CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 121 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:41 DI DOMENICA 25 LUGLIO 2021

ALLE 13:24 DI VENERDÌ 30 LUGLIO 2021

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ucciso in piazza: gip, da assessore rischi a collettività
Il giudice conferma i domiciliari per uccisione immigrato
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
25 luglio 2021
11:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo il gip di Pavia Maria Cristina Lapi, l’assessore alla Sicurezza di Voghera, Massimo Adriatici, che martedì sera durante una colluttazione ha ucciso con un colpo di pistola il marocchino Youns El Bossettaoui, deve rimanere ai domiciliari in quanto necessaria una “misura che limiti provvisoriamente ma fortemente la libertà di circolazione in capo a un soggetto che, per sua stessa ammissione, ha dichiarato di non essere in grado di gestirla (una situazione come quella, ndr) senza gravissimi rischi per la collettività”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Caso Eni: pm Milano, serenità Procura non turbata da Storari
45 pubblici ministeri milanesi firmano lettera a favore collega
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
25 luglio 2021
11:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 45 i pm milanesi che hanno finora firmato una lettera in cui si afferma che “esclusa ogni valutazione di merito, la loro serenità non è turbata dalla permanenza del collega” Paolo Storari, “nell’esercizio delle sue funzioni presso la Procura della Repubblica di Milano. Siamo turbati dalla situazione che sta emergendo da notizie incontrollate e fonti aperte e sentiamo solo il bisogno impellente di chiarezza”.

E’ un passaggio del testo che sta circolando tra i pubblici ministeri dopo aver saputo della richiesta del pg della Cassazione di trasferimento per incompatibilità ambientale del pm Storari per il casi dei verbali di Amara.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Disabile abusata su bus linea Taranto, indagati 8 autisti
Il gip ha respinto gli arresti, imposto divieto di avvicinamento
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TARANTO
25 luglio 2021
11:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Parcheggiavano gli autobus in luoghi isolati, bloccavano le porte e poi abusavano di una ragazza disabile. Per questo 8 autisti dell’Amat, l’azienda di trasporto pubblico di Taranto, di età compresa tra i 40 e i 62 anni, sono indagati per violenza sessuale aggravata ai danni di una ventenne affetta da un evidente disagio psichico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il gip del capoluogo ionico ha imposto nei loro confronti il divieto di avvicinamento alla ragazza e al suo fidanzato, che nel giugno 2020 l’ha convinta a denunciare le violenze ai carabinieri.
Respinti gli arresti domiciliari richiesti dalla Procura. La procura contesta agli otto indagati i reati di violenza sessuale con le aggravanti di aver agito su una persona sottoposta a limitazioni della libertà personale e per aver commesso il fatto in qualità di incaricati di pubblico servizio.
I fatti si riferiscono al periodo compreso tra ottobre 2018 ed aprile 2020. La ragazza – emerge dagli atti – era un’assidua frequentatrice dei bus di linea dell’Amat e le violenze sarebbero avvenute sugli autobus che venivano parcheggiati in luoghi isolati, sotto a un cavalcavia nei pressi del capolinea al porto mercantile o vicino ad una delle portinerie dell’Ilva.
Qui, ricostruisce il giudice, gli autisti chiudevano le porte del mezzo e approfittavano della “estrema vulnerabilità” della giovane vittima.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rogo Oristanese, prima stima è 10mila ettari in fumo
Protezione Civile, tutti aerei Regione in volo e 7 Canadair
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
25 luglio 2021
12:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Un’altra giornata impegnativa: abbiamo tutti gli 11 mezzi aerei in volo per la Sardegna, molti dei quali sul rogo dell’Oristanese, gli elicotteri dei Vigili del fuoco e dell’esercito e sette Canadair che stanno cercando di spegnere le fiamme che, secondo una prima stima sommaria tra Santu Lussurgiu e Cuglieri hanno divorato circa 10mila ettari di territorio”. Lo dice il direttore generale della Protezione Civile della Sardegna, Antonio Belloi, che continua a coordinare gli interventi con la sala operativa regionale e in stretto contatto con il capo Dipartimento della Protezione Civile nazionale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Marina, positivi 20 membri equipaggio Amerigo Vespucci
Prevista sosta a La Spezia per isolamento di 10 giorni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
25 luglio 2021
12:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Venti membri dell’equipaggio della Amerigo Vespucci sono risultati positivi, asintomatici o paucisintomatici. Lo comunica la Marina Militare spiegando di aver “prontamente messo in atto tutte le misure cautelative a tutela della salute del personale, prevedendo una sosta nel porto della Spezia dove verrà attuato un protocollo specifico che prevede l’isolamento di 10 giorni in idonee strutture a terra per tutto il personale risultato positivo, nuovi controlli su tutti i membri dell’equipaggio e la completa sanificazione dell’unità”.
L’equipaggio a bordo è composto da 360 persone.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Taranto, branco di delfini al largo della costa
Fanno da “scorta” ad una barca a vela, spettacolo frequente nel mar Ionio settentrionale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
25 luglio 2021
12:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fanno da “scorta” ad una barca a vela, spettacolo frequente nel mar Ionio settentrionale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rogo Oristanese: circa 200 sfollati a Porto Alabe
Nuova allerta alte temperature e ondata di calore in Sardegna
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
25 luglio 2021
12:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono circa 200 le persone evacuate a Porto Alabe, località turistica sulla costa dell’oristanese, minacciata dalle fiamme che ieri sera sono divampate a Santu Lussurgiu e che hanno percorso migliaia di ettari di pascoli e boschi raggiungendo le colline sopra i litorali attorno a Bosa.
Sul vasto rogo tra Santu Lussurgiu e Cuglieri stanno operando simultaneamente quattro Canadair e 3 elicotteri della flotta regionale oltre al Super Puma e a quelli dei Vigili del Fuoco e dell’esercito.
Altri mezzi aerei sono impegnati in altri incendi che sono scoppiati anche nel sud Sardegna.
Nel frattempo il Servizio di Protezione Civile regionale ha diramato un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse in vigore dalle 18 di oggi e per le successive ventiquattro ore, per le alte temperature previste. L’ondata di calore investirà tutta la Sardegna e seppure le temperature tenderanno ad una generale diminuzione, le massime si manterranno ancora con valori molto elevati su Campidano, Oristanese, Valli del Tirso e del Coghinas.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rogo Oristanese: fiamme alte e gente in strada a Porto Alabe
Muroni (Fondazione Mont’e Prama), si fugge dal fumo acre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
25 luglio 2021
13:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fiamme alte alcuni metri e residenti e turisti in fuga dal fumo acre. E’ questa la situazione che si è vissuta qualche ora fa a Porto Alabe (Oristano), dove sono circa 200 le persone che hanno lasciato le proprie abitazioni per l’aria irrespirabile.
“Ora i lanci con i mezzi aerei e il Canadair hanno abbattuto molto le fiamme e la situazione sembra sotto controllo dei mezzi a terra – racconta il presidente della Fondazione Mont’e Prama Anthony Muroni che ha casa proprio nella località turistica della costa Oristanese – gli sfollati ora sono divisi tra la spiaggia e la piazza dove si trovano anche sei ambulanze”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rogo Oristanese: Solinas a Draghi, quota PNRR per danni
Governatore sardo conferma, almeno 10mila ettari in fumo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
25 luglio 2021
13:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Chiediamo al Governo un sostegno economico immediato per ristorare i danni e aiutare le comunità colpite a ripartire. Scriverò al presidente Draghi per chiedere anche che una quota del PNRR sia subito destinata alla Regione per un grande progetto di riforestazione, che rimargini queste terribili ferite”- Così il governatore sardo Christian Solinas in merito al rogo nell’Oristanese.
“Non è ancora possibile effettuare una stima dei danni causati dagli incendi ancora in corso nell’Oristanese, ma si tratta di un disastro senza precedenti: 10mila ettari di vegetazione distrutti, aziende e case bruciate, bestiame ucciso”, osserva.   POLITICA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Maltempo: in Liguria domani allerta Gialla per temporali
Dalle 6:00 alle 15:00 previste forti precipitazioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
25 luglio 2021
14:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In Liguria scatta domani alle 6:00 l’allerta Gialla (la più bassa) per temporali. Dopo un periodo dal punto di vista meteorologico prettamente estivo, la Liguria, spiega in una nota Arpal, sta per vivere una fase instabile con rovesci e temporali localmente anche forti, in particolare sul settore centrale della regione e i versanti Padani.
L’allerta durerà fino alle 15:00 e riguarderà i versanti Padani di Ponente e di Levante e il settore centrale della regione, compresa Genova.
Responsabile di questo cambiamento è una saccatura presente sulla Francia che avanzerà lentamente da ovest verso est rinnovando e accentuando le condizioni di instabilità con possibili rovesci o temporali sparsi anche forti, in particolare tra la notte e la mattinata di domani, lunedì 26 luglio. I fenomeni sono previsti soprattutto sul centro della regione e i versanti Padani, ed andranno attenuandosi dal pomeriggio; l’instabilità, però, permarrà anche tra la notte e la mattina di martedì 27 luglio con possibili fenomeni temporaleschi specie sul centro Levante della regione.   METEO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Due morti annegati in Liguria per il mare mosso
Lungo la costa di Savona. Le vittime sono due turisti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
25 luglio 2021
14:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due uomini sono morti in mare in Liguria, dove la costa è battuta da una forte mareggiata, in due distinti tratti del litorale di Savona. Si tratta di due vacanzieri che si sono gettati in acqua nonostante le onde e non sono riusciti a tornare a riva.
La prima tragedia è avvenuta intorno alle 11 nello specchio acqueo delle Fornaci. E’ morto un uomo di origini rumene di 45 anni. Inutili i tentativi di rianimazione del medico del 118. I carabinieri hanno sentito i testimoni per ricostruire l’accaduto. Sembra che l’uomo, residente a Moncalieri (Torino) si sia tuffato vicino alla foce del torrente Letimbro e sia stato spinto al largo dalla corrente e dalla risacca. L’allarme è stato dato da alcuni surfisti che lo hanno portato a riva aiutati dai bagnini di due stabilimenti.
La seconda tragedia nella vicina Celle Ligure, dove intorno alle 13:00 l’equipaggio di una motovedetta della Guardia Costiera ha trovato al largo il corpo di un uomo, a quanto sembra un turista olandese. E’ stato portato a terra ma i tentativi di rianimazione sono risultati inutili.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uomo 51enne muore in mare, figlio 16enne tenta di salvarlo
Ragazzino ricoverato in gravi condizioni a Mestre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ERACLEA (VENEZIA)
25 luglio 2021
15:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha cercato disperatamente di salvare il padre, che è morto annegato, ingoiato dalle onde, e ora si trova in Terapia intensiva a Mestre (Venezia) in condizioni critiche. Si tratta di un ragazzo di 16 anni, irlandese, che quando ha notato che il genitore non riusciva più a tornare a riva si è lanciato in acqua fino a che lo ha trascinato a riva, tra mille difficoltà.

Per l’uomo, tuttavia, non c’è stato più nulla da fare: la vittima è un 51enne, in vacanza assieme alla moglie e al figlio in un agriturismo di Eraclea (Venezia), poco distante dal luogo della tragedia, al confine con il comune di Caorle.
Il giovane è stato soccorso dall’equipe medica dell’elicottero e trasportato d’urgenza all’ospedale di Mestre: la prognosi è riservata. Indagini e rilievi a cura della Guardia Costiera di Caorle. La chiamata di soccorso è arrivata alla centrale operativa poco dopo le 12: in quel momento il mare era agitato ed era sconsigliata la balneazione. Non è escluso che l’annegamento dell’uomo possa essere stato innescato da un malore o da una congestione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rogo Oristanese, evacuazione per 400 persone a Scano Montiferro
In azione anche i vigili del fuoco arrivati da Sassari
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
25 luglio 2021
15:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quattrocento persone che abitano alle periferia del paese Scano Mantiferro, nell’Oristanese, sono state allontanate dalle proprie abitazioni, alcune delle quali sono state lambite dalle fiamme. Il sindaco Antonio Flore ha disposto un centro di raccolta nella palestra comunale.
Intanto il fuoco continua ad avanzare verso le montagne tra Santu Lussurgiu e Macomer minacciando San Leonardo – dove si trovano le fonti di Siete Fuentes e un piccolo borgo turistico – e il Monte Sant’Antonio. I vigili del fuoco di Sassari stanno operando per il rifornimento idrico, lo spegnimento dei focolai e il salvataggio del bestiame.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Farmacie a Roma: assalto per i green pass, non siamo stamperie
Federfarma Roma, anche 120 al giorno. Tempo tolto a chi sta male
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
25 luglio 2021
15:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ormai stampiamo Green pass all’impazzata. Alcune persone vengono con tessere sanitarie di tutta la famiglia e chiedono anche più copie.
Ci siamo ridotti a copisteria, pur non essendolo”. Così Andrea Cicconetti, presidente di Federfarma Roma. “Secondo me c’è un grosso problema – dice – Un conto è stampare 10 Green pass al giorno e un conto è che ne stampi 100-120. Siamo arrivati a stampare green pass per intere famiglie – prosegue – Tutto questo ha un costo sia in termini economici sia di tempo che viene sottratto a persone che stanno male e sono in fila per prendere medicine o magari per l’ossigeno”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: E-R: 565 nuovi casi e ricoveri stabili, morto 81enne
In testa province di Bologna e Rimini. Effettuati 15.059 tamponi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
25 luglio 2021
15:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 565 – 391.422 da inizio epidemia – i casi di Coronavirus registrati in Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore a fronte di 15.059 tamponi effettuati. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 9 e risultano stabili rispetto a ieri, così come i 150 ricoverati negli altri reparti Covid.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo di 81 anni, residente nel Parmense ha perso la vita portando a quota 13.273 il computo totale dei deceduti.
Dei nuovi contagiati 217 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di tracciamento e screening. La situazione nelle province vede Bologna in testa con 104 casi, seguita da Rimini con 90 e Reggio Emilia con 82, poi Modena (80), Parma (70), Piacenza (52), Cesena (22), Ravenna (20), Forlì e Ferrara (entrambe a 16) e il Circondario Imolese (13).
I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 4.833, 524 in più rispetto a ieri: le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 4.674 (+524 rispetto a ieri), il 97% del totale dei casi attivi.
Sul fronte della campagna vaccinale questa alle 14, vede somministrate complessivamente 4.811.728 dosi; sul totale, 2.152.527 sono le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: nuova impennata contagi in Sardegna e un decesso
324 i positivi nelle ultime 24 ore, 2 nuovi ricoverati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
25 luglio 2021
15:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Superata la soglie dei 60mila casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati riportati 324 nuovi casi, in forte aumento rispetto al dato delle ultime 24 ore, 285.

Si registrano anche un decesso, un 78enne residente della Città metropolitana di Cagliari (1.497 in totale), mentre salgono lievemente i ricoveri ospedalieri: 53 pazienti in area medica (+1 rispetto al report precedente) e 10 in terapia intensiva (+1).
Attualmente in Sardegna sono 3.255 le persone in isolamento domiciliare e 55.291 i guariti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Spari ad Asti, gambizzato un uomo
Tre colpi di pistola esplosi da auto in corsa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ASTI
25 luglio 2021
15:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo di 35 anni è stato ferito alle gambe da tre colpi d’arma da fuoco sparati da un’auto in corsa ad Asti. E’ successo stamani intorno alle 5:30 in via Maggiora, all’angolo con corso Alessandria.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I trentacinquenne stava mangiando un panino vicino a un chiosco. A svolgere le indagini sono i carabinieri. I proiettili sono di calibro 9.
L’automobile, scura e di grossa cilindrata, si è allontanata.
Il trentacinquenne è già conosciuto dalle forze dell’ordine.
E’ stato portato all’ospedale Cardinal Massaia, dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico terminato nel pomeriggio.
Non è in pericolo di vita.   PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Fugge in auto da polizia, si schianta e muore
A Torino. Aveva imboccato strada contromano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 luglio 2021
16:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un nomade è morto nel primo pomeriggio in un incidente stradale a Torino mentre, in auto, tentava di sfuggire alla polizia. E’ successo in via Sansovino, angolo strada Altessano, in zona Lucento, alla periferia della città.

Secondo le prime ricostruzioni l’uomo era alla guida di una Volkswagen Lupo rubata; ha imboccato la strada contromano e, dopo aver perso il controllo della vettura, è finito contro un palo della luce.
I soccorsi sono stati immediati ma i tentativi di rianimarlo, dopo averlo estratto dall’abitacolo, si sono rivelati inutili.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Puglia no decessi e 164 positivi, il 2,5% dei test
Sono 2.213 i casi attualmente infetti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
25 luglio 2021
16:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Su 6.610 test per l’infezione da Covid-19 sono stati registrati oggi in Puglia 164 casi positivi: 43 in provincia di Bari, 12 in provincia di Brindisi, 15 nella provincia BAT, 5 in provincia di Foggia, 72 in provincia di Lecce, 10 in provincia di Taranto, 2 casi di residenti fuori regione, 5 casi di provincia di residenza non nota. Il tasso di positività è pari al 2,5% (ieri 1,04%).
Non sono stati registrati decessi.
Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.834.769 test. 246.172 sono i pazienti guariti. 2.213 sono i casi attualmente positivi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Campania; 301 nuovi casi, +4 le degenze
Nessuna nuova vittima, intensive -1
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
25 luglio 2021
16:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 301 i nuovi positivi al Covid in Campania, su 5.958 test molecolari esaminati. Il tasso di incidenza, calcolato senza tenere conto dei tamponi antigenici, sale al 5,05%, contro il 4,26 di ieri.
Nel bollettino odierno dell’Unità di crisi non si segnalano vittime. I posti letto occupati nelle terapie intensive sono 11 (-1), quelli di degenza salgono a 180 (+4).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Lombardia tasso di positività in crescita all’1.6%
461 i nuovi casi positivi e un decesso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
25 luglio 2021
17:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con 28.092 tamponi eseguiti, sono 461 i nuovi casi positivi al Coronavirus registrati in Lombardia, con un tasso di positività in crescita all’1.6% (ieri 1.4%).
Crescono di una unità i pazienti in terapia intensiva (che ora sono 27), mentre calano i ricoverati negli altri reparti (-3, 150).
C’è un nuovo decesso e il totale da inizio pandemia è di 33.816 morti in regione.
Per quanto riguarda le province, sono 128 i nuovi casi nella città metropolitana di Milano, 61 a Monza e Brianza, 37 a Bergamo, 36 a Brescia, 34 a Como, 30 a Cremona, 26 a Mantova, 22 a Varese, 17 a Pavia, 16 a Lodi, 9 a Lecco e 5 a Sondrio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Regione Fvg; 41 contagi,2 persone in terapia intensiva
Riccardi, in settimana 19-25 luglio +96% nuovi casi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
25 luglio 2021
17:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi in Friuli Venezia Giulia su 2.185 tamponi molecolari sono stati rilevati 30 nuovi contagi con una percentuale di positività dell’1,37%. Sono inoltre 1.727 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 11 casi (0,64%).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’88% dei contagi odierni colpiscono persone al di sotto dei 49 anni. Non si registrano decessi; due persone sono ricoverate in terapia intensiva, mentre i pazienti in altri reparti sono 9. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, rendendo noto che la settimana da 19 al 25 luglio si conclude con un incremento del numero di nuovi casi del 96% rispetto alla precedente (da 161 a 316 contagi). Ad oggi l’incidenza su sette giorni è pari a 26 su 100.000 abitanti.
“Stante l’attuale trend è verosimile che l’incidenza superi la soglia dei 50 casi ogni 100.000 abitanti entro la fine del mese”, spiega Riccardi.
I decessi complessivamente ammontano a 3.789, con la seguente suddivisione territoriale: 813 a Trieste, 2.012 a Udine, 671 a Pordenone e 293 a Gorizia. I totalmente guariti sono 103.329, i clinicamente guariti 27, mentre quelli in isolamento risultano essere 417.
Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 107.573 persone con la seguente suddivisione territoriale: 21.337 a Trieste, 50.502 a Udine, 21.214 a Pordenone (il numero è stato ridotto di un’unità dopo la revisione di un caso), 13.113 a Gorizia e 1.407 da fuori regione.
Tra il personale del Sistema sanitario regionale si segnala la positività di un operatore socio sanitario di Asugi, mentre non sono stati rilevati casi né tra gli ospiti delle strutture residenziali per anziani né tra gli operatori delle stesse.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con Branchetti e Gentili, news d’estate Mediaset
Due nuovi programmi di approfondimento su Canale 5 e Rete4
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
25 luglio 2021
18:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’informazione Mediaset che non va in vacanza: al via da lunedì 26 luglio “Morning news” e “Controcorrente” . Alle 8.45 parte il nuovo quotidiano (dal lunedì al venerdì) “Morning News” condotto su Canale 5 da Simona Branchetti, già conduttrice del Tg5.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Di ”Morning news Branchetti” è entusiasta: “Per me è una nuova esperienza, una sfida, una grande occasione. Terremo compagnia al pubblico due ore al giorno con l’informazione, dove possibile andando a scoprire anche la parte umana dei leader politici e dei grandi ospiti che avremo. Cercheremo di conoscerli meglio, non solo dal punto di vista professionale ma dal punto di vista umano.” E sempre da lunedì 26 luglio, in prima serata su Rete 4 debutta “Controcorrente” condotto su Retequattro da Veronica Gentili (che già presidia l’access prime-time della rete sette giorni su sette). Gentili spiega: ”la nostra intenzione è di realizzare un Talk politico diverso rivisitando il contenitore classico, smontandone un po’ la struttura, mettendo in scena, anche attraverso elementi narrativi, le dinamiche che sono dietro al confronto televisivo che spesso sono lo specchio del confronto pubblico”. Aggiunge che ”lo stesso titolo, Controcorrente, non significa solo il tentativo di andare contro le parole già dette e consolidate, ma anche pensare ad una struttura diversa a quella del talk classico che, nel dibattito, tende ormai a nascondere e non a smascherare le verità”.
Mauro Crippa, Direttore Generale Informazione Mediaset sottolinea: ”Videonews non va in vacanza. Abbiamo scelto di produrre due nuovi programmi di approfondimento in piena estate, garantendo ai telespettatori un’informazione rigorosa e puntuale anche quando gran parte delle produzioni televisive italiane hanno ormai chiuso i battenti. Anche questo, a nostro avviso, è servizio pubblico”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Esposito, in Gomorra 5 un Genny ancora diverso
‘Sarei pronto a interpretare profiler creato in mio 1/o romanzo’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GIFFONI VALLE PIANA
25 luglio 2021
19:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In Gomorra 5, la stagione finale della serie, che debutterà su Sky a novembre “troverete un Genny ancora diverso, magari non nel look ma nella testa. Posso dire che questa ultima stagione lascerà tutti quelli che hanno amato come me questa serie tristi da un lato ma felici dall’altro”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo assicura l’attore che incarna il personaggio, Salvatore Esposito, di ritorno a Giffoni per un incontro con i ragazzi della sezione Impact!. L’occasione è anche l’uscita del primo romanzo dell’attore, Lo sciamano (Sperling & Kupfer), un thrlller incentrato su un geniale profiler Christian Costa, conosciuto in tutto il mondo, specializzato in crimini esoterici che deve confrontarsi con un terribile serial killer, L’inquisitore, affrontando anche ombre del proprio passato.
Una storia che Esposito ha immaginato all’inizio come soggetto di serie, ma poi è andato ampliandosi sempre più, soprattutto nei rigidi inverni passati a Chicago, per girare Fargo. Esposito evita sornione la risposta quando gli chiedono se l’idea della serie sia ancora in piedi, ma nel caso si facesse “il protagonista lo farei io” aggiunge.. Tante le domande anche sul capitolo finale di Gomorra e cosa provi a chiudere a un capitolo così importante della sua carriera: “Quando ho pubblicato un video dove davo l’addio a Genny e a una serie che mi ha dato tantissimo avevo dentro una frattura, per la fine di un percorso e il dolore di staccarmi da un personaggio estremamente complesso e complicato da gestire, che mi ha fatto crescere tantissimo. Ogni volta che dovevo raccontarne un’evoluzione imparavo qualcosa sia da uomo che da attore, ad esempio a non giudicare nessuno a priori”.
Genny “commette atti orribili, che lo rendono degno dell’inferno, ma è anche vittima del contesto in cui è nato e cresciuto e delle scelte fatte per lui della madre e il padre”.
Come racconterebbe invece la resilienza di chi vive nei luoghi di Gomorra? “Soffermandomi su tante storie di gente che vive in assoluta legalità anche se viene abbandonata dalle istituzioni, mentre certi politici pensano solo a fare proclami”.   CINEMA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Maltempo: si alza il mare, soccorsi 5 natanti e 21 persone
Operazioni Cap.Porto Monfalcone e Vvf tra Lignano e Grado
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
25 luglio 2021
20:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Guardia Costiera di Grado e Lignano, insieme con i Vigili del Fuoco, e con il coordinamento della Sala Operativa della Capitaneria di porto di Monfalcone, hanno soccorso nel pomeriggio cinque natanti e portato complessivamente in salvo 21 persone (di cui 19 adulti e 2 bambini), a causa dell’improvviso maltempo lungo il litorale di Grado (Gorizia) e Lignano Sabbiadoro (Udine) Nel primo pomeriggio, infatti, l’intensificarsi di un vento di scirocco ha colto alla sprovvista e messo in difficoltà numerosi diportisti locali – tra cui anche una famiglia con bambini – che avevano scelto di trascorrere la giornata di domenica a bordo delle proprie unità, lungo le coste del Friuli Venezia Giulia, tra Banco d’Orio e l’isola di Sant’Andrea.
Il vento improvviso e il mare di risacca hanno spinto i natanti verso la spiaggia: tre barche sono spiaggiate e una è affondata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I diportisti si sono messi in salvo a riva e successivamente sono stati evacuati dalle unità della Guardia Costiera e dei Vigili del Fuoco.
Al “Banco d’Orio”, lungo il litorale gradese, sono intervenuti un battello pneumatico della Guardia Costiera di Grado con un mezzo navale dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Monfalcone, navigando dal lato interno della Laguna, consentendo poi lo sbarco in sicurezza dei diportisti nel porto di Grado .
La stessa azione congiunta è stata operata negli stessi momenti, anche al confine occidentale della Regione, dove sono intervenuti via mare un battello pneumatico della Guardia Costiera di Lignano Sabbiadoro con il supporto, dalla Laguna, di un mezzo navale dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Lignano, che hanno condotto 6 persone in sicurezza nel porto di Lignano Sabbiadoro.
È stata prestata assistenza anche ad un’altra unità, con a bordo una coppia di Udine, che aveva il motore in avaria in prossimità del canale della Litoranea Veneta.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Rogo Oristanese: Sardegna brucia da almeno 60 ore
Preoccupa arrivo maestrale, emergenza idrica in alcuni Comuni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
26 luglio 2021
08:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Sardegna, e in particolare l’Oristanese, brucia da almeno 60 ore. L’incendio divampato a Bonarcado quando il 23 luglio scorso ha preso fuoco un’auto a causa di un incidente stradale – secondo le prime indicazioni che arrivano dalla macchina regionale – e, sospinto sul bosco dal forte vento di scirocco prima e libeccio poi e poi, è ancora attivo su più fronti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E peoccupa soprattutto le comunità del Marghine e della Planargia. Allerta massima anche nei Comuni perché la rotazione dei venti potrebbe portare l’ingresso del maestrale, facendo nuovamente cambiare direzione alle fiamme andando anche in direzione della statale 131 “Carlo Felice” che collega Cagliari a Sassari, tra Noragugume, Sindia e Macomer.
Uno dei Comuni limitrofi, quello di Sagama, fa sapere alla popolazione che “a causa dell’incendio l’impianto di sollevamento Luzzanas è fermo,pertanto i serbatoi di Flussio, Sagama, Tinnura e Suni sono disalimentati, il servizio idrico è garantito fino ad esaurimento scorte dai serbatoi, dopo si verificheranno disservizi alle utenze. La zona del sollevamento è attualmente irraggiungibile causa incendio, le verifiche sul sollevamento verranno effettuate stamattina”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rogo Oristanese: fiamme attive a Santu Lussurgiu e Suni
Pioggia sul Marghine concede tregua a soccorsi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
26 luglio 2021
09:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non è ancora stato domato il gigantesco rogo che ha devastato il Montiferru spostandosi per quasi 50 chilometri dall’Oristanese all’Ogliastra., anche se soprattutto nella zona del Marghine e Planargia è arrivata la pioggia che potrebbe dare una mano alla macchina dei soccorsi.
Alle prime luci dell’alba sono ripresi i lanci di ‘bombe d’acqua’ da parte dei mezzi aerei della flotta regionale sulle zone colpite.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le fiamme in queste ore hanno raggiunto anche Suni, dove le squadre a terra di Corpo forestale, protezione civile, vigili del fuoco e volontari stanno lavorando nel tentativo di arginarle. In loro aiuto ci sono tre Canadair e un elicottero della flotta regionale. Ha ripreso vigore anche il fronte del fuoco a Santu Lussurgiu, dove ieri erano state sfollate circa 50 persone. Accanto alle squadre a terra sono già in azione due Canadair, un elicottero della flotta regionale e il Super Puma.
Sul fronte degli sfollati, da quanto si apprende, hanno già fatto quasi tutti rientro nelle proprie abitazioni, solo le trenta famiglie allontanate dalle abitazioni a Borore hanno trascorso la notte fuori casa.
Fiamme questa mattina anche a Villaurbana (Oristano) e Arzana (in Ogliastra) dove sta intervenendo un elicottero della flotta regionale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Figliuolo in Piemonte, prima tappa l’hub Lavazza
Al via dosi per ragazzi in età scolare senza prenotazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
26 luglio 2021
10:02
AGGIORNATO ALLE
10:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l’Emergenza Covid-19, è arrivato alla Nuvola Lavazza di Torino, prima tappa della visita di oggi in Piemonte. E’ accompagnato dal presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, dal vicepresidente Fabio Carosso, e dagli assessori regionali alla Sanità Luigi Icardi, alla Protezione civile Marco Gabusi, e all’istruzione Elena Chiorino.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con loro anche i commissari dell’Unità di crisi della Regione, Vincenzo Coccolo, Emilpaolo Manno e Antonio Rinaudo, e il responsabile del Settore regionale Protezione Civile Franco De Giglio.
L’hub vaccinale, aperto da Lavazza il 7 maggio, ha finora somministrato 96 mila vaccini e omaggiato 30.491 caffè.
Attualmente sono in corso le vaccinazioni della fascia 12-15 anni.
Nella visita di oggi sarà presentato a Figliuolo il piano Scuola Sicura della Regione Piemonte. Una delle iniziative, al via proprio questa mattina, è la vaccinazione dei ragazzi in età scolare senza prenotazione: agli studenti basterà presentarsi in qualunque hub vaccinale del Piemonte accompagnati da un genitore.
La due giorni di Figliuolo in Piemonte si concluderà nel Cuneese a Frabosa Sottana, dove oggi alle 12 è previsto un incontro con gli amministratori locali per un bilancio del progetto sulle Montagne Covid Free avviato nei mesi scorsi dalla Regione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Figliuolo, contrari? Siamo Paese libero
Una ventina di No Vax all’esterno dell’hub Lavazza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
26 luglio 2021
10:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ho visto che ci sono tanti giovani, c’è anche qualcuno contrario è giusto così: è un paese libero”: interpellato dai giornalisti il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, commenta così la presenza all’esterno dell’hub vaccinale della Lavazza, a Torino, di alcuni No Vax contrari alla somministrazione dei vaccini ai bambini, che da oggi in Piemonte può essere effettuata senza prenotazione.
Sono una ventina i No Vax che si sono radunati all’esterno dell’hub vaccinale Lavazza, in via Ancona a Torino.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Giù le mani dai bambini”, “i bambini non sono cavie” sono alcuni dei cartelli mostrati dai manifestanti all’arrivo dell’auto del generale Figliuolo. I manifestanti hanno tentato di avvicinarsi al commissario per l’emergenza Covid, senza riuscirci per la presenza di un cordone di agenti di polizia.
Una manifestante ha dato lettura, utilizzando un megafono, ad alcuni articoli della Costituzione, subito dopo è stato scandito lo slogan “Norimberga, Norimberga”, già sentito nei giorni scorsi in occasione della manifestazioni contro il Green Pass.
Di fronte ai manifestanti, dall’altra parte della strada all’ingresso dell’hub, una lunga fila di persone pronte a farsi vaccinare.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quasi 100 mila euro trovati in fustini detersivi a Malpensa
Dopo controlli Gdf su bagagli di due cittadini nigeriani
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BUSTO ARSIZIO
26 luglio 2021
10:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due passeggeri di nazionalità nigeriana e diretti a Lagos (Nigeria), via Il Cairo e Istanbul, sono stati fermati dalla Guardia di Finanza all’aeroporto di Malpensa (Varese) con 96.240 euro nascosti nei bagagli da stiva, nascosti all’interno di diversi fustini di detersivi. Entrambi sono stati sottoposti a normali controlli in collaborazione con i funzionari dell’Agenzia delle Dogane.
Il primo passeggero aveva dichiarato di avere con sé meno di 10 mila euro, mente in valigia ne aveva oltre 55 mila, motivo per cui è scattato il sequestro amministrativo della metà della somma in eccedenza. Il secondo passeggero ha invece detto di non conoscere gli obblighi in materia valutaria, ma avendo oltre 41 mila euro nei bagagli è stato comunque sanzionato senza dover subire però il sequestro del denaro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ucciso con una coltellata a Roma, arrestato connazionale
Lite per affari illeciti.19enne albanese si costituisce
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
26 luglio 2021
10:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato arrestato il presunto responsabile dell’accoltellamento di un giovane cittadino albanese, soccorso nei giorni scorsi a piazza del Gazometro a Roma e morto qualche ora dopo in ospedale. Si tratta di un giovane connazionale di 19 anni, incensurato e con regolare permesso di soggiorno.
A quanto ricostruito dalla polizia, ci sarebbe stata una lite per motivi legati ad affari illeciti tra i due albanesi, poi sfociata in una rissa a 4 tra connazionali, durante la quale la vittima è stata colpita con una coltellata alla schiena da un ragazzo arrivato per ultimo.
Il giovane, probabilmente sentendosi accerchiato, si è costituito nel pomeriggio di ieri ai carabinieri di Genova che, insieme alle Squadre Mobile di Genova e Roma e d’intesa con la locale autorità giudiziaria, lo hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto per omicidio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Carceri: incendiate da molotov auto agenti Rebibbia
L’allarme dei sindacati della polizia penitenziaria
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
26 luglio 2021
11:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le auto private di due appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria in servizio nel carcere di Roma Rebibbia femminile sono state bruciate con un lancio di molotov nel parcheggio del penitenziario . A dare la notizia sono i sindacati del Corpo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Sappe esprime “solidarietà alle due colleghe” ed auspica che si faccia luce sul “grave e inquietante episodio”. “Va chiarito se, come sembra, si è trattato di una vera e propria intimidazione ai danni di due poliziotte penitenziarie del carcere romano da persone non identificate, che hanno incendiato le auto nella notte” dichiara il segretario Generale Donato Capece, che stigmatizza le “molte prese di posizione inneggianti all’odio verso il Corpo di polizia penitenziaria ed i suoi singoli appartenenti da parte dell’area extraparlamentare ed antagonista in tutta Italia”, giunte” dopo le gravi vicende di Santa Maria Capua Vetere” Di “un campanello di allarme” parla il segretario del Spp Aldo Di Giacomo, ricordando che altre molotov erano state lanciate una decina di giorni fa sul muro di cinta dello stesso carcere .”Il sistema penitenziario è sotto attacco, dobbiamo fare attenzione a non buttare benzina sul fuoco”, avverte il sindacalista.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incendio in hotel che ospita reality, allontanate 60 persone
Fiamme nell’albergo di “Temptation Island” a Pula
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
26 luglio 2021
11:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo incendio doloso a distanza di un anno all’hotel a quattro stelle Relais Is Morus a Pula, sulla costa sud occidentale della Sardegna, noto per essere la base logistica del reality di Canale 5 “Temptation Island”. Evacuate circa 60 persone, tra le quali molti turisti, che si trovavano nella struttura alberghiera.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’incendio è stato appiccato intorno alle 4. Qualcuno ha versato del liquido infiammabile all’interno degli uffici del titolare e all’esterno nell’area della terrazza e appiccato il rogo è fuggito. Le fiamme si sono velocemente propagate, avvolgendo ogni cosa.
Una pattuglia dei carabinieri del Radiomobile che si trovava già in zona ha visto il fuoco. I militari dell’Arma hanno subito fatto scattare l’allarme. La struttura alberghiera è stata evacuata. I carabinieri e insieme al personale dell’hotel, utilizzando le manicotte, hanno spento gran parte del rogo, poi completamente domato dalle squadre dei vigili del fuoco intervenute subito sul posto. Avviate le indagini per risalire al responsabile dell’incendio. Saranno analizzati i filmati delle telecamere della struttura che potrebbero aver ripreso ogni cosa.
Ad agosto dello scorso anno il Relais era stato già preso di mira. Qualcuno aveva appiccato l’incendio nell’area congressi, lasciando anche una lettera anonima.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Roma: parte cantiere in via Nazionale, addio sanpietrini
Raggi, più sicurezza per i cittadini e una nuova pista ciclabile
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
26 luglio 2021
11:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono iniziati i lavori per la manutenzione straordinaria di via Nazionale, uno degli assi viari più importanti del Centro storico di Roma che collega piazza della Repubblica a Largo Magnanapoli. L’intervento, coordinato dal Dipartimento Simu di Roma Capitale, è previsto nel Piano Sanpietrini e prevede la sostituzione della pavimentazione in selciato con quella in asfalto più adatta al passaggio dei veicoli privati e dei mezzi pubblici, ad eccezione delle cunette laterali della carreggiata stradale dove sarà mantenuta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prevista la pulizia e la riqualificazione di tutto il sistema idraulico, il rifacimento dei tratti danneggiati dei marciapiedi, dei percorsi Loges per ipovedenti e non vedenti e il rinnovo della segnaletica stradale. Sarà realizzata, anche, una bike lane che incrementerà la rete di piste ciclabili esistente nel centro della città. “Con l’intervento di via Nazionale il Piano Sanpietrini entra nel vivo. È un cantiere strategico per la nostra città, atteso dai romani e dai commercianti di tutta la zona da molti anni.
Realizzeremo anche un nuovo percorso ciclabile che darà ai cittadini una reale alternativa sostenibile per spostarsi nel Centro storico”, spiega la sindaca di Roma Virginia Raggi. “Non si ferma il nostro Piano Sanpietrini dopo gli interventi di Piazza Venezia e via IV Novembre realizzati nei mesi scorsi.
Sostituiamo la pavimentazione in selciato, che sarà rimossa e utilizzata in futuro per altri cantieri, con la superficie in asfalto più sicura per i cittadini e adatta al passaggio dei mezzi pubblici. I sanpietrini resteranno ai lati della strada come richiamo storico alla pietra simbolo della nostra città”, precisa l’assessora alle Infrastrutture Linda Meleo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Meteo: fino a martedì temporali violenti al Nord, poi caldo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
26 luglio 2021
11:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tra lunedì 26 e martedì 27 luglio violenti temporali interesseranno ancora le regioni settentrionali, poi farà sempre più caldo su tutto il Paese, con picchi a tratti estremi sulle regioni meridionali.
Questo il quadro meteo secondo il team del sito IlMeteo.it sottolineando che “la settimana appena iniziata risulterà piuttosto movimentata: nel corso delle prossime 24 ore un fronte temporalesco transiterà sull’Italia, facendo sentire i suoi effetti principalmente sulle regioni settentrionali e su parte di quelle centrali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Osservati speciali saranno i settori alpini, quelli prealpini e le zone di pianura piemontesi, lombarde, emiliane e gran parte del Triveneto. Su queste aree non sono esclusi colpi di vento e grandinate; qualche fenomeno a macchia di leopardo potrà anche interessare l’entroterra ligure”.
Successivamente, riferiscono ancora gli esperti de iLMeteo.it l’anticiclone africano si distenderà nuovamente su tutta l’Italia, garantendo una fase di tempo maggiormente stabile, soleggiato e molto caldo: da giovedì 29 fino a tutto il weekend “una pesante ondata di calore farà lievitare le colonnine di mercurio su tutta Italia fino a toccare probabilmente nuovi record di caldo su molti angoli del Sud con picchi termici addirittura oltre i 44/45 gradi”.
Nel dettaglio – Lunedì 26: al Nord, condizioni di tempo a tratti instabile con precipitazioni sparse localmente temporalesche. Al Centro, temporali sulle zone interne della Toscana, altrove più soleggiato. Sud: tanto sole e clima via via più caldo.
– Martedì 27: al Nord, temporali a macchia di leopardo su tutte le regioni. Al Centro: tempo maggiormente instabile sulla Toscana, con isolati temporali sulle zone interne. Al Sud, prosegue la fase di tempo ampiamente stabile.
– Mercoledì 28: al Nord, temporali alternati a schiarite sull’arco alpino. Al Centro: tutto sole. Al Sud, ampio soleggiamento.    VAI AL METEO IN TEMPO REALE.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Cinema: incassi, il thriller Old subito in vetta
Seguono Black widow e I Croods 2. Cinque new entry nella top ten
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
26 luglio 2021
12:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A conquistare la vetta dei film più visti nelle sale italiane nel recente afoso weekend – che secondo i dati Cinetel vede un calo del 19% degli incassi rispetto alla settimana precedente, 1.912.827 euro rispetto a 2.356.656 – è un thriller appena uscito, ambientato su una paradisiaca e isolata spiaggia tropicale, dove si trova per motivi diversi un gruppo di 13 persone formato da una coppia, una famiglia, qualche turista e un rifugiato. Si tratta di Old, diretto da M.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Night Shyamalan. Shyamalan che incassa 510.150 euro, 615.122 in cinque giorni di programmazione.
Scende dal trono sul secondo gradino della classifica Cinetel, il film della Marvel Black Widow, che pur avendo incassato il 60% in meno rispetto alla settimana precedente, ovvero 343.279 euro, raggiunge un totale di 4.303.392 euro in tre settimane. Perde una posizione e si ferma al terzo posto anche il film d’animazione di DreamWorks I Croods 2 che guadagna 300.063 euro, 1.235.790 in due settimane. Quarta posizione per un’altra new entry della top ten, il ritorno in 4K de Il Signore degli Anelli – La Compagnia dell’Anello regia di Peter Jackson, successo di pubblico e critica immediato nel 2001, tredici nomination agli Academy Awards e oltre 890.000.000 di dollari d’incasso al botteghino internazionale. Incasso in quattro giorni 286.798 euro. Scivola di due gradini e su ferma sul quinti, La notte del giudizio per sempre, che ottiene 76.802 euro, 771.907 euro in tre settimane. Seguono altri tre nuovi ingressi. Il primo è Snake Eyes: G.I. Joe – Le origini, diretto da Robert Schwentke prequel-spin-off-reboot della serie di film basati sulla linea di giocattoli G.I. Joe: 71.738 euro in 4 giorni (totali 86.211). Il secondo è Earwig e la strega, di Goro Miyazaki, primo film d’animazione dello Studio Ghibli che apre al digitale, incassi 34.477 (41.699 in 5 giorni). Al numero otto l’ultima new entry, Sognando a New York – In the Heights, regia di Jon M. Chu, basato sul musical In the Heights di Lin-Manuel Miranda e Quiara Alegría Hudes, 28.902 euro, 28.933 totali in quattro giorni.   CINEMA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Venezia: 5 film italiani in concorso, c’è anche Sorrentino
In gara Martone, D’Innocenzo, Mainetti, Frammartino, è record
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
26 luglio 2021
12:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cinque film italiani in concorso alla 78/ma Mostra del cinema di Venezia (1-11 settembre), un record.
Tutti titoli attesissimi e prestigiosi: E’ stata la mano di Dio, del premio Oscar Paolo Sorrentino, Qui rido io di Mario Martone sul grande Eduardo Scarpetta interpretato da Toni Servillo, Freaks Out di Gabriele Mainetti con Claudio Santamaria e Pietro Castellitto, Il buco di Michelangelo Frammartino da una straordinaria impresa italiana di speleologia e America Latina, un thriller dei fratelli D’Innocenzo con Elio Germano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Droga: Cartabia, Rogoredo da degrado a bene comune
‘Era piazza spaccio e consumo tra le più grandi d’Italia’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
26 luglio 2021
12:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il cosiddetto ‘boschetto della droga’ di Rogoredo di Milano era “un’area tristemente famosa e nota come una delle più grandi piazze di spaccio e consumo in Italia” e ora “è stato trasformato in un parco e da luogo di degrado diventa un bene comune fruibile da tutta la comunità”: è quanto ha detto la ministra della Giustizia Marta Cartabia prima della firma di un protocollo d’intesa in prefettura a Milano che prevede l’impiego di detenuti del carcere di Opera nei lavori di cura e manutenzione dell’area verde di Rogoredo.
Cartabia l’ha definito “un evento importante e positivo: celebriamo una rinascita che è già iniziata da anni – ha aggiunto – che vede un percorso alle spalle e uno proiettato in avanti, è un punto di arrivo e punto di partenza”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ un’emergenza che non è sconfitta con il risanamento del boschetto – ha aggiunto – lo spaccio si sposta, il mercato della droga cambia caratteristiche e contesti e non svanisce, anche perchè è sempre alimentato dal business della criminalità organizzata”.
Cartabia ha ricordato la definizione di “limbo di spettri” data da un padre quando era andato a riprendere il figlio in mezzo al boschetto di Rogoredo: “E’ una storia che mi ha colpito moltissimo, ho spesso ripensato al dolore e all’immensa pietà di quel padre tra siringhe e sguardi vitrei. Non posso non ripensare a lui e mi piace immaginare che questo protocollo abbia valore simbolico anche per lui”, ha concluso il ministro che ha partecipato alla firma del protocollo assieme al capo dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria Bernardo Petralia, al sindaco di Milano Giuseppe Sala, al prefetto di Milano Renato Saccone e alle associazioni che hanno contribuito alla rinascita del parchetto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rogo Oristanese: Solinas, intere comunità in ginocchio
Ventimila ettari in fumo e ancora fronti attivi “ferita mortale”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
26 luglio 2021
13:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Un danno incalcolabile, che ha messo in ginocchio intere comunità e il loro tessuto produttivo e sociale, e che ha causato al prezioso patrimonio ambientale una ferita mortale. Interi boschi completamente distrutti, aziende e case devastate, un enorme numero di capi di bestiame morti nel rogo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente della Regione Sardegna Christian Solinas coordina le operazioni di spegnimento e di soccorso delle quasi 1000 persone che hanno dovuto abbandonare le loro case dalla sala operativa della Protezione Civile Regionale, ed è in continuo contatto con la Protezione Civile Nazionale e il Governo, al quale la Regione, dopo l’attivazione dello stato di calamità, la Sardegna chiede provvedimenti immediati di sostegno economico.
Il perimetro del rogo comprende un’area stimata al momento in almeno 20 mila ettari. Dalle 5 di stamane sono nuovamente in attività gli aerei della flotta regionale e statale, per bonificare le zone devastate dal fuoco e per prevenire eventuali nuovi focolai che, favoriti dalle condizioni meteoclimatiche particolarmente pericolose, e del tutto simili a quelle degli ultimi due giorni, potrebbero ripartire. Sono operativi 22 mezzi aerei, e hanno già iniziato ad operare i 4 Canadair, due provenienti dalla Grecia e 2 dalla Francia, giunti sull’Isola grazie all’attivazione, da parte del Presidente della Regione Christian Solinas e della Protezione Civile, dei protocolli di solidarietà internazionale. A terra sono al lavoro 7500 persone: l’intera macchina antincendio della Regione è mobilitata senza sosta.
Stamane si è recato per un primo sopralluogo sulle zone colpite dai roghi l’assessore regionale all’Ambiente Gianni Lampis, che ha incontrato i sindaci di Santulussurgiu, e si è poi diretto a Cuglieri, Scano Montiferro e Sennariolo.
“Tra gli amministratori e i cittadini – ha detto l’assessore – ho trovato una forte volontà di rialzarsi e di ripartire: sosterremo questa volontà con ogni mezzo, ha detto l’assessore, e la Regione sarà al loro fianco mettendo in campo ogni azione utile ad ottenere immediatamente gli strumenti di ristoro per le famiglie e per le imprese, come già detto dal Presidente Solinas.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rogo Oristanese: fiamme ancora attive, in volo 7 Canadair
Preoccupa nuovamente il fronte del fuoco a Santu Lussurgiu
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
26 luglio 2021
13:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue senza sosta il lavoro del Corpo forestale, dei vigili del fuoco, della Protezione civile e dei volontari per arginare il devastante rogo che ormai da oltre 60 ore sta cancellando i boschi del Montiferru, nell’Oristanese. Sono ancora quattro gli incendi attivi che vendono impegnate decine e decine di uomini e i mezzi aerei regionali e nazionali.

Fiamme ancora a Suni dove accanto alle squadre a terra stanno intervenendo un elicottero e tre Canadair. A Santu Lussurgiu la situazione non è delle migliori dopo che i focolai rimasti sopiti hanno ripreso forza questa mattina. Attualmente stanno lanciando bombe d’acqua sulla zona quattro Canadair e un elicottero.
Meno preoccupanti gli incendi a Villaurbana, sempre nell’Oristanese, e Sindia nel Nuorese, dove accanto agli uomini a terra sono impiegati complessivamente due elicotteri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola Sicura, Piemonte vara piano per didattica in presenza
Vaccinazioni di massa e screening periodici su base volontaria
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
26 luglio 2021
13:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Piano Scuola Sicura presentato oggi dalla Regione Piemonte in vista del nuovo anno scolastico prevede alcune azioni, a partire da quelle riguardanti le primarie e le medie, che non rientrano nella campagna vaccinale.
Per queste sono previsti screening mensili su base volontaria con tampone rapido antigenico o salivare, e ulteriore test molecolare per la conferma del risultato in caso di positività.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ma già prima dell’inizio del nuovo anno scolastico, per i bambini e ragazzi appartenenti a queste fasce di età il Piemonte prevede lo screening di massa gratuito su base volontaria. Lo stesso screening viene proposto al personale, docente e non docente delle scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado.
Sul fronte delle vaccinazioni, il Piano prevede il completamento dell’immunizzazione del personale scolastico aderente alla campagna entro metà settembre, e iniziative per incentivare i non aderenti, con l’obiettivo di arrivare al 90% della platea potenziale entro l’avvio del nuovo anno scolastico.
Per gli studenti della fascia 12-19 anni, proprio oggi è partita la vaccinazione libera senza prenotazione, che già nelle prime ore ha visto lunghe code nei centri vaccinali, incluso quello della Lavazza, visitato questa mattina dal generale Figliuolo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incidenti lavoro: operaio muore in una cava nel Cesenate
E’ stato colpito da alcune lastre di pietra grezza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CESENA
26 luglio 2021
13:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un operaio di 38 anni è morto alle 9 di questa mattina nell’azienda Eurocave a Corneto di Verghereto (Forlì-Cesena). L’uomo è stato colpito da pesanti lastre di pietra grezza che aveva appena tagliato insieme a dei colleghi.
Stavano per iniziare a trasportarle con dei muletti quando per cause ancora in corso di accertamento si sono sganciate colpendolo violentemente.
L’uomo è stato soccorso da personale medico e infermieristico che era presente in azienda ma nonostante i tentativi di rianimarlo non c’è stato nulla da fare.
L’operaio, di origine marocchina, abitava a Verghereto con la famiglia ed era regolarmente assunto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Strage Bologna: inaugurato a Cesena murale per le vittime
L’opera in piazzale Karl Marx dell’artista Loris Dogana
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
26 luglio 2021
13:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un murale nella zona della stazione ferroviaria di Cesena per ricordare le vittime della strage di Bologna del 2 agosto 1980. L’opera, realizzata dall’artista Loris Dogana, è stata inaugurata questa mattina dalla presidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna, Emma Petitti, dal sindaco di Cesena Enzo Lattuca, e dall’assessore ai servizi Culturali, Carlo Verona.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Presenti anche i rappresentanti dell’associazione familiari delle vittime e dell’associazione Serendippo.
Il murale, realizzato sulla parete esterna del dipartimento di Psicologia in piazzale Karl Marx, rappresenta l’Italia colpita dalla bomba del 2 agosto 1980. “Un uovo vuoto – ha commentato l’artista – un’Italia che ancora oggi è una frittata di uova nella quale non si riescono a identificare chiaramente responsabili e mandanti”. La realizzazione dell’opera di Cesena conclude il progetto ‘Lost&found 1980-2020. Memorie private e collettive 40 anni dopo’: un percorso di arte pubblica sull’attentato del 2 agosto che attraversa strade e piazze di tutte le province dell’Emilia-Romagna con le opere murali di giovani artisti, tutti nati dopo il 1980. Insieme all’opera di Dogana, infatti, sono stati realizzati murales a Bologna, Parma, Reggio Emilia, Rimini, Modena, Ravenna, mentre sono in fase di completamento le opere di Ferrara e Sarmato (Piacenza).
“Come Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, abbiamo sostenuto con piacere questo progetto che attraverso murales e installazioni urbane, unirà Bologna alle altre otto province della regione nella commemorazione dell’attentato alla stazione”, ha spiegato la presidente Emma Petitti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Strangolata a 13 anni, ha aspettato per 66 anni i funerali
Riaperto il caso di “Lucietta” uccisa in un paese siciliano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
26 luglio 2021
14:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quando venne uccisa aveva 13 anni.
Ha dovuto aspettare 66 anni per avere finalmente un funerale.
È la storia di Lucia Mantione, conosciuta come “Lucietta”, strangolata il 6 gennaio 1955 durante un tentativo di violenza.
La bambina si era ribellata all’aggressore, finì per morire soffocata. Dopo tre giorni di ricerche il suo corpo venne trovato in un casolare a un chilometro da Montedoro, un paese di circa 1500 abitanti in provincia di Caltanissetta.
A “Lucietta” vennero però negati i funerali: il parroco del tempo applicò rigidamente il principio che vieta il rito funebre nei casi di morte violenta. Il paese però ha coltivato la memoria di quella tragedia e ha continuato a chiedere verità e rispetto per la bambina assassinata.
Il caso è stato ora riaperto dalla Procura di Caltanissetta e i resti di “Lucietta” sono stati riesumati per un esame medico-legale e l’estrazione del Dna. In questa occasione sono stati organizzati i funerali a suo tempo negati. Si terranno nel pomeriggio del 28 luglio, con la presenza della salma, nella parrocchia di Santa Maria del Rosario.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da Andò a Di Costanzo, tanta altra Italia a Venezia
19 titoli tra cui Mordini sul Circeo e docu su De André e Bosso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
26 luglio 2021
14:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il bambino nascosto di Roberto Andò con Silvio Orlando maestro di musica in un vecchio palazzo napoletano fatiscente è il film di chiusura, presentato Fuori Concorso, di Venezia 78 (1-11 settembre). Oltre ai 5 titoli italiani in gara per il Leone d’oro a firma di Sorrentino, Martone, D’Innocenzo, Frammartino, Mainetti, sono molte altre le opere italiane selezionate e annunciate oggi dal direttore Alberto Barbera.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sempre nel Fuori Concorso ci sono anche Ariaferma di Leonardo Di Costanzo con Toni Servillo capo delle guardie carcerarie di un penitenziario in via di dismissione e Silvio Orlando detenuto e La scuola cattolica di Stefano Mordini con, tra gli altri, Benedetta Porcaroli, Valeria Golino, Riccardo Scamarcio, Jasmine Trinca, ad evocare uno dei casi efferati dell’Italia negli anni ’70, il delitto del Circeo.
Nel Fuori Concorso non fiction, ossia tra i documentari, tanta musica: DeAndrè#DeAndrè. Storia di un impiegato di Roberto Lena, Ezio Bosso Le cose restano di Giorgio Verdelli e poi ancora Django&Django di Luca Rea in cui Quentin Tarantino racconta la sua passione per Sergio Corbucci e il western spaghetti, mentre Viaggio nel crepuscolo è un documentario di Augusto Contento che parte dai film di Bellocchio per raccontare il declino italiano: della famiglia, della società patriarcale, delle istituzioni scolastiche, della religione.
In concorso a Orizzonti c’è Laura Bispuri con Il Paradiso del Pavone, mentre nella nuova sezione definita Orizzonti Extra ci sono altri due film italiani: La ragazza ha volato di Wilma Labate e La macchina delle immagini di Alfredo C. di Roland Sejko con Pietro De Silva. Due italiani anche nel concorso dei corti: Il Turno di Chiara Marotta e Loris Giuseppe Nese e Preghiera della Sera di Giuseppe Piccioni.
Due le proiezioni speciali: l’opera di Andrea Segre sulla Biennale di Venezia al tempo del Covid con il racconto di Venezia 2020 e Le 7 giornate di Bergamo di Simona Ventura.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass, scattano denunce dopo protesta in centro a Firenze
Una decina le persone accusate di manifestazione non preavvisata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
26 luglio 2021
14:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono una decina le persone che saranno denunciate dalla digos della questura di Firenze per la manifestazione contro il Green pass svoltasi sabato scorso in piazza della Signoria. Il reato contestato è quello di manifestazione non preavvisata.
Secondo quanto appreso, si tratterebbe di coloro che avrebbero condotto e gestito l’evento – organizzato senza inviare alcun preavviso alla questura -, fornendo ad esempio l’impianto acustico e prendendo per primi la parola al megafono.
Non sarebbero stati invece identificati al momento gli ideatori della protesta, indetta a livello nazionale attraverso un tam tam sui social, su Whatsapp e su Telegram. A una delle persone identificate sarebbe contestato anche il reato di resistenza a pubblico ufficiale. Sempre sabato a Firenze, nei giardini della Fortezza da Basso, si è svolta un’altra manifestazione contro il Green pass, regolarmente preavvisata alla polizia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I D’Innocenzo, abbiamo inseguito con tenacia la Mostra
Con terzo film in gara al festival, Elio Germano protagonista
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
26 luglio 2021
14:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Al terzo film, dopo La terra dell’abbastanza e Favolacce, i gemelli D’Innocenzo conquistano la selezione della Mostra del cinema di Venezia con America Latina, tra i 5 italiani in concorso. “Siamo estremamente grati ad Alberto Barbera e a tutta la sua squadra per aver accolto il nostro terzo film ‘America Latina’ in concorso alla 78.
Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. Abbiamo inseguito con tenacia questo palcoscenico e ora, con responsabilità e umiltà, ci rimettiamo allo sguardo degli spettatori” hanno dichiarato Damiano e Fabio D’Innocenzo che per il nuovo film, un thriller, hanno di nuovo scelto come protagonista Elio Germano.
Prodotto da Lorenzo Mieli per The Apartment, il film è distribuito in Italia e nel mondo da Vision Distribution.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Medico a corteo no Green Pass, anche Ordine valuta procedimento
‘Il certificato è tra provvedimenti che contrastano pandemia’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
26 luglio 2021
14:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
”Stiamo valutando se esistono i presupposti per un’azione disciplinare e se sarà il caso apriremo un procedimento”. Lo afferma il presidente dell’Ordine dei medici di Novara, Federico D’Andrea, in merito ala presenza di Luigi Garavelli, primario di Malattie Infettive di Novara, alla manifestazione ‘no pass’ di Alessandria.
“l vaccino è uno strumento importantissimo con il quale i sanitari si possono garantire contro il Covid e, di conseguenza, garantire anche i cittadini – aggiunge -. E il green-pass si inserisce perfettamente tra i provvedimenti che si possono adottare per contenere la pandemia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Blitz anticaporalato, arrestati 2 manager Grafica Veneta
L’azienda stampa libri Harry Potter, sfruttati pakistani
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PADOVA
26 luglio 2021
14:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ci sono l’amministratore delegato e il direttore dell’area tecnica di Grafica Veneta Spa, azienda leader nella stampa di libri e pubblicazioni, Giorgio Bertan, 43 anni, e Giampaolo Pinton, 60, tra gli 11 arrestati dai carabinieri di Cittadella (Padova) nell’operazione che ha sgominato un’organizzazione di pakistani che sfruttava lavoratori connazionali.
L’indagine è iniziata nel maggio del 2020 quando a Piove di Sacco (Padova) era stato trovato un pakistano a margine della carreggiata con le mani legate dietro la schiena, vittima di un violento pestaggio e di rapina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Altri pakistani, poco dopo, erano stati trovati abbandonati per strada dopo essere stati malmenati e derubati dei loro averi, mentre 5 connazionali si erano presentati al pronto soccorso di Padova.
I carabinieri hanno scoperto che le aggressioni erano legate allo sfruttamento di lavoratori da parte di un’organizzazione composta da connazionali, che si avvaleva della facciata di una società di lavoro interinale con sede nel Trentino.
I due dirigenti, secondo la Procura di Padova, erano a conoscenza della situazione di illegalità e dei metodi violenti usati dall’organizzazione per soggiogare e intimidire i lavoratori. Grafica Veneta Spa stampa anche i libri di Harry Potter.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: focolaio a Stromboli, ‘troppi turisti mordi e fuggi’
Pro Loco, sono mancati i controlli e contingentamento flussi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
26 luglio 2021
15:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cresce la preoccupazione a Stromboli per il focolaio causato dal Covid. Rosa Oliva, Nanni Fadini e Federica Rosso, presidenti della Pro Loco di Stromboli e di due associazioni di Panarea non nascondono i timori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Alla fine è successo – dice Oliva – la mancanza di controlli e il mancato contingentato dell’afflusso turistico ‘mordi e fuggi’ ha portato i primi casi di Covid anche qui. Facile ora piangere sul latte versato”.
“La tutela della salute – aggiunge Fadini – è stata oggetto di tante nostre prese di posizione. Abbiamo sottolineato più volte la necessità di un presidio del 118 e postazioni di controlli Covid. L’8 giugno scorso (senza contare la manifestazione pacifica che si è tenuta a Stromboli ad agosto 2020) avevamo inviato un appello alle autorità competenti perché intervenissero nei confronti dei problemi creati dal turismo incontrollato. Appello, inutile dirlo, ancora senza risposta”.
La Federalberghi è preoccupata per le conseguenze sul turismo. “I contagi registrati nell’isola di Salina – afferma il presidente Christian Del Bono – si riferiscono a episodi circoscritti da un paio di settimane. Quello di Stromboli, più recente, ha fatto prontamente scattare il sistema di quarantena e tracciamento. Questi episodi servono da monito e sono utili per ricordarci che occorre continuare a rispettare le regole, soprattutto in ambito privato (cene, feste) dove si creano le principali occasioni di contagio. Mentre continuano ad operare in totale sicurezza le strutture ricettive e i pubblici esercizi, chiamati a rispettare le linee guida”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Segre: ‘una follia paragonare i vaccini alla Shoah’
‘Sono gesti in cui il cattivo gusto si incrocia con l’ignoranza’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
26 luglio 2021
15:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I paragoni impossibili tra la persecuzione ebraica e le disposizioni sui vaccini sono “follie, gesti in cui il cattivo gusto si incrocia con l’ignoranza: siccome spero di non essere né ignorante né di avere cattivo gusto, non riesco a prendermela più di tanto”. Lo dice la senatrice a vita e testimone della Shoah Liliana Segre, che non è stupita di quanto visto nelle manifestazioni dei no vax: l’uso distorto della memoria è una vergogna che dura da tempo, afferma a Pagine Ebraiche.
“Dopo aver visto l’adorato viso di Anna Frank usato allo stadio non mi stupisco più. Non dico che sono insensibile, ma mi è venuta una sorta di scorza”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bagno nella fontana di Piazza Navona, multe a 3 turisti
Bloccati dai vigili nella notte, sono tre francesi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
26 luglio 2021
15:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bagno nella fontana dei Quattro Fiumi a piazza Navona: tre turisti francesi fermati dalla Polizia Locale.
E’ stata una pattuglia della Polizia Locale di Roma Capitale, I Gruppo Centro “ex Trevi”, intorno alle 2,30 di questa notte, ad intervenire a piazza Navona: fermati tre cittadini, di nazionalità francese, intenti a bagnarsi nella fontana monumentale dei Quattro Fiumi.

Per i tre turisti, un 32enne e due 23enne, è scattata la sanzione secondo quanto previsto dal regolamento di polizia urbana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sorrentino a Venezia, ritorno alle origini
E’ stata la mano di Dio in corsa per il Leone d’oro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
26 luglio 2021
15:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ad un certo punto di una carriera che ha già avuto riconoscimenti grandissimim a cominciare dall’Oscar per La Grande Bellezza, Paolo Sorrentino ha scelto di ripensare a se stesso, di guardare indietro da dove era partito: Napoli, la città dell’infanzia, i genitori perduti troppo presto, il luogo del delirio per Diego Maradona ancora oggi vivido. La mascherina protettiva anti-Covid che indossava al festival di Cannes dove ha premiato con la Palma d’onore Marco Bellocchio ha la faccia di Maradona e la scritta Ovunque proteggimi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E questo racconta molto del legame non reciso ma solo sospeso di Sorrentino e di quegli anni formativi che ora, a 20 anni esatti dopo il primo film L’uomo in più con Toni Servillo, diventa un abbastanza autobiografico racconto di destino e famiglia, sport e cinema, amore e perdita nella storia di Fabietto, ragazzo nella tumultuosa Napoli degli anni ’80. E’ stata la mano di Dio è il titolo del film atteso e con il quale è in gara per il Leone d’oro alla Mostra del cinema di Venezia, per una volta tanto tradendo il festival di Cannes.
Prodotto da Lorenzo Mieli e Paolo Sorrentino, una produzione The Apartment, uscirà in cinema selezionati e su Netflix nel 2021 (come fece Cuaron per Roma). Proprio l’inospitale Cannes per Netflix è una delle ragioni (speriamo non l’unica) della premiere mondiale a Venezia con quello che lui stesso ha definito “il ritorno a casa, un film intimo e personale, un romanzo di formazione allegro e doloroso”. Nel cast, accanto a Filippo Scotti, Toni Servillo ,Teresa Saponangelo , Luisa Ranieri, Renato Carpentieri, Massimiliano Gallo, Enzo Decaro, anche vicini e parenti e personaggi come San Gennaro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morte figlia eroe Sars: resta ai domiciliari pusher
Il Riesame di Roma ha respinto l’istanza di scarcerazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
26 luglio 2021
15:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Riesame di Roma ha respinto l’istanza di scarcerazione avanzata dal difensore di Abdul Aziz Rajab, il pusher siriano accusato di omicidio volontario per la morte di Maddalena Urbani, la figlia ventunenne del medico-eroe Carlo Urbani che per primo isolò il virus della Sars.
La ragazza fu trovata priva di vita nell’abitazione del pusher il 27 marzo scorso.
La ragazza morì a causa di una overdose di droghe e farmaci. L’uomo, 64 anni, si trova agli arresti domiciliari. Il suo difensore, l’avvocato Andrea Palmiero, aveva chiesto al tribunale di riqualificare il reato in omicidio colposo. Per i giudici Rajab avrebbe omesso di soccorrere la ragazza per evitare che fosse scoperta la droga che aveva in casa con il rischio di finire in carcere.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Montagne Covid Free in Piemonte, vaccinata 70% popolazione
Dati illustrati al generale Figliuolo a Frabosa Sottana
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
26 luglio 2021
16:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il progetto Montagne Covid Free della Regione Piemonte vede oggi le popolazioni montane piemontesi vaccinate al 70%, con picchi fino all’87%. Grazie al progetto, che ha coinvolto 226 Comuni, 74.952 persone residenti nelle aree montane sono state vaccinate con almeno una dose.
I dati sono stati diffusi oggi a Frabosa Sottana, nel Cuneese, in occasione della presentazione dei risultati del progetto al generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario nazionale per l’emergenza Covid-19.
I 10 Comuni con le migliori performance sono stati Volpeglino, Prali, Mandello Vitta, Balme, Bergolo, Azzano d’Asti, Quaranti, Germagno, Argentera e Paroldo, che tutti insieme hanno in media l’85% di cittadini vaccinati. In base alle Province di appartenenza, i Comuni migliori sono stati quelli del Cuneese e dell’Alessandrino, entrambi con il 72% della popolazione vaccinata con almeno una dose. Seguono quelli del Vco con il 71% di vaccinati, del Torinese con il 68%, del Vercellese con il 67%, in coda il Biellese con il 65%.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Medico a corteo no pass, ‘insultato perché vaccinato’
Luigi Garavelli ha spiegato di essere intervenuto, su richiesta di una conoscente, per fornire spiegazioni scientifiche ai manifestanti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NOVARA
26 luglio 2021
16:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non si trovava alla manifestazione di sabato contro il green pass, ad Alessandria, per sostenere posizioni no vax. Luigi Garavelli, primario di Malattie infettive all’ospedale Maggiore di Novara, spiega le ragioni della sua presenza: “Sono solo intervenuto, su richiesta di una conoscente, per fornire spiegazioni. E quando ho detto che ero vaccinato, e come me mia moglie e i miei suoceri, e che ritengo la vaccinazione uno dei tanti strumenti fondamentali alla lotta al Covid, sono stato subissato da fischi e insulti”.
Durante l’acceso confronto con alcuni dei manifestanti, dice ancora Garavelli, “mi sono arrabbiato e sono intervenuto più decisamente, portando elementi della comunità scientifica”.
La sua partecipazione aveva scatenato una bufera. Il presidente dell’Ordine dei medici di Novara, Federico D’Andrea, aveva fatto sapere di stare ”valutando se esistono i presupposti per un’azione disciplinare e se sarà il caso apriremo un procedimento”. “Il vaccino è uno strumento importantissimo con il quale i sanitari si possono garantire contro il Covid e, di conseguenza, garantire anche i cittadini – aveva aggiunto D’Andrea – e il green pass si inserisce perfettamente tra i provvedimenti che si possono adottare per contenere la pandemia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Assembramenti a imbarco porto Bari, “rabbia” dei croceristi
Replica del Porto, ‘aumento inatteso passeggeri e ritardo nave’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
26 luglio 2021
16:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In centinaia assembrati per ore in attesa di essere imbarcati su una nave da crociera Msc nel porto di Bari. E’ la denuncia di un passeggero napoletano che ha segnalato quanto accaduto ieri mattina al terminal crociere dello scalo barese documentando “assembramenti e caos” anche con un video postato su Facebook.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una “situazione vergognosa” dice il passeggero, lamentando che “dopo che paghi migliaia di euro e ti fanno miliardi di raccomandazioni tra green pass, tamponi e quant’altro questa è la situazione allo step dopo il controllo bagagli. Zero sicurezza, zero organizzazione da parte di un’azienda che con quello che guadagna poteva salvaguardare al meglio la salute delle persone che viaggiano con loro. Siamo rimasti ammassati per due ore”. Il direttore di esercizio del porto di Bari, Piero Bianco, ha spiegato che c’è stato un “picco inaspettato di prenotazione con imbarco da Bari”, comunicato da Msc il 13 luglio. Rispetto ai soliti 300-500 passeggeri, ieri se ne sono imbarcati 927. “Ci siamo attivati immediatamente per ampliare la zona di attesa, che sarà implementata di circa 500 metro quadri con nuove strutture già da questa settimana”.
Quello che è successo ieri, spiega Bianco, è dovuto ad una concomitanza di eventi: l’aumento del numero dei passeggeri, il ritardo nell’arrivo della nave in porto (dalle 11.30 previste alle 14.15), che ha conseguentemente ritardato le procedure di imbarco, il mancato rispetto degli slot di arrivo dei passeggeri e, non ultimo, il caldo afoso che ha costretto i passeggeri a ripararsi tutti sotto il pergolato in pietra.
“Il turismo deve assolutamente ripartire – commenta il consigliere regionale campano di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli, che ha raccolto e diffuso la segnalazione – ma occorre che vengano adottate sempre misure di sicurezza molto scrupolose”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 3.117 positivi, 22 vittime
I test sono 88.247, tasso positività sale al 3,5%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
26 luglio 2021
17:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 3.117 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 4.743.
Sono invece 22 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 7. I casi in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 4.320.530, i morti 127.971 I dimessi ed i guariti sono invece 4.124.323, con un incremento di 1.114 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 68.236, in aumento di 1.979 unità nelle ultime 24 ore.
I tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore sono invece 88.247 contro i 176.653 di ieri. Il tasso di positività è del 3,5%, ancora in aumento rispetto al 2,7% di ieri. Sono 182 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 4 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 11 (ieri 16). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.512, in aumento di 120 rispetto a ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Russia, 23.239 nuovi casi e 727 morti in 24 ore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
26 luglio 2021
13:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In Russia nelle ultime 24 ore si sono registrati 23.239 nuovi casi di Covid-19 e 727 decessi provocati dalla malattia: lo riporta il centro operativo nazionale anti coronavirus, ripreso dall’agenzia Interfax.
Stando ai dati ufficiali, in Russia dall’inizio della pandemia si sono registrati 6.149.780 casi di Covid e 154.601 decessi.
L’istituto nazionale di statistica Rosstat, invece, riferisce la Reuters sul suo sito, ha registrato in totale circa 290.000 morti legate al Covid in Russia dall’aprile del 2020 al maggio di quest’anno.   MONDO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Maltempo: gru cade su palazzo nel Milanese, nessun ferito
A Rozzano, spezzata sul tetto, evacuati gli inquilini
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
26 luglio 2021
17:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una gru utilizzata per lavori di ristrutturazione è caduta su un palazzo e si è spezzata sopra il tetto. E’ accaduto attorno alle 13 in via Pasolini a Rozzano, nel Milanese, mentre era in corso un forte temporale con violente raffiche di vento.
Nessuno è rimasto ferito ma tutti gli inquilini, circa 20, sono stati evacuati.
Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco che hanno liberato l’area e stanno ora lavorando per rimuovere la gru.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Zingaretti, Lazio boom prenotazioni,150mila in 5 giorni
Entro primi agosto 70% della popolazione adulta conclude ciclo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
26 luglio 2021
17:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Nel Lazio boom di prenotazioni per i vaccini: 150mila negli ultimi 5 giorni. Ed entro i primi di agosto il 70% della popolazione adulta avrà concluso il ciclo vaccinale.
Non fermiamoci più, per riacquistare la libertà per tutti. Dobbiamo vincere noi, non il Covid”. Lo scrive su twitter il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo naufragio al largo della Libia, almeno 57 morti
Oim: ‘Quasi mille vittime quest’anno, raddoppiano i tentativi’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
26 luglio 2021
22:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nuova strage nelle acque del Mediterraneo: almeno in 57 sono morti, tra loro 20 donne e due bambini, mentre tentavano la disperata fuga dalle coste nordafricane. Lo denuncia l’Organizzazione mondiale per le migrazioni (Oim) sotto egida Onu, secondo cui il barcone è affondato al largo di Khoms, città a oltre 100 chilometri a est della capitale libica Tripoli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Un’altra tragedia. Con questo naufragio la stima dei morti nel Mediterraneo Centrale si avvicina a quasi mille (oltre 980).
L’anno scorso a fine luglio erano 272. Non bisogna più esitare e fare di tutto per rafforzare il sistema di pattugliamento in mare. Da subito”, ha denunciato a caldo il portavoce Oim per il Mediterraneo, Flavio Di Giacomo, dopo questa ennesima mattanza al largo della Libia.
Non ci sono informazioni sulle cause del naufragio, probabilmente causato dalle onde e dal tentativo di eludere in ogni modo il controllo delle navi dislocate nell’area. I migranti, sottolineano gli esperti, accettano condizioni al limite dell’impossibile non solo per arrivare in Europa ma anche, forse soprattutto, per evitare di essere intercettati e riportati in Libia, dove chi torna è soggetto “a detenzioni arbitrarie, estorsioni, sparizioni e atti di tortura”, denuncia da tempo la stessa Oim, secondo cui per il secondo anno consecutivo si verifica un aumento delle operazioni marittime lungo la rotta del Mediterraneo centrale. Secondo l’agenzia Onu per i rifugiati, Unhcr, sono oltre 13mila i migranti riportati nel Paese nordafricano da gennaio, il doppio rispetto alla scorso anno. Dati che confermano le stime delle ultime settimane, che indicano il raddoppio dei tentativi di arrivare sulle coste d’Europa.
L’Oim ha avvertito che “queste cifre sono sicuramente molto inferiori alla realtà, centinaia di casi di naufragi invisibili” sono segnalati da Ong che sono in contatto diretto con chi è a bordo o con le famiglie.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Save The Children,2.040 vittime di tratta in Italia nel 2020
Una vittima su tre è femmina e minorenne
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
27 luglio 2021
06:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le vittime di tratta prese in carico dal sistema nazionale italiano anti-tratta nel 2020 erano 2.040, di cui 716 nuovi casi emersi e presi in carico nel corso dell’anno. Si tratta in prevalenza di donne e ragazze (81,8%), 1 vittima su 20 è minore (105).
Più di 1 vittima di tratta su 3 (34%) nel mondo è minorenne, in prevalenza di genere femminile.
Tra i Paesi d’origine delle vittime prevale la Nigeria (72,3%), seguita da Costa d’Avorio, Pakistan, Gambia e Marocco.
La forma di sfruttamento più rilevata è quella sessuale (78,4%), seguita da quella lavorativa (13,8%), l’1% è stato coinvolto in economie illegali e lo 0,6% nell’accattonaggio. E’ quanto emerge dal rapporto “Piccoli Schiavi Invisibili” di Save The Children.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rifiuti: incendio in azienda nel Lodigiano, nessun ferito
A fuoco un compattatore e cataste di cartone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FOMBIO (LODI)
27 luglio 2021
09:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un incendio che ha tenuto impegnati i vigili del fuoco dalle 2 della scorsa notte fino all’alba di oggi, si è sprigionato nel Lodigiano nell’impianto di rifiuti ‘Linea Ambiente’ di Fombio, società a partecipazione pubblica che ha appalti per il ritiro dell’immondizia in diversi Comuni della zona. Nessuno per ora risulta ferito o intossicato.

Le fiamme si sono sprigionate nell’azienda che fa selezione, cernita e tratta di rifiuti urbani e rifiuti speciali, pericolosi e non pericolosi, smaltendo immondizia per 59.000 tonnellate all’anno e circa 200 tonnellate al giorno. L’incendio ha interessato un camion compattatore di rifiuti e cataste di cartone ma anche rifiuti vari. Sul posto i carabinieri che stanno cercando, insieme ai vigili del fuoco, di capire se si tratti o meno di incendio doloso. Presente anche l’Arpa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Caso Eni: Anm Milano, disagio tra toghe ma fiducia in Csm
‘Vicenda grave e articolata ma nessuno la strumentalizzi’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
27 luglio 2021
09:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Non possiamo che predicare il rispetto delle forme del procedimento e ribadire la fiducia negli organi dell’autogoverno. Tuttavia, dobbiamo farci carico del disagio espresso da una parte rilevante di colleghi del distretto per una vicenda grave e articolata”.
Lo scrive la Giunta milanese dell’Anm, che respinge “ogni strumentalizzazione di una vicenda così delicata e complessa”, in merito al caso che sta investendo la Procura di Milano, dove tra l’altro quasi tutti i pm e molti giudici hanno espresso solidarietà con una lettera al pm Paolo Storari, dopo che il pg della Cassazione ha chiesto al Csm il suo trasferimento cautelare.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Carceri: detenuto suicida a Sanremo
Era in carcere per truffe e reati contro anziani
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
27 luglio 2021
09:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un detenuto italiano, di 49 anni, recluso nel carcere di Sanremo, presso la sezione “Sex Offender”, si è impiccato la scorsa notte. L’uomo era stato condannato per più estorsioni aggravate ed era accusato di una lunga serie di truffe agli anziani.
Proprio per quest’ultimo motivo era stato associato a questa specifica sezione, che non comprende soltanto chi ha commesso reati a sfondo sessuale nei confronti di donne. Stando a quanto ricostruito, l’uomo si sarebbe tolto la vita con un lenzuolo legato alla grata del bagno. E’ stato un agente, durante un’ispezione delle celle ad accorgersi che l’uomo non era a letto, mentre gli altri detenuti dormivano. “Nulla da fare per il detenuto, che ha deciso di evadere la scorsa notte dalla vita terrena – afferma il segretario regionale della Uil Polizia Penitenziaria, Fabio Pagani – malgrado gli immediati soccorsi della polizia penitenziaria e del personale sanitario”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Gdf sequestra 230 tonnellate merce a società cinese fallita
Nel porto di Genova operazioni per evitare di pagare creditori
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
27 luglio 2021
09:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel corso delle attività di controllo nel porto di Genova i finanzieri del II Gruppo della Guardia di Finanza hanno intercettato e sequestrato un ingente quantitativo di prodotti di ferramenta ed utensileria varia provenienti dalla Cina. Il servizio ha tratto origine dalla quotidiana attività di monitoraggio dei flussi commerciali marittimi che interessano l’hub portuale di Genova, scenario, negli ultimi tempi, di importanti operazioni finalizzate al contrasto dei traffici illeciti, portati a termine dai finanzieri del Comando Provinciale di Genova.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ingente quantitativo di merce sequestrata proveniva dalla Cina ed era destinato ad un’azienda operante nel Brianzolo che, dopo i preliminari approfondimenti, risultava agire in qualità di società di comodo, o di schermo, di un’altra società dichiarata fallita, secondo il consolidato sistema della cosiddetta “new company – bad company”. In questo modo la società fallita poteva continuare ad operare in danno dei creditori, che non hanno ancora visti soddisfatti i loro crediti, stimati in importi superiori a 15 milioni di euro.
Dopo il sequestro del primo container di merce, dal peso di oltre 22 tonnellate, i militari delle Fiamme Gialle, coordinati dalla Procura delle Repubblica di Milano, hanno scoperto altri 11 contenitori di merce, per un peso complessivo di circa 210 tonnellate. Per soddisfare i creditori della società fallita, la merce è stata poi consegnata al curatore fallimentare per la successiva rivendita. Le attività si sono concluse con la denuncia di due persone di nazionalità cinese, legali rappresentanti delle due società coinvolte, per i reati di bancarotta fraudolenta e falso in atto pubblico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Avvocatessa Sanremo sorpresa a spacciare hascisc a detenuto
E’ stata scoperta dalla polizia penitenziaria e denunciata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
27 luglio 2021
09:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una avvocatessa di Sanremo è stata denunciata per spaccio, dopo essere stata scoperta da un agente della polizia penitenziaria mentre consegnava una bustina con circa dieci grammi di hascisc a un detenuto, suo assistito, durante il colloquio. E’ accaduto in carcere a Sanremo come è stato riferito dalle autorità.
Accertamenti sono in corso per ricostruire la vicenda e capire se ci siano episodi pregressi.
Trattandosi di modica quantità il legale è stato denunciato in stato di libertà e non arrestato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uccidono agnelli e li macellano clandestinamente, denunciati
Nei guai 2 persone, per i Cc era in corso un rito religioso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
27 luglio 2021
09:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri forestali di Monterenzio, nel Bolognese, hanno denunciato due persone per uccisione di animali e macellazione clandestina, compiuti nel corso di un rito religioso. I militari si sono insospettiti dopo aver visto i due, un cittadino italiano e uno d’origini marocchine, all’interno di un bosco, vicino a un allevamento di ovini, di cui il primo risulta essere il titolare.
Richiesto l’aiuto dei veterinari dell’Ausl di Bologna, i carabinieri hanno accertato l’uccisione di alcuni agnelli, che sono stati sgozzati senza essere prima storditi: sul posto c’erano anche sacchi di plastica per trasportarli una volta morti. Gli animali sono stati così sequestrati e sono in corso ulteriori accertamenti per la definizione delle sanzioni amministrative per il mancato rispetto delle norme riguardanti gli aspetti igienico sanitari e la corretta tracciabilità degli animali. Si tratta di pratiche “non autorizzate che provocano gravi ed inutili sofferenze agli animali macellati – spiegano i carabinieri – non essendo utilizzati strumenti preventivi di stordimento, così come previsto dai Regolamenti CE e dalle più comuni norme per la tutela ed il benessere degli animali”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rogo Oristanese: fiamme non ancora spente,in azione Canadair
Tim, completata sostituzione cavi in fibra ottica danneggiati
e
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
27 luglio 2021
09:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non è ancora stato domato del tutto il gigantesco rogo scoppiato ormai quasi quattro giorni fa sul Montiferro, in provincia di Oristano.
Ieri sera le fiamme hanno concesso alle squadre a terra di Corpo forestale, Protezione civile, Vigili del fuoco e volontari una lieve tregua non spostandosi, anche grazie alla mancata entrata del temuto maestrale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Operative tutte le forze regionali in attività, 22 mezzi aerei e 7500 uomini a terra. Questa mattina, però, il fuoco ha ripreso vigore in una delle zone iniziali: Santu Lussurgiu, dove sono entrati subito in azione un elicottero della flotta regionale, il Super Puma e due Canadair.
In arrivo altri due Canadair dalla Grecia. Contemporaneamente sono iniziate le operazioni di bonifica nell’area del Comune di Scano di Montiferro, dove c’è al lavoro un elicottero della flotta regionale.
Bonifiche anche nella zona di Porto Alabe, dove la Tim informa che sono state ripristinati tutti i servizi di telefonia, fissa e mobile, rimasti bloccati a causa di due cavi in fibra ottica danneggiati dall’incendio. I tecnici dell’azienda hanno realizzato un collegamento provvisorio per sostituire circa 2 chilometri di tratta e alcuni pali di sostegno distrutti dalle fiamme.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sospesa direttrice carcere Taranto, favoriva detenuto
Provvedimento Dap, uomo indagato per associazione mafiosa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
27 luglio 2021
09:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, Bernardo Petralia, ha sospeso dalle funzioni di Direttrice della Casa Circondariale di Taranto, Stefania Baldassarri. Il provvedimento è stato adottato – a quanto si apprende da fonti dell’amministrazione – sulla scorta di un’ informativa della DDA di Lecce, secondo la quale la Direttrice sarebbe coinvolta in condotte irregolari nell’interesse di un detenuto, presente nello stesso istituto penitenziario, indagato per il reato di 416 bis, l’associazione a delinquere di tipo mafioso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Green Pass: vandalizzato il murale di Figliuolo in Fvg
Forse opera di no vax e no Green pass, indagano i Carabinieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VIVARO
27 luglio 2021
10:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il murale dedicato al generale Francesco Paolo Figliuolo realizzato a Vivaro (Pordenone) sul lato di una casa è stato vandalizzato e ricoperto di scritte offensive. A scriverle, a giudicare dal tipo di ingiurie, potrebbero essere stati simpatizzanti no vax e no Green pass.

Il disegno, a colori e alto alcuni metri, era stato realizzato lo scorso mese di aprile, poco prima della visita del Commissario straordinario all’emergenza Covid-19 in Friuli Venezia Giulia. Raffigura Figliuolo in tuta mimetica con cappello da alpino e mascherina che tiene in braccio l’Italia, uguale a uno dei disegni simbolo della pandemia in Italia, in cui una infermiera tiene in braccio la Penisola.
Sull’accaduto indagano i Carabinieri. Unanime è stata la condanna degli esponenti politici locali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Contraffazione: 34 persone denunciate a Roma,19 con Reddito
Operazione Gdf, sequestrati 16mila articoli contraffatti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
27 luglio 2021
10:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un’organizzazione di falsari operante a Roma nei quartieri Pigneto, Flaminio e Torre Angela è stata smantellata dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma che hanno denunciato 34 persone all’Autorità Giudiziaria capitolina per i reati di vendita di capi contraffatti e ricettazione. Le Fiamme Gialle del 3° Nucleo Operativo Metropolitano, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Roma, hanno individuato 3 laboratori clandestini e diversi siti di stoccaggio, rinvenendo circa 16.000 articoli – tra capi di abbigliamento e orologi – riproducenti marchi e modelli di noti brand (Rolex, Balenciaga, Adidas, Nike, Lacoste, Ralph Lauren, Gucci, Prada, Fendi, Bulgari), nonché presse idrauliche, cliché e macchinari professionali per il confezionamento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel corso della perquisizione nell’abitazione di uno degli indagati sono stati rinvenuti inoltre numerosi documenti di identità falsi, 3.600 euro in contanti, oltre a gioielli di dubbia provenienza per un valore di circa 100.000 euro. I militari hanno accertato che 19 degli indagati percepivano il ‘Reddito di Cittadinanza’, facendo scattare la segnalazione all’Inps per l’adozione dei provvedimenti di decadenza dal beneficio. L’operazione si inserisce nel più ampio dispositivo messo in atto dalla Guardia di Finanza della Capitale sotto la direzione della Procura della Repubblica di Roma per il contrasto della ‘filiera del falso’ e a salvaguardia dell’economia legale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rogo Oristanese: Coldiretti, è una strage di bestiame
Scatta la solidarietà con la consegna del foraggio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
27 luglio 2021
10:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una strage con centinaia di galline, pecore, mucche e cavalli morti tra le fiamme degli incendi che hanno devastato 20mila ettari di boschi, uliveti e pascoli della Sardegna in provincia di Oristano dove è scattata la solidarietà con la consegna del foraggio per l’alimentazione agli animali sopravvissuti nelle aziende dove le scorte sono state distrutte dal fuoco.
L’iniziativa è della Coldiretti, impegnata in un’azione di monitoraggio dei danni e di assistenza alle famiglie degli agricoltori colpiti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ai costi economici e sociali si somma una vera catastrofe ambientale con lecci, roverelle e sughere secolari andati in fumo in aree dove – sottolinea in una nota la Coldiretti – saranno impedite anche tutte le attività umane tradizionali. Un disastro sotto ogni punto di vista con la distruzione totale delle erbe e delle essenze che sono alla base dell’alimentazione di pecore e mucche. Per ogni bosco andato in fiamme – precisa la Coldiretti – ci sono danni all’ambiente, all’economia, al lavoro e al turismo. Se certamente il divampare delle fiamme nella macchia mediterranea è favorito dal clima anomalo con alte temperature e afa, a preoccupare è l’azione dei piromani con il 60% degli incendi che si stima sia causato volontariamente. Occorre intervenire subito – sostiene la Coldiretti – per assicurare la vitalità e la permanenza sul territorio attraverso il ripristino del potenziale produttivo agricolo, zootecnico, dei terreni e delle strutture agricole danneggiati o distrutti. A questo proposito serve subito la ricognizione dei danni e la rilevazione dei dati per poi attivare a livello regionale le risorse comunitarie previste dal piano di sviluppo rurale per sostenere le aziende colpite dall’incendio”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rogo Oristanese: al via le indagini del Corpo forestale
Ipotesi partito da auto a fuoco.Ancora nessuna inchiesta Procura
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
27 luglio 2021
11:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre le bonifiche in alcune delle aree interessate dal gigantesco rogo che ha devastato il Montiferru, nell’Oristanese, parallelamente già da ieri sono partiti gli accertamenti del Corpo Forestale della Regione Sardegna per individuare le cause e verificare se dietro gli incendi ci sia la mano dell’uomo. Le verifiche sono condotte dal Nucleo investigativo regionale del Corpo forestale, dal Nucleo provinciale di Oristano e dalle Stazioni di Villa Urbana, Seneghe e Ales.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gli accertamenti procedono speditamente, ma al momento la Procura di Oristano non ha ricevuto alcuna informativa e nessun fascicolo è stato aperto.
Da quanto si apprende il rogo principale, quello partito da Bonarcado- Santu Lussurgiu che si è poi spostato per chilometri divorando il Montiferru, secondo le prime ipotesi investigative, sarebbe partito per cause accidentali: un’auto ha preso fuoco lungo la strada provinciale 15 a Bonarcado e ha innescato un primo rogo. Le fiamme sono state spente, ma a causa del vento e delle alte temperature alcune ore dopo hanno ripreso vigore, propagandosi velocemente. La situazione è precipitata quando le fiamme hanno raggiunto i centri abitati e, soprattutto, quando è calata la sera e i mezzi aerei che da ore lanciavano bombe d’acqua sulla zona hanno dovuto fare rientro.
Ma se l’ipotesi accidentale è quella più avvalorata per il rogo principale, nella zona di Oristano in quelle stesse ore si registravano almeno altri due incendi, dietro i quali potrebbe esserci la mano dell’uomo. Il primo è partito da Usellus e ha raggiunto Villaurbana danneggiando aziende agricole, divorando terreno e distruggendo anche un cantiere Forestale; il secondo, molto più piccolo, nell’area tra Escovedu-Mogorella, ed è stato spento subito.
Al momento si tratta di ipotesi investigative, ma gli specialisti del Corpo Forestale stanno lavorando senza sosta per ottenere i riscontri, terminati i quali depositeranno una relazione all’autorità giudiziaria.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maneskin, il 9 luglio concerto al Circo Massimo
In Campidoglio ricevono Lupa Capitolina, massima onorificenza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
27 luglio 2021
11:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il 9 luglio del prossimo anno saremo in concerto al Circo Massimo”. Lo annunciano con emozione i Maneskin, in occasione della consegna da parte della sindaca Raggi della Lupa Capitolina, massima onorificenza della città di Roma.

Prima della consegna del premio, la band si era affacciata dal balcone dello studio della sindaca per un saluto ai fan, insieme alla stessa Raggi.
A Damiano, Victoria, Ethan e Thomas è stata anche consegnata la medaglia di Roma Capitale, coniata ogni anno il 21 aprile e dedicata per il 2021 ai 150 anni di Roma Capitale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: crescono contagi in Alto Adige, +43
Il valore più alto delle ultime settimane
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
27 luglio 2021
12:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Crescita significativa dei contagi in Alto Adige: nelle ultime 24 ore sono stati registrati 43 nuovi casi, il valore più alto delle ultime settimane. Sono risultati positivi 24 su 723 tamponi pcr e 19 su 3.244 tamponi antigienici.
I nuovi guariti sono 33. Il bollettino indica ancora i dati di ieri sui ricoveri (10). Gli altoatesini in quarantena sono 651. Il numero dei decessi resta fermo a 1.183.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tornano a crescere nuovi casi Covid in Umbria
Un ricoverato in più, stabili le terapie intensive
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
27 luglio 2021
12:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tornano a salire i nuovi casi Covid in Umbria, 114 nell’ultimo giorno, con cinque guariti e nessun morto. E’ il quadro sul sito della Regione.

