Cronaca tutte le notizie Tutti i fatti e gli avvenimenti di Cronaca sempre aggiornati approfonditi dettagliati monitorati affidabili! LEGGILI!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 150 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 06:37 DI MARTEDÌ 11 MAGGIO 2021

ALLE  14:40 DI SABATO 15 MAGGIO 2021

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Accoltella l’ex e uccide il figlio di lei in Ogliastra
Ricercato pakistano, 19enne intervenuto per difendere la mamma
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NUORO
11 maggio 2021
06:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un cittadino di origine pakistana di 29 anni ha ferito l’ex compagna di 50 anni con un coltello e ucciso il figlio 19enne della donna intervenuto per proteggerla.
Il delitto è avvenuto all’alba a Tortolì, in Ogliastra, in via monsignor Virgilio nella casa della donna in pieno centro.
Sul posto ci sono Carabinieri, Polizia e Guardia di finanza, coordinati dalla Pm di Lanusei Giovanna Morra. Di recente l’uomo, che si è dato alla fuga ed è ricercato in tutta l’Ogliastra, era stato arrestato per maltrattamenti ed era stato destinatario di una misura di divieto di avvicinamento alla donna.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Terrorismo: Brignoli condannata a 4 anni di carcere
Disposti anche 5 anni di interdizione dai pubblici uffici
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
11 maggio 2021
10:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata condannata a 4 anni di carcere Alice Brignoli, moglie del defunto militante dell’Isis Mohamed Koraichi, a processo in abbreviato con l’accusa di terrorismo internazionale dopo essere stata arrestata in Siria a settembre dal Ros dei carabinieri e riportata in Italia assieme ai 4 figli, poi affidati ad una comunità. Lo ha deciso stamane la gup di Milano Daniela Cardamone, che ha disposto anche 5 anni di interdizione dai pubblici uffici.

La gup Cardamone ha anche stabilito una provvisionale, immediatamente esecutiva, per ognuno dei quattro figli della donna, assistiti dall’avvocato e curatore speciale Silvia Belloni che ha deciso di costituirsi parte civile nel processo.
“La costituzione di parte civile è stato un gesto di responsabilità nei loro confronti”, ha spiegato l’avvocato Belloni dopo la sentenza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:studio Iss-S.Raffaele, anticorpi durano fino a 8 mesi
Indipendentemente da gravità malattia ed età
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
11:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gli anticorpi neutralizzanti del virus SarsCoV2 persistono nei pazienti fino ad almeno otto mesi dopo la diagnosi di Covid-19, indipendentemente dalla gravità della malattia, l’età dei pazienti o la presenza di altre patologie. Chi non riesce a produrli entro i primi quindici giorni dal contagio è a maggior rischio di sviluppare forme gravi di Covid-19.

Sono questi i due risultati principali del più ampio studio italiano su questo tema, condotto dall’Ospedale San Raffaele di Milano in collaborazione con l’Istituto superiore di sanità (Iss), e pubblicato sulla rivista Nature Communications.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Lazio, dal 17 maggio anche ultra40enni da medici base solo con AstraZeneca e Johnson
Un terzo della popolazione coinvolta da mezzanotte di domenica
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
13:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Hanno superato quota 500mila le prenotazioni per il vaccino anti Covid-19 per la fascia d’età 50-59 anni in Lombardia. Alle 10.15 di oggi, infatti, hanno già fissato un appuntamento per la vaccinazione 501.732 lombardi, praticamente un terzo della popolazione coinvolta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo fa sapere l’assessorato al Welfare di Regione Lombardia. Le iscrizioni sul portale di Poste Italiane e Regione Lombardia avevano preso il via alla mezzanotte di domenica scorsa.
Dal 17 maggio nel Lazio il vaccino si potrà prenotare anche dal medico di base. E’ l’accordo raggiunto ieri tra la Regione Lazio e la Federazione dei medici di famiglia del Lazio. Nell’incontro, al quale hanno partecipato il segretario regionale della Fimmg Gianni Cirilli e il vice segretario nazionale vicario Pier Luigi Bartoletti, sono stati affrontati i maggiori punti di criticità nello svolgimento della campagna vaccinale presso gli studi dei medici di famiglia, già segnalati nei giorni scorsi, contestualmente allo stato di agitazione che era stato indetto sabato. Due i punti principali: il primo è il diritto di scelta del cittadino di dove e da chi farsi vaccinare, il secondo di consentire al medico di famiglia di fare il suo lavoro con dignità, e al massimo delle sue possibilità, senza difficoltà o intoppi. I medici di famiglia saranno inseriti nel sistema di prenotazione del portale regionale dove i cittadini troveranno oltre che la prenotazione negli hub anche la prenotazione dal medico di medicina generale o farmacia.
Dal 17 maggio nel Lazio sarà possibile “per i soggetti ultraquarantenni di vaccinarsi solo presso il proprio medico di medicina generale con AstraZeneca o Johnson & Johnson, diversamente si dovrà aspettare l’apertura della fascia”. E’ quanto prevedono le regole stilate dopo l’incontro tra medici di Famiglia (Fimmg) e la Regione Lazio. L’accordo prevede anche un cronoprogramma preciso circa la distribuzione dei vaccini ai medici di famiglia del Lazio.
DAL 17 MAGGIO AL 1 GIUGNO: 2 fiale di Pfizer a settimana a medico per i soggetti fragili
DAL 20 MAGGIO: verranno consegnati ai Medici di Famiglia 20.000 dosi settimanali di Johnson & Johnson per le fasce consentite.
DAL 1 GIUGNO: verranno ampliate le consegne di Pfizer e verranno consegnati quantitativi crescenti del nuovo vaccino a M-Rna di produzione tedesca Curevac.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morte operaio, chiesto giudizio dirigenti Enichem Anic Gela
Per malattia professionale , Pm ipotizza omicidio colposo per 4
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GELA
11 maggio 2021
11:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Gela ha chiesto il rinvio a giudizio di quattro ex dirigenti delle società Enichem Anic, Praoil aromatici e Raffinazione srl per omicidio colposo.
Secondo l’accusa, al vaglio del Giudice per le indagini preliminari, si legge in una nota del procuratore Ferdinando Asaro, gli indagati avrebbero “per colpa consistita in negligenza ed imprudenza nonché inosservanza delle norme di prevenzione infortuni e malattie professionali, causato la morte di un dipendente delle predette società, deceduto il 12 ottobre del 2015, dopo aver avuto diagnosticato una malattia professionale consistita in mesotelioma sarcomatoide”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Assomiglia a Denise’, accertamenti su una ragazza in Calabria
Dopo la segnalazione di una donna i carabinieri stanno eseguendo dei controlli sulla giovane, che ha lo stesso nome e la stessa età. Attesa per le mosse della Procura di Marsala
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SCALEA
11 maggio 2021
12:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si chiama Denise, è di origini romene e ha 19 anni, la ragazza di Scalea, in provincia di Cosenza, sulla quale i carabinieri da ieri hanno avviato degli accertamenti a seguito di una segnalazione giunta da una cittadina, che riferisce similitudini con Denise Pipitone, la bambina scomparsa nel settembre del 2004 da Mazara del Vallo.
Secondo quanto riferito, la donna, una parrucchiera di Scalea, ha inviato un messaggio vocale nel quale ha riferito di aver riscontrato delle somiglianze fisiche, ma soprattutto legate “alla genesi di questa ragazza”, con la figlia di Piera Maggio, che oggi avrebbe 20 anni, perché nata il 26 ottobre 2000. Non si sa al momento se la Procura di Marsala procederà alla richiesta di ulteriori accertamenti.
“La Procura con noi non parla, è un muro”, ha riferito l’avvocato Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio.
La ragazza non si è sottratta alle verifiche e ha fornito i nomi dei genitori e altre informazioni utili a ricostruire il suo passato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Protestano centri commerciali, serrata 30mila negozi
‘Chiudiamo perché vogliamo riaprire. Le misure vanno revocate’. Dall’inizio della pandemia perdite per 40 miliardi di euro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
11 maggio 2021
19:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Saracinesche abbassate stamattina in 1.300 centri commerciali di tutta Italia per protestare contro le chiusure del weekend. Una serrata simbolica, di pochi minuti, che ha interessato 30 mila negozi e supermercati. “Chiudiamo perché vogliamo riaprire.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il tempo è scaduto, le misure vanno revocate. Lo chiediamo a nome degli 800mila lavoratori che sono la forza dei centri commerciali”, spiegano esercenti che aderiscono all’iniziativa promossa da ANCD-Conad, Confcommercio, Confesercenti, Confimprese, CNCC-Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali.
Dall’inizio della pandemia i centri commerciali e gli outlet hanno registrato “oltre 40 miliardi di perdite, 8 miliardi di entrate in meno nelle casse dell’erario”. Lo stima Alberto Frausin, presidente di Federdistribuzione, che oggi, insieme alle altre associazioni di categoria, ha incontrato esponenti politici per sensibilizzare il governo a riaprire nel weekend centri commerciali, parchi commercial e outlet. “Il nostro settore, che incide per l’8% del pil a livello nazionale, è l’unico settore senza data di riapertura”, spiega Frausin e “ogni weekend di chiusura sono 150 milioni di mancati incassi per lo Stato”.
“Siamo costernati, perché dall’inizio della pandemia noi abbiamo messo in campo tutte le attività possibili dal punto di vista della sicurezza sanitaria per i dipendenti e per i clienti – commenta il direttore del centro commerciale Le Gru, Davide Rossi – Continuiamo a investire centinaia di migliaia di euro e non riusciamo a capire come mai non venga riconosciuto questo nostro impegno costante, mentre per le attività a bordo strada il tenore è differente. Non riusciamo a spiegarci il perché del perdurare di questi divieti”.   PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Accoltella la ex e uccide il figlio di lei, catturato
L’uomo sotto interrogatorio nella caserma dei Cc a Tortolì
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NUORO
11 maggio 2021
13:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato catturato Masih Shahid, il 29enne di origine pakistana che all’alba si è introdotto nella casa di Tortolì della ex compagna, Paola Piras, di 50 anni, accoltellandola e poi uccidendo suo figlio, Mirko Farci, 19enne, che si era gettato sulla mamma per difenderla. L’uomo si trova ora nella caserma dei Carabinieri di Tortolì dove i militari lo stanno interrogando.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A 23enne di Massa “iniettate 4 dosi Pfizer, non 6”
Lo rivela Asl dopo i controlli.Errore per ‘scivolone cognitivo’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MASSA (MASSA CARRARA)
11 maggio 2021
14:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 4 non 6 le dosi di vaccino Pfizer-Biontech somministrate alla 23enne tirocinante di psicologia clinica a Massa (Massa Carrara) domenica scorsa.
La novità, spiega la Asl Toscana nord ovest in una nota, “è emersa nel corso dell’audit interno effettuato dall’Asl Toscana nord ovest e terminato nella serata di ieri all’ospedale Apuane di Massa, nel corso del quale è stato analizzato in maniera accurata il flacone utilizzato per la vaccinazione ed è stato misurato il quantitativo esatto di soluzione vaccinale ancora presente”, pari a 0,15 ml.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tenuto presente che la fiala contiene all’origine 0,45 ml di siero, tolto lo 0,15 di soluzione vaccinale ancora presente, “è in realtà di circa 0,30 ml, corrispondente al quantitativo impiegato per 4 dosi di vaccino”, il dosaggio iniettato per errore alle 23enne.
“Il fatto che la quantità di vaccino iniettato sia stato di poco superiore a 4 dosi – sottolinea la Asl – è importante perché la sperimentazione effettuata da Pfizer per individuare le conseguenze del sovradosaggio era arrivata appunto a testare un quantitativo di 4 dosi di principio attivo inoculate contemporaneamente, senza che per i pazienti ci fossero state conseguenze particolari”. Nell’eventualità delle sei dosi, come spiegato ieri dalla stessa Asl, sarebbe stato il primo caso al mondo.
L’Azienda sanitaria spiega che l’audit “ha confermato la dinamica già ipotizzata nelle ore precedenti: l’infermiera non ha inserito la soluzione fisiologica nel flaconcino, non ha quindi eseguito il passaggio della diluizione e ha aspirato il quantitativo necessario a preparare una dose con le siringhe di precisione fornite dalla farmacia aziendale”. E’ accaduto quello che la Asl definisce “scivolone cognitivo”.
Quanto alle condizioni della giovane “sta bene ma è tenuta ancora sotto stretto controllo, sempre in collegamento con la struttura di immunologia di Careggi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Zaia, nessun rischio di passare in zona arancione
Coprifuoco alle 23 ? Spero anche più avanti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
11 maggio 2021
15:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Non c’è rischio di passare in zona arancione, i dati sono buoni”: Così il Presidente del Veneto, Luca Zaia, parlando a Verona, ha escluso che il Veneto – in zona gialla dall’inizio di maggio – possa essere ‘retrocesso’ al prossimo monitoraggio in area arancione. “Ora dobbiamo galoppare con i vaccini, se avessimo avuto più dosi avremmo già vaccinato tutti i veneti.
Il virus c’è ancora, ma la situazione sta migliorando: se ci comportiamo bene ne veniamo fuori velocemente. Chi si è vaccinato poi non finisce in ospedale per essere ricoverato”.. Quanto al dibattito sul tema del coprifuoco, Zaia si è detto fiducioso che “verrà risolto. La posizione originaria dei presidenti elle Regioni era di portarlo alle 23, adesso io spero che si guardi anche un po’ più in la'”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pietre a motopesca: Marina, lanciati anche fumogeni
Intervenuta Guardia costiera turca per far cessare l’azione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
16:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alle 10.10 circa, nelle acque a nord di Cipro, “si è verificata un’interazione tra un imprecisato numero di pescherecci turchi e due pescherecci nazionali, il “Giacalone” e il “San Giorgio 1/o”. Così la Marina Militare, spiegando che “i pescherecci turchi hanno lanciato materiali (pietre e fumogeni) e realizzato manovre ravvicinate (una delle quali è sfociata in un contatto con il motopesca Giacalone, che ha riportato danni lievi)”.
E’ quindi intervenuta la Margottini della Marina Militare con un elicottero ed una motovedetta della Guardia costiera turca “che ha ingaggiato le imbarcazioni turche per indurle a cessare l’azione”.   MONDO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tra principesse e mascotte, i parchi a tema ‘fateci riaprire’
“Fateci riaprire subito! No all’1 luglio!”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
08:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Fateci riaprire subito! No all’1 luglio!”. In una Piazza del Popolo coloratissima, a protestare è una folla di 350 tra principesse, mascotte, pinguini, majorette, stuntmen, ovvero la rappresentanza dei lavoratori dell’Associazione Parchi Permanenti Italiani, le 230 strutture tra parchi a tema, avventura, acquatici e faunistici, chiusi ormai da ottobre e che oggi rischiano di perdere quasi l’intera stagione calda per un cronoprogramma che, a oggi, li terrà chiusi ancora fino all’1 luglio. Un settore che nel 2019 ha generato un giro d’affari complessivo di due miliardi di euro, ma soprattutto un grande complesso di attività con 25 mila posti di lavoro diretti (tra occupati fissi e stagionali) che arrivano a 60.000 addetti considerando l’indotto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“L’atteggiamento del governo è miope – sottolinea il presidente dell’associazione e di Leolandia, Giuseppe Ira – Non riusciamo a capire quale siano le ragioni” di questa apertura ritardata, visto che “lavoriamo all’aria aperta e abbiamo ridotto a un terzo la nostra capacità”. “Dobbiamo restare chiusi e intanto però si continua con le attività di manutenzione per la sicurezza e la conservazione delle strutture”, lamenta Guido Zucchi, ad di Magicland. “Perché possiamo aprire dopo i ristoranti al chiuso e le palestre? – domanda il direttore generale di Mirabilandia, Riccardo Marcante – Chiediamo più rispetto per le nostre 800 famiglie, che da aprile non hanno nessun sostegno. È inaccettabile”.
Non solo divertimento. “Noi siamo un’agenzia della salute – dice Manuela Lovo, direttrice di Acqua estate e presidente dello Sporting Club Noale – Lavoriamo con il cloro e a ottobre più di 100 controlli nelle piscine a livello nazionale hanno dimostrato che non c’è alcun pericolo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Ndrangheta: chiusa ‘Basso profilo’, anche Cesa e Talarico
Accusati di associazione mafiosa da Dda di Catanzaro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
11 maggio 2021
16:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Dda di Catanzaro ha chiuso le indagini dell’inchiesta “Basso profilo” nei confronti di 83 persone tra le quali il leader dell’Udc Lorenzo Cesa e l’ex segretario regionale del partito e attuale assessore regionale al Bilancio Francesco Talarico, accusati entrambi di associazione mafiosa. L’inchiesta, che ha portato ai domiciliari, poi rimodulati in obbligo di dimora, per Talarico, riguarda i presunti intrecci tra le cosche del crotonese e politici, imprenditori, pubblici amministratori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tra gli indagati figurano anche l’ex presidente di Confindustria Giovani di Crotone Glenda Giglio e Rocco Guglielmo, notaio di Catanzaro.
Nel filone politico affaristico sono coinvolti Tommaso e Saverio Brutto (padre e figlio; il primo ex consigliere comunale di Catanzaro), Ercole e Luciano D’Alessandro (anche loro padre e figlio; il primo ex militare della Guardia di finanza), Antonio Gallo (ritenuto imprenditore di riferimento dei clan del Crotonese), l’imprenditore Antonio Pirrello, l’avvocato Claudio Larussa. Per tutti l’accusa è di associazione mafiosa. Cesa, all’epoca dei fatti eurodeputato, per l’accusa, “d’intesa con Talarico” si sarebbe impegnato “ad appoggiare il gruppo per soddisfare le mire dei sodali nel campo degli appalti, proponendosi di fornire indicazioni su soggetti incardinati in enti pubblici, in società in house e anche in Albania”, dove Gallo avrebbe voluto trasferire e ampliare il proprio business.
Talarico, da parte sua, come candidato alle elezioni politiche del 2018, avrebbe offerto il suo appoggio, “in cambio di un consistente pacchetto di voti, per introdurre Gallo e Pirrello in ambienti politico-istituzionali nazionali”: sarebbe stato lui a presentare gli imprenditori e i Brutto a Cesa.
A Talarico viene contestato anche il reato di scambio elettorale politico-mafioso sempre in relazione alla candidatura alle politiche del 2018. In quella occasione, per l’accusa, si sarebbe incontrato con alcuni referenti reggini di Gallo, “dichiaratamente vicino all’ex senatore Antonio Caridi”, “in particolare Natale Errigo (anch’egli indagato, ndr) – imparentato con esponenti della cosca De Stefano-Tegano di Archi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Abel Ferrara e il Cristo velato, l’omaggio ai musei
Il regista leggerà una poesia davanti alla scultura di Giuseppe Sanmartino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
08:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Abel Ferrara, il regista americano ‘selvaggio’ di origine italiana e, da un po’, anche di adozione, rende omaggio alla giornata dei musei  unenedo alcune delle sue passioni: arte, poesia, religione. In previsione del 18 maggio, la giornata dedicata ai musei,  Ferrara ha girato un video mentre legge una poesia di Gabriele Tinti davanti al Cristo Velato nella Cappella San Severo a Napoli in  occasione anche del 250esimo anniversario della nascita di Raimondo di Sangro, il mecenate che commissionò la famosa statua a Giuseppe Sanmartino.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nato nel Bronx, nonno emigrato dall’Italia negli Usa senza un soldo, Ferrara è stato autore, fra gli altri, di King of New York, Il cattivo tenente e Fratelli.
Ha alle spalle una storia complicata dalle dipendenze (droga e alcol) dalle quali è uscito da otto anni grazie – ha raccontato lui stesso – ad una comunità frequentata proprio a Roma all’inizio degli anni ’10 del 2000. Ha tre figlie, l’ultima di cinque anni, e a Roma vive nel quartiere Esquilino.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini:Castrovillari,inchiesta Procura su presunti furbetti
“S’indaga su vari casi tra cui studenti diciottenni di Cariati”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CASTROVILLARI
11 maggio 2021
16:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Castrovillari ha aperto un’inchiesta sul caso dei vaccini somministrati a persone che non ne avevano diritto, come accaduto con il caso dei diciottenni di Cariati.
Sul tavolo del procuratore facente funzioni, Simona Manera, stando ad alcune indiscrezioni, sarebbero finiti alcuni fascicoli riguardanti non solo le inoculazioni catalogate come “altri” della cittadina ionica e che riguardavano studenti dell’ultimo anno delle scuola superiori alle prese con la maturità, ma anche quelle di altri centri della provincia di Cosenza come San Fili, Morano, Altomonte e Corigliano Rossano.

In tutti questi centri è stato ipotizzato l’inserimento, tra le persone che dovevano essere vaccinate, di nominativi legati a soggetti, definiti “furbetti del vaccino” che non avrebbero avuto prioritariamente diritto all’immunizzazione. L’ipotesi di reato per la quale si procede dovrebbe essere l’abuso di ufficio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Viadotto A12 vietato a tir, servono lavori
Aspi: E’ sicuro.Sindaci infuriati e c’è chi evoca crollo Morandi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
11 maggio 2021
17:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Chiuso al traffico pesante il viadotto Valle Ragone, in A12, tra Lavagna e Sestri Levante. La chiusura è scattata nel pomeriggio e riguarda i mezzi superiori alle 3,5 tonnellate.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La decisione è stata presa da Aspi e ministero delle Infrastrutture dopo che durante i sopralluoghi periodici è stata riscontrata una ‘carenza del viadotto rispetto ai carichi pesanti’ secondo le norme di sicurezza amplificate entrate in vigore da alcuni mesi. Aspi sottolinea “la piena stabilità dell’infrastruttura, che resta pienamente fruibile al transito dei veicoli leggeri”.
La decisione ha fatto scattare le polemiche, prime fra tutti quelle dei sindaci di Lavagna e Sestri Levante. “Apprendiamo con preoccupazione della chiusura del viadotto, vogliamo conoscere le ragioni, la durata del provvedimento e chiediamo di minimizzarlo anche in considerazione del disagio che ne deriverà per la viabilità ordinaria”, scrivono ad Aspi i sindaci di Sestri Levante Valentina Ghio e Gian Alberto Mangiante. “Mi chiedo – dice Ghio – come sia possibile che oggi, dopo le numerose segnalazioni, si renda necessaria questa misura così impattante, peraltro evidenziata solo a seguito dell’ispezione del ministero”. Il m5s parla di ‘evidente ammaloramento”, la deputata di Cambiamo Manuela Gagliardi sottolinea che “si parla addirittura del rischio di un Morandi-bis, ciò e’ assolutamente inammissibile”. Il Pd chiede a Aspi di chiarire e la Regione chiede l’apertura immediata dei caselli e che personale di Aspi aiuti per gestire la viabilità ordinaria.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Ndrangheta: chiusa ‘Basso profilo’, anche Cesa e Talarico
Accusa di associazione a delinquere aggravata da metodo mafioso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
11 maggio 2021
17:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Dda di Catanzaro ha chiuso le indagini dell’inchiesta “Basso profilo” nei confronti di 83 persone tra le quali il leader dell’Udc Lorenzo Cesa e l’ex segretario regionale del partito e attuale assessore regionale al Bilancio Francesco Talarico, accusati entrambi di associazione per delinquere aggravata dal metodo mafioso (e non di associazione mafiosa). L’inchiesta, che ha portato ai domiciliari, poi revocati, per Talarico, riguarda i presunti intrecci tra le cosche del crotonese e politici, imprenditori, pubblici amministratori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tra gli indagati figurano anche l’ex presidente di Confindustria Giovani di Crotone Glenda Giglio e Rocco Guglielmo, notaio di Catanzaro. Nel filone politico affaristico sono coinvolti Tommaso e Saverio Brutto (padre e figlio; il primo ex consigliere comunale di Catanzaro), Ercole e Luciano D’Alessandro (anche loro padre e figlio; il primo ex militare della Guardia di finanza), Antonio Gallo (ritenuto imprenditore di riferimento dei clan del Crotonese), l’imprenditore Antonio Pirrello, l’avvocato Claudio Larussa. Per tutti l’accusa è di associazione per delinquere aggravata dal metodo mafioso. Cesa, all’epoca dei fatti eurodeputato, per l’accusa, “d’intesa con Talarico” si sarebbe impegnato “ad appoggiare il gruppo per soddisfare le mire dei sodali nel campo degli appalti, proponendosi di fornire indicazioni su soggetti incardinati in enti pubblici, in società in house e anche in Albania”, dove Gallo avrebbe voluto trasferire e ampliare il proprio business. Talarico, da parte sua, come candidato alle politiche del 2018, avrebbe offerto il suo appoggio, “in cambio di un consistente pacchetto di voti, per introdurre Gallo e Pirrello in ambienti politico-istituzionali nazionali”: sarebbe stato lui a presentare gli imprenditori e i Brutto a Cesa.
A Talarico viene contestato anche il reato di scambio elettorale politico-mafioso sempre in relazione alla candidatura alle politiche 2018. In quella occasione, per l’accusa, si sarebbe incontrato con alcuni referenti reggini di Gallo, “dichiaratamente vicino all’ex senatore Antonio Caridi”, “in particolare Natale Errigo (anch’egli indagato, ndr) – imparentato con esponenti della cosca De Stefano-Tegano di Archi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Sardegna anticipa tutti, prime dosi a donne incinte
Somministrazioni al Santissima Trinitá di Cagliari
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
11 maggio 2021
17:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prime vaccinazioni anti Covid in Italia a donne in gravidanza. L’operazione è scattata questo pomeriggio a Cagliari all’ospedale Santissima Trinità.
“Il reparto di ginecologia è stato sempre all’avanguardia – conferma il direttore Sergio Marracini – a partire dai primi parti di donne positive, anche sotto una tenda. Ora questo nuovo passo: la procedura sará codificata a livello nazionale nei prossimi giorni. Ma naturalmente noi stiamo procedendo rispettando già da ora tutti i criteri di sicurezza necessari”.
Il punto nascita del Santissima Trinità ha dato il via alle vaccinazioni anticipando le decisioni ministeriali. Si comincia per ora a partire dalla 28esima settimana, dando priorità alle donne che presentano fattori di rischio di sviluppare una malattia grave da coronavirus. L’equipe della dottoressa Eleonora Coccollone, che in questo difficile periodo ha dato assistenza alle donne Covid positive, si è resa disponibile a vaccinare gratuitamente quelle incinte. Gli operatori del punto nascita valutano l’esistenza di indicazioni alla vaccinazione in priorità. E poi via alla somministrazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Terrorismo: Corte Milano, prescritta pena per Bergamin
Si era costituito dopo il blitz della Polizia francese
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
11 maggio 2021
18:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte d’Assise di Milano ha dichiarato l’estinzione della pena per prescrizione per Luigi Bergamin, il terrorista che si è costituito in Francia dopo il blitz delle Forze dell’Ordine di fine aprile che ha portato all’arresto in totale di nove ex esponenti degli anni di piombo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte ha accolto il ricorso del difensore Giovanni Ceola.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Sardegna,primi vaccini a donne incinte
Isola anticipa tutti, ma resta penultima per dosi somministrate
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
11 maggio 2021
19:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In Sardegna sono state somministrate oggi le prime vaccinazioni anti Covid in Italia a donne in gravidanza. L’operazione a Cagliari all’ospedale Santissima Trinità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il reparto di ginecologia è stato sempre all’avanguardia – afferma il direttore Sergio Marracini – a partire dai primi parti di donne positive, anche sotto una tenda. Ora questo nuovo passo: la procedura sarà codificata a livello nazionale nei prossimi giorni ma naturalmente noi stiamo procedendo rispettando già da ora tutti i criteri di sicurezza necessari”.
In generale, però, la Sardegna continua ad arrancare: ammonta a 606.007 il totale delle dosi somministrate dall’inizio della campagna vaccinale, l’80,8% delle 749.940 dosi attualmente disponibili.
La media nazionale è dell’89,4%; solo la Sicilia, con 80,5%, fa leggermente peggio della Sardegna. Nelle ultime 24 ore nell’isola sono stati somministrati solo 9.650 vaccini.
Intanto salgono a 55.765 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati nell’isola dall’inizio dell’emergenza: nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 83 nuovi contagi. In totale sono stati eseguiti 1.224.781 tamponi, di cui 5.776 nelle ultime 24 ore, per un tasso di positività dell’1,4%.
Si registrano anche quattro decessi (1.422 in tutto). Sono, invece, 274 (-14) le persone attualmente ricoverate in ospedale in reparti non intensivi, 40 (-1) i pazienti in terapia intensiva.
Le persone in isolamento domiciliare sono 14.916 e i guariti sono complessivamente 39.113 (+324).
Sul territorio, dei 55.765 casi positivi complessivamente accertati, 14.585 (+11) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.440 (+16) nel Sud Sardegna, 5.035 (+22) a Oristano, 10.751 (+7) a Nuoro, 16.954 (+27) a Sassari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Terrorismo: Corte, dopo 30 anni cade interesse eseguire pena
Viene meno l’interesse dello Stato all’esecuzione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
19:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono “trascorsi non solo più di quarant’anni dai gravissimi fatti di reato per cui Bergamin è stato ritenuto responsabile, ma soprattutto più di trenta anni dall’irrevocabilità della pronuncia di condanna” e l’8 aprile è “ormai decorso il termine massimo previsto”. Lo scrive la Corte d’Assise di Milano nell’ordinanza con cui ha dichiarato l’estinzione per prescrizione della pena di 16 anni e 11 mesi per l’ex militante dei Pac che si trova in Francia.
La Corte fa notare che “il legislatore” ha stabilito che decorsi 30 anni dalla sentenza che infligge una pena temporanea viene meno “l’interesse dello Stato all’esecuzione della stessa”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo e neve ostacolano missione ‘Ice Memory’ sul Rosa
Spedizione sul ghiacciaio Gorner doveva iniziare il 5 maggio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
11 maggio 2021
19:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le cattive condizioni meteo continuano ad ostacolare l’inizio della missione ‘Ice Memory’, con la quale un team di scienziati italo-svizzeri punta ad estrarre dal Gorner, sul Monte Rosa, una carota di ghiaccio profonda 80 metri, per lo studio del clima. I ricercatori – molti sono dell’Università Ca’ Foscari – dovevano arrivare sul ghiacciaio il 5 maggio scorso; ma il vento fortissimo in quota aveva costretto a posticipare il programma.
Nessuna finestre di bel tempo stabile – necessario per operare a 4.000 metri – si è più presentata. Ora una vasta saccatura di origine atlantica convoglia correnti umide sulle Alpi Occidentali, con diffuso maltempo e precipitazioni intense nell’area del Monte Rosa.
Stamane lo spessore di neve fresca alla Capanna Gnifetti, quota 3.600, superava il metro d’altezza. Le previsioni aggiornate fornite da ARPA Piemonte ai componenti della spedizione indicano un momentaneo miglioramento del meteo per i prossimi giorni, subito seguito da una nuova fase instabile a partire da sabato.
Una eventuale nuova ‘finestra’ per le attività di ricerca sarà valutata per l’ultima settimana di maggio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Denise: accertamenti su 19enne, lei dice ‘non sono io’
È di origini romene, informativa alla Procura di Marsala
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SCALEA
11 maggio 2021
20:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha 19 anni, i capelli rosa, i tratti italiani e parla con accento meridionale. E’ su questi elementi che si è poggiata la speranza di risolvere il caso di Denise Pipitone, la bambina scomparsa quando aveva quattro anni da Mazara del Vallo, nel 2004.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una speranza durata lo spazio di poche ore, però. A negare di essere la Denise siciliana è stata la stessa 19enne, che ha lo stesso nome della piccola scomparsa. Raggiunta da alcune televisioni ha smentito categoricamente di essere la bambina scomparsa. “Non sono io Denise” ha detto decisa ai giornalisti. “Non sono io la bambina – ha aggiunto – mi spiace per la famiglia. Sarebbe stata una bella notizia se fossi stata io e mi avessero trovato dopo tanto tempo ma non sono io, non sono io e basta. Ho avuto una vita abbastanza travagliata ma per fatti miei non perché mi ricollega alla vita dell’altra ragazza scomparsa. Mio padre è morto, mia madre invece no ma con lei non parlo da tanto tempo. Sono nata in Romania, mi dispiace ma non sono io”. La ragazza si è anche detta disponibile al test del Dna se “serve per potere confermare ulteriormente che non sono la ragazza che cercano”.
A fornire ai carabinieri di Scalea la descrizione della 19enne per la sua somiglianza a Denise, è stata Grazia Bonanno, parrucchiera di Scalea, che non appena l’ha vista ha subito pensato alla piccola. La signora ha incontrato la giovane per poco tempo, nel suo negozio, ma alcune informazioni riferitele e la piccola cicatrice sulla guancia, simile a a quella di Denise Pipitone, sono bastati per far sorgere il sospetto. Del fatto è stato informato anche l’avvocato Giacomo Frazzitta che da anni assiste la madre di Denise, Piera Maggio. L’avvocato, ovviamente, non si è sbilanciato, anche perché, si è limitato a dire, “la Procura con noi non parla, è un muro”.
Ai carabinieri di Scalea la giovane ha fornito i nomi dei genitori e altre informazioni utili a ricostruire il proprio passato. Con gli elementi raccolti, i carabinieri hanno redatto un’informativa che hanno inviato alla Procura di Marsala. Spetta ai magistrati siciliani decidere se effettuare una comparazione del Dna.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Violentata in una scuola a Roma, caccia all’uomo
La donna fa la cuoca nella mensa di un istituto della periferia sud della Capitale. Minacciata e rinchiusa in un ripostiglio. Poi dà l’allarme
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
11 maggio 2021
20:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata violentata all’interno della scuola dove lavora mentre gli alunni erano in classe. Una mattina da incubo per una cuoca di un Istituto scolastico di Roma del Torrino, periferia sud della Capitale.

Erano le dieci e la donna era intenta al suo lavoro nelle cucine della mensa dell’Istituto quando, ha poi lei stessa raccontato, uno sconosciuto è entrato e l’ha aggredita. L’uomo ha colto la dipendente dell’Istituto di sorpresa. L’ha minacciata con un coltello, presumibilmente preso dalla cucina, l’ha derubata e poi l’ha stuprata. L’uomo ha poi rinchiuso la vittima in un ripostiglio ed è fuggito da dove era entrato, ovvero da un ingresso secondario del grande complesso scolastico dove si stanno svolgendo le lezioni. Per questo nessuno lo avrebbe notato e ha potuto agire indisturbato.
La donna, una volta accertatasi che l’aggressore non era più nei paraggi e benchè sotto shock, ha allertato la dirigente scolastica chiamandola col suo cellulare: la preside è arrivata e l’ha liberata.
Poi la denuncia alla polizia. E’ subito scattata una caccia all’uomo. La donna ha descritto l’aggressore come straniero e ha raccontato agli agenti gli attimi di terrore vissuti sempre sotto la minaccia di un coltello.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
David: Pietro Castellitto miglior regista esordiente
Per I predatori
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
22:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“I premi fanno piacere le sconfitte fanno crescere , un bacio a mamma e un abbraccio a papà” così ha detto Pietro Castellitto. Il giovane attore-regista, 29 anni, figlio di Margaret Mazzantini e Sergio Castellitto, ha vinto ai David di Donatello come miglior regista esordiente per I Predatori, presentato a Venezia 2020.   CINEMA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

David: Matilda De Angelis, attrice non protagonista
Per l’incredibile storia dell’isola delle rose
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
22:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Un riscatto incredibile, muoio” così Matilde De Angelis migliore attrice non protagonista ai David di Donatello per il film di Sydney Sibilia per L’incredibile storia dell’isola delle rose.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
David: Elio Germano miglior attore protagonista
per Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
1 maggio 2021
22:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Elio Germano miglior attore protagonista per Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti ai David di Donatello. L’attore ha ringraziato tutti coloro che lo hanno aiutato ad entrare nel personaggio di Ligabue, dal regista al dialog coach, ai truccatori, citandoli uno per uno, “a tutti i lavoratori dello spettacolo e agli artisti soprattutto quelli dimenticati”.
Poi ha salutato i colleghi con cui ha diviso la candidatura, “spero di ritrovarli qui tanti altre volte”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
David: Sophia Loren, senza il cinema non posso vivere
L’attrice commossa, non so se sarà il mio ultimo film
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
22:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“L’emozione è la stessa del primo David 60 anni fa è anche di più”, ha detto Sophia Loren, David come migliore attrice protagonista per La vita davanti a sè di Edoardo Ponti, ringraziando i produttori e tutta la troupe e “il protagonista con me, un bambino meraviglioso, magico, che si chiama Ibrahima Gueye e ringrazio il mio regista, Edoardo. Il suo cuore e la sua sensibilità hanno dato vita e anima a questo film e al mio personaggio, anche per questo io a mio figlio sono veramente molto grata, è un uomo meraviglioso.
Non so se questo sarà il mio ultimo film ma io ho ancora voglia di farne ancora, sempre più belli, io senza il cinema non posso vivere assolutamente!”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
David: la figlia di Mattia Torre, bravo papà
La piccola ritira il premio per Figlia per il genitore scomparso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
22:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tutti in lacrime, Valerio Mastandrea e tutta la platea del Delle Vittorie e poi una standing ovation.
Emma Torre, la figlia di Mattia Torre, accompagnata dalla mamma Francesca, ha ritirato il premio vinto dal padre, prematuramente scomparso per la sceneggiatura del film Figli.
“Complimenti a mio padre che ha vinto il premio”, poi ringrazia tante persone che le sono state vicine. “Dedico il premio al mio fratellino Nico che mi fa ammazzare dalle risate e a mia mamma che non si arrende mai. Questo film parla di famiglie sole e bambini che nascono, ringrazio le ostetriche e i medici che non fanno volare via le persone. Bravo papà”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
David: Immigrato di Checco Zalone migliore canzone
Per Tolo Tolo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
23:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Se lo sapevo venivo”, così Luca Medici, Checco Zalone, in collegamento ha scherzato alla notizia della vittoria del David come migliore canzone, Immigrato nel film Tolo Tolo. “I miei famigliari dormono, non gliene frega niente che ho vinto”, ha aggiunto.
“Mi sono preparato poche parole. “La solita cricca di sinistra che premia i soliti, no questo era il foglietto se perdevo. Grazie all’accademia per il riconoscimento meritocratico”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
David: miglior film è Volevo Nascondermi
L’opera di Giorgio Diritti sul pittore Ligabue
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
23:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti ha vinto il premio David di Donatello come miglior film. L’opera dedicata al pittore Antonio Ligabue ha vinto anche per la regia di Diritti e l’attore protagonista Elio Germano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ritrovato furgone e attrezzi nazionale calcio in carrozzina
Grande, c’è tutto ma non sappiamo se ci sono danni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
11 maggio 2021
22:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato ritrovato e riconsegnato all’associazione ‘Oltre Sport’ il furgone che era stato rubato la scorsa notte mettendo a rischio la partecipazione di cinque atleti pugliesi al primo ritiro della nazionale di Powerchair football, il calcio in carrozzina elettrica, a Jesolo il 13 maggio. A bordo del furgone ci sono anche le due carrozzine da gioco e tutta l’attrezzatura sportiva.
L’atleta Donato Grande spiega che “il furgone è sensibilmente danneggiato” mentre “non riusciamo a capire” lo stato dell’attrezzatura.
A far ritrovare il mezzo è stato un cittadino che ha segnalato al 112 di aver rinvenuto un furgone bianco con all’interno del materiale sportivo e due sedie per disabili.
“Si può ricominciare”, scrive il governatore pugliese Michele Emiliano su Facebook. Mentre il sindaco di Trani, Amedeo Bottaro, sottolinea che “i danni si riparano e il sogno non si spezza”.   CALCIO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Colpito da un’arma da fuoco, grave un giovane a Bologna
E’ successo nel quartiere del Pilastro, indagini della Polizia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
11 maggio 2021
22:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un giovane di 25 anni è stato colpito all’addome con un colpo di arma da fuoco, intorno alle 19.50, in via Natali al Pilastro, quartiere periferico di Bologna. E’ stato trasportato in gravi condizioni all’ospedale Maggiore.

La polizia sta indagando sulle cause dell’aggressione. Poco distante, il 5 maggio scorso c’era stata una rissa alla quale aveva partecipato una decina di persone. Per sedarla era rimasto ferito anche agente di polizia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia: sequestro beni a boss della Stidda e al fratello
Antonio Maira era stato inquisito dal giudice Livatino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
12 maggio 2021
08:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Beni per un valore di 400mila euro sono stati sequestrati dal personale della sezione misure di Prevenzione patrimoniali -della Questura di Agrigento ai fratelli Antonio e Giuseppe Maira, rispettivamente di 71 e 65 anni, di Canicattì.
Antonio, sottolineano gli investigatori, è stato un personaggio di primo piano nel panorama criminale della provincia agrigentina: negli anni ’80 come appartenente alla “Stidda” subì diverse condanne, tra cui quella più pesante inflittagli in un processo dove la pubblica accusa era sostenuta dall’allora giovane Pm Rosario Livatino, il giudice proclamato Beato domenica scorsa dopo essere stato ucciso nel ’90 da quattro killer.

Secondo diversi collaboratori di giustizia il giudice sarebbe stato assassinato proprio perché aveva inflitto forti condanne ad affiliati della “Stidda”, tra cui appunto Antonio Maira che era stato condannato dal Tribunale di Agrigento nel 1986 a 22 anni e mezzo di reclusione, pena poi ridotta in appello a 17 e sei mesi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Crolla ponte levatoio di una darsena a Spezia, nessun ferito
Durante operazione di apertura. Usato per transito barche
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
12 maggio 2021
09:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha ceduto improvvisamente il ponte levatoio della darsena di Pagliari, a Spezia. Stamani durante una manovra di chiusura del ponte, la struttura è crollata per cause in corso di accertamento.
Non risultano feriti, durante le operazioni di apertura e chiusura la zona viene infatti interdetta. Il ponte levatoio, che si trova nella zona dei cantieri nautici e navali, permette l’uscita o l’ingresso di imbarcazioni dalla darsena.
Il traffico, da Spezia e da Lerici, è stato convogliato nelle vie limitrofe. Sono in corso accertamenti sulle cause.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Caporalato: pakistani sfruttati in Veneto, due arresti
Operazione CC Nucleo Tutela Lavoro di Venezia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TREVISO
12 maggio 2021
09:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I Carabinieri del Gruppo Tutela del Lavoro di Venezia, con il supporto dei militari di Treviso, hanno arrestato due cittadini pakistani, accusati di intermediazione e sfruttamento del lavoro aggravato nei confronti di decine di loro concittadini.
Il provvedimento è stato emesso dal Gip del Tribunale di Treviso, su richiesta della sostituto procuratore Anna Andreatta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le indagini, svolte tra ottobre e febbraio scorsi, dopo una serie di controlli in aziende agricole delle province di Treviso, Pordenone e Udine, hanno portato alla scoperta di un’impresa agricola con sede legale a Cessalto (Treviso), che reclutava cittadini pakistani da impiegare come manodopera per lavorare presso aziende del territorio, in regime di sfruttamento.
Il titolare dell’azienda si occupava dell’impiego dei lavoratori nelle aziende agricole, mentre un suo collaboratore li reclutava e li trasportava nei luoghi dove venivano sfruttati.
Alloggiati con sistemazioni precarie, prive di riscaldamento con muffa, finestre e infissi danneggiati, e servizi igienici del tutto inadeguati, venivano svegliati alle prime luci dell’alba e accompagnati nelle aziende agricole dove lavoravano guardarti a vista, fino a tarda sera.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quarant’anni fa l’attentato al Papa
Preziosi ricostruisce vicenda che cambiò pontificato Wojtyla
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
09:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 1981, ore 17.17: papa Giovanni Paolo II ha appena riconsegnato una bimba ai genitori, dopo averla abbracciata e benedetta, mentre stringe le mani di migliaia di fedeli in piazza San Pietro per l’udienza del mercoledì. All’improvviso risuonano nel colonnato del Bernini alcuni colpi di pistola.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa cade ferito nella camionetta, tra le braccia di don Stanislao Dziwisz, colpito dai proiettili del killer turco Alì Agca. A quarant’anni da quel gesto che è passato alla storia, arriva un libro di Antonio Preziosi dal titolo “Il Papa doveva morire” ricco di episodi, particolari poco conosciuti o anche inediti legati a quella giornata in cui il mondo si fermò con il fiato sospeso in attesa di notizie sulla salute del Papa che sopravvisse dopo quasi sei ore di un drammatico intervento chirurgico.
La storia è raccontata in maniera avvincente e minuziosa.
Dalla lettura del volume trapela che pochi secondi dopo l’attentato, papa Wojtyla sussurrasse “hanno fatto come a Bachelet”, ricordando l’omicidio del vicepresidente del Csm ucciso dalle Brigate Rosse. E che sempre pochi secondi dopo l’attentato, aveva confidato a don Stanislao parole di perdono verso l’attentatore, chiunque egli fosse stato. E poi l’incredibile corsa al Gemelli a bordo di una ambulanza con la sirena rotta, la porta della sala operatoria chiusa a chiave ed abbattuta a spallate da medici ed infermieri, lo stupore del capo della equipe medica del Gemelli, il professor Francesco Crucitti, nel constatare la “strana traiettoria” del proiettile che aveva percorso una specie di “zig zag” nell’addome del Pontefice, uscendo dal bacino, evitando di un niente tutti gli organi vitali e l’arteria aorta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa sopravvive e l’attentatore non se ne fa una ragione: non capisce come abbia fatto a fallire il colpo, con una potente arma da guerra, ad appena tre metri. E ne chiede conto allo stesso Giovanni Paolo II il giorno in cui il Papa si reca a trovarlo nel carcere di Rebibbia per portargli anche personalmente il suo perdono: “come hai fatto? – gli chiede – Come hai fatto a salvarti?”. Il pontefice polacco era convinto di essere stato salvato da un intervento diretto della Madonna di Fatima di cui proprio in quel giorno si festeggiava la ricorrenza dell’apparizione. Ed identificò nell’evento l’adempimento del Terzo Segreto di Fatima. “Una mano ha sparato, un’altra mano ha deviato il proiettile”, ripeteva spesso il pontefice che un anno dopo si recò proprio a Fatima per ringraziare la Madonna ed incastonò nella corona della statua della Vergine proprio il proiettile che aveva attraversato il suo corpo senza ucciderlo.
Quanto alle ragioni dell’attentato, Wojtyla non mostrò mai di appassionarsi a quello che definì, conversando con Indro Montanelli, “un garbuglio”, cioè alla fitta rete di ricostruzioni, smentite, depistaggi su ciò che si era mosso dietro la sparatoria contro di lui. Non aiutò la ricostruzione dell’attentato il comportamento di Agca che, secondo il giudice Ilario Martella, cambiò 52 volte versione, tirando in ballo di volta in volta vari servizi stranieri ed anche l’ajatollah Khomeini. Lo stesso Martella rimane ancora oggi un convinto assertore della “pista bulgara” secondo la quale il killer non agì da solo, ma con la complicità dei servizi di Sofia. Una pista smontata dallo stesso Agca che aveva invece contribuito a costruirla con le sue stesse dichiarazioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quello sui presunti mandanti di Agca non è l’unico mistero irrisolto. Agca parlò di una suora che, nel momento dell’attentato, aveva abbassato il suo braccio impedendogli di prendere bene la mira e di uccidere così il Papa. Ma quella suora, ricorda Preziosi, non è stata mai rintracciata. Misteri a parte, l’unica certezza è che quel giorno il Papa doveva morire ma non morì. Errore del killer per i cronisti, intervento della divina Misericordia per il Papa Santo.
E’ proprio il tema della “regia divina” quello che viene raccontato negli ultimi capitoli del volume. “Questo libro – scrive nella prefazione monsignor Rino Fisichella – ha il merito di porre l’attentato come una chiave di lettura dell’intero pontificato, per evidenziare quanto Giovanni Paolo II abbia visto in quel fatto una ‘rinascita spirituale'”. Ed infatti, dopo quell’attentato, cambiò la storia del pontificato di Giovanni Paolo II e forse, pensando a quanto accadde dopo pochi anni con la fine della Guerra Fredda, cambiò anche il corso della Storia con la “esse” maiuscola.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bertolaso, abbiamo dosi fino a giugno
‘Lombardia col turbo, potremmo fare under 50 a fine mese’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
09:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Usando tutto ciò che abbiamo e vaccinando tutti quelli che si sono prenotati si arriva al 10 giugno, vaccini per altre fasce al momento non ci sono”. Lo ha detto Guido Bertolaso, consulente di Regione Lombardia per la campagna vaccinale, intervistato oggi da L’Eco di Bergamo.
Sullo stato attuale “abbiamo il turbo – ha detto – ma stiamo andando a due cilindri, toh, al massimo a tre…” precisando che le prenotazioni per gli under 50 dovrebbero “partire a fine mese”.
Secondo Bertolaso, infatti “potremmo fare 140mila vaccini al giorno, e tra i 29 e il 30 aprile ne abbiamo fatti 115 mila in surplace. Invece ne facciamo 85mila, circa il 18-20% di tutte le vaccinazioni che si fanno nel Paese, e siamo anche oltre la media nazionale che si attesta sul 17%”.
Bertolaso, infine, che aveva dato un ‘”4 -” in informatica alla Lombardia, adesso gli darebbe “8 e mezzo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Contrabbando di gasolio, denunciate 5 persone
Operavano dalla Spezia nelle regioni limitrofe alla Liguria
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
12 maggio 2021
10:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I militari del Gruppo della Guardia di Finanza La Spezia e funzionari del Reparto Antifrode dell’Ufficio delle Dogane della Spezia hanno concluso una complessa attività di indagine con l’esecuzione di un sequestro preventivo di immobili e disponibilità finanziarie per oltre 240.000 euro nei confronti di cinque persone accusate di fare parte di un’associazione per delinquere dedita al contrabbando aggravato di prodotti petroliferi. Il provvedimento è stato disposto dal Giudice delle Indagini Preliminari di La Spezia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le indagini, iniziate nel 2019 nel porto di La Spezia e poi estese a Bologna, Parma, Genova, Livorno, Lucca, Pisa, Teramo, Napoli e Caserta, hanno consentito di individuare 24 spedizioni irregolari in 64 containers, sottoporre a sequestro complessivamente 244.041 litri di gasolio e accertare maggiori diritti di confine dovuti per 243.694,90 euro, a cui conseguono sanzioni per oltre 4 milioni di euro tra Leggi Doganali e delle Accise.
I prodotti sequestrati provenivano dal Venezuela in evasione di accise e di Iva attuata sia con falsa dichiarazione di specie del prodotto importato che con falsa dichiarazione di destinazione. Gli accertamenti hanno consentito di verificare che la società importatrice era di fatto inesistente, così come la società della Repubblica Ceca. Le indagini sono scaturite da un primo sequestro operato nel porto di La Spezia di un carico di oltre 40.000 litri di gasolio proveniente dal Venezuela stipato in flexitank (all’interno di due containers), che a seguito di analisi è risultato essere prodotto energetico anziché “sgrassante”, come falsamente dichiarato. Nell’arco di poco tempo, sono stati individuati altri otto containers con i quali i sodali hanno tentato di commercializzare illecitamente nel mercato nazionale, e con le medesime modalità, ulteriori 200.000 litri di gasolio, dichiarato come “sgrassante”, utilizzando questa volta per l’importazione una seconda società con sede legale a Bologna ma operativa nel parmense. I denunciati si celavano dietro società fittiziamente interposte o appositamente costituite in Repubblica Ceca e Venezuela.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Assalto distributori con ruspe,arresti Italia e Romania
Operazione Questura Pordenone, quattro ordinanze
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
12 maggio 2021
11:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dall’alba è in corso un’operazione di polizia transnazionale, condotta dalla Squadra Mobile della Questura di Pordenone, con il coordinamento del Servizio Centrale Operativo (S.C.O.) della Polizia e del Servizio Cooperazione Internazionale di Polizia (S.C.I.P.), per eseguire ordinanze di custodia cautelare in carcere con emissione di “mandato arresto europeo”, a carico di 4 persone di nazionalità romena, componenti di una banda che ha compiuto numerosi assalti causando ingenti danni con ruspe ad aree di servizio in Fvg, Veneto, Emilia Romagna, Lombardia tra gennaio e aprile 2021.
L’operazione si sta svolgendo tra l’Italia e la Romania.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Non affitto a stranieri”, casa negata a una coppia
Denunciato episodio di discriminazione a Pavia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PAVIA
12 maggio 2021
11:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una coppia residente a Pavia si sarebbe vista rifiutare l’affitto di una casa dopo che il proprietario, all’appuntamento per la firma del contratto, ha visto che il marito della donna che l’aveva contattato è un uomo di colore.
Secondo quanto riferito, il proprietario avrebbe deciso di far saltare l’intesa che era stata raggiunta con un contatto telefonico, affermando “Non affitto a stranieri”.
A nulla sono valse le rimostranze della coppia ed in particolare della donna che ha spiegato che suo marito vive in Italia da 30 anni, si è laureato a Pavia ed è un professionista affermato. Il proprietario non ha voluto sentire ragioni.
La coppia non ha voluto denunciare il fatto all’autorità giudiziaria, ma lo ha comunque segnalato allo Sportello Antidiscriminazioni del Comune di Pavia. “Le persone devono capire che la discriminazione è una condotta illecita – ha dichiarato la donna -. Non è giusto escludere qualcuno per le proprie origini o per le proprie abitudini, nonostante su questo si sia fatta e si faccia ancora tanta propaganda politica per intercettare il consenso di persone che si lasciano ancora persuadere da certi ragionamenti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nas in strutture per anziani, trovati 87 operatori non vaccinati
Controlli in 572 Rsa, 6 chiuse e irregolarità in 141
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
16:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sei strutture ricettive per anziani chiuse e 87 operatori trovati senza vaccinazione Covid. Questo il bilancio dell’operazione dei Carabinieri dei Nas, anche alla luce della recente ordinanza sull’apertura alle visite.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nella prima decade di maggio è stata realizzata, d’intesa con il ministero della Salute, la campagna di controlli che ha coinvolto 572 strutture sanitarie e socio-assistenziali constatando irregolarità in 141 (25%). Contestate 197 violazioni penali e amministrative per 43 mila euro, deferite 36 persone all’Autorità giudiziaria e segnalate altre 136 alle Autorità amministrative.
Durante i controlli dei Nas è emersa in particolare la presenza di operatori sanitari e personale addetto alle strutture risultati privi di copertura vaccinale, divenuta obbligatoria da aprile scorso. Tale fenomeno, riscontrato in almeno 42 strutture socio-sanitarie in varie province per complessivi 87 tra infermieri, fisioterapisti, operatori socio-assistenziali e restante personale destinato al contatto diretto con gli anziani, “rappresenta – sottolinea il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute – un potenziale anello di debolezza nella strategia di tutela al possibile contagio degli anziani ospiti, proprio in un periodo di riapertura delle visite esterne dei familiari”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: salgono a cinque le isole Covid free nelle Eolie
Dopo Salina, Alicudi, Filicudi e Panarea oggi tocca a Stromboli
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
12:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Salgono a cinque le isole Covid free nelle Eolie. Dopo Salina, Alicudi, Filicudi, Panarea oggi tocca a Stromboli.
La vaccinazione con l’equipe medica giunta in aliscafo avviene nei locali della guardia medica. Circa 200 gli isolani, ma anche i lavoratori stagionali ed i residenti interessati. Subito dopo si proseguirà con Ginostra, il minuscolo borgo di Stromboli raggiungibile solo via mare, e Vulcano.
Da venerdì invece inizieranno le vaccinazioni a Lipari nel nuovo hub vaccinale allestito presso il palacongressi. Tutti coloro che si sono già registrati sul sito del Comune saranno contattati, secondo l’ordine di prenotazione, per fissare data e orario.
“E’ possibile effettuare la prenotazione per tutti i cittadini residenti a partire dai 18 anni di età – precisa il sindaco Marco Giorgianni – per tutti coloro che sono domiciliati a partire dai 18 anni di età e per tutti i proprietari di casa sul nostro territorio insieme ai componenti maggiorenni del proprio nucleo familiare. E’ possibile fare il vaccino anche senza prenotazione, contattando direttamente i medici di famiglia di ciascuna isola che sono stati incaricati dall’Asp”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Malta: pressing Libia per recuperare il tesoro di Gheddafi
Chiesta restituzione 80 mln euro depositati in Bov
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LA VALLETTA
12 maggio 2021
12:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il governo libico ha lanciato un pressing su Malta per ottenere la restituzione di una parte del tesoro portato all’estero da Muhammar Gheddafi, oltre 80 milioni di euro depositati in conti della Bank of Valletta (BoV) dal figlio del dittatore Mutassi sui quali dal 2012 è in corso una battaglia legale con gli eredi del dittatore libico morto nel 2011. L’argomento è stato uno dei principali temi dell’incontro fra il ministro degli esteri maltese Evarist Bartolo ed il suo omologo libico Najla El-Mangoush, in visita alla Valletta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo hanno indicato fonti governative maltesi al Times of Malta, specificando che nell’incontro si è parlato anche di immigrazione e della ripresa tanto dei collegamenti aerei fra Libia e Malta quanto dei rapporti commerciali tra i due paesi.
Durante i suoi 40 anni di dominio sulla Libia, Muhammar Gheddafi aveva fatto ingenti investimenti personali a Malta.
Dopo la rivoluzione e la morte del dittatore, il nuovo governo libico ha individuato i fondi che il figlio Mutassim aveva depositato a Malta tramite la società Capital Resources Ltd. A febbraio scorso, dopo un anno di pausa per la pandemia, a Malta è ripresa la battaglia legale tra gli eredi di Gheddafi ed il governo libico.
Oggi il ministro di Tripoli ha chiesto l’aiuto del governo maltese per sbloccare la situazione, Fonti del ministero degli esteri maltese hanno riferito al Times of Malta che Bartolo da una parte ha garantito la condivisione di tutte le informazioni con il governo libico, aggiungendo che però non compirà passi concreti finché non sarà concluso il percorso giudiziario che dovrà determinare il destinatario finale dei fondi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pesca: sindaco Mazara a Roma, impegno tavolo tra Ministeri
Incontro con Di Maio per affrontare questione sicurezza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
12 maggio 2021
12:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un tavolo di discussione tra Ministero degli Esteri e dell’Agricoltura e pesca per affrontare la questione della sicurezza dei pescatori di Mazara del Vallo nel mar Mediterraneo. È questo l’impegno che ha strappato il sindaco di Mazara del Vallo Salvatore Quinci, incontrando il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

Il primo cittadino è a Roma per incontrare i due Ministri ma anche i capigruppo delle forze politiche di maggioranza. “Quello che ho riscontrato è la convergenza sulla tematica da parte di tutti i partiti – ha detto Quinci – c’è un impegno affinché la situazione non finisca nel dimenticatoio e se ne parli solamente quando si verificano sequestri e assalti da parte dei libici e non solo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Chiari, il ruolo delle riviste culturali
La parola letteraria nel web, appuntamento online il 13/5
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CHIARI
12 maggio 2021
12:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue anche a maggio il cartellone di eventi dedicati alla promozione della lettura di Chiari, Prima Capitale Italiana del Libro, con il panel “La parola letteraria nel web. Riviste culturali”, in programma il 13 maggio alle 20.30 e coordinato dal direttore del Centro per il libro e la lettura Angelo Piero Cappello.
Gli argomenti al centro del dibattito saranno orientati a comprendere quale sia oggi il ruolo delle riviste culturali, la modalità con cui queste veicolano il mondo del libro e dei suoi contenuti agli utenti digitali, e quali reti di lettori riescono a creare: a discuterne Daniela Mena, direttore di “Microeditoria”, Saro Trovato, fondatore del social media “Libreriamo”, Francesco Pacifico de “il Tascabile”, Gabriele Gimmelli di “Doppiozero” e Stefano Malosso di “Limina”, che racconteranno la propria esperienza e risponderanno anche alle domande del pubblico.
L’evento sarà trasmesso in streaming sui canali social Facebook e YouTube del Comune di Chiari e della Rassegna della Microeditoria:

SPETTACOLI MUSICA E CULTURA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Del Brocco, Volevo nascondermi torna in sala
Ad Rai Cinema, a David ha vinto cinema italiano in sua diversità
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
15:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“È l’intero cinema italiano nella sua diversità e ricchezza ad aver vinto ieri sera la 66/a edizione dei David di Donatello, con la sua voglia di esserci e di ripartire”, sottolinea in una nota Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema, annunciando il ritorno in sala di ‘Volevo nascondermi’ dal 13 maggio nelle principali città italiane.
“Un anno fa – ricorda Del Brocco – partecipavamo a questa cerimonia con una promessa, quella di impegnarci a mantenere vivo il cinema e non perdere il contatto con il pubblico; l’incertezza era tanta e la strada tutta da costruire, ma la cosa più importante, oggi, è poter dire di esserci riusciti.
T
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tutta l’industria – grazie ai registi, sceneggiatori, attori, ai produttori, ai tecnici, alle maestranze, alle istituzioni, alla loro tenacia e coraggio – ha resistito e, nonostante le difficoltà che questo anno ci ha messo di fronte, si è mossa verso un obiettivo comune. Ed è con tutti i lavoratori del settore che Rai Cinema vuole condividere la gioia per i diciotto David vinti in questo 2021”. Del Brocco ringrazia in particolare l’Accademia del David e Piera Detassis, che “ci hanno permesso di ritrovarci qui, a distanza di un anno, a premiare questi bellissimi film e documentari che sono lo specchio della vivacità del nostro cinema”. “Volevo nascondermi”, vincitore di sette statuette, è riuscito, “nonostante le chiusure forzate, la riduzione del mercato, le riaperture, i divieti, a costruire la sua strada e toccare il cuore degli spettatori, dimostrando la forza e il valore del nostro miglior cinema di qualità”. E proprio per riprendere “quel filo interrotto con il pubblico che abbiamo deciso con 01 Distribution di riportarlo al cinema da domani (13 maggio, ndr) nelle principali città italiane”. Congratulazioni anche da parte di Nicola Claudio, presidente di Rai Cinema “al giovane Pietro Castellitto, Miglior regista esordiente per “I predatori”, a Fabio e Damiano D’Innocenzo, Gianni Amelio, Emma Dante e Gianfranco Rosi, osservatore instancabile del nostro presente, per aver contribuito con le loro opere ad impreziosire questo anno di grande cinema e a tutti gli artisti e produttori con cui abbiamo avuto la fortuna di lavorare”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fagnani, racconto le donne che si mettono in gioco
Debutta il 14 maggio in seconda serata su Rai2 con ‘Belve’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
13:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Donne forti e decise, che hanno giocato all’attacco: persone coraggiose e a volte spregiudicate “che non hanno paura di portare in luce anche le proprie ombre, capaci di mettersi in gioco”. Sono le protagoniste di Belve, il programma ideato e condotto da Francesca Fagnani, che dopo i due anni in onda su Nove, dove il format ha riscosso un grande successo, approda con una nuova edizione dal 14 maggio in seconda serata su Rai2.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono molto contenta di riprendere in mano qualcosa che sento come una mia creatura. L’ho pensata e curata nei dettagli – spiega la giornalista che ha avuto fra i suoi maestri , negli inizi in Rai, Michele Santoro e Giovanni Minoli -. Io ho iniziato molto giovane nel servizio pubblico e mi fa molto piacere tornare con un mio programma. Ringrazio il direttore di rete Ludovico Di Meo che ha avuto l’apertura mentale di portare un’idea sperimentata altrove”. Nelle edizioni di Belve su Nove Francesca Fagnani ha parlato, fra le altre, nelle interviste a tu per tu con Giorgia Meloni, Adriana Faranda, Simona Ventura, Daniela Santanché, Paola Turci, Alessandra Mussolini. Spicca il suo stile diretto: “La libertà nella risposta è anche nella libertà di porre ogni domanda che uno creda. Anzi ne approfitto per dire che le domande non le do mai da leggere prima. La forza del programma sta anche nella spontaneità di una reazione, una risata, uno sguardo più serio…”.
Fra le protagoniste di Belve su Rai2, ci saranno nella prima puntata Arisa e Rosalinda Celentano, poi, fra le altre, Bianca Berlinguer, Asia Argento, Sabina Began e Virginia Raggi, “che ha accettato di mettersi in gioco. Invece “ho rinnovato ad esempio l’invito a Maria Elena Boschi, che mi ha detto di nuovo di no”.
Sarà presente anche un tema del quale Francesca Fagnani con le sue inchieste si occupa spesso, la criminalità organizzata, attraverso l’intervista a Anna Carrino, ex compagna del super boss dei Casalesi Francesco Bidognetti. Per la quota azzurra ci sarà Marco Travaglio “e un altro nome che sveleremo più avanti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
San Marino apre al ‘turismo vaccinale’ dal 17/5
Doppia dose Sputnik e albergo, per ora chiuso a italiani
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SAN MARINO
12 maggio 2021
14:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
San Marino è pronto a partire con quello che il governo, che ha approvato un apposito regolamento, definisce “turismo vaccinale”: 50 euro per la doppia dose, a partire dal 17 maggio con prenotazione alberghiera 7 giorni prima del soggiorno sul Titano che dovrà essere di almeno tre notti per due volte in 21 giorni. Il turismo vaccinale è aperto a tutti, tranne che agli italiani perché con Roma ancora non c’è un accordo specifico.
Il pacchetto, vaccino più hotel. prevede l’iniezione del vaccino russo Sputnik, non riconosciuto dall’Ema.
“Sui temi dei vaccini e del Covid non si possono fare discorsi di geopolitica”: ha detto il segretario di Stato agli Esteri Luca Beccari. Beccari ha ricordato la “neutralità attiva” come una tradizione sammarinese e i “rapporti bilaterali ottimi” sia con la Russia che la Cina e altri 150 Paesi nel mondo. Ma sicuramente il rapporto privilegiato è con l’Italia, ha comunque sottolineato coralmente il Congresso di Stato, dalla quale San Marino sta continuando a ricevere forniture del vaccino Pfizer, dopo un inizio a rallentatore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, Figliuolo alle Regioni: dal 17/5 aprire ai vaccini per gli over 40
Dall’accordo sui vacanzieri a open day come si muovono le Regioni sui vaccini
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
13 maggio 2021
09:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da lunedì le regioni italiane potranno aprire alle vaccinazioni degli over 40. Il commissario per l’emergenza, Francesco Figliuolo, lancia lo sprint della campagna in vista dell’estate, confortato dal calo della curva epidemiologica (oggi ancora sotto i diecimila nuovi casi per il quarto giorno consecutivo) e dall’impennata delle somministrazioni, che oggi hanno superato quota 25 milioni, pari cioè ad un terzo della platea.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ennesimo step di una road-map che sembra avanzare spedita e che vedrà, già da giugno, l’arrivo delle fiale anche nelle aziende. Ed intanto il premier Mario Draghi, durante il question time alla Camera, ha invitato ad “accelerare sullo sblocco dell’export” prima di “arrivare ad una liberalizzazione dei brevetti”. Dal Senato, invece, è arrivata l’approvazione ad un emendamento al dl Covid che prevde lo scudo penale per medici e infermieri durante il periodo di emergenza. “Un segnale importante – il commento del ministro alla Salute, Roberto Speranza – a chi ha lavorato in primissima linea in una fase così dura ed ha aiutato il Paese con il massimo dello sforzo e dell’impegno”. Sulla questione del richiamo Pfizer, infine, l’Ema ha confermato ufficialmente l’efficacia della seconda dose a 42 giorni, come deciso da tempo dal Comitato Tecnico Scientifico, e ribadito questa mattina dallo stesso coordinatore Franco Locatelli. Da lunedì, dunque, si aprirà ufficialmente una nuova fase della campagna vaccinale, alla quale potranno aderire anche i nati fino al 1981, vale a dire gli over 40.

In una lettera inviata alle Regioni, Figliuolo raccomanda comunque ai governatori “l’assoluta necessità di continuare a mantenere particolare attenzione per i soggetti fragili, classi di età over 60, cittadini che presentano comorbidità, fino a garantirne la massima copertura”. Per questo l’inizio delle somministrazioni per i più giovani non partiranno contemporaneamente in tutta Italia, ma solo nelle regioni che sono già pronte e che hanno già completato la vaccinazione di gran parte delle categorie citate dal commissario. Nel frattempo, con l’avvicinarsi delle vacanze, il governo sta pensando alla possibilità di consentire le vaccinazioni anche ai turisti in visita in regioni diverse da quella di residenza. L’accordo sembra essere vicino, come ha anticipato l’assessore alla Salute della Regione Lazio, Alessio D’Amato. “Il commissario Figliuolo è determinato – ha detto -, c’è un tema di sistemi informativi da mettere in comunicazione tra di loro, ma attraverso l’anagrafe vaccinale nazionale io credo che ci si arriverà in breve tempo”. Le regioni hanno utilizzato il 91% delle dosi a loro disposizione, con Puglia, Lombardia e Sardegna tra le più virtuose. E proprio oggi è cominciata la distribuzione di altre 2,1 milioni di dosi, alle quali – entro il fine settimana – si aggiungeranno le restanti dei previsti 3 milioni. Nel Lazio si punta ad arrivare all’immunità di gregge già ad agosto. In Campania, invece, con l’arrivo di altre 215 mila dosi è ripartita la campagna che aveva subito un piccolo rallentamento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Inusuale, poi, il caso di San Marino che proprio da lunedì aprirà al cosiddetto “turismo vaccinale”. La doppia dose costerà 50 euro, con prenotazione alberghiera 7 giorni prima del soggiorno che dovrà essere di almeno tre notti per due volte in 21 giorni. L’iniziativa è aperta a tutti, tranne che agli italiani per via del mancato accordo ancora con il governo. Sul fronte Pfizer, infine, l’Ema mette la parola fine alla disputa sui 42 giorni del richiamo. “Non è una deviazione rispetto alla raccomandazione”, spiega l’Agenzia europea spiegando che nei test clinici la somministrazione della seconda dose era prevista fino a 42 giorni. Informazioni, tra l’altro, presenti anche nel bugiardino del vaccino.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: La Norvegia rinuncia ad AstraZeneca la variante indiana si diffonde nella Ue
Molti casi segnalati nel Regno Unito. In Italia pochi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
10:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Norvegia ha deciso di rinunciare al vaccino anti Covi-19 prodotto da AstraZeneca e di sospendere quello di Johnson & Johnson. Lo ha annunciato il primo ministro norvegese Erna Solberg. La Norvegia – ha annunciato il governo – rinuncerà definitivamente al vaccino AstraZeneca nel suo programma di vaccinazione anti-Covid e riserverà il vaccino di Johnson & Johnson solo ai volontari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il primo ministro Erna Solberg ha giustificato queste misure con le pur rarissime complicazioni gravi riscontrate dopo la somministrazione di questi vaccini, che utilizzano la stessa tecnologia dell’adenovirus e ai quali la vicina Danimarca ha già rinunciato del tutto. L’Agenzia europea per i medicinali (EMA) e l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) raccomandano di continuare a usarli, giudicando i loro benefici superiori ai rischi. La Norvegia aveva sospeso l’11 marzo l’uso del vaccino AstraZeneca e non ha iniziato ad utilizzare dell’americana Johnson & Johnson sospettata di scatenare, molto occasionalmente, simili effetti collaterali. Tuttavia, pur mantenendo questa sospensione, Oslo si rifiuta di rinunciare a questo vaccino. “Vogliamo creare scorte di emergenza che possiamo utilizzare se le infezioni aumentano o se ci sono fallimenti nelle consegne da altri produttori di vaccini”, ha detto Solberg in una conferenza stampa. Il vaccino monodose di Johnson & Johnson, a differenza di AstraZeneca, potrebbe essere offerto alle persone su base volontaria, ha detto, seguendo le raccomandazioni formulate lunedì dagli esperti nazionali. Su 135.000 somministrazioni effettuate fino a metà marzo con il vaccino AstraZeneca in Norvegia, sono stati registrati otto casi di trombosi grave, quattro dei quali fatali, in persone relativamente giovani e sane. Il governo sta ora valutando la possibilità di restituire le sue dosi di AstraZeneca ai paesi dell’UE che le hanno fornite o, in alternativa, di effettuare una donazione ai Paesi poveri tramite Covax. “È un vaccino efficace che viene utilizzato in molti Paesi – ha sottolineato il ministro della Salute, Bent H›ie – e vogliamo fare in modo che le dosi siano utili ad altri Paesi che possono trovarsi in una situazione sanitaria più grave della nostra”.
In Spagna è attesa per la prossima settimana una decisione su come procedere per l’immunizzazione contro il Covid di persone al di sotto dei 60 anni a cui è già stata somministrata una prima dose di AstraZeneca. Lo ha annunciato in conferenza stampa la ministra della Sanità, Carolina Darias. Sarà decisivo, ha spiegato, il fatto che i tecnici del ministero e delle regioni avranno a disposizione le informazioni per decidere come procedere. Negli ultimi giorni, i presidenti regionali di Madrid e dell’Andalusia avevano spinto per conoscere la posizione del governo a riguardo, spiegando che temono di sprecare dosi di AstraZeneca che attualmente conservano in magazzino.
La variante indiana del virus SarsCov2 B.1.617 si sta diffondendo sempre di più in Europa, dopo aver portato nelle ultime 8 settimane ad un intenso aumento dei contagi in India. A fare il punto è l’ultimo rapporto pubblicato dal Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc). Di questa variante sono stati individuati tre sottotipi, B.1.617.1, B.1.617.2 e B.1.617.3, di cui i primi due segnalati in Europa. Il primo, B.1.617.1, è quello rilevato in India a dicembre, che ha raggiunto il suo picco a fine marzo, per poi calare ad aprile.
In base alle sequenze del virus pubblicate sulla banca dati Gisaid EpiCov è stato rilevato in India (1147), Regno Unito (247), Usa (137), Singapore (64), Germania (28), Australia (21), Danimarca (21), Bahrain (9), Giappone (9), Angola (8), Svizzera (8), Hong Kong (7), Irlanda (7), Portogallo (7), Belgio (5), Lussemburgo (5), Corea del Sud (5), Canada (4), Olanda (4), Nuova Zelanda (4), Svezia (4), Francia (3), Giordania (3), Repubblica Ceca (2), Guadalupe (2), Russia (2), Sint Maarten (2), Spagna (2), Cambogia (1), Grecia (1), Italia (1), Malesia (1), e Messico (1).
Il sottotipo B.1.617.2 è quello che invece ora sta diventando dominante in India da metà aprile e si sta diffondendo rapidamente anche in Europa. Al 10 maggio infatti è stato rilevato nel Regno Unito (676), India (290), Usa (192), Singapore (91), Australia (58), Germania (31), Giappone (20), Danimarca (18), Bahrain (13), Belgio (12), Francia (12), Irlanda (12), Svizzera (10), Nuova Zelanda (9), Italia (5), Polonia (5), Cina (4), Spagna (3), Svezia (3), Indonesia (2), Olanda (2), Aruba (1), Austria (1), Canada (1), Grecia (1), Hong Kong (1), Lussemburgo (1), Norvegia (1), Romania (1), Slovenia (1), e Corea del Sud (1). Il terzo sottotipo, rilevato a febbraio in India, è invece ancora raro. “Il dato positivo – rileva il virologo dell’Università Bicocca di Milano, Francesco Broccolo – è che il sottotipo 2 della variante indiana, quello che più si sta diffondendo in Europa, non presenta la mutazione E 484 Q, presente negli altri due sottotipi, e nelle varianti sudafricana e brasiliana, capace di sfuggire agli anticorpi neutralizzanti del virus”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti:Lamorgese,rafforzare capacità Libia gestire confini
Ministro incontra Inviato Onu a Tripoli, ‘Ue sia più coinvolta’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
15:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha incontrato l’inviato speciale della Nazioni unite per la Libia, Jàn Kubis e gli ha confermato l’intenso e continuo impegno del Governo italiano per “consolidare la cornice di sicurezza in Libia” anche al fine di “rafforzare le capacità di gestione delle frontiere terrestri e marittime da parte delle autorità libiche”. Il ministro ha anche sottolineato la necessità che “l’Unione europea sia maggiormente coinvolta nella gestione del fenomeno migratorio che ha radici al di fuori della Libia e la vede come Paese di transito”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ex studente medicina in Veneto diventa ministro in Guinea
Zaia, è l’unico chirurgo pediatrico dello Stato africano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
12 maggio 2021
10:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Qualche anno fa Dionisio era solo un giovane studente di medicina arrivato in Veneto (tra Piove di Sacco, Arino e Dolo) dal villaggio di Jugudul per merito di un lungimirante missionario: oggi, a 49 anni, Cumbà ha realizzato un sogno, è Ministro della Sanità in Guinea Bissau e lavora nella clinica di Bor dove opera bambini con ogni genere di patologia”. A raccontare la storia di Dionisio, che ha casa a Piove di Saco, è il presidente del Veneto Luca Zaia nella sua pagina Facebook.

“E’ lui l’unico chirurgo pediatrico dello Stato africano, e al Governo ha ribadito di volere del tempo per continuare ad operare – sottolinea il Governatore -. In Italia Dionisio si è sposato con Laura, infermiera all’ospedale di Padova, ed ha fondato con un gruppo di amici di Dolo l’associazione Toka Toka Africa con cui sono stati costruiti pozzi per l’acqua potabile, una scuola e inviati per anni aiuti nel villaggio di Jugudul”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo tentativo di aggressione turco a peschereccio Mazara
“San Giorgio I” accerchiato da alcune imbarcazioni si allontana
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MAZARA DEL VALLO
12 maggio 2021
16:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un nuovo tentativo di accerchiamento da parte dei pescherecci turchi nei confronti di imbarcazioni mazaresi, per farli allontanare dalla zona di pesca dove si trovano, dopo l’assalto di ieri con lancio di pietre e speronamento. È successo stamattina al motopesca ‘San Giorgio I’ che attualmente si trova in acque internazionali tra la Turchia e la Siria.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo conferma l’armatore Carmelo Gancitano: “Anche questa mattina il nostro peschereccio ha subìto un nuovo tentativo di assalto da parte di alcuni motopesca turchi che lo stavano accerchiando, così il comandante Giuseppe Dell’Arno ha deciso di allontanarsi nuovamente”.
Ieri un altro peschereccio mazarese, il ‘Michele Giacalone’, era stato preso di mira a colpi di pietra e con un tentativo di speronamento; l’equipaggio del ‘San Giorgio I’, che si trovava a poche miglia, aveva deciso di allontanarsi. “In tutto il Mediterraneo ci sono alcune zone dove i fondali sono profondi e pescosi per il gambero rosso – spiega l’armatore – come in quel tratto di mare ed alcune zone di fronte la Libia. Se i nostri motopesca arrivano sino a lì è proprio per lavorare, visto che le nostre campagne sono focalizzate solamente sulla pesca del gambero rosso. Per noi rischiare la vita, con le minacce dei sequestri, dei colpi d’arma da fuoco e degli attacchi pirateschi seppur siamo in acque internazionali, è davvero un’assurdità”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Crolla a Spezia un ponte levatoio di una darsena, nessun ferito
Durante operazione di apertura, era stato costruito nel 2010 è costato 9 milioni di euro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
12 maggio 2021
16:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha ceduto improvvisamente il ponte levatoio della darsena di Pagliari, a Spezia. Stamani durante una manovra di chiusura del ponte, la struttura è crollata per cause in corso di accertamento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non risultano feriti, durante le operazioni di apertura e chiusura la zona viene infatti interdetta. Il ponte levatoio, che si trova nella zona dei cantieri nautici e navali, permette l’uscita o l’ingresso di imbarcazioni dalla darsena.
Il traffico, da Spezia e da Lerici, è stato convogliato nelle vie limitrofe. Sono in corso accertamenti sulle cause.
I tecnici dell’Autorità portuale della Spezia e il magistrato di turno hanno eseguito un primo sopralluogo nei pressi del ponte crollato alla darsena Pagliari alla Spezia. Dai primi accertamenti è emerso che potrebbe essere stato un problema idraulico al momento della chiusura del ponte levatoio a provocarne la caduta. Sui tempi del ripristino al momento non ci sono indicazioni.
Il ponte mobile era stato inaugurato nel 2010 dall’Autorità Portuale e rappresentava un passaggio importante nella riqualificazione della zona. Lungo 21 metri, con un’antenna alta 14 metri che ricorda l’albero di una barca a vela, largo 12 metri, permette l’apertura per il passaggio delle barche a vela in un paio di minuti. L’opera ha permesso di garantire un passaggio diretto alla zona dei cantieri dalla città, sulla strada che poi prosegue fino a Lerici. Il progetto rientrava nella realizzazione della darsena di Pagliari, costata complessivamente oltre 9 milioni di euro.
“Ringrazio Polizia e Vigili del Fuoco che sono intervenuti immediatamente sul posto, fortunatamente non risultano feriti. Da questa mattina sono in contatto con il sindaco di Spezia Peracchini, l’assessore regionale alla protezione civile Giampedrone che si trova in città per avere ulteriori notizie e il presidente del porto Sommariva”. Lo scrive in una nota il presidente ligure Giovanni Toti. “Si tratta di un ponte gestito dall’Autorità Portuale della città, di servizio ad una darsena per imbarcazioni da diporto. Fortunatamente nessuno si è fatto male. Il crollo del ponte non comporta problemi al traffico cittadino, stando a quanto mi ha spiegato il sindaco, dal momento che le auto passano in una via adiacente e parallela. Attendiamo le verifiche e le indagini che ci dovranno dire cosa non ha funzionato nel meccanismo che garantiva mobilità al ponte”.
“Mentre il Governo perde ancora tempo a pensare di realizzare un ponte sullo Stretto di Messina, ossia nell’area a maggior rischio sismico del Paese, l’Italia diventa sempre di più il Paese dei ponti che crollano. Oggi, alla Spezia, il ponte mobile della Darsena di Pagliari è uscito dalla propria sede ed è crollato e il viadotto di valle Ragone, in A12, è stato chiuso ai tir oltre le 3,5 tonnellate. Ci chiediamo come sia possibile pensare a un’opera faraonica come il Ponte sullo Stretto quando non si è in grado di provvedere neanche alla manutenzione ordinaria dell’esistente, per di più in un anno sospeso nella pandemia con scarsa circolazione sia di persone che di mezzi”. Così, in una nota, il responsabile nazionale organizzazione dei Verdi ed esponente di Europa Verde, Francesco Alemanni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Luca Zaia si è vaccinato, al governatore dose di Pfizer
Si era prenotato qualche giorno dai, l’inoculazione a Godega
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TREVISO
12 maggio 2021
17:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il governatore del Veneto Luca Zaia si è vaccinato oggi pomeriggio contro il Covid. Zaia, che si era prenotato personalmente nei giorni scorsi, è stato ricevuto nel centro vaccinale di Godega di Sant’Urbano (Treviso), il più vicino alla sua abitazione.
A Zaia, che ha 53 anni, è stata somministrata una dose di “Pfizer”. “E’ andata benissimo – ha detto al termine Zaia ai giornalisti – le due alternative per la mia classe d’età erano Pfizer o Moderna , mi hanno dato Pfizer. Devo complimentarmi con gli operatori per per la velocità; eravamo in tanti in attesa, ma credo che non abbiamo aspettato più di 3-4 minuti. La macchina del Veneto, con 60 centri vaccinali, funziona”.
Quanto alle polemiche su amministratori che avevano scelto di vaccinarsi prima del loro turno, ‘per dare l’esempio’, il governatore del Veneto ha risposto: “ho aspettato il mio turno, ho prenotato con il mio telefonino, ho avuto anch’io le mie difficoltà, e poi mi sono presentato quanto toccava a me”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaticano: Tribunale si allarga, udienze anche ai Musei
Per consentire partecipazione a processi con interesse dei media
c
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
12 maggio 2021
17:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Tribunale vaticano amplia i propri spazi. Le udienze in futuro si terranno anche nell’ex Laboratorio Polifunzionale dei Musei vaticani.
Lo ha detto il Presidente del Tribunale Giuseppe Pignatone al termine dell’udienza di oggi sui presunti abusi al Preseminario annunciando che la prossima udienza, il 7 giugno, si terrà in questa nuova aula “se sarà pronta”. L’utilizzo di una seconda aula è legata anche alla necessità di rispettare le norme Covid nei processi dove il numero di persone è consistente, per esempio, per l’interesse e la presenza della stampa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Ats Milano, contagi in calo nelle scuole
Scendono sia i casi positivi che le persone in isolamento
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 maggio 2021
18:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nella settimana dal 3 al 9 maggio sono stati 446 i casi di tamponi positivi al Covid-19 nelle scuole delle province di Milano e Lodi segnalati all’Ats Città Metropolitana di Milano, in calo rispetto ai 641 della settimana precedente. Si tratta di 387 alunni e 59 operatori scolastici.

Il numero di persone isolate, invece, è 5.585 (5.388 alunni e 197 operatori), anche questo in calo rispetto agli 8.344 della settimana prima.
“Si registra un calo dei casi che frequentano le scuole e dei relativi provvedimenti di isolamento rispetto alla settimana precedente — spiega il Dott. Marino Faccini, Direttore della UOC Medicina Preventiva delle Comunità-Malattie Infettive di Ats Milano — in un quadro di diminuzione dei contagi a livello generale. Anche se il trend epidemiologico evidenzia segnali favorevoli, va mantenuta alta l’attenzione verso le misure di prevenzione e di sorveglianza”.
Dei 446 positivi, 35 sono del Nido, 95 della scuola dell’infanzia, 115 della scuola primaria, 93 della secondaria di primo grado e 108 di quella di secondo grado.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Lombardia ricoveri ancora in calo, 36 decessi
1.198 i nuovi positivi, tasso di positività stabile al 2.3%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 maggio 2021
18:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con 50.658 tamponi effettuati, sono 1.198 i nuovi positivi in Lombardia con il tasso di positività stabile al 2,3%, come ieri. Calano ancora i posti letto occupati sia in terapia intensiva (-6, 448) che negli altri reparti (-115, 2.441).
I decessi sono 36 per un totale di 33.271 morti in regione dall’inizio della pandemia.
Per quanto riguarda le province, sono 362 i casi nella città metropolitana di Milano, di cui 141 a Milano città, 163 a Varese, 136 a Brescia, 96 a Monza e Brianza, 85 a Como, 82 a Bergamo, 73 a Mantova, 63 a Pavia, 42 a Cremona, 33 a Lecco, 25 a Sondrio, 8 a Lodi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Travolta mentre attraversa strada in carrozzina,morta 70enne
Disabile investita da un’auto a Rimini. Deceduta in ospedale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RIMINI
12 maggio 2021
18:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una donna di 70 anni, disabile su sedia a rotelle, è deceduta dopo essere stata investita mentre attraversava sulla strisce pedonali questa mattina a Rimini, sulla via Flaminia. La donna è stata travolta da una Yaris che procedeva verso Sud.
Soccorsa dal 118 e trasportata in Pronto Soccorso all’Ospedale “Infermi” è deceduta dopo qualche ora. Sul posto per i rilievi dell’incidente la polizia municipale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Barca affonda nel Garda con bimbo 4 anni, tutti salvi
Gruppo di naufraghi austriaci lancia allarme
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VERONA
12 maggio 2021
18:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I Carabinieri di Peschiera (Verona), hanno salvato un gruppo di persone, tra cui un bambino, dopo l’affondamento della barca su cui si trovavano nel lago di Garda. Durante la fase del naufragio una persona del gruppo, tutto di nazionalità austriaca, ha chiesto soccorso e immediate sono scattate le operazioni di salvataggio di quattro persone tra cui un bambino di 4 anni al largo delle acque della costa di Bardolino.
L’uomo che ha fatto scattare l’allarme e gli altri due turisti adulti si erano aggrappati a un pezzo di plastica dell’imbarcazione rimasto a galla, mentre il bambino è rimasto in superficie con difficoltà grazie ad un giubbotto di salvataggio. Una volta raggiunto il porto di Lazise, il gruppo è stato accolto dai Carabinieri e dal personale medico del Suem 118 per le prime cure. In via precauzionali i quattro sono stati ricoverati negli ospedali della zona per accertamenti sanitari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID:Sardegna punta a ritornare bianca
Curva stabile sotto i 100 casi, pronto sprint per vaccinazioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
12 maggio 2021
19:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo tre settimane in zona rossa e due in arancione la Sardegna potrebbe arrivare a fine maggio, al via ufficiale della stagione estiva, lasciandosi alle spalle le restrizioni per il Covid. In questo momento, infatti, l’Isola si trova a cavallo tra la fascia gialla e quella bianca, grazie a numeri sempre più confortanti e un indice di poco oltre i 50 casi per 100mila abitanti, stimato nella settimana che va dal 3 al 9 maggio, ossia quella che sarà presa in considerazione dal monitoraggio dell’Istituto superiore di Sanità in vista della prossima cabina di regia di venerdì.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E proprio il 14 maggio si attende il cambio di colore da lunedì 17 per la Sardegna che mostra già da due settimane numeri da zona gialla. Resta, infatti, stabile sotto i 100 casi la curva dei contagi Covid. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 96 nuovi casi con 5.004 tamponi effettuati nelle 24 ore ed un tasso di positività dell’1,9%. Si registrano anche 5 decessi e continuano a svuotarsi gli ospedali. Sono 254 (-20) i pazienti attualmente ricoverati in reparti non intensivi, 38 (-2) quelli in terapia intensiva.
E mentre si registra una frenata nella campagna di vaccinazione con sole 6.715 dosi somministrate nelle ultime 24 ore, l’Ats fa sapere di essere pronta ad ampliare il target delle adesioni: venerdì 14 si passerà al sistema di prenotazione di Poste e con il via alle adesioni per gli over 50, ma già da lunedì 17 potrebbe essere la volta degli over 40. Nel frattempo la regione apre un nuovo hub con una potenzialità di 1000 dosi al giorno a San Gavino, mentre si registra la protesta della sindaca di Lodè Antonella Canu: “Il piano vaccinale a Lodè è stato bloccato dall’Ats che ha annullato la data del 15 maggio, quando, nel Punto vaccinale mobile del paese, si sarebbero dovuti essere vaccinare gli ultraottantenni e soggetti fragili”, denuncia pubblicamente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Simulavano incidenti per incassare indennizzi, sei arresti
Nella provincia di Taranto, scoperta associazione per delinquere
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TARANTO
13 maggio 2021
08:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Polizia stradale di Taranto ha eseguito sette ordinanze di custodia cautelare, di cui una in carcere, cinque agli arresti domiciliari, e un obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, a carico di altrettante persone residenti nella provincia di Taranto. Sono ritenute responsabili di associazione a delinquere finalizzata alla simulazione di falsi incidenti stradali, attraverso una articolata rete criminosa strutturata per ottenere l’indennizzo dalle compagnie di assicurazioni attraverso la falsificazione e alterazione di documenti.

I dettagli dell’operazione saranno resi noti nella conferenza stampa che si terrà, in presenza, alle ore 11 nella Caserma D’Oria, sede della Sezione Polizia Stradale di Taranto.
Interverrà il Dirigente del Compartimento della Polizia Stradale Puglia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Auto su binari: da rilievi non coinvolte altre vetture
Interrotta anche linea Lodi-Saronno
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 maggio 2021
08:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Avrebbe fatto tutto da solo l’uomo che ieri sera con al sua auto è precipitato da un cavalcavia a San Donato cadendo sui binari dell’alta velocità milanese riportando gravi ferite. Sono i risultati degli accertamenti effettuati fino a ora.
Non risulta, infatti, siano stati coinvolti altri mezzi: il 48enne potrebbe anche aver avuto un malore.
Nel frattempo anche la linea S1 Lodi-Saronno risulta interrotta a Rogoredo senza corse in arrivo nel Lodigiano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maxi sequestro 2,4 tonnellate prodotti da fumo, 29 denunce
Operazione della Guardia di finanza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
09:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ammonta a circa 2,4 tonnellate il peso della melassa da fumo di contrabbando sequestrata dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma che, nel corso di un’operazione eseguita nella Capitale e in altre 88 città italiane, hanno denunciato 29 persone per il reato di contrabbando doganale. É il bilancio dell’operazione “Shisha”, condotta dalle Fiamme Gialle del 3° Nucleo Operativo Metropolitano che, partendo dall’ispezione di un deposito situato nel quartiere Casalotti e monitorando le più diffuse piattaforme on-line, sono risalite a oltre cento esercizi commerciali sparsi in tutta Italia che immettevano sul mercato prodotti da fumo per narghilè senza versare le accise dovute.

