Mondo tutte le notizie in tempo reale! INFORMATI SEGUILE LEGGILE E CONDIVIDILE!
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 68 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:57 DI LUNEDì 01 MARZO 2021

ALLE 05:43 DI MERCOLEDì 03 MARZO 2021

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Iran respinge accusa Israele su attacco nave
Teheran: ‘Netanyahu è la fonte meno credibile che ci sia’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
09:57
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Iran respinge “fermamente l’accusa” del premier israeliano Benyamin Netanyahu di aver attaccato la scorsa settimana la nave di proprietà israeliana Helios Ray nel golfo di Oman. “La fonte di questa accusa è la meno credibile che ci sia, e questo ne prova la mancanza di validità”, ha dichiarato il portavoce del ministero degli Esteri di Teheran, Saeed Khatibzadeh.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Fukushima: Tepco completa rimozione combustibile nucleare
Dopo il reattore numero 3, va avanti processo bonifica centrale
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
01 marzo 2021
10:18
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’operatore della centrale di Fukushima, la Tokyo Electric Power (Tepco), ha reso noto di aver completato la rimozione delle barre di combustibile nucleare dalle vasche di contenimento del reattore numero 3, prima di effettuare il trasporto dei materiali in un luogo sicuro del sito. La notizia comunicata ieri giunge a dieci giorni dal decimo anniversario della catastrofe dell’11 marzo 2011, mentre vanno avanti senza sosta le operazioni di bonifica del complesso.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Si tratta della prima volta che una piscina di stoccaggio di uno degli edifici danneggiati viene interamente svuotata, ha detto la Tepco, spiegando che tutte le procedure di rimozione sono state condotte tramite controllo remoto, considerati gli eccessivi livelli delle radiazioni ancora presenti. L’operazione era iniziata nell’aprile 2019, con oltre quattro anni di ritardo rispetto al previsto, per via dei prolungati interventi necessari a eliminare i detriti e le sostanze radioattive create dall’esplosione di idrogeno all’interno dell’impianto. Cinque anni prima, nel dicembre 2014, Tepco aveva completato i lavori di bonifica del reattore numero 4, l’unico a non aver subito un meltdown in quanto spento per lavori di manutenzione. In base alle ultime rilevazioni, gli altri due reattori, il numero 1 e il numero 2, contengono circa mille unità di combustibile esausto nelle piscine di stoccaggio, e la loro rimozione dovrebbe iniziare non prima dell’anno fiscale 2024. Oltre alle barre esaurite, all’interno dei reattori 1, 2 e 3 rimangono ancora tra le 800 e le 900 tonnellate di combustibile fuso, il quale dovrà essere ‘neutralizzato’ e rimosso per completare la messa in sicurezza della centrale. Un lavoro che si stima richiederà decenni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Hong Kong: Cina a Usa, arresto 47 attivisti atto legittimo
Pechino contro critiche Usa, ‘nessuno è al di sopra della legge’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
01 marzo 2021
10:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina è “un Paese governato dalla legge e la società di Hong Kong è governata dalla legge, nessuno può essere al di sopra della legge”. Commentando le dichiarazioni di condanna del segretario di Stato Usa Antony Blinken sulla detenzione e le accuse di sovversione contro 47 figure di primo piano del fronte pro-democrazia dell’ex colonia britannica, il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin ha affermato che “l’arresto e l’accusa da parte della polizia di Hong Kong sono atti legittimi”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Armenia: manifestanti irrompono in edificio governativo
Chiedono le dimissioni del premier.Lo riporta l’agenzia Interfax
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
01 marzo 2021
10:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Diverse decine di persone hanno fatto irruzione in uno degli edifici del complesso governativo a Yerevan, capitale dell’Armenia, chiedendo le dimissioni del premier Nikol Pashinyan: lo riporta l’agenzia di stampa Interfax, secondo cui l’irruzione è avvenuta durante una manifestazione del ramo giovanile del partito d’opposizione Dashnaktsutyun.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Gb ora è caccia alla variante brasiliana
Vaccini e lockdown abbattono quella inglese ma c’è nuovo allarme
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
01 marzo 2021
11:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Riportata sotto controllo la cosiddetta variante inglese del Covid (meno 40% di nuovi contagi nell’ultima settimana grazie al terzo lockdown nazionale e alle oltre 20 milioni di persone vaccinate sull’isola almeno con la prima dose), il Regno Unito rialza la guardia contro una nuova minaccia: quella della ‘variante brasiliana’, che si teme possa essere ancor più aggressiva e contro la cui diffusione è meno certa l’efficacia dei vaccini al momento disponibili.
I casi tracciati nelle ultime ore sono in effetti solo 6 a livello nazionale (3 identificati in in Inghilterra, altri 3 – separatamente – in Scozia), ma le autorità sanitarie e di governo britanniche hanno lanciato l’allarme definendo la comparsa di questa mutazione “preoccupante”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Matt Hancock, ministro della Sanità di Boris Johnson, ha convocato una riunione parlamentare per un aggiornamento immediato, mentre medici e scienziati sono a caccia dell’origine di questi mini focolai e di ulteriori contagi. Preoccupa in particolare uno dei sei casi, riconducibile a un viaggiatore di rientro nel Regno che sarebbe sfuggito alla stretta sui confini imposta di recente nascondendo il Paese di provenienza nel formulario obbligatorio ed evitando così la quarantena sorvegliata in hotel: cautela vincolante dal 15 febbraio per chiunque arrivi sull’isola da una lista rossa di 33 nazioni più a rischio d’importazione della varianti brasiliana o sudafricana. Un obbligo che l’opposizione laburista chiede al governo Tory di estendere a chi viaggia da qualunque Stato al mondo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Von der Leyen, questo mese proposta per i pass verdi Covid
Rispetteremo la protezione dei dati
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
01 marzo 2021
12:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Questo mese presenteremo una proposta legislativa per il pass verde digitale. L’obiettivo è certificare che le persone sono state vaccinate, i risultati dei test di quanti non si sono potuti immunizzare, e informazioni sulla ripresa dal covid.
Rispetterò la protezione dei dati, la sicurezza e la privacy”. Così la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, su Twitter.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Brasile segna peggiore settimana da inizio pandemia
Media di 1.208 morti al giorno. Oltre 258 mila le vittime totali
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRASILIA
01 marzo 2021
12:32
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Quella appena passata per il Brasile è stata la peggiore settimana dall’inizio della pandemia di coronavirus, con una media di 1.208 morti al giorno: è quanto emerge dai dati delle segreterie statali alla Salute, secondo cui il bilancio complessivo finora nel gigante sudamericano è di 258.018 vittime.
Nelle ultime 24 ore sono stati segnalati 755 nuovi decessi e la media mobile, che considera la media degli ultimi 7 giorni, è stata di 1.208, la più alta dal primo caso ufficiale registrato, il 26 febbraio 2020.

Ieri è stato anche il secondo giorno consecutivo in cui è stato battuto il record della media mobile, confermando il picco della crisi sanitaria nel Paese.
Allo stesso tempo, nelle ultime 24 ore ci sono stati 40.495 contagiati e il totale accumulato è di 10.549.129, con una media giornaliera di 54.547 casi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Birmania: la protesta torna in piazza, barricate a Yangon
Dopo la domenica di sanguinosa repressione con almeno 18 morti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
13:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La protesta anti-golpe e per il ritorno alla democrazia è tornata oggi a sfidare i militari nelle piazze in varie città della Birmania, il giorno dopo la sanguinosa repressione che ha lasciato sul terreno almeno 18 manifestanti. Alcuni media internazionali parlano di barricate ricostruite a Yangon con impalcature di bambù, cassonetti e pneumatici.
Video che circolano sui media e sui social mostrano manifestanti in marcia nella città sud-occidentale di Dawei.
L’attivista per i diritti umani Thinzar Shunlei Yi, citato dalla Cnn, afferma che “il bagno di sangue ha solo reso la protesta più forte e più determinata che mai, ed è stata quindi controproducente” per il regime militare.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: bloccato ‘ballo terza età’ con 190 anziani a S.Paolo
Blitz degli ispettori: la festa stava violando il coprifuoco
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
13:34
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Brasile, ispettori della sorveglianza sanitaria hanno interrotto la notte scorsa un ‘ballo della terza età’, con più di 190 anziani a Penha, quartiere nella Zona Est della megalopoli di San Paolo.
La festa ha violato il coprifuoco adottato dal governo di San Paolo da venerdì scorso, con l’obiettivo di limitare la circolazione delle persone dalle 23 alle 5 per contenere la diffusione dei contagi da coronavirus.

Secondo la segreteria alla Salute statale, l’operazione di controllo del rispetto delle restrizioni nello Stato di San Paolo, il più colpito dalla pandemia per numero di morti e di contagi, ha già portato all’applicazione di multe in almeno 46 locali nella capitale, tra la notte di venerdì e l’alba di questa domenica.
Sempre ieri gli ispettori hanno interrotto una festa con circa 500 persone in una discoteca su Avenida Santa Marina, nella Zona Nord di San Paolo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Navalny: Mosca, risponderemo alle sanzioni Ue
Lo ha detto il vice ministro degli Esteri russo Grushko
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
01 marzo 2021
13:41
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Russia risponderà alle nuove sanzioni personali Ue per il caso dell’oppositore Alexey Navalny: lo ha detto ai giornalisti il vice ministro degli Esteri russo, Aleksandr Grushko, ripreso dall’agenzia Ria Novosti. “Certamente da parte nostra ci sarà una reazione”, ha detto Grushko, aggiungendo allo stesso tempo che al momento non ha senso provare a “indovinare sui fondi del caffè”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Iran: Aiea, ispezioni nucleari non siano moneta di scambio
Appello all’avvio del summit su Teheran: ‘Preservare controlli’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ISTANBUL
01 marzo 2021
13:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le ispezioni sul programma nucleare iraniano non devono diventare una “moneta di scambio nei negoziati” per il rilancio dell’accordo del 2015 e il ritorno degli Usa all’intesa. Lo ha detto il direttore generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea), Rafael Grossi, all’avvio della riunione trimestrale del Consiglio dei governatori dell’ente, che discuterà le nuove limitazioni ai controlli imposte da Teheran.
“Il lavoro ispettivo dell’Aiea deve essere preservato”, è l’appello di Grossi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ue, Ema snellirà procedure vaccini per renderle più veloci
Kyriakides:’Nei prossimi mesi nuovi accordi acquisto anticipato’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
01 marzo 2021
14:18
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Agenzia europea per il farmaco (Ema) “snellirà le procedure per renderle il più veloci possibile e lavoreremo con la nostra task force industriale insieme al Commissario Breton per aumentare la produzione.
Grazie a questo puntiamo ad avere nei prossimi mesi accordi di acquisto anticipato nuovi o adeguati per le varianti dei vaccini”.
Così la commissaria europea alla Salute, Stella Kyriakides, alla videoconferenza dei ministri Ue.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ue,presto più consegne, prepararsi a vaccinazioni di massa
Kyriakides, nessun vaccino resti inutilizzato
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
01 marzo 2021
14:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Le consegne” dei vaccini “aumenteranno nei prossimi mesi, in linea con i nostri accordi.
È essenziale essere preparati per le vaccinazioni di massa, per far fronte al crescente ritmo delle consegne.
Dobbiamo continuare a vaccinare il più rapidamente possibile, specialmente di fronte alle nuove varianti”. Così la commissaria europea alla Salute, Stella Kyriakides, alla videoconferenza dei ministri dell’Ue. “È fondamentale che non vi sia alcun intervallo tra le dosi” di vaccino “consegnate e le dosi somministrate e che nessun vaccino sia inutilizzato”, ha avvertito.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Argentina estende al 12/3 stop a ingresso stranieri
Sospensione voli da GB e riduzioni da Usa, Brasile e Europa
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BUENOS AIRES
01 marzo 2021
14:26
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il governo argentino ha esteso fino al 12 marzo, nell’ambito delle misure adottate per contrastare la pandemia da Covid-19, le limitazioni introdotte per l’ingresso sul suo territorio nazionale, che riguardano fra l’altro una forte riduzione del traffico aereo.
La Direzione nazionale delle migrazioni sottolinea nel suo portale che “l’ingresso di stranieri sul territorio nazionale è proibito, salvo che la Direzione stessa autorizzi in modo specifico casi di riunificazione di famiglie, lavoro, salute e ragioni umanitarie”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nello stesso tempo si ricorda che “le uniche vie d’accesso riguardano l’aeroporto internazionale di Ezeiza e il terminal Buquebus nel porto di Buenos Aires, dato che le frontiere terrestri permangono chiuse, con eccezione del transito per il commercio internazionale”.
La proroga delle misure per gli arrivi e le partenze dal Paese implicano “la sospensione totale dei voli da e per Gran Bretagna e Irlanda del Nord, oltre alle raccomandazioni per i cittadini argentini ed i residenti stranieri, in particolare per gli over 60 e per le persone che appartengono ai gruppi di rischio, di ritardare i viaggi non essenziali all’estero”. Si conferma inoltre, come già stabilito in febbraio, “la riduzione della frequenza dei voli del 30% con gli Stati Uniti, il Messico e l’Europa, e del 50% con il Brasile”.
Le regole per l’ingresso in Argentina in questo periodo prevedono la compilazione di una Dichiarazione giurata (48 ore prima della partenza), allegando un test molecolare (PCR) fatto 72 ore prima del viaggio e la realizzazione all’arrivo di una quarantena di sette giorni.
Gli stranieri autorizzati, si dice infine, dovranno presentare anche un’assicurazione medica che copra il Covid-19.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Onu chiede inchiesta e il rilascio immediato di Navalny
Esperti chiedono un’indagine internazionale sull’avvelenamento
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
GINEVRA
01 marzo 2021
14:40
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli esperti delle Nazioni Unite chiedono un’indagine internazionale sull’avvelenamento di Alexey Navalny e il “rilascio immediato” del dissidente russo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ue,il 17 marzo proposta pass Covid per tornare a viaggiare
Schinas: ‘Per una riapertura comune sicura’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
01 marzo 2021
14:46
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Il 17 marzo la Commissione europea presenterà un pacchetto” con il pass verde Covid “che si concentrerà sui viaggi e la revoca delle restrizioni, per una riapertura comune sicura”. Lo ha detto il vicepresidente dell’Esecutivo comunitario, Margaritis Schinas, alla conferenza stampa al termine della videoconferenza dei ministri della Salute Ue.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Gb, su passaporto vaccinale ci coordineremo con Ue
Lo dice Downing Street
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
01 marzo 2021
14:46
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ipotesi di un passaporto vaccinale destinato a facilitare certe attività per chi sia già immunizzato dal Covid resta al momento sul tavolo del governo britannico di Boris Johnson solo come una possibilità da valutare e sarà oggetto di discussioni coordinate con l’Ue prima di qualunque decisione. Lo ha precisato oggi un portavoce di Downing Street ai giornalisti.

“Stiamo approfondendo la questione”, ha ripetuto il portavoce dopo la recentissima apertura di un cauto spiraglio da parte di Johnson, il cui governo aveva inizialmente mostrato scetticismo su un’ipotesi poco in linea con la tradizione liberale del Regno.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gb: controlli al cuore, principe Filippo trasferito
In un altro ospedale di Londra. Cresce la preoccupazione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
01 marzo 2021
14:58
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cresce l’allarme per le condizioni del 99enne principe Filippo, consorte della regina Elisabetta II. Il duca di Edimburgo è stato infatti trasferito nelle ultime ore dalla clinica in cui si trovava da quasi due settimane per una non meglio precisata infezione in un altro ospedale di Londra, il St Bartholomew’s Hospital, dove viene sottoposto a esami cardiaci per una “condizione pre esistente”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Lo riferisce oggi Buckingham Palace.
Il bollettino di aggiornamento di Buckingham Palace sulla salute di Filippo, che nel novembre scorso ha celebrato i 73 anni di matrimonio con la regina e il 10 giugno ha in calendario il compleanno numero 100, ha toni rassicuranti; ma conferma il trasferimento in una struttura ospedaliera come il St Bartholomew, più attrezzata rispetto all’ala privata del King Edward VIII dove l’anziano principe si trovava finora.
“I medici continuano a trattarlo per un’infezione – vi si legge – oltre che a esaminarlo e a tenerlo sotto osservazione per una preesistente condizione cardiaca. Il Duca resta in condizioni confortevoli e risponde alla terapia, ma si prevede che rimarrà in ospedale almeno sino alla fine della settimana”.
Si tratta del ricovero più lungo che si ricordi per Filippo d’Edimburgo, il cui stato di salute stando alle informazioni diffuse nei giorni scorsi dalla corte britannica non ha comunque a che fare con il Covid: contro cui è stato vaccinato a gennaio con Elisabetta nel castello di Windsor, dove entrambi erano da mesi in sostanziale isolamento in questa fase della pandemia. Il principe consorte è stato visitato a sorpresa sabato 20 febbraio al King Edward VII dal figlio maggiore ed erede al trono Carlo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Bolsonaro approva protesta anti-restrizioni a Brasilia
Manifestazione contesta chiusura attività commerciali e scuole
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRASILIA
01 marzo 2021
15:01
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, ha dato il proprio sostegno a una protesta contro le autorità di Brasilia che, come altri governi statali, hanno rafforzato le misure di isolamento sociale di fronte all’aggravarsi della pandemia di coronavirus nel gigante sudamericano.
Secondo Tv Glogo, Brasilia e altre undici capitali statali del Brasile hanno il 90% delle loro unità di terapia intensiva occupate.

Il capo dello Stato ha postato sui social il video di una manifestazione contro il governatore del Distretto Federale, Ibanes Rocha, in cui viene ripudiato il decreto che inasprisce le restrizioni alle attività commerciali e che mantiene le scuole chiuse.
Al corteo, che ha contato sulla presenza di molti commercianti, hanno partecipato anche la deputata di estrema destra, Bia Kicis, e altri politici vicini a Bolsonaro.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Foto seduto su cavallo morto, celebre preparatore si scusa
Gordon Elliott,che addestra campioni: ‘L’ho fatto senza pensare’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
15:11
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il celebre preparatore di cavalli irlandese Gordon Eliott, tre volte vincitore del Grand National (la competizione che si svolge annualmente all’Aintree Racecourse, presso Liverpool), si è dovuto scusare dopo che ha iniziato a circolare una foto che lo ritrae al telefono, seduto sulla carcassa di un cavallo morto, mentre fa il segno della vittoria con le dita. L’immagine aveva scatenato un putiferio sui social network.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il 42enne addestratore si è scusato, ma si è anche giustificato dicendo che stava aspettando un aiuto per rimuovere l’animale morto. “Mi scuso profondamente per aver offeso qualcuno con questa foto. E’ stata scattata tempo fa dopo che un cavallo era morto per attacco cardiaco. In quel momento triste, come sempre quando muore uno dei miei cavalli, la mia reazione iniziale è stata quella di occuparmi della rimozione. Ma poi ho ricevuto una telefonata e senza pensarci, mi sono seduto sull’animale”. L’autorità irlandese che sovrintende all’ippica ha aperto un’inchiesta, e la controparte britannica si è detta “scioccata” dalla fotografia. Elliott ha detto che nella sua scuderia a County Meath in Irlanda il benessere degli animali è una priorità assoluta.
I cavalli preparati da Elliott, tra cui il campione Tiger Roll, sono in larga parte proprietà di Michael O’Leary, il padrone di Ryanair.   SPORT

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ue, pass Covid avrà valore legale, non sarà optional
Schinas: ‘Proposta sarà esaminata dai leader al summit 25 marzo’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
01 marzo 2021
15:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il pass verde Covid “sarà una proposta legislativa. Quindi non sarà un optional, ma avrà il valore di uno strumento legale sulla base dei Trattati per il libero movimento.
Una volta presentato ai leader, al vertice del 25 marzo, sulla base di questo saranno fatti i passi per organizzare la mobilità vera e propria”. Così il vicepresidente della commissione europea, Margaritis Schinas, nella conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri della Salute Ue.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cina, dall’Onu accuse senza fondamento sui diritti umani
Pechino contro Bachelet, ‘non entrate nei nostri affari interni’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
01 marzo 2021
15:14
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina ha definito “infondate” le accuse dell’Alto Commissario Onu per i diritti umani, Michelle Bachelet, esprimendo “ferma opposizione alla politicizzazione delle questioni relative ai diritti umani”. Il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin ha espresso rammarico su quanto detto venerdì dalla ex presidente cilena al Consiglio per i diritti umani secondo cui la Cina sta limitando libertà civili e politiche fondamentali e, sullo Xinjiang, “è necessaria una valutazione approfondita e indipendente della situazione”.
Wang ha invitato “a non interferire negli affari interni della Cina col pretesto dei diritti umani”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Israele: Ashkenazi ad ambasciatore Emirati, giorno storico
Incontro con primo inviato paese del Golfo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
01 marzo 2021
16:50
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Un altro storico giorno per il Medio Oriente e un grande passo per il rafforzamento della pace tra le nazioni”. Così il ministro degli esteri Gabi Ashkenazi ha salutato il nuovo ambasciatore degli Emirati Arabi Mohammad Mahmoud Al Khajah ricevuto oggi al ministero a Gerusalemme nel suo primo giorno in Israele.
“Abbiamo una opportunità storica – ha detto il ministro – di presentare un modello di pace e di inclusioni delle nazioni”. A breve l’ambasciatore presenterà la proprie credenziali al presidente Reuven Rivlin.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Zaki: Amnesty International, timore è un altro anno carcere
‘Fare tutto il possibile, la Farnesina deve avere un ruolo’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
01 marzo 2021
16:58
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“A questo punto, la sensazione è proprio evidente di un voler accanirsi sul piano giudiziario nei confronti di Patrick e mi sembra evidente che i giudici vogliono far passare a Patrick un altro anno di carcere come quello appena concluso. Dobbiamo fare tutto il possibile e in questo la Farnesina deve avere un ruolo così come le istituzioni italiane tutte.
Dobbiamo fare quanto è possibile per evitare che questo scenario di un prolungamento di mesi e mesi della detenzione si verifichi”. Così Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia sul rinnovo di altri 45 giorni di detenzione per Patrick George Zaki, studente 29enne dell’Università di Bologna.
“Questa decisione – spiega Noury – è di una crudeltà inaudita. Neanche il ricovero del padre in ospedale e il fatto che sono trascorsi 12 mesi e mezzo ormai dall’arresto, hanno convinto i giudici a scegliere diversamente”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa: personaggi ‘Frozen’ per nomi prossima stagione uragani
Centro nazionale statunitense ha scelto Ana, Elsa e Olaf
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
01 marzo 2021
18:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I nomi degli uragani della prossima stagione saranno ripescati dalle favole. Il Centro nazionale uragani statunitense ha scelto infatti alcuni personaggi del film animato ‘Frozen’ per le perturbazioni tropicali che inizieranno a manifestarsi dal prossimo dal prossimo maggio.
Tra questi Ana, Elsa e Olaf. Ana e Elsa daranno i nomi alle tempeste tropicali che si formeranno nell’oceano Atlantico, Olaf nel Pacifico. La data ufficiale per la stagione del Pacifico è il 15 maggio, mentre per l’Atlantico è il 1 giugno. I nomi degli uragani e delle tempeste tropicali vengono aggiornati ogni sei anni e assegnati in ordine alfabetico.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Serie tv sull’amicizia tra due judoki, israeliano e iraniano
Tra Mollaei e Muki ‘fratellanza nello spirito dello sport’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
18:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV, 01 MAR – La amicizia maturata, in circostanze molto difficili, fra il judoka iraniano Saeid Mollaei e l’israeliano Sagi Muki farà da base ad una serie televisiva prodotta dalla televisione statunitense Mgm e dall’israeliana Tadmor Entertainment, con la assistenza della federazione internazionale di Judo. Lo riferisce il sito Ynet secondo cui a lato della fiction sarà realizzato anche un documentario.

Sarà così ripercorsa, spiega un comunicato della produzione, “la storia incredibile ma vera dell’iraniano Saeid Mollaei, uno degli atleti più coraggiosi della storia, che malgrado le minacce dei suoi responsabili si rifiutò di arrendersi” a chi voleva impedirgli di misurarsi anche con atleti di Israele, un Paese che l’Iran si rifiuta di riconoscere; di conseguenza “Mollaei fu costretto ad abbandonare il proprio Paese e a vivere da profugo in Germania”.
A febbraio i due amici, Mollaei e Muki, si sono incontrati a Tel Aviv, in occasione del Grand Slam e prevedibilmente saranno entrambi alle Olimpiadi di Tokio. “Questa è una storia di coraggio, di fratellanza oltre ogni limite, nel vero spirito dello sport” ha affermato la produzione.       CINEMA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tunisi:sit in per liberazione attivista Lgbtq Rania Ambdouni
E’ accusata di “attentato alla morale pubblica”
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TUNISI
01 marzo 2021
18:46
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’associazione tunisina per la Giustizia e la Legalità Damj, e l’Ong “Intersection Association for Rights and Freedoms” hanno organizzato oggi un sit-in di protesta davanti al Tribunale di Beb Bnet a Tunisi, per chiedere la liberazione dell’attivista e militante Lgbtq, Rania Amdouni, arrestata lo scorso 27 febbraio quando si era recata in una caserma della polizia per denunciare una campagna di minacce e diffamazione nei suoi confronti “da parte dei sindacati delle forze di sicurezza e estremisti di destra”.
Secondo quanto riportano in una nota le due Ong tunisine, la Ambouni sarebbe accusata di “attentato alla morale pubblica”, reato per il quale oggi il pubblico ministero avrebbe emanato un ordine di custodia cautelare oggi che l’ha condotta in carcere.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Birmania: foto icona di suora in ginocchio davanti a polizia
Vescovi, ‘è missionaria saveriana birmana’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
20:40
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una foto che sta facendo il giro del mondo sui media e sui social e che potrebbe diventare un’immagine simbolo, mostra una suora di spalle, in ginocchio davanti a uno schieramento di forze di sicurezza in tenuta antisommossa a Yangon, che implora la pace. Il suo nome è Ann Nu Thawng ed è una religiosa delle missionarie di San Francesco Saverio di Myitkyina, dello Stato del Kachin – stato birmano dove c’è una forte presenza di cristiani -, secondo il presidente della conferenza dei vescovi cattolici birmani, Charles Bo, citato da alcuni media. “La polizia sta arrestando, picchiando e persino sparando alle persone.
In lacrime, suor Ann Nu Thawng implora e ferma la polizia affinché smetta di arrestare i manifestanti”, dichiara il cardinale Bo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Donald e Melania Trump si sono vaccinati a gennaio
Reporter del Nyt, ‘quando erano ancora alla Casa Bianca’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
01 marzo 2021
21:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Donald e Melania Trump sono stati vaccinati contro il coronavirus a gennaio, quando ancora erano alla Casa Bianca. A rivelarlo la corrispondente del New York Times Maggie Haberman, che vinse il premio Pulitzer proprio per il suo lavoro negli anni in cui ha seguito la presidenza Trump.

La rivelazione di Haberman, contenuta in un tweet della giornalista, è destinata a creare nuove polemiche attorno all’ex coppia presidenziale, per la scelta di tenere nascosta la notizia e di non essersi vaccinata pubblicamente, in diretta tv, come fatto da molti altri politici per dare l’esempio alla popolazione, come l’ex vicepresidente Mike Pence o gli attuali inquilini della Casa Bianca Joe e Jill Biden, insieme alla vicepresidente Kamala Harris e il second gentleman Douglas Emhoff.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Doppio attacco jihadisti Nigeria, base Onu e campo militare
A Dikwa. 25 operatori umanitari nascosti in un bunker
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
KANO
01 marzo 2021
23:40
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Terroristi del gruppo dello Stato islamico in Africa occidentale (Iswap), una costola di Boko Haram, hanno invaso la città di Dikwa, in Nigeria, attaccando simultaneamente un campo militare e una base delle Nazioni Unite, Lo hanno riferito ad AFP un ufficiale dell’esercito e una fonte umanitaria in condizione di anonimato. “Stanno cercando di penetrare in un bunker dove hanno trovato rifugio 25 operatori umanitari”, hanno riferito fonti della sicurezza ed umanitarie.
“La base umanitaria è stata incendiata dai combattenti ma finora nessun dipendente è stato colpito”, ha detto una fonte umanitaria in condizione di anonimato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa: un’altra donna accusa Cuomo di avance inappropriate
Nyt, Ruch è la terza, l’episodio durante un matrimonio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
02 marzo 2021
02:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nuova tegola per Andrew Cuomo.
Una terza donna, Anna Ruch, accusa il governatore di New York di avance inappropriate durante il ricevimento di un matrimonio del 2019.
Dopo essere rimasta inizialmente ben impressionata da Cuomo, Ruth è stata costretta a rimuovere la mano del governatore dall’area bassa della sua schiena. Un gesto che Cuomo aveva allora bollato come “aggressivo” e al quale aveva risposto mettendo le sue mani sul viso della ragazza e chiedendole se poteva baciarla. A ricostruire gli eventi è Ruch in un’intervista al New York Times. La sua denuncia segua quelle di altre due donne che hanno accusato il governatore di molestie.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nigeria: liberate le 297 studentesse rapite venerdì
Ora al sicuro nel palazzo del governo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
GUSAU
02 marzo 2021
06:16
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le 279 studentesse adolescenti rapite venerdì scorso dal loro collegio a Jangebe, nel nord-est della Nigeria, sono state rilasciate all’alba di oggi e si trovano attualmente nei locali del governo di Zamfara. Lo ha detto il governatore dello stato, Bello Matawalle.
“Sono felice – ha dichiarato – di annunciare che le ragazze sono state rilasciate. Sono appena arrivate al palazzo del governo, e sono in buona salute”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Kurz, non faremo più affidamento sull’Ue
Cancelliere annuncia collaborazione ‘first mover’ con Israele
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
02 marzo 2021
09:00
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz, prima del suo viaggio in Israele, annuncia un cambio di rotta per quanto riguarda i vaccini anti-Covid. Austria, Danimarca e gli altri ‘first mover’ “in futuro non faranno più affidamento sull’Ue e, insieme a Israele, nei prossimi anni produrranno dosi di vaccino di seconda generazione per ulteriori mutazioni del coronavirus e lavoreranno insieme alla ricerca di opzioni di trattamento”, afferma Kurz in una dichiarazione diffusa dall’Apa.
Secondo il cancelliere, atteso giovedì in Israele, “il fabbisogno della sola Austria è stimato a circa 30 milioni di dosi di vaccino”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
‘Aiutarono fuga Ghosn’, due americani consegnati al Giappone
Sono padre e figlio. Avvocato: ‘Rischiano la tortura’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
02 marzo 2021
09:01
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un padre e un figlio americani sono stati consegnati al Giappone con l’accusa di aver aiutato l’ex capo di Renault-Nissan Carlos Ghosn a fuggire da Tokyo. Lo riferisce il suo avvocato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Michael Taylor e suo figlio Peter sono stati arrestati a maggio dopo che il Giappone ha emesso un mandato che li accusava di aver aiutato Ghosn, accusato dalla giustizia nipponica di crimini finanziari, a fuggire in Libano nel dicembre 2019, nascosto all’interno di uno scatolone a bordo di un jet privato.
I pubblici ministeri lo hanno definito “uno degli atti di fuga più sfacciati e ben orchestrati della storia recente”. Due settimane fa, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha respinto l’appello dei Taylor e aperto la strada alla loro estradizione.
“Questo è un giorno triste per la famiglia e per tutti coloro che credono che i veterani meritino un trattamento migliore dal loro Paese”, ha detto l’avvocato Paul Kelly, riferendosi la fatto che Michael Taylor è un ex militare. Secondo la difesa, se rinchiusi in un carcere giapponese padre e figlio rischiano torture e maltrattamenti.
Ghosn, che ha nazionalità libanese e francese, è arrivato a Beirut il 30 dicembre 2019 in fuga da Tokyo, dove dall’aprile del 2019 era in libertà vigilata dopo esser stato arrestato con l’accusa di illeciti finanziari nel novembre del 2018.
Ghosn ha piu’ volte dichiarato di essere vittima di un “complotto” ordito dalla Nissan, “collusa” con la procura di Tokyo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Usa, varianti aumentano rischio quarta ondata
E’ l’avvertimento del capo del Centro per controllo malattie
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
09:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La diffusione di varianti di coronavirus altamente contagiose rischia di alimentare l’arrivo di una “quarta ondata di casi” negli Stati Uniti. Lo ha detto il capo del Centro Usa per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), Rochelle Walensky, secondo quanto riportato dalla Bbc.

La scorsa settimana, ha sottolineato, sono stati registrati circa 70.000 nuovi casi di Covid-19 al giorno e quasi 2.000 morti al giorno, “un numero molto alto”.
“A questo livello di contagi, con la diffusione delle varianti, rischiamo di perdere completamente il terreno guadagnato con fatica”, ha detto la dottoressa Walensky. “Queste varianti sono una minaccia molto reale per la popolazione e per i nostri progressi”. Secondo gli esperti americani, la variante che diventerà il ceppo dominante negli Stati Uniti sarà quella “inglese”. Al momento sono 2.463 i casi di variante registrati negli Usa secondo i dati del Cdc, la maggior parte di questi (2.400) sono persone contagiate dalla mutazione comparsa per la prima volta nel Regno Unito.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: arrivati i primi vaccini in Iraq, donati dalla Cina
50.000 dosi. Priorità ad operatori, forze sicurezza, anziani
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BAGHDAD
02 marzo 2021
09:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Iraq ha ricevuto i suoi primi vaccini contro il coronavirus. Si tratta di 50.000 dosi di Sinopharm, donate dalla Cina.

Il portavoce del ministero della Salute Seif al-Badr ha spiegato che i vaccini saranno consegnati “ai tre principali ospedali di Baghdad e forse di alcune province” e che la campagna di vaccinazione inizierà oggi stesso attraverso la registrazione su un sito apposito. La priorità sarò data a operatori sanitari, forze di sicurezza e anziani. Il ministero della salute ha anche annunciato di aver concordato con l’ambasciatore cinese a Baghdad l’acquisto di altri due milioni di dosi, senza fornire dettagli sul pagamento o sui tempi. I vaccini arrivano proprio mentre l’Iraq è alla prese con una nuova ondata di Covid-19 con oltre 3.000 nuovi casi segnalati ogni giorno e i decessi triplicati a circa 25 al giorno nelle ultime settimane.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Indonesia: erutta il vulcano Sinabung, colonna fumo di 5km
Non ci sono ne’ vittime ne’ feriti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MEDAN
02 marzo 2021
09:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Eruzione del vulcano Sinabung sull’isola di Sumatra, in Indonesia, che ha creato un’enorme colonna di fumo e cenere di 5 chilometri. Non ci sono state vittime ne’ feriti, non sono stati emessi ordini di evacuazione e non sono state segnalate interruzioni al traffico aereo.
Ai residenti è stato chiesto di tenersi a una distanza di cinque chilometri dal cratere, un’area comunque disabitata da anni per via dell’aumento dell’attività vulcanica.
Sinabung, un vulcano di 2.460 metri (8.070 piedi), è rimasto inattivo per secoli prima di tornare in attività nel 2010, quando un’eruzione ha ucciso due persone. Dopo un altro periodo di inattività, è tornato ad eruttare di nuovo nel 2013 e da allora è rimasto molto attivo. Nel 2014 almeno 16 persone sono morte in un’altra eruzione, altre sette sono rimaste uccise nel 2016.
L’Indonesia – un arcipelago di oltre 17.000 isole e isolotti – ha quasi 130 vulcani attivi. Ieri ha eruttato anche il Monte Merapi sull’isola di Giava, uno dei vulcani più attivi del mondo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Parigi, sindaca contro governo su lockdown weekend
‘E’ disumano’. Portavoce governo, ‘disumano è il virus’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
02 marzo 2021
10:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Botta e risposta fra la sindaca di Parigi, Anne Hidalgo, sempre ostile alla probabile decisione del governo di chiudere in lockdown Parigi e l’Ile-de-France durante i prossimi weekend a causa dei contagi in salita, e il portavoce dell’esecutivo, Gabriel Attal.
“Ho espresso il mio disaccordo con questa proposta – ha detto la Hidalgo – una proposta che ritengo difficile, dura, direi anche disumana”.
La sindaca è tornata a sottolineare la diffusione di appartamenti molto piccoli nella capitale e nella sua banlieue, con evidenti difficoltà ad isolarsi.
Intervistata da CNews, Attal ha replicato alla sindaca: “è chiaro che se fossimo costretti a decidere per un lockdown nei weekend, sarebbe molto difficile per le persone. Sappiamo bene che si tratta di una decisione dolorosa, ma non c’è nulla di più disumano del virus”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Birmania: nuove proteste, militari sparano sulla folla
Giornalista di Democratic Voice of Burma arrestato nella notte
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
YANGON
02 marzo 2021
10:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tre manifestanti in Birmania si trovano in condizioni critiche dopo essere stati colpiti da proiettili sparati dalle forze dell’ordine sulla folla durante le proteste di oggi contro il colpo di stato di un mese fa. Lo riferiscono fonti mediche.

Nella notte un giornalista è stato arrestato dai militari in un raid nel suo appartamento. Negli ultimi giorni diversi reporter sono stati arrestati nel Paese dove un mese fa l’esercito ha preso il potere con un colpo di stato. Kaung Myat Hlaing, questo il nome del giornalista arrestato, ha documentato l’inizio del raid nella sua casa a Myeik in diretta sulla pagina Facebook di Democratic Voice of Burma (DVB), il giornale per cui lavora. Qualche ora dopo sull’account Twitter di Dvb la notizia che il reporter era stato portato via dalle forze di sicurezza.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: test a scuola, la Francia recluta 1.700 studenti
‘Aiuteranno il personale sanitario a fare i test salivari’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
02 marzo 2021
11:31
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro francese dell’Istruzione, Jean-Michel Blanquer, ha annunciato oggi la chiamata di 1.700 studenti per aiutare il personale medico ed effettuare i test salivari nelle scuole. “Recluteremo 1.700 mediatori, che saranno studenti di medicina, farmacia o in altri settori, per aiutare il personale mobilitato alla realizzazione di questi test”, ha dichiarato il ministro ai microfoni di France Inter, precisando che questi studenti saranno “pagati”.

Obiettivo? Contribuire alla realizzazione dei test rapidi, “di qui alla fine del mese di giugno”, ha precisato, ribadendo che questi verranno realizzati dal “personale sanitario” e non dagli insegnanti. Il ministro ritiene che la Francia abbia i mezzi logistici necessari per raggiungere intorno a metà marzo l’obiettivo di 300.000 test a settimana per l’insieme della Francia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Libia: inchiesta Onu, tangenti per l’elezione del premier
Guardian anticipa risultati rapporto:200mila dollari per il voto
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
12:09
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un giro di tangenti avrebbe portato all’elezione del premier ad interim della Libia, Abdul Hamid Dbeibah. E’ il risultato di un’inchiesta dell’Onu, anticipata dal Guardian, in base alla quale i voti che hanno determinato l’elezione a sorpresa di Dbeibah sono stati comprati con tangenti tra i 150mila e i 200mila dollari offerte ad almeno tre dei delegati con diritto di voto.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I membri cioè del Forum di Dialogo Politico, composto in totale da 75 delegati, chiamati, un mese fa, ad eleggere un primo ministro ad interim che guidasse un nuovo esecutivo verso le elezioni a dicembre. Tutte circostanze che, sempre secondo il Guardian, l’ufficio del primo ministro avrebbe già smentito, bollandole come create ad arte per bloccare il processo politico.
L’inchiesta fa riferimento addirittura ad una lite che sarebbe scoppiata nell’hotel in cui si è riunito il Forum di Dialogo perché alcuni delegati avevano sentito che ad altri era stata garantita una tangente superiore, fino a 500mila dollari.
Il rapporto delle Nazioni Unite, che sarebbe partito proprio da una segnalazione dell’inviato speciale delle Nazioni Unite per la Libia Stephanie Williams, sarà pubblicato il 15 marzo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: media, Germania pensa al lockdown fino al 28 marzo
Ma con alcune riaperture ‘responsabili’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
12:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il governo tedesco starebbe pensando di estendere il lockdown, in vigore dal 16 dicembre, fino al 28 marzo ma allentando alcune restrizioni come anticipato ieri dal ministro dell’Economia Peter Altmaier che ha parlato di “riaperture responsabili”. Lo scrive il tabloid tedesco Bild.
La decisione sarà annunciata domani dopo il vertice Stato-regioni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Media, Gorbaciov celebra 90 anni con videoconferenza su Zoom
Fonte a Ria Novosti, ‘parlerà con amici e collaboratori’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
02 marzo 2021
12:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ex leader sovietico Mikhail Gorbaciov celebrerà oggi i suoi 90 anni con una videoconferenza su Zoom con amici intimi e persone che hanno collaborato con lui: lo ha detto una fonte vicina al premio Nobel per la Pace interpellata dall’agenzia di stampa statale russa Ria Novosti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Brasile, Stato di S.Paolo verso un nuovo lockdown
Per governatore ‘queste due settimane saranno le più tragiche’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
SAN PAOLO
02 marzo 2021
12:39
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Lo Stato di San Paolo, il più importante e popoloso del Brasile, sta valutando la possibilità di decretare un nuovo lockdown a causa dell’aggravarsi della pandemia di coronavirus.
Il governatore, Joao Doria, ha annunciato che oggi incontrerà i medici del Centro di contingenza del Covid di San Paolo per analizzare un possibile lockdown, che sospende praticamente tutte le attività.

Dalla scorsa settimana in tutto lo Stato è in vigore il coprifuoco, che proibisce la circolazione delle persone tra le 23 e le 5.
“Se la maggioranza dei medici e degli specialisti del Centro di emergenza suggerirà che si debbano prendere misure più restrittive, seguirò il consiglio, non ho paura di farlo, dobbiamo proteggere le vite”, ha detto Doria.
Secondo l’osservatorio Fiocruz, un istituto di ricerca statale, 18 dei 27 Stati brasiliani hanno più dell’80% delle unità di terapia intensiva occupate.
“Queste saranno le due settimane più tragiche e più difficili per tutti gli Stati brasiliani dall’inizio della pandemia”, ha predetto Doria.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ue, legittima decisione Vienna, bene imparare dagli altri
‘Sui vaccini le lezioni dal resto del mondo sempre ben accolte’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
02 marzo 2021
13:38
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Gli Stati membri hanno sempre avuto la possibilità di chiudere contratti con compagnie che non rientrano nella strategia Ue. Il virus del Covid colpisce tutto il mondo, le lezioni che possiamo imparare da approcci diversi, di diverse parti del mondo, sono sempre ben accolte, poiché ci possono rafforzare”.
Così un portavoce della Commissione europea risponde alle domande sulla decisione di Austria e Danimarca di voler collaborare con Israele per i vaccini di seconda generazione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: indios del Brasile denunciano Bolsonaro all’Onu
Per ‘politica di sterminio’ aggravata dalla pandemia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRASILIA
02 marzo 2021
13:40
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una associazione di indigeni brasiliani ha denunciato all’Onu il governo del presidente del Brasile, Jair Bolsonaro, per aver attuato una presunta “politica di sterminio” aggravata dalla pandemia di coronavirus.
“Il governo brasiliano e i suoi agenti devono essere ritenuti responsabili, stiamo affrontando una politica di sterminio, chiediamo aiuto per fermare il genocidio”, ha detto Luiz Eloy Terena, avvocato dell’Articolazione dei popoli indigeni del Brasile (Apib), davanti al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite.

“Il governo sta attuando una politica indigena molto dannosa. Il coronavirus sta uccidendo i nostri anziani, la scorsa settimana abbiamo perso l’ultimo degli indigeni dell’etnia Juma, è una cultura e una lingua che non recupereremo mai”, ha aggiunto Terena, che ha parlato anche per conto del Consiglio missionario indigeno, una entità legata alla Chiesa cattolica brasiliana.
Il rappresentante dell’Apib ha infine sostenuto che, a causa della pandemia e delle invasioni di taglialegna nelle zone dell’Amazzonia, sono a rischio 114 popolazioni indigene che non sono mai state in contatto con l’uomo bianco.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Pedofilia: Francia, 10mila vittime nella chiesa da anni 50
Secondo una stima provvisoria di una Commissione Indipendente
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
02 marzo 2021
14:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente della Commissione indipendente francese che indaga sugli atti di pedocriminalità nella chiesa di Francia dagli anni ’50 ad oggi, Jean-Marc Sauvé, ritiene che il numero di vittime potrebbe ammontare ad “almeno 10.000”, secondo una stima provvisoria rivelata dalla stampa francese, visto che i risultati dello studio devono essere consegnati a fine settembre.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
007 Usa, governo Russia dietro avvelenamento Navalny
E’ la conclusione dei servizi di intelligence statunitensi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
02 marzo 2021
15:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Dietro l’avvelenamento di Alexei Navalny c’è il governo di Mosca. E’ questa la conclusione a cui sono giunti i servizi di intelligence statunitensi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa a Mosca, liberate Navalny subito e senza condizioni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
02 marzo 2021
15:46
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Ripetiamo il nostro appello ad una liberazione immediata e senza condizioni di Alexei Navalny”: lo ha detto un dirigente americano protetto dall’anonimato, annunciando le sanzioni in risposta all’avvelenamento del leader di opposizione russo. Le sanzioni, che colpiscono in particolare sette responsabili di alto livello, sono state decise “in stretta collaborazione con i nostri partner della Ue” e sono un “chiaro segnale” inviato a Mosca, ha spiegato un dirigente americano protetto dall’anonimato.
Dietro l’avvelenamento di Alexei Navalny c’è il governo di Mosca. E’ questa la conclusione a cui sono giunti i servizi di intelligence statunitensi.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Covid: feste clandestine in favelas Rio, 14 mandati arresto
Tra indagati anche noti dj, accusati infrazione misure sanitarie
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
15:57
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I commissariati per la Repressione dei crimini informatici e per la Lotta alla droga della polizia civile di Rio de Janeiro hanno identificato e chiesto l’arresto di 14 persone considerate responsabili dell’organizzazione di balli funky clandestini durante il periodo di carnevale nella metropoli brasiliana: lo rende noto il portale di notizie G1, sottolineando che, tra gli indagati, figurano anche alcuni noti dj.
Secondo gli inquirenti, gli accusati avrebbero commesso i reati di infrazione di misure sanitarie preventive, epidemia e associazione con il traffico di droga.

Dall’inchiesta è emerso che le feste si svolgevano dentro le favelas, sotto il controllo, l’autorizzazione e la responsabilità dei gruppi criminali che comandano queste aree.
Le forze dell’ordine hanno anche affermato che le persone coinvolte “aumentano i loro guadagni illeciti organizzando eventi clandestini”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Morto Jordan,attivista diritti civili braccio destro Clinton
Aveva 85 anni. Scampò a un attentato negli anni ’80
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
02 marzo 2021
16:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto Vernon Jordan, attivista dei diritti civili e braccio destro di Bill Clinton. Aveva 85 anni.
Originario della Georgia, Jordan è stato figura prominente di diverse organizzazioni come la National Association for the Advancement of Colored People (Naacp) e direttore dello United Negro College Fund.
Negli anni ’80 scampò ad un attentato in Indiana. La copertura dell’episodio fu il primo ad essere coperto dalla neo nata Cnn.
Da amico di vecchia data e consulente politico di Bill Clinton, Jordan fu scelto dall’allora neo eletto presidente per far fare della squadra di transizione. Nel 1998 fu giudicato una figura controversa per aver aiutato Monika Lewinsky dopo lo scandalo sessuale che coinvolse l’amministrazione Clinton.
All’inizio degli anni 2000 chiese un risarcimento al governo americano di oltre 300 mila dollari in spese legali per aver assistito i Clinton. Gliene furono dati poco più di mille.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Meghan presenta il conto al Mail, spese legali e scuse
Dopo trionfo in tribunale . ‘Tabloid seguita a violare la legge’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
02 marzo 2021
17:26
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le scuse in prima pagina, 750.000 sterline di risarcimento per le spese legali sostenute, la restituzione delle lettere originali pubblicate. E’ la richiesta pesantissima avanzata dagli avvocati di Meghan Markle nei confronti della Associated Newspapers Ltd (Anl), la società editrice che controlla gli storici tabloid nazinal-populisti britannici Daily Mail e Mail on Sunday, riconosciuta colpevole nelle settimane scorse da un tribunale londinese di aver violato la privacy e i diritti di autore della duchessa di Sussex per aver pubblicato nel 2018 lettere private inviate dalla consorte del principe Harry in tono addolorato allo ‘snaturato’ padre, Thomas Markle.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’editore ha annunciato ricorso contro il verdetto, giudicando eccessivi i costi fatturati dai legali della duchessa per i costi dell’azione giudiziaria andata avanti per mesi: costi pari in totale a 1,5 milioni di sterline, secondo l’Anl.
Ma il dispositivo che ha dato torto su tutta la linea al tabloid è comunque esecutivo e gli avvocati di Meghan non intendono dare tregua: in un’istanza presentata al giudice d’appello Mark Warby e resa nota oggi accusano l’Anl di non aver riconsegnato le missive carpite e di continuare a sfidare la sentenza che ha definito “illegale il comportamento” delle testate. Di qui la richiesta di un’ordinanza ad hoc che imponga punitivamente il versamento preliminare e immediato di metà delle spese legali e la pubblicazione di un atto di scuse in prima pagina sia sul Mail on Sunday sia sul Mail online. Nonché la restituzione di tutti gli originali delle lettere ottenute “illegalmente” da Thomas Markle, oltre alla “distruzione” sia di qualunque copia di quei testi, sia di appunti e note ad essi legati. Si tratta di provvedimenti minimi necessari, nelle parole dell’avvocato Ian Mill, citato dal Guardian, per costringere il Mail ad accettare con un riconoscimento pubblico la vittoria legale della 39enne duchessa; e nello stesso tempo per “scoraggiare futuri trasgressori della legge”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Vive in Giappone il koala in cattività più anziano di sempre
I suoi 24 anni equivalgono a un secolo della vita di un uomo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
02 marzo 2021
16:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Insieme a quelle di uomini e donne, in Giappone, anche le aspettative di vita degli animali sono tra le migliori al mondo. E’ il caso di un’ esemplare femmina di koala, di nome Midori nello zoo di Awaji, nella prefettura di Hyogo, riconosciuto dal Guinness dei primati come il più anziano in cattività mai vissuto così a lungo: è arrivato alla ‘veneranda’ età di 24 anni – che equivalgono a circa cento anni della vita di un uomo.
Il precedente record apparteneva a un koala in Australia, morto nel 2001 all’età di 23 anni. La vita media di un koala in cattività si aggira introno ai 14 anni, e Midori è nata nel 1997 in Australia, per poi essere stata successivamente spedita allo zoo giapponese come regalo.
Nonostante l’età avanzata, spiega la direzione della struttura, il mammifero marsupiale non presenta anomalie nel proprio stato di salute. Il direttore del complesso di Awaji ha detto che sono in preparazione i festeggiamenti del primato per metà marzo, ringraziando i guardiani dello zoo e tutti i visitatori, e augurando a Midori “una vita più lunga possibile”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
A New York somministrate oltre 2 milioni di dosi di vaccino
Il sindaco De Blasio: ‘Batteremo il virus una volta per tutte’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
02 marzo 2021
16:50
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono oltre due milioni le dosi di vaccini contro il Covid somministrati nella città di New York.
Lo annuncia il sindaco Bill de Blasio.
La soglia è stata raggiunta a un anno dal primo caso di virus nella Grande Mela.
“Supereremo” il virus “una volta per tutte”, dice de Blasio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Oms, il Brasile può superare gli Usa per contagi
Riunione a porte chiuse per analizzare evoluzione curve contagi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRASILIA
02 marzo 2021
17:26
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Oms non esclude che il Brasile superi gli Stati Uniti per numero di persone colpite dal coronavirus, a causa del modo aggressivo con cui la malattia si sta diffondendo nel Paese sudamericano.
La situazione in Brasile è stata analizzata a porte chiuse da membri dell’Oms, che osservano con “preoccupazione” l’aggravarsi della crisi sanitaria, riporta oggi il corrispondente da Ginevra del portale di notizie Uol.

Gli esperti dell’Oms hanno analizzato l’evoluzione delle curve negli Stati Uniti e in Brasile, dati a cui ha avuto accesso Uol. A dicembre gli Stati Uniti hanno avuto più di 18 mila decessi a settimana e il Brasile 5.200, ma la scorsa settimana gli Stati Uniti hanno avuto 14 mila decessi contro gli 8.200 del Brasile.
A dicembre, gli Stati Uniti hanno registrato 1,6 milioni di nuovi infetti ogni settimana e il Brasile 326 mila, mentre la scorsa settimana sono risultati 471mila americani contagiati a fronte di 378 mila brasiliani, secondo i dati dell’Oms citati da Uol.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Capo Fbi, ‘nessuna prova Antifa dietro assalto a Congresso’
Respinta la tesi complottista dei ‘falsi sostenitori di Trump’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
02 marzo 2021
19:18
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Non abbiamo alcuna prova che dietro all’assalto alla sede del Congresso ci siano anche attivisti antifa e dell’estrema sinistra”: lo afferma il capo dell’Fbi, Cristopher Wray testimoniando davanti alla commissione giustizia del Senato e smentendo così una delle tesi dell’ex presidente Donald Trump e dei suoi sostenitori secondo cui la rivolta fu orchestrata da “falsi sostenitori di Trump”.
Per Wray all’azione hanno invece partecipato “diversi membri di milizie violente e ispirate al suprematismo bianco”.

L’assalto alla sede del Congresso americano del 6 gennaio scorso – ha detto Wray – “non è stato un evento isolato ma un atto di terrorismo interno” e ha promesso che “tutti i responsabili saranno portati davanti alla giustizia”. “Il problema del terrorismo interno è una metastasi cresciuta negli anni e non svanirà presto”, ha ammonito Wray.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Scontri Barcellona, per 6 italiani accusa tentato omicidio
Polizia, ‘hanno incendiato furgone con un agente dentro’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
02 marzo 2021
19:30
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La polizia catalana accusa di ‘tentato omicidio’ i sei italiani fermati sabato nel corso degli scontri a Barcellona durante le proteste per il rapper Pablo Hasel. Secondo gli inquirenti – si legge in una nota della Polizia catalana – sono stati loro a dare fuoco a un furgone della Guardia urbana con un agente all’interno, che poi è riuscito a scappare senza conseguenze.

I Mossos d’Esquadra, la polizia catalana, contestano inoltre ai sei — cinque ragazzi e una ragazza — reati di appartenenza a gruppo criminale, disordini pubblici e danni a cose. Con loro, sono stati arrestate anche una francese e una spagnola con le stesse accuse. Si tratta di persone di età compresa tra i 28 e i 36 anni. I sei, si apprende sempre da fonti a conoscenza delle indagini, erano in territorio spagnolo da tempo e sono considerati legati al mondo dei movimenti anarchici. Tra loro c’è anche una 35enne di Torino.
Intanto sono stati rilasciati l’ex presidente del Barcellona Josep Maria Bartomeu e il suo ex consigliere Jaume Masferrer, arrestati ieri nella metropoli catalana. Il giudice li ha messi in libertà condizionata, mentre l’indagine prosegue.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Spagna a febbraio record di disoccupati dal 2016
Superata la barriera dei 4 milioni di persone senza lavoro
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
02 marzo 2021
19:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Quattro milioni di disoccupati: è la cifra registrata a febbraio in Spagna, la più alta dal 2016.
Complice —secondo i media spagnoli che riportano questo dato dei ministeri del Lavoro e della Previdenza Sociale — la terza ondata della pandemia di Covid, che ha colpito durissimo il Paese a gennaio e ha costretto le autorità di quasi tutte le regioni ad adottare misure drastiche per ridurre i contagi, dopo un relativo rilassamento nel periodo natalizio.

Rispetto a gennaio, sono stati contabilizzati circa 44.000 disoccupati in più, data che ha fatto rompere la barriera dei quattro milioni. Un livello che non si registrava da aprile di cinque anni fa, quando il Paese lentamente cercava di riprendere dalla crisi economica del 2008. Le persone attualmente in cassa integrazione sono quasi 900.000.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Consumo di cioccolato in Svizzera cala ai minimi da 40 anni
Crollo drammatico di ricavi e export per colpa della pandemia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ZURIGO
02 marzo 2021
19:46
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I produttori di cioccolato svizzeri si aspettavano forse di fare affari con il ‘comfort food’ per eccellenza durante i mesi duri della pandemia ma non è andata così e stanno invece affrontando cifre devastanti per il 2020, con i consumi che in Svizzera sono crollati al minimo da 40 anni. Il consumo annuale è sceso al di sotto della soglia dei 10 chilogrammi a persona, il livello più basso dal 1982.

Chocosuisse, la federazione nazionale dei produttori di cioccolato, ha presentato un quadro desolante dell’impatto della crisi generata dalle restrizioni contro il Covid-19: le industrie hanno visto la loro produzione diminuire del 10% rispetto al 2019 e dell’11,5% le esportazioni, che da sole rappresentano quasi il 70% dei ricavi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gb: una ministra per la prima volta in congedo maternità
Braverman manterrà ruolo grazie a nuova legge. Johnson l’elogia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
02 marzo 2021
19:51
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Primo caso di congedo maternità sancito dalla legge, nel Regno Unito, per una ministra in carica: Suella Braverman, 40 anni, attorney general nel governo Tory di Boris Johnson, viene sostituita da oggi da uno dei suoi vice a titolo temporaneo, ma con garanzia di mantenimento dell’incarico e stipendio pagato, come qualsiasi altra lavoratrice, per il tempo necessario a condurre in porto la gravidanza di un secondo bebè e a occuparsi poi del neonato o della neonata per alcuni mesi.
La svolta, resa possibile da una nuova norma ad hoc approvata di recente, rappresenta un’assoluta novità per le donne britanniche al governo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Annunciata da giorni, diventa ora esecutiva. La ministra ha formalizzato il suo arrivederci all’attività dell’esecutivo con un un video diffuso via Twitter e si è detta orgogliosa di “entrare a far parte della storia” del Regno in veste di battistrada “delle giovani donne che vorranno far carriera in politica”. Immediati gli auguri e gli elogi del premier Boris Johnson – diventato padre ufficialmente per la sesta volta nei mesi scorsi durante il mandato a Downing Street, con l’impegno a prendere anche lui un congedo di paternità rinviato poi solo a causa dell’emergenza Covid – che ha fatto gli auguri alla collega dicendosi “ansioso di ritrovarla in autunno”.
Deputata della nuova leva emergente di origine etnica non anglosassone nelle file della destra del Partito Conservatore, Braverman è avvocato di formazione e deputata dal 2015.
Sostenitrice ultrà della Brexit, è sposata dal 2018 e ha già un bambino. E’ figlia di genitori d’origine indiana immigrati in Gran Bretagna rispettivamente dal Kenya e dalle Mauritius ed è di religione buddista.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Algeria: proteste in piazza nonostante divieti
Per la seconda settimana consecutiva, tafferugli
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ALGERI
02 marzo 2021
19:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Circa duemila algerini, in maggioranza studenti, sono scesi di nuovo in piazza nella capitale Algeri contro il regime, nonostante il divieto di assembramento.
Per la seconda settimana consecutiva, giovani manifestanti, accompagnati da insegnanti e sostenitori, hanno marciato da Piazza dei Martiri, ai piedi della Casbah nella città vecchia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Bloccati dalla polizia all’inizio del corteo, hanno resistito e dopo alcuni tafferugli hanno avuto la meglio. A promuovere le manifestazioni è il movimento antigovernativo Hirak, molto presente anche sui social. Le proteste sono iniziate giusto un anno fa, prima delle chiusure per la pandemia, con gli studenti in marcia ogni martedì ad Algeri. Dopo 11 mesi di interruzione, il 22 febbraio gli algerini sono tornati in piazza per celebrare il secondo anniversario di Hirak, nonostante l’invito del premier Abdelaziz Djerad, reiterato ieri, “ad evitare, con ogni responsabilità, situazioni di affollamento”.
I manifestanti contestano al presidente Abdelmadjid Tebboune, eletto nel dicembre 2019, di essere “è salito al potere con la frode, e con l’appoggio dei militari”. Tebboune ha parlato ieri sera in televisione assicurando che le richieste del “vero Hirak popolare” “sono state soddisfatte” per la maggior parte. Ha respinto le sollecitazioni alla smilitarizzazione dello Stato e ha definito le proteste una “controrivoluzione finanziata dal denaro sporco”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto Bunny Wailer, leggenda giamaicana del reggae
73 anni, ha reso il reggae un fenomeno globale
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
18:21
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto Bunny Wailer, leggenda giamaicana del reggae e membro fondatore dei Wailers, con Bob Marley e Peter Tosh, che ha reso il reggae un fenomeno globale.Aveva 73 anni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Papa: in Iraq probabile uso auto blindata
Con papamobile scoperta solo allo stadio di Erbil per la Messa
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
02 marzo 2021
14:33
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un’auto blindata è sempre “a disposizione nei viaggi del Papa. In questo viaggio è molto probabile venga utilizzata”.
Lo ha detto il direttore della sala stampa vaticana Matteo Bruni nel briefing con i giornalisti sul viaggio in Iraq (5-8 marzo). Il Papa si sposterà nelle città sempre con un’auto chiusa; un’auto aperta, la classica ‘papamobile’, dovrebbe essere utilizzata solo allo stadio di Erbil dove domenica 7 marzo, il pomeriggio, celebrerà la Messa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: a livello mondiale persi 112 mld di giorni
Save The Children, 74 giorni in meno ciascuno, 1/3 anno scuola
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
10:42
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
A un anno dall’inizio della pandemia di Covid, bambini e adolescenti di tutto il mondo hanno perso in media 74 giorni di istruzione ciascuno, più di un terzo dell’anno scolastico medio globale di 190 giorni. È quanto emerge dai dati diffusi oggi da Save the Children, in occasione dell’anniversario della pandemia di Covid 19.
A livello globale, si stima che 112 miliardi di giorni di istruzione siano stati persi complessivamente e che siano stati i bambini più poveri del mondo a essere colpiti in modo sproporzionato. Il dato è calcolato tra il 16 febbraio 2020 e il 2 febbraio 2021.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Angelina Jolie vende quadro di Churchill, incasso record
“Torre della moschea della Koutoubia” battuta a 7 mln sterline
window.open(window.clickTag)

La torre della moschea della
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
02 marzo 2021
08:15
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“La torre della moschea della Koutoubia”, una veduta panoramica di Marrakesh dipinta dall’ex ministro britannico Winston Churchill, è stata venduta per 7 milioni di sterline a Londra dalla casa d’aste Christie’s.
Churchill si ispirò alla città marocchina e realizzò il dipinto durante una visita della città durante la Seconda Guerra mondiale nel 1943.

L’opera, che era di proprietà dell’attrice Angelina Jolie, era stimata tra 1,5 e 2,5 milioni di sterline, ma le offerte sono salite in modo vertiginoso fino – appunto – ai 7 milioni.
Calcolando le commissioni, la cifra finale è di 8,2 milioni di sterline.
Venduti anche altri due dipinti realizzati di Churchill: le tre opere, nel complesso, sono state cedute per 9,43 milioni di sterline.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Israele accusa l’Iran dell’attacco alla nave ‘Helios Ray’. Teheran nega
Teheran: ‘Netanyahu è la fonte meno credibile che ci sia’. L”Helios Ray’ è stata colpita da un missile mentre era nel golfo di Oman
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ISTANBUL
01 marzo 2021
10:03
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Non accenna a diminuire la tensione tra Israele e l’Iran. Oggi il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu accusa Teheran di aver attaccato giovedì scorso la nave di proprieta’ israeliana che era nel golfo di Oman.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“E’ stato l’Iran. E’ chiaro”, assicura. “L’Iran – aggiunge – è il maggiore nemico di Israele e noi la colpiamo ovunque nella Regione”. “Gli iraniani non avranno armi nucleari, con o senza accordo. Questo – dichiara – l’ho detto anche al mio amico Joe Biden”.
Immediata la risposta dell’Iran che respinge “fermamente l’accusa” di Netanyahu. “La fonte di questa accusa è la meno credibile che ci sia e questo ne prova la mancanza di validità”, afferma il portavoce del ministero degli Esteri di Teheran, Saeed Khatibzadeh.
Anche se batte bandiera delle Bahamas, la Helios Ray è di proprietà dell’israeliano Abraham ‘Rami’ Ungar, uno degli uomini d’affari più ricchi del Paese. Lui stesso aveva riferito alla tv che sullo scafo sono stati rilevati due fori del diametro di un metro e mezzo e che l’equipaggio, che non è israeliano, è rimasto indenne. Una squadra di esperti israeliani di sicurezza è volata a Dubai – dove la nave ha riparato dopo l’esplosione – per esaminare da vicino la situazione.
Secondo analisti militari in Israele, è probabile che la Helios Ray sia stata colpita da missili e che gli autori dell’attacco non intendessero affondarla, ma piuttosto lanciare un messaggio di avvertimento.
“Stiamo considerando – aveva detto un alto ufficiale al sito Ynet – una risposta appropriata. Quanto accaduto non sarà accettato in silenzio”. Oggi l’accusa di Netanyahu
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Navalny, Biden è pronto alle sanzioni contro Mosca in coordinamento con l’Ue
Gli ambasciatori dell’Unione europea avevano già inserito i 4 ufficiali russi, responsabili della prigionia dell’oppositore, nella Black list che prevede il divieto dei viaggi ed il congelamento dei beni nell’Unione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
17:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente americano Joe Biden si appresta a imporre sanzioni alla Russia il cui governo e’ accusato di aver prima avvelenato e poi incarcerato l’oppositore Alexei Navalny. Lo riportano fonti dell’amministrazione citate dalla Cnn.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le sanzioni, si spiega, saranno decise in coordinamento con l’Unione europea

Le misure contro Mosca sono attese nei prossimi giorni. Sarebbero le prime imposte dall’amministrazione Biden, segnando una svolta rispetto all’approccio della presidenza Trump che si era rifiutata di punire la Russia per l’avvelenamento di Navalny. Biden ha più volte ripetuto nelle ultime settimane come il nodo dei diritti umani sarà centrale nel definire i rapporti con gli altri stati, compresa la Russia, chiedendo esplicitamente la scarcerazione immediata di Navalny. Venerdì scorso poi il presidente americano aveva poi sottolineato come gli Usa continuano a stare al fianco dell’Ucraina e non riconosceranno mai l’annessione della Crimea.

Gli ambasciatori dell’Unione europea,riuniti in Coreper, hanno dato l’ok all’iscrizione di quattro ufficiali russi ritenuti responsabili per la detenzione dell’oppositore Alexei Navalny, nella black list . Il via libera è avvenuto senza discussione. Si apprende da fonti diplomatiche europee. A breve sarà lanciata la procedura scritta, con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale europea, domani. I nomi sono stati iscritti nell’elenco per le violazioni dei diritti umani, usato per la prima volta.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Armenia, i manifestanti irrompono in edificio governativo
Chiedono le dimissioni del premier Nikol Pashinyan
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
01 marzo 2021
12:32
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Decine di persone hanno fatto irruzione in uno degli edifici del complesso governativo a Yerevan, capitale dell’Armenia, chiedendo le dimissioni del premier Nikol Pashinyan: lo riporta l’agenzia di stampa Interfax, secondo la quale l’irruzione è avvenuta durante una manifestazione del ramo giovanile del partito d’opposizione Dashnaktsutyun. “Chiediamo le dimissioni di Pashinyan. Questa nostra azione dimostra che per noi non ci sono porte chiuse e siamo in grado di entare in qualsiasi edificio del governo”, ha detto uno dei manifestanti.

