 6 giugno
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRENTO
04 maggio 2021
12:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dal 3 al 6 giugno, a Trento, torna il Festival dell’economia, giunto alla sua sedicesima edizione, la seconda al tempo della pandemia. Come ha annunciato il presidente della Provincia di Trento Maurizio Fugatti, “stante la situazione odierna e attuale dei contagi, considerando i dati ad oggi in continua stabilizzazione e calo, vogliamo dare un messaggio di ripartenza e fiducia e puntare a un’edizione in presenza.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo vogliamo fare – ha sottolineato Fugatti – con un protocollo ad hoc sul quale stiamo lavorando con l’Azienda sanitaria. Le modalità organizzative le decideremo in questi giorni insieme anche al sindaco di Trento, Franco Ianeselli”. Tutti gli eventi saranno comunque fruibili in streaming sul sito del Festival.
Quest’anno il tema sarà “Il ritorno dello Stato – Imprese, comunità, istituzioni”. Tra gli ospiti annunciati stamane, nel corso della presentazione del programma svoltasi nel palazzo della Provincia, in Sala Depero, ben cinque premi Nobel per l’economia, che ragioneranno in particolare sulle questioni che la pandemia ha posto sul tappeto nell’ultimo anno. Aprirà Michael Kremer, poi Paul Milgrom, Joseph E. Stiglitz, Michael Spence e Jean Tirole. Nutrita anche la presenza istituzionale: hanno confermato la loro partecipazione il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco, i ministri Renato Brunetta, Roberto Cingolani, Vittorio Colao, Massimo Garavaglia, Mariastella Gelmini, Giancarlo Giorgetti ed Enrico Giovannini.
Sarà presente anche Massimo Fedriga, presidente della Conferenza dei presidenti delle regioni e naturalmente il governatore Maurizio Fugatti e il sindaco di Trento, Franco Ianeselli.
Nomi di peso ovviamente per quanto riguarda il mondo economico: interverrà, tra gli altri, Gita Gopinath, capo economista del Fondo Monetario Internazionale, poi Lucrezia Reichlin, Thomas Piketty, Luigi Zingales, Romano Prodi, Francesco Giavazzi. Tanti gli approfondimenti sul tema sanitario: tra gli appuntamenti, quello dedicato al tema dei nuovi modelli di assistenza sanitaria, che vedrà tra i relatori Ilaria Capua e Walter Ricciardi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Esercito: Fico, ogni giorno contribuisce a tutela del Paese
Ancora di più nei duri mesi della pandemia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
12:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Si celebra oggi il 160esimo anniversario dell’Esercito. Un sentito ringraziamento a tutte le donne e gli uomini che ogni giorno forniscono con responsabilità e impegno un prezioso contributo alla tutela del Paese, ancor di più in questi mesi resi più duri dalla pandemia”.

Lo afferma il presidente della Camera Roberto Fico.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio a Timmermans, ‘pieno sostegno al Green Deal europeo’
Impegno Italia nella Conferenza sul futuro dell’Europa
(2)
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
12:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Luigi Di Maio ha incontrato ieri, prima di partire per la riunione dei ministri degli Esteri del G7 in programma oggi e domani a Londra, il vice presidente esecutivo della Commissione europea e commissario per il Clima, Frans Timmermans. Al centro del loro colloquio – si legge in una nota della Farnesina – i temi ambientali e la Conferenza sul futuro dell’Europa.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio ha innanzitutto ribadito il pieno sostegno italiano al Green Deal europeo, strumento fondamentale per la protezione dell’ambiente e grande opportunità per la crescita economica in un momento cruciale per la ripresa dell’economia europea. Al riguardo, il titolare della Farnesina ha evidenziato come l’Italia abbia lavorato ad un Pnrr particolarmente ambizioso sul tema dell’ambiente, a cui sono destinati circa 60 miliardi di euro, ossia oltre il 40% delle risorse a disposizione, con l’obiettivo di rendere più sostenibile la nostra economia.
L’Italia, ha ricordato Di Maio, ha inoltre posto il nesso Energia-Clima al centro della sua presidenza G20, al fine di favorire la neutralità climatica e promuovere l’innovazione tecnologica.
Il ministro si è poi soffermato sull’impegno dell’Italia nell’ambito della Conferenza sul futuro dell’Europa, sottolineando come questa dovrà concentrarsi sulle priorità dei cittadini dell’Unione europea, dando quindi importanza preminente ai contributi provenienti della società civile e dai Parlamenti nazionali e ascoltando i giovani.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini, Figliuolo e Curcio giovedì in Molise
Incontro con Toma, poi visita al centro vaccinale di Selva Piana
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAMPOBASSO
04 maggio 2021
13:18
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il commissario straordinario per l’emergenza Covid Francesco Figliuolo e il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio saranno giovedì prossimo, 6 maggio, in Molise. Lo ha confermato questa mattina il presidente della Regione Donato Toma.
Nel pomeriggio Figliuolo e Curcio avranno a Campobasso prima un incontro con lo stesso Toma e con le altre istituzioni locali, poi visiteranno il centro vaccinale di Selva Piana.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Caso Fedez, oggi Di Mare si difende in Vigilanza Rai
Il rapper sul cavallo della Rai, murales davanti alla sede tv
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
00:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi 5 maggio la Commissione di Vigilanza Rai ascolterà il direttore di Rai3 Di Mare sul caso Fedez. Intanto è apparso un murale nella strada che costeggia la sede principale della tv pubblica, con il rapper sul cavallo simbolo dell’azienda.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salvini: ‘Pronto a parlare con il rapper, ma non risponde’. Bombardieri: ‘Si parla di lui e non di lavoro’. Il premier Draghi intanto apre il dossier sulle nomine Rai, ma senza accelerare.
Il direttore di Rai3, Franco Di Mare, sarà ascoltato mercoledì 5 maggio alle 19 in commissione di Vigilanza sulla Rai. L’audizione urgente è stata decisa dal presidente della bicamerale, Alberto Barachini, dopo il caso Fedez e le accuse di censura mosse dal rapper alla tv pubblica.
Fedez che doma il cavallo della Rai. E’ il murales spuntato nottetempo in via Podgora, a Roma, la strada che costeggia la sede principale della tv pubblica. L’opera, che porta la firma dello street artist Harry Greb, è intitolata “Non è la Rai” e rappresenta il rapper che cavalca il cavallo simbolo della Rai, sul quale sono impresse frasi estratte dal suo discorso di sul palco del primo maggio: dl Zan, stop omofobia, censura tv pubblica e diritti dei lavoratori.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In mattinata il deputato del Pd Alessandro Zan, autore del ddl anti-omofobia in discussione al Senato, in diretta su RTL 102.5 all’interno di Non Stop News, ha detto: “Penso che chiedere preventivamente ad un artista, che si esibisce sul palco del primo maggio che è il palco dei diritti per eccellenza, il suo discorso per poi tentare di censurarlo, non sia un cosa bella del servizio pubblico, ecco perché è giusto che ci sia un chiarimento anche in commissione di vigilanza e mi sarei aspettato delle scuse più importanti. Certo è che la Rai in questo frangente, non ci ha fatto una bella figura, mi auguro che queste cose non succedano più, in un paese civile ed avanzato come l’Italia non ci può essere nessuna forma di censura”.
