Juventus tutti i video in tempo reale, sempre esclusivi ed aggiornati! GUARDA, SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

Ultimo aggiornamento 29 Febbraio, 2020, 21:26:03 di Maurizio Barra

Tempo di lettura: < 1 minuto

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATI ED ESCLUSIVI

DALLE 23:17 DI SABATO 22 FEBBRAIO 2020

ALLE 21:26 DI SABATO 29 FEBBRAIO 2020

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

QUI TUTTE LE NOTIZIE BIANCONERE!

Juventus tutte le notizie in tempo reale- tutte le notizie della Juventus sempre aggiornate ed approfondite. SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE FRA CUI: JUVE-INTER SI GIOCHERà IL 13 MAGGIO 2020

Ultimo aggiornamento 29 Febbraio, 2020, 21:03:07 di Maurizio Barra

Tempo di lettura: 34 minuti

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 23:17 DI SABATO 22 FEBBRAIO 2020

ALLE 21:03 DI SABATO 29 FEBBRAIO 2020

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

#StatOfTheGame | Dica 32…
Quello di Ferrara è il 32′ stadio in cui la Juve ha vinto negli ultimi anni
Con la vittoria di ieri, la Juventus ha trovato il successo almeno una volta in ognuno dei 32 stadi in cui ha giocato in trasferta negli ultimi 9 campionati di Serie A (dal 2011/12)
GLI ALTRI FACTS
Cristiano Ronaldo ha segnato in 11 presenze consecutive in Serie A, è solo il terzo giocatore a riuscirci dopo Batistuta (1994/95) e Quaglierella (2018/19). Ha raggiunto Rui Costa in cima alla classifica dei marcatori portoghesi in Serie A a quota 42 reti.
Juan Cuadrado ha partecipato ad almeno un gol in due partite consecutive (un gol e un assist) per la prima volta da aprile 2018 (v Benevento e v Milan). Juan è uno dei tre giocatori (insieme a Pjanic e Palacio) ad aver servito almeno due assist in tutte le ultime nove stagioni di Serie A.
Cristiano Ronaldo ha segnato 21 gol (stesso numero della scorsa stagione) dopo 25 partite giocate dalla squadra in questa Serie A, l’ultimo giocatore a riuscirci è stato John Charles nella stagione 1957/58 (22).
Giorgio Chiellini ha giocato una partita da titolare in Serie A per la prima volta dopo 182 giorni, dopo la prima giornata contro il Parma.
La Juventus ha vinto 13 partite con un gol di scarto in questo campionato, più di qualsiasi altra squadra considerando i Top-5 campionati europei.
TUTTI I NUMERI DELLA PARTITA
Generale
Possesso
45,0%
45,0%
55,0%
55,0%
% Duelli vinti
42,1%
42,1%
57,9%
57,9%
Duelli aerei vinti
44,8%
44,8%
55,2%
55,2%
Intercetti
13
13
12
12
Fuorigioco
0
0
2
2
Corner
3
3
4
4
Distribuzione
Passaggi
458
458
568
568
Passaggi lunghi
71
71
43
43
Precisione passaggi (%)
79,7%
79,7%
84,2%
84,2%
Precisione passaggi metà avv. (%)
65,0%
65,0%
76,8%
76,8%
Cross
18
18
15
15
Precisione cross
16,7%
16,7%
53,3%
53,3%
Attacco
Gol
1
1
2
2
Tiri
12
12
20
20
Tiri nello specchio
5
5
6
6
Tiri ribattuti
1
1
5
5
Tiri da fuori area
6
6
10
10
Tiri da dentro l’area
6
6
10
10
Precisione al tiro (%)
41,7%
41,7%
30,0%
30,0%
Difesa
Contrasti
13
13
14
14
% di contrasti vinti
61,5%
61,5%
64,3%
64,3%
Respinte difensive
17
17
15
15
Disciplina
Falli fatti
25
25
15
15
Cartellini gialli
4
4
2
2
Cartellini rossi
0
0
0
0.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Under 19, successo a Vinovo
I bianconeri tornano alla vittoria contro il Pescara: decide Sekulov.
Pochi giorni dopo il pari con la Fiorentina, la Juve riparte subito al massimo, conquistando i tre punti in campionato contro il Pescara. Bravi i ragazzi di mister Zauli a capitalizzare al massimo il gol di Sekulov.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
LA PARTITA:

L’avvio di gara è di marca bianconera. Il Pescara aspetta, la Juve non si fa pregare e attacca con convinzione, spaventando gli abruzzesi due volte con Sene, prima del vantaggio che arriva, meritatamente, al 18′. Il gol porta la firma di Sekulov, bravo a seguire l’azione e depositare in porta il tiro di Tongya ribattuto. Per lui, terzo gol consecutivo in campionato dopo quelli realizzati contro Cagliari e Inter.
La reazione degli ospiti è guidata da Pavone, sicuramente il più pericoloso della gara, ma l’occasione migliore del primo tempo capita sui piedi di Marafini. Israel è pazzesco nel murarlo, poi la difesa bianconera se la cava e allontana. Il primo tempo si chiude sull’1-0.
La ripresa è un concentrato di tentativi andati a vuoto del Pescara e possibili ripartenze bianconere per il 2-0 non concretizzate. Nella Juve sono Tongya e Moreno i più pericolosi e nel finale serve saper soffrire, qualità sfoggiata con ottimi risultati dalla Juve. L’unico vero pericolo dei minuti finali in cui gli ospiti provano il tutto per tutto arriva all’88’: bravissimo Vlasenko a chiudere.
L’1-0 regge fino al triplice fischio: torna il successo dopo 4 pareggi. Ora testa al Sassuolo, prossimo impegno di campionato.
LE PAROLE DEL POST-PARTITA
«In questo momento ogni partita diventa difficile, perché ogni squadra ha i propri obiettivi – il commento di mister Zauli -. Oggi il Pescara ha messo le sue qualità, d’altronde aveva fatto bene anche nelle ultie partite e questa gara era piena di insidie. I ragazzi sono stati bravi a sbloccarla, un po’ meno bravi nella gestione della palla in alcuni momenti e soprattutto nel chiuderla, perché abbiamo avuto situazioni interessanti per farlo. Siamo contenti, torniamo alla vittoria dopo il pareggio in Coppa Italia, ora prepariamo il Sassuolo perché il campionato è lungo. Mi gratifica molto che chiunque entri in campo dia il massimo per la squadra, far giocare tanti ragazzi per noi è un traguardo»
Campionato Primavera 1 – 5° giornata di ritorno
Campo Ale & Ricky – Vinovo (TO)
Juventus – Pescara 1-0
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Marcatori: 18′ pt Sekulov (J)
Juventus: Israel, Ntenda (1′ st Riccio), Anzolin (cap.), Leone (26′ st Barrenechea) Dragusin, Vlasenko, Tongya, Ahamada, Sene (19′ st De Winter), Moreno (26′ st Da Graca), Sekulov. A disposizione: Garofani, Raina, Gozzi, Omic. Allenatore: Lamberto Zauli

Pescara: Sorrentino, Martella (40′ st De Marzo), Diallo, Camilleri (cap.)(18′ st Chiarella), Marafini, Quacquarelli, Tringali (26′ st Mercado), Diambo, Belloni, Pavone, Masella. A disposizione: Klan, Dumbravanu, Paolilli, Longobardi, Tamborriello. Allenatore: Pierluigi Iervese
Ammoniti: 32′ pt Marafini (P), 4′ st Diallo (P), 31′ st Riccio (J), 45′ st Quacquarelli (P), 50′ st Pavone (P)
Prossimo impegno:
Sassuolo vs Juventus
Stadio “E. Ricci” – Sassuolo
Sabato 29 febbraio, ore 13:00.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Testa al Lione
Bianconeri rientrati da Ferrara e subito al lavoro per preparare la trasferta di Champions
Rientrata nella notte a Torino dopo il colpo esterno con la SPAL, la Juve si è messa immediatamente al lavoro. Mercoledì torna infatti la Champions League, con i bianconeri attesi dall’andata degli ottavi di finale in casa del Lione.
Gli uomini di Maurizio Sarri si sono allenati in mattinata al JTC: scarico per chi è sceso in campo a Ferrara e lavoro tecnico/fisico per il resto della squadra. Miralem Pjanic è rientrato in gruppo svolgendo la seduta di allenamento completa, mentre Gonzalo Higuain ha proseguito il suo lavoro personalizzato sul campo.
Domani, lunedì 24 febbraio, la seduta è in programma al mattino.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
#SPALJuve | L’azione decisiva della partita
L’analisi tattica del gol di Ronaldo
La Juventus vince a Ferrara grazie ad una rete di Ronaldo nel primo tempo e al raddoppio di Ramsey nella ripresa. Inutile il gol degli emiliani, dagli undici metri, che non riescono a riaprire una gara costantemente nelle mani degli ospiti. I bianconeri avrebbero potuto vincere con un margine più ampio se la sfortuna (ancora due pali colpiti) e la bravura dei difensori avversari non avessero in diverse occasioni evitato la rete per un soffio. Molto bella l’azione del primo gol, andiamo a rivederla:

Ottimo il movimento degli attaccanti bianconeri in occasione della rete di CR7. La difesa della Spal di Di Biagio è molto alta: Ramsey si posiziona tra le linee centralmente e, invece di dettare il passaggio in profondità, viene incontro alla palla per il suggerimento di Danilo.
Mentre Ramsey retrocede, Cuadrado, sulla destra, attacca lo spazio in profondità, con Ronaldo ancora alto ma largo a sinistra.
Il preciso lancio del gallese trova Cuadrado pronto a guadagnare il fondo e a mettere di prima la palla in mezzo per l’accorrere a gran velocità del portoghese che intanto ha attaccato la porta smarcandosi dalla guardia della difesa avversaria.
Una triangolazione ampia che ha coinvolto sul piano dello spazio praticamente tutto il fronte d’attacco e realizzata con giocate veloci e di prima intenzione.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Under 23, terzo successo di fila
Il primo gol in bianconero di Brunori regala la vittoria: Pianese sconfitta 1-0.
Il colpo di testa di Brunori vale tre punti e il terzo successo di fila, che certifica l’ottimo momento della Juve U23, reduce dalla super rimonta contro la FeralpiSalò in Coppa Italia di Serie C e dal successo sul Monza. I ragazzi di Pecchia interpretano bene la partita e leggono alla perfezione i diversi momenti soprattutto nel secondo tempo, portando a casa la vittoria.
LA GARA:

Prolungare il grande momento. Questo l’obiettivo dei bianconeri fin dal primo minuto e infatti non servono nemmeno due giri di lancetta per costruire la prima occasione: Touré si inserisce bene sul secondo palo, ma non trova lo specchio.
La Pianese si fa vedere con timidezza (pericolosa al 3′ con la conclusione di Carannante) e al 14′ la Juve è in vantaggio. Azione di Marchi sulla corsia mancina, cross in mezzo e deviazione di testa di Brunori, che non lascia scampo a Vitali. È il suo primo gol in bianconero e soprattutto è 1-0.
Sotto nel risultato, gli ospiti provano a premere sull’acceleratore e si fanno vedere in diverse circostanze, costringendo i ragazzi di Pecchia a una seconda metà di frazione di sofferenza. Il primo tempo finisce, comunque, sull’1-0.
La ripresa si tracina senza particolari picchi emotivi. La Pianese rientra in campo aggressiva, ma l’atteggiamento non si trasforma mai in pericoli per Loria. Merito di una Juve concentrata e capace di tenere a bada gli avversari rischiando pochissimo e alla fine le occasioni migliori della seconda frazione sono bianconere con Muratore e Rafia.
Finisce 1-0 e per la Juve è il terzo successo consecutivo. Prossimo impegno, sempre in casa, contro la Pro Vercelli.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
LE PAROLE DEL POST-GARA
«Di positivo, oltre al risultato, l’aver dato continuità – il commento di mister Pecchia -. Abbiamo disputato un buon secondo tempo, dopo un primo tempo in cui abbiamo sofferto e la Pianese non meritava di andare in svantaggio: eravamo un po’ scarichi, abbiamo subito troppo, però il calcio è così. Nel secondo tempo ho apprezzato molto la maturità della squadra, perché nonostante la fatica abbiamo rischiato poco».
«Sono contentissimo di aver trovato il primo gol con questa maglia, il gol per un attaccante è sempre prezioso – così il match winner Brunori -. Oggi era una partita difficile, affrontavamo un avversario che sa metterti in difficoltà, quindi era importante sbloccarla presto e naturalmente contava vincere».
Campionato Serie C – Girone A – 8° Giornata Girone di Ritorno
Stadio “Giuseppe Moccagatta”, Alessandria
Juventus – Pianese 1-0
Marcatori: 14’ pt. Brunori (J).
Juventus U23: Loria, Muratore (Cap.) (45’ st. Olivieri), Marchi, Brunori (26’ st. Rafia), Mulè (1’ st. Coccolo), Toure, Zanimacchia (35’ st. Wesley), Di Pardo, Frabotta, Del Sole (1’ st. Portanova), Delli Carri. A disposizione: Nocchi, Dadone, Zanandrea, Peeters, Marques, Vrioni, Minelli. Allenatore: Fabio Pecchia.
Pianese: Vitali, Cason, Simeoni, Catanese, Benedetti G. (9’ st. Rinaldini), Latte Lath (26’ st. Montaperto), Gagliardi, Vavassori (Cap.), Carannante, Manicone, Pedrelli (43’ pt. Seminara). A disposizione: Fontana, Sarini, Benedetti L., Polvani. Allenatore: Marco Masi.
Arbitro: Ermanno Feliciani di Teramo (Fontemurato di Roma 2, Trinchieri di Milano).
Ammoniti: 35’ pt. Frabotta (J), 12’ st. Carannante (P), 37’ st. Portanova (J).
Prossimo impegno:
Campionato – 9° Giornata Girone di Ritorno
Juventus U23 – Pro Vercelli
Giovedì 27 febbraio ore 20:45.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, Juventus Museum chiuso fino al 29 febbraio
Decisione presa in ottemperanza alle disposizioni di Ministero della Salute e Regione Piemonte. Sospesi, nello stesso periodo, anche gli Stadium Tour
Lo Juventus Museum resterà chiuso fino al 29 febbraio.
La decisione recepisce le disposizioni dell’”Ordinanza Contingibile e Urgente n.1” del 23 febbraio 2020, di Ministero della Salute e Regione Piemonte.
Si specifica altresì che, durante lo stesso periodo, saranno sospesi anche gli Stadium Tour.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
OL-Juve, l’antivigilia alla Continassa
Mattinata al lavoro per i bianconeri, -2 dalla trasferta di Lione
Antivigilia di Champions League: la Juve si è ritrovata nella mattinata di oggi al JTC, con focus sugli ottavi di finale di mercoledì contro il Lione.
Nella sessione odierna, la squadra si è concentrata sulla preparazione della sfida di UCL, con consueta partitella per chi non è sceso in campo a Ferrara.
Higuain è rientrato in gruppo svolgendo la seduta di allenamento completa, mentre Douglas Costa ha disputato una piccola parte dell’allenamento in gruppo.
IL PROGRAMMA DI DOMANI
La vigilia di OL-Juve prevede una seduta di allenamento pomeridiana al JTC alle 14.15, seguita dalla partenza per Lione e la conferenza stampa dei bianconeri alle 19.30 presso il Groupama Stadium.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Lione-Juve: la partita di Buffon e Bonucci
Gigi, Leo e le due vittorie della Juventus in Francia
2014 e 2017: la Juve ha giocato a Lione in due competizioni diverse, l’Europa League prima e la Champions poi. In entrambi i casi è arrivato il successo per 1-0 a favore dei bianconeri ed è stata esaltata la fase difensiva della squadra.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
GIGI BUFFON
La prima volta a Lione, per il portiere bianconero, si caratterizza per due interventi importanti, uno per frazione di gioco. Una conclusione di Malbranque lo vede attento sul primo palo. Più impegnativo è il tuffo che annulla una punizione dalla distanza calciata da Umtiti. Tre anni dopo, in Champions League, Buffon sfodera una delle prestazioni più straordinarie della sua carriera, determinante per indirizzare la gara a favore della Juventus. La collezione di meraviglie inizia dopo la mezzora, quando il Lione ha la possibilità di passare in vantaggio dagli undici metri. Lacazette va dal dischetto e cerca l’angolo alla sinistra del portiere, che risponde con un grande intervento. Non è che l’inizio di una serie di prodezze che portano gli avversari a disperarsi (e anche ad applaudire apertamente il Superman bianconero). Su un tiro di Fekir deviato Gigi salva il risultato opponendosi con la mano di richiamo. Su un colpo di testa a colpo sicuro di Tolisso la risposta è di piede. Infine, sul risultato di 0-1, ci prova anche Gonalons dalla distanza e Buffon è ancora una volta impeccabile.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
LEONARDO BONUCCI
Il match di Europa League vede Leonardo Bonucci dirigere la difesa a tre, con ai lati Martin Caceres sulla destra e Giorgio Chiellini a sinistra. Dietro Leo è impeccabile, davanti va a fare la differenza e a siglare il gol partita a 5 minuti dal termine. L’azione nasce da un calcio d’angolo: Pirlo a Marchisio, cross al centro, Pogba impegna il portiere Anthony Lopes e sulla corta respinta si avventa Bonucci più veloce di tutti. L’1-0 guadagnato in Francia viene ribadito poi a Torino con un 2-1 e la Juve prosegue il suo cammino europeo. Tre anni dopo, il centrale bianconero è l’uomo che tocca più palloni di tutti, si comporta da regista arretrato. Anche in questo caso Leo si rende pericoloso sottoporta in due circostanze, una volta di piede e una di testa, azioni nate entrambe nel primo tempo.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Sospesa l’attività del Settore Giovanile
Allenamenti sospesi fino al 29 febbraio compreso. Decisione presa in considerazione dell’Ordinanza n.1 del Ministero della Salute di intesa con il Presidente della Regione Piemonte
In considerazione dell’Ordinanza n.1 del Ministero della Salute di intesa con il Presidente della Regione Piemonte, avente ad oggetto “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019”, al fine di adottare misure di contrasto e di contenimento alla diffusione del predetto virus, la Juventus comunica che, sino a sabato 29 febbraio compreso, il Settore Giovanile maschile sospende l’attività dall’Under 7 all’Under 17, mentre è totalmente sospesa l’attività del Settore Giovanile femminile.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La Juve presenta: EuroBeats! Viviamola insieme!
Alzate il volume per un’esperienza da Champions!

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Andrea Agnelli: «Il dogma della vittoria è juventino»
Il Presidente bianconero è intervenuto questo pomeriggio in diretta a “Tutti Convocati”, su Radio24
E’ stata una lunga chiacchierata, quella che ha visto protagonista il Presidente della Juventus, Andrea Agnelli, ai microfoni di Radio24, per una puntata di “Tutti Convocati” interamente dedicata a lui.
Un’intervista di quasi un’ora, durante la quale Andrea Agnelli ha fatto il punto sulla stagione bianconera, sul tecnico, Maurizio Sarri, sul campionato, ma anche sul futuro della Juventus e sulla sua visione del mondo del calcio.
Cominciando, ovviamente, dalla stretta attualità.
JUVE-INTER: COSA SUCCEDERA’?
«In questo momento la priorità per il sistema paese è la tutela per la salute pubblica: questo è quello che deve prevalere e che noi appoggeremo sempre. Partendo da questo presupposto, ci può essere un dialogo con i vari soggetti interessati: è difficile interrompere il calendario, dato che è molto intasato, a causa di decisioni prese precedentemente: iniziare il campionato tardi e non giocare durante la pausa natalizia comporta il fatto che recuperare una partita diventi complicato.
Anche organizzare una gara come Juventus-Inter in un luogo differente dall’Allianz Stadium è estremamente difficile: siamo consapevoli che se si gioca a porte chiuse ne risentono lo spettacolo e il prodotto che viene venduto all’estero, ma ripeto, quello che conta maggiormente è la salute pubblica. Fermo restando che l’ordinanza, almeno in Piemonte, vige fino a sabato; pertanto, al momento, la partita si svolgerebbe con il pubblico».
LA STAGIONE DELLA JUVE FINORA
«Questo è il momento in cui la nostra stagione entra nel vivo e finora è stata ottima: a parte una piccola sbavatura in Supercoppa siamo primi in Campionato, in corsa in Champions League e Coppa Italia. Comunque è mia abitudine valutare una stagione intera: gli Scudetti si vincono a maggio ed è sciocco pensare di portarli a casa a febbraio. Siamo primi ed è questo che conta».
IL CAMBIO ALLA GUIDA TECNICA: «SIAMO FELICI CON SARRI»
«L’amicizia e la stima con Allegri sono rimaste intatte, le valutazioni tecniche hanno portato a un cambio: è accaduto collegialmente, come sempre alla Juventus, e il nome scelto è stato quello di Sarri; trovo fuori luogo le critiche verso di lui».
«Gli sponsor non sono esteti, ma sono juventini, cioè sposano la filosofia per cui vincere non è importante, ma l’unica cosa che conta. A loro interessa la visibilità e questa passa attraverso il risultato. Nel nostro giudizio l’applicazione di un modello tecnico come quello di Sarri, in questa determinata fase, può garantire il risultato».
«Guardiola? Sarebbe un’eresia dire che non si pensa a un allenatore come lui, ma in questa fase è felice dov’è e queste sono considerazioni che si devono fare sempre, nel caso di un giocatore, di un allenatore, ma anche per altri ruoli aziendali. Se si è felici, difficilmente si lascia per andare altrove. Allo stesso modo, con Sarri noi in questo momento siamo molto contenti e non abbiamo intenzione di modificare la situazione: abbiamo impostato il lavoro con lui su due-tre anni, perché la forza di un’idea sta nella sua prosecuzione nel tempo.
Il dogma della vittoria non è “allegriano”, ma è juventino: abbiamo vinto otto Scudetti, siamo in corsa per il nono e vorremmo vincere il decimo, ma la statistica ci dice che non sarà sempre così. La bontà delle idee, però, non si certifica solo con i numeri».
LA SFIDA CON CONTE E INZAGHI E IL PUNTO SUL CAMPIONATO
«Che effetto mi fa vedere Conte all’Inter? Lui è una bandiera juventina, Conte è Juventus e il rapporto è cordiale e disteso come deve essere. Siamo in un contesto di professionismo e lui ha accettato una sfida ambiziosa, quella di riportare l’Inter a vincere. Personalmente, l’idea di vivere un testa a testa con lui e Steve (Zhang), che stimo molto, è qualcosa che mi affascina.
Invece quello che si deve temere dalla Lazio è la spensieratezza. Non hanno l’obbligo di vincere e questo può aiutare, ma attenzione: diventa uno svantaggio se, nel momento in cui hanno due o tre risultati negativi, si sentono comunque soddisfatti di un probabilissimo piazzamento in Champions. Rispetto all’Inter parliamo di club diversi e non paragonabili, per rose e per filosofia: tanto per capirci, l’Inter non ha questa spensieratezza, anche perché con l’arrivo di Conte si è caricata addosso l’obbligo di vincere».
Tornando ai biancocelesti: «Conosco i fratelli Inzaghi, Simone e Filippo, da 30 anni, da quando Filippo era alla Juventus e abbiamo trascorso insieme tante serate. Sono due ragazzi perbene: Simone con la Lazio ha fatto un grandissimo lavoro ma bisogna vedere come reagirà all’obbligo di vincere».
«Giorgio Chiellini ci è mancato perché è un vero leader. Ma abbiamo una grande rosa che è stata capace di andare avanti anche in sua assenza. Il VAR? Mi piace, sono stato uno dei sostenitori del suo utilizzo anche in Champions, perché è utile. Dobbiamo ridurre quanto più possibile il margine di errore, di quello che in ultima analisi è un servizio, perché questo è l’arbitraggio: un servizio al gioco del calcio Le parole di Commisso? Hanno fatto capire a Sarri cosa significhi essere alla Juve, e in che modo si possa scatenare una campagna mediatica molto forte»
ARGOMENTO CHAMPIONS LEAGUE
«Più le squadre avanzano, meglio è per il ranking. Per quanto riguarda noi, dire che la Champions è un obiettivo, non significa che “bisogna” vincere. Il fatto che la Coppa non sia più un sogno, ma un obiettivo, certifica un vero e proprio cambio nel nostro status.
Il modello della Juventus è sempre stato ambire alla vittoria e all’innalzamento della sua dimensione sportiva. Adesso partecipare a certe competizioni, come la Champions League, porta grande visibilità e la possibilità di monetizzare in modo differente, con una ricaduta sul fatturato.
Come ci avviciniamo agli ottavi? Con grande rispetto, ma anche con consapevolezza dei nostri mezzi: ora arrivano le partite che i grandi giocatori vogliono disputare».
EFFETTO CR7
«Ronaldo è stato il primo giocatore per il quale abbiamo fatto una riflessione congiunta fra area sportiva e area Revenue e le valutazioni erano coincidenti. La Juve ora è a un passo dall’essere il quarto club al mondo sulle piattaforme digitali e c’è stata una grande ricaduta in termini di ricavi e sponsor.
Il nostro problema è l’appetibilità della Serie A all’estero: se le principali società italiane avessero un campione come Ronaldo o Messi, le ricadute sarebbero positive per tutti».
LA CRESCITA DELLA JUVENTUS
«Oggi il percorso del Club fuori dal campo soddisfa ampiamente la nostra storia recente. La differenza che c’è tra noi e i Top Club europei è la stessa che c’era già 10 anni fa: la crescita è stata omogenea, per chi come noi ha avuto un’ambizione internazionale.
Noi però scontiamo la questione dei ricavi provenienti dalla Lega domestica: l’anno precedente a quello in cui ho assunto la Presidenza della Juventus la quota di ricavo da diritti televisivi era di 128 milioni, attualmente è 95. In altre parole, il riconoscimento di quanto fatto dalla Juventus dentro e fuori dal campo in questi anni è stato zero, così come la crescita, anche se noi abbiamo investito circa 450 milioni fra Allianz Stadium e JVillage, oltre che sulle strutture di Vinovo. Possiamo allinearci ai sistemi messi in atto nelle altre leghe, ma quello che realmente fa la differenza dovrebbe essere la meritocrazia: in Italia manca un meccanismo premiante.
La capacità dello Stadio? E’ corretta: il nostro interesse è avere un impianto sempre pieno, e la saturazione media in questi anni è stata del 90/95%. Non è stata del 100% perché solamente da quest’anno, con misure meno restrittive legate al settore ospiti, possiamo fare entrare quando possibile i nostri tifosi nel secondo anello».
ARGOMENTO MERCATO
«Il mio obiettivo è dare a chi lavora sul mercato la “capacità di fuoco” per operare. Poi, le decisioni sono di chi se ne occupa; io ovviamente partecipo, ma è giusto che la responsabilità in questo senso sia di Paratici. Sotto esame? No: è un grandissimo dirigente, lo ha dimostrato e lo dimostra. L’unica differenza è che prima non era sotto i riflettori, mentre adesso lo è. Bisogna valutare il percorso di un dirigente come Fabio e ricordare che noi ragioniamo per cicli triennali: lui ha iniziato nel 2018 in questa posizione, e questo ciclo si concluderà nel 2021.
I giocatori che vengono accostati alla Juve? E’ un buon segno, significa che siamo un club ambito. Non possiamo acquistare tutti; la squadra si costruisce con una determinata logica, rispettando anche la volontà dei calciatori. Uno zoccolo duro di italiani è importante, così come lo è per qualsiasi squadra, perché rafforza l’identità. Comunque, la nostra ambizione è continuare a crescere».
AGNELLI E L’ECA: IL CALCIO DA QUI A 10 ANNI
«Non sono d’accordo sul fatto che l’Italia sia un limite per Club come Juve o Inter. Se da un lato valutiamo l’immobilismo degli ultimi anni della Serie A rispetto a leghe estere, dobbiamo considerare anche che, se si dovesse cambiare marcia, il vero valore, sta proprio in Italia, dato che altre leghe ormai si stanno saturando. La nostra nazione, con una strategia comune, ha un enorme valore che può sprigionare.
Il discorso sul calcio europeo è più delicato: il modello presentato lo scorso anno è stato raccontato solo per la punta della piramide e non nella base. Stiamo cercando di capire tutti insieme qual è il calcio che vogliamo per il futuro, non per un singolo club, ma per tutto il movimento. Dobbiamo fare sì che fra 10-15 anni questo sport resti attraente, e quello che attira sono le grandi sfide».
E infine, tornando ad argomenti… bianconeri: «Per la Famiglia Agnelli la Juve è un orgoglio e anche un rito. Quando vincemmo il quinto titolo consecutivo, mia zia Maria Sole, che aveva assistito al primo “Quinquennio” accolse allo Juventus Museum i giocatori, dicendo loro che li aspettava da tempo: l’auspicio è che anche noi si possa fare altrettanto.
Quanto al futuro più prossimo, il piano che abbiamo presentato agli investitori è la strada da seguire. Sapevamo che questo sarebbe stato un anno di trasformazione, ma siamo consapevoli che la via intrapresa è giusta per mantenere la Juventus competitiva, in campo e fuori, in Italia e all’estero.
Sono convinto che Fabio Paratici, Marco Re, Giorgio Ricci e Maurizio Sarri siano le persone giuste per farlo».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Le città della Signora: Lione
Consigli su cosa fare e cosa vedere in occasione della trasferta in terra francese
Terza città più popolosa della Francia dopo Parigi e Marsiglia, Lione è pronta di nuovo ad ospitare la Juventus dopo le partite del 2014 e 2016.
Una bella meta per unire la passione per i colori bianconeri al turismo, visto che sono tante le attività che offre, compresa una delle cucine più famose d’Oltralpe. Sorge alla confluenza del Rodano e della Saona e si distingue per un bellissimo centro storico: la “città vecchia” è il cuore pulsante, un quartiere rinascimentale nel quale perdersi all’interno di vicoli e stradine. Patrimonio Mondiale dell’Unesco, da non perdere Place Des Terreaux con il Municipio e il Museo delle Belle Arti (famosa la collezione di monete) e la Cattedrale di Sant Jean. Quest’ultima, al suo interno, vanta uno dei più antichi orologi astronomici d’Europa. Imperdibile anche la Basilica di Notre-Dame de Fourvière, posta sopra una collina a dominare dall’alto la città.
Tra le curiosità da andare a vedere, ecco il Muro dei Lionesi. La facciata di un intero stabile infatti è stata affrescata con scene di vita in cui sono ritratti diversi personaggi tipici della città.
LA CASA DEL LIONE: GROUPAMA STADIUM
Inaugurato il 9 gennaio 2006, il Groupama Stadium (o Parc OL) è un impianto di 59.286 spettatori, il terzo più capiente del Paese. Non si trova in centro città, anzi: è situato nel comune di Décines-Charpieu – in periferia – ed è comodamente raggiungibile sia in auto che con i mezzi pubblici. Ha ospitato 6 partite degli Europei 2016 e la finale di Europa League 2018, vinta dall’Atletico Madrid 3-0 sull’Olympique Marsiglia. il Groupama Stadum ha preso il posto dello Stade de Gerland, storica struttura nella quale i transalpini vi hanno giocato dal 1950 al 2015.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
OL-Juve, nessuna restrizione per i tifosi bianconeri
Le autorità francesi e l’Olympique Lyonnais comunicano che domani i fans al seguito della Juventus potranno assistere senza problemi alla sfida di Champions League al “Groupama Stadium”
Un’informazione importante per tutti i tifosi che domani hanno in programma di assistere alla sfida di andata degli ottavi di finale di Champions League al Groupama Stadium di Lione.
Le autorità francesi e l’Olympique Lyonnais comunicano che non sono previste, in questa occasione, particolari restrizioni per i fans bianconeri.
Appuntamento dunque allo Stadio: fischio d’inizio del match alle 21:00!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
OppositionWatch: il Lione
Il rendimento della squadra francese in Champions League e in Ligue1
Con 2 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte, 9 reti segnate e 8 subite, il Lione si è classificato secondo nel proprio girone alle spalle del Lipsia e davanti al Benfica e allo Zenit San Pietroburgo in quello che si era preannunciato come uno dei gironi maggiormente equilibrati della Champions League.
La squadra allenata da una vecchia conoscenza del calcio italiano, Rudi Garcia, ex tecnico della Roma, è attualmente settima in Ligue 1, lontano dalla zona Champions, e in semifinale di Coppa di Francia in cui dovrà affrontare il Paris Saint Germain.
Garcia ha utilizzato diversi moduli in questa Champions League e nello stesso campionato francese: fuori casa il Lione si è spesso presentato con un 3-5-2 con una difesa piuttosto chiusa pronta a schierarsi a 5. Lo stesso modulo utilizzato nell’ultima vittoriosa sfida in Ligue 1 in trasferta contro il Metz.
Nelle partite casalinghe invece l’ex allenatore giallorosso alterna il 4-3-3 con il 4-2-3-1: l’infortunio a Depay, giocatore più rappresentativo dei francesi, ha sicuramente obbligato Garcia ad inventarsi diverse soluzioni per poter ovviare alla  mancanza di creatività e di esplosività garantiti in avanti dal talento olandese.
Sul piano della costruzione del gioco, nella fase a gironi, il Lione è sembrato leggermente inferiore ai bianconeri (82% di precisione nei passaggi contro l’88% della Juventus, un possesso palla del 51% contro il 56% della squadra di Sarri).
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Le parole della vigilia dei nostri avversari
Al Groupama Stadium è andata in scena la conferenza stampa dell’Olympique Lyonnais
Giornata di vigilia anche per l’Olympique Lyonnais, atteso domani (ore 21:00) dalla Juventus nell’andata degli ottavi di finale di Champions League. In conferenza stampa, hanno parlato l’allenatore Rudi Garcia e l’attaccante Moussa Dembele.
L’ANALISI DI RUDI GARCIA
«Abbiamo studiato la Juventus negli ultimi giorni e ritrovo in questa squadra i principi del Napoli e dell’Empoli di Sarri. E’ un tecnico preciso dal punto di vista tattico. La Juve non ha molti punti deboli, è una squadra completa con giocatori forti come Szczeszny e Pjanic che ho allenato a Roma, ma anche i francesi Matuidi e Rabiot sono molto forti. Credo che anche quest’anno vinceranno lo Scudetto perché hanno la cultura della vittoria». Sulla partita di domani: «Siamo fiducisiosi, anche se la stagione non è semplice, ma spetta a noi dare il massimo per fare un risultato già all’andata contro la Juventus. Quando affrontiamo una squadra più forte e favorita, vogliamo andare contro le previsioni: guardate il Liverpool, pensavamo che avrebbe vinto a Madrid, lo stesso il Paris Saint-Germain col Dortmund». E sui bianconeri, aggiunge: «Nel 2013 ho scoperto il campionato italiano e la Juventus, che è un’istituzione. Ci sono diverse similitudini con il Lione: la Juventus ha il proprio stadio di proprietà, il Lione ha lo stesso presidente da tempo e ogni anno arrivano grandi giocatori». Conclude con un commento su Ronaldo: «Non lo conosco personalmente, ma è un grande professionista perché lavora più degli altri, prima e dopo le sedute. E’ positivo per il calcio avere giocatori così, è sicuramente tra i migliori del pianeta ed è bello averlo contro anche se cercheremo di fargli creare pochi problemi».
LE PAROLE DI DEMBELE
Prende la parola l’attaccante: «C’è una grande aspettativa intorno a me ma non sento la pressione. Voglio restare nel mio gioco, coi miei obiettivi, facendo il meglio per la squadra. Fisicamente mi sento bene e anche il gruppo sta bene. Cerco di dare sempre il massimo in campo e fuori, prima e dopo l’allenamento, per rendere al top».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
OL-Juve, i convocati bianconeri
Gli uomini a disposizione di Mister Sarri per gli ottavi di finale di andata di UEFA Champions League
Domani alle 21.00, la Juventus affronterà l’Olympique Lyonnais al Groupama Stadium.
Di seguito l’elenco completo dei convocati di Mister Sarri:
1. Szczesny
2. De Sciglio
3. Chiellini
4. De Ligt
5. Pjanic
6. Khedira
7. Cristiano Ronaldo
8. Ramsey
10. Dybala
11. Douglas Costa
12. Alex Sandro
13. Danilo
14. Matuidi
16. Cuadrado
19. Bonucci
21. Higuain
24. Rugani
25. Rabiot
30. Bentancur
31. Pinsoglio
33. Bernardeschi
77. Buffon.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La Juve è a Lione
Dopo circa un’ora di viaggio, i bianconeri sono atterrati nella città francese. Alle 19.30 la conferenza stampa di Mister Sarri e Leonardo Bonucci
La Missione Lione è iniziata. Partiti attorno alle 18 da Caselle, i bianconeri sono atterrati a Lione alle 19 circa. Alle 19.30 la conferenza stampa di Maurizio Sarri e Leonardo Bonucci.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Sarri e Bonucci in conferenza a Lione
Le dichiarazioni del tecnico e del difensore alla vigilia di Olympique Lyonnais-Juventus
Sono Maurizio Sarri e Leonardo Bonucci a sedere nella sala stampa del Groupama Stadium alla vigilia della sfida contro il Lione, valida per l’andata degli ottavi di finale di Champions League.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Queste le loro dichiarazioni rilasciate durante la conferenza:

MAURIZIO SARRI
LA RESPONSABILITA’ DI VINCERE
«Sento più il peso della responsabilità quando giochiamo il campionato, dove abbiamo il ruolo di favoriti. In Europa sappiamo che ci sono squadre come minimo forti quanto noi».
BUON ALLENAMENTO?
«L’allenamento più bello della stagione l’abbiamo fatto in Arabia Saudita prima della Supercoppa, quindi non mi fido… Oggi la palla viaggiava bene, ma dovremo allenarci così per tre mesi. A quel punto saremo forti».
LA CRESCITA DI RABIOT
«Entrare nel calcio italiano non è semplice, aveva fatto fatica per qualche mese anche Platini. Ora sta crescendo e lascia costantemente la sensazione di poter fare di più. Ha un grande potenziale, lo sta tirando fuori, ma siamo fiduciosi sul fatto che possa fare ancora meglio».
PERICOLO LIONE
«Mi aspetto una buona prestazione perché senza sarebbe difficile fare il risultato. Affrontiamo una squadra tecnica con elementi che hanno anche forza atletica. Abbiamo un centrocampo variegato a livello di caratteristiche dei singolo, ma sicuramente servirà un po’ di dinamismo. La gara di domani sarà difficile da interpretare, perché loro alternano ripartenze a momenti di pressione in cui cercano di prendere in mano il gioco. Servirà una gara di alto livello».
IL MOMENTO DI RONALDO
«Ronaldo è trainante, trascinante, sta bene sia fisicamente che mentalmente: Ha segnato per undici gare di fila e quando è così in forma è un traino anche durante gli allenamenti».
KHEDIRA E DOUGLAS COSTA
«È importante che siano clinicamente guariti e che si stiano allenando in gruppo, ma sicuramente hanno bisogno di lavorare ancora per raggiungere la miglior condizione. Sarà importante poter fare affidamento su di loro in questo periodo in cui avremo tante gare ravvicinate».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
LEONARDO BONUCCI
CARICHI PER L’OLYMPIQUE
«Arriviamo carichi e determinati a questo incontro. Veniamo da due partite positive che ci hanno ridato entusiasmo e siamo pronti per la partita contro una buonissima squadra».
IL RIENTRO DI CHIELLINI
«È importante per tutto il mondo Juve, perché ha carisma, leadership e da lui ho imparato molto. Posso dividere le responsabilità, perché siamo due a cui piace aiutare i compagni e dare indicazioni durante la partita».
TORNARE A LIONE
«Questa città mi riporta a ricordi piacevoli sia con la maglia della Juve che con quella della Nazionale. È il posto giusto per dimostrare che quando arriva il momento giusto la Juve c’è. Abbiamo raggiunto gli ottavi di finale con due partite di anticipo, siamo primi in campionato e siamo in corsa per la Coppa Italia. Non so cosa ci si aspettasse dalla Juve a questo punto della stagione, ma fare di più era difficile. Ora inizia una nuova fase e siamo pronti a viverla con grande entusiasmo e voglia di arrivare in fondo a tutto».
SENSAZIONI
«L’anno buono? Lo pensavo nel 2016 quando siamo usciti con il Bayern. Avevamo fatto una grande rimonta in campionato ed eravamo con un doppio vantaggio a Monaco. Oggi sono positivo, c’è entusiasmo e siamo pronti per il rush finale. Anche l’allenamento di oggi mi lascia ottime sensazioni. Stiamo migliorando nella gestione della palla e nella fase difensiva. Per oliare i meccanismi serve allenamento e giocando ogni tre giorni non è semplice. Sapevamo delle difficoltà che avremmo incontrato, ma anche degli aspetti positivi che questo cambiamento ci avrebbe portato».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
#OLJuve, la vigilia
Da Torino a Lione, il racconto del giorno precedente l’inizio dell’avventura degli ottavi di finale | VIDEO:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
In Numbers | Si torna a giocare in UCL!
Le statistiche in vista della gara di questa sera a Lione
I PRECEDENTI Il Lione non ha mai vinto contro la Juventus in competizioni europee (1N, 3P), perdendo entrambe le partite in casa contro la squadra italiana con lo stesso punteggio (0-1 ai quarti di finale dell’Europa League 2013/14 e nella fase a gironi della Champions League 2016/17).
LIONE VS SQUADRE ITALIANE Il Lione è stato eliminato in entrambe le precedenti occasioni in cui ha affrontato squadre italiane nella fase a eliminazione diretta di Champions League: 1-3 complessivo contro il Milan nel 2005/06 (quarti di finale) e 0-2 contro la Roma nel 2006/07 (ottavi di finale). Dall’altra parte, la Juventus ha sempre passato il turno contro squadre francesi in queste fasi della competizione (4/4).
OL IN UCL Il Lione è la squadra francese che ha raggiunto più volte la fase a eliminazione diretta di Champions League (11). Tuttavia, sono passati 10 anni dall’ultima volta in cui ha superato gli ottavi di finale (2009/10). Infatti, ha segnato solo tre gol nelle ultime nove partite in questa fase del torneo (1V, 2N, 6P).
LA “SESTA” BIANCONERA La Juventus ha raggiunto la fase a eliminazione diretta di Champions League per la sesta stagione consecutiva, la più lunga di sempre per i bianconeri. Nelle ultime cinque edizioni, ha superato gli ottavi di finale in quattro occasioni, con l’unica eccezione nel 2015/16, quando venne eliminata dal Bayern Monaco (4-6 complessivo).
SETTE PARI SU OTTO Sette delle ultime otto partite interne di Champions League del Lione sono finite in parità (1V), quattro delle quali per 2-2. La Juventus è stata l’ultima squadra a trovare il successo su questo campo nella competizione, 0-1 nell’ottobre 2016.
LA JUVE IN TRASFERTA La Juventus ha perso solo una delle ultime sette trasferte nella fase a eliminazione diretta di Champions League (4V, 2N), sconfitta per 2-0 contro l’Atletico Madrid agli ottavi di finale della scorsa stagione.
LE VITTORIE DEL LIONE Il Lione ha vinto due delle sei partite del girone in questa Champions League (2N, 2P), il peggior risultato al pari dell’Atalanta tra le 16 squadre ancora in corsa per il trofeo.
EXPECTED GOALS Il Lione ha registrato un totale di 7.8 Expected goals nella fase a gironi di questa Champions League (con 9 gol realizzati), il dato più basso tra le squadre rimaste nella competizione.
ATTENZIONE A… Memphis Depay (sei gol, quattro assist) ha preso parte attiva al 45% dei gol di Lione in Champions League dall’inizio della scorsa stagione (10/22) – tuttavia la squadra francese dovrà fare a meno dell’attaccante olandese per questa partita a causa di un infortunio.
CR NELLE PARTITE A ELIMINAZIONE Tra i sette giocatori con almeno 50 gol all’attivo in Champions League,  Cristiano Ronaldo è l’unico ad aver segnato più reti nella fase a eliminazione diretta (65) rispetto alla fase a gironi (63). Inoltre, ha fornito più assist contro il Lione (quattro) rispetto a qualsiasi altra squadra nella competizione.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Primo round al Lione
I francesi vincono di misura l’andata degli ottavi di Champions, grazie al gol di Tousart nel primo tempo
Il primo round degli ottavi di Champions League va al Lione, vittorioso di misura grazie alla rete di Tousart alla mezz’ora e a un’oculata gestione della gara. La Juve fa troppo poco per cambiare l’andazzo del match. I bianconeri giocano sotto ritmo nel primo tempo e nella ripresa accelerano solo leggermente, senza mai rendersi realmente pericolosi.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVE SOTTO TONO, IL LIONE PASSA ALLA MEZZ’ORA
E dire che sembrava un buon presagio il gol sfiorato dopo neanche cinque minuti, grazie allo spunto di Ronaldo e a un delizioso pallonetto, a metà strada tra il tiro e il cross, che Cuadrado non riesce a raggiungere. Invece il Lione prende ben presto le misure, chiude gli spazi, e in avanti mette i brividi con Ekambi, che centra in pieno la traversa deviando di testa un corner di Aouar. L’occasione dà coraggio alla squadra di Garcia e al contempo toglie sicurezza a quella di Sarri. La Juve ora arretra troppo il baricentro e non riesce a uscire in palleggio come in avvio di gara. I padroni di casa, spinti dal pubblico, crescono azione dopo azione e alla mezz’ora passano, grazie alla discesa di Aouar che arriva sul fondo dalla sinistra e pesa a centro area Tousart, libero di colpire al volo e di infilare Szczesny. La Juve non riesce a reagire, manca lucidità, come evidenzia l’incertezza di Bonucci al 41′, che lascia scorrere un pallone vicino all’area, permettendo a Ekambi di conquistarlo e di arrivare al tiro, fortunatamente fuori misura.
LA REAZIONE NON BASTA
Rientrati dagli spogliatoi, i bianconeri provano ad aumentare la pressione e a sfruttare maggiormente l’ampiezza del campo. Qualche cross arriva, ma la difesa francese è sempre ben piazzata. Sarri cambia al quarto d’ora, inserendo Ramsey al posto di Pjanic e spostando Bentancur in regia. Il primo tiro arriva al 23′, quando Dybala mette al lato il suggerimento di Alex Sandro, e subito dopo Sarri richiama Cuadrado e manda in campo Higuain, nel tentativo di avere maggior presenza in area, quindi sostituisce Rabiot con Bernardeschi. Nel finale si gioca in una sola metà campo, con il Lione che punta chiaramente sulle ripartenze e i bianconeri che fanno comunque fatica ad arrivare al tiro e quando ci riescono con Higuain, servito in area da Dybala, non centrano la porta. Finisce 1-0 per i francesi, un risultato che non chiude la porta alla qualificazione, ma che per essere ribaltato, avrà assoluta necessità di una Juve diversa.
OLYMPIQUE LYONNAIS-JUVENTUS 1-0
RETI: Tousart 31′ pt
OLYMPIQUE LYONNAIS
Lopes; Denayer, Marcelo, Marcal; Dubois (33′ st Tete), Gomez Soares, Tousart, Aouar, Cornet (36′ st Terrier); Ekambi (21′ st Terrier), Dembelé
A disposizione: Tatarusanu, Traoré, Mendes, Caqueret
Allenatore: Garcia

JUVENTUS
Szczesny; Danilo, de Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic (17′ st Ramsey), Rabiot ()33′ st Bernardeschi); Cuadrado (24′ st Higuain), Dybala, Ronaldo
A disposizione: Buffon, De Sciglio, Rugani, Matuidi
Allenatore: Sarri

ARBITRO: Manzano (ESP)
ASSISTENTI: Barbero (ESP), Ángel Nevado (ESP)
QUARTO UFFICIALE: Fernandez (ESP)
VAR: Munuera (ESP), de Burgos (ESP)

AMMONITI: 28′ pt  Marcelo.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Sala Stampa | Le voci da Lione
I bianconeri analizzano l’andata di Champions League contro l’Olympique:

LEONARDO BONUCCI
«Abbiamo sbagliato il primo tempo, eravamo sempre secondi, lunghi, distanti fra i reparti e poco aggressivi. E in certe partite lo paghi. Sono stati bravi a farci male quando eravamo in dieci, ma noi dovevamo svegliarci prima. Adesso pensiamo a vincere domenica, e poi al ritorno: dobbiamo passare assolutamente».
DANILO
«Non possiamo regalare una parte di partita in una serata così importante: dobbiamo lavorare e giocare sempre come nella ripresa, tenendo il possesso palla, giocando corti: abbiamo l’obbligo di mostrare più coraggio davanti al nostro pubblico al ritorno».
WOJCIECH SZCZESNY
«Abbiamo sbagliato nel primo tempo, giocando con poco ordine. Nella ripresa meglio, ma adesso dobbiamo ribaltare tutto nella partita di ritorno, ripartendo da quanto di buono fatto nella seconda parte di gara. Il gol? La mancanza di un uomo ha fatto la differenza, ma l’azione andava fermata prima».
MAURIZIO SARRI
«Difficile spiegare come mai nel primo tempo la circolazione di palla sia stata così blanda: in questo modo vieni aggredito e subisci. Ci è mancata la cattiveria, e poi abbiamo avuto un episodio sfortunato in occasione del gol, dato che siamo rimasti temporaneamente in dieci. Durante la partita mi sbracciavo perché oltre alla palla che si muoveva lentamente, avevamo come conseguenza l’essere spesso fuori posizione. Nel secondo tempo siamo cresciuti e ci siamo mossi meglio, riconquistando il possesso nella metà campo avversaria, il che ci ha permesso di chiuderli nella loro area. Mi fa pensare il fatto che in allenamento ci muoviamo molto meglio e con molta più velocità».
AARON RAMSEY
«Sapevamo che sarebbe stata difficile, ma non abbiamo giocato il match che volevamo. Abbiamo molto lavoro da fare, ma sono fiducioso, perché siamo un gruppo unito: questo è solo il primo tempo, adesso lavoriamo duro. Focalizziamoci su noi stessi, e facciamo meglio di quanto fatto oggi. A cominciare da domenica con l’Inter. Al ritorno vogliamo fare risultato davanti ai tifosi».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Stat of the Game | L’andata degli Ottavi di Champions
Prima partita senza gol in UCL per la Juve. Non succedeva da…
La Juventus non ha trovato il gol contro il Lione, dopo che era sempre andata a bersaglio in tutte le nove partite precedenti di Champions League.
GLI ALTRI FACTS
La Juventus ha perso l’andata degli Ottavi di Champions League per la seconda volta consecutiva dopo che era rimasta imbattuta in tutti i sette precedenti in questa fase della competizione.
I bianconeri hanno perso due delle ultime tre trasferte della fase a eliminazione diretta, ovvero tante quante nelle precedenti 11. La Signora non perdeva contro una squadra francese in Champions League dal novembre 2009 (0-2 contro il Bordeax); da allora quattro vittorie e due pareggi, prima della sconfitta contro il Lione.
Dal 2004/05, è la terza partita di Champions League in cui la Juventus non ha effettuato alcun tiro nello specchio; le due precedenti gare erano state contro l’Atletico nel 2014 e l’Arsenal nel 2006
La Juventus ha effettuato il primo tiro del match al 26′: in precedenza, nelle altre partite di questa Champions League, i bianconeri avevano sempre tentato la prima conclusione entro il minuto 22.
TUTTI I NUMERI DELLA PARTITA
Generale
Possesso
36,3%
36,3%
63,7%
63,7%
% Duelli vinti
45,8%
45,8%
54,2%
54,2%
Duelli aerei vinti
48,6%
48,6%
51,4%
51,4%
Intercetti
13
13
10
10
Fuorigioco
1
1
3
3
Corner
5
5
3
3
Distribuzione
Passaggi
353
353
616
616
Passaggi lunghi
66
66
44
44
Precisione passaggi (%)
77,9%
77,9%
87,7%
87,7%
Precisione passaggi metà avv. (%)
72,1%
72,1%
78,8%
78,8%
Cross
16
16
34
34
Precisione cross
25,0%
25,0%
17,6%
17,6%
Attacco
Gol
1
1
0
0
Tiri
12
12
14
14
Tiri nello specchio
2
2
0
0
Tiri ribattuti
4
4
5
5
Tiri da fuori area
6
6
7
7
Tiri da dentro l’area
6
6
7
7
Precisione al tiro (%)
16,7%
16,7%
0,0%
0,0%
Difesa
Contrasti
16
16
12
12
% di contrasti vinti
50,0%
50,0%
58,3%
58,3%
Respinte difensive
35
35
14
14
Disciplina
Falli fatti
17
17
8
8
Cartellini gialli
2
2
0
0
Cartellini rossi
0
0
0
0.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Subito al lavoro al JTC
Squadra già in campo alla Continassa dopo il rientro da Lione
I bianconeri, rientrati nella notte a Torino dopo la sfida con il Lione, hanno ripreso subito gli allenamenti in vista del big match contro l’Inter.
Per gli uomini di Maurizio Sarri seduta mattutina al JTC: chi ha giocato ieri sera ha effettuato lavoro di scarico, mentre il resto della squadra si è concentrata su lavoro tecnico e conclusioni, con consueta partitella finale.
Per domani, venerdì 28 febbraio, è in programma una seduta mattutina.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Juve-Inter | Correva l’anno.
2016: si giocò quasi nella stessa data di quest’anno
C’è un recente precedente invernale, nella storia del Derby d’Italia giocato a Torino.
Siamo nel 2016, e si gioca non il 1 marzo, come accadrà fra pochi giorni, ma il 28 febbraio. Allianz Stadium gremito come sempre, la Juve parte forte, e nel primo tempo, complice una deviazione di Handanovic, Hernanes colpisce con una conclusione da fuori area una traversa clamorosa.
La partita però si sblocca solo nella ripresa, con una gran botta al volo dalla breve distanza di Bonucci. Siamo al 47′ minuto, e la sfida si sposta dalla parte della Juve.
Una gara che si chiude, definitivamente, al minuto 84, con il calcio di rigore trasformato da Alvaro Morata.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Juventus-Inter a porte chiuse
Lo ha comunicato la Lega Serie A pochi minuti fa
Juventus-Inter, in programma alle 20:45 di domenica 1° marzo all’Allianz Stadium, si giocherà a porte chiuse. Lo ha comunicato la Lega Serie A, in ottemperanza al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 25 febbraio 2020, “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”.
Ferma restando la validità delle previsioni che disciplinano l’acquisto dei titoli di accesso la società – vista la peculiarità della situazione nazionale – sta valutando iniziative a favore degli acquirenti degli stessi.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Juve-Inter: una questione di gol
Delle Alpi, Olimpico, Stadium: 3 reti indimenticabili
Per l’importanza della posta in palio e il prestigio che accompagna da sempre il Derby d’Italia, Juventus-Inter è una collezione di momenti unici. Tra questi, 3 gol che anche per la loro straordinaria fattura occupano un posto nella storia del match.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
2002-03 PAVEL NEDVED
E’ un vero e proprio big-match quello che si gioca il 2 marzo 2003 allo stadio Delle Alpi. La lotta scudetto vede impegnate Juventus e Inter in un testa a testa appassionante, dopo lo scontro diretto ci sono ancora 11 giornate da giocare, ma è indubbio che chi vince dà un segnale a se stesso e alla concorrenza. A Torino la differenza tra le due squadre emerge nettamente (e si confermerà nel verdetto finale, che vedrà la Juve di Lippi prevalere di 7 punti sui rivali). Pavel Nedved è il grande protagonista. Nonostante subisca un duro colpo, che fa pensare a una più che probabile sostituzione, resta in campo e realizza il gol del 2-0 con un rasoterra da fuori area che sorprende Toldo. Non basta ancora: anche il definitivo 3-0, siglato da Camoranesi, nasce da una sua irresistibile discesa sulla sinistra. Nessun stupore che questo sia l’anno del Pallone d’Oro per Pavel…
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
2009-10 CLAUDIO MARCHISIO
Non è una Juve in salute quella che affronta l’Inter di Mourinho il 5 dicembre del 2009. La squadra è reduce da una brutta sconfitta a Cagliari e la classifica non sorride ai bianconeri. Ma Juventus-Inter va oltre la contingenza, è una sfida troppo sentita per tutti i protagonisti in campo. Tra questi Claudio Marchisio, che inventa un gol memorabile per il 2-1, un capolavoro che decide la partita con un gioco di gambe e un cucchiaio su Julio Cesar. Una rete che ne ricorda un’altra realizzata in una sfida con i nerazzurri vissuta da bambino, una ripetizione che sembra davvero l’incarnazione di un sogno
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
2016-17 JUAN CUADRADO
Juventus leader in campionato con 51 punti, Inter quarta a quota 42. Oltre alla necessità dei 3 punti, la Signora ha una ragione in più per dare il massimo: cancellare la sconfitta dell’andata. La partita è vibrante, soprattutto il primo tempo presenta molte occasioni da entrambe le parti. A decidere la sfida è un exploit di Juan Cuadrado poco prima dell’intervallo, un destro imparabile scagliato da fuori area. Handanovic non può farci nulla, la rete è una delle più belle e importanti segnate dal colombiano.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Women, tutti gli impegni delle bianconere in Nazionale
Sono 23 le ragazze convocate con le rispettive Nazionali: tutti gli appuntamenti.
Le Juventus Women vivono la pausa della Serie A Femminile da prime della classe, reduci dal bel successo in casa dell’Hellas Verona, e sono pronte a proiettarsi sugli impegni con le selezioni Nazionali. Per seguirle anche in questo periodo, facciamo il punto di tutte le gare che le attendono.
LE AZZURRE
Come sempre, l’azzurro dell’Italia ha una fortissima connotazione bianconera. Sono dieci le convocate da Milena Bertolini: Lisa Boattin, Barbara Bonansea, Valentina Cernoia, Aurora Galli, Cristiana Girelli, Laura Giuliani, Martina Rosucci, Arianna Caruso e Cecilia Salvai. Menzione particolare per quest’ultima, al ritorno in azzurro dopo l’infortunio.
Le nostre dieci giocheranno l’Algarve Cup, che si disputerà in Portogallo e in cui l’Italia torna dopo 12 anni. L’esordio sarà proprio contro le padrone di casa, il 4 marzo alle 20:15, con gli altri appuntamenti che si delineeranno a seconda del risultato della sfida e con la possibilità di incontrare la Svezia di Sembrant o la Danimarca di Pedersen. La finale della competizione è in programma l’11 marzo.
Impegnate con l’Italia Under 19 al Torneo La Manga Asia Bragonzi, Melissa Bellucci e le ragazze reduci dal successo nella Viareggio Women’s Cup Beatrice Beretta, Margherita Brscic, Gaia Distefano e Ludovica Silvioni: appuntamenti il 5 marzo contro la Norvegia, il 7 contro l’Islanda e il 9 contro la Svizzera.
IN GIRO PER IL MONDO
Parteciperanno all’Algarve Cup, appunto, anche Sofie Pedersen e Linda Sembrant rispettivamente con Danimarca e Svezia: esordio per entrambe il 4 marzo, alle 14:00 contro la Norvegia per le danesi, alle 17:00 contro la Germania le svedesi.
Cyprus Cup in programma per Doris Bacic, Andrea Staskova e Tuija Hyyrynen, con intrecci bianconeri. La Croazia di Bacic se la vedrà, infatti, con la Repubblica Ceca di Staskova, l’8 marzo alle 18:00, e quest’ultima è chiamata al doppio faccia a faccia con una compagna, dal momento che il 5 marzo alle 13:00 affronterà la Finlandia di Hyyrynen, fresca di primo gol con la maglia della Juventus. Per Tuija appuntamenti poi contro Thailandia e Slovacchia rispettivamente l’8 e l’11 marzo (15:30). Messico – Repubblica Ceca (11 marzo, 13:00) sarà la terza sfida per Staskova, e contro le messicane scenderà in campo anche la Croazia di Bacic (5 marzo), che chiuderà poi l’11 marzo contro la Thailandia.
Chiudono la lista Sikora, che con la sua Polonia affronterà la Moldavia e l’Azerbaijan (7 e 11 marzo, entrambe le gare alle 18:00), e Sciberras, impegnata in Malta – Georgia il 5 marzo alle 18:30 e Malta – Bosnia il 10 marzo alle 18:30. Per entrambe gare di qualicazione al prossimo Europeo.
IN SINTESI
ALGARVE CUP
Boattin, Bonansea, Cernoia, Galli, Gama, Girelli, Giuliani, Rosucci, Salvai, Caruso (ITALIA) – Portogallo – Italia (04/03 at 20:15) con la possibilità di affrontare Danimarca o Svezia (07/03  e/o 11/03.
Pedersen (DANIMARCA) – Danimarca – Norvegia (04/03 alle 14:00) con la possibilità di incontrare la Svezia o l’Italia (07/03 e/o 11/03)
Sembrant (SVEZIA) – Germania – Svezia (04/03 alle 17:00) con la possibilità di incontrare la Danimarca o l’Italia (07/03 e/o 11/03)
CYPRUS CUP
Staskova (REPUBBLICA CECA) – Repubblica Ceca – Finlandia (05/03 alle 18:00), Repubblica Ceca – Croazia (08/03 alle 18:00), Messico – Repubblica Ceca (11/03 alle 13:00)
Bacic (CROAZIA) – Croazia – Messico (05/03 alle 13:00), Repubblica Ceca – Croazia (08/03 alle 18:00) e Croazia – Thailandia (11/03 alle 18:00)
Hyyrynen (FINLANDIA) –  Repubblica Ceca – Finlandia (05/03 alle 18:00), Thailandia – Finlandia (08/03 alle 15:30) e Slovacchia – Finlandia (11/03 alle 15:30)
UEFA WOMEN’S CHAMPIONSHIP QUALIFICAZIONI
Sikora (POLONIA) – Polonia – Moldavia (07/03 alle 18:00) e Azerbaijan – Polonia (11/03 alle 18:00)
Sciberras (MALTA) – Malta – Georgia (05/03 alle 18:30) e Malta – Bosnia (10/03 alle 18:30)
TORNEO LA MANGA
Beretta, Bragonzi, Bellucci, Brscic, Distefano, Silvioni (ITALIA U19) – Norvegia – Italia U19 (05/03 alle 16:00), Italia – Islanda (07/03 alle 14:00) and Svizzera – Italia (09/03 alle 12:00).
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Verso Juve-Inter
Mattinata al lavoro per i bianconeri; -2 al Derby d’Italia
Prosegue la marcia di avvicinamento dei bianconeri in vista della gara di domenica sera all’Allianz Stadium contro l’Inter.
Quest’oggi, alla Continassa, i ragazzi di mister Sarri si sono concentrati su lavoro tecnico, possesso palla e conclusioni.
Rabiot ha svolto lavoro individuale a causa di una leggera contusione al calcagno del piede sinistro rimediata durante la partita di Lione.
Domani l’allenamento sarà pomeridiano. In ottemperanza alle restrizioni attualmente vigenti, domani, sabato 29 febbraio, la conferenza stampa di Maurizio Sarri, alla vigilia della gara Juventus–Inter, non avrà luogo.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
CR7: «Il meglio deve ancora arrivare»
Cristiano racconta il momento della Juve: «Nessun dramma, ci spiace aver perso a Lione ma già domenica vogliamo vincere e restare in testa alla classifica»
Come si vive l’attesa di una partita importante come un Derby d’Italia che è anche sfida al vertice della classifica della SerieA, dopo una partita, quella di Lione, che non è andata come i bianconeri si aspettavano?
Lo racconta un campione che a vincere è abituato, eccome. A vincere, a segnare e a infrangere record uno via l’altro: Cristiano Ronaldo.
«LA CHAMPIONS E’ DIFFICILE»
«Può succedere di perdere, è il calcio. Non siamo felici, è normale, ma tutte le partite sono complesse, in Champions League, che è la competizione più difficile di tutte. Ma non è finita, era solo l’andata: siamo fiduciosi di poter passare il turno e di ribaltare il risultato, speriamo davanti ai nostri tifosi. Siamo tranquilli, concentrati, e adesso pensiamo alla prossima partita».
Aggiunge, CR7: «Il fatto di aver disputato buoni allenamenti, purtroppo, non significa automaticamente che le partite vadano allo stesso modo, perché quello che succede durante un match alle volte modifica ciò che era stato programmato. Però niente panico, nessun dramma: si vince, ogni tanto si perde, ma l’importante è continuare a crescere. Noi rispettiamo il nostro tecnico, il nostro lavoro è prepararci, allenarci ed essere pronti».
Lo dice e lo ripete a chiare lettere: «Tutti noi vogliamo fare il massimo e il meglio per la squadra. Non c’è nessun momento drammatico, il meglio deve ancora arrivare: sarà un grande finale di stagione»
FOCUS SU JUVE-INTER
«Sarà una grande partita, un classico del calcio, una di quelle sfide che piacciono tanto ai giocatori. Vogliamo fare un grande risultato, ci spiace molto perché i nostri tifosi non saranno con noi, ma la responsabilità è la stessa».
A proposito delle porte chiuse: «Sarà strano, domenica: noi giochiamo per i fans, ed è triste che proprio in una gara così non ci siano. Ma dobbiamo rispettare quello che sta succedendo nel mondo, qualcosa che ci preoccupa. Se ci viene detto che la cosa più sicura è giocare a porte chiuse, noi rispettiamo questa decisione».
CR…RECORD
«I record arrivano in modo naturale: io ne ho battuti tanti, ma a essere onesti non è una mia priorità: quello che voglio è giocare bene e vincere insieme ai miei compagni. Io faccio il mio lavoro, che è essere in forma e aiutare la Juve a vincere… Cominciando da domenica: spero di segnare e portare a casa la partita!».
«Le mille presenze in arrivo sono bel traguardo, che significa che talento, impegno e duro lavoro pagano. Sono felice, ma voglio giocare ancora tante partite, e la cosa più importante domenica è superare l’Inter e rimanere in testa alla classifica. Come si sta in Italia? Gioco nel migliore club, sono molto contento, abbiamo vinto lo scorso anno e spero che continueremo!».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Juve-Inter si giocherà il 13 maggio
La decisione, presa in ottemperanza alle misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, riguarda il Derby d’Italia e altre 4 partite della settima giornata di ritorno
Il Derby d’Italia si giocherà mercoledì 13 maggio 2020.
La decisione è stata appena annunciata dalla Lega Serie A, con queste motivazioni:
Visto l’articolo 1. co. 1 lett. A) del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 25 febbraio 2020 “Ulteriori disposizioni attuative del decretolegge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”; considerato il susseguirsi di numerosi interventi normativi urgenti da parte del Governo per rispondere a questa straordinaria emergenza a tutela della salute e della sicurezza pubblica.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La disposizione non riguarda solamente Juventus-Inter, ma anche le seguenti partite della settima giornata di ritorno:
Milan-Genoa
Parma-Spal
Sassuolo-Brescia
Udinese-Fiorentina
La decisione comporta anche lo spostamento della Finale di Coppa Italia, inizialmente prevista proprio il 13 maggio, alla settimana successiva, mercoledì 20 maggio.
Ulteriori indicazioni per quanto riguarda i tagliandi saranno fornite lunedì 2 marzo. IL COMUNICATO UFFICIALE DELLA LEGA SERIE A

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Sabato pomeriggio in campo
La squadra si è allenata al Training Center: lavoro atletico e con la palla
Non è stata, quella di oggi, la vigilia di Juve-Inter, che è stata posticipata al prossimo 13 maggio. La Juve però ha continuato a lavorare, in vista dei prossimi importanti impegni che la attendono.
Il gruppo si è ritrovato nel pomeriggio alla Continassa: nel menu di oggi, lavoro fisico per tutti, partitella e poi esercitazioni divisi per reparti.
Domani la squadra avrà un giorno di riposo: si torna in campo nel pomeriggio di lunedì.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Under 23, attività temporaneamente sospesa
La decisione precauzionale è stata presa in ragione dei nuovi casi di contagio al COVID-19 emersi alla U.S. Pianese, affrontata dai bianconeri lo scorso 23 febbraio
Le attività di allenamento della Under 23 bianconera sono temporaneamente sospese.
La misura di prevenzione è stata decisa su indicazione, e in attesa di ulteriori comunicazioni ufficiali, da parte delle autorità sanitarie di Alessandria (Servizio di Igiene e Sanità Pubblica – SISP), con cui il personale sanitario di Juventus è in costante contatto.
Il motivo sono i nuovi casi di contagio al COVID-19, emersi in queste ultime ore fra i giocatori della U.S. Pianese, che i bianconeri hanno affrontato lo scorso 23 febbraio al “Moccagatta” di Alessandria.
Si specifica che, a sei giorni dalla partita, i giocatori bianconeri permangono asintomatici e sono sotto controllo medico.
La Juventus è in costante contatto con la LegaPro. GUARDA TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS IN ESCLUSIVA

Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutto il Mondo Economico sempre aggiornato- tutta l'Economia. SEGUI, LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento 29 Febbraio, 2020, 08:59:24 di Maurizio Barra

Tempo di lettura: 13 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 04:24 DI VENERDì 28 FEBBRAIO 2020

ALLE 08:59 DI SABATO 29 FEBBRAIO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Asia, settima seduta in calo
Vendite su settori industriali e materie prime
28 febbraio 2020 04:24
– Ancora una giornata di passione per le Borse. In Asia l’indice della regione il Msci Asia Pacific perde il 2,7%. E’ il settimo calo consecutivo per i listini, sotto il peso delle vendite che colpiscono i titoli industriali e del settore materie prime. Senza un segnale di un rallentamento dell’epidemia gli investitori fuggono dai mercati.
Tokyo, ai minimi, ha perso il 3,67%, Hong Kong il 2,8%, Shanghai il 3,7%, Seul il 3,3 per cento.
Effetto Coronavirus: venerdì nero in Borsa, l’Europa ‘brucia’ 310 miliardi
La sola Piazza Affari ha perso 21 miliardi di capitalizzazione. Lo spread tra Btp e Bund chiude a 171 punti
28 febbraio 2020
22:33
Il ‘venerdì nerissimo’ sui mercati azionari europei ha causato un calo dell’indice Euro stoxx 600, che raggruppa i principali titoli quotati sulle Borse del Vecchio continente, del 3,5%, che si traduce in 310 miliardi di capitalizzazione persi in un’unica giornata. La sola Piazza Affari, con un calo dell’indice Ftse All share del 3,4%, ha ‘bruciato’ oltre 21 miliardi.
Lo spread tra Btp e Bund chiude a 171 dopo aver superato 180 stamani. Il rendimento del decennale italiano è all’1,01%.
Ultima seduta di settimana molto pesante per Piazza Affari che, in un clima molto nervoso e volatile, ha accusato con l’Europa ancora l’effetto Coronavirus: l’indice Ftse Mib ha chiuso in calo del 3,58% dopo aver sfiorato un ribasso di cinque punti percentuali, l’Ftse All share in discesa dello 3,47%. A Milano, tra i titoli principali, i cali maggiori sono stati accusati da Snam, che ha perso il 4,47% sullo scivolone del greggio, con Hera in ribasso del 5,7%, Eni e Tim del 5,1%. Male anche A2a in ribasso del 4,9%, mentre Terna e Atlantia hanno perso il 4,8%. Nel settore finanziario, Bper ha ceduto il 4,7%, Poste il 4,6% e Mediobanca quattro punti percentuali, con Intesa in calo del 3,9% e Unicredit del 3,8%. Ha provato a tenere Pirelli (-1,5%), con Nexi in calo di un punto, la Juventus sulla parità, Prysmian in rialzo dello 0,4% e Amplifon in netta controtendenza con un aumento finale del 2,6%.
Wall Street archivia la settimana peggiore dalla crisi finanziaria del 2008. Una settimana in cui il Dow Jones ha ceduto oltre il 12% perdendo più di 3.500 punti. L’indice S&P500, quello delle 500 società a maggiore capitalizzazione, ha perso l’11,5%, mentre l’indice dei titoli tecnologici Nasdaq è scivolato del 10,5%, arretrando del 13% rispetto ai livelli record raggiunti di recente.
Le Borse asiatiche affondano sotto il peso dei timori sulla diffusione accelerata dell’epidemia del coronavirus che ha ormai raggiunto quasi 50 Paesi partendo dalla Cina. L’indice della regione il Msci Asia Pacific perde il 2,7%. E’ il settimo calo consecutivo per i listini, sotto il peso delle vendite che colpiscono i titoli industriali e del settore materie prime. Senza un segnale di un rallentamento dell’epidemia gli investitori fuggono dai mercati. Tokyo, ai minimi, ha perso il 3,67%, Hong Kong il 2,8%, Shanghai il 3,7%, Seul il 3,3 per cento.
Quotazioni del petrolio sotto pressione per i contraccolpi del Coronavirus sui mercati. Il Brent perde il 4% e scende sotto la soglia dei 50 dollari al barile, a 49,7 dollari, toccando i minimi da luglio 2017. Il greggio Wti è in ribasso del 4,3% a 45 dollari al barile.
Benzina: arrivano primi ribassi, Eni e Q8 tagliano 1 cent  – Il calo delle quotazioni del petrolio comincia a ripercuotersi a catena anche sui prezzi dei carburanti. Eni e Q8 hanno infatti ridotto di 1 cent il prezzo di benzina e diesel, mentre in Mediterraneo si registravano giovedì sensibili contrazioni per entrambi i prodotti. Sul territorio i prezzi praticati mostrano solo lievi variazioni al ribasso. In particolare, In base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina è a 1,550 euro al litro, con i diversi marchi che vanno da 1,548 a 1,563 euro al litro (no logo 1,541). Il prezzo medio praticato del diesel è invece a 1,438 euro al litro, con le compagnie che passano da 1,435 a 1,451 euro al litro (no logo 1,425). Quanto al servito, per la verde il prezzo medio praticato è a 1,695 euro al litro, con gli impianti che vanno da 1,652 a 1,765 euro al litro (no logo 1,594), mentre per il diesel la media è di 1,585 euro al litro, con i punti vendita delle compagnie compresi tra 1,545 e 1,665 euro al litro (no logo 1,479). Infine, il Gpl va da 0,616 a 0,633 (no logo 0,613).
Borsa: Europa in rosso, Milano -3%
La peggior settimana dal 2008, settore viaggi nel mirino
28 febbraio 2020
09:30
– Per le Borse si delinea la peggior settimana dal 2008. In questa ottava i listini in Europa aprono in pesante calo, oltre il 3% e lo Stoxx Europe 600 registra un calo oltre il 3,5 per cento. Il settore dei viaggi e del tempo libero è il più colpito (-5%). Londra in avvio perde il 3% a 6.592 punti, Francoforte il 3,85% a quota 11.891 e Parigi il 3,36% a quota 5.310 in apertura. La Borsa di Milano apre e subisce un nuovo scossone. L’indice Ftse Mib cede il 3,15% a 22.058 punti.
Spread Btp-Bund tocca picco a 182 punti
Tasso di rendimento del decennale italiano è all’1,16%
28 febbraio 2020
09:52
– Lo spread tra Btp e Bund ha toccato un picco di 182,7 punti base per poi ripiegare a 176 punti. Il tasso di rendimento del decennale italiano è ora dell’1,16%.
Eni: produzione annua +3,5% al 2025
Descalzi, futuro più sostenibile, taglio 80% emissioni
28 febbraio 2020
14:05
Eni prevede di aumentare la produzione del 3,5% annuo al 2025. A quella data il Gruppo taglierà dell’80% le proprie emissioni di Co2. Al 2023 invece saranno installati 3 Gw di potenza in rinnovabili, che saliranno a 5Gw a fine piano. Eni prevede un “successivo flessibile declino principalmente della componente olio” e la produzione di gas arriverà a costituire l’85% del totale al 2050. Sul fronte della sostenibilità il Gruppo ha in progetto la conservazione delle foreste e la cattura e lo stoccaggio della Co2 per un totale di oltre 40 milioni di tonnellate l’anno al 2050, con l’energia rinnovabile che arriverà a una potenza installata di 55 Gw al 2050. Una strategia che, secondo l’amministratore delegato Claudio Descalzi, “rappresenta per noi un passo fondamentale”. “Abbiamo disegnato l’evoluzione di Eni nei prossimi 30 anni – sottolinea – coniugando gli obiettivi di continuo sviluppo in un mercato dell’energia in forte evoluzione con una significativa riduzione dell’impronta carbonica del portafoglio”.
Borsa: Europa peggiora, Francoforte -5%
In forte calo anche Parigi, Londra e Madrid (-4%)
28 febbraio 2020
10:57
– Le Borse europee peggiorano con l’effetto del coronavirus. La peggiore è Francoforte (-5,04%), Madrid (-4,4%), Londra e Parigi (-4,3%). Male anche Milano (-3,2%).
Borsa: Europa soffre, peggior settimana
La peggiore Francoforte (-4,4%), Piazza Affari (-3%)
28 febbraio 2020
11:37
– Le Borse europee proseguono in profondo rosso e si avviano a chiudere la peggiore settimana dalla crisi finanziaria del 2008. I listini del Vecchio continente scontano le preoccupazioni degli investitori per gli effetti sull’economia globale derivante dalla diffusione del coronavirus.
L’indice Stoxx 600 cede il 4%. In profondo rosso Francoforte (-4,4%), Londra (-3,9%), Madrid (-3,7%) e Parigi (-3,6%). Il settore dei viaggi e del tempo libero ha subito un calo del 5,3%. Nel comparto delle compagnie aeree (-4,7%) procedono pesante Air France (-5,8%), Lufthansa (-4,7%), EasyJet (-3,7%) e Ryanair (-2,2%). Andamento negativo anche per i settori esposti con la Cina con il comparto dell’hi-tech (-4%).
Piazza Affari (-2,8%) contiene le perdite rispetto agli altri listini europei.
Borsa: Milano (-3%) prosegue pesante
Piazza Affari appesantita da banche, spread Btp-Bund a 175 punti
28 febbraio 2020
11:54
– La Borsa di Milano (-3%) prosegue pesante, in linea con gli altri listini del Vecchio continente che risentono degli effetti del contagio da coronavirus. Lo spread si stabilizza a 175 punti base dopo aver toccato un picco a quota 182. Il rendimento del decennale italiano si attesta all’1,14%.
A Piazza Affari l’unico titolo in positivo è la Juventus (+2,1%). In fondo al listino principale Atlantia (-4,9%), in rosso anche Eni (-3,6%), dopo i conti ed il nuovo piano. Ad appesantire il listino c’è il comparto bancario con Unicredit (-4%), Mps (-3,7%), Banco Bpm e Ubi (-3,4%), Intesa (-3,3%).
Yamamay-Carpisa,incassi a ospedale Sacco
Cimmino, segnale concreto e speranza sia ‘contagioso’
28 febbraio 2020
12:02
– Yamamay e Carpisa, i due brand più noti del gruppo Pianoforte, lanciano un messaggio speciale dalle vetrine dei loro negozi del centro di Milano, ‘Viva l’amore, Viva la Vita’ e devolvono l’incasso di sabato 29 febbraio e domenica 1 marzo all’Ospedale Sacco per sostenere i reparti di ricerca dell’Ospedale. “Milano non si ferma, l’Italia non si ferma – commenta Gianluigi Cimmino, ceo di Pianoforte Holding riprendendo lo slogan lanciato ieri dal sindaco Beppe Sala – per sollecitare un ritorno alla normalità abbiamo fatto la nostra parte. Un sostegno concreto alla ricerca, con una formula molto semplice: quello che si incassa sarà interamente devoluto al Sacco, in prima linea nella ricerca; e poi vogliamo smuovere la gente, farla tornare a pensare positivo. L’aspetto economico e quello sociale sono collegati: il successo più grande di questa iniziativa sarà essere copiata, mi auguro possa essere ‘contagiosa’
Borsa: Europa lima calo ma resta pesante
Sotto pressione hi-tech e utility, a Piazza Affari giù Atlantia
28 febbraio 2020
12:58
– Le Borse europee riducono lievemente il calo ma restano pesanti, con i timori degli investitori per l’impatto sull’economia globale con il propagarsi del contagio da coronavirus. I listini si sono allineati con l’indice stoxx 600 che cede il 2,7%.
In rosso Francoforte (-2,9%), Londra e Milano (-2,7%), Parigi e Madrid (-2,4%). In forte calo il comparto azionario dell’hi-tech (-3,1%) e le utility (-2,8%). A Piazza Affari prosegue in profondo rosso Atlantia (-5,5%) ed i titoli del comparto bancario.
Wall Street apre in forte calo
Nasdaq -2,82%
NEW YORK
28 febbraio 2020
15:36
– Apertura in netto calo per Wall Street che, sui timori del coronavirus, si avvia a chiudere la peggiore settimana dalla crisi finanziaria del 2008. Il Dow Jones perde il 2,81%, il Nasdaq il 2,82% e l’indice S&P500 il 2,68%.
Borsa Milano e Europa male dopo Usa
Piazza Affari ha toccato anche un calo del 4%, scivola Atlantia
28 febbraio 2020
15:42
– L’avvio di Wall street ha ridotto di qualche frazione il pesante calo dei mercati azionari europei, che restano comunque in clima da ‘venerdì nero’: Francoforte dopo i primi scambi sulla Borsa statunitense resta la peggiore della giornata e cede il 4%, Parigi il 3,6%, Milano e Londra il 3,5% dopo che l’indice Mib ha toccato un calo anche del 4% sotto i 22mila punti in un clima molto nervoso e volatile. Il listino tedesco, secondo gli operatori, guida i ribassi anche per l’ammissione del presidente della Bundesbank Weidmann, secondo il quale l’economia della Germania potrebbe mancare le previsioni di crescita di quest’anno già limate in precedenza, mentre a Milano resta molto debole Atlantia, in calo del 5,7%, con Hera che cede cinque punti percentuali. Tra i titoli principali di Piazza Affari tiene solo Amplifon, che sale di circa un punto percentuale.
Aeroporti Veneto, calo 30% passeggeri
Stop voli per Israele, Giordania e Corea del Sud
VENEZIA
28 febbraio 2020
15:50
– Dal Veneto non si potrà volare nelle prossime settimane verso Israele, Giordania e Corea del Sud a causa delle restrizioni ai passeggeri italiani imposte da questi Paesi: è diminuito nelle ultime ore il ventaglio delle destinazioni raggiungibili dagli aeroporti di Venezia, Verona e Treviso. “Tutto è funzionante come sempre – spiega Camillo Bozzolo, direttore commerciale aviation del Gruppo Save – ma stiamo soffrendo: nei primi tre giorni di questa settimana abbiamo registrato una flessione del ‘sistema’ degli scali veneti del 30%”. All’interno del ‘Marco Polo’ di Tessera si vedono pochi passeggeri sostare nei corridoi, i negozi sono vuoti e le file al check-in molto meno affollate che nei giorni scorsi. Ieri sera sono stati fatti rientrare nello scalo lagunare i turisti easyJet di due voli partiti da Malpensa e Venezia, ai quali era stato impedito l’ingresso in Israele. MONDO CRONACA POLITICA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa Milano chiude male, Ftse Mib -3,5%
In violento calo anche l’Ftse All share, ma sopra minimi seduta
MILANO
28 febbraio 2020
17:43
– Pesante scivolone per Piazza Affari: l’indice Ftse Mib ha chiuso in calo del 3,58% dopo aver sfiorato un ribasso di cinque punti percentuali, l’Ftse All share in discesa dello 3,47% con le Borse europee che, in un clima molto nervoso, si sono mosse sugli stessi livelli.
Borsa: Europa chiude pesante, Londra -3%
Anche Parigi e Francoforte in ribasso di oltre tre punti
28 febbraio 2020
17:55
– Altro scivolone per i mercati azionari del Vecchio continente: Londra ha concluso l’ultima seduta della settimana in calo del 3,1%, Parigi del 3,3% e Francoforte in ribasso del 3,8%.
Borsa, Europa ‘brucia’ 310 miliardi
La sola Piazza Affari ha perso 21 miliardi di capitalizzazione

28 febbraio 2020
18:11
– Il ‘venerdì nerissimo’ sui mercati azionari europei ha causato un calo dell’indice Euro stoxx 600, che raggruppa i principali titoli quotati sulle Borse del Vecchio continente, del 3,5%, che si traduce in 310 miliardi di capitalizzazione persi in un’unica giornata.
La sola Piazza Affari, con un calo dell’indice Ftse All share del 3,4%, ha ‘bruciato’ oltre 21 miliardi.
Borsa Milano soffre con Europa, male Eni
Pesa anche scivolone petrolio, in controtendenza Amplifon
28 febbraio 2020
19:41
– Il ‘venerdì nerissimo’ sui mercati azionari europei ha causato un calo dell’indice Euro stoxx 600, che raggruppa i principali titoli quotati sulle Borse del Vecchio continente, del 3,5%, che si traduce in 310 miliardi di capitalizzazione persi in un’unica giornata. La sola Piazza Affari, con un calo dell’indice Ftse All share del 3,4%, ha ‘bruciato’ oltre 21 miliardi
Ultima seduta di settimana molto pesante per Piazza Affari che, in un clima molto nervoso e volatile, ha accusato con l’Europa ancora l’effetto Coronavirus: l’indice Ftse Mib ha chiuso in calo del 3,58% dopo aver sfiorato un ribasso di cinque punti percentuali, l’Ftse All share in discesa dello 3,47%.
A Milano, tra i titoli principali, i cali maggiori sono stati accusati da Snam, che ha perso il 4,47% sullo scivolone del greggio, con Hera in ribasso del 5,7%, Eni e Tim del 5,1%. Male anche A2a in ribasso del 4,9%, mentre Terna e Atlantia hanno perso il 4,8%. Nel settore finanziario, Bper ha ceduto il 4,7%, Poste il 4,6% e Mediobanca quattro punti percentuali, con Intesa in calo del 3,9% e Unicredit del 3,8%.
Ha provato a tenere Pirelli (-1,5%), con Nexi in calo di un punto, la Juventus sulla parità, Prysmian in rialzo dello 0,4% e Amplifon in netta controtendenza con un aumento finale del 2,6%.
Spread Btp-Bund chiude a 171
Tasso del decennale italiano è all’1,01%
28 febbraio 2020
18:32
– Lo spread tra Btp e Bund chiude a 171 dopo aver superato 180 stamani. Il rendimento del decennale italiano è all’1,01%.
Agricoltura 2019, giù la produzione (1,3%) ma vola l’export
Rapporto Ismea, pesano dazi, Brexit e clima
28 febbraio 2020
13:48
– L’agricoltura italiana chiude il 2019 con un calo della produzione dell’1,3% e del valore aggiunto del 2,7%, ma volano l’export (+5,3%) e l’industria alimentare (+3%). E’ quanto emerge dal rapporto Agrosserva dell’Ismea che traccia il bilancio di un’annata sulla quale hanno pesato il rallentamento degli scambi globali, le incognite sul futuro post Brexit, i possibili riflessi della nuova imposizione tariffaria sul mercato Usa e le anomalie climatiche che negli ultimi mesi hanno colpito alcuni comparti. Flessioni rilevanti, rivela il rapporto, si registrano per la produzione di frutta, cereali, zootecnia e uva da vino, mentre il 2019 è stato positivo per olio, patate e ortaggi. Bene sul fronte dei prezzi agricoli, dove l’indice dell’Ismea ha registrato un aumento del 2,5% per prodotti zootecnici e coltivazioni, in un contesto di costi rimasti stabili. Migliora pertanto il rapporto tra prezzi ottenuti dagli agricoltori e costi sostenuti, in molti casi però vanificato in termini di redditività dal clima avverso che ha richiesto un maggiore utilizzo di strumenti con raccolti spesso inferiori alla media. Segno positivo per l’industria alimentare che si conferma tra i settori economici più performanti, grazie ad una domanda estera che ha raggiunto quota 44,6 miliardi di euro. Le destinazioni più dinamiche, segnala l’Ismea, sono state quelle extra-europee, con in testa gli Usa che, con 4,6 miliardi di euro e un aumento dell’11,1% sul 2018 rappresenta la terza meta dell’agroalimentare made in Italy. Positive le vendite per quasi tutti i comparti, a eccezione di frutta e oli, ma è ancora troppo presto per poter valutare l’impatto dei dazi Usa in vigore da novembre su liquori, formaggi stagionati Dop e alcune produzioni di carne suina. Risulta invece in frenata la spesa delle famiglie per i generi alimentari, sostenuta solo da bevande e prodotti confezionati.
Inail, aumentano le denunce di incidenti mortali sul lavoro
A gennaio 2020 +18%, segnalati 52 casi mortali
28 febbraio 2020
15:27
A gennaio calano le denunce di infortunio sul lavoro ma aumentano le denunce per i casi mortali. Lo fa sapere l’Inail spiegando che le denunce di infortunio sul lavoro presentate all’Istituto nel primo mese del 2020 sono state 46.483 (-3% rispetto al gennaio 2019) mentre sono state 52 quelle riferite ad incidenti con esito mortale (+18,2%). Sono diminuite le denunce per patologie di origine professionale con 4.634 casi (-5,6%).
Le denunce di infortunio sul lavoro presentate all’Inail nel mese di gennaio sono state 46.483, in diminuzione di oltre 1.400 casi (-3%) rispetto al primo mese del 2019. Si registra un calo sia dei casi avvenuti in occasione di lavoro, passati da 41.475 a 40.712 (-1,8%), sia di quelli in itinere, occorsi cioè nel tragitto di andata e ritorno tra l’abitazione e il posto di lavoro, che hanno fatto registrare un calo pari al 10,3%, da 6.433 a 5.771. A gennaio 2020 il numero degli infortuni sul lavoro denunciati è diminuito del 4,2% nella gestione Industria e servizi (a 34.995 casi) e del 2,6% in Agricoltura, mentre nel Conto Stato si registra un aumento dell’1,9% (a 9.353 casi). L’analisi territoriale evidenzia un calo delle denunce di infortunio in tutte le aree del Paese: -2,4% nel Nord-Ovest, -3,8% nel Nord-Est, -4% nel Centro, -0,3% al Sud e -4,2% nelle Isole. La diminuzione delle denunce ha interessato solo i lavoratori italiani (-4%), mentre quelli comunitari ed extracomunitari hanno presentato incrementi pari, rispettivamente, al +8% e +1%. Le denunce di infortunio sul lavoro con esito mortale presentate all’Istituto nel mese di gennaio sono state 52, otto in più rispetto alle 44 registrate nel primo mese del 2019 (+18,2%). Sono aumentate soprattutto le denunce di incidenti mortali avvenuti in itinere (da 13 a 19) mentre quelle per infortuni in occasione di lavoro sono passati da 31 a 33.
Coronavirus: Istat, nessun aumento prezzi igienizzanti
A febbraio forte incremento delle quantità vendute
28 febbraio 2020
13:25
A febbraio si è registrato un forte incremento delle vendite di prodotti igienizzanti a causa dell’emergenza Coronavirus, senza però tensioni sui prezzi. Lo spiegano all’Istat nella conferenza stampa sull’inflazione di febbraio, precisando che le rilevazioni arrivano fino a domenica 23 (quando cioè erano già comparsi i primi casi nelle zone rosse). “C’è un forte aumento delle quantità vendute – spiegano – ma non ci sono stati aumenti dei prezzi”. I prodotti comunque costituiscono una parte marginale del paniere complessivo e non produrrebbero effetti sull’inflazione generale.

A febbraio l’indice dei prezzi al consumo (Nic) è rimasto invariato rispetto a gennaio ed è aumentato dello 0,4% su febbraio 2019. Lo rileva l’Istat sulla base delle stime preliminari. A gennaio l’aumento dei prezzi su base annua era stato dello 0,5%. La lieve frenata dell’inflazione è imputabile prevalentemente alla dinamica dei beni energetici non regolamentati. L’inflazione acquisita per il 2020 è zero per l’indice generale e per la componente di fondo. L’indice Ipca diminuisce dello 0,4% su base mensile a causa dei saldi di cui il Nic non tiene conto.

I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona (il cosiddetto carrello della spesa) sono aumentati a febbraio dello 0,4% rispetto a gennaio e dello 0,7% rispetto a febbraio 2019 con una lieve accelerazione rispetto a gennaio (quando l’aumento annua era stato dello 0,6%). Lo rileva l’Istat sulla base delle stime preliminari. I prodotti ad alta frequenza di acquisto a febbraio rallentano su base annua dal +1,3% a +1%.
Benzina: arrivano primi ribassi
Prezzo medio della verde 1,550 euro al self, 1,695 euro servito
28 febbraio 2020
10:18
Il calo delle quotazioni del petrolio comincia a ripercuotersi a catena anche sui prezzi dei carburanti. Eni e Q8 hanno infatti ridotto di 1 cent il prezzo di benzina e diesel, mentre in Mediterraneo si registravano ieri sensibili contrazioni per entrambi i prodotti.
Sul territorio i prezzi praticati mostrano solo lievi variazioni al ribasso. In particolare, In base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina è a 1,550 euro al litro, con i diversi marchi che vanno da 1,548 a 1,563 euro al litro (no logo 1,541). Il prezzo medio praticato del diesel è invece a 1,438 euro al litro, con le compagnie che passano da 1,435 a 1,451 euro al litro (no logo 1,425).
Quanto al servito, per la verde il prezzo medio praticato è a 1,695 euro al litro, con gli impianti che vanno da 1,652 a 1,765 euro al litro (no logo 1,594), mentre per il diesel la media è di 1,585 euro.

Politica tutte le notizie- tutta la Politica in tempo reale sempre aggiornata. INFORMATI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento 29 Febbraio, 2020, 07:08:07 di Maurizio Barra

Tempo di lettura: 22 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:21 DI GIOVEDì 27 FEBBRAIO 2020

ALLE 07:08 DI SABATO 29 FEBBRAIO 2020

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Salvini a Mattarella,far ripartire Paese
Leader Lega illustra proposte economiche già avanzate al premier
27 febbraio 2020 13:21
– Riaprire tutto e far ripartire l’Italia. È il nocciolo delle richieste che il leader della Lega Matteo Salvini, a quanto si apprende da fonti del partito, ha avanzato al Capo dello Stato. L’incontro, sottolineano le stesse fonti, si è svolto in un clima di cordialità. Salvini ha rappresentato le difficoltà del mondo produttivo, segnalando l’esigenza di difendere il Paese e illustrando le proposte economiche già avanzate negli ultimi giorni dal primo partito italiano e sottoposte al Presidente del Consiglio.
Governo: Meloni, no a inciuci
Esperienza esecutivo è finita, unica soluzione sono elezioni
27 febbraio 2020
14:39
– “Fratelli d’Italia considera il Governo Conte una esperienza fallita ed è pronto a presentare una mozione di sfiducia al governo per verificare se ci sia ancora una maggioranza che lo sostiene. Ma insistiamo nel dire che la soluzione per il dopo Conte, a nostro avviso, sono libere elezioni”. Lo afferma la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni che aggiunge: “In ogni caso, i voti di Fratelli d’Italia non sono indispensabili per un governo istituzionale, che per noi rimane un inciucio”.
Open Arms: voto su Salvini il 10 marzo
Era previsto per oggi, ma un leghista in quarantena per il virus
27 febbraio 2020
14:54
– Il 10 marzo alle 13.30 la Giunta per le immunità del Senato voterà sulla richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini per il caso Open Arms. In base a quanto si apprende, sarebbe quanto deciso nella riunione della Giunta, tuttora in corso. Il voto inizialmente era in programma per il pomeriggio di oggi ma è slittato per l’assenza di un esponente della Lega, Luigi Augussoli, in ‘quarantena volontaria’ per l’allarme coronavirus.
Coronavirus, appello imprese-sindacati
Lavorare insieme, superare questa fase con rapidità e efficacia
27 febbraio 2020
17:08
Da banche, imprese e sindacati un appello congiunto a lavorare tutti, insieme, “per consentire al nostro Paese di superare questa fase in maniera rapida ed efficace”. “Dopo i primi giorni di emergenza, è ora importante valutare con equilibrio la situazione per procedere a una rapida normalizzazione, consentendo di riavviare tutte le attività ora bloccate”, scrivono Abi, Coldiretti, Confagricoltura, Confapi, Confindustria, Alleanza Cooperative, Rete Imprese Italia (Casartigiani, CNA, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti), Cgil, Cisl, Uil.
Patuanelli, prime misure per le imprese delle zone rosse
Accesso automatico fondo Pmi. In secondo pacchetto indennità
27 febbraio 2020
17:09
Il Ministero dello sviluppo economico è pronto ad attuare a breve un “set d’interventi” per le imprese nei comuni colpiti dal coronavirus. Lo annuncia il ministro Stefano Patuanelli su Facebook elencando il primo pacchetto di norme. Si va dal potenziamo del fondo per le Pmi (che viene portato da circa 600 a 750 milioni di euro, con priorità automatica e accesso senza oneri alle imprese nella zona rossa) allo stop dei pagamenti di premi assicurativi, bollette di gas, luce e acqua e rate dei mutui bancari (in accordo con l’Abi).
Inoltre, annuncia il ministro, “con il ministero dell’Economia e delle Finanze si stanno valutando le indennità per danno diretto e indiretto, che attueremo con un secondo pacchetto più ampio assieme ad altre misure”.
L’elenco in dettaglio delle misure in preparazione arriva nel giorno in cui imprese e sindacati lanciano insieme un appello a superare l’emergenza, tornando “rapidamente” alla normalità.
Coronavirus, la conferenza stampa della protezione civile LIVE 28 febbraio 2020
18:01:

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

VAI ALLA CRONACA  VAI A TUTTE LE NOTIZIE DAL MONDO Home Mappa del sito

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Scontro su governo di unità nazionale, Salvini al Colle
Leader Lega insiste. Conte, “siamo già uniti”. Il no di Pd ed M5s. Meloni, sfiducia al premier
27 febbraio 2020
21:24
Matteo Salvini tiene alto lo scontro politico spingendo per le larghe intese, malgrado i veti di Pd e Cinque Stelle. Il segretario della Lega sale al Quirinale per parlare con il capo dello Stato dell’emergenza coronavirus ma prima, in una conferenza stampa alla Camera, chiede ancora una volta un esecutivo “scialuppa”, in grado di “accompagnare il Paese fuori dal pantano e portarlo al voto”.
“Questa squadra di governo non é adatta a gestire la normalità, figuriamoci l’emergenza. Noi vogliamo che l’Italia riparta ma con Conte non riparte. La Lega c’è per accompagnare il Paese fuori dal pantano, per accompagnare il Paese al voto”. Così il leader della Lega Matteo Salvini in una conferenza stampa alla Camera ad una domanda se la Lega è disponibile ad un governo di solidarietà nazionale. Salvini oggi ha avuto un incontro con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Un faccia a faccia durante il quale non si sarebbe minimamente parlato, a quanto si apprende, di governi istituzionali o temi di questo tipo, ma della necessità di far ripartire l’Italia dopo l’emergenza del coronavirus.
“Ho trovato nel Presidente della Repubblica un interlocutore attento sul fatto che l’Italia debba riaprire tutto il possibile al più presto possibile”.
“L’importante – ribadisce ancora Salvini – è non affondare. Con Conte l’Italia affonda, noi siamo disponibili a remare su una scialuppa di salvataggio per il tempo strettamente necessario a tornare alla normalità democratica”.
Anche il leader di Italia Viva, Matteo Renzi si rende conto dei margini ristretti di tutta l’operazione, ma non molla la presa, guardando già a dopo la fine della vicenda coronavirus per dare battaglia. “Quando l’emergenza sarà rientrata – assicura l’ex premier – parleremo del futuro del Governo. Ora lavoriamo tutti insieme”. Favorevole a un governo di unità nazionale anche Mara Carfagna (Fi), secondo cui “solo uno sforzo comune può mettere l’Italia e gli italiani al riparo dai danni di un pericoloso ciclo di crisi”
Scenari che non sembrano preoccupare Giuseppe Conte. “Noi – taglia corto – siamo un governo unito, lo siamo già”.
“A me non risulta che in questo momento ci sia una crisi di governo in Italia. C’è un governo e nessuno ha annunciato una crisi”, ha detto il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, arrivando in un locale di Milano sui Navigli per un aperitivo con i giovani del partito, rispondendo a chi gli domandava della possibilità di un governo di unità nazionale di fronte all’emergenza coronavirus.
“Avanza l’idea di un esecutivo Renzi-Salvini: il Governo dell’Amuchina. Diciamo no a chi specula sull’emergenza”. Così il consigliere capitolino del Pd ed esponente dei democratici di Roma Giovanni Zannola.
“Vorrei ricordare a Salvini che la legislatura finisce nel 2023 e che in vista non c’è nessun governo elettorale. Ora serve l’impegno straordinario di tutti per rilanciare l’economia del Paese”. Lo scrive su Twitter il presidente dei senatori Pd Andrea Marcucci.
No anche da M5s. “Diciamo un grande NO alle ammucchiate e ai governicchi. Salvini, in questo momento difficile per il Paese, non sa fare altro che pensare ai voti e a come accrescere il consenso del suo partito… Basta sciacallaggio!”. Lo scrive in un tweet la deputata e presidente M5s della Commissione di inchiesta sulle banche, Carla Ruocco.(
“Noi lo abbiamo proposto, perché crediamo che in un momento difficile il Paese abbia bisogno di farsi trovare unito, non con le polemiche di questi giorni, che non ci hanno fatto fare una grande figura”. Così Luciano Nobili, deputato di Italia viva, ospite di ‘Un giorno da pecora’ su Rai Radio1, rispondendo a una domanda sulla proposta di Matteo Salvini di un governo di unità nazionale. Sull’eventuale sintonia quindi tra la Lega e Iv su questa ipotesi, Nobili si è limitato a dire: “Noi abbiamo avanzato una proposta sulle riforme”, specificando che comunque si tratterebbe di un esecutivo sia per affrontare la crisi economica che per fare le riforme: “Noi l’abbiamo proposta per entrambe le cose, ma vedremo”, escludendo invece che ci siano contatti tra Salvini e Matteo Renzi. Infine sui tempi, ha detto: “Non corriamo troppo: l’Italia va incontro a una fase difficile. C’è un presidente della Repubblica a cui certo noi non ci sostituiamo”.
“Fratelli d’Italia considera il Governo Conte una esperienza fallita ed è pronto a presentare una mozione di sfiducia al governo per verificare se ci sia ancora una maggioranza che lo sostiene. Ma insistiamo nel dire che la soluzione per il dopo Conte, a nostro avviso, sono libere elezioni”. Lo afferma la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni che aggiunge: “In ogni caso, i voti di Fratelli d’Italia non sono indispensabili per un governo istituzionale, che per noi rimane un inciucio”.
Coronavirus, vertice Conte-Macron a Napoli. Il premier: chiudere le frontiere un danno irreversibile
27 febbraio 2020
21:40
“Chiudere le frontiere sarebbe un danno irreversibile economico e non praticabile”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte al termine del vertice con il presidente francese Emmanuel Macron a Napoli.

“Il governo fin dall’inizio ha affrontato con grande responsabilità l’emergenza, che non riguarda solo l’Italia e in prospettiva riguarderà anche Paesi che sembrano meno coinvolti. Abbiamo seguito una linea di massima precauzione mettendo in atto tutte le misure suggerite dalla comunità scientifica”, ha affermato Conte.

“Dobbiamo sapere che ci devono essere risposte europee, dobbiamo adeguarci. Abbiamo bisogno di grande flessibilità”. Lo dice il presidente francese Emmanuel Macron in conferenza stampa con il premier Giuseppe Conte rispondendo ad una domanda su una possibile flessibilità che l’Ue potrebbe concedere ai Paesi colpiti dall’emergenza coronavirus.
LA CONFERENZA STAMPA:“E’ un virus che ci riguarda tutti quanti e la situazione verrà risolta solo con una perfetta cooperazione internazionale”. Lo dice il presidente francese Emmanuel Macron in conferenza stampa con il premier Giuseppe Conte.
“Grazie al suo lavoro e a quello del presidente Mattarella oggi ritroviamo una strada comune”, ha aggiunto nella conferenza stampa dopo quello che ha definito un “vertice di rilancio”. “Questo vertice del rilancio franco-italiano è importante non solo per i nostri due Paesi ma è un elemento di equilibrio e dinamismo per l’Ue”
Mattarella incontra Macron: il capo dello Stato a Napoli per il bilaterale Italia-Francia
“Italia e Francia vogliono lavorare insieme per rendere l’Ue più solidale, più sicura, più sociale, più rispettosa dell’ambiente e anche più forte del mondo”, ha detto Conte nella conferenza stampa congiunta con il presidente francese Emmanuel Macron.
“Non siamo soddisfatti del vertice del bilancio, nelle prossime settimane dobbiamo continuare a lavorare per un compromesso valido per perseguire l’agenda strategica” dell’Ue.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Intercettazioni, ok al decreto tra le polemiche. E’ legge
Più spazio a uso dei trojan. Voto della Camera a un soffio dalla scadenza
28 febbraio 2020
10:26
A un soffio dalla scadenza (del 29 febbraio) diventa legge il decreto sulle intercettazioni. Il via libera arriva alla Camera con 246 sì e 169 voti contrari. Sul provvedimento martedì scorso il governo aveva chiesto e incassato la fiducia (304 voti a favore, 226 contrari e un astenuto). Molto critica l’opposizione, pronta all’ostruzionismo. Poi, la ‘tregua’ raggiunta in cambio dell’approvazione rapida del decreto sul coronavirus, grazie al compromesso sui tempi suggerito dal presidente della Camera Roberto Fico.
La più ostile è Forza Italia che parla di un provvedimento liberticida. Nel mirino, soprattutto le norme sull’uso del trojan, il captatore informatico che viene inserito nei cellulari e negli altri dispositivi mobili. Tra le modifiche introdotte al testo varato dal Consiglio dei ministri a dicembre, c’è il rinvio di altri due mesi dell’entrata in vigore della riforma. Sarà operativa quindi dal primo maggio.
Ecco le principali novità.
– PM SELEZIONERA’ INTERCETTAZIONI: ora sarà il magistrato, e non più la polizia giudiziaria, a valutare quali colloqui sono rilevanti per le indagini o meno. Toccherà a lui anche vigilare ché nei verbali non siano riportate espressioni che ledono la reputazione di singole persone o dati personali (“salvo che si tratti di intercettazioni rilevanti ai fini delle indagini”). Com’era prima della riforma del 2017, verbali e registrazioni saranno trasmessi immediatamente al pm, che li depositerà entro 5 giorni. I difensori potranno esaminare gli atti e ascoltare le registrazioni.
– USO DEL TROJAN: sarà possibile usare il trojan non solo per i reati contro la pubblica amministrazione commessi dai pubblici ufficiali, ma anche dagli incaricati di pubblico servizio e puniti con la reclusione oltre 5 anni. E le intercettazioni potranno avvenire anche nei luoghi di dimora privata (come previsto già dalla Spazza-corrotti per i pubblici ufficiali), “previa indicazione delle ragioni che ne giustificano l’utilizzo”.
– USO IN ALTRI PROCEDIMENTI: i risultati delle intercettazioni possono essere usati in procedimenti diversi da quelli in cui sono stati disposti, solo se sono “indispensabili” e “rilevanti” per l’accertamento dei reati per i quali è previsto l’arresto in flagranza e di quelli di particolare gravità indicati tassativamente dall’articolo 266 del codice di procedura penale.
Papa Francesco rinvia le udienze ufficiali di oggi
Già ieri per una indisposizione non era andato in Laterano
CITTÀ DEL VATICANO
28 febbraio 2020
14:53
“Il Santo Padre ha celebrato messa questa mattina e al termine, come di consueto, ha salutato i partecipanti, ma ha ritenuto di rinviare le udienze ufficiali di oggi. Gli incontri in agenda a Casa Santa Marta proseguono regolarmente”. Lo comunica il direttore della sala stampa vaticana Matteo Bruni.