Oggi a Yerevan sono in programma una manifestazione contro Pashinyan e una a favore.
L’opposizione chiede le dimissioni del premier dopo la sconfitta nei combattimenti dello scorso autunno nel Nagorno-Karabakh. Alcuni giorni fa, i vertici delle forze armate armene hanno chiesto le dimissioni del premier Pashinyan, che ha risposto denunciando un “tentativo di golpe militare”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Khashoggi: fidanzata, principe saudita sia punito subito
‘Ha ordinato l’omicidio di una persona innocente’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
12:51
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ISTANBUL – La fidanzata del giornalista e attivista Jamal Khashoggi, barbaramente ucciso nel consolato dell’Arabia Saudita a Istanbul, ha rivolto un appello a punire il principe ereditario saudita, Mohamed bin Salman, accusato da un rapporto degli 007 Usa di essere il mandante dell’assassinio.
“E’ imperativo che il principe ereditario, cha ordinato l’omicidio di una persona innocente sia punito immediatamente”, ha dichiarato Hatice Cengiz in un comunicato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Von der Leyen, pronta proposta per ‘pass verde’ Covid
La presenteremo a marzo ‘faciliterà la vita degli europei. L’obiettivo è di permettere loro di muoversi in sicurezza”, dichiara la Commissaria Ue
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
01 marzo 2021
14:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Questo mese presenteremo una proposta legislativa per il pass verde digitale. L’obiettivo è certificare che le persone sono state vaccinate, i risultati dei test di quanti non si sono potuti immunizzare, e informazioni sulla ripresa dal covid.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Rispetterò la protezione dei dati, la sicurezza e la privacy”. Così la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, su Twitter.
“Il pass verde Covid faciliterà la vita degli europei. L’obiettivo è di permettere loro, gradualmente, di muoversi in sicurezza nell’Ue o all’estero, per lavoro o turismo”, ha evidenziato Von der Leyen.
Il portavoce della Commissione europea, Eric Mamer, ha spiegato che l’esecutivo sta lavorando ad una proposta legale per “facilitare il libero movimento in sicurezza nell’Ue”.
L’obiettivo è che il pass sia in vigore tra tre mesi, o in estate. “Il pass riguarderà lo spostamento tra una frontiera ed un’altra, ma non quanto potrà essere fatto col pass all’interno dello Stato membro”, ha precisato il portavoce.
Per evitare “discriminazioni” il pass conterrà anche i risultati di eventuali test o l’avvenuta ripresa dopo una malattia da Covid. Il pass sarà basato sui certificati vaccinali medici su cui gli Stati membri hanno già concordato. Le linee guida sui dati che conterranno sono già stati approvati a gennaio, e saranno ora necessari tre mesi per il lavoro tecnico.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sarkozy condannato a 3 anni. Tribunale: ‘Fu un patto di corruzione’
Nello scandalo delle intercettazioni. Fra le accuse, la corruzione di un magistrato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
02 marzo 2021
09:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ex presidente francese, Nicolas Sarkozy, è stato condannato oggi a 3 anni di carcere – 2 con la condizionale – per lo scandalo delle intercettazioni. Fra le accuse, la corruzione di un magistrato.
Sarkozy, 66 anni, è il secondo presidente della Repubblica condannato a una pena detentiva, dopo Jacques Chirac nella vicenda dei falsi impieghi al Comune di Parigi quando era sindaco.
L’accusa aveva chiesto per Sarkozy 4 anni di carcere, 2 con la condizionale. Insieme agli altri due imputati, l’avvocato Thierry Herzog e il magistrato Gilbert Azibert, Sarzozy è stato trovato colpevole per quello che la presidente del tribunale ha definito “un patto di corruzione” e per traffico di influenze.
Il magistrato avrebbe ricevuto la promessa di vantaggi di carriera in cambio di informazioni coperte da segreto istruttorio sull’ex presidente della Repubblica. La difesa di Sarkozy, che è in attesa di sentenze in altri due processi a suo carico, annuncerà con ogni probabilità il ricorso in appello. L’anno di carcere da scontare, se confermato, potrebbe essere tramutato in regime di semilibertà o in lavori socialmente utili.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Zaki: ong, altri 45 giorni di carcere
Nell’udienza di ieri prolungata ancora la custodia cautelare
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
IL CAIRO
01 marzo 2021
15:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Patrick Zaki dovrà restare ancora in carcere. L’ong per cui lavorava ha riferito che allo studente egiziano dell’Università di Bologna sono stati inflitti altri 45 giorni di custodia cautelare.
L’organizzazione per la difesa dei diritti umani Eipr, rivelando su Facebook con un giorno di anticipo rispetto a quanto previsto il risultato dell’udienza di ieri, cita gli avvocati di Patrick.
“Gli avvocati dell’Iniziativa egiziana per i diritti personali (Eipr) hanno appreso oggi della decisione assunta ieri dal Dipartimento terrorismo di rinnovare per 45 giorni la custodia cautelare di Patrick George Zaki, ricercatore dell’Iniziativa”, ha scritto sul proprio account Facebook l’ong.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini, in Gran Bretagna i ricoveri calano dell’ 80% con una sola dose
Lo conferma ministro Hancock dopo oltre 20 milioni di iniezioni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
01 marzo 2021
19:18
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un calo dell’80% dei ricoveri in ospedale per Covid fra le persone a cui è stata somministrata una sola dose di vaccino: è il risultato registrato finora in Inghilterra, su una platea di circa 20 milioni di persone vaccinate secondo cifre oggi rese note a Downing Street da Matt Hancock, ministro della Sanità di Boris Johnson. Hanckock ha parlato di dati “eccitanti” e di sviluppi “seriamente incoraggianti” che mostrano “il potere della scienza”.
Al contempo ha ribadito che sarebbe prematuro abbassare le cautele del lockdown e ha notato che il calo di contagi prosegue, ma ha rallentato negli ultimi giorni in alcune zone del Regno.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Oms: i casi globali salgono per la prima volta da 7 settimane
Dopo sei consecutive di calo. ‘Deludente ma non sorprendente’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
19:18
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nell’ultima settimana, il numero di casi segnalati di Covid-19 è aumentato per la prima volta da sette settimane, dopo 6 settimane consecutive in cui era calato.
Lo ha sottolineato il direttore dell’Oms, Tedros Ghebreyesus, nel corso di un briefing online.
I casi segnalati, ha detto, sono aumentati in nelle Americhe, in Europa, nel Sud-est asiatico e nel Mediterraneo orientale. “Questo è deludente – ha concluso -, ma non sorprendente”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Spagna: sei italiani tra gli arrestati per gli scontri a Barcellona
Durante le proteste contro l’arresto del rapper Hasèl
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
01 marzo 2021
20:14
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’assessore all’Interno della Catalogna Miquel Sàmper ha reso noto che ci sono anche degli italiani tra i 14 manifestanti finiti in manette negli scontri di sabato scorso a Barcellona nelle proteste contro l’arresto del rapper Hasèl. Lo riportano i media spagnoli.
Sàmper ha spiegato che si tratta di persone “legate ai movimenti anarchici” che hanno manifestato “condotte violente”. La polizia catalana – si apprende – ha informato il consolato italiano a Barcellona che tra i fermi ci sono 5 ragazzi ed una ragazza italiani. Il consolato, in attesa di conoscere i reati contestati, si sta attivando per prestare assistenza ai fermati.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Farnesina convoca l’ambasciatrice birmana, basta violenza
‘Solidarietà ai manifestanti, liberare subito Aung San Suu Kyi’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
RANGON
02 marzo 2021
10:51
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ambasciatrice della Birmania Hmway Hmway Khyne è stata convocata alla Farnesina per chiedere – si legge in una nota – che “le autorità militari pongano termine immediatamente a tutte le azioni di violenta repressione delle proteste democratiche”. All’ambasciatrice è stata espressa “piena solidarietà dell’Italia nei confronti di tutti coloro che manifestano pacificamente”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia ha ribadito la “ferma condanna” del golpe, la richiesta di “immediato rilascio” di Aung San Suu Kyi. Sottolineata anche “l’illegittimità della decisione dei militari di annullare le elezioni di novembre”.

Le nuove uccisioni di manifestanti in Birmania rappresentano un’escalation: lo ha detto la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki nel briefing quotidiano con la stampa, annunciando che gli Usa stanno preparando ulteriori punizioni contro i responsabili del recente colpo di stato.
Intanto altre due accuse farsesche contro Aung San Suu Kyi, poche ore dopo il giorno più sanguinoso della repressione delle proteste anti-golpe in Birmania. La prima apparizione pubblica della Signora, a un mese esatto dal colpo di Stato che ha deposto il suo governo, conferma come i militari intendano continuare a soffocare qualsiasi forma di dissenso, mentre nelle città del Paese le manifestazioni continuano anche dopo gli almeno 18 morti di ieri. Suu Kyi, 75 anni, è apparsa in videoconferenza al processo nella capitale Naypyidaw. L’hanno potuta vedere solo i suoi avvocati, a cui dal giorno del suo arresto non è mai stato concesso di visitarla. “Sembra essere in buona salute”, ha comunicato uno dei suoi legali. Nel frattempo, però, alle due accuse già annunciate nelle scorse settimane – importazione illegale di walkie talkie e violazione delle disposizioni di sicurezza relative al coronavirus – se ne sono aggiunte altre due: violazione delle legge sulla comunicazione e incitamento al disordine pubblico. La prossima udienza è prevista il 15 marzo: se per i primi due reati la condanna massima è di tre anni, non è chiaro quale sia la pena per i nuovi capi di imputazione. In ogni caso, se condannata, è molto improbabile che al premio Nobel per la Pace sarà concesso di ricandidarsi a elezioni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: ambasciatore Usa all’Onu, ogni sforzo per trovare i responsabili
Lo ha detto l’ambasciatrice Thomas-Greenfield
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
23:11
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ambasciatrice americana all’Onu Linda Thomas-Greenfield ha espresso “profondo cordoglio per la tragica morte dell’ambasciatore italiano in Congo, Luca Attanasio, e delle altre due persone nell’attentato al convoglio del Pam”. “Il loro lavoro per promuovere la democrazia, i diritti umani e la pace non sarà dimenticato”, ha affermato.
“I diplomatici e gli operatori umanitari sono sempre nel mirino e dobbiamo lavorare per proteggerli”, ha aggiunto. “Dovrebbe essere fatto ogni sforzo per trovare gli autori e ritenerli responsabili”, ha concluso.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Khashoggi: gli Usa a Riad, smantellate la rete dietro l’omicidio
Si tratta dell’elite militare i cui uomini fecero parte della squadra della morte
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
14:45
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli Stati Uniti chiedono all’Arabia Saudita di smantellare l’organizzazione dietro l’assassinio di Jamal Khashoggi. Lo ha detto il portavoce del Dipartimento di stato Ned Price.
La rete in questione è l’elite militare i cui uomini fecero parte della squadra della morte che uccise Khashoggi nel consolato saudita di Istanbul.
Una organizzazione molto vicina al principe ereditario Mohamed bin Salman. “Esortiamo l’Arabia Saudita a smantellare questa forza e ad adottare riforme istituzionali e dei meccanismi di controllo al fine di fare cessare completamente le operazioni contro i dissidenti”, ha detto il portavoce del Dipartimento di stato Usa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Doppio attacco dei jihadisti in Nigeria, campo militare e base Onu
A Dikwa 25 operatori umanitari nascosti in un bunker
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
18:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Terroristi del gruppo dello Stato islamico in Africa occidentale (Iswap), una costola di Boko Haram, hanno invaso la città di Dikwa questa sera attaccando simultaneamente un campo militare e una base delle Nazioni Unite, Lo hanno riferito ad AFP un ufficiale dell’esercito e una fonte umanitaria in condizione di anonimato.
I jihadisti “stanno cercando di penetrare in un bunker dove hanno trovato rifugio 25 operatori umanitari”, hanno riferito fonti della sicurezza ed umanitarie. “La base umanitaria è stata incendiata dai combattenti ma finora nessun dipendente è stato colpito”, ha detto una fonte umanitaria in condizione di anonimato.
Per respingere i jihadisti sono stati inviati a Dikwa rinforzi militari dalla città di Marte, a 40 chilometri di distanza, ha detto una fonte umanitaria.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Due caccia e un elicottero da combattimento forniscono supporto aereo per respingere i jihadisti e allontanarli dalla base umanitaria”, ha detto la fonte.
Tre anni fa, il 1 marzo 2018, i terroristi dell’Iswap in un’azione analoga attaccarono un hub umanitario delle Nazioni Unite nella città di Rann, uccidendo tre operatori umanitari e rapendo una lavoratrice. L’Iswap, affiliato all’Isis, si è separato da Boko Haram nel 2016 e da allora è diventata la più grande minaccia jihadista in Nigeria. Venerdì i combattenti dell’Iswap su camion muniti di mitragliatrici hanno fatto irruzione a Dikwa, facendo fuggire i residenti. La città, a 90 chilometri dalla capitale dello stato del Borno Maiduguri, ospita più di 130.000 persone, tra cui 75.000 che erano già fuggite da altre parti della regione e vivevano in campi dove si affidano agli aiuti di emergenza delle agenzie umanitarie.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nigeria: liberate le 297 studentesse rapite venerdì
Ora al sicuro nel palazzo del governo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
GUSAU
02 marzo 2021
21:32
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le 279 studentesse adolescenti rapite venerdì scorso dal loro collegio a Jangebe, nel nord-est della Nigeria, sono state rilasciate all’alba di oggi e si trovano attualmente nei locali del governo di Zamfara. Lo ha detto il governatore dello stato, Bello Matawalle.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Sono felice – ha dichiarato – di annunciare che le ragazze sono state rilasciate. Sono appena arrivate al palazzo del governo, e sono in buona salute”.
Tutti le studentesse sono ora al sicuro nei locali del governo, e sono tutte in buone condizioni di salute.
Il governatore dello Stato nigeriano di Zamfara, Bello Matawalle, ha detto che banditi pentiti hanno assistito le agenzie di sicurezza nell’operazione che ha portato al salvataggio delle 279 studentesse rapite venerdì scorso dai dormitori di una scuola superiore a Jangebe. Lo riporta il giornale locale Daily Post. Il governatore, che oggi ha ricevuto le ragazze, ha evidenziato che sono state liberate senza il pagamento di alcun riscatto, aggiungendo che l’accordo per il loro rilascio è stato raggiunto ieri prima delle 16.00. “Questo è il risultato dei nostri sforzi di pace e che copre di vergogna tutti coloro che dicono che non c’è sicurezza in questo Paese”, ha affermato Matawalle. “Siamo felici che tutte le 279 ragazze siano tornate sane e salve, saranno sottoposte a controlli medici e sottoposte ad un’alimentazione equilibrata da parte del governo per riprendersi prima di essere riconsegnate alle rispettive famiglie”, ha aggiunto. Il governatore ha fatto anche un appello ai genitori “affinché non allontanino i loro figli da scuola in conseguenza di questo”, garantendo una maggiore sicurezza in tutti gli istituti, e ha ringraziato i media per il sostegno dato.
Una delle 279 ragazze liberate dopo il rapimento di venerdì scorso in Nigeria dalla scuola di Jangebe, nello Stato di Zamfara, ha rivelato di essere stata messa in trincee disseminate di feci umane, secondo quanto riporta il giornale locale Daily Post. Hafsatu Anka ha detto in lacrime di aver visto donne e bambini e il padre di una delle loro compagne di scuola nel covo da tre mesi, aggiungendo che non le è mai stato permesso di pregare e di essere stata nutrita con riso e sabbia. “Ci hanno accompagnato in un posto in cui alcuni di noi hanno riportato lussazioni ai piedi, pregavano come musulmani ma non ci hanno mai permesso di pregare e ci hanno nutrito con riso in cui mettevano la sabbia dopo la cottura”, ha raccontato Hafsat. Il governatore di Zamfara, Bello Matawalle, ha affermato che banditi pentiti hanno assistito le agenzie di sicurezza nell’operazione di salvataggio e le ragazze sono state rilasciate senza il pagamento di alcun riscatto.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La svolta di Kurz: “Per i vaccini non faremo più affidamento sull’Ue”
Il cancelliere austriaco annuncia una collaborazione ‘first mover’ con Israele
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
02 marzo 2021
21:43
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz, prima del suo viaggio in Israele, annuncia un cambio di rotta per quanto riguarda i vaccini anti-Covid. Austria, Danimarca e gli altri ‘first mover’ “in futuro non faranno più affidamento sull’Ue e, insieme a Israele, nei prossimi anni produrranno dosi di vaccino di seconda generazione per ulteriori mutazioni del coronavirus e lavoreranno insieme alla ricerca di opzioni di trattamento”, afferma Kurz in una dichiarazione diffusa dall’Apa.

Secondo il cancelliere, atteso giovedì in Israele, “il fabbisogno della sola Austria è stimato a circa 30 milioni di dosi di vaccino”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In vista del viaggio in Israele, Kurz incontrerà oggi i rappresentanti delle principali società farmaceutiche austriache. Nella dichiarazione il cancelliere afferma che l’approccio tramite l’Ue “è stato fondamentalmente corretto, ma l’Ema (Agenzia europea per i medicinali, ndr.) è troppo lenta con le approvazioni dei vaccini e ci sono rallentamenti nelle consegne da parte delle aziende farmaceutiche”.
“Dobbiamo quindi – prosegue Kurz – prepararci a ulteriori mutazioni e non fare più solo affidamento sull’Ue per produrre vaccini di seconda generazione”. Secondo gli esperti, nei prossimi anni, due terzi della popolazione, ovvero oltre sei milioni di austriaci, dovranno essere vaccinati ogni anno, precisa il cancelliere. Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha detto ieri, secondo Reuters, che con Kurz e il primo ministro danese Mette Frederiksen parlerà di “una collaborazione sulla produzione di vaccini”.
“Gli Stati membri hanno sempre avuto la possibilità di chiudere contratti con compagnie che non rientrano nella strategia Ue. Il virus del Covid colpisce tutto il mondo, le lezioni che possiamo imparare da approcci diversi, di diverse parti del mondo, sono sempre ben accolte, poiché ci possono rafforzare”. Così un portavoce della Commissione europea risponde alle domande sulla decisione di Austria e Danimarca di voler collaborare con Israele per i vaccini di seconda generazione.
“E’ sempre bene imparare dalle pratiche di altri Paesi ed esplorare opportunità di collaborazione. Non dimentichiamoci che il virus del Covid-19 richiede una risposta globale e che le lezioni di un Paese possono essere di grande aiuto. La Commissione è sicuramente interessata ad imparare da Austria, Danimarca e Israele. Questo può aggiungere valore alla strategia dei vaccini dell’Ue e alla missione dell’incubatore Hera, di cui beneficiano tutti gli Stati membri”, ha detto il portavoce.
Alla domanda sulla dichiarazione del cancelliere austriaco, Sebastian Kurz, secondo cui non si può fare pieno affidamento sulla Ue, per la seconda generazione di vaccini, il portavoce dell’Esecutivo comunitario, Eric Mamer, ha detto di “non voler commentare le dichiarazioni altrui. Stiamo sviluppando una strategia – ha detto Mamer – abbiamo presentato i piani per l’incubatore Hera per affrontare le varianti, che è stato accolto da tutti gli Stati membri, Danimarca e Austria compresi”.
“La strategia dei vaccini produrrà un miliardo e mezzo di dosi, e contiamo di vaccinare il 70% di europei per l’estate 2021. Sappiamo che ci sono Stati interessati a vaccini al di fuori del portafoglio Ue. Noi con i controlli dell’Ema abbiamo sempre insistito sulla sicurezza dei” sieri, anche se questo non significa che gli altri vaccini non sono sicuri. “Siamo fiduciosi che con quanto abbiamo messo in campo saremo in grado di coprire i bisogni degli europei”.
“L’annuncio di Austria e Danimarca di non affidarsi più all’Ue e di voler procedere autonomamente per procurarsi vaccini, seguito dalle dichiarazioni della Commissione Europea sulla legittimità di questa decisione, rappresenta l’ennesima e clamorosa conferma del fallimento della strategia portata avanti finora da Bruxelles”. Così in una nota gli europarlamentari della Lega componenti della commissione Sanità pubblica, Silvia Sardone, Simona Renata Baldassarre, Marco Dreosto, Luisa Regimenti, Gianantonio Da Re, Danilo Oscar Lancini, Annalisa Tardino, Lucia Vuolo, che invitano l’Italia “a seguire l’esempio”.
Nel frattempo, il governo tedesco starebbe pensando di estendere il lockdown, in vigore dal 16 dicembre, fino al 28 marzo ma allentando alcune restrizioni come anticipato ieri dal ministro dell’Economia Peter Altmaier che ha parlato di “riaperture responsabili”. Lo scrive il tabloid tedesco Bild. La decisione sarà annunciata domani dopo il vertice Stato-regioni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gorbaciov, il padre della perestroika compie 90 anni
L’ultimo leader Urss divide ancora l’opinione pubblica in Russia. Gli auguri di Mattarella, Merkel e Putin
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
02 marzo 2021
17:14
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mikhail Gorbaciov compie oggi 90 anni. L’ultimo leader sovietico divide ancora l’opinione pubblica in Russia mentre la sua figura è molto apprezzata in Occidente per il suo tentativo di riformare l’Urss, per la sua apertura ai valori democratici e per il suo contributo alla fine della Guerra Fredda.
Gli auguri di Mattarella. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato a Mikhail Gorbaciov il seguente messaggio: “La ricorrenza del suo novantesimo compleanno mi offre la gradita opportunità di farle pervenire i più cordiali rallegramenti e i migliori auguri della Repubblica italiana.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il popolo italiano conserva vivida memoria delle visite da lei effettuate nel nostro Paese e desidera unirsi a quanti, in questa giornata, le testimoniano stima e considerazione. Chiamato ad assumere le più alte responsabilità politiche nel suo Paese, ella ha saputo interpretare profonde aspettative di rinnovamento e ha fornito un coraggioso contributo – sottolineato dalla attribuzione del Premio Nobel per la Pace – al superamento di consolidate tensioni internazionali e alla ricomposizione di fratture che per decenni hanno segnato la vita del nostro continente. E’ con sentimenti di sincera gratitudine che le rinnovo vivissimi auguri di buon compleanno”.
L’ex leader sovietico feteggerà oggi con una videoconferenza su Zoom con amici intimi e persone che hanno collaborato con lui: lo ha detto una fonte vicina al premio Nobel per la Pace interpellata dall’agenzia di stampa statale russa Ria Novosti.
Nato nel 1931 in Russia meridionale, il padre della perestroika ha fatto una rapida carriera fino ad arrivare al vertice dello Stato nel 1985, in un periodo difficile per l’Urss. Mosca ha ormai perso la gara con l’Occidente per il benessere economico, il prezzo del petrolio è in calo e le spese militari sono eccessive perché si deve far fronte alla corsa agli armamenti con gli Usa e alla guerra in Afghanistan. Gorbaciov punta allora alla distensione in politica internazionale e al rafforzamento interno, pure con una timida apertura all’economia di mercato. I suoi cavalli di battaglia sono la perestroika, la ricostruzione del sistema politico e sociale, e la glasnost, la trasparenza.
Nel 1987 sigla con Reagan il Trattato Inf che mette fine alla crisi degli euromissili e nel 1989 ritira le truppe sovietiche dall’Afghanistan. Nel 1990 gli viene assegnato il Nobel per la Pace. Ma un anno dopo, nell’agosto del 1991, viene organizzato un golpe contro di lui e i carri armati invadono Mosca. Il colpo di Stato fallisce e i congiurati avversi alle riforme di Gorbaciov ottengono l’effetto opposto a quello desiderato: non fanno cioè altro che avvicinare la fine dell’Urss, che si sgretola in pochi mesi.
“Il suo importante contributo per una Riunificazione nella libertà resta indimenticato in Germania, come il suo personale impegno per le relazioni amichevoli fra i nostri due paesi”. È quello che ha scritto Angela Merkel, in un messaggio di auguri per i 90 anni di Gorbaciov. L’ex leader può guardare con orgoglio alla sua opera di vita, aggiunge la cancelliera. “Colgo l’occasione del suo compleanno per ringraziare personalmente ancora una volta per la missione da lei affrontata, nel superare la guerra fredda e nel compimento della Riunificazione tedesca”, si legge nel testo.
Anche Vladimir Putin ha inviato un telegramma di auguri all’ex leader sovietico, sottolineando la sua importanza nella storia del mondo. “Lei appartiene di diritto alla costellazione degli uomini di Stato notevoli, distinti ed eminenti dei tempi moderni che hanno esercitato un’influenza significativa sul corso della storia della patria e del mondo”, ha scritto Putin rivolgendosi al padre della perestroika sul documento pubblicato online dal Cremlino. Gorbaciov in passato ha spesso criticato Putin per le sue tendenze autoritarie e si è scagliato contro il partito putiniano Russia Unita affermando che ”assomiglia alla peggior copia del Pcus”. A volte ha però difeso le scelte di Putin in politica internazionale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: media, Germania pensa al lockdown fino al 28 marzo
Ma con alcune riaperture ‘responsabili’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
17:11
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il governo tedesco starebbe pensando di estendere il lockdown, in vigore dal 16 dicembre, fino al 28 marzo ma allentando alcune restrizioni come anticipato ieri dal ministro dell’Economia Peter Altmaier che ha parlato di “riaperture responsabili”. Lo scrive il tabloid tedesco Bild.
La decisione sarà annunciata domani dopo il vertice Stato-regioni.
“Diversamente dal lockdow, per Pasqua quest’anno dovrebbero essere possibili le visite ai parenti”. È quello che si legge nel documento, che sarà domani sul tavolo del vertice fra Stato e Regioni in cancelleria a Berlino. Nel testo si specifica che nei giorni fra il 2 e il 5 aprile sarà possibile incontrare fino a quattro persone della famiglia estesa, al di là del proprio nucleo abitativo, e senza contare i minori sotto 14 anni. Analogamente a Natale si fa appello ai cittadini affinché nel periodo compreso fra 5 e sette giorni prima del periodo pasquale si riducano al minimo i contatti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Libia: inchiesta Onu, tangenti per l’elezione del premier
Guardian anticipa risultati rapporto:200mila dollari per il voto
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
21:33
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un giro di tangenti avrebbe portato all’elezione del premier ad interim della Libia, Abdul Hamid Dbeibah. E’ il risultato di un’inchiesta dell’Onu, anticipata dal Guardian, in base alla quale i voti che hanno determinato l’elezione a sorpresa di Dbeibah sono stati comprati con tangenti tra i 150mila e i 200mila dollari offerte ad almeno tre dei delegati con diritto di voto.
I membri cioè del Forum di Dialogo Politico, composto in totale da 75 delegati, chiamati, un mese fa, ad eleggere un primo ministro ad interim che guidasse un nuovo esecutivo verso le elezioni a dicembre. Tutte circostanze che, sempre secondo il Guardian, l’ufficio del primo ministro avrebbe già smentito, bollandole come create ad arte per bloccare il processo politico.
L’inchiesta fa riferimento addirittura ad una lite che sarebbe scoppiata nell’hotel in cui si è riunito il Forum di Dialogo perché alcuni delegati avevano sentito che ad altri era stata garantita una tangente superiore, fino a 500mila dollari.
Il rapporto delle Nazioni Unite, che sarebbe partito proprio da una segnalazione dell’inviato speciale delle Nazioni Unite per la Libia Stephanie Williams, sarà pubblicato il 15 marzo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Khashoggi, Reporters sans frontières: ‘Denuncia contro bin Salman in Germania’
‘Crimini contro l’umanità’ per l’assassinio del reporter
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
14:47
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Reporters sans frontières ha annunciato di aver presentato una denuncia in Germania per crimini contro l’umanità contro il principe ereditario dell’Arabia Saudita Mohammed ben Salman, per la sua “responsabilità” nell’assassinio del giornalista saudita Jamal Khashoggi e nell’incarcerazione di una trentina di suoi colleghi. Presentata lunedì al Procuratore generale della Corte federale di giustizia di Karlsruhe” per la sua giurisdizione “sui principali crimini internazionali”, la denuncia “riguarda la diffusa e sistematica persecuzione dei giornalisti in Arabia Saudita”, si legge in un comunicato di Rsf.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Pausini trionfa ai Golden Globes, dedica all’Italia
Per il film con Sophia Loren. ‘Un orgoglio essere la sua voce’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
11:13
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Dedico questo premio all’Italia, alla mia famiglia, alla mia bimba che di questo giorno vorrei ricordasse la gioia nei miei occhi e che sempre bisogna credere nei propri sogni”. Prima donna a vincere con una canzone in italiano, Laura Pausini trionfa ai Goledn Globes, con Io sì (Seen), brano scritto con Diane Warren, pluripremiata compositrice statunitense già undici volte nominata agli Oscar.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ la canzone originale del film La vita davanti a sé con la regia di Edoardo Ponti, che segna il ritorno alle scene di Sophia Loren con una storia di amore, di accoglienza e di condivisione.
“Mai e poi mai avrei pensato di vincere ai Golden Globe Awards – ha aggiunto – che emozione pazzesca e che grandissimo onore! È veramente un privilegio essere la prima donna ad avere vinto con un brano tutto in italiano!”. “Sono felice per questo traguardo – ha proseguito l’interprete – soprattutto per il messaggio di accoglienza e di condivisione che la canzone porta con sé, dedicato a tutti quelli che desiderano e meritano di essere visti”.
Pausini aggiunge al suo palmares il Golden Globe Award al Grammy Award (2006) e ai quattro Latin Grammy Awards (2005, 2007, 2009, 2018). “Complimenti a @LauraPausini per il prestigioso premio conquistato ieri sera ai @goldenglobes. Una vittoria che unisce musica e cinema e che onora l’Italia.
#GoldenGlobes #TheLifeAhead”, ha scritto su Twitter il ministro della Cultura, Dario Franceschini.
Oltre che con Diane Warren, questo brano segna la prima collaborazione anche con Bonnie Greenberg (music supervisor di film come Tutto può succedere, Il matrimonio del mio migliore amico, What women want o The Mask) e per il testo italiano rinnova quella con Niccolò Agliardi, uno dei più assidui coautori di Laura. “Essere la voce del personaggio di Sophia mi riempie di orgoglio – ha sottolineato ancora la cantante -.
Proprio in questi giorni ricorre il 28esimo anniversario da quella serata a Sanremo che mi ha cambiato la vita. E sorrido a pensare a quella ragazzina, che mai si sarebbe aspettata di arrivare così lontano”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Amnesty, in un anno morti 17mila operatori sanitari
Una media di 30 al giorno. Accelerare vaccini di chi salva vite
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
21:43
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono almeno 17 mila gli operatori sanitari morti di Covid nell’ultimo anno, con una media di 30 al giorno. E’ l’allarme lanciato da Amnesty International, Public Services International (Psi) e Uni Global Union, che chiedono un intervento urgente per accelerare la vaccinazione di milioni di operatori sanitari in prima linea in tutto il mondo.

“Un operatore sanitario che muore di Covid ogni 30 minuti è sia una tragedia che un’ingiustizia. Gli operatori sanitari di tutto il mondo hanno messo in gioco le loro vite per cercare di proteggere le persone dal Covid, ma troppi sono stati lasciati senza protezione e hanno pagato il prezzo più alto “, ha detto Steve Cockburn di Amnesty International.
Le tre ong denunciano anche il fatto che continuano ad aumentare le diseguaglianze nella distribuzione dei vaccini: finora più della metà delle dosi mondiali sono state somministrate in soli 10 Paesi ricchi, che costituiscono meno del 10% della popolazione mondiale, mentre oltre 100 Paesi devono ancora vaccinare una sola persona.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Niger: Unhcr, migliaia di sfollati dal nord-ovest nigeriano
In fuga dalle violenze che aumentano anche in regione confinante
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
21:42
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le violenze nel nord-ovest della Nigeria alimentano un esodo di massa nel confinante Niger, la cui regione meridionale di Maradi accoglie oggi quasi 100 mila sfollati, tra i quali 77 mila nigeriani. Lo dice oggi l’Alto commissariato dell’Onu per i rifugiati (Unhcr), parlando di circa 7.700 nigeriani sfollati solo dall’inizio di quest’anno a causa di gruppi armati e di scontri tra le comunità locali.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Allo stesso tempo, altri 3.500 cittadini del Niger sono sfollati interni per le violenze crescenti anche nel loro Paese.
“La maggior parte dei rifugiati sono donne e bambini, sfollati dopo i recenti attacchi nello Stato nigeriano di Sokoto”, ha detto Boris Cheshirkov, portavoce di Unhcr.
“Le persone che scappano hanno urgente bisogno di acqua, cibo, rifugio e assistenza sanitaria”, ha aggiunto. Il personale Unhcr ha registrato anche un incremento delle violenze nella stessa regione di Maradi. Cheshirkov, infatti, ha dichiarato che nei primi due mesi del 2021 sono stati segnalati più morti e incidenti che nella seconda metà dell’anno scorso.
“Lavoriamo a stretto contatto con le autorità nigeriane per riposizionare i rifugiati lontano dal confine e in luoghi più sicuri, dove siano accessibili assistenza di base e servizi”, ha detto il portavoce di Unhcr. Secondo i dati dell’agenzia dell’Onu, oltre 3,2 milioni di persone sono state sfollate lungo il bacino del Lago Ciad, con il quale confinano Nigeria, Niger, Ciad e Camerun. L’Unhcr chiede quest’anno risorse pari a 128,6 milioni di dollari per far fronte alla crisi dell’area, ma a oggi ha ricevuto solo il 10 per cento della somma.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cina lancerà satellite per monitorare CO2 con sistema LiDAR
E’ il primo al mondo a usare questa tecnologia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
17:03
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina ha in programma di lanciare un nuovo satellite dotato di un sistema LiDAR (Light Detection and Ranging) per monitorare il livello di CO2 nell’atmosfera. L’annuncio arriva dal meteorologo Zhang Xingying, ricercatore esperto del National Satellite Meteorological Center cinese nel corso di un’intervista concessa a Xinhua.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Si tratta, ha rivelato Zhang, del primo satellite al mondo a rilevare attivamente la CO2 attraverso la tecnologia LiDAR e sarà pronto per il lancio a luglio.
Dal 2016, ha ricordato il ricercatore, la Cina ha già messo in orbita tre satelliti per il monitoraggio e lo studio della CO2, tutti dotati di tecnologia di telerilevamento ottico passivo.
“La messa in orbita dei satelliti andrà a vantaggio non solo della Cina ma del mondo intero in quanto fornirà supporto tecnologico per la tutela del nostro pianeta natale”, ha sottolineato Zhang.
Una costellazione di satelliti meteorologici per il monitoraggio della CO2 dovrebbe essere costruita durante il 14/mo Piano quinquennale cinese (2021-2025) nel quadro degli sforzi profusi da Pechino per raggiungere il picco delle emissioni di anidride carbonica prima del 2030 e conseguire la cosiddetta “carbon neutrality” entro il 2060.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Navalny, le sanzioni Usa colpiscono l’entourage di Putin
Rapporto degli 007: ‘L’oppositore avvelenato su ordine di Mosca’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
03 marzo 2021
00:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Anche per gli Usa non ci sono dubbi: c’è il governo di Mosca dietro all’avvelenamento con il Novichok dell’oppositore russo Alexei Navalny, il nemico numero uno di Vladimir Putin. E’ la conclusione di un rapporto declassificato dell’intelligence americana, che ha spinto l’amministrazione Biden a varare le sue prime sanzioni contro la Russia, dopo quelle all’Arabia Saudita per l’uccisione del giornalista dissidente Jamal Khashoggi.
Anche in questo caso le misure non colpiscono direttamente il leader del Paese ma i sette alti dirigenti puniti appartengono al suo entourage, dall’inossidabile capo dei servizi segreti Fsb Alexander Bortnikov al primo vice capo dello staff del Cremlino Serghiei Kiriyenko, già premier con Ieltsin ed ex capo dell’agenzia nucleare Rosatom.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nella blacklist pure i vice ministri della Difesa Aleksei Krivoruchko e Pavel Popov, il procuratore generale Igor Krasnov, il direttore del Servizio penitenziario federale Aleksander Kalashnikov, il capo del dipartimento di politica interna del presidente russo Andrei Yarin. Tutti sono già stati colpiti anche dall’Ue in due round di sanzioni, di cui l’ultimo lunedì.
Gli Usa hanno inoltre esteso le restrizioni all’export in Russia di materiale che potrebbe essere usato per la produzione di agenti chimici e biologici. L’ambasciatore russo all’Ue Vladimir Chizov ha già annunciato che Mosca risponderà alle misure europee. Scontato che farà altrettanto con Washington. “Nessuno ha cancellato le regole della diplomazia e una di queste regole è il principio di reciprocità”, ha avvisato il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov. “La comunità dell’intelligence stima con un alto grado di fiducia che responsabili dei servizi di sicurezza russi (Fsb) abbiano utilizzato un agente nervino conosciuto come Novichock per avvelenare l’oppositore russo Alexiei Navalny il 20 agosto 2020”, hanno spiegato fonti dell’amministrazione Usa, aggiungendo che le sanzioni sono state decise “in stretto concerto con i nostri partner della Ue” e sono “un chiaro segnale” inviato a Mosca.
“Non cerchiamo né un reset né una escalation”, ha spiegato la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki, sottolineando che Washington non esiterà a rispondere ad ogni azione destabilizzante della Russia e rinnovando l’appello per la “liberazione immediata e senza condizioni” dell’oppositore.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini, alleanza Big Pharma. Merck e Johnson&Johnson insieme
Domani tavolo sulla produzione in Italia. Giovedì Breton da Giorgetti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
21:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Da feroci avversari a collaboratori in nome della salute comune. L’azienda farmaceutica Usa, uno dei sette colossi mondiali del farmaco, aiuterà la concorrente Johnson&Johnson a produrre il suo vaccino monodose contro il coronavirus per dare una significativa spinta alla produzione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
A imprimere la svolta, in quello che il Washington Post definisce un “patto insolito” , è stata l’amministrazione Biden, anche preoccupata dopo l’annuncio dell’azienda che dei 37 milioni di dosi previsti per la consegna negli Usa per la fine di marzo, saranno disponibili invece 20 milioni.
In Italia, il tema cruciale della produzione dei vaccini anti-Covid sarà nuovamente il 3 marzo sul tavolo del Mise. Dopo l’incontro della scorsa settimana, il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti vedrà nuovamente il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi, il presidente dell’Aifa Giorgio Palù e il neo commissario per l’emergenza Paolo Figliuolo al posto di Domenico Arcuri, che aveva preso parte alla precedente riunione. Al centro del meeting, la verifica della possibilità concreta di produrre vaccini anti-Covid presso impianti italiani.
Per giovedì è invece fissato, sempre al Mise, un incontro tra Giorgetti e il commissario Ue Thierry Breton, responsabile della task force Ue sui vaccini per discutere del piano europeo di rafforzamento della produzione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Scontri a Barcellona, sei italiani accusati di tentato omicidio
La polizia catalana, ‘hanno incendiato un furgone con un agente all’interno’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
02 marzo 2021
21:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Hanno agito in modo “violento”, “organizzato” e mirato “contro la polizia”: così gli inquirenti catalani hanno descritto l’azione di gruppo di otto persone — tra cui sei italiani — arrestate sabato negli scontri verificatisi a Barcellona durante le proteste per l’arresto del rapper Pablo Hasél. Le forze dell’ordine dicono che si tratta di individui legati a movimenti anarchici: oltre a danneggiare sportelli bancari, negozi e arredi urbani, sono stati loro — hanno denunciato i Mossos d’Esquadra, la polizia catalana — a dare fuoco a un furgone della Guardia urbana con un agente all’interno, che poi è riuscito a scappare senza conseguenze.
Per tutti gli arrestati c’è adesso da parte dei Mossos l’accusa di tentato omicidio, appartenenza a gruppo criminale, disordini pubblici e danni alla proprietà.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mercoledì 3 marzo i sei italiani — cinque ragazzi e una ragazza, di età comprese tra i 28 e i 35 anni — compariranno davanti al giudice per l’udienza di convalida dei fermi. Le altre due persone arrestate sono una cittadina spagnola e una francese.
Il consolato italiano a Barcellona, in accordo con l’ambasciata italiana a Madrid, è in contatto con la magistratura e gli inquirenti per prestare assistenza ai fermati. Quella di sabato è stata solo l’ultima di una lunga serie di notti di proteste non solo nel capoluogo catalano ma anche in altre zone della Spagna partite dopo l’arresto di Hasél — condannato per apologia di terrorismo e ingiurie contro la monarchia — e sfociate poi in un crescente malcontento.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Spunta la terza accusatrice, i dem scaricano Cuomo
Monta la richiesta di dimissioni, le donne del partito in rivolta
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
02 marzo 2021
21:37
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un’accusa di molestie è pesante per un politico. Ma tre, di cui due in meno di una settimana, sono una valanga in grado di far saltare la poltrona.
Ed è proprio questa la situazione in cui si ritrova Andrew Cuomo: una terza donna lo ha accusato di avance inappropriate, complicando ulteriormente la sua posizione e alimentando il coro di voci che ne chiede le dimissioni da governatore di New York.
A scaricare Cuomo è anche il suo stesso partito: i democratici hanno ormai preso le distanze dal governatore, capitanati dalle donne. Dalla speaker della Camera Nancy Pelosi all’ex first lady Hillary Clinton passando per la popolarissima Alexandria Ocasio-Cortez ed Elizabeth Warren, tutte le democratiche chiedono un’indagine approfondita su quelle che ritengono accuse “credibili”. E un’indagine ci sarà. Il procuratore di New York, Letitia James, ha ricevuto tutte le carte per far partire l’inchiesta indipendente e far luce sullo scandalo, il cui esito potrebbe avere effetti devastanti per la carriera politica di Cuomo.
Se Cuomo dovesse lasciare, il suo posto sarebbe preso dalla sua numero due, Kathy Hochul, che diventerebbe la prima donna governatrice di New York.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto Bunny Wailer, leggenda giamaicana del reggae
73 anni, ha reso il reggae un fenomeno globale
(2)
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
18:40
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto Bunny Wailer, leggenda giamaicana del reggae e membro fondatore dei Wailers, con Bob Marley e Peter Tosh, che ha reso il reggae un fenomeno globale. Il nome di Wailer, all’anagrafe Neville Livingston, è indissolubilmente legato a quello di Bob Marley, che conobbe da bambino e con il quale fondò i Walier, trio composto anche da Peter Tosh. Banny Wailer era nato a Kingston ed aveva 73 anni.
Si è spento – come si legge sul Jamaica Observer che cita il suo manager Maxine Stowe – questa mattina al Medical Associates Hospital di Kingston, ospedale nel quale era stato ricoverato nel luglio scorso dopo un ictus che lo aveva colpito nel luglio 2020. Con Wailer, che, oltre a cantare, accompagnava il trio con il suo bongo, scompaiono tutti i membri del mitico gruppo reggae: Marley morì di cancro l’11 maggio 1981, mentre Tosh fu ucciso nella sua casa di St Andrew l’11 settembre 1987. Incise otto album con i Wailers, dal 1965 al 1973, prima di avviare la sua carriera solista. Gli album in solitaria includono Blackheart Man, pubblicato nel 1976, e Rock ‘n’ Groove, uscito cinque anni dopo. Tra le sue canzoni di successo Cool Runnings, Ballroom Floor, Crucial e Bald Head Jesus.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Navalny, sanzioni Usa a 7 dell’entourage di Putin
Anche al capo dei servizi segreti e al vice capo staff Cremlino
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
02 marzo 2021
21:00
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli Usa hanno annunciato sanzioni contro diversi alti dirigenti russi in risposta all’avvelenamento del leader di opposizione russo Alexei Navalny. Le sanzioni, che colpiscono in particolare sette responsabili di alto livello, sono state decise “in stretta collaborazione con i nostri partner della Ue” e sono un “chiaro segnale” inviato a Mosca.
Le sanzioni colpiscono anche il capo dei servizi segreti russi, l’Fsb, Alexander Bortnikov e il primo vice capo dello staff dell’amministrazione presidenziale Serghei Kiriyenko. Gli altri destinatari delle sanzioni sono i vice ministri della Difesa Aleksei Krivoruchko e Pavel Popov, il direttore del Servizio penitenziario federale Aleksander Kalashnikov, il procuratore generale Igor Krasnov e il capo del dipartimento di politica interna del presidente russo Andrei Yarin. La Casa Bianca – ha detto la portavoce Jen Psaki – si riserva di prendere ulteriori azioni contro la Russia quando sarà completato l’esame di altre sue presunte attività”. “Il presidente Joe Biden intende avere con Mosca un atteggiamento molto diverso da quello della precedente amministrazione”, ha aggiunto.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Covax pianifica distribuzione 238 milioni di dosi
Pakistan, Nigeria e Indonesia tra i principali destinatari
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
GINEVRA
02 marzo 2021
20:31
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha pianificato la distribuzione di 238,3 milioni di dosi di vaccino da distribuire ai Paesi più poveri del mondo entro la fine di maggio nell’ambito del programma Covax. Pakistan, Nigeria e Indonesia saranno tra i maggiori destinatari dei vaccini gratuiti: riceveranno oltre 10 milioni di dosi ciascuno.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Oms, co-leader del programma Covax, vuole accelerare il più possibile l’operazione, convinta che fornire vaccini a tutti i Paesi sia l’unica via d’uscita dalla pandemia.
Lo schema che mira a garantire un accesso equo ai vaccini contro il Covid-19 prevede l’invio prioritario della maggior parte delle dosi a disposizione a Pakistan (14.640.000), Nigeria (13.656.000), Indonesia (11.704.800), Bangladesh (10.908.000) e Brasile (9.122.400). Seguono l’Etiopia (7.620.000), la Repubblica Democratica del Congo (5.928.000), il Messico (5.532.000), l’Egitto (4.389.600) e il Vietnam (4.176.000).
Anche Iran, Birmania, Kenya e Uganda sono in fila per oltre tre milioni di dosi ciascuno.
Complessivamente sarà l’India a ottenere entro maggio la parte maggiore di vaccini ma la sua assegnazione non è ancora stata finalizzata. Le consegne includono circa 237 milioni di dosi del vaccino AstraZeneca/Oxford, in fase di produzione in India e Corea del Sud, e altri 1,2 milioni di dosi del vaccino Pfizer/BioNTech, che richiede una speciale conservazione a temperature molto basse. Lo schema mira a distribuire dosi sufficienti per vaccinare fino al 27% della popolazione nelle 92 economie partecipanti più povere entro la fine dell’anno. La maggior parte dei Paesi sviluppati si è procurata i vaccini autonomamente. Finora sono state somministrate circa 260 milioni di dosi di vaccino in tutto il mondo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gorbaciov compie 90 anni. Putin, cambiato storia del mondo
‘Merita rispetto’, ma la sua figura divide ancora la Russia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
02 marzo 2021
21:13
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mikhail Gorbaciov ha spento oggi 90 candeline. In isolamento in una clinica per precauzione a causa della pandemia di Covid, il padre della perestroika ha ricevuto messaggi di auguri da tutto il mondo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Da Putin a Biden, da Merkel a Mattarella, tutti i principali leader internazionali hanno rimarcato l’importante ruolo che la storia ha riservato all’ultimo segretario generale del Pcus. Gorbaciov divide ancora l’opinione pubblica in Russia, dove c’è chi lo ritiene responsabile del crollo dell’impero sovietico: un evento storico che l’ex ufficiale del Kgb Vladimir Putin ha definito “la peggiore catastrofe geopolitica del XX secolo”. La sua figura è invece molto apprezzata in Occidente per i tentativi di riformare l’Urss, per le aperture democratiche e per il contributo alla fine della Guerra Fredda che gli è valso il Nobel per la Pace. Vladimir Putin gli ha inviato un telegramma di auguri sottolineando la sua importanza nella storia del mondo. “Lei appartiene di diritto alla costellazione degli uomini di Stato notevoli, distinti ed eminenti dei tempi moderni che hanno esercitato un’influenza significativa sul corso della storia della patria e del mondo”. Gorbaciov in passato ha spesso criticato Putin per le sue tendenze autoritarie e si è scagliato contro il partito putiniano Russia Unita affermando che ”assomiglia alla peggior copia del Pcus”. A volte ha però anche difeso le scelte di Putin in politica internazionale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Texas riapre, via a restrizioni e obbligo mascherina
Il governatore Abbott,dal 10 marzo tutte attività aperte al 100%
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
02 marzo 2021
21:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Texas rimuove l’obbligo della mascherina e rimuove altre restrizioni imposte per contenere la pandemia. Lo annuncia il governatore Greg Abbott.
“E’ il momento di riaprire il Texas al 100%”, dice Abbott annunciando che a partire dal 10 marzo tutte le attività saranno aperte al 100% della loro capacità. La decisione segue il calo del numero dei casi nel secondo maggiore Stato americano, dove vengono ormai somministrati 1 milione di vaccini a settimana.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Strage d’immigrati in California, 27 in un Suv
Almeno 15 morti nello scontro con un camion, erano braccianti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
02 marzo 2021
21:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Strage di immigrati in California. Almeno in 15 sono morti a causa dello schianto tra l’auto su cui viaggiavano e un camion che trasportava ghiaia.
Agghiacciante la scena che si è presentata agli occhi dei primi soccorritori: all’interno del Suv coinvolto tra le lamiere erano ammassate 27 persone, lì dove la capienza massima del veicolo è di sette, otto passeggeri.
L’incidente è avvenuto alle sette del mattino in una zona agricola a est di San Diego, a soli 16 chilometri dal confine col Messico, lungo una strada che costeggia campi coltivati soprattutto a lattuga e altri tipi di insalata, prodotti per i quali è in corso la stagione del raccolto. Ancora non chiare le cause che hanno provocato il terribile scontro. Ben 14 delle vittime – è stato spiegato nel corso di una conferenza stampa – sono morte sul colpo, mentre una quindicesima è stata dichiarata deceduta dopo il ricovero in ospedale. Almeno altre dieci persone sono invece rimaste ferite, alcune gravemente. Per il trasporto in ospedale sono dovuti intervenire almeno due elicotteri.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Biden: ‘Vaccini per tutti gli americani entro maggio’
Texas, Mississippi riaprono al 100%, il presidente: “Non è il momento di abbassare la guardia”
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
02 marzo 2021
23:30
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Gli Usa sulla strada di avere abbastanza vaccini anti Covid per tutti gli americani entro fine maggio”, con due mesi di anticipo sulle previsioni. Joe Biden ingrana la quarta e mette la freccia, annunciando ufficialmente una partnership mediata dalla Casa Bianca tra Merck e Johnson & Johnson’s, due della maggiori case farmaceutiche mondiali tradizionalmente rivali, per accelerare la produzione dei vaccini monodose della J&J.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Una collaborazione simile a quella che abbiamo visto nella seconda guerra mondiale”, ha sottolineato, ricordando di aver invocato la ‘Defence production act’, una legge che risale alla guerra con la Corea, per adattare due impianti della Mercks alla produzione del vaccino.

“Non è il momento di abbassare la guardia”: lo ha detto Joe Biden in merito all’ obbligo di mascherina, dopo che due Stati americani, il Texas e il Mississippi, hanno annunciato la revoca di tutte le restrizioni.

Dopo il Texas, anche il Mississippi revoca l’obbligo di mascherine anti Covid e consente alle attivita’ di operare a piena capacita’ a partire da domani. Lo ha annunciato il governatore repubblicano Jonathon Tate Reeves, sfidando il monito lanciato ieri dai Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) a non abbassare la guardia.

Il Texas rimuove l’obbligo della mascherina e rimuove altre restrizioni imposte per contenere la pandemia. Lo annuncia il governatore Greg Abbott. “E’ il momento di riaprire il Texas al 100%”, dice Abbott annunciando che a partire dal 10 marzo tutte le attività saranno aperte al 100% della loro capacità. La decisione segue il calo del numero dei casi nel secondo maggiore Stato americano, dove vengono ormai somministrati 1 milione di vaccini a settimana.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Brasile, 1.641 morti di Covid in 24 ore, mai così tanti
E’ il numero più alto di vittime in un giorno, 257.361 totali
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
SAN PAOLO
03 marzo 2021
00:15
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Brasile ha registrato 1.641 morti di Covid-19 e 59.925 contagi nelle ultime 24 ore. Lo rivela il Consiglio nazionale delle segreterie di salute (Conass).

Si tratta del numero più alto di vittime in un giorno dall’inizio della pandemia. Il record precedente era stato stabilito il 29 luglio 2020, con 1.595 morti. Il bilancio complessivo sale a 257.361 vittime a fronte di 10.646.926 casi accertati.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Biden, mascherine? Non è tempo di abbassare la guardia
Dopo che Texas e Mississippi hanno detto basta alle precauzioni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
03 marzo 2021
00:22
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Non è il momento di abbassare la guardia”: lo ha detto Joe Biden in merito all’ obbligo di mascherina, dopo che due Stati americani, il Texas e il Mississippi, hanno annunciato la revoca di tutte le restrizioni.
“Tre settimane fa ho annunciato che avremmo avuto abbastanza vaccini per tutti gli americani entro la fine di luglio, oggi, con gli sforzi per potenziare la produzione, dico che ne avremo abbastanza per tutti gli americani entro la fine di maggio”, ha rassicurato il presidente parlando dalla Casa Bianca.
Biden ha poi definito “uno sforzo tipico dei tempi di guerra” la collaborazione mediata dalla Casa Bianca tra due delle maggiori case farmaceutiche mondiali, Merck e Johnson & Johnson, in genere rivali, per accelerare la produzione di vaccini monodose contro il Covid-19. Il presidente ha spiegato di aver invocato la ‘defence production act’, una legge di guerra dei tempi del conflitto in Corea, per adattare due impianti della Mercks alla produzione del vaccino.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Prima sconfitta Biden, ritira nomina capo ufficio budget
Neera Tandem criticata da senatori di entrambi i partiti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
03 marzo 2021
01:00
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Prima sconfitta dell’amministrazione Biden nell’iter di conferma al Senato dei suoi dirigenti: la Casa Bianca, riferisce la Cnn, ha ritirato la nomina di Neera Tandem come direttrice dell’ Office of Management and Budget. Tanden aveva suscitato critiche di senatori di entrambi i partiti per i suoi tweet molto intemperanti verso alcuni di loro e non poteva contare sulla maggioranza dei voti.

Ora, secondo il Washington Post, potrebbe essere nominata ad una carica che non richiede l’approvazione del Senato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tokyo 2020: verso elezione 12 donne nel comitato direttivo
Nuova presidente vuole aumentare rappresentanza femminile al 40%
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
03 marzo 2021
03:54
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il comitato organizzatore di Tokyo 2020 è pronto a inoltrare la richiesta per l’elezione di 12 donne all’interno del consiglio direttivo. Lo anticipano i media nipponici, spiegando che la decisione fa parte del nuovo obiettivo del comitato presieduto dalla nuova presidente Seiko Hashimoto, dopo le dimissioni del suo predecessore, Yoshiro Mori, accusato di comportamento sessista.

Attualmente il board è composto da 34 membri, all’interno del quale le donne sono appena 7. La nuova riforma prevede un incremento di 45 persone con la presenza femminile che dovrebbe assestarsi a 19, equivalente a una rappresentazione del 42% dall’attuale 20%.
Il comitato organizzatore dei Giochi non ha reso pubblica l’intera lista dei nomi, ma ha anticipato che tra di essi ci saranno la vincitrice della maratona di Sydney nel 2000, Naoko Takahashi, e la due volte campionessa paraolimpica in sci alpino Kuniko Obinata.
L’elezione dei nuovi 12 candidati sarà approvata nella giornata di oggi durante la riunione consultiva del comitato organizzatore.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Australia estende fino a giugno chiusura dei confini
Oltre 40 mila australiani restano bloccati all’estero
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
SYDNEY
03 marzo 2021
05:31
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il governo australiano ha esteso la chiusura dei confini internazionali fino ad almeno il 17 giugno, citando l’emergenza all’estero di nuove varianti più contagiose del Covid-9, e lasciando così bloccati all’estero almeno 40 mila australiani, impossibilitati a rimpatriare. L’estensione, annunciata dal ministro della Salute Greg Hunt, porta a 15 mesi il periodo in cui i confini dell’Australia sono rimasti chiusi al resto del mondo, ed è impedito ai suoi cittadini di lasciare il paese salvo che ottengano un’esenzione.

Il ‘periodo di emergenza di biosicurezza umana’, imposto il 17 marzo 2020, viene esteso “per assicurare che il governo australiano abbia i poteri per prendere ogni necessaria misura, per continuare a prevenire e controllare il Covid-19”, ha detto il ministro. L’estensione è basata su consiglio medico ed epidemiologico, fornito dal Comitato australiano di protezione della salute e dall’Ufficiale medico capo federale – ha aggiunto. La misura di estensione stabilisce che il sistema di quarantena in hotel proseguirà fino ad almeno metà dell’anno, con la possibilità di estensione per il resto del 2021 – ha precisato Hunt.

Mondo tutte le notizie in tempo reale sempre aggiornate! SEGUILE E CONDIVIDILE!
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 20 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:05 DI DOMENICA 28 FEBBRAIO 2021

ALLE 09:57 DI LUNEDì 01 MARZO 2021

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Giappone risarcisce Mauritius per disastro petroliera
A luglio finirono in mare 1.000 tonnellate di greggio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
28 febbraio 2021
12:05
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Giappone ha stanziato 600 milioni di yen, l’equivalente di 4,6 milioni di euro, da offrire al governo delle Mauritius per l’impiego nella tecnologia per la salvaguardia dei sistemi marini. Parte della somma servirà a installare un sistema radar per monitorare la navigazione in sicurezza delle navi intorno all’arcipelago a sud dell’Oceano Indiano, che costituisce un’importante tratta marittima a livello globale.

La decisione di Tokyo è stata presa in seguito al disastro dello scorso luglio, che ha riguardato una petroliera di un armatore giapponese rimasta incagliata nella barriera corallina, riversando in mare circa 1.000 tonnellate di carburante.
Il governo nipponico metterà inoltre a disposizione fino a 30 miliardi di yen, circa 305 milioni di euro, in prestiti per alleviare l’impatto della pandemia del coronavirus sulla vitale industria turistica delle Mauritius e ravvivare l’economia locale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Thailandia, oggi al via la campagna di vaccinazioni
Con il vaccino cinese CoronaVac
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 febbraio 2021
13:02
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Thailandia ha dato il via stamane al suo programma di immunizzazioni contro il coronavirus somministrando le prime dosi del vaccino cinese CoronaVac, sviluppato dalla Sinovac Biotech, ai ministri del governo, ai funzionari della Sanità e al personale medico. Lo riporta il Guardian.

“Spero che la vaccinazione metterà al sicuro la gente dalla diffusione del Covid e permetterà alla Thailandia di tornare alla normalità il prima possibile”, ha detto il vice Primo ministro e ministro della Sanità, Anutin Charnvirakul, che è stato tra i primi a ricevere il vaccino.
Questa settimana il Paese ha ricevuto le prime 200mia dosi del CoronaVac e le prime 117mila dosi di quello AstraZeneca. Il CoronaVac è stato distribuito in 13 province ad alto rischio.
Tra marzo e aprile la Thailandia dovrebbe ricevere 1,8 milioni di dosi del vaccino cinese, mentre il vaccino di AstraZeneca sarà pronto entro la seconda settimana di marzo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Russia-Ue, il giallo del vaccino Sputnik V
Battaglia sulla richiesta all’Ema, ecco come stanno le cose
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 febbraio 2021
13:21
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA – L’Europa ha urgentemente bisogno di vaccini, Mosca non vede l’ora di fornirglieli. Ma prima va spezzato il nodo gordiano dell’approvazione all’Ema, salvo la spaccatura del fronte Ue che sinora ha tenuto per avere maggior potere contrattuale.
E qui si apre il giallo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Perché Mosca sostiene di aver già presentato la fatidica domanda per ottenere l’ok al suo Sputnik V, mentre l’Europa dice che non è vero, e tramite la presidente della Commissione Europea Ursula Von der Leyen ha criticato le autorità russe perché decantano il loro vaccino ma restano indietro con le vaccinazioni in patria. Il che è vero. Insomma, tra Mosca e Bruxelles regna la diffidenza e, dato il grado di scontro politico su altri dossier, non ci sarebbe da stupirsi. Per quanto riguarda lo Sputnik V, però, a complicare il clima potrebbe esserci solo un equivoco. Prima però un passo indietro.
A commercializzare all’estero il vaccino, per la Russia, è il Russian Direct Investment Fund (RDIF), il fondo sovrano russo che ha finanziato la sua scoperta da parte del centro Gamaleya, intitolato al padre della virologia russa e allievo di Louis Pasteur. L’RDIF, verso la fine di dicembre, ha chiesto all’Ema la ‘scientific review’, primo passo formale per accedere alla procedura di registrazione vera e propria. Tutto fila liscio fino a febbraio, quando le cose si complicano. Il 9 febbraio, infatti, l’RDIF annuncia che la review si è conclusa (dicono il 19 gennaio) e, contestualmente, i media russi pubblicano la notizia che è iniziato l’iter di approvazione in Europa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
A questo punto l’armonia s’interrompe. L’Ema, il 10 febbraio, pubblica sul suo sito una nota in cui si sottolinea che l’agenzia “non ha finora ricevuto la domanda per la rolling review – essenzialmente la procedura per emergenza, ndr – o un’autorizzazione di commercializzazione per il vaccino contro il Covid-19 sviluppato dal Centro Gamaleya”. L’RDIF, tramite l’account Twitter dedicato allo Sputnik, quello stesso giorno dice il contrario e posta uno screenshot che dovrebbe provare l’avvenuta richiesta, datata 29 gennaio. Nel mentre, fattore cruciale, Lancet pubblica lo studio ‘peer reviewed’ sui dati ad interim dei test clinici di fase 3 in cui si evince che lo Sputnik V è effettivamente efficace al “91,6%” ed è “sicuro”.
Per Mosca è la rivincita dopo tanto scetticismo occidentale sul suo vaccino – giustificato in parte dalla fretta con cui il Cremlino ha voluto tagliare il traguardo, lo scorso agosto, nella corsa all’immunizzazione. La campagna di commercializzazione dello Sputnik V a quel punto prende il volo e si moltiplicano i Paesi dove viene registrato (ad oggi 37 nazioni, pari a 1,1 miliardi di abitanti del mondo, tra cui l’Ungheria, primo Paese Ue).
Gli animi in Europa invece si scaldano. Il 19 febbraio l’RDIF, sempre su Twitter, scrive che la richiesta all’Ema di rolling review è stata fatta e pubblica un documento della stessa Ema a conferma. Nel documento, però, si dice chiaramente che allo Sputnik sono stati assegnai i ‘curatori’ nell’ambito della richiesta di parere indipendente fornito dal Committee for Medicinal Products for Human Use (CHMP). Stando alle regole dell’Ema, infatti, solo dopo aver ricevuto l’ok dai ‘saggi’ – nonché che dal ‘COVID-19 EMA pandemic Task Force’ o COVID-ETF – le autorità russe potranno tecnicamente registrare la domanda di rolling review. Morale. Il processo è in corso (come sostengono i russi) ma la fatidica domanda in sé, che dà diritto ad essere aggiunti alla lista di vaccini in via di approvazione nell’Ue, non c’è ancora (come precisa Bruxelles).
Tutto il resto è story telling. Se poi queste accese narrazioni, da un lato o dall’altro, seguano un canovaccio preciso (per esempio provocare fughe in avanti da parte di altri Paesi Ue, ieri il caso dell’Austria), resta da capire. Ma, più banalmente, potremmo assistere solo a un deficit di fiducia tra le parti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Birmania: la polizia reprime le proteste, almeno 9 morti
Bbc, contro manifestanti pallottole vere e di gomma
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 febbraio 2021
13:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Almeno 9 persone sono rimaste uccise nella repressione delle manifestazioni in Birmania, nella giornata più sanguinosa dall’inizio delle proteste contro il golpe del primo febbraio. Lo riporta la Bbc, citando fonti mediche a Yangon, Dawei e Mandalay, dove la polizia ha usato proiettili veri e di gomma e gas lacrimogeni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Russia: Navalny sconterà la pena a 200 km da Mosca
In una colonia penale nella regione di Vladimir
c
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
28 febbraio 2021
13:33
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il dissidente russo Alexei Navalny è stato trasferito nella regione di Vladimir, circa 200 km a est di Mosca, dove sconterà la sua condanna a 2 anni e mezzo di reclusione in una colonia penale: la ha reso noto un funzionario alle agenzie di stampa russe. “Abbiamo informazioni al 100% che Navalny è arrivato nella regione di Vladimir per scontare la sua pena.
All’inizio verrà posto in quarantena, poi verrà trasferito nella sua colonia”, ha detto all’agenzia di stampa Interfax Alexei Melnikov, membro della commissione pubblica di Mosca che monitora i diritti umani dei detenuti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: dieci civili uccisi nell’est, 8 decapitati
Esercito: ‘In due attacchi dei miliziani islamici dell’Adf’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BUNIA
28 febbraio 2021
13:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Dieci civili sono stati uccisi la notte scorsa nell’est della Repubblica democratica del Congo in due attacchi attribuiti al gruppo ugandese Forze democratiche alleate (Adf), una formazione di matrice islamica attiva dalla fine degli anni Ottanta: lo ha reso noto il tenente Jules Ngongo, portavoce dell’esercito nella provincia di Ituri. Ngongo ha precisato che otto civili sono stati decapitati nel villaggio di Boyo e altri due sono stati uccisi a colpi di arma da fuoco a Kainama.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Birmania: almeno 18 uccisi nelle manifestazioni anti-golpe
Lo riferisce la Bbc
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 febbraio 2021
15:40
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ salito ad almeno 18 morti il bilancio della repressione delle manifestazioni contro il colpo di stato in Birmania. Lo riferisce l’Ufficio Onu per i diritti umani citato dalla Bbc.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nel Regno Unito vaccinate oltre 20 milioni di persone
E’ un terzo della popolazione.Il governo Johnson esulta: ‘bingo’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
28 febbraio 2021
15:45
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono ormai più di 20 milioni, un terzo dell’ intera popolazione nazionale, le persone che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino anti-Covid nel Regno Unito, a cui vanno aggiunti circa 800.000 richiami. Lo annuncia il governo di Boris Johnson.

“BINGO”, esulta a caratteri cubitali -via Twitter- Nadhim Zahawi, ministro coordinatore della campagna vaccinale. “E’ assolutamente fantastico, un risultato magnifico per il Paese – gli fa eco il titolare della Sanità, Matt Hancock – ringrazio ogni singola persona che si è fatta vaccinare, perché sappiamo che ciascuna dosa iniettata aiuta a proteggere” tutti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Zaki: udienza conclusa, l’esito martedì
Patrick in aula. L’annuncio ritardato per questioni burocratiche
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
IL CAIRO
28 febbraio 2021
15:50
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Si è tenuta, ma bisognerà attendere martedì per conoscerne l’esito, l’udienza sulla custodia cautelare di Patrick Zaki, lo studente egiziano dell’Università di Bologna da oltre un anno in carcere in Egitto con l’accusa di propaganda sovversiva. Lo ha riferito la sua legale, Hoda Nasrallah, precisando che Patrick era presente in aula e che il rinvio della notifica a dopodomani è dovuto a questione burocratiche.

“Il termine per la decisione è martedì. Il funzionario viene solo il martedì”, ha scritto Nasrallah. Il riferimento è all’impiegato della Procura per la sicurezza dello Stato dove, come sempre, va a farsi notificare l’esito delle udienze. In genere la notifica avviene però già il giorno dopo, come peraltro da lei stessa previsto ancora stamattina. “Patrick era presente”, si è limitata ad aggiungere l’avvocata.
“Questa attesa di 48 ore per Patrick, che conoscerà solo martedì l’esito dell’udienza a cui ha preso parte oggi, è un altro elemento di questa situazione crudele nei suoi confronti”, dice Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Germania, superata quota 70 mila morti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 febbraio 2021
12:30
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ha superato quota 70 mila il numero dei decessi legati al Covid-19 registrati ufficialmente in Germania da inizio pandemia, secondo i dati dell’università americana Johns Hopkins.
Il Paese europeo da 83 milioni di abitanti ha contato finora oltre 2,44 milioni di casi di contagio, di cui quasi 2,25 milioni guariti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Birmania: Onu, i militari fermino l’escalation violenta
‘Condanniamo l’uso della forza su manifestanti pacifici’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
GINEVRA
28 febbraio 2021
15:43
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le Nazioni Unite hanno condannato la violenta repressione in Birmania e hanno esortato la giunta militare a smettere di usare la forza sui manifestanti pacifici.
“Condanniamo fermamente l’escalation di violenza contro le proteste in Myanmar e chiediamo ai militari di interrompere immediatamente l’uso della forza contro manifestanti pacifici”, ha detto in una nota Ravina Shamdasani, portavoce del Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite.
Almeno 9 manifestanti sono stati uccisi oggi nella giornata più sanguinosa dall’inizio delle proteste.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Gb, i nuovi casi calano del 40% in una settimana
I decessi sono scesi di un terzo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 febbraio 2021
18:14
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il numero di nuovi casi di Covid-19 nel Regno Unito è sceso del 40% nell’ultima settimana, e i decessi sono diminuiti di un terzo. Lo indicano i dati ufficiali, citati dal Daily Mirror. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 6.035 nuovi casi, l’aumento giornaliero più basso dallo scorso settembre.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I morti sono stati 144. Circa 20 milioni di britannici hanno ricevuto almeno la prima dose di vaccino anti-Covid.
Ignorando la reiterata richiesta di Bruxelles di mantenere aperte le frontiere all’interno dell’Unione Europea, la Germania chiude un altro pezzetto dei suoi confini, spinta dalla paura delle varianti del Covid-19. Dopo avere già introdotto nelle scorse settimane severi controlli con la Repubblica Ceca e con la regione austriaca del Tirolo, è toccato ora alla regione francese della Mosella finire nella lista nera, dichiarata dalle autorità sanitarie tedesche area “ad alto rischio”. Da martedì, dunque, ai valichi torneranno i posti di blocco. Potranno entrare solo i residenti, tedeschi e non, i conducenti di camion e i pendolari transfrontalieri, ma solo per determinate categorie di lavori. A tutti sarà chiesto di mostrare agli agenti di frontiera un test negativo al coronavirus fatto nei due giorni precedenti, pena il divieto di entrare nei due Laender tedeschi del Saarland e della Renania-Palatinato. La decisione di Berlino ha generato come era prevedibile un clima di tensione con Parigi, anche se non ai massimi livelli. E’ stato un sottosegretario, Clément Beaune, a assumersi l’onere di esternare il “rammarico” della Francia per questa mossa tedesca.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Thailandia: Bangkok, scontri alle proteste pro-democrazia
All’esterno della residenza del premier Prayuth Chan-ocha
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BANGKOK
28 febbraio 2021
16:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una protesta di manifestanti pro-democrazia thailandesi all’esterno della residenza del premier Prayuth Chan-ocha a Bangkok è stata dispersa in serata dalla polizia con idranti, gas lacrimogeni e proiettili di gomma. Lo riportano i media thailandesi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La manifestazione, indetta dal movimento ‘Free Youth’ in scia ad altre proteste negli ultimi mesi, ha portato centinaia di persone all’esterno del complesso militare del Primo reggimento di fanteria, al cui interno vive l’ex generale Prayuth. Dopo ore di tensione, e a manifestazione ufficialmente terminata, attorno alle 21 locali un gruppo di dimostranti ha iniziato a gettare oggetti e alcuni esplosivi verso le linee della polizia, provocando la risposta degli agenti. Si segnalano alcuni feriti leggeri.
Le domande dei manifestanti sono le stesse da mesi: dimissioni di Prayuth (salito al potere nel 2014 con un golpe e poi confermato al potere da elezioni), una nuova Costituzione che rimpiazzi quella imposta dai militari e una riforma della monarchia in senso progressista. Specie il terzo punto è tabù per i conservatori, ma anche sugli altri due il governo si è mostrato indisposto a intavolare alcun negoziato.
Negli ultimi mesi il movimento pro-democrazia ha perso i suoi maggiori leader, finiti in carcere spesso con l’accusa di lesa maestà. Anche senza una repressione violenta delle proteste, il movimento sembra aver perso inerzia, e la partecipazione di decine di migliaia di persone come pochi mesi fa è ormai solo un ricordo. Tuttavia, le manifestazioni hanno assunto una dimensione più radicale, come prova quella di oggi e una simile poche settimane fa all’esterno del Palazzo reale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: stretta di Berlino al confine francese in Mosella
Rischio varianti, da martedì si entra solo con un test negativo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
28 febbraio 2021
16:58
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Germania ha dichiarato la regione francese della Mosella un’area ad alto rischio per le varianti del coronavirus e ha introdotto regole di ingresso più severe per i visitatori al confine. Da martedì, i viaggiatori dalla Mosella potranno entrare solo se in possesso di un test negativo.
Contro l’attesa decisione la Francia ha già espresso il proprio “rammarico” questa mattina. La Germania ha già introdotto severi controlli ai confini con la Repubblica Ceca e la regione austriaca del Tirolo, ignorando le richieste di Bruxelles di mantenere aperte le frontiere all’interno dell’Unione Europea.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Oim, 15 morti in naufragio Libia, 95 sopravvissuti
‘Riportati a riva dalla Guardia costiera libica’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TUNISI
28 febbraio 2021
17:01
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim) in Libia ha scritto su Twitter di un naufragio nel quale hanno perso la vita almeno 15 persone nelle acque libiche e 95 sono sopravvissute, portate a riva dalla Guardia costiera libica. “Le squadre dell’Oim stanno ora assistendo i sopravvissuti, molti dei quali soffrono di ustioni e ipotermia”, scrive ancora l’Oim.
“Tragedie e perdite di vite evitabili continuano mentre persiste una politica di silenzio e inazione”, ha scritto la portavoce di Un-Migration Safa Mhseli a proposito del naufragio odierno.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Von der Leyen, ‘l’Europa si prepari all’era delle pandemie’
Presidente Commissione a Ft, non ci si potrà fermare dopo Covid
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 febbraio 2021
19:26
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Europa deve preparare le proprie strutture mediche a gestire “un’era delle pandemie”, anche quando il Covid-19 sarà stato sconfitto: lo ha detto al Financial Times la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ammettendo che l’Ue sta attraversando il suo momento più difficile per la consegna dei vaccini.
Per von der Leyen, l’Ue non si può permettere soste, e serve un piano per una risposta rapida europea alle minacce sanitarie.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“L’Europa è determinata a rafforzare la propria capacità di produrre vaccini – spiega -. Stiamo entrando in un’era delle pandemie. Se si guarda a quanto è accaduto negli ultimi anni, con l’Hiv, Ebola, Mers e Sars, quelle erano epidemie che potevano essere contenute, ma non possiamo pensare che sia tutto finito una volta superato il Covid-19. Il rischio resta”. La presidente ricorda che lo scorso mese ha presentato un piano per la biodifesa chiamato Hera Incubator, che unirà ricercatori, aziende biotech, produttori e autorità pubbliche per monitorare emergenze sanitarie e lavorare in tempi brevi sui vaccini. Il modello è il Biomedical Advanced Research and Development Authority (Barda) americano: “Questo dà loro un grande vantaggio, è un’infrastruttura che l’Europa non ha… e questa sarà l’Hera Incubator”.
Ammettendo le difficoltà europee di questi mesi per la consegna dei vaccini, von der Leyen ricorda che un secondo contratto con Pfizer/BioNTech scatterà, insieme all’arrivo del vaccino della Johnson&Johnson, che dovrebbe essere approvato a marzo in Europa. Parlando dei problemi incontrati con le consegne di AstraZeneca, la presidente spiega: “E’ bene che consegnino anche dal resto del mondo, ma devono onorare il loro contratto e noi vogliamo la parte che ci spetta”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cuomo ammette, ‘indelicato, ma non volevo sedurre’
‘I miei commenti solo per scherzare, mi dispiace’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
01 marzo 2021
00:47
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Andrew Cuomo per la prima volta ammette come alcuni suoi comportamenti “privi di tatto” con le donne che lo accusano di molestie siano stati “interpretati in maniera errata come un tentativo di seduzione”, mentre erano solamente un tentativo di essere “spiritoso”. Il governatore di New York, in una dichiarazione ribadisce di non aver mai toccato in maniera inappropriata le accusatrici e assicura la piena cooperazione con le indagini.
“Capisco ora che il mio interagire e i miei commenti possono essere stati indelicati e troppo personali. Mi dispiace molto”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Hong Kong: in centinaia a sostegno attivisti pro-democrazia
Sit-in davanti tribunale contro 47 contestazioni per sovversione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
01 marzo 2021
06:01
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Diverse centinaia di sostenitori pro-democrazia si sono radunati questa mattina davanti alla West Kowloon Magistrates’ Court di Hong Kong a sostegno dei 47 dissidenti accusati formalmente domenica dalla polizia di sovversione, in base alla contestata legge sulla sicurezza nazionale imposta da Pechino sull’ex colonia britannica. Se riconosciuti colpevoli, potrebbero essere condannati al carcere a vita.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Alcuni manifestanti hanno cantato slogan tra cui “Liberare tutti i prigionieri politici” e “Stand with Hong Kong”, altri hanno lanciato il saluto con le tre dita “Hunger Games”, usato dagli attivisti per la democrazia in Thailandia e Myanmar.
Un piccolo gruppo di manifestanti pro-Pechino ha, invece, mostrato striscioni di supporto alla polizia, con uno degli striscioni che invitava “a punire severamente i traditori”.
Quella di oggi è tra le manifestazioni di protesta più grandi degli ultimi mesi nella città, alle prese anche con le restrizioni legate al Covid-19, mentre l’azione di Pechino per stroncare il dissenso sta crescendo a passo spedito dopo le proteste pro-democrazie e le riforme, anche violenti, del 2019.
La stretta della polizia ha preso di mira le primarie di luglio 2020 del fronte pandemocratico in vista delle elezioni politiche di settembre, rinviate di un anno a settembre 2021, promosse tra gli altri da Benny Tai e dagli ex deputati Claudia Mo, Jeremy Tam, Helena Wong e ‘Long Hair’ Leung Kwok-hung.
La mossa ha suscitato rinnovate critiche internazionali, guidate da Usa e Gran Bretagna, contro la soppressione da parte di Pechino di quelle libertà e autonomia promesse per la durata di 50 anni dalla restituzione dei territori dal Regno Unito alla Cina del 1997.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Harry parla di Diana, ‘temevo che la storia si ripetesse’
Estratti dell’intervista del principe e Meghan a Oprah Winfrey
c
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
07:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Non riesco neanche a immaginare come possa essere stato per lei fare questo percorso da sola. Perché per noi è stato estremamente dura ma almeno avevamo l’un l’altra”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Lo dice il principe Harry, in un’intervista con Oprah Winfrey assieme alla moglie Meghan Markle, parlando della madre Diana e del processo che l’ha portata a fare un passo indietro dalla famiglia reale britannica. “Io sono felice e mi sento sollevato di poter essere qui a parlare con mia moglie al mio fianco”, dice il duca di Sussex negli estratti dell’intervista che la rete americana Cbs ha mandato in onda per pubblicizzare l’evento del 7 marzo. Nelle clip di pochi secondi Meghan non interviene ma si sentono le domande ‘pesanti’ di Oprah alle quali presumibilmente risponderà nel corso del programma come ad esempio se “sia rimasta in silenzio o sia stata silenziata” o se ci sia stata un “punto di rottura”.
“La mia più grande preoccupazione era che la storia potesse ripetersi”, confessa ancora il secondogenito di Carlo e Diana parlando della madre. Nella clip di 30 secondi andata in onda egli Usa ieri sera, Harry e la moglie sono seduti all’aperto, in un giardino, di fronte alla popolare conduttrice. Meghan, incinta del secondo figlio, indossa un lungo abito nero a maniche lunghe, Harry camicia bianca e abito grigio chiaro, senza cravatta.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
San Suu Kyi al processo in collegamento video, ‘sta bene’
Non si vedeva dal giorno del golpe
c
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
07:41
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
RANGON, 01 MAR – La leader della Birmania deposta dal colpo di stato dei militari Aung San Suu Kyi è comparsa in collegamento video davanti al giudice che dovrà processarla per “importazione illegale di walkie-talkie” e “per aver organizzato una protesta durante la pandemia”. Lo ha detto il suo avvocato.
San Suu Kyi, 75 anni, non appariva in pubblico dal giorno del golpe, il primo febbraio. “Sta bene”, ha precisato il legale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: premier Modi riceve il primo vaccino ‘Made in India’
Da oggi immunizzati over 60 e over 45 con patologie
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
07:54
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il premier indiano Narendra Modi ha ricevuto il primo vaccino contro il coronavirus prodotto in India dando così il via ad un’accelerazione della campagna di immunizzazione nel continente. Lo riporta il Guardian.