“Sono pronto a un confronto con Fedez, con telecamere o meno, per parlare di futuro, di diritti, di arte, di musica, sul suo attico, in autogrill. Per il momento non c’è alcuna risposta. Tuttavia le emergenze dell’Italia sono altre, penso alla ragazza morta ieri in fabbrica”, ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, parlando con i cronisti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fondi Lega:pm chiede condanne fino 4 anni 8 mesi per i contabili
Richiesta nel processo milanese a Di Rubba e Manzoni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
04 maggio 2021
14:01
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il procuratore aggiunto di Milano Eugenio Fusco e il pm Stefano Civardi hanno chiesto condanne rispettivamente a 4 anni e 8 mesi e a 4 anni per i due revisori contabili della Lega in Parlamento Alberto Di Rubba e Andrea Manzoni, imputati nel processo abbreviato, davanti al gup Guido Salvini, per il caso della compravendita del capannone di Cormano, acquistato dalla Lombardia Film Commission, con la quale sarebbero stati drenati 800mila euro di fondi pubblici.
Nel processo, filone dell’inchiesta milanese che sta scavando anche su presunti fondi neri per il Carroccio, i due sono accusati di peculato, turbativa e reati fiscali.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per Di Rubba è stata formulata la richiesta di pena più alta, 4 anni e 8 mesi, in quanto “incaricato di pubblico servizio” perché in quel periodo era presidente di Lfc. Sia lui che Manzoni (chiesti 4 anni) sono ai domiciliari dallo scorso settembre, mentre l’imprenditore Francesco Barachetti, ritenuto dai pm vicino alla Lega e che si occupò sulla carta della ristrutturazione dell’immobile, è a processo con rito ordinario davanti alla settima penale. I due contabili sono imputati per peculato e turbata libertà del procedimento di scelta del contraente (i reati fiscali sono stati stralciati e non sono nelle imputazioni del processo). Tre persone, invece, tra cui il commercialista Michele Scillieri e il presunto prestanome Luca Sostegni, hanno già patteggiato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sindaco Foggia Franco Landella (Lega) verso dimissioni
Arrestati 3 consiglieri di maggioranza,c’è commissione Viminale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
FOGGIA
04 maggio 2021
14:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il sindaco di Foggia, Franco Landella (Lega), potrebbe dimettersi nelle prossime ore. A quanto si apprende, il primo cittadino ha convocato i consiglieri di maggioranza per annunciare le dimissioni in una riunione che è in corso a Palazzo di città.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel Comune di Foggia, venerdì scorso, sono stati arrestati i consiglieri di maggioranza Leonardo Iaccarino e Antonio Capotosto, con le accuse a vario titolo di corruzione, tentata induzione indebita e peculato.
A febbraio fu arrestato un altro consigliere di maggioranza, Bruno Longo, per una presunta tangente pagata da un imprenditore per sbloccare il pagamento dei lavori di archiviazione dati eseguiti per il Comune.
Dal 9 marzo, inoltre, nel Comune di Foggia si è insediata una Commissione inviata dal Viminale per verificare eventuali infiltrazioni della criminalità nell’attività amministrativa.
In mattinata, intanto, si è dimesso il consigliere comunale di maggioranza (ex Forza Italia poi passato alla Lega), Consalvo Di Pasqua. “Non ci sono più le condizioni per poter andare avanti”, ha detto. “Non si può più lavorare così – prosegue – avevo già maturato questa idea non appena si è insediata la commissione di accesso”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ministri Turismo G20, -73% arrivi e -62 mln posti di lavoro
In bozza documento, priorità mobilità sicura e sostenibilità
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
14:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ripristinare la fiducia nei viaggi e nel turismo e consentire la ripresa economica, imparare dall’esperienza della pandemia e dare priorità a un’agenda di sviluppo sostenibile nel guidare il turismo futuro. Queste le azioni da intraprendere, indicate nella bozza del documento della riunione del ministri del Turismo del G20, riuniti sotto la Presidenza italiana e alla presenza del ministro Massimo Garavaglia, che si esplicano in linee guida in 7 aree chiave: mobilità sicura, gestione delle crisi, resilienza, inclusività, trasformazione verde, transizione digitale e investimenti e infrastrutture.

Il turismo – viene sottolineato ancora nella bozza – continua a essere uno dei settori più duramente colpiti dalla pandemia, con arrivi turistici internazionali in calo del 73% a livello globale nel 2020 e impatti senza precedenti sui gruppi vulnerabili e piccole e medie imprese, e con quasi 62 milioni di posti di lavoro persi a livello globale, che rappresentano un calo del 18,5%, con una prospettiva che rimane altamente incerta. La ripresa dei viaggi e del turismo è cruciale per la ripresa economica globale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dalla seconda metà di maggio l’Italia riapre ai turisti: “la pandemia ci ha costretto a chiudere, ma siamo pronti a ridare il benvenuto al mondo” dice il presidente del Consiglio Mario Draghi annunciando che si potrà tornare a viaggiare in tutto il paese con un ‘pass verde nazionale’ simile a quello introdotto con l’ultimo decreto legge, che consente lo spostamento anche nelle regioni arancioni o rosse, in attesa che entri in vigore il green pass europeo previsto per la metà di giugno. Dopo aver ripristinato le zone gialle e consentito di tornare al cinema, al teatro, al museo e anche a cena fuori, anche se fino al 1 giugno solo all’aperto, il governo prosegue dunque nella strategia delle riaperture, consapevole che il turismo è una delle chiavi per rilanciare il paese: nel 2020, stando ai dati di Bankitalia elaborati dalla Coldiretti, l’emergenza Covid ha tagliato di circa 26 miliardi le spese dei viaggiatori stranieri in Italia, crollate di quasi il 60% rispetto al 2019.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Le nostre montagne, le nostre spiagge, le nostre città stanno riaprendo” e “non ho dubbi che il turismo riemergerà più forte di prima” conferma Draghi rivolgendo un appello al resto del mondo: “è arrivato il momento di prenotare le vostre vacanze in Italia, non vediamo l’ora di accogliervi di nuovo”. Il pass sarà dunque in vigore dal 15 maggio, in attesa che entri in vigore quello europeo a metà giugno, con l’obiettivo di offrire a chi vuole venire in Italia “regole chiare e semplici” per garantire la massima sicurezza, dice il premier dopo la riunione dei ministri del turismo del G20. Ma come sarà il pass per gli stranieri? La linea è quella già indicata nel decreto attualmente in vigore per le ‘certificazioni verdi’ che consentono agli italiani di spostarsi tra regioni di colore diverso: l’attestato di avvenuta vaccinazione, con entrambe le dosi e solo con i vaccini autorizzati dall’Ema, il certificato di guarigione o un tampone con esito negativo effettuato nelle 48 ore precedenti.
L’INTERVENTO DI DRAGHI:

Il turismo continua a essere uno dei settori più duramente colpiti dalla pandemia, con arrivi turistici internazionali in calo del 73% a livello globale nel 2020 e impatti senza precedenti sui gruppi vulnerabili e piccole e medie imprese, e con quasi 62 milioni di posti di lavoro persi a livello globale, che rappresentano un calo del 18,5%, con una prospettiva che rimane altamente incerta. La ripresa dei viaggi e del turismo è cruciale per la ripresa economica globale, si legge ancora nella bozza del documento.
