Aggiornamenti, Calcio, Cinema, Cronaca, ECONOMIA, Juventus, Medicina, Salute e Benessere, Mondo, Notizie, Piemonte, Politica, Scienza, Spettacoli Musica e Cultura, Sport, Tecnologia, tutte le regioni italiane: ultimissime notizie in tempo reale sempre aggiornate, Ultim'ora, VIAGGI E VACANZE: TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, VIDEO NOTIZIE

Usa: dem rivoluzionano primarie per dare voce subito a minoranze

Tempo di lettura: < 1 minuti

(ANSA) – WASHINGTON, 01 DIC – Joe Biden e il partito
democratico si preparano a rivoluzionare le primarie per le
presidenziali del 2024 facendole partire non più dall’Iowa, come
succede da mezzo secolo, ma dal South Carolina il 6 febbraio,
seguito da Nevada e New Hampshire la settimana successiva (13
febbraio), quindi da Georgia (20 febbraio) e Michigan (27 dello
stesso mese). Lo scrivono i media Usa.
   
La proposta, avanzata dallo stesso Biden, riflette la sua
traiettoria politica nel 2020, quando arrivò quarto in Iowa e
quinto in New Hampshire (entrambi Stati a maggioranza bianca),
imprimendo una svolta alla sua campagna proprio in South
Carolina (dove c’è un’ampia popolazione afroamericana), prima di
proseguire la sua marcia vincente in Nevada, Georgia e Michigan.
   
Una proposta che mira a dare fin dall’inizio più voce nel
processo di selezione del ‘nominee’ agli afroamericani e alle
altre minoranze, vera ossatura del partito, come ha spiegato il
presidente in una lettera alla direzione dem. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Aggiornamenti, Calcio, Cinema, Cronaca, ECONOMIA, Juventus, Medicina, Salute e Benessere, Mondo, Notizie, Piemonte, Politica, Scienza, Spettacoli Musica e Cultura, Sport, Tecnologia, tutte le regioni italiane: ultimissime notizie in tempo reale sempre aggiornate, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIAGGI E VACANZE: TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, VIDEO NOTIZIE

TG2 Post del 01/12/2022

Tempo di lettura: < 1 minuti

Tg2 Post

Tg2 Post

REDAZIONE:

  • direttore: GENNARO SANGIULIANO
  • vicedirettore: MASSIMO D’AMORE


source

Aggiornamenti, Calcio, Cinema, Cronaca, ECONOMIA, Juventus, Medicina, Salute e Benessere, Mondo, Notizie, Piemonte, Politica, Scienza, Spettacoli Musica e Cultura, Sport, Tecnologia, tutte le regioni italiane: ultimissime notizie in tempo reale sempre aggiornate, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIAGGI E VACANZE: TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, VIDEO NOTIZIE

Qatar 2022, Costa Rica-Germania 2-4. I tedeschi allungano con Fullkrug al 90'

Tempo di lettura: < 1 minuti
Qatar 2022, Costa Rica-Germania 2-4. I tedeschi allungano con Fullkrug al 90′

Dopo il controllo al Var, la Germania vede assegnarsi la quarta rete. Sanè di petto mette per Fullkrug, in posizione regolare, che appoggia in rete. Tedeschi a caccia di un’impossibile salvezza

source

Aggiornamenti, Calcio, Cinema, Cronaca, ECONOMIA, Juventus, Medicina, Salute e Benessere, Mondo, Notizie, Piemonte, Politica, Scienza, Spettacoli Musica e Cultura, Sport, Tecnologia, tutte le regioni italiane: ultimissime notizie in tempo reale sempre aggiornate, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIAGGI E VACANZE: TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, VIDEO NOTIZIE

Joe Biden: Emmanuel Macron non è soltanto il leader della Francia ma anche dell'Europa

Tempo di lettura: 4 minuti
La Francia è il “più antico” alleato degli Stati Uniti e un “partner incrollabile nella causa della libertà“. Così il presidente Joe Biden, rivolto a Emmanuel Macron, nel breve discorso pronunciato dopo gli onori militari resi al presidente francese alla Casa Bianca. L’alleanza tra i due Paesi, ha proseguito Biden, “rimane essenziale per la reciproca difesa” e come alleati, Francia e Stati Uniti, insieme ai partner della Ue e del G7 “stanno affrontando le ambizioni di conquista di Vladimir Putin” nella sua “guerra brutale” contro l’Ucraina, che “ancora una volta ha distrutto la pace in Europa”. I due Paesi, ha detto ancora Biden “stanno ancora una volta difendendo i valori della democrazia e i diritti umani”. Il presidente Usa ha quindi reso omaggio alla Francia, citando il motto, “liberté, egalité, fraternité”.