Oltre alla melassa di contrabbando, nel corso di uno dei controlli presso un distributore della Capitale, sono stati scovati circa 1.800 narghilè, 868 orologi Rolex, oltre 1.000 confezioni di profumi e prodotti estetici recanti i loghi contraffatti di famose case produttrici e 19.700 prodotti elettronici non sicuri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Esplosione Pasqua: Procura indaga omicidio e incendio doloso
Forse già nomi in registro indagati. Ps ha ascoltato persone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
13 maggio 2021
09:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Trieste ha aperto un’indagine per omicidio volontario e incendio doloso in relazione alla morte di Luca Lardieri, l’uomo di 35 anni trovato senza vita nel suo appartamento a Trieste il 4 aprile scorso dove si verificò un’esplosione. La notizia, anticipata da Il Piccolo, è stata confermata dal Procuratore capo Antonio De Nicolo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il riserbo degli inquirenti è massimo ma, secondo quanto si è appreso, non è escluso che nel registro degli indagati figurino già iscritti uno o forse più nomi. La svolta nell’indagine è arrivata pochissimi giorni dopo i fatti quando il primo responso dell’autopsia ha svelato un taglio sul collo dell’uomo e alcune incongruenze sul luogo, che hanno portato a ipotizzare il coinvolgimento di terzi.
Il fuoco dell’incendio prima e l’acqua utilizzata per domare le fiamme poi hanno distrutto gran parte degli indizi. Tuttavia nell’alloggio sono stati rintracciati elementi sui quali gli inquirenti stanno già lavorando. La Polizia ha già cominciato a sentire alcune persone, altre saranno ascoltate nelle prossime settimane quando probabilmente si avranno i primi responsi anche delle analisi in corso sul materiale rinvenuto e repertato nell’abitazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sanità:fatture pagate 2 volte, sequestro 4 mln a laboratorio
Il mese scorso Procura ha chiesto rinvio a giudizio imputati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
REGGIO CALABRIA
13 maggio 2021
09:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo la richiesta di rinvio a giudizio, avanzata un mese fa, a carico dei 19 indagati nell’inchiesta sulle doppie fatture pagate dall’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria in favore dello “Studio radiologico s.a.s. di Fiscer Francesco” arriva il sequestro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Su richiesta della Procura guidata da Giovanna Bombardieri, lo ha disposto il Tribunale nei confronti dello studio radiologico privato di Siderno operante nel settore dell’erogazione di prestazioni diagnostiche ai pazienti in convenzione con il Servizio sanitario nazionale.
La guardia di finanza ha sequestrato disponibilità finanziarie, beni mobili e immobili per un valore complessivo di oltre 4 milioni di euro al termine dell’indagine, coordinate dal procuratore aggiunto Gerardo Dominijanni e dai pm Giulia Scavello e Marika Mastrapasqua che, nei giorni scorsi, avevano chiesto il rinvio a giudizio, tra gli altri, per il titolare dello studio radiologico Francesco Fiscer ma anche per l’ex assessore regionale Maria Teresa Fragomeni, l’ex direttore generale dell’Asp Ermete Tripodi, l’ex direttore sanitario Salvatore Barillaro, quello amministrativo Pasquale Staltari e l’ex commissario straordinario dell’Asp Santo Gioffré.
I fatti si sono verificati pochi giorni dopo l’insediamento di quest’ultimo che è accusato di aver firmato, il 3 aprile 2015, un mandato di pagamento all’istituto radiologico relativo a una transazione al termine di una procedura iniziata dai suoi predecessori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vende gioielli ma non erano di Bulgari, nei guai nobildonna
Marta Brivio Sforza si difende, una perizia dice che sono veri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 maggio 2021
09:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non sarebbero “serpenti Bulgari” i gioielli con orologio incastonato, che Marta Minozzi Brivio Sforza, nobildonna milanese, cedette a 200mila euro al commerciante Albert Hamadani il 2 luglio 2019.
Ora questa vicenda si trascina nelle aule giudiziarie tra Milano e Roma dove i monili sono stati posti sotto sequestro e dalla denuncia di Hamadani è nato un procedimento a carico della nobildonna 68enne, seconda moglie del marchese Annibale Brivio Sforza, indagata ora per truffa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Hamadani acquistò i due preziosi e li rivendette per 300mila euro a un gioielliere di Monte Carlo. L’acquirente li rimandò indietro facendosi restituire i soldi, perché dalle sue indagini era risultato che i serpenti non erano stati prodotti negli anni ’70 ma di fattura ben più recente. Marta Brivio Sforza, si rifiutò di restituire i soldi sostenendo che i gioielli erano autentici. Dalle perizie chieste da Hamadani nei laboratori di Roma di Bulgari era emerso che i monili, pur realizzati con materiali preziosi, non sono “una creazione originale Bulgari”.
La maison, tra l’altro, avvertì, che la messa in commercio con il marchio Bulgari costituisce «violazione della normativa civile e penale”. Il 17 aprile 2020 il pm di Milano Luigi Furno aveva chiesto l’archiviazione, perché “non sussiste alcun profilo di dolo nella condotta di Minozzi che ha posto in essere la trattativa munendosi, in totale buona fede, di valutazioni effettuate da un esperto del settore”: la ditta Illario 1920. Il legale di Hamadani si è opposto e ha presentato opposizione all’archiviazione che però ancora non è arrivata al gip con un’udienza.
I due serpenti sono stati sequestrati a Roma in quanto considerati prodotti contraffatti. Nella capitale è stato aperto un nuovo fascicolo a carico di ignoti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, Valle d’Aosta in bilico tra giallo e arancione
Determinanti i dati delle ultime ore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA
13 maggio 2021
09:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Valle d’Aosta è in bilico tra il passare in zona gialla oppure restare in zona arancione. E’ quanto emerge dall’analisi dei dati del contagio da Covid-19 relativi alla scorsa settimana.
L’incidenza dei nuovi casi positivi ad oggi è intorno a 160 su 100.000 abitanti, l’indice Rt è inferiore a 1. Saranno determinanti i dati delle ultime ore per confermare o meno il calo del contagio nella regione alpina.
Il passaggio in zona gialla consentirebbe di allentare le misure restrittive, in particolare per quanto riguarda l’apertura di bar e ristoranti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: patron Verona Setti indagato per autoriciclaggio
Sequestro 6,5 milioni sottratte al club ‘maquillage contabile’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
13 maggio 2021
09:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente dell’Hellas Verona Maurizio Setti è indagato dalla Procura di Bologna per appropriazione indebita e autoriciclaggio. Nei suoi confronti è scattato un sequestro, eseguito dalla Guardia di Finanza, per 6,5 milioni di euro.
Secondo gli investigatori è la somma illecitamente sottratta alle casse della società calcistica e impiegata indebitamente per ristrutturare un’altra società, così da impedirne il fallimento. E’ stata anche accertata un’operazione di “maquillage contabile” con cui l’imprenditore modenese avrebbe cercato di nascondere l’origine delle somme di cui si era appropriato.   CALCIO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Turbate gare adeguamento sismico scuole, arrestato sindaco
Provvedimenti cautelari eseguiti da Gdf nel cosentino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PAOLA
13 maggio 2021
09:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il sindaco di Praia a Mare (Cosenza) Antonio Praticò e un funzionario dello stesso comune sono stati arrestati e posti ai domiciliari nel corso dell’operazione “Amici in Comune” condotta dai finanzieri della Tenenza di Scalea che hanno anche eseguito 9 misure interdittive nei confronti dell’ex sindaco di un altro comune, imprenditori e funzionari emesse dal gip su richiesta del procuratore di Paola Pierpaolo Bruni. Sarebbero emerse condotte poste in essere da pubblici ufficiali in concorso con imprenditori e professionisti che avrebbero determinato collusioni e turbative d’asta anche su gare per l’adeguamento sismico di scuole.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Violenza sessuale su figlia minorenne, condannato a 13 anni
A Catania, abusi anche su figlia della sua nuova convivente
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
13 maggio 2021
09:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Avrebbe abuso della propria figlia e di quella della sua nuova convivente e a una delle due vittime avrebbe anche mostrato video in cui si vedeva la madre avere rapporti sessuali. E’ l’accusa contestata dalla Procura di Catania a un 44enne che è stato condannato a 13 anni di reclusione dalla quarta sezione penale del Tribunale del capoluogo etneo per violenza sessuale aggravata su minorenni e corruzione di minorenne.
L’inchiesta è stata incardinata dal pool contro le violenza contro le donne coordinato dal procuratore Carmelo Zuccaro e dall’aggiunto Marisa Scavo. Il pm Michela Maresca, che ha sostenuto l’accusa in aula, aveva chiesto la condanna a 15 anni di reclusione. L’uomo è anche indagato in un secondo troncone scaturito dall’inchiesta principale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: cc interrompono compleanno Lukaku, sanzioni
Presenti anche altri giocatori dell’Inter
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 maggio 2021
10:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri sono intervenuti la notte scorsa a Milano in un hotel del centro dove, in un sala eventi, era in corso il compleanno del calciatore dell’Inter Romelu Lukaku. Il giocatore era con altre 23 persone che saranno sanzionate per violazione della normativa anti covid.
Tra loro anche altri calciatori dell’Inter.
L’episodio è accaduto intorno alle 3 della notte scorsa e i militari della Compagnia Milano Duomo e del Nucleo Radiomobile sono intervenuti a seguito di una segnalazione al 112.
Il direttore e gli ospiti – spiegano i carabinieri – saranno, a vario titolo, sanzionati per la violazione della normativa sul contenimento del Covid – 19.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: sprint Sardegna, 13.700 inoculazioni in un giorno
Gimbe, l’11,2% ha completato il ciclo con le due dosi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
13 maggio 2021
10:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo due giorni di rallentamento riparte di slancio la campagna di vaccinazione in Sardegna: nelle ultime 24 ore sono state somministrate 13.736 dosi negli 88 hub e punti allestiti da Ats in tutta l’Isola. Secondo il report del Governo si è passati, infatti, dalle 612.722 inoculazioni di martedì alle 626458 di ieri, cioè il 77,5% delle 808.440 dosi consegnate dalla struttura commissariale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Sardegna, come conferma anche la Fondazione Gimbe nel suo monitoraggio settimanale, si avvicina così alla soglia del 40% della popolazione residente che ha avuto almeno una dose (il 38,42%), mentre si arriva all’11,2% per chi ha completato il ciclo vaccinale.
“La percentuale di overb80 che ha effettuato il ciclo completo è pari al 69% a cui aggiungere un ulteriore 14,5% solo 1a dose – fa sapere Gimbe – la percentuale di popolazione 70-79 anni che ha effettuato il ciclo completo è pari al 13,1% a cui aggiungere un ulteriore 52% solo 1a dose; la percentuale di popolazione 60-69 anni che ha effettuato il ciclo completo è pari al 9,3% a cui aggiungere un ulteriore 33% solo 1a dose”. Infine “la percentuale di dosi somministrate su dosi consegnate per Astrazeneca è pari al 74,4%”.
E da domani, come annunciato dalla Regione, parte l’adesione per gli over 50 che si potranno prenotare sul portale delle Poste.
Si attende invece di capire se, come ha chiesto il generale Figliuolo, da lunedì 17 anche gli over 40 potranno iniziare ad aderire alla campagna.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Droga: sostanza nascosta in scuola abbandonata, 11 arresti
Carabinieri Crotone sgominano piazza di spaccio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CROTONE
13 maggio 2021
10:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri della Compagnia di Crotone, con il supporto dello Squadrone eliportato Cacciatori e del 14mo Battaglione Carabinieri “Calabria”, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Crotone nei confronti di 11 persone, 9 in carcere e 2 ai domiciliari. Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di detenzione, cessione o vendita di sostanze stupefacenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il provvedimento giunge a conclusione di un’indagine svolta da febbraio a giugno 2020 dalla Sezione operativa della Compagnia carabinieri di Crotone, diretta e coordinata dal procuratore di Crotone Giuseppe Capoccia e dal pm Andrea Corvino. L’indagine ha avuto origine da una perquisizione eseguita nel quartiere “Acquabona”, nei confronti di B.M., di 45 anni, crotonese. In quella circostanza, i militari sequestrarono 200 grammi di cocaina, 2 chilogrammi di marijuana, 226 cartucce cal. 12, un taccuino nonché un apparato DVR, collegato all’impianto di videosorveglianza dell’abitazione dell’indagato, attraverso il quale venivano controllati e monitorati i locali in disuso dell’ex Istituto scolastico “Gravina – Plesso Acquabona” – ormai in stato di abbandono – adibiti a nascondiglio della sostanza stupefacente e del munizionamento.
L’analisi dei filmati, registrati dal sistema di videosorveglianza, hanno consentito di delineare il ruolo ricoperto da ciascun indagato, accertando la gestione diretta di un’importante piazza di spaccio. E’ emersa così un’incessante attività di cessione e vendita di droga, posta in essere dai vari indagati, dalle prime ore dell’alba sino a tarda notte, senza soluzione di continuità, spesso anche in presenza di minori in tenera età. È stato possibile documentare come gli indagati fossero disposti ad accettare qualsiasi contropartita, tra cui smartphone, bigiotteria ed elettrodomestici, pur di vendere la sostanza stupefacente.
Durante l’indagine, i carabinieri hanno sequestrato 526 grammi di cocaina, 2,700 chilogrammi di hashish, 15 cartucce cal. 12, una pistola marca “Beretta” Mod. 35 cal. 7,65, con matricola abrasa, completa di caricatore e un ordigno esplosivo di fattura artigianale di circa 250 grammi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:festa in casa con carte e birra, 7 sanzioni nel Barese
Nei primi 2 giorni ‘gialli’ controllate 3.200 persone,45 multate
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
13 maggio 2021
10:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Avevano organizzato una festa in casa, a base di carte da gioco e birra. Sette persone sono state sanzionate nel Barese per violazione delle norme Covid.
E’ accaduto nei giorni scorsi a Grumo Appula, dove i carabinieri hanno sorpreso la comitiva assembrata e senza mascherine all’interno di una abitazione privata. I militari hanno proceduto all’accertamento in quanto insospettiti dalle troppe voci dal tono alto che si accavallavano e che provenivano dalla casa.
Con il passaggio della Puglia in “zona gialla”, da lunedì 10 maggio, permangono comunque alcune prescrizioni anti-contagio, come il distanziamento, l’uso dei disposizioni di protezione individuale e il coprifuoco. Nei primi due giorni “gialli’, nell’intero territorio dell’area metropolitana di Bari, le forze dell’ordine hanno controllato 3.200 persone e ne hanno sanzionate 45. Sono state sottoposte a controllo anche 132 attività e in nessun caso sono state contestate violazioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Terrorismo: esortava alla jihad, arrestato Imam del carcere
Ad Alessandria. Marocchino invocava distruzione Vaticano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
13 maggio 2021
10:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Esortava alla jihad ed esaltava gli attentati terroristici, come quello di fronte alla ex sede di Charlie Hebdo del 2020, l’Imam del carcere di Alessandria.
Nei confronti dell’uomo, un detenuto di origini marocchine, i carabinieri del Ros hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Torino su richiesta della locale Procura.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ ritenuto responsabile di istigazione a delinquere, in relazione ai delitti di terrorismo, nonché propaganda e istigaizone a delinquere per motivi di discriminazione razziale etnica e religiosa.
Le intercettazioni hanno fatto emergere come l’uomo invocasse la distruzione del Vaticano ed esprimesse ammirazione per Osama Bin Laden e Mohammed Atta, definiti rispettivamente difensore dell’Islam e persona rispettosa dei principi più autentici.
Secondo quanto emerso dalle indagini dei carabinieri del Ros, il destinatario del provvedimento cautelare – ora detenuto a Novara – ha più volte espresso la volontà di realizzare azioni di martirio in nome del jihad mediante attacchi terroristici con l’utilizzo di armi da fuoco, esplosivi o autoveicoli, manifestando anche risentimento nei confronti dell’Autorità Giudiziaria, ritenuta responsabile della propria detenzione, con propositi ritorsivi verso il Tribunale di Torino.   PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Sindaco Venezia pronto a discesa in campo con un suo partito
Per Brugnaro contatti con Toti, ipotesi nome è ‘Coraggio Italia’

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
13 maggio 2021
10:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Luigi Brugnaro, il sindaco-imprenditore di Venezia, è pronto al salto nella scena politica nazionale con un suo partito di centro. Una discesa in campo – riporta la stampa locale – alla quale il patron di Umana sta lavorando da tempo, e che avrebbe visto ad aprile anche il deposito del simbolo della nuova formazione, “Coraggio Italia”, presso l’ufficio brevetti del Mise.
Del neo partito centrista Brugnaro avrebbe discusso a Roma durante un incontro con il governatore della Liguria, Giovanni Toti. “E’ il momento di fare scelte coraggiose: donne e uomini di buona volontà a cui chiediamo di mettersi generosamente a disposizione del futuro dell’Italia — ha detto Brugnaro — Ringrazio Giovanni Toti perché vuole essere parte della costruzione di un nuovo grande progetto politico”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: attracca nave quarantena, 600 lasciano Lampedusa
Al via trasferimenti da hotspot, altri 200 su traghetto Sansovino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AGRIGENTO
13 maggio 2021
14:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La nave quarantena Azzurra è riuscita ad attraccare, dopo il miglioramento delle condizioni del mare, a Cala Pisana a Lampedusa dove è in corso l’imbarco di 600 migranti. A piccoli gruppi vengono trasferiti dalla polizia dall’hotspot di contrada Imbriacola dove, all’alba, c’erano 1.583 persone a fronte di una capienza massima di 250 posti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A metà mattinata è previsto l’imbarco di 200 minori non accompagnati sul traghetto Sansovino che giungerà in serata a Porto Empedocle. Nella struttura di primissima accoglienza, dopo questi trasferimenti pianificati dalla Prefettura di Agrigento, resteranno in 783.
Msf annuncia ripresa delle attività di soccorso in mare – Medici Senza Frontiere annuncia il rilancio delle proprie attività di ricerca e soccorso nel Mediterraneo per salvare le vite di migranti e rifugiati che tentano la traversata dalla Libia. Msf opererà con una propria nave la Geo Barents per soccorrere persone in pericolo e fornire loro assistenza medica. “Nel Mediterraneo centrale si continua a morire, in un desolante vuoto di capacità di soccorso. Di fronte alle morti incessanti e alla colpevole inazione degli Stati, siamo obbligati a tornare in mare per portare soccorso, cure e umanità facendo la nostra parte per fermare queste tragedie” dice la presidente di Msf Claudia Lodesani.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Msf annuncia ripresa attività soccorso in mare
Ong pronta ad operare nel Mediterraneo con la nave Geo Barents
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
13 maggio 2021
10:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Medici Senza Frontiere annuncia il rilancio delle proprie attività di ricerca e soccorso nel Mediterraneo per salvare le vite di migranti e rifugiati che tentano la traversata dalla Libia.
Msf opererà con una propria nave la Geo Barents per soccorrere persone in pericolo e fornire loro assistenza medica.
“Nel Mediterraneo centrale si continua a morire, in un desolante vuoto di capacità di soccorso. Di fronte alle morti incessanti e alla colpevole inazione degli Stati, siamo obbligati a tornare in mare per portare soccorso, cure e umanità facendo la nostra parte per fermare queste tragedie” dice la presidente di Msf Claudia Lodesani.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Ndrangheta: frodi in settore carburanti, 15 mln sequestrati
Operazione Cc Reggio Calabria, 15 persone indagate
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
REGGIO CALABRIA
13 maggio 2021
10:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Beni per 15 milioni di euro sono stati sequestrati dai carabinieri a conclusione dell’operazione “Metameria” coordinata dal procuratore di Reggio Calabria Giovanni Bombardieri e dai pm della Dda Stefano Musolino, Walter Ignazitto e Domenico Cappelleri. Il provvedimento è stato emesso dal gip nei confronti di 5 società e del loro patrimonio aziendale: la “Panoramic Stop di Penna Vincenza & Co”, l’impresa individuale “Api di Iannò Francesco”, la “Eco.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
F.a.l. di La Valle Egidio e Francesco, la “Logam – Logistica per l’ambiente” e la “BM Service”. Quindici persone sono state denunciate in stato di libertà per riciclaggio ed autoriciclaggio, violazione delle norme sulle accise e fatturazione per operazioni inesistenti. L’inchiesta “Metameria” ha portato, il 16 febbraio scorso, a 28 ordinanze di custodia cautelare contro la cosca Condello.
Al sequestro si è giunti grazie alle dichiarazioni del collaboratore di giustizia Roberto Lucibello, ex socio dell’imprenditore Francesco Giustra, che a febbraio era stato arrestato per concorso esterno. Dai verbali è emersa la figura di Francesco Iannò, imprenditore nel settore della distribuzione dei carburanti che opera a Reggio Calabria con due impianti. È accusato di essersi prestato a compiere attività di reimpiego di capitali con l’emissione da parte di soggetti compiacenti di documenti fiscali attestanti operazioni inesistenti riferibili ad una frode nel settore della vendita di carburanti. In particolare, grazie ad alcuni complici, secondo i pm, Iannò può disporre di un ingente quantitativo di carburante “in nero” che sottrae alla compagnia petrolifera e che viene reimmesso nella rete di distribuzione da lui controllata. Iannò, inoltre, avrebbe sovrafatturato forniture a alcune imprese restituendo in contanti la differenza tra il prezzo reale e quello artificiosamente rappresentato. I clienti si prestavano ad agevolare l’attività di riciclaggio, utilizzando ai fini fiscali le fatture per operazioni parzialmente inesistenti. Le imprese “Eco. F.a.l” e la “Logam” all’epoca dei fatti erano sottoposte a controllo giudiziario. Le condotte fraudolente finivano per occultare i flussi finanziari anche agli amministratori nominati dal Tribunale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Evasi 330mila euro di dazi doganali,sigilli a yacht di lusso
Barca a vela battente bandiera Isole Vergini fermata ad Alghero
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ALGHERO
13 maggio 2021
10:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Guardia costiera di Alghero ha sequestrato una barca a vela di lusso per evasione dei dazi doganali. Secondo gli accertamenti dei militari e degli ispettori del Sezione antifrode dell’Agenzia dogane e monopoli di Sassari, coordinati dal sostituto procuratore Giovanni Porcheddu, l’imbarcazione del valore di circa 1,5 milioni di euro, battente bandiera delle Isole Vergini Britanniche, quindi extracomunitaria, ha soggiornato nelle acque comunitarie ben oltre i 18 mesi di ammissione temporanea consentiti dalla legge.

Le verifiche hanno stabilito che l’imbarcazione, ormeggiata in rada ad Alghero, ha effettuato la sua ultima traversata in acque extra UE nell’anno 2015. Quindi il proprietario, residente all’estero, ha evaso il pagamento di diritti doganali per un totale di circa 330mila euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Puglia supera quota 1,7 mln somministrazioni
1.212.212 le prime dosi e 510.066 seconde
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
13 maggio 2021
10:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In Puglia è stato superato il tetto di 1,7 milioni di somministrazioni: ad oggi sono state consegnate 1.905.525 dosi di vaccini anti Covid e 1.722.278 sono quelle inoculate. Nel dettaglio, sono 1.212.212 le prime dosi e 510.066 seconde dosi.
La percentuale dei pugliesi che hanno ricevuto almeno una dose è del 30.66%, mentre il 12.9 % ha ricevuto anche la seconda dose.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: un altro giorno senza decessi in Alto Adige
58 i nuovi casi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
13 maggio 2021
11:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un’altra giornata senza decessi in Alto Adige. I nuovi casi covid sono 58: 42 analizzando 702 tamponi pcr e 16 su 4.266 test antigenici eseguiti.
In lieve calo i ricoveri: invariati quelli nei normali reparti ospedalieri (25), in terapia intensiva (6), mentre scende di due unità, a 18, il numero dei letti occupati nelle cliniche private. Aumenta invece il numero di altoatesini in quarantena che ieri erano 2.104 e oggi sono 2.259. I nuovi guariti sono invece 42.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Evasione da 1mln di euro sugli aerotaxi, blitz Gdf Cagliari
“265 società non hanno pagato quote previste per i passeggeri”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
13 maggio 2021
11:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non hanno versato quasi un milione di euro di tasse per il trasporto di passeggeri a bordo di arei di lusso. Lo hanno scoperto i militari delle Fiamme gialle di Cagliari durante un’attività di controllo nel settore degli aerotaxi che hanno operato sullo scalo di Cagliari-Elmas.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il settore degli aerotaxi è disciplinato da una normativa del 2011 – spiegano dalla Guardia di finanza – che prevede il versamento di un’imposta erariale commisurata, per ciascun passeggero trasportato, alla distanza chilometrica del viaggio”.
In particolare le compagnie devono versare 100 euro a passeggero per tragitti inferiori a 1.500 chilometri, la tassa sale a 200 per le percorrenze superiori.
I Finanzieri hanno analizzato la documentazione di tutti i voli passeggeri effettuati tramite aerotaxi dal 2017 al 2019, soprattutto nei mesi estivi e nelle festività. Sotto i riflettori sono finite 265 compagnie di navigazione private, con sede legale in 50 paesi esteri. Le società a fronte del trasporto di 6.234 passeggeri con 1.169 voli da e verso l’aeroporto di Cagliari- Elmas, hanno omesso di versare nelle casse dell’Erario i contributi previsti per il servizio offerto, pur avendoli percepiti dai passeggeri. Complessivamente, secondo quanto ricostruito dalle Fiamme gialle, non sono stati versati 960.900 euro di tasse. Nei confronti delle società sono scattate sanzioni per oltre 288mila euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gregoretti: attesa per domani la decisione Gup di Catania
Tre ipotesi scuola:processo,non luogo a procedere,altre indagini
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
13 maggio 2021
11:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ attesa per domani la decisione dell’udienza preliminare a Catania sul caso Gregoretti. Il Gup Nunzio Sarpietro, si ritirerà in camera di consiglio e poi dovrebbe leggere, nell’aula bunker di Bicocca, la sua decisione sulla richiesta di rinvio a giudizio per sequestro di persona per l’allora ministro dell’Interno Matteo Salvini per i ritardi nello sbarco, nel luglio del 2019, di 131 migranti dalla nave della Guardia costiera italiana nel porto di Augusta, nel Siracusano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tre le ipotesi di scuola: un decreto di rinvio a giudizio, con la fissazione della prima udienza dell’eventuale processo, una sentenza di non luogo a procedere o un’ordinanza che dispone un’ulteriore fase istruttoria. Per il ritardo nello sbarco di migranti dalla nave Open Arms, il Gup di Palermo, Lorenzo Jannelli, il 17 aprile scorso ha rinviato a giudizio Salvini, fissando la prima udienza per il prossimo 15 settembre davanti la seconda sezione penale del Tribunale.
La Procura distrettuale di Catania ha ribadito al Gup di emettere una sentenza di non luogo a procedere perché, la sua tesi espressa in aula dal Pm Andrea Bonomo, nello sbarco dei migranti da nave Gregoretti l’allora ministro dell’Interno “non ha violato alcuna convenzione nazionale e internazionale”, le sue scelte sono state “condivise dal governo” e la sua posizione “non integra gli estremi del reato di sequestro di persona” perché “il fatto non sussiste”. Una ricostruzione contestata dalle parti civili che chiedono il processo per Salvini: AccoglieRete, Legambiente. Arci e una famiglia di migranti che era a bordo della Gregoretti. Per il legale di Legambiente, Daniela Ciancimino, l’ex ministro ha “trattenuto illegittimamente a bordo” 131 persone, e deve andare a processo per sequestro di persona anche per le “sofferenze patite dai migranti ammassati su nave Gregoretti”. Per la difesa, rappresentata dall’avvocatessa Giulia Bongiorno, “l’azione penale contro Salvini non doveva neppure iniziare, perché il suo è stato un atto politico insindacabile” perché, ha sostenuto, per il “principio della separazione dei poteri e le decisioni adottate nell’interesse nazionale sono impenetrabili e non possono essere contestate in sede giudiziaria”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tav: corteo 2019, pm chiede condanne per 14 No Tav
Resistenza danneggiamento e violenza i reati contestati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
13 maggio 2021
11:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quattordici condanne a pene comprese fra i 2 anni e i 10 mesi di reclusione sono state chieste dalla pubblica accusa per altrettanti attivisti e simpatizzanti No Tav processati oggi dal Tribunale di Torino. La causa si riferisce a episodi risalenti al 27 luglio 2019 quando, nel corso di un corteo partito dall’abitato di Giaglione, un folto gruppo di manifestanti divelse la cancellata che sbarrava un sentiero e si portò a ridosso delle recinzioni del cantiere del Tav in località Maddalena di Chiomonte.

Durante la marcia, che rientrava fra le iniziative promosse durante il festival musicale Alta Felicità organizzato dal movimento No Tav, si verificarono anche dei tafferugli con le forze dell’ordine. La procura ha contestato i reati di resistenza e violenza a pubblico ufficiale danneggiamento e inosservanza dei provvedimenti dell’autorità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Calabria, migliora situazione casi su 100mila abitanti
Gimbe, 700 tra 5-11 maggio.11,3% popolazione finito vaccinazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
13 maggio 2021
11:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ in miglioramento, nella settimana 5-11 maggio, in Calabria, l’indicatore relativo ai “Casi attualmente positivi per 100.000 abitanti”, che sono 700, e in diminuzione i nuovi casi rispetto alla settimana precedente del 15,6%. E’ quanto rileva la Fondazione Gimbe nel monitoraggio settimanale con analisi su andamento dell’epidemia da Covid 19, forniture e somministrazioni vaccini.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Restano sopra la soglia di saturazione i posti letto in area medica occupati da pazienti Covid-19 al 42%.
Sul fronte vaccinale, la percentuale di popolazione che ha effettuato il ciclo completo è pari al 11,3% (Italia 13%) a cui aggiungere un ulteriore 14,4% solo la prima dose (Italia 16,2).
Per gli over80 hanno completato il ciclo il 62,4% (Italia 77%) a cui aggiungere un ulteriore 11,3% solo prima dose (Italia 13%).
Nella fascia di età 70-79 anni ha effettuato il ciclo completo il 18,1% (Italia (18,1%) a cui aggiungere un ulteriore 44,3% con prima dose (Italia 55,9%); nella fascia 60-69 anni ha effettuato il ciclo completo il 14,3% (Italia 12,3%) a cui aggiungere un ulteriore 36% con una dose (Italia 38,2%). La percentuale di dosi somministrate su dosi consegnate per Astrazeneca è pari al 65,6% (Italia 80,7%).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: gen. Figliuolo in visita a strutture vaccini Veneto
A Mestre con autorità e a hub Palaexpo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
13 maggio 2021
11:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il commissario straordinario per la vaccinazione, gen. Francesco Paolo Figliuolo, è giunto stamani a Mestre, prima tappa della visita che compirà in Veneto alle strutture vaccinali.
Dopo avere incontrato le autorità locali presso l’ospedale All’Angelo, Figliuolo è giunto al Pala Expo di Porto Marghera, il più grande hub regionale, che serve il territorio dell’azienda ULSS Serenissima. Figliuolo è accompagnato dal presidente della regione Veneto Luca Zaia e dal capo della protezione civile, Fabrizio Curcio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Eurispes: effetto-Covid sulla psiche, 1 su 5 ha preso farmaci
Soprattutto le persone mature e le donne hanno preso ansiolitici, antidepressivi, stabilizzatori dell’umore e antipsicotici
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
15:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quasi una persona su 5 ha assunto nell’ultimo anno farmaci come ansiolitici, antidepressivi, stabilizzatori dell’umore, antipsicotici. Vi ricorrono maggiormente le persone mature e le donne.
L’Eurispes, per il Rapporto Italia 2021, ha indagato sul consumo di psicofarmaci da parte dei cittadini e sul ricorso al sostegno psicologico, che pure risulta rilevante: un intervistato su 4 si è rivolto ad uno psicologo.
Il 19% del campione sondato dall’Eurispes ha dichiarato di aver assunto psicofarmci, il consumo risulta più diffuso della media tra le persone più mature (22,5% dai 65 anni in su), meno tra i giovanissimi (10,1% dai 18 ai 24 anni). La percentuale tra le donne risulta più alta che tra gli uomini: 21,2% contro 16,7%. Una maggiore incidenza è stata rilevata, poi, tra i persone in cassa integrazione (27,2%) e pensionati (23,7%).
Inoltre, stando ai dati raccolti nell’indagine, è rilevante la quota di chi si è rivolto ad uno psicologo: più di un quarto del campione (27,2%). Ad uno psichiatra si è rivolto il 5,6% degli intervistati, in un percorso che solitamente si avvale anche di una terapia farmacologica di supporto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, 233 positivi nelle Marche nelle ultime 24 ore
4.925 tamponi, 2.672 nuove diagnosi, positivi/testati 8,7%.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
13 maggio 2021
11:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 233 i positivi rilevati nelle Marche nelle ultime 24 ore tra le 2.672 nuove diagnosi: 91 in provincia di Pesaro Urbino, 46 in provincia di Macerata, 32 in provincia di Ascoli Piceno, 29 in provincia di Fermo, 20 in provincia di Ancona e 15 fuori regione. Secondo il Servizio Sanità della Regione Marche “nelle ultime 24 ore sono stati testati 4.925 tamponi: 2.672 nel percorso nuove diagnosi (di cui 911 nello screening con percorso Antigenico) e 2.253 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari all’8,7%)”.
I 233 positivi comprendono soggetti sintomatici (39), contatti in setting domestico (68), contatti stretti di casi positivi (90), contatti in setting lavorativo (5), contatti in ambiente di vita/socialità (2), contatti in setting assistenziale (1), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (9). Per altri 19 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Sui 911 testa del Percorso Screening Antigenico “sono stati riscontrati 24 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 3%”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Poliziotti uccisi: Procura, incidente probatorio certosino
De Nicolo, accertamenti completi e inoppugnabili
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
13 maggio 2021
11:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono convinto che gli accertamenti di natura psichiatrica svolti nel corso di un incidente probatorio durato mesi siano quanto mai completi e inoppugnabili”. Lo ha riferito il Procuratore capo di Trieste Antonio De Nicolo commentando la decisione del suo ufficio di chiudere le indagini e chiedere il rinvio a giudizio del dominicano Augusto Meran che il 4 ottobre 2019, in Questura a Trieste, uccise i due giovani poliziotti Matteo Demenego e Pierluigi Rotta.
“E’ stato fatto un lavoro certosino; i periti hanno effettuato adempimenti e ricerche anche su richiesta della difesa. Mi aspetto che la questione della parziale capacità di intendere e volere non venga più posta in discussione”. L’udienza preliminare è stata fissata per il 7 giugno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: vaccinazione straordinaria personale scuole Trentino
Annuncio dell’assessore Bisesti in Consiglio provinciale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRENTO
13 maggio 2021
12:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata inviata questa mattina dal Dipartimento salute la comunicazione di una seduta di vaccinazione straordinaria per il personale scolastico del Trentino, allo scopo di garantire che le tempistiche della seconda dose non coincidano con l’esame di stato. Lo ha annunciato in Consiglio provinciale l’assessore all’istruzione, Mirko Bisesti, nel corso dell’esame degli ordini del giorno collegati alla manovra finanziaria urgente per soccorrere imprese e famiglie.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Accoltellata dall’ex:petizione online,900 firme in poche ore
Appello per più tutele per chi denuncia stalker e maltrattamenti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORTOLÌ
13 maggio 2021
12:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A 48 ore dalla tragica morte a Tortolì del 19enne Mirko Farci, intervenuto per difendere la mamma, Paola Piras, dall’assalto dell’ex compagno Masih Shahid, già arrestato per maltrattamenti e sottoposto a divieto di avvicinamento nei confronti della donna, arriva su Change.org – la piattaforma di petizioni online – l’appello pubblico che chiede più tutele per chi denuncia maltrattamenti e misure cautelari più rigorose per gli stalker.
La petizione, lanciata da Sandro Monni e che in meno di 12 ore ha toccato quota 900 firme, si rivolge alla Presidenza del Consiglio e chiede maggiore protezione per le vittime di violenze.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Nonostante l’omicida fosse già stato oggetto di un arresto per maltrattamenti e su di lui pendesse un ordine restrittivo – spiega Monni – è stato comunque capace di violare le misure a lui destinate, introdursi nell’abitazione con la forza e compiere il massacro. È l’ennesima testimonianza dell’inefficacia delle misure di sicurezza cui tali sex offenders sono sottoposti, dell’incapacità dello Stato, delle istituzioni, della magistratura, delle forze di pubblica sicurezza, di garantire tutela alle vittime, alle denuncianti e ai loro familiari. È l’ennesima tragedia annunciata”.
L’appello prosegue chiedendo di rafforzare e intensificare l’utilizzo del braccialetto elettronico per gli stalker oltre all’obbligo di allontanamento dal territorio comunale e regionale con conseguente divieto di rientro per tutti i responsabili di maltrattamenti e tentativi di violenza. Allo stesso modo l’autore della petizione sottolinea l’importanza di garantire alle donne vittime di violenza le stesse tutele di cui oggi godono i testimoni di pubblica sicurezza. QUESTA LA PAGINA DELLA PETIZIONE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Wojtyla:L’Aquila ricorda attentato e 10 anni Santuario Ienca
Il 18/5 messa in chiesa dove è custodita reliquia sangue santo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’AQUILA
13 maggio 2021
12:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Arcidiocesi di L’Aquila oltre a ricordare l’attentato a S.Giovanni Paolo II – di cui oggi ricorre il 40/o anniversario – il prossimo 18 maggio, giorno della nascita di papa Wojtyla, con una S. Messa presieduta dall’arcivescovo emerito dell’Aquila, Giuseppe Molinari, ricorderà il decimo anniversario della fondazione del santuario alle pendici del Gran Sasso d’Italia a lui dedicato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fu proprio l’arcivescovo Molinari, il 18 maggio 2011, a erigere la Chiesa di San Pietro alla Ienca a Santuario di San Giovanni Paolo II. Proprio nel piccolo santuario è conservata la reliquia con il sangue dell’attentato del 13 maggio, giorno in cui si venera la Madonna di Fatima. A concelebrare la S. Messa il rettore del santuario, don Claudio Tracanna, don Alessandro Benzi e don Martino Gajda, già rettore dello stesso santuario.
La S. Messa sarà trasmessa alle ore 18 su LAQTV Abruzzo e in streaming sulle pagine Facebook “Laqtv Abruzzo”, “Chiesa di L’Aquila” e “Santuario San Giovanni Paolo II alla Ienca-Chiesa di San Pietro alla Ienca”. Proprio a partire dal 18 maggio il santuario di San Giovanni Paolo II tornerà ad osservare l’orario estivo quindi sarà aperto tutti i giorni per i pellegrini che vorranno pregare e venerare la reliquia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Caso Uva: sorella prosciolta, non diffamò militari e agenti
Decisione gup Milano in udienza preliminare su richiesta Procura
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 maggio 2021
12:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata prosciolta in udienza preliminare dall’accusa di diffamazione nei confronti di due carabinieri e quattro poliziotti Lucia Uva, sorella di Giuseppe, l’operaio di Varese morto nel giugno 2008 dopo una notte trascorsa in caserma a seguito di un controllo. Per quella morte erano finiti imputati due militari e sei agenti che, nel luglio del 2019, sono stati assolti in via definitiva.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il proscioglimento dall’accusa di diffamazione è stato deciso oggi dal gup Anna Calabi, su richiesta del pm Luigi Furno. La sorella dell’operaio era imputata, assieme ad Alberto Biggiogero, uno dei testi principali del processo sul caso Uva e ad altre 6 persone (tutti prosciolti), tra direttori di testate e giornalisti, per alcune affermazioni rese nel corso della trasmissione televisiva ‘Linea gialla’ nel dicembre del 2013.
Trasmissione nella quale la donna, tra le altre cose, aveva detto che, dopo aver visto il “sangue” in una parte del corpo del fratello, aveva pensato che fosse stato “seviziato”, “massacrato” per una “lezione che gli volevano dare”.
La donna per quelle frasi, che erano state anticipate quel giorno del 2013 da un sito di informazione, era stata denunciata da alcuni degli imputati nel processo per omicidio preterintenzionale e sequestro di persona, poi assolti in via definitiva.
Il pm nel chiedere il proscioglimento per l’accusa di diffamazione ha fatto anche riferimento alla sanzione disciplinare che venne comminata dal Csm all’ex pm di Varese Agostino Abate per l’inerzia nelle indagini su quella morte, inchiesta che poi passò ad altri magistrati. “Il vulnus derivato dal non aver fatto le indagini adeguate ce lo porteremo dietro tutta la vita”, ha spiegato l’avvocato Fabio Ambrosetti, legale di Lucia Uva anche nel procedimento per diffamazione che si è chiuso per lei e gli altri col proscioglimento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nasce Premio Domina, Sky per eccellenze al femminile
In occasione lancio nuova serie Livia Drusilla arriva award
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
12:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Stefania Andreoli, Sonia Peronaci, Alice Pasquini, Barbara Bonansea, Antonia Klugmann, Paola Fraschini, Cristina Fogazzi, Marina Spadafora sono le prime vincitrici del Premio Domina. Infatti in occasione del lancio della nuova serie Sky Original DOMINA – che debutterà per intero su Sky e NOW il 14 maggio – Sky ha deciso di istituire questo nuovo Award dedicato alle donne.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’incredibile storia di Livia Drusilla offre l’occasione per dedicare un premio ad alcune fra le donne che in questi anni, in Italia, più sono state espressione dei valori cardini dell’empowerment femminile. La silhouette della statuetta del PREMIO DOMINA raffigura propria Livia Drusilla. Ambassador del PREMIO DOMINA è Kasia Smutniak, scelta non solo perché interpreta Livia nella serie Sky Original, ma anche in quanto donna che incarna perfettamente questi valori. Le donne che sono state premiate sono: Stefania Andreoli: considerata tra le più importanti psicoterapeute dell’adolescenza italiane. Sonia Peronaci: cuoca, scrittrice, conduttrice televisiva e blogger italiana. Alice Pasquini: street artist, illustratrice e scenografa. Barbara Bonansea: calciatrice italiana, tra le più notevoli marcatrici del panorama italiano. Antonia Klugmann: senza dubbio uno degli Chef più noti d’Italia. Paola Fraschini: 7 volte campionessa del mondo di pattinaggio artistico a rotelle. L’Estetista Cinica: Cristina Fogazzi è imprenditrice e influencer del settore del beauty, che si è resa negli anni un modello per l’empowerment femminile. Marina Spadafora: Coordinatrice nazionale di Fashion Revolution, i cui progetti sociali e non solo ambientali puntano soprattutto sull’empowerment femminile.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia:mamma di Claudio Domino, verità su morte di mio figlio
Ucciso a 11 anni nel 1986 a Palermo.Appello di Graziella Accetta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
13 maggio 2021
12:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Vogliamo sapere tutta la verità sulla morte di mio figlio. Dopo 35 anni, per la prima volta, scendo in piazza per gridare il dolore di una madre a cui hanno ucciso un bimbo di 11 anni senza che si sia mai voluta fare giustizia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È l’appello lanciato da Graziella Accetta, mamma di Claudio Domino, il bimbo di 11 anni che il 7 ottobre 1986 fu ucciso a colpi di pistola a Palermo nei pressi di via Fattori.
Un mistero lungo 35 anni di cui non si è saputo nulla. Con varie piste e alcuni pentiti che hanno dato versioni diverse. Erano gli anni del maxiprocesso, la famiglia Domino gestiva una impresa che aveva vinto la gara d’appalto per la pulizia dell’aula bunker. Un omicidio, quello di Claudio Domino, che demolì il falso mito della mafia che non tocca i bambini, tanto da spingere un imputato, Giovanni Bontade, a prendere la parola al bunker per proclamare: “non siamo stati noi!”.
Poi sul caso calò il silenzio. Squarciato la settimana scorsa durante una trasmissione televisiva in cui è stato sostenuto – dal giornalista Lirio Abbate e dal procuratore di Lagonegro, Gianfranco Donadio – che, “il bimbo è stato ucciso da Giovanni Aiello, detto faccia da mostro, un ex poliziotto (deceduto nel 2017) e sospettato di essere un killer al soldo di servizi deviati e criminalità organizzata”.
“Non ci potevamo credere. Io ero ammutolita – dice la donna che da questa mattina manifesta sotto il palazzo di giustizia di Palermo – mentre mio marito ha rischiato l’infarto. Sapere dalla tv vicende che riguardano mio figlio mentre noi non siamo mai stati chiamati per essere informati o aggiornati è incredibile.
Noi abbiamo, da sempre, grande fiducia nello Stato e nelle Istituzioni, ma il rispetto dello Stato nei nostri confronti è pari a zero”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Turbativa d’asta, divieto dimora per sindaco del Messinese
Sospesa funzionaria, indagati 2 imprenditori e un professionista
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FALCONE
13 maggio 2021
12:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Divieto di dimora e sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio di responsabile dell’Area Tecnica per la durata di un anno. E’ il provvedimento notificato dai carabinieri al sindaco di Falcone (Me), Carmelo Paratore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ordinanza cautelare, emessa dal Gip di Barcellona Pozzo di Gotto, Eugenio Aliquò, prevede anche la sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio di responsabile dell’Area economica e finanziaria, per un anno, di una funzionaria comunale. Applicata la misura interdittiva del divieto di contrattare con la pubblica amministrazione, per lo stesso periodo, a due imprenditori e a un professionista. Sono tutti indagati per turbata libertà degli incanti con l’accusa di avere truccato gare di alcuni appalti. Dalle indagini dei carabinieri, è l’ipotesi della Procura, sarebbe emerso “un complesso meccanismo di turbative d’asta, in cui il sindaco Paratore, con la complicità della funzionaria comunale, favoriva alcune ditte e professionisti a lui più vicini, ai quali erano stati affidati i lavori per il ripascimento del tratto costiero antistante l’abitato del comune di Falcone, opere finanziate per diversi milioni di euro dalla Regione Siciliana”. Gli altri operatori economici che intendevano partecipare ai bandi pubblici, sostiene la Procura, venivano in qualche modo invitati a “farsi da parte”.
Nell’ordinanza, il Gip Aliquò sottolinea “la capacità del Paratore, che era sindaco, responsabile dell’Area tecnica e Rup del procedimento, di influenzare il normale sviluppo dell’azione amministrativa, impedendo che la stessa possa manifestarsi attraverso l’osservanza delle regole dell’imparzialità…”. Per il giudice, inoltre, il sindaco avrebbe cercato di accelerare i tempi di esecuzione dei lavori per ricavarne un consenso tra i cittadini. Indicativa, secondo il Gip, è al proposito, una frase di Paratore a un operatore economico: “devo essere sindaco io, perché se non sono sindaco io, non spenderete neanche una lira qua!!…”. Titolari dell’inchiesta, denominata ‘Movie direction’, sono il procuratore di Barcellona Pozzo di Gotto, Angelo Cavall,o e il sostituto Andrea Apollonio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza San Carlo: gup, Appendino imprudente e negligente
Motivazioni condanna 18 mesi. Per gup approccio fu frettoloso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
13 maggio 2021
12:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Un approccio frettoloso, imprudente e negligente”. E’ quanto rimprovera il tribunale di Torino alla sindaca Chiara Appendino in relazione ai fatti di Piazza San Carlo.
Lo si legge nelle motivazioni della sentenza con cui la prima cittadina è stata condannata a 18 mesi di reclusione. Il 3 giugno 2017, durante la proiezione su maxi schermo della finale di Champions Juve-Real delle ondate di panico tra la folla provocarono 1.600 feriti e, più tardi, la morte di due donne.
Secondo il gup Maria Francesca Abenavoli, la sindaca ha “commissionato” l’evento in piazza e poi si disinteressata “di tutti gli aspetti operativi”; le scelte dell’amministrazione hanno però consegnato agli organizzatori una “traccia troppo rigida” entro cui lavorare. Ma la responsabilità della sindaca, come si ricava dalla sentenza, deriva anche da un decreto legislativo del 2000 che attribuisce ai primi cittadini funzione di tutela della incolumità pubblica.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Giovani: Dadone, orientamento al lavoro anche dopo le medie
“Ne parlerò insieme al ministro dell’Istruzione”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
12:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Orientare i ragazzi al mondo del lavoro anche dopo le medie e non soltanto concluse le superiori.
Lo ha annunciato la ministra alle Politiche Giovanili Fabiana Dadone partecipando al Convegno Nazionale “Ci sto? Affare Fatica!” “Una delle più grandi difficoltà che ha ancora oggi questo Paese – ha sottolineato – è quello di riuscire ad orientare i giovani rispetto alle prospettive del mondo del lavoro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Su questo all’interno del Pnrr , di cui si sente molto parlare ma so che i ragazzi hanno una contezza limitata sui contenuti per cui stiamo provando a fare delle campagne che spieghino a loro in termini chiari e pratici come i finanziamenti riusciranno ad avere un’incidenza sulle proprie vite. E in termini di orientamento ci sono proprio delle progettualità che riguardano uno specifico accompagnamento tra il mondo della scuola e il mondo del lavoro che oggi all’interno del Piano Nazionale è previsto soltanto al termine delle scuole superiori, ma che io invece – ha spiegato Dadone – voglio provare a spostare, e di questo ne parlerò insieme al ministro dell’Istruzione, già al termine delle scuole medie perché anche quella, secondo me, è una fase importante nella quale serve dare un’indicazione, serve presentare nuovi modelli e prospettive per permettere effettivamente ai nostri ragazzi di capire quali siano le nuove professioni, che tipo di attività vogliano svolgere ed avere dei modelli di fronte permette effettivamente di farsi un’idea più chiara di quali possano essere le prospettive del futuro”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non solo generalisti, la fiction regina dei canali tematici
Studio Frasi, oltre 31% dell’offerta free e pay nella stagione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
13:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non solo regina delle reti generaliste: la fiction domina i palinsesti anche degli altri canali, free e pay, occupando una quota superiore al 30%.
Escludendo le sette reti generaliste e le tv locali, l’Osservatorio dello Studio Frasi ha elaborato i dati di offerta e consumo di 131 canali nell’ultima stagione: dal 1 ottobre 2020 al 25 aprile 2021 la fiction è il genere dominante con il 31,6% del totale; al suo interno, al top troviamo i film (con il 52% dell’offerta), ma gli ascolti più alti sono appannaggio di soap opera (505 mila spettatori medi nelle 24 ore) e film per la tv (383 mila spettatori).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I CANALI PAY – Secondo lo Studio Frasi, le reti a marchio Sky producono un ascolto di 75 mila spettatori nella media della giornata e di 211 mila in prima serata, per una quota d’ascolto del 4,5% tra gli abbonati dell’universo Sky. I canali a marchio Premium/Mediaset hanno un’audience media di 27 mila spettatori nelle 24 ore e di 53 mila in prima serata. Il canale pay più seguito è Sky Cinema Uno: nel periodo considerato il film più visto sulla piattaforma Sky è Tolo Tolo di Checco Zalone (392 mila spettatori).
I CANALI DEDICATI AI FILM – Il film più visto sui neocanali free esplicitamente dedicati alle opere cinematografiche (Rai Movie, Cine24 e Paramount network) è Wonder con 746mila spettatori (share 2,87%) sintonizzati su Rai Movie; poi Non ci resta che piangere (740mila spettatori, 2,95%) in onda su Cine34 e Pane e tulipani (725mila spettatori per uno share del 2,96%) ancora su Rai Movie.
GLI ALTRI CANALI SEMIGENERALISTI – Il film più visto è The Equalizer 2 senza perdono, unico a superare il milione di spettatori (share 4,3%), su Rai4.
LE SERIE – Ascolti significativi premiano le serie in replica, come Don Matteo su Rai Premium (la puntata più vista l’8 marzo con 646 mila spettatori). Su Top Crime la serie più seguita è Poirot con una media di 353 mila spettatori in prima serata; su Giallo media di 360 mila per la belga Astrid&Raphaelle. Sky Atlantic vede in testa nel periodo considerato l’epopea di Francesco Totti in Speravo de morì prima, con 154 mila spettatori per uno share del 2,7% tra gli abbonati Sky.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ucciso per difendere madre dall’ex: nessun segno pentimento
Procuratore Lanusei invita a calma, rabbia violenza non servono
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LANUSEI
13 maggio 2021
13:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sarà interrogato domani dal gip del tribunale di Lanusei Masih Shahid, l’operaio metalmeccanico di 29 anni, di origini pakistane, che martedì ha accoltellato la sua ex, Paola Piras, 50 anni, e ucciso il figlio 19enne di lei, Mirko Farci, che ha pagato con la vita il tentativo di difendere la madre. La donna, colpita con numerosi fendenti, lotta per la vita nel reparto di Rianimazione dell’ospedale ogliastrino.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In queste ore nel cimitero di Quartu Sant’Elena il medico legale Matteo Nioi sta eseguendo l’autopsia sul corpo del giovane, la cui salma sarà restituita ai familiari nel pomeriggio: i funerali potrebbero svolgersi domani.
Intanto nel carcere di Lanusei, non mostra alun segno di pentimento Masih Shahid, che martedì davanti alla pm Giovanna Morra ha confessato il delitto e il ferimento della ex compagna a cui ha inferto 18 coltellate, dopo essersi introdotto nella casa della donna violando la misura del divieto di avvicinamento che gli era stato inflitto a dicembre dal giudice.
Lo conferma il capo della Procura di Lanusei Biagio Mazzeo.
“Non ha mai espresso parole di pentimento – dice il magistrato – Bisogna avere fiducia nella giustizia. La Procura e i carabinieri stanno facendo il necessario per accertare le circostanze dei reati commessi, affinché si arrivi all’accertamento delle responsabilità dell’operaio e di tutte le aggravanti, in modo che la pena possa essere proporzionata all’efferatezza della condotta”.
Il procuratore interviene anche sul tentativo di linciaggio del 29enne all’uscita dalla caserma da parte di una folla inferocita. “Invito tutti al senso di responsabilità, la rabbia e la violenza – chiarisce Mazzeo – non servono ad aiutare le vittime, ma creano solo ulteriori problemi per le forze di Polizia impegnate nelle indagini”. Il giovane operaio era già stato sottoposto a misura cautelare per i maltrattamenti nei confronti della ex compagna, ma qualcosa non ha funzionato. “Noi abbiamo fatto tutto ciò che la legge ci consente di fare date le circostanze, applicando misure in un meccanismo di progressione – sottolinea il procuratore – Se la persona viola la norma aggraviamo la misura, ma in questo caso nessuno ci aveva segnalato le violazioni”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Auto su binari: morto il 48enne precipitato
Era stato ricoverato all’Humanitas di Rozzano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LODI
13 maggio 2021
13:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto all’Humanitas di Rozzano, in seguito alle ferite riportate Andrea Deni, 48 anni, l’uomo che, a bordo della sua Dacia Duster, è precipitato ieri sera sui binari dell’Alta Velocità, a San Donato Milanese, dal cavalcavia sovrastante dopo aver sfondato il guard rail.
Portato in ospedale immediatamente dopo i soccorsi e ricoverato in terapia intensiva, le sue ferite erano apparse subito gravissime dopo il volo di oltre 6 metri.
L’uomo viveva a Lodi Vecchio, nel Lodigiano. Tuttora al vaglio degli inquirenti la dinamica dell’incidente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Stop tir viadotto: Aspi, esenzione pedaggio su tratta A12
Su tutte le classi di veicolo fino a completamento interventi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
13 maggio 2021
13:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Direzione di Tronco di Genova di Autostrade per l’Italia comunica di aver attivato sulla A12 Chiavari – Sestri Levante la temporanea esenzione totale del pedaggio sulla tratta che ospita il viadotto Valle Ragone. Lo annuncia una nota.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La misura, attiva dalle 11 di oggi, è stata disposta per alleviare i disagi derivanti dalla limitazione ai mezzi pesanti attiva sul viadotto fino a domenica, quando saranno completati i lavori per l’adeguamento dell’infrastruttura degli anni ’60 ai parametri della nuova normativa di dicembre 2020. L’esenzione sarà attiva fino al completamento degli interventi mirati di adeguamento normativo e riguarda tutte le classi di veicolo in entrambe le direzioni nelle percorrenze Chiavari-Lavagna, Chiavari-Sestri Levante e Lavagna-Sestri Levante.
Per quanto riguarda i mezzi pesanti, l’obbligo di uscita alle stazioni di Chiavari verso Livorno e di Sestri Levante verso Genova implica automaticamente l’applicazione delle agevolazioni già previste sulla rete ligure per i percorsi che hanno origine o destinazione nell’ambito della rete ligure di competenza di Aspi, spiega l’azienda. La misura, condivisa con il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili e nell’ottica di collaborazione con le istituzioni territoriali, è stata disposta per alleviare i disagi dovuti alla limitazione dei mezzi pesanti sul viadotto. Tale limitazione, sottolinea Aspi, non riguarda assolutamente la sicurezza del ponte (regolarmente controllato da assessor indipendenti e pienamente rispondente ai requisiti di progetto), ma è stata introdotta nelle more dell’adeguamento della struttura, progettata e costruita negli anni 60, ai nuovi e più stringenti parametri contenuti nelle linee guida del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, divenute operative lo scorso dicembre. La limitazione al transito dei soli mezzi pesanti e la relativa esenzione dal pedaggio verranno rimossi entro domenica sera, al termine dei lavori di adeguamento in corso, la cui durata complessiva è di tre giorni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morta sul lavoro: procura, manipolato orditoio ‘gemello’
Prossimi giorni stessa analisi a macchinario dove Luana è morta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PRATO
13 maggio 2021
14:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il macchinario ‘gemello’ di quello in cui morì Luana D’Orazio aveva i sistemi di sicurezza manipolati. Lo si apprende da fonti della procura di Prato dopo un accertamento del suo consulente tecnico su un orditoio presente nella ditta uguale a quello in cui morì la 22enne.
Dopo l’incidente gli inquirenti sequestrarono due orditoi nella ditta – quello in cui Luana fu trascinata e un altro, di fronte – per fare una comparazione sui due macchinari. Ieri il consulente del pm ha iniziato l’accertamento dall’orditoio gemello trovando, appunto, le ‘sicurezze’ manipolate. Nei prossimi giorni sarà esaminato il macchinario dov’è morta Luana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Snaitech aderisce a Parks, inclusione e diversità sul lavoro
Schiavolin, “Ognuno da noi deve sentirsi libero e unico”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
14:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Snaitech ha annunciato la sua adesione a Parks-Liberi e Uguali, l’associazione senza scopo di lucro che promuove all’interno delle aziende i valori dell’inclusione e della diversità, soprattutto in riferimento all’orientamento sessuale e all’identità di genere.
“Sento molte volte parlare di libertà, ma c’è un aspetto di questo concetto su cui ci si sofferma poco e che mi sta particolarmente a cuore, ovvero la libertà di sentirsi se stessi, senza dover temere alcun tipo di giudizio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per questa ragione sono molto felice di poter collaborare con un’associazione che promuove il valore della diversità e dell’inclusione – ha detto Fabio Schiavolin, Ceo di Snaitech -.
In Snaitech, infatti, vogliamo che le nostre persone si sentano libere di essere come sono, ovvero uniche. Un ambiente di lavoro rispettoso e inclusivo, in grado di valorizzare diversi punti di vista, garantire equità e pari opportunità, è il presupposto fondamentale per qualsiasi tipo di sviluppo aziendale sostenibile”.
La collaborazione tra Snaitech e Parks si inserisce in un più ampio percorso intrapreso dall’azienda e finalizzato al continuo miglioramento del clima aziendale e di conseguenza del benessere dei propri dipendenti, risorsa inestimabile nonché pilastro di ogni azienda.
Proprio in questa prospettiva, Snaitech ha ritenuto fondamentale coinvolgere in questo percorso tutti i colleghi, partendo dall’organizzazione di un evento digitale interno – a cura di Parks – il cui scopo sarà quello di presentare l’associazione e, al contempo, sensibilizzare e promuovere i temi di Diversity and Inclusion. Sarà un importante momento di condivisione, a cui seguiranno altri appuntamenti di formazione e sensibilizzazione, organizzati in collaborazione con Parks e legati da un unico fil rouge: contribuire alla diffusione di una cultura del rispetto e dell’inclusione nel senso più ampio del termine, dall’orientamento sessuale all’identità di genere, dall’età e dal sesso fino alla disabilità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Copasir chiede a Draghi ispezione su vicenda Renzi-Mancini
Chiesto dall’ufficio di presidenza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
15:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Ufficio di presidenza del Copasir ha deciso di chiedere al presidente del Consiglio Mario Draghi l’attivazione di un’inchiesta interna sul caso dell’incontro tra il segretario di Iv Matteo Renzi ed il capocentro del Dis Marco Mancini in un autogrill documentato dalla trasmissione Report.
Lo fa sapere il presidente del Comitato, Raffaele Volpi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Fvg, 100 nuovi casi su 8.799 test e tamponi; 8 decessi
Calano isolamenti e ricoveri in reparti ordinari
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PORDENONE
13 maggio 2021
15:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi in Friuli Venezia Giulia su 6.968 tamponi molecolari sono stati rilevati 84 nuovi contagi con una percentuale di positività dell’1,2%. Sono inoltre 1.831 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 16 casi (0,87%).
I decessi registrati sono 5, a cui se ne aggiungono 3 pregressi, i ricoveri nelle terapie intensive sono stabili e pari a 18, mentre si riducono quelli in altri reparti che risultano essere 98. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.
I decessi complessivamente ammontano a 3.760, con la seguente suddivisione territoriale: 803 a Trieste, 1.994 a Udine, 672 a Pordenone e 291 a Gorizia. I totalmente guariti sono 91.037, i clinicamente guariti 5.601, mentre quelli in isolamento oggi scendono a 5.854.
Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 106.368 persone con la seguente suddivisione territoriale: 21.001 a Trieste, 50.481 a Udine, 20.768 a Pordenone, 12.929 a Gorizia e 1.189 da fuori regione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tre studenti adolescenti su 4 pronti a vaccinarsi
Skuola.net: ‘Soltanto il 6,7% dirà no quando sarà il momento’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
16:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccinare gli studenti adolescenti dai 12 ai 15 anni in concomitanza con l’inizio del nuovo anno scolastico o forse anche prima. L’Italia prova l’accelerazione sul piano vaccinale con l’obiettivo di rendere sicura la scuola e tre studenti su 4 si dicono favorevoli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo una ricerca effettuata dal sito specializzato Skuola.net assieme al dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive dell’Università “Sapienza” di Roma – su un campione di 5.313 ragazzi tra gli 11 e i 30 anni – circa il 75% si dichiara a favore del vaccino anti-Covid. Tra i restanti, comunque, il 10,1% al momento propende per il ‘no’ ma non esclude che, in futuro, potrebbe cambiare idea, e l’8,7% dice di non essersi ancora fatto un’opinione a riguardo. Alla fine, dunque, appena il 6,7% mostra l’assoluta intenzione di non sottoporsi al vaccino.
Presto, dunque, così come sta avvenendo negli Stati Uniti, i nostri ragazzi più giovani potrebbero beneficiare del vaccino di Pfizer-BioNTech, che ha superato tutti gli esami preparatori alla somministrazione di massa anche per i minorenni. Anche se manca ancora l’ok dell’Ema, l’Agenzia europea del farmaco.
La principale motivazione della disponibilità dei giovani a sottoporsi alla vaccinazione è la consapevolezza della gravità della situazione (38%), che in molti casi hanno potuto toccare con mano attraverso le vicende di familiari e conoscenti. Subito dopo viene la percezione che i benefici prodotti dai vari vaccini sin qui autorizzati superino di gran lunga i rischi (23%). Parecchi, però, lo farebbero soprattutto per avere una garanzia in più che i propri cari non si ammalino di Covid-19: a dirlo è il 21,5% dei favorevoli.
Interessante anche la tempistica con cui i giovani vorrebbero vaccinarsi. Poco meno della metà (47,9%) si candiderebbe non appena finita la fase di protezione delle persone più ‘fragili’, considerata prioritaria. Ma poco più di un terzo (35,7%) non aspetterebbe così a lungo e sarebbe pronto a farlo il prima possibile.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

‘Voglio la mamma’, J-Ax racconta l’esperienza con il Covid
“Devo esorcizzarla attraverso la musica”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
16:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
J-AX racconta in musica la sua esperienza con il Covid 19 nel brano “Voglio la mamma”, con una cover disegnata da suo figlio Nickolas, disponibile su tutte le piattaforme dalla mezzanotte di giovedì 13 maggio.
“Questo brano – spiega J-Ax – nasce dall’esigenza di tirare fuori e lasciarmi alle spalle l’esperienza che ho passato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non pubblico affinché diventi un successo, è un pezzo che ho deciso di non dare alle radio, è una mia necessità , per andare avanti devo esorcizzarlo attraverso la musica. E’ un regalo che mi sento di fare a tutti i miei fan e a chi come me si è trovato o si trova ancora ad affrontare il male. Voglio dirvi però che non sono diventato un tristone, non ho più paura, sono rimasto quello che ero e mi preparo a farvi una sorpresa la settimana prossima con il pezzo più zarro della mia storia musicale che, al confronto, Ostia Lido sembra “La cura” di Franco Battiato “.
Prodotto da Roofio, “Voglio la mamma” ripercorre il dolore e gli interrogativi dei giorni della paura – “Musica spenta, suonano solo le ambulanze, poi per un mese ho visto il vero inferno, altro che Dante”- e l’incapacità di dare risposte alle domande di suo figlio – “Ma tu come rispondi, quando poi lui ti guarda con le lacrime agli occhi e dice voglio la mamma perché lei è chiusa in stanza”. E di fronte a queste domande un papà può soltanto usare la fantasia per portare il suo bambino lontano dalla realtà: “È solo un gioco, questa è una fortezza, devi difendere la principessa. Tu pensa a questo che ai mostri fuori di qua ci pensa il tuo papà”.

Ruby ter, pianista di Arcore condannato a due anni
“Non fatemi parlare altrimenti mi fanno un altro processo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SIENA
13 maggio 2021
17:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il tribunale di Siena ha condannato a due anni di reclusione per falsa testimonianza Danilo Mariani, il pianista senese di Arcore, nell’ambito del processo Ruby ter. Lo stesso tribunale oggi aveva stralciato la posizione di Mariani per l’accusa di falsa testimonianza, rinviando al 21 ottobre il processo per corruzione che lo vede imputato insieme a Silvio Berlusconi.
“Non fatemi parlare altrimenti mi fanno un altro processo”.
Lo ha detto, subito dopo la lettura della sentenza del tribunale di Siena che lo ha condannato oggi a due anni di reclusione per falsa testimonianza, pena sospesa, Danilo Mariani, il pianista senese di Arcore, imputato al processo Ruby ter a Siena.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Riceve 4 dosi di vaccino, la ragazza in cura da Pregliasco
Madre, ‘è disidratata nonostante beva anche 7 litri acqua’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MASSA
13 maggio 2021
18:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Virginia, la 23enne tirocinante in psicologia all’Asl Toscana nord ovest che domenica scorsa a Massa (Massa Carrara) ha ricevuto quattro dosi di vaccino Pfizer (inizialmente si era pensato fossero sei), è stata presa in cura dal virologo Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario dell’Irccs Galeazzi di Milano. A raccontarlo è la madre della ragazza che nei giorni scorsi ha conosciuto il virologo in occasione di una trasmissione radiofonica della Rai.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il dottor Pregliasco mi ha consigliato di non sottovalutare il sovradosaggio a cui mia figlia è stata esposta – racconta la mamma -, perché non possiamo sapere a che rischi va incontro il suo sistema immunitario. Nei giorni successivi ci siamo accorti, poi, che qualcosa non andava: mia figlia è tutt’oggi completamente disidratata, ha continuamente sete, nonostante ingerisca anche sette litri di acqua in poche ore; ha le labbra sempre secche e non riusciamo a reidratarla in nessun modo. Per questo stamani ho chiamato il dottor Pregliasco e gli ho chiesto di prendere in cura mia figlia. Lui ha acconsentito”. La ragazza è stata sottoposta a diverse analisi: la documentazione verrà poi inviata a Milano e valutata da Pregliasco.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mostre: ‘Donne vascello’ in viaggio tra il sogno e l’emozione
La personale di Simona Gasperini alla Galleria Triphè di Roma
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
18:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Occhi grandi, spesso indagatori, vestiti ricchi e a volte immensi, sfondi cerulei, a metà tra il cielo e il mare. Le “Donne vascello” di Simona Gasperini, in mostra alla Galleria Triphè di Roma dal 13 maggio al 20 luglio sono come delle “messaggere di sogni”, traghettano da una realtà onirica al luogo sconfinato dell’emozione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E lo fanno con grazia, spesso avvolte da fiori e foglie o avvolte in esotici turbanti.
Per presentarcele, Simona Gasperini ha scelto la tecnica del collage. La stessa che ispirò le avanguardie del Novecento da George Grosz a Picasso, ma con un tocco lieve che sa di magia.
La mostra, curata da Maria Laura Perilli, racconta di “figure femminili, le dame, che diventano come il verbo essere”.
Affermano cioè, come spiega l’artista, “l ‘esistenza, l’essenza in sé. Un atto puro” che significa “avere vita, avere origine”.
Ed è proprio per testimoniare questo che, racconta sempre Simona Gasperini, “parte una ricerca costante e minuziosa che dà il via alla scoperta di fotografie, giornali, fotocopie, poster, libri sparsi, spartiti musicali, copertine di libri, cataloghi” per raccontare “l’antico, il passato, il Deja-Vu”.
E il compito di queste “donne vascello” diventa dunque quello di riuscire a “creare qualcosa che prima non esisteva” per farlo vivere, con l’immaginazione, anche a chi le guarda mentre tenta di carpirne il segreto.
E l’incanto di questa mostra è proprio che da un materiale estremamente reale, come possono essere i ritagli di un giornale o di un libro, prenda vita il sogno o, meglio, l’emozione.
Un’emozione raccontata dal silenzio, per alcuni versi anche accusatorio, di queste figure femminili solo in apparenza leggiadre ed estranianti. In un’epoca come l’attuale in cui i femminicidi sono all’ordine del giorno, guardare i loro occhi, al di là dei sogni, diventa anche un’occasione per riflettere e ripensare l’universo femminile.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Harry’s Bar ha 90 anni, festa con serranda chiusa
Non ha plateatico esterno. Cipriani ‘ci permettano di riaprire’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
13 maggio 2021
18:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il tavolo su cui Hemingway finì di scrivere “Di là dal fiume e tra gli alberi” è vuoto, mentre davanti alla serranda abbassata all’imbocco di Calle Vallaresso sfila distratto qualche turista. Non è così che Arrigo Cipriano aveva immaginato di festeggiare oggi a Venezia il novantesimo compleanno del suo Harry’s Bar.
Ma le regole del Covid non fanno sconti a nessuno, neppure ad un locale dichiarato nel 2001 patrimonio nazionale dal ministero dei Beni culturali. E così a Cipriani, 89 anni, non è rimasto che festeggiare fuori dal locale, chiuso perchè senza plateatico e servizio mensa.
“Aspetto che il Presidente del Consiglio Draghi stanzi con questo governo i fondi per rimborsarci almeno di una parte dei danni economici che ci ha causato la pandemia – spiega Cipriani – ma la cosa più bella sarebbe quella di permetterci di riaprire tra una decina di giorni. Al resto ci pensiamo noi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Sardegna, sui vaccini si accelera
In arrivo 380mila dosi e da domani operativo portale delle Poste
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
13 maggio 2021
18:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mentre la curva dei contagi resta in discesa e la Sardegna si appresta a tornare in zona gialla da lunedì, l’obiettivo della Regione è dare un’accelerata decisiva nella campagna vaccinale.
Nella giornata di ieri sono state somministrate circa 13.700 dosi, dopo due giorni di rallentamento; oggi l’annuncio dell’arrivo di oltre 380mila dosi di vaccino Pfizer entro il 3 giugno e il via alle prenotazioni, da domani, con il portale delle Poste.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo il report quotidiano del Governo si è passati dalle 612.722 inoculazioni di martedì alle 626.458 di ieri, cioè il 77,5% delle 808.440 dosi consegnate dalla struttura commissariale. La Sardegna, come conferma anche la Fondazione Gimbe nel suo monitoraggio settimanale, si avvicina così alla soglia del 40% della popolazione residente che ha avuto almeno una dose (il 38,42%), mentre si arriva all’11,2% per chi ha completato il ciclo vaccinale.
E dalle 12 di domani anche nell’Isola sarà possibile richiedere la vaccinazione anti-Covid attraverso il sistema di prenotazione realizzato da Poste Italiane. Tre le modalità che saranno immediatamente a disposizione dei cittadini: il portale online dedicato, accessibile all’indirizzo ‘prenotazioni.vaccinicovid.gov.it’; il call-center, attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20 al numero verde 800.00.99.66; gli sportelli automatici (Atm) presso gli uffici postali. A partire dal 18 maggio sarà anche possibile effettuare la prenotazione tramite i portalettere.
Intanto nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 72 nuovi contagi (ieri erano 96) a seguito di 4.677 tamponi eseguiti (1.234.462 il totale), per un tasso di positività che scende dall’1,9% all’1,5%. Complessivamente salgono a 55.933 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza.
Si registra un solo nuovo decesso (1.428 in tutto). Sono, invece, 241 (-13) le persone attualmente ricoverate in ospedale in reparti non intensivi, 39 (+1) i pazienti in terapia intensiva.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Claudio Baglioni, 70 anni ma ‘la vita è adesso’
Mito da 60 milioni di copie, pronto a nuove sfide
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
19:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Settanta anni di vita, il 16 maggio, oltre 50 anni di musica e 60 milioni di copie vendute in tutto il mondo: ne ha fatta di strada Claudio Baglioni, nato nel ’51 a Roma Montesacro.
La prima radio, un concorso di canzoni a Centocelle, per tutti era ‘Agonia’, il primo contratto con la RCA nel 1969, è diventato ‘il’ cantautore dei sentimenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha inaugurato i grandi raduni negli stadi ed è stato il primo, nel 1996, a ‘far scomparire il palco’ portando la scena al centro delle arene. Il 2 giugno la prossima sfida: l’opera – concerto totale ‘In questa storia che è la mia’ in streaming sulla piattaforma ITsART dal Teatro Olimpico di Roma.
Baglioni è una icona pop ma ha navigato anche attraverso la world music, il rock e il jazz, con sodalizi come quello con l’amico Danilo Rea. Se sono tracciabili i duetti incisi, da ‘Stelle di stelle’ con Mia Martini e ‘Io dal mare’ con Pino Daniele a quelli di Q.P.G.A (40 anni dopo) e le collaborazioni, da Stefano Di Battista a Tony Levin, da Astor Piazzolla a Youssou N’Dour, sono invece innumerevoli i duetti live in tournee (‘Capitani coraggiosi’ con Gianni Morandi) ma soprattutto sull’ isola del cuore, Lampedusa, alla quale ha regalato 10 edizioni di O’Scià (l’ultima nel 2012), portando sulla spiaggia della Guitgia oltre 300 artisti, senza sponsor e telecamere. E’ stata l’isola delle Pelagie, insieme alle esperienze in tv con Fabio Fazio ad ‘Anima mia’ e ‘L’ultimo valzer’, la palestra del Baglioni padrone di casa e showman visto alla guida del Festival di Sanremo nel 2018 e nel 2019.
Snobbato dagli artisti “impegnati” e contestato nell”88 a Torino sul palco di Amnesty, Baglioni ha toccato temi universali e il disagio sociale in alcune canzoni come I vecchi, Uomini persi e Noi no. Ha incontrato i papi, da Wojtyla a Francesco.
Dopo il successo negli anni ’70 con Questo piccolo grande amore, Gira Che Ti Rigira Amore Bello, E tu, Sabato Pomeriggio, Solo, E tu come stai, negli anni ’80 una nuova partenza con Strada facendo, il doppio live Alé-oo, La vita è adesso che rimane in classifica per 18 mesi, con oltre 1,5 milioni di copie vendute, un record, fino al doppio album della consacrazione Oltre.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bong Joon-ho, dopo Parasite prepara film d’animazione sul mare
Regista sudocoreano Oscar prossimo presidente di giuria Venezia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
19:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bong Joon-ho, il regista del premio Oscar “Parasite”, sta preparando un film di animazione coreano sugli esseri umani e sulle creature delle profondità marine. Ha lavorato con la compagnia coreana 4th Creative Party dal 2018 e la sceneggiatura è stata completata a gennaio.
Bong è anche al lavoro sulla sceneggiatura di un film in lingua inglese ambientato tra il Regno Unito e gli Stati Uniti.
L’agenzia di stampa sudcoreana Yonhap ha riferito, riporta Variety, che il film in lingua inglese sarà probabilmente l’atteso prossimo impegno di regia di Bong. Bong ha un altro appuntamento chiave quest’anno: è il presidente della giuria che decreterà il vincitore del Leone d’oro alla Mostra del Cinema di Venezia (1-11 settembre).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alberto Angela, racconto l’Antica Roma e resto a Ulisse
Esce 2/o libro trilogia. ‘Cancellazione programma è fake news’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
19:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La cancellazione di Ulisse è una fake news, che alimenta polemiche inesistenti. Rai1 non ha mai pensato di abbandonare la cultura in prima serata”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo la sostituzione il 12 maggio del suo popolarissimo e storico programma su Rai1 con la replica di un episodio de Il Commissario Montalbano, Alberto Angela decide di intervenire per interrompere ogni polemica legata a una possibile volontà della Rete di interrompere la messa in onda delle ultime due puntate. L’occasione è stata la presentazione in streaming del suo ultimo libro “L’inferno su Roma”, secondo volume della ‘trilogia di Nerone’ pubblicato da HarperCollins e in libreria dal 13 maggio. “E’ uno slittamento non una cancellazione, a causa dei rallentamenti dovuti all’emergenza covid: non è facile lavorare tra casi di contagio e zone rosse”, afferma Angela, “dal 27 maggio Ulisse tornerà con le ultime due nuove puntate, la prima dedicata a San Francesco e Santa Chiara visti in un modo particolare, come santi ma anche come ragazzi ribelli. Nella seconda invece affronteremo la crisi ambientale e l’emergenza climatica: e con me ci sarà anche Piero (Angela, ndr), entrato 70 anni fa alla Rai e ancora capace di occupare la prima serata”.
“Al tempo di Nerone le fake news funzionavano meglio: c’è ancora chi crede che sia lui il responsabile del grande incendio che distrusse Roma il 18 luglio del 64 d.C.”, prosegue con una battuta, raccontando l’evento storico al centro di questa sua ultima fatica letteraria, “Nerone era ad Anzio, le fiamme scoppiarono in una delle arcate, io ho immaginato a causa della caduta di una lucerna ma non sappiamo cosa sia accaduto davvero”. Dopo aver narrato nel primo volume (“L’ultimo giorno di Roma”) ciò che avvenne poche ore prima del propagarsi delle fiamme, in questo libro infatti Angela affronta direttamente quello che chiama “la belva”, ossia il terribile incendio che in 9 giorni distrusse irrimediabilmente la città. Un evento poco trattato, eppure cruciale per la storia di Roma, anche per capire il successivo sviluppo della città, che in seguito all’incendio, venne ricostruita in modo completamente diverso. Stile coinvolgente, da romanzo, contenuto da libro di storia, un accurato e scrupoloso studio delle fonti: replicando il modello vincente su cui basa la sua efficacissima divulgazione di temi culturali in tv, anche nel libro l’autore costruisce su questi elementi una narrazione che definisce “basata sui 5 sensi”.
Nelle pagine infatti il lettore si troverà coinvolto direttamente nel dramma dell’incendio, sentendone il calore sulla pelle e l’odore acre nelle narici, e immaginando la furia di fiamme alte decine di metri: “ma questo non è un romanzo – precisa – è un libro storico e tecnico, per il quale ho chiesto la consulenza di archeologi, storici antichi, vigili del fuoco, meteorologi. Ho cercato di entrare nella mente dei romani attraverso i personaggi che appaiono nel libro”. “Quando leggo un libro di storia sento la necessità che ci sia la verità, ho bisogno di conoscenza, altrimenti mi sento tradito”, afferma, “per questo, nei libri ma anche nei programmi televisivi, lo stile coinvolgente è sempre nutrito dai fatti storici. Del resto studiando il passato si può scoprire se stessi e capire come interpretare la nostra epoca per indirizzarci verso il futuro”. Quello che è indubbio è quanto questo incendio abbia costituito una sorta di spartiacque, creando un prima e un dopo, con inevitabili ripercussioni anche sul presente: “quello che i turisti vedono oggi a Roma è frutto diretto e indiretto dell’incendio”, aggiunge Angela, “dopo la distruzione Nerone fece un nuovo piano regolatore e nacque una città diversa: al centro l’imperatore costruì la sua imponente Domus Aurea addirittura con un grande lago. Quando dopo Nerone arrivò Vespasiano, quest’ultimo restituì l’area alla collettività, prosciugò il lago e fece costruire il Colosseo: senza l’incendio, chissà dove sarebbe nato e quale struttura avrebbe avuto questo monumento”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alcol, impennata del 250% del consumo a casa
Aperitivi digitali e home delivery hanno cambiato modo di bere
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
20:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“L’approvvigionamento delle bevande alcoliche non ha conosciuto pause nel periodo del lockdown”. Anzi, “il mercato ha rafforzato nuovi canali alternativi e anche meno controllati relativamente al divieto di vendita a minori”, cambiando anche “le abitudini degli italiani”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tanto che gli acquisti su canali online di e-commerce, per il settore delle bevande alcoliche “si stima abbiano conosciuto un’impennata nel 2020 tra il 181 e il 250% nell’home delivery, con un aumento dei consumi domestici registrati”. E’ quanto emerge dai nuovi dati relativi al consumo di alcol durante la pandemia Covid, diffusi all’Istituto Superiore di Sanità.
L’isolamento, spiega l’Iss, ha portato a “un incremento di consumo incontrollato, anche favorito da aperitivi digitali sulle chat e sui social network, spesso in compensazione della tensione conseguente all’isolamento, alle problematiche economiche, lavorative, relazionali e dei timori diffusi nella popolazione resa sicuramente più fragile dalla pandemia”. D’altro canto, i servizi di alcologia e i dipartimenti per le dipendenze e di salute mentale, a causa delle chiusure obbligate, precisa l’Iss, “hanno registrato una crescita di difficile gestione prima, durante e dopo i lockdown per la scarsità delle risorse a disposizione, per la quantità di richieste inevase a causa delle restrizioni anti-Covid-19 e per l’impreparazione relativa a soluzioni digitali, solo tardivamente introdotte”.
Sono stati 3,8 milioni, nel 2019, i binge drinker che hanno avuto almeno un’abbuffata alcolica, tra i quali anche 830.000 giovanissimi 11-25enni. Mentre “nel corso del 2020 si è registrato un incremento al 23,6 % per i maschi e al 9,7% per le femmine di coloro che consumano alcol a rischio”. E’ quanto evidenziano i dati diffusi dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss) in vista dell’Alchool Prevention Day che si celebra domani, Relativamente al 2020, secondo un dato dell’analisi preliminare per l’anno del lockdown, “a preoccupare in particolar modo è l’aumento delle giovani consumatrici a rischio, le 14-17enni, che superano per numerosità, per la prima volta, i loro coetanei maschi”. E questo in un quadro complessivo d’incremento del consumo sbagliato di alcol tra le donne di tutte le età e di un incremento tra gli uomini nella fascia 35-60 anni. I dati pre-Covid, invece, a cui si riferisce il nuovo Rapporto Istisan e la Relazione annuale del Ministro della Salute trasmessa a maggio 2021 al Parlamento, evidenziano che nel 2019 in Italia sono stati più di 36 milioni coloro che hanno consumato alcolici, pari al 77,8% degli italiani sopra gli 11 anni e al 56,5% delle italiane, per le quali si conferma un trend in crescita dal 2014.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le fasce di popolazione con consumatori più a rischio è, per entrambi i generi, quella dei 750.000 minorenni, prevalentemente 16-17enni, seguita da oltre 2,7 milioni di anziani ultra-65enni. Mentre nel 2019, sono state circa 8,2 milioni le persone che hanno fatto quotidianamente un consumo rischioso, in leggero calo rispetto al 2018. “Alla luce dei dati riportati”, conclude Emanuele Scafato, direttore del Centro Oms per la ricerca sull’alcol e dell’Osservatorio Nazionale Alcol dell’Iss, “il day after della pandemia deve potersi connotare per attivazione di risorse e strategie che mirino all’era post Covid-19 con nuovi modelli d’intercettazione dei rischi da alcol, favorendo la formazione del personale sanitario e attivando nuove strategie di prevenzione, anche attraverso un rinnovato Piano Nazionale Alcol”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Droga: maxi operazione carabinieri a Cagliari, 14 arresti
Blitz all’alba, sono accusati di associazione per delinquere
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 maggio 2021
07:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maxi operazione antidroga dei carabinieri a Cagliari. Dalle prime ore del mattino i militari del Comando provinciale di Cagliari stanno notificando 14 ordinanze di custodia cautelare, 12 in carcere e 2 ai domiciliari, per l’accusa di associazione per delinquere finalizzata allo spaccio ed al traffico di droga.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’indagine, denominata ‘Dogs Square’, è stata coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Cagliari e ha permesso di accertare numerosi episodi di spaccio avvenuti tra il 2018 e il 2019, ma anche fra agosto e ottobre dello scorso anno in diversi quartieri di Cagliari.
Il gruppo criminale, secondo quanto accertato dai carabinieri, era molto organizzato e aveva una perfetta suddivisione dei compiti: dai promotori, ai custodi della droga (cocaina, eroina, hascisc e marijuana), fino ad arrivare a pusher e vedette. Ad inchiodare gli spacciatori anche le microtelecamere piazzate dai militari dell’Arma in androni, scale e corridoi di palazzine trasformati in luoghi di spaccio.
I dettagli dell’operazione saranno illustrati in una conferenza stampa alle 11 nella sala stampa del Battaglione Carabinieri Sardegna in Piazza San Bartolomeo a Cagliari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gdf sequestra immobili a contrabbandiere comasco
Aveva intestato i beni ai famigliari
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 maggio 2021
07:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I militari della Guardia di Finanza di Olgiate Comasco (como) hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo, per 600 mila euro, a fini di confisca, su beni riconducibili ad un noto contrabbandiere comasco, indagato per intestazione fittizia di beni. Le indagini hanno portato alla denuncia anche di tre famigliari dell’indagato, intestatari formali degli immobili L’uomo era stato più volte segnalato per reati di contrabbando e riciclaggio, e aveva fraudolentemente trasferito la proprietà dei propri beni ai figli ed alla moglie.
E’ anche imputato per associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio di ingenti partite di preziosi e valuta da e per la Svizzera.
L’intestazione dei beni ai famigliari era avvenuta lo stesso giorno in cui la Procura di Como aveva chiesto il suo rinvio a giudizio. Sequestrati una villa di pregio a Faloppio e un fabbricato in una zona residenziale di Uggiate-Trevano, sempre nel Comasco.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Riaffiora il paese sommerso di Resia
In corso lavori di manutenzione al lago con il famoso campanile
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
14 maggio 2021
08:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Al lago di Resia sono in corso lavori di manutenzione. Il livello dell’acqua è stato abbassato e sono così riaffiorati i resti del paesino sommerso nel 1950.

Il lago è conosciuto da tempo per il campanile che, isolato tra le gelide acque, fa capolino. Negli ultimi anni il bacino artificiale è diventato famoso per il romanzo “Resto qui” di Marco Balzano e per la fortunata serie Netflix “Curon”. Tra il 1949-50 la Montedison ha creato la diga per la produzione di energia elettrica. Per la realizzazione della mega opera il vecchio paese di Curon con le sue 163 case fu allagato. L’unico edificio rimasto in piedi è il campanile della chiesa di Sant’Anna.
“Il lago di Resia – spiega il direttore operativo Alperia Greenpower Andreas Bordonetti – è il più grande lago artificiale dell’Alto Adige con 120 milioni di metri cubi di capacità d’invaso. Alimenta la centrale idroelettrica di Glorenza che può produrre fino a 250 milioni di kw/h all’anno”. E’ il primo della cascata di impianti della val Venosta che termina a Marlengo.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Estate: nove milioni di italiani pronti a partire
Swg-Confturismo, l’80% dei connazionali resterà in Italia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
14:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si concretizza la voglia di vacanze degli italiani e arrivano le prime prenotazioni: sono quasi 9 milioni gli italiani che hanno già scelto quando e dove andare.
Sono invece 16 milioni, tra chi ancora deve decidere e chi sa già che dovrà rinunciare, quelli che mancano all’appello rispetto ai tempi pre-Covid. Emerge da un sondaggio effettuato, tra il 5 e il 7 maggio, da Swg e Confturismo Confcommercio dopo il decreto riaperture e gli annunci di eliminazione delle quarantene e di adozione del pass Covid.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’80% dei connazionali resterà in Italia privilegiando mete balneari, ad esempio Puglia e Sardegna, ma anche la Toscana.
La fiducia nel processo di vaccinazione e l’attesa del green pass europeo fa tornare anche la voglia di estero: sale, rispetto ad aprile, dal 13% al 20% la quota degli italiani che sceglieranno una meta oltre confine per le vacanze. Tra le mete preferite la Spagna che, tra le due rilevazioni, aumenta di 6 punti il suo distacco dai più immediati inseguitori, Grecia e Francia. Secondo Confturismo paga la coerenza nel tempo dell’offerta iberica, che da quest’inverno non ha mai imposto quarantene per i turisti in arrivo ed “è stata protagonista di una comunicazione promozionale discreta e incisiva”. Via via che procede il piano vaccinale in Italia si riduce anche l’appeal delle destinazioni “Covid free”. Scende di 10 punti fra le due rilevazioni la percentuale di coloro che le prediligerebbero per una vacanza, una tendenza tutto sommato prevedibile.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tv: streaming illegale, oscurati 1,5 mln di abbonamenti
Operazione della polizia postale su inchiesta Procura di Catania
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
14 maggio 2021
10:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maxi operazione della polizia postale di Catania, con il coordinamento del Servizio polizia Postale e delle Comunicazioni di Roma, contro lo streaming illegale e di contrasto al cybercrime che ha oscurato 1.500.000 utenti con abbonamenti illegali. Azzerato l’80% del flusso illegale delle IP TV in Italia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 45 le persone indagate dalla Procura di Catania per associazione per delinquere, accesso abusivo a sistema informatico, frode informatica e riproduzione e diffusione a mezzo internet di opere dell’ingegno. Un giro di affari illegale per milioni di euro in danno di Sky, Dazn, Mediaset, Netflix e altri. Gli ‘abbonati’ pagavano un canone di 10 euro ciascuno al mese, creando un giro d’affari fraudolento mensile da 15 milioni. I provvedimenti sono stati eseguiti in diverse città italiane e sono stati impiegati nell’operazione più di 200 specialisti provenienti da 11 Compartimenti regionali della Polizia Postale (Catania, Palermo, Reggio Calabria, Bari, Napoli, Ancona, Roma, Cagliari, Milano, Firenze, Venezia) che, operando sul territorio di 18 province, hanno smantellato l’infrastruttura criminale, sia sotto il profilo organizzativo che tecnologico. Una importante “centrale” è stata individuata a Messina: la sua disattivazione e sequestro ha fatto rilevare che essa gestiva circa l’80% del flusso illegale IPTV in Italia. La tecnica illecita, ha ricostruito la Procura di Catania, era ‘piramidale’ e vedeva la collaborazione tra loro di persone che non si conoscevano I contenuti protetti da copyright erano acquistati lecitamente, come segnale digitale, dai vertici dell’organizzazione (le ‘Sorgenti) e, successivamente, attraverso la predisposizione di una complessa infrastruttura tecnica ed organizzativa, vengono trasformati in dati informatici e convogliati in flussi audio/video, trasmessi ad una rete capillare di rivenditori ed utenti finali, dotati di internet ed apparecchiature idonee alla ricezione (il noto “Pezzotto”).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: triste che donne incinta debbano nascondere pancia
Bergoglio promuove assegno unico,’senza famiglie non c’è futuro’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
14 maggio 2021
10:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Penso con tristezza, alle donne che sul lavoro vengono scoraggiate ad avere figli o devono nascondere la pancia. Com’è possibile che una donna debba provare vergogna per il dono più bello che la vita può offrire? Non la donna, ma la società deve vergognarsi, perché una società che non accoglie la vita smette di vivere.
I figli sono la speranza che fa rinascere un popolo!”. Lo ha detto il Papa agli Stati generali sulla natalità.
Poi il Pontefice, ringraziando il premier Mario Draghi per le sue parole “chiare e speranzose”, ha promosso l’assegno unico.
“Finalmente in Italia si è deciso di trasformare in legge un assegno, definito unico e universale, per ogni figlio che nasce.
Esprimo apprezzamento alle autorità e auspico che questo assegno venga incontro ai bisogni concreti delle famiglie, che tanti sacrifici hanno fatto e stanno facendo, e segni l’avvio di riforme sociali che mettano al centro i figli e le famiglie. Se le famiglie non sono al centro del presente, non ci sarà futuro; ma se le famiglie ripartono, tutto riparte”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Guibert, la fotografia come desiderio
Esce per la prima volta in Italia ‘L’immagine fantasma’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
10:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
HERVE’ GUIBERT, L’IMMAGINE FANTASMA (CONTRASTO, PP 190, EURO 14,90). La fotografia – di famiglia, di viaggio, erotica, che non si è riusciti a scattare o come pratica d’amore – è la grande protagonista del prezioso libro, volutamente senza foto, ‘L’immagine fantasma’ di Hervé Guibert.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un classico della letteratura francese che esce finalmente in Italia, a 40 anni dalla prima edizione, per Contrasto e inaugura la nuova collana ‘Lampi’ con copertine fatte di una carta speciale, realizzata con gli scarti alimentari.
Pubblicato in Francia da le Editions de Minuit nel 1981, ‘L’immagine fantasma’ arriva nelle nostre librerie, a 30 anni dalla morte di Guibert, nella traduzione di Matteo Martelli con la prefazione di Emanuele Trevi e un un formato che ricorda quello di un taccuino.
Scrittore, giornalista, fotografo, critico per il quotidiano Le Monde, Guibert, morto di Aids nel 1991, molto legato all’Italia tanto da voler essere sepolto all’Isola D’Elba, ci racconta il suo rapporto con la fotografia in brevi testi che insieme diventano una narrazione del nostro modo di vivere le immagini dove “l’unica fotografia che conta è quella che prende forma nella camera oscura della mente di chi legge” come sottolinea Trevi.
“Siamo in un momento in cui si consuma e si realizza tantissima fotografia, a volte anche senza pensarci. Forse avere un libro, una serie di brevi ma fulminanti riflessioni su quello che la fotografia è, senza avere le fotografie, ci può aiutare un po’ di più a capire quanto fa parte di noi, della nostra vita e come, anche all’interno del nostro ricordo, sia parte dei nostri desideri. Pensare a un’immagine vuol dire in qualche modo desiderare qualcosa. Penso che questa sia forse la cosa più importante che questo libro può offrire oggi. Una riflessione un po’ controcorrente rispetto a quello che è il modo normale di pensare la fotografia e di consumarla” dice Alessandra Mauro, direttrice editoriale di Contrasto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’idea di Lampi è quella “di dare spazio a testi che non necessariamente portino con se delle foto. Sono libri in cui è più importante il testo, anche se parliamo sempre dell’immagine, che è il nostro specifico. Ci è sembrato interessante cominciare con un libro che è un classico come ‘L’immagine fantasma’ che per quelle strane vicende della vita e dell’editoria non era mai stato pubblicato finora in Italia. Guibert era una persona molto particolare e questo libro nasce per essere un volume intorno al desiderio di fotografare o alla fotografia come desiderio. Ci è sembrato un ottimo viatico” spiega la Mauro. E aggiunge: “Trevi è stato un incontro perfetto perchè ha conosciuto Guibert, oltre ad essere un grande conoscitore del suo lavoro e pensiero. Ha fatto un’introduzione molto illuminante. Vorremmo affidare sempre a qualcuno un’introduzione che prenda per mano il lettore e lo porti all’interno del racconto, del lampo di cui si sta parlando in quel momento”.
‘L’immagine fantasma’ sono una sessantina di brevi testi in cui Guibert ripercorre parte della sua vita, sempre sul versante dell’immagine. “Il primo testo racconta di quando voleva fare una fotografia alla madre, di come pensa di sistemarla, di come le cambia la pettinatura e di come mandi via il padre dal set che crea. Ma poi Guibert si rende conto di non aver agganciato il rullino e quindi la fotografia non può essere fatta. L’immagine percorre questo libro in ogni parte però rimane un fantasma, è quello che avresti voluto realizzare” racconta la Mauro.
Guibert ci racconta che cosa rappresentano le fotografie sui dischi, le immagini di quando era piccolo, la differenza fra fotografia erotica e pornografica. “Ciò che mi ha spinto a scrivere è stato il rimpianto per le foto sbagliate, le foto che non sono riuscito a scattare, che non ho potuto fare, che si sono rivelate invisibili, come fantasmi. Ho pensato di scrivere per ritrovare la stessa sensazione che volevo dare a quelle foto” disse Guibert in un’intervista del 1981.
Tra gli amici più stretti di Michel Foucault, Isabelle Adjani e Sophie Calle, Guibert utilizza talvolta delle iniziali dietro le quali si nascondo amici importanti. “La ‘I’ di cui lui parla è quella di Isabelle Adjani della quale racconta come le ha scattato delle foto. In qualche modo ‘L’immagine fantasma’ è un libro che sembra seguire, anche se con tutte le differenze del caso, ‘La camera chiara’ di Roland Barthes” dice la Mauro.
Lampi propone inediti o testi già pubblicati che “proviamo a illuminare con un lampo diverso, oppure testi nuovi come nel caso del secondo volume in cui Ferdinando Scianna scrive intorno ai libri di Cartier Bresson, il suo nume tutelare. E’ un discepolo che parla del suo maestro attraverso i suoi libri e quello che hanno rappresentato in quanto forziere di immagini e suggestioni, ma anche in quanto oggetti fisici” annuncia la Mauro. E questa volta ci saranno anche le foto: quelle delle copertine di cui parla Scianna. Tendenzialmente questa collana, anche per la grandezza, non è fatta per mettere foto ma non sono un tabù, ce ne possono essere poche, ma significative” spiega la direttrice editoriale di Contrasto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Condannato per stupro di gruppo, arrestato dai carabinieri
La ragazza era stata fatta ubriacare in un locale a Cremona
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 maggio 2021
10:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri della di Cremona, in esecuzione a un ordine di carcerazione emesso dalla Procura, hanno arrestato un cremonese di 47 anni condannato per violenza sessuale di gruppo. L’uomo deve scontare una pena di tre anni ed era stato denunciato nel 2011 con un suo amico da una giovane donna che aveva subito la violenza.

Stando ai racconti della vittima e alle dichiarazioni rilasciate dai testimoni, i due uomini dopo aver passato la serata in un pub in compagnia della ragazza, che era stata fatta ubriacare, avevano proposto alla giovane di trascorrere il resto della notte a casa dell’arrestato. In casa la vittima, che non aveva potuto reagire a causa dell’alcol, aveva subito violenza. Solo dopo che i due amici si erano addormentati, la giovane era riuscita a chiamare aiuto e a uscire in strada. Qui era stata raggiunta da un amico che l’aveva accompagnata dai carabinieri per denunciare l’accaduto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Percepivano indebitamente buoni Covid, scovati 478 furbetti
Operazione Cc nel Vibonese.Tra i beneficiari affiliati a cosche
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VIBO VALENTIA
14 maggio 2021
10:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Autocertificazioni taroccate con lo scopo di percepire indebitamente i buoni spesa Covid.
Sono 478 le persone denunciate dai carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia con l’accusa di false attestazioni a incaricato di pubblico servizio e indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato, nell’ambito di un’operazione coordinata dalla Procura.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tra le persone denunciate anche alcuni affiliati alla ‘ndrangheta.
L’indagine – che ha fatto luce sull’utilizzo indebito di fondi erogati dai Comuni a persone e nuclei familiari in stato di necessità per la crisi pandemica – copre un arco temporale che va da aprile 2020 ad oggi. I beneficiari dell’aiuto risiedono nei comuni di Vibo Valentia, Pizzo, Sant’Onofrio, Stefanaconi, Maierato, Mileto, Filogaso, Filadelfia, Francavilla Angitola, San Gregorio d’Ippona, Briatico, Cessaniti, Filandari, Ionadi, San Costantino Calabro e Francica.
Gli accertamenti hanno consentito di verificare che in molti avevano dichiarato di trovarsi in condizioni di indigenza senza esserlo, di non ricevere altri sussidi o di avere un nucleo familiare più numeroso, solo per ottenere un ingiusto profitto.
Dagli approfondimenti è emerso inoltre che c’era anche chi percepiva regolarmente il proprio reddito da lavoro dipendente e soggetti possessori di decine di migliaia di euro in buoni postali depositati. Per ricostruire la situazione economica dei “furbetti”, i militari si sono avvalsi della collaborazione dell’Inps, delle banche dati in uso alle forze di polizia ed in taluni casi anche degli istituti di credito. Sono così emerse una serie di irregolarità per un danno erariale complessivo stimato in stimato in circa 70.000 euro. L’attività non è conclusa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Tronchetti, pronti a farli in azienda da subito
Ad Pirelli, ambulatori disponibili, se arrivano ci siamo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 maggio 2021
11:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alla Pirelli sono già pronti per partire con le vaccinazioni aziendali. Lo ha detto l’amministratore delegato di Pirelli, attuale sponsor dell’Inter, Marco Tronchetti Provera, a margine della visita della vice presidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti al centro vaccinale dell’Hangar Bicocca.
“È tutto pronto – ha aggiunto Tronchetti – abbiamo gli ambulatori aziendali disponibili, se arrivano i vaccini noi siamo pronti domani”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Harry, la vita da reali? ‘Come nel Truman Show o in uno zoo’
Principe si apre in un podcast: ‘Volevo ritirarmi già a 20 anni’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
09:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Un misto tra il Truman Show e lo zoo”. Così il principe Harry ha descritto la vita da reale in un’intervista a Dax Shepard per il suo podcast ‘The Armchair Expert’.
Il duca di Sussex ha rivelato che avrebbe voluto lasciare la famiglia reale già quando aveva 20 anni e spiegato che ha preso alla fine quella decisione per interrompere il circolo di “dolore o sofferenza” che aveva vissuto durante la crescita.
Tra le ragioni della sua rottura con i Windsor Harry ha anche menzionato la morte della madre Lady Diana. “Avevo vent’anni e pensavo: ‘Non voglio questo lavoro, non lo voglio fare. Guarda cosa è successo a mia madre? Come potrò mai costruire una famiglia, avere una moglie, quando so che può succedere di nuovo?”, ha confessato.
Quanto al padre Carlo, il principe ritiene aver in qualche modo subito o ereditato le sofferenze del genitore. “Non penso che dovremmo puntare il dito o incolpare qualcuno, ma certamente ho sperimentato qualche forma di dolore o sofferenza a causa del dolore o della sofferenza che forse mio padre o i miei genitori avevano sofferto. Per questo voglio assicurarmi di interrompere questo circolo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Siria: scambio prigionieri tra governo e opposizioni armate
Tra i detenuti liberati anche un miliziano iraniano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
11:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BEIRUT, 14 MAG – Il governo siriano e le opposizioni armate vicine alla Turchia hanno condotto nel nord del Paese in guerra uno scambio di prigionieri che ha coinvolto una decina di persone in tutto da entrambe le parti in conflitto.
Lo riferiscono media siriani, precisando che lo scambio è avvenuto al valico militare di al Bab, a nord di Aleppo, lungo la trincea che divide la zona controllata dal governo centrale e quella in mano alle milizie anti-regime cooptate dalla Turchia.

Le fonti affermano che nei prossimi giorni potrebbero svolgersi altri scambi di prigionieri. Tra i detenuti coinvolti nello scambio si registra anche un miliziano iraniano impegnato in Siria a fianco del governo di Damasco. In passato ci sono stati scambi tra le parti in cui sono stati liberati anche donne e bambini.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: Bianchi, deve insegnare gli affetti
“Scuola italiana ha tanti problemi e molte risorse”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
11:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La scuola italiana ha molti problemi ma anche molte risorse. E’ dopo la famiglia la prima comunità che i bambini incontrano ed è l’unica istituzione che vede i bambini trasformarsi in ragazzi, in adolescenti e poi giovani, donne e uomini, è una istituzioni che li accompagna nella trasformazione di corpo e mente e deve insegnare come vivere anche il dolore.
Io ho detto che la scuola deve essere affettuosa, dobbiamo ricostruire un sapere, un imparare di affetti, non c’è natalità se non ci sono gli affetti”.
Così il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi agli Stati generali della natalità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tenta di uccidere convivente incinta dandole fuoco, preso
L’uomo arrestato nel Pavese, donna ha ustioni su 50% del corpo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PAVIA
14 maggio 2021
12:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha cercato di uccidere la convivente incinta al secondo mese dandole fuoco con dell’alcol e la donna ha riportato ustioni per il 50% del corpo.
Per questo, i carabinieri di Bereguardo (Pavia) hanno arrestato un romeno di 41 anni per tentato omicidio a Vellezzo Bellini, in provincia di Pavia.

La donna è ricoverata all’ospedale Niguarda di Milano in prognosi riservata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ucciso per difendere la madre dall’ex,catena umana per Mirko
Ragazzi Istituto Ianas ,omaggio a lui e per dire no a violenza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORTOLI’
14 maggio 2021
12:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un silenzio irreale come se il tempo si fosse fermato, ha accompagnato una catena umana che si è snodata in corso Umberto ed è proseguita in via monsignor Virgilio a Tortolì, fino ad arrivare davanti alla casa di Mirko Farci, il 19enne ucciso a coltellate martedì mattina mentre tentava di proteggere la madre Paola Piras – ancora in coma farmacologico in ospedale – dall’aggressione dell’ex compagno della donna, Masih Shahid, operaio di origini pakistane già in carcere a Lanusei.
Sono stati i compagni dell’Istituto alberghiero Ianas, la scuola dove Mirko tra qualche mese si sarebbe diplomato come chef, a voler rendere omaggio con lungo serpentone a quel ragazzo solare e gentile e dire no ad ogni forma di violenza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gli studenti, tutti con un cartello sul petto con la scritta “Codice Rosso”, si sono posizionati in mezzo alla carreggiata, uniti l’un l’altro con un nastro bianco e con dei fiori in mano, ai lati della strada due ali di folla, anche loro in silenzio, ma presenti per piangere Mirko e condannare quel gesto che ha sconvolto l’intera cittadina ogliastrina.
Spiccano dei palloncini colorati davanti alla panchina di fronte alla casa della famiglia Piras e arriva anche la Giunta comunale con in testa il sindaco Massimo Cannas e alcuni consiglieri regionali. Tutti attoniti, addolorati, rispettano il silenzio che avvolge ogni cosa.
Alle 17 si svolgeranno i funerali di Mirko: verranno celebrati dal vescovo di Lanusei, monisgnor Antonello Mura, nella chiesa parrocchiale di San Giuseppe. Il sindaco ha decretato il lutto cittadino. I compagni di scuola aspetteranno il feretro all’uscita dalla chiesa con in mano i cartelli scritti in queste giornate di dolore per ricordare Mirko.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arsenale ex gip: sospetto Dda che custodisse armi per clan
De Benedictis in intercettazione, ‘risalgono a chi non devono’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
14 maggio 2021
12:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ex gip del Tribunale di Bari Giuseppe De Benedictis potrebbe aver custodito armi anche per conto della criminalità organizzata. E’ quanto emerge dagli atti della Dda di Lecce che ieri hanno portato ad una nuova misura cautelare in carcere per traffico di armi, anche da guerra, nei confronti dell’ex giudice, già detenuto per corruzione in atti giudiziari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ di fondamentale importanza – si legge nell’ordinanza – l’accertamento in merito sia alla provenienza delle armi sia alla possibile detenzione delle armi anche per conto di soggetti terzi, appartenenti a persone orbitanti nell’ambito della criminalità organizzata locale”.
Dopo la perquisizione del 9 aprile scorso, nella quale De Benedictis fu colto in flagranza dopo aver intascato una tangente dall’avvocato penalista barese Giancarlo Chiariello (anch’egli in carcere dal 24 aprile per il concorso nella corruzione in atti giudiziari), l’ex giudice cominciò a preoccuparsi di essere “smascherato” anche sulla detenzione illecita dell’arsenale, poi sequestrato ad Andria il 29 aprile.
Parlando al telefono con il caporal maggiore capo scelto dell’Esercito italiano Antonio Serafino (anch’egli in carcere da ieri nell’ambito dello stesso procedimento), De Benedictis il 22 aprile dice di “temere che un eventuale rinvenimento dell’ingente materiale – ricostruisce la gip Giulia Proto – avrebbe smascherato la provenienza delle armi perché, come dice testualmente l’ex giudice, ‘risalgono a chi non devono'”.
“Quanto captato in questa conversazione – scrive la gip nella parte dell’ordinanza sulle esigenze cautelari – depone in tal senso”, con riferimento alla possibile detenzione dell’arsenale per conto di soggetti legati alla criminalità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccinazioni: Veneto apre oggi a prenotazioni 40enni
Dalle ore 16, Zaia, da adesso 200mila posti disponibili
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
14 maggio 2021
13:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Veneto apre da oggi pomeriggio, alle ore 16 – in anticipo rispetto alla giornata di lunedì, indicata dalla struttura commissariale – la prenotazione per i 40enni del vaccino anti-Covid. Lo ha annunciato il presidente Luca Zaia, invitando la classe d’età precedente (50-59 anni), ad affrettarsi, perchè dal pomeriggio entreranno nel sito altre 742.000 persone.
“Ci sono da questo momento – ha detto Zaia – 200.000 posti liberi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ripartono i pellegrinaggi Unitalsi, ‘segno di speranza’
Ma fermi i ‘treni bianchi’, troppa gente. Si va con aerei e bus
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
13:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Unitalsi riparte: è online il calendario dei pellegrinaggi per la stagione 2021. “Ripartenza come grande segnale di speranza” dicono dall’organizzazione, dopo il difficile anno segnato dalla pandemia, nel corso del quale si sono svolti pochi viaggi della fede a causa dell’emergenza sanitaria.
Riprende dunque il cammino di ammalati, volontari e pellegrini verso il santuario di Lourdes, in Francia, e verso le altre mete religiose, nel rispetto di tutte le procedure e dei protocolli per la sicurezza dei viaggi. Il primo pellegrinaggio, organizzato dalla sezione romana-laziale dell’Unitalsi si terrà a Loreto a fine giugno. Per luglio e agosto è già fitto il calendario di appuntamenti per le partenze verso Lourdes, Fatima, in Portogallo, e Santiago de Compostela (Spagna).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini, Figliuolo: ‘Bene over 40 ma focus restano gli anziani’. Bertolaso: ‘Il 2 giugno la Lombardia apre ai 16-29enni’
In Veneto partite le prenotazioni per i 40enni. Lazio, dalle 24 prenotazioni per i 52-53enni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
23:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La prossima apertura delle prenotazioni agli over 40 è utile ai fini programmatici, ma il focus nazionale rimane sugli over 80, visto che ne mancano ancora molti all’appello”. Lo ha detto il commissario per l’emergenza Covid Francesco Figliuolo, a margine della sua visita in Trentino Alto Adige.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In ogni caso, ha aggiunto il generale, “con l’ordinanza numero 6 del 9 aprile, c’è stato un notevole incremento delle percentuali di over 80 e fragili vaccinati in tutte le regioni unitamente a un calo netto e repentino di ricoveri, terapie intensive e decessi”.
Sono 3.476.377 gli over 80 che sono completamente vaccinati in Italia. Si tratta del 76,87% delle persone previste. Lo rivela il report settimanale sui vaccini pubblicato dalla struttura commissariale. Gli over 80 ad aver ricevuto la prima dose sono 4.002.914, pari all’88,51%. Sono ancora in attesa della prima somministrazione, infine, 519.666 ultraottantenni, pari all’11,49% del totale. Sono invece 1.228.783, pari al 20,40%, le persone tra i 70 e i 79 anni ad aver ricevuto il richiamo, mentre 4.526.186 (75,16%) hanno ricevuto la prima dose. In attesa della prima inoculazione 1.495.947 (24,84%).
Lavoratori dei supermercati, ma anche quelli impegnati nel settore dei trasporti, della logistica e del turismo. Sono queste alcune delle categorie prioritarie per le quali potrebbe scattare la vaccinazione nell’ambito del Piano delle classi produttive a giugno. A quanto si apprende si tratta di un documento a cui l’Inail sta lavorando, anche alla luce delle indicazioni date dalle regioni. Tra le categorie che erano state inizialmente indicate come prioritarie c’erano anche parrucchieri ed estetisti.
Ok al documento con le indicazioni per la vaccinazione anti-Covid nei luoghi di lavoro, che individua le classi di priorità e che è stato “trasmesso alle Regioni”, con cui “siamo pronti ad avviare la campagna vaccinale, contestualmente alla disponibilità di dosi”. Lo fa sapere il ministro del Lavoro, Andrea Orlando: “Si inizia da coloro che in questi mesi di emergenza sanitaria hanno contribuito a non far fermare il Paese nei settori essenziali: dai lavoratori del commercio al dettaglio e della grande distribuzione nel settore alimentare, agli addetti ai trasporti, dai lavoratori della ristorazione ai servizi alla persona”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il 2 giugno, non causalmente il giorno della Festa Repubblica, apriremo le vaccinazioni all’ultima categoria, ovvero i ragazzi dai 16 ai 29 anni, in modo di ricevere la prima dose prima di andarsene in vacanza. Il 27 maggio, potremmo aprire le vaccinazioni alla fascia 30-39.” Lo ha detto il coordinatore della campagna vaccinale lombarda, Guido Bertolaso, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Lombardia. “Abbiamo immaginato di aprire le prenotazioni per vaccinarsi ai 40-49enni il 20 maggio, garantendo la somministrazione ad inizio del mese di giugno. Tutta la Lombardia avrà ricevuto la prima dose prima di andare in vacanza e questo vorrà dire immunità di gregge, tranquillità, immagine e capacità di accogliere”, ha aggiunto Bertolaso.
Il Veneto ha aperto – in anticipo rispetto alla giornata di lunedì, indicata dalla struttura commissariale – la prenotazione per i 40enni del vaccino anti-Covid. Lo ha annunciato il presidente Luca Zaia, invitando la classe d’età precedente (50-59 anni), ad affrettarsi, perchè dal pomeriggio entreranno nel sito altre 742.000 persone. “Ci sono da questo momento – ha detto Zaia – 200.000 posti liberi”. “Dalle 16 si aprono le prenotazioni dei 40enni. Già in giornata sarà possibile vaccinarsi”. ha detto Zaia nel consueto punto stampa sul Covid. Il governatore ha anche annunciato la disponibilità di un app “SanitàKmZero’ dove è possibile prenotare direttamente dallo smartphone la vaccinazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Finite le prenotazioni per le vaccinazioni della fascia 40-49enni, poi “sia andrà ad un via libera tutti, cioè non si procederà più per target d’età, che finora è stato il sistema migliore. E non servirà presentarsi ai centri con la carta d’identità”. Lo ha detto il presidente del Veneto, Luca Zaia, annunciando la partenza delle vaccinazioni già da oggi per i 40enni.
Dalla mezzanotte di oggi, 14 maggio, sono aperte le prenotazioni per le classi di età 52 e 53 anni, ovvero per i nati nel 1969 e 1968. Le cittadine e i cittadini possono prenotarsi tramite il sito SaluteLazio, https://prenotavaccino-covid.regione.lazio.it/. Lo comunica in una nota l’assessorato alla Sanità e Integrazione sociosanitaria della Regione Lazio.
Il Lazio ha chiesto alla struttura Commissariale per l’emergenza Covid 100mila dosi del vaccino Astrazeneca rimaste inutilizzate in altre regioni. Le dosi, secondo quanto si è appreso, potranno essere usate per altri Open day che verranno replicati dopo che giovedì in due ore e mezza si è verificato il sold out dei 20mila slot a disposizione per il fine settimana.
A partire dal 15 maggio, sarà aperta in Campania la piattaforma per le adesioni alla vaccinazione dei cittadini della fascia di età 45-49. Per la fascia 40-44 la piattaforma sarà aperta a partire da martedì prossimo, 18 maggio. Ne dà notizia l’Unità di Crisi della regione.
In Liguria “ho già dato istruzione di vaccinare tutti i residenti temporanei. Vaccineremo anche i turisti”. Lo ha detto il presidente della Regione e assessore alla Sanità Giovanni Toti nel punto stampa sulla pandemia. “Bisogna intendersi: chi fa il fine settimana e pensa di fermarsi il lunedì per vaccinarsi non verrà vaccinato”, ha chiarito Toti. Chi trascorre l’estate o un lungo periodo in Liguria può fare “una cosa già prevista nell’ordinamento sanitario”: iscriversi all’Asl “come residente temporaneo”, ha spiegato, e registrare la propria tessera sanitaria per aver accesso agli stessi sistemi di prenotazione dei residenti.
Superati gli 8 milioni di italiani vaccinati con entrambe le dosi. In base ai dati pubblicati sul sito del governo, ad oggi sono 8.070.376 i cittadini che hanno completato il ciclo vaccinale, pari al 13,62% della popolazione. Complessivamente sono quasi 26 milioni (25.912.621) le dosi somministrate dall’inizio della campagna vaccinale mentre sono quasi 30 milioni (29.583.060) le dosi consegnate: le regioni hanno dunque a disposizione oltre 3,6 milioni di dosi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Stop a quarantena da Paesi Ue, Cts per proroga green pass
Speranza: ‘Dal 16 maggio stop alla quarantena dai Paesi dell’Unione Europea’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
17:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato un’ordinanza che prevede l’ingresso dai Paesi dell’Unione Europea e dell’area Shengen, oltre che da Gran Bretagna e Israele, con tampone negativo, superando il vigente sistema di mini quarantena. Nella stessa ordinanza sono, invece, prorogate le misure restrittive relative al Brasile.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con altra ordinanza si rafforzano i voli Covid tested, estendendone la sperimentazione agli aeroporti di Venezia e Napoli, oltre a Milano e Roma e ampliando i Paesi di provenienza a Canada, Giappone, Emirati Arabi Uniti, oltre agli Stati Uniti. Le ordinanze sono vigenti dal 16 maggio
Il Cts valuterà la proroga della validità del green pass covid, che attualmente – secondo l’indicazione europea – è prevista fino a sei mesi. Anche se la discussione del tema non è ancora calendarizzata, a quanto si apprende l’intenzione è di un pronunciamento che sia in linea con le indicazioni della Ue.
Di Maio, ok turisti Usa-Canada-Giappone con voli Covid free  – “Gli spostamenti a scopo turistico saranno consentiti anche da Usa, Canada e Giappone, Paesi con i quali rafforziamo i voli Covid free: apriamo così a un turismo sicuro da tutti gli Stati del G7 dopo oltre un anno”. Lo scrive il ministro degli Esteri Luigi Di Maio in un post su Fb, ricordando che “finora con i voli Covid free non si poteva venire in Italia per turismo dai Paesi extra Ue. Adesso – aggiunge – riapriamo a questa opportunità, che consente spostamenti in sicurezza senza la quarantena. Con impegno lavoriamo per portare l’Italia fuori dalla crisi e salvare la stagione turistica”, aggiunge
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Isole minori: Gelmini, sindaci frontiera risorsa Paese
Ministro ha incontrato sindaco Lampedusa, garantiremo servizi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
14 maggio 2021
14:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Con il sindaco di Lampedusa e Linosa, Totò Martello, ho avuto un incontro molto cordiale e costruttivo. I sindaci di frontiera sono una risorsa per il nostro Paese, fanno un servizio straordinario per i loro concittadini e devono, dunque, avere il massimo supporto dallo Stato e dalle istituzioni per poter svolgere al meglio il loro delicato compito”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha detto il ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Mariastella Gelmini, al termine dell’incontro avuto questa mattina a Roma con il sindaco di Lampedusa e Linosa, Totò Martello.
“Il governo – ha aggiunto Gelmini – proprio per venir incontro alle esigenze di tante piccole comunità, ha ulteriormente accelerato la campagna vaccinale per le piccole isole – non mi piace chiamarle isole minori, perché stiamo parlando di veri e propri gioielli -, luoghi simbolo della bellezza e chiave per la ripartenza del settore turistico. Fondamentale sarà anche, nei prossimi mesi, intervenire per garantire sempre più alle popolazioni di queste realtà servizi primari adeguati e una continuità territoriale indispensabile e non più rinviabile”.
Il sindaco Martello ha definito l’incontro “estremamente positivo”.
“Abbiamo affrontato diversi temi riguardanti le Pelagie e più in generale la condizione delle piccole comunità che, come noi, ‘vivono in mezzo al mare’ – ha aggiunto Martello – ringrazio il ministro Gelmini per l’attenzione e la competenza che ha dedicato a Lampedusa, in particolare per quel che riguarda alcune questioni che per noi sono di grande rilevanza come le tratte sociali, i collegamenti marittimi, l’Energia e la vicenda relativa al depuratore dell’isola”.
A margine dell’incontro il ministro Gelmini ha parlato con il sindaco Martello anche dell’emergenza migranti, riconoscendo l’impegno di Lampedusa sul fronte dell’accoglienza umanitaria.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Bertolaso, ‘Il 2 giugno Lombardia apre a 16-29enni’
Il 27 maggio tocca alla fascia 30-39 anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 maggio 2021
15:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il 2 giugno, non causalmente il giorno della Festa della Repubblica, apriremo le vaccinazioni all’ultima categoria, ovvero i ragazzi dai 16 ai 29 anni, in modo di ricevere la prima dose prima di andarsene in vacanza. Il 27 maggio, potremmo aprire le vaccinazioni alla fascia 30-39”.