L’altra novità riguarda il coprifuoco ora fissato alle 22, questione che ha diviso la maggioranza e che il governo affronterà nel tagliando di metà maggio. “C’è l’intenzione di rivedere le misure sulla base dell’andamento dei contagi e sono ragionevolmente fiducioso che la misura in tempi brevi possa essere rivista favorevolmente” dice il ministro del Turismo Massimo Garavaglia soddisfatto per l’esito della riunione del G20. “Il settore del turismo è quello che inquadra la quota maggiore di donne e giovani, soprattutto al sud, e la ripartenza aiuterà queste categorie”.
“La ripartenza passa per il turismo ma passa anche per le riaperture in generale: siamo tutti d’accordo che il coprifuoco debba essere superato e stiamo lavorando per superarlo il prima possibile, grazie anche a una campagna di vaccini che finalmente ha segnato 500 mila dosi la giorno”, dice il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Locatelli, rischio irrilevante nei giovanissimi. 19 morti per Covid sotto i 18 anni
“Percorsi vaccinali approvati dall’Agenzia del farmaco anche per la popolazione pediatrica”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
15:27
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Nella popolazione pediatrica il rischio di andare incontro a patologia grave da Covid è contenuto se non irrilevante, per tutto questo fortunatamente il prezzo pagato in termine di vite perse nella popolazione pediatrica è stato di 19 pazienti sotto i 18 anni che hanno perso la vita e spesso c’era una patologia concomitante”. I giovanissimi “possono però essere esposti da stress in seguito alle misure per contenere la pandemia”.
E’ quanto ha detto il Coordinatore del Comitato tecnico scientifico, Franco Locatelli in audizione in commissione in Senato.
“Soprattutto in vista della ripresa dell’anno scolastico il prossimo anno, è importante mettere in campo strumenti per una didattica in presenza significativamente maggiore rispetto agli ultimi due anni, con un occhio particolare a quanto attiene il trasporto pubblico locale e con l’attivazione di percorsi vaccinali, una volta che siano approvati dall’Agenzia del farmaco, anche per la popolazione pediatrica”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Governo: Letta a Draghi, metodo Salvini non va, serve rispetto
Nazareno, basta stare con un piede dentro e uno fuori
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
14:48
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il segretario del Pd Enrico Letta ha espresso, a quanto si apprende da fonti del Nazareno, nell’incontro con il premier Mario Draghi “insoddisfazione verso il metodo Salvini”. Il Pd chiede correttezza e rispetto nell’impegno comune dei partiti della maggioranza nel sostegno all’esecutivo.
“Basta stare con un piede dentro e uno fuori”, dicono al Nazareno.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi vede Letta a Palazzo Chigi, definizione Pnrr tra temi
Focus su prospettive per mondo lavoro e giovani
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
16:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha incontrato a Palazzo Chigi il segretario del Pd Enrico Letta. Al centro del colloquio i temi legati all’agenda di Governo dopo la definizione del Pnrr, con particolare riguardo alle prospettive per il mondo del lavoro e al sostegno ai giovani. Lo rende noto Palazzo Chigi.
Letta ha espresso, a quanto si apprende da fonti del Nazareno, nell’incontro con il premier Mario Draghi “insoddisfazione verso il metodo Salvini”. Il Pd chiede correttezza e rispetto nell’impegno comune dei partiti della maggioranza nel sostegno all’esecutivo.
“Basta stare con un piede dentro e uno fuori”, dicono al Nazareno.
Soddisfazione “per la tempistica ed i contenuti del Recovery” è stata espressa dal segretario del Pd al premier Draghi. Ora, spiegano dal Nazareno, si apre una fase nuova e per il Pd è necessario: una grossa spinta sul lavoro con decontribuzione per nuova occupazione e la detassazione per le nuove attività imprenditoriali; sul turismo con il piano Vacanza italiana 2021 su cui il Pd sta lavorando e sui giovani. Per Letta i giovani devono essere al centro della ricostruzione del paese dopo la grave crisi economica.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cts, vaccini ai giovani per più scuola il prossimo anno
Locatelli in audizione a commissioni salute e istruzione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
15:16
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Soprattutto in vista della ripresa dell’anno scolastico il prossimo anno, è importante mettere in campo strumenti per una didattica in presenza significativamente maggiore rispetto agli ultimi due anni, con un occhio particolare a quanto attiene il trasporto pubblico locale e con l’attivazione di percorsi vaccinali, una volta che siano approvati dall’Agenzia del farmaco, anche per la popolazione pediatrica”. Lo ha detto il presidente del Cts Franco Locatelli in audizione davanti alle commissioni congiunte salute e istruzione del Senato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Linee guida delle Regioni, visite nelle Rsa solo con ‘pass verde’
Oppure attestato di una delle condizioni necessarie a ottenerlo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
16:24
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per le visite agli anziani nelle Rsa “si prevede l’ingresso solo a visitatori o familiari in possesso di Certificazione Verde Covid-19”. E’ quanto prevedono, secondo quanto si apprende, le linee guida che le Regioni proporranno al governo.
In alternativa, dice ancora il documento messo a punto dai presidenti, per consentire le visite “può essere validamente utilizzata l’attestazione di una delle condizioni necessarie per il rilascio delle stesse purché non scadute”. Ossia vaccinazione avvenuta, guarigione dalla malattia o tampone negativo nelle 48 ore precedenti.
Nelle Rsa “l’uscita programmata degli ospiti dalle proprie strutture richiede una specifica autorizzazione da parte delle Direzioni sanitarie/Responsabili medici/Referente Covid-19”, si legge inoltre nelle linee guida per le visite agli anziani nelle Residenze socio-assistenziali approvate dalle Regioni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dl sostegni, via l’Imu con cali del 30%,più tempo voucher viaggi
Tra le novità proroga sfratti e un fondo per i genitori separati
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
15:54
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Più tempo per utilizzare i voucher per viaggi e concerti saltati causa Covid, via la prima rata Imu per le imprese con cali di fatturato del 30% e azzeramento del canone Rai per alberghi, bar e ristoranti, che potranno anche mettere i tavolini all’aperto senza pagare la tassa sull’occupazione del suolo pubblico fino alla fine dell’anno.
Sono alcune delle novità del decreto Sostegni, dopo che le commissioni Bilancio e Finanze del Senato hanno chiuso in una maratona notturna l’esame degli emendamenti, tra cui compare anche una proroga selettiva del blocco degli sfratti, ma solo quelli arrivati dall’inizio della pandemia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per i morosi pre-Covid, quindi lo sblocco scatterà dal primo luglio.
Tra le modifiche la proroga di sei mesi – da 18 mesi a due anni – della durata dei voucher emessi per voli, biglietti dei treni, soggiorni in strutture ricettive, pacchetti turistici ma anche per gite scolastiche e viaggi di istruzione – compreso il quarto anno all’estero per gli studenti delle scuole superiori.
