Economia tutte le notizie in tempo reale! LEGGI SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 56 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:34 DI GIOVEDì 04 MARZO 2021

ALLE 13:31 DI DOMENICA 07 MARZO 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano volatile (-0,13%), in evidenza Tim ed Enel
Spread stabile a 104 punti, vendite su St, Pirelli e Stellantis
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
09:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa di Milano volatile nei primi scambi con il Ftse Mib che perde un marginale 0,13% a 23.013 punti. Lo spread tra Btp e Bund è stabile a 104 punti con il rendimento del decennale italiano allo 0,72% Nel paniere principale, in evidenza Tim ((+2,27%)) con Kepler Cheuvreux che ha alzato il prezzo obiettivo a 0,75 euro confermando il buy.
Salgono poi i titoli dell’energia con Enel (+1,89%), Snam (+1,11%), Italgas (+1,27%). che si è aggiudicata la gestione del servizio di distribuzione del gas naturale nell’Atem ‘Torino 1′ per i prossimi 12 anni.
Tra i bancari Mediobanca registra un +0,78%, all’indomani dell’ingresso con l’1% di Francesco Gaetano Caltagirone. Cedente Generali (-0,31%) . Vendite su St (-2,37%), Pirelli (-1,25%), Stellantis (-1%) all’indomani dei conti 2020 e delle stime sul 2021 . Debole Atlantia (-1,15%), quest’ultima in attesa che si definisca il nodo su Aspi. Prese di beneficio su Unicredit (-0,68%) che ha definito la lista del board per il nuovo consiglio targato Padoan-Orcel.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa debole guarda a Opec e Powell, Milano -0,5%
Spread stabile a 104 punti, in calo euro e petrolio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
10:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee in calo in scia alle Piazze asiatiche. Sui listini pesa il nuovo aumento dei rendimenti sul mercato obbligazionario Usa, sui timori della possibilità di un’accelerazione dell’inflazione.
Sotto la lente della giornata l’intervento nel tardo pomeriggio del presidente della Fed, Powell e la riunione dell’Opec in videoconferenza su livello di produzione di aprile.
L’indice d’area, lo Stoxx 600, perde circa mezzo punto con vendite su titoli legati a chimica ed edilizia. Tra le singole Piazze, Londra è la peggiore e perde lo 0,73%. Parigi cede lo 0,08%, Francoforte lo 0,4% e Milano lo 0,5% con il Ftse Mib sotto i 23mila punti. Sempre in evidenza Tim (+2,09%) ed Enel ((+2,11%). Tra i titoli più venduti St (-2,4%), Nexi (-2,06%), Ferrari (-1,8%), Lo spread tra Btp e Bund è sempre in area 104 punti base con il rendimento del decennale italiano allo 0,72%.
Fronte cambi Lleuro resta in calo a 1,20 sul biglietto verde.
Cedente anche il petrolio con il wti a 61 dollari al barile e l’ice sotto i 64 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa: finanziamento da 40 mln a Feralpi per acciaio green
Linea credito dedicata per lo stabilimento di Lonato del Garda
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
10:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa Sanpaolo e Feralpi Siderurgica, tra i principali produttori siderurgici in Europa, hanno sottoscritto un accordo di finanziamento per un ammontare di 40 milioni di euro finalizzato al raggiungimento di specifici target legati alla sostenibilità e all’economia circolare.
La linea di credito sarà prevalentemente dedicata al finanziamento dell’installazione, presso il sito produttivo di Lonato del Garda (Brescia), di una combinazione di soluzioni tecnologiche.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il finanziamento consentirà a Feralpi di dare continuità agli investimenti green in linea con il piano industriale e in coerenza con la strategia di business del Gruppo Feralpi.
Intesa Sanpaolo conclude così un’ulteriore operazione a valere sul plafond di 6 miliardi di euro dedicato alla circular economy previsto nel Piano d’Impresa 2018-2021, plafond che dal suo lancio ha finanziato 177 progetti. L’operazione è stata conclusa dalla Divisione IMI Corporate & Investment Banking di Intesa Sanpaolo guidata da Mauro Micillo con il supporto del Circular Economy Desk di Intesa Sanpaolo Innovation Center, società dedicata all’innovazione e alla diffusione dell’economia circolare.