Da oggi nel continente possono essere vaccinate le persone sopra i 60 anni e quelle che hanno più di 45 anni con determinate patologie.
L’India, che ha registrato il maggior numero di casi di Covid-19 al mondo dopo gli Stati Uniti, ha vaccinato finora oltre 12 milioni di operatori sanitari e lavoratori in prima linea.
“E’ notevole come i nostri medici e scienziati abbiano lavorato in tempi rapidi per rafforzare la lotta globale contro il coronavirus”, ha scritto Modi su Twitter, postando una foto mentre viene vaccinato in un ospedale di New Delhi. “Rivolgo un appello a tutti coloro che possono essere vaccinati. Insieme, rendiamo l’India libera dal Covid!”
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Khashoggi: fidanzata, principe saudita sia punito subito
‘Ha ordinato l’omicidio di una persona innocente’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
08:40
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La fidanzata del giornalista e attivista Jamal Khashoggi, barbaramente ucciso nel consolato dell’Arabia Saudita a Istanbul, ha rivolto un appello a punire il principe ereditario saudita, Mohamed bin Salman, accusato da un rapporto degli 007 Usa di essere il mandante dell’assassinio.
“E’ imperativo che il principe ereditario, cha ordinato l’omicidio di una persona innocente sia punito immediatamente”, ha dichiarato Hatice Cengiz in un comunicato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Hong Kong: in centinaia a sostegno degli attivisti accusati di ‘sovversione’
Sit-in davanti al Tribunale. E’ tra le manifestazioni di protesta più grandi degli ultimi mesi nella città
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
01 marzo 2021
08:51
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Centinaia di sostenitori ‘pro-democrazia’ si sono radunati oggi davanti alla West Kowloon Magistrates’ Court di Hong Kong a sostegno dei 47 dissidenti accusati formalmente domenica dalla polizia di sovversione, in base alla contestata legge sulla sicurezza nazionale imposta da Pechino sull’ex colonia britannica. Se riconosciuti colpevoli, potrebbero essere condannati al carcere a vita.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Alcuni manifestanti hanno cantato slogan tra cui “Liberare tutti i prigionieri politici” e “Stand with Hong Kong”, altri hanno lanciato il saluto con le tre dita “Hunger Games”, usato dagli attivisti per la democrazia in Thailandia e Myanmar.
Un piccolo gruppo di manifestanti pro-Pechino ha, invece, mostrato striscioni di supporto alla polizia, con uno che invitava “a punire severamente i traditori”.
Quella di oggi è tra le manifestazioni di protesta più grandi degli ultimi mesi nella città, alle prese anche con le restrizioni legate al Covid-19, mentre l’azione di Pechino per stroncare il dissenso sta crescendo a passo spedito dopo le proteste e le riforme, anche violente, del 2019.
La stretta della polizia ha preso di mira le primarie di luglio 2020 del fronte pandemocratico in vista delle elezioni politiche di settembre, rinviate di un anno a settembre 2021, promosse tra gli altri da Benny Tai e dagli ex deputati Claudia Mo, Jeremy Tam, Helena Wong e ‘Long Hair’ Leung Kwok-hung.
La mossa ha suscitato rinnovate critiche internazionali, guidate da Usa e Gran Bretagna, contro la soppressione da parte di Pechino di quelle libertà e autonomia promesse per la durata di 50 anni dalla restituzione dei territori dal Regno Unito alla Cina del 1997.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Giappone rimuove stato emergenza in 6 prefetture
Con una settimana di anticipo, ma per Tokyo si aspetta scadenza
c
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
01 marzo 2021
02:42
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Con una settimana di anticipo da oggi in sei prefetture del Giappone verrà rimosso lo stato di emergenza imposto lo scorso 7 febbraio, grazie al miglioramento dei parametri sulla diffusione del coronavirus. I dati recenti, infatti, dimostrano che Osaka, Kyoto, Hyogo, Aichi, Gifu e Fukuoka hanno hanno registrato una discesa consistente dei contagi, e un miglioramento della disponibilità dei posti letto nelle strutture ospedaliere per i pazienti di Covid.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le sei prefetture, tuttavia, continueranno a richiedere ai ristoranti, bar e karaoke di anticipare la chiusura serale dei locali mentre verrà coordinata gradualmente la riapertura di altre attività in linea con le aspettative del governo di ravvivare l’economia, pesantemente colpita dallo stallo dei consumi e l’assenza dei turisti stranieri. Per le altre quattro prefetture dove tuttora è in vigore lo stato di emergenza, Tokyo, Chiba, Kanagawa e Saitama, le autorità locali attenderanno ulteriori segnali di miglioramento, in particolare dal numero dei ricoveri delle persone anziane con gravi sintomi, che rimangono ancora alti nella capitale.
Dall’inizio della pandemia a Tokyo sono state registrate 111.676 positività, il numero più alto di tutte le 47 prefetture dell’arcipelago. La media giornaliera è comunque rimasta sotto quota 500 nelle ultime tre settimane. A livello nazionale il totale dei casi di coronavirus in Giappone si assesta a 432.720 con 7.897 morti accertate.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Foster avvocato coraggio nell’inferno di Guantanamo
Candidata con Rahim a Golden Globes per The Mauritanian
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 febbraio 2021
17:22
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nel novembre 2001 l’ingegnere Mohamedou Ould Slahi, classe 1970, ingegnere in Germania e in Canada, durante una visita alla sua famiglia in Mauritania, viene arrestato dalla polizia e finisce su un volo della Cia prima per la Giordania e poi per Guantanamo, come sospetto terrorista. E’ l’inizio per lui di una prigionia durata 14 anni senza nessuna accusa formale, nella quale ha subito ogni genere di torture fisiche e psicologiche.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un’odissea che Slahi è riuscito a raccontare ancora prima di essere rilasciato nel 2016, raccogliendo appunti, pubblicati nel 2015, nel memoriale Guantanamo Diary (in Italia edito da Piemme con il titolo 12 anni a Guantanamo). Una storia che il regista premio Oscar Kevin MacDonald ripercorre in The Mauritanian, con Tahar Rahim, nei panni di Mohamedou e Jodie Foster in quelli dell’avvocato Nancy Hollander che dopo anni di battaglie è riuscita a farlo uscire.
Nel cast anche Benedict Cumberbatch e Shailene Woodley.
“Non capita spesso che un film mainstream mostri questo genere di storie dalla prospettiva di un uomo musulmano – spiega Jodie Foster nella Q&A online con MacDonald e Rahim organizzata da Hollywood Reporter -. Vediamo una persona che dopo aver attraversato tutta questa sofferenza è capace ancora di amare e perdonare. Poi c’è il tema di Guantanamo, che è ancora aperto, una cosa folle… Lo vorremmo tutti vedere chiuso” L’interprete premio Oscar per la sua performance ha ottenuto la candidatura al Golden Globe come migliore attrice non protagonista, mentre Tahar Rahim quella come miglior attore di un film drammatico.
Kevin MacDonald è subito rimasto profondamente colpito dal libro e la prima versione della sceneggiatura: “L’ho trovata una testimonianza di una verità assoluta ma non sapevo come rendere tutto questo in un film”. MacDonald stava per dire no al progetto “ma poi uno dei produttori mi ha consigliato di parlare con Mohamedou. Immaginavo fosse traumatizzato e amareggiato.
Invece mi sono trovato davanti a un uomo pieno di humour, colto e con una mente brillante. E’ così incredibile il modo nel quale ha fatto pace con quello che gli era successo. E’ ciò che mi ha convinto a fare il film”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Berlino: Nella foresta nera inseguendo Hölderlin
Fuori concorso al festival Veduta luminosa di Fabrizio Ferraro
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 febbraio 2021
16:48
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Atmosfere rarefatte e nessuna concessione. In LA VEDUTA LUMINOSA di Fabrizio Ferraro, fuori concorso al Festival di Berlino, si racconta di poesia, natura e uomo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E lo si fa con un riferimento alto: quello di Friedrich Hölderlin. Ferraro, 47 anni, laurea in filosofia e tanti film da festival, film ‘necessari’, è abituato così da sempre, da quel Je Suis Simone (La Condition Ouvrière) del 2009 in cui evoca Il lavoro in fabbrica della filosofa francese Simone Weil (dal 4 dicembre 1934 all’agosto 1935).
Questa volta nel suo La veduta luminosa – prodotto da Passepartout, Eddie Saeta e Rai Cinema – i protagonisti sono due: Mr. Emmer (Alessandro Carlini), regista cupo, introverso e tabagista cronico che non lavora da tempo, e Catarina (Catarina Wallenstein), mite assistente di ‘un produttore assente’, ovvero la rappresentante di una produzione coraggiosa che vuol portare avanti un’opera sul poeta tedesco destinato a una lunga, ma produttiva pazzia.
I due, che più diversi non potrebbero essere, partono così in auto verso Tubinga, alla ricerca dei luoghi di Friedrich Hölderlin, ma il viaggio ha tempi lunghi ed è fatto da molti silenzi del regista intramezzati da sue considerazioni, sentenze, via via più deliranti e auto erotiche.
Un film che il regista, Fabrizio Ferraro, racconta così: “Con ‘La veduta luminosa’ – in onda su Rai Tre a Fuori orario sabato 6 marzo – abbiamo affrontato l’Hölderlin che accetta l’assenza di attrazione per il fuoco divino e vede il voltarsi obbligato degli umani per una natura non più casa divina. Noi lo abbiamo odorato e sentito nella foresta quel qualcosa dall’impossibile comprensione: la vita immediata che sfugge mentre si cerca di contenerla. E questa fuga – continua il regista -, che canta una concretissima presenza astratta, è proprio un’arte, l’arte della fuga.”.   CINEMA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Golden Globe: i premi partono all’insegna dell’inclusione
Boyega e Kaluuya per “Small Axe” e “Jude an the Black Messiah”
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
01 marzo 2021
02:37
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Esordio all’insegna dell’inclusione per i Golden Globes 2021. Due attori di colore, John Boyega per “Small Axe”, e Daniel Kaluuyia per “Jude and the Black Messiah” hanno ricevuto i primi globi d’oro dall’associazione dei giornalisti stranieri a Hollywood, sotto accusa in questi giorni per non aver al loro interno un solo collega nero.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Golden Globe: premiata Laura Pausini con “Io sì”
Grazie mille, dice Laura, miglior canzone originale
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
01 marzo 2021
03:19
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un Golden Globe per Laura Pausini. “Io Sì” da “La vita davanti a sé” di Edoardo Ponti è la migliore canzone originale del 2020.
L’annuncio oggi ai premi della Hollywood Foreign Press.
La canzone è frutto di una collaborazione di Diane Warren, Laura Pausini e Niccolò Agliardi. “Grazie mille” ha detto Laura nel corso della diretta sulla Nbc.    SPETTACOLI, MUSICA E CULTURA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Golden Globe: Pausini, mai sognato di arrivare così lontano
Dedica a quella ragazzina che 28 anni fa vinse Sanremo e a Loren
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
04:13
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Non ho mai sognato di vincere un Golden Globe, non ci posso credere”. Una Laura Pausini incredula interviene su Instagram per ringraziare la Hollywood Foreign Press Association e Diane Warren, che ha collaborato con la cantante romagnola.

“Dedico questo premio a tutti coloro che vogliono e meritano di essere “visti” – aggiunge Laura – e a quella ragazzina che 28 anni fa vinse Sanremo e non si sarebbe mai aspettata di arrivare così lontano”.
Non manca un omaggio a Sophia Loren: “Tutta la mia gratitudine e il rispetto per la meravigliosa Sophia Loren, è stato un onore dare voce al tuo personaggio, per trasmettere un messaggio così importante, di accoglienza e unità”.
Pausini, nella lunga serie di ringraziamenti, dedica il riconoscimento anche “all’Italia, alla mia famiglia, a tutti coloro che hanno scelto me e la mia musica e mi hanno reso quello che sono oggi. E – conclude – alla mia bellissima figlia, che da oggi vorrei ricordare la gioia nei miei occhi, sperando che cresca e continui sempre a credere nei suoi sogni”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Golden Globes: Jodie Foster migliore attrice
Per “The Mauritanian”, ambientato a Guantanamo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
01 marzo 2021
04:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Jodie Foster ha vinto un Golden Globe per “The Mauritanian”. “Non mi sarei mai aspettata di essere qui di nuovo”, ha detto l’attrice che nel film, basato su una storia vera, interpreta un’avvocatessa che difende un detenuto nella base prigione di Guantanamo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Birmania: avvocato, due nuove accuse contro San Suu Kyi
Prossima udienza fissata il 15 marzo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
RANGON
01 marzo 2021
09:33
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La leader birmana deposta dal colpo di stato militare Aung San Suu Kyi è stata accusata di altri due crimini durante l’udienza in videocollegamento di oggi. Lo ha detto il suo avvocato, Nay Tu, precisando che si tratta di “violazione delle legge sulla comunicazione e incitamento al disordine pubblico”.
Il legale non ha potuto parlare con San Suu Kyi prima del processo. La prossima udienza è fissata per il 15 marzo.

Mondo tutte le notizie in tempo reale. Tutte, complete, sempre aggiornate. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 4 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 00:44 ALLE 12:05 DI DOMENICA 28 FEBBRAIO 2021

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Covid: Usa, la Fda autorizza il vaccino monodose della Johnson&Johnson
E’ il terzo approvato nel Paese, ha un’efficacia del 72%
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
28 febbraio 2021
00:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Food and Drug Administration (Fda) statunitense ha autorizzato l’uso in emergenza del vaccino monodose della Johnson&Johnson. E’ il terzo vaccino approvato in Usa dopo quelli di Pfizer-BioNTech e di Moderna.

La J&J ha promesso di fornire agli Stati Uniti 100 milioni di dosi del suo vaccino entro la fine di giugno. Queste si aggiungeranno alle 600 milioni di dosi su cui si sono impegnate Pfizer-BioNTech e Moderna entro la fine di luglio. Nel complesso ci sarebbero quindi abbastanza dosi per coprire ogni americano adulto.
Il vaccino Johnson&Johnson ha dimostrato di avere nella sperimentazione clinica negli Usa un’efficacia del 72%.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Germania, superata quota 70 mila morti
Oltre 2,44 milioni di contagi, di cui quasi 2,25 milioni guariti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 febbraio 2021
01:26
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ha superato quota 70 mila il numero dei decessi legati al Covid-19 registrati ufficialmente in Germania da inizio pandemia, secondo i dati dell’università americana Johns Hopkins.
Il Paese europeo da 83 milioni di abitanti ha contato finora oltre 2,44 milioni di casi di contagio, di cui quasi 2,25 milioni guariti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa, una seconda donna accusa Cuomo di molestie sessuali
E’ un’ex assistente di 25 anni, il governatore di New York nega
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
28 febbraio 2021
04:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sempre più guai per Andrew Cuomo. Una seconda donna, anche lei un’ex assistente del potente governatore di New York, lo accusa di molestie sessuali.

La venticinquenne Charlotte Bennett, come racconta il New York Times, sostiene che Cuomo le abbia piu’ volte detto di essere aperto a relazioni sessuali con donne ventenni, facendo quindi chiare allusioni. Il governatore, 63 anni, in una nota al quotidiano nega categoricamente gli episodi. Mentre ancora infuria la polemica sui dati falsi sulle morti per Covid nelle case di cura forniti dal suo ufficio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Croazia: morto per infarto sindaco di Zagabria Milan Bandic
Era alla guida della capitale da quasi 21 anni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 febbraio 2021
09:22
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ZAGABRIA, 28 FEB – Il sindaco di Zagabria, Milan Bandic, alla guida della capitale croata da quasi 21 anni, è morto stanotte per un infarto all’età di 66 anni.
Bandic, eletto sindaco di Zagabria per sei volte consecutive dal 2000, era uno dei più potenti politici della Croazia.
Per metà dei quasi ventuno anni ha governato la capitale come esponente del Partito socialdemocratico (Sdp, centro-sinistra).
Dopo la rottura con il partito. ha continuato a vincere le elezioni municipali come indipendente, mentre la sua politica si è spostata verso un populismo senza chiare posizioni ideologiche.
Per i suoi tanti critici, Milan Bandic ha creato a Zagabria una rete di clientelismo e corruzione che lo ha mantenuto al potere e contribuito al declino della capitale. A carico del controverso politico erano in corso anche processi per corruzione.
Il nuovo sindaco sarà eletto alle elezioni amministrative con scadenza regolare, in programma a metà maggio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Hong Kong: polizia accusa 47 attivisti di ‘eversione’
Secondo la nuova legge sulla sicurezza nazionale
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
HONG KONG
28 febbraio 2021
09:24
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La polizia di Hong Kong ha accusato oggi 47 attivisti pro democrazia di reati contro la sicurezza nazionale. Il gruppo è sospettato di “cospirazione per commettere eversione”.
E’ la prima volta che la nuova legge sulla sicurezza imposta da Pechino viene applicata in modo così esteso contro il movimento pro democrazia dell’ex colonia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Birmania: media, uccisi tre manifestanti
Nella città costiera meridionale di Dawei, circa 20 i feriti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
YANGON
28 febbraio 2021
09:16
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tre manifestanti sono stati uccisi oggi a colpi di arma da fuoco dalle forze di sicurezza birmane nel corso di una protesta anti golpe nella città costiera meridionale di Dawei: lo riportano i media locali e un operatore sanitario, Pyae Zaw Hein. Una ventina di persone sono rimaste ferite.

La repressione odierna segue la morte di una manifestante ieri sotto i colpi di arma da fuoco dalla polizia nella città di Monywa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Birmania: media, oggi ucciso un quarto manifestante
E’ il sesto dall’inizio delle proteste anti golpe
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 febbraio 2021
10:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo è stato ucciso oggi a Yangon durante una protesta anti golpe.
Lo riporta il Guardian citando media locali. Come è noto, oggi altri tre manifestanti sono rimasti uccisi a Dawei.
Si tratta della sesta vittima della repressione militare in Birmania dall’inizio delle proteste nel Paese seguite al colpo di Stato della giunta, il primo febbraio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Repubblica Dominicana alzerà un muro al confine con Haiti
Lungo 380 per fermare immigrazione, droga e traffico auto rubate
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
28 febbraio 2021
11:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Repubblica Dominicana costruirà una barriera lungo tutti i 380 chilometri di confine che la separano da Haiti, con il proposito di fermare l’immigrazione illegale e i traffici di droga e di auto rubate. Lo ha annunciato il presidente dominicano, Luis Abinader, citato dalla Bbc, aggiungendo che i lavori avranno inizio entro l’anno e saranno ultimati entro due anni.

I due Paesi caraibici, che condividono l’isola di Hispaniola, hanno da sempre rapporti difficili. Haiti è uno dei Paesi più poveri dell’emisfero occidentale. La Repubblica Dominicana ha una popolazione di 11 milioni di abitanti e circa mezzo milione di migranti haitiani, che presto riceveranno documenti d’identità.
Fra i due Paesi esistono già dei tratti di barriera, nei punti più ‘caldi’ del confine. Ma quella nuova, il cui costo non è stato anticipato, sarà dotata di doppio reticolato con sensori di movimento, camere a raggi infrarossi e sistemi di riconoscimento facciale.   VAI ALLA POLITICA   VAI ALLA CRONACA

Mondo tutte le notizie in tempo reale. tutte le notizie dal Mondo, approfondite, dettagliate e complete. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 25 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 17:28 DI VENERDì 26 FEBBRAIO 2021

ALLE 00:44 DI DOMENICA 28 FEBBRAIO 2021

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Usa, nel 2020 aumento del 50% delle sparatorie di massa
A causa disoccupazione, proteste e giovani rinunciatari
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
26 febbraio 2021
17:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2020 le sparatorie di massa sono aumentate del 50% e lo si deve anche alla pandemia. Lo rivelano i dati di ‘Gun Violence Archive’, la non profit che traccia gli episodi di violenza da armi negli Stati Uniti.

Secondo l’organizzazione, tra gli effetti collaterali del Covid-19 ci sono stati una disoccupazione rovinosa e tanti giovani che hanno rinunciato alla scuola senza trovare sbocchi nel mercato del lavoro per mancanza di competenze. Inoltre il 2020 è stato anche l’anno delle proteste violente. Fattori che hanno portato il numero delle sparatorie di massa dalle 417 nel 2019 alle 611 nel 2020.
Tuttavia con il calo del numero dei contagi e la diffusione dei vaccini, alcuni criminologi sperano che il numero delle sparatorie di massa cali nel 2021.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo, polemica sulla scorta La Farnesina: ‘Fu rafforzata’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
19:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Relativamente alla richiesta di rafforzare il contingente di carabinieri addetti alla tutela dell’ambasciatore Attanasio, quest’ultimo ne fece richiesta nel novembre 2018 in ragione dell’imminenza delle elezioni presidenziali e nazionali, previste per il 30 dicembre dello stesso anno, che si svolgevano in un clima di grandi tensioni politiche e sociali. Tale rafforzamento fu effettivamente disposto per il periodo richiesto”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Lo si legge in una nota della Farnesina dopo che la questione è stata sollevata in un articolo de La Stampa.

Il vicedirettore del Programma alimentare mondiale in Congo, Rocco Leone, sopravvissuto all’attacco in cui sono stati uccisi l’ambasciatore Luca Attanasio, il carabiniere Vittorio Iacovacci e il loro autista “non è in ospedale e sta bene”. Lo ha detto il vicedirettore della comunicazione del Pam, Greg Barrow, in un briefing alla stampa.

Il superstite italiano “Rocco Leone è ancora a Goma per collaborare con le tre inchieste portate avanti dalle autorità italiane, dall’Onu e dalle autorità congolesi. Non potevamo spostare Leone dalla scena finché queste organizzazioni non avessero avuto l’opportunità di fargli le loro domande”. Lo ha detto il vicedirettore della comunicazione del Programma alimentare mondiale (Pam), Greg Barrow, in un briefing alla stampa sull’attacco di lunedì a un convoglio del Pam in Congo in cui sono stati uccisi l’ambasciatore Luca Attanasio, il carabiniere Vittorio Iacovacci e il loro autista. Barrow ha ribadito che “il Pam sta comunicando a tutti che siamo pronti a fare tutto il necessario per cooperare con queste inchieste. La cooperazione finora è stata molto collaborativa da parte di tutti e vogliamo tutti arrivare a una risposta”.
“Non posso entrare nei dettagli dell’attacco” ma siamo “pronti a dare tutte le informazioni” e “stiamo lavorando con tutti gli inquirenti” in modo che “chi ha perpetrato questo crimine sia assicurato alla giustizia”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Leone ha rilasciato una dichiarazione letta dal vicedirettore della comunicazione del Pam, Greg Barrow, in un briefing alla stampa. “L’esperienza che abbiamo vissuto lunedì è stata tragica e traumatica e non riesco a esprimere la profondità della tristezza che provo per le vite perse”, ha proseguito Barrow leggendo la dichiarazione di Leone.
“La responsabilità in casi come questo è inevitabilmente una responsabilità condivisa: non voglio puntare il dito contro il Congo, se sia responsabile della sicurezza all’interno dei suoi confini, o se sia primariamente responsabilità dell’Onu o del Pam, o di qualsiasi ospite che viaggi con il Pam in qualsiasi momento. Questo è un giudizio che non sono in grado di formulare”. Lo ha detto il vicedirettore della comunicazione del Pam, Greg Barrow, rispondendo a una domanda sulle affermazioni dei governi italiano e congolese, secondo cui il Pam era il responsabile della sicurezza del convoglio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Dzerzhinsky in svantaggio, Mosca ferma referendum su statua
Il principe Nevsky preferito al fondatore dei servizi sovietici
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
26 febbraio 2021
20:18
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il sindaco di Mosca, Serghei Sobyanin, ha deciso di cancellare un referendum in corso tra i cittadini per scegliere una nuova statua da innalzare davanti alla Lubyanka, già sede del Kgb e oggi dell’Fsb, quando, dopo due giorni, è apparso evidente che il fondatore dei servizi segreti sovietici, Felix Dzerzhinsky, stava perdendo la gara con Alexander Nevsky, principe del XIII secolo e santo ortodosso. La statua di Dzerzhinsky, personaggio visto come un simbolo del controllo prima della Ceka e poi del Kgb sulla Russia sovietica, era stata abbattuta nel 1991 durante manifestazioni popolari seguite al fallito colpo di Stato contro il presidente Mikhail Gorbaciov, che portò alla dissoluzione del vecchio sistema.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nei giorni scorsi le autorità avevano chiamato i cittadini ad un referendum online che doveva durare una settimana per scegliere se rimettere al suo posto la statua di Dzerzhinsky o sostituirla con quella di Nevsky. Ma dopo soli due giorni l’iniziativa è stata cancellata, dopo che, su 320.000 voti fin qui espressi, Nevsky risultava in vantaggio con il 55% delle preferenze sul fondatore dei servizi sovietici.
Sul suo blog ufficiale il primo cittadino della capitale ha spiegato la sua decisione affermando che il voto si stava “trasformando in uno scontro fra gente con vedute diverse”.
“Punti di vista diversi sulla Storia sono inevitabili – ha aggiunto – ma i monumenti sulle nostre piazze non dovrebbero dividere, bensì unire la società”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Khashoggi: Casa Bianca, ricalibrare rapporti con Riad
‘A tutti i livelli’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
26 febbraio 2021
20:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“La nostra intenzione è di ricalibrare le relazioni con il governo dell’Arabia Saudita a tutti i livelli”: lo ha detto la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nigeria: presidente, non cederemo al ricatto dei rapitori
Buhari, banditi si aspettano il pagamento di ‘somme importanti’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LAGOS
26 febbraio 2021
20:38
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nel condannare il “disumano” rapimento di oltre 300 studentesse, il presidente nigeriano Muhammdu Buhari ha dichiarato che il suo governo “non cederà all’estorsione dei banditi che prendono di mira alunni innocenti sperando nel pagamento di importanti riscatti”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ritrovati i cani di Lady Gaga che erano stati rapiti
Consegnati da una donna a commissariato Los Angeles, stanno bene
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
27 febbraio 2021
05:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I due bulldog di Lady Gaga sono tornati a casa. Lo riporta Tmz, secondo cui i cani stanno bene e gli autori del rapimento sono ancora latitanti.

Koji e Gustav erano stati rapiti dopo che il loro dog walker era stato aggredito e raggiunto da dei colpi di pistola. Gaga, a Roma per le riprese di un film, aveva offerto 500 mila dollari a chi li avesse ritrovati. I cani sono stati consegnati da una donna a un commissariato di polizia a Los Angeles e stanno bene.
La star alla notizia sarebbe esplosa in lacrime di gioia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Oms, in Brasile nuova ondata, è una tragedia
‘Trend in aumento morti e contagi un monito per tutto il mondo’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
SAN PAOLO
27 febbraio 2021
07:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Brasile sta affrontando “una tragedia” causata da “una nuova ondata” della pandemia di Covid-19, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità.
“Sfortunatamente, è una tragedia che il Brasile stia affrontando tutto ciò di nuovo, è difficile.
Questa dovrebbe essere la quarta ondata che il Brasile deve affrontare”, ha detto Mike Ryan, direttore emergenze dell’Oms.
Ryan ha elogiato il sistema sanitario pubblico brasiliano e l’azione degli stati per contrastare la diffusione del coronavirus ma ha sottolineato che è necessario controllare la trasmissione a livello nazionale. “Il Brasile ha molte strutture sanitarie pubbliche eccezionali. Credo che il Paese sappia cosa fare e molti stati stanno cercando di applicare le misure migliori. Ma non è facile in quanto non c’è una parte del Paese che non sia stata colpita in maniera grave dalla pandemia”, secondo Ryan.
Il trend in aumento delle morti e dei contagi di Covid-19 in Brasile “deve essere un monito per tutto il mondo, la pandemia non è finita e ogni rilassamento è pericoloso”, ha aggiunto il dirigente dell’Oms.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Biden, ‘bene piano vaccini ma non è momento di rilassarsi’
Mette in guardia contro rischio di un nuovo aumento dei contagi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
27 febbraio 2021
07:32
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Non è il momento di rilassarsi sul fronte della pandemia”: lo ha detto il presidente americano Joe Biden mettendo in guardia la popolazione dal rischio di un nuovo aumento dei contagi a causa delle varianti del coronavirus.
“Siamo avanti rispetto al piano previsto di somministrare 100 milioni di dosi di vaccino nei primi giorni della mia presidenza – ha detto Biden – ma bisogna ascoltare Anthony Fauci e gli scienziati, non è il momento di allentare la presa.
Bisogna lavarsi le mani, indossare le mascherine e rispettare il distanziamento sociale”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Birmania: ancora proteste, polizia spara proiettili gomma
Ambasciatore all’Onu lancia appello all’azione contro la giunta
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
YANGON
27 febbraio 2021
07:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La polizia birmana ha sparato oggi proiettili di gomma per disperdere i manifestanti a Yangon (ex Rangoon), dopo che ieri l’ambasciatore del Paese asiatico presso le Nazioni Unite (Onu) ha rotto i ranghi e lanciato un accorato appello all’azione contro la giunta militare.
La Birmania è scossa da un’ondata di proteste a favore della democrazia da quando il golpe dell’esercito ha rovesciato la leader civile Aung San Suu Kyi l’1 febbraio.
Non è chiaro se siano stati usati anche proiettili veri nelle repressioni di stamani.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Usa, Camera approva piano aiuti Biden
Ora passa al Senato
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
27 febbraio 2021
09:05
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il maxi piano di aiuti del presidente americano Joe Biden per contrastare i duri effetti del coronavirus nel Paese è stato approvato alla Camera e passa adesso al Senato.
Si tratta di un pacchetto di aiuti da 1.900 miliardi di dollari, che permetterà al Paese di destinare nuovi fondi al programma di vaccinazioni anti Covid, ai governi locali nonche’ a milioni di famiglie devastate dalla pandemia.
“Dopo 12 mesi di morte e disperazione, la ripresa americana inizia stanotte”, ha detto il parlamentare democratico della Pennsylvania Brendan Boyle poco prima dell’approvazione del piano – dopo la mezzanotte, ora locale – con 219 voti a favore e 212 contrari.
Nessun repubblicano ha votato a favore del pacchetto.
Gli Stati Uniti hanno superato la soglia dei 500mila morti causati dal coronavirus quattro giorni fa e dall’inizio della pandemia contano 28.486.394 casi di contagio.   POLITICA   MONDO   ECONOMIA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Covid: casi di variante sudafricana in Croazia e Slovenia
In Croazia vi sono già numerosi casi di variante inglese
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 febbraio 2021
11:09
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BELGRADO, 27 FEB – Due casi della variante sudafricana del coronavirus sono stati registrati in Croazia.
Come riferiscono i media regionali, si tratta di due persone tornate da Zanzibar.
Nel Paese vi sono già numerosi casi di variante inglese del Covid-19.
Anche nella vicina Slovenia è stato segnalato un primo caso di variante sudafricana del virus, diagnosticato su un medico di Maribor di ritorno dalla Namibia. Controlli sono in corso su altre persone che erano con il medico in Africa e che sono tornate in Slovenia con lui.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Russia: abolito voto su ritorno statua simbolo Kgb a Mosca
Sindaco di Mosca ha cancellato il referendum
(2)
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
27 febbraio 2021
11:13
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il sindaco di Mosca Serghei Sobyanin ha cancellato il referendum sul ripristino della statua del fondatore della polizia segreta sovietica, Felix Dzerzhinsky, davanti al quartier generale dell’intelligence interna, l’FSB.
Il voto, che ha preso il via giovedì e sarebbe dovuto durare una settimana, offriva ai moscoviti la scelta tra la statua di Dzerzhinsky – che è visto come il simbolo del regno del KGB sulla società nell’Unione Sovietica – e Alexander Nevsky, principe del 13esimo secolo e santo ortodosso.

Ma con quasi 320.000 voti espressi in due giorni, con Nevsky in vantaggio su Dzerzhinsky per 55% a 45%, Sobyanin ha deciso di cancellare il voto, così come il progetto della nuova statua – quella di Dzerzhinsky fu abbattuta a fuor di popolo contestualmente al crollo dell’Urss. Sul suo blog ufficiale il sindaco di Mosca ha detto che il voto si stava “trasformando sempre più in uno scontro tra persone con opinioni diverse”.
“Punti di vista diversi sulla storia sono inevitabili. Ma i monumenti che stanno nelle strade e nelle piazze non devono dividere, ma unire la società”, ha aggiunto. La piazza della Lubyanka dunque resterà ancora senza statua.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Russia: Borrell, Mosca si sta disconnettendo dall’Ue
Usa disinformazione per sopravvivere e combattere opposizione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
27 febbraio 2021
11:14
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Russia “si sta disconnettendo dall’Ue” e Putin “sta utilizzando tutti i mezzi, inclusa molta disinformazione, per assicurarsi la sopravvivenza e combattere l’opposizione”. E’ quanto sottolinea su Twitter l’Alto rappresentante Ue Josep Borrell rilanciando un suo video intervento in cui fa il punto dei rapporti bilaterali dopo l’esperienza vissuta nella sua recente visita a Mosca.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“I valori liberali e democratici” dell’Europa, prosegue Borrell, “sono considerati” dal governo di Mosca “una minaccia alla sua esistenza”.
L’Alto rappresentante esprime l’auspicio che la prossima settimana possa diventare operativa la lista dei funzionari russi che saranno colpiti dalle sanzioni europee, come deciso dai ministri degli Esteri dei 27. Inoltre, per Borrell, servono azioni più forti, da parte dell’Ue, contro la disinformazione e i cyberattacchi provenienti dalla Russia.
Ma nonostante tutto ciò, con Mosca, conclude l’Alto rappresentante, bisognerà trovare un ‘modus vivendi’ per affrontare le questioni dove il suo coinvolgimento è invitabile: dal nucleare iraniano, al clima, alle forniture energetiche.
“Penso che i leader Ue ne parleranno al vertice di fine marzo”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Filippine, governo proroga lockdown a Manila
Un mese in più dopo aumenti record dei contagi nella capitale
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 febbraio 2021
12:01
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente delle Filippine, Rodrigo Duterte, ha prorogato di un mese il lockdown a Manila alla luce di aumenti record di contagi da coronavirus nelle ultime 48 ore. Lo riporta il Guardian.

La decisione segue i 2.651 casi registrati venerdì nella capitale, il livello più lato in oltre quattro mesi, e l’ulteriore record segnato oggi (2.921). Misure restrittive, intanto, sono state imposte a Davao (sud) e Baguio (nord).
Il Paese attende l’arrivo delle prime consegne dei vaccini Sinovac e AstraZeneca, che dovrebbero arrivare rispettivamente domani e lunedì.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Al via restauro di Palazzo Farnese, cantiere da 5,6 milioni
Finanziati da Parigi, dall’1 marzo i lavori su facciate e tetti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 febbraio 2021
13:33
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Al via la nuova campagna di restauro di Palazzo Farnese, sede dell’ambasciata di Francia in Italia e dell’École française de Rome, insieme alla Soprintendenza speciale per l’archeologia, le belle arti e i paesaggi di Roma. Il costo dei lavori, per un totale di 5,6 milioni di euro, sarà cofinanziato dai ministeri francesi dell’Europa e degli Affari esteri, e dell’Insegnamento superiore, della Ricerca e dell’Innovazione.
Dopo quello realizzato in occasione del Giubileo del 2000, il nuovo cantiere sul palazzo rinascimentale partirà il primo marzo (e durerà fino al 2025) e riguarderà in particolare le due facciate laterali (in via dei Farnesi e via del Mascherone), i tetti e gli infissi che saranno ripristinati in base ai disegni del XVI secolo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il progetto – assicura una nota dell’Ambasciata – consentirà di restituire la bellezza originale dei materiali usati da quattro illustri architetti: il Sangallo, Michelangelo, il Vignola e Della Porta.
Il restauro delle facciate e del tetto di Palazzo Farnese sarà suddiviso in quattro fasi su quattro anni: la prima, da marzo, sarà dedicata al restauro della facciata di via dei Farnesi, degli infissi nonché delle coperture sui versanti di quella facciata; la seconda sarà dedicata a via del Mascherone; la terza fase sarà dedicata alla manutenzione della facciata principale che dà su Piazza Farnese; infine, la quarta fase si concentrerà sul restauro dei tetti di via Giulia e del muro di cinta del giardino. Il cantiere – assicura ancora la sede diplomatica – è stato pensato in modo da minimizzare quanto possibile l’impatto sul vicinato.
Il progetto del restauro delle facciate e dei tetti di Palazzo Farnese è nato nel 2017. La committenza dei lavori, l’Ambasciata di Francia e l’École française de Rome hanno promosso il progetto attraverso il dialogo costante con le amministrazioni locali. La committenza dei lavori è il service des travaux et bâtiments français en Italie (Stbi), assicurata dall’agenzia di Pierre-Antoine Gatier, Capo Architetto dei Monumenti Storici e Ispettore generale dei Monumenti Storici. Per garantire la conformità delle strategie di restauro, un comitato scientifico composto da esperti francesi e italiani si è riunito in diverse occasioni: nel 2018, due volte nel 2019 e infine nel 2020.
“I lavori di restauro saranno l’occasione per l’Ambasciata di Francia in Italia e l’École française de Rome di mettere in luce il patrimonio storico e artistico di Palazzo Farnese. Per questo – riferisce ancora l’Ambasciata -, vari artisti e ricercatori sono invitati a portare il loro contributo per la conoscenza e l’appropriazione di questo patrimonio unico. Online o in situ, ci faranno scoprire il palazzo sotto una luce nuova, presenteranno le scoperte fatte durante i lavori e sveleranno il ‘dietro le quinte’ di un cantiere di restauro, solitamente chiuso al pubblico”. Durante tutta la campagna di restauro, infine, diversi artisti saranno invitati ad operare direttamente sulle impalcature del cantiere per proporre al pubblico una rilettura contemporanea di Palazzo Farnese e delle opere che hanno preso parte alla sua storia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Russia: fiori sul luogo dell’omicidio in ricordo di Nemtsov
L’oppositore ucciso nel 2015. Anche ambasciatori occidentali
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
27 febbraio 2021
16:23
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Diverse migliaia di russi – insieme ad alcuni diplomatici occidentali – si sono riuniti a Mosca per celebrare il sesto anniversario dell’assassinio dell’oppositore Boris Nemtsov, uno dei critici più forti del presidente Vladimir Putin colpito a morte sul ponte Bolshoy Moskvoretsky a due passi dal Cremlino il 27 febbraio 2015.
“Ci riuniamo in questo luogo in questo giorno ogni anno per mostrare alle autorità che non abbiamo dimenticato e non dimenticheremo”, ha detto l’ex primo ministro e politico dell’opposizione Mikhail Kasyanov durante la manifestazione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Sono sicuro che ciò per cui Boris ha combattuto – la libertà per i russi, il loro benessere e una vita dignitosa – si realizzerà presto”, ha aggiunto. Di solito segnato da una marcia attraverso il centro di Mosca, l’opposizione quest’anno si è radunata invece al memoriale improvvisato nel luogo della sua morte che viene regolarmente smantellato dalle autorità, poiché le restrizioni sui raduni di massa sono ancora in atto a causa della pandemia.
Stando ai dati della ong Contatore Bianco circa 3.700 persone si erano riunite alle 15, ora di Mosca; hanno deposto fiori anche gli ambasciatori degli Stati Uniti, del Regno Unito e dell’Ue in Russia, tra cui Germania e Lituania. Lo riporta il Moscow Times.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gorbaciov, Putin e Biden s’incontrino e parlino di disarmo
‘Reagan era più conservatore prima del nostro incontro,poi capì’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
27 febbraio 2021
17:03
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente russo Vladimir Putin e il presidente degli Stati Uniti Joe Biden devono concordare un incontro per discutere di disarmo e sicurezza internazionale. Lo ha detto l’ex presidente dell’Unione Sovietica Mikhail Gorbaciov.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Credo che i presidenti debbano certamente incontrarsi. La mia esperienza delle relazioni con Ronald Regan dimostra che era estremamente conservatore prima dei nostri colloqui, ma è diventato un partecipante molto attivo nel processo di negoziazione dopo aver capito la questione”, ha detto Gorbaciov a Interfax.
“L’esperienza indica che gli incontri e gli accordi sono un must e la cosa più importante è evitare di essere ostinati l’uno con l’altro”, ha aggiunto. “È chiaro dopo tutto che una guerra nucleare deve essere evitata. Poiché è impossibile evitare questo problema da soli e non può essere risolto unilateralmente, devono incontrarsi e tutti dovrebbero essere preoccupati per questa situazione”, ha sottolineato Gorbaciov.
La Russia e gli Stati Uniti “hanno una grande esperienza nel rispondere alla domanda su dove e come dobbiamo andare”, ha precisato. “Si deve capire, usando l’esperienza del passato, che se prevale il desiderio di raggiungere il disarmo e rafforzare la sicurezza, molte cose possono essere raggiunte”, ha concluso Gorbaciov.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: presidente Ungheria vaccinato con cinese Sinopharm
Ader in tv:’Chi può lo faccia, con qualunque prodotto approvato’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 febbraio 2021
17:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BUDAPEST, FEB 27 – Il presidente ungherese Janos Ader è stato vaccinato ieri con il cinese Sinopharm contro il Covid-19- Lo rende noto l’agenzia di stampa ungherese Mti.
I medici di Ader gli hanno consigliato di vaccinarsi il prima possibile, ha detto Mti.
In un breve messaggio trasmesso dalla tv pubblica M1, Ader ha invitato tutti gli ungheresi a registrarsi per la vaccinazione il prima possibile. “Chiunque abbia la possibilità di ricevere la prima e poi la seconda dose con qualsiasi vaccino approvato dalle autorità ungheresi e dagli esperti ungheresi dovrebbe farlo”, ha detto Ader.
“Fidiamoci dei nostri medici, fidiamoci del nostro sistema sanitario”, ha detto ancora il presidente, aggiungendo che sperava che gli ungheresi si sarebbero presto lasciati alle spalle la pandemia.
L’Ungheria dispone attualmente di scorte di vaccini di cinque produttori, tra cui il cinese Sinopharm. La prima spedizione del vaccino cinese è arrivata a Budapest il 16 febbraio e la somministrazione è iniziata il 24.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Attanasio avvisò il governo congolese del viaggio a Goma
Kinshasa: ‘Ma poi ci disse a voce che non sarebbe più andato’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 febbraio 2021
17:09
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il 15 febbraio l’ambasciata italiana a Kinshasa informò il ministero degli Esteri del Congo dell’imminente viaggio nella regione di Goma dell’ambasciatore italiano Luca Attanasio, e che il viaggio si sarebbe svolto dal 19 al 24 febbraio. Del documento, che circola da ieri sui social media, è stata confermata l’autenticità da fonti qualificate.
Dopo l’uccisione di Attanasio e Iacovacci, il ministero congolese dell’Interno aveva detto che né i servizi di sicurezza né le autorità locali avevano potuto garantire la sicurezza del convoglio, per mancanza di informazioni sulla loro presenza.
Pronta le replica del ministero degli Esteri congolese, che conferma di aver ricevuto la nota dell’ambasciata ma sostiene che nel medesimo giorno Attanasio avrebbe “fatto visita al direttore del Protocollo di Stato per comunicargli che il viaggio non avrebbe più avuto luogo e che sarebbe stata comunicata una seconda nota a riguardo”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Armenia: presidente non firma licenziamento capo esercito
Destituzione decisa da premier giudicata incostituzionale
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
27 febbraio 2021
17:24
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente armeno Armen Sarksyan non ha firmato il decreto di destituzione del capo dello Stato Maggiore delle Forze Armate Onik Gasparian, disposto dal primo ministro Nikol Pashinyan. “La misura è stata studiata da avvocati ed esperti; di conseguenza è stato deciso che era incostituzionale.
Il presidente dell’Armenia, nell’ambito dei suoi poteri costituzionali, ha restituito il decreto con obiezioni”, ha detto il servizio stampa del presidente. Lo riporta Interfax.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: appello Biden al Senato, approvare il piano di aiuti
Dopo ok della Camera: ‘Non c’è tempo da perdere, è ora di agire’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
27 febbraio 2021
17:40
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Non abbiamo tempo da perdere, è ora di agire”: così Joe Biden lancia un appello al Congresso perché dopo la Camera anche il Senato approvi il pacchetto di aiuti anti-Covid da 1.900 miliardi di dollari. Soldi che serviranno per sostenere l’economia colpita dalla pandemia, anche con aiuti diretti a famiglie ed imprese.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mitsotakis, la vittoria contro il Covid è all’orizzonte
Premier Grecia: ‘Osservando le regole la pandemia finirà prima’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 febbraio 2021
17:43
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La guerra contro il coronavirus continua, ma “la vittoria si vede all’orizzonte”: lo ha scritto il premier greco Kyriakos Mitsotakis in un articolo pubblicato dal quotidiano Ta Nea.
Ad un anno dal primo caso registrato in Grecia, il 26 febbraio 2020, il primo ministro afferma che il virus verrà battuto in tempi più brevi se i cittadini rispetteranno le misure decise dal governo: “Se riusciamo a trarre forza dalle difficoltà che ci siamo lasciati alle spalle, e percorriamo questi ultimi passi che ci separano dalla primavera della libertà con disciplina, la fine della pandemia arriverà prima”.
Nelle ultime 24 ore la Grecia ha registrato 1.630 nuovi casi e 29 morti, secondo i dati della Sanità nazionale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: lockdown e coprifuoco in Cisgiordania
12 giorni a partire da domani
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 febbraio 2021
17:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il premier palestinese Mohammad Shtayyeh ha annunciato il lockdown nel Paese, 12 giorni a partire da domani, per contrastare l’aumento della diffusione del Covd e delle sue varianti in Cisgiordania. Lo riferisce l’agenzia Wafa.
Il coprifuoco sarà in vigore dalle sette di sera alle 6 del mattino.
Chiuse scuole, università, e tutti gli esercizi non di prima necessità. Bloccato l’accesso degli israelo-palestinesi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Birmania, manifestante uccisa a colpi d’arma da fuoco
Polizia usa lacrimogeni e proiettili di gomma. Decine di arresti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 febbraio 2021
19:14
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un’altra manifestante è stata uccisa a colpi di arma da fuoco dalla polizia nella città birmana di Monywa, secondo i resoconti dei media locali, citati dal Guardian. In Birmania si è intensificata la repressione violenta contro i dimostranti che da settimane protestano contro il golpe militare del primo febbraio.
Durante le manifestazioni di oggi sono stati sparati gas lacrimogeni e proiettili di gomma e arrestate decine di persone in particolare nelle due città più grandi, Yangon e Mandalay.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa, bin Salman autorizzò il blitz per uccidere Khashoggi
Diffuso il rapporto dell’intelligence americana
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
27 febbraio 2021
11:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman ha “autorizzato” un’operazione per “catturare o uccidere” il giornalista dissidente Jamal Khashoggi. Lo afferma un rapporto dell’intelligence Usa diffuso dall’amministrazione Biden dopo averlo declassificato, secondo quanto riferito dai media americani.

Il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman vedeva il giornalista dissidente Jamal Khashoggi come una minaccia al regno e sostenne ampiamente l’uso della violenza se necessario per metterlo a tacere.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il rapporto dell’intelligence Usa sull’uccisione di Jamal Khashoggi elenca 21 persone che gli 007 americani ritengono con “alta fiducia” complici o responsabili per la morte del giornalista dissidente per conto del principe ereditario saudita Mohammed bin Salman.

Nel rapporto sull’uccisione di Jamal Khashoggi l’intelligence Usa ha “un’alta convinzione” sulle responsabilità degli individui coinvolti nella morte del giornalista dissidente Jamal Khashoggi ma non è in grado di dire se conoscessero in anticipo che l’operazione si sarebbe conclusa con la sua uccisione.

Il principe saudita Mohamed bin Salman non sarà colpito da sanzioni Usa. Lo riporta Politico citando fonti dell’amministrazione Usa. Il Tesoro americano si appresta invece a varare sanzioni sul generale saudita Ahmed al-Asiri, ex vice responsabile dei servizi di intelligence di Riad, per l’assassinio Khashoggi. Sanzioni anche per la Saudi Rapid Intervention Force coinvolta nell’omicidio.

L’amministrazione Biden non vuole una rottura con l’Arabia Saudita ma vuole ricalibrare i rapporti con Riad. Lo afferma il segretario di stato americano Antony Blinken.

Il Dipartimento di Stato Usa vara la cosiddetta ‘Khashoggi policy’ o ‘Khashoggi ban’ per punire tutte le persone che, agendo in nome di un governo, si pensa abbiano direttamente partecipato o partecipino in attività contro i dissidenti “gravi e di natura extraterritoriale”. Lo riporta l’agenzia Bloomberg. L’amministrazione Usa avrebbe già identificato 76 persone che potrebbero essere sanzionate. Tra le misure il ritiro o la restrizione dei visti.

L’Arabia Saudita “respinge completamente” la valutazione degli Stati Uniti sull’omicidio di Khashoggi. Nel rapporto si rileva che il sovrano de facto, il principe ereditario Mohammed bin Salman, ha approvato l’omicidio nel 2018 del giornalista Jamal Khashoggi. “Il governo del regno dell’Arabia Saudita rifiuta completamente la valutazione negativa, falsa e inaccettabile contenuta nel rapporto relativo alla leadership del regno, e osserva che il rapporto conteneva informazioni e conclusioni inesatte”, ha detto in un comunicato il ministero degli Esteri saudita.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il gran ritorno di Trump, ‘il leader sono ancora io’
Domenica a Orlando alla kermesse conservatrice del Cpac
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 febbraio 2021
22:15
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Lo show può cominciare. E’ quello del gran ritorno sulla scena politica di Donald Trump, che salendo sul palco dell’Hyatt Regency di Orlando per chiudere i lavori della Conferenza dei conservatori americani (Cpac) è pronto a lanciare un messaggio inequivocabile: il leader sono ancora io.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tutti sono avvertiti, dai repubblicani che vorrebbero sbarazzarsi di lui ai democratici che continua a pensare gli abbiano rubato le elezioni, con Joe Biden visto più che mai come un usurpatore alla Casa Bianca. Così The Donald, che non appare in pubblico dal 20 gennaio scorso, quando lasciò 1600 Pennsylvania Avenue poche ore prima del giuramento di Biden, è pronto a riprendersi il partito.
E a lanciare la New America First Agenda, dettando i temi su cui costruire la piattaforma che consenta ai repubblicani sia di riguadagnare terreno in Congresso con le elezioni di metà mandato del 2022, sia di riconquistare la presidenza nel 2024. Quando a correre potrebbe esserci ancora una volta lui. Immigrazione, sicurezza pubblica e commercio sono le priorità indicate nell’intervento di Trump che, come per ogni star che si rispetti, parlerà alla fine dei lavori del Cpac, poco prima del tradizionale ‘presidential straw poll’ in cui i partecipanti sono chiamati a indicare chi è il candidato presidenziale preferito. E c’è chi già prevede una maggioranza bulgara, una votazione che lascerà poco spazio alle ambizioni di altri possibili concorrenti. Alcuni di questi ultimi hanno dato forfait, assenti eccellenti come l’ex vicepresidente Mike Pence, il senatore Mitt Romney o l’ex ambasciatrice all’Onu Nikki Haley. Ci sono invece i fedelissimi, tra cui l’ex segretario di Stato Mike Pompeo, mentre a Donald Junior è stato affidato il compito di scaldare i motori in vista dell’arrivo del padre.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: l’ambasciata avvisò il governo del viaggio a Goma
Il ministero dell’Interno negò di sapere che Attanasio fosse lì
APPROFONDIMENTO
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 febbraio 2021
17:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il 15 febbraio l’ambasciata italiana a Kinshasa informò con la nota verbale Prot. n. 219 il ministero degli Esteri del Congo dell’imminente viaggio nella regione di Goma dell’ambasciatore italiano Luca Attanasio, e che il viaggio si sarebbe svolto dal 19 al 24 febbraio. Del documento, che circola da ieri sui social media, è stata confermata l’autenticità da fonti qualificate. Dopo l’uccisione di Attanasio e Iacovacci, il ministero congolese dell’Interno aveva detto che né i servizi di sicurezza né le autorità locali avevano potuto garantire la sicurezza del convoglio, per mancanza di informazioni sulla loro presenza.
Nella nota verbale, ricevuta e timbrata dal ministero degli Esteri congolese lo stesso 15 febbraio, si chiede alle autorità del Congo di autorizzare l’accesso dell’ambasciatore Luca Attanasio, del console Alfredo Bruno Russo e del carabiniere Vittorio Iacovacci all’aeroporto internazionale di Ndjili, il principale scalo di Kinshasa, da cui sarebbe partito il viaggio e dove i tre italiani avrebbero dovuto fare ritorno il 24 febbraio. Il motivo del viaggio indicato nel documento è una visita alla comunità italiana di Goma e Bukavu, città a circa 200 chilometri a sud di Goma.
Il ministero degli Esteri congolese, attraverso la propria direzione nazionale del protocollo di Stato, conferma di avere aver ricevuto il 15 febbraio la nota con cui l’ambasciata italiana li informava del viaggio a Goma dell’ambasciatore Luca Attanasio. Ma – secondo un documento intestato e timbrato dallo stesso ministero con data di oggi, reso pubblico da un giornalista di Rfi – nel medesimo giorno Attanasio avrebbe “fatto visita al direttore del Protocollo di Stato per comunicargli che il viaggio non avrebbe più avuto luogo e che sarebbe stata comunicata una seconda nota a riguardo”.
La direzione, si legge ancora nel documento, è quindi “rimasta stupita nell’apprendere dai social media che l’ambasciatore era stato assassinato, mentre attendeva la nota che doveva annullare la prima”. Il documento del ministero degli Esteri sottolinea inoltre come l’attentato sia avvenuto lungo la strada che da Goma porta a Rutshuru, a nord, un itinerario non menzionato nella nota verbale dell’ambasciata, che non entra nei dettagli del viaggio di cinque giorni ma menziona soltanto le destinazioni di Goma e Bukavu. Sempre secondo il documento del ministero di Kinshasa, l’antenna del protocollo di Stato congolese non avrebbe mai visto imbarcarsi Attanasio all’aeroporto di Ndjili.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nigeria: liberati 42 ostaggi rapiti a scuola 10 giorni fa
Ieri altre 317 studentesse sequestrate in un attacco simile
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LAGOS
27 febbraio 2021
11:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono stati liberati i 42 ostaggi – tra cui 27 ragazzi, 3 insegnati e 12 familiari – che erano stati sequestrati 10 giorni fa in un attacco a un collegio a Kagara, nello Stato nigeriano del Niger, nell’ovest del Paese. Lo ha annunciato il governatore dello Stato, Abubakar Sani Bello, su Twitter.

Appena ieri altre 317 ragazze sono state rapite da uomini armati in un attacco simile contro una scuola nello Stato di Zamfara, nel nordovest del Paese.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Russia: sondaggio, 48% dei russi vuole Putin oltre il 2024
Il 40% invece si dice contrario a un altro mandato
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
27 febbraio 2021
11:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La metà circa dei russi (48%) vorrebbe vedere Vladimir Putin come presidente della Russia dopo il 2024. Il 41% invece non lo vorrebbe.
È quanto emerge da un sondaggio del centro demoscopico indipendente Levada Center, sottolineando che il cambiamento dei dati, rispetto all’analisi dell’anno scorso, è avvenuto “entro il margine di errore statistico”: nel 2020 infatti il 46% sosteneva un altro mandato, il 40% no.
Tra i giovani (18-24 anni), invece, più della metà (57%) non vorrebbe vedere Putin come presidente dopo il 2024 (ma il 31% sì).
Tra le ragioni più frequenti per cui si vorrebbe vedere Putin alla presidenza dopo il 2024 ci sono “il riconoscimento dei suoi servizi al Paese (30%), il riconoscimento del merito personale (25%) e la buona politica estera (19%)”.
Più della metà (53%) di coloro che “non vogliono” Putin al Cremlino dopo il 2024 intendono votare per un altro candidato alle elezioni. Un altro 30% non ha intenzione di recarsi alle urne. Il 7% è in vena di azioni di protesta, e il 5% lascerà il Paese.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cuba: dissidente prelevato a casa dalla polizia
José Daniel Ferrer era ai domiciliari, ora risulta scomparso
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
HAVANA
27 febbraio 2021
11:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il principale dissidente cubano, José Daniel Ferrer, già agli arresti domiciliari, è stato prelevato ieri dalla sua abitazione di Santiago de Cuba dalla polizia: lo ha reso noto Zaqueo Baez, vice coordinatore nazionale dell’organizzazione di opposizione Unione patriottica di Cuba (Unpacu).
“Hanno arrestato arbitrariamente José Daniel Ferrer, leader dell’Unpacu, e attualmente risulta scomparso”, ha detto il dirigente dell’Unpacu, che è vietata dal governo.

Ferrer, uno dei dissidenti più in vista del Paese, che ha scelto di rimanere a Cuba piuttosto che andare in esilio, era stato condannato e incarcerato nel 2003 per aver chiesto riforme politiche democratiche. Dopo il suo rilascio nel 2011, su pressione della Chiesa cattolica, aveva formato l’Unpacu.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Georgia: tende davanti al Parlamento, Melia venga liberato
Opposizione alza la voce. Ma il governo, gente non è con loro
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
27 febbraio 2021
11:33
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli attivisti dell’opposizione georgiana, che ieri sono arrivati nella capitale Tbilisi dalle regioni, hanno montato 11 tende in una piccola piazza fuori dal palazzo del Parlamento, dove hanno passato la notte.
“Le tende fuori dal Parlamento fanno parte della nostra lotta contro il regime avversario del popolo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
È il nostro diritto legittimo di esprimere la protesta. Se necessario, monteremo le tende anche in mezzo al viale Rustaveli”, ha detto Zaal Udumashvili, uno dei leader del partito di opposizione Movimento Nazionale Unito.
La polizia, dal canto suo, non interferisce ancora con le attività degli attivisti dell’opposizione ma non permette loro di montare le tende nella zona trafficata di viale Rustaveli.
Ieri i leader e i sostenitori dell’opposizione hanno tenuto una rumorosa (ma piccola) manifestazione nel centro di Tbilisi.
Secondo varie stime, da 1.000 a 2.000 persone vi hanno preso parte. I manifestanti hanno chiesto che il presidente del Movimento Nazionale Unito, Nikanor Melia, sia rilasciato e che siano fissate nuove elezioni parlamentari.
I leader dell’opposizione hanno detto che le autorità devono soddisfare le loro richieste nelle prossime due settimane, altrimenti le proteste diventeranno più radicali. Gli attivisti piantano picchetti fuori dagli edifici del Parlamento, della Cancelleria di Stato, del Ministero degli Interni e del tribunale. I rappresentanti del partito di governo Sogno Georgiano, a loro volta, hanno detto che i manifestanti a Tbilisi sono dirigenti e attivisti dei partiti di opposizione e non sono sostenuti dai cittadini comuni. Lo riporta Interfax.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Birmania: ancora proteste, polizia spara proiettili gomma
Ambasciatore all’Onu lancia appello all’azione contro la giunta
(2)
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
YANGON
27 febbraio 2021
14:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La polizia birmana ha sparato oggi proiettili di gomma per disperdere i manifestanti a Yangon (ex Rangoon), dopo che ieri l’ambasciatore del Paese asiatico presso le Nazioni Unite (Onu) ha rotto i ranghi e lanciato un accorato appello all’azione contro la giunta militare.
La Birmania è scossa da un’ondata di proteste a favore della democrazia da quando il golpe dell’esercito ha rovesciato la leader civile Aung San Suu Kyi l’1 febbraio.
Non è chiaro se siano stati usati anche proiettili veri nelle repressioni di stamani.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Lady Gaga piange di gioia per il ritrovamento dei cani
Koji e Gustav illesi in commissariato, le indagini proseguono
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
27 febbraio 2021
19:09
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I due bulldog di Lady Gaga sono di nuovo a casa. Gustav e Koji stanno bene e la loro padrona, a Roma sul set del nuovo film di Ridley Scott sull’omicidio di Maurizio Gucci, è scoppiata a piangere dalla gioia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Anche Ryan Fischer, il dog-walker che mercoledì sera era rimasto vittima del sequestro a mano armata, si sta riprendendo in ospedale. I cani sono stati portati a un commissariato di polizia a Los Angeles da una donna che non è stata identificata “per proteggere la sua sicurezza e perché le indagini sono ancora in corso”. I sequestratori sono ancora latitanti.
Da Roma, dove l’aveva raggiunta la notizia, Gaga aveva subito offerto 500 mila dollari a chi avesse ritrovato due dei suoi adorati “pets”. I rapitori non erano riusciti a mettere le mani su un terzo bulldog, Miss Asia, che la polizia, accorsa sul luogo del delitto, aveva consegnato a una guardia del corpo della popstar.
Sono intanto emersi nuovi elementi sul sequestro: due uomini di colore sui 20-25 anni, usciti da una berlina bianca a quattro porte, avrebbero avvicinato il dog-walker su North Sierra Bonita, non lontano da Sunset Boulevard, e chiesto di “consegnare i cani” puntandogli addosso un’arma da fuoco semiautomatica. Fischer aveva opposto resistenza. Erano partiti due colpi, uno dei quali aveva raggiunto il giovane al petto.
Ryan è ancora in ospedale in condizioni “gravi ma stabili” e considerato a questo punto fuori pericolo.
La donna che ha riconsegnato i cani non avrebbe nulla a che fare con il sequestro, ha detto il capitano Jonathan Tippett della squadra d’elite Rapine e Omicidi del Los Angeles Police Department.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa varano ‘Khashoggi ban’ contro chi persegue dissidenti
Media: ‘Già individuate 76 persone’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
26 febbraio 2021
20:09
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Dipartimento di Stato Usa vara la cosiddetta ‘Khashoggi policy’ o ‘Khashoggi ban’ per punire tutte le persone che, agendo in nome di un governo, si pensa abbiano direttamente partecipato o partecipino in attività contro i dissidenti “gravi e di natura extraterritoriale”. Lo riporta l’agenzia Bloomberg.
L’amministrazione Usa avrebbe già identificato 76 persone che potrebbero essere sanzionate. Tra le misure il ritiro o la restrizione dei visti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Rapporto 007 Usa, Mbs reputava Khashoggi minaccia a regno
Rapporto elenca 21 persone coinvolte in omicidio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
26 febbraio 2021
19:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman vedeva il giornalista dissidente Jamal Khashoggi come una minaccia al regno e sostenne ampiamente l’uso della violenza, se necessaria, per metterlo a tacere: lo afferma un rapporto dell’intelligence Usa diffuso oggi dall’amministrazione Biden. Nel rapporto sono citate anche 21 persone che gli 007 americani ritengono con “alta fiducia” complici o responsabili per la morte del giornalista dissidente per conto di bin Salman.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa, bin Salman autorizzò il blitz per uccidere Khashoggi
Diffuso il rapporto dell’intelligence americana
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
26 febbraio 2021
19:17
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman ha “autorizzato” un’operazione per “catturare o uccidere” il giornalista dissidente Jamal Khashoggi. Lo afferma un rapporto dell’intelligence Usa diffuso oggi dall’amministrazione Biden dopo averlo declassificato, secondo quanto riferito dai media americani.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Casa Bianca, aperti a dialogo con Iran ma sanzioni restano
Lo ha detto il portavoce della Casa Bianca
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
26 febbraio 2021
19:15
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli Usa restano aperti ad una discussione diplomatica con l’Iran ma non faranno passi per allentare le sanzioni: lo ha detto la portavoce della Casa Bianca parlando con i giornalisti a bordo dell’Air Force One.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Casa Bianca, il rapporto su Khashoggi sarà pubblicato oggi
Lo ha reso noto la Casa Bianca
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
26 febbraio 2021
19:11
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’atteso rapporto dell’intelligence Usa sull’assassinio del dissidente saudita Jamal Khashoggi sarà pubblicato nella giornata di oggi. Lo ha reso noto la Casa Bianca.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cnn, ci fu strage di cristiani a santuario Tigré a novembre
Testimoni confermano eccidio Maryam Dengelat. Forse 150 morti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
27 febbraio 2021
21:58
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In un reportage sul suo sito, per il quale sono stati intervistati numerosi superstiti e testimoni, e visionati filmati e foto, la Cnn conferma le notizie – diffuse in Italia da Aiuto alla chiesa che soffre (Acs) a fine gennaio – di una strage di cristiani ortodossi compiuta da militari eritrei presso il santuario di Maryan Dengelat, nella regione etiopica del Tigrè, dove il 30 novembre scorso i fedeli si erano radunati per la festività di Tsion Maryam.
Tra le vittime, riferisce la Cnn citando le drammatiche testimonianze, “preti, anziani, donne intere famiglie ed un gruppo di ragazzi di una scuola di catechismo, alcuni di soli 14 anni”.
Il numero di vittime è incerto ma si parla di circa 150 persone uccise.