Durano invece tre anni quelli per gli spettacoli (nel caso dei concerti solo se la data è fissata entro il 2023).
Ma arriva anche un fondo per i genitori separati o divorziati in difficoltà economiche causa Covid, per garantire l’assegno di mantenimento, e un altro per i Comuni che troveranno sedi alternative alle scuole per i seggi della prossima tornata elettorale d’autunno.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: regolamentare finanza, speculazione è insostenibile
Videomessaggio per le intenzioni di preghiera di maggio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
04 maggio 2021
16:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Papa Francesco chiede di regolamentare la finanza perché la situazione, a causa della speculazione è diventata “insostenibile”. “Mentre l’economia reale, quella che crea lavoro, è in crisi – quanta gente è senza lavoro! – i mercati finanziari non sono mai stati così ipertrofici come sono ora.
Quanto è lontano il mondo della grande finanza dalla vita della maggior parte delle persone!”, dice il Papa nel videomessaggio per le intenzioni di preghiera per il mese di maggio. “La finanza, se non viene regolamentata, diventa pura speculazione animata da politiche monetarie. Questa situazione è insostenibile. È pericolosa”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Governo: Letta a Draghi, metodo Salvini non va. Nuova lite con il leader del Carroccio
Nazareno: ‘Basta stare con un piede dentro e uno fuori’. La replica: ‘Il mio metodo è la concretezza’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
08:27
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo scontro Pd-Lega. Il segretario del Dem Enrico Letta ha avuto oggi un faccia a faccia con il premier Mario Draghi sul tema del Recovery  edell’agenda di governo.
Nell’incontro Letta ha espresso, a quanto si apprende da fonti del Nazareno, “insoddisfazione verso il metodo Salvini”. Il Pd chiede correttezza e rispetto nell’impegno comune dei partiti della maggioranza nel sostegno all’esecutivo. “Basta stare con un piede dentro e uno fuori”, dicono al Nazareno.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Non si fa attendere la replica di Matteo Salvini. “Il ‘metodo Salvini’? È la concretezza”. Il segretario della Lega Matteo Salvini commenta con Affaritaliani.it l’incontro tra Enrico Letta e il premier Mario Draghi a Palazzo Chigi e, in particolare, ‘l’insoddisfazione per il metodo Salvini’ espressa dal segretario del Partito Democratico. “Stanotte ad esempio – prosegue Salvini – sono state approvate in Commissione al Senato le proposte della Lega sui soldi per i genitori separati in difficoltà. Questo è il ‘metodo Salvini’: leali e propositivi, non ci occupiamo di Ius Soli e ci fidiamo degli Italiani!”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi, da seconda metà maggio pass per viaggi in Italia
Servono regole chiare e semplici
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
16:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Noi dobbiamo offrire regole chiare, semplici per garantire che i turisti possano venire da noi in sicurezza. A partire dalla seconda metà di giugno sarà pronto il Green pass europeo.
Nell’attesa il governo italiano ha introdotto un pass verde nazionale, che entrerà in vigore a partire dalla seconda metà di maggio”. Lo dice il premier Mario Draghi introducendo le conclusioni del G20 del Turismo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Draghi, Italia è pronta a ridare benvenuto al mondo
Premier a conferenza su G20 Turismo, settore tornerà più forte
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
16:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi i ministri del Turismo si sono incontrati, e questo è uno dei primi appuntamenti della presidenza italiana del G20. E’ un incontro simbolico.
Il mondo vuole viaggiare in Italia, la pandemia ci ha costretto a chiuderci ma l’Italia è pronta a ridare il benvenuto al mondo”.
Lo dice il premier Mario Draghi alla conferenza stampa dopo la ministeriale del G20 sul Turismo. “Non ho dubbi che il turismo in Italia riemergerà più forte di prima”, aggiunge.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Procura Perugia ricostruisce rapporti indicati da Amara
Dopo trasmissione atti da pm Milano
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
04 maggio 2021
16:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ impegnata nella ricostruzione dei rapporti tra le varie persone indicate nei verbali dell’avvocato Piero Amara la procura di Perugia titolare si uno dei tronconi d’inchiesta relativi alla presunta loggia segreta Ungheria.
I documenti sono stati trasmessi ai magistrati del capoluogo umbro da quelli di Milano.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nei verbali vengono chiamate in causa anche alcune toghe in servizio a Roma. Circostanza che ha portato al coinvolgimento nell’indagine dell’Ufficio guidato da Raffaele Cantone competente a occuparsi delle indagini che riguardano i magistrati della capitale.
A Perugia l’indagine è in corso nel massimo riserbo. Il reato ipotizzato nel fascicolo sembrerebbe quello di associazione segreta ma l’indagine sembra puntare anzitutto trovare riscontri o smentite ai presunti rapporti tra i personaggi indicati da Amara.
A coordinare gli accertamenti, oltre al procuratore capo, ci sarebbero anche i sostituti Gemma Miliani e Mario Formisano. Gli stessi che hanno già condotto l’inchiesta a carico dell’ex consigliere del Csm Luca Palamara e hanno firmato l’avviso di conclusione indagini per concorso in millantato credito nei confronti di Amara e altri due indagati.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: De Luca, Commissariato e Ministero correggano dati
‘Per ultraottantenni come per gli altri l’adesione è volontaria’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
04 maggio 2021
16:39
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo chiesto al Commissariato e al Ministero della Salute di correggere la comunicazione relativa alla vaccinazione degli ultraottantenni. Oggi vengono proposte cifre totalmente fuorvianti.
Va chiarito che l’adesione alle vaccinazioni è assolutamente volontaria”. Così il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca.
“Pertanto l’informazione corretta relativa alla percentuale degli ultra 80enni, ultra 70enni e ultra 60enni vaccinati, non può che essere quella relativa a chi ha accettato di fare la vaccinazione, non alla percentuale Istat di popolazione. L’unica vaccinazione obbligatoria è quella degli operatori sanitari, per i quali siamo oltre il 99%. Per quanto riguarda la Campania, la prima dose è stata somministrata al 100% degli aderenti in piattaforma, come da bollettino quotidiano della Regione, che invitiamo a seguire come riferimento. Ci auguriamo che a brevissimo sia il Commissariato che il Ministero vogliano correggere l’informazione sui vaccinati” aggiunge De Luca.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Parigi, via alle udienze per le estradizioni degli ex terroristi
Sempre introvabile Di Marzio. Petrella, ‘niente da nascondere’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
04 maggio 2021
16:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Prima udienza domani pomeriggio per i 9 italiani – Maurizio Di Marzio resta sempre l’unico introvabile fra gli estradabili – che sono stati fermati la settimana scorsa dopo che l’Eliseo ha dato il via libera alla giustizia per esaminare le richieste di estradizione dell’Italia nei loro confronti.
Gli ex terroristi, fuggiti in Francia negli anni 80, compariranno davanti alla Chambre de l’Instruction della Corte d’Appello dove sarà loro notificata la richiesta di estradizione italiana, saranno elencati processi, pene e capi d’accusa a loro carico e sarà comunicato il calendario delle udienze che li riguardano.