“Vogliamo una pace sostenibile con il pieno rispetto della sovranità e dell’integrità territoriale dell’Ucraina” ma “anche una nuova architettura per una pace sostenibile”. Così Macron prima dell’inzio del bilaterale. “Sono tempi molto difficili. Francia e Stati Uniti sin dall’inizio della guerra hanno cooperato a stretto contatto per aiutare Kiev a resistere. Faremo fronte alle conseguenze della guerra”, ha aggiunto.

COMUNICATO CONGIUNTO

“Possiamo avere piccole differenze con la Francia, ma le sfide sono comuni“. Per Biden, “non siamo mai in disaccordo sulle questioni fondamentali”, ha sottolineato.

Nella nota congiunta diramata dopo l’incontro i due presidenti “condannano con forza la guerra di aggressione illegale della Russia contro l’Ucraina e sottolineano che colpire intenzionalmente civili e infrastrutture civili costituisce crimine di guerra i cui perpetratori devono essere chiamati a rispondere”.

“Sono pronto a parlare con Putin se mostra segnali di volere cessare la guerra, ma finora non lo ha fatto”. Lo ha detto Biden mentre il Macron ha affermato che la Francia non “farà mai pressioni su Kiev” per “un compromesso inaccettabile” e ha anticipato che “continuerà a parlare con Putin perché  costantemente cerchiamo le condizioni per la pace. Cerchiamo sempre di prevenire l’escalation e arrivare a risultati concreti”

Stati Uniti e Francia ribadiscono il proseguimento del  loro sostegno per la difesa, da parte dell’Ucraina, della sua  sovranità e integrità territoriale, inclusa l’assistenza politica, di sicurezza, umanitaria ed economica per tutto il tempo che ci vorrà. Questo comprende lo stanziamento di risorse significative per sostenere la resilienza civile dell’Ucraina in inverno, incluso l’aumento della consegna di sistemi di difesa aerea ed equipaggiamenti necessari per riparare la rete elettrica”.

Francia e Stati Uniti “estenderanno  la cooperazione nel settore della difesa, sulle capacità avanzate e tecnologie chiave cruciali per la deterrenza e la difesa futura”,  hanno stabilito Emmanuel Macron e Joe Biden nel loro incontro di oggi impegnandosi a “coordinarsi” per affrontare le sfide portate dalla Cina all’ordine internazionale, come il rispetto dei diritti umani, e a “lavorare con la Cina su problemi importanti, come il cambiamento climatico”.

Un altro capitolo della dichiarazione congiunta è dedicato all’Iran, sia per quanto riguarda il contrasto al supporto alla Russia, nella guerra contro l’Ucraina, sia sul fronte  delle armi nucleari con l’obiettivo di impedire all’Iran di dotarsi di un’arma nucleare. I due presidenti hanno dichiarato che “intraprenderanno sforzi congiunti volti a rafforzare ulteriormente il quadro internazionale che limita la proliferazione delle tecnologie missilistiche iraniane e dei veicoli aerei senza pilota nella regione e hanno elogiato “gli iraniani che sono scesi in piazza per mesi dopo la morte di una giovane” esprimendo “il loro rispetto per il popolo iraniano, in particolare per le donne e i giovani che stanno coraggiosamente protestando per ottenere la libertà di esercitare i propri diritti e le libertà fondamentali, che lo stesso Iran ha sottoscritto e sta violando”.