Già ieri il Papa, per una lieve indisposizione, aveva annullato l’incontro a San Giovanni in Laterano, confermando invece gli appuntamenti a Santa Marta.
Patuanelli,vari soggetti vicini Alitalia
Bando cessione nelle prossime ore. Emergenza coronavirus incide
28 febbraio 2020
10:18
Il bando di cessione di Alitalia per le offerte non vincolanti “verrà pubblicato nelle prossime ore, credo ci sia una interlocuzione aperta con diversi soggetti che si sono avvicinati in queste ore”. Lo ha detto il ministro dello sviluppo economico, Stefano Pautuanelli, a UnoMattina. “Confido in una soluzione positiva”, ha aggiunto, anche se l’emergenza coronavirus “incide fortemente sulla vendita dei biglietti” e “non agevola certamente il cammino del commissario Leogrande”. Ieri la compagnia ha annunciato la richiesta di cassa integrazione per sette mesi per poco meno di 4.000 dipendenti, adducendo tra le motivazioni anche l’impatto del coronavirus.
Mafia: Richetti, istituire commissione inchiesta Vassallo
28 febbraio 2020
09:54
– Il senatore Matteo Richetti di Azione ha presentato, lo scorso novembre, una proposta istitutiva di una commissione parlamentare d’inchiesta sull’omicidio di Angelo Vassallo. La proposta è stata firmata anche dai senatori Pittella, Fedeli, Paragone, Lenzi e Garavini dimostrando “la trasversalità del sostegno alla proposta in questione e consentendo l’approvazione in Senato in tempi rapidi”.
“E’ necessario che la capigruppo del Senato proceda con la calendarizzazione della legge in tempi rapidi – afferma Richetti – anche perché la durata prevista dalla legge, dei lavori della Commissione d’inchiesta è di 24 mesi e, a questo punto, la legislatura non può attendere oltre. Qui, è ora di dimostrare che c’è la volontà politica di fare luce rendendo giustizia alla memoria di Angelo Vassallo. Lo dobbiamo non solo alla famiglia del “sindaco Pescatore” ma a tutti gli italiani e in particolar modo a tutti quei sindaci impegnati in prima linea e che ci stanno chiedendo, nelle ultime settimane a gran voce, di procedere con la commissione d’inchiesta. Chiedo alla Presidente Casellati e a tutti i capigruppo di dare un segnale in questo senso”.
“È fondamentale – afferma Dario Vassallo, presidente della fondazione Vassallo – approvare subito questa legge affinché i tempi che restano a questa legislatura siano sufficienti per approvare la legge e diventare, immediatamente, operativi. Il Parlamento ha l’occasione di riscattare 10 anni nei quali non è stato possibile fare luce sull’omicidio di Angelo e portare una verità giudiziaria ad uno dei casi di maggiore rilievo legati alla politica e all’amministrazione del mezzogiorno, in particolar modo della Campania”.
Coronavirus, Fraccaro: ‘Da Cdm ok a decreto, ora ripartire’
In decreto norma ‘salva-anno scolastico’
28 febbraio 2020
23:27
“Il Cdm ha approvato il decreto urgente a sostegno dell’economia nelle zone colpite dal Coronavirus – ha annunciato su Facebook il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio, Riccardo Fraccaro -. Abbiamo subito messo in campo le misure a tutela della salute dei cittadini e l’Oms ne ha riconosciuto l’efficacia. Mentre in altri Paesi d’Europa si sta iniziando ora a fronteggiare l’epidemia, noi abbiamo già introdotto le norme a favore del mondo produttivo. I territori interessati ora possono ripartire e con essi anche l’Italia”.
Il principio della massima precauzione – aggiunge Fraccaro – ci ha consentito di agire in maniera tempestiva e arginare il più possibile il fenomeno. Ora diamo un aiuto concreto sul piano economico alle famiglie, ai lavoratori e alle imprese nei territori interessati. Abbiamo previsto anzitutto la sospensione dei versamenti e delle utenze, quindi per i cittadini coinvolti si interrompe il pagamento di bollette e rate dell’assicurazione. Per le Pmi introduciamo l’accesso gratuito e prioritario al Fondo di garanzia, che viene rifinanziato, in modo da aiutare le aziende a rilanciare l’attività economica. Abbiamo deciso, inoltre, un rafforzamento delle risorse destinate al sostegno delle imprese esportatrici”.
“Sono state approvate anche norme a sostegno dei lavoratori, soprattutto in materia di cassa integrazione e di sussidio a chi è impossibilitato a svolgere l’attività professionale. Abbiamo previsto, inoltre, misure specifiche per il settore del turismo, per la giustizia e per la pubblica amministrazione. Il Governo sta lavorando con grande serietà con l’obiettivo di tutelare la collettività e aiutare il mondo produttivo e i cittadini. Salute e rilancio dell’economia sono le nostre priorità per ottenere quanto prima il ritorno alla normalità. Il prossimo passo è un nuovo provvedimento dedicato allo sviluppo dell’economia che consenta al Paese di tornare a crescere. Altri parlano e pensano alle polemiche di palazzo, noi – conclude Fraccaro – lavoriamo per il bene del Paese”.
Dopo stop bollette pagamenti anche a rate – I pagamenti delle bollette, sospesi fino al 30 aprile con il nuovo decreto sul Coronavirus approvato dal Consiglio dei ministri, potranno anche essere rateizzati. Le norme contenute nella bozza del decreto prevedono già questa possibilità – demandando all’Arera di stabilire le modalità – che potrebbe essere estesa, secondo quanto viene riferito, anche al saldo dei mancati versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi dell’Rc auto.
In decreto norma ‘salva-anno scolastico’ – Gli studenti che frequentano scuole chiuse a causa del Coronavirus non perderanno l’anno scolastico, anche se le chiusure dovessero protrarsi. Secondo quanto si apprende nel decreto sul Coronavirus approvato dal Consiglio dei ministri, è stata inserita una norma del ministero dell’Istruzione che deroga al limite dei 200 giorni minimi per la validità dell’anno scolastico.
Verso divisione zone contagio in 3 colori – Con il nuovo decreto del presidente del Consiglio, atteso per domani, dovrebbe arrivare anche una divisione in tre colori delle zone del contagio, graduando il livello del contagio e le misure da attuare nei diversi casi. Secondo quanto si apprende
da fonti ministeriali, il provvedimento è stato anticipato nel corso del Cdm che ha approvato il nuovo decreto legge con le prime misure economiche. Il governo si dovrebbe di nuovo riunire domani, nella sede della Protezione civile a Roma, per definire il dpcm e vararlo:“Presenteremo questa bozza di decreto legge – aveva detto il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri prima del Cdm – con le prime misure urgenti per sostenere famiglie lavoratori, imprese più colpiti dall’emergenza Coronavirus, un primo segnale concreto di sostegno cui ne seguirà un altro: stiamo lavorando per un secondo decreto con ulteriori misure la prossima settimana”.
LE PAROLE DEL MINISTRO GUALTIERI PRIMA DEL CDM:“Siamo in parallelo al lavoro sul secondo decreto che conterrà lo stanziamento per misure di sostegno sia ai territori più colpiti sia ai settori produttivi che soffrono più questa crisi”, ha detto Gualtieri.
“Il Paese deve affrontare” l’emergenza “con determinazione, unità, serietà e anche fiducia. Il Paese può andare avanti, l’economia può e deve ripartire ed essere sostenuta”.
“L’Italia non si ferma, volgiamo lo sguardo al domani, sempre più determinati a far correre l’economia. Questo vale per tutta l’Italia. Dobbiamo moltiplicare le nostre energie. Insieme ce la faremo”, ha scritto in serata il premier Giuseppe Conte su Fb pubblicando le immagini di un video collegamento avvenuto nel pomeriggio con alcuni sindaci e famiglie del lodigiano. “Oggi ho avuto la possibilità di parlare, in video collegamento, con alcuni sindaci e alcune famiglie della zona rossa del lodigiano. Insieme al ministro Guerini, al viceministro Sileri e al capo della Protezione civile Borrelli, abbiamo voluto raccogliere, in particolare, lo stato d’animo di due famiglie di Codogno e di Terranova dei Passerini. A loro abbiamo espresso vicinanza e sostegno, lanciando un messaggio chiaro: il Governo unito non vi lascerà soli”.”Siamo in parallelo al lavoro sul secondo decreto che conterrà lo stanziamento per misure di sostegno sia ai territori più colpiti sia ai settori produttivi che soffrono più questa crisi”, ha detto Gualtieri.
“Il Paese deve affrontare” l’emergenza “con determinazione, unità, serietà e anche fiducia. Il Paese può andare avanti, l’economia può e deve ripartire ed essere sostenuta”.
“L’Italia non si ferma, volgiamo lo sguardo al domani, sempre più determinati a far correre l’economia. Questo vale per tutta l’Italia. Dobbiamo moltiplicare le nostre energie. Insieme ce la faremo”, ha scritto in serata il premier Giuseppe Conte su Fb pubblicando le immagini di un video collegamento avvenuto nel pomeriggio con alcuni sindaci e famiglie del lodigiano. “Oggi ho avuto la possibilità di parlare, in video collegamento, con alcuni sindaci e alcune famiglie della zona rossa del lodigiano. Insieme al ministro Guerini, al viceministro Sileri e al capo della Protezione civile Borrelli, abbiamo voluto raccogliere, in particolare, lo stato d’animo di due famiglie di Codogno e di Terranova dei Passerini. A loro abbiamo espresso vicinanza e sostegno, lanciando un messaggio chiaro: il Governo unito non vi lascerà soli”:

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

La Conferenza stampa della Regione Lombardia sul coronavirus
28 febbraio 2020
17:23
La Conferenza stampa della Regione Lombardia sul coronavirus:

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Referendum:promotori,governo apra tavolo
Incertezze su coronavirus e limitazioni a persone e informazioni
27 febbraio 2020
14:54
– “Il persistere dell’incertezza sull’evoluzione del coronavirus e le numerose limitazioni alla circolazione delle persone disposte da Regioni e Comuni rischiano di comprimere il diritto dei cittadini italiani a essere debitamente informati in vista del referendum costituzionale del 29 marzo. In quanto rappresentanti del Comitato promotore della consultazione referendaria e potere dello Stato, abbiamo perciò scritto al presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte e al ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, chiedendo loro di convocare al più presto un tavolo per valutare assieme la situazione. Sarebbe paradossale che un referendum, convocato per difendere i capisaldi della democrazia rappresentativa, si svolgesse pregiudicando il diritto all’elettorato attivo di parte della popolazione italiana”. Lo scrivono in una nota i senatori Andrea Cangini, Nazario Pagano e Tommaso Nannicini.
Pd, governi di transizione non esistono
‘Chi trama non dovrebbe pensare solo al proprio tornaconto’
27 febbraio 2020
18:01
– “Mentre alcuni, nella maggioranza e nell’opposizione, giocano al Risiko della politica, disegnando governi di transizione che non esistono, c’è un Paese unito e straordinario che va avanti anche senza di loro”. Lo afferma il vicecapogruppo Pd alla Camera dei Deputati Michele Bordo.
“Quelli che tramano contro il governo”, aggiunge, farebbero meglio a non “pensare come sempre al loro tornaconto personale e ai sondaggi che li danno in caduta libera”.
Open arms: Salvini, non sono preoccupato
Il 10 marzo in Giunta la nuova richiesta di autorizzazione
27 febbraio 2020
18:01
– “Ci risiamo… Altra richiesta di processo contro di me per aver bloccato uno sbarco. La Giunta del Senato deciderà sul mio destino il 10 marzo (il giorno dopo il mio compleanno). Preoccupato? No, orgoglioso di aver difeso la mia patria e la mia gente”. Lo dice Matteo Salvini, a proposito del voto della Giunta per le immunità del Senato sulla richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti dell’ex ministro dell’Interno sul caso Open arms.
Santanché, video con mascherina è errore
‘Non dobbiamo allarmare o spargere panico, ci vuole buon senso’
MILANO
27 febbraio 2020
18:05
– “Ognuno di noi ha le proprie sensibilità: io non mi sarei presentata all’Italia, alla Lombardia, a Milano con la mascherina perché non dobbiamo allarmare o spargere panico. Ci vuole buon senso”. Lo ha detto Daniela Santanché, senatrice di Fratelli d’Italia, commentando il video del governatore della Lombardia Attilio Fontana con la mascherina dopo il contagio da coronavirus di una sua collaboratrice. “Dopodiché avrà seguito i protocolli che doveva”, ha concluso Santanché a margine di una conferenza stampa a Milano.
Ruocco, no a governicchi e sciacalli
L’esponente del M5S commentando il progetto di Salvini
27 febbraio 2020
18:13
– “Diciamo un grande NO alle ammucchiate e ai governicchi. Salvini, in questo momento difficile per il Paese, non sa fare altro che pensare ai voti e a come accrescere il consenso del suo partito… Basta sciacallaggio!”. Lo scrive in un tweet la deputata e presidente M5s della Commissione di inchiesta sulle banche, Carla Ruocco.
M5S, stop bollette ditte in zone rosse
Emergenza rischia di incidere pesantemente su tessuto produttivo
27 febbraio 2020
18:18
– “L’emergenza coronavirus rischia di incidere pesantemente anche sul nostro tessuto produttivo. È per questo che stiamo lavorando per tutelare le nostre imprese: a seguito dell’incontro avuto dal ministro Patuanelli con le categorie produttive è stato definito un primo pacchetto di norme a favore delle imprese delle cosiddette zone rosse”. Lo annunciano i portavoce del MoVimento 5 Stelle in commissione Attività produttive alla Camera. Tra queste, viene spiegato, ci sono la sospensione dei pagamenti dei premi assicurativi, delle bollette di gas, luce e acqua, e delle rate dei mutui bancari.
Zingaretti a ‘movida’ Milano, stop paura
Aperitivo in città per ripartenza in giorni coronavirus
27 febbraio 2020
18:39
– Il segretario nazionale del Pd Nicola Zingaretti aderisce all’iniziativa #Milanononsiferma promossa dal Partito Democratico Metropolitano milanese per far ripartire la città ‘bloccata’ dalla paura del Coronavirus. Zingaretti questa sera sarà a Milano per un aperitivo con i giovani presso il Pinch Ripa di Porta Ticinese 63 (zona Navigli).
Renzi, non è tempo di polemiche
Non ci interessano attacchi e retroscena
28 febbraio 2020
09:11
– “Sesto giorno di Quarantena anche per la politica. Rinnovo l’invito a tutti, soprattutto agli amici di Italia Viva: non cadiamo nelle polemiche dei soliti noti o nei consueti retroscena interessati. Ora è il momento della massima collaborazione con tutti. L’Italia ha ancora davanti ore difficili sia a livello sanitario che a livello economico. A noi non interessa inseguire chi alimenta fake news e chi persino in queste ore trova il tempo per attaccarci. Ognuno si diverte come crede”. Così Matteo Renzi su fb.
Mattarella, basta paure irrazionali
Conoscenza aiuta la responsabilità
28 febbraio 2020
12:02
– La conoscenza aiuta la responsabilità e costituisce un forte antidoto a paure irrazionali e immotivate che inducono a comportamenti senza ragione e senza beneficio, come avviene talvolta anche in questi giorni”. Lo afferma il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parlando al trentesimo anniversario di Telethon al Quirinale.
Di Maio, stop Lega a campagna elettorale
Si mettano d’accordo con loro stessi
POMIGLIANO D’ARCO (NAPOLI
28 febbraio 2020
12:17
– “Qualche giorno fa la Lega diceva ‘chiudiamo tutto’ e adesso dice ‘apriamo tutto’. La Lega deve mettersi d’accordo con se stessa. Basta campagne elettorali sul coronavirus”. Così Luigi Di Maio a Pomigliano d’Arco. “Apriamo tutto da chi voleva sospendere Schengen determina una certa confusione nella Lega – ha aggiunto – si mettano d’accordo tra il vertice e coloro che amministrano con responsabilità sul territorio. Non abbiamo bisogno di campagne elettorale sul coronavirus”.
Cameriere e volontario in hotel Alassio
Toti, un ragazzo che ha dimostrato coraggio e determinazione
GENOVA
28 febbraio 2020
13:26
– Da cameriere nell’albergo di Alassio, prima ‘zona focolaio’ in Liguria di Coronavirus, ha scelto di diventare ‘assistente’ di Protezione civile e soprattutto amico delle tante persone costrette alla quarantena, “un punto di riferimento in quel contesto così delicato”. E’ la storia di Albi Albino, un ragazzo albanese che insieme ai colleghi sta aiutando a gestire la situazione nell’albergo di Alassio, raccontata dal presidente della Regione Liguria Giovanni Toti stamani via fb. “Tra i tanti volontari che si stanno spendendo in questi giorni per aiutarci a gestire la situazione e tornare alla normalità, un grazie speciale va a questo ragazzo che ha dimostrato una forza, un coraggio e una determinazione tipica dei liguri: grazie Albi, ci impegneremo affinché tu possa ottenere la cittadinanza italiana che tanto vuoi – ha detto Toti -. Perché sei uno di noi, un ligure vero. Forza Liguria, hai tanti eroi su cui contare”.
Conte a Netanyahu, sorpreso da Israele
Dopo il divieto di ingresso per chiunque arrivi dall’Italia
28 febbraio 2020
13:44
I premier Giuseppe Conte e Benyamin Netanyahu hanno avuto ieri sera una telefonata dopo la decisione di Israele di vietare l’ingresso a chiunque arrivi dall’Italia causa coronavirus. Secondo quanto si è appreso da fonti informate, Conte, pur affermando di capire le ansie di Israele, ha manifestato sorpresa per le sue decisioni. Il premier avrebbe infatti sottolineato l’importanza e la tempestività delle misure adottate dalle autorità italiane, ribadendo che “l’Italia è il Paese verosimilmente più sicuro e affidabile in questo momento”.
FI, governo nazionale è virus letale
Gelmini, servirebbe solo a redistribuire poltrone
28 febbraio 2020
14:41
– “Il governo di unità nazionale è un virus letale, capace solo di redistribuire poltrone e non di offrire soluzioni credibili al Paese”. Lo afferma Mariastella Gelmini, capogruppo di Fi alla Camera. “Il centrodestra – spiega – prima di parlare di unità nazionale (che significherebbe governo con Pd e 5 Stelle), dovrebbe affrontare il tema dell’unità dell’alleanza e di un progetto comune da offrire all’Italia in una fase così delicata. Siamo la coalizione che ha vinto le elezioni del 2018 e che oggi è maggioritaria: abbiamo il dovere di cacciare un governo palesemente incapace di rilanciare l’economia in situazioni normali, figuriamoci adesso che l’emergenza coronavirus sta colpendo la locomotiva del Nord.
Nel frattempo Forza Italia non ha smania di poltrone né timore di restare all’opposizione”.
Salvini, serve premier con gli attributi
Abbiamo accolto tutti e ora qualcuno rifiuta i nostri lavoratori
28 febbraio 2020
14:41
– “Qualcuno si permette di dire ‘italiani no’. Ma stiamo scherzando? In questo momento servirebbe un capo del governo con le palle, che sappia difendere l’interesse nazionale, i prodotti italiani”. Lo afferma il leader della Lega, Matteo Salvini, in diretta Fb.
“Mai come adesso prima gli italiani. Abbiamo accolto tutto il mondo per anni e adesso, senza che il governo faccia nulla, qualcuno rifiuta i nostri lavoratori e i nostri prodotti. Una vergogna. Avanti a testa alta!”.
Scalfarotto verso l’addio al governo
Il sottosegretario renziano è in rotta con il ministro Di Maio
28 febbraio 2020
14:47
– Il sottosegretario agli Esteri Ivan Scalfarotto (Iv) è pronto, a quanto si apprende, a dare l’addio al governo in polemica con il ministro Luigi Di Maio che non ha assegnato a lui ma a Manlio Di Stefano la delega per il commercio estero. Scalfarotto voleva dimettersi già ieri sera ma, a quanto si apprende, Matteo Renzi lo ha trattenuto fino alla fine dell’emergenza coronavirus. “Non è il momento ora”, avrebbe spiegato il leader Iv sostenendo che altrimenti addosserebbero a Iv la volontà di indebolire il governo.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Renzi, con emergenza, politica sia unita
Noi stiamo dalla parte di chi affronta difficoltà Coronavirus
28 febbraio 2020
14:54
– “Diamo un messaggio di vicinanza alle imprese e ai lavoratori, tutti insieme”. Lo dice il leader di Italia Viva Matteo Renzi in un video messaggio su facebook.
“Davanti a questa emergenza” creata dal coronavirus, “la politica ha il compito di fermarsi, di stare insieme – spiega Renzi – di remare tutta nella stessa direzione, altro che retroscena gossip polemiche. Noi stiamo dalla parte dell’Italia che vuole ripartire che vuole affrontare questa difficoltà. Agli altri le polemiche, noi andiamo avanti per il bene dell’Italia”.
Zingaretti lunedì incontra parti sociali
Ora la priorità è far ripartire l’Italia
28 febbraio 2020
15:17
– “Lunedì incontro con le forze sociali e produttive perché ora la priorità è far ripartire l’Italia”.
Lo annuncia su fb il segretario Pd Nicola Zingaretti.
All’incontro parteciperanno, tra gli altri, Cgil, Cisl e Uil, Confindustria, Confcommercio, Cna e Confesercenti.
Bonaccini, sardine? Serve salto qualità
Non commento la loro presenza ad ‘Amici’, non lo sapevo
BOLOGNA
28 febbraio 2020
17:27
– “Non commento la presenza delle sardine ad ‘Amici’, non lo sapevo. Da noi sono state importanti per fare tornare le persone alla partecipazione, ma adesso credo che anche a loro serva un salto di qualità nell’eventuale offerta politica”. A dirlo Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia-Romagna, intervistato a ‘Circo Massimo’ su Radio Capital.
Gelmini, su vaccini facciano mea culpa
‘Teorie antiscientifiche hanno provocato autolesionismo’
28 febbraio 2020
17:40
– “Sacrosante le parole pronunciate da Mattarella alla cerimonia per i 30 anni di Telethon, a cui rivolgiamo i nostri auguri. Negli ultimi anni, ha sottolineato il capo dello Stato, le teorie antiscientifiche sui vaccini hanno provocato autolesionismo. Qualcuno dovrebbe fare mea culpa”. Lo scrive su Twitter Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.
Coronavirus: Di Maio, governo c’è
Disarmante sapere che c’è gente che fa giochi politici ora
28 febbraio 2020
18:02
– “Un governo esiste, è pienamente operativo, stiamo lavorando ad un’emergenza, il coronavirus, che richiede il massimo sforzo da parte di tutte le forze politiche.
Ma sapere che in questi giorni c’è gente che si chiude in una stanza e prova a fare giochi politici sul governo è veramente disarmante”. Lo dice il ministro Luigi Di Maio dalla Campania rispondendo ad una domanda sulle voci di un possibile governo di unità nazionale.
Meloni, difesa confini con tutti i mezzi
Unico modo per non essere sotto ricatto di scafisti e sultani
28 febbraio 2020
18:02
– “La Turchia di Erdogan minaccia di riversare milioni di profughi in Europa e ha già aperto i suoi confini per consentire il transito. C’è un solo modo per non essere perennemente sotto ricatto di sultani turchi, scafisti libici, trafficanti di esseri umani: difendere i confini esterni dell’Unione Europea. Con tutti i mezzi necessari. Svegliati Europa”. Lo afferma il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
Centinaio (Lega), virus devasta turismo
‘A rischio milioni di posti di lavoro’
28 febbraio 2020
18:06
– “Gli effetti del Coronavirus sul turismo italiano sono devastanti”. Lo ha scritto Gian Marco Centinaio (Lega), già ministro del Turismo, in una lettera a ha Zurab Pololikashvili, segretario generale del Unwto. “Il panico che si è propagato ha portato a migliaia di cancellazioni sulle prenotazioni – ha spiegato – Per questo l’Italia ha bisogno della guida e del supporto del segretario generale dell’Organizzazione Mondiale del Turismo”. Il turismo, spiega Centinaio, “è centrale per l’economia Italiana. Una crisi profonda come quella che si sta delineando comporterebbe la perdita di milioni di posti di lavoro che l’Italia non può affrontare con crisi già aperte come quella di Alitalia e il fallimento di Air Italy”.
Bersani, governissimo senza capo né coda
‘Sono cose da commedia dell’arte’
28 febbraio 2020
18:52
– “E’ una cosa che non ha né capo né coda e non va da nessuna parte”. Lo ha detto il presidente di Articolo 1, Pier Luigi Bersani, durante la registrazione di ‘Accordi e Disaccordi’, sul Nove, commentando l’ipotesi di governissimo lanciata da Matteo Salvini con l’appoggio di Renzi.
“Nella testa di Salvini c’è quello che io definisco ‘il governetto mi ci metto’ – ha spiegato Bersani – nel senso che butti lì un governo fino a ottobre, poi si va a votare, ma sono cose da commedia dell’arte”.
Coronavirus, governo al lavoro su nuove misure. Anche per le scuole
In Trentino lezioni ripartono. Conte: ‘Si lavora fino all’ultimo’. Azzolina: ‘Spero gite riprendano dal 16 marzo’
28 febbraio 2020
21:29
Governo al lavoro su un Dpcm che andrà a ridisegnare le misure nei territori, in vista della scadenza delle ordinanze firmate dal ministro della Sanità e dai presidenti delle Regioni per l’emergenza Coronavirus, comprese quelle riguardanti le scuole.
“Ci sarà un aggiornamento fino a domani (sabato), il comitato tecnico lavora fino all’ultimo. Per quanto riguarda il dpcm sarà emesso domani”, spiega il premier Conte alla domanda se le scuole riapriranno nelle zone colpite dal coronavirus.
Intanto, in alcune regioni si attende mentre in altre meno toccate dall’emergenza si riparte.
IN TRENTINO RIAPRONO SCUOLE E UNIVERSITA’ –  In Trentino le scuole riaprono il 2 marzo come previsto, salvo sorprese delle prossime ore. Riaprono anche Università, Centri di ricerca, asili e istituti di ogni ordine e grado. È confermata la sospensione delle gite fino al 15 marzo, sia dentro che fuori il territorio provinciale. Nei prossimi giorni saranno inoltre distribuiti dei kit di sanificazione che “bambini e ragazzi troveranno utili in questa fase ma anche come messaggio più generale di educazione civica e igienica”, ha spiegato il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti. “Ad oggi alle 15.45 confermiamo che non ci sono casi di Coronavirus in Trentino. Nelle prossime ore firmerò un’altra ordinanza che modifica le disposizioni precedenti alla luce di una situazione che risulta essere sotto controllo e stabile da diversi giorni. Non nascondiamo che le notizie che arrivano dalla Lombardia ci preoccupano, a seguito del ricovero di 51 persone, 17 delle quali in terapia intensiva, in provincia di Lodi. La situazione negli ospedali di Lodi e Cremona e Bergamo è sotto pressione e questo non è un segnale del tutto rassicurante”, ha detto il presidente.
LOMBARDIA, VOGLIAMO PROLUNGARE LE MISURE – “Intendiamo mantenere per un’altra settimana sia nei Comuni della zona rossa che in tutta la regione gialla le misure previste dall’ordinanza di domenica scorsa. Questa è la nostra proposta”. Lo ha detto l’assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera. “Le misure adottate domenica scorsa alla luce dei dati – ha aggiunto Gallera – sono assolutamente valide e permettono di controllare la diffusione del virus ed evitare che il virus colpisca tutta la regione. Solo con 14 giorni possiamo capire se la diffusione passerà da 1 a 2 a 1 a 1”.
ZAIA, RIPARTIRE E’ IL SOGNO – Sulla riapertura della scuole “entro oggi arriverà la decisione dell’Istituto superiore di Sanità”. Lo ha reso noto il governatore del Veneto, Luca Zaia. L’auspicio è che “lunedì possano riaprire le scuole del Veneto – ha precisato – perché io posso parlare solo della mia Regione. Non mi permetto di dare indicazioni sulle situazioni. Ma penso sia ragionevole che tra oggi, massimo domani, si dica cosa vogliamo fare. Bisogna dare indicazioni chiare” a famiglie e cittadini “ma nel rispetto delle valutazioni scientifiche”. “Ripartire è il sogno”, conclude.
PALERMO, IL 3 MARZO RIPRENDONO LE LEZIONI – Riprenderanno martedì prossimo le lezioni nelle scuole palermitane, dopo il piano straordinario di pulizie di questi giorni per fronteggiare l’emergenza dovuta al coronavirus. L’ordinanza del presidente della Regione Nello Musumeci raccomanda anche di provvedere a un’accurata pulizia straordinaria “con acqua e detergenti seguita dall’applicazione di disinfettanti quali ipoclorito di sodio”. Per le scuole dell’infanzia e fino alla secondaria di primo grado, ovvero quelle di competenza comunale, è stato impiegato il personale interno.
AZZOLINA, SPERO DAL 16 MARZO RIPRESA GITE – Mi dispiace moltissimo aver dovuto sospendere i viaggi di istruzione, so quanto i ragazzi ci tenessero a partire ma da ministro, nel momento in cui la notte del sabato abbiamo visto cambiare lo scenario epidemiologico, dovevamo prendere quelle misure. Spero che dal 16 marzo possano ricominciare le gite”. Lo ha detto la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina a La7. “Oggi ho letto la email di una studentessa, Carola, mi ha chiesto se si faranno gli esami di stato: gli esami di Stato sono certamente garantiti, sull’apertura delle scuole vediamo cosa ci diranno i medici. Laddove le scuole sono chiuse e non si hanno gli hardware, speriamo di arrivare a breve anche a loro”.

Mondo tutte le notizie in tempo reale. Tutte le notizie dal Mondo. LEGGI, SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento 29 Febbraio, 2020, 04:50:10 di Maurizio Barra

Tempo di lettura: 14 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 06:48 DI VENERDì 28 FEBBRAIO 2020

ALLE 04:50 DI SABATO 29 FEBBRAIO 2020

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Turchia non fermerà migranti verso Ue
Lo ha detto un alto funzionario turco dopo raid in nord Siria
ISTANBUL
28 febbraio 2020 06:48
ISTANBUL, 28 FEB – Turchia non fermerà più i migranti che vogliono andare in Europa. Lo ha detto un alto funzionario turco dopo i raid nel nord della Siria che hanno ucciso 33 soldati turchi. “Non chiuderemo più i nostri confini ai rifugiati che vogliono andare in Europa”, ha detto un alto funzionario turco che è voluto rimanere anonimo. La decisione, ha rivelato, è stata presa nella notte durante un consiglio di sicurezza straordinario presieduto dal presidente Rece Tayyip Erdogan. Secondo i media turchi, stamattina gruppi di migranti si stanno dirigendo verso il confine con la Grecia, nell’ovest della Turchia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Turchia chiede no-fly zone a Idlib
‘La comunità internazionale deve agire per proteggere i civili’.
Turchia chiede no-fly zone a Idlib
‘La comunità internazionale deve agire per proteggere i civili’
ISTANBUL
28 febbraio 2020
10:02
– “La comunità internazionale deve agire per proteggere i civili e imporre una no-fly zone” sulla regione di Idlib nel nord-ovest della Siria. Lo scrive su Twitter il capo della comunicazione della presidenza turca, Fahrettin Altun, dopo l’uccisione ieri sera di almeno 33 soldati di Ankara in un raid attribuito all’aviazione di Damasco.
“Una ripetizione dei genocidi del passato come in Ruanda e Bosnia non può essere permessa a Idlib”, ha aggiunto. “È necessario interrompere immediatamente l’escalation in corso a Idlib. Vi è il rischio di scivolare in un grande e aperto confronto militare internazionale”. Così su Twitter l’Alto rappresentante Ue Josep Borrell che interviene sul conflitto in Siria. L’escalation “sta inoltre causando insopportabili sofferenze umanitarie e mettendo in pericolo i civili”, prosegue Borrell.
Coronavirus: italiano primo caso Nigeria
Rientrato da Milano il 25 febbraio
LAGOS
28 febbraio 2020
10:19
– E’ un italiano rientrato da Milano il 25 febbraio il primo contagiato dal nuovo coronavirus in Nigeria. Lo ha annunciato il ministero della Saluta nigeriano precisando che “il paziente è ricoverato in ospedale nello stato di Lagos condizioni stabili e non presenta sintomi preoccupanti”.
Coronavirus: Corea Sud, altri 256 casi
Sale a 2.022 il totale dei contagi
PECHINO
28 febbraio 2020
10:22
– La Corea del Sud ha riportato altri 256 casi del nuovo coronavirus: lo riferisce il Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc), secondo cui il totale nazionale dei contagi è salito a 2.022
Primi profughi da Turchia verso Grecia
Dopo che Ankara ha deciso apertura di fatto delle frontiere
ISTANBUL
28 febbraio 2020
17:59
– Primi gruppi di alcune decine di profughi si stanno dirigendo a piedi dalla Turchia verso il confine con la Grecia, dopo che Ankara ha deciso ieri sera di aprire di fatto la frontiera in risposta al mancato sostegno occidentale che lamenta a Idlib contro le forze governative siriane. Lo riferiscono le tv locali, mostrando le immagini di persone in cammino sul ciglio della strada, tra cui donne e bambini.
Coronavirus:Cina,44 morti,327 nuovi casi
3.622 i guariti
PECHINO
28 febbraio 2020
10:29
– La Cina ha riportato 44 nuove morti a causa del coronavirus e 327 casi aggiuntivi di contagio, il livello più basso da oltre un mese. Nel complesso, le vittime sono salite a 2.788, ha riferito la Commissione sanitaria nazionale (Nhc), quasi tutte relative all’Hubei, la provincia epicentro dell’epidemia. Dei 44 nuovi morti annunciati, 41 sono relativi all’Hubei, la provincia epicentro dell’epidemia, due a Pechino e uno allo Xinjiang. I casi sospetti sono 452, quelli critici si sono ridotti di 394 unità, a quota 7.952. Giovedì i pazienti guariti e dimessi dagli ospedali sono stati 3.622, portando il totale a 36.117, secondo gli aggiornamenti della Commissione sanitaria nazionale (Nhc). I casi di infezione confermati sono saliti a 78.824, inclusi 2.788 decessi. La Commissione ha aggiunto 2.308 soggetti a rischio, mentre sono 656.054 sono le persone venute a contatto con contagiati certi.
Sono 10.525 le persone dimesse dal periodo di osservazione medica e 65.225 quelle che invece vi sono ancora sottoposte.
British ferma altri voli per nord Italia
Cancellazioni anche da Easyjet e Brussels Airlines
BRUXELLES
28 febbraio 2020
10:35
– La British Airways ha deciso di cancellare nuovi voli verso il nord Italia e di prolungare questa misura, inizialmente prevista fino all’11 marzo, almeno fino al 28 marzo. Lo riporta la Bbc. Oltre ai collegamenti con Milano, ha annunciato la compagnia di bandiera britannica, saranno interrotti 56 collegamenti con diverse destinazioni tra le quale Bologna, Venezia e Torino. Anche la compagnia low cost Easyjet ha deciso di cancellare diversi voli da e per il nord Italia. La compagnia ha fatto sapere che c’è stato un “significativo” calo della domanda verso le sue destinazioni nel nord Italia e in altre località europee. La flessione delle prenotazioni dovuta all’emergenza coronavirus è anche la ragione per la quale la compagnia belga Brussels Airlines ha ridotto del 30% la frequenza dei suoi voli per alcune delle sue destinazioni in Italia per le prossime due settimane. La decisione riguarda i voli su Linate, Malpensa, Roma, Venezia e Bologna, tra il 2 ed il 14 marzo.
Siria: Nato, convocato Consiglio
La Turchia ha chiesto di avviare consultazioni
BRUXELLES
28 febbraio 2020
10:48
– Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ha annunciato per oggi la convocazione del Consiglio del Nord Atlantico che si riunirà a seguito della richiesta della Turchia di avviare consultazioni sulla situazione in Siria, ai sensi dell’articolo 4 del Trattato di Washington. In base a tale articolo ogni alleato può richiedere consultazioni ogni volta che, a giudizio di uno di essi, ritenga sussistere una minaccia alla propria integrità territoriale, indipendenza politica o sicurezza.
Coronavirus: stop salone auto Ginevra
Era in programma dal 5 al 15 marzo
28 febbraio 2020
11:06
– Il Salone dell’auto di Ginevra è stato annullato nell’ambito delle misure prese dalla Svizzera contro l’epidemia di coronavirus che prevedono la cancellazione di tutti gli eventi con più di mille persone fino al 15 marzo.
Il Salone era in programma dal 5 al 15 marzo. Lo riportano i media svizzeri.
Di Maio,eviteremo restrizioni a italiani
‘Interlocuzioni al massimo con gli Stati che le hanno imposte’
POMIGLIANO D’ARCO (NAPOLI)
28 febbraio 2020
13:50
– “Per gli italiani che stanno avendo difficoltà in questo momento per i blocchi di altri paesi vi assicuro che in queste ore le interlocuzioni sono al massimo con tutti gli Stati che hanno individuato delle restrizioni”. Lo ha assicurato a Pomigliano D’Arco (Napoli) il ministro per gli Affari esteri Luigi Di Maio in merito all’emergenza coronavirus.
La Grecia blocca centinaia di migranti
Chiuso valico al confine con la Turchia, polizia manda rinforzi
28 febbraio 2020
15:32
– La Grecia ha chiuso il valico di terra con la Turchia a Kastanies Evros, impedendo a centinaia di migranti di entrare nel Paese. L’allarme – scrive Cnn.gr – era scattato già stamane con la notizia di circa 300 persone che si dirigevano verso la frontiera, dopo l’annuncio dato da fonti governative turche che Ankara non avrebbe più impedito il passaggio di migranti verso l’Ue. In zona sono arrivati rinforzi di polizia e il ministro per la Protezione del cittadino (Interno) Michalis Chrysochoidis.
Siria: Nato, serve de-escalation a Idlib
Stoltenberg, da alleati Nato piena solidarietà a Turchia
BRUXELLES
28 febbraio 2020
16:17
– “Ieri sera ho parlato con il ministro degli esteri turco Mevlut Cavusoglu e lui ha richiesto questa consultazione, gli alleati hanno presentato le loro condoglianze e espresso la piena solidarietà alla Turchia”. Così il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg al termine del Consiglio nord Atlantico. “Condannano gli attacchi da parte del regime siriano nella provincia di Idlib – ha aggiunto -, ho chiedo di fermare l’offensiva, serve una de-escalation a questa situazione pericolosa e si torni al cessate il fuoco”. VAI ALLE NOTIZIE DI CRONACA VAI ALLE NOTIZIE DELLA REGIONE PIEMONTE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Hong Kong: arrestato attivista Jimmy Lai
Tycoon accusato di partecipazione a raduno illegale
PECHINO
28 febbraio 2020
16:20
– Il tycoon di Hong Kong Jimmy Lai, noto per le sue posizioni molto critiche contro Pechino, e due altri attivisti pro-democrazia sono stati arrestati oggi dalla polizia locale con l’accusa di raduno illegale.
Lai, un milionario con un piccolo impero nei media e un attivo finanziatore del fronte pan-democratico, è stato prelevato a casa sua dagli agenti, secondo quanto riferito Cable TV e TVB News. Apple Daily, una delle testate di Next Digital, di cui Lai è presidente non esecutivo, ha riportato che le accuse sono legate alla sua partecipazione a una marcia illegale del 31 agosto.
Gli altri due arrestati sono Lee Cheuk-yan e Yeung Sum, due attivisti veterani, con le stesse accuse, secondo Cable TV.
Raddoppiati in casi in Germania, sono 60
Lo annuncia la portavoce del ministero della Salute tedesco
28 febbraio 2020
16:21
– I casi di coronavirus in Germania sono saliti a 60. Lo ha detto una portavoce del ministero della Salute tedesco secondo quanto riportato da Skynews. L’ultimo bilancio, nella tarda serata di ieri parlava di 30 persone infette.
Russia ‘censura’ personaggio Lgbt Disney
In’Onward’ viene nascosta omosessualità della poliziotta ciclope
MOSCA
28 febbraio 2020
16:21
– Nella versione in russo del film animato della Disney-Pixar “Onward” viene nascosta l’omosessualità della poliziotta ciclope Specter. Nella versione originale, infatti, il personaggio dice di avere una fidanzata, ma in quella russa parla semplicemente di “partner”. Lo riporta la testata online Kinopoisk.ru, secondo cui “presumibilmente, il ramo russo della Disney ha cercato di evitare problemi non necessari”.
In Russia è in vigore da alcuni anni una legge molto criticata che punisce ufficialmente la promozione tra i minori delle “relazioni non tradizionali” ma impedisce di fatto ogni manifestazione pubblica in favore dei diritti delle minoranze sessuali. La legge è stata bocciata dalla Corte europea dei diritti dell’Uomo come discriminatoria e ha portato a un aumento delle aggressioni contro gli omosessuali.
Oms, livello minaccia virus molto alto
Elevato il rischio al livello mondiale
28 febbraio 2020
16:37
– La minaccia per l’epidemia di coronavirus al livello mondiale è stata elevata a livello “molto alto”. Lo ha detto il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus nel briefing a Ginevra sull’epidemia.
Guterres,poco tempo per fermare pandemia
‘Governi facciano il possibile’. Preoccupazione per l’Africa
NEW YORK
28 febbraio 2020
17:27
– “Questo è il momento di chiedere ai governi di fare tutto il possibile per fermare la trasmissione, e di farlo ora. Non siamo ancora in una pandemia, ma la finestra di opportunità per evitarlo si sta restringendo”.
Lo ha detto il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, sul coronavirus. “La mia preoccupazione riguarda soprattutto i Paesi in via di sviluppo, in particolare in Africa”, ha aggiunto.
Libano chiude agli arrivi dall’Italia
La misura riguarda anche Cina, Corea del Sud e Iran
BEIRUT
28 febbraio 2020
17:30
– Il Libano vieta l’ingresso nel Paese a tutti i passeggeri di voli provenienti dall’Italia a meno che non siano cittadini libanesi o stranieri che abbiano un permesso di residenza nel paese. L’ordinanza emessa oggi dal ministero dei Lavori pubblici libanese per l’emergenza coronavirus riguarda anche gli altri tre paesi (Cina, Corea del Sud e Iran) dove si sono finora registrati più casi confermati di Covid-19. Citata dall’agenzia governativa libanese Nna, l’ordinanza non prevede comunque formalmente il blocco dei voli.
Islanda: primo caso, era stato in Italia
‘Ha soggiornato fuori da una delle zone a rischio coronavirus’
REYKJAVIK
28 febbraio 2020
17:40
– Le autorità islandesi hanno riferito di un primo caso di infezione da coronavirus nel Paese.
E’ un uomo rientrato dall’Italia e che ha soggiornato “fuori da una delle zone a rischio”. L’uomo, un ottantenne islandese, “non è gravemente malato ma presenta sintomi tipici della malattia di Covid-19”, ha dichiarato il dipartimento della protezione civile in una nota. Attualmente è in cura presso il Landspitali University Hospital Center, nella capitale Reykiavik.
Parigi, domato l’incendio a Gare de Lyon
Auto e scooter in fiamme per protesta contro un rapper congolese. Evacuata la stazione ferroviaria
28 febbraio 2020
20:06
E’ stato domato l’incendio divampato attorno alla gare de Lyon di Parigi, le forze dell’ordine hanno preso il controllo della situazione. Una manifestazione di protesta contro il concerto del rapper congolese Fally Ipupa era stata vietata dalla prefettura, secondo quanto si apprende.  Un denso fumo nero si è levato dal quartiere della stazione parigina, avvolgendo tutti i quartieri attorno, dalla Senna fino alla Bastille, provocato dall’incendio di decine di auto e scooter.
Secondo quanto si è appreso da fonti della polizia, l’incendio è stato provocato da violenti tafferugli scoppiati attorno alla stazione ferroviaria, che è stata evacuata, a poche centinaia di metri da Bercy, dove in serata è in programma un concerto di un controverso rapper congolese, Fally Ipupa.
La prefettura di Parigi ha confermato che gli scontri sono collegati al concerto del rapper congolese, nel mirino degli oppositori al regime del presidente Felix Tshisekedi. Nel 2017 un suo concerto a Parigi, a La Cigale, fu annullato per le proteste degli oppositori.
Coronavirus: chiuso Parlamento iraniano
Già contagiati diversi deputati e alti funzionari di Teheran
ISTANBUL
28 febbraio 2020
19:41
– Il Parlamento iraniano resterà chiuso fino a data da destinarsi come misura di prevenzione per l’epidemia di coronavirus (Covid-19), che ha già colpito diversi deputati e alti funzionari di Teheran. Lo riferiscono media locali.
Proteste per le nomination di Polanski ai Cesar, scontri a Parigi
La cerimonia degli Oscar francesi alla Salle Pleyel, il regista non ci sarà
PARIGI
28 febbraio 2020
20:39
Scontri a Parigi fra manifestanti e polizia davanti alla Salle Pleyel, dove è in programma la serata per la proclamazione dei vincitori dei Cesar, gli Oscar francesi del cinema, quest’anno dominati dalla polemica sulle nomination a Roman Polanski, accusato di violenze sessuali.
Gruppi di manifestanti con fumogeni accesi hanno tentato di avvicinarsi agli ingressi della sala, protetti da agenti e barriere metalliche, gridando slogan contro Polanski, che sarà assente come tutta la produzione del film “J’accuse” e gli interpreti. I manifestanti, qualche centinaio, in maggioranza donne, sono stati respinti dalla polizia.
“J’accuse” ha raccolto il maggior numero di nomination ai Cesar, 12.
Usa: corte blocca l’invio dei richiedenti asilo in Messico
Colpo al programma dell’amministrazione Trump
WASHINGTON
28 febbraio 2020
20:01
Una corte d’appello federale ha bloccato il programma dell’amministrazione Trump, in vigore dal gennaio 2019, per inviare in Messico i richiedenti asilo in attesa delle loro udienze in Usa. La sentenza, applicabile lungo il confine col Messico, priva il presidente di una delle sue politiche chiave per frenare l’immigrazione. Finora il cosiddetto programma “remain in Mexico” aveva interessato 59 mila persone.
Coronavirus, cresce la paura nel mondo
Al minimo i contagi in Cina, raddoppiati in Germania
28 febbraio 2020
22:40
Cresce la paura nel mondo. Proseguono i contagi da coronavirus e si susseguono gli annullamenti di manifestazioni pubbliche. Alla lista degli eventi che salteranno si è aggiunto anche il Salone dell’auto di Ginevra. Intanto la minaccia per l’epidemia al livello mondiale è stata elevata a livello “molto alto”, ha detto il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus nel briefing a Ginevra sull’epidemia.
Al minimo i casi in Cina, boom in Corea del Sud, dove si sono registrati 315 ulteriori contagi, portando il totale nazionale  a 2.337.
In Germania i casi sono saliti a 60, ha detto una portavoce del ministero della Salute tedesco secondo quanto riportato da Skynews. L’ultimo bilancio, nella tarda serata di ieri parlava di 30 persone infette. Per il diffondersi del coronavirus in Italia sono stati momentaneamente sospesi i trasferimenti dalla Germania dei “dublinanti”, i migranti che rientrano nella categorie definite dal regolamento di Dublino. Lo ha confermato un portavoce del Ministero degli Interni tedesco.
In Spagna salgono invece a 32 i casi, secondo quanto riporta El Mundo precisando che la zona più colpita è quella di Valencia dove ci sono otto infetti. A Madrid cinque, sei alle Canarie, uno alle Baleari, sei in Andalusia, uno in Aragona, due in Castilla y Leon.
C’è inoltre un primo caso in Nigeria: si tratta di un italiano che lavora nel Paese ed era rientrato da Milano nei giorni scorsi. Erano da poco rientrate dall’Italia anche altre persone
risultate positive in Olanda, Lituania, Galles e Nord Irlanda. In Messico, il ministero della Sanità ha confermato il primo caso di coronavirus nel Paese: un uomo di 34 anni rientrato dal nord Italia qualche giorno fa e che è ricoverato nell’Istituto nazionale delle malattie respiratorie di Città del Messico.
A Nizza è risultata positiva una studentessa di 23 anni di Cannes, è il primo caso nelle Alpi marittime. Secondo quanto anticipato dal Nice Matin, la giovane che studia in una scuola di moda era tornata a Cannes dopo un soggiorno nell’hinterland milanese. E’ stata ricoverata all’ospedale L’Archet di Nizza, dove i medici stanno valutando le sue condizioni.
Sale a 57 il numero di contagi da coronavirus confermati nel territorio nazionale della Francia: è quanto affermato dal ministro della Salute, Olivier Véran, presentando il bollettino quotidiano a Parigi.
Salgono a tre i casi di coronavirus in Romania. Gli ultimi due sono di oggi e, secondo quanto dichiarato dal segretario di Stato romeno, Nelu Tataru, entrambi hanno contratto il virus in Italia.  Si tratta di un 45enne della provincia di Maramures, rientrato il 25 febbraio da una zona dell’Italia non specificata e una donna di 38 anni della provincia di Timis recatasi per un giorno a Bergamo e rientrata sempre il 25 febbraio.
Anche le autorità islandesi hanno riferito di un primo caso di infezione nel Paese. E’ un uomo di 80 anni rientrato dall’Italia e che ha soggiornato “fuori da una delle zone a rischio”.
Intanto le compagnie British Airways, Easy Jet e Brussels Airlines cancellano altri voli da e per l’Italia. Il Libano vieta l’ingresso nel Paese a tutti i passeggeri di voli provenienti dall’Italia a meno che non siano cittadini libanesi o stranieri che abbiano un permesso di residenza nel paese. L’ordinanza emessa oggi dal ministero dei Lavori pubblici libanese per l’emergenza coronavirus riguarda anche altri tre paesi – Cina, Corea del Sud e Iran – dove si sono finora registrati più casi confermati di Covid-19.
Si aggrava ancora il bilancio dell’epidemia in Iran. Altre 8 persone sono morte nelle ultime 24 ore, portando il totale delle vittime a 34. Il numero dei contagiati è salito inoltre a 388.Il Parlamento iraniano resterà chiuso fino a data da destinarsi come misura di prevenzione per l’epidemia, che ha già colpito diversi deputati e alti funzionari di Teheran. Lo riferiscono media locali.
Gli Emirati arabi Uniti hanno deciso di cancellare le ultime due tappe dell’UAE Tour dopo che “membri dello staff”, italiani, sono stati trovati positivi al coronavirus.
E’ stata cancellata la Fiera internazionale del turismo di Berlino (Itb) per la minaccia di un’ulteriore diffusione del coronavirus, ha reso noto un portavoce della Fiera alla Dpa. Si attendevano 160.000 visitatori tra il 4 e l’8 marzo.
Un caso di contagio da coronavirus registrato direttamente sul territorio del Regno Unito è stato segnalato stasera dall’ultimo aggiornamento del ministero della Sanità, che porta il numero totale accertato a 20. A differenza dei 19 precedenti, in cui l’infezione era stata presa all’estero (talora in Italia), questa volta il virus risulta essere stato contratto sull’isola: non è ancora chiaro se da un ceppo interno o da una persona proveniente da oltre confine. Intanto la cifra dei test eseguiti s’è impennata a 8966.
Tesla e Apple sotto accusa da ente Usa per incidente Model X
Indagine NTSB morte ingegnere, in Autopilot giocava con iPhone
28 febbraio 2020
13:47
Tesla e Apple sono state accusate dal National Transportation Safety Board (Ntsb) di aver avuto gravi responsabilità nell’incidente che nel 2018 nei pressi di Mountain View, in California, aveva causato la morte di Walter Huang, un ingegnere della Casa della Mela, sviluppatore di giochi, che era al volante di una Model X.

Sotto accusa da parte di questo ufficio federale – che indaga sugli incidenti e può formulare raccomandazioni sulla sicurezza – il sistema Autosteer di Tesla che il vice presidente di NTSB, Bruce Landsberg, ha definito ”completamente inadeguato”. Si tratta di una funzione beta di Autopilot, che dovrebbe mantenere il veicolo sulla sua corsia durante la guida semiautonoma a velocità autostradale. Il presidente della NTSB Robert Sumwalt – riporta Cnbc – ha ammonito gli automobilisti sulla pericolosità di questa funzione. ”Se possiedi un’auto con automazione parziale – ha detto – non possiedi un’auto a guida autonoma. Quindi non bisogna convincersi di poterlo fare”. Sumwalt ha anche affermato che il suo ufficio ha inviato nel 2017 a sei Case automobilistiche raccomandazioni per migliorare la sicurezza dei loro sistemi di guida semi-autonomi. ”Cinque di loro avevano risposto a NTSB accettando di apportare alcuni miglioramenti – ha precisato Sumwalt – purtroppo, un produttore ci ha ignorato, quel produttore è Tesla”.

Tra l’altro, NTSB vuole che Tesla migliori i propri sistemi di monitoraggio dell’attenzione dei conducenti. Oggi ci si affida al rilevamento delle mani sul volante per sapere se il guidatore è abbastanza attento alla strada durante l’utilizzo delle funzioni di pilota automatico. Altri produttori di auto usano invece le telecamere per accertare se gli occhi di un guidatore sono sulla strada.

L’NTSB ha anche messo sotto accusa datore di lavoro di Huang, la Apple, per non aver fissato una rigida politica per i suoi dipendenti che vietano l’uso non urgente di dispositivi mobili durante la guida. Huang durante l’incidente era infatti impegnato in un gioco. ”Ci aspettiamo che i nostri dipendenti rispettino la legge” – ha dichiarato la Casa della Mela a Cnbc – ma restano i dubbi sulla efficacia del dispositivo incluso in iOS 11 e le versioni successive del sistema operativo di Apple, grazie a cui l’iPhone può capire quando un utente può guidare e disattivare le notifiche di distrazione.
Ue a Israele, insediamenti sono illegali
Interromperanno connessione tra Gerusalemme Est e Cisgiordania
BRUXELLES
28 febbraio 2020
12:28
– Gli insediamenti a Giv’at Hamatos e Har Homa “taglieranno la continuità geografica e territoriale tra Gerusalemme Est e la Cisgiordania” e le costruzioni nell’area E1 “taglieranno la connessione tra Nord e Sud della Cisgiordania … gli insediamenti sono illegali ai sensi della legge internazionale”, scrive l’alto rappresentante per la politica estera e di difesa comune, Josep Borrell.
Huawei impianta in Francia uno stabilimento per 5G
Almeno 200 milioni di euro di investimenti e 500 posti
PARIGI
28 febbraio 2020
10:19
– Huawei intende impiantare in Francia un sito di produzione di equipaggiamenti radio per il 5G: è quanto annunciato dal presidente del gruppo, Liang Hua, in conferenza stampa a Parigi. Il sito, che rappresenta un investimento minimo di 200 milioni di euro e occuperà in un primo tempo 500 persone produrrà equipaggiamenti destinati all’insieme del mercato europeo. Secondo Huawei, la fabbrica dovrebbe produrre circa 1 miliardo di euro di equipaggiamenti all’anno.
Conte a Netanyahu, sorpreso da Israele
Dopo il divieto di ingresso per chiunque arrivi dall’Italia
28 febbraio 2020
13:44
– I premier Giuseppe Conte e Benyamin Netanyahu hanno avuto ieri sera una telefonata dopo la decisione di Israele di vietare l’ingresso a chiunque arrivi dall’Italia causa coronavirus. Secondo quanto si è appreso da fonti informate, Conte, pur affermando di capire le ansie di Israele, ha manifestato sorpresa per le sue decisioni. Il premier avrebbe infatti sottolineato l’importanza e la tempestività delle misure adottate dalle autorità italiane, ribadendo che “l’Italia è il Paese verosimilmente più sicuro e affidabile in questo momento”.
Delhi: 39 i morti per le violenze
I residenti sorpresi per gli attacchi
NEW DELHI
28 febbraio 2020
12:34
– È salito a 39 il numero delle vittime delle violenze nei quartieri a nord est di di Delhi, mentre i feriti ammontano a 350, la gran parte dei quali è ancora sotto trattamento all’ospedale GTB. Tre corpi con ferite di arma da fuoco sono stati rivenuti in due canali che corrono lungo le aeree colpite. La polizia ha arrestato sinora 400 persone. Nelle zone che hanno visto la violenza più estrema, e dove, anche grazie alla presenza di un numero altissimo di poliziotti, la vita sta tornando alla normalità, sono state ritrovate molte bottiglie riempite di alcool, pronte ad essere utilizzate come molotov. In alcune strade il paesaggio è apocalittico: centinaia di metri di automobili e motociclette bruciate; è stato calcolato che sono oltre ottocento le motociclette bruciate, e in rete circolano video che mostrano piramidi di scooter, ammucchiati per farli ardere in modo più rapido e spettacolare. Tra gli edifici devastati tre scuole che sono state date alle fiamme e non sono agibili
Siria: Nato, convocato Consiglio
La Turchia ha chiesto di avviare consultazioni
BRUXELLES
28 febbraio 2020
10:48
– Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ha annunciato per oggi la convocazione del Consiglio del Nord Atlantico che si riunirà a seguito della richiesta della Turchia di avviare consultazioni sulla situazione in Siria, ai sensi dell’articolo 4 del Trattato di Washington. In base a tale articolo ogni alleato può richiedere consultazioni ogni volta che, a giudizio di uno di essi, ritenga sussistere una minaccia alla propria integrità territoriale, indipendenza politica o sicurezza.