Mondo tutte le notizie. Tutte, in tempo reale, sempre aggiornate! INFORMATI, LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 61 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:27 DI GIOVEDì 25 FEBBRAIO 2021

ALLE 17:28 DI VENERDì 26 FEBBRAIO 2021

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Covid: Biden prolunga l’emergenza nazionale
‘Virus continua a causare rischi a salute e sicurezza’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
25 febbraio 2021
11:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente americano Joe Biden estende l’emergenza nazionale a causa del Covid. “Il Covid 19 continua a causare significativi rischi alla salute pubblica e alla sicurezza del Paese.
Per questo l’emergenza nazionale dichiarata il 13 marzo 2020, e iniziata l’1 marzo del 2020, deve continuare a restare in effetto dopo l’1 marzo 2021”, si legge in una nota.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: il Brasile supera le 250 mila vittime
Nelle ultime 24 ore, 1.428 morti e oltre 66 nuovi contagi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
SAN PAOLO
25 febbraio 2021
11:31
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Brasile supera le 250 mila vittime di Covid-19 dall’inizio della pandemia.
Nelle ultime 24 ore, il Paese sudamericano ha registrato 1.428 morti e 66.588 nuovi contagi.
Dall’inizio della pandemia il bilancio delle vittime sale così a 250.036 a fronte di 10.324.463 casi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
India e Pakistan:intesa per rispetto cessate fuoco a confini
Decisione presa da Direttori Generali operazioni militari
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW DELHI
25 febbraio 2021
12:03
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’India e il Pakistan osserveranno strettamente tutti gli accordi e le intese sul cessate il fuoco lungo la Linea di Controllo (LoC) e sulle altre aree di confine: lo si apprende da un comunicato congiunto reso noto oggi.
L’agenzia di stampa PTI riferisce che l’accordo, divenuto immediatamente effettivo già da ieri notte, è stato raggiunto in un incontro tra i rispettivi Direttori Generali delle operazioni militari.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le parti, si legge nella nota congiunta, hanno concordato di istituire “un meccanismo di contatto diretto” ed esaminato la situazione lungo la linea di controllo (Loc), la demarcazione militare, non corrispondente al confine internazionale, che separa il Kashmir indiano da quello pakistano, e in altri settori. Le discussioni, sottolinea la nota, “si sono svolte in un’atmosfera aperta, franca e cordiale. Al fine di conseguire la pace alle frontiere, a beneficio di entrambi i Paesi, i due direttori generali hanno concordato di affrontare le questioni e preoccupazioni centrali che tendono a turbare la pace e a portare alla violenza”.
Infine, è stato ribadito che “i meccanismi esistenti di contatto diretto e le riunioni di frontiera saranno utilizzati per risolvere qualsiasi situazione imprevista o incomprensione”.
In una recente risposta al Parlamento, il sottosegretario agli interni G Kishan Reddy ha informato che lungo il confine internazionale e la Linea di Controllo in Jammu e Kashmir negli ultimi tre anni si sono verificate 10.752 violazioni del cessate il fuoco con la perdita di 72 agenti di sicurezza e 70 civili. I feriti nello stesso periodo sono stati 364 militari e 341 civili.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: nuova variante si diffonde a New York, timori vaccini
Risulta da due studi di Caltech e Columbia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
25 febbraio 2021
12:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una nuova forma di coronavirus si sta diffondendo rapidamente a New York e ha una mutazione che potrebbe indebolire l’efficacia dei vaccini. Lo riporta il New York Times citando due studi, uno di Caltech e uno della Columbia.

La nuova variante è chiamata B.1.526 e contiene una mutazione che potrebbe aiutare il virus a schivare il sistema immunitario.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: al via vaccinazione nello stadio dell’Atletico Madrid
Prime dosi a vigili, pompieri e personale Protezione Civile
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
25 febbraio 2021
12:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il moderno stadio dell’Atletico Madrid da oggi è anche un punto di vaccinazione contro il Covid: le prime dosi amministrate sono andate ai vigili, ai pompieri e al personale della Protezione Civile. Lo hanno reso noto le autorità locali.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una nuova fase della campagna d’immunizzazione messa in atto dalla Comunità Autonoma di Madrid, la regione della capitale spagnola, entra così nel vivo. Il vaccino utilizzato è quello di AstraZeneca, approvato finora in Spagna per le persone fino ai 55 anni.
L’altro ieri era iniziata sempre nella capitale la somministrazione del vaccino anche in un nuovo ospedale, l’Isabel Zendal, aperto ad hoc per la pandemia — non senza qualche polemica, anche a causa del suo elevato costo, stimato in oltre 100 milioni di euro — con dosi riservate a ispettori sanitari, medici e veterinari.
Lo stadio e il nuovo ospedale serviranno anche per iniziare a vaccinare gli insegnanti, a partire da oggi pomeriggio, secondo l’agenzia di stampa EFE.
Per oggi è previsto anche l’avvio della vaccinazione agli ultraottantenni, ai quali verrà riservato il vaccino della Pfizer. Secondo gli ultimi dati del ministero della Sanità, la regione di Madrid è penultima nel Paese per numero di dosi somministrate rispetto a quelle ricevute: solo il 63,7%.   CALCIO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Vaccini: studio Israele, Pfizer efficace al 94%
Ricerca su 1,2 milioni di persone, ‘la prima nel mondo reale’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
25 febbraio 2021
11:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il vaccino Pfizer è efficace al 94% contro il Covid-19. Lo stabilisce uno studio realizzato in Israele su 1,2 milioni di persone e pubblicato oggi nel prestigioso New England Journal of Medicine.

“Si tratta della prima prova convalidata dell’efficacia di un vaccino nelle condizioni del mondo reale”, ha detto Ben Reis, uno dei co-autori dello studio che conferma il ruolo cruciale delle campagne di vaccinazione per mettere fine alla pandemia.
Finora l’efficacia del vaccino è stata provata con test clinici realizzati su migliaia di persone, ma non in condizioni reali di vita, che implicano una più vasta varietà di persone e comportamenti, oltre che una sfida logistica.
Lo studio è stato condotto a partire dai dati di circa 1,2 milioni di persone prese in carico da uno dei più grandi organismi sanitari di Israele (Clalit Health Services), tra il 20 dicembre 2020 e il 1 febbraio 2021. In quel periodo, la variante britannica del virus circolava molto nel Paese, il che rende questi risultati ancora più interessanti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cina: Xi ufficializza, “sconfitta la povertà estrema”
In 40 anni condizioni migliorate per 770 milioni di persone
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
11:45
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina ha ufficializzato “la vittoria totale” nell’eliminazione della povertà estrema.
Durante la cerimonia tenuta nella Grande sala del popolo, il presidente Xi Jinping, chiudendo la campagna iniziata 8 anni fa con la sua salita al potere, ha marcato il ruolo centrale avuto dal Partito comunista cinese battutosi “per migliorare il benessere delle persone” e avendo la lotta alla povertà come “la sua missione originaria”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina ha speso 1.600 miliardi di yuan (246 miliardi di dollari) nella campagna ad hoc dal 18/mo congresso del Pcc, portando fuori dalla povertà oltre 10 milioni di persone all’anno, fino a totali 98,99 milioni.
I 128.000 villaggi e le 832 contee, ufficialmente censiti come in estrema difficoltà, sono stati tutti rimossi dalla lista dell’indigenza. Nel complesso, in 40 anni, a partire dalle riforme e dall’apertura del Paese verso l’esterno, “oltre 770 milioni di persone sono state portate fuori dalla povertà”, contribuendo per più del 70% alla riduzione del fenomeno su scala globale, sempre nello stesso periodo, anticipando anche di 10 anni il target del 2030 del piano del’Onu. Con tali obiettivi raggiunti, la Cina ha creato un altro “miracolo” che “passerà alla storia”, ha aggiunto con enfasi Xi, rimarcando vantaggi politici ed efficacia del modello socialista che consentono di mettere insieme le risorse necessarie per centrare un obiettivo ambizioso: solo formando “una comune volontà e un’azione congiunta” si creano i requisiti indispensabili per battere la povertà.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Australia adotta legge su news a pagamento per giganti web
Dopo l’accordo raggiunto con Facebook per superare il blocco
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
11:23
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Australia ha adottato la legge che obbliga i giganti del web a pagare i media per la condivisione delle notizie. La proposta di legge aveva fatto infuriare Facebook che aveva bloccato le news australiane sul social network.
L’impasse era stata poi superata nei giorni scorsi con un accordo per l’introduzione di alcuni emendamenti al testo.   TECNOLOGIA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Venezuela: Maduro, l’Ue riveda le sanzioni o niente dialogo
Presidente dopo espulsione dell’ambasciatrice europea a Caracas
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
11:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente della Repubblica del Venezuela, Nicolás Maduro, ha dichiarato “se l’Unione europea non opererà una rettifica delle sanzioni imposte ai funzionari venezuelani, non vi sarà mai più una ripresa del dialogo” bilaterale riguardante la soluzione della crisi interna del Paese.
Alludendo, in un discorso rilanciato dalla tv statale Vtv, alla decisione da lui presa di dichiarare ‘persona non grata’ l’ambasciatrice comunitaria, Isabel Brilhante Pedrosa, Maduro ha ribadito che o l’Ue “rivede la sua decisione, o sarà impossibile in futuro riprendere il dialogo”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Venezuela, ha proseguito, “ha la sua dignità e sa rispondere a qualsiasi aggressione, da qualunque parte essa provenga. Invece, ha proseguito, l’Ue “crede di essere la nuova potenza imperiale mondiale con un diritto di trattare i Paesi latinoamericani come sue colonie”.
Infine Maduro si è rammaricato della decisione di Bruxelles di imporre nuove sanzioni dopo che “già erano stati fatti passi importanti con un Paese europeo per ristabilire il dialogo”.
Noi, ha concluso senza fornire particolari, “stavamo cercando di dialogare con una Nazione europea per permettere un dialogo fra tutti i settori dell’opposizione e il chavismo. Ma, dopo questo, non si può fare più nulla”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Birmania: scontri tra sostenitori militari e oppositori
Tensione a Rangon, video uomo che attacca passanti con coltello
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
12:40
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Scontri a Rangon, città principale della Birmania, tra sostenitori dell’esercito che brandivano coltelli e fionde e gli abitanti scesi nelle strade della città per manifestare contro il colpo di stato.
“Siamo al fianco dei servizi di difesa”, urlavano i supporter dei militari riferendosi alla giunta, mentre i cittadini rispondevano sbattendo pentole e coperchi, una pratica diffusa tra i manifestanti anti-golpe.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Verso la tarda mattinata è salita la tensione nei dintorni della stazione centrale. Uno degli abitati della città ha accusato i sostenitori dell’esercito di aver ferito almeno dieci persone con una fionda a bordo di un’auto. Alcune immagini non verificate che circolano sui media mostrano un uomo armato di coltello che attacca i passanti.
Nel campus dell’università gli studenti hanno dato vita a una manifestazione pacifica sventolando le bandiere del partito della Lega nazionale per la democrazia di Aung San Suu Kyi.
Intanto Quasi 140 ong di 31 Paesi hanno firmato una lettera aperta al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite chiedendo con urgenza
l’imposizione di un embargo sulle armi alla Birmania alla luce
del recente colpo di Stato. Mentre Facebook ha chiuso tutti gli account rimanenti collegati all’Esercito birmano: lo ha reso
noto lo stesso social network spiegando che la decisione è stata
presa alla luce dell’uso della forza “mortale” da parte della
giunta contro i dimostranti anti golpe.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Francia:media,’Sncf vuole rilanciare treni classici’
‘Su diverse tratte da 2022 non piu’ soltanto alta velocità’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
25 febbraio 2021
12:09
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La SNCF, la compagnia ferroviaria francese, intende rilanciare il prossimo anno dei treni classici, più lenti ma meno cari rispetto all’alta velocità dei Tgv (Trains à Grande Vitesse): secondo la testata specializzata Mobilettre, la compagnia intende così riaprire la linea Parigi-Lione-Marsiglia, nel 2022, come anche Parigi-Bordeaux, Parigi-Nantes, Parigi-Rennes, e Lione Nizza, nel 2023. Una notizia assolutamente non confermata dalla compagnia.
Queste linee aggiuntive a quelle ad alta velocità verrebbero servite con vecchi treni Corail, precisa Mobilettre.
Battezzato ‘Oslo’, il progetto rientra nella strategia del nuovo presidente di Sncf, Jean-Pierre Farandou, di conquistare quote di mercato, in particolare, rispetto all’auto o ai pullman, puntando molto sui prezzi. Contrariamente all’Italia, dove treni ‘classici’ hanno comunque continuato a prestare servizio su molte tratte nonostante l’introduzione della Tav, in Francia i treni ad alta velocità erano divenuti in molti casi l’unica opzione possibile. Una scelta non sempre congeniale alle tasche e alle necessità di tutti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Brasile, coprifuoco anche in Stati Pernambuco e Piauì
A Bahia, il sindaco di Salvador decide di chiudere le spiagge
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
SAN PAOLO
25 febbraio 2021
13:05
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Scatta il coprifuoco anche negli Stati brasiliani di Pernambuco e Piauì (nord-est), dopo quello di San Paolo (sud-est), per cercare di prevenire l’avanzata dei contagi da coronavirus. Intanto, la capitale di Bahia, Salvador, ha determinato la chiusura delle spiagge per limitare gli assembramenti.

A Pernambuco, da domani al 10 marzo il governo statale ha decretato il coprifuoco in 63 comuni dei dipartimenti sanitari regionali di Limoeiro, Caruaru e Ouricuri, situati nelle campagnee nel ‘sertao’ (altopiano desertico) locali. Tutte le attività economiche e sociali sono vietate dalle 20:00 alle 5:00 durante la settimana e dalle 17:00 alle 5:00 nei fine settimana.
A Piauì, un nuovo decreto ha invece istituito un coprifuoco in tutto lo Stato dalle 23:00 alle 5:00 fino al 4 marzo, vietando la circolazione delle persone negli spazi pubblici e nelle strade. Nei fine settimana sono consentite solo le attività essenziali.
La chiusura delle spiagge a Salvador de Bahia, infine, durerà fino al 2 marzo. La decisione è stata presa dal sindaco, Bruno Reis, secondo il quale il sistema sanitario cittadino è “sull’orlo del collasso”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Emirati: Latifa, Gb riapra caso su ‘rapimento’ mia sorella
Lettera principessa ‘prigioniera’ evoca fatto indagato nel 2001
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
25 febbraio 2021
11:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo appello della principessa Latifa, figlia del ricchissimo e potente emiro di Dubai, Mohammed Rashid al-Maktoum, dopo i video disperati fatti arrivare nei giorni scorsi alla Bbc nei quali aveva denunciato d’essere di fatto “ostaggio” del padre in un villa dopo un fallito tentativo di fuga datato 2018, di temere per la propria vita e di volere solo la libertà.
Stavolta il messaggio arriva alla Bbc attraverso una lettera in cui la stessa Latifa chiede alla polizia e alle autorità britanniche di riaprire le indagini sul presunto “rapimento” della sorella Shamsa, che sarebbe stata fatta a sua volta riportare con la forza dall’emiro in patria più di 20 anni fa mentre studiava a Cambridge.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La vicenda di Shamsa, maggiore di Latifa di tre anni e oggi 38enne, ma 18enne al momento dei fatti, è nota e fu all’epoca indagata dalla Cambridgeshire Police, che nel 2001 chiuse però il fascicolo con un non luogo a procedere: fra non pochi sospetti d’insabbiamento dettato da ipotetiche pressioni politico-diplomatiche.
Ora nella missiva attribuita a Latifa – i cui video hanno suscitato nei giorni scorsi allarmi e proteste da parte di organismi dell’Onu, malgrado le rassicurazioni ufficiali di rito delle autorità emiratine, e sono stati definiti inquietanti pure dal governo di Boris Johnson, al vertice di un Paese che come gli Usa ha legami strettissimi col Paese del Golfo – chiede di riprendere l’inchiesta. “Tutto ciò che vi domando è di dare attenzione a questo caso poiché il vostro aiuto potrebbe restituire la libertà a Shamsa che ama davvero l’Inghilterra e conserva i ricordi più cari del periodo trascorsovi”, si legge nel testo. La principessa Shamsa dal 2001 non è più stata rivista in pubblico: si ritiene viva appartata e sorvegliata negli Emirati Arabi Uniti.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Marocco pronto ad autorizzare l’uso legale della cannabis
Legge prevede coltivazione e diffusione a scopo medico
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
RABAT
25 febbraio 2021
13:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Marocco si appresta ad approvare, oggi, una legge rivoluzionaria per l’uso legale della Cannabis. Il governo presieduto dal primo ministro Salaeddine El Othmani ritiene che siano maturi i tempi per legalizzare le droghe leggere a fini terapeutici.
Il ministro dell’Interno, che ha presentato il progetto, ha previsto la creazione di un’agenzia nazionale specializzata, la sola con l’incarico di concedere le autorizzazioni in questo nuovo mercato. L’agenzia di stato sarà anche l’unico collegamento tra produttori e mercato.
Quanto alle coltivazioni dovranno essere autorizzate e assicurate, dovranno dare garanzie di legalità e provvedere alla creazione di cooperative per impiegare i dipendenti, tutti maggiorenni e marocchini. Il governo intende così far uscire allo scoperto le numerose aziende che già operano nel settore, soprattutto nella zona del RIF, a nord del Parse, ma nella completa illegalità e alimentano il traffico di droghe sia interno sia destinato all’Europa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Vertice Ue per spingere sui vaccini, pressing su Big Pharma
Tengono banco il passaporto Covid e il caos frontiere e misure
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
25 febbraio 2021
13:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Rafforzare la produzione dei vaccini nell’Ue in una corsa contro il tempo per centrare l’obiettivo di vaccinare almeno il 70% degli europei entro l’estate. E’ questo il tema centrale del vertice straordinario dei 27 leader, che si aprirà tra poche ore a Bruxelles, dove Mario Draghi debutterà nel ruolo di premier alla guida dell’Italia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I capi di Stato e di governo, riuniti in videoconferenza, chiederanno anche di avere maggiore prevedibilità nella consegna delle dosi e di rafforzare il pressing sulle aziende farmaceutiche affinché rispettino i loro impegni. Proprio nelle stesse ore, al Parlamento europeo saranno ascoltati alcuni Ceo delle principali Big Pharma.
E’ prevista anche una lunga discussione sul passaporto Covid, con la Grecia che nelle ultime ore si è data da fare per mettere insieme un fronte – con contatti anche con Italia e Spagna – per spingere l’iniziativa in vista della stagione estiva.
Grande rilevanza avranno inoltre i temi delle restrizioni per rallentare la corsa delle varianti del virus e la chiusura delle frontiere, con sei Paesi, tra questi la Germania, che si sono spinti ben oltre le raccomandazioni sulle misure adottate dal Consiglio, mettendo a repentaglio il corretto funzionamento del mercato unico.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Kurz, serve un passaporto Covid Ue per tornare a viaggiare
Dossier sul tavolo dei 27 leader al vertice europeo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
25 febbraio 2021
13:48
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Vogliamo un passaporto verde a livello Ue col quale si possa viaggiare liberamente, per affari e per andare in vacanza, oltre a godere finalmente di eventi culturali, e altro”. Così il cancelliere austriaco, Sebastian Kurz, su Twitter, in vista del vertice Ue, in videoconferenza, che si aprirà nelle prossime ore.

Kurz è tra i leader contattati dal premier greco, Kyriakos Mitsotakis, per creare una coalizione per spingere l’iniziativa del passaporto Covid, in vista dell’estate. Tra i Paesi che frenano, ritenendo la discussione prematura, Germania, Olanda, e Belgio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Breton, stop a chiusure confini, danneggiano Ue
Commissario chiede ai governi di revocare tutte le restrizioni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
25 febbraio 2021
13:50
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“La chiusura delle frontiere da parte di alcuni Stati membri sta danneggiando il nostro intero mercato unico. Chiedo di revocare ogni forma di restrizione quando possibile”.
Lo scrive su Twitter il commissario europeo per il Mercato interno, Thierry Breton, a margine della riunione dei ministri dell’industria dei Ventisette e a poche ore dall’inizio del summit dei leader Ue in videoconferenza.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Russia: moscoviti al voto per scegliere statua a Lubyanka
Ipotesi ritorno monumento fondatore polizia segreta Dzerzhinsky
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
25 febbraio 2021
13:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tre decenni dopo che i russi hanno rovesciato la statua del fondatore della polizia segreta sovietica Felix Dzerzhinsky, i moscoviti stanno votando per decidere se ripristinarla fuori dal quartier generale dell’intelligence interna nel centro di Mosca.
La settimana di votazioni ha preso il via oggi per un nuovo monumento da erigere di fronte alla sede del Servizio Federale di Sicurezza (FSB), l’agenzia succeduta al KGB, in piazza Lubyanka a Mosca, a due passi dal Cremlino.

I moscoviti stanno scegliendo tra Dzerzhinsky, che è visto come un simbolo del dominio del KGB sulla società sovietica, e Alexander Nevsky, principe del XIII secolo e santo ortodosso. A mezzogiorno oggi erano stati espressi circa 50.000 voti sul portale del governo di Mosca, con Nevsky che superava Dzerzhinsky per 53% a 47%.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nhs contro Gwyneth Paltrow, falsità su cure post Covid
Star raccomanda ‘digiuno’, cavolo fermentato e sauna infrarossi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
14:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Servizio sanitario britannico (Nhs) ha chiesto all’attrice Gwyneth Paltrow di non diffondere notizie false sui metodi per curare gli effetti del Covid. La star americana, che da anni promuove la medicina alternativa sul suo sito Goop, ha consigliato di curare gli strascichi del coronavirus con beveroni a base di erbe, “digiuno intuitivo” e sauna a raggi infrarossi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Consigli che il capo del Nhs, il professor Stephen Powis, ha bollato come “soluzioni non raccomandate”.
“Dobbiamo prendere gli effetti a lunga scadenza del Covid lungo e applicare metodi scientifici. Tutti gli influencer che utilizzano i social media hanno il dovere di essere responsabili al riguardo”, ha sottolineato il professore.
Paltrow, che si è ammalata di coronavirus, sostiene di aver fatto “molte ricerche” sull’argomento e di averlo sperimentato su se stessa con grandi benefici. L’attrice ha anche consigliato una dieta a base di kombucha e kimchi, te’ e cavolo fermentati, e di assumere l’integratore del suo brand Madame Ovary.
Tre anni fa Goop perse una causa e fu costretto a pagare un’ingente somma di denaro per affermazioni non dimostrate sui benefici di famigerate “uova vaginali” in vendita sul sito.
L’anno scorso Paltrow mise in vendita a 100 dollari la candela ‘This smells like my vagina’ che andò esaurita in pochi giorni.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Armenia: in 20mila in piazza per Pashinyan, 10mila contro
Nella capitale Erevan
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
25 febbraio 2021
14:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il primo ministro armeno Nikol Pashinyan si è rivolto a migliaia di sostenitori che hanno risposto alla sua chiamata a radunarsi nella capitale Erevan in una dimostrazione di sostegno, dopo che i militari hanno chiesto le sue dimissioni. Un giornalista dell’AFP presente alla manifestazione ha detto che circa 20.000 persone si sono riversate in una piazza centrale, a un chilometro di distanza da una protesta dell’opposizione dove circa 10.000 manifestanti chiedono a Pashinyan di dimettersi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tusk, continua campagna di disinformazione russa e cinese
Futuro Europa dipenderà da leale cooperazione transatlantica


MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
25 febbraio 2021
14:23
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Cina e Russia attaccano l’Ue, continuando le loro campagne di disinformazione contro di noi. I nostri interessi commerciali con loro non possono oscurare l’ovvia verità che il futuro dell’Europa e di tutta la civiltà occidentale dipenderà dalla nostra leale cooperazione e solidarietà transatlantica”.
Così su Twitter il presidente del Partito Popolare europeo Donald Tusk.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Arabia Saudita: Bin Salman operato di appendicite
Si attende da Washington relazione su omicidio Khashoggi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BEIRUT
25 febbraio 2021
14:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nel giorno in cui si attende dagli Stati Uniti il dettagliato rapporto sul presunto coinvolgimento diretto del principe ereditario saudita Muhammad bin Salman nell’omicidio del giornalista saudita Jamal Khashoggi nel consolato saudita di Istanbul nel 2018, i media governativi sauditi riferiscono che lo stesso Bin Salman ha oggi subito con successo un intervento chirurgico per appendicite.
L’agenzia di stampa governativa saudita Spa ha precisato che il 35enne principe ereditario è stato sottoposto all’operazione chirurgica in un ospedale di Riad.
La tv di Stato ha diffuso immagini in cui si mostra Bin Salman uscire dall’ospedale a bordo di un’auto, sedendosi al posto del passeggero.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Apre a Gedda il primo ipermercato gestito da sole donne
Dal manager alle cassiere, staff tutto al femminile
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
15:17
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ha aperto a Gedda, in Arabia Saudita, il primo ipermercato gestito da sole donne: dal manager alle cassiere. Il negozio di 37mila metri quadri, vicino all’Università King Abdul Aziz, dove lavorano 103 impiegate, è la ventesima filiale delle 200 aperte dal gruppo Lulu nel Regno dal 2000.

A capo del personale, scrive il quotidiano emiratino The National, Maha Mohammed Alqarni: “Sono molto orgogliosa di essere la prima donna manager a gestire un negozio di sole donne”, ha detto entusiasta.
Il gruppo Lulu impiega attualmente 3mila sauditi, di cui 800 donne. “Questa filiale si concentra soprattutto sui prodotto biologici con una diversa scelta di prodotti alimentari salutari”, ha spiegato una delle impiegate.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Consegnati 51,5 mln dosi in tutta Ue, 8% europei vaccinati
29,17 mln sieri somministrati. Dati a fine febbraio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
25 febbraio 2021
17:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nell’Ue sono stati distribuiti complessivamente 51,5milioni di dosi di vaccini. In tutto sono state 29,17milioni le somministrazioni.
Secondo quanto si apprende a Bruxelles, i dati sono stati presentati dalla presidente della Commissione Ue, Ursula Von der Leyen, alla videoconferenza dei leader. Il tasso di vaccinazione è salito così all’8% (5% ha ricevuto la prima dose, il 3% anche la seconda). L’obiettivo resta quello di immunizzare il 70% della popolazione adulta, ovvero 255milioni di persone.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Armenia:Ue invita alla calma, evitare ulteriore escalation
Borrell, risolvere pacificamente, esercito resti neutrale
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
25 febbraio 2021
17:30
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“L’Unione europea segue molto da vicino gli sviluppi in Armenia e chiede a tutti gli attori di mantenere la calma e di evitare qualsiasi retorica o azioni che possano portare a un’ulteriore escalation”. Lo afferma in una nota l’ufficio dell’Alto rappresentante Ue Josep Borrell.

“Le divergenze politiche siano risolte pacificamente e in stretta aderenza ai principi e ai processi della democrazia parlamentare – prosegue la nota -. In linea con la Costituzione armena, le forze armate dovranno mantenere la neutralità nelle questioni politiche e stare sotto il controllo pubblico”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Iran: disordini nel sud-est, ucciso un agente
Assalto a stazione di polizia dopo scontri con contrabbandieri
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ISTANBUL
25 febbraio 2021
17:33
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un membro delle forze di sicurezza iraniane è rimasto ucciso in un attacco contro una stazione di polizia nel corso di alcuni disordini a Zahedan, nella provincia sudorientale del Sistan e Baluchistan.
Le tensioni erano iniziate nei giorni scorsi con scontri tra sospetti contrabbandieri di carburante e militari nei pressi di Saravan, al confine con il Pakistan.

“A causa della propaganda e delle indiscrezioni di media stranieri, elementi criminali hanno attaccato la stazione di polizia di Kurin a Zahedan con armi leggere e lanciagranate”, ha dichiarato il governatore locale Abouzarmahdi Nakahei, citato dall’Irna, spiegando che la polizia ha risposto al fuoco e messo in fuga gli assalitori.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Immagini satellitari, Israele espande sito nucleare Dimona
L’Iran ammonisce, ‘grave minaccia a pace regionale’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
18:26
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Israele espande il sito atomico di Dimona, dove si ritiene abbia prodotto il primo materiale fissile per il proprio arsenale nucleare non dichiarato, e l’Iran ammonisce: “Si tratta di una grave minaccia alla pace regionale e internazionale”.
I lavori di ampliamento a Dimona sono stati rivelati dalle immagini dei satelliti commerciali pubblicate dall’International Panel on Fissile Material, e mostrano lavori di costruzione che secondo gli esperti sono iniziati alla fine del 2018 o all’inizio del 2019.
Si tratta del primo ampliamento in decenni.
L’ambasciatore iraniano all’Onu di Ginevra, Baghaei Hamaneh, ha lanciato l’allarme – riferisce Press Tv – nel corso della Conferenza per il disarmo in corso in Svizzera e fatto appello alla eliminazione completa delle armi di distruzione di massa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Depardieu, stupro? ‘Sono innocente, non ho nulla da temere’
L’attore è indagato per fatti che avrebbe commesso nel 2018
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
25 febbraio 2021
18:38
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Sono innocente e non ho nulla da temere”: lo afferma Gérard Depardieu in un’intervista alla stampa francese, dopo l’iscrizione nel registro degli indagati per stupro e violenze sessuali, reati che avrebbe commesso nell’estate 2018 ai danni di una giovane attrice e che lui ha sempre negato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Oltre 2.500.000 morti di Covid nel mondo
112,7 milioni i contagi totali, Italia sesta per decessi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
21:48
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono oltre 2.500.000 i morti nel mondo per la pandemia di Covid-19. Secondo gli ultimi dati diffusi dalla Johns Hopkins University i decessi sono 2.500.770.

Sempre secondo la Johns Hopkins University, i contagi nel mondo sono in totale 112 milioni 737 mila e 085. Gli Stati Uniti mantengono il primato di decessi (506.500) e contagi (28.348.259). Al secondo posto per decessi c’è il Brasile (249.957), superato nel conto dei contagi dall’India (11.046.914 contro 10.324.463). L’Italia è al sesto posto per i morti (96.974), ottava per contagi (2.848.564), dopo i più grandi Paesi europei.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini, von der Leyen: ‘Almeno 3 mesi per il passaporto Ue’
Accordo dei leader sull’uso esclusivo di informazioni pertinenti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
26 febbraio 2021
12:51
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo fiduciosi di poter raggiungere il nostro obiettivo a fine estate di vaccinare il 70% della popolazione europea adulta, si tratta di 255 milioni di cittadini della Ue, e se guardiamo ai dati previsti questo è un obiettivo che siamo certi di poter realizzare”, ha detto la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen al termine del vertice Ue in videoconferenza, nel corso della quale è stato trovato un accordo di massima sul cosiddetto ‘passaporto vaccinale’.
“Ci servono almeno tre mesi per lo sviluppo tecnico di un sistema inter-operabile europeo” per i passaporti vaccinali”, ha spiegato in proposito. L’ accordo riguarda l’utilizzo di “una serie di dati minimi” nel passaporto “che potrebbero essere utili per dare informazioni sulla presunta immunità” dei cittadini.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le informazioni confidenziali, che riguardano la vaccinazione, la negatività a un test e l’eventuale sviluppo di anticorpi, devono essere “pertinenti a livello transfrontaliero”, ha aggiunto. La presidente della Commissione Ue ha insistito sull’importanza di “sviluppare un approccio europeo” al sistema dei passaporti vaccinali. “Se non ci riuscissimo, le iniziative bilaterali” degli Stati membri “creerannno ancora più difficoltà” e anche grandi società come “Google e Apple sono pronte a offrire soluzioni all’Oms”, ma si tratta di condividere “informazioni confidenziali, quindi vogliamo dire chiaramente che noi offriamo una soluzione europea”. Bruxelles continuerà a dialogare con i governi per “progredire in questa direzione entro marzo”, ha aggiunto la leader Ue, sottolineando che “il dibattito dovrà tenere conto del rischio di discriminazioni” e, al contempo, del fatto che “per molti Paesi Ue il turismo è estremamente importante dal punto di vista economico e sociale”.
“Vogliamo un passaporto verde a livello Ue col quale si possa viaggiare liberamente, per affari e per andare in vacanza, oltre a godere finalmente di eventi culturali, e altro”, ha spiegato il cancelliere austriaco, Sebastian Kurz, su Twitter. Kurz è tra i leader contattati dal premier greco, Kyriakos Mitsotakis, per creare una coalizione per spingere l’iniziativa del passaporto Covid, in vista dell’estate. Tra i Paesi che frenano, ritenendo la discussione prematura, Germania, Olanda, e Belgio.
Il presidente francese, Emmanuel Macron, riunirà la prossima settimana i membri del governo per preparare il “pass sanitario” che non sarà un “passaporto vaccinale”, in vista della riapertura dei luoghi di cultura e dei ristoranti chiusi durante la pandemia del Covid-19. Lo ha annunciato lo stesso capo dell’Eliseo questa sera dopo la fine del Consiglio europeo. La creazione di questo nuovo strumento “porrà molte questioni tecniche, di rispetto dei dati individuali, di organizzazione delle nostre libertà”, ha detto Macron, e per questo “bisogna prepararlo fin da ora tecnicamente, politicamente, giuridicamente”. “Sento – ha detto Macron – che c’è molta confusione talvolta su questo tema” ma il pass sanitario “non sarà legato soltanto alla vaccinazione”, ha sottolineato. Poiché “se riusciremo a riaprire alcuni siti, non saremo in grado di condizionare il loro accesso a una vaccinazione, e fra l’altro non avremo aperto la vaccinazione ai più giovani”. “Dobbiamo evitare – ha detto Macron dopo la discussione oggi con i leader dei 27 – che ciascun Paese sviluppi un proprio sistema, lavorando a una certificazione medica comune”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Macron, ‘pass sanitario’ non sarà passaporto vaccinale
Presidente francese, ‘evitare ogni P aese abbia proprio sistema’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
25 febbraio 2021
22:05
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente francese, Emmanuel Macron, riunirà la prossima settimana i membri del governo per preparare il “pass sanitario” che non sarà un “passaporto vaccinale”, in vista della riapertura dei luoghi di cultura e dei ristoranti chiusi durante la pandemia del Covid-19. Lo ha annunciato lo stesso capo dell’Eliseo questa sera dopo la fine del Consiglio europeo.

La creazione di questo nuovo strumento “porrà molte questioni tecniche, di rispetto dei dati individuali, di organizzazione delle nostre libertà”, ha detto Macron, e per questo “bisogna prepararlo fin da ora tecnicamente, politicamente, giuridicamente”.
“Sento – ha detto Macron – che c’è molta confusione talvolta su questo tema” ma il pass sanitario “non sarà legato soltanto alla vaccinazione”, ha sottolineato. Poiché “se riusciremo a riaprire alcuni siti, non saremo in grado di condizionare il loro accesso a una vaccinazione, e fra l’altro non avremo aperto la vaccinazione ai più giovani”.
“Dobbiamo evitare – ha detto Macron dopo la discussione oggi con i leader dei 27 – che ciascun Paese sviluppi un proprio sistema, lavorando a una certificazione medica comune”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Boeing, multa da 6,6 milioni per carenze sicurezza
Dalla Faa, agenzia Usa per l’aviazione civile
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
25 febbraio 2021
23:41
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Federal Aviation Administration (Faa), l’agenzia federale che sovrintende all’aviazione civile, ha inflitto una multa di 6,6 milioni di dollari a Boeing per diverse carenze di sicurezza, di cui 5,4 milioni per non aver attuato certe condizioni previste in un accordo del ’15. La Faa ha contestato alla societa’ Usa, sotto i riflettori per i problemi ai motori del ‘777’, di aver esercitato una pressione eccessiva sui suoi ispettori in un impianto in Carolina del sud, in particolare nel controllo di un Boeing 787 ‘Dreamliner’ nel febbraio 2020.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Fda, ok a vaccino Pfizer a temperature frigo
Autorità Usa approva conservazione dosi senza ultra freddo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
25 febbraio 2021
23:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Food and Drug Administration ha approvato la conservazione e il trasporto del vaccino Pfizer contro il Covid-19 alle normali temperature del frigorifero sino a due settimane, anzichè a temperature ultra fredde.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa: accuse molestie, suicida ex coach olimpico ginnastica
Il corpo senza vita di John Geddert è stato trovato poche ore dopo essere stato incriminato per traffico di esseri umani e abusi sessuali
A
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
26 febbraio 2021
10:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ex allenatore olimpico di ginnastica femminile Usa, John Geddert, è morto suicida. Il suo corpo è stato trovato poche ore dopo essere stato incriminato per traffico di essere umani e abusi sessuali contro varie atlete minorenni. La notizia è stata diffusa dalla procuratrice generale del Michigan Dana Nessel, che aveva annunciato le accuse.
“E’ una tragica fine di una tragica storia per tutte le persone coinvolte”, ha detto.
Geddert era stato incriminato per traffico di essere umani dal 2008 al 2018, abusi sessuali su alcune decine di minorenni nel 2012, crimine organizzato e altri crimini minori. Le accuse erano state annunciate dal procuratore Nessel. Geddert era proprietario, e allenatore, di una palestra dove l’ex medico del team ed amico Lawrence Nassar assaltava sessualmente le ginnaste, vicenda per la quale il dottore e’ gia’ stato condannato. Geddert ha guidato la squadra femminile di ginnastica Usa alle Olimpiadi del 2012.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Etiopia: centinaia civili uccisi da esercito eritreo
Rapporto Amnesty denuncia “crimini contro l’umanità”
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
01:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I soldati eritrei hanno ucciso “centinaia di civili” a novembre 2020 nel Tigrè, regione a nord dell’Etiopia, in un massacro che potrebbe costituire un crimine contro l’umanità. A denunciare l’eccidio è Amnesty International in un rapporto pubblicato oggi.
Nella città di Axum, “le truppe eritree si sono scatenate e hanno ucciso sistematicamente centinaia di civili a sangue freddo, cosa che può costituire un crimine contro l’umanità”, ha detto Deprose Muchena, direttore regionale dell’organizzazione per l’Est e il Sud dell’Africa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Siria: attacco aereo Usa contro gruppo filo Iran
E’ il primo dell’era Biden. Dopo missili contro militari in Iraq
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
26 febbraio 2021
01:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli Usa hanno compiuto un attacco aereo, il primo da quando si è insediato Joe Biden, contro una struttura legata ad una milizia filo iraniana in Siria, dopo tre separati attacchi missilistici contro le forze americane in Iraq. Lo riferiscono i media Usa, citando fonti del Pentagono.
Lo strike, ordinato dal presidente, era volto a danneggiare la capacità della milizia di condurre altri attacchi in futuro.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Siria: attacco Usa; uccisi almeno 17 combattenti pro Iran
Osservatorio diritti uomo, distrutti 3 camion di munizioni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
04:02
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Almeno 17 combattenti pro-Iran sono stati uccisi in seguito all’attacco americano in Siria. Lo rivela l’Osservatorio siriano dei diritti dell’uomo.
“Gli attacchi hanno distrutto tre camion di munizioni (…) ci sono molti morti. Secondo un primo bilancio sono rimasti uccisi almeno 17 combattenti, tutti di Hachd al-Chaabi”, ha detto il direttore dell’Osservatorio, Rami Abdel Rahmane
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Spagna, limiti viaggi extra Ue prorogati al 31 marzo
Controlli a frontiera Portogallo fino al 16
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
10:17
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Spagna ha deciso di prorogare le restrizioni ai viaggi non essenziali fuori dall’Unione europea fino al 31 marzo. Lo riporta il quotidiano El Pais che cita il nuovo provvedimento del governo sulle norme anti-coronavirus pubblicato oggi sulla Gazzetta Ufficiale.
Tra gli altri provvedimenti, saranno estesi fino al 16 marzo i controlli alla frontiera con il Portogallo.
Intanto la Catalogna a partire da lunedì consentirà la riapertura dei centri commerciali, dopo due mesi di stop, ma li manterrà chiusi durante il fine settimana.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I Rockefeller si riprendono l’arazzo di Guernica all’Onu
L’opera troneggiava dal 1984 davanti al Consiglio di sicurezza
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
26 febbraio 2021
10:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I Rockefeller si riprendono il vasto arazzo rappresentante Guernica di Pablo Picasso che da oltre tre decenni troneggiava davanti all’ingresso del consiglio di sicurezza dell’Onu per sensibilizzare i diplomatici sui rischi della guerra.
L’opera, commissionata nel 1955 da Nelson Rockefeller e tessuta dall’atelier francese Jacqueline de La Baume-Dürrbach, era stata prestata al Palazzo di Vetro dal 1984.

Presidenti, ministri e ambasciatori chiamati ad assistere alle riunioni del consiglio di sicurezza passavano sino ad oggi davanti a questo capolavoro per entrare nella stanza dell’organismo più importante delle Nazioni Unite per mantenere la pace nel mondo.
Ora il proprietario, Nelson Rockefeller Junior, ha voluto che fosse restituito, senza fornire spiegazioni. Da giovedì il muro cui era appeso l’arazzo, raffigurante il bombardamento della città di Guernica il 26 aprile 1937 dalla Germania nazista e dall’Italia fascista, è vuoto.
Probabile che ora si scateni una battaglia tra i Paesi membri per avere il privilegio di piazzare al suo posto un’opera di un proprio cittadino celebre.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Siria: Ong, 22 i miliziani filo-iraniani uccisi in raid Usa
Attacco nella notte nella zona di Abukamal
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
10:32
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ di 22 miliziani iracheni uccisi il bilancio aggiornato dei raid aerei statunitensi al confine tra Siria e Iraq. Lo riferisce l’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria, secondo cui gli attacchi sono stati compiuti nella notte nel distretto frontaliero siriano di Abukamal, nella regione di Dayr az-Zawr.
In questa zona, secondo analisti locali, l’Iran ha da anni stabilito tramite milizie irachene una roccaforte di controllo lungo il corridoio di terra che va dall’altopiano iranico al Mediterraneo passando per Siria e Libano.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nigeria: attacco a scuola, rapite oltre 300 studentesse
Uomini armati hanno fatto irruzione nell’istituto del nord-ovest
c
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
KANO
26 febbraio 2021
11:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Oltre 300 ragazze sono state rapite da uomini armati in un nuovo attacco a una scuola di Jangebe, nello Stato di Zamfara, nel nord-ovest della Nigeria. Lo ha denunciato un insegnate dell’istituto.
La polizia non ha ancora confermato il rapimento.
“Ci risulta che oltre 300 ragazze siano scomparse dopo aver contato le studentesse rimaste”, ha detto l’insegnante della Government Girls Secondary School di Jangebe. Il padre di due studentesse della scuola ha raccontato di aver ricevuto una telefonata sull’incidente: “Sto andando a Jangebe. Ho ricevuto una telefonata nella quale mi è stato comunicato che nella scuola hanno fatto irruzione bande armate che hanno portato via delle allieve”, ha detto.
La scorsa settimana, 42 persone sono state rapite da una scuola nello Stato nigeriano del Niger, nell’ovest della Nigeria. A dicembre oltre 300 ragazzi sono stati sequestrati da un istituto a Kankara, nello Stato di Katsina, e poi rilasciati dopo una serie di negoziazioni con funzionari del governo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Biden chiama re Salman ed evoca diritti umani, ruolo legge
Primo colloquio diretto da quando è presidente
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
26 febbraio 2021
10:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Joe Biden ha parlato oggi per la prima volta con il re saudita Salman, discutendo delle relazioni bilaterali, della sicurezza regionale, degli sforzi per concludere la guerra in Yemen e dell’impegno Usa a difendere Riad dagli attacchi di gruppi filo iraniani.
Il presidente ha “notato positivamente” anche il recente rilascio di diversi attivisti sauditi-americani e della militante per i diritti umani Loujain al-Hathloul, affermando “l’importanza che gli Usa riservano ai diritti umani e al ruolo della legge”.
Lo rende noto la Casa Bianca.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa: naufraga in Senato proposta dem aumento salario minimo
Biden ‘è deluso’ dalla bocciatura
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
26 febbraio 2021
10:52
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il consulente ufficiale del Senato Usa per l’interpretazione delle regole e della procedura parlamentare ha stabilito che è irregolare includere, come volevano fare i dem, l’aumento del salario minimo a 15 dollari l’ora nel nuovo pacchetto di aiuti Covid da 1.900 miliardi di dollari. I dem alla Camera intendono ancora approvare l’aumento nella loro versione della proposta di legge, ma la decisione al Senato significa che dovranno trovare una via alternativa per mantenere una delle promesse chiave della campagna elettorale del partito e di Joe Biden.

E il presidente “è deluso” dalla bocciatura della sua proposta di inserire il minimo salariale di 15 dollari l’ora nel piano di aiuti Covid. Lo riferisce la Casa Bianca, sottolineando che il Biden “rispetta la decisione del consulente delle regole del Senato e la procedura del Senato” stesso ma che “lavorerà con i leader del Congresso per determinare la via migliore perché nessuno in questo Paese dovrebbe lavorare a tempo pieno e vivere in povertà”. Biden invita quindi il Congresso a procedere velocemente per approvare i nuovi aiuti Covid.   POLITICA    ECONOMIA   VAI ALLA CRONACA    VAI ALLA TECNOLOGIA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Armenia: sit-in contro il premier davanti al parlamento
Opposizione chiede le dimissioni di Pashinyan
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
YEREVAN
26 febbraio 2021
11:39
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Diverse centinaia di persone, sostenitori dell’opposizione in Armenia, si sono accampati stamane davanti alla sede del parlamento nella capitale Yerevan, per chiedere le dimissioni del primo ministro Nikol Pashinyan per come ha gestito la guerra con l’Azerbaigian nei mesi scorsi, Da ieri la piccola repubblica caucasica è infatti al centro di una nuova crisi politica dopo che il premier Pashinyan ha respinto tutte le esortazioni a lasciare, ha accusato i militari di un tentato colpo di stato e ha guidato una manifestazione a Yerevan con 20mila suoi sostenitori. Sempre ieri, l’opposizione aveva portato in strada circa 10mila persone che hanno piantato tende e alzato barricate fuori dal parlamento, promettendo di continuare ad oltranza con la protesta.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Israele, esercito immunizzato all’80-85%
Haaretz, prima grande organizzazione al mondo con tasso simile
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
11:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le forze armate israeliane (Idf) si sono dimostrate all’avanguardia per efficienza nella lotta al coronavirus. Secondo quanto scrive Haaretz, dalla prossima settimana l’Idf avrà raggiunto una meta prestabilita in base alla quale l’80-85 per cento del suo personale sarà stato vaccinato con due dosi di Pfizer o avrà superato il contagio dal virus e ne è guarito.
Quest’ultima categoria è stimata in 15 mila militari. Di conseguenza, aggiunge Haaretz, “l’esercito israeliano sarà la prima grande organizzazione al mondo ad aver raggiunto un tasso così elevato di immunizzazione”.
Il giornale avverte che comunque in questo caso non si può parlare di immunità di gregge in quanto i militari mantengono contatti costanti con il resto della società.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Diplomatici russi via da Corea Nord su carrello ferroviario
Insieme a familiari, 1 km spingendo a mano oltre confine
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
11:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un gruppo di diplomatici russi e i loro familiari hanno lasciato la Corea del Nord usando, per l’ultimo tratto del viaggio via terra che li ha portati oltre confine, un carrello ferroviario spinto a mano. Lo scrive la Bbc.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le immagini, diffuse dall’account Telegram del ministero degli Esteri di Mosca, mostrano il gruppo di otto persone e i bagagli a bordo del carrello, spinto sui binari per un chilometro da uno di loro, il terzo segretario della missione Vladislav Sorokin.
L’insolito viaggio è stato fatto in larga parte in treno e pullman (32 ore in tutto), causa misure anti-Covid che non permettevano di usare aerei. Ma dal momento che dallo scorso anno i treni non possono passare il confine, i diplomatici si sono arrangiati con il carrello, attraversando il ponte ferroviario sul fiume Tumen che segna la frontiera.
“C’è voluto un viaggio lungo e difficile per tornare a casa”, ha scritto il ministero sulla sua pagina Facebook. Personale dello stesso ministero li ha accolti in territorio russo, per poi portarli in pullman a Vladivostok, dove hanno preso un aereo per Mosca.
La Corea del Nord afferma di non aver avuto contagi da coronavirus grazie alla chiusura rigida dei confini, ma gli esperti nutrono forti dubbi che questa sia la realtà.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: comunità islamica, preghiera venerdì per Attanasio
Per presidente moschea fratello, martire ed eroe
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LIMBIATE (MONZA)
26 febbraio 2021
12:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La preghiera del venerdì della comunità islamica sarà dedicata oggi a Luca Attanasio, l’ambasciatore ucciso in Congo. Lo ha detto, dopo aver reso omaggio alla camera ardente aperta nel comune di Limbiate, Maher Mohamed Kabakebbji presidente della moschea Marian di Milano e rappresentante della comunità.

“Ho inviato tutte le comunità d’Italia a rivolgere una preghiera per questo nostro fratello, martire ed eroe” ha detto Kabakebbji, origini siriane in Italia da 50 anni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Navalny: Mosca conferma, trasferito in una colonia penale
Notizia era stata anticipata dalla sua legale
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
12:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA, 26 FEB – L’oppositore russo Alexei Navalny è stato trasferito in una colonia penale. Lo ha detto il capo dei servizi carcerari russo dopo che ieri uno dei suoi avvocati, Olga Mikhailova, aveva denunciato il trasferimento dalla prigione di Mosca e suggerito che poteva essere stato portato in una colonia penale per scontare la pena a due anni e mezzo di reclusione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Harry contro stampa Gb, minacciava la mia salute mentale
Principe a talk show Usa motiva l’addio, solo un passo indietro
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
26 febbraio 2021
12:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La colpa della scelta dei duchi di Sussex di lasciare il Regno Unito e gli impegni ufficiali da membri senior della Royal Family, ricade in primo luogo sulla stampa britannica, a cominciare dai tabloid più sensazional-populisti. Lo ha affermato il principe Harry, intervistato a Los Angeles da una tv americana, evocando una pressione e un’ostilità mediatica che oltremanica rischiava letteralmente di farlo diventare pazzo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“L’aria si era fatta davvero difficile, come molti hanno potuto vedere, la stampa britannica stava distruggendo la mia salute mentale, tutti sanno cosa può essere”, ha denunciato il secondogenito di Carlo e Diana in uno scambio di battute colloquiale con James Corden, mattatore (inglese) negli Usa di The Late Late Show, andato in onda ieri sera in un segmento della trasmissione e ripreso oggi sull’isola. Colloquio registrato prima della recente decisione di Harry e della consorte Meghan di confermare la rinuncia allo status di membri senior della dinastia e della conseguente revoca da parte della regina di una serie di loro incarichi e patronati ufficiali.
“Ho pensato che quell’ambiente (mediatico) fosse ormai tossico”, ha insistito Harry, che in passato ha accusato fra l’altro i tabloid d’avere pregiudizi sociali o razziali su sua moglie – ex attrice di origini materne afroamericane – e di trattarla in modo non molto diverso da come braccarono sua madre sino alla fine tragica di Lady D. “Ho fatto quello che qualsiasi marito e qualsiasi padre avrebbe fatto”, ha poi rivendicato rispetto al trasferimento in America: non senza aggiungere che “non è stata un abbandono, ma un passo indietro”. “Io – ha concluso il duca di Sussex, che il 7 marzo sarà di nuovo in onda, sulla Cbs, ospite in coppia con Meghan dell’anchor-woman superstar Oprah Winfrey per un’intervista “intima” a più vasto raggio molto attesa dall’audience e apparentemente temuta a Buckingham Palace – non fuggirò mai e darò sempre il mio contributo poiché la mia vita è pubblico servizio. Lo è sempre stata e Meghan l’ha condivisa”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Brasile:Bolsonaro,a imprese statali compete funzione sociale
Presidente spiega così decisione di sostituire vertici Petrobras
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRASILIA
26 febbraio 2021
13:19
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, è tornato sulle polemiche suscitate dalla sua decisione di sostituire i vertici di Petrobras, sostenendo che le aziende statali devono esercitare una funzione “sociale”.
“Una compagnia statale, qualunque essa sia, deve avere la sua visione sociale, non possiamo ammettere che il presidente di una società statale non abbia questa visione”, ha detto il capo dello Stato.

“L’invito che abbiamo rivolto al generale Silva e Luna per presiedere Petrobras mira a dare una nuova dinamica all’azienda: state certi che rimarrete sorpresi dal suo lavoro”, ha sottolineato Bolsonaro, a proposito dell’esonero dell’attuale presidente del colosso statale petrolifero, Roberto Castello Branco, al quale da marzo subentrerà, appunto, un uomo di sua fiducia, il generale Joaquim Silva e Luna.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Brasile, 100% popolazione vaccinata entro fine 2021
Obiettivo governo sono 170 mln persone in grado ricevere farmaco
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
SAN PAOLO
26 febbraio 2021
13:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro della Salute brasiliano, Eduardo Pazuello, ha dichiarato che pretende immunizzare il 50% della popolazione vaccinabile del Paese entro giugno, raggiungendo il 100% entro la fine dell’anno. Secondo i calcoli del ministro, questo ammonterebbe a circa 170 milioni di brasiliani.
Il conteggio esclude i giovani di età inferiore ai 18 anni, le donne incinta, le persone con gravi comorbidità e gli immunosoppressi.
“Ci sono persone che non possono ancora essere vaccinate”, ha aggiunto il ministro.
Pazuello ha poi informato che, dall’inizio della campagna di vaccinazione ad oggi (poco più di un mese), sono state distribuite tra i 13 e i 14 milioni di dosi di vaccini.
“È una vittoria del nostro Paese: con la produzione propria, in alcuni casi, con le importazioni, in altri; e con la capacità logistica di distribuirle simultaneamente agli Stati e ai 5.570 comuni”, ha affermato il ministro.
Secondo Pazuello, non ci sono azioni che non vengano intraprese per garantire la vaccinazione. Tutti i “possibili vaccini contrattabili sono stati contrattati: mi riferisco a quelli con contratti firmati e consegnati”, ha precisato il ministro.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Brasile: un generale a capo comunicazione governo
Bolsonaro rafforza presenza di militari in posizioni chiave
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRASILIA
26 febbraio 2021
14:21
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ammiraglio Flavio Viana Rocha, attuale ministro degli Affari strategici, sarà il prossimo capo della Segreteria alle comunicazioni (Secom) del governo brasiliano, ha riferito oggi la stampa.
Secom, è l’ente preposto ai rapporti con i media e può decidere sull’utilizzo delle risorse destinate alla pubblicità statale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Viana Rocha sostituirà l’attuale capo della comunicazione, Fabio Wajngarten, non nuovo ad uscite polemiche e accusato di conflitto di interessi da alcuni giornali.
Il mini-rimpasto nell’esecutivo arriva a pochi giorni dalla decisione del presidente della Repubblica, Jair Bolsonaro, di mettere un generale anche i vertici di Petrobras, rafforzando la presenza di militari in posizioni chiave.
I principali ministeri sono infatti occupati da generali dell’Esercito, e con l’arrivo di Viana Rocha guadagna spazio anche la Marina, che ha già piazzato l’ammiraglio Bento Albuquerque alla guida del ministero delle Miniere e dell’Energia.
Viana Rocha nel tempo ha acquisito sempre più influenza nell’ambiente presidenziale ed è considerato “una pedina fondamentale nell’ambito della politica estera”, ha scritto oggi il quotidiano O Globo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: Di Stefano, sicurezza missione era affidata all’Onu
Evidente sia stata gestita male, non dipende da scorta italiana
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
14:31
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Sulla vicenda dell’ambasciatore Attanasio e del carabiniere Iacovacci c’è poco da fare polemica”. Lo ha dichiarato il sottosegretario agli Esteri Manlio Di Stefano, a RaiNews 24, commentando notizie di stampa secondo cui l’ambasciatore tempo fa aveva chiesto alla Farnesina un rafforzamento della sua scorta.

“La missione cui partecipava Attanasio, era gestita dall’Onu e il nostro ambasciatore era lì come osservatore delle Nazioni Unite – ha aggiunto Di Stefano -. E’ evidente che la sicurezza della missione è stata gestita male”.
Il sottosegretario ha inoltre spiegato che il livello di sicurezza delle Ambasciate italiane nelle zone disagiate viene valutato sulla base delle attività svolte. “Anche se l’ambasciatore – ha aggiunto Di Stefano – avesse avuto assegnata una scorta più numerosa e un’auto blindata, tutto ciò sarebbe rimasto a Kinshasa perché Attanasio non era in viaggio per l’attività diplomatica italiana ma per l’Onu”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Georgia: migliaia tornano in piazza, ‘elezioni subito’
Nuove proteste per l’arresto leader opposizione Nika Melia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TBILISI
26 febbraio 2021
14:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Migliaia di dimostranti anti-governativi sono nuovamente scesi in piazza oggi a Tbilisi, capitale della Georgia, per un’ennesima protesta contro l’arresto del leader dell’opposizione Nika Melia. I dimostranti, che sventolavano bandiere georgiane, degli Usa e dell’Ue, hanno chiesto a gran voce nuove elezioni e la liberazione di tutti i prigionieri politici.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In testa al corteo, i principali esponenti dei partiti dell’opposizione.
Dopo l’arresto di Melia, alla guida del Movimento nazionale unito (Unm), la polizia ha fatto violentemente irruzione nel quartier generale del partito.
“Sono in prigione, ma sono libero – ha detto Melia in un messaggio letto durante la manifestazione – Stiamo combattendo per la libertà e vinceremo questa battaglia”.
L’ex repubblica sovietica è entrata in un periodo di forte instabilità politica dopo le elezioni politiche di ottobre, che secondo le opposizioni sono state truccate per far vincere il partito del Sogno Georgiano, al potere. Melia, 41 anni, che è riuscito ad unire le forze di opposizione, ha detto che il suo arresto – è accusato di “organizzazione di violenze di massa” nel corso di una manifestazione del 2019 – ha solo motivazioni politiche. Un tribunale ha ordinato la sua detenzione, la scorsa settimana, dopo che Melia si è rifiutato di pagare una cifra extra per la sua libertà su cauzione.
Il primo ministro Giorgi Gakharia si è dimesso, affermando che arrestare Melia avrebbe solo fatto salire la tensione, ma non è stato ascoltato. Gli Usa e altri governi occidentali hanno condannato l’arresto affermando che esso mette a rischio il percorso democratico della Georgia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Israele, carnevale ebraico con coprifuoco notturno
Per il Purim chiusi i valichi con la Cisgiordania
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
14:40
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV, 26 FEB – Un Purim (carnevale ebraico) molto diverso dal passato quest’anno in Israele. A causa del coronavirus, per evitare contagi le autorità hanno vietato le sfilate carnevalesche nelle strade e hanno imposto un coprifuoco notturno (dalle 20.30 alle 5 del mattino successivo) nelle giornate di ieri, di oggi e di sabato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In quelle ore è vietato organizzare feste private ed è proibito allontanarsi di oltre un chilometro dalla propria residenza.
Ciò nonostante, secondo i media, la scorsa notte la polizia non è riuscita ad imporre i provvedimenti richiesti dal governo (che non riguardano comunque le località arabe) ed in tutto il paese si sono avute numerose infrazioni.
La polizia ha compiuto diversi arresti e ha multato gli organizzatori delle feste, nei casi in cui è riuscita ad individuarli. Misure speciali sono previste a Gerusalemme (specialmente nei rioni ortodossi) dove a differenza del resto del Paese il Purim sarà festeggiato domenica.
Nel frattempo, come negli anni passati, in occasione del Purim sono stati chiusi i valichi fra Israele e la Cisgiordania.
Una misura di sicurezza decisa dopo che in anni passati la confusione nelle strade era stata sfruttata da attentatori palestinesi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Difesa: Von der Leyen, Ue rafforzi le sue capacità militari
‘Ottima cooperazione con Nato resta priorità’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
26 febbraio 2021
14:42
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“L’Unione europea dev’essere all’altezza delle missioni” a cui è chiamata a partecipare senza il sostegno della Nato, pertanto “dobbiamo continuare a rafforzare le capacità militari europee”. Lo ha detto la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, al termine del vertice Ue, precisando che “un’ottima cooperazione con la Nato resta una priorità per l’Unione”.

Gli Stati membri devono “mettere fine alla frammentazione attuale delle proprie capacità militari e far fronte alle sfide insieme”, ha evidenziato von der Leyen, ricordando l’importanza del programma di difesa comune europeo (Pesco).
Questa settimana l’Ue ha lanciato tre progetti ammiragli su droni e tecnologie legate alla comunicazione e alla gestione del traffico spaziale, ha spiegato la leader, aggiungendo che “la corsa tecnologica globale è iniziata e l’Europa deve fare da apripista”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Bolsonaro, le mascherine hanno effetti collaterali
Presidente Brasile cita studio tedesco: ‘Dannose per i bambini’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRASILIA
26 febbraio 2021
14:45
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRASILIA
26 febbraio 2021
14:45
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, ha sostenuto che l’uso delle mascherine per evitare la diffusione del coronavirus può avere effetti collaterali, come danneggiare la “percezione della felicità”, in base a uno studio una università tedesca.
“Cominciano a comparire studi, non entrerò nei dettagli, sull’uso delle mascherine: una università tedesca dice che sono dannose per i bambini”, ha detto il capo dello Stato.

Bolsonaro ha parlato senza mascherina, seduto accanto a due collaboratori, durante una diretta sui social dalla residenza ufficiale a Brasilia.
“Io ho la mia opinione sulle mascherine, ognuno ha la propria”, ha aggiunto il presidente della Repubblica, secondo il quale starebbero cominciando a comparire “effetti collaterali” dall’uso prolungato della mascherina, quali “mal di testa, difficoltà di concentrazione, sconforto”.
Nel momento in cui diversi Stati e Comuni brasiliani sono tornati a rafforzare le restrizioni per arginare il Covid, Bolsonaro ha affermato che le persone “vogliono tornare a lavorare”, criticando quei governatori e sindaci che li “costringono” a rimanere a casa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cina, parlamento Olanda ci diffama su ‘genocidio’ Xinjiang
Pechino: ‘Interferenza grossolana nei nostri affari interni’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
26 febbraio 2021
14:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina ha condannato duramente la mozione approvata giovedì dal Parlamento olandese che valuta le azioni di Pechino contro le minoranze musulmane dello Xinjiang equivalenti al genocidio. Un’iniziativa, ha detto il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin, che usa lo Xinjiang come scusa per “diffamare la Cina deliberatamente e interferire grossolanamente nei suoi affari interni.
I fatti dimostrano che non c’è mai stato alcun genocidio nello Xinjiang”, ha aggiunto Wang, sulla prima mossa del genere da parte di un parlamento europeo dopo le dichiarazioni simili di quello canadese e del Dipartimento di Stato americano.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Spagna: jet privati, Juan Carlos paga 4,4 milioni al fisco
Ex sovrano vive ad Abu Dhabi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
26 febbraio 2021
14:26
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ex re di Spagna Juan Carlos, in esilio ad Abu Dhabi e preso di mira da diverse inchieste giudiziarie, ha pagato quasi 4,4 milioni di euro al fisco spagnolo per regolarizzare la sua posizione. Lo ha annunciato oggi il suo avvocato in un comunicato.

La cifra è volta a saldare il costo di voli a bordo di jet privati ;;di cui aveva beneficiato l’ex monarca e che erano stati pagati da una fondazione con sede in Liechtenstein appartenente a un suo lontano cugino.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Draghi, rilancio agenda transatlantica obiettivo cruciale
Premier al Consiglio Ue: ‘Per Europa autonomia e coordinamento’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
15:03
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il premier Mario Draghi è intervenuto in mattinata alla sessione Sicurezza e Difesa del Consiglio Ue, sottolineando l’importanza dell’autonomia strategica dell’Ue in un quadro di complementarietà con la Nato e di coordinamento con gli Usa. Occorre essere autonomi e al contempo coordinati, è il ragionamento fatto da Draghi, secondo il quale sarà più facile con l’amministrazione Biden.
Il rilancio dell’agenda transatlantica, ha spiegato il premier, è un obiettivo cruciale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Turchia:studenti contro rettore pro-Erdogan rischiano 3 anni
Chiesta condanna di 7 universitari per diffusione opera blasfema
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ISTANBUL
26 febbraio 2021
14:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La procura di Istanbul ha presentato oggi una richiesta di condanna fino a 3 anni di prigione per 7 studenti turchi, 2 dei quali attualmente in carcerazione preventiva, accusati di “incitamento all’odio” per aver esposto un’immagine ritenuta blasfema durante le proteste contro la nomina di un rettore vicino al presidente Recep Tayyip Erdogan alla prestigiosa Università del Bosforo di Istanbul.
L’atto d’accusa dovrà ora essere valutato dai giudici, che decideranno l’eventuale rinvio a giudizio.

L’opera incriminata rappresentava l’arcobaleno simbolo della comunità lgbtq+ accanto alla Kaaba, il luogo più sacro dell’islam a La Mecca. Le manifestazioni contro la nomina di Melih Bulu, ex candidato al Parlamento per l’Akp di Erdogan, proseguono ormai da quasi due mesi in diverse forme, con la partecipazione di studenti e docenti. Oltre 500 dimostranti sono stati fermati e poi rilasciati nel corso delle proteste delle scorse settimane, duramente represse dalle forze di polizia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Canada approva vaccino AstraZeneca
Già utilizzati Pfizer e Moderna
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
26 febbraio 2021
15:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le autorità canadesi hanno approvato un terzo vaccino, quella di AstraZeneca. Lo riferiscono i media del Paese, che aveva già dato il via libera ai vaccini di Pfizer-BioNTech e di Moderna.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Spagna, Sanchez su Juan Carlos: ‘mancanza di senso civico’
Il re emerito ha pagato quasi 4,4 milioni per irregolarità fiscali
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
26 febbraio 2021
15:14
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il premier spagnolo, il socialista Pedro Sánchez, ha detto in conferenza stampa che condivide con la maggior parte dei suoi concittadini un sentimento di “rifiuto” rispetto alle irregolarità fiscali commesse dal re emerito Juan Carlos, dopo che questi ha pagato quasi 4,4 milioni di euro al fisco per risarcire tasse non pagate per voli su jet privati.
Sanchez ha aggiunto che considera una “mancanza di senso civico” i comportamenti mantenuti dall’ex monarca in passato, sottolineando che questo giudizio non è sulla corona come istituzione.
Il presidente del governo spagnolo ha detto che il figlio di Juan Carlos, l’attuale re Felipe VI, ha dimostrato un comportamento “esemplare”. Il monarca, da parte sua, ha evitato in un’apparizione pubblica riferimenti alle controversie fiscali di suo padre.
Juan Carlos, in esilio ad Abu Dhabi e preso di mira da diverse inchieste giudiziarie, ha pagato quasi 4,4 milioni di euro al fisco spagnolo per regolarizzare la sua posizione.
La cifra è volta a saldare il costo di voli a bordo di jet privati di cui aveva beneficiato l’ex monarca e che erano stati pagati da una fondazione con sede in Liechtenstein appartenente a un suo lontano cugino.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Austria tratta con la Russia per il vaccino Sputnik
Il Cremlino: ‘Ne hanno discusso Putin e Kurz’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
26 febbraio 2021
15:15
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente russo Vladimir Putin e il cancelliere austriaco Sebastian Kurz hanno avuto un colloquio telefonico nel corso del quale hanno fra l’altro discusso “la possibilità che la Russia fornisca all’Austria il vaccino Sputnik V” contro il Covid. Ne dà notizia un comunicato del Cremlino, aggiungendo che i due leader hanno anche parlato della possibilità di avviare “una produzione congiunta” dello stesso vaccino.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: vittoria Flamengo, centinaia di tifosi per strade Rio
Festa per conquista campionato di calcio provoca assembramenti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
RIO DE JANEIRO
26 febbraio 2021
15:23
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una moltitudine di persone, per lo più senza mascherine e violando il distanziamento sociale, si è riversata stamani nelle strade di Rio de Janeiro per celebrare la conquista del campionato di calcio brasiliano da parte di una delle squadre locali, il Flamengo.
Centinaia di tifosi hanno affollato in particolare le vie di Rocinha, la favela più grande del Sud America, ballando, cantando e sventolando le bandiere del loro team.