Gli attualmente positivi sono ora 1.221, 109 in più rispetto a lunedì.
Sono stati analizzati 2.674 tamponi e 3.908 test antigenici, con un tasso di positività dell’1,73 per cento sul totale (era 1,4 martedì della scorsa settimana).
Segnalato un ricoverato in più negli ospedali, ora 14, due dei quali (dato stabile) in terapia intensiva.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: 8 studenti su 10 favorevoli a obbligo per docenti
Sondaggio ScuolaZoo, 68% lo estenderebbe anche a ragazzi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
27 luglio 2021
12:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Otto studenti su dieci sono a favore dell’obbligo vaccinale per i docenti. A rivelarlo è un sondaggio di ScuolaZoo condotto su 46 mila ragazze e ragazzi di età compresa tra i 14 e i 19 anni.
Il 78% degli intervistati pensa sia giusto mettere l’obbligo per i docenti, la percentuale scende al 68% per i favorevoli ad estenderlo anche agli studenti. Sorprende invece che quasi 3 studenti su 10 dichiarano di avere prof apertamente no vax. “Abbiamo il diritto di imparare e studiare in sicurezza. Chi non si vaccina mette in pericolo anche gli altri”, spiega Martina, studentessa 17 enne.
“I prof – le fa eco Salvatore, 14 anni – dovrebbero farlo perché sono un esempio e devono insegnare che vaccinarsi è giusto”.
“Con l’obbligo vaccinale non saremmo più un paese libero”, spiega invece il contrario Lorenzo, 18 anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rogo Oristanese: Curcio, nessuno si è fatto male,un successo
Il capo della Protezione civile arrivato a Cagliari
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
27 luglio 2021
13:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il fatto che nessuno si sia fatto male è già un successo che dobbiamo sottolineare, che viene dato per scontato ma purtroppo nella realtà della vita quotidiana non sempre è così”. Lo ha dichiarato il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio, all’inizio dell’incontro cominciato a fine mattina nella sala operativa della Protezione civile a Cagliari con il presidente della Regione Sardegna Christian Solinas e il capo della Protezione regionale Antonio Pasquale Belloi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dante 700, cerimonia il 12 settembre a Ravenna con concerto Muti
Messa in basilica e lectio magistralis del cardinale Ravasi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RAVENNA
27 luglio 2021
13:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La cerimonia dell’annuale della morte di Dante, nel settecentesimo anniversario, segnerà il 12 settembre con il Concerto per Dante diretto da Riccardo Muti la solennità dell’anno dedicato al Sommo Poeta: 130 eventi, 30 luoghi, 65 soggetti coinvolti. La giornata darà compimento e insieme un nuovo inizio alle celebrazioni dell’anno centenario che si era aperto con la partecipazione del presidente della Repubblica Sergio Mattarella il 5 settembre 2020.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La giornata celebrativa inizierà la mattina con i sindaci delle tante città d’Italia che conservano memorie dantesche, che porteranno per le vie di Ravenna una selva colorata di gonfaloni, molti dei quali citati da Dante nella Commedia. La collaborazione con Ravenna Teatro si fa forte per l’edizione 2021 di protagonisti che, con Ermanna Montanari e Marco Martinelli, porteranno in vita una memoria profonda del poeta che a Ravenna riposa per sempre. La Messa di Dante, nella Basilica di San Francesco, sarà celebrata dal cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e studioso del Dante teologo, che a questo tema dedicherà una lectio magistralis nel pomeriggio alla Sala Dantesca della Biblioteca Classense. Il rito dell’offerta dell’olio sarà officiato dai sindaci di Ravenna e Firenze. La sera, concerto di Riccardo Muti nei Giardini Pubblici della Loggetta Lombardesca: il maestro dirigerà la ‘sua’ Orchestra giovanile Luigi Cherubini e il Coro del Maggio Musicale Fiorentino, con la partecipazione di Giovanni Sollima e Gurgen Baveyan, lungo la partitura delle ‘Laudi alla Vergine Maria dei Quattro pezzi sacri’ di Verdi, cui seguirà la composizione dedicata al Purgatorio da Tigran Mansurian, commissione originale per l’anno dantesco al compositore armeno, con la conclusione della ‘Dante Symphonie’ di Listz. Il concerto sarà trasmesso in streaming sul canale ITsART e successivamente sulle reti Rai.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rogo Oristanese: iniziata la consegna del foraggio
Macchina solidarietà a pieno regime,aiuti anche da Lazio,Sicilia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
27 luglio 2021
13:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono arrivati questa mattina a Cuglieri – uno dei centri dell’Oristanese più colpiti dal gigantesco rogo che ha devastato 20mila ettari di terreno in Sardegna – i primi aiuti ai pastori e alle aziende agricole danneggiate.
Decine di camion e trattori hanno raggiunto il Montiferru, dai paesi vicini, per consegnare il foraggio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In prima linea la Coldiretti di Oristano, che sta gestendo la macchina degli aiuti, ma anche le altre associazioni e tanti volontari sono in campo per “sa paradura”, l’antico gesto di solidarietà del mondo pastorale sardo che si rinnova ogniqualvolta un allevatore perde il suo gregge, ma che più generalmente coinvolge tutte le vittime di disastri ambientali.
Aiuti sono in arrivo anche dai colleghi allevatori del Lazio e della Sicilia.
“Sono tante le donazioni in arrivo in queste ore – affermano Antonello Inzis, presidente di Coldiretti Cuglieri, Giuseppe Cottino presidente Coldiretti Tresnuraghes, Antonio Obinu Presidente Coldiretti Scano Montiferro e Giommaria Scano Presidente Coldiretti Santu Lussurgiu – ringraziamo calorosamente tutta la comunità della solidarietà, tuttavia riscontriamo serie difficoltà dovute all’arrivo non coordinato e concordato degli aiuti. Per tale motivo, invitiamo tutti a rivolgersi al centro di coordinamento di Coldiretti Oristano (oristano@coldiretti.it; tel. 3202894239), che ha già attivato un’efficiente e funzionale distribuzione degli aiuti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: a San Marino raggiunta l’immunità di gregge
L’Istituto per la Sicurezza sociale del Titano comunica che oltre il 70% dei sammarinesi ha completato il ciclo vaccinale, nel 90% dei casi con il vaccino Sputnik
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SAN MARINO
27 luglio 2021
14:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Repubblica di San Marino ha raggiunto l’immunità di gregge. È quanto riferiscono dall’Istituto per la Sicurezza sociale del Titano.
Oltre il 70 per cento dei sammarinesi ha completato il ciclo vaccinale. Una campagna spedita cominciata a inizio marzo, in estremo ritardo rispetto al resto d’Europa, ma che in soli tre mesi ha coperto gran parte dei 33 mila abitanti. Nel 90 per cento dei casi si è ricorsi allo Sputnik, il medicinale russo non ancora approvato dall’Unione Europea e che, ad oggi, limiterà i cittadini di San Marino nel luoghi pubblici italiani con l’entrata in vigore del Green pass.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Genovese esce dal carcere, va ai domiciliari
La decisione del gip: andrà in clinica per disintossicarsi ma con braccialetto elettronico
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
28 luglio 2021
10:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato scarcerato dopo oltre 8 mesi e va ai domiciliari in una clinica per disintossicarsi, con braccialetto elettronico, l’imprenditore del web Alberto Genovese nei cui confronti la Procura di Milano ha chiuso di recente le indagini per due casi di violenze sessuali ai danni di due ragazze stordite con mix di droghe. Lo ha deciso il gip Tommaso Perna, accogliendo la richiesta della difesa dopo che nei mesi scorsi istanze analoghe erano state respinte.
Genovese a breve uscirà da San Vittore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
All’Arena arrivano le stelle, da Bolle a Domingo
Dal 29 luglio al 5 agosto, settimana clou del 98/o festival
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VERONA
27 luglio 2021
15:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un mese dopo l’apertura del 98/o Opera Festival, l’Arena di Verona cala gli assi della stagione, con una serie di serate-evento che porterà sul palcoscenico molte stelle del panorama mondiale, da Placido Domingo a Roberto Bolle. Una settimana delle stelle con nomi di primo piano della lirica e della musica, così come della danza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si comincia con Anna Netrebko e Yusif Eyvazovm che tornano a Verona per dar vita insieme per la prima volta in Italia alla “Turandot” di Puccini (29 luglio, 1 e 5 agosto), assieme a giovani affermati come Ruth Iniesta, Riccardo Fassi e il direttore Jader Bignamini. Venerdì 30 luglio torna per una sera Plácido Domingo, che eseguirà sia pagine celebri sia perle inedite dal repertorio italiano, francese, viennese e ispano, assieme al soprano Maria José Siri e al maestro Ciampa. Sabato 31 luglio, una recita speciale per il dittico verista Cavalleria rusticana e Pagliacci: il tenore francese di origini italiane Roberto Alagna fa il suo debutto all’Arena di Verona accanto ad Aleksandra Kurzak, soprano che per la prima volta affronta in scena il doppio ruolo di Santuzza e Nedda. Seguono due serate nel segno della danza il 2 e il 3 agosto, con un ricco programma: con Roberto Bolle and Friends, la grande étoile porta in Arena i primi ballerini dalla Scala di Milano, dal Balletto di Astana, dall’Opéra di Parigi, dallo Staatsballet di Vienna e dal Dutch National Ballet di Amsterdam.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Torna L’esorcista, Universal investe nel franchise
Progetto da 400 milioni con Ellen Burstyn nel ruolo del 1973
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
27 luglio 2021
16:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Torna nelle sale cinematografiche uno dei film cult della storia del cinema, ‘L’esorcista’. Non si tratta di un remake della versione originale del 1973, bensì di un nuovo progetto Universal che è piuttosto un seguito.
La casa di produzione ha infatti investito almeno 400 milioni di dollari in una trilogia che vedrà Ellen Burstyn tornare nel ruolo di Chris MacNeil, per il quale fu candidata all’Oscar come miglior attrice nel 1973, assieme a Leslie Odom Jr (Aaron Burr nel musical di Broadway Hamilton) nelle vesti del padre che va sulle sue tracce dopo che la figlia è stata posseduta.
L’uscita del primo film, diretto da David Gordon Green, è prevista in sala per l’ottobre del 2023, mentre i due seguiti andranno probabilmente sulla piattaforma in streaming di Universal, Peacock. Nel 1973 L’esorcista incassò 440 milioni di dollari al botteghino e vinse un Oscar per la migliore sceneggiatura non originale. Il film fu diretto da William Friedkin da un adattamento che William Peter Blatty fece dal suo libro omonimo. Negli anni, diversi prequel e sequel, nonché un adattamento televisivo nel 2016, non hanno ottenuto lo stesso riscontro di pubblico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il 28 luglio a Chicago è il ”Riccardo Muti Day”
Indetto dalla sindaca per suo ottantesimo compleanno
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
27 luglio 2021
16:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il 28 luglio a Chicago è il ”Riccardo Muti Day”. A proclamarlo la sindaca Lori Lightfoot in onore del maestro per il giorno del suo ottantesimo compleanno.
Spiega, nella lettera di motivazioni, di farlo in onore di un uomo di talento che’ ”è uno dei maggiori maestri del mondo” e ricorda le sue interpretazioni di Verdi, il fatto che dirige l’Orchestra di Chicago, oltre alla Cherubini che ha fondato, e il suo impegno con i giovani musicisti anche nella città Usa. Per non dimenticare poi le sue tante onorificenze internazionali, Cavaliere di Gran Croce in Italia, Officiale della Legion d’Onore in Francia e i riconoscimenti della Regina Elisabetta e di Papa Benedetto XVI e di altri capi di Stato.
”Per tutto questo – conclude Lightfoot – non potrei essere più orgogliosa di unirmi alla sua famiglia, amici, colleghi e fan, nei festeggiamenti di questa occasione”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mamma denunciò pirata strada, morto ragazzo investito
Deceduto all’ospedale San Gerardo di Monza, aveva 19 anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
27 luglio 2021
17:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto questo pomeriggio all’ospedale San Gerardo di Monza il ragazzo di 19 anni che fu investito il 19 luglio scorso mentre era sulla moto con un amico a Senago (Milano) da un pirata della strada di 27 anni che fu poi denunciato dalla madre. Il ragazzo era stato ricoverato in gravissime condizioni e gli era stata amputata una gamba.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Flop della piazza contro il green pass, domani si replica in 12 città
Viminale: attenzione alta, evitare scontri. Sanzioni e denunce
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
28 luglio 2021
12:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Avevano annunciato trionfalmente: “saremo almeno 50mila”. Ma ad urlare ‘libertà libertà’ in piazza del Popolo, ad attaccare la “tirannia sanitaria” – il copyright è del leader romano di Forza Nuova Giuliano Castellino – imposta col green pass, il governo “che è tutto un magna magna”, i “giornalisti terroristi” erano meno di mille.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gran parte, rigorosamente e fieramente, senza mascherina. Se la manifestazione convocata da ‘IoApro’ doveva servire a testare cosa pensano gli italiani all’obbligo del green pass, la risposta è arrivata forte e chiara. Il flop della manifestazione di Roma, dopo quelle convocate via social sabato scorso che invece avevano portato in piazza decine di migliaia di persone in tutta Italia, non vuol dire però che il problema di tutto l’universo che si oppone al vaccino e ai provvedimenti del governo – fatto non certo e non solo di no vax duri e puri – abbia esaurito qui la sua spinta. Già nelle prossime ore si replica e stavolta a convocare la piazza è il ‘Comitato libera scelta’, una onlus composta da “liberi cittadini” che si definisce “apartitica, apolitica, aperta a chiunque intenda sostenere la piena liberta di scelta in materia sanitaria”. “Chi tace acconsente! Se anche tu sei contrario all’obbligo del green pass ora è il momento di dimostrarlo” è lo slogan con il quale è stata convocata una fiaccolata, sempre a piazza del Popolo a Roma e in almeno altre 12 città, da Milano a Palermo, da Padova a Rovigo, da Bologna a Trento. Saranno pure apartitici e apolitici. E però sulla pagina Facebook c’è l’elenco di quelli che ci saranno. I leghisti Bagnai, Siri, Borghi e Pillon; il fuoriuscito a cinquestelle Paragone e Paolo Becchi, l’ex ideologo del Movimento che si è allontanato da Grillo nel 2015. Ha dato il suo pieno appoggio pure Red Ronnie, anche se non ci sarà: “sono su una nave che mi riporta in Sardegna” ha scritto su Facebook aggiungendo: “appoggio totalmente questa pacifica affermazione che la libertà è qualcosa vitale come l’ossigeno per respirare. Stiamo attraversando il periodo più buio nella storia dell’umanità”. L’attenzione alle piazze resta dunque alta, soprattutto per il rischio che tra i manifestanti possano infiltrarsi movimenti e gruppi, dall’estrema destra agli antagonisti, con l’unico intento di alzare la tensione. Anche per questo le indicazioni date dal Viminale a prefetti e questori sono state chiare: evitare ad ogni costo lo scontro e convogliare le manifestazioni in luoghi più controllabili e sicuri per la gestione dell’ordine pubblico, intervenendo a posteriori con sanzioni, per chi non indossa la mascherina, e denunce. Digos e Scientifica hanno ripreso le manifestazioni di sabato e i primi provvedimenti sono già scattati a Piacenza, Genova, a Livorno. E così si farà per tutte le altre.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una linea che è stata seguita anche per il sit in a piazza del Popolo dove i manifestanti hanno tentato, invano, di organizzare un corteo fino a Montecitorio per poi accontentarsi di una passeggiata fino a Trinità dei Monti. Ma solo dopo aver ribadito al microfono il solito elenco di accuse a governo, media e politici. “Ci hanno messo l’uno contro l’altro, a noi, – urlano dal palco – non loro che sono tutto un magna magna. Li dobbiamo mandare tutti a casa, non esiste destra, sinistra, centro, sono tutti dei venduti”. La piazza applaude e rincara la dose: “in galera”. Biagio Passaro, il ristoratore di Modena diventato uno dei leader del movimento ci tiene a far sapere che lui il Covid l’ha avuto e si è pure vaccinato. “Non vogliamo andare contro chi si vaccina, ma il governo non può porre un marchio o una certificazione alle persone”. A decine sono in diretta su Facebook, Tik Tok, Instagram. Perché così si “condivide l’informazione genuina” e non si ascoltano le notizie di quei “buffoni” dei media. I bersagli preferiti sono Mario Draghi “Dragonball”, Roberto Speranza e il virologo Roberto Burioni. I volti del premier e del ministro sono disegnati sotto un mirino. La scritta sul cartello dice: “o togliete il pass o non passate al 2022”. “Qui ci sono tutti gli italiani liberi e ribelli – urla Castellino – Oggi gli italiani si dividono in due categorie, non c’è destra e sinistra, non ci sono fascisti e non ci sono gli antifascisti, ci sono gli italiani in lotta. Questa tirannia sanitaria ha semplificato la scelta: o si è contro il green pass o si è con il green pass. Il popolo unito non conosce sconfitta”. Potevano mancare i complottisti? No, non potevano. Salvatore Rainò, medico allergologo, sostenitore dell’omeopatia. “Il coronavirus è sempre esistito. Poi ci sono i germi quelli cattivi che ce li fanno cadere dal cielo e ce li mettono nelle acque”. Domani si replica.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo, la polizia locale di Como: ‘Non uscite’
In serata previsti nuovi temporali, molte strade ancora chiuse
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COMO
27 luglio 2021
19:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Polizia locale di Como, dal momento che sono previsti nuovi temporali nelle prossime ore, ha rinnovato l’invito di non uscire di casa se non strettamente necessario e di non avventurarsi nei luoghi a rischio, dove si sono verificati smottamenti e allagamenti. L’invito è giunto al termine di un tavolo tecnico che si è svolto nel tardo pomeriggio nella Prefettura di Como al fine di coordinare gli interventi per i danni provocati dal maltempo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Allo stato, la ex statale Lariana rimane chiusa all’altezza di Blevio: la carreggiata è stata liberata dai detriti ma vi sono ancora versanti a rischio. La statale 340 Regina è aperta soltanto fino a Laglio: poco più avanti, a Brienno, ci sono stati vari smottamenti anche di grossa entità. E’ stata riaperta anche l’autostrada A9, chiusa in entrambe le direzioni nel pomeriggio tra le uscite Como centro e Lago di Como. Riaperte anche le provinciali in Valle Intelvi. I ponti sul torrente Breggia, al confine con Cernobbio, sono aperti al transito ai soli residenti.
Il livello del lago è in salita, ma non è prevista un’esondazione nelle prossime ore: servizi autobus e della navigazione hanno subito interruzioni e soppressioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaticano, iniziato il processo sui fondi della Segreteria di Stato
Il cardinale Becciu a fine udienza: sono sereno, ho fiducia nel tribunale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
27 luglio 2021
19:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si è aperto stamane nella Sala polifunzionale dei Musei Vaticani, allestita per l’occasione ad Aula di Tribunale, il processo al cardinale Angelo Becciu e ad altri nove imputati – tra prelati, funzionari della Santa Sede e manager esterni – per la gestione dei fondi della Segreteria di Stato vaticana, scaturito dalle indagini sull’acquisto del palazzo di Sloane Avenue 60, a Londra, e allargatosi anche ad altre vicende. In discussione reati che, a vario titolo, vanno dal peculato all’appropriazione indebita, dalla corruzione all’estorsione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La prima udienza dell’atteso processo sarà oggi dedicata alle questioni procedurali e alla costituzione delle parti, tra cui quella della Segreteria di Stato come parte civile. Altra parte lesa è lo Ior, la ‘banca’ vaticana. Il collegio giudicante è così composto: Presidente Giuseppe Pignatone. Giudici: Venerando Marano, direttore del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli studi di Roma Tor Vergata; Carlo Bonzano, Ordinario di Diritto Processuale penale nell’Università degli studi di Roma Tor Vergata.
“Il cardinale Becciu, dopo la odierna udienza, rinnova la propria fiducia nei confronti del Tribunale, Giudice terzo dei fatti ipotizzati soltanto dal Promotore di Giustizia, finora senza alcun confronto con le difese e nell’ottica di presunzione di innocenza. Attende con serenità il prosieguo del processo e la dimostrazione delle numerose prove e testimoni indicati che dimostreranno la Sua innocenza rispetto ad ogni accusa”. Lo afferma in una nota al termine della prima udienza del maxiprocesso per corruzione in Vaticano, l’avvocato dell’ex cardinale angelo Becciu, Fabio Viglione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto Gianni Nazzaro
Tra i protagonisti della musica leggera anni ’70. Aveva 72 anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
27 luglio 2021
20:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto poco dopo le 19 di questa sera a Roma, al Policlinico Gemelli, Gianni Nazzaro, cantante e attore. Era gravemente malato, come confermano fonti vicine alla famiglia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nato a Napoli il 27 ottobre 1948, è stato tra i protagonisti della musica leggera anni ’70. Tra le sue hit, Quanto è bella lei, L’amore è una colomba, Non voglio innamorarmi mai, A modo mio, In fondo all’anima.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini:150 sanitari no-vax sospesi dal lavoro nel bresciano
Provvedimenti disciplinari dagli Ordini di appartenenza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BRESCIA
27 luglio 2021
21:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre 150 medici e operatori sanitari nel Bresciano che non si sono vaccinati contro il Covid sono stati raggiunti oggi da provvedimento disciplinare. Per loro è prevista l’immediata sospensione dall’Ordine di appartenenza e, di conseguenza, la sospensione dal lavoro.

“Controlleremo il numero di iscrizione all’albo, dopodiché verrà fatta una delibera e scatterà la sospensione, già dalla prossime ore” ha detto Luigi Peroni, presidente dell’Ordine dei tecnici sanitari di Brescia. Oltre un centinaio le lettere di segnalazione che Ats ha inviato invece all’Ordine delle professioni infermieristiche. “Durante la seduta del consiglio direttivo faremo il punto della situazione” ha spiegato la presidente Stefania Pace.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morto suicida De Donno, avviò la cura col plasma iperimmune
Aveva 54 anni, si era dimesso dall’ospedale di Mantova
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MANTOVA
27 luglio 2021
22:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si è tolto la vita oggi pomeriggio Giuseppe De Donno, l’ex primario di pneumologia dell’ospedale Carlo Poma di Mantova che per primo l’anno scorso aveva iniziato la cure del Covid con le trasfusioni di plasma iperimmune, la controversa terapia che prevedeva l’infusione di sangue di contagiati dal coronavirus, opportunamente trattato, in altri pazienti infetti. De Donno aveva 54 anni e si era dimesso dall’ospedale di Mantova ai primi giorni di giugno per cominciare, lo scorso 5 luglio, la nuova professione di medico di base a Porto Mantovano.

Ancora non sono chiare le circostanze del suicidio e del ritrovamento del corpo, che sarebbe avvenuto da parte di alcuni parenti. L’ex primario abitava a Curtatone con la moglie e una figlia. Molti gli attestati di cordoglio da parte di molti cittadini attoniti per la scomparsa, che hanno ricordato De Donno per aver “salvato molte vite” con la sua terapia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il suo corpo è stato trovato nella sua casa di Eremo, frazione del Comune di Curtatone, da alcuni familiari. Dalle prime notizie sembra che il medico si sia impiccato.

De Donno, assieme a Massimo Franchini, primario della Immunoematologia e Trasfusionale del Carlo Poma, aveva iniziato a trattare i pazienti affetti da Covid che arrivano ormai stremati al Poma con la terapia del plasma iperimmune. In brave questa pratica era diventata nella primavera dello scorso anno l’unica arma contro il coronavirus, almeno nelle fase iniziali della malattia. In poco tempo diventò il primario più conosciuto d’Italia, conteso com’era da giornali e trasmissioni televisive. Non tutti, però, nel campo della medicina ne erano convinti e così su De Donno si scatenarono tante polemiche. Lui, però, tenne duro e riuscì ad ottenere una sperimentazione del suo metodo con l’università di Pavia. Alla fine, però, la medicina ufficiale non ritenne che quello fosse la cura più indicata per il Covid, anche se in molti guarirono legandosi per sempre con eterna gratitudine al primario mantovano. Giuseppe De Donno diventò primario facente funzione delle Pneumologia del Carlo Poma nel settembre del 2018 e poi nel dicembre dello stesso anno vinse il concorso da primario effettivo. De Donno era conosciuto anche al di fuori degli ambienti ospedalieri per essere stato in passato vice sindaco di Curtatone. Diploma al liceo classico, conseguì la laurea in Medicina e Chirurgia all’università di Modena con 110 e lode. Dopo gli studi universitari ha completato la sua formazione attraverso diversi corsi di perfezionamento in fisiopatologia e allergologia respiratoria raggiungendo la specializzazione nel 1996. Dal 2010 al 2013 fu responsabile della struttura semplice “Programma di assistenza domiciliare respiratoria ad alta intensità per pazienti dipendenti della ventilazione meccanica domiciliare” e nel 2013 diventò dirigente medico della struttura complessa di Pneumologia e Utir (unità intensiva respiratoria) dell’Asst Carlo Poma. Sgomento il sindaco di Curtatone, Carlo Bottani, amico intimo del medico, che si fa interprete del sentimento di un’intera comunità sotto shock: “Giuseppe era una persona straordinaria – ha detto tra le lacrime -. Ho avuto il privilegio di essere al suo fianco nella prima fase del lockdown e ho visto quanto si è speso per i suoi pazienti. la storia lo ricorderà per il bene che ha fatto”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La notizia ha scatenato il popolo del web. Su Twitter la notizia è già la seconda in tendenza, e in tanti “accusano” il mondo della scienza di aver lasciato “solo” il medico. “Troppe calunnie, insulti, irrisione dei colleghi da talk tv col sopracciò. Gli stessi che ci impongono il #greenpass” scrive la giornalista Mariagiovanna Maglie, che in un’ora ha già collezionato oltre mille like. Molti non credono che il medico si sia tolto la vita. “Suicida? Siamo sicuri? Questa storia è inquietante e surreale” scrive Filippo. “Questo suicidio in realtà è un omicidio che ha mandanti ed esecutori conosciuti” calca la mano Massimo. “Dietro il presunto suicidio di #DeDonno c’è un uomo lasciato solo, un medico che aveva dedicato tutto alla sua cura e le sue ricerche” twitta Alex. A commentare la notizia, dubitando che si tratti di suicidio, anche molti cosiddetti mattonisti, gli utenti che hanno un mattone al fianco del proprio nome e che si riconoscono spesso nelle posizioni dei no-vax.
“Non ci volevo credere. Perdiamo una bella persona, un grande medico, che durante il Covid ha lottato come un leone per salvare centinaia di vite, spesso contro tutto e tutti!”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini, esprime il suo cordoglio per la morte di Giuseppe De Donno, l’ex primario di pneumologia dell’ospedale Carlo Poma di Mantova che per primo l’anno scorso aveva iniziato la cure del Covid con le trasfusioni di plasma iperimmune, che si è tolto la vita ieri pomeriggio. “Buon viaggio Giuseppe, lasci un vuoto grande”, conclude Salvini.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Droga: traffico tra Spagna e Palermo, otto arresti dei Cc
Stupefacente spedito da Barcellona dentro pacchi postali
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
28 luglio 2021
06:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri della stazione San Filippo Neri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare del gip di Palermo su richiesta della procura, nei confronti di otto indagati, 4 in carcere e 4 agli arresti domiciliari, accusati di spaccio di sostanze stupefacenti. L’indagine, è scattata tra gennaio e aprile del 2020, in piena pandemica, e avrebbe ricostruito un traffico di droga tra il quartiere Zen 2 di Palermo e la Spagna.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A capo della rete di spacciatori, come ricostruito dai carabinieri, ci sarebbe un trentenne palermitano, che da Barcellona, grazie alla complicità di alcuni residenti nella città spagnola, organizzava la spedizioni postali con chili di hashish e marijuana diretti a Palermo. I pacchi, indirizzati a destinatari inesistenti, venivano recuperati dagli stessi indagati al loro rientro nel capoluogo siciliano grazie alla collaborazione del corriere. La droga era poi venduta a clienti provenienti da tutti i quartieri palermitani, garantendo un volume d’affari, stimato in sei mesi di indagini, in circa 650.000 euro.
Durante l’operazione sono state eseguite dai carabinieri decine di perquisizioni nei confronti di altri indagati, con l’impiego complessivo di un centinaio di militari dell’Arma del Gruppo di Palermo, di unità cinofile, antiterrorismo e con un elicottero, per garantire la necessaria cornice di sicurezza delle operazioni.
L’attività di osservazione della stazione dei carabinieri San Filippo Neri aveva già permesso di arrestare 7 persone in flagranza di reato di spaccio e di denunciare altri 4 all’autorità giudiziaria, oltre al sequestro di un chilo e 100 grammi di marijuana, 3 chili e mezzo di hashish e di circa 22.000 euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Abusi e violenze su disabili psichici, 5 misure cautelari
Indagine carabinieri su struttura socioassistenziale nissena
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SERRADIFALCO
28 luglio 2021
08:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Casi di presunte violenze sessuali, percosse, malnutrizione, abbandono di incapaci e somministrazione abusiva di farmaci. E’ quanto hanno scoperto i carabinieri del Nas in una struttura socioassistenziale per disabili psichici di Serradifalco (Caltanissetta) che ospitava nove persone.
A conclusione dell’inchiesta, coordinata dalla procura nissena, carabinieri del gruppo tutela della salute di Napoli, con i militari del comando provinciale nisseno, hanno eseguito cinque ordinanze cautelari personali nei confronti di titolari e dipendenti della struttura, che è stata sequestrata.
I destinatari del provvedimento, uno in carcere, due ai domiciliari e due interdetti dalla professione per un anno, sono indagati, a vario titolo, di violenza sessuale aggravata, maltrattamenti, abbandono di incapaci ed esercizio abusivo della professione di infermiere. I particolari dell’operazione saranno illustrati nel corso di un incontro stampa in programma alle 10 al comando provinciale carabinieri di Caltanissetta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: Bianchi, a settembre si torna tutti in presenza
Ministro, “ottimista perché stiamo lavorando tutti moltissimo”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
28 luglio 2021
08:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ne usciamo tornando a settembre tutti in presenza”. Così il ministro dell’Istruzione, Patrio Bianchi, in un’intervista a Radio1.
“Sono ottimista perché vedo che noi tutti stiamo lavorando moltissimo”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Rogo Oristanese, inchiesta Procura per incendio colposo
Al momento fascicolo senza indagati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
28 luglio 2021
09:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Oristano ha aperto un fascicolo sul gigantesco rogo che ha divorato il Montiferru, nell’Oristanese. Lo conferma il procuratore, Domenico Ezio Basso, precisando che l’inchiesta è stata aperta con l’ipotesi di incendio colposo aggravato.
Al momento, come anticipano anche i quotidiani locali, non ci sono indagati.
Adesso si attende la relazione del Corpo forestale per capire come procederà la Procura.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: piogge forti su Fvg, 150 interventi vigili fuoco
Le zone più colpite sono state le province di Pordenone e Udine
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
28 luglio 2021
09:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I Vigili del fuoco del Friuli Venezia Giulia hanno portato a termine circa 150 interventi, dal tardo pomeriggio di ieri, e anche nel corso della notte quando ha imperversato sul territorio regionale una forte ondata di maltempo, che ha colpito prevalentemente le province di Pordenone e di Udine.
Le 19 squadre disponibili hanno lavorato tutta la notte a causa di caduta alberi e rami, coperture di tetti e altri elementi costruttivi pericolanti e allagamenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Particolarmente complesso un intervento a Manzano (Udine) dove squadre del comando di Udine, con il supporto di due autoscala (di cui una giunta dal comando dei Vigili del fuoco di Trieste), hanno operato per molte ore per mettere in sicurezza il tetto, parzialmente scoperchiato, del capannone di una nota azienda che opera nel settore dell’arredamento e del legno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tentato sequestro imprenditore, 10 misure cautelari
Lo scorso anno a Varazze. Erano già state arrestate 6 persone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
28 luglio 2021
10:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dieci misure detentive sono state emesse dal gip del tribunale di Genova su richiesta della direzione distrettuale antimafia per il tentato sequestro a scopo di estorsione di un imprenditore genovese quarantenne avvenuto il 19 novembre del 2020 all’hotel Le Vele di Varazze.
In quella occasione vennero arrestate 6 persone.
Sono stati gli agenti della squadra mobile di Genova e Savona a eseguire le misure cautelari. L’imprenditore, attivo nel catering, venne invitato in albergo con la scusa di parlare di un ricevimento da un gruppo di persone, 4 uomini e 2 donne, poi rivelatisi spacciatori di droga, residenti in Piemonte e Lombardia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: festa in discoteca in Friuli, decine di contagiati
Evento era all’aperto, il maltempo ha costretto ospiti a riparar
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROVEREDO IN PIANO
28 luglio 2021
10:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un focolaio di Covid-19 si è sviluppato in provincia di Pordenone dopo una festa organizzata in una discoteca di Roveredo in Piano. Nella giornata di ieri, della cinquantina di contagi riferiti all’intero territorio di competenza dell’Azienda sanitaria Friuli Occidentale, la maggioranza era collegata a quell’evento o a contatti stretti di chi vi aveva partecipato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo una accreditata ricostruzione, sabato 17 luglio il locale ha organizzato un evento nel giardino esterno, con distanziamento e niente ballo – la pista ospitava sedie e tavolini -, ma soltanto bar e musica di sottofondo. Nel corso della serata sulla zona si è abbattuto il maltempo e dunque gran parte degli ospiti ha trovato riparo nelle sale interne: sarebbe stato sufficiente questo assembramento per far divampare il focolaio.
Da quanto si apprende, si tratta prevalentemente di persone under 30, asintomatici o con sintomi lievi. Sulla vicenda indaga la Questura di Pordenone che dovrà verificare l’applicazione delle prescrizioni imposte dalla normativa.
Nel report diffuso qualche giorno fa dal Dipartimento di prevenzione, relativo ai primi 19 contagiati, si contavano undici cittadini italiani e otto statunitensi, circostanza legata alla vicinanza della Base Usaf di Aviano al locale notturno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ambasciatore malato, appello per sussidio Legge Bacchelli
Si tratta del primo caso per un diplomatico
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
28 luglio 2021
10:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Giandomenico Picco, ex vicesegretario generale delle Nazioni Unite, si è ammalato circa tre anni fa di Alzheimer e da un anno è costretto a vivere negli Stati Uniti in una casa di cura di cui non può più sostenere le spese. Per questo motivo è stata chiesta l’attivazione della Legge Bacchelli, che prevede un sussidio in favore di cittadini di chiara fama che abbiano dato prestigio all’Italia per essersi distinti in vari campi e che versino in grave stato di necessità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ la prima volta che l’applicazione della norma viene richiesta per un diplomatico.
L’appello per consentire il suo rimpatrio dagli Stati Uniti e il suo ricovero in una casa di cura è partito dai familiari ed è stato sottoscritto da diversi consiglieri, sindaci e cittadini del Friuli Venezia Giulia, terra d’origine di Picco, tra i quali c’è anche il presidente del Consiglio regionale Piero Mauro Zanin. L’appello sarà poi trasmesso, attraverso Luigi Mattiolo, consigliere diplomatico del Presidente del Consiglio, al premier Mario Draghi.
Picco si è distinto lavorando per oltre trenta anni alle Nazioni Unite nella risoluzione di conflitti fino al grado di sottosegretario generale. Ha condotto in prima persona, tra l’altro, i negoziati che hanno portato alla fine dell’occupazione sovietica in Afghanistan nel 1988 e della guerra Iran-Iraq nello stesso anno, partecipando a missioni nei Balcani. La pagina che lo ha reso famoso, e per la quale il presidente George H. W. Bush gli offrì la cittadinanza Usa, fu il negoziato, tra il 1989 e il 1992, che si concluse con il rilascio degli ostaggi occidentali in Libano.
“La serenità di poter trascorrere gli ultimi anni della vita nell’amato Friuli, vicino alle sorelle pur nella malattia che lo ha colpito, credo sia ragione giusta e una dovuta riconoscenza che l’Italia tutta dovrebbe affermare con la concessione dei benefici di legge”, scrive in una nota la senatrice Tatjana Rojc del Pd, che ha sottoscritto l’appello in favore di Picco.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aiuta automobilista in panne, poliziotto travolto e ucciso
Tragedia nel Nuorese, volante era intervenuta in soccorso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NUORO
28 luglio 2021
10:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un agente della polizia stradale è stato travolto e ucciso da un furgone mentre era in servizio, questa mattina lungo la statale 131 Dcn a Posada, nel Nuorese.
Il poliziotto aveva 36 anni ed era in servizio alla Polstrada di Nuoro.
La dinamica della tragedia non è ancora chiara, sul posto per i rilievi ci sono gli agenti della Polstrada con il comandante dalla Stradale di Nuoro, Leopoldo Testa. Da quanto si apprende, la pattuglia della Polizia stradale era intervenuta per soccorrere un automobilista rimasto in panne, quando il furgone l’ha travolto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lamorgese, allarme pedopornografia online, +232% casi nel 2021
1.578 casi trattati da Centro contrasto ps nel primo trimestre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
28 luglio 2021
11:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Centro nazionale per il contrasto alla pedopornografia online della Polizia postale ha registrato un aumento del 232% dei casi trattati nel primo trimestre del 2021: da 475 a 1.578; in forte crescita anche gli indagati, da 181 a 454. I dati sono stati forniti dalla ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese in audizione alla commissione Infanzia.

Il trend di crescita di questo reato è confermata anche dai dati dello scorso anno. Il Centro nazionale, ha spiegato Lamorgese, ha trattato 3.243 casi nel 2020 contro i 1.396 del 2019; raddoppiati gli indagati, da 663 a 1.261.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Puglia un morto e 163 casi
Incidenza stabile all’1,3%, sono 84 le persone ricoverate
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
28 luglio 2021
13:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi in Puglia su 12.494 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus sono stati registrati 163 casi positivi con una incidenza dell’1,3%. Dei nuovi casi 52 sono in provincia di Bari, 30 in provincia di Brindisi, 16 nella provincia BAT, 10 in provincia di Foggia, 42 in provincia di Lecce, 9 in provincia di Taranto, 1 caso di residente fuori regione, 3 casi di provincia di residenza non nota.

E’ stato registrato un decesso, in provincia di Foggia.
Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.862.638 test.
246.814 sono i pazienti guariti. 1.917 sono i casi attualmente positivi e 84 i ricoverati.
Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 255.400
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bimba di pochi giorni lasciata in culla della vita a Genova
Primario Vallarino ospedale Villa: ‘Scassi:’Storia a lieto fine’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
28 luglio 2021
13:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una bambina con pochi giorni di vita è stata lasciata nella culla della vita dell’ospedale Villa Scassi di Genova. Il campanello che segnala la presenza di un neonato nella culla è stato schiacciato ieri sera, dando così l’allarme al reparto di neonatologia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ la prima volta che accade dal 2008, anno in cui i Lions di Genova donarono la culla della vita all’ospedale (un’altra è all’ospedale Galliera). La storia è raccontata dal Secolo XIX. La piccina sta bene, pesa due chili e 900 grammi, tutti i parametri vitali sono regolari: è stata messa insieme agli altri bimbi che si trovavano in reparto. La piccola piangeva, ma appena il medico l’ha presa in braccio si è calmata. Un’infermiera le ha dato da mangiare, l’ha cambiata e l’ha messa a dormire. Chi ha accudito la bimba nelle ultime quarantotto ore lo ha fatto con amore materno, come testimoniano quei quattro pannolini lasciati nella culla, come a dire di più non posso fare per lei.
“È una storia a lieto fine – spiega il primario Vallarino -.
Fino a che il giudice non deciderà a chi affidarla la terremo noi in reparto e la coccoleremo. Devo ringraziare chi ce l’ha consegnata perché lo ha fatto nel modo migliore possibile. Ha fatto un sacrificio per dare un’esistenza migliore alla piccola.
È tutto molto commovente”.
La Direzione sanitaria ha segnalato il caso alla Procura che avvierà il procedimento di adottabilità della bimba. «Non so se la piccina avrà una nuova famiglia oppure se la mamma ci ripenserà, ma posso dire che ha fatto un grande gesto d’amore».
Sembra che qualcuno, poco prima di mezzanotte, abbia anche chiamato l’ospedale per sincerarsi che tutto fosse andato bene.
A Genova prima d’ora non era mai stato messo un neonato in una culla per la vita.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rogo Oristanese: Solinas, ecosistema fragile va presidiato
Governatore sardo riferisce in Consiglio regionale su emergenza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
28 luglio 2021
13:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Negli ultimi tempi sono state sacrificate attività che avevano la finalità di preservare e manutenere le superfici boschive”. Su questo dato ha invitato alla riflessione, come classe politica, il presidente della Regione Sardegna Christian Solinas, intervenendo in Consiglio regionale sui danni degli incendi nell’Oristanese.

“L’ecosistema è molto fragile ed è stato trasformato da tante norme in una cartolina di mero valore estetico – ha detto il governatore – aver portato a una visione massimalista anche la possibilità di fruire i boschi ha in qualche modo alterato l’equilibrio di millenarie attività portate avanti dall’uomo”.
Tutto questo, ha aggiunto Solinas, “ha reso complicato per gli allevatori e chi opera in questi comparti, portare avanti le proprie attività e ha allontanato molta gente che prima viveva in modo diverso il nostro territorio”. Quindi, ha concluso, “come decisori pubblici dobbiamo ragionare su come attivare politiche di prevenzione attiva”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Assessore Lazio, riconoscere Sputnik o danni a turismo
E’ problema anche per italiani in Russia e cittadini San Marino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
28 luglio 2021
14:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Non riconoscere ai fini della certificaziona vaccinale chi si è immunizzato con Sputnik arreca un danno al turismo ed è un problema anche per cittadini italiani in Russia e i cittadini di San Marino”. Lo dichiara l’assessore alla sanità della Regione Lazio.
“Penso sia utile studiare delle formule che consentano ai fini del Pass, il riconoscimento di questo farmaco, superando il paradosso che vede lo Sputnik adatto al progetto Covax, gestito dall’OMS per garantire a tutti i paesi del mondo l’accesso al vaccino, per poi non riconoscerlo come certificazione vaccinale”, aggiunge.
“Il mancato riconoscimento ai fini di avvenuta vaccinazione dello Sputnik è un danno al nostro settore turistico poiché viene meno il flusso proveniente dalla Federazione Russa, che è stato sempre significativo per il nostro paese e anche per Roma Capitale – spiega l’assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato- Questa questione riguarda anche diversi cittadini italiani che lavorano in Russia e i cittadini di San Marino che hanno ricevuto questo vaccino”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rogo Oristanese: ancora in azione 5 elicotteri e 6 Canadair
Fuoco anche a Bottida nel Sassarese, fiamme vicino alle case
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
28 luglio 2021
14:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Proseguono ininterrottamente le operazioni di bonifica ma anche per domare i focolai del gigantesco rogo che ha devastato il Montiferru, nell’Oristanese, e che continua a bruciare ormai da sei giorni.
Attualmente le squadre a terra di Protezione civile, Corpo forestale, Vigili del fuoco e Volontari lavorano nell’area compresa tra Scano di Montiferro e Cuglieri, spostandosi di focolaio in focolaio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In loro aiuto ci sono cinque elicotteri della flotta regionale partiti dalle basi di Farcana, Fenosu, Sorgono e Bosa, il Super Puma e sei Canadair, quattro della flotta nazionale e due francesi.
E mentre si lavora per spegnere definitivamente il gigantesco rogo, si registrano altri incendi in diverse zone dell’Isola.
Preoccupa la situazione a Bottida, in località Nuraghe Sa Pietade, nel Sassarese, dove le fiamme minacciano le abitazioni del paese. Accanto alle squadre a terra stanno lanciando bombe d’acqua sulla zona due elicotteri, il Super Puma e due Canadair.
Non si registrano al momento case evacuate. Due elicotteri stanno intervenendo anche sul rogo ancora attivo a Serri, nel Sud Sardegna, mentre sono stati già spenti gli incendi divampati a San Basilio, sempre nel Sud Sardegna e a Tortolì in Ogliastra.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mottarone: Csm, su fascicolo non rispettate regole
Ardita e Di Matteo, grave vulnus la revoca al gip
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
28 luglio 2021
14:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le regole tabellari, cioè quelle che riguardano l’organizzazione del lavoro negli uffici giudiziari, non sono state rispettate. Il plenum del Csm boccia la revoca del fascicolo sulla tragedia della funivia del Mottarone da parte del presidente del tribunale Luigi Montefusco alla giudice per le indagini preliminari Donatella Banci Buonamici, che se ne stava occupando e che pochi giorni prima aveva annullato l’arresto dei tre indagati disposto dalla Procura.
Ma non supera il vaglio di Palazzo dei marescialli, per le stesse ragioni, neppure l’atto con cui in precedenza Banci Buonamici si era autoassegnata anche l’incidente probatorio. Passata a larghissima maggioranza (24 voti a favore e un astenuto, il laico di Forza Italia Alessio Lanzi), la delibera non ha però convinto sino in fondo tutti i consiglieri. La decisione del Csm non ha effetti pratici sul procedimento sulla funivia: gli atti che sono stati compiuti restano tutti validi. Ma il presidente del tribunale dovrà tenere conto delle osservazioni del Csm per decidere a chi assegnare, stavolta in via definitiva, il fascicolo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: boom di contagi in Abruzzo, 141 i nuovi casi
Dato più alto da due mesi e mezzo. Lieve aumento ricoveri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PESCARA
28 luglio 2021
15:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Brusco aumento dei nuovi casi di Covid-19 in Abruzzo: quelli accertati con i test delle ultime ore sono 141. E’ da due mesi e mezzo, dal 14 maggio, che non si registrava un dato così alto e dallo stesso periodo che in regione non si superava quota 100 contagi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quasi un terzo dei nuovi casi riguarda l’area metropolitana pescarese. Più della metà dei positivi recenti ha meno di 30 anni. Aumentano lievemente, che passano dai 24 di ieri ai 26 di oggi.
I nuovi casi sono emersi dall’analisi di 4.073 tamponi molecolari: è risultato positivo il 3,46% dei campioni. Eseguiti anche 2.134 test antigenici. I nuovi positivi hanno età compresa tra 1 e 86 anni. La località con più nuovi casi è Pescara (17), seguita da L’Aquila e Montesilvano (15). A livello provinciale l’incremento più consistente si registra nel Pescarese (+51), seguito dal Chietino (+32), dall’Aquilano (+27) e dal Teramano (+25).
Alla luce dei dati odierni l’incidenza settimanale dei contagi per centomila abitanti aumenta di sei punti e passa da 28 a 34. A livello territoriale, in testa, per incidenza, c’è la provincia di Pescara, con un dato che aumenta di otto punti in 24 ore e arriva a 47. Seguono il Teramano (incidenza a 30), l’Aquilano (28) e il Chietino (27).
Il tasso di ospedalizzazione resta lontano dalle soglie di allarme: è allo 0% per le terapie intensive e al 2% per l’area medica. Le 26 persone ricoverate sono tutte in area non critica (+2). Gli attualmente positivi sono 1.299 (+99). In aumento i pazienti in isolamento domiciliare, che sono 1.273 (+97). I guariti sono 72.133 (+42). Non si registrano decessi: il bilancio delle vittime è fermo a 2.514.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Anche Bocelli al maxi-concerto di Central Park
Pubblico vaccinato per Simon, Springsteen, Santana il 21 agosto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
28 luglio 2021
15:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ci sarà anche Andrea Bocelli assieme a Paul Simon, Bruce Springsteen, Carlos Santana e tanti altri vip della musica a celebrare a Central Park l’uscita di New York dal Covid: un traguardo confermato dal sindaco Bill de Blasio a dispetto dell’aumento dei contagi nella Grande Mela spinti dalla variante Delta (+127% in 14 giorni) e della marcia indietro dei Cdc, le autorità sanitarie federali, sulle mascherine. De Blasio ha annunciato la scaletta della serata del 21 agosto a cui potrà accedere esclusivamente un pubblico di vaccinati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Vogliamo che sia un concerto per il popolo”, ha detto il sindaco, annunciando anche il nome dell’evento, “We Love NYC: The Homecoming Concert”, trasmesso anche sulla Cnn dal Great Lawn, il grande tappeto verde teatro di picnic e celebri concerti all’aperto: “Ma voglio anche essere chiaro: dovrà essere un concerto sicuro. Così se volete partecipare, dovrete dimostrare di aver avuto il vaccino”. La lineup comprende una antologia di generi e stili interpretati da icone della musica tra cui anche i Killers, Earth, Wind & Fire, Wyclef Jean, Barry Manilow, Jennifer Hudson e Patti Smith. Ci saranno Elvis Costello e Cynthia Erivo, ma anche la Filarmonica di New York: sotto il palco, mentre sul Great Lawn scenderà la sera, si raduneranno circa 60 mila persone.
Per Bocelli quello del 21 agosto è un grande ritorno: dieci anni fa il concerto One Night in Central Park dedicato a Luciano Pavarotti siglò il suo successo globale consacrandolo come una superstar.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, riceve vaccino con siringa senza ago, ‘non ho sentito nulla’
Utilizzata nell’hub di Messina, è la prima volta in Europa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MESSINA
28 luglio 2021
15:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Incredibile, non ho sentito alcunché”. Così la giovane messinese Anna sulla somministrazione del vaccino con il Nfit, siringa senza ago che inocula ad alta velocità nel braccio, in pochi attimi e senza dolore, il siero.
Il dispositivo medico, adatto soprattutto agli ‘agofobici’, denominato Comfort-in, già certificato dall’Unione Europea e utilizzato per altre patologie, è stato utilizzato per la prima volta nel Continente per la somministrazione di un vaccino anti Covid nell’hub Fiera di Messina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La Città dello Stretto – ha detto Alberto Firenze, commissario per l’emergenza Covid – diventa pioniera di un nuovo sistema di inoculazione delle dosi vaccinali. Un modo per convincere le persone che temono la puntura ad aderire alla campagna vaccinale che ormai ha raggiunto numeri e traguardi importanti, specialmente nella provincia di Messina. Oggi c’è un motivo in più per ricevere il vaccino. Il vaccino senza ago in un primo momento sarà possibile farlo nell’Hub Fiera, ma poi lo estenderemo anche in altri punti”.
Comfort-in elimina totalmente l’ago e consente una somministrazione intramuscolare con un assorbimento totale della sostanza: Messina è la prima città d’Europa ad applicare il metodo già sperimentato in Usa, Australia e India. “Nello specifico il dispositivo si avvale di una siringa monouso detta nozzle sterile e senza ago appunto – ha spiegato Arturo Maravigna, responsabile dell’azienda Gamastech che ha l’esclusiva del Confort-in per tutta l’Europa – in grado di lanciare un getto ad alta velocità nel braccio sostituendo la tradizionale puntura attraverso un microforo di 0,15mm che proietta il farmaco nel corpo umano in meno di 100 millisecondi.
Comfort-in è nato per somministrazioni sub-cutanee o intramuscolari di sostanze medicamentose e garantisce semplicità d’uso, sicurezza, velocità ed efficacia”.   MEDICINA SALUTE E BENESSERE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: in E-R 419 casi, due morti, salgono i ricoveri
In terapia intensiva ci sono quattro pazienti in più di ieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
28 luglio 2021
16:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 419 i nuovi casi di positività al Coronavirus individuati in Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore sulla base di 21.489 eseguiti. Sono morte due persone, due donne di 85 e 92 anni nella provincia di Bologna e si registra un aumento dei ricoveri.

Dei nuovi positivi, 116 sono asintomatici, individuati soprattutto attraverso il contact tracing. I casi attivi sono attualmente 5.622 e anche se la percentuale di chi è in isolamento domiciliare perché non ha bisogno di cure ospedaliere resta alta (96,7%) aumentano i ricoveri: i pazienti in terapia intensiva sono infatti 13, quattro in più di ieri, quelli negli altri reparti Covid 169 (+7). Bologna è la provincia con il numero più alto di contagi (75), ma in relazione al numero degli abitanti le situazioni più preoccupanti restano Rimini (66) e Reggio Emilia (60).
La campagna vaccinale, intanto, si avvicina ai 5 milioni di dosi somministrate. Alle 15 erano 2.218.768 le persone che avevano completato il ciclo, più o meno la metà di tutti i residenti in Regione, compresi i non vaccinabili, come gli under 12.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Piemonte senza decessi da 14 giorni, stabili ricoveri
Nuovi positivi sono 150, 66 i guariti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 luglio 2021
16:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quattordicesimo giorno consecutivo senza decessi da Covid-19, in Piemonte, dove nelle ultime 24 ore sono stati registrati 150 nuovi casi di persone positive, l’1,1% dei 13.239 tamponi eseguiti. Gli asintomatici sono 48 (32,0%).

Stabili i ricoveri: sempre tre in terapia intensiva, negli altri reparti sono 68 (+1). Le persone in isolamento domiciliare sono 1.746.(+83), mentre gli attualmente positivi sono 1.817 (+84).
Sessantasei i guariti.
Dall’inizio dell’emergenza, dunque, il Piemonte ha registrato 369.057 contagi, 11.699 decessi e 355.54 guariti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morto De Rienzo: arrestato pusher che gli diede droga
Operazione dei Carabinieri. Fermato è cittadino gambiano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
28 luglio 2021
16:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri hanno proceduto all’arresto del pusher che avrebbe ceduto la droga all’attore Libero De Rienzo, trovato privo di vita nella propria abitazione nelle scorse settimane. Si tratta di un cittadino gambiano colto in flagranza del reato di spaccio nei confronti di diverse persone nella zona di Torre Angela.
L’analisi dei tabulati telefonici ha consentito di individuare la posizione dello spacciatore proprio nei pressi dell’abitazione dell’attore napoletano nel pomeriggio di quel tragico 14 luglio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Campania; 345 nuovi casi, nessuna vittima
Incidenza in lieve aumento, intensive -1, stabili le degenze
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
28 luglio 2021
16:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 345 i nuovi positivi al Covid in Campania, su 8.619 tamponi molecolari eseguiti. Il tasso di incidenza, calcolato senza tenere conto dei test antigenici, è del 4%, in lieve rialzo rispetto al 3,21 di ieri.
Il bollettino odierno dell’Unità di crisi non segnala nuova vittime.
L’occupazione delle terapie intensive è ai minimi (nove posti, uno in meno di ieri) mentre resta stabile quella dei posti di degenza ordinaria, a quota 188.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Dante 2021’, a settembre incontri, spettacoli e concerti
Visco, Mentana, Mogol e Paladino tra ospiti della 10/a edizione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RAVENNA
28 luglio 2021
16:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RAVENNA -Mondo, gente, amore. E ancora: maestro, mente, Beatrice.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono alcune delle parole che ricorrono più frequentemente nella Commedia, quelle a cui Dante si affida per raccontare quanto diventa sempre più indicibile; ciò che “significar per verba/non si poria” (Par, I, 70-71). Eppure Dante raccoglie la sfida, unendo nella sua “alta fantasia” “e cielo e terra”. Una centralità, tra parole e senso, che un festival interamente dedicato al Poeta quale ‘Dante2021’ non può che far propria, cercando sempre nuovi approcci per illuminare, tra ricerca e divulgazione, il cammino che porta a Dante. Promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna con la direzione scientifica dell’Accademia della Crusca, dal 3 all’11 settembre la decima edizione di ‘Dante2021’ proporrà nove giorni di incontri, spettacoli e concerti nel cuore della “città di Dante”. Tra gli ospiti Mimmo Paladino, Azio Corghi, Virginio Gazzolo, Mario Tozzi, Alessandro Haber, Michele Campanella.
Nella giornata conclusiva il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, terrà un discorso sul tema ‘Note sull’economia di Dante e su vicende dei nostri tempi’, Enrico Mentana riceverà il premio Dante-Ravenna 2021 e Mogol il premio Parole e Musica. Il festival, che ha ricevuto il patrocinio e il sostegno del Comitato Nazionale per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante presieduto da Carlo Ossola, “conferma la sua specifica natura di ‘intimo’ e insieme pubblico dialogo col testo di Dante – spiega il direttore artistico Domenico De Martino – Cercheremo di ascoltare insieme Dante con tutta la nostra umanità, tormentata, desiderosa di conoscenza e dubbiosa, spesso peccaminosa, ma moralmente capace di assumere quel sì detto alla vita, di proiettarsi in quella ‘virtù lieta’ che il Poeta pone continuamente davanti alla nostra speranza”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ucciso in piazza: opposizione Voghera, la Giunta se ne vada
La sorella di Youns El Bossettaoui chiede aiuto a Ilaria Cucchi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
28 luglio 2021
16:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pier Ezio Ghezzi, esponente della lista di opposizione Alleanza Civica per Voghera, all’inizio del Consiglio comunale in cui si è parlato dell’arresto dell’assessore autosospeso Massimo Adriatici ai domiciliari per l’uccisione del marocchino Youns El Bossettaoui ha spiegato che fino a ieri la città era ricordata “per la casalinga di Voghera”, ovvero il “simbolo della rispettabilità” e ora sarà invece ricordata come “la città dello sceriffo”. Per Ghezzi, “é fallito il modello di sicurezza della città”.
“Questa giunta – ha detto – non è più rappresentativa, perché non spinge per la comunità, per la solidarietà, è una giunta che deve andarsene e lasciare il posto a una Giunta di Salute pubblica che gestisca con la collaborazione di tutti temi come la sicurezza, il lavoro e una situazione gravissima: altrimenti tanto vale andare ad elezioni adesso”. Ghezzi ha parlato di “fatto gravissimo inaccettabile sul piano delle regole democratiche”.
Intanto la sorella della vittima, Bahija, ha detto che combatterà per avere giustizia come ha fatto Ilaria Cucchi, a cui chiederà aiuto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Zaia, sospensione medici? Adesso si va avanti
Avevamo congelato per attendere Tar, E.R poi situazione chiarita
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VERONA
28 luglio 2021
17:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sulle sospensioni sanitari che non si sono vaccinati “la situazione si è chiarita. Ieri a livello nazionale gli assessori alla salute delle Regioni hanno deciso che si va avanti”.
Così il governatore del Luca Zaia, ha risposto ai cronisti sul proseguimento o meno dell’iter già avviato da alcune Ulss per sospendere dal lavoro i medici no-vax.
“Chiariamo però – ha premesso – Le sospensioni sono attuate dai datori di lavoro, che sono i dg delle Asl, non le decide Zaia o l’assessore Lanzarin. La legge è chiara, prevede l’attivazione di tutta una procedura”. “Noi – ha ricordato il presidente – abbiamo chiesto la sospensione momentanea dei provvedimenti, perchè avevamo avuto notizia che in Emilia Romagna il Tar potesse aver dato la sospensiva ai ricorrenti.
Volevamo vedere la sentenza per vedere qual’era l’errore formale. Poi, ieri, si è chiarita questa situazione”.
“C’è chi si sta vaccinando, attendiamo. L’invito è a non farne una guerra di religione e di fare la vaccinazione, sarebbe un bel segnale”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Unesco: a Firenze entrano S.Miniato e piazzale Michelangelo
Si allarga a collina area patrimonio mondiale dopo il centro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
28 luglio 2021
17:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Abbazia di San Miniato, la Chiesa di San Salvatore al Monte, le Rampe, il Piazzale Michelangelo, il Giardino delle Rose e quello dell’Iris, diventano patrimonio mondiale dell’umanità dell’Unesco.
L’estensione dell’area del centro storico, già contemplata, è stata infatti ratificata dall’Unesco durante la 44/a sessione del Comitato del patrimonio mondiale svoltasi online da Fuzhou (Cina).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Una giornata storica”, ha dichiarato il sindaco Dario Nardella che per primo, insieme a Padre Bernardo Gianni, abate di San Miniato al Monte, aveva annunciato la volontà di chiedere l’inclusione di questa porzione di città all’interno del ‘cuore’ del patrimonio di rilevanza mondiale. “Abbiamo dimostrato lo straordinario valore di quest’area della città – ha aggiunto il sindaco -. San Miniato e tutta la zona della riva sinistra dell’Arno, la splendida veduta dal piazzale, i giardini, le rampe recentemente restaurate e riportate all’originaria bellezza, saranno da oggi annoverate tra le meraviglie del mondo al pari del centro storico cittadino. In tutto Firenze vanterà oltre 530 ettari di zone di inestimabile valore artistico, storico, ambientale. Grazie a quanti hanno creduto fin dall’inizio in questo esito e hanno lavorato senza sosta per arrivarci e in particolare a Carlo Francini, responsabile sito Unesco del Comune”. Per il sindaco “è un successo di tutta la città e dei fiorentini ed è il frutto di tutti gli sforzi di questi sette anni: la pedonalizzazione del Piazzale, il recupero delle rampe del Poggi e delle splendide fontane, il restauro delle scalinate di San Miniato e gli interventi sul cimitero delle Porte Sante. Abbiamo restituito dignità e bellezza ad una porzione dell’immenso patrimonio di Firenze ed oggi il mondo intero ce lo riconosce”. L’assessore alla cultura di Palazzo Vecchio Tommaso Sacchi ha parlato di “grande gioia per Firenze”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 5.696 positivi, 15 vittime, tasso a 2,3%
Calano terapie intensive (-6), + 74 i ricoveri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
28 luglio 2021
17:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 5.696 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 4.552.
Sono invece 15 le vittime in un giorno, numero che fa superare la soglia dei 128mila morti in Italia, mentre ieri i decessi erano stati 24.
E’ di 248.472 il numero dei tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore, ieri erano stati 241.890. Il tasso di positività sale al 2,3%, in aumento rispetto al 1,9% di ieri.
I casi totali nel nostro Paese dall’inizio dell’epidemia raggiungono così quota 4.330.739, mentre i dimessi ed i guariti sono complessivamente 4.128.568, con un incremento giornaliero di 1.827. Gli attualmente positivi si attestano a 74.161, con un incremento di 3.851 unità nelle ultime 24 ore.
In leggero calo i pazienti ricoverati in terapia intensiva che oggi sono 183, 6 in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono invece 1.685, 74 in più rispetto a ieri. Il numero dei decessi dall’inizio dell’emergenza è di 128.010.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La procura di Mantova apre un’inchiesta su De Donno
Per valutare responsabilità di terzi, sequestrati pc e telefoni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MANTOVA
28 luglio 2021
17:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La procura di Mantova ha deciso di procedere con ulteriori indagini, aprendo formalmente un’inchiesta sulla morte di Giuseppe De Donno, l’ex primario di pneumologia dell’ospedale Carlo Poma e padre della terapia anti covid con il plasma iperimmune. De Donno si sarebbe suicidato impiccandosi ed è stato trovato ieri dai familiari nella sua casa di Eremo di Curtatone, ma la procura vuole capire se nel suicidio possano esserci responsabilità di terzi.
Ieri sera i carabinieri e il magistrato hanno sentito i familiari, la moglie e i due figli, mentre sono stati posti sotto sequestro i cellulari e il computer del medico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: gen.Vecciarelli a Giffoni,siamo in campo con passione
Capo Stato maggiore Difesa, Figliuolo? Straordinario ufficiale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GIFFONI VALLE PIANA
28 luglio 2021
18:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Tra le soddisfazioni che ho c’è quella di leggere i dati sulla fiducia degli italiani verso le forze armate: siamo al 72% di fiducia. È evidente come non ci sia frattura tra noi ed i cittadini.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con la pandemia, poi, abbiamo dato un grande contributo a gestire l’emergenza.
Noi ce l’abbiamo messa tutta. In generale, a noi si fa riferimento quando il sistema non riesce a trovare la soluzione.
Noi riusciamo a trovarla non perché abbiamo i mezzi, ma perché abbiamo passione per il nostro Paese”: così il generale Enzo Vecciarelli, Capo di Stato Maggiore della Difesa, ospite quest’oggi di #Giffoni50Plus, in corso a Giffoni Valle Piana (Salerno).
La commozione negli occhi al ricordo delle vicende di Bergamo: “Non vi dico il dolore quella mattina dei camion – ha detto – Per la pandemia abbiamo fatto di tutto: gli ospedali da campo, le camere messe a disposizione per la quarantena, la logistica e poi gli hub per i tamponi e quelli per i vaccini fino al grande hub di Pratica di Mare che sta gestendo la distribuzione dei lotti di vaccini”.
Non si può non ricordare l’opera del generale Figliuolo: “È uno straordinario ufficiale – ha sottolineato Vecciarelli – che faceva il comandante della logistica per l’esercito. La logistica militare differisce da quella civile perché prevede manutenzione e ripristino dei mezzi. Ecco, in questo caso ci stiamo occupando di rimettere in sesto le persone e mi pare che lo stiamo facendo molto bene”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nuova esplosione sullo Stromboli
Registrato incremento del tremore vulcanico
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
28 luglio 2021
18:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nuoiva forte esplosione dello Stromboli. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo ha riferito che alle 15,20 la rete di monitoraggio ha registrato un evento esplosivo energeticamente più intenso rispetto all’ordinario nel settore della terrazza craterica Centrale/Centro-Sud.
I prodotti dell’attività esplosiva si sono dispersi radialmente nell’area della terrazza craterica con ricaduta lungo la Sciara del Fuoco ed l’area del Pizzo. Dal punto di vista sismico l’evento esplosivo è stato ben visibile a tutte le stazioni sismiche di Stromboli. Per quanto riguarda l’ampiezza del tremore vulcanico si è osservato un incremento. A distanza di qualche ora l’attività si è normalizzata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Venezia, alle Giornate Autori l’ultimo Libero De Rienzo
Nel cast di ‘Una relazione’ di Sardo, sezione Notti veneziane
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
28 luglio 2021
20:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ultima interpretazione di Libero De Rienzo, l’attore trovato morto nella sua abitazione romana il 15 luglio, si vedrà alle Giornate degli Autori a Venezia. L’artista è nel cast di Una relazione, il film di Stefano Sardo con Guido Caprino e Elena Radonicich, che sarà presentato nella sezione Notti Veneziane.
De Rienzo è Luca, uno degli amici della coppia formata da Tommaso (Caprino) e Alice (Radonicich) – non sposati e senza figli, lui musicista, lei attrice, entrambi senza successo – che annunciano l’intenzione di lasciarsi in modo graduale, restando amici in modo naturale.
Scritto da Stefano Sardo con Valentina Gaia, prodotto da Ascent Film e Nightswim in coproduzione con La Onda, in collaborazione con Amazon Prime Video e Rai Cinema, con il contributo del Mic – Direzione generale cinema e audiovisivo e con il sostegno della Regione Lazio, il film uscirà in sala il 13, 14 e 15 settembre.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: focolaio dopo nozze, 20 contagi, decine in quarantena
Nel Fiorentino numero destinato a salire, tracing in corso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
28 luglio 2021
20:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un focolaio Covid è scoppiato dopo una festa di nozze in Toscana, tenutasi a Tavarnelle Val di Pesa (Firenze). Secondo quanto spiegato dalla Asl Toscana Centro, al momento sono 20 i casi accertati di positività tra gli ospiti del ricevimento ma non viene escluso che il numero possa salire nei prossimi giorni.
Ci sono inoltre alcune decine di persone che sono state individuate dalla Asl come contatti dei casi positivi e che sono state poste in regime di quarantena. “La situazione è sotto controllo – rassicura il sindaco David Baroncelli – e sotto attento monitoraggio”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Francia quasi 1000 i pazienti in rianimazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
28 luglio 2021
21:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono quasi mille le persone affette da una forma grave di covid-19 in cura oggi nei reparti specializzati in Francia, stando alle autorità sanitarie, un dato che attesta quindi un’impennata di contagi. Sono 992 i malati ricoverati oggi in rianimazione, ieri erano 978 e 859 una settimana fa, con 91 nuovi ricoveri da martedì.
Le cifre riguardanti i ricoveri in generale sono andate crescendo negli ultimi giorni, con 7.208 pazienti contati oggi, rispetto ai 7.137 di ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Manifestazione no vax sotto casa sindaco Pesaro
Ricci,squadristi, libertà non sapete cosa sia.Seguire Mattarella
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
28 luglio 2021
23:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Manifestazione no vax stasera sotto casa del sindaco di Pesaro Matteo Ricci, presidente di Ali e coordinatore dei sindaci Pd, con decine di persone urlanti sotto il balcone in pieno centro storico. “Da non credere – il commento del primo cittadino, che ha postato una foto dei manifestanti su facebook -.
E io non ci sono neanche a casa, con famiglia e figli increduli e spaventati. Siete degli squadristi, vergogna. La libertà non sapete nemmeno cosa sia. Vaccinarsi è un dovere civico e morale – ha ricordato Ricci -, come ha detto anche il presidente Mattarella”.
Molti i commenti di solidarietà a Ricci. Un commento del Comitato Salute e Diritti spiega però che “a Pesaro stasera c’è stata una manifestazione, ma era alla Palla, non era una manifestazione no vax ed è finita alle 21:30. Ci dispiace per lei ma la manifestazione si è svolta pacificamente. Quindi c’erano due manifestazioni stasera? La nostra è stata molto partecipata e ci si è chiesti dove fossero le istituzioni”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Addio a Roberto Calasso, una vita tra i libri editi e scritti
Morto autore di ‘Le nozze di Cadmo e Armonia’ e editore Adelphi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
29 luglio 2021
10:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La figura di Roberto Calasso, scomparso stanotte poco dopo aver compiuto 80 anni, essendo nato il 30 maggio 1941, è di gran rilievo nel nostro panorama culturale, raffinata e, nel suo operare editoriale e letterario, complessa e forse per questo a volte controversa. Per il pubblico dei lettori il suo nome è legato alle scelte e la qualità di una casa editrice come Adelphi, da lui diretta dal 1971 e fondata nel 1965 con l’aiuto di personaggi come Luciano Foa e Bobi Bazlen, cui ha dedicato un libretto di ricordi appena uscito, e alla scrittura di libri impegnativi ma affascinanti come ”Le nozze di Cadmo e Armonia” del 1988, che ha superato le seicentomila copie, cui sono seguiti una ventina di altri titoli, oltre al romanzo ”L’impuro folle”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Assieme alla notizia della sua morte arrivano in libreria anche due suoi nuovi volumetti: ”Bobi”, appunto dedicato a un’amicizia e a un rapporto intellettuale legato anche alla nascita della casa editrice, e ”Memè Scianca”, note sulla sua infanzia fiorentina in una famiglia di intellettuali di rilievo impegnati durante gli anni tragici tra guerra e dopoguerra. Non appare quindi un caso questo ritorno degli inizi, questo andare alle radici, ripreso dopo 70 anni da un primo tentativo autobiografico, come scrive lui stesso, annotando: ”Ciò che ci è più vicino ha bisogno di una via tortuosa per arrivare a mostrarsi”, una via che ha anche bisogno di tempo e più chiara quando il cerchio sta per chiudersi unendo il presente e il passato. Il passato è stato il suo tema di fondo, con i recuperi operati attraverso le scelte della casa editrice certo, ma soprattutto dei suoi libri che sono legati a un passato mitico e storico, occidentale e orientale, rivelandosi però un tentativo culturalmente personalissimo di decifrare il mondo, così che se ne possa anche intravedere il presente attraverso una narrazione letteraria che è stata definita allegorica. Calasso è figlio dei suoi maestri, più volte ribaditi, da Nietzsche a Adorno, da Kafka a Karl Krauss e Walter Benjamin, ma come ha scritto Citati: ”ha attraversato la loro opera, se ne è nutrito fino alle minime cadenze dello stile e della punteggiatura, solo per dimenticarli. Se tutto nella sua mentalità e nella sua educazione lo predisponeva ad essere un saggista filosofico, il caso, gli astri o altri libri hanno voluto che egli diventasse molto di più: uno scrittore”. Ecco ”Le nozze di Cadmo e Armonia” in cui gli Dei scendono tra gli uomini per partecipare all’evento e nel racconto si inanellano e legano racconti come il rapimento di Europa da parte di Zeus o l’abbandono di Arianna a Nasso da parte di Teseo, la vita a Atene e Sparta e tanto altro con personaggi che vanno da Achille a Oreste, da Pentesilea a Demetra, sino a Ulisse. E Calasso annota: ”Da secoli si parla dei miti greci come se fossero qualcosa da ritrovare. In verità sono quelle favole che aspettano ancora di risvegliarci ed essere viste, come un albero davanti all’occhio che si riapre”. Un narrare intrecciando storie e epoche, sovrapponendo piani temporali, tanto che Calvino, a proposito de ”La rovina di Kasch”, affermava che il libro ”tratta di due argomenti: il primo e Talleyrand, il secondo è tutto il resto”, ieri, oggi, il mondo. Se quindi c’è chi ha accusato Calasso di rifugiarsi nel passato evitando il presente, ecco che la studiosa Elena Sbrojavacca dichiara che ”Calasso è affascinato dalla modernità, sempre al centro dei suoi interessi. La modernità è per Calasso il tempo della ‘Letteratura dell’assoluto’ (come intitola il saggio che gli ha appena dedicato), cioè il tempo in cui la letteratura investe lo spazio lasciato vuoto dal tramonto del sacro, dei riti, e diventa un’alternativa alla nuova religione costituita dalla società”. Per queste ragioni i suoi libri sono sempre opere complesse e, pur avendo quindi ognuno un tema o un personaggio centrale, è difficile dire nel particolare di cosa parlino non perché divaghino ma per quel seguire una logica interna che non conosce confini, con un discorso che ne attira un altro e gioca per rimandi e sovrapposizioni. Ed questo che permette all’autore di dire che tutti i suoi libri sono capitoli di un’unica opera, che assomiglia a un albero che cresce e si dirama in molteplici e imprevedibili direzioni, da i due titoli citati a ”Ka” (1996), in cui affronta i Veda indiani e Budda, a ”K.” (2002) sull’opera di Kafka; da ”Il rosa Tiepolo” (2006) sul pittore a ”Il Cacciatore Celeste” (2016), sino a ”Il libro di tutti i libri” (2019) per citarne alcuni, oltre ai saggi letterari de ”I quarantanove gradini” (1991) che inizia proponendo la tesi di Nietzsche su ”come il ‘mondo vero’ finì per diventare favola”, e si conclude con un intervento su quel terrore delle favole che sta sul fondo della disputa teologica di Platone contro Omero e ancora oggi opera fra le quinte della nostra mente. La camera ardente di Calasso sarà allestita domani nella sede della sua Adelphi, a Milano, che con il sindaco Beppe Sala piange “un pilastro sui cui la nostra comunità può costruire il futuro”. Dal ministro Dario Franceschini al presidente dell’Aie Ricardo Franco Levi, il mondo della cultura rende omaggio a un intellettuale che ha segnato il ‘900, “figura carismatica e coraggiosa” nel ricordo del Salone del Libro. “Per noi che rimaniamo qui, orfani di te e figli dei tuoi libri, rimarrai nella Mente. Come dicevi tu”, dice Elisabetta Sgarbi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Gimbe,in 7 giorni morti crescono del 46%, è 4/a ondata
+65% casi settimanali, più ricoveri e intensive, cala il testing
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
29 luglio 2021
11:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dai casi ai decessi, passando per i ricoveri, cresce l’epidemia e “di fatto siamo entrati nella 4/a ondata”. Dopo 15 settimane di calo, tornano a salire le vittime: 111 nell’ultima settimana, sono state il 46% in più rispetto ai 76 della settimana precedente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo rileva il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe relativo alla settimana 21-27 luglio 2021, che vede un incremento settimanale del 64,8% di nuovi casi (31.963 rispetto 19.390), un aumento del 42,9% di persone in isolamento (68.510 rispetto a 47.951), un aumento del 34,9% di ricoveri con sintomi (1.611 rispetto a 1.194) e del 14,5% delle terapie intensive.
In tutte le Regioni eccetto il Molise si rileva un incremento percentuale dei nuovi casi e in 40 Province l’incidenza supera i 50 casi per 100.000 abitanti. Tre Province fanno registrare oltre 150 casi per 100.000 abitanti: Caltanissetta (272), Cagliari (257) e Ragusa (193). Il virus, inoltre, “circola più di quanto documentato dai nuovi casi identificati”, dichiara Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, “a causa dell’insufficiente attività di testing e dalla mancata ripresa del tracciamento dei contatti, reso sempre più difficile dall’aumento dei positivi”. Infatti, a fronte ad un’impennata del rapporto positivi/persone testate (dall’1,8% della settimana 30 giugno-6 luglio al 9,1% di quella 21-27 luglio) la media dei nuovi casi ha subito una flessione nell’ultima settimana. Si conferma infine un lieve incremento dei ricoveri che documenta l’impatto ospedaliero della variante delta: il numero di posti letto occupati da pazienti Covid in area medica è passato dai 1.088 del 16 luglio ai 1.611 del 27 luglio e quello delle terapie intensive dai 151 del 14 luglio ai 189 del 27 luglio, anche se le percentuali rimangono basse, con tutte le Regioni che registrano molto valori inferiori al 15% per l’area medica e al 10% per l’area critica.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alluvione in Germania, oltre 42.000 bottiglie acqua da Fvg
Iniziativa solidarietà da Goccia di Carnia e Ceccarelli Group
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
29 luglio 2021
11:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre 42.000 bottigliette d’acqua potabile spedite dal Fvg sono giunte questa mattina alla popolazione tedesca colpita dalle disastrose alluvioni che nei giorni scorsi hanno provocato oltre 160 morti nelle regioni Renania Palatinato e Nordreno-Vestfalia. E’ l’esito di un’iniziativa congiunta di solidarietà realizzata dalle aziende friulane Ceccarelli Group (trasporti) e Goccia di Carnia (beverage), che si sono attivate per dare un aiuto alle popolazioni in difficoltà, dopo essersi informate sulle reali necessità in loco.
Il trasporto organizzato è di 24 tonnellate, hanno riferito attraverso una nota l’ad di Goccia di Carnia Samuele Pontisso e il presidente di Ceccarelli Group Luca Ceccarelli, ossia “il massimo di peso consentito per poter uscire dall’Italia con carichi standard”. Messa in moto la macchina organizzativa, la spedizione di Ceccarelli è partita alla volta di Meckenheim, località nei cui centri di smistamento le bottigliette d’acqua sono giunte oggi e da dove saranno distribuite in diverse aree circostanti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Zaki, continuerò a combattere finché non torno a Bologna
Lettera a fidanzata pubblicata da pagina social ‘Patrick Libero’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
29 luglio 2021
12:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Combatterò finché non tornerò a studiare a Bologna”. Lo afferma Patrick Zaki in una lettera alla fidanzata pubblicata dalla pagina social ‘Patrick Libero’ e consegnata alla famiglia durante una visita nel carcere egiziano dove lo studente è detenuto.
“La mia indagine è ripresa, il che potrebbe significare che un giorno andrò in tribunale e avrò un processo e questo è molto peggio di quanto mi aspettassi. Dopo un anno e mezzo, non potevo fare a meno di pensare che avrò presto la mia libertà, ma ora è chiaro che non accadrà presto”, dice ancora.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pm chiede archiviazione per mamma dj, si è suicidata
Non si esclude gesto estremo per morte del piccolo Gioele
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PATTI
29 luglio 2021
13:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Viviana Parisi si è suicidata e la morte del figlio Gioele potrebbe essere legato a un gesto drammatico della donna, anche se non c’è certezza assoluta su quest’ultima ipotesi. E’ la ricostruzione della morte della Dj e del bambino nelle campagne di Caronia, nel Messinese, del procuratore di Patti, Angelo Cavallo, che ha chiesto al Gip l’archiviazione dell’inchiesta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il fascicolo era aperto contro ignoti. “E’ possibile affermare, con assoluta certezza – spiega il procuratore di Patti in una nota – come nella vicenda in esame non sia configurabile alcuna responsabilità dolosa o colposa, diretta o indiretta, a carico di soggetti terzi. Nessun soggetto estraneo ha avuto un ruolo, neanche marginale, mediato o indiretto, nella causazione degli eventi”. Secondo la ricostruzione del magistrato, dopo analisi e accertamenti a 360 gradi, “l’intera vicenda, in realtà, è ascrivibile in modo esclusivo alle circostanze di tempo e di luogo, al comportamento ed alle condotte poste in essere da Viviana Parisi e al suo precario stato di salute, purtroppo non compreso sino in fondo, in primo luogo da parte dei suoi familiari più stretti”. Le indagini hanno dimostrato, secondo la Procura, che la donna, “subito dopo l’incidente in galleria, una volta uscita dall’autovettura e recuperato Gioele, si sia volontariamente allontanata insieme al suo bambino dalla sede autostradale, nascondendosi tra la fitta vegetazione esistente sul bordo autostrada, non rispondendo ai richiami delle persone che pure la stavano cercando”. “Tutte le indagini tecniche svolte (indagini cinematiche, medico – legali, genetiche, veterinarie, etc.) – aggiunge il procuratore – hanno permesso di accertare come Viviana, senza ombra di alcun dubbio, si sia volontariamente lanciata dal traliccio dell’alta tensione, con chiaro ed innegabile intento suicidario”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rogo Oristanese: da Roma gli specialisti dei carabinieri
Inchieste Procura separate, individuato responsabile altro rogo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
29 luglio 2021
13:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sarà un gruppo di carabinieri specializzati negli incendi boschivi a coadiuvare le indagini del Corpo forestale sul gigantesco rogo che ha devastato il Montiferru, nell’Oristanese, negli ultimi giorni.
Il Comando Generale dell’Arma ha infatti messo a disposizione una squadra specializzata di militari dell’Arma che rientrano nell’ambito dei Carabinieri forestali, in arrivo da Roma, che si occuperanno, insieme al Nucleo investigativo regionale e provinciale del Corpo forestale di repertare e analizzare gli elementi utili a ricostruire tutte le fasi del gigantesco rogo per il quale la Procura di Oristano ha aperto un fascicolo per incendio colposo aggravato dal rischio per gli edifici e dal danno grave persistente all’ambiente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il rogo ha percorso circa 50 chilometri, devastando oltre 20mila ettari di territorio.
Ma la Procura di Oristano e il Nucleo investigativo regionale del corpo forestale lavorano anche su altri tre incendi scoppiati nelle ore successive a quello divampato nel Montiferru. Si tratta di roghi diversi e in questo caso gli inquirenti sono sicuri che dietro questi ultimi tre eventi, separati dal rogo principale del Montiferru, ci sia la mano dell’uomo. Si tratta dei roghi scoppiati a Usellus-Villurbana, Seneghe e Cabras. In questo caso l’ipotesi è dolosa.
In particolare per il rogo di Villaurbana gli investigatori sarebbero vicini a individuare l’autore.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

‘Vaccinata con 4 dosi’, muore anziana ricoverata per ictus
Indagine della Procura Pavia dopo la denuncia dei figli
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PAVIA
29 luglio 2021
14:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ morta a 81 anni nel reparto di neuro-riabilitazione dell’Istituto Maugeri di Pavia, dove era ricoverata da metà aprile dopo un ictus. Poco prima che morisse, i suoi due figli hanno scoperto che la loro madre è stata vaccinata contro il Covid durante il ricovero alla Maugeri, con due dosi di Moderna il 26 maggio e il 5 luglio.
Ma l’anziana, sostengono i figli, aveva già ricevuto il vaccino (due dosi di Pfizer) prima di ammalarsi, il 4 e il 25 marzo.
I figli hanno presentato una denuncia ai carabinieri e il sostituto procuratore Valeria Biscottini, a cui sono state affidate le indagini, ha disposto che venga effettuata l’autopsia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ricci, non mi intimidiscono, vaccinarsi è un dovere
Sindaco Pesaro, denuncio tutti. Ho scritto a ministro Lamorgese
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PESARO
29 luglio 2021
15:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Se “volevano intimidirmi hanno avuto l’effetto contrario”: così il sindaco di Pesaro Matteo Ricci dopo le manifestazioni ieri sera dei no pass sotto casa sua. “Lo ha detto anche Mattarella – dice il primo cittadino in un video pubblicato sui social -, vaccinarsi è un dovere.
il Green Pass è uno strumento utile per incentivare la vaccinazione, per garantire la sicurezza sanitaria e anche la ripresa economica, perché noi non vogliamo più richiudere, vogliamo andare avanti con la stagione turistica, con la crescita nel Paese e nella nostra città”. Il primo cittadino annuncia azioni legali contro i manifestanti: “i social sono pieni di foto e video, il leader del movimento IOapro ha fatto anche una diretta Instagram sotto casa mia” . E annuncia di avere scritto al ministro dell’Interno Lamorgese, perché la gestione dell’ordine pubblico è stata “inadeguata”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ex Cardinale McCarrick incriminato per pedofilia
Più alto prelato Usa,ora spretato dal Papa,a rispondere su abusi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
29 luglio 2021
18:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
e artigianalità Italiana.
Configura la tua.
L’ex cardinale americano Theodore McCarrick è stato incriminato per pedofilia in Massachusetts. E’ il più alto prelato negli Usa che finisce nei guai con la giustizia per un caso di abusi sessuali su un minore.
Lo riporta il Boston Globe.
McCarrick è stato accusato di aver aggredito sessualmente un ragazzo che allora aveva 16 anni. L’abuso sarebbe avvenuto negli anni Settanta, durante un ricevimento nuziale al Wellesley College, un ateneo femminile del Massachusetts. L’ex cardinale, uno dei prelati più in vista della Chiesa cattolica negli Usa, era stato ridotto allo stato laicale nel 2019 per abusi omosessuali su adulti e minori. Nel 2018 era stato rimosso dal ministero pubblico e si era poi dimesso dal collegio cardinalizio. Non era mai però finora finito nei guai con la giustizia penale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 6.171 positivi, 19 vittime
224.790 test, tasso positività salito al 2,7%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
29 luglio 2021
17:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tornano a crescere i positivi in Italia nelle ultime 24 ore. Sono 6.171 quelli individuati dai test Covid secondo i dati del ministero della Salute.
Ieri erano stati 5.696. Sono invece 19 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 15. Sono 224.790 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati . Ieri erano stati 248.472. Il tasso di positività è del 2,7%, in aumento rispetto al 2,3% di ieri.
Secondo i dati odierni sono 194 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 11 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono stati 20. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.730, 45 in più rispetto a ieri. I casi in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 4.336.906, i morti 128.029. I dimessi ed i guariti sono invece 4.130.393, con un incremento di 1.825 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 78.484, in aumento di 4.323 unità nelle ultime 24 ore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Riccardi, 96 contagi e 2 persone in terapia intensiva
Il 55% dei nuovi positivi ha meno di 29 anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
29 luglio 2021
17:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi in Friuli Venezia Giulia su 3.895 tamponi molecolari sono stati rilevati 82 nuovi contagi con una percentuale di positività del 2,11%. Sono inoltre 1.786 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 14 casi (0,78%).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nella giornata odierna non si registrano decessi; ci sono 2 persone ricoverata in terapia intensiva, mentre i pazienti in altri reparti rimangono 10. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute Riccardo Riccardi, il quale ha evidenziato che dall’analisi dei dati a disposizione emerge che il 55 per cento dei nuovi contagi riguarda persone al di sotto dei 29 anni.
I decessi complessivamente ammontano a 3.790, con la seguente suddivisione territoriale: 813 a Trieste, 2.012 a Udine, 672 a Pordenone e 293 a Gorizia. I totalmente guariti sono 103.437, i clinicamente guariti 33, mentre le persone in isolamento risultano essere 578.
Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 107.850 persone con la seguente suddivisione territoriale: 21.396 a Trieste, 50.578 a Udine, 21.328 a Pordenone, 13.132 a Gorizia (il totale è stato ridotto di uno dopo la revisione di un caso) e 1.416 da fuori regione.
Per quanto riguarda il Sistema sanitario regionale, all’interno dell’Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale sono state rilevate le positività di un infermiere e di un tecnico radiologo, mentre all’Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina è risultato positivo un infermiere. Non risultano esserci stati contagio tra gli ospiti delle strutture residenziali per anziani, mentre è stato rilevato un caso di positività tra gli operatori delle stesse.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rogo Oristanese: fiamme riprendono vigore,in azione Canadair
Scoppia un vasto incendio anche a Sagama
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
29 luglio 2021
19:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non è ancora stato del tutto bonificato il gigantesco rogo che ha devastato il Montiferru, nell’Oristanese, negli ultimi sei giorni.
Le squadre a terra di Corpo forestale, Protezione civile, Vigili del fuoco e volontari stanno lavorando per bonificare le varie zone e per spegnere alcuni focolai che si sono riaccesi nel corso della giornata.
In loro aiuto ci sono anche cinque elicotteri e quattro Canadair.
Nelle ultime ore i Vigili del fuoco di Oristano hanno lavorato soprattutto nella zona artigianale di Santu Lussurgiu per evitare che le fiamme si propagassero verso Abbasanta.
Un vasto incendio è divampato anche nella zona di Sagama, sempre nell’Oristanese, dove accanto alle squadre a terra stanno intervenendo tre elicotteri della flotta regionale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Week end al cinema, tra Jungle Cruise e Agente 117
In sala anche lo sceriffo Kevin Costner e l’horror The Talk
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
29 luglio 2021
20:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I cinque film che escono questa settimana nelle sale confermano il momento di grande incertezza della distribuzione, tra speranza di rilancio e timori rispetto alle modalità d’accesso con l’avvento del Green Pass obbligatorio. Nell’attesa si può dire che restano confermate le tendenze dell’ultimo periodo: titoli adatti essenzialmente al pubblico giovanile che si ritrova nel multiplex.
POSSESSION di Albert Pintò e Phil Grabsky con Begoña Vargas, Iván Marcos, Bea Segura, Sergio Castellanos, José Luis de Madariaga, Iván Renedo, Conchita Velasco, Javier Botet, María Ballesteros, Rosa Alvarez, Almudena Salort.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La struttura del racconto oscilla tra l’horror di grande impatto e un sottofondo di stampo politico perché la storia è ambientata nella Spagna del 1976, ancora segnata dalla morte del Generalissimo Franco.
E’ la storia della famiglia Olmedo – composta da Manolo, Candela, i loro tre figli e il nonno malato – che decide di trasferirsi nella capitale nella speranza di una vita migliore.
Sembrerebbe un colpo di fortuna, anche per il basso costo dell’affitto, finché non sparisce misteriosamente il piccolo Rafael e comincia a insinuarsi il dubbio che tra quelle mura si nasconda una presenza maligna…
AGENTE SPECIALE 117 AL SERVIZIO DELLA REPUBBLICA – MISSIONE RIO di Michel Hazanavicius con Jean Dujardin, Louise Monot, Rüdiger Vogler, Alex Lutz, Reem Kherici, Pierre Bellemare, Ken Samuels, Serge Hazanavicius, Laurent Capelluto, Moon Dailly, Walter Shnorkell, Philippe Herisson, Christelle Cornil, Guillaume Schiffman. Proseguono le sfavillanti (e un po’ cialtrone) avventure spionistiche dell’agente 117 (Jean Dujardin) che rischia ogni volta di mettere a ferro e fuoco il mondo con la sua libera interpretazione del ruolo. Questa volta siamo nel Brasile del 1967 e la missione implica il ritrovamento di un ex gerarca nazista che ha trovato rifugio dall’altra parte del mondo. All’agente 117 viene affiancata una giovane e avvenente collega del Mossad israeliano. Cosa di meglio per una spia che si ritiene infallibile seduttore?
UNO DI NOI di Thomas Besucha con Kevin Costner, Diane Lane, Lesley Manville, Kayli Carter, BooBoo Stewart, Jeffrey Donovan, Will Brittain, Ryan Bruce, Tayden Marks, Greg Lawson. Sceriffo in pensione in un quieto ranch del Montana, George Blackledge vivrebbe contento con la moglie e i due figli. Alla morte improvvisa di uno dei due, l’uomo dedica tutte le sue attenzioni al piccolo nipote che però, insieme alla madre, si trasferisce in Dakota con il nuovo compagno della donna. George non approva la scelta, ma quando i due finiscono nelle grinfie di una gang criminale, ostaggi di una implacabile matriarca, l’ex sceriffo deve ricorrere a tutta la sua esperienza e combattere con ogni mezzo per salvare quella che – nonostante tutto – ritiene la “sua” famiglia.
JUNGLE CRUISE di Jaume Collet- Serra con Dwayne Johnson, Emily Blunt, Jack Whitehall, Paul Giamatti, Edgar Ramirez, Jesse Plemons, Andy Nyman, Quim Gutiérrez. Fanno fortuna a Hollywood i registi ispanici dotati di una buona sensibilità per il thriller e il racconto d’avventura. Qui si segue, all’inizio del secolo scorso, l’intrepida spedizione del capitano Frank che mette la sua piccola nave al servizio di una spedizione naturalistica guidata da due esploratori inglesi, la scienziata Lily e suo fratello McGregor. La coppia è alla ricerca di un mitico albero che possiede straordinarie proprietà curative: l’Albero della Vita. La scoperta dell’arbusto potrebbe cambiare il futuro della medicina e salvare le sorti dell’umanità. Oltre ai pericoli del Rio delle Amazzoni, la spedizione dovrà guardarsi da una missione tedesca, decisa ad arrivare alla fantastica scoperta per prima, con tutti i mezzi.
THEY TALK di Giorgio Bruno con Jonathan Tufvesson, Rocio Munoz Morales, Sydney White, Margaux Billard, Hal Yamanouchi, Aaron Stielstra, Aciel Martinez Pol, Ludovico Benedetti, Stefania Montesolaro. E’ una delle migliori sorprese dell’estate nel campo della pura evasione di stampo horror. Durante le riprese di un documentario, il tecnico del suono Alex capta dei suoni, forse non umani, che sembrano preannunciare un imminente pericolo. Risoluto a sciogliere il mistero, l’uomo fruga nel proprio passato, ritrovando la bella Amanda con cui condivide un segreto che sembrava perso nel passato. Ma quelle voci che risuonano nella sua testa, non lo stanno forse avvisando che è proprio Amanda il pericolo da cui stare in guardia? Il genere qui si mescola a una originale riflessione su ciò che captiamo oltre la sfera del razionale e il risultato è sorprendente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incendio a Portella della Ginestra, luogo strage del ’47
Cgil, ‘distrutto simbolo delle lotte dei lavoratori’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
29 luglio 2021
20:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Portella della Ginestra è distrutta. Brucia il luogo simbolo delle lotte dei lavoratori dove si festeggia il Primo maggio fin dai tempi di Nicola Barbato”, tra i fondatori dei Fasci siciliani dei lavoratori.

Così il segretario generale Cgil Palermo Mario Ridulfo e i segretari generali Flai Palermo e Sicilia Dario Fazzese e Tonino Russo. Portella della Ginestra, nel Comune di Piana degli Albanesi, è il luogo dove la banda di Salvatore Giuliano, l’1 maggio 1947, compì la strage che uccise 11 persone.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Procuratore Greco attacca pm Storari, ‘slealtà e menzogne’
Alla vigilia dell’udienza al Csm in lettera a pubblici ministeri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
29 luglio 2021
21:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Altro è difendersi, altro è lanciare gravi ed infondate accuse, dopo essere venuti meno ai più elementari principi di lealtà nei confronti di chi ha la responsabilità di dirigere un ufficio, non astenendosi, tra l’altro, da una indagine su un fatto in cui si è personalmente coinvolti”. Così in una lettera inviata per mail ai pm della Procura di Milano il procuratore Francesco Greco ‘attacca’ il pm Paolo Storari alla vigilia dell’udienza in commissione disciplinare del Csm che dovrà decidere sulla richiesta di trasferimento cautelare.
“Le tante menzogne, calunnie e diffamazioni sono e saranno attentamente denunciate”, scrive ancora.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Esodo, chilometri di coda di notte tra Firenze e Val d’Arno
Chiusure per lavori in A1, caos partenze e mezzi pesanti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 luglio 2021
07:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una coda di almeno 10 chilometri si è formata nella notte sulla statale 69 della Val d’Arno a poche ore dall’annunciata riapertura del tratto autostradale Firenze sud-Incisa da tempo interessata da lavori per la realizzazione della terza corsia. Molti i disagi, soprattutto per quanti stavano cercando di raggiungere l’aeroporto di Firenze per partire per le vacanze estive, rimasti imbottigliati per ore tra gli svincoli delle uscite obbligatorie e sulla statale.

I lavori, in corso da tempo, sono praticamente finiti e la riapertura del tratto nei due sensi era previsto per le 6 di questa mattina ma l’anticipo delle partenze, favorito anche dal caldo di questi giorni, si è accavallato con un traffico di mezzi pesanti particolarmente intenso, in vista dei divieti annunciati per i prossimi giorni.
Al momento Autostrade riferisce di tre chilometri di incolonnamenti tra Valdarno e il casello di Incisa verso Firenze. La polizia stradale segnala poi almeno dieci chilometri di coda sulla statale, dove in alcuni tratti i mezzi pesanti hanno completamente bloccato il traffico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: 5 sbarchi durante la notte a Lampedusa
Approdati altri 65 dopo gli 875 di ieri, in gran parte tunisini
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LAMPEDUSA
30 luglio 2021
08:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 65 i migranti approdati a Lampedusa, dopo la mezzanotte con 5 diversi barchini. Ieri, nell’arco di 24 ore, con un totale di 27 sbarchi erano giunti invece 875 migranti, in gran parte tunisini.
L’ultimo sbarco, in tarda serata, ha riguardato 16 migranti che sono riusciti ad arrivare direttamente a Cala Pisana. A bloccare il gruppo, sequestrando il gommone di 5 metri, è stata la guardia di finanza.
Poco dopo mezzanotte, la motovedetta dei carabinieri CC N801 ha trasferito sul molo Favaloro 15 tunisini intercettati a bordo di un’imbarcazione di 6 metri e poi altri 9 che sono stati bloccati a un miglio dal porto. Alle 3, sempre i carabinieri hanno bloccato 20 subsahariani, fra cui 5 donne e 3 minori, a Cala Croce. L’imbarcazione di 8 metri è stata ritrovata e sequestrata. Alle 4, la motovedetta della guardia di finanza ha sbarcato 13 uomini che erano stati intercettati a poca distanza dalla baia di Cala Croce; infine un’ora dopo la motovedetta Cp319 della Capitaneria ha portato al molo Favarolo atri 8 tunisini.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: 1.192 all’hotspot di Lampedusa, struttura in tilt
Nonostante i trasferimenti con il traghetto e su navi quarantena
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LAMPEDUSA
30 luglio 2021
08:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 1.192 i migranti ospiti dell’hotspot di Lampedusa. Nonostante i diversi trasferimenti, con il traghetto di linea e sulle navi quarantena, la struttura di primissima accoglienza, con una capienza massima di soli 250 posti, è nuovamente al collasso.
Nelle ultime ore sono stati trasferiti 6 tunisini sulla nave quarantena Adriatico che li condurrà a Porto Empedocle e 115 sulla Azzurra che li sbarcherà a Siracusa. Per oggi, secondo le disposizioni della prefettura di Agrigento, che opera con il coordinamento del ministero dell’Interno, è previsto l’imbarco di 110 migranti sul traghetto di linea per Porto Empedocle e di altri 50 tunisini su una motovedetta della Capitaneria che si dirigerà verso Pozzallo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: festa in discoteca, polizia chiude locale per 75 giorni
Provvedimento Questore Pordenone, proposta revoca licenza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
30 luglio 2021
09:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La discoteca “Papi on the Beach” di Roveredo in Piano (Pordenone), dove si è sviluppato un focolaio di Covid – forse il maggiore in Friuli Venezia Giulia – in seguito a una festa svoltasi il 17 luglio, resterà chiusa per 75 giorni. Lo ha disposto il Questore di Pordenone, Marco Odorisio, sospendendo la licenza.
E’ il secondo provvedimento del genere: il primo, emesso dallo stesso Odorisio, aveva sospeso la licenza per 90 giorni, sempre per ragioni di sicurezza pubblica e sicurezza delle persone. Anche per questa ragione il Questore ha trasmesso al sindaco di Roveredo la proposta di revoca della licenza nei confronti della discoteca.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Onlus procura falsi contratti lavoro a stranieri, un arresto
A Foggia, fino a 800 euro per ottenere documenti per ‘soggiorno’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FOGGIA
30 luglio 2021
09:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Usava l’associazione no profit di cui era titolare, e che formalmente promuoveva l’integrazione degli stranieri, per farsi pagare e produrre falsi contratti di lavoro e locazione di immobili consentendo così a circa 300 cittadini extracomunitari di ottenere il rinnovo o il rilascio del permesso di soggiorno. Il giro d’affari è stato stimato in circa 200mila euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo hanno scoperto i militari del comando provinciale della Guardia di finanza di Foggia che hanno arrestato un cittadino camerunese di 46 anni in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale dauno su richiesta della Procura.
Secondo quanto accertato dalle indagini, gli stranieri si rivolgevano al titolare della onlus, con sede a Lucera (Foggia), al quale versavano tra 400 a 800 euro per ogni pratica. Il titolare della onlus, attraverso compiacenti datori di lavoro, molti dei quali appartenenti alla criminalità locale, predisponeva contratti di lavoro fittizi che, una volta registrati, venivano utilizzati dagli extracomunitari per rinnovare il permesso di soggiorno.
Analogo espediente, sempre dietro pagamento, veniva utilizzato per ottenere la residenza anagrafica: attraverso compiacenti proprietari di immobili, venivano stipulati falsi contratti di locazione. A volte era lo stesso titolare dell’associazione no profit a predisporre i falsi contratti di locazione e di lavoro all’insaputa dei diretti interessati (locatori e datori di lavoro), tanto che i malcapitati ricevevano richieste di pagamenti sia dall’Agenzia delle entrate che dall’Inps.
Nell’ambito dell’indagine sono state segnalate alla Procura 269 persone 254 delle quali per aver comunicato sia falsi rapporti di lavoro sia falsi contratti di locazione. I cittadini extracomunitari che hanno utilizzato documenti falsi saranno segnalati all’Ufficio immigrazione per la revoca dei permessi ottenuti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rogo Oristanese: Canadair in volo tra Cuglieri e S.Lussurgiu
Procedono bonifiche e spegnimenti focolai attivi dopo 7 giorni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
30 luglio 2021
09:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono riprese questa mattina all’alba le operazioni di bonifica e di spegnimento dei focolai ancora attivi del gigantesco rogo che dal 23 luglio scorso, da ormai sette giorni, devasta il Montiferru, nell’Oristanese. Le squadre a terra di Protezione civile, Corpo forestale e volontari stanno lavorando ancora nell’area montana tra Cuglieri e Santu Lussurgiu, dove sino alla scorsa settimana sorgeva una delle zone boscate più grandi dell’Isola.
In volo, in loro aiuto, ci sono già due elicotteri della flotta regionale e due Canadair, un terzo è già quasi arrivato sull’obiettivo.
Si lavora per mettere in sicurezza la vastissima area percorsa dal fuoco negli ultimi giorni, spegnendo ogni minimo focolaio ancora attivo, bonificando passo passo ogni area per evitare che con il caldo e l’arrivo del vento le fiamme possano prendere vita e bruciare le zone non ancora toccate dal fuoco.
Oggi, infatti, sono previste temperature massime fino ai 40 gradi e è stata diramata una nuova allerta per pericolo alto di incendi, che interessa anche l’Oristanese e in particolare il Montiferru.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Denise: ex pm Angioni a processo per false dichiarazioni
Citazione a giudizio Procura di Marsala, prima udienza il 23/12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MARSALA
30 luglio 2021
09:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Andrà a processo per false dichiarazioni al pubblico ministero l’ex pm di Marsala Maria Angioni, che indagò sulla scomparsa della piccola Denise Pipitone, la bambina sparita il 1 settembre del 2004 a Mazara del Vallo, ed ora è giudice del Lavoro a Sassari. Lo ha deciso la Procura di Marsala che ha disposto la citazione a giudizio del magistrato davanti al Tribunale in composizione monocratica.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La prima udienza del processo, come pubblica La Stampa, si terrà il prossimo 23 dicembre.
L’ex pm era stata sentita dalla Procura di Marsala a sommarie informazioni, quindi come testimone, dopo aver rilevato tentativi di depistaggio dell’inchiesta condotta 17 anni fa sulla scomparsa della bambina, connivenze di forze dell’ordine con i rapitori e falle gravissime negli accertamenti svolti. Convocata dalla Procura aveva confermato le accuse lanciate in tv. Ma le circostanze riferite dall’ex pm, su cui i colleghi marsalesi hanno per settimane indagato, non hanno trovato alcun riscontro. Da qui l’incriminazione per false dichiarazioni a pubblico ministero a cui è seguita una nuova convocazione in Procura, stavolta, in veste di indagata, con un avviso di garanzia. La Angioni aveva chiesto di essere risentita dalla Procura di Marsala, ma non si è poi presentata. L’ex pm all’inizio di luglio ha reso noto di avere “depositato due denunce per reati gravi, in relazione a tutto quanto avvenuto circa la mia posizione processuale”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Disperso in Ogliastra, quarto giorno di ricerche
E’ un 55enne friulano, auto ritrovata sul Supramonte di Baunei
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NUORO
30 luglio 2021
09:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono riprese alle prime luci della giornata odierna le ricerche dell’ingegnere friulano di 55 anni disperso dal 23 luglio nel Supramonte di Baunei, in Ogliastra.
Dopo il ritrovamento della sua auto, le ricerche si sono concentrate nel territorio impervio di “Punta Margiane”.

Impegnate due squadre di soccorso e ricerca dei Vigili del Fuoco di Nuoro che unitamente alle unità TAS (Topografia applicata al soccorso), cinofili e droni costituiscono lo spiegamento di forze in campo. Dell’uomo, domiciliato a Lotzorai, non si hanno più notizie da ormai quattro giorni.
Anche ieri notte i soccorsi hanno perlustrato tra le falesie delle calate di Bidonie e di Su Baddiscru ‘e Piga, con le squadre a terra che con l’ausilio del drone del Soccorso Alpino dotato di camera termica.
Sul posto stanno operando anche i Barracelli, il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, il personale di Forestas, Polizia e Carabinieri della Stazione di Baunei.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Migranti: riprende pattugliamento italo-sloveno, anche droni
Da oggi nelle province di Trieste/Koper e Gorizia/Nova Gorica
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
30 luglio 2021
09:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Riprendono da oggi, nelle provincie di Trieste/Koper (Capodistria; Slovenia) e Gorizia/Nova-Gorica (Slovenia), i pattugliamenti congiunti italo sloveni lungo la comune fascia confinaria, al fine di rafforzare i rispettivi dispositivi di contrasto ai flussi migratori irregolari provenienti dalla rotta balcanica. L’accordo per la ripresa delle pattuglie miste italo-slovene, sopravvenuto a più di un anno dalla sospensione dei servizi congiunti interrotti a causa della pandemia in corso, è stato sottoscritto nei giorni scorsi dalle relative autorità di Polizia di Roma e di Lubiana.

Le pattuglie miste, che opereranno lungo itinerari congiuntamente individuati attraverso una analisi del rischio elaborata dai competenti Uffici territoriali, potranno utilizzare anche strumenti tecnologici, come droni. Lo ha precisato la Questura di Trieste, spiegando che lo scopo principale dei servizi sarà il contrasto al favoreggiamento dell’immigrazione irregolare, ma da questi deriverà, più in generale, anche il potenziamento dell’attività di vigilanza lungo la fascia confinaria, in funzione di contrasto alla criminalità transfrontaliera.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morte bimbo a Rosolini, a giudizio la madre e il compagno
Pm, piccolo di 21 mesi deceduto per lesioni causate dall’uomo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SIRACUSA
30 luglio 2021
10:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Salvatore Blanco, 33 anni, e la compagna Letizia Spatola, 24 anni, madre del piccolo Evan, 21 mesi, deceduto il 17 agosto dello scorso anno all’ospedale Maggiore di Modica (Rg) dove era stato trasferito d’urgenza, sono stati rinviati a giudizio dal Gup del Tribunale di Siracusa per omicidio e maltrattamenti. Il Giudice per l’udienza preliminare non ha accolto la richiesta di rito abbreviato.