Lo ha detto il coordinatore della campagna vaccinale lombarda, Guido Bertolaso, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Lombardia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Musumeci, Sicilia da lunedì in zona gialla
Governatore, sentito ministro Speranza. A breve decreto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
14 maggio 2021
16:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Sicilia da lunedì passa in zona gialla. Lo comunica il presidente della Regione Nello Musumeci, dopo aver sentito il ministro della Salute Roberto Speranza, che sta per firmare il relativo decreto.
“Dopo tante sofferenze si torna finalmente a respirare – commenta il governatore – e provo gioia soprattutto per gli operatori economici, coloro cioè che più hanno finora sofferto. Teniamoci caro questo risultato, con senso di responsabilità e con il rispetto verso le norme di prevenzione. La battaglia finale si vince solo quando tutti i siciliani si saranno accostati al vaccino”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sparisce prima della prova del pranzo di nozze, trovata auto
La fidanzata: ‘Mi basta sapere che stia bene, lo amo’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VARESE
14 maggio 2021
16:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’auto di Riccardo Giuliani, il 35enne scomparso da Busto Arsizio (Varese) lo scorso 25 aprile, è stata trovata ieri a Como, con all’interno il suo portafogli e il suo giubbotto. La denuncia della famiglia, presentata ai carabinieri di Legnano dove risiedono i genitori del 35 enne, ha dato il via alle operazioni di ricerca.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Giuliani, che dovrebbe sposarsi il prossimo 29 maggio, è uscito di casa il giorno prima del pranzo di prove delle nozze, senza lasciare alcun messaggio alla fidanzata, ai genitori o ad un amico.
“Mi basta sapere che stia bene, qualsiasi cosa possa aver fatto non importa, lo amo e conosco i suoi pregi e i suoi difetti, aspetto una sua telefonata” ha detto Apryl, da sei anni fidanzata con Giuliani. “Sabato ci siamo sentiti via messaggio, io ero impegnata nelle ultime prove dell’abito, lui doveva lavorare”, racconta la giovane di origini filippine ancora sconvolta per l’accaduto. “La sera – prosegue – quando gli ho scritto, mi ha detto che era impegnato in una videochiamata, così gli ho chiesto di scrivermi quando fosse andato a dormire”. Cosa che non ha fatto. “La mattina gli ho scritto chiedendo perché non avesse risposto, ha ricevuto il messaggio ma non lo ha letto – continua Apryl – Lo aspettavo verso le 12 per andare al ristorante, poi mi ha chiamato sua madre per chiedere notizie e mi sono preoccupata”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: bomba d’acqua e grandine a Cagliari
Temporali nel sud Sardegna, atteso forte maestrale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 maggio 2021
16:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una bomba d’acqua e – a tratti – una copiosa grandinata, si sono abbattute su Cagliari dove le temperature hanno subito un’improvvisa diminuzione in poche ore.
Dopo le piogge di questa mattina che, a causa di un flusso di correnti occidentali con il transito di nuvolosità irregolare di origine atlantica, hanno caratterizzato il nord dell’Isola, la perturbazione primaverile si è spostata nel meridione con temporali e copiose precipitazioni sulla parte sudoccidentale della regione.

In serata è atteso l’arrivo del maestrale che spazzerà via le nuvole e la pioggia, ma porterà a un notevole aumento della ventilazione con raffiche che potranno superare anche gli 80 chilometri orari.

METEO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Il cronoprogamma delle riaperture
Dalle spiagge ai matrimoni, settore per settore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
16:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ci sarà lunedì il tagliando alle misure anticovid attualmente in vigore, disposte con il decreto legge 52 del 22 aprile. La cabina di regia politica convocata dal presidente del Consiglio Mario Draghi dovrà decidere se, come e da quando modificare le restrizioni, a partire dal coprifuoco, e indicare le date per quei quei settori la cui ripartenza non è prevista dal decreto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 MAGGIO – Riaprono le piscine all’aperto e gli stabilimenti balneari, che dovranno attenersi ai protocolli di sicurezza già approvati.
22 MAGGIO – Potrebbe essere la data per la riapertura dei centri commerciali nei fine settimana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La decisione sarà presa dalla cabina di regia, anche se non è escluso che la data della ripartenza possa slittare al 29 maggio.
1 GIUGNO – Il decreto in vigore prevede la riapertura dei ristoranti al chiuso, “con consumo al tavolo, dalle ore 5:00 fino alle ore 18:00 e nel rispetto di protocolli e linee guida”, delle palestre e anche la possibilità di tornare ad assistere agli eventi sportivi, con la capienza limitata al 25% e comunque con non più di mille spettatori all’aperto e 500 al chiuso.
15 GIUGNO – Riaprono le fiere con la presenza di pubblico. Prima di quella data è possibile “svolgere, anche in data anteriore, attività preparatorie che non prevedono afflusso di pubblico”. Il 15 giugno potrebbe essere anche la data buona per la ripartenza di tutto il settore dei matrimoni e sempre quel giorno decade anche il limite di un unico spostamento al giorno nelle zone gialle per andare in un’altra abitazione a trovare parenti o amici in un massimo di 4 persone oltre ai minori conviventi.
1 LUGLIO – Riaprono convegni e congressi, centri termali e parchi di divertimento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Università: Cattolica; voto, Ateneo Studenti prima
Voto a Milano, Roma, Piacenza, Cremona, Brescia e Campobasso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 maggio 2021
16:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alle elezione degli iscritti all’Università Cattolica nelle sedi di tutta Italia (Milano, Cremona, Brescia, Piacenza, Roma e Campobasso), la lista Ateneo Studenti ha ottenuto 2 seggi su 3 nel Consiglio di amministrazione dell’ente per la gestione del diritto allo studio, l’Educatt, il più importante organo dell’Ateneo. Il terzo seggio è stato assegnato a UniLab
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo rende noto, in un comunicato, Ateneo Studenti.
Al termine dello spoglio delle elezioni delle rappresentanze studentesche “si registra un’affluenza nazionale storica del 28,90% pari a circa 13.000 studenti votanti”. Gli studenti hanno votato anche per le rappresentanze nei Consigli di Facoltà.
Ateneo Studenti ha ottenuto 38 seggi su 79, UniLab 28, La Svolta 10. Nella sede di Milano la lista ha ottenuto 36 seggi, su 58 negli 8 Consigli di Facoltà, su 9796 votanti. Inoltre, per la prima volta la lista ha ottenuto 2 seggi alla facoltà di Medicina nella sede di Roma.
“A nome di Ateneo Studenti – ha dichiarato Paolo Spagnuolo, presidente della lista – desidero ringraziare tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento di questo grande risultato.
La massiccia partecipazione al voto ci consente di poter dire che siamo effettivamente rappresentativi della comunità studentesca e, allo stesso tempo, ci attribuisce una grande responsabilità nel farci portatori delle esigenze degli studenti. Inoltre, la rilevante consistenza del dato sull’affluenza documenta il desiderio degli studenti di poter essere costruttori attivi e partecipi dell’Università soprattutto in un momento di crisi come quello che stiamo attraversando”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: no della Corte dei Conti a decreto produzione ReiThera
Lo rende noto la stessa Corte in una nota
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
09:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte dei Conti ferma il decreto che attivava i fondi per la biontech romana ReiThera, che non riceverà quindi gli 81 milioni promessi da Invitalia lo scorso gennaio. Uno stop preventivo che di fatto blocca il provvedimento.
“Attendiamo ancora la motivazione”, spiegano fonti del ministero dello Sviluppo, sottolineando che nel frattempo il piano per la produzione va avanti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tecnicamente, una volta compreso il nodo da sciogliere potrà essere ripresentato un nuovo decreto attuativo. “Prendiamo atto della decisione della Corte dei Conti, che blocca di fatto l’impegno preso a suo tempo dalle parti governative. Aspettiamo di conoscerne i rilievi per valutare gli impatti che questa avrà sull’operatività di ReiThera”, afferma l’azienda.
Quello che è incappato nelle maglie dei magistrati contabili è il decreto per la produzione del vaccino italiano, che prevedeva un finanziamento di 50 milioni su un totale di 81 milioni previsti dal decreto rilancio. Ma il confronto con l’ufficio di controllo della Corte ha portato alla richiesta di chiarimenti e i magistrati contabili “ritenendo che le risposte fornite dall’Amministrazione non fossero idonee a superare le osservazioni formulate nel rilievo, hanno deferito la questione all’esame del Collegio della Sezione centrale controllo di legittimità”. Il decreto è stato “ricusato e l’atto non è stato quindi ammesso alla registrazione”.
Nella nota la Corte dei Conti ha spiegato tutti i passaggi del confronto col Mise per sostenere la produzione del vaccino ReiThera presso lo stabilimento di Castel Romano. Il progetto finora è arrivato alla fase due delle sperimentazione, che si è conclusa in 25 ospedali italiani con mille volontari, e i finanziamenti servono per procedere alla fase tre. Ma con lo stop della Corte, si apre comunque una fase di incertezza sulla produzione del vaccino italiano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Solinas, da Speranza conferma zona gialla da lunedì
“Cambio sarebbe già potuto avvenire la settimana scorsa”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 maggio 2021
17:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro della Salute ha comunicato alla Regione il passaggio alla zona gialla, confermando la riclassificazione dell’Isola nella fascia di minor rischio. Lo annuncia il governatore della Sardegna Christian Solinas in una nota nella quale osserva che “il cambio di classificazione sarebbe già potuto avvenire la settimana scorsa, stando ai principali indicatori che misurano la diffusione del virus sul nostro territorio.
Un risultato che premia i grandi sforzi messi in campo per contrastare la pandemia e il sacrifico dei sardi. L’allentamento delle restrizioni – conclude – consentirà, in sicurezza, la ripartenza di tante attività”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Corte d’appello, Martina Rossi morì per fuggire da stupro
Motivazioni sentenza, ‘Fu suo disperato tentativo di scappare’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
14 maggio 2021
17:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Gli elementi indiziari che il processo ha faticosamente acquisito” sono “tutti convergenti nell’affermare, al di là di ogni ragionevole dubbio, che Martina Rossi la mattina del 3 agosto 2011 precipitò dalla camera 609 dell’albergo Santa Ana di Palma di Maiorca nel disperato tentativo di sottrarsi a una aggressione a sfondo sessuale posta in essere in suo danno da entrambi gli imputati”. Così le motivazioni della sentenza con cui la corte di appello di Firenze il 28 aprile ha condannato in un processo bis, a 3 anni di reclusione, Alessandro Albertoni e Luca Vanneschi per tentata violenza sessuale di gruppo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per i giudici “Martina Rossi venne aggredita da entrambi gli imputati”, che erano in preda a effetto di stupefacenti, forse hashish. “La giovane – viene scritto – reagì con forza a questa aggressione ingaggiando, sicuramente con Alessandro Albertoni, una colluttazione a seguito della quale provocò dei graffi al collo dell’imputato”.
La corte di appello esclude il suicidio della ragazza che “molti testimoni nel processo hanno definito solare, soddisfatta del percorso universitario, ricca di progetti per il proprio futuro da condividere con le amiche”. Invece il racconto fatto di quella notte da Albertoni e Vanneschi per i giudici di appello è “nella quasi totalità falso” e “assolutamente privo di credibilità”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Noleggia 5 veicoli e sparisce, arrestato dopo 10 anni
Il valore dei mezzi è di 114 mila euro, rischia 10 anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
14 maggio 2021
17:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha noleggiato cinque veicoli a Bratislava ed è sparito nel nulla, arrecando alla compagnia un danno di 114 mila euro. Esattamente dieci anni dopo, l’autore dell’appropriazione indebita è stato arrestato dai Carabinieri.

Si tratta di un uomo di 53 anni, pregiudicato, residente in provincia di Udine. Nei suoi confronti era stato emesso mandato di arresto europeo il 28 aprile scorso dall’autorità giudiziaria della Repubblica di Slovacchia.
L’attività è stata coordinata dal Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia del Ministero dell’Interno di Roma.
L’arrestato è stato messo a disposizione del presidente della Corte d’Appello di Trieste.
La pena massima prevista dall’articolo 213 del codice penale della Repubblica di Slovacchia per il reato di appropriazione indebita è di 10 anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Notte di paura per un parroco a Roma, rapinato e legato
Sorpreso nel sonno nel suo alloggio, bottino da 4mila euro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
14 maggio 2021
18:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Notte di paura per il parroco della chiesa Santa Maria Del Ponte e San Giuseppe a Centro Giano, vicino Acilia, nel quadrante sud di Roma. Intorno alle 4.30 tre persone sono entrate da una finestra nel suo alloggio e lo hanno sorpreso nel sonno minacciandolo con un cacciavite.
Hanno rubato circa quattromila euro in contanti e alcuni soprammobili. Poi gli hanno legato mani e piedi. E’ stato lo stesso parroco a dare l’allarme quando è riuscito a liberarsi. Sul posto i carabinieri della stazione di Vitinia e della compagnia di Ostia che indagano sulla vicenda.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, nelle Marche 328 ricoveri, otto meno di ieri
50 restano in intensiva, 21 dimessi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
14 maggio 2021
18:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono scesi a 328 i ricoveri per covid negli ospedali marchigiani, -8 su ieri. Invariato il numero dei pazienti in terapia intensiva, 50 , mentre quelli in semi intensiva sono 92 (-1) e quelli in reparti non intensivi 186 (-7).
Secondo il Servizio Sanità della regione Marche nelle ultime 24 ore ci sono stati 21 dimessi. Sono 6 (+2) le persone nei pronto soccorso, non considerate tra i ricoverati, mentre gli ospiti di strutture territoriali sono 108. I positivi in isolamento domiciliare sono 4.475, i positivi alla data di oggi (ricoverati più isolamenti) 4.803, le persone in quarantena per contatto con contagiati 9.790. I dimessi/guariti dall’inizio della pandemia salgono a 92.869.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lazio chiede 100mila dosi Astrazeneca da ‘non virtuosi’
Nel week end primo open day, alle 24 prenotazioni 52-53enni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
14 maggio 2021
18:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Avanti con la campagna vaccinale e con gli Open day dopo il successo di quello del prossimo fine settimana col sold out di ben 20mila slot in due ore e mezza a Roma, Frosinone, Latina e Viterbo. Per questo l’assessore alla sanità del Lazio Alessio D’Amato ha chiesto al Commissario per l’emergenza Covid Francesco Figliuolo 100mila dosi del vaccino Astrazeneca rimaste inutilizzate in altre regioni.
Le dosi, secondo quanto si è appreso, potranno essere usate proprio per altri Open day dedicati ad Astrazeneca che verranno replicati in futuro magari per le fasce d’età più basse. Intanto dalle 24 si apriranno le prenotazioni per le classi di età 52 e 53 anni, ovvero per i nati nel 1969 e 1968.
Domani poi inizia il week end del primo open day Astrazeneca per gli over 40 che vede in campo 21 hub e il debutto del ticket virtuale che consentirà lo spostamento per raggiungere il punto di somministrazione e il rientro nella propria abitazione durante le ore del coprifuoco.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini, pianoforte per 100mila somministrazioni hub Mandela
Musica ‘sugella’ passaggio per chi esce vaccinato
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
14 maggio 2021
19:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La musica a sigillare il passaggio fra chi all’interno dell’Hub Mandela Forum di Firenze entra senza vaccinazione e ne esce vaccinato, differenza che in questo momento definisce una variabile di grande valore. Con questo pensiero un pianoforte è stato posizionato oggi al centro del Mandela, dove dall’apertura dell’hub sono state superate le 100mila somministrazioni (ieri erano 104.088 per l’esattezza).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E come nelle stazioni ferroviarie e negli aeroporti delle più grandi città europee, spiega una nota, il pianoforte al centro della sala principale del Mandela, manda un unico messaggio: suonami. Rivolto indistintamente a tutti.
“Le oltre 100mila somministrazioni effettuate al Mandela Forum, in uno tra i più grandi hub della Toscana, testimoniamo il buon andamento della campagna di vaccinazione nella nostra regione – commenta il governatore toscano Eugenio Giani in una nota -. Ben venga questa iniziativa sostenuta dalla Asl centro per festeggiare questo importante risultato, reso possibile grazie a uno straordinario lavoro di squadra”. Per Giani, “se a oggi in tutta la Toscana siamo riusciti a somministrare oltre 1milione e mezzo di dosi, lo dobbiamo a una macchina organizzativa complessa, che abbiamo progressivamente perfezionato e reso migliore con il contributo di tutti a partire dagli stessi cittadini, che hanno compreso quanto sia importante vaccinarsi”. “Le 100mila vaccinazioni rappresentano lo stargate fra quello che era il Mandela prima e la memoria che si rinnova oggi attraverso i medici, gli infermieri, i volontari, i tecnici e i gestori di impianti e tutti coloro che vengono a vaccinarsi”, dice Giuseppe Malgeri, direttore del Mandela Forum da cui è partita l’idea di celebrare così, con un pianoforte, il raggiungimento delle 100mila vaccinazioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Sardegna gialla, vaccini a over 50
Rt più basso d’Italia, conto alla rovescia per zona bianca
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 maggio 2021
19:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Sardegna torna in fascia gialla come il resto d’Italia, tranne la Valle d’Aosta che resta per un’altra settimana in arancione. L’Isola però inizia già il conto alla rovescia per la zona bianca, visto che tutti gli indici mostrano che il cambio di colore potrebbe essere ad un passo, già dal 24 maggio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo il monitoraggio Iss-Ministero della Salute la Sardegna, con 0.7, è la regione italiana con l’indice di trasmissibilità del Covid, l’R(t), più basso d’Italia. Non solo: ha una classificazione di rischio basso, con un’incidenza di 41 casi per 100mila abitanti, dato più basso d’Italia insieme al Molise, e una percentuale di positività del 2,3%. Anche i dati delle ultime 24 ore mostrano che la situazione è in miglioramento: 99 casi nel territorio, dei quali 15 su una petroliera ormeggiata a Cagliari. Mentre prosegue il calo dei ricoveri, oggi quasi 250 i posti letto occupati da pazienti positivi, si registrano altri due decessi.
Sul fronte vaccini è stato attivato il sistema di prenotazione per i vaccini anti-Covid di Poste Italiane. Il portale è aperto anche agli over 50 nati dal 1970, a salire verso le altre fasce d’età. Tre le modalità che saranno immediatamente a disposizione dei cittadini: il portale online dedicato, accessibile all’indirizzo ‘prenotazioni.vaccinicovid.gov.it’; il call-center, attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20 al numero verde 800.00.99.66; gli sportelli automatici (Atm) presso gli uffici postali. A partire dal 18 maggio sarà anche possibile effettuare la prenotazione tramite i portalettere. In fase di prenotazione sarà possibile scegliere la data e il punto di vaccinazione, secondo le disponibilità. La Regione, in una nota, parla di “esordio positivo” per il sistema che ha già dato 10mila appuntamenti per la somministrazione alle 12.30, ad appena mezz’ora dall’avvio. E alla Maddalena è partito, invece, il programma per rendere “covid free” le isole minori: nel primo giorno convocati oltre 7.000 cittadini. La campagna ha un potenziale di 2.500 somministrazioni giornaliere nei due hub allestiti nella palestra della Scuola per sottufficiali e nell’ex Arsenale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: report, immunizzato 76,8% degli over 80
Per i 70-79 anni richiamo fatto solo al 20,4% della platea
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
20:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 3.476.377 gli over 80 che sono completamente vaccinati in Italia. Si tratta del 76,87% delle persone previste.
Lo rivela il report settimanale sui vaccini pubblicato dalla struttura commissariale. Gli over 80 ad aver ricevuto la prima dose sono 4.002.914, pari all’88,51%. Sono ancora in attesa della prima somministrazione, infine, 519.666 ultraottantenni, pari all’11,49% del totale. Sono invece 1.228.783, pari al 20,40%, le persone tra i 70 e i 79 anni ad aver ricevuto il richiamo, mentre 4.526.186 (75,16%) hanno ricevuto la prima dose. In attesa della prima inoculazione 1.495.947 (24,84%).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Grave dopo accoltellamento in bar a Perugia dopo lite
L’aggressore è scappato, ricerche dei carabinieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
14 maggio 2021
20:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo di circa 40 anni è stato ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Perugia dopo essere stato ferito con tre coltellate al termine di una lite in un bar a ridosso del centro del capoluogo umbro. L’aggressore è quindi fuggito ed è ora ricercato dai carabinieri.

In base a una prima ricostruzione tra i due c’è stata una lunga discussione per motivi ancora da chiarire. Poi l’uomo è stato raggiunto dalle coltellate tra l’addome e il torace.
L’aggressore, probabilmente di origini straniere, è scappato. I carabinieri della compagnia di Perugia non escludono che abbia avuto un complice.
Il ferito è stato portato all’ospedale di Perugia e sottoposto a intervento chirurgico. E’ ricoverato con riserva di prognosi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pedofilia: Cassazione conferma condanna per ex prete
Abusò di bimba 10 anni, papa Francesco lo ‘dimise’ dal clero
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
20:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Confermata questa sera dalla Cassazione la condanna a 2 anni, 2 mesi e 20 giorni di reclusione nei confronti di un ex sacerdote accusato di aver abusato di una bimba di dieci anni, vicenda che lo portò all’arresto in flagranza la sera del 24 luglio 2018 nei pressi di Prato, a Calenzano. Con questa decisione gli ‘ermellini’ hanno confermato quanto deciso dalla Corte di Appello di Firenze nel giugno 2020 quando i giudici di merito avevano dimezzato la condanna di primo grado pronunciata dal gup di Prato con rito abbreviato.
L’ex prete – in seguito a questo fatto fu dimesso dal clero da Papa Francesco – dopo l’arresto in flagranza, è stato ai domiciliari. Sul fascicolo della Cassazione c’è la richiesta di privacy e di oscuramento dei dati sensibili, anche se il caso è noto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rula Jebreal rifiuta l’invito a Propaganda Live. Diego Bianchi: “Non ci conosce”
Il conduttore: “Scegliamo le persone per storia e competenza, non per il sesso”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
00:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Avevamo deciso di invitare Rula Jebreal per raccontare quello che sta succedendo tra Israele e Palestina ma, quando lei ha visto il suo nome in mezzo a quelli di altri sette ospiti, tutti uomini, ha deciso di non esserci. Ora è chiaro che non ci conosce”: lo spiega Diego Bianchi all’inizio della puntata di ‘Propaganda Live’ su La7.
“Non conoscevo Rula Jebreal.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non ci avevo mai parlato fino a ieri sera. Eravamo molto contenti – ha spiegato il conduttore – di avere qui il suo punto di vista e la sua competenza al servizio della trasmissione, ma stamattina, quando abbiamo lanciato sui social i nomi degli ospiti della puntata, insieme ad alcuni nomi del cast, lei si è vista da sola, unica donna, e ha deciso, in coerenza con sue battaglie, di non venire”.
La giornalista aveva scritto su Instagram: “7 ospiti… solo una donna! Come mai? Con rammarico devo declinare l’invito. Come scelta professionale non partecipo a nessun evento che non implementa la parità e l’inclusione”:

Diego Bianchi ha concluso, amareggiato: “Abbiamo capito, una volta per tutte, che lei non conosce questa trasmissione che, con tutte le difficoltà e gli errori fatti negli anni, già dai tempi di Gazebo in Rai, ha vinto il ‘Diversity award’ proprio perchè rappresenta tutte le diversità. La nostra forma mentis – ha aggiunto – consiste nell’invitare una donna o un uomo perchè competenti, per la loro storia, perchè i migliori per parlare di quella determinata cosa. Non avevamo chiamato Rula perchè donna ma perchè, visto quello che sta succedendo, ci sembrava la giornalista, la persona adatta. Il risultato – ha concluso – è che non ci sarà nessuno a parlare di Palestina con quel pensiero e quel ragionamento che volevamo condividere”.

Rula Jebreal rifiuta l’invito a Propaganda Live. Diego Bianchi Non ci conosce VIDEO:

Pallavolo: caso Lugli, Lara vince ‘battaglia’ per maternità
Pordenone ritira citazione e ottempera obblighi verso giocatrice
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
15 maggio 2021
08:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Risolto il caso di Lara Lugli: la sua ex società, il Volley Pordenone, “ha ritirato la citazione e ottemperato a ogni obbligo nei confronti di Lara Lugli”. Lo ha fatto sapere Assist, l’associazione nazionale delle atlete.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La questione tra la pallavolista, che non ha ricevuto gli emolumenti dalla società dopo la rescissione del contratto per una gravidanza, e il suo ex club, non andrà quindi in Tribunale: l’udienza era prevista per il 18 maggio. “È una grande vittoria per tutti – il commento di Lara Lugli – ed era molto importante che questa causa non entrasse nemmeno in un Tribunale a dimostrazione della sua infondatezza. È un forte segnale per tutte le donne non solo atlete che si trovano a dover affrontare queste situazioni assurde. Voglio ringraziare tutti quelli che sono stati al mio fianco, in particolare il mio legale Bonifacio Giudice Andrea, il mio agente Stefano Franchini, Assist e Aip, perchè il loro sostegno è stato per me fondamentale”, ha concluso l’ex pallavolista. Soddisfatto il presidente della federvolley Giuseppe Manfredi (Federvolley), per il quale “è assolutamente inaccettabile considerare la maternità quale giusta causa di risoluzione contrattuale imputabile a una futura mamma. Posso inoltre anticipare che nel prossimo Consiglio federale sarà proposta la costituzione di una Commissione Pari opportunità, finalizzata in primo luogo, al monitoraggio, la promozione e il sostegno dei diritti delle atlete”.   SPORT

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Dopo la pioggia si apre voragine nella zona Sanità a Napoli
Nessun ferito, vigili stanno mettendo in sicurezza la zona
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
15 maggio 2021
08:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un’ampia voragine si è aperta nella notte nella zona della Sanità, a Napoli. Non ci sono feriti.
Sul posto sono giunti gli uomini della Polizia ed i vigili del fuoco, che hanno avviato gli accertamenti del caso.
Non si esclude che la voragine possa essere stata causata dalle abbondanti piogge che si sono registrate a partire dalla serata di ieri. Oltre allo spavento nessun danno per i residenti della zona. I vigili del fuoco stanno lavorando ancora per mettere in sicurezza l’area interessata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: bisca clandestina in appartamento, una denuncia
Scoperta dai carabinieri nella Locride, 14 avventori sanzionati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BIANCO
15 maggio 2021
09:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una bisca clandestina, in attività malgrado le restrizioni dovute alla pandemia, è stata scoperta in un appartamento a Bianco, in provincia di Reggio Calabria, dai carabinieri che hanno denunciato in stato di libertà il responsabile, un uomo di 31 anni, per esercizio di gioco d’azzardo e sanzionato 14 avventori presenti per assembramento in violazione delle norme covid-19.
I militari della Compagnia, nel corso di un blitz all’interno dell’appartamento, hanno trovato un tavolo da gioco, fiches, carte, strumentazione professionale, un flipper e un bar ben fornito.
A insospettire era stato, nei giorni precedenti, un continuo e strano viavai di gente dall’abitazione. Una volta all’interno, i carabinieri si sono imbattute in quattordici persone, alcune delle quali hanno anche cercato di svignarsela, molte delle quali sedute attorno al tavoliere intente a giocare a poker. Tra gli avventori, anche molte persone provenienti dai paesi limitrofi: Africo, San Luca e Bovalino, tutti con in tasca molto denaro, dai 100 agli oltre 1.700 euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: simulano nozze per festeggiare battesimo, denunciati
Trovati 50 invitati a banchetto in un ristorante a Palermo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
15 maggio 2021
09:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Hanno simulato il banchetto per un matrimonio per festeggiare insieme a cinquanta amici il battesimo della figlia. E’ successo Palermo nella zona Molara dove i carabinieri hanno interrotto un pranzo in una sala trattenimenti e multato tre persone per violazione delle norme anti covid 19 in piena zona arancione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I genitori della bimba erano convinti che fosse possibile organizzare il banchetto nuziale. E così hanno messo in scena una grande rappresentazione. I carabinieri del nucleo radiomobile hanno trovato la mamma della bimba vestita da sposa. Una messa in scena per cercare di rendere quanto mai più vera la pantomima. Il ristorante, sarebbe dovuto essere chiuso. I genitori della bimba hanno raccontato ai militari che stavano festeggiando il loro matrimonio. Credevano che in zona arancione si potesse fare. E invece, come da decreto, è consentita la sola celebrazione religiosa con rigide restrizioni. Tra l’altro i carabinieri hanno accertato che la coppia era già regolarmente sposata. La sanzione amministrativa è scattata per i genitori della festeggiata e per il titolare del servizio di catering.
Sono in corso gli accertamenti nei confronti del titolare del ristorante. Sono state elevate sanzioni per 1200 euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Ndrangheta, rientra dalla Spagna in Italia il latitante Romeo
Era riuscito a sottrarsi alla cattura dal 2018, arrestato in marzo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
09:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘E’ rientrato dalla Spagna ed è arrivato allo scalo aeroportuale di Roma Fiumicino il latitante di ‘ndrangheta Giuseppe Romeo, classe 1986, scortato da personale del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia (SCIP) della Direzione Centrale della Polizia Criminale del Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Il pericoloso criminale di San Luca (Rc) era stato arrestato a Barcellona l’11 marzo scorso, sulla base di un mandato di arresto europeo.
Romeo, conosciuto con i soprannomi “u pacciu”, “maluferru” o “u nanu”, figlio di Antonio detto “centocapelli”, aveva il ruolo di promotore, organizzatore e finanziatore dei traffici di cocaina in Europa e, stabilita la propria dimora in Germania, faceva spola fra la Calabria, la Lombardia e l’Europa nord-occidentale per stringere accordi con i fornitori e con alcuni intermediari in Belgio, Olanda e Germania.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Colpito da due ordinanze di custodia cautelare in carcere, Romeo è destinatario di un decreto di sequestro preventivo nell’ambito dell’inchiesta “European ‘Ndrangheta Connection” e il 3 novembre 2020 è stato condannato dal Gup di Reggio Calabria a 20 anni di reclusione per la partecipazione, con ruolo di rilievo, ad un’associazione per delinquere finalizzata al narcotraffico internazionale, detenzione di sostanze stupefacenti, trasferimento fraudolento di valori ed auto-riciclaggio. Era riuscito a sottrarsi alla cattura dal 2018.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: scatto in avanti Sardegna, 13.774 dosi in un giorno
Quasi il 40% cittadini ha avuto almeno una somministrazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
15 maggio 2021
09:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pur restando all’ultimo posto tra le regioni italiane che somministrano più vaccini nell’arco delle 24 ore, la Sardegna ha un nuovo scatto in avanti per le inoculazioni. Nel giorno in cui c’è stato il passaggio al portale di prenotazione di Poste Italiane e si è dato avvio alla campagna isole minori covid free alla Maddalena la regione raggiunge quota 13.774 vaccini nell’arco della giornata, passando alle 637.953 di giovedì alle 651.727 di ieri.

Complessivamente, secondo il report del Governo è stato somministrato l’80,6% delle 808.440 dosi consegnate dalla struttura commissariale che ha già chiesto alle regioni di ampliare da lunedì 17 la platea dei beneficiari estendendo agli over 40 la possibilità di adesione.
E se in tutto il Paese ha completato il ciclo vaccinale quasi il 14% della popolazione, la Sardegna si ferma all’11,6 con quasi il 40% dei cittadini che ha ricevuto almeno una dose (39,97%), proprio mentre l’Isola si appresta ad entrare in zona gialla, che scatterà da lunedì 17.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Figlio Ripa di Meana, assurdo dare ad asta suoi gioielli
43 lotti saranno battuti il 23 giugno,scontro con Lucrezia Lante
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
09:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono fuori di me”. A dirlo è Andrea Ripa di Meana Cardella, figlio adottivo di Marina e Carlo, avendo appreso che gioielli unici, d’artista, appartenuti a Marina Ripa di Meana saranno battuti all’asta da Pandolfini il 23 giugno a Firenze.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono i gioielli a cui Marina teneva più di tutto, mai e poi mai li avrebbe dati all’asta, erano gioielli di famiglia, voleva rimanessero alla famiglia. C’è in particolare un anello che mai avrebbe venduto. Era una donna sopra le righe ma molto tradizionale nella sfera familiare e che fa la figlia? Mette all’asta per poche centinaia di euro gioielli costati milioni?” Il riferimento di Andrea, è a Lucrezia Lante della Rovere. “Lei vuole togliere completamente di mezzo anche il ricordo della madre, ha ancora le ceneri in un angolo della cucina, quando Marina voleva fossero disperse in mare. L’ultima persona che Marina ha voluto accanto prima di morire sono stato io, non è stata la figlia. Sono certo che Marina non avrebbe mai venduto quei gioielli che erano regali di Carlo, miei e di altre persone.
In questi 43 lotti – spiega Andrea – ci sono molti oggetti che non sono di Marina, “non so se chi organizza l’asta ne sia a conoscenza”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Furgone tampona tir su A10 a Ventimiglia, 1 morto e 2 feriti
Lungo intervento Vvf, traffico chiuso nella notte su carreggiata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENTIMIGLIA
15 maggio 2021
10:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo è morto e altri due sono rimasti feriti in modo grave, in uno schianto avvenuto nella tarda serata di ieri sull’A10 Genova-Ventimiglia, all’altezza dell’ultima galleria, prima della barriera autostradale di Ventimiglia, in direzione Italia. I tre sarebbero tutti di Ventimiglia.
Viaggiavano su un furgoncino, che a quanto si apprende avrebbe tamponato un tir. Lo schianto è stato assai violento. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno dovuto lavorare quasi un’ora per estrarli dalle lamiere, e il personale sanitario. Il traffico sulla carreggiata è rimasto chiuso dalle 22.30 a notte inoltrata. Accertamenti sono in corso da parte della polizia stradale per ricostruire la dinamica.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Marche, 149 positivi in un giorno, 68 nel Pesarese
Casi sono 6,9% nuove diagnosi. 30 persone con sintomi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
15 maggio 2021
10:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’ultima giornata 149 casi di positività al coronavirus nelle Marche su 2.144 nuove diagnosi per un rapporto positivi/test del 6,9%. Altri 24 casi (da sottoporre a tampone molecolare) emergono nel percorso Screening Antigenico (711 test) e il rapporto positivi/test è pari al 3%”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo comunica il Servizio Sanità della Regione. Nel complesso in 24ore sono stati testati “3.677 tamponi: 2.144 nel percorso nuove diagnosi (di cui 711 nello screening con percorso Antigenico) e 1.533 nel percorso guariti”.
Per quanto riguarda la ‘mappa’ del contagio, dei 149 casi, sono 68 quelli rilevati in provincia di Pesaro Urbino, 28 nell’Anconetano, 21 in provincia di Ascoli Piceno, 14 nel Fermano, 11 in provincia di Macerata e 7 fuori regione. I positivi con sintomi sono 30. I casi comprendono contatti in setting domestico (32), contatti stretti di casi positivi (48), in setting lavorativo (3), contatti in ambiente di vita/socialità (1), contatti in setting assistenziale (1), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (23), screening percorso sanitario (1) e due casi provenienti da fuori regione. Per altri otto casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Biennale Arte 2022, il Padiglione Italia a Eugenio Viola
Franceschini, “Una visione creativa, ambiziosa e innovativa”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
10:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sarà Eugenio Viola il curatore del Padiglione Italia alla 59a Biennale Arte di Venezia, in programma dal 23 aprile al 27 novembre 2022, sotto la guida di Cecilia Alemani. Lo annuncia il ministro della cultura Franceschini, che sottolinea: “Viola è portatore di una visione creativa, ambiziosa e innovativa, capace di indagare a fondo i profondi mutamenti innescati dalla pandemia nella nostra società”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Napoletano, 46 anni, Viola è attualmente il curatore del Mambo museo di arte moderna di Bogotà, in Colombia. “Per me un grande onore e privilegio”, ha commentato ringraziando il ministro. “Lavorerò al massimo dell’impegno, eticamente, consapevole della responsabilità per il prestigioso incarico che mi è stato affidato”. Nella sua carriera Viola ha curato oltre 70 mostre in Italia e nel mondo ed ha al suo attivo più di 50 pubblicazioni tra libri e cataloghi. Il progetto che proporrà nel grande padiglione alle Tese delle Vergini dell’Arsenale e che è stato scelto dal ministro nella terna proposta dal dal direttore generale Creatività Contemporanea Onofrio Cutaia, viene sintetizzato come “una riflessione sulle urgenze dell’Italia di oggi, suggerendo chiavi di lettura e soprattutto di risoluzione e riscatto alla situazione attuale attraverso la creazione di un percorso”.
Prima dell’esperienza in Colombia, Viola è stato Senior Curator del PICA- The Perth Institute of Contemporary Arts a Perth in Australia, nonché curatore del Museo Madre di Napoli, dal 2009 al 2016. Qui ha co-curato le prime grandi mostre istituzionali in Italia dedicate a Boris Mikhailov e a Francis Alӱs, un progetto di Daniel Buren e le retrospettive di Vettor Pisani e Giulia Piscitelli. Come guest curator ha collaborato con numerose istituzioni italiane e internazionali. Ai dieci curatori invitati alla selezione era stato chiesto espressamente di affrontare i temi attuali e urgenti della società di oggi, esplorandoli attraverso la trasversalità e l’interdisciplinarietà propri dei linguaggi del contemporaneo, per creare mondi e immaginari in grado di dialogare in maniera costruttiva con gli spazi del Padiglione Italia che occupa 1200 mq, a cui si aggiungono 900 mq di spazio in esterno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Berlusconi verso le dimissioni, lo conferma Licia Ronzulli
Il leader azzurro ricoverato da lunedì al San Raffaele
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 maggio 2021
10:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Silvio Berlusconi sarà dimesso presto dal San Raffaele dove è ricoverato dall’11 maggio scorso per una complicanza legata al post covid. Lo ribadisce la senatrice di Forza Italia, Licia Ronzulli, raggiunta telefonicamente. “Si va verso le dimissioni”, ha detto Licia Ronzulli.
Tutto è cominciato lunedì sera, quando Berlusconi, avrebbe accusato un certo malessere che lo avrebbe spinto al ricovero al San Raffaele dove poter eseguire terapie specifiche per lenire alcuni disturbi sorti dopo il Covid.
Tre giorni dopo il ricovero sono iniziate le indiscrezioni circa un suo aggravamento, i rumors su presunti attacchi di gastrite e di difficoltà di ossigenazione del sangue. Fonti ben informate non negavano la complessità dei problemi ma assicuravano che non c’era “nessun allarme rosso, nessun pericolo di vita”.
Ieri le prime notizie, non del tutto rassicuranti. “Mi ha chiamato Berlusconi, non sta benissimo ma ne uscirà”, ha riferito il leader della Lega, Matteo Salvini. Nel pomeriggio notizie più confortanti sul miglioramento e le imminenti dimissioni confermate oggi dalla Ronzulli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una scossa di terremoto di magnitudo 3.9 a Gubbio
La magnitudo, inizialmente indicata come 4.0 dall’Ingv, è stata ricalcolata a 3.9
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
15 maggio 2021
13:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono tre le repliche registrate fino ad ora dall’Ingv dopo la scossa di terremoto che si è verificata questa mattina alle 9.56 con epicentro a Gubbio. La magnitudo di questa prima scossa, che è avvenuta a dieci chilometri di profondità, inizialmente indicata come 4.0 dall’Ingv, è stata ricalcolata a 3.9.
Due minuti più tardi, alle 9,58, si è verificata una prima replica, di magnitudo 2,1. Alle 10,07, terza scossa, di 3.1 e alle 11.14 un’altra di 2,3. Tutte sono avvenute a nove o dieci chilometri di profondità e nel raggio di uno due chilometri da Gubbio. I movimenti tellurici sono stati avvertiti dalla popolazione. Un pò di paura tra la gente, ma non si segnalano danni al momento. I controlli sono in corso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Turchi e Carmen Russo “contro di noi diffamazione”
La coppia “dal tribunale nessuna notifica”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
11:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Contro di noi articoli diffamatori e lesivi della dignità”. Enzo Paolo Turchi e Carmen Russo intervengono sulla vicenda riportata oggi da alcuni siti internet secondo la quale la coppia dello spettacolo sarebbe stata denunciata dai custodi della villa di Formello per ‘lavoro irregolare e violenza privata’ e sottolineano di non aver ricevuto notifiche dal tribunale di Tivoli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La vicenda che viene malamente raccontata – scrivono Turchi e Russo – è quella di due asseriti domestici che avrebbero prestato la propria attività lavorativa alle dipendenze degli scriventi, subendo una serie di soprusi sia sotto il profilo personale che economico. Tutti detti articoli appaiono ridondanti di illazioni e luoghi comuni che si pongono in stridente contrasto con la realtà fattuale e le circostanze comportamentali delle parti. Ciò posto, anche nella considerazione che allo stato degli atti gli scriventi non hanno ricevuto alcuna notificazione dei ricorsi asseritamente depositati dai presunti dipendenti al Tribunale Ordinario di Tivoli, competente per territorio, gli esponenti stessi sì riservano, a loro volta, di agire giudizialmente per la tutela dei propri diritti e interessi”. I due ballerini aggiungono di aver già conferito il mandato al loro legale, Paolo Colosimo invitandolo a procedere “nelle opportune sedi per “denunciare le illecite condotte” degli estensori degli articoli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da oggi aprono le spiagge. Via quarantena dai Paesi Ue
Verso proroga validità del green pass. Solo Valle d’Aosta arancione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
13:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sulle spiagge di Ostia, Fiumicino e Fregene avvio ufficiale oggi della stagione balneare baciato dal sole ma sferzato da un vento rigido che si fa sentire. Tuffi in acqua solo per “temerari” per il momento sulle spiagge libere frequentate da giovani in particolare.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maggiori presenze sono attese nel pomeriggio e poi domani in particolare. Le famiglie con bambini prediligono le passeggiate su lungomare o sui moli di porti; molti i bikers sulle ciclabili. Il vero debutto oggi è stato per stabilimenti e chioschi balneari che possono finalmente accogliere la clientela, e la tendenza di prenotazioni, è buona per la stagione, alle prese per il secondo anno con le misure anti Covid e le linee guida delle Ordinanze Balneari di Roma e Fiumicino: registrazione degli ingressi, distanziamenti tra le postazioni di ombrelloni e lettini, sanificazioni, misurazione della temperatura, ecc.

Con il calo ormai costante della curva pandemica, ieri il sesto giorno consecutivo con meno di diecimila nuovi casi, arriva il primo allentamento delle misure per chi fa il suo ingresso sul territorio italiano.
Da domenica, infatti, entrerà in vigore l’ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza, che elimina la mini-quarantena per chi arriva dall’Unione Europea, ma anche dai territori dell’area Schengen, da Gran Bretagna e Israele. Un piccolo passo sul fronte riaperture, al quale, già da oggi, si aggiungerà quello del ritorno in spiaggia. In gran parte delle regioni italiane, infatti, si aprirà ufficialmente la nuova stagione balneare. In attesa, poi, di un ventilato prolungamento della validità del certificato vaccinale, cresce sempre più il dibattito su coprifuoco e mascherine. Argomenti che saranno al centro della cabina di regia di lunedì dove, con ogni probabilità, arriverà il via libera allo slittamento alle 23 dell’obbligo di restare a casa. E, sempre lunedì, l’Italia si colorerà per intero di giallo, fatta eccezione per la sola Valle d’Aosta che resterà ancora in arancione, seppur riaprendo i dehors dei bar fino alle 18.
Il bollettino di ieri parla di 7.567 nuovi casi di positività, con 182 vittime e un tasso che continua la sua lenta, ma costante, discesa attestandosi al 2,5%. Ancora in calo anche terapie intensive (-33) e ricoveri (-558), con le Regioni che continuano a registrare sempre più una minor pressione sul sistema ospedaliero. Segnali positivi in vista del lento ritorno alla sperata normalità.
Oggi riapriranno le piscine all’aperto ma, soprattutto, si darà il via alla nuova stagione balneare, anticipata oggi dal ‘mare’ di oltre 25 mila ombrelloni aperti in contemporanea sulle coste del Friuli Venezia Giulia. Una voglia d’estate che, secondo un sondaggio di Swg e Confturismo, ha portato già 9 milioni di italiani ad aver prenotato quando e dove andare in vacanza. Sotto la lente delle associazioni dei consumatori ci saranno comunque i prezzi di lettini e ombrelloni che potrebbero essere ‘gonfiati’ per rientrare dei mancati incassi.
Maggiore sembra essere, invece, l’attesa per il 17 maggio.
Lunedì, infatti, durante la cabina di regia dovrebbe essere varato ufficialmente lo slittamento del coprifuoco, tema cavalcato a più riprese, in particolare, da Lega e Fratelli d’Italia. La stessa leader dell’opposizione, Giorgia Meloni, ha definito “assurdo” quanto accaduto ieri al Foro Italico quando gli spettatori sono stati invitati a lasciare gli Internazionali di tennis mezz’ora prima delle 22. “Un altro esempio dell’assurdità del coprifuoco”, il tweet della Meloni che ha rilanciato lo stop alla misura, come richiesto anche da Matteo Salvini e Giovanni Toti. “Credo che progressivamente l’idea è di arrivare al superamento”, ha annunciato il presidente dell’Istituto superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, senza specificare però tempi e modi.
Altro argomento di discussione è quello legato all’obbligo delle mascherine. “Al chiuso la mascherina dovrebbe rimanere anche dopo, per un bel po'”, il parere del sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri che, nei giorni scorsi, aveva ipotizzato l’addio alle protezioni una volta raggiunti i 30 milioni di vaccinati. Apre alla possibilità di togliere le mascherine all’aperto Andrea Crisanti, secondo il quale una decisione potrà essere valutata tra “un paio di settimane”. Arriva dall’infettivologo genovese Matteo Bassetti, infine, l’invito al governo a rimuovere l’obbligo della mascherina “dopo 20 giorni dalla prima dose del vaccino”.
Ed è proprio sul fronte vaccinale che il Comitato Tecnico Scientifico potrebbe varare la prossima novità, quella cioè di prolungare la validità del green pass oltre i previsti 6 mesi.
Indicazioni in tal senso sono state date dal governatore della Liguria, Giovanni Toti. “Il ministro (Speranza, ndr) ha incontrato l’Ordine nazionale dei medici – ha detto – cui ha assicurato che nei prossimi provvedimenti di legge sarà prorogato di almeno tre mesi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Campania, approvato protocollo per ripresa cerimonie
De Luca, pronti a ripartire appena ci sarà via libera nazionale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
15 maggio 2021
11:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Regione Campania ha varato un protocollo di sicurezza per la ripresa delle attività del wedding e delle cerimonie. Il governatore Vincenzo De Luca ha firmato oggi l’ordinanza che contiene le misure stabilite dall’Unità di crisi e condivise con le categorie interessate.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo deciso – spiega De Luca – di anticipare il più possibile la definizione dei protocolli di sicurezza che consentono, in attesa della data definitiva del via alla ripartenza delle attività prevista entro questo mese di maggio, di approntare tutte le misure necessarie condivise con le categorie interessate. Ciò consentirà di essere pronti alla fine di maggio per poter programmare la ripresa delle attività già dall’inizio di giugno. Si tratta di un comparto importante per la nostra regione, che comprende tante realtà produttive dislocate in tutti i territori, dall’area flegrea, alle isole, alle costiere”.
Il protocollo è stato definito nel rispetto delle nuove disposizioni vigenti e sulla base delle risultanze degli incontri e delle proposte pervenute dalle Camere di Commercio, dalle principali associazioni di categoria, da singoli ristoratori nonché operatori nel settore del wedding campano e delle cerimonie.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quattro scosse di terremoto a Gubbio in mattinata
La più forte alle 9.56 di magnitudo 3.9
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
15 maggio 2021
12:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono tre le repliche registrate fino ad ora dall’Ingv dopo la scossa di terremoto che si è verificata questa mattina alle 9.56 con epicentro a Gubbio. La magnitudo di questa prima scossa, che è avvenuta a dieci chilometri di profondità, inizialmente indicata come 4.0 dall’Ingv, è stata ricalcolata a 3.9.
Due minuti più tardi, alle 9,58, si è verificata una prima replica, di magnitudo 2,1. Alle 10,07, terza scossa, di 3.1 e alle 11.14 un’altra di 2,3. Tutte sono avvenute a nove o dieci chilometri di profondità e nel raggio di uno due chilometri da Gubbio. I movimenti tellurici sono stati avvertiti dalla popolazione. Un pò di paura tra la gente, ma non si segnalano danni al momento. I controlli sono in corso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: aprono centri tamponi Croce Rossa, fila a Cagliari
Con arrivo turisti ipotesi apertura anche punto nel Nord Isola
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
15 maggio 2021
12:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Neanche il tempo di inaugurare la struttura che davanti al centro tamponi rapidi della Croce Rossa Italiana alla stazione di Cagliari si è formata la fila di cittadini pronti a fare il test: poco meno di due minuti per il tampone e 15 minuti di attesa per l’esito. Nel nuovo centro tamponi, aperto nell’ex edicola della stazione proprio davanti ai binari in posizione centrale, si stima che potranno essere effettuati dai 200 ai 300 test giornalieri, attraverso due postazioni attive.
In contemporanea a Cagliari sono stati aperti oggi anche i centri per tamponi rapidi antigenici anche nelle stazioni Fs di Bari Centrale, Bologna Centrale, Firenze Santa Maria Novella., Palermo Centrale, Reggio Calabria Centrale, Torino Porta Nuova e Venezia Santa Lucia.
“Ora abbiamo interlocuzioni con diversi sindaci e Pensiamo di poter monitorare quelle realtà qualora ce ne fosse bisogno – dice il presidente regionale della Cri della Sardegna Sergio Piredda – abbiamo anche intenzione di aprire un secondo centro in una delle città del nord Sardegna anche in previsione dell’afflusso dei turisti, con la prossima apertura della stagione estiva”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sottosegretario,porrò a ministro tema salivari per maturità
Serafini (Snals), subito questi test anche per la terza media
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
12:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Condivido la riflessione sull’opportunità di utilizzare i test salivari già per gli esami di terza media e di maturità. Porrò il tema all’attenzione del ministro Patrizio Bianchi”.
Lo ha detto il sottosegretario all’Istruzione Rossano Sasso. A chiedere test salivari subito per gli esami di terza media e poi per la maturità è lo Snals con Elvira Serafini. “Con l’autorizzazione del ministero a poter utilizzare i test salivari, auspichiamo possano essere utilizzati subito per gli esami di Stato. Il Covid sta colpendo le fasce di alunni giovani e giovanissimi, con le varianti sono presi di mira anche i piccoli. Sarebbe importantissimo tutelare docenti, personale ata e alunni: con questi test sarebbero certi che non ci sono casi di positività.
Chiediamo la gratuità di questi test per tutti, personale e studenti”, dice la segretaria dello Snals.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Toscana 19 morti in un giorno, età media 76 anni
L’84% dei nuovi positivi nella regione è under 60
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
15 maggio 2021
13:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Conta 491 nuovi positivi Covid (età media 37 anni; solo il 16% sopra i 60 anni) e altri 19 decessi (età media in calo a 76,7 anni) il report delle 24 ore della Regione. In Toscana sono saliti a 236.263 i casi di positività al Coronavirus dall’inizio della pandemia.
I nuovi casi sono lo 0,2% in più rispetto al totale del giorno precedente mentre i guariti – 915 nelle 24 ore, tutte guarigioni complete a tampone di controllo negativo – crescono dello 0,4% e raggiungono quota 215.214 unità. Il totale delle vittime sale a 6.518 deceduti (10 a Firenze, 2 a Prato, 1 a Lucca, 1 a Livorno, 5 a Arezzo). Ci sono oggi 14.531 positivi, dato in calo col -3% rispetto a ieri. Tra loro i ricoverati sono 1.064 (-53 persone, pari al -4,7%) di cui 180 in terapia intensiva (due in meno) e 13.467 coloro in isolamento domiciliare con sintomi che non richiedono cure ospedaliere o senza sintomi (-390 su ieri, -2,8%). In calo anche le quarantene domiciliari con 28.025 persone in isolamento fiduciario (-764 su ieri, -2,7%), in sorveglianza attiva Asl per contatti con persone contagiate.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Regione, la campagna vaccini in Umbria mostra efficacia
“Tra i primi per riduzione contagi e ricoveri”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
15 maggio 2021
13:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La direzione Salute e Welfare della Regione Umbria sottolinea “il buon andamento della campagna vaccinale, testimoniato dal report ministeriale che vede la nostra regione costantemente nelle prime posizioni per la capacità di somministrare le dosi ricevute dalla struttura del Commissario nazionale, con percentuali superiori al 90 per cento”.
“Il piano regionale – spiega la direzione in una nota – ha sempre seguito in maniera rigorosa quello nazionale ed ha mirato a proteggere tutti i soggetti più a rischio come gli anziani, i soggetti estremamente vulnerabili, i loro familiari e caregiver.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In questo senso, a fronte di una popolazione anziana tra le più numerose d’Italia, abbiamo vaccinato circa 22.000 cittadini, con età compresa tra i 70 e i 100 anni, in più rispetto alla media italiana. Al fine della protezione dei nuclei familiari più fragili, abbiamo vaccinato mediamente due familiari o caregiver che prestano assistenza ad un soggetto estremamente vulnerabile”.
“Se non avessimo avuto cura di favorire la massiccia adesione di anziani, fragili e caregiver – prosegue la direzione regionale Salute – avremmo potuto dedicarci alla vaccinazione di fasce d’età più giovani, ma questa strategia è stata uno degli elementi che ci ha permesso, tra le prime regioni d’Italia, di ridurre i contagi e i ricoveri, sia ordinari che in terapia intensiva”.
I positivi risultati della nostra campagna vaccinale sono evidenziati anche – si sottolinea – dall’ultimo monitoraggio di Agenas, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali.
L’Umbria ha vaccinato in maniera capillare e tempestiva: il 13,46% della popolazione con ciclo completo (ottavo posto tra le regioni), il 95,74% degli over 80 con prima dose (terzo posto) e il 77,04% con ciclo completo (ottavo posto), il 100% degli ospiti delle Rsa con prima dose (primo posto) e l’83,34% con ciclo completo (nono posto), il 95,07 degli operatori delle Rsa (quinto).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre 2 milioni di over 70 ancora non vaccinati
A 500mila ottantenni e 1,5 mln 70-79enni neanche una dose
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
13:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ci sono oltre 2 milioni di italiani over 70 che non hanno ancora ricevuto la prima dose del vaccino. In base all’ultimo report del governo, aggiornato al 14 maggio, 519.666 ultra ottantenni (l’11,49% della popolazione di questa fascia d’età) e 1.495.947 cittadini tra i 70 e i 79 anni (il 24,84%) non sono stati vaccinati.
Tra gli over 80 la regione più indietro è la Sardegna, con un 30,99% che non ha avuto neanche la prima dose mentre in Veneto la percentuale scende all’1,56%. Tra i 70-79enni la regione che ha vaccinato meno è la Sicilia, con il 42,57% e quella che è andata meglio è la Puglia, dove resta un 15,70% di non vaccinati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafie: nel Bolognese tribuna stadio tricolore per le vittime
A San Venanzio di Galliera, progetto cofinanziato da Regione E-R
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
15 maggio 2021
13:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un gesto per ricordare le vittime innocenti delle mafie, che ha i colori della bandiera italiana.
E’ la Tribuna della Legalità, gli spalti del campo sportivo ‘Galetti’ di San Venanzio di Galliera (Bologna) che – grazie a un progetto cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna – da oggi riporteranno i nomi di una trentina di persone, in rappresentanza delle oltre mille che hanno perso la vita a causa della criminalità organizzata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una testimonianza per quanti hanno compiuto il proprio dovere fino all’estremo sacrificio, ma anche per le persone, tra le quali molti bambini, che sono state vittime incolpevoli della criminalità. Stamattina l’inaugurazione, con la partecipazione del presidente della Regione, Stefano Bonaccini, del sindaco di Galliera, Stefano Zanni, del prefetto di Bologna, Francesca Ferrandino, di Paolo Setti Carraro, fratello di Emanuela, moglie del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, di Damiano Tommasi, dirigente sportivo ed ex calciatore, e di Pierpaolo Romani, coordinatore nazionale di Avviso Pubblico.
“Promuovere e diffondere la cultura della legalità, soprattutto tra i giovani e nelle scuole – ha detto Bonaccini – monitorare fenomeni di illegalità e favorire lo scambio di conoscenze e informazioni sui fenomeni criminosi, rafforzare la prevenzione e proseguire nel riutilizzo di beni confiscati alle mafie restituendoli alle comunità locali. Questi sono gli obiettivi che perseguiamo come Regione insieme ai territori, alle istituzioni statali e alle forze dell’ordine”, ha spiegato il presidente dell’Emilia-Romagna.
Il progetto del Comune di Galliera non si esaurisce qui: la Tribuna della Legalità verrà accompagnata da una serie di iniziative pubbliche di promozione della cultura legalitaria.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: tavolino condiviso per ristoranti senza spazi esterni
Iniziativa parte da idea ristoratore Sardegna “un piccolo aiuto”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
15 maggio 2021
13:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Sardegna torna in fascia gialla e i riaprono bar e ristoranti, ma si potrà consumare solo nei tavoli all’aperto. E tutti i titolari degli esercizi pubblici che non hanno spazi esterni rischiano di restare penalizzati rispetto ai loro colleghi più fortunati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per questo motivo un ristoratore di Capoterra (Città Metropolitana di Cagliari) ha lanciato sulla pagina Facebook del suo locale “Maddalena” l’iniziativa #tavolinocondiviso: “chi verrà da noi troverà nel tavolo anche i menù delle altre pizzerie nel Comune e potrà farsi consegnare la pizza preferita – fa sapere Giovanni Ruggeri – E’ un piccolo segnale di solidarietà perché ad essere penalizzata risulterebbe l’intera economia locale. Abbiamo la fortuna di un grande spazio all’aperto dove far cenare i nostri clienti, ma purtroppo non è così per diversi nostri colleghi che lavorano al chiuso o solo con l’asporto”.
L’iniziativa non è la sola portata avanti da Ruggeri: “Da circa due mesi – spiega – regaliamo, con una spesa minima di 10 euro per asporto o consegna a domicilio, mascherine FFp2 o libri sardi, ma abbiamo anche aperto per effettuare tamponi: ora ci auguriamo che le pizzerie del paese possano aderire a questa iniziativa”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: l’abuso sui minori è ‘omicidio psicologico’
L’invito del pontefice: ‘Lottiamo contro abitudine di coprire abusi su minori’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTÀ DEL VATICANO
15 maggio 2021
14:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“L’abuso sui minori è una sorta di ‘omicidio psicologico’ e in tanti casi una cancellazione dell’infanzia”. Così il Papa all’Associazione Meter.
“La protezione dei bambini contro lo sfruttamento sessuale è un dovere di tutti gli Stati, chiamati a individuare sia i trafficanti sia gli abusatori. In pari tempo sono quanto mai doverose la denuncia e la prevenzione attuate nei vari ambiti della società: scuola, realtà sportive, ricreative e culturali, comunità religiose, singoli individui. Inoltre, nel campo della tutela dei minori e nella lotta alla pedofilia occorre predisporre interventi specifici per un aiuto efficace alle vittime”.
“Anche oggi vediamo quante volte, nelle famiglie, la prima reazione è coprire tutto: anche nelle altre istituzioni, nella Chiesa, dobbiamo lottare con questa abitudine vecchia di coprire”. Lo ha detto papa Francesco a proposito degli abusi sessuali sui minori ricevendo in udienza in Vaticano l’Associazione Meter.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Post sessista su Kamala Harris, Statale Milano sospende prof
La vicenda aveva provocato polemiche nel novembre scorso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 maggio 2021
17:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È stato sospeso dall’insegnamento per un mese e rimarrà senza stipendio per questo stesso periodo di tempo Marco Bassani, il docente dell’Università statale di Milano che aveva postato sulla sua pagina Facebook, lo scorso novembre, un commento sessista sulla neo eletta vice presidente americana Kamala Harris. Un post che aveva provocato polemiche e per questo l’università aveva deciso di intraprendere un procedimento disciplinare.

La decisione di sospendere il professore per un mese, sospendendogli anche lo stipendio, è stata presa dal Cda della Statale che si è tenuto oggi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dall’arte agli orologi, il Barocco e l’ossessione del tempo
A Palazzo Barberini, dal 15/5 riflessione di forte attualità
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
17:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Più il tempo ci sfugge e più sentiamo l’urgenza di governarlo, se non altro con l’immaginazione. E proprio al tempo, all’ossessione del suo divenire, all’urgenza di fermarlo, di dargli forma, senso, sostanza che si configura in particolare nell’epoca del Barocco, è dedicata la mostra che si apre da domani al 3 ottobre a Roma nelle sale appena rinnovate di Palazzo Barberini.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Curata dalla direttrice Flaminia Gennari Sartori e da Francesca Cappelletti, che sempre a Roma guida la Galleria Borghese, la rassegna nasce da un progetto del 2017, fermato come tanti dall’irrompere della pandemia Covid. Eppure, proprio per questo suo riflettere sul tempo e sulla sua percezione, sull’ansia atavica dell’uomo di comprenderlo, misurarlo, fermarlo, arriva attualissima quasi come fosse stata pensata dalle due studiose per dare un senso al tempo dilatato e straniato dai lockdown legati alla pandemia. E se è vero che sala dopo sala il racconto per immagini che piano piano si snoda agli occhi del visitatore, dalle tele possenti di Guido Reni, Poussin, van Dyck, Caravaggio, agli incredibili disegni di Bernini e Baciccia, Andrea Sacchi, fino agli oggetti preziosi, orologi d’oro e di pietre preziose che sono insieme prodigio di meccanica e di alta oreficeria, racconta un’epoca particolare e unica della storia occidentale, quel Seicento che fu del Bernini ma anche di Galileo e che ha segnato un mutamento profondo tanto nella percezione fisica quanto nella rappresentazione poetica del tempo, è vero anche che questo “Tempo Barocco” appare, anzi quasi irrompe nell’attualità con mille spunti e suggestioni.
Realizzata grazie ai fondi Cipe destinati al ripristino delle sale del piano terra di Palazzo Barberini, la rassegna inaugura anche il nuovo spazio – oltre 750 metri quadrati per una spesa di 952.626 euro- destinato alle mostre temporanee e fortemente voluto dalla direttrice Gennari Sartori. Un progetto anche questo partito nel 2017 per il compimento del grande Museo Barberini e di cui “finalmente vediamo i risultati”, sottolinea la direttrice anticipando che in autunno aprirà finalmente anche la Caffetteria di Barberini, nello spazio delle antiche serre.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Diciottenne muore investito per schivare un gavettone
L’incidente a un ricevimento di nozze, era testimone dello sposo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MODENA
15 maggio 2021
14:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Finisce in strada per evitare un gavettone, lì dove un furgone in transito lo investe. Sarebbe questa la dinamica che ha portato alla morte del 18enne Riccardo Bellopede, residente a Correggio, nel Reggiano, in un incidente stradale avvenuto ieri poco prima delle 16 a Magreta, frazione del comune di Formigine in provincia di Modena, dove era in corso un ricevimento di nozze.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il giovane era testimone dello sposo e per questo motivo ieri pomeriggio si trovava in una villa di Magreta dove si svolgevano i festeggiamenti dell’evento.
Stando a quanto è stato ricostruito dagli operatori della polizia locale e riferito anche dai testimoni, Bellopede pochi istanti prima della tragedia stava scherzando con amici e parenti (a quanto pare erano presenti anche i suoi genitori) e per evitare un gavettone si sarebbe allungato a piedi oltre il passo carraio, finendo sulla strada pubblica che si trova vicino all’area dei festeggiamenti. Proprio in quell’istante sopraggiungeva un furgone, condotto da un 43enne di Bologna. Un impatto che non ha lasciato scampo al giovane liceale, morto praticamente sul colpo. Inutile l’intervento dei sanitari del 118, sul posto era stato fatto atterrare anche l’elisoccorso.

Cronaca tutte le notizie Tutte le notizie di cronaca sempre aggiornate approfondite dettagliate affidabili e monitorate! NON PERDERLE!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 62 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:41 DI DOMENICA 09 MAGGIO 2021

ALLE 06:37 DI MARTEDÌ 11 MAGGIO 2021

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Vaccini: 700 inoculazioni a Salina, c’è anche il sindaco
Da domani al via anche nelle altre isole dell’Eolie
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
09 maggio 2021
10:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Salgono ad oltre 700 nei primi due giorni i vaccinati nell’isola di Salina. Anche il sindaco di Santa Marina Domenico Arabia ha ricevuto la prima dose.
“Vaccino fatto – ha commentato -, prossima dose tra un mese. Un giorno alternativo per una buona causa. Buona l’adesione nei primi due giorni della campagna vaccinale, ma possiamo sempre migliorare”.
Prima dose anche per l’ex sindaco Massimo Lo Schiavo “Un grazie alle amministrazioni comunali delle isole minori ed ai numerosi volontari che hanno reso impeccabile il servizio di questi giorni. Un grazie allo Stato, nella figura del presidente Musumeci e del generale Figliuolo che hanno permesso, in tempi rapidi, di mettere in sicurezza, le isole minori, portandoci fin dentro “casa” la cura a questa pandemia che molto dolore ha provocato!”. Da domani inizierà la somministrazione nelle altre isole minori delle Eolie che si concluderà a Lipari.   POLITICA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Moto contro auto a Milano Marittima, 17enne muore sul colpo
Coetanea è grave, aperto fascicolo per omicidio stradale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RAVENNA
09 maggio 2021
11:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un ragazzo di 17 anni, Leonardo Mancuso, è morto sul colpo e la ragazza, coetanea, che viaggiava con lui sulla moto è ricoverata in gravi condizioni all’ospedale Bufalini di Cesena, in prognosi riservata. È il bilancio di un incidente stradale accaduto ieri sera intorno alle 22 a Milano Marittima, sul litorale ravennate.
I due giovani, entrambi del 2003 e residenti a Forlimpopoli (Forlì-Cesena) erano su una moto quando si sono scontrati con un suv. Al volante della vettura una donna di 31 anni, cervese, portata in ospedale a Ravenna perché in stato di choc.
Sull’incidente la Pm di turno Lucrezia Ciriello ha aperto un fascicolo per l’ipotesi di omicidio stradale e ha disposto il sequestro dei mezzi. Nelle prossime ore sono attesi i risultati degli esami tossicologici.
La dinamica dello schianto è al vaglio della polizia locale cervese: tra le ipotesi, un salto di precedenza della moto, un 125. Gli inquirenti intendono anche verificare le velocità dei due mezzi al momento dell’impatto avvenuto all’incrocio tra la III Traversa e viale 2 Giugno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Ferrara lavora a evento test, ‘piano entro un mese’
Sindaco, al lavoro con esperti sicurezza, Università e Asl
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
09 maggio 2021
11:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Potrebbe essere il Parco Urbano, a Ferrara, il luogo per la sperimentazione dei concerti o degli eventi in presenza senza distanziamenti, con specifici protocolli di sicurezza che stiamo elaborando su modello, ad esempio, delle esperienze di Barcellona e Amsterdam, e che contiamo di approntare in circa un mese”. Lo annuncia il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri (Lega).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A questo scopo, precisa, “stiamo componendo una squadra di esperti, l’obiettivo è unire competenze trasversali coinvolgendo in primis l’università di Ferrara e l’Azienda sanitaria, e con il contributo di esperienza e conoscenze di chi realizza i piani sicurezza per manifestazioni e grandi eventi”. I riferimenti esteri sono il Palau Sant Jordi di Barcellona il 27 marzo (quasi 5mila persone senza distanziamenti a un concerto) Amsterdam, in un precedente concerto con 1.500 persone finanziato dallo stesso governo olandese.
“L’anno scorso – aggiunge Fabbri – grazie alle forze messe in campo, abbiamo aperto una strada: col Ferrara Summer Festival abbiamo portato grandi artisti in città con pubblico in presenza, seduto. Le misure e le soluzioni messe in campo hanno ispirato altre realtà in tutta Italia. E anche con Movida sicura, il protocollo che ha regolato gli accessi in sicurezza in alcune aree di maggiore frequentazione del centro storico, siamo stati esempio e modello per tanti”. “Quest’anno la sfida è sperimentare – sempre in piena sicurezza – un ritorno ai concerti e agli eventi senza distanziamenti. Siamo in costante contatto col sottosegretario Lucia Borgonzoni”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Calcio:moglie tecnico Pescara,mia figlia aggredita a Salerno
Compagna Grassadonia su fb,via da città.Solidarietà Salernitana
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SALERNO
09 maggio 2021
11:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Nostra figlia, appena diciottenne, è stata minacciata e aggredita con spintoni e calci affinché il papà capisca”. Lo ha denunciato attraverso i social la notte scorsa Annabella Castagna, moglie di Gianluca Grassadonia, allenatore del Pescara che domani affronterà la Salernitana in un match che potrebbe valere la promozione in A per i campani.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il tecnico degli adriatici ha origini salernitane e la sua famiglia vive a Salerno.
“Dopo cinque giorni di minacce e insulti dirette alla nostra famiglia, la follia consumatasi questa sera è intollerabile” ha esordito la moglie di Grassadonia, spiegando la violenza subita dalla figlia. La giovane, appena maggiorenne, ieri sera è stata avvicinata da ignoti che l’hanno colpita con spintoni e calci.
“Tutto questo – ha sottolineato Annabella Castagna – per una partita di calcio. Ci auguriamo che questi criminali, ben lontani dall’essere tifosi, vengano identificati al più presto, anche perché questa è la prima volta in cui il bersaglio della violenza è stato un componente della nostra famiglia.
Ringraziamo tutti coloro che ci hanno mostrato solidarietà in queste ore così tristi e concitate, ma ci sembra chiaro, ora più che mai, che la nostra vita continuerà lontano da Salerno. Ci auguriamo che civiltà e rispetto possano divenire prerogativa di tutti”.
La notizia, diffusa oggi da alcuni organi di stampa, ha suscitato la reazione della Salernitana che ha stigmatizzato e condannato “i comportamenti intimidatori ed offensivi messi in atto in queste ore da qualcuno nei confronti dei familiari dell’allenatore del Pescara Calcio, il signor Gianluca Grassadonia”. Anche il Comune di Salerno, al pari dei tifosi della Salernitana e dei gruppi ultras, ha preso le distanze dall’accaduto. “Lo sport resta sport. E noi – ha sottolineato l’assessore allo Sport, Angelo Caramanno – prendiamo le distanze da questi idioti che nulla hanno a che fare con Salerno, i salernitani, la Salernitana. Nulla. Solidarietà a Gianluca Grassadonia ed alla sua famiglia a titolo personale ed a nome dell’Amministrazione”.   CALCIO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: morto il professor Giarda, fu legale di Stasi
Legale di fama, era docente emerito della Cattolica di Milano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
09 maggio 2021
11:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto per il covid Angelo Giarda, professore emerito di diritto processuale penale all’Università Cattolica di Milano, e avvocato di fama, legale fra gli altri di Alberto Stasi, dell’allora presidente di fondazione Cariplo Giuseppe Guzzezzi e di Saipem.
Nato il primo giugno 1940, si era laureato all’università di Pavia a pieni voti nel 1963.
Da lì è cominciata la sua carriera universitaria andata in parallelo all’attività nel foro. Dopo esperienze a Pavia, Sassari e Trieste, nel 1983 Giarda è stato nominato professore ordinario alla Cattolica di Milano, dove è rimasto fino alla pensione nel 2012. Ha insegnato anche a Castellanza e alla Cattolica ha tenuto per alcuni anni anche la cattedra di Diritto penitenziario.
In una delle ultime interviste, lo scorso febbraio a ‘il Giornale’ Giarda aveva parlato da “vecchio professore”, come si definiva. proprio della situazione delle carceri e della riforma della giustizia auspicando un impegno del governo ad intervenire “magari ascoltando non solo i magistrati ma anche noi poveri professori”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: raffica sbarchi a Lampedusa, sono un migliaio
Cinque barconi soccorsi nel giro di poche ore, hotspot pieno
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
09 maggio 2021
11:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nuova ondata di sbarchi a Lampedusa dove, nel giro di poche ore, sono approdati quasi un migliaio di migranti su cinque barconi. L’ultimo, un peschereccio in ferro intercettato a tre miglia dall’isola motovedette della Capitaneria di Porto e della Guardia di Finanza, aveva a bordo 398 persone di varie nazionalità, di cui 24 donne e 6 bambini.

In precedenza erano stati soccorsi una barca in legno di venti metri con 415 profughi, una seconda carretta con 90, e altre due imbarcazioni con 98 e 16 persone. Tutti i migranti sono stati trasferiti nell’hotspot dell’isola che era vuoto e che adesso è nuovamente al collasso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Veneto, 492 nuovi casi e 3 decessi in 24 ore
Continua calo dati clinici: -14 nei reparti, -3 nelle intensive
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
09 maggio 2021
12:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 492 i nuovi contagi da Coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Veneto, che portano il totale a 417.480 malati. Sono tre le vittime, per un totale di 11.423 da inizio pandemia.

Il bollettino regionale segnala un calo neoi pazienti attualmente positivi, 19.026, 102 in meno rispetto a ieri.
Prosegue il calo dei dati clinici, con 1.021 ricoverati nelle aree non creitiche (-14) e 153 pazienti (-3) nelle terapie intensive.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In Lombardia da mezzanotte over 50 possono prenotare i vaccini
Lo aveva annunciato Fontana giovedì scorso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
09 maggio 2021
12:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prenderanno il via dalla mezzanotte di oggi, domenica 9 maggio, sul portale di Regione Lombardia, le prenotazioni per effettuare il vaccino anti Covid-19 per i 50-59 enni. Lo spiegano fonti della Direzione Welfare di Regione Lombardia.
Il governatore Attilio Fontana aveva annunciato giovedì scorso l’avvio delle prenotazioni per la fascia di età 50-59 da lunedì.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Veneto supera 2 mln di somministrazioni
Completato ciclo 12% della popolazione, 28,6% almeno una dose

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
09 maggio 2021
12:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Veneto supera la soglia di due milioni di vaccinazioni, pur rallentando leggermente il ritmo nelle ultime 24 ore, con 39.805 somministrazioni effettuate ieri, che portano il totale a 2.013.974.
Secondo il bollettino aggioirnato alla mezzanotte, le dosi iniettate sono il 91,6% del totale delle forniture; la popolazione con almeno una dose è di 1.394.149 persone, il 28,6% dei residenti, mentre in 585.440 hanno avuto il richiamo, pari al 12% della popolazione.
La settimana appena conclusa è quella con il maggior numero di somministrazioni (257.931) dall’inizio delle vaccinazioni.
La fascia Over 80 con almeno una dose è coperta al 96,7%; quella tra 70 e 79 anni all’80,4%; quella 60-69 al 54,1%. I disabili con almeno una somministrazione sono il 70,7%, i vulnerabili il 65,3%.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Lazio, esauriti slot per Pfizer a maggio
Unità Crisi, disponibili Astrazeneca e J Sono tutti sicuri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2021
12:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono esauriti gli slot disponibili per la prenotazione del vaccino Pfizer per il mese di Maggio, prenotate tutte le dosi disponibili. Sono disponibili ancora per il mese di maggio 100 mila slot di prenotazione per il vaccino AstraZeneca e il monodose di Johnson e Johnson”.
Lo comunica l’Unità di Crisi Covid della Regione Lazio. “Ricordiamo che tutti i vaccini sono sicuri ed efficaci” aggiunge l’unità di crisi regionale.
“Con i prossimi arrivi verranno ulteriormente alimentati gli slot di prenotazione di tutti i vaccini” prosegue l’Unità di crisi regionale. “È importante prenotare i primi slot disponibili. Raggiunte, ad ora, 2.276.057 somministrazioni, di cui 1.527.583 prime dosi, pari al 31,55% della popolazione target e 748.474 seconde dosi, pari al 15,46%” conclude.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Operaio si fa male mentre lavora all’Ast
In ospedale per trauma mani, era impegnato per manutenzione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TERNI
09 maggio 2021
12:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Infortunio sul lavoro, nella prima mattinata di domenica, all’Ast di Terni, dove un operaio in somministrazione di 39 anni, ha subito un trauma a entrambe le mani mentre era impegnato in alcuni lavori di manutenzione in un laminatoio del reparto Pix2.
L’uomo, trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria.
E’ stato medicato e stabilizzato dall’equipe di Chirurgia della mano ed è probabile che sarà operato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Napoli: controlli cc, dispersi 250 giovani assembrati
Centro antico, tanti in stato di ebbrezza in zona universitaria
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
09 maggio 2021
12:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Diversi interventi per il rispetto delle norme contro il Covid sono stati effettuati ieri sera e nella notte dai carabinieri nelle aree della movida del centro antico di Napoli dove centinaia di ragazzi sono stati dispersi nelle piazze più affollate; 52 le sanzioni elevate.
Nel centrale Largo San Giovanni Maggiore, nei pressi dell’Università L’Orientale, i carabinieri hanno allontanato e disperso circa 500 ragazzi.
Intorno all’una erano 250 quelli che si erano assembrati in Largo Banchi Nuovi. E’ qui che – come per Largo San Giovanni Maggiore – si è proceduto, si sottolinea al Comando provinciale, “con equilibrio e fermezza” per evitare criticità di ordine pubblico.
Molti dei giovani avevano affollato le piazze dalle prime ore della sera e già in stato di ebbrezza alcolica. Uno di questi, complice lo stato di alterazione, è stato denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale.
Complessivamente, come detto, sono state elevate 52 sanzioni covid e diffidati 2 bar in Largo San Giovanni Maggiore. I controlli continueranno anche nei prossimi giorni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Livatino: Papa, suo esempio stimoli tutti difesa legalità
‘Si sforzava di giudicare non per condannare ma per redimere’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
09 maggio 2021
12:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi ad Agrigento è stato beatificato Rosario Angelo Livatino, martire della giustizia e della fede nel suo servizio alla collettività come giudice integerrimo che non si è lasciato mai corrompere. Si è sforzato di giudicare non per condannare ma per redimere.
Il suo lavoro lo poneva sempre sotto la tutela di Dio, per questo è diventato testimone del Vangelo, fino alla morte eroica. Il suo esempio sia per tutti, specialmente per i magistrati, stimolo a essere leali difensori della legalità e della libertà”. Lo ha detto il Papa al Regina Caeli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora un calo attualmente positivi Covid in Umbria
Stabili i ricoverati negli ospedali, altri tre morti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
09 maggio 2021
13:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono stati 108 i nuovi casi Covid accertati in Umbria nell’ultimo giorno a fronte di 158 guariti.
Tre i morti.
E’ il bilancio che emerge dal sito della Regione.
Gli attualmente positivi sono ora 2.583, 53 meno di sabato.
Sono stati analizzati 2.065 tamponi e 3.764 test antigenici.
Il tasso di positività è dell’1,8 per cento sul totale (sabato 1,2) e del 5,2 sui soli molecolari (era 3,7).
Stabili i ricoverati in ospedale nei reparti ordinari, 156, 21 dei quali, due in più, nelle terapie intensive.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 30 al ristorante per matrimonio, multati anche sposi
A Boscotrecase e nell’area Vesuviana controlli dei carabinieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORRE ANNUNZIATA (NAPOLI)
09 maggio 2021
13:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Matrimonio al ristorante con trenta invitati: multati anche gli sposi. È accaduto a Boscotrecase (Napoli), dove i carabinieri sono intervenuti per interrompere una cerimonia non autorizzata e dove non venivano rispettate le misure anti-Covid in vigore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’intervento ricade nell’ambito di un servizio ”alto impatto” condotto dai militari dell’Arma della compagnia di Torre Annunziata, insieme con quelli del reggimento Campania, e che ha riguardato diversi comuni dell’area vesuviana. In tutto sono state 107 le persone controllate, la metà delle quali pregiudicate, 73 invece i veicoli fermati durante i diversi posti di controllo pianificati, con tredici sanzioni al codice ela strada notificate.
A San Giuseppe Vesuviano un uomo di 52 anni, al quale vengono contestati abusi edilizi, è stato notificato un ordine di carcerazione: dovrà scontare otto mesi di detenzione domiciliare A Boscoreale un trentasettenne è stato arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione: deve scontare un anno di detenzione domiciliare per spaccio di stupefacenti.
A Torre Annunziata, invece, un uomo di 46 anni è stato arrestato in esecuzione di un altro ordine di carcerazione: portato al carcere di Poggioreale, sconterà nove mesi di reclusione per furto aggravato. Sempre nella città oplontina sono state contravvenzionate 18 persone per mancato rispetto della normativa anti-Covid per violazione delle regole sul coprifuoco e sull’uso dei dispositivi di protezione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cadavere carbonizzato nel Torinese, s’indaga su ogni ipotesi
Nessun segno evidente di violenza, ci vorrà l’autopsia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
09 maggio 2021
13:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È ancora giallo sul ritrovamento in un campo agricolo di Stupinigi, alle porte di Torino, del cadavere carbonizzato di un uomo, un 40enne di origini romene, I.T. le sue iniziali, residente a Beinasco (Torino) .
A dare l’allarme, ieri pomeriggio, è stato un passante. Sul posto i carabinieri del nucleo investigativo, insieme agli esperti della scientifica e al medico legale.
Le indagini, coordinate dal pm Alessandro Aghemo, non escludono al momento nessuna ipotesi, neppure quella del suicidio, anche se nelle vicinanze del corpo non sono stati trovati contenitori di liquido infiammali ma soltanto un cellulare e una biciclietta. Dai primi accertamenti medico legali non sono stati riscontrati segni di violenza sul cadavere, che presentava ustioni sull’80%. Si dovrà dunque attendere l’autopsia, che sarà disposta nelle prossime ore, per far luce sull’accaduto.  PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Precipita da 4 metri in cantiere navale, grave operaio
Incidente al porto di Nettuno, vicino Roma
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
09 maggio 2021
13:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incidente sul lavoro ieri al Porto Turistico di Nettuno, vicino Roma. Un operaio di 54 anni, originario di Napoli, nel corso di lavori di rimessaggio, è caduto da un’altezza di 4 metri.
L’uomo è stato soccorso dal 118 e trasportato in gravi condizioni in ospedale. Sul posto i carabinieri della stazione di Nettuno e gli ispettori della Asl Roma 6 per gli accertamenti del caso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Malore durante immersione, morta sub a Livorno
Inutili i tentativi di rianimarla
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LIVORNO
09 maggio 2021
13:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una sub di circa 40 anni è morta questa mattina nelle acque davanti al Castello del Boccale a Livorno dopo aver accusato un malore durante un’immersione a pochi metri dalla scogliera. Sul posto, allertati intorno alle 10.30 dai compagni di immersione sono arrivati i vigili del fuoco, gli uomini della guardia costiera su una motovedetta con a bordo i volontari del 118 e un medico che ha tentato di rianimare la donna, ma per lei non c’è stato niente da fare.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, 250 positivi nelle Marche in un giorno
3,898 tamponi, 2.082 nuove diagnosi, positivi/testati 12%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
09 maggio 2021
13:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 250 i positivi rilevati nelle Marche nelle ultime 24 ore tra 2.082 nuove diagnosi: 67 in provincia di Pesaro Urbino, 54 in provincia di Ascoli Piceno, 51 in provincia di Macerata, 36 in provincia di Ancona, 33 in provincia di Fermo e 9 fuori regione. Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore “sono stati testati 3,898 tamponi: 2.082 nel percorso nuove diagnosi (di cui 390 nello screening con percorso Antigenico) e 1.816 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 12%)”.
I 250 positivi comprendono soggetti sintomatici (39), contatti in setting domestico (67), contatti stretti di casi positivi (95), contatti in setting lavorativo (2)), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (10), contatti in setting sanitario (1). Per altri 36 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Sui 390 test del Percorso Screening Antigenico “sono stati riscontrati 19 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 5%”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Cade mentre si arrampica su palazzo, muore 20enne a Cagliari
La vittima era in permesso premio dal carcere minorile
C bn=45915015;adfibeg=0;cdata=…
C bn=45915015;adfibeg=0;cdata=…
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
09 maggio 2021
13:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tragedia durante la notte a Cagliari, dove un ragazzo di 20 anni, Alessandro Carcassi, è morto dopo essere precipitato dal terzo piano di una palazzina in via Piero della Francesca.
Da quanto si apprende, il 20enne ieri aveva ottenuto un permesso premio ed era uscito dal carcere minorile di Quartucciu dove era detenuto, per festeggiare il suo compleanno.

Il ragazzo sarebbe andato prima a casa di una parente, poi in serata si è recato in via Piero della Francesca, dove abitava prima della detenzione. In casa in quel momento non c’era nessuno, il giovane si è arrampicato utilizzando uno dei tubi per le acque di scolo, ma ha perso l’equilibrio ed è caduto nel vuoto. Un volo di diversi metri e poi lo schianto sul marciapiede.
Sul posto sono intervenuti gli agenti della squadra volante e un’ambulanza del 118, ma per il 20enne non c’è stato nulla da fare. La salma è stata restituita ai familiari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: a Matera “Astranight” con 250 dosi somministrate
Ve ne erano 750 a disposizione, dopo mezzanotte tutto finito
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MATERA
09 maggio 2021
13:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Solo 250 delle 750 dosi di vaccino AstraZeneca disponibili a Matera per “Astranight” – l’iniziativa voluta dall’Azienda sanitaria per incentivare il ricorso al farmaco che immunizza dal covid – sono state somministrate la notte scorsa nella città dei Sassi.
Le somministrazioni si sono concluse mezz’ora dopo la mezzanotte.
Ieri sera, chi – appartenendo alla fascia di età fra 60 e 79 anni – voleva vaccinarsi, ha potuto ritirare un numero con l’orario indicato per ricevere il vaccino e la scheda da compilare con i dati per l’anamnesi. Quando le somministrazioni sono cominciate, le persone sono state ammesse a gruppi nella struttura, prima di essere indirizzati ai nove punti vaccinali in funzione: secondo quanto si è appreso, tutto si è svolto regolarmente e senza difficoltà.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: in Campania somministrazioni a quota 2.114.925;
Con la prima dose 1.530.755 cittadini, con la seconda 584.170
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
09 maggio 2021
13:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Complessivamente in Campania sono stati vaccinati con la prima dose 1.530.755 cittadini. Di questi 584.170 hanno ricevuto la seconda dose.
Le somministrazioni effettuate sono state, in totale 2.114.925;. I dati sono aggiornati alle ore 12 di oggi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Controlli cc, aperitivo in spiaggia per 150 giovani,sanzioni
A Pozzuoli in tanti senza mascherina,attività sospesa per locale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
09 maggio 2021
13:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Pozzuoli (Napoli) aperitivo sulla spiaggia per 150 giovani senza mascherina: arrivano i carabinieri e il locale viene sgomberato per violazioni delle norme contro il covid.
L’intervento dei militari della sezione radiomobile di Pozzuoli e di quelli della stazione di Monteruscello è avvenuto nella prima serata di ieri in un lido in Viale Sibilla.
Circa 150 giovani, senza rispettare distanziamento e senza mascherine, stavano bevendo drink e molti ballavano sulla spiaggia. I militari, per evitare problemi di ordine pubblico, hanno sgomberato il locale e sanzionato i gestori del locale la cui attività sarà sospesa per 5 giorni. Continuano gli accertamenti per identificare e sanzionare tutti i clienti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Paracadute si ‘agganciano’ in volo, un morto e un ferito
E’ grave. L’incidente all’aeroporto di Thiene nel Vicentino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VICENZA
09 maggio 2021
14:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un istruttore paracadutista è morto e un altro è rimasto gravemente ferito, nel corso di un lancio, dopo che i loro paracadute si sono ‘agganciati’ facendoli precipitare a terra.
L’incidente è avvenuto poco dopo le ore 12.00 all’aeroporto di Thiene (Vicenza).
La vittima, 38 anni, era residente a Schio (Venezia); il ferito è un cittadino americano, che dopo essere caduto a terra è stato soccorso e trasportato d’urgenza all’ospedale San Bortolo di Vicenza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coppia rimpatriata da India, anche marito ha Covid
Coniugi ricoverati a Firenze, bimba in quarantena e sta bene
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
09 maggio 2021
14:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Positivo al Coronavirus anche il marito della coppia di Campi Bisenzio (Firenze), Enzo Galli, rimpatriata ieri sera con un volo sanitario dopo essere rimasta bloccata in India una settimana in piena emergenza Covid.
Entrambi i coniugi sono ricoverati all’ospedale fiorentino di Careggi.
“Siamo arrivati questa notte finalmente in Italia ed è stato il momento più bello della nostra vita – dice Simonetta Galli -. Ci troviamo a Careggi, io a malattie infettive con l’ossigeno” e “mio marito Enzo in terapia subintensiva, sta molto male anche lui. Siamo felici perché la bimba è al Meyer, dove farà la sua quarantena e sta bene”.
“Purtroppo abbiamo avuto dei blocchi respiratori e non è facile ancora – ha aggiunto Simonetta Galli in un messaggio dal letto di ospedale -. Anche se la situazione rimane abbastanza grave e impegnativa i medici ci hanno detto che siamo arrivati in tempo a casa per cui adesso c’è solo da lottare. I nostri ospedali italiani sono per noi veramente una carezza e siamo sotto le cure più attente. Grazie di tutto”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Coprifuoco, wedding, sport: verso roadmap riaperture
Gelmini: ‘Presto le date’. In settimana cabine regia con Cts
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2021
21:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 139 i morti con il Covid nelle ultime 24 ore. Sempre tanti, troppi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ma si tratta del dato più basso dallo scorso 25 ottobre, quando se ne registrarono 128. Un segnale importante in vista della settimana che porterà il Governo a definire il cronoprogramma delle nuove riaperture: dal wedding allo sport, dai ristoranti al chiuso all’allentamento del coprifuoco ai centri commerciali nei weekend. Mentre al ministero della Salute si ragiona su una possibile modifica dell’indice Rt che potrebbe altrimenti rimandare alcune regioni in arancione nonostante il trend positivo su ricoveri e contagi. Il fine settimana intanto, complice il clima estivo, è stato caratterizzato da spiagge e zone della movida affollate, con tanti interventi delle forze dell’ordine che ieri hanno sanzionato 1.500 persone.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tra i settori che chiedono a gran voce la ripartenza c’è quello dei matrimoni, che lamenta perdite elevate a causa del blocco delle cerimonie.
“Moltissimi futuri sposi e operatori del wedding – spiega il ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Mariastella Gelmini – mi hanno scritto e io li rassicuro: il Governo ci sta lavorando e sulla base dell’andamento dei contagi presto daremo una data” per la ripresa “perchè i matrimoni vanno programmati per tempo. E lo stesso vale per lo sport. Già in settimana ci saranno cabine di regia con il Cts per dare date a questi settori”. Tra le attività sportive in stand by ci sono le piscine al chiuso e le palestre. Per il wedding le Regioni puntano a ripartire già dall’1 giugno con le linee guida messe a punto, che prevedono banchetti all’aperto, ospiti rigorosamente distanziati e tutti con la mascherina. Ma una data più probabile è quella del 15 giugno. Il via libera alle piscine al chiuso potrebbe invece avvenire prima. Ovviamente, tutto è condizionato da un’attenta analisi dei dati epidemiologici dal 26 aprile. Per quanto riguarda i ristoranti al chiuso, caffè al bancone ed il prolungamento del coprifuoco (alle 23 o alle 24 a seconda di quale linea prevarrà nel Governo) le novità potrebbero scattare già da lunedì 17 maggio. Ma si tratta di punti ancora divisivi all’interno della maggioranza ed il premier Draghi dovrà quindi trovare una sintesi come è accaduto per le riaperture del 26 aprile scorso. La cabina di regia politica che deciderà si riunirà a metà settimana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Monitorava forze dell’ordine con drone, preso pusher a Napoli
Non è escluso che consegnasse anche l’eroina con il velivolo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
09 maggio 2021
15:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con un sofisticato drone professionale teneva sotto controllo i movimenti delle forze dell’ordine Gianluca Saulino, 43 anni, una sorta di pusher 2.0, arrestato ieri pomeriggio, a Porta Capuana, nel centro di Napoli, dagli agenti del commissariato Vicaria Mercato.
Gli investigatori non escludono che l’uomo, che si trovava già agli arresti domiciliari, prendendo spunto dagli innovativi progetti di Amazon, consegnasse anche la droga ai suoi clienti con quel drone, il cui pilotaggio è consentito solo dopo il conseguimento di un corso di abilitazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I poliziotti hanno trovato 130 grammi di eroina, impacchettati in 5 involucri, che l’uomo aveva nascosto in un buco sul terrazzino di casa.
Trovati anche ben 1755 euro in banconote di vario taglio, ritenuti, ovviamente, l’incasso delle vendite.
Per gli inquirenti il pusher, che è accusato di detenzione di droga ai fini di spaccio, gestiva una delle “piazze di spaccio” più importanti della zona direttamente dalla sua abitazione di vico dei Candelari. Inoltre aveva a sua disposizione anche il lastrico solare del palazzo dove abitava, sul quale aveva disegnato una sorta di piattaforma di lancio dalla quale partiva e atterrava il drone.
Di recente le forze dell’ordine gli hanno sequestrato un sofisticato sistema di videosorveglianza, composto da ben 5 telecamere, che usava, appunto, per controllare i movimenti della Polizia e dei Carabinieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bit Digital, al via edizione di rilancio per il turismo
Breton, operativo entro fine giugno il Digital Green Certificate
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RHO
09 maggio 2021
15:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il mondo ha perso nel 2020 un miliardo di viaggiatori e ha visto andare in fumo più di 120 milioni di posti di lavoro. E’ quindi tanta la voglia di ripartire che si respira alla Borsa Internazionale del turismo, inaugurata oggi con un convegno che ha visto la partecipazione del ministro del Turismo Garavaglia e del commissario europeo per il Mercato interno Thierry Breton.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo le cifre del disastro 2020 (-59,2% di flussi internazionali, -44,1% di turismo domestico) gli esperti indicano un orizzonte di ottimismo, confortati dall’andamento delle vaccinazioni e dalle misure di sicurezza che saranno intraprese a cominciare dal passaporto vaccinale, imminente per l’Europa e che l’Italia anticiperà alla metà di maggio.
Breton ha parlato del Digital Green Certificate, che concede l’ingresso a tutti coloro che abbiano ricevuto un vaccino approvato dalla Ue, siano risultati negativi a un test o siano guariti dal Covid, e che è volto a facilitare i viaggi all’estero. “Sono fiducioso – ha detto – che questo sarà pienamente operativo entro la fine di giugno”. “Il governo deve mettere gli operatori del turismo nelle condizioni di fare bene, con le date certe e i protocolli chiari – ha sottolineato il ministro Garavaglia -. Per questo anticiperemo alla metà di maggio il lasciapassare europeo. Chi è più veloce ha la ripartenza più forte”.
“Oggi è una grande data, si ricomincia a sognare – ha spiegato l’amministratore delegato di Fiera Milano, Luca Palermo – non potevamo non esserci come Bit per continuare a sostenere il turismo”.   POLITICA   ECONOMIA   TECNOLOGIA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: ieri 1.500 sanzionati da forze ordine, in aumento
Viminale, 94mila persone e 11.500 attività controllate
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2021
16:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In aumento le persone sanzionate dalle forze di polizia per il mancato rispetto delle prescrizioni anti-Covid ieri, giornata che ha fatto registrare numerosi assembramenti nelle zone della movida di diverse città con l’intervento degli agenti. Su 94.031 controllati – indica il Viminale – i sanzionati sono stati 1.440, più 3 denunciati per violata quarantena.
Verifiche anche su 11.579 attività/esercizi commerciali: 69 i titolari sanzionati, 28 le chiusure disposte.
Nei giorni precedenti le violazioni si attestavano sotto le mille.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Gelmini, presto date per wedding e sport
In settimana cabine regia con Cts. Dl Sostegni 2 da 40 mld
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2021
16:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Moltissimi futuri sposi e operatori del wedding mi hanno scritto e io li rassicuro: il Governo ci sta lavorando e sulla base dell’andamento dei contagi presto daremo una data” per la ripresa “perchè i matrimoni vanno programmati per tempo. E lo stesso vale per lo sport.
Già in settimana ci saranno cabine di regia con il Cts per dare date a questi settori”. Così il ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Mariastella Gelmini, a ‘Domenica in’ su Rai 1. “C’è l’emergenza sanitaria – ha aggiunto – ma anche quella economica e presto arriverà il decreto Sostegni 2 con 40 miliardi a supporto delle categorie colpite”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: sindaco Lampedusa, basta ambiguità su questo tema
“Serve sostegno europeo, Salvini e Meloni sono irresponsabili”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
09 maggio 2021
17:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Se in un giorno sbarcano mille migranti sull’isola la macchina dell’accoglienza, anche se tra mille difficoltà, può reggere. Ma se ne arrivano tremila o quattromila che facciamo?” Così il sindaco di Lampedusa e Linosa Totò Martello, commenta l’ultima ondata di sbarchi sull’isola dove nel giro di poche ore sono approdati oltre mille migranti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Lo avevo detto il giorno in cui è nato il governo Draghi: – aggiunge – l’Italia non può permettersi ambiguità su un tema fondamentale come quello dei flussi migratori, e meno che mai può permettersi di gestire l’arrivo dei migranti con la logica dell’emergenza quotidiana. Servono regole chiare per il soccorso in mare e per il controllo nel Mediterraneo, e servono azioni di tutela dei diritti umani”.
“Al tempo stesso – osserva il sindaco – c’è bisogno di meccanismi che salvaguardino Lampedusa e la sua comunità, siamo un territorio di confine non solo italiano ma anche europeo, anche Bruxelles deve assumersi le sue responsabilità”.
Riferendosi infine alle dichiarazioni dei leader del centro destra, il sindaco di Lampedusa afferma: “Salvini ha perso il pelo ma non il vizio, è da irresponsabili ricominciare a fomentare odio sociale mettendo ‘gli italiani contro i migranti’. Quanto all’idea della Meloni di attivare un ‘blocco navale’, è una sciocchezza talmente evidente che non merita neppure commenti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Lazio, successo Open day Astrazeneca a Rieti
Iniziativa si replica prossimo weekend,D’Amato verifica modalità
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
09 maggio 2021
17:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Visita a sorpresa a Rieti per verificare le modalità del Open Day. Ringraziamenti alle operatrici e gli operatori sanitari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Grande successo di adesione”. Così l’assessore alla sanità del Lazio Alessio D’Amato a proposito dell’Open day organizzato a Rieti ieri e oggi per la somministrazione del vaccino Astrazeneca.
L’iniziativa, promossa dalla asl di Rieti e che si replicherà anche nel prossimo weekend , cioè sabato 15 maggio e domenica 16 maggio, sempre dalle ore 8 alle ore 22, è rivolta agli over 50 anni e alle persone appartenenti alle “categorie prioritarie” della provincia di Rieti. In ogni giornata la Asl di Rieti eseguirà un massimo di 400 vaccini AstraZeneca.
Ieri e oggi, quindi, previa prenotazione direttamente presso il nuovo Centro vaccinale allestito dall’Azienda presso la Caserma Verdirosi, è toccato a tutti gli over 50 anni e tutte le categorie prioritarie a prescindere dall’età: Forze Armate, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Capitaneria di Porto, Vigili del Fuoco, Polizia Locale, Protezione Civile, Operatori sanitari aderenti agli Ordini professionali, personale delle Comunità residenziali, socio sanitarie e socio assistenziali, civili, religiose, come si legge sul sito della asl.
Non è escluso, anche per favorire l’utilizzo del vaccino Astrazeneca, che possano essere organizzati altri Open day in altre località del Lazio, compresa Roma.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Livatino: nasce in Vaticano gruppo su ‘scomunica mafie’
Con Pignatone, Bindi, mons. Pennisi e don Ciotti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
09 maggio 2021
18:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per onorare Rosario Livatino, primo magistrato beato nella storia della Chiesa, il Dicastero per lo Sviluppo Umano Integrale costituirà un Gruppo di lavoro sulla ‘scomunica alle mafie’, con l’obiettivo di approfondire il tema e collaborare con i vescovi del mondo sulla questione. E’ quanto si apprende da fonti vaticane.
Del gruppo faranno parte, sempre secondo quanto si apprende, l’arcivescovo di Monreale, mons. Michele Pennisi, il presidente del Tribunale dello Stato della Città del Vaticano, Giuseppe Pignatone, il presidente dell’associazione Libera don Luigi Ciotti, Rosy Bindi, ex presidente Antimafia, e Vittorio Alberti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migrante preso a sprangate da tre persone a Ventimiglia
Aggressione registrata e video sui social. Indaga la polizia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENTIMIGLIA
09 maggio 2021
18:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un migrante è stato aggredito e picchiato da tre persone, nel pomeriggio, in via Ruffini, nel pieno centro di Ventimiglia, proprio dietro al municipio e alla caserma della polizia di frontiera. In un video che è stato diffuso sui social si notano i momenti salienti dell’aggressione da parte di un uomo armato di bastone e un altro che sembra brandire un tubo oltre a una terza persona a mani nude.