Nonostante il forte dispiegamento della polizia, si registrano assembramenti e disordini in varie zone della metropoli carioca.
Rio è una delle città più colpite dal Covid-19 in Brasile, dove proprio oggi si compie un anno esatto dall’inizio della pandemia.
Centinaia di ‘torcedores’ hanno applaudito i giocatori del Flamengo alle 6:30 del mattino (le 10:30 italiane) all’aeroporto Tom Jobim, accogliendoli al loro ritorno da San Paolo.
Il Flamengo, la squadra con il maggior numero di tifosi in Brasile, ha perso 2-1 ieri contro il San Paolo, ma nonostante la sconfitta è stato incoronato campione brasiliano per il secondo anno consecutivo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Corte nega a ‘sposa dell’Isis’ il diritto di tornare in Gb
Era fuggita da Londra a 15 anni con due coetanee nel 2015 per unirsi ai miliziani del Califfato in Siria
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
26 febbraio 2021
12:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Regno Unito non deve autorizzare il rientro in patria di Shamima Begum, ventenne ‘sposa dell’Isis’, fuggita da Londra a 15 anni con due coetanee nel 2015 per unirsi ai miliziani del Califfato in Siria prima di essere catturata e finire in un campo profughi della zona. Lo ha stabilito oggi la Corte Suprema di Londra rovesciando un verdetto precedente emesso a luglio in appello che aveva dato ragione al ricorso presentato dal lei e dalla famiglia contro la revoca della cittadinanza britannica decisa d’autorità nei suoi confronti nel febbraio 2019 da Sajid Javid, allora ministro dell’Interno del governo di Theresa May.
Cresciuta a Bethnal Green, nella zona est di Londra, Shamima Begum era ricomparsa nel 2019 dal campo profughi in cui alcuni reporter l’avevano rintracciata (e dove ha poi dato alla luce un bebè morto di stenti stando ad alcune fonti) per implorare in interviste a vari media britannici la possibilità di tornare: interviste in cui aveva raccontato d’aver sposato un miliziano – un olandese convertito -, di essere stata testimone degli orrori della guerra e delle oppressioni del cosiddetto Stato Islamico, di aver perso per malnutrizione altri due bimbi; ma aveva pure negato inizialmente d’avere “rimpianti”, salvo correggere successivamente il tiro e dichiararsi “pentita.
Il governo May, seguito sulla stessa linea da quello attuale di Boris Johnson, aveva da parte sua insistito sul disconoscimento della sua cittadinanza, invocando ragioni di sicurezza nazionale e ipotizzando che Shamima potesse chiedere alternativamente per le origini dei genitori il passaporto del Bangladesh (Paese in cui peraltro non ha mai vissuto e che ha fatto sapere di non avere alcuna intenzione di ‘adottarla’).
A luglio la Corte d’Appello aveva poi dato torto all’esecutivo, difendendo il mantenimento alla cittadinanza come un diritto fondamentale per una britannica di nascita, qualunque cosa avesse fatto.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ma oggi la Corte Suprema ha cassato all’unanimità quella sentenza, accogliendo il controricorso presentato dall’Home Office, il ministero dell’Interno del Regno. Nel dispositivo, il giudice relatore, lord Robert John Reed, ha definito “sbagliato” il verdetto d’appello, sottolineando che la valutazione dei rischi per la sicurezza nazionale sono competenza del “ministro dell’Interno, il quale rende conto delle sue responsabilità al Parlamento eletto”. Reed ha ammesso che “la privazione della cittadinanza” potrà avere “un profondo effetto sulla vita” della giovane. Ma ha aggiunto che occorre tenere conto anche “delle gravi conseguenze” della vicenda in termini “d’interesse pubblico” e che “sarebbe irresponsabile per la Corte accogliere il ricorso (di Shamima) senza riguardo verso gli interessi della sicurezza nazionale”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mali: attacco a postazione gendarmeria, uccisi 8 militari
In regione centrale dove è forte presenza dei gruppi jihadisti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
11:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Almeno otto militari sono stati uccisi ieri sera in Mali nell’attacco a una postazione della gendarmeria fuori dalla città di Bandiagara, nel centro del Paese dove i gruppi jihadisti spadroneggiano.
“Tra le 21:00 e le 22:00, c’è stato un attacco contro un distaccamento della gendarmeria a Bandiagara da parte di individui armati non identificati.
Il bilancio provvisorio delle vittime è di otto morti e nove feriti, di cui cinque gravi”, ha detto una fonte militare che è voluta rimanere anonima.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Armenia: sit-in contro il premier davanti al parlamento
Opposizione chiede le dimissioni di Pashinyan
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
YEREVAN
26 febbraio 2021
11:41
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
YEREVAN – Diverse centinaia di persone, sostenitori dell’opposizione in Armenia, si sono accampati stamane davanti alla sede del parlamento nella capitale Yerevan, per chiedere le dimissioni del primo ministro Nikol Pashinyan per come ha gestito la guerra con l’Azerbaigian nei mesi scorsi, Da ieri la piccola repubblica caucasica è infatti al centro di una nuova crisi politica dopo che il premier Pashinyan ha respinto tutte le esortazioni a lasciare, ha accusato i militari di un tentato colpo di stato e ha guidato una manifestazione a Yerevan con 20mila suoi sostenitori. Sempre ieri, l’opposizione aveva portato in strada circa 10mila persone che hanno piantato tende e alzato barricate fuori dal parlamento, promettendo di continuare ad oltranza con la protesta.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Spagna, limiti viaggi extra Ue prorogati al 31 marzo
Controlli a frontiera Portogallo fino al 16
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
11:30
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Spagna ha deciso di prorogare le restrizioni ai viaggi non essenziali fuori dall’Unione europea fino al 31 marzo. Lo riporta il quotidiano El Pais che cita il nuovo provvedimento del governo sulle norme anti-coronavirus pubblicato oggi sulla Gazzetta Ufficiale.
Tra gli altri provvedimenti, saranno estesi fino al 16 marzo i controlli alla frontiera con il Portogallo.
Intanto la Catalogna a partire da lunedì consentirà la riapertura dei centri commerciali, dopo due mesi di stop, ma li manterrà chiusi durante il fine settimana.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Emergenza ossigeno nei paesi poveri, Oms lancia Task Force
Lavorerà per garantire forniture e supporto durante la pandemia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
11:18
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Oltre mezzo milione di pazienti Covid-19 nei paesi a basso e medio reddito necessitano ogni giorno di cure con ossigeno”. Per garantire a tutti questo farmaco salvavita l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato la Covid-19 Oxygen Emergency Task force, di cui fanno parte organizzazioni tra cui Unicef, Banca mondiale e Save the Children.
Dall’inizio della pandemia, sottolinea l’Oms, “l’accesso all’ossigeno è stata una sfida crescente” e servono 90 milioni di dollari per soddisfare le necessità urgenti in circa 20 paesi a reddito medio e basso. I membri della task force lavoreranno per garantire forniture e supporto tecnico.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in calo, si guarda a Stati Uniti
Francoforte (-1,39%), Parigi (-1,18%), Londra (-1%)
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
09:33
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono in calo in scia con Wall Street e i mercati asiatici. A spaventare i principali listini sono i timori per l’andamento dell’inflazione Usa dopo l’aumento del mercato obbligazionario, con i rendimenti ai massimi in un anno.
Sullo sfondo restano le preoccupazioni per l’andamento dei contagi da Covid-19.
In rosso Francoforte (-1,39%), Parigi (-1,18%), Londra (-1%) e Madrid (-1,2%). Sul fronte valutario l’euro sul dollaro è in calo a 1,2160 a Londra.
Le Borse asiatiche chiudono in calo in scia con Wall Street e con gli investitori che temono un aumento dell’inflazione negli Stati Uniti. Nell’area è scattato un sell-off azionario innescato dall’aumento del mercato obbligazionario Usa, con i rendimenti ai massimi in un anno. Pesa il settore tecnologico. Chiude pesante Tokyo (-4%). In rosso anche Hong Kong (-3,2%), Shanghai (-2%), Shenzhen (-1,8%), Seul (-2,8%), Mumbai (-3,2%). Sul mercato dei cambi lo yen torna ad apprezzarsi sul dollaro a un valore di 106,20.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Haiti: 8 morti in scontri in un carcere, anche il direttore
E’ la prigione di Croix-des-Bouquets, vicino alla capitale
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PORT AU PRINCE
26 febbraio 2021
09:24
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un confuso e violento episodio avvenuto ieri ad Haiti nel carcere di Croix-des-Bouquets, alla periferia di Port au Prince, ha avuto un bilancio provvisorio di otto morti, sette detenuti e il direttore del centro di reclusione, Paul Hector Joseph.
Secondo il portale di notizie InfoHaiti, non è chiaro quale episodio sia all’origine dell’incidente, se un ammutinamento o un attacco armato dall’esterno, ma per il momento è certo che esso ha permesso la fuga di numerosi reclusi.

Per cercare di riportare l’ordine la polizia haitiana ha fatto ampio uso di lacrimogeni, erigendo barricate sulle vie di accesso alla prigione, per cercare di bloccare la fuga di altri detenuti.
I media haitiani hanno riferito che per molte ore fuori e dentro il centro di detenzione si sono sentiti spari di armi automatiche, e a quanto sembra i sette detenuti uccisi facevano parte di quelli che erano riusciti ad uscire.
Infine il portavoce della polizia nazionale, Garry Desrosiers, ha confermato che fra gli evasi si trova anche Arnel Joseph, pericolosissimo ex boss della banda di ‘Village de Dieu’, vicino a Port au Prince.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Atterraggio d’emergenza a Mosca per un Boeing 777
‘Problemi al motore’ in un aereo cargo in volo da Hong Kong a Madrid
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
12:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un Boeing 777 ha effettuato un atterraggio d’emergenza a Mosca a causa di ‘problemi al motore’. Lo riferisce la compagnia aerea Rossiya Air in un comunicato precisando si trattava di un aereo cargo in volo da Hong Kong a Madrid.
La Boeing è in questi giorni sotto i riflettori per i problemi ai motori dei suoi 777. Ieri la La Federal Aviation Administration, l’agenzia federale che sovrintende all’aviazione civile Usa, le ha inflitto una multa di 6,6 milioni di dollari per diverse carenze di sicurezza.
“Durante il volo cargo 4520 Hong Kong-Madrid, è stato rilevato un malfunzionamento del sensore di controllo del motore”, ha fatto sapere la compagnia in un comunicato nel quale si precisa che l’atterraggio d’emergenza a Mosca Sheremetyevo “è avvenuto normalmente”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’aereo riprenderà il volo per Madrid dopo le 12″, ha annunciato Rossiya Air, una controllata della compagnia statale russa Aeroflot.
Il motore del Boeing 777 in questione era un GE90 di General Electric, un modello diverso da quello dell’aereo della United Airlines che nei giorni scorsi ha preso fuoco poco dopo il decollo da Denver lasciando dietro di sé una pioggia di detriti su una zona residenziale alla periferia della città. Dopo l’incidente oltre 120 Boeing 777 con gli stessi motori sono stati messi a terra in tutto il mondo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Regina Elisabetta in campo per il vaccino, ‘farlo è un dovere’
‘Il Covid è come la peste, ma la gente va persuasa’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
26 febbraio 2021
11:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Elisabetta II, 95 anni ad aprile, dà ancora una volta l’esempio ai sudditi e scende in campo in favore dei vaccini anti Covid: lo fa con con un raro messaggio pubblico dicendo di comprendere che c’è chi possa esitare; ma incoraggia apertamente la sua gente a immunizzarsi poiché, ammonisce, è doveroso “pensare agli altri prima che a sé stessi”. Un atto che del resto la sovrana ha già compiuto a gennaio – col 99enne principe Filippo, ora in ospedale per un’infezione non legata al Covid – seguita questo mese dall’erede al trono Carlo, 72 anni, e dalla consorte Camilla: tutti in forma pubblica per sostenere la campagna di vaccinazioni di massa promossa dal governo di Boris Johnson. E a cui ora si aggiungono le dichiarazioni diffuse stasera da Buckingham Palace, registrate durante a una conversazione in videocollegamento con i responsabili delle macchina vaccinale messa in moto nelle 4 nazioni del Regno Unito (Inghilterra, Scozia, Galles, Irlanda del Nord): che la regina ha voluto personalmente ringraziare.
Nel corso del colloquio, Elisabetta ha raccontato la sua esperienza, sottolineando di non aver “avvertito male per nulla” al momento dell’iniezione, semmai d’essersi sentita “protetta”. Ha quindi elogiato la rapidità della campagna vaccinale di massa avviata dal governo Johnson sull’isola fin da inizio dicembre, plaudendo a coloro che vi stanno lavorando, ma anche ai milioni d’individui che ne hanno accolto la somministrazione: protagonisti, nelle sue parole, di “un’impresa rimarchevole” che contribuisce “all’incoraggiamento morale” del Paese.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sollecitata dagli interlocutori a condividere le sue sensazioni personali, la monarca ha insistito: “Una volta che ricevi il vaccino ti senti protetta, penso sia molto importante”. “Certo, è difficile per le persone che non si sono mai vaccinate, ma esse devono pensare agli altri prima che a se stesse”, ha subito puntualizzato, richiamando la sicurezza collettiva dal contagio.
Riferendosi in generale al Covid, la regina non ha quindi esitato ad abbozzare un paragone con la “peste” dei secoli passati. “Sappiamo che si tratta probabilmente della pandemia più devastante mai affrontata nel mondo e nel Regno Unito da più di 100 anni, e che ora ci attende una battaglia prolungata dei vaccini contro il virus e le sue mutazioni”, ha proseguito mostrandosi bene informata. “Ma io – ha precisato – ho una fede assoluta nella comunità medico-scientifica, sia qui nel Regno Unito sia a livello globale, e credo in un futuro migliore per tutti noi”.
Non è mancato in ultimo un accenno non nuovo alla memoria di tempi ancor più difficili, quelli bellici, come a una fonte “d’ispirazione, in qualche modo”: “Avendo vissuto la guerra – ha ricordato l’anziana sovrana – mi pare sia decisamente come allora, quando ciascuno era mosso da una stessa idea”. Ciò che conta – ha concluso, invocando più la persuasione che non l’obbligo nella battaglia odierna del vaccino – è “creare le condizioni perché ognuno si senta disposto ad accettare l’offerta della vaccinazione, quando verrà chiamato”. Come un tempo i volontari al fronte.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Victoria’s Secret chiude fino a 50 negozi nel 2021
Ma la trimestrale del gruppo meglio delle attese, traina il marchio per la cura del corpo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
25 febbraio 2021
21:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sembrano peggiorare le già cattive acque in cui naviga ormai da tempo uno dei marchi più seducenti dell’ultimo decennio: Victoria’s Secret chiuderà quest’anno fino ad ulteriori 50 punti vendita in Usa e Canada.
Un nuovo ridimensionamento per il brand statunitense di biancheria intima, provato dalla pandemia e dalle incertezze dell’ultimo anno sui passaggi proprietari, nonostante una boccata di ossigeno arrivata proprio in giornata dai conti trimestrali del gruppo. A nulla è valso anche il recente annuncio di un drastico cambio di strategia con il lancio di una linea di costumi da bagno dedicata alle taglie forti.
Il futuro di Victoria è quindi incerto, nonostante i numeri dell’ultimo trimestre dell’anno con il fatturato del gruppo salito del 2,4% a 4,818 miliardi di dollari e l’utile cresciuto del 64,3% a 860,3 milioni di dollari, mentre continua a crescere l’altro marchio di L Brands, Bath & Body Works.
Per i prodotti di bellezza e cura del corpo è infatti prevista un’espansione con l’apertura di circa 50 punti vendita al di fuori dei centri commerciali. In totale tra Stati Uniti e Canada ci sono quasi 1750 negozi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: due miliziani e un soldato uccisi in blitz a Beni
L’attacco è avvenuto al confine tra Kivu Nord e provincia Ituri
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
13:03
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Almeno due miliziani Mai-Mai sono stati uccisi dall’esercito congolese e un soldato è morto per le ferite riportate in un blitz avvenuto ieri sera nel comune di Mangina, 30 chilometri a ovest della cittadina di Beni, ubicata nel Kivu Nord, come riporta il sito d’informazione locale Actualite.cd. Si tratta dell’ennesimo episodio che testimonia le continue violenze nel territorio in cui lunedì sono stati uccisi l’ambasciatore italiano Luca Attanasio, il carabiniere Vincenzo Iacovacci e l’autista del Pam Mustapha Milango, mentre martedì due raid sferrati dai miliziani delle Forze democratiche alleate (Adf) hanno provocato 13 vittime che hanno fatto salire ad almeno 1.013 il numero dei civili uccisi nel territorio di Beni dal novembre 2019.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Secondo i testimoni, l’ultimo attacco è stato sferrato al confine tra la provincia del Kivu Nord e quella dell’Ituri. Il portavoce dell’esercito a Beni, Anthony Mualushayi, ha precisato che si è trattato di due blitz simultanei della milizia Kyandenga, accusata di sostegno ai ribelli di Adf, responsabili di migliaia di morti a Beni. Secondo il Kivu security barometer, questi miliziani hanno partecipato anche all’attacco contro il carcere di Beni alla fine dello scorso ottobre, a seguito del quale fuggirono oltre 1.300 detenuti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Armenia, il premier scende in piazza
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sale la tensione, barricate davanti al Parlamento da parte di attivisti dell’opposizione che chiedono la destituzione del primo ministro. Dimissioni richieste anche dall’esercito.  Il Cremlino: ‘C’è preoccupazione ma è un affare interno’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
25 febbraio 2021
17:19
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sale la tensione in Armenia: il primo ministro  Nikol Pashinyan ha marciato per le strade della capitale Erevan con i suoi sostenitori dopo aver accusato i militari di aver montato un tentativo di colpo di stato. “La situazione è tesa ma dobbiamo evitare gli scontri”, ha detto Pashinyan ai suoi sostenitori attraverso un megafono, aggiungendo che la nuova instabilità politica che segue mesi di proteste contro il suo governo è “gestibile”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Lo riporta AFP.
Nikol Pashinyan ha destituito Onik Gasparyan – che ha chiesto le sue dimissioni e quelle del governo – dal posto di capo dello Stato Maggiore delle forze armate armene. “Oggi ho firmato la decisione di sollevare Onik Gasparyan dalle sue funzioni. Considero la sua dichiarazione come un tentativo di colpo di stato militare”, ha detto Pashinyan durante un livestream sulla sua pagina Facebook. Lo riporta Interfax.
“Un colpo di stato militare non accadrà. Tutto finirà in modo pacifico. Decideremo cosa fare insieme al popolo”, ha detto Pashinyan durante una marcia a Erevan. Il diritto del popolo di formare le autorità non dovrebbe essere messo in dubbio, ha sottolineato.
Vazgen Manukyan, candidato dell’opposizione armena a primo ministro, ha messo in guardia la gente dal cedere alle azioni provocatorie del governo ma ha esortato i suoi sostenitori a riunirsi in Piazza della Repubblica nel centro di Yerevan. “Il primo ministro Nikol Pashinyan sta cercando di portare il nostro popolo a una guerra civile, scontri e spargimenti di sangue. Chiediamo a tutti i cittadini armeni di non cadere nelle provocazioni di questo regime, di manifestare moderazione: l’unico garante della nostra sicurezza sono le forze armate e il loro comando”, ha detto Manukyan.

Gli attivisti dell’opposizione armena stanno bloccando con le barricate viale Baghramyan, la strada centrale di Erevan, dove si trovano il Parlamento e l’ufficio presidenziale. “Stiamo issando le barricate per costringere il Parlamento a riunirsi per una sessione e votare la destituzione del primo ministro Nikol Pashinyan”, ha detto Vazgen Manukyan. “Siate pronti, staremo qui anche di notte”, ha aggiunto rivolgendosi ai sostenitori. Lo riporta Interfax.

Il Cremlino segue gli sviluppi in Armenia con un senso di preoccupazione ma crede che sia esclusivamente un affare interno. Lo ha detto il portavoce di Putin Dmitry Peskov citato dalla Tass. Mosca è un alleato stretto di Erevan, che fa parte dell’Unione Economica Euroasiatica, e primo sostenitore dell’esercito armeno.
“L’Unione europea segue molto da vicino gli sviluppi in Armenia e chiede a tutti gli attori di mantenere la calma e di evitare qualsiasi retorica o azioni che possano portare a un’ulteriore escalation”. Lo afferma in una nota l’ufficio dell’Alto rappresentante Ue Josep Borrell. “Le divergenze politiche siano risolte pacificamente e in stretta aderenza ai principi e ai processi della democrazia parlamentare – prosegue la nota -. In linea con la Costituzione armena, le forze armate dovranno mantenere la neutralità nelle questioni politiche e stare sotto il controllo pubblico”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Birmania: scontri tra sostenitori militari e oppositori
Tensione a Rangon, video uomo che attacca passanti con coltello
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
12:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Scontri a Rangon, città principale della Birmania, tra sostenitori dell’esercito che brandivano coltelli e fionde e gli abitanti scesi nelle strade della città per manifestare contro il colpo di stato.
“Siamo al fianco dei servizi di difesa”, urlavano i supporter dei militari riferendosi alla giunta, mentre i cittadini rispondevano sbattendo pentole e coperchi, una pratica diffusa tra i manifestanti anti-golpe.
Verso la tarda mattinata è salita la tensione nei dintorni della stazione centrale. Uno degli abitati della città ha accusato i sostenitori dell’esercito di aver ferito almeno dieci persone con una fionda a bordo di un’auto. Alcune immagini non verificate che circolano sui media mostrano un uomo armato di coltello che attacca i passanti.
Nel campus dell’università gli studenti hanno dato vita a una manifestazione pacifica sventolando le bandiere del partito della Lega nazionale per la democrazia di Aung San Suu Kyi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Venezuela: Maduro, l’Ue riveda le sanzioni o niente dialogo
Presidente dopo espulsione dell’ambasciatrice europea a Caracas
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
11:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente della Repubblica del Venezuela, Nicolás Maduro, ha dichiarato “se l’Unione europea non opererà una rettifica delle sanzioni imposte ai funzionari venezuelani, non vi sarà mai più una ripresa del dialogo” bilaterale riguardante la soluzione della crisi interna del Paese.
Alludendo, in un discorso rilanciato dalla tv statale Vtv, alla decisione da lui presa di dichiarare ‘persona non grata’ l’ambasciatrice comunitaria, Isabel Brilhante Pedrosa, Maduro ha ribadito che o l’Ue “rivede la sua decisione, o sarà impossibile in futuro riprendere il dialogo”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Venezuela, ha proseguito, “ha la sua dignità e sa rispondere a qualsiasi aggressione, da qualunque parte essa provenga. Invece, ha proseguito, l’Ue “crede di essere la nuova potenza imperiale mondiale con un diritto di trattare i Paesi latinoamericani come sue colonie”.
Infine Maduro si è rammaricato della decisione di Bruxelles di imporre nuove sanzioni dopo che “già erano stati fatti passi importanti con un Paese europeo per ristabilire il dialogo”.
Noi, ha concluso senza fornire particolari, “stavamo cercando di dialogare con una Nazione europea per permettere un dialogo fra tutti i settori dell’opposizione e il chavismo. Ma, dopo questo, non si può fare più nulla”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Israele: dopo sversamento greggio, bandita vendita pesce
Mossa ministero sanità. Ad ora raccolte 70 tonnellate catrame
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
25 febbraio 2021
11:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il ministero della sanità israeliano ha bandito, con effetto immediato e fino a nuovo ordine, la vendita al pubblico di pesci e frutti di mare del Mediterraneo. La decisione è legata – ha riferito Times of Israel – agli effetti della massiccia dose di greggio, sversata con molta probabilità da una nave ancora sconosciuta, che ha investito le coste del paese con gravi danni all’ecosistema.
La mossa – ha spiegato il ministero – è stata presa “alla luce dell’inquinamento ambientale del Mar Mediterraneo che si è manifestato tra le altre maniere in una quantità di catrame rinvenuto sulle spiagge”.
Secondo dati aggiornati a ieri, finora sono stati raccolti sulle coste oltre 70 tonnellate di catrame.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tentato golpe in Armenia, tensioni in piazza
Il premier Pashinyan licenzia il capo delle forze armate che chiedeva le dimissioni del governo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
25 febbraio 2021
17:14
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ caos in Armenia, dove il primo ministro Nikol Pashinyan ha destituito Onik Gasparyan – che aveva chiesto le sue dimissioni e quelle del governo – dal posto di capo dello Stato Maggiore delle forze armate. “Oggi ho firmato la decisione di sollevare Onik Gasparyan dalle sue funzioni.  Considero la sua dichiarazione come un tentativo di colpo di stato militare”, ha detto Pashinyan durante un livestream sulla sua pagina Facebook.
Pashinyan è poi sceso in strada per marciare nelle vie della capitale Erevan con i suoi sostenitori.  “La situazione è tesa ma dobbiamo evitare gli scontri”, ha detto il premier attraverso un megafono, aggiungendo che la nuova instabilità politica che segue mesi di proteste contro il suo governo è “gestibile”.  Un giornalista dell’AFP presente alla manifestazione ha detto che circa 20.000 persone si sono riversate in una piazza centrale, a un chilometro di distanza da una protesta dell’opposizione dove circa 10.000 manifestanti chiedono a Pashinyan di dimettersi. Attivisti dell’opposizione hanno anche bloccato con barricate viale Baghramyan, la strada centrale di Erevan, dove si trovano il Parlamento e l’ufficio presidenziale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo issando le barricate per costringere il Parlamento a riunirsi per una sessione e votare la destituzione del primo ministro Pashinyan”, ha detto il candidato dell’opposizione Vazgen Manukyan. “Siate pronti, staremo qui anche di notte”, ha aggiunto rivolgendosi ai sostenitori.
Il presidente armeno Armen Sarkissian ha detto che sta prendendo provvedimenti per cercare di uscire dalla crisi. “Sto intraprendendo urgentemente dei passi per alleviare le tensioni e cercare dei modi per risolvere la situazione in modo pacifico: invito tutti a manifestare sobrietà e moderazione”, ha detto Sarkissian in una dichiarazione diffusa dal suo servizio stampa.
Da parte sua la Russia, stretta alleata dell’Armenia, ha fatto sapere di seguire gli sviluppi con un senso di preoccupazione ma crede che sia esclusivamente un affare interno. Mentre l’ufficio dell’Alto rappresentante per la politica estera della Ue, Josep Borrell, ha fatto sapere che “l’Unione europea segue molto da vicino gli sviluppi e chiede a tutti gli attori di mantenere la calma e di evitare qualsiasi retorica o azioni che
possano portare a un’ulteriore escalation”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Armenia: Cremlino, preoccupazione ma è un affare interno
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
25 febbraio 2021
10:59
AGGIORNATO ALLE
11:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Cremlino segue gli sviluppi in Armenia con un senso di preoccupazione ma crede che sia esclusivamente un affare interno. Lo ha detto il portavoce di Putin Dmitry Peskov citato dalla Tass.
Mosca è un alleato stretto di Erevan, che fa parte dell’Unione Economica Euroasiatica, e primo sostenitore dell’esercito armeno.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Austria tratta con la Russia per il vaccino Sputnik
Il Cremlino: ‘Ne hanno discusso Putin e Kurz’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
26 febbraio 2021
16:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente russo Vladimir Putin e il cancelliere austriaco Sebastian Kurz hanno avuto un colloquio telefonico nel corso del quale hanno fra l’altro discusso “la possibilità che la Russia fornisca all’Austria il vaccino Sputnik V” contro il Covid. Ne dà notizia un comunicato del Cremlino, aggiungendo che i due leader hanno anche parlato della possibilità di avviare “una produzione congiunta” dello stesso vaccino.
“Le questioni per contrastare la diffusione dell’infezione da coronavirus sono state discusse in dettaglio, compresa la possibilità di fornire il vaccino Sputnik V russo all’Austria e di stabilirne una produzione congiunta”, ha riferito il Cremlino in un comunicato, aggiungendo che il colloquio con Putin è stato chiesto da Kurz.
In caso di via libera, l’Austria diventerebbe il secondo Paese dell’Ue a ricevere il vaccino russo, dopo l’Ungheria.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ieri è cominciata la somministrazione dello Sputnik a San Marino.
Attualmente, secondo il Fondo russo per gli investimenti diretti, che ha contribuito a finanziare lo sviluppo del vaccino, lo Sputnik è stato approvato in più di 35 Paesi in tutto il mondo. Nei giorni scorsi la rivista scientifica Lancet ha dato parere sostanzialmente positivo allo Sputnik, rilevando che risulta sicuro ed efficace per oltre il 90%.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Algeria: migliaia di manifestanti tornano in piazza
Dopo quasi un anno di sospensione dovuta al Covid
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ALGERI
26 febbraio 2021
15:37
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Migliaia di manifestanti del movimento per la democrazia algerino Hirak sono tornati oggi a scendere in piazza per il primo venerdì di proteste dopo quasi un anno di sospensione a causa delle restrizioni varate per combattere il Covid.
Nonostante i divieti ancora in vigore, diversi cortei si sono formati nel pomeriggio nei quartieri popolari di Algeri, in particolare a El Oued, per raggiungere il centro, secondo testimonianze raccolte dall’agenzia Afp.
Le forze dell’ordine sono intervenute usando manganelli e gas lacrimogeni su una grande arteria della capitale quando i manifestanti hanno cercato di rompere i cordoni della polizia per raggiungere la Piazza della Grande Poste, luogo simbolo delle proteste anti-regime. “Né islamico, né laico, ma hirakista’, si poteva leggere su un grande striscione mostrato dai manifestanti, che scandivano lo slogan ‘Uno Stato civile, e non militare”.
Manifestazioni analoghe sono segnalate in altre città del Paese.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Damasco,raid Usa segnale negativo da nuova amministrazione
‘Porterà un inasprimento delle tensioni nella regione’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
16:09
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BEIRUT, 26 FEB – Il governo siriano ha condannato “con forza” “il vile attacco americano” contro la zona frontaliera siriana vicina all’Iraq e nel quale sono state prese di mira postazioni di milizie irachene filo-iraniane nella zona.
In un comunicato del ministero degli Esteri di Damasco, citato dall’agenzia governativa Sana, si afferma inoltre che l’attacco statunitense, il primo del genere da quando il presidente Usa Joe Biden si è insediato, è un “segnale negativo”, “in contrasto con il diritto internazionale e la Carta delle Nazioni Unite” e che “porterà a un inasprimento della tensione nella regione”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Spagna, pass Covid sia Ue altrimenti tante formule nazionali
Sanchez: ‘Certificato vaccinale garantirà protezione dati’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
26 febbraio 2021
16:11
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il premier spagnolo Pedro Sanchez, alla videoconferenza dei leader Ue sul Covid, ha difeso lo sviluppo del certificato vaccinale per i viaggi come uno strumento “valido e utile”, sollecitando a continuare a lavorare al suo sviluppo per “evitare che ciascun Paese elabori una formula nazionale, prevenire situazioni ingiuste e garantire la protezione dei dati personali”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Brexit: status speciale a 4,7 mln di europei, restano in Gb
Missione compiuta dell’Home Office. Ok a 98% italiani residenti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
26 febbraio 2021
16:22
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il 98% dei cittadini italiani registrati fra coloro che vivono nel Regno Unito ha ottenuto il certificato digitale di residenza, indispensabile per restare a vivere e lavorare sull’isola dopo l’uscita di Londra dall’Ue con gli stessi identici diritti pre Brexit. E’ quanto emerge da un bilancio stilato dalle autorità britanniche dell’Home Office, in vista della scadenza ultima (30 giugno 2021) per presentare la domanda dello status speciale garantito a tutti gli europei già presenti sull’isola fra coloro che ne faranno richiesta.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il bilancio indica che le richieste evase sono state in totale oltre 4,7 milioni, pressoché l’intera platea di cittadini di Paesi Ue registrati nel Regno al 2020, secondo le stime. E viene presentato come un successo dal ministero dell’Interno di Londra, che dichiara “missione compiuta”. Il dettaglio italiano indica un totale di 472.300 richieste, di cui 441.310 andate a buon fine, con appena un 2% d’istanze respinte o ritirate. Per l’esattezza al 42% dei connazionali – terza comunità di ‘continentali’ più numerosa nel Regno – è stato riconosciuto il Settled Status, che dà diritto a rimanere sull’isola a tempo indeterminato e viene concesso a chiunque abbia alle spalle già 5 anni di residenza; mentre il 56% ha ottenuto il Pre Settled Status, permesso ponte per arrivare ai 5 anni e garantirsi poi quello indefinito.
Percentuali analoghe vengono registrate anche a livello generale: su 4.916.280 le domande ricevute in totale (nel 90% dei casi da chi risiede in Inghilterra, Londra in primis), il 54% ha ricevuto il Settled Status, un 43% il Pre Settled Status, con meno di 150mila domande respinte o ritirate. La comunità di europei più numerosa decisa a restare sull’isola, secondo le statistiche britanniche, risulta quella polacca, seguita da quelle rumena, italiana, portoghese e spagnola.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Armenia: migliaia di oppositori di nuovo in piazza a Erevan
Ex premier Manukyan invita il popolo ad unirsi alle proteste
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
16:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
EREVAN, 26 FEB – Dopo un sit-in durato tutta la notte davanti alla sede del Parlamento, migliaia di oppositori armeni sono tornati a sfilare oggi per le vie di Erevan per chiedere le dimissioni del primo ministro Nikol Pashinyan, accusato di avere inflitto un’umiliazione al Paese con la sconfitta nella guerra con l’Azerbaigian nei mesi scorsi.
Un corteo ha sfilato dapprima davanti alla residenza del premier per dirigersi poi verso la presidenza, dove è in programma un incontro tra una delegazione degli oppositori e il capo dello Stato, Armen Sarkisian.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I manifestanti sventolano bandiere nazionali e scandiscono slogan contro il governo. L’ex primo ministro Vazgen Manukyan, che l’opposizione candida alla successione di Pashinyan, ha invitato tutto il popolo ad unirsi alle proteste. “O ci sbarazziamo di loro, o perderemo l’Armenia”, ha affermato Manukyan.
Ieri, dopo avere respinto tutte le esortazioni a dimettersi, Pashinyan aveva accusato i militari di un tentato colpo di stato e aveva guidato una manifestazione a Erevan con 20mila suoi sostenitori, mentre l’opposizione aveva portato in piazza 10mila manifestanti che avevano anche eretto barricate davanti al Parlamento promettendo di continuare ad oltranza con la protesta.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Parigi,verso apertura della casa di Serge Gainsbourg
Lo annuncia la figlia Charlotte a 30 anni da morte cantante
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
26 febbraio 2021
13:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
A 30 anni dalla scomparsa di Serge Gainsbourg, tra i cantautori piu’ amati e popolari di Francia, la figlia Charlotte Gainsbourg, anch’essa cantante e attrice, ha fatto sapere che intende aprire al pubblico la casa del padre entro massimo fine anno, per farne un luogo “davvero radicato nel patrimonio parigino”. La casa ormai da anni meta di pellegrinaggio – nel cuore dela rive gauche parigina, proprio di fronte a quella in cui visse un altro grandissimo francese, Robert Schuman, tra i padri fondatori dell’Unione europea – si trova al numero 5 bis di rue de Verneuil, nel cuore della rive gauche parigina.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Per Charlotte Gainsbourg la scelta di aprirla al pubblico non è stata facile: “Nei primi dieci anni, quando ero sicurissima del progetto, era risultato difficile metterlo in pratica. Dopo, ho fatto marcia indietro, era un po’ tutto ciò che mi restava di lui, dunque la tenevo come un tesoro. Ma quando sono partita a New York, sei anni fa, ora sono rientrata a Parigi, ho visto le cose in modo piu’ distaccato e ho capito che bisognava farlo. Per le persone, ma anche per la mia salute mentale, devo riuscire a staccarmene. Bisogna fare in modo che sia davvero un luogo accessibile, radicato nel patrimonio parigino”. Intanto, in Francia e sulla rete si susseguono gli omaggi al cantautore in vista del trentennale dalla sua scomparsa, il 2 marzo 1991 all’età di 62 anni. Questa sera, sull’emittente pubblica France 3, verrà inoltre trasmesso alle 21:05 un documentario consacrato alla sua vita, ‘Gainsbourg, toute une vie’.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: camera ardente Attanasio, a Limbiate centinaia in fila
In Comune vedova e genitori dell’ambasciatore ucciso in Congo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LIMBIATE
26 febbraio 2021
12:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
È stata aperta con una decina di minuti di anticipo, perché la fila di persone in attesa invadeva quasi la strada, la camera ardente di Luca Attanasio, l’ambasciatore italiano ucciso lunedì in Congo insieme al carabiniere Vittorio Iacovacci e all’autista Mustapha Milompa.
Dopo i funerali di stato ieri a Roma, da oggi è il suo paese, Limbiate (Monza e Brianza), al quale era molto legato, a volergli rendere omaggio.
La camera ardente è stata allestita nell’atrio del Comune: la bara avvolta nel tricolore, il picchetto d’onore dei carabinieri in alta uniforme, uno schermo su cui vengono proiettate immagini e interviste dell’ambasciatore.
All’apertura della camera ardente erano presenti la vedova e i genitori di Attanasio. Domani si svolgeranno le esequie pubbliche al campo sportivo celebrate dall’arcivescovo di Milano Mario Delpini.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
G20:fonti, sostegno ripresa e vaccini in agenda italiana
Aperture dagli USA su aiuti ai paesi poveri e web tax
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
12:21
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un G20 a presidenza italiana nel segno del ritorno al multilateralismo, in netta discontinuità con gli anni dell’ ‘America First’ dell’amministrazione Trump.
Con aperture di Washington alla cooperazione globale a partire dallo stimolo di bilancio alla ripresa, dalla vaccinazione anche dei Paesi meno sviluppati, fino alla tassazione di giganti digitali, dove sarà confermato l’impegno a stringere un accordo entro meta 2021.

Sono queste le linee su cui si muoverà il G20 dei ministri finanziari e Governatori di oggi, secondo quanto riferiscono fonti a conoscenza dei dossier finanziari del G20 a presidenza italiana.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Alarm Phone, barca con 150 in grave pericolo
‘Al largo della Libia, urla a bordo, persone in acqua’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
12:00
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una barca con circa 150 persone a bordo è in grave pericolo a largo della Libia. Lo fa sapere Alarm Phone.
“Il nostro contatto con la barca – aggiunge il servizio telefonico – non è buono e riceviamo solo informazioni frammentate sulla posizione. Sentiamo urla, dicono che ci sono persone in acqua. Le autorità sono informate”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Quentin Tarantino, primo romanzo a giugno per Nave di Teseo
”C’era una volta a Hollywood”, diritti in 25 paesi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
11:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Quentin Tarantino, ”C’era una volta a Hollywood”, pubblica il suo primo romanzo in contemporanea mondiale e in Italia uscirà con La nave di Teseo a giugno. I diritti sono stati venduti in 25 Paesi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Sono felice e onorata – dichiara Elisabetta Sgarbi, Publisher della Nave di Teseo – di annunciare la pubblicazione del romanzo di Quentin Tarantino, C’era una volta a Hollywood con La nave di Teseo.
Un vero romanzo che precede il film, e che del film è stato ispirazione, con forti differenze nei personaggi e nello sviluppo drammaturgo che il lettore italiano scoprirà il prossimo giugno quando il romanzo uscirà in contemporanea mondiale.
Questo romanzo – che è un grande atto d’amore nei confronti del cinema e della cultura italiana – conferma nella convinzione che ho avuto sin dagli anni ’90, quando pubblicai la sceneggiatura di Pulp Fiction, che Quentin Tarantino è uno scrittore straordinario, oltre che il regista che conosciamo.
La nave di Teseo ha chiuso un accordo con l’agenzia William Morris per il romanzo e un saggio. Contestualmente alla pubblicazione del romanzo, inizieremo a riproporre le sue sceneggiature, a partire da Pulp Fiction, che uscirà in luglio.
Il catalogo della Nave di Teseo, che in questi giorni festeggia i cinque anni dalla pubblicazione del suo primo libro (Pape Satan Aleppe di Umberto Eco), dunque, dopo l’autobiografia di Woody Allen, A proposito di niente, e quella di Oliver Stone, Cercando la luce, si arricchisce ulteriormente di una nuova voce che dal Cinema incontra la Letteratura.”
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Boeing, multa da 6,6 milioni per carenze sicurezza
Dalla Faa, agenzia Usa per l’aviazione civile
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
25 febbraio 2021
22:57
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Federal Aviation Administration (Faa), l’agenzia federale che sovrintende all’aviazione civile, ha inflitto una multa di 6,6 milioni di dollari a Boeing per diverse carenze di sicurezza, di cui 5,4 milioni per non aver attuato certe condizioni previste in un accordo del ’15. La Faa ha contestato alla societa’ Usa, sotto i riflettori per i problemi ai motori del ‘777’, di aver esercitato una pressione eccessiva sui suoi ispettori in un impianto in Carolina del sud, in particolare nel controllo di un Boeing 787 ‘Dreamliner’ nel febbraio 2020.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Von der Leyen,vaccino a 70% europei adulti entro fine estate
Accordo su passaporto vaccinale, ma ‘non prima di tre mesi’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
25 febbraio 2021
21:32
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo fiduciosi di poter raggiungere il nostro obiettivo a fine estate di vaccinare il 70% della popolazione europea adulta, si tratta di 255 milioni di cittadini della Ue, e se guardiamo ai dati previsti questo è un obiettivo che siamo certi di poter realizzare”. Lo ha detto la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen al termine del vertice Ue in videoconferenza, nel corso della quale è stato trovato un accordo di massima sul cosiddetto ‘passaporto vaccinale’.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Ci servono almeno tre mesi per lo sviluppo tecnico di un sistema inter-operabile europeo” per i passaporti vaccinali”, ha spiegato in proposito. L’ accordo riguarda l’utilizzo di “una serie di dati minimi” nel passaporto “che potrebbero essere utili per dare informazioni sulla presunta immunità” dei cittadini. Le informazioni confidenziali, che riguardano la vaccinazione, la negatività a un test e l’eventuale sviluppo di anticorpi, devono essere “pertinenti a livello transfrontaliero”, ha aggiunto. La presidente della Commissione Ue ha insistito sull’importanza di “sviluppare un approccio europeo” al sistema dei passaporti vaccinali. “Se non ci riuscissimo, le iniziative bilaterali” degli Stati membri “creerannno ancora più difficoltà” e anche grandi società come “Google e Apple sono pronte a offrire soluzioni all’Oms”, ma si tratta di condividere “informazioni confidenziali, quindi vogliamo dire chiaramente che noi offriamo una soluzione europea”. Bruxelles continuerà a dialogare con i governi per “progredire in questa direzione entro marzo”, ha aggiunto la leader Ue, sottolineando che “il dibattito dovrà tenere conto del rischio di discriminazioni” e, al contempo, del fatto che “per molti Paesi Ue il turismo è estremamente importante dal punto di vista economico e sociale”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto il Premio Goncourt Philippe Jaccottet
Aveva 95 anni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
18:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto Philippe Jaccottet, poeta, traduttore e critico letterario, vincitore del Premio Goncourt per la Poesia nel 2003.
Jaccottet, svizzero, aveva 95 anni.
Lo ha annunciato il figlio all’Afp e la casa editrice italiana Marcos Y Marcos che ha molti suoi titoli in catalogo e che il 17 marzo 2021 pubblicherà ‘Passeggiata sotto gli alberi’, opera inedita in Italia inclusa nella Pleiade di Gallimard.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il ‘cuore selvaggio’ di Tarantino in The First Eight
Arriva su MioCinema un docu e in libreria un suo libro
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
16:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cosa è mai il ‘cuore selvaggio’ di Quentin Tarantino? È un cuore capace di connettersi con tutta la gamma delle emozioni umane attraverso personaggi che hanno una sola mission: fare ‘la cosa giusta’ e farla subito. Questa una delle tante linee guida di ‘QT8 | QUENTIN TARANTINO – THE FIRST EIGHT di Tara Wood, dal 26 febbraio su MioCinema, documentario che racconta tutta la sua carriera attraverso le testimonianze di chi ha lavorato con lui e, ovviamente, immagini dei suoi film.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nel frattempo arriverà in libreria a giugno, in contemporanea mondiale in 25 Paesi, C’era una volta a Hollywood, pubblicato da La nave di Teseo. Un vero e proprio romanzo che precede il film omonimo e ne racconta origini e forme di ispirazione.
Come ne esce Tarantino in questo documentario in cui il regista non appare mai, ma viene solo raccontato? Soprattutto come un entusiasta, come indica la sua sonora risata, un outsider che a un certo punto ce l’ha fatta, ma che non si è mai montato la testa. Un uomo poi pieno di contagioso carisma capace di urlare sul set, che segue sempre in prima persona: “Va bene! Va bene la scena! Ma ne giriamo un’altra perché noi amiamo fare cinema”.
“Secchione maniacale”, “cinefilo enciclopedico”, “celluloide viva”, “regista DJ”: questi solo alcuni degli appellativi attribuiti a Tarantino che è sicuramente uno che si diverte davvero a girare: “A volte abbiamo dovuto interrompere la scena perché si sente la sua risata”, dice lo sceneggiatore Scott Spiegel.

Mondo tutte le notizie in tempo reale. Tutti i fatti e gli avvenimenti del Mondo! SEGUILI E CONDIVIDILI!
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 36 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:00 DI MERCOLEDì 24 FEBBRAIO 2021

ALLE 11:27 DI GIOVEDì 25 FEBBRAIO 2021

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tiger Woods: ‘E’ sveglio e si sta riprendendo’
Affermano i medici e la TGR Foundation su Twitter
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
09:00
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tiger Woods “è sveglio, reattivo e si sta riprendendo nella sua stanza di ospedale” dopo aver subito lesioni multiple alle gambe nell’incidente stradale di ieri: lo hanno reso noto in un messaggio pubblicato sul suo account Twitter il suo team di medici e la TGR Foundation.
Il campione di golf, prosegue il messaggio, ha subito “una lunga procedura chirurgica alla parte inferiore della gamba destra e alla caviglia destra”.
In particolare, Woods ha riportato fratture alla tibia e al perone, oltre che al piede e alla caviglia.
“Ringraziamo tutti per l’enorme sostegno ed i messaggi ricevuti in questo difficile periodo”, sottolinea il messaggio.   SPORT

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Di Maio, chiesto a Onu e Pam apertura inchiesta
‘Ci aspettiamo risposte chiare ed esaustive’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
11:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Al Pam e all’Onu abbiamo chiesto formalmente l’apertura di un’inchiesta che chiarisca l’accaduto, le motivazioni alla base del dispositivo di sicurezza utilizzato e in capo a chi fossero le responsabilità di queste decisioni. Abbiamo anche spiegato che ci aspettiamo, nel minor tempo possibile, risposte chiare ed esaustive”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Esteri Luigi Di Maio, riferendo alla Camera sull’uccisione dell’ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio ha ricostruito l’agguato in Congo sottolineando che “il convoglio è stato attaccato alle 10:15 all’altezza del villaggio di Kanya Mahoro, nei pressi di una località chiamata ‘Tre Antenne'”. Il gruppo, “formato da 6 elementi – ha proseguito – avrebbe costretto i mezzi a fermarsi ponendo ostacoli sulla strada e sparando alcuni colpi di armi leggere in aria”.

“Il rumore degli spari ha allertato i soldati delle Forze Armate congolesi e i ranger del parco Virunga che, trovandosi a meno di un chilometro di distanza, si sono diretti verso il luogo dell’evento”, ha aggiunto.

Secondo la ricostruzione del Governatore, gli assalitori hanno quindi ucciso l’autista del Pam e avrebbero poi condotto il resto dei membri nella foresta poco dopo l’intervento dei Ranger. “Secondo il Ministero dell’Interno congolese – ha proseguito il ministro – nel momento in cui la pattuglia di Ranger ha intimato agli assalitori di abbassare le armi (o semplicemente ha mostrato le armi al seguito), questi ultimi avrebbero aperto il fuoco contro il militare dell’Arma dei Carabinieri, uccidendolo, e contro l’Ambasciatore italiano, ferendolo gravemente”.

Attanasio è stato quindi portato in ospedale, “dove sarebbe avvenuto il decesso a causa delle ferite riportate nell’attacco”. “Qui -ha concluso il ministro – si fermano le informazioni fino ad ora raccolte e che andranno naturalmente verificate dalle indagini in corso da parte della Procura”.   POLITICA   CRONACA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Lungo applauso alla Camera a memoria Attanasio e Iacovacci
Prima dell’intervento del ministro degli Esteri Di Maio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
09:32
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un lungo applauso in memoria dell’ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci, uccisi in Congo, ha preceduto l’inizio dell’intervento del Ministro degli Esteri Luigi Di Maio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: calo casi nel mondo per sesta settimana consecutiva
Oms, ma aumenta la diffusione delle varianti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
09:52
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I nuovi casi di coronavirus a livello globale sono diminuiti dell’11% a quota 2,4 milioni nel periodo 15-21 febbraio, segnando così il sesto calo settimanale consecutivo: ha reso noto l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), secondo quanto riporta la Cnn.
Nella settimana in questione, inoltre, sono stati registrati 66mila ulteriori decessi, pari a un calo del 20% rispetto alla settimana precedente.
I dati portano il bilancio complessivo dei contagi a quota 110,7 milioni e quello delle vittime ad oltre 2,4 milioni.
Sempre secondo l’Oms, aumenta però la diffusione delle varianti del coronavirus nel mondo: la ‘variante inglese’ è stata rilevata finora in 101 Paesi, mentre quella sudafricana in 51 Paesi e quella brasiliana in 29 Paesi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Breton, 2-3mld vaccini prodotti in Ue entro fine anno
‘L’Unione è al lavoro per accelerare la produzione’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
24 febbraio 2021
11:03
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il commissario Ue responsabile della task force sui vaccini anti Covid, Thierry Breton, promette “2-3 miliardi di dosi” prodotte nell’Unione europea “entro fine 2021”: intervistato questa mattina ai microfoni di radio Europe 1, Breton ha assicurato che l’Unione è al lavoro per accelerare la produzione di vaccini sul suolo europeo.
“Se le cose si svolgono bene, e si svolgeranno bene, 2-3 miliardi di dosi annuali potranno essere prodotte entro la fine dell’anno”, ha detto il commissario.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Secondo Breton, l’Ue è impegnata in una “lotta” per il vaccino che si svolge in due fasi. “Prima, la fase scientifica.
Su questo abbiamo guadagnato terreno, con un vaccino prodotto in dieci mesi. Un exploit”. La seconda fase riguarda invece la produzione. “Dobbiamo assicurarci che i vaccini vengano prodotti, il che è più complicato”, ha puntualizzato, aggiungendo che in Europa le industrie farmaceutiche sono “numerose”. Il che in prospettiva favorisce la produzione sul territorio dell’Unione. Ma per questo bisogna fare in modo che ciascuna di esse si “adatti alle specificità dei vaccini”, procurandosi, in particolare, il materiale necessario all’elaborazione dei flaconi.
“Il vaccino necessita 400-500 diverse componenti da assemblare in tempo reale. Se manca una sola di esse, tutta la catena viene interrotta”, ha avvertito.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Capo Isis in Germania Abu Walaa condannato 10 anni carcere
Ritenuto responsabile di aver radicalizzato giovani tedeschi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
24 febbraio 2021
11:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’uomo ritenuto capo dell’Isis in Germania, Abu Walaa, è stato condannato a 10 anni e mezzo di reclusione dalla Corte di appello di Celle. Si tratta di un iracheno di 37 anni, ritenuto responsabile di aver radicalizzato giovani, in Bassa Sassonia e nell’area della Ruhr, per poi inviarli a combattere per l’organizzazione terroristica.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Niger: presidenziali, leader opposizione rivendica vittoria
Dati ufficiali lo danno sconfitto per 11 punti percentuali
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NIAMEY
24 febbraio 2021
11:41
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il leader dell’opposizione in Niger, Mahamane Ousmane, ha affermato oggi di aver vinto di misura le elezioni presidenziali. I risultati ufficiali diffusi ieri lo danno invece sconfitto per oltre 11 punti percentuali.

“La raccolta dei risultati … che abbiamo in nostro possesso tramite i nostri rappresentanti nei vari seggi elettorali ci dà la vittoria con il 50,3 per cento dei voti”, ha detto Ousmane in un discorso pronunciato nella città sud-orientale di Zinder.
Secondo i risultati provvisori annunciati dalla Commissione elettorale nazionale indipendente (CENI), l’ex ministro dell’Interno Mohamed Bazoum ha ottenuto il 55,75% dei voti nel ballottaggio di domenica e Ousmane il 44,25%.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cremlino, ‘incontro fruttuoso tra Putin e Lukashenko’
I due leader si sono visti a Sochi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
24 febbraio 2021
11:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I presidenti russo e bielorusso, Vladimir Putin e Alexander Lukashenko, hanno concordato nei colloqui d’intensificare il lavoro tra le agenzie economiche e i servizi fiscali dei due Paesi. Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

I due leader si sono incontrati a Sochi il 22 febbraio e hanno avuto una conversazione telefonica il 23 febbraio.
“L’incontro è stato molto fruttuoso, tempestivo, costruttivo e franco. Hanno soprattutto discusso l’espansione e il miglioramento della cooperazione tra le agenzie economiche”, ha detto Peskov, notando che c’è stato un certo calo nell’interscambio commerciale a causa della pandemia. Lo riporta la Tass.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Navalny: media, per Amnesty non è più prigioniero coscienza
Decisione dovuta a passato nazionalista, ‘usò parole d’odio’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
24 febbraio 2021
11:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Amnesty International ha ritirato la sua designazione di “prigioniero di coscienza” concessa ad Alexei Navalny dopo essere stato arrestato dalle autorità russe al suo ritorno in patria. Lo riportano diversi media russi.

“Amnesty International ha preso la decisione interna di smettere di chiamare Alexei Navalny ‘prigioniero di coscienza’ per i commenti che ha fatto in passato”, ha detto l’organizzazione in una mail in russo citata dal Moscow Times, sottolineando che alcune delle osservazioni di Navalny della metà degli anni 2000 “raggiungono la soglia delle parole d’odio in contraddizione con la definizione di Amnesty di prigioniero di coscienza”.
Amnesty International ha detto che continuerà comunque a chiedere il rilascio di Navalny, anche con la presentazione la scorsa settimana di quasi 200.000 firme da 70 paesi che chiedono al governo russo di liberarlo immediatamente. Amnesty International non ha però ancora pubblicato in nessuno dei suoi siti tale decisione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mosca, sul disarmo nucleare coinvolgere Parigi e Londra
La Russia aperta al dialogo con i Paesi che hanno armi nucleari
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
24 febbraio 2021
11:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
a è aperta al dialogo multilaterale sul disarmo con tutti i Paesi che possiedono armi nucleari. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Serghey Lavrov nel suo discorso video ai partecipanti alla conferenza sul disarmo di Ginevra.
La Russia continuerà a dare un notevole contributo pratico al disarmo dei missili e delle armi nucleari, ha assicurato. “L’ulteriore cammino su questa strada richiederà il coinvolgimento di tutti gli stati che possiedono potenziali nucleari militari, in particolare la Gran Bretagna e la Francia.
La Russia è aperta a un dialogo multilaterale che dovrebbe svolgersi nel rispetto degli interessi legittimi di tutte le parti e con il loro consenso”, ha sottolineato Lavrov. Lo riporta la Tass.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Navalny: Mosca, con queste sanzioni l’Ue fa solo teatro
‘E’ solo una storia assurda, inventata’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
24 febbraio 2021
12:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La decisione dell’Unione Europea di espandere le sanzioni individuali alla Russia per il caso di Alexey Navalny non è altro che “teatralità” priva di “qualsiasi logica”. Lo ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, all’emittente Primo Canale.

“Questa è solo una storia assurda, inventata, sullo sfondo di una campagna informativa”, ha aggiunto. “Per l’Europa, che un tempo privilegiava davvero il tema dei diritti umani, ed è ricca di storia e cultura, si tratta di un’umiliazione”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Grecia, lockdown Atene prorogato fino a primo marzo
In seguito ad un incremento dei contagi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
13:00
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le autorità greche hanno prorogato fino al primo marzo il lockdown imposto l’11 febbraio ad Atene ed in tutta l’Attica, la regione più popolosa del Paese: lo riporta il Guardian sottolineando che la decisione è stata presa in seguito ad un incremento dei contagi da coronavirus nella regione. La misura scadeva il 28 febbraio.

Ieri sono stati registrati nel Paese 2.147 nuovi casi, di cui circa la metà nell’Attica, e 22 decessi. Nel complesso, dall’inizio della pandemia, secondo i dati della Johns Hopkins University, la Grecia conta 182.783 infezioni, inclusi 6.343 decessi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gb: Londra supera New York, più milionari che metropoli Usa
Pesa il valore medio degli immobili. Ma cresce la disuguaglianza
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
24 febbraio 2021
13:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In barba ai contraccolpi della Brexit o a quelli di Covid, Londra sembra per ora tenere botta quanto a concentrazione di ricchi e super ricchi tra i suoi abitanti: non solo ai piani altissimi dei miliardari, ma anche fra quelli medio-alti dei milionari (in dollari), il cui numero – secondo un’ultima indagine ripresa fra gli altri dal Guardian – è ora superiore a quello di New York. Il sorpasso sulla Grande Mela è stato certificato da una ricerca della società di consulenza immobiliare Frank Knight, che stima in 875.000 i milionari residenti nella capitale britannica contro 820.000 nella metropoli americana.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Si tratta di dati, aggiornati al dopo pandemia, sui quali pesa il valore medio (molto elevato) degli immobili di proprietà londinese. La cui tenuta di mercato – almeno sul fronte di quelle di un certo pregio – sembra aver retto ad oggi meglio di quanto indicassero alcune previsioni malgrado le oscillazioni degli ultimissimi anni.
Lo stesso Guardian nota del resto – sulla faccia opposta della luna – i segnali di ulteriore crescita della disparità e delle disuguaglianze sociali in riva al Tamigi come altrove: ricordando statistiche recenti diffuse dallo stesso governo britannico che attestano, a fronte del 10% di milionari totali in rapporto alla popolazione complessiva di Londra, un 28% di persone (2,5 milioni circa) indicati entro la soglia di povertà calcolata secondo i parametri del Paese.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Epstein: Ghislaine Maxwell offre rinuncia a passaporto Gb
Per cercare di ottenere la scarcerazione su cauzione negli Usa
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
24 febbraio 2021
13:22
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ghislaine Maxwell, la 59enne ex socialite d’origine inglese incarcerata negli Usa come presunta complice del defunto miliardario americano Jeffrey Epstein nell’ambito delle indagini sul giro di minorenni e giovani donne sfruttate a sfondo sessuale a beneficio di potenti e famosi, è pronta a rinunciare alla sua cittadinanza britannica e a quella francese in cambio di quel rilascio su cauzione che la giustizia d’oltre oceano le ha finora negato. Lo hanno reso noto i suoi avvocati a New York, secondo notizie riprese oggi anche dai media del Regno Unito.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ghislaine – figlia del controverso editore e deputato britannico Robert Maxwell, morto in disgrazia anni fa, e poi a lungo amica e partner di Epstein – è detenuta in attesa di un processo fissato per luglio e respinge le accuse che le vengono rivolte.
Nelle ultime udienze ha fra l’altro denunciato d’essere stata aggredita fisicamente nel carcere newyorchese di Brooklyn in cui si trova. Finora il no alla richiesta di cauzione presentata a suo nome dai legali della difesa è stata motivata con il pericolo di fuga all’estero della donna, date le sue connessioni internazionali. Di qui – ora – l’offerta della rinuncia ai suoi due passaporti europei, avanzata dagli avvocati assieme alla disponibilità ad accettare non solo il congelamento dei propri beni, ma anche il blocco dell’accesso al denaro del marito Scott Borgerson, sposato nel 2016.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Stato S.Paolo valuta coprifuoco per aumento ricoveri
Ospedali al collasso ad Araraquara, decretato il lockdown totale
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
SAN PAOLO
24 febbraio 2021
13:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il governo di San Paolo, lo Stato più importante del Brasile, sta valutando la possibilità di decretare un coprifuoco parziale visto l’aumento dei ricoveri in terapia intensiva di pazienti affetti da coronavirus.
La raccomandazione di un coprifuoco tra le 22:00 e le 5:00 è arrivata dal Centro di contingenza del Covid-19, dipendente dal governo statale.

Il governatore di San Paolo, Joao Doria, potrebbe decretare già oggi l’applicazione di un provvedimento in questa direzione o di un’altra misura comunque severa, hanno riferito i giornali O Globo e Estado de Sao Paulo.
Lo Stato di San Paolo – che finora ha totalizzato 1,9 milioni di contagiati e 58,2 mila morti – ha al momento 6.410 camere di terapia intensiva occupate, il numero più alto dall’inizio della pandemia, supera il precedente record di 6.257 registrato nel 2020.
La situazione più grave riguarda la città di Araraquara, dove il Comune ha determinato un lockdown totale, data la saturazione degli ospedali, e chiesto l’aiuto dell’esercito per disinfettare alcuni edifici pubblici a causa della diffusione della variante amazzonica (P1).
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Francia, governo, ‘situazione peggiora’
‘Urgono misure rapide e forti’. Domani annunci Castex
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
24 febbraio 2021
13:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La situazione dei contagi da coronavirus “sta peggiorando” in Francia ed “è molto preoccupante in una decina di dipartimenti”: lo ha detto oggi, al termine del Consiglio dei ministri, il portavoce del governo, Gabriel Attal.
Il peggioramento “impone misure rapide e forti”, ha aggiunto Attal, precisando che il primo ministro Jean Castex le annuncerà domani in una conferenza stampa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: altri due attacchi nel Nord Kivu, ’13 morti’
Attribuiti alle milizie ugandesi islamiche dell’Adf
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BENI
24 febbraio 2021
14:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono almeno 13 le vittime di un duplice attacco a Beni, nella provincia del Nord Kivu nella Repubblica democratica del Congo, attribuito ai ribelli delle Forze Democratiche Alleate (Adf), un gruppo armato ugandese islamico. L’agguato in cui pochi giorni fa hanno perso la vita l’ambasciatore italiano Luca Attanasio, il carabiniere Vittorio Iacovacci ed il loro autista Mustapha Milambo è avvenuto sempre nel Nord Kivu, provincia martoriata dalla presenza di milizie etniche, criminali e jihadiste.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Germania, 16 tonnellate di cocaina sequestrate ad Amburgo
Carico maggiore mai trovato in Europa in 5 container da Paraguay
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
24 febbraio 2021
14:15
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Alla dogana di Amburgo sono state sequestrate oltre 16 tonnellate di cocaina, la quantità maggiore mai sequestrata in Europa. La droga era contenuta in cinque container provenienti dal Paraguay.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Venezuela espelle l’ambasciatrice Ue
In risposta alle ‘misure coercitive unilaterali dell’Ue’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
CARACAS
24 febbraio 2021
18:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il governo del Venezuela ha dichiarato ‘persona non grata’ l’ambasciatrice dell’Unione europea (Ue), Isabel Brilhante Pedrosa, concedendole 72 ore per lasciare il Paese. Il ministro degli Esteri Jorge Arreaza ha consegnato alla diplomatica una lettera contenente la decisione governativa.
Poco prima era stata l’Assemblea nazionale, il Parlamento del Venezuela a maggioranza chavista,a chiedere al governo del presidente Nicolás Maduro di espellere la rappresentante dell’Unione europea nel Paese, in risposta alle sanzioni imposte lunedì da Bruxelles contro 19 funzionari venezuelani. I parlamentari hanno chiesto all’Esecutivo di dichiarare Brilhante “persona non grata” e hanno raccomandato la chiusura dell’ufficio dell’Ue a Caracas. Tali risoluzioni sono contemplate nell'”Accordo per respingere le misure coercitive unilaterali dell’Unione Europea”, approvato martedì all’unanimità dai deputati venezuelani in seduta plenaria.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Fda, ‘forte protezione dal vaccino Johnson&Johnson’
Usa pronti a distribuirne 3-4 milioni di dosi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
24 febbraio 2021
18:32
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il vaccino anti-Covid monodose della Johnson&Johnson fornisce una protezione forte contro il virus e può ridurre il contagio dalle persone vaccinate. Lo afferma la Food and Drug Administration in una nuova analisi postata online e riportata dai media americani.
Il vaccino ha mostrato il 72% di efficacia negli Usa e il 64% in Sudafrica.
Gli Stati Uniti sono pronti a distribuire da 3 a 4 milioni di dosi del vaccino di Johnson&Johnson la prossima settimana: è stato annunciato durante il briefing della task force anti-Covid della Casa Bianca.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
AstraZeneca, 180 milioni di dosi all’Ue nel 2/o trimestre
‘Stiamo lavorando per aumentare la produzione in Europa e fuori’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
18:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
AstraZeneca “sta lavorando per aumentare la produttività nella sua catena Ue” e userà anche la sua “capacità globale per raggiungere la consegna di 180 milioni di dosi all’Ue nel secondo trimestre”. Lo ha detto un portavoce del gruppo britannico all’Afp.
“Circa la metà del volume previsto dovrebbe provenire dalla catena di approvvigionamento dell’Ue”, mentre il resto dovrebbe arrivare dalla sua rete di approvvigionamento internazionale, ha aggiunto confermando le indiscrezioni su problemi nella fornitura dei vaccini pattuita con con l’Ue.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mozambico: trovati cento delfini morti al largo della costa
Si ipotizza un effetto del ciclone Guambe della scorsa settimana
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
18:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I corpi di circa cento delfini ormai senza vita sono stati trovati al largo della costa del Mozambico, dopo altre ottantasei carcasse trovate ieri sull’isola di Bazaruto, a nord della capitale Maputo, a seguito di un primo gruppo portato a riva domenica. La causa di questi decessi è ancora sconosciuta, ha detto il ministero dell’Ambiente mozambicano citato dalla Bbc, e altri esperti si stanno dirigendo sul luogo.

Si ipotizza la possibile causa di queste morti nel ciclone Guambe, abbattutosi sull’isola la scorsa settimana. Tomas Tanasse, a capo di un’ispezione, ha affermato che i delfini sono noti per la loro abitudine di seguire il loro leader verso la riva quando sono in pericolo. L’autopsia non ha trovato problemi relativi a pelle, lingua o intestino degli animali, ha aggiunto, specificando che più campioni sono stati mandati in un laboratorio a Maputo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Terremoti: scossa del 5.6 in Islanda, attività vulcanica
Avvertito anche a Reykjavik, nessun danno a persone o cose
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
REYKJAVIK
24 febbraio 2021
18:50
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una serie di forti terremoti hanno scosso l’Islanda sudoccidentale, inclusa la capitale Reykjavik, innescando un aumento dell’ attività vulcanica ma senza causare gravi danni alle persone o alle cose, secondo quanto riferito dalle autorità.
La prima e più forte scossa, di magnitudo 5,6, è stata avvertita poco dopo le 10 ora locale (le 11 in Italia), con epicentro, secondo l’ente europeo Emsc e quello statunitense Usgs, a una quarantina di chilometri dalla capitale, vicino al porto di Grindavik.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Numerose altre scosse, di cui almeno dodici di intensità superiore a 4.0. si sono susseguite, l’ultima, finora, intorno alle 15.
“È una zona di intensa attività sismica, ne siamo ben consapevoli, ma non ho mai sperimentato o sentito così tanti forti terremoti in un periodo di tempo così breve”, ha detto all’emittente pubblica Ruv Kristin Jonsdottir, coordinatrice dei rischi di terremoto presso il Centro meteorologico islandese (IMO). Il Centro ha segnalato un codice giallo di rischio per il traffico aereo sopra il sistema vulcanico Krysuvik, tra le maggiori aree geotermiche del Paese vicino all’epicentro del sisma.
“Il vulcano sta mostrando movimenti elevati, al di sopra dei livelli di fondo noti”, sottolineano gli esperti. Tuttavia non ci sono al momento segnali di una imminente eruzione vulcanica.
L’ultima eruzione in questo sistema vulcanico si è verificata nel XII secolo. La penisola di Reykjanes, tuttavia, situata su una faglia tettonica, è stata scossa da numerosi terremoti nell’ultimo anno. Il più recente di una certa entità, del 5,6 quindi pari a quello di oggi, era stato registrato nello scorso ottobre.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo, diplomatici obbligati a segnalare spostamenti
Decisione della presidenza dopo l’uccisione di Luca Attanasio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
KINSHASA
24 febbraio 2021
18:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In seguito all’uccisione dell’ambasciatore italiano nella Repubblica democratica del Congo Luca Attanasio, “tutti i diplomatici presenti sul territorio nazionale” congolese “sono obbligati a segnalare al governo qualsiasi spostamento all’interno del Paese”. Lo annuncia un comunicato della presidenza della Rdc annunciando una decisione presa in una riunione tenuta ieri sotto la guida del capo di Stato Felix Tshisekedi.
Oltre che “informare assolutamente il ministero degli Affari esteri” prima di ogni trasferta, i diplomatici dovranno anche “segnalarsi” alle autorità locali al loro arrivo, ha precisato la ministra degli Esteri.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Khashoggi: ‘domani rapporto 007 Usa, bin Salman coinvolto’
Axios, Biden chiama oggi re Salman alla vigilia della diffusione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
24 febbraio 2021
19:02
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Joe Biden intende telefonare oggi al re Salman dell’Arabia Saudita in vista in particolare della diffusione prevista per domani del rapporto dell’intelligence Usa che confermerebbe il coinvolgimento del figlio, il principe ereditario Mohammed bin Salman, nell’omicidio del giornalista dissidente Jamal Khashoggi. Lo riporta Axios, citando una fonte protetta dall’anonimato.

“Il rapporto, un documento non classificato prodotto dalla direzione della National Intelligence e atteso per domani, implica che il principe ereditario Mohammed bin Salman sia coinvolto nell’omicidio e nello smembramento di Khashoggi nel consolato saudita a Instabul nel 2018”, scrive Axios. Bin Salman ha negato ogni coinvolgimento ma ha accettato la responsabilità come leader de facto del Paese. Se avverrà come da programma, sarà la prima telefonata del presidente Usa al re saudita. Biden ha deciso di ricalibrare la relazione con Riad, anche scegliendo come interlocutore il sovrano, e non il figlio, come aveva fatto Donald Trump.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Caso Springsteen,cadono accuse per guida in stato di ebrezza
The Boss in aula. Si era dichiarato colpevole per consumo alcol
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
24 febbraio 2021
19:42
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cadono le accuse contro Bruce Springsteen. The Boss è apparso in video in un’aula di tribunale per rispondere di guida spericolata e guida in stato di ebbrezza, reati per i quali era stato fermato nel novembre 2020.

Si era dichiarato colpevole solo per il consumo di alcol in zona chiusa.
Tuttavia un giudice del New Jersey ha stabilito che il livello di alcol nel sangue era ben al di sotto del limite massimo consentito. Springsteen inoltre non ha precedenti penali, motivo per cui si e’ deciso di non procedere con una condanna.
La rockstar dovrà tuttavia pagare una multa di 540 dollari appunto per essersi dichiaro colpevole di consumo di alcol in un parco nazionale americano. Aveva infatti bevuto due shot di tequila all’interno del Gateway National Recreation Area nei pressi di Sandy Hook. Quando gli è stato chiesto quanto tempo gli servisse per pagarla, Springsteen ha risposto, “Credo di poterla pagare immediatamente vostro onore”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ecuador: scontri carceri, Cidh e Onu chiedono azione governo
Con il bilancio dei detenuti morti in 4 prigioni salito a 79
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
QUITO
24 febbraio 2021
22:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione interamericana dei diritti umani (Cidh) e il sistema Onu in Ecuador sono intervenuti con preoccupazione sugli scontri avvenuti in quattro carceri ecuadoriane che hanno avuto un bilancio di almeno 79 detenuti morti, sollecitando il governo ad assumere la gestione dei centri di detenzione d’accordo con gli standard previsti dalla legge e dai trattati internazionali. Lo riferisce oggi il quotidiano El Comercio di Quito.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Attraverso le reti sociali la Cidh si è rammaricata per “l’accaduto in diversi centri di riabilitazione sociale (due a Guayaquil, e uno a Turi e Cotopaxi) e che hanno causato la morte di 79 persone”. La Cidh, si sostiene, “ricorda il dovere giuridico ineludibile che hanno gli Stati di adottare azioni concrete per garantire i diritti alla vita, all’integrità personale e alla sicurezza delle persone private della libertà”. La Commissione ha inoltre chiesto all’Ecuador di investigare e con la necessaria accuratezza i fatti, adottando misure che evitino il loro ripetersi come l’auento della sicurezza e della vigilanza nei centri di riabilitazione e la prevenzione delle azioni delle organizzazioni criminali al loro interno”. Anche l’Onu si è pronunciata sugli incidenti chiedendo allo Stato “un’indagine rapida e imparziale”, la punizione prevista per i responsabili, ed una gestione della crisi coerente con gli standard della Costituzione e con i trattati internazionali sui diritti umani”. Le Nazioni Unite hanno infine rivolto un appello alle autorità ecuadoriane ad “affrontare le cause strutturali della situazione. affinché questo tipo di episodi non si ripetano mai più”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli Stati Uniti si candidano al Consiglio diritti umani dell’Onu
Svolta di Biden dopo l’abbandono sotto la presidenza Trump
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
GINEVRA
24 febbraio 2021
11:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli Stati Uniti si candidano per un seggio nel Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite.
Lo ha annunciato oggi il Segretario di Stato Usa Antony Blinken.

“Sono lieto di annunciare che gli Stati Uniti si candideranno per un seggio nel Consiglio dei diritti umani per il triennio 2022-2024”, ha detto Blinken, in un intervento video nel corso del Segmento di Alto Livello della 46esima sessione del Consiglio Diritti Umani, in corso a Ginevra. L’annuncio odierno sottolinea la svolta dell’amministrazione Biden ed il ritorno degli Usa nel Consiglio per i diritti umani, abbandonato sotto il presidente Donald Trump.

“Chiediamo umilmente il sostegno di tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite nel nostro tentativo di tornare in questo organismo”, ha detto Blikden nel suo intervento al Consiglio, composto da 47 Stati membri eletti dall’Assemblea Generale per un periodo di 3 anni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Niger: presidenziali, leader opposizione rivendica vittoria
Dati ufficiali lo danno sconfitto per 11 punti percentuali
(2)
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NIAMEY
24 febbraio 2021
11:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il leader dell’opposizione in Niger, Mahamane Ousmane, ha affermato oggi di aver vinto di misura le elezioni presidenziali. I risultati ufficiali diffusi ieri lo danno invece sconfitto per oltre 11 punti percentuali.