Secondo la Procura, Evan sarebbe morto a causa delle lesioni causate dalle violenze inflitte da Blanco nella loro casa, a Rosolini. La Spatola, durante gli interrogatori, ha detto di essere stata succube delle violenze del compagno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incendi: brucia per tutta la notte la Piana degli Albanesi
Roghi nel Palermitano, anche a Petralia e a Misilmeri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
30 luglio 2021
11:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vigili del fuoco e forestali hanno lavorato tutta la notte per spegnere gli incendi divampati ieri tra Piana degli Albanesi, Strasatto Altofonte e San Giuseppe Jato. A Piana le squadre antincendio hanno fatto evacuare per precauzione alcune abitazioni minacciate dalle fiamme.
Sul capoluogo siciliano da ieri sera è piovuta cenere. Un incendio è divampato anche a Petralia nella zona della miniera. Fiamme anche a Misilmeri nella zona del Castello dell’Emiro. Da questa mattina su Piana degli Albanesi stanno intervenendo due canadair e un elicottero. A Petralia è stato inviato un altro Canadair.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Evasione fiscale, confiscati ville e yacht a imprenditore
Tribunale Bari applica anche sorveglianza speciale per 18 mesi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
30 luglio 2021
10:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Beni del valore di circa 2,5 milioni di euro sono stati confiscati dalla Guardia di Finanza a un imprenditore di Gioia del Colle (Bari), il 52enne Pasquale Cinieri, operante nel settore lattiero-caseario. La confisca, disposta dal Tribunale di prevenzione di Bari, riguarda una lussuosa villa con piscina e piccolo parco privato annesso a Gioia del Colle, una prestigiosa unità abitativa nel Comune di Policoro (Matera), una imbarcazione di 12 metri e disponibilità bancarie.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il tribunale ha disposto anche la misura di prevenzione della sorveglianza speciale per 18 mesi, con obbligo di soggiorno nel comune di residenza.
Cinieri, con precedenti di polizia per reati tributari e in materia fallimentare, tra il 2009 e il 2019, quale amministratore e socio di fatto di diverse società intestate a prestanome, si sarebbe reso responsabile di gravi evasioni fiscali e del fallimento di alcune società. Le indagini patrimoniali hanno inoltre evidenziato che l’imprenditore avrebbe acquisito direttamente, per il tramite del coniuge e delle società controllate, beni di ingente valore, come le due prestigiose ville e lo yacht modello Prestige 42 Fly, ora oggetto di confisca, pur non disponendo di adeguate fonti economiche di origine lecita.
L’imprenditore, “ritenuto fiscalmente pericoloso” spiegano i finanzieri, è sottoposto dal gennaio scorso alla misura cautelare degli arresti domiciliari nell’ambito di un altro procedimento nel quale risponde di concorso in bancarotta fraudolenta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rogo Oristanese:41mila firme per piantare 100 milioni alberi
Petizione on line, richiesta a Solinas per piano quinquennale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 luglio 2021
10:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono oltre 41mila le firme raccolte in due giorni dalla petizione online che, su Change.org, chiede al presidente della Regione Sardegna Christian Solinas “che vengano messi a dimora 100 milioni di alberi in 5 anni” su tutto il territorio sardo. Le adesioni arrivano in risposta agli incendi che hanno devastato l’isola, in particolare il Montiferru, nell’Oristanese, negli ultimi sette giorni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il problema però è antico.
“La Sardegna e il suo immenso e straordinario patrimonio naturale vengono devastati ogni anno da centinaia di incendi dolosi – ricorda il testo dell’appello – Le fiamme distruggono tutto ciò che incontrano sul loro cammino”. Un movimento spontaneo che si mobilita per evitare ulteriori danni. “La desertificazione rischia di diventare un danno incalcolabile e irreversibile, non si può più aspettare, è tempo di agire prima che sia troppo tardi”, scrive la promotrice della petizione Bianca Maria Locci.
“Cambiamo rotta. Salviamo la Sardegna”. La petizione è tradotta anche in sardo e in inglese: un sos lanciato all’Isola e a tutto il mondo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Falso testamento per beni a badante,Gdf sequestra 1 mln euro
A Catania, Procura indaga la donna e quattro suoi familiari
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
30 luglio 2021
10:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La guardia di finanza del comando provinciale di Catania ha sequestrato beni per oltre un milione di euro per falsità in testamento olografo, riciclaggio e autoriciclaggio, reimpiego di denaro e ricettazione nell’ambito di un’inchiesta della Procura su un presunto sistema fraudolento a danno degli eredi di un’anziana deceduta nel 2015.
Dopo la denuncia degli eredi, indagini del nucleo Pef delle Fiamme Gialle hanno scoperto che, a distanza di quasi un anno dal decesso della signora, era stato fatto redigere un falso testamento dal quale risultava che l’anziana signora aveva nominato erede universale una persona, estranea alla cerchia familiare, per un’asserita vicinanza negli ultimi anni di vita.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono stati poi ricostruiti i flussi finanziari relativi alle operazioni di gestione da parte della falsa erede nominata e di altri quattro, il marito e tre figli. Il patrimonio era costituito da conti correnti bancari, una polizza vita, quattro beni immobili nel centro di Catania e di preziosi, per un valore complessivo di 800 mila euro. Secondo l’accusa, la false erede e i suoi familiari avrebbero riciclato beni, acquistando, in particolare, due immobili a Catania, lingotti e sterline d’oro e compiendo più operazioni bancarie per trasferire su più conti il patrimonio mobiliare della defunta. A conclusione delle indagini del nucleo Pef della guardia di finanza di Catania, la Procura ha denunciato la falsa erede e i quattro suoi familiari per falso, riciclaggio e autoriciclaggio, reimpiego e ricettazione.
Il Gip ha disposto il sequestro di disponibilità finanziarie sui conti correnti intestati ai soggetti coinvolti nell’illecita attività, oltre che di due immobili a Catania per un valore complessivo di circa un milione di euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incendi: Molise, nelle ultime ore roghi in almeno 20 comuni
All’opera di spegnimento intervengono alcuni Canadair
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAMPOBASSO
30 luglio 2021
10:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Molise in piena emergenza per gli incendi. Nelle ultime 24 ore, segnate in tutta la regione da temperature elevatissime, sono stati almeno 20 i comuni interessati dai roghi.
L’ultimo in ordine di tempo è avvenuto durante la notte scorsa a Mirabello (Campobasso). In una contrada alcuni abitanti hanno dovuto abbandonare per alcune ore le loro abitazioni, l’emergenza è rientrata all’alba. Sempre in provincia di Campobasso altri roghi si sono verificati a Gildone, Pietracatella, Santa Croce di Magliano, Rotello, Ururi e poi sulla costa a Petacciato, Termoli e Campomarino. Fiamme e allarme anche in provincia di Isernia dove gli incendi hanno interessato i territori di Carovilli, Monteroduni, Agnone, Venafro, Longano, Sant’Elena Sannita, Macchiagodena e Frosolone.
Le fiamme in alcuni casi, oltre alle abitazioni, hanno minacciato anche aziende e stalle con animali. Per spegnere i roghi sono stati impegnati decine di uomini tra Vigili del fuoco e volontari. All’opera anche diversi canadair e elicotteri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incendio nel Barese: dopo 36 ore rogo sotto controllo
Sindaco Gravina, ‘fiamme forse originate da accensione stoppie’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
30 luglio 2021
10:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ al momento sotto controllo anche se ci sono tuttora alcuni focolai attivi, l’incendio che dalla tarda serata di mercoledì è scoppiato nelle campagne di Gravina in Puglia, sulla murgia barese, a ridosso del bosco Difesa Grande.
L’area interessata dalle fiamme si estende su circa 200 ettari e comprende prevalentemente terreni privati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per domare le fiamme sono al lavoro a terra da ormai 36 ore squadre di Vigili del fuoco arrivate da diverse città pugliesi, personale Arif, Polizia locale, Protezione civile comunale e i carabinieri Forestali. Sono inoltre intervenuti nel pomeriggio di ieri fino a sera, e probabilmente torneranno questa mattina, due canadair e due fire boss per lanci d’acqua dall’altro sulle lingue di fuoco.
“Il loro intervento ha consentito di mettere sotto controllo un incendio pauroso, al momento ancora attivo ma almeno ben circoscritto”, conferma il sindaco di Gravina, Alesio Valente, che ha seguito le operazioni di spegnimento e contenimento dell’incendio per tutta la notte. “Le fiamme sono state contenute e l’area del fuoco delimitata e al momento sotto controllo” dice. “Le fiamme – riferisce inoltre il sindaco – potrebbero essere partite dall’accensione incauta di stoppie su terreni privati, poi propagatesi a causa del vento e delle alte temperature”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Violenza sessuale di gruppo, 5 indagati
L’aggressione nello scorso maggio a Suzzara. Cinque gli indagati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
30 luglio 2021
10:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cinque ragazzi tra i 20 ed i 23 anni sono indagati (due in stato di arresto, tre con misure di sorveglianza) per il reato di “violenza sessuale di gruppo aggravata, commesso nei confronti di una ragazza minorenne domiciliata nel Cremonese”. Lo ha comunicato la Questura di Mantova.
L’aggressione sarebbe avvenuta il 18 maggio scorso a Suzzara (Mantova) ma è stata denunciata l’1 giugno al pronto soccorso pediatrico di Cremona “dove una giovane ragazza affermava di essere stata violentata circa due settimane prima durante una festa in una casa privata”.
Gli inquirenti hanno verificato la attendibilità delle sue dichiarazioni, svolgendo indagini tecniche ed acquisendo importanti riscontri fino al 2 luglio, quando sono state effettuate le perquisizioni agli indagati”.
Due dei ragazzi coinvolti sono stati ora arrestati e accompagnati presso la casa circondariale di Mantova, mentre agli altri tre è stata notificata la misura cautelare dell’obbligo di dimora con divieto di allontanarsi dal proprio domicilio dalle 20. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Mantova, sono state eseguite congiuntamente dalle squadre mobili di Mantova e Cremona.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mostra Manara piace anche a ladri, rubati manifesti a Genova
Quattro volte portati via dal totem che dà benvenuto visitatori
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
30 luglio 2021
10:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono andati “letteralmente a ruba” i manifesti della mostra di Milo Manara al Porto Antico di Genova. Lo annuncia la società organizzatrice dopo che per quattro volte ignoti hanno portato via altrettanti manifesti dal grande totem che dà il benvenuto ai visitatori posizionato davanti all’ingresso della rassegna a Porta Siberia.
Intitolata “un viaggio nel desiderio”, resterà aperta fino al 17 ottobre.
“Belli, sono belli, l’immagine è certamente sensuale – spiega l’ufficio stampa -. Da collezione presumibilmente, tra gli appassionati, lo diventeranno appena la mostra si sarà conclusa.
Nel frattempo quattro sono spariti dal totem. In poco più di un mese, a cadenza settimanale, al momento dell’apertura delle porte gli addetti si accorgono della sparizione e provvedono alla sostituzione del maxi-manifesto in pvc”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Più grande Triceratopo al mondo, Big John esposto a Trieste
Ritrovato negli Stati Uniti, sarà poi battuto all’asta a Parigi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
30 luglio 2021
10:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si chiama Big John ed è il più grande esemplare di Triceratopo mai documentato prima al mondo.
Il suo scheletro sarà esposto, per la prima volta nelle fattezze complete, da oggi fino all’1 agosto in piazza Unità d’Italia a Trieste, in un evento pubblico promosso dal Comune con la collaborazione della Camera di Commercio Venezia Giulia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il cranio di Big John misura 2,67 metri, superando i 2,50 metri di quello dell’esemplare che deteneva il record precedente. Ritrovato dagli scavi in un ranch del Sud Dakota (Stati Uniti), è stato acquisito allo stato grezzo all’inizio del 2021 dalla ditta triestina Zoic, specializzata da anni nella ricostruzione di esemplari di animali preistorici, per essere analizzato, estratto e ‘riportato in vita’. In questi giorni gli esperti hanno terminato l’assemblaggio dei reperti del dinosauro e il montaggio completo dello scheletro sul supporto in acciaio, che lo sorregge in una posizione simile a quella del toro di Wall Street.
Durante i tre giorni d’esposizione si succederanno una serie di appuntamenti pubblici, tra i quali la presentazione di un libro intitolato “Big John a spasso per Trieste”. Al termine di questo periodo, lo scheletro del dinosauro partirà alla volta di Parigi, dove sarà esposto ai magazzini Galeries Lafayette per i mesi di agosto e settembre. All’inizio dell’autunno, infine, Big John sarà battuto a un’asta internazionale con sede nella capitale francese.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: chiude centro allestito dall’Esercito a Cosenza
Da marzo ha superato 52mila ingressi e 46mila somministrazioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 luglio 2021
10:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fine delle attività per il centro vaccinale gestito dall’Esercito italiano a Vaglio Lise, a Cosenza. A darne notizia è l’ufficio stampa dell’Esercito.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Allestito nel novembre scorso come Ospedale da Campo, a marzo, ricorda l’Esercito in una nota, “è divenuto un Presidio vaccinale della Difesa nell’ambito dell’Operazione EOS, voluta dal ministro della Difesa Lorenzo Guerini e diretta dal Comando operativo di vertice interforze (COVI)”.
Dal marzo scorso, il Presidio ha superato i 52 mila ingressi ed effettuato circa 46 mila somministrazioni “operando in supporto alla sanità locale nella campagna vaccinale, arrivando a somministrare fino a 600 dosi di vaccino al giorno”. Oggi il Presidio vaccinale difesa saluta Cosenza e i suoi cittadini.
“È stato un onore e un piacere essere d’aiuto alla collettività” ha affermato il dirigente Sanitario del Presidio, capitano medico dell’Esercito Andrea Benicchi, che ha successivamente ringraziato tutto il personale per “l’abnegazione, la professionalità e l’umanità mostrata in questo lungo periodo”. L’Esercito Italiano resta comunque nel Cosentino sia con i team sanitari inseriti negli hub vaccinali dell’Azienda sanitaria provinciale sia con i team mobili operanti sul territorio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Strage Bologna: Bellini, non ho mai conosciuto Cavallini
Dichiarazioni spontanee dell’imputato nel nuovo processo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
30 luglio 2021
11:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Io non ho mai conosciuto Cavallini”. Lo ha detto Paolo Bellini, facendo una breve dichiarazione spontanea nel corso del nuovo processo sulla Strage del 2 agosto 1980 che lo vede imputato per concorso nell’attentato, proprio con l’ex Nar, condannato all’ergastolo in primo grado.
Bellini è intervenuto dopo la produzione di documentazione da parte della Procura generale su presunte relazioni tra lui e Cavallini, in Sud America negli anni ’80.
“Io – ha detto – non sono mai stato in Bolivia, la mia permanenza in Sud America è stata solo in certi periodi. Dal 1976 e dopo sette mesi rientrai in Italia. Poi sono stato in Brasile, ma non sono mai andato in Venezuela o Bolivia. Sono stato in Paraguay in due occasioni. Il 14 febbraio 1981 venni arrestato in Italia e sono e uscito a dicembre 1986. Negli anni ’82 e ’83 non sono mai stato in Bolivia”, ha detto l’ex Avanguardia Nazionale, che negli anni Ottanta era conosciuto anche con il nome brasiliano di Roberto Da Silva.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alpinista bloccato su ghiacciaio Miage, salvato nella notte
Tedesco raggiunto da squadre a piedi a 2.300 metri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA
30 luglio 2021
12:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un alpinista tedesco in difficoltà è stato soccorso nella notte a 2.300 metri di quota, sul ghiacciaio del Miage (massiccio del Monte Bianco). Verso le 19.30 di giovedì 29 luglio ha chiamato la famiglia in Germania, dicendo di avere un problema alla caviglia e di non essere in grado di proseguire.
I familiari, a loro volta, hanno allertato gli amici dell’alpinista in Italia che hanno lanciato l’allarme, chiamando la Centrale unica del soccorso.
L’elicottero ha eseguito numerosi sorvoli fino al calare del buio, senza avvistarlo. Una squadra via terra composta da tecnici del Soccorso alpino valdostano e da personale del Soccorso alpino della guardia di finanza ha percorso il ghiacciaio fino a raggiungere l’alpinista, che era fermo a quota 2.300 metri. L’uomo, portato a valle, è stato affidato alle cure del personale sanitario.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Meteo: boom caldo ad oltre 40 gradi ma anche forti temporali
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 luglio 2021
12:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel corso dell’imminente fine settimana “l’Italia dovrà fare i conti con un vero e proprio boom di caldo, con temperature ad oltre 40°C, ma anche con forti temporali, vento e grandine, che tra sabato e domenica spazzeranno nuovamente molte regioni”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo riferisce in una nota il team del sito IlMeteo.it sottolineando che sabato 31 luglio sarà una giornata bollente sulle regioni centrali, al Sud e su molti tratti pianeggianti del Nordest, dove la colonnina di mercurio facilmente arriverà a toccare picchi di 38°C; punte oltre 40°C sono attese invece sulle zone interne della Sicilia e della Puglia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Nel contempo però, con il passare delle ore lo scenario inizierà a mutare: le regioni di Nordovest dovranno infatti fare i conti con un graduale peggioramento temporalesco atteso già nel corso del pomeriggio di sabato, quando intensi rovesci e temporali colpiranno gran parte del Piemonte e della Valle d’Aosta, per poi estendersi in seguito anche ai rilievi e alte pianure della Lombardia, e infine del Veneto occidentale”. Nel corso della notte poi i fenomeni temporaleschi e le piogge intense insisteranno ancora su gran parte delle regioni, con rischio nubifragi su alto Piemonte e alta Lombardia; in questa fase le precipitazioni potranno interessare anche la Liguria di levante; un esaurimento dei fenomeni è atteso soltanto nel corso delle ore pomeridiane.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sole e caldo estremo insisteranno invece al Sud, e ancora una volta in particolare sulla Sicilia.
Nel dettaglio – Venerdì 30: al Nord, temporali sul Alpi, Prealpi e localmente alte pianure. Asciutto altrove. Al Centro, bel tempo prevalente.
Al Sud, prosegue la fase stabile, soleggiata e molto calda.
– Sabato 31: al Nord, dapprima soleggiato, poi più nubi e temporali sparsi. Al Centro, tutto sole. Al Sud, ampio soleggiamento.
– Domenica 1 agosto: al Nord, temporali sparsi e piogge anche intense specie al Nordovest e settori alpini. Al Centro, qualche piovasco sull’alta Toscana, sole e caldo altrove. Al Sud, bel tempo prevalente, forte caldo.   METEO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Città roventi, 6 con il bollino rosso oggi e 8 domenica
Bollettino del ministero della Salute, in 7 allerta arancione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 luglio 2021
12:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Week end all’insegna del gran caldo in molte città italiane: sono 6 quelle contrassegnate per la giornata di oggi dal bollino rosso secondo il bollettino del ministero della Salute che monitora 27 centri urbani. Anche domani, sabato 31 agosto, le stesse sei città avranno il bollino rosso (sono Campobasso, Frosinone, Palermo, Perugia, Pescara, Trieste).
Le città ‘roventi’ salgono invece a 8 per la giornata di domenica 1 agosto: alla lista si aggiungono infatti Bari e Catania. Oggi e domani 7 città sono arancioni (Bari, Bologna, Catania, Firenze, Rieti, Roma, Viterbo). Una città, Ancona, sarà bollino arancione domenica.

Cronaca tutte le notizie in tempo reale! PAROLA D'ORDINE SEMPRE AGGIORNATE! LEGGILE E CONDIVIDILE!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 107 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:34 DI MARTEDÌ 20 LUGLIO 2021

ALLE 11:41 DI DOMENICA 25 LUGLIO 2021

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Giustizia:Cartabia,Italia deve rinascere a partire da Napoli
“Sono venuta in città per guardare in faccia ai problemi”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
20 luglio 2021
12:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ma se l’Italia non rinasce da qui, se la giustizia non riparte da qui, non ce la farà da nessuna parte”. Lo ha detto, da Napoli, il ministro della Giustizia Marta Cartabia, che oggi ha incontrato nel Nuovo Palazzo di Giustizia i capi degli uffici giudiziaria della Corte di Appello partenopea.

“Quando ho visto i dati di Napoli, mi sono chiesta cosa deve fare il ministero ma anche cosa negli anni, non ora, è successo anche nelle comunicazioni tra Roma e Napoli, perché si arrivasse a una situazione così?”, ha aggiunto Cartabia.
“Dobbiamo metterci in moto – è l’invito del ministro – e sono qui a Napoli. Sapevo che non sarei venuta solo in città paradisiaca, non sono venuta solo per incontrare dei grandi giuristi, una scuola di giuristi così significativa che anche molti dei miei più stretti collaboratori vengono da Napoli, sono venuta perché sapevo che sarei andata a incontrare la realtà più complessa e più difficile, quella con maggiori problemi. Per questo sono venuta, non solo per ricevere complimenti che giustamente non sono arrivati, ma per guardare in faccia i problemi”.   POLITICA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ruffini: evasione fiscale per 79,8 miliardi nel 2018
Dati 2018; qualcosa si sta muovendo, erano 88 mld nel 2011
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
20 luglio 2021
12:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’evasione fiscale Irpef, Ires, Iva e Irap nel 2018 era di 79,8 miliardi, in calo di quasi 9 miliardi rispetto al 2011. Lo ha detto il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini in un webinar della Uil sull’evasione fiscale sottolineando che “qualcosa si sta muovendo”.
“E’ solo una tendenza che bisogna consolidare e tentare di migliorare. Il tema però – è come ridurre il tax gap e non quanti accertamenti debba fare l’Agenzia delle entrate.
L’Agenzia funziona se riesce a controllare tutti gli evasori ma funziona ancora di più il sistema Paese se riesce a far si che gli evasori non ci siano o vengano ridotti”.   ECONOMIA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Laura Pausini, dopo la notte degli Oscar, un film Amazon
Prima volta per la regina del pop italiano da sua idea originale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
20 luglio 2021
13:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo la notte degli Oscar, Laura Pausini torna in pista, stavolta con un nuovo film Amazon Original italiano basato su una sua idea originale e di cui è protagonista. Il progetto non ha ancora un titolo ma le riprese sono già cominciate, ha anticipato “Variety” prima che arrivassero le conferme ufficiali degli studi legati al colosso fondato da Jeff Bezos.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il film è scritto da Ivan Cotroneo (“La kryptonite nella borsa”, “Un bacio”) e Monica Rametta (“Un bacio”, “Il volto di un’altra”), diretto dallo stesso Cotroneo, prodotto da Endemol Shine Italy, e sarà disponibile in esclusiva su Amazon Prime Video in 240 paesi e territori in tutto il mondo nel 2022. Pausini, che quest’anno è stata candidata agli Oscar con Diane Warren per la canzone “Io Sì” del film “La Vita davanti a sé” con Sophia Loren, ha vinto un Grammy per “Escucha” nella categoria miglior album pop Latino. La regina del pop italiano ha al suo attivo 13 album in studio venduti in oltre 70 milioni di copie in tutto il mondo, ma il film è il primo che la vede davanti alla macchina da presa. “Sarà un lungometraggio innovativo che inventa un nuovo genere e conferma l’amore di Laura per la settima arte svelando al pubblico la sua vera anima, attraverso scorci inediti della sua vita privata e professionale e dando a Laura stessa la grande opportunità di scoprire aspetti di sé e del suo mondo mai visti e immaginati che per la prima volta saranno svelati al pubblico”, preannuncia un comunicato di Amazon Studios.   ACQUISTA SU AMAZON   SPETTACOLI MUSICA E CULTURA   CINEMA   MONDO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Derivati: Procura C. Conti, contestazioni a 66, anche Pisapia
Su contratti ‘diseconomici’ della Città metropolitana di Milano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
20 luglio 2021
14:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 64 gli ex amministratori e dirigenti della Città metropolitana di Milano, incluso l’ex sindaco Giuliano Pisapia ma anche consiglieri e assessori della giunte Colli e Penati, e due gli intermediari finanziari (Bank of America e Dexa Prediop spa) a cui la Procura regionale della Corte dei conti per la Lombardia ha notificato un invito a dedurre sulla conclusione e gestione di alcuni contratti derivati (“swap”) manifestamente diseconomici per l’ente.
Una situazione che, secondo la Procura della Corte, ha creato un danno erariale “allo stato attuale” superiore ai 70 milioni di euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La contestazione preliminare di responsabilità risarcitoria amministrativo – contabile è stata fatta dopo una consulenza dei funzionari del Nucleo di Supporto all’Autorità Giudiziaria della Banca d’Italia e una attività istruttoria a cui ha collaborato il Nucleo di Polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza di Milano.
In una nota, la Procura della Corte dei Conti parla di “un doloso occultamento delle reali condizioni finanziarie sottese alle operazioni in derivati”.
Pisapia è chiamato in causa non per l’istruttoria e la stipula degli swap (che risalgono a ben prima) ma perché “disattendendo sia il parere fornito dall’Avvocatura che dai legali incaricati” ha deciso di “ignorare il claim notificatigli sia da Merrill Lynch che da Dexia” e quindi di non costituirsi nel giudizio poi azionato e vinto da Dexia dinanzi alla Corte ingleseò In questo modo avrebbe causato così all’ente un “grave pregiudizio in termine di costi processuali che di preclusione per la successiva azione di annullamento” dello strumento finanziario.
L’invito al contraddittorio, spiega il comunicato, servirà alla Procura per calibrare le responsabilità di ciascuno nel causare il danno e quindi la correttezza “del riparto soggettivo degli importi oggetto di indagine”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da Donatello a Michelangelo, la scultura e l’anima
Dal Louvre al Castello Sforzesco, il Rinascimento in 120 opere
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
20 luglio 2021
14:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un viaggio in oltre sessant’anni di scultura italiana del Rinascimento per indagare come gli artisti hanno plasmato i materiali, dal marmo, al bronzo, al legno, per raccontare i sentimenti umani, i moti dell’anima. Apre al pubblico domani, fino al 24 ottobre, al Castello Sforzesco di Milano ‘Il corpo e l’anima, da Donatello a Michelangelo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scultura italiana del Rinascimento’. La mostra ospitata fino al 21 giugno scorso nelle sale del Musée du Louvre a Parigi, è promossa dal Castello Sforzesco insieme al museo parigino ed ha come curatori Marc Bormand, conservatore al dipartimento di sculture del Louvre, Beatrice Paolozzi Strozzi, già direttrice del Museo del Bargello e Francesca Tasso, conservatrice responsabile delle Raccolte artistiche del Castello Sforzesco.
Il percorso della mostra, che è divisa in quattro sezioni (Guardando gli antichi – Il furore e la grazia, L’arte sacra: commuovere e convincere, Da Dioniso ad Apollo e Roma Caput Mundi) si conclude simbolicamente con la visione della Pietà Rondanini di Michelangelo, che è il suo testamento artistico e a cui il maestro lavorò praticamente fino alla morte nel 1564. In mostra ci sono 120 opere provenienti da musei di tutto il mondo di artisti come Leonardo, Michelangelo, Bramante, Donatello.
Questa esposizione “non è una semplice collaborazione ma un progetto di ricerca che è durato anni – ha spiegato Claudio Salsi, direttore del Castello Sforzesco, parlando della collaborazione con il Louvre – . Questa esperienza non è consueta nei musei. È una mostra che credo sia abbastanza irripetibile”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
assessore Lazio,paghiamo calo tensione per feste Europei
Più casi,spesso giovani non vaccinati ma no ricadute su ospedali
r
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
20 luglio 2021
16:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo pagando il cosiddetto ‘effetto Gravina’ ma senza complicazioni negli ospedali. I casi sono ancora destinati ad aumentare per l’effetto del calo di tensione in occasione dei festeggiamenti per gli Europei, che durerà ancora alcuni giorni”.
Lo ha dichiarato l’assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria del Lazio, Alessio D’Amato, a margine della consegna degli attestati di benemerenza per l’impegno profuso durante la pandemia agli operatori informatici di Laziocrea. “I positivi sono perlopiù giovani – aggiunge – ancora non vaccinati e questo significa, ancora una volta, quanto sia importante vaccinarsi e raggiungere l’immunità di gregge. La situazione è sotto controllo e nel Lazio i casi attualmente positivi complessivi sono la metà di altre grandi regioni, quindi nessun allarme e vaccinarsi. Ancora una volta ricadono sulle spalle del Ssr e dei suoi operatori, l’onere e gli effetti del calo di tensione” .
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Opera Roma: Ricca e innovativa, Fuortes firma l’ ultima stagione
Il nuovo ad Rai: “Lascio il teatro in ottime condizioni”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
20 luglio 2021
16:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ Opera di Roma guidata da Carlo Fuortes ha saputo mettere a frutto i successi conquistati osando e sperimentando strade nuove durante l’ esperienza terribile della pandemia per continuare a dare al suo pubblico l’ emozione della musica, del canto e della danza e ora rilancia proponendo per la prossima stagione 12 titoli d’ opera, 6 di balletto, la Bohème come film-opera, il ritorno nell’ estate 2022 alle Terme di Caracalla con Mass di Leonard Bernstein mai eseguita in Italia, e continuando a delocalizzare gli spettacoli come La Passione secondo Matteo di Bach che andrà in scena nella Nuvola di Fuksas. Il ricco cartellone, l’ ultimo firmato dal sovrintendente in uscita per l’ incarico di Ad Rai, è appunto la sintesi del mix di tradizione e innovazione che ha fatto dell’ istituzione musicale della capitale un modello di gestione per qualità artistica e ritorno economico in un momento tanto difficile.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un esempio? “La scorsa estate al Circo Massimo eravamo arrivati a un incasso di poco meno di un milione di euro. A oggi siamo già a un milione e 750 mila euro di biglietti, il 75 per cento in più”, fa notare con orgoglio Fuortes, che poi rimarca: “A chi viene dopo di me lascio un teatro in una situazione ottimale dal punto di vista dei programmi, economico, finanziario e organizzativo”. Aprire con la musica contemporanea al Teatro Costanzi è un altro segno della volontà di accettare sfide ambiziose. Così sarà il 20 novembre con la prima esecuzione assoluta dell’ opera Julius Caesar, commissionata al compositore romano Giulio Battistelli, su libretto di Ian Burton, per la regia di Robert Carsen, che vedrà sul podio il direttore musicale Daniele Gatti.
Poi sarà un susseguirsi di grandi titoli, con “i maggiori registi di teatro musicali presenti nel nostro cartellone”, direttori d’ orchestra e cantanti di spicco italiani e stranieri. L’Opera di Roma, sottolinea la sindaca Virginia Raggi, presidente della Fondazione, “ha dimostrato di saper reagire agli choc e ha vinto la sfida”. Grande attenzione anche per la struttura: il pubblico troverà le nuove poltrone, realizzate sul modello di quelle originali (costo 500 mila euro) dopo il rifacimento dei marmi e del parquet.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Zingaretti, chi ha responsabilità si vada a vaccinare
Basta chiacchiere, cultura no vax pericolosa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
20 luglio 2021
16:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Basta chiacchiere! Chi ha responsabilità si vada a vaccinare e inviti tutti a farlo. La cultura no vax nel corso di una pandemia è ancora più pericolosa.
È fatta di rifiuti espliciti ma anche di furbizie, omissioni, messaggi sbagliati e silenzi”. Lo scrive, su Facebook, Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio. “In questi momenti si vede davvero chi è in grado di guidare un grande e straordinario Paese come il nostro verso la libertà dal Covid”, conclude Zingaretti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: procura Lodi, archiviazione per 77 morti Rsa
Il procuratore, nessuna certezza su nessi causa-effetto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LODI
20 luglio 2021
17:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata notificata ai parenti delle persone offese individuate, dalla Procura di Lodi, la richiesta di archiviazione dell’inchiesta, per omicidio colposo e epidemia colposa, nata dall’esposto che era stato presentato nella primavera dello scorso anno da parenti di 77 anziani ricoverati nella Residenza sanitaria assistita Borromea di Mediglia, che avevano perso la vita contagiati da covid-19. Lo ha spiegato il Procuratore della Repubblica di Lodi Domenico Chiaro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Nelle nostre indagini – ha sottolineato Chiaro – abbiamo svolto anche un confronto con altre Rsa che hanno adottato misure più restrittive e siamo arrivati alla conclusione che non c’è ragionevole certezza che siano state proprio le condotte commissive o omissive di soggetti ricoprenti cariche apicali a cagionare l’evento, la morte di 77 pazienti ospiti della struttura”.
Secondo il Procuratore, “sicuramente non c’è stata attenzione per tutta una serie di presupposti, anche facendo il confronto con altre strutture come quella di Somaglia, nel Lodigiano, e di Dresano, nel Milanese, che sono stati assunti come modello. E, sotto questo profilo, sicuramente c’è stata una gestione che può essere oggetto di critica”. “Però – ha aggiunto – non è sufficiente, sotto il profilo del reato colposo, che vi sia un comportamento rischioso perché ci deve esser la certezza che questo comportamento sia, poi, da mettersi in ragione di causa con lo sviluppo della pandemia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: a Roma nuovi casi quintuplicati da finale Europei
Assessore, ci sono aumenti ma senza complicazioni negli ospedali
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
20 luglio 2021
20:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I nuovi casi di Covid si sono quasi quintuplicati nella Capitale rispetto all’11 luglio scorso, giorno della finale degli Europei di calcio. Oggi Roma supera quota 500 (557 per l’esattezza i contagi registrati nelle ultime 24 ore) mentre l’11 luglio i nuovi contagiati erano 122.
Stesso andamento per i contagi registrati nella Regione Lazio che oggi sono 681 nuovi positivi (su quasi 33mila test) a fronte di 164 registrati l’11 luglio (su circa 20mila test). “Stiamo pagando il cosiddetto ‘effetto Gravina’ ma senza complicazioni negli ospedali – ha detto stamattina l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato -. I casi sono ancora destinati ad aumentare per l’effetto del calo di tensione in occasione dei festeggiamenti per gli Europei, che durerà ancora alcuni giorni”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: aumentano contagi, 3.558 positivi, 10 vittime
218.705 test, tasso positività scende all’1,6%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
20 luglio 2021
19:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Balzo dei positivi ai test per i Covid individuati nelle ultime 24 ore, sono 3.558 secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 2.072.
Sono invece 10 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 7.
Salgono le terapie intensive, oltre ai ricoveri nei reparti ordinari. Sono 165 i pazienti in rianimazione per il coronavirus in Italia. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 11 (ieri 16). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.194, quindi 6 in più rispetto a ieri.
Nelle ultime 24 ore sono 218.705 i tamponi molecolari e antigenici effettuati. Ieri erano stati 89.089. Il tasso di positività è dell’1,6%, in calo rispetto al 2,3% di ieri.
I casi in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 4.293.083, i morti 127.884. I dimessi ed i guariti sono invece 4.115.889, con un incremento di 1.760 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 49.310, in aumento di 1.785 unità nelle ultime 24 ore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Isabella Rossellini, alla mia età pochi ruoli principali
L’attrice girerà una serie sulla cuoca americana Julia Child
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
20 luglio 2021
19:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Adesso mi offrono sempre ruoli secondari, è difficile avere ruoli da protagonista per una donna di 70 anni, non è che non ci sono, ma sono pochi. Poi dico al mio agente che non ho voglia di andare 3-4 mesi in un albergo senza vedere la mia famiglia, l’ultima volta sono stata 6 mesi a Vancouver per una serie, Vancouver è una città bellissima, però sei mesi, senza potersi muovere, mai più”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ strano sentirlo dire da Isabella Rossellini, modella, attrice, regista, documentarista, scrittrice, una donna che ha girato mezzo mondo, e ora è, tra le altre cose, una ‘contadina’ orgogliosa nella sua fattoria ‘Mama Farm’, tenuta di 15 ettari a Long Island, New York.
In questi giorni la musa di Martin Scorsese e David Lynch si divide tra Milano e Bologna, e oggi nella città delle Due Torri ha presentato la versione restaurata dalla Cineteca di ‘Francesco Giullare di Dio’ (nell’ambito della rassegna il Cinema Ritrovato), diretto dal padre Roberto Rossellini nel 1950. “E’ un film bellissimo, anche perché è scritto da Fellini, quindi c’è tutto l’umorismo di Fellini e la ricerca etica di mio padre. E’ una collaborazione molto interessante tra due autori italiani davvero importanti”. A farla muovere, forse, è quella “curiosità” che le hanno insegnato suo padre e sua madre, Ingrid Bergman. I progetti, infatti, non mancano nella sua vita. “Io viaggio volentieri, ma adesso non più così tanto, è faticoso. Per fortuna sto girando una serie a Boston per Hbo, a sole tre ore da casa mia, e sul contratto c’è scritto che se non lavoro 3-4 giorni posso tornare a casa. E’ una serie sulla cuoca americana Julia Child, io faccio la sua amica francese, Simca Beck, che le ha insegnato a cucinare, cominciamo a girare il 10 agosto”. Durante la pandemia, le sue giornate cominciavano con un vecchio film, al mattino, e poi tanti altri, durante la giornata. “In questo anno e mezzo ho visto tantissimi film, di Fellini, Visconti e molti altri, la stessa cosa facevano i miei amici, poi la sera li commentavamo su Zoom. Certo, al cinema è un’altra cosa. Il Covid però ha fatto riflettere tanta gente, in America è tutto un lavoro, lavoro, lavoro, ma tanti amici hanno riscoperto la vita in famiglia. Poi i viaggi, molti dirigenti sono sempre in viaggio, ma alcune cose si possono risolvere anche via Zoom. A volte mi chiedono di andare una sera a San Francisco per una cena, ma è pesante”.
Il suo rapporto con i social media, però, non è dei migliori.
“Non sono una grande specialista, sono in quell’età dove non si capiscono bene i computer, a noi attori richiedono Instagram, mi hanno spiegato che è come una cartolina, allora io scrivo messaggi come una cartolina, tipo: ‘Sono a Bologna, ciao’. Ora è un po’ come una disciplina, come andare a fare ginnastica, quasi ogni giorno posto qualcosa perché tocca farlo. In America i produttori preferiscono gli attori che hanno molti follower, vedo attrici moderne che ne hanno 20-30 milioni, io ne ho 350mila, non ci arriverò mai, forse devo spogliarmi nuda per averli, ma ormai faccio parte di una generazione antica, come mio padre sembrava a me di una generazione antica”.
E adesso, che ha quasi 70 anni, la cosa che la infastidisce di più è aspettare. “Ora mi interessa più scrivere e fare monologhi, mi diverte molto di più, non è che non mi piace recitare, non mi piace aspettare e gli attori aspettano sempre, che le luci siano pronte, la scena sia pronta, giornate intere dentro gli alberghi, non mi va più, infatti lavoro molto meno”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Baudo e Di Bella, è passione lirica su Rai3
Raccontano Cavalleria Rusticana, Pagliacci e Aida in tre serate
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
07:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– Il primo, Pippo Baudo, siciliano doc, 85 anni, è il “principe” indiscusso dei conduttori, l’altro Antonio Di Bella, giornalista di lungo corso, milanese 65, è cittadino del mondo, corrispondente di punta dagli Stati Uniti, già direttore di testate come Rai3 e Rainews, ma anche capo di una task force contro le fake news. Cosa li accomuna? “L’amore per la musica, leggera ma anche lirica, sin da giovanissimi”, confermano entrambi, un’ amicizia consolidata negli anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La grande opera protagonista dell’estate tv direttamente dall’Arena di Verona, raccontata dai due padroni di casa d’eccezione in un ciclo di appuntamenti speciali con alcuni dei titoli più amati e conosciuti del repertorio lirico italiano, Cavalleria rusticana, Pagliacci e Aida, per tre prime serate su Rai3, il martedì, dal 27 luglio, prodotte da Rai Cultura.
Si inizia con il capolavoro di Pietro Mascagni Cavalleria rusticana, il 27 luglio alle 21.20. Sul podio è impegnato Marco Armiliato. Nel cast Sonia Ganassi, Clarissa Leonardi, Murat Karahan. Le tradizioni popolari siciliane dell’opera sono restituite attraverso la proiezione di immagini del Parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi, dai Musei Vaticani e dalla Biblioteca Apostolica Vaticana. Si prosegue il 3 agosto alla stessa ora con Pagliacci di Ruggero Leoncavallo, proposto in un allestimento che è un omaggio al grande cinema di Federico Fellini, realizzato in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema di Torino e il Fellini Museum di Rimini.
Sul podio ancora Marco Armiliato. Nel cast Marina Rebeka. In chiusura il capolavoro di Giuseppe Verdi: Aida, titolo iconico per l’Arena, in programma martedì 10 agosto. L’allestimento utilizza immagini del Museo Egizio di Torino per narrare l’antico Egitto. Sul podio è impegnato Diego Matheuz. Sul palco Simon Lim, Anita Rachvelishvili. Tutte e tre le serate saranno replicate su Rai5.
Le prime due opere sono state registrate il, 25 giugno, in occasione della prima all’Arena Opera Festival, mentre l’Aida sabato 26 giugno.
“Eravamo fra il pubblico -spiega Baudo – circa 7mila persone tutte contingentate, ma è stata una grande emozione. Quello che si vedrà da casa sarà spettacolare, ma questo è fare servizio pubblico”.
Un’operazione, insiste, “di grande coraggio dell’Arena nel tentare di riportare tutto com’era una volta. Se si vuole, se si ha la volontà di osare, si può fare”, ribadisce.
Il compito di Baudo e Di Bella è quello di introdurre le opere, con le loro trame e le loro curiosità, di raccontare i retroscena di ieri e di oggi e anche di portarci alla scoperta delle meraviglie dell’Arena: “Vista la sua perfetta forma ellittica, è ottima per ascoltare uno dei mille cantanti che passano da qua. – aggiunge Baudo – Non per nulla, gran parte delle stelle del firmamento musicale hanno suonato all’anfiteatro, a pensare a chi ha cantato qui vengono i brividi”. Baudo che nella sua carriera ha condotto 13 Festival di Sanremo, intervistato artisti internazionali, star di tutto il mondo, non nasconde l’emozione: “Ovviamente la lirica è la musica con l’A maiuscola, la musica è magia, ma l’opera è immortale. L’ho studiata, poi è vero sono stato ben indirizzato da Katia Ricciarelli”. In Italia, rileva, “dobbiamo soprattutto valorizzare quello che abbiamo, per questo ho accettato la proposta di Gianmarco Mazzi e del sindaco Federico Sboarina. Essere stato chiamato per questo evento è anche una risurrezione per me. Ti guardi allo specchio e ti dici beh allora riconoscono ancora un valore importante in te”. E quando gli si domanda cosa pensa della musica leggera oggi, non si sottrae: “Si parla di dischi di platino ogni tre settimane, per me sono di latta. Non rimane, passa e va. Dove sono i Modugno o i Lucio Battisti? E’ un gran peccato ma la qualità si è inevitabilmente abbassata”.
Con Antonio di Bella racconta di essersi trovato benissimo: “E’ un uomo colto, ironico preparato, un gran musicista poi lui come me che sono siciliano preferisce la Cavalleria Rusticana”.
Di Bella conferma e aggiunge: “lavorare con Baudo è un privilegio, quando siamo arrivati a Verona, prima dell’inizio degli spettacoli il pubblico è impazzito, è ancora amatissimo, e se lo merita”. Con la musica anche lui ha un grande rapporto, canta e suona è un appassionato di brasiliana e di Frank Sinatra: “Me la canto e me la suono – scherza – E’ una via di fuga, anti stress. Ma conosco a memoria tutta la Tosca, in verità, e non solo, anche altre arie. Anche io fin da ragazzino avevo i mei passatempi. Comunque devo anche ringraziare Silvia Calandrelli e Rai Cultura per avermi permesso – prima di condurre le tre serate evento dall’Anfiteatro che vedremo dal 27,  lo speciale Prima della Scala con Milly Carlucci. Poi, visto che vivo negli Stati Uniti, ricordo come tantissimi film americani usano arie d’opera, cito per tutti la sigla iniziale di Toro scatenato di Martin Scorsese, che usa proprio l’intermezzo di Cavalleria rusticana”. E ancora Di Bella ricorda come l’opera sia presente a Hollywood e a Broadway, dove hanno da poco riaperto i teatri”. Quindi, conclude Di Bella, “Sono contento di tornare su Rai3 con queste tre serate evento, rete che ho diretto con passione”. Il progetto artistico e televisivo nasce da un’idea di Gianmarco Mazzi per Arena di Verona Srl., con il supporto e la partecipazione della Fondazione Arena di Verona e del Comune di Verona. Così Rai 3, la rete generalista della cultura, a dare spazio a questa iniziativa, in cui per la prima volta, i telespettatori potranno vivere l’esperienza dell’opera come se fossero immersi nell’Arena di Verona.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Telefono Azzurro, con la Dad danni psichici agli studenti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
18:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sensibilizzare le nuove generazioni e stimolarne la partecipazione attiva alla società civile, formando cittadini digitali consapevoli. E’ questo l’obiettivo principale di “Cittadinanza Digitale: più consapevoli, più sicuri, più liberi”, il progetto formativo realizzato da Telefono Azzurro con il supporto di Google.org e parte delle iniziative di Repubblica Digitale, avviato lo scorso ottobre, le cui attività sono state presentate a Roma, a Palazzo Altieri, con l’evento “Sfide del digitale per le nuove generazioni” alla presenza tra gli altri di Ernesto Caffo, Presidente di Telefono Azzurro, di Antonio Parenti, Direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, e di Martina Colasante, Senior Analyst – Government Affairs and Public Policy Greece & Italia Google.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con Cittadinanza Digitale, nelle scuole di ogni ordine e grado, e attraverso la nuova piattaforma formativa Azzurro Academy, durante tutto l’anno gli insegnanti hanno potuto seguire un percorso interattivo su tematiche come la comunicazione e il linguaggio online, la privacy e la digital reputation, il gaming e più in generale il benessere nella rete.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono stati oltre 10 mila gli insegnanti e gli educatori che hanno partecipato ai 22 webinar. “L’anno scolastico appena concluso si è svolto prevalentemente in Dad e gli studenti, abituati a trovare negli insegnanti figure di riferimento e di supporto alle proprie difficoltà, non hanno potuto coltivare le relazioni con i propri compagni, elemento fondamentale per la crescita personale e per lo sviluppo del proprio carattere, con gravi conseguenze anche sulla salute mentale” ha dichiarato Il Professor Ernesto Caffo, Presidente e Fondatore di Telefono Azzurro. “Cittadinanza Digitale nasce proprio per tutelare il benessere di ogni alunno e il suo diritto a crescere in un ambiente sicuro, a partire anche dal Web, nel quale il tempo trascorso dai ragazzi è cresciuto notevolmente, favorendo un dialogo con i professori volto ad aiutare gli studenti nella gestione della quotidianità e a proteggerli da pericoli online” ha concluso Caffo. Il programma formativo si è svolto su una piattaforma di e-learning, Azzurro Academy, ed è stato suddiviso in due momenti: il primo rivolto a formatori e insegnanti, il secondo caratterizzato da un’impostazione peer-to-peer, coinvolgendo ragazzi tra i 13 e i 18 anni che potranno a loro volta sensibilizzare i coetanei.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia: secondo blitz in due giorni a Palermo, 8 arresti
Nuovo colpo al mandamento di Tommaso Natale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
21 luglio 2021
06:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I Carabinieri del Comando provinciale di Palermo hanno eseguito un’ordinanza cautelare in carcere (una ai domiciliari) emessa dal gip Lorenzo Jannelli nei confronti di otto indagati ritenuti componenti del mandamento mafioso di Tommaso Natale, accusati a vario titolo di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsioni aggravate e danneggiamento seguito da incendio. L’operazione antimafia ‘Bivio 2′, la seconda in due giorni a Palermo, è stata coordinata da un pool di magistrati della Dda guidati dal procuratore aggiunto Salvatore De Luca.
L’indagine ruota attorno alla figura del boss Giulio Caporrimo, già arrestato in passato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Antitrust, procedimento contro Autostrade su pedaggi
Non ha ridotto i prezzi nelle tratte con problemi viabilità
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
08:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ Autorità Antitrust ha avviato procedimento di inottemperanza nei confronti di Autostrade per l’Italia in quanto “la società concessionaria a marzo ha ricevuto una sanzione di 5 milioni e non ha ancora ridotto il costo del pedaggio nelle tratte con notevoli problemi di viabilità”. Lo annuncia l’Autorità in una nota.
La mancata riduzione dei pedaggi riguarda le tratte sulla A/16 Napoli/Canosa, A/14 Bologna/Taranto, A/26 Genova Voltri-Gravellona Toce e, per le parti di sua competenza, A/7 Milano-Serravalle-Genova, A/10 Genova-Savona-Ventimiglia e A/12 Genova-Rosignano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Festa in pub Taranto finisce in sparatoria, 10 feriti
Non sarebbero in gravi condizioni, nel locale 300 persone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TARANTO
21 luglio 2021
08:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dieci giovani sono rimasti feriti, nessuno sarebbe in gravi condizioni, in una sparatoria avvenuta la notte scorsa nel discopub Yachting club di San Vito, a Taranto: a quanto si apprende, nel locale era in corso una serata organizzata da studenti universitari, con la presenza di oltre 300 persone. Secondo una prima ricostruzione, al culmine di una rissa scaturita dal litigio tra due gruppi di giovani, uno di Grottaglie e l’altro del quartiere Tamburi, un ragazzo avrebbe impugnato una pistola calibro 9 cominciando a sparare e colpendo quattro ragazze e sei ragazzi tra i 20 e i 28 anni.

Tutti i feriti sono stati trasportati in ospedale con ambulanze del 118. Sul posto sono intervenute pattuglie della Squadra Mobile e della Squadra Volante. Una persona sarebbe stata fermata dalla Polizia.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ucciso in piazza, arrestato assessore
Colpo di pistola a straniero dopo una lite
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PAVIA
21 luglio 2021
09:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato Massimo Adriatici, avvocato, assessore alla sicurezza del Comune di Voghera (Pavia), a sparare il colpo di pistola che ieri sera, poco dopo le 22, ha ucciso un uomo di 39 anni di nazionalità marocchina.
Il fatto è accaduto in piazza Meardi nella città oltrepadana.

Adriatici si trova ora agli arresti domiciliari. Sul posto sono subito intervenuti gli operatori del 118 che hanno trasportato in ambulanza il ferito al pronto soccorso del locale ospedale.
Inizialmente le condizioni dell’uomo non sembravano gravi, poi si sono aggravate sino al decesso. Sul fatto stanno indagando i carabinieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cartabia, indagine su tutte le carceri delle rivolte
‘A S.Maria Capua Vetere violenze a freddo’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
10:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Occorre un’indagine ampia perchè si conosca quello che è successo in tutte le carceri nell’ultimo anno dove la pandemia ha esaperato tutti”: lo ha detto la ministra della giustizia Marta Cartabia in Aula alla Camera e ha annunciato che una Commissione ispettiva del Dap visiterà tutti gli istituti pentienziari dove si sono verificati “i gravi eventi del marzo 2020”, per valutare la correttezza degli interventi legati alle rivolte nelle carceri. Infine a suo dire il sovraffollamento nelle carceri “sta peggiorando”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bunker scoperto dai carabinieri in un edificio nel Reggino
Realizzato sotto una camera, si accedeva tramite botola nascosta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TAURIANOVA
21 luglio 2021
10:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri della Compagnia di Taurianova, insieme a quelli dello Squadrone Eliportato “Cacciatori” di Vibo Valentia, hanno scoperto un vero e proprio bunker realizzato all’interno di una abitazione privata di un 46enne.
Il locale era stato realizzato sotto una camera da letto dell’edificio, a Taurianova, e vi si accede attraverso una botola a scomparsa, ben nascosta nel pavimento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La botola, delle dimensioni di circa 90x90cm, era rivestita da piastrelle uguali alla pavimentazione della camera e si azionava, in discesa e in salita, mediante un sofisticato meccanismo idraulico con comando elettrico, controllato da un pulsante. Il bunker era totalmente interrato e in cemento armato, delle dimensioni di circa 3 metri per 3 metri e alto 2 metri, con impianto di illuminazione elettrica e un sistema di areazione mediante fori, che consentivano la permanenza all’interno anche per un prolungato periodo. La botola a scomparsa si poteva azionare con tasti elettrici sia dall’interno che dall’esterno, creando una struttura automatizzata di difficile individuazione e particolarmente efficace, secondo gli investigatori, per nascondere armi, stupefacenti o anche latitanti.
Le indagini proseguono per accertare se il bunker possa essere stato utilizzato, in passato, anche da esponenti della ‘ndrangheta per sfuggire alla cattura. Il proprietario dell’abitazione è stato denunciato per abusivismo edilizio e il locale sequestrato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ottenevano illecitamente finanziamenti garantiti, un arresto
Sequestrati beni e soldi per 2,3 milioni di euro. 41 indagati
m
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
10:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ottenevano finanziamenti dalle banche, garantiti dallo Stato, a favore di società fantasma che poi venivano fatte fallire. La guardia di finanza di Genova insieme all’agenzia delle Dogane ha arrestato una persona e sequestrato beni mobili e immobili.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In particolare, i funzionari ed i militari operanti hanno sequestrato conti correnti e altri rapporti finanziari per un valore di oltre 2,3 milioni di euro. L’inchiesta nasce da una precedente attività che aveva scoperto una maxi frode fiscale nel settore della commercializzazione di veicoli di pregio con evasione dell’Iva.
Nel corso dell’indagine gli investigatori avevano scoperto che le società ‘cartiere’ utilizzate per l’acquisto dei veicoli, una volta esaurito il loro primario compito ‘truffaldino’, venivano utilizzate per acquisire anche finanziamenti bancari di notevole importo, perlopiù garantiti dallo Stato Italiano tramite il Fondo di garanzia del medio credito centrale. Sono state verificate oltre 100 mila operazioni bancarie. Sono 41 le persone indagate. Gli investigatori hanno scoperto che il sodalizio operava attraverso la preventiva costituzione o acquisizione del controllo – tramite soggetti ‘prestanome’ – di una vera e propria galassia di società di capitali (molte delle quali sull’orlo del fallimento e tutte rigorosamente inattive); i bilanci delle società, artatamente falsificati, venivano successivamente utilizzati al fine di attrarre ingenti finanziamenti erogati dal sistema bancario ed assistiti oltremodo dalla garanzia statale a favore delle medie imprese.
Nel complesso, la frode ha permesso di acquisire in modo del tutto illegittimo finanziamenti per complessivi 6,9 milioni di euro, dei quali 1,7 garantiti dallo Stato; denaro che, una volta preso dalle predette società ‘cartiere’, è stato distratto e anche reinvestito in ulteriori attività economiche inquinando il tessuto dell’economia legale. Le società ‘cartiere’ sono state fatte fallire con un danno per i creditori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Malta, oltre 500 gli studenti di inglese positivi
Ministero salute, da stranieri il 60% dei nuovi casi quotidiani
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LA VALLETTA
21 luglio 2021
11:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono oltre 500 i giovani studenti di lingue risultati positivi a Malta, circa un quarto di tutti i casi attivi nell’arcipelago dove ai primi di luglio si sono accesi focolai in una dozzina di scuole d’inglese. Il dato è stato fornito dal ministero della salute al Times of Malta, mentre da lunedì scorso l’agenzia statale per il turismo (Mta) ha cominciato a rimpatriare con voli speciali gli studenti di Italia, Francia, Germania e Spagna negativi ai test ma messi in quarantena per essere stati a contatto con compagni positivi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Circa il 60% dei nuovi casi giornalieri viene da non residenti. Va anche notato che la maggioranza di questi è nella fascia degli under 19” ha affermato un portavoce del ministero.
Le oltre 40 scuole d’inglese presenti a Malta sono state chiuse mercoledì scorso dopo che erano state fortemente promosse dal ministero del turismo con una serie di incentivi, tra cui voucher del valore di 300 euro (da spendere ovunque sull’arcipelago per ristoranti e servizi) ad ogni studente che avesse prenotato una vacanza-studio.
Nonostante la chiusura delle scuole, è visibile sull’arcipelago la presenza di migliaia di studenti che hanno comunque deciso di concludere la vacanza a Malta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Separazione non è annotata da 6 anni, non possono divorziare
Caso a Milano. Avv. Marina Martini, Comune non risponde da mesi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
21 luglio 2021
11:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono separati da quasi sei anni ma l’Ufficio Anagrafe-Stato Civile del Comune di Milano si è dimenticato di annotarlo nell’Atto di Matrimonio. E così mancando la registrazione una coppia residente nel capoluogo lombardo non può divorziare con tutte le conseguenze del caso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha reso noto l’avvocato Marina Martini, del Foro di Milano, che ha prodotto la certificazione relativa.
Il legale ha anche spiegato di avere più volte chiesto al Comune, a partire da ottobre 2020 cioè nove mesi fa (sempre producendo le richieste in posta certificata), di provvedere all’annotazione per consentire finalmente lo scioglimento del matrimonio ma “senza ottenere nulla”. Una prima risposta è arrivata a marzo 2021, 5 mesi dopo, ma solo “per chiedere un nuovo inoltro della richiesta in un formato telematico diverso”.
Ma ancora una volta non è stata data risposta della eventuale registrazione.
“In una città la cui amministrazione si definisce efficiente e attenta ai bisogni dei cittadini e che viene spesso definita una metropoli europea – ha detto l’avvocato Marina Martini – è incredibile che dalla separazione, il cui verbale è stato trasmesso all’Ufficiale di Stato Civile del Comune il 17 settembre 2015, non sia stata fatta l’annotazione. Ancora più incredibile la mancata risposta e il mancato intervento negli ultimi nove mesi dell’amministrazione. E in più nemmeno le scuse. I danni per la coppia sono importanti e ogni sollecitazione è stata al momento inutile. Rimarco che siamo a quasi sei anni di distanza dalla separazione”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Malta, in settimana volo rimpatrio degli studenti positivi
157 italiani. Forse venerdì charter finanziato da ente turismo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LA VALLETTA
21 luglio 2021
11:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’agenzia governativa per il turismo maltese (Mta) ha deciso di organizzare voli di rientro in patria per gli studenti d’inglese risultati positivi e posti in quarantena. Complessivamente a Malta sono oltre 500, di cui 157 italiani secondo i dati delle autorità maltesi.
Il charter per i nostri connazionali dovrebbe partire entro la fine della settimana, probabilmente venerdì. La Mta, a quanto si apprende, stamani ha chiesto ai responsabili dei gruppi di studenti delle scuole d’inglese di compilare gli elenchi degli studenti posti in quarantena che vogliano anticipare il rientro raccogliendo anche il consenso delle famiglie.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Anziana trovata uccisa in casa, corpo scoperto dal figlio
Indagano i carabinieri, cadavere presenta segni coltellate
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
21 luglio 2021
12:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il cadavere di un’anziana, con ben visibili ferite da coltello, è stato trovato stamane in una abitazione a Bovolone (Verona). La vittima si chiamava Maria Spadini, 70 anni.
Sull’episodio stanno indagando i carabinieri.
La pista seguita è quella dell’omicidio. Il pm sta sentendo il figlio della donna, un 50enne, che stamane ha chiamato il 112 dicendo di aver scoperto in casa il corpo della madre.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SOGLIA DEL 20% DELLE TERAPIE INTENSIVE E DEL 30% DEI RICOVERI PER LE REGIONI IN GIALLO
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
13:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quattordicenne muore investita da treno in periferia di Roma
Forse stava attraversando i binari
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
14:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una ragazzina di 14 anni è morta investita da un treno ieri sera alla periferia di Roma. E’ accaduto all’altezza della stazione ferroviaria di via di Salone, nei pressi del campo nomadi.
Sul posto la polizia ferroviaria che indaga per ricostruire la dinamica dell’accaduto. Inutili i soccorsi per la 14enne. L’ipotesi è che stesse attraversando i binari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in 150 a ballare in locale a Chatillon, multato gestore
Controlli polizia, ora rischia chiusura temporanea
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA
21 luglio 2021
14:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La polizia ha sanzionato il gestore di un locale di Chatillon, dove lo scorso fine settimana era stata organizzata una serata danzante con la partecipazione di almeno 150 persone, fa sapere la questura di Aosta. Il titolare è quindi stato multato, oltre che per “l’abusiva attività da discoteca”, anche per le infrazioni alla normativa anti-Covid19.

Da inizio anno la questura di Aosta ha sanzionato 13 esercizi commerciali per violazioni alla normativa in vigore durante la pandemia. Le ultime due infrazioni sono a carico di un pub di Aosta e del locale della media Valle: in entrambi i casi è stata organizzata “attività da discoteca del tutto clandestina, a discapito di altre categorie, che anche nell’interesse della collettività, hanno rispettato la normativa vigente”.
La questura ha chiesto agli uffici di prefettura che i due locali vengano chiusi temporaneamente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sandrelli, mia Tosca inedita in difesa delle donne
Attrice debutta regia opera al Pucciniano: “Realizzo sogno”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
21 luglio 2021
14:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il tema della violenza sulle donne è uno dei messaggi che Stefania Sandrelli affida a un’inedita Tosca per il suo debutto nella regia lirica. Il 23 luglio l’opera portata in scena dall’attrice inaugurerà la 67esima edizione del festival Puccini di Torre del Lago, a Viareggio (Lucca), città natale di Sandrelli.
“Per me è un’emozione straboccante – commenta Sandrelli – mio nonno mi cantava tutte le arie pucciniane e questo debutto mi tocca moltissimo, è un sogno”.
Nella regia di Sandrelli, la Tosca ricorda quanto sia attuale il tema della violenza di genere. “La violenza sulle donne non è più tollerabile – aggiunge Sandrelli -. La Tosca è una donna coraggiosa, forte, che prova inquietudine per le cose che non le sembrano giuste, è un personaggio assolutamente contemporaneo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: scontri Roma; 12 indagati, anche leader Forza Nuova
Tra i nomi Giuliano Castellino e Roberto Fiore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
21 luglio 2021
14:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dodici persone sono state indagate in seguito agli scontri di fine ottobre a piazza del Popolo, a Roma, durante la manifestazione contro le misure restrittive anti-Covid. Tra gli indagati compaiono anche Giuliano Castellino e Roberto Fiore, leader di Forza Nuova, ma anche altri esponenti del movimento di estrema destra, come il figlio di Castellino, Fabio Corradetti.
I reati che vengono contestati, a seconda delle posizioni, sono istigazione a disobbedire alle leggi, adunata sediziosa e resistenza a pubblico ufficiale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aggressione gazebo Lega: sette denunciati a Cagliari
La Digos ha già identificato un primo gruppo di antagonisti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
21 luglio 2021
14:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I poliziotti della Digos di Cagliari hanno identificato gli autori del raid, con aggressione e danneggiamento, ai danni del gazebo che la Lega aveva allestito ieri sera nella centralissima piazza Garibaldi per la raccolta firme sulla riforma della giustizia.
Gli investigatori della Questura di Cagliari, coordinati dal dirigente Antonio Nicolli, hanno denunciato sette persone, sei uomini e una donna di età compresa tra i 20 e i 60 anni per danneggiamento, lesioni, violenza privata e attentato contro la libertà individuale della persona.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I sette, che sono solo i primi denunciati, facevano parte del gruppo, circa una ventina di persone, di anarchici e antagonisti che ieri sera intorno alle 20 ha circondato il gazebo della Lega. I 20 dopo aver urlato attraverso dei megafoni il loro dissenso verso la campagna della Lega, si sono scagliati contro il gazebo, aggredendo i militanti, uno di loro ha riportato lievi escoriazioni, e poi hanno distrutto il gazebo stesso.
Sul posto sono arrivati gli agenti della squadra volante e gli uomini della Digos. Gli specialisti della Sezione Antiterrorismo della Digos hanno avviato subito le indagini, acquisendo i diversi filmati amatoriali (girati dai numerosi cittadini testimoni del fatto) e quelli delle telecamere di sicurezza presenti nell’area. Le indagini proseguono per individuare tutte le altre persone coinvolte nel raid.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Pressioni su vittima abusi’: madre, traditi da Legionari Cristo
La testimonianza in aula: ‘Ci hanno offerto soldi per tacere’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
21 luglio 2021
15:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“In quel momento eravamo fragili e vulnerabili e abbiamo subito anche noi, in quanto genitori, un abuso di coscienza. Non abbiamo mai chiesto soldi a nessuno, sono stati loro a offrirceli per tacere, perché sapevano che c’erano delle difficoltà economiche nella nostra famiglia e che nostro figlio voleva andare a studiare all’estero.
Siamo stati traditi”. Lo ha detto stamane nella sua deposizione in aula la madre di una giovane vittima di abusi, nel processo a Milano a carico di cinque ex vertici dei Legionari di Cristo, accusati di tentata estorsione e favoreggiamento.
Stando all’indagine della pm Alessia Menegazzo, la donna, parte civile nel processo e assistita insieme al marito dall’avvocato Daniela Cultrera, avrebbe ricevuto pressioni per tacere sulle violenze sessuali subite dal figlio, all’epoca 12enne, nel seminario di Novara della congregazione religiosa dell’allora rettore Vladimir Resendiz Gutierrez, già condannato in via definitiva a 6 anni e mezzo di carcere e ridotto allo stato laicale.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Scuola, i presidi: ‘Oltre il green pass, serve l’obbligo del vaccino per i prof’
Primo incontro giovedì al ministero in vista della ripartenza a settembre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
17:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Bisogna andare oltre le ipotesi sul green pass a scuola. Per riaprire gli istituti in presenza e in totale sicurezza serve l’obbligo del vaccino per il personale scolastico.
In questo modo non bisognerebbe applicare il distanziamento, che necessita invece della disponibilità di spazi”. E’ quanto sostiene l’Anp, l’Associazione Nazionale Presidi, che giovedì avrà un primo incontro al ministero in vista della ripartenza delle scuole a settembre. “La prossima settimana vedremo il ministro Bianchi e riferiremo anche a lui le nostre posizioni sul vaccino ai prof”, ha anche fatto sapere l’Anp.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Violenze su detenuti a Torino, chiesto processo per 25
Fra indagati direttore carcere e comandante agenti dell’epoca
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
21 luglio 2021
15:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La procura di Torino ha chiesto 25 rinvii a giudizio in un procedimento che riguarda episodi di violenza commessi da agenti di polizia penitenziaria ai danni di detenuti nel carcere Torinese delle Vallette. Per alcuni casi è contestato il reato di tortura.
Fra gli indagati ci sono Domenico Minervini e Giovanni Battista Alberotanza, all’epoca dei fatti direttore del carcere e comandante degli agenti, ai quali sono stati contestati comportamenti riconducibili, secondo gli inquirenti, a nascondere o a minimizzare la portata degli episodi. I detenuti elencati come persone offese dalla procura sono undici.   PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Scuola, i presidi: ‘Oltre il green pass, serve l’obbligo del vaccino per i prof’
Primo incontro giovedì al ministero in vista della ripartenza a settembre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
17:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Bisogna andare oltre le ipotesi sul green pass a scuola. Per riaprire gli istituti in presenza e in totale sicurezza serve l’obbligo del vaccino per il personale scolastico.
In questo modo non bisognerebbe applicare il distanziamento, che necessita invece della disponibilità di spazi”. E’ quanto sostiene l’Anp, l’Associazione Nazionale Presidi, che giovedì avrà un primo incontro al ministero in vista della ripartenza delle scuole a settembre. “La prossima settimana vedremo il ministro Bianchi e riferiremo anche a lui le nostre posizioni sul vaccino ai prof”, ha anche fatto sapere l’Anp.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Violenze su detenuti a Torino, chiesto processo per 25
Fra indagati direttore carcere e comandante agenti dell’epoca
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
21 luglio 2021
15:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La procura di Torino ha chiesto 25 rinvii a giudizio in un procedimento che riguarda episodi di violenza commessi da agenti di polizia penitenziaria ai danni di detenuti nel carcere Torinese delle Vallette. Per alcuni casi è contestato il reato di tortura.
Fra gli indagati ci sono Domenico Minervini e Giovanni Battista Alberotanza, all’epoca dei fatti direttore del carcere e comandante degli agenti, ai quali sono stati contestati comportamenti riconducibili, secondo gli inquirenti, a nascondere o a minimizzare la portata degli episodi. I detenuti elencati come persone offese dalla procura sono undici.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mottarone: Tadini non ha pace, cavo non doveva spezzarsi
Capo servizio impianto, finalmente accertamenti su rottura fune
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
15:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Quel cavo non si doveva spezzare, è inconcepibile. Non riesco a darmi pace”.
Sono le parole di Gabriele Tadini, capo servizio della funivia e l’unico ad essere ai domiciliari per la tragedia del Mottarone in cui lo scorso 23 maggio sono morte 14 persone e solo un bimbo è sopravvissuto.
Tadini, attraverso il suo difensore, Marcello Perillo, ha chiesto e ottenuto l’incidente probatorio che prenderà il via domani per accertare le cause della sciagura. “Finalmente – ha detto al suo legale – cominciamo a fare accertamenti sulla fune.
E’ una questione che non mi fa dormire: al di là dei forchettoni inseriti non si doveva rompere”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Anziana uccisa in casa, aveva due coltelli nella schiena
Figlio ha scoperto il corpo, sottoposto a lungo interrogatorio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VERONA
21 luglio 2021
16:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due coltelli da cucina conficcati nella schiena. Così è stata trovata oggi senza vita Maria Spadini, 70 anni, nella sua casa di Bovolone (Verona).
Dai primi accertamenti l’anziana avrebbe subito una feroce aggressione, come testimoniano le numerose ferite inferte dall’assassino in varie parti del corpo. Il cadavere era riverso a terra, tra la porta della cucina e quella del salotto. E così avrebbe detto di averlo trovato il figlio, un 52enne, disoccupato che da un po’ di tempo era tornato a vivere con la madre. L’uomo si trova ancora in caserma, sottoposto ad interrogatorio da parte della pm Maria Federica Ormanni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In Congo una onlus italiana porterà a scuola i bimbi-minatori
Still I Rise, in autunno un centro educativo per minori
e
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
IL CAIRO
21 luglio 2021
16:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un’organizzazione non profit internazionale con sede in Italia, Still I Rise, sta per aprire un centro nella Repubblica democratica del Congo che punta a strappare i bambini-minatori dall’inferno dell’estrazione del cobalto e di altri minerali. Lo ha ribadito Nicolò Govoni, Direttore esecutivo della Onlus.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per salvare i piccoli dallo sfruttamento, saranno attivate strategie di sostegno alle famiglie già sperimentate in altri contesti di emergenza, come nel Nord-Ovest della Siria.
Il “centro di emergenza e riabilitazione” sorgerà “in autunno” nell’area di Kolwezi, nel sud del Paese, “dove si concentrano le più grandi miniere di cobalto del mondo, con lo scopo di togliere i bambini dal lavoro minorile e di riportarli a scuola”, ha previsto Govoni. “Ci proveremo attraverso attività di sensibilizzazione e distribuzioni di beni di prima necessità alle famiglie, come ad esempio pacchi alimentari, vestiti e kit igienici, in modo che i figli non siano più costretti a lavorare”, ha aggiunto.
La “violazione dei diritti dei bambini nelle regioni minerarie è allarmante”, aveva sottolineato Sarah Evans, Direttrice dei Programmi di Still I Rise, in un comunicato diffuso il mese scorso in occasione dell’ottenimento di tutte le autorizzazioni ministeriali per iniziare le operazioni.
Il lavoro minorile in Congo è una piaga ben nota, veniva ricordato nel testo. Sebbene, dopo una denuncia di Amnesty International, il Paese abbia annunciato di voler eliminare entro il 2025 l’impiego dei bambini nel settore minerario, attualmente questi continuano a essere sfruttati senza il minimo rispetto dei diritti umani. Una stima Unicef, ma risalente al 2014, parla di circa 40mila bambini impegnati nell’estrazione del cobalto. I turni di lavoro arrivano a 12 ore al giorno, durante le quali i minori scavano la roccia a mani nude trasportando sacchi di pietre spesso più pesanti di loro stessi. La retribuzione varia da 1 a 2 euro al giorno, a discrezione dei commercianti che pagano in base al peso e alla purezza dei minerali estratti.
“I siti di lavorazione mineraria sono un inferno sulla terra. I lavoratori spendono ore nell’acqua acida, a spaccare pietre, per poi lavarle e venderle a prezzi stracciati alle società minerarie. Una gran parte di questi lavoratori sono bambini di tutte le età. 7, 9, 13, 16 anni”, aveva riferito il mese scorso Giovanni Volpe, Nairobi Program Manager che assieme a Govoni ha visitato di recente la zona. “Ma non mancano i neonati, fasciati sulla schiena delle madri mentre queste scavano, estraggono, spaccano, lavano e ripetono” fra “suolo tossico”, e “acqua torbida”, ha aggiunto Volpe.
Il Congo, da solo, produce più del 3% del rame e del 50% del cobalto venduti al mondo, ricorda la Onlus. Anche diamanti, coltan, oro e petrolio sono presenti in abbondanza nel territorio del Paese, che però si classifica 175/o su 189 nazioni per indice di sviluppo umano e in cui il 72% delle persone vive in condizioni di estrema povertà, con meno di 1,50 euro al giorno, senza accesso ai servizi essenziali. La situazione dei bambini è catastrofica: il 43% soffre di malnutrizione e sono 3,5 milioni i minori in età primaria fuori dalla scuola.
Nella regione del Katanga, dove si concentra la maggior parte dell’estrazione mineraria congolese, si registra il tasso più alto di mortalità infantile del mondo: 1 bambino su 5 muore prima del compimento dei 5 anni, ha ricordato Still I Rise.
La Onlus è attiva anche in Kenya, dove ha avviato la prima Scuola Internazionale per minori profughi e vulnerabili del continente africano. L’istituto rilascerà diplomi IB (International Baccalaureate) e permetterà agli studenti di accedere alle migliori università del pianeta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Temussi (Ats), età media ricoverati Sardegna è 33,7 anni
“Situazione sotto controllo, aumentati posti osservazione breve”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
21 luglio 2021
16:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Ats Sardegna riorganizza i servizi e gli assetti per combattere la battaglia contro il Covid 19 alla luce dei nuovi dati che vedono una crescita dei casi, come nel resto d’Italia, ma una bassa ospedalizzazione dei positivi. Lo spiega il commissario straordinario Ares-Ats Massimo Temussi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La situazione nei reparti è sotto controlli e il numero dei ricoveri è più basso di quello reale per due motivi principali: il primo è che si è abbassata l’età media dei pazienti con sintomi che sono lievi, che è passata da 46 a 33,7 anni ed è in continua discesa. la seconda ragione – aggiunge – è che questi pazienti giovani restano in ospedale per un periodo breve e poi vengono rimandati a casa per seguire la terapia farmacologica. Per questo abbiamo aumentato i posti di osservazione breve che diventano 25 e sono stati dimessi 14 ricoverati”. Nel frattempo scade giovedì il termine ultimo e perentorio dato da Ats ai circa 300 operatori sanitari che ancora non si sono vaccinati: “se venerdì non ci saranno riscontri alle nostre richieste, partiranno i provvedimenti del caso”.
Temussi infine annuncia che nei prossimi giorni ci sarà un’ispezione di una delegazione della struttura commissariale che sarà nell’Isola per verificare gli investimenti fatti con il Dm 34 e per discutere della possibilità di farne altri nei presidi ospedalieri”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morta di overdose a 24 anni: madre ‘obbligata, aveva paura’
Iniziato a Brescia processo per la morte di Francesca Mandredi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BRESCIA
21 luglio 2021
16:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si è celebrata davanti al gup di Brescia l’udienza preliminare per la morte di Francesca Manfredi, la 24enne morta di overdose lo scorso 24 agosto a Brescia. Sono complessivamente sette gli indagati; uno, latitante fino a ieri, si è costituito e si è presentato in aula.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cinque persone sono accusate di spaccio di droga. Uno di loro, Thomas Maroni, è stato ammesso al rito abbreviato così come Cristian Paloschi, trentenne che deve rispondere invece di omicidio preterintenzionale perché secondo gli inquirenti ha iniettato la dose letale di eroina alla giovane vittima.
Accusata invece di omissione di soccorso un’amica della ragazza che ho trascorso con lei e con il trentenne l’ultima notte in vita di Francesca Mandredi. Lei e cinque spacciatori sceglieranno il rito il 15 settembre, giorno in cui è stata aggiornata l’udienza.
La madre di Francesca Manfredi si è costituita parte civile.
“Gli avvocati degli indagati hanno cercato di attaccarmi con argomenti che non c’entrano nulla con il processo. Pensavo di farmi più male di quanto mi hanno fatto” ha detto Monia Migliorarati, rappresentata dall’avvocato Rosa Afrune. La vittima è morta al primo buco di eroina della sua vita.
“Condivido con la ricostruzione della Procura che è stato Paloschi a iniettarle l’eroina” spiega la madre. “A Francesca era morta un’amica per eroina e aveva paura. Mi ripeteva sempre che non capiva come si potesse morire per quella roba. Ora voglio che paghino per quanto fatto”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Terrorismo: Corte Milano conferma, prescritta pena Bergamin
Respinto ricorso pm dopo ordinanza su ‘estinzione’ ad aprile
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
21 luglio 2021
17:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte d’Assise di Milano, respingendo il ricorso della Procura, ha confermato l’ordinanza con cui a maggio ha dichiarato l'”estinzione” per prescrizione della pena di 16 anni e 11 mesi per l’ex terrorista Luigi Bergamin, difeso dal legale Giovanni Ceola e condannato per concorso morale negli omicidi commessi da Cesare Battisti del maresciallo Antonio Santoro e dell’agente Andrea Campagna (pena prescritta nel 2008), avvenuti nel 1978 e 1979.
L’ex militante dei Proletari armati per il comunismo si è costituito in Francia dopo l’ormai noto blitz della fine di aprile.

Contro il provvedimento in cui si ribadisce che la pena è prescritta l”8 aprile di quest’anno, il pm dell’esecuzione Adriana Blasco può ricorrere in Cassazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia: condannato 6 anni l’ex senatore D’Alì
Parlamentare di Fi è stato anche sottosegretario all’Interno
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
22 luglio 2021
08:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La corte d’appello di Palermo ha condannato a 6 anni l’ex senatore di Fi e sottosegretario all’Interno Antonio D’Ali’ imputato di concorso esterno in associazione mafiosa nel processo d’appello bis celebrato dopo che la Corte di Cassazione aveva annullato con rinvio la sentenza della Corte d’appello di Palermo che, a settembre del 2016, mando’ assolto l’ex politico per le contestazioni successive al 1994 e dichiarato prescritti i reati a lui contestati nel periodo antecedente a quella data.
D’Alì era accusato di avere “contribuito al sostegno e al rafforzamento di Cosa nostra, mettendo a disposizione dei boss le proprie risorse economiche, e, successivamente, il proprio ruolo istituzionale di senatore della Repubblica e di sottosegretario di Stato”. Per i pm, che avevano chiesto la condanna a 7 anni e 4 mesi, l’ex senatore trapanese avrebbe avuto rapporti con le cosche e con esponenti di spicco dell’organizzazione come il superlatitante Matteo Messina Denaro, Vincenzo Virga e Francesco Pace, fin dai primi anni ’90, e avrebbe cercato l’appoggio elettorale delle “famiglie”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il politico avrebbe poi svolto un ruolo fondamentale nella gestione degli appalti per importanti opere pubbliche, dal porto di Castellammare del Golfo agli interventi per l’America’s Cup.
Dei presunti collegamenti di D’Alì con le cosche hanno parlato vari pentiti tra cui Antonino Giuffrè, Antonio Sinacori, Francesco Campanella e da ultimo don Ninni Treppiedi e Antonino Birrittella. La corte d’appello ha anche condannato l’ex senatore a risarcire le associazioni antimafia costituite parti civili e lo ha dichiarato interdetto dai pubblici uffici per tre anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:4.259 positivi,21 vittime.Tasso positività sale a 1,8%
In calo le terapie intensive (meno 7), aumentano di 2 i ricoveri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
17:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora in aumento i casi Covid in Italia. Sono 4.259 i positivi ai test individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute.
Ieri erano stati 3.558. Sono invece 21 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 10. I tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia sono 235.097. Il tasso di positività è dell’1,8%, in lieve aumento rispetto all’1,6% di ieri. Sono 158 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, 7 in meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 9 (ieri 11). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.196, due in più rispetto a ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Stadio Roma: Raggi,revoca Tor di Valle, ora nuovo progetto
Ok arrivato dall’assemblea capitolina. Approvati emendamenti Pd
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
21 luglio 2021
18:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi ok Assemblea capitolina a revoca Tor di Valle. Ora possibile nuovo progetto stadio della Roma.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si apre nuovo capitolo per rilancio città”. Così la sindaca di Roma Virginia Raggi in un tweet annuncia la revoca, decisa dall’aula, del progetto dello Stadio della Roma a Tor di Valle L’Assemblea capitolina, riunita oggi in seconda convocazione, ha approvato la delibera sulla revoca di pubblico interesse sul progetto dello Stadio della Roma nell’area di Tor Di Valle. L’Aula, con appello nominale richiesto dai consiglieri M5s presenti, ha approvato la delibera con 17 voti favorevoli, su 17 votanti.
“Ringrazio i consiglieri del M5S in Aula che oggi sono qui presenti e fino all’ultimo giorno si stanno prendendo la responsabilità di votare delibere importanti come queste. Gli emendamenti presentati dal Pd che abbiamo votato e sottoscritto non correggono la delibera ma la vanno ad attualizzare: il provvedimento era formalmente corretto ma successivamente ci sono stati eventi che hanno reso necessaria una modifica dello stesso”, ha detto Giuliano Pacetti, capogruppo M5s in Campidoglio. “Con questa votazione -spiega – voltiamo pagina e chiudiamo un capitolo che non poteva andare avanti perché mancava il presupposto fondamentale, ovvero che anche la squadra di calcio, così come prevede la legge, sia disposta a firmare gli atti e portare avanti la progettualità presentata dal proponente”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In crisi causa Covid, più romani chiedono buoni spesa
Rapporto Campidoglio, ‘stipendi ridotti e disoccupazione’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
21 luglio 2021
18:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Stipendi fortemente ridotti (73,5%), perdita del lavoro (57,3%), fine dei risparmi (39,3%): sono queste le principali cause che hanno portato i cittadini romani, nell’anno Covid, a chiedere aiuti socio-assistenziali e buoni spesa. Lo rivela un rapporto di ricerca sulle nuove povertà nel territorio cittadino promosso e finanziato dall’Amministrazione Capitolina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Inoltre, sempre secondo lo studio, in tre casi su quattro (76,1%), si tratta di cittadini che hanno usufruito di questo tipo di aiuti per la prima volta e la stragrande maggioranza di loro (85,7%) non vede all’orizzonte un miglioramento della propria condizione. “Questo lavoro di ricerca è stato avviato durante il periodo della pandemia. Un lavoro nato da un’esigenza fondamentale: provare a governare la pandemia. Abbiamo lavorato giorno e notte per intensificare i servizi”, ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi, durante la conferenza stampa in Campidoglio. Lo studio, condotto dalla Fondazione Unicampus San Pellegrino per il tramite del suo SocioLab – Istituto di studi sociali, con la direzione scientifica del prof. Nicola Ferrigni, punta ad approfondire l’impatto dell’emergenza sanitaria da Covid-19 sul tessuto socio-economico capitolino, al fine di sondare l’impatto dei servizi e definire azioni amministrative sempre più capaci di rispondere ai bisogni dei cittadini.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Roma boom di contagi, nel Lazio variante Delta oltre il 60%
L’onda lunga dei festeggiamenti per gli Europei continua a pesare sui nuovi contagi nella Capitale. Nel Lazio zero decessi dopo tre giorni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
21 luglio 2021
18:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘onda lunga dei festeggiamenti per gli Europei continua a pesare sui nuovi contagi a Roma. Nelle ultime 24 ore la Capitale, che ieri ha visto quintuplicare i casi in una settimana, ha registrato 348 nuove positività, oltre la metà dei 616 casi di tutta la regione Lazio che torna a registrare zero decessi per la prima volta dopo tre giorni. A incidere sul bilancio giornaliero è soprattutto la variante Delta che rappresenta oltre il 60% del totale.
La fascia d’età più colpita è quella dei giovani, per i quali la Regione ritiene indispensabile il vaccino. Solo con l’immunizzazione degli under 30, è il sentimento comune, si potrà arrivare alla drastica riduzione dei contagi e, soprattutto, all’agognata immunità di gregge. “L’incidenza nel Lazio dei casi positivi ogni 100mila abitanti nella fascia di popolazione over 50 – spiega l’Unità di crisi – rappresenta meno del 5% ed è più bassa di almeno 10 volte l’incidenza complessiva.
Questo significa che il virus sta circolando soprattutto tra i giovani ed è indispensabile che si vaccinino, per due motivi: contribuire a ridurre la diffusione e raggiungere l’obiettivo dell’immunità di gregge che significa la messa in sicurezza dell’intera comunità”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cannes: Moretti, “con vittoria Titane sono invecchiato di colpo”
Il post ironico del regista su Instagram: “Succede”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
19:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La reazione di Nanni Moretti alla vittoria del film horror “Titane” di Julia Ducournau al Festival di Cannes 2021 è arrivata con un po’ di ritardo è affidata a Instagram con un post ironico. Sul suo profilo ufficiale, il regista in gara con “Tre piani” ha pubblicato un selfie a faccia stravolta occhi sbarrati camicia a quadri.
“Invecchiare di colpo. Succede. Soprattutto se un tuo film partecipa a un festival. E non vince. E invece vince un altro film, in cui la protagonista rimane incinta di una Cadillac. Invecchi di colpo. Sicuro”. Post inondato di commenti.   CINEMA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: positivi 2 animatori parrocchia, 80 ragazzi in quarantena
Domani test antigenici per tutti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CASTELLEONE DI SUASA
21 luglio 2021
20:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due animatori del campo estivo parrocchiale di Castelleone di Suasa (Ancona) sono risultati positivi al covid-19, ma altri giovani potrebbero essere stati infettati. Il primo è emerso domenica 18, l’altro oggi con allarme tra istituzioni e famiglie dei circa 70 ragazzi dai 6 ai 13 anni iscritti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il sindaco di Castelleone di Suasa, Carlo Manfredi, ha invitato tutti, un’ottantina di persone, a rimanere isolati in chiave preventiva, in attesa di ulteriori disposizioni dalle autorità sanitarie. “In considerazione dei casi di positività registrati tra gli animatori del Grest – scrive il primo cittadino sulla pagina social del Comune – dopo consulto sanitario, a tutti, animatori e bambini, è consigliato l’isolamento preventivo, dettato dal buon senso, in attesa delle disposizioni Asur”. Nel frattempo è stato organizzato un servizio di screening per tutte le persone coinvolte. Domani, 22 luglio, dalle 11 alle 13 verranno effettuati circa 80 tamponi antigenici presso la palestra comunale grazie all’équipe territoriale medici “Collina” e “Monte”, guidata dal dottor Stefano Ripanti. Il timore è che l’intero paese, circa 1.600 abitanti, stretto tra i fiumi Cesano e Nevola, posa entrare in una fascia di restrizioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo Firenze, JR sbarca anche a Roma
L’opera dell’artista francese a Piazza Farnese
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
22:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un nuovo ‘squarcio visivo’, questa volta a Roma, per l’artista francese JR che si era ‘fatto vedere’ a marzo con un’altra spettacolare installazione a Palazzo Strozzi a Firenze. Questa volta l’opera è stata realizzata a Palazzo Farnese in Piazza Farnese a Roma.
Ed è nel suo tipico stile: un collage fotografico tridimensionale in bianco e nero costruito, anche in questo caso, come un gioco illusionistico grazie al quale sembra di poter guardare all’interno del palazzo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Trovato morto in cantiere: il padre, vogliamo la verità
Udienza davanti al gip di Cremona, per il pm fu suicidio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CREMA
21 luglio 2021
21:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Chiedo che si indaghi ancora e che si arrivi alla verità sulla morte di mio figlio, qualunque essa sia”. Lo ha chiesto oggi Franco Pamiro, il padre di Mauro, il 44enne professore di informatica al liceo Galilei e musicista trovato cadavere in un cantiere in via Don Primo Mazzolari, a Crema, il 29 giugno di un anno fa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha domandato con forza prima dell’udienza davanti al gip, in tribunale a Cremona, in cui gli avvocati Gian Luigi Tizzoni e Antonino Andronico si sono opposti alla richiesta di archiviazione firmata dal pm Davide Rocco.
Per il pubblico ministero, escluso l’omicidio, la morte di Pamiro è un suicidio: si sarebbe lanciato dal tetto dopo aver preso la rincorsa, come attesterebbe l’autopsia, che certifica lesioni “compatibili con una precipitazione dall’alto e con l’altezza dell’edificio in costruzione alla base del quale era stato rinvenuto il cadavere”.
Il pm ha escluso “l’opera di terzi” e ha chiesto al gip di archiviare la posizione di Debora Stella, la moglie indagata “come atto dovuto”. Il gip si è riservato. “Che cosa sia successo quella sera noi non lo sappiamo. Ma siamo sicuri che Mauro non si sia suicidato” hanno esposto la loro verità i legali della famiglia della vittima.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Operaio investito in Brianza da ubriaco
Lavorava in un cantiere stradale a Biassono (Monza e Brianza)
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 luglio 2021
10:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un grave incidente sul lavoro si è verificato la scorsa notte nel Milanese. Un operaio che stava lavorando in un cantiere stradale è stato travolto da un’auto e ora si trova ricoverato in gravi condizioni.

L’uomo, un 33enne di origine albanese, si trovava al lavoro sulla Sp 6 nel territorio del comune di Biassono (Milano).
Trasportato dal 118 in codice rosso all’ospedale San Gerardo a Monza, si trova in prognosi riservata.
L’operaio ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale di Monza, è stato travolto da un’auto mentre stava lavorando al rifacimento della segnaletica stradale. A guidare l’auto che lo ha investito era un quarantenne di Lissone (Monza e Brianza), risultato positivo all’alcol test e quindi denunciato per lesioni e guida in stato di ebbrezza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ucciso piazza: sorella, dov’è giustizia?
“Non era pericoloso e aveva bisogno di essere aiutato”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 luglio 2021
10:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una persona non pericolosa, che aveva bisogno di essere aiutata, con due figli, uno di otto e una di cinque anni. E’ questo il modo in cui la sorella, appena rientrata dalla Francia, ha descritto Youns El Boussettaoui, l’uomo ucciso ieri a Voghera dall’assessore alla Sicurezza Massimo Adriatici che si trova ai domiciliari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E proprio del fatto che non sia in carcere, si è lamentata alla trasmissione Carta Bianca su Retequattro.
“Gli hanno sparato in piazza davanti a tantissime persone.
L’assassino si trova a casa sua, dorme bello riposato. Dove è la legge in questa Italia? “, “ma siamo in Italia o in una foresta?” ha detto in lacrime.
“Aveva un fucile, aveva una pistola in mano mio fratello? Rispondetemi! No, mio fratello non aveva nessuna arma in mano. È stato ammazzato – ha aggiunto – davanti alle persone e questa persona si trova a casa sua. Io voglio sapere se qua in Italia ammazzare o sparare è una cosa legale”.
Sapeva che Youns dormiva per strada. “Si sente più tranquillo a dormire sulle panchine. L’altro giorno l’ha visto mio marito, è venuto a prenderlo” ha raccontato. Comunque la famiglia ha cercato di aiutarlo: “Abbiamo chiamato i carabinieri a Livorno Ferraris (in provincia di Vercelli, ndr), possono testimoniare. L’abbiamo portato all’ospedale ma è scappato dall’ospedale. I carabinieri di Livorno Ferraris hanno chiamato i carabinieri di Voghera per poter prendere Youns, non perché fa male a qualcuno, è per lui, per difendere mio fratello”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Gimbe, raddoppiati i casi settimanali, +115%
Impennata che va di pari passo con l’incremento dei ricoveri del 5%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
22 luglio 2021
10:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La settimana 14-20 luglio 2021, rispetto alla precedente, mostra un incremento del 115,7% di nuovi casi di infezione da Sars-Cov-2, ovvero 19.390 rispetto a 8.989. Questa “impennata di nuovi casi va di pari passo a un’inversione di tendenza sul fronte ospedaliero”: i ricoveri con sintomi sono stati 1.194 rispetto a 1.128, pari a +5,9, e le terapie intensive 165 rispetto a 157, pari a +5,1%.
È quanto emerge dal monitoraggio della Fondazione Gimbe che vede anche crescere, dopo mesi di decremento i casi attualmente positivi (49.310 rispetto a 40.649) mentre sono ancora in calo i decessi (76 rispetto a 104, pari a -26,9%).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Malta, domani volo per studenti positivi italiani
Oggi charter speciale per 128 francesi in isolamento
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LA VALLETTA
22 luglio 2021
10:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Domani potranno rientrare in Italia i 157 giovani studenti italiani in quarantena a Malta perché risultati positivi al Covid durante una vacanza-studio nelle scuole d’inglese dell’arcipelago. L’ente nazionale del turismo maltese (Mta) ha messo a disposizione un volo speciale per Roma.
Un altro charter è stato predisposto, sempre domani, per gli studenti spagnoli. Lo si apprende da fonti diplomatiche europee. Oggi un primo volo sanitario riporterà a Parigi 128 studenti francesi. I voli seguono quelli che lunedì e martedì scorso hanno evacuato i ‘negativi’ verso Italia, Germania, Francia e Spagna.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ucciso in piazza: legale, andava curato
“Non siamo nemmeno stati avvisati dell’autopsia”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PAVIA
22 luglio 2021
11:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Youns El Bossettaoui “andava curato, non ucciso, perché non faceva male a nessuno ed era malato”. Lo ha spiegato l’avvocato Debora Piazza che con il collega Marco Romagnoli difende i famigliari dell’immigrato ucciso in piazza a Voghera dall’assessore alla Sicurezza Massimo Adriatici.
“Non siamo nemmeno stati avvisati dell’autopsia – ha spiegato il legale – perché pensavano non avesse parenti che invece sono tutti italiani”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Minibus esce di strada a Capri, un morto e 28 feriti
Il pulmino sarebbe precipitato per 5-6 metri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 luglio 2021
15:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ di una vittima – l’autista del minibus precipitato, di cui non sono ancora state rese note le generalità – e di 28 feriti registrati al pronto soccorso dell’ospedale di Capri il bilancio dell’incidente verificatosi stamattina. Per la maggior parte si tratta di persone ferite in modo lieve, che non si trovavano sull’automezzo ma sono state investite da detriti provocati dalla caduta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quelli in condizioni più gravi sono i passeggeri del minibus. Due dei feriti, tra cui un ragazzo, sono già stati trasferiti in elicottero a Napoli, rispettivamente nell’ospedale del Mare e al pediatrico Santobono. Altri due feriti sono attualmente assistiti in camera operatoria in attesa di trasferimento, altri stanno ricevendo cure e sono in fase di stabilizzazione emodinamica e assistenza respiratoria, sempre in attesa di trasferimento. Delle persone coinvolte nell’incidente quattro sono di nazionalità straniera, francese e libanese.
Sono in corso i rilievi da parte della polizia scientifica di Napoli sul luogo del disastro a Capri. Gli esperti, con l’ausilio dei vigili del fuoco, stanno cercando di ricostruire la traiettoria del minibus finito nel dirupo. Sulle cause del disastro, fanno sapere gli investigatori, al momento è prematuro formulare qualsiasi ipotesi. Il quadro potrebbe essere più chiaro solo quando il mezzo verrà recuperato e verranno evidenziati i punti di impatto.
Si chiamava Emanuele Melillo ed aveva 33 anni l’autista deceduto nel grave incidente avvenuto stamattina a Capri. Melillo era ausiliario della Croce Rossa Italiana e, precisamente, era iscritto nei ruoli dei sottufficiali, con il grado di milite, dal 2011. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, la sterzata, improvvisa, che ha determinato il grave incidente, potrebbe essere riconducibile a un malore. Si tratta, al momento, di una mera ipotesi, sulla quale gli investigatori stanno indagando senza trascurare nessun’altra pista. La causa del decesso di Melillo dovrà essere accertata dall’esame autoptico. Il magistrato di turno della Procura di Napoli si è subito recato sul posto ed è al lavoro, insieme con la Polizia di Stato dell’isola, per ricostruire la dinamica del grave incidente.
Il pulmino sarebbe precipitato per 5-6 metri. Il bus di linea precipitato a Capri è caduto da un’altezza di alcuni metri, rompendo la barriera di protezione della strada: è accaduto nella zona della spiaggia libera di Marina Grande. Sul posto le ambulanze del 118 che stanno trasportando i feriti nell’ospedale dell’isola.
Sul posto anche i carabinieri dell’isola. Per il momento non si segnalano vittime. Il minibus, dell’azienda Atc, era impegnato nel servizio di trasporto pubblico sull’isola e pare che a bordo avesse una decina di passeggeri.
Il minibus è rimasto incastrato tra la scogliera e una struttura metallica, su un tratto di spiaggia libera, nei pressi del porto commerciale, non lontano da uno stabilimento balneare. Molta paura ma nessun ferito tra coloro che si trovavano sull’arenile, alcuni dei qual raccontano di essere intervenuti per confortare i feriti in attesa delle ambulanze.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un ragazzino di 15 anni viene messo sulla barella mentre piange a dirotto. Una mamma si fa largo tra la folla cercando disperata il proprio figlio temendo possa essere rimasto coinvolto nell’incidente. Le sirene spiegate delle ambulanze che si sovrappongono man mano che arrivano sul posto. Sono queste le scene davanti alle quali si sono trovati soccorritori e curiosi giunti stamattina, poco dopo le 11,30, a Marina Grande di Capri sul luogo dove un minibus del trasporto pubblico è precipitato finendo la propria corsa a ridosso di un lido. Un morto e numerosi feriti il bilancio. A raccontarle è Giuseppe, un ragazzo del posto, tra i primi ad accorrere sul luogo del disastro: “E’ qualcosa che difficilmente dimenticherò – racconta – specialmente la scena del ragazzino, avrà avuto 15/16 anni, che strillava dal dolore mentre lo fissavano sulla barella dopo averlo estratto dal pullmino. Un’immagine che, non lo nego, mi ha messo ko. Attorno tanta gente richiamata dalle urla e dal tonfo del sinistro”. “Una tragedia così – prosegue il giovane – da queste parti non me la ricordo. Il pullman è rotolato fino ad andare a impattare contro le cabine doccia dello stabilimento, in quella cunetta che fa da spartiacque tra la spiaggia libera e il vicino stabilimento privato. Ancora un metro è il bilancio sarebbe stato ancora più pesante. C’era tanta gente a farsi il bagno – ricorda – specie oggi con una giornata estremamente calda”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ambiente: in Puglia il mare più pulito d’Italia
‘Eccellente’ il 99,9% delle acque, poi Sardegna e Toscana(98,5%)
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
22 luglio 2021
13:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il mare della Puglia è il più pulito d’Italia. Con il 99,9% delle acque balneabili giudicate di qualità “eccellente”, è prima tra le regioni costiere.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ellente” nel 98,5% dei casi. È quanto emerge dal monitoraggio del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente, che coordina in Italia le Agenzie regionali per l’ambiente, tra cui Arpa Puglia che ha presentato i dati.
Un risultato ottenuto “grazie allo sforzo corale di tutti”, commenta il governatore della Puglia, Michele Emiliano, “comprese le imprese che hanno adottato misure più innovative.
E’ un trionfo dell’intera comunità che ha capito che il mare è la sua risorsa più importante”. “Da anni siamo testa a testa con la Sardegna”, sottolinea precisando però che “c’è un abisso di condizioni ambientali tra noi e loro. Noi – precisa Emiliano – siamo una zona continentale nel mare Adriatico dove sfociano porti. Per raggiungere questo risultato occorre una grandissima fatica”.
Per l’assessora regionale all’Ambiente, Anna Grazia Maraschio, questo dato conferma la strada già seguita: “investimenti in infrastrutture, tutela dell’ecosistema marino che porta con sé una sterminata prateria di occasioni di crescita sostenibile”.
Lungo i mille km circa di costa pugliese la Regione ha individuato 676 “acque” (tratti) destinate alla balneazione, che corrispondono a circa 800 km (254 acque a Foggia, 46 nella Bat, 78 a Bari, 88 a Brindisi, 139 a Lecce e 71 a Taranto), sui quali sono stati effettuati più di 4mila campionamenti e 9mila analisi di laboratorio.
“Questo è anche il frutto – spiega il direttore generale di Arpa Puglia, Vito Bruno – del prezioso lavoro dei tecnici di Arpa Puglia, che hanno continuato a svolgere il loro ruolo di controllo nonostante l’emergenza pandemica, e della qualità di elaborazione scientifica del Centro regionale Mare”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ministero: scuola in presenza, vaccinazione doverosa
Il Capo Dipartimento scrive agli istituti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
22 luglio 2021
14:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“In vista dell’avvio del prossimo anno scolastico, l’obiettivo prioritario è quello di realizzare le condizioni atte ad assicurare la didattica in presenza a scuola, nelle aule, nei laboratori, nelle mense, nelle palestre, negli spazi di servizio, nei cortili e nei giardini all’aperto, in ogni altro ambiente scolastico. Occorre riuscire a costruire (e a ricostruire) le condizioni relazionali e sociali che forniscono il substrato vitale per l’apprendimento, la crescita e lo sviluppo delle nuove generazioni”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo scrive in una circolare alle scuole il capo dipartimento del Ministero dell’Istruzione Stefano Versari il quale aggiunge che è “eticamente doverosa la vaccinazione” del personale scolastico.
“Siamo tutti consapevoli – è detto nella circolare – che l’emergenza pandemica non è conclusa, che la sua evoluzione è mutevole e che per il mondo della scuola resta fondamentale comprendere, condividere e declinare per ciascun singolo contesto territoriale e scolastico, le indicazioni tecniche che progressivamente pervengono dalle autorità sanitarie”. Nel documento il capo dipartimento del Ministero cita alcuni richiami all’ultimo parere sanitario del Cts del 12 luglio scorso.
“Nell’ottica di ‘fare bene e in sicurezza’ questo Ministero – prosegue la circolare – emanerà a breve il ‘Documento di pianificazione delle attività didattiche, educative e formative in tutte le istituzioni del Sistema nazionale di Istruzione (Piano scuola 2021/2022)” finalizzato per quanto possibile alla ripresa in presenza”. Nella circolare si aggiunge che “la mutevolezza (propria delle pandemie virali) costituisce elemento di incertezza. Ma questa non può consentire – afferma Versari – prevalgano attendismo o ‘timore di sbagliare’, sul dovere di ponderatamente agire per organizzare il nuovo anno scolastico.
Il dovere di ‘buon andamento’ non può essere frenato dall’attesa di una sempre nuova circolare, parere tecnico, indicazione guida che definisca, chiarisca, interpreti sempre più e meglio un realtà in divenire e per sua natura cangiante e differenziata. Gli strumenti normativi e le indicazioni tecniche disponibili consentono che in ogni istituzione scolastica continuino ad organizzarsi le modalità concrete di avvio del nuovo anno scolastico”. Il ministero dell’Istruzione ha anche inviato una nota alle scuole con riferimento all’avvio dell’anno scolastico 2021/22 con le indicazioni del Cts.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ecdc: Lazio, Veneto e Isole in giallo nella nuova mappa Covid
In rosso scuro aree dell’Olanda e della Spagna
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
22 luglio 2021
17:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lazio, Veneto, Sicilia e Sardegna in giallo, come buona parte della Francia e del Belgio. L’Ecdc ha pubblicato mappe aggiornate sull’incidenza del contagio da Covid, con i numeri di casi per abitante, che aumentano in tutta Europa.
Quelli più alti, in rosso scuro sulla mappa, sono in diverse regioni dell’Olanda e della Spagna, a Cipro e in alcune isole greche.
La Regione di Bruxelles è in rosso, come la Corsica, il Lussemburgo e l’Irlanda.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rai leader ascolti primo semestre, bene gli Over the top
Studio Frasi, +15,5% rispetto a un anno fa per le ‘Altre’ tv
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
22 luglio 2021
13:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una Rai ancora leader negli ascolti, a fronte di un calo complessivo della platea e alla crescita degli altri operatori, in particolare gli over the top: è la fotografia scattata dall’Osservatorio dello Studio Frasi a consuntivo del primo semestre 2021, nei giorni in cui a Viale Mazzini si insedia il nuovo vertice.
Tra il 1 gennaio e il 30 giugno di quest’anno la Rai – in base ai dati Auditel elaborati dallo Studio Frasi – ha prodotto un ascolto medio di 4 milioni di persone (3 milioni 957 mila) ed uno share del 36,3%, con Mediaset a 3,5 milioni (3 milioni 467 mila) pari al 31,8); terzo editore è Discovery con 800mila spettatori medi e il 7,3% di share.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
l contesto generale registra un calo complessivo dell’ascolto di tv di 1,1 milioni di persone rispetto al primo semestre 2020 (periodo sul quale ha pesato il primo lockdown), ma un incremento rispetto allo stesso periodo di due anni fa. In particolare, tra il primo semestre del 2019 e quello del 2021 l’ascolto è cresciuto di mezzo milione di persone.
In una fase di assestamento dei consumi televisivi, tra gli editori soltanto il servizio pubblico vede crescere la propria quota sul totale tv (+1,7%). Emerge però con forza la crescita di quelle che Auditel classifica come ‘Altre’ tv, emittenti che non vogliono che i propri dati di ascolto vengano diffusi: una volta si trattava quasi esclusivamente di reti locali, oggi invece questa voce include anche parte delle connessioni agli over the top. Rispetto al 2020, le ‘Altre’ crescono del 15,5%: in valori assoluti il loro seguito medio è arrivato a superare di poco il milione di spettatori, pari a uno share del 9,6%. Nel primo semestre del 2019 gli ascolti furono si 758 mila individui con il 7,3%.
“Le Altre – riflette Francesco Siliato, responsabile dell’Osservatorio dello Studio Frasi – muovono bene il loro valore ed è da credere che la crescita sia dovuta in gran parte all’inclusione di chi segue le varie Amazon Prime, Netflix, TimVision ed altro. Da questi operatori ci si attende maggiore trasparenza ed un cenno di intervento da parte dell’Agcom, in vista della presentazione della Relazione annuale al Parlamento il 26 luglio”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Costa, se prof non vaccinati entro 20/8 valutare obbligo
Commissario per l’emergenza Covid, nessun elenco dei non vaccinati solo generica quantificazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
22 luglio 2021
18:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Auspichiamo che entro il 20 agosto” tutto il personale scolastico, docente e non docente “risponda in maniera convinta all’invito a vaccinarsi, comprendendo il valore civico di questo gesto. Qualora, però, a quella data il problema dovesse persistere, credo opportuno valutare l’ipotesi dell’obbligo vaccinale per questa categoria”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Così, in una nota, il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, in merito alla lettera inviata dal Generale Figliuolo alle Regioni. La scuola, dice Costa “è priorità e bisogna fare di tutto per garantire la didattica in presenza”.
“Il ritorno a scuola in presenza – prosegue Costa – è stata sin da subito una priorità per il Governo Draghi. Non possiamo più pensare di far ripartire il prossimo anno scolastico senza i nostri studenti in classe. Per fare ciò il personale docente e non docente deve essere vaccinato. Così come i nostri giovani”.
La linea dell’Esecutivo, prosegue il sottosegretario alla Salute, “è chiara e condivisa ed è per questo che abbiamo chiesto alle Regioni di dare priorità alle somministrazioni nei confronti degli alunni dai 12 anni in su e di comunicare entro il prossimo 20 agosto le mancate adesioni da parte del personale scolastico alla campagna di vaccinazione”. “Davanti a noi – spiega Costa – abbiamo ancora un mese per convincere gli scettici dell’intera comunità scolastica a vaccinarsi e ci auguriamo di poterlo fare attraverso una forte e persuasiva opera di sensibilizzazione. Il vaccino salva vite umane, protegge noi e chi ci sta intorno e soprattutto ci permette di costruire il domani delle future generazioni. Al momento il personale scolastico indeciso è concentrato in alcune Regioni. Auspichiamo dunque che entro il 20 agosto tutta la categoria risponda in maniera convinta all’invito a vaccinarsi”.
Nessun “elenco” ma una generica “quantificazione” delle mancate adesioni a fini statistici, nel rispetto della privacy e delle scelte personali: è quanto precisa la struttura del Commissario per l’emergenza Covid a proposito di notizie relative alla presunta richiesta di “elenchi” di tutti coloro che non possono o non vogliono vaccinarsi relativamente al personale scolastico. A questo riguardo viene precisato che nella lettera della Struttura Commissariale non viene mai indicata, appunto, la parola “elenco”, trattandosi solo di una quantificazione delle mancate adesioni a fini statistici.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Buscemi a Giffoni, c’è più attenzione per la parità di genere
L’attrice, il mio prossimo ruolo sarà un medico
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
22 luglio 2021
15:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ci sono sempre più serie televisive e film con protagoniste femminili, siamo sulla buona strada per raggiungere la parità di genere. La crescita dell’attenzione è accompagnata da un aumento di responsabilità da parte nostra.
Io so che le donne possono dare un punto di vista diverso al cinema, non necessariamente migliore, ma diverso”. Lo ha sottolineato l’attrice Giusy Buscemi (Don Matteo, Il paradiso delle signore, Smetto quando voglio), tra gli ospiti di punta della seconda giornata del Giffoni Film Festival, che ha definito “il Festival per eccellenza”.
In questi mesi al lavoro per una nuova serie Rai, nel suo prossimo ruolo interpreterà un medico, legando il suo destino al suo sogno di ragazza, quando si iscrisse a Medicina prima di diventare Miss Italia, nel 2012. Ma in realtà, ha svelato, “se la mia vita fosse un film vorrei che fosse Braveheart.” Intanto la aspetta l’incontro con i giurati della categoria Elements +10, ragazzi che spera le risveglino “il fuoco e lo spirito da fanciulla” che ancora sente dentro di sé.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola,il 22 giugno 2022 la prima prova scritta della maturità
Lo stabilisce una ordinanza ministeriale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
22 luglio 2021
15:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si terrà il 22 giugno 2022 dalle ore 8,30 la prima prova scritta per gli esami di maturità. Lo stabilisce il calendario scolastico appena emanato dal ministero dell’Istruzione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mottarone: ad agosto perizie su funivia e scatola nera
Perocchio, sono convinto di avere fatto tutto per il meglio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 luglio 2021
15:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il gip di Verbania, Elena Ceriotti, ha conferito l’incarico al Collegio peritale che dovrà accertare le cause dell’incidente della funivia del Mottarone, nel quale lo scorso 23 maggio sono morte 14 persone. Gli esperti nominati, cominceranno le operazioni il prossimo 3 agosto e dovranno ricostruire cosa è accaduto, come è accaduto e perché è accaduto.