Cronaca tutte le notizie in tempo reale. Tutta la Cronaca sempre approfondita ed aggiornata- tuta la Cronaca dall'Italia e dal Mondo. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento 29 Febbraio, 2020, 02:32:25 di Maurizio Barra

Tempo di lettura: 34 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 05:10 DI VENERDì 28 FEBBRAIO 2020

ALLE 02:32 DI SABATO 29 FEBBRAIO 2020

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Mafia: ucciso fratello boss
Nuovo agguato a Belmonte Mezzagno, teatro di una faida
PALERMO
28 febbraio 2020 05:10
– Nuovo agguato di mafia a Belmonte Mezzagno, centro agricolo a pochi chilometri da Palermo, al centro di una sanguinosa faida con due omicidi e un tentato omicidio. Prima dell’alba è stato ucciso con colpi d’arma nella sua auto Agostino Alessandro Migliore, 45 anni, fratello di Giovanni , boss arrestato nell’operazione “Cupola 2.0″. L’agguato è avvenuto in via Togliatti, intorno alle cinque. La vittima era sulla sua Audi quando sono entrati in azione i killer. Giovanni Migliore è ritenuto uomo di fiducia del boss Filippo Bisconti, che dal dicembre 2018 ha scelto di collaborare con la giustizia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus e carceri,”colloqui via web”
Sindacato polizia penitenziaria, “avviare prevenzione”
NAPOLI
28 febbraio 2020
09:20
– Colloqui tra detenuti e parenti solo via web, sospensione dei permessi d’uscita e degli ingressi, l’istituzione di un’unità di crisi del Provveditorato e dotare gli operatori di mascherina e altri dispositivi di protezione. A chiederlo, al provveditore regionale dell’amministrazione penitenziaria Antonio Fullone, è Ciro Auricchio, dell’Unione Sindacati di Polizia Penitenziaria, al fine di tutelare la salute dei carcerati e del personale in servizio negli istituti di pena.”In un clima di tensione come quello che stiamo vivendo, con agenti e detenuti preoccupati – dice il sindacalista – è bene calmierare ma soprattutto prevenire la diffusione del contagio secondo le linee dettate dal Ministero della Salute: chiediamo l’individuazione di spazi nelle sezioni detentive da dedicare a eventuali soggetti in quarantena e, per eventuali casi più gravi che richiedano l’ospedalizzazione, aree dedicate esclusivamente alla popolazione carceraria”.
Duro colpo alla mafia nel Messinese, 59 in manette
Figli dei boss ai vertici dei clan. Dalle estorsioni allo spaccio fino al pizzo sulle vincite
MESSINA
28 febbraio 2020
13:00
In provincia di Messina e in altre località italiane, i carabinieri del Comando Provinciale della città dello Stretto e del R.O.S. hanno arrestato 59 persone accusate, a vario titolo, di associazione mafiosa, associazione finalizzata al traffico di droga, spaccio, estorsione, detenzione e porto illegale di armi, violenza e minaccia, reati aggravati dal metodo mafioso.
L’operazione, denominata “Dinastia”, nasce da un’inchiesta della Dda di Messina, guidata dal procuratore Maurizio de Lucia, sulla “famiglia” mafiosa di Barcellona Pozzo di Gotto, clan storicamente legato a Cosa nostra palermitana. L’indagine ha portato all’arresto di affiliati e gregari della cosca barcellonese che negli ultimi anni ha investito massicciamente nel settore del traffico di sostanze stupefacenti per integrare i guadagni illeciti delle estorsioni.
Commercianti, imprenditori, agenzie di pompe funebri, ma anche chi vinceva alle le slot machine finiva nel mirino del racket nel messinese. I clan di Barcellona Pozzo di Gotto chiedevano soldi a tappeto, come emerge dall’indagine della Dda di Messina che ha portato all’arresto di 59 persone. A raccontare i particolari delle attività illegali delle cosche sono diversi pentiti come Carmelo D’Amico, Aurelio Micale e Nunziato Siracusa. I collaboratori di giustizia hanno riferito che due ragazzi, avevano vinto 500mila euro giocando ad una slot-machine installata nel centro scommesse SNAI di Barcellona Pozzo di Gotto. La vincita aveva suscitato l’interesse dell’organizzazione mafiosa barcellonese che si è subito attivata per chiedere il pizzo sull’incasso, riuscendo a ottenere con le minacce 5mila euro.
Tra le più redditizie piazza di spaccio dei clan mafiosi messinesi disarticolati oggi dai carabinieri c’era l’isola di Lipari dove operavano due distinti gruppi criminali con a capo Simone Mirabito, Andrea Villini e Antonio Iacono. Le due bande agivano in regime di duopolio servendo la clientela dell’isola con ogni tipo di stupefacente parte del quale veniva acquistato tramite la famiglia mafiosa barcellonese. A Terme Vigliatore è stata accertata un’altra piazza di spaccio gestita da un gruppo organizzato che vendeva cocaina e marijuana, ed era in contatto con esponenti del clan barcellonese. I pusher utilizzavano come base logistica, il Bar “Il Ritrovo” che è stato sequestrato. Altra banda operava a Milazzo dove operavano Francesco Doddo, Giovanni Fiore, Francesco Anania, Gjergj Precj e Sebastiano Puliafito. Uno dei principali canali di approvvigionamento di droga del clan barcellonese era quello calabrese che faceva capo a Giuseppe Scalia che provvedeva a consegnare la droga ai corrieri barcellonesi e milazzesi che si organizzavano per prelevarla solitamente in Calabria attraverso lo stratagemma del noleggio di autovetture di comodo o utilizzando degli scooter o talvolta, per evitare i controlli stradali di polizia, attraversando lo stretto senza mezzi di trasporto per poi fare rientro a Messina con zaini o borsoni carichi di droga. A Catania, ad interagire con i barcellonesi e con il gruppo dei milazzesi era Salvatore Laudani, sottoposto alla misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza e collegato alla criminalità mafiosa catanese. Infine i barcellonesi si rifornivano a Messina da Francesco Turiano del clan di Mangialupi.
Coronavirus: teatro off, Bertolino su Fb
Sabato ‘Sapessi come è strano stare chiusi in casa a Milano’
MILANO
28 febbraio 2020
10:15
– Chiusi i teatri, per l’ordinanza sul Coronavirus, Enrico Bertolino ha deciso comunque di fare il suo show, anzi uno show tutto particolare via Facebook.
“Non sapendo come passare il Tempo a Milano ci siamo inventati l’Instant Home Theatre – ha scritto sul suo profilo -.
Sabato 29.febbraio 2020 alle 19.00 circa se il Cittadino non può andare a Teatro il Teatro va a casa del Cittadino”. Titolo dello show ‘Sapessi come è strano stare chiusi in casa a Milano’.
Reddito cittadinanza: 16 ‘furbetti’
Alcuni erano assunti con stipendi da 1800 euro
MANFREDONIA (FOGGIA)
28 febbraio 2020
10:15
– Avevano un lavoro retribuito ma beneficiavano ugualmente del reddito di cittadinanza: con questa accusa 16 persone sono state denunciate dalla guardia di finanza a conclusione di una serie di controlli a Manfredonia, nel Foggiano. I finanzieri hanno accertato che alcune delle 16 persone erano assunte regolarmente percependo stipendi mensili fino a 1800 euro, mentre altre ricevevano il bonus economico pur lavorando in nero. Tutte sono state segnalate alla procura della Repubblica di Foggia per aver utilizzato dichiarazioni o documenti falsi al momento della presentazione dell’istanza per l’ottenimento dell’assegno di sostentamento, ovvero per aver omesso di comunicare all’INPS variazioni del reddito o del patrimonio perché venisse attivata la procedura di revoca dei sussidi e l’eventuale recupero delle somme illecitamente percepite. E’ stato che evitato che l’INPS continuasse ad erogare il reddito per ulteriori 102 mila euro che si sarebbero aggiunti ai 55mila euro circa già erogati.
Estorsione a dipendente Caf, arrestato
Nel Catanese, gli aveva seguito pratica per Reddito cittadinanza
CATANIA
28 febbraio 2020
10:22
– Ha minacciato il dipendente di un Caf del Catanese, che gli aveva seguito la pratica per il Reddito di cittadinanza, che gli era stato concesso, per farsi dare soldi che gli servivano “ad aiutare un amico da poco scarcerato in difficoltà economiche”. La vittima, impaurita, gli ha consegnato i 620 euro che aveva con sé. E’ stata la prima richiesta di ‘pizzo’ di Alessio Virgillito, 35 anni, che è stato arrestato da carabinieri del comando provinciale di Catania per estorsione continuata. Due mesi dopo l’uomo si è ripresentato e ha accusato la vittima di avergli fatto sospendere l’erogazione del Reddito di cittadinanza. Mentre il dipendente del Caf controllava al computer lo stato della pratica lo ha colpito violentemente con un pugno al volto, facendolo cadere a terra.
Nei giorni successivi una nuova richiesta di ‘pizzo’, tramite WhatsApp. La vittima ha avvisato i carabinieri e dopo che Virgillito ha ritirato 500 euro di tangente è stato arrestato.
Il Gip ha convalidato il provvedimento.
Iss conferma tre casi positivi Campania
Azienda Colli conferma negatività tamponi contatti dei tre
NAPOLI
28 febbraio 2020
– L’Istituto superiore di sanità ha appena inviato comunicazione formale che conferma i tre casi di positività in Campania. Lo comunica la direzione strategica dell’Azienda Ospedaliera dei Colli la quale, ribadisce che, nel corso della giornata di ieri, sono stati effettuati i tamponi sui contatti dei tre che hanno dato esito negativo. I tre casi si sono verificati nel Casertano, nel Salernitano ed a Napoli.
‘In zona rossa scaffali sempre vuoti’
Sanitario Casalpusterlengo, ‘latte fresco è diventato come oro’
MILANO
28 febbraio 2020
10:43
– Nella zona rossa del Coronavirus “c’è ancora la fila fuori dai supermercati e gli scaffali sono sempre vuoti”. Un sanitario di Casalpusterlengo racconta così la situazione all’interno dell’area dove vige il divieto di entrata ed uscita.
“Qui c’è ancora molta tensione. C’è molta paura di prendere il virus: se ti avvicini qualcuno mette subito la maschera” spiega e “c’è il deserto, le fabbriche chiuse”.
“E nei supermercati – aggiunge – gli scaffali sono completamente vuoti. Sembra di essere ai tempi di Mussolini.
Questa mattina sono andato in due diversi e al posto della frutta ci sono le cassette vuote, cercare il latte fresco è come cercare l’oro”. “Noi nella sanità ci stiamo prodigando con i doppi turni e soprattutto – conclude – per tranquillizzare i pazienti”.
Bimbo abbandonato a Roma, la madre è stata fermata e arrestata
Era su un treno diretto a Monaco con la figlioletta di cinque anni
ROMA
28 febbraio 2020
12:41
E’ stata rintracciata a Bologna dalla Polfer la donna che ieri pomeriggio ha abbandonato un bimbo in carrozzina nei pressi della stazione Termini, a Roma. Secondo quanto si è appreso da fonti di polizia, era su un treno diretto a Monaco. La donna è una 25enne nata in Italia e di origine croata. È stata arrestata per abbandono di minore, con un provvedimento della Procura bolognese. Con la ragazza viaggiava anche un’altra figlia, una bimba di cinque anni.
Gli agenti l’hanno fatta visitare al pronto soccorso pediatrico del Sant’Orsola dove è stato accertato che, tranne una lieve ecchimosi a uno zigomo, la bambina stava bene. La piccola è stata affidata ai servizi sociali e collocata in una struttura per minori, mentre la 25enne è stata portata nel carcere della Dozza. Madre e figlia erano su un Euronight 296 Roma-Monaco, la cui ultima fermata in Italia è al valico di Tarvisio (Udine). Gli agenti della Polfer di Bologna erano stati allertati dai colleghi di Roma, che avevano inviato la segnalazione con le descrizioni della donna e alcuni fotogrammi ricavati dalle telecamere di sorveglianza della zona, e l’hanno riconosciuta dopo essere saliti sul treno e avere controllato ogni carrozza. La 25enne non aveva precedenti e, come ultimo domicilio conosciuto, risulta avere una struttura di accoglienza per madri in difficoltà sulla Cassia. Un’ipotesi è che stesse cercando di lasciare l’Italia
La carrozzina nel pomeriggio di giovedì era stata lasciata su un marciapiede in via Principe Amedeo poco lontano dai terminal della stazione e i capolinea di alcuni bus nell’ora di punta: probabilmente la donna voleva essere certa che il bimbo poteva essere soccorso e accolto. A notarlo infatti è stata una passante: ha visto la carrozzina incustodita, si è sporta per guardare dentro e ha visto il piccolo che dormiva beatamente. Ha così dato l’allarme. Le forze dell’ordine, oltre ad occuparsi del bimbo affidato alle cure dei medici, hanno subito vagliato le telecamere della zona. Dalle immagini è emerso che ad abbandonare la carrozzina sarebbe stata una donna vestita di scuro con un cappuccio in testa e una bambina di circa tre anni in braccio. Il bimbo, che ha sette mesi, è stato trovato infatti in buone condizioni dai medici che lo hanno sottoposto ad analisi e accertamenti: è ben nutrito e curato e risponde a tutti gli stimoli. L’ospedale invece ha già attivato i servizi sociali che si prenderanno cura del bimbo che verrà affidato, almeno per il momento, agli assistenti sociali.
Figlio con allievo, revocati gli arresti domiciliari all’imputata
Prato, il tribunale però impone il divieto di avvicinamento al ragazzo
PRATO
28 febbraio 2020
11:37
Revocate dal tribunale di Prato le misure di custodia cautelare domiciliare per la 31enne accusata di violenza sessuale nei confronti del ragazzo a cui dava ripetizioni di inglese da cui nell’estate 2018 ebbe perfino un figlio. La misura è stata sostituita col divieto di avvicinamento per la donna al ragazzino. La 31enne era agli arresti domiciliari dal 27 marzo 2019 è imputata nel processo scaturito dall’inchiesta aperta dalla procura di Prato su denuncia della famiglia del ragazzo. La madre aveva colto un suo stato di agitazione e riuscì a farsi raccontare cosa era successo. Nel processo è imputato anche il marito dell’insegnante privata di inglese, accusato di ‘alterazione di stato’, in sostanza avrebbe mentito attribuendosi la paternità del bambino nato invece dalla relazione della moglie con il minore, adesso 15enne.
Primo cantiere ‘pesante’ privato Muccia
Avviato in palazzina con negozi e abitazione demolita a dicembre
MUCCIA (MACERATA)
28 febbraio 2020
11:38
– A Muccia nel Maceratese è stato avviato il primo cantiere di ricostruzione privata “pesante” post sisma. “Dopo averla interamente demolita a dicembre – racconta il proprietario Nicola Braghetti -, da alcune settimane abbiamo iniziato a ricostruire la palazzina che prima del terremoto ospitava una palestra nel seminterrato, una parafarmacia, una pizzeria, i miei negozi di telefonia e rivendita stufe e caminetti, un appartamento e una mansarda”.
Era stata dichiarata “lettera E” che nel gergo tecnico dell’Ufficio speciale per la ricostruzione sta a significare con danni gravi. “Forse si poteva recuperare anche senza demolizione – spiega il proprietario – ma ho preferito rifarla dalle fondamenta e un piano più bassa, al posto della mansarda realizzo due appartamenti più piccoli al primo piano”. Per arrivare alla demolizione e all’avvio del cantiere “non è stato per niente semplice – sottolinea – gli intoppi burocratici purtroppo hanno rallentato molto l’inizio della ricostruzione”.
Cassazione: legale, scarcerare Speziale
‘E’ innocente, non può pentirsi di un reato che non ha commesso’
CATANIA
28 febbraio 2020
11:57
– Antonino Speziale, condannato a otto anni di reclusione per l’omicidio preterintenzionale dell’ispettore capo di polizia Filippo Raciti, ferito mortalmente il 2 febbraio del 2007 allo stadio Massimino durante il derby Catania-Palermo, “non può realizzare alcun ravvedimento” perché “ha manifestato sempre la sua innocenza” e quindi “non può pentirsi di un reato che non ha commesso”. Lo afferma il suo legale, l’avvocato Giuseppe Lipera, nel ricorso presentato in Cassazione contro la decisione del Tribunale di sorveglianza di Caltanissetta di non concedere una misura alternativa a Speziale che è detenuto dal 14 novembre del 2012, con un fine pena previsto per il 29 aprile 2021. L’ultras del Catania, all’epoca dei fatti minorenne, compirà 31 anni a luglio. L’udienza si terrà il prossimo 12 marzo.
Medici volontari, pazienti sono sereni
Primario, ‘C’era bisogno d’aiuto e abbiamo detto sì’
MILANO
28 febbraio 2020
12:01
– Si sono alternati per tutta la settimana, e lo faranno fino a domenica prossima. Quattro medici del Policlinico di Pavia lavorano da alcuni giorni all’ospedale di Codogno, quello del ‘paziente 1′ e del focolaio del Lodigiano. “C’era bisogno di aiuto e abbiamo detto sì”, racconta un ex ufficiale medico in Marina durante la Guerra del Golfo e ora primario di Pneumologia a Pavia.
A Codogno hanno trovato 36 pazienti ricoverati. “Direi tutti abbastanza tranquilli – racconta – Sapevano del virus, ma non hanno perso la serenità. C’era chi pensava all’auto da comprare una volta fuori da lì, o faceva progetti per il rientro a casa”.
In divisa anti-contagio, i quattro medici volontari presteranno servizio volontario fino a domenica. “Alcuni medici, negativi al Coronavirus, sono tornati in corsia. Quindi il nostro contributo sta per terminare”.
Coronavirus:in aeroporti -30% passeggeri
Compagnie sospendono voli o riducono collegamenti
MILANO
28 febbraio 2020
12:11
– Gli effetti del coronavirus si sentono in modo pesante sugli aeroporti della Lombardia. A Malpensa e Linate i passeggeri nei primi tre giorni della settimana sono diminuiti del 32,5%, all’aeroporto di Bergamo Orio al Serio del 30%.
Analizzando i dati degli scali milanesi gestiti da Sea ogni giorno il calo si è reso più evidente: -21,6% lunedì, – 37,6% martedì, -41,5% mercoledì. Risultato nei primi tre giorni della settimana i passeggeri sono stati 177.785, 85 mila in meno degli stessi tre giorni dello scorso anno.
Coronavirus,da studenti soluzione igiene
Composto sarà distribuito in scuole e uffici di Vibo Valentia
VIBO VALENTIA
28 febbraio 2020
12:23
-Hanno preparato una soluzione igienizzante per le mani che verrà distribuita gratuitamente a partire da oggi in tutti gli uffici pubblici della provincia di Vibo Valentia e nelle scuole della città. E’ quanto realizzato da alunni e docenti dell’istituto per geometri e industriale di Vibo Valentia per venire incontro alla cittadinanza alle prese con la paura di essere contagiata dal Coronavirus.
La soluzione è stata prodotta dai ragazzi nei laboratori del Dipartimento di Chimica dell’istituto vibonese guidato dalla preside Mariagrazia Gramendola e verrà distribuita nei Comuni del territorio, alla Provincia, in Prefettura, Questura, al Tribunale e negli altri istituti scolastici. A coadiuvare gli studenti di chimica, i docenti e i tecnici di laboratorio dell’istituto scolastico vibonese.
Marche,6 positivi, 94 isolamento in casa
Ordinanza presidente, stop scuole ed eventi pubblici fino 29/2
ANCONA
28 febbraio 2020
12:26
– Il primo caso positivo da Coronavirus nelle Marche il 25 febbraio – un 30enne tornato a Vallefoglia (Pesaro Urbino) dal Lodigiano – confermato dall’Iss il giorno dopo, gli altri casi di positività emersi il 26 febbraio (due) e il 27 febbraio (tre): sono in tutto sei. E’ la situazione dei contagi, tutte persone del Pesarese di cui due ricoverate in Rianimazione, come riporta la nuova ordinanza per il contenimento dell’emergenza epidemiologica (chiusura scuole e divieto di manifestazioni pubbliche fino al 29/2) firmata dal presidente della Regione Luca Ceriscioli dopo che il Tar Marche aveva annullato la precedente per assenza di contagiati al momento dell’emanazione. L’atto dà conto anche di 94 persone in isolamento domiciliare, di cui 34 asintomatici, nelle varie province: 41 a Pesaro Urbino, 20 ad Ancona, 17 a Macerata, 5 a Fermo e 11 di Ascoli Piceno. Il “tale contesto” e “la necessità di realizzare una compiuta azione di contenimento”, per Ceriscioli hanno imposto “l’assunzione immediata di misure”.
Coronavirus: Fontana,ieri emergenza Lodi
Governatore, 17 in terapia intensiva e affollamento improvviso
MILANO
28 febbraio 2020
12:43
– “Purtroppo questa notte è scoppiata un’altra emergenza a Lodi. A Lodi improvvisamente nel pomeriggio di ieri c’è stata un affollamento di ricoveri: 51 ricoveri gravi di cui 17 in terapia intensiva. Lodi non ha un numero sufficiente di camere di terapia intensiva per cui sono stati trasferiti in altre terapie intensive della Regione”. Lo ha spiegato il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana in collegamento con L’aria che tira su La7. “Se si ridesse meno dello mascherina e si guardasse il problema più attentamente credo che sarebbe saggio”, ha aggiunto.
Coronavirus: a Cremona situazione ok
Abbondanza pazienti diventerà presto problema di tutta Lombardia
28 febbraio 2020
12:46
– “Per fortuna la situazione questa mattina è sotto controllo”. E’ quanto fanno sapere dall’ospedale di Cremona, ieri sotto pressione per i numerosi pazienti ricoverati con il coronavirus, tanto che tre sono stati trasferiti nei reparti di terapia intensiva di altre strutture della Lombardia. “Il problema non è la carenza di posti letto ma l’abbondanza di pazienti, un problema che fra poco riguarderà tutta la regione. Il nostro ospedale, come tutti, ha dei numeri finiti.
Noi abbiamo potenziato al meglio, ma dipende da che afflusso ci sarà nelle prossime ore e nei prossimi giorni – spiegano dall’ospedale -. Attualmente non abbiamo la coda fuori dall’ospedale, chi arriva passa dal triage allestito nella tenda della Protezione civile e vengono dirottate a seconda del bisogno nel percorso giusto”. STAI LEGGENDO:

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Mafia, ucciso il fratello del boss nel palermitano
Nuovo agguato a Belmonte Mezzagno, teatro di una faida (2)
PALERMO
28 febbraio 2020
12:58
Nuovo agguato di mafia a Belmonte Mezzagno, centro agricolo a pochi chilometri da Palermo, al centro di una sanguinosa faida con due omicidi e un tentato omicidio. All’alba è stato ucciso con colpi d’arma nella sua auto Agostino Alessandro Migliore, 45 anni, fratello di Giovanni , boss arrestato nell’operazione “Cupola 2.0”. L’agguato è avvenuto in via Togliatti, intorno alle cinque.
La vittima era sulla sua Audi quando sono entrati in azione i killer. Giovanni Migliore è ritenuto uomo di fiducia del boss Filippo Bisconti, che dal dicembre 2018 ha scelto di collaborare con la giustizia.
L’omicidio di Agostino Alessandro Migliore è il quarto episodio di sangue nel giro di un anno: il 10 gennaio 2019, è stato ucciso Vincenzo Greco, genero del boss Casella; poi l’8 maggio, i killer freddarono il commercialista Antonio Di Liberto, fratello dell’ex sindaco e cugino del pentito Bisconti. L’ultimo agguato in ordine di tempo, prima dell’omicidio di stamane, risale al 2 dicembre scorso, quando due killer spararono in mezzo alla folla, nel corso principale del paese, per tentare di uccidere l’imprenditore edile Giuseppe Benigno. Nell’ambito delle indagini sulla faida i carabinieri avevano arrestato un mese fa quattro persone, tra le quali Salvatore Tumminia ritenuto il nuovo capomafia di Belmonte Mezzagno.
Nel luogo del delitto sotto casa della vittima, sono stati trovati undici bossoli calibro 7,65. I killer sono entrati in azione non appena Migliore è entrato in macchina sulla sua Audi A4. La vittima stava andando ad aprire il Conad, uno dei supermercati di Belmonte Mezzagno gestiti dalla famiglia. Una esecuzione in piena regola. “Siamo tornati negli anni ’90 a Belmonte Mezzagno. Evidentemente c’è chi cerca di mandare messaggi a Filippo Bisconti che sta collaborando con la giustizia – dicono alcune persone- Un bruttissimo momento. Siamo di nuovo nel centro di una faida”. I carabinieri cercano possibili telecamere nella zona anche se l’omicidio sembra sia stato pianificato in ogni dettaglio.
Termoscanner attivi in porto Cagliari
Controlli dei passeggeri allo sbarco nella zona “sterile”
CAGLIARI
28 febbraio 2020
13:41
– Al via da oggi i controlli con il termoscanner nel porto di Cagliari. Si tratta del primo punto di controllo che viene attivato in Sardegna nell’ambito delle misure di contenimento e prevenzione del coronavirus decise dalla Regione con l’ordinanza dello scorso 23 febbraio firmata dal presidente della Regione. L’area per i controlli, che riguardano solo i passeggeri dei traghetti in arrivo nell’Isola, è stata sistemata all’interno della zona “sterile” a ridosso dell’area di sbarco, dove è stata piazzata una tenda e dove saranno effettuati i controlli con il misuratore elettronico della temperatura corporea. Presto queste verifiche saranno estese anche agli altri scali portuali della Sardegna che hanno collegamenti extraregionali: Porto Torres, Santa Teresa Gallura (per le corse con la Corsica), Golfo Aranci, Olbia e Arbatax.
Coronavirus:Toscana,2nuovi casi sospetti
Regione, totale sale a otto ma per 6 è attesa validazione Iss
FIRENZE
28 febbraio 2020
14:11
– Per il coronavirus la Regione Toscana conta, con bollettino emesso stamani, due nuovi casi sospetti. I nuovi tamponi positivi, in attesa di validazione dall’Iss, riguardano un altro calciatore della Pianese in provincia di Siena e un operatore della squadra. Sale quindi a otto il totale dei casi nella regione: si tratta, dunque, di sei casi positivi sospetti, in attesa di validazione da parte dell’Istituto superiore di sanità, e due confermati (di cui uno già guarito, l’informatico di Pescia). I due nuovi tamponi positivi riguardano un altro calciatore della Pianese e un operatore della stessa squadra del Senese. Si tratta di un 23enne che viveva in casa col calciatore già risultato sospetto positivo ieri. A differenza del compagno di squadra, in buone condizioni all’ospedale di Siena, questo secondo giocatore è solo in isolamento domiciliare con lievi sintomi influenzali.
L’addetto della squadra, sessantenne, ha accusato febbre alta e tosse, è ricoverato all’ospedale di Siena.
Mascherine e gel rubate da ospedale
Denuncia fatta dalla Asl 4 Chiavarese
CHIAVARI (GENOVA)
28 febbraio 2020
15:06
– Un ingente furto di mascherine e gel disinfettante nell’ospedale di Lavagna. A riportare l’accaduto è stata la direttrice generale della Asl4 Chiavarese Bruna Rebagliati in occasione della Conferenza dei Sindaci del territorio di competenza dell’Asl riunita in municipio a Chiavari questa mattina per fare il punto sulla situazione coronavirus. “Abbiamo denunciato l’accaduto – ha spiegato Rebagliati – e andremo in fondo alla vicenda perché non si può speculare in questo modo su dispositivi sanitari così importanti”. Rebagliati ha aggiornato i sindaci sulle situazioni nel Tigullio dove non vi sono positività da coronavirus ma 44 isolamenti preventivi divisi in 18 nuclei familiari.
Coronavirus: scritta contro cinesi
E’ comparsa nel quartiere di Marassi ed è stata cancellata
GENOVA
28 febbraio 2020
15:09
– “Cinese infame, topo nella fogna”: questa la scritta, accompagnata da croci celtiche, comparsa sul selciato del campetto da calcio dei Giardini Lamboglia, in viale Bracelli a Marassi. Un gesto che si inserisce nel clima di intolleranza legato alla fobia collettiva da emergenza coronavirus che ha preso di mira i cinesi. “Ho provveduto immediatamente a girare le foto alle forze dell’ordine e a richiedere all’area tecnica del Municipio la rimozione delle scritte – ha spiegato Massimo Ferrante, presidente del Municipio III Bassa Val Bisagno – Più del coronavirus la mia preoccupazione è il dilagare di gratuita ignoranza e becero razzismo”. Sull’episodio indaga la Digos. “E’ un atto da condannare”, ha detto il consigliere comunale della Lega Davide Rossi.
Zaia, da test Vo’ studio epidemiologico
In Veneto situazione sotto controllo, su scuole Iss decide oggi
VENEZIA
28 febbraio 2020
15:34
– Dopo i primi due casi di contagio a Vo’ “ho avanzato la richiesta di fare i tamponi a tutti i cittadini. Sembrava uno spreco. Adesso abbiamo uno studio epidemiologico eccezionale che nessuno ha al mondo e, con l’Università di Padova, vogliamo una indagine scientifica su questa casistica”. Lo ha annunciato il governatore del Veneto, Luca Zaia. “Siamo stati criticati per avere realizzato troppi campioni – aggiunge Zaia -, ne abbiamo fatti 6.800 con una positività dell’1,7%. Adesso abbiamo un grande campione che nessuno ha al mondo. Nessuno ha una enclave con i primi due contagiati, i contagiati positivi, l’asintomatico che diventa negativo”. “In questo momento in Veneto abbiamo una situazione assolutamente sotto controllo. Sono 133 i casi di contagio, un centinaio li consideriamo asintomatici” ha aggiunto. Quanto alla riapetura delle scuole, Zaia ha detto che “entro oggi arriverà la decisione dell’Istituto superiore di Sanità”.
Coronavirus: riapre l’Acquario a Genova
Costa: Emergenza è non far collassare il sistema economico
GENOVA
28 febbraio 2020
15:35
– Da domani a Genova riaprono al pubblico l’Acquario, la Biosfera e il Bigo, dopo la chiusura provocata dall’emergenza coronavirus. Lo annuncia Costa Edutainment ribadendo che nei giorni di chiusura l’azienda ha effettuato una sanificazione di tutti gli spazi. Per la riapertura, Costa Edutainment metterà a disposizione del pubblico dispenser con gel disinfettante lungo tutto il percorso espositivo, invitando i visitatori a seguire tutte le precauzioni e le indicazioni fornite dal Ministero della Salute.
“Domenica scorsa ho aderito all’invito contenuto nell’ ordinanza della Regione – dice Giuseppe Costa Presidente e Ad di Costa Edutainment – rispondendo a quella che ho ritenuto fosse l’emergenza del momento. Confrontandomi con i colleghi dei principali musei italiani, che non hanno mai chiuso, ascoltando epidemiologi e raccogliendo l’invito di molti rappresentanti della sanità e dell’imprenditoria, ritengo che oggi l’emergenza sia non far collassare il sistema economico e di far ripartire le attività”.
Sciatore ferito, soccorso con funivia
A Courmayeur, issato su cabina Skyway Monte Bianco
AOSTA
28 febbraio 2020
15:39
– Uno sciatore freerider italiano di 31 anni è caduto e si è infortunato a Courmayeur, poco sotto il rifugio Torino, a 3.300 metri di quota. Per recuperarlo i soccorritori si sono calati con una corda da una cabina della funivia Skyway Monte Bianco, i cui cavi passano sopra l’area dell’incidente. L’uomo è stato quindi issato a bordo con uno speciale argano a motore e portato a valle. Ha riportato un politrauma ed è stato condotto in pronto soccorso ad Aosta per valutare le sue condizioni.
La funivia è rimasta ferma per circa 30 minuti.
Sul posto hanno operato il Soccorso alpino valdostano e il Soccorso alpino della guardia di finanza di Entrèves.
Morto ciclista 18enne investito Bologna
Era rimasto ferito ieri dopo urto con una macchina
BOLOGNA
28 febbraio 2020
15:57
– E’ morto un ciclista 18enne rimasto ferito ieri pomeriggio in un incidente sui colli di Bologna, all’angolo fra via di Barbiano e via degli Scalini. Il ragazzo era in sella alla propria bicicletta che è stata urtata da una una Toyota Yaris. Dalla prima ricostruzione, la macchina stava salendo dalla città verso la zona collinare mentre la bici procedeva nel senso opposto, quando c’è stato l’impatto che ha fatto sbalzare a terra il ciclista.
Soccorso dal 118, è stato ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale Maggiore, dove è deceduto in tarda mattinata.
Entrambi i mezzi sono stati posti sotto sequestro dalla Polizia Locale che ha eseguito i rilievi.
Motor Show, ok in periodo Salone Mobile
G. La Russa (Aci), territorio leader in arredamento e motori
MILANO
28 febbraio 2020
16:02
– La decisione di posticipare lo svolgimento del Salone del Mobile a causa dell’emergenza legata al Coronavirus è stata accolta “con piacere” dagli organizzatori del ‘Milano Monza Motor Show’. Il Salone si terrà dal 16 al 21 giugno mentre la kermesse motoristica, che fino allo scorso anno si svolgeva a Torino, è in programma dal 18 al 21.
“La contemporaneità e la coesistenza delle due manifestazioni rappresenteranno un forte segnale per tutta l’Italia in generale, e in particolare per la Lombardia, vedendo le città di Milano e di Monza, con l’Autodromo, coinvolte nella gestione e organizzazione dei due grandi eventi”, viene spiegato. Geronimo La Russa, presidente Aci Milano, sottolinea che “il nostro territorio saprà nuovamente presentarsi al mondo come luogo di eccellenza e punto di riferimento in settori dove da sempre ha interpretato il ruolo di leader, sotto l’aspetto creativo, tecnico e commerciale, ossia l’arredamento e i motori”.
Coronavirus:migliora imprenditore 63enne
Resta in osservazione l’informatico di Pescia che è guarito
FIRENZE
28 febbraio 2020
16:12
– Sono in miglioramento le condizioni cliniche dell’imprenditore fiorentino di 63 anni ricoverato all’ospedale di Ponte a Niccheri, il primo dei casi di coronavirus toscani confermati dall’Istituto superiore di sanità. Ancora in osservazione, ma clinicamente guarito come già era stato annunciato, è invece il paziente di Pescia che si trova nel reparto di malattie infettive dell’ospedale di Pistoia, unico altro caso di coronavirus toscano confermato al momento dall’Iss. Intanto si è riunita come di consueto a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze l’unità di crisi di emergenza sanitaria, guidata dal presidente della Toscana Enrico Rossi.
Tra i ricoverati sono in via di miglioramento anche il vicino di casa, un 65enne, dello stesso imprenditore fiorentino e lo studente nordeuropeo di 26 anni, che non presenta quasi più sintomi. Il primo è ricoverato a Careggi e il secondo a Ponte a Niccheri. Rimane in isolamento domiciliare, ma non ha più febbre, il 44enne di Torre del Lago rientrato da Vò.
Coronavirus: Fieg, testate insostituibili per notizie corrette
Riffeser alle aziende, ‘massima diffusione video del governo’
28 febbraio 2020
16:15
“In un momento difficile per il Paese le nostre testate hanno svolto e stanno svolgendo un ruolo insostituibile nel coadiuvare lo sforzo di coloro che operano nel contrasto alla diffusione del coronavirus con una informazione corretta, verificata, attendibile”. Lo sottolinea in una lettera inviata a tutte le aziende associate, il presidente della Fieg, Andrea Riffeser Monti, invitandole a “una capillare diffusione tramite i siti delle testate” del primo prodotto informativo realizzato dal governo sul tema, che consiste in uno spot in infografica per il web, concentrato sui comportamenti da seguire, consigliati dal Ministero della salute. Il ruolo delle testate – sottolinea Riffeser – “è stato pubblicamente riconosciuto: il sottosegretario all’editoria e all’informazione ha, infatti, invitato i cittadini ad informarsi sulle testate giornalistiche nazionali e locali e dalle agenzie di stampa”. “In tale contesto – spiega il presidente Fieg -, il Dipartimento per l’informazione e l’editoria sta realizzando alcuni materiali di comunicazione rivolti a tutti i cittadini finalizzati a fornire informazioni asseverate sui comportamenti da adottare per circoscrivere e ridurre la diffusione del virus e ha chiesto, per il nostro tramite, di assicurare ad essi la più capillare diffusione possibile. Considerata la particolare esigenza di assicurare una corretta informazione ed il ruolo di servizio pubblico che svolgono le nostre testate, raccomando la massima adesione alla richiesta del governo”.
Caso sospetto Coronavirus in Calabria
Asintomatico e in isolamento familiare. Atteso esito test da Iss
CATANZARO
28 febbraio 2020
16:40
– Un caso sospetto di Covid 19 a Cetraro, in Calabria. Lo rende noto il presidente della Regione Calabria, Jole Santelli.
“Si tratta di una persona proveniente da uno dei Comuni della ‘zona rossa’ del lodigiano – è detto in un comunicato – già sottoposto sin dal suo arrivo in Calabria ad isolamento domiciliare. Il paziente è asintomatico e si attende l’esito del test di conferma da parte dell’Istituto Superiore di Sanità”.
“Sono in contatto con il Ministero della Salute – ha affermato la Governatrice calabrese Jole Santelli – per il monitoraggio del caso e l’applicazione del protocollo sanitario indicato dalle linee guida nazionali”.
Furti bar Firenze, arrestata banda
Composta da tre uomini, uno è al momento ricercato
FIRENZE
28 febbraio 2020
16:42
– Nuove accuse per i tre uomini di età compresa tra i 20 e i 33 anni che lo scorso gennaio erano stati sottoposti a fermo di indiziato di delitto dalla squadra mobile della polizia con l’accusa di aver messo a segno il 22 gennaio furti in un ristorante e in due bar di Firenze, tra cui il Gran Caffè San Marco. Nei confronti dei tre, originari del Marocco, il gip ha emesso una misura di custodia cautelare in carcere nella quale oltre a questi episodi vengono contestati loro altri due furti in locali di Firenze messi a segno il 9 gennaio, tra cui uno sempre nel Gran caffè San Marco. Due dei malviventi sono stati arrestati, uno è al momento ricercato.
Coronavirus: numero verde in Sardegna
Dedicato alle informazioni sul Covid-19
CAGLIARI
28 febbraio 2020
17:04
– Sarà operativo da domani, sabato 29 febbraio, su tutto il territorio della Sardegna il numero verde 800311377 dedicato alle informazioni relative al Covid-19, la malattia da nuovo coronavirus.
Il numero – fa sapere l’Ats (l’azienda sanitaria unica della Sardegna) – sarà attivo tutti i giorni, festivi compresi, dalle ore 8 alle 20.
L’Ats raccomanda di non chiamare nessuno dei numeri comunicati in precedenza, in quanto il numero verde sostituisce tutti gli altri numeri di telefono (che verranno disattivati).
Per le ore notturne si rimanda al numero di pubblica utilità 1500 istituito dal Ministero della Salute e al 118.
Coronavirus: il vademecum anti-stress e infodemia
Lo ha messo a punto l’Unint di Roma
28 febbraio 2020
17:06
Un vademecum per limitare l’ansia e la preoccupazione per l’emergenza Coronavirus, lo ha messo a punto l’Unint, Università degli Studi Internazionali di Roma.“Più dell’epidemia – dice l’Università – c’è da temere l’infodemia, la circolazione eccessiva di notizie non vagliate con accuratezza che rendono difficile orientarsi e creano ansia ed allarmismi. Per questo il nostro centro di ricerca Drc ha redatto questo semplice vademecum che contiene utili e semplici consigli per evitare allarmismi e contrastare la diffusione di fake news. Sentirsi spaventati è una reazione normale in questa situazione, ma bisogna limitare l’ansia e la preoccupazione sociale per affrontare meglio l’emergenza. E’ necessario attivare dei filtri, non credere a tutto e documentarsi solo attraverso fonti ufficiali ed affidabili, evitando di documentarsi in maniera compulsiva e disordinata e veicolando falsi miti sui social. Basta stress, il coronavirus si combatte e si sconfigge con la razionalità e le buone pratiche, anche sociali”.
Pellizzari con cartello ‘niente paura’
Messaggio apneista da fondo piscina Montegrotto
VENEZIA
28 febbraio 2020
17:18
– Umberto Pellizzari, apneista che ha stabilito record mondiali in tutte le discipline dell’apnea, oggi è sceso in fondo alla piscina Y-40 di Montegrotto Terme (non distante da Vo’ Euganeo) per lanciare un messaggio di sostegno e vicinanza a tutte le attività della zona messe in seria difficoltà dall’emergenza Coronavirus. Lo sportivo ha esposto sott’acqua un cartello con la scritta “Niente paura” per esorcizzare il momento e per dire che le attività economiche sono pronte ad accogliere i turisti che nelle ultime ore hanno preferito disdire la propria prenotazione.
Coronavirus: a Mestre chiusa moschea
Polizia locale interrompe preghiera 200 fedeli. Denunciato Imam
VENEZIA
28 febbraio 2020
17:33
– La Polizia locale di Mestre ha chiuso un locale adibito a moschea dove si stava tenendo la preghiera del venerdì per inottemperanza alle misure stabilite nell’ordinanza firmata dalla Regione con il ministero della Salute che impedisce le manifestazioni anche di tipo religioso con l’obiettivo di contenere il rischio di contagio da coronavirus. All’interno delle stanze adibite ad aula di preghiera, situate al piano terra di un edificio, erano presenti circa 90 fedeli, mentre altrettanti erano fuori. “E’ da notare – informa il Comando della Polizia locale in una nota – che molti dei partecipanti erano forniti di mascherina chirurgica ma, informati della violazione per motivi di salute pubblica, si sono tutti allontanati senza protestare”.
Gli agenti hanno sgomberato del locale mentre l’Imam presente è stato denunciato per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità. Lo stesso avrebbe ammesso di aver visto nei locali più persone del solito ha dichiarato di non essere a conoscenza del divieto.
Due positivi al coronavirus in Umbria
Direzione regionale Sanità, casi d’importazione
PERUGIA
28 febbraio 2020
17:42
– La Direzione regionale alla Sanità comunica che in Umbria sono stati riscontrati due casi d’importazione di infezione da coronavirus, non riconducibili dunque a focolai locali. Nei giorni scorsi, uno dei due pazienti si era recato in Emilia Romagna mentre l’altro era venuto in contatto a Roma con un residente del comune di Castiglione D’Adda.
Ferito da colpo pistola a gamba, arresto
A Civitanova Marche, per presunto autore accusa tentato omicidio
CIVITANOVA MARCHE (MACERATA)
28 febbraio 2020
18:04
– Un 50enne con precedenti per stupefacenti e reati contro la persona e il patrimonio, è stato ferito, ieri sera, alla gamba sinistra da un colpo di pistola nei pressi di un negozio a Civitanova Marche. A meno di 24 ore dal fatto, grazie alle indagini eseguite dagli agenti del Commissariato di San Benedetto del Tronto e dalla Squadra Mobile di Macerata, è stato arrestato a Fermo il presunto autore dell’agguato, un 50enne originario della Campania, per le accuse di tentato omicidio e detenzione illegale di un’arma da sparo. Nella sua abitazione è stata trovata una pistola cal.7,65, detenuta illegalmente, con matricola abrasa, ritenuta dagli investigatori l’arma utilizzata per ferire il coetaneo: sulla pistola saranno compiuti comunque ulteriori accertamenti. In relazione al ferimento un’altra persone è stata denunciata per tentato omicidio e porto di strumenti atti ad offendere mentre per per altre 5 persone è scattata la denuncia per concorso in favoreggiamento.
Papa ancora raffreddato, continua lavoro
Rinviate udienze oggi, confermati invece incontri a Santa Marta
CITTA’ DEL VATICANO
28 febbraio 2020
18:04
– Il Papa è ancora raffreddato e per il secondo giorno ha scelto di fermarsi a Casa Santa Marta annullando le udienze ufficiali. Si tratterebbe, secondo quanto trapela da fonti vaticane, di una laringite, male di stagione, che non gli ha impedito comunque di celebrare la messa nella cappella a Santa Marta, come anche di proseguire gli incontri previsti nella residenza.
“Non c’è alcuna evidenza che spinga a diagnosticare altro che una lieve indisposizione. Anche nel pomeriggio di oggi proseguono gli incontri del Santo Padre a Santa Marta”. Così il direttore della sala stampa vaticana, Matteo Bruni, interpellato sul fatto che alcuni organi di stampa anglosassoni abbiano accostato, in qualche modo, l’indisposizione del Papa all’emergenza coronavirus.
Il pontefice sarebbe dunque affetto da quel raffreddore che già da mercoledì aveva reso i due appuntamenti esterni, l’udienza generale in piazza San Pietro e la processione delle Ceneri all’Aventino, particolarmente impegnativi.
Coronavirus, ospedali lombardi al limite
L’infettivologo Galli: ‘Fondamentale ridurre numero dei contagi’
MILANO
28 febbraio 2020
18:08
– Gli ospedali della Lombardia alle prese con l’emergenza coronavirus sono “ai limiti della tenuta”.
Lo afferma il professor Massimo Galli, infettivologo dell’ospedale Sacco di Milano, nel corso di una conferenza stampa nella sede della Regione Lombardia. “Gran parte dei letti, nei reparti di Rianimazione, sono occupati da questa patologia – aggiunge – Alcuni ospedali sono in grave crisi, come Lodi e Cremona, dove registriamo un sovraccarico di pazienti”.
Per contenere il coronavirus, secondo Galli, è necessario limitare il numero dei contagi, al momento ancora troppo alto.
“Dobbiamo ridurre il numero riproduttivo del virus da 2-2,5 a 1”, ha spiegato il professore.
Ponte arriva varo trave sul Polcevera
Previsto a metà della prossima settimana
GENOVA
28 febbraio 2020
18:12
– Nel cantiere del nuovo ponte di Genova entrano nel vivo le operazioni propedeutiche al varo della campata tra le pile 9 e 10, ossia la trave da 94 metri di lunghezza che scavalcherà le due sponde del torrente Polcevera.
Come avvenuto con le altre due campate da 100 metri, in condizioni atmosferiche favorevoli, la salita avverrà con una velocità di circa 5 metri all’ora. La campata, del peso di 1800 tonnellate, sarà completa di 14 carter laterali e delle predalles, ossia le strutture per il getto di calcestruzzo e l’armatura della soletta. Sarà collocata a 40 metri d’altezza.
Sarà l’undicesimo impalcato su 19 a salire in quota. L’operazione di sollevamento, che sarà effettuata con l’uso degli strand jack, è prevista – salvo impedimenti – per la metà della prossima settimana.
Coronavirus Lombardia, misure prolungate
Assessore al Welfare: ‘Per altri 7 giorni, è la nostra proposta’
MILANO
28 febbraio 2020
18:14
– “Intendiamo mantenere per un’altra settimana sia nei Comuni della zona rossa che in tutta la regione gialla le misure previste dall’ordinanza di domenica scorsa. Questa è la nostra proposta”. Lo ha detto l’assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera.
“Le misure adottate domenica scorsa alla luce dei dati – ha aggiunto Gallera – sono assolutamente valide e permettono di controllare la diffusione del virus ed evitare che il virus colpisca tutta la regione. Solo con 14 giorni possiamo capire se la diffusione passerà da 1 a 2 a 1 a 1”.
Coronavirus: 151 casi in Veneto
Focolaio più grande è quello di Vo’ con 70 casi
VENEZIA
28 febbraio 2020
18:27
– Sono 151 i casi di positività ai test Coronavirus in Veneto, secondo l’ultimo aggiornamento diffuso dalla Regione e relativo alle ore 13. Di questi, 95 sono asintomatici, 33 sono i ricoverati totali, di cui 9 in terapia intensiva. Il focolaio più grande resta quello di Vo’ Euganeo, con 70 casi, seguito da Treviso con 23, poi Venezia con 10, Limena con 9, Mirano con 5 e Vicenza con 3.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Coronavirus: 21 morti e 821 contagiati
‘I guariti ad oggi sono 46′
28 febbraio 2020
18:29
– Sono 821 i contagiati in Italia per il Coronavirus. Il nuovo dato è stato fornito dal commissario Angelo Borrelli nel corso della conferenza stampa alla Protezione Civile. Il numero tiene conto anche delle 21 vittime – 4 in più di ieri – e dei pazienti guariti, che “ad oggi sono 46”.
“I deceduti di oggi sono ultraottantenni e un ultrasettantenne. Vorrei precisare che non sono decedute per il coronavirus o in conseguenza. Questo è un lavoro che farà l’Istituto Superiore di Sanità. Quando avrà i dati ce lo comunicherà”.
“Il dato importante – ha aggiunto – è che la metà dei contagiati (412) sono persone che sono asintomatiche, o con sintomi lievissimi e che quindi non hanno bisogno di ospedalizzazione. Sono in isolamento domiciliare fiduciario.
Altre 345 persone sono ricoverate in ospedali con sintomi e 64 sono ricoverati in terapia intensiva”.
Coronavirus: paziente Taranto sfebbrato
Moglie e fratello 43enne Torricella sono in isolamento a casa
TARANTO
28 febbraio 2020
18:30
– Sono in isolamento nelle rispettive abitazioni e non presentano sintomi due delle tre persone contagiate da Coronavirus in provincia di Taranto, cioè il fratello e la moglie del 43enne di Torricella rientrato lunedì scorso da Codogno, il primo risultato positivo in Puglia al test del Covid-19. Il 43enne, che già da ieri non ha più la febbre, è ricoverato nel reparto Malattie infettive dell’ospedale Moscati di Taranto. Le cure, riferiscono fonti dell’Asl, hanno “fatto effetto e il decorso clinico è positivo”.
Sua moglie e suo fratello, sottoposti a tampone, sono risultati positivi al Coronavirus, e il test sarà ripetuto dopo 14 giorni.
“A loro sono stati forniti dei dispositivi di protezione – riferiscono le stesse fonti – e vengono seguiti dai nostri specialisti. Al momento sono asintomatici. La situazione è sotto controllo”. Intanto il sindaco di Torricella, Michele Schifone, chiede ai cittadini di far sapere se hanno avuto contatti con le persone risultate positive al Coronavirus.
Coronavirus: 383 casi confermati da Iss
Sono tutti quelli analizzati finora e arrivati dalle Regioni
28 febbraio 2020
18:31
– Ad oggi l’Istituto superiore di Sanità ha confermato 383 casi di coronavirus in Italia su 383 casi esaminati e provenienti dalle Regioni. Lo ha spiegato il Commissario Angelo Borrelli sottolineando che “è evidente che l’Iss riceve i campioni una volta che sono stati dichiarati positivi e ha tempi più lunghi”.
“Quello che a me interessa e che interessa anche all’Iss, avendo riscontrato 383 casi positivi su 383 campioni esaminati, è che i laboratori che sono presenti a livello regionale stanno facendo un lavoro corretto e coerente con le indicazioni metodologiche. Spero che su questo si possa fare chiarezza una volta per tutte. È un’informazione ancora in più. Il dato che serve, lo ha detto anche l’Oms, è quello relativo al dato riscontrato dall’Iss: ma è evidente che noi disponiamo dei dati delle regioni, che le comunicano, e se noi dicessimo solo il dato dell’Iss, ci chiedereste perché la regione ne ha dato un altro. Noi – ha concluso Borrelli – comunichiamo tutti i dati, l’importante è che siano coerenti”.
Lombardia, sanitari 10% dei positivi
Tampone a tutti i contatti diretti che manifestano i sintomi
MILANO
28 febbraio 2020
18:34
– Il personale sanitario rappresenta il 10% dei positivi al coronavirus in Lombardia. Il dato è stato reso noto dall’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, nella consueta conferenza stampa per fare il punto sull’emergenza. “Abbiamo deciso di fare il tampone ai contatti diretti che manifestino i sintomi – aggiunge – E proprio per preservare il personale sanitario, abbiamo deciso di fare il tampone anche a tutti i pazienti che vengono ricoverati per presunta polmonite”.
Coronavirus, a casa turisti piemontesi
Secondo procedure, trasporti differenziati per chi è negativo
GENOVA
28 febbraio 2020
19:13
– I 32 turisti piemontesi in isolamento coattivo all’hotel Bel Sit di Alassio hanno lasciato oggi poco dopo le 18 la struttura a bordo di un pullman che ha preso a bordo i passeggeri seguendo le procedure medicosanitarie per l’emergenza coronavirus. Dopo la fase dei controlli per chi è risultato negativo al test tornerà a casa mentre per gli altri è attiva la colonna mobile della Croce Rossa piemontese, secondo il protocollo stabilito. Il trasporto è infatti avvenuto in modo differenziato. PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Coronavirus,3 giocatori Pianese positivi
Terzo caso sospetto è in isolamento in Emilia Romagna
SIENA
28 febbraio 2020
19:43
– Salgono a tre i calciatori della Pianese, squadra di serie C, risultati positivi al tampone del Coronavirus. Lo rende noto la stessa società sportiva senese.
Oltre ai due calciatori, di cui già era stata divulgata la condizione e che sono seguiti dal Servizio sanitario della Toscana, emerge il terzo caso sospetto di un atleta il quale sta osservando l’isolamento a Ravenna. Questo terzo giocatore è leggermente febbricitante e, come si apprende, viene seguito dalla competente Asl dell’Emilia Romagna. Alla Pianese, come già comunicato dalla Regione Toscana, risulta anche un quarto caso sospetto di Coronavirus, che riguarda un addetto dello staff della squadra. “Attualmente – spiega la Pianese – tutti i calciatori, lo staff tecnico e i dirigenti presenti alla trasferta dello scorso fine settimana ad Alessandria sono in quarantena fiduciaria di 15 giorni, presso i rispettivi domicili, e nessuno manifesta i sintomi tipici del Covid-19”.
Coronavirus, altri 5 positivi Marche
Domani tamponi all’Iss di Roma. Finora sono sei i contagiati
ANCONA
28 febbraio 2020
21:14
– La Struttura Organizzativa Dipartimentale di Virologia di Ancona ha rilevato oggi altri cinque tamponi positivi al Coronavirus, tutti provenienti all’Area Vasta 1, provincia di Pesaro e Urbino. Lo ha comunicato il Gores (Gruppo operativo regionale per l’emergenza sanitaria).
Finora sono sei le conferme di contagio nella Regione riguardanti tutte persone della Provincia di Pesaro Urbino.
“Questi cinque campioni – spiega la Regione – saranno inviati domani all’Istituto superiore di sanità per la conferma. Nessun campione positivo è risultato nelle altre province. Sale dunque a 11 il numero di campioni positivi nella Regione Marche”.
“Continuiamo nell’impegno di informarvi tempestivamente sui risultati delle analisi di laboratorio non appena queste si rendono disponibili – ha detto il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli – perché crediamo importante che possiate valutare correttamente, conoscendo le notizie, piuttosto che angosciarvi con le fake news”.
Coronavirus: flash mob in piazza a Vo’
Cittadini e commercianti, intanto domani si completano tamponi
VENEZIA
28 febbraio 2020
21:28
– “Ridateci la nostra liberta”. Con questo striscione alcune decine di abitanti e commercianti di Vo’ (Padova) sono usciti in piazza oggi per un breve flash mob, per esternare la frustrazione dovuta all’isolamento del paese in seguito alla diffusione del coronavirus.
Un’occasione anche per ritrovarsi e fare qualche chiacchiera com’era prima in paese, passare un po’ di tempo assieme in una giornata di sole, dopo giorni di stop forzato in casa. “Teniamo duro ed aspettiamo decisioni dall’alto, possibilmente positive per noi – dice l’assessore all’agricoltura Mauro Facchin – Intanto domani con gli ultimi 300 tamponi completiamo lo screening immunologico, un altro passo avanti verso la normalità. Il pensiero di tutti è rivolto al dopo, a come ripartire. Intanto con l’aiuto di alcuni esperti del settore stiamo organizzando e pubblicizzando una grande festa. Un modo per riproporre Vo’ nella sua veste migliore, in attesa di sapere quando si potrà entrare e uscire dal paese”.
Coronavirus: un caso positivo nel Lazio
E’ una donna di Fiumicino che era stata a Bergamo
28 febbraio 2020
21:39
– Si registra un primo caso di Coronavirus nel Lazio. Lo si apprende dalla direzione dell’Istituto Nazionale Malattie Infettive L. Spallanzani di Roma. “L’esito dei test effettuati in data odierna dall’Istituto Spallanzani conferma un caso di positività al COVID-19. I test sono stati inviati all’Istituto Superiore di Sanità (ISS) per la convalida”, informa l’Istituto. La paziente risultata positiva è una donna, residente a Fiumicino, rientrata da un viaggio a Bergamo dove era stata qualche giorno. Finora nel Lazio sono stati tre i casi positivi, tutti provenienti da fuori la Regione e tutti pazienti guariti: si tratta della coppia di cinesi originari di Wuhan e del ricercatore rientrato sempre da Wuhan.
Oms, livello minaccia virus molto alto
Elevato il rischio al livello mondiale
28 febbraio 2020
16:37
– La minaccia per l’epidemia di coronavirus al livello mondiale è stata elevata a livello “molto alto”. Lo ha detto il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus nel briefing a Ginevra sull’epidemia.
Coronavirus, in E-R 115 casi, 6 più seri
La maggior parte non ha sintomi ed è in isolamento a casa
28 febbraio 2020
14:28
– In Emilia-Romagna si registrano 115 casi positivi di coronavirus: 74 a Piacenza, 18 a Modena, 16 a Parma e 7 a Rimini. In tutta la regione sono stati refertati più di 1200 tamponi. Più della metà delle persone sono in isolamento a casa, mentre sei sono i pazienti in terapia intensiva. La maggior parte dei contagiati si trova dunque in condizioni non gravi, molti sono asintomatici o presentano sintomi modesti come febbricola e lieve tosse.
Marche,6 positivi, 94 isolamento in casa
Ordinanza presidente, stop scuole ed eventi pubblici fino 29/2
ANCONA
28 febbraio 2020
14:27
– Il primo caso positivo da Coronavirus nelle Marche il 25 febbraio – un 30enne tornato a Vallefoglia (Pesaro Urbino) dal Lodigiano – confermato dall’Iss il giorno dopo, gli altri casi di positività emersi il 26 febbraio (due) e il 27 febbraio (tre): sono in tutto sei. E’ la situazione dei contagi, tutte persone del Pesarese di cui due ricoverate in Rianimazione, come riporta la nuova ordinanza per il contenimento dell’emergenza epidemiologica (chiusura scuole e divieto di manifestazioni pubbliche fino al 29/2) firmata dal presidente della Regione Luca Ceriscioli dopo che il Tar Marche aveva annullato la precedente per assenza di contagiati al momento dell’emanazione. L’atto dà conto anche di 94 persone in isolamento domiciliare, di cui 34 asintomatici, nelle varie province: 41 a Pesaro Urbino, 20 ad Ancona, 17 a Macerata, 5 a Fermo e 11 di Ascoli Piceno. Il “tale contesto” e “la necessità di realizzare una compiuta azione di contenimento”, per Ceriscioli hanno imposto “l’assunzione immediata di misure”.
Iss conferma tre casi positivi Campania
Azienda Colli conferma negatività tamponi contatti dei tre
NAPOLI
28 febbraio 2020
14:24
– L’Istituto superiore di sanità ha appena inviato comunicazione formale che conferma i tre casi di positività in Campania. Lo comunica la direzione strategica dell’Azienda Ospedaliera dei Colli la quale, ribadisce che, nel corso della giornata di ieri, sono stati effettuati i tamponi sui contatti dei tre che hanno dato esito negativo. I tre casi si sono verificati nel Casertano, nel Salernitano ed a Napoli.
Coronavirus: stop salone auto Ginevra
Era in programma dal 5 al 15 marzo
28 febbraio 2020
11:06
– Il Salone dell’auto di Ginevra è stato annullato nell’ambito delle misure prese dalla Svizzera contro l’epidemia di coronavirus che prevedono la cancellazione di tutti gli eventi con più di mille persone fino al 15 marzo.
Il Salone era in programma dal 5 al 15 marzo. Lo riportano i media svizzeri.
British ferma altri voli per nord Italia
Cancellazioni anche da Easyjet e Brussels Airlines
BRUXELLES
28 febbraio 2020
10:35
– La British Airways ha deciso di cancellare nuovi voli verso il nord Italia e di prolungare questa misura, inizialmente prevista fino all’11 marzo, almeno fino al 28 marzo. Lo riporta la Bbc. Oltre ai collegamenti con Milano, ha annunciato la compagnia di bandiera britannica, saranno interrotti 56 collegamenti con diverse destinazioni tra le quale Bologna, Venezia e Torino. Anche la compagnia low cost Easyjet ha deciso di cancellare diversi voli da e per il nord Italia. La compagnia ha fatto sapere che c’è stato un “significativo” calo della domanda verso le sue destinazioni nel nord Italia e in altre località europee. La flessione delle prenotazioni dovuta all’emergenza coronavirus è anche la ragione per la quale la compagnia belga Brussels Airlines ha ridotto del 30% la frequenza dei suoi voli per alcune delle sue destinazioni in Italia per le prossime due settimane. La decisione riguarda i voli su Linate, Malpensa, Roma, Venezia e Bologna, tra il 2 ed il 14 marzo.
Coronavirus: italiano primo caso Nigeria
Rientrato da Milano il 25 febbraio
LAGOS
28 febbraio 2020
10:19
– E’ un italiano rientrato da Milano il 25 febbraio il primo contagiato dal nuovo coronavirus in Nigeria. Lo ha annunciato il ministero della Saluta nigeriano precisando che “il paziente è ricoverato in ospedale nello stato di Lagos condizioni stabili e non presenta sintomi preoccupanti”.
Dalla Nigeria all’Islanda,i casi legati all’Italia
Contagi ‘esportati’ in quasi venti Paesi, soprattutto in Europa
28 febbraio 2020
17:57
Italiani in viaggio all’estero per lavoro o turismo o stranieri rientrati nei loro Paesi dopo avere soggiornato nelle Regioni italiane colpite, e che hanno portato con loro il coronavirus: si allunga giorno dopo giorno la lista dei Paesi – già quasi una ventina – in cui i primi casi di contagio sono legati in qualche modo all’Italia.
* NIGERIA: un italiano rientrato da Milano il 25 febbraio è ricoverato in ospedale. E’ il primo registrato nel Paese.
* DANIMARCA: il primo danese risultato positivo è un turista che ha trascorso una settimana di vacanza vicino a Sondrio.
* OLANDA: il primo caso è una persona tornata dal nord Italia.
* MESSICO: un uomo di 34 anni proveniente dal nord Italia è il primo con l’infezione. E’ ricoverato.
* LITUANIA: una donna tornata da Verona il 24 febbraio è in isolamento ma non ha febbre o altri sintomi.
* ALGERIA: il primo caso accertato è un dipendente italiano dell’Eni, arrivato nel Paese il 17 febbraio. * SPAGNA: due italiani originari di Piacenza sono risultati contagiati a Tenerife. Il primo caso in Catalogna è un’italiana di 36 anni appena rientrata da un viaggio nel nord Italia.
* ROMANIA: il primo caso di Covid-19 è un dipendente di un ristorante gestito da un italiano. * CROAZIA: il primo contagio è un giovane croato che era stato a Milano la settimana prima.
* AUSTRIA: i due casi accertati sono una coppia di 24enni provenienti dalla Lombardia.
* SVIZZERA: il primo caso, nel Canton Ticino, è un 70enne contagiato nella zona di Milano durante una manifestazione. * BRASILE: un uomo di San Paolo, appena rientrato dall’Italia, è risultato positivo ai test. E’ il primo del Paese.
* GRECIA: il primo contagio è una donna greca di 38 anni, ritornata da un recente viaggio in una zona del nord Italia.
* REGNO UNITO: segnalate la prima infezione in Irlanda del Nord e la prima in Galles. Entrambe riguardano persone provenienti dall’Italia settentrionale.
* EMIRATI ARABI UNITI: cancellate le ultime due tappe dell’UAE Tour di ciclismo dopo che due italiani membri dello staff sono stati trovati positivi.
* FRANCIA: il primo caso diagnosticato a Nizza è una donna rientrata da Milano. In precedenza era stato ricoverato un cittadino francese rientrato dalla Lombardia.
* ISRAELE: un uomo è tornato dall’Italia con il coronavirus.
In seguito il governo ha firmato un decreto che impedisce l’ingresso a chi arriva dall’Italia.
* GERMANIA: il primo caso nel Land meridionale del Baden-Wuerttemberg è un tedesco di 25 anni che avrebbe contratto il virus durante un viaggio a Milano.
* ISLANDA: un 80enne islandese di rientro dall’Italia è il primo contagiato del Paese, dunque 19 Paesi coinvolti.
Coronavirus: Istat, nessun aumento prezzi igienizzanti
A febbraio forte incremento delle quantità vendute
28 febbraio 2020
13:25
A febbraio si è registrato un forte incremento delle vendite di prodotti igienizzanti a causa dell’emergenza Coronavirus, senza però tensioni sui prezzi. Lo spiegano all’Istat nella conferenza stampa sull’inflazione di febbraio, precisando che le rilevazioni arrivano fino a domenica 23 (quando cioè erano già comparsi i primi casi nelle zone rosse). “C’è un forte aumento delle quantità vendute – spiegano – ma non ci sono stati aumenti dei prezzi”. I prodotti comunque costituiscono una parte marginale del paniere complessivo e non produrrebbero effetti sull’inflazione generale.