“La raccolta dei risultati … che abbiamo in nostro possesso tramite i nostri rappresentanti nei vari seggi elettorali ci dà la vittoria con il 50,3 per cento dei voti”, ha detto Ousmane in un discorso pronunciato nella città sud-orientale di Zinder.
Secondo i risultati provvisori annunciati dalla Commissione elettorale nazionale indipendente (CENI), l’ex ministro dell’Interno Mohamed Bazoum ha ottenuto il 55,75% dei voti nel ballottaggio di domenica e Ousmane il 44,25%.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Ungheria al via la somministrazione del vaccino cinese, primo Paese nell’Ue
L’annuncio del premier Viktor Orban
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
12:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Ungheria inizia la somministrazione del Sinopharm, il vaccino cinese contro il Covid. Lo ha annunciato il premier ungherese Viktor Orban.
Si tratta del primo paese dell’Unione europea che fa ricorso a questo tipo di vaccino, dopo aver annunciato, sempre unico in Ue, anche l’uso dello Sputnik V.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Paul McCartney, esce autoritratto in 154 canzoni a novembre
In contemporanea mondiale, in Italia per Rizzoli
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
18:38
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sarà in libreria a novembre 2021, in contemporanea mondiale, l’autoritratto in 154 canzoni di Paul McCartney,’The Lyrics: 1965 to the Present’, curato e introdotto dal Premio Pulitzer Paul Muldoon. In Italia uscirà per Rizzoli che annuncia la pubblicazione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Non so quante volte mi è stato chiesto se avrei scritto un’autobiografia, ma non era mai il momento giusto. L’unica cosa che sono sempre riuscito a fare, a casa o in viaggio, è scrivere nuove canzoni. So che, quando si arriva a una certa età, un diario aiuta a rievocare i giorni passati. Ma io non ho mai preso appunti. Quello che mi rimane sono le mie canzoni, centinaia di canzoni che, ho capito, equivalgono a una sorta di diario. In queste canzoni c’è tutto l’arco della mia vita” dice Paul McCartney.
Sono due volumi in cofanetto in cui McCartney racconta, con straordinaria sincerità, la sua vita e la sua arte attraverso 154 canzoni che coprono tutte le fasi della sua carriera – dalle prime composizioni giovanili al leggendario decennio con i Beatles, dai Wings fino agli album da solista. Organizzati in ordine alfabetico, non cronologico, sono raccolti qui per la prima volta i testi definitivi delle canzoni, insieme al racconto delle circostanze in cui sono state scritte, delle persone e dei luoghi che le hanno ispirate. Ci sono inediti e preziosi materiali del suo archivio personale, manoscritti, lettere, fotografie.
“Spero che quello che ho scritto mostri ai lettori qualcosa delle mie canzoni e della mia vita che non avevano mai visto prima. Ho provato a dire qualcosa su come nasce la musica, su cosa significa per me e cosa spero possa significare anche per gli altri” spiega Paul McCartney che ha scritto la sua prima canzone a 14 anni. “Questi testi, tratti da cinque anni di conversazioni con Paul McCartney, sono quanto di più vicino a un’autobiografia potremo mai avere. Quello che Paul ci dice sul suo processo creativo conferma una cosa che prima potevamo soltanto sospettare: siamo di fronte a uno scrittore di primaria importanza che si inserisce perfettamente nella lunga tradizione della poesia in lingua inglese” afferma Paul Muldoon.   SPETTACOLI, MUSICA E CULTURA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Svolta in Cina, ‘marito paghi alla ex i lavori di casa’
Storica sentenza di divorzio a Pechino, indennizzo di 7.700 dollari
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
24 febbraio 2021
19:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un tribunale di Pechino ha ordinato a un uomo di pagare alla ex moglie l’equivalente di 7.700 dollari come risarcimento per i lavori domestici fatti durante il loro matrimonio di pochi anni. La causa di divorzio, storica per la sua portata, è stata decisa dal Tribunale del popolo del distretto di Fangshan in conformità con il codice civile, entrato in vigore il primo gennaio del 2021, prevedendo che un coniuge che si assume maggiori responsabilità nell’educazione dei figli, nella cura dei familiari anziani o nell’assistenza nelle faccende domestiche non retribuite può richiedere un indennizzo al partner in fase di divorzio. L’importo dovrebbe essere demandato alle parti, ma in caso di nulla di fatto è la corte a intervenire.
Il tribunale, secondo i media locali, ha stabilito che il marito Chen dovrà pagare alla sua ex moglie Wang la somma di 50.000 yuan per essersi disimpegnato dai doveri di casa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Chen, infatti, ha lasciato il loro figlio a Wang mentre andava al lavoro e “non si curava né partecipava ad alcun tipo di lavoro domestico”, ha riferito la donna alla corte.
La coppia si era sposata nel 2015 e si era separata tre anni dopo. Il figlio viveva con Wang, ma Chen chiese il divorzio l’anno scorso. Dopo la riluttanza iniziale, Wang accettò di chiudere la relazione legalmente, richiedendo la divisione delle proprietà e un risarcimento finanziario, definito dalla corte in 50.000 yuan, oltre ai 2.000 yuan (circa 310 dollari) di alimenti mensili per la custodia del figlio. Il giudice Feng Miao, titolare della causa, ha affermato che la divisione della “proprietà tangibile” non sarebbe stata possibile includendo i lavori domestici che, tuttavia, “possono migliorare la capacità dell’altro coniuge di avere una crescita lavorativa personale e individuale”. Il giudice ha spiegato, in assenza di indicazioni del codice, di aver considerato il tenore di vita, il reddito di Chen, il tempo trascorso insieme dalla coppia e cosa Wang ha fatto per la famiglia.
Il caso è il primo a fissare un valore monetario ai lavori domestici con il nuovo codice che copre i diritti della persona, di famiglia e contrattuali. Il verdetto ha scatenato un dibattito sui social media in mandarino sul valore finanziario delle faccende domestiche che nel matrimonio eterosessuale sono svolte in prevalenza dalle donne, secondo più sondaggi. I dati dell’Ufficio nazionale di statistica hanno indicato che le donne sposate hanno speso più del doppio del tempo dedicato ai lavori domestici rispetto ai mariti nel 2016, più di quanto registrato nel 1996.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La top model Natalia Vodianova nuova ambasciatrice Unfpa
Con l’agenzia Onu per la salute sessuale e riproduttiva si punta a smantellare tabù
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
19:43
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La top model e filantropa 39enne Natalia Vodianova e’ stata nominata oggi ambasciatrice di buona volontà dell’Unfpa, l’agenzia Onu per la salute sessuale e riproduttiva. “Per troppo tempo l’approccio della società alle mestruazioni e alla salute delle donne è stato definito da tabù e stigma – ha detto Vodianova – Questo ha minato i bisogni e i diritti più elementari delle donne.
Ora è nostra responsabilità ridefinire culturalmente ciò che è normale”. “Le mestruazioni sono una normale funzione corporea – ha aggiunto – In qualità di ambasciatore di buona volontà di Unfpa voglio lavorare per costruire un mondo in cui non abbiamo più bisogno di spiegarlo”.
Cresciuta in povertà da sua madre in Russia, con una sorellastra affetta da paralisi cerebrale e autismo, Vodianova è un’ appassionata sostenitrice dei diritti umani, compresi i diritti riproduttivi e i diritti delle persone con disabilità. Il suo obiettivo e’ collegare le industrie di moda e tecnologia con le Nazioni Unite per aiutare a raggiungere gli Obiettivi di sviluppo sostenibile 2030. Negli ultimi tre anni la modella e Unfpa hanno ospitato una serie di eventi globali con lo slogan ‘Parliamo’ per smantellare i tabù e promuovere la salute delle donne e l’uguaglianza di genere.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Hillary Clinton giallista di un thriller politico
Co-autrice di “State of Terror” della canadese Louise Penny
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
24 febbraio 2021
20:24
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una Segretaria di stato di fresca nomina con il compito davanti a se’ di ricostruire la leadership americana dopo anni di diminuita influenza all’estero viene subito messa alla prova da una ondata di attentati terroristici che rischiano di destabilizzare l’ordine mondiale. Se il soggetto sembra familiare, una ragione c’e’: ‘State of Terror’, il nuovo thriller politico della giallista canadese Louise Penny ha una co-autrice di eccezione, Hillary Clinton.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In una inconsueto esempio di collaborazione, il romanzo a quattro mani sara’ pubblicato il 12 ottobre da Simon and Schuster e St. Martin’s Press, che sono poi le rispettive case editrici della Clinton e della Penny. Le due donne sono amiche da tempo e non hanno mai nascosto l’ammirazione reciproca. Nel suo memoir, “What Happened”, Hillary racconta di essersi immersa nei gialli di Louise per trovare conforto dopo aver perso nel 2016 contro Donald Trump. “Quando mi e’ stato suggerito che scrivessimo un thriller politico assieme, non ho esitato a dire di si”, ha detto a sua volta la scrittrice canadese che ha al suo attivo 16 romanzi, tutti ambientati a Three Pines, un idillico villaggio al confine tra Quebec e Vermont dove l’incanto della campagna viene rotto da un assassinio.
Hillary attingera’ a decenni di esperienze personali in politica per dare tocchi di realismo alla narrativa: tra gli echi del suo recente passato trasferiti nella trama c’e’ il personaggio della protagonista che “si e’ unita all’amministrazione del suo rivale”, proprio come quando la Clinton divenne segretario di Stato di Barack Obama che l’aveva battuta alle primarie. Come il marito Bill, anche Hillary e’ una avida lettrice di gialli e come lui e’ rappresentata da Robert B. Barnett, l’avvocato di Washington che nel suo carnet di vip scrittori annovera anche gli Obama e i Bush.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Rapporto Usa su Khashoggi, ‘bin Salman coinvolto’
Biden chiama il re saudita alla vigilia della diffusione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
24 febbraio 2021
20:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman è coinvolto nell’agghiacciante uccisione del giornalista dissidente del Washington Post Jamal Khashoggi. E’ la conclusione dell’esplosivo rapporto degli 007 americani, atteso per domani, secondo le anticipazioni di Axios.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Il rapporto, un documento non classificato prodotto dalla direzione della National Intelligence, implica che il principe ereditario Mohammed bin Salman sia coinvolto nell’omicidio e nello smembramento di Khashoggi nel consolato saudita a Istanbul nel 2018”, scrive il sito citando una fonte protetta dall’anonimato.
Era stata la stessa Avril Haines, nella sua audizione di conferma al Senato come prima donna alla guida della National Intelligence, ad impegnarsi nella diffusione del rapporto: “Sì, senatore, seguiremo la legge”, aveva risposto ad una domanda. L’intelligence americana aveva già raggiunto in passato una convinzione di “livello medio alto” sull’implicazione del controverso principe saudita (ritenendolo il mandante) ma non aveva diffuso alcun documento ufficiale, mentre Donald Trump aveva fatto di tutto per salvare l’immagine di bin Salman dopo averlo scelto come suo principale alleato nella regione mediorientale, insieme ad Israele.
Mbs ha sempre negato ogni coinvolgimento ma ha accettato la responsabilità come leader de facto del Paese, pur sempre senza alcuna grave conseguenza. Ora però rischia un altro danno d’immagine e di non essere più un interlocutore della Casa Bianca. Joe Biden infatti intende tenere i rapporti non con lui ma con il padre, l’85enne re Salman, che dovrebbe chiamare a breve per la prima volta informandolo preventivamente dell’imbarazzante rapporto degli 007 Usa. “E’ lui la sua controparte”, ha sottolineato la Casa Bianca confermando la pubblicazione del rapporto.
Del resto il presidente americano ha già detto di voler ricalibrare le relazioni con Riad, dalla riapertura all’accordo sul nucleare iraniano allo stop del sostegno ai sauditi nella guerra in Yemen. Senza cedimenti sui diritti umani. Durante la campagna elettorale, Biden aveva accusato apertamente bin Salman di aver ucciso Khashoggi, promettendo in caso di vittoria che non avrebbe venduto armi ai sauditi e che li avrebbe resi “i paria che sono”. Ora bisognerà vedere quali conseguenze avrà la conclusione degli 007 Usa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Germania, condannato 007 di Assad per torture in Siria
E’ la prima volta. Dieci anni anche al capo dell’Isis nel Paese
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
24 febbraio 2021
20:48
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
È stato complice dei “crimini contro l’umanità” commessi in Siria. È la storica sentenza pronunciata da un tribunale tedesco nel corso di un processo del tutto atipico: il primo su scala globale a carico di un elemento del regime di Assad.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Si tratta di Eyad Al Gharib, 007 siriano, condannato oggi dall’alta Corte di Coblenza a 4 anni e mezzo di detenzione per aver collaborato a forme di tortura e gravissime privazioni di libertà. La procura aveva chiesto per lui cinque anni. Nelle stesse ore è arrivato anche il giudizio per l’uomo ritenuto la massima guida dell’Isis in Germania: Abu Walaa, condannato dalla Corte d’appello di Celle, che dovrà scontare invece 10 anni e mezzo di prigione.
La sentenza sull’agente siriano, scappato in Germania, segna una svolta. Al Gharib, 44 anni, è accusato di aver collaborato all’arresto di 30 persone durante una manifestazione fra il settembre e l’ottobre del 2011. Nel pieno del sollevamento popolare sfociato nella guerra civile che tuttora attraversa il paese, i dissidenti furono portati in un centro dei servizi segreti di Damasco, nominato Al-Kathib, e qui torturati. Ed è la prima volta che un tribunale si pronuncia su un crimine legato alla brutale repressione del regime di Assad.
La Corte di appello di Celle ha invece pronunciato una condanna a carico di Abu Walaa, iracheno di 37 anni, ritenuto guida dei terroristi dell’Isis in Germania. L’ex imam di una moschea poi chiusa dovrà scontare 10 anni e mezzo di carcere. È accusato di aver reclutato giovani leve per lo Stato islamico: ragazzi agganciati e radicalizzati fra la Bassa Sassonia e l’rea della Ruhr per poi essere inviati sul campo a combattere.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cina: Xi ufficializza la “sconfitta la povertà estrema”
I 128 mila villaggi censiti come in estrema difficoltà sono stati rimossi dalla lista dell’indigenza
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
25 febbraio 2021
08:40
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina ha ufficializzato “la vittoria totale” nell’eliminazione della povertà estrema. Durante la cerimonia tenuta nella Grande sala del popolo, il presidente Xi Jinping, chiudendo la campagna iniziata 8 anni fa con la sua salita al potere, ha marcato il ruolo centrale avuto dal Partito comunista cinese battutosi “per migliorare il benessere delle persone” e avendo la lotta alla povertà come “la sua missione originaria”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina ha speso 1.600 miliardi di yuan (246 miliardi di dollari) nella campagna ad hoc dal 18/mo congresso del Pcc, portando fuori dalla povertà oltre 10 milioni di persone all’anno, fino a totali 98,99 milioni.
I 128.000 villaggi e le 832 contee, ufficialmente censiti come in estrema difficoltà, sono stati tutti rimossi dalla lista dell’indigenza. Nel complesso, in 40 anni, a partire dalle riforme e dall’apertura del Paese verso l’esterno, “oltre 770 milioni di persone sono state portate fuori dalla povertà”, contribuendo per più del 70% alla riduzione del fenomeno su scala globale, sempre nello stesso periodo, anticipando anche di 10 anni il target del 2030 del piano del’Onu.
Con tali obiettivi raggiunti, la Cina ha creato un altro “miracolo” che “passerà alla storia”, ha aggiunto con enfasi Xi, rimarcando vantaggi politici ed efficacia del modello socialista che consentono di mettere insieme le risorse necessarie per centrare un obiettivo ambizioso: solo formando “una comune volontà e un’azione congiunta” si creano i requisiti indispensabili per battere la povertà. La sua eliminazione “nelle aree rurali è un contributo fondamentale per raggiungere l’obiettivo di costruire una società moderatamente prospera sotto tutti gli aspetti”, ha detto il presidente. Il Paese, ha osservato, ha creato un “esempio cinese” e ha dato un enorme contributo agli sforzi globali sulla complessa materia.
I media statali di Pechino hanno inquadrato il risultato come un regalo anticipato per il prossimo centesimo anniversario della fondazione del Pcc, che si festeggia quest’anno. Il Quotidiano del Popolo, la sua voce ufficiale, ha pubblicato un commento di due pagine in cui ha lodato il “salto storico” per piegare l’indigenza estrema sotto la guida di Xi.
La Cina definisce la povertà rurale estrema un reddito pro capite inferiore a 4.000 yuan (620 dollari) all’anno, pari a 1,52 dollari al giorno, a fronte della soglia globale definita dalla Banca Mondiale di 1,90 dollari al giorno.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nuova variante Covid si diffonde a New York, Biden estende emergenza nazionale
La mutazione potrebbe indebolire l’efficacia dell’immunizzazione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
25 febbraio 2021
09:11
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una nuova forma di coronavirus si sta diffondendo rapidamente a New York e ha una mutazione che potrebbe indebolire l’efficacia dei vaccini. Lo riporta il New York Times citando due studi, uno di Caltech e uno della Columbia.
La nuova variante è chiamata B.1.526 e contiene una mutazione che potrebbe aiutare il virus a schivare il sistema immunitario.
Il presidente americano Joe Biden ha esteso l’emergenza nazionale a causa del Covid. “Il Covid 19 continua a causare significativi rischi alla salute pubblica e alla sicurezza del Paese. Per questo l’emergenza nazionale dichiarata il 13 marzo 2020, e iniziata l’1 marzo del 2020, deve continuare a restare in effetto dopo l’1 marzo 2021”, si legge in una nota.
Intanto la California supera la soglia dei 50.000 morti, divenendo il primo stato americano a superare il traguardo. La soglia arriva mentre una variante del virus rintracciata in California durante l’inverno si sta rapidamente diffondendo e ora rappresenta il 50% delle infezioni in 44 contee.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Birmania: Facebook chiude tutti gli account dell’Esercito
Vietato l’accesso anche a ‘entità commerciali’ militari
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BANGKOK
25 febbraio 2021
07:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Facebook ha chiuso oggi tutti gli account rimanenti collegati all’Esercito birmano: lo ha reso noto lo stesso social network spiegando che la decisione è stata presa alla luce dell’uso della forza “mortale” da parte della giunta contro i dimostranti anti golpe.
La misura ha effetto immediato e riguarda anche gli account di Instagram sia dei militari, sia di non meglio precisate “entità commerciali” controllate dall’esercito, alle quali è stato inoltre vietato di acquistare spazi pubblicitari sulla piattaforma.

“Gli eventi dopo il colpo di Stato dell’1 febbraio, inclusa la violenza mortale, hanno accelerato il bisogno di questo divieto”, ha reso noto Facebook in un comunicato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Ucraina, +40% nuovi casi in 24 ore
Ieri raggiunto il livello giornaliero più alto da metà gennaio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
09:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Ucraina ha registrato un incremento di quasi il 40% di nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore a quota 8.147, il livello giornaliero più alto da metà gennaio.
Lo ha reso noto il ministero della Sanità, secondo quanto riporta il Guardian.

Gran parte dei nuovi contagi sono stati segnalati nell’ovest del Paese e nella capitale Kiev. Dall’inizio della pandemia l’Ucraina conta un totale di 1.325.841 infezioni e 25.596 decessi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Finlandia, lockdown di 3 settimane dall’8 marzo
La misura non prevede il coprifuoco
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
09:26
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il premier della Finlandia ha annunciato un lockdown nazionale di tre settimane a partire dall’8 marzo a causa di un aumento dei casi di coronavirus nel Paese. Lo riporta il Guardian.

La misura non prevede il coprifuoco, ha reso noto il governo, ma la chiusura dei ristoranti e l’insegnamento da remoto per gli studenti di oltre 13 anni di età.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Francia,tampone molecolare anche per transfrontalieri
Sarà richiesto per chi entra dalla Germania in Mosella
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
25 febbraio 2021
09:45
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Francia chiederà il certificato di un tampone molecolare negativo effettuato da meno di 72 ore – a partire da lunedì prossimo – per chiunque si sposti fra la Germania e il dipartimento della Mosella, uno dei più colpiti in Francia dalla pandemia di Covid-19.
Un tampone molecolare negativo è già richiesto per chiunque entri in Francia proveniente dai paesi UE e non sia un lavoratore transfrontaliero.
“La deroga dall’obbligo di presentare un tampone molecolare effettuato non più di 72 ore prima dell’ingresso sul territorio nazionale sarà limitata alle sole attività professionali”, hanno annunciato stamattina il ministro della Salute, Olivier Véran, e il sottosegretario agli Affari europei, Clément Beaune, in un comunicato congiunto.
“I frontalieri che si spostano per motivi diversi da quelli professionali – hanno spiegato – dovranno presentare il certificato del tampone negativo”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Premier armeno, tentato golpe, scendete in piazza
Forze armate hanno chiesto dimissioni del premier e del Governo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
25 febbraio 2021
09:58
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Invito tutti i nostri sostenitori a ritrovarsi subito in Piazza della Repubblica”. Lo ha detto su Facebook il premier armeno Nikol Pashinyan.
Le forze armate armene hanno chiesto le dimissioni del Pashinyan e del governo.
Pashinyan ha chiamato la dichiarazione dello Stato Maggiore un tentativo di colpo di stato militare. Lo riporta RIA Novosti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Armenia: premier,’ho licenziato capo dello Stato Maggiore’
Gasparyan aveva chiesto dimissioni del premier e del Governo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
25 febbraio 2021
10:32
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il primo ministro armeno Nikol Pashinyan ha destituito Onik Gasparyan – che ha chiesto le sue dimissioni e quelle del governo – dal posto di capo dello Stato Maggiore delle forze armate armene. “Oggi ho firmato la decisione di sollevare Onik Gasparyan dalle sue funzioni.

Considero la sua dichiarazione come un tentativo di colpo di stato militare”, ha detto Pashinyan durante un livestream sulla sua pagina Facebook. Lo riporta Interfax.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: diplomatici in silenzio nel piazzale della Farnesina
Per onorare Attanasio e Iacovacci durante i funerali
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
10:33
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il personale diplomatico del ministero degli Esteri ha voluto onorare il collega e amico Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci uccisi in un agguato in Congo.
All’ora d’inizio dei funerali di Stato i diplomatici, che non hanno potuto partecipare alla funzione nella Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri a Roma per il contingentamento causato dal Covid, sono scesi nel piazzale antistante la Farnesina e si sono raccolti in silenzio.

Distanziati e con la mascherina, hanno preso parte numerosi all’iniziativa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Malaysia: Alta Corte boccia legge statale contro sesso gay
Per la comunità Lgbt è un verdetto ‘storico’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
KUALA LUMPUR
25 febbraio 2021
10:37
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un malese ha vinto oggi la prima battaglia legale nel Paese contro le leggi islamiche che vietano i rapporti sessuali tra gay. Si tratta di un verdetto “storico” secondo gli attivisti gay della Malaysia, che rappresenta un passo avanti “monumentale” nella lotta alla persecuzione della comunità Lgbt.

L’uomo, di cui non è stata resa nota l’identità, era stato accusato da un tribunale islamico nel 2019 di avere cercato di “fare sesso contro l’ordine della natura”.
In Malaysia i tribunali islamici si occupano di alcune questioni riguardanti i cittadini musulmani (circa il 60% della popolazione) e le leggi della sharia vengono stabilite dai singoli Stati. Nel caso specifico, l’uomo era stato giudicato da un tribunale dello Stato di Selangor, che vieta il sesso gay.
Tuttavia, le leggi locali non possono entrare in conflitto con la legislazione federale e la sodomia seppure è un reato a livello nazionale, raramente viene perseguita.
Nella sua sentenza, l’Alta Corte del Paese si è quindi schierata a favore dell’uomo che ha presentato il ricorso, stabilendo che la legge in questione dello Stato di Selangor è illegale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Caso Caruana: capo polizia, ora presi tutti i responsabili
Oggi formalmente incriminati anche i due fornitori della bomba
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LA VALLETTA
25 febbraio 2021
10:46
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I pregiudicati maltesi Robert Agius e Jamie Vella, arrestati due giorni fa in base alle rivelazioni di uno dei sicari di Daphne Caruana Galizia, sono stati formalmente incriminati oggi di complicità in omicidio per aver fornito la bomba che uccise la giornalista il 16 ottobre 2017 e per partecipazione ad una organizzazione criminale.
“Con le prove che abbiamo, ora siamo in grado di dire che tutte le persone coinvolte nell’omicidio di Daphne Caruana Galizia, dal mandante all’ultimo complice, sono state arrestate o incriminate” ha dichiarato il capo della polizia Angelo Gafà.

Tra le persone incriminate come complici nell’omicidio non c’è nessun politico. Accusato di essere il mandante è il tycoon Yorgen Fenech. Gli esecutori materiali, arrestati già a dicembre 2017, sono i fratelli George e Alfred Degiorgio con Vince Muscat. Quest’ultimo martedì si è dichiarato colpevole, ha patteggiato 15 anni per l’omicidio Caruana ed ha ottenuto la grazia per quello, finora irrisolto, dell’avvocato Carmel Chircop nel 2015.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Australia i giganti del web pagheranno per condividere le news
Varata una legge dopo l’accordo raggiunto con Facebook per superare il blocco
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
10:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Australia ha adottato la legge che obbliga i giganti del web a pagare i media per la condivisione delle notizie. La proposta di legge aveva fatto infuriare Facebook che aveva bloccato le news australiane sul social network.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’impasse era stata poi superata nei giorni scorsi con un accordo per l’introduzione di alcuni emendamenti al testo.
LA VICENDA –  Gli australiani torneranno – come il resto degli abitanti del globo – a leggere le notizie su Facebook. Lo hanno annunciato nei giorni scorsi i vertici del social network dopo l’accordo raggiunto con il governo di Canberra per superare l’impasse che aveva fermato dallo scorso giovedì la ripresa da parte di Facebook dei contenuti di media australiani. Difficile stabilire a questo punto chi l’abbia spuntata, sta di fatto che a un braccio di ferro così i giganti dell’high tech ancora non li aveva costretti nessuno. Il precedente lo segna quindi l’Australia nel pensare e adottare una legge volta a costringere i giganti della tecnologia a pagare i media per pubblicare le loro notizie.
Una scelta dettata dalla necessità di fermare l’utilizzo gratuito di contenuti prodotti dai media locali per salvare il salvabile di un settore da tempo in crisi, che però finisce per aprire un dibattito molto più vasto sul tema che inevitabilmente supera i confini australiani. L’idea di Canberra a riguardo era di imporre un codice di condotta per l’utilizzo delle notizie, allo scopo di generare una negoziazione “giusta” sul valore dei contenuti delle notizie. In altre parole: pagarlo.
Il dibattito resta però per il momento aperto, perché in Australia si è trovato il compromesso, con il governo di Canberra che ha accettato di modificare la legge cui i giganti tech erano ferocemente contrari. In sostanza saranno aggiunti al testo quattro nuovi emendamenti, fra cui quello cruciale, ovvero la clausola secondo cui il governo non potrà sottoporre Facebook al nuovo codice se questo riesce a dimostrare di contribuire in maniera “significativa” al giornalismo locale. Il ministro australiano delle Finanze Josh Frydenberg e il collega responsabile per le Comunicazioni, Paul Fletcher, hanno confermato oggi le modifiche, aprendo la strada all’approvazione della legge entro la settimana. “Questi emendamenti forniranno maggiore chiarezza sulla maniera in cui opererà il codice di condotta, rafforzando la struttura per assicurare che la produzione di news sia remunerata equamente. Il codice di condotta prevede tuttora trattative tra le piattaforme come Facebook e Google, e le compagnie australiane dei media, per concordare il pagamento stesso”, hanno spiegato. E anche i gruppi editoriali locali tirano un sospiro di sollievo: i maggiori fra questi, come Guardian Australia e News Corporation di Rupert Murdoch, hanno fatto sapere di aver già ripreso i contatti con Facebook.   TECNOLOGIA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Torna Cormoran Strike in ‘Sangue inquieto’
Quinto romanzo della serie di Robert Galbraith ossia J.K.Rowling
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
10:50
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ROBERT GALBRAITH, SANGUE INQUIETO (SALANI, PP 1104, EURO 24,90). Strike e la sua socia Robin sono tornati e questa volta sono alle prese con un caso mai affrontato prima, un cold case, forse il più difficile della loro carriera.
Una donna è scomparsa nel nulla, sparita da oltre 40 anni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Era il 1974 quando Margot Bamborough, giovane medico di base, sposata con una figlia di un anno, finita la giornata di lavoro era uscita dall’ambulatorio e da quel momento non c’è stata più nessuna traccia di lei. Aveva un appuntamento con un’amica che la ha aspettata invano. Nessuno la ha più vista. E’ stata rapita, uccisa, è scappata? La figlia Anna, ormai adulta, non si è rassegnata e chiede a distanza di così tanti anni di tornare a indagare su questo mistero all’investigatore Cormoran Strike.
Peccato che la richiesta arrivi in una sera d’agosto, quando Strike è fuori servizio e davanti al mare della Cornovaglia, dove è andato a trovare la sua famiglia, l’ultima cosa che desidera è parlare con Anna, per lui una sconosciuta, che vuole scoprire che fine ha fatto la madre. Ma si sa, Strike è uno che “aiuta le persone”.
E’ la complessa indagine dentro alla quale ci porta ‘Sangue inquieto’, l’attesissimo quinto romanzo di Robert Galbraith, lo pseudonimo con cui J.K.Rowling, la creatrice della saga bestseller di Harry Potter, ci ha raccontato le indagini di Strike e della sua socia Robin Ellacott. Il libro esce il 25 febbraio per Salani, nella traduzione di Valentina Daniele, Barbara Ronca, Laura Serra e Loredana Serratore, dopo il successo dei precedenti quattro e delle prime tre stagioni di ‘Strike’ in onda su Sky e Top Crime.
Partita con ‘Il richiamo del cuculo’ cui sono seguiti ‘Il baco da seta’, ‘La via del male’ e ‘Bianco letale’ la serie ha venduto oltre 400 mila copie in Italia, è stata tradotta in 40 lingue ed è stata in cima alle classifiche inglesi e internazionali.
Sul “metro e novanta di corporatura massiccia, con il naso leggermente schiacciato e una gran chioma bruna e ricciuta”, l’investigatore Cormoran Strike, che ha perso una gamba in un’esplosione in Afganistan, ha un anno di tempo per scoprire cosa è successo. Le indagini si mostrano subito più complesse del previsto fra predizioni dei tarocchi, testimoni sfuggenti, temi astrali e piste oscure.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tutto questo con un serial killer psicopatico tra i piedi e una vecchia indagine della polizia controversa e inconcludente. Strike sente le testimonianze delle persone più vicine a Margot, tra cui la sua assistente di studio Gloria. L’ultimo paziente di Margot era stato un certo Theo dall’identità controversa, un uomo travestito da donna o proprio una donna, che non faceva parte della clientela abituale e che Gloria resta convinta non fosse un uomo. Ogni capitolo si apre con una citazione da ‘La regina delle fate’, il poema di Edmund Spenser che suggerisce l’atmosfera del libro. La prima, in esergo, dice: “La cercarono ovunque, chiedendo informazione sul destino di lei, senza però trovarne.
Sarebbe troppo lungo ridire, adesso, per quale sfortunato evento e grave sciagura ella fosse stata portata via di lì e rubata alla sua amata compagna”.
Diviso in sette parti, ‘Sangue inquieto’ è un libro complesso che sull’asse portante della trama gialla inserisce altre linee e suggestioni. Un libro che chiede molto al lettore, se non altro per la mole, ripagato però dalla grandezza e abilità narrativa della Rowling- Galbraith.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Armenia: premier,’ho licenziato capo dello Stato Maggiore’
Gasparyan aveva chiesto dimissioni del premier e del Governo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
25 febbraio 2021
10:32
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il primo ministro armeno Nikol Pashinyan ha destituito Onik Gasparyan – che ha chiesto le sue dimissioni e quelle del governo – dal posto di capo dello Stato Maggiore delle forze armate armene. “Oggi ho firmato la decisione di sollevare Onik Gasparyan dalle sue funzioni.

Considero la sua dichiarazione come un tentativo di colpo di stato militare”, ha detto Pashinyan durante un livestream sulla sua pagina Facebook. Lo riporta Interfax.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: al via funerali Stato Attanasio e Iacovacci
A Santa Maria degli Angeli, presenti Draghi e ministri.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
10:02
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono iniziati, nella basilica di Santa Maria degli Angeli, i funerali di Stato per l’Ambasciatore Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci uccisi in Congo. I feretri, avvolti nel tricolore sono stati trasportati nella chiesa dai carabinieri del 13/o reggimento, quello di Iacovacci.

Presenti il premier Mario Draghi, i ministri Lorenzo Guerini, Luigi Di Maio, Luciana Lamorgese, Giancarlo Giorgetti e i presidenti di Camera e Senato Roberto Fico e Maria Elisabetta Casellati, oltre alle famiglie degli scomparsi. La chiesta è chiusa al pubblico.
Le bare sono avvolte nel tricolore. In prima fila, oltre ai rappresentanti delle massime istituzioni italiane, tra i familiari delle vittime c’è la moglie di Luca Attanasio che indossa un velo nero e tiene una delle figlie in braccio. A celebrare i funerali di Stato dei due italiani uccisi in un agguato in Congo è il cardinale Angelo De Donatis.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
All’asta a Parigi una rara Montmartre di van Gogh
Da Sotheby’s a marzo. Valutato 5-8 milioni di euro
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
19:02
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Andrà all’asta a fine marzo a Parigi, battuto da Sotheby’s, un raro van Gogh proveniente da una collezione privata francese. Lo annuncia la casa d’aste, precisando che si tratta di una tela del periodo parigino con scene di strada a Montmartre, dipinto nel 1887.
Si tratta di un olio su tela che misura 46 cm per 61. La stima d’asta oscilla tra i 5 e gli 8 milioni di euro.
Si tratta di un soggetto piuttosto raro per Van Gogh. Il quadro è citato nei cataloghi, ma non è mai stato esposto al pubblico dal 1920, quando è stato acquistato da una famiglia francese che adesso lo mette in vendita. Prima di essere battuta all’asta a Parigi l’opera verrà esposta ad Amsterdam e ad Hong Kong.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo, diplomatici obbligati a segnalare spostamenti
Decisione della presidenza dopo l’uccisione di Luca Attanasio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
KINSHASA
24 febbraio 2021
18:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In seguito all’uccisione dell’ambasciatore italiano nella Repubblica democratica del Congo Luca Attanasio, “tutti i diplomatici presenti sul territorio nazionale” congolese “sono obbligati a segnalare al governo qualsiasi spostamento all’interno del Paese”. Lo annuncia un comunicato della presidenza della Rdc annunciando una decisione presa in una riunione tenuta ieri sotto la guida del capo di Stato Felix Tshisekedi.
Oltre che “informare assolutamente il ministero degli Affari esteri” prima di ogni trasferta, i diplomatici dovranno anche “segnalarsi” alle autorità locali al loro arrivo, ha precisato la ministra degli Esteri.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Unhcr-Oim, il 20 febbraio naufragio con 41 dispersi
Lo riferiscono superstiti soccorsi da mercantile Vos Triton
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
13:24
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il team di Unhcr, presente a Porto Empedocle in attesa dello sbarco dalla nave mercantile Vos Triton di 77 migranti e rifugiati, ha raccolto “testimonianze accurate circa il naufragio avvenuto sabato 20 febbraio nel Mediterraneo Centrale che confermano come almeno 41 persone sarebbero annegate e sono ora disperse”. Lo fanno sapere Unhcr e Oim.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Grecia, lockdown Atene prorogato fino a primo marzo
In seguito ad un incremento dei contagi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
13:00
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le autorità greche hanno prorogato fino al primo marzo il lockdown imposto l’11 febbraio ad Atene ed in tutta l’Attica, la regione più popolosa del Paese: lo riporta il Guardian sottolineando che la decisione è stata presa in seguito ad un incremento dei contagi da coronavirus nella regione. La misura scadeva il 28 febbraio.

Ieri sono stati registrati nel Paese 2.147 nuovi casi, di cui circa la metà nell’Attica, e 22 decessi. Nel complesso, dall’inizio della pandemia, secondo i dati della Johns Hopkins University, la Grecia conta 182.783 infezioni, inclusi 6.343 decessi.

Mondo tutte le notizie! Sono tutte sempre aggiornate ed in tempo reale! DA NON PERDERE! LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 21 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:38 DI MARTEDì 23 FEBBRAIO 2021

ALLE 09:00 DI MERCOLEDì 24 FEBBRAIO 2021

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Per deputati Hong Kong obbligo giuramento patriottico a Cina
Per rimarcare il sostegno alla Basic Law
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
23 febbraio 2021
13:38
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Hong Kong chiederà requisiti ‘patriottici’ a parlamentari e consiglieri distrettuali con un giuramento per rimarcare il sostegno alla Basic Law, la costituzione locale, e la fedeltà al governo della città e di Pechino. Il segretario per gli Affari costituzionali e continentali di Hong Kong, Erick Tsang, spiegando la misura, ha detto che chi la violerà sarà escluso dalle elezioni per 5 anni.

Con l’iniziativa, Pechino segnala che non intende più tollerare voci di dissenso, 23 anni dopo la restituzione dei territori dalla Gran Bretagna alla Cina, malgrado la promessa di mantenere ampi diritti e libertà per 50 anni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: padre Attanasio, non era preoccupato per la missione
‘Ci è crollato il mondo addosso’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LIMBIATE (MONZA)
23 febbraio 2021
15:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ambasciatore in Congo Luca Attanasio “non era assolutamente preoccupato. Ci ha spiegato la sua missione, ci ha detto quali erano gli obiettivi”: così ha spiegato il padre Salvatore, attonito per la morte in un agguato del figlio.
“In trenta secondi sono passati i ricordi di una vita, ci è crollato il mondo addosso. Sono cose ingiuste, che non devono accadere. Per noi la vita è finita”, ha aggiunto parlando del momento in cui ha appreso della morte in un agguato del figlio. “Ma adesso – ha aggiunto – bisogna pensare alle nipoti, queste tre creature avevano praterie davanti con un padre così. Non sanno ancora cosa è accaduto. Anche la loro mamma, la moglie di Luca, è distrutta dal dolore”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Non era preoccupato ma anzi felice per la missione che doveva compiere, “ci ha detto quali erano gli obiettivi. E’ stato sempre una persona rivolta agli altri, ha sempre fatto del bene, ed è sempre stato proiettato verso alti ideali, capace di coinvolgere chiunque nei suoi progetti.
Una cosa che a me poteva sembrare poco chiara, lui me la rendeva positiva. Era onesto, corretto, mai uno screzio”. Così il padre dell’ambasciatore Luca Attanasio, Salvatore, ricorda il figlio ucciso ieri in Congo nella sua casa di Limbiate, circondato da foto e ricordi, e aggiungendo di averlo sentito per l’ultima volta domenica.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Israele, ci sono giacenze limitate di vaccini
Aiuti simbolici ai palestinesi. Dosi anche a Honduras e Rep.Ceca
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
14:17
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV, 23 FEB – In Israele – dove prosegue la vaccinazione di massa della popolazione – sono rimaste questo mese “giacenze limitate di vaccini” che sono inutilizzate. Di conseguenza – ha reso noto l’ufficio del primo ministro Benyamin Netanyahu – è stato deciso di aiutare le equipe mediche dell’Autorità nazionale palestinesi con “quantità simboliche” di dosi.
Altre dosi, aggiunge il comunicato, saranno inoltrate ad “alcuni Paesi che ne hanno fatto richiesta”. Si tratta comunque di quantità non elevate, precisa l’ufficio del primo ministro, perchè Israele non produce vaccini e le sue ordinazioni sono state calcolate sulla base delle necessità della propria popolazione.
Nel frattempo la radio pubblica Kan ha riferito che oggi è atteso in Israele un aereo dall’Honduras che riceverà una quantità imprecisata di vaccini. Secondo Israel ha-Yom anche la Repubblica ceca ne otterrà. Il giornale collega questa donazione alla prossima apertura a Gerusalemme di un ufficio di interessi ceco.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Grecia, medici e marittimi in sciopero
Chiedono la tutela dei ‘diritti sociali’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ATENE
23 febbraio 2021
15:01
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Medici ospedalieri e personale marittimo sono in sciopero in Grecia per chiedere un aumento dei salari e indennità di disoccupazione, nonché la protezione dei loro “diritti sociali”, colpiti dalle misure del governo intese a far fronte alla pandemia. I battelli hanno gettato l’ancora nei porti della Grecia continentale a causa di uno sciopero di 48 ore, oggi e domani, su indicazione dell’Unione dei meccanici navali (Pemen), paralizzando i collegamenti marittimi con le isole, ha annunciato la polizia portuale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In un comunicato, il Pemen chiede “la protezione dei disoccupati di lunga durata”, “l’aumento dei sussidi di disoccupazione” e dei salari. Denuncia inoltre “l’aumento del (ricorso al) lavoro nero” negli ultimi mesi e i “significativi” deficit del fondo previdenziale (Nat) di questa categoria professionale. Chiede inoltre “misure per il rimpatrio di migliaia di marinai” bloccati in altri Paesi a causa della pandemia.
Centinaia di medici ospedalieri hanno manifestato ad Atene e in altre città, dopo che il loro sindacato, la Federazione Oenge, ha indetto uno sciopero di 24 ore. “Non approfittare della pandemia per compromettere i nostri diritti sociali”, ha scritto Oenge in una dichiarazione. I medici chiedono “assunzioni massicce” e “requisizione di cliniche private” per far fronte a “crescenti bisogni”, soprattutto negli ospedali dell’Attica, la regione di Atene, la più colpita dal Covid-19.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Arrestata a Washington la moglie di El Chapo
È accusata di essere coinvolta in un giro di droga
APPROFONDIMENTO NOTIZIA GIà DATA
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
15:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La moglie del noto trafficante di droga messicano Joaquin “El Chapo” Guzman è stata arrestata all’aeroporto internazionale di Washington con l’accusa di essere coinvolta in un giro di droga. Lo hanno reso noto le autorità statunitensi.
Emma Coronel Aispuro, 31 anni, con doppia cittadinanza americana e messicana, dovrebbe comparire davanti a un giudice federale martedì.
Suo marito, co-fondatore del cartello di Sinaloa e considerato all’epoca il più potente trafficante di droga del mondo, è stato condannato nel luglio 2019 all’ergastolo negli Stati Uniti e sta scontando la pena in un carcere di massima sicurezza.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gb: Filippo ha un’infezione, il ricovero si protrae
La corte svela dettagli ma rassicura, ‘risponde bene alle cure’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
23 febbraio 2021
15:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il principe Filippo, consorte 99enne della regina Elisabetta ricoverato da ormai una settimana in un’ala privata dell’ospedale King Edward VII di Londra, è in cura per una non meglio precisata “infezione”, ma è in condizioni “confortevoli” e sta “rispondendo bene” alle terapie.
Lo rende noto Buckingham Palace in un bollettino di aggiornamento in cui entra per la prima volta nel dettaglio sulle ragioni del ricovero, aggiungendo che il duca di Edimburgo dovrà restare in ospedale ancora “diversi giorni” secondo le previsioni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Fed: Powell, dai vaccini speranza per l’economia
Dovrebbe migliorare più avanti nell’anno
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
23 febbraio 2021
16:22
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’economia dovrebbe migliorare più avanti nel corso dell’anno, con i vaccini che offrono speranza. Lo afferma Jerome Powell, il presidente della Fed, nel corso di un’audizione al Congresso.
“Speriamo in un ritorno a condizioni più normali” quest’anno, aggiunge Powell.   ECONOMIA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Caso Caruana: sicario reo confesso condannato a 15 anni
E ha dato le prove per far arrestare i fornitori della bomba
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LA VALLETTA
23 febbraio 2021
16:41
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Uno dei tre uomini accusati di essere i sicari dell’omicidio della giornalista maltese Daphne Galizia Caruana, nel 2017, si è dichiarato colpevole. In tribunale Vince Muscat il pentito detto ‘Il-Kohhu’, per la prima volta dall’inizio del processo, si è dissociato dai complici e si è dichiarato colpevole.
Le sue ultime dichiarazioni hanno anche permesso l’arresto di tre persone sospettate di aver fornito la bomba che ha ucciso la giornalista. Lo riportano i media maltesi.
Vince Muscat è stato condannato a 15 anni di detenzione. Lo riportano i media maltesi mentre è l’udienza è ancora in corso nel Tribunale della Valletta. Prima di emettere la sentenza, la giudice Edwina Grima ha chiesto a Muscat se intendesse ripensare la dichiarazione di colpevolezza. L’uomo, che ha cominciato a collaborare con la giustizia nella primavera 2019, ha confermato: “Non ce n’è bisogno”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Clima: Macron, legame con pace e sicurezza innegabile
Il presidente alla riunione del del Consiglio di Sicurezza Onu
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
23 febbraio 2021
17:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Il cambiamento climatico è assolutamente una questione di pace e sicurezza. I legami sono innegabili e inevitabili”.
Lo ha detto il presidente francese, Emmanuel Macron, durante la riunione di alto livello del Consiglio di Sicurezza Onu. “Dei 20 paesi più colpiti dai conflitti nel mondo, 12 sono anche tra i paesi più vulnerabili agli impatti del cambiamento climatico”, ha precisato, sottolineando che “l’azione del Consiglio di Sicurezza deve essere guidata dalla necessità di mitigare gli effetti del climate change sulle popolazioni e sullo sviluppo dei conflitti”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Da settembre assorbenti gratis per le studentesse in Francia
Dopo la Scozia arriva il provvedimento voluto dal presidente Macron
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
23 febbraio 2021
18:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Centinaia di migliaia di studentesse in Francia non dovranno più spendere mensilmente la loro quota per l’acquisto di assorbenti: la ministra per l’Insegnamento superiore e la Ricerca, Frédérique Vidal, ha annunciato  che da settembre saranno gratuiti e disponibili in appositi distributori in tutte le università e le residenze studentesche. “Puntiamo – ha detto la ministra durante un incontro con gli studenti a Poitiers, nella Francia centro-occidentale – a mettere in funzione 1.500 distributori di assorbenti e una gratuità per tutti al rientro nelle facoltà a settembre”.
La decisione è stata adottata nell’ambito della lotta contro la precarietà delle giovani universitarie e dopo un lavoro di concertazione fra la ministra, i parlamentari e le rappresentanze studentesche.
Secondo uno studio, un terzo delle studentesse sarebbe in condizione di bisogno per poter acquistare i prodotti di igiene intima. La gratuità degli assorbenti era anche un impegno assunto dal presidente della Repubblica, Emmanuel Macron, lo scorso dicembre.
A fine novembre la Scozia è stata il primo Paese al mondo a prendere la decisione di rendere gratuiti gli assorbenti in tutti gli edifici pubblici.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Stevie Wonder, dice addio agli Usa ‘Me ne vado in Ghana’
In intervista con Oprah Winfrey l’artista ha spiegato la sua decisione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
18:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Stevie Wonder si trasferirà in Ghana. Il pluripremiato artista ha parlato con la giornalista e conduttrice televisiva Oprah Winfrey in un’intervista ripresa dalla Cnn, spiegando la sua decisione con i disordini politici avvenuti negli Stati Uniti.
“Voglio vedere questa nazione sorridere di nuovo.
E voglio farlo prima di partire per trasferirmi in Ghana, perché lo farò”. Alla domanda di Winfrey, che gli ha chiesto se il suo trasferimento sarà definitivo, il cantante ha risposto affermativamente.
“Non voglio che i figli dei figli dei miei figli dicano: ‘Oh, ti prego, apprezzami. Per favore rispettami, per favore sappi che sono importante, per favore valorizzami’. Che significa?”, ha detto l’icona pop nota per successi come ‘You are the sunshine of my life” e “I just called to say I love you’, aggiungendo che non è la prima volta in cui dice che pensa di trasferirsi in Ghana.
Nel 1994, la star disse che sentiva “più senso della comunità” negli Stati Uniti. Wonder, originario del Michigan, ha imparato a suonare il piano, la batteria e l’armonica all’età di 9 anni e ha firmato un contratto con l’etichetta discografica Motown nel 1961. Da allora, ha vinto ben 25 Grammy Awards, il maggiore riconoscimento in ambito musicale.   SPETTACOLI, MUSICA E CULTURA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Rocco Leone il funzionario Onu sopravvissuto all’agguato in Congo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PRATO
23 febbraio 2021
19:48
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La moglie di Rocco Leone, il cooperatore italiano dell’Onu superstite in Congo, ha potuto parlare al telefono con il marito, che l’avrebbe rassicurata sulle sue condizioni. Le avrebbe detto di stare bene.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Lo si apprende a Prato da amici dell’unico italiano sopravvissuto all’agguato in Congo dove ieri sono stati uccisi l’ambasciatore Luca Attanasio, il carabiniere Vittorio Iacovacci e l’autista Mustapha Milambo. Rocco Leone, direttore aggiunto del World Food Programme (Wfp), 56 anni, non risulta ferito nella sparatoria ma è ricoverato in un ospedale africano in stato di shock.
I carabinieri del Ros, giunti in Congo su delega della Procura di Roma, acquisiranno i verbali delle testimonianze raccolte dagli inquirenti locali delle persone presenti sul luogo dell’agguato all’ambasciatore Luca Attanasio e al carabiniere Vittorio Iacovacci. Tra questi anche il racconto del funzionario italiano.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Mio fratello Rocco sta bene e grazie al cielo abbiamo saputo come stava immediatamente dai media, subito dopo l’attentato. Sono sicura che questi sono momenti difficili per tutti e chiedo di rispettare per quanto possibile la nostra apprensione”. Lo ha detto Maria Grazia Leone, sorella di Rocco, il funzionario del Pam rimasto illeso durante l’attacco in Congo nel quale sono stati uccisi l’ambasciatore italiano Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci. “Ora – ha aggiunto la familiare, che vive a Prato – aspettiamo che torni in Italia”.
A Prato vivono anche il padre e l’altra sorella di Rocco Leone. La moglie del funzionario invece vive a Firenze dove la coppia si trasferì oltre 20 anni fa. Il sindaco di Prato, Matteo Biffoni, ha contattato la famiglia di Rocco Leone assicurando il massimo supporto del Comune ed esprimendo la sua vicinanza.
Rocco Leone ha ancora conoscenti a Prato dove ha vissuto nell’infanzia e in gioventù. Ha frequentato il liceo classico ‘Cicognini’, poi si è iscritto all’università dove si è laureato in matematica. La sua attività nell’associazionismo pratese è nota per la partecipazione attiva all’Agesci, l’associazione degli scout: è stato a lungo nella sezione ‘Prato prima’, che ha sede nel quartiere San Paolo. In molti ricordano in città il suo impegno sociale costante e silenzioso.
Dopo la laurea, ricordano sempre gli stessi amici, Rocco Leone ha intrapreso la carriera internazionale nel settore della cooperazione ed è diventato un funzionario del progetto dell’Onu World Food Programme. Il convoglio Onu preso di mira lunedì mattina da un gruppo armato di 6 persone era diretto a Rutshuru per visitare una scuola che era in procinto di ricevere aiuti alimentari. Rocco Leone era in Congo da circa due anni, ma ha lavorato e vissuto in molti altri Paesi africani da molto più tempo, un impegno ventennale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Guerra tra bande nelle banlieue di Parigi, uccisi due ragazzini
In 24 ore a sud della capitale accoltellati una 14enne e 13enne in due diverse risse tra adolescenti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
23 febbraio 2021
21:32
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“E’ una cancrena che sta divorando questo dipartimento”: Caroline Nisand, procuratrice della Repubblica di Evry, nell’Essonne, sta ancora facendo il punto sulla morte di Lilibelle, 14 anni, pugnalata all’addome la notte scorsa mentre cercava di dividere i coetanei che si picchiavano selvaggiamente, quando arriva la notizia che un tredicenne, poco lontano, è stato pugnalato alla gola e ucciso in un’altra battaglia fra bande rivali.

Ieri pomeriggio, una quarantina di ragazzini si sono dati appuntamento per una delle tante risse, tutti adolescenti fra i 13 e i 16 anni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Fra loro c’era Lilibelle, che ha cercato di mettersi in mezzo fra i giovani rivali di Saint-Chéron, una ‘cité’ sempre più invivibile. L’appuntamento era vicino alla scuola media di Pont-de-Bois, la banda rivale arrivava dalla vicina Dourdan. Ai primi scontri, a terra è finita la quattordicenne, colpita da una coltellata all’addome. Ha perso molto sangue, le lesioni interne erano gravi, verso le 19, trasportata all’ospedale del Kremlin-Bicetre, è morta per le ferite.
Sei adolescenti sono stati arrestati, la procuratrice Caroline Nisand ha detto oggi che fra i ragazzi tutti incappucciati e vestiti di nero, “uno ha tirato fuori un coltello, ha pugnalato Lilibelle ed è fuggito”. Uno dei sei arrestati ha confessato di aver inferto la pugnalata mortale.
A poca distanza, sempre nell’Essonne, nuova battaglia violentissima, fra due bande rivali “tradizionali, a Boussy-Saint-Antoine. Due ragazzini feriti, uno gravissimo, pugnalato alla gola. E’ morto all’arrivo in ospedale. L’appuntamento, stavolta, era attorno alla piscina comunale fra due bande che si affrontano da anni. Nel 2000, ci fu una ‘guerra’ violentissima durata 3 giorni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
AstraZeneca dimezza le dosi all’Ue nel secondo trimestre
L’annuncio fatto da un funzionario europeo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
22:17
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
AstraZeneca prevede di fornire meno della metà delle dosi di vaccino anti-Covid all’Unione europea rispetto al contratto nel secondo trimestre. Lo ha reso noto un funzionario dell’Ue alla Reuters. Il funzionario, che è direttamente coinvolto nei colloqui con il produttore di farmaci anglo-svedese, ha detto che AstraZeneca ha riferito durante le riunioni interne che “avrebbe erogato meno di 90 milioni di dosi nel secondo trimestre”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Secondo il contratto di AstraZeneca con l’Ue, l’azienda si era impegnata a fornire 180 milioni di dosi ai 27 paesi nel secondo trimestre, aggiunge il sito di Reuters.
Il calo nella fornitura di dosi per il secondo trimestre, che non era stato segnalato in precedenza, arriva dopo una forte riduzione delle forniture nel primo trimestre e potrebbe colpire la capacità dell’Ue di raggiungere il suo obiettivo di vaccinare il 70% degli adulti entro l’estate, rileva Reuters.

“Poiché stiamo lavorando duramente per aumentare la produttività della nostra catena di approvvigionamento dell’Ue e facendo tutto il possibile per utilizzare la nostra catena di approvvigionamento globale, siamo fiduciosi di poter avvicinare le nostre consegne all’accordo di acquisto”, ha detto un portavoce di AstraZeneca, rifiutandosi di commentare dati specifici.
Il funzionario dell’Ue alla Reuters ha confermato che AstraZeneca prevede di erogare circa 40 milioni di dosi nel primo trimestre, ancora una volta meno della metà dei 90 milioni di dosi che avrebbe dovuto fornire.
“Le discussioni sul programma di consegne di AstraZeneca sono in corso. L’azienda sta perfezionando il proprio programma e consolidandolo sulla base di tutti i siti produttivi disponibili dentro e fuori dall’Europa. La Commissione Ue prevede di ricevere una proposta migliorata”. Così un portavoce dell’Esecutivo comunitario commenta la notizia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo, cobalto e coltan il ‘nuovo oro’ delle milizie
I due metalli della tecnologia che alimentano i conflitti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
IL CAIRO
23 febbraio 2021
22:31
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Oltre che di diamanti la Repubblica democratica del Congo, dove hanno trovato la morte l’ambasciatore Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci, è fra i primi produttori mondiali anche di due metalli che la tecnologia sta rendendo indispensabili e quindi sempre più appetibili come forma di autofinanziamento illegale per le decine di milizie che infestano soprattutto l’est del Paese: il cobalto e il coltan.
Del primo, il Congo produce oltre il 60% di quello in circolazione nel mondo dove è sempre più ricercato per l’impiego nella costruzione di telefonini e batterie di auto elettriche.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il coltan invece è minerale da cui si ottiene il tantalio, metallo raro che – da ingrediente essenziale per la produzione missilistica e nucleare e per il settore aerospaziale – è diventato di recente ambitissimo dai produttori di telefonia mobile.
Il sottosuolo del Congo è ricco fra l’altro anche di petrolio, oro, argento, uranio, ma è con l’aumento della richiesta mondiale di tantalio che si è fatta più accesa la lotta fra gruppi para-militari e guerriglieri per il controllo dei territori congolesi di estrazione. Un’area particolarmente interessata è proprio la regione del Kivu dove è avvenuto l’attacco di ieri. Ed è da un ventennio che rapporti Onu denunciano come i proventi del commercio semilegale di coltan, il ‘nuovo oro’, e di altre risorse naturali pregiate abbiano alimentato la guerra civile fatta di vari conflitti regionali che tra il 1996 e il 2003, proprio nell’est del paese dove si trova il Kivu, causò la morte di milioni di persone soprattutto di fame e malattie. Uno sfruttamento del sottosuolo di cui fanno le spese anche un elevato numero di bambini-minatori, spinti o costretti ad esempio ad estrarre in condizioni disumane e dannose per la salute il cobalto utilizzato almeno da una trentina dei più noti marchi tecnologici e automobilistici, come denunciò a due riprese Amnesty International nel 2015 e 2017.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Guterres, sconvolgimenti clima sono moltiplicatore crisi
Fare di piu’ per affrontare rischi posti a pace e sicurezza
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
23 febbraio 2021
15:40
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Dobbiamo intensificare i preparativi per le crescenti implicazioni della crisi climatica per la pace e la sicurezza internazionali. Gli sconvolgimenti climatici sono un amplificatore e un moltiplicatore delle crisi, e occorre fare molto di più per affrontare i rischi specifici che la crisi climatica pone per la pace e la sicurezza”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha detto il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, nel corso della riunione di alto livello del Consiglio di Sicurezza sul clima presieduta dal premier britannico Boris Johnson.
Guterres ha elencato quattro priorità: “In primo luogo abbiamo bisogno di maggiore attenzione alla prevenzione attraverso un’azione per il clima forte e ambiziosa, quindi servono azioni immediate per proteggere paesi, comunità e persone da impatti climatici sempre più frequenti e gravi”, ha spiegato. “Terzo, dobbiamo abbracciare un concetto di sicurezza che metta le persone al centro. La pandemia di coronavirus ha dimostrato la devastazione che le cosiddette minacce alla sicurezza non tradizionali possono causare su scala globale – ha detto ancora – E infine dobbiamo approfondire i partenariati all’interno e al di fuori del sistema Onu”. “Esorto i membri del Cds a usare la loro influenza durante questo anno cruciale per garantire il successo della COP26 e per mobilitare altri, comprese le istituzioni finanziarie internazionali e il settore privato, a fare la loro parte”, ha chiesto.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: in volo l’aereo con salme di Attanasio e Iacovacci
Atterrerà a Roma in serata
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
16:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
GOMA, 23 FEB – E’ in volo l’aereo che riporterà le salme di Luca Attanasio e Vittorio Iacovacci in Italia, uccisi ieri in un agguato nella Repubblica Democratica del Congo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Caso Caruana: sicario pentito condannato a 15 anni
Giudice ha emesso condanna dopo aver chiesto conferma a imputato
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LA VALLETTA
23 febbraio 2021
16:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il sicario reo confesso dell’omicidio di Daphne Caruana Galizia, Vince Muscat, dopo essersi dichiarato colpevole in aula è stato condannato a 15 anni di detenzione. Lo riportano i media maltesi mentre è l’udienza è ancora in corso nel Tribunale della Valletta.
Prima di emettere la sentenza, la giudice Edwina Grima ha chiesto a Muscat se intendesse ripensare la dichiarazione di colpevolezza.
L’uomo, cha ha cominciato a collaborare con la giustizia nella primavera 2019, ha confermato: “Non ce n’è bisogno”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: mascherine ‘scadenti’, Gb ne ritira 12 milioni
Lo rivela Bbc, mentre dati su pandemia confermano calo contagi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
23 febbraio 2021
19:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Circa 12 milioni di mascherine professionali ad elevato grado di protezione fornite a medici e infermieri del servizio sanitario nazionale britannico (Nhs) potrebbero non essere state prodotte nel pieno rispetto degli standard di sicurezza e per questo sono state ritirate. Lo rivela un’inchiesta condotta dalla Bbc sullo sfondo delle polemiche riemerse negli ultimi giorni sulle procedure sprint di una serie di contratti per la fornitura urgente da parte di aziende private di dispositivi di protezione autorizzate l’anno scorso nel pieno del primo drammatico picco della pandemia da Covid da Matt Hancock, ministro della Sanità del governo di Boris Johnson.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le maschere in questione, di tipo FFP3, più sofisticate delle normali mascherine chirurgiche e destinate in particolare a che lavora nelle terapie intensive, erano state a gennaio al centro di un appello della British Medical Association (Bma), storico sindacato dei medici britannici, che ne aveva sollecitato una più ampia distribuzione negli ospedali. Lo stop riguarda anche uno stock di guanti sanitari che non avrebbero superato i controlli di qualità. Il ministero della Salute ha da parte sua evitato commenti, limitandosi a sottolineare che i controlli sono la norma, a tutela di medici e infermieri, e che la sicurezza dello staff ospedaliero è “una priorità assoluta”.
Intanto i dati odierni sulla pandemia confermano un calo dei casi (a circa 8.500 i contagi giornalieri, su 670.000 tamponi eseguiti) e dei ricoveri alimentati negli ultimi mesi dall’aggressiva ‘variante inglese’ del virus; con un aumento ulteriori delle prime dosi dei vaccini a quasi 18 milioni e dei richiami a quasi 650.000. Ma anche una frenata ancora lenta del numero dei morti, con altri 548 decessi censiti nelle 24 ore, incluso un recupero statistico parzialmente riferibile a ritardi del weekend.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Irlanda resta in lockdown almeno fino al 5/4
Premier rinvia di oltre un mese ogni alleggerimento restrizioni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
23 febbraio 2021
19:32
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Irlanda resta in lockdown almeno per altri 40 giorni. Lo ha annunciato oggi il premier della Repubblica, Micheal Martin, confermando al Parlamento di Dublino il mantenimento del massimo livello di restrizioni introdotto nell’isola circa due mesi fa in seguito alla minaccia varianti fino al 5 aprile.
Dopo aver fatto segnare sino a fine 2020 uno dei picchi più bassi d’Europa di morti per Covid, a differenza del grande vicino britannico, l’Irlanda ha toccato a inizio 2021 per un paio di settimane livelli record mondiale di decessi quotidiani in rapporto alla popolazione, prima d’iniziare a riportare sotto controllo la situazione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Spagna, esteso stop arrivi da Gb,Brasile e Sud Africa
Nessun volo fino al 16 marzo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
18:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il governo spagnolo ha annunciato che le restrizioni sui voli da Regno Unito, Brasile e Sud Africa sono state estese fino al 16 marzo, per i timori legati alle varianti del coronavirus.
Come altri Paesi, la Spagna ha sospeso gli arrivi di passeggeri dal Regno Unito alla fine di dicembre, ad eccezione di spagnoli e stranieri residenti, a causa della diffusione della pericolosa variante britannica.

Ai primi di febbraio il governo ha annunciato una ulteriore limitazione degli arrivi, questa volta da Brasile e Sud Africa, con l’eccezione dei residenti e dei passeggeri in transito che non possono lasciare l’aeroporto e non possono rimanere per più di 24 ore.
Anche la Spagna, uno dei paesi europei più colpiti dalla pandemia con quasi 68.000 morti e più di tre milioni di contagi, ha imposto a tutte le persone in arrivo una quarantena da sette a dieci giorni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Israele, metà della popolazione vaccinata con una dose
Quattro milioni e mezzo di persone su 9 milioni di residenti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
23 febbraio 2021
20:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Israele ha vaccinato metà della popolazione almeno con una dose. Secondo i dati del ministero della Sanità, le persone immunizzate ad oggi sono 4.507.325 su circa 9 milioni di residenti nel Paese.
Quelli che hanno avuto anche la seconda dose – secondo la stessa fonte – sono 3.123.136. Non possono invece essere immunizzati per vari motivi circa 3 milioni di israeliani, inclusi gli under 16 anni e coloro che sono guariti dall’infezione. Per questi ultimi si sta valutando la possibilità di una vaccinazione con una sola dose.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tre volte l’Atlantico in kayak, morto sul Kilimangiaro
L’esploratore polacco Aleksander Doba, aveva 74 anni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
20:31
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un esploratore polacco di 74 anni, ingegnere in pensione, è morto sul Kilimangiaro dopo aver attraversato l’Atlantico per tre volte da solo in kayak.
La morte di Aleksander Doba è stata annunciata su facebook dalla famiglia, che ha precisato che il decesso è avvenuto dopo aver raggiunto la vetta più alta dell’Africa (5.891 metri), “realizzando i suoi sogni”.
Poco prima della discesa ha perso conoscenza e non si è ripreso, nonostante gli sforzi dei soccorritori.
Doba aveva attraversato l’Atlantico da solo e senza assistenza in tre occasioni. La prima traversata lo aveva portato da Dakar ad Acarau, in Brasile, tra ottobre 2010 e febbraio 2011, e la seconda da Lisbona a Port Canaveral, in Florida, tra ottobre 2013 e aprile 2014. Durante il suo terzo viaggio, che lo ha portato dalla costa orientale degli Stati Uniti verso la costa francese, ha viaggiato con la sola forza delle braccia per 6.680 chilometri in 111 giorni.   SPORT

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Gérard Depardieu indagato per stupro
L’attore fu denunciato nel 2018 da una giovane collega
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
23 febbraio 2021
20:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gérard Depardieu, il più popolare attore di cinema francese, è ufficialmente sotto inchiesta per stupro e violenze sessuali, reati che avrebbe commesso nell’estate 2018 ai danni di una giovane attrice e che lui ha sempre negato. Lo si apprende da fonti giudiziarie.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La presunta vittima aveva denunciato alla gendarmeria a fine agosto 2018 di essere stata stuprata qualche giorno prima a due riprese nella casa parigina dell’attore.
L’inchiesta era stata archiviata in un primo tempo dalla procura, poi nell’estate 2020 la vittima ne aveva ottenuto la riapertura.
Il popolare attore francese è ufficialmente sotto inchiesta per stupro e violenze sessuali, reati che avrebbe commesso nell’estate 2018 ai danni di una giovane attrice e che lui ha sempre negato. La presunta vittima aveva denunciato alla gendarmeria a fine agosto 2018 di essere stata stuprata qualche giorno prima a due riprese nella casa parigina dell’attore. L’inchiesta era stata archiviata in un primo tempo dalla procura, poi nell’estate 2020, la donna ne aveva ottenuto la riapertura. Contattato dalla France Presse, l’avvocato dell’attore, Hervé Témime, ha “deplorato che questa informazione sia stata resa pubblica”. Depardieu, che è stato lasciato libero senza nessun tipo di controllo giudiziario, “contesta totalmente i fatti che gli vengono imputati”, ha ribadito il legale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tiger Woods ferito in un incidente automobilistico
Vicino a Los Angeles, estratto a fatica dalla vettura capovolta
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
23 febbraio 2021
21:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Brutto” incidente automobilistico per Tiger Woods. Secondo quanto riporta Tmz, la star del golf è stato protagonista di un incidente a Ranchos Palos Verdes, nei pressi di Los Angeles, intorno alle 7.22 del mattino e sarebbe stato estratto dalla vettura dalle squadre di emergenza accorse sul posto.
Tiger Woods è stato poi trasportato in ospedale. Secondo quanto riferito dalle autorità, è stato estratto dalla sua vettura con delle cesoie dai vigili del fuoco e dai paramedici accorsi sul luogo dell’incidente. La vettura sui cui Woods viaggiava si è capovolta.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ecuador: rivolte in tre carceri, oltre 50 morti
A Guayaquil, El Turi e Cotopaxi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
QUITO
23 febbraio 2021
21:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La polizia dell’Ecuador ha confermato che più di 50 prigionieri sono morti come conseguenza di rivolte esplose oggi in tre carceri del Paese. Secondo quanto riferito dal sito del quotidiano El Comercio, le vittime sono decedute in incidenti registrati nei centri penitenziari di Guayaquil, El Turi e Cotopaxi.

La polizia ha sottolineato che “si sta gestendo la situazione” nelle carceri. Gli agenti di polizia stanno portando avanti operazioni per riportare la normalità, mentre i militari sorvegliano gli spazi esterni delle strutture.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Usa, in arrivo 240 mln vaccini Pfizer, Moderna e J&J
Entro la fine di marzo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
07:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le case farmaceutiche Pfizer, Moderna e Johnson & Johnson (J&J) si sono impegnate a consegnare negli Usa un totale di 240 milioni di dosi di vaccino anti-Covid entro fine marzo.
Secondo quanto riporta la Cnn, la Pfizer e la Moderna – i cui vaccini sono gli unici ad essere stati autorizzati finora nel Paese – ne produrranno 220 milioni, mentre le restanti 20 milioni di dosi arriveranno dalla Johnson & Johnson, che potrebbe ricevere il nullaosta dalla Food and Drug Administration (Fda) questa settimana.