E’ stato anche conferito l’incarico ai periti informatici, per esaminare la cosiddetta scatola nera della funivia. L’esame dei supporti e schede informatici che hanno registrato l’attività dell’impianto cominceranno il prossimo 30 agosto.
Mentre gli ingegneri nominati da giudice dovranno illustrare in aula gli esiti del loro lavoro il prossimo 16 dicembre. Nel frattempo Enrico Perocchio, direttore d’esercizio della funivia del Mottarone indagato per l’incidente ha ribadito la sua convinzione “di avere fatto tutto per il meglio, ma devo farmi forza, perché quello che è successo mi dispiace tantissimo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Evitata l’iscrizione di Venezia tra i siti Unesco in pericolo
Franceschini, attenzione resti alta per sviluppo sostenibile
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
22 luglio 2021
15:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Scongiurata l’iscrizione di Venezia nella lista del patrimonio dell’umanità in pericolo. Grazie alle decisioni del Governo sul blocco del passaggio delle grandi navi davanti a San Marco e al canale della Giudecca si è raggiunto un primo, importante risultato.
Adesso, l’attenzione mondiale su Venezia deve rimanere alta ed è dovere di tutti lavorare per la protezione della laguna e individuare un percorso di sviluppo sostenibile per questa realtà unica, in cui la cultura e l’industria creativa sono chiamate a giocare un ruolo da protagoniste”. Così il ministro della cultura, Dario Franceschini, commenta la decisione del Comitato del Patrimonio Mondiale Unesco, presa in seno alla 44° sessione in corso in modalità remota a Fuzhou (Repubblica Popolare Cinese), di non iscrivere la città di Venezia e la sua laguna nella lista dei patrimoni dell’umanità in pericolo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mottarone: ad agosto perizie su funivia e scatola nera
Perocchio, sono convinto di avere fatto tutto per il meglio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
22 luglio 2021
18:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il gip di Verbania, Elena Ceriotti, ha conferito l’incarico al Collegio peritale che dovrà accertare le cause dell’incidente della funivia del Mottarone, nel quale lo scorso 23 maggio sono morte 14 persone. Gli esperti nominati, cominceranno le operazioni il prossimo 3 agosto e dovranno ricostruire cosa è accaduto, come è accaduto e perché è accaduto.
E’ stato anche conferito l’incarico ai periti informatici, per esaminare la cosiddetta scatola nera della funivia.
L’esame dei supporti e schede informatici che hanno registrato l’attività dell’impianto cominceranno il prossimo 30 agosto.
Mentre gli ingegneri nominati da giudice dovranno illustrare in aula gli esiti del loro lavoro il prossimo 16 dicembre. Nel frattempo Enrico Perocchio, direttore d’esercizio della funivia del Mottarone indagato per l’incidente ha ribadito la sua convinzione “di avere fatto tutto per il meglio, ma devo farmi forza, perché quello che è successo mi dispiace tantissimo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: tasso positività sale al 2,3%, 15 vittime
Infetti salgono a 5.057, ricoveri +38, stabili terapie intensive
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
22 luglio 2021
17:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora in netto aumento i casi di Covid in Italia. Sono 5.057 i positivi ai test individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute.
Ieri erano stati 4.259. Sono invece 15 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 21.
Sono 219.778 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore. Ieri erano stati 235.097. Il tasso di positività è dell’ 2,3%, in sensibile aumento rispetto all’1,8% di ieri.
Restano 158 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 12 (ieri 9). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.234, 38 in più rispetto a ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, appello di Draghi agli italiani: ‘Vaccinatevi. Il Green pass serve a non chiudere non è un arbitrio’
‘L’ economia dell’Italia cresce ma la variante Delta è una minaccia’ dice il premier. Green pass al chiuso per i ristoranti dal 6 agosto. Le discoteche saranno risarcite, multe per le violazioni fino a 1000 euro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 luglio 2021
19:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al nuovo decreto legge Covid.  Il Cdm  ha dato anche l’autorizzazione della fiducia sulla riforma della giustizia
“L’economia va bene, si sta riprendendo e l’Italia cresce a un ritmo anche superiore a quello di altri Paesi europei. La variante Delta è anche più minacciosa di altre varianti”, ha detto il premier, Mario Draghi, in conferenza stampa.
La conferenza stampa:

“L’appello a non vaccinarsi è un appello a morire, sostanzialmente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non ti vaccini, ti ammali, muori. Oppure fai morire: non ti vaccini, ti ammali, contagi, qualcuno muore”. Sono raggelanti le parole del premier Mario Draghi. Una pietra tombale sulle timidezze di alcuni politici sulle vaccinazioni e soprattutto una bocciatura definitiva della posizione espressa da Matteo Salvini, che qualche giorno fa aveva detto che ai giovani vaccinarsi “non serve” e che dai 40 ai 59 si può decidere liberamente se farlo. Il leader della Lega risponde puntuto: “L’obiettivo di tutti, mio come di Draghi, è salvare vite, proteggere gli italiani. Comunità scientifiche e governi, come quelli di Germania e Gran Bretagna, che invitano alla prudenza sui vaccini per i minorenni, invitano forse a morire? Per fortuna no”, afferma, limitando le sue perplessità ai giovanissimi. Poi, dopo aver chiesto con i suoi ministri in Cdm di limitare il più possibile l’obbligo di Green pass, ripete più volte la parola “libertà”, come principio guida per gli italiani. Ma anche qui Draghi, nella conferenza stampa che segue il Consiglio dei ministri, ribatte alle perplessità leghiste con una posizione netta: “Senza vaccinazione si deve chiudere tutto di nuovo, il vaccino si sta diffondendo e con il vaccino abbiamo visto che le conseguenze, per quanto riguarda ricoverati e morti, sono molto meno serie”. Insomma, Green pass o chiusure. Il confronto nel governo proseguirà già dalla prossima settimana sui temi che per ora il nuovo decreto legge Covid non affronta: lavoro, trasporti e scuola.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I leghisti chiedono di non imporre il Green pass (e i vaccini) per salire sugli autobus, entrare in classe o al lavoro. Ma Draghi tiene questa opzione sul tavolo e, a partire dai trasporti, è probabile che da settembre l’obbligo del certificato verde venga ampliato. Non solo. Il premier apre alla possibilità anche di chiedere il Green pass per l’ingresso nei luoghi di lavoro. “Ci stiamo pensando, è una questione complessa ed è una questione da discutere anche con i sindacati”, si limita per ora a dire il premier. Un lavoro che il ministro Andrea Orlando avvierà nei prossimi giorni, convocando le parti sociali per discutere il tema. Il ministro ha detto no a “proposte unilaterali” come quella di Confindustria di imporre l’obbligo negli uffici e nelle fabbriche, ma ha rilanciato il metodo del “confronto costante”, come quello che ha portato alle vaccinazioni sui luoghi di lavoro, per vedere come “calare” negli uffici la nuova normativa sul Green pass. Quanto al possibile ritorno in presenza di tutti i lavoratori della P.a., Draghi rinvia al ministro Renato Brunetta. Le decisioni su lavoro, eventuale obbligo di vaccini a scuola e trasporti, che potrebbero essere prese a partire da una riunione della prossima settimana, saranno tra loro intersecate a partire da un principio cardine: tutto quello che si dovrà fare per assicurare l’obiettivo di tutti in presenza all’inizio della scuola sarà fatto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LE MISURE DEL DECRETO
Lo stato d’emergenza per il Covid dovrebbe essere prorogato fino al 31 dicembre 2021. E’ quanto emerge dalla cabina di regia a Palazzo Chigi, confermando le ipotesi della vigilia.
Il Green pass dal 6 agosto servirà per accedere ai tavoli al chiuso di bar e ristoranti.
Il certificato verde – spiegano fonti governative – non sarà invece necessario per consumare al bancone, anche se al chiuso.
Terapie intensive al 20% e al 30% per le aree mediche per diventare arancioni e rispettivamente al 30 e al 40% per entrare in zona rossa. Sono questi i parametri per il cambio di colore delle regioni messi a punto in Cabina di regia
Le discoteche resteranno chiuse. Lo ha deciso la cabina di regia che si è riunita a Palazzo Chigi. Nessun accesso, dunque, neanche per i possessori di Green pass. La Lega in cabina di regia avrebbe insistito per l’apertura, con nuove regole.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arriva anche l’obbligo di Green pass per cinema e teatri, ma aumenta il numero di spettatori ammessi ad assistervi, sia al chiuso che all’aperto. E’ quanto si apprende da fonti di governo sulle misure del nuovo decreto legge Covid. In zona gialla si entrerà a cinema e teatro con Green pass, mascherina e distanziamento, ma gli spettatori potranno salire all’aperto dagli attuali 1000 fino a un massimo di 2500 e al chiuso da 500 a 1000. Mentre in zona bianca, dove ora sono fissati limiti di capienza, viene fissato un tetto all’aperto di 5000 persone e al chiuso di 2500 persone.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Padre disperato tenta suicidio,parole dell’agente lo salvano
Trattativa sull’argine del fiume, alla fine l’uomo tende la mano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PADOVA
22 luglio 2021
18:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Capisco che i tuoi problemi sembrano insormontabili, hai la testa confusa…ma non si risolvono così, hai pure dei figli… Una soluzione ancora c’è, se tu ti fidi di me.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mi chiamo Michele, parlerò io con i servizi sociali…Dammi la mano, andiamo insieme”. Con queste parole, in un dialogo pieno di umanità e di comprensione, un poliziotto è riuscito a salvare un padre disperato che stava per suicidarsi, gettandosi in un fiume, a Padova. Alla fine l’uomo, un tunisino 39enne, padre di 3 figli, ha desistito: l’agente è riuscito ad afferrarlo per una mano, e assieme ad un collega di pattuglia l’ha portato sull’argine, al sicuro.
Era stato un conoscente ad avvisare il 113, dicendosi certo che l’amico voleva farla finita, sopraffatto dai problemi economici che gli impedivano di mantenere la famiglia. La centrale della Questura di Padova, pur non essendo in possesso del numero, è riuscita ad arrivare all’utenza telefonica del 39enne, l’ha contattato, tenendolo ‘attaccato’ alla chiamata finchè sul posto arrivava la pattuglia.
L’agente Michele ha puntato sulla responsabilità di padre del tunisino: “…non si dimostra di essere un papà solo lavorando…” e l’altro rispondeva: “io ho sempre lottato, ho sempre lavorato per loro…”; “Sì, ma quando un bambino cresce, viene a sapere che il papà ha fatto un gesto estremo, si trova in una situazione molto difficile”. “Ci sono situazioni in cui uno non deve mollare la presa. Viene qui…dammi la mano”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cingolani, il G20 Ambiente riconosce la visione dell’Italia
Momenti di tensione a Napoli durante le proteste delle reti sociali
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
22 luglio 2021
23:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La prima giornata del G20 dei ministri dell’Ambiente a Napoli si è conclusa con un successo per la presidenza italiana. Il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani, dopo mesi di negoziati, e una notte e un giorno di frenetiche limature, riesce a far firmare ai Venti Grandi un documento sulla tutela della natura che riprende la visione del Pnrr italiano: tutela degli ecosistemi e della bidoversità, economia circolare, finanza green.
Il comunicato finale della prima giornata del G20 Ambiente di Napoli “è particolarmente ambizioso e individua 10 linee di intervento che riflettono la visione del Pnrr italiano: soluzioni naturali per il clima, lotta al degrado del suolo, sicurezza alimentare, uso sostenibile dell’acqua, tutela degli oceani, lotta alla plastica in mare, uso sostenibile e circolare delle risorse, città sostenibili, educazione, finanza verde – sottolinea il ministro – .
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ la prima volta che queste categorie vengono riconosciute dal G20 e diventano vincolanti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Film d’autore e di genere, ecco la Sic
In programma sette + due titoli, per Italia c’è Mondocane
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
22 luglio 2021
20:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Presentata stamani a Roma la 36/ma Settimana Internazionale della Critica, sezione autonoma e parallela organizzata dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) nell’ambito della 78.a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (1 -11 settembre 2021). In programma sette + due titoli di varia provenienza, nove film “d’autore e di genere, lirici o furiosi, istintivi, intimi, distopici o carnali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ma soprattutto liberi. Autentici. Vivi”. Sono intervenuti Franco Montini (Presidente SNCCI), Beatrice Fiorentino (Delegato Generale SIC) e i selezionatori: Enrico Azzano, Paola Casella, Simone Emiliani e Roberto Manassero.
Per l’Italia ci sarà MONDOCANE | DOGWORLD di Alessandro Celli con Dennis Protopapa, Giuliano Soprano, Alessandro Borghi e Barbara Ronchi.
Questa la storia. In un futuro non lontano, Taranto è una città fantasma cinta dal filo spinato in cui nessuno, nemmeno la Polizia, si azzarda a entrare. Sono rimasti i più poveri che lottano per la sopravvivenza, mentre una gang criminale, le Formiche, capeggiate da Testacalda (Alessandro Borghi), si contende il territorio con un’altra gang. Due tredicenni sognano di entrare in quella banda.
Un pezzo d’Italia anche in MOTHER LODE di Matteo Tortone (Francia, Italia, Svizzera). Tra Lima e La Rinconada, città mineraria sulle Ande peruviane, una favola moderna, tragica, eterna e universale, ma anche un manifesto politico con innesti di realismo magico.
Sempre alla 36.a Settimana Internazionale della Critica troviamo poi : ELES TRANSPORTAN A MORTE | THEY CARRY DEATH di Helena Girón e Samuel M. Delgado (Spagna, Colombia); ELTÖRÖLNI FRANKOT | ERASING FRANK di Gábor Fabricius (Ungheria); OBKHODNIYE PUTI | DETOURS di Ekaterina Selenkina (Russia, Olanda): A SALAMANDRA| THE SALAMANDER di Alex Carvalho (Brasile, Francia, Germania) e ZALAVA di Arsalan Amiri (Iran).
Fuori concorso KARMALINK di Jake Wachtel. (Cambogia, USA) film sulla memoria, sulla coscienza collettiva e sull’avidità del pensiero occidentale e, infine, ancora Italia nel film di chiusura fuori concorso, LA DERNIÈRE SÉANCE | THE LAST CHAPTER di Gianluca Matarrese. Ovvero la conversazione a due tra il regista e il suo amante, un gioco di dominio e sottomissione che passa attraverso l’universo del bondage, i traumi dell’AIDS e anche la teoria delle immagini.
Dice, infine, Beatrice Fiorentino, la prima donna delegata generale della SIC: “È chiaro che quest’anno ci siamo posti il problema che il nostro sguardo era cambiato con la Pandemia. E in questo senso sono emersi, tra i 600 film che abbiamo valutato, quelli in cui c’era un’urgenza di senso, di significato”.
E ancora la Fiorentino: “È emerso poi anche un altro aspetto per quanto riguarda il cinema italiano, e non solo. C’è un idea non più solo nazionale del cinema, ma finalmente davvero globale. Un esempio su tutti: il film MOTHER LODE di Matteo Tortona, regista italiano che ha girato un film in Perù in una coproduzione internazionale e senza neppure una battuta in italiano”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coppia trovata morta a Ostia, ipotesi omicidio-suicidio
Lei in casa, lui giù dalla finestra. Donna era molto malata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
22 luglio 2021
19:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aveva ferite da arma da taglio alla gola la 75enne trovata morta stamattina in casa a Ostia, mentre il marito 76enne era senza vita nel cortile interno del palazzo.
L’ipotesi più accreditata al momento è quella dell’omicidio-suicidio.
Sul posto indagano i carabinieri di Ostia. La donna era da tempo gravemente malata. A quanto ricostruito, il marito si sarebbe suicidato lanciandosi dalla finestra del bagno della loro casa al quinto piano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Consulenti pm, medici non sono responsabili della morte di Fadil
Depositata nelle nuove indagini decise da gip su dottori
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 luglio 2021
19:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Non si ravvede alcuna responsabilità professionale da imputare sotto il profilo penalistico a carico dei sanitari intervenuti”. Lo scrive il pool di esperti, guidato dal medico legale Cristina Cattaneo e nominato dalla Procura di Milano, nella consulenza depositata nelle nuove indagini, ordinate dal gip nei mesi scorsi, sulla morte di Imane Fadil, modella marocchina e testimone ‘chiave’ nei processi sul caso Ruby, deceduta il primo marzo 2019 dopo oltre un mese di ricovero e una lunga agonia per una rara forma di aplasia midollare.
Indagati, come atto dovuto e a garanzia, per omicidio colposo 12 medici dell’Humanitas di Rozzano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: forti temporali con alluvioni in Alto Adige
Colpita soprattutto la zona dell’altopiano dello Sciliar
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
22 luglio 2021
21:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Forti temporali si sono abbattuti in serata sull’Alto Adige. E’ stata colpita soprattutto la zona dell’altopiano dello Sciliar, dove le masse d’acqua hanno invaso strade, campi, cantine e zone produttive.
I vigili del fuoco sono sul posto per arginare i danni.   VAI AL METEO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: Liguria, 163 tamponi positivi, 158 di non vaccinati
Il dato del direttore del dipartimento Igiene del San Martino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
22 luglio 2021
22:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dei 163 tamponi positivi al covid processati al laboratorio di Igiene del policlinico San Martino di Genova, 158 sono di persone non vaccinate. Dei cinque positivi vaccinati, tre avevano fatto due dosi e e due una.
Lo ha rivelato il professor Giancarlo Icardi, direttore del Dipartimento di Igiene del San Martino alla trasmissione “Più vaccinati, più liberi”, organizzata dalla Regione su Telenord per promuovere le vaccinazioni.
Icardi ha fornito questo dato rispondendo a chi chiedeva perché fosse giusto vaccinarsi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Protesta a Torino contro il green pass, folla in piazza
“La Digos ha contato 2000 persone e quindi siamo almeno il doppio” ha detto uno speaker da un furgone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
22 luglio 2021
23:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si è riempita di persone questa sera Piazza Castello a Torino per il No paura Day, manifestazione lanciata due giorni fa via internet per protestare contro il Green pass e l’obbligo vaccinale.
“La Digos ha contato 2000 persone e quindi siamo almeno il doppio” ha detto uno speaker da un furgone. “Facciamo vedere a tutti cosa vuol dire uomini liberi”, ha aggiunto mentre la gente scandiva Il grido “libertà”.
Durante l’iniziativa in Piazza Castello si sono levati cori di dissenso, da parte dei manifestanti che protestano contro il green pass e l’obbligo vaccinale, quando dal palco è stato fatto il nome del generale Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza.

Tra gli speaker c’è il professor Ugo Mattei, docente universitario e candidato a sindaco nel capoluogo piemontese per una lista civica.
Un avvocato, Maurizio Giordano, ha sostenuto che il green pass “è contro la normativa europea”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Open Arms, 50 in difficoltà a largo Lampedusa
Tra loro un neonato, alcuni bambini e due donne incinte
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 luglio 2021
01:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un barchino in difficoltà con “oltre 50 persone, tra cui due donne incinte, un bimbo di 10 mesi, uno di un anno e altri bambini” è stato individuato a 30 milia da Lampedusa. Lo annuncia il fondatore di Open Arms, Oscar Camps, sul proprio profilo Twitter.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Deve scontare 17 anni, Polizia lo scova in Inghilterra
Estradato, giunto ieri a Roma. Operazione Questura Pordenone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PORDENONE
23 luglio 2021
08:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nella tarda serata di ieri, proveniente da Londra, è giunto all’aeroporto di Roma-Fiumicino, un latitante di nazionalità albanese, condannato a 17 anni e 10 mesi di carcere per tentato omicidio. L’uomo è stato localizzato nel Regno Unito – dove si era rifugiato – dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Pordenone, seguendo e ricostruendo i contatti di alcuni congiunti con il ricercato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La notte tra il 9 ed il 10 dicembre 2006, ci fu un alterco fra due gruppi di albanesi nel parcheggio di una sala giochi del pordenonese, con scambio di insulti e spintoni. Il cittadino albanese, però, tornato a casa e armatosi di un grosso coltello, era tornato sul posto e, spalleggiato da due fratelli, inseguì, anche nel locale, e ferì con numerose coltellate i tre rivali.
I tre rimasero gravemente feriti, uno in particolare, colpito all’addome. L’aggressore, due settimane fa, aveva lasciato l’Italia per l’Albania da dove, temendo vendette, si era trasferito prima in Grecia, poi nel Regno Unito, utilizzando documenti falsi e interrompendo i contatti anche con i familiari in Italia. Intanto, imputato per tentato omicidio e rissa, era stato condannato in via definitiva a 17 anni, 10 mesi e 6 giorni; l’8 maggio 2017 fu emesso nei suoi confronti un ‘mandato di Arresto Europeo (M.A.E.)’ dalla Procura Generale presso la Corte d’Appello di Trieste. La Squadra Mobile della Questura di Pordenone, incaricata della cattura del latitante, aveva avviato investigazioni interessando le autorità inglesi che il 18 giugno 2019 a Edimburgo (Scozia), avevano localizzato e arrestato il cittadino albanese. Ieri sera si è concluso il processo di estradizione con il ricercato giunto all’aeroporto di Fiumicino e affidato agli investigatori italiani, che lo hanno condotto al carcere di Civitavecchia (Roma).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fedriga, su vaccini troppe tensioni, è scontro tra bande
‘Non mettere su graticola chi non vuole siero. Occorre spiegare’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
23 luglio 2021
09:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ importante accompagnare il Paese, vedo una tensione che mi preoccupa, uno scontro fra bande”. Lo ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni intervenendo a Radio anch’io.
Per Fedriga “non bisogna accusare nessuno e non bisogna mettere sulla graticola chi non vuole vaccinarsi, ma occorre spiegare”. Secondo Fedriga, comunque, “le notizie false stanno devastando il Paese”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rubano sabbia e conchiglie, 11 turisti multati a Cagliari
Intensificati i controlli dell’Agenzia delle Dogane in aeroporto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
23 luglio 2021
10:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nonostante le campagne di sensibilizzazione, i cartelloni informativi e gli spot, proseguono i furti di sabbia e conchiglie dalle spiagge della Sardegna. Undici i turisti multati nelle ultime settimane dai funzionari dell’Agenzia delle dogane di Cagliari impegnati nei controlli, insieme a Guardia di finanza e personale della Sogaer, all’aeroporto di Cagliari-Elmas.

Nei bagagli dei viaggiatori provenienti da Roma, Bari, Milano, Genova, Taranto e Arezzo, ma anche Berna, Madrid, Bucarest, sono stati trovasti complessivamente 2,2 chili di sabbia contenuta in bottiglie di plastica, 512 ciottoli di mare, 740 conchiglie e una roccia.
Tutto era stato rubato dagli arenili di Villasimius, Costa Rei, Perd’e Sali, Santa Margherita di Pula, Isola di San Pietro e dalla spiaggia del Poetto di Cagliari.
Per i turisti, che hanno dichiarato di non conoscere la normativa che vieta il prelievo di materiale dalle spiagge , sono scattate multe che possono raggiungere anche i 3mila euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Caldo: IL Meteo.it,week end rovente, da domenica temporali
Rischio maltempo estremo su alcune regioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 luglio 2021
12:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sarà un fine settimana non solo rovente quello che l’anticiclone africano regalerà all’Italia, ma anche a rischio maltempo estremo su alcune regioni. Il team del sito IlMeteo.it

si legge in una nota – informa che nei prossimi giorni l’anticiclone sub-tropicale perderà potenza al Settentrione dove l’infiltrazione di aria più fresca dall’oceano Atlantico, darà vita a sfuriate temporalesche che colpiranno gran parte delle regioni, anche nella prossima settimana.

Soltanto il Centro-Sud sarà protetto dal mostro africano e infatti qui le temperature cominceranno a salire raggiungendo picchi di 35-36°C su Toscana, Lazio, poi Puglia e coste lucane e anche di 42°C in Sardegna.
Sul fronte rovesci, da domenica grandinate talvolta eccezionali potranno raggiungere anche le zone pianeggianti di Piemonte e Lombardia, come Torino e Milano. Nei giorni successivi i fenomeni temporaleschi si estenderanno anche al resto delle regioni settentrionali.   VAI ALLE PREVISIONI METEO INTERATTIVE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Venezia, niente parità di genere per regatanti Storica
Comune non cambia regola compensi differenti maschi-femmine
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
23 luglio 2021
12:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scontro in Consiglio comunale a Venezia sulla parità dei compensi tra i vogatori, uomini e donne, nella Regata Storica. Il Pd con un emendamento aveva chiesto che si rispettasse la parità di genere sul fronte economico, ma dopo un acceso dibattito la maggioranza di centrodestra ha avuto la meglio lasciando le attuali cifre sui compensi, differenti tra campioni e campionesse dei gondolini.

All’ordine del giorno due variazioni del documento finanziario con le quali il Pd che aveva tentato di introdurre due emendamenti che proponevano la cifra di 7.300 euro da destinare alle regatanti, per alzarne il premio gara. Ma a compattare la maggioranza sul ‘no’ allo stanziamento è stato l’intervento di uno dei consiglieri, in quota Lega, con delega alle tradizioni ed esperto di voga veneta, il quale ha ricordato che è “l’assemblea dei regatanti l’organo deputato a stabilire la distribuzione dei premi. Il compito del Comune è creare il montepremi non deciderne la distribuzione”. Sui social è scoppiata la delusione delle regatanti che ancora una volta non hanno visto riconosciuta la parità nell’impegno agonistico non professionistico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: Zaia, per vaccinarsi assalto alla diligenza
Le forniture restano costanti impennarsi delle richieste
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
23 luglio 2021
14:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Per vaccinarsi, dalle telefonate ricevute dai call center, registriamo un assalto alla diligenza”. Lo ha detto Luca Zaia, governatore del Veneto su un possibile effetto vaccinazione rapportato con l’obbligo del Green pass.
“Le forniture restano costanti – ha aggiunto – ma il nostro ‘tran tran’ sul livello vaccinale ha visto un impennarsi delle richieste”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini, boom di prenotazioni in Lombardia per il green pass
Solo ieri sono state più di 48mila, 30mila in più di mercoledì
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
23 luglio 2021
15:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cresce, probabilmente complici le nuove norme sul green pass varate dal governo, l’adesione alla campagna vaccinale in Lombardia. Ieri, infatti, circa 49mila cittadini si sono prenotati per la vaccinazione sul portale di Poste Italiane e Regione.
Ben 30mila in più rispetto a mercoledì 21 luglio, quando le prenotazioni furono 28.368.
In realtà, dopo una prima parte del mese di luglio in cui le prenotazioni raramente avevano superato quota 15mila, da lunedì 19 – guarda caso proprio da quando si è fatta largo l’ipotesi del green pass – sono stabilmente sopra i 20mila.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incidente Capri: migliorano i feriti, nessuno è in pericolo di vita
Un bimbo di 12 anni sottoposto a un intervento dopo le fratture
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
24 luglio 2021
09:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nessuno dei 23 feriti coinvolti giovedì nell’incidente di Capri, costato la vita all’autista del minibus precipitato, è in pericolo di vita. Dei feriti, 13 sono ricoverati all’ospedale del Mare di Napoli, dove è stato creato per loro un reparto ad hoc: alcuni hanno riportato varie fratture e verranno sottoposti ad approfondimenti clinici, tutti stanno ricevendo supporto psicologico per superare il trauma dell’incidente. I due bambini rimasti feriti sono invece ricoverati nell’ospedale pediatrico Santobono: le condizioni del piccolo di quattro anni colpito da trauma cranico non destano alcuna preoccupazione, mentre il ragazzino di 12 anni vittima di più fratture agli arti inferiori è stato sottoposto a intervento chirurgico.
Appare particolarmente difficoltosa la rimozione del minibus precipitato. I vigili del fuoco sono al lavoro senza sosta: sull’isola sono stati fatti arrivare numerosi mezzi dei caschi rossi, tra i quali anche un elicottero, per cercare di trovare una soluzione alla rimozione del mezzo che dovrà essere sottoposto ad accertamenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’obiettivo principale è rimuoverlo e dissequestrare l’area, per restituirla ai cittadini, ma, al momento, questa soluzione presenta notevoli difficoltà operative. L’area della tragedia, quindi, rimane, sotto sequestro. I rilievi sul luogo dove è avvenuto l’incidente sono stati affidati alla Polizia Stradale, sotto il coordinamento della dirigente del locale commissariato. Ieri è stata la Centrale Operativa della Questura di Napoli, insieme con il 118, a coordinare i soccorsi e l’intervento degli elicotteri di varie forze di polizia che si sono occupati del trasferimento dei feriti, delle riserve di sangue per le trasfusioni e delle apparecchiature mediche.
La Procura di Napoli sta valutando l’eventualità di predisporre gli accertamenti irripetibili sul minibus direttamente sul luogo dell’incidente. L’incidente probatorio in ogni caso dovrebbe avvenire nel più breve tempo possibile in modo da dissequestrare l’area. Tra le ipotesi in merito alle cause dell’accaduto, oltre al malore che potrebbe avere colpito il conducente, c’è anche quella del guasto meccanico. Sarà l’autopsia a fare luce sulle cause del decesso di Emanuele Melillo, autista esperto di appena 33 anni, sposato, padre di un figlio e con un altro in arrivo. Altro particolare al vaglio degli investigatori è l’impiego in servizio a Capri, giovedì mattina, di alcuni bus dell’Atc, l’azienda di trasporto isolana, che sarebbero dovuti rimanere a deposito: una decisione determinata da un improvviso malfunzionamento della funicolare, per fronteggiare la richiesta di trasporto pubblico che, d’estate, è particolarmente esigente sull’isola azzurra. Le perizie sul minibus precipitato accerteranno se il mezzo fosse in idonee condizioni di funzionamento e di manutenzione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Fedriga, oggi già prenotate 2.782 somministrazioni
Assessore Sanità, forte crescita negli ultimi giorni
c
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
23 luglio 2021
15:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Negli ultimi giorni abbiamo assistito a una forte crescita dell’adesione alla campagna vaccinale, con un probabile picco nella giornata odierna, dato che alle 11 di questa mattina i sistemi regionali hanno già registrato 2.728 prenotazioni. Si tratta di un dato importante, che è sicuramente influenzato dall’introduzione da parte del Governo delle restrizioni per chi non ha il Green pass”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo hanno annunciato il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga e il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, evidenziando che “la seconda settimana di questo mese, ovvero quella dal 5 all’11 luglio, sono state registrate mediamente 1.492 prenotazioni di vaccino al giorno, quella successiva, dal 12 al 18 luglio, la media è salita a 2.005 e questa settimana è già di 3.562”.
Fedriga e Riccardi hanno sottolineato “che questi numeri evidenziano una forte presenza di persone indecise sulla vaccinazione, le quali hanno, con tutta probabilità, scelto di prenotare per non essere soggette a limitazioni o restrizioni nella propria vita quotidiana. L’auspicio è quindi che questo trend si confermi e che l’aumento del numero di vaccinati si rifletta anche sull’andamento dei contagi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Marò, Girone ascoltato per oltre tre ore in Procura a Roma
A quasi dieci anni dal primo atto istruttorio, il militare ha ricostruito le fasi della vicenda fornendo la sua versione dei fatti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
24 luglio 2021
09:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Occhiali da sole, giacca blu, nessuna divisa. Così Salvatore Girone, il marò accusato assieme al collega Massimiliano Latorre di omicidio volontario per la morte di due pescatori in India nel 2012, ha varcato l’ingresso della Procura di Roma per essere interrogato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un atto istruttorio che è arrivato a quasi dieci anni dal primo, svolto sempre a piazzale Clodio dopo il rientro in Italia dei due militari di Marina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Girone è stato ascoltato per oltre tre ore dal sostituto procuratore Erminio Amelio, titolare del procedimento. Davanti al magistrato il militare ha ricostruito le fasi della vicenda fornendo la sua versione dei fatti. Lasciando la cittadella giudiziaria di Roma il militare non ha voluto rilasciare dichiarazioni lasciando che a parlare fossero i suoi difensori che non hanno nascosto la soddisfazione per l’andamento del confronto con il magistrato. “Girone ha risposto alle domande del pm e ci auguriamo che presto arrivi l’archiviazione per chiudere una vicenda durata molti anni”, hanno affermato gli avvocati Fabio Federico e Michele Cinquepalmi. L’interrogatorio per l’altro militare coinvolto nella vicenda è stato fissato per il 27 luglio. L’indagine della procura ordinaria ha vissuto un’accelerazione nel luglio dello scorso anno dopo che il Tribunale internazionale dell’Aja ha deciso in favore dell’Italia la competenza giurisdizionale. Negli ultimi mesi il titolare del fascicolo ha proceduto alla lettura e analisi dell’incartamento, oltre cento pagine di atti, giunto dall’Olanda. Nel fascicolo del procedimento romano sono presenti i verbali del primo interrogatorio svolto.
“Abbiamo sparato 7-8 colpi in mare per scoraggiare l’avvicinamento di un’imbarcazione diversa da quella mostrata dalle autorità indiane”, raccontarono all’epoca i due militari. Un faccia a faccia che durò circa 5 ore e al quale i due militari si recarono per rendere dichiarazioni spontanee. Tra le carte del fascicolo anche l’audizione degli altri quattro fucilieri del Nucleo militare di protezione, che hanno detto di non essere stati testimoni diretti dell’accaduto. In pratica, di non aver visto niente. Sempre al 2013 risale la perizia che la Procura dispose sul computer e su una macchina fotografica che si trovavano a bordo della Enrica Lexie, la nave dove erano in servizio i due militari. Un lavoro che puntava a chiarire quanto avvenuto nel febbraio di otto anni quando furono uccisi Valentine Jelastine e Ajeesh Pink, due pescatori imbarcati su un peschereccio indiano, a largo di Kochi. Sul pc di bordo sono registrate le conversazioni tra il comandante dell’equipaggio e l’armatore, nonché le comunicazioni fatte dagli organismi italiani mentre la macchina fotografica sarebbero state memorizzate le immagini del presunto attacco di pirati. Sui due fucilieri anche la Procura Militare aveva avviato un procedimento per i reati di ”violata consegna aggravata” e ”dispersione di oggetti di armamento militare” per poi spogliarsi del caso, lasciando tutta l’inchiesta in mano alla magistratura ordinaria.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Studenti italiani positivi rientrati a Roma da Malta
A Fiumicino presi sottobordo poi tampone in Covid hotel
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LA VALLETTA
24 luglio 2021
08:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono rientrati questa sera a Roma da Malta gli studenti italiani finiti in quarantena perché risultati positivi al Covid durante una vacanza-studio. Per permettere il loro rimpatrio, l’ente nazionale del turismo maltese (Mta) ha organizzato un charter per Roma Fiumicino operato dalla Neos Air con un Boeing 787-9 Dremliner che è giunto nello scalo romano poco dopo le 20.
I giovani, non transiteranno nell’aerostazione ma verranno presi direttamente sottobordo da personale medico e Protezione Civile, saranno quindi suddivisi e trasferiti in Covid hotel.
I giovani saranno ora sottoposti a un tampone presso il covid hotel di destinazione. La quarantena potrà poi essere ultimata nelle proprie abitazioni a patto che venga garantito l’isolamento. Lunedì scorso, prima di loro, erano tornati a casa da Malta i primi 58 studenti che, seppur risultati negativi al test Covid, erano stati messi ugualmente in quarantena.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Legali Adriatici, è stato vittima di una violenza inattesa
‘Gli ha procurato stato di confusione, è affranto e distrutto’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VOGHERA (PAVIA)
23 luglio 2021
17:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’assessore alla Sicurezza del Comune di Voghera Massimo Adriatici, martedì sera quando ha ucciso con un colpo di pistola il trentottenne Yous El Boussettaoui è stato “vittima di una violenza inattesa che l’ha fatto cadere a terra procurandogli uno stato di confusione”. Lo hanno detto i legali dell’uomo politico secondo cui “sono insussistenti le ragioni di una custodia cautelare”.

Adriatici, hanno aggiunto i suoi avvocati Colette Gazzaniga e Gabriele Pipicelli, è “affranto e distrutto”, spiegando che l’assessore si era attivato perché l’immigrato ucciso “‘aveva avuto comportamenti violenti’ scagliando anche una bottiglia nella piazza”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: fermati presunti scafisti sbarco nel reggino
Due russi, avrebbero condotto barca a vela con circa 50 persone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ARDORE
23 luglio 2021
17:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri hanno sottoposto a fermo due cittadini russi ritenuti responsabili di essere gli scafisti dello sbarco di una cinquantina di migranti avvenuto nel primo pomeriggio di ieri a Sant’Ilario dello Ionio. I migranti sono giunti sulla spiaggia nel pomeriggio, trasportati da una barca a vela.
Una volta a terra sono stati intercettati e soccorsi dai carabinieri che hanno provveduto ad accompagnarli nel centro di prima accoglienza. Dopo pochi minuti, i militari hanno intercettato i presunti scafisti all’estremità Nord del lungomare di Ardore, dove mescolandosi fra la gente, fingevano di essere turisti. Una volta identificati, i due, rispettivamente di 36 e 27 anni, sono stati poi fermati per ingresso illegale sul territorio nazionale e favoreggiamento dell’ immigrazione clandestina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Minorenne e giovane morti per overdose metadone
A Trieste, a distanza di poche ore. Indagini su terzo morto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
23 luglio 2021
18:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un ragazzo di 16 anni e un giovane di 26 sono morti in occasioni diverse e a poche ore di distanza per presunte overdose di metadone, a Trieste. Sui due casi sta indagando la Squadra mobile della Questura, così come su un terzo morto, un giovane di 28 anni, le cui cause del decesso non sono state ancora chiarite ma che potrebbe essere in qualche modo collegato all’assunzione di sostanze stupefacenti o simili.

Su tutte e tre le vicende, comunque, occorrerà fare accertamenti; il pm incaricato del caso dovrebbe infatti disporre l’autopsia sui corpi dei giovani.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: 5.143 POSITIVI, 17 VITTIME
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 luglio 2021
18:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Continuano a salire i casi Covid in Italia. Sono 5.143 i positivi ai test individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute.
Ieri erano stati 5.057 Sono invece 17 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 15.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Musica: hit parade, Maneskin ancora primi nella top ten
Seguono il rapper Rkomi e Sangiovanni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 luglio 2021
18:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono ancora i Maneskin con il loro Teatro d’Ira – Vol.I, a dominare la classifica degli album più venduti secondo i dati forniti da Fimi/Gfk relativi alla settimana che va dal 16 al 22 luglio. Il gruppo vincitore di Sanremo 2021 e dell’Eurovision Song Contest guadagna anche il settimo gradino della top ten dei singoli più scaricati con I wanna be your slave.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sul podio seguono il rapper Rkomi con il suo Taxi driver e Sangiovanni, finalista di Amici 2021, con l’album omonimo, che invertono le posizioni della precedente hit parade piazzandosi al secondo e terzo posto della top ten. Sale due gradini e si ferma al quarto Madame con l’album che porta il suo stesso nome. Resta saldo in quinta posizione il rapper Fred De Palma con il suo album “Unico”. Segue l’unica new entry della classifica, Faith, secondo album in studio del rapper statunitense Pop Smoke, pubblicato dopo la sua morte soltanto il 16 luglio 2021, da Victor Victor Worldwide e Republic Records.
Il disco presenta ospiti come Kanye West, Dua Lipa, Kid Cudi, Quavo, Pharrell Williams, Chris Brown, Pusha T, Lil Tjay e Future.
Primo tra i singoli più scaricati Blanco & Sfera Ebbasta con Mi fai impazzire che spinge via dalla vetta al secondo posto Mille del trio Fedez, Achille Lauro & Orietta Berti. Tre nuovi ingressi sul podio dei vinili più venduti: in testa Ligabue con 77 Singoli/LP 11, seguito da Eros Ramazzotti con Dove c’è musica e da Franco Battiato & Antony con Del suo veloce volo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: Regione Fvg, misure incidono, balzo prenotazioni
Vicegovernatore Riccardi, 7.059 alle 17.30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
23 luglio 2021
18:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Solo oggi si sono prenotate per la vaccinazione anti Covid-19 ben 7.059 persone. Un risultato importante che conferma quanto la decisione di introdurre alcune limitazioni nell’accesso a locali ed eventi pubblici per chi non è in possesso del Green pass a partire dal 6 agosto abbia già inciso su coloro che sono indecisi riguardo al vaccino”.
Lo ha detto il vicegovernatore del Fvg con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, commentando la rilevazione effettuata alle 17.30 sui dati odierni delle prenotazioni per la somministrazione del vaccino.
Riccardi ha precisato: “In questi giorni stiamo assistendo a un incremento dei contagi e il vaccino è l’unico strumento con il quale potremo sconfiggere definitivamente il coronavirus e ritornare alla normalità. Inoltre, vaccinarsi è, oltre a una forma di tutela per se stessi, un gesto di responsabilità nei confronti degli altri, in particolare di coloro che per motivi di salute non possono essere immunizzati”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 5.143 positivi, 17 vittime
237.635 tamponi effettuati, stabile tasso di positività al 2,2%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 luglio 2021
18:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Continuano a salire i casi Covid in Italia. Sono 5.143 i positivi ai test individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute.
Ieri erano stati 5.057 Sono invece 17 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 15.
I tamponi molecolari e antigenici effettuati nelle ultime 24 ore sono stati 237.635, ieri erano 219.778. Il tasso di positività è del 2,2%, stabile rispetto al 2,3% di ieri. In pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 155, 3 in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 10 (ieri 12). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.307, in aumento di 70 rispetto a ieri.
In totale i casi in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 4.307.535, i morti 127.937. I dimessi ed i guariti sono invece 4.120.846, con un incremento di 1.239 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 58.752, in aumento di 3.886 unità nelle ultime 24 ore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: non si arresta corsa virus in Sardegna
261 casi, Rt e incidenza per 100mila abitanti più alti d’Italia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
23 luglio 2021
19:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La corsa alla prenotazione per i vaccini in Sardegna non c’è stata neppure dopo l’annuncio delle nuove regole per il green passa da parte del Governo, mentre invece prosegue quella dei nuovi contagi. Nell’ultimo aggiornamento del bollettino nazionale del ministero della Salute sono stati riportati 261 nuovi casi – rispetto ai 246 di ieri – su 6.890 tamponi effettuati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non si registra nessun decesso (1.496 in totale nell’Isola) mentre scendono da 60 a 51 i ricoverati in area medica ma si registra l’ingresso di 2 persone in terapia intensiva (sei in totale).
Il tutto mentre schizza verso l’alto il valore dell’indice di trasmissibilità del contagio Rt che nell’Isola raggiunge il valore di 2.24 (il doppio rispetto a 1.12 della scorsa settimana), secondo il monitoraggio settimanale dell’Iss-Ministero della Salute sull’andamento dei contagi da Covid-19 esaminato della cabina di regia.. La Sardegna continua ad essere classificata a rischio moderato.
L’Isola rientra anche tra le quattro regioni che nel periodo tra il 16 e il 22 luglio hanno superato la soglia dei 50 casi per 100mila abitanti e che quindi, se non fosse stato previsto l’aggiornamento dei parametri nel nuovo decreto, sarebbero finite in zona gialla dalla prossima settimana. Nello specifico, la Sardegna, con 82,8 contagi su 100mila abitanti è in testa a tutte le altre. Seguono poi il Veneto (68,9), il Lazio (68,8) e la Sicilia (64,9).
all’interno del territorio regione, dopo l’impennata di casi che ha riguardato il sud dell’Isola, crescono anche i positivi al Covid a Sassari e Alghero. Nel capoluogo di provincia il numero di contagiati supera di nuovo quota cento con 19 nuovi positivi in un giorno per un totale di 102 persone che hanno contratto il virus e 11 in quarantena. Una settimana fa casi positivi erano solo 45. Ad Alghero le persone contagiate sono attualmente 69 e 72 quelle in quarantena per essere entrate in contatto con casi positivi. Complessivamente nel nord ovest dell’Isola sono tre i pazienti Covid ricoverati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Green Pass:protesta a Trieste, in centinaia senza mascherina
Assembrati in centro, contestano ‘vaccino sperimentale’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
23 luglio 2021
20:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alcune centinaia di persone, senza mascherine e vicine tra loro, stanno manifestando in piazza della Borsa a Trieste contro il Green pass e “il vaccino genetico sperimentale ‘per vivere'”. L’iniziativa è promossa da Alister (Associazione per la libertà di scelta delle terapie mediche) e da ‘Vivere o sopravvivere’.

Su un palco, allestito nel centro della piazza, si alternano interventi per ribadire il no alle misure introdotte dal governo. “Il Green pass non è giustificato da niente – afferma Walter Pansini, presidente di Alister Trieste – perché tutta l’architettura del Covid si poggia sull’analisi di un tampone che viene usato in modo non scientifico”.
“Vergogna”, “Assassini”, “Non si toccano i bambini” sono tra i cori che si levano tra la folla, alternati a fischi. Alcuni manifestanti indossano al collo cartelli con su scritto “Cittadina italiana discriminata’ o “Green pass uguale Apartheid”. Sono stati esposti striscioni con lo slogan “No Green Pass”, con la parola Green sostituita da Black.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Caldo intenso nel week end, a Perugia bollino rosso
Altre 8 città in arancione. Da domenica anche forti temporali
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 luglio 2021
20:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fine settimana da ‘bollini’ rossi e arancioni per il caldo. Si attendono infatti temperature alte in alcune città italiane con possibili ricadute sulla salute E così tre giorni di bollino rosso per Perugia, che sta a indicare condizioni di emergenza con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive, e non solo sui sottogruppi a rischio. Già a partire da oggi e fino a domenica 25 luglio. Cinque invece le città con bollino arancione (livello 2, che indica il rischio caldo per la salute della popolazione più suscettibile) per sabato e domenica, che, però, proprio domenica saliranno a 8. Questo l’ultimo bollettino del ministero della Salute sulle ondate di calore per questo fine settimana, e che prende in esame la situazione in 27 centri urbani.
Intanto quello che sta iniziando viene indicato dai meteorologi un week end “rovente” ma che porterà anche intensi temporali e grandinate da domenica, secondo gli esperti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel dettaglio, rispetto ai rischi per la salute, il bollettino delle ondate di calore indica tre giorni di bollino rosso per Perugia. Due giorni, sabato e domenica, di bollino arancione per 5 città: Bologna, Firenze, Frosinone, Rieti e Roma. A cui vanno ad aggiungersi, per la sola giornata di domenica, sempre con livello arancione, Campobasso, Latina e Pescara.
Sul fronte più strettamente del meteo, fine settimana rovente ma non solo, indicano gli esperti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre al caldo, l’anticiclone africano regalerà all’Italia anche maltempo estremo su alcune regioni. Nei prossimi giorni l’anticiclone sub-tropicale perderà potenza al Settentrione dove l’infiltrazione di aria più fresca dall’oceano Atlantico, darà vita a sfuriate temporalesche che colpiranno gran parte delle regioni, anche nella prossima settimana. Soltanto il Centro-Sud sarà protetto dal mostro africano e infatti qui le temperature cominceranno a salire raggiungendo picchi di 35-36°C su Toscana, Lazio, poi Puglia e coste lucane e anche di 42°C in Sardegna. Sul fronte rovesci, da domenica grandinate talvolta eccezionali potranno raggiungere anche le zone pianeggianti di Piemonte e Lombardia, come Torino e Milano. Nei giorni successivi i fenomeni temporaleschi si estenderanno anche al resto delle regioni settentrionali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: in Lombardia oltre 62mila prenotazioni
Oltre 20mila di ragazzi in età scolare
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
23 luglio 2021
21:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono oltre 62mila le persone che oggi (fino alle 20) si sono prenotate per la vaccinazione anticovid in Lombardia, e di queste un terzo sono ragazzi in età scolare.
A quanto riferisce la Regione, le prenotazioni sono state 62.606.
Di queste 21.223 sono di studenti. Sette prenotazioni sono di operatori sanitari, 40 di disabili o di chi si prende cura di loro e 77 di persone estremamente vulnerabili.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fisica: morto Virasoro, studiò teoria delle stringhe
Amico di Parise e Mézard,diresse Ictp; insegnò a Sissa, Sapienza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
24 luglio 2021
00:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È morto all’età di 81 anni Miguel Virasoro, fisico argentino e direttore, dal 1995 al 2002, del Centro Internazionale di Fisica Teorica “Abdus Salam” – ICTP di Trieste. Virasoro, nato a Buenos Aires, era noto a livello internazionale per le sue ricerche in fisica teorica e fisica matematica.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Laureatosi all’Universidad de Buenos Aires nel 1962, lasciò il Sudamerica dopo la Noche de los Bastones Largos, lo sgombero violento da parte della polizia federale argentina, il 29 luglio 1966, di studenti e insegnanti che avevano occupato cinque facoltà accademiche dell’Università di Buenos Aires per rivendicarne l’autonomia dal governo militare del Generale Juan Carlos Onganía.
Il fisico argentino si trasferì in Italia nel 1977 dove, oltre all’ICTP, aveva collaborazioni e amicizie alla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati – SISSA, sempre a Trieste, trascorse inoltre periodi di ricerca e insegnamento anche all’Università di Torino e di Roma “La Sapienza”, dove insegnò per 30 anni. Attualmente era professore emerito all’Instituto de Ciencias, Universidad Nacional de General Sarmiento, Argentina.
Virasoro era noto per gli studi sulla teoria delle stringhe e per lo sviluppo di algebre di Lie a dimensione infinita; con Giorgio Parisi, presidente dell’Accademia Nazionale dei Lincei, e Marc Mézard, direttore dell’École normale supérieure di Parigi, ha dato un grande contributo alla meccanica statistica, e allo studio dei “vetri di spin” in dimensioni infinite.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2020 fu insignito della Medaglia Dirac dell’ICTP, condividendo il premio con André Neveu dell’Università di Montpellier e Pierre Ramond della University of Florida, “per i loro contributi pionieristici all’inizio e alla formulazione della teoria delle stringhe che ha introdotto nuove simmetrie bosoniche e fermioniche in fisica”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uccisa a Faenza: chiesto il giudizio immediato per due
Imputati l’ex marito Nanni come mandante e Barbieri, esecutore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RAVENNA
24 luglio 2021
08:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Ravenna ha chiuso l’indagine con una richiesta di giudizio immediato per l’omicidio di Ilenia Fabbri, la 46enne sgozzata nel suo appartamento di via Corbara a Faenza, nel Ravennate, il 6 febbraio scorso a cavallo delle 6. Gli imputati, come riportato dalla stampa locale, sono l’ex marito della donna, il meccanico faentino 54enne Claudio Nanni inquadrato dagli inquirenti quale mandante del delitto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E il 53enne Pierluigi Barbieri, alias ‘lo Zingaro’, originario di Cervia ma domiciliato nel Reggiano, esecutore materiale reo confesso.
La richiesta di immediato si basa sulle stesse contestazioni dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip Corrado Schiaretti che il 3 marzo aveva fatto finire in carcere i due sospettati sulla base degli elementi raccolti da squadra Mobile di Ravenna, Sco di Roma e locale Commissariato, arricchite da particolari sulle modalità del delitto riferiti dal Barbieri in due successive confessioni davanti allo stesso Gip prima e alla polizia e al Pm poi. A breve il Gip dovrebbe emettere il decreto con la data di avvio del processo davanti alla Corte di Assise di Ravenna notificandolo alle parti: oltre agli imputati, anche ai Pm titolari del fascicolo Daniele Barberini e Angela Scorza e alle persone offese, in primis la figlia Arianna della coppia che più di recente ha deciso che si costituirà parte civile pure contro il padre.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: raddoppiate prenotazioni prime dosi in Calabria
Ieri 4.500 iscritti negli elenchi delle persone da vaccinare
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
24 luglio 2021
10:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono raddoppiate le prenotazioni in Calabria per sottoporsi alla prima vaccinazione anti Covid.
Ieri ne sono state registrate 4.500, il 50% in più rispetto al giorno precedente.
Un incremento che è chiaro effetto dell’introduzione dell’obbligatorietà del Green pass per frequentare determinati luoghi annunciata dal premier Mario Draghi.
Complessivamente, due giorni fa sono state somministrate 18.177 dosi di vaccino. Ad oggi, con i dati dell’Agenzia italiana del farmaco aggiornati alle 6, in Calabria sono state somministrate 1.880.117 dosi a fronte dei 2.100.281 disponibili, pari all’89,5%.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pastasciutta antifascista a Casa Cervi e in tutta Italia
Il 25 luglio, a Gattatico 800 persone per via della pandemia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
24 luglio 2021
10:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Come ogni anno, domani, 25 luglio si terrà a Casa Cervi di Gattatico (Reggio Emilia) la storica Pastasciutta Antifascista. Visti i tempi di pandemia, si tratta, come l’anno scorso, di una edizione limitata: saranno circa 800 i presenti alla festa, con i posti disponibili esauriti pochi giorni dopo l’apertura delle prenotazioni.

La Pastasciutta ha origine il 25 luglio del 1943, quando la Famiglia Cervi organizzò una grande pastasciuttata nella piazza del vicino paese di Campegine, offerta a tutti i presenti, per festeggiare la destituzione e l’arresto di Benito Mussolini dopo la riunione del Gran Consiglio del Fascismo.
Giunta alla sua 27/a edizione, con gli anni è diventata una festa conosciuta e celebrata a livello nazionale come simbolo di libertà, pace e antifascismo. Sono oltre ottanta le Pastasciutte ufficiali che quest’anno si sono iscritte alla Rete delle Pastasciutte, oltre un centinaio se si considera il totale. Dal Friuli alla Calabria, dal Piemonte alla Puglia, e all’estero, grazie a due comunità italiane negli Stati Uniti e nella Repubblica Dominicana. Tutti uniti per festeggiare la storica celebrazione nata grazie ai Cervi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Caso Eni, pg Cassazione chiede trasferimento Storari da Milano
La richiesta alla Sezione disciplinare del Csm
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
24 luglio 2021
11:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Via dalla Procura di Milano il pm del caso Amara, Paolo Storari. A chiederlo alla sezione disciplinare del Consiglio superiore della magistratura- che ha convocato l’udienza per il 30 luglio- è il procuratore generale della Cassazione, Giovanni Salvi, che ha avviato l’ azione disciplinare nei confronti del magistrato.

La richiesta è quella di allontanare d’urgenza dalla Procura di Milano Storari, che nell’aprile del 2020 aveva consegnato i verbali segretati in formato word sulla presunta associazione segreta ‘Loggia Ungheria’ all’allora consigliere del Csm Piercamillo Davigo, e trasferirlo d’ufficio in via cautelare senza che possa più esercitare le funzioni di pm nemmeno nella nuova sede. Tra le gravi scorrettezze che Salvi contesta a Storari sul piano disciplinare c’è- a quanto scrive il Corriere della Sera- “l’informale e irrituale” consegna a Davigo di copie non firmate di verbali “su una supposta associazione segreta di cui avrebbero fatto parte anche due consiglieri Csm”: essendo stata fatta “a un singolo consigliere Csm” e “a insaputa del procuratore di Milano”, avrebbe violato le modalità formali ricavabili da due circolari Csm del 1994 e 1995.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incendi: ancora fiamme in Sardegna, oggi bollino rosso
Proseguono le bonifiche a San Basilio, ieri in fumo 200 ettari
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
24 luglio 2021
11:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Roghi sin dal primo mattino in Sardegna, nella giornata da bollino rosso per rischio incendi, come da preallarme della Protezione Civile regionale. Il nuovo incendio è scoppiato a Calangianus (Sassari), dove sta intervenendo un elicottero della base di Tempio Pausania.

Intento proseguono con l’ausilio di un elicottero del Corpo forestale proveniente dalla base di Villasalto le operazioni di bonifica del rogo di ieri nelle campagne di San Basilio (Sud Sardegna), dove sono andati in fumo 200 ettari di bosco e seminato e dove sono dovuti intervenire anche tre Canadair, Bonifiche in corso anche a Bonarcado (Oristano), sempre le spegnere definitivamente le fiamme divampate ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cercava la madre per curare tumore, la donna partirà per gli Usa
L’infermiera di origini comasche partirà a fine estate
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
24 luglio 2021
11:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Daniela Molinari, l’infermiera di origini comasche che cercava la madre biologica che l’aveva abbandonata alla nascita con l’obiettivo di tracciare il dna e consentirle di affrontare una cura sperimentale contro il cancro, partirà per Houston alla fine dell’estate. Negli Usa la donna, che ha trovato la mamma biologica e ha potuto tracciare il dna, come riporta la Provincia di Como, sarà finalmente sottoposta ad una terapia sperimentale che potrebbe salvarle la vita.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“L’incertezza sulla situazione sanitaria internazionale mi preoccupa, mi chiedo cosa succederà ai collegamenti aerei nei prossimi mesi. – ha spiegato Daniela al quotidiano – Mi spaventa la prospettiva di dover forse partire da sola, senza mio marito, e delle incognite che potrei dovermi trovare ad affrontare senza il suo sostegno”. Intanto prosegue la raccolta fondi per aiutare Daniela a sostenere le spese ingenti che dovrà affrontare per recarsi negli Usa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Recuperati 250 kg di sabbia e ciottoli rubati a Villasimius
Associazione, preferiscono tornare a casa con 1000 euro di multa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
24 luglio 2021
11:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non sono serviti gli appelli degli anni scorsi e neppure lo spot dell’Agenzia del Demanio e della Regione che quest’anno hanno messo in campo testimonial d’eccezione per fermare le ruberie di sabbia e pietre dalle spiagge della Sardegna. Dopo gli 11 turisti multati per avere sottratto nelle ultime settimane sabbia e sassi dai litorali, ora si scopre che nei giorni scorsi altri villeggianti cercavano di portare fuori dall’Isola 250 chili di materiale “rubato” dalle spiagge di Villasimius.
Sabbia e ciottoli che oggi tornano a casa, fa sapere l’associazione Sardegna Rubata e Depredata che su Facebook rilancia la notizia del ritrovamento. “Eppure è un concetto semplice da capire, dell’ecosistema spiaggia non si deve portare via niente – scrive l’associazione che da anni si occupa della tutela dei litorali – Per chi non ha le capacità di capirlo da solo non mancano le informazioni, gli avvisi, gli spot e la martellante campagna divulgativa…. Ma niente, questi preferiscono tornare a casa con una multa da 1000 euro. Gli instancabili amici del corpo delle Guardie Ambientali di Villasimius riporteranno ogni singolo granello nel luogo che gli compete”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ucciso in piazza: il sindaco, Voghera è una città moderata
Garlaschelli, Adriatici assessore apprezzato per il suo lavoro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
24 luglio 2021
11:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Massimo Adriatici, l’assessore alla sicurezza di Voghera agli arresti domiciliari per aver sparato in piazza a Youns El Boussetaoui, trentottenne marocchino conosciuto come Musta, è “persona stimata e rispettata in città di cui abbiamo apprezzato il lavoro di questi mesi”. Lo ha spiegato il sindaco Paola Garlaschelli in un messaggio agli abitanti della cittadina pavese parlando della “tragedia che si è consumata” e della “strumentalizzazione mediatica che hanno assunto fatti che la magistratura è stata chiamata a chiarire”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un messaggio con cui ha rotto il silenzio dopo giorni in cui ha preferito non intervenire.
“Voghera è una città oggi ferita come lo siamo noi tutti. Ho il dovere di difenderla e di descrivere la realtà, che è ben diversa da quella che sta emergendo. Voghera – ha sottolineato – è una città moderata e accogliente in cui un pilastro portante del vivere sociale è costituito da associazioni di volontariato e da una fitta rete di servizi sociali”. “Mi rivolgo a tutti – aggiunge in vista della manifestazione organizzata per il pomeriggio di oggi 24 luglio – richiamando i valori più veri in ognuno di noi, affinché la tragedia già avvenuta non inneschi una spirale di violenza” .”Spegniamo le ostilità – ha concluso – e uniamoci solidali, perché il modo migliore per rispettare la memoria di chi non c’è più è preferire il dialogo all’odio e alle barricate”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ginecologa scomparsa: fidanzato, Sara cambiò dopo episodio
“Costretta a rimanere in una stanzetta da sola senza far nulla”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRENTO
24 luglio 2021
12:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Costretta per un intero pomeriggio a rimanere in una stanzetta da sola senza far nulla e solo alle 21, terrorizzata dalla neve, è riuscita ad andarsene e prendere l’auto per tornare a casa”. E’ uno degli episodi che riguardano la giovane ginecologa scomparsa Sara Pedri che racconta il fidanzato Guglielmo Piro in una intervista al portale news ildolomiti.it.
“Dopo questo episodio – aggiunge Piro – ha smesso di raccontarmi quello che le succedeva. Ha iniziato a cambiare atteggiamento nei confronti dell’ambiente di lavoro. Aveva paura ed ha iniziato ad andare al lavoro controvoglia”.
“Io le dissi – racconta il fidanzato – di dimettersi perché quello era un ambiente malsano. Ma da quel momento non mi ha più raccontato quello che le accadeva al lavoro, mi diceva solo che aveva avuto un’altra ‘giornata nera’ o un’altra ‘giornata difficile’.” Sulle indagini spiega che “se c’è un colpevole pagherà ma non vado a puntare il dito contro nessuno. A me interessa solo di Sara e che torni da noi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Confermati gli arresti domiciliari per l’assessore Adriatici, sparò e uccise un uomo a Voghera
Proposta del Pd per maggiori controlli sulla detenzione delle armi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
24 luglio 2021
12:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il gip di Pavia ha convalidato l’arresto dell’assessore alla Sicurezza del Comune di Voghera Massimo Adriatici confermando, per l’uomo politico, gli arresti domiciliari. Adriatici è accusato di eccesso colposo di legittima difesa per l’uccisione di Youns El Boussetaoui, avvenuta martedì sera con un colpo di pistola in piazza.
Più controlli sulla detenzione di armi da fuoco e per il rilascio e il rinnovo della licenza di porto d’armi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ quanto prevede una proposta di legge depositata dal deputato Pd Walter Verini alla Camera, con firme di deputati Pd, M5s, Iv e Leu. Il testo, presentato prima dei fatti di Voghera, è di 4 articoli e prevede che sia una commissione medica a rilasciare un certificato di idoneità psicofisica alla richiesta e al rinnovo del porto d’armi, con revoca per “segni anche iniziali di disturbi psico-comportamentali”. Aumenta i controlli sulla vendita ed estende gli obblighi di comunicazione ai familiari.
Massimo Adriatici è “persona stimata e rispettata in città di cui abbiamo apprezzato il lavoro di questi mesi,”. Lo ha scritto il sindaco Paola Garlaschelli in una lettera agli abitanti della cittadina pavese parlando della “tragedia che si è consumata” e della “strumentalizzazione mediatica che hanno assunto fatti che la magistratura è stata chiamata a chiarire”. “Sono giorni difficili per la nostra comunità – scrive il sindaco nella lettera aperta -. Siamo increduli per la tragedia che si è consumata, scossi dal clamore che ha investito la nostra città e dalla strumentalizzazione mediatica che hanno assunto fatti che la magistratura è stata chiamata a chiarire. E’ successo qualcosa di molto grave che inevitabilmente ci induce a riflettere profondamente. E’ morta una persona in circostanze drammatiche e un assessore della mia giunta, persona stimata e rispettata in città, di cui abbiamo apprezzato il lavoro di questi mesi, è stato travolto da un fatto tragico. Non sta a noi giudicarne le responsabilità o le colpe. Insieme ai colleghi della giunta ed ai consiglieri di maggioranza ho ritenuto che un rispettoso silenzio fosse in questi giorni la scelta più saggia”.
“Indagare, ricostruire i fatti ed emettere sentenze non è compito di chi amministra la città, anzi – aggiunge Garlaschelli – rischierebbe solo di complicare il lavoro delle forze dell’ordine e della Magistratura, che stanno lavorando con grande impegno per accertare le responsabilità dell’accaduto. Voghera è una città oggi ferita come lo siamo noi tutti. Ho il dovere di difenderla e di descrivere la realtà, che è ben diversa da quella che sta emergendo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sos rifiuti Roma,discarica Albano rischia di non riaprire lunedì
Ecoambiente a Raggi, ‘mancano fidejussioni per il riavvio’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
24 luglio 2021
13:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A rischio l’apertura della discarica di Albano dove dovrebbero essere smaltiti parte dei rifiuti di Roma. Ecoambiente, società titolare dell’impianto, in una lettera inviata a Città Metropolitana di Roma Capitale, sindaca Virginia Raggi, al Ministero della Transazione Ecologica, al prefetto di Roma e alla Regione Lazio, informa che non sono mai arrivate le fidejussioni necessarie per la riapertura del sito.

E che per questo “non sarà garantito il servizio di conferimento previsto per lunedì 26”. Raggi aveva firmato il 15 luglio l’ordinanza per la riapertura della discarica di Albano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Regione Fvg, oggi rioccupate terapie intensive
Vicegovernatore Riccardi, due nuovi casi, a Udine
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MARTIGNACCO
24 luglio 2021
13:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi riapriamo la terapia intensiva di Udine con due pazienti”. Lo ha reso noto il vicegovernatore con delega alla Salute Riccardo Riccardi a margine del convegno “Come si organizza un evento inclusivo” ma ricordando che il giorno successivo alla decisione del governo di introdurre il greenpass le prenotazioni sono aumentate, superando le 7.000 richieste in una sola giornata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo adesioni oltre il 63 per cento della platea complessiva, il 71 per cento se teniamo conto della popolazione dai 20 anni in su. In una condizione di normalità, senza il rischio delle varianti, questa percentuale determinerebbe l’aver quasi raggiunto la soglia di immunità, ma purtroppo non è così.
Davanti alle mutazione del virus dobbiamo andare più avanti.
L’obiettivo di vaccinare almeno 900mila persone dunque – ha ribadito Riccardi – resta determinante”.
In merito al greenpass per Riccardi “chi può vaccinarsi e decide di non farlo, con questo andamento del contagio, potrebbe trovarsi in condizioni di agibilità diverse. Non sono limitazioni delle persone ma indispensabili misure di sicurezza per contenere un’epidemia dalla quale non siamo ancora usciti.
Ciò però deve distinguere chi non si è vaccinato per ragioni di salute”. Sugli indecisi: “Dopo tutto quello che è accaduto in questi mesi, dove professionisti e presunti esperti dicevano la loro, si è creata un’inevitabile situazione di incertezza che può essere sciolta solo analizzando e comunicando i dati: solo lo 0,01 per cento di chi si è vaccinato ha dovuto ricoverarsi in ospedale. È la fotografia della realtà che va affrontata ancora con decisione.”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morto 26enne accoltellato in strada a Roma
Ieri durante lite. Indaga polizia, si cercano i due aggressori
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
24 luglio 2021
13:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto nella notte in ospedale il ragazzo accoltellato ieri in strada in zona Ostiense a Roma. Lo si apprende da fonti investigative.
Il 26enne albanese era stato soccorso in piazza del Gazometro e portato in codice rosso in ospedale, dov’è stato sottoposto a intervento. Sulla vicenda indaga la polizia. A quanto ricostruito finora, l’uomo sarebbe stato accoltellato in via dei Magazzini generali durante una lite con due persone che sono poi scappate. È stato colpito alle spalle e all’addome. Il 26enne, dopo essere stato ferito, si è trascinato fino a piazza del Gazometro dov’è stato soccorso.
Sono in corso indagini per risalire agli aggressori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sgominata ad Ostia banda spacciatori di crack e cocaina
In case popolari ‘vedette’ anche in monopattino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
24 luglio 2021
13:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sgominata ad Ostia una banda che spacciava crack e cocaina nelle case popolari. I carabinieri della Compagnia di Ostia hanno sottoposto agli arresti domiciliari quattro persone, tutte originarie della capitale, e collocato in comunità due minorenni, italiani, dando esecuzione a due ordinanze emesse dai Gip dei rispettivi Tribunali, per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un ulteriore indagato è stato sottoposto all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.
Le indagini hanno consentito di accertare un’intensa attività di spaccio di crack e cocaina (cosiddetta “cotta” e “cruda”) : come base operativa c’era un appartamento di proprietà dell’Ater-Comune di Roma, assegnato ad una componente del gruppo criminale, poi sequestrato. Grazie a numerosi servizi di appostamento ed all’utilizzo delle intercettazioni video ed ambientali, è stato documentato un frenetico “via-vai” di acquirenti che, attraverso dei messaggi convenzionali, richiedevano la sostanza stupefacente allo spacciatore di turno posizionato, a rotazione con gli altri indagati, dentro l’appartamento e questi, protetto da una fitta rete di “vedette”,(munite anche di monopattini)l, e da un sistema di videosorveglianza, cedeva lo stupefacente, a seconda della richiesta, in “decini”, “quindicini” e “ventini”, attraverso la grata di protezione della porta d’ingresso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: studenti rientrati da Malta, per tutti fatti tamponi
Ospiti in Covid Hotel, 11 negativi già andati via con famiglie
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
24 luglio 2021
13:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Servizio Sanitario regionale del Lazio ha risposto alla chiamata della Protezione Civile Nazionale prendendo in carico i ragazzi provenienti da Malta, che sono stati tutti sottoposti a tampone. I tamponi effettuati sono stati 167 e in questo momento i ragazzi son ospiti in una struttura Covid hotel, con il supporto dell’Ares 118 e di un team di sei psicologi esperti in emergenza.
I giovani verranno, via via che si conoscerà l’esito dei test, riportati nelle rispettive regioni di provenienza. I primi ad andare via sono stati 11 ragazzi accompagnati dalle famiglie con un pullman messo a disposizione dalla Regione Piemonte. Desidero ringraziare tutti i nostri operatori per la preziosa collaborazione e per la professionalità che stanno dimostrando anche in questa circostanza, un ringraziamento particolare va al team dell’Ares 118”. Lo scrive in una nota l’assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cresce il successo per i videoessay e il VEFF li premia
I premi della seconda edizione del festival. Premiata categoria ‘classic’ per i 50 anni di Arancia Meccanica
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
24 luglio 2021
14:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue il successo dell’innovativa forma di critica sull’audiovisivo nota come videoessay e il Video Essay Film Festival, (VEFF) giunto alla sua seconda edizione, ne premia la diffusione.
Tante le proposte giunte alla manifestazione realizzata da Fondazione Cinema per Roma e MAXXI nell’ambito di Cinema al MAXXI, in collaborazione con il Dipartimento di Storia, Antropologia, Religioni, Arte, Spettacolo della Sapienza Università di Roma, ed è curato da Mario Sesti e Andrea Minuz.
Intanto, per i meno addictet ricordiamo che i videoessay (video-saggi) sono video brevi (in media 5 minuti), spesso didattici, ad alto potenziale virale, che mettono in luce uno o più aspetti del fare cinema.
Il premio per il miglior Videoessay per la forma è andato a ‘Corpi fuori di sé: il desiderio in Pedro Almodovar di Elisa Chiari. Ecco la motivazione: Per la scelta originale della tecnica, legata all’uso del desktop del computer, con la quale isola e scompone alcuni dei nodi più roventi e toccanti, emotivi e drammatici, del cinema del grande regista spagnolo, prolungandone il riverbero sentimentale.
Rivolto a tutti gli studenti universitari delle accademie e delle scuole di cinema nazionali e internazionali il Video Essay Film Festival ha assegnato anche il premio come miglior videoessay a ‘Orande you dead yet’ di Edoardo Spallazzi, “per la sua capacità di richiamare l’attenzione dello spettatore su una sottotraccia narrativa – si legge nella motivazione – apparentemente marginale per essere immediatamente riconosciuta, e saperla trasformare in un dispositivo di lettura critica e consapevole, e per la dimostrazione di come la critica, decifrando un dettaglio annidato in un contesto complesso, sappia regalare al nostro sguardo uno strumento di godimento in più”.
Il premio miglior Videoessay per il contenuto è andato a Broken souls di Giuseppe Indagati, “per l’efficacia, e la concentrazione, con la quale rilegge i tratti e le sfumature di un mood legato al melodramma e alla musica pop nella forma che esso acquista nella messa in scena, nella recitazione, nello storytelling di momenti cruciali di grandi film e personaggi ad essi legati”.
Menzione Speciale per Stairs di Adele Insardà, “per la scelta di affidarsi unicamente alle immagini, e alla musica, nel dimostrare l’universo di senso che il cinema disvela a partire da uno stesso oggetto e la declinazione illimitata dello sguardo.
Altra menzione Speciale a Il cinema nel cibo di Aldo Fabrizi di Francesco Capuano, “per l’evidenza con la quale, attraverso una ordinaria compilation di scene, mette in luce il talento inimitabile di un interprete nell’espressione più popolare dall’antichità fino agli ’60: quella della fame”.
In occasione dei cinquant’anni di Arancia meccanica di Stanley Kubrick, il VEFF ha deciso di invitare appassionati, studiosi, cinefili e allievi di scuole di cinema e di facoltà universitarie a esercitarsi con un video essay su uno dei maggiori capolavori del regista newyorkese e il premio per il miglior Videoessay Classic è andato a L’orrore e il diletto di Alberto Agnello, “per l’originalità con la quale viene raccontata l’antitesi senza tempo tra sublime e osceno che attraversa, mediante un percorso di rimandi e parallelismi, il linguaggio cinematografico e quello figurativo nel capolavoro di Stanley Kubrick”.
Infine BadTaste.it ha premiato Orange you dead yet di Edoardo Spallazzi: il sito pubblicherà online il video essay.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Costa, riflessione su criteri governo per piccole realtà
Apertura da sottosegretario Salute dopo richiesta Regione Vda
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA
24 luglio 2021
14:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ci sono realtà con specificità diverse. Sono realtà piccole dove a volte anche percentuali e parametri possono mettere in difficoltà, o possono prefigurare scenari di criticità.
Su questo ovviamente dobbiamo aprire una riflessione e comprendere se possiamo dare risposte differenziate tenendo conto di quelle che sono specificità dei diversi territori del nostro paese”. Lo ha detto Andrea Costa, sottosegretario di Stato al Ministero della Salute, intervenendo durante la rassegna aCourma!, organizzata a Courmayeur. Lo spunto, ha riferito, è stato un colloquio con l’assessore alla Sanità della Valle d’Aosta, Roberto Barmasse.
Il presidente della Regione, Erik Lavevaz, nei giorni scorsi aveva dichiarato che con i nuovi criteri relativi alle percentuali di occupazione dei posti di terapia intensiva e dei posti di area medica la Valle d’Aosta “rischia di ‘chiudere’ per soli due o tre pazienti positivi ricoverati” nell’unico ospedale regionale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bernardo, ho portato l’arma in ospedale ma non in corsia
Il candidato sindaco del centrodestra a Milano,denuncerò Usuelli
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
24 luglio 2021
14:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La pistola non l’ho mai portata in corsia in mezzo ai bambini. Sono sicuro al 100%.
Se qualcuno mi ha visto vada in Procura con le fotografie. Io sono entrato con l’arma in ospedale, l’ho avuta addosso, se la notte rimango in ospedale. Visto che sono stato minacciato, mi è capitato di portarla, ma mai in corsia ne mai succederà”: il candidato sindaco del centrodestra a Milano, Luca Bernardo, che è primario di Pediatria all’ospedale Fatebenefratelli ha replicato così all’accusa del consigliere lombardo di +Europa, Michele Usuelli di essere entrato con un’arma in reparto. E spiega di aver dato “mandato al mio legale di denunciare penalmente per diffamazione”.
Nel frattempo si è infiammata la polemica politica fra il centrodestra e il centrosinistra.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Unesco: Montecatini Terme in lista patrimonio
Borgonzoni, è una giornata storica per l’Italia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
24 luglio 2021
15:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi è una giornata storica per l’Italia: Montecatini Terme è iscritto nella lista del patrimonio Unesco” così il sottosegretario alla Cultura Lucia Borgonzoni, che sta partecipando in collegamento da Roma alla sessione del 44/o Comitato del Patrimonio Mondiale riunito a Fuzhou, in Cina. “Montecatini Terme – dice Borgonzoni -, che rientra in una candidatura transanazionale “The Great Spas of Europe” assieme ad altri 7 Stati, è l’esempio di sistema termale italiano unico, da tutelare e valorizzare.
Il riconoscimento – conclude – è il risultato di un impegnativo percorso compiuto dal Ministero della Cultura e dal Comune”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La pittura del ‘300 a Padova è patrimonio Unesco
Scrovegni di Giotto e altre meraviglie di Urbs Picta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
24 luglio 2021
15:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tutto il ciclo pittorico di Padova del Trecento è patrimonio Unesco: è arrivato il via libera ad entrare nella World Heritage List da Fuzhou in Cina dove si è svolta la 44ma sessione del Comitato del Patrimonio mondiale Unesco. La Padova Urbs Picta comprende tutto il ciclo pittorico degli otto edifici e complessi monumentali nel centro storico della città, tra i quali la Cappella degli Scrovegni affrescata da Giotto, e gli affreschi del Palazzo della Ragione.
E’ il secondo sito Unesco della città, che è già nella lista con l’Orto Botanico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Csm: toghe Milano a Storari, sei ottimo pm e ti stimiamo
Messaggi di solidarietà, azione disciplinare ingiusta e viziata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
24 luglio 2021
15:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono senza parole. Ti conosco come un ottimo pm e la stima che tu hai fra di noi penso debba darti l’energia per superare tutto questo”.
E’ uno di una serie di messaggi inviati oggi dai magistrati di Milano al pubblico ministero Paolo Storari, nei cui confronti il pg della Cassazione ha chiesto al Csm il trasferimento d’urgenza per incompatibilità ambientale e il cambio di funzioni per il caso dei verbali di Amara. L’azione disciplinare è stata definita da un’altra toga “profondamente ingiusta e viziata” anche perché “sei tra i migliori pm” che lavorano al Palazzo di Giustizia milanese.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Antidiva Elizabeth Olsen, evito social e mondanità
L’attrice californiana al Filming Sardegna Festival
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANTA MARGHERITA DI PULA
24 luglio 2021
16:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Molto bella e graziosa, ma poco sexy, la californiana Elizabeth Olsen, 32 anni, al Filming Sardegna Festival di Tiziana Rocca racconta un po’ di se da quando era bambina prodigio insieme alle due sorelle gemelle, fino alla Marvel (dove ha interpretato Wanda Maximoff, alias Scarlet) e poi la serie cult Disney di WandaVision.
Ma una cosa è certa la Olsen è sicuramente un’antidiva, una che non ama i social (ha cancellato il suo account Instagram nel 2020) e ha paura della mondanità, delle feste di Hollywood che se può evita.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un po’ come ci si aspetta dal suo personaggio di Wanda, l’attrice dice di sè: “Mi piace fare solo cose che mi sembrano autentiche e vere per me stessa. E molto spesso i social più che mettere in contatto le persone vengono usati per fare soldi, per vendere qualcosa”.
I film della Marvel spiega poi: “Sono molto difficili da fare, ma sono orgogliosa di aver fatto parte di queste produzioni in cui c’è tanta gente che ci lavora come anche del risultato”.
WandaVision? “Per me è un punto di arrivo nella mia carriera. È un film di genere, una comedy che ha tirato fuori una parte diversa di me e che mi ha fatto poi anche esplorare questa parte. Comunque una grande opportunità secondo molti punti di vista. Mi sono ritrovata come in un parco giochi a mostrare qualcosa di me che non sapevo di avere”.
E ancora su WandaVision? “Credo sia un genere di intrattenimento tipicamente americano, una di quelle sit-com a cui siamo abituati, una comfort-zone da seguire da un divano”.
La Pandemia? “Grazie alla pandemia ho imparato a vivere alla giornata ad ascoltare i momenti che vivo. In quel periodo siamo tutti vissuti come un criceto dentro la sua gabbia con tanto di ruota per giocare. Per la prima volta – aggiunge la Olsen – il mondo si è fermato e credo che anche grazie a questo si è creata un’empatia tra le persone che prima non c’era”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Disabilità: per i ciechi bastone che ‘dialoga’ con la città
Da Trieste progetto LETIsmart che Unci diffonderà in Italia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
24 luglio 2021
16:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si chiama LETIsmart ed è un dispositivo applicato al tradizionale bastone bianco per ciechi che permetterà ai disabili visivi di orientarsi e interagire con l’ambiente urbano muovendosi in autonomia. Un sistema collocabile in incroci, semafori, fermate dell’autobus, uffici, negozi ma anche siti turistici, ospedali, scuole, applicato per la prima volta a Trieste, dove il dispositivo è stato ideato e adottato e da cui parte l’implementazione nazionale per volontà dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti (Uici), che ha assunto LETIsmart come standard di riferimento nazionale sottoscrivendo oggi un Accordo per lo sviluppo con la triestina SCEN.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un microchip di 8 grammi consente di mettere in comunicazione il bastone bianco con mezzi pubblici e semafori, di orientarsi in negozi, scuole, uffici, lavori in corso. Il dispositivo si avvale di un altoparlante integrato ed è stato ideato da Marino Attini, esperto di elettronica ipovedente, e realizzato come progetto etico dalla SCEN, azienda leader nel mondo per la prototipizzazione snella con microcomponenti elettronici.
L’Uici, che rappresenta circa 2 milioni di ciechi e ipovedenti, ha supportato le fasi iniziali del progetto per poi validare la tecnologia come standard di riferimento nazionale. Presto LETIsmart sarà disponibile a Mantova e Como, il sito turistico di Paestum, e altri luoghi.
“Con questo sistema l’autonomia dei ciechi fa un passo avanti notevole – ha commentato il Presidente dell’UICI Mario Barbuto – La tecnologia è una delle chiavi più importanti per migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità visiva, da affiancare agli elementi tradizionali, che restano insostituibili”.
“Una città a misura per le persone diversamente abili è una città a misura per tutti”, ha affermato il Sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza.   ACCESSIBILITÀ

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ucciso in piazza: presidio per Musta, ‘Adriatici assassino’
Protesta a Voghera: ‘Vogliamo giustizia’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VOGHERA (PAVIA)
24 luglio 2021
17:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono alcune centinaia, in gran parte di origini arabe, le persone che a Voghera stanno protestando per l’uccisione di Youns El Boussettaoui’ il marocchino ucciso martedì dall’assessore alla sicurezza Massimo Adriatici, conosciuto nella cittadina pavese come Musta.
Al presidio davanti al luogo in cui l’immigrato è stato colpito anche esponenti di varie realtà di sinistra.
“Vogliamo giustizia” scandiscono i manifestanti che accusano Adriatici di essere un “assassino”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Fvg, 68 contagi e 2 persone in terapia intensiva
Nessun decesso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PORDENONE
24 luglio 2021
17:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi in Friuli Venezia Giulia su 3.343 tamponi molecolari sono stati rilevati 56 nuovi contagi con una percentuale di positività dell’1,67%. Sono inoltre 3.039 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 12 casi (0,39%).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nella giornata odierna non si registrano decessi; due persone sono ricoverate in terapia intensiva, mentre i pazienti in altri reparti sono 7. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.
I decessi complessivamente ammontano a 3.789, con la seguente suddivisione territoriale: 813 a Trieste, 2.012 a Udine, 671 a Pordenone e 293 a Gorizia. I totalmente guariti sono 103.313, i clinicamente guariti 26, mentre quelli in isolamento risultano essere 396.
Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 107.533 persone con la seguente suddivisione territoriale: 21.334 a Trieste, 50.497 a Udine, 21.191 a Pordenone, 13.105 a Gorizia e 1.406 da fuori regione.
Tra il personale del Sistema sanitario regionale si registra la positività di un infermiere di Asugi. Inoltre è stato rilevato un caso tra gli operatori delle strutture residenziali per anziani ed un positivo tra gli ospiti delle stesse strutture.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ucciso in piazza: gip,assessore consapevole delle sue azioni
‘Ha estratto la pistola prima di essere colpito’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VOGHERA (PAVIA)
24 luglio 2021
17:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’ordinanza con cui conferma i domiciliari per l’assessore alla Sicurezza di Voghera Massimo Adriatici per l’uccisione di Youns El Bossettiaou il gip di Pavia scrive di “pericolosità dell’indagato” intesa come attitudine a “porre in essere reazioni sovradimensionate nel caso in cui si trovi in situazione di criticità”. “Ciò che si vuole evidenziare è che lo stesso Adriatici ha dichiarato di aver estratto la pistola dalla tasca in un momento in cui era ancora lucido e consapevole delle proprie azioni”, scrive il gip nell’Ordinanza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“E questo è avvenuto “prima che El Boussettaoui lo colpisse e prima dello stordimento”.
“Tale azione appare decisamente spropositata a fronte di un uomo che lo stava aggredendo disarmato, nei cui confronti si è posto in una fase decisamente anticipata in una posizione predominante – scrive il gip – ma in modo gravemente sproporzionato e creando le condizioni perché si addivenisse all’evento nefasto che poi purtroppo è effettivamente accaduto; e ciò si ritiene soprattutto in considerazione della consapevolezza qualificata che si deve richiedere a un uomo con la professionalità dell’indagato per anni nelle forze dell’ordine ed esperto penalista, istruttore delle forze dell’ordine, esperienza in base alla quale l’uomo avrebbe dovuto essere in grado di discernere il rischio effettivamente corso e i valori che era chiamato a bilanciare in tale situazione”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Måneskin martedì in Campidoglio per ricevere Lupa capitolina
Raggi consegnerà riconoscimento in Aula Giulio Cesare
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
24 luglio 2021
17:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I Måneskin saranno martedì prossimo in Campidoglio per ricevere la Lupa capitolina. A consegnare il simbolo di Roma alla band romana pluripremiata sarà la sindaca Virginia Raggi.
Poco prima della cerimonia di consegna, fissata per le 11 in Aula Giulio Cesare, i Måneskin si affacceranno dal balcone dello studio della sindaca, con vista sui Fori, come è tradizione per chi è ospite in Campidoglio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini:Regione Fvg, in due giorni quasi 12.500 prenotazioni
Riccardi, ieri sera erano 9.422 unità, alle 13 di oggi 3067
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PORDENONE
24 luglio 2021
17:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“In soli due giorni le prenotazioni per sottoporsi alla prima dose di vaccino hanno sfiorato quota 12.500 unità: a fine giornata di ieri le richieste si sono assestate a quota 9422, mentre alle 13 di oggi le prenotazioni sono state 3067”. A darne notizia è il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute Riccardo Riccardi.

“Rispetto ad una media giornaliera che fino a metà giugno si aggirava al disotto delle 2 mila richieste ogni 24 ore, nell’ultima settimana si è registrata una decisa crescita che è andata incrementandosi a livello esponenziale negli ultimi due giorni”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Milano in centinaia manifestano contro il green pass
In piazza senza mascherine, tensione con i giornalisti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
24 luglio 2021
17:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono diverse centinaia le persone che stanno manifestando a Milano in piazza Fontana, a due passi dal duomo di Milano, contro il green pass nell’ambito della mobilitazione che si svolge in molte città italiane.
I manifestanti sono tanti e la piccola piazza Fontana non li contiene tutti per questo stanno sfilando verso la più capiente piazza Duomo, scandendo slogan come “No Green pass”, “Libertà, libertà” e “Noi siamo popolo”.
I manifestanti sono praticamente tutti senza mascherine e non mantengono le distanze di sicurezza.
In piazza Fontana quando la manifestazione di protesta ha preso il via ci sono state delle tensioni tra manifestanti no green pass e i giornalisti. I manifestanti hanno urlato “venduti” alla stampa e hanno cercato di allontanarli anche con degli spintoni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“No al green pass”, in migliaia contro l’obbligo
Manifestazioni in tutta Italia, anche Casapound. Disordini a Roma
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 luglio 2021
09:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In migliaia in piazza in tutta Italia per dire “No Green Pass”. Tremila persone a Roma, dove ci sono stati disordini, cinquemila a Torino, cinquecento ad Aosta, mille ad Alessandria e Bologna, duemila a Cagliari, duecento a Saluzzo, altre migliaia a Milano e poi ancora a Genova, Lecce, Cremona, Messina e in altre località da un capo all’altro della Penisola hanno aderito alla mobilitazione lanciata attraverso un tam-tam su social e canali Telegram contro quella che senza mezzi termini è stata definita “dittatura” con tanto di paragoni al nazismo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Foto di Mario Draghi con i baffetti à la Hitler esibite a Milano e Torino, dove l’urlo che ha raccolto i maggiori consensi è stato “Norimberga Norimberga” con evidente riferimento ai processi ai gerarchi dopo la fine della Seconda guerra mondiale. Poi stelle di David con la scritta “non vaccinati = ebrei” e cartelli con le svastiche. I dimostranti di Cagliari si sono esibiti in un funambolismo storico srotolando una striscione che paragonava il Green pass all’Ahnenpass, il passaporto ariano introdotto in Germania nel 1933. “Sentire pronunciare parole come ‘schiavitù’ e ‘truffa del Covid’ – interviene Licia Ronzulli, vicepresidente di Forza Italia al Senato – mi fa rabbrividire. Secondo questi irresponsabili, 130 mila morti forse li abbiamo solo sognati”. Francesco Boccia, deputato e responsabile Enti locali del Pd, esprime “amarezza” per “la mancanza di rispetto verso chi ha perso la vita, verso chi è stato in terapia intensiva, verso medici e infermieri che continuano a sacrificarsi per curare chi arriva in ospedale”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Raduni e cortei si sono inseriti nel solco di una mobilitazione internazionale, animata da collettivi chiamati World Wide Demonstration e World wide rally for freedom , che oggi ha visto scendere in piazza gente in diversi Paesi del mondo come la Francia, dove a Parigi ci sono stati scontri tra dimostranti e polizia, e l’Australia, anche qui teatro di disordini e arresti.

In tutta Italia tra la folla pensionati, artigiani, lavoratori dipendenti. Anche alcuni ristoratori preoccupati per le ricadute economiche per l’obbligo del green pass che scatterà il 6 agosto: “Non sono contro il vaccino, ma il green pass è un danno per l’economia. In molti rischiamo di fallire”, ha detto il proprietario di un locale che manifestava a Roma. Una galassia composita quella dei “no green pass” che incita alla disobbedienza e a “non scaricare il certificato verde”, che “si batte per la libertà, una galassia alla quale si sono mescolati militanti di CasaPound e Forza Nuova, il cui leader romano, Giuliano Castellino, ha sottolineato di essere sceso in piazza anche se in teoria non avrebbe dovuto, visto che si trova sotto sorveglianza speciale. “Ma dovevo esserci”, ha chiosato. E proprio a Roma si sono vissuti attimi di tensione sfociati in disordini a piazza del Popolo con le forze dell’ordine intervenute anche con i mezzi blindati per disperdere i manifestanti che volevano partire in corteo verso via del Corso. La tensione è rientrata ma un gruppo si è comunque staccato improvvisando un corteo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Torino sono stati notati degli attivisti dei centri sociali arrivati alla chetichella, e su Telegram qualcuno ha detto di avere notato una bandiera anarchica a Firenze. Non sono mancate le contestazioni ai giornalisti. La parola d’ordine era di ignorarli ma a Milano è volato qualche spintone. E a Pescara alcuni esponenti di Forza Italia che stavano raccogliendo firme per il referendum sulla giustizia sono stati aggrediti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Meteo: da domenica Italia spaccata in due
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
24 luglio 2021
19:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Flusso instabile proveniente dall’oceano Atlantico influenzerà le regioni del Nord. In risposta, al Centro-Sud diventerà sempre più forte l’anticiclone africano.
P
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il team del sito IlMeteo.it  – si legge in una nota – avvisa che dalla giornata di domenica e per almeno 3 giorni le regioni settentrionali saranno sotto assedio di numerosi temporali che potranno risultare violenti, con grandinate e raffiche di vento improvvise. Dato lo scontro tra due masse d’aria completamente opposte (aria calda preesistente e fresca in arrivo) è lecito aspettarsi pure isolate trombe d’aria e alluvioni lampo”. Le cose saranno diverse per il Centro-Sud che sarà investito da un’ondata di caldo africano che farà schizzare le temperature fino 44°C in Sardegna, 41°C in Puglia, 40 in Calabria e 36-37°C su Marche, Lazio e Toscana (come a Macerata, Roma e Firenze).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel dettaglio: – Domenica 25. Al nord: temporali forti al Nordovest e sul Trentino Alto Adige, nubi sparse altrove. Al centro: a tratti coperto, qualche precipitazione sulla Toscana. Al sud: tanto sole e tanto caldo.
– Lunedì 26. Al nord: temporali violenti dal Nordovest verso il Triveneto. Al centro: soleggiato. Al sud: gran caldo, gran sole.
Martedì ancora temporalesco al Nord, poi tanto sole e caldo record al Sud.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

“Green pass come Ahnenpass del 1933”, un migliaio a Cagliari
Manifestazione, “nessuna discriminazione per chi non ha vaccino”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
24 luglio 2021
19:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo striscione più grande cita il passaporto ariano del 1933, l’Ahnenpass. Paragonandolo al Green pass che entrerà in vigore in Italia ad agosto.
È uno dei messaggi lanciati in piazza Garibaldi a Cagliari per protestare contro il “lasciapassare” Covid per ristoranti e locali al chiuso. Anche in Sardegna, come nel resto d’Italia, grande mobilitazione: nello slargo al centro di Cagliari c’erano circa duemila persone. Mentre nei prossimi giorni saranno a Cagliari, Oristano e Sassari i banchetti per firmare la petizione per fermare il Green pass. Dal palco molti interventi al microfono: “Non possono discriminare – questo il messaggio – che non si vuole fare il vaccino”.
Alcune decine di persone si sono staccate dalla piazza e hanno percorso via Garibaldi gridando” No Green pass-No Green pass”.
Urlati anche slogan in lingua sarda: “Is pipius non si tocant”, “i bambini non si toccano”. Il corteo si è poi fermato in piazza Costituzione, davanti al Bastione. “Perché c’erano tante persone per la festa degli Europei?- ha detto al microfono una manifestante- forse quel giorno il Covid non c’era?”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vasto rogo nell’Oristanese, evacuate case a Santu Lussurgiu
Incendio anche a Cabras, abitazioni lambite dal fuoco
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
24 luglio 2021
19:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nella giornata da bollino rosso per la Sardegna, il fronte dell’incendio scoppiato nel pomeriggio sul Montiferru, nell’Oristanese, si è avvicinato pericolosamente alle abitazioni di Santu Lussurgiu. Alcune case sono state già evacuate per precauzione, mentre altri cittadini le stanno lasciando autonomamente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La zona è coperta da una coltre di fumo irrespirabile.
Da diverse ore il Corpo forestale, la Protezione civile, i vigili del fuoco e i volontari con numerose squadre a terra stanno cercando di arginare il fuoco che si è sviluppato inizialmente tra le campagne tra Bonarcado e Santu Lussurgiu, per poi propagarsi velocemente spinto dal vento e dalle alte temperature. Attualmente stanno operando quattro elicotteri della flotta regionale, a cui si sono affiancati il Super Puma, il mezzo aereo dei vigili del fuoco e ben quattro Canadair che stanno lanciando bombe d’acqua sulla zona, cercando di evitare che il fuoco raggiunga le case.
Alcune abitazioni sono state evacuate anche a Cabras, sempre nell’Oristanese, anche in questo caso sono dovuti intervenire i mezzi aerei della flotta regionale. Alcune abitazioni sono state annerite dal fuoco. Incendio anche ad Arzana dove le fiamme stanno lambendo una pineta e le squadre a terra e un elicottero della flotta regionale stanno cercando di arginarle.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Unhcr, da ieri 248 riportati in Libia
Intercettati dalla Guardia costiera
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TUNISI
25 luglio 2021
09:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Circa 147 persone sono state riportate a Tripoli dopo essere state soccorse/intercettate nella notte dalla Guardia costiera libica”. Lo scrive su Twitter l’Agenzia dell’Onu per i Rifugiati (Unhcr) in Libia aggiungendo che Unhcr e il partner International Rescue Commitee (Irc) sono sul campo per fornire gli aiuti umanitari e l’assistenza medica necessari.
L’Unhcr.
Sempre su Twitter, si dà conto di un’ analogo intervento della Guardia costiera libica avvenuto ieri nel quale sono stati riportati a Tripoli altri 101 migranti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Italiani pronti a partire per le vacanze il 54% viaggerà
Indagine Federalberghi, pesa la perdita fatturato 73,4% nei primi 6 mesi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
25 luglio 2021
11:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sarà ancora “un’estate al mare” quella degli italiani ma “lo stile balneare” dovrà fare inevitabilmente i conti con la pandemia. Ecco allora che pur non tradendo la preferenza per le località marine, si viaggia principalmente in Italia preferendo l’auto come mezzo di trasporto, oltre al relax ci si dedica a passeggiate ed escursioni, non si rinuncia a serate al ristorante o in casa di amici ma ci si tiene alla larga dalle notti in discoteca per paura dei contagi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Almeno secondo l’indagine di Federalberghi sull’estate 2021 secondo cui circa il 54,5% della popolazione, pari a 32,5 milioni di persone, tra maggiorenni (25,8 milioni) e minorenni (6,7 milioni), ha già fatto una vacanza nel mese di giugno o si appresta a farla nei mesi di luglio, agosto e di settembre.
Se è vero che, rispetto all’anno scorso, gli italiani sembrano aver ripreso confidenza con le vacanze estive, rispetto all’estate 2019, quando gli italiani in vacanza furono 34,6 milioni, mancano ancora all’appello 2,1 milioni di persone.
Il 93,3% degli italiani che ha effettuato o effettuerà una vacanza nel corso dell’estate rimarrà in Italia, per un totale di 30,1 milioni di persone. Il mare si conferma la meta preferita, seppur in leggera flessione rispetto allo scorso anno (75 contro il 77%), seguito dalla montagna (9,7%). La sensazione di ripresa non si avverte ancora nelle città d’arte e nelle altre località che costituiscono la meta tradizionale dei turisti stranieri. Basti considerare che nei primi mesi del 2021 a Venezia, Roma e Firenze il tasso di occupazione delle camere è crollato di oltre il 70% rispetto al 2019.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Che il movimento turistico degli italiani in questa estate 2021 stia riprendendo quota non può che essere una buona notizia – commenta Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi – e questo è un passaggio essenziale che ci dà la misura di quanto sia stata significativa la campagna vaccinale messa in atto dal nostro Governo in modo radicale. Con la percentuale sempre crescente di vaccinati, la paura di nuovi contagi sembra infatti diminuire rispetto allo scorso anno, malgrado il manifestarsi delle nuove varianti”.
“Le ultime norme sul green pass – continua Bocca – hanno tuttavia generato qualche incertezza che potrebbe ripercuotersi sull’andamento della stagione in corso. A fronte di queste impreviste restrizioni che prevederebbero il controllo della certificazione verde nei ristoranti interni all’hotel anche per gli alloggiati, si teme che vi possano essere cancellazioni.
Ricordiamo che gli albergatori hanno già posto in essere con la clientela contratti di mezze pensioni che nessuno vorrebbe assolutamente disattendere”. Nella valutazione di una possibile ripresa, è importante notare che la durata media della vacanza principale degli italiani si attesta sulle 10 notti rispetto alle 9 del 2020 e conseguentemente la spesa pro capite raggiunge gli 876 euro, contro i 673 euro dello scorso anno. “Gli italiani in sostanza – aggiunge Bocca – stanno tornando a ragionare per sé e per la propria famiglia in termini di vacanze più lunghe. La maggior parte di coloro che si negheranno una vacanza invece, lo farà principalmente per motivi economici. Questo è un dato che non avremmo mai voluto rilevare”.
Secondo l’indagine, ciò che verrà prodotto in termini di giro d’affari (includendo le spese di viaggio, vitto, alloggio e divertimenti) toccherà i 22,7 miliardi di euro contro i 14,3 miliardi di euro dello scorso anno (+58,7% circa). Di questi, però, solo il 21,4% è destinato ad essere speso per il pernottamento, quindi in sostanza arriveranno alle imprese ricettive meno di 5 miliardi. “In tempi normali canteremmo vittoria – conclude Bocca – ma sfortunatamente troppe ferite sono ancora aperte nel nostro comparto. Abbiamo pagato più di altri le conseguenze dovute al dramma della pandemia: non possiamo dimenticare che nei primi 6 mesi dell’anno nel settore ricettivo sono già andati persi 6,7 miliardi di euro in termini di fatturato”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Polizia arresta cartomante a Cosenza per estorsione
Preteso denaro per eliminare “negatività” in famiglia vittima
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COSENZA
24 luglio 2021
19:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Squadra mobile della Questura ha arrestato e posto ai domiciliari a Cosenza una donna di 55 anni, P.L., che svolge l’attività di cartomante, con l’accusa di estorsione aggravata.
Vittima del reato contestato a P.L.
sarebbe stata una donna che si era rivolta alla cartomante per chiederle di cancellare presunte negatività che riguardavano lei ed il suo nucleo familiare. La cartomante avrebbe preteso dalla donna una somma di denaro (500 euro) con la minaccia che, in caso di rifiuto, avrebbe subito gravi ripercussioni da parte della criminalità.
La vittima, quando la richiesta di denaro si é fatta più pressante, si é rivolta alla polizia denunciando i fatti. I poliziotti si sono così presentati all’appuntamento concordato tra la vittima dell’estorsione e la cartomante e sono intervenuti nel momento della consegna della somma di denaro, arrestando così P.L. in flagranza di reato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vasto rogo nell’Oristanese, 60 persone allontanate da casa
Sul posto 5 Canadair, il Super Puma e 5 elicotteri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
24 luglio 2021
20:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il vasto incendio d’interfaccia alle porte di Santu Lussurgiu, nell’Oristanese, sta lambendo il centro abitato e sono già 60 le persone che precauzionalmente sono state allontanate dalle proprie abitazioni. Sul posto stanno operando 5 Canadair dei Vigili del Fuoco, 3 da Olbia e due da Roma Ciampino, il drago 144 decollato dalla base di Alghero e cinque elicotteri della flotta regionale, tra i quali il Super Puma.

La sala operativa della Direzione Regionale dei Vigili del Fuoco per la Sardegna, ha disposto l’invio dei moduli di colonna mobile in versione Antincendio Boschivo dai Comandi di Cagliari e Sassari.
L’incendio era partito dalle campagne di Bonarcado, spinto dal forte vento di scirocco, poi si è diretto verso l’abitato di Santu Lussurgiu interessando anche il comune di Cuglieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fiamme hanno raggiunto centro abitato Cuglieri
Testimone, ‘stiamo andando verso i centri vicini’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CUGLIERI
25 luglio 2021
00:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Le fiamme sono arrivate sino alla piazza centrale del paese, di fronte al seminario e vicino alle poste”. A raccontarlo è uno dei residenti di Cuglieri (Oristano) che con la famiglia ha abbandonato la propria abitazione per spostarsi verso uno dei centri vicini.