Sul caso ci sono indagini in corso da parte della polizia, che sta cercando di acquisire i filmati del sistema di videosorveglianza cittadino per risalire ai colpevoli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 8.292 positivi e 139 vittime nelle ultime 24 ore
E’ il numero di morti più basso dallo scorso 25 ottobre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2021
18:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 8.292 10.176 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 10.176.
Sono invece 139 le vittime in un giorno, in calo rispetto alle 224 di ieri.
Sono 226.006 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia. Ieri i test erano stati 338.436. Il tasso di positività è del 3,7%, in leggero calo rispetto al 3% di ieri. I pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia sono 2.192, in calo di 19 unità rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri sono stati 103 (ieri 110). Nei reparti ordinari sono ricoverate 15.420 persone, in calo di 379 unità rispetto a ieri. Le 139 vittime per il Covid registrate nelle ultime 24 ore rappresentano il numero più basso dallo scorso 25 ottobre, quando se ne registrarono 128.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lady Gaga saluta, orgogliosa di essere italiana
Dopo l’esperienza di House of Gucci, su Twitter scrive ‘Ti amo’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2021
20:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Desidero ringraziare tutta l’Italia per avermi sostenuto durante le riprese del film: vi abbraccio e vi bacio, credo in voi, prego per la mia terra di origine, un paese costruito sulla promessa di duro lavoro e sulla famiglia.
Spero di avervi reso orgogliosi.
Sono orgogliosa di essere italiana”. Con questo tweet Lady Gaga saluta l’Italia dopo l’esperienza del set di House of Gucci, la mega produzione diretta da Ridley Scott che ha visto la star statunitense nei panni di Patrizia Reggiani, la moglie di Maurizio Gucci condannata a 26 anni di carcere come mandante dell’omicidio del marito, ucciso nel 1995 a Milano.
Il tweet di Lady Germanotta – che ha origini siciliane – entrato subito nei trending topic e punteggiato da un cuoricino, dall’emoticon con le mani giunte e dalla bandiera tricolore, si conclude con un italianissimo “Ti amo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sequestrati falsi ricambi Iveco a Como
Gdf lariana perquisisce 13 aziende da Nord a Sud
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
10 maggio 2021
09:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Una vera e propria fabbrica di produzione del falso in grado di immettere sul mercato decine di migliaia di pezzi di ricambio per autoveicoli contraffatti” è stata scoperta dalla Gdf di Como a Guanzate (Como).
Sono state rinvenute moltissime scatole ancora imballate contenenti pezzi di ricambio per motori “non originali e compatibili con i modelli Iveco”, di provenienza extra Ue, che venivano estratti, marchiati con i loghi e nuovamente confezionati in scatole, comprensive di codice a barre ed etichette, del tutto identiche a quelle originali: in tutto, riferisce la Gdf, 13mila pezzi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
All’interno del capannone sono stati sequestrati 980 pezzi di ricambi (frizioni e filtri d’aria), 84.000 confezioni ed adesivi contraffatti, 3.000 pezzi di ricambi automobilistici “vergini”, 6 macchinari per la stampa e per il confezionamento, 28 cliché, 13 quadri per stampe, nonché documentazione amministrativa utile alla ricostruzione della filiera commerciale, per un valore commerciale pari ad oltre un milione di euro.
La documentazione così acquisita ha consentito di individuare tutti i soggetti che, a vario titolo, hanno commissionato la stampa del logo contraffatto: sono così state eseguite 23 perquisizioni presso le sedi legali di 13 aziende, dislocate in Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Campania e Puglia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Falsi invalidi: cieco dal 2011 ma guidava l’auto, denunciato
Scovato da Gdf in Calabria, sequestrati beni per 160 mila euro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CROTONE
10 maggio 2021
09:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Avrebbe percepito dal 2011 ad oggi – pur conducendo con assoluta normalità tutti gli atti di vita quotidiana e spostandosi da un luogo all’altro utilizzando la propria autovettura – una pensione di invalidità civile e relativa indennità di accompagnamento, per cecità totale per un ammontare complessivo di oltre 160 mila euro. Un uomo di 67 anni della provincia di Crotone è stato denunciato con l’accusa di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche dai finanzieri del Comando provinciale di Crotone che hanno richiesto l’immediato sequestro dei beni mobili ed immobili di sua proprietà per un valore pari agli emolumenti previdenziali illecitamente percepiti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I finanzieri – nell’ambito di un’attività denominata “Falsi ciechi” e svolta a livello nazionale ed elaborata, a livello centrale, dal Nucleo Speciale Spesa Pubblica e Repressione Frodi Comunitarie della Guardia di Finanza – hanno dapprima provveduto ad acquisire la certificazione medica e la documentazione relativa al riconoscimento degli emolumenti previdenziali ottenuti per poi avviare un’attività di osservazione, controllo e pedinamento. Sulla base degli elementi raccolti, il gip del tribunale di Crotone, accogliendo la richiesta della Procura, ha disposto il sequestro dei beni patrimoniali del sessantasettenne.
In particolare, sono stati incrociati i dati dei titolari di patente di guida registrati alla Motorizzazione civile con quelli relativi ai percettori di indennità in qualità di ciechi civili e quindi beneficiari di pensione di invalidità e/o dell’indennità di accompagnamento che avessero successivamente ottenuto il rilascio ovvero il rinnovo della patente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aggredita a Salerno la figlia dell’allenatore del Pescara
La moglie di Gianluca Grassadonia sui social: “La nostra vita continuerà lontano dalla città”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SALERNO
10 maggio 2021
17:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A poche ore dalla gara di campionato Pescara-Salernitana (fischio d’inizio alle 14), c’è massima allerta nel capoluogo adriatico dopo l’aggressione alla figlia del tecnico pescarese, Gianluca Grassadonia, avvenuta a Salerno.
Ieri la società pescarese ha annullato la consueta conferenza stampa della vigilia del tecnico abruzzese, che è di Salerno dove vive anche la sua famiglia. Tantissimi, nelle ultime ore, gli attestati di stima arrivati al trainer abruzzese da Salerno, ma anche da tutto il mondo dello sport.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Probabile che anche al 91′ del match odierno la società pescarese decida di non far rilasciare dichiarazioni all’allenatore, ancora molto scosso da quanto accaduto, e per evitare qualsiasi tipo di strumentalizzazione.
Già da questa mattina tutta la zona intorno allo stadio Adriatico è presidiata dalle forze dell’ordine. La Questura di Pescara da giorni aveva previsto un notevole rinforzo del servizio d’ordine all’esterno e attorno allo stadio. Il tradizionale mercato del lunedì di via Pepe è stato spostato a domani. Pescara-Salernitana è storicamente una gara ad alta tensione per via della rivalità esistente fra le due tifoserie.
LA VICENDA
La Salerno sportiva attendeva questo momento da 23 anni. Ma il valore di Pescara-Salernitana, la partita che si giocherà oggi e può valere la promozione serie A per i campani è passato in secondo piano per un fatto di cronaca con al centro una giovane ragazza minacciata e spinta solo perchè figlia dell’allenatore degli abruzzesi.
Sabato sera Annabella Castagna, moglie del tecnico del Pescara, Gianluca Grassadonia, ha raccontato attraverso il suo profilo social che la figlia “appena diciottenne, è stata minacciata e aggredita con spintoni e calci affinché il papà capisca”. Il fatto è avvenuto a Salerno, città di cui è originario il tecnico degli adriatici e dove risiede ancora la sua famiglia. La ragazza è stata avvicinata da due ragazzi che, con cappuccio e volto coperto dalla mascherina, l’hanno spinta rivolgendole alcune frasi relative alla partita di oggi tra Pescara e Salernitana: “Deve perdere se no non torna più a casa”, il concetto in sintesi. La 18enne, che non ha riportato lesioni, è riuscita ad allontanarsi, a raggiungere casa e poi ha denunciato l’accaduto ai carabinieri della Compagnia di Salerno che sono al lavoro per risalire all’identità dei responsabili.
L’episodio ha scosso la famiglia Grassadonia che, sempre attraverso il post della madre, ha annunciato: “La nostra vita continuerà lontano da Salerno”. La notizia ha suscitato la reazione della Salernitana che ha stigmatizzato e condannato “i comportamenti intimidatori ed offensivi messi in atto in queste ore da qualcuno nei confronti dei familiari dell’allenatore del Pescara Calcio, Gianluca Grassadonia. Una partita di calcio, pur se importante e decisiva, resta tale e non può scatenare simili manifestazioni di violenza verbale. Tutto deve restare nell’ambito della vicenda sportiva e sul rettangolo di gioco”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rinoceronte bianco dalla Svizzera al bio parco di Torino
Fa parte programma di salvaguardia specie a rischio estinzione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
09:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Singolare operazione di sdoganamento presso la Sezione Operativa Territoriale di Ponte Chiasso. L’importazione ha riguardato un esemplare maschio di rinoceronte bianco meridionale, specie Ceratotherium simum simum, del peso di 1.236 chili, donato dallo zoo di Zurigo al bioparco Zoom di Torino.

L’animale è un esemplare di quattro anni, nato in cattività nel gennaio del 2017 in uno zoo di Tel Aviv, quindi trasportato in Svizzera nel dicembre 2019, dove è rimasto fino a qualche giorno fa.
Le operazioni di controllo dei documenti a scorta della spedizione e del microchip dell’animale, condotte dai funzionari ADM e dai militari della Guardia di Finanza di Ponte Chiasso, si sono svolte negli spazi della dogana commerciale.
L’esemplare, cui è stato dato il nome Rami, fa parte di un programma di riproduzione e salvaguardia delle specie a rischio di estinzione (Endangered Species Programme), gestito a livello europeo da una speciale Commissione che stabilisce gli spostamenti dei singoli esemplari all’interno delle strutture zoologiche rispondenti ai requisiti per la loro gestione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Marco Bechis, sopravvivere a Garage Olimpo
L’Argentina dei generali e la colpa di non essere desaparecidos
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
09:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MARCO BECHIS, ”LA SOLITUDINE DEL SOVVERSIVO” (GUANDA, pp. 348 – 18,00 euro)
”Sentivo di essere perduto…
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ero entrato in una prigione mentale dalla quale era ancora più difficile scappare. Lo psichiatra mi aveva chiesto: Le tue emozioni le tieni da qualche parte, dove? Non emergono”. Quando Marco Bechis, di madre cilena e padre italiano, ma cresciuto in Argentina e ormai da 40 anni in Italia (tanto da dire di aver tradito la sua lingua per poter scrivere questo libro in italiano, come per prendere una qualche distanza) torna a Milano, ha la coscienza di quanto profonda e forte sia la ferita nella sua memoria della terribile prigionia e le torture subite al Club Atletico di Buenos Aires, tramutato dalla giunta militare dei generali Videla, Agosti e Massera in un carcere clandestino per prigionieri politici, in cui si diventava ‘desaparacidos’, perché era praticamente impossibile uscirne vivi. Ma Marco ne è uscito, perché per fortuna è ‘un pesce piccolo’ che non era mai davvero stato un Montoneros e per l’impegno del padre che in Argentina era stato un altissimo dirigente industriale e conserva debiti e amicizie che si muoveranno e avranno successo.
Ma è una salvezza solo fisica, che i segni restano e soprattutto sono sepolti dai sensi di colpa, dalla vergogna di non aver fatto la stessa fine dei suoi compagni di reclusione, così da sentirsi un traditore: ”Quanto più aumentava il numero delle persone che risultavano scomparse, tanto più aumentava la mia vergogna”, tanto da scrivere: ”La mia vita è stato un costante tentativo di suicidio sventato più volte da altri, più che da me stesso”. Bechis, laureato in economia, diverrà uomo di spettacolo e regista di film sulla realtà del ‘suo’ paese, da ‘Alambrado’ a ‘Hijos-Figli’, passando per ‘Garage Olimpo’ in cui racconta e denuncia la sua esperienza, la realtà del Club Atletico, i cui prigionieri, alla fine, venivano caricati su un aereo e lanciati nell’Atlantico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
”Mi interessava lavorare per sottrazione e così come non ho mai mostrato la violenza non volevo mostrare la personalità degli aguzzini”. E allora nel film non si vede la ‘picana’, un pungolo elettrico nato per far muovere gli animali al mattatoio e usato per torturare i prigionieri nudi legati a un tavolo conduttore di metallo, ma lo spettatore ne sente forte presenza e violenza. In queste pagine, invece, senza indulgere in particolari, c’è tutto ed è anche tirando fuori tutto che ”finalmente sono diventato vittima, scrivendo questo libro, dopo tanti anni vissuti come un traditore sopravvissuto”.
E’ la verità delle pagine più terribili e centrali del racconto, che va da quel 19 aprile 1977 in cui fu sequestrato per strada, alla liberazione e poi sino ai nostri giorni, la cui narrazione è scandita dalla cronaca della finale dei Mondiali di calcio 1978 seguita oramai a casa col padre e vinti dall’Argentina con i tre generali allo stadio di Buenos Aires, le cui ”urla di giubilo coprono il massacro in atto”. Le pagine più forti restano quelle del ricordo di quando l’autore è chiuso in cella, dove la radio a tutto volume copre le urla dei torturati cui fa contraltare l’assurdo, frequente rumore di una pallina da ping pong, distrazione dei carcerieri, e lui è nudo, con solo le mutande, e perennemente bendato, con la coscienza che nessuno sa dove sia e senza sapere nulla del proprio futuro. C’è solo l’atroce attesa di interrogatori e torture, col corpo sbattuto su e giù sul tavolo di ferro dalle scosse, specie dopo aver incontrato lì un’amica, che probabilmente è quella che ha fatto il suo nome: ”Che cosa è successo, che metamorfosi istantanea della sua volontà è avvenuta col contatto elettrico? Come attraversa il corpo l’elettricità? Come modifica la volontà?” si chiede, mentre la mente non fa che costruirsi percorsi di resistenza, schemi di risposte da dare con l’assurda illusione che accontentino i torturatori, che classicamente si alternano, il buono e il cattivo. Quest’ultimo lo rivedrà libero per le strade di Buenos Aires 30 anni dopo, quando Bechis torna a Buenos Aires nel 2010, chiamato dal tribunale argentino come uno dei rarissimi sopravvissuti per testimoniare al processo ai militari e gli aguzzini, in vista del quale ricostruisce i propri ricordi, riportando pure voci e storie di molte altre vittime, così che la necessità personale di fare i conti con quell’esperienza devastante, che è la forza di questo libro, riesce però a farsi esemplare e a documentare e ricostruire tutto, non solo i fatti, ma anche le reazioni, i sentimenti umani.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Lombardia, già più di 270mila i prenotati over 50
46 somministrazioni fissate per oggi il 70% entro il 2 giugno
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
10 maggio 2021
09:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono già a quota 270.170 le prenotazioni per il vaccino anti Covid-19 per la fascia d’età 50-59 giunte da ieri sera in Lombardia. Lo comunica la direzione Welfare della Regione, che specifica che il 98,6% delle persone prenotate lo hanno fatto attraverso il portale di Poste Italiane e Regione.
46 persone saranno vaccinate oggi, alcune hanno avuto appuntamento alle 8,00 di questa mattina. Le vaccinazioni cresceranno a partire dal 23 maggio con al momento un picco il 31 maggio di 32mila vaccinazioni per quella fascia d’età. Il 70% circa dei prenotati ha ricevuto l’appuntamento entro il 2 giugno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Italia quasi tutta in giallo, ecco la roadmap delle riaperture
In settimana la cabina di regia con il Cts
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
12:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da oggi l’Italia è quasi tutta in giallo, ad eccezione di Sicilia, Sardegna e Valle D’Aosta che mantengono le restrizioni: chiusi bar, ristoranti, cinema e teatri, spostarsi solo all’interno del comune. Si apre una settimana decisiva per le indicazioni sulla ripresa di alcune attività ancora ferme
Sono stati 139 i morti con il Covid nelle ieri.
S
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sempre tanti, troppi. Ma si tratta del dato più basso dallo scorso 25 ottobre, quando se ne registrarono 128. Un segnale importante in vista della settimana che porterà il Governo a definire il cronoprogramma delle nuove riaperture: dal wedding allo sport, dai ristoranti al chiuso all’allentamento del coprifuoco ai centri commerciali nei weekend. Mentre al ministero della Salute si ragiona su una possibile modifica dell’indice Rt che potrebbe altrimenti rimandare alcune regioni in arancione nonostante il trend positivo su ricoveri e contagi.
Il fine settimana intanto, complice il clima estiva, è stato caratterizzato da spiagge e zone della movida affollate, con tanti interventi delle forze dell’ordine che ieri hanno sanzionato 1.500 persone.
Tra i settori che chiedono a gran voce la ripartenza c’è quello dei matrimoni, che lamenta perdite elevate a causa del blocco delle cerimonie. “Moltissimi futuri sposi e operatori del wedding – spiega il ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Mariastella Gelmini – mi hanno scritto e io li rassicuro: il Governo ci sta lavorando e sulla base dell’andamento dei contagi presto daremo una data” per la ripresa “perchè i matrimoni vanno programmati per tempo. E lo stesso vale per lo sport. Già in settimana ci saranno cabine di regia con il Cts per dare date a questi settori”.
Tra le attività sportive in stand by ci sono le piscine al chiuso e le palestre. Per il wedding le Regioni puntano a ripartire già dall’1 giugno con le linee guida messe a punto, che prevedono banchetti all’aperto, ospiti rigorosamente distanziati e tutti con la mascherina. Ma una data più probabile è quella del 15 giugno. Il via libera alle piscine al chiuso potrebbe invece avvenire prima. Ovviamente, tutto è condizionato da un’attenta analisi dei dati epidemiologici dal 26 maggio.
Per quanto riguarda i ristoranti al chiuso, caffè al bancone ed il prolungamento del coprifuoco (alle 23 o alle 24 a seconda di quale linea prevarrà nel Governo) le novità potrebbero scattare già da lunedì 17 maggio. Ma si tratta di punti ancora divisivi all’interno della maggioranza ed il premier Draghi dovrà quindi trovare una sintesi come è accaduto per le riaperture del 26 aprile scorso. La cabina di regia politica che deciderà si riunirà a metà settimana. Le misure andranno poi in Consiglio dei ministri.
I dati delle ultime 24 ore, oltre alle minori vittime, fa registrare un aumento del tasso di positività (dal 3% al 3,7%), con 8.292 contagiati. I ricoverati in terapia intensiva sono scesi a 2.192, 19 in meno di ieri. Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 15.420 persone, in calo di 379 unità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bimbo precipitato: maestra condannata a 1 anno di carcere
L’altra rinviata a giudizio; bidella ha patteggiato 2 anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
10 maggio 2021
10:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata condannata a un anno, con sospensione condizionale, la 43enne docente di italiano che risponde di omicidio colposo nel processo in abbreviato sulla morte di un bambino di cinque anni e mezzo, precipitato nella tromba delle scale della scuola Pirelli di Milano nell’ottobre 2019. Lo ha deciso stamane il gup Elisabetta Meyer, accogliendo la richiesta del pm Maria Letizia Mocciaro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi è anche stata rinviata a giudizio l’altra insegnante che aveva scelto il rito ordinario (il processo inizierà l’11 luglio davanti alla undicesima penale) e ha accolto il patteggiamento a 2 anni di reclusione della bidella co-imputata. I fatti risalgono al 18 ottobre 2019. Erano le 9,30 del mattino quando il piccolo ebbe dalle maestre il permesso di uscire da solo dalla sua classe per andare in bagno.
Probabilmente “incuriosito dal vociare” dei bambini di un’altra classe che stava andando in palestra, si leggeva nell’avviso di conclusione delle indagini, salì su una sedia girevole con le rotelle e si sporse dalla balaustra, perse l’equilibrio e cadde nel vuoto da un’altezza di circa 13 metri e mezzo. La collaboratrice scolastica, che nei mesi scorsi si è vista respingere da un altro gup un patteggiamento a 1 anno e 10 mesi, è accusata di “non avere vigilato sulla sicurezza ed incolumità dell’alunno”. Avrebbe anche utilizzato il telefono cellulare “per scopi personali durante il tempo in cui avrebbe dovuto effettuare la sorveglianza al piano”. Inoltre la donna si sarebbe allontanata dalla sua postazione di vigilanza, un gabbiotto da cui avrebbe potuto vedere il piccolo, e avrebbe anche lasciato incustodita e in prossimità delle scale la sedia girevole utilizzata poi dal piccolo. Le due insegnanti sono accusate di avere “omesso la dovuta vigilanza sul bambino” avendogli consentito di “recarsi ai servizi igienici fuori dall’orario programmato” e violando così il regolamento dell’Istituto e la direttiva della scuola avente ad oggetto la vigilanza sugli alunni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Avvocato rapinato e accoltellato alla mano vicino Tribunale
E’ accaduto a Roma. Lieve ferita, carabinieri fermano rapinatori
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
10 maggio 2021
10:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rapina stamattina in un parcheggio nei pressi del tribunale penale di Roma a piazzale Clodio.
Vittima un avvocato che intorno alle 9.30 aveva appena parcheggiato quando un uomo l’ha ferito con una coltellata alla mano e rapinato del Rolex.
A notare il ladro una pattuglia in transito dei carabinieri della stazione Medaglie d’Oro che e’ stato bloccato dopo un breve inseguimento a piedi, come anche il complice che lo aspettava in macchina. I due sono stati portati in caserma e posizione al vaglio. L’avvocato sarebbe rimasto lievemente ferito alla mano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migrante aggredito: polizia rintraccia tre aggressori
Sono tutti di Ventimiglia. Denunciati per lesioni aggravate
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
10 maggio 2021
10:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Polizia di Imperia ha rintracciato e denunciato a piede libero tre persone responsabili dell’aggressione avvenuta ieri pomeriggio a Ventimiglia a danno di un cittadino extracomunitario. I tre, che saranno denunciati per lesioni aggravate dall’uso di corpi contundenti, sono tutti residenti a Ventimiglia e uno di essi con precedenti di polizia.
E’ al vaglio la posizione di una quarta persona che compare nel video al termine dell’aggressione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sigilli a mega resort Olbia, ex proprietari ai domiciliari
Blitz Gdf al Geovillage, l’accusa è turbativa d’asta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
OLBIA
10 maggio 2021
10:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il gruppo di Olbia del comando provinciale di Sassari della Guardia di finanza ha eseguito l’ordinanza con cui il gip di Tempio ha disposto gli arresti domiciliari per Gavino e Fabio Docche, padre e figlio, fondatori della Real Effegì, la società che fino allo scorso 31 dicembre aveva gestito il “Geovillage”, il mega complesso turistico, alberghiero e sportivo alle porte di Olbia. L’operazione “Bad Village” ha portato al sequestro del mega resort e ha fatto finire nei guai anche un pubblico ufficiale e un professionista romano.
I Docche sono accusati di turbativa d’asta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Agenas, terapie intensive al 24%.Solo 3 oltre soglia del 30%
Sono ai valori di metà febbraio scorso, prima della terza ondata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
10:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Continua a calare, a livello nazionale, il numero delle terapie intensive occupate da pazienti Covid, attestandosi al 24%, ben 6 punti sotto la soglia critica del 30% . Tornano quindi al valore di metà febbraio, ovvero prima dell’effetto della terza ondata pandemica.
Solo 3 regioni, inoltre, superano tale soglia oltre la quale diventa difficile la presa in carico di malati non Covid: Lombardia, Toscana e Puglia. Lo mostrano i dati dell’Agenzia Nazionale per i Servizi sanitari regionali (Agenas), relativi alla giornata del 9 maggio. Due settimane fa le terapie intensive Covid erano al 30% e 7 le regioni oltre questo valore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Alto Adige, nessun decesso e 13 nuovi casi
Pochi test effettuati, lieve aumento ricoveri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
10 maggio 2021
11:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue il buon andamento della pandemia in Alto Adige. Nelle ultime 24 ore non si è registrato nessun decesso ed appena 13 nuovi casi, seppur con pochissimi test.
Sono infatti risultati positivi 3 tamponi pcr su 251 e 10 test antigenici su 824. Finora sono stati effettuati 171.068 test nasali, di cui 302 positivi, ai quali vanno aggiunti 401.368 ‘tamponcini’, di cui 345 positivi e 188 confermati con pcr. In lieve aumento (da 29 a 31) i ricoveri nei normali reparti ospedalieri e nelle cliniche private (da 18 a 21), mentre resta stabile il numero di terapia intensiva (6). Sono 2137 gli altoatesini in quarantena.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Terrorismo: difesa Bergamin a Corte Milano, pena prescritta
‘Cancellata 8 aprile’. Pm, delinquente abituale. Riserva giudici
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
10 maggio 2021
11:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si è prescritta “l’8 aprile scorso” la pena di 16 anni e 11 mesi per Luigi Bergamin, l’ex militante dei Pac che si è costituito il 29 aprile scorso dopo il blitz delle forze dell’ordine francesi che ha portato all’arresto su richiesta dell’Italia di 9 terroristi, compreso l’ex Pac condannato per concorso morale negli omicidi del maresciallo Antonio Santoro e dell’agente della Digos di Milano Andrea Campagna, avvenuti nel 1978 e 1979. E’ la linea ribadita, davanti alla Corte d’Assise di Milano, dal legale Giovanni Ceola nell’incidente di esecuzione richiesto dalla stessa difesa per ottenere la dichiarazione di estinzione della pena per prescrizione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I giudici (presidente della Corte Ilio Mannucci Pacini) si sono riservati di decidere e lo faranno nei prossimi giorni, mentre il pm Adriana Blasco ha spiegato in aula (udienza a porte chiuse su istanza delle difesa) che con la dichiarazione di “delinquenza abituale” per Bergamin, richiesta dalla Procura e decisa dalla Sorveglianza il 30 marzo, la prescrizione si è interrotta.
Non è così, a detta del difensore, dato che “la dichiarazione di delinquenza abituale diventa definitiva dopo 15 giorni dal deposito della decisione e, dunque, sarebbe diventata irrevocabile il 14 aprile, ma nel frattempo l’8 aprile la pena si è prescritta”. E lo stesso 14 aprile, tra l’altro, il difensore ha pure impugnato davanti alla Sorveglianza il provvedimento del giudice Gloria Gambitta (udienza l’8 giugno).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scoperto cadavere in una abitazione, giallo a Cagliari
Vittima è un uomo di 42 anni, la casa a soqquadro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
10 maggio 2021
12:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il cadavere di un uomo di 42 anni, Mario Romani, è stato scoperto nella tarda mattinata di oggi all’interno della sua abitazione in via Cornalias a Cagliari, nel quartiere di Is Mirrionis. Da quanto si apprende la casa era a soqquadro.
Al momento non si conoscono le cause della morte, gli investigatori non escludono alcuna ipotesi. Sul posto stanno lavorando i carabinieri del Nucleo investigativo del Conando provinciale e i militari della Compagnia di Cagliari. Si attende l’arrivo degli specialisti del Ris e del medico legale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Carceri: in fiamme auto vicecomandante penitenziaria a Trani
Sappe, aveva ricevuto minacce che sono a vaglio magistrati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
10 maggio 2021
13:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’auto del vicecomandante della polizia penitenziaria del carcere di Trani è stata trovata in fiamme la scorsa notte sotto la sua abitazione a Molfetta. Nel rogo è stata coinvolta anche l’auto di sua moglie.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo comunica il segretario regionale del Sindacato autonomo di polizia penitenziaria (Sappe), Federico Pilagatti, secondo il quale “possiamo desumere si tratti di un attentato dalle minacce scritte che il funzionario in questione avrebbe ricevuto nei scorsi giorni e che sono al vaglio della magistratura”. “Forse – ipotizza Pilagatti – il suo modo di operare nel rispetto della legalità potrebbe non piacere a qualcuno all’interno del penitenziario tranese abituato da qualche tempo a fare i propri comodi”.
“Proprio per questo – prosegue – a seguito di decine di segnalazioni da parte dei poliziotti in servizio presso il carcere di Trani, il Sappe da tempo chiede all’amministrazione penitenziaria un’ispezione ministeriale decisa e radicale, poiché sarebbero tante le situazioni equivoche”.
“Questo drammatico episodio, qualora confermato – evidenzia – la direbbe lunga sul livello di gravità raggiunto all’interno del penitenziario tranese, e alzerebbe ancora l’asticella delle minacce verbali a cui i poliziotti sarebbero sottoposti da parte di detenuti che sembrerebbero godere di immunità”. “Il Sappe – conclude Pilagatti – si augura infine che l’amministrazione penitenziaria non allontani il funzionario dal penitenziario (a tutela della sua incolumità) invece di ripristinare la legalità all’interno del carcere, anche con l’intervento del Gruppo operativo mobile (Gom) poiché la risposta dei poliziotti sarà decisa e clamorosa”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Zingaretti inaugura parco e murale per Anna Magnani a Roma
Al Tiburtino III. “Aperti oltre 30 cantieri in 17 quartieri”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
10 maggio 2021
13:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con il tradizionale taglio del nastro il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha inaugurato stamattina il nuovo parco Anna Magnani e un murale dedicato alla grande attrice romana nel quartiere del Tiburtino III, alla periferia di Roma. Il nuovo parco attrezzato con area verde, realizzato da Ater Roma e cofinanziato dalla Regione Lazio con un investimento di 250 mila euro, si trova tra via della Vanga e via Tagliacozzo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il playground, dopo un primo intervento di bonifica con la rimozione di rifiuti, vecchie recinzioni e sterpaglie, è stato dotato di uno spazio ludico per bambini, un campo da basket, un percorso fitness e vialetti interni. E’ stato inoltre realizzato un impianto di illuminazione a led e sono stati piantumati circa 80 nuovi alberi e 250 arbusti. “Un immenso grazie a tutti gli operai e i lavoratori che hanno realizzando questo parco e stanno facendo i cantieri – ha detto Zingaretti- in questo momento in 17 quartieri di Roma sono aperti oltre 30 cantieri per intervenire radicalmente sulla qualità della vita delle periferie. Noi siamo la Regione, non siamo il Comune di Roma. La Capitale paga una tragedia che stiamo vivendo, noi non ci siamo rassegnati e grazie ad Ater e tutto quello che si può fare lo stiamo portando avanti”.
Inaugurato anche un murale dedicato ad Anna Magnani finanziato dalla Fondazione Roma Cares della As Roma e realizzato dall’artista Lucamaleonte sulla parete di un edificio Ater di fronte al nuovo parco attrezzato. L’opera fa parte di un progetto frutto di un accordo tra Regione Lazio, Fondazione Roma Cares della As Roma e Ater Roma, che prevede la realizzazione di altre opere dedicate a storici volti della romanità in diversi quartieri della città, dove sono presenti edifici Ater.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una squadra barese vince il primo campionato di Debate
Finalisti invitati a Bruxelles, prossima edizione ad ottobre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
14:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I Leoncini dell’istituto superiore Sette di Sant’Eramo al Colle, in provincia di Bari, sono i vincitori del primo Campionato Italiano Giovanile di Debate a cui hanno partecipato 76 squadre di 16 regioni. Nella finale – che si è svolta il 9 maggio, giornata dell’Europa – hanno battuto 4 a 1 Confuto Ergo Sum, dell’istituto Alfano di Termoli, in provincia di Campobasso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Organizzato dalla Società Nazionale Debate Italia con il sostegno di Coop Lombardia e il patrocinio di Commissione Europea e Parlamento Europeo, il campionato ha anche laureato il miglior debater, premio andato fra i 380 partecipanti a Yanis Zebala della squadra (che non è arrivata in finale) Campus Da Vinci di Umbertide, in provincia di Perugia. Alle 4 squadre che hanno partecipato alla giornata conclusiva del Campionato e ai 10 Best Debater arriverà come premio un invito, non appena sarà possibile, a Bruxelles per una visita guidata a Palazzo Berlaymont, sede della Commissione europea, e a Strasburgo ad assistere a una seduta plenaria del Parlamento europeo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ad assistere in diretta e commentarle con Filippo Solibello ed Elio, dopo la diffusione di un videomessaggio del presidente del Parlamento Europeo David Sassoli, fra gli altri il vicepresidente del Parlamento Ue Fabio Massimo Castaldo, Alfredo De Bellis, vicepresidente di Coop Lombardia e Federica Megalizzi, vicepresidente della Fondazione Antonio Megalizzi, mentre il commento tecnico delle gare è stato affidato agli organizzatori: Manuele De Conti, presidente della Società Nazionale Debate Italia e Marco Costigliolo, responsabile organizzativo del Campionato.
Soddisfatto De Conti, che pensa già alla prossima edizione in programma da ottobre. “Siamo molto soddisfatti – ha aggiunto il vicepresidente di Coop Lombardia – di aver sostenuto questo progetto rivolto ai giovani. Il Debate è destinato ad avere un successo sempre maggiore”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: nel 2021 sbarcati in poco meno di 13mila, il triplo rispetto al 2020
Dati dei Ministero dell’Interno. Solo ieri sono arrivati in 1.950
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
14:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si avviano a toccare quota 13mila gli sbarchi di migranti nel 2021 in Italia. I dati del Ministero dell’Interno indicano 12.894 arrivi, il triplo rispetto ai 4.184 dello stesso periodo dello scorso anno.
Ieri si è toccato il picco con ben 1.950 persone giunte in una sola giornata. I tunisini sono in testa tra le nazionalità più rappresentate (1.716), seguiti da ivoriani (1.292) e bengalesi (1.216). I minori stranieri non accompagnati sono 1.373.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: questa settimana in arrivo 3 milioni di dosi
Nel Lazio il richiamo di Pfizer spostato a 5 settimane: consentirà un aumento della platea delle prime dosi del vaccino Pfizer a partire già da maggio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
20:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono circa 3 milioni le dosi di vaccino in arrivo questa settimana e che veranno distribuite alle regioni. La maggioranza, secondo quanto si apprende da fonti del commissario per l’emergenza, saranno ancora di Pfizer Biontech ma sono comunque previsti arrivi anche di Astrazeneca, Moderna e Johnson & Johnson.
Sono 24.215.989 i vaccini somministrati in Italia, con il 28,08% della popolazione che ha ricevuto la prima dose.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I numeri sono riportati nel nuovo report del governo. I vaccinati anche con richiamo sono in totale 7.468.842. Le Regioni hanno somministrato l’88,4% delle dosi a disposizione, con il Veneto in testa alle regioni virtuose con il 92,9%, seguito da Puglia (92,1%) e Liguria (92%).
“A partire dal lunedì 17 maggio saranno estesi i richiami del vaccino Pfizer a 5 settimane, ossia 35 giorni”. Lo comunica l’Unità di Crisi Covid della Regione Lazio. “Tutti gli interessati verranno avvisati in anticipo via sms e l’allungamento, recependo le raccomandazioni del Comitato tecnico scientifico (Cts) e della Struttura Commissariale, consentirà un aumento della platea delle prime dosi del vaccino Pfizer a partire già dal mese in corso, ovvero determinando un aumento della copertura della popolazione”.
“Nessuna modifica, al momento, invece per tutti gli altri vaccini” spiega l’Unità di Crisi regionale. “A titolo esemplificativo chi doveva fare il richiamo Pfizer il 17 maggio lo farà sempre nello stesso luogo e alla stessa ora il 31 di maggio e così a seguire” aggiunge.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A 40 anni dai referendum, l’aborto divide ancora
Nuzzo (Udi) con vittoria dei no la 194 era “finalmente nostra”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
15:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono passati 40 anni ma i fronti sull’aborto rimangono contrapposti e inconciliabili. Un tema che nella società italiana è sempre stato e continua a essere divisivo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il 17 maggio 1981 gli italiani respinsero i due referendum abrogativi che volevano modificare la legge 194: “Norme per la tutela sociale della maternità e sull’interruzione volontaria della gravidanza” approvata il 22 maggio 1978, in un’Italia in piena emergenza terrorismo alle prese con il rapimento e poi con il delitto Moro.
Gli italiani scelsero di preservare quella legge che consente alla donna l’interruzione volontaria di gravidanza in una struttura pubblica nei primi 90 giorni di gestazione e, solo per motivi di natura terapeutica tra il quarto e il quinto mese, e ai medici l’obiezione di coscienza.
Anche i referendum erano contrapposti: da una parte i Radicali proponevano una piena liberalizzazione dell’aborto estendendolo anche nelle case di cura private; dall’altra il Movimento per la Vita con due quesiti: uno ‘massimale’ che chiedeva l’abrogazione della legge 194 e l’altro ‘minimale’ per cancellare gli articoli che tutelavano l’autodeterminazione della donna riconoscendo come lecito soltanto l’aborto terapeutico. Ma gli italiani respinsero tutti i quesiti: quello radicale con l’88,4% dei no e quello del Movimento per la Vita con il 68% dei no.
“Vincendo quei due referendum, sentimmo che la legge era finalmente ‘nostra’ ” spiega Pina Nuzzo all’epoca responsabile dell’Udi provinciale a Lecce e comunale a Modena, in seguito dall’87 all’89 garante nazionale e dal 2001 al 2003 responsabile nazionale della stessa Unione Donne Italiane.
“Eravamo consapevoli delle difficoltà da affrontare per l’applicazione della 194, ma intanto c’era e conteneva il principio dell’autodeterminazione”. Vincere quella battaglia, però, non fu facile racconta Nuzzo che all’epoca a 27 anni parlava dal megafono su palchi improvvisati, dove dietro c’era suo figlio intento a giocare. “Fummo molto deluse dal referendum dei Radicali poiché dovevamo spiegare alle donne perché votare No a entrambi i referendum. Chi aveva i soldi già si rivolgeva a cliniche private, mentre noi volevamo che si abortisse in ospedale sotto l’assistenza della sanità pubblica”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
All’epoca si costituirono due comitati in difesa della legge: uno tra partiti e associazioni miste; uno solo di donne, con associazioni femminili e gruppi femministi. Per Nuzzo, “la campagna dei partiti era ideologica e non poteva funzionare, mentre la nostra era capillare e parlava direttamente alle donne. Salivamo su una 500 attraversando i quartieri – ricorda Nuzzo – annunciando con un megafono l’appuntamento del giorno dopo in una casa per discutere sulla salute delle donne o dei bambini. Non potevamo parlare di aborto perché le donne si sarebbero vergognate. Una volta insieme il tema era la sessualità e c’era anche chi ammetteva: ‘Io stiro fino a tarda notte per evitare un rapporto con mio marito…ho già tre figli’. La campagna referendaria ha significato stabilire un rapporto con le donne”.
L’esponente dell’Udi, che dal 2012 ha ideato il blog “Laboratorio Donnae”, evidenzia come dopo la vittoria sui due referendum “cominciò il boicottaggio della 194 con la strumentalizzazione politica dell’obiezione di coscienza, problema ancora attuale. Ad ogni modo è una delle migliori leggi, tiene insieme due concetti: il diritto della donna di abortire in condizioni sicure e l’autodeterminazione che le consente di dire: “Do corso a questa vita oppure no”.
Se per caso si dovesse rimettere mano alla 194 o fare un nuovo referendum, Nuzzo è certa: “faremmo dei passi indietro, noi donne lo perderemmo perché ci troveremmo a fare i conti con la bigenitorialità fin dal concepimento, sono sicura che la donna non potrebbe più decidere autonomamente”. Anche ripetere quell’esperienza per le stesse donne sarebbe difficile: “il femminismo è cambiato. Oggi si hanno più strumenti, più possibilità, ma meno capacità di parlarsi. All’epoca molte di noi hanno visto coetanee morire d’aborto clandestino e anche questo ci ha portato ad avere coraggio… non so nemmeno io come abbiamo fatto”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gimbe,con Rt in risalita serve cambio parametri o si chiude
Cartabellotta,subito modifiche sistema o molte regioni arancioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
11:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A partire dalla prossima settimana l’indice Rt sui contagi di Covid-19 rischia di aumentare e ci potranno essere nuove zone arancioni, a meno che il Governo non ne modifichi i parametri. A dirlo è Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, intervenuto ai microfoni della trasmissione ‘L’Italia s’è desta’ su Radio Cusano Campus.

“Oggi siamo in piena fase discendente della terza ondata, sicuramente per questa settimana avremo questa continuazione della fase discendente – spiega Cartabellotta – dall’altro lato, l’Iss ha segnalato un lieve incremento dell’indice Rt. Le Regioni dicono che bisogna modificare i parametri per il sistema a colori. Se ci devono essere delle modifiche devono essere fatte in tempi rapidi, altrimenti molte Regioni finiranno in zona arancione”. “Se il governo dice che le riaperture sono irreversibili a questo deve corrispondere un cambiamento di questi parametri – prosegue – a partire dalla prossima settimana l’indice rischia di aumentare ancora, visto che vedremo gli effetti delle prime riaperture”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
iZilove Foundation sostiene il progetto “Isole Fiorite”
Per favorire momenti di condivisione tra i bambini
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
16:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La realizzazione di piccole aree fiorite, secondo stagionalità e teoria del colore, che favoriscano azioni di cura e che creino uno spazio bello e funzionale per favorire momenti di condivisione tra i bambini.
Questo lo scopo del progetto “Isole Fiorite” della Fondazione Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus, sostenuto da iZilove Foundation, l’ente di Snaitech dedicato alle “good causes”.
“L’impegno della Fondazione nelle tre comunità di bambini che abbiamo voluto sostenere è, nel momento difficile che stiamo vivendo, fonte di ancora maggiore orgoglio – afferma Fabio Schiavolin, Ceo di Snaitech -. Sappiamo, infatti, che questa complessa situazione colpisce particolarmente bambini e ragazzi, costretti a sopportare la riduzione degli spazi provocata dalla pandemia. È in tal senso che vogliamo dare il nostro contributo in questa fase di ripartenza dell’emergenza sanitaria”.
“La Fondazione Francesca Rava aiuta centinaia di Case Famiglia e Comunità per minori con progetti di assistenza sanitaria ed educativa in tutta Italia – le parole di Mariavittoria Rava, presidente della Fondazione Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus -. Mai come in questo delicato momento storico in cui la pandemia ha compromesso i momenti di socialità, è necessario realizzare spazi belli, accoglienti e colorati in cui i bambini possono ritrovarsi e stare insieme.
Per questo ringraziamo di cuore Snaitech per la continuità del suo aiuto, con il suo prezioso sostegno a questo importante progetto di inclusione sociale, un progetto creativo la cui finalità è quella di ricreare significativi momenti di condivisione tra i bambini”.
Il progetto, appena partito, prevede una serie di incontri dedicati alla piantumazione, durante i quali un educatore, insieme ai volontari della Fondazione Francesca Rava N.P.H Italia Onlus, coinvolgeranno i bambini e ragazzi accolti nelle tre comunità di Buon Pastore a Milano, Casa Betania a Roma e Chicco di Grano a Firenze, in un vero e proprio laboratorio di ortoterapia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Lamorgese a Ue, redistribuire i salvati in mare
Ministro a Johansson, meccanismo automatico per estate
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
17:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Colloquio telefonico tra il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ed il commissario europeo per gli Affari Interni Ylva Johansson dopo i massicci sbarchi di migranti degli ultimi giorni. Lamorgese, si apprende, ha spiegato che l’obiettivo immediato dell’Italia, in attesa della definizione del Patto su immigrazione ed asilo, è attivare entro l’estate un meccanismo temporaneo di solidarietà tra gli Stati europei disponibili per il ricollocamento delle persone soccorse in mare.
Johansson ha ringraziato l’Italia per il suo impegno nella gestione dei flussi ed ha riconosciuto che l’Europa deve dare un segnale di solidarietà.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bayer condannata a risarcire danni per Lipobay
A medico che assunse farmaco anticolesterolo ritirato da vendita
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
17:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sconfitta in Cassazione per il colosso farmaceutico Bayer condannato a risarcire i danni alla salute provocati dal suo farmaco anticolesterolo Lipobay – ritirato volontariamente dal commercio nel 2001 – a un medico veneziano che nel 1999 aveva iniziato ad assumere il prodotto per poi sviluppare seri problemi ai muscoli e alla respirazione, con conseguenti ricoveri. Non è nota la cifra del risarcimento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gli ‘ermellini’ hanno escluso che il bugiardino fosse sufficientemente chiaro ad informare dei rischi correlati all’assunzione del farmaco definito “dannoso e difettoso”.
Senza successo, la difesa di Bayer ha contestato in Cassazione il verdetto emesso dalla Corte di Appello di Venezia il 27 febbraio 2018 che aveva liquidato i danni non patrimoniali al medico rimasto ‘vittima’ del Lipobay, il dottor Roberto T. il quale aveva sviluppato la “miopatia dei cingoli” in seguito all’assunzione del prodotto del quale era venuto a conoscenza tramite gli informatori scientifici della società farmaceutica.
Ad avviso della Suprema Corte, correttamente i giudici di merito hanno ravvisato “l’esistenza nella specie della difettosità del farmaco al momento della relativa commercializzazione a cagione del principio attivo (cerivastatina) in esso contenuto, determinante l’accentuato rischio di malattie del muscolo rispetto a dosi equipollenti di altre statine, e, pertanto, una minore sicurezza del medesimo rispetto ad altri farmaci della stessa categoria (ipocolesterolemizzanti)” come evidenziato dalla Ctu. Gli ‘ermellini’ rilevano inoltre che il ritiro del farmaco dal commercio, “pur se volontario, depone invero per la violazione del principio di precauzione anteriormente all’immissione in commercio”. Quindi anche quando Big Pharma corre ai ripari, il ‘ravvedimento’ è una ‘attenuante” .
Per quanto riguarda il bugiardino, la Cassazione scrive il suo ‘decalogo’ e avverte che il foglietto illustrativo dei farmaci non deve sostanziarsi “in una mera avvertenza generica circa la non sicurezza del prodotto”.
E’ invece “necessaria” una “avvertenza idonea a consentire al consumatore di acquisire non già una generica consapevolezza in ordine al possibile verificarsi dell’indicato pericolo in conseguenza dell’utilizzazione del prodotto bensì effettuare una corretta valutazione (in considerazione delle peculiari condizioni personali, della particolarità e gravità della patologia nonchè del tipo di rimedi esistenti) dei rischi e dei benefici al riguardo, nonchè di adottare tutte le necessarie precauzioni volte ad evitare l’insorgenza del danno, e pertanto di volontariamente e consapevolmente esporsi al rischio”. Il consumatore sarà chiamato a rispondere di concorso di colpa nel caso “di sottovalutazione o abuso del farmaco”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Peschereccio italiano di nuovo in zona pesca Libia
Nell’area anche unità della Marina italiana e navi turche
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
17:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un peschereccio italiano, il Nuovo Cosimo, si trova di nuovo all’interno della Zona di protezione pesca libica di circa 6-7 miglia. L’imbarcazione era stata fatta oggetto nei giorni scorsi, insieme ad altri pescherecci, di colpi di avvertimento da parte di una motovedetta libica.
Nell’area sono presenti anche unità navali turche e una unità della nostra Marina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uccise figlioletto e smembrò madre, chiuse indagini
Contestati due omicidi, occultamento cadavere e maltrattamenti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
10 maggio 2021
18:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due omicidi, occultamento di cadavere, maltrattamenti in famiglia. Sono le accuse mosse dalla procura di Genova a Giulia Stanganini, 38 anni, accusata di avere ucciso il figlioletto di tre anni nel novembre 2019 e di avere poi ucciso la madre, Loredana Stuppazzoni, in pieno lockdown e di averne smembrato il corpo per nasconderlo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I pubblici ministeri Sabrina Monteverde e Stefano Puppo, coordinati dal procuratore capo Francesco Cozzi, hanno chiuso le indagini sulla vicenda e hanno contestato anche i maltrattamenti in famiglia.
Secondo l’accusa, infatti, prima dell’omicidio del figlio, la Stanganini aveva vessato la madre picchiandola, umiliandola, rubandole soldi. In più di una occasione, la vittima era dovuta scappare di casa dopo essere stata ferita con le forbici o essersi trovata con la figlia che le stingeva le mani intorno al collo. La figlia le aveva anche rubato i soldi della liquidazione dopo il pensionamento come bidella, falsificando anche la sua firma sugli assegni. In un primo momento la morte del figlio era sembrato un incidente, ma dopo l’omicidio della mamma gli investigatori erano riusciti a capire che anche il piccolo era stato ammazzato. Stanganini si era presentata in questura confessando di avere fatto a pezzi la madre dopo che l’aveva trovata impiccata in bagno. Gli investigatori però non avevano mai creduto al suicidio e hanno sempre sostenuto che fosse stata la donna a ucciderla.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Orso catturato e liberato con radiocollare in Alto Adige
Nei giorni scorsi aveva sbranato decine di animali di un maso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
10 maggio 2021
18:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Marlengo, nel Meranese, un orso è stato catturato, monito di radiocollare e poi liberato nuovamente. Nei giorni scorsi il plantigrado aveva sbranato una decina di animali del vicino maso Flatscherhof.
Come spiega il direttore dell’ufficio caccia e pesca della Provincia di Bolzano, Luigi Spagnolli, si dovrebbe trattare un maschio di quattro anni proveniente dal Trentino. Con il radiocollare la sua posizione ora può essere costantemente monitorato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Sardegna verso giallo, netto calo casi
Si accelera su vaccini, da venerdì adesione per gli over 50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
10 maggio 2021
18:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Calano i contagi in Sardegna dove si ritorna ai livelli di fine febbraio 2021: 31 casi in 24 ore con oltre 4.400 tamponi effettuati per un tasso di positività che crolla allo 0,7%. Soltanto due i decessi registrati dall’unità di crisi regionale, mentre prosegue la lenta discesa dei ricoverati: -7 nei reparti di medicina anche se sale di uno il numero dei pazienti nelle terapie intensive, in tutto 41.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo tre settimane in zona rossa e all’inizio della seconda in zona arancione l’Isola vede avvicinarsi sempre più la fascia gialla e, se i numeri continuano ad essere questi, potrebbe già iniziare il conto alla rovescia per tornare al colore bianco. Le restrizioni però pesano ancora: a Sassari un gruppo di attivisti sfida il coprifuoco con una manifestazione protrattasi sin dopo le 22, mentre anche nell’Isola i centri commerciali si preparano ad abbassare le saracinesche per la protesta nazionale dei centri commerciali, tenuti chiusi nei weekend, fissata per domani mattina alle 11 in contemporanea in tutta Italia.
Nel frattempo la Regione, dopo la frenata di domenica, preme nuovamente sull’acceleratore nella campagna vaccinale: mercoledì 12 apre il nuovo hub a San Gavino, allestito nella struttura polivalente del Comune: dieci postazioni per un potenziale, a pieno regime, di circa mille somministrazioni al giorno. Venerdì 14 maggio parte la vaccinazione di massa programmata a La Maddalena nell’ambito del progetto in atto su tutto il territorio nazionale per rendere le isole minori d’Italia Covid free in vista della stagione turistica. Ma soprattutto l’Ats apre all’adesione di tutti gli over 50 sardi, che potranno iscriversi al portale – stavolta delle poste – per poter accedere alla somministrazione. Da questa settimana, compatibilmente con la disponibilità delle scorte, le prenotazioni del vaccino saranno disponibili sul sistema della Poste per tutte le categorie attualmente coinvolte, come previsto dal piano nazionale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uccide l’ex moglie, ‘miei figli mi perdonino, non volevo’
La maggiore gli ha augurato di ‘marcire in prigione’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
10 maggio 2021
19:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Chiedo perdono ai miei figli: non volevo uccidere la loro mamma”. Così attraverso il suo legale, avvocato Giacomo Casciaro, Massimo Bianco, la guardia giurata di 50 anni che venerdì ha ucciso a Torino l’ex moglie Angela Dargenio, 48 anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Chiede perdono – dice il legale – in particolare alla figlia più grande, Eleonora”, che nei giorni scorsi ha sfogato il dolore e la rabbia per la perdita della madre augurandogli di “marcire in prigione”.
Questa mattina, davanti al gip Claudio Ferrero, si è svolta l’udienza di convalida dell’arresto. Il pm Francesca Traverso non ha contestato la premeditazione né la crudeltà e non ha contestato l’impeto di gelosia e possessività incontrollato.
Durante l’interrogatorio Bianco ha detto di aver visto l’ex moglie la sera prima, rientrando a casa in corso Novara, con un altro uomo. “Ho abbassato gli occhi e sono andato via” ha raccontato. Poi il giorno dopo ha aspettato il ritorno dell’ex moglie sul pianerottolo per “chiarire e sperare in un suo ritorno con me”. Ma lei gli avrebbe detto che era felice con un’altra persona, con cui voleva iniziare una nuova vita, in un’altra casa. Bianco ha sparato otto colpi con la pistola d’ordinanza, “quattro hanno colpito la vittima”, dice l’avvocato dell’uomo.
Sulla richiesta di convalida dell’arresto il gip si è riservato la decisione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Fontana, con più dosi finiremmo in anticipo
‘Dosi somministrate, abbondantemente superati i 4 milioni’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
10 maggio 2021
19:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Se avessimo più vaccini, potremmo chiudere la campagna anticipatamente”: il presidente della Lombardia Attilio Fontana lo ha detto arrivando alla Scala.
“Abbiamo abbondantemente superato i 4 milioni di dosi somministrate e oltre un milione (1.118.992) di lombardi, il 10% dei residenti, ha completato il ciclo vaccinale con prima e seconda dose”.
“Speriamo che presto l’Europa – ha concluso – riesca a garantirci più dosi affinché i nostri hub possano lavorare al massimo delle proprie potenzialità”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fidanzati uccisi: periti, killer capace d’intendere e volere
‘Può anche stare in giudizio. E’ affetto da rabbia narcisistica’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LECCE
10 maggio 2021
20:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Antonio De Marco, l’omicida reo confesso dell’arbitro leccese Daniele De Santis e della sua fidanzata Eleonora Manta, è perfettamente in grado di intendere e volere nonché capace di stare in giudizio. E’ il risultato della perizia psichiatrica disposta dalla Corte d’assise di Lecce sullo studente 21enne in Scienze infermieristiche di Casarano (Lecce) che la sera del 21 settembre 2020, a Lecce, uccise con brutale premeditazione i due fidanzati colpendoli con 79 coltellate nella loro abitazione di via Montello, solo perché “erano felici”.

Da quanto si apprende il giovane sarebbe affetto da un disturbo della personalità di tipo narcisistico, ma non tale inficiare la capacità di intendere e volere, tantomeno la partecipazione al giudizio. I due periti nominati dalla Corte d’assise, il dicente della Sapienza Andrea Baldi e il neuropsichiatria di Casarano Massimo Marra, hanno evidenziato una “disregolazione degli stati emotivi e comportamentali, una rabbia narcisistica”. I risultati della perizia saranno esaminati nel corso dell’udienza del processo programmata per il prossimo 18 maggio nell’aula bunker della Corte d’assise.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: 5.080 POSITIVI, 198 VITTIME
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
17:33.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Domina, nell’antica Roma il potere (segreto) è donna
Serie su Sky e Now dal 14/5. Kasia Smutniak è Livia Drusilla
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
20:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La prima regola del potere è la sopravvivenza. Ma quella è sempre con me, anche quando sono sola al buio”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono le parole con cui conosciamo Livia Drusilla in Domina, la nuova serie Sky Original che debutterà per intero su Sky e NOW il 14 maggio, con tutti e gli otto episodi subito disponibili, in onda anche ogni venerdì su Sky Atlantic. Terza e ultima moglie di Gaio Giulio Cesare Ottaviano Augusto (sono stati insieme 51 anni), donna intelligente, ambiziosa, brillante, potente consigliera del marito, è considerata da alcune teorie storiografiche la mente politica che avrebbe influenzato molte sue scelte. Nel ruolo della protagonista adulta (Livia adolescente e poco più che ventenne ha il volto di Nadia Parkes) troviamo un’intensa Kasia Smutniak.
“Mi ha affascinato che il progetto fosse costruito intorno a una figura storica fondamentale per la sua epoca ma raccontata così poco e cosi poco conosciuta oggi – spiega nella conferenza stampa in streaming -. Parlarne mi è sembrato importante ancora di più nel momento che viviamo. Abbiamo bisogno di storie su donne forti ma anche fragili e soprattutto che hanno avuto un grande impatto. E farlo in un progetto che racconta l’epoca da un punto di vista femminile, attento alla verità dei fatti, è necessario”.
Il cast comprende Matthew McNulty (Augusto, interpretato nei primi due episodi da a Tom Glynn-Carney); Christine Bottomley (Scribonia prima moglie di Augusto e nemica di Livia); Colette Dalal Tchantcho (Antigone, schiva liberata, migliore amica e confidente di Livia); Enzo Cilento ( Tiberio Claudio Nerone, primo marito di Livia). Fra gli interpreti anche Liam Cunningham (nel ruolo di Livio, padre di Livia, nobile repubblicano) e Isabella Rossellini che tratteggia la matrona di un lupanare, Balbina. Claire Forlani presta il volto a un’altra delle donne forti della serie Ottavia, saggia e lucida sorella di Augusto: “Al di là della sua grazia era determinata ad arrivare al potere, aveva dentro l’acciaio – spiega l’attrice -. Si vede però anche il prezzo che deve pagare per mantenere quel potere”. La serie, girata a Cinecittà prodotta da Sky Studios, Fifty Fathoms e Tiger Aspect Productions, è creata e scritta da Simon Burke (Le inchieste dell’ispettore Zen, Strike Back, Fortitude). Regista è Claire Mccarthy insieme a David Evans e Debs Paterson. Fondamentale l’apporto dei costumi del premio Oscar Gabriella Pescucci (“Mi sono ispirata molto ai rossi e i gialli degli affreschi pompeiani… poi sono arrivati anche i blu”) e le scenografia di Luca Tranchino (Prison Break). “Pensavamo da tempo a un progetto ambientato nell’antica Roma ma serviva un’idea – spiega Nils Hartmann, Senior Director Original Productions Sky Italia -. L’ha avuta Simon Burke (sceneggiatore inglese che da anni vive in Italia) e l’abbiamo trovata molto forte e unica.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Raccontare l’antica Roma dalla prospettiva del potere femminile”.
All’inizio “pensavo che le donne allora non avessero alcun potere, non potendo votare ne’ entrare al Senato, ma poi nelle mie ricerche mi sono ‘imbattuto’ in Livia Drusilla che ha esercitato il suo grande potere tramite il marito e suo figlio (l’imperatore Tiberio, ndr)”. Le fonti storiche “ci hanno dato il contesto, le date, i fatti, noi da lì abbiamo sviluppato le nostre teorie sui perché, sempre sotto un controllo dei nostri consulenti storici”. Domina l’abbiamo immaginato “come un thriller forte a livello psicologico e un dramma storico – spiega la regista Claire McCarthy – Abbiamo lavorato sulle ombre di certi accadimenti, cercando un ritmo e una forma che rendessero la trama rilevante per il pubblico di oggi”. Non mancano sangue, sesso e complotti, già centrali in serie come Rome e Spartacus (che è possibile rivedere su Sky): “Quelli erano racconti molto mascolini. La nostra politica si fa in camera da letto, nelle case, i luoghi dove queste donne di grande carattere mettevano pressione ai loro uomini”. Domina è anche il racconto di “una graduale distruzione della democrazia orchestrato con intelligenza da Augusto – sottolinea Burke -. Noi l’abbiamo scritto durante la presidenza di Donald Trump e nel vedere come gli americani stessero distruggendo la loro di democrazia, certe corrispondenze mi hanno dato i brividi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Generazione Z in 12 punti
Ecco il libro ‘Chi sono? Io. Le altre. E gli altri’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
19:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Generazione Z: ‘Chi sono?’. Se si chiedesse come si chiamano i nati dal duemila in poi probabilmente quasi tutti risponderebbero: ‘Millennials’? ma questi ultimi hanno iniziato a calcare le scene un ventennio prima.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Perché gli adolescenti degli anni ’20 sono ancora avvolti nel mistero; basti pensare che l’attuale generazione di adolescenti non ha ancora un nome proprio (come i ‘baby boomer’ o gli stessi ‘millennials’). Così, per farli conoscere meglio, Daniele Grassucci e Federico Taddia – entrambi da sempre attenti al mondo giovanile, l’uno come fondatore e direttore del portale Skuola.net, l’altro come giornalista, scrittore e autore televisivo – hanno deciso di far parlare direttamente loro: 30mila ragazzi tra i 12 e i 17 anni, a cui hanno posto un centinaio di domande che facessero emergere ogni loro sfaccettatura; senza filtri né pregiudizi.
Un racconto a ruota libera, raccolto peraltro nel pieno della pandemia. Dodici temi – amicizia, amore, corpo, credo, felicità, futuro, impegno, passioni, paure, rabbia, rivoluzioni, social – che hanno permesso di costruire ‘Chi sono? Io. Le altre. E gli altri’ (De Agostini): più che un libro un ‘atlante’ per orientarsi nell’universo GenZ, utile soprattutto ai grandi, per capire davvero le nuove generazioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tra le coordinate base da cui si parte, per esempio, il ‘gender fluid’: il 10% afferma di non identificarsi in un genere preciso o preferisce non rispondere alla più classica delle domande con risposta binaria. O ancora: le rivoluzioni da fare, cambiare la scuola, trovare lavoro a tutti, salvare il pianeta. Ma anche: proiettandosi in avanti, le nuove generazioni hanno già le idee abbastanza chiare su come vorrebbero essere da grandi. Più di 6 su 10 cercheranno di inseguire prioritariamente un lavoro che realizzi i propri sogni, solo il 27% cercherà principalmente il benessere economico mentre il 12% perseguirà l’abbondanza di tempo per sé. In oltre 8 casi su 10, poi, vorrebbero costruire una famiglia soprattutto attraverso un legame matrimoniale. E 3 su 4 aspirano a diventare genitori. Ma, ragionando in modo maturo, non vogliono bruciare le tappe: prima di mettere su famiglia bisogna raggiungere una certa ‘stabilità’ personale ed economica. Anche perché, in fondo, i soldi contano poco solo per il 3% di loro. Poi c’è l’amicizia: circa 8 su 10 raccontano di avere un amico del cuore. La scuola, in 3 casi su 4, è il luogo dove si è cementato il legame.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Questo fa comprendere quanto sia fondamentale il ruolo dell’istituzione scolastica ai fini dello sviluppo relazionale. E quanto sia dannoso l’isolamento per questa generazione; anche perché solo 1 su 4 considera vere le amicizie nate e cresciute online. Amici che, per 6 su 10, sono anche gli alleati preferiti nel risolvere i problemi. Per questo guai a confondere amore e amicizia: si rovinerebbe tutto.
Le passioni: il 72% racconta di svolgere un’attività che lo fa sentire bene e che ha permesso, a 1 su 3, di trovare nuove amicizie. Di che si tratta? Ballare, cantare, suonare, leggere, disegnare, recitare e così via. Per quanto riguarda i modelli di riferimento: Greta Thunberg, icone generazionali (come Chiara Ferragni, Harry Styles, Billie Eilish, Cristiano Ronaldo), i grandi della scienza (Rita Levi-Montalcini, Stephen Hawking, Marie Curie, Samantha Cristoforetti) passando per i big dell’imprenditoria (Bill Gates, Elon Musk, Jeff Bezos). Che si contendono il ruolo di ‘faro’ con gli altri adulti di riferimento, come genitori, nonni e prof. E poi ci sono i social come un rifugio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Premio Bancarella, ecco la sestina
Tra finalisti Bartoletti e Di Fulvio. Vincitore il 18 luglio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
19:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘La cena degli Dei’ i (Gallucci) di Marino Bartoletti, ‘Arte è liberazione’ (Edizioni Gruppo Abele) di Andrea Bigalli e Tomaso Montanari, ‘La ballata della città eterna’ (Rizzoli) di Luca Di Fulvio, ‘Io sono la strega’ (Solferino) di Marina Marazza, ‘Non salvarmi’ (Sem) di Livia Sambrotta e ‘Per il mio bene'(HarperCollins) di Ema Stokholma. Sono i finalisti in sestina al Premio Selezione Bancarella che si contenderanno la 69/ma edizione.
Il vincitore sarà proclamato domenica 18 luglio a Pontremoli (Massa Carrara), dove riceverà la scultura del ‘San Giovanni di Dio’ dell’artista Umberto Piombino, che ritrae il protettore dei librai. Il notaio incaricato, dottoressa Sara Rivieri, procederà allo spoglio in seduta pubblica delle schede che i librai indipendenti, per tale data, le avranno recapitato in forma anonima.
Ogni scheda conterrà tre espressioni di voto.
Gli autori si incontreranno per la prima volta a Cesena, il 9 luglio 2021, al chiostro di San Francesco, attiguo alla Biblioteca Malatestiana. Durante la serata riceveranno la statuetta raffigurante il “libraio con la gerla”, simbolo dei “pionieri” della lettura, che carichi di volumi diffondevano la cultura da un paese all’altro d’Italia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incidenti: muore tra braccia del padre, soccorritore del 118
Vittima ha 22 anni, auto era guidata da amico senza patente
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RAGUSA
10 maggio 2021
22:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Antonio è un autista soccorritore del 118. Quando ha visto l’immagine del figlio incastrato tra le lamiere dell’auto coinvolta nell’incidente ha cominciato ad urlare.
Dolore, rabbia, lacrime. Lui, è il papà di Stefano, il giovane 21 enne che ha perso la vita all’alba di domenica mattina in un incidente della strada, sbandando con l’auto lungo la via Archimede a Ragusa e sventrando 16 metri di ringhiera.
Alcune testimonianze raccontano come a distanza di pochi minuti due autombulanze del 118 abbiano raggiunto il luogo dell’incidente. Il destino ha unito padre e figlio, perché il papà di Stefano è proprio l’autista soccorritore del mezzo.
Antonio Pagano presta il primo soccorso. Lascia il proprio mezzo ad un collega. E’ lui ad accompagnare nell’ambulanza medicalizzata il figlio in ospedale, nel tentativo di salvargli la vita. Poi l’attesa in pronto soccorso, fino all’epilogo.
Stefano non ce l’ha fatta. Alla guida della Fiat Punto c’era il suo migliore amico, un 25 enne che non aveva mai conseguito la patente di guida. Ora è indagato per omicidio stradale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mattel riciclerà giocattoli usati, anche la Barbie
Mattel PlayBack userà vecchi materiali per nuovi prodotti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
10 maggio 2021
18:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mattel lancia un programma per il riciclaggio dei giocattoli usati. Si chiama ‘PlayBack’, ed è un’iniziativa pilota che ha lo scopo di recuperare e riutilizzare vecchi materiali per la realizzazione di nuovi prodotti.
Tra i primi marchi ad essere coinvolti nel programma anche l’iconica Barbie. La nuova iniziativa della multinazionale dei giocattoli segue l’impegno preso in precedenza di ricorrere entro il 2030 a materiali che siano al 100% riciclabili.
“Teniamo questi materiali preziosi fuori dalle discariche – ha detto Pamela Gill-Alabaster, a capo di Mattel Sostenibilità – un’opportunità per sviluppare un modello circolare”. ‘Playback’ interesserà prima Stati Uniti e Canada, poi il programma sarà esteso all’Europa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Triennale rende omaggio a Magistretti, ‘architetto milanese’
La rassegna visitabile dall’11 maggio al 12 settembre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
12:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Triennale di Milano rende omaggio a Vico Magistretti, architetto e designer, con una mostra che ripercorre per la prima volta il suo percorso progettuale a 360 gradi, dal titolo ‘Vico Magistretti – Architetto milanese’.
Realizzata in collaborazione con la Fondazione Vico Magistretti la mostra, visitabile dall’11 maggio al 12 settembre 2021, doveva essere inaugurata nel 2020 in occasione dei cento anni dalla nascita del maestro, ma la pandemia ha fatto slittare tutto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Magistretti, legatissimo a Milano ma anche figura internazionale che ha portato la genialità italiana nel mondo, ha rivoluzionato l’architettura e il design mettendo al centro del suo lavoro la semplicità. In mostra è esposto il suo prezioso patrimonio di disegni, schizzi, ci sono poi anche modelli, fotografie, prototipi e pezzi originali conservati nell’archivio dell’architetto milanese, insieme a materiali provenienti dagli archivi di aziende, istituzioni, privati. “La sua è una figura unica che ha saputo unire una personalità altissima con una grande capacità di innovazione, mantenendo una eleganza indiscutibile – ha commentato Stefano Boeri, presidente della Triennale di Milano, luogo dove Magistretti ha mosso i suoi primi passi – Ha prodotto oggetti che sono fuori dal tempo e la storiografia dell’architettura italiana non ha valorizzato abbastanza il suo contributo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cattelan approda su Netflix con ‘Una semplice domanda’
Riprese in corso, debutto entro la fine del 2021
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
12:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alessandro Cattelan approda su Netflix: si intitola ‘Una semplice domanda’ il docushow in otto puntate, prodotto da Fremantle, di cui Cattelan è autore e protagonista, che porterà l’ex conduttore di X Factor sulla piattaforma. Le riprese sono attualmente in corso e il debutto è previsto entro la fine del 2021 in tutti i Paesi in cui il servizio è attivo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’idea di questo nuovo show nasce in una sera d’estate da una riflessione di Cattelan in risposta ad una domanda, solo in apparenza semplice, di sua figlia Nina: “Papà, come si fa a essere felici?”. “Sai, essere felici…ero convinto di sapere qualcosa sulla felicità. Ho una bella famiglia, sono in salute, ho un bel lavoro, dovrei sapere cosa sia la felicità. E allora perché mi ha messo in crisi quella che in fin dei conti è solo Una semplice domanda?”.
Ed è proprio la ricerca della risposta a questa domanda, ‘come si fa ad essere felici?’, al centro di questo percorso alla scoperta degli elementi necessari per ottenere la formula perfetta per la felicità. Per realizzare il suo scopo Cattelan viaggerà, in Italia e all’estero, intervistando e condividendo esperienze uniche con personaggi in grado di aiutarlo in questa missione. Un tema diverso per ogni puntata. Interviste, esperienze e riflessioni tenute insieme da un linguaggio visivo che spazia nei generi, dal docu al filmico passando per il real, dando un carattere identificativo ai diversi approcci narrativi, con uno stile omogeneo ed unico.
Netflix lancia il programma di Cattelan con un’operazione di marketing a Roma e Milano. Dalla sera del 9 maggio in piazza Campo de’ Fiori a Roma e in piazza San Babila a Milano campeggiano due led wall con la frase ‘Spoiler Alert’: da questa mattina le schermate si sono riempite a suon di tweet con l’hashtag #unasemplicedomanda, il titolo del docushow, fino a rivelare adesso il volto del conduttore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tre piani di Nanni Moretti in sala il 23 settembre
L’annuncio del regista su Instagram
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
12:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRE PIANI di Nanni Moretti, prodotto da Sacher Film e Fandango, con Rai Cinema e Le Pacte, verrà distribuito da 01 Distribution giovedì 23 settembre. È quanto ha annunciato oggi lo stesso regista su Instagram.

Tredicesimo lungometraggio di fiction diretto dal regista romano e il primo la cui sceneggiatura deriva da un soggetto non originale, TRE PIANI è infatti l’adattamento dell’omonimo romanzo dello scrittore israeliano Eshkol Nevo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incassi, Nomadland resta in vetta, Allen secondo
Aumentano le sale, scendono il box office e gli spettatori
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2021
10:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nomadland di Chloé Zhao resta il film più visto nelle sale italiane nel week end, con 219.107 euro, confermandosi in vetta anche per media sala (1.165), secondo i dati Cinetel, in un fine settimane di luci ed ombre. E’ salito il numero totale di schermi attivi, da 414 a 658, ma scendono il totale degli incassi, pari a 435.875 euro rispetto ai 615.859 della scorsa settimana, e il numero di spettatori, nel week end 66.285 (rispetto ai 91.064 dello scorso fine settimana).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tornando alla top ten, al secondo posto debutta debutta Rifkin’s Festival di Woody Allen (98.342). Scendono entrambi di una posizione Minari (ora 3/o) e la versione restaurata di In the mood for love (4). Al quinto e sesto posto posto due new entry: Due di Filippo Meneghetti, che era stato candidato dalla Francia agli Oscar, e Corpus Christi di Jan Komasa, candidato dalla Polonia. Al settimo posto, tre posizioni in meno rispetto a sette giorni fa, la dramedy Est – Dittatura last minute di Antonio Pisu con Lodo Guenzi.
Esordisce ottavo il noir Fino all’ultimo indizio di John Lee Hancock (che aveva esordito in piattaforma) con i tre premi Oscar Denzel Washington, Jared Leto e Rami Malek. Passa da quinto a nono l’Orso d’oro a Berlino Sesso Sfortunato O Follie Porno di Radu Jude. Chiude la top ten la commedia Un divano a Tunisi di Manele Labidi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Trionfo a Ravenna per i Wiener Philharmoniker diretti da Muti
Ritorno alla musica con pubblico in presenza
about:blank

https://acd
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
10 maggio 2021
10:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Grande entusiasmo al Teatro Alighieri di Ravenna da parte di un pubblico che, seppure ancora contingentato, ha accolto trionfalmente il doppio concerto dei Wiener Philharmoniker diretti da Riccardo Muti come anteprima della 32/a edizione di Ravenna Festival. Il ritorno alla musica, finalmente con il pubblico in presenza, dopo la lunga chiusura causata dall’emergenza sanitaria, che il 10 maggio per la celebre orchestra viennese si ripeterà a Firenze e l’11 a Milano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per i Wiener si tratta dell’undicesima volta al Ravenna Festival, una cosa resa possibile dal profondo rapporto di collaborazione e di stima con Riccardo Muti che sul loro podio sale ormai da cinquant’anni. Con gesto “sereno e gioioso, come sempre misurato e denso, ma libero, quasi danzante” il maestro li ha diretti prima nell’ouverture Calma di mare e viaggio felice di Mendelssohn (brano comune al doppio appuntamento), poi nella Quarta Sinfonia di Robert Schumann e nella Seconda di Johannes Brahms. L’orchestra respira con Muti, ed è quasi impossibile dar conto della grana del suo suono, delle infinite sfumature dinamiche di cui è capace, della trasparenza della trama timbrica, della perfezione delle lunghe arcate, delle straordinarie emersioni solistiche. Muti dipana il filo invisibile di una danza sospesa e i musicisti ne colgono ogni cenno, ogni minima inflessione.
Infine, quasi scherza rivolgendosi al pubblico: “Cosa volete? Un valzer? L’abbiamo preparato per voi!” È il Kaiser-Walzer di Johann Strauss, un bis forse scontato se sul palcoscenico ci sono i Wiener, ma che è una sorta di “capodanno” di una ripresa, di una rinascita, che parte proprio da Ravenna, città che i filarmonici di Vienna sentono come loro seconda casa in Italia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Scala riapre con due concerti evento e show ‘on the road’
Sul podio Chailly e Muti, l’11 scoperta targa a sindaco Greppi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
09 maggio 2021
17:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il 10 maggio, per la prima volta dal 23 ottobre, il Teatro alla Scala riapre le porte al pubblico, anche se con prudenza e cautela. I posti sono contingentati (massimo 500 presenze), gli spettatori saranno sistemati nei 150 palchi e in galleria, mentre la platea resta nascosta sotto la pedana costruita per ospitare l’orchestra, rispettando il distanziamento fra i musicisti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ma pur cauta e prudente la Scala resta uno dei teatri più famosi del mondo e quindi apre con due concerti straordinari destinati a rimanere nella storia. Il 10 a dare il bentornato in sala ci saranno il coro e l’orchestra della Scala diretti da Riccardo Chailly in un appuntamento che vuole anche celebrare i 75 anni dal concerto della rinascita diretto da Arturo Toscanini l’11 maggio 1946. Ed è per questo che l’esibizione proprio l’11 sarà trasmessa su Rai5 e in streaming su RaiPlay. Alla Scala invece l’11 si esibiranno i Wiener Philharmoniker con Riccardo Muti, nell’ultimo concerto della loro mini tournée italiana. Nello stesso giorno al mattino nel foyer del teatro sarà svelata la targa dedicata al sindaco della Liberazione Antonio Greppi, che decise di far partire la ricostruzione dalla cultura e si impegnò per ridare vita alla Scala bombardata.
Oltre al concerto del 10 e dell’11, al Piermarini è in programma con il pubblico solo un concerto della Filarmonica diretta da Daniel Harding il 17 (tutti e tre gli appuntamenti sono andati sold out dopo pochi minuti dalla messa in vendita).
Il resto della programmazione è destinato solo allo streaming.
Almeno per il momento, in attesa di capire come evolverà la situazione pandemica. Non saranno però solo queste le occasioni per vedere coro, orchestra e corpo di ballo della Scala dal vivo. Il sovrintendente ha già annunciato di voler realizzare una serie di spettacoli in diverse zone della città. Una trentina di appuntamenti, ha sottolineato Puglisi, in centro, borghi, periferia che avrà come conclusione “un’intera giornata in cui tutti i settori della Scala si esibiranno in Galleria”, cioè nel salotto buono della città.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ercolano riscopre l’ufficiale di Plinio il Vecchio
Sirano, nuova luce su una delle vittime ritrovate 40 anni fa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2021
13:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ad Ercolano, dove a breve riprenderanno gli scavi avviati 40 anni fa, una ricerca firmata dal direttore Francesco Sirano accende nuova luce sull’identità di una delle vittime ritrovate nel corso della prima campagna.
Inizialmente identificato come un semplice soldato, racconta Sirano, quest’uomo, di cui si sono conservati le ricche armi e gli strumenti da lavoro che portava in spalla, potrebbe avere avuto un ruolo più importante: “un ufficiale della flotta che partecipava alla missione di salvataggio lanciata da Plinio il Vecchio per soccorrere le popolazioni affacciate su questa parte del Golfo di Napoli”.

Cronaca tutte le notizie Tutti gli avvenimenti ed i fatti di Cronaca sempre aggiornati!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 87 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 08:08 DI VENERDÌ 07 MAGGIO 2021

ALLE 10:41 DI DOMENICA 09 MAGGIO 2021

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Un arsenale della camorra in un negozio di ortofrutta, 2 arresti
Sei kalashnikov, 15 pistole, munizioni e anche 13 kg di droga
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
07 maggio 2021
08:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri del Nucleo investigativo e della Compagnia di Napoli-Bagnoli hanno rinvenuto e sequestrato un vero e proprio arsenale della camorra all’interno di un negozio di ortofrutta di via Miseno: si tratta di 10 pistole, 6 kalashnikov, 5 pistole mitragliatrici, due giubbetti anti-proiettili, 1 bomba carta e diverso munizionamento. I Carabinieri hanno trovato, sempre nel negozio, 13 chili di sostanza stupefacente tra hashish e marijuana.

Il titolare dell’ortofrutta, un 41enne, e un suo parente di 74 anni , che si trovava anche nell’esercizio commerciale, sono stati arrestati. Entrambi sono del posto e incensurati.
Sono tuttora in corso i rilievi tecnici e le armi saranno sottoposte anche rilievi balistici per appurare il loro eventuale utilizzo in fatti di sangue e negli eventi delittuosi avvenuti di recente nei quartieri dell’area occidentale della città: un omicidio, a Fuorigrotta, e diversi raid con colpi di pistola contro abitazioni e locali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Allevatore freddato con una fucilata al volto nel Sassarese
L’agguato nell’ovile di proprietà nella tarda serata di ieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NULE
07 maggio 2021
08:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un allevatore di 77 anni, Francesco Dessena, è stato ucciso nella tarda serata di ieri nelle campagne di Nule, nel Sassarese. L’uomo è stato freddato con un colpo di fucile al volto.
A ritrovare il cadavere nell’ovile di sua proprietà sono stati i figli: non avendolo visto rientrare a casa, sono andati nei terreni che ospitano l’allevamento e l’hanno trovato riverso a terra. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Bono e del Reparto operativo del comando provinciale, il sostituto procuratore di Nuoro, Giorgio Bocciarelli, e il medico legale.
La vittima non sarebbe in alcun modo riconducibile ai fatti di sangue più recenti di cui è stato teatro il paese e l’intera area del Goceano, regione storica della Sardegna al confine tra provincia di Sassari e provincia di Nuoro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Save The Children, 96 mila mamme hanno perso il lavoro
Rapporto su maternità e lavoro: top Bolzano-Trento, Sud in coda
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
09:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Su 249 mila donne che hanno perso il lavoro nel corso del 2020, l’anno della pandemia, ben 96 mila sono mamme con figli minori. Tra di loro, 4 su 5 hanno bambini con meno di cinque anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono quelle madri che a causa della necessità di seguire i più piccoli, hanno dovuto rinunciare al lavoro o ne sono state espulse. La quasi totalità – 90 mila su 96 mila – erano già occupate part-time prima della pandemia.
Alla vigilia della Festa della Mamma, Save The Children lancia per il sesto anno consecutivo il Rapporto “Le Equilibriste 2021”, dove viene confermato il divario tra Nord e Sud anche rispetto alla condizione delle mamme. Campania e Calabria sono il fanalino di coda, mentre ai primi posti, come avviene dal 2012, ci sono ancora una volta le Province Autonome di Bolzano e Trento, seguite quest’anno dalla Valle d’Aosta, che “supera” l’Emilia Romagna.
Anche quest’anno, Save the Children ha raccolto in un video le storie di alcune madri che hanno voluto condividere la loro storia. Sono le “equilibriste” che durante la pandemia raccontano della paura di affrontare una gravidanza, o delle difficoltà nel conciliare i compiti di madre con lo smart working e la Dad dei propri figli; o di non riuscire a trovare un lavoro dopo averlo perso, oppure di svolgere un lavoro in presenza, anche se ridotto, mentre le scuole erano chiuse e la prole a casa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ferrovie:deraglia convoglio con operai in Calabria,un ferito
E’ accaduto a mezzo di lavoro sulla tratta Cosenza-Paola
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COSENZA
07 maggio 2021
09:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un convoglio ferroviario, composto da tre carrelli, sul quale viaggiavano degli operai, è deragliato nella notte nei pressi di Santa Maria di Montalto Uffugo, in provincia Cosenza. Nell’incidente una persona è rimasta ferita ed è stata trasportata nell’ospedale dell’Annunziata di Cosenza.

Secondo quanto si apprende, gli operai stavano viaggiando a bordo del mezzo di lavoro sulla tratta Cosenza-Paola, diretti verso la galleria Santomarco per svolgere alcune operazioni di manutenzione, quando, per cause ancora in corso d’accertamento, il convoglio, all’altezza dello scambio ferroviario che consente la diramazione verso Sibari, nel territorio di Montalto Uffugo, è uscito dai binari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Milano: Sala, mi spiace Albertini se la sia presa
Lui come me maestro di battute
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
10:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Mi spiace Albertini se la sia presa, ma d’altro canto l’Albertini che conosco io da anni è un po’ come me, è sempre stato un maestro di battute”: così il sindaco di Milano Giuseppe Sala, alla scuola primaria Leopardi per l’intitolazione del comprensorio A Ermanno Olmi, risponde a Gabriele Albertini, per il quale l’attuale primo cittadino ha banalizzato la sua proposta di averlo come vice a Palazzo Marino in caso di elezione. “Non penso che dobbiamo arrivare tra me e lui a rivolgerci sempre con la massima serietà per cui mi dispiace, però – è il suo invito – andiamo oltre la battuta”.   POLITICA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: tentano protesta, 50 identificati su Raccordo Roma
Operatori gioco legale da Campania, bloccati in area di servizio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
07 maggio 2021
10:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ in corso l’identificazione di circa 50 persone provenienti dalla Campania fermate dalla polizia in un’area di servizio del Grande raccordo anulare di Roma. E’ accaduto all’altezza della Casilina.
Secondo quanto si apprende da fonti di polizia, il gruppo era intenzionato a manifestare a Roma contro le norme anti-Covid vigenti in materia di Covid-19, forse effettuando anche un blocco sul Gra. Due auto, fermate lungo la corsia di emergenza vicino l’area di servizio, sono state rimosse.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sequestrato stabilimento industriale area ex Sir, 4 denunce
Indagine Procura su filiera non autorizzata e scarico reflui
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LAMEZIA TERME
07 maggio 2021
10:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uno stabilimento del valore di due milioni di euro è stato sequestrato nell’area industriale di Lamezia Terme dai finanzieri del Gruppo di Lamezia Terme assieme ai carabinieri del Comando per la Tutela ambientale e transizione ecologica – Noe di Catanzaro, al Nucleo operativo di Polizia ambientale della Capitaneria di Porto di Vibo Valentia e alla Sezione Pg- aliquota Ambiente della Procura che hanno denunciato quattro persone per violazioni ambientali.
I provvedimento si inserisce in un’attività d’indagine in materia di tutela ambientale e salvaguardia della salute pubblica, coordinata dal Procuratore di Lamezia Terme, Salvatore Curcio, e dal sostituto procuratore Marica Brucci.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dalle indagini è emerso che, all’interno dello stabilimento industriale, operante sotto l’insegna di un noto marchio di azienda leader nel settore dei veicoli industriali, operavano tre distinte società le quali, oltre la commercializzazione di veicoli industriali, svolgevano anche l’attività di officina meccanica, fabbricazione di rimorchi e semirimorchi, carrozzeria e verniciatura industriale. Solo una minima parte dello stabilimento era destinata all’esposizione e vendita dei veicoli, mentre la restante parte era occupato da una vera e propria filiera industriale appositamente creata per l’assemblaggio, saldatura e verniciatura dei mezzi. Erano presenti, infatti, un impianto robotizzato per saldatura e assemblaggio dei componenti metallici, una cabina di sabbiatura e granigliatura, nonché diverse cabine per la verniciatura dei cassoni precedentemente assemblati.
Nonostante le attività svolte, nessuna delle tre società è risultata in possesso delle previste autorizzazioni ambientali rilasciate da Provincia e Regione. Inoltre, è stato verificato da personale tecnico Arpacal, che società scaricavano i reflui industriali prodotti direttamente nella rete consortile dell’area industriale di Lamezia Terme, senza sottoporli ad alcun processo di depurazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Libia: Musumeci, assurdo che pescatori rischino la vita
Governatore, non penalizzare economia del Sud Italia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
07 maggio 2021
10:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“È assurdo che i pescatori siciliani debbano correre il rischio, persino, di perdere la vita andando nel Mare Mediterraneo per portare un pezzo di pane a casa. È assurdo che il governo italiano non abbia ancora avvertito la necessità di chiudere questa partita con il governo libico, una partita aperta da oltre cinquant’anni.
È assurdo che si debba continuare a penalizzare un’economia, nel Sud Italia, sul banco di interessi molto più grandi, spesso inconfessabili”.
Lo ribadisce il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, in merito all’ennesimo attacco, nelle acque libiche, a tre motopescherecci della marineria dell’Isola.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morta sul lavoro: al via manifestazione a Prato
Per lo sciopero di 4 ore proclamato dai sindacati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PRATO
07 maggio 2021
10:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È cominciato da poco il presidio dei lavoratori dei sindacati Cgil Cisl e Uil di Prato, organizzato in seguito all’incidente sul lavoro che lunedì è costato la vita a Luana D’Orazio, operaia di 22 anni trascinata negli ingranaggi dell’orditoio a cui era addetta nella ditta ‘Luana’ di Oste di Montemurlo. La manifestazione, è stata organizzata in concomitanza con lo sciopero generale di quattro ore proclamato dai sindacati.

Sul Castello dell’Imperatore, che domina piazza Santa Maria delle Carceri, sede del presidio, svetta uno striscione con la scritta ‘Morire di lavoro oggi non solo è inconcepibile, è intollerabile’. Sul palco si alterneranno i tre segretari provinciali dei sindacati confederali che hanno promosso la manifestazione e sei lavoratori iscritti alle sigle, alcuni dei quali provenienti dal settore tessile.
Al presidio stanno partecipando anche i lavoratori in sciopero della Texprint, dipendenti pakistani in protesta da mesi, iscritti al Si Cobas.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gdf sequestra deposito carburanti aeroporto di Lampedusa
Pm Agrigento, viola norme sicurezza lavoratori. Scalo operativo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LAMPEDUSA
07 maggio 2021
10:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Guardia di finanza di Agrigento ha eseguito il sequestro preventivo del deposito fiscale di carburanti che si trova nell’aeroporto di Lampedusa per violazioni delle norme per la sicurezza dei lavoratori che vi operano. Il provvedimento è stato emesso dal Gip di Agrigento su richiesta del procuratore aggiunto Salvatore Vella e del sostituto Cecilia Baravelli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo l’accusa, nell’attività del deposito aeroportuale, destinato ad assicurare il rifornimento degli aeromobili ed affidato alla gestione di una società a capitale privato, ci sono pericoli per la salute dei lavoratori e l’incolumità pubblica, determinato dal rischio concreto ed attuale di incendio. Le indagini sono state avviate dopo un esposto alla Procura dei responsabili della Ast aeroservizi Spa, società concessionaria di Enac per la gestione dello scalo dell’isola. L’amministratore delegato è indagato per violazione di norme previste dal testo unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.
Le verifiche, ricostruisce la Procura in una nota, sono state affidate al personale della Guardia di finanza e dei Vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento e hanno “accertato numerose e gravi irregolarità nel funzionamento delle attrezzature e dei dispositivi antincendio, nonché numerose violazioni della normativa sulla sicurezza dei lavoratori, tali da non consentire ulteriormente l’esercizio dell’attività del deposito di carburanti”.
Sono state già avviate dagli enti preposti le iniziative necessarie per assicurare la continuità, in sicurezza, del servizio di rifornimento di carburante degli aeromobili a Lampedusa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coppia bloccata in India: legale, atterrano domani a Pisa
Ieri sera gli ultimi ok: volo sanitario parte oggi da Norimberga

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
07 maggio 2021
10:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Atterrerà domani, sabato 8 maggio, all’aeroporto di Pisa alle ore 20.45 il volo sanitario organizzato per riportare in Italia la coppia di Campi Bisenzio (Firenze) bloccata da oltre una settimana a New Delhi insieme alla bambina adottata in India perchè la donna, Simonetta Filippini, è risultata positiva al tampone di controllo per rientrare in Italia. A spiegarlo è l’avvocata Elena Rondelli che assiste da Prato la famiglia e che ha ricevuto ieri sera il piano volo e l’ultima autorizzazione necessaria da parte del ministero della Salute italiano per fare entrare la signora in Italia, nonostante sia ancora positiva. Il volo, secondo quanto spiegato, partirà oggi da Norimberga con destinazione New Delhi, farà una pausa di 12 ore obbligatoria per i piloti e poi ripartirà con a bordo la famiglia con destinazione Pisa. Simonetta sarà poi trasferita all’ospedale fiorentino di Careggi.
“Ieri sera ho ottenuto tutti gli ok – dice l’avvocata – c’è stata grande collaborazione: il console che è stato sempre presente mandandomi anche i preventivi delle compagnie aeree, la Regione Toscana che ha subito organizzato l’accoglienza a Careggi e il ministero della Salute che ha autorizzato il rimpatrio”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A bordo del volo ci sarà un medico e un paramedico, che sono già in contatto con il personale sanitario dell’ospedale di New Delhi per avere aggiornamenti sullo stato di salute della signora. “Simonetta ha la broncopolmonite bilaterale, ma non ha l’ossigeno – spiega ancora il legale – era importante portarla a casa prima di un eventuale aggravamento. Mi hanno spiegato che se ci fossero problemi durante il volo, l’aereo può scendere di quota per una questione di ossigenazione”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ex Ilva:protesta davanti sede Regione Puglia,bloccata strada
In presidio Usb, lavoratori chiedono anche corsi formazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TARANTO
07 maggio 2021
10:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alcune decine di lavoratori dell’Ilva in amministrazione straordinaria stanno bloccando la strada sotto la sede della presidenza della Regione Puglia, sul Lungomare di Bari, nell’ambito di un presidio organizzato dall’ Usb per sollecitare l’avvio dei corsi di formazione e lavori di pubblica utilità che consentano da un lato la riqualificazione degli operai e dall’altro l’integrazione economica alla cassa integrazione straordinaria. “Siamo stanchi – dicono i lavoratori – ci avete tolto tutto e ci avete solo illuso con le promesse”.

Secondo l’Unione sindacale di base, i corsi di formazione sono “preziosi strumenti da sfruttare assolutamente per dare a questa fetta di lavoratori un’opportunità dal punto di vista professionale, ma anche sociale. Del resto stiamo chiedendo di fare a Taranto quel che a Genova, dove i lavoratori operano a servizio dei comuni di residenza, si fa già da molti anni.
Questo dovrebbe quindi essere garantito anche qui in Puglia”.
Finora gli unici corsi di formazione legati alle bonifiche sono quelli di Fondimprese.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Famiglia gestiva un giro di prostituzione, arrestato 40enne
A Latina, obbligo firma per genitori. Sequestrati appartamenti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
11:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Genitori e figlio accusati, a vario titolo, dei reati di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. Operazione della polizia a Latina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Questa mattina gli agenti della Squadra Mobile di Latina – Sezione Reati contro la persona, minori e sessuali- hanno eseguito una misura cautelare degli arresti domiciliari a carico di un 40enne e dell’obbligo di presentazione alla pg nei confronti dei suoi genitori. L’indagine condotta dalla Squadra Mobile e coordinata dal Procuratore Aggiunto di Latina Carlo Lasperanza trae origine dalla denuncia di una ragazza di origini romene. Sarebbe emerso che la giovane si prostituiva in un appartamento messo a disposizione dal 40enne e dalla propria famiglia, per il quale pagava 250 euro a settimana oltre ad una percentuale di 20 euro su ogni cliente ricevuto.
La giovane avrebbe anche riferito di minacce di morte ricevute dall’uomo qualora non gli avesse consegnato altri soldi in contanti e di continue telefonate per sollecitarla a pagargli la parte dei ricavi dell’attività di prostituzione. Per gli investigatori tutti gli indagati erano a conoscenza dell’attività di prostituzione all’interno delle abitazioni messe a disposizione di molte ragazze, in prevalenza originarie dell’est Europa e del Sud America, le quali pubblicizzavano le loro prestazioni su siti fornendo ai clienti gli indirizzi degli immobili in questione. Il gip ha disposto il sequestro preventivo di cinque immobili a Latina, in zona Litoranea e località Borgo Sabotino.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 5 quintali pasta e biscotti donati a famiglie Bari
Da Divella a parroco Cattedrale.Decaro, ‘importante solidarietà’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
07 maggio 2021
11:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
07 maggio 2021
11:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ci sono tante famiglie che sono diventate fragili o più fragili per colpa della pandemia, di questa emergenza sanitaria che è diventata anche un’emergenza economica e sociale, però per fortuna in questa città c’è una rete di solidarietà importante, ci sono tante associazioni, parrocchie, scuole, singoli cittadini e tante aziende che ci aiutano a non lasciare indietro nessuno”. Lo ha dichiarato il sindaco di Bari, Antonio Decaro, in occasione della consegna da parte della Divella spa di una donazione straordinaria di 5 quintali di pasta e biscotti.
La consegna dei cartoni contenenti i beni di prima necessità è avvenuto nella piazza antistante la Cattedrale di Bari con la collaborazione dell’Esercito ed è stata consegnata simbolicamente nelle mani del parroco della Cattedrale, don Francesco Lanzolla, che destinerà una parte alle famiglie in difficoltà e un’altra parte alla mensa dei poveri gestita dalla parrocchia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Genovese: il gip di Milano boccia la richiesta di processo immediato
Formulata dal pm. Si dovrà procedere con la chiusura delle indagini
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 maggio 2021
11:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il gip di Milano Tommaso Perna ha respinto la richiesta di processo con rito immediato, formulata dalla Procura, per l’imprenditore del web Alberto Genovese, in carcere dal 6 novembre. La richiesta era stata avanzata dall’aggiunto Mannella e dai pm Stagnaro e Filippini per le imputazioni alla base di due ordinanze cautelari, ossia per le presunte violenze sessuali, con cessione di droga, nei confronti di una 18enne lo scorso ottobre a Milano e di una 23enne lo scorso luglio a Ibiza. Col processo immediato si sarebbe saltata la fase dell’udienza preliminare.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Così si va invece verso chiusura indagini e richiesta di rinvio a giudizio.
La richiesta di immediato riguardava le imputazioni di violenza sessuale aggravata, detenzione e cessione di stupefacente, sequestro di persona e lesioni per l’episodio del 10 ottobre, quando l’ex fondatore di Facile.it, al termine di un festino nel suo attico di lusso ‘Terrazza sentimento’ a Milano, avrebbe abusato per ore di una 18enne, che poi lo ha denunciato facendo scattare le indagini della Squadra mobile. E l’accusa di aver stuprato, stavolta assieme alla fidanzata (lei non è stata arrestata), una modella di 23 anni a Ibiza il 10 luglio, sempre dopo averla resa incosciente con un mix di droghe. I pm avevano chiesto il rito immediato e quindi di portare il 43enne a processo, anche se è ancora ‘in ballo’ una perizia fonica, richiesta dai legali Luigi Isolabella e Davide Ferrari e disposta dal gip nelle scorse settimane, sugli audio delle telecamere interne dell’attico a due passi dal Duomo.
Con questi accertamenti la difesa ritiene di poter provare che da parte della 18enne ci sarebbe stato un consenso a ciò che avvenne tra il 10 e l’11 ottobre. La perizia sarà depositata a luglio e, quindi, in pratica le indagini non sono ancora concluse. Il giudice a febbraio aveva respinto anche la richiesta d’arresto per fatti raccontati da altre due ragazze (che avevano denunciato Genovese), non ritenendo credibili le loro versioni, sulle quali servivano approfondimenti. Per questi ‘capitoli’ non c’era stata richiesta di immediato e le indagini sono in corso.
Nei giorni scorsi, poi, era stata rigettata, sempre dal gip, un’istanza di sequestro di 4,3 milioni per reati fiscali contestati all’imprenditore e la Procura ha fatto ricorso al Riesame (udienza da fissare). Lo stesso giudice ieri ha bocciato una seconda richiesta di domiciliari in una casa di cura presentata dai difensori dell’imprenditore. A fine maggio-primi di giugno sarà depositata anche la perizia in corso che dovrà stabilire la compatibilità o meno col carcere di Genovese, dopo la richiesta dei difensori sull’accertamento sul suo stato di salute mentale legato alla tossicodipendenza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bimba 18 mesi morta: più gravi accuse per ex compagno mamma
Contestato omicidio volontario con aggravante violenza sessuale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 maggio 2021
11:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si aggravano le accuse per Gabriel Robert Marincat, in carcere da gennaio per la morte di Sharon, la figlia di 18 mesi della sua ora ex compagna. Inizialmente l’uomo era stato accusato di morte in conseguenza di maltrattamenti in famiglia, ora però, all’esito dell’autopsia, il pm di Como Antonia Pavan gli contesta l’omicidio volontario aggravato dalla violenza sessuale ai danni di una bambina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Era l’11 gennaio quando nella casa di Cabiate, nel Comasco,si trovavano in casa solo Gabriel e la piccola. Lui ha raccontato che lei giocando ha tirato il cavo di una stufetta elettrica che si trovava su una scarpiera e se l’è tirata in testa. Ha iniziato a piangere ma poi si è calmata ed addormentata. Solo dopo si era accorto che la bimba stava male e ore dopo, alle 19 circa, aveva chiamato i soccorsi, che l’avevano trasportata in elicottero all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, invano. Secondo il medico legale, però, le ferite alla testa, che sono state fatali, erano incompatibili con questa versione.
Pergli inquirenti, la morte è arrivata dopo una giornata di violenze brutali. Da qui il cambio dell’accusa. Ed ora, a quattro mesi dalla morte si potranno svolgere i funerali di Sharon.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: un altro giorno senza decessi in Alto Adige
72 i nuovi casi tra pcr e antigenici
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
07 maggio 2021
11:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un altro giorno senza decessi Covid in Alto Adige. Sono 72 i nuovi casi, 50 tramite l’analisi di 839 test pcr e 22 tramite 7329 test antigenici.
Per quanto riguarda invece i test nasali, 126.673 sono stati effettuati finora (241 positivi) e 357.778 nelle scuole (330 positivi di cui 189 confermati con pcr).
Continua a scendere il numero dei ricoveri nei normali reparti ospedalieri che cala da 43 a 34. Invariati invece i ricoveri in terapia intensiva (6) e nelle cliniche private (18). Sono 2.194 gli altoatesini in quarantena.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Agricoltore travolto e ucciso da palla fieno in Alto Adige
Incidente questa mattina a Teodone in val Pusteria
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
07 maggio 2021
11:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un agricoltore ha perso la vita in un incidente sul lavoro a Teodone, in val Pusteria. L’uomo, verso le ore 9, stava spostando grosse palle di fieno, quando è stato travolto da una del peso di alcune centinaia di chili.