Sono attesi, fuori dal palazzo di Giustizia, amici, ex militanti ed esponenti del comitato di sostegno agli “italiens”. Negli ultimi giorni hanno ripreso voce i sostenitori del gruppo, che si sono ritrovati in un giardino di Parigi attorno a Marina Petrella, ex brigatista condannata all’ergastolo in Italia. “Sarà una procedura molto lunga – ha detto Petrella -, dal 2019 viviamo questo stato di tensione, ma vedo che abbiamo anche dei sostenitori. Io non ho niente da nascondere”. Per Oreste Scalzone, ex leader di Potere Operaio, punto di riferimento dei fuoriusciti degli anni di piombo, “non ci sarà bisogno di ricorrere ai motivi di salute”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Come ha ripetuto l’avvocata di diversi fra i gli estradabili, Irène Terrel, le richieste sono “irricevibili”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Csm: Tribunale Milano acquisisce verbale Amara ‘Eni-Nigeria’
Brescia archiviò ‘interferenze su toghe’ dopo mossa pm milanesi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
04 maggio 2021
17:18
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente del Tribunale di Milano Roberto Bichi ha acquisito nei giorni scorsi dalla Procura di Brescia gli atti del fascicolo archiviato che era stato aperto dopo che i pm milanesi, su decisione del procuratore Francesco Greco, avevano trasmesso ai colleghi passaggi di un verbale dell’avvocato Piero Amara che gettava un’ombra sui giudici del processo Eni-Nigeria poi finito con assoluzioni. Il legale fece riferimento a “interferenze delle difese Eni”, non provate, sul giudice Tremolada.
L’inerzia nell’indagine sul ‘caso Amara’, lamentata dal pm Storari, per alcuni sarebbe legata a questa mossa della Procura sul caso Eni-Nigeria.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Disabilità: Stefani, il green sarà la vera rivoluzione
Inclusione quando aziende creeranno lavoro per i disabili
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
17:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’Italia per le persone con disabilità ha un sistema normativo che viene considerato a livello europeo ed internazionale all’avanguardia. Siamo molto bravi però c’è ancora molto da fare su alcuni impianti normativi per rendere effettivo il progetto individuale di vita.
La vera rivoluzione è il green e si avrà quando le aziende per essere cool, come si usa dire a nostri tempi, non solo daranno lavoro alle persone con disabilità ma creeranno il lavoro per le persone con disabilità. Sarà una sorta di bollino blu per le aziende e da quel momento si potrà dire che avremo una società” dove le persone con disabilità ne faranno parte “a pieno titolo”. Lo ha detto il ministro per le Disabilità Erika Stefani intervenendo a Unomattina su Rai 1.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Disabilità: Stefani, approvato emendamento per persone sorde
“Riconosciuta anche Lingua dei Segni e Tattile, allineati a Eu”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
17:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Per l’inclusione delle persone sorde e con ipoacusia è stato approvato un importante emendamento.
Verranno così maggiormente promossi servizi di sottotitolazione e interpretariato al fine di rimuovere ogni forma di barriera alla comunicazione.
Con questo emendamento il nostro Paese riconosce anche la Lingua dei Segni Italiana e la Lingua dei Segni Italiana Tattile, allineandosi con il resto di Europa”. Lo afferma, in una nota, il ministro per le disabilità Erika Stefani.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Omofobia: Maiorino (M5s), firme per ddl direttamente in Aula
Salvini: ‘Domani la nostra proposta, via scuola e censura’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
17:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo già raccolto le 33 firme di senatrici e senatori, un decimo dei componenti del Senato, necessarie a richiedere che il disegno di legge contro l’omotransfobia venga esaminato direttamente in Aula, senza passare per la commissione Giustizia dove l’ostruzionismo della Lega si trascina da settimane. Al momento tutte le firme provengono dal gruppo 5 Stelle, ma nelle prossime ore chiederemo a tutti gli esponenti delle altre forze politiche di sottoscrivere la richiesta”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ad annunciarlo è la senatrice del MoVimento 5 Stelle Alessandra Maiorino.
“I diritti non sono un gioco e la Lega ha pensato di poterci giocare per troppo tempo”. Ha proseguito la senatrice pentastellata Maiorino. “Il Senato ha il diritto-dovere di esaminare una proposta che affronta un tema così importante dal punto di vista sociale, già approvata dalla Camera, – ha poi aggiunto la parlamentare – nel luogo che è la massima espressione della democrazia e del libero confronto politico, ossia l’aula. La commissione Giustizia è purtroppo stata presa in ostaggio dalle forzature ostruzionistiche e dal furore ideologico di un gruppo, la Lega, che ha dimostrato di non volere un autentico confronto, ma imporre i propri pregiudizi alla commissione. Questo disegno di legge estende la tutela delle libertà e della serenità dei cittadini e delle cittadine italiane e fa compiere al Paese intero un passo avanti verso la civiltà”.
“Presenteremo la nostra proposta di legge entro domani”, fa intanto sapere la Lega. “La nostra proposta contro l’omofobia – spiega Matteo Salvini – che presenteremo domani, è composta di soli tre articoli: bene inasprire le pene ma intendiamo togliere la questione dei bambini, della scuola e tutto ciò che comporta la censura e i reati di opinione”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Industria: CsC, produzione aprile -0,4% ma ora più fiducia
Prospettive in miglioramento, campagna vaccini genera ottimismo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
17:57
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Marginale correzione della produzione industriale in aprile (-0,4%), dopo l’incremento rilevato a marzo (+0,4%)”. Lo rileva in centro studi di Comnfindustria indicando che comunque restano “prospettive in miglioramento” Il “lieve arretramento” di aprile è “in particolare per effetto della frenata della domanda interna conseguente alle maggiori restrizioni che hanno interessato gran parte delle regioni italiane durante il mese” “Nel primo trimestre del 2021 si conferma un incremento robusto dell’attività industriale (+1,1% dopo -0,4% nel quarto 2020), ma il calo di aprile azzera la variazione acquisita nel secondo trimestre”, rilevano gli economisti di via dell’Astronomia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Intanto, “la domanda estera continua ad essere vivace, sostenuta soprattutto da Cina e USA. Le indagini qualitative (ISTAT e IHS-Markit) evidenziano un significativo miglioramento delle valutazioni sull’evoluzione della domanda nei prossimi mesi”. E “l’accelerazione della campagna vaccinale genera un maggiore ottimismo”.
Per il Centro studi di Confindustria “l’auspicio è che questa accresciuta fiducia si tramuti ben presto in un effettivo, robusto, aumento della domanda interna, fino ad ora soffocata anche da molte incertezze e preoccupazioni, oltre che dalle misure di contenimento del Covid-19”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Prescrizione: 718 emendamenti a ddl penale in Commissione
Fi, ripristinarla e stop appello assolti. M5s ripropone quella della legge Spazzacorrotti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
20:21
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 718 gli emendamenti presentati in Commissione Giustizia della Camera dai gruppi parlamentari al ddl sulla riforma penale, molti dei quali riguardano la prescrizione. Lo si apprende da fonti della stessa Commissione, ove è in corso la fascicolatura delle proposte di modifica.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
DI queste 183 sono state presentate da Fi, 127 dalla Lega, 126 da Italia Viva, 96 da Fdi, 45 da M5s, 31 dal Pd e i restanti dalle varie componenti del gruppo Misto. M5s ripropone di tornare alla prescrizione della legge Spazzacorrotti.