A febbraio l’indice dei prezzi al consumo (Nic) è rimasto invariato rispetto a gennaio ed è aumentato dello 0,4% su febbraio 2019. Lo rileva l’Istat sulla base delle stime preliminari. A gennaio l’aumento dei prezzi su base annua era stato dello 0,5%. La lieve frenata dell’inflazione è imputabile prevalentemente alla dinamica dei beni energetici non regolamentati. L’inflazione acquisita per il 2020 è zero per l’indice generale e per la componente di fondo. L’indice Ipca diminuisce dello 0,4% su base mensile a causa dei saldi di cui il Nic non tiene conto.

I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona (il cosiddetto carrello della spesa) sono aumentati a febbraio dello 0,4% rispetto a gennaio e dello 0,7% rispetto a febbraio 2019 con una lieve accelerazione rispetto a gennaio (quando l’aumento annua era stato dello 0,6%). Lo rileva l’Istat sulla base delle stime preliminari. I prodotti ad alta frequenza di acquisto a febbraio rallentano su base annua dal +1,3% a +1%.
Mafia: Richetti, istituire commissione inchiesta Vassallo
28 febbraio 2020
09:54
– Il senatore Matteo Richetti di Azione ha presentato, lo scorso novembre, una proposta istitutiva di una commissione parlamentare d’inchiesta sull’omicidio di Angelo Vassallo. La proposta è stata firmata anche dai senatori Pittella, Fedeli, Paragone, Lenzi e Garavini dimostrando “la trasversalità del sostegno alla proposta in questione e consentendo l’approvazione in Senato in tempi rapidi”.
“E’ necessario che la capigruppo del Senato proceda con la calendarizzazione della legge in tempi rapidi – afferma Richetti – anche perché la durata prevista dalla legge, dei lavori della Commissione d’inchiesta è di 24 mesi e, a questo punto, la legislatura non può attendere oltre. Qui, è ora di dimostrare che c’è la volontà politica di fare luce rendendo giustizia alla memoria di Angelo Vassallo. Lo dobbiamo non solo alla famiglia del “sindaco Pescatore” ma a tutti gli italiani e in particolar modo a tutti quei sindaci impegnati in prima linea e che ci stanno chiedendo, nelle ultime settimane a gran voce, di procedere con la commissione d’inchiesta. Chiedo alla Presidente Casellati e a tutti i capigruppo di dare un segnale in questo senso”.
“È fondamentale – afferma Dario Vassallo, presidente della fondazione Vassallo – approvare subito questa legge affinché i tempi che restano a questa legislatura siano sufficienti per approvare la legge e diventare, immediatamente, operativi. Il Parlamento ha l’occasione di riscattare 10 anni nei quali non è stato possibile fare luce sull’omicidio di Angelo e portare una verità giudiziaria ad uno dei casi di maggiore rilievo legati alla politica e all’amministrazione del mezzogiorno, in particolar modo della Campania”.
Papa Francesco rinvia le udienze ufficiali di oggi
Già ieri per una indisposizione non era andato in Laterano
CITTÀ DEL VATICANO
28 febbraio 2020
14:53
“Il Santo Padre ha celebrato messa questa mattina e al termine, come di consueto, ha salutato i partecipanti, ma ha ritenuto di rinviare le udienze ufficiali di oggi. Gli incontri in agenda a Casa Santa Marta proseguono regolarmente”. Lo comunica il direttore della sala stampa vaticana Matteo Bruni.

Già ieri il Papa, per una lieve indisposizione, aveva annullato l’incontro a San Giovanni in Laterano, confermando invece gli appuntamenti a Santa Marta.

Piemonte tutte le notizie in tempo reale. Tutte le notizie del Piemonte. Sempre approfondite ed aggiornate. SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Notizie, Piemonte, Ultim'ora

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento 28 Febbraio, 2020, 22:14:40 di Maurizio Barra

Tempo di lettura: 88 minuti

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

PIEMONTE TUTTE LE  NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 04:40 DI LUNEDì 17 FEBBRAIO 2020

ALLE 22:14 DI VENERDì 28 FEBBRAIO 2020

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Miele Pragelato finalista concorso ‘millefiori’
Comune Val Chisone promuove produzione apicoltori locali
TORINO
17 febbraio 2020 04:40
– È prodotto da una quindicina di piccoli apicoltori locali, che tramandano la secolare tradizione apistica del luogo. C’è anche il miele tra le eccellenze di Pragelato, che punta a diventare la capitale di questo prodotto.
Già dalla prossima estate sono in programma con questo obiettivo iniziative e manifestazioni.
In un’ottica di controllo e riconoscimento della qualità del miele, i produttori fanno parte del Consorzio Apicoltori di Pragelato, nato nel 1973, che incoraggia i suoi iscritti a partecipare a diversi concorsi. Il più prestigioso è il ‘3 Gocce d’oro – Grandi mieli d’Italia’, che ogni anno vede la partecipazione di oltre 1000 mieli raccolti in tutte le regioni d’Italia.
Il miele del Consorzio Apicoltori di Pragelato è stato premiato nella sezione “Millefiori di alta montagna delle Alpi” con una goccia d’oro, quello dell’apicoltore Carlo Passet, e due gocce d’oro, quello dell’apicoltore Luca Audibert. Quest’ultimo ha ottenuto dalla giuria di esperti il punteggio più elevato tra tutti i mieli millefiori del Piemonte; per questo motivo, è stato anche selezionato come finalista nella sezione “I mille mieli, i millefiori”. La gara si terrà durante la fiera Apimell a Piacenza il 6-8 marzo 2020.
Il capitale per l’innovazione, a Torino VentureUp Forum
Alle Ogr evento Aifi con Compagnia, CRT e Innovation Center Isp
17 febbraio 2020
14:52
E’ dedicato alle prospettive e alle sfide del finanziamento dell’innovazione – attuali e future, nazionali e internazionali – VentureUp Forum, l’evento in programma oggi alle Ogr – Officine Grandi Riparazioni di Torino. Promosso da Aifi, l’Associazione Italiana del Private Equity, Venture Capital e Private Debt, si svolge in collaborazione con Compagnia di San Paolo, Fondazione Crt e Intesa Sanpaolo Innovation Center. L’appuntamento riunisce istituzioni italiane ed europee, fondi di venture capital, business angels, aziende e startup per approfondire i temi legati al mercato europeo. Tra gli obiettivi anche quello di fare sistema tra i principali hub dell’innovazione e lanciare proposte per lo sviluppo del venture capital.
Al finanziamento dell’innovazione, nella prospettiva italiana e internazionale, è dedicata la prima parte della giornata. Con i vertici di Aifi, Compagnia di San Paolo, Fondazione Crt e Intesa Sanpaolo Innovation Center – Innocenzo Cipolletta, Francesco Profumo, Giovanni Quaglia e Maurizio Montagnese – è prevista anche la presenza del presidente di Assicurazioni Generali, Gabriele Galateri di Genola e, nella seconda parte, del presidente di Cassa Depositi e Prestiti Giovanni Gorno Tempini. Con quest’ultimo anche il direttore esecutivo di Bpifrance, Pascal Lagarde, l’amministratore delegato di Invitalia, Domenico Arcuri, e il presidente del Fondo europeo per gli investimenti, Dario Scannapieco.

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Scarpa d’Oro: Immobile allunga, ma Lewandowski c’è
Centravanti Lazio mantiene un buon margine su polacco del Bayern
17 febbraio 2020
12:06
– Ciro Immobile non si ferma e anzi prova la fuga nella classifica della Scarpa d’Oro, che è stata aggiornata dall’Uefa dopo le risultanze delle partite disputate nell’ultimo week-end. Il centravanti della Lazio, a segno anche ieri sera contro l’Inter all’Olimpico, è salito a quota 26 gol in campionato, dunque a 52 punti nella graduatoria del trofeo che premia ogni anno il bomber più prolifico.
L’attaccante dei biancocelesti precede il polacco Robert Lewandowski, anche lui a segno con il Bayern Monaco nel 4-1 rifilato in trasferta al Colonia, che di punti ne ha 46. Al terzo posto si conferma Cristiano Ronaldo con 40 punti: il portoghese ieri, però, è rimasto a riposo. A pari punti con CR7 c’è Timo Werner del Lipsia e il giovanissimo Erling Haaland, norvegese, classe 2000, ex Salisburgo, oggi in forza al Borussia Dortmund. A 34 punti è fermo Romelu Lukaku dell’Inter, ieri sera a bocca asciutta contro la Lazio.
Milan: lesione muscolare, Calhanoglu salta il Torino
Infortunio nella zona dell’anca, da valutare nei prossimi giorni
17 febbraio 2020
12:28
– Il Milan dovrà fare a meno di Hakan Calhanoglu questa sera nel posticipo di campionato contro il Torino. Il turco, autore tre settimane fa di una doppietta contro i granata in coppa Italia, non è stato convocato a causa di un infortunio alla zona dell’anca, una “lesione al muscolo ileopsoas destro”, come fanno sapere da Milanello. Le condizioni del giocatore verranno rivalutate nei prossimi giorni.
Presidio Giovani Fi contro riforma Bonafede
Coordinatore Zangrillo, “legge condanna a processo senza fine”
TORINO
17 febbraio 2020
12:35
– Un presidio davanti al Palazzo di Giustizia di Torino si è formato questa mattina, su iniziativa dei Giovani di Forza Italia, per protesta contro la riforma dell’Istituto della prescrizione voluta dal ministro Bonafede.
“Il nostro – ha detto il parlamentare Paolo Zangrillo, coordinatore regionale del partito in Piemonte – è un secco ‘no’ a una legge che condanna tutte le persone sotto processo a un processo senza fine. Il provvedimento di Bonafede, oltre ad essere balordo e anticostituzionale, è un obbrobrio giuridico.
Lui vuole andare avanti? Andremo avanti anche noi. Forza Italia si batte per la tutela dei cittadini. È la vera giustizia non è quella delle manette, ma quella dei processi celebrati in tempi ragionevoli”.
Alcuni dei manifestanti si sono presentati con le manette ai polsi.
Denuncia ex marito, bimbi ringraziano poliziotti
Disegni e messaggi donati dalla donna al commissariato
TORINO
17 febbraio 2020
13:18
– Due letterine di ringraziamento alla polizia con cuoricini e un elenco di sogni per il futuro. A scriverle due bambini che l’altro giorno erano con la madre nella sala d’attesa del commissariato Mirafiori di Torino. La donna era negli uffici di via Olivero per denunciare l’ex marito che spesso, non accettando la fine della relazione, l’ha minacciata e aggredita, anche davanti ai figli. Mentre la madre parlava con gli agenti, i piccoli hanno chiesto fogli e matite colorate. “Da grande vorrei essere pediatra, dottoressa, veterinaria, insegnante, preside di una scuola e poliziotto (per aiutare le persone come fate voi)”, hanno scritto i bimbi su un biglietto. E ancora: “Grazie per aver aiutato le persone. Siete i migliori poliziotti che abbia mai conosciuto”.
Letterine che la madre ha deciso di lasciare in regalo al commissariato.
Borsalino, primavera-estate nel segno Art and Crafts
Anteprima campagna comunicazione in vetrine boutique e social
ALESSANDRIA
17 febbraio 2020
13:28
– Realizzata sotto la direzione artistica del creative curator Giacomo Santucci, con un’anteprima della campagna di comunicazione firmata dal fotografo Joseph Cardo, la collezione Primavera-Estate 2020 Borsalino continua la strategia di rilancio del marchio. Il piano, traducendo il dna aziendale in canoni estetici contemporanei, mira a restituire ai cappelli della Maison “il loro supremo valore di simbolo culturale, codice comunicativo, segno di appartenenza e sintesi di stile”. L’ispirazione arriva un periodo speciale della storia del marchio, la seconda metà dell’Ottocento in cui si sviluppa il movimento Arts and Crafts e nasce il design. L’obiettivo “è di ispirare nel pubblico la voglia di giocare, il coraggio di osare, la libertà di esprimersi e trasformarsi pur rimanendo sempre se stessi”. Le immagini con protagonisti Vika Evseeva, May Tager, Afrodita Dorado, Gia Tang, Jerry Koivisto e Ward Strodman saranno mostrate in anteprima nelle vetrine delle boutique Borsalino e sui social network della Casa di Alessandria.
Botte a scolaro disabile, maestra sospesa
Nell’alessandrino,. vittima un bambino di 8 anni
ALESSANDRIA
17 febbraio 2020
14:11
– Spintoni, trascinamenti, allontanamenti – anche per una semplice richiesta di abbraccio – con calci agli stinchi, pestoni sui piedi ai danni di un alunno di 8 anni, autistico e con problemi di deambulazione, guardandosi alle spalle e cercando sempre di non farsi vedere.
Sono le accuse mosse a una maestra 27enne di Ovada (Alessandria), sospesa per sei mesi dal servizio e indagata a piede libero in un’inchiesta della Procura di Alessandria..
Bar saturo di monossido, chiuso 90 giorni
Provvedimento deciso anche per clienti pregiudicati
ALESSANDRIA
17 febbraio 2020
14:52
– Il bar Degio di Alessandria dovrà restare chiuso 90 giorni non solo perché frequentato da pregiudicati ma anche per l’alta concentrazione di monossido di carbonio riscontrata dai Vigili del fuoco intervenuti con le volanti di Polizia l’8 febbraio scorso. Il provvedimento è stato notificato dalla Questura alla titolare ed ha validità dal 14 febbraio. Il gas sarebbe stato sprigionato da un generatore portatile di corrente malfunzionante, con un valore così alto da rendere necessario il trasporto della titolare in ospedale. Il bar era già stato chiuso, per 7 giorni, a ottobre.
Amianto, Piemonte vara nuovo modello mappatura
Assessore Marnati, 1/a Regione in Italia, modello per tutti
TORINO
17 febbraio 2020
15:02
– Il Piemonte è la prima Regione italiana ad adottare un protocollo per la mappatura dell’amianto presente in natura. Il metodo che permette di individuare le aree dove è più probabile trovare il minerale è stato messo a punto dal Settore Servizi Ambientali della Regione.
Oltre a mettere nero su bianco le aree nelle quali i minerali di amianto sono presenti naturalmente nelle rocce, il protocollo riguarda anche la presenza antropica, dove l’amianto è messo in opera come manufatto.
“Si compie – rimarca – l’assessore regionale all’Ambiente Matteo Marnati – un ulteriore passo verso la realizzazione di un sistema completo di rilevamento dell’amianto naturale e lavorato, il che rende la nostra Regione la più attrezzata d’Italia per trattare questo minerale. Molte Regioni e Agenzie per la protezione ambientale ci hanno infatti già chiesto di fare riferimento al nostro modello”.
La mappatura, in termini di probabilità di rinvenire i minerali di amianto, prevede 5 gruppi principali che esprimono 5 classi di probabilità di rinvenimento di amianto. Sarà resa disponibile on-line, quale strumento per le amministrazioni e i professionisti.
Juve: Pjanic nessuna lesione, solo affaticamento
Il centrocampista bosniaco uscito ieri solo dopo 7′ di gioco
TORINO
17 febbraio 2020
15:35
– Sospiro di sollievo per la Juventus: Pjanic non ha riportato lesioni muscolari, ma solo un “lieve affaticamento all’adduttore destro”. Lo hanno accertato gli esami diagnostici eseguiti oggi al JMedical. Il centrocampista bosniaco ha giocato solo 7′ di Juventus-Brescia, ieri all’Allianz Stadium. Entrato al 21′ st al posto di Ramsey, è stato costretto a lasciare il campo al 28′ per il dolore muscolare.
Piazza San Carlo, nove rinviati a giudizio
Si procede per disastro e omicidio colposo
TORINO
17 febbraio 2020
17:04
– Nove rinvii a giudizio sono stati disposti dal Gup Maria Francesca Abenavoli, a Torino, al termine dell’udienza preliminare per il caos in Piazza San Carlo il 3 giugno 2017 durante la proiezione della finale di Champions Juventus-Real. Si procede per disastro e omicidio colposo in relazione alle presunte lacune nell’organizzazione e nella gestione dell’evento di quella sera. Tra gli imputati il vice prefetto Roberto Dosio e i dirigenti della questura Michele Mollo e Alberto Bonzano. Il processo comincerà il 25 giugno.
Durante la proiezione della partita una serie di ondate di panico tra la folla provocò oltre 1500 feriti e in seguito la morte di due donne, Erika Pioletti, dopo 12 giorni in ospedale e Marisa Amato dopo oltre un anno e mezzo di cure. Il provvedimento del gup Abenavoli riguarda anche Marco Sgarbi (dirigente della Polizia Municipale), Paolo Lubbia (dirigente del Comune di Torino), Chiara Bobbio (dirigente comunale), Dario Longhin (funzionario dei vigili del fuoco) e i componenti della commissione provinciale di vigilanza Franco Negroni e Pasquale Piro. Nel troncone del procedimento che si celebra con il rito abbreviato sono chiamati in causa fra gli altri la sindaca Chiara Appendino e l’allora questore di Torino Angelo Sanna. La prima udienza è in programma a fine febbraio.
Abbazia Staffarda scelta come sede Biodistretto del Monviso
Progetto sostenuto con fondi europei Piano di Sviluppo Rurale
SALUZZO
17 febbraio 2020
17:32
– L’abbazia di Staffarda, gioiello cistercense del 1200, simbolo della rinascita agricola medievale cuneese, è stata scelta come sede per il Biodistretto del Monviso” il biologico locale che raggruppa 28 aziende e l’ente Parco del Monviso. “Abbiamo voluto individuare in Staffarda il luogo simbolo – spiega il presidente del Parco, Gianfranco Marengo – in quanto storicamente e geograficamente è il punto d’incontro tra le vallate e la pianura saluzzese e pinerolese”.
“La rete – aggiunge Dario Martina, referente dei produttori – si prefigge di distribuire i nostri prodotti a livello locale.
Vorremmo che entrassero nell’alimentazione quotidiana di residenti e turisti. Parliamo di ortofrutta fresca e trasformata, carne bovina, suina ed ovicaprina, prodotti caseari ed erbe aromatiche”.
Il progetto è sostenuto con i fondi europei del Piano di Sviluppo Rurale.
Calcio: Lega Pro, Integrity tour fa tappa ad Alessandria
Con Sportrader sempre più impegno nella lotta al match fixing
17 febbraio 2020
17:49
– La lotta al match fixing resta uno dei capisaldi della Lega Pro impegnata su tutto il territorio nazionale con incontri periodici con i suoi club. Domani ad Alessandria è in programma la quinta tappa dell’Integrity Tour 2019-2020: nel pomeriggio il Segretario Generale della Lega Pro e Integrity Officer Emanuele Paolucci e il Responsabile Integrity di Sportradar AG l’Avvocato Marcello Presilla incontreranno i ragazzi del settore giovanile e la prima squadra. Sono oltre 90 le città e i club visitati in questi anni: sensibilizzare i tesserati sui pericoli a cui possono andare incontro è fondamentale per combattere ogni tentativo di illecito. Prima di Alessandria l’Integrity Tour è sbarcato a Siena, Padova, Vicenza e Monza.
Antisemitismo: Allasia, è un cancro da estirpare
Presidente Consiglio regionale condanna recenti episodi
TORINO
17 febbraio 2020
18:30
– “L’antisemitismo è un cancro da estirpare”. Lo afferma, in una nota, il presidente del Consiglio regionale del Piemonte e e del Comitato resistenza e costituzione, Stefano Allasia, in occasione del presidio organizzato dalla Città e al quale aderisce anche la Regione Piemonte.
“Nell’esprimere vicinanza e solidarietà alla Comunità ebraica, condanno con fermezza i recenti e gravi episodi di antisemitismo avvenuti in Piemonte ed in particolare nella città di Torino – aggiunge Allasia -. Questi ignobili gesti dimostrano ancora una volta che la mancanza di conoscenza della storia e l’ignoranza che ne consegue sono un problema che è ancora lontano dall’essere sradicato. Ritengo come presidente del Comitato resistenza e costituzione che la memoria, custodita e tramandata, sia un antidoto indispensabile contro gli orrori del passato, per scongiurare il riemergere di rigurgiti razzisti e predicazione dell’odio”.
Start-up torinese dona cibi a 1600 poveri
Destinati alla ‘Mensa dei poveri’ del cottolenghino don Gennari
TORINO
17 febbraio 2020
19:12
– L’iniziativa solidale opera della start-up torinese ‘uBroker Srl’, nota come la multiutility company che azzera le bollette di luce e gas, torna il 18 febbraio: a partire dalle ore 14.00 donerà un ingente quantitativo di pasta e parmigiano fatti produrre da valenti ditte artigianali per sfamare ben 1.600 indigenti e senzatetto della ‘Mensa dei Poveri’.
Una realtà caritatevole che conta ben 250 volontari, fondata nel 2008 a Torino da Don Adriano Gennari, sacerdote cottolenghino famoso per le preghiere di intercessione in favore di persone in difficoltà, malati e sofferenti.
“La pasta è stata fatta produrre da una storica azienda marchigiana colpita dal sisma del 2016, in segno di aiuto concreto alle pmi del Centro Italia, cui siamo uniti”, spiega Cristiano Bilucaglia, ingegnere e imprenditore eletto ‘Imprenditore dell’Anno’, titolare della start up.
Si sente male a funerale marito, vedova stroncata da malore
Coppia anziani morti a poche ore l’una dall’altro nel Novarese
NOVARA
17 febbraio 2020
18:03
– Si è sentita male accanto alla bara del marito, deceduto due giorni fa dopo una lunga malattia, ed è morta sul sagrato della chiesa di Agognate, una frazione di Novara. Hanno trascorso la vita insieme e (quasi) insieme se ne sono andati Attilio Beltran, 90 anni, e Mariantonietta Vallanza, di 84. Una lunga storia d’amore, la loro, che ha voluto accomunarli anche nella morte.
I funerali del novantenne oggi pomeriggio. Quando la bara è uscita sul sagrato, la vedova si è sentita male ed è caduta a terra. Un medico amico di famiglia, presente alle esequie, le ha iniziato il massaggio cardiaco, proseguito dai sanitari del 118 intervenuti sul posto. Per l’anziana non c’è stato nulla da fare.
Centinaia in piazza a Torino contro l’antisemitismo
Appendino ‘fatti accaduti gravi, ci voleva risposta unitaria’
TORINO
17 febbraio 2020
20:15
– Centinaia di persone hanno preso parte al presidio davanti al Municipio di Torino per protestare contro i recenti episodi di antisemitismo. All’appello del Comune hanno risposto tutte le forze politiche. Con esponenti della Comunità ebraica torinese, e con le vittime delle scritte ingiuriose, sono presenti fra gli altri rappresentanti delle Sardine e dell’Anpi. In piazza la sindaca di Torino, Chiara Appendino, e, in rappresentanza della Regione Piemonte, l’assessore Andrea Tronzano.
“Il fascismo è un crimine. Torino è antifascista” si legge sullo striscione affisso in piazza.
“I fatti accaduti a Torino sono gravi e ci voleva una risposta unitaria, che è stata condivisa con tutte le forze politiche. È questo il punto di forza di oggi”, commenta la sindaca di Torino, Chiara Appendino. “C’è stata una grande adesione – rimarca – e questo è solo uno dei tanti tasselli della battaglia che dobbiamo portare avanti, partendo da cultura e istruzione, per combattere i fenomeni di odio e antisemitismo crescenti. Abbiamo tutti un pezzetto di responsabilità, e in questa occasione il tema è stato completamente spoliticizzato proprio perché il nostro appello è un richiamo a tutti e a tutte”.
Intrappolata in un cancello, salvata femmina di capriolo
A Rivoli, nel Torinese. L’animale è in prognosi riservata
TORINO
17 febbraio 2020
20:33
– Una giovane femmina di capriolo, intrappolata nel cancello di una villetta di Rivoli è stata soccorsa oggi pomeriggio dagli operatori faunistici del CANC-Centro Animali Non Convenzionali dell’Università di Torino e da un veterinario dell’Asl TO3. L’animale, che presentava un’abrasione ai fianchi, un trauma addominale ed uno alla zampa posteriore destra, è in prognosi riservata, anche per lo stress.
Quello effettuato a Rivoli è uno degli interventi previsti dalla convenzione attivata dalla Città Metropolitana di Torino, che vede l’impegno diretto della Struttura didattica speciale Veterinaria dell’Università di Torino per il recupero della fauna selvatica.
Il CANC cura il servizio per conto della Città Metropolitana, che ha scelto questa soluzione per non interrompere il progetto “Salviamoli Insieme”, che ogni anno registra interventi su oltre tremila animali selvatici rinvenuti in difficoltà e recuperati da privati cittadini o da agenti faunistico-ambientali.
Adesivi con svastiche su casa figlia partigiano
Secondo episodio in pochi giorni sulla stessa abitazione
TORINO
18 febbraio 2020
13:20
Scritte neonaziste sono comparse sulla targa del campanello dell’appartamento della figlia di un partigiano nel quartiere Vanchiglia, a Torino. Sono due piccoli adesivi con la scritta “Onore Hitler” vicino a una svastica e a una croce celtica. Lo scorso 30 gennaio, sul campanello della stessa abitazione erano comparsi due piccoli adesivi con la scritta “Sieg Heil” e una svastica. La donna ha sporto denuncia alla Digos. Gli episodi dopo le scritte antisemite comparse sui muri di Torino, Mondovì (Cuneo), Brescia e Giaveno (Torino).
Gtt, nella revisione delle linee 9 saranno nuove
Obiettivo +4,4% numero passeggeri, +8% frequenza
TORINO
18 febbraio 2020
13:06
– Novantacinque linee ordinarie di cui 9 nuove, 19 con parziali modifiche al percorso e 67 invariate. Sarà operativa entro fine estate la prima fase della revisione della rete del trasporto pubblico torinese che diventa ‘gerarchica’ con 17 linee ‘di forza’ col maggior numero di passeggeri e la frequenza più alta, 34 di ‘completamento’, con percorsi più brevi ma capillari, e linee ‘di estensione’ verso la prima cintura. Il tutto identificato dai colori magenta, blu e verde.
Una “rivoluzione coraggiosa frutto di anni di lavoro” per la sindaca Chiara Appendino che rivendica “le scelte politiche fatte per il salvataggio e rilancio di Gtt e per rendere il trasporto pubblico una reale alternativa al mezzo privato”. La nuova rete, sottolineano l’assessora Maria Lapietra e l’ad di Gtt Giovanni Foti, “è basata sulla reale domanda dei cittadini e ha l’obiettivo di migliorare velocità e frequenza dei passaggi, potenziare la rete green su rotaia integrata con bus ecologici e la metro che estenderà i suoi orari” L’aspettativa e di aumentare del 4,38% il numero dei passeggeri annui, dell’8% la frequenza, diminuire del 6% i tempi medi da capolinea a capolinea e risparmiare 12 tonnellate di CO2 l’anno. STAI LEGGENDO:

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Salone Libro: Lagioia, Paesi ospiti Irlanda e Canada
Tema ‘altre forme di vita’. La Regione è la Campania
TORINO
18 febbraio 2020
13:43
– Il tema del Salone del libro di Torino in programma dal 14 al 18 maggio è Altre forme di vita. I Paesi ospiti saranno Irlanda e Canada, due grandi laboratori culturali, la regione ospite la Campania. Lo ha annunciato il direttore Nicola Lagioia, in una conferenza stampa affollata alla quale sono presenti la sindaca Chiara Appendino e il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio. L’orchestra Scarlatti di Napoli terrà un concerto il 13 maggio.
Carabinieri Forestali, in un anno 48 mila controlli
Reati più frequenti scoperti abbandono rifiuti e bracconaggio
TORINO
18 febbraio 2020
13:28
– In Piemonte, nel 2019, sono stati effettuati 48.414 controlli dai carabinieri forestali impegnati in attività di tutela del territorio, di contrasto di gestione illecita di rifiuti, di prevenzione e contrasto agli incendi boschivi, di prevenzione valanghe. È il bilancio dell’attività illustrato oggi dal generale Benito Castiglia, Comandante Regione Carabinieri Forestale “Piemonte”.
Tra i reati più frequenti c’è lo smaltimento illecito di rifiuti e il bracconaggio. “Motivo di pericolo anche per le persone che gravitano nelle aree in cui vengono fatte battute di caccia, anche notturne, fuori dai periodi consentiti – spiega Castiglia – Per i rifiuti le aree più critiche sono il Canavese e il Novarese. Si tratta di un aspetto difficile da contrastare, dove manca formazione e cultura”. Tra le attività delle stazioni dei carabinieri forestali c’è anche il servizio Meteomont carabinieri per prevenire e prevedere il pericolo valanghe tramite l’emissione di un bollettino d’allerta: nel 2019 ne sono stati pubblicati 164.
Asfalto irregolare per strade Giro, multe a sindaco ed azienda
Indagine Carabinieri Forestali In Valle di Susa
TORINO
18 febbraio 2020
13:54
– Avrebbe dovuto fornire il materiale per risistemare l’asfalto sulle strade della Val Susa in vista del passaggio del Giro d’Italia di ciclismo, ma invece di affidare il fresato a un centro di recupero autorizzato alla lavorazione una ditta lo ha ceduto, senza alcun trattamento, a vari Comuni della valle. È quanto scoperto dai carabinieri forestali di Almese, Bussoleno e Oulx. Nel mirino degli investigatori è finita una ditta che a maggio 2018 aveva ricevuto l’incarico di occuparsi di alcuni tratti delle principali strade provinciali valsusine. È scattata una sanzione di 6.500 euro per uno dei sindaci coinvolti e per i rappresentanti della ditta. Inoltre, per le irregolarità sulla movimentazione dei rifiuti, sono state elevate, a carico del responsabile ambientale, del direttore tecnico e dell’amministratore dell’azienda, multe per un totale di circa 180 mila euro.
Dalle indagini dei carabinieri, condotte con il supporto dei tecnici dell’Arpa,è emerso che il volume di fresato di asfalto ceduto è stato di circa mille metri cubi, pari a circa 60 trasporti non accompagnati da regolare formulario di identificazione rifiuti.
Corruzione: Cantone, prevenire è meglio
Giappichelli pubblica libro su esperienza a guida Anac
TORINO
18 febbraio 2020
15:22
– “Prevenire è meglio che reprimere”: questa affermazione di Raffaele Cantone riassume l’esperienza di Raffaele Cantone alla guida dell’Anac, che il magistrato riassume nel libro ‘Il sistema di prevenzione della corruzione’.
Pubblicato con Giappichelli, il volume delinea il sistema di regole che ha dato origine al ‘modello italiano’, apprezzato e studiato anche a livello internazionale. “Questo libro è l’eredità di una esperienza eccezionale, qual è stata la presidenza dell’Autorità nazionale anticorruzione – spiega Cantone – Vi ho dedicato tutto il mio tempo libero degli ultimi due anni, non solo per la scrittura ma anche per al consultazione di una poderosa dottrina e dei tantissimi documenti prodotti dalla stessa Autorità”. Per il professore Ferdinando Pinto, che firma la prefazione, si tratta di “un libro moderno, di cui l’autore è il perfetto interprete. E’ il prodotto di un’esperienza, maturata all’interno dei fatti, e contiene le regole scritte dallo stesso protagonista”.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Svastica su teatro cittadina medaglia oro Resistenza ++
Sul centro culturale La Fabbrica di Villadossola in Piemonte
VERBANIA
18 febbraio 2020
15:31
– Una svastica e una croce celtica sono state disegnate con vernice sulla facciata del centro culturale “La Fabbrica” di Villadossola (VCO), città medaglia d’argento al valore civile per la Resistenza. In una nota l’amministrazione comunale ha “espresso il suo sdegno per un richiamo gravissimo a nefaste ideologie, gesto che non può essere tollerato, specialmente se, come pare, gli autori sono giovanissimi”.”La scritta sul teatro, una eccellenza culturale del Verbano Cusio Ossola, vuole colpire la dignità di tutti”, aggiunge l’amministrazione.
Coronavirus: cinesi in Piemonte, fine autoisolamento per 31
TORINO
18 febbraio 2020
16:03
– Sono 31 le persone che hanno terminato il periodo di auto isolamento dopo essere ritornate dalla Cina. Stanno tutte bene. Si tratta di famiglie e studenti che sono arrivati a Torino tra il 29 gennaio e il 2 febbraio, dopo aver trascorso un periodo di vacanza nelle loro città d’origine. Sei persone restano ancora in isolamento fino a fine settimana. Non sono attesi ulteriori rientri. Lo rende noto il Comitato di emergenza della comunità cinese in Piemonte, composto da 14 associazioni che stanno monitorando e sostenendo i propri connazionali per il coronavirus.
Le persone che hanno terminato il periodo di osservazione si sono recate alla sede del Servizio Igiene e Sanità pubblica dell’Asl, in via della Consolata, per consegnare la scheda di autovalutazione che è stata registrata e validata con un timbro.
Con questo documento gli studenti torneranno a scuola e all’università. Sette sono i bambini che frequentano le scuole dell’obbligo.
Lega Pro, Integrity Tour ha fatto tappa ad Alessandria contro
“Inflessibili contro il match fixing”. Festa 108 anni club
18 febbraio 2020
17:50
– “Siamo più che mai in prima linea contro il match fixing, il nostro impegno è totale. Non si può indietreggiare: le uniche risposte possibili sono l’inflessibilità e l’attività sinergica e capillare con tutti gli addetti ai lavori”. Così il segretario generale della Lega Pro, Emanuele Paolucci ha parlato ad Alessandria per la 93/a tappa dell’Integrity Tour. “Il nostro scopo è quello di sensibilizzare i club e i tesserati sui pericoli, non dobbiamo abbassare la guardia” gha aggiunto nell’incontro che è coinciso con i 108 anni di vita dell’Alessandria. Testimonianze della positività del lavoro svolto sono stati i recenti tentativi di illecito nei confronti dei calciatori di Monza, Pro Vercelli e Viterbese che sono stati bloccati sul nascere grazie alla tempestività dei giocatori che li hanno denunciati. “La reattività in questi casi è fondamentale ed è il modo più efficace per preservare il nostro calcio e la sua regolarità” sottolinea Paolucci. Presente anche il responsabile Integrity per l’Italia di Sportradar AG Marcello Presilla: “Per ‘combattere’ un nemico bisogna conoscerlo a fondo ed è quello che da anni facciamo attraverso i workshop Integrity. L’attività di formazione è fondamentale per far comprendere i rischi e i pericoli legati alle combine sportive che possono pregiudicare il futuro e la credibilità degli atleti e del calcio”. Anche Angelo Gregucci, tecnico dell’Alessandria, ha dato il suo contributo: “Non ho mai ‘giocato’ in vita mia. I miei riferimenti etici ed educativi mi hanno sempre orientato in questa direzione. Ho sempre saputo e continuo a sapere, da uomo di sport, quale debbano essere i comportamenti corretti e consentiti”. L’Integrity Tour 2019-2020 è giunto alla sua quinta tappa: prima di Alessandria coinvolte Siena, Padova, Vicenza e Monza. In questi anni sono stati più di 12.000 i tesserati formati.
Affidi: ‘parla chi non è madre’, polemica in Piemonte
Opposizioni chiedono dimissioni assessore regionale Caucino
TORINO
18 febbraio 2020
17:50
– E’ polemica in Piemonte per le parole dell’assessore leghista alle Politiche per la Famiglia, Chiara Caucino, secondo la quale in tema di affidi “c’è chi parla e non è nemmeno madre” e “forse prima di parlare dovrebbe passare per quel sacro vincolo”.
“Accetto qualunque critica, ma non da donne che non hanno figli”, ha detto Caucino oggi intervenendo a un incontro organizzato dal Comitato Cittadini per i Diritti Umani, contrario agli affidi, sulla nuova legge regionale ‘Allontanamenti zero’. Il provvedimento già approvato dalla Giunta di centrodestra di Alberto Cirio, che deve ora passare al vaglio del Consiglio regionale, prevede che il 40% degli oltre 55 milioni destinati al sistema infanzia in Piemonte venga dirottato dai servizi sociali alle famiglie, sotto forma di aiuti economici.
La levata di scudi arriva da tutto il centrosinistra e dal M5s, sabato scorso in piazza per chiedere il ritiro del ddl. Il segretario regionale del Pd, Paolo Furia, chiede le scuse e le dimissioni dell’esponente dell’esecutivo. “Nel gruppo del Pd – osserva il capogruppo in Regione, Domenico Ravetti – c’è una sola donna, non ha figli e si sta battendo per tutelare bambini vittime di situazioni tremende. Ci dica Caucino se è lei che vilmente sta tirando in ballo”. Il capogruppo di Luv, Marco Grimaldi, si appella al governatore Cirio per ottenere “pubbliche scuse”, e la capogruppo M5s, Francesca Frediani, stigmatizza le “parole indegne” di Caucino, che “offendono migliaia di donne”.
Juve; Khedira e Bernardeschi di nuovo in gruppo
Seduta fisioterapica per Miralem Pjanic
TORINO
18 febbraio 2020
18:58
– La Juve recupera Bernardeschi e Khedira, a disposizione di Maurizio Sarri per le prossime partite. I due centrocampisti bianconeri hanno svolto “l’intera seduta in gruppo” durante l’allenamento odierno, segnala il sito della società bianconera. Seduta fisioterapica come da programma, invece, per Miralem Pjanic. JUVENTUS

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Vercelli:concerto chiude festeggiamenti basilica Sant’Andrea
Sabato 22 febbraio si esibisce orchestra arpe più famosa mondo
VERCELLI
18 febbraio 2020
19:02
– Con un concerto di arpe tenuto da una delle più importanti formazioni esistenti al mondo di questo strumento, il Comune di Vercelli chiude ufficialmente i festeggiamenti per gli ottocento anni dalla posa della prima pietra della basilica Sant’Andrea.
Le celebrazioni in onore dell’abbazia cittadina, primo esempio di gotico precoce in Italia, e del suo fondatore, il cardinale Guala Bicchieri, si sono sviluppate lungo un anno intero tra convegni, appuntamenti letterari e mostre, tra cui quella sulla Magna Charta, esposta nell’Arca di San Marco.
Sabato 22 febbraio, alle 21, la conclusione dei festeggiamenti con la Fabius Constable and The Celtic Harp Orchestra, “l’orchestra d’arpe più popolare al mondo”, come si definisce su internet. Titolo della serata, ad ingresso gratuito, “Il Cardinale del Re – Arpe in onore di Guala Bicchieri”. L’associazione ‘Donne & Riso’ sarà presente all’evento con degustazioni di prodotti del territorio. L’evento è realizzato dal Comune di Vercelli in collaborazione con l’Atl Vercelli Valsesia Biella.
Pugilato: venerdì ad Asti Tricolore medi Oliha-De Novellis
Fighter di casa reduce da esperienza da sparring a Las Vegas
18 febbraio 2020
19:05
– Boxe tricolore venerdì al Pala San Quirico di Asti, dove il beniamino locale Etinosa Oliha, 21enne pugile imbattuto e soprannominato ‘El Chapo’, si batterà contro Carlo De Novellis per il titolo italiano dei pesi medi, attualmente vacante.
Per Etinosa è la prima occasione tricolore mentre De Novellis ha fatto un tentativo el 2008 contro Signani per il titolo ‘ad interim’, e quella è stata una delle sue tre sconfitte in carriera. Oliha è reduce dall’esperienza in America, a Las Vegas, dove nel dicembre scorso ha fatto da sparring partner all’ex campione dei supermedi e dei mediomassimi Badou Jack, che si stava preparando alla sfida iridata contro il canadese JeanPascal.
Sul match per il titolo italiano Oliha dice che “cercherò di tenere De Novellis sulla media distanza, e di portare colpi esplosivi il più possibile. Conosco le qualità del mio avversario, però mi sento pronto. L’esperienza negli States mi ha permesso di aumentare rapidamente il mio bagaglio di esperienza”.
Nel sottoclou spicca la presenza del campione del mondo 2009 dei dilettanti Domenico Valentino reduce dalla sfortunata sfida per il titolo europeo dei leggeri . Quello di Asti sarà un test in attesa di un match per un titolo internazionale su cui il promoter Loreni sta lavorando. Nei superleggeri in azione il mancino di Casoria Gianluca Picardi fratello minore di Vincenzo, bronzo olimpico.Gianluca è imbattuto in sette match.Sempre vincente anche lSamuel Nmomah 22enne superwelter di Novara che fa parte anche lui del cast della riunione.
Il Piemonte istituisce la giornata per la pace
Legge approvata all’unanimità. Udp individuerà la data
TORINO
19 febbraio 2020
10:19
– Il Piemonte, seconda regione in Italia, ha la sua giornata per la pace. L’ha deciso oggi la Prima commissione, riunita in sede legislativa, che ha approvato all’unanimità la nuova legge che istituisce in modo permanente il Comitato regionale per i diritti umani.
Il presidente del Consiglio regionale Stefano Allasia, primo firmatario della Pdl approvata, ha voluto fortemente la giornata per la pace e la stabilizzazione del Comitato. Lo ha ricordato illustrando il provvedimento, che si pone l’obiettivo di ampliare e consolidare l’impegno del Comitato nella promozione e nella tutela dei diritti umani e civili, anche in considerazione dell’attuale periodo storico nel quale è sempre più sentita la necessità di far conoscere, rendere effettivi e garantire con maggior forza i diritti civili riconosciuti dalla Costituzione a tutte le persone fisiche. Questi principi sono richiamati nel preambolo dello Statuto della nostra Regione, che vede quale fonte d’ispirazione la Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo.
Sostegno alla legge è arrivato dai relatori di maggioranza e da quelli di minoranza. La data della giornata regionale per la pace verrà stabilita dall’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale.
Borussia Dortmund riscatta Emre Can,25 milioni a Juve
Annuncio dei due club,centrocampista tedesco firma fino al 2024
18 febbraio 2020
19:59
– Sono bastate poche apparizioni, ed Emre Can ha già convinto il Borussia Dortmund a riscattarlo a titolo definitivo dalla Juventus. L’annuncio è stato dato via Twitter dal club tedesco, e ora il giocatore sottoscriverà un accordo fino al 2024.
Sucecssivamente anche la Juve ha confermato con una nota: “Juventus Football Club S.p.A. comunica che, a seguito del verificarsi delle prestabilite condizioni contrattuali – si legge -, è scattato l’obbligo di acquisizione a titolo definitivo da parte della società Borussia Dortmund GmbH & Co.
KGaA del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Emre Can a fronte di un corrispettivo di € 25 milioni pagabili in tre esercizi. Tale operazione genera un effetto economico positivo di circa € 12,4 milioni, al netto del contributo di solidarietà e degli oneri accessori”. SCARICA IL COMUNICATO

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Uomo annegò in sottopasso, dieci indagati
Tra loro anche sindaco Rivarolo. Procura Ivrea chiude indagini
IVREA
18 febbraio 2020
21:08
– La procura di Ivrea (Torino) ha chiuso le indagini per la morte di Guido Zabena, l’operaio che nel luglio 2018 morì annegato nel sottopasso ferroviario tra Rivarolo e Feletto. I carabinieri di Rivarolo hanno notificato oggi l’avviso di conclusione delle indagini e la contestuale informazione di garanzia nei confronti dei dieci indagati.
Tra questi figurano il sindaco di Rivarolo Alberto Rostagno, gli assessori Francesco Diemoz e Lara Schialvino e diversi tecnici del Comune. Il reato ipotizzato dalla procura, a vario titolo, è di omicidio colposo.
Rogo in un’abitazione, donna muore per le esalazioni
A Condove, nel Torinese. Candele probabile causa incendio
TORINO
19 febbraio 2020
10:18
Una 60enne è morta questa mattina a Condove (Torino) soffocata dalle esaltazioni dei fumi dell’incendio divampato nel suo appartamento.
A quanto si apprende da una prima ricostruzione dei carabinieri, a causare il rogo, domato dai vigili del fuoco, sono state le diverse candele che la donna aveva acceso in camera da letto. La donna , affetta da problemi psichici, era sola in casa quando è scoppiato l’incendio e non è riuscita a fuggire. Sul posto anche il 118.
Palio di Asti, Ottavio Coffano maestro edizione 2020
Pittore e scenografo, ha dipinto il drappo nel 1975
09:45
– Ottavio Coffano è il maestro del Palio di Asti 2020. Lo ha presentato il sindaco di Asti, Maurizio Rasero, durante la seduta del Consiglio del Palio che si è riunito in municipio.
Pittore e scenografo astigiano, Coffano ha insegnato scenografia all’Accademia di Brera (Milano) e all’Accademia Albertina di Torino. Suo il drappo dipinto nel 1975. Già presidente della Biblioteca Astense, ha insegnato anche all’Università Complutense di Madrid, prima di insegnare letteratura e filosofia del teatro a Torino.
Il Palio di Asti è in programma domenica 6 settembre, “e sarà a 21 cavalli, dopo aver trovato un accordo con le altre sette amministrazioni comunali” ha confermato Rasero.
Slot machine erano modificate, migliaia i giocatori truffati
Gdf scopre frode, apparecchi sequestrati e sanzioni per 20mln
TORINO
19 febbraio 2020
15:58
– Le slot machine venivano modificate per moltiplicare gli incassi senza dichiarare nulla al fisco. E’ una gigantesca frode informatica ai danni dello Stato, con migliaia di giocatori truffati in tutta Italia, quella scoperta dalla guardia di finanza di Torino, che ha sequestrato un migliaio di slot e denunciato centinaia di gestori, con sanzioni che arrivano sino a 20 milioni di euro.
L’operazione ‘Cristiallo’, coordinata dalla procura di Torino, è partita dalla denuncia di una multinazionale leader nel settore degli apparecchi da divertimento, che aveva riscontrato anomalie nel funzionamento di svariate schede prodotte e installate nelle slot machine. Grazie al supporto del personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e degli ingegneri informatici del partner tecnologico SOGEI SpA, è stata scoperta la sistematica manomissione dei contatori fiscali delle schede di gioco.
Tre sono le aziende coinvolte nella sola provincia di Torino.
Gli amministratori sono stati denunciati per frode informatica
Cinema: Lovers film festival, al via le selezioni
A Torino rassegna Lgbtqi più vecchia d’Europa, dirige Luxuria
TORINO
19 febbraio 2020
12:54
– Sono al via le iscrizioni alle selezioni per il Lovers Film Festival di Torino, in programma dal 30 aprile al 4 maggio al Cinema Massimo.
La più antico festival cinematografico d’Europa sui temi Lgbtqi (lesbici, gay, bisessuali, trans, queer e intersessuali) prevede quattro sezioni: Lungometraggi, Cortometraggi, Documentari e Premio Giò Stajano. Le iscrizioni, sul sito del festival o attraverso la piattaforma FilmFreeway, scadono il 19 marzo.
“Stiamo visionando – afferma la neodirettrice del festival, Vladimir Luxuria – molti film emozionanti che porteranno sullo schermo temi di forte attualità e grande impatto”.
“Mi aspetto – aggiunge il presidente del Museo del Cinema, Enzo Ghigo – un festival ricco ed emozionante, legato al presente e pieno di spunti di riflessione. Auguro buon lavoro a Vladimir Luxuria e al suo staff, e colgo l’occasione per ringraziare Giovanni Minerba, fondatore della rassegna e suo storico direttore, per tutto il lavoro svolto e la dedizione data al festival”.
Cidiu, milionesimo chilometro della flotta elettrica
54 mezzi green all’opera in 17 Comuni nord-ovest torinese
TORINO
19 febbraio 2020
13:32
– La flotta della società di igiene ambientale Cidiu ha raggiunto il milionesimo chilometro percorso con mezzi elettrici. A cinque anni dall’entrata in servizio dei primi veicoli ‘green’ ora sono 54 ogni giorno all’opera, con un risparmio di emissioni complessivo nel periodo stimato di 150 tonnellate di anidride carbonica “Siamo alla continua ricerca del miglior equilibrio tra necessità di servizio, sicurezza degli operatori, rispetto dell’ambiente e convivenza confortevole con la popolazione – commenta Riccardo Civera, amministratore delegato di Cidiu Servizi – L’elettrico risponde perfettamente a queste necessità e inoltre è risultato complessivamente più affidabile ed economico da gestire visto che gli interventi di manutenzione sui mezzi si sono drasticamente ridotti in confronto ai motori termici”.
Nelle sedi di Cidiu sono installate oltre 40 postazioni di ricarica. Il gruppo opera in 17 comuni dell’area nord-ovest torinese per un totale di 260 mila abitanti. (ANSA).
Affidi: Nosiglia, bene bimbi priorità, basta show
Arcivescovo Torino interviene dopo polemica per frasi assessore
TORINO
19 febbraio 2020
14:18
– “L’unica priorità è il bene dei bambini. Un bene che si tutela con percorsi legislativi adeguati e una cultura dell’infanzia che si astenga dall’usare i bambini come braccio armato per imporre un’altra puntata del solito show mediatico”. Così l’arcivescovo di Torino, monsignor Cesare Nosiglia, invita a “moderare i toni” dopo le polemiche suscitate dalle affermazioni dell’assessore piemontese Chiara Caucino, autrice della nuova legge ‘Allontanamenti zero’ in materia di affidi.
Albero cade sui binari, sospesa Chivasso-Aosta
Crollo ha causato un guasto elettrico tra Candia e Strambino
19 febbraio 2020
16:00
– La circolazione sulla linea ferroviaria Chivasso-Ivrea-Aosta è stata sospesa oggi pomeriggio tra Candia Canavese e Strambino per un guasto linea elettrica a seguito della caduta di un albero sui binari. I convogli fanno capolinea a Caluso e Ivrea. In corso di attivazione un servizio sostitutivo con bus fra Caluso e Ivrea. Personale dedicato all’assistenza dei passeggeri è presente nelle stazioni di Caluso, Ivrea e Chivasso.
Crollo a teatro,Vergnano per messa prova
Due attori rimasero feriti nel gennaio 2018 a Torino
TORINO
19 febbraio 2020
16:22
– Ha chiesto la “messa alla prova” svolgendo un lavoro di pubblica utilità Walter Vergnano, ex sovrintendente del teatro Regio di Torino, citato a giudizio per il ferimento di due attori durante una rappresentazione della Turandot. L’occasione è stata, oggi, l’apertura del processo in tribunale. L’episodio in questione risale al gennaio del 2018, quando crollò una parte della scenografia a causa, secondo gli accertamenti coordinati dal pm Vincenzo Pacileo, di un problema nell’ancoraggio di un manufatto. Anche il responsabile dell’ allestimento, citato a giudizio insieme all’allora sovrintendente, ha chiesto la “messa alla prova”. Il tribunale si pronuncerà a luglio.
Juve; si ferma Higuain, lombalgia
L’argentino non si è allenato. Prosegue recupero Pjanic
19 febbraio 2020
16:24
– Si ferma Gonzalo Higuain.
L’attaccante argentino non ha preso parte all’allenamento di oggi “a causa di una lieve lombalgia”, spiega la Juventus nel report sull’allenamento di oggi alla ‘Cotinassa’. Nel frattempo, prosegue il percorso fisioterapico prestabilito per Pjanic, mentre Pinsoglio è stato bloccato da una leggera sindrome influenzale e Rabiot ha svolto seduta personalizzata “come da programma”.
Accademia dei Folli trova casa, è il Teatro-Studio Bunker
Roncaglia, non un guscio protettivo ma un luogo aperto
TORINO
19 febbraio 2020
16:55
– La compagnia Accademia dei Folli da oggi ha una casa, il Teatro-Studio Bunker di Torino. Non è solo una nuova sede operativa, ma un vero e proprio spazio teatrale.
Tre le parole chiave attorno alle quali ruota il progetto: creare, sperimentare, condividere. “È un luogo in continua trasformazione dove si percepisce il movimento, il fermento. Non un guscio protettivo ma un luogo aperto alle possibilità”, commenta il direttore artistico Carlo Roncaglia.
Da 23 anni l’Accademia dei Folli svolge un’intensa attività teatrale – produttiva e distributiva – con l’organizzazione di Stagioni e di eventi, formazione, percorsi didattici, progetti multidisciplinari e un lavoro artistico finalizzato alla valorizzazione del territorio in tutto il Piemonte. Ha collaborato con i più importanti enti di Torino e della Regione: Teatro Stabile, Teatro Regio, Tpe, Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani, Unione Musicale, Comune di Torino, Regione Piemonte, Consiglio Regionale del Piemonte, Reggia di Venaria.
Fotografia: a Camera ‘Memoria e Passione. Da Capa a Ghirri’
La storia d’Italia in 300 scatti della collezione Bertero
TORINO
19 febbraio 2020
17:00
– La storia d’Italia dagli anni Trenta fino alla fine del secolo scorso in 300 scatti di grandi fotografi, la maggior parte mai esposti prima. C’è il racconto del nostro passato, ma anche l’evoluzione della fotografia italiana e internazionale nella mostra Memoria e Passione. Da Capa a Ghirri, curata da Walter Guadagnini, dal 20 febbraio al 10 maggio a Camera – Centro Italiano per la Fotografia.
Le 300 immagini, selezionate tra le oltre duemila della Collezione Bertero, raccolta unica per originalità dell’impostazione e qualità delle fotografie, sono state realizzate da 50 autori da tutto il mondo. Spiccano i nomi di Bruno Barbey, Robert Capa, Henri Cartier-Bresson, Franco Fontana, Luigi Ghirri, Mario De Biasi, Mario Giacomelli, Ugo Mulas, Federico Patellani, Ferdinando Scianna e Michele Zaza. In mostra veri capolavori come La strada per Palermo di Robert Capa, American girl in Italy, Firenze di Ruth Orkin e il reportage dedicato all’Italia da Henri Cartier-Bresson.