“Ci hanno dirottato verso Sennariolo, ma pare che il fronte di fuoco si stia nuovamente spostando”. Sul posto stanno coordinando tutti gli interventi i vigili del fuoco. Chiusa anche la statale 292 Nord Occidentale Sarda.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rogo Oristanese: sfollate quasi 400 persone
Circa 120 persone a Cuglieri e circa 155 a Sennariolo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
25 luglio 2021
09:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quasi 400 persone evacuate per tutta la notte, abitazioni danneggiate, un centinaio di ettari di territorio divorati dal fuoco. Non sono ancora stati domati gli incendi che hanno messo in ginocchio l’area del Montiferru, nell’Oristanese.
Il gigantesco rogo divampato tra Bonarcado e Santu Lussurgiu, non è ancora stato domato. In nottata 200 cittadini di Cuglieri sono stati sfollati, con le fiamme che hanno raggiunto il paese. Solo questa mattina la situazione è lievemente migliorata e 120 persone circa hanno fatto rientro a casa. Paura anche a Sennariolo, che è stato completamente evacuato: 155 gli sfollati.

Cronaca tutte le notizie in tempo reale! SEMPRE AGGIORNATE! LEGGI INFORMATI SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 112 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 23:16 DI GIOVEDÌ 15 LUGLIO 2021

ALLE 12:34 DI MARTEDÌ 20 LUGLIO 2021

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Sequestrano e bastonano 20enne, tre arresti nel Barese
Spedizione punitiva dopo furto, anche sigaretta spenta sul volto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
15 luglio 2021
23:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo avrebbero picchiato prima con schiaffi, gomitate, pugni e calci, per punirlo dopo il presunto furto di un portafogli, e poi, dopo averlo rinchiuso in una stanza, lo avrebbero colpito ripetutamente con un bastone, procurandogli diversi traumi alle dita delle mani e spegnendogli una sigaretta accesa sul volto. Con le accuse di sequestro di persona a scopo di estorsione, rapina aggravata in concorso e lesioni aggravate i carabinieri di Putignano, nel Barese, hanno arrestato tre persone di 24 e 22 anni, una delle quali con piccoli precedenti penali per spaccio di droga.
Il fatto è avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì. Le indagini dei militari che hanno portato all’arresto dei tre sono partite grazie alla segnalazione al 112 fatta dalla vittima, 20enne, che all’alba della violenta aggressione subita è riuscita a fuggire e chiedere aiuto ad alcuni passanti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
16 luglio 2021
08:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 16 i km di coda in direzione sud lungo l’Autostrada del Sole, tra il bivio A1/A1 Direttissima e Barberino, in provincia di Firenze dopo la chiusura notturna del tratto tra Barberino e Calenzano in entrambe le direzioni, riaperto alle 6. Lo rende noto Aspi.
La chiusura del tratto autostradale, annunciata, era stata disposta per l’ultima prova di carico effettuata nel corso della notte sul viadotto Torraccia.
“In considerazione degli elevati volumi di traffico che caratterizzano la giornata odierna in direzione sud – spiega Autostrade in una nota -, attualmente si registrano 16 km di coda tra il bivio A1/A1 Direttissima e Barberino in direzione Firenze. Agli utenti provenienti da Milano e diretti verso Firenze si consiglia di immettersi in A15 verso La Spezia dove imboccare l’A12 verso Pisa, quindi percorrere l’A11 verso Firenze. Agli utenti provenienti da Bologna e diretti verso Roma si consiglia di percorrere l’A14, uscire a Cesena Nord, percorrere l’E45 verso Orte dove immettersi in A1 verso Roma”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Droga: operazione Drug Express, 12 ordinanze nel messinese
Spaccio ‘porta a porta’ e spedizione pacchi con stupefacenti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILAZZO
16 luglio 2021
08:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Guardia di Finanza e la polizia hanno eseguito stamani a Milazzo un’ordinanza nei confronti di 12 persone accusate a vario titolo di far parte di un’associazione a delinquere dedita al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti. L’organizzazione operava nella fascia tirrenica della provincia di Messina, con propaggini su Roma.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Durante l’operazione antidroga, denominata “Drug express”, quattro persone sono finite in carcere, altre cinque ai domiciliari, due hanno l’obbligo di dimora nel comune di residenza.
L’organizzazione aveva numerosi clienti, oramai fidelizzati con richieste quasi quotidiane di droga, soprattutto cocaina e crack, e aveva escogitato numerosi diversivi per non incorrere in sequestri. In particolare attraverso il sistema delle consegne “porta a porta” e della spedizione di pacchi contenenti sostanze stupefacenti, da qui il nome dell’operazione. Le indagini hanno documentato anche l’utilizzo di un linguaggio criptico convenzionale nelle conversazioni, quale il termine “pizza” per indicare le dosi di crack. Attivo anche un canale di approvvigionamento romano che faceva capo a un 37enne di Bracciano il quale trasferiva la droga ai messinesi attraverso il sistema delle spedizioni. Nel corso delle indagini gli investigatori hanno intercettato nel deposito di Messina di un noto spedizioniere un pacco che doveva contenere un “termos” ma che in realtà nascondeva 15 pasticche di anfetamine e 38 grammi di etilmorfina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Musumeci, rivedere criteri per cambio colore regioni
“Siano legati al tasso di ospedalizzazione”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
16 luglio 2021
09:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ necessario rivedere i parametri che fissano la definizione dei colori delle regioni: non possono più essere legati alla percentuale dei contagi, ma al tasso di ospedalizzazione. In Sicilia, attualmente, siamo la seconda regione italiana per contagi Covid ma abbiamo, in totale, solo 21 ricoverati in terapia intensiva e 130 nei reparti ordinari, su 5 milioni di abitanti.
Gran parte dei ricoverati, peraltro, risulta non vaccinata. L’esperienza deve indurci a rivedere il sistema, a fare scelte di buon senso.
Sarebbe assurdo andare verso nuove restrizioni e chiusure con gli attuali criteri, determinando un disastro che non sarebbe sanitario ma economico”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, intervenendo stamane ad Agorà Estate, su Rai3.   POLITICA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Bancarotta fraudolenta e reati tributari, tre arresti
Operazione Gdf Reggio Calabria, sequestrati beni per oltre 5 mln
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
REGGIO CALABRIA
16 luglio 2021
09:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tre persone sono state arrestate dai finanzieri del Comando provinciale di Reggio Calabria che hanno anche sequestrato le quote e il patrimonio aziendale di 3 società operanti a Reggio nel settore della distribuzione e disponibilità economiche e patrimoniali di sei indagati per oltre 5 milioni. I reati contestati sono bancarotta fraudolenta aggravata, estorsione aggravata, omessa dichiarazione, occultamento o distruzione di documenti contabili e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Su richiesta del procuratore di Reggio Calabria Giovanni Bombardieri, dell’aggiunto Gerardo Dominijanni e del pm Andrea Sodani, il gip Diletta Gobbo ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari per due cugini reggini, Antonio Cotugno e Antonio Carlo Cotugno di 51 e 45 anni, e per una cittadina messicana di 49 anni, Fabiola Veronica Martinez Islas.
Le società sequestrate sono la “C.S.S. srl”, la “Distribuzione 2.0 srl” e la “A.S. Trade srl”. Condotta dai finanzieri guidati dal colonnello Maurizio Cintura, dal maggiore Nunzio Difonzo e dal capitano Flavia Ndriollari, l’operazione “Great failure” ha consentito ai pm di accertare che gli arrestati, in concorso con altri soggetti e secondo un modus operandi ben definito, avrebbero omesso sistematicamente di onorare i propri debiti nei confronti dei creditori, dei lavoratori e dell’erario, attraverso società “schermo”. Le aziende, aventi simile oggetto sociale e facenti capo agli indagati, erano intestate a prestanome, spesso reclutati tra i dipendenti. Per l’accusa, i responsabili, onoravano i debiti solo inizialmente e si tutelavano dalle azioni creditorie attraverso contratti simulati che consentivano di occultare la reale proprietà dei beni. Una volta fatte fallire le società, ne costituivano di nuove in continuità con le precedenti. Nelle nuove aziende, che avevano stesso oggetto sociale, stesse sedi e stessi dipendenti, gli indagati facevano confluire le risorse patrimoniali fraudolentemente nascoste con le vecchie società. Inoltre avrebbero costretto i dipendenti a ricevere una retribuzione inferiore rispetto a quella in busta paga dietro implicita minaccia di licenziamento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Truffa ad Asl con false prescrizioni esami, due arresti
Napoli, anche interdizione per due medici
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
16 luglio 2021
09:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
False prescrizioni di costosi esami di laboratorio a nome di pazienti totalmente ignari, per ottenere indebiti rimborsi dal servizio sanitario regionale. E’ la truffa su cui ha indagato la Guardia di Finanza di Napoli, in un’inchiesta che ha portato stamane – su disposizione del Gip – agli arresti domiciliari per i rappresentanti legali di due centri diagnostici e alla misura interdittiva dall’esercizio dell’attività per un anno nei confronti di due medici convenzionati con la Asl Napoli 1 Centro.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica partenopea, scaturiscono da una denuncia presentata dalla stessa Asl.
Sono stati sentiti oltre 100 pazienti i quali hanno disconosciuto le prescrizioni a loro nome e persino affermato, in molti casi, di non essersi mai recati presso quei centri diagnostici. Le prescrizioni sanitarie esaminate hanno permesso ai due laboratori di analisi di richiedere ed ottenere un indebito rimborso pari a oltre 58.000 euro, per cui la Guardia di Finanza ha potuto procedere a sequestri per valore equivalente a carico degli indagati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Abusi su minori, arrestato sacerdote milanese
Diocesi, stupore e dolore. Massima collaborazione con Autorità
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
16 luglio 2021
10:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Squadra mobile della Questura di Milano ha arrestato don Emanuele Tempesta, sacerdote della Diocesi, il quale si trova ora agli arresti domiciliari. Secondo le prime informazioni raccolte dalla Diocesi – che al momento non ha ricevuto comunicazioni ufficiali da parte dell’autorità giudiziaria – don Emanuele Tempesta è accusato di abusi sessuali su minori compiuti nel periodo che va dal febbraio 2020 al maggio 2021.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A darne notizia la stessa Diocesi che “prende atto con stupore e dolore di questa notizia e si impegna sin da subito ad approfondire i fatti, applicando le indicazioni del diritto universale della Chiesa e della CEI e a seguire le indicazioni che le verranno date dalla Santa Sede”.
“Nell’assicurare la più completa disponibilità alla collaborazione con l’autorità giudiziaria per accertare la verità dei fatti, la Diocesi desidera altresì precisare che non è mai giunta alla Curia, al Vicario di zona e al parroco alcuna segnalazione relativa ai fatti oggetto dell’indagine”, prosegue la Diocesi.
“L’Arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini, esprime la propria vicinanza alle comunità parrocchiali di Busto Garolfo e in particolare a tutti i soggetti in vario modo coinvolti nella vicenda – prosegue la nota -. La Diocesi, nel ribadire il suo impegno per garantire la migliore tutela a tutti i minori coinvolti nelle iniziative pastorali, ricorda inoltre che il 23 novembre 2019 è stato costituito il “Referente diocesano per la tutela dei minori” che, seguendo adeguate modalità di contatto, ha la finalità di accogliere le segnalazioni relative a presunti abusi su minori e di raccogliere gli elementi per una prima valutazione dell’Ordinario”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cinema: morto a Roma l’attore Libero De Rienzo
Aveva 44 anni, nel 2002 e nel 2006 vinse il David di Donatello
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
16 luglio 2021
10:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ deceduto all’età di 44 anni, stroncato da un infarto, nella sua casa romana, l’attore napoletano Libero De Rienzo. Nato a Napoli nel 1977, aveva intrapreso la carriera dello spettacolo sulle orme del padre, Fiore De Rienzo, che è stato aiuto regista di Citto Maselli.

Libero aveva vinto il David di Donatello nel 2002 e nel 2006, nel film Fortpàsc di Marco Risi, ha interpretato il giornalista napoletano Giancarlo Siani. Tra i suoi lavori successivi, ‘Smetto quando voglio’ (2014) e nel 2019 il film ‘A Tor Bella Monaca non piove mai’.
Benché abitasse dall’età di due anni a Roma, Libero De Rienzo era legato alla città di Napoli. Sposato con la costumista Marcella Mosca, lascia due figli di 6 e 2 anni. Dopo i funerali (la cui data non è stata ancora fissata) la salma sarà inumata in Irpinia, accanto alla mamma.   CINEMA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Messa, incoraggiare presenza in atenei secondo vaccinazione
‘Adesione importante ai vaccini nel mondo universitario’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
16 luglio 2021
10:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Per quanto riguarda la vaccinazione del personale docente universitario non abbiamo dati, li stiamo raccogliendo, c’è stata un’adesione importante non solo del personale, dei professori, ma anche dei ricercatori, degli specializzandi, del personale tecnico amministrativo. Per riaprire ritengo che, così come in Europa per viaggiare, si chieda un pass, un green pass nelle università non lo possiamo introdurre in maniera obbligatoria, però incoraggiare la presenza senza bisogno di distanze a seconda dello stato vaccinazione del proprio personale credo che sia corretto”.
Così a Fanpage.it Maria Cristina Messa, ministra dell’Università.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aspi: class action da 1,5 mld contro società in Liguria
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
16 luglio 2021
11:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La richiesta di una class action da 1,5 miliardi di euro contro Aspi per risarcire i liguri del danno d’immagine, economico e sociale subito a causa del crollo del ponte Morandi e dei conseguenti cantieri autostradali infiniti è stata firmata dal capogruppo della Lista Sansa in Consiglio regionale Ferruccio Sansa stamani nello studio legale dell’avvocato e senatore de ‘L’alternativa c’è’ Mattia Crucioli, che istaurerà la class action nel corso dei prossimi mesi presso il Tribunale di Roma, dove Aspi ha la sede legale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due scosse di terremoto e un boato nella zona di Norcia
Più forte magnitudo 3.6, nessuna segnalazione di danni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NORCIA (PERUGIA)
16 luglio 2021
11:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due scosse di terremoto, la prima di magnitudo 2.6 alle 8,03 e la secondo di 3.6 alle 10 sono state registrate nella zona di Norcia dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia.
Secondo i vigili del fuoco si è avvertito “distintamente” un boato così come riferito dal personale in servizio presso il distaccamento Valnerina.
La squadra è quindi uscita per un sopralluogo sul territorio.
Al momento alla sala operativa non sono arrivate richieste di intervento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: impennata dell’Rt a 0.91,sale incidenza 19 su 100mila
19 Regioni rischio moderato,Trento e Valle Aosta basso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
16 luglio 2021
11:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Impennata dell’Rt e in rialzo anche l’incidenza., rispettivamente a 0,91 (0,66 la scorsa settimana) e a 19 casi su 100 mila abitanti ( dati di ieri contro 11 casi su 100mila 7 giorni fa). Sono questi – secondo quanto si apprende, i dati contenuti nella bozza di monitoraggio settimanale dell’Iss- Ministero della Salute sull’andamento dei contagi ora all’esame della cabina di regia e che saranno presentati oggi.

Sono 19 le Regioni e Province Autonome (PA) classificate a rischio moderato e due (PA Trento e Valle D’Aosta) a rischio basso questa settimana. Lo rileva, secondo quanto si apprende, la bozza di monitoraggio settimanale dell’Iss- Ministero della Salute. Solo due settimane fa tutte le regioni erano classificate a rischio basso mentre dalla scorsa settimana si è iniziato ad evidenziare un aumento dei casi in 11 Regioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sanità, Molise, mancano medici per servizio emergenza 118
Quasi nulle le adesioni agli avvisi per reclutare personale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAMPOBASSO
16 luglio 2021
11:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Azienda sanitaria regionale del Molise (Asrem) continua a emanare avvisi per reperire personale medico, ma le adesioni dei professionisti restano davvero poche o quasi nulle. Recentemente, alla procedura a evidenza pubblica espletata dall’Asrem per l’assunzione a tempo indeterminato di medici per l’Emergenza Territoriale 118, hanno partecipato in quattro di cui solo uno ha accettato l’incarico.

Analogo epilogo per l’avviso finalizzato al conferimento di 25 incarichi libero-professionali di 6 mesi attraverso il quale è stato possibile reclutare un solo medico. A fronte delle 16 postazioni territoriali per le quali occorrerebbe un organico di 96 unità, l’Azienda sanitaria dispone solo di 56 medici, contingente assolutamente insufficiente a coprire i turni. Ora l’Asrem, attraverso la procedura sulla piattaforma MePa di Consip, ha chiesto la fornitura di 560 turni di 6 ore di servizi sanitaria nell’area Emergenza territoriale 118.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 20 nuovi casi e 13 guariti in Alto Adige
Nessun decesso e terapia intensiva ancora vuota
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
16 luglio 2021
11:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Continua a crescere il numero delle persone attualmente positive in Alto Adige, ma il numero dei decessi resta comunque fermo e le terapie intensive vuote.
E’ questo il quadro a due facce che si presenta attualmente in provincia di Bolzano.
Sono risultati positivi sette tamponi pcr su 449 e 12 test antigenici su 2194. I ricoveri nei normali reparti ospedalieri sono cinque.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Terremoto: scossa in Umbria avvertita nel cratere Marche
A Castelsantangelo sul nera e Visso, segnalazioni sui social
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
16 luglio 2021
11:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La scossa di magnitudo 3.6 delle 10 con epicentro nei pressi di Norcia (Perugia), è stata avvertita distintamente anche nell’area del cratere sismico delle Marche.
Tra le località più vicine all’epicentro Castelsantangelo sul Nera, a 13 km di distanza, e Visso, a 16 km, in provincia di Macerata.
Arquata del Tronto (Ascoli Piceno), si trova invece a 18 km. Molte le segnalazioni sui social, anche da Fiastra (Macerata), dove è in corso un convegno per fare il punto sulla ricostruzione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morto a Roma l’attore Libero De Rienzo. Procura apre fascicolo di indagine
Aveva 44 anni, nel 2002 e nel 2006 vinse il David di Donatello
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
17 luglio 2021
17:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto all’età di 44 anni, stroncato da un infarto, nella sua casa romana, l’attore napoletano Libero De Rienzo. Nato a Napoli nel 1977, aveva intrapreso la carriera dello spettacolo sulle orme del padre, Fiore De Rienzo, che è stato aiuto regista di Citto Maselli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine in relazione alla morte dell’attore Libero De Rienzo trovato privo di vita nella sua abitazione nella zona Madonna del Riposo. Il procedimento è coordinato dal sostituto procuratore Francesco Minisci. Il magistrato ha disposto l’autopsia.
Il procedimento è stato rubricato con la fattispecie di morte come conseguenza di altro come dispone l’articolo 586 del codice penale. Obiettivo degli inquirenti, coordinati dal procuratore aggiunto Nunzia D’Elia, è accertare le cause che hanno portato alla morte del giovane attore napoletano. Dall’autopsia, da questo punto di vista, potrebbero arrivare risposte importanti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Libero aveva vinto il David di Donatello nel 2002 e nel 2006, nel film Fortapàsc di Marco Risi, ha interpretato il giornalista napoletano Giancarlo Siani. Tra i suoi lavori successivi, ‘Smetto quando voglio’ (2014) e nel 2019 il film ‘A Tor Bella Monaca non piove mai’:

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Benché abitasse dall’età di due anni a Roma, Libero De Rienzo era legato alla città di Napoli. Sposato con la costumista Marcella Mosca, lascia due figli di 6 e 2 anni. Dopo i funerali (la cui data non è stata ancora fissata) la salma sarà inumata in Irpinia, accanto alla mamma.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Conoscevo bene Libero, del quale sono un grande estimatore non solo per le sue indiscusse qualità professionali ed artistiche, ma per la sua umanità, radicata cultura e forte impegno sociale e civile. Libero viveva a Roma, ma amava Napoli profondamente” afferma il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, appresa la notizia della morte dell’attore.
“La notizia della morte improvvisa di Libero De Rienzo è terribile e ci lascia tutti senza parole. Perdiamo un giovane talento, un protagonista del cinema italiano che già aveva visto riconosciuta la sua arte con la doppia vittoria del David di Donatello nel 2002 e nel 2006. Il mondo della cultura italiana si stringe con affetto e cordoglio alla sua famiglia, ai suoi piccoli figli, alla moglie e a tutte le persone che lo hanno amato, stimato e apprezzato” ha dichiarato il ministro della Cultura Dario Franceschini.
“È una di quelle notizie che lasciano senza parole e con una tristezza profonda e cupa”. Con queste parole il sindaco di Procida, Dino Ambrosino, ha commentato la scomparsa, a 44 anni, dell’attore Libero De Rienzo, particolarmente legato all’isola. “Ho davanti agli occhi le mille scene in cui lo ricordo in giro per l’isola con quello stesso atteggiamento spensierato di tutti i concittadini, con la grande confidenza e serenità di chi fa parte della comunità – prosegue il primo cittadino -. Memorabili i momenti in cui lui ci aiutò a ridare vita al Carcere, contribuendo a riempire di nuovo quel Palazzo di umanità. Oppure quando insieme a noi si batteva come un leone per difendere il nostro piccolo pronto soccorso”. Il festival del cinema “Arthetica”, ideato e diretto dallo stesso De Rienzo, si svolse appunto nell’ex carcere dell’isola. L’attore aveva sostenuto con convinzione la candidatura di Procida a Capitale della cultura 2022.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Toti, ottima risposta liguri a seconda open night vaccini
Governatore, vaccinate 2 mila persone, soprattutto giovani
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
16 luglio 2021
12:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La risposta dei liguri alla seconda Open Night che si è svolta ieri sera con punti vaccinali su tutto il territorio è stata ottima, con 2.046 persone (quasi 500 in più rispetto alla prima open night di giovedì scorso) che si sono vaccinate con la prima dose Pfizer. Il dato più incoraggiante è che ancora una volta hanno risposto soprattutto i giovani e gli under50, dimostrando di aver capito l’importanza del vaccino per sconfiggere il virus: sono loro infatti l’ago della bilancia per metterci definitivamente alle spalle questa pandemia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Così il presidente di Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti, commenta la serata di vaccinazioni senza prenotazioni che si è svolta ieri sera in tutte le Asl della Liguria.
In Asl1 si sono vaccinate 295 persone all’hub di Sanremo e 180 a Imperia, in Asl2 presso l’hub del Palacrociere i vaccinati sono stati 353 (il centro vaccinale è stato chiuso alle 23, con le somministrazioni terminate alle 24), mentre a Genova sono state 826 le persone che si sono recate all’Hub della Fiera del Mare per sottoporsi alla vaccinazione. In Asl4 si sono vaccinate 184 persone, in Asl5 208. Per tutti, il richiamo con la seconda dose è previsto dopo 21 giorni.
“Stiamo studiando le modalità per consentire dalla prossima settimana – conclude Toti – la possibilità di anticipare la seconda dose a 21 giorni dalla prima per Pfizer e 28 giorni per Moderna, presentandosi agli hub senza prenotazione”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Balzo nuovi positivi Covid Umbria, scendono i ricoverati
Più che raddoppiato il tasso di positività dei test
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
16 luglio 2021
13:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Balzo avanti dei nuovi positivi al Covid registrati nell’ultimo giorno in Umbria, 56 contro i 20 di giovedì. Scendono invece da otto a cinque i ricoverati in ospedale, uno dei quali in terapia intensiva.
Lo riporta il sito della Regione.
Registrati 11 guariti mentre non ci sono nuove vittime. Con gli attualmente positivi in salita e ora 662, 45 in più.
Sempre nell’ultimo giorno sono stati analizzati 1.386 tamponi e 2.779 test antigenici, con un tasso di positività totale del 1,3 per cento (0,57 in giorno precedente).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Stretta del Papa sulla Messa antica, ‘Situazione preoccupa’
Saranno i vescovi i responsabili delle disposizioni per le celebrazioni in latino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
16 luglio 2021
18:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Stretta di Papa Francesco sulle Messe celebrate in rito antico. Il Pontefice ha pubblicato un Motu Proprio che modifica le norme delle celebrazioni nella liturgia precedente il Concilio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Saranno i vescovi ad essere responsabili delle disposizioni. Le Messe in latino e con il sacerdote rivolto con le spalle ai fedeli in ogni caso non si potranno più celebrare nelle chiese parrocchiali. E’ “una situazione che mi addolora e mi preoccupa”, scrive il Papa in una lettera ai vescovi del mondo, sottolineando che “l’intento pastorale dei miei Predecessori” proteso al “desiderio dell’unità” è stato “spesso gravemente disatteso”.
Il Pontefice ricorda che tale possibilità era stata concessa per evitare lo scisma con i Lefebvriani ma molti tradizionalisti hanno fatto un “uso strumentale” di questo rito anche per rifiutare il Concilio Vaticano II.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa Francesco, nella lettera ai vescovi con la quale spiega le motivazioni delle nuove norme che disciplineranno le Messe in rito antico, sottolinea “un uso strumentale del Missale Romanum del 1962, sempre di più caratterizzato da un rifiuto crescente non solo della riforma liturgica, ma del Concilio Vaticano II, con l’affermazione infondata e insostenibile che abbia tradito la Tradizione e la ‘vera Chiesa'”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa chiede dunque ai vescovi maggiore responsabilità e vigilanza su coloro che chiedono di celebrare la Messa nel rito antico. L’obiettivo di tenere unite le varie ‘anime’ della Chiesa, tra tradizionalisti (soprattutto i seguaci di Marcel Lefebvre) e progressisti, è sostanzialmente fallito. La Messa antica era “una possibilità offerta da san Giovanni Paolo II e con magnanimità ancora maggiore da Benedetto XVI al fine di ricomporre l’unità del corpo ecclesiale nel rispetto delle varie sensibilità liturgiche” ma “è stata usata – sottolinea Francesco nella lettera ai vescovi di tutto il mondo – per aumentare le distanze, indurire le differenze, costruire contrapposizioni che feriscono la Chiesa e ne frenano il cammino, esponendola al rischio di divisioni”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ma Papa Bergoglio punta l’indice anche contro chi, al contrario, sfora in veri e propri “abusi” nelle celebrazioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, focolaio in comitiva spagnoli a Valtournenche
Su 30 maestri di sci positivi in 4, atteso tampone per altri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA
16 luglio 2021
13:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quattro maestri di sci spagnoli che da alcuni giorni alloggiano in albergo a Valtournenche sono risultati positivi al Coronavirus. Sono parte di un gruppo di una trentina di connazionali che si trovano in due strutture ricettive della località ai piedi del Cervino per un corso.
In base alle prime informazioni raccolte pare che non abbiano utilizzato gli impianti di risalita dal momento del loro arrivo.
L’intera comitiva è ora in isolamento/quarantena fiduciaria in attesa degli esiti di tutti i tamponi e dell’attività di tracciamento dei contatti. Queste procedure, fa sapere l’amministrazione regionale, consentiranno di valutare eventuali iniziative di quarantena o la possibilità, per alcuni, di rientro a casa già nelle prossime ore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In paese Calabria green pass obbligatorio per iniziative
Sindaco Aprigliano, diritto a salute primario su diritti no-vax
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
APRIGLIANO
16 luglio 2021
13:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per assistere alle manifestazioni di intrattenimento, culturali e sportive in programma durante l’estate ad Aprigliano, comune di 2.700 abitanti in provincia di Cosenza, sarà obbligatoria l’esibizione da parte degli over 15, della “certificazione verde Covid-19” .
Lo ha stabilito il sindaco Alessandro Leonardo Porco, di Italia viva, con una propria ordinanza.

“Il diritto alla salute dei miei concittadini – ha spiegato Porco – viene prima della libertà individuale dei No-Vax. Ho voluto adottare la presente ordinanza per la tutela della salute della nostra comunità che, in questo momento, è ‘covid free’ anche grazie alla campagna vaccinale che ha dato possibilità a tutti di preservarsi dal contagio”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sicilia: norme su sanatoria edilizia, polemiche e reazioni
Anche un emendamento per costruzioni entro 150 metri dalla costa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
16 luglio 2021
13:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nella maggioranza di centrodestra in Sicilia si prende tempo per valutare la posizione da assumere in merito alla proposta di “sanatoria” delle costruzioni abusive entro i 150 metri dalla costa, contenuta in un emendamento aggiuntivo al ddl sull’edilizia che sarà esaminato la prossima settimana dall’Ars. Un ddl che ha già provocato polemiche e reazioni dopo l’approvazione dell’articolo 20, poi stralciato e diventato un mini-ddl di un solo articolo in attesa del voto finale, che prevede la sanatoria per le costruzioni in aree sottoposte a vincolo relativo.
Adesso è il momento della proposta di sanare gli “abusi sulle coste” con l’emendamento presentato da Giorgio Assenza, parlamentare regionale del gruppo Diventerà Bellissima che fa riferimento al presidente della Regione Nello Musumeci. Sono in corso contatti e riunioni dentro i gruppi parlamentari di maggioranza per decidere sul sostegno alla proposta, anche sulla base di valutazioni tecniche oltre che politiche. Anche nel governo si sta valutando la posizione da assumere e da comunicare all’aula al momento del voto. L’aula è stata convocata per martedì prossimo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Violenza sulle donne, il diritto alla protezione spesso disatteso
Rapporto commissione inchiesta Senato su femminicidio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
16 luglio 2021
13:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La Convenzione di Istanbul, che prescrive di rendere concreto il diritto delle vittime alla protezione, resta in larga parte ancora disattesa” in Italia, nonostante molto sia stato fatto e alcuni tribunali presentino bestia practice da diffondere. Questa una delle conclusioni del rapporto sulla violenza di genere e domestica nella realtà giudiziaria approvato dalla commissione di inchiesta del Senato sul femminicidio presentato oggi.
L’indagine è stata svolta somministrando attraverso un’applicazione informatica appositi questionari a procure, tribunali ordinari, di sorveglianza, Csm, scuola superiore della magistratura, consiglio nazionale forense e ordini degli psicologi focalizzando l’attenzione sul triennio 2016-2018. In ambito giudiziario, la conclusione, “serve molta più formazione e specializzazione per riconoscere e con affrontare con efficacia la violenza contro le donne, sanzionarla, prevenire escalation, sostenere le donne che denunciano”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cts: ‘Fondamentale la presenza a scuola, uso mascherine in classe’
Raccomandato il distanziamento da seduti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
16 luglio 2021
15:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Cts ritiene ‘assolutamente necessario’ dare priorità alla didattica in presenza per l’anno scolastico che partirà a settembre non solo per la formazione ma anche per lo sviluppo psicologico dei ragazzi; sostiene l’importanza di promuovere la vaccinazione nella scuola, tanto del personale scolastico quanto degli studenti; infine raccomanda il distanziamento, ma dove questo non sia possibile, resta fondamentale mantenere le altre misure, a partire dall’uso delle mascherine di tipo chirurgico nei luoghi chiusi. E’ quanto emerge dal verbale del Cts in risposta ai quesiti del Ministero dell’Istruzione.
Il CTS ritiene che tutto il personale scolastico debba essere vaccinato e fa una forte raccomandazione alla politica affinché ogni sforzo sia fatto per raggiungere un’elevata copertura vaccinale di docenti e non docenti, sia promuovendo delle campagne informative, sia individuando delle misure, anche legislative, appropriate, per garantire la più elevata soglia di persone vaccinate, in particolare in quelle Regioni nelle quali ci sono livelli inferiori di dosi somministrate rispetto ad altre Regioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ quanto emerge dal verbale del Cts che risponde ad alcuni quesiti posti dal ministero di viale Trastevere.
Nelle mense scolastiche il Cts raccomanda l’utilizzo delle mascherine da parte del personale che serve i pasti e, dove la soluzione sia giuridicamente percorribile, anche con il green pass. Il servizio, e questa è una importante novità rispetto allo scorso anno, può essere erogato nelle forme senza porzione monouso ma con il servizio mensa tradizionale. Andranno predisposti punti per il lavaggio delle mani all’ingresso e all’uscita. E’ quanto emerge dal verbale del Comitato tecnico scientifico in risposta alle domande poste dal ministero dell’Istruzione. Per quanto riguarda i test, il Cts ritiene che non debbano eseguirsi test in ambito scolastico né screening antigenici o anticorpali per la frequenza scolastica. Nessun test diagnostico preliminare è necessario, mentre – dove tale soluzione fosse giuridicamente percorribile – può ipotizzarsi la richiesta del green pass per il personale. Nel caso di sintomi di infezione acuta delle vie respiratorie del personale scolastico o degli studenti, si dovrà attivare la procedura di segnalazione e contact tracing da parte della Asl competente. Quanto, infine, alle misure di igienizzazione degli ambienti, il Cts raccomanda la pulizia quotidiana, accurata e ripetuta, di tutti gli ambienti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Verso nuovi criteri per i colori, ‘via il numero di casi’
Speranza: ‘Peseranno di più i numeri delle ospedalizzazioni’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
17 luglio 2021
14:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aumentano i contagi tra i giovani mentre due milioni e mezzo di italiani tra gli over 60 sono ancora senza vaccino e – con i parametri attuali – alcune regioni rischiano la zona gialla. Il Governo si prepara ad affrontare una settimana decisiva, l’ultima utile per dare una sterzata alla curva dei nuovi contagi, che cominciano a salire spinti dalla variante Delta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con il prossimo ‘decreto emergenza’ sembra ormai certo che il green pass sarà rilasciato – in linea con l’Ue – solo con la seconda dose. E resta in piedi l’ipotesi di un lasciapassare alla francese includendo, oltre ad aerei, treni ed eventi, anche ristoranti, palestre e piscine al chiuso. Secondo diversi componenti del Comitato Tecnico Scientifico – che sarà riunito sul tema tra lunedì e martedì – bisogna “dare maggiore significatività al green pass”. Sul fronte politico, per superare le divisioni, una mediazione potrebbe essere quella di inserire la misura ‘estensiva’ soltanto nelle regioni fuori dalla zona bianca (non è ancora chiaro se già a partire dalla zona gialla): una modalità che eviterebbe il ritorno a chiusure pesanti in piena estate.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ma anche se alcune regioni si avvicinano al giallo nelle prossime settimane, visto il trend di aumento dell’incidenza dei contagi (in cima Sardegna, Sicilia, Veneto, Lazio e Campania), a scongiurarne il rischio sarà un nuovo cambio di rotta sulla valutazione dei parametri.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, annuncia che nei cambi di colore e nelle conseguenti misure di contenimento peserà di più “il tasso di ospedalizzazione rispetto agli altri indicatori”. Una soluzione che mette d’accordo anche i territori, pronti a mettersi al riparo da misure più stringenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Chiederemo al Governo di togliere l’incidenza dei positivi dai parametri che muovono zone e colorazioni perché il rischio è di decidere delle chiusure per gente positiva a casa, quando il sistema sanitario è pienamente efficiente”, sottolineano le Regioni. Ma il calcolo dell’incidenza dei positivi ogni centomila abitanti, il cosiddetto Rt sintomi, probabilmente resterà tra i parametri, pur perdendo la sua discrezionalità nel caso in cui l’occupazione di posti letto in terapia intensiva e nei reparti ordinari non superi le percentuali di rischio del 30 e 40%. Anche su quest’ultimo dato, non si esclude una discussione sulla revisione di queste percentuali, così come diventerà sempre più tassativa la necessità di eseguire un numero minimo di tamponi (in zona bianca 150 test ogni 100mila abitanti). Nel prossimo decreto sarà anche prevista la proroga dello stato di emergenza, che al momento termina il 31 luglio. Due sono le ipotesi sulla sua prossima scadenza: fine ottobre oppure fine dicembre. I nuovi provvedimenti aspettano di essere supportati dal progressivo incremento delle vaccinazioni, che hanno raggiunto in queste ore quota 60 milioni e sono quasi 26 milioni gli italiani che hanno completato il ciclo, pari al 48,12% della popolazione over 12.
La Lombardia, intanto, si aggiunge alla lista delle regioni in cui sarà possibile l’inoculazione dei richiami ai turisti di tutte le fasce d’età, in particolare per quelli che trascorrono un periodo di vacanza di almeno 15 giorni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’altra urgenza, in vista del rientro a scuola, è l’immunizzazione dei docenti. In un documento, il Cts fa una forte raccomandazione alla politica affinché ogni sforzo sia fatto per raggiungere un’elevata copertura vaccinale di docenti e non docenti, sia promuovendo delle campagne informative, sia individuando delle misure, anche legislative, appropriate, per garantire la più elevata soglia di persone vaccinate. E il presidente dell’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali, Enrico Coscioni, aggiunge: l’obbligo per alcune categorie oltre a quella dei sanitari va esteso “al mondo della scuola e del pubblico impiego, in particolare quando si hanno rapporti obbligati con il pubblico”. Ma, secondo alcuni, i tempi sarebbero troppo lunghi per arrivare a settembre con una legge che vada in questo senso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Falso su Rsa: Fitto risarcirà 500mila euro a Regione Puglia
Corte Appello, da ex presidente Regione ‘danno enorme a Ente’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
16 luglio 2021
15:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte di Appello di Bari, terza sezione civile, ha condannato l’europarlamentare di Fratelli d’Italia Raffaele Fitto, per fatti risalenti a quando era presidente della Regione Puglia, a risarcire la Regione per circa 500 mila euro di danni morali. In sede penale è stata dichiarata anni fa la prescrizione dei reati e oggi il procedimento si è definito in sede civile.
I giudici lo hanno ritenuto responsabile di falso ideologico con riferimento a una delibera di Giunta regionale dell’aprile 2004 relativa all’affidamento a privati della gestione delle Residenze sanitarie assistite.
“La Corte ritiene – si legge nella sentenza – che il falso ideologico commesso da Fitto abbia provocato un enorme danno alla credibilità e all’immagine della Regione”. La Regione Puglia aveva chiesto un risarcimento per danni non patrimoniali pari a 1,5 milioni di euro e patrimoniali pari a oltre 22 milioni. I giudici hanno condannato Fitto per i soli danni morali ma non per quelli patrimoniali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cluster dopo la partita dell’Italia, 91 contagiati a Roma
Le persone sono risultate positive al Covid dopo avere assistito in un pub alla sfida contro il Belgio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
16 luglio 2021
15:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 91, ad oggi, le persone risultate positive al Covid dopo avere assistito in un pub a Roma, nella zona di Monteverde, la partita dei campionati Europei di calcio tra Italia e Belgio. In due settimane il dato, in base a quanto rende noto l’Asl Roma 3, è passato da 16 contagiati agli oltre novanta di oggi di cui 13 secondari (in amici e familiari degli avventori o dipendenti).
Il range di età del cluster da coronavirus si attesta tra i 14 e i 60 anni. L’età media dei contagiati è di 21 anni. Dal monitoraggio effettuato sul territorio emergono 16 casi confermati per un cluster in un altro locale a Ostia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sacerdote arrestato: ai domiciliari lontano dalla parrocchia
L’ordinanza notificata mentre si trovava in una colonia estiva
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
16 luglio 2021
16:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Don Emanuele Tempesta, il sacerdote milanese arrestato nell’ambito di un’inchiesta su presunti abusi ai danni di sette minori, è stato posto ai domiciliari in una località diversa rispetto alla casa vicino alla parrocchia di Busto Garolfo (Milano) di cui era vicario.
Al sacerdote è stata notificata l’ordinanza cautelare del gip di Busto Arsizio (Varese) mentre si trovava in una colonia estiva, ma è stata scelta una località diversa anche da questa per gli arresti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Abusi chierichetti Papa: 6 ottobre la sentenza del processo
Lo ha annunciato il presidente del Tribunale del Vaticano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
16 luglio 2021
16:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La sentenza del processo per i presunti abusi al Preseminario San Pio X, che ospita i chierichetti del Papa, ci sarà il 6 ottobre 2021. Lo ha annunciato, al termine dell’udienza che si è tenuta oggi, il presidente del Tribunale vaticano, Giuseppe Pignatone.
“Ogni contributo è stato prezioso, il Tribunale a questo punto è in grado di decidere”, ha detto Pignatone.
Gli imputati sono don Gabriele Martinelli, per il quale il Promotore di Giustizia ha chiesto la condanna a sei anni di reclusione, e don Enrico Radice, per il quale il Pg ha chiesto invece quattro anni di reclusione.
Il Preseminario è legato alla diocesi di Como. Un procedimento parallelo è in corso poi al Tribunale di Roma.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da oggi vaccini somministrati anche ai turisti in Lombardia
Per chi trascorre un periodo di vacanza di almeno 15 giorni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
16 luglio 2021
16:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da oggi in Lombardia è attiva la ‘Reciprocità vaccinale interregionale’, ovvero la somministrazione dei richiami anti Covid-19 ai turisti di tutte le fasce d’età”. Lo annuncia in una nota la Direzione generale Welfare della Regione, spiegando che “in base agli accordi definiti con la Struttura commissariale per l’emergenza Covid da venerdì 16 luglio, i turisti che trascorrono un periodo di vacanza di almeno 15 giorni in Lombardia e che hanno già effettuato la prima dose in un’altra Regione, possono prenotare il richiamo del vaccino anti Covid-19 presso uno dei centri vaccinali lombardi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Chi soggiorna in Lombardia potrà prenotare il vaccino accedendo alla piattaforma regionale di prenotazione all’indirizzo http://www.prenotazionevaccinicovid.it utilizzando la tessera sanitaria e il codice fiscale. La medesima possibilità – chiarisce la Direzione Welfare – è data naturalmente ai turisti lombardi che soggiornano per almeno 15 giorni in un’altra Regione italiana, i quali “possono cercare informazioni sui portali regionali di servizio, dedicati alla vaccinazione anti-Covid”. Per accedere alla vaccinazione in Lombardia – sottolinea la Regione – è necessario effettuare sul portale una richiesta di preadesione inserendo i propri dati, attraverso il pulsante ‘Richiedi abilitazione’. Entro 24/48 ore dalla domanda sarà possibile procedere, sempre sulla piattaforma, con la prenotazione della vaccinazione, che avverrà durante il soggiorno in Lombardia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morto De Rienzo: Procura Roma apre fascicolo di indagine
Disposta autopsia sul corpo dell’attore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
16 luglio 2021
16:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine in relazione alla morte dell’attore Libero De Rienzo trovato privo di vita nella sua abitazione nella zona Madonna del Riposo. Il procedimento è coordinato dal sostituto procuratore Francesco Minisci.
Il magistrato ha disposto l’autopsia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: continua aumento contagi, terapie intensive risalgono
Quasi 3 mila casi, 11 morti. In rianimazione 8 pazienti in più
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
16 luglio 2021
17:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Continua inesorabile la salita dei contagi da coronavirus in Italia. Sono 2.898 i positivi ai test nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute.

Ieri erano stati 2.455. Sono invece 11 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 9.
Sono 205.602 i tamponi molecolari e antigenici effettuati, mentre ieri erano stati 190.922. Il tasso di positività è dell’1,4%, in ulteriore crescita rispetto all”1,3% di ieri.
Sono ora 161 i pazienti in terapia intensiva, in aumento di 8 nel saldo tra entrate e uscite, secondo giorno di fila di risalita del dato. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 13 (ieri erano stati 11). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.088, quindi in calo di appena uno rispetto a ieri.
I casi in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 4.281.214, i morti 127.851. I dimessi ed i guariti sono invece 4.110.649, con un incremento di 1.070 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 42.714, in aumento di 1.814 unità nelle ultime 24 ore. Le persone in isolamento domiciliare sono 41.465 (+1.807).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Caritas Roma,migranti e senzatetto gli “invisibili”
Report su salute e fragilità sociale, sono centinaia di migliaia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
16 luglio 2021
17:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La pandemia ha fatto emergere un senso collettivo di inadeguatezza, forse una mancanza, certamente un bisogno di protezione e ha sottolineato l’importanza di disporre di un Servizio sanitario a impronta marcatamente pubblica, diffuso omogeneamente sul territorio nazionale e capace di tutelare la salute di tutti, al di sopra degli interessi particolari”. E’ quanto sottolinea la Caritas di Roma nel Rapporto “Salute e fragilità sociale in tempo di pandemia: un punto di vista”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tra le criticità riscontrate in Italia nei mesi di pandemia emergono quelle che riguardano la popolazione straniera. “Si è registrata infatti una sproporzione di impatto di salute per gli immigrati con un maggiore rischio di morte nei pazienti provenienti da Paesi a basso Indice di Sviluppo Umano ed un ritardo di diagnosi (15-30 gg)”, sottolinea Caritas Roma. Nei centri di accoglienza, la possibilità di accesso alle misure di prevenzione e di contenimento del contagio sono state a carico degli enti gestori senza indicazioni da parte delle Istituzioni. Alto è il rischio di “invisibilità” per quello che riguarda le vaccinazioni in un contesto in cui, da giugno 2021, alcune Regioni hanno cominciato a vaccinare in modo disomogeneo e discontinuo. Persone che rischiano di rimanere ai margini o esclusi dal sistema: 500.000 immigrati senza un permesso di soggiorno che per accedere alle prestazioni sanitarie possono però avere il codice Stp; altre decine di migliaia, ma difficilissimi da quantificare, i comunitari non in regola amministrativamente, che per l’accesso alla sanità possono richiedere la tessera Eni; 200 mila gli stranieri che hanno fatto domanda di regolarizzazione e che non ha ricevuto alcuna risposta e sono in un “limbo amministrativo”.
Vi sono anche oltre 50.000 senza dimora, molti dei quali non in contatto con la rete di volontariato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ritrovato il corpo del sub disperso ieri a Cala Luna
Trovato a 16metri di profondità e a 120metri da ingresso grotta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NUORO
16 luglio 2021
17:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato rinvenuto alle 16.45 il corpo di Paolo Sedda, il sub disperso ieri nella grotta antistante la spiaggia di Cala Luna, sulla costa centro orientale della Sardegna. Il corpo del 48enne, agente in servizio nella Questura di Nuoro, è stato avvistato nella quarta immersione di oggi degli specialisti speleo-sub dei Vigili del Fuoco ad una profondità di 16 metri e ad una distanza di 120 metri dall’ingresso della grotta risorgiva.
In questi momenti si sta procedendo al recupero della salma dall’interno della cavità subacquea.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Hit Parade, Maneskin ancora saldi in vetta
Poi Sangiovanni e Rkomi, Don Joe debutta quarto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
16 luglio 2021
18:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I Maneskin, galvanizzati dagli enormi successi sulla chart mondiale di Spotify, restano saldi in vetta alla hit parade Fimi/Gfk per la seconda settimana consecutiva con il loro Teatro d’ira (anche secondo tra i vinili più venduti) e confermano l’ottava posizione con il loro Ep di debutto Chosen. Stabile anche il secondo posto con Sangiovanni, giovane cantautore finalista di Amici di Maria De Filippi, e la terza posizione del rapper Rkomi con Taxi Driver.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Debutta al quarto posto il producer milanese Don Joe con l’album Milano soprano che vanta 25 feat tra cui Guè Pequeno, Jake La Furia, Marracash, J-Ax e Jack The Smoker.
Scivola di un posto in quinta piazza il rapper Fred De Palma con il suo Unico. Conferma la sesta posizione Madame mentre perde due posizioni e si trova settimo il campano Aka 7even, tra i protagonisti della ventesima edizione di Amici, con l’album omonimo. Chiudono la top Don’t worry best of dei Boomdabash che salgono al nono posto e Radio Italia Summer Hits al decimo.
Il singolo più scaricato è ancora Mille, del trio Fedez, Achille Lauro & Orietta Berti mentre tra i vinili più venduti debutta il remix di Origin of Symmetry, secondo album in studio dei Muse del 2001.   SPETTACOLI MUSICA E CULTURA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Cannes: applausi e commozione alla premiere di Bellocchio
In sala Valeria Golino. Domani Sorrentino consegna la Palma
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CANNES
16 luglio 2021
18:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Applausi scroscianti e tanta emozione alla premiere di Marx può aspettare di Marco Bellocchio stasera al festival di Cannes. Prima ancora dell’inizio l’accoglienza in sala era stata calorosa, di vera ovazione.
Alla fine, dopo un’ovazione di quasi dieci minuti è stato lo stesso regista ad interrompere gli applausi e prendere il microfono da Thierry Fremaux. “Se questo che avete visto vi ha emozionato vuol dire che c’è qualcosa che esce dalla casa di Bellocchio e arriva a tutti…”.
Nella platea sold out della sala Debussy accanto a Bellocchio c’era la sua famiglia con i figli Pier Giorgio e Elena e la moglie Francesca Calvelli. E, a sorpresa anche Valeria Golino.
Domani sarà Paolo Sorrentino, stasera confermato ufficialmente dal delegato del festival Fremaux, a consegnargli la Palma d’oro d’onore, mentre in sala a fargli festa è in arrivo per la cerimonia di chiusura Pier Francesco Favino, il Buscetta del suo ‘Traditore’.   CINEMA   MONDO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

COVID: schizza sopra l’1 Rt in Sardegna
Sono 140 i nuovi casi, ma nessuna pressione in ospedali
c
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
16 luglio 2021
19:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Preoccupazione in Sardegna per la diffusione della variante Delta. Con l’aumento dei contagi, oggi schizzati a 140 con un tasso di positività che sale al 35, l’Isola mostra un Rt pari a 1.12 – tra le regioni con l’indice più alto – e l’incidenza più alta in Italia (33,2%) nel periodo di riferimento relativo alla settimana 9-15 luglio L’isola teme il passaggio in zona gialla anche se per ora i parametri non sono così alti da giustificare un cambio di colore immediato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tanto più che alcuni criteri dovrebbero essere presto rivisti dalla cabina di regia nazionale a fronte dell’aumento del numero dei vaccinati e della bassa ospedalizzazione.
Nel frattempo dall’ultimo monitoraggio settimanale dell’Iss-ministero della Salute emerge che sono sei le Regioni e Province autonome con un valore dell’indice di trasmissibilità Rt puntuale superiore a 1 questa settimana (Abruzzo, Campania, Liguria, Provincia Autonoma di Bolzano, Sardegna, Veneto). E sempre la Sardegna, con Sicilia e Veneto è tra le tre Regioni con l’incidenza più alta, mentre è solo allo 0,5% per l’occupazione delle terapie intensive. Non si registrano decessi ma solo un ricovero in più in area medica.
Prosegue, nel mentre, la campagna di vaccinazione e con il 91,7% delle dosi a disposizione somministrate, la Sardegna è settima tra le regioni italiane (la media è 91,2%). Intanto sono arrivate nell’Isola altre 53mila dosi del vaccino Pfizer e sono attese anche ulteriori dosi di Moderna.
“La vera sfida per non avere problemi, e già non abbiamo più tempo, è quello di avere certezza di vaccinare subito tutti gli operatori del settore turistico: la sicurezza delle vacanze passa per il vaccino non per il green pass”, dice il presidente regionale di Federalberghi, Paolo Manca. Dopo i numeri bassi di giugno, è buono il trend di prenotazioni per fine luglio e agosto. “Il vero banco di prova sono settembre e ottobre – conclude -: dobbiamo portare gli stranieri e garantire da subito quell’alto livello di sicurezza che evidentemente ancora oggi i mercati esteri non sentono, preferendo destinazioni più vicine”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Abusi su ragazzina, divieto di avvicinamento per seminarista
L’uomo è addetto all’oratorio di una parrocchia nel milanese
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
16 luglio 2021
19:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per aver violentato una ragazzina di 15 anni un seminarista di 26 anni, aiuto del parroco e addetto alla gestione dell’oratorio in un comune del milanese, ha ricevuto una misura dell’obbligo di allontanamento e divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla sua sua giovane vittima. In questo caso l’oratorio, la parrocchia e la scuola del paese.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A firmare il provvedimento è stato il gip di Milano Alessandra Clemente che ha rigettato la richiesta di arresto avanzata dal pm Alessia Menegazzo.
Da quanto si è saputo il seminarista, conosciuto da tutti nella zona e incaricato di seguire i ragazzini come educatore, nei mesi scorsi, approfittando delle insicurezze della ragazzina legate all’adolescenza, ha cominciato con l’invio insistente di messaggini, molti dei quali con i canali social, per poi andare oltre. La scoperta delle violenze e degli abusi è avvenuta dopo che la 15enne è finita in ospedale, dove è rimasta ricoverata per parecchie settimane a causa delle gravi conseguenze psicologiche e fisiche per quello che aveva subito. Lì, pian piano, la giovane vittima ha preso coraggio e ha raccontato quel che era accaduto. Immediatamente il seminarista è stato trasferito in una località lontana dall’oratorio dove gli è stata notificata la misura disposta dal giudice con le accuse di violenza sessuale aggravata e produzione di materiale pedopornografico.
Lunedì prossimo si terrà l’interrogatorio di garanzia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cannes: Dario Argento, ho improvvisato per Noé
In Vortex storia di due anziani in Split Screen
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CANNES
16 luglio 2021
19:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“È la prima volta che faccio l’attore ed ero inizialmente molto perplesso. Poi Noé mi ha rasserenato e ho scoperto che dovevo solo improvvisare su un tema che cambiava ogni volta e farlo insieme alla mia compagna sofferente”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Così Dario Argento in qualità di attore sulla Croisette per il film VORTEX di Gaspar Noé (coproduzione italo argentina) che passa stasera a Cannes Premiere. Noé (IRREVERSIBILE, CLIMAX) lo ha infatti scritturato e coinvolto insieme a Françoise Lebrun e Alex Lutz in un film che racconta gli ultimi giorni di una coppia di vecchi amanti.
VORTEX è tutto realizzato in Split – Screen, ovvero in uno schermo diviso esattamente in due dove l’uno segue la vita dell’altro in totale contemporaneità. Solo raramente il braccio o la mano dell’uno entra nello spazio dell’altro.
E va detto che il re dell’horror italiano in VORTEX non si risparmia e si mostra, in più di una scena, a petto nudo in tutta la sua fragilità di persona non più giovane. “Ci sono due forme di vita che non si dividono davvero mai – ha detto il regista argentino a IndieWire sull’uso dello Split Screen – perché sono complementari. Ognuna vive nel proprio tunnel, ma è comunque connessa con l’altra. La vita è un po’ così. L’unica vera realtà – ha aggiunto – è la somma di tutte le sue percezioni”.
Vortex racconta la vita di un critico, interpretato appunto da Dario Argento (“un lavoro che mi riporta indietro a quando ero ragazzo”), e le difficoltà della sua famiglia. Sua moglie è infatti malata di Alzheimer, mentre lui ha un’amante da molti anni che è stato costretto ad abbandonare per occuparsi a tempo pieno della moglie, e come se non bastasse i due hanno un figlio alle prese con la tossicodipendenza.
Dario Argento pensa che VORTEX sia un film che “parla d’amore anche oltre quanto si immagini, un amore che a volte è così forte che ti porta oltre la stessa realtà. E nel caso di persone non più giovani questo può diventare drammatico”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uomo ucciso durante rapina mentre preleva da bancomat
Nel Leccese dinanzi alla moglie che lo aspettava in auto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LEQUILE
17 luglio 2021
08:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo di 69 anni, Giovanni Caramuscio, è stato ucciso poco prima della mezzanotte mentre prelevava contanti da uno sportello bancomat nel centro di Lequile, nel Leccese. Ad aggredirlo sarebbero state due persone che lo hanno sorpreso di spalle mentre stava per utilizzare la tessera bancomat.
Secondo una prima ricostruzione, l’uomo avrebbe reagito e uno dei rapinatori ha sparato colpendolo con due colpi al torace. La vittima è un ex direttore di banca. La moglie, che lo stava aspettando in auto, avrebbe assistito all’aggressione. Sull’accaduto indagano i carabinieri. Sul posto è intervento personale del 118.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Caso Eni: ex pm Davigo indagato a Brescia
Per via dei verbali dell’avvocato Amara consegnati da Storari
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
17 luglio 2021
08:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ex consigliere del Csm Piercamillo Davigo, ex pm del pool Mani Pulite è indagato a Brescia per rivelazione del segreto d’ufficio. A Davigo nell’aprile 2020 il pm Storari consegnò verbali segreti che da dicembre 2019 a gennaio 2020 il plurindagato Amara, ex avvocato esterno Eni, aveva reso su un’asserita associazione segreta, denominata «Ungheria» e condizionante toghe e alti burocrati dello Stato: controverse dichiarazioni che per Storari andavano chiarite rapidamente, anziché a suo avviso relegate “in un limbo di immobilismo investigativo dai vertici della Procura”.
Piercamillo Davigo indagato a Brescia
Per rivelazione del segreto d’ufficio sul caso Eni
APPROFONDIMENTO
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
17 luglio 2021
18:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ex consigliere del Csm Piercamillo Davigo, ex pm del pool Mani Pulite è indagato a Brescia per rivelazione del segreto d’ufficio. Secondo quanto scrive” Il Corriere della Sera”, a Davigo nell’aprile 2020 il pm Storari consegnò verbali segreti che da dicembre 2019 a gennaio 2020 il plurindagato Amara, ex avvocato esterno Eni, aveva reso su un’asserita associazione segreta, denominata «Ungheria» e condizionante toghe e alti burocrati dello Stato: controverse dichiarazioni che per Storari andavano chiarite rapidamente, anziché a suo avviso relegate “in un limbo di immobilismo investigativo dai vertici della Procura”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Piercamillo Davigo, scrive “Il Corriere della Sera”, era consigliere Csm sino al pensionamento nell’ottobre 2020, ex pm di Mani pulite e giudice di Cassazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Davigo nell’aprile 2020 il pm Storari consegnò (in formato word non firmato) i verbali segreti che da dicembre 2019 a gennaio 2020 il plurindagato Amara, ex avvocato esterno Eni, aveva reso (appunto a Storari e al procuratore aggiunto Laura Pedio) su un’asserita associazione segreta, denominata «Ungheria» e condizionante. L’11 maggio scorso in tv a Di Martedì Davigo spiegò che Storari gli aveva «segnalato una situazione critica e dato il materiale necessario per farmi un’opinione, dopo essersi accertato che fosse lecito. Io spiegai che il segreto investigativo, per espressa circolare del Csm, non è opponibile al Csm». Circa l’impasse in Procura a Milano, per Davigo il problema era “che, quando uno ha dichiarazioni che riguardano persone in posti istituzionali importanti, se sono vere è grave, ma se sono false è gravissimo: quindi, in un caso e nell’altro, quelle cose richiedevano indagini tempestive. Mi sembrava incomprensibile la mancata iscrizione”. Per Davigo, “la necessità di informare in maniera diretta e sicura i componenti del Comitato di presidenza Csm (perché questo dicono le circolari”). L’ex pm di Mani Pulite ne aveva parlato, “in misura e in momenti diversi, quantomeno al vicepresidente Csm Ermini; agli altri due membri del Comitato, il procuratore generale e il presidente della Cassazione, Giovanni Salvi e Pietro Curzio; nonché (per spiegare i propri raffreddati rapporti con il consigliere Ardita evocato da Amara) ad alcuni consiglieri Csm e all’onorevole Morra, presidente dell’Antimafia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cannes, piccoli tesori lontano dal red carpet
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
17 luglio 2021
12:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ altra Cannes: i documentari, i classici restaurati, il mercato. I nuovi autori che stanno innovando il cinema, secondo il critico scozzese che ha rinnovato la critica, Mark Cousins.
Il restauro di un classico del dopoguerra, Il cammino della speranza di Pietro Germi, ad opera del Centro Sperimentale. E i vampiri sono nati in Serbia o in Transilvania? Alla scoperta del cinema lontano dal red carpet.
Ci tenevo a sottolineare questa notizia, non considerata da alcuno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lite tra vicini di casa, grave uomo accoltellato a Novara
Si è accasciato in strada dopo essere fuggito, indaga la polizia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NOVARA
17 luglio 2021
10:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono gravissime le condizioni di un uomo di circa sessant’anni accoltellato stamattina a Novara in via Valsesia. Dai primi riscontri sembra che a colpirlo sia stato un vicino di casa.
Il ferito sarebbe fuggito in strada accasciandosi nei pressi del sottopasso pedonale. Scattato l’allarme, sul posto stanno intervenendo la polizia e il 118 che ha trasportato il ferito all’ospedale Maggiore, dove è stato ricoverato in fin di vita in Rianimazione.   PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Cresce la dispersione scolastica, mancano tecnici
Studio Cgia: Italia al terzo posto in Ue con 13,1%, peggio Malta e Spagna
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
17 luglio 2021
13:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con 543mila giovani che nel 2020 hanno lasciato la scuola dopo la licenza media, l’Italia è al terzo posto nell’ Ue per tasso di dispersione scolastica. Lo rileva la Cgia la quale evidenzia che le Pmi, specie del Nord, hanno difficoltà di reperire figure professionali di elevata specializzazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E nei prossimi anni, con l’avvento della cosiddetta “rivoluzione digitale”, queste criticità rischiano di assumere dimensioni ancor più preoccupanti. Secondo Unioncamere del milione e 280mila nuove assunzioni previste dalle imprese tra luglio e settembre di quest’anno, quasi il 31% sarà difficilmente reperibile. Sono circa 400 mila posizioni lavorative inevase. La dispersione scolastica in Italia è 8 volte superiore ai cosiddetti “cervelli in fuga”. Nel 2020, infatti, sono stati 543mila gli studenti che hanno abbandonato prematuramente la scuola contro i 68mila con un titolo di studio medio-alto che sono andati all’estero per ragioni di lavoro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le cause della “fuga” dalla scuola sono principalmente culturali, sociali e economiche: i ragazzi che provengono da ambienti socialmente svantaggiati e da famiglie con un basso livello di istruzione hanno maggiori probabilità di fermarsi prima di aver completato il percorso di studi che li porta a conseguire almeno il diploma. Talvolta l’abbandono può essere causato da una insoddisfazione per l’offerta formativa disponibile. In questo senso va sottolineato il lavoro inclusivo svolto dagli istituti di Istruzione e Formazione Professionale che sono diventati un punto di riferimento per gli allievi di nazionalità straniera, per quelli con disabilità e per gli studenti reduci da insuccessi scolastici precedenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2020 l’Italia si è collocata al terzo posto tra i 19 paesi Ue per abbandono scolastico tra i giovani tra 18 e 24 anni: il 13,1% (543mila).
Solo Malta (16,7%) e Spagna (16%) fanno peggio. La media Ue è al 10,2% (quasi 3 punti in meno che da noi). Tra il 2010 e il 2020 la contrazione del fenomeno in Italia è stata del 5,5%, pressoché in linea con la media UE (-5,2%). Il Sud registra i livelli più alti di abbandono: in Sicilia il 19,4%, poi la Campania (17,3%) e la Calabria (16,6%) dove, in 10 anni, l’abbandono scolastico è aumentato dello 0,6%. Le più virtuose: Abruzzo (8%), Friuli V.G. (8,5%), Molise (8,6%) e Emilia R.
(9,3%).Il Nordest è l’area che soffre meno di questo fenomeno sia per l’incidenza percentuale di abbandono (9,9%) che per il più basso numero in termini assoluti di “uscite” premature dalla scuola (-77mila).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Estate, code al traforo del Monte Bianco
Un’ora di attesa sul piazzale francese in direzione dell’Italia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA
17 luglio 2021
10:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si registra traffico intenso stamane al traforo del Monte Bianco: sul piazzale francese della galleria, in direzione dell’Italia, il tempo di attesa è di 60 minuti. In base alle previsioni della società di gestione, il Geie Tmb, la viabilità tornerà regolare a partire dal primo pomeriggio.

Tra le 16 e le 19 sono attese code sul piazzale italiano della galleria, in direzione della Francia, con tempi di attesa superiori ai 30 minuti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: anche in Sardegna rivolta contro green pass in locali
Locandina sulle vetrine del ristorante,”ingresso libero a tutti”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CURCURIS
17 luglio 2021
10:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Parte da Curcuris, piccolo centro dell’Oristanese ai piedi del monte Arci, la rivolta sarda contro i paventati divieti di ingresso in ristoranti, piscine e altri luoghi pubblici senza Green pass.
Jonata Cancedda, 32 anni, ha affisso una locandina all’ingresso del suo bar-ristorante-pizzeria.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Testo molto chiaro e diretto.
“Qui non chiediamo il green pass per entrare”. Cancedda, che è coordinatore provinciale di Oristano di Italexit di Paragone, appoggia l’iniziativa nazionale portata avanti dal candidato sindaco di Torino Ivano Verra.
“Non ritengo giusto che vengano lesi i diritti di chi non è vaccinato- spiega – io non sono contro i vaccini. Non è questo il problema. Ma non sopporto che ci possano essere discriminazioni e diversità tra chi è vaccinato e chi con è vaccinato. Non vogliamo differenze o marchiature condannate ora e nel passato dalla storia”.
Prime reazioni? “Chi ha visto la locandina – continua Cancedda – ha detto che l’iniziativa è giusta. D’altra parte un terzo della popolazione non è vaccinata. E tanti, per molte ragioni, non vogliono questo vaccino”. Il motto è “il pass non passa”. E il messaggio diffuso a livello nazionale è molto esplicito: “Ce l’hai? Bene. Non ce l’hai? Va bene uguale. Noi vogliamo solo fare il nostro lavoro, che non è quello di fare i controllori”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Marina Abramović ai giovani, trovate muri da attraversare
Artista al MAXXI, arte è ossigeno società, ora è tempo di agire
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
17 luglio 2021
11:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Voglio dire ai giovani artisti di non preoccuparsi delle opinioni altrui e di seguire il proprio cuore: fatevi sorprendere dal mondo e trovate muri da attraversare”: è un invito all’azione e a un’arte necessariamente ‘militante’ quello che Marina Abramović ha rivolto il 16 luglio al pubblico del MAXXI di Roma, nel corso di una conversazione con il direttore artistico del museo Hou Hanru.
In un completo scuro sobrio ma con qualche trasparenza, appassionata, ironica e carismatica, l’artista è salita sul palcoscenico estivo del museo per raccontarsi di fronte a una platea composta per lo più da giovani, nell’ambito di un evento sold out organizzato in occasione della mostra “Più grande di me. Voci eroiche dalla ex-Jugoslavia” allestita fino al 12 settembre, in cui è presente la sua celebre opera “Rhythm 0” del 1974.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“L’arte deve essere ossigeno per la società, deve porre le giuste domande, non essere un bene di consumo. Abbiamo tutti delle responsabilità, ora è tempo di agire”, ha detto l’artista, dopo essere stata accolta e introdotta dalla presidente della Fondazione MAXXI, Giovanna Melandri, “Ognuno ha la propria storia e più si va in profondità dentro se stessi e più arriva il messaggio. Per produrre cambiamenti dentro le persone c’è bisogno di grandi tragedie. La pandemia è stata una catastrofe che ha colpito tutti e ha prodotto un impatto forte a livello di coscienza del pianeta. Abbiamo compreso quanto siamo fragili e mortali e quanto siamo incapaci di resistere alla sofferenza”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: allo Spallanzani 31 ricoverati, finora 2868 dimessi
Quattro in terapia intensiva
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
17 luglio 2021
11:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 31 al momento i pazienti positivi al tampone per la ricerca di Sars-CoV-2 ricoverati allo Spallanzani di Roma; 4 pazienti sono ricoverati in Terapia Intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono finora 2868.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Struggente Butterfly, Corinne Winters conquista il Circo Massimo
Applausi al direttore Renzetti e alla regia di Ollè
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
17 luglio 2021
12:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Corinne Winters ha conquistato il Circo Massimo con la sua struggente Madama Butterfly. Il soprano americano, al debutto all’Opera di Roma, ha dato voce e corpo con grande intensità alla protagonista del capolavoro pucciniano, la quindicenne giapponese innamorata ingenuamente dell’americano Pinkerton che tradirà i suoi sogni abbandonandola al suo destino ”sola e rinnegata”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Al termine il pubblico l’ha premiata con una ovazione, battendo i piedi sulle gradinate.
Applausi anche a Saimir Pirgu, nonostante sia parso meno brillante nel muoversi nei panni del ‘politicamente scorrettissimo’ uomo d’affari che sposa la ragazza e la illude di un suo ritorno. Apprezzamenti sono andati al maestro Donato Renzetti alla guida dell’orchestra, e al regista spagnolo Alex Ollè, che ha adattato alle esigenze del nuovo spazio l’allestimento proposto con grande successo nel 2015 e l’anno successivo alle Terme di Caracalla. La sua lettura di Madama Butterfly ”come perdita del paradiso” ha attualizzato la vicenda nella quale il confronto tra i due personaggi diventa lo scontro di due mondi inconciliabili, il candore della giovane pronta a passare dall’abito rituale agli hot pants, calze a rete e canottiera con bandiera a stelle e strisce, e il calcolo di Pinkerton che non è più un ufficiale della marina degli Stati Uniti ma un palazzinaro senza scrupoli, ”simbolo di uno tsunami neoliberista, ultima conseguenza del feroce colonialismo, capace di distruggere ogni cosa”. La scena suggestiva del matrimonio giapponese, con i lunghi drappi rossi mossi quasi al rallentatore del vento, e le promesse d’amore di Cio-Cio-San pronta a cambiare vita e religione per farsi americana accettando di essere ripudiata dai familiari, lascia il posto nel secondo e nel terzo atto alla sua modesta abitazione in cui vive con il figlio di cui Pinkerton non sapeva, circondata in lontananza da fabbricati in costruzione che si innalzano senza sosta. Qui Butterfly nel celebre ”un bel dì vedremo” spiega alla ancella fedele Suzuki le sue certezze di un futuro con Pinkerton destinate fatalmente a infrangersi.
Quattro le repliche, il 20, 29 e 31 luglio e il 6 agosto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Solinas, ordinanza su controlli arrivi in Sardegna
“Chiesto a Ue e Governo di controllare green pass con biglietto”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
17 luglio 2021
12:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas, firmerà in giornata l’ordinanza regionale con cui saranno ripristinati i controlli covid sui passeggeri in arrivo nei porti e negli aeroporti dell’isola.
L’imminente pubblicazione dell’ordinanza è stata annunciata dallo stesso Solinas, a Sassari, a margine di un convegno organizzato dall’Università per intitolare la Sala consiliare dell’Ateneo a Camillo Bellieni: “Stiamo lavorando per poter firmare l’ordinanza in giornata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ripristiniamo una intensificazione dei controlli rispetto agli arrivi dai Paesi che in questo momento hanno il più alto tasso di incidenza della variante Delta del virus”, ha spiegato il presidente della Regione. “Purtroppo, ancora una volta, la Sardegna deve provvedere da sé perché questi controlli avrebbero dovuto essere svolti alla fonte, cioè prima che si imbarchino sulle navi e sugli aerei. Avevamo chiesto allo Stato e all’Europa di chiedere una verifica insieme al biglietto del green pass, delle condizioni di negatività, purtroppo dobbiamo ancora intervenire direttamente”, ha precisato Solinas. “Diciamo anche che attualmente la situazione è sotto controllo; fortunatamente le ospedalizzazioni sono basse e questo ci consente di governare il tempo in maniera migliore”. Il presidente si è detto invece contrario al green pass stile francese, per consentire l’ingresso nei locali pubblici: “Il tema vero è il controllo della circolazione virale. Se la Sardegna raggiunge una neutralità di fondo, come aveva fatto, rispetto ai contagi, è sufficiente evitare che arrivino nell’isola persone che portino il contagio. Se chi è positivo non può imbarcarsi su navi e aerei, in Sardegna non c’è bisogno di utilizzare il green pass per ristoranti, hotel e altri locali”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Bocelli, “Concerto: one night in Central Park” per i 10 anni
Sarà pubblicato rimasterizzato il 10 settembre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
17 luglio 2021
12:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“È stata una pietra miliare memorabile nella mia carriera. Uno dei suoi momenti più alti ed emotivamente travolgenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un mega-spettacolo che ha richiesto 16 mesi di lavoro, oltre a un’impresa artistica coraggiosa e ambiziosa. Un concerto che è diventato il mio primo album completamente live, per il quale ogni nota è stata registrata dal vivo, senza rete di sicurezza”. Così Andrea Bocelli parla di un momento particolarmente toccante della sua carriera, il concerto One Night in Central Park, l’evento che ha siglato il successo globale di Bocelli e il suo percorso di superstar. Ora, l’artista celebra l’evento a distanza di 10 anni con lo speciale album rimasterizzato, Concerto: One Night in Central Park, registrato dal vivo a New York il 15 settembre 2011. Presenta anche nuove interpretazioni, tra cui una nuovissima registrazione di ‘O Sole Mio. Il nuovo album uscirà su Decca Records/Sugar il 10 settembre.
Dedicandolo alla memoria del suo amato padre, che non aveva mai avuto la possibilità di attraversare un oceano, Bocelli parla con affetto dell’incoraggiamento della sua famiglia quando era solo un artista in erba. L’impressionante cast della serata includeva star leggendarie come Celine Dion, Tony Bennett, David Foster e Chris Botti, alla presenza di oltre 70mila fan. “Poco prima di salire sul palco, volevo andare nel mio camerino a dire qualche preghiera, insieme a Filippo Sugar e al resto dei presenti. Ho anche riflettuto sul grande onore che ho avuto, di poter cantare insieme a tanti miei meravigliosi colleghi, proprio dove il mio grande amico e Maestro, Luciano Pavarotti, si era esibito 18 anni prima”, ha raccontato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nascosti in un Tir da Romania a Desio, soccorsi 6 giovani afgani
Scoperti in Brianza da autista all’arrivo in azienda logistica
c
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MONZA
17 luglio 2021
13:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sei giovanissimi afgani, di cui cinque minorenni, sono stati soccorsi dal 118 dopo aver viaggiato nascosti nel rimorchio di un tir dalla Romania a Desio (Monza). I ragazzini, due sedicenni, tre diciassettenni e un 24 enne, sono stati scoperti dall’autista del mezzo pesante una volta rientrato nella sede della sua azienda di logistica in Brianza, nascosti tra scatole e pezzi di ricambio per auto.

Da lì l’immediata richiesta di supporto al 112 e l’intervento dei sanitari e dei carabinieri. Disidratati e affamati, dopo un viaggio di circa due giorni al buio e al caldo, i giovanissimi sono però risultati in buone condizioni di salute e affidati alle forze dell’ordine.
“Saranno affidati a strutture protette e si tratta di condizioni davvero disperate quando gli arrivi avvengono in queste condizioni” ha spiegato il Procuratore dei Minori Ciro Cascone.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Broker vip accusato di truffa: espulso in Italia
Bochicchio arrivato a Fiumicino con volo di linea da Doha
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
17 luglio 2021
13:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Massimo Bochicchio, il broker accusato di aver truffato diversi vip, arrestato lo scorso 7 luglio a Giacarta, in Indonesia, è stato espulso in Italia. Il broker è arrivato poco prima delle 13 all’aeroporto di Fiumicino con un volo di linea proveniente da Doha.
Appena sbarcato allo scalo romano è stato accompagnato dagli agenti della giudiziaria di Fiumicino negli uffici di Polizia per la notifica dell’ordinanza di custodia agli arresti domiciliari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Riapre punto nascite Termoli, Tar accoglie ricorso sindaci
Comitati e 8 Comuni chiedevano sospensione provvedimento Asrem
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TERMOLI
17 luglio 2021
14:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Tar Molise ha accolto il ricorso presentato da 8 Comuni, insieme a comitati locali, sospendendo il provvedimento dell’Azienda sanitaria regionale (Asrem) che decretava lo stop ai ricoveri nel reparto di Ostetricia dell’ospedale ‘San Timoteo’ di Termoli (Campobasso).
La decisione dell’Asrem era arrivata due giorni dopo la morte di un neonato, episodio sul quale indaga la Procura di Larino (Campobasso).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La conferma arriva dagli avvocati Vincenzo Iacovino, Vincenzo Fiorni, Massimo Romano e Giuseppe Fabbiano che avevano presentato ricorso ai giudici amministrativi molisani su mandato del sindaco di Termoli, Francesco Roberti, e degli amministratori dei Comuni di Campomarino, San Giacomo degli Schiavoni, Portocannone, Guglionesi, Palata, Montefalcone nel Sannio e Montecilfone, tutti in provincia di Campobasso, insieme a cittadini e comitati locali.
“Considerato che il ricorso si presenta a un primo esame sorretto da censure meritevoli di attento vaglio in sede collegiale – si legge sul dispositivo del Tar Molise – rilevato che la misura oggetto d’impugnativa potrebbe giustificarsi solo se dotata di efficacia contenuta entro un intervallo temporale predeterminato e assai breve. Osservato che i provvedimenti impugnati dispongono, invece, una sospensione a tempo indeterminato del servizio, ritenuto che il ‘periculum in mora’ prospettato integra il requisito della estrema gravità e urgenza, l’istanza cautelare in esame merita accoglimento”. Il giudizio di merito con la trattazione collegiale è fissato per il prossimo 8 settembre. Soddisfatti i legali, che già nel 2019 presentarono ricorso al Tar Molise e in Consiglio di Stato, riuscendo a far riaprire il punto nascite dell’ospedale termolese, chiuso per carenza di personale da un provvedimento dell’allora Commissario ad acta Angelo Giustini.
Per ovviare alle inevitabili difficoltà conseguenti alla chiusura del punto nascite di Termoli, nei giorni scorsi la Asl Lanciano Vasto Chieti aveva assicurato la disponibilità del vicino ospedale abruzzese di Vasto (Chieti) ad accogliere le donne in gravidanza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Espulso in Italia il broker dei vip accusato di truffa
Bochicchio arrivato a Fiumicino con volo di linea da Doha
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
17 luglio 2021
19:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Massimo Bochicchio, il broker accusato di aver truffato diversi vip, arrestato lo scorso 7 luglio a Giacarta, in Indonesia, è stato espulso in Italia. Il broker è arrivato poco prima delle 13 all’aeroporto di Fiumicino con un volo di linea proveniente da Doha.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Appena sbarcato allo scalo romano è stato accompagnato dagli agenti della giudiziaria di Fiumicino negli uffici di Polizia per la notifica dell’ordinanza di custodia agli arresti domiciliari.
Il gip di Roma, secondo quanto comunicato dal legale, aveva revocato la misura del carcere e l’ha convertita in arresti domiciliari, dando atto nel provvedimento della “serietà e fondatezza’ della proposta restitutoria” delle somme agli investitori “che le reclamino”. Nei giorni scorsi l’inchiesta per riciclaggio internazionale a carico del broker, che avrebbe raccolto, stando agli atti, oltre 500 milioni di euro dal 2011 in avanti, è stata trasmessa dai pm milanesi a quelli romani. Bochicchio era stato bloccato all’aeroporto di Giacarta su mandato d’arresto internazionale, basato sull’ordinanza di custodia in carcere firmata dal gip di Milano Chiara Valori, su richiesta dei pm Giovanni Polizzi e Paolo Filippini. La Procura milanese, però, un giorno prima dell’arresto aveva trasmesso per competenza il fascicolo per riciclaggio a Roma, dove era già aperta l’indagine sulle presunte truffe a vip e imprenditori realizzate con la promessa di grossi guadagni su investimenti ad alto rischio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: nelle Marche 53 positivi, incidenza 18,5 su 100mila
Ricoverati restano 13, nessun decesso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
17 luglio 2021
15:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nelle Marche sono stato rilevati 53 positivi nell’ultima giornata, con un tasso cumulativo di incidenza su 100mila abitanti di 18,5. I ricoverati sono 13 (di cui 2 in intensiva) e nessun decesso, con il totale quindi fermo a 3.038.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo i dati del Servizio Sanità della regione, in positivi rappresentano una positività del 4% su 1.309 tamponi del eprcorso diagnostico screening, sono 2.234 i tamponi testati complessivamente, 634 i test antigenici del percorso screening (con 13 positivi da sottoporre al tampone molecolare), 1.231 i tampini del percorso guariti Sono 19 in positivi rilevati nella provincia di Pesaro Urbino, 13 in quella di Ancona, 13 in quella di Ascoli Piceno, 4 in quella di Macerata, 2 in quella di Fermo e ci sono altri 2 di fuori regione. I 53 nuovi casi comprendono 9 sintomatici, 20 contatti stretti di caso positivo, 12 di contatti domestici, 2 contatti in ambiente di vita/socialità, 1 contato in setting lavorativo, 2 casi extra regione, per altri 2 casi sono in corso approfondimenti epidemiologici. Invariato il quadro dei ricoverati:; 2 in intensiva a Marche Nord, 11 in reparti non intensivi tra Marche Nord, Ancona e Fermo.
Nell’ultima giornata c’è stato un dimesso. C’è un paziente in osservazione al pronto soccorso dell’ospedale di Macerata, sono 8 gli ospiti della Rsa di Campofilone, unica struttura territoriale rimasta ad occuparsi dei casi covid. In aumento i positivi alla data di oggi 1.454 (+35), di cui 1.441 in isolamento domiciliare, e le persone in quarantena per contatti con contagiati, 1.945 (+67). I guariti dall’inizio della pandemia salgono a 99.760.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Fvg,tra vaccinati 0,1% positivi e 0 terapie intensive
Vicepresidente Riccardi, 35 sono stati ricoverati in ospedale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
17 luglio 2021
15:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“I nuovi positivi dopo il ciclo vaccinale concluso da 14 giorni sono lo 0,1 per cento: di questa quota solo una percentuale minimale (35 persone in Fvg, 7,8%) è stato ricoverato e nessun caso ha richiesto l’accesso alla terapia intensiva”. Il dato è stato reso noto dal vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, in occasione del suo intervento alla tavola rotonda ‘Le Regioni a confronto sull’emergenza pandemica – Stato dell’arte nella pandemia: rapporti tra organi dello Stato e Regioni e Province autonome’ organizzata a conclusione del 53° Congresso straordinario della Società italiana di igiene, medicina preventiva e sanità pubblica (Siti).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel corso del dibattito online il vicepresidente Riccardi ha tracciato un bilancio positivo dei rapporti tra Stato e Regioni nel corso della pandemia: “non credo ci possa essere distinzione tra la gestione delle Regioni ordinarie e quella delle speciali.
Nei confronti dello Stato le Regioni hanno avuto opinioni e posizioni spesso diverse, ma sia sotto la presidenza Bonaccini sia nella continuità del mandato del presidente Fedriga c’è stato sempre un rapporto di lealtà. Se oggi siamo in grado di presentare questi risultati è anche merito della collaborazione con lo Stato e le altre Regioni”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sorrentino e Favino, noi groupie di Bellocchio
A Cannes per la Palma d’onore. Il regista, cerco di imitarlo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CANNES
17 luglio 2021
15:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due groupies speciali, due fan di razza sono arrivati per fare festa a Cannes a Marco Bellocchio che riceve la Palma d’oro d’onore nella cerimonia di chiusura: Paolo Sorrentino e Pierfrancesco Favino, il primo lo ammira il secondo quasi lo venera, protagonista nel ruolo di Tommaso Buscetta nel Traditore. Ecco cosa dicono:
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ un legame di riconoscenza, gioia, privilegio, ho una stima enorme e anche affetto e questo indipendentemente dal fatto che ho lavorato con lui – dice Favino – gravitare intorno al suo mondo, frequentarlo, parlarci è una cosa unica”.
Sorrentino, cosa rara tra i cineasti che magari difficilmente si sbilanciano uno per l’altro, parla di “sconfinato sentimento di ammirazione, di stima. Ultimamente ci stiamo frequentando di più e c’è anche un grande affetto umano. Io poi ho una personalità carente , conoscendolo meglio cerco di imitarlo”. Entrambi hanno amato il film documentario Marx può aspettare, che hanno visto ieri nella proiezione ufficiale finita a lunghi applausi, cui è seguita una cena e poi un party dove hanno pure ballato. “Marco ha una capacità unica che solo pochissimi artisti hanno di essere a contatto con la sincerità e anche con una certa violenza verso se stessi. Io poi – prosegue Favino – sono convinto da qualche tempo che Bellocchio abbia iniziato un’altra frase della sua carriera e questo Marx può aspettare è un bellissimo tassello di quello che arriverà”.
E Sorrentino prosegue sottolineando di aspettare con impazienza “di vedere la nuova fase del suo cinema. Questo film per me è un capolavoro sotto tutti gli aspetti di onestà , sincerità, persino di brutalità con la quale si è messo in gioco. E’ qualcosa di raro: è sia un punto di arrivo ma anche di partenza. E’ un film potentissimo con delle idee meravigliose, quando è finito mi sono dispiaciuto, sarei andato avanti a seguire quella storia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Lazio, 500 nuovi positivi, 339 a Roma
Assessore, salgono casi ma rimane bassa la pressione su ospedali
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
17 luglio 2021
15:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi su quasi 8mila tamponi nel Lazio (-1187) e oltre 27mila antigenici per un totale di quasi 35mila test, si registrano 500 nuovi casi positivi (+57) e 2 decessi. I ricoverati sono 105, le terapie intensive sono 25, i guariti sono 175”.
Così l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato.
“Il rapporto tra positivi e tamponi è al 6,5% ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende allo 1,4%. I casi a Roma città sono a quota 339” aggiunge D’Amato.
“Salgono i casi ma rimane bassa la pressione sugli ospedali” spiega l’assessore sottolineando: “rinnovo il mio appello a vaccinarsi o a completare il percorso vaccinale prima di partire per le vacanze”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Campania;238 positivi,sale indice del contagio,2 morti
Invariata situazione intensive, aumentano ricoveri degenza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
17 luglio 2021
16:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 238 in Campania i casi positivi al Covid su 7.681 tamponi molecolari esaminati. Sale, dunque, l’indice di contagio che oggi è pari al 3,09% rispetto al 2,78% precedente.

Secondo i dati dell’Unità di crisi della Regione nelle ultime 48 ore si sono registrati due decessi. Resta ancora invariato, negli ospedali, il numero dei posti letto occupati nelle terapie intensive (12), mentre aumentano quelli in degenza (ieri 171, oggi 182).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
G8: Strasburgo, inammissibili i ricorsi dei poliziotti condannati per l’irruzione alla scuola Diaz
‘Le accuse sulla violazione dei diritti umani infondate’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
18 luglio 2021
13:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte europea dei diritti dell’uomo (Cedu) ha dichiarato inammissibili i ricorsi presentati da alcuni poliziotti che erano stati condannati per l’irruzione alla scuola Diaz durante il G8 di Genova del 2001.
“Alla luce di tutte le prove di cui dispone – si legge nella sentenza -, la Corte ritiene che i fatti presentati non rivelino alcuna apparenza di violazione dei diritti e delle libertà enunciati nella Convenzione o nei suoi Protocolli”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ne consegue che le “accuse” mosse dai ricorrenti “sono manifestamente infondate” e il ricorso è “irricevibile”.
La decisione dei giudici di Strasburgo fa riferimento ai ricorsi presentati da Massimo Nucera, all’epoca dei fatti agente scelto del Nucleo speciale del settimo Reparto Mobile di Roma, Maurizio Panzieri, ispettore capo aggregato allo stesso Nucleo speciale, entrambi condannati a tre anni e cinque mesi (di cui tre condannati), Angelo Cenni e altri due colleghi, capisquadra del settimo Nucleo primo Reparto Mobile di Roma.
Nel provvedimento relativo ai primi due agenti, Nucera e Panzieri, la Cedu, riunitasi in veste di giudice unico, “ritiene che il ricorrente ha potuto presentare le sue ragioni in tribunale alle quali è stata data risposta con decisioni che non sembrano essere arbitrarie o manifestamente irragionevoli, e non ci sono prove che suggeriscano il fatto che il procedimento è stato ingiusto”. Pertanto “queste accuse sono manifestamente infondate” e il ricorso è “irricevibile”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo stesso giudizio è stato espresso anche per il ricorso presentato da Angelo Cenni e dai colleghi, per i quali “alla luce di tutte le prove di cui dispone, la Corte ritiene che i fatti presentati non rivelino alcuna apparenza di violazione dei diritti e delle libertà enunciati nella Convenzione o nei suoi Protocolli”. La decisione della Corte in composizione di giudice unico è definitiva e non può essere oggetto di ulteriori ricorsi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: oltre 3 mila casi, risalgono ricoverati con sintomi
13 morti,stabili pazienti in rianimazione. Tasso positività cala
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
17 luglio 2021
16:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Salgono ancora i positivi al test per il Covid individuati nelle ultime 24 ore, sono 3.121 secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 2.898.
Sono invece 13 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 11.
Sono 244.797 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 205.602. Il tasso di positività è dell’1,3%, in calo rispetto all’1,4% di ieri.
Sono 162 i pazienti in terapia intensiva per il Covid in Italia, in aumento di uno nel saldo tra entrate e uscite, terzo giorno di fila di risalita del dato. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 9 (ieri 13). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.111, quindi 23 in più rispetto a ieri.
I casi in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 4.284.332, i morti 127.864. I dimessi ed i guariti sono invece 4.112.977, con un incremento di 2.328 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 43.491, in aumento di 777 unità nelle ultime 24 ore. Le persone in isolamento domiciliare sono 42.218 (+753).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Caso vaccini: su morti anomale entra in campo Eurojust
Pm Genova, coordinamento per capire estensione fenomeno
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
17 luglio 2021
16:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le inchieste sulle morti anomale dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca verranno coordinate da Eurojust, l’Agenzia dell’Unione europea per la cooperazione giudiziaria penale. I magistrati liguri, così come quelli delle altre procure italiane ed europee, metteranno a disposizione gli elementi raccolti in questi mesi di indagini.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il coordinamento è necessario “per capire l’estensione del fenomeno e i vari provvedimenti giudiziari adottati”, conferma il procuratore capo di Genova facente funzioni Francesco Pinto.
A Genova sono stati due i casi che hanno suscitato maggiore clamore: quello di Camilla Canepa, la ragazza di 18 anni morta a giugno 10 giorni dopo avere partecipato a un open day del vaccino anglo-svedese, e quello di Francesca Tuscano, l’insegnante di 32 anni stroncata ad aprile anche lei da una trombosi. Sotto la lente dei pm del pool sanità erano finiti anche i casi di tre anziani, tra i 70 e gli 80, a cui erano stati somministrati AstraZeneca e Pfizer. A occuparsi delle autopsie sono il medico legale Luca Tajana e l’ematologo Franco Piovella che dovranno capire se vi sia una correlazione tra le morti e il siero. Per Camilla, però, potrebbero esserci state degli errori da parte dei medici dell’ospedale di Lavagna. La ragazza, infatti, si era presentata in ospedale il tre giugno con un forte mal di testa, fotosensibilità e piastrinopenia. Le era stata fatta una tac senza contrasto ed era stata dimessa il giorno dopo. Il cinque era stata ricoverata di nuovo ma le sue condizioni erano apparse da subito drammatiche. Trasferita all’ospedale San Martino era stata sottoposta a un doppio intervento per rimuovere i trombi e ridurre la pressione cranica ma dopo alcuni giorni per la studentessa era stata dichiarata la morte cerebrale e i suoi organi erano stati donati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: allerta arancione in Sicilia, gialla in 10 regioni
Su tutto il Meridione e su Marche, Umbria e parte della Romagna
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
17 luglio 2021
16:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Persiste su gran parte delle regioni centrali l’annunciata fase di maltempo che si estenderà nelle prossime ore a tutto il Meridione. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse, che integra ed estende quello diffuso ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).
L’avviso prevede dalle prime ore di domani, domenica 18 luglio, precipitazioni a prevalente carattere temporalesco sulla Romagna. Prevista inoltre la persistenza di fenomeni temporaleschi su Marche, Umbria, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia e Basilicata, in estensione a Calabria e Sicilia. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.
Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, domenica 18 luglio, allerta arancione per rischio idrogeologico e temporali sui settori settentrionali della Sicilia. Allerta gialla sul resto dell’isola siciliana e su tutte le regioni meridionali, nonché nelle Marche, in Umbria e su parte della Romagna.   METEO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Addio Libero De Rienzo, talento fuori dagli schemi
Morto a 44 anni, vinse un David. La procura dispone l’autopsia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CANNES
17 luglio 2021
17:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quarantaquattro anni sono proprio pochi per andarsene quando hai ancora la testa piena di idee, l’affetto e la stima del tuo mondo, a Napoli dove era nato e a Cinecittà dove tutti lo riconoscevano come un vero talento, tanto irregolare quando vitale. L’addio alla vita di Libero De Rienzo, trovato senza vita nella sua casa romana, lascia senza fiato e senza risposte.
Sarà affidato lunedì dai pm della Procura di Roma l’incarico per l’autopsia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il sostituto procuratore Francesco Minisci ha aperto ieri un fascicolo di indagine in cui si ipotizza il reato di “morte come conseguenza di altro reato”. I magistrati disporranno anche l’esame tossicologico: obiettivo di chi indaga è capire se l’attore nelle ore precedenti al decesso abbia assunto sostanze stupefacenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Intanto l’emozione dei colleghi ha invaso i social: in tanti, da Anna Foglietta a Paolo Calabresi, da Edoardo Leo ad Alessandro Gassmann, hanno reso omaggio al suo talento e alla sua genialità.
Libero De Rienzo nasce a Napoli il 24 febbraio del 1977 e, sebbene cresciuto a Roma, conserva uno strettissimo legame con la sua terra per la quale si è battuto, da cittadino e da intellettuale, a più riprese. Ma è anche, fin da ragazzo, cittadino del mondo e da Roma eredita gusto della sfida, ironia malinconica, passione per il cinema. Fa le sue prime apparizioni su un set già alle fine degli anni ’90, ma subito dopo, a 24 anni, è già una figura emergente nella produzione indipendente.
Lo si nota in “Fat Girl” di Catherine Breillat, “Gioco con la morte” di Maurizio Longhi, ma soprattutto in “Santa Maradona” di Marco Ponti in cui dà la replica a Stefano Accorsi e si conquista un David di Donatello come miglior non protagonista. Qualcuno lo definisce una “testa matta”, i più lo considerano una delle autentiche promesse di un nuovo cinema italiano destinato a uscire dal ghetto del localismo. Ribelle ad ogni forma di convenzione, in cerca di film ed autori che si adattino alla sua personalità prorompente, non sfrutta subito l’improvvisa popolarità e ritorna in auge nel 2005 con la sua prima e unica regia, “Sangue”, opera situazioni sta, quasi nello spirito di un Boris Vian redivivo, in cui traduce con immagini forti e spesso visionarie una cultura enciclopedica, in parte da autodidatta, senza schemi e totalmente originale.
Nel 2009 incontra Marco Risi e la storia del cronista napoletano Giancarlo Siani, vittima della camorra: si butta a capofitto nell’avventura di “Fortapasc”, scritto da Andrea Purgatori e regala la sua interpretazione più bella e matura, rendendo il suo personaggio un autentico eroe del quotidiano, identificandosi con misura e passione in una figura reale a cui rende onore come per ricongiungersi con le sue radici napoletane. Da quel momento lo adottano gli autori della nuova generazione: Ivan Cotroneo (“Kriptonite”), Valeria Golino (“Miele”), Giorgia Farina (“Ho ucciso Napoleone”). Ma è il sodalizio con Sidney Sibilia che ne fa uno degli improbabili eroi della trilogia di “Smetto quando voglio” a dargli la popolarità e la conferma definitiva di un talento luminoso.
Ha frequentato anche la televisione, ma il mondo della serialità non è il suo: figlio di un allievo di Francesco Maselli (Fiore Di Rienzo), sposato con Marcella Mosca, padre di due amatissimi bambini, è un intellettuale coerente e rigoroso, nonostante l’apparenza scapigliata e l’allegria contagiosa da eterno studente. Il suo film più recente, ancora inedito, è “Una relazione”, opera prima da regista di Stefano Sardo. Di lui restano la passione, il talento, la sete inesauribile di conoscere e leggere, il sorriso, sempre venato da una segreta malinconia, di un uomo buono e giusto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Polstrada sequestra 363 kg di hashish su tir in A10
Nell’Imperiese. Camionista tradito dal nervosismo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
IMPERIA
17 luglio 2021
17:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un carico di 363 chilogrammi di hashish è stato sequestrato dalla polizia stradale di Imperia su un tir in transito sull’Autofiori, fermo nell’area di parcheggio di Taggia. Il corriere, un autotrasportatore serbo, in passato già destinatario di un provvedimento di espulsione, è stato arrestato.
Avvicinato dalla Polstrada per un controllo, si è mostrato nervoso e poco collaborativo tanto che gli agenti hanno ritenuto opportuno procedere all’ispezione del mezzo. Nella cabina del conducente i poliziotti hanno trovato 11 pacchi di cartone contenenti l’ingente quantitativo di stupefacente. Il tir e l’hashish sono stati sequestrati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incidenti montagna: alpinista cade e muore nel Lecchese
E’ accaduto in Valsassina, stava scalando lo Zucco Barbesino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LECCO
17 luglio 2021
18:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un alpinista di 61 anni è morto in un incidente in quota, questo pomeriggio allo Zucco Barbesino, una delle alture sopra i Piani di Bobbio, a loro volta sopra Barzio (Lecco) in Valsassina.
L’uomo ha perso la vita a causa di una caduta.

Attorno alle 14, l’alpinista stava affrontando con due amici una delle vie che risalgono lo Zucco (2150 metri di altitudine) quando, per cause ancora in corso d’accertamento, è precipitato compiendo una caduta di circa 20 metri e terminando in un canalone. Sono intervenuti il Soccorso Alpino e l’elicottero del 118 senza però riuscire a salvare l’uomo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rubano monovolume a disabile, dopo appello lo restituiscono
Malviventi hanno scritto dov’era su Gofundme
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
OSSAGO LODIGIANO (LODI)
17 luglio 2021
18:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Avevano rubato un monovolume, a Ossago Lodigiano, ma poi i proprietari, oltre a sporgere denuncia ai carabinieri, avevano fatto appello via Facebook, perché quel Mercedes Viano per loro era fondamentale perché attrezzato per il trasporto del loro figlio disabile. E’ così che i ladri si sono ‘inteneriti’ e l’hanno fatto ritrovare.