Uno dei 45 emendamenti al ddl penale presentato dal gruppo di M5s abroga l’articolo del testo, il 14, che inseriva l’accordo sulla prescrizione raggiunto da M5s, Pd e Leu durante il governo Conte 2, il cosiddetto Lodo Conte 2. Lo si evince dalla lettura degli emendamenti del Movimento. In questo modo si torna alla prescrizione della cosiddetta legge Spazzacorrotti.
Solo 9 emendamenti sono stati depositati dal gruppo di Leu, mentre per quanto riguarda le componenti del gruppo Misto il maggior numero di emendamenti sono stati depositati da Azione-+Europa, con 63, cui seguono le Minoranze linguistiche con 19, L’Alternativa c’è, con 12, Cd con 7.
Il governo non ha presentato proposte, ma le può depositare in qualsiasi momento dell’iter parlamentare, mentre un incontro tra i capigruppo di maggioranza in Commissione e lo stesso Ministro Cartabia è attesto la prossima settimana.
Una deflazione del numero dei processi, attraverso il potenziamento dei riti alternativi, con ulteriori premialita’ per chi vi ricorre; archiviazione condizionata ad azioni di riparazione e di risarcimento da parte dell’imputato; ritorno della prescrizione se nell’appello si superano i tempi di durata del processo indicati dal ddl Bonafede.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono questi i principali punti dei 31 emendamenti del Pd al ddl di riforma del processo penale depositati in Commissione Giustizia della Camera, come spiega il capogruppo Alfredo Bazoli. Un altro emendamento, spiega Bazoli, prevede che “la delega sia esercitata entro 3 mesi anziché entro i 12 previsti dal ddl Bonafede, così da accelerare al massimo l’entrata in vigore della riforma”.
I nostri emendamenti intervengono su tutta la delega penale e non solo sulla prescrizione, e sono sia abrogativi che migliorativi. La filosofia è quella di un processo in tempi ragionevoli che tuttavia non contragga le garanzie difensive. Per quello che riguarda la prescrizione abbiamo aggito in coerenza politica con la nostra posizione, che era contraria sia al ddl Bonafede che al cosiddetto Lodo Conte 2. Il punto di partenza che proponiamo è di sospendere la prescrizione dopo l’appello, cioè la conclusione della fase di merito, dopo di che si possono agganciare varie soluzioni”. Lo dice Lucia Annibali, capogruppo di Iv in Commissione Giustizia della Camera, Annibali spiega altri emendamenti che riguardano l’appello: “abroghiamo il fatto che sia monocratico, perché ci deve essere un momento collegiale, così come aboliamo le preclusioni alla appellabilità”. Per quanto riguarda i riti alternativi, “noi siamo favorevoli ad ampliarli: la delega prevede molte preclusioni ostative, noi siamo per eliminarle. E siamo altrettanto contrari all’indicazione dei criteri di priorità dell’azione penale affidata ai Pm, perché devono essere indicati da una legge ordinaria”. Importanti anche gli emendamenti sui tempi delle indagini preliminari: “la delega stabilisce che il mancato rispetto dei tempi abbia conseguenze sul piano della sanzione disciplinare, mentre noi proponiamo che abbia conseguenze processuali, con l’inutilizzabilità degli atti successivi allo scadere dei tempi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Grillo: verso un nuovo interrogatorio per Ciro e i suoi amici
I legali dei giovani stanno valutando dopo la chiusura delle indagini bis
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
18:24
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Potrebbero essere interrogati di nuovo Ciro Grillo e i suoi tre amici – Edoardo Capitta, Vittorio Lauria e Francesco Corsiglia – accusati di avere stuprato una studentessa italo-norvegese in Sardegna a luglio 2019 dopo una serata passata nella discoteca Billionaire. L’ipotesi è al vaglio dei difensori dei ragazzi.
I legali (Sandro Vaccaro, Romano Raimondo, Gennaro Velle, Ernesto Monteverde e Mariano Mameli) hanno 20 giorni di tempo per chiederlo ai pm della procura di Tempio Pausania. I magistrati ieri hanno chiuso per la seconda volta le indagini sulla vicenda, dopo una prima chiusura a novembre scorso.
I quattro sono accusati di violenza di gruppo nei confronti della studentessa che li ha denunciati. Grillo jr, Lauria e Capitta sono accusati di violenza sessuale anche nei confronti di una seconda ragazza per le tre foto oscene che i giovani hanno scattato mentre lei dormiva. La studentessa aveva denunciato tutto dopo una settimana dalla presunta violenza al suo rientro a Milano. Per i quattro, invece, i rapporti furono consenzienti. Nelle scorse settimane Beppe Grillo aveva pubblicato un video in difesa del figlio e gli amici suscitando numerose polemiche.  CRONACA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

COVID: Sardegna, frena campagna vaccinazione
Cinque decessi e 104 nuovi casi, tasso positività scende al 3,5%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
04 maggio 2021
18:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In Sardegna si registra un calo nel ritmo delle somministrazioni di vaccini, nelle ultime ore, tuttavia, ha spiegato l’assessore della Sanità Mario Nieddu, “adesso dovrebbero scendere in campo in modo più importante i medici di famiglia, e questo dovrebbe consentirci di recuperare”.
Da domani, ha annunciato l’esponente della Giunta regionale, “i medici di base potranno andare a ritirare le siringhe già pronte per iniziare quindi a vaccinare a domicilio”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Le altre ragioni del rallentamento nelle inoculazioni: “Il passaggio dalla piattaforma regionale a quella di Poste ma anche la mancanza di vaccini Astrazeneca.
Sul fronte delle consegne, Nieddu ha ricordato che sabato sono arrivati circa 60mila dosi: “Ora attendiamo altri due invii a maggio e uno ai primi di giugno per un totale di 180mila dosi circa di Pfizer”.
Secondo il report del Governo aggiornato in tempo reale, in Sardegna oggi ha toccato quota 531.297 dosi somministrate (terzultima in Italia con l’80,5%).
Intanto salgono a 54.980 i casi di positività complessivamente accertati nell’isola dall’inizio dell’emergenza: nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 104 nuovi contagi, in aumento rispetto a ieri ma con più tamponi effettuati, 2.919 test, e un tasso di positività che scende al 3,5%.
Si registrano anche cinque nuovi decessi (1.398 in tutto). In calo i ricoveri: sono 354 (-4) le persone attualmente ricoverate in ospedale in reparti non intensivi, 47 (-4) i pazienti in terapia intensiva.
Le persone in isolamento domiciliare sono 16.042 e i guariti sono complessivamente 37.137 (+423) mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell’Isola sono attualmente 2.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Europei: Assessore Lazio, pronti a vaccinare durante partite
‘Modello Nba, tifosi hanno avuto siero durante match’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
18:44
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Servizio sanitario regionale è pronto a eseguire le vaccinazioni anche in occasione dei prossimi Europei di calcio che la città di Roma ospiterà.
Qualora ci venisse richiesto dalla competente Federazione siamo in grado di allestire dei punti di somministrazione dei vaccini durante gli eventi sportivi”.