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Torino: processo Ream, parola alle difese
Per un debito di 5 milioni versato dal Comune nel 2018
TORINO
19 febbraio 2020
17:07
– Con l’intervento dell’avvocato Fabio De Matteis, legale dell’assessore comunale Sergio Rolando, è ripreso oggi in tribunale a Torino il processo per il caso Ream. Oltre a Rolando sono chiamati in causa la sindaca, Chiara Appendino, e l’ex capo di gabinetto Paolo Giordana. Il pm Marco Gianoglio, lo scorso 6 febbraio, aveva chiesto per Appendino e Rolando un anno e due mesi di reclusione, per Giordana un anno.
Il processo si riferisce a un debito di cinque milioni di euro verso la società Ream che secondo i magistrati il Comune doveva onorare nel 2017 ma che invece versò nel 2018. La scelta di posticipare il pagamento, secondo le difese, fu presa nel rispetto delle norme e dell’interesse pubblico.
Oggi sono cominciate anche le arringhe degli avvocati di Giordana, Maria Turco e Luigi Chiappero, che proseguiranno il 28 febbraio. A Giordana è contestata, tra l’altro, la genuinità delle affermazioni contenute in un’email inviata all’allora direttore finanziario Anna Tornoni il 22 novembre 2016: “Al momento, il debito con Ream lo escluderei dal ragionamento in quanto, con tale soggetto, sono aperti altri tavoli di confronto”. Tornoni, secondo il pm, fu “indotta in errore”. “Ma dai documenti – hanno replicato le difese – emerge chiaramente che con Ream erano in corso delle interlocuzioni”. “L’ipotesi di un raggiro sia nei confronti dei revisori dei conti sia nei confronti di Anna Tornoni – ha poi sottolineato l’avvocato De Matteis per quel che riguarda la posizione di Rolando – è del tutto infondata. Lo dimostra la lettura delle carte”.
Auto: Engie e Iveco, prima stazione gas naturale a Torino
In Italia sono più di 60, altri 20 in arrivo entro l’anno
TORINO
19 febbraio 2020
17:30
– Iveco inaugura con Engie a Torino la prima stazione di rifornimento di gas naturale per mezzi pesanti. Sviluppata su 5.000 mq, nel quartiere generale di Iveco, sarà aperta ai veicoli a gas naturale dalle 6 alle 21, dal lunedì al venerdì: con un pieno un camion con portata fino a 40 tonnellate può percorrere 1.600 chilometri. Presenti all’inaugurazione gli assessori della Regione, Matteo Marnati e del Comune, Alberto Unia. “In Italia – spiega Mihai Daderlat, business director del mercato Italia di Iveco – le stazioni sono 62. In Europa si passerà quest’anno da 250 a 350. Altre 20 nasceranno in Italia”. “Iveco ha un ruolo di facilitatore dei processi di diffusione di questo tipo di tecnologia”, dice Fabrizio Buffa, Gas Business Development Manager di Iveco. “Lo sviluppo di una rete di infrastrutture di rifornimento a Gnl permette di diminuire gli effetti inquinanti per i trasporti pesanti”, osserva Matthieu Bonvoisin di Engie Italia.
Parlamentare Lega, molte critiche solo strumentali
TORINO
19 febbraio 2020
17:37
– “Affrontare con un disegno di legge il tema degli allontanamenti dalle famiglie è un atto di grande coraggio perché si tratta di un argomento estremamente delicato ma che allo stesso tempo ha bisogno di una nuova normativa. È quindi un grande merito dell’assessore regionale Chiara Caucino averlo fatto ed aver accettato il confronto, spesso anche scomodo”. Così la deputata della Lega Elena Maccanti in merito alle polemiche sul disegno di legge della Giunta regionale del Piemonte “Allontanamenti Zero”.
“Ci sembra invece che molte delle critiche arrivate siano solo strumentazioni politiche – aggiunge l’esponente del Carroccio -: ma il tema degli affidi interessa tutte le famiglie e non può certo essere appannaggio della sinistra o di interessi particolari L’obiettivo è quello di spostare le risorse già previste aumentando il sostegno e l’aiuto alle famiglie. Un provvedimento di buonsenso e di tutela verso i bambini e verso i loro genitori. D’altronde, gli stessi direttori di dipartimento del Regina Margherita, medici che dunque hanno le competenze e l’esperienza per conoscere a fondo il problema, hanno espresso parere positivo nei confronti della legge: è il segnale che l’attuale meccanismo va rivisto”.
Affidi: Piemonte apre a confronto, miglioriamo disegno legge
Annuncio dell’assessore Caucino. Cal sospende parere
TORINO
19 febbraio 2020
19:47
– La Regione Piemonte apre al confronto, dopo le polemiche dei giorni scorsi, sul disegno di legge ‘Allontanamento zero’. Nel corso della seduta odierna del Consiglio delle Autonomie Locali (Cal) l’assessore alle Politiche della famiglia Chiara Caucino si è detta disponibile ad avviare, a marzo, un tavolo con tutti i soggetti interessati.
L’obiettivo è quello di “migliorare il ddl alla luce delle criticità esposte”. Il Cal ha accolto con favore l’intenzione dell’assessore Caucino e ha deciso all’unanimità di sospendere il suo parere sul provvedimento, pur condividendone le finalità.

Vento e anticiclone, si prolunga periodo secco
Raffiche 120 kmh in Val di Susa, niente neve sotto 1500 metri
TORINO
19 febbraio 2020
20:36
– Continua il lungo periodo senza piogge e con temperature sopra la norma. E oggi il vento è stato di nuovo protagonista nel meteo piemontese, con raffiche a 123 kmh nel Gran Paradiso, 120 in alta Valle di Susa, 85 in Valle Pellice. Il foehn si è nuovamente spinto in pianura, superando i 40 kmh a Rivoli (Torino). Nei prossimi giorni l’anticiclone delle Azzorre garantirà su tutta la regione tempo stabile, con temperature fino a 20 gradi. Solo all’inizio di marzo potrebbe tornare qualche debole perturbazione. La situazione della neve misurata dalle stazioni meteo di Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) è “decisamente deficitaria” sotto i 1500 metri.
Coronavirus: caso sospetto a Vercelli, test esclude contagio
E’ donna rientrata da Cina. Famiglia in quarantena volontaria
TORINO
19 febbraio 2020
22:47
– E’ risultata negativa al coronavirus una trentenne di origini cinesi ricoverata a scopo precauzionale nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale Sant’Andrea di Vercelli. Tornata giovedì scorso dalla Cina, la donna si era presentata al pronto soccorso con alcuni sintomi influenzali, raffreddore e mal di gola. In ospedale, insieme a lei, si sono presentati anche marito, figlio e suocera, che sono stati mandati a casa e si sono sottoposti a quarantena volontaria.
L’Asl ha adottato il protocollo previsto in questi casi. La donna è ora ricoverata in una stanza a pressione negativa.

Delitto Caccia, Cassazione conferma ergastolo a Schirripa
Procuratore Torino fu prima vittima mafia al Nord
TORINO
20 febbraio 2020
09:55
– E’ stato confermato dalla Cassazione la condanna all’ergastolo per Rocco Schirripa , accusato di aver fatto parte del gruppo di fuoco che il 26 giugno del 1983 uccise il procuratore di Torino Bruno Caccia.
Come mandante nel 1992 è stato condannato il boss della ‘ndrangheta Domenico Belfiore.
In particolare, la Prima Sezione penale della Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso proposto dalla difesa di Schirripa contro la sentenza con cui, il 14 febbraio 2019, la Corte di Assise di appello di Milano lo ha condannato all’ergastolo per l’omicidio di Caccia.
Embraco: lavoratori incatenati davanti sede Whirpool di Pero
Nuova manifestazione per chiedere pagamento stipendi
TORINO
20 febbraio 2020
18:27
– I lavoratori della ex Embraco di Riva di Chieri sono ritornati a Pero (Milano), dove hanno sfilato in corteo intorno alla sede Whirlpool e hanno bloccato il traffico lungo la rotonda. Cinque di loro si sono simbolicamente incatenati.
La nuova protesta è stata decisa per sollecitare il pagamento degli stipendi fermi da dicembre e della tredicesima. I lavoratori hanno spiegato che non andranno via finché non avranno certezze. Nell’incontro del 3 febbraio al Mise la Whirlpool si era impegnata a sbloccare i pagamenti entro due settimane. I lavoratori hanno anche incontrato l’avvocato Giorgio Mariani della Deloitte incaricata da Whirlpool di seguire la vicenda dal punto di vista legale.
Esondano fiumi, carabinieri Alessandria simulano alluvione
Esercitazione per perfezionare risposta reparti in caso calamità
ALESSANDRIA
20 febbraio 2020
12:43
– Allarme questa mattina per l’esondazione a Capriata del torrente Orba, che ha richiesto anche l’evacuazione della caserma dei carabinieri, e per una forte alluvione del fiume Bormida, con alcune zone di Acqui Terme finite sott’acqua. E’ lo scenario simulato dai carabinieri del Comando provinciale di Alessandria, anche di recente colpita da eventi alluvionali, che hanno partecipato all’esercitazione ‘Grifo 2’.
Sono oltre novanta i militari e trenta i veicoli impegnati nell’attività, pensata per perfezionare la capacità di risposta dei reparti sul territorio in caso di calamità naturale.
Raggiunti tutti gli obiettivi, tra cui il concorso alle attività di primo soccorso, l’esercitazione si è conclusa in modo positivo con il debriefing al Comando provinciale.
Iren: Bianco,nuovi target significativi
Intanto continuiamo con operazioni importanti
GENOVA
20 febbraio 2020
13:41
– “Sorgenia è stata un’esperienza positiva, perché abbiamo fatto una buona proposta che, purtroppo, non è andata come speravamo, ma stiamo cercando nuovi target. Non è facile trovarne di significativi, ma a fianco a questo continuiamo a fare operazioni importanti”. Lo ha detto l’amministratore delegato di Iren, Massimiliano Bianco, interpellato a Genova, a margine della presentazione del restauro di un dipinto, sulle strategie della multiutility, dopo che l’acquisizione di Sorgenia è sfumata. “Noi abbiamo un piano industriale molto sostenuto – ha spiegato Bianco – caratterizzato da una crescita organica che vuol dire investimenti importanti per sostenere lo sviluppo, 3,3 miliardi.
A fianco a questo abbiamo l’intenzione di fare acquisizioni, sia di medio piccole che di grande dimensioni. In settimana abbiamo annunciato due operazioni, una che ci fa crescere la base clienti di circa 55 mila unità è una seconda molti importante nella filiera del recupero della plastica, con l’acquisizione dell’azienda Iblue”.
Delitto Caccia: figli procuratore, accertata mezza verità
Occorre fare chiarezza su tutto. Due i procedimenti aperti
TORINO
20 febbraio 2020
13:46
– “Quanto è stato accertato fin qui dai processi è solo una mezza verità”. Guido, Paola e Cristina Caccia, figli del procuratore di Torino Bruno Caccia ucciso dalla ‘ndrangheta, commentano così la conferma in Cassazione dell’ergastolo a Rocco Schirripa, accusato di aver fatto parte del gruppo di fuoco che la sera del 26 giugno 1983 uccise il magistrato. “Mancano ancora – dicono i famigliari – i nomi degli altri esecutori e non è stata fatta piena luce su movente e mandante”.
La sentenza della Cassazione, proseguono, è “un altro passo sulla strada della verità”. Ma ora “è venuto il momento di fare definitivamente chiarezza su tutte le responsabilità coinvolte nell’omicidio”.
Sull’omicidio Caccia pendono ancora, a Milano, due procedimenti. “Auspichiamo che collaborino a questo sforzo tutte le forze in campo – aggiungono i figli di Bruno Caccia – e l’intera società civile, da cui forse potrebbe giungere un aiuto decisivo nella ricostruzione dei fatti”.
Smog: vento disperde polveri, ‘semaforo verde’ nel Torinese
Via libera auto a Torino e 23 comuni area metropolitana
TORINO
20 febbraio 2020
15:42
– Grazie al vento delle ultime giornate resta ancora verde il semaforo che disciplina di blocchi del traffico per i veicoli più inquinanti a Torino e in altri 23 comuni del territorio metropolitano (Alpignano, Beinasco, Borgaro Torinese, Carmagnola, Caselle Torinese, Chieri, Chivasso, Collegno, Grugliasco, Ivrea, Leinì, Mappano, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Pianezza, Rivalta, Rivoli, San Mauro Torinese, Settimo Torinese, Venaria Reale, Vinovo e Volpiano). Potranno circolare tutti gli autoveicoli con l’esclusione quelli inseriti nelle misure strutturali.
Clima: sul Po come in estate, è allarme siccità
Monitoraggio Coldiretti, livello idrometrico è sceso
TORINO
20 febbraio 2020
15:55
– Il livello idrometrico del Po è sceso ed è basso come in piena estate ma anomalie si vedono anche nei grandi laghi che hanno percentuali di riempimento che vanno dal 25% di quello di Como al 28% dell’Iseo. È quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti dal quale si evidenzia che il livello idrometrico del fiume Po al Ponte della Becca, nel Pavese, è di -2,4 metri, lo stesso di metà agosto scorso.
La situazione critica a causa di siccità e delle alte temperature per il fiume Po, ha quindi ricordato Coldiretti, ha spinto l’Autorità distrettuale di bacino a convocare per il 6 marzo l’Osservatorio sulle crisi idriche per fare il punto della situazione anche perché non si prevedono precipitazioni se non di scarsa entità, per cui potrebbero verificarsi ulteriori riduzioni dei livelli idrometrici anche del 20%.
Lungo tutta la Penisola, rileva l’associazione, si stanno facendo i conti con un clima anomalo che ha mandato in tilt la natura. La temperatura fino ad ora è stata in Italia superiore di 1,65 gradi rispetto alla media storica secondo le elaborazioni su dati Isac Cnr relativi al mesi di dicembre e gennaio. VAI ALLE PREVISIONI METEO INTERATTIVE

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Juve, rischio doppio forfait Pjanic e Higuain
Contro la Spal bosniaco e argentino quasi sicuramente assenti
TORINO
20 febbraio 2020
15:55
– Nella Juventus quasi sicuramente contro la Spal, sabato a Ferrara, non ci saranno né Pjanic e Higuain. Oggi alla ‘Continassa’ il centrocampista bosniaco ha svolto allenamento differenziato in campo, mentre l’attaccante argentino ha proseguito le terapie per la lieve lombalgia.
Rabiot, invece, ha preso parte regolarmente a tutta la seduta di allenamento.
Allegri promuove Klopp, è il miglior allenatore
Ex tecnico Juve:”Ha fatto passi da gigante.Io al Psg? Non lo so”
20 febbraio 2020
16:12
– “Il migliore allenatore? In questo momento Klopp, da quando ha lasciato il Borussia Dortmund per andare al Liverpool, ha fatto passi da gigante. I grandi manager comprendono che tipo di squadra hanno davanti a loro, che tipo di giocatori hanno e come farli giocare nel miglior modo possibile”. Così Massimiliano Allegri, a Parigi per presentare il suo libro “Molto semplice”. Intervistato dalla Afp, l’ex allenatore della Juventus parla anche del suo futuro e respinge, per ora, un avvicinamento con il Paris Saint Germain: “Non c’è nulla con il PSG – dice – Sono a Parigi solo per presentare il mio libro. Non sono qui per parlare del mio futuro perché non conosco il mio futuro ma so che a settembre devo tornare necessariamente ad allenare altrimenti mi abituo troppo a stare in vacanza”.
Parlando dei tanti giocatori che ha allenato Allegri ricorda “Ronaldinho “era alla fine della sua carriera, avrebbe potuto essere al vertice per diversi anni, poi si è fermato prima.
Differenze tra Cristiano Ronaldo e Ibrahimovic? CR7 a 35 anni continua a mettersi in discussione, oltre alle qualità tecniche che possiede. Dopo cinque Palloni d’Oro, cinque Champions League, si sta ancora allenando per raggiungere altri obiettivi.
Ibrahimovic è un altro giocatore che, anche adesso a Milano, dimostra ancora di essere un campione”.
E sulla Champions league dice “Non c’è nessuna maledizione, devi giocarci. Con la Juventus abbiamo giocato due finali (2015, 2017). Quindi puoi vincere o perdere. Abbiamo affrontato il Real Madrid e Barcellona, ;;che erano le squadre più forti in quel momento, non c’è assolutamente alcuna maledizione. Tutti i grandi eventi devono essere giocati con grande serenità”.
Fiamme nei boschi del Saluzzese
Vigili del fuoco in azione con squadre a terra ed elicottero
SALUZZO
20 febbraio 2020
17:35
– Un incendio boschivo percorre le pendici del Monte Bracco, tra Envie e Barge, nel Saluzzese. Le fiamme sono divampate nel sottobosco di un’area montuosa nel primo pomeriggio.
I vigili del fuoco, intervenuti a terra insieme ai volontari Aib, hanno richiesto l’intervento dell’elicottero per contenere le fiamme, che stanno interessando un’area vasta di bosco.
Al momento non risultano abitazioni minacciate dalle fiamme.
Welfare, ad Asti nasce rete tra enti e sindacati
Per promuovere politiche benessere aziendale e territoriale
ASTI
20 febbraio 2020
17:49
– Punta al welfare condiviso tra lavoratori e cittadini il protocollo d’intesa firmato dall’Unione industriale della provincia di Asti, Camera di Commercio di Asti, Comune di Asti, Consorzio Coala, Ordine dei Consulenti del Lavoro, Consigliera provinciale delle pari opportunità, Cgil, Cisl e Uil.
La rete astigiana ha come obiettivo “la promozione delle politiche del benessere aziendale e territoriale – spiegano dall’Unione industriale – finalizzate a permettere una migliore conciliazione e condivisione del tempo di vita/lavoro, l’aumento della partecipazione femminile al mercato del lavoro, lo sviluppo sostenibile dei territori, la crescita dell’occupazione con attenzione alle pari opportunità e alle politiche di inclusione e condizioni generali di benessere per tutta la popolazione”.
La firma presuppone il primo step di un percorso “che porterà alla sottoscrizione di apposite convenzioni e accordi con gli enti pubblici e soggetti privati operanti sul territorio ed erogatori di servizi di welfare”.
Musica: dal 5 marzo il Torino Jazz Festival Piemonte
17 concerti in regione, spiccano nomi di Rava e Eastwood
TORINO
20 febbraio 2020
18:01
– È pronta a partire la seconda edizione del Torino Jazz Festival Piemonte, nato dalla collaborazione tra la Fondazione Piemonte dal Vivo e la Città con il suo Torino Jazz Festival. Il programma – 17 concerti dal 5 marzo al 19 aprile in tutta la regione, almeno uno in ogni provincia, grandi nomi del jazz, due direttori artistici Diego Borotti e Giorgio Li Calzi. riflettori sul Quebec – è stato presentato nella sede di Reale Group, main sponsor, che ospiterà nell’Auditorium il concerto di Camille Bertault, unico appuntamento torinese.
Tra i protagonisti Enrico Rava, che terrà due concerti, ad Asti (15 marzo) e a Ivrea (28 marzo) e Kyle Eastwood, figlio del regista Clint, al teatro Toselli di Cuneo (15 aprile). “È un progetto importante che saprà accrescere l’offerta culturale musicale in tutta la regione”, ommenta l’assessore regionale Vittoria Poggio. “La qualità declla proposta e il supporto organizzativo hanno determinato un risultato più che positivo che ci incita a procedere”, spiega l’assessore comunale Francesca Leon.
Casa: Torino, tante compravendite ma valore è basso
Rapporto Immobiliare.it con Aspesi e Intesa Sanpaolo Casa
TORINO
20 febbraio 2020
18:13
– Torino è la terza città, dopo Roma e Milano, con il più alto numero di compravendite immobiliari nel 2019 (13.500), ma è penultima per valore delle case con una media di 178 mila euro a unità, seconda solo a Palermo (127.000 euro). Lo rivela l’analisi che Immobiliare.it, presentata in occasione del seminario organizzato con Aspesi Torino e Intesa Sanpaolo Casa.
Le case sono vecchie e troppo grandi, fra i tre e i quattro locali, rispetto a una domanda che si rivolge per lo più a bilocali. Il 52% vorrebbe comprare casa per sostituire l’abitazione attuale, alla ricerca di un taglio più adatto alle sue esigenze, mentre il 43% è alle prese con la prima casa. Il restante 5% cerca come investimento, dato molto basso rispetto ad altre città come Milano, che mostra la mancata redditività che si attribuisce agli immobili torinesi, poco appetibili per chi ha un budget da investire. Tra i quartieri grande fermento in Cit Turin per la presenza della metropolitana. I più giovani, tra i i 18 e i 35 anni, preferiscono la locazione all’acquisto.
No Tav, negato a Chef Rubio incontro con Nicoletta Dosio
Celebre personaggio voleva incontrare in cella pasionaria No Tav
TORINO
20 febbraio 2020
19:58
– Lo chef Rubio non ha potuto incontrare in carcere, come aveva annunciato, Nicoletta Dosio, la ‘pasionaria’ No Tav arrestata a fine anno.
“Questo pomeriggio – si legge in una nota del Movimento No Tav – Chef Rubio si è recato al carcere delle Vallette di Torino a seguito della richiesta di colloquio straordinario da parte di Nicoletta Dosio alla quale ieri avevano notificato l’accoglimento della richiesta, oggi confermata al suo avvocato durante il colloquio”.
I No Tav spiegano che “però a Rubio è stato negato l’accesso e così la possibilità di incontrare Nicoletta. Il motivo, a detta del direttore del carcere che ne ha respinto la richiesta, è per non meglio precisati motivi discrezionali, che non ha voluto anticipare. Aspettiamo di leggere il provvedimento – concludono – e conoscere le ragioni del diniego”.
“Nicoletta sta portando avanti una battaglia per risvegliare l’attenzione su un dramma che sta passando sotto silenzio”, aveva detto prima di recarsi in carcere chef Rubio.
#Sicuroèmorto, in Regione una bara per la sicurezza stradale
Consiglio regionale lancia campagna per i giovani
TORINO
21 febbraio 2020
10:28
– Nel 2019 in Piemonte ci sono stati 70 incidenti mortali e 1.566 nei quali le persone coinvolte hanno riportato lesioni, su un totale di 4.441.
Rispetto all’anno precedente, gli incidenti complessivi sono calati del 6,4%, quelli con lesioni dell’11,2%, mentre quelli mortali sono aumentati del 18,6%.
I dati sono ricordati oggi a Palazzo Lascaris, sede del Consiglio regionale del Piemonte, dove in mattinata verrà presentata alle scuole la campagna di sensibilizzazione stradale #sicuroèmorto. Per l’occasione nel cortile del palazzo storico gli ospiti sono stati accolti da una presenza di forte impatto: un’ambulanza e un carro funebre, con tanto di bara all’interno.
Carnevale: sequestrati 160mila giochi e trucchi pericolosi
Operazione guardia finanza Torino, denunciato imprenditore
TORINO
21 febbraio 2020
09:39
– Erano in vendita per le festività del Carnevale gli oltre 160.000 articoli potenzialmente pericolosi, sequestrati ieri dalla Guardia di Finanza di Torino in uno store di Grugliasco, comune della prima cintura torinese, gestito da un imprenditore di origini cinesi denunciato per contraffazione e contrabbando. Rischia sanzioni sino a 180 mila euro.
Tra gli articoli sequestrati abiti da carnevale, articoli ludici e capi di abbigliamento riportanti noti brand destinati ai più piccoli. Tutto rigorosamente falso e di dubbia origine.
Così come dubbia è la provenienza dei giocattoli. Centinaia anche i cosmetici, in particolare i noti ‘kit truccabimbi’.
Nel corso delle perquisizioni, i finanzieri hanno anche rinvenuto oltre 800.000 filtri per il confezionamento di sigarette per i quali la vendita è consentita solo alle rivendite autorizzate in possesso della licenza.
Scuola: ‘riprendiamoci tutto’, corteo studenti a Torino
Liceali chiedono spazi confronto e fondi edilizia scolastica
TORINO
21 febbraio 2020
10:38
– Mobilitazione studentesca, a Torino, dove un centinaio di ragazzi del liceo sono scesi in strada per chiedere spazi di confronto e fondi per l’edilizia scolastica. “Contro questa scuola che opprime, riprendiamoci tutto” è lo striscione che apre il corteo. “Crollerete come crollano le nostre scuole”, “Ci state alienando” recitano alcuni dei cartelli.
La manifestazione, partita da piazza Arbarello, percorrerà corso Vittorio Emanuele per raggiungere piazza Vittorio. “Non vogliamo più sentirci succubi di una scuola che ci rovina la vita, che diventa il nostro peggior incubo – dicono gli studenti – Vogliamo un’istruzione che parta da ciò che siamo, senza considerarci tavole bianche da riempire. Vogliamo un accesso all’istruzione totalmente e realmente gratuito, senza contributi volontari da pagare o centinaia di euro da spendere in libri e strumenti per lo studio”.
In corteo ci sono anche alcuni esponenti del centro sociale Askatasuna.
Due incendi nel Torinese
A Rosta e Trana.
TORINO
21 febbraio 2020
12:13
– Un incendio è divampato oggi a Rosta (Torino) in un fienile. Le fiamme hanno coinvolto un deposito di rotoballe. Numerose squadre dei vigili del fuoco del comando provinciale di Torino, con l’ausilio delle autobotti, sono impegnate nelle operazioni di spegnimento. Non sono ancora chiare le cause del rogo.
A Trana (Torino) è andato a fuoco un deposito di attrezzature agricole. I vigili del fuoco del comando provinciale di Torino, insieme ai volontari Aib, hanno domato le fiamme servendosi di un’autobotte. Il nucleo Nbcr (nucleare-biologico-chimico-batteriologico) ha monitorato tramite una termocamera i materiali coinvolti. I carabinieri stanno svolgendo accertamenti.
Appendino, amministrare è compito complesso
Sindaca interviene a inaugurazione anno giudiziario del Tar
TORINO
21 febbraio 2020
13:19
– “L’esperienza di questi anni da Sindaca mi ha fatto capire quanto sia complesso il compito di chi deve amministrare l’ente pubblico . Nonostante i tentativi di semplificazione del quadro normativo permangono ancora molte difficoltà”. Cosí la sindaca di Torino Chiara Appendino oggi durante l’inaugurazione dell’anno giudiziario del Tar del Piemonte. “È difficile amministrare – aggiunge Appendino – ma non è certo piú facile giudicare chi opera nella pubblica amministrazione. L’auspicio è che giudice e pubblica amministrazione possano lavorare insieme per curare gli interessi che sono a loro affidati. Ovviamente ciascuno nel rispetto del suo ruolo istituzionale”.
Carnevale Ivrea, in 20mila a giovedì grasso
Controlli a tappeto delle forze dell’ordine
IVREA
21 febbraio 2020
13:33
– Più di 20mila persone ieri sera hanno preso parte a Ivrea (Torino) ai festeggiamenti di giovedì grasso che ha inaugurato la settimana clou dello storico carnevale eporediese. Numerosi i controlli delle forze dell’ordine.
La polizia del commissariato di Ivrea ha sanzionato tre esercenti per aver somministrato super alcolici nonostante il divieto. Un venditore di panini è stato multato per non aver rispettato l’obbligo di cessare l’attività alle ore 1,30. Un giovane è stato segnalato per possesso di sostanze stupefacenti.
Sono state identificate circa 80 persone e controllati 26 veicoli; una persona è stata denunciata per guida in stato di ebrezza.
Nel corso della serata, anche grazie alle misure condivise con gli organizzatori, non si sono registrate criticità. Ieri è entrata in funzione anche la nuova sala operativa per la gestione dell’ordine pubblico allestita all’interno del commissariato di Ivrea.
Violenza su minore, fermato
Un 62enne nell’Acquese dai carabinieri
ALESSANDRIA
21 febbraio 2020
13:55
– Violenza sessuale nei confronti di una ragazza minore di 16 anni. Parla di questo l’indagine dei carabinieri del Comando provinciale di Alessandria, che nelle scorse ore hanno fermato un 62enne residente nell’Acquese. Sono stati gli insegnanti della giovane, ai quali aveva confessato l’accaduto, a far scattare gli accertamenti nei confronti dell’uomo, che ha conosciuto la vittima frequentando la madre. Nei suoi confronti sono stati raccolti elementi probatori ritenuti di rilievo dalla Procura, tra cui fotografie a sfondo sessuale riconducibili a un fitto scambio via chat tra lui e la minore. L’uomo, detenuto nel carcere di Alessandria in attesa della convalida del fermo, ha confessato di avere avuto sul finire del 2019 due rapporti sessuali completi con la ragazzina, che gli era stata affidata dalla madre.
Calcio: Juve; Sarri ‘Chiellini? Manca l’ultimo step’
Tecnico “Khedira invece è ancora più indietro rispetto a lui”
TORINO
21 febbraio 2020
14:09
– “Chiellini sta piuttosto bene ma manca l’ultimo passo, che si fa più in partita che in allenamento”. Così Maurizio Sarri sul possibile impiego da titolare di Chiellini, rientrato la scorsa partita con il Brescia: “Abbiamo al momento una doppia necessità, cioè schierare la formazione migliore e far fare ultimo passo a Chiellini – ha raccontato il tecnico bianconero -. Khedira invece è più indietro rispetto a lui: dobbiamo capire se farlo venire con noi o farlo lavorare per averlo in piena efficienza.
Buffon? Non lo so ancora, valuteremo ragionando solo sulla partita di domani, che è quella che conta”.
Bosco in fiamme, trovato responsabile
Denunciato e multato dai carabinieri nel Novarese
NOVARA
21 febbraio 2020
14:16
– E’ stato individuato dai carabinieri del Corpo forestale e della stazione di Gozzano (Novara) il responsabile di un incendio boschivo divampato lo scorso 18 febbraio a Bolzano Novarese. Si tratta di un italiano residente in paese. La causa dovrebbe essere imputabile ad un abbandono di braci ardenti o, comunque, a un comportamento imprudente. L’uomo è stato denunciato all’autorità giudiziaria per incendio colposo e multato per 2.064 euro.
Il rogo, domato dai vigili del fuoco e dai volontari Aib, aveva interessato fra i mille e i duemila mq di bosco e sottobosco.
Frana Quincinetto, ridotte chiusure A5
Bertschy, piano viabilità decisamente migliorato
AOSTA
21 febbraio 2020
15:06
1 FEB – A seguito della realizzazione di una rete di protezione e delle analisi tecniche è stata introdotta una modifica alla procedura di emergenza, che, in caso di attivazione della fase 3, riduce le chiusure al traffico dell’autostrada A5. Lo comunicano la Presidenza della Regione e l’Assessorato ai trasporti della Regione Valle d’Aosta nell’ambito del Comitato tecnico relativo alla frana di Quincinetto. La modifica prevede deviazioni sulla carreggiata Nord con doppio senso di marcia allo scattare della fase 3, limitando i casi di chiusura a casistiche specifiche di volta in volta analizzate da UniFi e Prefetture. “Il lavoro svolto in questi mesi – dichiara l’assessore Luigi Bertschy – ha permesso di accelerare la programmazione degli investimenti, di definire un Piano di viabilità che ora viene decisamente migliorato così da permettere di rispettare le esigenze socio economiche della Valle d’Aosta e dei territori della bassa valle e del Canavese”.
P.A.: Tar Piemonte, 1.104 sentenze nel 2019
Salamone, contenzioso non elevato ma di alta complessità
TORINO
21 febbraio 2020
15:39
– Nel 2019 le sentenze emesse dal Tar del Piemonte sono state 1104, di cui appellate 162 (il 14,7%).
L’arretrato è stato ridotto ed è passato da 2850 ricorsi pendenti nel 2017, a 2628 nel 2018, a 2436 nel 2019. È quanto emerge dai dati forniti in occasione dell’inaugurazione, oggi a Torino, dell’anno giudiziario del Tar del Piemonte.
“Rispetto ad altre Regioni, – spiega il presidente del Tar del Piemonte, Vincenzo Salamone – il contenzioso non è elevatissimo ma è di alta qualità e anche di complessità delle controversie Le tematiche piú frequenti sono legate all’ambiente, ai trasporti, all’urbanistica, ai servizi pubblici”.
Serra di marijuana in casa, arrestato
A Biella dalla polizia
BIELLA
21 febbraio 2020
15:55
– In una casa in fase di ristrutturazione un uomo di 31 anni coltivava 51 vasi di piante di marijuana di varie dimensioni. La scoperta è stata fatta a Biella dalla polizia. Gli agenti hanno trovato una serra artigianale organizzata per le culture idroponiche e tutto il necessario per confezionare le dosi. L’uomo è stato arrestato e portato in carcere.
Fca: da Melfi le prime due Jeep Compass
Uscite dalle linee le nuove vetture destinate al mercato europeo
POTENZA
21 febbraio 2020
16:57
– L’uscita dalle linee di due auto, una di colore “Colorado Red” e una di colore “Jetset Blue”, ha segnato oggi, nello stabilimento di Melfi (Potenza), di Fca, l’avvio ufficiale della “produzione della Jeep Compass per il mercato europeo (in precedenza veniva realizzata in Messico)”.
Lo ha annunciato la stessa Fca, spiegando che “i lavoratori dello stabilimento hanno festeggiato l’evento con una foto ricordo. La Jeep Compass prodotta nell’impianto lucano sarà alimentata da nuove motorizzazioni benzina e diesel e nei prossimi mesi dall’innovativa motorizzazione ibrida plug-in.
Presenterà nuovi contenuti tecnologici grazie ai nuovi servizi ‘Uconnect Services’ per la connettività di bordo di nuova generazione e nuove soluzioni stilistiche (nuovi cerchi e nuovi colori per gli esterni). Oltre che in Italia, la Jeep Compass è prodotta in Messico, Brasile, Cina e India”.
Regione, no casi positivi coronavirus
Riunione straordinaria della task force in Assessorato
TORINO
21 febbraio 2020
18:50
– “Al momento in Piemonte non si sono riscontrati casi di positività al virus. Alle aziende sanitarie sono state ribadite le indicazioni dei protocolli internazionali e ministeriali riferite all’evolversi della situazione”. E’ quanto comunica l’Assessorato regionale alla Sanità dopo la riunione straordinaria di oggi della task force sul ‘coronavirus covid-19′ per fare il punto della situazione dopo i primi casi di contagio in Lombardia.
“Il sistema sanitario piemontese
sta agendo con la massima attenzione assicurando il pieno
rispetto dei protocolli sanitari appropriati alle diverse
situazioni”. E’ quanto ha detto Luigi Icardi, assessore
regionale alla Sanità, nel corso della riunione straordinaria
della task force convocata per fare il punto della situazione
dopo i primi casi di contagio in Lombardia.
Nel corso del vertice è stata seguita in videconferenza la
riunione della Unità di emergenza nazionale in collegamento
dalla Regione Lombardia. L’assessore ha illustrato “in tempo”
reale la nuova ordinanza emanata dal ministro della Salute, che
prevede “misure di isolamento quarantenario” per chi ha avuto
contatti con un caso risultato positivo e “dispone la
sorveglianza attiva con permanenza domiciliare fiduciaria per
chi è stato nelle aree a rischio negli ultimi 14 giorni, con
obbligo di segnalazione, da parte del soggetto interessato, alle
autorità sanitarie locali”.
Alla riunione, presieduto da Icardi, hanno preso parte i
direttori generali e sanitari delle Asl e Aso, i responsabili
del Seremi (servizio di riferimento regionale di epidemiologia
per la sorveglianza e il controllo delle malattie infettive) di
Alessandria, il dirigente del Settore programmazione dei servizi
sanitari regionali, i responsabili dei servizi 118 e Protezione
civile.

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Coronavirus, accertamenti a Vercelli
Attivate procedure di emergenza
VERCELLI
21 febbraio 2020
18:16
– Dopo l’episodio di due giorni fa, rivelatosi poi un falso allarme, oggi pomeriggio al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Andrea di Vercelli sono state nuovamente attivate le procedure d’emergenza per un sospetto caso di contagio da coronavirus, per un paziente arrivato con sintomi influenzali. L’uomo è stato condotto in una zona isolata, e i campioni prelevati sono stati già inviati nei centri di riferimento a Torino. Si attendono i risultati per stabilire se si tratti di un caso positivo.
Due giorni fa, a Vercelli, la procedura di emergenza era stata attivata per una donna cinese tornata da una settimana da un viaggio in Cina, e che presentava mal di gola e raffreddore: gli esami avevano dato esito negativo.
Coronavirus, sindaco Vco convoca forze ordine
A Premosello-Chiovenda, ‘ho 26 residenti cinesi’
VCO
21 febbraio 2020
18:44
– “Nel nostro Comune ci sono 26 residenti di nazionalità cinese. Non è una questione razziale, ma voglio che ci sia un controllo per sapere se queste persone sono rientrate dalla Cina negli ultimi tempi, così da poter allertare i servizi sanitari dell’Asl'”.
Lo dichiara Giuseppe Monti, sindaco di Premosello Chiovenda (VCO), piccolo centro di 1900 abitanti della bassa Ossola, che ha convocato una riunione urgente con le forze dell’ordine.
”Considerato lo stato di emergenza sanitaria proclamato di recente dal Consiglio dei Ministri – spiega – ho ritenuto necessario sensibilizzare ulteriormente i cittadini del Comune di Premosello-Chiovenda sulle norme igienico-sanitarie consigliate dalle autorità sanitarie”.
Coronavirus: negativi test su paziente a Chivasso
Uomo colpito da emorragia cerebrale, esami in via precauzionale
CHIVASSO
21 febbraio 2020
20:28
– Sono risultati negativi i test al coronavirus che, in via precauzionale, erano stati svolti oggi su un paziente ricoverato all’ospedale di Chivasso (Torino). La misura riguardava un uomo di nazionalità cinese ricoverato per un’emorragia cerebrale. A comunicare l’esito degli esami è stato Paolo Franzese, direttore della medicina e chirurgia d’accettazione e di urgenza dell’Asl To4. “Non potendo ricostruire la storia clinica del paziente – ha spiegato – nell’ambito della batteria dei test sono stati effettuati, a scopo del tutto precauzionale, i dosaggi virologici per il coronavirus, che sono stati inviati a Torino all’ospedale Amedeo di Savoia”.
Coronavirus: negativo caso a Vercelli
Paziente di 40 anni, test svolti a Torino
VERCELLI
22 febbraio 2020
09:05
– E’ risultato negativo il caso sospetto di coronavirus a Vercelli. I test sono stati effettuati a Torino.
Il paziente è un uomo di una quarantina d’anni che, come si apprende in ambienti sanitari, potrebbe essere dimesso dall’ospedale Sant’Andrea già nelle prossime ore.
Lieve scossa terremoto nell’Alessandrino
Magnitudo 2.2 nella zona di Belforte Monferrato
OVADA
22 febbraio 2020
08:49
– Una leggera scossa di terremoto è stata registrata la notte scorsa, poco prima delle 2, a circa di tre chilometri a sud di Belforte Monferrato, nell’Ovadese, in provincia di Alessandria.
L’evento, localizzato dalla Sala Sismica dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Roma, ha avuto magnitudo ML 2.2 e si è verificato a una profondità di 9 chilometri.
Secondo quanto riferito dalla Protezione Civile, nessun danno a cose o persone. Anche la sala operativa dei vigili del fuoco non ha ricevuto segnalazioni o chiamate.
Chiude anziana in cantina, arrestata
Una badante dai carabinieri nel Torinese per sequestro persona
TORINO
22 febbraio 2020
08:52
– Deve accudire un’anziana a Nichelino (Torino) e la chiude in cantina. Una badante è stata arrestata dai carabinieri con l’accusa di sequestro di persona.
Si tratta di una romena di 46 anni.
A dare l’allarme è stato un inquilino del palazzo che ha riferito di avere sentito dei lamenti provenire dal vano cantina. La donna, di 63 anni, vi era stata chiusa per ore, così come – secondo quanto ha raccontato – il giorno precedente.
Incendi: fiamme al Caat di Torino
Danni a tre aziende
TORINO
22 febbraio 2020
09:04
– Un incendio è divampato ieri notte al centro agroalimentare Caat in strada del Portone, a Torino.
Le fiamme, domate da diverse squadre dei vigili del fuoco, hanno interessato gli spazi di tre aziende che all’interno del centro si occupano di produzione pellet e smistamento rifiuti. Da una prima ricostruzione, l’incendio sarebbe divampato da alcuni bancali di legno raggruppati nel cortile. Sull’accaduto stanno svolgendo accertamenti i carabinieri.
‘Hai il virus’, picchiata a Torino
Una quarantenne cinese. La polizia indaga
TORINO
22 febbraio 2020
10:14
– Una quarantenne cinese ha denunciato alla polizia, a Torino, di essere stata aggredita da una coppia in via Cernaia, nel centro storico della città: la donna si è sentita dire “hai il virus, vattene”, poi è stata picchiata.
L’episodio, del 20 febbraio, è ricostruito dall’edizione locale del quotidiano La Stampa.
La quarantenne, che dal 1997 vive nel capoluogo piemontese, dove gestisce un bar, è stata medicata in un ospedale.
Nei giorni scorsi, in un quartiere periferico, una giovane coppia di cinesi era stata aggredita da un paio di ragazzi.
Coronavirus: in chiese Vercelli no acqua in acquasantiere
Disposizione della Diocesi eusebiana
VERCELLI
22 febbraio 2020
20:33
– Niente acqua nelle acquasantiere, l’ostia offerta al fedele sulla mano e non in bocca. Sono le disposizioni firmate dai vertici della Curia di Vercelli, e attive da oggi, per prevenire qualsiasi possibile contagio da coronavirus. Queste due regole, valide a partire dalle celebrazioni liturgiche di stamani, sono state diramate a tutti i parroci del territorio dopo i primi casi di infezione registrati ieri in Lombardia.
Non è escluso, si legge in una nota della Diocesi eusebiana, che nei prossimi giorni vengano valutati anche altri provvedimenti sempre a carattere preventivo.
Juninho: “Meglio fuori casa, ma con Juve sarà diverso”
Ds del Lione: “Vogliamo dimostrare di essere una buona squadra”
22 febbraio 2020
12:40
– “Riusciamo a rendere meglio in trasferta rispetto alle esibizioni in casa ma, contro la Juventus, vogliamo dimostrare al nostro pubblico di essere una buona squadra. La sfida di mercoledì in Champions sarà diversa rispetto a quella vinta sul campo del Metz (2-0 ieri sera nell’anticipo della 26/a giornata della Ligue 1, ndr), dovremo giocare con la convinzione di poter vincere. Dobbiamo e possiamo provarci, dobbiamo giocare al nostro livello e solo così possiamo riuscirci. Dovremo essere aggressivi”. Così il brasiliano Juninho Pernambucano, ex re delle punizioni dalla lunga distanza e oggi ds del Lione, parlando ai mocrofoni di OLtv della sfida che attende la formazione francese allenata da Rudi Garcia in Champions contro la Juve. Appuntamento mercoledì prossimo alle 21 sul terreno del Groupama Stadium di Lione, lo stesso che ospitò l’esordio dell’Italia di Antonio Conte contro il Belgio all’Europeo francese di quattro anni fa.
Coronavirus: Appendino, aggressione è gesto ignobile
(V. “Coronavirus: cinese insultata …”
TORINO
22 febbraio 2020
12:55
– Un “gesto ignobile e di rara violenza verso una nostra concittadina, alla quale mando l’abbraccio mio personale e di tutta la comunità”. Con questo tweet la sindaca di Torino, Chiara Appendino, denuncia l’aggressione subita da una donna di origine cinese. “A Torino – afferma la prima cittadina – non può esserci spazio per questi comportamenti”.
Coronavirus, accertamenti su paziente Biella
Uomo affetto da polmonite da un paio di settimane
BIELLA
22 febbraio 2020
12:51
– L’ospedale di Biella ha attivato il protocollo di emergenza sul coronavirus per un paziente affetto da polmonite da circa un paio di settimane. Il malato è stato trasportato con un mezzo della Croce Blu intorno alle 9:30 al pronto soccorso dove, a scopo precauzionale, sono stati fatti sgomberare i locali tagli utenti In attesa. Gli stessi medici e il personale sanitario hanno indossato mascherine e protezioni adatte a evitare il contagio. Ora saranno le analisi ad accertare la natura della patologia.
Calcio: Longo suona la carica “Toro feroce contro il Parma”
“I giocatori vogliono uscire in fretta da questo momento”
TORINO
22 febbraio 2020
13:07
– “I giocatori vogliono uscire in fretta da questo momento ma per farlo bisogna soffrire, portare in campo la rabbia: spero che contro il Parma il nostro atteggiamento sia feroce”. Moreno Longo carica l’ambiente e la squadra dopo le due sconfitte in altrettante partite sulla panchina del Torino: alla vigilia della sfida casalinga con il Parma il tecnico subentrato a Mazzari chiede una prestazione di carattere per fare decollare la nuova gestione tecnica. “I miglioramenti si sono stati – spiega -, soprattutto dal punto di vista della compattezza e del lavoro di squadra. Il Parma è una squadra che ha saputo cambiare volto, l’ho seguito molto in questi mesi e oggi non è più soltanto ripartenze, ma sa cosa fare anche quando ha la palla”.
Coronavirus: un caso positivo a Torino. Cirio: ‘situazione sotto controllo’
Il contagio dal focolaio lombardo. Dalla Regione Piemonte un servizio di tampone a domicilio
TORINO
23 febbraio 2020
09:23
Un caso di coronavirus anche in Piemonte. Si tratta di un torinese di 40 anni. “Non è un focolaio piemontese ma lombardo”. Così l’assessore regionale alla sanità, Luigi Icardi, sul primo caso di positività al Coronavirus registrato in Piemonte. Il paziente si è ammalato, ha spiegato il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, “dopo essere entrato in contatto con il ceppo lombardo”. I familiari dell’uomo sono sotto osservazione.
Il torinese colpito da Coronavirus “ha un po’ di febbre ma è in buono stato di salute”. Lo ha detto il governatore Alberto Cirio dalla sala operativa della Protezione civile, dove alle 15 di oggi è stata convocata una Unità di Crisi che “resterà aperta h24”.  “La situazione è totalmente sotto controllo. Le nostre strutture sono in grado di affrontare la situazione. Nessun allarmismo, ma nervi saldi”. ha detto il governatore del Piemonte. “Qualsiasi situazione – ha aggiunto – potrà essere gestita. Non c’è nessuna emergenza”.
“L’Assessorato alla sanità del Piemonte ha predisposto un servizio per fare il tampone a domicilio”. Lo ha annunciato il governatore Alberto Cirio, il quale ha sottolineato che “affollare i pronto soccorso degli ospedali sarebbe deleterio”.
“Chiunque presenti sintomi sospetti – ha aggiunto – o abbia il timore di avere avuto contatti a rischio è invitato a chiamare il numero 1500 o il 118 o il proprio medico di base”. “Le ambulanze arriveranno in tempi molto rapidi per eseguire il tampone a domicilio”, ha ancora detto Cirio. “Negli ospedali – ha poi spiegato il governatore – stiamo predisponendo dei percorsi speciali separati per chi presenti una sintomatologia sospetta. Inoltre stiamo comprando delle attrezzature che ci permetteranno di dimezzare il tempo del responso, che passerà alle attuali sei ore a tre ore”.
Coronavirus, negativi i 15 casi sospetti
Nelle varie province del Piemonte
TORINO
22 febbraio 2020
20:08
– Sono risultati negativi al Coronavirus, dopo i test, i quindici casi sottoposti ad accertamento in Piemonte. E’ quanto si è appreso a margine della riunione, in corso a Torino, dell’Unità di crisi allestita presso la sala operativa della Protezione civile. L’unica positività resta quella del torinese di 40 anni. I quindici casi riguardavano pazienti di diverse province piemontesi.
In chiese Casale no stretta di mano
Indicazioni dalla Diocesi ai parroci
CASALE MONFERRATO (ALESSANDRIA
22 febbraio 2020
20:29
– Non stringersi le mani al momento dello scambio del segno di pace durante la Messa. E’ una delle indicazioni che la Diocesi di Casale Monferrato (Alessandria) ha fornito ai parroci per l’emergenza Coronavirus. Altre riguardano lo svuotamento delle acquesantiere e la distribuzione della comunione sulle mani e non sulla lingua dei fedeli.
Anche la Diocesi di Vercelli ha fornito indicazioni analoghe.
Quella di Tortona (Alessandria), nell’attesa di indicazioni ufficiali da parte della Conferenza Episcopale Italiana, starebbe valutando di prendere soluzioni simili, considerando che alcune parrocchie sono in territorio lombardo, in provincia di Pavia.
Carnevale Ivrea proclama Mugnaia, attese norme coronavirus
Pesano eventuali decisioni del Consiglio dei Ministri
IVREA
22 febbraio 2020
21:44
– Paola Gregorutti, 43 anni, eporediese, titolare di due studi dentistici, è la Vezzosa Mugnaia dello Storico Carnevale 2020 di Ivrea. E’ stata proclamata questa sera, poco dopo le 21, dal balcone di palazzo civico.
Sposata con Marco Paonessa, 47 anni, è mamma dei piccoli Filippo e Nicolò, 11 e 10 anni. Come da copione, la presentazione è avvenuta di fronte a una piazza gremita di eporediesi. Sulle sorti del Carnevale, che da domani dovrebbe entrare nel clou con la battaglia delle arance, pesano le eventuali decisioni del Consiglio dei Ministri sulle manifestazioni per l’allerta coronavirus.
Tende davanti agli ospedali
Per primo screening casi sospetti coronavirus
TORINO
24 febbraio 2020
09:41
L’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, d’intesa con il coordinatore dell’Unità di crisi regionale sul “coronavirus covid19”, ha disposto l’allestimento presso tutti i Pronto soccorso del Piemonte di tende pneumatiche della Protezione civile per le attività di pre-triage, in modo che gli eventuali casi sospetti di contagio possano accedere a un percorso differenziato, a tutela delle norme di prevenzione che impediscono la diffusione del virus. E’ quanto informa un comunicato della Regione. “Prima di entrare nel Pronto soccorso – spiega la nota – si verrà sottoposti alla misurazione della febbre e alle domande necessarie a indirizzare il paziente verso il percorso sanitario più appropriato”.
E’ stata allestita dalla Protezione Civile comunale a Casale Monferrato (Alessandria) una unita mobile all’esterno dell’ospedale ‘Santo Spirito’ per un primo screening nei casi di sospetto contagio da Coronoavirus.
L’amministrazione comunale invita a non recarsi al pronto soccorso, ma a telefonare al numero unico di emergenza 112 restando in casa. Il Comune e la polizia locale sono operativi h24 con per fornire l’adeguato supporto alle autorità sanitarie e di pubblica sicurezza. “E’ un momento difficile che potremo superare al meglio con attenzione, responsabilità e calma”, sottolinea il sindaco Federico Riboldi.
Coronavirus: da torinese ‘no contatti a Cesano’
Sindaco, virus contratto da collega proveniente da zona Codogno
MILANO
23 febbraio 2020
09:53
– L’uomo residente a Torino risultato positivo al Coronavirus, dipendente di un’azienda di Cesano Boscone (Milano), svolgeva le sue mansioni prevalentemente al di fuori del territorio di Cesano. Lo rende noto il sindaco Simone Negri. “Stando a quanto ho potuto constatare – ha detto – si tratta di una persona che non ha particolari rapporti con la popolazione di Cesano e che avrebbe contratto il virus da un altro dipendente non cesanese, proveniente dal focolaio di Codogno. Al momento, come da protocollo, tutti i lavoratori, di cui solo uno residente a Cesano, sono stati sottoposti alle misure di primo livello della profilassi e l’Ats è impegnata a ricostruire tutta la filiera dei rapporti delle persone interessate che saranno oggetto, nelle prossime ore, di ulteriori accertamenti”. Al momento le persone con cui è venuto in contatto l’uomo nell’azienda cesanese non hanno segnalato alcun sintomo.
Calcio, stop a Torino-Parma
Per l’emergenza Coronavirus
TORINO
23 febbraio 2020
11:46
– Per l’emergenza Coronavirus si ferma oggi lo sport anche a Torino. La partita di Serie A tra i granata e il Parma viene rinviata a data da destinarsi.
Coronavirus, a Tortona attivata sicurezza
Pronto soccorso ospedale chiuso dopo arrivo coppia
TORTONA (ALESSANDRIA)
23 febbraio 2020
12:04
– Il pronto soccorso dell’ospedale ‘Santi Antonio e Margherita’, a Tortona (Alessandria), è stato chiuso in via precauzionale dopo l’arrivo di una coppia. Il personale sanitario, sulla base dei sintomi e della ricostruzione fatta, ha ritenuto necessario attivare il protocollo anti coronavirus. Lo conferma il sindaco. Federico Chiodi.
Si stanno attendendo gli esiti dei tamponi e potrebbe essere previsto un trasferimento in altra struttura. Nel pomeriggio potrebbe essere installata la tenda pneumatica della Protezione Civile per le attività di pre-triage, in modo che gli eventuali casi sospetti di contagio possano accedere a un percorso differenziato, a tutela delle norme di prevenzione che impediscono la diffusione del virus.
Coronavirus, chiudono le scuole
Per una settimana in tutto il Piemonte
TORINO
23 febbraio 2020
14:16
– Scuole di ogni ordine e grado chiuse per una settimana in Piemonte per l’emergenza Coronavirus, così come le attività didattiche in tutte le Università e al Conservatorio di Torino. Edisu Piemonte sospenderà dalla mezzanotte di questa sera il servizio di sale studio e mensa. È quanto emerso dal tavolo di sicurezza in corso in queste ore a Torino nella sede della Protezione civile. Al vertice partecipano il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, la sindaca Chiara Appendino, il prefetto Claudio Palomba e i rappresentanti delle forze dell’ordine.
Coronavirus, sei casi in Piemonte
Comune Torino ordina stop a tutte le gare sportive
TORINO
23 febbraio 2020
17:46
– Cinque nuovi casi di positività al Coronavirus in pazienti piemontesi sono stati registrati dopo i test svolti a Torino. Il totale sale dunque a sei, conteggiando quello – scoperto ieri – del quarantenne torinese che si è ammalato dopo essere entrato in contatto con il ceppo lombardo.
Il Comune di Torino ha ordinato “la sospensione di tutte le manifestazioni sportive aperte al pubblico programmate per la giornata odierna”.
A causa della questione Coronavirus la polizia municipale di Torino, uniformandosi a disposizioni prese per la polizia stradale, sospende tutti gli accertamenti correlati alle apparecchiature con etilometro o sostanze psicotrope. E’ quanto rivela Osvaldo Napoli, consigliere comunale e deputato di Forza Italia, che critica l’iniziativa: “Il coronavirus diventerà un ottimo schermo per ladri, taccheggiatori, drogati al volante. Mi auguro che il provvedimento venga ritirato”.
Coronavirus: 3 positivi erano in autoquarantena
Arrivati da Cina, avevano informato autorità sanitarie
CUNEO
23 febbraio 2020
17:38
– Si erano messi in quarantena volontaria a casa e hanno informato le autorità sanitarie, come da protocolli, tre dei pazienti che in Piemonte sono risultati contagiati dal Coronavirus. Si tratta di tre cinesi, residenti nel Cuneese, arrivati all’aeroporto di Caselle il 19 febbraio con un volo internazionale che aveva fatto scalo a Mosca: la misurazione della temperatura era risultata nella norma. Una volta a casa, hanno avvisato le autorità e sono risultati, come spiega l’assessore regionale alla sanità, Luigi Icardi, “lievemente positivi” al Coronavirus. Ora sono in ospedale.
I tre sono di una zona della Cina considerata – riferisce sempre l’assessore – non infetta.
Coronavirus, 2 positivi sono di Cumiana
Marito e moglie. Sindaco paese sospende eventi pubblici
TORINO
23 febbraio 2020
17:44
– Sono di Cumiana (Torino), marito e moglie, due dei sei pazienti piemontesi trovati positivi al Coronavirus. La coppia ha una figlia che però non risulta contagiata. Il Comune ha sospeso le manifestazioni pubbliche in programma nella giornata di oggi, fra cui uno spettacolo teatrale e, in accordo con la comunità ecclesiastica, la messa del pomeriggio.
Coronavirus, chiuso per precauzione pronto soccorso Tortona
Dopo arrivo di albergatore, ‘ho ospitato clienti lombardi’
TORTONA (ALESSANDRIA)
23 febbraio 2020
17:50
– “Il pronto soccorso di Tortona è stato chiuso per precauzione e sanitari e persone sono state messe in isolamento”. Così l’assessore alla sanità Luigi Icardi a margine del tavolo di sicurezza in corso in queste ore a Torino, al Centro della Protezione Civile. “Un albergatore di un agriturismo di Tortona si è recato al pronto soccorso segnalando di aver ospitato, nei giorni scorsi, una serie di persone provenienti dai comuni della Lombardia che rientrano nella zona rossa. Per precauzione si è proceduto con la chiusura del pronto soccorso e l’isolamento di persone e sanitari”.
A scopo precauzionale, oltre al pronto soccorso chiuso dell’ospedale, è stato temporaneamente ‘isolato’ il residence del centro storico. L’uomo, già avanti con l’età, avrebbe accusato attacchi di asma, parrebbe correlati anche a una sua patologia; ad accompagnarlo c’era la moglie. Entrambi sono stati sottoposti al tampone per valutare l’eventuale positività al coronavirus. Si è deciso di trattenere, temporaneamente, fino all’esito degli accertamenti, i 7 ospiti della struttura. Tutti identificati, sono stati invitati a rimanere nelle loro camere; tra di loro anche 2 persone arrivate dalla zona del Lodigiano – tra i primi focolai in Lombardia – che non risulterebbero aver accusato problemi.
Coronavirus: Serie C, rinviata anche Pro Vercelli-Novara
Domani decisioni su possibili nuovi rinvii
23 febbraio 2020
21:52
– Con un comunicato diffuso in serata la Lega Pro ha reso noto il rinvio a data da destinarsi per l’emergenza Coronavirus anche di Pro Vercelli-Novara, match valevole per il campionato di serie C (girone A), inizialmente in programma domani sera, ” preso atto delle comunicazioni delle autorità competenti”.
In merito ai prossimi turni di campionato, domani mattina, dopo aver valutato le ordinanze delle autorità competenti, verranno assunti i conseguenti provvedimenti in ordine al rinvio delle gare delle società che dovranno disputare il turno nelle regioni oggetto di dette ordinanze.
In mattinata erano state sospese altre cinque partite a seguito del provvedimento del governo che blocca l’attività sportiva in Lombardia e Veneto, e cioè Piacenza-Sanbenedettese, Giana-Como, Lecco-Pro Patria, Arzignano Valchiampo-Padova e Feralpi Slò-Carpi.
Coronavirus, i casi scendono da sei a tre
Ulteriori esami su tre pazienti cinesi accertano negatività
TORINO
23 febbraio 2020
21:55
– Sono scesi dai sei a tre i casi di positività al Coronavirus in Piemonte. Ulteriori controlli sui pazienti cinesi hanno portato ad accertare la negatività. A riferirlo è il governatore Alberto Cirio.
Coronavirus: in Basilicata quarantena per chi viene dal Nord
Ordinanza del presidente della Regione
POTENZA
24 febbraio 2020
11:08
– “Tutti i cittadini che rientrano in Basilicata provenienti dal Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Liguria o che vi abbiano soggiornato negli ultimi 14 giorni dovranno rimanere in quarantena presso il proprio domicilio per 14 giorni, comunicando la propria presenza ai competenti servizi di sanità pubblica”. Lo dispone un’ordinanza sul Coronavirus emessa dal Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi. Con il provvedimento del governatore lucano è stato inoltre disposto che “i sindaci di tutti i comuni della Basilicata in collaborazione con tutte le altre istituzioni comunali censiranno i cittadini provenienti dalle stesse regioni”.
L’ordinanza che prevede la
quarantena per chi torna in Basilicata da Piemonte, Lombardia,
Veneto, Emilia-Romagna e Liguria riguarda solo chi è residente
in Basilicata”: lo ha precisato
il presidente della
Regione Basilicata, Vito Bardi, prima di partecipare stamani, a
Potenza, a una riunione del comitato provinciale ordine e
sicurezza pubblica sul coronavirus
Incendi: a fuoco carro allegorico di Carnevale nel Cuneese
Le fiamme a Paesana, in valle Po
SALUZZO (CUNEO)
24 febbraio 2020
10:06
– E’ andato in fiamme ieri sera a Paesana (Cuneo) un carro allegorico che era appena rientrato da un Carnevale della zona. E’ successo di fronte al municipio del paese. I primi a intervenire sono stati i volontari locali dell’Aib, seguiti da quelli di Barge e dai vigili del fuoco di Saluzzo.
Il rogo ha distrutto il carro in pochi minuti. ACQUISTA SU AMAZON