Nella conferenza congiunta è stato toccato anche l’argomento inflazione e si è parlato dell’Inflation Reduction Act americano. Biden si è detto disposto a modificarlo per evitare che danneggi le aziende del settore verde in Europa, in risposta alle richieste avanzate dall’omologo francese, Emmanuel Macron, durante il loro incontro. “Ci sono cambiamenti che possono essere apportati”, ha detto Biden in una conferenza stampa. La normativa, che prevede il più grande investimento nella storia degli Stati Uniti nell’energia verde, offre anche incentivi fiscali a quelle aziende che utilizzano componenti realizzati in Nord America per promuovere la transizione verso l’energia pulita, cosa che la Francia rifiuta considerandola una misura protezionistica. Continueremo a creare posti di lavoro nel settore manifatturiero in America, ma non a spese dell’Europa”.

Macron e Biden hanno sottoscrito un documento che tocca 15 temi, sviluppati in 30 paragrafi. Dall’Ucraina alle relazioni Transatlantiche. Dall’Iran alla Cina alla regione dell’Indopacifico, senza dimenticare l’Africa, l’Energia, il Medio Oriente, il clima, l’istruzione, la disinformazione e il cyberspazio, la salute globale e la sicurezza alimentare, l’architettura della finanza, l’economia e le catene di rifornimento. 

Gli Stati Uniti e la Francia intendono continuare a lavorare con i partner e gli alleati per coordinare gli sforzi di assistenza, inclusa la conferenza  internazionale che si terrà a Parigi il 13 dicembre 2022. Intendono inoltre continuare a fornire un solido sostegno diretto al bilancio dell’Ucraina e sollecitare le istituzioni finanziarie internazionali ad aumentare il loro sostegno finanziario”.

Lo scambio dei regali

 “La nostra storia è stata plasmata dal coraggio delle donne e degli uomini che hanno attraversato l’Atlantico, portando nel cuore la fiamma della libertà. Oggi quella fiamma arde più intensamente che mai e l’alleanza tra le nostre due nazioni rimane essenziale per la nostra reciproca difesa”, ha dichiarato Biden nella cerimonia di accoglienza del presidente francese nel giardino della Casa Bianca. Il presidente americano ha ricordato che oggi è la Giornata mondiale dell’AIDS e ha ribadito l’impegno condiviso di Stati Uniti e Francia nel porre fine all’epidemia di AIDS entro il 2030. Macron, all’arrivo, ha regalato a Biden un vinile e un CD della colonna sonora originale del film di Claude Lelouch “Un Homme et une Femme”, che è il film che Biden e la first lady sono andati a vedere al loro primo appuntamento. 

Inoltre, ha regalato al presidente una coppa del 2012 della casa Christofle, che è un omaggio all’epoca in cui Christofle attraversò l’Atlantico a bordo della nave Normandie, uno dei primi collegamenti tra la Francia e gli Stati Uniti.

La first lady francese Brigitte Macron regalerà a Jill Biden “Madame Bovary”, di Gustave Flaubert, assieme a “La peste, La caduta, L’esilio e il regno e Saggi selezionati”, di Albert Camus.

Anche Biden ha omaggiato il suo omologo con una serie di regali: una collezione di vinili dei più grandi musicisti americani, la riproduzione di uno specchio appeso nella West Wing della Casa Bianca realizzato con il legno di un albero caduto nella residenza presidenziale e un copia del brevetto del fonografo di Thomas Edison del 1877. Alla premiere dame Brigitte, la first lady Jill Biden ha donato un ciondolo in oro e smeraldo realizzato da un artista franco-americano.

source

Aggiornamenti, Calcio, Cinema, Cronaca, ECONOMIA, Medicina, Salute e Benessere, Mondo, Notizie, Politica, Scienza, Spettacoli Musica e Cultura, Sport, Tecnologia, tutte le regioni italiane: ultimissime notizie in tempo reale sempre aggiornate, Ultim'ora, VIAGGI E VACANZE: TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, VIDEO NOTIZIE

Roma conferisce a Patrick Zaki cittadinanza onoraria

Tempo di lettura: < 1 minuti

(ANSA) – ROMA, 01 DIC – L’assemblea capitolina ha approvato
all’unanimità la delibera per conferire la cittadinanza onoraria
a Patrick Zaki, lo studente egiziano dell’Università di Bologna.
   