L’operazione con “un’eccellenza internazionale come Feralpi conferma la forza e la reattività dell’industria manifatturiera italiana”, afferma Mauro Micillo, responsabile della Divisione IMI Corporate & Investment Banking di Intesa Sanpaolo.
Il Gruppo Feralpi è “orientato verso modelli di business sempre più circolari, attraverso una strategia di sviluppo che consenta un continuo adattamento e mitigazione degli impatti””, ricorda Giuseppe Pasini, presidente del gruppo Feralpi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aviva lascia l’Italia, cede tutte le attività per 873 mln
Per il gruppo britannico operazione da 873 milioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
11:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aviva esce dall’Italia e cede le attività vita a Cnp Assurances per 543 milioni di euro e danni ad Allianz per 330 milioni di euro. Dato che il ramo vita è in partnership con Unicredit, che detiene il 49% di Aviva Spa, il valore dell’operazione è di 873 milioni ma considerando la quota di Unicredit il valore delle attività sale a 1,2 miliardi.

L’obiettivo di Aviva è di “focalizzarsi sui paesi più forti”, in Uk, Irlanda e Canada.
Considerando i proventi attesi dalla vendita dell’80% di Aviva Vita a Ubi Banca annunciata lo scorso novembre, il gruppo assicurativo britannico incasserà circa 1,3 miliardi dalla vendita complessiva delle attività italiane.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Sbarra, blocco licenziamenti fino a fine emergenza
Riforma ammortizzatori riguardi tutti, sia universale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
11:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il blocco dei licenziamenti deve proseguire fino a fine emergenza ed essere generalizzato. Lo dice il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra in una intervista a Coffee break su La7.
“Siamo nel pieno – ha detto – della più grande emergenza economica, sociale e sanitaria della storia della Repubblica. Fino a che perdura l’emergenza sanitaria e la crisi economica è così pesante dobbiamo alzare e rafforzare le misure di protezione sociale verso i lavoratori.
Dobbiamo andare avanti con il blocco dei licenziamenti e creare o spazio per una vera discussione sulla riforma degli ammortizzatori sociali rendendoli universali, solidaristici, inclusivi, mutualistici e di tipo assicurativo, Nessuno può restare indietro. Devono riguardare – ha detto ancora – anche le micro aziende sotto i sei dipendenti che ora non hanno nessuna protezione sociale. E poi bisogna estendere le tutele al lavoro autonomo e ai parasubordinati”. Per quanto riguarda le risorse, Sbarra ha fatto riferimento al programma Sure e agli stanziamenti programmati nei decreti per fronteggiare l’emergenza Covid dal Cura Italia a quelli successivi per gli ammortizzatori sociali non utilizzati appieno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: Nel 2020 335mila famiglie in povertà assoluta in più. E’ record da 15 anni
Calo record della spesa per consumi delle famiglie, è ai livelli del 2000. Incremento della povertà più al Nord che al Sud
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
11:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La povertà assoluta torna a crescere e tocca il record dal 2005. Le stime preliminari Istat del 2020 indicano valori dell’incidenza di povertà assoluta in crescita sia in termini familiari (da 6,4% del 2019 al 7,7%), con oltre 2 milioni di famiglie, sia in termini di individui (dal 7,7% al 9,4%) che si attestano a 5,6 milioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’anno della pandemia si azzerano i miglioramenti registrati nel 2019. Dopo 4 anni consecutivi di aumento, si erano infatti ridotti in misura significativa il numero e la quota di famiglie (e di individui) in povertà assoluta, pur rimanendo su valori molto superiori a quelli precedenti la crisi del 2008.
Secondo le stime preliminari, nel 2020 le famiglie in povertà assoluta sono oltre 2 milioni (il 7,7% del totale, da 6,4% del 2019, +335mila) per un numero complessivo di individui pari a circa 5,6 milioni (9,4% da 7,7%, ossia oltre 1milione in più rispetto all’anno precedente).