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Pulisce pistola e parte colpo, muore nell’Astigiano
Pensionato milanese di 76 anni
ASTI
24 febbraio 2020
10:35
– Un uomo è morto nell’Astigiano dopo essere stato raggiunto da un proiettile partito accidentalmente dalla pistola che stava pulendo. La vittima è un pensionato milanese di 76 anni che si trovava nella sua seconda casa a Rocchetta Tanaro (Asti).
Sul posto, oltre agli operatori del 118, sono intervenuti i carabinieri della stazione di Castello d’Annone e del Nucleo Radiomobile. Per l’uomo non c’è stato nulla da fare. A trovarne il corpo è stato un amico, che ha chiamato i soccorsi.
Coronavirus, nessuna limitazione a frontiera Svizzera
Transito frontalieri è stato regolare
DOMODOSSOLA (VCO)
24 febbraio 2020
16:22
– “Non ci saranno limitazioni per le frontiere”. Lo ha dichiarato, Daniel Koch, capo divisione malattie trasmissibili all’Ufficio federale della sanità pubblica della Svizzera. La Confederazione non ha introdotto e non introdurrà a breve provvedimenti nei confronti della libera circolazione delle persone alle frontiere con gli stati dove si sono verificati contagi di Coronavirus. Non sono state previste per ora limitazioni per i frontalieri che dal Verbano Cusio Ossola si recano in Canton Vallese e Canton Ticino a lavorare.
Non ci sono stati particolari controlli stamattina ai valichi di frontiera tra Italia e Svizzera per il coronavirus. “Il transito dei nostri frontalieri è stato regolare” afferma Antonio Locatelli, coordinatore dei frontalieri del Verbano Cusio Ossola. I 6 mila lavoratori italiani non hanno subito rallentamenti o controlli sanitari ai posto di confine di Gondo (Canton Vallese), Brissago e Camedo (Canton Ticino).
Champions: lo spagnolo Gil Manzano arbitrerà Lione-Juventus
Real Madrid-Manchester City è stata invece affidata a Orsato
24 febbraio 2020
11:22
– Sarà Jesus Gil Manzano a dirigere la partita d’andata degli ottavi di finale della Champions League, in programma mercoledì alle 21, fra Lione e Juventus. L’arbitro spagnolo sarà assistito dai connazionali Diego Barbero e Angel Nevado, mentre Guillermo Cuadra Fernandez sarà il IV Uomo. Alla Var ci sarà Juan Martinez Munuera, assistito da Ricardo de Burgos.
Arbitri italiani, invece, per la supersfida del Santiago Bernabeu fra Real Madrid e Manchester City, in programma sempre mercoledì alle 21: fischierà Daniele Orsato, assistito da Lorenzo Manganelli e Alessandro Giallatini; come IV uomo è stato scelto Daniele Doveri, mentre alla Var ci sarà Massimiliano Irrati, con l’assistente Ciro Carbone.
Coronavirus: mascherine a guardie Palagiustizia
A Torino. In alcuni locali ingressi contingentati
TORINO
24 febbraio 2020
11:38
– Vigilantes con le mascherine, ingressi contingentati in alcuni locali per evitare assembramenti troppo numerosi. Sono le prime scene descritte da chi stamani si è presentato al Palazzo di Giustizia di Torino per ragioni di lavoro. Si tratta di iniziative prese in conseguenza della questione Coronavirus.
Coronavirus: Tortona, terminato isolamento residence
Nessun provvedimento sanitario per gli ospiti
TORTONA (ALESSANDRIA)
24 febbraio 2020
11:53
– Sono rientrati a casa gli ospiti del residence di Tortona (Alessandria) che ieri erano stati ‘isolati’ nelle loro camere per una serie di accertamenti cautelativi legati alla questione Coronavirus. Il titolare, in preda ad attacchi d’asma, era andato al pronto soccorso spiegando che fra i clienti aveva avuto persone provenienti dal Lodigiano.
Per nessuno dei presenti sono stati adottati provvedimenti di carattere sanitario. Il gestore (controllato insieme alla moglie) è risultato negativo al Coronavirus.
Il pronto soccorso, chiuso in un primo tempo in via precauzionale, è stato riaperto. Nuovamente allestita anche la tenda della protezione civile per la regolazione degli accessi.
Corobavirus: no a stop Schengen
Riunione con Conte e governatori, ‘misura non sarebbe efficace’
24 febbraio 2020
13:40
– L’eventualità di ripristinare i controlli alle frontiere in deroga a Schengen per il Coronavirus è stata esaminata oggi nel corso di una riunione con il premier Conte alla Protezione civile con il premier Giuseppe Conte, i ministri ed alcuni governatori in telecollegamento. Dalla discussione è emerso che “sebbene ci sia una praticabilità giuridica, non sussiste la sostenibilità pratica per una tale sospensione. E in ogni caso – aggiunge la Protezione civile – tale misura non garantirebbe nessuna efficacia cautelativa”.
Molti governatori “hanno manifestato preoccupazione per la mobilità dei cittadini italiani pendolari transfrontalieri” ed il Governo ha proposto una riunione con i ministri della Salute dei Paesi confinanti con l’obiettivo di “arrivare a condividere linee d’azione comuni”.
In quarantena solo studenti che tornano
La precisazione sull’ordinanza della Regione Basilicata
POTENZA
24 febbraio 2020
14:17
– E’ “rivolta solo agli studenti lucani” l’ordinanza che dispone la quarantena per chi rientra in Basilicata dopo essere stato negli ultimi 14 giorni in Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna e Liguria. Lo ha precisato poco fa, nel capoluogo lucano, il presidente della Regione, Vito Bardi, al termine di una riunione, presieduta dal prefetto di Potenza, Annunziato Vardè, del comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica sul coronavirus.
Agnelli “Bene Sarri, eresia non pensare a Guardiola”
N.1 Juve “Forza di un’idea è nella prosecuzione nel tempo”
24 febbraio 2020
15:31
– “Dire che nessuno pensi a Guardiola sarebbe un’eresia. Però in questo momento della sua vita è estremamente felice dov’è, al di là delle contingenze. Se io sono felice dove sono difficilmente lascio per dove sono”. Così il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, intervenuto a ‘Tutti convocati’ su Radio24. Se fosse libero la prossima estate? gli viene chiesto: “Noi siamo molto contenti di Sarri, al di là delle cene che facciamo – la risposta del n.1 bianconero – Abbiano un contratto di tre anni, la forza di un’idea è nella prosecuzione del tempo, la priorità è proprio questa. Noi volevamo Sarri e abbiamo preso Sarri”.
Agnelli: “Paratici grande dirigente, non è sotto esame”
‘Mancati arrivi Lukaku e Haaland? Non possiamo comprarli tutti’
24 febbraio 2020
15:32
– “Paratici è un grandissimo dirigente e non è assolutamente sotto esame”. La rassicurazione arriva direttamente dal presidente della Juventus, Andrea Agnelli, ospite di Radio24. “Fabio ha dimostrato di essere un grande dirigente e lo sta dimostrando. Dal mio punto di vista non è sotto esame – puntualizza Agnelli, a proposito delle voci che vorrebbero il ds con qualche ‘veduta’ diversa -. L’unica differenza rispetto al passato è che adesso Fabio è più sotto i riflettori rispetto a prima. Con lui abbiamo cominciato un ciclo nel 2018 e il primo step è nel 2021, ma solo perché va a scadenza, così come il Cda scade, non altro”, ha detto il presidente bianconero che poi ha puntualizzato su alcuni mancati acquisti di mercato, Lukaku e Haaland su tutti: “Per fortuna alla Juventus vengono accostati i migliori giocatori del mondo, ma se guardo alle speculazioni durante l’anno noi dovremmo acquistare 50-60 giocatori ogni stagione e non possiamo comprarli tutti”. “Una squadra – conclude – si costruisce con la logica, e non va dimenticato che molti giocatori possono anche essere contenti di dove sono”.
Coronavirus: finti volontari Cri offrono controllo tampone
Nel Canavese scoperta truffa ai danni di anziani
24 febbraio 2020
16:02
Alcuni tentativi di truffa sono stati segnalati a Romano Canavese (Torino), ad opera di finti volontari della Croce Rossa che hanno telefonato a casa di anziani per effettuare il controllo del tampone per la ricerca del Coronavirus.
I malviventi sfruttano la paura per tentare di entrare nelle abitazioni. Il Comune di Romano ha diffuso un avviso nel quale si invita la popolazione, in caso di chiamate simili, a contattare subito il 112.
Coronavirus, 800 333 444 unico numero Regione
Assessore Icardi su informazioni errati che circolano in rete
TORINO
24 febbraio 2020
16:22
– “Stanno circolando sulle chat di Whatsapp false informazioni sul Coronavirus, e in particolare numeri di emergenza sbagliati. E’ accaduto in molte chat ‘delle mamme’, per cui ribadisco che l’unico numero verde della Regione Piemonte è 800 333 444”. Lo ha detto l’assessore alla Sanità della Giunta Cirio, Luigi Icardi, oggi in occasione del punto stampa in Prefettura a Torino sul Coronavirus.
“E’ questo – ha rimarcato l’assessore – l’unico numero autorizzato a ricevere le segnalazioni dei cittadini con sintomi influenzali o problemi respiratori. Altri numeri verdi ufficiali a disposizione dei piemontesi non esistono”. “Per informazioni o chiarimenti è possibile inoltre scrivere una email all’indirizzo 800333444@regione.piemonte.it.
Cimiteri, 1300 domande per 10 posti di lavoro
Nel triennio 2020-2022 sarà completato memoriale della Thyssen
TORINO
24 febbraio 2020
17:08
– In 1.300 per 10 posti da operatore cimiteriale. Tante sono state le domande arrivate per la selezione pubblica che si è chiusa il 21 febbraio. Il dato è stato fornito oggi in commissione consiliare durante l’audizione dei vertici di Afc, la società del Comune che gestisce i cimiteri e i servizi cimiteriali torinesi.
Ai consiglieri il presidente Roberto Tricarico e l’amministratore delegato Antonio Colaianni hanno spiegato che sono stati oltre 11.500 i funerali celebrati l’ultimo anno, con il 36% di cremazioni, e hanno illustrato alcuni progetti, come quello che partirà nel 2021 per la riqualificazione del Campo 21 al cimitero Parco che consegnerà alla città 6 mila nuovi loculi.
Nel triennio 2020-2022 sono inoltre previste altre opere come la messa in sicurezza dell’Ossario, il completamento del memoriale delle vittime del rogo della ThyssenKrupp e la sistemazione del pavimento della Collina della Memoria. Quanto ai dati economici, il bilancio preventivo di Afc prevede per quest’anno un risultato gestionale netto di circa 736 mila euro, con 14,9 milioni di ricavi e 14,2 milioni di costi.
Studenti tornano? Saranno “sorvegliati”
Ordinanza del governatore, “è una prima forma di prevenzione”
POTENZA
24 febbraio 2020
18:32
– Gli studenti universitari lucani che decidessero di tornare in Basilicata dopo la sospensione delle attività nelle università di Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Liguria e Friuli-Venezia Giulia “o che vi abbiano soggiornato negli ultimi 14 giorni”, dovranno sottoporsi a “misure di permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva”. Lo prevede un’ordinanza del presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, che ha definito la misura “una prima forma di prevenzione”, con carattere “non coercitivo ma fiduciario”. Gli studenti che tornano in Basilicata “dovranno comunicare la loro presenza ai competenti servizi di sanità pubblica, attraverso i numeri telefonici disponibili sul sito delle Aziende sanitarie di Potenza e Matera”.
Caldo e foehn, fine febbraio non cambia
Mercoledì previste raffiche fino a 80 kmh in pianura
TORINO
24 febbraio 2020
20:36
– Febbraio si chiude in linea con l’andamento meteorologico di quasi tutto il mese, temperature più alte della norma e vento di foehn. Oggi la massima ha raggiunto i 25.3 gradi sopra l’abitato di Chiomonte, in Valle di Susa (Torino), 24.9 a Domodossola (Vco), 23.8 sul lago di Mergozzo (Vco). Superati i 22 gradi a Demonte (Cuneo) e i 21 nel centro di Torino, secondo le misurazioni della rete Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale). Tra domani e mercoledì è previsto un calo di 5-6 gradi nelle massime e dopodomani è atteso vento forte con raffiche fino a 80 km all’ora in pianura, è l’avviso di Smi (Società Meteorologica Italiana).
Coronavirus: Conte, protocollo unico
Ce la faremo lavorando tutti insieme
25 febbraio 2020
10:12
– “Questo è il momento di confrontarsi con tutti i governatori, per concordare le prossime azioni. Noi proporremo un protocollo condiviso con tutti per evitare di andare in ordine sparso”. Lo ha detto il premier Conte alla protezione Civile. “Da parte nostra c’è predisposizone alla collaborazione. E noi ce la faremo lavorando tutti insieme”, ha aggiunto.

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Coronavirus:Juve-Inter in chiaro? Da Sky disponibilità
Riunione a Rogoredo ‘per consentire a tutti di vederla’
25 febbraio 2020
13:01
– “Vista l’eccezionalità del momento, se si creassero i presupposti di intesa con la Lega Calcio, Sky potrebbe valutare di aprire una “finestra in chiaro” trasmettendo su TV8 (nostro canale gratuito) almeno la partita di domenica sera, Juventus-Inter, per consentire a tutti di vederla”. Da una riunione di lavoro di Sky filtra – si apprende – la disponibilità dell’emittente sull’eventualità di affrontare l’emergenza data dal Coronavirus, e il conseguente dibattito sulle gare a porte chiuse, con una decisione che favorisca gli appassionati. Ad ‘aprire’ all’ipotesi nel meeting al quartier generale di Rogoredo, secondo quanto trapela, è stato Marzio Perrelli, capo di Sky Sport.In una situazione così unica in cui a tutti i cittadini e a tutte le imprese è richiesto di fare sacrifici, anche Sky sarebbe disponibile a fare il proprio. La nostra funzione di indubbia utilità da sempre ci guida in questa direzione” hanno aggiunto altri dirigenti presenti.
Porta Palazzo senza clienti, “non c’è nessuno”
Emergenza Coronavirus, primi contraccolpi per l’economia
TORINO
25 febbraio 2020
21:07
– “Qui è tabula rasa”. È lo sfogo degli ambulanti dello storico e multietnico mercato di Porta Palazzo, di Torino, al secondo giorno di applicazione dell’ordinanza per l’ emergenza Coronavirus. “Non ci sono clienti – spiegano – Forse qualcuno in più ai banchi di frutta e verdura. Probabilmente hanno paura, ma il mercato è all’aperto.
Non è un luogo chiuso. Speriamo che la situazione si risolva”.
Sono solo 3-4 i banchi gestiti da cinesi. “Generalmente sono una quarantina – spiegano gli ambulanti di Porta Palazzo – Ma in questi giorni non vengono”. E anche chi ha deciso di aprire, racconta di vendere poco. “Sono in Italia da dieci anni. A Porta Palazzo da altrettanti – spiega uno degli ambulanti cinesi – Ma le persone, in questi giorni, non vengono a comperare. Non si lavora”. Anche negli altri mercati cittadini viene lamentata una decisa flessione negli affari anche se le defezioni tra i commercianti sono minime.
Coronavirus: Francia blindata, ma per Lione-Juve tutto ok
3.000 tifosi attesi dall’Italia nonostante le rigide restrizioni
PARIGI
25 febbraio 2020
14:01
– Mentre il governo francese, per prevenire il contagio da Coronavirus, emette ordinanze per rispedire da scuola a casa, in quarantena, tutti i bambini o i ragazzi che negli ultimi 14 giorni sono soltanto passati da città della Lombardia o del Veneto, nulla è in programma domani per il previsto arrivo a Lione di 3.000 tifosi della Juventus per gli ottavi di Champions League.
Secondo quanto riferito dalla radio RTL, il presidente lionese, Jean-Michel Aulas, e i dirigenti della società, hanno sondato l’Uefa e il ministero degli Esteri francesi in merito ad eventuali rischi ma non ci sono al momento contrordini al normale svolgimento della partita.
Champions: Bonucci “Juve favorita,ma Garcia ci conosce bene”
“Lione ha tifo e giovani brillanti, dovremo stare atteniti
TORINO
25 febbraio 2020
14:37
– La Juventus “è favorita, ma il Lione è allenato da Garcia e lui conosce bene il calcio italiano”. Leonardo Bonucci inquadra l’ottavo di finale di cui domani sera in Francia si gioca il primo atto: A favore del Lione “un gran tifo e tanti giocatori giovani che vorranno farsi notare e dimostrare il loro valore – dice il difensore bianconero in un’intervista al quotidiano L’Equipe – in Champions conta la mentalità, dovremo fare molta attenzione anche a Lione”. Bonucci torna sulle due finali di Champion perse in tempi recenti dai bianconeri, nel 2015 a Berlino e nel 2017 a Cardiff. “Resta il dispiacere, con il Barcellona pensavamo di averla vinta dopo il pareggio segnato da Morata, due anni dopo, invece, abbiamo sottovalutato il Real Madrid nel secondo tempo (dopo l’1-1 al 45′, ndr). Ma quest’anno la concorrenza di Inter e Lazio nel campionato ci aiuterà a non mollare mai in Champions”.
Champions: Juve recupera Khedira, quasi pronto Costa
Allenamento di rifinitura in vista della sfida di Lione
25 febbraio 2020
15:16
– Allenamento di rifinitura al completo per la Juventus in vista della sfida di domani a Lione, andata degli ottavi di finale di Champions League. Sarri ha potuto contare su tutti, ad esclusione naturalmente di Demiral, fuori fino alla fine della stagione per la rottura del legamento crociato. Presente anche Douglas Costa, che ha svolto il riscaldamento con i compagni ma che non ha ancora effettuato un allenamento completo in gruppo, e Khedira, a disposizione per la trasferta di domani. Nel tardo pomeriggio la Juventus atterrerà a Lione, in serata Sarri e Bonucci parleranno in conferenza stampa.
Regione chiede misure straordinarie per economia
Contento non avere chiuso bar di sera, sarebbe stato esagerato
TORINO
25 febbraio 2020
15:43
– “Ho chiesto al presidente del consiglio Conte di attivare da subito misure straordinarie per le attività commerciali e gli alberghi e per le economie piemontesi”. Così il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio di un incontro oggi in Prefettura, a Torino. “A differenza della Lombardia, ho deciso di non chiudere i i bar dalle 18 di sera alle sei del mattino e i negozi – spiega – L’ho ritenuta una misura esagerata rispetto alla situazione del Piemonte. Sono contento che anche i presidenti del Veneto, Luca Zaia, e dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, l’abbiano pensata come me. Sarebbe stato, oltre a rischio psicosi, anche un danno economico grande. Comunque l’ordinanza si può ampliare e ridurre a seconda delle esigenze”.
Coronavirus, nuovo numero verde 800 19 20 20
Negli ultimi giorni 10mila telefonate al 112, improprie l’80%
TORINO
28 febbraio 2020
19:27
– La Regione Piemonte ha attivato un numero unico dedicato all’emergenza Coronavirus, 800 19 20 20.
Lo ha annunciato l’assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi, nel punto stampa di questo pomeriggio presso la Sala Operativa della Protezione Civile a Torino.
“È questo – ha spiegato Icardi – il numero di riferimento regionale per avere informazioni sul Coronavirus. Il 112, che poi rimanda al 118 ha ricevuto negli ultimi giorni oltre 10mila telefonate, l’80% delle quali improprie. Non possiamo permettercelo, perché ci sono casi, come infarti e ictus, che richiedono interventi immediati”.
Coronavirus, laboratori per tampone diventano 5
Nuovi saranno attivi ad Alessandria, Cuneo e Novara
TORINO
25 febbraio 2020
21:03
– Il Piemonte avrà presto cinque laboratori abilitati a fare l’esame del tampone per la ricerca del Coronavirus. È emerso dal ‘punto stampa0 fatto oggi dall’assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi. “Attualmente – ha spiegato – i laboratori in grado di fare l’esame sono due, presso gli ospedali Molinette e Amedeo di Savoia a Torino. Fra domani e dopodomani ne aggiungeremo altri tre, ad Alessandria, Cuneo e Novara. Questi centri dovranno essere dotati delle attrezzature e delle professionalità necessarie. Il collo di bottiglia di questo complesso esame è infatti il laboratorio che deve elaborare i dati relativi a ogni tampone”.
Coronavirus, primo milione per aziende colpite
Governatore Cirio, destinato ad aziende commercio e turismo”
TORINO
25 febbraio 2020
21:00
– “Abbiamo fatto subito un primo stanziamento di un milione che serve per fronteggiare le prime necessità di carattere economico e imprenditoriale. E’ destinato alle imprese del commercio e del turismo, che al momento sono le più colpite”. Lo annuncia il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio.
“I commercianti – afferma Cirio – lamentano un calo del 50%, gli alberghi registrano numerose disdette e il turismo business è azzerato. È un primo aiuto, chiediamo che lo Stato faccia la sua parte”.
“Al premier Conte – spiega – oggi ho chiesto tre cose: innanzitutto le risorse, poi la legge per bloccare il pagamento degli oneri fiscali e contributivi per le aziende e la sospensione delle rate dei mutui. È necessaria inoltre la cassa integrazione in deroga per queste piccole imprese”.
False fatture, imprenditore denunciato da guardia di finanza
Nel Torinese. Evasione fiscale per 1,5 mln
TORINO
26 febbraio 2020
09:19
– Emetteva fatture per operazioni mai avvenute e le esibiva alle banche per accedere ai finanziamenti.
E’ una delle accuse per le quali il responsabile di un’azienda di trasporti, con sede nel circondario di Torino, è stato denunciato dalla guardia di finanza.
L’imprenditore, un trentenne italiano, è risultato sconosciuto al fisco per più di due anni. Dagli accertamenti delle Fiamme Gialle della compagnia di Chivasso è emerso un occultamento di ricavi di circa 17 milioni. Con il sistema delle fatturazioni – l’amministratore della società utilizzava anche quelle emesse dalla ditta del fratello – oltre ad abbattere i ricavi e le tasse da versare all’erario sono stati ottenuti quattro milioni dagli istituti di credito. L’evasione accertata è di 1,5 milioni.
La denuncia è scattata per dichiarazione fraudolenta mediante l’uso di fatture inesistenti, omessa dichiarazione, mendacio bancario, autoriciclaggio. Del procedimento giudiziario si occuperà la procura di Ivrea.
‘Devo disinfestare palazzo da Coronavirus’, truffa sventata
Nel Torinese. Condomini hanno chiamato la polizia
TORINO
26 febbraio 2020
11:19
– Un nuovo tentativo di truffa legato alla questione Coronavirus è stato sventato nel Torinese. E’ accaduto a Rivoli, dove un uomo ha avvicinato una pensionata di 72 anni che stava rincasando dicendole che era stato mandato dall’Asl per disinfestare il condominio. La donna ha però rifiutato di farlo entrare, e un’altra inquilina, dopo avere osservato la scena, ha chiamato il 112. L’uomo si è allontanato.
Sul posto sono intervenuti gli agenti di polizia del commissariato di Rivoli.
Il presunto truffatore è stato descritto come un individuo “ben vestito” che portava con sé una valigetta 24 ore.
La questura ricorda di “prestare la massima attenzione a sedicenti operatori sanitari che propongono visite e tamponi domiciliari per verificare la positività al Coronavirus”.
“Queste procedure – si ribadisce – non sono in alcun modo previste da protocolli sanitari e dunque rappresentano un tentativo di truffa. Non esiste alcuna autorizzazione a effettuare test medici a domicilio ovvero qualsiasi intervento di sanificazione delle abitazioni”.
Tempo: raffiche di vento sferzano il Torinese
Nel capoluogo 70 km/h.
TORINO
26 febbraio 2020
11:35
– Il vento ha cominciato a sferzare da questa mattina Torino e alcune aree della provincia. L’Arpa Piemonte segnala che le raffiche hanno raggiunto i 70 km/h nel capoluogo e gli 80 km/h in Valle di Susa. In Valle Orco la stazione Vaudalà, a quota 3270 mt, ha registrato 168 km/h. Il fenomeno dovrebbe essere legato all’ingresso da nord-ovest di una saccatura nord atlantica.
Coronavirus: 34 astigiani in quarantena ad Alassio
In hotel dove si trovava persona risultata positiva al Covid-19
ASTI
26 febbraio 2020
12:27
– Sono 34 gli astigiani che si trovano in quarantena in un hotel di Alassio dove ha soggiornato la persona risultata positiva al Covid-19. Lo conferma il sindaco di Asti, Maurizio Rasero. Un altro gruppo di 26 astigiani che è rientrato, ma che aveva soggiornato nello stesso albergo quando era presente la persona contagiata, è monitorato da prefettura e Asl di Asti. “Al momento le loro condizioni non destano preoccupazione” precisano Rasero e il presidente della Provincia di Asti, Paolo Lanfranco, in una nota.
Gli astigiani coinvolti facevano parte dei soggiorni marini organizzati per gli anziani dalla Provincia di Asti. Anche il personale che è venuto a contatto con loro è sotto osservazione e gli uffici sono stati chiusi. Sindaco e presidente della Provincia rassicurano i concittadini, “la situazione è sotto controllo”.
Glocal Film Festival, 50 titoli dal 12 marzo
Al Cinema Massimo protagonista il cinema regionale
TORINO
26 febbraio 2020
12:36
– Dal 12 al 16 marzo al Cinema Massimo Mnc di Torino, torna il Glocal Film Festival con 50 titoli tra sezioni competitive, proiezioni speciali, omaggi e incontri. Si inaugura il 12 marzo con la prima cittadina di Pastrone! di Lorenzo De Nicola sul regista del colossal Cabiria, personaggio piemontese che ha svolto un ruolo fondamentale nel cinema muto nazionale e internazionale. Ospite in sala l’attore Fabrizio Bentivoglio – voce di Pastrone nel documentario – e il regista Lorenzo De Nicola.
Gli storici concorsi del Glocal sono Panoramica Doc con sei titoli di cui due in anteprima assoluta e Spazio Piemonte con 20 cortometraggi in gara. L’omaggio è dedicato a Gianluca Maria Tavarelli, con tre proiezioni di film dei suoi esordi in 35 mm.
Ospiti anche Paolo Beldì, regista di tante trasmissioni tv; la giovane attrice Marina Occhionero, a cui andrà il Premio Prospettiva; Oria Conforti, Diego Novelli, Sergio Ariotti e Mia Santanera per la serata con Rai Teche dedicata a La Ragazza di Via Millelire di Gianni Serra.
Radicali, posticipare il referendum
Tra tre giorni via a campagna. “Con virus impossibile informare”
26 febbraio 2020
12:49
– “Mancano solo tre giorni all’avvio della campagna referendaria” che il 29 marzo chiamerà i cittadini “a esprimersi su una riforma costituzionale che prevede il taglio dei parlamentari. Una scelta importante, con ripercussioni dirette sulla rappresentanza politica dei territori e dei cittadini, che devono poter essere informati adeguatamente. Nello scenario attuale, però, non è possibile: nei comuni interessati dalle misure di contenimento del contagio da Coronavirus può essere adottata la sospensione di manifestazioni, iniziative e eventi in luoghi pubblici o privati. Chiediamo che il referendum sia posticipato, così da garantire ai cittadini il pieno svolgimento della campagna referendaria”. Lo afferma Massimiliano Iervolino, Presidente del “Comitato per il NO alla controriforma” e segretario di Radicali Italiani. “Noi – prosegue – crediamo che sia essenziale informare bene gli elettori sulle conseguenze di questo voto. È irresponsabile lasciare che i cittadini giungano impreparati al voto”.
Coronavirus: lavoro in calo, ristorante cinese chiude
Fino al 5 marzo. “Periodo delicato”, il messaggio ai clienti
TORINO
26 febbraio 2020
14:07
– Da una parte ci sono le disposizioni della Regione Piemonte in materia di Coronavirus, dall’altra c’è “soprattutto” il calo di lavoro: è per queste ragioni che, a Torino, un ristorante cinese del centro storico chiuderà i battenti fino al 5 marzo.
L’annuncio è stato dato alla clientela con un messaggio affisso all’ingresso. “Cari clienti – si legge – Viste le misure cautelative della Regione Piemonte che ha emanato in questo delicato periodo, e soprattutto per il calo di lavoro riscontrato in buona parte del territorio, il ristorante, in merito alla situazione attuale, ha deciso di sospendere l’attività (salvo nuovi aggiornamenti)”.
Francia “ok tifosi Juve a Lione, Torino non a rischio”
Il ministro Veran rassicura sul match Champions di questa sera
PARIGI
26 febbraio 2020
15:19
– Il ministro francese della Salute Olivier Véran ha confermato oggi che i tifosi della Juventus potranno partecipare questa sera alla partita di Champions League in programma a Lione nonostante l’allerta coronavirus.
“Non è il caso di impedire a queste persone di recarsi ad una partita di calcio. Ricordo inoltre che i tifosi italiani saranno in una tribuna a loro destinata”, ha dichiarato il ministro, aggiungendo che “non ci sono malati accertati nella regione Piemonte e Torino si trova a 200 km dalle cosiddette zone a rischio italiane”, ha spiegato Véran.”Stasera attendiamo a Lione circa 3.000 tifosi che provengono dalla regione Piemonte e che vengono da Torino. Non ci sono dati scientifici, medici, epidemiologici. E’ una decisione che si basa sulla concertazione degli esperti e approvata dalla direzione generale della Salute”, ha garantito l’esponente del governo, mentre in Francia si moltiplicano le polemiche per la gestione del coronavirus.
Vento a 70kmh, rimosse lamiere Agenzia Entrate
Torino, nell’edificio hanno sede anche i carabinieri dei Nas
TORINO
26 febbraio 2020
15:26
– I vigili del fuoco sono intervenuti, oggi a Torino, in via Grattoni, per alcune lamiere pericolanti dal tetto del palazzo in cui hanno sede l’Agenzia delle Entrate e i carabinieri dei Nas. Il vento, oggi in pianura, ha raggiunto i 70 km/h.
Coronavirus: 34 astigiani in quarantena ad Alassio
In hotel dove si trovava persona risultata positiva al Covid-19
ASTI
26 febbraio 2020
17:58
– Sono 34 gli astigiani che si trovano in quarantena in un hotel di Alassio dove ha soggiornato la persona risultata positiva al Covid-19. Lo conferma il sindaco di Asti, Maurizio Rasero. Un altro gruppo di 26 astigiani che è rientrato, ma che aveva soggiornato nello stesso albergo quando era presente la persona contagiata, è monitorato da prefettura e Asl di Asti. “Al momento le loro condizioni non destano preoccupazione” precisano Rasero e il presidente della Provincia di Asti, Paolo Lanfranco, in una nota.
Gli astigiani coinvolti facevano parte dei soggiorni marini organizzati per gli anziani dalla Provincia di Asti. Anche il personale che è venuto a contatto con loro è sotto osservazione e gli uffici sono stati chiusi. Sindaco e presidente della Provincia rassicurano i concittadini, “la situazione è sotto controllo”.
Coronavirus, in Piemonte solo un caso positivo
Il test di secondo livello è stato eseguito dall’ISS
TORINO
26 febbraio 2020
20:37
– In Piemonte due dei tre casi positivi al test del Coronavirus erano dei “falsi positivi”, al momento quindi esiste un solo paziente positivo al tampone. Lo ha annunciato l’assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi. La ‘”falsa positività” riguarda la coppia di Cumiana (Torino).
“La positività riscontrata nei primi test – ha detto Icardi – non è stata confermata dagli esami di controllo. È una grande notizia, in Piemonte abbiamo un solo caso di positività accertata, quella del paziente ricoverato all’Amedeo di Savoia”.
Il test di secondo livello che ha rivelato la falsa positività per la coppia di Cumiana è stato eseguito dall’istituto Superiore di Sanità, come prevede la procedura che viene seguita in tutti i casi sospetti.
“È davvero una buona notizia – rimarca l’assessore Icardi.
Naturalmente abbiamo fatto tutte le indagini epidemiologiche, ma questo risultato significa che possiamo liberare dalla quarantena molte persone”.

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Allasia, “informatevi solo su canali ufficiali”
“Fonti non ufficiali rischiano di alimentare paure e truffe”
TORINO
26 febbraio 2020
20:25
– “Informatevi solo attraverso i canali ufficiali”: questo l’appello che il presidente del Consiglio regionale del Piemonte, Stefano Allasia, rivolge ai cittadini.
“Dall’incontro di oggi con il presidente della Giunta Alberto Cirio presso l’unità di crisi della Protezione civile – afferma Allasia – è emersa una situazione sotto controllo, senza nessun nuovo caso positivo. Il mio appello ai piemontesi è quello di acquisire notizie solo attraverso i canali istituzionali, in particolare i siti della Giunta, del Consiglio regionale e della Protezione civile, senza affidarsi a fonti non ufficiali, frequenti sui social network, che rischiano di alimentare disinformazione, preoccupazione e truffe”.
“Il modo costruttivo con cui in Piemonte si sta affrontando l’emergenza – aggiunge – è il frutto dell’ottimo lavoro di squadra che coinvolge numerosi operatori. A loro va il mio sentito ringraziamento per un lavoro che li vede impegnati da sabato, senza sosta”.
“Penso in particolare – spiega – al personale sanitario, della Protezione civile, ai volontari, e ai funzionari dell’amministrazione che supportano a livello informativo i cittadini”.
Cirio, condizioni per graduale ritorno normalità
Convocati in Regione prefetti, sindaci e presidenti Province
TORINO
26 febbraio 2020
20:33
– “Ci sono finalmente le condizioni per chiedere al Governo un graduale ritorno alla normalità”: Lo afferma il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, che ha convocato domani alle 18, in piazza Castello, i presidenti delle Province, i sindaci dei Comuni capoluogo e tutti i prefetti. – Cirio ha accolto “con grande favore l’ottima notizia del risultato negativo pervenuto sui due casi di Cumiana”.
L’ordinanza attuale scade sabato 29 febbraio e, visto il nuovo quadro sanitario, il presidente della Regione ha convocato l’incontro con presidenti delle Province, sindaci e prefetti per confrontarsi “sull’opportunità di sospendere o rimodulare le misure per il contenimento del coronavirus in Piemonte”. Le misure attualmente in vigore, per l’ordinanza adottata il 23 febbraio dalla Regione Piemonte – ricorda Cirio – erano già meno restrittive rispetto a quelle previste da altre Regioni come la Lombardia, proprio alla luce della situazione piemontese decisamente più contenuta e circoscritta.
Coronavirus: E.Molinari e Gagli in quarantena in Oman
Sono stati fermati per precauzione dall’European Tour
26 febbraio 2020
22:22
– I golfisti italiani Edoardo Molinari e Lorenzo Gagli sono in quarantena in Oman in conseguenza dell’emergenza coronavirus. I due azzurri sono stati isolati per una influenza contratta la settimana scorsa da Gagli, compagno di stanza in Oman di Edoardo Molinari. Salteranno per precauzione l’Oman Open, torneo dell’European Tour al via domani. “Seguiamo la situazione -spiega Marco Durante, capo del settore pro della federgolf – certo si tratta di un eccesso di prudenza dell’organizzazione per uno stato febbrile di 10 giorni prima. Non c’è indicazione di patologie virali in atto. Speriamo si risolva presto l’equivoco”.
Champions: Lione-Juventus 1-0
Tousart segna gol-partita al 31′, ora ritorno il 17 marzo
26 febbraio 2020
22:57
– Lione-Juventus 1-0 nella partita di andata degli ottavi di finale della Champions League, giocata al Groupama Stadium della città francese. Rete di Tousart al 31′ pt. La gara di ritorno è in programma il 17 marzo a Torino.
Champions: Bonucci, adesso ci dobbiamo svegliare
‘Abbiamo sbagliato primo tempo, eravamo secondi in tutto’
26 febbraio 2020
23:16
– “Abbiamo sbagliato il primo tempo dove eravamo secondi su tutto. In certe partite il minimo errore lo paghi. Nel secondo loro non hanno mai tirato in porta perchè si è vista la vera Juve. Ci hanno colpito quando eravamo in dieci ed è stato un momento dove loro sono stati bravi a farci male”. Intervistato da Sky Sport a fine partita, Leonardo Bonucci vede così Lione-Juventus. “Ora mettiamo la testa sulla gara di domenica e poi al ritorno dobbiamo assolutamente passare”, aggiunge il difensore. Ma quello della Juve è stato un problema di atteggiamento? “Sì. Eravamo lunghi, distanti con i reparti e poco aggressivi – risponde Bonucci -. L’aggressività te la dà la testa. Ci dobbiamo svegliare”.
Champions: Sarri, in allenamento andiamo a velocità doppia
Tecnico Juve mastica amaro, ‘difficoltà a far passare concetto’
26 febbraio 2020
23:40
– “Ho molte difficoltà nel far passare a questa squadra il concetto di muovere la palla velocemente.
Nell’allenamento la palla viaggia a duecento all’ora, lo strano è che in partita non accada”. Così Maurizio Sarri, ai microfoni di Sky, dopo Lione-Juventus. “Quando perdi velocità diventa tutto più difficile – dice ancora -. Lo strano è che in allenamento lavoriamo a velocità doppia rispetto a quanto fatto stasera”.
Champions: Sarri, in Italia ci avrebbero dato due rigori
Tecnico Juve recrimina su presunti falli su Ronaldo e Dybala
26 febbraio 2020
23:58
– “In Italia ci sarebbero stati due rigori per noi, su Ronaldo e su Dybala. In Europa c’è un metro diverso e dobbiamo adeguarci”.Lo ha detto Maurizio Sarri nel dopo-partita di Lione-Juventus di Champions League, rispondendo a una domanda sulle decisioni dell’arbitro spagnolo Gil Manzano.
Coronavirus: E. Molinari, “Spero incubo finisca presto”
In quarantena in Oman con Gagli: “Sto bene, ma sono seccato”
27 febbraio 2020
09:12
– “Sto bene. Non ho alcun sintomo: né febbre, né raffreddore. Sono solo molto annoiato e seccato.
Spero questo incubo finisca presto”. Questo il tweet di Edoardo Molinari, in quarantena in Oman insieme a Lorenzo Gagli. I due golfisti azzurri sono stati isolati, tra le polemiche, dagli organizzatori dell’Oman Open, torneo dell’European Tour, per una influenza contratta la settimana scorsa e poi risolta dal toscano Gagli, compagno di stanza a Muscat del torinese ‘Dodo’ Molinari.
Basket: crac Auxilium, arresti
Inchiesta procura Torino
TORINO
27 febbraio 2020
09:21
TORINO
27 febbraio 2020
09:21
– Alcune ordinanze di custodia sono in corso di esecuzione nell’ambito di un’inchiesta della guardia di finanza sul fallimento della squadra di basket Auxilium, a Torino. Uno dei provvedimenti riguarda l’imprenditore Mario Burlò, già sponsor della società. Nel procedimento è indagato anche il notaio Roberto Goveani (conosciuto per essere stato nel 1993 presidente del Torino calcio). L’inchiesta è coordinata dal pm Ciro Santoriello, della procura di Torino.
Coronavirus: mascherine a 5.000 euro, indaga la Gdf
Perquisizioni in tutta Italia, procede procura Torino
TORINO
27 febbraio 2020
09:13
– Mascherine vendute anche a cinquemila euro approfittando dell’emergenza Coronavirus. E’ quanto ha scoperto la guardia di finanza da Torino, che da stamani, con il coordinamento della procura del capoluogo piemontese, ha intrapreso una vasta operazione in varie località italiane. Sono in corso perquisizioni a carico di una ventina di soggetti.
Coronavirus: sindaco, caso positivo ad Asti
Donna rientrata da soggiorno ad Alassio
TORINO
27 febbraio 2020
10:30
– Un caso di positività al Coronavirus sarebbe stato riscontrato ad Asti. E’ quanto afferma il sindaco, Maurizio Rasero, secondo il quale si tratta di una delle persone che nei giorni scorsi erano tornate da un soggiorno nella località ligure di Alassio. Ora si trova all’ospedale Cardinal Massaia in isolamento. “Non ci sono pericoli di contagio”, scrive il primo cittadino.
Sarebbe un’anziana di Portacomaro la persona risultata positiva al Covid19 e ricoverata da ieri sera nel reparto di Malattie infettive del Cardinal Massaia di Asti, in una delle dieci stanze a pressione negativa predisposte dalla struttura sanitatia per casi simili. Le sue condizioni sono stabili. In giornata l’Asl comunicherà un bollettino sullo stato di salute della donna. L’anziana faceva parte di una comitiva di 18 pensionati astigiani che avevano partecipato a un soggiorno marino ad Alassio, dove era in vacanza l’altra donna risultata positiva.