Lo annuncia l’assessore regionale alla sanità del Lazio Alessio D’Amato. “Il modello è quello già sperimentato in America dalla NBA e nello specifico dai Milwaukee Bucks che ha vaccinato i propri tifosi tra il primo ed il secondo tempo delle partite di basket”, aggiunge D’Amato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: portavoce Ue, incoraggiamo governi a pubblicarli
‘Molti non hanno diffuso cronoprogramma e costi, scelta è loro’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
04 maggio 2021
19:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione Ue ha “incoraggiato” tutti i Paesi a pubblicare i piani di rilancio e resilienza, nella forma che hanno consegnato a Bruxelles, ma da parte sua non renderà pubblici i documenti che le sono arrivati dalle capitali. Secondo quanto fa sapere una portavoce della Commissione, ogni Paese ha completa autonomia su cosa rendere pubblico e cosa no.
Molti, ad esempio, non hanno diffuso il cronoprogramma delle riforme e degli investimenti con i rispettivi costi. La Commissione, aggiunge, ha creato una pagina web dove indica i Paesi che hanno inviato i piani, e per ognuno rimanda al link del governo dove è stato caricato il Pnrr.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Esercito:Mattarella, grazie, impegno prezioso in pandemia
Hanno la riconoscenza della Repubblica
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
19:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Vi è una quantità di ragioni per cui io esprimo la riconoscenza della Repubblica all’esercito del nostro Paese. Da oltre un anno l’Italia e il mondo intero sono colpiti dalla violenza della pandemia e l’esercito ha assoicurato un contributo particolarmente importante: ha messo a disposizione risorse sanitarie specialistiche, ospedali da campo, impianti di produzione, mezzi logistici, unità operative per la sicurezza”.
Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella incontrando una rappresentanza dell’Esercito, in occasione del 160° anniversario. “Rivolgo un ringraziamento specifico per questo impegno così prezioso”, aggiunge.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Renzi, rifarei cadere Conte perché è giusto per l’Italia
Orgoglioso di quanto abbiamo fatto, ora c’è Draghi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
19:33
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ero consapevole del fatto che mandare a casa Conte, Bonafede, Arcuri e compagnia avrebbe provocato più di una reazione. A vari livelli.
L’ho fatto lo stesso perché lo ritenevo giusto per il Paese. Lo rifarei domattina, senza paura. Se oggi c’è Draghi e non Conte, non è per un complotto ordito all’Autogrill, come qualcuno vorrebbe far credere, ma è il risultato di una scelta politica, fatta con coraggio e libertà – all’inizio in solitaria – da un partito che si chiama Italia Viva. Io vado orgoglioso di quanto abbiamo fatto. E lotterò in tutte le sedi (credetemi: tutte) perché la nuova generazione che si avvicina alla politica possa impegnarsi senza temere mai le fake news, il fango, l’aggressione mediatica ad personam. Viva la politica e abbasso il complottismo”. Lo scrive il leader di Iv Matteo Renzi nella e-news.
“Se qualcuno pensa che uno come me possa tacere, perché teme di essere attaccato o pedinato o intercettato o indicato come organizzatore di complotti, evidentemente non mi conosce. Io vado avanti a testa alta. E con più grinta di prima” conclude Renzi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Italia-Algeria:colloquio tra Draghi e il presidente Tebboune
Partenariato strategico italo-algerino, percorso riforme Algeria
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
19:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha avuto oggi una conversazione telefonica con il Presidente della Repubblica Democratica Popolare di Algeria, Abdelmadjid Tebboune. Al centro dei colloqui il partenariato strategico italo-algerino, anche nella prospettiva del percorso di riforme in corso in Algeria, e i prossimi appuntamenti istituzionali dell’agenda bilaterale e multilaterale.
Sono state affrontate anche le crisi regionali, con particolare attenzione per la situazione in Libia e nel Sahel.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dagli sfratti ai fondi per genitori separati, tutte le novità del decreto sostegni
Fondi anche per togliere i seggi dalle scuole
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
19:41
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Più tempo per utilizzare i voucher per viaggi e concerti saltati causa Covid, via la prima rata Imu per le imprese con cali di fatturato del 30% e azzeramento del canone Rai per alberghi, bar e ristoranti, che potranno anche mettere i tavolini all’aperto senza pagare la tassa sull’occupazione del suolo pubblico fino alla fine dell’anno.

Sono alcune delle novità del primo decreto Sostegni, in arrivo dopo che le commissioni Bilancio e Finanze del Senato hanno chiuso in una maratona notturna il voto di un centinaio di emendamenti, tra cui arrivano anche fondi per le tv locali, per i bus turistici, per le città d’arte e 40 milioni per i maestri di sci.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre alla proroga delle concessioni per gli ambulanti.

In attesa del decreto Sostegni bis, che potrebbe arrivare entro la settimana sul tavolo del Consiglio dei ministri, i senatori hanno potuto aumentare la dote per le modifiche destinate al Parlamento e hanno approvato correttivi per 770 milioni, anziché i 550 inizialmente assegnati. Le risorse sono andate in gran parte alle imprese per una prima estensione dei contributi sui costi fissi – dall’Imu appunto al canone Rai – in attesa che il prossimo decreto chiuda il cerchio con un nuovo round da 14 miliardi di indennizzi, fondi per ridurre la Tari, credito di imposta sugli affitti. Intanto arriva un parziale sollievo per i proprietari, che non dovranno pagare le tasse sui canoni non riscossi anche per i contratti in essere già prima del 2020.

Sul fronte della casa c’è anche un nuovo intervento sugli sfratti che da un lato proroga il blocco per le procedure esecutive attivate da febbraio 2020, dopo l’inizio della pandemia, e dall’altro, di fatto, conferma lo sblocco a partire dal primo luglio per gli sfratti pre-Covid. Una scelta per “evitare ingorghi” e uscire in modo graduale dalla misura senza pesare troppo su “un tessuto già gravemente inciso” dalla crisi, è la motivazione del governo che, però, non convince Confedilizia perché “il provvedimento di rilascio giunge al termine di un procedimento che dura diversi mesi” e quindi la misura non protegge solo i morosi causa Covid ma anche altri che lo erano da ben prima e situazioni che nulla hanno a che vedere con il virus. Ora l’associazione dei proprietari, dopo “14 mesi di diritti sospesi”, guarda ora all’esito del ricorso alla Corte Costituzionale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per le imprese gli interventi spaziano dagli aiuti – un contributo minimo di 1.000 euro – per i cosiddetti ‘esodati’ dei ristori, in pratica le start up rimaste fuori dai paletti delle nuove attivita’, alla possibilità di cedere il credito d’imposta per gli investimenti all’interno del piano Transizione 4.0 che rappresentano una vera “rivoluzione”, secondo il ministro Stefano Patuanelli. Ma ci sono anche l’annunciato rinvio dell’acconto Irap a settembre per chi aveva usufruito dell’esonero del decreto Rilancio per errore fino a una sorta di ‘indennità Covid’ per i professionisti, con la sospensione delle scadenze in caso di contagio.