Un quarto vaccino potrebbe essere disponibile negli Stati Uniti ad aprile, quando anche la AstraZeneca dovrebbe ricevere l’autorizzazione dalla Fda.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tunisia: presidente Saied riceve ambasciatori Ue
‘Instabilità politica’ non coincide con ‘instabilità governo’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TUNISI
24 febbraio 2021
08:00
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente tunisino, Kais Saied, ha incontrato al Palazzo di Cartagine gli ambasciatori dei Paesi dell’Unione europea in Tunisia, guidati dall’ambasciatore dell’Ue, Marcus Cornaro.
Secondo quanto si legge in una nota della presidenza, Saied ha sottolineato che “l’instabilità politica” del Paese non coincide con “l’instabilità del governo” e che la Tunisia ha “le potenzialità che le consentono di rafforzare la sua democrazia e di difendersi da calcoli politici ristretti”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“La lotta alla corruzione, la restituzione dei territori saccheggiati, l’acquisizione di vaccini anti-Covid 19, il treno ad alta velocità Biserta-sud del Paese ed i grandi progetti come la cittadella medica di Kairouan rimangono altrettanto importanti rispetto ad altri progetti di partnership con la Ue”, ha osservato ancora il capo di Stato.
L’incontro è stato anche l’occasione per il presidente di confermare il suo “attaccamento costante alla Costituzione, allo Stato e allo stato di diritto”. Saied ha inoltre evidenziato il ruolo che le donne tunisine e svolgono in vari campi ed ha evidenziato l’importanza del ruolo della società civile in un mondo globalizzato e cambiato dall’avvento dei social media.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Colombia approva vaccino Oxford-AstraZeneca
Le prime dosi attese nelle prossime settimane
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
08:18
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Colombia ha approvato il vaccino anti Covid della Oxford-AstraZeneca con procedura di autorizzazione all’uso di emergenza: lo ha reso noto il direttore dell’autorità sanitaria nazionale (INVIMA), Julio Cesar Aldana, secondo quanto riporta la Cnn.
Il Paese, ha aggiunto Aldana, dovrebbe ricevere le prime dosi attraverso il meccanismo COVAX nelle prossime settimane.
La Colombia ha già autorizzato i vaccini di Pfizer-BioNTech e SinoVac ed ha avviato il suo programma di immunizzazione il 17 febbraio.
Secondo i dati dell’Università Johns Hopkins, dall’inizio della pandemia il Paese ha registrato 2.233.589 casi di coronavirus, inclusi 59.118 decessi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Germania: Pil quarto trimestre rivisto al rialzo, +0,3%
Stima preliminare era di +0,1%
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
08:15
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Germania è cresciuta un poco di più nel quarto trimestre 2020. I dati definitivi del Pil parlano di un +0,3% contro il +0,1% della stima preliminare.
Nel confronto con lo stesso trimestre del 2019, l’economia è scesa del 3,7%.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Morto Lawrence Ferlinghetti, leggenda della Beat Generation
Aveva 101 anni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
23 febbraio 2021
20:30
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto all’eta’ di 101 anni il poeta statunitense Lawrence Ferlinghetti, vecchio proprietario dell’iconica libreria di San Francisco, tempio della generazione della Beat Generation.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Papa: cordoglio per vittime Congo, servitori pace e diritto
Messaggio al presidente della Repubblica Sergio Mattarella
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
CITTÀ DEL VATICANO
23 febbraio 2021
19:26
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Con dolore ho appreso del tragico attentato avvenuto nella Repubblica Democratica del Congo, nel quale hanno perso la vita il giovane ambasciatore italiano Luca Attanasio, il carabiniere trentenne Vittorio Iacovacci e il loro autista congolese Mustapha Milambo”. Lo scrive papa Francesco in un telegramma di cordoglio inviato al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Esprimo il mio sentito cordoglio ai loro familiari, al Corpo diplomatico e all’Arma dei Carabinieri per la scomparsa di questi servitori della pace e del diritto”.
“Raccogliamo l’esemplare testimonianza del signor ambasciatore – prosegue il Pontefice nel messaggio -, persona di spiccate qualità umane e cristiane, sempre prodigo nel tessere rapporti fraterni e cordiali, per il ristabilimento di serene e concordi relazioni in seno a quel Paese africano; come pure quella del carabiniere, esperto e generoso nel suo servizio e prossimo a formare una nuova famiglia”.
“Mentre elevo preghiere di suffragio per il riposo eterno di questi nobili figli della Nazione italiana – aggiunge -, esorto a confidare nella Provvidenza di Dio, nelle cui mani nulla va perduto del bene compiuto, tanto più quando è confermato con la sofferenza e il sacrificio”.
“A Lei, signor Presidente, ai congiunti e ai colleghi delle vittime e a tutti coloro che piangono per questo lutto invio di cuore la mia benedizione”, conclude papa Bergoglio.

Mondo tutte le notizie in tempo reale! LEGGILE SEGUILE CONDIVIDILE!
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 22 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 16:27 DI LUNEDì 22 FEBBRAIO 2021

ALLE 13:38 DI MARTEDì 23 FEBBRAIO 2021

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Attacco opera Forze liberazione del Ruanda
E’ l’ipotesi al momento più accreditata dagli inquirenti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
16:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Responsabili dell’assalto armato in Congo in cui sono morti l’ambasciatore italiano, un carabiniere e l’autista congolose potrebbero essere, secondo fonti inquirenti, uomini delle Forze Democratiche per la liberazione del Ruanda: il Fdlr-Foca è il principale gruppo residuo di ribelli ruandesi di etnia Hutu, conosciuti per il genocidio in Ruanda. E’ questa l’ipotesi prevalente, sebbene non la sola, privilegiata anche dalle forze di polizia e dalle autorità locali.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Von der Leyen: sconvolta dall’attacco, vicini all’Italia
“La nostra vicinanza all’Italia e alle famiglie di Luca Attanasio e di tutte le vittime in questo momento triste”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
22 febbraio 2021
16:46
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Sconvolta dall’attacco al convoglio Onu nella Repubblica Democratica del Congo. Le mie condoglianze alle famiglie delle vittime in questa regione dove la popolazione subisce violenze inaccettabili”.
Così la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen su Twitter che poi in italiano aggiunge: “La nostra vicinanza all’Italia e alle famiglie di Luca Attanasio e di tutte le vittime in questo momento triste”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid:fischi contro vaccino, polemica su fan Australian Open
Vice premier: ‘Comportamento disgustoso’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
16:47
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Polemiche in Australia per i fischi di alcuni spettatori della finale degli Open di tennis contro il vaccino anti-Covid. Lo riporta la Bbc.

I ‘buu’ di una parte del pubblico, proprio nei giorni in cui l’Australia ha iniziato la sua campagna vaccinale, sono arrivati durante la premiazione del vincitore del torneo Novak Djokovic quando un funzionario della federazione di tennis ha parlato degli sforzi mondiali nell’immunizzazione come di un segnale di speranza. Peraltro in passato lo stesso campione di tennis serbo era stato criticato per aver sminuito la pandemia di Covid-19 e denigrato il vaccino. Per il vice premier australiano, Michael McCormack, i fischi sono stati “disgustosi”. “questo vaccino riporterà il nostro Paese ad una sorta di normalità pre-Covid”, ha detto. Durante il weekend in alcuni città dell’Australia, tra le quali Sidney e Melbourne dove si è svolto il torneo, ci sono state proteste di piccole folle di no-vax.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Fukushima: anomalie impianto dopo scossa 13 febbraio
Scende livello di pressione vasi di contenimento, dice la Tepco
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
22 febbraio 2021
16:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tra i vari effetti del terremoto dello scorso 13 febbraio, nel Giappone nord orientale, anche l’abbassamento della pressione all’interno dei vasi di contenimento del reattore numero 1, lo stesso della centrale nucleare danneggiata dal triplice incidente del 2011. Lo ha riferito il gestore dell’impianto, la Tokyo Electric Power (Tepco), che ha comunque escluso la fuoriuscita di materiale radioattivo dalla centrale attualmente in fase di smantellamento.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tepco ha spiegato che nel pomeriggio di domenica, una settimana dopo il sisma di magnitudo 7.3 con epicentro al largo della prefettura di Fukushima, è stata registrata una pressione di circa 0,9 kilospascal (kPa) rispetto al valore ordinario di 1,2 kPa. A tal proposito è stata decisa un’immissione supplementare di nitrogeno per far salire la pressione e ridurre il rischio di un esplosione di idrogeno. Tepco ha inoltre detto che il versamento del liquido nei bacini che contengono il combustibile esausto continua regolarmente e non ci sono ulteriori variazioni nelle operazioni di manutenzione. La scossa si è verificata nella stessa area geografica della triplice catastrofe nel marzo 2011, senza tuttavia provocare uno tsunami a causa della maggiore profondità dell’epicentro, pari a 55 chilometri. Il bilancio finale è stato di circa 160 feriti, e danni strutturali in quattro prefetture dell’arcipelago.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Marea nera da Israele si sposta verso Beirut
‘Informato anche contingente Onu schierato nel sud del Libano’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BEIRUT
22 febbraio 2021
16:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La marea nera che da giorni ha raggiunto le coste israeliane ha da oggi toccato anche le coste libanesi e potrà giungere di fronte a Beirut, come annunciato dal premier uscente libanese Hassan Diab citato dai media libanesi.
Il disastro ecologico, definito il peggiore degli ultimi decenni e che è stato attribuito a una non meglio precisata fuoriuscita di petrolio da imbarcazioni a largo, si sta propagando a tutta la fascia costiera del Mediterraneo orientale anche a causa delle mareggiate in corso e del vento forte che spira nella regione.

Il premier libanese Diab ha chiesto ai ministri competenti di “di agire di conseguenza per riparare i danni causati da questa fuoriuscita di petrolio”.
L’ufficio del premier libanese ha anche detto che il contingente Onu schierato nel sud del Libano (Unifil), che dispone di una forza marittima e che è comandato dal generale italiano Stefano Del Col, è stato informato delle misure che saranno intraprese dalle autorità di Beirut.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Navalny: Ue, intesa politica su sanzioni, presto decisione
Borrell, lavoro inizia oggi spero conclusione in una settimana
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
22 febbraio 2021
18:05
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In risposta al caso Navalny è stato trovato “un accordo politico” a 27 per misure restrittive ed “useremo per la prima volta il quadro per la violazione dei diritti umani. Il lavoro inizia oggi su proposta dell’Alto rappresentante e spero la decisione arriverà in una settimana al massimo” entrando in vigore con “procedura scritta”.
Così l’Alto rappresentante dell’Ue, Josep Borrell, al termine del consiglio Ue.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Iraq: l’ambasciata Usa a Baghdad colpita da razzi
Lo riferiscono fonti di sicurezza
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BAGHDAD
22 febbraio 2021
18:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ambasciata degli Stati Uniti in Iraq è stata colpiti da tiri di razzi. Lo riferiscono fonti di sicurezza.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
India: resta in carcere Disha,la Greta indiana pro contadini
Accusata di sedizione, avrebbe fometato violenze al Red Fort
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW DELHI
22 febbraio 2021
18:22
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il tribunale di Delhi ha prorogato di un ulteriore giorno, dopo gli iniziali sei, la custodia preventiva per Disha Ravi, l’ambientalista ventiduenne nota ormai come la Greta indiana. Disha è stata prelevata dalla sua abitazione a Bangalore e portata a Delhi dove è stata arrestata il 13 febbraio, con l’accusa di avere stilato il “toolkit”, lo strumento che contiene indicazioni per sostenere la mobilitazione degli agricoltori contro le leggi di riforma del commercio agricolo approvate a settembre.

Secondo la denuncia della polizia di Delhi, Disha, delle fondatrici del gruppo Fridays For Future India, il “toolkit” avrebbe contribuito a scatenare i disordini del 26 gennaio, quando la marcia dei trattori organizzata dagli agricoltori è degenerata in scontri al Red Fort di Delhi, unico episodio di violenza in quasi tre mesi di proteste pacifiche.
L’arresto della giovane ambientalista ha suscitato un’ondata di indignazione in tutto il mondo: Disha ha avuto l’appoggio della stessa Greta Thunberg, della popstar Rihanna e di Mera Harris, nipote della vicepresidente anericana Kamala.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: Kinshasa, 3 rapiti nell’attacco all’ambasciatore
‘Un quarto ostaggio è stato ritrovato’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
KINSHASA
22 febbraio 2021
18:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tre persone sono state sequestrate nell’attacco al convoglio del Pam su cui viaggiava l’ambasciatore italiano Luca Attanasio nella Repubblica democratica del Congo. Lo rende noto il ministero dell’Interno di Kinshasa in un comunicato.
Una quarta persone che era stata rapita è stata invece ritrovata.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nasa pubblica primo video atterraggio rover su Marte
Immagini spettacolari ma non è stato registrato alcun rumore
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
22 febbraio 2021
23:21
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Nasa ha pubblicato un video spettacolare dell’atterraggio del suo rover Perseverance, il primo del genere, dopo l’arrivo della missione su Marte. La clip, lunga poco più di tre minuti, svela le immagini di più telecamere situate in differenti posizioni, dopo l’entrata della sonda nell’atmosfera del pianeta rosso: una mostra il dispiegamento del paracadute supersonico, un’altra – sotto la sonda – il suolo di Marte che si avvicina e altre due il rover che tocca terra, appeso a tre cavi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Durante la vertiginosa discesa non è stato tuttavia registrato alcun suono.
La Nasa ha pubblicato un video spettacolare dell’atterraggio del suo rover Perseverance, il primo del genere, dopo l’arrivo della missione su Marte. La clip, lunga poco più di tre minuti, svela le immagini di più telecamere situate in differenti posizioni, dopo l’entrata della sonda nell’atmosfera del pianeta rosso: una mostra il dispiegamento del paracadute supersonico, un’altra – sotto la sonda – il suolo di Marte che si avvicina e altre due il rover che tocca terra, appeso a tre cavi. Durante la vertiginosa discesa non è stato tuttavia registrato alcun suono.

    TECNOLOGIA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Congo: Diego Bianchi, mi raccontò il Paese, consapevole dei pericoli
Conobbi Attanasio a Kinshasa per reportage, era appassionato
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
16:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Diego Bianchi, ideatore e conduttore di Propaganda Live, ha conosciuto l’ambasciatore Luca Attanasio morto oggi, insieme al carabiniere di scorta Vittorio Iacovacci e all’autista, nell’attacco contro il convoglio della missione Onu (Monusco) nella provincia orientale del Nord-Kivu, in Congo. “Ricordo benissimo quell’incontro – dice – nell’ambasciata a Kishasa, orgoglioso di poterci offrire piatti italiani che aveva insegnato a cucinare allo chef locale. Raccontò a me e ai tre giovani italiani di Medici senza frontiere la bellezza e la complessità del Congo, la storia turbolenta, gli enormi rischi che si correvano ogni giorno.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Li aveva tutti ben presenti. Si parlava amabilmente ostentando tranquillità ma il tema della sicurezza era forte in ogni discorso”.
“Mi fece impressione – racconta ancora – quanto fosse giovane e già pieno di esperienza in posti difficili, era stato anche in Nigeria precedentemente. Aveva chiara la mappatura degli italiani nel paese che non sono pochi perchè, come ci spiegò bene, siamo stati nel secondo dopoguerra quando nel Congo c’era un boom economico, tra i migranti europei in cerca di fortuna”.
Le due settimane passate in Congo nel 2019 con Medici senza frontiere (diventate poi reportage per Propaganda Live su La7) “sono state indimenticabili, un’esperienza molto forte, di posti pericolosi, di posti di blocco che non sai mai come vanno a finire, di bande armate in giro con machete e mitra, bambini soldato con il rischio di essere uccisi all’ordine del giorno, cosa che anche l’ambasciatore ci disse più volte, raccomandandoci di stare attenti in particolare a certe zone, una delle quali, il Nord Kivu è proprio quella dove oggi ha trovato la morte”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Biden, 500 mila vittime un bilancio straziante
Fda: ‘Su vaccini adattati a varianti servono meno test. Richieste solo sperimentazioni su poche centinaia di persone’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
23 febbraio 2021
00:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Un bilancio straziante”: così Joe Biden ha definito il bilancio delle vittime americane della pandemia, che negli Usa ha superato quota 500 mila, più di quelle di tre guerre: il primo e il secondo conflitto mondiale e la guerra del Vietnam, come ha ricordato con tono solenne il presidente, parlando alla nazione dalla Casa Bianca.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Negli Usa per richiedere l’autorizzazione al commercio di vaccini anti Covid ‘adattati’ alle nuove varianti non sarà necessario ripetere tutti gli studi dei primi, ma basteranno piccoli test su poche centinaia di persone come quelli che si fanno già per gli antinfluenzali. Lo afferma l’Fda nelle sue nuove linee guida, che contengono indicazioni anche su come ‘calibrare’ test e trattamenti.
Al momento le linee guida non indicano quando sarà necessario variare la composizione dei vaccini, che per ora sembrano funzionare contro le varianti che circolano maggiormente negli Usa, ha spiegato in conferenza stampa Janet Woodcock, l’attuale capo dell’agenzia, ma le aziende dovrebbero comunque iniziare a lavorare al problema prima che si diffondano troppo quelle su cui sembrano avere meno efficacia, come la ‘sudafricana’.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Dobbiamo anticipare il lavoro – ha spiegato – così da avere qualcosa di pronto prima di arrivare al limite”. Diverse aziende che hanno vaccini approvati o allo studio hanno già annunciato di aver iniziato a studiare come adattarli. Moderna ad esempio ha affermato che una ‘ricalibrazione’ richiederebbe sei settimane, anche se poi l’iter autorizzativo potrebbe prendere più tempo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Arrestata a Washington la moglie di El Chapo
E’ accusata di essere coinvolta in un giro di droga
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
23 febbraio 2021
00:26
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La moglie del noto trafficante di droga messicano Joaquin “El Chapo” Guzman è stata arrestata all’aeroporto internazionale di Washington con l’accusa di essere coinvolta in un giro di droga. Lo hanno reso noto le autorità statunitensi.

Emma Coronel Aispuro, 31 anni, con doppia cittadinanza americana e messicana, dovrebbe comparire davanti a un giudice federale martedì. Suo marito, co-fondatore del cartello di Sinaloa e considerato all’epoca il più potente trafficante di droga del mondo, è stato condannato nel luglio 2019 all’ergastolo negli Stati Uniti e sta scontando la pena in un carcere di massima sicurezza.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Giappone: niente festa compleanno per Naruhito, causa Covid
Anche quest’anno saltano le tradizionali celebrazioni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
23 febbraio 2021
04:58
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Per il secondo anno consecutivo, a causa della pandemia del coronavirus, nessuna cerimonia ufficiale sarà programmata per l’imperatore Naruhito, che oggi compie 61 anni, una data che nella tradizione ufficiale del calendario giapponese è designato giorno di festività nazionale.
Nella conferenza video con la stampa che precede di qualche giorno la ricorrenza, il monarca ha espresso il suo supporto per “la perseveranza e la forza d’animo” della popolazione durante l’emergenza sanitaria, ringraziando il personale medico per il lavoro svolto nel contenere la malattia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Di norma in Giappone, il giorno del suo compleanno l’imperatore si rivolge ai sudditi radunati all’interno del Palazzo imperiale, al centro di Tokyo, ma anche in questa occasione, come nel 2020, le autorità locali hanno cancellato le celebrazioni ufficiali per evitare eccessivi assembramenti di persone.
Riferendosi all’anniversario dell’11 marzo, che commemorerà i dieci anni dal triplice disastro di Fukushima, Naruhito ha espresso la speranza di poter visitare la regione del Tohoku, “conscio del fatto che le ferite delle persone coinvolte nelle catastrofe non sono ancora guarite”.
Naruhito è stato proclamato imperatore del Giappone nel maggio del 2019 dopo l’abdicazione del padre 87enne Akihito, primo monarca a rinunciare al trono in 200 anni di storia. Il trono del Crisantemo è la più antica monarchia ereditaria esistente al mondo senza aver subito interruzioni, a partire dal 660 a.C.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Messico, bilancio decessi supera quota 180 mila
Oltre 2 milioni i contagi totali, di cui 1,6 guariti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
06:07
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ha superato quota 180 mila il numero dei decessi legati al Covid-19 registrati in Messico da inizio pandemia, secondo i dati dell’università americana Johns Hopkins.
Il Paese nordamericano da 126 milioni di abitanti ha riportato un totale di oltre 2 milioni di casi di contagio, di cui quasi 1,6 milioni guariti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Australia: accordo su legge media, Fb ripristina notizie
Compromesso tra Governo e social network su compensi a siti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
SYDNEY
23 febbraio 2021
06:40
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Facebook ha annunciato oggi la revoca “nei prossimi giorni” del blocco ai contenuti di attualità in Australia, avendo il Governo di Canberra accettato di modificare la legge volta a costringere i giganti della tecnologia a pagare i media per la ripresa delle loro notizie.
Il ministro delle Finanze australiano Josh Frydenberg e l’amministratore delegato di Facebook Australia, Will Easton, hanno dichiarato di aver trovato un compromesso su uno dei punti chiave di questo testo a cui i giganti statunitensi del settore sono ferocemente contrari.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’accordo è stato raggiunto dopo che il governo australiano ha concordato emendamenti dell’ultim’ora alle norme. Frydenberg e il collega delle Comunicazioni, Paul Fletcher, hanno confermato oggi le modifiche concordate, aprendo la strada all’approvazione della legge entro la settimana. “Questi emendamenti forniranno maggiore chiarezza sulla maniera in cui opererà il codice di condotta, rafforzando la struttura per assicurare che la produzione di news sia remunerata equamente.
Il codice di condotta prevede tuttora trattative tra le piattaforme come Facebook e Google, e le compagnie australiane dei media, per concordare il pagamento stesso”, dichiarano in due ministri in un comunicato congiunto. Il vicepresidente di ‘global news partnership’ di Facebook, Campbell Brown, ha confermato che la compagnia riprenderà il servizio di news “nei prossimi giorni”. “Dopo ulteriori discussioni con il governo australiano, abbiamo concordato una soluzione che ci permetterà di sostenere gli editori che noi scegliamo, inclusi quelli minori e locali”, ha detto. “Il governo ha chiarito che noi potremo mantenere la capacità di decidere quali notizie compaiono di Facebook, quindi non saremo automaticamente soggetti a negoziati obbligatori”. Intanto Google ha risolto la sua posizione davanti alle nuove norme con accordi separati, ciascuno per decine di migliaia di dollari l’anno, con i diversi gruppi editoriali operanti in Australia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa: Capo Cherokee contro Jeep, non usate più il nostro nome
‘Avviare dialogo sul tema dell’appropriazione culturale’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
07:33
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il capo dei Cherokee ha chiesto al gruppo Stellantis, frutto della fusione tra Fiat-Chrysler e il gruppo francese Psa, di non usare più il nome della loro tribù per il suo più famoso modello di Jeep e di avviare un dialogo sul tema dell’appropriazione culturale.
“Penso sia arrivato il tempo in cui società e squadre non utilizzino più nomi, immagini e mascotte legati ai nativi americani”, ha detto Chuck Hoskin Jr.
“Sono sicuro che le intenzioni siano buone ma non ci onore avere il nostro nome attaccato sulla targa di un’automobile”, ha spiegato.
Jeep ha lanciato il suo primo modello di 4X4 nel 1974. Il nome Cherokee non è stato usato per diversi anni e poi ripreso nel 2013. Dopo una serie di polemiche e accuse di razzismo, di recente la squadra di football americano di Washington, i ‘Redkskins’, e quella di baseball di Cleveland, gli ‘Indians’ hanno cambiato i loro nomi per rispetto delle tribù dei nativi americani.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: presidenza, oggi emissario di Tshisekedi a Roma
Per portare una ‘lettera personale’ a Draghi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
IL CAIRO
23 febbraio 2021
08:05
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il capo di Stato congolese Félix Antoine Tshisekedi ha deciso di inviare oggi a Roma un “suo emissario per portare una lettera personale al presidente del Consiglio italiano” Mario Draghi. Lo scrive il sito Cas-Info sintetizzando un comunicato della presidenza della Repubblica democratica del Congo sull’uccisione dell’ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere carabiniere Vittorio Iacovacci.

Secondo un comunicato della presidenza congolese sono stati i rapitori a uccidere l’ambasciatore e il carabiniere sparando loro a bruciapelo. “Allertate, le Ecoguardie e le Fardc”, le Forze armate congolesi, “si sono messe alle calcagna del nemico.
A 500 metri, i rapitori hanno tirato da distanza ravvicinata sulla guardia del corpo, deceduta sul posto, e sull’ambasciatore, ferendolo all’addome”, si afferma nel comunicato riportato dal sito Cas-Info.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Malaysia, stop a deportazione detenuti Birmania
Domani nuova udienza sul rimpatrio di 1.200 prigionieri birmani
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
08:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un tribunale di Kuala Lumpur ha deciso lo stop temporaneo a un controverso piano per deportare 1.200 detenuti birmani nel loro Paese d’origine devastato da forti tensioni dopo il colpo di stato militare dei primi di febbraio.
L’Alta corte malese, su richiesta di Amnesty International e Asylum Access, ha stabilito che i rimpatri non avverranno per il momento e ha convocato una nuova udienza per domani.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Israele: processo Netanyahu spostato a 5 aprile, dopo voto
Accolta richiesta difesa, respinta cancellazione giudizio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
23 febbraio 2021
08:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il processo a Benyamin Netanyahu è stato al 5 aprile dopo le elezioni del 23 marzo. Lo hanno stabilito i tre giudici depositari del giudizio sul premier – accusato di corruzione, frode e abuso di potere – accettando la richiesta della difesa.
Al tempo stesso i giudici – secondo i media – hanno respinto la richiesta sempre della difesa di cancellare il processo sulle presunte mancanze del Procuratore generale Avichai Mandelblit di non aver approvato per iscritto le indagini.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Giappone, verso la riduzione delle misure restrittive
Cinque prefetture chiedono la rimozione dello stato emergenza
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
23 febbraio 2021
09:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tre prefetture del Giappone hanno chiesto al governo centrale di anticipare la rimozione dello stato di emergenza, in vigore fino al 7 marzo, in scia alla progressiva diminuzione dei contagi di coronavirus. I governatori di Hyogo, Kyoto e Osaka hanno presentato una richiesta al ministro per la Rivitalizzazione economica, in carica per l’emergenza sanitaria, Yasutoshi Nishimura, citando i miglioramenti delle criticità nelle strutture sanitarie e il minor numero di ospedalizzazioni dei pazienti con gravi patologie.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una decisione in merito, riferisce la stampa nipponica, sarà presa nell’incontro di domanitra il premier Yoshihide Suga e Nishimura, assieme al ministro della Salute Norihisa Nomura.
Il secondo stato di emergenza in Giappone è stato introdotto prima a Tokyo, il 7 gennaio, per poi essere esteso a 11 prefetture dell’arcipelago. Attraverso queste misure le autorità pubbliche esortano i cittadini a uscire esclusivamente per i servizi essenziali, mentre ai bar e ai ristoranti viene richiesto di anticipare la chiusura alle 20. Tokyo rimane la prefettura più colpita, malgrado i recenti cali giornalieri, con una somma complessiva che dall’inizio della pandemia sfiora le 110mila positività.
In base alle rilevazioni delle ultime settimane, inoltre, i decessi nella capitale hanno riguardato in gran misura le persone con più di 65 anni di età. A livello nazionale il Giappone ha registrato 426.375 casi di coronavirus, con 7.550 morti accertate.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: presidenza, Attanasio a Goma da venerdì
‘Era arrivato alle 10.30 su un jet della Monusco’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
09:22
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ambasciatore Luca Attanasio, ucciso ieri in un attentato assieme al carabiniere Vittorio Vittorio Iacovacci e al loro autista, era arrivato a Goma già venerdì scorso. Lo riferisce un comunicato della presidenza congolese.

“L’ambasciatore è arrivato a Goma venerdì 19 febbraio 2021 alle 10:30 a bordo del jet della Monusco immatricolato 5Y/Sim.
Alle 09:27 di lunedì 22 febbraio”, viene aggiunto, “un convoglio di due veicoli del Programma alimentare mondiale ‘Pam’ è partito da Goma alla volta del comune di di Kiwanja, in territorio di Rutshuru”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Birmania: Paesi G7 condannano violenze contro manifestanti
‘Inaccettabili l’uso di proiettili su persone indifese’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
09:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I ministri degli Esteri dei Paesi del G7 “condannano con fermezza” le violenze dell’esercito sui manifestanti e chiedono con urgenza “il rispetto dei diritti umani e della legge internazionale”.
“L’uso di proiettili contro persone indifese è inaccettabile.

Chiunque risponda con violenza a proteste pacifiche deve renderne conto”, si legge nel comunicato firmato da Stati Uniti, Canada, Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia e Giappone.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: le Fdlr negano di aver ucciso Attanasio
Media, dichiarazione dei ribelli ruandesi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
IL CAIRO
23 febbraio 2021
10:17
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le “Forze Democratiche per la liberazione del Ruanda” (Fdlr) hanno negato di essere responsabili per l’uccisione dell’ambasciatore italiano in Rdc, Luca Attanasio, del carabiniere Vittorio Iacovacci e dell’autista del Pam Mustapha Milambo. Lo riferisce il sito Actualite.cd citando una dichiarazione del gruppo ribelle che peraltro aveva già negato di aver compiuto un attacco che gli viene comunemente ascritto, quello nell’aprile scorso in cui morino 17 persone tra cui 12 rangers del parco nazionale Virunga.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
‘Razzista’, YouTube sospende per errore canale di scacchi
‘Bianco vs nero’. Chiuso per 24 ore account campione croato
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
12:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
YouTube ha sospeso per 24 ore il canale di scacchi del famoso giocatore croato Antonio Radic dopo averlo scambiato per un account razzista.
Noto sul web con il nome di ‘Agadmator’, lo scacchista pubblica video in cui spiega e dimostra diverse strategie.

Settato per individuare commenti discriminatori l’algoritmo di YouTube, spiega il Daily Mail che riporta la notizia, ha segnalato frasi ricorrenti nell’account come ‘bianco contro nero’ o ‘il bianco schiaccia il nero’. L’account è stato sospeso senza preavviso. YouTube non ha fornito spiegazioni sul perche’ il canale sia stato bloccato ma ha fatto sapere in una nota che “non appena siamo stati informati dell’errore abbiamo velocemente riabilitato l’account”.”
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In vigore in Iran le limitazioni alle ispezioni dell’Aiea
Zarif, ‘Nuovo regime controlli, revoca se Usa tolgono sanzioni’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
12:43
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono entrate in vigore in Iran le restrizioni alle attività ispettive dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea). L’interruzione dell’applicazione volontaria da parte di Teheran del protocollo aggiuntivo al Trattato di non proliferazione nucleare (Npt) in assenza di una revoca delle sanzioni Usa, ha ricordato oggi il ministro degli Esteri Mohammad Javad Zarif, era stata comunicata all’Agenzia Onu lo scorso 15 febbraio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cina contro Canada, ‘su genocidio Xinjiang ridicola farsa’
‘Bugia inventata dalle forze anti-cinesi’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
23 febbraio 2021
10:26
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina si oppone con forza e presenta proteste formali al Canada contro la mozione approvata dalla Camera dei Comuni che definisce “genocidio” le politiche di Pechino nello Xinjiang, insieme alla richiesta di ritiro dei Giochi olimpici invernali di Pechino 2022. “I fatti hanno dimostrato che non c’è genocidio”, ha affermato il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin, secondo cui si tratta di “una bugia inventata dalle forze anti-cinesi, una ridicola farsa per diffamare la Cina.
La palese politicizzazione dello sport di alcuni politici canadesi viola lo spirito delle Olimpiadi e danneggia gli interessi degli atleti”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: illeso il terzo italiano nel convoglio Onu attaccato
E’ Rocco Leone, vice direttore del Pam nel Paese africano
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
11:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ illeso il terzo italiano che ieri viaggiava assieme all’ambasciatore Luca Attanasio e al carabiniere di scorta Vittorio Iacovacci nel convoglio Onu attaccato in Congo. Rocco Leone, vice direttore del Pam nel Paese, secondo quanto si apprende, è stato portato in ospedale per controlli subito dopo l’agguato ma non ha riportato alcuna ferita.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Ue,vaccinazione non può essere obbligo per viaggiare
Reynders, si deve poter continuare a farlo con test e quarantena
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
23 febbraio 2021
11:41
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sul certificato di vaccinazione “vogliamo avere un approccio digitale europeo per uso medico.
Nei prossimi mesi poi vedremo se ci sarà la possibilità di usarlo per altri scopi, come i viaggi.
Ma la vaccinazione non può diventare un obbligo per viaggiare”. Così il commissario europeo alla Giustizia, Didier Reynders, a margine del Consiglio affari generali Ue. “Anche chi non si è sottoposto all’immunizzazione deve poter continuare” a muoversi, “con l’uso dei test e dei periodi di quarantena”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Russia: notte gelida a Mosca, con punte oltre i -30 gradi
La temperatura più bassa a Cherusti con -31,7 gradi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
23 febbraio 2021
12:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La temperatura dell’aria nella regione di Mosca nel corso della notte è scesa sotto i meno 30 gradi, Lo riportano i dati resi disponibili sul sito web del Centro meteorologico russo. Nel villaggio di Cherusti, nell’est della regione di Mosca, alle 06:00 del mattino la stazione meteorologica ha infatti registrato -30,9 gradi.
A Yegoryevsk, vicino a Mosca, alla stessa ora la temperatura registrata era di -28,1 gradi, a Klin -27,6 gradi, a Dmitrov -27,1 gradi. La temperatura più bassa, secondo il Centro meteorologico, è stata registrata a Cherusti con -31,7 gradi. Nella capitale, alla stazione meteorologica VDNKh, i termometri hanno mostrato circa -24,5 gradi. Lo riporta la Tass.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Germania tra 6 Paesi richiamati da Ue su frontiere
Gli altri sono Belgio, Ungheria, Finlandia, Danimarca e Svezia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
23 febbraio 2021
12:16
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione europea richiama gli Stati membri a tornare ad un approccio coordinato sulla libertà di movimento delle persone e delle merci. “Chiediamo di tornare ad un’applicazione corretta delle raccomandazioni adottate dal Consiglio Ue.
Abbiamo inviato una lettera a sei Stati membri sul divieto di ingresso e uscita dal Paese, perché sono andati troppo oltre”. Possono “scoraggiare i viaggi ma non “vietarli”. Così il commissario europeo alla Giustizia, Didier Reynders, a margine del Consiglio Affari generali Ue. I Paesi che hanno ricevuto la lettera di richiamo dalla Commissione europea sono Germania, Belgio, Ungheria, Finlandia, Danimarca e Svezia. Lo si apprende a Bruxelles.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Boris Johnson, piano in 4 tappe per l’uscita dal lockdown
Il premier avverte che “la minaccia resta significativa” malgrado i “successi” nella campagna dei vaccini
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
22 febbraio 2021
19:21
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il premier britannico Boris Johnson ha annunciato un “cauto” piano graduale in quattro fasi per l’uscita del Paese dal lockdown: con la riapertura delle scuole l’8 marzo e qualche limitatissimo allentamento delle restrizioni sociali fra l’8 e il 29; seguite da alleggerimenti più estesi il 12 aprile, il 17 maggio e un previsto superamento generale delle misure il 21 giugno. Johnson ha evocato “i successi” nella campagna dei vaccini come una spinta a riaprire, ma ha indicato pure 4 condizioni sul contenimento della pandemia e della varianti che andranno verificate prima di ogni tappa affinché “i cambiamenti siano irreversibili”.
Johnson ha avvertito che “la minaccia resta significativa” malgrado i “successi” nella campagna dei vaccini, aggiungendo che nessun vaccino può del resto essere efficace “al 100%” e che inevitabilmente alleggerire il lockdown significherà avere “purtroppo più contagi, più ricoveri e più morti”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Sono pronto ad assumere il rischio” perché “non possiamo proseguire indefinitamente con restrizioni che” colpiscono l’economia, la vita delle persone e la loro salute mentale; ma bisogna essere “cauti” affinché “i cambiamenti siano irreversibili”, ha detto.
Il premier Tory ha quindi indicato una serie di tappe successive all’8 marzo, con il ritorno dei contatti sociali fra un massimo di 6 persone fissato per il 29 marzo assieme all’autorizzazione a praticare sport come tennis, golf o calcio all’aperto; un più vasto alleggerimento delle limitazioni (esteso fra l’altro al servizio all’aperto di pub e ristoranti, alla riapertura di parrucchieri, musei, biblioteche, palestre e piscine) dal 12 aprile; un ulteriore allentamento dal 17 maggio (incluso il parziale via libera a pub e ristoranti indoor); e in ultimo la fine delle limitazioni nei contatti interpersonali e la ripresa anche dei locali notturni dal 21 giugno.
Tutti passaggi condizionati comunque dall’andamento dei dati su quattro elementi cruciali: i progressi ulteriori sulle vaccinazioni anti Covid, il calo persistente di casi e decessi, il contenimento dell’indice Rt di diffusione dell’infezione entro una soglia che non comporti rischi di sovraffollamento degli ospedali, il contenimento di nuove varianti minacciose del virus analoghe o peggiori rispetto alla ‘variante inglese’. E con la consapevolezza, peraltro, che anche in un futuro a lungo termine “non c’è una strada credibile verso una Gran Bretagna a zero Covid, come non c’è verso un mondo a zero Covid”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: gli Usa superano i 500 mila morti
Bilancio pari a vittime I e II guerra mondiale e Vietnam
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
23 febbraio 2021
00:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Un bilancio straziante”: così Joe Biden ha definito il bilancio delle vittime americane della pandemia, che negli Usa ha superato quota 500 mila, più di quelle di tre guerre: il primo e il secondo conflitto mondiale e la guerra del Vietnam, come ha ricordato con tono solenne il presidente, parlando alla nazione dalla Casa Bianca.
Biden ha poi chiesto alla nazione di rispettare un minuto di silenzio. Il presidente ha osservato il momento di commemorazione insieme alla first lady, alla sua vice Kamala Harris e a suo marito nel Portico sud della Casa Bianca, illuminato simbolicamente da 500 candele.
Un momento solenne e commovente, preceduto dalle musiche della banda presidenziale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Governo Malaysia, rimpatriati 1.000 migranti Birmania
‘Nonostante lo stop del tribunale’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
KUALA LUMPUR
23 febbraio 2021
11:59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il governo della Malaysia ha annunciato di aver rimpatriato oltre 1.000 cittadini della Birmania nonostante la sentenza dell’Alta Corte di Kuala Lumpur che aveva bloccato temporaneamente l’espulsione.
Il capo dell’immigrazione malese, Khairul Dzaimee Daud, ha annunciato che 1.086 migranti sono stati rimpatriati a bordo di tre navi del Myanmar.
Il tribunale di Kuala Lumpur aveva deciso lo stop temporaneo del controverso piano per espellere 1.200 detenuti birmani nel loro Paese d’origine devastato da forti tensioni dopo il colpo di stato militare dei primi di febbraio.
L’Alta corte malese, su richiesta di Amnesty International e Asylum Access, aveva stabilito che i rimpatri non dovevano avvenire per il momento e aveva convocato una nuova udienza per domani.
Intanto i ministri degli Esteri dei Paesi del G7 hanno “condannato con fermezza” le violenze dell’esercito sui manifestanti e chiedono con urgenza “il rispetto dei diritti umani e della legge internazionale”. “L’uso di proiettili contro persone indifese è inaccettabile. Chiunque risponda con violenza a proteste pacifiche deve renderne conto”, si legge nel comunicato firmato da Stati Uniti, Canada, Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia e Giappone.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Australia: accordo su legge media, Facebook ripristina notizie
‘La revoca del blocco nei prossimi giorni’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
12:45
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Facebook ha annunciato oggi la revoca nei prossimi giorni del blocco ai contenuti di attualità in Australia, avendo il Governo di Canberra accettato di modificare la legge volta a costringere i giganti della tecnologia a pagare i media per la ripresa delle loro notizie. Il ministro delle Finanze australiano Josh Frydenberg e l’amministratore delegato di Facebook Australia, Will Easton, hanno dichiarato di aver trovato un compromesso su uno dei punti chiave di questo testo a cui i giganti statunitensi del settore sono ferocemente contrari.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il post-lockdown in Gran Bretagna, balzano le prenotazioni per i viaggi estivi
Dopo la roadmap di Johnson. Ma per il turismo almeno altri tre mesi di stop
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
23 febbraio 2021
13:11
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Primo rimbalzo positivo sul fronte delle prenotazioni turistiche e aeree in generale nel Regno Unito dopo l’annuncio del piano in 4 fasi – pur prudentissimo e condizionato all’andamento della pandemia e della campagna di vaccinazioni – che nelle intenzioni del governo del premier Boris Johnson dovrebbe portare il Paese gradualmente fuori dal lockdown: iniziando dalla riapertura delle scuole l’8 marzo e poi, attraverso altre tre tappe, fino a un’ipotesi di sostanziale (per quanto non totale) normalità a partire dal 21 giugno.
Secondo compagnie e tour operator citati dai media, l’effetto è stato immediato, con una prima ondata di biglietti o pacchetti prenotati per l’estate. Non mancano intanto pressioni dall’industria del settore – e anche l’azione di lobby di alcuni deputati della stessa maggioranza Tory come l’ex premier Theresa May – per un’accelerazione del governo su questo fronte.
Ma sul punto Johnson è stato fermo: una ripresa dei viaggi internazionali per turismo, o comunque una liberalizzazione degli spostamenti non legati ad assoluta necessità, non è prevista prima della terza fase della roadmap, dal 17 maggio in avanti; con l’indicazione di possibili dettagli rinviata al più presto a metà aprile.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Johnson apre a passaporto vaccinale, valuta come
Estraneo a mentalità liberale, ma contro i ‘no vax’ ci può stare
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
23 febbraio 2021
13:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Boris Johnson conferma l’apertura del suo governo all’ipotesi, in passato esclusa, di una qualche forma di ‘passaporto vaccinale’ nel Regno Unito sul modello del green pass israeliano per facilitare l’accesso di persone già immunizzate dal Covid ad esempio a eventi pubblici di gruppo, quando essi ripartiranno nell’ambito dei piani per un superamento cauto e a tappe del lockdown annunciato ieri. Per ora il premier Tory, interpellato oggi dai giornalisti durante una visita a una scuola di Londra che riaprirà l’8 marzo, ha fatto sapere di aver comunque incaricato un gruppo di lavoro guidato dal ministro Michael Gove di studiare la questione, mentre nel Paese l’accelerazione della campagna sui vaccini ha portato già ad oltre 18 milioni le dosi somministrate.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Si tratta di una novità per noi”, ha sottolineato Johnson, ricordando come la mentalità liberale britannica sia a disagio con l’idea di imporre certificazioni di alcun genere “per entrare in un pub o andare a teatro”, aggiungendo che occorrerà evitare “discriminazioni contro chi, per qualsiasi motivo, non può ricevere un vaccino, magari per ragioni mediche”. Allo stesso tempo ha tuttavia rimarcato di ritenere profondamente “sbagliato” il rifiuto deliberato della vaccinazione dei ‘no vax’, lasciando intendere che nel loro caso l’attestato vaccinale non possa essere considerato discriminatorio. “I libertari più ferventi saranno contrari (al ‘passaporto’), ma altre persone avranno ragioni per sostenere questa causa”, ha concluso.
Quanto alla roadmap sul dopo lockdown, il premier ha poi detto di essere “molto ottimista” sull’obiettivo di un ritorno alla sostanziale normalità indicato dal governo per il 21 giugno, subordinato per ora all’andamento della pandemia e della campagna vaccinale: data dopo la quale ha ieri auspicato una situazione “incomparabilmente migliore” per gli abitanti del Regno.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in netto rialzo, Wti a 62,47 dollari al barile
Brent sale a 66,25 dollari
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
08:11
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le speranze per la fine dei lockdown e le prospettive di una ripresa dell’economia spingono le quotazioni del petrolio: sul mercato after hour di New York il greggio wti di riferimento guadagna l’1,26% a 62,47 dollari al barile. Il Brent sale dell’1,59% a 66,25 dollari al barile.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Musica: si separano i Daft Punk dopo 28 anni
Duo francese da’ l’annuncio con un video, ‘Epilogue’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
22 febbraio 2021
16:31
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Si separa dopo 28 anni il due francese di dj Daft Punk, autore di successi diventati dei classici nel loro genere.
I due, Thomas Bangalter e Guy-Manuel de Homem-Christo, insieme dal 1993, hanno annunciato oggi la fine della loro collaborazione con un video messo in rete, “Epilogue”.

L’annuncio è stato poi confermato dai loro addetti stampa.

Mondo tutte le notizie in tempo reale! SEGUILE LEGGILE INFORMATI CONDIVIDILE! SONO SEMPRE COMPLETE ED AGGIORNATE!
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 34 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 06:53 ALLE 16:27 DI LUNEDì 22 FEBBRAIO 2021

ALLE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Birmania: decine migliaia in piazza sfidano minacce giunta
Sale a tre bilancio manifestanti uccisi nel weekend
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
RANGOON
22 febbraio 2021
06:53
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Decine di migliaia di persone sono scese in piazza stamani in varie città della Birmania per protestare contro il colpo di stato, sfidando la minaccia dei militari di usare ‘forza letale’ per reprimere ciò che definiscono come ‘anarchia’. Nel frattempo si è appreso che è salito a tre il bilancio dei manifestanti rimasti uccisi nella repressione nel fine settimane, durante il quale una grande folla ha preso parte ai funerali della prima vittima, una ragazza di 21 anni.

Molti uffici pubblici e banche sono inoltre paralizzati dalla campagna di disobbedienza civile.
I manifestanti sono particolarmente numerosi a Rangoon (Yangon), la principale città del Paese, ma sono migliaia anche a Naypyidaw, la capitale, molti dei quali in motocicletta.
Proteste di piazza si registrano anche nelle città di Myitkyina e Dawei.
“Siamo usciti di casa per unirci alla protesta e combatteremo fino alla vittoria”, ha dichiarato all’Afp uno studente di 23anni. “Siamo preoccupati della repressione, certo. Ma vogliamo andare avanti. Siamo così arrabbiati!”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Guterres, suprematisti e neonazisti minaccia transnazionale
Segretario generale Onu, ‘movimenti di odio sono in crescita’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
GINEVRA
22 febbraio 2021
10:22
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I movimenti suprematisti bianchi e i movimenti neonazisti stanno diventando “una minaccia transnazionale”, ha messo in guardia oggi il Segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres.
Tali movimenti rappresentano la più grande minaccia alla sicurezza interna di molti Paesi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ma questi “movimenti di odio crescono di giorno in giorno”, sono più di una minaccia terroristica interna e stanno diventando una minaccia transnazionale”, ha detto Guterres in un discorso davanti al Consiglio Onu sui diritti umani, che a causa della pandemia si svolge in modalità essenzialmente virtuale da oggi al 23 marzo a Ginevra.
Guterres ha lanciato un appello a “intensificare la lotta contro la rinascita del neonazismo, la supremazia bianca e il terrorismo di matrice razziale ed etnica”. Secondo il Segretario generale, questi gruppi, come altri, hanno approfittato della pandemia, così come della polarizzazione sociale e della manipolazione politica e culturale. “Troppo spesso, questi gruppi di odio sono incoraggiati da persone in posizioni di responsabilità, qualcosa che sembrava inimmaginabile poco tempo fa. È solo attraverso un’azione globale concertata che possiamo porre fine a questa grave e crescente minaccia”, ha aggiunto il Segretario generale.
Guterres ha inoltre stigmatizzato la volontà di alimentare il fuoco “del razzismo, dell’antisemitismo, del settarismo anti-musulmano, della violenza contro alcune comunità di minoranze cristiane, dell’omofobia, della xenofobia e della misoginia” che “non è nuovo, ma lo è la possibilità di intraprendere tali atti in modo “più visibile, più facile e più generalizzato”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Consiglio Ue valuta sanzioni a Russia, Bielorussia, Birmania
Lo ha detto l’Alto rappresentante Josep Borrell prima dell’incontro
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
22 febbraio 2021
11:53
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“In risposta al colpo di stato militare” in Birmania, “l’Unione Europea è pronta ad adottare misure restrittive nei confronti dei diretti responsabili”. Si legge nelle conclusioni adottate dal consiglio Esteri Ue.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“L’Unione europea cercherà di evitare misure che potrebbero avere ripercussioni negative sulla popolazione della Birmania, soprattutto sui più vulnerabili. Il Consiglio invita l’Alto rappresentante e la Commissione europea a sviluppare proposte adeguate al riguardo”, si spiega nel documento.
“La Russia è su un percorso conflittuale con l’Ue. Nel caso Navalny c’è” anche “un chiaro rifiuto di considerare la decisione della Corte europea dei diritti umani. Avremo un’importante discussione su come reagire.
Spero lo faremo in modo determinato e unito”. Così l’Alto rappresentante dell’Ue, Josep Borrell, arrivando al Consiglio Esteri, dove oggi è prevista anche una videochiamata col segretario di Stato Usa, Antony Blinken.
Secondo più fonti diplomatiche, dalla riunione si attende la luce verde politica per sanzioni mirate a funzionari o oligarchi russi per il caso di Alexei Navalny e la repressione dei manifestanti. Misure restrittive mirate potrebbero essere decise anche per la Birmania, dove preoccupano le “violazioni dei diritti umani”, e per la Bielorussia, dove “la repressione sta aumentando, con l’intimidazione della popolazione e della società civile”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Pakistan: uccise quattro donne che lavoravano per Ong
Vicino a confine afghano. Nessuna rivendicazione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ISLAMABAD
22 febbraio 2021
12:42
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Almeno quattro donne che lavoravano per una Ong umanitaria sono state assassinate da uomini armati nel nord-ovest del Pakistan. L’agguato è avvenuto questa mattina nella provincia di Khyber Pakhtunkhwa (Kp), vicino al confine con l’Afghanistan.

Le quattro donne lavoravano per l’organizzazione no-profit Sabawoon e insegnavano ad altre donne lavori artigianali. Il guidatore del veicolo su cui si trovavano è rimasto ferito nell’attacco, che non è ancora stato rivendicato. Ma nella provincia tribale di Kp si sono ripetuti attacchi di terroristi islamici contro le forze di sicurezza pachistane, funzionari governativi e anche contro membri delle ong.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Germania, dopo due mesi si torna a scuola in 10 Laender
Ma per ora resta il lockdown fino al 7 marzo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
22 febbraio 2021
10:38
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo oltre due mesi di chiusura a causa del lockdown, riaprono oggi le scuole e gli asili infantili in dieci Laender della Germania, fra cui quello di Berlino. Una misura molto discussa nelle ultime settimane, e in particolare al recente vertice Stato-Regioni, che ha visto Angela Merkel su posizioni più rigide a riguardo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La cancelliera avrebbe voluto rimandare ulteriormente la ripresa delle lezioni in presenza, vincolandola ai dati sull’incidenza settimanale dei contagi da Covid: la nuova soglia di riferimento per le altre aperture (di negozi e locali, per ora ancora chiusi) è scesa infatti da 50 a 35 nuovi contagi su 100 mila abitanti in sette giorni. La gestione delle scuole è però tornata nelle mani delle amministrazioni regionali, che in molti casi hanno deciso una riapertura veloce.
Le scuole seguono comunque regimi speciali: a Berlino, ad esempio, le classi sono spesso divise in gruppi, le lezioni vengono alternate, e c’è l’obbligo delle mascherine in classe.
La politica sta inoltre valutando al possibilità di dare priorità agli insegnanti per le vaccinazioni.
La Germania resta in lockdown fino al 7 marzo, con l’eccezione di parrucchieri che riapriranno l’1.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Turchia: blitz anti-Isis, arrestati 14 foreign fighter
Nuovi raid ad Ankara, ricercati altri 7 sospetti jihadisti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ISTANBUL
22 febbraio 2021
12:41
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nuova operazione in Turchia contro presunte cellule dell’Isis. Le unità antiterrorismo della polizia hanno arrestato stamani nella capitale Ankara 14 sospetti jihadisti di nazionalità straniera, accusati di essere in contatto con zone di conflitto.
Secondo fonti di sicurezza, altri 7 sono tuttora ricercati.
Negli ultimi giorni, diversi sono stati i blitz compiuti dall’antiterrorismo turca. Ieri, erano finiti in manette al confine con la Siria altri 16 presunti jihadisti affiliati al sedicente Stato islamico e ad Hayat Tahrir al Sham, branca siriana di al Qaeda.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Riapertura lenta in Gb, l’8 marzo solo le scuole
Governo anticipa piano Johnson, niente revoca immediata lockdown
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
22 febbraio 2021
14:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nessuna revoca immediata del terzo lockdown nazionale (in vigore da due mesi), riapertura delle scuole e poco altro dall’8 marzo, alleggerimento limitato delle restrizioni ai contatti sociali rinviato al 29 marzo: e tutto comunque condizionato alla conferma del rallentamento registrato di recente della curva dei contagi e dei ricoveri per Covid, nonché dalla prosecuzione dell’andamento positivo della campagna di vaccini. Sono le indicazioni chiave del piano verso una graduale uscita dal lockdown che il premier Boris Johnson illustrerà oggi al Parlamento e al Regno Unito, secondo le anticipazioni rese note da Downing Street.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cina a Usa, via dazi e sanzioni per ritorno a cooperazione
Wang Yi, ‘basta a soppressione irrazionale delle nostre imprese’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
22 febbraio 2021
12:38
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina vorrebbe la rimozione da parte Usa di dazi e sanzioni contro le sue aziende, insieme all’abbandono della “soppressione irrazionale del progresso tecnologico cinese, in modo da creare le condizioni necessarie per la cooperazione Cina-Stati Uniti”: il ministero degli Esteri Wang Yi ha illustrato le aree in cui i due Paesi possono cooperare, sottolineando che Pechino continua a sostenere le imprese americane in Cina. Intervenuto al forum ‘Riportare le relazioni Cina-Usa sulla strada giusta’, Wang è il più alto funzionario cinese a parlare delle relazioni con Washington dopo il G7 tenuto lo scorso weekend.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Birmania, Ue trova intesa politica per sanzioni
‘Colpire responsabili colpo di Stato, salvaguardare popolazione’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
22 febbraio 2021
10:59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“In risposta al colpo di stato militare” in Birmania, “l’Unione Europea è pronta ad adottare misure restrittive nei confronti dei diretti responsabili”. Si legge nelle conclusioni adottate dal consiglio Esteri Ue.

“L’Unione europea cercherà di evitare misure che potrebbero avere ripercussioni negative sulla popolazione della Birmania, soprattutto sui più vulnerabili. Il Consiglio invita l’Alto rappresentante e la Commissione europea a sviluppare proposte adeguate al riguardo”, si spiega nel documento.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio vede Le Drian, parlato di Libia, Mediterraneo, Covid
Incontro prima del Consiglio Esteri a Bruxelles
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
14:34
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Prima dell’inizio del Consiglio Affari Esteri a Bruxelles, incontro con l’amico e collega francese Jean-Yves Le Drian per ribadire il comune impegno di Italia e Francia a rafforzare il coordinamento su Libia, Mediterraneo e lotta al COVID-19. Lo scrive stamane su Twitter il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.
“Scambio fruttuoso con il mio omologo italiano che ha consentito di confermare il nostro auspicio di rafforzare il coordinamento sulla Libia, l’Iran, il Mediterraneo e il coordinamento europeo contro il Covid-19”: lo dice il ministro degli Esteri francese, Jean-Yves Le Drian, dopo l’incontro a Bruxelles con l’omologo italiano, Luigi Di Maio, secondo quanto riportato sul profilo Twitter della Rappresentanza Permanente di Francia presso l’Unione europea.
Le Drian e Di Maio si sono incontrati prima dell’inizio del Consiglio Affari Esteri a Bruxelles. Sul profilo ‘La France dans l’Ue’ sono state pubblicate anche alcune foto dei due ministri al lavoro insieme.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Incidente Denver, Boeing ferma tutti 777 con stesso motore
Sono 128 che montano motori PW400-112
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
11:46
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Boeing ha deciso di fermare temporaneamente tutti i 128 suoi velivoli della classe 777 dotati del motore Pratt & Whitney PW4000-112, lo stesso che si è incendiato in aria sopra il Colorado su un volo United Airlines, facendo precipitare pezzi sulla città di Denver, sabato scorso.
Lo ha detto un portavoce dell’azienda di Seattle.
Già ieri la Federal Administration Aviation aveva ordinato che i 777 con motori PW4000 doveva essere “ispezionati di emergenza” e questo vorrà “probabilmente dire che alcuni aerei saranno rimossi dal servizio”. La decisione della Faa segue l’incidente di United Airlines a Denver, quando uno dei suoi velivoli – un 777 con PW4000 – è stato costretto a rientrare poco dopo il decollo a causa di un motore in fiamme che ha causato una pioggia di detriti nell’area circostante la città del Colorado. Un atterraggio di emergenza che non ha causato feriti fra i 231 passeggeri e i 10 membri dell’equipaggio, diretti inizialmente a Honolulu. Nessun ferito neanche a terra, dove molti detriti sono caduti in strade e giardini.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo, uccisi l’ambasciatore italiano e un carabiniere
In un attacco a un convoglio della missione Monusco
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
12:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nell’attacco a Goma, in Congo, sono morti l’ambasciatore italiano Luca Attanasio e un carabiniere che era nel convoglio con il diplomatico.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ambasciatore ed il militare stavano viaggiando a bordo di una autovettura in un convoglio della MONUSCO, la missione dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per la stabilizzazione nella Repubblica Democratica del Congo.
“E’ con profondo dolore che la Farnesina conferma il decesso, oggi a Goma, dell’Ambasciatore d’Italia nella Repubblica Democratica del Congo Luca Attanasio e di un militare dell’Arma dei Carabinieri”, fa sapere il ministero degli Esteri.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Germania: sfregiato luogo memoria vittime attentato Hanau
Qualcuno ha strappato foglio coi nomi. Si indaga
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
22 febbraio 2021
14:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il foglio dei nomi delle vittime strappato e lanciato in una scarpata, lungo la sponda del Reno. Così qualcuno ha sfregiato la memoria dei morti di Hanau, rimasti uccisi in un agguato di matrice razzista un anno fa.
Un luogo dedicato alla memoria, a Colonia, è stato infatti distrutto nella notte fra sabato e domenica, secondo quanto ha riferito il gruppo locale dei socialdemocratici. Sul fatto si indaga e c’è una denuncia contro ignoti per danni. Tre giorni fa il presidente della Repubblica Frank-Walter Steinmeier era stato ad Hanau, in Assia, per commemorare le vittime di Tobias R., il 43enne che il 19 febbraio 2020 fa seminò il terrore fra i clienti dei shisha bar della cittadina, con un bilancio di nove vittime, fra cui anche la madre, fatta fuori prima di levarsi a sua volta la vita.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid, Francia rafforza controlli alla frontiera con Italia
Tamponi a stranieri in aeroporti, ‘reciprocità con Italia’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
22 febbraio 2021
13:03
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il prefetto della regione di Nizza, le Alpes-Maritimes, al confine con l’Italia, ha annunciato oggi il “rafforzamento dei controlli alle frontiere” nell’ambito della stretta che prevede per 15 giorni un lockdown parziale durante il weekend sul litorale.
Il prefetto ha detto che “per i viaggiatori stranieri che arriveranno negli aeroporti del nostro dipartimento, ci saranno test molecolari che potranno essere eseguiti su tutti i passeggeri di voli scelti in modo aleatorio”.
“Rafforzati anche i controlli alle frontiere terrestri con l’Italia”, dove il prefetto ha detto che si “vigilerà” sul rispetto della reciprocità dei controlli.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nigeria: liberate 53 persone rapite su un bus da banditi
Ancora dispersi, invece, i 42 ostaggi sequestrati da un collegio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ABUJA
22 febbraio 2021
14:57
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Uomini armati hanno liberato in Nigeria 53 persone rapite su un bus, tra le quali 20 donne e nove bambini. Lo hanno detto le autorità locali, mentre altri 42 ostaggi prelevati da una scuola in un sequestro separato sono ancora dispersi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una banda la scorsa settimana ha rapito uomini, donne e bambini che viaggiavano su un bus nel villaggio di Kundu, ubicato nello Stato di Niger. “Sono stato felice di accogliere i 53…passeggeri del bus rapiti da banditi armati una settimana fa”, ha affermato ieri sera via Twitter il governatore dello Stato, Abubakar Sani Bello. Non si sa se sia stato pagato un riscatto, ma le autorità locali avevano detto in precedenza che questo non sarebbe avvenuto.
“Abbiamo trascorso una settimana di dialogo, consultazioni, duro lavoro e notti insonni per assicurare la loro liberazione nel più breve tempo possibile”, ha dichiarato in una nota la portavoce del governatore, Mary Noel-Berje, aggiungendo che le persone rilasciate sono sottoposte a dei controlli medici prima di essere riunite ai loro familiari. Ancora dispersi, invece, i 42 ostaggi, tra i quali 27 studenti, rapiti da un collegio la scorsa settimana.
Sempre la scorsa settimana, inoltre, uomini armati hanno ucciso dieci persone, rapendone almeno altre 23 in due attacchi separati nello Stato. “Attualmente assistiamo a questo tipo di attacchi con frequenza quasi giornaliera ed è preoccupante”, ha dichiarato Noel-Berje.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Birmania: centinaia di migliaia di manifestanti in piazza
Media: corteo disperso con gli idranti a Naypyidaw
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
14:43
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono diventati centinaia di migliaia i manifestanti scesi oggi in piazza in Birmania, in quella che la Bbc definisce una delle più grandi marce recenti contro il golpe militare, sfidando la minaccia dei militari ai dimostranti che avrebbero “rischiato la vita”. Oggi molti servizi sono alla paralisi per l’annunciato sciopero generale, che si innesta sulla strisciante campagna di disobbedienza civile, che va avanti ormai da oltre due settimane.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una folla enorme sta marciando nelle strade di Rangoon in prossimità della pagoda di Sule, mentre nella capitale Naypyidaw un corte – scrive la Bbc, è stato disperso con gli idranti montati su mezzi blindati.
Fin dal primo mattinoi decine di migliaia di persone sono scese in piazza in varie città della Birmania per protestare contro il colpo di stato, sfidando la minaccia dei militari di usare ‘forza letale’ per reprimere ciò che definiscono come ‘anarchia’. Nel frattempo si è appreso che è salito a tre il bilancio dei manifestanti rimasti uccisi nella repressione nel fine settimane, durante il quale una grande folla ha preso parte ai funerali della prima vittima, una ragazza di 21 anni. Molti uffici pubblici e banche sono inoltre paralizzati dalla campagna di disobbedienza civile. I manifestanti sono particolarmente numerosi a Rangoon (Yangon), la principale città del Paese, ma sono migliaia anche a Naypyidaw, la capitale, molti dei quali in motocicletta. Proteste di piazza si registrano anche nelle città di Myitkyina e Dawei.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: c’è una terza vittima, è un autista
L’attaacco nella provincia orientale del Nord-Kivu
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
GOMA
22 febbraio 2021
14:11
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ un autista la terza vittima dell’attacco contro il convoglio della missione Onu (Monusco) nella provincia orientale del Nord-Kivu, in Congo, oltre all’ambasciatore italiano Luca Attanasio e un carabiniere, rivela una fonte diplomatica a Kinshasa.
L’ambasciatore, aggiunge la fonte, è deceduto dopo essere stato ferito da colpi d’arma da fuoco all’addome ed è arrivato all’ospedale di Goma in condizioni critiche.

“Le forze armate del Congo stanno facendo il possibile per sapere chi siano gli autori dell’attacco”, avvenuto a nord di Goma.
La regione del Nord-Kivu è teatro dell’azione di decine di gruppi armati che si contendono le risorse naturali e ospita il Parco dei Virunga, famoso per i gorilla di montagna e sorvegliato da 628 ranger armati.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
William rassicura, Filippo sta bene, medici sorvegliano
Il nipote minimizza allarmi, ‘resta ricoverato per precauzione’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
22 febbraio 2021
15:16
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il principe Filippo, consorte della 94enne regina Elisabetta ricoverato sei notti fa in un’ala privata dell’ospedale King Edward VII di Londra in seguito a un malessere di natura imprecisata, “sta bene” e resta per ora in clinica per cautela, affinché i medici possano tenere “un occhio su di lui”. Lo assicura il nipote William, duca di Cambridge e secondo in linea di successione al trono dopo il padre Carlo.

Incalzato dai giornalisti durante una visita a un centro per le vaccinazioni anti Covid a King’s Lynn, nel Norfolk, dopo gli allarmi suscitati dall’inaspettata visita fatta in ospedale sabato dallo stesso Carlo al 99enne duca di Edimburgo, il principe William ha in sostanza ribadito le scarne informazioni ufficiali diffuse da Buckingham Palace nei giorni scorsi: informazioni secondo cui il protrarsi del ricovero di Filippo, non legato al Covid, è stato deciso solo come “misura precauzionale” data l’età del marito di Elisabetta II, che nei mesi scorsi ha celebrato il 73/o anniversario del suo inossidabile matrimonio con l’attuale sovrana e il cui centesimo compleanno è in calendario il 10 giugno 2021.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Incidente Denver, la Boeing ferma i  777. Sono 128, montano motori PW400-112
Dopo che a un aereo della United Airlines è andato in fiamme un motore mentre era in volo. Parte l’ordine della Federal Administration Aviation per le “ispezioni di emergenza”
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
22 febbraio 2021
12:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Boeing ha deciso di fermare temporaneamente tutti i 128 suoi velivoli della classe 777 dotati del motore Pratt & Whitney PW4000-112, lo stesso che si è incendiato in aria sopra il Colorado su un volo United Airlines, facendo precipitare pezzi sulla città di Denver. Lo ha detto un portavoce dell’azienda di Seattle.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I 777 con motori PW4000 devono essere “ispezionati di emergenza” e questo vorrà “probabilmente dire che alcuni aerei saranno rimossi dal servizio”. L’ordine della Federal Administration Aviation risuona anche in Giappone, dove le autorità chiedono alle compagnie aeree nazionali di lasciare a terra i 777 con PW 4000 fino a nuovo ordine.
La decisione della Faa segue l’incidente di United Airlines a Denver, quando uno dei suoi velivoli – un 777 con PW4000 – è stato costretto a rientrare poco dopo il decollo a causa di un motore in fiamme che ha causato una pioggia di detriti nell’area circostante la città del Colorado. Un atterraggio di emergenza che non ha causato feriti fra i 231 passeggeri e i 10 membri dell’equipaggio, diretti inizialmente a Honolulu. Nessun ferito neanche a terra, dove molti detriti sono caduti in strade e giardini.
Proprio United ha annunciato la sospensione temporanea dei suoi 24 Boeing 777 con motori PW400 prodotti da Pratt & Whitney, divisione di Raytheon Technologies. “Siamo in contatto con le autorità e continueremo a lavorare con loro per determinare le ulteriori misure necessarie per assicurare che i nostri aerei soddisfino i più rigorosi standard di sicurezza e possano tornare a volare”, afferma United. Per Boeing si tratta di un nuovo colpo dopo lo scandalo del 737 Max, lasciato a terra per un anno. Il caso è anche un test per la Faa, travolta dalle critiche per il 737 Max per la lentezza nell’azione e per non aver condotto i test necessari sul velivolo prima dell’autorizzazione a volare.
Il ministero dei Trasporti giapponese ha ordinato alle aerolinee domestiche, All Nippon Airlines (Ana) e Japan Airlines (Jal), di sospendere temporaneamente i voli che riguardano i Boeing 777. Ana e Jal posseggono rispettivamente 19 e 13 aerei 777-200 all’interno della propria flotta, e hanno detto che si adegueranno alle direttive. Un incidente simile aveva coinvolto un altro Boeing 777 della Japan Airlines lo scorso 4 dicembre durante un volo partito da Tokyo Haneda e diretto a Naha, nell’isola di Okinawa. Anche in quel caso la copertura del motore si era staccata dalla fusoliera lasciando i turboreattori scoperti e l’aereo era stato costretto a compiere un atterraggio di emergenza. Gli analisti adesso si interrogano sul corretto processo di manutenzione da parte dei vettori a livello globale, dopo il prolungato ridimensionamento del trasporto aereo causato dal coronavirus, in una fase di pesanti riduzioni dei costi operativi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Militari ai manifestanti in Birmania: ‘Rischiate di morire’
Nuove proteste contro il golpe sono previste anche per oggi. L’Unione Europea è pronta ad adottare misure restrittive nei confronti dei diretti responsabili
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
10:38
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La giunta militare birmana ha inasprito i toni, dopo un fine settimana di sanguinose violenze, avvertendo i manifestanti che rischieranno la morte. Cosa che non ha scoraggiato tuttavia migliaia di persone dallo scendere in piazza anche oggi.
“I manifestanti stanno esortando le persone, in particolare adolescenti e giovani esaltati, a intraprendere la strada dello scontro, in cui periranno”, recita un comunicato in birmano letto ieri sera sul canale pubblico Mrtv e sottotitolato in inglese.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il testo mette in guardia i manifestanti contro la tentazione di incitare la popolazione alla “rivolta e all’anarchia”.
Il relatore speciale delle Nazioni Unite per i diritti umani in Birmania, Tom Andrews, si è detto profondamente preoccupato per queste minacce. “Avvertimento alla giunta: a differenza del 1988, le azioni delle forze di sicurezza vengono registrate e ne dovrete rendere conto”, ha detto su Twitter.
“Gli Stati Uniti continueranno ad agire in modo fermo contro coloro che usano violenza contro la popolazione della Birmania mentre continuano a chiedere il ripristino del governo democraticamente eletto. Siamo a fianco della popolazione birmana”. Lo twitta il segretario di Stato americano, Anthony Blinken.
I militari al potere in Birmania rilascino subito la leader democraticamente eletta Aung San Suu Kyi e si “facciano da parte”: lo chiede il ministro degli Esteri del Regno Unito, Dominic Raab, secondo un’anticipazione della Bbc su quanto intende dichiarare nel suo discorso al Consiglio dell’Onu per i Diritti Umani, in programma oggi a Ginevra. In caso contrario, aggiunge Raab, “prenderemo ulteriori provvedimenti, di concerto con i nostri partner, contro coloro che schiacciano la democrazia e soffocano il dissenso”. Raab, riporta Bbc – dichiarerà inoltre che sparare contro pacifici dimostranti è “inaccettabile”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“In risposta al colpo di stato militare” in Birmania, “l’Unione Europea è pronta ad adottare misure restrittive nei confronti dei diretti responsabili”. Si legge nelle conclusioni adottate dal consiglio Esteri Ue. “L’Unione europea cercherà di evitare misure che potrebbero avere ripercussioni negative sulla popolazione della Birmania, soprattutto sui più vulnerabili. Il Consiglio invita l’Alto rappresentante e la Commissione europea a sviluppare proposte adeguate al riguardo”, si spiega nel documento.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Barcellona brucia, notte di saccheggi e arresti
Il caso del rapper Hasél diventa politico. Il Governo catalano: ‘Vandalismo’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
22 febbraio 2021
10:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Scene di guerriglia urbana a Barcellona. La quinta notte di proteste dopo l’arresto del rapper Pablo Hasél — quella finora con il più alto numero di partecipanti — si è chiusa con 35 arresti, dopo che, per ore, gruppi di dimostranti hanno impazzato nel centro città lasciando dietro di sé saccheggi a negozi e bancomat, moto rovesciate e cassonetti bruciati.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il tutto di fronte a un ampio dispiegamento di mezzi ed effettivi della polizia. Tra gli immobili danneggiati, anche l’emblematico Palau de la Música, sala concerti modernista proclamata patrimonio dell’Unesco.
Già nelle serate precedenti c’erano stati disordini nel corso di proteste a favore della libertà d’espressione, sia nel capoluogo della Catalogna, regione del nordest della Spagna, sia in altre città del paese. Manifestazioni che si sono interrotte allo scattare del coprifuoco imposto in tutto il Paese per la pandemia che obbliga tutti ad abbandonare gli spazi pubblici, mentre la Spagna cerca di lasciarsi alle spalle una durissima terza ondata del covid. La scena si è ripetuta sabato sera, con dimostranti finiti in manette a Tarragona e Lleida, sempre in Catalogna, e anche a Madrid, Pamplona e Granada, rispettivamente al centro, nord e sud. Ieri si è aggiunto un altro arresto a Bilbao, nei Paesi Baschi.
Gli imprenditori catalani chiedono alle autorità regionali e locali un intervento urgente per riportare la situazione sotto controllo, accusandole di aver mantenuto una linea troppo morbida nei confronti dei manifestanti. “Siamo passati da manifestazioni di carattere ideologico ad atti di puro vandalismo”, è il messaggio che ripete da ieri l’assessore all’Interno del governo catalano a guida indipendentista, Miquel Sàmper. Sulla stessa linea si è espressa la sindaca di Barcellona, Ada Colau, sostenuta da una maggioranza di centrosinistra.
Un altro fronte aperto per Sàmper è quello con i Mossos d’Esquadra, la polizia catalana, criticata da più parti per aver fatto ricorso a cariche e pallottole di gomma in risposta ai manifestanti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I Mossos hanno denunciato di esser stati lasciati soli ad affrontare le tensioni del momento e hanno chiesto di non essere “strumentalizzati” politicamente. Dopo un incontro avvenuto stamattina tra Sàmper e i rappresentanti dei Mossos, il primo ha dichiarato che c’è una “volontà condivisa” di migliorare i rapporti reciproci e appoggiato l’idea di un dibattito su come riformare la polizia in Catalogna.
La situazione incandescente creatasi dopo l’arresto di Hasél, colpevole secondo i giudici di “apologia di terrorismo” e ingiurie alla monarchia, lascia strascichi anche sui rapporti tra il Partito Socialista e Unidas Podemos, le due forze della coalizione di centrosinistra alla guida della Spagna, non nuova a frizioni interne. Il primo, formazione maggioritaria, è sotto attacco da parte delle destre all’opposizione, che provano a metterlo in imbarazzo per il fatto di non poter fare a meno dei voti di un partito che non nasconde una certa sensibilità verso istanze espresse nelle manifestazioni poi sfociate in disordini.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Iran, ‘risultato significativo da colloqui con Aiea’
Ispezioni per altri 3 mesi. Zarif, sanzioni costate mille miliardi di dollari
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEHERAN
22 febbraio 2021
12:39
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I colloqui tra Iran e Agenzia dell’Onu per l’energia atomica (Aiea) hanno prodotto “un risultato diplomatico molto significativo”. Lo ha dichiarato il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Saeed Khatibzadeh, all’indomani della visita a Teheran del direttore generale dell’Aiea, Rafael Grossi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Iran e l’Agenzia Onu hanno spiegato in un comunicato congiunto che le attività di verifica e sorveglianza sulle attività nucleari della Repubblica islamica potranno proseguire per altri 3 mesi. Secondo Khatibzadeh, l’intesa rispetta la legge approvata dal Parlamento iraniano, controllato dai fondamentalisti ostili al governo moderato di Hassan Rohani, che prevede da domani diverse limitazioni alle ispezioni dell’Aiea, come reazione alla mancata revoca delle sanzioni Usa. Lo stesso rappresentante dell’Aiea aveva annunciato ieri il raggiungimento di accordi per le verifiche parlando di risultati “accettabili”.
L’Iran a aveva annunciato per domani, 23 febbraio, il ritiro dal Protocollo aggiuntivo e la limitazione delle ispezioni dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica. Intanto il ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, ha quantificano in mille miliardi di dollari i danni provocati dalle sanzioni unilaterali imposte dagli Stati Uniti, annunciando l’intenzione di negoziare qualche forma di compensazione o di riparazione dopo che sarà stato ripristinato l’accordo sul nucleare e le stesse sanzioni saranno tolte.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
‘Trump offrì a Kim Jong-un passaggio su Air Force One’
Per riportarlo in Corea Nord dopo summit Hanoi, ma lui rifiutò, secondo la Bbc
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
22 febbraio 2021
12:42
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ex presidente americano Donald Trump avrebbe proposto al leader nordcoreano Kim Jong-un di riportarlo a casa con l’Air Force One dopo il vertice a tenuto ad Hanoi due anni fa.
Secondo un nuovo documentario della Bbc, il tycoon “ha sbalordito anche i diplomatici più esperti” con la sua mossa dato che se fosse stata accettata, il leader nordcoreano e parte del suo entourage sarebbero entrati nell’aereo ufficiale del presidente Usa, facendolo entrare nello spazio aereo di Pyongyang, sollevando molteplici problemi di sicurezza.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Il presidente Trump ha offerto a Kim un passaggio a casa sull’Air Force One”, ha riferito all’emittente britannica Matthew Pottinger, il massimo esperto asiatico del Consiglio di sicurezza nazionale di Trump. “Il presidente sapeva che Kim era arrivato con un viaggio in treno di più giorni attraverso la Cina fino ad Hanoi e per questo il presidente ha detto: ‘Posso portarti a casa in due ore se vuoi’. Kim ha rifiutato”, ha aggiunto Pottinger.
Al primo vertice di Singapore a giugno 2018, Kim usò un aereo di Air China messo a disposizione dalla leadership cinese.
Durante il summit, Trump mostrò al leader l’interno della sua auto presidenziale, la Cadillac da 1,5 milioni di dollari conosciuta anche come ‘The Beast’. Un gesto che fu interpretato come una prova del rapporto amichevole instaurato.
Lo scorso mese, tuttavia, Kim è tornato a definire gli Stati Uniti come il “più grande nemico” della sua nazione dotata di armi nucleari, aggiungendo che “la politica di Washington contro la Corea del Nord non cambierà mai” non importa “chi sia al potere”. I media ufficiali di Pyongyang non hanno ancora fatto menzione a Joe Biden come presidente americano.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Attacco in Congo, uccisi l’ambasciatore italiano e un carabiniere
APPROFONDIMENTO
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Colpita la vettura con a bordo il diplomatico. Accompagnava un convoglio della missione Monusco
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
14:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nell’attacco a Goma, in Congo, sono morti l’ambasciatore italiano Luca Attanasio e un carabiniere che era nel convoglio con il diplomatico.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ un autista la terza vittima dell’attacco contro il convoglio della missione Onu (Monusco) nella provincia orientale del Nord-Kivu, in Congo, oltre all’ambasciatore italiano Luca Attanasio e un carabiniere, rivela una fonte diplomatica a Kinshasa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ambasciatore, aggiunge la fonte, è deceduto dopo essere stato ferito da colpi d’arma da fuoco all’addome ed è arrivato all’ospedale di Goma in condizioni critiche. “Le forze armate del Congo stanno facendo il possibile per sapere chi siano gli autori dell’attacco”, avvenuto a nord di Goma. La regione del Nord-Kivu è teatro dell’azione di decine di gruppi armati che si contendono le risorse naturali e ospita il Parco dei Virunga, famoso per i gorilla di montagna e sorvegliato da 628 ranger armati.
Attanasio – secondo quanto si apprende – era stato trasportato in ospedale a Goma. La matrice dell’attacco non è ancora chiara. La vettura faceva padre di un convoglio della Monusco che comprendeva anche il Capo Delegazione Ue. Massima apprensione della Farnesina che sta seguendo gli sviluppi.