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Champions: Juve; Ronaldo, non è risultato che volevamo
“Abbiamo 90 minuti per lottare a Torino”
TORINO
27 febbraio 2020
11:00
– “Non il risultato che volevamo, ma le partite di Champions League sono sempre dure”. Non si abbatte Cristiano Ronaldo dopo il ko rimediato dalla Juventus a Lione, risultato che non compromette la qualificazione ma che dovrà essere ribaltato all’Allianz Stadium: “Abbiamo 90 minuti per lottare a Torino – ha aggiunto CR7 sui social – e abbiamo la fiducia di potere andare avanti nella competizione”.
Champions: Juve; carica Bonucci, “tutti insieme si può”
Dybala: “Lottare fino alla fine per ribaltare il risultato”
TORINO
27 febbraio 2020
11:08
– “Tutti insieme si può”. Leonardo Bonucci suona la carica dopo il ko subito a Lione nell’andata degli ottavi di finale di Champions League. Il capitano bianconero ha commentato così il passo falso sul suo profilo Instagram, dopo aver provato a scuotere la squadra già nell’immediato post partita.
“Partita dura per noi” è la conferma su Instagram del suo compagno di reparto, Matthijs De Ligt, protagonista suo malgrado del gol realizzato dai francesi, segnato mentre il difensore olandese era fuori per farsi medicare: “Dobbiamo restare uniti per le prossime importanti settimane!”. In vista del ritorno l’obiettivo lo fissa Paulo Dybala su Instagram: “Rialzarsi insieme. Lottare fino alla fine per ribaltare il risultato”.
Messaggio completato dalle parole di Cuadrado: “A casa nostra tutto è possibile”. JUVENTUS

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

“Vendo integratore anti-Coronavirus”, interviene la Gdf
Inchiesta a Torino, venti denunciati
TORINO
27 febbraio 2020
19:00
– Mascherine vendute anche a cinquemila euro, un integratore spacciato come “protezione” dal Coronavirus. E’ quanto ha scoperto la guardia di finanza, che da stamani, con il coordinamento della procura di Torino, ha intrapreso una vasta operazione varie località italiane. Gli indagati sono venti.
C’è anche un integratore alimentare venduto a 29 euro su eBay e pubblicizzato come “Protezione Coronavirus – Rafforza difese immunitarie” tra il materiale sequestrato dalla Guardia di Finanza di Torino durante le perquisizioni scattate oggi in tutta Italia nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Torino coordinata dai magistrati Vincenzo Pacileo e Alessandro Aghemo.
Venti persone sono state denunciate per frode in commercio e abusivismo commerciale. Tra loro ci sono imprenditori, privati cittadini e anche un operatore sanitari. Rischiano sino a 2 anni di carcere. “Il monitoraggio continua – spiega il comandante provinciale della Guardia di Finanza di Torino, generale Guido Mario Geremia – e i profili saranno oscurati. Abbiamo sequestrato anche interi kit compresi di guanti, salviette, gel e venduti a prezzi esorbitanti. Queste persone hanno fatto leva sul panico, presentando normali prodotti per l’igiene e la protezione come prodotti per una protezione totale dal Covid19″.
Bimbo morto, minuto silenzio consiglio comunale Novara
Il piccolo Achref deceduto in incidente stradale. Aveva 5 anni
NOVARA
27 febbraio 2020
12:04
– Si è aperto con un minuto di silenzio il consiglio comunale di Novara, oggi, in ricordo del piccolo Achref Massaoudi, il bimbo di 5 anni mancato nei giorni scorsi a seguito di un tragico incidente stradale.
L’amministrazione accogliendo l’invito della zia del bambino, ha deciso di illuminare la Cupola di rosa e blu per ricordare tutti i bambini e le bambine tragicamente scomparsi in tenera età.
” Oltre al minuto di silenzio in consiglio – spiega il aindaco Alessandro Canelli – abbiamo pensato ad un gesto simbolico che possa in qualche modo trasmettere la condivisione del dolore e la solidarietà a coloro che sono stati coinvolti in questa tragedia, accogliendo anche l’appello della zia di Achref. La Cupola di Novara da stasera e per una settimana si colorerà di rosa e blu, colori che rappresentano bimbe e bimbi, in ricordo di tutti i piccoli che sono volati via”.
Coronavirus:Juve-Inter ore cruciali,si spera in porte aperte
Sfida scudetto domenica sera a Torino: attesa decisione
TORINO
27 febbraio 2020
14:19
– Ore cruciali per l’eventuale apertura al pubblico di Juventus-Inter, il big-match dello scudetto in programma domenica 1 marzo, alle 20.45, all’Allianz Stadium di Torino. Il club bianconero è in attesa delle decisioni delle autorità e non ha fatto, finora, alcuna comunicazione ufficiale ai tifosi. La questione potrebbe essere più chiara dopo la riunione convocata alle 18 in Regione, dove il presidente Alberto Cirio incontrerà prefetti, i sindaci e presidenti delle Province. Nell’ordinanza firmata il 23 febbraio dal ministero della Salute e dal presidente della Regione, infatti, le misure urgenti per il Coronavirus scadono il 29 febbraio. E ieri sera la Regione ha fatto trapelare la possibilità della richiesta di mitigazione delle misure per la nuova ordinanza.
Appello assessore ai Servizi Digitali per pratiche da casa
Servizio informatico regionale pronto a ogni emergenza
TORINO
27 febbraio 2020
15:41
– L’assessore regionale ai servizi digitali Matteo Marnati invita i piemontesi ad utilizzare i servizi informatici per l’adempimento degli oneri tributari, fiscali e di altro genere, che si possono effettuare direttamente da casa. L’appello riguarda, ad esempio, il bollo auto, i referti di laboratorio o i documenti prodotti dalla pubblica amministrazione, dal campo edilizio a quello delle certificazioni. “Il servizio informatico regionale – spiega Marnati – è pronto per affrontare qualsiasi emergenza anche a fronte dell’aumento delle richieste, i servizi online infatti sono sempre attivi e permettono a coloro che non possono uscire di casa di svolgere attività pubbliche. Anche in queste ore – ricorda l’assessore – continua ad essere attivo il numero verde generale non per questione sanitarie 800.333.444 che è stato potenziato in questi giorni di emergenza con 16 operatori in più: il numero totale passa a 39.
Gm cede Centro Ricerche Torino a belga Punch
Garantite attività e occupazione
TORINO
27 febbraio 2020
17:14
– General Motors ha ceduto il Centro Ricerche di Torino alla multinazionale belga Punch Group. Il centro di ingegneria di Gm, presente a Torino da 15 anni, è una eccellenza a livello mondiale nella ricerca e sviluppo di propulsori diesel e di centraline. Occupa 700 lavoratori, in prevalenza ingegneri e tecnici. L’accordo, si legge in una nota di Gm, garantisce la prosecuzione delle attività del centro e l’occupazione. I dipendenti di GmTorino diventano parte del Punch Group e continueranno a sostenere i futuri programmi Gm con la fornitura di servizi di ingegneria.
“La cessione, al di là delle formali rassicurazioni pubbliche, ci preoccupa per il numero di lavoratori coinvolti così come per la qualità delle attività di ricerca e sviluppo tecnologico che svolge il Centro, a cui viene assicurato il proseguimento dei programmi per Gm per soli due anni”, commenta la Fiom torinese.
Coronavirus: dj Torino lanciano Stayacasa, serata streaming
In risposta alla situazione d’emergenza
TORINO
27 febbraio 2020
17:36
– Un momento di festa, ma in streaming. E’ l’iniziativa di un gruppo di dj torinesi che domani, dalle 22 alle 3:30, trasmetteranno in streaming audio video dallo Studio Variables dei Docks Dora di Torino un lungo dj set.
Tramp (This is Indie, Magazzino sul Po), Variables Soundsystem, Gambo (Tum), Emi & Cipi (Tum e Savana Potente), Ossessione Uno (Astoria Basement) e Seven Sins (Genau) si susseguiranno in un set elettronico da ascoltare e ballare a casa. La trasmissione andrà in onda sulle pagine Facebook di TUMVARI STUDIOQuesto resta comunque il link all’evento.

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Federalberghi, a Torino turismo in ginocchio
Calo fatturato 1,5-2 milioni (-30%), in fumo 30.000 presenze
TORINO
27 febbraio 2020
18:42
– “La psicosi coronavirus ha inflitto un duro colpo al settore turistico-ricettivo di Torino e della provincia. La percentuale di cancellazione delle prenotazioni si attesta tra il 50 e il 60% – con punte vicine al 90% in alcune strutture – e le disdette si susseguono ormai giorno dopo giorno, con proiezioni anche sul lungo periodo”. Lo afferma Federalberghi Torino che stima, per le imprese della città, un calo del fatturato da 1,5 milioni a 2 milioni di euro (-30% rispetto al febbraio 2019) soltanto nella prima settimana dell’emergenza. Torino e la provincia hanno visto andare in fumo circa 25-30.000 presenze turistiche in pochissimi giorni.
“Il quadro di questi giorni – spiega Fabio Borio, presidente di Federalberghi Torino – è drammatico e in continuo peggioramento. Una tendenza preoccupante che minaccia di produrre strascichi nel lungo periodo, arrivando a coinvolgere anche le prenotazioni per Pasqua e per i ponti primaverili”.

Piemonte, si riaprano scuole a metà settimana
“Volontà di ritorno a normalità, ma con prudenza e cautela”
TORINO
27 febbraio 2020
21:25
– Il Piemonte punta, allo scadere dell’ordinanza valida fino al 29 febbraio, a “una ordinanza meno restrittiva che conduca gradualmente verso la normalità, con la riapertura delle scuole agli studenti dalla metà della prossima settimana. Lo ha annunciato il governatore Alberto Cirio, alla fine di un incontro con sindaci, prefetti e presidenti delle Province piemontesi, nel palazzo della Regione.”I cinque nuovi casi di oggi, pur condizionati alla verifica dell’istituto Superiore di Sanità – ha detto Cirio – dimostrano che il problema persiste. Da parte delle Province piemontesi è emersa la volontà di un ritorno alla normalità, ma con grande prudenza e cautela. La nostra proposta al ministro Speranza è che le scuole riaprono già lunedì, ma non alla didattica. Sarebbe l’occasione per un’azione di pulizia straordinaria e disinfezione, per poi aprire agli allievi da metà settimana”.
Coronavirus: Lega A conferma,Juve-Inter a porte chiuse
Restano senza pubblico anche altre partite del fine settimana
27 febbraio 2020
22:04
– Juventus-Inter e le altre partite di questo fine settimana programmate a porte chiuse per l’emergenza coronavirus si disputeranno senza pubblico: la conferma
sta per arrivare con una presa di posizione ufficiale della Lega calcio di serie A. Gli incontri che si disputeranno a porte chiuse oltre a Juventus-Inter di domenica sera sono Udinese-Fiorentina (sabato); Milan-Genoa, Parma-Spal e Sassuolo-Brescia (domenica).
Appendino, a fine emergenza faremo grande festa
Sindaca rilancia idea Carretta (Pd). ‘Affrontiamo uniti
TORINO
28 febbraio 2020
10:35
– Una volta terminata l’emergenza Coronavirus, a Torino sarà organizzato “un bel momento di festa con tutta la città”. Lo annuncia la sindaca, Chiara Appendino, che in un messaggio su twitter rilancia un’idea di Mimmo Carretta, segretario metropolitano del Pd.
“Ho una proposta per lei – aveva scritto Carretta rivolgendosi alla Appendino – finita questa serrata, organizziamo una grande festa. Weekend con musei gratuiti per tutti i torinesi. La città vuole tornare a respirare normalità. Noi ci siamo”.
“Buona idea – è stata la risposta della sindaca – ne ho parlato anche con la capogruppo Valentina Sganga. Affrontiamo uniti questi giorni e poi sarò ben felice di organizzare con tutta la città un bel momento di festa”.
A 16 anni senza patente su auto della nonna
Giovane inseguito e multato dalla polizia ad Asti
ASTI
28 febbraio 2020
09:03
– A sedici anni si è messo al volante dell’auto di famiglia e non si è fermato all’alt della polizia, che gli aveva imposto uno stop perché viaggiava a forte velocità e con i fari spenti. E’ successo ad Asti nella zona di via Torchio. Gli agenti lo hanno inseguito, bloccato e multato. Il sedicenne ha detto che la vettura – una Fiat Panda su cui erano presenti anche tre suoi amici – era della nonna. L’auto è stata sottoposta a fermo amministrativo. I genitori sono stati sanzionati per incauto affidamento.
Falsi contratti energia elettrica, foglio di via per due
Ad Alessandria. Provvedimento del questore
ALESSANDRIA
28 febbraio 2020
10:23
– Due persone sono state allontanate da Alessandria con un foglio di via della questura perché, spacciandosi per operatori di una compagnia dell’energia elettrica, tentavano di farsi sottoscrivere dei contratti. I due sono stati identificati mentre si aggiravano per il sobborgo di Spinetta Marengo. Agli agenti hanno mostrato un tesserino che li presentava come collaboratori della società, circostanza smentita dagli accertamenti successivi.
Il questore, Michele Morelli, ne ha ordinato l’allontanamento da Alessandria con foglio di via obbligatorio e divieto di ritorno in città per un anno. Uno dei falsi tecnici è un residente a Pavia già conosciuto dalle forze dell’ordine e già destinatario, in passato, di provvedimenti analoghi.
Incendio in Val Sangone, arrivano i Canadair
Fiamme domate dai vigili del fuoco
TORINO
28 febbraio 2020
11:16
– Un incendio è divampato la scorsa notte alle pendici del monte Pietraborga nella bassa Val Sangone a Trana (Torino). A domare le fiamme, alimentate dal forte vento, numerose squadre dei vigili del fuoco e dei volontari Aib (Antincendi Boschivi) con due Canadair.
Coronavirus non blocca trapianti, crossover da Bari a Torino
Catena donazioni attraversa Italia, salvati quattro pazienti
TORINO
28 febbraio 2020
11:43
– L’emergenza Coronavirus non ha bloccato il crossover dei trapianti dalle varie zone d’Italia.
La catena di solidarietà ha permesso di intervenire su una paziente di 33 anni che, dializzata a Torino, ha ricevuto un rene da una donatrice vivente di Bari. L’intervento è stato eseguito all’ospedale Molinette.
Quella che si è conclusa a Torino è stata una vera e propria ‘catena di solidarietà’, che dopo essere iniziata in Piemonte lo scorso novembre, ha attraversato l’Italia da nord a sud permettendo di salvare la vita a quattro pazienti in trattamento dialitico in Veneto, Sicilia e Puglia. A Bari il rene è stato donato – come segno di riconoscenza – dalla giovane moglie di un paziente che ne aveva ricevuto uno da Palermo. L’organo, dopo essere stato prelevato in mattinata, è stato portato a Torino con la collaborazione delle forze di polizia di Bari e, nello stesso giorno, impiantato alla trentatreenne, che era in dialisi dal 2014.
Coronavirus: Regione Piemonte, 11 i casi positivi
Compresi 5 astigiani che hanno soggiornato ad Alassio
TORINO
28 febbraio 2020
12:37
– Sono saliti a undici, di cui uno confermato e dieci ancora in attesa di validazione da parte dell’Istituto superiore di sanità a Roma, i casi di positività al Coronavirus rilevati su pazienti piemontesi. E’ quanto comunica la Regione Piemonte. Nell’elenco sono incluse le cinque persone che fanno parte del gruppo di astigiani ospitati in un hotel ad Alassio, in Liguria, dal 4 al 18 febbraio. Di questi undici, sette sono ospedalizzati non in terapia intensiva (1 a Torino, 3 ad Asti e 3 Novara) e 4 sono in isolamento fiduciario domiciliare.
Coronavirus, si organizza rientro astigiani da Alassio
Assessore Icardi in Liguria
TORINO
28 febbraio 2020
12:44
– L’assessore alla Sanità del Piemonte, Luigi Icardi, insieme al direttore del settore elisoccorso 118 regionale, è in Liguria per organizzare il rientro dei 32 astigiani ospitati in un albergo ad Alassio per sospetta esposizione al Coronavirus. Icardi è arrivato in elicottero all’aeroporto di Albenga, da dove è stato accompagnato ad Alassio da un mezzo del 118 ligure. Gli astigiani che all’esito del test risulteranno negativi saranno posti in isolamento fiduciario domiciliare, mentre i positivi asintomatici andranno in isolamento domiciliare. Per i positivi sintomatici si valuterà il ricovero ospedaliero o l’isolamento a domicilio.
Piromane a Rivoli, condannato ventenne
Confessa 4 roghi, è sospettato per una decina di casi
TORINO
28 febbraio 2020
– Mentre tornava a casa a Rivoli, comune alle porte di Torino, dopo aver trascorso la serata in alcuni locali, dava alle fiamme le auto parcheggiate. Un ventenne è stato fermato dai carabinieri con l’accusa di aver incendiato, la notte del 9 e del 22 febbraio, quattro vetture in sosta nella frazione Cascine Vica. Oggi, il Tribunale di Torino ha convalidato il fermo e ha disposto gli arresti domiciliari.
Davanti al giudice, il giovane ha confessato.
I militari l’hanno individuato grazie ai filmati delle telecamere di videosorveglianza e l’hanno bloccato mentre era a passeggio per le strade di Rivoli. L’uomo indossava le stesse scarpe utilizzate nei raid contro le auto, con ancora tracce di fuliggine e bruciature. Dagli accertamenti è emerso che il ventenne usava come inneschi delle cartacce prese dai cassonetti della spazzatura a cui dava fuoco con un accendino. Le indagini dei carabinieri di Rivoli sono scattate nel novembre 2019, dopo che alcune auto erano state date alle fiamme. Il sospetto degli inquirenti è che il giovane sia responsabile di una decina di episodi.
Astigiani in quarantena saranno portati a casa
Scartata l’ipotesi di accoglienza in Casa del Pellegrino
ASTI
28 febbraio 2020
14:25
– Torneranno nelle loro case nell’Astigiano, e non alla Casa del Pellegrino di Villanova (Asti) che li avrebbe ospitati, i 32 astigiani ospitati in un albergo ad Alassio per sospetta esposizione al Coronavirus. Lo conferma il presidente dell Provincia di Asti, Paolo Lanfranco.
“Una scelta – spiega – che garantisce migliori condizioni psicofisiche a chi è incappato in questa disavventura”.
“Ringrazio – aggiunge Lanfranco – chi si era dimostrato sensibile e solidale con le difficoltà dei nostri concittadini”.
Champions: Ronaldo, nessuna paura, passeremo turno
Portoghese: arrabbiati per sconfitta ma sereni e concentrati
Champions: Ronaldo, nessuna paura, passeremo turno
Portoghese: arrabbiati per sconfitta ma sereni e concentrati
TORINO
28 febbraio 2020
16:13
– “Siamo arrabbiati per il risultato di Lione, ma nessuna paura: sono convinto che passeremo il turno”. Così Cristiano Ronaldo, in un’intervista a SkySport 24.
“”Può succedere – ha detto CR7 – la Champions è la competizione più difficile che ci sia, ma abbiamo fiducia per il ritorno, quando giocheremo davanti ai nostri tifosi. Siamo sereni e concentrati, adesso pensiamo a vincere le prossime partite poi penseremo alla Champions”.
Juve-Inter: niente conferenza stampa di Sarri
Rabiot si è allenato a parte dopo una contusione in Champions
TORINO
28 febbraio 2020
16:52
– Lavoro personalizzato per Adrien Rabiot a due giorni dal derby d’Italia contro l’Inter. Il centrocampista francese, come si legge sul sito della Juventus, si è allenato a parte “a causa di una leggera contusione al calcagno del piede sinistro rimediata durante la partita con il Lione”. La Juventus tornerà in campo domani pomeriggio mentre la conferenza stampa di Sarri non avrà luogo, “in ottemperanza alle restrizioni attualmente vigenti” per il Coronavirus.
Ciclismo: Ganna migliora primato del mondo nell’inseguimento
Azzurro qualificato alla finale di stasera col tempo di 4’01″934
28 febbraio 2020
18:04
– Filippo Ganna non la finisce di stupire. L’azzurro si è qualificato per la finale del torneo dell’inseguimento ai Mondiali su pista in corso a Berlino, facendo registrare il nuovo record del mondo con il tempo di 4’01″934, correndo alla media di 59,520 kmh. Il corridore piemontese ha migliorato se stesso, facendo meglio del precedente record stabilito in 4’02″647 a novembre nella Coppa del mondo. Stasera Ganna andrà a caccia dell’oro nella finale contro lo statunitense Ashton Lambie, che si è qualificato con il tempo di 4’03″640. Ganna ha già conquistato il titolo iridato della specialità nel 2016, 2018 e 2019. Ha brillato anche ol giovane Jonathan Milan, 19 anni, quarto con il tempo di 4’08″094: l’azzurrino andrà invece a caccia della medaglia di bronzo.
La Grande Onda Nipponica raccontata da Palmieri
Lunedì 2 marzo al Salotto Buono di via Provana
TORINO
28 febbraio 2020
18:07
– Nata nella Tokyo d’inizio anni 70, l’onda fashion giapponese ha fatto conoscere al mondo una generazione di stilisti e geni del design: dal capostipite Issey Miyake a Kenzo, Yohji Yamamoto, Rei Kawakubo. L’esperta di cultura nipponica Fabiola Palmeri, giornalista e scrittrice, ci guida in un viaggio tra le meraviglie della moda del Sol Levante, che ha conquistato anche le passerelle dell’Occidente mescolando minimalismo e una creatività stupefacente. Fra racconti, notizie e immagini, una serata all’insegna dell’arte e del fashion dalla capitale dell’Est.
Appuntamento lunedì 2 marzo, alle 19, al Salotto Buono di via Provana 3/E, a Torino. L’incontro con Fabiola Palmeri è preceduto da un aperitivo a base di specialità giapponesi, a cura di Takoyaki Minamoto.

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Coronavirus, a casa turisti piemontesi
Secondo procedure, trasporti differenziati per chi è negativo
GENOVA
28 febbraio 2020
19:13
– I 32 turisti piemontesi in isolamento coattivo all’hotel Bel Sit di Alassio hanno lasciato oggi poco dopo le 18 la struttura a bordo di un pullman che ha preso a bordo i passeggeri seguendo le procedure medicosanitarie per l’emergenza coronavirus. Dopo la fase dei controlli per chi è risultato negativo al test tornerà a casa mentre per gli altri è attiva la colonna mobile della Croce Rossa piemontese, secondo il protocollo stabilito. Il trasporto è infatti avvenuto in modo differenziato.
Ferrovie, Genova-Acqui tutta riaperta
Dal 2 marzo treni sull’intera tratta danneggiata da frane
ACQUI TERME
28 febbraio 2020
19:12
– Da lunedì 2 marzo tutti i collegamenti in circolazione sulla Genova-Ovada-Acqui saranno effettuati con treno nell’intera tratta. Sono infatti terminati gli interventi di consolidamento del terreno alla base della linea ferroviaria, nelle vicinanze di Prasco, avviati a dicembre dopo le abbondanti piogge che hanno ripetutamente interessato la tratta nello scorso autunno. Prosegue – fanno sapere da Rfi – il rallentamento di velocità precauzionale presente in alcuni tratti con un possibile allungamento dei tempi di viaggio entro i 10 minuti.
Appendino, ordinanza regionale vale anche domenica
Domani il decreto del governo per la prossima settimana
TORINO
28 febbraio 2020
19:24
– Le limitazioni previste dall’ordinanza regionale in Piemonte “varranno sicuramente fino a domenica alle ore 24”. Lo scrive, in un post, la sindaca di Torino Chiara Appendino.
“Domani – prosegue – il Governo emanerà un decreto in seguito al quale capiremo le decisioni definitive per il nostro territorio riguardo le misure contenitive per la prossima settimane, ponderate sulla base delle indicazioni del Consiglio Superiore di Sanità”. La situazione in Piemonte è analizzata in ogni suo aspetto in una serie di riunioni in Prefettura, a Torino
Juve: CR7, niente panico sarà una stagione grandiosa
‘Importante battere l’Inter e restare in testa alla classifica’
TORINO
28 febbraio 2020
19:53
– “Niente panico, non c’è niente di drammatico, questo è il calcio e la Champions è il torneo più duro. Sono sicuro che questa sarà una stagione grandiosa”.
Cristiano Ronaldo ostenta fiducia, alla vigilia di Juventus-Inter, nell’intervista esclusiva a SkySport24. Domenica CR7 potrebbe battere un altro record, 12 partite consecutive con almeno un gol in Serie A. “Ho battuto tanti record, arrivano in modo naturale. L’importante è vincere contro l’Inter e restare in testa alla classifica”.
Università Torino, stop lezioni fino al 7 marzo
“Allo studio modalità recupero e didattica alteRnativa”
TORINO
28 febbraio 2020
20:21
– Niente lezioni ancora per una settimana per i quasi 80 mila studenti dell’Università di Torino per l’emergenza Coronavirus, non essendoci ancora certezze sulle decisioni che verranno prese a livello nazionale. E’ quanto comunica l’ateneo attraverso la sua pagina Facebook. “In attesa di nuove disposizioni ministeriali – si legge nel post – le attività didattiche in presenza rimangono sospese fino a sabato 7 marzo in tutte le sedi dell’Ateneo e dei Dipartimenti, incluse le sedi extrametropolitane”.
L’Università fa sapere inoltre che “sono allo studio modalità di recupero e di didattica alternativa che saranno comunicate al più presto”.
Ciclismo: Mondiali pista, Ganna oro nell’inseguimento
Piemontese al 4/o titolo iridato dopo aver battuto record mondo
28 febbraio 2020
21:00
– L’azzurro Filippo Ganna ha vinto la medaglia d’oro nel torneo dell’inseguimento ai Mondiali di ciclismo su pista in corso a Berlino. Qualificatosi con il miglior tempo, che è anche il nuovo record del mondo (4’01″934, alla media di 59,520 kmh), Ganna ha battuto in finale lo statunitense Ashton Lambie, Per il piemontese si tratta del quarto titolo mondiale della specialità, dopo quelli del 2016, 2018 e 2019. Quarto posto finale per il giovane Jonathan Milan, 19 anni.
Coronavirus: salgono contagiati Piemonte, ‘ma no zone rosse’
Assessore Icardi, nuovi contagi riconducibili focolaio lombardo
TORINO
28 febbraio 2020
21:24
– Sale in Piemonte il numero delle persone contagiate dal Coronavirus: al momento se ne registrano una quindicina, alle quali vanno sommate le oltre venti in arrivo nell’astigiano dall’albergo di Alassio. Il conto include anche i quattro astigiani ricoverati al San Martino di Genova e poi dimessi, che hanno superato la fase acuta e si avviano alla guarigione. Tutte le nuove positività devono però ancora passare al vaglio dell’Istituto Superiore di Sanità per essere convalidate. Lo ha sottolineato questa sera l’assessore alla Sanità del Piemonte, Luigi Icardi, incontrando i giornalisti in Prefettura insieme al governatore Alberto Cirio, al prefetto Claudio Palomba, e alla sindaca di Torino, Chiara Appendino.
“Abbiamo già fatto tutte le indagini epidemiologiche – ha detto Icardi – e siamo certi che tutti i nuovi contagi sono riconducibili al focolaio lombardo. Spero questo ci permetta misure meno restrittive. In ogni caso escludo una zona rossa astigiana, perché non c’è un focolaio piemontese”.

CORONAVIRUS: CONTINUANO SBARCHI DALLA DIAMOND
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

CORONAVIRUS: CONTINUANO SBARCHI DALLA DIAMOND

Ultimo aggiornamento 28 Febbraio, 2020, 06:48:16 di Maurizio Barra

Tempo di lettura: < 1 minuto

CORONAVIRUS: CONTINUANO SBARCHI DALLA DIAMOND

CORONAVIRUS: CONTINUANO GLI SBARCHI DI MEMBRI SANI DALLA DIAMOND PRINCESS, OGGI CIRCA 100

AGGIORNAMENTO IN “MONDO” DELLE 06:48 DI VENERDì 28 FEBBRAIO 2020

CORONAVIRUS: CONTINUANO SBARCHI DALLA DIAMOND

Saranno circa 100 i membri sani dell’equipaggio ad essere sbarcati oggi dalla nave Diamond Princess, nella baia di Yokohama in Giappone. Lo ha detto il ministero della Salute nipponico spiegando che sono circa 150 le persone rimaste a bordo, la maggioranza straniere. Tra queste, il comandante italiano Gennaro Arma che sarà l’ultimo ad abbandonare la nave. I membri dell’equipaggio verranno condotti in un centro specializzato nella prefettura di Saitama, a nord di Tokyo, dove già ieri sono state trasferite le prime 91 persone sbarcate.
L’equipaggio rimarrà in osservazione per due settimane prima di essere nuovamente testato e poi eventualmente dimesso. Il ministero ha inoltre precisato che alcuni membri dell’equipaggio verranno rimpatriati nei loro paesi di origine senza visitare i centri specializzati, con il supporto dei mezzi messi a disposizione dai paesi interessati. La Diamond Princess inizialmente trasportava 3.700 passeggeri, 705 positivi al coronavirus e trasferiti nei centri medici. Home Mappa del sito

Economia tutte le notizie in tempo reale- tutta l'economia sempre approfondita ed aggiornata. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento 28 Febbraio, 2020, 04:24:09 di Maurizio Barra

Tempo di lettura: 13 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 05:58 DI GIOVEDì 27 FEBBRAIO 2020

ALLE 04:24 DI VENERDì 28 FEBBRAIO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Cambi: euro in aumento a 1,0912 dollari
Sullo yen risale a 120.17
27 febbraio 2020 05:58
– Euro in crescita in avvio di giornata: la moneta unica europea passa di mano a 1,0912 dollari (1,0882 ieri dopo la chiusura di Wall Street). La moneta unica europea guadagna invece nei confronti dello yen a 120,17.
Petrolio: prezzo in calo a 47,89 dollari
Brent ancora in calo a 52,62 dollari
27 febbraio 2020
08:08
– Il prezzo del petrolio registra un calo dell’1,72% e si attesta su 47,89 dollari al barile. I contratti sul greggio Wti perdono 84 centesimi. Il Brent è in lieve ulteriore discesa dell’1,52%% a 52,62 dollari al barile.
Oro: in rialzo a 1.647 dollari l’oncia
Guadagna lo 0,42%
27 febbraio 2020
08:38
– Quotazioni dell’oro ancora in lieve rialzo sui mercati asiatici. Oggi il lingotto con consegna immediata passa di mano a 1.647,80 dollari l’oncia, in rialzo dello 0,42%.
Borsa: Milano in forte calo (-1,87%)
Indice Ftse Mib a quota 22.994 punti. Giù anche Europa
MILANO
27 febbraio 2020
09:20
Avvio di seduta in forte calo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib cede l’1,87% a 22.994 punti. Partenza molto debole anche per tutti i
marcati azionari del Vecchio continente: Londra ha aperto con un
calo dell’1,9%, Parigi in ribasso del 2% e Francoforte del 2,3%.
Borsa: Europa apre in forte calo
Male anche l’avvio di Parigi e Francoforte
27 febbraio 2020
09:09
– Partenza molto debole per tutti i marcati azionari del Vecchio continente: Londra ha aperto con un calo dell’1,9%, Parigi in ribasso del 2% e Francoforte del 2,3%.
Gualtieri, pronti uso flessibilità conti
Su virus serve una risposta concertata a livello europeo
27 febbraio 2020
09:04
– “Noi siamo pronti a usare gli spazi di flessibilità” concessi dalle Regole di bilancio Ue in caso di eventi eccezionali come il Coronavirus.
Lo ha detto a Radio24 il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, ribadendo che serve “una risposta concertata” a livello europeo e che i conti 2019 “saranno migliori del previsto”. Gualtieri ha affermato anche che il Governo intende rispettare la tabella di marcia sul taglio dell’Irpef e “fare di più sulle partite Iva”.
Sulle Borse effetto Coronavirus, bruciati 328 miliardi
A Piazza Affari in fumo 14 miliardi
PECHINO
27 febbraio 2020
19:48
Piazza Affari chiude in forte calo. Il Ftse Mib lascia il 2,66% a 22.799 punti. L’indice è sui minimi da inizio dicembre dello scorso anno.

Milano, con l’effetto Coronavirus, manda in fumo 14 miliardi di euro a fronte di una capitalizzazione di oltre 524 miliardi di euro. Il Ftse Mib è sui minimi di dicembre dello scorso anno. Tra i peggiori Stm (-6,86%), Juve (-6,08%), Azimut (-5,20%) con le banche che lasciano sul terreno in media oltre 4 punti percentuali.

Profondo rosso per le Borse in Europa. L’effetto Coronavirus dilaga: Londra ha chiuso in calo del 3,49%, Parigi il 3,23%, Francoforte il 3,08%, Madrid il 3,44 per cento.
Lo spread Btp-Bund vola a 164 punti base da 150 di ieri, con gli investitori in fuga dal rischio e con un netto afflusso di capitali – innescato dal coronavirus – verso i titoli meno rischiosi che ha fatto scendere il rendimento del Bund, amplificando il differenziale Italia-Germania. Lo spread è ai massimi da metà gennaio, con un rendimento del Btp decennale a 1,08%.

Il coronavirus affonda Wall Street. Il Dow Jones perde il 3,00% a 26.149,44 punti, il Nasdaq cede il 3,31% a 8.678,35 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno il 2,92% a 3.025,39 punti.

Il petrolio accentua le perdite e cede a New York il 4,9% a 46,35 dollari al barile.

Pronte le norme ‘salva-stipendio’ per i dipendenti pubblici costretti a casa, o contagiati, dal Coronavirus. Nel decreto con le misure di sostegno economico che il governo si appresta a varare si preciserà che non saranno considerate assenze quelle nelle giornate di chiusura degli uffici e che non ci saranno tagli nemmeno per chi è stato in malattia o quarantena a causa del Covid-2019 (oggi nei primi dieci giorni di malattia viene corrisposta solo la retribuzione base, senza indennità). Niente tagli nemmeno in caso di ricoveri ospedalieri.

Cassa depositi e prestiti “attraverso la ‘Piattaforma imprese’ prevede di erogare a favore di PMI e Mid-cap fino a 1 miliardo di euro – a tassi calmierati”. E’ quanto si legge in una nota di Cdp in cui si elencano le misure a sostegno di imprese e P.a. di fronte all’emergenza Coronavirus. Tra queste anche slittamento delle rate dei mutui 2020 al 2021 per 8 Comuni in Lombardia e 1 in Veneto per liberare risorse per l’emergenza. In più i 2mila dipendenti del gruppo potranno donare alle comunità delle zone rosse l’equivalente di un’ora di lavoro.
Coronavirus: Gualtieri,no impatto spread
Siamo sotto livelli due mesi fa
27 febbraio 2020
09:39
– Un aumento dello spread causato dalla tensione sui conti pubblici per fronteggiare il coronavirus? “non è così. Ieri lo spread non è salito, anzi, e siamo sotto i livelli di due mesi fa. C’è stato solo un aumento all’inizio, ma siamo ancora molto al di sotto dei livelli di novembre e dicembre”.
Così il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri. “A breve usciranno i numeri, i dati della finanza pubblica sono buoni, migliori delle nostre previsioni” e l’emergenza del virus “non ci costringerà a mettere in discussione l’equilibrio della finanza pubblica”.
Fiducia pre-emergenza virus,giù famiglie
Istat,segnali febbraio eterogenei. Dati precedenti casi italiani
27 febbraio 2020
10:16
A febbraio l’indice del clima di fiducia dei consumatori scende rispetto a gennaio (da 111,8 a 111,4) invece per le imprese si registra un aumento (da 99,2 a 99,8). Lo rileva l’Istat, specificando che l’indagine si è conclusa prima che emergessero i primi casi di italiani contagiati da Coronavirus sul territorio nazionale. L’Istituto, nel commento ai dati, parla di “segnali eterogenei”: torna a peggiorare l’umore delle famiglie mentre le aziende recuperano un po’ di ottimismo, anche se l’indicatore resta sotto la soglia 100.
A.Mittal: Melucci a Conte,stop emissioni
Sindaco Taranto, imminenti iniziative contro danni a salute
TARANTO
27 febbraio 2020
12:48
– Il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, ha scritto al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, annunciando “imminenti iniziative amministrative volte ad obbligare il gestore” dell’ex Ilva “ad una condotta più appropriata o, in difetto, al fermo dell’attività produttiva del sito di Taranto”. Melucci motiva la sua decisione in relazione a “rilevanti fenomeni emissivi” che “stanno recando alla salute pubblica”. Melucci rileva poi “l’inefficacia delle trattative con il gruppo ArcelorMittal e l’atteggiamento di quest’ultimo nei confronti degli impianti e della città tutta, partendo dall’urgenza e contingibilità dei pregiudizi” arrecati dalle emissioni.
Lavoro: per le donne sempre più precario e part-time
Istat, guadagni del 25% inferiori a quelli degli uomini
26 febbraio 2020
19:42
– E’ un’occupazione sempre più precaria e sempre meno impegnativa, e quindi anche meno retribuita, quella che il mondo del lavoro riserva alle donne in Italia.
Secondo la fotografia scattata dall’Istat, portata all’attenzione della Commissione lavoro della Camera, precarietà, minore accesso alle figure apicali, crescita del part time involontario e della ‘sovraistruzione’ sono le caratteristiche del lavoro femminile nel nostro Paese.
Le donne che lavorano a tempo determinato sono nella media dei primi tre trimestri 2019 il 17,3% e quelle in part time sono ormai un terzo, il 32,8% contro l’8,7% degli uomini. Ma l’aspetto peggiore è che il part time “non è cresciuto come strumento di conciliazione dei tempi di vita, ma nella sua componente involontaria” che ha superato il 60% del totale contro il 34,9 dello stesso periodo del 2007. Il lavoro a tempo parziale sta insomma diventando “sempre più uno strumento utilizzato per la flessibilità dal lato delle imprese piuttosto che dal lato delle persone e delle loro esigenze”.
La scarsa qualità delle tipologie di lavoro riservate alle donne si riflette anche sulle retribuzioni. Stando ai dati del 2017, evidenziati da Linda Laura Sabbadini, responsabile della Direzione delle statistiche sociali e demografiche dell’Istituto, i redditi complessivi guadagnati dalle donne sono in media del 25% inferiori a quelli degli uomini (15.373 euro rispetto a 20.453 euro). Il divario di genere è più basso per i redditi dei dipendenti: il 24% contro il 30% nel caso di occupazione autonoma.
I numeri non sono lusinghieri nemmeno se si guarda più in generale al tasso di occupazione: dal 1977 al 2018 il divario di genere è così diminuito da 41 punti a 18 rimanendo però tra i più alti di Europa, quasi doppio rispetto alla media europea di 10 punti. E nel Mezzogiorno due anni fa risultava occupato solo il 32,2% delle donne tra i 15 e i 64 anni (contro il 59,7% nel Nord), un valore inferiore alla media nazionale delle donne nel 1977 (33,5%). VAI A TUTTE LE NOTIZIE DAL MONDO VAI ALLA CRONACA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

AMittal: ‘via emissioni in 30 gg o stop’
Sindaco di Taranto ha firmato ordinanza urgente
TARANTO
27 febbraio 2020
14:23
– Il sindaco di Taranto ha firmato un’ordinanza con la quale intima ad ArcelorMittal e ad Ilva in As di individuare gli impianti interessati dai fenomeni emissivi che si continuano a registrare “eliminando gli eventuali elementi di criticità e le relative anomalie entro 30 giorni”.
Qualora “siano state individuate le sezioni di impianto oggetto di anomalie” e “non siano state risolte le criticità riscontrate”, ordina “di avviare e portare a completamento le procedure di sospensione/fermata delle attività”.
Nel caso non si risolvano le criticità nei tempi indicati, il sindaco Rinaldo Melucci ordina ad ArcelorMittal ed Ilva in As, ciascuna per sua competenza e responsabilità, “di avviare e portare a completamento, nei tempi tecnici strettamente necessari a garantirne la sicurezza, e comunque non oltre 60 giorni dal presente provvedimento, le procedure di fermata dei seguenti impianti: Altiforni, Cokerie, Agglomerazione, Acciaierie”.
Petrolio: tonfo a Ny,-3,9% a 46,7dollari
Pesano i timori per il coronavirus
NEW YORK
27 febbraio 2020
15:22
– Tonfo del petrolio a New York, dove le quotazioni perdono il 3,9% a 46,72 dollari al barile affondate dai timori sul coronavirus.
Lavoro: Italia 14esima Ue per gender gap
E’ quattro punti sotto media Europa
27 febbraio 2020
15:42
– Nel Gender Equality Index 2019 curato dall’Istituto europeo per l’uguaglianza di genere l’Italia si colloca, con 63 punti su 100, al 14 esimo posto nell’Unione. Ma il punteggio italiano, che risulta 4,4 punti sotto la media europea, è comunque salito di 3,8 punti tra il 2005 e il 2017. E’ quanto ha spiegato il Cnel nel corso di un’audizione alla Camera alla Commissione Lavoro della Camera, nell’ambito dell’esame delle proposte di legge sulle modifiche al codice delle pari opportunità tra uomo e donna.
Secondo l’Indice l’Italia registra la migliore performance di parità nel campo “salute” (88,7 punti). Male invece le voci “lavoro” (63,1 punti) e “raggiungimento di posizioni di vertice nella società” (47,6 punti). Nel settore “conoscenza” invece si registra, nei 12 anni presi in esame, una crescita di 7,1 punti.
Borsa: Milano chiude a -2,66%
Piazza Affari brucia 14 miliardi, spread Btp-Bund sopra 160
MILANO
27 febbraio 2020
18:31
– Piazza Affari chiude in forte calo.
Il Ftse Mib lascia il 2,66% a 22.799 punti. L’indice è sui minimi da inizio dicembre dello scorso anno. Piazza Affari, con l’effetto Coronavirus, manda in fumo 14 miliardi di euro a fronte di una capitalizzazione di oltre 524 miliardi di euro. Il Ftse Mib è sui minimi di dicembre dello scorso anno. Tra i peggiori Stm (-6,86%), Juve (-6,08%), Azimut (-5,20%) con le banche che lasciano sul terreno in media oltre 4 punti percentuali.
Lo spread tra Btp e Bund chiude sopra la soglia dei 160 punti base, a 161,7, contro i 150 della chiusura di ieri. Nel corso della seduta il differenziale si è ampliato fino a 166 punti base, livelli già riagganciati a gennaio scorso. Il rendimento del titolo decennale italiano risale all’1,07%.
Borsa: Europa chiude in profondo rosso
Bruciati 328 miliardi di euro, la peggiore Londra (-3,49%)
27 febbraio 2020
18:34
– Profondo rosso per le Borse in Europa. L’effetto Coronavirus dilaga: Londra ha chiuso in calo del 3,49%, Parigi il 3,23%, Francoforte il 3,08%, Madrid il 3,44 per cento. L’indice Euro stoxx 600, dove sono riuniti i principali gruppi quotati del Vecchio Continente, in calo del 3,75%, che corrisponde a 328 miliardi di euro andati in fumo.
Tonfo delle borse, aleggia lo spettro della crisi 2008
L’Europa brucia 328 miliardi. Giovedì nero a Wall Street, i listini perdono oltre il 4%
NEW YORK
27 febbraio 2020
23:16
Nuovo tonfo delle borse mondiali.  Avviandosi verso la settimana peggiore dal 2011, l’Europa chiude in profondo rosso e vede svanire 328 miliardi. Milano perde il 2,66%, scivola ai minimi da dicembre e brucia 14 miliardi. Male Londra e Parigi, che accusano perdite superiori al 3%. Affonda anche Wall Street, impegnata in una corsa senza freni verso i suoi sette giorni peggiori dalla crisi finanziaria. I listini americani chiudono con perdite oltre il 4% in quello che alcuni osservatori definiscono un nuovo “bagno di sangue” con gli indici in “caduta libera”. Il giovedì è stato particolarmente nero per il Dow Jones e lo S&P 500 che hanno accusato le perdite maggiori della storia in termini di punti. Crollano anche il petrolio, che aggiorna i minimi degli ultimi 13 mesi perdendo il 3,9%, e i rendimenti dei Treasury: scendono ai nuovi minimi storici con la fuga degli investitori verso i beni rifugio.
Patuanelli, prime misure per le imprese delle zone rosse
Accesso automatico fondo Pmi. In secondo pacchetto indennità
27 febbraio 2020
17:09
Il Ministero dello sviluppo economico è pronto ad attuare a breve un “set d’interventi” per le imprese nei comuni colpiti dal coronavirus. Lo annuncia il ministro Stefano Patuanelli su Facebook elencando il primo pacchetto di norme. Si va dal potenziamo del fondo per le Pmi (che viene portato da circa 600 a 750 milioni di euro, con priorità automatica e accesso senza oneri alle imprese nella zona rossa) allo stop dei pagamenti di premi assicurativi, bollette di gas, luce e acqua e rate dei mutui bancari (in accordo con l’Abi).
Inoltre, annuncia il ministro, “con il ministero dell’Economia e delle Finanze si stanno valutando le indennità per danno diretto e indiretto, che attueremo con un secondo pacchetto più ampio assieme ad altre misure”.
L’elenco in dettaglio delle misure in preparazione arriva nel giorno in cui imprese e sindacati lanciano insieme un appello a superare l’emergenza, tornando “rapidamente” alla normalità.
Coronavirus, appello imprese-sindacati
Lavorare insieme, superare questa fase con rapidità e efficacia
27 febbraio 2020
17:08
Da banche, imprese e sindacati un appello congiunto a lavorare tutti, insieme, “per consentire al nostro Paese di superare questa fase in maniera rapida ed efficace”. “Dopo i primi giorni di emergenza, è ora importante valutare con equilibrio la situazione per procedere a una rapida normalizzazione, consentendo di riavviare tutte le attività ora bloccate”, scrivono Abi, Coldiretti, Confagricoltura, Confapi, Confindustria, Alleanza Cooperative, Rete Imprese Italia (Casartigiani, CNA, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti), Cgil, Cisl, Uil.
Prometeia,Italia in recessione,Pil -0,3%
Calo nel primo trimestre e analogo anche in media 2020
27 febbraio 2020
14:06
Il primo trimestre 2020 registrerà una contrazione del Pil dello 0,3% portando l’Italia in recessione tecnica (due trimestri consecutivi di segno meno), “la quarta recessione dal 2009”. E’ lo scenario “molto probabile” delineato da Prometeia in un rapporto aggiornato dopo lo scoppio dei casi di coronavirus in Nord Italia, “pur assumendo che si mettano in atto politiche di sostegno alle imprese in difficoltà e che la situazione tenda a normalizzarsi entro metà marzo”. Prometeia prevede “una caduta del Pil di analogo ammontare nella media d’anno”.
Coronavirus, Microsoft abbassa stime su ricavi
‘Su Windows e Surface un impatto più negativo del previsto’
27 febbraio 2020
09:50
– Microsoft ha corretto al ribasso le stime sui ricavi per il trimestre in corso, a causa dell’epidemia di coronavirus sulla divisione More Personal Computing, che comprende il sistema operativo Windows, il motore di ricerca Bing e i prodotti hardware come i computer Surface e la console Xbox. Lo ha comunicato l’azienda in una nota, spiegando che Windows e Surface stanno subendo “un impatto negativo maggiore di quanto previsto in precedenza”.
Il 29 gennaio scorso, Microsoft aveva stimato tra 10,75 e 11,15 miliardi i ricavi della divisione per i primi tre mesi del 2020, con una “forbice più ampia del normale per riflettere l’incertezza collegata alla situazione sanitaria in Cina”, si legge nella nota. “Anche se assistiamo a una forte domanda di Windows, in linea con le nostre aspettative, la catena di approvvigionamento sta tornando alle normali operazioni a un ritmo più lento di quanto precedentemente previsto”. Per questo, “non ci aspettiamo di soddisfare le nostre previsioni” per il trimestre in corso.
Mittal: sciolti nodi accordo, firme prima di udienza
Sindaco Taranto, via emissioni in 30 giorni o stop delle attività
27 febbraio 2020
19:46
Chi ha lavorato in questi mesi sul fronte giudiziario della causa civile aperta a Milano parla di una vicenda “in via di soluzione”, che si chiuderà con l’accordo tra ArcelorMittal e i commissari dell’ex Ilva. “Un’intesa su tutto”, compresi gli ultimi nodi sciolti, come è stata definita, che prevede la modifica del contratto di affitto e acquisizione per rinnovare il polo siderurgico con base a Taranto e la cancellazione del procedimento avviato davanti al Tribunale milanese. Tanto che in mattinata da fonti legali si era saputo che le firme sugli atti – ossia, da un lato, sull’accordo di modifica del contratto, il cosiddetto ‘addendum’, dall’altro sul documento con cui si chiude il contenzioso civile – sarebbero state apposte già domani, termine stabilito il 7 febbraio scorso, data dell’ultima udienza, dalle due parti come limite per la negoziazione, che va avanti da fine dicembre. Fonti del Ministero dello Sviluppo economico, tuttavia, hanno fatto sapere che non è prevista alcuna firma in settimana. La formalizzazione dell’intesa, dunque, salvo ulteriori rinvii e improvvisi ripensamenti dell’ultimo minuto, dovrebbe arrivare a questo punto settimana prossima e comunque entro il 6 marzo, data della prossima udienza.

Il sindaco di Taranto ha firmato un’ordinanza con la quale intima ad ArcelorMittal e ad Ilva in As di individuare gli impianti interessati dai fenomeni emissivi che si continuano a registrare “eliminando gli eventuali elementi di criticità e le relative anomalie entro 30 giorni”. Qualora “siano state individuate le sezioni di impianto oggetto di anomalie” e “non siano state risolte le criticità riscontrate”, ordina “di avviare e portare a completamento le procedure di sospensione/fermata delle attività”.
Alitalia: chiesta cigs per 3.960, anche per coronavirus
I sindacati: ‘Respingiamo questa ipotesi. Intervenga il governo’
27 febbraio 2020
20:48
Una nuova procedura di cassa integrazione straordinaria per quasi 4 mila dipendenti Alitalia che tiene conto anche dell’emergenza coronavirus. L’azienda ha chiesto altri sette mesi di cigs, dal 24 marzo al 31 ottobre, per complessivi 3.960 dipendenti.
Si tratta di 1.175 persone (di cui 70 comandanti 95 piloti e 340 assistenti di volo e 670 del personale di terra), cui vanno ad aggiungersi altri 2.785 per imprevisti legati all’emergenza coronavirus: 143 comandanti, 182 piloti, 780 assistenti di volo, 1680 personale di terra. Numeri che saranno comunque oggetto di trattativa.
“Respingiamo ogni ipotesi di cassa integrazione per circa 4 mila lavoratori”, afferma il segretario nazionale della Filt Cgil Fabrizio Cuscito sulla richiesta di Alitalia per il rinnovo della cigs in scadenza il 23 marzo, sottolineando che “se ai numeri Alitalia, assolutamente inaccettabili e immotivati nonostante il coronavirus, si aggiungono i circa 1500 dipendenti di Air Italy in liquidazione, sono 5500 i lavoratori che rischiano il posto di lavoro nel trasporto aereo italiano in meno di un mese”.
“Alla luce di questa situazione – chiede il dirigente nazionale della Filt Cgil – serve un intervento immediato dei ministeri dello sviluppo economico, delle infrastrutture e trasporti e del lavoro per il rifinanziamento Fondo di solidarietà del trasporto aereo e per un intervento strutturale sulla situazione del settore, in particolare per la risoluzione delle crisi delle due principali compagnie aeree del paese. Dove è finito il tanto sbandierato rilancio?”.
“Lo sciopero generale del settore del prossimo 2 aprile – conclude – è confermato e sarà il primo di una lunga serie, se non si mette mano a un piano di investimenti ed alla regolazione del settore penalizzato anche dalla vicenda legata al coronavirus. Occorre un’assunzione di responsabilità da parte del Governo che da troppi anni è assente nelle politiche industriali del trasporto aereo e anzi ha lasciato, nonostante le nostre innumerevoli denunce, che un patrimonio così importante per il Paese piombasse nel caos e nella totale destrutturazione di tutto il tessuto del lavoro”.
Borsa Tokyo, apertura in calo (-2,99%)
Nikkei perde ulteriore terreno dopo crollo Wall Street
TOKYO
28 febbraio 2020
01:23
– La Borsa di Tokyo apre l’ultima seduta della settimana in netto ribasso dopo il maggior calo giornaliero di sempre registrato a Wall Street durante la notte, a causa dei crescenti timori tra gli investitori di una diffusione del coronavirus, e l’incapacità delle autorità di contenerlo. Il Nikkei cede quasi il 3% a quota 21.310,15, con una perdita di oltre 600 punti. Sul mercato dei cambi lo yen continua ad apprezzarsi sul dollaro a 109,50, e sull’euro a 120,50.
Borsa Shanghai apre -2,2%, Shenzhen-3,3%
Pesano i timori con la rapida diffusione del coronavirus
PECHINO
28 febbraio 2020
03:02
– Pesante avvio per le Borse cinesi a causa dei timori legati alla rapida diffusione del contagio fuori dalla Cina: l’indice Composite di Shanghai segna nelle primissime battute un tonfo del 2,23%, a 2.924,64 punti, mentre quello di Shenzhen, perde il 3,34%, a quota 1.831,82.
Borsa: Hong Kong apre a -1,98%
Timori sulla tenuta dell’economia
PECHINO
28 febbraio 2020
03:21
– La Borsa di Hong Kong apre la seduta con una brusca correzione scontando la rapida diffusione del coronavirus fuori dalla Cina, con conseguenti timori sulla tenuta dell’economia: l’indice Hang Seng segna nelle prime battute un tonfo dell’1,98, a 26.249,06 punti.
Borsa di Tokyo in caduta libera (-3,48%)
Nikkei cede oltre 750 punti dopo crollo a Wall Street
TOKYO
28 febbraio 2020
03:48
– La Borsa di Tokyo cede ulteriore terreno al termine della sessione mattutina con gli investitori sempre più allarmati per un’espansione su scala globale del coronavirus, e dopo il maggior calo giornaliero di sempre registrato a Wall Street.
L’indice di riferimento Nikkei arretra del 3,48% a quota 21.184,77, con una perdita di oltre 760 punti.

Cronaca tutte le notizie in tempo reale- sempre aggiornate. SEGUI, LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento 28 Febbraio, 2020, 03:21:10 di Maurizio Barra

Tempo di lettura: 2 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 20:13 DI GIOVEDì 27 FEBBRAIO 2020

ALLE 03:21 DI VENERDì 28 FEBBRAIO 2020

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Su impalcatura per reddito, uomo è sceso
Pistoia, accompagnato in ospedale e poi portato in questura
PISTOIA
27 febbraio 2020 20:13
– E’ sceso stasera, di propria volontà, dalle impalcature della torre nel centro di Pistoia sulle quali era salito stamani l’uomo che protestava perché gli è stato tolto il reddito di cittadinanza, a cui ritiene avere diritto. Appena sceso è stato portato in ospedale per accertamenti medici, dopodiché è stato trasferito in questura per gli atti di competenza, che saranno trasmessi all’autorità giudiziaria. I reati ipotizzati sono violazione di domicilio, procurato allarme e interruzione di pubblico servizio. La decisione di scendere dalle impalcature è stata determinata sia dalle avverse condizioni meteo, sia dall’appello di un consigliere comunale del M5s che ha dato la sua disponibilità ad interessarsi della vicenda.
Alitalia: chiesta cigs per 3.960, anche per coronavirus
I sindacati: ‘Respingiamo questa ipotesi. Intervenga il governo’
27 febbraio 2020
20:38
Una nuova procedura di cassa integrazione straordinaria per quasi 4 mila dipendenti Alitalia che tiene conto anche dell’emergenza coronavirus. L’azienda ha chiesto altri sette mesi di cigs, dal 24 marzo al 31 ottobre, per complessivi 3.960 dipendenti.
Si tratta di 1.175 persone (di cui 70 comandanti 95 piloti e 340 assistenti di volo e 670 del personale di terra), cui vanno ad aggiungersi altri 2.785 per imprevisti legati all’emergenza coronavirus: 143 comandanti, 182 piloti, 780 assistenti di volo, 1680 personale di terra. Numeri che saranno comunque oggetto di trattativa.
“Respingiamo ogni ipotesi di cassa integrazione per circa 4 mila lavoratori”, afferma il segretario nazionale della Filt Cgil Fabrizio Cuscito sulla richiesta di Alitalia per il rinnovo della cigs in scadenza il 23 marzo, sottolineando che “se ai numeri Alitalia, assolutamente inaccettabili e immotivati nonostante il coronavirus, si aggiungono i circa 1500 dipendenti di Air Italy in liquidazione, sono 5500 i lavoratori che rischiano il posto di lavoro nel trasporto aereo italiano in meno di un mese”.
“Alla luce di questa situazione – chiede il dirigente nazionale della Filt Cgil – serve un intervento immediato dei ministeri dello sviluppo economico, delle infrastrutture e trasporti e del lavoro per il rifinanziamento Fondo di solidarietà del trasporto aereo e per un intervento strutturale sulla situazione del settore, in particolare per la risoluzione delle crisi delle due principali compagnie aeree del paese. Dove è finito il tanto sbandierato rilancio?”.
“Lo sciopero generale del settore del prossimo 2 aprile – conclude – è confermato e sarà il primo di una lunga serie, se non si mette mano a un piano di investimenti ed alla regolazione del settore penalizzato anche dalla vicenda legata al coronavirus. Occorre un’assunzione di responsabilità da parte del Governo che da troppi anni è assente nelle politiche industriali del trasporto aereo e anzi ha lasciato, nonostante le nostre innumerevoli denunce, che un patrimonio così importante per il Paese piombasse nel caos e nella totale destrutturazione di tutto il tessuto del lavoro”. VAI A TUTTE LE NOTIZIE INTERNAZIONALI