Nonostante il tempestivo intervento della Croce bianca con il medico d’urgenza, dei vigili del fuoco e dei carabinieri, l’uomo è deceduto sul posto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sgomberi: contestazioni al presidio della Lega a Milano
Polizia in tenuta antisommossa, nessun contatto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 maggio 2021
11:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aspre contestazioni a un presidio della Lega, e qualche minuto di tensione, si sono verificati, stamani, in zona Navigli, in prossimità di un centro sociale in via Gola. Vari esponenti locali della Lega, infatti, verso le 10 hanno organizzato un presidio per chiedere a Prefettura e Questura di sgomberare gli abusivi presenti nel quartiere, più volte al centro delle cronache per spaccio e disordini.
Gli esponenti politici e i loro supporter, una cinquantina, sono stati duramente contestati da una ventina di appartenenti ai centri sociali, poco distanti.
La Polizia in assetto antisommossa si è schierata per impedire ogni contatto, via Borsi e Darwin sono state temporaneamente chiuse, ma non ci sono stati tafferugli. Il presidio prosegue ma gli esponenti politici lo hanno già lasciato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Libia: comandante Aliseo, siamo vivi per miracolo
Capitano racconta assalto motovedetta libica,spari a pallettoni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
07 maggio 2021
12:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo vivi per miracolo, ci hanno sparato a pallettoni, qui la cabina è piena di buchi”. Giuseppe Giacalone risponde via radio mentre è in navigazione in direzione di Mazara del Vallo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il motopesca ‘Aliseo’ arriverà in porto domattina presto. Si emoziona quando ripensa al fatto che lui è un “miracolato, perché soltanto Dio ci ha aiutato”.
Davanti agli occhi i momenti terribili vissuti ieri: “Erano le 14 quando tutto è successo – racconta – mentre eravamo in navigazione verso Nord-est ci ha raggiunto una motovedetta libica e ha iniziato a sparare. I colpi ci hanno raggiunto e i vetri della plancia sono andati in frantumi”.
Il comandante ricostruisce quegli attimi convulsi, mentre i militari libici sparavano ad altezza d’uomo per costringere l’Aliseo a fermarsi. “E’ stato un inferno. Io sono rimasto ferito al braccio e anche alla testa perchè il finestrino della cabina è andato in frantumi e le schegge di vetro mi hanno colpito”.
Poi Giuseppe Giacalone racconta che i militari a bordo della motovedetta, non appena si sono resi conto del suo ferimento, hanno cercato di giustificarsi: ” ‘perdono, perdono, ora ti soccorriamo’ ripetevano mentre la nostra imbarcazione veniva sorvolata dall’elicottero della Marina Militare italiana che è subito intervenuto in nostro soccorso”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, Fedriga: ‘Allo studio seconda dose vaccino in vacanza’. Cirio: ‘Nostre montagne come le isole, vanno vaccinate’
Lo ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
07 maggio 2021
15:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La prima cosa da superare oggi, vista anche la situazione contingente, è l’indice rt che oggi andiamo a valutare”. Lo ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, che lo ritiene poco affidabile,intervenendo a Sky Tg24.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In alternativa, per Fedriga “un indice da tenere in considerazione è il rt ospedaliero: fa capire se aumentano o diminuiscono le richieste di ospedalizzazione ed è un indicatore che può dare segnale importante, e che non dà una visione distorta”. “Avremo un confronto come Regioni con il Commissario Figliuolo” per verificare la possibilità che a una persona vaccinata con la prima dose possa essere somministrata la “seconda dose in vacanza- ha poi annunciato Fedriga-. Stiamo vedendo se è possibile organizzare questo, stiamo lavorando ma siamo di fronte alla campagna più grande della storia dell’umanità. Molte cose si possono risolvere, altre sono molto difficili, qualche disagio può esserci”.
“Credo che il commissario debba favorire quelle Regioni che stanno rispettando i target dati e noi li abbiamo anche superati”, ha detto la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, al termine della sua visita all’Ospedale di Vimercate, commentando la richiesta fatta ieri dal governatore Fontana di avere ulteriori dosi AstraZeneca qualora nelle altre regioni venissero rifiutate. “Da noi meno dell’1% delle persone vaccinate rifiuta AstraZeneca – ha aggiunto – anche perché i nostri medici spiegano loro che questo è un vaccino sicuro ed efficace”. “Nell’ordine del giorno della prossima commissione Salute della Conferenza delle Regioni, che sarà mercoledì, ci sarà il tema della possibilità di poter vaccinare le persone che si spostano in altre regioni, anche per vacanza”. “Noi in Lombardia abbiamo vaccinato tutte le persone che lavorano nel nostro territorio, quindi – ha aggiunto – credo che sia auspicabile che la stessa possibilità possa essere data alle persone che si spostano verso altre regioni o per vacanza o per altri motivi”.
Per il governatore del Piemonte, Alberto Cirio, “se si ritiene giusto vaccinare gli abitanti delle isole minori, che soffrono una carenza di ospedali e strutture sanitarie, lo stesso dovrebbe valere anche per le aree montane, che non sono in una situazione molto diversa”, ha detto incontrando un gruppo di lavoratori stagionali valsusini che ha inscenato una mini-protesta davanti alla sede della Regione a Torino. Obiettivo, spiega, “vaccinare gli abitanti e gli operatori delle montagne piemontesi, creando così delle bolle covid-free sul modello di quanto è stato proposto per le isole italiane e far ripartire il turismo”.
Intanto ieri sono state di nuovo superate le 500 mila dosi di vaccino somministrate in un giorno in Italia, secondo il Commissariato all’emergenza. Per l’esattezza alle 4 di stamani risultavano somministrare 501.236 dosi. Oltre 16 milioni di italiani hanno ricevuto almeno una dose di vaccino contro il coronavirus, il 26,7% della popolazione, secondo il ‘contatore’ di Sky Tg24 su dati del ministero della Salute. Tra loro ci sono anche gli oltre 6,8 milioni che hanno ricevuto anche il richiamo o la monodose di Johnson&Johnson, completando quindi il ciclo vaccinale.
“Il mese di maggio è un mese di transizione. Io mi aspetto 17 milioni di vaccini, stanno arrivando e arriveranno con cadenza settimanale così come li avete visti giungere in questa prima settimana. Ci daranno modo di tenerci sull’obiettivo”, ha detto il generale Francesco Paolo Figliuolo a margine della visita all’hub vaccinale di Pescara, nell’ambito della sua tappa in Abruzzo. Per quanto riguarda le aziende, il generale sottolinea che “i punti aziendali partiranno più avanti quando avremo più vaccini e dopo aver messo in sicurezza gli over 65 e i fragili. Da lunedì – ricorda – partono le prenotazioni per gli over 50. Stiamo piano piano vedendo sempre più luce – conclude – e stiamo attraversando il tunnel”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Preside vieta tacchi davanti scuola, ‘per scongiurare cause’
La norma rivolta alle madri: ‘già verificate cadute’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RIMINI
07 maggio 2021
12:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Agli ingressi delle scuole di un istituto comprensivo di Riccione è apparso un cartello con il simbolo del divieto e sotto la barra rossa il disegno di una scarpa da donna con il tacco. Il senso dell’inedito avviso è stato spiegato dal dirigente scolastico, Nicola Tontini, al Corriere Romagna.
“È un’indicazione che diamo ai genitori, personale e fornitori, in quanto succedono infortuni di vario tipo. Per questo la scuola dà delle regole da rispettare da parte dell’utenza che accede al plesso”.
Il divieto non riguarderebbe dunque la moda, come avvenuto in passato in altri istituti. Lo scopo dichiarato dalla scuola è quello di scongiurare risvolti giuridici. “Non è la prima volta infatti che un genitore che accompagna il bambino a scuola inciampa e cade, e poi cerca di intentare una causa alla scuola”, prosegue il preside. Con il cartello di divieto, la scuola non si riterrebbe dunque responsabile di eventuali cadute con i tacchi a spillo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafie: De Raho, impedire anche solo euro in attività lecite
Procuratore, ad Ancona protocollo condivisione dati reati spia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
07 maggio 2021
12:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Non dobbiamo consentire alle mafie di entrare neanche con un euro nelle attività economiche presenti”. E’ uno dei passaggi più significativi dell’intervento del procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Federico Cafiero De Raho ad Ancona per la firma di un protocollo “apripista” tra Dna, Procura generale della Corte d’appello di Ancona guidata da Sergio Sottani, procura distrettuale Marche con al vertice Monica Garulli, e procure circondariali, per rafforzare la condivisione di informazioni d’indagine su reati spia di crimine organizzato e terrorismo con l’immissione di dati nel sistema Sidda/Sidna.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
De Raho ha preso spunto dall’esempio Marche un “territorio apparentemente sereno ma in cui mafie possono avere interesse a reinvestire ricchezze. In un momento difficile come l’attuale – ha osservato – la condivisione delle conoscenze, un intervento coordinato, sono lo strumento migliore per impedire alle mafie di fagocitare attività economiche in difficoltà”. E’ “compito di tutti – ha aggiunto – impedire che le mafie, anche tramite l’usura, si impadroniscano di attività” o vi immettano soldi per “gestirle dall’interno, mantenendo l’apparenza della titolarità economica tradizionale”. “Le mafie – ha ribadito – sono un cancro della società, uno strumento che determina l’arretramento di una parte di Italia che ha invece bisogno di essere aiutata”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gdf smaschera 76 falsi poveri con esenzione ticket sanitario
A Trieste, nuova fase operazione ‘Paga Pantalone’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
07 maggio 2021
12:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Compagnia della Guardia di Finanza di Trieste ha scoperto 76 finti poveri italiani e stranieri che indebitamente hanno beneficiato dell’esenzione dalla spesa sanitaria.
Nell’ambito dell’operazione “Paga Pantalone”, i finanzieri hanno passato al setaccio migliaia di posizioni di persone residenti a Trieste di una delle ultime annualità scoprendo certificazioni di situazioni reddituali non veritiere che hanno consentito loro l’esenzione dal ticket per prestazioni farmaceutiche e medico specialistiche.
I 76 casi di irregolarità hanno usufruito di circa 820 operazioni in esenzione per un ammontare, in danno alle casse della Sanità regionale, di oltre 39 mila euro. A tutti i 76 è stata irrogata una sanzione amministrativa compresa tra circa cinquemila e 26mila euro.
Si tratta di una seconda fase dell’operazione che complessivamente fino ad oggi ha accertato 149 posizioni irregolari, per un totale di circa 1.570 indebite esenzioni su prestazioni mediche e farmaceutiche ed un mancato introito di circa 74 mila euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Livatino: De Raho,modello per magistrati per rigore funzione
Procuratore il 9 maggio ad Agrigento per beatificazione giudice
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
07 maggio 2021
13:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Andrò ad Agrigento innanzitutto perché Livatino rappresenta un simbolo, un magistrato modello al quale tutti i magistrati, soprattutto in un momento come questo, dovrebbero fare riferimento”. Lo ha detto ad Ancona il procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Federico Cafiero De Raho in merito alla celebrazione del 9 maggio in cui verrà beatificato il giudice Rosario Angelo Livatino, ucciso a 38 anni dalla mafia della ‘Stidda’ il 21 settembre 1990.

Livatino, ha aggiunto De Raho, è un “simbolo perché esprime il rigore nell’esercizio della funzione ma al tempo stesso l’umiltà e la comprensione che sono momenti fondamentali nell’esercizio della funzione giurisdizionale. Comprendere la persona e quindi svolgere con rigore il proprio ufficio – ha concluso il procuratore nazionale antimafia – ma al tempo stesso non dimenticare la dignità del soggetto che c’è di fronte”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Abusa di una 12enne nel Milanese, arrestato
Ventenne aveva conosciuto ragazzina su Istagram
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 maggio 2021
13:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un ventenne di origine peruviana è stato arrestato a Pioltello, nel Milanese, con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di una 12enne originaria dell’Honduras conosciuta su Instagram.
Secondo le indagini, il giovane il 3 aprile scorso avrebbe avvicinato la ragazzina nello stabile dove abita, nel quartiere ‘Satellite’ di Pioltello, portandola su una terrazza e abusando di lei.
Poi le aveva mandato messaggi intimidatori e cercato, il 26 aprile successivo, di ripetere l’aggressione, ma la minorenne era riuscita a divincolarsi. Dopo essersi confidata con la madre, è stata sporta la denuncia e i carabinieri di Cassano D’Adda (Milano) sono riusciti a individuare e rintracciare il presunto aggressore, il cui fermo è già stato convalidato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Zingaretti, aperto primo hub vaccinale aziendale nel Lazio
A Torrice, in provincia di Frosinone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
07 maggio 2021
13:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Si è aperto il primo hub vaccinale aziendale nel Lazio e tra i primi in Italia a Torrice in provincia di Frosinone. Una iniziativa, un esperimento che segna un passo in avanti nella campagna vaccinale del Lazio, che già procede speditamente, e che dimostra ancora una volta l’importanza della collaborazione tra pubblico e privato.

Ringrazio prima di tutto il Presidente Maurizio Stirpe, voce di questa iniziativa, che ha voluto lanciare un segnale preciso, ribadendo che le vaccinazioni sono indispensabili per uscire dall’emergenza sanitaria. Senza dimenticare il Gruppo Prima Sole Components (PSC), che ha dato gratuitamente il sito per realizzare il centro vaccinale, la Croce Rossa, il Comune di Torrice, la Protezione Civile e soprattutto medici, infermieri e personale sanitario che ogni giorno sono in prima linea nella battaglia contro il virus e che non smetterò mai di ringraziare per il loro straordinario impegno”. Lo dichiara il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti in merito all’apertura del nuovo hub vaccinale aziendale a Torrice in provincia di Frosinone.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Genovese: gip Milano boccia richiesta processo immediato
Formulata da pm. Si dovrà procedere con la chiusura indagini
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 maggio 2021
13:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il gip di Milano Tommaso Perna ha respinto la richiesta di processo con rito immediato, formulata dalla Procura, per l’imprenditore del web Alberto Genovese, in carcere dal 6 novembre. La richiesta era stata avanzata dall’aggiunto Mannella e dai pm Stagnaro e Filippini per le imputazioni alla base di due ordinanze cautelari, ossia per le presunte violenze sessuali, con cessione di droga, nei confronti di una 18enne lo scorso ottobre a Milano e di una 23enne lo scorso luglio a Ibiza.

Col processo immediato si sarebbe saltata la fase dell’udienza preliminare. Così si va invece verso chiusura indagini e richiesta di rinvio a giudizio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Verso accordo ‘Patto per la scuola’ tra sindacati e governo
Si prevedono nuove procedure di reclutamento per i docenti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
14:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si va verso la chiusura dell’accordo tra sindacati della scuola e ministero dell’Istruzione, il ‘Patto per la scuola al centro del Paese’, che deve tuttavia ancora avere l’ok di Palazzo Chigi.
Il documento – da quanto si apprende – prevede nuove procedure di reclutamento per assicurare la presenza dei docenti al primo settembre di ogni anno in classe, vuole garantire la sicurezza degli ambienti scolastici, assicurare la continuità didattica tramite una programmazione pluriennale degli organici e dei contratti a tempo determinato, combattere gli abbandoni e la dispersione scolastica e molto altro.
Saranno poi i tavoli tecnici a occuparsi dei singoli temi dell’accordo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’11 maggio i parchi a tema in piazza, aprire prima del 1 luglio
A Roma in piazza del Popolo, in ballo 60 mila posti di lavoro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
14:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“I personaggi dei cartoon più amati dai bambini scendono in piazza per difendere il diritto alla magia dei parchi divertimento e la dignità umana e professionale di oltre 60.000 lavoratori, tra occupati fissi, stagionali e dell’indotto, fortemente preoccupati per il loro futuro, a causa delle decisioni di un governo che ha sistematicamente ignorato le istanze della categoria”. Lo annuncia l’Associazione Parchi Permanenti Italiani aderente a Confindustria, che ha indetto una manifestazione per martedì 11 maggio, alle 11.30 in Piazza del Popolo a Roma.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La petizione #NO1luglio – contro il rinvio fino a quel giorno della riapertura dei parchi, prevista nel decreto anti-Covid del governo -, “in pochi giorni ha già raccolto decine di migliaia di firme e che continuerà anche dopo l’evento, allo scopo di anticipare il via libera ai parchi tematici e acquatici”. Giuseppe Ira, presidente dell’Associazione Parchi Permanenti Italiani e di Leolandia (Bergamo), sottolinea: “Il governo sta giocando con il futuro di migliaia di lavoratori, molti dei quali sono stagionali e dal 30 aprile hanno perso ogni sussidio.
Le istituzioni non possono continuare ad ignorarci. Chiediamo di poter aprire prima, come avviene all’estero e come sarebbe logico dopo le dichiarazioni del premier Draghi riferite all’invito ai turisti stranieri a tornare in Italia a partire dal 15 maggio. Sarebbe spiacevole che i turisti trovassero chiusi solo i parchi a tema: le nostre sono attività sicure, all’aperto e i protocolli predisposti lo scorso anno hanno dimostrato di funzionare perfettamente”.
Il settore è composto da circa 230 strutture tra parchi a tema, faunistici, avventura e acquatici. Nel 2019 ha generato un giro d’affari superiore ai 400 milioni di euro e 25.000 posti di lavoro diretti (tra occupati fissi e stagionali). Cifre che salgono rispettivamente a 2 miliardi di euro e 60.000 addetti considerando l’indotto composto da hotel, ristorazione, merchandising, manutenzioni e altri servizi collaterali. Nel 2020 il 20% dei parchi ha rinunciato completamente all’apertura, 5 parchi italiani sono passati sotto il controllo di fondi di investimento stranieri e si sono persi 10.000 posti di lavoro stagionali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Csm: Greco deposita la relazione al Pg di Milano
Il procuratore generale: “ci sono accertamenti da fare
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 maggio 2021
15:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il procuratore della Repubblica di Milano, Francesco Greco, ha depositato al procuratore generale milanese Francesca Nanni la relazione sul caso dei verbali resi ai pm del suo ufficio dall’avvocato siciliano Piero Amara sulla presunta Loggia Ungheria. Vicenda che ha creato uno scontro all’interno della procura e che ha investito anche il Csm.
La relazione dovrà essere valutata dal pg Nanni che si è limitata a dire che “ci sono accertamenti da fare” per poi eventualmente trasmetterla al pg della Cassazione per una possibile azione disciplinare.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Roma: Frongia lascia giunta, entra in staff Dadone
A breve sarà nominato nuovo assessore allo sport
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
07 maggio 2021
15:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Daniele Frongia, già vicesindaco e assessore allo sport del Campidoglio, lascia il suo ruolo all’interno della giunta capitolina ed entra nello staff del ministro Fabiana Dadone. Il Campidoglio renderà a breve noto il nome del nuovo assessore allo sport.
La decisione di Frongia è stata discussa e condivisa con la sindaca Raggi. Il già vicesindaco e assessore all’interno dello staff della ministra Fabiana Dadone si occuperà anche di alcuni progetti legati alla Capitale dovendo occuparsi di Enti Locali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’anno del Covid 96mila mamme hanno perso il lavoro
Rapporto Save The Children, più dura crescere un figlio al Sud
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
15:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’anno della pandemia è stato difficile per le mamme italiane, circa 6 milioni, che hanno dovuto districarsi tra lavoro e i figli piccoli rimasti a casa poiché non hanno potuto contare sul supporto di asili nido e scuole materne. Complessivamente nel 2020 sono state 249 mila le donne che hanno perso il lavoro e ben 96 mila erano mamme, di queste 4 su 5 hanno figli con meno di 5 anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono quelle madri che a causa della necessità di seguire i più piccoli, hanno dovuto rinunciare al lavoro o ne sono state espulse. La quasi totalità – 90 mila su 96 mila – erano già occupate part-time prima della pandemia. Mamme ancora più in difficoltà nel Sud, con Campania e Calabria agli ultimi posti, mentre la situazione va meglio al nord, dove al vertice, come avviene dal 2012, ci sono ancora una volta le Province Autonome di Bolzano e Trento, seguite quest’anno dalla Valle d’Aosta, che “supera” l’Emilia Romagna. L’aspetto positivo è che in tutte le Regioni c’è un miglioramento generale, dovuto ad una propensione maggiore ad un’equa distribuzione nei carichi di cura e lavoro familiare all’interno delle coppie, anche se non ancora sufficiente a ridurre gli squilibri esistenti.
E’ quanto emerge dal sesto rapporto “Le Equilibriste: la maternità in Italia 2021” che Save The Children lancia alla vigilia della Festa della mamma per fare una analisi della condizione delle madri in Italia durante la pandemia.
Non è un caso, sottolinea Save The Children, se il nostro Paese detiene il primato delle madri più anziane d’Europa alla nascita del primo figlio (31,3 anni contro una media di mamme in EU di 29,4), per non parlare del tasso di natalità che durante la pandemia ha registrato un decremento del 3,8%, pari a 16 mila nascite in meno, rispetto all’anno precedente.
Visto il quadro “fosco” Save The Children invoca urgenti politiche per l’infanzia, in particolare chiede alla politica di “mettere subito in atto misure in grado di creare un sistema integrato da zero a sei anni, che offra un servizio di qualità e gratuito in cui i bambini abbiano la possibilità di apprendere e di vivere contesti educativi necessari al loro sviluppo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Frenatore seriale dei treni’ incubo dei pendolari, denunciato
L’uomo aveva anche costretto aereo a tornare indietro a Orio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
07 maggio 2021
15:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Parafrasando il libro di Georges Simenon, era diventato l’uomo che “fermava i treni”. Il frenatore seriale, 18 casi accertati e altrettanti con ogni probabilità a lui riconducibili, è stato denunciato dalla polizia ferroviaria di Genova.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nei guai è finito un uomo di 47 anni, bulgaro, diventato l’incubo dei pendolari liguri, piemontesi e lombardi. Ore e ore di ritardi accumulati per puro divertimento.
L’uomo saliva a bordo dei treni e quando il convoglio prendeva velocità azionava il freno di emergenza. In alcuni casi azionava quelli di più vagoni facendo accumulare ritardi oppure spaccava i finestrini con attrezzi da lavoro. Gli investigatori hanno così iniziato a visionare le telecamere di sorveglianza della rete ferroviaria e raccolto le testimonianze dei capotreno. Fino a due sere fa quando sul regionale proveniente dal Piemonte è stata segnalata una nuova frenata “anomala”.
Inoltre, qualche giorno fa, l’uomo è anche riuscito a bloccare un aereo partito da Orio al Serio: completamente ubriaco ha iniziato inveire perché, forse convinto di essere su un treno, non riusciva a trovare il freno di emergenza. Non riuscendo a farlo calmare, il comandante ha invertito la rotta ed è tornato a Orio. Per tutti gli episodi è stato denunciato per interruzione di pubblico servizio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ordigno poste Genova, chiesti 7 anni per anarchico
L’attentato rientrava nella campagna contro i Cie
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
07 maggio 2021
16:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il sostituto procuratore della Dda di Genova Federico Manotti ha chiesto la condanna a sette anni e un mese per Giuseppe Bruna, 51 anni, anarchico insurrezionalista, accusato di avere messo un ordigno artigianale davanti il bancomat delle poste di spianata Castelletto.
L’ordigno era stato collocato nella notte dell’8 giugno 2016 da due individui vestiti di scuro ed era composto da una tanica di plastica da cinque litri riempita di liquido infiammabile, completo di timer artigianale, una sveglia analogica con una sola lancetta.
La sveglia era alimentata da una batteria da nove volt collegata a un circuito elettrico di innesco composto da un bulbo di plastica contenente varie capocchie di fiammiferi.
L’ordigno non esplose per un malfunzionamento.
L’attentato rientrava nella campagna contro i CIE (Centri di Identificazione ed Espulsione), condotta dai gruppi anarchici in tutta Italia. Bruna è anche a processo per i plichi esplosivi inviati ai pm torinesi Antonio Rinaudo e Roberto Sparagna, e all’allora direttore generale del Dap (Dipartimento amministrazione penitenziaria) a Roma, Santi Consolo. Venne arrestato insieme ad altre due persone.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: Ministero, in Dad si può bocciare ma tener conto Covid
Circolare, riflettere su complessità apprendimento quest’anno
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
20:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La valutazione degli apprendimenti e delle attività svolte in didattica a distanza ha gli stessi effetti delle attività didattiche svolte in presenza ma ” è opportuno richiamare l’attenzione sulla necessità che la valutazione degli alunni e degli studenti rifletta la complessità del processo di apprendimento maturato nel contesto dell’attuale emergenza epidemiologica”.    Pertanto, le valutazioni sul raggiungimento degli obiettivi di apprendimento “avverrà in considerazione delle peculiarità delle attività didattiche realizzate, anche in modalità a distanza, e tenendo debito conto delle difficoltà incontrate dagli alunni e dagli studenti in relazione alle situazioni determinate dalla situazione emergenziale”, nell’intero anno scolastico. Lo stabilisce una circolare del ministero dell’Istruzione diffusa in queste ore alle scuole.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cucchi:condannati a 13 anni due carabinieri per il pestaggio
Ilaria, il mio pensiero va a Stefano e ai miei genitori
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
16:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Condannati a 13 anni per omicidio preterintenzionale i due carabinieri Alessio Di Bernardo e Raffaele D’Alessandro accusati di avere picchiato Stefano Cucchi. Lo hanno deciso i giudici della Corte di Assise D’Appello di Roma.

Nel processo d’appello per il pestaggio subito da Stefano Cucchi nel 2009 a Roma il carabiniere Roberto Mandolini ha avuto un lieve sconto di pena passando da 4 anni e mezzo a 4 anni mentre Francesco Tedesco ha visto confermata la condanna a due anni e sei mesi. Per loro l’accusa è di falso. “Il mio pensiero va a Stefano e ai miei genitori che oggi non sono qui in aula. E’ il caro prezzo che hanno pagato in questi anni”, ha detto Ilaria Cucchi commentando la sentenza relativa alla morte del fratello per pestaggio, nel 2009, a Roma.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La mamma di Stefano, la signora Rita Calore, ha pianto non appena ha saputo della sentenza. L’ho sentita la telefono. E’ un momento di grande commozione. Dopo 12 anni la lotta non è ancora finita. Siamo comunque pienamente sodddisfatti della decisione di oggi della corte d’appello”. Lo afferma l’avvocato Stefano Maccioni, parte civile nel processo, e legale dei genitori di Stefano Cucchi, dopo la sentenza di appello.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Isole minori covid free, vaccinazioni a Salina e Capraia
Alle Eolie si procederà nelle altre isole per immunizzare tutti gli abitanti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LIVORNO
07 maggio 2021
20:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono cominciate a Salina, nelle Eolie, le vaccinazioni anticovid per tutti, a cominciare dai 18 anni, per rendere le isole siciliane covid free al più presto. Tra lunedì e sabato le vaccinazioni saranno effettuate agli altri eoliani partendo da Alicudi, poi Filicudi, quindi Panarea, Stromboli e Ginostra, Vulcano per terminare a Lipari.
A Lampedusa da domani la campagna vaccinale prosegue senza soluzione di continuità, con la somministrazione delle dosi a tutta la restante popolazione over 18.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le squadre già presenti nell’isola da martedì scorso sono state integrate da altro personale. Da lunedì cominceranno, curate dall’Asp trapanese, le vaccinazioni alle Egadi e a Pantelleria. Gli abitanti delle isole potranno ricevere il vaccino dalle 9 alle 18, tutti i giorni, domenica compresa, rispettivamente nelle sedi di Pantelleria, nella Mediateca in via San Leonardo, e di Favignana, alla Tonnara Florio. Anche a Ustica, isola palermitana, le vaccinazioni di massa cominceranno la prossima settimana.
Le 13 in punto l’orario di inizio programmato per le vaccinazioni degli abitanti di Capraia (Livorno), prima insieme a Salina tra le isole minori coinvolte nell’operazione Covid free. Alla fine saranno 170 i residenti che verranno vaccinati dai 4 medici della Marina militare arrivati stamani sull’isola insieme a un collega della Asl e al dottore di Capraia, la più lontana dalla costa tra le sette isole dell’Arcipelago toscano. Sede delle vaccinazioni l’ambulatorio Asl del paese, vicino alla chiesa di San Nicola, in tre stanze appositamente attrezzate, con intervalli di sei minuti tra l’una e l’altra.
“L’obiettivo è concludere le vaccinazioni in giornata – ha detto il sindaco Marida Bessi – anche se abbiamo rischiato di far saltare tutto visto che con la libecciata di oggi il traghetto avrebbe potuto non partire da Livorno. È uno dei problemi della cosiddetta continuità territoriale e per chi come noi non abita su un isola non è facile da far capire. La nave per fortuna è arrivata e rimarrà fino alle 16. Tornando alle vaccinazioni ad ogni residente è stato dato un appuntamento. Io mi vaccinerò con il Johnson con appuntamento previsto per domani mattina: vorrà dire che mi farò vaccinare per ultima come per dare il segnale di precedenza ai miei isolani”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ai Fori Imperiali la statua di Livia Drusilla
Iniziativa di Sky per il lancio della serie ‘Domina’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
19:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una statua che raffigura Livia Drusilla, la nobile moglie di Augusto che con intelligenza condizionò la vita politica di Roma nel suo più cruciale momento di crisi, è spuntata la mattina del 7 maggio ai Fori Imperiali di Roma, tra le statue dei grandi imperatori romani. La statua, liberamente ispirata alla statua di Livia come Opi/Cerere, che si trova al museo del Louvre di Parigi, posizionata prima di quella dell’imperatore Giulio Cesare, ha destato molta curiosità tra i cittadini che, da un giorno all’altro hanno trovato una nuova imperatrice sui Fori Imperiali.
Il mistero è stato svelato.
La nuova statua installata tra i grandi imperatori romani è stata la protagonista di un’attività di promozione per Domina, la nuova serie Sky Original che debutterà per intero su Sky e NOW il 14 maggio. Un dramma epico e insieme un racconto estremamente contemporaneo, che seguono la vertiginosa ascesa della terza moglie di Gaio, Livia Drusilla, interpretata da Kasia Smutniak. La sua incredibile storia ridefinì completamente le aspirazioni che a quel tempo una donna poteva perseguire, finendo per segnare per sempre le sorti dell’Impero Romano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Giacomo Perini, La notte ha smesso di fare paura
La lotta alla malattia e la rinascita di un giovane coraggioso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
09:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GIACOMO PERINI, LA NOTTE HA SMESSO DI FARE PAURA (Santelli, pp.176, 14.99 euro)
Una corsa a perdifiato nella vita, per goderla appieno, nonostante tutto: così, senza mai perdere di vista l’obiettivo di essere felice, Giacomo Perini ha scelto di affrontare le difficoltà messe sulla sua strada da un destino ingiusto, un’ostinazione vitale che ha raccontato nel libro “La notte ha smesso di fare paura”, edito da Santelli e disponibile dal 6 maggio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La storia di Giacomo inizia nel 2014: ha 18 anni e sta per cominciare l’ultimo anno di liceo quando riceve la notizia tragica e inaspettata di avere un raro tumore maligno, l’osteosarcoma, che lo ha colpito alla gamba e contro il quale bisogna combattere senza perdere un minuto. Per lui, che progettava un futuro da atleta grazie alla passione per l’equitazione, sempre impegnato tra allenamenti con il suo cavallo, gare e progetti da costruire, la malattia è più di una battuta d’arresto in una strada già ben delineata, ma può rappresentare la fine perché in gioco c’è la vita.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dalla diagnosi inizia un lungo percorso di lotta e di sofferenza: il giovane si sottopone a tante terapie e diversi interventi che poi culminano con l’amputazione della gamba. Ma questa è solo la prima parte della vita di Giacomo, che, con la malattia, impara a conoscere un nuovo se stesso.
Nel libro c’è il racconto della sua vicenda, dei suoi sogni di quando ancora poteva condurre una vita normale e del cambiamento forzato al quale si è dovuto adattare ma che è stato fonte per lui di una forza sconosciuta: alternando cronaca e riflessioni a pagine visionarie, l’autore svela in pagine intense e sincere il segreto della sua rinascita, di quella luce limpida che viene da dentro e detta la rotta quando tutto intorno è buio. Mentre l’oscurità del tunnel che il tumore lo ha costretto a percorrere sembrava davvero impenetrabile, densa, carica di incubi e demoni, Giacomo si è accorto che poteva provare a camminare più leggero, senza inutili zavorre, mirando alla cosa più importante: non soltanto sopravvivere, ma vivere una vita ricca e appassionante, nell’intima convinzione di meritarlo quel futuro tanto ambito di felicità e appagamento. Il primo passo è stato per lui non indentificarsi con la sua patologia, ma impegnarsi con tutto se stesso a non farla vincere. Poi ha ripreso a studiare, ora lavora al Coni per la Fitri ed è riuscito a preservare la sua passione per lo sport, diventando atleta della Nazionale paralimpica di canottaggio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Giacomo però tutto questo non è bastato, perché ha capito che la sua esperienza, di dolore e di rinascita, poteva essere d’esempio ad altri giovani come lui, non solo a quelli malati o disabili, ma a tutti coloro che di fronte a un problema si sentono indifesi e senza via d’uscita. Ed ecco che la sua storia di resilienza è diventata occasione di impegno per gli altri: come un testimone di vitalità e coraggio, questo giovane uomo ha condiviso ciò che ha vissuto a teatro, al cinema, di persona nelle scuole, come rappresentate degli atleti nel Comitato paralimpico del Lazio, sui mass-media, sui social e adesso anche nel suo libro. Un impegno il suo che non è passato inosservato, tanto che nel 2019 è stato nominato Cavaliere della Repubblica dal Presidente Sergio Mattarella.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ritrovati al Circeo i resti di 9 uomini del Neanderthal
Nella Grotta Guattari VIDEO. Franceschini, “straordinario”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
09:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ominidi che cercano riparo in una grotta per scaldarsi, dormire, difendersi dall’agguato delle fiere, affilare le armi con le quali torneranno a cacciare. Ma anche ferocissime iene che di quello stesso antro naturale, in tempi diversi, hanno fatto una tana dove portare i loro sanguinolenti trofei.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ un viaggio nel tempo lungo oltre 100 mila anni quello che stanno facendo archeologi, paleontologi, antropologi, archeobotanici che da ottobre 2020 sono impegnati nella Grotta Guattari al Circeo (Lt) in una nuova campagna di scavo condotta dalla soprintendenza archeologica delle province di Latina e Frosinone in collaborazione con l’Università di Tor Vergata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un tuffo in un passato lontanissimo in cui questo lembo di territorio era abitato dagli uomini di Neanderthal, i ‘cugini’ più anziani e poi misteriosamente estinti dell’homo sapiens, e là dove ora si trovano spiagge e terre coltivate si estendevano a perdita d’occhio verdi praterie. Ma anche da animali feroci, iene, rinoceronti, orsi delle caverne. Esemplari grandissimi come lo spropositato megalocervo oppure antichi come l’uro, una razza di bovino poi estinta.
Un’indagine delicata portata avanti in quello che da 80 anni è considerato tra i siti più importanti del paleolitico medio. E che oggi si arricchisce di un nuovo eccezionale ritrovamento con i resti ricomposti di 9 individui di Neanderthal e di un incredibile numero di preziosi fossili, animali e vegetali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Una scoperta straordinaria”, applaude il ministro della Cultura Franceschini sottolineando il lavoro della soprintendenza.

Il Circeo com’era, scoperti 9 uomini di Neanderthal Sabato 08 Maggio 2021 VIDEO:

Di fatto, spiegano gli esperti che da mesi sono al lavoro tra le rocce e le ossa sparse in questo mondo sotterraneo a due passi dal mare che fu della maga Circe, una sorta di smisurata banca dati che sarà utilissima per ricostruire la storia, ma anche l’ecosistema di queste terre in un arco di tempo lontanissimo, per i non addetti ai lavori persino difficile da immaginare, che va da 125 mila a 50 mila anni fa. Scoperta casualmente nel 1939, la Grotta Guattari, studiata a suo tempo dal paleontologo Alberto Carlo Blanc, deve la sua eccezionalità ad un crollo che circa 60 mila anni fa l’ha sepolta sigillandone l’apertura e facendo sì che tutto si mantenesse così com’era, in pratica una sorta di capsula del tempo.
Proprio per questo e per il ritrovamento allora di una calotta cranica straordinariamente ben conservata è stata subito annoverata tra i siti più importanti al mondo per lo studio dell’uomo di Neanderthal. Il nuovo intervento, fatto con l’aiuto di tecnologie e competenze che 80 anni fa non erano neppure immaginabili e allargato ad una zona della grotta che non era mai stata indagata neppure da Blanc, apre ora scenari di enorme interesse per la ricerca, spiega Francesco Di Mario, il funzionario archeologo della soprintendenza che dirige lo scavo. Gli scheletri umani ricomposti, racconta, “appartengono tutti ad individui adulti, fatta eccezione forse solo per uno che potrebbe essere di un giovane”. Tra loro una sola femmina. Ma non si tratta di persone vissute tutte nella stessa epoca: i più vicini a noi sarebbero vissuti tra i 50 mila ed i 68 mila anni fa, il più antico addirittura tra i 100 mila ed i 90 mila anni fa. Adesso tutto questo materiale dovrà essere studiato, fa notare il direttore del servizio di antropologia del Sabab Lazio Mario Rubini, ma già dalle prime indagini sono arrivate tantissime informazioni, “un’analisi sul tartaro dei denti – anticipa – ha mostrato per esempio che la loro dieta era molto variata, mangiavano molti prodotti cerealicolo vegetariani, frutto della raccolta, ed è noto quanto una buona alimentazione sia fondamentale per lo sviluppo dell’encefalo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tant’è, con i nuovi ritrovamenti, ribadisce Rubini, il sito del Circeo diventa “assimilabile per importanza a quello di El Sidron in Spagna o a quello di Krapina nell’ex Jugoslavia. La cosa incredibile al momento è che ci ha restituito molti individui, tanti da accendere una luce importante sulla storia del popolamento dell’Italia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E la speranza adesso è che studiando quest’immensa mole di materiale si possa arrivare a risolvere i tanti misteri che avvolgono questa specie. Uno in particolare, legato proprio alla Grotta laziale, dove tutti i crani ritrovati presentano una larga apertura alla base, come se qualcuno li avesse aperti apposta per mangiarne il cervello. In passato, ricorda l’antropologo, “era stata avanzata l’ipotesi di un rituale di cerebrofagia”, ma l’interrogativo è ancora aperto, dice, “potrebbe essere stato l’uomo ad aprire il foro occipitale e la iena a finire di sgranocchiarlo, potrebbe essere stata la iena stessa ad aprirlo, e potrebbe semplicemente trattarsi di una rottura dovuta al caso”. E’ uno degli enigmi, forse uno dei più inquietanti, che il lavoro dei prossimi mesi potrebbe riuscire a svelare.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Grotta Guattari e l’enigma dei crani aperti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
09:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una grande apertura alla base del cranio. Come se la mano di qualcuno fosse intervenuta per aprire quelle teste, magari per mangiarne il cervello.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ la particolarità che accomuna tutti i crani ritrovati all’interno della grotta Guattari al Circeo (LT), dove una nuova campagna di scavi condotta dalla soprintendenza archeologica delle province di Latina e Frosinone insieme con l’Università di Tor Vergata ha portato alla clamorosa scoperta, annunciata oggi dal ministro Franceschini, del ritrovamento dei resti compatibili con 9 individui di Neanderthal. “Uno dei tanti enigmi su cui stiamo lavorando e che ci auguriamo di risolvere”, sottolinea l’antropologo Mario Rubini, direttore del servizio di antropologia del Sabap Lazio. Nel 1939, quando venne ritrovato il primo cranio, poggiato in terra al centro di quello che sembrava un cerchio di pietre, si era pensato ad un rito di cerebrofagia. Il paleontologo Alberto Carlo Blanc aveva parlato allora di “cannibalismo rituale” e a dimostrazione della sua teoria aveva fatto una comparazione con una collezione di crani provenienti dalle tribù antropofaghe della Melanesia. Il ritrovamento oggi di altri teschi con le stesse caratteristiche potrebbe far pensare ad una conferma dell’ipotesi avanzata dal paleontologo novecentesco, peraltro poi largamente discussa e contestata dagli studi successivi nei quali altri studiosi hanno immaginato come più probabile che il cranio fosse stato svuotato invece da un animale, facilmente le stesse iene che nell’ultimo periodo di ‘vita’ della grotta l’hanno abitata facendone la loro tana. La realtà, avverte oggi Rubini, è che le possibilità da valutare sono diverse. “Dobbiamo considerare che nel nostro mestiere quello che ci troviamo sotto gli occhi è sempre il frutto dell’ultima ‘mano’ intervenuta – spiega -. Potrebbe quindi essere stato l’uomo ad aprire il foro occipitale e la iena a finire di sgranocchiarlo, oppure potrebbe essere stata la iena stessa ad aprirlo per assicurarsi un cibo dalle alte qualità nutrienti, oppure ancora potrebbe semplicemente trattarsi di una rottura dovuta al caso”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La soluzione, insomma, al momento non c’è. “Stiamo indagando”, ripete l’antropologo, “al momento l’unica cosa certa è che abbiamo un femore mangiato da una iena, che su quell’osso ha lasciato persino l’impronta dei denti. D’altra parte sappiamo che le iene amano rosicchiare le parti terminali delle ossa lunghe perché sono molto ricche di calcio e questo serve al loro metabolismo”. Per i crani aperti, però, l’interrogativo rimane aperto. “E’ uno dei tanti che ci auguriamo di sciogliere – sottolinea Rubini – la soluzione di questi enigmi sarà fondamentale per ricostruire la storia del popolamento dell’Italia dal profondo passato ad oggi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Folla e assembramenti, chiusure nelle zone della movida a Roma. Anche Venezia presa d’assalto. Tanti al mare
Anche la Liguria rivede i turisti, tanti francesi a Ventimiglia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
19:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Interventi per assembramenti e chiusure di strade e piazze a Roma a causa della folla. Diversi gli interventi della Polizia Locale in varie zone della Capitale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le pattuglie sono state impegnate in particolare nel Centro Storico, soprattutto nella zona del Tridente – il salotto di Roma compreso tra via di Ripetta, via del Babuino e via del Corso – dove si sono concentrati i principali interventi già dalla tarda mattinata. Nel pomeriggio rafforzata la vigilanza anche in alcune zone della movida come Piazza Bologna, San Lorenzo e Trastevere, con gli agenti che stanno procedendo a chiusure temporanee, per far defluire la folla.
In tanti anche nei principali parchi della Capitale e nel centro storico. Affollato anche il litorale romano. Complice la giornata di sole in molti hanno scelto di trascorrere la giornata al mare. Registrato in giornata traffico sostenuto sulle strade verso il mare e a Ostia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Venezia presa d’assalto, parcheggi esauriti – Come previsto, nel secondo weekend di zona gialla e bel tempo, Venezia è stata presa d’assalto fin dalla mattinata di oggi da visitatori, soprattutto dall’entroterra regionale veneto. Sono al completo tutti i parcheggi automobilistici di piazzale Roma e del Tronchetto, dove inizialmente le vetture erano state deviate. La Polizia locale ha comunicato lo stop dei veicoli, con l’indicazione a raggiungere le aree di sosta in terraferma, a Mestre e Marghera. Per le code sul Ponte della Libertà verso il centro storico, le linee del servizio di trasporto pubblico hanno accumulato ritardi in entrambe le direzioni. Non si registrano assembramenti di persone; i visitatori si concentrano sulle principali direttrici turistiche di Rialto e piazza San Marco, per ora senza affollamenti. Da ieri è in vigore l’ordinanza del Comune contro la ‘movida’, che fissa limiti di accesso in alcune zone della città, e la possibilità di chiusura o limitazione di queste aree da parte della Polizia locale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Liguria, folla in spiaggia e nei dehor, tanti francesi a Ventimiglia – Spiagge e lungomare pieni di persone, soprattutto nel Levante di Genova e nel Levante Ligure, posti nei dehors dei bar e dei ristoranti esauriti nel Savonese e nel Ponente ligure, molti lombardi e piemontesi nelle seconde case. La giornata di sole ha favorito l’afflusso dei turisti in Liguria soprattutto sulle spiagge. Code al casello autostradale, parcheggi esauriti, battelli pieni così come i tavoli dei bar e dei ristoranti. Il primo weekend di sole post aperture fa segnare nel Tigullio occidentale un tutto esaurito. Baia del Silenzio a Sestri Levante affollata da centinaia di bagnanti che si sono sdraiati al sole uno accanto all’altro tanto che Mediterranea Servizi, cui è delegato il contingentamento dell’afflusso nelle spiagge, sta pensando di anticipare la razionalizzazione degli accessi prevista per il primo giugno. Tanti turisti italiani anche nel Savonese, soprattutto ad Alassio, comune turistico per eccellenza. Molta gente nell’Imperiese, soprattutto a Sanremo e a Ventimiglia dove è stata registrata anche una forte presenza di turisti francesi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafie: De Raho, banche dati per smascherare cartelli appalti
Procuratore, c’è registro affidatari ma non di chi partecipa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
07 maggio 2021
17:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi le banche dati costituiscono lo strumento più significativo per contrastare le mafie e devo dire che sotto questo profilo è particolarmente importante l’istituzione delle banche dati riguardanti gli appalti”. Così il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho che ha firmato ad Ancona un protocollo con la procura distrettuale delle Marche, con la procura generale e le procure circondariali per condividere sempre più informazioni d’indagine sui reati spia per criminalità e terrorismo grazie a personale della polizia giudiziaria di Polizia di Stato, Carabinieri e Fiamme gialle tramite la piattaforma Sidda/Sidna.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Esiste una banca dati che riguarda gli affidatari degli appalti – ha ricordato – ma non la banca dati di coloro che partecipano agli appalti. Invece sarebbe importante – spiega De Raho – conoscere chi sono i soggetti che partecipano perché l’aspetto più pericoloso nell’ambito dell’affidamento degli appalti è la formazione die cartelli. Il cartello si smaschera con un’indagine specifica o mediante le banche dati che consentono di individuare qual è il gruppo di imprenditori che partecipa di volta in volta alle gare d’appalto”.
Il procuratore si è soffermato anche sugli appalti per la ricostruzione post sisma sulla quale “l’attenzione è altissima.
Ci sono verifiche in prevenzione e nel monitoraggio sviluppato nel contrasto alle infiltrazioni mafiose nei pubblici appalti.
Vi sono numerosissime attività d’indagine a livello nazionale che riguardano anche territori che possono sembrare secondari rispetto alle infiltrazioni mafiose registrate altrove”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Lazio, prima dose a un terzo popolazione target
Tra gli over 18 il 15% ha già completato il percorso vaccinale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
07 maggio 2021
17:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Nel Lazio un terzo degli utenti della popolazione target (dai 18 anni in su – dato Istat) ha già ricevuto la prima dose di vaccino, il 15% ha già completato il percorso vaccinale”. Così l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ ergastolano il detenuto evaso dal carcere di Perugia
Fu condannato per omicidio a Napoli, ancora in corso le ricerche
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
07 maggio 2021
17:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ un ergastolano l’evaso dal carcere di Perugia del quale sono ancora in corso le ricerche.
Lo denuncia il Sindacato autonomo polizia penitenziaria Sappe.

La notizia viene anche confermata da alcune fonti. In particolare il detenuto fu condannato all’ergastolo per un omicidio a Napoli.
Le ricerche si svolgono con un massiccio spiegamento di forze di polizia. Impegnato anche un elicottero.
“Adesso è prioritario catturare l’evaso”, denuncia Donato Capece, segretario generale del Sappe. “La grave vicenda – aggiunge – porta alla luce le priorità della sicurezza (spesso trascurate) con cui quotidianamente hanno a che fare le donne e gli uomini della polizia penitenziaria del carcere di Capanne”.
Fabrizio Bonino, segretario nazionale Sappe per l’Umbria, ricostruisce gli eventi in una nota. “L’uomo – aggiunge – era ammesso al lavoro ai sensi dell’articolo 21 dell’Ordinamento penitenziario nell’area esterna del carcere ed ha colto l’occasione per fuggire, presumibilmente, scavalcando una cinta bassa, vista anche l’esiguità del personale presente nei servizi esterni”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: attualmente positivi sotto quota 400 mila, 207 morti
Oltre 10 mila casi in 24 ore,scendono ricoverati in rianimazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
17:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gli attualmente positivi per il coronavirus in Italia scendono sotto quota 400 mila: sono esattamente 397.564 (-5.238 rispetto a ieri), secondo i dati del ministero della Salute.
Sono invece 10.554 i positivi al test nelle ultime 24 ore; ieri erano stati 11.807.
Sono 207 le vittime in un giorno (ieri 258).
Sono 328.612 i tamponi molecolari e antigenici effettuati; ieri i test erano stati 324.640. Il tasso di positività è del 3,2% (ieri era al 3,6%, quindi oggi cala dello 0,4%).
I pazienti ricoverati terapia intensiva per il Covid sono 2.253, in calo di 55 unità rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri sono stati 109 (ieri 127). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 16.331 persone, in calo di 536 unità rispetto a ieri.
In totale i casi dall’inizio dell’epidemia sono 4.092.747, i morti 122.470.
I guariti e dimessi sono 3.572.713 (+15.580). In isolamento domiciliare ci sono 378.980 persone (-4.647).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: indici in calo ma Sardegna è arancione
Per cambio non bastano Rt più basso d’Italia e crollo ricoveri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
07 maggio 2021
19:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’annuncio della nuova ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza gela la Sardegna che puntava al passaggio dall’arancione al giallo dopo una sola settimana come è accaduto oggi alla Valle d’Aosta, che è tornata all’arancio dopo il passaggio al rosso venerdì 30. Invece, nonostante abbia l’Rt più basso d’Italia – 0.74 assieme alla Calabria -, una classificazione complessiva del rischio “bassa” e registri poco più di 60 casi per 100mila abitanti, nell’Isola si applicheranno ancora per una settimana misure più restrittive che vietano gli spostamenti tra comuni e l’apertura di bar e ristoranti, costretti a proseguire con il solo asporto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Regione aveva anche provato a convincere il ministro con un dossier ma l’appello è caduto nel vuoto e la cabina di regia ha dato indicazioni che escludono l’anticipo.
Nel frattempo la curva dei contagi resta pressoché stabile anche se si registra un lieve aumento dei casi, 164, rispetto ai 126 di ieri e il tasso di positività risalga dal 3,6% al 4,7%. Si registrano quattro nuovi decessi (1.409 in tutto) ma prosegue il crollo dei ricoveri. Va un po’ più spedita anche la campagna vaccinale con quasi 12mila iniezioni in 24 ore. Restano abbondanti le scorte visto è stato somministrato il 78,6%, Ma ora la parola d’ordine è correre visto che da lunedì 10, come ha annunciato il generale Figliuolo, si amplierà ancora la platea dei beneficiari con il via all’adesione per gli over 50.
Si registra anche un maggiore coinvolgimento anche per i medici di base che da oggi possono contare su due sportelli dell’Ats, all’Ospedale Marino di Cagliari e l’Hub di Sassari ‘Promocamera’, per la preparazione delle dosi pronte all’uso che saranno destinate all’immunizzazione dei pazienti a domicilio o in ambulatorio. Mentre a Olbia riprende la somministrazione del vaccino per tutto il personale scolastico, docente e non, che fosse rimasto escluso dalla prima tornata vaccinale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il coprifuoco divide anche gli esperti
Galli, uscire di sera mette a rischio. Bassetti,non ci sono dati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
19:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tra favorevoli e contrari, il coprifuoco continua a dividere, non solo i politici, ma anche gli esperti. “Vietare di uscire di casa dopo le 22 per ben 7 mesi è il provvedimento più liberticida fra quelli che sono stati presi”, “non ha basi scientifiche” e “può essere controproducente” secondo Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie Infettive dell’Ospedale San Martino di Genova.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo difende, invece, a spada tratta Massimo Galli, direttore della struttura di Malattie Infettive dell’Ospedale Sacco di Milano, secondo il quale “uscire la sera è una delle 4 situazioni della giornata in cui è verosimile avere un rimescolamento di popolazione e diffusione del virus”.
Il problema del coprifuoco dal punto di vista scientifico, precisa Bassetti, ordinario di infettivologia all’Università di Genova, “è che non abbiamo dati per dire che funzioni. Sappiamo che da quando è stato istituito ha dato risultati ma insieme a altri provvedimenti, come la chiusura di bar e ristoranti. Oggi però non so a cosa serva tra le 22 e le 23, nel momento in cui locali e ristoranti sono comunque aperti”. Questo provvedimento dovrebbe disincentivare il movimento, ma “se le persone sono in giro per 3 ore la sera invece che per 4 ore, si ha solo l’effetto contrario a quello voluto, perché fanno la stessa cosa per un’ora in meno, quindi si concentrano di più, si assembrano di più e ci sono più contatti”. Inoltre, precisa Bassetti, “il coprifuoco è stato introdotto a ottobre e siamo a maggio.
Sappiamo che più tempo durano le misure e meno vengono rispettate”. Quindi, “bisogna trovare un compromesso, ovvero prolungarlo fino alle 24. Poi con il caldo e l’aumento dei vaccinati, si potrà pensare di togliere questo limite, come hanno fatto altri paesi europei. Anche per non castrarci dal punto di vista turistico”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Di parere opposto Galli, professore di infettivologia all’Università degli Studi di Milano. “Nell’arco della giornata – spiega – esistono quattro condizioni che implicano movimento e il rimescolarsi della popolazione: l’andare al lavoro o a scuola, lo stare al lavoro o a scuola, il tornare a casa e l’uscire la sera. In tutte queste situazioni – aggiunge l’esperto – verosimilmente si hanno contatti e ci si mischia con gente diversa, con o senza precauzioni, a seconda dei comportamenti dei singoli individui. È evidente che se devi tenere in piedi le prime tre cose, perché sono quelle che tengono in moto il Paese, si finisce per doverne sacrificare o ridimensionare una che comporta un rimescolamento della popolazione completamente diverso dalle altre. Le limitazioni serali servono a disincentivare i movimenti. Se non si capisce questa cosa – conclude Galli – si andrà avanti a discutere all’infinito, ma non dovrebbe esser difficile da capire. Se poi ci si vuol fare polemica politica è un’altra questione”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ddl Zan: a Milano panchine arcobaleno contro discriminazioni
Inaugurate alla presenza del deputato Pd promotore della legge
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 maggio 2021
20:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Milano da oggi ci sono due panchine dipinte con i colori dell’arcobaleno per sensibilizzare i cittadini alla cultura del rispetto, della diversità e dell’inclusione sociale. Le panchine arcobaleno sono state inaugurate in Piazza Morbegno, nel quartiere di NoLo, alla presenza del deputato del Pd, Alessandro Zan, promotore dell’omonima legge contro l’omotransfobia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Proprio la città di Milano domani ospiterà una manifestazione, promossa dai Sentinelli, per chiedere l’approvazione della legge.
“Crediamo nella necessità di promuovere la cultura del rispetto e dell’inclusione sociale e non abbiamo paura di estendere diritti – ha commentato la segretaria del Pd di Milano, Silvia Roggiani -. Quello che ci fa paura, invece, sono le parole pronunciate da alcuni esponenti leghisti, venute alla ribalta dopo il discorso di Fedez. Parliamo di personaggi che a Milano ricoprono anche ruoli importanti, come il consigliere comunale e regionale Bastoni e l’assessore Lepore, candidato in pectore per la destra in Municipio 2, e per i quali non abbiamo sentito ancora nessuna presa di distanza”.
Le panchine arcobaleno sono state promosse dal Pd con una mozione in Municipio 2 sottoscritta anche da Sinistra per Milano e Movimento 5 Stelle.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Razzo in caduta, 9 regioni Centro-Sud Italia in allerta
Protezione civile, evitare di stare all’aperto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
22:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ci sono “porzioni” di 9 regioni del centro-sud che potrebbero essere interessate dalla caduta di frammenti del razzo spaziale cinese ‘Lunga marcia 5B’: Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna. La previsione di rientro sulla terra è fissata per le ore 2:24 del 9 maggio, con una finestra temporale di incertezza di ± 6 ore.
Le indicazioni arrivano dal Comitato Operativo della Protezione Civile convocato dal capo Dipartimento, Fabrizio Curcio. Il consiglio è di stare al chiuso e non in luoghi aperti dal momento che “è poco probabile che i frammenti causino il crollo di edifici”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Razzo spaziale cinese “cadrà tra l’1 e le 7, remota l’ipotesi Italia”
Tuttavia continua il monitoraggio fino all’avvenuto impatto al suolo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
19:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si è ridotta – indica la Protezione civile – la finestra di incertezza relativa al rientro incontrollato in atmosfera del lanciatore spaziale cinese “Lunga marcia 5B” previsto per questa notte. Al momento, le tre traiettorie che potrebbero interessare alcuni settori di nove regioni centro-meridionali italiane si collocano tra l’1:00 di notte e le 7:30 del mattino.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Resta remota”, spiega il Dipartimento, la probabilità che uno o più frammenti possano cadere sul nostro territorio. Tuttavia il tavolo tecnico continuerà a seguire l’evolversi della situazione attraverso i dati disponibili fino all’avvenuto impatto al suolo.
Il punto è stato fatto sulla base degli ultimi dati forniti dalla Agenzia Spaziale Italiana (Asi) durante il nuovo incontro del tavolo tecnico che si è aggiornato nel pomeriggio di oggi presso la sede del Dipartimento della Protezione Civile. Al tavolo hanno partecipato anche rappresentanti delle Regioni potenzialmente interessate, per la condivisione di analisi e aggiornamenti sull’evoluzione delle operazioni con i territori e con le strutture operative del Servizio nazionale della protezione civile.
Le previsioni di rientro, rileva la Protezione civile, sono soggette a continui aggiornamenti perché legate al comportamento dello stesso razzo e agli effetti che la densità atmosferica imprime agli oggetti in caduta, nonché a quelli legati all’attività solare.
“Sulla scorta delle informazioni attualmente rese disponibili dalla comunità scientifica – sottolinea la Protezione civile – è possibile fornire alcune indicazioni utili alla popolazione affinché adotti responsabilmente comportamenti di auto protezione: è poco probabile che i frammenti causino il crollo di edifici, che pertanto sono da considerarsi più sicuri rispetto ai luoghi aperti”. Si consiglia, comunque, indica il Dipartimento, “di stare lontani dalle finestre e porte vetrate; i frammenti impattando sui tetti degli edifici potrebbero causare danni, perforando i tetti stessi e i solai sottostanti, così determinando anche pericolo per le persone: pertanto, non disponendo di informazioni precise sulla vulnerabilità delle singole strutture, si può affermare che sono più sicuri i piani più bassi degli edifici; all’interno degli edifici i posti strutturalmente più sicuri dove posizionarsi nel corso dell’eventuale impatto sono, per gli edifici in muratura, sotto le volte dei piani inferiori e nei vani delle porte inserite nei muri portanti (quelli più spessi), per gli edifici in cemento armato, in vicinanza delle colonne e, comunque, in vicinanza delle pareti; è poco probabile che i frammenti più piccoli siano visibili da terra prima dell’impatto; alcuni frammenti di grandi dimensioni potrebbero resistere all’impatto. Si consiglia, in linea generale, che chiunque avvistasse un frammento, di non toccarlo, mantenendosi a una distanza di almeno 20 metri, e dovrà segnalarlo immediatamente alle autorità competenti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rintracciato e arrestato evaso da carcere Perugia
Bloccato dalla polizia mentre ancora era nel capoluogo umbro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
08 maggio 2021
00:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rintracciato e arrestato dalla polizia Domenico D’Andrea, 38 anni, soprannominato Pippotto, il detenuto evaso dal carcere di Perugia venerdì durante le ore di lavoro esterno che svolgeva in una palazzina attigua al carcere e comunque all’interno dell’area dove si trova il complesso.
La squadra mobile della questura lo ha individuato nella zona di Prepo, sempre nel capoluogo umbro.
D’Andrea era da solo. Nel carcere di Perugia stava scontando l’ergastolo per l’omicidio di Salvatore Buglione, dipendente comunale ucciso il 4 settembre del 2006 a Napoli durante un tentativo di rapina mentre si trovava nell’edicola della moglie.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata Mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa
Rocca, 1,5 milioni di giorni di volontariato da inizio pandemia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
09:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Giornata Mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa non potrà essere una festa ma “la celebrazione dell’enorme sforzo dei volontari della Croce Rossa Italiana, tanto in prima linea nella lotta alla pandemia quanto in tutte le altre attività che hanno continuato a portare avanti, senza sosta”. Lo afferma il presidente della Croce Rossa Italiana e della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa Francesco Rocca che ricorda “l’enorme lavoro” fatto per il covid in un milione e mezzo di giorni di volontariato dall’inizio della pandemia.
Per la giornata, istituita l’8 maggio in occasione dell’anniversario della nascita del suo fondatore Henry Dunant, la Croce Rossa ha messo in campo numerose iniziative per riconoscere il lavoro degli oltre 150mila volontari Cri in tutta Italia e anche delle circa 50.000 persone che hanno richiesto di aderire al programma di “volontariato temporaneo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sui canali social la campagna ha l’hashtag #Inarrestabili e a livello internazionale #Unstoppable, lanciato dalla Federazione Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa.
I centri della Croce Rossa hanno somministrato più di 100.000 dosi di vaccini solo a Roma “ad oggi stiamo effettuando – spiegano in una nota – una media di circa 1000 tamponi gratuiti al giorno nelle due strutture nelle stazioni di Milano e Roma e, da maggio, in diverse altre città italiane”.
La Cri ha consegnato oltre 160.000 pacchi alimentari e quasi 35.000 consegne di buoni spesa a persone e famiglie bisognose. In 90 Comuni italiani le Unità di Strada hanno operato in supporto delle persone senza dimora, ancora più ai margini a causa della pandemia” “Nell’ultimo anno la crisi legata alla pandemia di Covid-19 – sottolinea Francesco Rocca, Presidente della Croce Rossa Italiana e della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa – ha catalizzato il 100% dell’attenzione dell’opinione pubblica ma la CRI, oltre ad essere stata parte sostanziale del sistema di Protezione Civile e oggi asse strategico della campagna vaccinale, è stata inarrestabile nel dare risposta alle conseguenze economiche del virus attraverso un sostegno diretto e concreto alle famiglie, nel fornire supporto alle persone vulnerabili, nel sostenere chi fosse vittima delle conseguenze psicologiche di questa dura situazione, nel continuare a veicolare le buone pratiche come la donazione del sangue, i corretti stili di vita. Tutto questo si traduce in un numero impressionante: oltre un milione e mezzo di giorni di volontariato dall’inizio della pandemia” e aggiunge: “l’8 maggio è l’occasione per dire grazie a “Un’Italia che aiuta”.
Per oggi è prevista una serata evento in streaming “Many Hearts One Love”, a cui prenderanno parte, tra gli altri, Milo Manara e Michelangelo Pistoletto, Malika Ayane, John Mclaughlin, Ermal Meta, Paolo Fresu & Bebo Ferra, Olivia Trummer, Enrico Ruggeri, Tosca con l’obiettivo di sostenere i 14 milioni di volontari della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, sparsi in 192 Paesi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Violenza sessuale sulle nipoti, 14 anni al nonno orco
Condannato dal Tribunale di Pordenone, primi episodi a 13 anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PORDENONE
08 maggio 2021
10:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un pensionato, residente in provincia di Pordenone, è stato condannato a 14 anni di reclusione per violenza sessuale nei confronti delle due nipoti minorenni. La sentenza è stata pronunciata ieri dal Tribunale di Pordenone e ne dà notizia la stampa locale.

Secondo quanto è stato accertato, le violenze sono iniziate quando una delle nipoti aveva poco più di 13 anni. Le ragazzine erano state affidate all’anziano affinché vigilasse su di loro e le aiutasse nello svolgimento dei compiti scolastici.
I giudici hanno anche disposto un ingente risarcimento patrimoniale.
Non sono stati forniti altri dettagli dell’uomo condannato, se non il fatto che risiede nel territorio di giurisdizione del Tribunale di Pordenone, per tutelare la vita privata delle vittime, che hanno denunciato i fatti molti anni dopo che erano accaduti, solo quando sono diventate maggiorenni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Libia: ufficiale Aliseo, salvi per questione di centimetri
Il racconto di Girolamo Giacalone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
08 maggio 2021
10:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Prima ci hanno abbordato, tre militari armati sono saliti a bordo e poi si sono portati il nostro comandante a bordo della loro motovedetta”. Questo il primo racconto di Girolamo Giacalone, ufficiale del motopesca ‘Aliseo’, appena sceso dal mezzo ormeggiato in banchina a Mazara del Vallo.

“Quando il comandante è tornato a bordo, ci ha detto che gli hanno chiesto scusa. Ma scusa per cosa? Potevano ucciderci. È stato un miracolo, bastava qualche centimetro e ci uccidevano. I fori sono visibili sul vetro, su uno schermo e nelle pareti di ferro. Tornare in quelle acque per lavorare è impossibile, non ci sentiamo per nulla sicuri”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Libia: giunto a Mazara del Vallo peschereccio Aliseo
Mitragliato giovedì da motovedetta libica, ferito il comandante
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
08 maggio 2021
10:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ arrivato nel porto di Mazara del Vallo, scortato da una motovedetta della Guardia costiera, il peschereccio “Aliseo”, con sette uomini d’equipaggio compreso il comandante Giuseppe Giacalone, rimasto lievemente ferito dai colpi d’arma da fuoco sparati da una motovedetta militare libica. L’assalto è avvenuto due giorni fa a nord della costa di Tripoli, in acque internazionali anche se all’interno della Zona di protezione pesca libica.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’intervento tempestivo della Marina militare italiana, giunta in soccorso del peschereccio con la fregata Libeccio e un elicottero, ha convinto i militari libici a rilasciare l’imbarcazione.
Il comandante Giuseppe Giacalone è sceso dall’imbarcazione con la maglietta ancora sporca di sangue e una benda in testa per le ferite riportate. I militari della Capitaneria lo stanno interrogando a sommarie informazioni. La procura di Roma ha aperto un’inchiesta.
“Prima ci hanno abbordato, tre militari armati sono saliti a bordo e poi si sono portati il nostro comandante a bordo della loro motovedetta”. Questo il primo racconto di Girolamo Giacalone, ufficiale del motopesca ‘Aliseo’, sceso dal mezzo ormeggiato in banchina a Mazara del Vallo. “Quando il comandante è tornato a bordo, ci ha detto che gli hanno chiesto scusa. Ma scusa per cosa? Potevano ucciderci. È stato un miracolo, bastava qualche centimetro e ci uccidevano. I fori sono visibili sul vetro, su uno schermo e nelle pareti di ferro. Tornare in quelle acque per lavorare è impossibile, non ci sentiamo per nulla sicuri”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Marche, 254 casi in 24ore,rapporto positivi/test 9,6%
42 persone con sintomi. Altri 30 positivi da test antigenici
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
08 maggio 2021
10:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 254 i positivi al coronavirus rilevati in 24ore nelle Marche in base alle 2.652 nuove diagnosi per un rapporto casi/test del 9,6%. Lo comunica il Servizio Sanità della Regione.
Ancora una volta il maggior numero di casi si è registrato in provincia di Pesaro Urbino (84); seguono le province di Macerata (66), Ancona (40), Ascoli Piceno (33) e Fermo (22); 9 i positivi provenienti da fuori regione. Testati 4.758 tamponi: 2.652 nel percorso nuove diagnosi (di cui 635 nello screening con percorso Antigenico) e 2.106 nel percorso guariti. Nel Percorso Screening Antigenico effettuati 635 test e riscontrati “30 positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 5%”.
Le persone con sintomi sono 42. Tra i casi ci sono contatti in setting domestico (59), contatti stretti di positivi (78), in setting lavorativo (3), contatti in ambiente di vita/socialità (2 casi), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (18) e un caso proveniente da fuori regione. Per altri 51 casi sono ancora in corso indagini epidemiologiche.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: De Luca annuncia ‘Capri è Covid Free’
Governatore, ‘flussi turistici da programmare entro maggio”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAPRI (NAPOLI)
08 maggio 2021
10:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, a Capri (Napoli), ha annunciato il completamento della vaccinazione dei residenti dell’isola. “Capri è immunizzata – ha detto De Luca ai giornalisti, prima di un incontro pubblico in ‘piazzetta’ con j sindaci dell’isola – è essenziale per la stagione turistica, perché gli operatori selettore debbono programmare la stagione entro maggio.
Ora toccherà a Ischia, a Sorrento, e arriveremo fino al Cilento”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cortina, valanga in Tofana, salvata scialpinista travolta
Coinvolta con altri scialpinisti, slavina staccata sulla Rozes
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CORTINA
08 maggio 2021
11:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una valanga si è staccata stamane dalla Tofana di Rozes, sopra Cortina, coinvolgendo alcuni scialpinisti, tra i quali una donna, travollta e trascinata dalla massa di neve. I soccorritori sono riusciti ad individuarla quasi subito, perchè è rimasta sempre fuori dalla neve, e l’hanno recuperata.
Ora le stanno prestando le prime cure. La slavina si è staccata a circa 2.700 metri di quota, 200 metri sopra il Rifugio Giussani. Gli uomini del Soccorso Alpino hanno poi proceduto alla bonifica della superficie della valanga, per escludere la presenza di altre persone.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Papa, sospendere brevetti, dare accesso a tutti
‘Protezione proprietà intellettuale è virus dell’individualismo’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
08 maggio 2021
11:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa chiede di “abbandonare i nostri individualismi e promuovere il bene comune”. Per questo è necessario “uno spirito di giustizia che ci mobiliti per assicurare l’accesso universale al vaccino e la sospensione temporanea dei diritti di proprietà intellettuale”.
Così Papa Francesco in un videomessaggio ai giovani partecipanti al “Vax Live”, evento benefico per sostenere la distribuzione globale ed equa dei vaccini.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Occorre “uno spirito di comunione che ci permetta di generare un modello economico diverso, più inclusivo, equo, sostenibile”. “La pandemia ci ha messo tutti in crisi, ma non dimentichiamo che non si esce uguali da una crisi, o ne usciamo migliori o peggiori”.
La società ha bisogno di “una guarigione delle radici, che guarisca la causa del male e non rimanga solo sui sintomi. In queste radici malate troviamo il virus dell’individualismo, che non ci rende né più liberi né più uguali né più fratelli, anzi ci rende indifferenti alla sofferenza degli altri. E una variante di questo virus – sottolinea il Papa – è il nazionalismo chiuso, che impedisce, per esempio, un internazionalismo dei vaccini. Un’altra variante è quando mettiamo le leggi di mercato o di proprietà intellettuale sopra le leggi dell’amore e della salute dell’umanità”, conclude il Pontefice.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Croce Rossa: al via ‘bike tour’ da Venezia a Cortina
Partenza da Questura Venezia, pedalata oggi e domani
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
08 maggio 2021
11:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un bike tour attraverso le bellezze del Veneto che parte da Venezia per raggiungere le Dolomiti, i due patrimoni Unesco simbolo del Veneto, ha preso il via oggi dalla Questura lagunare a un’iniziativa per celebrare la Giornata mondiale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, che coniuga sport e solidarietà.
A salutare i partecipanti oggi il questore di Venezia, Maurizio Masciopinto, il presidente regionale della Croce Rossa, Francesco Bosa, e la presidente del Comitato di Venezia, Francesca Battan, assieme all’assessore comunale Simone Venturini.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Un evento utile – ha detto Venturini – non solo per rimarcare questo importante anniversario, ma anche per ringraziare i volontari che, non solo durante questo anno difficile ma anche dopo l’Acqua Granda, hanno affiancato la città in moltissime attività sia di natura sanitaria, sia di natura sociale. Questi volontari hanno veramente fatto moltissimo per la città, un ringraziamento è doveroso e lo rimarchiamo con questa bicicletta che unisce le varie città del Veneto”.
I volontari-ciclisti pedaleranno oggi e domani, portando con sé i sette principi su cui si basa la Croce Rossa: umanità, imparzialità, neutralità, indipendenza, volontarietà, unità e universalità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: ok Comune Bari a tavolini bar e ristoranti in strada
Con passaggio in ‘zona gialla’ per esercizi senza spazi esterni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
08 maggio 2021
11:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fino al 15 settembre, a Bari, bar e ristoranti che non hanno spazi pedonali esterni potranno posizionare i tavolini in strada. E’ il contenuto della delibera approvata dalla Giunta comunale per consentire a tutti di poter lavorare quando, da lunedì, la Puglia passerà in ‘zona gialla’.
S
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il dl Riaperture, infatti, prevede la possibilità del consumo al tavolo esclusivamente all’aperto. Per questo l’amministrazione comunale, limitatamente al periodo emergenziale, ha deciso di ampliare la disciplina derogatoria sulle occupazioni di suolo pubblico, approvando un regolamento contenente le norme per la occupazione di parte della pavimentazione stradale, limitatamente allo spazio destinato a parcheggio e secondo limiti geometrici che garantiscano la funzionalità e la sicurezza per la circolazione veicolare e pedonale.
Sarà possibile quindi installare pedane al livello dei marciapiedi esistenti su parte della carreggiata stradale (noti come “Parklet” e diffusi in molti paesi europei) per l’installazione di sedie e tavolini all’aperto e solo ove risulti impossibile occupare lo spazio del marciapiede prospiciente l’esercizio commerciale o quello al di là della sede stradale. Potranno presentare richiesta ristoranti, fast-food, rosticcerie, friggitorie, pizzerie, birrerie, pub, enoteche e altri esercizi simili con cucina. Nella “zona di particolare rilevanza urbanistica” non sarà possibile occupare più di un posto auto per esercizio di ristorazione, mentre nel resto del territorio comunale la massima superficie occupabile sarà di due posti auto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uccide moglie: la figlia, spero marcisca in prigione
Il femminicidio ieri a Torino. Interrotto interrogatorio uomo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
08 maggio 2021
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ciao Angela, mi chiamavi Fratellone, avevi un’energia pazzesca, sempre in giro a lavorare per i tuoi figli e il tuo nipotino che amavi. Quasi ogni giorno ci vedevamo sotto casa a ridere e scherzare così da tirarci su a vicenda.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ti voglio bene”. E’ uno dei numerosi messaggi comparsi sulla bacheca Facebook di Angela Dargenio, la 48enne uccisa ieri a Torino dall’ex marito, Massimo Bianco, guardia giurata di 50 anni.
Ieri sera in Questura gli inquirenti hanno sentito anche la figlia 26enne della coppia, Eleonora Bianco, che abita col compagno e un figlio piccolo di fronte all’alloggio della madre.
“Marcisca in prigione per il male che ha fatto, che muoia da solo”, ha detto la giovane ai cronisti che l’aspettavano fuori dagli uffici di corso Vinzaglio. “Se me lo avessero detto che sarebbe finita così non ci avrei mai creduto. Mi sembra di vivere un’altra vita”, ha aggiunto dopo essere stata soccorsa da una ambulanza per un malore.
L’interrogatorio di Massimo Bianco è stato invece interrotto su richiesta – accolta – del suo avvocato: l’uomo, frastornato e in lacrime, ha fatto accenno a un altro uomo e avrebbe parlato anche di discussioni avute con l’ex moglie relative ai soldi per i figli. Tutto in maniera confusa. Così la richiesta dell’avvocato di interrompere l’interrogatorio.   PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: più di mille allontanati da piazze ‘movida’ a Bologna
Da ieri in vigore misure più restrittive in alcune zone città
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
08 maggio 2021
12:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre un migliaio di persone sono state allontanate ieri sera a Bologna dalle forze dell’ordine, intervenute in alcune delle principali piazze dove si registrano da settimane caos e assembramenti. Proprio da ieri, e per un mese, sono in vigore misure più restrittive decise dal Comune che prevedono il divieto di entrare e di fermarsi, 24 ore su 24, nelle piazze Verdi e San Francesco e in una porzione di piazza Aldrovandi, eccetto che per partecipare alle attività culturali in programma o frequentare i dehors autorizzati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pattuglie della Questura e della polizia locale, impegnate in un servizio straordinario, a partire dalle 21 hanno allontanato circa 500 persone da piazza Verdi, 350 da piazza San Francesco e 150 da piazza Aldrovandi. Un altro centinaio di persone sono state trovate, verso le 23, in via del Pratello e anch’esse allontanate. Secondo la Polizia, il centro cittadino si è svuotato poco prima della mezzanotte e in totale sono state contestate 7 multe per violazioni alle norme covid.
Fra i sanzionati, c’è anche un 24enne di Bologna che aveva con sé una cassa acustica, con cui riproduceva musica in piazza Verdi. La cassa gli è stata sequestrata con 400 euro di multa, più altri 400 per avere infranto le norme covid. La sua reazione di fronte agli agenti, sebbene solo a parole, gli è costata ulteriori 102 euro di sanzione per avere bestemmiato e una denuncia per oltraggio a pubblico ufficiale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incidenti stradali: scontro con auto, morti due motociclisti
Nell’impatto sono stati sbalzati in un fossato a Cremona
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CREMONA
08 maggio 2021
13:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due motociclisti sono morti questa mattina nello scontro con un’auto a Pieve San Giacomo, in provincia di Cremona.
L’incidente si è verificato poco prima delle 11 lungo la provinciale 27 e le due vittime, che secondo le prime informazioni sarebbero un uomo e una donna che viaggiavano sulla stessa moto, devono ancora essere identificate.
Nell’impatto con la vettura i due motociclisti sono stati sbalzati in un fossato e la macchina è rimasta in bilico su un ponticello.
Sul posto gli operatori del 118, i vigili del fuoco e i carabinieri che stanno verificando cause e dinamica dello schianto mortale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Operaio cade da un ponteggio e muore nel Varesotto
Lavorava in cantiere a Tradate, è il terzo morto in 4 giorni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VARESE
08 maggio 2021
13:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un operaio di 52 anni è morto dopo essere precipitato da un ponteggio a Tradate (Varese), intorno alle 11. A quanto emerso l’uomo sarebbe scivolato dalla struttura all’interno di un cantiere di un centro commerciale, cadendo nel vuoto per circa quattro metri.
Sul posto sono intervenuti i soccorritori del 118 con ambulanza ed elicottero ma, nonostante il tentativo di rianimarlo, l’uomo è morto. Sono intervenuti i tecnici Ats. Indagano i carabinieri.
Si tratta della terza morte sul lavoro in quattro giorni in Lombardia. Il 5 maggio., a Busto Arsizio, sempre in provincia di Varese, è morto Christian Martinelli, di 49 anni, schiacciato da un’alesatrice nella fabbrica dove era , mentre il 6 in un cantiere a Pagazzano è deceduto Maurizio Gritti, travolto da una lastra di cemento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Samuel morto a Gubbio, 19 anni e un contratto a chiamata
Lavorava al piano sottostante, salito per sistemare scaffalature
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GUBBIO (PERUGIA)
08 maggio 2021
13:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si è trovato solo per caso nel locale della palazzina di Gubbio interessato dall’esplosione Samuel Cuffaro, eugubino di 19 anni, che lavorava con un contratto a chiamata per una delle due ditte impegnate nella produzione e commercializzazione della cannabis light, morto in seguito allo scoppio.
Il giovane operava infatti al piano sottostante, non interessato dallo scoppio, ma sarebbe stato chiamato di sopra per sistemare alcune scaffalature metalliche.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Proprio quando c’è stata la deflagrazione. Cuffaro lavorava da circa un anno nella produzione della cannabis light.
Cuffaro è risultato dipendente della ditta impegnata nella produzione della cannabis light mentre l’altra provvedeva alla commercializzazione. Operava al piano terra della palazzina per il lavaggio della materia prima. Che veniva poi portata nei locali soprastanti per i trattamenti chimici necessari ad abbassarne il principio attivo. Operazioni per le quali venivano utilizzati solventi di varia natura.
Proprio ieri pomeriggio è stato chiamato al piano soprastante per sistemare delle scaffalature metalliche. In seguito allo scoppio è praticamente morto sul colpo.
I genitori di Cuffaro si sono affidati all’avvocato Ubaldo Minelli. “La famiglia è straziata dal dolore” ha detto il legale. “Seguiamo ora gli accertamenti – ha aggiunto – che dovranno stabilire le cause e l’innesco delle plurime esplosioni che hanno distrutto la palazzina”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ipotizzato disastro colposo in indagine esplosione Gubbio
Con omicidio e lesioni colpose, ci sarebbero indagati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
08 maggio 2021
14:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Disastro colposo, omicidio colposo e lesioni colpose sono i reati ipotizzati nel fascicolo aperto dalla procura di Perugia in seguito all’esplosione nella palazzina di Gubbio che ha provocato due morti e tre feriti.
Indagine coordinata dal sostituto procuratore Gemma Miliani.

Ci sarebbero già degli indagati ma su questo particolare viene mantenuto il riserbo.
L’indagine punta a stabilire se siano state rispettate tutte le normative per lo svolgimento dell’attività.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le condizioni dei feriti nell’esplosione di Gubbio, uno è grave
Prognosi di guarigione di 30 giorni per gli altri due
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
08 maggio 2021
14:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prognosi di guarigione di 30 giorni per ciascuno dei due feriti nell’esplosione di Gubbio di ieri, ricoverati nel vicino ospedale di Branca, mentre un terzo si trova in gravi condizioni nel Centro grandi ustionati di Cesena.
Il bollettino medico dei primi due è stato reso noto dalla Usl Umbria 1: un uomo di 32 anni, di Gubbio, ha riportato vaste ustioni su tutto il corpo ed è è stato operato in urgenza ieri sera dall’equipe della chirurgia ricostruttiva, diretta dal dottor Marino Cordellini, che si è avvalsa della fondamentale collaborazione – oltre che degli anestesisti – dei medici otorini ed oculisti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’altro paziente, di 28 anni, di Gubbio, è ricoverato in Obi (Osservazione breve intensiva) con un trauma alla colonna vertebrale e qualche ustione.
Durante i soccorsi sono rimasti intossicati o feriti anche due vigili del fuoco: uno aveva inalato dei vapori e un altro era arrivato al pronto soccorso con un corpo estraneo in un occhio. Entrambi sono stati dimessi dall’ospedale dopo poche ore.
Le salme dei due deceduti sul posto (un uomo ed una donna) attualmente sono all’obitorio dell’ospedale di Branca.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: rischio folla,questura vieta sit-in sovranisti a Roma
Tam tam sui social per partecipare, anche leader FN Castellino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
08 maggio 2021
14:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vietata dalla Questura di Roma la manifestazione indetta dal coordinamento dei movimenti identitari sovranisti in programma oggi pomeriggio a Bocca della Verità, al centro di Roma. Secondo quanto si è appreso da fonti di polizia, il divieto sarebbe stato deciso perché il tam tam sui social non avrebbe permesso una previsione sul numero di partecipanti che potrebbe essere stato superiore rispetto a quello preavvisato.
Al sit-in, si apprende dalle stesse fonti, avrebbe manifestato l’intenzione di partecipare anche Giuliano Castellino, leader romano di Forza Nuova, attualmente sottoposto a sorveglianza speciale. I promotori del sit-in hanno indetto nel pomeriggio una conferenza stampa contro la decisione della Questura.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
76/o da fine guerra, vicepresidente Fb posta soldato Adler
Storia del 97enne americano che ritrova ‘bimbi’ grazie al social
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
08 maggio 2021
15:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nicola Mendelsohn, vicepresidente di Facebook per l’area Europa, Medio Oriente e Africa ricorda la storia del soldato americano Martin Adler in occasione del 76/o anniversario della fine della Seconda guerra mondiale. Adler, che ha da poco compiuto 97 anni, grazie a una foto condivisa sul social ha potuto ritrovare e incontrare di nuovo, virtualmente, i tre ‘bambini’ conosciuti nel 1944 mentre con il reggimento di fanteria statunitense si trovava nell’Italia settentrionale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un incontro a distanza di 70 anni con tre ottantenni residenti in provincia di Bologna, reso possibile dalle tante condivisioni dopo l’appello del giornalista e scrittore reggiano Matteo Incerti che aveva rilanciato il messaggio della figlia di Martin, Rachelle.
Incerti oggi ringrazia Mendelsohn e la executive communication manager di Fb Sonia Van Gilder Cooke e parla di “una favola della vita, una piccola fiaba di speranza che poi si è propagata in tutto il mondo” che ripercorrerà in un libro in uscita a giugno. “Il segreto della rete è la condivisione.
Condivisione che se ben utilizzata ci può aiutare a superare l’odio e ogni difficoltà”, aggiunge. Mendelsohn ha postato la foto scattata a dicembre in occasione della videochiamata tra Adler e i tre ‘bambini’. L’8 maggio “è un giorno per ricordare i sacrifici e il coraggio di milioni di persone che hanno contribuito a portare la pace in Europa, tra cui Martin Adler che aveva appena 20 anni quando combatté nella difficile campagna d’Italia”, scrive.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Turismo: prove di tutto esaurito a Portofino e nel Tigullio
Buoni segnali per la ripresa in tempo di covid
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
08 maggio 2021
15:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Code al casello autostradale, parcheggi esauriti, battelli pieni così come i tavoli dei bar e dei ristoranti. Il primo weekend di sole post aperture fa segnare nel Tigullio occidentale un tutto esaurito.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Se non ci fossero le mascherine sui volti delle persone, la pandemia sarebbe un ricordo lontano. Rapallo, Santa Margherita Ligure e Portofino assaggiano segnali di ripartenza che fanno ben sperare per la stagione. A far da traino indubbiamente Portofino protagonista con le regate organizzate dallo Yacht Club Italiano e finanziate da vari sponsor, su tutti il gruppo Belmond dell’hotel Splendido.
“Possiamo parlare anche di modello Genova nell’organizzazione delle regate – dice Gerolamo Bianchi, presidente dello Yacht Club Italiano -. Stiamo dimostrando al mondo intero che è possibile organizzare grandi eventi in sicurezza”. In effetti l’organizzazione è meticolosa con tamponi obbligatori per tutti, partecipanti, ospiti, addetti ai lavori. Prima la sicurezza, un attenzione apprezzata dai turisti soprattutto esteri.
Dal punto di vista sportivo le regate domani termineranno. Si sono svolte in condizioni meteo ideali, con forti venti e mare formato che hanno regalato virate mozzafiato a ridosso del promontorio proprio sotto al faro di Portofino. Da registrare oggi la presenza del sindaco di Genova Marco Bucci, appassionato velista, sulla barca in gara dello Yacht Club Italiano Indomabile Pensiero.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Giro d’Italia a nuoto, conclusa 1/a tappa Cimmino
Nuotatore disabile a Toti, solleciti Asl a distribuire protesi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
08 maggio 2021
15:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha concluso la prima tappa del Giro d’Italia a nuovo dopo circa cinque ore e ventidue km dalla partenza di questa mattina dalla spiaggia del Biscione di Ventimiglia Salvatore Cimmino, 56 anni originario di Torre Annunziata (Napoli), ma romano di adozione, arrivato alle 14.15 alla banchina del circolo Cannottieri di Sanremo “Sto bene – ha detto Cimmino, che ha intrapreso questa impresa per sensibilizzare l’opinione pubblica sui problemi della disabilità -. Questo primo ponte lo dedico a tutte e persone con disabilità del nostro Paese.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tutti insieme dobbiamo liberarle da questa prigione che è la disabilità”. Cimmino ha fatto un appello al governatore Giovanni Toti. “Qui in Liguria c’è bisogno di ausilio e dispositivi protesici per quelle persone che hanno seri problemi di accessibilità. Mi rivolgo al presidente della Regione, affinché contatti al più presto i responsabili delle Asl liguri per semplificare e rendere disponibili tutte le tecnologie di cui hanno bisogno le persone con disabilità, perché anche loro hanno diritto di partecipare alla vita attiva, di essere liberi e di esercitare in libertà il diritto di cittadinanza”.
Cimmino all’età di 15 anni ha subito l’amputazione di una gamba, dal femore in giù, a causa di un osteosarcoma. Obiettivo di questo Giro d’Italia: richiamare l’attenzione sui ritardi nell’applicazione dei Peba, i Piani di eliminazione delle barriere architettoniche e per sensibilizzare l’opinione pubblica verso una politica volta all’inclusione sociale. L’ultima tappa della maratona, salvo cambiamenti, sarà l’8-9 ottobre a Trieste.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Omofobia: Zan a iniziativa Circolo milanese 02Pd
Promossa campagna ‘Una bandiera arcobaleno sulle vetrine’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 maggio 2021
16:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il deputato del Pd, Alessandro Zan, promotore dell’ omonimo disegno di legge contro l’omotransfobia, ha preso parte questa mattina ad un’iniziativa del Circolo milanese 02Pd. Ha partecipato ad un incontro al Blanco, storico locale di piazzale Lavater, da sempre in prima linea nelle battaglie della comunità Lgbt.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
All’incontro, promosso dal Circolo del Pd – che ha lanciato la campagna “Una bandiera arcobaleno sulle vetrine di tutti i circoli Pd fino a quando il ddl Zan non sarà approvato” – erano presenti n centinaio di persone tra cui Lia Quartapelle, deputata del Partito Democratico e Pierfrancesco Maran, assessore del Comune di Milano. Al centro del dibattito il disegno di legge Zan che dovrà essere discusso in Senato nelle prossime settimane.
Per Zan “si tratta di una legge contro le discriminazione che indicherà anche la posizione dell’Italia in Europa rispetto ai diritti e contro il sovranismo”. “Il ddl Zan sarà una legge di civiltà contro le discriminazioni e l’ omotransfobia – spiega Massimo Scarinzi, segretario del Circolo 02PD – e dovrebbe essere una battaglia di tutti. Siamo felici che anche uno storico esponente di Forza Italia come Elio Vito abbia voluto essere presente questa mattina all’iniziativa”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Operaia vittima sul lavoro, Luana morta per schiacciamento
Indagati la proprietaria dell’azienda e il manutentore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PISTOIA
08 maggio 2021
17:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’autopsia ha stabilito che Luana D’Orazio, l’operaia di 22 anni morta il 3 maggio a Montemurlo (Prato) in una macchina tessile nella ditta in cui lavorava è deceduta per schiacciamento del torace (politrauma fratturativo toraco-polmonare). L’esame, eseguito dal medico legale Luciana Sonnellini, è stato affidato dalla procura di Prato e si è svolto oggi, presenti i consulenti degli indagati dell’inchiesta per omicidio colposo, cioè la proprietaria dell’azienda e il manutentore.
Gli accertamenti procedono sullo stato dei sistemi di sicurezza del macchinario.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lunedì prossimo la salma di Luana D’Orazio sarà sepolta al cimitero di Agliana (Pistoia) vicino a dove vive la famiglia dopo il funerale previsto alle ore 15 nella chiesa del Cristo risorto Spedalino Agnelli. “Sono in corso i preparativi per la cerimonia a cui attendiamo la partecipazione di molte persone, il funerale sarà celebrato dal vescovo di Pistoia Fausto Tardelli”, spiega don Anthony Menem, che guida la parrocchia in cui Luana ha ricevuto la Comunione e la Cresima. “La ricordo bene, era una ragazza solare e timida”, spiega il parroco.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 10.176 positivi e 224 vittime nelle ultime 24 ore
Dati del ministero della Salute
A
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
17:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 10.176 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 10.554.
Sono invece 224 le vittime in un giorno, in aumento rispetto alle 207 di ieri. I tamponi effettuati sono stati 338.436 (ieri 328.612). Il tasso di positività è del 3%, in leggero calo rispetto al 3,2% di ieri. I pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid sono 2.211, in calo di 42 unità rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri sono stati 110. Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 15.799 persone, in calo di 552 unità rispetto a ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID:Fvg,presto capiremo cosa riserva estate
Sindacati chiedono dimissioni Dg Asfo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
08 maggio 2021
18:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Situazione in netto miglioramento, in particolare per quanto riguarda i contagi ed i decessi. La pressione sulle strutture sanitarie si mantiene stabile ad un livello ben al di sotto del le soglie di guardia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I dati di questa settimana non riflettono ancora le riaperture del 26/04. Rimane quindi ancora un’incertezza considerevole circa il consolidamento di questo miglioramento. A tal fine la settimana prossima e quella seguente saranno cruciali per iniziare a capire cosa ci riserverà l’estate”. E’, in sintesi, l’analisi scientifica settimanale sull’andamento del Covid e le previsioni per la prossima settimana in Fvg, fatta dal Data scientist della Sissa di Guido Sanguinetti.
A Pordenone, intanto, Cgil, Uil, Nursind e le relative Rsu annunciano che depositeranno lunedì, in Regione, a Trieste, le firme per la richiesta di dimissioni del direttore generale di Asfo Joseph Polimeni: nel mirino la gestione della pandemia da parte dell’Azienda sanitaria Friuli occidentale, giudicata «assente». Criticità messe nero su bianco in una lettera inviata al governatore Fedriga e all’assessore alla Salute Riccardi. Per i lavoratori c’è stato un “ritardo nell’adeguamento dell’organico tutte le realtà dell’Azienda stanno riscontrando criticità dovute alla carenza cronica di personale”. Si “sarebbero potuti assumere e mantenere in servizio gli operatori necessari a far fronte alla pandemia” e invece sono stati licenziati “gli operatori a tempo determinato e interinali, alla vigilia dei mesi estivi in cui”.
Oggi in Friuli Venezia Giulia su 4.916 tamponi molecolari sono stati rilevati 68 nuovi contagi con una percentuale di positività dell’1,38%. Sono inoltre 2.847 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 22 casi (0,77%). I decessi registrati sono 6, ai quali se ne aggiungono 2 pregressi, mentre i ricoveri nelle terapie intensive scendono a 21 e si riducono anche quelli negli altri reparti che risultano essere 157. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Trattore finisce in una scarpata, muore 50enne
Incidente nel Lametino, accertamenti su eventuale malore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LAMEZIA TERME
08 maggio 2021
18:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo di 50 anni, C.A., di Lamezia Terme, è morto oggi mentre si trovava alla guida del suo trattore che si è ribaltato in una scarpata mentre stava percorrendo una stradina interpoderale. Al momento non è stato ancora accertato se l’uomo abbia perso il controllo del mezzo per un malore o per altro.

L’uomo stava percorrendo la strada in località San Sidero di Lamezia per andare a lavorare in un fondo nelle vicinanze.
Scattato l’allarme, sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Lamezia per estrarre il corpo, rimasto incastrato sotto il mezzo rovesciato. Sono intervenuti anche i medici del Suem 118 e dell’eliambulanza, ma l’uomo era già morto. Le indagini sulle cause dell’incidente sono condotte dai carabinieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Sissa, miglioramento Fvg, si attende esito riaperture
Analisi scientifica settimanale del data scientist Sanguinetti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
08 maggio 2021
18:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Situazione in netto miglioramento, in particolare per quanto riguarda i contagi ed i decessi. La pressione sulle strutture sanitarie si mantiene stabile ad un livello ben al di sotto delle soglie di guardia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I dati di questa settimana non riflettono ancora le riaperture del 26/04. Rimane quindi ancora un’incertezza considerevole circa il consolidamento di questo miglioramento. A tal fine la settimana prossima e quella seguente saranno cruciali per iniziare a capire cosa ci riserverà l’estate”. E’, in sintesi, l’analisi scientifica settimanale sull’andamento del Covid e le previsioni per la prossima settimana in Fvg, fatta dal Data scientist della Sissa di Guido Sanguinetti.
Secondo il ricercatore, “prosegue la discesa della curva pandemica in FVG nella settimana appena conclusa (01/05-07/05), ad un ritmo ancora più sostenuto rispetto alla settimana precedente. Nella settimana trascorsa si sono rilevati 771 nuovi casi (contro i 1.107 della settimana 24/04-30/04, con un calo del 30,3%). Sostanzialmente stabile il numero di persone testate per la prima volta a 12.790 (contro i 12.338 della settimana precedente); il parametro rapporto di casi positivi su casi testati cala fortemente al 6% (contro il 9,1% della settimana precedente).
Sostanzialmente stabile la situazione delle terapie intensive con 28 ricoverati contro i 30 del 30/04. In calo i ricoveri nei reparti ordinari con 175 degenti a fronte dei 239 di una settimana fa. In forte calo anche il dato dei decessi con 32 decessi registrati nel periodo 01/05-07/05, contro i 55 registrati la settimana precedente”, conclude lo scienziato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Merola, con assembramenti c’è il rischio di ammalarsi
‘Bene intervento polizia, curva ricoveri risale, ognuno valuti’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
08 maggio 2021
18:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ieri sera in zona universitaria la polizia è intervenuta ripetutamente e questo è molto importante. Io non faccio appelli retorici, informo tutti che si stanno inguaiando e si stanno mettendo a rischio di ammalarsi”.