Per aiutare la famiglia, alcuni amici avevano aperto una racconta fondi su Gofundme perché l’ipotesi era che il mezzo non sarebbe più stato recuperato e, quindi, bisognava aiutare ad acquistarne un altro. Proprio tramite questa piattaforma i malviventi hanno scritto, in un italiano stentato, un messaggio.
Scusandosi per quanto fatto e spiegando dove poter ritrovare il mezzo: in una piazza di Portalbera, nel Pavese. I carabinieri di Broni (Pavia), quindi, sono andati sul posto, l’hanno effettivamente ritrovato e già restituito alla famiglia. La piattaforma elevatrice è stata spaccata, ma tramite quanto guadagnato nella raccolta fondi potrà essere aggiustata.
Felicissima la mamma, che non ci sperava. “Contentissimo” si è detto anche il sindaco del paese, Luigi Granata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Omicidio durante rapina, fermato un uomo
Sarebbe il rapinatore che ha sparato durante l’aggressione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LEQUILE
17 luglio 2021
18:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri hanno fermato un uomo accusato di essere il rapinatore che ieri ha sparato, uccidendolo, a Giovanni Caramuscio, l’ex direttore di banca in pensione, aggredito mentre prelevava contanti da uno sportello atm. Si tratta di Mecaj Paulin, albanese, di 31 anni accusato di omicidio in concorso con un’altra persona in corso di identificazione.
L’uomo avrebbe usato una pistola Beretta, calibro 9 corto, con matricola abrasa , che è stata ritrovata dai carabinieri nella sua abitazione. Il fermo è stato disposto dal sostituto procuratore della Repubblica di Lecce, Alberto Santacatterina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Libri per tempi incerti
Da Il Cigno nero a L’intelligenza del rischio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
17 luglio 2021
19:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il matematico e filosofo Charles Pierce una volta disse: “Credo che il calcolo delle probabilità sia l’unica branca della matematica in cui buoni autori ottengono spesso risultati completamente sbagliati”.
Pierce con questa frase voleva evidenziare delle caratteristiche principali del calcolo della probabilità – lo strumento che ci permette di dare una forma comprensibile all’incertezza – e cioè sottolineare come in questo ambito spesso l’intuito porti anche i più allenati a commettere errori.
L’incertezza, d’altra parte, è un elemento ineliminabile delle nostre vite. I rischi in ambito medico, economico, meteorologico, climatico e molti altri ancora ci si presentano di fronte quotidianamente e richiedono di essere affrontati con un ragionamento probabilistico; come scrisse Voltaire, “il dubbio non è piacevole, ma la certezza è ridicola”.
Come vanno interpretati, quindi, i dati per capire quando vale la pena correre un rischio e quando invece è sconsigliabile?
Il primo passo è capire come il nostro cervello analizza questi problemi, quando va di fretta o quando è influenzato da informazioni non rilevanti, e infine come aggiustare il tiro quando un nostro ragionamento si è incamminato verso la direzione scorretta.
Su questo aspetto fa luce lo psicologo ed economista Daniel Kahneman, i cui studi dei processi decisionali in condizioni di incertezza gli hanno valso nel 2002 il Premio Nobel per l’economia insieme a Vernon Smith.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Kanheman ha descritto le sue scoperte nel libro Pensieri lenti e veloci (Mondadori, traduzione di Laura Serra), un saggio nel quale chiarisce perché non basta usare un punto di vista obiettivo per non commettere errori nel proprio ragionamento. Come anticipa il titolo, la tesi fondamentale è che il nostro cervello funzioni tramite due tipi di pensieri: quelli veloci e intuitivi e quelli lenti e riflessivi. Ma non sempre questa divisione dei compiti funziona nel modo giusto, lasciando spazio a condizionamenti di cui non siamo consci.
A dipingere un quadro chiaro di quanto il mondo odierno e la natura stessa siano influenzati dall’incertezza ci pensa Michael Blastland con il libro La metà nascosta. Le forze invisibili che influenzano ogni cosa (Bollati Boringhieri, traduzione di Andrea Migliori). Nella grande mole di dati di cui disponiamo, si “nascondono” infatti variabili che non possiamo quantificare, che non abbiamo considerato o che semplicemente non sappiamo di non conoscere. Ne risulta che sappiamo molto meno del mondo di quanto crediamo: renderci conto della nostra ignoranza però è la chiave per diventare capaci di prendere decisioni in casi d’incertezza, senza che la mancanza di sicurezza ci spaventi portandoci fuori strada.
Il cigno nero di Nassim Nicholas Taleb (il Saggiatore, traduzione di Elisabetta Nifosi), come suggerisce il titolo, si concentra sul concetto di cigno nero, con il quale Taleb indica gli eventi imprevedibili che hanno un impatto tale da cambiare la storia. Cigni neri sono, per esempio, l’11 settembre o il crollo di Wall Street, eventi che fino al giorno prima sarebbero stati ritenuti da molti impossibili, o comunque estremamente improbabili. Imparare a capire quali caratteristiche li definiscono e tenere sempre in considerazione la possibilità del loro arrivo, significa imparare a fare i conti con l’incertezza e con quegli sconvolgenti eventi improbabili che, periodicamente, non mancano di accadere.
Esistono poi delle persone che, spesso grazie al proprio lavoro, hanno imparato a ragionare in situazioni di rischio meglio di tutti gli altri. Dylan Evans si è interessato del loro comportamento, spiegando i risultati dei suoi studi in L’intelligenza del rischio. Come convivere con l’incertezza (Garzanti, traduzione di Sara Caraffini). Per capire quali tra le tecniche da loro sviluppate possiamo applicare nelle incertezze quotidiane, bisogna chiederci prima qual è l’atteggiamento che assumiamo di fronte alle decisioni rischiose e in secondo luogo se abbiamo modo di migliorarlo: Evans guida il lettore in questo processo per insegnarli a reagire in modo più razionale possibile di fronte all’incertezza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ma quand’è che l’essere umano si è accorto che la realtà funziona tramite meccanismi caotici e a volte imprevedibili? Come si è sviluppato lo studio dell’incertezza e quali sono le conoscenze più attuali in questo campo? Lo spiega Ian Stewart nel testo I dadi giocano a Dio? La matematica dell’incertezza (Einaudi, traduzione di A. Gewurz Daniele). Con questa lettura si può scoprire per esempio il contributo che il gioco d’azzardo ha dato ai progressi nello studio della probabilità, e come questa sia poi diventata uno strumento imprescindibile per lo sviluppo dell’economia, della medicina, ma anche della finanza e della fisica quantistica. Non c’è campo di studio oggi che non debba fare i conti con questa disciplina: una condizione che ci permette di capire perché oggi sia sempre più corretto parlare di probabilità e sempre meno di certezze.
Il rischio di Simona Morini invece si interroga sugli aspetti culturali che influenzano le nostre decisioni, e in particolare sul modo in cui etica e la politica entrino a far parte delle dinamiche che ci conducono a scegliere quali rischi vogliamo affrontare e quali preferiamo ignorare. Ecco che entrano quindi in gioco fattori come le nostre emozioni e il rapporto tra l’individuo e le istituzioni, nello specifico la dicotomia tra comuni cittadini ed esperti. Scopriremo così che nei processi decisionali è spesso la paura a prendere il sopravvento su logica, dati e obiettività.
Ma come abituarsi a ragionare nel modo giusto in situazioni di rischio se la probabilità non fa già parte del proprio bagaglio culturale? Come smettere di preoccuparsi e iniziare ad amare l’incertezza (Carocci) di Hykel Hosni si occupa di offrire al lettore gli strumenti logici per imparare a ragionare in modo probabilistico nella vita di tutti i giorni, ma apre anche il dibattito sulle ragioni che impediscono ancora a molti di affrontare l’incertezza con strumenti che non siano il proprio intuito. Un libro che permette di capire il perché la comprensione della probabilità dovrebbe entrare a far parte di ciò che intendiamo con la parola cultura, soprattutto al fine di arricchire la nostra comprensione dell’informazione e renderci cittadini più consapevoli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Chilometri di coda su A2 in Calabria per cantieri
Oltre un’ora per percorrere una trentina di chilometri
c
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
17 luglio 2021
19:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Chilometri di coda si sono formati stasera sulla A2 Autostrada del Mediterraneo nel tratto calabrese compreso tra gli svincoli di Falerna e Lamezia Terme, nel catanzarese, in direzione sud. Le code, hanno lamentato alcuni automobilisti, sono provocati da dei cantieri presenti nel tratto precedente l’o svincolo di Lamezia.
In conseguenza di ciò, i mezzi diretti a sud vengono deviati sulla carreggiata nord dove si circola a doppio senso di circolazione.
“Per percorrere meno di 30 chilometri – si è sfogato un automobilista – ho impiegato più di un’ora. Di sabato, in pieno periodo estivo, era logico prevedere un aumento del traffico. Mi chiedo quindi perché la presenza dei cantieri, uno dei quali per la bitumazione del manto stradale”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incendi: evacuate 4 case a Nuoro, 15 persone in salvo
Alla periferia della città interviene anche un Canadair
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NUORO
17 luglio 2021
19:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora un pomeriggio di fuoco a Nuoro dove sembrava che l’incendio di questo pomeriggio si fosse spostato lontano dalla città. Il vasto rogo ha, invece, lambito la periferia di Nuoro nel quartiere Città Giardino dove sono state evacuate precauzionalmente quattro famiglie da altrettante case, per un totale di 15 persone.
In salvo anche alcuni animali custoditi nei giardini.
Le fiamme si sono propagate dalla statale 131 e, sospinte dal vento, hanno avanzato minacciosamente fino alle abitazioni periferiche della città che sono state risparmiate dal rogo grazie all’intervento dei soccorsi e di un Canadair oltre agli elicotteri della flotta regionale. Imponente il dispiegamento di uomini e mezzi dei Vigili del Fuoco di Nuoro intervenuti con quattro squadre e autobotti e mezzi 4X4 al seguito.
Le operazioni di spegnimento proseguono con la bonifica dell’area interessata dal rogo stimata in 11 ettari. Sul posto ha coordinato le operazioni di spegnimento il Comandante VVFF Antonio Giordano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cannes: Bellocchio, tutti in piedi e lui quasi piange
Accanto a lui Sorrentino per la Palma d’oro d’onore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CANNES
17 luglio 2021
20:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Standing ovation per Marco Bellocchio alla serata finale del festival di Cannes. Una grandissima ovazione che ha emozionato il regista che ha ricacciato indietro le lacrime.
“Non ho più nulla da dire, da aggiungere”, ha detto visibilmente commosso mentre Paolo Sorrentino accanto gli consegnava la Palma d’oro d’onore.
“Voglio condividere il premio con miei figli Pier Giorgio e Elena, il produttore Simone che è quasi un figlio adottivo e il grande Michel Piccoli che voglio assolutamente ricordare”, ha detto citando insieme a Piccoli anche Anouk Aimee che furono premiati per il mio Salto nel vuoto nel ’79.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rincorsa delle Regioni ai non vaccinati, attesa green pass
Ancora 2,4 milioni over 60 senza copertura. Sardegna si blinda
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
18 luglio 2021
14:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Potrebbero essere l’aumento rapido dei contagi e quello, per ora lento, dei ricoveri in ospedale, spinti dalla variante Delta del coronavirus, a convincere almeno una parte dei riluttanti a vaccinarsi, se non dei no vax tetragoni, oltre a chi ha rimandato la prenotazione per non condizionarsi le vacanze. La sfida per le Regioni di immunizzare decine di milioni di italiani che mancano ancora all’appello passa dalle campagne di informazione – che appaiono carenti -, ma anche da provvedimenti come il green pass allargato in arrivo la prossima settimana e da misure come i controlli all’ingresso dei turisti in Sardegna, con un’ordinanza in preparazione. Quest’ultima è una delle 5 Regioni che rischiano la zona gialla, in attesa di nuovi criteri per i cambi di colore basati sui ricoverati.
L’ultima settimana non ha portato svolte nella campagna vaccinale tra le fasce più a rischio di sviluppare una forma grave di Covid-19, nonostante i ripetuti appelli del generale Francesco Figliuolo.
Restano oltre 2,4 milioni gli over 60 che non hanno ancora fatto nemmeno una dose.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E non è tutto. Dal report della struttura commissariale si scopre che, a due mesi dall’inizio delle somministrazioni in quel range di età, il 26,4% dei cittadini tra i 50 e i 59 anni – mai conteggiati prima – è ancora in attesa della prima inoculazione. Poi resta il nodo scuola: 221.354 senza vaccino nel personale docente e non docente, appena duemila in meno di 7 giorni prima. Con il 43% ancora da raggiungere in Sicilia.
Secondo alcuni esperti di comunicazione del rischio è stata forse data l’idea, anche da parti delle istituzioni, di un pericolo diminuito nettamente con l’estate, spingendo una fetta della popolazione a sottovalutare la necessità del vaccino. La prossima settimana il governo varerà il decreto con le nuove misure, una volta analizzati i dati con gli esperti. Il green pass allargato all’italiana potrebbe prevedere l’obbligo della certificazione di vaccinazione, tampone negativo o guarigione per entrare in bar e ristoranti, con possibili sanzioni ai gestori – chiusura per 5 giorni – e multa agli avventori fino a 400 euro. Il certificato verde dovrebbe valere per teatri, cinema, musei, concerti e discoteche, queste ultime se e quando verranno. Inoltre per piscine e palestre e per aumentare la capienza consentita di pubblico negli stadi. Infine per treni e aerei a lunga percorrenza – con un maggiore tempo di presenza a bordo -, ma non per metropolitane e autobus.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: violento nubifragio a Palermo, strade allagate
Automobilisti intrappolati, 27 interventi vigili del fuoco
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
18 luglio 2021
09:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un violento nubifragio si è abbattuto in nottata su Palermo dove i vigili del fuoco in tre ore, a partire dalle 4, hanno eseguito 27 interventi per soccorrere automobilisti rimasti intrappolati in strade e sottopassi. Ieri la Protezione Civile ha diramato un’allerta arancione su tutta la Sicilia settentrionale per rischio idrogeologico e temporali.

Gli interventi dei pompieri nel capoluogo, come succede sempre in questi casi, hanno interessato sopratutto la zona di viale Regione Siciliana (la circonvallazione della città ndr), piazza Indipendenza davanti al palazzo della Regione, via Imera, via Re Ruggero e via Messine Marine davanti all’ospedale Buccheri La Ferla. Per liberare gli automobilisti sono intervenuti a supporto i sommozzatori, i pompieri del reparto fluviali e un mezzo anfibio. I vigili del fuoco da questa mattina sono inoltre impegnati ad eseguire oltre 30 servizi di controllo e verifiche in appartamenti e abitazioni dove la pioggia ha provocato infiltrazioni d’acqua e la presenza di crepe.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Turismo: è già boom di vacanzieri alle isole Eolie
Affollate le spiagge, lavorano a pieno ritmo bar e ristoranti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
18 luglio 2021
10:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A metà luglio alle Eolie è già boom turistico. I mezzi di collegamenti marittimi da e per le sette isole viaggiano quasi sempre pieni e da e per Napoli sul traghetto “Laurana” della Siremar vengono anche effettuati vaccini e tamponi su disposizione della gestione commissariale di Messina diretta da Alberto Firenze.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I pontili galleggianti sono pieni anche con mega yacht, cosi’ come le strutture turistiche alberghiere. Trovare un posto letto è diventato una impresa. Sul Corso principale c’è una vera e propria invasione di vacanzieri. Anche i locali – bar, ristoranti e boutique – lavorano a pieno ritmo. Affollate anche le spiagge. I vaporetti carichi di escursionisti lavorano a pieno regime soprattutto per le isole di Stromboli, Panarea, Vulcano e Lipari. E finalmente l’economia isolana ne trae beneficio. Le previsioni degli operatori turistici ovviamente sono positive per agosto e varianti Covid permettendo anche per settembre e ottobre. Con il green pass prevista anche una invasione di turisti stranieri che comunque hanno ripreso a frequentare l’arcipelago. Soddisfatta la giunta comunale perché grazie all’invasione dei vacanzieri saranno rimpinguate le casse con il contributo del ticket per sbarcare di 5 euro. La piaga del momento è però quella dei rifiuti. Il servizio “porta a porta” partito a giugno si è rivelato un “boomerang”. Lipari è piena di rifiuti in centro e in periferia e non è un caso che la giunta guidata da Marco Giorgianni sta valutando di rescindere il contratto con la società Loveral di Patti che si è aggiudicata l’appalto per sette anni a circa un milione e mezzo di euro per 12 mesi. Complessivamente il costo dei rifiuti nelle sei isole del Comune di Lipari è di circa 7 milioni di euro l’anno tra ditte che dovrebbero spazzare e smaltire, trasporto con camion con l’ Eolian Service di Canneto e dei fratelli Saccà di Barcellona, la discarica di Catania affidata alla Sicula Trasporti e alla Green Fleet di Messina che li trasporta con traghetto”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Etna: Musumeci, 5 milioni per rimuovere la cenere vulcanica
Presidente, Roma accoglie la nostra richiesta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
18 luglio 2021
10:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il dipartimento nazionale della Protezione civile ha deliberato la assegnazione di cinque milioni di euro a favore della Regione siciliana per le spese sostenute per la rimozione della cenere vulcanica nei Comuni colpiti. Lo ha comunicato il capo della Pc Fabrizio Curcio al presidente Nello Musumeci, che aveva inoltrato nel marzo scorso una apposita richiesta a Roma.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La risorsa, in aggiunta a quella già disposta dalla Protezione civile regionale, servirà – spiega Musumeci – a far fronte alle prime spese sostenute dai Comuni afflitti dalla cenere.
Pagheremo appena il dipartimento guidato da Salvo Cocina avrà ricevuto dai Comuni la documentazione necessaria. Intanto martedì mattina si riunirà al PalaRegione di Catania l’Unita di crisi nazionale, presente lo stesso Ingegnere Curcio, come da me richiesto, per pianificare ogni iniziativa utile ad affrontare una calamità che continua a provocare disagi e danni ai privati.
Ringrazio il capo della Protezione civile nazionale per la attenzione e la disponibilità dimostrata. Lavoreremo per stare accanto ai sindaci ed ai cittadini etnei, tormentati ormai da cinque mesi da questa attività effusiva del vulcano”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Whirlpool:de Magistris,tragedia che dimostra debolezza Stato
Sindaco Napoli, la criminalità pesca dove c’è disperazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
18 luglio 2021
10:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“L’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro, articolo 1 della Costituzione, l’inizio di una delle Costituzioni più belle al mondo che, il più delle volte, viene profondamente mortificata. Oggi purtroppo è uno di quei giorni.

Sono iniziati i licenziamenti dei dipendenti dello stabilimento Whirlpool di Napoli, una vera e propria tragedia per le lavoratrici, i lavoratori e le famiglie che hanno duramente operato in quell’azienda. È sempre una tragedia quando un’impresa chiude ma in questo territorio e, in questo periodo storico, lo è ancor di più.
State per l’ennesima volta dimostrando la debolezza di uno Stato non in grado di affermarsi come garante dei diritti fondamentali di un Paese democratico”. È il post pubblicato sui social dal sindaco di Napoli, Luigi de Magistris.
“La mancanza di lavoro è alla base di scelte sbagliate, la criminalità pesca dove c’è disperazione, dove non c’è un’immediata via d’uscita e offre facili alternative. Voi da che parte state davvero? Noi e gli operai della Whirlpool aspettiamo ancora una risposta. Senza lavoro non c’è dignità” aggiunge l’ex pm.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Investe con l’auto ragazzi in moto e scappa, uno gravissimo
Nel Milanese. La madre dell’investitore avvisa i CC, denunciato
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
18 luglio 2021
10:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sorpassando dove non poteva ha centrato una moto su cui viaggiavano due ragazzi e poi è scappato senza prestare loro soccorso. Un impatto fortissimo: lo studente ventenne che guidava la due ruote se l’è cavata con una serie di contusioni, mentre al passeggero di 19 si è amputata la gamba destra ed è finito in arresto cardiaco.

All’arrivo il 118, intorno all’una e mezza della notte, i soccorritori lo hanno rianimato e portato al Policlinico San Gerardo di Monza in gravissime condizioni, mentre il suo amico è stato portato al Niguarda di Milano.
Il pirata della strada è stato però rintracciato dai Carabinieri della stazione di Arese. Si tratta di un 27enne di Paderno Dugnano, anche lui studente. E’ stata la madre a chiamare i carabinieri e raccontare cos’era successo. L’autista, che stava superando in una zona con la linea continua, è stato denunciato per lesioni personali stradali gravissime, fuga a seguito di incidente stradale e omissione di soccorso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rapina a Napoli a bordo scooter,due donne ferite,una è grave
Banditi anch’essi su motorino, vittime cadono e battono il capo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
18 luglio 2021
10:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due donne di 64 e 34 anni vittime di una rapina sono rimaste ferite, una delle quali in maniera grave, la notte scorsa a Napoli. Secondo una ricostruzione della polizia, le due donne stavano transitando, poco dopo la mezzanotte, a bordo di uno scooter in Via Salvator Rosa quando sono state affiancate da due persone, anch’esse a bordo di una motocicletta.
Con la minaccia di una pistola i due banditi hanno costretto le donne a rallentare, ma i due mezzi sono venuti a contatto; le vittime hanno perso il controllo della motocicletta e sono cadute battendo il capo sull’asfalto. I due banditi ne hanno approfittato per portare via il mezzo ed un borsello.
Le due donne sono state soccorse e portate nell’ospedale Cardarelli: la 64enne è stata giudicata guaribile con riserva ma non è in pericolo di vita; la 34enne è stata medicata e dimessa (guarirà in tre giorni).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Droga nascosta sul tetto di un teatro nel Napoletano
A Torre Annunziata anche 2 arresti in controlli dei carabinieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORRE ANNUNZIATA (NAPOLI)
18 luglio 2021
10:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Droga nascosta in un borsello occultato sul tetto di un teatro. È quanto hanno scoperto i carabinieri a Torre Annunziata (Napoli) nell’ambito dei servizi disposti dal Comando provinciale che hanno visto impegnati i militari della Compagnia oplontina insieme con quelli del Reggimento Campania che hanno controllato le strade cittadine e dei comuni vicini.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel corso delle perquisizioni effettuate nel quartiere denominato ”Rione Carceri”, i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato un borsello con all’interno 12 grammi di cocaina, un bilancino di precisione e vario materiale per il confezionamento trovato sul tetto del teatro ”San Francesco di Paola” a Largo Grazie.
In totale sono state 62 le persone identificate con 27 veicoli controllati. Due le persone arrestate. Il primo è Angelo Renato, 62 anni, raggiunto da un provvedimento emesso dalla Procura Generale presso la Corte d’Appello di Napoli. L’uomo, residente a Boscoreale e già noto alle forze dell’ordine, dovrà scontare sei anni di reclusione per spaccio di sostanze stupefacenti.
Analoga sorte è toccata ad Antonio Gagliardi, 53 anni di Trecase già noto alle forze dell’ordine. L’arrestato, su disposizione del tribunale di Torre Annunziata, dovrà scontare cinque mesi di reclusione per resistenza a pubblico ufficiale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incidenti stradali: due giovani morti su statale 106 jonica
Scontro loro auto con suv il cui conducente é rimasto ferito
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CORIGLIANO ROSSANO
18 luglio 2021
11:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due giovani, uno di 22 anni e una ragazza di 16, anni sono morti la notte scorsa in un incidente stradale in contrada “Oliveto Longo” di Corigliano Rossano.
Le vittime viaggiavano lungo la statale 106 jonica a bordo di una Fiat 500 che, per cause in corso di accertamento, si é scontrata con un Suv all’altezza di una rotatoria.
I due giovani sono morti sul colpo, mentre il conducente del Suv é rimasto ferito in modo grave ed è stato portato nell’ospedale di Cosenza.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Rossano ed i sanitari del 118, insieme a personale dell’Anas.
Sui corpi delle due vittime la Procura della Repubblica di Castrovillari ha disposto l’autopsia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Balli proibiti e assembramenti, due locali chiusi a Rimini
Cinque giorni di stop dopo il controllo dei carabinieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
18 luglio 2021
11:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cinque giorni di chiusura e 400 euro di multa. È la sanzione scattata per due locali del Riminese dove i carabinieri hanno sorpreso assembramenti e persone che ballavano in pista nonostante i divieti.

Si tratta, come riportano i media locali, della Villa delle Rose di Misano, una discoteca che ha recentemente riaperto con la formula della cena con intrattenimento, e del Mojito Beach di Riccione dove, al momento del controllo dei militari, c’erano a pranzo molti ragazzi appartenenti a un network che organizza vacanze.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due cani bagnino salvano 15enne nelle acque di Palinuro
I Labrador Igor e Luna in azione lungo la costa cilentana
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due cani bagnino salvano 15enne nelle acque di Palinuro
I Labrador Igor e Luna in azione lungo la costa cilentana
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CENTOLA
18 luglio 2021
12:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una quindicenne è stata salvata da due cani bagnino. E’ accaduto ieri nel mare di Palinuro, frazione del Comune di Centola (Salerno), nel Cilento.
La ragazza si era tuffata in acqua intorno alle 17 in compagnia di alcune amiche quando è stata trascinata al largo dalle forti correnti. Scattati immediatamente i soccorsi, la giovane è stata raggiunta dai Labrador Igor e Luna e dai loro compagni umani della “Scuola Italiana Cani Salvataggio”, che da anni contribuiscono al pattugliamento del litorale di Palinuro.
Assicurata al baywatch, Ilenia, questo il nome della quindicenne, aggrappandosi ai bagnini a quattro zampe è stata quindi riportata a riva dove ha potuto abbracciare le amiche.
In questi giorni a Palinuro operano sei unità cinofile della Scuola Italiana Cani Salvataggio (SICS), suddivise in tre postazioni di sicurezza, con il coordinamento della Guardia Costiera e dell’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Carmelo Stanziola.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rapina Napoli: consigliere Borrelli,nuova aggressione al 118
(V. ‘Rapina a Napoli a bordo scooter,due donne…’ delle 10:42)
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
18 luglio 2021
12:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“A Napoli c’è stata una nuova aggressione a un equipaggio del ‘118’ che aveva soccorso una donna dopo una rapina; un episodio allucinante: invece di prendersela con i delinquenti aggrediscono il personale medico” afferma il consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli.
“Nella tarda serata di ieri, come denunciato dall’associazione ‘Nessuno tocchi Ippocrate’, si è registrata l’ennesima aggressione, siamo arrivati a 43 dall’inizio dell’anno, ai danni di un equipaggio del 118 intervenuto in via Salvator Rosa per soccorrere una donna caduta da uno scooter, vittima di una rapina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nonostante l’ambulanza sia arrivata pochissimi minuti dopo la chiamata, un parente della donna ha ritenuto giusto aggredire l’autista mentre medico e infermiere soccorrevano la vittima. Aggressione ripetuta anche nel Pronto soccorso del Cardarelli, secondo Nessuno Tocchi Ippocrate, dove la donna, seppur a fatica, era stata portata” evidenzia Borelli.
“Un atto assurdo e irresponsabile quello di aggredire i soccorritori che deve essere punito con la massima severità – afferma il consigliere regionale – Ma la cosa più grave è un’altra. Infatti la donna sarebbe caduta in seguito a un tentativo di rapina ad opera di due malviventi che, pistola in pugno, volevano sottrarle lo scooter dove viaggiava. Nessuno però se l’è presa contro i criminali che sono andati via tranquillamente mentre incredibilmente si sono scagliati contro i medici. Un paradosso vergognoso e inaccettabile che dimostra quanto ancora ci sia da lavorare sul senso civico e sulla responsabilità di tanti nostri concittadini. I nemici dei napoletani sono i criminali, i delinquenti, i banditi e i camorristi non certo i medici e gli infermieri” conclude Francesco Emilio Borrelli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: torna Angelus a S.Pietro dopo ricovero, file di fedeli
Famiglie, gruppi parrocchiali e turisti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
18 luglio 2021
12:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tornano le file di fedeli per entrare in Piazza San Pietro per l’Angelus del Papa.
Oggi Francesco tornerà a recitare la preghiera mariana affacciato dal Palazzo apostolico dopo il ricovero che aveva ‘trasferito’, la scorsa domenica, l’Angelus al Policlinico Gemelli.
E’ lunga la coda per passare i controlli e accedere nella piazza. Ci sono famiglie, gruppi parrocchiali ma anche turisti che ormai, passata la fase più dura della pandemia, da qualche tempo sono tornati nella zona del Vaticano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: ferie non siano una corsa, spegniamo il telefonino
Prega per popolazioni colpite da alluvioni, per Cuba e Sudafrica
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
18 luglio 2021
12:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa all’Angelus ha sottolineato l’importanza del riposo che “non è solo riposo fisico, è anche riposo del cuore”. Per Papa Francesco “non basta ‘staccare la spina’, occorre riposare davvero” e “per farlo, bisogna ritornare al cuore delle cose: fermarsi, stare in silenzio, pregare, per non passare dalle corse del lavoro alle corse delle ferie.
Gesù – ha detto commentando il Vangelo di oggi – non si sottraeva ai bisogni della folla, ma ogni giorno, prima di ogni cosa, si ritirava in preghiera, in silenzio, nell’intimità con il Padre. Il suo tenero invito – riposatevi un po’ – dovrebbe accompagnarci: guardiamoci, fratelli e sorelle, dall’efficientismo, fermiamo la corsa frenetica che detta le nostre agende. Impariamo a sostare, a spegnere il telefonino, a contemplare la natura, a rigenerarci nel dialogo con Dio”.
Alla fine dell’Angelus Papa Francesco ha pregato per le popolazioni europee colpite dalle alluvioni, per Cuba e per il Sudafrica.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da Valle a Bova, volti di punta per la fiction Mediaset
E poi Zeno, Incontrada, Bisio, Chiatti. Apre Luce dei tuoi occhi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
18 luglio 2021
12:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da Anna Valle a Giuseppe Zeno e Vanessa Incontrada, già volti di punta Rai, da Raoul Bova (che ritroveremo anche in don Matteo 13) a Claudio Bisio, da Laura Chiatti a Loretta Goggi. Sono solo alcuni dei nomi di grande richiamo scelti da Mediaset per la fiction 2021-22.
P
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si comincia entro metà settembre con “Luce dei tuoi occhi”, con protagonisti Anna Valle e Giuseppe Zeno. Ambientata a Vicenza, narra di Emma Conti (Valle), famosa étoile internazionale, che torna da New York nella sua città natale per scoprire la verità su un doloroso fatto del passato: la figlia avuta sedici anni prima potrebbe non essere morta alla nascita, come le avevano fatto credere. La ricerca della verità porterà la donna ad incontrare Enrico, insegnante di un liceo locale a cui darà volto Zeno. Con il soggetto e la sceneggiatura di Eleonora Fiorini e Davide Sala, la regia della fiction è di Fabrizio Costa. Produzione Banijay Studios Italy.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Giustizia per tutti” vedrà invece al centro Raoul Bova, sia nei panni di interprete che di produttore con la sua RB Produzioni, che affianca Showlab (Prodea Group). E’ Roberto, uno stimato fotografo condannato ingiustamente per l’omicidio di sua moglie Beatrice, brillante avvocato. L’uomo riconquista la libertà dopo essere stato dieci anni in carcere. Alla regia Maurizio Zaccaro ed Eros Puglielli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Storia di una famiglia perbene” rivedrà Giuseppe Zeno, questa volta affiancato da Simona Cavallari. Ispirata al bestseller di Rosa Ventrella (edito da New Compton Editori, anche in e-book), la storia è ambientata a Bari tra il 1985 ed il 1992. Produce 11 Marzo, con la regia di Stefano Reali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nella seconda parte della stagione sono attese “Tutta Colpa di Freud-La serie”, con Claudio Bisio, Claudia Pandolfi e Max Tortora, tratta dall’omonimo film di Paolo Genovese; il sequel di “Buongiorno Mamma”, grande successo della scorsa stagione targato Lux Vide-RTI, con Bova e Maria Chiara Giannetta; “Fosca Innocenti”, che riporterà su Canale 5 Vanessa Incontrada, qui nei panni della protagonista, un vice questore a capo di una squadra investigativa tutta femminile; “Più forti del destino”, remake della serie di successo francese “Le Bazar de la Charité”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In Umbria un ricoverato Covid in più e 67 nuovi positivi
Stabili intensive, si rialza tasso positività dei test
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
18 luglio 2021
13:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un ricoverato Covid in più negli ospedali dell’Umbria a fronte di una nuova impennata di nuovi casi giornalieri, 67 (contro i 30 di sabato), è il quadro delineato dai dati della pandemia sul sito della Regione. Rimane invece stabile a uno il numero dei pazienti in intensiva e ancora per un giorno non sono state segnalate nuove vittime.

Non viene segnalato alcun nuovo guarito e gli attualmente positivi sono ora 753, 67 in più del giorno precedente.
I tamponi analizzati sono stati 1.424 e 2.853 i test antigenici, con un tasso di positività in rialzo all’1,56 per cento (era 0,6 nelle 24 ore precedenti).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Di Stefano, 100 anni fa nasceva il tenore più amato
Svecchiò figura cantante lirico, ebbe lungo sodalizio con Callas
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
18 luglio 2021
13:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo Caruso e prima di Pavarotti, Giuseppe Di Stefano, di cui il 24 luglio si celebrano i 100 anni dalla nascita, avvenuta nel 1921 a Motta Sant’Anastasio, in provincia di Catania, è stato il cantante lirico più popolare e quello che ha contribuito a svecchiare l’immagine tradizionale del cantante d’opera, che passa dal palcoscenico della Scala calcato per anni a quello dell’Ariston per il festival di Sanremo 1966, che non ha peli sulla lingua, ha fascino ed è comunicativo, e per di più è stato a lungo il partner di Maria Callas, con cui ha avuto anche una storia d’amore. Le cronache parlavano di lui, divo di charme e senza istrionismi, come il ”cantante che aveva sempre privilegiato l’istinto rispetto alla cosiddetta tecnica, la sregolatezza rispetto al genio”, come ha scritto il musicologo Gianni Gori in una biografia a lui dedicata, ‘Voglio una vita che non sia mai tardi’.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Naturalmente moderna era anche la sua voce, espansiva, generosa nel darsi, solare, sensuale, nitida nel far risaltare la parola nel contesto musicale, incisiva pur nel fraseggio suadente e incalzante, sfruttando una eccezionale e naturale ricchezza di armonici.
Con la Callas cantò per la prima volta assieme in una ‘Traviata’ diretta da Tullio Serafin a San Paolo, in Brasile. Da allora, con rara affinità artistica e capacità di non prevalere uno sull’altro, diventarono la celeberrima ”coppia del belcanto” e non smisero mai di esibirsi in giro per il mondo in opere e concerti con i più grandi direttori d’orchestra. Un momento culminante fu nel 1955, protagonisti della storica ‘Traviata’ diretta da Giulini con regia di Luchino Visconti, che Di Stefano lasciò dopo la prima recita per pretestuosi contrasti con lei, ritrovandosi un anno dopo in ‘Un ballo in maschera’, edizione diventata storica per l’altezza del risultato, diretto da Gavazzeni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La loro storia d’amore fiorisce però tardi, nella prima metà degli anni ’70, quando Di Stefano con la sua carica umana convince Maria a tornare a esibirsi in recital e duetti in giro per il mondo, da Germania o Francia a Giappone e Australia, applauditi più per il loro carisma prestigioso che per le voci oramai stanche.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Centinaia assembrati tra tavolini, chiuso locale in Salento
Molti giovani senza mascherina e tavoli senza rispetto distanze
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NARDÒ (LECCE)
18 luglio 2021
13:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Centinaia di giovani assembrati tra i tavolini senza alcun rispetto per le distanze anti-Covid: per un locale di Santa Caterina, marina di Nardò in Salento, ieri sera è scattata la chiusura temporanea.
Gli agenti della Questura, impegnati in una serie di controlli nelle località marine più frequentate, sono intervenuti per la diffusione di musica ad alto volume oltre la mezzanotte e hanno trovato un dj alla consolle e centinaia di giovani che non rispettavano le distanze interpersonali, molti dei quali senza mascherina.
Il proprietario poi non aveva rispettato il previsto distanziamento nel collocare i tavolini.
Al titolare è stata contestata la violazione della normativa anti-Covid e, oltre alla multa di 400 euro, è scattata la sanzione accessoria della chiusura immediata, per 5 giorni. E si sta valutando la posizione amministrativa del Dj che al momento del controllo era sprovvisto della licenza Siae.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In Francia per corso, 30 allievi maestri sci contagiati
Provenienti in 70 da tutta Italia. Solo uno rimasto a Deux Alpes
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
18 luglio 2021
16:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una trentina dei 73 allievi che stavano partecipando a una fase del corso di formazione promosso dal Collegio regionale Maestri di sci del Friuli Venezia Giulia a Les Deux Alpes (Francia) sono risultati positivi al Covid 19 e si trovano ora in isolamento.
I giovani, tra i 18 e i 25 anni, arrivati domenica scorsa da tutta Italia, avrebbero dovuto portare a termine una fase del corso per allievi maestri di sci dedicata al freestyle.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ma giovedì sera alcuni di loro hanno manifestato i primi sintomi.
Il giorno successivo il test antigenico ha confermato una prima positività al Covid, poi altre due. Il corso, già al primo risultato, è stato immediatamente interrotto.
“Della trentina di positivi emersi finora, 16 sono del Friuli Venezia Giulia”, spiega Alessandro Pandolfo, responsabile della formazione per il Collegio.
Gli allievi risiedevano tutti nella stessa struttura alberghiera “per creare la cosiddetta ‘bolla'”. Prima di accedere alla fase formativa era stato chiesto loro un test negativo al Covid o in alternativa l’avvenuta vaccinazione.
“Nonostante le misure prese in ingresso – osserva Pandolfo – non siamo riusciti però ad arginare il fenomeno pandemico, presente evidentemente nella località francese”.
I ragazzi, precisa il responsabile, “sono già rientrati nelle loro abitazioni con mezzi propri, mentre un positivo è rimasto in Francia. Tutte le persone che hanno partecipato alla formazione si trovano in isolamento e aspettano indicazioni dalle aziende sanitarie”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: casi ancora sopra 3 mila, ma solo 3 morti. Tasso 1,9%
80 mila test in meno, calano terapie intensive, salgono ricoveri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
18 luglio 2021
17:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Salgono ancora leggermente i positivi ai test per i Covid individuati nelle ultime 24 ore, sono 3.127 secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 3.121.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono invece appena 3 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 13.
Sono 165.269 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 244.797, circa 80 mila in più. Il tasso di positività è dell’1,9%, in aumento rispetto all’1,3% di ieri (+0,6%).
Sono 156 i pazienti in terapia intensiva per il Covid in Italia, in calo di 6 nel saldo tra entrate e uscite, dato che torna a scendere dopo tre giorni consecutivi di risalita. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 3 (ieri 9). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.136, quindi 25 in più rispetto a ieri.
I casi in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 4.287.458, i morti 127.867. I dimessi ed i guariti sono invece 4.113.478, con un incremento di 501 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 46.113, in aumento di 2.622 unità nelle ultime 24 ore. Le persone in isolamento domiciliare sono 44.821 (+2.603).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
G8: marcia zapatista Genova, tra ragazzi Mark Cowell
Finì in coma dopo pestaggio alla Diaz da parte della polizia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
18 luglio 2021
20:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tra i 600 ragazzi dei movimenti zapatista e altormondista che stanno dando vita al corteo genovese in memoria del G8 del 2001 c’è anche Mark Cowell, il giornalista inglese che fu vittima dei pestaggi da parte della polizia all’interno della Diaz. Cowell venne gravemente ferito: riportò danni alla spina dorsale, la perforazione di un polmone causata dalla frattura di quattro costole oltre a alcuni denti rotti.
Rimase in coma per una settimana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Omicidio in Rsa in Alto Adige, uccisa 78enne
Coltellata al cuore, arrestato un visitatore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
18 luglio 2021
22:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un omicidio è avvenuto in una Rsa a Lana, in Alto Adige. Secondo le prime informazioni, un visitatore avrebbe ucciso con una coltellata al cuore una donna di 78 anni, ospite della struttura.
L’arma del delitto sarebbe un coltello da cucina. L’uomo, che in passato avrebbe avuto un legame affettivo con la donna, è stato arrestato dai carabinieri, intervenuti sul posto. La procura di Bolzano coordina l’inchiesta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Droga: operazione Cc a Torre Annunziata, 7 arresti
Detenzione e spaccio, monitorati 500 episodi in due mesi
c
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
19 luglio 2021
06:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I Carabinieri del Comando provinciale di Napoli stanno dando esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal giudice per le indagini preliminari di Torre Annunziata su richiesta della Procura, nei confronti di sette indagati ritenuti responsabili di detenzione e spaccio di cocaina, crack e marijuana.
Le indagini svolte da parte dei militari della Compagnia oplontina e coordinate dalla Procura di Torre Annunziata hanno permesso di monitorare circa 500 episodi avvenuti in meno di due mesi nella città e in altri comuni dell’area vesuviana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 48mila famiglie aiutate in lockdown da Caritas Puglia
Chiedono aiuto nuclei con figli, disoccupati, lavoratori in nero
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
19 luglio 2021
10:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nei due mesi del primo lockdown per l’emergenza Covid, 47.942 famiglie pugliesi, circa 120mila persone, si sono rivolte alle Caritas perché in difficoltà economiche: è quanto emerge dal libro-report “Chiese chiuse…
chiesa aperta” presentato a Bari.
Il report è stato illustrato dal vescovo di Cerignola-Ascoli Satriano, monsignor Luigi Renna, segretario della Conferenza episcopale pugliese, con il vescovo di San Severo, monsignor Giovanni Checchinato, delegato della Conferenza episcopale pugliese per la pastorale della carità e i curatori del libro, Serena Quarta, sociologa docente all’Università di Salerno e Alessandro Mayer, delegato regionale Caritas Puglia, con il giornalista Rai Enzo Quarto.
A chiedere il sostegno delle Caritas locali sono state soprattutto le famiglie con figli minori, al primo posto, poi i disoccupati e al terzo posto i lavoratori in nero.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arrestato a Parigi ex Br Di Marzio
E’ l’ultimo ex terrorista per cui Italia chiede l’estradizione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
19 luglio 2021
11:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La polizia francese ha arrestato questa mattina a Parigi anche l’ultimo ex terrorista, per cui l ‘Italia chiede l’estradizione, Maurizio Di Marzio, sfuggito all’operazione di fine aprile. Il provvedimento depositato l’ 8 luglio dalla Corte d’Assise di Roma ha stabilito infatti che non è ancora prescritta la sua pena.
Lo rendono noto fonti di via Arenula.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa ringrazia il Gemelli, ‘mi sono sentito a casa’
Una lettera dopo l’intervento e il ricovero nell’ospedale romano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
19 luglio 2021
11:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa ha scritto una lettera al presidente del consiglio di amministrazione della Fondazione Policlinico Agostino Gemelli, Carlo Fratta Pasini, per ringraziare l’ospedale romano per l’attenzione ricevuta nei giorni dell’intervento e del ricovero. “Come in famiglia ho toccato con mano una accoglienza fraterna e una premura cordiale, che mi hanno fatto sentire a casa”, scrive il Papa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: obbligo di vaccini ai prof, pressing del Pd ma è scontro con la Lega
Il ministro, insegnamento in presenza è priorità assoluta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SAN VITO AL TAGLIAMENTO
20 luglio 2021
11:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Una decisione da prendere insieme e su cui confrontarsi” ma che al momento trova ancora troppe divisioni. Nel giorno in cui l’Italia supera la soglia del 50% dei vaccinati over 12 con entrambe le dosi, l’obbligo del vaccino anti-Covid, in particolare per il personale scolastico, torna a dividere le forze politiche nel Governo: il Pd ne chiede l’applicazione per i prof ma dalla Lega arriva un secco ‘no’.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E, almeno per il momento, la linea di Palazzo Chigi è quella della prudenza.
Ad alimentare un dibattito già in fermento sono le parole del ministro della Pubblica Istruzione Patrizio Bianchi, che – parlando in generale del rientro a scuola in sicurezza – spiega: “Ci troveremo questa settimana col Consiglio dei ministri e la decisione sull’obbligo vaccinale o meno per gli insegnanti andrà presa dall’intero collegio”. L’ipotesi per ora resta comunque nel cassetto, ma molti – dal Partito Democratico ad alcuni governatori, come Stefano Bonaccini – sperano sia tirata fuori il prima possibile per contrastare il rischio di nuove chiusure, a partire dalla scuola.
“Le vaccinazioni sono una priorità assoluta, invitiamo il governo a prendere iniziative stringenti”, chiede il leader dem, Enrico Letta, auspicando il massimo impegno affinché le scuole rimangano aperte contro “il disastro” della Dad.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tutt’altra la posizione del segretario del Carroccio, Matteo Salvini, per il quale va messa in sicurezza la popolazione “dai 60 in su, da 40 a 59 scelgano, per i giovani non serve”, dice. E aggiunge: “parlare di obbligo per studenti di 13 o 14 anni o per gli insegnanti non fa parte del mio modo di pensare un paese libero”. Ed inoltre, “entro settembre si stima di arrivare oltre il 90% di copertura volontaria fra gli insegnanti. Che senso ha parlare di obblighi o licenziamenti a scuola?”. Parole che innescano la polemica, con la reazione di Letta: “Salvini ride e scherza. Penso che questo atteggiamento sia completamente irresponsabile”. Il leghista replica: “il caldo fa brutti scherzi”. Una bacchettata arriva però dallo stesso ministro della Salute, Roberto Speranza, per il quale “nel dibattito sui vaccini non sono ammissibili ambiguità da parte di nessuna forza politica”. Anche il segretario di Italia Viva, Matteo Renzi, attacca: “dire che non bisogna vaccinarsi sotto i 40 anni è una follia”.
Al di là del dibattito tra le forze politiche, il dato certo è che il Paese ha raggiunto un altro traguardo significativo, l’immunizzazione della metà dell’intera popolazione vaccinabile: un italiano su due ha infatti completato il ciclo con entrambe le dosi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo il report del governo, i cittadini immunizzati sono 27.311.228, pari al 50,57% della popolazione over 12. La stessa percentuale raggiunta in Europa dove, viene fatto notare, “è già stato consegnato un numero sufficiente di dosi per raggiungere il target del 70% a fine luglio”. Ma “per raggiungere l’obiettivo occorre che gli Stati continuino a somministrare velocemente i vaccini appena arrivano”.
Le indicazioni e le possibili strette sulle inoculazioni irritano il fronte No Vax, anche in Italia. Dopo le proteste in Francia, nella campagna vaccinale nostrana irrompono alcuni episodi provocatori sui social contro eventuali obblighi: Riccardo Blengio, vicesindaco di Bistagno, Comune in provincia di Alessandria, pubblica su Facebook un fotomontaggio in cui compare l’insegna sul cancello del campo di concentramento di Auschwitz ‘Arbeit macht frei’ (il lavoro rende liberi), sostituita dalla scritta ‘Il vaccino rende liberi’. E il deputato siciliano di Attiva Sicilia, ex M5S, Sergio Tancredi posta una foto con un tatuaggio che ricorda quelli fatti agli ebrei nei campi di concentramento associandolo al Green Pass e scrive: “A breve…per chi non si allinea…Magari pratica inserita in un Dpcm !”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aldilà delle proteste, provvedimenti reali invece arrivano con un emendamento al dl Recovery approvato in commissione alla Camera: secondo la modifica, il governo potrà obbligare temporaneamente i possessori di un brevetto relativo a medicinali o vaccini – considerati essenziali per la salute – a concederne l’uso ad altri soggetti qualora si trovi ad affrontare un’emergenza sanitaria.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Romana Petri, quando l’amore è rappresentazione
Terzo capitolo della saga ambientata a Lisbona
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
19 luglio 2021
13:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMANA PETRI, ‘LA RAPPRESENTAZIONE’ (Mondadori, Pp 406, Euro 20,00). In un libro in cui solo l’arte sembra verità, tutto è rappresentazione a cominciare dall’amore, dal matrimonio, alla coppia, per poi allargarsi al senso della famiglia, al rapporto tra fratello e sorella e a quel poco che sembra esserci oltre.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sfiora la crudeltà il nuovo capitolo della saga dei Dos Santos, facoltosa quanto altezzosa famiglia portoghese che è al centro del terzo romanzo della serie che la scrittrice Romana Petri gli dedica dopo Ovunque io sia (2009) e Pranzi di famiglia (2019) e non è escluso non ce ne siano altri visto il finale perennemente e sapientemente sospeso come solo la vita sa esser fino all’ultimo istante. Qui la storia si stringe intorno al rapporto tra Luciana Albertini, la pittrice che si avvia ad una solida conquista della celebrità e di suo marito Vasco, tanto più fragile e insicuro mano mano che il successo della moglie cresce. Rapporto inversamente proporzionale alla risposta che la vita sa dare ad entrambi, lei italiana, anzi romana, creativa in modo esplosivo spinta da una forza interiore che la rende libera sulle tracce di santa Teresa D’Avila. Lui portoghese sempre più fragile, contraddittorio, privo di personalità mano mano che il suo fallimento diventa evidente rispetto all’affermazione di Luciana. Lui e lei sembrano essere uno lo specchio dell’altra, tanto lei vive in profondità, tanto lui si ferma alla superficie, tanto lei si abbandona all’istinto che le restituisce dimensioni quasi mistiche, tanto lui cerca il conforto di una falsa anche quella esteriorità di solidità economica solo retaggio di un’origine sepolta dall’inettitudine. Insomma un’altra rappresentazione, per un uomo costretto a vivere sulle spalle della moglie e ancora peggio del padre che per questo non perde mai occasione di umiliarlo. Fragile fino all’inconsistenza questo Vasco che alla fine sembra cadere in mille pezzi perchè pura esteriorità, tanto inutilmente bello quanto falso da pronunciare parole solo prive di significato alternate a vuoti silenzi. Insomma in tutto e per tutto uguale a quella famiglia da cui sembrava di volersi affrancare e nella quale rimane alla fine inesorabilmente invischiato. Romanzo di incomunicabilità dei sentimenti, romanzo di rappresentazione appunto, dove nessuno è quello che sembra e in fondo non vuole nemmeno esserlo: il padre Tiago potente e vanesio con la nuova compagna Marta, i figli di Mara do Ceu, Rita la ragazza deforme e la più sana, e Vasco e la sorella gemella Joana con il marito Nuno che inanellano tradimenti. ”Il mondo è una cospirazione di idioti”, ripete Vasco che non sembra però sfuggire alla categoria universale. La Petri non fa sconti a nessuno, se non al cane Barabba e al gatto dal doppio nome, nemmeno alla Albertini in fondo perchè in quando ‘artista’ appartiene di fatto ad una categoria non umana, aliena direi.
Un romanzo emozionante, feroce come la verità di quella mostra sulla famiglia che alla Albertini costa per sempre il rapporto con i parenti del marito e con quella Lisbona che ne è carne e sostanza insieme. Un romanzo sulla fragilità e sulla forza di non saper sfuggire al proprio destino, sull’inesorabilità del magma che prima o poi ci riporta alle nostre origini più profonde cancellando sentimenti che sembrano falsi come porporina. Epico per questo in fondo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Eroe che va oltre, in scena l’Ulisse di Nicola Piovani
Maestro ha inaugurato residenza artistica con Musica per Roma
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
19 luglio 2021
19:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La curiosità, la voglia di affrontare a viso aperto i pericoli e le sfide, l’ uomo sempre pronto ad andare oltre limiti e confini. Nicola Piovani spiega così ”Viaggi di Ulisse”, racconto in musica e parole dell’ eroe omerico che ha inaugurato domenica 18 luglio nella Cavea dell’ Auditorium Parco della Musica il suo percorso di artista residente nella Fondazione Musica per Roma.
E’ un lavoro pieno di fascino che unisce ai brani composti dal maestro premio Oscar testi di James Joyce, Konstantinos Kavafis, Omero, Umberto Saba, Pindaro, Torquato Tasso recitati in video dagli attori Carlo Cecchi, Paila Pavese, Massimo Popolizio, Mariano Rigillo, Virgilio Zemitz, Chiara Baffi e Massimo Wertmuller.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
All’ intreccio di suoni e voci fanno da sfondo ‘parlante’ i grandi disegni di Milo Manara, il primo dei quali mostra il protagonista con il volto e lo sguardo di Pier Paolo Pasolini. ”Ogni artista nel rappresentare questo personaggio dalle tante facce ne sceglie una – ha detto Piovani -. Noi ci siamo trovati d’ accordo scegliendo quella della curiosità di chi vuole guardare oltre il visibile e Milo Manara lo ha raffigurato come il grande intellettuale del secolo scorso, un grande Ulisse, il libero pensatore che cerca di varcare il perimetro assegnato mettendo in conto anche il rischio del naufragio”. La ‘favola’ proposta dal pianista romano tocca tappe cruciali, a partire dal passaggio davanti all’ isola delle Sirene. Qui, al ritmo avvolgente del valzer segue un tango nervoso per descrivere l’ esperienza dell’ eroe, unico uomo sopravvissuto al loro canto mortale. Poi l’ isola dei Lotofagi, l’ incontro con Polifemo fino all’ ultimo passaggio, che immagina un finale diverso, Ulisse che dopo il ritorno ad Itaca riparte per tentare di superare le colonne d’ Ercole. ”I temi del racconto sono le emozioni che mi hanno lasciato le letture e l’immaginazione di alcuni viaggi di Ulisse – spiega il compositore – Con la musica strumentale, non raccontiamo i fatti che solo la parola può descrivere. Ma la musica può tentare di materializzare la commozione che quei fatti ancora oggi sono capaci di suscitare”.
Bravi e molto applauditi i suoi compagni di viaggio, Marco Loddo (contrabbasso), Marina Cesari (sax/clarinetto basso), Pasquale Filastò (violoncello/mandoloncello), Ivan Gambini (batteria/percussioni) e Sergio Colicchio (tastiera elettronica/fisarmonica). Nei tre anni di residenza artistica con Musica per Roma Piovani proporrà nuovi spettacoli. ”E’ un grande onore per noi – ha detto l’ amministratore delegato Daniele Pitteri, salutandolo al termine con la presidente Claudia Mazzola -. Piovani all’ Auditorium è di casa ma ora con lui avremo una relazione costante non solo producendo progetti che partiranno da qui e gireranno l’ Italia e, speriamo, l’ Europa, ma anche nella esplorazione di un settore particolare della musica, il teatro musicale di cui Nicola, tra musicisti più curiosi alla ricerca di nuove sonorità, è uno dei massimi interpreti italiani”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arrestato a Parigi l’ex Br Maurizio Di Marzio
L ‘Italia chiede l’estradizione, il terrorista era sfuggito all’operazione di fine aprile.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
20 luglio 2021
09:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La polizia francese ha arrestato questa mattina a Parigi anche l’ultimo ex terrorista, per cui l ‘Italia chiede l’estradizione, Maurizio Di Marzio, sfuggito all’operazione di fine aprile. Il provvedimento depositato l’ 8 luglio dalla Corte d’Assise di Roma ha stabilito infatti che non è ancora prescritta la sua pena.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo rendono noto fonti di via Arenula.

Negli archivi di polizia, il nome di Di Marzio è legato all’attentato al dirigente dell’ufficio provinciale del collocamento di Roma Enzo Retrosi, nel 1981, e soprattutto al tentato sequestro del vicecapo della Digos della capitale Nicola Simone il giorno della Befana del 1982. “Un brigatista travestito da postino, con divisa e blocchetto delle ricevute in mano, bussò verso le 15 – scriveva il quotidiano L’Unità una settimana dopo -. Simone guardò prima attraverso lo spioncino poi aprì, ma in pugno aveva la sua 38 special perché non si fidava. Secondo la prima ricostruzione il terrorista avrebbe sparato contro il funzionario di polizia, il quale avrebbe avuto la forza di reagire esplodendo a sua volta due colpi. Stando alla nuova versione, invece, altri componenti del commando Br erano appostati sul pianerottolo e avrebbero cercato di aggredire Simone per immobilizzarlo e rapinarlo. Allora il vicecapo della Digos avrebbe aperto il fuoco per primo, ferendo con due colpi uno dei terroristi e poi sarebbe caduto a terra ferito a sua volta da tre proiettili al volto”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arrivato a Roma il primo charter con gli  studenti bloccati a Malta per il covid
58 italiani e una trentina di tedeschi, tutti negativi al test ripetuto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LA VALLETTA
20 luglio 2021
10:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
e-tue-scelte
Pubblicità 4w
Scegli Link gas e luce.
Risparmi fino a 700€ in due anni.
Scopri di più
Blu American Express®
2% di Cashback sui tuoi acquisti + quota gratuita ogni anno
Scopri di più
Felici di essere rientrati, dispiaciuti per non essere riusciti a completare il corso di inglese, per molti di loro sospeso solo dopo pochi giorni dall’inizio, e preoccupati per i loro amici rimasti ancora a Malta perché risultati positivi al Covid. Questo lo stato d’animo del primo gruppo di 58 studenti italiani che, messi in quarantena seppur risultati negativi al test Covid, sono arrivati a Fiumicino con un volo charter organizzato dalle autorità maltesi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ad attenderli in aeroporto, genitori e parenti. “Non posso dire che per me, con il rientro di mia figlia, sia la fine di un incubo, ma poco ci manca”, dicono in molti.

Il charter era partito attorno alle 10,15 dall’aeroporto internazionale di Malta organizzato dalle autorità maltesi per il rientro degli studenti delle scuole di lingue messi in quarantena ma negativi al test Covid.
Il primo gruppo comprende 58 italiani ed una trentina di tedeschi, tutti sottoposti a nuovo test prima dell’imbarco.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il volo, finanziato dalla Malta Tourism Authority (Mta, agenzia governativa del turismo maltese), ha fatto scalo prima a Roma poi a Francoforte. Altri voli sono previsti nei prossimi giorni.
Domani sarà la volta di francesi e spagnoli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Caso Eni: il Csm convoca gli aggiunti di Milano, non De Pasquale
Anche presidente del Tribunale Bichi e giudice Marco Tremolada
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
19 luglio 2021
14:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I procuratori aggiunti di Milano, tranne Fabio De Pasquale, tra i pm indagati a Brescia, sono stati convocati dal Csm nell’ambito dell’attività di “vigilanza” avviata per verificare se si sono determinate situazioni di incompatibilità ambientale o funzionale negli uffici giudiziari di Milano a partire dalle vicende del “caso Eni”. Le convocazioni di gran parte dei vice del Procuratore capo Francesco Greco, di alcuni pm e anche del Presidente del Tribunale Roberto Bichi e del giudice Marco Tremolada, che ha presieduto il collegio che ha assolto tutti gli imputati per la vicenda su Opl245, sono state fissate per il 26 e il 27 luglio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: primi studenti rientrati a Roma da Malta, “è fine incubo”
‘Sempre chiusi in Covid Hotel, peccato per corso andato in fumo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
19 luglio 2021
14:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Felici di essere rientrati, dispiaciuti per non essere riusciti a completare il corso di inglese, per molti di loro sospeso solo dopo pochi giorni dall’inizio, e preoccupati per i loro amici rimasti ancora a Malta perché risultati positivi al Covid. Questo lo stato d’animo del primo gruppo di 58 studenti italiani che, messi in quarantena seppur risultati negativi al test Covid, sono arrivati oggi a Fiumicino con un volo charter organizzato dalle autorità maltesi.
Ad attenderli in aeroporto, genitori e parenti. “Non posso dire che per me, con il rientro di mia figlia, sia la fine di un incubo, ma poco ci manca. L’unica cosa che si ha tenuti in apprensione – dice una mamma.
“Volevo perfezionare il mio inglese ma, purtroppo, non ci sono riuscita”, afferma sconsolata Martina di Varese. “Abbiamo passato tutto il tempo chiusi in un Covid hotel. Hanno separato i positivi dai negativi. L’unico ‘passatempo’ – riferisce Martina, giovane studentessa bergamasca – era il cellulare.
Comunicavamo tra noi via whatsapp e lo abbiamo fatto anche con i nostri genitori che ci chiamavano dall’Italia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vannini: giudici,imputati non fecero nulla per evitare morte
Lo scrive la Cassazione nelle motivazioni della sentenza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
19 luglio 2021
15:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’intera famiglia Ciontoli scelse “di non fare alcunché che potesse essere utile a scongiurare la morte” di Marco Vannini. Lo scrivono i giudici della corte di Cassazione nelle motivazioni della sentenza con cui il 3 maggio scorso hanno confermato la condanna a 14 anni di carcere per Antonio Ciontoli, accusato di omicidio volontario con dono eventuale del ragazzo che la notte tra il 17 e il 18 maggio del 2015 venne ucciso con un colpo di pistola mentre si trovava a casa della fidanzata a Ladispoli, centro sul litorale romano.
I giudici avevano ratificato anche la condanna a 9 anni e 4 mesi ai figli di Ciontoli , Martina e Federico e alla moglie Maria Pezzillo. Nei loro confronti l’accusa è di concorso anomalo in omicidio volontario. La Suprema corte afferma che gli imputati “accettarono” la morte di Vannini “all’esito di un infausto bilanciamento tra il bene della vita del giovane e l’obiettivo avuto di mira, ovvero evitare che emergesse la verità su quanto realmente accaduto”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morto De Rienzo: domani verrà svolta l’autopsia
Disposto anche l’esame tossicologico
c
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
19 luglio 2021
15:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si procederà domani con l’autopsia sul corpo dell’attore Libero De Rienzo, trovato morto nella sua abitazione, a Roma, nella serata di giovedì scorso. Questa mattina i pm capitolini hanno affidato l’incarico per l’attività istruttoria che verrà svolta presso l’istituto di Medicina Legale del Policlinico Gemelli.
I magistrati, che procedono per morte come conseguenza di altro reato, hanno disposto anche i prelievi tossicologici per accertare se l’artista avesse assunto droghe nelle ore precedenti al decesso. In base a quanto si apprende, inoltre, i familiari di De Rienzo hanno nominato un consulente che prenderà parte all’attività peritale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scontro tra auto in A1, muore donna e ferito bimbo 6 anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
19 luglio 2021
16:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una donna è deceduta nell’incidente tra auto avvenuto questo pomeriggio nel tratto fiorentino dell’A1, tra Valdarno e Incisa Reggello in direzione Firenze. Ferito il nipote di 6 anni, che era nella vettura con lei.
Il piccolo, le cui condizioni in base alle prime informazioni non sarebbero gravi, è stato portato all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze.
Secondo una prima ricostruzione della polstrada, la donna, una 50enne nonna del bambino, non si sarebbe accorta di un rallentamento e avrebbe tamponato l’auto che la precedeva.
Nell’urto sarebbe stata sbalzata fuori dal veicolo.
Complessivamente sarebbero cinque le auto coinvolte nello scontro e quattro i feriti. Sono in corso anche le operazioni di soccorso e aiuto agli automobilisti ferme in coda.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Truffa diamanti: al via udienza Milano, centinaia raggirati
A settembre il gup decide sulle parti civili. Imputate 4 banche
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
19 luglio 2021
17:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ iniziata con le richieste di costituzione come parti civili da parte di risparmiatori e investitori raggirati l’udienza preliminare per la presunta maxi truffa sulla vendita di diamanti a prezzi gonfiati che vede imputate 105 persone e 5 società, tra cui Banco Bpm, Unicredit, Mps e Banca Aletti e nella quale figurano oltre 600 “persone offese” individuate dal pm di Milano Grazia Colacicco.
Davanti al gup Manuela Scudieri nella grande aula della Fiera di Milano, hanno chiesto di entrare nel procedimento, come parti civili per danni subiti, alcune delle vittime individuate nei capi di imputazione, ma anche altre persone non identificate nelle indagini.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono arrivate in totale alcune centinaia di istanze e anche da parte di associazioni dei consumatori.
Sulle parti civili il giudice deciderà il 20 settembre, mentre il 29 e 30 settembre si discuteranno le questioni preliminari. Nel frattempo, Procura e difese potrebbero anche raggiungere accordi per eventuali istanze di patteggiamento. Lo scorso primo luglio, il gip Chiara Valori aveva ratificato il patteggiamento di Intesa Sanpaolo e Dpi (Diamond Private Investment): per la banca una sanzione pecuniaria di 100mila euro con confisca di circa 60mila euro, mentre per Dpi, al centro del maxi raggiro, una pena pecuniaria da 34mila euro e la confisca di circa 88 milioni di euro.
L’inchiesta ha accertato presunti profitti illeciti per quasi 500 milioni di euro ai danni di migliaia di investitori, tra cui anche clienti vip come Vasco Rossi (episodio prescritto). Per l’accusa, i diamanti venivano venduti a prezzi gonfiati a clienti ignari con la presunta complicità degli istituti di credito.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: 2.072 POSITIVI, 7 VITTIME
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
19 luglio 2021
17:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: soglia 5% delle terapie intensive e 10% ricoveri per andare in giallo
L’ipotesi per la revisione dei parametri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
20 luglio 2021
11:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si andrà in zona gialla se l’occupazione delle terapie intensive è superiore al 5% dei posti letto a disposizione e se quella dei reparti ordinari supera il 10%. Sarebbe questa, secondo quanto si apprende da diverse fonti di governo e delle regioni, l’ipotesi alla quale si sta lavorando per rivedere i parametri del monitoraggio con il quale vengono attribuite le fasce di colore alle regioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scendono leggermente i positivi ai test per i Covid individuati nelle ultime 24 ore, sono 2.072 secondo i dati del ministero della Salute. Sono invece 7 le vittime in un giorno. Sono 89.089 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il tasso di positività è del 2,3%, in aumento rispetto all’1,9% di ieri. Tornano a salire le terapie intensive per Covid, oltre ai ricoveri nei reparti ordinari. Sono 162 i pazienti in rianimazione per il coronavirus in Italia, in aumento di sei nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 16 (ieri 3). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.188, quindi 52 in più rispetto a ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Superata la soglia del 50% di vaccinati over 12 in Italia – Un italiano su due di quelli vaccinabili ha completato il ciclo con entrambe le dosi. Secondo quanto emerge dal report del governo, aggiornato alle 17 di oggi, gli italiani immunizzati sono 27.311.228, pari al 50,57% della popolazione over 12.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Veltroni prepara un film su Pio La Torre
“E’ un onore ricordare eroe mafia 40 anni dopo”. Produce Minerva
C
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
19 luglio 2021
17:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Pio La Torre, segretario regionale del Pci in Sicilia, ucciso dalla mafia il 30 aprile del 1982 a Palermo, è dedicato il nuovo documentario di Walter Veltroni. Lo annuncia la produzione, la società indipendente Minerva Pictures.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le riprese tra Palermo, la Sicilia e Roma.
La Torre fu ucciso quando in Sicilia l’intreccio tra mafia, terrorismo politico e Stato deviato si manifestò nel modo più cruento. In tre anni, 40 anni fa insieme a esponenti delle forze dell’ordine, magistrati e professionisti, furono uccisi Boris Giuliano, Cesare Terranova, Piersanti Mattarella, Gaetano Costa, Carlo Alberto dalla Chiesa. La mafia, come tornerà a fare dieci anni dopo con gli omicidi di Falcone e Borsellino (di cui oggi ricorre l’anniversario della morte in Via D’Amelio), si intreccia con la politica e il potere, si fa, di volta in volta, mandante ed esecutore di assassini e stragi. Pio la Torre e Rosario di Salvo, suo autista e amico, vengono uccisi perché il leader politico della sinistra siciliana ha denunciato con forza il carattere della mafia come sistema, ha approntato una legge che introduceva il reato di associazione mafiosa e la confisca dei beni e si è opposto alla costruzione di una base americana a Comiso che aveva destato forte interesse nelle organizzazioni criminali.
Veltroni torna così a raccontare il nostro passato recente attraverso il ritratto di un uomo intenso, schivo, determinato, che la morte ha reso drammaticamente uno dei tanti eroi di cui, purtroppo, il Paese ha avuto bisogno: “Conoscevo da anni Pio e gli volevo bene. Occuparmi della sua vita e dell’assassinio suo e di Rosario di Salvo è un onore e una grande responsabilità.
Con la collaborazione dei suoi figli Franco e Filippo e dei suoi tanti amici e compagni cercheremo di ricostruire la vita di un dirigente della sinistra, di un uomo che non ha mai smesso di combattere mafia e poteri forti, che ha aiutato il paese a comprendere e combattere il sistema mafioso”.
La vita di Pio La Torre emergerà da interviste, registrazioni di processi, testimonianze, archivi delle tv locali siciliane, interventi ai congressi di partito o in Parlamento, dai ricordi e dalle immagini inedite condivise dalla famiglia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Muore accoltellato durante lite, un fermo
Forse motivi passionali a Belmonte Piceno. Indagano Cc
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FERMO
19 luglio 2021
17:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo di 53 anni è morto, dopo essere stato accoltellato durante una lite furiosa, forse per motivi passionali. E’ successo la scorsa notte a Belmonte Piceno (Fermo).
Fermato un altro uomo, un conoscente di lunga data. La vittima si chiamava Marzio Marini, muratore, residente Piane di Montegiorgio. Secondo i carabinieri si è incontrato con il aggressore poco prima di mezzanotte, in strada, in via dei Sibillini, dove è scoppiato il diverbio. Sarebbe stato colpito da più fendenti. A dare l’allarme alcuni residenti del piccolo borgo, che conta circa 600 abitanti. Soccorso dalla Misericordia di Montegiorgio, Marini è stato trasportato all’ospedale di Fermo dove è morto poco dopo. L’altro uomo, che non si è dato alla fuga, ma è rimasto sul posto, è stato accompagnato alla caserma dei carabinieri di Montegiorgio, in stato di fermo. Non ha risposto alle domande del pm e secondo il suo legale, Antonella Natale, sarebbe in stato di choc.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sacerdote arrestato, su di me accuse infamanti
Don Tempesta nega ogni accusa in interrogatorio garanzia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VARESE
19 luglio 2021
18:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Accuse infamanti, sono scioccato e provato da quello che sta accadendo”. Queste le parole di don Emanuele Tempesta, il sacerdote di Busto Garolfo (Milano) arrestato venerdì con l’accusa di abusi sessuali su sette bambini di età compresa tra i 7 e gli 11 anni, durante l’interrogatorio di garanzia tenutosi oggi davanti al Gip di Busto Arsizio (Varese) Stefano Colombo.
Il sacerdote ha quindi negato ogni addebito circa le pesanti accuse mosse a suo carico.
Nessuna misura alternativa è stata chiesta, ad oggi, dalla difesa di don Emanuele, che si trova ai domiciliari. Lo ha confermato l’avvocato Mario Zanchetti, neo difensore subentrato al precedente d’ufficio. Il legale ha detto di non voler rilasciare dichiarazioni in merito all’interrogatorio di garanzia del suo assistito, tenutosi oggi in Tribunale a Busto Arsizio (Varese) data la vicenda “delicata e in corso di indagini”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 2.072 positivi, 7 vittime
89.089 test, tasso positività sale al 2,3%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
19 luglio 2021
18:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scendono leggermente i positivi ai test per i Covid individuati nelle ultime 24 ore, sono 2.072 secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 3.127.
Sono invece 7 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 3. Sono 89.089 i tamponi molecolari e antigenici effettuati nelle ultime 24 ore. Ieri erano stati 165.269. Il tasso di positività è del 2,3%, in aumento rispetto all’1,9% di ieri.
Tornano a salire le terapie intensive per Covid, oltre ai ricoveri nei reparti ordinari. Sono 162 i pazienti in rianimazione per il coronavirus in Italia, in aumento di sei nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 16 (ieri 3). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.188, quindi 52 in più rispetto a ieri.
I casi in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 4.289.528, i morti 127.874. I dimessi ed i guariti sono invece 4.114.129, con un incremento di 651 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 47.525, in aumento di 1.412 unità nelle ultime 24 ore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Crollo cavalcavia: intesa sui risarcimenti, il 6/9 sentenza
Chiesta la condanna per i quattro imputati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LECCO
19 luglio 2021
18:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il 6 settembre – a quasi cinque anni dal crollo del ponte di Annone Brianza (Lecco) che è costato la vita al Lecchese Claudio Bertini, 68 anni, e ferito sei persone – sarà letta la sentenza nei confronti dei quattro imputati. Il pm Andrea Figoni ha chiesto la condanna a quattro anni per Andrea Sesana e Giovanni Salvatore, il primo funzionario della Provincia di Lecco e l’altro capo compartimento Anas Lombardia, tre anni e sei mesi per Angelo Valsecchi, dirigente della Provincia di Lecco e due anni per Silvia Garbelli, funzionario della Provincia di Bergamo, che aveva firmato l’autorizzazione richiesta dalla Nicoli Trasporti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il ponte crollò al passaggio di un Tir della società di Albino (Bergamo) provocando una vittima e sei feriti.
Oggi, nell’ultima udienza, le parti civili si sono sfilate perché è stato trovato l’accordo con le assicurazioni sul risarcimento nei confronti della famiglia di Claudio Bertini e dei sei feriti. L’unica parte civile rimasta è il Codacons che nell’udienza odierna, con l’avvocato Marco Colombo, ha depositato una memoria scritta con la richiesta di danni per 50mila euro. Il giudice monocratico Enrico Manzi ha aggiornato l’udienza al 6 settembre per la sentenza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Trapianti: figlia operaio morto, vorrei incontrare riceventi
‘Ha vinto la vita e abbiamo vinto noi con voi’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ASCOLI PICENO
19 luglio 2021
20:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Cosa darei per incontrarvi e, semplicemente, abbracciarvi in un profondo silenzio.
Cercatemi se per puro caso leggete queste parole e se avete piacere”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Questo l’appello lanciato attraverso i social da Eleonora Ortenzi, la figlia di Bruno Ortenzi, l’operaio 58enne morto il 4 giugno scorso dopo un incidente sul lavoro avvenuto il 31 maggio presso lo stabilimento industriale della Scandolara ad Ascoli Piceno. Lei e la mamma hanno dato l’autorizzazione all’espianto degli organi quando ormai per il loro congiunto non c’erano più speranze di sopravvivere alle gravi lesioni riportate nella caduta da un’impalcatura. “Il 4 giugno io e la mia mamma abbiamo deciso di donare i suoi organi – ha scritto la ragazza -. Il suo cuore è stato trapiantato entro le 48 ore a Siena ad un uomo di 64 anni, il suo fegato ad un ragazzo di 16 anni a Milano, la sua cornea e i suoi reni a tre uomini di 67, 64 e 48 anni ad Ancona e sono marchigiani. Mi sento di dirvi che ha vinto la vita. Abbiamo vinto noi con voi”. Nel ricordare il papà Elonora Ortenzi sottolinea che “era buono e pieno di vita”.
“Sono orgogliosa nel sapere che lui vive in ognuno di voi. Ho 27 anni, mio fratello 10 anni, mia figlia 7 e la mia mamma 50.
Viviamo ad Ascoli Piceno. Vi aspettiamo con il cuore in mano.
Cosa darei per risentire il suo cuore battere” è l’appello che la figlia di Ortenzi rivolge a chi ha ricevuto gli organi, di cui ignora al momento l’identità visto che in Italia è vietato fornire ai parenti del donatore le generalità del ricevente.
“Purtroppo solo chi ci capita può capire. Ci darebbe un po’ di conforto e di pace”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Ndrangheta: Marco Sorbara, libero dopo 909 giorni devastanti
Ex consigliere Vda assolto in appello, “grazie a mio fratello”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA
19 luglio 2021
20:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono stati giorni terribili, devastanti, e non mi sembra ancora vero che siano finiti. Da oggi dopo 909 giorni sono un uomo libero”.
Sono le parole di Marco Sorbara, ex consigliere regionale della Valle d’Aosta, assolto dai giudici della Corte d’appello di Torino dall’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa nel processo Geenna con rito ordinario. In primo grado era stato condannato a dieci anni di reclusione.
”Questa Corte – continua – sin da subito ha portato ha mostrato grande attenzione per la nostre argomentazioni. Ma soprattutto questo lo devo a mio fratello Sandro, che è anche il mio avvocato. Grazie a lui non ho mai perso fiducia nella giustizia. Grazie alle sue istanze sono uscito dal carcere e ho avuto i domiciliari, poi la possibilità di uscire per andare a lavorare e ora l’assoluzione. In questi 30 mesi, c’è stata sempre la convinzione che qualcuno ci avrebbe ascoltato. E così è stato”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cuba: a Venezia sit-in solidarietà con Paese centroamericano
Una cinquantina di cubani con bandiere e striscioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
19 luglio 2021
21:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una cinquantina di persone ha dato vita oggi davanti alla stazione di Santa Lucia, a Venezia, ad una manifestazione per chiedere “la libertà di Cuba”, il paese caraibico dove da giorni sono in corso proteste e disordini contro il governo e la cattiva gestione della pandemia da Coronavirus. “Sos Cuba”, “Patria y Vida” c’era scritto negli striscioni issati, assieme alle bandiere del Paese, dai manifestanti, in grande maggioranza cittadini cubani residenti in Italia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: in Italia superato 50% completamente vaccinati
Il totale delle persone vaccinate sono 27.581.936
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
20 luglio 2021
08:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il totale delle persone vaccinate in Italia (persone che hanno completato il ciclo vaccinale) sono 27.581.936, il 51,07 % della popolazione over 12. E’ quanto emerge dall’ultimo Report del governo, con i dati aggiornati a questa mattina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Depurazione:Calabria;10 misure cautelari, coinvolto sindaco
Inchiesta della Procura della Repubblica di Paola
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PAOLA
20 luglio 2021
09:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dieci misure cautelari, tra interdittive e arresti domiciliari, sono state emesse dal Gip di Paola, Rosa Maria Misiti ed eseguite dai carabinieri in alcuni comuni dell’alto Tirreno cosentino, tra cui S.Nicola Arcella, Buonvicino e Diamante.
Fra gli indagati, un sindaco, tre responsabili degli Uffici tecnici di comuni, vari imprenditori e un tecnico dell’Arpacal.

L’indagine riguarda una serie di illeciti riguardanti procedure ad evidenza pubblica nel settore della depurazione. In particolare, sono state ricostruite condotte collusive e fraudolente finalizzate ad avvantaggiare uno o più operatori economici con riguardo ad appalti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sequestro 30mila dispositivi anti Covid a Catania,1 denuncia
Dalla Cina senza marchio Ce, denunciato imprenditore italiano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
20 luglio 2021
09:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre 30 mila dispositivi di protezione anti Covid-19 per bambini – tra cui 24mila mascherine e visiere di protezione facciale, camici, tute e mascherine Ffp3 – prodotti in Cina e ritenuti non idonei e non sicuri sono stati sequestrati nei locali della ditta individuale ‘Tma Sanix’ da militari del Comando provinciale della Guardia di finanza del capoluogo etneo durante una attività di indagine coordinata dalla locale Procura della Repubblica. Il rappresentante legale, Mario Angelo Torre, è stato denunciato per frode in commercio e impiego di denaro di provenienza illecita.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il sequestro è stato convalidato dal Gip. Oltre ad essere privi del marchio Ce, i dispositivi non riportavano alle norme tecniche comunitarie e alle certificazioni che attestano la conformità dei requisiti generali di salute e sicurezza ovvero delle autorizzazioni dell’Istituto Superiore di Sanità o dell’Inail.
Le indagini sono scattate in seguito ad alcune segnalazioni per operazioni sospette di riciclaggio riguardanti fenomeni di criminalità finanziaria connessi con l’emergenza sanitaria. Una di esse aveva riguardato un anomalo flusso di denaro relativo ai rapporti tra la ditta e società che operano nella Repubblica popolare cinese giudicati non coerenti con il profilo economico e imprenditoriale dell’impresa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Abusa della figlia 13enne della compagna,arrestato a Ravenna
Le propone di girare video hard, lei registra e denuncia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
20 luglio 2021
10:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per diverso tempo non solo ha abusato della figlia della compagna a partire da quando lei aveva 13 anni. Ma è anche giunto a proporle di avere rapporti a pagamento con altri o di girare video per adulti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Poi ha abusato anche della propria figlia naturale. Accuse che hanno fatto finire in carcere un uomo di Ravenna, in esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip Janis Barlotti su richiesta del Pm Angela Scorza.
Le verifiche della polizia – come riportato dai due quotidiani locali – erano partite nel maggio scorso quando la madre della ragazzina si era rivolta alla Questura dopo le prime confidenze proposte dalla giovane in occasione di un rimprovero rivoltole per la frequentazione di un coetaneo. La ricostruzione della Squadra Mobile ha confermato le accuse.
A incastrare l’uomo sono state anche alcune registrazioni che la giovane, su consiglio di un amico, ha fatto con il proprio cellulare in previsione di una futura denuncia: appoggiava l’apparecchio sul comodino in modalità video ottenendo registrazioni audio nitide ed esplicite ora in mano agli inquirenti. “Con una mascherina non si vede niente eh (…) ti porti a casa un bel po’ di soldi, ti fai la tua villa”, le ha detto quando le ha proposto di girare dei video hard.
Nell’interrogatorio di garanzia di ieri mattina, l’uomo si è avvalso della facoltà di non rispondere.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: per posti letto in Statale obbligo Green Pass
Gli studenti avranno tempo per adeguarsi fino al 31 dicembre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
20 luglio 2021
10:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Avranno tempo fino al il 31 dicembre per vaccinarsi contro il covid gli studenti che desiderano aver un posto letto negli studentati dell’Università Statale di Milano. Come scrivono Il Giorno e La Repubblica nelle pagine locali, la decisione è stata deliberata dal Cda dell’Ateneo, che ha approvato nuovi criteri per l’assegnazione degli alloggi, fra i quali la vaccinazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Durante la pandemia il numero di posti letto è stato dimezzato per garantire il distanziamento: le doppie sono state trasformate in singole, come nelle altre università. Così sarà fino al 31 dicembre. “Nel frattempo, l’amministrazione si farà parte attiva per estendere progressivamente l’utilizzo delle camere, garantendo la graduale assegnazione di tutti i posti disponibili – è scritto nella delibera -. La situazione di utilizzo a pieno regime sarà ottenuta entro la data indicata attraverso la copertura vaccinale dei beneficiari del posto alloggio”.
L’obiettivo è quindi tornare a tutti i 1.088 posti a disposizione (le richieste sono storicamente molte di più).
Questo con il Green pass. “È una misura presa in primis per poter tornare alla capienza piena nelle residenze – sottolinea la prorettrice ai Servizi agli studenti, Marina Brambilla -.
Nell’ultimo anno abbiamo dovuto bandire tutte le doppie e anche le triple in singole, questo per evitare la condivisione dei bagni e problemi nella gestione delle quarantene. Situazione che si è protratta già per un anno e mezzo, ma va contro a un altro diritto: quello degli studenti di avere posti letto. Di fatto bisogna prendere delle scelte, visto che già l’offerta è inferiore alle richieste. Noi abbiamo 64mila studenti e una quota del 15-20% è fuorisede”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arcigay Napoli, ‘aggredita altra coppia di ragazze lesbiche’
Ad Arzano. Falanga, faremo chiarezza su ennesimo episodio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
20 luglio 2021
10:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Dopo Bacoli, violenta l’aggressione anche ad Arzano: due ragazze di 21 e 23 anni sarebbero state avvicinate da un signore che le aveva viste baciarsi in auto e successivamente le ha aggredite verbalmente schiaffeggiato poi la ragazza più giovane”. Lo rende noto Antinoo Arcigay Napoli che aggiunge: “Il tutto – questa volta – in un clima omertoso di un quartiere che non è intervenuto in alcun modo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arcigay riporta quanto scritto da una delle ragazze. “Vi contatto – si legge – perché abbiamo bisogno di aiuto. Ho avuto la fortuna di innamorarmi di una bellissima ragazza. Stavamo in auto, nel solito vicoletto sotto casa e un signore con tanto odio e rabbia si è avvicinato urlando contro di noi e nonostante la mia risposta pacata, mentre la mia ragazza stava facendo partire l’auto per allontanarci, il signore mi ha aggredito con due schiaffi, minacciando di dar fuoco all’auto con noi dentro se ci fossimo ripresentati nello stesso posto”.
“Anche in questo caso, oltre a portare tutta la vicinanza e la solidarietà della nostra associazione, stiamo seguendo il caso con i nostri avvocati per valutare tutte le possibili e percorribili vie legali per fare chiarezza su questo ennesimo terribile episodio di lesbofobia. Questo doppio episodio di lesbofobia, unito ad un altro caso gravissimo di cui ci siamo fatti carico un mese fa – dice Daniela Lourdes Falanga, presidente di Antinoo Arcigay Napoli – chiarisce come gli atti di omolesbobitrasfobia si verificano con maggiore frequenza, e quanto un clima sempre più ostile si fa sentire nel Paese. Per questo rivendichiamo l’urgenza della legge Zan, perché questi episodi vengano chiariti definitivamente come atti di violenza e negazione e puniti come di dovere”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ex Ilva: principio incendio in reparto zincature Cornigliano
Le fiamme ieri sera. Ennesimo incidente
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
20 luglio 2021
11:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Principio di incendio nel reparto zincature dell’ex Ilva di Cornigliano stamani. Le fiamme sono state subito spente dal personale, non si registrano feriti né intossicati.
Sul posto le Rls. Ieri sera analogo incidente nel reparto stagnatura. Secondo quanto appreso, i due principi d’incendio sono stati causati da scintille durante le lavorazioni cadute su materiali di scarto presenti in reparto da tempo, visto che le pulizie non vengono più effettuate regolarmente. Questi due sono gli ennesimi incidenti che si registrano nello stabilimento ex Ilva di Cornigliano: nei giorni scorsi sono caduti a terra, in due differenti episodi, due coils, i rotoli d’acciaio pesanti fino a 40 tonnellate. La Rls ha informato la Asl di competenza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rotolo acciaio 30 t. cade in stabilimento ex Ilva Cornigliano
E’ il secondo in poche settimane. Lettera Rls a azienda e Asl
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
19 luglio 2021
10:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un rotolo di lamina d’acciaio del peso di svariate tonnellate è caduto mentre stava passando tra le ‘selle’ di un macchinario all’interno dello stabilimento di Acciaierie d’Italia (ex Ilva). E’ il secondo rotolo che cade in meno di un mese, il primo il 29 giugno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Malgrado la zona sia protetta da barriere ottiche e la dinamica e la zona differiscano dagli episodi precedentemente segnalati nell’area – si legge nella lettera che la Rls ha scritto all’azienda e all’Asl -, vi sollecitiamo a produrre anche questo verbale di near miss (il verbale di mancato incidente, ndr), onde analizzare le cause di questo ripetersi di eventi pericolosi accorsi sempre nella stessa area (imballi/finiture/magazzini zincato). Anche in questo caso – prosegue la lettera – l’evento avrebbe potuto coinvolgere addetti di ditte terze (particolarmente gli addetti pulizie) che si trovano più volte al giorno ad attraversare il trave di transazione coils.
Segnaliamo e richiediamo anche il verbale relativo all’incidente della gru automatica ct7 (parco imballo stagnato) di venerdì 16 luglio, dove il trascinamento di un respingente parzialmente distaccatosi dal carrello della stessa, ha tranciato per diversi metri i bulloni di un binario su cui si muove. Vorremmo accertarci del completo ripristino delle condizioni di sicurezza”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Gimbe,Green pass per grandi eventi, altrove difficile
Aumentano le ospedalizzazioni di over 50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
19 luglio 2021
10:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Green pass “va preso in considerazione per i grandi eventi come l’accesso a stadi, concerti. Diventa sempre più difficile il suo utilizzo per assembramenti più piccoli perché non abbiamo un’equità di accesso al vaccino.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ci sono vari aspetti di tipo giuridico e sociale da considerare”. Così Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, ai microfoni della trasmissione ‘L’Italia s’è desta’ su Radio Cusano Campus.
Per Cartabellotta “in una campagna vaccinale di massa si può fare la prenotazione volontaria, la chiamata attiva, la spinta gentile, ovvero il Green pass, e poi l’ultima strategia che è rappresentata dall’obbligo. In questo momento la strategia del Green pass è una di quelle che si possono prendere in considerazione, verosimilmente non per tutte le applicazioni perché se uno deve esibire il pass per andare al bar e al ristorante è doveroso che siano vaccinati coloro che in quei locali ci lavorano”.
Quanto ai contagi, per Cartabellotta “stiamo vedendo un incremento sostenuto, in linea con quanto avvenuto prima in altri Paesi europei ed è certo che questi numeri aumenteranno nelle prossime settimane, perché la variante Delta è più contagiosa di quella Alfa e sappiamo che entro fine agosto diventerà prevalente. Tuttavia, non avremo un grande impatto sugli ospedali perché abbiamo una rilevante quota di popolazione vaccinata”. L’impatto dei ricoveri, però, ha precisato, “sarà inversamente proporzionale alla quota di over 60 vaccinati, ce ne sono oltre 2 milioni non vaccinati. Ma attenzione anche gli over 50, perché nell’ultimo mese le ospedalizzazioni riguardano in maniera importante anche quella fascia d’età”.
Attualmente si stanno somministrando “soprattutto seconde dosi mentre le prime sono solo 100mila al giorno” e “nel terzo trimestre avremo 45 milioni di dosi, numero dimezzato” rispetto al previsto precisa Cartabellotta. Rispetto alle forniture del terzo trimestre, ha detto, “abbiamo una situazione un po’ anomala, in teoria dovremmo ricevere oltre 94 milioni di dosi, però vanno tolte le 6 milioni di Curevac non autorizzato e 26 milioni di Astrazeneca e 15 milioni di J&J che noi non stiamo utilizzando. E’ verosimile che questi vaccini in Italia non arrivino mai, quindi ne avremo circa 45 milioni di dosi di Pfizer e Moderna. Rispetto ai numeri iniziali, quindi avremo un numero quasi dimezzato”. Inoltre, ha aggiunto, “in questo momento i vaccini li stiamo utilizzando quasi esclusivamente per le seconde dosi e il numero di persone che possono fare le seconde dosi è basso. Quindi per la quantità di vaccini che stiamo ricevendo possiamo prevalentemente completare le seconde dosi. Al momento facciamo meno di 100mila prime dosi al giorno”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Strage di Via d’Amelio, 29 anni fa moriva il giudice Paolo Borsellino in un attentato di mafia
Nell’esplosione rimasero uccisi anche i 5 agenti della sua scorta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
19 luglio 2021
10:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ricorre oggi il 29mo anniversario della strage di Via D’Amelio nella quale perse la vita il giudice Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina.
Un fascio di luce tricolore ad avvolgere e abbracciare l’albero di ulivo di via D’Amelio che ricorda l’uccisione del giudice Paolo Borsellino e della sua scorta. Il nuovo impianto di illuminazione artistica, proposto dal fratello del magistrato ucciso dalla mafia il 19 luglio del 1992, Salvatore Borsellino, e voluto dal sindaco di PalermoLeoluca Orlando, si accenderà stasera alle 21 alla presenza del sindaco.
“L’attentato di via D’Amelio, ventinove anni or sono, venne concepito e messo in atto con brutale disumanità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Paolo Borsellino pagò con la vita la propria rettitudine e la coerenza di uomo delle Istituzioni. Con lui morirono gli agenti della scorta, Emanuela Loi, Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina, Claudio Traina. La memoria di quella strage, che ha segnato così profondamente la storia repubblicana, suscita tuttora una immutata commozione, e insieme rinnova la consapevolezza della necessità dell’impegno comune per sradicare le mafie, per contrastare l’illegalità, per spezzare connivenze e complicità che favoriscono la presenza criminale”. Lo scrive in un messaggio il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“A 29 anni dalla Strage di via D’Amelio, l’Italia non dimentica il giudice Paolo Borsellino. L’esplosione che il 19 luglio 1992 uccise il magistrato e gli agenti della scorta ci ammonisce che nella lotta alla mafia nessun compromesso può essere tollerato. A quasi 30 anni di distanza è inaccettabile che non si sia arrivati a una reale ricostruzione dei fatti. Solo la piena verità può consentire alla giustizia di liberare l’Italia da questo peso doloroso e insostenibile”. Lo ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati
“Quando commemoriamo uomini come Paolo Borsellino, il dovere della memoria non deve essere fine a sé stesso, ma deve sempre richiamare il valore di una salda responsabilità civile, ispirata ai principi della Carta costituzionale, che faccia di noi una comunità sempre più unita nella solidarietà, nella giustizia e nel progetto, irrinunciabile, di un Paese finalmente libero dalle mafie”. Lo afferma il presidente della Camera Roberto Fico
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il 19 Luglio 1992 in un vile attentato ha perso la vita Paolo Borsellino. Ricordarne la forza e il coraggio è un dovere morale per chi non si piegherà mai alle mafie e per chi lotta ogni giorno per cancellare questo cancro dal nostro Paese. Borsellino non è solo l’espressione massima del sacrificio ma un modello di riferimento, insieme a Falcone, per molte generazioni”. Così in una nota Matteo Perego, vicepresidente dei deputati di Forza Italia.
“Esempio, sacrificio, coraggio. Questo rappresentavano Paolo Borsellino e i 5 poliziotti che il 19 luglio 1992 vennero uccisi a Palermo dalla mafia. Uomini che hanno anteposto la difesa della giustizia e della legalità alla loro vita. Onoriamoli sempre”. Lo scrive su Twitter Antonio Tajani, Coordinatore nazionale di Forza Italia.
“Il 19 luglio del 1992, la criminalità organizzata sferrava un altro duro colpo al cuore dello Stato: pochi mesi dopo la morte del giudice Falcone, la mafia – con la sua furia criminale – uccise anche il giudice Paolo Borsellino. A distanza di anni, noi continuiamo a ricordare il sacrificio di chi ha donato la propria vita per difendere la Legalità e la Giustizia. La sua memoria, il suo esempio e il suo insegnamento resteranno impressi nelle nostre menti e nelle nostre coscienze. Paolo Vive, nel ricordo di tutte le persone perbene”. Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni.
“In questo 29esimo anniversario della strage di Via D’Amelio tornano alla mente le immagini terribili dell’attentato, degli effetti devastanti dell’autobomba. Per chi ha vissuto quei giorni la memoria di quell’orrore è indelebile, ma conforta che il ricordo delle vittime resti vivo a dispetto del tempo passato e che sia diventato patrimonio di tutti, anche di chi quel giorno non era nato”. Lo ha detto la professoressa Maria Falcone, sorella di Giovanni Falcone, il giudice ucciso a Capaci e presidente della Fondazione che del magistrato porta il nome.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Università: Bologna, Padova e La Sapienza al top
La classifica degli atenei italiani. Non calano le iscrizioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
20 luglio 2021
09:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tra i mega atenei statali (quelli con oltre 40.000 iscritti) nelle prime due posizioni si confermano l’università di Bologna, prima con un punteggio complessivo pari a 91,8, inseguita dall’Università di Padova (88,7). Sono i risultati dell’annuale classifica degli atenei italiani del Censis.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Seguono, scambiandosi le posizioni della precedente annualità, La Sapienza di Roma, che con un punteggio di 85,5 sale dal quarto al terzo posto, e l’Università di Firenze, che retrocede dal terzo al quarto, riportando il valore complessivo di 85,0.

Stabile in quinta posizione l’Università di Pisa, con 84,8 punti, cui segue Università di Torino, che si riprende una posizione in graduatoria (82,8). Ultima tra i mega atenei statali è l’Università di Napoli Federico II (73,5), preceduta dall’Università di Bari in penultima posizione (79,5).

La temuta contrazione delle iscrizioni a causa della pandemia nell’anno accademico 2020-2021, sottolinea il Censis, non c’è stata, anche grazie alle misure eccezionali di sostegno del diritto allo studio approvate. Al contrario, la crescita del 4,4% degli immatricolati consolida l’andamento positivo che si ripete ormai da sette anni. Calcolato sulla popolazione diciannovenne, il tasso di immatricolazione ha raggiunto quota 56,8%.

Nel 2020, a fronte di un tasso di immatricolazione maschile pari a 48,5%, quello femminile è stato del 65,7%. Per le femmine si è registrato un incremento annuo del 5,3% rispetto al +3,3% dei maschi immatricolati. Con il 77,7% di studentesse immatricolate, l’area disciplinare Artistica-Letteraria-Insegnamento è quella con il tasso di femminilizzazione più elevato. All’opposto, nell’area Stem (Science, Technology, Engineering and Mathematics) l’universo femminile è rappresentato da una quota che, pur crescendo di anno in anno, resta ancora minoritaria (il 39,4%).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ucciso per rapina: fermato anche secondo uomo
Salentino 28enne incastrato dalla felpa, ritratta anche su Fb
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LECCE
19 luglio 2021
09:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato fermato anche il secondo uomo ricercato dai Carabinieri per l’omicidio dell’ex direttore di banca Giovanni Caramuscio, assassinato durante un tentativo di rapina la sera del 16 luglio a Lequile (Lecce), mentre stava prelevando contanti dallo sportello bancomat insieme alla moglie. Nellanotte i militari hanno sottoposto a fermo d’indiziato di delitto, emesso dalla Procura della Repubblica di Lecce, Andrea Capone, 28 anni di Tricase, residente a Lequile.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ accusato di essere il complice di Macaj Paulin, l’albanese 31enne arrestato il 17 luglio con il medesimo provvedimento e ritenuto l’esecutore materiale del delitto.
Entrambi rispondono di omicidio aggravato, in concorso, porto abusivo di arma alterata e ricettazione.
Ad incastrare Capone è stata la felpa scura a maniche lunghe abbandonata la sera dell’omicidio in un pozzo e ritrovata la sera stessa dai Vigili del fuoco e che, come emerge dalle immagini dei filmati estrapolati dai sistemi di videosorveglianza, era quella che indossava il rapinatore non armato. La stessa felpa che il 28enne aveva indossato anche in altre occasioni, così come evidenziato in alcune foto pubblicate sul suo profilo Facebook.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass, Tajani: ok per i grandi eventi, a fine estate un check
Attesa per cabina regia e Cts, la politica resta divisa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
20 luglio 2021
00:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono in arrivo le convocazioni per le riunioni del Comitato tecnico scientifico (Cts) e poi della cabina di regia con il presidente del Consiglio Mario Draghi sulla spinosa questione del green pass che porterà al nuovo decreto anti-Covid da varare in settimana con un “lasciapassare” allargato e più stringente.
In questo clima trovare la via all’italiana richiederà la mediazione e il decisionismo del premier.
“Inutile creare confusione intorno al green pass. Gli allarmismi sono dannosi per i cittadini, il Turismo e per tutta l’economia nel suo complesso”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo dice il ministro del turismo Massimo Garavaglia, che sottolinea: “Il green pass ha senso solo per entrare in discoteca o allo stadio o per partecipare a grandi eventi, che prevedono una grande affluenza di pubblico”.
“Sono assolutamente d’accordo sull’utilizzo del Green pass, che non è l’obbligo di vaccinarsi, va usato molto e soprattutto va vaccinato il maggior numero possibile di italiani per scongiurare nuove chiusure”. Così il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani ospite di ‘Quarta Repubblica’ su Rete4. Tajani ha precisato che lo esclude per entrare nei bar, mentre “va usato per eventi dove ci sono molte persone come partite, teatri, cinema cerimonie. Se un ristorante ha 10 posti a sedere, no”. E ha concluso: “Va fatto un ckeck a fine estate per vedere se è sufficiente”.
COSA PREVEDE IL GREEN PASS – Il green pass allargato – con il ciclo completo di vaccinazione e non più con una sola dose – dovrebbe entrare in vigore a inizio agosto anche per evitare cambi di colore delle Regioni e mantenere l’Italia bianca almeno fino a metà mese. Il certificato per immunizzati, guariti dal Covid o ‘tamponati’ negativi entro le 48 ore potrebbe essere obbligatorio anche per i ristoranti al chiuso, ma ci sarà battaglia. Scontato che venga richiesto per stadi, piscine, palestre, concerti e tutte le attività collettive. I nuovi parametri di rischio per le Regioni e la proroga dello stato d’emergenza dovrebbero incontrare meno ostacoli, secondo le previsioni.
I principali partner della maggioranza hanno visioni distanti su vaccini e utilizzo del certificato verde. In un panorama che vede i contagi e il tasso di positività crescere con la variante Delta del coronavirus, anche se le terapie intensive e i reparti ordinari non preoccupano. Polemiche dalla Lega di Matteo Salvini, che nega di essere no vax, ricorda i genitori vaccinati, ma poi evoca il figlio 18enne: “Mi rifiuto di vedere qualcuno che lo insegue con un tampone o una siringa. Prudenti sì, terrorizzati no”. E sul green pass dice: “”Leggevo di multe di 400 euro se uno deve farlo per andare a prendere il caffè in piazza…intanto ne sbarcano a carrettate in Sicilia senza”, i migranti. Se dall’opposizione Fratelli d’Italia con Francesco Lollobrigida consiglia agli under 40 di non vaccinarsi e il partito bolla il green pass di “obbligo nascosto”, nella maggioranza il Pd con Nicola Zingaretti e Leu con Federico Fornaro parlano di “sovranisti irresponsabili e ambigui”, dentro e fuori l’esecutivo.
PROSEGUE L’AUMENTO DEI CONTAGI – Intanto la pandemia domenica fa segnare un altro giorno oltre i 3.200 casi, con un tasso di positività che a fronte dell’usuale crollo dei test del sabato sale fino all’1,9%. I pazienti in terapia intensiva però dopo tre giorni di aumento tornano a calare e quelli nei reparti ordinari salgono di 25, non un dato impressionante. Le vittime sono solo 3, ai livelli tra i più bassi dell’anno. Spiccano però i 471 positivi nel Lazio e i 404 in Sicilia e così alcune Regioni, come la Sardegna, annunciano o varano provvedimenti per controllare i turisti in arrivo, tra cui i tamponi in aeroporto.
I FOCOLAI – Un focolaio da Euro 2020 si segnala a Firenze, con 3 persone positive e 9 in quarantena a seguito della finale Italia-Inghilterra davanti a un maxischermo di un locale all’aperto. Quello di Roma nel pub di Monteverde per la sfida degli azzurri con il Belgio ai quarti è al momento il più grande in Italia con oltre 90 casi. In Francia invece un gruppo di 70 maestri di sci del Friuli Venezia Giulia sono rimasti bloccati per diverse positività durante un corso.
LA MARATONA DEI VACCINI – Sul fronte dei vaccini tra domenica scorsa e sabato sono state fatte 553 mila prime dosi, un numero che dà il senso del rallentamento su certe fasce, per una campagna che d’altra parte prosegue con ritmi sostenuti grazie alle secondo dosi, continuando a sfiorare le quattro milioni di somministrazioni a settimana. Ma il 16 luglio le prime dosi sono state 87 mila e i richiami 486 mila. Insomma, farsi inoculare l’anti-Covid sono per lo più sempre gli stessi. In frigorifero ci sono attualmente 4,6 milioni di dosi, 2,3 milioni delle quali circa – solo la metà – di Pfizer e Moderna, i farmaci percepiti come più affidabili dall’opinione pubblica. In attesa che in settimana ne arrivino gli altri milioni di vaccini previsti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 39 nuovi casi in Alto Adige
Calano i ricoveri in ospedale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
20 luglio 2021
11:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Continua a crescere, dopo la ‘pausa’ del fine settimana, il numero dei casi covid in Alto Adige. Nelle ultime 24 ore se ne sono aggiunti 39: 22 analizzando 765 tamponi pcr e 17 tramite 3021 test antigenici.
I nuovi guariti sono appena 24. Cala invece da 9 a 7 il numero dei pazienti nei normali reparti ospedalieri e la terapia intensiva resta vuota. In aumento invece il numero di altoatesini in quarantena, che ieri erano 476 e oggi sono 526.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Genova ricorda la morte di Carlo Giuliani a piazza Alimonda
Da due giorni manifestazioni in città per il ventennale dei fatti del G8
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
20 luglio 2021
09:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Genova 20 luglio, piazza Alimonda, ore 17.27 vent’anni fa. In quel momento Carlo Giuliani viene ucciso dal colpo di pistola sparato dal carabiniere Mario Placanica.
Oggi, come tutti i 20 luglio da vent’anni a questa parte, la morte di Carlo verrà ricordata proprio in quella piazza che per qualche tempo mani anonime hanno rinominato ‘Piazza Carlo Giuliani – Ragazzo’.
E saranno fiori e applausi, e parole.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Perché Carlo Giuliani, come la violenza della polizia alla Diaz e le torture a Bolzaneto, sono il simbolo di tutto ciò che non può diventare solo un ricordo. Restano le cicatrici, restano le domande, resta la richiesta di giustizia nonostante i processi, le scuse, le parole.
Già da due giorni la città rende omaggio al ventennale del G8 di Genova 2001 con convegni e cortei e testimonianze: il padre di Carlo, Giuliano Giuliani, il giornalista finito in coma per le botte della polizia Mark Covell, i rappresentanti di quella rete che invoca una ‘società della cura’ opposta a quella del capitalismo. E la marcia zapatista, arrivata in piazza de Ferrari tra canti, slogan e striscioni: “La notte è più buia prima dell’alba”.
“Chi dice che il movimento è nato e morto durante il G8 sbaglia” dicono oggi i rappresentanti di Attack Italia nella assemblea nazionale della rete in piazza Matteotti, a pochi passi da palazzo Ducale davanti a un centinaio di ragazzi che vent’anni fa forse non erano nati. “Riprendere quella sfida e uscire dall’economia del profitto” sono parole e slogan che ricordano quelli urlati nelle piazze genovesi di allora, ricordano le parole di don Andrea Gallo, il prete operaio, il prete degli ultimi. Perché la partita, dicono “è tra la Borsa, con la B maiuscola, e la vita e noi scegliamo la vita”. E poi si annuncia una “grande mobilitazione per l’autunno”, dopo la riunione del G20 di Roma “per dire loro che non possono decidere i destini del mondo”.
Ora come allora, la rete stringe le maglie tra le quali restano intrappolate domande rimaste ancora senza risposta. Sono passati 20 anni, ma lo spirito che animò i mille e mille ragazzi con le mani tinte di bianco che chiedevano acqua pubblica, cibo e lavoro per tutti, un’economia giusta, un mondo inclusivo è lo stesso di allora. Lo stesso in cui credeva il ragazzo che oggi, come vent’anni fa, tornerà a essere sull’asfalto di piazza Alimonda.
A quel ragazzo gli ‘Anarchici per la distruzione dell’esistente’ dedicano i fuochi accesi su due ripetitori: “In questi 20 anni, su quelle giornate, politici, capetti e politicanti di movimento, preti e persino la famiglia di Carlo, hanno vomitato chi analisi riformistiche e prive di verità, chi vere e proprie diffamazioni sulla persona di Carlo – dicono – Noi invece vogliamo ricordarlo dandogli la dignità che merita, senza ipocrisie, lontani da idolatrie. Le fiamme che la notte scorsa abbiamo sprigionato per incendiare quei due arti del dominio, vogliamo dedicarle a Carlo e a tutti i ribelli e le rivoluzionarie che nel mondo sono caduti combattendo per la libertà, l’uguaglianza, la giustizia sociale”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 95 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:55 DI LUNEDÌ 12 LUGLIO 2021

ALLE 23:16 DI GIOVEDÌ 15 LUGLIO 2021

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Europei: a Milano 15 feriti in piazza
Bombe carta,dita amputate e altre gravi lesioni per tre ventenni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 luglio 2021
09:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata un’esplosione di gioia, ma anche di follia, a Milano, quella che ha caratterizzato la notte dei festeggiamenti per la vittoria agli Europei, con 15 feriti soccorsi, di cui tre gravi, in piazza del Duomo, dove si sono riversati migliaia di tifosi da pochi minuti dopo la mezzanotte a circa l’una.
In particolare un 21enne di origine straniera è stato ricoverato in codice rosso al Policlinico per una ferita penetrante all’addome dovuta all’esplosione di una potente bomba carta; un 22enne è stato portato, sempre in rosso, all’ospedale Niguarda, per una ferita penetrante dovuta, pare, a una transenna (non si capisce se gettata contro di lui); un altro 21enne ha invece subito in ospedale l’amputazione di tre dita di una mano per l’esplosione di una bomba carta.

Nel corso della nottata sono stati segnalati assalti ai mezzi pubblici, soprattutto ai tram, sui quali molti tifosi sono saliti, cestini dell’immondizia incendiati, tuffi nei Navigli e in Darsena, e anche una rapina a due persone che stavano festeggiando in auto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata un’esplosione di gioia, ma anche di follia, a Milano, quella che ha caratterizzato la notte dei festeggiamenti per la vittoria agli Europei, con 15 feriti soccorsi, di cui tre gravi, in piazza del Duomo, dove si sono riversati migliaia di tifosi da pochi minuti dopo la mezzanotte a circa l’una. In particolare un 21enne di origine straniera è stato ricoverato in codice rosso al Policlinico per una ferita penetrante all’addome dovuta all’esplosione di una potente bomba carta; un 22enne è stato portato, sempre in rosso, all’ospedale Niguarda, per una ferita penetrante dovuta, pare, a una transenna (non si capisce se gettata contro di lui); un altro 21enne ha invece subito in ospedale l’amputazione di tre dita di una mano per l’esplosione di una bomba carta.
Nel corso della nottata sono stati segnalati assalti ai mezzi pubblici, soprattutto ai tram, sui quali molti tifosi sono saliti, cestini dell’immondizia incendiati, tuffi nei Navigli e in Darsena, e anche una rapina a due persone che stavano festeggiando in auto.
A Venezia un corpo che galleggiava in acqua è stato ritrovato la scorsa notte, in un rio vicino a Campo San Polo. Il cadavere, non ancora identificato, è di un uomo, apparentemente di mezza età, che indossava un costume da bagno. Sul posto sono intervenuti il personale sanitario e gli agenti delle Volanti lagunari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il corpo non presentava segni di violenza, e sarà disposta l’autopsia per capire le cause del decesso. Non si esclude che possano essere collegate ai festeggiamenti per la vittoria italiana agli Europei di calcio.
Un vasto incendio è divampato dopo la mezzanotte nella collina di Biscollai, a Nuoro, con le fiamme alte che hanno anche minacciato le abitazioni. Un rogo che è stato innescato da un bengala lanciato durante i festeggiamenti per la vittoria dell’Italia sull’Inghilterra. Imponente il dispiegamento di mezzi e uomini dei Vigili del Fuoco arrivati sul posto con quattro squadre, autobotte e mezzi fuoristrada, e del Corpo forestale della Regione Sardegna. Dopo cinque ore di lavoro, alle prime luci dell’alba, l’incendio è stato spento dai pompieri, che hanno lavorato in stretto raccordo con la Prefettura di Nuoro. Non si sono registrati danni alle abitazioni né ai residenti.
Migliaia di persone hanno festeggiato anche a Genova. I festeggiamenti si sono protratti fino all’alba e svariate sono state le chiamate ai centralini del 112 per assembramenti senza mascherina, schiamazzi, sparo di botti e fuochi artificiali anche nei vicoli. Al pronto soccorso dell’ospedale San Martino sono andati in 9: 6 per incidenti e traumi, tutti con prognosi dai 7 ai 30 giorni. Un ragazzo minorenne ha avuto il naso fratturato (30 giorni prognosi) per una aggressione e due ragazzini sono stati assistiti perché completamente ubriachi. All’ospedale Galliera sono finiti in sei: anche in questo caso tre adolescenti ubriachi e due ragazzi con politraumi leggeri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Corpo in acqua a Venezia, forse morto durante festeggiamenti
Cadavere di uomo di mezza età, era in costume e senza documenti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
12 luglio 2021
11:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un corpo che galleggiava in acqua è stato ritrovato la scorsa notte a Venezia, in un rio vicino a Campo San Polo. Il cadavere, non ancora identificato, è di un uomo, apparentemente di mezza età, che indossava un costume da bagno.