Il voto è stato accolto dagli applausi dei consiglieri e del
pubblico in aula. “Roma, anche perché capitale d’Italia, deve
rappresentare un baluardo nella tutela e diffusione dei diritti
umani – si legge nell’atto- e il conferimento della cittadinanza
onoraria a Patrick Zaki intende testimoniare vicinanza e
sostegno della città di Roma ad un giovane ricercatore e un
importante segnale di solidarietà e supporto a tutte e tutti
coloro che vengono ingiustamente detenuti e condannati in
violazione dei diritti umani”. “Sono onorato, spero di venire a
Roma”, la replica di Zaki. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Aggiornamenti, Cronaca, Mondo, Notizie, Politica, tutte le regioni italiane: ultimissime notizie in tempo reale sempre aggiornate, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

Disabile vuole vita autonoma, domani decide il Tribunale

Tempo di lettura: < 1 minuti

(ANSA) – ROMA, 01 DIC – “Voglio vivere la mia vita da adulto
fuori dalla famiglia”. A dirlo è Gabriele Marone, 31 anni,
disabile grave, affetto da schizofrenia paranoide e un lieve
deficit mentale. Il 2 dicembre alla vigilia della Giornata
Mondiale della Disabilità, dovrà presentarsi davanti al Giudice
Tutelare del Tribunale di Roma che stabilirà se Gabriele dovrà
rientrare in un istituto e nominare qualcuno che prenda le
decisioni al suo posto. La Asl Rm 2, infatti, si è rivolta al
Tribunale Ordinario di Roma, ufficio “Affari Civili” per
chiedere che Gabriele vada “in una struttura socio-sanitaria”
per consentire “la stabilizzazione delle condizioni cliniche” e
nominare “un amministratore di sostegno (Ads) estraneo al nucleo
familiare”, in pratica un tutore che decida ciò che è meglio per
lui. Perchè la Asl ritiene Gabriele “non in grado di provvedere
ai propri interessi”.
   
Ma Gabriele dallo scorso giugno già vive insieme ad altri
ragazzi una vita autonoma perchè la sua famiglia e
l’associazione Hermes Aps Onlus, di cui il padre è
vice-presidente, pagano l’affitto di un appartamento nel
quartiere romano di Centocelle, lo psicologo e un assistente che
lo aiuta 24 ore al giorno.
   
In occasione dell’udienza è stato organizzato da Avi onlu, Fish
Lazio e Hermes Aps onlus, in via Lepanto un sit-in per “il
diritto all’autodeterminazione” di Gabriele. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Aggiornamenti, Calcio, Cinema, Cronaca, ECONOMIA, Medicina, Salute e Benessere, Mondo, Notizie, Politica, Scienza, Spettacoli Musica e Cultura, Sport, Tecnologia, tutte le regioni italiane: ultimissime notizie in tempo reale sempre aggiornate, Ultim'ora, VIAGGI E VACANZE: TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, VIDEO NOTIZIE