E’ netto il parere del sindaco di Bologna, Virginio Merola, in risposta alle domande dei cronisti che gli facevano notare il massiccio intervento delle forze dell’ordine per allontanare ieri sera dalle piazze cittadine un migliaio di persone ed evitare così ulteriori assembramenti.
“Vedo che risale la curva dei ricoveri, come dice il direttore dell’Ausl Paolo Bordon, quindi ognuno valuti da sé.
Francamente più di fare il mio dovere, insieme alle forze di polizia e a quelle della sanità, non sono in grado di mettermi nella testa della gente. Ho una gran voglia di divertirmi anche io – ha aggiunto Merola – però dobbiamo capire che è una apertura graduale e sarà ancora più graduale se non ci comportiamo al meglio tutti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: folla e assembramenti, chiusure in zone movida Roma
Da Trastevere a San Lorenzo, interventi anche in via del Corso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
08 maggio 2021
19:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Interventi per assembramenti e chiusure di strade e piazze oggi a Roma a causa della folla.
Diversi gli interventi della Polizia Locale in varie zone della Capitale.
Le pattuglie sono state impegnate in particolare nel Centro Storico, soprattutto nella zona del Tridente – il salotto di Roma compreso tra via di Ripetta, via del Babuino e via del Corso – dove si sono concentrati i principali interventi già dalla tarda mattinata. Nel pomeriggio rafforzata la vigilanza anche in alcune zone della movida come Piazza Bologna, San Lorenzo e Trastevere, con gli agenti che stanno procedendo a chiusure temporanee, per far defluire la folla.
Gli agenti della polizia locale sono impegnati nelle misure anti-assembramento anche sul litorale romano, con vigilanza potenziata e interventi in particolare a piazzale Magellano e a Piazzale Cristoforo Colombo a Ostia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
P.Civile, razzo cadrà tra l’1 e le 7, remota ipotesi Italia
Tavolo tecnico continua a seguire situazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
19:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si è ridotta – indica la Protezione civile – la finestra di incertezza relativa al rientro incontrollato in atmosfera del lanciatore spaziale cinese “Lunga marcia 5B” previsto per questa notte. Al momento, le tre traiettorie che potrebbero interessare alcuni settori di nove regioni centro-meridionali italiane si collocano tra l’1:00 di notte e le 7:30 del mattino.
“Resta remota”, spiega il Dipartimento, la probabilità che uno o più frammenti possano cadere sul nostro territorio. Tuttavia il tavolo tecnico continuerà a seguire l’evolversi della situazione attraverso i dati disponibili fino all’avvenuto impatto al suolo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Finale del campionato italiano giovanile di Debate
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
19:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono Confuto ergo sum di Termoli (in provincia di Campobasso) e Leoncini di Sant’Eramo in Colle (Bari) i finalisti del primo campionato italiano giovanile di Debate, a cui hanno partecipato 76 squadre provenienti da 16 regioni. L’ultima fase è dunque di una sfida fra Molise e Puglia.
La finale sarà su un tema preparato ovvero ‘L’Unione europea dovrebbe rendere prioritaria la realizzazione del modello degli Stati Uniti d’Europa’. Solo le posizioni pro e contro verranno assegnate poco prima del dibattito, sul tema.
Oltre alla squadra vincitrice, sarà assegnato anche il titolo di best debater.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: solidarietà alla Torteria ribelle,aperitivo in piazza
In centinaia davanti locale Chivasso chiuso per violazione norme
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CHIVASSO (TORINO)
08 maggio 2021
19:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Colorata e rigorosamente senza mascherine la manifestazione di oggi pomeriggio a Chivasso a sostegno di Rosanna Spatari, titolare della Torteria di via Orti sequestrata dai carabinieri dopo l’intervento della procura di Ivrea. Il locale, sui social, è diventato nel corso delle settimane un simbolo dei negazionisti della pandemia.
I
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E proprio sui social è stata organizzata la manifestazione di oggi che si è svolta in piazza d’Armi, di fronte al locale, radunando quasi 400 persone.
“Sono felice per la partecipazione – ha detto Rosanna Spatari – non mi aspettavo così tanta gente. È un moto di libertà di tutti. Vogliamo una nazione libera e io chiedo solo di poter lavorare”.
Alcuni manifestanti hanno poi organizzato aperitivi sulla piazza, con tanto di musica dal vivo e striscioni colorati.
Sulla vetrina all’ingresso della Torteria, sotto il cartello di “locale posto sotto sequestro”, sono stati incollati decine di post-it a favore della titolare, con messaggi di solidarietà e inviti a non mollare. “Stiamo festeggiando lo scudetto”, recita uno striscione, chiaro riferimento ai caroselli di domenica scorsa a Milano per il tricolore dell’Inter.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Festa dell’Europa, a Bologna una bandiera lunga 50 metri
Stesa su Biblioteca Salaborsa presenti Merola e Schlein
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
08 maggio 2021
19:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una bandiera europea, lunga oltre 50 metri, stesa sulla facciata della Biblioteca Sala Borsa di Bologna per celebrare la festa dell’Europa in calendario domani.
L’iniziativa, ideata dall’associazione EuropaNow! e patrocinata dal Comune, intende rilanciare il progetto di una comunità più unita e solidale.
Il drappo è stato realizzato cucendo insieme circa 150 bandiere europee ed è stato esposto oggi giorno in cui, nel 1945, terminò la Seconda Guerra Mondiale.
“Le città e i cittadini – ha affermato il sindaco Virginio Merola – devono essere il motore dell’Europa. E’ importante, oggi, aprire un dibattito pubblico sul futuro, la direzione è l’unità europea”. “In un anno particolare – ha aggiunto la vicepresidente della Regione Emilia-Romagna Elly Schlein – per ripartire dopo la pandemia, con il Recovery fund l’Europa ha messo in campo strumenti senza precedenti. Fondi per ripartire in un modo diverso, puntando sulla transizione ecologica, sulla lotta alle diseguaglianze, sull’inclusione sociale sulla trasformazione digitale. Abbiamo la responsabilità di tradurli in opportunità concrete per i cittadini e le comunità”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Motore si spegne, atterraggio di emergenza per ultraleggero
E’ accaduto nelle campagne del Pavese, nessun ferito
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PAVIA
08 maggio 2021
19:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il motore si è bloccato in volo, a causa di un’avaria, e il pilota dell’ultraleggero ha dovuto improvvisare un atterraggio di emergenza nelle campagne fuori Pieve del Cairo (Pavia), in Lomellina. La manovra fortunatamente è riuscita.
Il 49enne alla guida del velivolo, che era decollato oggi pomeriggio dall’aviosuperficie di Mezzana Bigli (Pavia), non ha riportato conseguenze così come il passeggero di 73 anni che era al suo fianco che è stato portato in ambulanza dal 118 al San Matteo solo per accertamenti.
Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco e i carabinieri: sono in corso accertamenti per stabilire le cause dell’improvviso blocco dell’ultraleggero.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cadavere carbonizzato trovato nei campi del Torinese
A Stupinigi. Accanto bici e cellulare. Indagano i carabinieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
08 maggio 2021
20:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il cadavere carbonizzato di un uomo è stato trovato dai carabinieri in un campo agricolo di Stupinigi, alle porte di Torino. Accanto, secondo le prime informazioni, una bicicletta e un telefono cellulare, ma nessun documento.
Sul posto i militari del nucleo investigativo del Comando provinciale dell’Arma, intervenuti dopo la segnalazione di un passante, e il medico legale. Su cosa sia accaduto, al momento, è mistero.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Napoli: sole estivo,migliaia di persone in strade principali
Controlli su mascherine, a Chiaia impossibile distanziamento
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
08 maggio 2021
20:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata di sole e strade piene per tutta la giornata a Napoli, con centinaia di migliaia di persone a godersi la città nei diversi momenti della giornata.
Stamattina gran folla sul lungomare sia per le passeggiate che per il pranzo nei ristoranti all’aperto, come pure al Vomero, nelle due isole pedonali di via Scarlatti e via Luca Giordano e in centro, nell’area di Piazza Bellini e Piazza San Domenico.
In tanti si sono goduti il sabato, mantenendo la mascherina ma con un distanziamento spesso impossibile viste le folle. Le forze dell’ordine e la polizia municipale hanno controllato le strade più frequentate, intimando a tutti di tenere la mascherina.
Molta folla in particolare, per la conformazione del quartiere, a Chiaia dove i cittadini attraverso associazioni come “Comitato Chiaia Viva” hanno protestato per la movida che dura tutto il giorno nel week-end, ma una protesta è arrivata anche dai negozianti che sottolineano come per la movida dei giovani molte persone più adulte evitino la zona per lo shopping.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Terremoti: tre scosse sull’Etna, più forte di magnitudo 3.1
Avvertite in diversi paesi del versante Orientale del vulcano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
08 maggio 2021
21:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tre scosse di terremoto sono state avvertite questa sera nei paesi del versante Orientale dell’Etna, come Giarre, Sant’Alfio, Mascali e Linguaglossa. Gli eventi sono stati registrati dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) di Catania.
Il sisma di maggiore energia, di magnitudo 3.1, è stato rilevato alle 20.13. Gli altri due, entrambi di magnitudo 2.2, alle 20:10 e alle 20:20.
L’ipocentro è stato localizzato a 5 chilometri a Nord-Ovest di Sant’Alfio a profondità comprese tra 5 e 8 chilometri. Non si segnalano danni a cose o persone.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coppia rimpatriata da India, volo sanitario atterrato a Pisa
Marito e moglie con bimba adottata rimasti bloccati 1 settimana
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PISA
08 maggio 2021
22:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ atterrato stasera verso le 22 il volo sanitario che ha rimpatriato la coppia di Campi Bisenzio (Firenze) rimasta bloccata una settimana in India, in piena emergenza Covid, con alto numero di contagi fra la popolazione locale. Parenti e amici hanno atteso Simonetta Filippi – che è positiva al Covid e deve essere curata -, il marito Enzo Galli e la bimba di 2 anni adottata nel paese asiatico.
La donna ha viaggiato in una area del velivolo in bio-contenimento, mentre il marito e la bambina in una zona separata, in sicurezza sanitaria. L’aereo proveniva da New Delhi dove era decollato verso le 13 ora italiana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Razzo in caduta:nuove stime indicano rientro su Mediterraneo
Finestra temporale dalle 3,11 e le 5,11 italiane
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2021
02:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dovrebbe avvenire nel Mediterraneo il rientro del secondo stadio del razzo cinese Lunga Marcia 5B, secondo le stime aggiornate del sito Space-Track, basate dei dati del Comando di Difesa Aerospaziale del Nord-America (Norad). La finestra temporale prevede ancora un’incertezza di più o meno un’ora e va dalle 3,11 alle 5,11 italiane; l’area sulla quale dovrebbe avvenire il rientro è più a ovest rispetto a quella precedentemente prevista nel Nord Atlantico, ed è compresa fra 35,9 gradi di latitudine e 24,4 di longitudine: corrisponde al bacino del Mediterraneo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Razzo in caduta: resta una sola traiettoria sull’Italia
Protezione Civile, ‘probabilità estremamente bassa’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2021
04:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si è verificato senza impatti il passaggio del detrito spaziale sulla traiettoria che interessava buona parte del centro-sud italiano e resta quindi una sola traiettoria che potrebbe ancora coinvolgere alcuni settori di Sardegna, Calabria e Sicilia. Tuttavia, “la probabilità che uno o più frammenti possano cadere sul nostro territorio rimane estremamente bassa”.
Lo rende noto il tavolo tecnico del Dipartimento della protezione civile che sta seguendo il rientro incontrollato in atmosfera del lanciatore spaziale cinese “Lunga marcia 5B” sulla base dei dati forniti dalla Agenzia Spaiale Italiana.
La finestra di rientro sulla Terra è fino alle 7 del mattino ora italiana. Il tavolo tecnico continuerà a seguire l’evolversi della situazione in tempo reale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: 415 approdati a Lampedusa su due barconi
Soccorsi da motovedette e trasferiti all’hotspot dell’isola
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
09 maggio 2021
09:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 415 i migranti approdati, con due diversi barconi, a Lampedusa. La prima barca di legno di 20 metri, con a bordo 325 persone a bordo, è stata soccorsa a 8 miglia da Lampedusa.
La seconda carretta, intercettata a 5 miglia dalla costa, è stata scortata da una motovedetta della guardia di finanza fino al molo Favaloro. A bordo c’erano 90 migranti di varie nazionalità, 83 uomini, 6 donne e una neonata.
I due gruppi sono stati portati all’hotspot che era vuoto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cadavere parzialmente carbonizzato trovato vicino cassonetto
Intervento dei vigili del fuoco a Chioggia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CHIOGGIA (VENEZIA)
09 maggio 2021
09:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un cadavere parzialmente carbonizzato è stato trovato poco dopo le ore 6.30 dai vigili del fuoco nei pressi di un cassonetto dei rifiuti a Chioggia (Venezia).
I pompieri, intervenuti sul posto per per l’incendio del contenitore, hanno rinvenuto il corpo all’esterno.
Dopo aver spento le fiamme, evitandone la propagazione agli altri cassonetti, sul posto sono intervenuti il personale sanitario del Suem, i carabinieri e la polizia di Stato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Razzo in caduta: escluso interessamento territorio italiano
Protezione Civile: concluse attività, chiuso Comitato Operativo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2021
05:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ esclusa la caduta di uno o più frammenti sul territorio italiano del detrito spaziale del lanciatore spaziale cinese “Lunga marcia 5B” in rientro incontrollato in atmosfera. Lo rende noto il tavolo tecnico del Dipartimento della protezione civile che sta seguendo il rientro, sulla base degli ultimi dati forniti dalla Agenzia Spaziale Italiana.

Il Capo Dipartimento della Protezione Civile, in accordo con ASI e con gli altri partecipanti al tavolo, ha dichiarato concluse le attività operative, chiudendo il Comitato Operativo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ulisse ‘frena’ per Covid, “lavoriamo su 2 nuove puntate”
Rai1, nessuna sospensione. Sui social i fan in rivolta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
19:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Ulisse – Il piacere della scoperta’, il programma di Alberto Angela in onda il mercoledì in prima serata su Rai1, ‘frena’ per Covid: ad annunciarlo è un post sul profilo Facebook della trasmissione, che resta al lavoro su due puntate inedite in onda più avanti. Nessuna sospensione, dunque, per il programma, fanno sapere da Rai1 prendendo le distanze dalle indiscrezioni su uno stop legato agli ascolti inferiori alle attese per l’edizione del ventennale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Carissimi, abbiamo in serbo per voi nuove sorprese. Tutta la squadra del programma è al lavoro. L’emergenza Covid – si legge nel post Facebook – ci ha obbligati a rallentare il ritmo di produzione ma stiamo preparando le due ultime puntate della serie di quest’anno. Due puntate inedite, del tutto nuove. La prima è dedicata a San Francesco e a Chiara, due protagonisti del Medioevo, santi e ribelli. Ne racconteremo la storia muovendoci nei luoghi in cui tutto è accaduto. La seconda affronta un tema di grande attualità: la crisi climatica che stiamo attraversando. Quali le cause? Siamo ancora in tempo ad evitare che la situazione precipiti? Cosa possiamo fare? #Ulisse sta tornando. Seguiteci con l’affetto di sempre”.
I rumors sulla sospensione del programma intanto hanno fatto il giro del web, accolti con disappunto dai fan di Alberto Angela. “Colpo basso e vergognoso verso Ulisse che va avanti da 20 anni e che ha sempre fatto ascolti”, ha scritto un utente su Twitter. “Programmi come Ulisse con Alberto Angela sono l’unico motivo per cui stacco Netflix e accetto che facciano pagare il canone, se mi togliete anche questo per me ormai resta solo Sanremo e la tv pubblica italiana al momento è priva dei contenuti che giustifichino una tale somma”, è un altro commento. O ancora: “La decisione della Rai di sospendere Ulisse per bassi ascolti è incommentabile”, “Basterebbe cambiare giorno. Ma non vi azzardate a cancellare #Ulisse”. E c’è chi anche si dice “pronto a marciare ai vertici Rai per rinnovare Ulisse”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Testa di orso di Leonardo all’incanto per 9-13 milioni
L’8/7 Christie’s batterà uno dei rari disegni in mani private
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
18:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È stimato fra 9 e oltre 13 milioni di euro il valore di una ‘Testa di orso’ disegnata da Leonardo Da Vinci, che verrà battuta all’asta da Christie’s l’8 luglio a Londra. L’opera è stata realizzata in punta d’argento su carta preparata, una tecnica che Leonardo imparò dal suo maestro Verrocchio, come spiega la casa d’aste, ricordando che si tratta di uno dei suoi pochi schizzi rimanenti ancora in mani private, e che rappresenta un prezioso esempio del suo interesse scientifico e della sua sensibilità verso il mondo naturale.
La ‘Testa d’orso’, di forma quadrata, 7 centimetri per lato, reca in basso a sinistra la firma del genio rinascimentale.
Verrà esposta nelle gallerie di Christie’s a New York.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I Taviani e quei 15 minuti inediti su Pirandello
Paolo, l’ultima parte di ‘Tu ridi’ tagliata, la Rai la recuperi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
17:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Fu una cosa vergognosa quel taglio, ma di fatto quei 15 minuti nessuno li ha più visti, neppure io, ed è un vero peccato”. A parlare così è un appassionato Paolo Taviani e i 15 minuti a cui fa riferimento sono quelli del terzo episodio di ‘Tu ridi’, film del 1998 che raccontava la contestata prima al Teatro Valle di Roma di ‘Sei personaggi in cerca d’autore’ di Luigi Pirandello di cui il 9 maggio ricorre il centenario.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con il fratello Vittorio, morto nel 2018, “montammo tutto il film, ma la sua durata, due ore e cinque minuti circa, fu considerata eccessiva e così fu deciso di tagliare. Eppure raccontava una cosa molto bella e storica – dice Paolo Taviani in una pausa della lavorazione di ‘Leonora, addio’, film tratto proprio dalla novella omonima di Pirandello – , ovvero il fatto che Lietta, figlia del drammaturgo siciliano, era andata di nascosto alla prima di ‘Sei personaggi in cerca d’autore’ proprio al Valle di Roma e aveva assistito impotente a tutte le animate contestazioni. Non solo, la ragazza uscì poi con il padre dal teatro e raggiunse la carrozza che li avrebbe portati a casa mentre molte signore lanciavano monetine”.
Come già raccontato su ‘La Sicilia’ a Filippo Arriva, questo materiale inedito “fu a un certo punto recuperato dal MoMa di New York per una rassegna-evento. Il museo a sue spese montò il girato e venne proiettato il filmato. Credo – dice il regista – che una copia sia ancora in loro possesso. Quando l’ho cercata nel mio archivio non l’ho trovata. Spero che la Rai la recuperi in occasione del centenario di ‘Sei personaggi in cerca d’autore'”. E sarebbe auspicabile che questo episodio inedito approdasse a un festival importante come la Mostra di Venezia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arena Verona, ok a 6.000 spettatori, manca solo il ‘timbro’
Si valuta anche ipotesi capienza intera, con tamponi al pubblico
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VERONA
08 maggio 2021
15:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con il via libera alla deroga sulla massima capienza dato per competenza dall’Asl 9 Scaligera – dopo l’ok della Conferenza delle Regioni -, l’Arena di Verona si appresta ad aprire i cancelli fino a 6.000 spettatori per il Festival Lirico e gli eventi extra lirica. Lo ha annunciato la sottosegretaria alla Cultura, Lucia Borgonzoni, durante un incontro in streaming con il sindaco della città, Federico Sboarina, presidente della Fondazione Arena.
Ora, ha riferito Sboarina, “manca solo il recepimento formale da parte della Regione”. Ma si sta valutando un’ipotesi sperimentale di piena capienza (cioè circa 15mila) per l’anfiteatro. Borgonzoni, che ha lavorato al progetto, ha detto di aver avuto il via libera dal Comitato tecnico Scientifico ad una sperimentazione che prevede l’effettuazione del tampone rapido anti-Covid agli spettatori in ingresso all’Arena e la ripetizione del test (per l’eventuale tracciamento) una settimana dopo l’evento. I tamponi saranno gratuiti, grazie alla collaborazione di alcune aziende farmaceutiche. Questo, però, solo per gli spettacoli per i quali non sia già in corso – come invece il Festival Lirico – la vendita dei biglietti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per la prima volta esposti i “Quaderni rossi” di Pasolini
A Casarsa per la mostra ‘L’Academiuta’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CASARSA DELLA DELIZIA
08 maggio 2021
13:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ormai di un colore rosa sbiadito, un paio di essi privi di copertina, ma tutti insieme ed esposti per la prima volta: i famosi Quaderni rossi di Pasolini sono fra i più emozionanti documenti che si possono vedere visitando la mostra “L’Academiuta e il suo trepido desiderio di poesia. Gli anni friulani di Pasolini”, aperta (dal 9 maggio) fino al 3 ottobre nel Centro Studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa (Pordenone).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nella primavera del 1946 Pasolini iniziò un diario intimo, scritto a penna su cinque quaderni scolastici dalla copertina rossa, i cosiddetti “Quaderni rossi” (attualmente conservati nel Fondo Naldini nel Centro Studi di Casarsa). Pagine dove si descrive un tormentato monologo interiore, un’autoanalisi in cui Pasolini affronta senza pudori il suo “destino di non amare secondo la norma”. L’autore affidò i quaderni al giovane Nico Naldini nel momento della sua precipitosa fuga a Roma con la madre Susanna.
Il cugino li conservò in un cassetto segreto, per poi dimenticarsene e solo dopo la morte di Pasolini stralci del diario furono resi noti dallo stesso Naldini: prima nel volumetto “Poesie e pagine ritrovate” (1980) e successivamente nella biografia “Pasolini, una vita” (1989).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Divina commedia in scena ne “L’impresa fantatisca” di Colangeli
Al Teatro di Roma, con tutto il poema recitato a memoria
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
13:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai per una selva oscura, ché la diritta via era smarrita”. Inizia così il viaggio più celebre della letteratura italiana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tre cantiche, ognuna composta da 33 canti, per un variabile fra 115 e 160 terzine. Che in questo anno di celebrazioni per il 700/o dalla morte di Dante Alighieri, sono tornate prepotentemente alla ribalta, studiate, narrate, illustrate, recitate. Ora anche declamate in uno spettacolo che ha dell’impresa. Anzi, de “L’impresa fantastica dell’attore Colangeli”, come Giorgio Colangeli, con la complicità di Marco Maltauro, ha intitolato i suoi sette incontri in scena con la Divina Commedia, al Teatro Argentina dal 10 al 13 maggio, nuova tappa del progetto Dante a memoria – Perché di lor memoria sia, che il Teatro di Roma dedica alle la celebrazione del Padre della poesia e della lingua italiana.
Tra le lectio introdotte da Paolo Di Paolo e il ciclo di laboratori a cura del Piero Gabrielli, ora si passa alla poesia detta, con Colangeli che quell’immensa opera la porta tutta in palcoscenico, a memoria. “Per me la Divina Commedia a memoria, in realtà, è un progetto che nasce tanti anni fa – racconta l’attore alla vigilia del debutto -. Ho iniziato con pochi canti nel 2006, come esercizio di memoria e dizione nel tempo libero. Ma più andavo avanti e più mi impadronivo di questo poema che contiene tutti gli aspetti della vita. Ho ritrovato una bellezza immensa che, diciamocelo, a scuola non sempre viene capita”: Di quel viaggio, lo spettacolo mette in luce anche tutta l’attualità, con l’attore, accompagnato dalle musiche di Diego Dall’Osto, che veste i panni degli eroi del 2021: vigile del fuoco per l’Inferno, volontario della Protezione civile per il Purgatorio e infermiere per il Paradiso (“casualmente” assicura, proprio nella Giornata internazionale del 12 maggio).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Amici, Ermal Meta e The Kolors ospiti della semifinale
Sette i talent ancora in corsa per la finalissima
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
20:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ermal Meta, che presenterà il suo nuovo singolo, ‘Uno’, e i The Kolors con ‘Cabriolet’, saranno gli ospiti musicali della semifinale di Amici, la scuola del talento di Maria De Filippi, in onda sabato 8 maggio in prima serata su Canale 5.
Sette i talent rimasti in gioco per la vittoria finale: per il canto Aka7even, Sangiovanni, Deddy e Tancredi; per il ballo Giulia, Alessandro e Serena.
In studio in qualità di giudici Stefano De Martino, Emanuele Filiberto e Stash.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ponte Stretto: gruppo di lavoro Mims dà ok, dubbi su tunnel
Preferibile soluzione a più campate
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
19:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il gruppo di lavoro del Mims sul Ponte sullo Stretto da il suo ok all’ipotesi di un ponte (meglio a più campate) mentre ritiene meno praticabile l’idea del tunnel. Si “ritiene che sussistano profonde motivazioni per realizzare un sistema di attraversamento stabile dello Stretto di Messina”, si legge nelle conclusioni del lungo documento depositato.
Più in dettaglio “il sistema con ponte a più campate consentirebbe di localizzare il collegamento in posizione più prossima ai centri abitati di Messina e Reggio Calabria, con conseguente minore estensione dei raccordi multimodali, un minore impatto visivo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Hit parade, en plein di Rkomi
Primo in album, vinili e singoli. New entry anche i Pink Floyd
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
18:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rkomi fan man bassa. Il rapper centra l’en plein ed primo con il nuovo album Taxi Driver nella classifica degli album più venduti della settimana, secondo le rilevazioni Fimi/Gfk, e anche tra i vinili.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In più è anche in vetta tra i singoli con il brano Nuovo Range feat. Sfera Ebbasta & Junior K. Entrano in top 10 singoli anche 10 ragazze feat.
Ernia & Mace e Partire da te. Continua il momento d’oro per la giovanissima Madame che passa dal terzo al secondo posto con il disco che porta il suo nome e supera così Fastlife 4 di Guè Pequeno & Dj Harsh, quarto volume del mixtape.
Appena fuori dal podio si piazza la seconda new entry della settimana: i sempreverdi Pink Floyd con il Live at Knebworth 1990. Stabili in quinta posizione i Maneskin, in attesa di prendere parte all’Eurovision Song Contest in programma tra pochi giorni a Rotterdam, con il loro Teatro d’Ira – Vol. 1.
Sesto Mace con Obe, che precede Achille Lauro (in discesa di un gradino) con Lauro, il suo nome all’anagrafe, frutto delle influenze che i vari generi musicali hanno avuto sulla sua formazione di artista. Tiene la posizione Capo Plaza con Plaza.
Chiudono la top ten Tedua con Don’t Panic e Sfera Ebbasta con Famoso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scala, lunedì torna il pubblico con concerto diretto da Chailly
L’11 l’esibizione su Raiplay e sul sito del teatro, poi su Rai5
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 maggio 2021
18:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il 10 maggio il pubblico rientrerà alla Scala per assistere a uno spettacolo per la prima volta dal 22 ottobre, seppure a ranghi ridotti: non più di 500 spettatori che si distribuiranno nei palchi e in galleria per rispettare le norme anticovid. Ad esibirsi saranno il coro e l’orchestra di casa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sul podio il direttore musicale Riccardo Chailly. Un modo quindi per ridare il benvenuto agli spettatori. Non a celebrare la ripresa delle attività perché questa non si è mai fermata con 35 serate in streaming fra opera, balletto e concerti.
Si tratta anche di una ripartenza simbolica. Il giorno dopo (a 75 anni dal concerto diretto da Arturo Toscanini che riaprì il teatro dopo la ricostruzione post bellica) infatti l’esibizione verrà trasmessa dalle 12 in streaming su Raiplay e sul sito del teatro e alle 16:45 su su Rai5 (con replica il 27 maggio alle 21.15) e alle 20:30 su Radio3. Non a caso proprio l’11 alle 11 in teatro verrà scoperta una targa in ricordo del sindaco Antonio Greppi che fortemente volle la ricostruzione della Scala bombardata.
Come già voluto da Toscanini per il concerto del 1946, la musica non sarà preceduta da nessun discorso: le prime parole che il pubblico udrà saranno quelle dei cori “Patria oppressa” da Macbeth e “Va’ pensiero” da Nabucco di Verdi. In programma però anche brani di Henry Purcell, Cajkovskij, Stauss e Wagner.
L’appuntamento segna infatti il debutto scaligero del soprano ‘wagneriano’ Lise Davidsen.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Detassis, ho rifiutato di creare David a migliore regista donna
Per attenzione a parità genere ‘lavoriamo a migliorare giurie’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
15:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I primi segnali che arrivano dalle riaperture dei cinema, anche se “necessariamente limitati, sono forti. Dopo un anno e mezzo di chiusura evidenziano che le persone vogliono ancora vedere i film in sala” .
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo dice Piera Detassis, presidente dell’Accademia dei David di Donatello in un’intervista su Variety. “C’è meno paura – aggiunge – le vaccinazioni hanno avuto un’accelerazione. Il mio unico desiderio è che presto nei cinema arrivino più nuovi film italiani. Per ora esitano a uscire sul grande schermo. Spero che i David possano dare su questo un impulso”. In 66 anni di storia del riconoscimento (la cerimonia di premiazione dell’edizione 2021 sarà trasmessa l’11 maggio su Rai1 in prima serata, ndr) , una donna non ha mai vinto la statuetta per la migliore regia, si ricorda nell’intervista: “Stiamo lavorando per migliorare le giurie, e succederà anche in modo naturale con un ringiovanimento dei nostri membri. L’Italia è molto indietro su questo. Niente annoia gli italiani più di questo tema. Me ne rendo conto ogni volta che ne parlo. Quindi conto sulle nuove generazioni. Qualcuno aveva suggerito di introdurre un premio per la migliore regista donna, ho rifiutato. Devo dire però che c’è grande attenzione e sensibilità su questo tema anche da parte dei registi uomini”.
Le modifiche già portate alle giurie “hanno portato a due donne nominate per la miglior regia, due per il miglior film, due per la migliore opera prima e due per il miglior documentario. Per l’Italia non è male”. Per la cerimonia “la prima cosa che ho chiarito alla Rai è che volevo che tutte le categorie in gara fossero fisicamente presenti”. Non era possibile farlo nel medesimo posto, quindi “abbiamo deciso di avere due luoghi che potessero interagire visivamente tra loro (in tv)”: gli studi televisivi Fabrizio Frizzi e il Teatro dell’Opera “dove utilizzeremo i palchi. È simbolico, uniamo i mondi del cinema, della tv e dell’intrattenimento dal vivo sulla Rai in prima serata, avendo vinto la battaglia per mantenere questa collocazione. Il supporto che siamo riusciti a ottenere dalla Rai è fondamentale”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pausini ospite d’onore nell’opening dei David di Donatello
Lo annuncia su social. Proporrà live Io sì, in gara fra canzoni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
14:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono molto emozionata nel comunicarvi che l’11 maggio sarò ospite d’onore nell’opening della cerimonia dei David di Donatello”. Lo annuncia sui social Laura Pausini.
“Canterò il brano Io sì, candidato nella categoria Miglior Canzone Originale, dalla suggestiva cornice del Teatro dell’Opera di Roma – aggiunge -. Appuntamento a martedì su @rai1official”.
La cantante qualche settimana fa si era già esibita agli Oscar, in duetto con Diane Warren, che firma con lei e Niccolò Agliardi il brano (scritto per La vita davanti a sé di Edoardo Ponti con Sophia Loren) entrato in cinquina per la miglior canzone.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Tolo Tolo di Checco Zalone il David dello Spettatore
Film con più spettatori fra titoli usciti in sala entro 28/2
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
12:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tolo Tolo, scritto diretto e interpretato da Luca Medici, si aggiudica il David dello Spettatore della 66/aedizione dei Premi David di Donatello. Lo comunica Piera Detassis, Presidente e Direttore Artistico dell’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il riconoscimento sarà assegnato l’11 maggio nell’ambito della 66/a edizione dei Premi David di Donatello, l’evento sarà trasmesso in diretta in prima serata su RAI 1 e sarà condotto da Carlo Conti.
Il riconoscimento, introdotto nel 2019, è un premio che intende manifestare l’attenzione e il ringraziamento dell’Accademia ai film e agli autori che hanno fortemente contribuito al successo industriale dell’intera filiera cinematografica.
Tolo Tolo ha collezionato il maggior numero di spettatori fra i film usciti in sala entro il 28 febbraio 2021: sulla base dei dati forniti da Cinetel e calcolati entro la fine di febbraio 2021, Tolo Tolo ha totalizzato 6.674.622 spettatori.
Fra i riconoscimenti già annunciati della 66/a edizione dei Premi David di Donatello il Premio alla Carriera a Sandra Milo e i David Speciali assegnati a Diego Abatantuono e Monica Bellucci. Ad Anne di Domenico Croce e Stefano Malchiodi il David di Donatello per il Miglior cortometraggio. Ai tre professionisti sanitari, Silvia Angeletti, Ivanna Legkar e Stefano Marongiu le targhe David 2021 – Riconoscimento d’Onore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nastro dell’anno 2021 a Miss Marx di Susanna Nicchiarelli
Il 26/5 annuncio candidature Nastri d’argento; 26/6 premiazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
12:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Va al film di Susanna Nicchiarelli Miss Marx il “Nastro dell’Anno” 2021 che il Direttivo dei Giornalisti Cinematografici assegna scegliendo tradizionalmente un’opera che meriti una particolare sottolineatura di eccellenza, oltre il verdetto che annualmente premia i migliori dell’anno attraverso il voto dei Giornalisti Cinematografici che assegnano quest’anno i Nastri della 75a edizione.
Il Nastro dell’anno va anche ai produttori italiani del film, Marta Donzelli e Gregorio Paonessa (Vivo Film) con Rai Cinema, allo straordinario talento del costumista Massimo Cantini Parrini e per le musiche esplosive, condivise con i Downtown Boys, ai Gatto Ciliegia contro il Grande Freddo Miss Marx è la storia di ‘Tussy’ la terza figlia di Karl Marx, Eleanor (Romola Garai).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Presentato in concorso all’ultima Mostra del Cinema di Venezia, il film racconta una giovane donna colta e brillante che lotta per l’emancipazione di tutte e per la parità con gli uomini.Tra le prime donne nella storia ad avvicinarsi ai temi del socialismo e al femminismo, Eleanor sarà vittima della propria generosità e dei propri sentimenti, travolta da una storia d’amore dal destino tragico.
“Mai come quest’anno, il nostro 75/o, questo riconoscimento premia un’opera dal valore doppiamente speciale” spiega per il Direttivo Nazionale dei Giornalisti la Presidente, Laura Delli Colli che annuncerà le candidature 2021 in streaming il 26 Maggio. “Nel progetto e nelle intuizioni di Susanna Nicchiarelli la grande qualità tecnica nella realizzazione coincide con una visione che rende contemporanea, come la musica che accompagna la sua storia, la vicenda di una donna che trova il coraggio di liberarsi con lucida determinazione anche nel corpo dalla condanna alla subalternità. Un destino di molte donne che ancora oggi rende universale il messaggio del film”. La notizia apre ufficialmente i Nastri 2021: appuntamento per l’annuncio delle candidature in streaming il 26 Maggio; la consegna dei premi il 26 Giugno sarà ‘in presenza’, nelle modalità consentite dalle normative di sicurezza previste.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Razzo cinese rientrato sull’Oceano Indiano
In un’area vicino alle isole Maldive. La Protezione Civile aveva già escluso l’interessamento del territorio italiano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2021
05:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il secondo stadio del razzo cinese Lunga Marcia 5B è rientrato nell’atmosfera sull’Oceano Indiano, in un’area vicina alle isole Maldive. Lo rende noto l’ufficio per il volo umano dell’agenzia spaziale cinese Cnsa. Il rientro è stato confermato anche dai dati del Comando di Difesa Aerospaziale del Nord-America (Norad).
Rispetto alle stime iniziali, indicavano il Nord Atlantico come probabile punto di rientro, poi il bacino del Mediterraneo e l’ipotesi per ora più accreditata è che il rientro possa essere avvenuto sopra l’Oceano Indiano.
Il tavolo tecnico del Dipartimento della protezione civile aveva già escluso l’interessamento del territorio italiano, dichiarato concluse le attività operative, e chiuso il Comitato Operativo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Napoli: 16enne accoltellato da coetaneo in zona movida
Non in pericolo vita. PS identifica 17enne ritenuto responsabile
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
09 maggio 2021
10:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un minorenne è stato ferito a Napoli nella serata di ieri con colpi di coltello da un coetaneo. Il ragazzo, 16 anni, non è in pericolo di vita.
Il fatto è accaduto in Via Arcoleo intorno alle 23 in prossimità della zona del Lungomare in una delle aree della movida.
Secondo quanto riferito dalla polizia all’origine dell’accoltellamento vi sono futili motivi. Il responsabile è stato identificato dagli agenti: è un 17enne.
Ha colpito il 16enne al braccio e al fianco sinistro. Il ferito è stato portato nell’ospedale Pellegrini dove è ricoverato in attesa di ulteriori accertamenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo il coprifuoco, lancio di bottiglie in zona Movida a Milano
Tensione con forze dell’ordine durante i controlli alle Colonne
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
09 maggio 2021
10:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tensione e lancio di bottiglie durante il servizio anti assembramenti della polizia a Milano sabato sera. Alle Colonne di San Lorenzo, uno dei luoghi simbolo della movida, dopo il coprifuoco c’erano circa 2mila persone, motivo per cui è stato necessario l’intervento della polizia.

La stessa scena si era verificata anche venerdì ma tutti i presenti erano scappati all’arrivo degli agenti. Sabato, invece, un gruppo di circa 100 persone ha reagito lanciando bottiglie.
L’azione, iniziata alle 22.45, è durata pochi minuti e si è risolta con la fuga dei violenti. Attorno alle 23 poi la polizia è intervenuta in corso di Porta Ticinese, a poca distanza dalle Colonne, per una lite tra uomini. Gli agenti sono riusciti a bloccare 3 persone, mentre due persone con contusioni sono state portate in ospedale al Fatebenefratelli e al Sam Paolo. In corso Garibaldi, altra meta della notte milanese, è stato necessario allontanare le tante persone (secondo le forze dell’ordine circa 1.500) che continuavano a bere dopo il coprifuoco. In questo caso non ci sono stati problemi di ordine pubblico.

Cronaca tutte le notizie Tutti i fatti e gli avvenimenti di Cronaca costantemente monitorati ed aggiornati ed approfonditi! LEGGILI!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 81 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 22:11 DI MARTEDÌ 04 MAGGIO 2021

ALLE 08:08 DI VENERDÌ 07 MAGGIO 2021

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Documenti falsi per immigrati clandestini, blitz a Napoli
Anche a migranti provenienti da aree di crisi: 14 misure del Ros
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
04 maggio 2021
22:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I Carabinieri del Ros e del Comando provinciale hanno sgominato a Napoli un’associazione a delinquere composta da afgani, pakistani e italiani che dietro compenso faceva avere documenti falsi per permessi di soggiorno in Italia – e quindi per l’area Schengen – a pakistani, indiani, tunisini, marocchini, afghani, ucraini e russi, oltre che a extracomunitari delle ‘aree di crisi’ a rischio terroristico.
Notificati a vario titolo un arresto in carcere, due ai domiciliari e 11 obblighi di dimora per associazione a delinquere finalizzata a favorire l’immigrazione clandestina, falso ideologico e materiale.
Sequestrato un internet point.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’operazione Platinum-Dia ‘Duro colpo alla ‘ndrangheta’
Interessate Germania, Romania e Spagna oltre a Italia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
05 maggio 2021
08:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È in corso un’operazione di polizia contro la ‘Ndrangheta, coordinata dalla Procura di Torino che vede impegnati sul territorio nazionale oltre 200 donne e uomini della Direzione Investigativa Antimafia e un centinaio di unità della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza con il supporto di unità cinofile, elicotteri e militari del Reggimento Genio Guastatori di Caserta, nonché 500 agenti della Polizia Criminale del Baden-Wuttemberg, della Polizia Economico Finanziaria di Ulm, dalla polizia romena e spagnola.
L’operazione, denominata ‘Platinum-Dia, rappresenta secondo gli inquirenti “un duro colpo” alla ‘ndrangheta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre che il territorio italiano, sono interessate Germania, Romania e Spagna.

Sono numerose le misure di custodia cautelare e le perquisizioni, emesse dal Tribunale di Torino su richiesta della DDA piemontese e coordinata dalla DNA, in Italia ed in Germania, nei confronti di soggetti ritenuti affiliati alla ‘ndrangheta. Si tratta di soggetti attivi nel “locale” di Volpiano (Torino), considerati terminale economico della famiglia Agresta di Platì (RC), nonché nei confronti di esponenti della famiglia Giorgi, detti “Boviciani”, di San Luca (RC), ritenuti responsabili di narcotraffico internazionale ed attivi in Piemonte, Calabria, Sardegna e, in Germania, nel Land del Baden Wùrttemberg, nelle località turistiche del Lago di Costanza.

Oltre all’esecuzioni di diverse misure cautelari, l’operazione ‘Platinum-Dia’ ha portato a numerosi sequestri preventivi di beni costituiti da aziende cooperative ed edili, immobili, auto, conti correnti bancari e postali, corrispondenti ad un valore di molti milioni di euro. Sono oggetto della misura cinque società che operano nella ristorazione, in particolare la torrefazione Caffè Millechicchi e il bar VIP’S di Torino, una rivendita tabacchi in via Volpiano sempre nel capoluogo piemontese; nel settore immobiliare la G.P. Immobiliare e, nel settore dell’edilizia, la società General Costruzione, imprese con sede a Torino. Controlli e perquisizioni sono in corso dall’alba anche nel nord Sardegna ad opera dei carabinieri della Compagnia di Alghero.

“La maxi operazione Platinum-DIA condotta a Torino e con ramificazione in Germania Spagna e Romania dimostra la pervasività della ‘Ndrangheta ma soprattutto la forza dello Stato”. Così Nicola Morra presidente commissione Antimafia. “Il mio personale plauso va alla DIA e al lavoro del direttore Maurizio Vallone e dell’ufficiale di collegamento della commissione Antimafia colonnello Luigi Grasso, che ha permesso tra l’altro di creare un filo diretto di sinergie e di scambio di informazioni – prosegue -. Locale di Volpiano legata alla famiglia Agresta di Platì, la famiglia Boviciani di San Luca questi gli elementi fondanti di una rete mafiosa europea. Questa la pericolosità della Ndrangheta calabrese che si continua a sottovalutare”. “Oltre il necessario ringraziamento a centinaia di donne e uomini delle forze dell’ordine italiane e di altri paesi europei, mi chiedo quanto ancora si voglia sottovalutare il problema – prosegue l’esponente M5S -. Abbiamo una forza criminale in campo che non solo ha monopolizzato un territorio e lo ha asservito ai suoi fini criminali, ma ha una impressionante forza economica con cui risulta capace di espandersi ovunque in Europa. La magistratura, anche europea, lotta con tutte le forze, dovrebbe farlo anche la politica italiana avendo come priorità la Calabria”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata contro la pedofilia, l’evento online di Telefono Azzurro
In pandemia allarme abusi sui minori, sul web e non solo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
08:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Internet e le nuove tecnologie hanno accresciuto adescamenti sessuali e abusi sui minori. Con la pandemia si è registrato in tutto il mondo un incremento dei casi di violenza, online e offline.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo dimostrano i dati del Centro di Ascolto e Consulenza 1.96.96 di Telefono Azzurro che ha registrato una media di circa 6 casi al mese di abusi sessuali offline e 5 online (dati 2020): tali richieste d’aiuto sono pervenute in primo luogo dalla Lombardia (20% offline e 26% online).
Nasce da queste tendenze preoccupanti la volontà di Telefono Azzurro di promuovere un confronto tra istituzioni, media, esperti nazionali e internazionali e alte cariche ecclesiastiche, nella Giornata nazionale contro la pedofilia. Si terrà infatti oggi 5 maggio – dalle ore 10:00 alle ore 17:30 a Palazzo Borromeo, sede dell’Ambasciata d’Italia nella Santa Sede – l’evento “Dignità dei bambini e degli adolescenti al tempo del covid” un’occasione per riflettere sugli importanti passi compiuti nel campo della difesa dei minori e per sottolineare l’importanza di continuare ad agire insieme, cooperando anche nell’ambito della Child Dignity Alliance (alleanza istituita a seguito del Congresso del 2017 Child Dignity in the Digital World e volta a generare consapevolezza globale sul fenomeno del CSEA – child sexual exploitation and abuse).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La sfida più grande per noi adulti – ha dichiarato Ernesto Caffo, Presidente e Fondatore di Telefono Azzurro – è assicurare che i giovani abbiano un accesso sicuro a queste tecnologie: il web infatti è frequentato anche da perpetratori e i bambini, specialmente i più vulnerabili, possono facilmente diventare preda di diversi tipi di abuso, come il sextortion, il revenge porn e l’adescamento online. I governi, il settore non-profit, le istituzioni, il mondo accademico e la società civile dovrebbero unire gli sforzi”.
All’evento interverranno, tra gli altri: Elena Bonetti, Ministro per le Pari Opportunità e della Famiglia; Patrizio Bianchi, Ministro dell’Istruzione; Cardinale Matteo Maria Zuppi, Arcivescovo di Bologna; Ernesto Caffo, Presidente Telefono Azzurro; Pietro Sebastiani, Ambasciatore d’Italia presso la Santa Sede; Ivan Scalfarotto, Sottosegretario del Ministero dell’Interno; Anna Macina, Sottosegretaria alla Giustizia; Valentina Vezzali, Sottosegretaria allo Sport; Carla Garlatti, Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza; Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato, e Adrien Taquet, Secrétaire d’État auprès du ministre des Solidarités et de la Santé, chargé de l’Enfance et des Familles.
Nel pomeriggio si discuterà dell’accordo raggiunto tra il Parlamento e il Consiglio europeo sulla deroga temporanea alla direttiva ePrivacy.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Operazione Platinum, Dia smantella rete europea ‘Ndrangheta
Numerose misure cautelari anche in Germania, Romania e Spagna

(2)
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
05 maggio 2021
08:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È in corso un’operazione di polizia contro la ‘Ndrangheta, coordinata dalla Procura di Torino, che vede impegnati oltre 200 donne e uomini della Direzione Investigativa Antimafia (Dia) e un centinaio di unità di polizia, dei carabinieri e della guardia di finanza.
L’operazione, denominata ‘Platinum-Dia’, rappresenta secondo gli inquirenti “un duro colpo” alla ‘ndrangheta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre che il territorio italiano, sono interessate Germania, Romania e Spagna.
Numerose le misure di custodia cautelare e le perquisizioni, emesse dal Tribunale di Torino su richiesta della Direzione distrettuale antimafia (Dda) piemontese e coordinata dalla Direzione nazionale antimafia (Dna), in Italia ed in Germania, nei confronti di soggetti ritenuti affiliati alla ‘ndrangheta.
Si tratta di soggetti attivi nel “locale” di Volpiano (Torino), considerati terminale economico della famiglia Agresta di Platì (Reggio Calabria), nonché nei confronti di esponenti della famiglia Giorgi, detti “Boviciani”, di San Luca, ritenuti responsabili di narcotraffico internazionale ed attivi in Piemonte, Calabria, Sardegna e, in Germania, nel Land del Baden Wùrttemberg, nelle località turistiche del Lago di Costanza.
Una vera e propria “rete mafiosa europea”, come la definisce il presidente della commissione Antimafia Nicola Morra, rivolgendo un plauso al personale della Dia.
Sequestrati numerosi beni, tra cui aziende cooperative ed edili, immobili, auto, conti correnti bancari e postali per diversi milioni di euro, tra cui società che gestiscono bar e torrefazione a Torino.   PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: Fedriga, non fossilizzarsi sul coprifuoco
“Guardare in modo più ampio. Riaprire in massima sicurezza”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
05 maggio 2021
10:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Penso che dobbiamo guardare il settore delle riaperture ad ampio ventaglio. Ci sono attività ancora chiuse come le palestre e il settore del wedding (matrimoni, ndr) che non ha prospettive”.
Se “ci fossilizziamo” solo sul coprifuoco “ho paura che sbagliamo obiettivo: dobbiamo guardare a tutto tondo il problema”. Lo ha detto il presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, a Radio24.
“Mi auguro che il coprifuoco possa avere gradualità – ha puntualizzato – per arrivare a toglierlo. Ma se ci fosse la necessità ancora di qualche settimana nessuno si straccerà le vesti. E’ fondamentale riaprire qualche attività con la massima sicurezza”.   POLITICA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Gdf sequestra 60mila euro e 2 immobili a badante ‘infedele’
Appropriazione indebita e circonvenzione di incapace per anziano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
05 maggio 2021
11:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Guardia di finanza di Pesaro ha sequestrato, su disposizione della locale procura, ad una donna ucraina di 73 anni liquidità per circa 60mila euro e due immobili, dei quali aveva acquisito la titolarità tramite un falso testamento olografo. Immobili che appartenevano ad un anziano, morto nell’ottobre 2020, affetto da gravi patologie neurologiche e da lei accudito per anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La donna è ora indagata per appropriazione indebita e circonvenzione di incapace. Le indagini sono partite dalla richiesta dell’amministratore di sostegno dell’anziano di ulteriori approfondimenti ispettivi, in occasione della presentazione del rendiconto finanziario, sospettando appropriazioni indebite da parte della badante. La Procura di Pesaro, interessata dal Tribunale, aveva istruito il procedimento penale, delegando le investigazioni ali finanzieri.
Le indagini hanno permesso di scoprire un ingente flusso finanziario in uscita dal conto dell’assistito a favore della badante, pari a circa 60mila euro, costituito da spese ingiustificate, distratte dalle ordinarie finalità di accudimento. Inoltre la 73enne, nei giorni immediatamente successivi alla morte dell’anziano, aveva presentato presso gli uffici di un notaio pesarese un testamento olografo, in cui era previsto il trasferimento a suo favore della proprietà di due immobili dell’uomo. In questo caso si è appurato che la data dell’atto, scritto in stampatello, era successiva a quella indicata nel verbale della Commissione medica che aveva riconosciuto la totale incapacità dell’anziano. Infine la donna ha presentato la dichiarazione telematica di successione all’Agenzia delle Entrate, con l’indicazione di essere unica erede, anche se c’era un’altra persona con tale status.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Terremoti: scossa di magnitudo 2.0 a Pozzuoli
Boati avvertiti da abitanti prossimi all’epicentro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
POZZUOLI
05 maggio 2021
11:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un evento sismico di magnitudo 2.0 della scala Richter a profondità 2300 metri è stato registrato questa mattina alle ore 9,08 a Pozzuoli. L’epicentro è stato localizzato in località Agnano-Pisciarelli, nelle immediate vicinanze del vulcano Solfatara.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’evento, accompagnato da boati avvertiti dagli abitanti dell’area prossima all’epicentro, è stato preceduto e seguito da scosse di minore intensità di magnitudo 0.8 e 0.9. Appena qualche giorno addietro erano stati registrati altri eventi avvertiti dalla popolazione e che dalle risultanza fornite dagli esperti dell’Osservatorio Vesuviano rientrano nella fase ascensionale del bradisismo flegreo. Nell’occasione l’ Amministrazione comunale di Pozzuoli, in una nota, ribadisce il divieto assoluto di avvicinamento all’area di emissione di fluidi di Pisciarelli per il pericolo di emissioni di fango ad alta temperatura. Inoltre viene ricordato che dal 2012 il Dipartimento Nazionale di Protezione ha elevato il livello di allerta vulcanica dei Campi Flegrei da verde (base) a gialla (attenzione). L’innalzamento del livello di allerta ha comportato il rafforzamento del monitoraggio scientifico e delle attività di pianificazione e prevenzione. L’amministrazione comunale, rassicura infine la popolazione che insieme all’ufficio di Protezione Civile del Comune di Pozzuoli, segue in tempo reale l’evolversi dei fenomeni in raccordo con l’Osservatorio Vesuviano per garantire un completo aggiornamento sulle dinamiche in corso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Zingaretti, nel Lazio immunità di gregge in tempi brevi
Se corriamo e andiamo avanti con l’arrivo dei vaccini
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
11:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Noi se corriamo e andiamo avanti con l’arrivo dei vaccini penso (che l’immunità di gregge) sia un obiettivo raggiungibile in tempi brevi”. Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, intervenendo alla trasmissione Agorà su Rai Tre.
Se la Lombardia la raggiungerà per prima? “Me lo auguro. Noi dobbiamo smetterla con questa competizione, è una bella notizia”, ha risposto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incidenti lavoro: schiacciato da fresa, morto operaio
La tragedia in una fabbrica di Busto Arsizio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BUSTO ARSIZIO
05 maggio 2021
11:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È morto un operaio di 49 anni rimasto schiacciato da un’enorme fresa industriale, all’interno di una fabbrica di Busto Arsizio (Varese), questa mattina intorno alle 9 e 40.
Per l’uomo, trasportato d’urgenza in ospedale a Legnano in gravi condizioni, i medici non hanno potuto fare nulla.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dj modenese ucciso in Francia, la compagna torna in libertà
Venerdì la salma sarà cremata poi le ceneri torneranno in Italia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MODENA
05 maggio 2021
11:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È stata rimessa in libertà, ma dovrà comunque restare a disposizione degli inquirenti, la compagna di Davide Masitti, il dj modenese di 49 anni morto a seguito di una coltellata al fianco martedì scorso nella sua abitazione di Saint Michel de Castelnau, in Francia, dove l’artista viveva insieme alla donna e ai due figli piccoli. Lo scrive la Gazzetta di Modena.

Come ha riportato la stampa locale d’Oltralpe nei giorni scorsi, la donna, una 38enne di Trieste, era stata fermata con l’ipotesi di un omicidio preterintenzionale, ma tra le piste battute dagli inquirenti ci sarebbe anche quella di un gesto volontario compiuto dal musicista noto nel mondo della techno in tutta Europa.
Il corpo di dj Da Frykkio, così Masitti si faceva chiamare nell’ambiente, dovrebbe essere cremato venerdì mattina, in Francia, poi le sue ceneri faranno ritorno nella Bassa Modenese, dove risiedono i suoi parenti. Intanto sul sito leetchi.com gli amici hanno raccolto oltre seimila euro per il funerale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Csm: verbali Amara consegnati da pm a Davigo a Milano
Potrebbe incidere su competenza con atti da Roma a Brescia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
05 maggio 2021
11:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il pm milanese Paolo Storari nell’aprile 2020 avrebbe consegnato a Milano a Piercamillo Davigo, allora al Csm, i verbali degli interrogatori resi tra dicembre e gennaio precedenti dall’avvocato Piero Amara sulla presunta loggia segreta Ungheria. Un gesto dettato dalla necessità di autotutelarsi poiché i vertici della Procura non avrebbero dato seguito alle sue ripetute richieste di indagare immediatamente sul caso.

La consegna nel capoluogo lombardo potrebbe incidere sulla competenza territoriale e portare i pm di Roma, che hanno convocato Storari da indagato per sabato, a trasmettere gli atti relativi alla sua posizione a Brescia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Arena di Verona chiede 6.000 persone e eventi fino alle 24
L’appello del sindaco e del direttore artistico per una deroga
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VERONA
05 maggio 2021
11:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un appello per estendere all’Arena di Verona la capienza a 6000 spettatori e la durata degli spettacoli fino alle 24 all’Arena è stato lanciato dal sindaco e presidente della Fondazione Arena, Federico Sboarina, assieme a Gianmarco Mazzi, amministratore delegato della società Arena di Verona s.r.l. e direttore artistico per i concerti “live” e gli eventi televisivi all’Arena.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La nuova stagione è imminente e per i vertici della Fondazione areniana i tempi sono già scaduti per organizzare la vendita dei biglietti del Festival lirico 2021 che si aprirà il 19 giugno con l’Aida in forma di concerto, diretta dam maestro Riccardo Muti per celebrare il 150/o anniversario della prima rappresentazione dell’opera verdiana. Le limitazioni attualmente in vigore infatti consentono l’ingresso di mille spettatori, ma la Fondazione da tempo ha predisposto un protocollo, già inviato al ministero e al Cts, per ospitare 6000 spettatori nell’Arena, che può arrivare ad accoglierne fino a 15mila. Per sostenere l’appello ad ottenere la deroga, l’11 maggio Il Volo sarà a Verona per lanciare l’evento del 5 giugno in onore di Ennio Morricone (concerto che aprirà gli spettacoli areniani 2021) e, nell’occasione, canterà all’Arena il “Canto degli Italiani”, che verrà trasmesso in tv il 2 giugno, per la Festa della Repubblica. “L’11 maggio 1946 la Scala di Milano ripartirà al pubblico dopo la Liberazione, a settantacinque anni di distanza, nel difficile periodo che tutti viviamo, l’Arena di Verona si batte per riaprire” hanno dichiarato Federico Sboarina e Gianmarco Mazzi. “Facciamo questo appello – hanno sottolineato – con un obiettivo, alla portata nostra e delle nostre Autorità: che l’Arena di Verona, per non morire, possa accogliere nei suoi spettacoli almeno 6 mila spettatori fino a mezzanotte e che il suo primo evento internazionale, “Il Volo – Tribute to Ennio Morricone”, in programma sabato 5 giugno e trasmesso in Italia e negli Stati Uniti, possa avvenire con tale presenza di pubblico, per diffondere all’estero un’immagine incoraggiante del nostro Paese”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Francobollo italiano celebra Napoleone a 200 anni da morte
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
11:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato emesso oggi un francobollo italiano dedicato a Napoleone Bonaparte, nel bicentenario della morte.
La vignetta del francobollo, valido per la posta ordinaria diretta in Europa, riproduce un ritratto di Napoleone (nelle vesti di Re d’Italia) dipinto da Andrea Appiani e conservato nella Pinacoteca Ambrosiana di Milano; in alto compare l’inizio (”Ei fu…”) della famosa poesia che Alessandro Manzoni scrisse all’annuncio della morte di Napoleone.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uno dei testi contenuti nel bollettino illustrativo dell’emissione e’ firmato da Charles Bonaparte, presidente della Federazione Europea delle Città Napoleoniche, il quale sottolinea i legami di Napoleone con la storia italiana: non solo per le origini della famiglia Bonaparte, ma anche per le campagne combattute in Italia e per la costituzione del Regno d’Italia, di cui Napoleone cinse la corona.
A sua volta Angelo Di Stasi, presidente della Commissione per lo studio e l’elaborazione delle carte-valori postali del Ministero dello Sviluppo Economico, sottolinea in particolare le radici italiane di Napoleone per via della nascita in Corsica, allora legata alla cultura italiana: ”per questo ci piace pensare che il francobollo emesso dallo Stato italiano nel bicentenario della scomparsa di Napoleone renda omaggio non solo al protagonista indiscusso della storia europea a cavallo tra XVIII e XIX secolo, ma anche e soprattutto ad un grande italiano”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
All’Isola d’Elba al via l’anno dedicato a Napoleone
Mercoledì 5 maggio per i 200 anni dalla morte
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ISOLA D’ELBA (LIVORNO)
05 maggio 2021
10:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mercoledì 5 maggio, alle 12 all’Isola d’Elba (Livorno) si terrà l’apertura ufficiale dell’anno dedicato a Napoleone Bonaparte che per tutto il 2021 sarà il fil rouge dei programmi e delle iniziative dell’Isola. L’avvio dei festeggiamenti, spiega una nota, avviene nel giorno del Bicentenario di Napoleone, che all’Elba risiedette per dieci mesi, lasciando una traccia indelebile del suo passaggio.
Tutti i momenti previsti non sono aperti al pubblico.
Alle 10,30 è in programma la messa di suffragio di Napoleone Bonaparte, con la presenza di rievocatori storici. Alle 12 alzabandiera, in cui verrà issato il vessillo dell’Isola d’Elba a segno di apertura delle attività dell’anno. La messa sarà trasmessa in differita alle 17 sui canali social del Comune di Portoferraio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Napoleone: selezione opere Uffizi per mostra a isola d’Elba
In Pinacoteca Foresiana Portoferraio dal 30/6 al 10/10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
05 maggio 2021
10:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una mostra all’isola d’Elba (Livorno) dedicata a Napoleone Bonaparte per celebrare il bicentenario della morte: la rassegna, nella Pinacoteca Foresiana di Portoferraio dal 30 giugno al 10 ottobre, è realizzata con una selezione di opere in arrivo dalle Gallerie degli Uffizi, oltre che dipinti da collezioni locali. A dare l’annuncio dell’iniziativa, una delle primissime realizzate nell’ambito del programma degli Uffizi diffusi, nel giorno della ricorrenza della morte dell’imperatore di Francia, sono il direttore del museo fiorentino Eike Schmidt e il sindaco di Portoferraio Angelo Zini.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In attesa dell’iniziativa all’isola d’Elba, dice ancora la nota, è online su uffizi.it la mostra virtuale ‘Gli Uffizi e Napoleone. Opere, luoghi e memorie nelle collezioni delle Gallerie’ con 57 immagini in alta definizione. Oggi alle 17 la storica dell’arte Rita Balleri terrà una conferenza (trasmessa su Facebook) sulle porcellane asburgiche e napoleoniche nella collezione di Palazzo Pitti e dal 24 maggio a settembre ci saranno dirette tematiche per la serie Uffizi on air. Per Schmidt la mostra all’Elba è “una tappa fondamentale per il progetto Uffizi diffusi e per celebrare la grande storia della Toscana. Attraverso i tesori d’arte del nostro museo risvegliamo e ravviviamo la memoria culturale del territorio”. Zini si augura che la mostra “possa essere l’inizio di una proficua collaborazione con le Gallerie e di poter far parte in modo stabile del progetto Uffizi diffusi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Lazio,ricoveri ridotti del 91% tra over 80 vaccinati
In questa fascia d’eta il 28% dei ricoveri e oltre 58% decessi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
05 maggio 2021
12:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La vaccinazione completa anti-Covid negli over 80 ha ridotto nel Lazio del 91% l’incidenza d ricovero per il coronavirus in questa fascia di età. E’ quanto emerge da uno studio realizzato dal Dipartimento di Epidemiologia della Regione Lazio, presentato stamattina.
E’ stato confrontato il rischio di ospedalizzazione per Covid-19 in 180mile persone che avevano completato il ciclo vaccinale con altrettanti controlli che non avevano effettuato la vaccinazione nello stesso periodo. L’incidenza di ricovero per Covid-19 nei vaccinati è del 2,7/1000 rispetto al 27/1000 dei non vaccinati a parità di genere, età e comorbidità.
Dall’indagine emerge che a questa fascia di età è attribuibile quasi un terzo dei ricoveri per Covid-19 nel Lazio (il 28%) e oltre il 58% dei decessi. “Quindi sono stati evitati 267 ricoveri per queste persone cioè quasi 4.000 giorni di degenza. E’ un risultato straordinario” ha commentato Marina Davoli, direttore del Dipartimento di Epidemiologia del Lazio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Roma il Napoleone ‘umano’ dell’ultimo atto
Esilio, morte e memoria tra opere, libri e oggetti personali
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
05 maggio 2021
12:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il fascino simbolico di numerose “reliquie da contatto”, dalle preziose tabacchiere ai giochi di società, dai volumi provenienti dalla biblioteca ai tessuti raffinati e capi di abbigliamento utilizzati quotidianamente dall’Imperatore, ormai sconfitto, nel tratto estremo della sua esistenza terrena; fino alla maschera funeraria dal calco del volto preso dal medico Antonmarchi subito dopo la morte. E’ un Napoleone contemplativo, nostalgico, di certo più “umano” quello restituito dalla mostra “Napoleone ultimo atto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’esilio, la morte, la memoria” ospitata al Museo Napoleonico di Roma dal 5 maggio, giorno in cui si celebrano i duecento anni dalla morte avvenuta nel 1821, al 9 gennaio 2022.
A cura di Elena Camilli Giammei, l’esposizione, articolata in quattro sezioni, si costruisce attorno a un evocativo racconto visivo, che si snoda lungo un corpus iconografico di stampe, dipinti ed effigi scultoree e numismatiche, per un totale di 85 pezzi. L’obiettivo è fare luce sull’epilogo dell’esperienza politica e umana di Napoleone Bonaparte, rappresentando gli anni dell’esilio sull’Isola di Sant’Elena fino alla morte, un periodo nel quale il condottiero si ripiegò su se stesso, dedicandosi al testamento – una copia del quale è presente in mostra – e alla trasmissione della sua memoria, tema questo affrontato anche con una serie di documenti e volumi.
“Questa mostra è dedicata agli anni estremi di Napoleone.
Restituiamo un’immagine diversa privilegiando gli aspetti più umani”, spiega la curatrice Elena Camilli Giammei, “nel percorso c’è anche un ambiente immersivo con oggetti usati da Napoleone quotidianamente, che portano la suggestione del contatto fisico e ai quali egli attribuiva forte significato simbolico, tanto da esprimere la volontà, poi disattesa, di lasciarli al figlio”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Helen Mirren, contenta del video con Zalone e del successo
L’attrice premio Oscar si complimenta oltre ogni polemica
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
12:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono stata entusiasta per il fatto che Il mio amico e ammirato collega Checco Zalone mi abbia chiesto di comparire insieme a lui in un video per promuovere l’assunzione del vaccino. Lavorare con un uomo di tale eleganza e genialità è davvero un onore e sono molto felice che ci sia stata una risposta così forte al nostro lavoro insieme”.
Così Helen Mirren ringrazia Zalone per il suo coinvolgimento nel video La vacinada, diventato virale, andando oltre le polemiche sui social sulla possibilità che il filmato possa essere considerato offensivo per la donna o, anche peggio, sia stato girato dall’attrice premio Oscar con scarsa consapevolezza.   CINEMA   SPETTACOLI MUSICA E CULTURA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Papa: stop catechista fai-da-te, sarà servizio ‘ufficiale’
Annunciato per l’11 maggio un Motu Proprio di Bergoglio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
05 maggio 2021
14:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa istituisce il ‘ministero’ del catechista. Così come gli altri servizi ufficiali della Chiesa, dal presbiterato al diaconato, dall’accolitato al lettorato, anche chi è chiamato alla preparazione dei sacramenti in parrocchia, svolgerà un compito ‘ufficiale’. La Lettera Apostolica in forma di “Motu proprio” di Papa Francesco ‘Antiquum ministerium’ con la quale si istituisce il ministero di catechista sarà presentata alla stampa l’11 maggio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Totocalcio compie 75 anni, e si prepara a cambiare veste
Nel 1946 la prima schedina, restyling dalla prossima stagione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
13:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il 5 maggio del 1946 nacque per la prima volta la schedina Sisal, che due anni dopo – nel 1948 – avrebbe cambiato nome in Totocalcio, acronimo di Totalizzatore calcistico. Il mitico gioco a premi simbolo di generazioni passate compie oggi 75 anni e, per festeggiare, si prepara a rifarsi il look già dalla prossima stagione.

Il concorso, come riporta Agipronews, venne ideato da Massimo Della Pergola, Fabio Jegher e Geo Molo. In principio le partite da pronosticare erano 12 – e veniva premiato chi indovinava almeno 11 risultati – per salire a 13 dalla stagione 1950-51 e a 14 dal 2003. Con il prossimo campionato la schedina cambierà pelle, prevedendo Monopoli lo svolgimento del concorso su sei tipologie di pronostico: oltre al 13, si vincerà anche con 11 partite, e a scalare con 9, 7, 5 e 3 incontri.   CALCIO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Morta sul lavoro, titolare, dolore e impegno per bimbo Luana
‘Mia solidarietà anche come compagna di lavoro’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PRATO
05 maggio 2021
13:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il dramma che stiamo vivendo ci colpisce profondamente e di fronte a tutto questo è difficile trovare le parole, ma voglio far sapere che intendo esprimere il mio dolore attraverso l’impegno per la famiglia di Luana ed il suo piccolo. ;Impegno che voglio tradurre in atti concreti da subito in ogni contesto e sede.
;Non mi sottrarrò ai miei doveri né al confronto nelle sedi appropriate anche per capire come possa essere avvenuto questo dramma”. Così Luana Coppini, titolare dell’azienda dove è morta Luana D’Orazio. “Alle macchine lavoro anch’io”, mio figlio e mio marito”: è quindi “la solidarietà anche di una compagna di lavoro”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Disabili: da Ventimiglia il giro d’Italia a nuoto di Cimmino
Per sensibilizzare a politiche di inclusione sociale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENTIMIGLIA
05 maggio 2021
13:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Parte sabato prossimo, da Ventimiglia, il Giro d’Italia a nuoto di Salvatore Cimmino, 56 anni, originario di Torre Annunziata, in provincia di Napoli, ma romano di adozione, che all’età di 15 anni subì l’amputazione di una gamba, dal femore in giù, per via di un osteosarcoma.
L’obiettivo è richiamare l’attenzione sui ritardi nell’applicazione dei Peba, i Piani di eliminazione delle barriere architettoniche e per sensibilizzare l’opinione pubblica verso una politica volta all’inclusione sociale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La partenza è prevista tra le 9 e le 10 (a seconda delle condizioni meteo marine) dalla spiaggia di Nervia, con arrivo previsto tra le 15 e le 16 (o le 16 e 17, dipende dall’ora di partenza) alla banchina del Circolo Canottieri di Sanremo. In questa prima tappa di 23,8 chilometri, Cimmino sarà affiancato da alcune unità da diporto. L’ultima tappa, salvo cambiamenti, sarà l’8-9 ottobre a Trieste.
All’età di 41 anni Salvatore entra per la prima volta in piscina, su consiglio medico, e da lì a breve inizierà la sua sfida col mare. “La disabilità risiede nella società, non nella persona – afferma -. La mia prima traversata è avvenuta nel luglio del 2006, da Capri a Sorrento, su una distanza di venticinque chilometri. L’anno seguente ho organizzato il primo Giro d’Italia, in dieci tappe, con l’obiettivo sensibilizzare le istituzioni a rispettare i diritti delle persone con disabilità”. Le tappe, in totale, dovrebbero essere quattordici.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vasco Brondi, racconto il ‘Paesaggio dopo la battaglia’
Il nuovo album in uscita il 7/5 a quattro anni dal precedente
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
14:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
S’intitola ‘Paesaggio dopo la battaglia’ il nuovo album di Vasco Brondi. In arrivo venerdì 7 maggio e a quattro anni di distanza dal lavoro precedente, è il primo firmato con nome e cognome dal cantautore, dopo la fine del progetto Le Luci Della Centrale Elettrica.

In scaletta un totale di dieci tracce, scritte e prodotte tra Ferrara, Milano e New York, che raccontano la visione del cantautore tra battaglie intime e universali, crescita, perdite e conquiste. “E’ un disco di racconti per voce e cori – dice Brondi – e in ogni canzone c’è qualcuno che è alla ricerca, fiduciosamente, anche in tempi difficili, tra le leggi della città e quelle dell’universo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Denise: ispezione Cc in casa dove abitò ex moglie papà bimba
E’ la madre della sorellastra Jessica Pulizzi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
05 maggio 2021
14:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri della Scientifica di Trapani stanno effettuando una ispezione nell’abitazione di via Pirandello, a Mazara del Vallo, che fu in uso ad Anna Corona, l’ex moglie di Pietro Pulizzi, papà biologico della piccola Denise Pipitone. La donna è la mamma di Jessica Pulizzi (sorellastra della piccola scomparsa l’1 settembre 2004), finita sotto processo e assolta nei tre gradi di giudizio.
Il sopralluogo, disposto dalla Procura di Marsala, sta avvenendo “per verificare lo stato dei luoghi e se sono stati effettuati lavori edili”. Da alcuni giorni la Procura di Marsala ha riaperto le indagini sulla scomparsa di Denise.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Perquisita casa del sindaco dimissionario di Foggia
Sequestrati cellulari del leghista Landella e di sua moglie
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FOGGIA
05 maggio 2021
14:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel corso di una perquisizione a casa del sindaco dimissionario di Foggia Franco Landella (Lega), avvenuta sabato primo maggio, la polizia ha sequestrato i telefoni cellulari del primo cittadino e di sua moglie, oltre ad alcuni documenti.
Landella ha rimesso ieri il proprio mandato. Complessivamente sono tre i consiglieri di maggioranza arrestati nel Comune di Foggia dove è al lavoro anche una commissione del Viminale per verificare eventuali infiltrazioni della criminalità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Puglia; altri 3 casi ‘indiana’ e uno ‘simil-nigeriana’
Cluster in provincia di Lecce; caso ‘nigeriana’ nel Barese
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
05 maggio 2021
14:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il laboratorio del Policlinico di Bari ha individuato altri tre casi di variante indiana in provincia di Lecce e un caso di variante simile a quella nigeriana nel Barese, la prima in Puglia. In tutto, quindi, sono cinque i casi di variante indiana in Puglia, conteggiando anche i due confermati ieri che appartengono, però, ad un focolaio diverso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I campioni erano stati inviati al laboratorio di riferimento regionale dal Dipartimento di prevenzione di Lecce la settimana scorsa.
È stata, inoltre, individuata una nuova variante “simil- nigeriana”, perché appartenente alla stessa “famiglia” di quella nigeriana ma con più mutazioni nella proteina spike e in altre porzioni del virus. Il ragazzo con infezione da questa variante, di nazionalità straniera, era stato ricoverato con polmonite bilaterale in un ospedale della provincia di Bari e dimesso la settimana scorsa. “Tale riscontro è rilevante in termini di sanità pubblica ed evidenzia come sia fondamentale l’attività di sequenziamento implementata dall’Aouc Policlinico al fine di supportare le attività di controllo dell’epidemia sul territorio regionale e il contact tracing”, commenta la responsabile del Laboratorio Covid del Policlinico di Bari, la professoressa Maria Chironna.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Procura Cagliari apre inchiesta sui furbetti
Fiamme Gialle acquisiscono documenti all’Ats
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
05 maggio 2021
14:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Cagliari ha aperto un’inchiesta sui cosiddetti ‘furbetti’ del vaccino anti-Covid. La Guardia di Finanza, su ordine del pm Giangacomo Pilia, ha acquisito nel quartier generale dell’Azienda per la tutela della salute (Ats) tutta la documentazione sui sieri, e le persone a cui sono stati inoculati, per capire se ci siano stati abusi e corsie preferenziali nella somministrazione rispetto a quanto previsto dai protocolli nazionali.
Un’inchiesta simile a quella di recente deflagrata con gli avvisi di garanzia a medici e infermieri da parte della Procura dì Oristano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Poste: cassetta postale diventa smart, a Milano le prime
Forniranno anche dati ambientali come temperatura e umidità
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
05 maggio 2021
14:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le iconiche cassette postali rosse, che dal 1961 sono presenti in tutta Italia, diventano smart e da oggi potranno fornire informazioni ai cittadini sul loro Comune o sui principali dati ambientali, come temperatura, umidità, polveri sottili. Milano è la prima città in Italia ad ospitare le nuove cassette postali smart di Poste Italiane: al momento sono state installate in via Cordusio, piazza Duomo e via Orefici, in pieno centro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dotate di uno schermo ad ‘e-ink’, simile a quello che si trova sugli e-reader, oltre a veicolare le informazioni utili per i cittadini sono anche dotate di sensori che rilevano la presenza della corrispondenza all’interno e consentono a Poste di ottimizzare la fase di ritiro, riducendo l’impatto ambientale.
“Nel 2021 a sessanta anni di età la cassetta postale viene rinnovata e non è più solo uno strumento passivo dove il cliente imbuca la corrispondenza ma diventa uno strumento ‘parlante’ sempre connesso con internet”, ha spiegato Gabriele Marocchi, responsabile Ingegneria di Poste Italiane nel corso della presentazione. In questa prima fase a Milano saranno installate 46 cassette smart e nuove installazioni ci saranno anche a Torino, Roma, Napoli per un totale di 100 nuove cassette.
“Nel 2022 saranno incrementati i numeri fino a raggiungere 12 mila cassette sul territorio italiano – ha aggiunto Marocchi -.
Su tutto il territorio nazionale ci sono circa 40 mila cassette che avranno nel tempo una rivisitazione verso quello che è la cassetta smart, con un percosso che ci vedrà impegnati fino al 2022 con la sostituzione di un buon numero del parco cassette”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Schiacciato dal trattore che guidavam muore 16enne
Tragedia sud Sardegna, aveva preso mezzo all’insaputa di tutti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
05 maggio 2021
15:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tragedia nelle campagne di Guasila, nel sud Sardegna, dove un ragazzino di 16 anni, Nicola Melas, è morto schiacciato dal trattore che stava guidando. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri che si stanno occupando del caso, il giovane si trovava a casa dei vicini e senza che nessuno si accorgesse di nulla ha preso il loro trattore per fare un giro.
Ha percorso dei tratti sterrati, raggiungendo una salita ripida. Proprio in questa fase il mezzo agricolo, a causa dell’elevata pendenza, si è ribaltato, schiacciandolo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Corona torna in aula a Milano, ‘sto bene ma sono arrabbiato’
Caso diffamazione ai danni Lucarelli. Breve scontro con giudice
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
05 maggio 2021
15:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sto bene, ma sono arrabbiato”.
Così Fabrizio Corona, parlando coi cronisti e dimagrito in volto, si è presentato al Palazzo di Giustizia di Milano, dopo essere tornato in detenzione domiciliare a metà aprile e dopo l’ennesimo passaggio in carcere, perché imputato in un processo che lo vede accusato di diffamazione nei confronti della blogger e noto volto tv Selvaggia Lucarelli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In aula il giudice della settima penale Daniela Clemente lo ha subito richiamato per essere arrivato in ritardo e perché non teneva la mascherina su a coprire il naso e l’ex agente fotografico ha risposto alzando un po’ la voce. Il magistrato gli ha detto che, se avesse continuato a replicare in quel modo, l’avrebbe cacciato dall’aula. Poi, è tornata la calma.
Oggi in aula sono previsti la testimonianza di Lucarelli, parte civile col legale Lorenzo Puglisi, e l’esame da imputato di Corona, assistito dall’avvocato Ivano Chiesa. La blogger lo ha denunciato per una serie di affermazioni da lui rese quando era ospite nella trasmissione ‘Non e’ l’arena’ di Massimo Giletti nel 2018 e anche per due post pubblicati su Instagram.
Stando all’imputazione, Corona avrebbe offeso la reputazione della giornalista quando in tv disse, tra le altre cose, “io penso che abbia accanimento e frustrazione contro di me e anche un po’ di gelosia perché non ci sono mai stato. Perché sono anni e anni che vuole il mio corpo e io non glielo do”. Su Instagram diceva ancora: “E’ ossessionata da me”.
“Questa storia comincia nel 2012, la Lucarelli ha livore nei miei confronti”, aveva già detto Corona in aula lo scorso luglio con dichiarazioni spontanee. E ancora: “Lucarelli mi ha accusato di cose mai fatte, che mi creano problemi sia sul piano dell’immagine che giudiziario”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arriva lo scontro fra titani, Godzilla vs Kong
Incassi già oltre 415 mln dollari, in Italia in digitale da 6/5
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
15:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La necessità di proteggere l’ecosistema e le sue creature ma anche la reazione della natura, anche nelle sue forme più distruttive, all’arroganza umana, sono fra i temi centrali e quanto mai attuali, che emergono in un trionfo di action, sorprese, effetti speciali e omaggi a un genere cult come i kaiju eiga (film sui mostri giganti), in Godzilla vs Kong di Adam Wingard. L’adventure action fantasy, in arrivo in Italia dal 6 maggio con Warner Bros per l’acquisto e il noleggio premium su Apple Tv app, Amazon Prime Video, Youtube, Google Play, Timvision, Chili, Rakuten TV, PlayStation Store, Microsoft Film & TV e per il noleggio premium su Sky Primafila e Mediaset Play Infinity, ha già incassato nel mondo oltre 415 milioni di dollari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un successo che rilancia la popolarità del Monsterverse, la saga, della quale Godzilla vs Kong è il quarto capitolo (già si parla anche di un quinto, ndr), avviata dalla Legendary nel 2014 con Godzilla e proseguita con Kong: Skull Island (2017) e Godzilla: King of the Monsters (2019). Fra gli interpreti tornano, Millie Bobby Brown e Kyle Chandler in un cast che comprende Alexander Skarsgard, Rebecca Hall, Brian Tyree Henry, Demian Bichir e la piccola Kaylee Hottle, bimba non udente nella vita che si cala nei panni di Jia, bambina con la stessa disabilità nella storia, che ha stretto un legame particolarmente forte con Kong. Il film inizia con il ritorno scioccante di Godzilla: uscito dal terzo film come un salvatore, viene di nuovo annoverato come nemico, dopo un suo attacco alla città di Pensacola, con tanto di distruzione e energia nucleare scatenate tra i grattacieli.
In parallelo ritroviamo Kong sulla Skull island, dove è stato creato dalla Monarch, organizzazione di scienziati e ricercatori, un ecosistema naturale controllato che lo confina. Pur con una trama che a volte si dirama in troppi rivoli, Godzilla vs Kong riesce a intrattenere, regalando avvincenti scene di combattimento tra i due ‘mostri’ e scenari mozzafiato, girati tra Hawaii e il Queensland in Australia. Senza contare ‘l’irruzione’ di un altra gigantesca creatura (da scoprire vedendo il film) simbolo del genere.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Claudio Baglioni, il 2/6 in streaming su piattaforma ITsART
“In questa storia che è la mia” dal Teatro dell’Opera di Roma
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
5 maggio 2021
15:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il 2 giugno Claudio Baglioni dal Teatro dell’Opera di Roma sarà protagonista di “In questa storia che è la mia”, evento in streaming sulla piattaforma ITsART alle 21. Uno spettacolo eccezionale per tempi eccezionali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In questa storia che è la mia” è l’opera pop-rock-sinfonico-contemporanea, tratta dall’omonimo e ultimo album di inediti di Claudio Baglioni. Eccezionale nell’ideazione – parole e musiche di Claudio Baglioni, direzione artistica di Giuliano Peparini – ma anche nella realizzazione. In tempi normali, infatti, non sarebbe mai stato possibile dar vita a un’opera che trasforma in ambiente scenico ogni spazio – retropalco, palchi, golfo mistico, platea, foyer, camerini e corridoi – del Teatro nel quale va in scena. Artista, orchestra, coro e parte del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma, rock-band, vocalist, danzatori, performer e acrobati (188 artisti e musicisti) animano ogni angolo della struttura. Un’anteprima assoluta. Non solo perché tema, narrazione, canzoni e allestimento musicale e scenico sono originali, ma, soprattutto, perché “In questa storia che è la mia” riprende – estendendola – l’idea wagneriana di opera d’arte totale. Come accade nella cinematografia, infatti, le diverse scene di questo atto unico sono state riprese da diversi punti di vista – attraverso l’uso di campi e controcampi. Lo spettacolo – della durata di 90 minuti – si apre con un monologo evocativo e rapsodico – scritto da Claudio Baglioni e interpretato da Pierfrancesco Favino – e un preludio danzato affidato all’étoile Eleonora Abbagnato. Sarà possibile acquistare i biglietti in prevendita sui siti di Ticketone, Vivaticket e Ticketmaster dalle 11 del 6 maggio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lodovica Comello smentisce la conduzione di X Factor
Indiscrezioni la volevano alla guida dell’edizione 2021
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
16:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“In questi giorni sto leggendo molte indiscrezioni sul fatto che sarò io a condurre il prossimo X Factor, volevo dirvi che non è vero, non sarò io a condurre X Factor perché sono impegnata a fare altre cose, ad esempio… a prendermi cura del mio aspetto!”.
Con queste parole Lodovica Comello smentisce ironicamente dal suo account Instagram le indiscrezioni sempre più insistenti che nelle ultime ore la vedevano alla guida dell’edizione 2021 del talent di Sky Uno.
Per fugare ogni dubbio l’attrice e conduttrice friulana ha indossato un “filtro volumizzante” nel quale appariva con i connotati visibilmente alterati e un forte accento spagnolo, confermando anche in questa occasione il suo inconfondibile tono ironico e irriverente che ha conquistato negli anni la sua numerosissima fanbase (oltre 2,4 milioni di follower su instagram) e non solo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Salvatores, dal 10 giugno ‘Comedians’ arriva in sala
‘Ho accettato proposta di mettere a disposizione mio film’

click d=PCLKkB9gVh5XwPcFFgaNkS…
w
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
17:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono felice di aver accettato la proposta di Luigi Lonigro e Paolo Del Brocco. Metto a disposizione delle sale il mio ultimo film, Comedians, Comici, in cui recitano, fra gli altri, Christian De Sica, Ale e Franz e Natalino Balasso.
Vi comunico con gioia che sarà nelle sale da giovedì 10 giugno e spero vi terrà compagnia per tutta l’estate”. Lo ha annunciato in un videomessaggio Gabriele Salvatores, durante il convegno in streaming “Ritorno al cinema” che chiude le Giornate Professionali di Cinema. “Ringrazio Salvatores e Indiana Productions che hanno accettato stamattina la nostra sfida di essere a fianco dell’industria con i fatti – ha commentato Luigi Lonigro, presidente dei distributori nell’Anica e direttore di 01 Distribution -. Sono convintissimo che l’esempio di Gabriele sarà seguito da altri colleghi italiani e che ci saranno nuove importanti sorprese”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cadavere in casa nel Brindisino, s’indaga per omicidio
Vittima un 39enne marocchino, ha ferite d’arma da taglio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
OSTUNI
05 maggio 2021
17:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il cadavere di un cittadino marocchino di 39 anni è stato trovato in una abitazione del centro storico di Ostuni (Brindisi). Dalle prime ricostruzioni della polizia sembrerebbe che l’uomo sia stato ferito a morte con un’arma da taglio.
Sul posto è atteso il medico legale, per l’ispezione disposta dal pm di turno, Paola Palumbo. Le indagini sono condotte dagli agenti della Squadra mobile di Brindisi e del commissariato di Ostuni, che si trovano sul posto, in via Bixio Continelli. Si sta verificando se nell’abitazione in cui abitava la vittima, regolare in Italia, vi sia stata una lite.
Alcune persone vengono ascoltate dagli investigatori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alan Kurdi: dopo sette mesi nave ong ripartita da Olbia
Dopo la pronuncia del Tar, ora è diretta in Spagna
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
OLBIA
05 maggio 2021
17:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo sette mesi passati ormeggiata al porto di Olbia, la nave Alan Kurdi, di proprietà dell’organizzazione non governativa tedesca Sea-Eye, questo pomeriggio ha lasciato la Sardegna ed è salpata con destinazione il porto di Burriana, in Spagna.
La nave della ong tedesca che si occupa del salvataggio in mare dei migranti che attraversano il Mediterraneo, aveva attraccato a Olbia nel settembre dello scorso anno – dopo un’odissea in mare e conseguenti polemiche politiche – con 125 persone a bordo, tutte accolte, curate e rifocillate in banchina dalle autorità militari, sanitarie e civili.

L’Alan Kurdi pochi giorni dopo era stata fermata in porto con un provvedimento della Guardia costiera che in seguito a un’ispezione a bordo aveva rilevato delle irregolarità relative alla sicurezza. Qualche settimana fa una pronuncia del Tar ha concesso alla Sea-Eye l’autorizzazione a lasciare Olbia per recarsi in Spagna dove dovrà essere sottoposta a un intervento di manutenzione che risolverà i problemi di sicurezza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Lombardia calano contagi e ricoveri, 32 decessi
Sono 1.557 i nuovi casi con tasso positività al 3%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
05 maggio 2021
18:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con 50.251 tamponi effettuati, sono 1.557 i nuovi positivi in Lombardia, con il tasso di positività ancora in calo al 3% (ieri 3.4%). Diminuiscono i posti letto occupati sia in terapia intensiva (-6, 519) che negli altri reparti (-75, 3.188).
I decessi sono 32 per un totale complessivo di 33.046 morti in regione dall’inizio della pandemia.
Per quanto riguarda le province, sono 369 i nuovi casi nella città metropolitana di Milano, di cui 160 in città, 227 a Varese, 223 a Brescia, 140 a Como, 138 a Monza e Brianza, 119 a Mantova, 106 a Pavia, 85 a Bergamo, 48 a Cremona, 43 a Lecco, 26 a Lodi e 4 a Sondrio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: 10.585 POSITIVI, 267 VITTIME
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
18:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 10.585 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 9.116.
Sono invece 267 le vittime in un giorno (ieri 305).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 327.169 i tamponi molecolari e antigenici effettuati. Ieri i test erano stati 315.506. Il tasso di positività è del 3,2% (ieri era al 2,9%). I pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia sono 2.368, in calo di 55 unità rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri sono stati 142 (ieri 136). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 17.520 persone, in calo di 656 unità rispetto a ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: assessore Lazio, test sierologici a 82 euro è furto
Vergognoso speculare su virus, invieremo segnalazioni a Nas
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
05 maggio 2021
18:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ci arrivano segnalazioni di laboratori privati che arrivano a far pagare, per un semplice test sierologico che rileva la presenza di anticorpi per il Covid, anche la cifra di 82 euro. E’ vergognoso quando invece le associazioni di categoria hanno sottoscritto un’intesa ad un prezzo quattro volte inferiore.
Sono indignato se penso a chi specula sul virus e invieremo le segnalazioni dei cittadini ai Carabinieri dei NAS, perché non è accettabile che a pagare siano i consumatori ai quali mi rivolgo dicendo aprite gli occhi e non fatevi fregare”. Lo dichiara l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Denise: pompa idrovora in azione nella casa ispezionata
Dovrebbe servire a svuotare pozzo localizzato sotto una botola
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
05 maggio 2021
18:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I Vigili del Fuoco hanno montato una pompa idrovora all’interno del garage dove c’è la botola che viene ispezionata. Molto verosimilmente porta a un pozzo che potrebbe essere pieno d’acqua e che ora i pompieri vogliono svuotare.
La decisione è stata presa dopo l’intervento del gruppo Saf dei Vigili del Fuoco che hanno effettuato l’ispezione nel pozzo. All’interno dell’appartamento di via Pirandello, 55 a Mazara del Vallo da ore ci sono i carabinieri della Scientifica del Comando provinciale di Trapani e i Vigili del Fuoco del distaccamento di Mazara e del gruppo Saf del Comando provinciale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia: clan Gambacurta, oltre 40 condanne a Roma
Attivo a Montespaccato e Primavalle. Pene per 370 anni carcere
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
05 maggio 2021
18:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Condannati oltre 40 appartenenti al clan Gambacurta, attivo nei quartieri Montespaccato e Primavalle a Roma. Lo ha deciso il tribunale che ha inflitto pene complessive per circa 370 anni di reclusione.
I giudici hanno disposto 30 anni per Franco Gambacurta, detto zio Franco, e ritenuto dagli inquirenti a capo della organizzazione.
Condannato a 18 anni Massimiliano Gambacurta e a 13 anni Roberto Gambacurta. Nei confronti degli imputati il pm Francesco Cascini contestava, a seconda delle posizioni, i reati di associazione a delinquere finalizzata a reati di usura, estorsione, riciclaggio, intestazione fittizia dei beni, traffico e spaccio di droga aggravati dal metodo mafioso. Parti civili si erano costituite, fra gli altri, il Comune di Roma, la Regione Lazio, l’Associazione Codici e il Forum delle Associazioni Antiusura.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Sardegna,inchiesta su furbetti vaccino
Indagini Procura di Cagliari. 166 nuovi contagi e 5 morti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
05 maggio 2021
18:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Cagliari ha aperto un’inchiesta sui cosiddetti ‘furbetti’ del vaccino anti-Covd. La Guardia di Finanza, su ordine del pm Giangacomo Pilia, ha acquisito nel quartier generale dell’Azienda per la tutela della salute (Ats) tutta la documentazione sui sieri, e le persone a cui sono stati inoculati, per capire se ci siano stati abusi e corsie preferenziali nella somministrazione rispetto a quanto previsto dai protocolli nazionali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un’inchiesta simile a quella di recente deflagrata con gli avvisi di garanzia a medici e infermieri da parte della Procura dì Oristano. Oltre all’acquisizione dei documenti, è stata ascoltato nei giorni scorsi anche Massimo Temussi, commissario straordinario dell’Ats. A far scattare le indagini, delegate alla Finanza e ai carabinieri del Nas, sono stati alcuni esposti sui “salta fila”, persone che sarebbero state vaccinate in anticipo rispetto agli anziani e alle categorie a rischio.
L’inchiesta della Procura di Cagliari riguarda le somministrazioni effettuate a Cagliari, nei distretti sanitari del Campidano, Sulcis, Medio Campidano, l’intera fascia meridionale dell’Isola.
A proposito di vaccini, ammonta a 545.676 il totale delle dosi somministrate in Sardegna dall’inizio della campagna vaccinale, l’82,7% delle 659.940 attualmente disponibili, consegnate alla Regione dalla struttura commissariale.
Per quanto riguarda i nuovi contagi, invece, il numero resta ancora sopra 100: nell’aggiornamento quotidiano dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 166 nuovi casi contro i 104 di ieri. Complessivamente sono 55.146 i positivi accertati nell’Isola dall’inizio dell’emergenza. In totale sono stati eseguiti 1.201.710 tamponi, con un incremento di 3.564 test rispetto al dato precedente. Il tasso di positività sale dal 3,5 al 4,6%.
Si registrano anche cinque nuovi decessi (1.403 in tutto), ma diminuiscono i ricoveri in ospedale. Sono 338 (-16) i pazienti attualmente in reparti non intensivi, 46 (-1) quelli in terapia intensiva.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Torna La grande invasione a Ivrea, 90 ospiti
Dal 27 al 30 maggio la nona edizione, 60 incontri e 30 lezioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
05 maggio 2021
19:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO- Dal 27 al 30 maggio torna La grande invasione, il festival della lettura di Ivrea, giunto alla nona edizione. Intenso il calendario di incontri dal vivo: 90 ospiti, oltre 60 incontri, 5 mostre, 30 lezioni.
Si apre così la rassegna estiva “A riveder le stelle – Ivrea Summer Festival”.
Curato da Marco Cassini e Gianmario Pilo, con Lucia Panzieri e Silvia Trabalza per la sezione “Piccola invasione”, il festival è una radicata consuetudine per tutta la comunità dei libri che come ogni anno trova casa a Ivrea, candidata a Capitale italiana del libro 2022. Il festival, quest’anno, torna a maggio, nel suo periodo abituale. I biglietti delle lezioni, dei reading e degli spettacoli sono in vendita alla Galleria del Libro di Ivrea o prenotando al numero 0125-641212. Ogni lezione ha il costo di 5 euro. Tutti gli altri eventi sono a ingresso libero fino a esaurimento posti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dante tra le Stelle, la Divina Commedia viaggia nello spazio
Affidata da Scripta Maneant Editore a missione spaziale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
19:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’intera Divina Commedia sarà affidata da Scripta Maneant Editore, in collaborazione con Human Space Services, alla missione spaziale ISS-Expedition 66, dell’ottobre 2021, che la libererà nello spazio infinito, ad eterna testimonianza dell’Umano Ingegno. A 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, il Sommo Poeta continua così il suo viaggio tra i cieli raggiungendo l’Universo. Scripta Maneant editore, con il suo marchio Astra Maneant, lancia la sua nuova edizione della Divina Commedia, incisa su foglio in Titanio & Oro appositamente progettato, nello Spazio Infinito.
L’esemplare Zero dell’Opera, con i commenti dei professori Emilio Pasquini, Giuseppe Ledda e Giancarlo Benevolo e i disegni di Federico Zuccari, fluttuerà nello Spazio aperto quale testimonianza della Vita e della Cultura del Pianeta Terra nella sua espressione più elevata. Sul retro, a perenne ricordo del loro impegno, i nomi dei sostenitori di del visionario progetto Astra Maneant¸ Dante tra le stelle.
La copia gemella rientrerà sulla Terra con le firme dei cosmonauti, da essa sarà riprodotta l’edizione facsimile in 700 esemplari numerati e certificati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: tirocinanti Medicina in piazza,formazione compromessa
La protesta a Torino, ‘vogliamo andare nei reparti’
r
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
05 maggio 2021
19:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non si può diventare medici senza tirocinio. Lo denunciano gli studenti universitari del quarto, quinto e sesto anno della Facoltà di Medicina di Torino che si sono dati appuntamento questo pomeriggio in piazza Castello, di fronte alla Regione Piemonte.
Sono quelli che in questo periodo dovrebbero essere negli ospedali per la pratica e che invece causa Covid sono fermi.
“La nostra formazione è compromessa – dicono – è questo non è accettabile. Un blocco che va avanti da un anno e mezzo, in cui facciamo lezioni solo da casa, davanti al pc, senza pratica e tirocinio nei reparti”. “Che medico sarò senza il tirocinio?”, “Curatevi da chi vi curerà'” recitano alcuni cartelli esposti durante l’iniziativa. “Vogliamo andare nei reparti, a contatto con i medici e soprattutto i pazienti. Visto che in quanto studenti di medicina siamo tutti vaccinati non vediamo quale sia il problema”, concludono.   PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

18enne ucciso a Parma, fermato l’ex della fidanzata
Ha confessato, ritrovato in un canale il coltello utilizzato
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PARMA
05 maggio 2021
19:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Parma e la squadra mobile hanno fermato un giovane per l’omicidio di Daniele Tanzi, 18enne assassinato la scorsa notte mentre era in compagnia della fidanzata, coetanea. Il sospettato è l’ex della ragazza, che ha confessato.
Il corpo era stato trovato in un vecchio mulino.
Il ritrovamento, in un canale, dell’arma del delitto (un coltello con una lunga lama) e di parte degli indumenti usati dal giovane aggressore, che se ne era liberato subito dopo il fatto, costituiscono un riscontro alla ricostruzione fatta dagli inquirenti, dopo le dichiarazioni della ragazza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Woody Allen traina tutti
In sala anche Corpus Christi di Jan Komasa e Due di Meneghetti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 maggio 2021
20:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tra incertezze e speranze, la stagione del cinema in sala è ripartita e i cinque film disponibili non sono questa volta semplici recuperi di titoli già ampiamente usurati dalle piattaforme.
– RIFKIN’S FESTIVAL di Woody Allen con Gina Gershon, Wallace Shawn, Louis Garrel, Christoph Waltz, Elena Anaya, Steve Guttenberg, Richard Kind, Damian Chapa, Enrique Arce, Georgina Amorós, Sergi López, Nathalie Poza, Manu Fullola.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da diversi anni la scena europea si addice al regista di “Manhattan” che, a intervalli regolari, cerca finanziatori e spunti proprio nell’amata Europa. Questo è il caso del Festival di San Sebastian che ha messo a disposizione del regista il suo colorito mondo di passioni cinefile e il fascino arcano della terra basca lasciandolo poi libero di ricamare a piacimento sui grandi temi (il senso della vita, il valore della memoria e della cultura, l’effimero piacere che costituisce il valore quotidiano delle esistenze) sullo sfondo di una kermesse cinematografica tra le più antiche del mondo. Allen allora esegue con puntiglio il suo numero tradizionale mettendo in scena una coppia di infedeltà sentimentali. Sbarcati in Spagna e da anni in crisi, Sue Mort sono una coppia fin troppo collaudata: lei fa l’addetto stampa (e per questo è venuta al festival al seguito del pensoso regista Louis Garrel); lui è un professore in pensione che vive il blocco dello scrittore.
Quando copre che sua moglie ha una relazione col ben più giovane regista, Mort cerca conforto nella dottoressa Jo, in crisi col marito e attratta dalle passioni letterarie del suo ipocondriaco paziente. Le coppie scoppiano, ma nella crisi il maturo professore ritroverà la voglia di vivere. Tra giochi cinefili raffinati (Mort sogna i grandi film del passato che Allen rivisita e riscrive a modo suo) e una ronde sentimentale, il regista nasconde un velo di mestizia che forse prelude al suo addio alle scene.
– CORPUS CHRISTI di Jan Komasa con Bartosz Bielenia, Aleksandra Konieczna, Eliza Rycembel, Tomasz Zietek, Barbara Kurzaj, Leszek Lichota, Zdzislaw Wardejn, Lukasz Simlat. Grande rivelazione alle Giornate degli Autori di Venezia, finalista all’Oscar, al centro di un gran dibattito politico e morale in patria, è la storia di Daniel, ventenne e reduce dal carcere per un crimine giovanile. Trasformato nell’animo decide di proporsi come sacerdote, anche se si infiltra sotto mentite spoglie in una piccola parrocchia, attratto allo stesso tempo dalla possibilità di mettere le mani sul denaro delle offerte. In realtà, chiamato a sostituire il parroco, si sentirà investito di una missione superiore, dovrà allontanare i poco affidabili amici del riformatorio e compirà scelte che mettono a soqquadro il perbenismo dei suoi fedeli. Alla fine però, troverà la sua vera vocazione.
– DUE di Filippo Meneghetti con Barbara Sukowa, Martine Chevallier, Léa Drucker, Jérôme Varanfrain, Daniel Trubert, Hervé Sogne, Tara Klassen, Eugénie Anselin, Véronique Fauconnet.
E’ la storia del difficile amore e dell’orgoglio femminile di due signore in età che vivono in due appartamenti contigui. Col passare del tempo da amiche, Nina e Madeleine sono diventate amanti e poi una vera coppia. Finché un giorno Le, la figlia di Madeleine arriva a casa per soccorrere la madre e scopre che Nina ha un ruolo cui non vuole rinunciare. La storia diventa pubblica, crea disagio e scandalo e toccherà alle due signore rivendicare il diritto di vivere l’amore, senza pudori e senza età. Una bella storia impreziosita da due grandi interpretazioni.
– ALL MY LIFE di Marc Meyers con Jessica Rothe, Harry Shum Jr., Marielle Scott, Chrissie Fit, Jay Pharoah, Kyle Allen, Jon Rudnitsky, Ever Carradine, Molly Hagan, Josh Brener. Storia d’amore strappalacrime alla “Love Story” ma senza un finale già scritto. Jenn è una studentessa universitaria col fuoco addosso; Sol è un analista di marketing con la passione per la cucina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’amore scoppia per caso ma è travolgente e contagia tutti, amici e parenti su una strada che porta dritta al matrimonio.
Quando Sol scopre di avere un tumore terminale al fegato e di essere quindi condannato, scatta una gara di solidarietà per dare speranza e affetto ai due giovani che non accettano l’ineluttabile e continuano a programmare il loro matrimonio come se avessero tutta la vita davanti… – PIECES OF A WOMAN di Kornel Mundruczo con Vanessa Kirby, Shia LaBeouf, Sarah Snook, Molly Parker, Iliza Shlesinger, Ellen Burstyn, Benny Safdie, Jimmie Fails, Vanessa Smythe, Sean Tucker, Noel Burton, Domenic Di Rosa, Tyrone Benskin, Dusan Dukic. E’ già in sala il film premiato a Venezia con cui si è rivelato il fresco talento di Vanessa Kirby, nel ruolo di Martha privata della sua prima figlia a poche ore dal parto. Mentre la sua felicità va in pezzi e il marito (Sean) la tradisce con sua cugina, Martha chiede spiegazioni al medico legale e questi insinua la supposizione che responsabile della morte sia l’ostetrica che ha curato il parto. Quando si arriverà in tribunale però, Martha invece di accusare un’altra donna, cercherà dentro di sé e nella sua infelicità la vera causa di quel dolore incancellabile. Il film è costruito come un vero puzzle della personalità e per questo risulta spiazzante, ma conferma il talento di un cineasta che, per la prima volta, varca l’Oceano con quest’opera, presentandosi al pubblico mainstream dopo una luminosa carriera nel cinema indipendente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Spara al figlio e lo uccide:’ho video di aggressioni subite’
Loris Pasquini lo ha raccontato al suo legale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
05 maggio 2021
21:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Accusato dell’omicidio del figlio parla dal carcere: “nel mio computer c’è un file pieno di video che riprendono le aggressioni che ho subito da Alfredo”. Così Loris Pasquini, 72 anni, ex ferroviere, in carcere dal 29 marzo scorso con l’accusa di aver ucciso a Roncitelli di Senigallia il figlio 26enne, ha rivelato della presenza di materiale in suo possesso in cui si vedrebbe il figlio in stato alterato prendersela con il genitore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’arrestato lo ha detto al proprio avvocato, Roberto Regni, durante uno dei colloqui tenuti in carcere e il difensore ha informato subito la Procura in modo che il file venga acquisito e visionato. Su Pasquini la difesa aveva chiesto una perizia psichiatrica con la formula dell’incidente probatorio, ma il gip l’aveva rigettata. C’è comunque la possibilità di chiedere un riscontro medico, anche se il 72enne venisse mandato a processo. Pasquini ha ucciso il figlio con un colpo di pistola, detenuta irregolarmente in casa.
Il 29 marzo scorso, i due erano tornati a casa dopo un breve viaggio in auto per accompagnare un amico di Alfredo alla fermata del bus. Il figlio avrebbe iniziato ad inveire contro il padre e una volta sceso dalla vettura, sul piazza di casa, avrebbe preso un bastone per colpirlo. Pasquini era riuscito a divincolarsi grazie anche all’intervento dell’attuale moglie (non la madre del ragazzo, dalla quale è divorziato) e a rientrare in casa dove ha preso la pistola con cui ha poi sparato al figlio, colpendolo al collo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Furgone perde una lamiera che colpisce auto, muore una donna
L’incidente nel Ravennate, ferito gravemente anche il marito
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RAVENNA
05 maggio 2021
21:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una donna di 71 anni è morta in un incidente stradale, nel pomeriggio a ridosso di Alfonsine, nel Ravennate. Secondo quanto finora ricostruito, la donna viaggiava sull’Adriatica assieme al marito 77enne a bordo di una vettura quando, verso le 17.30, un furgone che li precedeva ha perso alcune lamiere per poi allontanarsi: il conseguente impatto di uno dei pezzi con il parabrezza della vettura si è rivelato letale per la 71enne mentre il marito è rimasto gravemente ferito ed è stato portato all’ospedale Bufalini di Cesena (non sarebbe in pericolo di vita).