Sul posto sono intervenuti il personale sanitario e gli agenti delle Volanti lagunari. Il corpo non presentava segni di violenza, e sarà disposta l’autopsia per capire le cause del decesso. Non si esclude che possano essere collegate ai festeggiamenti per la vittoria italiana agli Europei di calcio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: ReiThera, risposta anticorpi 93% dopo prima dose
A 99% con la seconda. Ben tollerato e niente eventi avversi seri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 luglio 2021
11:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il vaccino ReiThera funziona. Già tre settimane dopo la prima dose si osserva una risposta anticorpale contro la proteina Spike in oltre il 93% dei volontari, e si raggiunge il 99% dopo la seconda somministrazione.
A cinque settimane dalla prima vaccinazione il livello degli anticorpi che legano la proteina Spike e che neutralizzano il virus, è comparabile a quello misurato in un gruppo di riferimento di pazienti convalescenti dall’infezione COVID-19. E’ quanto annuncia la società biotech con sede a Castel Romano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: contento per le vittorie di Italia e Argentina
Per Francesco “è importante accettare qualsiasi risultato”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
12 luglio 2021
12:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa Francesco, ricoverato al Policlinico Gemelli di Roma, ha gioito per la vittoria dell’Italia agli Europei e dell’Argentina nella Coppa America di calcio. “Nel condividere la gioia per la vittoria della nazionale argentina e di quella italiana con le persone che gli sono vicine, Sua Santità – riferisce il portavoce Matteo Bruni – si è soffermato sul significato dello sport e dei suoi valori, e su quella capacità sportiva di saper accettare qualsiasi risultato, anche la sconfitta: ‘solo così – ha detto il pontefice -, davanti alle difficoltà della vita, ci si può sempre mettere in gioco, lottando senza arrendersi, con speranza e fiducia'”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: Bruni, resta ricoverato ‘ancora qualche giorno’
Portavoce,’per ottimizzare terapia,fine decorso post operatorio’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
12 luglio 2021
13:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa Francesco, ricoverato al Policlinico Gemelli di Roma, “ha trascorso una giornata tranquilla ed ha completato il decorso post operatorio chirurgico. Al fine di ottimizzare al meglio la terapia medica e riabilitativa, il Santo Padre rimarrà ricoverato ancora qualche giorno”.
Lo ha riferito il direttore della sala stampa vaticana Matteo Bruni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Black Widow subito al top, incassi +88%
Sul podio La notte del giudizio per sempre e A quiet place
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 luglio 2021
13:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ un nuovo ingresso della classifica Cinetel ad occupare la vetta della top ten del weekend appena trascorso, che va dall’8 all’11 luglio. Si tratta di Black Widow, film di fantascienza-azione, uscito nelle sale italiane in 743 copie, diretto da Cate Shortland, con Scarlett Johansson e Florence Pugh, distribuito da Walt Disney Pictures, prodotto da Marvel Cinematic Universe: il film, che racconta cosa ha combinato la Vedova Nera tra Captain America-Civil War e Avengers- Infinity War, ha incassato 1.405.947 euro, 2.015.103 euro in 5 giorni di programmazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo posto per un’altra new entry, La notte del giudizio per sempre, horror-thriller diretto da Everardo Gout, quinto capitolo della saga “La notte del giudizio” che segna 194.815 euro. A quiet place scende dal primo al terzo posto con 63.981 euro (totali in tre settimane 764.206 euro). Scivola dal secondo al quarto gradino della classifica Peter Rabbit 2: Un birbante in fuga con 57.527 euro (totali 240.278 euro).
Nuovo ingresso in quinta posizione, con The book of vision, regia di Carlo Hintermann, film drammatico che ha ottenuto 3 candidature ai Nastri d’Argento, 1 candidatura a David di Donatello, che raccoglie 51.752 euro. Ultima new entry della top ten Godzilla vs Kong, in sesta posizione, che ottiene 46.287 euro.
L’incasso del weekend è di 2.153.317 euro, +88% rispetto al precedente fine settimana che aveva segnato 1.144.972 euro.   CINEMA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Europei: bengala durante festa provoca incendio a Nuoro
Momenti di paura nella notte per le fiamme vicino alle case
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NUORO
12 luglio 2021
13:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un vasto incendio è divampato dopo la mezzanotte nella collina di Biscollai, a Nuoro, con le fiamme alte che hanno anche minacciato le abitazioni. Un rogo che è stato innescata da un bengala lanciato durante i festeggiamenti per la vittoria dell’Italia sull’Inghilterra che ha regalato agli Azzurri dopo 53 anni il titolo di campioni d’Europa.

Imponente il dispiegamento di mezzi e uomini dei Vigili del Fuoco arrivati sul posto con quattro squadre, autobotte e mezzi fuoristrada, e del Corpo forestale della Regione Sardegna.
Dopo cinque ore di lavoro, alle prime luci dell’alba, l’incendio è stato spento dai pompieri, che hanno lavorato in stretto raccordo con la Prefettura di Nuoro.
Non si sono registrati danni alle abitazioni né ai residenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa Francesco resta ricoverato ‘ancora qualche giorno’
Portavoce,’per ottimizzare terapia, fine decorso post operatorio’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
13 luglio 2021
09:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa Francesco, ricoverato al Policlinico Gemelli di Roma, “ha trascorso una giornata tranquilla ed ha completato il decorso post operatorio chirurgico. Al fine di ottimizzare al meglio la terapia medica e riabilitativa, il Santo Padre rimarrà ricoverato ancora qualche giorno”.
Lo ha riferito il direttore della sala stampa vaticana Matteo Bruni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cannes: Scamarcio, ‘troppi’ applausi volevo vedere l’Italia
Moretti, ho perso la partita ma ho gioito dopo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CANNES
12 luglio 2021
14:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La premiere di Tre Piani di Nanni Moretti al festival di Cannes ha coinciso con la finale degli europei di calcio, nello stesso giorno in cui l’Italia disputava a Wimbledon anche la finale di tennis con Matteo Berrettini.
Undici minuti di applausi ci sono stati al termine della proiezione ufficiale al Grand Theatre Lumiere.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tutti felici meno uno, sia detto con ironia, “non finivano mai, erano interminabili, io invece non vedevo l’ora di uscire e scappare a vedere la partita”, dice con sincerità Riccardo Scamarcio, ‘sfidando’ Moretti e il suo rigore professionale. Ieri sera è stato avvistato che correva letteralmente sulla Croisette con la compagna inglese Angharad Wood, tenendo in mano i sandali di lei per fare prima. “Sono molto contento – risponde il regista ad una domanda sul match – purtroppo io non ho potuto seguire ero alla cena ufficiale”.
L’appuntamento dopo la proiezione, finita intorno alle 21.30 era al Five Seas Hotel con cena e festa a seguire. Alcuni hanno disertato, come l’ad di Rai Cinema Paolo Del Brocco ‘bacchettato’ da Moretti, altri sono arrivati a coppa vinta, altri ancora come Margherita Buy intenta a guardare sul telefonino le fasi finali. “Nel pomeriggio – dice l’attrice, al quarto film di seguito con Moretti che l’ha definita la Meryl Streep italiana – ho seguito Berrettini, sono una grande appassionata di tennis, ma certo anche dell’Italia, abbiamo guardato i rigori sul telefonino, e poi fatto festa”. Anche Cannes ha festeggiato l’Italia con cori e caroselli di auto fino a notte inoltrata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Variety, film su Lady Diana in anteprima mondiale a Venezia
Spencer di Pablo Larrain con Kristen Stewart
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 luglio 2021
15:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Spencer,” l’attesissimo film di Pablo Larrain con Kristen Stewart nei panni di Lady Diana, sarà in concorso in anteprima mondiale alla Mostra del cinema di Venezia (1-11 settembre). Lo anticipa Variety.
Scritto da Steven Knight (autore di “Peaky Blinders”), il film racconta il decisivo weekend dei primi anni ’90 quando Diana decise di separarsi dal principe Carlo. Fu durante le vacanze di Natale con la Royal Family riunita a Sandringham in Norfolk, quando decise di dire basta ad un matrimonio che la faceva soffrire. Carlo d’Inghilterra è interpretato da Jack Farthing, mentre il cast include Timothy Spall, Sally Hawkins e Sean Harris. Nel 2022 ricorre il 25/o anniversario della morte di Diana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: vescovi Scozia, verrà a Glasgow per Cop26 a novembre
Portavoce conferenza episcopale, ‘Sarà una visita breve’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 luglio 2021
15:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I vescovi cattolici scozzesi “hanno accolto con favore la prospettiva di un incontro con Papa Francesco durante la conferenza Cop26, l’appuntamento Onu sui cambiamenti climatici, a Glasgow a novembre”. Lo afferma la Conferenza episcopale scozzese inviando gli auguri di pronta guarigione al Pontefice.

Il portavoce dei vescovi, in una nota, aggiunge: “Il Papa sarà in Scozia per un tempo molto breve, la maggior parte del quale sarà speso nella partecipazione alla Conferenza Cop26.
Anche se desidereremmo molti incontri pastorali, ecumenici e interreligiosi mentre lui è con noi, i limiti di tempo, purtroppo, dicono che un programma così completo non sarà possibile”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Belen mamma bis, è nata Luna Marì
Dal compagno Antonino Spinabese. Primo figlio da ex De Martino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 luglio 2021
15:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Belén Rodríguez mamma bis: è nata Luna Marì. La showgirl ha dato alla luce la figlia avuta dal compagno Antonino Spinalbese, che ha dato l’annuncio sui social della nascita.
La conduttrice è già mamma di Santiago, primogenito avuto dall’ex marito Stefano De Martino.
Tanti i commenti dei fan e follower, tra questi c’è chi fa notare: “Sei nata nella notte dei campioni”. Il compagno della showgirl, nel dare la lieta notizia, ha postato una foto del piedino della neonata con la frase: “Ti conquisterò ogni singolo attimo, perché hai il profumo di felicità”.
Nel corso della gravidanza Belen aveva reso partecipi i suoi follower su Instagram (10 milioni) mostrando la sua pancia man mano che cresceva e filmando anche il momento delle ecografie di controllo della piccola Luna Marì, condividendo la grande gioia per la futura nascita.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: temporali al Nord, allerta arancione in Lombardia
Allerta meteo Protezione civile, dal pomeriggio perturbazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 luglio 2021
16:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dal pomeriggio di oggi l’arrivo di una perturbazione atlantica porterà temporali su Piemonte e Valle d’Aosta, in estensione dalla notte a Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto e Toscana. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.
Così un’allerta meteo della Protezione civile.
Valutata per domani allerta arancione per rischio temporali su gran parte della Lombardia, e allerta gialla in Valle d’Aosta, Piemonte, nei restanti settori della Lombardia, in Veneto, Emilia-Romagna, Toscana e parte dell’Umbria.   VAI ALLE PREVISIONI METEO INTERATTIVE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Salute: Emergency, per tribunale cure a europei senza Ssn
Condannati Ats e Niguarda Milano. Caso romena operata al cuore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 luglio 2021
16:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bisogna riconoscere il diritto alle cure essenziali indipendentemente dalla situazione amministrativa ed economica dell’assistito. E’ questo, in sintesi, il principio espresso dal Tribunale di Milano che ha condannato – rende noto l’ associazione Emergency che ha patrocinato il caso – nei giorni scorsi l’Agenzia di tutela della salute di Milano e l’ospedale Niguarda a garantire l’accesso completamente gratuito alle cure essenziali di una cittadina romena di 53 anni in stato di bisogno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ats Milano “deve – sottolinea Emergency – farsi carico di tutte le prestazioni sanitarie essenziali anche dei cittadini europei privi di residenza e dei requisiti per l’iscrizione al Servizio sanitario nazionale”. Nel 2015 alla donna “era stata impiantata una protesi mitralica meccanica in sostituzione di una precedente protesi biologica, ma da allora non ha potuto eseguire alcun controllo cardiologico perché non poteva pagare le visite”.
A differenza di altre regioni italiane – denuncia Emergency – “la Regione Lombardia non riconosce il diritto alle cure essenziali ai cittadini europei non regolarmente soggiornanti, che sono costretti a sostenere per intero il costo delle terapie, pagando quindi di tasca propria visite ambulatoriali, ricoveri e farmaci, indipendentemente dal reddito”.
“Purtroppo, – spiega Emanuele Longo, medico dell’Ambulatorio mobile – il deterioramento di una protesi valvolare cardiaca, o una sua disfunzione, può causare un alto tasso di mortalità.
Inoltre, le terapie farmacologiche a cui è sottoposta la signora devono essere monitorate costantemente per evitare l’insorgere di complicanze, quali possibili emorragie nel caso della terapia anticoagulante orale. Per questa ragione, i controlli specialistici, quali le visite cardiologiche o l’ ecocardiografia o gli esami del sangue, dovrebbero essere periodici oppure il più precoci possibili, per identificare l’insorgenza di problemi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Futura, a Cannes un affresco dei giovani senza sogni
Marcello, Rohrwacher, Munzi per docu storico su era pandemia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CANNES
12 luglio 2021
16:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Chissà, chissà domani / Su che cosa metteremo le mani… la Futura di Lucio Dalla che guarda a quello che accadrà con timore ma anche speranza lascia il passo oggi ad altri sentimenti più cupi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rohrwacher, racconta l’Italia giovane di oggi, ragazzi di tutti i ceti e latitudini chiamati dai tre affermati cineasti a raccontare come vivono, cosa sperano, come si immaginano il futuro. “Aleggia l’idea di un mondo che sta per finire – ammette Rohrwacher – ci troviamo davanti al buio, loro portano la luce”. “Mi emoziona e mi fa piangere questo lavoro che abbiamo fatto – confessa Marcello – c’è una grande inquietudine, sembra un paradosso chiedere del futuro a questi ragazzi che ne sono stati derubati”.
Cominciato prima della pandemia e poi proseguito durante e dopo, il documentario mostra giovani tra i 15 e i 20 anni in tutta la difficoltà dell’oggi: “Vivono in un tempo complicato, si muovono in un presente difficile da acchiappare e la pandemia li ha resi ancora più fragili rispetto all’immaginario di quello che potranno vivere, costruire, come se ci fosse piuttosto una prossima fine del mondo, un concetto non nuovo ma che oggi con la pandemia sembra trovare ragioni più scientifiche”, prosegue Munzi. Non tanto la paura quanto “l’angoscia sembra il sentimento prevalente pur senza generalizzare, facce di giovani che non sanno bene come andranno a finire, che non hanno slanci.
Una gioventù più libera, meno condizionata delle generazioni precedenti come possono essere le nostre, più abituata – aggiunge Alice Rohrwacher, che prepara la sua prima serie tv ‘Ci sarà una volta’ – a comunicare se stessa con i social, a raccontarsi su Instagram, che a riflettere, esprimere opinioni”.
I tre registi, tutti genitori di figli adolescenti, hanno fatto pool per un lavoro collettivo con un’idea ben precisa: “Fare un affresco dei giovani di oggi e consegnarlo agli archivi, alla storia, un come eravamo da ricordare quando sarà il momento”.
Prodotto da Avventurosa e Rai Cinema, uscirà in sala e poi in tv.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Genovese, Riesame dispone il sequestro di 4,3 milioni
Accolto il ricorso del pm di Milano per reati fiscali
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 luglio 2021
16:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Tribunale del Riesame di Milano ha accolto il ricorso della Procura su un sequestro per reati fiscali, che era stato bocciato dal gip, di 4,3 milioni di euro a carico dell’imprenditore del web Alberto Genovese, per il quale nei giorni scorsi i pm Rosaria Stagnaro e Paolo Filippini, con l’aggiunto Letizia Mannella, hanno anche chiuso le indagini per due casi di violenze sessuali tra Milano e Ibiza ai danni di due ragazze stordite con mix di droghe. Ora la difesa di Genovese potrà ricorrere in Cassazione contro la decisione del Riesame sul sequestro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo visita negata accoltella il chirurgo, è grave
In ospedale nel milanese, arrestato uomo di 75 anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 luglio 2021
16:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo di 75 anni ha ferito con una coltellata alla coscia un chirurgo all’interno del Policlinico di San Donato Milanese (Milano), dove si era recato per una visita senza prenotazione che gli è stata negata. La lama, lunga 20 centimetri, è affondata nella coscia destra lesionandogli l’arteria femorale.
Le condizioni del ferito sono serie ma non sarebbe in pericolo di vita. Il 75enne, che ha precedenti per minaccia e ingiuria, è stato arrestato per tentato omicidio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Frana su albergo a Bolzano, verso messa in sicurezza pendio
Giunta comunale prende atto del progetto di fattibilità
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
12 luglio 2021
17:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La giunta comunale di Bolzano ha preso atto del progetto di fattibilità tecnico-economica per la mitigazione del pericolo da caduta massi presso la località S.Maddalena redatto dall’ufficio geologia e prove materiali della Provincia autonoma. Lo scorso 5 gennaio una frana distrusse l’albergo Eberle, fortunatamente senza causare vittime, perché la struttura era chiusa causa pandemia.

Vi è da parte del Comune l’impegno a realizzare le opere necessarie a ridurre il pericolo di natura idrogeologica da frana gravante sulla passeggiata Sant’Osvaldo e sulle abitazioni di Santa Maddalena, opere che consentiranno anche di ridurre il grado di pericolo definito ai sensi del Piano delle zone di pericolo. L’attuale grado di pericolo elevato, infatti, non consentirebbe la ricostruzione dell’albergo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MATTARELLA AGLI AZZURRI: AVETE MERITATO DI VINCERE, AVETE RESO ONORE ALLO SPORT
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 luglio 2021
17:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Paura per vasto incendio nell’Oristanese, evacuati 70 bimbi
Fiamme vicino a un campo scout e un camp estivo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
12 luglio 2021
17:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un devastante incendio divampato nella campagne di Abbasanta, nell’Oristanese, ha portato all’evacuazione di un camp estivo con 25 ragazzini e di un campo scout con altre 48 persone tra giovanissimi e personale, tutti soccorsi dalla Protezione civile e dal Corpo forestale e allontanati dalla zona.
L’incendio si è sviluppato in località Funta Cannas e a causa del vento e del caldo si è propagato verso un’area collinare.

Sul posto stanno operando al momento tre elicotteri della flotta regionale e due Canadair, più un terzo in arrivo da Ciampino, più le squadre a terra di Corpo forestale e vigili del fuoco “Tutti sono stati portati in salvo”, rassicura la sindaca di Abbasanta, Paola Carta.
Sono i pompieri che si stanno occupando di trasportare gli scout e il personale che si trovava nel campo al sicuro in un area di Abbasanta lontana dalle fiamme. Intanto Corpo forestale, Protezione civile e altre squadre dei vigili del fuoco stanno lavorando per arginare le fiamme.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 888 positivi, 13 vittime. Tasso sale a 1,21%
158 in rianimazione, ricoveri ordinari a +15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 luglio 2021
17:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 888 i positivi al test individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.391.
Sono invece 13 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 7. I tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia sono 73.571. Ieri erano stati 143.332. Il tasso di positività è dello 1,21%, in aumento rispetto allo 0,97% di ieri. Sono 158 i pazienti in terapia intensiva per il Covid in Italia: tre in meno nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 4 (ieri erano stati 6). Ma i ricoverati con sintomi nei reparti ordinari, seppure di poco, tornano a salire: sono 1.149, in aumento di 15 unità rispetto a ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Violenze a minori disabili: sette misure cautelari
Operatori cooperativa di Varese accusati di continue vessazioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VARESE
12 luglio 2021
19:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sette operatori di una cooperativa sociale per minori con gravi disabilità a Varese sono stati sottoposti a misura cautelare con accuse di maltrattamenti aggravati, a seguito di un’indagine dei carabinieri. A quanto emerso, gli ospiti venivano sottoposti a continue vessazioni e violenze, lasciati a se stessi senza controlli tanto da non accorgersi di ripetuti atti di autolesionismo da parte degli stessi minori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quattro degli operatori sottoposti al divieto di avvicinamento alle parti offese sono anche accusati di abbandono di persone minori o incapaci e lesioni personali colpose.
Insulti, strattoni, percosse e anche solitudine durante crisi dovute alla loro disabilita. È questo l’incubo in cui vivevano le loro giornate un gruppo di giovani disabili gravi, all’interno della cooperativa di Varese, struttura socio sanitaria diurna deputata alla loro cura, di cui sette operatori sono stati sottoposti a misura cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Varese. Le indagini dei carabinieri sono partire nel marzo scorso, quando i genitori di uno dei minori ospiti del centro ha sporto denuncia ai militari dopo aver notato un grande cambiamento nel loro figlio disabile. Filmati e intercettazioni sono riusciti a documentare ciò che succedeva all’interno del centro con “finalità educative e riabilitative di minori affetti da gravi disabilità”, una serie continua di maltrattamenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cantieri autostrade: altra giornata di caos su rete Liguria
Code per restringimenti, mezzi in avaria e incidenti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
13 luglio 2021
10:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un’altro giorno di caos sulle autostrade dlla Liguria a causa dei cantieri per la manutenzione e per incidenti sulla rete. La situazione peggiore in A12 Genova-Livorno dove si registrano sette chilometri di coda tra Recco e Chiavari per un veicolo in avaria, e altrettanti tra Lavagna e Rapallo.
In tilt in particolare il casello di Rapallo, dove anche le auto dirette a Genova sono rimaste ferme a causa del blocco del traffico in entrata verso Livorno nonostante il lavoro dei tecnici di Aspi per garantire una passaggio a senso unico alternato.
In A10 Genova-Savona sono sei i chilometri di coda tra Varazze e il bivio A10/Inizio Complanare Savona. In A7 Genova-Milano coda di quattro chilometri tra Genova Bolzaneto e Busalla. E, infine, in A26 (Genova-Alessandria) coda tra il bivio A26/A10 Genova-Ventimiglia e Masone per incidente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sub morto durante immersione a Cagliari, ipotesi malore
La tragedia ieri sera nelle acque del Poetto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
13 luglio 2021
10:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si chiamava Gabriele Ibba, il sub 20enne morto ieri sera durante una immersione nelle acque del Poetto di Cagliari. La Guardia costiera sta ancora lavorando per ricostruire dettagliatamente la tragedia.
L’ipotesi più avvalorata è che il ragazzo abbia avuto un malore mentre tentava di ritornare in superficie. Da quanto si apprende, ieri pomeriggio il ventenne era uscito insieme ad altri cinque amici per una gita in gommone. Poco prima di tornare a riva, hanno deciso di fermarsi per fare alcuni tuffi, fermando il gommone non troppo distante dal porticciolo turistico di Marina Piccola.
Il 20enne ha indossato la cintura con i pesi e le pinne e, dopo aver legato la sagola alla boetta di segnalazione, si è tuffato.
Gli amici, tornati in superficie hanno atteso pochi istanti e non vedendolo risalire hanno cercato di tirarlo su, ma inutilmente. Hanno subito fatto scattare l’allarme.
Sul posto è arrivata la Guardia costiera con due mezzi navali e l’elicottero e i sommozzatori dei vigili del fuoco. Sono proprio questi ultimi ad aver recuperato poco dopo le 22 il corpo del giovane. È possibile che il magistrato di turno affidi l’incarico per l’autopsia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: 100 soccorsi dalla Guardia costiera nella Locride
Erano su natante con motore in avaria.Condotti in porto Roccella
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROCCELLA JONICA
13 luglio 2021
10:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cento migranti sono stati soccorsi e trasportati la notte scorsa nel porto di Roccella Ionica da unità della guardia costiera. I migranti, tra i quali alcune donne di cui una incinta e diversi minori, erano a bordo di un vecchio peschereccio con i motori in avaria a circa 40 miglia dalla costa della Locride.
I militari della Guardia costiera li hanno trasbordati sulle proprie unità e condotti in porto.
Appena giunti a Roccella i migranti sono stati sottoposti al tampone molecolare e in seguito sistemati temporaneamente nel centro di primo soccorso di Roccella, struttura messa a disposizione dal Comune ionico.
Con l’arrivo della notte scorsa è salito a 12 il numero degli sbarchi nella Locride negli ultimi 45 giorni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Omicidio, droga ed estorsioni nel Napoletano: 26 arresti
Provvedimenti della DDA notificati dai carabinieri in 7 province
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
13 luglio 2021
10:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Duro colpo dei carabinieri di Castello di Cisterna e della DDA di Napoli a due gruppi criminali del Napoletano, attivi nel territorio del comune di Acerra: 26 sono le persone a cui i militari hanno notificato altrettante misure cautelari (22 in carcere e 4 ai domiciliari, dei quali 4 già detenuti) emesse dal Gip di Napoli. I reati contestati sono associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, alle estorsioni aggravate dal metodo mafioso, nonché alla commissione di reati in materia di armi, contro il patrimonio e la persona.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I provvedimenti – notificati agli indagati tra Acerra, Caivano, Napoli, San Gimignano (Siena), Benevento, Cosenza e Siracusa – riguardano presunti affiliati ai gruppi malavitosi Di Buono, soprannominati i Marcianisielli, e il gruppo rivale dei Lombardi, entrambi facenti base ad Acerra.
Gli inquirenti sono riusciti a ricostruire l’organizzazione di tre piazze di spaccio (nei quartieri popolari Ice Snei, Parco dei Napoletani e Piazzale dei Martiri) di Acerra, e l’omicidio di un 57enne, ritenuto legato ai Lombardi, commesso da due due affiliati ai Di Buono, uno dei quali diventato collaboratore di giustizia, che si è autoaccusato dell’assassinio. La vittima era tranquillamente seduta su una panchina quando venne uccisa in pieno centro, con un singolo colpo di pistola alla nuca esploso dai due giunti in sella a uno scooter.
Si è fatta anche luce sul tentato omicidio avvenuto il 13 aprile 2016, ancora una volta ad Acerra, di un 21enne eseguito da uno dei due killer ritenuti responsabili dell’uccisione del 57enne. Infine è stata ricostruita la dinamica di una serie di estorsioni ai danni di una ditta di calcestruzzi, di una del settore siderurgico e della bonifica ambientale e di un distributore di carburanti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maurizio De Giovanni, la mia Mina e le sirene
Scrittore, è il mio romanzo più napoletano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 luglio 2021
18:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MAURIZIO DE GIOVANNI, UNA SIRENA A SETTEMBRE’ (EINAUDI STILE LIBERO, PP. 262, EURO 18,50). Torna Mina Settembre, la bella assistente sociale con “un’antiquata passione per gli ultimi” di Maurizio de Giovanni e deve fare i conti con una doppia sfida.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ma a conquistare in questa nuova storia è il confronto con le Sirene che incantano e con la straordinaria e poetica figura de La Signora. “La Signora è la Sirena ed è anche mia madre, a cui è dedicato il libro, che è mancata a settembre. E’ il ricordo di questa meravigliosa donna e della sua capacità di raccontare” dice Maurizio de Giovanni parlando del suo terzo romanzo, ‘Una Sirena a Settembre’ (Einaudi Stile Libero) con protagonista Gelsomina, detta Mina.
Lo scrittore ha preso dunque dalla madre, grande narratrice di storie orali, la sua capacità di raccontare? “Spero di si, lei è sempre stata più brava, mi auguro di riuscire a scimmiottarla un po'” spiega l’autore dei Bastardi di Pizzofalcone e del Commissario Ricciardi. Ma in questa storia dove un’anziana viene scippata e finisce in coma e vengono mandate in onda da una tv locale le immagini di un bambino che si contende il cibo con un cane, fra montagne di spazzatura, le sirene sono tante dalla ragazza che sta sulla sedia a rotelle e canta meravigliosamente alla conduttrice televisiva, che si chiama Sirena, “e che in qualche modo inganna. Ed è una sirena quella che ha tatuata sull’avambraccio il ragazzo che fa lo scippo. La sirena è il pentagramma su cui si scrivono tutte queste storie. La Sirena è vergine e madre, ha nel racconto il proprio nutrimento” dice de Giovanni.
E proprio il racconto che sembra frammentario in realtà è unitario come Napoli “che sembra fatta di pezzi che invece poi trovano una sistemazione. Ogni singolo pezzo ha un senso in rapporto agli altri. Questo è il mio romanzo più napoletano” spiega lo scrittore. “Napoli è una città diversa dalle altre, costantemente racconta storie, le mette a confronto e ognuna inevitabilmente influenza le altre” aggiunge. Mina, che non è una poliziotta, “è una assistente sociale che opera anche per risolvere i conflitti tra legge e giustizia”, indaga con l’aiuto del ginecologo Mimmo Gammardella, che assomiglia tanto a Brad Pitt, su due vicende apparentemente sconnesse che non le sembrano per nulla chiare. “Volevo dare il senso di come storie apparentemente disconnesse, distanti l’una dall’altra trovino una connessione. Elementi slegati fra loro che invece hanno dei ponti l’uno con l’altro. Non diamo un’opportuna rilevanza sociale a chi ha bisogno. Se in una storia si riesce a darla, male non fa, è un modo di sensibilizzare verso queste realtà. Lo facciamo troppo poco” spiega de Giovanni che con i suoi libri tradotti in 43 Paesi ha venduto in Italia 2 milioni e mezzo di copie ed è diventato un caso unico in tv per il numero di serie tratte dai suoi libri in onda su Rai1. ‘Una Sirena a Settembre’ è anche un libro sulla narrazione e come sempre in questa serie di storie non manca il riferimento alla figura di un attore internazionale. Così dopo Robert Redford e Kevin Costner questa volta c’è Brad Pitt. “Cambio attore di volta in volta. Mi diverto così per dare il quadro di questa donna appassionata di cinema. Troverò un altro attore per il prossimo romanzo. Mi piace dare questo taglio cinematografico a questa passione di Mina. Se usassi un attore italiano si offenderebbero gli altri, invece un attore straniero molto popolare non da fastidio a nessuno. Mina è innamorata del ginecologo e lo maltratta come fanno spesso le donne quando sono innamorate” sottolinea.
A differenza di Ricciardi e de I Bastardi di Pizzo Falcone, de Giovanni per Mina non si occupa della sceneggiatura, ma “credo – dice – che sia cinematograficamente interessante questo libro, si presta a una storia per immagini. Ma è un po’ la mia scrittura in generale che è adatta. E’ trama, è personaggi, è più facile da rendere. Sono aiutato dalla mia semplicità, non ho una scrittura letteraria. Faccio narrativa fieramente popolare e sono contento così” dice. Poi racconta che “a settembre 2021 andrà in onda la terza serie de I Bastardi di Pizzofalcone, già girata. E stiamo scrivendo la seconda serie di Ricciardi. A breve le rivedremo tutte e due”. In arrivo anche “‘Il silenzio grande’ che “è diventato un film per la regia di Alessandro Gassmann, da una mia opera teatrale. Uscirà a settembre e non vedo l’ora perché hanno fatto un lavoro bellissimo. E’ un film splendido, che ho visto in anteprima, con Margherita Buy, Massimiliano Gallo e Marina Confalone. Adesso devo scrivere una commedia ambientata nella seconda guerra mondiale, per il teatro, con due personaggi di Ricciardi: Bambinella e il brigadiere Maione con gli stessi interpreti della serie, Adriano Falivene e Antonio Milo, con la regia di Alessandro D’Alatri per una produzione del Teatro Diana di Napoli. Mi piace moltissimo scrivere per il teatro”. Il terzo libro dedicato a Mina Settembre non ha fatto in tempo ad uscire e sta già scalando le classifiche e poi “comincerò il prossimo romanzo de I Bastardi di Pizzofalcone che conto possa uscire agli inizi di ottobre. Si parlerà di angeli” annuncia lo scrittore che è sempre dentro un flusso continuo di storie.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incendi: allerta in Sardegna, rischio alto per nuovi roghi
Bonifiche dopo l’inferno di fuoco ad Abbasanta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
13 luglio 2021
10:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Previsione di pericolo incendio alto sul Campidano di Cagliari, nel Sulcis e in Gallura, nella giornata di oggi martedì 13 luglio. L’allerta codice arancione è stata emanata dalla Protezione Civile regionale secondo cui “le condizioni sono tali che, ad innesco avvenuto, l’evento, se non tempestivamente affrontato, può raggiungere dimensioni tali da renderlo difficilmente contrastabile con le forze ordinarie, ancorché rinforzate, potendosi rendere necessario il concorso della flotta statale”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Intanto, dopo l’inferno di fuoco di ieri, sono riprese questa mattina con l’intervento di un elicottero della flotta regionale le operazioni di bonifica del devastante incendio scoppiato ieri pomeriggio ad Abbasanta, nell’Oristanese, dove sono state evacuate una colonia estiva, un campo scout e alcune abitazioni.
Durante la notte io vigili del fuoco hanno presidiato la zona, evitando che alcuni focolai potessero riprendere vigore e questa mattina l’elicottero della flotta regionale ha iniziato a gettare sulla zona bombe d’acqua per spegnere definitivamente ogni tizzone ancora acceso. Sul posto, insieme ai vigili del fuoco, ci sono le squadre del Corpo forestale.
Elicotteri di nuovo in volo anche a Masullas (Oristano) e Bonorva (Sassari), dove ieri si è lavorato contro un vasto incendio che ha percorso il parco eolico a sud dell’abitato.
“Ringraziando la sorte che anche questa volta nessuno si sia fatto male, spero che, con questo ennesimo disastro, Bonorva, anche per quest’anno, abbia pagato il suo tributo al fuoco – scrive su Fb il sindaco Massimo D’Agostino – Diversamente, rimarrà davvero ben poco da bruciare e il disastro sarà anche economico per i nostri allevatori e per tutti coloro che, investendo risorse e anni di sacrifici, credono ancora nella campagna”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Volontario bresciano ucciso in strada in Messico
In Chiapas, da dieci anni seguiva progetti cooperazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 luglio 2021
10:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un volontario italiano è stato ucciso in Messico a colpi di pistola in strada. Si tratta di Michele Colosio, 42enne di Borgosatollo (Brescia).
Come scrive il Giornale di Brescia, l’uomo, ex tecnico di radiologia agli Spedali civili, da dieci anni faceva la spola tra l’Italia e il Messico per seguire progetti di cooperazione. È stato ucciso a San Cristóbal de Las Casas, in Chiapas. A Brescia vive ancora la madre che è in contatto con le autorità per il rientro della salma.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia:voto di scambio a Latina per comunali 2016, due arresti
Indagato europarlamentare Lega Adinolfi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 luglio 2021
11:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due arresti a Latina per scambio elettorale politico mafioso. Per lo stesso reato è indagato anche l’europarlamentare della Lega Matteo Adinolfi nell’inchiesta della Dda di Roma.
Polizia e carabinieri hanno eseguito questa mattina un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal gip di Roma su richiesta della Dda capitolina. Le misure riguardano un imprenditore, Raffaele Del Prete, che opera nel settore dei rifiuti, e un suo collaboratore. Secondo l’accusa in occasione delle elezioni amministrative del 2016 a Latina i due, previo pagamento di una somma di 45 mila euro a membri del clan Di Silvio, hanno assicurato l’aggiudicazione di almeno duecento voti al capolista candidato nella lista “Noi con Salvini”, nei quartieri di influenza del clan.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aumentano i casi e le Regioni temono giallo
Ancora pochi test in alcune zone. L’ipotesi soglie minime resta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 luglio 2021
21:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La variante Delta prosegue la sua corsa e adesso alcune Regioni si affidano al dibattito sulla possibile revisione dei parametri che stabiliscono i profili di rischio e l’assegnazione delle zone: lo spauracchio è il ritorno alla zona gialla in piena estate. Scenari che – seppure non imminenti – potrebbero affacciarsi nelle future settimane e su cui i tecnici si stanno concentrando.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le ipotesi vanno dalla soglia minima di tamponi da effettuare ogni 100mila abitanti – che alcuni esperti vorrebbero aumentare – al maggiore peso del cosiddetto Rt ospedaliero – vale a dire il tasso occupazione dei posti letto – rispetto a quello sull’incidenza. Tra le questioni poste, infatti, c’è quella di rendere più determinante, nell’ambito del monitoraggio settimanale, la valutazione dei rischi sulla pressione ospedaliera rispetto all’incidenza dei contagi, proprio in vista dell’alleggerimento delle strutture sanitarie dovute al calo dei casi gravi con l’avanzare delle vaccinazioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro della Salute, Roberto Speranza, chiarisce comunque che una risalita dei contagi era prevista ed è in corso, ma con numeri più bassi del passato. “Come abbiamo sempre fatto ci affideremo alla nostra squadra di tecnici che continueranno a fare questo lavoro di verifica, vediamo passo dopo passo come le cose vanno avanti”, spiega Speranza, sottolineando ancora che “la vera arma per chiudere questa stagione è la campagna di vaccinazione, su cui bisogna insistere”. E il sottosegretario Pierpaolo Sileri non vede il rischio di una revisione dei parametri, dato che “l’attuale sistema ci ha permesso di arrivare alla riaperture in sicurezza”.
Tra le questioni da approfondire c’è anche quella – più volte invocata proprio di fronte all’avanzare delle mutazioni – dello screening: non tutte le Regioni li eseguono in maniera efficace, in particolare alcune del Sud – come Calabria e Sicilia – sarebbero indietro sul numero di test da effettuare ogni giorno. Un caso preoccupante è anche quello dell’Abruzzo, che azzera i contagi (nelle ultime ore non sono emersi nuovi casi) ma resta bassissimo il numero dei tamponi processati: sono solo 473. I numeri, infatti, su base settimanale, complice la circolazione della variante Delta, sono in peggioramento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A lanciare l’allarme sulla necessità dei test è anche il direttore del dipartimento di Microbiologia dell’Università di Padova. Andrea Crisanti, secondo il quale “la variante Delta, purtroppo, è a un passo dal diventare resistente ai vaccini e quindi meno si trasmette e meglio è. Per questo, penso che bisognerebbe combinare la campagna vaccinale, vaccinando più persone possibili, e allo stesso tempo rafforzare la nostra capacità di tracciamento, perché diminuire la trasmissione potenzia l’effetto dei vaccini”.
In 19 regioni su 21 ci sono evidenti segni di aumento dei casi, risale il tasso di positività e aumentano i ricoveri. I dati del ministero della Salute indicano che i casi positivi sono 888, contro i 1.391 di 24 ore prima: una flessione attesa ogni lunedì per via del rallentamento dei test durante il fine settimana. I nuovi casi sono stati infatti individuati grazie a 73.571 test, fra molecolari e antigenici rapidi, poco più della metà dei 143.332 del giorno precedente. Di conseguenza il tasso di positività è salito in 24 ore dallo 0.97% all’1,21%, calcolando il rapporto fra i nuovi casi e il totale dei test; calcolando invece il rapporto fra i casi e i soli test molecolari il tasso supera il 2%.
I decessi sono aumentati da 7 a 13 in un giorno e registrano un incremento di 15 unità anche i ricoveri nei reparti ordinari, per un totale di 1.149. E’ invece stazionaria la situazione nelle unità di terapia intensiva, dove i ricoverati sono complessivamente 158, ossia tre in meno nel saldo tra entrate e uscite; gli ingressi giornalieri si sono ridotti da sei a quattro in 24 ore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fra le regioni, i dati del ministero della Salute segnalano il maggiore incremento giornaliero dei casi nel Lazio (172), seguito da Sicilia (150), Emilia Romagna (118), Lombardia (95), Veneto (76) ,Campania (69), Toscana (66) e Sardegna (51); nelle altre regioni l’incremento è stato inferiore a 20 casi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Volontario italiano ucciso in strada in Messico a colpi di pistola
In Chiapas, da dieci anni seguiva progetti cooperazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 luglio 2021
14:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un volontario italiano è stato ucciso in Messico a colpi di pistola in strada. Si tratta di Michele Colosio, 42enne di Borgosatollo (Brescia). Come scrive il Giornale di Brescia, l’uomo, ex tecnico di radiologia agli Spedali civili, da dieci anni faceva la spola tra l’Italia e il Messico per seguire progetti di cooperazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È stato ucciso a San Cristóbal de Las Casas, in Chiapas. A Brescia vive ancora la madre che è in contatto con le autorità per il rientro della salma.
“L’Ambasciata d’Italia a Città del Messico, in stretto raccordo con la Farnesina, segue il caso del connazionale Michele Colosio, deceduto a San Cristobal de Las Casas, in Messico. L’Ambasciata è in contatto sia con le Autorità di polizia messicane per seguire lo sviluppo della vicenda, sia con i familiari della vittima, a cui sta prestando la massima assistenza”. Così una nota della Farnesina.
L’assassino di Michele Colosio l’avrebbe raggiunto in moto per poi scappare dopo aver esploso in direzione dell’italiano alcuni colpi di pistola. E’ quanto emerge dalle indagini. L’uomo, 42 anni, aveva preso in gestione un piccolo podere in cui allevava degli animali e in cui sviluppava progetti per l’istruzione dei ragazzi delle zone rurali più povere. Ha sempre però mantenuto la residenza a Borgosatollo, paese bresciano dove è nato e cresciuto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Libri, cresce il mercato con più 15 mln copie vendute (+44%)
I dati Aie-NielsenIQ del primo semestre 2021
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 luglio 2021
11:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cresce il mercato del libro. Dal 4 gennaio al 20 giugno sono stati venduti nei canali trade 15 milioni di copie di libri a stampa in più (+44%) rispetto al 2020 e sono stati generati oltre 207 milioni di euro in più rispetto al 2020 (+42%).
Il valore complessivo del mercato del libro nei primi sei mesi 2021 è di 698 milioni di euro. Questo secondo i dati Aie -NielsenIQ.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa Francesco continua la riabilitazione. Il direttore della sala stampa: “In Vaticano quanto prima”
Il Pontefice rivolge il suo pensiero ai pazienti allettati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTÀ DEL VATICANO
13 luglio 2021
18:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Santo Padre continua le cure previste e la riabilitazione, che gli permetterà quanto prima il ritorno in Vaticano”. Lo dichiara il direttore della sala stampa vaticana, Matteo Bruni, sul decorso ospedaliero di papa Francesco al policlinico Gemelli.
Papa Francesco “fra i tanti ammalati incontrati in questi giorni rivolge un pensiero particolare a quanti, allettati, non possono tornare a casa: che possano vivere questo tempo come un’opportunità, anche se vissuta nel dolore, per aprirsi con tenerezza al fratello o alla sorella malati nel letto accanto, con cui si condivide la medesima umana fragilità”, dichiara il direttore della sala stampa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GdF sequestra 500mila mascherine non sicure, 9 denunce
Sequestrato anche mezzo milione di euro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
13 luglio 2021
13:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Guardia di finanza di Ancona ha sequestrato 500mila mascherine non conformi e prive dei requisiti si sicurezza e mezzo milione di euro come profitto di reato, denunciando 9 persone. Nell’ambito dell’operazione ‘Mask Cov’ sono stati prima sequestrati i dispositivi di protezione non sicuri presso alcuni depositi commerciali dove erano stati stoccati successivamente anche presso le strutture dove erano stati distribuiti: residenze per anziani, strutture per la riabilitazione di soggetti deboli, enti di assistenza, ambulatori medici, farmacie, poli specialistici sanitari, del tutto ignari della reale qualità dei prodotti acquistati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’attività delle Fiamme Gialle, coordinate dalle Procure della Repubblica di Ancona e Bologna, ha permesso di denunciare a piede libero 9 rappresentanti legali di imprese con sede in quattro regioni, nelle province di Ancona, Roma, Perugia e Udine, per i reati di frode nell’esercizio del commercio, falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico e frode nelle pubbliche forniture. Segnalate anche violazioni amministrative previste dal codice del consumo.
Le ricerche e le attività di perquisizione sono state eseguite in aziende e strutture sanitarie di Ancona, Osimo, Jesi, Fabriano, Fermo, Senigallia, Camerano, Falconara Marittima, Sirolo e presso l’aeroporto di Bologna. Qui, insieme al personale delle dogane , sono state sequestrate circa 420mile mascherine. Requisite, con decreto dal Commissario Straordinario per l’Emergenza Covid-19 su richiesta dei militari della Guardia di Finanza e dei funzionari doganali, ulteriori 80.200 dispositivi, tutti sprovvisti di idonea certificazione CE.
Le Fiamme Gialle anconetane hanno richiesto e ottenuto dal gip presso il Tribunale di Ancona l’applicazione della misura patrimoniale del sequestro finalizzato alla confisca dei profitti illecitamente conseguiti per un importo complessivo di circa mezzo milione di euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bus a fuoco nel Lecchese, salvi 25 bimbi
In galleria, tutti scesi prima che fiamme distruggessero mezzo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LECCO
13 luglio 2021
13:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Venticinque bambini sono stati messi in salvo stamattina prima che un autobus prendesse fuoco in galleria lungo la corsia nord della Superstrada 36 che collega Lecco alla provincia di Sondrio.
L’incidente è avvenuto all’altezza di Lierna (Lecco) e avrebbe potuto avere pesanti conseguenze se l’autista non si fosse accorto che qualcosa non andava.
E’ riuscito a fermarsi e a far scendere i ragazzini, provenienti dalla provincia di Como e a metterli al sicuro prima che le fiamme divorassero il mezzo.
Sul posto sono intervenute cinque squadre dei Vigili del fuoco del distaccamento di Lecco e Bellano che hanno spento le fiamme e spostato il mezzo in zona sicura. Nessuno ha dovuto far ricorso all’ambulanza inviata dalla centrale operativa del 118.
La Superstrada è stata chiusa e il traffico diretto verso nord deviato ad Abbadia Lariana lungo la provinciale 72.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maurizio Cattelan e la sua visione del ciclo della vita
Dal 15 il nuovo progetto allestito Pirelli HangarBicocca
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 luglio 2021
13:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il ciclo della vita in tre atti secondo Maurizio Cattelan: la scultura in marmo bianco di un uomo sdraiato in posizione fetale accanto ad un cane con cui sembra condividere respiro e intimità, piccioni in tassidermia che sbucano inquietanti da un’architettura di ex edificio industriale, la struttura in resina nera composta da un monolite e dalla sagoma di un aereo che lo interseca. Sono le tre opere che danno il titolo alla nuova mostra personale dell’artista sessantenne, ‘Breath Ghosts Blind’, allestita nel grande spazio espositivo Pirelli HangarBicocca.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Presentata il 13 luglio, resterà aperta dal 15 luglio al 20 febbraio 2022. “L’arte affronta gli stessi temi dall’inizio della storia dell’uomo: creazione, vita, morte – afferma Cattelan – I temi si intrecciano con l’ambizione di ogni artista di divenire immortale attraverso il proprio lavoro. Ogni artista deve confrontarsi con entrambi i lati della medaglia: un senso di onnipotenza e di fallimento. È un saliscendi di altitudini inebrianti e discese impervie. Per quanto possa essere doloroso, la seconda parte è anche la più importante. Come tutte quelle che l’hanno preceduta, questa mostra è un concentrato di tutti questi elementi”.
La mostra è stata curata da Roberta Tenconi e Vicente Todolí.   SPETTACOLI MUSICA E CULTURA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

‘Ndrangheta: operazione contro cosca Piromalli, 12 arresti
Dopo contrasti patto di non belligeranza tra cosche Gioia Tauro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
REGGIO CALABRIA
13 luglio 2021
13:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le cosche Piromalli e Molè di Gioia Tauro, dopo i contrasti determinati dall’omicidio del boss Rocco Molè, e dopo gli arresti che in questi anni hanno colpito le due famiglie, hanno deciso di stringere un patto di non belligeranza, delineando nuovi equilibri criminali sul territorio e ribadendo il proprio predominio nel settore delle estorsioni. E’ quanto emerge dall’operazione “Geolja” che ha stamani ha portato all’arresto di 12 persone – 2 ai domiciliari – tra le quali Girolamo Piromalli, detto “Mommino”, e Salvatore Copelli, nipote del boss Giuseppe Piromalli detto “Facciazza”, entrambi ritenuti ai vertici dell’organizzazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ordinanza, emessa dal gip Valerio Trovato su richiesta del procuratore Giovanni Bombardieri, dall’aggiunto Gaetano Paci e del pm Giulia Pantano, è stata eseguita dai carabinieri. Complessivamente sono 21 gli indagati dalla Dda.
L’indagine ha preso avvio dall’incendio, avvenuto nella notte tra il 18 e il 19 agosto 2019, del panificio “L’Arte del Pane” i cui titolari hanno sollecitato l’intervento dei boss di Rosarno, loro paese d’origine, per individuare i responsabili e risolvere la questione mediante la “messa a posto”. “Sono venuti con l’intenzione di distruggere perché noi non abbiamo capito circa dieci, quindici volte… Quando quello veniva per soldi, faceva lo ‘sciacquino’ suo!” dicevano le vittime, intercettate dai carabinieri. Dopo essere stati costretti a chiudere l’attività commerciale per diversi mesi, gli imprenditori hanno prima chiesto accesso a un fondo di solidarietà del Ministero dell’Interno per le aziende colpite da attentati dolosi e poi sono stati autorizzati dalla ‘ndrangheta a riaprire il panificio subendo sia l’imposizione di prezzi, orari e periodi di ferie, in modo da non danneggiare l’attività concorrente dell’arrestato Antonio Gerace, sia il pagamento del pizzo. “Pagano tutti, un’offerta al Santo la fanno tutti quanti! L’offerta al Padre Eterno! Come il film il professore vesuviano, ogni mese passerà da voi un santo, e ognuno avrà il proprio Santo” dice una delle vittime, sempre intercettata, spiegando alla fidanzata come funzionano le cose a Gioia Tauro citando i dialoghi del film “Il Camorrista”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Ndrangheta: inchiesta Farmabusiness, chiuse indagini per 24
C’é anche ex presidente Consiglio regionale Calabria Tallini
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
13 luglio 2021
13:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 24 gli indagati nei confronti dei quali la Procura della Repubblica di Catanzaro ha emesso l’avviso di conclusione indagini nell’ambito dell’inchiesta “Farmabusiness” incentrata sulla cosca Grande Aracri, accusata di reimpiegare i capitali illecitamente accumulati per investirli nel business della distribuzione dei farmaci. Un’indagine, condotta dai carabinieri dei Comandi provinciali di Crotone e Catanzaro e coordinata dai sostituti procuratori della Dda di Catanzaro Domenico Guarascio e Paolo Sirleo, che vede coinvolti esponenti del clan di Cutro, professionisti e politici tra i quali l’ex presidente del Consiglio regionale della Calabria Domenico Tallini, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa e di voto di scambio politico mafioso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le accuse mosse agli indagati sono, a vario titolo, associazione di tipo mafioso, concorso esterno in associazione di tipo mafioso, scambio elettorale politico-mafioso, impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, detenzione illegale di armi, trasferimento fraudolento di valori, tentata estorsione, ricettazione e violenza o minaccia a un pubblico ufficiale. Concluse le indagini anche per Domenico Scozzafava, accusato, tra l’altro, di avere fornito un importante contributo “occupandosi degli interessi economici del sodalizio, con riguardo agli investimenti dei proventi dall’attività della consorteria, la cura delle operazioni imprenditoriali, anche sofisticate, partecipando alla riunione, con altri esponenti di vertice del sodalizio, in cui se ne stabilivano le strategie”.
Proseguono invece le indagini nei confronti del boss Nicolino Grande Aracri, la cui posizione è stata stralciata dopo il tentativo del boss di collaborare con la giustizia. Una collaborazione che non ha convinto i magistrati della Dda i quali, in una relazione, hanno sottolineato la sua inattendibilità e “il sospetto peraltro che l’intento collaborativo celasse un vero e proprio disegno criminoso”. La finta collaborazione di Nicolino Grande Aracri potrebbe essere nata dal fatto che nell’inchiesta Farmabusiness sono coinvolti la moglie del boss Giuseppina Mauro, la figlia Elisabetta e il fratello Domenico. A loro la chiusura indagini è stata notificata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mappa Apple sbagliata, automobilisti fuori rotta nel Nuorese
Impossibile raggiungere Gorropu, il canyon più grande d’Europa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NUORO
13 luglio 2021
14:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo aver risolto i problemi con Google Maps, che ha adeguato le mappe non corrette per raggiungere la gola di Gorropu – il canyon più lungo d’Europa nel Supramonte nuorese – ora a portare fuori rotta gli automobilisti sono le mappe di Apple, che stanno creando un disservizio agli amministratori della società Chintula di Urzulei, concessionari della gestione del canyon.
Di qui l’appello al colosso informatico affinché le mappe che segnalano uno dei siti più frequentati dell’isola – nel 2019 la stagione si era chiusa con 30mila presenze – vengano corrette.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il disservizio è amplificato dal rilevante numero di visitatori giornalieri, che in questo periodo si scontrano quotidianamente con le informazioni errate che vengono fornite dal colosso del web – spiega Luciano Murgia di Chintula – Al contrario di Google che lo scorso anno, in seguito alla segnalazione ha immediatamente modificato le indicazioni errate per raggiungere il sito, Apple maps non ha provveduto”. Secondo i servizi forniti da Apple maps, i visitatori possono raggiungere la gola di Gorropu direttamente con la propria auto, ma l’informazione non corrisponde al vero, in quanto una volta raggiunto il parcheggio attrezzato di “Sa Barva”, si devono poi percorrere obbligatoriamente gli ultimi 6,5 km a piedi. Le informazioni corrette sono invece diverse: “Per raggiungere a piedi la Gola di Gorropu il percorso più breve si trova presso il Campo Base Gorropu, sulla Strada Statale 125 al km. 190.500 – rimarca Murgia -. Dal Campo base è possibile prenotare un servizio jeep che porta i visitatori a bordo del Flumineddu, da cui restano soltanto 2.8 km da percorrere a piedi. Il punto raggiungibile liberamente in auto, che si avvicina maggiormente alla Gola di Gorropu è il passo Ghenna Silana sulla Statale 125 al km 183. Da qui parte un sentiero di circa 4 km di discesa a piedi per raggiungere la Gola. L’altro punto raggiungibile liberamente in auto è il parcheggio a pagamento di Sa Barva (o S’Abba Arva), nell’agro di Dorgali, dal quale si devono percorrere circa 6.5 km a piedi per raggiungere Gorropu”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pop.Bari: ammesse 2.700 parti civili, anche Regione e Comune
Prevalentemente azionisti, nel processo alla Fiera del Levante
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
13 luglio 2021
14:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono circa 2.700 le parti civili ammesse, prevalentemente azionisti, nel processo in corso alla Fiera del Levante di Bari nei confronti di Marco e Gianluca Jacobini, padre e figlio rispettivamente ex presidente ed ex condirettore generale della Banca popolare di Bari, accusati di aver falsificato per anni i bilanci e i prospetti e di aver ostacolato l’attività di vigilanza di Bankitalia e Consob, quest’ultima costituita anche parte civile. Lo hanno deciso i giudici del Tribunale di Bari che con una lunga e motivata ordinanza hanno ammesso la costituzione di Regione Puglia, Comune di Bari, della stessa banca, della quale è stata accolta anche la citazione come responsabile civile.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ammesse anche le associazioni Codacons, Unione nazionale consumatori e Federconsumatori. I giudici (presidente Marco Guida), hanno invece escluso dalle parti civili tutti gli azionisti, 80, che hanno già accettato un accordo transattivo con l’istituto di credito. Esclusi anche i sindacati Filca Cgil, First Cisl e Uilca, le associazioni Assoconsumatori, Confconsumatori, Federconsumatori Bari e Puglia, Associazione avvocati dei consumatori e Adusbef.
I giudici hanno infine rigettato la richiesta di citazione come responsabili civili di Consob, Banca d’Italia e due società di revisione. Consob e Bankitalia, spiegano i giudici, sono enti “tenuti a compiti di vigilanza e intervento negli istituti di credito” ma non sono “gravati da alcuna forma legale di responsabilità civile”. Si tornerà in aula il 27 settembre.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uccisa a Napoli: al via Appello, chiesto ergastolo per marito
Anche decadenza podestà genitoriale e pubblicazione sentenza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
13 luglio 2021
15:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il sostituto procuratore generale di Napoli Maria Di Addea ha chiesto l’ergastolo per Vincenzo Lo Presto, 43 anni, condannato in primo grado a 10 anni di reclusione per l’omicidio preterintenzionale della moglie, Fortuna Bellisario, morta a Napoli, nel 2019. Una sentenza emessa al termine di un processo celebrato con il rito abbreviato.

Il magistrato ha anche chiesto la decadenza della podestà genitoriale e la pubblicazione della sentenza al Comune di Napoli e, infine, la pubblicazione di un estratto della decisione presso il Ministero di Grazia e Giustizia, oltre il risarcimento dei danni. La richiesta è stata formulata nel corso del processo di secondo grado che ha preso il via oggi davanti alla IV sezione della Corte di Assise di Appello di Napoli.
Lo Presto ha preso parte all’udienza in videoconferenza dal carcere dove è tornato dopo il pronunciamento con il quale la prima sezione della Corte di Cassazione ha respinto il ricorso presentato dal legale dell’uomo, l’avvocato Sergio Simpatico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia: a Palermo murale omaggio a Paolo Borsellino
Accanto a ritratto Falcone, progetto Fondazione Falcone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
13 luglio 2021
15:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con il murale che ritrae il giudice Paolo Borsellino si completa La porta di Giganti, un’opera della Fondazione Giovanni Falcone, realizzata dall’artista Andrea Buglisi con il contributo della Regione Lazio. E’ l’ultimo capitolo del progetto Spazi Capaci-Comunità Capaci, un’iniziativa della Fondazione Falcone che, attraverso l’arte, si propone di rinnovare il rapporto tra le città e i cittadini, curato da Alessandro de Lisi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il murale che riproduce il volto del giudice ucciso in via D’Amelio il 19 luglio del 1992 insieme agli agenti della scorta Eddie Walter Cosina, Emanuela Loi, Claudio Traina, Agostino Catalano e Vincenzo Li Muli, è stato realizzato su una superficie di oltre novecento metri quadrati, su un palazzo di sei piani in via Sampolo, in prossimità dell’aula bunker del tribunale di Palermo, teatro del maxiprocesso alla mafia, accanto al grande ritratto di Giovanni Falcone, completato per lo scorso 23 maggio. “Con questo ritratto la Fondazione intende manifestare tutta la sua gratitudine nei confronti di un uomo coraggioso, un uomo che conosceva il suo drammatico destino e non si è sottratto ad esso. Una figura che in qualche modo ricorda i protagonisti di certe tragedie greche, pronti al sacrificio nonostante fossero consapevoli della sorte a cui erano condannati. Paolo Borsellino, come mio fratello Giovanni, non si sentiva un eroe, era semplicemente un uomo dello Stato. Credeva nelle istituzioni, credeva nella giustizia e ha fatto il suo dovere fino in fondo”, dice Maria Falcone, sorella del magistrato assassinato e presidente della Fondazione Falcone. “L’opera che abbiamo voluto realizzare, è inoltre un regalo a questa nostra città per troppo tempo sfregiata dal brutto del sacco edilizio.
L’augurio è che i volti di Giovanni e di Paolo ci indichino la strada”, spiega. “Questo è un omaggio alla famiglia di Paolo Borsellino e alla città di Palermo” spiega Alessandro de Lisi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Camion prende fuoco in A14, ancora a Bologna Borgo Panigale
Non risultano feriti, la stessa zona dell’incidente del 2018
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
13 luglio 2021
15:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un incendio è scoppiato intorno alle 15 sul semirimorchio di un autoarticolato in transito sulla carreggiata Sud della A14, al km 8 all’altezza di Bologna Borgo Panigale. Dalle prime informazioni, a prendere fuoco sarebbe stato il carico di bobine di carta del mezzo pesante, non a seguito di un incidente ma forse per un surriscaldamento.
Il camionista è riuscito ad accostare e si è messo in salvo. Ci sono state anche alcune esplosioni, probabilmente delle gomme del mezzo pesante. Sul posto sono rapidamente intervenuti i vigili del fuoco, con diverse squadre, e la Polstrada. Non risultano feriti. La colonna di fumo che si è alzata in cielo, nello stesso punto del drammatico incidente dell’agosto 2018, è visibile da tutta la città. Il tratto della A14 tra Borgo Panigale ed il raccordo di Casalecchio in direzione di Ancona è stato chiuso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arisa madrina del Premio Bianca d’Aponte
La finale della 16a edizione dell’unico contest italiano per cantautrici il 14 e 15 luglio ad Aversa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
17:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tutto pronto per il Premio Bianca d’Aponte: il 14 e 15 luglio ad Aversa ci sarà la finale della 16/ma edizione dell’unico contest italiano riservato alle cantautrici, inizialmente prevista per ottobre 2020 e poi rinviata per l’emergenza sanitaria. La madrina sarà Arisa che nella serata finale interpreterà ‘Cantico dei matti’ di Bianca d’Aponte, la cantautrice prematuramente scomparsa alla quale la manifestazione è dedicata, insieme ad alcuni suoi brani.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A lei anche il compito di presiedere la giuria.
In gara ci saranno Bambi da Napoli, Simona Boo da Termoli, Ebbanesis da Napoli, Lamante da Piovene Rocchette, La Zero da Piano di Sorrento, Lucrezia da Bologna, Elena Romano da Firenze, Sara Romano da Monreale, Veronica da Aversa, Chiara White da Firenze.
Ad aprire le due serate sarà Cristiana Verardo, vincitrice del concorso nell’ultima edizione, mentre il 14 luglio salirà sul palco anche la Nuova Compagnia di Canto Popolare, che riceverà un Premio alla carriera dalla Città di Aversa. Insieme a loro si esibiranno Giuseppe Anastasi, Bungaro, Alfina Scorza e Brunella Selo. Il 15 luglio alle 16.30 all’Auditorium Bianca d’Aponte ci sarà spazio per un incontro con le finaliste. In serata, oltre ad Arisa, saliranno sul palco in veste di ospiti gli A’67, Patrizia Laquidara e i Têtes de Bois. La conduzione delle due serate è affidata a Carlotta Scarlatto e Ottavio Nieddu, mentre ad accompagnare alcune delle finaliste sarà la band coordinata e diretta da Alessandro Crescenzo. Il tutto con la direzione artistica di Ferruccio Spinetti.
Sarà possibile seguire le due serate anche in streaming sulla pagina Facebook del Premio Bianca d’Aponte e il 15 su quella di Rai Radio 1, media partner.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Farhadi, “Il mio eroe ispirato alla gente comune”
In corsa per la Palma a Cannes il film tra dramma e thriller
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CANNES
13 luglio 2021
17:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non è certo la prima volta, ma i film dell’iraniano Asghar Farhadi ricordano quelli italiani del Dopoguerra, tanto più A HERO, dramma-thriller in lingua farsi in concorso al Festival di Cannes, dove padre e figlio sembrano proprio quelli di LADRI DI BICICLETTE con lo sguardo subito pronto ad autentica gioia e vergogna. È il caso del protagonista Rahim (Amir Jadidi), carcerato per debiti che, uscito per qualche giorno dalla prigione, cerca in tutti i modi di trovare anche solo una parte dei soldi per far ritirate la denuncia e restare in libertà.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Mi sono ispirato a storie simili lette sui giornali, storie di persone comuni che sono state messe sotto i riflettori a causa di qualcosa di altruistico che hanno fatto. Ma A Hero non è ispirato da una notizia specifica” ha detto il regista in una intervista stampa. Ma per Rahim a un certo punto arriva la fortuna sotto la forma di una borsa piena di monete d’oro. La sua nuova ragazza la trova abbandonata ad una fermata d’autobus.
I due cercano inizialmente di ricavarci dei soldi, poi, per tutta una serie anche di strani ‘segni’, Rahim decide di cercarne il proprietario mettendo un annuncio. Quando la donna che ha perso la borsa approda nella casa della sorella di Rahim, dove vive anche lui insieme al figlio adolescente, e dimostra di esserne la legittima proprietaria, il carcerato diventa subito un eroe. Tv e media lo cercano, e il figlio è davvero orgoglioso di averlo per padre. Da qui il film del due volte premio Oscar cambia nettamente.
Capace come è Farhadi di cavalcare tutti i registri delle persone semplici, naturali, fa entrare nella vita del protagonista il sospetto, il dubbio. Un dubbio che ha anche la stessa polizia che non vede tutto chiaro nella restituzione della borsa. E un eroe, si sa, fa presto a cadere se la gente non crede più in lui.
Nel cast di A HERO, che sarà distribuito in Italia da Lucky Red, oltre Mohsen Tanabandeh e Fereshteh Sadre Orafaee c’è anche la figlia del regista, Sarina Farhadi, che aveva già lavorato con lui in UNA SEPARAZIONE.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Quadraro non è una discarica”, abitanti bloccano strada a Roma
Protesta contro caos rifiuti su via Tuscolana, bloccato traffico
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
13 luglio 2021
18:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Protesta dei cittadini alla periferia di Roma al grido: “Il Quadraro non è una discarica”. Circa 200 persone sono scese in strada bloccando il traffico su via Tuscolana, all’altezza appunto del popolare quartiere del Quadraro.
Esposti alcuni striscioni con su scritto: “La pazienza è finita” e “Se Ama non pulisce il Quadraro disubbidisce”. Sul posto la polizia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coniugi morti a Ribera, per carabinieri è omicidio-suicidio
Il marito prima ha ucciso la moglie e poi si è sparato
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 luglio 2021
18:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È quella dell’omicidio-suicidio l’ipotesi investigativa su cui i carabinieri di Ribera (Agrigento) puntano per cercare di chiarire i contorni del ritrovamento dei due anziani coniugi morti all’interno della loro abitazione in via Parlapiano.
Il settantaquattrenne Girolamo Vaccaro, portalettere in pensione, avrebbe ucciso la moglie, Angelica Cocchiara, di 75 anni, casalinga, sparandole alla testa, per poi togliersi la vita con la stessa pistola, che deteneva legalmente.

Considerata dai vicini una coppia tranquilla, la vicenda ha generato stupore in paese. Stando a quanto si apprende da fonti investigative pare che la donna fosse malata. Da giorni i vicini di casa non avevano più notizie dei due coniugi, e per questo hanno deciso di rivolgersi ai carabinieri, che oggi sono entrati nell’appartamento. I coniugi Vaccaro non avevano figli. Le indagini sull’episodio sono coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica di Sciacca Roberta Griffo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Anziana uccisa a Milano: giovane condannato a 18 anni
Omicidio in cascina nel gennaio 2020. Pm aveva chiesto ergastolo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 luglio 2021
19:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato condannato a 18 anni di carcere, di fronte ad una richiesta da parte della Procura di Milano dell’ergastolo, Dobrev Damian Borisov, 23enne di origini bulgare che era a processo per l’omicidio della 92enne Carla Quattri Bossi, anziana che venne trovata morta, colpita molte volte alla testa con un barattolo di marmellata, il 5 gennaio del 2020 in una cascina-agriturismo nel quartiere Gratosoglio alla periferia milanese. Il figlio della vittima aveva preso in affido Borisov da minorenne e il ragazzo faceva dei lavori di manutenzione nella cascina in cambio di vitto e alloggio.

La Corte d’Assise di Milano (presidente Ilio Mannucci Pacini), accogliendo alcune delle richieste del difensore, l’avvocato Angelo Morreale, ha escluso l’aggravante dei motivi abietti e futili, contestata assieme a quella della crudeltà e del nesso teleologico, e ha concesso al giovane le attenuanti generiche prevalenti sulle aggravanti. Da qui i 18 anni di carcere con tre anni di libertà vigilata, come misura di sicurezza, a pena espiata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Fipe, contrari al green pass per i ristoranti
Velocizzare campagna vaccinale senza penalizzare chi lavora
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 luglio 2021
19:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La campagna vaccinale va sostenuta, incoraggiata e, possibilmente, velocizzata. Questa è la nostra migliore arma per un ritorno alla stabilità delle nostre vite.

Quello che tuttavia non è accettabile è che, per raggiungere l’immunità di gregge, si finisca per penalizzare sempre le solite categorie. I pubblici esercizi hanno pagato più di ogni altro settore nei 16 mesi della pandemia, sia in termini di perdita di fatturati che in termini di posti di lavoro. Andare ancora una volta a pesare sulle nostre attività significa compromettere la ripartenza”. Così Roberto Calugi, Direttore generale di Fipe-Confcommercio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: albero su funivia in Alto Adige, tutti salvi
Incidente durante temporale a Maranza a Rio Pusteria
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
13 luglio 2021
23:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Durante un forte temporale un albero è finito sulla funivia che da Rio Pusteria porta a Maranza, in Alto Adige. Una decina di persone si trovavano nella cabina, che è stata letteralmente spinta dall’albero verso il pilone dell’impianto che si è immediatamente bloccato.
Sul posto sono arrivati i soccorritori che hanno tratto in salvo i passeggeri, come anche altre tre persone che stavano scendendo a valle nell’altra cabina. La funivia resta chiusa per le verifiche del caso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incendi in Italia, spenti sei roghi
Equipaggi Canadair in azione dalla Sardegna alla Sicilia. Fiamme anche in Puglia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
00:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gli equipaggi dei Canadair e degli elicotteri della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile, sono stati impegnati dalle prime luci del giorno di martedì nelle operazioni di spegnimento dei numerosi incendi boschivi per cui si è reso indispensabile il supporto aereo alle operazioni svolte dalle squadre a terra.
Secondo i dati disponibili, sono 18 le richieste di concorso aereo ricevute dal Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento, di cui 4 rispettivamente da Calabria, Sicilia e Sardegna, 3 dalla Puglia e una ciascuna da Abruzzo, Molise e Basilicata.
“L’intenso lavoro svolto dai piloti dei mezzi – informa una nota della Protezione civile – ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere, finora, 6 roghi. Le attività di lancio di acqua e liquido ritardante ed estinguente proseguiranno finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza”.
“È utile ricordare – si aggiunge – che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da comportamenti superficiali o, spesso, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente al numero di soccorso del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco 115 o, dove attivato, al numero unico di emergenza 112 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fornendo informazioni il più possibile precise, si contribuisce in modo determinante nel limitare i danni all’ambiente, consentendo a chi dovrà operare sul fuoco di intervenire con tempestività, prima che l’incendio aumenti di forza e di capacità distruttiva”.
Una decina di abitazioni che si trovano in località Mannarella tra Vico del Gargano e Ischitella nel Foggiano è stata evacuata a causa di un pericoloso incendio divampato dal pomeriggio sul Gargano. Al momento non si registrano feriti. L’incendio sembrava essere sotto controllo ma il forte vento ha nuovamente alimentato le fiamme ed ora sta ostacolando anche le operazioni di spegnimento. Nel pomeriggio è intervenuta una decina di mezzi dei vigili del fuoco e due canadair. Sul posto oltre agli uomini del 115 stanno operando i carabinieri e i volontari della Protezione Civile. Le fiamme sono ben visibili sia da Vico del Gargano che da altri paesi e località turistiche della zona.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Terremoto di magnitudo 3 nello Stretto di Messina
Epicentro davanti alla costa della Calabria, nessun danno
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
01:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una scossa di terremoto di magnitudo 3 è stata registrata all’1:01 nello Stretto di Messina, davanti alla costa della Calabria.
Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 34 km di profondità ed epicentro a 7 km da Roghudi (Reggio Calabria).

Non si segnalano danni a persone o cose.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oim, raddoppiato nel 2021 il numero dei migranti morti in mare
La maggior parte delle vittime nel Mediterraneo, +130% rispetto al 2020
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
08:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il numero di migranti morti in mare nel tentativo di raggiungere l’Europa è più che raddoppiato quest’anno. Lo ha reso noto l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), che ha invitato gli Stati a prendere provvedimenti urgenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo le statistiche pubblicate in un nuovo rapporto, almeno 1.146 persone sono morte in mare nel tentativo di raggiungere l’Europa nella prima metà del 2021. Nel 2020, 513 erano morte nello stesso periodo e 674 nel 2019. La maggior parte dei decessi è stata registrata nel Mediterraneo (896), circa 250 nel tentativo di raggiungere le Isole Canarie, nell’Oceano Atlantico.
“L’Oim ribadisce la richiesta agli Stati di adottare misure urgenti e proattive per ridurre la perdita di vite umane sulle rotte migratorie marittime verso l’Europa e per rispettare gli obblighi previsti dal diritto internazionale”, ha affermato il direttore generale dell’Oim Antonio Vitorino, in una nota, “Aumentare gli sforzi di ricerca e soccorso, mettere in atto meccanismi di sbarco prevedibili e garantire l’accesso a rotte migratorie sicure e legali sono passi chiave per raggiungere questo obiettivo”, ha sottolineato.
Nei primi sei mesi dell’anno, la maggior parte dei decessi è stata registrata nel Mar Mediterraneo (896), con un aumento del 130% rispetto allo stesso periodo del 2020. La maggior parte è morta nel Mediterraneo centrale (741), regolarmente descritta dalle agenzie umanitarie come la rotta più pericolosa al mondo, seguita dal Mediterraneo orientale (149). Sei migranti sono morti cercando di raggiungere la Grecia via mare dalla Turchia.
Nello stesso periodo, almeno 250 migranti sono morti in mare durante il tentativo di raggiungere le Isole Canarie, nell’Atlantico. Tuttavia, queste cifre sono sicuramente molto inferiori alla realtà, sottolinea l’Oim, sostenendo che “centinaia di casi di naufragi invisibili” sono segnalati da Ong che sono in contatto diretto con chi è a bordo o con le loro famiglie. “Questi casi, estremamente difficili da verificare, mostrano che il numero di morti sulle rotte marittime verso l’Europa è molto più alto di quanto indicano i dati disponibili”, aggiunge l’organizzazione internazionale con sede a Ginevra.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rider aggredito a Cagliari, denunciati due giovani
Un 20enne e un 23enne sono accusati di violenza privata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 luglio 2021
09:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Hanno un nome e un volto i due giovani che la notte del 7 luglio scorso durante i festeggiamenti per la qualificazione dell’Italia alla finale per gli europei hanno aggredito il rider, Alessandro Ghiani, impegnato in alcune consegne, facendolo cadere a terra con colpi al casco, spinte e calci allo scooter. Denunciati dalla polizia un 20enne e un 23enne, già noti alle forze dell’ordine, appartenenti alla tifoseria organizzata del Cagliari.
I due giovani sono stati denunciati per violenza privata.
Le indagini sono state condotte dalla Squadra mobile di Cagliari. I due denunciati dovranno anche pagare 500 euro di multa, per la violazione delle regole di prevenzione del Covid-19 durante i festeggiamenti per la nazionale di calcio in piazza Yenne nel centro del capoluogo sardo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia: blitz contro clan palermitano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
14 luglio 2021
10:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I Carabinieri del Comando provinciale di Palermo hanno eseguito una misura cautelare nei confronti di 11 persone accusate a vario titolo di associazione di tipo mafioso, detenzione di stupefacenti, favoreggiamento personale e tentata estorsione con l’aggravante del metodo mafioso. Sarebbero tutti componenti della famiglia mafiosa di Torretta, comune in provincia di Palermo, da sempre con solidi legami con la mafia newyorkese.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le indagini coordinate dalla Dda hanno portato nove persone in carcere, una agli arresti domiciliari e una all’obbligo di dimora nel comune di residenza.
Al centro dell’indagine, condotta dal Nucleo investigativo dei Carabinieri e coordinata dal procuratore aggiunto Salvatore De Luca, ci sono il mandamento di Passo di Rigano e la famiglia mafiosa di Torretta, un piccolo borgo con poco più di 4.000 abitanti nell’hinterland palermitano, da sempre roccaforte mafiosa alleata dei cosiddetti ‘scappati’, boss della fazione sconfitta dai corleonesi di Totò Riina al termine della seconda guerra di mafia e costretti all’esilio negli Usa.
Ruolo di rilievo nel clan avrebbe Raffaele Di Maggio, figlio dello storico esponente mafioso Giuseppe Di Maggio detto ‘Piddu’, morto nel gennaio 2019. Fedelissimi del boss erano Ignazio Antonino Mannino, anche lui con funzione direttiva e organizzativa, Calogero Badalamenti cui era stata affidato il controllo sul territorio di Bellolampo, Lorenzo Di Maggio, detto ‘Lorenzino’ scarcerato nell’agosto del 2017 e sottoposto alla misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di Carini, Calogero Caruso, detto Merendino, ritenuto una figura di vertice della ‘famiglia’, il nipote Filippo Gambino e Calogero Christian Zito, che faceva la spola tra la Sicilia e gli Usa. Le attività indagine hanno interessato anche due fratelli imprenditori edili di Torretta.
Resta solido lo storico legame tra il clan mafioso di Torretta (Pa) e la mafia americana. Lo ha accertato l’inchiesta dei carabinieri che ha portato all’esecuzione di 11 misure cautelari. Le indagini hanno documentato il legame con esponenti di spicco di “cosa nostra” statunitense capace di condizionare, attraverso propri emissari, gli assetti criminali della cosca. La mafia di Torretta si sarebbe inserita nel tessuto economico legale, tra edilizia, agricoltura e allevamento di bestiame attraverso il diretto intervento nelle dinamiche di compravendita degli animali e dei terreni. Il clan avrebbe controllato inoltre le commesse pubbliche e private non solo a Torretta, dove sarebbe riuscito ad infiltrarsi nella locale amministrazione influenzando e modificando l’esito delle elezioni comunali del 2018, fino allo scioglimento del Comune del 2019, ma anche nei comuni limitrofi di Capaci, Isola delle Femmine e Carini, oltre che in alcuni quartieri di Palermo che fanno capo al “mandamento” di Passo di Rigano. I carabinieri hanno ricostruito i numerosi incontri riservati organizzati nelle campagne per sfuggire ai controlli delle forze dell’ordine tra gli affiliati del clan di Torretta ed in particolare un summit avvenuto la sera del 21 novembre 2018 in casa di Raffaele Di Maggio boss ai vertici del clan, arrestato oggi. Alla riunione presero parte anche Ignazio Antonino Mannino, e Calogero Badalamenti.
Alla fine del mese di settembre del 2018 un emissario di Cosa nostra americana è stato accolto dai vertici della famiglia mafiosa di Torretta. Emerge dall’inchiesta dei carabinieri sul clan di Torretta che oggi ha portato a 11 misure cautelari. La permanenza dell’uomo in zona fu coperta, tra gli altri, da due fratelli imprenditori che, dividendosi i ruoli, lo avrebbero preso in aeroporto e ne avrebbero garantito il soggiorno in una lussuosa villa con piscina di Mondello, regalandogli la cocaina in segno di benvenuto. Nel periodo trascorso sull’isola, l’emissario avrebbe preso parte ad una riunione nell’abitazione del boss Raffaele Di Maggio, il 3 ottobre 2018 a Torretta, e a un secondo incontro nel comune di Baucina (Pa). All’indomani dell’omicidio del mafioso americano Frank Calì detto “Franky Boy”, avvenuto a Staten Island (New York) la sera del 13 marzo 2019, i carabinieri hanno registrato una serie di fibrillazioni tra i mafiosi del clan palermitano. Nei giorni successivi, il figlio di uno degli indagati è partito per gli Usa e durante la sua permanenza a New York ha incontrato diverse persone tra cui proprio l’emissario arrivato a Torretta nel settembre 2018. Rientrato dal viaggio, il giovane ha raccontato il clima di profonda tensione creatosi sulla sponda americana, esprimendo le proprie valutazioni su chi sarebbe subentrato a Calì alla guida della compagine mafiosa americana. A Torretta inoltre i carabinieri hanno registrato i commenti “di prima mano” di alcuni degli indagati che conoscevano personalmente Frank Calì e che, in un primo momento, avevano temuto che l’episodio potesse provocare una pericolosa escalation di violenze nella quale avrebbero rischiato di rimanere direttamente coinvolti anche altri soggetti.
I pizzini per Matteo Messina Denaro passavano da Torretta. Il ruolo di raccoglitore dei messaggi lo avrebbe svolto, secondo gli investigatori Lorenzo Di Maggio, detto “Lorenzino”, tornato in libertà nel 2017. E’ il pentito Antonino Pipitone che lo accusa di essere stato il postino dei messaggi per il capomafia di Castelvetrano. “Gran parte dei pizzini sia della provincia che dei mandamenti di Palermo che dovevano arrivare al superlatitante arrivavano sempre a lui”, ha sostenuto il collaboratore di giustizia. “I biglietti gli venivano consegnati dove lavorava o a casa della madre”. Pipitone ha svelato che i pizzini venivano poi consegnati da Di Maggio a Calogero Caruso, “il quale a sua volta li consegnava a Campobello di Mazara, utilizzando l’auto del Comune di Torretta dove Caruso all’epoca lavorava”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Danni gravi dalla dad, 1 su 2 termina scuole impreparato
Invalsi,73% in Campania non sa matematica. Male pure l’italiano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
10:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La pandemia e la dad hanno fatto danni enormi sull’apprendimento dei ragazzi, soprattutto alle superiori. Il quadro emerge dal Rapporto Invalsi.
Alle medie il 39% degli studenti non ha raggiunto risultati adeguati in italiano, il dato sale al 45% in matematica. Alle superiori il dato sale rispettivamente al 44% e al 51% con un + 9%. In molte regioni del Sud oltre la metà degli studenti non raggiunge la soglia minima di competenze in Italiano: Campania e Calabria 64%, Puglia 59%, Sicilia 57%, Sardegna 53%, Abruzzo 50%. In Campania il 73% degli studenti è sotto il livello minimo di competenza in matematica, in Sicilia 70%, 69% Puglia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pesca abusiva datteri di mare: Marevivo, bene procura Napoli
Associazione parte civile nel processo contro 21 ‘datterari’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 luglio 2021
11:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Saremo vigili e presenti perché il mare rappresenta un bene comune che va tutelato e preservato in quanto fonte di vita e non reso oggetto di interessi esclusivamente privati e per giunta illeciti”: così l’associazione ambientalista Marevivo annuncia che si costituirà parte civile nel processo al Tribunale di Napoli contro i ventuno imputati di associazione a delinquere finalizzata all’estrazione dei datteri di mare. Il dibattimento comincerà il 24 settembre e dovrà accertare le responsabilità per i danni irreparabili arrecati a diverse scogliere del golfo di Napoli tra cui i Faraglioni di Capri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il pubblico Ministero dott. Giulio Vanacore, ha ritenuto lampanti le prove raccolte nell’ambito della complessa e brillante indagine volta alla repressione del gravissimo danno ambientale arrecato dalla pesca abusiva dei datteri nel Golfo di Napoli. Le indagini hanno portato a contestare i reati nel periodo compreso dal marzo 2019 al marzo del 2021, allorquando venivano emessi i mandati per la carcerazione”, afferma Mariagiorgia de Gennaro, socia e legale di Marevivo”.
“Siamo fiduciosi nel processo – aggiunge -così come della sua importanza sociale dal momento che pone basi forti per una concreta sensibilizzazione su reati che purtroppo troppo spesso sfuggono al sentire collettivo che non ha strumenti, informazione e coscienza piena del disastro ambientale che la condotta posta in essere dai “cd datterari” così come di tutti i predatori del mare arrecano al nostro ecosistema”.
Nel processo vengono contestati anche altri reati tra i quali l’illecito accesso al reddito di cittadinanza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa è stato dimesso dall’ospedale
Era ricoverato al Gemelli da domenica 4 luglio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
14 luglio 2021
11:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa Francesco è stato dimesso dal Policlinico Gemelli di Roma dove era ricoverato da domenica 4 luglio. Il Papa ha utilizzato la sua consueta auto, sedendosi accanto all’autista come fa normalmente.

Bergoglio era stato operato il 4 luglio, giorno del suo ingresso in ospedale, per una diverticolite. Domenica 11 l’Angelus dall’ospedale, oggi il ritorno a casa, dove proseguirà la convalescenza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I ‘danni’ della Dad, 1 su 2 termina la scuola impreparato
Rapporto Invalsi, al Sud oltre la metà degli studenti non raggiunge la soglia minima di competenze in Italiano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
15:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La pandemia e la Dad hanno fatto danni enormi sull’apprendimento dei ragazzi, soprattutto alle superiori. Il quadro emerge dal Rapporto Invalsi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alle medie il 39% degli studenti non ha raggiunto risultati adeguati in italiano, il dato sale al 45% in matematica. Alle superiori il dato sale rispettivamente al 44% e al 51% con un + 9%. In molte regioni del Sud oltre la metà degli studenti non raggiunge la soglia minima di competenze in Italiano: Campania e Calabria 64%, Puglia 59%, Sicilia 57%, Sardegna 53%, Abruzzo 50%. In Campania il 73% degli studenti è sotto il livello minimo di competenza in matematica, in Sicilia 70%, 69% Puglia.
Il calo è generalizzato in tutto il Paese e solo la Provincia autonoma di Trento rimane sopra alla media delle rilevazioni del 2018 e del 2019 La quota di studenti sotto il livello minimo cresce di più tra gli studenti socialmente svantaggiati e presumibilmente anche tra quelli immigrati.
Sono il 9,5%, ovvero oltre 40 mila i giovani di 18-19 anni, coloro escono da scuole senza competenze, impreparati: “sono la metà della città di Ferrara – ha fatto notare Roberto Ricci, responsabile nazionale delle prove Invalsi – un terzo di Modena.
La bocciatura non cambia le cose, è più funzionale all’organizzazione della scuola che alle competenze. I dati dicono che anche gli studenti che hanno avuto una bocciatura, continuano ad avere esiti sensibilmente più bassi di chi non è stato bocciato, dunque la bocciatura non è la soluzione. La sfida credo sia cercare risposte alternative, che sono già tutte nell’ordinamento vigente, non necessitano di particolari risorse le indicazioni nazionali”.
“Il tempo che è trascorso – ha concluso il ricercatore – non lo recuperiamo con la bacchetta magica, ma usare questi dati può aiutare a prendere decisioni da calare nella realtà”. La Puglia, ha fatto notare, che per diversi anni è stata citata come esempio in controtendenza incoraggiante, rispetto al resto del sud, si è giocata con la pandemia quel guadagno che aveva accumulato: “questo ci deve dire quanto il miglioramento va coltivato con garbo e affetto, non va deplano, una volta raggiunto”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: Bianchi, rimetterla al centro per rilancio Paese
Il ministro alla presentazione del Rapporto Invalsi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
11:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Bisogna porre la scuola al centro del Paese per uscire da questa fase nella maniera migliore. La scuola è la base di ogni possibile rilancio, non c’è sviluppo del Paese se non c’è il rilancio della scuola”.
Lo ha detto il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi alla presentazione del Rapporto Invalsi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Concerto omaggio a Battiato il 21 settembre all’Arena
Nel cast Diodato, Gazzè, Emma, Alice, Morgan, Gifuni, Mahmood
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
12:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alice, Arisa, Baustelle, Sonia Bergamasco, Bluvertigo, Angelo Branduardi, Umberto Broccoli, Vasco Brondi, Brunori Sas, Paolo Buonvino, Juri Camisasca, Giovanni Caccamo, Roberto Cacciapaglia, ColapesceDimartino, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Diodato, Emma, Eugenio Finardi, Max Gazzè, Fabrizio Gifuni, Mario Incudine, Luca Madonia, Fiorella Mannoia, Mahmood, Gianni Maroccolo con Andrea Chimenti, Antonio Aiazzi e Beppe Brotto, Morgan, Nabil Bey, Gianna Nannini, Manet Raghunath, Danilo Rossi, Saturnino, Subsonica, Paola Turci saranno i protagonisti di “Invito al viaggio – Concerto per Franco Battiato”, l’omaggio al cantautore recentemente scomparso che si terrà il 21 settembre all’Arena di Verona. Franco Battiato ha attraversato il mondo della canzone popolare arricchendola a dismisura, intercettando moltissimi ascoltatori e altrettanti artisti di percorsi diversi, ma sempre vicini alla sua sensibilità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Saranno loro a ribadirne ancora una volta il valore nel concerto evento, partendo dal suo album più radiosamente pop, La voce del padrone, uscito quarant’anni fa proprio in quella data. “Invito al viaggio” unirà figure del mondo dello spettacolo con un’orchestra formata dalla Filarmonica dell’Opera Italiana Bruno Bartoletti, Carlo Guaitoli alla direzione d’orchestra e pianoforte, Angelo Privitera alle tastiere e programmazione, Osvaldo Di Dio, Antonello D’Urso e Chicco Gussoni alle chitarre, Andrea Torresani al basso, Giordano Colombo alla batteria. Molto del repertorio sarà eseguito seguendo gli arrangiamenti originali, su timbriche e sfumature che vogliono rispecchiare tutto il percorso musicale di Battiato, come se fosse un concerto del Maestro. Non soltanto canzoni, quindi, ma anche suite e momenti puramente orchestrali, in una sorta di testimonianza in movimento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Stop furti sabbia in spiagge sarde, al via campagna Dogane
Testimonial Caterina Murino, Geppi Cucciari e il cestista Datome
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 luglio 2021
13:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Partirà domani la campagna di comunicazione istituzionale “Portala nel cuore”, realizzata da Adm in collaborazione con la Regione Sardegna, a tutela dell’ambiente.
Sabbia, ciottoli, conchiglie e altri materiali naturali vengono spesso asportati da spiagge o fondali marini a ricordo delle vacanze trascorse nell’Isola.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pochi sanno che questo comportamento sbagliato, oltre a impoverire il paesaggio e a deturpare l’ambiente – spiega l’Agenzia delle Dogane e Monopoli – costituisce un reato punito con una multa da 500 a 3.000 euro.
Per dare un’idea dell’entità del fenomeno, basti pensare che nel corso del 2020 presso i soli due aeroporti sardi di Olbia e Alghero i funzionari dell’Adm hanno sequestrato oltre 80 kg tra ciottoli, sabbia e conchiglie provenienti dai litorali dell’isola e occultati nei bagagli di numerosi viaggiatori in partenza Testimonial della campagna tre sardi d’eccezione: Caterina Murino, Geppi Cucciari e Luigi Datome, che hanno dato il loro contributo per sensibilizzare su questa tematica nel rispetto dell’ambiente e della normativa.
Quattro gli spot previsti, il primo collettivo con tutti e tre i volti noti, in uscita il 15 luglio alle 12. Il 19 luglio sarà la volta del video con protagonista Caterina Murino, il 22 di quello con Geppi Cucciari, per finire il 26 con Luigi Datome.
Gli spot saranno diffusi sui canali social di Adm e della Regione Sardegna, sugli schermi delle principali stazioni ferroviarie italiane e sulle più importanti emittenti radiotelevisive sarde.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rubini, amo i film veri, oggi sono prodotti da banco
In The Story of My Wife, lettera d’amore agli uomini imperfetti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CANNES
14 luglio 2021
13:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
C’è Sergio Rubini sulla Montee des Marches a Cannes, coprotagonista di The Story of My Wife della regista ungherese Ildiko Enyedi, in concorso per la Palma d’oro.
Un red carpet con defezioni: la protagonista Lea Seydoux, positiva al Covid, rimasta a Parigi, e Jasmine Trinca rimasta in Italia a preparare le imminenti riprese del suo film d’esordio Marcel! con protagonista Alba Rohrwacher.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Attesi oltre a Rubini il protagonista Josef Hader e Louis Garrel. “Sono l’anima nera del film, il personaggio che fa scattare la storia perché solletico il protagonista, un capitano di lungo corso, a sposare la prima donna che farà ingresso nella taverna del porto che frequenta”. Ed è così che il capitano Jacob Storr si ritrova, in un appartamento di Parigi negli anni ’20, con Lizzy (Seydoux), la sua giovane, avvenente e misteriosa sposa.
Diventa una storia d’amore devastante che consuma il marinaio: “E’ un film – aggiunge Rubini – sull’inadeguatezza di ognuno di noi rispetto all’amore. La regista lo definisce una meravigliosa lettera d’amore a tutti gli uomini imperfetti, io aggiungo scritta a tutti gli uomini imperfetti da donne imperfette”. Tratto dall’omonimo romanzo di Milan Fust, in concorso batte bandiera francese ma si tratta di una coproduzione europea con Ungheria, Germania e in cui partecipa anche l’Italia con la Palosanto e il sostegno di Rai Cinema ed uscirà anche da noi.
Nel corso della storia “il capitano diventa un ‘principe’, la sua sofferenza amorosa lo eleva, mentre io – prosegue Rubini – mi realizzo negli affari e quando lui saprà fare a meno della sua ombra nera ossia di me sarà un uomo migliore”.
L’attore parla del cinema che ama, “quello d’autore, artigianale, originale. Oggi essere autori non va più di moda, tutto va ad omologarsi, ci sono serie tv che hanno anche registi diversi e devono assomigliarsi uno con l’altro per non far cambiare impronta alla serie. I film per lo più oggi sono prodotti, prodotti da banco per le piattaforme, per me è una mazzata terribile. Anche per motivi anagrafici io mi riconosco in un cinema diverso, di qualche anno fa e quando mi sono trovato sul set con la Ildiko Enyedi, con la sua passione artigianale, sono stato felice”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bolle, su arte e cultura l’Italia investa di più
L’etoile al Sole24ore, troppi corpi di ballo chiusi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
14:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Troppi i corpi di ballo che in questi anni hanno chiuso i battenti, dal Maggio di Firenze alla Fenice di Venezia, da Bologna a Torino. E troppi giovani costretti a scegliere la strada dell’estero.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia, dice Roberto Bolle, “è un grande Paese ed io sono orgoglioso di essere italiano. Ma su arte e cultura si investe troppo poco ed è davvero un peccato perché gli investimenti sulla cultura hanno un ritorno sul turismo ed in generale sull’economia”. L’occasione sono gli Stati Generali della Cultura organizzati dal Sole 24 Ore con l’Associazione imprese culturali e creative (Aicc), che per l’edizione 2021 affrontano il tema “Le nuove frontiere della cultura”.
Bolle parla da Roma dove sta andando in scena con il Teatro dell’Opera dalle rovine del Circo Massimo. Il suo viso sprizza gioia da tutti i pori, “sono davvero felice di essere tornato in scena”, spiega, “non succedeva dall’ottobre dell’anno scorso, tanti mesi a cercare di tenermi in forma, di motivarmi, non è stato facile”. Alle spalle, sottolinea, c’è un “periodo che è stato in generale durissimo per tutto il settore”, per le tantissime persone che lavorano anche dietro le quinte, nella macchina dell’organizzazione e soprattutto nelle realtà più piccole, quelle che hanno sofferto di più. Un periodo, dice Bolle, “che è servito però anche a prendere consapevolezza dei vulnus, delle tante mancanze dal punto di vista previdenziale e assicurativo e a porvi rimedio”. Adesso, ragiona, “credo che si siano capiti i problemi e che si possa fare qualcosa per assicurare a tutti le necessarie tutele e per assicurare una equità sociale”.
L’appello è a dare più spazio all’arte, a investire di più: “La cultura è il nostro punto di forza nel mondo ed è anche un investimento redditizio” ribadisce appassionato, prima di ricordare i tanti corpi di ballo che negli ultimi anni sono stati chiusi: “E’ un impoverimento per il nostro paese”. In Italia ne sono rimasti quattro, Milano, Roma, Napoli e Palermo, “gli ultimi due sotto organico” e questo significa, aggiunge, “che i giovani sono costretti ad andare all’estero”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: 9 positivi su un volo da Malta, intero aereo in quarantena
I positivi sono tutti giovani, asintomatici o paucisintomatici
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PESCARA
15 luglio 2021
10:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nove positivi al Covid-19 su 65 persone di ritorno da Malta che ieri sono state sottoposte a tampone appena sbarcate all’aeroporto d’Abruzzo. La task force regionale, per precauzione, ha deciso di porre in isolamento fiduciario, per 14 giorni, tutti i 70 passeggeri del volo, anche quelli con Green pass, perché considerati contatti stretti dei positivi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo riferisce il referente regionale per le emergenze, Alberto Albani, che ha voluto il servizio di screening in aeroporto, poi disposto dal governatore Marco Marsilio con un’ordinanza che impone il test a tutti coloro che arrivano da Malta, Regno Unito e Spagna.
Il servizio in questione è partito proprio ieri pomeriggio, con il volo proveniente da Malta. Su 70 passeggeri, in 65 si sono sottoposti a test, mentre gli altri cinque hanno rifiutato avendo il Green Pass. I nove positivi sono tutti giovani, asintomatici o paucisintomatici. Stamani sono stati eseguiti altri tamponi sui passeggeri del volo proveniente da Londra.
“La Regione Abruzzo e la task force per l’emergenza – afferma Albani – hanno adottato una misura che va nella direzione giusta. Questa operazione ha portato subito i primi risultati.
Il virus sta tornando a livelli di diffusione importanti. Per precauzione abbiamo deciso di disporre l’isolamento fiduciario di 14 giorni per tutti i passeggeri, a prescindere dal Green pass. Fortunatamente siamo riusciti a intercettare subito i positivi. Stiamo cercando di stroncare sul nascere eventuali focolai. Ora partiranno le attività di tracciamento dei contatti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: ringrazio chi mi è stato vicino nei giorni di ricovero
‘Non dimentichiamoci di pregare per i malati’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
14 luglio 2021
15:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ringrazio tutti coloro che mi sono stati vicini con la preghiera e l’affetto nei giorni di ricovero in ospedale. Non dimentichiamoci di pregare per i malati e per chi li assiste”.
Lo dice Papa Francesco in un tweet dopo le dimissioni dal Policlinico Gemelli di Roma e il ritorno in Vaticano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Guardia Costiera: amm. Pettorino saluta, visitati i 288 presidi
In pensione da 24/7. “Bellissimo incontro,11mila servono Paese”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
14 luglio 2021
15:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In vista di lasciare la guida del Comando generale delle Capitanerie di Porto, il 24 luglio per raggiunti limiti d’età, l’ammiraglio Giovanni Pettorino ha visitato i 288 presidi della Guardia Costiera in cui prestano servizio 11mila tra uomini e donne. Lo ha riferito lo stesso Pettorino ad Ancona, dove è stato direttore marittimo e Comandante del porto tra il 2010 e il 2013 e dove si è ‘insediato’ oggi come Commissario dell’Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico Centrale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La decisione di visitare i presidi l’aveva presa prima di sapere del nuovo incarico, con l’intento di lasciare per ultima la piccola “Seziomare” di Falconara Marittima (Ancona) che “insieme a quelle di Sarroch (Sardegna) e Santa Panagia (Sicilia) sono quelle in cui arriva la maggior parte degli idrocarburi in Italia”. Oggi l’ammiraglio ha completato il giro a Falconara anche per salutare amici e colleghi in vista della ‘pensione’: “il destino ha voluto che tornassi in un’altra veste…”.
“Un momento bellissimo aver incontrato tutti gli 11mila uomini e donni della guardia costiera che ogni giorno servono il Paese e sono al servizio degli interessi marittimi e portuali del nostro Paese, – ha detto l’ammiraglio -, importanti perché dai porti prendiamo parte importante del pil: quello di Ancona per il 3% discende dal porto. Uomini e donne che – ha ricordato – in questi anni continuano, tra tante emergenze, in mare e soccorsi, a servire gli interessi marittimi di un Paese come il nostro che sul mare ha un ruolo fondamentale, come sul mare e nei porti le Adsp (56 porti; ndr) hanno un ruolo fondamentale e cioè gestire le porte d’ingresso del nostro Paese”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bus prende fuoco: Procura di Lecco ha aperto un’indagine
Al vaglio del magistrato i documenti relativi al mezzo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LECCO
14 luglio 2021
16:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Lecco ha aperto un fascicolo sull’incendio del bus nella galleria Fiumelatte a Perledo (Lecco) sulla superstrada 36. La Polizia Stradale di Lecco, dopo aver effettuato i rilievi su quanto accaduto nella mattinata di ieri sulla corsia Nord della Statale 36, ha consegnato una dettagliata relazione alla Procura.