L’attacco in Congo in cui sono morti l’ambasciatore italiano Luca Attanasio ed un carabiniere era un ‘tentativo di rapimento’. Lo rivelano i ranger del Parco nazionale dei Virunga, citati da vari media tra cui il Jerusalem Post. L’attacco è avvenuto intorno alle 10 (le 9 italiane9 presso la cittadina di Kanyamahoro.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono molti i gruppi armati che operano nella zona dei monti Virunga, fra Congo, Ruanda e Uganda, e spesso prendono di mira i ranger del parco, famoso per i gorilla di montagna.
“Ho appreso con sgomento e immenso dolore della morte oggi del nostro Ambasciatore nella Repubblica Democratica del Congo e di un militare dei Carabinieri. Due servitori dello Stato che ci sono stati strappati con violenza nell’adempimento del loro dovere. Non sono ancora note le circostanze di questo brutale attacco e nessuno sforzo verrà risparmiato per fare luce su quanto accaduto. Oggi lo Stato piange la perdita di due suoi figli esemplari e si stringe attorno alle famiglie, ai loro amici e colleghi alla Farnesina e nei Carabinieri”. Lo afferma Luigi Di Maio.
“Abbiamo visto le notizie” dell’attacco e dell’uccisione dell’ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere nella Repubblica del Congo, “sono notizie estremamente preoccupanti e seguiamo da vicino.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Alto rappresentante ha presentato le sue condoglianze all’Italia. Il ministro degli Esteri condivide le informazioni con i colleghi Ue”. Così il portavoce della Commissione Ue, Eri Mamer.
“Oggi è una giornata buia e molto triste per il nostro Paese. Riferirò il prima possibile in Parlamento per fare chiarezza su quanto accaduto”. Lo scrive il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, su Fb, in merito all’attacco in Congo in cui sono stati uccisi l’ambasciatore italiano e un militare dei Carabinieri.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Attacco in Congo, morto l’ambasciatore italiano Luca Attanasio e un carabiniere
Per i media ‘tentativo di rapimento’. L’attentato è stato compiuto con armi leggere
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
15:39
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Attentato nella Repubblica Democratica del Congo dove sono rimasti uccisi l’ambasciatore italiano Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci, che era nel convoglio con il diplomatico. Il militare aveva 30 anni, era in servizio presso l’ambasciata italiana dal settembre del 2020.
L’attacco è avvenuto nel percorso tra Goma e Bukavu da parte, secondo le prime informazioni, di un commando terroristico che ha utilizzato armi leggere. Sulla dinamica e il movente sono ancora in corso accertamenti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ con profondo dolore che la Farnesina conferma il decesso dell’ambasciatore e di un militare dell’Arma dei Carabinieri: stavano viaggiando a bordo di una autovettura in un convoglio della MONUSCO, la missione dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per la stabilizzazione nella Repubblica Democratica del Congo.
Un autista è la terza vittima dell’attacco nella provincia orientale del Nord-Kivu, rivela una fonte diplomatica a Kinshasa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ambasciatore, aggiunge la fonte, è deceduto dopo essere stato ferito da colpi d’arma da fuoco all’addome ed è arrivato all’ospedale di Goma in condizioni critiche. “Le forze armate del Congo stanno facendo il possibile per sapere chi siano gli autori dell’attacco”, avvenuto a nord di Goma. La regione del Nord-Kivu è teatro dell’azione di decine di gruppi armati che si contendono le risorse naturali e ospita il Parco dei Virunga, famoso per i gorilla di montagna e sorvegliato da 628 ranger armati.
L’attacco era un ‘tentativo di rapimento’, rivelano i ranger del Parco nazionale dei Virunga, citati da vari media tra cui il Jerusalem Post. L’attacco è avvenuto intorno alle 10 (le 9 italiane). “Prometto al governo italiano che l’esecutivo del mio Paese porrà in atto tutto” il necessario “per scoprire chi sia all’origine di questo ignobile crimine”: lo ha dichiarato la ministra degli Affari esteri congolese, Marie Tumba Nzeza, come riporta il sito Actualite.cd. “E’ con pena e molta tristezza che abbiamo appena appreso del decesso del giovane ambasciatore italiano nella Rdc in un convoglio del Pam”, ha detto la ministra.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LE REAZIONI, IL CORDOGLIO
Un messaggio di cordoglio è arrivato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella al ministro degli Esteri Luigi Di Maio: “Ho accolto con sgomento la notizia del vile attacco che poche ore fa ha colpito un convoglio internazionale nei pressi della citta di Goma uccidendo l’Ambasciatore Luca Attanasio, il carabiniere Vittorio Iacovacci e il loro autista. La Repubblica Italiana è in lutto per questi servitori dello Stato che hanno perso la vita nell’adempimento dei loro doveri professionali in Repubblica Democratica del Congo.”.
Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, dopo aver informato i colleghi Ue del tragico evento esprimendo tutto il suo dolore per la morte del nostro ambasciatore in Congo e del carabiniere, ha deciso di lasciare in anticipo i lavori del Cae e sta rientrando in queste ore in Italia. “Ho appreso con sgomento e immenso dolore della morte oggi del nostro Ambasciatore nella Repubblica Democratica del Congo e di un militare dei Carabinieri – ha affermato Di Maio -. Due servitori dello Stato che ci sono stati strappati con violenza nell’adempimento del loro dovere. Non sono ancora note le circostanze di questo brutale attacco e nessuno sforzo verrà risparmiato per fare luce su quanto accaduto. Oggi lo Stato piange la perdita di due suoi figli esemplari e si stringe attorno alle famiglie, ai loro amici e colleghi alla Farnesina e nei Carabinieri”.
“Oggi è una giornata buia e molto triste per il nostro Paese. Riferirò il prima possibile in Parlamento per fare chiarezza su quanto accaduto”, ha scriito poi il ministro degli Esteri su Fb.
Profondo cordoglio del Governo e suo espresso dal presidente del Consiglio, Mario Draghi, per la tragica morte di Luca Attanasio, Ambasciatore d’Italia nella Repubblica Democratica del Congo, e di Vittorio Iacovacci, appuntato dei Carabinieri che lo accompagnava a bordo di un convoglio a Goma. Il presidente del Consiglio e il Governo si stringono ai familiari, ai colleghi della Farnesina e dell’Arma dei Carabinieri. Lo afferma una nota di Palazzo Chigi. La Presidenza del Consiglio segue con la massima attenzione gli sviluppi in coordinamento con il Ministero degli Affari Esteri.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Israele riapre col ‘Green pass’,l’app va in tilt
Stadi e teatri per i vaccinati, in calo di quasi 99% casi gravi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
22 febbraio 2021
12:22
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Prove di normalità in Israele, grazie al Green pass e all’allentamento del lockdown. Dopo mesi di chiusura alternata, gli israeliani hanno ritrovato aperti negozi, centri commerciali, mercati all’aperto, musei, librerie, scuole (fino ad un certo livello) e si sono riappropriati della loro quasi libertà.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Soprattutto quelli che hanno la tanto agognata certificazione della doppia vaccinazione o che sono guariti dall’infezione: in ebraico ‘tav iarok’ (etichetta verde). Solo per loro si sono spalancate anche le porte di piscine, palestre, hotel, eventi culturali e sportivi. E in tanti sono corsi sull’app che fornisce il lasciapassare, mandandola in tilt quasi subito per il grande numero di richieste. Con il ministero della sanità che è intervenuto dando il permesso di usare la certificazione cartacea per sopperire alla mancanza del codice a barre che testimonia la doppia vaccinazione. L’avvio in questo caso è stato dunque lento anche perchè le strutture devono essere in possesso della strumentazione tecnica per accertare il diritto del cittadino a entrare in palestra o in piscina, andare a teatro, alla gara sportiva o nell’albergo del cuore. Ma l’effetto psicologico di tornare a frequentare i posti chiusi dal lockdown è stato lo stesso decisivo. L’aria che si respira – nonostante l’invito dei medici è a non abbassare la guardia – appare diversa. Il premier Benyamin Netanyahu è stato il primo, all’uscita del riposo sabbatico, a visitare insieme al ministro della sanità Yuli Edelstein, una palestra nel centro di Israele.
“Il Green Pass – ha detto – porterà alla riapertura graduale del paese. Per favore usatelo”. Anche se il governo è stato messo in guardia dai cyber esperti sulla facilità di contraffare la ‘tav iarok’, come offrono alcuni siti sul web. La risposta delle autorità è stata immediata: si rischia il carcere. Bisogna tener presente che in Israele la vaccinazione in atto ha fatto del Paese il primo al mondo in rapporto ai circa 9 milioni di abitanti. Ad oggi sono oltre 4.300.000 gli israeliani (dai 16 anni in su), che hanno avuto la prima dose e quasi 3 milioni quelli che hanno avuto anche la seconda. Di pari numero quelli che invece non possono essere vaccinati per problemi diversi, o perchè al di sotto dei 16 anni oppure guariti dalla malattia. E, dopo una stasi la settimana scorsa, la campagna vaccinale – che si accompagna al calo delle nuove infezioni e dei casi gravi – non accenna a diminuire. Netanyahu ha ripetuto che Israele spera di vaccinare il 95% degli over 50 in 2 settimane. “Andate e vaccinatevi, prendete il Green Pass e ritornate alla vita”. I numeri, straordinari, sull’efficacia della immunizzazione di massa hanno lasciato pochi dubbi sulla strada intrapresa nel Paese. Secondo gli ultimi dati del ministero della sanità la doppia dose di vaccino previene nel 98.9% le forme gravi della malattia e nel 95.8% anche l’infezione stessa. Del resto l’immunizzazione – anche se questa non è obbligatoria e non lo sarà in futuro, come ha spiegato Edelstein – è a portata di mano di tutti e gratuita, residenti stranieri compresi. Ad esempio, il Comune di Tel Aviv per richiamare i giovani distratti o pigri ha inaugurato postazioni mobili vicine ai bar più frequentati.
Con l’incentivo, a dose iniettata, di un bonus da spendere presso lo stesso locale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ambasciatore Luca Attanasio in Congo dal 2017
Aveva recentemente ricevuto il Premio Nassiriya per la Pace
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
14:01
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ambasciatore Luca Attanasio, rimasto ucciso in un attacco in Congo, aveva 43 anni.
Nato a Saronno, in provincia di Varese, era sposato con Zakia Seddiki, fondatrice e presidente dell’associazione umanitaria ‘Mama Sofia’ a sostegno delle donne in Africa. Padre di tre bimbe, con la moglie lo scorso ottobre aveva ricevuto il Premio Internazionale Nassiriya per la Pace.
Laureato alla Bocconi con il massimo dei voti, aveva intrapreso la carriera diplomatica dopo una prima esperienza aziendale ricoprendo diversi incarichi, prima all’Ambasciata d’Italia a Berna (2006-2010), poi console generale reggente a Casablanca, in Marocco (2010-2013).
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo essere rientrato nel 2013 alla Farnesina, come Capo Segreteria della direzione generale per la mondializzazione e gli affari globali, era tornato nel 2015 in Africa quale primo consigliere presso l’ambasciata d’Italia ad Abuja, in Nigeria. Dal 5 settembre 2017 era capo missione a Kinshasa, nella Repubblica Democratica del Congo, dove era stato riconfermato in qualità di Ambasciatore Straordinario Plenipotenziario accreditato in RDC.
“Quella dell’ambasciatore è una missione, a volte anche pericolosa, ma abbiamo il dovere di dare l’esempio”. Erano queste le parole che l’ambasciatore Luca Attanasio rilasciò a Camerota (Salerno) il 12 ottobre scorso, in occasione del ricevimento del premio internazionale “Nassiriya per la pace”, consegnato dalla locale associazione culturale “Elaia”. “In Congo – proseguiva Attanasio – parole come pace, salute, istruzione, sono un privilegio per pochissimi, e oggi la Repubblica Democratica del Congo è assetata di pace, dopo tre guerre durate un ventennio”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: Di Maio: ‘Faremo ogni sforzo per fare luce’. Le reazioni
Ministro lascia Bruxelles e rientra a Roma
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
13:31
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, dopo aver informato i colleghi Ue del tragico evento esprimendo tutto il suo dolore per la morte del nostro ambasciatore in Congo e del carabiniere, ha deciso di lasciare in anticipo i lavori del Cae e sta rientrando in queste ore in Italia. “Ho appreso con sgomento e immenso dolore della morte oggi del nostro Ambasciatore nella Repubblica Democratica del Congo e di un militare dei Carabinieri – ha affermato Di Maio -.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Due servitori dello Stato che ci sono stati strappati con violenza nell’adempimento del loro dovere. Non sono ancora note le circostanze di questo brutale attacco e nessuno sforzo verrà risparmiato per fare luce su quanto accaduto. Oggi lo Stato piange la perdita di due suoi figli esemplari e si stringe attorno alle famiglie, ai loro amici e colleghi alla Farnesina e nei Carabinieri”.
“Un convoglio Onu in #Congo. Sono morti il nostro ambasciatore Luca Attanasio e un carabiniere. Uomini dello Stato al servizio della pace e della cooperazione nel Paese africano. Una preghiera li accompagni. Il loro sacrificio non sia vano, la pace vincerà sul terrorismo”, ha scritto il vicepresidente di Forza Italia, Antonio Tajani.
“Seguiamo con angoscia le notizie che arrivano dal Congo. Dolore per la morte dell’ambasciatore Luca Attanasio e di un carabiniere. Per l’Italia è un giorno di lutto, perdiamo due uomini delle istituzioni. Cordoglio e vicinanza a familiari, Carabinieri e a nostra diplomazia”, ha scritto il segretario Pd Nicola Zingaretti su twitter.
“Sconvolti e addolorati dalla notizia della morte dell’ambasciatore italiano in Congo Luca Attanasio e di un carabiniere, rimasti uccisi in un attacco ad un convoglio Onu. Seguiamo con apprensione gli sviluppi e chiediamo al governo di riferire quanto prima in Parlamento”, ha scritto la leader di FdI Giorgia Meloni.
“Gravissimo attentato a un convoglio ONU in Congo, a Goma, sono purtroppo rimasti uccisi sia il nostro Ambasciatore che un carabiniere – ha scritto il deputato Pd Emanuele Fiano su Facebook -. Il nostro cordoglio per loro e per le loro famiglie a cui va il nostro abbraccio. Sto per chiedere in aula che il Ministro Di Maio venga a riferire su questo terribile evento”.
“Abbiamo visto le notizie” dell’attacco e dell’uccisione dell’ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere nella Repubblica del Congo, “sono notizie estremamente preoccupanti e seguiamo da vicino – così il portavoce della Commissione Ue, Eri Mamer -. L’Alto rappresentante ha presentato le sue condoglianze all’Italia. Il ministro degli Esteri condivide le informazioni con i colleghi Ue”.
“Oggi nell’attacco al convoglio Onu nella Repubblica democratica del Congo hanno perso la vita due servitori dello Stato. Un vile e barbaro agguato che l’Italia, fermamente impegnata con la comunità internazionale, condanna con forza. Alle famiglie dei nostri connazionali e di tutto il personale delle Nazioni unite coinvolto va la nostra incondizionata riconoscenza e affetto. Siamo vicini e condividiamo il dolore delle famiglie per la perdita dei loro cari”: così il ministro della Difesa Lorenzo Guerni.
“È con profondo dolore che apprendiamo della morte dell’Ambasciatore italiano presso la Repubblica Democratica del Congo, Luca Attanasio, e di un carabiniere, uccisi in un attacco armato contro un convoglio delle Nazioni Unite”, ha scritto su Twitter il presidente del parlamento europeo David Sassoli. “I miei pensieri e quelli del Parlamento europeo vanno alle famiglie delle vittime”, ha aggiunto.
“Esprimo profondo dolore per quanto avvenuto oggi a Goma in Congo, dove a seguito di un gravissimo attentato compiuto contro un convoglio delle Nazioni Unite sono morti il nostro ambasciatore Luca Attanasio e un militare dell’Arma dei carabinieri”, ha dichiarato il presidente del Senato Elisabetta Casellati. “L’Italia non dimenticherà mai i suoi ‘costruttori di pace’, caduti mentre cercavano di portare sicurezza e supporto ai popoli oppressi. Occorre però che la condanna nei confronti dei responsabili di questo ignobile atto sia accompagnata dall’impegno della comunità internazionale a combattere con ogni mezzo qualunque forma di violenza in quei territori. Ai familiari delle vittime giunga la mia vicinanza e il mio cordoglio”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: la dinamica dell’attacco
Tre le vittime, tra le ipotesi un tentativo di rapimento
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
13:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ un autista la terza vittima dell’attacco contro il convoglio della missione Onu (Monusco) nella provincia orientale del Nord-Kivu, in Congo, oltre all’ambasciatore italiano Luca Attanasio e un carabiniere, rivela una fonte diplomatica a Kinshasa. L’ambasciatore, aggiunge la fonte, è deceduto dopo essere stato ferito da colpi d’arma da fuoco all’addome ed è arrivato all’ospedale di Goma in condizioni critiche.
“Le forze armate del Congo stanno facendo il possibile per sapere chi siano gli autori dell’attacco”, avvenuto a nord di Goma. La regione del Nord-Kivu è teatro dell’azione di decine di gruppi armati che si contendono le risorse naturali e ospita il Parco dei Virunga, famoso per i gorilla di montagna e sorvegliato da 628 ranger armati.
L’imboscata in cui è rimasto ucciso l’ambasciatore italiano in Congo, Luca Attanasio, è avvenuto in una località detta “Tre antenne” dove “due turisti britannici sono stati rapiti da sconosciuti armati l’11 maggio 2018”: lo ha detto “il presidente della società civile del territorio di Nyiragongo”, Mambo Kawaya, in dichiarazioni al sito congolese Actualite.cd.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: Vittorio Iacovacci il carabiniere ucciso
Aveva 30 anni ed era originario di Sonnino
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
14:57
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Si chiamava Vittorio Iacovacci il carabiniere ucciso nell’attentato in Congo dove ha perso la vita anche l’ambasciatore italiano. Iacovacci aveva 30 anni ed era originario di Sonnino, in provincia di Latina.
Era effettivo al 13/mo Reggimento Carabinieri ‘Friuli Venezia Giulia’ con sede a Gorizia. Aveva prestato servizio anche alla Folgore.
“La comunità di Sonnino è sgomenta per questa giovane e tragica perdita. Proclameremo il lutto cittadino”: così il sindaco di Sonnino, Luciano De Angelis. “Era andato a portare la pace ed è stato ucciso – conclude il sindaco- ci stringiamo attorno alla famiglia”.
Vittorio Iacovacci apparteneva al 13º Reggimento carabinieri Friuli Venezia Giulia con sede a Gorizia. Dalla sede del Reggimento non è stata per ora rilasciata alcuna dichiarazione. Il comandante non è in sede ed è in stretto contatto con il Comando generale dell’Arma, le autorità diplomatiche e i famigliari dello scomparso. Grande dolore è stato espresso dai commilitoni che non hanno voluto aggiungere altri commenti nel rispetto dei congiunti che da poco sono stati avvisati della tragedia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Iran, accordo per sblocco 9 miliardi di dollari in Sud Corea
Erano fermi per sanzioni Usa, possibile segnale di distensione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEHERAN
22 febbraio 2021
14:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Iran e Corea del Sud hanno raggiunto un’intesa sullo sblocco dei circa 9 miliardi di dollari di fondi iraniani congelati nelle banche del Paese asiatico a seguito delle sanzioni americane. Lo rende noto la Banca centrale di Teheran.
La decisione determina il superamento di un lungo stallo e potrebbe rappresentare un nuovo segnale di distensione in vista delle possibili trattative per un ritorno degli Usa all’accordo sul nucleare.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Dipartimento New York, Facebook non deve raccogliere dati su salute
Le conclusionii di una indagine iniziata nel 2019
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
14:43
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Facebook deve prendere misure più stringenti per evitare di raccogliere dati sensibili dalle app di terze parti legate alla salute, come quelle per le diete o che monitorano la gravidanza. Lo afferma il Department of Financial Services dello stato di New York, al termine di un’indagine iniziata nel 2019 a seguito di un’inchiesta del Wall Street Journal che aveva denunciato la pratica.
Secondo il rapporto finale dell’indagine, le app hanno condiviso dati come diagnosi, pressione sanguigna e persino periodi fertili con il social, che li ha raccolti attraverso il proprio Software Development kit, una applicazione condivisa gratuitamente con gli sviluppatori.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
A seguito dell’indagine, il social ha sviluppato un sistema di screening che individua e blocca le informazioni sensibili e ha annunciato l’avvio di procedure per rendere più chiaro agli sviluppatori l’obbligo di prevenire la trasmissione di dati sensibili.
Queste misure sono “un importante primo passo”, spiega Linda Lacewell, a capo dell’indagine, alla Abc, ma devono essere accompagnate da altri provvedimenti. “Facebook ha dato istruzioni a sviluppatori di app e siti di non condividere informazioni personali mediche, finanziarie e di altra natura – spiega -. Continuando a fare affare con chi ha violato le norme, il social si è messo nelle condizioni di approfittare di dati sensibili che non avrebbe dovuto avere. I consumatori meritano di meglio”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Navalny: fonti,accordo politico sulle sanzioni alla Russia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
22 febbraio 2021
14:05
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I ministri degli Esteri dell’Ue hanno trovato un accordo politico sulle sanzioni alla Russia per il caso dell’oppositore Alexey Navalny e la repressione dei manifestanti. Si apprende da fonti diplomatiche europee.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
22 febbraio 2021
15:41
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I ministri degli Esteri dell’Unione europea hanno trovato un accordo politico sulle sanzioni alla Russia per il caso dell’oppositore Alexey Navalny e la repressione dei manifestanti. Si apprende da fonti diplomatiche europee.
Stamani l’Alto rappresentante dell’Ue, Josep Borrell aveva detto che Mosca è su un ‘percorso conflittuale’ con Bruxelles, pertanto è necessaria un’azione unitaria e determinata.

“Sono favorevole ad affidare l’incarico affinché siano preparate le sanzioni” contro la Russia, per il caso dell’oppositore, Alexey Navalny. Lo ha detto il ministro degli Esteri tedesco, Heiko Maas a margine del consiglio Ue.

“La situazione tra l’Ue e la Russia si sta deteriorando, e si sta deteriorando la situazione all’interno della Russia. L’Ue non può restare impassibile, reagiremo uniti”. Così il ministro degli Esteri spagnolo, Arancha Gonzalez Laya arrivando al consiglio Ue.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ue aggiunge Dominica a lista paradisi fiscali, via Barbados
Rivisto l’elenco delle ‘giurisdizioni non cooperative’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
22 febbraio 2021
15:38
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Consiglio Ue ha aggiunto alla lista delle giurisdizioni non cooperative, ovvero i paradisi fiscali, la Dominica. Sono state invece escluse dalla ‘black list’ le Barbados.
La decisioni di aggiungere la Dominica è motivata dal fatto che l’isola caraibica ha ricevuto una valutazione ‘parzialmente conforme’ dal Forum globale per la trasparenza e lo scambio di informazioni dell’Ocse e non si è ancora conformata a tutti gli standard fiscali internazionali.
L’Ue ha invece concesso alle Barbados, aggiunte alla ‘black list’ nell’ottobre 2020, una revisione supplementare dal Forum globale sugli impegni presi per riformare la propria politica fiscale. In attesa dei risultati dell’analisi, le Barbados finiscono nella lista grigia Ue insieme ad altri 8 Stati, tra cui la Turchia. Al momento nella lista dei paradisi fiscali rientrano quindi 12 Paesi: le Samoa americane, Anguilla, Dominica, Fiji, Guam, Palau, Panama, Samoa, Seychelles, Trinidad e Tobago, Isole Vergini americane e Vanuatu.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa: gelo, nonna e tre nipoti morti in Texas
Avevano acceso il camino per riscaldarsi durante blackout
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
15:41
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tragedia alla periferia di Houston dove una nonna e i suoi tre nipotini sono morti nell’incendio della loro casa. Lo riporta la Cnn.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le fiamme sono probabilmente partite dal camino che la famiglia aveva acceso per riscaldarsi dopo che era andata via la corrente a causa del grande gelo che ha travolto il Texas in questi giorni lasciando milioni di persone senza luce, riscaldamento e, in alcuni casi, acqua potabile.
A raccontare la vicenda ai soccorritori è stata la mamma dei tre bambini, Olivia (11 anni), Edison, (8) e Colette (5), unica sopravvissuta. La donna, di origine vietnamita, ha spiegato che la nonna era andata a stare da loro proprio perche’ a casa sua non c’era più elettricità. “Noi ci sentivamo davvero fortunati perche’ avevamo avuto la corrente fino a sera”, ha detto Jackie Pham Nguyen. Quando anche da loro è andata via la luce, ha raccontato la mamma, hanno acceso il caminetto e si sono messi a giocare a carte. Alle 21.30 ha messo i figli a letto. Qualche ora dopo si è svegliata che le fiamme avevano già invaso il piano di sopra, dove si trovavano i bambini e la nonna. Ricorda di aver gridato i nomi dei suoi bambini nella speranza che sbucassero dalle loro stanze e la seguissero fuori, ma non c’è stato nulla da fare. I soccorritori hanno detto che c’è voluto circa un’ora per domare le fiamme.
Per gli inquirenti la causa potrebbe essere stato il camino, ma potrebbe non essere stabilito mai con certezza. Il quartiere è rimasto al buio per circa 8 ore.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Onu, in Congo attaccati due veicoli, entrambi del Pam
Lo precisa il rappresentante delle Nazioni Unite nel Paese
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
15:53
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono due, entrambi del Programma alimentare mondiale (Pam), i veicoli presi di mira oggi nell’attacco nella Repubblica democratica del Congo in cui sono rimasti uccisi l’ambasciatore Luca Attanasio, il carabiniere Vittorio Iacovacci e un autista dello stesso Pam. Lo ha detto il rappresentante aggiunto del segretario generale dell’Onu nel Paese, David McLachlan-Karr, che “condanna con la più grande fermezza” l’episodio.
L’attacco è avvenuto a nord-est di Goma.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Kenya: due giraffe fulminate da cavi elettrici sospesi
Pali ad altezza inferiore rispetto a quella degli animali
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
15:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Due giraffe sono morte fulminate da cavi elettrici sospesi nella riserva di Soysambu, in Kenya. Le autorità del Paese, citate dalla Bbc, hanno confermato i rapporti in cui si parla della morte delle giraffe di Rothschild, una delle specie più a rischio di estinzione, con solo poche centinaia che vivono ancora allo stato brado.

Il Kenya wildlife service (Kws) ha detto che i funzionari della compagnia pubblica di distribuzione di energia, Kenya Power, sostituiranno i pali. “Rapporti preliminari indicano che l’altezza dei pali dell’elettricità che attraversano la riserva di Soysambu è bassa, al di sotto dell’altezza di una giraffa”, si afferma in una parte della dichiarazione di Kws.
L’ambientalista Paula Kahumbu ha detto via Twitter che le morti si sarebbero potute evitare, se si fosse tenuto conto dei consigli degli esperti. “Questi cavi elettrici hanno ucciso giraffe, avvoltoi e fenicotteri. I consigli degli esperti sono stati ignorati. Triste che siano necessarie morti di questo tipo per svegliare alcune persone!”, ha aggiunto.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: Istat, possibile impatto 2,3 punti su Pil nel 2025
+275mila occupati e -0,7 punti disoccupazione, prima simulazione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
15:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una prima valutazione macroeconomica del possibile impatto addizionale del Pnrr indica che “nel 2025 il Pil registrerebbe uno scostamento positivo di 2,3 punti rispetto allo scenario base”. L’aumento del Pil “sarebbe associato ad un miglioramento dell’occupazione pari a circa 275 mila occupati e ad una riduzione del tasso di disoccupazione di 0,7 punti percentuali”.

E’ il risultato della simulazione compiuta dall’Istat e indicato nel corso dell’audizione alle Commissioni riunite Bilancio e Politiche dell’Unione europea del Senato, sulla proposta di Piano nazionale di ripresa e resilienza. Inoltre, l’aumento degli investimenti “determinerebbe sia il rialzo della loro quota sul Pil, che tornerebbe sopra il 19%, sia una loro ricomposizione a favore di quelli in beni intangibili, con positivi effetti sulla produttività del lavoro”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Schiaffo Corte Suprema a Trump, respinto lo stop su tasse
Bocciata richiesta di fermare consegna dichiarazioni tasse a Ny
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
22 febbraio 2021
16:11
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Schiaffo della Corte Suprema a Donald Trump. I saggi respingono la richiesta dell’ex presidente di fermare la consegna delle sue dichiarazioni delle tasse alle autorità di New York.   VAI ALLA POLITICA    VAI ALL’ECONOMIA

Mondo tutte le notizie in tempo reale! TUTTE LE NOTIZIE DEL MONDO SEMPRE AGGIORNATE E COMPLETE! LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 20 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 17:00 DI SABATO 20 FEBBRAIO 2021

ALLE 06:53 DI LUNEDì 22 FEBBRAIO 2021

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Birmania: Onu, condanna per “uso della forza letale”
Guterres, ognuno ha il diritto di manifestare pacificamente
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
20 febbraio 2021
17:00
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il segretario generale dell’Onu, António Guterres, condanna “l’uso della forza letale” in Birmania, dove ieri due manifestanti contro il golpe sono stati uccisi dai colpi delle forze dell’ordine. “L’uso della forza letale, dell’intimidazione e delle violenze contro i manifestanti pacifici è inaccettabile – scrive in un tweet -.

Ognuno ha il diritto di protestare pacificamente. Faccio appello a tutti i partiti a rispettare i risultati delle elezioni e di tornare alle norme civili”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Premier Australia riceve dose in diretta tv
Al via la campagna nazionale da domani. si inizia con Pfizer
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
21 febbraio 2021
07:16
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Con il vaccino in diretta televisiva del premier Scott Morrison l’Australia ha dato il via alla sua campagna di immunizzazione contro il coronavirus che partirà ufficialmente domani. Lo riporta la Bbc.

La prima ad essere vaccinata sarà l’85enne Jane Malysiak.
Seguiranno poi 700.000 persone che appartengono a categorie a rischio come operatori sanitari in prima linea, forze di polizia, residenti e lavoratori delle case di cura. Seguiranno gli australiani con più di 70 anni e gli aborigeni di oltre 50.
Per ora sarà somministrato il vaccino Pfizer, il mese prossimo quello AstraZeneca. Il governo prevede di vaccinare questa settimana 60.000 persone.
Ieri piccole folle di no-vax si sono riunite per protestare contro la campagna a Melbourne, Sidney e Brisbane.
“Domani inizierà il nostro programma di vaccinazione, quindi oggi voglio sottolineare che è sicuro, che è importante, e che dobbiamo iniziare da coloro che sono più vulnerabili e in prima linea “, ha dichiarato il premier prima di ricevere la sua iniezione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Metoo in Grecia, arrestato ex direttore Teatro nazionale
Sospettato di aver stuprato ragazzo di 14 anni. Lui nega accuse
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
21 febbraio 2021
07:41
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il famoso attore e regista greco Dimitris Lignadis è stato arrestato con l’accusa di stupro di minore. Lo riporta la Bbc.

Lignadis, 56 anni, è accusato di aver violentato un ragazzo di 14 anni nel 2010 e anche di una seconda aggressione, i cui dettagli non sono stati resi pubblici. L’ex direttore artistico del Teatro Nazionale greco nega tutte le accuse, ha detto il suo avvocato precisando che l’uomo è stato arrestato ieri sera dopo essersi presentato volontariamente in una stazione di polizia di Atene. Secondo il quotidiano greco Ekathimerini, è in carcere in attesa di comparire davanti a un giudice.
Lignadis si è dimesso dalla carica di direttore artistico a inizio mese mese, lamentandosi di un “clima tossico di voci, allusioni e fughe di notizie”. Il suo arresto arriva settimane dopo che l’ex campionessa olimpica greca Sofia Bekatorou ha rivelato di essere stata molestata sessualmente da un dirigente della Federazione della Vela ellenica provocando un’ondata del movimento #Metoo in Grecia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo premier Libia a Draghi, ‘collaboriamo’ su migranti
Dbeibah, sfida comune, economia è opportunità
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
IL CAIRO
21 febbraio 2021
10:34
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il nuovo premier designato libico Abdul Hamid Dbeibah, nel felicitarsi per il varo del governo di Mario Draghi, ha auspicato uno sviluppo delle relazioni con l’Italia specialmente nella gestione delle migrazioni e nell’economia. “Aspiriamo a sviluppare la nostra relazione privilegiata con la vicina Italia, con la quale condividiamo molte sfide, tra cui in particolare la gestione e organizzazione della migrazione”, ha scritto su twitter.
Con l’Italia “abbiamo molte opportunità di integrazione economica”.

“Ci felicitiamo con Draghi per aver preso il posto di capo del Governo. Gli auguriamo successo nella sua missione”, ha scritto ancora su twitter primo ministro incaricato di formare il nuovo esecutivo di Tripoli. Assieme a un tripartito Consiglio presidenziale, il premier è stato eletto il 5 febbraio scorso dal Forum di dialogo politico libico promosso dall’Onu per dare un governo transitorio alla Libia con cui portare il Paese alle elezioni in dicembre. Dbeibah, quando otterrà la fiducia del disintegrato parlamento libico o almeno del Forum di dialogo politico, prenderà il posto del dimissionario Fayez al-Sarraj finora capo del Governo di accordo nazionale.   POLITICA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Birmania: Facebook chiude la pagina dell’esercito
Nuove manifestazioni contro il golpe in tutto il Paese
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
21 febbraio 2021
13:26
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Facebook ha chiuso l’account gestito dall’esercito della Birmania in seguito al colpo di stato e alla repressione della manifestazioni da parte dei militari che ieri ha portato alla morte di due persone.
La pagina si chiama ‘Tatmadaw – True News Information Team’ e, secondo quanto spiegato da Facebook in una nota, ha più volte “violato le regole della comunità che vietano l’incitamento alla violenza”.
Intanto migliaia di persone sono scese nelle strade delle principali città birmane anche oggi.- Mentre la moglie di un famoso attore, Lu Min, ne ha denunciato l’arresto. L’uomo aveva preso parte a diverse proteste contro il golpe.

Il segretario generale dell’Onu, António Guterres, condanna “l’uso della forza letale” in Birmania, dove ieri due manifestanti contro il golpe sono stati uccisi dai colpi delle forze dell’ordine. “L’uso della forza letale, dell’intimidazione e delle violenze contro i manifestanti pacifici è inaccettabile – scrive in un tweet -. Ognuno ha il diritto di protestare pacificamente. Faccio appello a tutti i partiti a rispettare i risultati delle elezioni e di tornare alle norme civili”.  TECNOLOGIA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Niger al voto, sfida tra due veterani della politica
Prima transizione democratica dall’indipendenza nel 1960
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
21 febbraio 2021
09:14
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ballottaggio tra due veterani della politica Niger che oggi è chiamato a scegliere il nuovo presidente nella prima transizione democratica per la nazione più povera al mondo alle prese con la violenza jihadista fuoriuscita dai vicini Mali e Nigeria.
Solo 7,4 milioni dei 22 milioni di abitanti del paese hanno diritto a votare oggi, tutti gli altri sono minorenni.
Migliaia di soldati saranno schierati in tutto il Niger a garantire che le operazioni si svolgano in totale sicurezza e si possa svolgere il primo passaggio di potere democratico dall’indipendenza dalla Francia nel 1960.
La decisione del presidente uscente Mahamadou Issoufou di dimettersi due mandati di cinque anni è stata accolta con favore in un’area in cui i leader di solito tendono ad aggrapparsi al potere. A sfidarsi per la sua successione sono il suo braccio destro Mohamed Bazoum e Mahamane Ousmane, che divenne il primo presidente democraticamente eletto del paese nel 1993, per poi essere rovesciato da un colpo di stato tre anni dopo. E’ la sua quinta candidatura dal golpe.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nucleare: Iran valuta proposta Ue di incontro
Vice ministro: ‘Ridurremo l’accesso agli ispettori dell’Aiea’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEHERAN
21 febbraio 2021
10:02
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo studiando la proposta del capo della politica estera dell’Ue Josep Borrell su un incontro informale” tra i firmatari dell’accordo sul nucleare iraniano del 2015: da una parte Stati Uniti, Germania, Cina, Francia e Regno Unito, dall’altra Teheran. Lo ha detto il vice ministro degli Esteri iraniano Abbas Araghchi durante un programma tv del sabato sera.

“Stiamo consultando i nostri partner, comprese Russia e Cina sulla proposta”, ha detto il vice ministro aggiungendo insistendo comunque sulla richiesta agli Stati Uniti di “revocare le sanzioni.
In riferimento alla visita ieri a Teheran del capo dell’Aiea Rafael Grossi per discutere la decisione dell’Iran di limitare l’accesso agli ispettori dell’Agenzia a partire da martedì, Araghchi ha detto che la missione non ha cambiato nulla.
“Ridurremo dal 20 al 30 per cento circa le ispezioni”, ha ribadito.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Israele:decine di tonnellate di greggio su tutto il litorale
Per una distanza complessiva di 170 chilometri
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
21 febbraio 2021
11:05
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV, 21 FEB – ‘L’inquinamento marino più grave degli ultimi decenni in Israele’: così la stampa descrive il graduale arrivo negli ultimi giorni sulla costa di una enorme macchia di greggio. Quantità di liquido oleoso, più o meno grandi, sono state rinvenute ieri su diversi tratti del litorale, dall’estremo Nord fino a Sud per una distanza complessiva di 170 chilometri.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Alcune tartarughe marine coperte di una sostanza viscida nera sono morte. A riva, è stato trovato anche un giovane cetaceo morto, ma non è noto se sia stato vittima anch’esso dell’inquinamento.
Il ministero per la difesa dell’ambiente ha attivato una procedura di emergenza. Ha anche richiesto informazioni dettagliate all’Ente europeo per il traffico marino per ricostruire i movimenti di una decina di navi che una settimana fa erano nelle vicinanze di una vasta macchia oleosa sospinta poi dalla corrente verso Israele. Si presume si tratti di decine di tonnellate di greggio.
Ieri nelle spiagge di Israele migliaia di volontari hanno provveduto ad una prima pulitura. Ma i danni ambientali, anche per il fondale marino, sono ingenti e secondo le stime richiederanno anni di impegno per essere riparati.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Greggio sul litorale, Israele chiude le spiagge del Mediterraneo
Netanyahu va sulla costa per verificare la gravità della crisi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
21 febbraio 2021
18:40
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
‘L’inquinamento marino più grave degli ultimi decenni in Israele’: così la stampa descrive il graduale arrivo negli ultimi giorni sulla costa di una enorme macchia di greggio. Quantità di liquido oleoso, più o meno grandi, sono state rinvenute ieri su diversi tratti del litorale, dall’estremo Nord fino a Sud per una distanza complessiva di 170 chilometri.
P
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Alcune tartarughe marine coperte di una sostanza viscida nera sono morte. A riva, è stato trovato anche un giovane cetaceo morto, ma non è noto se sia stato vittima anch’esso dell’inquinamento. Il ministero per la difesa dell’ambiente ha attivato una procedura di emergenza. Ha anche richiesto informazioni dettagliate all’Ente europeo per il traffico marino per ricostruire i movimenti di una decina di navi che una settimana fa erano nelle vicinanze di una vasta macchia oleosa sospinta poi dalla corrente verso Israele. Si presume si tratti di decine di tonnellate di greggio. Ieri nelle spiagge di Israele migliaia di volontari hanno provveduto ad una prima pulitura. Ma i danni ambientali, anche per il fondale marino, sono ingenti e secondo le stime richiederanno anni di impegno per essere riparati.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In seguito alle quantità di catrame accumulatesi sulla costa mediterranea, agli israeliani è stato vietato di bagnarsi in mare fino a nuovo ordine per proteggere la loro salute. Sulle spiagge (dal confine a nord col Libano fino a sud con la striscia di Gaza) è stato inoltre vietato di praticare attività sportiva o di accamparsi. Il premier Benyamin Netanyahu ha compiuto un sopralluogo su una spiaggia a sud di Tel Aviv per verificare la gravità dell’inquinamento.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Usa verso 500.000 morti. Gb, vaccinato un adulto su tre
Negli Stati Uniti più vittime che in tre guerre
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
21 febbraio 2021
14:40
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli Stati Uniti si avvicinano alla soglia dei 500.000 morti per Covid in quasi un anno di pandemia. Si tratta di un numero elevato, maggiore di quello dei morti americani – riporta il New York Times – sui campi di battaglia della Prima Guerra Mondiale, della Seconda Guerra Mondiale e della Guerra in Vietnam insieme.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il numero dei casi sta rallentando ma ci sono timori per le nuove varianti.

Un adulto su tre in Gran Bretagna è stato vaccinato contro il coronavirus. Lo ha detto il ministro della Sanità, Matt Hancock, alla Bbc.
“E’ una bellissima notizia. Siamo fiduciosi che il vaccino funzioni sia con il vecchio ceppo del Covid sia con la variante cosiddetta “del Kent” che oggi è la prima fonte di contagio in questo Paese”, ha detto precisando di non avere certezza invece sull’efficacia contro la variante sudafricana.

Il governo britannico accelera ancora nella campagna di vaccinazioni anti Covid e s’impegna ad anticipare entro luglio l’obiettivo della somministrazione almeno della prima dose a tutta la popolazione dai 18 anni in su del Regno. Lo ha fatto sapere stasera Boris Johnson. Il premier Tory ha rivendicato i risultati raggiunti fino ad oggi, con 17,2 milioni di persone già vaccinate con la prima dose e i richiami saliti a oltre 600.000, ma ha aggiunto che bisogna “andare ancora oltre e più veloce”: lasciando intendere che intanto la copertura delle 9 fasce prioritarie indicate sull’isola – dagli over 50 in su, più alcune categorie di lavoro – sarà completata prima del tempo nelle prossime settimane.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Lunedì, come previsto da tempo e sullo sfondo del recente calo dell’ultima ondata di casi e contagi provocata dall’aggressiva variante ‘inglese’ del virus, Johnson annuncerà i tempi di una road map per un cauto e graduale alleggerimento delle restrizioni dal terzo lockdown nazionale in vigore sull’isola da ormai quasi due mesi, a partire da una parziale riapertura delle scuole che dovrebbe essere fissata comunque non prima dell’8 marzo e di un allentamento di qualche misura sulla limitazione dei contatti sociali.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Israele riapre con Green Passport, ma app va in tilt
Ministero sanità, in 98.9% vaccino riduce forme gravi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
21 febbraio 2021
11:26
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Israele riapre da oggi all’insegna del Green Passport. Nel maggiore allentamento del suo terzo lockdown, da questa mattina – come deciso dal governo – sono state riaperte gran parte delle attività, commerciali e non.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ma con differenti regole dettate dall’avvio della validità del ‘Green Passport’ che ne consente alcune, interdette invece a chi non ha la doppia vaccinazione.
Negozi di strada, centri commerciali, mercati all’aperto, musei e librerie sono agibili tutti gli israeliani, mentre solo chi ha il ‘Green Passport’ può accedere alle palestre, agli eventi culturali e sportivi, agli hotel e alle piscine. Tutte attività queste che dovranno accertare il possesso del lasciapassare da parte dell’utente. Anche parte delle scuole ha ripreso le lezioni in presenza ma solo nelle aree dove non c’è alta diffusione del virus.
I media hanno segnalato la corsa all’ottenimento del Green Passport che si può avere tramite il ministero della sanità o attraverso una app speciale che però ha registrato diversi blocchi dovuti ad un eccesso di domande in contemporanea. Per questo, lo stesso ministero ha chiesto ai cittadini di rivolgersi ai suoi uffici.
Intanto il ministero della sanità ha diffuso dati – relativi al 13 febbraio – incoraggianti sugli effetti del vaccino su chi ha ricevuto 2 dosi. Nel 98.9% – ha detto – previene le forme gravi della malattia e nel 95.8% anche l’infezione stessa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Gb promette una dose a tutti gli adulti per luglio
Johnson accelera ancora. E lunedì piano su allentamento lockdown
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
21 febbraio 2021
11:38
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il governo britannico accelera ancora nella campagna di vaccinazioni anti Covid e s’impegna ad anticipare entro luglio l’obiettivo della somministrazione almeno della prima dose a tutta la popolazione dai 18 anni in su del Regno. Lo ha fatto sapere stasera Boris Johnson.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il premier Tory ha rivendicato i risultati raggiunti fino ad oggi, con 17,2 milioni di persone già vaccinate con la prima dose e i richiami saliti a oltre 600.000, ma ha aggiunto che bisogna “andare ancora oltre e più veloce”: lasciando intendere che intanto la copertura delle 9 fasce prioritarie indicate sull’isola – dagli over 50 in su, più alcune categorie di lavoro – sarà completata prima del tempo nelle prossime settimane.
Lunedì, come previsto da tempo e sullo sfondo del recente calo dell’ultima ondata di casi e contagi provocata dall’aggressiva variante ‘inglese’ del virus, Johnson annuncerà i tempi di una road map per un cauto e graduale alleggerimento delle restrizioni dal terzo lockdown nazionale in vigore sull’isola da ormai quasi due mesi, a partire da una parziale riapertura delle scuole che dovrebbe essere fissata comunque non prima dell’8 marzo e di un allentamento di qualche misura sulla limitazione dei contatti sociali.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Fda, saturimetro meno efficace su pelle scura
Un paziente su 10 rischia diagnosi sbagliata
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
21 febbraio 2021
12:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Strumento fondamentale nella lotta al coronavirus, il saturimetro potrebbe non funzionare sulla pelle più scura. E’ l’avvertimento della Food and Drug Administration americana che ha analizzato diversi studi sull’argomento.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Lo riporta la Cnn.
Secondo uno studio in particolare, pubblicato a dicembre sul New England Journal of Medicine dal dottor Michael Sjoding dell’università del Michigan, su 10.000 pazienti il saturimetro ha dato un risultato fuorviante sul 3,6% dei pazienti bianchi e sull’11,7% di quelli neri. In pratica, spiega Sjoding, un paziente di colore su 10 potrebbe ricevere una diagnosi sbagliata. Oltretutto secondo i dati del Centro Usa per il controllo delle malattie, neri, latini e nativi americani hanno il quadruplo delle possibilità di essere ricoverati per Covid-19.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La spiegazione del perché il saturimetro funziona meno sulla pelle scura è relativamente semplice. Il dispositivo funziona inviando due tipi di luce rossa attraverso il dito. Un sensore sull’altro lato del dispositivo rileva questa luce e la utilizza per rilevare il colore del tuo sangue; il sangue rosso vivo è altamente ossigenato, mentre il sangue blu o violaceo lo è meno.
Se il dispositivo non è calibrato per la pelle più scura, la pigmentazione potrebbe influenzare il modo in cui la luce viene assorbita. Fortunatamente, sostengono i ricercatori, i medici non si basano solo ed esclusivamente sui risultati degli spirometri per formulare una diagnosi di coronavirus.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: capo Serum Institute, priorità a bisogni dell’India
Ad ai governi stranieri: ‘Dovete avere pazienza’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
21 febbraio 2021
12:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il capo del Serum Institute indiano, il più grande produttore al mondo di vaccini per volume, ha chiesto ai governi degli altri Paesi che aspettano le forniture di “essere pazienti” perche’ la priorità sarà data all’India.
“Vi chiedo umilmente di avere pazienza perche’ gli sforzi del nostro istituto sono volti a soddisfare i giganteschi bisogni dell’India e, allo stesso tempo, a trovare un equilibrio con il resto del mondo”, ha scritto su Twitter Adar Poonawalla, secondo quanto riportato dal Guardian.

L’azienda, che ha sede nella città occidentale di Pune, sta producendo il vaccino Oxford/AstraZeneca, uno dei due che l’India userà per immunizzare dal Covid-19 la sua popolazione di 300 milioni di abitanti. Il governo del premier Narendra Modi è stato criticato per la partenza lenta della sua campagna di vaccinazioni ma le autorità sanitarie si stanno preparando ad ad accelerare nelle prossime settimane. Da metà gennaio l’India ha vaccinato circa 11 milioni di persone.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Gb promette una dose a tutti gli adulti per luglio
Johnson accelera ancora. E lunedì piano su allentamento lockdown
(2)
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
21 febbraio 2021
13:32
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il governo britannico accelera ancora nella campagna di vaccinazioni anti Covid e s’impegna ad anticipare entro luglio l’obiettivo della somministrazione almeno della prima dose a tutta la popolazione dai 18 anni in su del Regno. Lo ha fatto sapere stasera Boris Johnson.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il premier Tory ha rivendicato i risultati raggiunti fino ad oggi, con 17,2 milioni di persone già vaccinate con la prima dose e i richiami saliti a oltre 600.000, ma ha aggiunto che bisogna “andare ancora oltre e più veloce”: lasciando intendere che intanto la copertura delle 9 fasce prioritarie indicate sull’isola – dagli over 50 in su, più alcune categorie di lavoro – sarà completata prima del tempo nelle prossime settimane.

Lunedì, come previsto da tempo e sullo sfondo del recente calo dell’ultima ondata di casi e contagi provocata dall’aggressiva variante ‘inglese’ del virus, Johnson annuncerà i tempi di una road map per un cauto e graduale alleggerimento delle restrizioni dal terzo lockdown nazionale in vigore sull’isola da ormai quasi due mesi, a partire da una parziale riapertura delle scuole che dovrebbe essere fissata comunque non prima dell’8 marzo e di un allentamento di qualche misura sulla limitazione dei contatti sociali.
DA QUI L’AGGIORNAMENTO:
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un adulto su tre in Gran Bretagna è stato vaccinato contro il coronavirus. Lo ha detto il ministro della Sanità, Matt Hancock, alla Bbc. “E’ una bellissima notizia. Siamo fiduciosi che il vaccino funzioni sia con il vecchio ceppo del Covid sia con la variante cosiddetta “del Kent” che oggi è la prima fonte di contagio in questo Paese”, ha detto precisando di non avere certezza invece sull’efficacia contro la variante sudafricana.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ministro Gb, vaccinati un adulto su tre
Hancock: ‘Vaccino efficace su vecchio ceppo e variante inglese’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
21 febbraio 2021
12:38
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un adulto su tre in Gran Bretagna è stato vaccinato contro il coronavirus. Lo ha detto il ministro della Sanità, Matt Hancock, alla Bbc.

“E’ una bellissima notizia. Siamo fiduciosi che il vaccino funzioni sia con il vecchio ceppo del Covid sia con la variante cosiddetta “del Kent” che oggi è la prima fonte di contagio in questo Paese”, ha detto precisando di non avere certezza invece sull’efficacia contro la variante sudafricana.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Iran, discussioni produttive con l’Aiea
‘Il risultato sarà reso noto questa sera’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEHERAN
21 febbraio 2021
13:11
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Iran ha annunciato di aver avuto “discussioni produttive” con il capo dell’Aiea Rafael Grossi da ieri in missione a Teheran.
“L’Iran e l’Aiea hanno avuto un dialogo proficuo basato sul rispetto reciproco, il cui risultato sarà diffuso questa sera”, ha scritto su Twitter Kazem Gharibabadi, l’ambasciatore iraniano presso l’Agenzia dell’Onu.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nucleare: Iran valuta proposta Ue di incontro
Vice ministro: ‘Ridurremo l’accesso agli ispettori dell’Aiea’
(2)
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEHERAN
21 febbraio 2021
13:17
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Iran ha annunciato di aver avuto “discussioni produttive” con il capo dell’Aiea Rafael Grossi da ieri in missione a Teheran. “L’Iran e l’Aiea hanno avuto un dialogo proficuo basato sul rispetto reciproco, il cui risultato sarà diffuso questa sera”, ha scritto su Twitter Kazem Gharibabadi, l’ambasciatore iraniano presso l’Agenzia dell’Onu.
Il vice ministro degli Esteri  Abbas Araghchi durante un programma tv del sabato sera ha annunciato che “stiamo studiando la proposta del capo della politica estera dell’Ue Josep Borrell su un incontro informale” tra i firmatari dell’accordo sul nucleare iraniano del 2015: da una parte Stati Uniti, Germania, Cina, Francia e Regno Unito, dall’altra Teheran.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha detto il vice ministro degli Esteri iraniano Abbas Araghchi durante un programma tv del sabato sera.
“Stiamo consultando i nostri partner, comprese Russia e Cina sulla proposta”, ha detto il vice ministro aggiungendo insistendo comunque sulla richiesta agli Stati Uniti di “revocare le sanzioni.
In riferimento alla visita ieri a Teheran del capo dell’Aiea Rafael Grossi per discutere la decisione dell’Iran di limitare l’accesso agli ispettori dell’Agenzia a partire da martedì, Araghchi ha detto che la missione non ha cambiato nulla.
“Ridurremo dal 20 al 30 per cento circa le ispezioni”, ha ribadito.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Premier Australia riceve dose in diretta tv
Al via la campagna nazionale da domani. si inizia con Pfizer
(2)
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
21 febbraio 2021
13:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Con il vaccino in diretta televisiva del premier Scott Morrison l’Australia ha dato il via alla sua campagna di immunizzazione contro il coronavirus che partirà ufficialmente domani. Lo riporta la Bbc.

La prima ad essere vaccinata sarà l’85enne Jane Malysiak.
Seguiranno poi 700.000 persone che appartengono a categorie a rischio come operatori sanitari in prima linea, forze di polizia, residenti e lavoratori delle case di cura. Seguiranno gli australiani con più di 70 anni e gli aborigeni di oltre 50.
Per ora sarà somministrato il vaccino Pfizer, il mese prossimo quello AstraZeneca. Il governo prevede di vaccinare questa settimana 60.000 persone.
Ieri piccole folle di no-vax si sono riunite per protestare contro la campagna a Melbourne, Sidney e Brisbane.
“Domani inizierà il nostro programma di vaccinazione, quindi oggi voglio sottolineare che è sicuro, che è importante, e che dobbiamo iniziare da coloro che sono più vulnerabili e in prima linea “, ha dichiarato il premier prima di ricevere la sua iniezione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Fauci, significativo grado di normalità a fine anno
Ma serve cautela su stime, possibile mascherina nel 2022
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
21 febbraio 2021
15:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Significativo grado di normalità” entro la fine dell’anno, ma “potrebbe non essere esattamente la normalità del novembre 2019”. Lo afferma Anthony Fauci, il superesperto americano in malattie infettive in un’intervista a Cnn.

Gli Stati Uniti stanno somministrando circa 1,5 milioni di vaccini per il Covid al giorno ma un’accelerazione è attesa entro aprile. E’ “possibile” comunque che gli americani possano dover indossare la mascherina nel 2022, aggiunge Fauci invitando alla cautela nelle stime e nelle previsioni perché le variabili in gioco sono molte.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La figlia di Amos Oz accusa, mio padre era un violento
‘Mi ha picchiato, routine di sadico abuso’. Famiglia nega
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
21 febbraio 2021
15:43
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In un libro destinato a suscitare scalpore e polemiche in Israele, la figlia di Amos Oz ha accusato il padre di essere stato violento nei suoi confronti fino agli ultimi giorni di vita. Nella autobiografia appena uscita in ebraico dal titolo ‘Qualcosa travestito da amore’, Galia Oz denuncia un rapporto difficile con il padre, nume tutelare della letteratura israeliana e icona progressista.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Nella mia infanzia – prende avvio il libro – mio padre mi ha picchiato, imprecato contro e umiliata. La violenza è stata creativa: mi ha trascinato fuori casa e mi ha cacciato via. Mi ha chiamato schifezza. Non una passeggera perdita di controllo e non uno schiaffo in faccia qui e lì, ma una routine di sadico abuso”. “Il mio crimine – ha aggiunto Galia, scrittrice di libri per bambini anche lei di successo – ero io stessa, così la punizione non ha avuto fine. Doveva essere sicuro che mi sarei dovuta spezzare”.
Un ritratto respinto dal resto della famiglia Oz: la vedova dell’autore Nili e gli altri suoi due figli – Fania e Daniel – hanno contestato con forza quanto sostenuto da Galia. “Abbiamo conosciuto – hanno scritto in un comunicato congiunto – un padre diverso: un caldo, amorevole, attento genitore che ha amato la sua famiglia”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: arrivate a gaza 20 mila dosi di Sputnik
Tv, finanziate dagli Emirati arabi uniti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
21 febbraio 2021
16:18
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ventimila dosi di vaccino Sputnik sono arrivate oggi a Gaza, provenienti dall’Egitto. Sono state finanziate dagli Emirati arabi uniti.
Lo ha riferito la televisione privata al-Kufya, legata all’uomo d’affari palestinese Mohammed Dahlan il quale ha organizzato la spedizione.
Ex dirigente di al-Fatah a Gaza Dahlan, che da anni vive all’estero, è considerato un rivale politico del presidente Abu Mazen.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ecuador: elezioni,Arauz e Lasso a ballottaggio presidenziale
Previsto per l’11 aprile
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
QUITO
21 febbraio 2021
16:23
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Consiglio nazionale elettorale (Cne) dell’Ecuador ha ufficializzato la notte scorsa che, sulla base dei risultati delle elezioni del 7 febbraio, il candidato progressista Andrés Arauz (Unes), con il 32,72% dei voti, e quello conservatore Guillermo Lasso (Creo-Psc) con il 19,74%, parteciperanno ad un ballottaggio l’11 aprile per stabilire chi dei due sarà il successore del presidente Lenin Moreno.
Si apre ora una fase in cui secondo la legge elettorale i candidati esclusi potranno presentare ricorsi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ed è quello che quasi certamente intende fare il candidato ambientalista indigeno Yaku Pérez, del partito Pachakutik che, terzo con il 19,38% dei suffragi, è convinto che la sua esclusione dal ballottaggio sia “frutto di brogli”.
Per questo ha organizzato con l’appoggio di varie organizzazioni indigene una marcia di quasi 700 chilometri che, partita da Loja, arriverà a Quito martedì prossimo. Le sue richieste riguardano un nuovo conteggio del 100% dei voti della popolosa provincia di Guayas e del 50% di quelli di molte altre province.
Per il momento il Cne ha accolto parzialmente soltanto un suo ricorso per un nuovo scrutinio di voti in una trentina di seggi delle province di Guayas e Los Rios. Le decisioni del Cne possono però ora essere impugnate davanti al Tribunale del contenzioso elettorale (Tce) per un nuovo esame dei ricorsi, Arauz è un economista di 35 anni che fra il 2014 ed il 2015 è stato ministro dell’ex presidente Rafael Correa, attualmente esule in Belgio.
Lasso invece è un uomo d’affari e imprenditore di 65 anni, già governatore di Guayas, e al terzo tentativo di conquista della massima carica dello Stato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gb: 5 notti in clinica per Filippo, timori dopo visita Carlo
Episodio fa discutere in tempi di lockdown. Quesiti su urgenza
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
21 febbraio 2021
16:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cresce l’inquietudine per la salute del quasi centenario principe Filippo, consorte della regina Elisabetta, ricoverato da martedì sera in un’ala privata dell’ospdedale King Edward VII di Londra in seguito a un “malessere” di natura imprecisata.
Buckingham Palace ha fatto sapere di non avere per ora “nulla da aggiungere”, dopo la quinta notta di ricovero, alle rassicurazioni date finora in base alle quali il duca di Edimburgo è “di buon umore” e non ha alcun disturbo collegato con il Covid (contro cui è stato vaccinato assieme a Elisabetta II a gennaio).
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ma la visita ricevuta ieri dal principe Carlo ed erede al trono britannico alimenta qualche timore. Carlo si è spostato di oltre 150 chilometri, dalla residenza di campagna in cui ha trascorso gli ultimi mesi della pandemia, per intrattenersi mezz’ora col padre: un fatto non ordinario tenuto conto delle limitazioni imposte dal lockdown alle visite ospedaliere; e che ha fatto alzare anche qualche sopracciglio fra la gente comune con parenti ricoverati nel Regno tanto da indurre la direzione sanitaria del King Edward a precisare come la struttura che ospita il duca, in quanto privata, permetta in questa fase visite non solo a pazienti terminali o bisognose di speciale assistenza familiare, ma pure in presenza di “circostanze eccezionali” non meglio definite. L’unica giustificazione all’accaduto alternativa a una svolta nelle condizioni di Filippo appare tuttavia quella avanzata dalla commentatrice reale Penny Junor: stando alla quale il principe di Galles potrebbe aver voluto vedere l’anziano padre “in un momento cruciale” per le vicende di casa Windsor per “rassicurarlo a proposito di Harry” e Meghan. Dopo la conferma della scelta dei duchi di Sussex di rinunciare allo status di membri senior della dinastia e la conseguente revoca di una serie di loro incarichi e patronati reali.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Libia: media, fallito attentato al ministro Bashaga
Attacco al suo convoglio a Tripoli, uno degli aggressori ucciso
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TUNISI
21 febbraio 2021
16:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro dell’Interno del governo di accordo nazionale, Fathi Bashaga, è sopravvissuto ad un attacco armato al suo convoglio a Tripoli, sulla strada per Janzur. Lo rende noto su Twitter la tv al-Arabiya, secondo la quale uno degli aggressori sarebbe rimasto ucciso.

Il potente ministro dell’Interno libico oggi aveva incontrato il presidente della Compagnia petrolifera (Noc), Mustafa Sanalla.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I Boeing 777 ispezionati in Usa e fermati in Giappone
Nuova grana per l’azienda Usa dopo l’incidente della United
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
22 febbraio 2021
04:16
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nuova grana per Boeing. I 777 con motori PW4000 devono essere “ispezionati di emergenza” e questo vorrà “probabilmente dire che alcuni aerei saranno rimossi dal servizio”.
F
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ordine della Federal Administration Aviation risuona anche in Giappone, dove le autorità chiedono alle compagnie aeree nazionali di lasciare a terra i 777 con PW 4000 fino a nuovo ordine.
La decisione della Faa segue l’incidente di United Airlines a Denver, quando uno dei suoi velivoli – un 777 con PW4000 – è stato costretto a rientrare poco dopo il decollo a causa di un motore in fiamme che ha causato una pioggia di detriti nell’area circostante la città del Colorado. Un atterraggio di emergenza che non ha causato feriti fra i 231 passeggeri e i 10 membri dell’equipaggio, diretti inizialmente a Honolulu. Nessun ferito neanche a terra, dove molti detriti sono caduti in strade e giardini. Proprio United ha annunciato la sospensione temporanea dei suoi 24 Boeing 777 con motori PW400 prodotti da Pratt & Whitney, divisione di Raytheon Technologies. “Siamo in contatto con le autorità e continueremo a lavorare con loro per determinare le ulteriori misure necessarie per assicurare che i nostri8 aerei soddisfino i più rigorosi standard di sicurezza e possano tornare a volare”, afferma United. Per Boeing si tratta di un nuovo colpo dopo lo scandalo del 737 Max, lasciato a terra per un anno. Il caso è anche un test per la Faa, travolta dalle critiche per il 737 Max per la lentezza nell’azione e per non aver condotto i test necessari sul velivolo prima dell’autorizzazione a volare.
Il ministero dei Trasporti giapponese ha ordinato alle aerolinee domestiche, All Nippon Airlines (Ana) e Japan Airlines (Jal), di sospendere temporaneamente i voli che riguardano i Boeing 777. Ana e Jal posseggono rispettivamente 19 e 13 aerei 777-200 all’interno della propria flotta, e hanno detto che si adegueranno alle direttive. Un incidente simile aveva coinvolto un altro Boeing 777 della Japan Airlines lo scorso 4 dicembre durante un volo partito da Tokyo Haneda e diretto a Naha, nell’isola di Okinawa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Teatro: muore Jurgen Muller, tra fondatori Fura dels Baus
Regista, attore tedesco inventore del linguaggio ‘furero’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
21 febbraio 2021
17:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il tedesco Jürgen Müller, cofondatore de La Fura dels Baus e uno dei sei direttori artistici della compagnia teatrale, è morto venerdì scorso a 65 anni per una malattia polmonare che aveva da 10 anni. Lo rende noto la stessa compagnia con sede a Barcelona.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Müller (Weiterdingen, 1955) è stato l’attore de La Fura dels Baus che ha realizzato le rappresentazioni più personali ed è stato anche l’attore che meglio ha dominato il corpo fisico, la danza Butoh e la sua interpretazione del teatro della crudeltà, come ha scritto la stessa compagnia.
Müller, venuto a Barcellona per studiare danza e mimo contemporanei all’Institut del Teatre, ha partecipato alla creazione e all’esecuzione dei primi spettacoli La Fura, creando il cosiddetto “linguaggio furero “.
La Fura dels Baus è una delle più antiche compagnie teatrali, con 42 anni di storia, e mezzo migliaio di progetti artistici innovativi, con approccio concettuale e mai scontati, Muller è rimasto attivo fino all’ultimo come uno dei direttori artistici della compagnia e che a lui piaceva definire “un fenomeno sociopolitico”. A causa dei suoi disturbi polmonari, negli ultimi dieci anni è stato costretto a vivere con una macchina che lo aiutava nella respirazione. Gli altri direttori artistici della Fura dels Baus sono Miki Espuma, Pep Gatell, Alex Ollé, Carlus Padrissa e Pera Tantiñá.    SPETTACOLI, MUSICA E CULTURA