Il conducente del furgone e un uomo che viaggiava con lui, sono stati poi rintracciati e portati in caserma dai carabinieri per accertamenti: bisogna capire se si fossero resi conto o meno dell’accaduto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Denise: Vescovo,chi l’ha rubata rompa il silenzio e dia pace
Sindaco Mazara del Vallo, 17 anni insopportabili
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
05 maggio 2021
21:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Questa piazza così piena, nel rispetto delle norme anti Covid-19, stasera vuole dire che è ora di finirla. Chi ha rubato Denise si ricordi che sono uomini e donne.
Se hanno un cuore diano finalmente pace ai genitori e a tutta l’Italia intera. Rompano il silenzio”. Lo ha detto monsignor Domenico Mogavero, Vescovo di Mazara del Vallo, intervenendo all’iniziativa “Insieme per Denise”, stasera in piazza della Repubblica a Mazara. Più di 500 sono i mazaresi che hanno partecipato alla fiaccolata in piazza, stringendosi attorno ai genitori della piccola Denise.
“Questi 17 anni sono diventati insopportabili – ha detto il sindaco Salvatore Quinci – c’è una Mazara che non sopporta più e che insieme ai genitori vuole la verità”. Poi l’appello di Piera Maggio a chi ha rapito la sua piccola: “Fatevi coraggio, non potete tenervi sulla coscienza cosa è successo. Denise è figlia di questa città e dobbiamo proteggerla”.
L’avvocato Giacomo Frazzitta ha ribadito che chi ha preso Denise non è un extraterrestre, “è un umano”. Poi l’invito ai mazaresi: “Da domani diventati investigatori anche voi. La verità su Denise è dentro questa città, non da altre parti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Livatino: camicia del giudice reliquia per Beatificazione
La indossava il giorno dell’agguato, consegnata alla Curia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
05 maggio 2021
21:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Curia di Agrigento ha chiesto ed ottenuto in via temporanea l’affidamento della camicia indossata dal giudice Rosario Livatino al momento del mortale agguato del 21 settembre 1990 che sino ad oggi ha costituito un “reperto” nei diversi processi in Corte d’Assise a Caltanissetta. E’ stato lo stesso presidente ad emettere un decreto di concessione di quella che è ormai lecito considerare una reliquia del magistrato che sarà beatificato ad Agrigento domenica prossima 9 maggio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La richiesta dei vertici della Curia agrigentina risale a qualche tempo fa ed adesso si è concretizza con la firma del relativo decreto in corso di notifica con la consegna della camicia azzurra diventata rossa per il sangue della vittima. Con molta probabilità l’effetto personale del “Martire della Giustizia e, indirettamente, della Fede” sarà mostrato ai 200 invitati ammessi alla funzione religiosa che si svolgerà nella cattedrale di Agrigento e sarà trasmessa in diretta da Rai 1.
Nel frattempo dovrà essere decisa la futura sorte del “reperto/reliquia” rimasta custodita negli armadi blindati del Tribunale di Caltanissetta per 31 anni senza che nessuno ufficialmente lo richiedesse.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’omicidio di Mario Cerciello Rega, ergastolo per Elder e Hjorth
La moglie in aula per la sentenza. Una camera di consiglio-fiume
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
06 maggio 2021
09:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Condanna all’ergastolo per Finnegan Lee Elder e per Gabriel Natale Hjorth. E’ quanto deciso dalla Prima Corte d’Assise di Roma in relazione all’omicidio del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega dopo oltre 13 ore di camera di consiglio. “Questa sentenza – commenta l’avvocato Renato Borzone difensore di Finnegan Lee Elder – rappresenta una vergogna per l’Italia con dei giudici che non vogliono vedere quello che emerso durante le indagini e il processo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non ho mai visto una cosa così indegna. Faremo appello: qui c’è un ragazzo di 19 anni che è stato aggredito. Abbiamo assistito al solito tandem procure e giudici”.
“È stato un lungo e doloroso processo. Questo non mi riporterà Mario. Non lo riporterà in vita, non ci ridarà la nostra vita insieme. Oggi è stata messa la prima pietra per una giustizia nuova. L’integrità di Mario è stata dimostrata nonostante da morto abbia dovuto subire tante insinuazioni”. Così Rosa Maria Esilio, vedova di Mario Cerciello Rega, ha commentato in lacrime la sentenza.
La donna ha seguito le varie fasi del processo e atteso il verdetto in aula, svolto in oltre 50 udienze, in cui sono stati ascoltati periti, testimoni e gli stessi imputati. Un percorso giudiziario a tappe forzate, udienze si sono svolte anche durante il primo lockdown, in cui è stata di fatto “sezionata” sotto ogni profilo la drammatica notte di due anni fa.
Una vicenda nata dopo che i due americani, in cerca di droga a Trastevere, avevano rubato lo zaino del facilitatore dei pusher Sergio Brugiatelli. Da quell’episodio è nata la “trattativa” per la restituzione della borsa culminata con le 11 coltellate inferte da Elder a Cerciello, che era intervenuto con il collega Andrea Varriale per recuperarla. Nella requisitoria con cui il pm aveva sollecitato il carcere a vita per i due imputati, il 6 marzo scorso, il rappresentante dell’accusa, Maria Sabina Calabretta, ha affermato che questa vicenda è caratterizzata da “fatti gravi” e “grave è l’ingiustizia che è stata commessa contro un uomo buono, che stava lavorando”.
Ricostruendo le fasi della drammatica colluttazione, il rappresentante dell’accusa ha spiegato che “i carabinieri si sono qualificati, hanno mostrato il tesserino ed erano in servizio: si sono avvicinati frontalmente, non alle spalle. Cerciello non è stato ammazzato con una coltellata ma con undici fendenti in meno di trenta secondi. La vittima non avuto il tempo di elaborare nessuna difesa attiva” e comunque “avrebbe potuto poco anche se fosse stato armato e non lo era”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dall’Abruzzo all’Aniene per un sogno,nuotatrice 13enne da record
Valentina Procaccini conquista 5 titoli nazionali ai Criteria
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PESCARA
06 maggio 2021
09:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si trasferisce a Roma per poter gareggiare nonostante la pandemia e in pochi mesi all’Aniene stupisce tutti per la sua crescita che raggiunge il picco con la conquista di cinque titoli nazionali della categoria R1 ai Criteria Giovanili e due record nazionali: a vivere la favola sportiva è Valentina Procaccini, classe 2008, nuotatrice in prestito dalla Hurricane di Pescara al CC Aniene, costretta dalla chiusura di quasi tutte le piscine in Abruzzo e dall’assenza di gare a causa della pandemia, a tentare il grande salto tra le campionesse come la Quadarella e la Pilato.
Ad accompagnarla nel suo sogno divenuto realtà una famiglia divisa dalla necessità di farla nuotare: la mamma cubana Clemirt – insieme a lei a Roma – e il papà Antonio con la altre due sorelle gemelle più grandi, Alice e Adriana, a Pescara, diventato poi un pendolare nei fine settimana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sta vivendo un reality – racconta il papà – la realizzazione di un sogno, perchè chiaramente l’Aniene è il paradiso dei nuotatori”.
Per l’ex allenatore Mattia Trignani della Hurricane “il nuoto in Abruzzo ha perso un’atleta dalle potenzialità enormi, ma non per colpa delle società sportive che abitano in Abruzzo : la scelta di andare a Roma a quell’età può essere rischiosa , ma io le auguro il meglio in ogni cosa che farà”.   SPORT

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Jack Jaselli, Torno a casa a piedi
Un cammino di 800 km sulla via Francigena alla scoperta di sé
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
14:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
JACK JASELLI, TORNO A CASA A PIEDI. 800 CHILOMETRI SULLA VIA FRANCIGENA ALLA RICERCA DELL’ESSENZIALE (De Agostini, pp.288, 16 euro). “Ecco, noi siamo una nave alata, un mondo in movimento quando camminiamo. Siamo il veicolo e il mondo che esso trasporta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ognuno di noi è un popolo intero di idee, incontri, speranze e sogni, e allo stesso tempo la carovana che conduce questo popolo, lasciando la sua traccia sul suolo e sulla vita. Ci fermiamo e sbarchiamo a seminare qualcosa di noi raccogliendo in cambio nutrimento e linfa vitale a ogni tappa”. Uno zaino spazioso, una piccola chitarra e un bastone di legno, accettando il rischio di conoscersi di più e magari anche di cambiare: con questo bagaglio è partito il cantautore Jack Jaselli per il suo cammino da Milano a Roma, un’esperienza umana prima ancora che fisica raccontata nel libro “Torno a casa a piedi”, edito da De Agostini (in libreria dal 27 aprile).
Jaselli, che nel 2019 è partito dalla sua casa milanese in direzione Pavia per poi percorrere da lì la via Francigena fino alla Capitale, ha abbinato al suo viaggio anche la musica, organizzando 15 mini concerti live improvvisati lungo tutte le 34 tappe del percorso. Nel libro, il racconto del suo cammino ecologico e spirituale di 40 giorni, fatto di incontri, vecchi e nuovi compagni di strada, natura, e, appunto, musica, non solo la sua ma anche quella ascoltata nelle cuffiette km dopo km (dal quark code presente sul libro è possibile scaricare la playlist con le canzoni citate nelle pagine accanto a 4 suoi brani inediti). Proprio in questi mesi di pandemia in cui un minuscolo virus ci ha dimostrato che no, non abbiamo nessuna verità in tasca, che siamo vulnerabili e che l’esserci scontrati “senza preavviso” con la paura ha fatto crollare ogni nostra certezza, il libro di Jaselli assume a tutti gli effetti la fisionomia di una lunga storia da raccontare, per farci coraggio e tornare a sperare. Il messaggio del cantautore ci riporta alla concretezza dell’essenziale: la nostra mente può essere un rifugio accogliente nei tempi più bui, perché proprio nella mente possiamo ritrovare noi stessi, comprendere quanto la lentezza sia illuminante per conoscersi e quanto la condivisione con gli altri sia vitale. Senza dimenticare poi l’importanza di riflettere sul significato dell’ascolto, degli abbracci, dei sorrisi, del confronto. In particolare, Jaselli sottolinea che il viaggio a piedi, lento per definizione, permette a chi lo intraprende di allenarsi – non tanto nel fisico, quanto nell’anima – ad accogliere l’incertezza e l’imprevisto, abbandonando ogni idea preconcetta: “la lentezza dà talmente spazio alla concretezza del reale che le nostre strutture mentali fittizie non reggono il test dei passi”, scrive l’autore. L’invito è dunque quello di partire – non importa se vicino o lontano – e farsi guidare dai piedi e dal cuore, per poi, finalmente, lasciar spazio a se stessi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Debate di parlamentari europei su matrimoni tra stesso sesso
Con finali Campionato Giovanile confronto su tema divisivo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
09:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo 6 mesi e ben 269 dibattiti che hanno coinvolto più di 300 giovani di tutta Italia si avvia alla finale la prima edizione del Campionato Italiano Giovanile di Debate – organizzato dalla Società Nazionale Debate Italia con il sostegno di Coop Lombardia, il patrocinio di Commissione europea e Parlamento europeo e la media partnership di Rai Cultura e Rai Scuola. Venerdì 7 maggio si terranno i quarti di finale e domenica 9 le quattro squadre vincitrici si scontreranno nelle semifinali e nella finale che assegnerà il titolo di prima squadra Campione d’Italia e di Best Debater 2021.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ma questo weekend all’insegna del debate e dell’Europa si aprirà con un evento eccezionale: per la prima volta in Italia 4 membri di un Parlamento – in questo caso quello europeo – si sfideranno in un dibattito pubblico secondo le regole del debate. A ospitare questo evento sarà proprio Caterpillar AM, il programma di Rai Radio2 in onda dalle 6:00 alle 7:30, visibile anche in video streaming su Rai Play e disponibile in podcast.
Il tema sarà uno dei più controversi del momento – L’Unione Europea dovrebbe spingere gli Stati membri a consentire i matrimoni fra coppie dello stesso sesso – e la squadra Pro sarà composta da Brando Benifei (PD – Alleanza Progressista di Socialisti e Democratici) e Eleonora Evi (Verdi – Alleanza Libera Europea), mentre ad opporsi saranno Carlo Fidanza (FdI – Conservatori e Riformisti Europei) e Simona Baldassarre (Lega – Identità e Democrazia). I concorrenti avranno un minuto di tempo ciascuno per esporre le proprie argomentazioni e rispondere a quelle degli avversari. A introdurre e commentare la mozione sarà il responsabile dell’Ufficio del Parlamento europeo a Milano Maurizio Molinari mentre il verdetto sarà affidato ai commenti degli ascoltatori raccolti e sintetizzati dai conduttori Filippo Solibello e Marco Ardemagni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il cinema del week end, Woody Allen traina tutti
In sala anche Corpus Christi di Jan Komasa e Due di Meneghetti
(2)
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
09:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tra incertezze e speranze, la stagione del cinema in sala è ripartita e i cinque film disponibili non sono questa volta semplici recuperi di titoli già ampiamente usurati dalle piattaforme.
– RIFKIN’S FESTIVAL di Woody Allen con Gina Gershon, Wallace Shawn, Louis Garrel, Christoph Waltz, Elena Anaya, Steve Guttenberg, Richard Kind, Damian Chapa, Enrique Arce, Georgina Amorós, Sergi López, Nathalie Poza, Manu Fullola.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da diversi anni la scena europea si addice al regista di “Manhattan” che, a intervalli regolari, cerca finanziatori e spunti proprio nell’amata Europa. Questo è il caso del Festival di San Sebastian che ha messo a disposizione del regista il suo colorito mondo di passioni cinefile e il fascino arcano della terra basca lasciandolo poi libero di ricamare a piacimento sui grandi temi (il senso della vita, il valore della memoria e della cultura, l’effimero piacere che costituisce il valore quotidiano delle esistenze) sullo sfondo di una kermesse cinematografica tra le più antiche del mondo. Allen allora esegue con puntiglio il suo numero tradizionale mettendo in scena una coppia di infedeltà sentimentali. Sbarcati in Spagna e da anni in crisi, Sue Mort sono una coppia fin troppo collaudata: lei fa l’addetto stampa (e per questo è venuta al festival al seguito del pensoso regista Louis Garrel); lui è un professore in pensione che vive il blocco dello scrittore.
Quando copre che sua moglie ha una relazione col ben più giovane regista, Mort cerca conforto nella dottoressa Jo, in crisi col marito e attratta dalle passioni letterarie del suo ipocondriaco paziente. Le coppie scoppiano, ma nella crisi il maturo professore ritroverà la voglia di vivere. Tra giochi cinefili raffinati (Mort sogna i grandi film del passato che Allen rivisita e riscrive a modo suo) e una ronde sentimentale, il regista nasconde un velo di mestizia che forse prelude al suo addio alle scene.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– CORPUS CHRISTI di Jan Komasa con Bartosz Bielenia, Aleksandra Konieczna, Eliza Rycembel, Tomasz Zietek, Barbara Kurzaj, Leszek Lichota, Zdzislaw Wardejn, Lukasz Simlat. Grande rivelazione alle Giornate degli Autori di Venezia, finalista all’Oscar, al centro di un gran dibattito politico e morale in patria, è la storia di Daniel, ventenne e reduce dal carcere per un crimine giovanile. Trasformato nell’animo decide di proporsi come sacerdote, anche se si infiltra sotto mentite spoglie in una piccola parrocchia, attratto allo stesso tempo dalla possibilità di mettere le mani sul denaro delle offerte. In realtà, chiamato a sostituire il parroco, si sentirà investito di una missione superiore, dovrà allontanare i poco affidabili amici del riformatorio e compirà scelte che mettono a soqquadro il perbenismo dei suoi fedeli. Alla fine però, troverà la sua vera vocazione.
– DUE di Filippo Meneghetti con Barbara Sukowa, Martine Chevallier, Léa Drucker, Jérôme Varanfrain, Daniel Trubert, Hervé Sogne, Tara Klassen, Eugénie Anselin, Véronique Fauconnet.
E’ la storia del difficile amore e dell’orgoglio femminile di due signore in età che vivono in due appartamenti contigui. Col passare del tempo da amiche, Nina e Madeleine sono diventate amanti e poi una vera coppia. Finché un giorno Le, la figlia di Madeleine arriva a casa per soccorrere la madre e scopre che Nina ha un ruolo cui non vuole rinunciare. La storia diventa pubblica, crea disagio e scandalo e toccherà alle due signore rivendicare il diritto di vivere l’amore, senza pudori e senza età. Una bella storia impreziosita da due grandi interpretazioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– ALL MY LIFE di Marc Meyers con Jessica Rothe, Harry Shum Jr., Marielle Scott, Chrissie Fit, Jay Pharoah, Kyle Allen, Jon Rudnitsky, Ever Carradine, Molly Hagan, Josh Brener. Storia d’amore strappalacrime alla “Love Story” ma senza un finale già scritto. Jenn è una studentessa universitaria col fuoco addosso; Sol è un analista di marketing con la passione per la cucina.
L’amore scoppia per caso ma è travolgente e contagia tutti, amici e parenti su una strada che porta dritta al matrimonio.
Quando Sol scopre di avere un tumore terminale al fegato e di essere quindi condannato, scatta una gara di solidarietà per dare speranza e affetto ai due giovani che non accettano l’ineluttabile e continuano a programmare il loro matrimonio come se avessero tutta la vita davanti… – PIECES OF A WOMAN di Kornel Mundruczo con Vanessa Kirby, Shia LaBeouf, Sarah Snook, Molly Parker, Iliza Shlesinger, Ellen Burstyn, Benny Safdie, Jimmie Fails, Vanessa Smythe, Sean Tucker, Noel Burton, Domenic Di Rosa, Tyrone Benskin, Dusan Dukic. E’ già in sala il film premiato a Venezia con cui si è rivelato il fresco talento di Vanessa Kirby, nel ruolo di Martha privata della sua prima figlia a poche ore dal parto. Mentre la sua felicità va in pezzi e il marito (Sean) la tradisce con sua cugina, Martha chiede spiegazioni al medico legale e questi insinua la supposizione che responsabile della morte sia l’ostetrica che ha curato il parto. Quando si arriverà in tribunale però, Martha invece di accusare un’altra donna, cercherà dentro di sé e nella sua infelicità la vera causa di quel dolore incancellabile. Il film è costruito come un vero puzzle della personalità e per questo risulta spiazzante, ma conferma il talento di un cineasta che, per la prima volta, varca l’Oceano con quest’opera, presentandosi al pubblico mainstream dopo una luminosa carriera nel cinema indipendente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Affidi illeciti, respinte tutte le richieste delle difese
Udienza preliminare, su omissioni negli atti e intercettazioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
REGGIO EMILIA
06 maggio 2021
10:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le intercettazioni disposte nell’inchiesta sugli affidi in Val d’Enza sono utilizzabili e non ci sono lacune negli atti depositati dall’accusa, se non marginali e a cui la Procura ha già posto rimedio. Lo ha stabilito il Gup di Reggio Emilia Dario De Luca, nell’ordinanza che respinge tutte le eccezioni delle difese sull’annullamento di una serie di atti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’udienza preliminare dell’inchiesta ‘Angeli e Demoni’, può dunque andare avanti per i 24 imputati.
La battaglia in aula sulle eccezioni proseguiva dal 24 febbraio. La pm Valentina Salvi, che ha coordinato le indagini dei carabinieri, ipotizza un business illecito, legato al mondo degli affidi dei minori, allontanati ingiustamente dalle famiglie con storie inventate, perizie falsificate per ingannare i giudici minorili, finti abusi, disegni manipolati a fini sessuali, e ore di sedute di psicoterapia, che servivano, secondo l’accusa, solo a fare ai piccoli “il lavaggio del cervello”.
Sul mancato deposito di atti, per il giudice, le doglianze realmente fondate si riducono essenzialmente a sette verbali, a fronte di un compendio probatorio imponente con circa 200 audizioni di testimoni e, inoltre, il pm ha già provveduto a rimediare producendo gli atti mancanti. Il Gip ha anche valutato come infondate le eccezioni sull’inutilizzabilità delle intercettazioni avanzate tra l’altro dalla difesa di Federica Anghinolfi, ex dirigente dei servizi sociali, e dell’assistente sociale Francesco Monopoli, che lamentavano violazioni di diritti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gdf: Gorizia, sequestrati altri 50 mln mascherine in Italia
Erano state fornite dalla prima struttura commissariale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
06 maggio 2021
10:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Guardia di Finanza di Gorizia ha recuperato e posto sotto sequestro ulteriori 50 milioni di mascherine fornite dalla prima struttura commissariale per la gestione della crisi pandemica alle Regioni e da queste distribuite alle strutture sanitarie e alle amministrazioni pubbliche.
Si tratta del residuo di forniture per circa 250 milioni di pezzi approvvigionato dalla precedente gestione della struttura per l’emergenza, di cui 65 milioni già sequestrati nel corso delle attività avviate dallo scorso mese di febbraio, in quanto non conformi alle normative vigenti e pericolosi per la salute.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le analisi di laboratorio che hanno preceduto i primi sequestri avevano evidenziato che il coefficiente di penetrazione di questi dispositivi è decisamente superiore agli standard previsti. In alcuni casi, infatti, la capacità filtrante è risultata essere addirittura 10 volte inferiore rispetto a quanto dichiarato, con conseguenti rischi per il personale sanitario che le aveva utilizzate nella falsa convinzione che potessero garantire un’adeguata protezione.
L’attività nel suo complesso ha permesso di sequestrare circa 115 milioni di Dpi pericolosi che l’analisi della documentazione acquisita ha consentito di stimare nel valore in circa 300 milioni di euro, nonché di condurre alle responsabilità penali dei rappresentanti legali delle società fornitrici della struttura commissariale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Terremoti: Friuli; sui social il ricordo del sisma
Sindaco Gemona, 6 maggio scolpito nella storia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
06 maggio 2021
10:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Chiuse in macchina venivamo letteralmente sconquassate da una forza bruta” improvvisa, travolgente. Poi più nulla, solo le grida della gente ed una foschia fittissima, di colore arancione, quello dei mattoni.” “Mi ricordo la polvere che subito ci avvolse e che penetrava nel naso, nella bocca, tra i vestiti, fra i capelli”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono alcuni dei dei ricordi del sisma del 6 maggio 1976 che provocò quasi mille vittime e distruzioni gravissime, comparsi oggi sul gruppo Facebook “Sei di Gemona”, dove sono in molti a ritornare con la memoria ai giorni del terremoto di 45 anni fa.
“Mai dismenteà”, non dimenticare, scrive un altro utente postando la foto del centro di Gemona raso al suolo dopo la seconda scossa, nel settembre 1976. “Impossibile dimenticare…un mandi alla vecchia Gemona”, “momenti indimenticabili per tutta la vita, mai mai dimenticherò”, “chi l’ha provato non può scordare” il sisma e le vittime.
Il 6 maggio 1976 rimarrà una data “per sempre scolpita nella storia di Gemona e del Friuli”. Lo scrive su Facebook il sindaco di Gemona del Friuli (Udine), Roberto Revelant. “Oggi – continua Revelant – ricordiamo le vittime di quel catastrofico terremoto, non dimenticandoci nemmeno di quello che è accaduto dopo: i soccorsi, la solidarietà e la ricostruzione. I friulani hanno sempre dimostrato di saper trovare la forza di reagire e ripartire anche quando viene a mancare ogni certezza.” “Il nostro compito – conclude Revelant – è di trasmettere ai nostri figli ed ai nostri nipoti tale eredità. Solo così nessuno sarà mai dimenticato ed onoreremo lo straordinario lavoro di chi ci ha preceduto”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Traffico di rifiuti, sequestrata cava
Due arresti e tre denunce, indagine Dda e Carabinieri forestali
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
06 maggio 2021
10:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due persone sono state arrestate e tre denunciate, stamani, a Milano, nell’ambito di un’indagine su un traffico di rifiuti che ha portato anche al sequestro di una cava nella zona Sud-Ovest della metropoli.
I due, entrambi residenti in provincia di Milano, sono stati posti ai domiciliari a seguito di un’ordinanza dell’autorità giudiziaria eseguita dai Carabinieri forestali di Milano e Lodi, che hanno svolto le indagini coordinati dalla Dda di Milano.

In particolare, secondo quanto reso noto dal Comando provinciale di Milano “è stato disposto il sequestro del 100% delle quote di due società riconducibili ai due soggetti arrestati, e per una delle società è stato disposto il sequestro dell’intero compendio aziendale costituito da una cava e da un impianto di trattamento di rifiuti nella zona sud-ovest di Milano. Sono state sequestrate somme per complessivi euro 354.772”. Tra le ipotesi accusatorie viene contestata anche l’aggravante dell’agevolazione di attività di stampo mafioso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: aperitivi negazionisti, sigilli a Torteria Chivasso
Sigilli al locale su richiesta procura Ivrea
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CHIVASSO (TORINO)
06 maggio 2021
10:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Carabinieri, polizia e vigili urbani hanno posto sotto sequestro questa mattina la Torteria di via Orti, a Chivasso, sede nelle ultime settimane di numerosi aperitivi negazionisti e di continue violazioni alle norme anti Covid. Il sequestro è scattato su richiesta della Procura di Ivrea.
L’intervento delle forze dell’ordine ha scatenato la reazione della titolare che, come in altre occasioni, ha dato in escandescenza insultando i presenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aggredita a Milano, sospetta violenza
Portata per accertamenti alla clinica Mangiagalli
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
06 maggio 2021
10:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una donna di 49 anni è stata soccorsa in strada, a Milano, in stato confusionale, con i segni di una aggressione. E’ accaduto ieri sera intorno alle 19 ma è stato riferito oggi dai carabinieri che indagano sull’episodio.
La donna è stata portata alla clinica Mangiagalli di Milano per accertamenti su una possibile violenza sessuale.
Il 118 è intervenuto in via Don Guanella, chiamato da amici della donna, una straniera dell’Est Europa, che l’avevano trovata in un albergo del centro in stato confusionale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pantografo treno: Trenitalia, rotto vetro esterno
Quello interno rimasto intatto. Disagi per ritardi Nodo Genova
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
06 maggio 2021
10:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La caduta del pantografo di un treno passeggeri a Genova è stata provocata da un guasto alla linea di alimentazione elettrica a seguito del passaggio di un treno merci. Lo riferisce Trenitalia spiegando che si é spezzata la fune della linea elettrica di alimentazione, quella presente sopra i treni, e il regionale in transito si é agganciato danneggiando il pantografo che è caduto lateralmente rompendo il vetro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le carrozze hanno però un doppio cristallo spiega Trenitalia e in questa circostanza è andato in frantumi solo quello esterno, mentre quello interno non è stato danneggiato ed è risultato intatto.
L’incidente ha avuto ripercussioni sulle linee ‘Bastioni’ e ‘Sussidiaria’ e sui treni regionali del Nodo di Genova delle direttrici Alessandria/Aqui Terme – Genova Brignole e linea Arquata – Genova via Busalla. Il regionale 12113 relazione Aqui Terme-Genova Brignole si é fermato all’ingresso di Genova Sampierdarena. La circolazione alle 7.40 é ripresa su un binario.
I Treni regionali da Acqui sono stati limitati a Genova Borzoli. Treni regionali da Arquata Scrivia hanno percorso un binario alternativo e non hanno effettuato la fermata a Genova Sampierdarena. Attivati anche i bus sostitutivi. Tecnici RFI sono sul posto I viaggiatori del regionale 12113 sono stati fatti scendere dal treno e accompagnati a piedi, con l’assistenza di Agenti Polfer e personale Trenitalia, nella stazione di Genova Rivarolo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Percepisce reddito cittadinanza ma ha barca da diporto 12 m
Imbarcazione non denunciata al fisco. Denunciata da Gdf
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
06 maggio 2021
10:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’ambito dei controlli per accertare l’avvenuta comunicazione al fisco del valore delle unità da diporto immatricolate all’estero, i militari della Guardia di Finanza del Reparto Operativo Aeronavale di Ancona hanno individuato una cittadina italiana residente nell’Anconetano proprietaria di una barca a vela, che oltre a non segnalarla al fisco, ha indebitamente percepito il reddito di cittadinanza per 23 mesi, presentando per ben due volte la richiesta del sussidio, dichiarando di possedere i requisiti previsti per l’erogazione.. Nel corso dell’ordinaria attività di controllo svolta nel porto di Marina Dorica, i finanzieri della Stazione Navale di Ancona hanno individuato l’imbarcazione battente bandiera belga, ma di proprietà di un’italiana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il controllo eseguito con l’ausilio delle banche dati in uso al Corpo, ha consentito di riscontrare la mancata presentazione, fin dal 2017, delle dichiarazioni dei redditi con il relativo quadro RW attestanti il possesso dell’imbarcazione, un bene estero del valore di euro 38mila. Alla donna sono state contestate le violazioni amministrative per l’omessa dichiarazione dei redditi con le relative sanzioni. E’ risultato inoltre che percepiva il reddito di cittadinanza, avendo omesso di essere proprietaria della barca, il cui possesso esclude automaticamente dal beneficio. In questo modo aveva percepito indebitamente oltre 16mila euro. E’ stata segnalata alla Procura della Repubblica di Ancona per aver indebitamente percepito erogazioni a danno dello Stato, reato che prevede fino a 6 anni di reclusione, e all’Inps per il blocco dell’erogazione ed il contestuale recupero della somma incassata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:mutuo sospeso, ma banca preleva 7 rate a ristoratore
“Nessuno mi ha avvertito, adesso conto quasi svuotato”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
DIAMANTE
06 maggio 2021
10:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sette rate di prestito prelevate dalla banca senza alcuna motivazione, nonostante il pagamento del mutuo del ristorante, chiuso da mesi a causa delle restrizioni anti Covid 19, fosse sospeso. È successo a Diamante, in provincia di Cosenza, ad un ristoratore, Claudio, Perrone al quale l’istituto di credito ha prelevato circa 13mila euro in un colpo solo.

“Nessuno mi ha avvertito – ha dichiarato Perrone – e mi sono ritrovato con il conto quasi svuotato; eppure avevo ottenuto di sospendere i pagamenti a partire da novembre scorso. La direttrice della filiale bancaria non mi ha saputo dare spiegazioni e io sono ancora in attesa di avere notizie e di capirci qualcosa. Ma sono molto preoccupato. Il mio avvocato afferma che si tratta di un abuso, perché proprio in questo momento di piena pandemia, con il ristorante chiuso e noi che non lavoriamo, è per me un danno incalcolabile”.
Il ristoratore, in attesa di tornare in ‘zona gialla’ e di poter riaprire, in questi giorni stava facendo dei lavori al locale, per migliorare anche la sicurezza. “Ora mi sono dovuto fermare – ha detto Perrone amareggiato- perché non ho più soldi per pagare operai e fornitori”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bianchi: ‘A settembre tutti gli studenti in classe’
Un piano per i precari, basta con le classi-pollaio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
10:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
«Voglio riportare a settembre tutti gli studenti in aula e in sicurezza». L’annuncio è del ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, intervistato da Repubblica, con la sottolineatura che per la sicurezza sanitaria il dl sostegni ha già dato alle scuole 150 milioni.
Nessuna sanatoria sui precari, ma il tema va affrontato: l’obiettivo un sistema a regime con concorsi annuali. Ma si dovrà tener conto delle diverse situazioni: ‘porremo attenzione alle persone e alle esigenze degli studenti’. E basta con le classi-pollaio: una riduzione già dal prossimo anno scolastico. Che il ministro auspica possa partire tra il 10 e il 15 settembre.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Esperti, in Umbria stasi discesa curva epidemica Covid
Ma situazione “migliore di quella italiana”, Rt a 0,97
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
06 maggio 2021
10:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In Umbria la “lenta discesa” della curva epidemiologica relativa ai contagi Covid negli ultimi giorni “sembra avere una stasi, essersi quasi fermata” ma il quadro che emerge dai dati “è comunque molto migliore della situazione nazionale”. E’ il quadro delineato dagli epidemiologi del nucleo regionale nella conferenza stampa di aggiornamento settimanale.

L’indice Rt calcolato sugli ultimi 14 giorni è 0,97, 0,88 quello italiano.
“Siamo su valori molto bassi – ha rilevato Marco Cristofori – e quindi è normale che il calo della curva epidemia sia più lento. Lo dicono anche i modelli matematici. Continua anche a scendere l’incidenza dei casi rispetto alla popolazione e tutti i distretti sono sotto la soglia indicata dal Cts. A livello nazionale l’Umbria è la regione che sta messa meglio e ha ormai da cinque settimane l’incidenza più bassa. E questo comporta anche il calo degli attualmente positivi”.
Riguardo alle vaccinazioni, l’assessore Luca Coletto ha sottolineato che “i fragili sono ormai quasi tutti vaccinati”.
“Li stiamo raggiungendo – ha aggiunto – anche grazie al team mobile dell’esercito”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Perizia gip su Mps, 11 miliardi di npl contabilizzati tardi
Sotto Profumo-Viola violate norme contabili, procedure lacunose
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
06 maggio 2021
11:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tra il 2012 e il 2015 Mps non ha contabilizzato tempestivamente nei propri bilanci rettifiche su crediti per complessivi 11,42 miliardi di euro, pari a 7,77 miliardi al netto dell’effetto fiscale, cifra “di importo pressoché analogo” agli 8 miliardi chiesti al mercato con gli “aumenti di capitale avvenuti fra il 2014 ed il 2015”. E’ quanto hanno accertato i periti Gian Gaetano Bellavia e Fulvia Ferradini, incaricati dal gip di Milano Guido Salvini di verificare la corretta contabilizzazione delle rettifiche risultanti da tre ispezioni di Bankitalia e Bce tra il 2012 e il 2017, nell’ambito del procedimento che vede indagati per falso in bilancio gli ex vertici di Mps, Alessandro Profumo, Fabrizio Viola e Paolo Salvadori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le rettifiche effettuate dalla banca dopo gli interventi della vigilanza, che Mps ha imputato alla “costante congiuntura negativa del contesto macroeconomico e ad asserite modifiche intervenute nelle metodologie e nei parametri di valutazione dei crediti a seguito degli interventi”, erano in realtà per i periti “omesse svalutazioni per competenza di posizioni altamente problematiche”.
“Le procedure e le direttive” in tema di contabilizzazione dei crediti deteriorati di Mps “sino al 2017 sono risultate generiche, lacunose e, di conseguenza, totalmente inefficienti per una corretta classificazione e valutazione dei crediti”, consentendo “comportamenti quantomeno non omogenei e discrezionali da parte dei ‘valutatori del credito'” della banca “con conseguente violazione della normativa e dei principi contabili internazionali in materia” e produzione di “impatti quantitativi di assoluto rilievo”.
Una corretta contabilizzazione avrebbe aumentato la perdita del 2013 da 1,44 a 4,47 miliardi e tramutato i quasi 390 milioni di utile del 2015 in un ‘rosso’ di quasi 4,3 miliardi, riducendo in maniera speculare le perdite del 2014, 2016 e 2017, esercizi ai quali le svalutazioni sono state rinviate. All’aumento da 5 miliardi del luglio 2014 Siena si sarebbe presentata con un bilancio 2013 con un ‘rosso’ triplicato a quasi 4,5 miliardi e un patrimonio netto dimezzato, da 6,2 a 3,1 miliardi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Agenas: terapie intensive al 26%,solo 4 oltre soglia del 30%
Tornano a livelli del primo febbraio prima della terza ondata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
11:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scende al 26% il livello di occupazione delle terapie intensive, ovvero 4 punti sotto la soglia critica del 30%. Tornano quindi al valore dello scorso 1 febbraio, ovvero prima dell’effetto della Terza Ondata.
Solo 4 regioni, inoltre, superano tale soglia oltre la quale diventa difficile la presa in carico di malati non Covid: Lombardia, Marche, Toscana e Puglia. Lo mostrano i dati dell’Agenzia Nazionale per i Servizi sanitari regionali (Agenas), relativi alla giornata del 5 maggio. Il 27 aprile, le terapie intensive erano al 30% e 7 le regioni oltre questo valore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Operaio muore schiacciato in un cantiere
Nella Bassa Bergamasca, ucciso da un carico caduto dall’alto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
06 maggio 2021
11:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo di 46 anni è morto mentre stava lavorando in un cantiere a Pagazzano, nella Bassa bergamasca. L’operaio è morto schiacciato da un carico che è caduto dall’alto: l’episodio poco dopo le 10.
Sul posto sono state inviate un’ambulanza e un’automedica, ma purtroppo non c’è stato nulla da fare. Ats e e forze dell’ordine si stanno occupando dei rilievi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: zero decessi e appena 46 nuovi casi in Alto Adige
Superata soglia 100 mila test nasali
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
06 maggio 2021
11:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata positiva per quanto riguarda la pandemia covid in Alto Adige con nessun decesso e appena 46 nuovi casi. Sono risultati positivi 30 su 711 tamponi pcr e 16 su 5288 test antigenici.
Finora sono stati effettuati 106.396 test nasali, di cui 229 positivi e 356497 tamponcini nelle scuole, dei quali 338 sono risultati positivi e 169 confermati con pcr.
Gli altoatesini in quarantena sono 2.296.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 282 positivi al nelle Marche nell’ultima giornata
4.441 tamponi, 2.454 nuove diagnosi, positivi/testati all’11,5%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
06 maggio 2021
11:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 282 i positivi al covid rilevati nelle Marche nelle ultime 24 ore tra le 2.454 nuove diagnosi: 122 in provincia di Pesaro Urbino, 68 in provincia di Macerata, 39 in provincia di Ascoli Piceno, 21 in provincia di Fermo, 19 in provincia di Ancona e 13 fuori regione. Secondo il Servizio Sanità della Regione Marche “nelle ultime 24 ore sono stati testati 4.441 tamponi: 2.454 nel percorso nuove diagnosi (di cui 647 nello screening con percorso Antigenico) e 1.987 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari all’11,5%)”.
I 282 nuovi positivi comprendono soggetti sintomatici (41 casi rilevati), contatti in setting domestico (61), contatti stretti di casi positivi (101) contatti in setting lavorativo (2), contatti in ambiente di vita/socialità (1), contatti in setting assistenziale (1), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (18). Per altri 57 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Sui 647 test del Percorso Screening Antigenico “sono stati riscontrati 36 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 6%”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Esplosione in casa nel bellunese, ferite due donne
Grave una 54enne, una bombola gas la probabile causa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BELLUNO
06 maggio 2021
11:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due donne sono rimaste ferite nell”esplosione verificatasi nella loro casa, probabilmente provocata da una bombola di gas. E’ avvenuto stamane a Lamon di Sovramonte Apordino.
Una delle due donne, di 54 anni, è stata ricoverata al centro grandi ustioni di Padova, l’altra,i 98 anni, si trova invece all’ospedale di Feltre. La casa del tutto è inagibile. Sul posto i carabinieri e i vigili del fuoco.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Bonaccini, in E-R entro fine estate tutti vaccinati
Se rispettati contratti sottoscritti tra produttori e Ue
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
06 maggio 2021
11:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sul fronte vaccinale “le cose cominciano ad andare meglio. Io stimo che in Emilia-Romagna, a fine maggio avremo oltre un milione e mezzo, ma credo oltre abbondantemente, di persone vaccinate”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Entro la fine dell’estate se le previsioni saranno confermate per ciò che sono i contratti sottoscritti tra aziende fornitrici e Unione Europea, in Emilia-Romagna avremo vaccinato tutti coloro che si vogliono vaccinare”. Lo ha detto, intervenendo su Rainews 24 il presidente della Regione, Stefano Bonaccini.
“Noi abbiamo aperto proprio in queste ore le prenotazioni per le persone che hanno tra i 60 e i 64 anni – ha osservato – due lunedì fa quando aprimmo ai 65-69enni in meno di un giorno abbiamo avuto 102.000 prenotazioni: quando si prenota in Emilia-Romagna viene data immediatamente l’ora, il giorno e il luogo e alcuni inizieranno a vaccinarsi già da oggi pomeriggio o domani mattina. Apriremo entro fine maggio a chi ha meno di 60 anni, abbiamo sottoscritto il protocollo con le parti sociali e quindi, sempre a fine maggio apriremo anche alle aziende. È evidente – ha concluso Bonaccini – che per fare tutto questo, mentre stiamo completando gli 80enni e gli ultra 80enni con la doppia dose e stiamo vaccinando disabili, patologici, care-giver, che per aprire alle aziende e andare sotto i 60 anni c’è bisogno di tanti vaccini”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ex carabiniere ucciso: in campo unità cinofile,si cerca arma
Nuovo sopralluogo in campagne Copertino (Lecce)
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LECCE
06 maggio 2021
12:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo sopralluogo questa mattina in contrada Tarantino a Copertino dove i carabinieri sono arrivati di buon’ora insieme a personale del nucleo cinofilo ricerca e soccorso di Modugno. L’intera area intorno alla villetta dove l’ex maresciallo dei carabinieri Silvano Nestola è stato ucciso lunedì sera, è stata perlustrata con l’impiego di Eny, un pastore tedesco femmina ‘specializzato’ nella ricerca di armi.

Gli investigatori stanno cercando l’arma usata dall’assassinio , un fucile da caccia semiautomatico probabilmente modificato, privo del riduttore nel serbatoio. Le ricerche si sono spostate successivamente anche nelle aree di campagna confinanti col luogo del delitto. Intanto questa mattina tutti gli elementi repertati nei pressi della villetta sono stati inviati al Ris di Roma. Si tratta essenzialmente di bossoli e pallini da caccia oltre a dei campioni di sangue della vittima. Saranno sottoposti ad esame balistico anche due fucili simili a quello che ha ucciso Silvano Nestola, sequestrati nella casa della famiglia di San Donaci ascoltata nei giorni scorsi in caserma a Lecce.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Autista mezzo rifiuti ferito in agguato nel Foggiano
Il fatto è accaduto stamattina alle porte di Monte Sant’Angelo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MONTE SANT’ANGELO
06 maggio 2021
12:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il conducente di un mezzo di una ditta che trasporta rifiuti per il comune di Monte Sant’Angelo (Foggia), Giuseppe Ricucci di 45 anni di Macchia, è stato raggiunto da alcuni colpi d’arma da fuoco lungo la strada che conduce al paese del Foggiano. L’uomo è stato ferito all’addome e al torace.
Attualmente si trova ricoverato all’ospedale di Manfredonia e al momento non è considerato in pericolo di vita. Sul posto stanno operando i carabinieri che stanno ricostruendo la dinamica del ferimento.
La vittima è fratello del capo clan Pasquale Ricucci detto ” Fic secc” (assassinato l’11 novembre 2019 davanti il portone della sua abitazione). L’agguato è stato compiuto questa mattina poco dopo le 6.30 lungo la strada che da Macchia conduce a Monte Sant’Angelo. L’uomo era alla guida di un furgone Poggio Porter della ditta che si occupa della racconta dei rifiuti in quel comune. Il fratello era ritenuto dagli investigatori uno dei vertici della batteria criminale Lombardi-Ricucci-La Torre, erede dei Romito.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vendite online, Gdf scopre evasione per 630 mln di euro
Indagini su Iva nell’e-commerce, individuati oltre 100 operatori
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PESCARA
06 maggio 2021
12:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tramite piattaforme online hanno effettuato vendite per 630 milioni di euro evadendo il pagamento delle imposte. Al termine delle indagini finalizzate ad accertare reati di evasione fiscale, in particolare in materia di Iva nel settore dell’e-commerce, il Nucleo di Polizia economico finanziaria di Pescara e il Nucleo Speciale Entrate di Roma hanno scoperto oltre 100 operatori economici che hanno effettuato vendite non dichiarate al Fisco per un totale superiore ai 330 milioni di euro in due anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le indagini hanno consentito di individuare oltre un centinaio di soggetti, tra cui una decina non italiani, che hanno venduto beni a privati consumatori in evasione di imposta, superando le soglie di punibilità previste per i reati di dichiarazione infedele, omessa dichiarazione e omesso versamento dell’imposta dovuta.
Nell’ambito della stessa attività investigativa, inoltre, è emersa la posizione di ulteriori 750 soggetti esteri, al momento privi di un identificativo fiscale italiano, che avrebbero effettuato, tramite marketplace, cessioni di beni per quasi 600 milioni di euro per i quali sono in corso approfondimenti. Per rintracciare queste imprese si è reso necessario attivare i canali di cooperazione internazionale, anche per scongiurare che le stesse, dopo aver effettuato le vendite, si rendessero irreperibili. Le vendite online nel periodo della pandemia sono considerevolmente aumentate così come i controlli delle forze dell’ordine e che hanno portato a far emergere in questa indagine vendite occultate all’erario per oltre 630 milioni di euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Omicidio insoluto a Chiavari, dopo 25 anni nuovi esami
Il caso di Nada Cella, trovata morta nello studio dove lavorava
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
06 maggio 2021
13:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A 25 anni dalla morte di Nada Cella, la giovane donna trovata agonizzante nello studio del commercialista dove lavorava, a Chivari, la procura trova nuovi elementi per provare a risolvere il caso rimasto senza colpevoli. Sono alcuni profili di dna femminili e maschili trovati sulla camicetta della donna e sulla sedia dell’ufficio ma anche una impronta papillare.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Saranno analizzati da speciali strumenti in dotazione alla polizia scientifica che speriamo ci possano permettere di arrivare ad avere un nome del sospettato”, spiega il procuratore capo Francesco Cozzi. Il caso tecnicamente non è mai stato chiuso ma ha trovato nuovo impulso grazie alle segnalazioni della famiglia Cella che ha nominato un criminologo che ha passato al setaccio il caso. Ora spetta agli investigatori della Mobile e alla Scientifica cercare di dare un volto ed un nome a quelli profili di dna per provare a individuare l’assassino.
Nada Cella aveva 25 anni e venne uccisa la mattina del 6 maggio del 1996 in un appartamento di via Marsala a Chivari, dove aveva lo studio il commercialista Marco Soracco che venne indagato e poi prosciolto. La giovane donna venne colpita alla testa con un oggetto pesante che non è stato mai ritrovato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Pregliasco in hub Novegro, proteggiamo noi stessi
Virologo a sorpresa nel centro dell’hinterland di Milano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
06 maggio 2021
14:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Vaccinarsi vuol dire proteggere noi stessi, i nostri familiari e la nostra comunità”. Così il virologo Fabrizio Pregliasco, che ha voluto dare il suo contributo alla campagna vaccinale, inoculando personalmente questa mattina, a sorpresa, una quindicina di vaccini nel centro di Novegro, nel milanese, gestito dal Gruppo San Donato.

La scorsa settimana era stato il collega Roberto Burioni a somministrare le dosi nell’hub dell’hinterland del capoluogo lombardo. “Con la mia presenza volevo provare a rassicurare le persone che si stavano sottoponendo a vaccinazione e ho sentito una grande vicinanza. E’ stata un’esperienza molto bella e coinvolgente”, ha aggiunto. Secondo Pregliasco, nei prossimi mesi dovremo “ancora avere a che fare con il virus, ma grazie alla vaccinazione sarà una convivenza più serena”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: ‘Solidarietà e vicinanza all’India per l’emergenza Covid’
Messaggio al card. Oswald Gracias, arcivescovo di Bombay
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTÀ DEL VATICANO
06 maggio 2021
14:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“In questo momento in cui così tanti in India stanno soffrendo a causa dell’attuale emergenza sanitaria, io scrivo per trasmettere la mia sincera solidarietà e vicinanza spirituale a tutto il popolo indiano, insieme con la certezza delle mie preghiere che Dio concederà guarigione e consolazione a tutti coloro che sono affetti da questa grave pandemia”. Lo afferma papa Francesco in un messaggio inviato al card.
Oswald Gracias, arcivescovo di Bombay e presidente della Conferenza dei vescovi Cattolici dell’India, per l’emergenza sanitaria Covid-19 nel Paese.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Chef morì in seguito rapina, dopo 21 anni c’è un colpevole
Una condanna in appello per omicidio preterintenzionale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ASTI
06 maggio 2021
15:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo 21 anni l’omicidio di Pietro Beggi, noto chef del ristorante Ciabot del Grignolin di Calliano, nell’Astigiano, ha un responsabile. La Corte d’Assise d’Appello di Torino ha riformato il proscioglimento di Giampaolo Nuara, deciso in primo grado con rito abbreviato, condannando l’imputato a 14 anni di reclusione per omicidio preterintenzionale.
Lo rende noto l’avvocato Maurizio La Matina, difensore dell’imputato. Nella notte tra il 2 e il 3 gennaio 2000, lo chef venne trovato agonizzante nella cantina del ristorante, colpito alla testa in un tentativo di rapina. Morì poche ore dopo in ospedale.
Nuara era stato accusato di far parte della banda che assalì lo chef e lo torturò perché rivelasse il nascondiglio dell’incasso, oltre 30 milioni di lire. Tracce di dna dell’imputato erano state trovate a distanza di 19 anni su una calza che i rapinatori indossarono per nascondere il loro volto, nel corso di un’altra indagine, su un furto avvenuto a Pavia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Top Dieci con Carlo Conti su Rai1, ospite Gianna Nannini
Il varietà-gioco di Rai1 va in onda dall’Auditorium del Foro Italico di Roma venerdì
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
15:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Torna “Top Dieci”, il varietà-gioco di Rai1 condotto da Carlo Conti e dedicato ai gusti degli italiani, in onda dall’Auditorium del Foro Italico di Roma, venerdì 7 maggio alle 21.25. Una nuova occasione per le famiglie di “giocare” e conoscere curiosità di ogni tipo sugli usi e abitudini del nostro Paese.
Anche questa settimana due squadre di celebrities, composte ognuna da 3 personaggi famosi, si affronteranno con l’obiettivo di ‘stilare’ le classifiche giuste. La prima squadra sarà formata da Giorgio Panariello, Lucia Ocone, Ubaldo Pantani. La seconda da Alba Parietti, Cristiano Malgioglio, Orietta Berti.
Ospite della serata Gianna Nannini che, intervistata da Carlo Conti, racconterà quali sono le classifiche della sua vita: un’occasione per scoprire insieme al pubblico cose magari ancora non conosciute. Il tutto sarà accompagnato da emozionanti filmati di repertorio. La squadra che al termine del programma avrà totalizzato il maggior numero di punti, individuando gli elementi e le posizioni corrette delle hit parade, sarà proclamata vincitrice.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sindacati-governo al lavoro per ‘Patto per l’istruzione’
Nuovo incontro domani, primo punto il reclutamento nella scuola
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
16:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arrivare ad un ‘Patto per l’istruzione e la formazione’, da condividere e sottoscrivere con il Governo: è l’obiettivo dei sindacati che hanno incontrato il Ministro della Istruzione Patrizio Bianchi. Alla stesura del Patto, a quanto si apprende, si lavorerà anche domani mattina dalle 8,30 e probabilmente anche nel fine settimana.
“Occorre indicare come obiettivo prioritario quello di garantire, dal 1 settembre, attraverso la copertura dei posti vacanti, il regolare avvio dell’anno scolastico. Vanno individuate nell’immediato soluzioni in materia di reclutamento del personale scolastico” ha detto il segretario Cisl Luigi Sbarra.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: quasi 12 mila positivi, morti sono 258. Calo ricoveri
Casi in aumento a parità test rispetto a ieri. Tasso sale a 3,6%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
17:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 11.807 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 10.585.
Sono invece 258 le vittime in un giorno (ieri 267).
Sono 324.640 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati; ieri i test erano stati 327.169. Il tasso di positività è del 3,6% (ieri era al 3,2%).
I pazienti ricoverati terapia intensiva per il Covid sono 2.308, in calo di 60 unità rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri sono stati 127 (ieri 142). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 16.867 persone, in calo di 653 unità rispetto a ieri.
In totale i casi dall’inizio dell’epidemia sono 4.082.198, i morti 122.263. Gli attualmente positivi sono invece 402.802 (-4.327 rispetto a ieri), i guariti e dimessi 3.557.133 (+15.867). In isolamento domiciliare ci sono 383.627 persone (-3.614).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Sardegna spinge per tornare in giallo
Dossier della Regione al Ministero. Ieri 128 contagi e due morti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
06 maggio 2021
18:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La zona arancione per un’altra settimana – come prevede l’ultima ordinanza del ministro della Salute – è quasi sicura, ma la Sardegna ci crede ancora e ribadisce la richiesta di tornare in giallo già da lunedì 10 maggio. Le motivazioni sono contenute in una relazione che l’assessorato della Sanità ha trasmesso al Ministero e che fotografa il progressivo miglioramento del quadro epidemiologico nell’Isola.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo il presidente della Regione Christian Solinas “la permanenza in arancione risulterebbe paradossale alla luce dei dati registrati nelle ultime settimane. Tutti i principali indicatori descrivono una situazione in miglioramento, con un quadro generale compatibile con una fascia di rischio più bassa di quella attuale. Le misure restrittive sono indispensabili quando rispondono a precise necessità di contenimento del virus, diversamente il pericolo è quello di vedere applicate limitazioni solo in virtù degli automatismi previsti dalle disposizioni normative”.
Se i dati fossero confermati, il monitoraggio della settimana di riferimento dal 26 aprile al 2 maggio indicherebbe per la Sardegna un indice di contagio Rt di 0.74, in ulteriore discesa rispetto allo 0.81 della settimana precedente. Buoni anche i dati sulla pressione negli ospedali, dove il tasso di occupazione si attesta al 22% sia per le degenze in area medica, sia nelle le terapie intensive, indici al di sotto delle soglie d’allerta previste.
Intanto nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 128 nuovi casi contro i 166 di ieri. Si registrano anche due decessi (1.405 in tutto). Complessivamente dall’inizio dell’emergenza i casi accertati di positività nell’Isola sono 55.274. In totale sono stati eseguiti 1.205.247 tamponi, con un incremento di 3.537 test rispetto al dato precedente. Il tasso di positività scende dal 4,6 al 3,6%.
Calano i ricoveri in ospedale: 319 (-19) i pazienti in reparti non intensivi, 41 (-5) quelli in terapia intensiva.
Per quanto riguarda i vaccini, ammonta a 552.571 il totale delle dosi somministrate dall’inizio della campagna vaccinale, il 76,9% delle 718.440 dosi attualmente disponibili, con un incremento di quasi 10.600 nelle ultime 24 ore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Violenza donne: Alessandria attiva chatbot,è primo capoluogo
Risponditore intelligente simula dialogo per chiedere aiuto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ALESSANDRIA
06 maggio 2021
18:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alessandria è il primo capoluogo d’Italia ad attivare il chatbot, uno strumento discreto sul sito del Comune che aiuta le donne vittime di violenza e che assicura l’anonimato. Perché non lascia traccia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha realizzato l’associazione Save the Woman.
“Stiamo lavorando – ha commentato il sindaco, Gianfranco Cuttica di Revigliasco – affinché anche nella nostra città la digitalizzazione possa contribuire a ridurre sempre più la distanza tra i cittadini e le istituzioni. Un ringraziamento a Nadia Biancato, presidente della consulta Pari opportunità, per aver proposto al Comune questo progetto così importante e ai nostri tecnici per aver permesso di realizzare tutto questo”.
Sul sito del Comune si potrà “fare finta” di cercare informazioni sui buoni pasto o sull’anagrafe e invece chiedere aiuto per una situazione difficile che si sta vivendo. Il chatbot #nonpossoparlare è un risponditore intelligente, che simula la conversazione con un essere umano ed è in grado di interrogare il centro antiviolenza a qualsiasi ora senza lasciare dati sul proprio telefono.
“In questo periodo – aggiunge l’assessore comunale alle Pari opportunità, Cinzia Lumiera – sono aumentati i casi di violenza domestica. E questa situazione ha reso la violenza ancor più silenziosa e occulta ed è proprio da questo che nasce l’idea di un’App che in completo anonimato e sicurezza possa dare una prima risposta a tutti i quesiti iniziali delle donne vittime”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arte e bellezza, le Giornate Fai di primavera
15-16/5 in 600 siti. Franceschini, in arrivo nuovo Rinascimento
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
19:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A
Da quel caleidoscopio di arte e architettura che è il Castello di Sammezzano a Reggello (FI) alle chiese di Gio Ponti, quasi sconosciute ai più, tra Milano e Taranto. E poi la Villa “Il Vascello” a Roma, il borgo di Santa Maria del Cedro (CS), Palazzo Malvinni Malvezzi a Matera, che dopo le ferite del terremoto del 1980 ha ritrovato la sua luminosa commistione tra barocco e neoclassico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E ancora il Parco archeologico del Pausilypon, vicino Napoli, con la monumentale villa romana sul mare, che tanto piacque all’imperatore Augusto. Con 600 aperture (50% open air) in 300 città e 19 regioni, rigorosamente nel pieno rispetto delle norme di sicurezza sanitaria, tornano le Giornate Fai di primavera, 29/a edizione in programma sabato 15 e domenica 16 maggio e primo grande evento nazionale dedicato ad arte e cultura dopo l’ultimo periodo di chiusure forzate.
Un piccolo “miracolo” e un regalo agli italiani, che lo scorso anno era saltato per il lockdown, oggi frutto di “un’incontenibile voglia d’Italia” e dell’entusiasmo delle 335 delegazioni e Gruppi volontari Fai sparsi in tutto il Paese, pronti ad aprire e raccontare luoghi di eccezionale bellezza, spesso inaccessibili al pubblico.
“In quasi mezzo secolo di manifestazioni – ricorda il presidente del Fondo Andrea Caradini – il Fai, che oggi conta 70 proprietà, ha promosso oltre 60 mila luoghi in tutta Italia. Alle Giornate di primavera 2019 avevamo 1.100 siti aperti in 430 città.
Quest’anno potremo accogliere solo 220 mila visitatori, con un terzo dei luoghi. Meglio di niente, fino a pochi giorni fa non eravamo sicuri neanche di poterlo fare”.
“Sono convinto – dice il ministro della cultura, Dario Franceschini – che proprio come la riapertura intelligente, scrupolosa e coraggiosa di teatri, cinema e musei, anche le Giornate Fai dimostreranno che si può usufruire del patrimonio culturale in sicurezza”. Così come, aggiunge, “sono convinto che il rientro nella normalità sarà un grande nuovo Rinascimento, con l’Italia protagonista. La consapevolezza di cos’è questo Paese senza il proprio patrimonio materiale e immateriale spingerà ad andare verso consumi culturali nuovi”.
Accompagnate dalla campagna raccolta fondi (sms solidale 45586) e insignite della Targa del Presidente della Repubblica, le Giornate chiuderanno anche la Settimana Rai dedicata ai beni culturali (10 al 16 maggio). “Il nostro Paese ha bisogno di cose belle e belle esperienze in questo momento – speiga il presidente di Viale Mazzini, Marcello Foa – Lo dimostra il riscontro straordinario che abbiamo ogni volta che raccontiamo la bellezza del patrimonio nelle nostre trasmissioni”. Ulteriore prova, se fosse necessario, è il boom di richieste per il Castello di Sammezzano, “totale pazzia di quell’eccentrico del marchese Ferdinando Panciatichi Ximenes D’Aragona”, come racconta il vicepresidente esecutivo del Fondo, Marco Magnifico.
In meno di due ore sono andati subito sold out i 900 posti disponibili, con il sito web preso d’assalto (in tutti i luoghi, ingressi solo su prenotazione e soggetti ai cambiamenti di colore delle regioni). Ma nelle due giornate a spalancare porte e cancelli ci sono anche 142 luoghi di culto, 132 palazzi e ville, 25 castelli, 48 borghi, oltre a siti archeologici, biblioteche, edifici militari, persino mulini. Tra le chicche, il percorso tra i più bei teatri della Lombardia, che a Milano dalla Scala approda al Franco Parenti passando per il Piccolo, verso il Ponchielli di Cremona e il Sociale di Mantova. Ma c’è anche l’appartamento di Carlo Felice di Savoia a Palazzo Chiablese a Torino, rinnovato da Benedetto Alfieri e appena riallestito. O il treno Centoporte a Massa, trasformato in ospedale nella Seconda guerra mondiale. E poi percorsi nella natura, come il trekking nel bosco alla seicentesca Villa Volpara detta “Il Fodo”, che opsitò la tipografia clandestina del Comitato di Liberazione dei partigiani di La Spezia; o Acigreenway ad Acireale (CT), pista ciclopedonale sul tracciato dismesso della ferrovia nella Riserva Naturale Orientata della Timpa. (Info: http://www.giornatefai.it).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lombardi, Retequattro porta il docu in prima serata
Sabato 8 ‘Milano 2020’, 70 giorni vissuti per salvare il paese
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
20:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Diego, 18 anni e i suoi polmoni bruciati dal virus, e poi la sala di rianimazione dell’Ospedale Policlinico e dell’Ospedale San Raffaele, la redazione di un quotidiano milanese, le sale operative del Comando dei Carabinieri, il volontariato di Emergency e della Casa della Carità. La cronaca dei 70 giorni in cui tutto è iniziato, dal 23 febbraio al 4 maggio raccontati in presa diretta in un documentario, ”Milano 2020”, che Mediaset trasmetterà meritevolmente sabato 8 maggio in prima serata su Retequattro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Milano 2020″, il film che ricostruisce l’inizio di un’infezione misteriosa nel capoluogo lombardo. Con immagini inedite, storie personali e tante testimonianze, tra cui quelle di Don Virginio Colmegna (Casa della Carità), Mario Nosotti (Policlinico), Marco Tarquinio (Avvenire) e Alberto Zangrillo (San Raffaele).
”La scelta – spiega il direttore di Retequattro Sebastiano Lombardi – è nata prima di tutto dal via libera di Piersilvio Berlusconi. Quando gli ho fatto sapere come era il progetto non ha avuto nessun dubbio ed ha rinunciato a qualunque prospettiva di ascolti. Mi ha immediatamente sostenuto e io ci tenevo molto perché siamo in un momento di passaggio, intravediamo l’uscita, quindi era il momento giusto per fare un punto sul Covid, cosa è stato, per guardare con pudore e dignità alla rete di persone che hanno di fatto portato avanti il paese,. Era indispensabile, poi il pubblico va sfidato, bisogna dargli una fiducia supplementare. Era il momento giusto per non dimenticare e restare uniti come paese”.
”Milano 2020” è realizzato dalla casa di produzione Magnitudo Film, da un’idea di Vito Salinaro, co-autore con Stefano Paolo Giussani. Alla regia, Francesco Invernizzi e Stefano Paolo Giussani. In collaborazione con Arma dei Carabinieri, Gruppo San Donato, Ospedale San Raffaele, Policlinico di Milano, Emergency, Casa della Carità.
Che cosa ha sofferto di più lei direttore in questo anno di pandemia? ”Ho sofferto di non poter stare in una stanza con le persone con cui lavori, perché così si cementano i rapporti, si partoriscono le idee e ci si sente una squadra. Ma è stato anche bello perché abbiamo fatto di tutto per non perderci come azienda, mantenere l’identità e umanità dei rapporti, battute e piccoli momenti di intimità. Eravamo lontani fisicamente ma siamo rimasti molto uniti, poteva essere una catastrofe e non lo è stata”.
Lombardi è tra i direttori più longevi, dopo quasi sette anni alla guida di Retequattro di cui ha cambiato il volto: ”il momento più bello di questi anni è stato quando abbiamo sfasciato tutto, con volontà e sostegno di Piersilvio e Publitalia per ripartire nel 2018 con una rete completamente nuova. Era una sensazione di vertigine, di fare una cosa importante”. Ora per il futuro che cosa manca? ”Con cinque serate d’informazione direi che manca Freedom o qualcosa di simile. Sta andando bene su Italia Uno e sono contento, ma ho la convinzione che un prodotto di quel genere che non è clonabile. Per il resto sono contento perché le nostre produzioni di informazione della prima serata sono leader in Italia, un obiettivo che sembrava difficile ma Fuori dal coro è leader ed ha vinto sempre tranne un paio di volte, Diritto e rovescio ha vinto 15 su quindici serate, Quarta Repubblica e Quarto grado vanno benissimo in giorni impossibili. Del resto per una rete leader nell’informazione è meglio non vincere tutti i confronti, però siamo riusciti ad estendere pubblico al livello che ci interessava, laureati con profilo caratteristico maschile alto istruito capacità di spesa. Insomma basta dire che Retequattro è in overbooking pubblicitario”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
David speciale alla Bellucci icona bellezza italiana
Per lei finora solo una candidatura dall’Accademia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
20:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo quello a Diego Abatantuono di sei giorni fa, arriva oggi a Monica Bellucci il David Speciale 2021 che le sarà consegnato nel corso della 66/a edizione dei Premi David di Donatello, il prossimo 11 maggio in diretta in prima serata su RAI 1. Una sorta di giusto riconoscimento da parte dell’Accademia del cinema italiano verso un’attrice, vera icona di bellezza al livello internazionale, ma con pochissimi premi e comunque nessun David.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
er lei solo una candidatura a questo premio nel 2003 per ‘Ricordati di me’ di Gabriele Muccino. Poi nel 1988 due Globi d’oro della stampa estera come miglior attrice per ‘L’ultimo Capodanno’, un Globo d’oro europeo nel 2005 e, infine, due Nastri d’argento dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici ottenuti rispettivamente come attrice non protagonista in ‘Ricordati di me’ nel 2003 e nel 2017 per ‘Sulla via lattea’.
Tra i privilegi di questa attrice nata a Città di Castello 56 anni fa, il fatto di piacere anche molto alle donne, non aver utilizzato per ora mai ritocchi estetici e non aver paura di invecchiare. Dalla sua ha anche una grande capacità di autoironia: In ‘Chiami il mio agente’, la serie tv cult di Netflix, un uomo che non la riconosce le dice: “Lo sai che assomigli a Monica Bellucci? Ma è una tale cretina, non ha niente da dire”.
Due figlie, Deva, sedici anni e mezzo, e Léonie, undici, entrambe avute dall’attore Vincent Cassel, l’hanno resa, ha affermato in diverse interviste, più saggia e meno in conflitto anche con il mondo maschile.
Nel giugno 2017 l’Academy of Motion Picture Arts and Sciences l’ha invitata come membro fisso in rappresentanza dell’Italia a far parte della giuria di votanti responsabili di assegnare i Premi Oscar.
Nel suo ultimo film, ‘The Girl in the Fountain’, diretto da Antongiulio Panizzi, interpreta Anita Ekberg. Qui la Bellucci, in versione bionda, si misurerà nella celebre scena della Fontana di Trevi. Si tratta di una biopic sulla star svedese che coniuga realtà e mito.
“Una carriera stellare e tuttavia saggia, che parte da Città di Castello e dalla nostra commedia, e si lascia valorizzare da grandi autori come Francis Ford Coppola e Giuseppe Tornatore diventando subito internazionale, con in più la devozione del cinema francese dalla sua parte – così Piera Detassis, Presidente e Direttore Artistico dell’Accademia del Cinema Italiano – Il David Speciale a Monica Bellucci – continua la Detassis – riconosce la sua bellezza unica ma soprattutto la capacità di giocare d’azzardo e provocazione, come nel caso di Irréversible, alternando registi riconosciuti a giovani debuttanti o innovatori e scegliendo quasi sempre lo slancio d’autore, dai Wachowski a Virzì, da Sam Mendes a Maria Sole Tognazzi, da Terry Gilliam a Kusturica, da Claude Lelouch a Kaouther Ben Hania. Bellucci incarna la rara capacità di essere icona globale, senza perdere di vista il lavoro creativo e la comunità artistica. Carismatica, cosmopolita e insieme profondamente italiana”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Caparezza, “con Exuvia ho fatto pace con il passato”
Esce 8/o album, “A dischi belli preferisco quelli con un’anima”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
6 maggio 2021
20:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un lavoro lungo, “estenuante, l’album più difficile degli otto che finora ho realizzato, perché ce ne sono altri sette con cui fare i conti e perché strada facendo gli argomenti diventano pochi e la voglia di portare qualcosa alle orecchie di altre persone si indebolisce. Ma a non interessano i dischi belli, piuttosto quelli che hanno anima e sentimento autentico”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A quattro anni da “Prisoner 709”, Caparezza è pronto a tornare, finalmente, con un nuovo disco in studio, in uscita domani per Polydor/Universal Music, dal titolo Exuvia, termine che indica ciò che resta dell’esoscheletro dopo la muta di un insetto.
“Quando osservo i miei video, quando ascolto le mie canzoni, quando rileggo i miei testi penso sempre che non mi appartengano più, come un’exuvia”. Il disco celebra così il rito di passaggio, la personale trasformazione del rapper pugliese, la sua nuova pelle, il viaggio dal passato al presente per riannodare i fili e assolversi.
“Sono riuscito a far pace con il passato – racconta Caparezza, che ha presentato alla stampa il suo disco con una passeggiata virtuale in una foresta immaginario, che sarà a disposizione dei fan nei prossimi giorni -. Ho affrontato di petto, come non avevo mai fatto prima alcune cose che non ho vissuto benissimo”. Come l’esperienza di Mikimix, il progetto precedente a quello di Caparezza, che lo ha visto esordire a Sanremo nel 1997. “Forse l’exuvia più plateale della mia vita artistica. A lungo mi sono vergognato di Mikimix. E’ stata una partenza sbagliata, un passo falso dal quale ho faticato a riprendermi. Stavo nascendo il rap italiano, ma io andavo in una direzione diversa dagli altri. Se sono qui, però, lo devo anche a quel passo sbilenco e dopo più di 20 anni ho diritto di riappacificarmi con il passato, anche verso il futuro”.
Già, perché il riccioluto artista è critico con il passato (non mancano nei testi, sferzanti come sempre, i riferimenti a Sanremo “la mia vera eclisse”, a Castrocaro “Andò bene? Mica tanto. “Levati dal cazzo, caro”), ma ancora di più con il presente. “Analizzo il mio presente e lo vedo estraneo, c’è spaesamento. Sono cambiati i riferimenti culturali, è cambiato il modo di fare politica: ne prendo atto”. Nel mirino anche l’involuzione della musica “e forse Mikimix di questi tempi potrebbe essere Bob Dylan. Il rap di oggi? boh, forse non lo capisco, ma ho la sensazione che non mi piaccia”.
L’album è pieno di citazioni tra arte, cinema, letteratura (“ma non per fare il rapper acculturato, quanto per spiegare i miei stati d’animo. Poi se qualcuno vuole approfondire, meglio”) e di contrasti personali e artistici. “Ci sono Beethoven e i Talk Talk che vanno a braccetto, c’è il Fellini incompiuto e i cartoni animati, c’è la mia tendenza all’introversione e la necessità di essere sotto la luce dei riflettori”.
Exuvia contiene 14 brani (“ognuno è una riflessione sul mio passato, sul mio presente e sul mio futuro e racconta passi avanti, passi falsi, passi indietro”) scritti, composti, prodotti da Caparezza e mixati da Chris Lord-Alge.
“Rappresentano il percorso di un fuggiasco che evade dalla prigionia dei tempi andati. Ed è questo il legame con il disco precedente: lì fuggivo da una prigione mentale. Exuvia parte dal momento dell’evasione e la foresta è davanti a me, pronta ad accogliermi, un luogo dove perdersi e ritrovarsi. Mentre lo realizzavo ho pensato che potesse essere il secondo capitolo di una trilogia: prigionia, fuga e poi libertà. Mi lascio una finestra aperta, vediamo cosa ci farò”.
Nei giorni in cui continua a tenere banco la polemica sul discorso di Fedez al Concerto del Primo Maggio, Caparezza si schiera con il collega: “Credo che le sue parole siano condivisibili, anzi sono sorpreso che abbiano suscitato tanto clamore. Quello è un palco deputato alla presa di posizione.
Anche io ai tempi di Vieni a Ballare in Puglia ho avuto problemi con la politica che voleva boicottarmi. Finirà che non succederà niente, si parlerà della polemica fine a se stessa e non dei contenuti, della necessità del DDL ZAN, fino al prossimo polverone”. Parole che lasciano trasparire un po’ di disillusione. “Nel tempo ho capito che certe cose lasciano il tempo che trovano, c’è bisogno di azioni concrete: i cartelli o le foto con le scritte sui social? Gli hashtag? Non ci credo più. Serve agire”. E come? “Alle fotografie sui social, ad esempio, preferisco in Bauli in piazza a sostegno dei lavoratori dello spettacolo. Io, dal canto mio, sono impegnato con Scena Unita”.
Il suo impegno verso le maestranze lo ha messo anche nella realizzazione tutta pugliese di Exuvia che da febbraio 2022 (“pandemia permettendo”) sarà anche in tour nei palasport.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Audiolibri, ascoltatori arrivano a 10 milioni in Italia
NielsenIQ per Audible, +11% sul 2020. Prevalgono Millennials
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
06 maggio 2021
20:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cresce la passione degli italiani per gli audiolibri: rispetto al 2020 si registra un +11% per un totale di 10 milioni di ascoltatori nel 2021. Lo dicono i trend di ascolto sugli audiolibri fotografati dall’ultima ricerca NielsenIQ per Audible (maggio 2021).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ed emerge un nuovo dato interessante: per oltre il 40% degli italiani, gli audiolibri sono motivo di compagnia e conforto. Il 43% degli audiolettori li ritiene dei validi alleati contro la solitudine mentre il 40% li ascolta come antidoto all’insonnia.
Aubible, la società Amazon tra i maggiori player nella produzione e distribuzione di audio entertainment di qualità (audiolibri, podcast e serie audio) compie 5 anni e festeggia dunque il compleanno con un bel traguardo.
“Sono trascorsi 5 anni dall’arrivo del servizio di Audible in Italia e siamo davvero felici di constatare che tra le abitudini degli italiani, ogni anno di più, trovano accoglienza audiolibri, podcast e serie audio, i tre formati principali dell’audio parlato. Con Audible continuiamo a investire per rendere il nostro catalogo sempre più completo e interessante.
L’arrivo di importanti autori in audio, come Alberto Angela, Roberto Saviano e il vincitore dell’ultimo Strega Sandro Veronesi ha contribuito a far avvicinare all’ascolto come forma di fruizione della cultura tantissime nuove persone, ma molto si deve anche alla bravura di voci e autori che hanno fatto la storia di Audible come Matteo Caccia o l’indimenticabile John Peter Sloan per i podcast, o ancora J.K. Rowling ed Elena Ferrante per gli audiolibri” spiega Francesco Bono, Content Director Audible.it.
Nelle classifiche Audible dei primi 5 anni in Italia, al primo posto per gli Audiolibri troviamo Harry Potter e la pietra filosofale di J.K. Rowling. E della Rowling arriva oggi su Audible Le fiabe di Beda il Bardo. Per i Podcast ‘Listen and learn’ con John Peter Sloan; per le Serie Audio, The Sandman – Neil Gaiman & Dirk Maggs; per i Grandi Classici, Il conte di Montecristo; per Fantasy e Fantascienza, Harry Potter; per Gialli e Thriller ‘Io uccido’ di Giorgio Faletti, per la Storia, ‘Cleopatra, donna e regina’ di Alberto Angela; per la Scienza, Storie brutte sulla scienza di Barbascura X; per LGBT, ‘Febbre’ di Jonathan Bazzi e per Bambini, ‘Le cronache di Narnia’ di C.S.
Lewis.
Immutati, nel passaggio dal 2020 al 2021, i piani alti della classifica dei generi più amati in Italia che vede gli intramontabili dello scaffale, i classici al 32%, seguiti dai thriller (28%) e dai libri fantasy e di science fiction (23%).
Dalla ricerca emerge che la maggioranza degli ascoltatori di audiolibri (88%) ascolta e apprezza anche i podcast.
Ma chi sono gli audiolettori in Italia? Per lo più Millennials, il 54% ha tra i 25 e i 34 anni, ed è fra loro che si conta anche la maggior parte dei cosiddetti ‘heavy users’ (7%), ovvero chi ascolta audiolibri tutti i giorni. Numerosi anche gli ascoltatori tra i 18 e i 24 anni, che insieme a quelli che hanno tra i 35 e i 44 anni, si attestano alla pari al 45%. L’ascolto di audiolibri cresce soprattutto nel Centro Italia (51%) e tra quanti utilizzano Internet per oltre 4 ore al giorno (52%).
Ed è la casa a confermarsi, anche nel 2021, il luogo preferito per l’ascolto di un audiolibro, con oltre il 78% degli italiani.
Ma, complice il graduale ritorno a una vita di minore clausura, rispetto al 2020 e al periodo di lockdown, ritorna l’abitudine d’ascolto durante il commuting: crescono gli ascolti in macchina, al 20% rispetto al 14% del 2020, e sui mezzi pubblici, al 14% contro il 12% dell’anno scorso.
La modalità d’ascolto preferita è in solitaria, per l’83%, anche se aumenta la percentuale di quanti condividono il piacere dell’ascolto con altre persone. E sono per lo più i figli (35%) a condividere la passione per l’ascolto. La durata media di una sessione di ascolto è di 25,4 minuti.
Rilassarsi è la prima ragione che spinge gli italiani a infilare le cuffie o attivare lo smart speaker e affidarsi alla trama di un audiolibro (46%). L’ascolto è un modo per imparare e ampliare i propri orizzonti per il 23% degli italiani, mentre il 31% afferma di affiancare l’ascolto alla lettura, in particolare quando non è possibile leggere (+4% rispetto al 2020).
Quasi il 50% degli italiani si dedica all’audio entertainment mentre è indaffarato in altre faccende.
Campionesse di ascolti di Audible in Italia sono Roma, Milano e Torino, dove si ascoltano più contenuti per bambini e audiolibri legati a tematiche LGBT. Seguono Bologna e Brescia. La cosiddetta “geografia degli ascolti” cambia di poco per grandi classici, crime, fantasy e contenuti a tema storico. In quest’ultimo caso, Roma prende il posto di Milano mentre Torino si conferma la terza classificata. Sia a Roma sia a Milano il momento migliore per lasciarsi trasportare dalle voci Audible è la sera, in particolare il momento che precede il sonno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Imprenditrice scomparsa: sit in per non dimenticare
Libera, chi è a conoscenza parli senza lettere anonime
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LIMBADI
06 maggio 2021
20:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La ‘ndrangheta produce una sofferenza immane. Vedo tra questa piccola folla, anche la mamma di Francesco Vangeli, altra vittima di lupara.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Chi è a conoscenza deve parlare direttamente, senza lettere anonime. E’ su questo che bisogna lottare”. A dirlo don Ennio Stamile, coordinatore regionale di Libera in Calabria, nel corso del sit-in organizzato oggi da numerose associazioni per ricordare i 5 anni dalla scomparsa di Maria Chindamo. La 44enne imprenditrice di Laureana di Borrello, scomparve dopo essere arrivata davanti all’ingresso della sua azienda agricola, a Limbadi, nel vibonese. Sulla scomparsa è in corso un’indagine della Dda di Catanzaro e della Procura di Vibo che procedono per omicidio e soppressione di cadavere.
Al sit-in hanno partecipato i figli di Maria Chindamo, il fratello Vincenzo e la madre Pina. “Guardiamo questo cancello.
Ha assistito ad un avvenimento atroce, ma può anche testimoniare la rinascita di un territorio” ha detto Vincenzo Chindamo invocando il cambiamento con una eloquente metafora del vento: “Inizia a soffiare un vento, ma forse è ancora una brezza”. Poi un accorato appello a tutte le istituzioni giudiziarie, affinché facciano non uno ma due passi avanti.
“Nessuno deve pensare che questa sia una battaglia familiare – ha affermato il sottosegretario Dalila Nesci – perché è pubblica, è una violenza verso ogni cittadino”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: raduno negazionista in campagne Olbia, 60 sanzionati
La Forestale li scopre seguendo turisti sbarcati senza test
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
OLBIA
06 maggio 2021
22:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Guardia forestale e carabinieri scoprono un mega raduno di negazionisti in un terreno a Cugnana, nelle campagne di Olbia, organizzato dall’associazione Alu per “discutere la garanzia di difesa dei diritti delle persone”, e sanzionano oltre 60 persone. La stessa associazione in segno di protesta ha inviato una lettera ai ministri della Giustizia, dell’Interno e della Difesa, lamentando una “grave violazione dei diritti umani”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A scovare i negazionisti sono stati i militari del Corpo forestale della Stazione di Olbia, che la mattina del 5 maggio hanno fermato per un normale controllo una famiglia lombarda appena sbarcata dal traghetto attraccato nel porto di Golfo Aranci. Marito, moglie e figli al seguito erano privi della certificazione relativa a tampone negativo, prevista da un’ordinanza regionale. I turisti si sono rifiutati di sottoporsi al test rapido antigenico nel presidio dell’Ats attivato nello scalo portuale, dichiarando di volersi mettere in quarantena in una casa in aperta campagna, a Cugnana. Nel pomeriggio i forestali sono andati a controllare il domicilio indicato dalla famiglia e hanno trovato una trentina di auto parcheggiate e decine di persone radunate in una sorta di arena, con un oratore dotato di megafono al centro.
Non è stato consentito loro l’ingresso e, con la collaborazione dei carabinieri del Reparto territoriale di Olbia, hanno atteso che gli ospiti lasciassero la riunione per identificarli e sanzionarli. Alcuni erano residenti a Olbia, altri provenivano da tutta la Sardegna e hanno dichiarato di essere lì per discutere la garanzia di difesa dei diritti umani delle persone, in riferimento alle misure restrittive adottate dal governi italiano e da altri organi in materia di contrasto al diffondersi della pandemia da Sars-Cov2, giudicati da loro una la violazione dei diritti umani e delle libertà personali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Libia: comandante Aliseo telefona al figlio, ‘sto bene’
Peschereccio in rotta verso Mazara dopo assalto militari libici
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
07 maggio 2021
07:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sto bene, non preoccuparti”. Una telefonata di pochi minuti per rassicurare il figlio e confermare che presto sarà a Mazara del Vallo con tutto il suo equipaggio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È arrivata a tarda notte la telefonata che il giovane armatore Alessandro Giacalone aspettava da ore. Solo dopo le 23 ha avuto la possibilità di sentire suo padre Giuseppe, il comandante del peschereccio Aliseo rimasto ferito al braccio e alla testa ieri per i colpi d’arma da fuoco sparati da una motovedetta della Guardia Costiera libica. “Sono stati pochissimi minuti trascorsi al telefono satellitare di bordo, durante i quali, dalla voce di mio papà, ho potuto constatare che stava bene e che era rimasto ferito solo lievemente”, dice il figlio.
A soccorrerlo a bordo sono saliti i medici militari della fregata Libeccio della Marina Militare. “Mio papà mi ha riferito che i colpi d’arma da fuoco sono stati sparati ad altezza d’uomo – spiega Alessandro Giacalone – e la prova è il fatto che alcuni vetri della cabina di comando sono andati in frantumi. I cocci lo hanno colpito alla testa, mentre un proiettile lo ha ferito di striscio a un braccio”.
L’Aliseo in queste ore sta facendo rotta verso il porto di Mazara del Vallo dove dovrebbe arrivare all’alba di domani.
A bordo i sette uomini d’equipaggio, compreso il comandante: cinque sono italiani, due tunisini. Il motopesca era uscito venti giorni fa per una lunga battuta di pesca del gambero rosso. La zona dove ieri è avvenuto l’abbordaggio da parte della motovedetta libica è particolarmente pescosa, battuta dai pescherecci della marineria mazarese.

Cronaca tutte le notizie Tutti i fatti e gli avvenimenti di Cronaca sempre costantemente aggiornati monitorati approfonditi dettagliati ed affidabili! LEGGI!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 33 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 00:44 ALLE 22:11 DI MARTEDÌ 04 MAGGIO 2021

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ex maresciallo dei Carabinieri ucciso in provincia di Lecce
Un uomo risulta ricercato per l’omicidio del 46enne a Copertino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LECCE
04 maggio 2021
00:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un ex maresciallo dei Carabinieri è stato ucciso con colpi d’arma da fuoco a Copertino, in provincia di Lecce.
Silvano Nestola, 46 anni, era stato in servizio al Comando provinciale leccese fino allo scorso settembre e da allora collocato a riposo perché riformato.
L’uomo è stato ucciso in contrada Tarantino, in circostanze al momento sconosciute. Sul posto è intervenuto il 118. Le indagini sono condotte dai Carabinieri della Tenenza di Copertino e del Ros di Lecce.
Nestola sarebbe stato raggiunto da diversi colpi di pistola, pare almeno sette. Il corpo è stato trovato lungo una strada sterrata tra Copertino e San Pietro in Lama, a ridosso del muro di recinzione di una villa. Quando sono arrivati gli operatori del 118 era già morto. Secondo quanto trapela, dal luogo dell’omicidio sarebbe stato visto scappare un uomo che indossava un cappuccio e che viene ora ricercato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia: blitz carabinieri Catania, ordinanza per 40 indagati
Ergastolano in permesso premio a summit per gestire affari clan
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
04 maggio 2021
06:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gruppi legati a Cosa nostra sono stati disarticolati da un’operazione dei Carabinieri del Comando provinciale di Catania con l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 40 persone nel capoluogo etneo, a Siracusa, Cosenza e Bologna.
I reati ipotizzati, a vario titolo, sono associazione mafiosa, traffico di sostanze stupefacenti, estorsioni e associazione per delinquere finalizzata alla commissione di falsi e truffe ai danni dell’Inps.
Le indagini, coordinate dalla Dda di Catania, hanno permesso di ricostruire gli organigrammi di gruppi mafiosi della famiglia Santapaola-Ercolano a Paternò e Belpasso. Secondo l’accusa, gestivano un fiorente traffico di stupefacenti, in particolare marjuana e cocaina, ma anche estorsioni, riciclaggio, ricettazione e avrebbero creato una situazione di grave condizionamento del tessuto economico locale. Tra gli elementi di vertice, ricostruisce la Dda, c’era il boss Santo Alleruzzo che, nonostante una condanna all’ergastolo per duplice omicidio, mafia e traffico di droga che sta scontando detenuto a Rossano (Cosenza), approfittava dei permessi premio per ritornare nel paese d’origine, Paternò (Catania), dove durante di summit mafiosi continuava ad impartire ordini e direttive per la gestione degli affari del clan.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ex carabiniere ucciso: fucilate mentre usciva col figlio
Erano andati a cena a casa della sorella della vittima
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COPERTINO (LECCE)
04 maggio 2021
08:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aveva finito di cenare nella casa di campagna di sua sorella e stava raggiungendo l’auto parcheggiata all’esterno, in compagnia di suo figlio di dieci anni, quando è stato raggiunto da una raffica di colpi di fucile, quattro dei quali lo hanno colpito, uccidendolo. E’ questa una prima ricostruzione dell’omicidio dell’ex maresciallo dei carabinieri Silvano Nestola, ucciso la scorsa notte da un uomo incappucciato alla periferia di Copertino (Lecce).
Il killer è ricercato in tutto il Salento dove è caccia all’uomo.
A quanto si apprende, Nestola, che aveva 46 anni, stava raggiungendo l’auto con suo figlio quando ha sentito il rumore di alcuni colpi di arma da fuoco. A quel punto avrebbe detto al bambino di rientrare in casa mentre lui ha proseguito verso l’auto incontrando il suo assassino. L’auto di Nestola, una Toyota Yaris, è stata trovata crivellata di colpi.
Nestola era stato in servizio nel comando provinciale di Lecce fino allo scorso settembre e da allora era a riposo perché riformato. Al momento gli inquirenti ritengono poco probabile che l’omicidio possa essere collegato alla criminalità, e indagano anche nella vita privata dell’ex militare.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Traffico rifiuti, 30 ordinanze a Milano
Indagine della Dda e della Polizia Locale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
04 maggio 2021
09:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Trenta ordinanze di custodia cautelare sono in corso di esecuzione da parte della Polizia Locale di Milano in merito a un’indagine denomina ‘Rifiuti preziosi’ che coinvolge il campo nomadi di via Bonfadini, nel capoluogo lombardo. Le ipotesi di reato sono quelle di “estorsione con metodo mafioso, associazione a delinquere per traffico illecito di rifiuti e associazione a delinquere per spaccio di stupefacenti”.

“Le indagini, condotte dai sostituti procuratori Francesco De Tommasi e Sara Ombra, coordinati dalla Procuratore Aggiunto della Direzione Distrettuale Antimafia, Alessandra Dolci – riferisce la Locale – sono state svolte a partire da giugno 2020 e coinvolgono come centro nevralgico della gestione illecita di rifiuti il campo nomadi di via Bonfadini”.
Un incontro stampa è previsto per le 11.30 al Comando della Polizia Locale di Milano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Al rifornimento dei rifugi ora ci pensa il drone
Progetto pilota della Provincia di Bolzano con una start up
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
04 maggio 2021
09:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Alto Adige punta sull’impiego di droni per le consegne settimanali ai rifugi di generi alimentari e di altre merci. Solitamente, infatti, i rifornimenti avvengono con l’impiego di elicotteri, con costi elevati e inquinamento acustico.
Una dimostrazione pratica di come potrebbe funzionare il servizio si è tenuta nei giorni scorsi a Naz-Sciaves, presso la sede della Flying Basket, una start up specializzata in aeromobili a pilotaggio remoto.
I droni consentono la consegna fino a 100 chili di materiale a volo. I gestori dei rifugi di proprietà provinciale potrebbero inviare la “lista della spesa”. Quindi con un autoveicolo gli acquisti potrebbero essere trasportati ad un punto di raccolta convenuto e da lì consegnati in quota al rifugio per mezzo di droni. Le consegne dovrebbero essere settimanali con la possibilità di ulteriori ordini integrativi.
“Con il nostro progetto pilota intendiamo garantire zero emissioni di Co2, dannose per il clima, minor inquinamento acustico e nel tempo anche un risparmio di denaro pubblico”, fa presente l’assessore provinciale Massimo Bessone. “Questa nuova possibilità sarà valutata attentamente assieme ai gestori con i quali si cercherà la miglior collaborazione possibile”, spiega Daniel Bedin, direttore della Ripartizione patrimonio. “Questo tipo di consegna, inoltre, consentirebbe ai gestori dei rifugi di contenere i costi di avvio per la ripresa dell’attività stagionale, un aspetto importante per la ripartenza dopo le chiusure per la pandemia”, aggiunge Bessone.   TECNOLOGIA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Roma: paura per Ubaldo Righetti, ricoverato per malore
L’ex giallorosso si è sentito male durante una partita di padel
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
04 maggio 2021
09:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ore di paura per Ubaldo Righetti che è stato ricoverato al Sant’Andrea nel pomeriggio di ieri dopo un malore che lo ha colpito durante una partita di padel. Il 58enne, oggi opinionista di Roma Tv, non sarebbe in pericolo di vita, è cosciente e le sue condizioni seppur serie non sarebbero gravi.

“Tieni duro Ubaldo, tutti i romanisti sono con te” è lo striscione dei tifosi romanisti per l’ex calciatore giallorosso comparso in città.   CALCIO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Bianchi: tra 10 anni 1,4 milioni di studenti in meno
‘In sede contrattuale va riconosciuto forte impegno dei presidi’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
09:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Mef ci ha riconosciuto gli organici del passato e ha dato qualcosa in più. Nei prossimi 10 anni avremo 1 milione e 400 mila ragazzi in meno, avremmo quindi dovuto avere tanti insegnanti in meno.
Abbiamo bisogno di prof per avere classi più piccole e aumentare il tempo scuola. Dobbiamo uscire dalla meccanica lineare tot docenti-tot studenti. Abbiamo bisogno anche di più dirigenti. I dirigenti hanno una funzione fondamentale, non abbiamo dato il giusto peso alla gravosità degli impegni che hanno avuto, va e andrà riconosciuto di più nel confronto contrattuale”. Così il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi in audizione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Festa Inter: Sala, inevitabile tifosi scendessero in piazza
Strumentalizzazione politica per racimolare qualche voto in più
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
04 maggio 2021
14:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ vero la situazione era certamente prevedibile ma non è pensabile che si potesse evitare che i tifosi scendessero in piazza e sarebbe stato così in qualunque città italiana la cui squadra avesse vinto lo scudetto”. Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha commentato in un video sui social gli assembramenti di domenica sera, e soprattutto in piazza Duomo, dei tifosi dell’Inter.
“Io capisco che le immagini di piazza Duomo abbiano potuto colpire la sensibilità di tanti, e considero con attenzione le voci di tanti milanesi arrabbiati – ha detto -.Capisco di meno la strumentalizzazione politica per racimolare qualche voto in più”.

Sugli assembramenti che si sono verificati in città per i festeggiamenti dei tifosi interisti dopo la vittoria dello scudetto “ho sentito tante lamentele ma non un’idea sensata su come avremmo potuto gestire meglio le strade cittadine. Devo dire che ci ha provato Salvini ipotizzando di portare chissà come i tifosi a San Siro”, ha spiegato il sindaco di Milano. “Ma a tacere che gli stadi in Italia sono chiusi, che assembramenti ci sarebbero stati nell’ingresso e nell’uscita dello stadio? E una volta dentro sarebbero stati tifosi a doverosa distanza o si sarebbero abbracciati? – ha aggiunto -. Questa è stata l’ideona di uno che ha fatto il ministro dell’Interno e quindi presunto addetto ai lavori”. “Come al solito nella critica si è distinta la Lega, quella che vuole aprire tutto ma anche quella che aveva in piazza a festeggiare a Milano un vice ministro e due consiglieri comunali che allegramente postavano le loro foto – ha concluso -. E’ davvero una chicca l’intervista della consigliera ed eurodeputata leghista Silvia Sardone che dice ‘io ero lì per lo shopping’. Certo notoriamente si va a fare shopping con la mascherina dell’Inter e insieme ai compagni di partito”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nasce “segnali di futuro”: la serie online sui macrotrends che caratterizzeranno i prossimi anni
La serie online sui macrotrends che caratterizzeranno i prossimi anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
12:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con l’uscita del primo episodio dedicato alla pandemia e alle crisi mondiali, il 4 maggio prossimo, prende il via Segnali di Futuro, la serie online – con le sue prime cinque puntate – prodotta da Festival del Futuro, la piattaforma fisica e digitale promossa da Eccellenze d’Impresa e Gruppo editoriale Athesis con la direzione scientifica di Harvard Business Review Italia, che affronta i trend principali che influenzeranno la vita sociale ed economica nei prossimi anni.

Prevedere, affrontare e vincere le crisi, il titolo della prima puntata. Gli appuntamenti successivi, rilasciati con cadenza quindicinale, saranno dedicati alla sostenibilità, alla tecnologia e lavoro, alle prospettive economiche, per chiudere con l’innovazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tutti gli episodi saranno introdotti da Enrico Sassoon, Direttore di Harvard Business Review Italia e Direttore scientifico del Festival del Futuro, riprendendo alcuni degli interventi più importanti esposti nell’ultima edizione del Festival. Enrico Sassoon spiega le motivazioni di Segnali di Futuro: “Volevamo che l’evento non si esaurisse con la conclusione del Festival, che è stato un grande successo ed è stato seguito in streaming da quasi 300.000 persone, ma che fosse fruibile anche in tempi successivi, creando una sorta di ponte concettuale tra l’edizione passata e quella futura del Festival”. “Il format scelto – ha aggiunto Luigi Consiglio presidente di Gea Consulenti di direzione – è di poco inferiore ai 30 minuti, una durata che permette di cogliere in breve tempo tutti i temi più importanti sul futuro raccontati da alcuni dei più grandi esperti mondiali, un format agile che completa l’offerta di riflessioni e dibattiti fruibili sulle piattaforme del festival”. Matteo Montan, Amministratore Delegato del Gruppo editoriale Athesis ha commentato: “Con Segnali di Futuro l’offerta del Festival si arricchisce, aggiungendo nuovo valore sia per il pubblico sempre più esteso di questa iniziativa sia per i grandi brand che hanno deciso di esserne partner. Il format è stato pensato per essere diffuso sulle nostre piattaforme digitali e su quelle dei nostri partner, con un’audience potenziale di diversi milioni di persone”. Le prime cinque puntate saranno diffuse sui seguenti siti: – Festival del Futuro – http://www.festivaldelfuturo.eu – Testate Athesis – http://www.larena.it, http://www.ilgiornaledivicenza.it e http://www.bresciaoggi.it – Harvard Business Review Italia – http://www.hbritalia.it – – Eccellenze d’Impresa – http://www.eccellenzedimpresa.it – Futura network – http://www.futuranetwork.eu La serie sarà, inoltre, veicolata sulle emittenti televisive di Athesis, TeleArena e TeleMantova. Le puntate sono state realizzate da Sugo Tv con musiche originali di Gadi Sassoon. Gli interi eventi e dibatti degli scorsi anni possono essere fruiti completamente sul canale YouTube del Festival del Futuro. Il Festival del Futuro è un’iniziativa organizzata da Eccellenze d’Impresa (una partnership tra Gea-Consulenti di direzione, Harvard Business Review Italia e Arca Fondi SGR) e Gruppo Editoriale Athesis. Nato nel 2019, con la partnership di VeronaFiere, nel 2020 è diventato un grande evento digitale che ha totalizzato oltre 870.000 views contando quasi 300.000 visitatori unici e una reach social che ha sfiorato 1 milione di profili raggiunti. L’edizione 2021 si svolgerà dal 18 al 20 Novembre.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Religione: Acs, si istituisca Inviato Speciale libertà fede
L’appello della fondazione pontificia al governo italiano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
04 maggio 2021
11:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre propone al Governo italiano di istituire la carica di ‘Inviato speciale per la libertà religiosa’. Secondo il Rapporto 2021 sulla libertà religiosa nel mondo di Acs, 62 Paesi su un totale di 196 fanno registrare violazioni molto gravi della libertà religiosa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il 67% circa della popolazione mondiale, pari a circa 5,2 miliardi di persone, vive in nazioni in cui tale diritto umano è seriamente minacciato. “La fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre chiede dunque al Governo italiano – sottolineano il presidente Alfredo Mantovano e il direttore Alessandro Monteduro – di istituire la carica di Inviato Speciale per la libertà religiosa, sia per assumere un ruolo identificabile e incisivo a livello internazionale, sia per confermare che il diritto di professare liberamente la fede religiosa, riconosciuto dall’art. 19 della Costituzione italiana, non è circoscritto nell’ambito dei confini nazionali ma, al contrario, deve essere promosso in ogni sede internazionale, nazionale e locale, quale diritto inviolabile di ciascuno”.
Per Acs, di fronte ai dati sulle violazioni della libertà religiosa, “la reazione delle istituzioni nazionali e internazionali appare esitante e tardiva, anche se vi sono alcuni segnali positivi” come “l’istituzione della carica di Ambasciatore per la libertà religiosa e la fede in un numero crescente di nazioni, quali Danimarca, Paesi Bassi, Stati Uniti, Norvegia, Finlandia, Polonia, Germania e Regno Unito”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gestione illecita rifiuti, sequestrato impianto nel Barese
E’ la società ‘Recupero Pugliesi’ a Modugno
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
04 maggio 2021
12:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri del Noe hanno sequestrato l’impianto della società ‘Recuperi Pugliesi’ di Modugno (Bari), che si occupa del recupero dei rifiuti urbani, pericolosi e non, provenienti dalla raccolta differenziata di tutta l’area metropolitana. Il decreto di sequestro preventivo è stato eseguito in quanto l’azienda, a fronte di un limite di stoccaggio pari a seimila tonnellate, aveva realizzato un deposito di 26mila tonnellate di rifiuti solidi urbani disseminati lungo l’intera area aziendale che si estende su una superficie di circa 46mila metri quadri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il provvedimento cautelare si è reso necessario, come evidenziato dai Carabinieri nel verbale di ispezione dei luoghi, e ripreso dal gip nel del decreto di sequestro, perché “in caso di eventuale incendio, la combustione di una tale mole di rifiuti sprigionerebbe nell’aria una quantità di diossina tale da mettere in serio pericolo la popolazione dell’intero circondario e non solo”. I reati contestati al legale rappresentante della società, in cui lavorano 160 persone, sono gestione illecita di rifiuti, deposito incontrollato e inosservanza delle prescrizioni previste dall’atto autorizzativo (art. 256 co. 2 e 4 del Testo Unico Ambientale).
Le indagini, coordinate alla Procura di Bari, sono partite lo scorso 21 febbraio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sicilia: psicosi AstraZeneca, 250mila dosi nei frigo
Il governatore Musumeci, comprensibile ma ingiustificata paura
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
04 maggio 2021
19:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In Sicilia sono 250 mila le dosi di AstraZeneca chiusi nei frigoriferi e al momento inutilizzate. A fornire il dato aggiornato è il dirigente generale del Dasoe, Mario La Rocca, in conferenza stampa nella Presidenza della Regione. “Abbiamo avviato l’open day tre settimane fa per dare forza e impulso alla campagna di vaccinazione e a quella con AstraZeneca in modo particolare, la cui scorta nei frigoriferi è sempre stata abbondante – dice il governatore Nello Musumeci – Verso AstraZeneca c’è stata e c’è una comprensibile ma ingiustificata psicosi, a fronte di 5-6 decessi la cui connessione con il vaccino comunque è stata esclusa”.

La Sicilia avvia la campagna vaccinale di massa nelle isole minori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Saranno somministrate le dosi a tutti i cittadini dai 18 anni in su: si parte nel weekend a Lampedusa e Linosa, da lunedì nel resto delle isole. “Spero che il generale Figliuolo voglia comprendere che da parte nostra non c’è alcuna volontà di essere disobbedienti – dice il governatore Nello Musumeci – ma avvertiamo tutti il peso della responsabilità della specifica condizione epidemiologica dell’isola ma anche di carattere sociale. Dobbiamo correre, altrimenti non ce ne usciremo più da questo tunnel”.