Ciclismo, è morto a 89 anni Ercole Baldini

Tempo di lettura: 2 minuti
Il ‘Treno di Forlì’ si è fermato per sempre. Con Ercole Baldini, morto a 89 anni, se ne va uno dei ciclisti italiani più grandi di tutti i tempi. E’ stato l’unico a vincere in carriera una medaglia d’oro olimpica, un campionato del mondo e una grande corsa a tappe, il Giro d’Italia. A questi successi si aggiungono un titolo iridato su pista e un record dell’ora, nel 1956, quando era ancora dilettante, primato sottratto a un monumento come Jacques Anquetil, al Vigorelli. La forza di Ercole, corridore completo, era soprattutto nelle corse contro il tempo, da cui i soprannomi sulla capacità di locomozione attribuitigli dalla stampa dell’epoca: ‘Rapido’, ‘Diretto’, ‘Direttissimo’. Definitamente “il treno di Forlì” come lo celebrò in una canzone Secondo Casadei, suo conterraneo romagnolo, dopo l’impresa al velodromo milanese. Ma alle Olimpiadi di Melbourne nel 1956 Baldini, che vi arrivò dopo aver fatto 11 scali con l’aereo, trionfò scattando su una salitella e la sua vittoria fu una tale sorpresa che quando arrivò al traguardo non c’era l’Inno di Mameli da trasmettere e allora fu intonato, con grande emozione, dagli immigrati italiani in Australia presenti alla corsa. E anche ai Mondiali di Reims, due anni dopo, arrivò da dolo , dopo una fuga di 250 chilometri sulle colline dello Champagne, andando a riprendere e poi scrollandosi via via di dosso i vari Bobet, Nencini, Voorting. A quel campionato del mondo partecipò anche Fausto Coppi, ormai alla fine della carriera e di cui Baldini sembrava l’erede. Fu il campionissimo a dire a Baldini di partire in fuga, contrariando Nencini quando se lo vide arrivare addosso e alla fine si scrisse che la vittoria era stata merito anche della strategia del più esperto in squadra. Ma poi venne fuori che Coppi, in realtà, voleva fare scoppiare Baldini, che però stupì anche lui, che evidentemente viveva una certa rivalità, condivisa con Giulia Occhini, la Dama Bianca, secondo le cronache dell’epoca ingelosita dagli ingaggi del forlivese. In coppia, Coppi e Baldini avevano vinto l’anno prima un trofeo Baracchi: nei 108 km a cronometro, Baldini forò a 30 km dall’arrivo e Coppi, in difficoltà, decise di proseguire, insultato dal pubblico. Il rientro di Baldini consentì poi alla coppia di vincere. Il Giro d’Italia del 1958 fu l’ultimo di Coppi e il trionfo di Baldini. Primo nelle due cronometro, primo anche in salita contro ‘l’angelo della montagna’, Charly Gaul, arrivò a Milano in rosa davanti al belga Brankaert e al lussemburghese, dopo un’impresa sulla salita di Bosco Chiesanuova e una vittoria nella tappa alpina Levico-Trento. Baldini era nato il 26 gennaio 1933 a Villanova, paese dell’entroterra romagnolo dove poi è stata costruita una casa-museo dove ha passato gli ultimi anni di vita . Quarto di sei fratelli maschi, lasciò gli studi a 17 anni per inseguire la passione della bicicletta, notato da alcuni osservatori mentre la usava per andare a scuola. I suoi ultimi anni sono stati funestati da una vicenda familiare, con il campione sempre più anziano e fragile e i suoi beni oggetti di una contesa giudiziaria tra i figli e la sua nuova compagna, dopo la morte della moglie nel 2010.
   

source

Aggiornamenti, Calcio, Cinema, Cronaca, ECONOMIA, Juventus, Medicina, Salute e Benessere, Notizie, Piemonte, Politica, Scienza, Spettacoli Musica e Cultura, Sport, Tecnologia, tutte le regioni italiane: ultimissime notizie in tempo reale sempre aggiornate, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

Natale, parte da Torino il 'Coca-Cola Christmas Village'

Tempo di lettura: 2 minuti


Un villaggio delle feste per sostenere il Banco alimentare


(ANSA) – TORINO, 01 DIC – Parte dal centro di Torino il tour
del Coca-Cola Christmas Village ‘The Magic of Giving’. Da
domenica, in piazza Solferino, verrà allestito un villaggio di
Natale per sostenere il Banco Alimentare, grazie ad un Tir 100%
elettrico, nel nome della sostenibilità sociale e ambientale.
   
Nel Villaggio sarà presente un’Area Fun con giochi dedicati
ai visitatori, mentre sarà possibile mangiare una pizza nel
‘Food Truck’. In queste aree saranno presenti i volontari di
Banco Alimentare del Piemonte per raccogliere fondi. E’ il sesto
anno consecutivo che la Coca-Cola collabora con il Banco, con
questa iniziativa che permetterà di sostenere la distribuzione
di prodotti alimentari per 2 milioni di pasti. Una partnership
che nel corso degli anni si è tradotta nella distribuzione di
alimenti pari a 12 milioni di pasti. “Siamo orgogliosi di
sostenere Banco Alimentare e i suoi volontari anche a Torino,
una città che è nel cuore di Coca-Cola da sempre e ancora di più
da quando abbiamo preso parte alle emozioni dei Giochi Olimpici
Invernali del 2006” spiega Cristina Camilli, direttore
Comunicazione, Relazioni Istituzionali e Sostenibilità Coca-Cola
Italia.
   