Il magistrato di turno, Andrea Figoni, sta vagliando i documenti, soprattutto quelli relativi al bus che stava portando a Livigno (Sondrio) 24 ragazzi, che sono stati salvati grazie all’intervento dell’autista e dell’accompagnatore dell’oratorio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nobel Letteratura 2021, proposto il poeta Guido Oldani
Per il libro manifesto ‘Il Realismo Terminale’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
16:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il poeta Guido Oldani, autore del manifesto letterario ‘Il Realismo Terminale’, pubblicato da Mursia, con il quale ha dato vita all’omonimo movimento letterario e artistico internazionale, è stato proposto per il premio Nobel per la Letteratura 2021. La candidatura è stata sottoscritta, insieme all’editore Fiorenza Mursia, da intellettuali di tutto il mondo: gli italianisti Giuseppe Langella, Caterina Verbaro, Daniele Maria Pegorari, Daniela Carmosino, la presidente della fondazione di poesia ‘Il Fiore’ Giuseppina Caramella, l’artista svedese Françoise Ribeyrolles-Marcus, i poeti cinesi Jidi Majia e Gao Xing, il russo Gennadij Šlapunov, presidente della Fondazione per il dialogo eurasiatico tra culture e civiltà, lo statunitense Major Jackson e il sudafricano Zolani Mkiva.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo i sottoscrittori della candidatura, il Realismo Terminale è “una tendenza letteraria di portata planetaria, aperta alle più varie forme espressive (arti visive e plastiche, musica, teatro, danza), che ambisce ad essere la rappresentazione critica e ironica della civiltà globalizzata degli anni Duemila, interpretando e descrivendo quegli aspetti del divenire storico-sociale che maggiormente caratterizzano il nostro tempo, tanto da poter essere additati come i suoi esiti più tipici e rappresentativi. Esso nasce, infatti, nella mente di Oldani, dall’osservazione di alcuni fatti macroscopici che si stanno verificando su scala mondiale e delle trasformazioni antropologiche che stanno generando, quasi in contemporanea, un po’ dappertutto, nell’Occidente più avanzato come nei Paesi in via di sviluppo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Autista muore schiacciato da un carro attrezzi nel Milanese
Inutile l’intervento dell’eliambulanza, la vittima aveva 68 anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PESCHIERA BORROMEO (MILANO)
14 luglio 2021
16:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo di 68 anni residente nel Sud Milano è morto schiacciato tra il pianale del suo carro attrezzi e un furgone che stava ritirando da un’officina di Peschiera Borromeo, in frazione Bellaria, dopo una riparazione.
L’infortunio si è verificato davanti ai cancelli dell’autofficina.
Nel caricare il mezzo, il conducente del carro attrezzi è rimasto schiacciato tra il pianale del proprio mezzo e il veicolo da riportare al suo proprietario. I soccorsi sanitari sono intervenuti anche con l’eliambulanza ma hanno dovuto constatare il decesso. Sul posto, per chiarire dinamica e eventuali responsabilità, i tecnici dell’Ats e la polizia locale di Peschiera Borromeo. Su quanto accaduto è già stata anche informata la Procura di Milano.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Draghi e Cartabia a Santa Maria Capua Vetere: ‘Riformare il sistema, mai più violenze’
‘Il Governo non ha intenzione di dimenticare. Non può esserci giustizia dove c’è abuso. E non può esserci rieducazione dove c’è sopruso’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 luglio 2021
11:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Santa Maria Capua Vetere per dare un segno tangibile che il governo non dimentica. E che, ora più che mai, l’ordinamento penitenziario va riformato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il premier Mario Draghi e la ministra della Giustizia Marta Cartabia scelgono il carcere dell’ “orribile mattanza” – parole del Gip che si è occupato del caso – per ampliare il raggio delle riforme dell’esecutivo nel campo della giustizia. Andando a toccare non solo i processi civili e quelli penali ma anche il sistema delle carceri e i diritti dell’uomo sanciti dalla Costituzione. “Oggi non siamo qui a celebrare trionfi o successi ma ad affrontare le conseguenze delle nostre sconfitte”, sottolinea non a caso dopo la visita. Il premier e la Guardasigilli – con loro anche il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Roberto Garofoli – arrivano nel casertano nel primo pomeriggio. Restano oltre un’ora nel penitenziario “Francesco Uccella”. Draghi visita diversi bracci del carcere, come quello femminile o quello con i detenuti con disabilità. Entra in alcune celle e parla con i suoi inquilini. E, nel cortile del penitenziario, arriva anche l’acclamazione dei detenuti. “Draghi, Draghi”, urlano al passaggio del capo del governo, scandendo anche la richiesta di “indulto”. Il presidente del Consiglio ovviamente incontra anche la polizia pentenziaria. E il messaggio che gli viene recapitato è univoco: il corpo, con l’aumento dei detenuti, è sottodimensionato. A loro Draghi promette che il governo non li lascerà soli e che la riforma dell’ordinamento pentenziario toccherà anche il settore della polizia. “Il governo non ha intenzione di dimenticare. Non può esserci giustizia dove c’è abuso. E non può esserci rieducazione dove c’è sopruso”, sottolinea al termine della visita. E, il premier, a prescindere dalle indagini sugli abusi risalenti al 6 aprile 2020, evidenzia “la responsabilità collettiva” per le violenze, quella “di un sistema che va riformato.”
“La detenzione – spiega ancora – deve essere recupero, riabilitazione. Gli istituti penitenziari devono essere comunità. E dobbiamo tutelare, in particolare, i diritti dei più giovani e delle detenute madri. Le carceri devono essere l’inizio di un nuovo percorso di vita. Alle parole del premier fanno eco quelle di Cartabia che prenderà in mano il dossier della riforma delle carceri. “Questa deve essere l’occasione per far voltar pagina al mondo del carcere”, sottolinea la ministra assicurando che metterà in campo, “subito”, più assunzioni per il personale e più formazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Al di là dei fatti di S. Maria Capua Vetere, da anni le carceri italiani sono segnate dal sovraffollamento. Una lieve diminuzioni (da oltre 60mila a 53.329) si è registrata nel passaggio dal 2020 al 2021 ma i numeri restano alti. E il Covid ha accentuato le difficoltà. “La pandemia “ha fatto da detonatore a questioni antiche”, osserva Cartabia. E Draghi, a sua volta, sottolinea: “L’Italia è stata condannata due volte dalla Corte europea dei diritti dell’uomo per il sovraffollamento carcerario. Ci sono migliaia di detenuti in più rispetto ai posti letto disponibili. Sono numeri in miglioramento, ma sono comunque inaccettabili”. Per la riforma dell’ordinamento penitenziario ci vorranno alcune settimane. Ma sui principi il premier è chiaro.
“La Costituzione sancisce all’art. 27 i principi che devono guidare lo strumento della detenzione: “Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato”. A questi principi deve accompagnarsi la tutela dei diritti universali”, spiega Draghi. Ma la strada del governo non è in discesa. Sull’onda delle notizie dei pestaggi di S.Maria Capua Vetere la maggioranza è tornata a mostrare le sue divisioni sull’argomento. Pd e Lega partono da posizioni molto distanti. Toccherà al premier e a Cartabia trovare la, non facile, mediazione.
Il carcere è al centro dell’inchiesta sugli scontri della primavera del 2020 nella quale sono contestati ai vertici della struttura e agli agenti penitenziari i reati di violenza e tortura:

Il premier Mario Draghi ha incontrato la delegazione di  lavoratori della Whirlpool giunta a Santa Maria Capua Vetere (Caserta) per chiedere l’intervento del capo del governo sulla crisi dell’azienda.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: oltre mille casi e attualmente positivi in più in 24h
Vittime 23,ma 9 da ricalcolo Sicilia. Scendono ancora ricoverati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
17:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 2.153 i positivi al test individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.534, quindi circa mille in meno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono invece 23 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 20. Dei 23 decessi, però, 9 in Sicilia su 10 sono relativi al periodo marzo-luglio, rende noto la Regione secondo una nota alla tabella del ministero della Salute, “a seguito di aggiornamento dati da parte delle strutture ospedaliere del territorio”. La Regione Valle d’Aosta comunica che il report odierno riporta un decesso in meno rispetto a ieri, relativo ad un caso doppio di competenza di altra Regione.
Sono 210.599 i tamponi molecolari e antigenici effettuati; ieri erano stati 192.543. Il tasso di positività è dello 1,02%, in risalita rispetto allo 0,8% di ieri.
Sono 151 i pazienti in terapia intensiva, 6 in meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 7, come ieri. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.108, quindi 20 in meno rispetto a ieri.
I casi in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 4.275.846, i morti 127.831. I dimessi ed i guariti sono invece 4.106.315, con un incremento di 1.079 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi – che ieri per la prima volta da mesi erano tornati a crescere – sono 41.700, in aumento di ben 1.051 unità nelle ultime 24 ore.
Le persone in isolamento domiciliare – anch’esse tornate a salire ieri – aumentano ancora e sono 40.441 (+1.077).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: rifiuta di indossare la mascherina in aereo, multata
È accaduto ieri sul volo Pisa-Cagliari
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 luglio 2021
17:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non voleva indossare la mascherina durante il volo Pisa-Cagliari e, rimproverata dai passeggeri e poi dall’equipaggio, ha inveito contro le hostess.
Protagonista della vicenda, avvenuta sul volo Ryanair FR9933 proveniente da Pisa e diretto all’aeroporto di Cagliari-Elmas, una donna di 51 anni originaria di Lucca.
Per la viaggiatrice è scattata una multa da 400 euro.
Secondo quanto ricostruito dagli agenti della polizia di frontiera, la donna appena salita a bordo dell’areo ha rifiutato di indossare la mascherina, diventata obbligatoria per evitare la diffusione del coronavirus. Gli altri passeggeri le hanno chiesto più volte di indossarla, poi è intervenuta una hostess che ha cercato di convincerla, ma in tutta risposta è stata insultata e minacciata. Il comandante, vista la situazione ha segnalato quanto stava accadendo chiedendo l’intervento della polizia di frontiera appena l’aereo è atterrato in Sardegna. I poliziotti hanno inviyato la 61enne a seguirli negli uffici dove le è stata consegnata la contravvenzione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Grandi navi: Vtp, cancellata nei fatti la nostra concessione
Società gestione passeggeri, nessuna nave arriverà in Marittima
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
14 luglio 2021
17:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Decreto sulle Grandi navi varato dal governo “di fatto cancella arbitrariamente la possibilità di utilizzo del terminal di Marittima in concessione a VTP fino al 2025, come bene strumentale al servizio di interesse generale per la movimentazione dei passeggeri nel porto di Venezia”. E’ la dura replica della Venezia Terminal Passeggeri (Vtp) al decreto che stoppa le navi a San Marco dalll’1 agosto.
“Stanti gli stringenti limiti indicati – prosegue -,quasi nessuna nave che scalava a Venezia potrà accedere alla Marittima; il decreto di fatto cancella la concessione in modo unilaterale, violando norme nazionali e comunitarie”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Allerta gioco d’azzardo, raccomandazioni ministero alle regioni
Controlli nelle sale. Mitigare impatto da astinenza forzosa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
17:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ispezioni preventive nei locali da gioco e gradualità nella rimessa in funzione per evitare un effetto boomerang dopo mesi di astinenza. Sono alcune delle “raccomandazioni stringenti” contenute in una nota del ministero della Salute, firmata dal direttore della Prevenzione Gianni Rezza, che sottolinea le preoccupazioni per la ripresa a regime delle attività di gioco d’azzardo che si andranno a sommare all’incremento del gioco on line durante il lockdown.
“Dopo la forzosa astinenza si ritiene necessario adottare con urgenza misure a tutela della salute pubblica” in quanto potranno produrre “un impatto negativo sulla salute”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Whirlpool: operai a Ps, togliete i caschi e protestate con noi
Rimosso il blocco lungo l’Appia a Santa Maria Capua Vetere
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANTA MARIA CAPUA VETERE (CASE
14 luglio 2021
18:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gli operai della Whirlpool hanno da poco liberato la statale Appia a Santa Maria Capua Vetere (Caserta). Agli agenti intervenuti in assetto antisommossa hanno urlato: “Togliete i caschi e protestate con noi”.
Gli operai sono disperati e chiedono un Intervento del premier Mario Draghi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rifiuti:Raggi,riapriamo discarica Albano,impianti vanno riaperti
Appello a cittadini e sindaci, appoggiateci in questa battaglia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
14 luglio 2021
18:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Se la Regione Lazio non vuole ripartire le discariche e vuole lasciare i rifiuti in strada, vorrà dire che le riapriremo noi. Per questo ho chiesto alla Città Metropolitana di predisporre un’ordinanza urgente per riaprire la discarica di Albano Laziale”. Lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi, intervenendo alla seduta straordinaria in Assemblea Capitolina sull’ emergenza dei rifiuti. “Assicuro ai cittadini di Albano che lo faremo per il tempo strettamente necessario – ha proseguito Raggi – . E rivolgo loro un appello a loro e a tutti i sindaci: appoggiateci nella battaglia per riaprire la discarica di Colleferro e gli altri impianti ancora utilizzabili. Aiutateci a creare un sistema che eviti le continue crisi e restituisca al Lazio una rete adeguata di impianti”. “La narrazione scritta sui rifiuti per oltre 40 anni ha penalizzato Roma, la quale ha accolto anche i rifiuti di altri Comuni con la discarica più grande d’Italia. Ora si vuole fare un bieco gioco elettorale che però va a ricadere sulle spalle dei cittadini romani. L’interesse dei cittadini ci sta a cuore e ci guida. Quindi nel momento in cui la Regione Lazio continua a chiudere le discariche, noi abbiamo predisposto la cartografia per individuare le aree idonee a ospitare i siti – ha sottolineato Raggi -. Abbiamo le soluzioni del lungo periodo, ma mancano le soluzioni sul breve periodo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia: Falcone su delitto Mattarella, voluto da Cosa nostra
Giudice in verbali desecretati oggi, ma sicari erano esterni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
14 luglio 2021
18:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Nell’omicidio Mattarella vi era una concordia di fondo di tutta la commissione sull’eliminazione di questo personaggio, nel senso che non interessava a tutti più di tanto che rimanesse in vita; però nel momento più acuto della crisi, che poi sarebbe sfociata l’anno successivo in una guerra di mafia molto cruenta, ognuno aveva paura di fare il primo passo, e Stefano Bontade, per la parte che ci è stata riferita, aveva preferito stare alla finestra nel senso di disinteressarsi delle vicende di Cosa nostra per poter poi contestare dall’opposizione certe vicende all’interno dell’organizzazione.
Se per l’omicidio Mattarella, e questo ci è stato ampiamente confermato da Buscetta, fossero stati utilizzati killer mafiosi, in due secondi chiunque all’interno di Cosa nostra avrebbe saputo chi aveva ordinato l’omicidio del presidente Mattarella”.

Un omicidio di mafia eseguito, però, da sicari non mafiosi: era la conclusione sul delitto dell’ex presidente della Regione siciliana Piersanti Mattarella a cui era giunto il giudice Giovanni Falcone. Le sue rivelazioni alla commissione Antimafia il 22 giugno del 1990 sono state desecretate oggi dalla stessa commissione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Fedriga,per parametri valutare ricoveri e non contagi
Presidente Conferenza Regioni, vanno cambiati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
14 luglio 2021
18:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Chiudere una regione o metterla in difficoltà perché magari ha un po’ più di contagi ma gli ospedali sono vuoti penso sia controproducente, anche per il messaggio che stiamo lanciando ai cittadini, ovvero di partecipare alla campagna vaccinale. Dobbiamo tutti metterci d’accordo sul fatto che il problema sono le ospedalizzazioni, non solo per i malati Covid ma per tutte le persone che non trovano risposte perché gli ospedali sono saturi”.
Così il presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, ai microfoni di Radio 1 in Vivavoce a una domanda sulla necessità di cambiare parametri.
Per il passaggio da una fascia all’altra di colore “i parametri – ha aggiunto – devono essere cambiati. Non abbiamo più le armi che avevamo un anno e mezzo fa. Abbiamo armi nuove, i vaccini, e non possiamo utilizzare le stesse risposte che utilizzavamo un anno fa”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Egitto, a Patrick Zaki altri 45 giorni di custodia cautelare
Lo ha reso noto l’Ong Eipr
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
IL CAIRO
14 luglio 2021
18:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata prolungata di altri 45 giorni la custodia cautelare in carcere al Cairo di Patrick Zaki, lo studente egiziano dell’Università Alma Mater di Bologna arrestato nel febbraio dell’anno scorso per propaganda sovversiva su internet. Lo ha riferito Lobna Darwish, una rappresentante dell’Ong “Eipr” (“l’Iniziativa egiziana per i diritti personali”) annunciando l’esito di un’udienza svoltasi l’altro ieri e resa nota oggi.” Lunedì si era tenuta una sessione di udienze tra cui quella dello studente egiziano e la decisione dei giudici circa un rinnovo o meno della carcerazione, come di consueto, non era stata annunciata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La precedente udienza che aveva rinnovato la custodia cautelare per il ricercatore e attivista per i diritti civili si era svolta il primo giugno.
Il 30enne era stato arrestato in circostanze controverse il 7 febbraio dell’anno scorso e, secondo Amnesty, rischia fino a 25 anni di carcere. La custodia cautelare in Egitto può durare due anni. Le accuse a suo carico sono basate su dieci post di un account Facebook che i suoi legali considerano fake ma che hanno configurato fra l’altro la “diffusione di notizie false, l’incitamento alla protesta e l’istigazione alla violenza e ai crimini terroristici”. Per la prima volta dai primi giorni del suo arresto nel febbraio dell’anno scorso, Patrick Zaki ieri è stato sottoposto per oltre due ore ad un interrogatorio.
Amnesty international esorta il governo a “prendere qualche iniziativa”, convocando, “ad esempio, l’ambasciatore d’Egitto in Italia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gianluca Sciortino, torno sul palco per rinascere ancora
Uscì dal coma nel ’92 all’età di 10 anni. La sua storia raccontata in una fiction di Rai1
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
20:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Portando avanti il suo progetto, quasi una missione, legato alla musicoterapia, Gianluca Sciortino si esibirà il 31 luglio nell’ambito della rassegna ‘Lungo il Tevere Roma’. Nel dicembre del ’92 Sciortino uscì dal coma sulle note della canzone di Antonello Venditti “Dimmelo tu cos’è”, aveva solo 10 anni.
Oggi è un cantautore, sostenuto dal papà Pino. Dopo aver perso un anno fa Gerarda, la mamma coraggio raccontata nella fiction di Rai1, ‘In nome del figlio’, dedicata alla sua storia, Gianluca ha scritto una canzone intitolata “Guerriera”. Tornare su un palco rappresenta per lui la voglia di rinascere dopo le restrizioni legate alla pandemia. Tra le canzoni in scaletta ‘La nuova Era’, incisa insieme a Tony Esposito:

 

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Scoperti due cadaveri nella ex villa di Versace a Miami
Casa Casuarina a Miami Beach è oggi un hotel di lusso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
14 luglio 2021
23:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Giallo a Casa Casuarina, la villa di Miami Beach, di fronte all’iconica Ocean Drive, che fu la dimora di Gianni Versace e oggi trasformata in un lussuoso boutique hotel conosciuto come La Magione o The Villa Casa Casuarina. All’interno della residenza sono state trovati due cadaveri, scoperti da alcuni addetti alle pulizie.
Le indagini sono in corso e nulla finora trapela su cosa sia realmente accaduto. Esattamente 24 anni fa, il 15 luglio 1997, sull’ingresso della villa fu ucciso lo stilista italiano, freddato dai colpi di pistola esplosi dal serial killer Andrew Cunanan. Versace aveva 50 anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oms, catastrofe assoluta ritardando i vaccini ai bimbi
Il direttore del dipartimento di immunizzazione dell’Oms a Ginevra: “Pericolosa anche la revoca troppo rapida delle restrizioni sanitarie contro il Covid”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 luglio 2021
15:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) mette in guardia sul rischio di una “catastrofe assoluta” se il pericoloso ritardo nella vaccinazione dei bambini a causa della pandemia di Covid-19 non verrà recuperato e se le restrizioni sanitarie verranno revocate troppo rapidamente.
“Nel 2021 abbiamo il potenziale per una catastrofe assoluta”, ha avvertito oggi la dottoressa Kate O’Brien, direttore del dipartimento di immunizzazione dell’Oms a Ginevra. La pandemia ha costretto infatti a dirottare risorse e personale verso la lotta al Covid, e molti servizi sanitari hanno dovuto chiudere o ridurre l’orario.
Le persone erano anche riluttanti a spostarsi per paura della contaminazione, quando le misure di contenimento non le vietavano. I bambini non protetti e la revoca troppo rapida delle restrizioni sanitarie contro il Covid – che hanno anche parzialmente protetto alcune malattie infantili – stanno già avendo i loro effetti, con ad esempio focolai di morbillo in Pakistan, ha affermato il funzionario dell’Oms. Questi due fattori combinati sono “l’assoluta catastrofe contro la quale stiamo lanciando l’allarme ora, perché dobbiamo agire ora per proteggere questi bambini”, ha sottolineato la O’Brien.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusa boutique del falso, tra i clienti personaggi di spettacolo
600 articoli contraffatti in un appartamento di un quartiere vip a Roma
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
15 luglio 2021
10:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una boutique del falso in un appartamento dei quartieri vip di Roma, che riforniva anche personaggi del mondo dello spettacolo. E’ di 850mila euro il volume d’affari di una 50enne romana scoperta dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma.
Nel corso di una perquisizione nell’appartamento della donna, a Corso Francia, sono stati trovati oltre 600 articoli – tra borse, cinture e portafogli – con marchi contraffatti di Gucci, Fendi, Hermes, Chanel, Bottega Veneta e Balenciaga. Gli importi degli incassi oscillavano tra i 500 ed i 2000 euro per ogni articolo e i nomi dei clienti – ora sanzionati – sono stati scovati su una lista.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: sospesi 177 operatori sanitari no vax a Pordenone
Dopo accertamenti del Dipartimento di prevenzione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PORDENONE
15 luglio 2021
11:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 177 gli operatori sanitari residenti in provincia di Pordenone che non hanno adempiuto all’obbligo vaccinale e che ora sono stati sospesi. Tra questi ci sono 46 infermieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ne danno notizia i quotidiani locali.
L’Azienda sanitaria Friuli occidentale (Asfo) ha pubblicato l’atto di accertamento dell’obbligo vaccinale – redatto dal Dipartimento di prevenzione – il quale determina la sospensione dell’attività che comporta il rischio di diffusione del virus.
Il provvedimento stabilisce la sospensione immediata fino ad avvenuta vaccinazione o al 31 dicembre.
“Questa azienda – si legge nel documento ufficiale – ha provveduto ad invitare formalmente 177, tra esercenti le professioni sanitarie e operatori di interesse sanitario, a sottoporsi nel mese di giugno alla somministrazione del vaccino anti Sars-Cov-2, indicando termini e modalità, ma i medesimi non si sono presentati agli appuntamenti programmati”.
Dell’accertamento dell’inosservanza dell’obbligo vaccinale “sarà data immediata informazione all’interessato, al datore di lavoro (ove noto) e all’ordine professionale di appartenenza (ove presente), comunicando contestualmente la sospensione dal diritto di svolgere prestazioni o mansioni che implicano contatti interpersonali o comportano, in qualsiasi altra forma, il rischio di diffusione del contagio da Sars-Cov-2”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Whirlpool: protesta a Capodichino, sbloccata area partenze
Lavoratori nel piazzale dell’aeroporto dove continuano a gridare slogan e ad esporre striscioni e bandiere
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
15 luglio 2021
16:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I lavoratori della Whirlpool hanno liberato l’area di accesso alle partenze dell’aeroporto di Capodichino. I viaggiatori da qualche minuto possono tornare a espletare le operazioni di imbarco.
La protesta è durata meno di mezz’ora e non dovrebbe aver impedito il decollo di nessun volo. I lavoratori, un centinaio, ora si sono spostati nel piazzale dell’aeroporto dove continuano a gridare i loro slogan e ad esporre striscioni e bandiere.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Esce docu autobiografico Bellocchio
In sala anche Penguin Bloom ed Escape Room 2
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 luglio 2021
12:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Come accade ogni anno le due settimane di Cannes, sommate quest’anno all’arrivo del grande caldo, generano una stagnazione nelle uscite in sala. Così per il weekend c’è spazio per pochi titoli riservati a pubblici settoriali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fa in qualche modo eccezione il bellissimo lavoro autobiografico di Marco Bellocchio che gli appassionati non perderanno anche perché il regista sarà premiato con la Palma d’onore nell’anno del gran ritorno sulla Croisette, proprio con questo film.
– MARX PUO’ ASPETTARE di Marco Bellocchio. Questa è la storia di Camillo, il fratello gemello di Marco, scomparso tragicamente il 27 dicembre del 1968: un anno cruciale per la storia italiana, per quella del regista, per la sua famiglia, ripiegata su un lutto mai confessato chiaramente fino ad oggi. La frase che dà il titolo è proprio di Camillo che si sentiva lontano dai furori rivoluzionari di Marco e che pure, senza volerlo, lega oggi la sua memoria a una data, il’68, rimasta incisa nella memoria collettiva.
– PENGUIN BLOOM di Glendyn Ivin con Naomi Watts, Andrew Lincoln, Griffin Murray-Johnston, Essi Murray-Johnston, Felix Cameron, Abe Clifford-Barr, Jacki Weaver, Leanna Walsman, Gia Carides, Rachel . E’ un vero melodramma, ma anche un inno alla vita ispirato a una storia vera, il racconto di come Samantha Bloom, moglie e madre felice, vede andare la sua esistenza in frantumi quando nel2013, scivolando da una terrazza marcita in Thailandia, precipita rompendosi la colonna vertebrale e rimanendo paralizzata dal petto in giù. Il ritorno a casa in Australia è drammatico, Samantha perde ogni voglia di vivere finché i suoi figli non portano a casa un cucciolo di gazza gravemente ferito. Samantha si prenderà cura di Pinguino (così battezzato) fino a instaurare un rapporto simbiotico con l’uccello che la guiderà verso una nuova dimensione del suo essere al mondo.
– ESCAPE ROOM 2 di Adam Robitel, Bragi F. Schut con Taylor Russell, Logan Miller, Holland Roden, Isabelle Fuhrman, Thomas Cocquerel, Carlito Olivero, Indya Moore, Deborah Ann Woll, Jamie-Lee Money, Corin Silva, Wayne Harrison. Sequel di un tipico horror amato specie online, riprende le fila del gioco mortale del primo episodio al quale sono sopravvissuti Zoey e Ben. Che comunque finiscono di nuovo in trappola insieme a un altro gruppo di ragazzi che – si scoprirà – hanno tutti sperimentato l’attrazione mortale di un rompicapo fatto per uccidere. Chi sopravviverà questa volta? – I CROODS 2 di Joel Crawford. Nella violenta e buffa preistoria, la tribù dei Croods parte alla caccia di una nuova terra in cui vivere in pace. Quando la trovano scoprono però di doverla dividere con i più evoluti Superior. Dopo un’iniziale solidarietà scoppiano le tensioni e i Croods sarebbero destinati ad avere la peggio se non si palesasse un nemico molto più forte che obbliga tutti all’alleanza per la sopravvivenza. Messaggio edificante in un cartoon per bimbi felici.
– RITORNO IN APNEA di Anna Maria Selini. Un bel documentario-testimonianza in cui la giornalista/regista si espone al racconto personale di come, in piena esplosione del Covid-19 sente il dovere di lasciare Roma per tornare nella natia Bergamo a testimoniare di un dramma collettivo che non può lasciare nessuno neutrale, lei per prima.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Toscana 173 casi, quasi raddoppio in un giorno
Da un mese non si superava quota 100. Tasso positivi sale 1,53%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
15 luglio 2021
11:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore in Toscana sono 173 su 11.311 test di cui 6.226 tamponi molecolari e 5.085 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 1,53% (3,4% sulle prime diagnosi).
Questi i dati diffusi dal presidente della Toscana Eugenio Giani nel suo consueto report sui social. Rispetto a ieri i contagi quasi raddoppiano a fronte di un numero di test dimezzato e un tasso di positività che è pari al quadruplo quasi: nel precedente report i casi erano stati 90 su 21.706 test, con un’incidenza di positivi dello 0,41% (1,8% sulle prime diagnosi).
Era da un mese circa che la Toscana non superava quota 100 contagi giornalieri: l’ultima volta era accaduto il 16 giugno, quando i casi erano stati 106, mentre l’ultimo numero di contagi più alto rispetto a oggi si era registrato il 10 giugno, con 174 nuovi positivi in un giorno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: studenti in vacanza positivi, in 15 bloccati in Grecia
Gli studenti avevano organizzato il viaggio a Ios per festeggiare la maturità e sarebbero dovuti tornare l’altro ieri sera in aereo a Tessera (Venezia)
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 luglio 2021
11:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una quindicina di studenti diciottenni veneziani è bloccata nell’isola greca di Ios, perché alcuni di loro sono risultati positivi al Covid. I giovani, che hanno deciso di mettersi in auto isolamento, non sanno quando potranno far rientro a casa, hanno spiegato le famiglie, sostenendo che le autorità greche non avrebbero fornito informazioni ai figli, né alcun supporto logistico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I giovani, tutti con almeno una dose di vaccino già fatta – riferisce il Gazzettino – si sono allarmati quando una ragazza della compagnia ha iniziato ad accusare un leggero malessere, con febbre. Fatti i tamponi, in 5 sono risultati positivi al Covid.
Gli studenti, che avevano organizzato il viaggio a Ios per festeggiare la maturità – riferisce sempre il Gazzettino – avrebbero dovuto tornare l’altro ieri sera in aereo a Tessera (Venezia). Le loro condizioni generali comunque sono buone, e ogni giorno tengono al corrente le famiglie dell’evoluzione della situazione. Le famiglie riferiscono che le autorità sanitarie locali non avrebbero finora svolto alcun controllo sui ragazzi.
Proprio ieri la Farnesiuna, in una nita, ha sottolineato che recarsi all’estero comporta rischi sanitari. “Da gennaio 2020 perdura in tutto il mondo l’emergenza sanitaria causata da COVID-19. Tutti coloro che intendano recarsi all’estero, indipendentemente dalla destinazione e dalle motivazioni del viaggio – avverte la Farnesina – devono considerare che qualsiasi spostamento, in questo periodo, può comportare un rischio di carattere sanitario” e che nel caso in cui si risultasse essere positivi al test per il coronavirus o contatti di una persona positiva vanno seguite le norme disposte dalle autorità locali.
“In particolare – spiega la Farnesina – nel caso in cui sia necessario sottoporsi a test molecolare o antigenico per l’ingresso in Italia o per il rientro nel nostro Paese da una destinazione estera, si rammenta che i viaggiatori devono prendere in considerazione la possibilità che il test dia un risultato positivo. In questo caso, non è possibile viaggiare con mezzi commerciali e si è soggetti alle procedure di quarantena e contenimento previste dal Paese in cui ci si trova. Tali procedure interessano, con alcune possibili differenze dovute alle diverse normative locali, anche i cosiddetti contatti con il soggetto positivo, che sono ugualmente sottoposti a quarantena/isolamento dalle autorità locali del Paese in cui ci si trova e che, a tutela della salute pubblica, potranno far rientro in Italia al termine del periodo di isolamento previsto”. La Farnesina “raccomanda pertanto di pianificare con massima attenzione ogni aspetto del viaggio, contemplando anche la possibilità di dover trascorrere un periodo aggiuntivo all’estero, nonché di dotarsi di un’assicurazione sanitaria che copra anche i rischi connessi al COVID-19”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uccide padre a coltellate nel Mantovano
L’uomo, di 50 anni, è stato arrestato dai Carabinieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MANTOVA
15 luglio 2021
11:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo di 50 anni ha accoltellato il padre 75enne, la scorsa notte, al culmine di una lite in un appartamento di Ostiglia, nel Mantovano.
E’ stato lui stesso chiamare i soccorsi dopo l’accoltellamento nella speranza di poter salvare il padre pensionato ma all’arrivo dell’ambulanza Mario Prandi era già morto a causa delle numerose ferite a torace e addome inferte con un coltello da cucina.
Lorenzo Prandi è stato quindi arrestato dai carabinieri.
L’uomo, due figli, separato, era tornato a vivere col padre da un anno dopo che aveva perso il lavoro di tecnico informatico. Ignoti ancora i motivi che hanno causato la lite.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo di 50 anni ha accoltellato il padre 75enne, la scorsa notte, al culmine di una lite in un appartamento di Ostiglia, nel Mantovano. E’ stato lui stesso chiamare i soccorsi dopo l’accoltellamento nella speranza di poter salvare il padre pensionato ma all’arrivo dell’ambulanza era già morto a causa delle numerose ferite a torace e addome inferte con un coltello da cucina.
E’ stato quindi arrestato dai carabinieri. L’uomo, due figli, separato, era tornato a vivere col padre da un anno dopo che aveva perso il lavoro. Ignoti ancora i motivi che hanno causato la lite.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 23 nuovi casi e solo 14 guariti in Alto Adige
+28 altoatesini in quarantena
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
15 luglio 2021
11:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Continua a crescere in Alto Adige il numero delle persone attualmente positive al covid-19. I nuovi casi sono infatti 23 (13 tramite pcr e 10 tramite test antigenico), mentre sono solo 14 i nuovi guariti.
Sale anche il numero delle persone in quarantena a 394 (+28).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, tamponi in aeroporto d’Abruzzo, positivi su volo Londra
Ieri 9 da Malta. In due giorni emersi 11 contagi tra viaggiatori
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PESCARA
15 luglio 2021
11:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due passeggeri su 30 sono risultati positivi al Covid-19; si erano sottoposti a tampone ieri mattina, all’aeroporto d’Abruzzo, appena sbarcati dal volo Londra-Pescara. Si tratta di due giovani.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tutti i viaggiatori a bordo del velivolo dovranno comunque sottoporsi a quarantena obbligatoria di cinque giorni, così come previsto dalle disposizioni nazionali.
Si tratta del secondo collegamento i cui passeggeri vengono sottoposti a tampone una volta in aeroporto, in base a quanto stabilito dall’ordinanza del presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, che impone il test molecolare a chi arriva da Gran Bretagna, Spagna e Malta. Il primo volo interessato dall’attività di screening è stato il Malta-Pescara atterrato martedì pomeriggio. Ieri i risultati dei tamponi: nove giovani sono risultati positivi e tutti i 70 passeggeri sono stati sottoposti a isolamento fiduciario di 14 giorni.
Il referente regionale per le emergenze, Alberto Albani, che ha fortemente voluto l’esecuzione dei tamponi in aeroporto, sottolinea che “il servizio sta dando risultati”, perché su entrambi i voli finora testati “sono emersi casi di Covid-19 che probabilmente prima non avremmo intercettato”. L’auspicio, per Albani, che è a capo della task force regionale sul coronavirus, è che anche altre Regioni seguano il modello abruzzese.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusa boutique del falso, tra clienti personaggi spettacolo
600 articoli contraffatti in appartamento quartiere vip a Roma
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
15 luglio 2021
11:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una boutique del falso in un appartamento dei quartieri vip di Roma, che riforniva anche personaggi del mondo dello spettacolo. E’ di 850mila euro il volume d’affari di una 50enne romana scoperta dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma.
Nel corso di una perquisizione nell’appartamento della donna, a Corso Francia, sono stati trovati oltre 600 articoli – tra borse, cinture e portafogli – con marchi contraffatti di Gucci, Fendi, Hermes, Chanel, Bottega Veneta e Balenciaga. Gli importi degli incassi oscillavano tra i 500 ed i 2000 euro per ogni articolo e i nomi dei clienti – ora sanzionati – sono stati scovati su una lista.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rifiuti: Raggi firma ordinanza riapertura discarica Albano
Provvedimento per far fronte a emergenza breve periodo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
15 luglio 2021
11:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La Sindaca della Città Metropolitana di Roma, Virginia Raggi, ha firmato un’ordinanza, contingibile e urgente, per la riapertura della discarica di Albano Laziale.
L’impianto, come disposto dalla Sindaca, potrà accogliere fino ad un massimo di 1.100 tonnellate al giorno di scarti lavorati dagli impianti di trattamento, per un periodo di 180 giorni”.
È quanto si legge nel comunicato stampa della Città Metropolitana.
“Il provvedimento è stato disposto per far fronte, nel breve periodo, alla crisi nella gestione del ciclo dei rifiuti che sta interessando le province del Lazio. L’ordinanza, infatti individua la sussistenza di situazioni di eccezionale ed urgente necessità di tutela della salute pubblica e dell’ambiente al fine di scongiurare il rischio di un’emergenza sanitaria. La riapertura della discarica di Albano era tra le ipotesi al vaglio dei tavoli tecnici convocati presso il Ministero della Transizione Ecologica.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: impennata nuovi casi in Veneto (+318) e un decesso
Stabile situazione ospedali, +2 in terapia intensiva
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
15 luglio 2021
12:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Altra impennata di nuovi casi Covid-19 in Veneto, con 318 contagi in 24 ore, che portano il totale a 427.322 da inizio pandemia. Il bollettino regionale segnala anche un decesso, con il totale a 11.625.

Crescono anche gli attuali positivi (+253) che sono 5.745.
Negli ospedali è invariata la situazione nei reparti ordinari, dove i ricoveri sono 233, e crescono di 2 pazienti le terapie intensive (18).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ucciso in Messico: Procura Roma avvia indagine per omicidio
Procedimento al momento contro ignoti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 luglio 2021
12:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine per omicidio in relazione alla morte del volontario italiano Michele Colosio, ucciso in strada in Messico l’11 luglio scorso. Il procedimento, coordinato dal procuratore Michele Prestipino, è al momento contro ignoti.
L’ uomo, ex tecnico di radiologia agli Spedali civili, da dieci anni faceva la spola tra l’Italia e il Messico per seguire progetti di cooperazione. È stato ucciso a San Cristo’ bal de Las Casas, in Chiapas.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: giudice lavoro ordina reintegro infermiera licenziata
Casa di cura privata dovrà anche pagare indennità risarcitoria
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BELVEDERE MARITTIMO
15 luglio 2021
12:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dovrà essere reintegrata nel suo posto di lavoro Alina Vlad, l’infermiera licenziata nel marzo del 2020 dalla casa di cura privata “Tirrenia Hospital” di Marina di Belvedere Marittimo dopo avere scoperto di aver contratto il Covid.
La risoluzione contrattuale era stata impugnata dai legali dell’infermiera.

Il giudice del lavoro di Paola, Antonio Dinatolo, ha ritenuto fondato il ricorso e annullato il licenziamento dell’infermiera, condannando la struttura sanitaria privata anche al pagamento di un’indennità risarcitoria e al versamento dei contributi previdenziali e assistenziali maggiorati di interessi nella misura legale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Ausl Bologna riapre per 20-59enni e lancia appello
Le prime disponibilità sono previste per il 23 agosto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
15 luglio 2021
12:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Azienda Usl di Bologna riapre le prenotazioni per la vaccinazione anti-Covid per la popolazione nella fascia d’età 20-59 e lancia un appello all’immunizzazione a fronte della diffusione della variante Delta del coronavirus.
L’obiettivo è dare “nuovo impulso alla campagna vaccinale, consentendo di raggiungere per l’autunno una copertura tale da sventare una possibile nuova ondata pandemica”.
Nei giorni scorsi alcuni open day rivolti agli over 60 non avevano riscosso il ‘successo’ sperato.
Dunque per le nuove prenotazioni per cittadini 20-59enni le prime disponibilità, precisa la Ausl, saranno a partire dal 23 agosto presso l’hub vaccinale dell’Unipol Arena. Nei prossimi giorni, in base alle forniture di vaccini comunicate dalla struttura commissariale, sarà valutata un’eventuale estensione dei posti disponibili.
Ad oggi, secondo dati diffusi dalla stessa azienda sanitaria bolognese, le persone ancora non prenotate e non vaccinate del target 20-59enni sono 192.317 di cui: 40.076 di età compresa tra 50-59 anni, 51.345 di età compresa tra 40-49 anni, 55.389 di età compresa tra 30-39 anni, 45.507 di età compresa tra 20-29 anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Epidemiologi, in Umbria segnali di ripresa pandemia
Rilevata “leggerissima inversione” della curva
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
15 luglio 2021
12:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Registra una “leggerissima inversione” la curva dei contagi Covid in Umbria che non scende più ma mostra “qualche segnale di ripresa”. Lo ha detto Marco Cristofori del nucleo epidemiologico della Regione nella conferenza stampa di aggiornamento settimanale sull’andamento della pandemia.

L’indice Rt dell’Umbria è stato calcolato a 1,82 (era 0,94 la scorsa settimana) contro l’1,61 della media italiana “con un trend in aumento”. Anche se gli esperti hanno sottolineato che per numeri “piccoli” come quelli umbri le oscillazioni sono più frequenti.
Gli epidemiologi hanno indicato in 0,2 il tasso di positività medio settimanale dei tamponi mentre mercoledì a livello italiano “era sopra a uno”, è stato ricordato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Schiacciato da una bobina, lavoratore morto a Ravenna
L’incidente in tarda mattinata allo stabilimento Marcegaglia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RAVENNA
15 luglio 2021
12:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un lavoratore di una ditta esterna, è morto in seguito alle ferite riportate in un infortunio verificatosi in tarda mattinata allo stabilimento Marcegaglia di Ravenna. Sul posto sono intervenuti sia i tecnici della Medicina del Lavoro dell’Ausl Romagna che i carabinieri.

Secondo le prime verifiche, l’uomo è stato schiacciato da un coil, pesante bobina di acciaio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bimbo precipitato:parte processo maestra
Bambino morì nel 2019 a Milano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Già una condanna e patteggiamento
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 luglio 2021
12:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo scelto il rito ordinario perché siamo sicuri dell’innocenza della nostra assistita, riusciremo a smontare l’accusa, perché è vero che c’è un dovere di vigilanza ma è vero anche che in alcuni casi possono verificarsi situazioni imponderabili e imprevedibili”.
Lo ha spiegato ai cronisti l’avvocato Luigi Iemma, che col collega Michele Sarno, assiste la maestra imputata per omicidio colposo per la morte del bambino di 5 anni e mezzo precipitato nell’ottobre del 2019 nella tromba delle scale della scuola primaria Pirelli di Milano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi, dopo che un’altra insegnante è stata già condannata a un anno con rito abbreviato e una bidella ha patteggiato 2 anni, si è aperto davanti all’undicesima penale di Milano il processo a carico della terza imputata, insegnante di sostegno, presente in aula. Il bimbo che si era allontanato per andare in bagno, quel 10 ottobre di due anni fa, precipitò per una decina di metri e morì dopo quattro giorni in ospedale per via delle ferite riportate nella caduta.
La maestra, così come la collega già condannata, è accusata di avere “omesso la dovuta vigilanza sul bambino” avendogli consentito di “recarsi ai servizi igienici fuori dall’orario programmato” e violando così il regolamento dell’istituto e la direttiva della scuola avente ad oggetto la vigilanza sugli alunni.
Nella prossima udienza, fissata per il 26 ottobre, saranno in aula i primi testi dell’accusa (21 i testimoni in totale) citati dal pm Letizia Mocciaro, titolare dell’inchiesta. I familiari del bimbo sono parti civili con l’avvocato Giuseppe Sassi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Università: a Pavia da settembre ritorno lezioni in presenza
Annuncio del rettore durante l’evento “Porte Aperte”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PAVIA
15 luglio 2021
13:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Per l’anno accademico 2021-2022 prevediamo, a partire da settembre, il ritorno di tutte le lezioni in presenza: lo abbiamo programmato sulla scorta di una campagna vaccinale che, ci auguriamo, possa ulteriormente estendersi nelle prossime settimane”. Lo ha annunciato questa mattina il rettore dell’Università di Pavia Francesco Svelto, in occasione della manifestazione “Porte Aperte” durante la quale l’Ateneo pavese si è presentato agli studenti degli ultimi anni delle scuole superiori di secondo grado.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono per natura ottimista e voglio credere che si possa tornare a una normale programmazione didattica – ha aggiunto Svelto -. Però, in caso di difficoltà legate alla situazione pandemica, siamo in grado di passare dalla modalità in presenza a quella a distanza nel giro di pochissime ore”. Il rettore ha ricordato i tre nuovi corsi di laurea introdotti a Pavia (dedicati all’intelligenza artificiale, in collaborazione con la Statale e la Bicocca di MIlano, all’utilizzo della medicina in ambito ingegneristico, e alle scienze della prevenzione e della sicurezza), sottolineando anche gli sforzi fatti per allargare le iscrizioni per le facoltà a numero chiuso: “ne avremo 67 in più a Medicina e 25 in più a Chimica”. “Il 30 per cento dei nostri studenti non paga tasse – ha sottolineato Svelto -.
Inoltre assegniamo 2.200 borse di studio”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: neve a 2.500 metri imbianca a luglio il Monviso
E’ l’effetto della perturbazione arrivata dalla Francia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CRISSOLO (CUNEO)
15 luglio 2021
13:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Neve di luglio sul Monviso. La perturbazione in arrivo dalla Francia e il calo di temperature degli ultimi giorni hanno provocato una debole nevicata sul Re di Pietra, sopra i 2.500 metri, nella giornata di ieri.
Un’imbiancata che non è rara nelle estati del Monviso, ma che regala sempre uno spettacolo della natura. Sono state sufficienti poche ore di sole per far fondere la neve, che permane ancora oltre i 3.500 metri sulla vetta della montagna simbolo del Piemonte.   VAI AL METEO   PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: oltre mille casi e attualmente positivi in più in 24h
Vittime 23,ma 9 da ricalcolo Sicilia. Scendono ancora ricoverati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
17:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 2.153 i positivi al test individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.534, quindi circa mille in meno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono invece 23 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 20. Dei 23 decessi, però, 9 in Sicilia su 10 sono relativi al periodo marzo-luglio, rende noto la Regione secondo una nota alla tabella del ministero della Salute, “a seguito di aggiornamento dati da parte delle strutture ospedaliere del territorio”. La Regione Valle d’Aosta comunica che il report odierno riporta un decesso in meno rispetto a ieri, relativo ad un caso doppio di competenza di altra Regione.
Sono 210.599 i tamponi molecolari e antigenici effettuati; ieri erano stati 192.543. Il tasso di positività è dello 1,02%, in risalita rispetto allo 0,8% di ieri.
Sono 151 i pazienti in terapia intensiva, 6 in meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 7, come ieri. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.108, quindi 20 in meno rispetto a ieri.
I casi in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 4.275.846, i morti 127.831. I dimessi ed i guariti sono invece 4.106.315, con un incremento di 1.079 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi – che ieri per la prima volta da mesi erano tornati a crescere – sono 41.700, in aumento di ben 1.051 unità nelle ultime 24 ore.
Le persone in isolamento domiciliare – anch’esse tornate a salire ieri – aumentano ancora e sono 40.441 (+1.077).
Test su arrivi Sardegna: verso controlli ingressi da estero
Ordinanza attesa già oggi, faro su voli diretti con città Ue
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
15 luglio 2021
13:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Regione Sardegna al lavoro sul testo dell’ordinanza per il ripristino dei test anti Covid in ingresso nell’Isola. Il provvedimento potrebbe essere adottato già stasera dal governatore Christian Solinas ed entrare in vigore domani, o comunque entro il fine settimana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gli ultimi dati sui contagi, d’altra parte, non sono confortanti: secondo l’ultimo monitoraggio della Fondazione Gimbe nell’Isola si registra, nella settimana tra il 7 e il 13 luglio, la percentuale di incremento della positività (+202%)tra le più alte d’Italia. Fonti dell’assessorato della Sanità fanno notare che in questo periodo di grandi afflussi turistici la Sardegna non è popolata solo da 1,6 milioni di persone. Anche per questo motivo l’ordinanza di Solinas potrebbe prevedere controlli obbligatori indirizzati soprattutto a chi arriva dall’estero, da Paesi dove la variante Delta sta correndo: Spagna, Regno Unito, Portogallo, Francia. In quest’ottica, la stretta dovrebbe riguardare specialmente i tre scali aeroportuali di Olbia, Alghero e Cagliari dove atterrano i voli diretti provenienti dalle più importanti città europee.
I test per chi arriva dalla penisola dovrebbero essere , invece, volontari. Resta da capire se, per organizzare la macchina dei controlli, il presidente della Regione si rivolgerà alla Protezione civile che ha già tanto da fare con la campagna antincendio. Nei porti la strada degli eventuali controlli è in discesa perché non sono mai stati smontati i gazebo e le tende allestiti per somministrare i tamponi ai passeggeri in entrata, quando la Sardegna era passata in zona bianca.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tangenti: a processo Lara Comi e altri
Rinviati a giudizio in più di 60, anche Tatarella e Altitonante
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 luglio 2021
13:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono stati mandati a processo a Milano oltre 60 imputati, tra cui l’ex eurodeputata di FI, Lara Comi, l’ex vicecoordinatore lombardo ‘azzurro’ ed ex consigliere comunale milanese, Pietro Tatarella, e il consigliere lombardo e collega di partito, Fabio Altitonante.
Hanno scelto il rito ordinario nel procedimento a carico di oltre un centinaio di persone scaturito dalla riunione di quattro filoni dell’inchiesta ‘mensa dei poveri’ su un presunto “sistema” di mazzette, appalti, nomine pilotate e finanziamenti illeciti in Lombardia.
A deciderlo è stato il gup Natalia Imarisio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In Umbria oltre 10 mila dosi vaccino in un giorno
Assessore Coletto, potenzialità c’è ma mancano le dosi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
15 luglio 2021
13:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Record di vaccinazioni ieri in Umbria, dove è stata superata la soglia delle 10 mila dosi giornaliere somministrate. “Questo sta a dimostrare che la potenzialità c’è, ci fossero anche le dosi saremmo molto ma molto più avanti” ha sottolineato l’assessore regionale alla Salute, Luca Coletto, fornendo i dati nel corso dell’aggiornamento sull’avanzamento della campagna vaccinale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo cercando di andare a vaccinare sempre più fragili e vulnerabili – ha detto ancora Coletto -, per quanto riguarda i sessantenni siamo a buon punto rispetto a quando venivamo a messi all’indice. Pian piano recupereremo tutti, la vaccinazione deve essere consapevole”.
“Sopra ai 60 anni siamo oltre all’85% – ha spiegato Enrica Ricci, dirigente del servizio Prevenzione della Regione -, mantenendo la prima posizione per gli over 80 e la terza per le fasce 70-79 e 60-69. Tutte le altre categorie hanno ampi valori di percentuali per la prima dose. La riattivazione della somministrazione agli under 30, che verranno completati nelle prime due settimane di agosto, ci permetterà di raggiungere il 75% della popolazione vaccinata, tutta quella che ha dato l’adesione finora”.
Confermate le proiezioni secondo cui l’immunità della popolazione umbra sarà raggiunta intorno alla metà di settembre.
“Ma dipende dal numero di dosi consegnate” ha sottolineato ancora Coletto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vacanze: 46% rinuncia più per guai economici che per Covid
Demoskopika, è il momento delle decisioni politiche consapevoli
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 luglio 2021
14:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il 54% degli italiani ha optato per andare in vacanza (in Italia nell’87% dei casi), ma il 46% ha rinunciato per vari motivi. Emerge da un’indagine realizzata da Demoskopika per Anni 20 Estate in onda su Rai2 che mette in luce come però a pesare di più sulla rinunce sia il peggioramento delle condizioni finanziarie delle famiglie.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Le difficoltà economiche – dice il presidente di Demoskopika, Raffaele Rio – pesano più della paura del Covid nei consumi turistici degli italiani. Adesso è il momento delle decisioni politiche consapevoli”.
Poco più di 5 italiani su 10 fanno parte del gruppo dei vacanzieri, avendo scelto di trascorrere una vacanza prioritariamente in Italia nella stragrande maggioranza dei casi rilevati (87%). Sul versante opposto, il 13% ha optato per il viaggio oltre confine: l’11,1%, in particolare, ha in programma una meta europea, mentre il 2,1% opta per una destinazione internazionale.
Per l’identikit di chi ha deciso per la vacanza sono i giovani i più propensi (62%), rispetto agli adulti (59%) e agli over 65 anni (33%). Risiedono principalmente nel Mezzogiorno i più convinti assertori della villeggiatura. Inoltre possiedono un titolo di studio medio-alto e si trovano in una condizione di lavoro dipendente (dirigenti, quadri, impiegati, etc.) piuttosto che autonomo. Quasi 6 italiani su 10, infine, si affideranno alla tradizione optando di trascorrere la vacanza al mare (58%), preceduta dalla linea di prodotto turistico “montagna” (15%), dalla vacanza nelle “città d’arte e dei borghi” (10%) e in “campagna e agriturismo” (8%).
Tra coloro che restano a casa oltre un 24% che “ha già rinunciato, al di là del coronavirus” (24%), preoccupa il 17% (circa 10 milioni di italiani) che non andrà in vacanza perché non ha la possibilità economica per farlo, mentre appena il 5% ha rinunciato perché, pur volendo, ha ancora timore a viaggiare a causa del Covid-19 e delle sue varianti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Moratti; green pass? positivo ogni strumento che dà sicurezza
‘Siamo impegnati a garantire i cittadini in ogni modo’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 luglio 2021
14:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo impegnati a garantir la sicurezza dei cittadini con ogni strumento”: è partita da questo la vicepresidente della Lombardia, Letizia Moratti, per rispondere ai microfoni del TgR Lombardia a una domanda sull’utilizzo alla francese del green pass per entrare in ristoranti, palestre o stadi.
“Quindi – ha aggiunto – qualsiasi strumento che serva a garantire la sicurezza ai cittadini, secondo noi è positivo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Madrid intitolerà una piazza a Raffaella Carrà
Tutta la giunta a favore, tranne Vox che si è astenuto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 luglio 2021
19:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La giunta comunale di Madrid ha approvato la proposta di dedicare una piazza della capitale spagnola a Raffaella Carrà. Lo riporta il sito del quotidiano El Diario.
Tutti i partiti hanno votato a favore tranne Vox che si è astenuto. L’iniziativa era stata presentata da Más Madrid “per valorizzare la memoria di questa donna, cantante, compositrice, presentatrice, ballerina, coreografa e icona di riferimento per tutti i madrileni e le madrilene e in particolare per la comunità LGBTI +”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bellocchio a Cannes, mi sento libero ma non assolto
“Con il mio film più privato”. Sabato la Palma d’onore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CANNES
15 luglio 2021
14:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cannes incorona Marco Bellocchio.
Il regista, che sabato 17 luglio riceve la Palma d’oro d’onore durante la serata di chiusura del 74/o festival, porta il suo nuovo film Marx può aspettare e tiene un Rendez Vous, una lezione ad una platea sold out di giornalisti, accreditati e cineasti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
mi fa sentire più giovane, un così piccolo film nato per noi avere una così grande ribalta. La Palma d’oro d’onore invece mi fa felice, ma non la considero un premio di risarcimento, perché io qui ho avuto sempre enormi soddisfazioni, tra cui la doppia Palma d’oro agli interpreti di Salto nel vuoto, Michel Piccoli e Anouk Aimee”. Bellocchio racconta Marx può aspettare come “un’ultima occasione per fare i conti con qualcosa che era stato censurato, nascosto a tutti noi, da me e dalla mia famiglia. Prima abbiamo organizzato un pranzo al circolo dell’Unione a Piacenza che mio padre aveva fondato. Capii subito che non mi interessava fare una cosa nostalgica, tenera con chi restava della mia famiglia, mia sorella, i miei fratelli, ma che il focus sarebbe diventato ‘il grande assente’ ossia Camillo, il mio gemello suicida a 26 anni nel 1968”.
Il titolo del film (da oggi in sala con 01, coprodotto da Kavac Film e Rai Cinema con Tenderstories), è proprio una frase detta dall’infelice fratello a Marco già regista in ascesa: alla sua richiesta di attenzione, di aiutarlo a trovare un lavoro il regista gli rispose con “potrai riscattare la tua infelicità entrando nella lotta rivoluzionaria”.
Si ride, ci si emoziona, si partecipa dei fatti della famiglia Bellocchio: “Paradossalmente il mio film più privato e anche il mio più libero, leggero, senza i condizionamenti che mi avevano impedito di riflettere su questo dramma, prima la salvaguardia di mia madre, poi la politica, poi la psicanalisi.
Ora finalmente sono sereno, ma non per questo assolto”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nyt, ‘Michelangelo chi? I robot irrompono nella scultura’
In prima sul quotidiano un braccio meccanico al lavoro a Carrara
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 luglio 2021
18:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I robot irrompono nel mondo dell’arte, più precisamente in quello della scultura, dove – riporta il New York Times – molti degli artisti contemporanei che si servono di queste tecnologie per realizzare le loro opere chiedono agli operatori dei bracci meccanici di mantenere segrete le loro identità.
Il quotidiano statunitense dedica oggi un lungo articolo – dal titolo appunto “Michelangelo who? Robots break into sculpting” (Michelangelo chi? I robot irrompono nella scultura) – a questo nuovo trend e pubblica in prima pagina l’immagine di uno di questi giganti, denominato ABB2, al lavoro in un laboratorio di Carrara per realizzare una statua “commissionata da un famoso artista americano”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ma ABB2, un robot alto quasi quattro metri, è solo uno dei tanti: in un altro laboratorio a pochi metri di distanza, prosegue il Nyt, Quantek2 lavora su un altro blocco di marmo per realizzare un’opera commissionata questa volta da un “artista britannico”.
Se centinaia di anni fa molti artisti e artigiani lavoravano nell’ombra per realizzare le opere dei grandi maestri che poi firmavano i capolavori, oggi questo ruolo lo svolgono i robot.
Tra i clienti che possono essere menzionati con nome e cognome, il giornale cita l’italiana Vanessa Beecroft e gli americani Jeff Koons e Barry X Ball, pioniere della tecnologia dello scanning 3D, che fa ampio uso di computer e di macchine a controllo numerico per realizzare i suoi capolavori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Antiriciclaggio, 89 segnalazioni di attività sospette dalla Santa Sede
Rapporto 2020. Cresce la cooperazione internazionale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 luglio 2021
16:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un anno complesso, il 2020, non solo per la pandemia ma anche per alcune novità che hanno interessato l’Asif, l’Autorità di Supervisione e Informazione Finanziaria vaticana. Tra i dati emergono le 89 segnalazioni di attività sospette (85 dallo Ior), in linea con il trend degli ultimi anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nessun sequestro preventivo. Cresce la cooperazione internazionale con le altre autorità e l’autorità guidata da Carmelo Barbagallo sottolinea i sostanziali passi avanti fatti nella direzione della trasparenza, certificati anche da Moneyval.
E mentre si attende l’apertura del processo sulla gestione dei fondi della Segreteria di Stato (la prima udienza del tribunale vaticano è in agenda per il 27 luglio), si è riunito in questi giorni anche il Consiglio per l’Economia. “Oggetto della riunione l’approvazione del bilancio consuntivo per il 2020 della Santa Sede, presentata per quanto di rispettiva competenza dal Prefetto della Spe, e la riflessione – informa il Vaticano – sulla politica di investimenti della Santa Sede”.
Tornando invece al Rapporto Asif, “nel 2020 ha trovato conferma il trend crescente nella proporzione tra rapporti inviati all’Ufficio del Promotore di giustizia e segnalazioni ricevute, a dimostrazione del costante miglioramento nella qualità delle segnalazioni. In particolare, sono state ricevute dall’Asif 89 segnalazioni di attività sospetta e sono stati inviati all’Upg 16 rapporti”, informa il Vaticano.
In merito alla Vigilanza, nel 2020 – si legge nel Rapporto dell’Autorità di Supervisione e Informazione Finanziaria – “in ambito prudenziale è stata condotta un’ispezione generale presso lo Ior”. E’ stata poi svolta una attività di formazione e supporto a tutti gli enti della Santa Sede/Stato della Città del Vaticano, anche con “l’avvio di processi di autovalutazione” degli enti stessi. Lo scorso anno sono state scambiate 49 richieste di informazioni con altre Autorità vaticane, riguardanti 124 soggetti.
L’Asif ritiene poi “significativa” l’attività svolta in ambito internazionale: sono stati sottoscritti due nuovi protocolli d’intesa e l’autorità antiriciclaggio ha scambiato 58 richieste di informazioni con Uif estere su 196 soggetti e ha inviato 19 comunicazioni spontanee riguardanti 104 soggetti.
Prosegue il transito di denaro contante da e verso il Vaticano: nel 2020 oltre 14 milioni di euro, anche se il trend risulta in calo. Sono state 131 le dichiarazioni in entrata, per un totale di 5.756.556,67 euro, e 458 le dichiarazioni in uscita, per un totale di 8.406.477,32 euro. “Il numero e l’importo delle dichiarazioni transfrontaliere confermano la tendenza già osservata negli anni precedenti di una progressiva diminuzione dell’utilizzo del contante. Il trend – spiega l’Autorità antiriciclaggio – è dovuto anche alla disponibilità di altri sistemi di trasferimento fondi effettuati dallo Ior (tra cui il circuito Sepa, che si è reso disponibile nel 2019), garantendo così un migliore standard di sicurezza e tracciabilità”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Carceri: a Gozzini Firenze murale su libertà e redenzione
Nato da processo partecipativo con gruppo detenuti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
15 luglio 2021
16:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rappresenta artisticamente il percorso di crescita, riabilitazione e reinserimento sociale che si può realizzare all’interno degli istituti penitenziari, il murale inaugurato oggi alla casa circondariale Mario Gozzini di Firenze, comunemente chiamata ‘Solliccianino’. ‘Libertà’ e ‘redenzione’ sono le parole scritte nelle bandiere che sventolano sul ponte della nave rappresentata nel murale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’opera, che si intitola ‘La scritta che buca’, è nata attraverso un processo partecipativo che ha coinvolto un gruppo di detenuti e la sua realizzazione è stata affidata agli artisti dell’associazione culturale Toscana Elektro Domestik Force. Il progetto ‘La Scritta che Buca’, è stato spiegato oggi durante l’inaugurazione, rientra nel percorso ‘Dal Giardino degli Incontri agli Incontri nel Giardino: oltre il muro tra carcere e città’, finanziato dall’Autorità regionale per la garanzia e la promozione della partecipazione e coordinato dall’Università di Firenze e dalla Fondazione Michelucci. Al taglio del nastro erano presenti, tra gli altri, la direttrice di Sollicciano Antonella Tuoni, il garante dei detenuti di Firenze Eros Cruccolini, gli assessori comunali Tommaso Sacchi, Cosimo Guccione, Sara Funaro il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni. “Questo è un progetto di ampio respiro di rigenerazione urbanistica – ha spiegato Tuoni – per cambiare un po’ l’estetica del carcere perché siamo abituati a vedere il carcere con le mura grigie. Poi vorremmo mandare un messaggio all’esterno che le persone che sono dentro il carcere sono cittadini che per un periodo della loro vita dovranno stare in una situazione di limitazione della libertà personale, ma non devono perdere le possibilità di noi cittadini liberi anche di beneficiare di un’opera d’arte”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: ancora nessun decesso in Calabria, nuovi casi 32
Si abbassa tasso positività, da 2,48% a 1,62%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
15 luglio 2021
17:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora nessun nuovo decesso In Calabria per il coronavirus. I nuovi casi di contagio sono 32 (ieri erano stati 56) e si abbassa il tasso di positività (da 2,48% a 1,62%).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
sone risultate positive sono 69.475. Sono questi sono i dati giornalieri relativi all’epidemia da Covid-19 comunicati dai Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende sanitarie provinciali della Calabria.
Territorialmente, dall’inizio dell’epidemia, i casi positivi sono così distribuiti.
Catanzaro: casi attivi 33 (4 in reparto, 1 in terapia intensiva, 28 in isolamento domiciliare); casi chiusi 10.228 (10.084 guariti e 144 deceduti). Cosenza: casi attivi 1.540 (28 in reparto, uno in terapia intensiva, 1.511 in isolamento domiciliare); casi chiusi 21.721 (21.162 guariti, 559 deceduti).
Crotone: casi attivi 47 (2 in reparto, 0 in terapia intensiva, 45 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 6.559 (6.458 guariti, 101 deceduti). Reggio Calabria: casi attivi 182 (9 in reparto, 0 in terapia intensiva, 173 in isolamento domiciliare); casi chiusi 23.051 (22.713 guariti, 338 deceduti). Vibo Valentia: casi attivi 16 (4 in reparto, 0 in terapia intensiva, 12 in isolamento domiciliare); casi chiusi 5.560 (5.468 guariti, 92 deceduti).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Abusi chierichetti Papa, Pg chiede 6 e 4 anni per imputati
Promotore di Giustizia, “atti di violenza, non cose di ragazzi’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
15 luglio 2021
17:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sei anni di reclusione per don Gabriele Martinelli, 29 anni, per atti di violenza carnale aggravata e atti di libidine aggravati, e quattro anni per don Enrico Radice, 71 anni, per favoreggiamento. Sono le richieste di condanna del Promotore di Giustizia, nell’udienza che si è svolta oggi nel Tribunale vaticano nell’ambito dei presunti abusi nel Preseminario San Pio X, gestito dall’Opera don Folci della diocesi di Como, che ospita i cosiddetti ‘chierichetti del Papa’.
Un processo parallelo per gli stessi fatti è aperto anche al Tribunale di Roma.
Si è trattato di veri e propri “atti di violenza e non di “cose di ragazzi”. Questa la premessa del Promotore di Giustizia vaticano, Roberto Zannotti, che ha chiesto la condanna dei due imputati. Pene ridotte per Martinelli perché nel primo periodo al quale risalgono i fatti dei quali è imputato era minorenne.
Per il legale della vittima il processo è “la punta di un iceberg”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: aumentano ancora casi e tasso positività,calano morti
Tornano a salire terapie intensive, ma diminuiscono ricoverati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 luglio 2021
17:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aumentano ancora i casi di coronavirus in Italia: sono 2.455 i positivi al test individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute.
Ieri erano stati 2.153.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono invece 9 le vittime in un giorno – il dato più basso del 2021 dopo i 7 morti dell’11 luglio -, mentre ieri erano state 23.
Sono 190.922 i tamponi molecolari e antigenici effettuati, ieri erano stati 210.599. Il tasso di positività è dell’1,3%, in aumento rispetto all’1,02% di ieri.
Tornano a salire i pazienti in terapia intensiva: sono 153 in totale in rianimazione, 2 in più di ieri saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 11 (ieri erano stati 7). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.089, quindi 19 in meno rispetto a ieri.
I casi in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 4.278.319, i morti 127.840. I dimessi ed i guariti sono invece 4.109.579, con un incremento di 3.264 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 40.900, in calo di 800 unità nelle ultime 24 ore (tornano a scendere dopo due giorni di incremento). Le persone in isolamento domiciliare sono 39.658 (-783, anch’esse di nuovo in calo dopo due giorni di aumento).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: Salvini, ne parleremo se sarà necessario
‘Temo che dovremo convivere con il Covid per dieci anni’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 luglio 2021
19:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Di green pass “ne parleremo se e quando ce ne sarà la necessità”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, a margine dell’inaugurazione del nuovo point della Lega a Milano per la raccolta firma per il referendum sulla giustizia.

“Adesso chiediamo attenzione e rispetto delle regole, però non possiamo terrorizzare la gente prima del tempo – ha aggiunto -. Quindi se ce ne sarà la necessità, vedremo se investire in sicurezza”.
“Noi con il Covid temo che dovremo conviverci per dieci anni” ha aggiunto il leader della Lega. A chi gli chiedeva inoltre se questa convivenza con il Covid dovesse avvenire con la mascherina, il leader del Carroccio ha risposto; “Laddove serve”. “Occorrerà essere prudenti, però non possiamo chiuderci in casa una volta l’anno” ha detto ancora Salvini.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuole aperte e sindaco della notte, il piano Gualtieri per Roma
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 luglio 2021
21:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Roberto Gualtieri pone le basi per il modello di città che ha in mente e che vuole offrire ai romani.
Il candidato del centrosinistra a sindaco di Roma ha infatti delineato i tratti della sua Capitale, una città a misura d’uomo che punti sui servizi ma che miri anche in alto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’esponente dem parte proprio pensando alle nuove generazioni, con un nuovo modello di scuola: “Bisogna estendere il tempo pieno e tenere le scuole aperte anche il pomeriggio”. Quindi “scuole, palestre scolastiche, aule magne” per Gualtieri “possono trasformarsi in luoghi vissuti, messe in rete tra loro e sul web per ospitare in orario extrascolastico eventi, laboratori, coworking, progetti educativi e sociali”.
Per realizzare un piano per la riorganizzazione scolastica, secondo il candidato del Pd, serve “un dipartimento che programmi la manutenzione ordinaria e straordinaria delle scuole”. Gualtieri rilancia poi la proposta avanzata dal suo competitor alle primarie, Tobia Zevi: “sindaco della notte? è una proposta interessante, già esiste in altri paesi e potrebbe gestire una fase importante della vita cittadina, che va governata e non subita, ad esempio sul fronte mobilità, rifiuti, sicurezza”. Per Gualtieri l’obiettivo fondamentale sarebbe infatti “tutelare i residenti” e allo stesso tempo “garantire opportunità di cultura e lavoro”. Il dem punta al rilancio possibile con i fondi del Recovery Plan: “Sono una straordinaria opportunità che non va sprecata. Per Roma ci sono 500 milioni per il turismo sostenibile anche in vista del Giubileo, 300 milioni per il progetto Cinecitta’ e la filiera dell’audiovisivo. E poi risorse per realizzare 75 Centri di comunità per l’assistenza sociosanitaria territoriale”. La formazione della Giunta è il punto di arrivo del processo di partecipazione che ci porterà alle elezioni”. Ma di una cosa il dem è certo: “Noi sceglieremo i migliori e avremo molte donne”.

Cronaca tutte le notizie in tempo reale sempre aggiornate
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 38 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 08:33 DI SABATO 10 LUGLIO 2021

ALLE 09:55 DI LUNEDÌ 12 LUGLIO 2021

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Montante: Morra,sistema tossico ha trasformato falso in vero
Processo a Caltanissetta è un caso da notizia internazionale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CALTANISSETTA
10 luglio 2021
08:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Del caso di Antonello Montante si deve dar notizia non soltanto sulle pagine dei quotidiani siciliani, ma a livello nazionale e se è possibile anche internazionale, perché si deve far comprendere come un sistema tossico e perverso di relazioni abbia avuto la capacità di trasformare il falso in vero, costruendo una rappresentazione della realtà che ha favorito illecitamente qualcuno danneggiando altri”. Lo ha detto Nicola Morra, presidente della Commissione nazionale antimafia presente al processo sul “Sistema Montante”, all’ex leader di Confindustria Sicilia e ad altri quattro imputati, che si celebra col rito abbreviato davanti la Corte d’Appello di Caltanissetta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Bisogna far comprendere che la stampa nazionale – ha continuato Morra – deve interessarsi di questi processi che rischiano di finire a pagina 14 del Gazzettino della Val di Noto senza avere la giusta risonanza, e per far comprendere alla magistratura locale e anche alle parti civili e a tutti coloro che reputano che si debba far giustizia che si deve procedere anche di fronte a una realtà assai complessa”.
“Che la mafia non c’entri in questo processo – ha sostenuto Morra – è tutto da verificare visto che sappiamo tutti le frequentazioni che Antonello Calogero Montante e aveva in gioventù e anche al suo matrimonio c’erano persone delle famiglie che governavano Serradifalco” Il processo oggi continua con l’interrogatorio di Antonello Montante condannato in primo grado a 14 anni per associazione finalizzata alla corruzione e accesso abusivo al sistema informatico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: arrivati in 78 a Reggio Calabria, anche 21 minori
Peschereccio intercettato nello Ionio da Gdf, caccia a scafisti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
REGGIO CALABRIA
10 luglio 2021
11:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un peschereccio con a bordo 78 migranti tra cui 21 minori, partito con tutta probabilità dalla Libia, è stato intercettato e fermato da una motovedetta della Sezione operativa navale di Reggio Calabria e da un battello messo in mare da un pattugliatore d’altura del Gruppo Aeronavale di Messina della Guardia di finanza, al largo di Melito Porto Salvo, nel Reggino.
L’imbarcazione era già stata segnalata in precedenza da unità militari straniere in navigazione in acque internazionali e tenuto sotto controllo da un Atr 42 del Gruppo di Esplorazione Aeromarittima della Guardia di finanza in perlustrazione nel mare Ionio nell’ambito del dispositivo messo in atto da unità del Comando operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Pratica di Mare e del Reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Vibo Valentia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il controllo del natante è proseguito, tra soste e cambi di rotta del peschereccio impegnato a trovare un punto di sbarco sulla bassa costa reggina, fino all’ingresso nelle acque territoriali italiane.
I militari una volta affiancata l’imbarcazione sono saliti a bordo e ne hanno preso il controllo conducendola sotto scorta fino al porto di Reggio Calabria dove è giunta nella notte. In porto, i migranti tutti di nazionalità libica ed egiziana e con una minore sedicente libica, sono stati assistiti dall’organizzazione messa in piedi dalla Prefettura e composta da personale di Polizia di Stato Vigili del fuoco, Croce rossa e dagli enti di gestione e assistenza regionali e comunali.
Allestita in breve anche una struttura provvisoria a terra per sottoporre a controllo sanitario e identificare e smistare gli stranieri poi trasferiti in struttura apposita, senza pericoli per la cittadinanza. Le attività sono andate avanti per tutta la notte. Avviate le indagini tra i migranti, in base agli indizi trovati sul peschereccio, per individuare gli scafisti tra fra gli adulti a bordo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: notte tranquilla al Gemelli, preparativi per l’Angelus
Card. Bassetti, ‘rallegrati da buone notizie sulla sua salute’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 luglio 2021
11:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Notte tranquilla per Papa Francesco al Policlinico Gemelli di Roma. Il Pontefice prosegue il suo decorso post-operatorio come da previsioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha fatto colazione e si appresta a trascorrere un’altra giornata di riposo. Intanto nel piazzale dell’ospedale continuano i preparativi per l’Angelus di domani. Il Centro Televisivo Vaticano sta predisponendo i mezzi per assicurare la diretta, anche se non è ancora definitivamente stabilito se il Papa si affaccerà dalla finestra del decimo piano, che affaccia sulla ‘piazzetta’ di ingresso dove è collocata la grande statua di Giovanni Paolo II, o in streaming dalla cappellina che è situata nello stesso appartamento del Papa all’interno del ‘Vaticano III’ come è chiamato il Gemelli, dai tempi di Papa Wojtyla. Accanto al Papa in queste ore ci sono sempre i due infermieri che lo assistono giorno e notte.
“Ci rallegriamo per le buone notizie circa la sua salute che continuamente ci giungono. Tutte le nostre Chiese sono in preghiera per Lui. Gli auguriamo di riprendere presto e con rinnovata energia il Suo ministero petrino”, ha detto il card.
Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, aprendo la sessione straordinaria del Consiglio Episcopale Permanente che si è svolta ieri pomeriggio. Il cardinale, a nome dei vescovi italiani, ha espresso “l’affetto e l’augurio di una pronta guarigione al Santo Padre, degente al Policlinico Gemelli”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Criminalità: Cgia, record segnalazioni riciclaggio nel 2020
Prato, Milano, Napoli, Roma e Caserta le province più coinvolte
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
10 luglio 2021
12:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Anche a causa degli effetti economici della pandemia, le segnalazioni sospette di riciclaggio segnalate dalla Banca d’Italia sono in aumento: 113.187 nel 2020 (+7% sul 2019). Lo rileva la Cgia di Mestre osservando che oltre il 99% di queste “denunce” sono per operazioni di riciclaggio di denaro, molto probabilmente di provenienza illegale e solo lo 0,5%, invece, riconducibile a misure sospette di terrorismo e proliferazione di armi di distruzione di massa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le situazioni più critiche nelle province di Prato (352 segnalazioni ogni 100 mila abitanti), di Milano (331,3), di Napoli (319,6), di Roma (297,9) e di Caserta (247,5). Le province meno coinvolte, invece, sono state: Nuoro (76), Viterbo (75,5) e Sud Sardegna (57,8).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Cgia spiega che le infiltrazioni delle organizzazioni criminali nel tessuto produttivo del Paese avvengono sempre più spesso attraverso il ricorso ad attività usurarie o estorsive nei confronti di attività che, rispetto ad altre, hanno più risentito della crisi pandemica. Le denunce fatte in riferimento ai reati contro il patrimonio sono diminuite in misura significativa: estorsioni (-6%); danneggiamenti (-15,4%); rapine (-18,1%); ricettazione (-26,5%); furti (-32,9%); contraffazione (-43,5%). Aumentate le truffe/frodi informatiche (+14,4%) e l’usura (+16,2%). Secondo l’Istat il giro d’affari della criminalità organizzata in Italia ammonterebbe a 19,3 mld (dato del 2018) , per l’Università Cattolica Sacro Cuore-Transcrime sfiorerebbe i 30 mld (anno 2014) . Per la Banca d’Italia l’economia illegale tra il 2005 e il 2008 potrebbe aver pesato per oltre il 10% del Pil: attorno ai 170 mld.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: esami soddisfacenti, prosegue cure, ripreso il lavoro
Bruni, ‘ieri in ospedale cena comunitaria con chi lo assiste’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
10 luglio 2021
12:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La giornata di Papa Francesco è stata tranquilla, con il decorso clinico atteso. Gli esami del sangue sono soddisfacenti e prosegue le cure prescritte”.
Lo riferisce il portavoce vaticano Matteo Bruni aggiungendo che il Pontefice “sta riprendendo gradualmente il lavoro e continua a passeggiare nel corridoio dell’appartamento.
Nel pomeriggio, ha celebrato la Santa Messa nella Cappellina privata e in serata ha consumato la cena comunitariamente con quanti lo assistono in questi giorni”.
“Il Santo Padre, toccando con mano l’umana dedizione del personale medico-sanitario che lo assiste, rivolge un particolare pensiero – dice ancora il direttore della sala stampa vaticana – a tutti coloro che con cura e compassione scelgono il volto della sofferenza, coinvolgendosi in una relazione personale con gli ammalati, soprattutto i più fragili e vulnerabili”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morta Esther Bejarano, la musica la salvò ad Auschwitz
Musicista ebreo-tedesca temeva per ascesa estrema destra
relevantads
about:blank
https://acdn.adnxs.com/dmp/async_us
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
10 luglio 2021
14:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La fisarmonica le aveva permesso di sopravvivere allo sterminio ad Auschwitz e di vivere fino a 96 anni: ma la scorsa notte è morta Esther Bejarano, uno degli ultimi sopravvissuti dell’orchestra di Auschwitz, che dopo la guerra è emigrata in Israele, dove ha vissuto vissuto per 15 anni vivendo anche l’indipendenza, per poi tornare in Germania.
Lo rivela l’Anne Frank Education Centre di Francoforte, che rivela anche come Bejarano avese espresso estrema preoccupazione nei suoi ultimi anni per l’ascesa dell’estrema destra e dei movimenti neonazisti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Per coloro che hanno vissuto quelle cose – disse nel 2014 in un’intervista a Deutsche Welle – , è impossibile descrivere quanto è grave” la crescita dei movimenti anti-immigrtazione o anti-islamici come AfD o Pegida.
“Esther Bejarano è sopravvissuta ad Auschwitz perché suonava la fisarmonica nel l’orchestra femminile del campo. Ha dedicato la sua vita alla musica e a lottare contro l’antisemitismo”, scrive in una nota Meron Mendel, che guida l’ong.
Una nota, quest’ultima ripresa anche dal ministro degli esteri tedesco, Heiko Maas, che ha dichiarato che “una voce importante contro il razzismo e l’antisemitismo ci ha lasciati.
La sua voce ci mancherà”. Bejarano ha scritto dei romanzi autobiografici e collaborato con il Comitato internazionale su Auschwitz.
Nata nel 1924 a Saarlouis, oggi nel Land renano della Saar, nell’aprile 1943 diciannovenne fu deportata ad Auschwitz, dove ha perso genitori e sorelle, e poi spostata qualche mese dopo a Ravensbruck. In realtà lei suonava il pianoforte ma, non essendoci posti da pianisti nell’orchestra voluta dai nazisti per “accogliere” i deportati che arrivavano nei vagoni-bestiame dei treni e distrarli dai sospetti della loro morte imminente.
Dovette imparare a suonare la fisarmonica.
“Sapevi che prima o poi ti avrebbero gassato e tutto quello che potevamo fare era di restare lì e suonare”, disse a Deutsche Welle.   MONDO   SPETTACOLI MUSICA E CULTURA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Malta, almeno 120 italiani in quarantena sull’isola
Circa 50 quelli contagiati, gli altri hanno avuto contatti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LA VALLETTA
10 luglio 2021
15:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono tra 120 e 130 gli italiani in quarantena a Malta che finora, secondo quanto si è appreso, si sono messi in contatto con l’ambasciata italiana.
Si tratta in gran parte di teenager in vacanza o studenti delle scuole estive di lingua inglese, che ora sono state chiuse.

Circa 50 sono positivi al Covid, mentre gli altri sono in isolamento perché entrati a contatto con i compagni contagiati. Solo alcuni sono maggiorenni.
Ieri l’ambasciata, in continuo contatto telefonico con i ragazzi, ha organizzato in collaborazione con le autorità un servizio di trasporto per radunare gli studenti al Corinthia Marina, a Saint Julian, riconvertito in Covid Hotel, al quale nessuno può avere accesso. Il cluster, si apprende, ha colpito anche ragazzi francesi e spagnoli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Europei: l’Osservatore Romano confida in “Italia gagliarda”
‘Sfida tra i due Paesi più colpiti dal Covid, forse non un caso’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
10 luglio 2021
15:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Anche il giornale del Papa tifa per l’Italia: “Ci aspettiamo un’Italia gagliarda e tosta, che scavi fossati in difesa per proteggersi dall’arrembaggio albionico, che a un certo punto arriverà, anche se ormai giocano poco all’inglese, sono diventati anche loro cittadini del mondo, Brexit docet; e poi riparta in contropiede, cercando le fasce, per servire finalmente in modo adeguato un Ciro Immobile fin qui relegato al ruolo di comparsa”. Lo scrive l’Osservatore Romano in un articolo in cui ripercorre le sfide sul campo e anche quelle al cinema, come quando Fantozzi è costretto a rinunciare alla mitica partita Italia-Inghilterra per andare a vedere, per la trentesima volta, la Corazzata Potemkin.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il coraggio di Fantozzi (e i camerieri). L’11 luglio la finale europea Inghilterra-Italia tra ricordi, offese, nostalgie e sogni di gloria” è il titolo del pezzo dedicato alla finalissima che potrà essere un riscatto, per l’una e per l’altra squadra, in questo difficile anno e mezzo segnato dal Covid. L’Italia “sogna una vittoria anche per dimenticare, proprio come l’Inghilterra, 18 mesi di sofferenza: è anche una sfida fra due dei Paesi europei più colpiti dalla pandemia, forse è un caso, o forse no”, conclude l’Osservatore Romano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Malta, salgono ad almeno 150 i ragazzi in quarantena
Oltre 60 positivi tra minori italiani
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LA VALLETTA
11 luglio 2021
18:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ salito ad “almeno 150” il numero dei giovani italiani in quarantena obbligatoria a Malta. Lo si apprende da fonti diplomatiche, che specificano come siano “oltre 60 i positivi” fra i ragazzi italiani posti in isolamento dalle autorità sanitarie per essere risultati positivi al test o per essere stati in contatto con i loro compagni di viaggio o di scuola.
I ragazzi, per lo più studenti delle scuole d’inglese, stanno godendo dell’assistenza dei servizi consolari dell’Ambasciata d’Italia a Malta. La maggior parte è stata radunata in un albergo a 4 stelle di St. Julians (il Marina Hotel Corinthia Beach Resort trasformato in Covid hotel). Altri sono rimasti in isolamento in 5 altre strutture dell’arcipelago, prenotate col pacchetto di vacanza-studio. Molti casi analoghi a quello degli italiani sono stati segnalati per studenti spagnoli o francesi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Riccardi, oltre 80% nuovi contagi in persone under 40
Fvg, oggi registrati 28 casi, nessun decesso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PORDENONE
10 luglio 2021
16:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi in Fvg su 3.920 tamponi molecolari sono stati rilevati 27 nuovi contagi – di cui 4 tra i migranti in provincia di Trieste – con una percentuale di positività dello 0,69%. Sono inoltre 2.315 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali è stato rilevato 1 caso (0,04%).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre l’80% dei nuovi contagi ha a che fare con persone la cui età è inferiore ai 40 anni. Nella giornata odierna non si registrano decessi; una persona è ricoverata in terapia intensiva, mentre i pazienti in altri reparti scendono a 4. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.
I decessi complessivamente ammontano a 3.789, con la seguente suddivisione territoriale: 813 a Trieste, 2.012 a Udine, 671 a Pordenone e 293 a Gorizia. I totalmente guariti sono 103.075, i clinicamente guariti 9, mentre quelli in isolamento risultano essere 212.
Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 107.090 persone (sono stati rimossi quattro casi: due non confermati dal test molecolare e altri due cancellati a seguito di un esame più approfondito) con la seguente suddivisione territoriale: 21.193 a Trieste, 50.373 a Udine, 21.082 a Pordenone, 13.056 a Gorizia e 1.386 da fuori regione. Non si registrano positività tra il personale del Sistema sanitario regionale né tra gli ospiti e gli operatori delle strutture residenziali per anziani. Risulta invece il contagio di una persona rientrate dal Sudafrica.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Europei: a Roma per finale maxischermi e monumenti transennati
Sorvegliate fan zone. Stop a vetro da domani mattina
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
10 luglio 2021
18:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Contingentamento degli accessi alle fan zone, con servizi di incanalamento dei tifosi ad ampio raggio e prenotazione obbligatoria, transennati alcuni monumenti al centro della Capitale. Massima attenzione domani alle fan zone al centro di Roma dove saranno allestiti i maxischermi in vista della finale degli Europei tra Italia e Inghilterra.

L’obiettivo è garantire il rispetto delle misure anti-Covid ed evitare assembramenti. Il piano sicurezza è stato messo a punto dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicuramente e in un Tavolo tecnico in Questura.
Dal centro alla periferia, dai Castelli al litorale. Oltre ai due maxischermi nelle fan zone al centro di Roma si prevede che vengano allestiti altri maxischermi per la finale di domani degli Europei tra Italia e Inghilterra. Secondo quanto si è appreso, tra le zone interessate villa Ada, piazza Annibaliano, il CineVillage a Parco Talenti, San Cosimato, il teatro di Tor Bella Monaca, come anche a Rocca Priora, Isola Sacra e Ladispoli. Le aree saranno sorvegliate dalle forze dell’ordine.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Terrorismo, bloccato a Latina tunisino evaso in Francia
E’ indagato per apologia della Jjhad e ritenuto “pericoloso”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
10 luglio 2021
18:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dall’Italia inviava email scrivendo di voler ‘porre fine alla propria vita uccidendo la gente’ con minacce nei confronti dei “francesi e delle loro istituzioni”. Ma già in passato si era fatto tristemente ‘notare’ perché aveva esaltato l’operato di Mohamed Merah, accusato di essere il il responsabile degli attentati del 2012 di Tolosa e Montauban, in Francia, in cui furono uccise 7 persone e 5 rimasero ferite, di cui quattro in modo grave.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il 40enne, un tunisino residente in Francia, è stato rintracciato e bloccato venerdì pomeriggio in un appartamento a Terracina, località balneare, in provincia di Latina, a circa 100 chilometri dalla Capitale. L’uomo era fuggito il 29 maggio da un centro psichiatrico di Bassens, in Francia, ed era ricercato nel suo Paese e in ambito Schengel, per apologia del terrorismo, reati contro la persona e in materia di stupefacenti. Per le Autorità francesi si tratta di un “soggetto pericoloso”. La sua individuazione in Italia è stata il risultato di una “complessa” attività investigativa condotta, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Roma, dalla Digos della Questura di Latina e da personale specializzato del Servizio per il Contrasto all’Estremismo e Terrorismo Esterno della Dcpp/Ucigos, iniziata proprio alla fine di maggio, quando fu accertato il suo passaggio nelle stazioni ferroviarie di Genova, Roma ed infine Napoli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incendi: domato rogo all’isola d’Elba, impiegati 2 canadair
Sul posto erano intervenuti anche due elicotteri regionali
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LIVORNO
10 luglio 2021
18:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ sotto controllo l’incendio boschivo divampato oggi nei pressi della spiaggia di Barbarossa, all’Isola d’Elba, nel Comune di Portoazzurro. Le fiamme sono state domate anche grazie all’intervento di due Canadair nazionali, che si sono aggiunti alle numerose squadre del volontariato, operai e direttore operazioni dell’Organizzazione regionale antincendi boschivi e al personale dei vigili del fuoco.
Sul posto erano intervenuti anche due elicotteri regionali.
L’intervento dei mezzi aerei, spiega una nota della Regione Toscana, è riuscito a scongiurare l’interessamento di alcune case messe a rischio dalle fiamme alimentate dal vento.
Mentre si stanno ancora ultimando le operazioni di spegnimento, si lavora per predisporre le successive operazioni di bonifica, con 10 squadre di volontariato in arrivo dalla terraferma, cui sarà affidato anche il compito di controllare che non si riaccendano focolai durante la notte. La zona dell’incendio dovrà essere sorvegliata a lungo, per questo si stanno preparando altre squadre di volontari per dare il cambio a quelle che hanno lavorato in queste ore e che saranno impegnate nella notte.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
G20: cariche forze dell’ordine contro i manifestanti
Attivisti ricoprono di sangue finto il ponte di Calatrava
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
10 luglio 2021
19:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cariche e scontri: la protesta degli ambientalisti contro il G20 dell’Economia a Venezia si è fermata davanti al ‘muro’ delle forze dell’ordine in tenuta antisommossa che hanno disperso i manifestanti rispondendo al lancio di bottiglie, fumogeni e fuochi artificiali. Quasi mille persone si sono radunate nel primo pomeriggio alle Zattere per dare vita all’azione dimostrativa che nelle intenzioni degli organizzatori avrebbe dovuto raggiungere anche l’Arsenale, dove era in corso il summit, per dire no alle grandi navi, allo sfruttamento turistico della città lagunare e allo “strapotere della finanza fossile” Per quasi due ore la folla è rimasta ferma sotto il sole cocente, sorvegliata sia da agenti a piedi che dagli equipaggi di alcune imbarcazioni che hanno evitato la possibilità che qualche natante aggirasse il blocco via acqua.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Improvvisamente la marea umana si è mossa e ci sono stati i primi tafferugli con le forze dell’ordine.
Mentre i ristoranti chiudevano precipitosamente le saracinesche, il gruppo in testa al corteo ha cercato di sfondare la fila di poliziotti posizionati ai piedi del Ponte dell’Accademia. Sono volate bottiglie e molti arredi esterni degli hotel lungo il percorso. La Polizia ha risposto con due cariche, riuscendo a far indietreggiare i manifestanti. “I ragazzi hanno retto una carica lunga e pesante – ha spiegato uno dei leader della protesta, Tommaso Cacciari – . La Polizia non ha fatto finta, ma il corteo ha retto benissimo. Ho visto la grande generosità di questi ragazzi e si è vista, speravamo di fare qualche metro in più, ma l’obiettivo di questa mobilitazione è stato centrato”.
Alcuni attivisti di Extinction Rebellion hanno ricoperto di sangue finto il ponte di Calatrava, a Piazzale Roma, come forma di protesta contro G20 dell’Economia in corso a Venezia. Giá durante la giornata di ieri, una ventina di attivisti aveva scelto di sedersi a terra in diverse strade del centro, ricoprendosi sempre di sangue finto e reggendo alcuni cartelli, con l’obiettivo di portare negli spazi pubblici le loro paure per le catastrofi che l’umanità dovrà affrontare a causa della crisi climatica e del collasso degli ecosistemi. Oggi invece, esponenti di Animal Rebellion, movimento internazionale da poco approdato anche in Italia, hanno fatto un’azione in cui mostravano alcuni pannelli informativi rispetto agli effetti dello sfruttamento animale sulla crisi climatica ed ecologica e i rischi che la distruzione degli oceani comporta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini, Toscana riapre portale, debutto prenotazioni 12-15enni
Somministrazioni Pfizer da 9 al 30 agosto, 100.000 dosi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
10 luglio 2021
19:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Riapre, dopo qualche settimana di stop per il taglio alle dosi, il portale regionale per la prenotazione del vaccino anti Covid, e c’è il debutto annunciato di una finestra dedicata ai giovani tra i 12 e i 15 anni. Il settore Sanità digitale della Toscana ha riaperto le agende di tutte le fasce di età, eccetto la finestra per il last minute.

Per i nati dal 2006 al 2009 il vaccino a disposizione è il Pfizer e devono essere accompagnati da un genitore. Gli appuntamenti per i 12-15enni vanno dal 9 agosto al 30 agosto: nella prima settimana sono disponibili oltre 60mila dosi, nelle successive 40mila.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morte figlia eroe Sars, un arresto per omicidio
Il siriano che la ospitò non chiamò soccorsi qualificati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11 luglio 2021
09:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un’ordinanza di custodia cautelare per omicidio è stata notificata dalla Polizia nel carcere di Regina Coeli – dove già si trovava per spaccio di eroina – ad un siriano di 64 anni, l’uomo che aveva ospitato in casa Maddalena Urbani, figlia del medico-eroe che isolò la Sars, prima della morte della ragazza avvenuta il 27 marzo 2021 per un mix di droghe. All’uomo viene contestato in particolare “il dolo eventuale, consistente – spiega la questura di Roma – nell’aver accettato di non chiamare direttamente i soccorsi, facendo intervenire delle persone non qualificate che avevano cercato, senza alcun esito, di salvare la Urbani”.
I fatti risalgono al 27 marzo scorso quando, su segnalazione del 118, è stata trovata in un’abitazione il corpo senza vita di Maddalena Urbani, 21 anni: ad ucciderla, secondo i primi accertamenti, un abuso di oppiacei.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’appartamento, in condizioni fatiscenti, era occupato dal 64enne cittadino siriano R. A, che si trovava agli arresti domiciliari per spaccio di stupefacenti. La perquisizione subito eseguita dalla Polizia ha portato al rinvenimento di alcune dosi di eroina, metadone e un mix di psicofarmaci, “il tutto a riprova – secondo gli investigatori – che il siriano, nonostante la misura restrittiva, continuava il suo spaccio di droga”. L’uomo è stato quindi condotto nel carcere romano di Regina Coeli. Le indagini della polizia per fare luce sull’accaduto hanno riguardato diverse circostanze, compreso il sospetto che la giovane potesse essere stata vittima di una violenza sessuale, cosa che però è stata successivamente esclusa. Con il siriano la Urbani aveva una conoscenza pregressa, tant’è vero che nella rubrica del suo telefono era registrato come “Zio Cassi”. Ed anche il siriano aveva nome e indirizzo perugino della giovane sulla sua agenda. A chiamare il 118 era stata un’altra ragazza, di origini straniere ma nata in Italia, che aveva conosciuto la Urbani circa un mese prima a Perugia; le due si erano quindi recate insieme a Roma, il 26 marzo, in treno. La testimone ha riferito alla polizia che Maddalena si era sentita male quel pomeriggio, “a causa del troppo alcool ingerito”, ma una volta giunta nell’abitazione dell’amico siriano si era leggermente ripresa. Aveva dormito tutta la notte, ma dopo essere rientrata dalla spesa all’ora di pranzo del 27 marzo l’amica si accorge che Maddalena non respirava più. Le indagini sui tabulati telefonici del siriano e le sue stesse dichiarazioni hanno consentito di accertare che quella quella notte aveva chiamato due suoi conoscenti, un rumeno ed un italiano, per soccorrere la Urbani. L’italiano – che il siriano chiamava ‘medico’, ma che in realtà era un tossicodipendente che aveva sostenuto qualche esame di Medicina – era intervenuto nella tarda mattinata del 27 e aveva fatto alla giovane una iniezione di adrenalina. Il rumeno era invece intervenuto nella tarda serata del 26 ed aveva praticato a Maddalena un massaggio cardiaco: la ragazza sembrava stesse meglio e lui se n’era andato. In seguito a questa ricostruzione dei fatti la procura di Roma (sostituto Paolo Pollidori e procuratore aggiunto Nunzia D’Elia) ha chiesto ed ottenuto dal gip un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del siriano, che la polizia gli ha notificato a Regina Coeli, dove è rinchiuso per spaccio da quello stesso 27 marzo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Europei: Lamorgese, seguite regole, non siamo fuori dall’emergenza
L’appello, “domani sia giornata serena, italiani responsabili”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 luglio 2021
21:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Rivolgo un appello perché siamo alla fase finale: è necessario che l’Italia riparta, riparta davvero, ma questo dipende anche dai nostri comportamenti soggettivi.
Quindi mi raccomando: seguire quelle che sono le regole della mascherina, dei distanziamenti perché siamo quasi fuori da questa crisi difficile ma ancora non ne siamo usciti completamente”.
E’ l’appello del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese in vista della finale degli Europei, lanciato dai microfoni del Tg1. Lamorgese si dice comunque “sicura che gli italiani ancora una volta manifesteranno il grande senso di responsabilità che finora hanno avuto”.
“Le forze di polizia, i militari, la polizia locale saranno accanto agli italiani in questi giorni complicati ma anche loro hanno un compito difficile e quindi io credo che tutti insieme dobbiamo lavorare perché ci sia una giornata serena – ha sottolineato il ministro sempre riferendosi alla partita di domani sera – da un punto di vista di ordine pubblico e anche perché le forze di polizia metteranno in concreta attuazione quelle che sono state le determinazioni assunte in seno ai comitati provinciali di ordine e sicurezza pubblica”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bimbo 5 anni risucchiato da bocchettone piscina, è grave
E’ accaduto in parco acquatico a Gallipoli
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GALLIPOLI
10 luglio 2021
21:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un bambino di 5 anni è stato ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Perrino di Brindisi dopo essere stato risucchiato e rimasto incastrato in uno dei bocchettoni dell’acqua della piscina di un parco acquatico a Gallipoli . Il piccolo era con i genitori.
Da quanto si è appreso, le grate che proteggono il bocchettone al momento dell’ispezione dei carabinieri erano al loro posto. Bisognerà verificare se si siano spostate accidentalmente. Il bimbo è stato inizialmente ricoverato all’ospedale di Gallipoli e poi, per l’aggravarsi delle sue condizioni, è stato trasferito a Brindisi dove è ricoverato con riserva di prognosi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
G8 di Genova, Agnoletto: ‘Voi la malattia, noi la cura’
Fu portavoce del Social Forum: ‘Torniamo per costruire la rete delle reti’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11 luglio 2021
09:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“È impressionante come i temi che abbiamo indicato allora siano all’ordine del giorno con una urgenza enorme e molto più forte. È impressionante vedere quanto avevamo ragione e quanto avevamo compreso i rischi che correva il pianeta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ed è impressionante vedere come le cose che volevamo modificare si siano rivelate quelle che hanno prodotto i maggiori danni”. Lo dice Vittorio Agnoletto, che fu portavoce del Genoa Social Forum al G8 di Genova nel 2001.
“Torniamo a Genova per dire ‘voi siete la malattia e noi la cura’ – spiega – e per costruire una grande rete delle reti, un’alleanza tra movimenti. Perchè non abbiamo più tempo. A chi ci criticava chiedo di lavorare insieme per modificare questo modello di sviluppo”.
“C’è una coincidenza che fa venire la pelle d’oca – dice Agnoletto -. Allora coordinavo azioni in appoggio al governo del Sudafrica che chiedeva la sospensione dei brevetti sui farmaci contro l’Aids. Contro c’erano 39 multinazionali, l’organizzazione mondiale per il commercio e la Ue che si rifiutarono e proprio a Genova annunciarono un fondo contro Aids, Tbc e malaria. Quindi no ai diritti, si agli interessi di Big Pharma e un po’ di carità. Venti anni dopo mi trovo a coordinare la campagna ‘nessun profitto sulla pandemia’ per il diritto alle cure a sostegno, guardi un po’, della proposta del Sudafrica e dell’India. E abbiamo contro Big Pharma e Commissione europea. E per un’altra incredibile coincidenza tra il 20 e il 26 luglio si riunirà il consiglio mondiale del commercio dove la Ue dirà no alla sospensione dei brevetti. Ma oggi abbiamo 7 miliardi di persone coinvolte nella pandemia e non possiamo lottare contro le varianti che si sviluppano dove non ci sono i vaccini”.
Il G8 di Genova predisse le crisi economiche del 2007 e 2008 e dalle Filippine mise in guardia contro gli tsunami che poi colpirono l’Asia, ricorda Agnoletto. Lanciò l’allarme sul dramma dei migranti e il Mediterraneo diventò un cimitero collettivo: “La limitazione delle risorse era uno dei temi centrali ma non ci hanno ascoltato e l’umanità ha pagato un prezzo altissimo” dice. La pandemia è “il frutto di questo modello che con la deforestazione e gli allevamenti intensivi ha abbattuto le barriere tra le specie aprendo al salto dell’agente infettivo fino agli umani”.
Qualche cosa di positivo c’è: “Oggi assistiamo al sentire comune di miliardi di persone, ma stiamo attenti perchè il potere usa le nostre parole e i nostri concetti per poi giustificare progetti che vanno in tutt’altra direzione”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sul fronte politico è cambiato molto. “In Europa abbiamo i populismi e i nazionalismi, sviluppati anche grazie al centrosinistra che voltò la faccia al Movimento e sposò la globalizzazione neo liberista, col credo che il mercato avrebbe pensato a regolare la giustizia sociale e le dinamiche sociali. Dove le forze progressiste hanno aperto al Movimento i nazionalismi invece non vincono, come in America Latina, dove hanno aperto un dibattito, pensiamo a Lula, ed hanno avuto un decennio di vittorie con grandi trasformazioni sociali e, nonostante le critiche che si possono fare a Ecuador, Bolivia e Brasile, hanno tirato fuori dalla miseria di milioni di persone”.
Agnoletto non dimentica il fronte giudiziario e la ferita ancora aperta: “C’è tanto da fare guardando a quanto accaduto a Capua Vetere. Non si può parlare di mele marce visto il numero di persone di vertice coinvolte. Il problema è il comportamento del Dap. A Bolzaneto 2 infermieri penitenziari decisero di denunciare le violenze e vennero messi ai margini”. A Palazzo Ducale, con Lorenzo Guadagnucci, giornalista, tra le vittime della Diaz, Agnoletto presenterà (19 luglio) la seconda edizione del libro ‘L’eclisse della democrazia’ (Feltrinelli), con 130 nuove pagine sui temi dell’agenda mondiale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Terrorismo: Ps arresta marocchino, combatté con Isis
Bloccato in provincia Salerno, su di lui mandato internazionale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11 luglio 2021
09:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un marocchino di 29 anni, Afia Abderrahman, che aveva combattuto in Siria prima nelle file di Al Nusra e poi nell’Isis, dove aveva ricoperto la carica di responsabile militare, è stato arrestato dalla Polizia a Lago, in provincia di Salerno, alla fine un’indagine che ha coinvolto Antiterrorismo, Digos di Napoli e Salerno, Aisi e servizi segreti marocchini.
Nei confronti dell’uomo, che ora si trova nel carcere di Salerno a disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa dell’estradizione, c’era un mandato di cattura emesso dal procuratore generale presso la corte d’appello di Rabat, in Marocco, il 28 giugno, ed esteso a livello internazionale l’8 luglio.
Afia Abderrahman, che era in compagnia di altri cittadini extra comunitari, è stato circondato, bloccato e arrestato – viene riferito – senza suscitare allarme negli altri avventori alle 21 circa di venerdì scorso. “Sia la Spagna che la Francia lo avevano segnalato in regime Schengen come soggetto pericoloso”, spiega Antonio Bocelli, I dirigente della Polizia di Stato Digos di Napoli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
G8 di Genova, Scajola: ‘Fu una reazione intollerabile’
L’ex ministro: ‘Per la Diaz e Bolzaneto c’è stato giusto seguito giudiziario’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11 luglio 2021
11:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nei giorni del G8 di Genova era ministro dell’Interno del governo Berlusconi Claudio Scajola, ora sindaco di Imperia. Il primo cittadino ha accettato di rispondere ad alcune domande per ricordare situazioni e tensioni.
Scajola ricorda che fece passare il messaggio che i manifestanti non erano nemici, che le forze dell’ordine non erano preparate per un evento di quella portata e che la reazione che ebbero fu intollerabile ed ha avuto un giusto seguito in sede giudiziaria.
Ha un rimpianto per i fatti del G8 a Genova? “Il rimpianto più grande è non aver potuto organizzare il vertice dall’inizio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Governo Berlusconi si era insediato solo un mese prima del G8, quando Genova era già stata scelta come sede e i piani di sicurezza già approntati. Lavorammo molto sul confronto, con le Istituzioni locali e con i rappresentanti dei manifestanti, e sulla sicurezza da garantire ai Capi di Stato, ma non ci fu da parte nostra la possibilità di fare grandi cambiamenti, perché il rischio era di generare ancora maggior confusione. Berlusconi valutò persino di annullare il G8 a Genova, ma non era più possibile. Doveva essere una grande occasione per la città e per l’Italia, si è trasformata in una pagina buia della storia della Repubblica”.
Valutando oggi la gestione c’è qualcosa che non rifarebbe e qualcosa che non è riuscito a fare? “Mi pare che nulla di diverso si potesse fare in 20 giorni. Con l’allora Ministro degli Esteri Ruggiero incontrammo più volte tutte le sigle dei manifestanti cercando di trovare con loro le migliori forme affinché potessero esporre il loro dissenso in totale sicurezza. Abbiamo distribuito un manuale a tutte le Forze dell’Ordine nel quale spiegavamo con chiarezza che i manifestanti non erano nemici e che c’era un duplice obiettivo: garantire, da un lato, la sicurezza dei Capi di Stato e, dall’altro, la democratica manifestazione del dissenso. Purtroppo quello a cui abbiamo assistito è stata la presenza di delinquenti che hanno messo a ferro e fuoco Genova e le reazioni intollerabili della Diaz e di Bolzaneto, che hanno avuto un giusto seguito in sede giudiziaria”.
Le violenze compiute dalla Polizia alla scuola Diaz e alla caserma di Bolzaneto sono state una lezione per l’ordine pubblico e se sì cosa hanno insegnato? “Sicuramente sì. Le Forze dell’Ordine all’epoca non erano preparate per un servizio di quella portata. I fatti del G8 di Genova sono serviti a migliorare la gestione degli eventi di piazza, ad arginare meglio i delinquenti che si inseriscono in mezzo a coloro che democraticamente esprimono il proprio dissenso”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alla