“Abbiamo deciso di aprire da domani la prenotazione ai cittadini dai 50 anni in su: per l’esattezza dai nati dal 1971 (dal primo gennaio) in poi”. Lo annuncia il governatore della Sicilia, Nello Musumeci, in conferenza stampa a Palazzo d’Orleans. “Abbiamo chiesto al commissario Figliuolo, con due lettere, la possibilità di ammettere al vaccino anche le persone al di sotto dai 50 ai 60 anni – afferma Musumeci – Ci è stato sempre risposto che non è possibile, e che può essere consentito solo quando avremo messo al sicuro gli ultra 80enni ma è chiaro che non abbiamo poteri sanzionatori o coercitivi, per convincere i riottosi”.
Sono oltre due milioni le dosi del vaccino di Astrazeneca nei frigoriferi delle regioni: su un totale di 6.565.080 consegnate all’Italia ne sono infatti state somministrate 4.525.107, il 69% del totale. A disposizione ne rimangono dunque 2.039.973, vale a dire il 57,1% di tutte le dosi dei 4 sieri autorizzati dall’Ema e dell’Aifa e non ancora somministrati (che sono complessivamente 3.572.061). Di queste 2 milioni di dosi, una parte deve comunque essere tenuta da parte: la settimana prossima cominceranno i richiami per chi è stato vaccinato a metà febbraio, quando si è iniziato a somministrare il siero dell’azienda anglo-svedese.
Un protocollo per le vaccinazioni anti Covid nelle aziende. Sono le linee guida a cui le regioni stanno lavorando d’intesa con la struttura commissariale per l’Emergenza del generale Francesco Figliuolo. Secondo una prima stima, la vaccinazione nelle grandi aziende – qualche centinaio inizialmente – potrebbe partire nella seconda metà di maggio o alla fine del mese, a seconda dei ritmi della campagna vaccinale. Le aziende dovranno essere inserite nei vari piani delle Regioni e dovranno recepire l’organizzazione della logistica, facendosi carico dei costi della somministrazione, in collaborazione con il sistema sanitario.
La campagna vaccinale continua con focus su anziani e soggetti fragili, mirando a rafforzare un trend positivo che ha fatto registrare incrementi diffusi a livello nazionale, per ciò che riguarda le somministrazioni, contemporaneamente a una decisa diminuzione dei decessi e dei ricoveri ordinari e in terapia intensiva. In particolare, dal 10 aprile ad oggi, si è rilevato un meno 26% di decessi, meno 34% di ricoveri ordinari e meno 31% di ricoveri in terapia intensiva”. Così, a quanto si apprende, viene fatto sapere da ambienti della struttura commissariale del generale, Francesco Figliuolo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La madre di Marco Vannini porta fiori al figlio, ‘tragedia senza vincitori’
La donna al cimitero dopo le condanne confermate dalla Cassazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
16:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“In questa tragedia non ci sono vincitori ma solo vinti ed il primo proprio Marco”. E’ quanto afferma la signora Marina Conte madre di Marco Vannini, tramite il suo legale Celestino Gnazi.
Questa mattina la mamma e il papà del ventenne morto nel 2015 a Ladispoli si sono recati presso il cimitero di Cerveteri per portare fiori sulla tomba del ragazzo.
Un gesto annunciato ieri dopo che la Cassazione ha ribadito la condanna a 14 anni per Antonio Ciontoli e quella a 9 anni e 4 mesi inflitta ai due figli di Ciontoli, Martina (all’epoca fidanzata di Marco) e Federico e alla moglie Maria Pezzillo.
“Una storia in cui sono vinti anche i genitori di Marco – aggiunge il legale – e l’intera famiglia Ciontoli. Spero per loro che adesso si apra un percorso che gli faccia assumere le responsabilità di quanto hanno compiuto”. Per il legale dei Vannini questo è un momento di “profonda tristezza”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: cartoon sui camici per vincere la paura del tampone
L’iniziativa al centro di Villa Bombrini a Genova Cornigliano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
04 maggio 2021
15:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Questa mattina abbiamo scelto di disegnare Scooby Doo per alleggerire la giornata”. Karen Gonzalez, operatrice socio sanitaria in servizio al centro tamponi di Villa Bombrini, a Genova Cornigliano, racconta così il tema scelto per portare un po’ di leggerezza tra i bambini che aspettano di fare il tampone.
La giornata di Karen inizia un po’ prima di quella degli altri, per avere il tempo di disegnare con i personaggi dei cartoon i camici che saranno indossati dai colleghi, ma è una cosa che fa con gioia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Al mattino con i colleghi ci sediamo a ragionare – prosegue Karen – si sceglie da internet il tipo di disegno e poi io li realizzo. Ci sono volte che non riusciamo, per un fattore tempo ma cerchiamo di farlo il più possibile. In media io realizzo tra i 5 e i 7 disegni sui camici, per adesso li faccio su quelli azzurri, che sono più pesanti ma anche più semplici da disegnare, ma adesso che il tempo migliora e si inizia a indossare quelli più leggeri vedremo come fare a realizzare, comunque, i disegni”.
Un’attività che si è sviluppata dal momento dell’avvio dell’attività a Cornigliano e che è stata accolta con gioia dai più piccoli ma anche dagli adulti. “L’idea dei disegni è partita dalla nostra collega Karen per alleviare la sofferenza delle persone – racconta il Coordinatore infermieristico Rehhal Oudghaugh – e questo disegni, effettivamente, danno un po’ di leggerezza ai pazienti in tutto il percorso, dall’accoglienza sino a quando vengono tamponati. La gente è curiosa, chiede il perché di questi disegni, e questo crea un’empatia che per noi è molto preziosa”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fondi Lega:pm chiede condanne fino 4 anni 8 mesi per i contabili
Richiesta nel processo milanese a Di Rubba e Manzoni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
04 maggio 2021
14:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il procuratore aggiunto di Milano Eugenio Fusco e il pm Stefano Civardi hanno chiesto condanne rispettivamente a 4 anni e 8 mesi e a 4 anni per i due revisori contabili della Lega in Parlamento Alberto Di Rubba e Andrea Manzoni, imputati nel processo abbreviato, davanti al gup Guido Salvini, per il caso della compravendita del capannone di Cormano, acquistato dalla Lombardia Film Commission, con la quale sarebbero stati drenati 800mila euro di fondi pubblici.
Nel processo, filone dell’inchiesta milanese che sta scavando anche su presunti fondi neri per il Carroccio, i due sono accusati di peculato, turbativa e reati fiscali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per Di Rubba è stata formulata la richiesta di pena più alta, 4 anni e 8 mesi, in quanto “incaricato di pubblico servizio” perché in quel periodo era presidente di Lfc. Sia lui che Manzoni (chiesti 4 anni) sono ai domiciliari dallo scorso settembre, mentre l’imprenditore Francesco Barachetti, ritenuto dai pm vicino alla Lega e che si occupò sulla carta della ristrutturazione dell’immobile, è a processo con rito ordinario davanti alla settima penale. I due contabili sono imputati per peculato e turbata libertà del procedimento di scelta del contraente (i reati fiscali sono stati stralciati e non sono nelle imputazioni del processo). Tre persone, invece, tra cui il commercialista Michele Scillieri e il presunto prestanome Luca Sostegni, hanno già patteggiato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Farmaco contro Parkinson causa ludopatia, Pfizer condannata
Corte d’Appello Milano, dovrà pagare mezzo milione a 60enne
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
04 maggio 2021
14:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pfizer Italia è stata condannata al pagamento di mezzo milione di euro, tra danni morali ed economici, per gli effetti collaterali di un farmaco per la cura del Parkinson, il Cabaser, che ha causato ludopatia e ipersessualità in un 60enne residente nel centro Italia. A rendere nota la decisione della Corte d’Appello di Milano, che ha confermato la sentenza di primo grado, è lo studio legale Ambrosio & Commodo di Torino, che ha assistito il 60enne.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel corso della causa i periti hanno confermato gli effetti collaterali del farmaco, che l’uomo ha assunto dal 2001 al 2006 e che Pfizer indica nel bugiardino soltanto dal 2007.
Il sessantenne a cui la Corte d’Appello di Milano ha riconosciuto danni per mezzo milione di euro ha assunto il Cabaser dal 2001 al 2006. Cinque anni che gli hanno sconvolto la vita, trasformandolo in un giocatore incallito, durante i quali ha utilizzato 1.802 carte di credito usa e getta per giocare online, lui che fino ad allora non aveva mai giocato. Non solo: è stato anche costretto a lasciare il lavoro in una azienda a cui aveva sottratto 100mila euro, soldi che ora restituirà.
“I primi sintomi si sono manifestati pochi mesi dopo l’assunzione del farmaco – ha raccontato l’uomo ai giudici – Ero diventato ipereccitato sul piano sessuale, poi ho incominciato a giocare, credevo di essere impazzito”.
“Le conclusioni del tribunale nel marzo scorso, con una sentenza inedita ora confermata in Appello – spiega l’avvocato Renato Ambrosio – arrivano dopo due complesse consulenze tecniche cui ha partecipato attivamente anche l’azienda con un proprio esperto, senza però convincere i qualificati periti del giudice”.
“L’informativa è mancata e per lungo tempo i bugiardini hanno del tutto omesso tali informazioni vitali”, aggiunge Chiara Ghibaudo, avvocato dello stesso studio legale. “Non abbiamo mai messo in dubbio l’ottima azione sotto il profilo medico riconosciuta anche dal nostro cliente – sottolinea Stefano Bertone, altro avvocato che si è occupato della causa – ma semplicemente il difetto per mancanza di una qualità fondamentale, ovvero l’indicazione in foglietto illustrativo delle reazioni avverse: gli utilizzatori devono conoscerle in anticipo”. La causa è iniziata nel 2015.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Locatelli, rischio irrilevante nei giovanissimi. 19 morti per Covid sotto i 18 anni
“Percorsi vaccinali approvati dall’Agenzia del farmaco anche per la popolazione pediatrica”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
15:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Nella popolazione pediatrica il rischio di andare incontro a patologia grave da Covid è contenuto se non irrilevante, per tutto questo fortunatamente il prezzo pagato in termine di vite perse nella popolazione pediatrica è stato di 19 pazienti sotto i 18 anni che hanno perso la vita e spesso c’era una patologia concomitante”. I giovanissimi “possono però essere esposti da stress in seguito alle misure per contenere la pandemia”.
E’ quanto ha detto il Coordinatore del Comitato tecnico scientifico, Franco Locatelli in audizione in commissione in Senato.
“Soprattutto in vista della ripresa dell’anno scolastico il prossimo anno, è importante mettere in campo strumenti per una didattica in presenza significativamente maggiore rispetto agli ultimi due anni, con un occhio particolare a quanto attiene il trasporto pubblico locale e con l’attivazione di percorsi vaccinali, una volta che siano approvati dall’Agenzia del farmaco, anche per la popolazione pediatrica”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: festa in un comune zona rossa nel Cosentino,7 multati
Ventuno sanzionati nel week end per violazioni norme
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RENDE
04 maggio 2021
14:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ventuno persone sono state sanzionate dai carabinieri della Compagnia di Rende nell’ambito dei servizi finalizzati al rispetto delle normative anti Covid, intensificati nel weekend sia per la festività del 1 maggio, che delle zone rosse nei comuni di Acri e Montalto Uffugo.
Cinque contravvenzioni sono elevate per il mancato rispetto del divieto di spostamento dalle ore 22.00 alle ore 05.00 senza comprovato motivo.
Nove le persone sanzionate per divieto di assembramento nei pressi di un’attività commerciale di Rose.
Altre 7 contravvenzioni sono state invece elevate per la violazione del divieto di partecipazione alle feste in luoghi all’aperto e al chiuso oltre che al mancato rispetto del divieto di spostamento. Infatti, nella serata del 1 maggio, i militari di Rende hanno sorpreso un gruppo di giovani in una casa di campagna a Montalto Uffugo, dichiarata dall’ultima ordinanza della Regione Calabria “zona rossa”, riuniti in un festa intenti a consumare super alcolici e stupefacenti. Immediate le sanzioni elevate per assembramento e divieto di spostamento in comune diverso, soprattutto in virtù della dichiarata “zona rossa”, oltre che dopo le ore 22.00.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Stralli Morandi ‘miracolati’
Dipendente Spea, certi controlli non potevamo nemmeno chiederli
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
04 maggio 2021
15:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prima del crollo del ponte Morandi (avvenuto il 14 agosto 2018, 43 morti) gli stralli sembrano “subire guarigioni addirittura miracolose”. E’ quanto scrivono gli investigatori della guardia di finanza nelle informative depositate per la chiusura delle indagini sulla tragedia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La procura di Genova ha indagato 69 persone più le due società Aspi e Spea (che si occupava delle manutenzioni).
Tra le relazioni sullo stato di salute del viadotto del 2014 e del 2017 (ultima prima del crollo) “gli stralli a monte, sia della pila 9, sia della pila 10, sembrano subire – scrivono gli inquirenti – “guarigioni” addirittura miracolose: sulla pila 9 ci sarebbe 1 solo cavo con anomalie da corrosione di grado 4 contro i 14 della rilevazione precedente e sulla pila 10 ci sarebbero solo 11 cavi con anomalie da corrosione di grado 4 contro i 24 della rilevazione precedente”.
Non solo. Dalle pagine depositate emergono anche carenze dei controlli anche nelle gallerie.
A raccontarlo è Maurizio Massardo, dipendente Spea. “Ci sono cose – dice al pm – che non era possibile neanche ipotizzare richiedere, tipo, ad esempio, la rimozione delle onduline e delle reti elettrosaldate in quanto tale intervento avrebbe richiesto una chiusura totale della galleria, non in presenza di traffico, per più giorni. Attualmente, invece, Autostrade consente la chiusura totale a prescindere dalle esigenze di traffico. Fino al 31.12.2019 era impensabile chiedere queste chiusure totali e poter svolgere indagini così approfondite.” Una dichiarazione confermata anche dall’ispettore del Mit Placido Migliorino sentito anche lui dal pm. “Ho riscontrato gravi difetti da poter creare pregiudizio alla sicurezza della circolazione. In sintesi, i rapporti trimestrali acquisiti da Spea non rispecchiavano le reali condizioni di conservazione delle opere e i voti attribuiti erano sottostimati”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: regolamentare finanza, speculazione è insostenibile
Videomessaggio per le intenzioni di preghiera di maggio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
04 maggio 2021
16:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa Francesco chiede di regolamentare la finanza perché la situazione, a causa della speculazione è diventata “insostenibile”. “Mentre l’economia reale, quella che crea lavoro, è in crisi – quanta gente è senza lavoro! – i mercati finanziari non sono mai stati così ipertrofici come sono ora.
Quanto è lontano il mondo della grande finanza dalla vita della maggior parte delle persone!”, dice il Papa nel videomessaggio per le intenzioni di preghiera per il mese di maggio. “La finanza, se non viene regolamentata, diventa pura speculazione animata da politiche monetarie. Questa situazione è insostenibile. È pericolosa”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: De Luca, Commissariato e Ministero correggano dati
‘Per ultraottantenni come per gli altri l’adesione è volontaria’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
04 maggio 2021
16:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo chiesto al Commissariato e al Ministero della Salute di correggere la comunicazione relativa alla vaccinazione degli ultraottantenni. Oggi vengono proposte cifre totalmente fuorvianti.
Va chiarito che l’adesione alle vaccinazioni è assolutamente volontaria”. Così il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca.
“Pertanto l’informazione corretta relativa alla percentuale degli ultra 80enni, ultra 70enni e ultra 60enni vaccinati, non può che essere quella relativa a chi ha accettato di fare la vaccinazione, non alla percentuale Istat di popolazione. L’unica vaccinazione obbligatoria è quella degli operatori sanitari, per i quali siamo oltre il 99%. Per quanto riguarda la Campania, la prima dose è stata somministrata al 100% degli aderenti in piattaforma, come da bollettino quotidiano della Regione, che invitiamo a seguire come riferimento. Ci auguriamo che a brevissimo sia il Commissariato che il Ministero vogliano correggere l’informazione sui vaccinati” aggiunge De Luca.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Presunto violentatore seriale a Sassari, arresto convalidato
Il 32enne nigeriano si avvale della facoltà di non risspondere
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SASSARI
04 maggio 2021
17:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La gip di Sassari Carmela Rita Serra ha convalidato l’arresto e confermato la misura cautelare del carcere per Koabr Buhro, accusato di tre tentativi di stupro messi a segno tra giovedì e sabato a Sassari. Nigeriano, 32 anni, destinatario a marzo di un decreto di espulsione e intimazione a lasciare l’Italia emessi da prefetto e questore di Nuoro, già condannato per violenze commesse nel nord della penisola, l’uomo è accusato di violenza sessuale pluriaggravata e continuata e lesioni personali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due episodi su tre risalgono a sabato mattina. Poco dopo le otto gli agenti della squadra Volanti della Questura sono intervenuti su segnalazione di una ragazza appena aggredita mentre faceva attività sportiva lungo la pista ciclabile che costeggia la Buddi Buddi. Qualche minuto prima l’uomo, che è difeso dall’avvocato Natalino Zarelli e che oggi davanti alla giudice si è avvalso della facoltà di non rispondere, aveva fatto lo stesso con un’altra giovane donna.
Ma secondo gli investigatori della squadra Mobile, che sotto la guida del dirigente Dario Mongiovì stanno svolgendo le indagini coordinate dalla sostituta procuratrice Lara Senatore, sarebbe responsabile anche del tentativo di violenza avvenuto giovedì scorso in pieno centro storico ai danni di una barista di 36 anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Csm: Tribunale Milano acquisisce verbale Amara ‘Eni-Nigeria’
Brescia archiviò ‘interferenze su toghe’ dopo mossa pm milanesi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
04 maggio 2021
17:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente del Tribunale di Milano Roberto Bichi ha acquisito nei giorni scorsi dalla Procura di Brescia gli atti del fascicolo archiviato che era stato aperto dopo che i pm milanesi, su decisione del procuratore Francesco Greco, avevano trasmesso ai colleghi passaggi di un verbale dell’avvocato Piero Amara che gettava un’ombra sui giudici del processo Eni-Nigeria poi finito con assoluzioni. Il legale fece riferimento a “interferenze delle difese Eni”, non provate, sul giudice Tremolada.
L’inerzia nell’indagine sul ‘caso Amara’, lamentata dal pm Storari, per alcuni sarebbe legata a questa mossa della Procura sul caso Eni-Nigeria.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: test triplicati e casi sopra 9 mila, ancora 305 morti
Tasso positività cala al 2.9%, è discesa continua dei ricoverati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
18:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quasi triplicano i tamponi, tornando su livelli numerici più accettabili, e i contagi da coronavirus risalgono sopra i 9 mila nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Anche i decessi scavalcano di nuovo quota 300 (sono 305), ma crolla il tasso di positività e continua la discesa di pazienti ricoverati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 9.116 i positivi al test, per la precisione, mentre ieri erano stati 5.948. Ieri le vittime erano state 256.
Sono 315.506 i tamponi molecolari e antigenici effettuati, ieri i test erano stati 121.829. Il tasso di positività è del 2,9%% (ieri era al 4,9%, quindi il 2% in più).
I pazienti ricoverati terapia intensiva per il Covid sono 2.423, in calo di 67 unità rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri sono stati 136 (ieri 121). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 18.176 persone, in calo di 219 unità rispetto a ieri.
In totale i casi dall’inizio dell’epidemia sono 4.059.821, i morti 121.738. Gli attualmente positivi sono invece 413.889 (-9.669 rispetto a ieri), i guariti e dimessi 3.524.194 (+18.477). In isolamento domiciliare ci sono 393.290 persone (-9.383).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Grillo: verso un nuovo interrogatorio per Ciro e i suoi amici
I legali dei giovani stanno valutando dopo la chiusura delle indagini bis
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
18:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Potrebbero essere interrogati di nuovo Ciro Grillo e i suoi tre amici – Edoardo Capitta, Vittorio Lauria e Francesco Corsiglia – accusati di avere stuprato una studentessa italo-norvegese in Sardegna a luglio 2019 dopo una serata passata nella discoteca Billionaire. L’ipotesi è al vaglio dei difensori dei ragazzi.
I legali (Sandro Vaccaro, Romano Raimondo, Gennaro Velle, Ernesto Monteverde e Mariano Mameli) hanno 20 giorni di tempo per chiederlo ai pm della procura di Tempio Pausania. I magistrati ieri hanno chiuso per la seconda volta le indagini sulla vicenda, dopo una prima chiusura a novembre scorso.
I quattro sono accusati di violenza di gruppo nei confronti della studentessa che li ha denunciati. Grillo jr, Lauria e Capitta sono accusati di violenza sessuale anche nei confronti di una seconda ragazza per le tre foto oscene che i giovani hanno scattato mentre lei dormiva. La studentessa aveva denunciato tutto dopo una settimana dalla presunta violenza al suo rientro a Milano. Per i quattro, invece, i rapporti furono consenzienti. Nelle scorse settimane Beppe Grillo aveva pubblicato un video in difesa del figlio e gli amici suscitando numerose polemiche.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Barricato in casa in Brianza, spara 3 colpi pistola
Palazzina circondata dai carabinieri, mediazione in corso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MONZA
04 maggio 2021
18:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo di 55 anni ha esploso tre colpi di pistola nella sua abitazione a Nova Milanese (Monza), all’interno della quale è barricato da diverse ore, a quanto emerso a seguito di una lite familiare.
I carabinieri hanno circondato la zona, bloccato il traffico con delle transenne e sono ora in corso le trattative per convincerlo ad uscire dall’abitazione.
Risulterebbe, ma la dinamica è ancora da ricostruire, un primo intervento da parte della Polizia Locale nella tarda mattinata di oggi, quando all’interno dell’abitazione erano presenti anche moglie, figlia e cognato dell’uomo, ora in salvo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
IL-PUNTO/COVID: Sardegna, frena campagna vaccinazione
Cinque decessi e 104 nuovi casi, tasso positività scende al 3,5%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
04 maggio 2021
18:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In Sardegna si registra un calo nel ritmo delle somministrazioni di vaccini, nelle ultime ore, tuttavia, ha spiegato l’assessore della Sanità Mario Nieddu, “adesso dovrebbero scendere in campo in modo più importante i medici di famiglia, e questo dovrebbe consentirci di recuperare”.
Da domani, ha annunciato l’esponente della Giunta regionale, “i medici di base potranno andare a ritirare le siringhe già pronte per iniziare quindi a vaccinare a domicilio”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le altre ragioni del rallentamento nelle inoculazioni: “Il passaggio dalla piattaforma regionale a quella di Poste ma anche la mancanza di vaccini Astrazeneca.
Sul fronte delle consegne, Nieddu ha ricordato che sabato sono arrivati circa 60mila dosi: “Ora attendiamo altri due invii a maggio e uno ai primi di giugno per un totale di 180mila dosi circa di Pfizer”.
Secondo il report del Governo aggiornato in tempo reale, in Sardegna oggi ha toccato quota 531.297 dosi somministrate (terzultima in Italia con l’80,5%).
Intanto salgono a 54.980 i casi di positività complessivamente accertati nell’isola dall’inizio dell’emergenza: nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 104 nuovi contagi, in aumento rispetto a ieri ma con più tamponi effettuati, 2.919 test, e un tasso di positività che scende al 3,5%.
Si registrano anche cinque nuovi decessi (1.398 in tutto). In calo i ricoveri: sono 354 (-4) le persone attualmente ricoverate in ospedale in reparti non intensivi, 47 (-4) i pazienti in terapia intensiva.
Le persone in isolamento domiciliare sono 16.042 e i guariti sono complessivamente 37.137 (+423) mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell’Isola sono attualmente 2.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Europei: Assessore Lazio, pronti a vaccinare durante partite
‘Modello Nba, tifosi hanno avuto siero durante match’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
19:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Servizio sanitario regionale è pronto a eseguire le vaccinazioni anche in occasione dei prossimi Europei di calcio che la città di Roma ospiterà.
Qualora ci venisse richiesto dalla competente Federazione siamo in grado di allestire dei punti di somministrazione dei vaccini durante gli eventi sportivi”.
Lo annuncia l’assessore regionale alla sanità del Lazio Alessio D’Amato. “Il modello è quello già sperimentato in America dalla NBA e nello specifico dai Milwaukee Bucks che ha vaccinato i propri tifosi tra il primo ed il secondo tempo delle partite di basket”, aggiunge D’Amato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Braccio incastrato in un macchinario tessile, grave 41enne
A un giorno di distanza dalla morte di Luana D’Orazio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
04 maggio 2021
19:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A un giorno di distanza dalla morte di Luana D’Orazio, deceduta a soli 22 anni dopo essere rimasta incastrata in un macchinario tessile in provincia di Prato, oggi si è verificato un infortunio in una ditta tessile di Leffe (Bergamo), la Warmor: in questo caso un operaio di 41 anni, nativo della Romania e residente a Fiorano, è rimasto ferito gravemente. Un braccio gli è rimasto incastrato in un rullo.
Sul posto è arrivato il 118 e l’operaio, che rischia di perdere un braccio, è stato trasferito con l’elisoccorso all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Barricato in casa con pistola in Brianza, si è arreso
Negoziatore lo ha convinto a consegnarsi ai carabinieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MONZA
04 maggio 2021
20:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si è arreso il 55enne che, dalla tarda mattinata di oggi, si è barricato all’interno di un’abitazione di Nova Milanese e che ha esploso tre colpi di pistola dopo l’intervento delle forze dell’ordine, fortunatamente senza ferire nessuno. Insieme al negoziatore, che intorno alle 19 era riuscito a entrare nella palazzina, il 55 enne è uscito da casa e si è consegnato alle autorità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Csm: su caso verbali si muove anche pg Milano
Telefonata Cartabia-Salvi, domani Davigo teste da pm Roma
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
04 maggio 2021
21:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si muove anche la Procura Generale di Milano sul caso dei verbali degli interrogatori resi ai pm milanesi dall’avvocato siciliano Piero Amara che riguardano la presunta loggia segreta Ungheria e che, oltre a portare a uno scontro al quarto piano del Palazzo di Giustizia di Milano tra Francesco Greco con l’aggiunto Laura Pedio e il pm Paolo Storari, sta creando un terremoto nella magistratura, fino al Csm. Mentre in questi giorni, in piena bufera, si sono moltiplicate le attestazioni di solidarietà al pm Storari, il pg del capoluogo lombardo Francesca Nanni, esercitando i suoi poteri di sorveglianza sui magistrati requirenti del distretto, ha chiesto informazioni scritte alla Procura per capire cosa sia accaduto per poi eventualmente riferire al Procuratore Generale della Cassazione Giovanni Salvi. Il quale, dopo aver annunciato possibili iniziative disciplinari ed essersi consultato, in una telefonata di ieri sera, con la ministra della Giustizia Marta Cartabia, sta aspettando gli atti dalle procure interessate dalla vicenda.
Procure che da oggi diventano quattro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Infatti anche quella di Brescia ha aperto un fascicolo, al momento conoscitivo e, quindi, senza indagati né ipotesi di reato, partendo dalle dichiarazioni che Nino Di Matteo, consigliere del Consiglio Superiore della Magistratura ha reso durante il plenum dello scorso 28 aprile: ha informato i colleghi di aver ricevuto, nei mesi scorsi, un “plico anonimo, tramite spedizione postale,” contenente la copia di quei verbali secretati che risalgono al dicembre 2019, accompagnati da una lettera anonima in cui si accusano di inerzia i vertici della Procura milanese. Stesso plico finito tra ottobre e marzo sui tavoli di due giornalisti.
Un capitolo, questo, su cui i pm di Roma hanno aperto una inchiesta nella quale per ora è indagata Marcella Contrafatto, l’ex segretaria di Davigo ai tempi in cui era al Csm: è accusata di essere la ‘postina’ per aver diffuso quelle carte segrete e, per le parole scritte nella missiva d’accompagnamento, risponde di calunnia. Carte che erano state consegnate da Storari nell’aprile del 2020 a Davigo, per autotutelarsi, in quanto all’indomani di quelle rivelazioni sulla non ben definita loggia Ungheria aveva chiesto ripetutamente, senza ottenere risultati, a Greco – che sta lavorando a una relazione per il pg Nanni e per il Csm – e Pedio di iscrivere nel registro degli indagati alcuni nomi, Amara compreso, per associazione segreta per fare subito dei tabulati telefonici e avviare intercettazioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Caso Fedez, domani Di Mare si difende in Vigilanza Rai
Il rapper sul cavallo della Rai, murales davanti alla sede tv
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
19:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Domani la Commissione di Vigilanza Rai ascolterà il direttore di Rai3 Di Mare sul caso Fedez. Nella notte murale nella strada che costeggia la sede principale della tv pubblica, con il rapper sul cavallo simbolo dell’azienda.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Salvini: ‘Pronto a parlare con il rapper, ma non risponde’. Bombardieri: ‘Si parla di lui e non di lavoro’. Il premier Draghi intanto apre il dossier sulle nomine Rai, ma senza accelerare.
Il direttore di Rai3, Franco Di Mare, sarà ascoltato mercoledì 5 maggio alle 19 in commissione di Vigilanza sulla Rai. L’audizione urgente è stata decisa dal presidente della bicamerale, Alberto Barachini, dopo il caso Fedez e le accuse di censura mosse dal rapper alla tv pubblica.
Fedez che doma il cavallo della Rai. E’ il murales spuntato nottetempo in via Podgora, a Roma, la strada che costeggia la sede principale della tv pubblica. L’opera, che porta la firma dello street artist Harry Greb, è intitolata “Non è la Rai” e rappresenta il rapper che cavalca il cavallo simbolo della Rai, sul quale sono impresse frasi estratte dal suo discorso di sul palco del primo maggio: dl Zan, stop omofobia, censura tv pubblica e diritti dei lavoratori.
In mattinata il deputato del Pd Alessandro Zan, autore del ddl anti-omofobia in discussione al Senato, in diretta su RTL 102.5 all’interno di Non Stop News, ha detto: “Penso che chiedere preventivamente ad un artista, che si esibisce sul palco del primo maggio che è il palco dei diritti per eccellenza, il suo discorso per poi tentare di censurarlo, non sia un cosa bella del servizio pubblico, ecco perché è giusto che ci sia un chiarimento anche in commissione di vigilanza e mi sarei aspettato delle scuse più importanti. Certo è che la Rai in questo frangente, non ci ha fatto una bella figura, mi auguro che queste cose non succedano più, in un paese civile ed avanzato come l’Italia non ci può essere nessuna forma di censura”.
“Sono pronto a un confronto con Fedez, con telecamere o meno, per parlare di futuro, di diritti, di arte, di musica, sul suo attico, in autogrill. Per il momento non c’è alcuna risposta. Tuttavia le emergenze dell’Italia sono altre, penso alla ragazza morta ieri in fabbrica”, ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, parlando con i cronisti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Taddia-Grassucci, Chi sono?
100 domande a 30mila ragazzi, la fotografia della Generazione Z
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
09:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FEDERICO TADDIA – DANIELE GRASSUCCI, CHI SONO? IO. LE ALTRE. E GLI ALTRI (De Agostini, pp.240, 14.90 Euro). “Abbiamo voluto fornire ai ragazzi uno strumento per specchiarsi, in se stessi e negli altri, perché ogni originalità ha il diritto di esistere. L’idea era quella di dare voce alle sfumature”. E’ una finestra aperta sul variegato, complesso ed entusiasmante mondo della cosiddetta Generazione Z il libro “Chi sono? Io. Le altre. E gli altri” (De Agostini, in libreria dal 4 maggio) che il giornalista Federico Taddia ha scritto insieme a Daniele Grassucci, direttore di Skuola.net.
Con una grafica accattivante e un linguaggio diretto e privo di retorica, il libro presenta il risultato di un’indagine condotta (con la collaborazione di Skuola.net) su 30mila ragazzi dai 12 ai 17 anni ai quali sono state sottoposte 100 domande (chiuse e aperte) relative a temi identitari, individuali e collettivi, dall’amicizia all’amore, dal corpo al mondo dei social, dal credo al futuro, e poi impegno, rabbia, paura, passioni, rivoluzioni. Le domande sono semplici, le risposte invece svelano l’anima, ferita sì ma anche determinata, di una generazione che in questi ultimi mesi, spesso in silenzio, ha pagato un prezzo alto, subendo forse più di tutti la reclusione forzata imposta dall’emergenza sanitaria.
Il risultato è che dal volume, pensato come strumento utile ai ragazzi ma anche agli adulti, di certo non emerge nessun giudizio univoco sui giovani intervistati, ma solo la voglia di comprenderne sogni e bisogni, dubbi, frustrazioni e certezze: “Abbiamo fatto un vero e proprio viaggio in questa generazione e per fortuna è impossibile generalizzare”, spiega Taddia, “quello che abbiamo capito è che gli adolescenti di oggi hanno la consapevolezza delle proprie potenzialità e dei punti deboli e sanno esprimere fragilità e paure. Questi ragazzi hanno dubbi sugli adulti, ma anche sulla scuola, che vedono stantia e diversa da loro per stimoli, aspettative, modalità e tempi, e sulle istituzioni. E poi si appoggiano tanto sulle amicizie, un aspetto quest’ultimo forse accentuato proprio dalla chiusura degli ultimi mesi”.
Non si sono ripiegati nei social, unico sfogo nella pandemia? “Le risposte rivelano che gli adolescenti si sono stancati dei social, ne hanno scoperto i limiti in tema di relazioni”, afferma il giornalista, “hanno ripreso confidenza con il concetto di passione, dalla chitarra agli scacchi. In generale con la pandemia hanno avuto più tempo per loro, per fare e anche per annoiarsi: sono meglio di quello che pensavamo, hanno solo bisogno di spazi e tempi per farsi capire e per farsi scoprire”.
Nel libro emerge nei ragazzi una grande voglia di fare, e quindi, anche la speranza nel domani che li attende. “Gli adolescenti intervistati pensano di poter essere protagonisti di grandi cambiamenti nel futuro, forse anche sulla scia del fenomeno Greta Thunberg”, afferma. “Forse hanno capito che ora è il loro turno per salvare il nostro Pianeta, e che è l’ultima possibilità non solo sul tema della sostenibilità, ma anche nella lotta alla corruzione, nel rivoluzionare la scuola, nel ripensare il concetto di famiglia, nell’arginare omofobia e razzismo che ritengono incompatibili con la loro idea di società e mondo”. E degli adulti, che opinione hanno? “Non si sentono migliori di mamma e papà, credono abbastanza ai loro adulti di riferimento, dai genitori agli insegnanti, e si fidano – prosegue -, se c’è una accusa è quella dell’assenza dei genitori, di non essere considerati abbastanza e di avere poca voce in capitolo in famiglia”.
Cosa e quanto abbiamo sbagliato con gli adolescenti nell’ultimo, difficile anno? “Siamo stati tutti travolti, credo però che in questo tsunami gli adolescenti siano stati lasciati da parte. Pensando che in qualche modo se la sarebbero cavata, è mancato un focus di attenzione su di loro – afferma -. La scuola poi ha reagito dove ha potuto, è stata una lotteria, a volte ha funzionato altre no. Ma di certo è mancato il contatto, la socialità, la trasgressione delle regole, ed è contestualmente aumentato il conflitto con i genitori. I ragazzi hanno vissuto un periodo contro natura. Basta guardare quello che è emerso sul tema delle paure: hanno detto di aver timore di far male alla famiglia portando a casa il virus, di non vivere pienamente l’adolescenza, di non sapere cosa accadrà la prossima settimana, di essere tristi. Emerge anche la paura della morte, quando invece a questa età ci si dovrebbe sentire immortali. Tuttavia in questi mesi si sono verificati anche dei rimescolamenti nelle relazioni e molti cambiamenti positivi in famiglia, perché con la convivenza forzata finalmente ci si è conosciuti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Procura Perugia ricostruisce rapporti indicati da Amara
Dopo trasmissione atti da pm Milano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
04 maggio 2021
16:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ impegnata nella ricostruzione dei rapporti tra le varie persone indicate nei verbali dell’avvocato Piero Amara la procura di Perugia titolare si uno dei tronconi d’inchiesta relativi alla presunta loggia segreta Ungheria.
I documenti sono stati trasmessi ai magistrati del capoluogo umbro da quelli di Milano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nei verbali vengono chiamate in causa anche alcune toghe in servizio a Roma. Circostanza che ha portato al coinvolgimento nell’indagine dell’Ufficio guidato da Raffaele Cantone competente a occuparsi delle indagini che riguardano i magistrati della capitale.
A Perugia l’indagine è in corso nel massimo riserbo. Il reato ipotizzato nel fascicolo sembrerebbe quello di associazione segreta ma l’indagine sembra puntare anzitutto trovare riscontri o smentite ai presunti rapporti tra i personaggi indicati da Amara.
A coordinare gli accertamenti, oltre al procuratore capo, ci sarebbero anche i sostituti Gemma Miliani e Mario Formisano. Gli stessi che hanno già condotto l’inchiesta a carico dell’ex consigliere del Csm Luca Palamara e hanno firmato l’avviso di conclusione indagini per concorso in millantato credito nei confronti di Amara e altri due indagati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fiction regina dei palinsesti, domina Rai1
Studio Frasi, 30% offerta generaliste prime time, bene ascolti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
13:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tra novità assolute e marchi consolidati, la fiction si conferma un asse portante dei palinsesti, oltre che un punto di forza dell’industria dell’audiovisivo in Italia. Nell’ultima stagione (1 ottobre-25 aprile) ha occupato il 30% dell’offerta complessiva delle generaliste in prima serata, con ascolti importanti in particolare su Rai1.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ il quadro che emerge dal nuovo numero dell’Osservatorio dello Studio Frasi. Nel giorno medio sono soprattutto Italia 1 e Rete4 a riempire i palinsesti di fiction, con programmi per lo più prodotti all’estero. Il maggior numero di ore spetta alla serie Usa CSI per Italia1 e alla soap tedesca Tempesta d’amore per Rete4; per Canale 5 in testa c’è la telenovela spagnola Una vita, per Rai2 NCIS, per Rai1 Il paradiso delle signore e per Rai3 la soap italiana Un posto al sole. La media di ascolto più alta per la fiction nell’intera giornata è appannaggio di Rai1, con 3,4 milioni di spettatori.
In prima serata (programmi che iniziano tra le 21 e le 21.59) la fiction rappresenta il 30% dell’offerta complessiva delle reti generaliste e produce un ascolto medio di 2 milioni. Il genere copre oltre la metà dell’offerta di Rai2 (55.9%) e di Rai1 (52.4%), al terzo posto Italia1 (40.6%). I dati Auditel incoronano Rai1, che con la fiction di prime time realizza un ascolto medio di 4,9 milioni per uno share del 19.9%; Canale 5 è a quota 2,6 milioni pari al 10.7%; seguono Italia1 con 1,4 milioni, Rai2 con 1,2 milioni e Rai3 con 1,1milioni di spettatori.
La fiction di Rai1 guida anche la classifica delle interazioni social (Facebook, Instagram, Twitter, YouTube).
Secondo le voci Talkwalker attribuibili alla fiction (“Serie, Comedy, Drama e Doc & Special interests”) al top c’è Che Dio ci aiuti con 3,6 milioni di interazioni complessive, prodotte per il 64,6% su Instagram. Segue Doc nelle tue mani, con 2,6 milioni di interazioni, il 61% su Instagram. La serie con Luca Argentero, ispirata a una storia vera, ha collezionato anche il maggior numero di like su Facebook, 617mila. Al terzo posto una coproduzione Italia-Usa, We Are Who We Are, miniserie diretta da Luca Guadagnino, prodotta e distribuita da Hbo e in onda su Sky Atlantic, con 2,3 milioni di interazioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fosca Innocenti, al via le riprese della fiction con Incontrada
L’attrice torna su Canale 5, produce Banijay Studios Italy
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2021
13:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono iniziate a Roma le riprese della nuova serie tv ‘Fosca Innocenti’ (titolo internazionale ‘Fosca – A Tuscan policewoman’), che segna il ritorno di Vanessa Incontrada su Canale 5. Diretta da Fabrizio Costa, è una produzione di Banijay Studios Italy, società guidata dal ceo Paolo Bassetti e dall’Head of Drama Massimo Del Frate, per Mediase.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Successivamente il set si sposterà ad Arezzo, ambientazione della storia.
Tra realismo poliziesco e commedia sentimentale, Incontrada è Fosca Innocenti, vicequestore a capo di una squadra investigativa tutta al femminile. Vive in un casolare di campagna ereditato dal padre e circondato da campi di girasole, ama andare a cavallo, ma, soprattutto, ha un gran fiuto, un istinto straordinario che la rende capace di riconoscere odori e profumi e dal quale si lascia guidare per risolvere i suoi casi.
Il punto debole di Fosca è il suo migliore amico Cosimo, interpretato da Francesco Arca, titolare dell’enoteca vicina al commissariato. Tra loro è veramente solo amicizia o c’è qualcosa di più? La decisione di Cosimo di partire per New York rimetterà tutto improvvisamente in discussione ‘Fosca Innocenti’ è prodotta da Massimo Del Frate per Banijay Studios Italy. Il soggetto e la sceneggiatura sono di Dido Castelli e Graziano Diana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Csm: pm Storari indagato a Roma, pronto a chiarire sabato
Invito a comparire per rivelazione segreto ufficio, atto dovuto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
04 maggio 2021
21:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per il caso dei verbali degli interrogatori resi ai pm milanesi dall’avvocato Piero Amara, che riguardano la presunta loggia segreta Ungheria, il pm di Milano Paolo Storari è indagato dalla Procura di Roma, come atto dovuto, per rivelazione del segreto d’ufficio. Storari ha ricevuto un invito a comparire per sabato prossimo ed è pronto a spiegare e a difendere la decisione presa nell’aprile 2020 di consegnare quelle carte ‘secretate’ all’allora consigliere del Csm Piercamillo Davigo per autotutelarsi ritenendo che i vertici del suo ufficio stessero insabbiando le indagini sulle rivelazioni del legale.

Cronaca tutte le notizie Tutti i fatti e gli avvenimenti di Cronaca sempre costantemente aggiornati monitorati approfonditi dettagliati ed affidabili! LEGGI!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 37 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:28 DI DOMENICA 02 MAGGIO 2021

ALLE 00:44 DI MARTEDì 04 MAGGIO 2021

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Travolto mentre attraversa la strada, muore 16enne a Udine
E’ successo nella tarda serata di ieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
02 maggio 2021
09:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un ragazzo, di 16 anni, di Pagnacco (Udine), è morto per le ferite riportate in un investimento stradale accaduto ieri attorno alle 22 in via delle Ferriere, a Udine.
Il giovane stava attraversando la strada quando è stato investito da un’auto di piccola cilindrata, che lo ha scaraventato ad alcuni metri di distanza.
Il ragazzo è morto all’istante. Sul posto sono accorsi immediatamente il personale sanitario del 118 e i Carabinieri che hanno avviato un’indagine.
Al momento dell’incidente stava piovendo a dirotto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cinema, torna l’obbligo in sala prima di streaming, ma è polemica
Franceschini firma decreto finestre. Anec, inaccettabile
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
02 maggio 2021
20:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Film si cambia, con l’Italia che riapre torna la regola del “prima in sala poi in streaming”. Lo annuncia il ministro della cultura, Franceschini, che ha firmato il nuovo ‘decreto finestre’, un provvedimento che reintroduce l’obbligo di uscita in sala per i film che ricevono contributi dallo Stato.
Ora i film potranno approdare sulle piattaforme streaming e in televisione dopo trenta giorni dalla prima proiezione al cinema. “In questa fase di ripartenza è fondamentale sostenere le sale cinematografiche e allo stesso tempo riequilibrare le regole per evitare che il cinema italiano sia penalizzato rispetto a quello internazionale”, dice il ministro. Ma il decreto non va giù agli esercenti, che lo bocciano. “Inaccettabile” lo definisce anzi Mario Lorini, presidente dell’associazione che li rappresenta, l’Anec. Nello specifico, spiegano dal ministero della cultura, sino al 31 dicembre 2021 i film potranno essere distribuiti in piattaforma dopo 30 giorni dall’uscita in sala. Per un’ordinata riprogrammazione delle attività, aggiungono, il decreto prevede anche la validità degli accordi che gli operatori hanno siglato con le piattaforme prima del 2 maggio 2021 ossia nel periodo in cui a causa della chiusura delle sale è stato temporaneamente sospeso l’obbligo di uscita in sala come precondizione per la distribuzione in piattaforma. L’Anec non ci sta: “Si tratta di un provvedimento che intende porre un equilibrio fra i film italiani e quelli internazionali, dimenticando però che in sala sono pianificati, per i primi mesi e salvo occasionali eccezioni, solo film di produzione straniera- denunciano gli esercenti – mentre i titoli nazionali, sostenuti con ingenti investimenti del Ministero, si concentrano con l’uscita in sala in pochi mesi l’anno. Se di riequilibrio si deve parlare, allora da giugno che il Ministro proceda con provvedimenti per portare in sala i film italiani, così come pianificato con quelli internazionali”. E ancora, gli esercenti, sottolinea l’associazione, “stanno riaprendo le sale nonostante le difficoltà e i risultati arrivano, il pubblico risponde così come lo ha fatto a fine agosto e settembre con i film di richiamo che sono stati messi a disposizione”. Il cinema italiano però “è il grande assente per la ripartenza, nonostante i continui proclami di numerose produzioni, attori e registi con prodotti pronti, ma l’urgenza, a quanto pare, è garantirne la tutela per i prossimi 8 mesi, consapevoli che probabilmente per i prossimi 3-4 mesi il numero di titoli italiani che approderà nelle sale sarà solo marginale”. Proprio nei giorni scorsi, ricordano, “abbiamo assistito al film di Verdone proposto in tre sale di Roma, nei giorni della riapertura, senza concedere l’opportunità a nessun altro esercente di programmarlo, salvo poi richiamare l’esclusiva della piattaforma cui è stato venduto. Per non parlare del film di Massimiliano Bruno Ritorno al crimine, di cui non si parla più; titolo che poteva essere portato in sala a settembre quando l’80% degli schermi era aperto”. Il 2021 fa notare il presidente Lorini, “registra perdite dell’esercizio che a fine aprile superano i 400 milioni di euro, nessuno stanziamento ancora definito dal fondo emergenza cinema, una campagna promozionale di rilancio del settore che non ha riscontri, condizioni di mercato che non tengono conto delle difficoltà degli esercenti che riaprono, richiamando gli addetti a lavoro, dando impulso all’economia che ruota intorno alla sala cinematografica. Con queste criticità, che minano la riapertura strutturata dei cinema, si ritiene che l’aiuto alle sale passi dalla urgenza di definire la finestra di 30 giorni al cinema italiano per i prossimi otto mesi?”. POLITICA   CINEMA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

High tech e green, ecco come sarà l’arena del Colosseo
Vince Milan ingegneria. Franceschini, passo avanti per tutela
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
02 maggio 2021
11:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Milan Ingegneria si è aggiudicato il bando di gara lanciato da Invitalia per la ricostruzione dell’arena del Colosseo. Lo annuncia il ministro della cultura Franceschini, che assicura: “è un progetto ambizioso che aiuterà la conservazione e la tutela delle strutture archeologiche recuperando l’immagine originale del Colosseo e restituendogli anche la sua natura di complessa macchina scenica”.
La struttura, sottolineano i progettisti, sarà “estremamente leggera, hig tech e sostenibile”, oltreché “completamente reversibile”. Il progetto vincitore è stato scelto da una commissione aggiudicatrice sorteggiata da Invitalia e composta da Salvatore Acampora, Alessandro Viscogliosi, Stefano Pampanin, Michel Gras e Giuseppe Scarpelli ed è stato redatto in base alle indicazioni degli esperti del Parco Archeologico del Colosseo guidato da Alfonsina Russo. Milan Ingegneria è una società specializzata che ha all’attivo oltre mille progetti in tutto il mondo, a partire dal restauro conservativo della basilica palladiana di Vicenza, e collaborazioni con grandi nomi dell’architettura, da Renzo Piano a Mario Cucinella, da Michele De Lucchi a Rem Koolhas, Arata Isozaki. La nuova arena , sottolineanoi progettisti, sarà impostata alla quota del piano Flavio . Le travi saranno poggiate sulle strutture murarie senza ancoraggi meccanici. Sarà realizzata con una serie pannelli mobili dall’alto contenuto tecnologico in fibra di carbonio rivestita in legno di Accoya. Sarà anche sostenibile perchè per realizzarla “non saranno abbattute essenze pregiate”. Il movimento dei pannelli permetterà l’apertura delle strutture ipogee, garantendone la ventilazione e l’illuminazione. 24 unità di ventilazione controlleranno l’umidità e la temperatura dei sotterranei e in 30 minuti si potrà garantire il ricambio completo dell’aria. Il piano proteggerà le strutture sottostanti dagli agenti atmosferici, riducendo il carico idrico con un sistema di raccolta e recupero dell’acqua piovana che alimenterà i bagni del monumento.
Ora il progetto esecutivo e la gara per individuare l’impresa costruttrice. La nuova arena potrebbe vedere la luce entro il 2022.   SPETTACOLI MUSICA E CULTURA   TECNOLOGIA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Fedez: Chiara Ferragni, sono super fiera
Storia su Instagram dell’imprenditrice digitale e moglie del rapper
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
02 maggio 2021
11:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
”Devo dire che sono super fiera di Fedez, non potrei essere più fiera di così”. A dirlo in una storia su Instagram è Chiara Ferragni, imprenditrice digitale e moglie di Fedez.
”Avere il coraggio di andare contro tutto e contro tutti per dire quello che si pensa non è cosa da poco”, dice ancora Ferragni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Figliuolo: ‘Dopo gli over 65 si può aprire a tutte le categorie’
Dobbiamo premere sulle classi over 60, media ancora bassa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
02 maggio 2021
16:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Dobbiamo premere sulle classi over 60 – per le quali la media di somministrazioni è ancora bassa – e il piano va seguito in maniera ordinata e coerente. Quando avremo messo in sicurezza gli over 65 si può aprire a tutte le classi di età.
Si vada a vaccinare poi classi produttive, penso al settore alberghiero”. Cosi il commissario per l’emergenza, Francesco Figliuolo, alla sua visita nell’hub di Porta di Roma.
“Fare la vaccinazioni nelle scuole ai ragazzi? Ci stiamo pensando, come si faceva una volta negli anni ’70”, ha aggiunto Figliuolo
“Concentriamoci nel mantenere la quota dell’utilizzo del 90% di dosi a disposizione. Non c’è una dose che venga sprecata”, afferma il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, durante la visita all’hub. Concetto che è stato ribadito anche dal Commissario per l’Emergenza Covid.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Saluti romani per commemorazione Mussolini al lago di Como
Cerimonie a Dongo e a Giulino di Mezzegra, Anpi protesta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COMO
02 maggio 2021
13:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da una parte della piazza una settantina di nostalgici fascisti in abbigliamento nero, dall’altra alcune centinaia di manifestanti dell’Anpi e dei sindacati. Si è svolta così, tra saluti romani da una parte, “Bella ciao” e slogan dall’altra questa mattina in piazza Paracchini a Dongo, la commemorazione dei gerarchi fascisti fucilati il 28 aprile del 1945, una cerimonia organizzata dall’associazione Mario Nicollini di Como, autorizzata da Questura e Prefettura e contro la quale si sono alzate molte voci da parte dell’Anpi, dei sindacati e di politici di sinistra.

Al di là del clima piuttosto, teso, tuttavia, non ci sono stati incidenti. Più tardi, a Giulino di Mezzegra, più di cento nostalgici hanno invece ricordato Benito Mussolini e Claretta Petacci nel luogo in cui la storiografia ufficiale colloca la loro fucilazione: il cancello di Villa Belmonte.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, un centinaio di no mask violano coprifuoco a Pesaro
Una denuncia, in 50 identificati da Ps e Cc riceveranno multa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PESARO
02 maggio 2021
13:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre cento persone no mask hanno violato ieri sera il coprifuoco anti covid dalle 22 nella zona mare di Pesaro. Si sono ritrovati per dire no al rientro in casa a causa del coprifuoco, affermando il diritto a rimanere fuori.

Sul posto sono intervenuti polizia e carabinieri che hanno seguito la ‘manifestazione’ filmando i presenti e prendendo il nominativo di una cinquantina di loro. Il gruppo si è anche incamminato in alcune vie vicine a piazzale della Libertà, dove c’è la Palla di Pomodoro per poi riconcentrarsi nel piazzale.
Molti provenivano da fuori provincia. La Digos ha annunciato che invierà a tutti la sanzione di 400 euro. Un 25enne è stato denunciato a piede libero per resistenza a pubblico ufficiale.
Non c’erano sigle politiche o gruppi organizzati tra le fila dei contestatori. Li univa soprattutto la mancanza di mascherina e di distanziamento. Intorno a mezzanotte la manifestazione si è sciolta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: controlli 1 maggio, 2mila sanzioni, 177 denunce
Bilancio di ieri, anche 43 multe a titolari attività commerciali
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
02 maggio 2021
13:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono state 93.096 le persone controllate il primo maggio dalle forze dell’ordine: 1.965 sono state sanzionate, quasi il doppio del giorno prima e 177 denunciate (il 30 aprile erano state 30). E’ quanto rende noto il Viminale.

Le verifiche anti covid hanno riguardato anche 12.960 attività ed esercizi commerciali: 90 titolari sono stati sanzionati, 39 le chiusure.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Fvg, 24 positivi su 2.979 tamponi e test; 3 decessi
Ricoveri terapie intensive 34, in altri reparti 217
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
02 maggio 2021
15:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi in Fvg su 2.280 tamponi molecolari sono stati rilevati 23 nuovi contagi con una percentuale di positività dell’1,01%. Sono inoltre 699 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali è stato rilevato un caso (0,14%).
I decessi registrati sono 3, i ricoveri nelle terapie intensive sono 34 mentre quelli in altri reparti risultano essere 217. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.
I decessi complessivamente ammontano a 3.714, con la seguente suddivisione territoriale: 792 a Trieste, 1.972 a Udine, 663 a Pordenone e 287 a Gorizia. I totalmente guariti sono 88.961, i clinicamente guariti 5.455, mentre quelli in isolamento oggi scendono a 7.022.
Dall’inizio della pandemia in Fvg sono risultate positive complessivamente 105.403 persone con la seguente suddivisione territoriale: 20.691 a Trieste, 50.220 a Udine, 20.528 a Pordenone, 12.789 a Gorizia e 1.175 da fuori regione.
Nel dettaglio dei dati odierni sul Covid-19 in Fvg, nel settore delle residenze per anziani non sono stati rilevati casi di positività né tra le persone ospitate nelle strutture regionali né tra gli operatori chi vi lavorano. Sul fronte del Sistema sanitario regionale, nell’Azienda sanitaria Friuli Occidentale si registra la positività al virus di un medico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata della libertà di stampa: il Movimento Mezzopieno la celebra con l’informazione costruttiva
Approfondimenti e confronti attorno ai modelli e agli strumenti costruttivi messi in campo dal mondo dalle redazioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
02 maggio 2021
18:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il 3 maggio si celebra in tutto il mondo la Giornata Internazionale della Libertà di Stampa, un’occasione per riflettere sull’importanza dei principi in difesa della libertà di parola e di informazione, del pluralismo e dell’indipendenza dei media.
Questi diritti sanciti dalla Costituzione Italiana e dalle principali democrazie di tutto il mondo, assumono un significato di particolare valore sociale e attribuiscono ai media un ruolo estremamente importante nella formazione dell’opinione pubblica, nella creazione della percezione della realtà e sulla qualità della vita dei lettori e della società intera.
In occasione della giornata mondiale per la libertà di stampa, il Movimento Mezzopieno, insieme a oltre 60 enti promotori, aderenti e patrocini, lancia la Giornata nazionale dell’informazione costruttiva per coinvolgere giornalisti di tutta Italia, redazioni e i media nazionali a diversi livelli in un momento di azione e sensibilizzazione sul giornalismo e sull’informazione a servizio della società. Il 3 maggio, i professionisti dell’informazione sono invitati a pubblicare e dare risalto a notizie, approfondimenti, reportage e storie costruttive, cioè che, come prevede la stessa deontologia della professione, siano scritte in modo incondizionato da sensazionalismi, polemiche, fake news e che sappiano aiutare il lettore a comprendere la realtà e portare consapevolezza e fiducia nel mondo e negli esseri umani.
La Giornata è realizzata a livello nazionale e locale su quotidiani, periodici, radio, televisioni e social network, sulla carta stampata e on-line ed è aperta a tutti i giornalisti e ai professionisti dell’informazione e della comunicazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ideata dal movimento Mezzopieno e da un gruppo di media promotori, la Giornata proporrà approfondimenti e confronti attorno ai modelli e agli strumenti costruttivi messi in campo dal mondo dell’informazione e vedrà coinvolti 40 partecipanti in un evento pubblico online, lunedì 3 maggio, dalle 10 alle 16, sulla pagina Facebook del Movimento Mezzopieno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 9.148 nuovi casi e 144 morti in 24 ore
Dato giornaliero vittime è il più basso da 7 mesi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
02 maggio 2021
18:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 9.148 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 12.965.
Sono invece 144 le vittime in un giorno (ieri 226). E’ il dato più basso di decessi per Covid negli ultimi 7 mesi: l’ultimo dato analogo era stato registrato il 26 ottobre 2020, quando il bollettino ufficiale indicava la cifra di 141 morti a causa della pandemia.
In totale i casi dall’inizio dell’epidemia sono 4.044.762, i morti 121.177. Gli attualmente positivi sono invece 430.906 (364 in più rispetto a ieri, aumento che non si verificava dal 5 aprile), i guariti e dimessi 3.492.679 (+8.637).
Sono 156.872 i tamponi molecolari e antigenici. Ieri i test erano stati 378.202. Il tasso di positività sale al 5,8% (ieri era al 3,4%).
Infine, risalgono, anche se di pochissimo, i pazienti ricoverati terapia intensiva per il Covid in Italia: sono 2.524, in aumento di due unità rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono stati 109 (ieri 143). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 18.345 persone, in calo di 36 rispetto a ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nuova bufera sul Csm, Palamara ‘per ora sono solo spettatore’
Vicenda dimostra che sul suo caso c’è “mistificazione dei fatti”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
02 maggio 2021
18:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“In questo momento preferisco essere spettatore, almeno in questi primi giorni”: così l’ex pm romano Luca Palamara, intervenendo a Radio Radicale alla trasmissione dibattito sulla giustizia in occasione dei 91 anni di Marco Pannnella – il leader radicale scomparso nel 2016 – ha risposto a una domanda sulla nuova bufera che agita il Csm.
Per Palamara, comunque, la vicenda dimostra come la stampa sul suo caso “più che un racconto” ha compiuto “una mistificazione dei fatti”.
L’ex pm ha detto di aver accolto l’invito dei radicali “a partecipare” alla loro Commissione giustizia per raccontare “i meccanismi delle nomine” del Csm.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cantieri autostrade: 14 km di coda tra Chiavari e Genova
Incolonnamento di 13 km tra Varazze e Genova
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
02 maggio 2021
19:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pomeriggio di grande disagio per gli automobilisti, incolonnati sulle autostrade liguri a causa dei cantieri. In A10, la Genova – Ventimiglia, ci sono 13 km di coda tra Varazze e il capoluogo.
E la situazione peggiora in A12, la Genova – Rosignano, dove l’incolonnamento verso il capoluogo ha raggiunto i 14 km.
E’ l’effetto dei due giorni di festa coincisi con le riaperture dopo le limitazioni anticovid. In molti, nonostante il meteo incerto, hanno deciso di spostarsi nelle riviere di Ponente e di Levante della regione creando al momento del rientro lunghe file, causate dai lavori in corso. A segnalare lo stato del traffico è il sito di Autostrade. Secondo la polizia stradale serviranno diverse ore per il ritorno alla normalità del traffico.
Ieri il presidente della Liguria Giovanni Toti, a fronte di un’altra giornata difficile per le autostrade, aveva fatto sapere di aver detto ai concessionari di togliere i cantieri nel week end, a partire dalla prossima settima, là dove è possibile.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Donna trovata morta in un cassonetto a Bologna
Il corpo del fidanzato impiccato in casa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
02 maggio 2021
20:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il corpo di una donna di 31 anni è stato trovato in un cassonetto di viale Togliatti, alla prima periferia di Bologna. Quello del suo fidanzato, poco dopo, impiccato nel suo appartamento.

La giovane, camerunense, non era rientrata a casa dopo una serata passata fuori. Le coinquiline hanno dato l’allarme, poi c’è stato il ritrovamento. I poliziotti sono andati a casa del fidanzato, anch’egli del Camerun, 43 anni, trovandolo impiccato.
Sono in corso le indagini della squadra mobile per ricostruire i fatti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: da oggi almeno 7,7 milioni di alunni in classe, il 90%
Stime di Tuttoscuola. Inizia l’ultimo mese di scuola
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
03 maggio 2021
07:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con la sola Valle d’Aosta in zona rossa e con gli istituti superiori che hanno la responsabilità di organizzare in autonomia le attività in presenza dal 70% al 100% dei loro studenti, inizia da oggi l’ultimo mese di scuola. In base alla capienza delle scuole e al “colore” della regione, il numero di alunni in presenza per tutti gli ordini sarà compreso in una “forbice” tra 7,7 e 8,5 milioni.
In particolare, da oggi, il numero degli alunni in classe potrebbe oscillare complessivamente – secondo le stime di Tuttoscuola – tra 7.667.374 e 8.505.440, cioè tra il 90% e quasi il 100% dell’intera popolazione scolastica delle scuole statali e paritarie. La variabilità riguarda solamente le superiori e dipenderà dalle capienze delle aule e dall’eventuale utilizzo anche di spazi esterni favorito dalla stagione primaverile di questo scorcio conclusivo dell’anno scolastico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini anche nelle scuole. Dopo over65 campagna di massa
Altre classi età a fine maggio. Decessi mai così bassi da 7 mesi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
03 maggio 2021
11:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Entro fine maggio si potrebbero fare le vaccinazioni a tutte le classi di età sotto i 65 anni, ovvero la campagna di massa e quella nelle aziende. L’obiettivo del commissario per l’emergenza, Francesco Figliuolo – fermo restando l’arrivo delle dosi previste – è quello di arrivare “al prossimo step, che sarà sulle classi produttive, perché questo sarà un mese di transizione.
Dopo pensiamo all’estate”. E nel frattempo si lavora al piano di immunizzazione degli studenti, con allo studio l’ipotesi del vaccino anti-Covid a scuola come tanti anni fa, quando però allora si somministravano dosi contro il vaiolo.
In queste ore, invece, l’effetto delle inoculazioni contro il coronavirus comincia ad emergere visibilmente sul bollettino: per il quarto giorno consecutivo il numero delle vittime giornaliere è sotto il dato delle 300 e nelle ultime 24 ore è stata registrata la cifra più bassa di decessi per Covid degli ultimi sette mesi, 144 vittime.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ultimo dato simile era stato registrato il 26 ottobre 2020, quando la cifra era di 141 morti a causa della pandemia.
E’ per questo che il generale, nella visita all’hub di Porta di Roma – insiste nei confronti del Lazio (un po’ sotto il target dei 50mila giornalieri negli ultimi giorni) e come regola per tutto il Paese: “dobbiamo premere sulle classi over 60, per le quali la media di somministrazioni è ancora bassa, e il piano va seguito in maniera ordinata e coerente. Quando avremo messo in sicurezza gli over 65 si può aprire a tutte le classi di età.
Si vada a vaccinare poi classi produttive, penso ad esempio al settore alberghiero”. Ma l’assessore alla Salute, Alessio D’Amato, anticipa che “in settimana nella regione si scenderà a ritroso sul target anagrafico, arrivando ai 57/56 e così via”.
In attesa dell’arrivo di oltre due milioni e 100mila dosi di Pfizer tra il 5 e il 7 maggio, in tutta Italia è stato raggiunto – e superato – per il secondo giorno consecutivo l’obiettivo delle 500mila inoculazioni quotidiane. L’importante è anche “concentrarsi nel mantenere la quota dell’utilizzo del 90% di dosi a disposizione”, spiega il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio. Il valore della media delle somministrazioni – riflette in un’analisi il matematico Giovanni Sebastiani – comunque al momento è di 395mila dosi: questo significa che “per raggiungere l’obiettivo di almeno 15 milioni di dosi nel mese di maggio è necessario accelerare ancora”.
Ad aumentare la media, ma solo nei prossimi mesi e probabilmente in seguito all’approvazione di Pfizer o altri sieri per gli under 16, potrebbero essere anche le vaccinazioni nelle scuole ai ragazzi. “Ci stiamo pensando – ammette Figliuolo – funzionerebbe così come si faceva una volta negli anni Settanta”.
Prima, però, ci sono le vacanze e i turisti: Procida, in Campania, si dice pronta ad accoglierli. Nell’isola, ormai (quasi) Covid-free, è stata terminata la vaccinazione dei suoi circa 10mila abitanti, per i quali l’adesione ha raggiunto quasi il 90% della popolazione. Prova a correre anche Napoli, dove è stato inaugurato un centro vaccinale a Capodichino, vicino all’aeroporto, in un hangar messo a disposizione dall’azienda degli aerotrasporti Atitech, dove per la prima giornata c’erano 2mila convocati della categoria 50-59 anni, ma il centro – spiegano – è pensato anche per arrivare fino ad 8mila shot al giorno.
Nuovi numeri anche per le tabelle dei contagi delle ultime 24 ore, in parte condizionati anche dal flusso più lento di informazioni dovuto al week end del primo maggio: sono 9.148 i malati in un giorno, ma il tasso sale dal 3,4% al 5,8%. Gli attualmente positivi sono invece 430.906 (364 in più, aumento che non si verificava dal 5 aprile), il numero totale dei guariti è invece quasi a tre milioni e mezzo. A fronte di queste cifre, gran parte dell’Italia è in zona gialla. L’unica regione che entra in zona rossa in queste ore è la Valle d’Aosta mentre la Sardegna, che diventa arancione, si aggiunge allo stesso colore di Basilicata, Calabria, Puglia e Sicilia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Ndrangheta:estorsione, corruzione e voto scambio,17 arresti
Operazione dei carabinieri coordinata dalla Dda nel Lametino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
03 maggio 2021
08:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ in corso dalla prime ore di oggi un’operazione dei carabinieri nei comuni di Lamezia Terme, Nocera Terinese, Falerna e Conflenti, in provincia di Catanzaro, e nelle città di Aosta, Arezzo e Cosenza, per l’esecuzione a un’ordinanza di misura cautelare emessa dal gip del Tribunale di Catanzaro, su richiesta della Dda du Catanzaro, nei confronti di 19 soggetti, ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione di tipo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, scambio elettorale politico-mafioso, corruzione, estorsione, intestazione fittizia di beni, rivelazione di segreti d’ufficio e turbativa d’asta. Sette le persone finite in carcere, dieci ai domiciliari e due raggiunte da misure interdittive del divieto di contrattare con la pubblica amministrazione e di rivestire uffici direttivi delle persone giuridiche.

Le indagini sono state avviate a seguito della presentazione, da parte di imprenditori lametini di denunce relative a estorsioni poste in essere da appartenenti alla cosca “Bagalà”, operante sulla zona costiera compresa tra i comuni di Nocera Terinese e Falerna. Gli accertamenti hanno consentito di delineare gli assetti della cosca capeggiata da Carmelo Bagalà, già attiva fin dagli anni ’80, evidenziando la presenza egemone sul territorio del predetto sodalizio, manifestata attraverso la commissione di delitti, aggravati dal metodo mafioso, finalizzati alla gestione diretta o indiretta delle attività economiche, con particolare riferimento alle imprese attive nel settore turistico-alberghiero. Emersi rapporti illeciti tra la cosca ed alcuni esponenti delle amministrazioni comunali di Falerna e Nocera Terinese, con capacità di influenza su processi decisionali, amministrativi ed elettivi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Cagliari regala maglia a bimba che fa la Dad fra le capre
La storia in un alpeggio della val di Sole
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRENTO
03 maggio 2021
09:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Cagliari Calcio ha regalato la maglia personalizzata della squadra alla bambina che fa la Dad fra le capre in un alpeggio della val di Sole.
Della storia di Fiammetta, la bambina che ha seguito le lezioni a distanza dai monti della val di Sole mentre il suo papà portava al pascolo il gregge, hanno parlato numerosi media in tutto il mondo.

Il Cagliari Calcio, che nella valle trentina è stato diverse volte in ritiro estivo, ha voluto che la ragazzina diventasse, da dodicesima in campo, “simbolo di resistenza e resilienza: un esempio per quanti, nel periodo così difficile della pandemia, sanno adattarsi alle circostanze e guardare con positività il futuro. Proprio come il Cagliari Calcio, che nella sua lunga storia ha attraversato alterne vicende, sempre però mantenendo saldo il piacere del gioco e lo spirito di squadra”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lite in affittacamere a Roma, 60enne uccide coinquilino
Uomo ha colpito connazionale con sedia e altri oggetti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
03 maggio 2021
10:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ sfociata in omicidio una lite fra due uomini che condividevano una stanza in un affittacamere alla periferia di Roma.
E’ accaduto ieri sera in via dei Frassini, in zona Cinecittà.
Al loro arrivo, i carabinieri del nucleo Radiomobile, allertati da alcuni cittadini, hanno trovato un 60enne romeno esanime a terra. I militari hanno subito bloccato il coinquilino, un connazionale coetaneo. La vittima è deceduta qualche ora dopo in ospedale. A quanto ricostruito, durante una lite nata per motivi banali forse anche a causa del consumo di alcolici, l’arrestato avrebbe colpito il coinquilino con una sedia e altrioggetti. Sul posto per i rilievi i carabinieri della VII Sezione del Nucleo investigativo che hanno posto sotto sequestro la stanza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Ndrangheta:beni per 20 mln confiscati a imprenditore
Ritenuto da Dda in rapporto stretta vicinanza con cosche reggine
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
REGGIO CALABRIA
03 maggio 2021
10:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Beni mobili e immobili per oltre 20 milioni di euro sono stati confiscati all’imprenditore reggino Emilio Angelo Frascati ritenuto in rapporti di stretta vicinanza con la ‘ndrangheta dalla Dda guidata dal procuratore Giovanni Bombardieri. La Direzione investigativa antimafia ha eseguito il provvedimento di confisca di beni emesso dal Tribunale di Reggio Calabria nei confronti dell’imprenditore sessantaquattrenne molto noto nel settore della grande distribuzione alimentare e del commercio di autovetture.

I beni erano stati sequestrati nel febbraio 2019. Oggi il Tribunale ha riconosciuto nei confronti di Frascati una pericolosità sociale fondata principalmente sulle risultanze dell’operazione “Fata Morgana”, poi confluita nel processo “Gotha”. L’inchiesta, coordinata dal pm Stefano Musolino, aveva portato nel 2016 all’arresto dell’imprenditore accusato di avere fatto parte della cosca Libri ponendosi, all’esito della guerra di mafia, quale espressione della ‘ndrangheta nel settore della grande distribuzione alimentare e, più in generale, dell’imprenditoria di settore.
Frascati è stato condannato, in primo grado a 13 anni e 4 mesi di reclusione per associazione di tipo mafioso e turbata libertà degli incanti, aggravata dal metodo mafioso. In appello, nel gennaio scorso, la condanna è stata ridotta a 8 anni di carcere.
Numerosi collaboratori di giustizia lo hanno indicato quale imprenditore espressione della ‘ndrangheta reggina, nella sua componente più alta e rappresentativa, costituita dalla famiglia De Stefano oltre che di quella dei Libri.
Tra i beni confiscati ci sono 8 aziende nei settori della grande distribuzione alimentare, del commercio automezzi, delle costruzioni ed immobiliare. Per quattro imprese è stata disposta la confisca dell’intero capitale sociale e del patrimonio aziendale, per le altre quattro la confisca delle quote riconducibili al Frascati. Sono stati confiscati anche 20 immobili e rapporti finanziari. Il tribunale ha disposto nei confronti di Frascati la sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno per la durata di 3 anni e 6 mesi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ruba offerte da chiese, parroco lo aiuta a trovare lavoro
Aiutato da cc Caorle, doveva sostenere la famiglia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
03 maggio 2021
10:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ruba in chiesa per mancanza di lavoro e una famiglia da mantenere, ma lo stesso parroco e i Carabinieri, che lo avevano arrestato, lo hanno aiutato a trovare un lavoro. E’ successo a Caorle, località del litorale veneziano.
Lo riportano oggi i quotidiani locali.
Il giovane padre di famiglia, 23 anni, si era reso responsabile di 14 furti di denaro dalle cassettine delle offerte nello storico santuario della Madonna dell’Angelo, nel Duomo e nella chiesetta di Santo Stefano, per un totale di circa un migliaio di euro. I carabinieri visionando i filmati del sistema di sorveglianza dei tre luoghi di culto, hanno scoperto che a rubare era sempre la stessa persona, quindi sono risaliti alla sua identità. L’uomo è stato infine bloccato all’uscita di una chiesa con circa 100 euro e l’attrezzatura per il furto, un nastro biadesivo che era stato inserito nelle fessure delle cassettine per sfilare le banconote.
Arrestato per furto aggravato, il 23enne ha addotto come motivo dei furti la necessità di mantenere la famiglia. Con l’aiuto del parroco di Caorle, don Danilo Barlese, che aveva sporto denuncia per i furti, è stato aiutato a trovare un impiego attraverso il Comune, in uno dei ristoranti del centro turistico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Zingaretti, nessun caso di variante indiana tra Sikh
“Anche a Sabaudia sistema tracciamento ha funzionato”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
03 maggio 2021
11:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ad oggi non ci sono casi di variante indiana” nella comunità Sikh del Lazio e, in ogni caso, “sta andando avanti la campagna di tracciamento perché andiamo avanti nella ricerca di questa variante”. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ospite della trasmissione “Uno Mattina” di Rai 1.
“Anche Latina conferma che c’è un ottimo sistema tracciamento – ha aggiunto Zingaretti – Siamo la regione che ha avuto la zona gialla più lunga d’Italia anche per un sistema tracciamento che ha funzionato. L’allarme in una frazione di Sabaudia conferma che mentre si fanno i vaccini continua il tracciamento territoriale. E appena ci si accorge di un problema scattano le misure. Nel caso di questa comunità, quello che sta funzionando molto è la collaborazione con prefettura, forze dell’ordine, il sistema sanitario ma anche con la comunità indiana”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Zingaretti, seconda dose al 90% degli over ottanta
“In settimana confidiamo di aprire a 57-56enni”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
03 maggio 2021
11:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il dato più importante sono i due milioni di vaccinazioni. Siamo praticamente alla chiusura degli over 80 sia per la prima dose e sopra il 90% con la seconda dose.
Molto alta anche la percentuale degli over 70”. Così il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, intervenendo alla trasmissione “Uno Mattina”. “E questo è a mio giudizio il raggiungimento del primo grande obiettivo: mettere al più presto in sicurezza chi aveva molto più di altri il rischio di morire – ha aggiunto -. Confido in questa settimana di poter aprire la vaccinazione ai nati nel 1964/65 perché la massa di coloro che è sopra ha avuto esito positivo. E questo salva le vite, che è la cosa più importante”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Processo morte Astori, ultima udienza a Firenze
Presente in tribunale Francesca Fioretti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
03 maggio 2021
11:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ultima udienza oggi a Firenze del processo per la morte di Davide Astori, il capitano della Fiorentina trovato senza vita la mattina del 4 marzo 2018 nella sua camera di albergo a Udine, dove era in ritiro con la squadra. Unico imputato, per il reato di omicidio colposo, il professor Giorgio Galanti.
Stamani, dopo le eventuali repliche da parte dell’accusa e delle parti, il gup Angelo Antonio Pezzuti si ritirerà in camera di consiglio per le sentenza.
Presente al processo Francesca Fioretti, compagna del calciatore.
Galanti è finito a processo per due certificati di idoneità rilasciati al giocatore quando era direttore sanitario di medicina dello sport dell’Azienda ospedaliero universitaria di Careggi (Firenze). Astori morì per un’aritmia ventricolare maligna, provocata da una grave patologia cardiaca mai diagnosticata. In base alle perizia disposta dal gup, il decesso non avrebbe potuto essere evitato: secondo i periti la notte in cui il capitano viola si sentì male, mentre dormiva, l’unica possibilità per salvarlo sarebbe stata quella che gli fosse stato installato in precedenza un defibrillatore. Eventualità quest’ultima impensabile in assenza di una diagnosi. Diverse le conclusioni delle relazioni dei consulenti della procura e della parti civili. Secondo l’accusa, che ha chiesto per il medico una condanna a 1 anno e 6 mesi, se Astori fosse stato sottoposto a esami più approfonditi, come avrebbero suggerito aritmie rilevate in controlli di routine, sarebbe stato possibile salvargli la vita.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Istat, 746 mila decessi nel 2020, +18% rispetto al 2019
Residenti -384 mila, nascite ancora in calo, -30% in 12 anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
03 maggio 2021
11:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2020 i decessi totali in Italia sono stati 746 mila, il 18% in più di quelli rilevati nel 2019.
Lo rivela l’Istat nel suo report sugli indicatori demografici.
A influire, ovviamente, anche il Covid che ha avuto effetti su tutte le componenti del ricambio demografico, facendo registrare una “dinamica naturale (nascite-decessi)” negativa nella misura di 342mila unità. Al 1° gennaio 2021 i residenti in Italia ammontano a 59 milioni e 259 mila, -384 mila rispetto all’anno precedente. Con l’eccezione del Trentino-Alto Adige, dove la popolazione è aumentata dello 0,4 per mille, tutte le regioni sono interessate da un decremento demografico. La speranza di vita alla nascita, senza distinzione di genere, scende a 82 anni, 1,2 anni sotto il livello del 2019. Per osservare un valore analogo occorre risalire al 2012. Gli uomini sono più penalizzati: la loro speranza di vita alla nascita scende a 79,7 anni, ossia 1,4 anni in meno dell’anno precedente, mentre per le donne si attesta a 84,4 anni, un anno di sopravvivenza in meno. A 65 anni la speranza di vita scende a 19,9 anni (18,2 per gli uomini, 21,6 per le donne). Ancora in calo anche la natalità. Negli ultimi 12 anni si è passati da un picco relativo di 577 mila nati agli attuali 404 mila, il 30% in meno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Zingaretti, nessun caso di variante indiana tra Sikh
A Sabaudia.”Sistema tracciamento ha funzionato”
(2)
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
03 maggio 2021
11:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ad oggi non ci sono casi di variante indiana” nella comunità Sikh del Lazio e, in ogni caso, “sta andando avanti la campagna di tracciamento perché andiamo avanti nella ricerca di questa variante”. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ospite della trasmissione “Uno Mattina” di Rai 1.
“Anche Latina conferma che c’è un ottimo sistema tracciamento – ha aggiunto Zingaretti – Siamo la regione che ha avuto la zona gialla più lunga d’Italia anche per un sistema tracciamento che ha funzionato.
L’allarme in una frazione di Sabaudia conferma che mentre si fanno i vaccini continua il tracciamento territoriale. E appena ci si accorge di un problema scattano le misure. Nel caso di questa comunità, quello che sta funzionando molto è la collaborazione con prefettura, forze dell’ordine, il sistema sanitario ma anche con la comunità indiana”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Davide Astori: condannato il medico sportivo
A Galanti un anno per omicidio colposo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
03 maggio 2021
12:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il professor Giorgio Galanti è stato condannato a un anno di reclusione, pena sospesa, nel processo con rito abbreviato per la morte del calciatore della Fiorentina Davide Astori, trovato senza vita la mattina del 4 marzo 2018 nella sua camera di albergo a Udine mentre era con la squadra. Galanti, unico imputato, era accusato di omicidio colposo per due certificati di idoneità rilasciati al giocatore quando era direttore sanitario di Medicina dello sport dell’Azienda ospedaliero universitaria di Careggi.
Il professor Galanti è stato anche condannato al pagamento di una provvisionale per il risarcimento danni per un ammontare complessivo di un milione e novantamila euro di cui 250.000 a favore della compagna del calciatore Francesca Fioretti, 240.000 per la figlia vittoria, i restanti 600.000 per i genitori del capitano viola, Renato e Giovanna, e per i fratelli Marco e Bruno. La motivazione della sentenza entro 90 giorni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
DIfesa medico:sono stupito, da carte nessuna responsabilita’ – ‘Sono stupito, aspettiamo le motivazioni e poi impugneremo la sentenza’.
Cosi’ il difensore del professor Giorgio Galanti, avvocato Sigfrido Fenyes, commentando la sentenza di condanna a un anno di reclusione inflitta al medico sportivo per la morte del calciatore Davide Astori. ‘Dalle carte processuali – ha proseguito Fenyes – secondo me la responsabilita’ di Galanti non emergeva, e neppure dagli esiti della perizia’.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La compagna, spero sentenza serva a salvare vite – “Sono molto felice e orgogliosa che finalmente sia stata fatta giustizia a Davide, anche se sono molto dispiaciuta perchè a oggi lui poteva essere qui con noi. Spero vivamente che questa sentenza possa servire in futuro a salvare anche una sola vita umana”. Lo ha detto Francesca Fioretti, compagna di Davide Astori, presente in tribunale a Firenze per il processo conclusosi con la condanna del professor Giorgio Galanti, accusato di omicidio colposo del capitano viola.
Legale fratello, fatta giustizia ma resta dolore – “E’ stata ristabilita la giustizia, ma il dolore è tanto perché se non ci fossero stati quegli errori Davide avrebbe potuto essere ancora qua”. Così l’avvocato Alessandro Zonca, legale di Marco Astori, fratello di Davide, commentando la sentenza con la quale il gup di Firenze ha condannato il professor Giorgio Galanti a un anno di reclusione con l’accusa di omicidio colposo per la morte del capitano della Fiorentina. “Si tratta – ha aggiunto Zonca – di una sentenza importante, perché il giudice ha disatteso le conclusioni dei suoi periti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:positivo tenta di imbarcarsi su volo,denunciato medico
Quarantacinquenne bloccato da Polaria a Lamezia Terme
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LAMEZIA TERME
03 maggio 2021
12:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Risultato positivo al Covid 19 ha tentato di imbarcarsi su un volo diretto a Milano. Un medico di 45 anni, A.S., originario della provincia di Reggio Calabria ma residente a Milano, è stato denunciato dagli agenti della Polizia di Frontiera Aerea dell’Aeroporto di Lamezia Terme per aver violato le norme sanitarie in materia di pandemia e per aver fornito false dichiarazioni alle pubbliche autorità.

Il medico, nel pomeriggio del 27 aprile scorso, era risultato positivo al tampone molecolare a cui si era sottoposto a Reggio Calabria, ma all’Unità di crisi, che lo aveva contattato per informarlo e raccomandargli di sottoporsi a quarantena obbligatoria, aveva dichiarato di trovarsi già a Milano dove sarebbe giunto con un volo Ryanair preso in giornata. Preso contatto con la compagnia aerea e la #Polaria dell’aeroporto di Lamezia Terme, il personale dell’ufficio della #Polaria ha accertato, invece, non solo che il medico non era partito nella giornata, per come aveva invece riferito, ma anche che lo stesso era in procinto di imbarcarsi sul volo Ryanair delle ore 21:30 per Milano Malpensa.
A questo punti i poliziotti hanno individuato e controllato il quarantacinquenne nelle sala delle partenze nazionali, impedendogli di imbarcarsi sul volo e diffidandolo a recarsi presso il proprio domicilio, in provincia di Reggio Calabria per osservare la quarantena sanitaria obbligatoria.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Polo acquatico Ostia diventa hub vaccinale,mille dosi/giorno
All’inaugurazione Zingaretti, Barelli, Figliuolo e Curcio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
03 maggio 2021
13:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Polo Acquatico Frecciarossa di Ostia – dove vivono, si formano e si allenano i campioni di nuoto – diventa hub vaccinale, con un potenziale di mille somministrazioni al giorno. La struttura straordinaria inaugurata oggi in presenza del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, del commissario straordinario all’emergenza, Francesco Figliuolo, del capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, del presidente della Fin, Paolo Barelli, e altre autorità.
In accordo con Regione Lazio, Asl Roma3 e Federazione Italiana Nuoto – concessionaria del Polo Natatorio da parte di Roma Capitale – è stata individuata l’area operativa del centro federale, allestita nella zona ovest dell’impianto, con un grande ambiente coperto per accoglienza, triage, vaccinazione e osservazione, uffici per medici, paramedici e operatori e parcheggio scoperto. I locali riservati alle vaccinazioni sono del tutto separati da quelli funzionali a raduni e allenamenti degli atleti di interesse nazionale con l’accesso a piscine, palestra, foresteria, punti ristoro e riunioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Libia: Marina italiana soccorre 7 pescherecci
Pucciarelli, ‘minacciati da arrivo gommone da costa Cirenaica’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
03 maggio 2021
13:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La fregata ‘Alpino’ della nostra Marina militare è intervenuta questa mattina in soccorso di 7 pescherecci italiani minacciati dall’arrivo ad alta velocità di un gommone proveniente dalla costa Cirenaica. Le imbarcazioni italiane, che svolgevano attività di pesca in acque internazionali, sono state messe in sicurezza e si dirigono verso nord, nel Mediterraneo centrale.” Lo rende noto il sottosegretario alla Difesa, Stefania Pucciarelli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Lazio, oltre 2 milioni di somministrazioni
Zingaretti, avanti per riaprire alla vita e al lavoro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
03 maggio 2021
14:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Alle ore 12 abbiamo superato il tetto delle 2 milioni di somministrazioni di vaccini, nel Lazio una persona su tre ha già ricevuto almeno una dose di vaccino.
Voglio ringraziare tutti i nostri operatori che stanno portando avanti con impegno e dedizione la campagna vaccinale”.
Lo dichiara l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. “Da questa sera alla mezzanotte inoltre attiva la prenotazione online sul portale SaluteLazio per la fascia di età 57 e 56 anni (ovvero i nati nel 1964 e 1965), il Lazio corre!” aggiunge.
“Nel Lazio abbiamo superato il traguardo dei due milioni di somministrazioni di vaccino, il 90% degli over 80 prenotati ha completato anche la seconda dose, così come è molto alta la percentuale degli over 70 vaccinati”, afferma il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, su Facebook. “Abbiamo messo in sicurezza chi rischiava molto di più di morire a causa del Covid – prosegue-. Andiamo avanti per riaprire alla vita e al lavoro”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: ‘Diritto Cura’,appello a Wto e Draghi stop brevetti
‘Tragedia India riguarda tutti, punto non ritorno’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
03 maggio 2021
14:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre 390.000 casi di infezione e 3.700 morti in India nelle ultime 24 ore, 69.000 infetti in Brasile nello stesso arco di tempo. Partendo da questi drammatici dati il Comitato italiano ‘Diritto alla Cura’ chiede di sospendere temporaneamente i brevetti dei vaccini in tutto il mondo al Wto, l’Organizzazione mondiale del commercio, e per quanto riguarda il nostro Paese un intervento in tal senso del premier Mario Draghi.

“Al Wto potrebbe essere l’ultima chiamata per i popoli della Terra, un punto di non ritorno: il 5-6 maggio Draghi sostenga la proposta di moratoria dei brevetti di India e Sud Africa, che riguarda tutti, così come gli abbiamo chiesto nella lettera del 19 aprile scorso””, afferma il Comitato.
La campagna, con la petizione Ice (Iniziativa cittadini europei), si propone la raccolta di un milione di firme per “obbligare i governi europei a modificare la loro posizione sui brevetti, Nessun profitto sulla pandemia, tutti hanno diritto alla protezione da Covid-19“.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

“La sospensione temporanea dei brevetti sui vaccini è l’unica scelta da fare con urgenza- sottolinea Vittorio Agnoletto, portavoce della Campagna europea -Right2Cure #NoprofitOnPandemic – perchè solo così si può consentirne la produzione a livello mondiale in tutte le aziende che ne abbiano le tecnologie: l’aumento dei decessi in tutto il pianeta è in stretta correlazione con la mancata disponibilità dei vaccini, che le aziende titolari dei brevetti non sono in grado di assicurare, per cui bisogna urgentemente coprire il fabbisogno mondiale”. Il Comitato denuncia che “solo lo 0,2% delle dosi di vaccini è stato somministrato nei Paesi a basso reddito”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Migranti: superati 10mila arrivi in Italia nel 2021
Il triplo rispetto al 2020. Tunisini e ivoriani i più numerosi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
03 maggio 2021
14:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Superata quota 10mila arrivi di migranti nel 2021 in Italia. L’aggiornamento del Viminale indica 10.107 sbarcati dall’1 gennaio fino a questa mattina; a questi vanno poi aggiunti i 455 a bordo della Sea Watch 4 diretta verso Trapani.
Il dato è il triplo di quello registrato nello stesso periodo dello scorso anno.
Lo scorso 1 maggio si sono avute ben 997 persone giunte via mare sulle coste italiane. Tunisini (1.412), ivoriani (1.237) e bengalesi (1.014) le nazionalità più rappresentate. I minori soli sbarcati sono 1.232.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Madre muore, figlio lascia corpo per 3 mesi in camera
‘Chiuso in me stesso’, ma Cc vagliano ipotesi truffa pensione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
03 maggio 2021
14:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri hanno trovato a Falconara Marittima (Ancona) il corpo di una 78enne morta da circa tre mesi, in avanzato stato di decomposizione e ancora adagiato sul letto della propria camera. Viveva un’abitazione in via Flaminia con il figlio di 47 anni, che non avrebbe denunciato la morte dell’anziana – ma la circostanza è ancora al vaglio degli investigatori – per percepirne la pensione.
La scoperta è stata fatta il primo maggio ma la notizia è trapelata oggi. È stata la figlia della donna a dare l’allarme perché insospettita dei comportamenti del fratello. Gli chiedeva notizie sulle condizioni di salute della madre e il 47enne le rispondeva sempre che stava bene, senza però darle la possibilità di vederla. L’uomo è stato denunciato per occultamento di cadavere, ma si sta valutando anche l’ulteriore ipotesi di truffa. Agli inquirenti avrebbe detto di essersi chiuso in se stesso dopo il decesso della madre avvenuto tre mesi fa. Il pm Rosario Lioniello ha disposto l’autopsia. Un primo riscontro del medico legale sul corpo avrebbe confermato un decesso avvenuto circa 90 giorni fa, probabilmente per cause naturali e nel sonno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un caso variante indiana tra i 23 positivi del volo da India
Spallanzani, altri 12 casi riconducibili ad altri ceppi indiani
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
03 maggio 2021
15:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dei 23 positivi al test molecolare riscontrati fra passeggeri e membri dell’equipaggio del volo proveniente dall’India, atterrato a Fiumicino il 28 aprile, una sola persona presenta tutte le mutazioni tipiche della variante “indiana”. Lo si apprende dallo Spallanzani di Roma.
“Altre 12 sono riconducibili a ceppi indiani mancanti di questa specifica mutazione” aggiunge l’istituto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Festa Inter: Sala a Salvini, gli stadi sono chiusi
E poi, come entrano ed escono 20.000 tifosi senza assembrarsi?
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
03 maggio 2021
16:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“L’ex Ministro dell’Interno, Matteo Salvini chiede: ‘Sala non poteva far entrare 20.00 tifosi in uno stadio che ne contiene 80.000?’. La risposta è no.
Innanzitutto perché gli stadi sono chiusi. E poi, come entrano ed escono 20.000 tifosi senza assembrarsi? “. Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha replicato al leader della Lega, Matteo Salvini, che ha polemizzato sugli assembramenti che si sono verificati ieri sera in città per i festeggiamenti dei tifosi dell’Inter dopo la vittoria dello scudetto.
Sala ha poi aggiunto al suo post sui social l’hashtag #ministropercaso, riferito a Salvini.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: AstraZeneca per Fontana all’ospedale in Fiera
Governatore, somministrazione fatta in luogo simbolo pandemia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
03 maggio 2021
16:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha ricevuto oggi pomeriggio la prima dose di vaccino AstraZeneca, come previsto per gli over 60.
Alle 14.40 si è messo in fila presso il centro vaccinale allestito presso l’ospedale in Fiera a Milano, pochi minuti dopo è stato chiamato per l’accettazione e quindi via con la fase anamnestica e la somministrazione.
Dopo i canonici 15 minuti in sala osservazione, alle 15.15 il presidente ha lasciato la struttura gestita dal Policlinico. “Ho ricevuto una dose di Astrazeneca – ha detto – e non ho sentito nessun fastidio. Sono contento di essere stato vaccinato proprio qua, uno dei luoghi simbolo della lotta al Covid. Tanto è stato fatto in questo posto e quindi mi ha fatto piacere essere chiamato qui. A fine luglio avrò il richiamo. Auspico che tutti i lombardi aderiscano alla campagna vaccinale che è l’unico modo per sconfiggere il virus”.
“La Lombardia ogni giorno – ha concluso Fontana – fa oltre il 23% del totale nazionale delle somministrazioni. Abbiamo bisogno di più vaccini e auspico che l’Europa aumenti le forniture così da immunizzare il prima possibile la popolazione”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Genovese: pm Milano, vada a processo con rito immediato
‘Per violenze su 2 ragazze’. Imprenditore chiede scarcerazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
03 maggio 2021
17:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Milano ha chiesto il processo con rito immediato per l’imprenditore del web Alberto Genovese per le presunte violenze sessuali, con cessione di droga, nei confronti di una 18enne lo scorso ottobre a Milano e di una 23enne lo scorso luglio a Ibiza. La richiesta riguarda le imputazioni per le quali l’ex mago delle start up è in carcere dal 6 novembre e per le quali ha anche ricevuto una seconda ordinanza a febbraio.
Sull’istanza dell’aggiunto Letizia Mannella e dei pm Rosaria Stagnaro e Paolo Filippini dovrà decidere il gip Tommaso Perna. Intanto, la difesa di Genovese ha presentato oggi istanza di scarcerazione al gip.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: casi al minimo da ottobre, 3,5 milioni di guariti
Meno di 6 mila positivi, ma pochissimi test e risalgono ricoveri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
03 maggio 2021
18:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono ancora in calo i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, 5.948, secondo i dati del ministero della Salute. Dal 13 ottobre non se ne registravano così pochi: quel giorno furono 5.898.
Ieri erano stati 9.148. Sono invece le 256 vittime in un giorno (ieri 144).
Sono però solo 121.829 i tamponi molecolari e antigenici effettuati; ieri i test erano stati 156.872. Il tasso di positività è del 4,9% (ieri era al 5,8%).
I pazienti ricoverati terapia intensiva sono 2.490, in calo di 34 unità rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri sono stati 121 (ieri 109). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 18.395 persone, in aumento di 50 unità rispetto a ieri.
Con i 13.038 registrati ufficialmente nelle ultime 24 ore i guariti dal Covid-19 e dimessi in Italia superano i 3 milioni e mezzo. Sono esattamente 3.505.717.
In totale i casi dall’inizio dell’epidemia sono 4.050.708, i morti 121.433. Gli attualmente positivi sono invece 423.558 (-7.348 rispetto a ieri). In isolamento domiciliare ci sono 402.673 persone (-7.364).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Sardegna, netto calo dei contagi (61)
Il dato più basso degli ultimi due mesi, ma ci sono 4 morti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
03 maggio 2021
18:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Primo giorno di zona arancione per la Sardegna, dopo tre settimane in rosso. E si registra un netto calo dei contagi, tornati sotto quota 100 dopo diverse settimane: nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati, infatti, solo 61 casi (per trovare un dato inferiore bisogna tornare all’1 marzo con 45) su 1.436 tamponi eseguiti, con un tasso di positività del 4,2%.

Salgono così a 54.876 i casi positivi al Covid complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. In totale sono stati eseguiti 1.195.227 tamponi.
Si registrano anche quattro nuovi decessi (1.393 in tutto).
Sono, invece, 358 (-4) le persone attualmente ricoverate in ospedale in reparti non intensivi, 51 (+2) i pazienti in terapia intensiva.
Per quanto riguarda la campagna vaccinale, ora la Sardegna ha scorte a sufficienza per dare un’accelerata grazie agli ultimi arrivi, 62.500 dosi, consegnate dalla struttura commissariale.
Nelle ultime 24 il numero di somministrazioni è salito lievemente, toccando quota 11mila e facendo arrivare il totale della vaccinazioni a 522.067, cioè il 77,9% delle 654.090 arrivate.
Sale anche il numero dei soggetti fragili e caregiver vaccinati, 77.911, anche se non si placano le polemiche dei soggetti che rientrano in questa categoria e che non sono riusciti per vari motivi a registrarsi al portale di adesione ai vaccini o a ricevere un nuovo appuntamento dopo essere stati chiamati per l’AstraZeneca, mentre per loro è previsto il siero Pfizer o Moderna, secondo le nuove indicazioni date dalla Regione.
Nel frattempo l’Ats ha attivato una procedura semplificata per gli over 80: tutti i cittadini nati fino al 1941 potranno infatti aderire alla campagna di vaccinazione della Regione, oltre che inviando una mail a prenotazionevaccini.over80@atssardegna.it anche recandosi spontaneamente, senza prenotazione, in tutti i punti di vaccinazione territoriali della Sardegna per ricevere il vaccino.
E In Gallura, che ha visto la somministrazione complessiva di oltre 50.000 dosi, da oggi e sino a nuova comunicazione, nell’hub vaccinale di Olbia si proseguirà con la vaccinazione degli over 80 non ancora vaccinati per motivi personali o di salute.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Omicidio Vannini, la Cassazione conferma le condanne dei Ciontoli. La mamma di Marco: ‘Giustizia è fatta’
Quattordici anni per il padre Antonio, 9 anni e 4 mesi per la mogli Maria Pezzillo e i figli Martina e Federico. L’applauso della famiglia. I Ciontoli si costituiranno stasera in carcere
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
03 maggio 2021
19:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono definitive le condanne a 14 anni per Antonio Ciontoli, e a 9 anni e 4 mesi per la moglie Maria Pezzillo e i figli Martina e Federico, per l’omicidio di Marco Vannini, morto nella loro casa di Ladispoli nella notte tra il 17 e il 18 maggio 2015. La quinta sezione penale della Cassazione ha confermato la sentenza d’appello bis, del 30 settembre scorso, che aveva condannato Ciontoli per omicidio con dolo eventuale e il resto della famiglia per concorso anomalo.
Alla lettura della sentenze della quinta sezione della Cassazione, che ha confermato le condanne per la famiglia Ciontoli per la morte di Marco Vannini, la piccola folla di parenti e conoscenti assiepata fuori dall’aula è scoppiata in un applauso.
Il rigetto dei ricorsi degli imputati è stato accolto da urla di gioia.
“Ci siamo battuti per 6 anni, la paura c’è sempre ma ci abbiamo creduto fino alla fine. Ora giustizia è fatta”. È la prima reazione della mamma di Marco Vannini, Marina, visibilmente commossa dopo la sentenza della Cassazione.
“Sono contento che finalmente è stata fatta giustizia per Marco. Gli avevamo promesso un mazzo di fiori se fosse stata fatta giustizia e domani è la prima cosa che farò”. È il primo commento del papà di Marco Vannini, Valerio, dopo la conferma delle condanne dei Ciontoli in Cassazione.
Amici e conoscenti di Marco Vannini hanno atteso in piazza Cavour, davanti alla sede della Cassazione, la lettura della sentenza. I cartelli che hanno esposto stamattina, e che chiedevano “Giustizia per Marco” sono stati corretti in “Giustizia è fatta”. I genitori di Marco, Valerio e Marina, sono stati accolti dagli applausi.
Stasera la famiglia Ciontoli si costituirà in carcere. Lo riferisce l’avvocato Gian Domenico Caiazza, uno dei difensori, dopo le condanne definitive stabilite dalla Cassazione per l’omicidio di Marco Vannini.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Opposizioni Fvg chiedono Commissione
Oggi 51 casi su 2.238 test, 3 decessi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
03 maggio 2021
19:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Reparti di rianimazione pieni”, “ospedali in sofferenza”, “gravi difficoltà operative denunciate dai professionisti” della sanità e “riduzione” di altre prestazioni “durante il periodo di emergenza”. Sono alcuni temi su cui le opposizioni in Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia chiedono un “approfondimento” alla maggioranza e all’Amministrazione attraverso l’istituzione di una Commissione speciale sulla gestione sanitaria dell’emergenza causata dal Covid 19.
La proposta, contenuta in una mozione, è stata presentata oggi durante un incontro online. “Con la Commissione – ha spiegato il capogruppo del Pd, Diego Moretti – chiediamo di approfondire tutta una serie di questioni su cui a oggi non abbiamo avuto risposta, audendo anche i professionisti. Non è un’iniziativa strumentale o ideologica, è l’esercizio del nostro ruolo di consiglieri. Vogliamo capirne di più e saperne di più, la maggioranza da questo punto di vista è mancata in maniera forte”.
Sul fronte sanitario, oggi in Friuli Venezia Giulia su un totale di 2.238 test sono state riscontrate 51 positività al Covid 19, pari al 2,27%. Nel dettaglio, da 1.784 tamponi molecolari sono stati rilevati 46 nuovi contagi con una percentuale di positività del 2,58%; da 454 i test rapidi antigenici invece 5 casi (1,10%). I decessi registrati sono 3; i ricoveri nelle terapie intensive scendono a 32 (-2) mentre quelli in altri reparti calano a 211 (-6). Lo comunica in una nota il vicegovernatore del Fvg con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 3.717, con la seguente suddivisione territoriale: 792 a Trieste, 1.975 a Udine, 663 a Pordenone e 287 a Gorizia. I totalmente guariti sono 88.996, i clinicamente guariti 5.454, mentre le persone in isolamento sono 7.044. Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 105.454 persone con la seguente suddivisione territoriale: 20.699 a Trieste, 50.231 a Udine, 20.532 a Pordenone, 12.816 a Gorizia e 1.176 da fuori regione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da Gerini a Fiorello, gli attori si prendono la regia
Trinca, Ivone, Fogliati, Cescon e tanti altri all’esordio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
03 maggio 2021
17:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il numero è inconsueto, come un’onda che si propaga, un tam tam, in realtà non organizzato perché ognuno ha la sua storia, il suo percorso. Ad unire i tantissimi attori e attrici che stanno realizzando il primo film o il bis da dietro la macchina da presa è la determinazione a misurarsi con altro, a mettere a frutto le conoscenze acquisite e pensare che quella certa storia viva nel pieno della responsabilità da regia.
E’ sempre accaduto, gli esempi sono infiniti (Sergio Castellitto, Valeria Golino, Giorgio Pasotti, George Clooney, Jodie Foster, Sean Penn, Roberto Benigni, Woody Allen, Angelina Jolie e tanti altri). Ora sembra di assistere ad una nuova ondata. L’elenco dei talenti della recitazione impegnati con il film da regista è lungo: Jasmine Trinca con Marcel! con Alba Rohrwacher, Beppe Fiorello con Stranizza d’amuri, Ginevra Elkann all’opera seconda con Te l’avevo detto, Claudio Amendola con I Cassamortari (ormai navigato, è la sua terza regia), Kim Rossi Stuart con Brado (anche qui terza regia), la pluripremiata Michela Cescon con Occhi Blu con Valeria Golino, Elisabetta Pellini che firma uno degli episodi del collettivo Selfiemania con Milena Vukotic, Pilar Fogliati che prodotta da Giovanni Veronesi prepara con lui la storia di quattro trentenni. E poi ancora Eleonora Ivone con Ostaggi e infine Claudia Gerini che tra tanti progetti da interprete e produttrice prepara il debutto con Tapis Roulant. “Non so se sarà il mio futuro, so che questo film lo volevo fare a tutti i costi, credevo così tanto a questa storia da non poterla delegare ad altri”, dice Eleonora Ivone, in rampa di lancio con Ostaggi: arriva su Sky Cinema Prima Fila Premiere dal 15 maggio, dall’omonima pièce teatrale di Angelo Longoni, tra i protagonisti Gianmarco Tognazzi, Vanessa Incontrada. Anche per Claudia Gerini la molla è stata la storia: “Non sono mai stata tentata dalla regia ma sono cresciuta sui set, lavoro da quando avevo 15 anni, ho accumulato davvero tantissima esperienza, penso di essere matura per questo film molto particolare cui sto lavorando, un progetto in cui la protagonista, che sarò io stessa, vede gli altri attraverso un tablet. Così ho deciso: stavolta il salto lo faccio io”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cinema: incassi, Nomadland al top nel primo weekend in sala
Al 2/o posto Minari. Molte sale e multiplex ancora chiusi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
03 maggio 2021
14:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ Nomadland di Chloé Zhao a conquistare la vetta nella classifica dei film più visti in Italia, secondo i primi dati Cinetel del weekend dalla riapertura delle sale, ancora molto parziale, visto che molte sale e i principali multiplex non sono ancora ripartiti (prevedono in gran parte di riaprire da metà maggio). Il film vincitore di tre Oscar, presente nel fine settimana in 137 sale, ha incassato 429.047 euro, ottenendo anche la media più alta per sala (3122 euro).
Al secondo posto, molto distanziato, c’è Minari di Lee Isaac Chung, vincitore dell’Academy Aaward per la migliore attrice non protagonista a Yuh-Jung Youn: ha incassato con 79.385 euro (in 74 sale) Ottimo terzo posto per il ritorno in sala a 20 anni dall’uscita, del cult di Wong Kar-Wai In the mood for love (31.149 euro di incasso).
E’ quarta la dramedy Est – Dittatura Last Minute di Antonio Pisu, con Lodo Guenzi, che ha registrato 15.022 euro, mentre in quinta posizione debutta l’Orso d’oro a Berlino Sesso Sfortunato O Follie Porno di Radu Jude (10.263 in totale). Segue I predatori, opera prima di Pietro Castellitto, premiata a Venezia nella sezione Orizzonti per la migliore sceneggiatura, al sesto posto sesto con 4.631 euro incassati in 19 sale.
Settima la commedia Un divano a Tunisi (3.939 euro). E’ ottavo il film d’animazione italiano che parla di difesa dell’ambiente, Trash di Francesco Dafano e Luca Della (3.509). Al nono posto il racconto famigliare Lei mi parla ancora di Pupi Avati (2.891 euro in 15 sale) con Renato Pozzetto, tratto dal romanzo di Giuseppe Sgarbi e Lezioni di persiano di Vadim Perelman, ambientato durante l’occupazione nazista in Francia (2500 euro).
Nel complesso gli incassi, grazie principalmente a Nomadland, registrano un totale di 608.277 euro per circa 450 sale conteggiate nel weekend.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fedez, la bufera delle dichiarazioni vista dai social
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
03 maggio 2021
16:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le dichiarazioni di Fedez durante il concertone del primo maggio sono andate a toccare un tema che era risultato particolarmente controverso già nei giorni precedenti, e aveva innescato un acceso dibattito politico sul cosiddetto “ddl Zan”.
Le sue parole e le dichiarazioni di censura preventiva da parte della RAI non potevano dunque che sollevare un gran polverone.
E così è stato.
Leader politici e sindacali, media, e associazioni hanno fatto dichiarazioni sulla questione. Con la maggior parte di questi schierati a favore della posizione del cantante, e influencer, ed altri, una minoranza, invece apertamen