“Quest’anno, più che mai – aggiunge – ci sembra importante
celebrare lo spirito e la tradizione del Natale e nel villaggio
Coca-Cola si potrà vivere un autentico momento di condivisione,
reso ancora più speciale dalla possibilità di dedicare
un’attenzione particolare, grazie a Banco Alimentare, a chi
affronta un momento non facile nella propria vita”. “Non
potevamo non toccare, durante questo tour natalizio, il
capoluogo del Piemonte, in un anno in cui questa Regione ha
rappresentato per Coca-Cola una comunità accogliente non solo
per una storica realtà di eccellenza come Lurisia, con la sua
sede di Roccaforte Mondovì (Cuneo), ma anche per il nuovo polo
di innovazione e sostenibilità dedicato al riciclo del Pet
inaugurato di recente a Gaglianico (Biella)”, conclude
Giangiacomo Pierini, direttore Corporate Affairs & Sostenibilità
Coca-Cola Hbc Italia. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Aggiornamenti, Cronaca, Mondo, Notizie, Politica, tutte le regioni italiane: ultimissime notizie in tempo reale sempre aggiornate, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

Tir schiaccia ambulanza: picchetto d'onore per autista Cri morto

Tempo di lettura: 2 minuti

(ANSA) – SENIGALLIA, 01 DIC – Picchetto d’onore della Croce
Rossa Italiana, palloncini bianchi e feretro portato a spalla
dai colleghi volontari. Così il Comitato di Senigallia della Cri
ha voluto porgere l’ultimo saluto all’autista e soccorritore
Simone Sartini, nel giorno del suo funerale dopo il tragico
schianto con l’ambulanza mentre svolgeva un trasporto sanitario.
   
Occhi rossi e lucidi a testimonianza di quanto fosse ben voluto
da tutti, la chiesa non è riuscita a contenere tutti i
familiari, amici, conoscenti e colleghi riunitisi per l’addio al
28enne morto Falconara, sullo svincolo tra il casello di Ancona
Nord e la SS76, dove l’ambulanza è stat schiacciata da un tir
che si è ribaltato. Con lui è morto il paziente trasportato, un
81 di origini brindisine, da tempo residente a Senigallia,
Cosimo Maddalo, le cui esequie verranno celebrate domani alla
chiesa della Pace. Un altro soccorritore, 59 anni, è ricoverato
all’ospedale regionale di Torrette ma fuori pericolo. Alla
funzione religiosa erano presenti decine di volontari dai vari
comitati territoriali Cri della Marche, tutti in divisa. C’erano
anche il sindaco Massimo Olivetti e l’assesore regionale alla
Sanità Filippo Saltamartini. La messa è stata celebrata dal
parroco della frazione Cesanella, don Mario Camborata: “Simone
ha reso bella la vita di tante persone ma ora non è scomparso:
la sua vita si è trasformata. La vita che viene da Dio non
finisce”. “Simone era un esempio per tanti – ha aggiunto -: la
sua morte è contro natura. Ai familiari possiamo solo ricordare
la parola del Signore, perché sia loro di conforto e di speranza
per continuare insieme il cammino della vita”. Numerosi i
messaggi al termine. Hanno preso la parola vari volontari della
Croce Rossa. Dopo la preghiera del volontario, i colleghi hanno
portato la bara nel piazzale esterno dove per l’ultimo saluto
sono stati fatti volare anche dei palloncini bianchi mentre le
sirene delle ambulanze suonavano per omaggiare il soccorritore
28enne. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Aggiornamenti, Calcio, Cinema, Cronaca, ECONOMIA, Juventus, Medicina, Salute e Benessere, Mondo, Notizie, Piemonte, Politica, Scienza, Spettacoli Musica e Cultura, Sport, Tecnologia, tutte le regioni italiane: ultimissime notizie in tempo reale sempre aggiornate, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIAGGI E VACANZE: TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, VIDEO NOTIZIE

Tg2 ore 20:30 del 01/12/2022

Tempo di lettura: < 1 minuti

NOTIZIARIO.
source