Molte modifiche però interesseranno anche le famiglie, a partire dalla proroga di sei mesi – da 18 mesi a due anni – della durata dei voucher viaggi emessi per voli, biglietti dei treni, soggiorni in strutture ricettive, pacchetti turistici ma anche per gite scolastiche e viaggi di istruzione – compreso il quarto anno all’estero per gli studenti delle scuole superiori.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Durano invece tre anni quelli per gli spettacoli (nel caso dei concerti solo se la data è fissata entro il 2023) e arriva la possibilità di avere rimborsi anche dalle palestre, o in alternativa voucher da usare fino a 6 mesi dopo la fine dello stato di emergenza.

Ma si guarda, per la prima volta, anche ai genitori separati o divorziati in difficoltà economiche causa Covid, con un fondo da 10 milioni per garantire l’assegno di mantenimento, fino a massimo 800 euro al mese. Attenzione anche alla ripresa dell’anno scolastico dopo le chiusure dell’ultimo anno: per “ridurre i disagi all’attività didattica” si chiede ai Comuni di individuare entro metà luglio sedi alternative alle scuole per i seggi della prossima tornata elettorale d’autunno. A disposizione ci sarà un fondo da 10 milioni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Csm: pm Storari indagato a Roma, pronto a chiarire sabato
Sul caso verbali si muove anche la procura generale di Milano
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
05 maggio 2021
09:22
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per il caso dei verbali degli interrogatori resi ai pm milanesi dall’avvocato Piero Amara, che riguardano la presunta loggia segreta Ungheria, il pm di Milano Paolo Storari è indagato dalla Procura di Roma, come atto dovuto, per rivelazione del segreto d’ufficio. Storari ha ricevuto un invito a comparire per sabato prossimo ed è pronto a spiegare e a difendere la decisione presa nell’aprile 2020 di consegnare quelle carte ‘secretate’ all’allora consigliere del Csm Piercamillo Davigo per autotutelarsi ritenendo che i vertici del suo ufficio stessero insabbiando le indagini sulle rivelazioni del legale.
Si muove anche la Procura Generale di Milano. Mentre in questi giorni, in piena bufera, si sono moltiplicate le attestazioni di solidarietà al pm Storari, il pg del capoluogo lombardo Francesca Nanni, esercitando i suoi poteri di sorveglianza sui magistrati requirenti del distretto, ha chiesto informazioni scritte alla Procura per capire cosa sia accaduto per poi eventualmente riferire al Procuratore Generale della Cassazione Giovanni Salvi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il quale, dopo aver annunciato possibili iniziative disciplinari ed essersi consultato, in una telefonata di ieri sera, con la ministra della Giustizia Marta Cartabia, sta aspettando gli atti dalle procure interessate dalla vicenda.
Procure che da oggi diventano quattro. Infatti anche quella di Brescia ha aperto un fascicolo, al momento conoscitivo e, quindi, senza indagati né ipotesi di reato, partendo dalle dichiarazioni che Nino Di Matteo, consigliere del Consiglio Superiore della Magistratura ha reso durante il plenum dello scorso 28 aprile: ha informato i colleghi di aver ricevuto, nei mesi scorsi, un “plico anonimo, tramite spedizione postale,” contenente la copia di quei verbali secretati che risalgono al dicembre 2019, accompagnati da una lettera anonima in cui si accusano di inerzia i vertici della Procura milanese. Stesso plico finito tra ottobre e marzo sui tavoli di due giornalisti.
Un capitolo, questo, su cui i pm di Roma hanno aperto una inchiesta nella quale per ora è indagata Marcella Contrafatto, l’ex segretaria di Davigo ai tempi in cui era al Csm: è accusata di essere la ‘postina’ per aver diffuso quelle carte segrete e, per le parole scritte nella missiva d’accompagnamento, risponde di calunnia. Carte che erano state consegnate da Storari nell’aprile del 2020 a Davigo, per autotutelarsi, in quanto all’indomani di quelle rivelazioni sulla non ben definita loggia Ungheria aveva chiesto ripetutamente, senza ottenere risultati, a Greco – che sta lavorando a una relazione per il pg Nanni e per il Csm – e Pedio di iscrivere nel registro degli indagati alcuni nomi, Amara compreso, per associazione segreta per fare subito dei tabulati telefonici e avviare intercettazioni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per il caso dei verbali degli interrogatori resi ai pm milanesi dall’avvocato Piero Amara, che riguardano la presunta loggia segreta Ungheria, il pm di Milano Paolo Storari è indagato dalla Procura di Roma, come atto dovuto, per rivelazione del segreto d’ufficio. Storari ha ricevuto un invito a comparire per sabato prossimo ed è pronto a spiegare e a difendere la decisione presa nell’aprile 2020 di consegnare quelle carte ‘secretate’ all’allora consigliere del Csm Piercamillo Davigo per autotutelarsi ritenendo che i vertici del suo ufficio stessero insabbiando le indagini sulle rivelazioni del legale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Fedriga, non fossilizzarsi sul coprifuoco
Guardare in modo più ampio. Riaprire in massima sicurezza
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
05 maggio 2021
09:41
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Penso che dobbiamo guardare il settore delle riaperture ad ampio ventaglio. Ci sono attività ancora chiuse, come le palestre e il settore del wedding (matrimoni, ndr), che non hanno prospettive”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Se “ci fossilizziamo” solo sul coprifuoco “ho paura che sbagliamo obiettivo: dobbiamo guardare a tutto tondo il problema”. Lo ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, a Radio24.
“Mi auguro che il coprifuoco possa avere gradualità, per arrivare a toglierlo. Ma se ci fosse la necessità ancora di qualche settimana nessuno si straccerà le vesti. E’ fondamentale riaprire qualche attività con la massima sicurezza”.

Le forniture di AstraZeneca nei frigoriferi “sono un problema vero”. “Non c’è dubbio che su AstraZeneca sia stata fatta una comunicazione confusa che ha fatto prendere paura ai cittadini però noi dobbiamo usare la chiarezza della scienza”. Lo ha detto il presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, a Radio 24. “Anche nella mia regione abbiamo un’adesione sotto le aspettative in certi target d’età – ha ribadito -, dovuta a una fascia di popolazione che non intende vaccinarsi, ma anche a una grande fascia che non vuole usare AstraZeneca e questo crea problemi gravi sulla campagna vaccinale”. “Io spero – ha aggiunto – che le ‘chiarezze’ che devono essere fatte sempre di più dagli organi competenti possano rassicurare i cittadini. Ho visto degli studi su AstraZeneca che spiegano come controindicazioni ed effetti avversi sono molto più bassi rispetto a medicine che prendiamo quotidianamente nelle nostre abitazioni. Dobbiamo avere molta razionalità”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: Siani (Bce) nuovo responsabile della vigilanza
In sostituzione di Angelini. In carica dal 15 giugno
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
19:58
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giuseppe Siani sarà, dal prossimo 15 giugno, il nuovo responsabile della vigilanza di Banca d’Italia in sostituzione di Paolo Angelini, nominato vice direttore generale dell’istituto centrale lo scorso 31 marzo. E’ quanto si apprende da diverse fonti.
Siani, una lunga carriera in Banca d’Italia, è attualmente vice direttore generale di una delle direzioni generali della vigilanza della Bce, dove è approdato nel 2014.