Nel 2020 si è registrato un calo record della spesa per consumi delle famiglie. E’ quanto emerge dalle stime preliminari Istat pubblicate oggi in Statistica today . L’aumento della povertà assoluta si inquadra nel contesto di un calo record della spesa per consumi delle famiglie (su cui si basa l’indicatore di povertà). Secondo le stime infatti, nel 2020 la spesa media mensile torna ai livelli del 2000 (2.328 euro; -9,1% rispetto al 2019). Rimangono stabili solo le spese alimentari e quelle per l’abitazione mentre diminuiscono drasticamente quelle per tutti gli altri beni e servizi (-19,2%).
L’incremento della povertà assoluta registrato nel 2020 è maggiore nel Nord del Paese e riguarda 218mila famiglie (7,6% da 5,8% del 2019), per un totale di 720mila individui. Peggiorano anche le altre ripartizioni ma in misura meno consistente. Il Mezzogiorno resta l’area dove la povertà assoluta è più elevata: coinvolge il 9,3% delle famiglie contro il 5,5% del Centro. E’ quanto emerge dalle stime preliminari dell’Istat pubblicate in Statistica today.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In generale l’incidenza di povertà assoluta, spiega l’Istat, cresce soprattutto tra le famiglie con persona di riferimento occupata (7,3% dal 5,5% del 2019). Si tratta di oltre 955mila famiglie in totale, 227mila famiglie in più rispetto al 2019.
Tra queste ultime, oltre la metà ha come persona di riferimento un operaio o assimilato (l’incidenza passa dal 10,2 al 13,3%), oltre un quinto un lavoratore in proprio (dal 5,2% al 7,6%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo le stime preliminari, nel 2020 le famiglie in povertà assoluta sono oltre 2 milioni (il 7,7% del totale, da 6,4% del 2019, +335mila) per un numero complessivo di individui pari a circa 5,6 milioni (9,4% da 7,7%, ossia oltre 1milione in più rispetto all’anno precedente). E’ quanto emerge dai dati preliminari Istat contenuti in Statistica today, in cui viene sottolineato che i dati sono i peggiori dal 2005.

Nell’anno della pandemia si azzerano così i miglioramenti registrati nel 2019. Dopo 4 anni consecutivi di aumento, si erano infatti ridotti in misura significativa il numero e la quota di famiglie (e di individui) in povertà assoluta, pur rimanendo su valori molto superiori a quelli precedenti la crisi del 2008.
L’aumento della povertà assoluta si inquadra nel contesto di un calo record della spesa per consumi delle famiglie (su cui si basa l’indicatore di povertà). Secondo le stime infatti, nel 2020 la spesa media mensile torna ai livelli del 2000 (2.328 euro; -9,1% rispetto al 2019). Rimangono stabili solo le spese alimentari e quelle per l’abitazione mentre diminuiscono drasticamente quelle per tutti gli altri beni e servizi (-19,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Generali: punta a sostegno pmi commercio per ripresa
Ipsos, 50% imprenditori settore teme per tenuta attività
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
12:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Generali scende in campo per supportare oltre 1,7 milioni di piccole imprese del commercio con oltre 4 milioni di lavoratori, con l’obiettivo di diventare in tre anni partner di riferimento anche nel segmento delle micro-imprese.
“La prima soluzione di quest’anno, Attiva Commercio, è dedicata proprio al sostegno delle micro-imprese del commercio, centrali per il tessuto produttivo italiano.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Diamo risposta alle priorità degli imprenditori di questo settore, tra i più colpiti dalla crisi, per ripartire velocemente e cogliere nuove opportunità”, afferma il country manager e ceo di Generali Italia, Marco Sesana, durante una conferenza stampa in streaming.
Da dicembre 2020 torna a migliorare la fiducia delle imprese italiane (da 60 punti a maggio 2020 a più di 87 a febbraio 2021), tuttavia, per il settore commercio, composto per il 95% di microimprese con meno di 10 addetti, circa 1 imprenditore su 2 si dice preoccupato per la tenuta della propria attività. Lo evidenzia un’indagine Ipsos presentata durante l’evento dall’a.d. dell’Istituto di ricerca, Nando Pagnoncelli.
“Generali, con la solidità di 190 anni, oggi vuole essere sempre più vicina agli imprenditori per la ripresa economica e la stabilità del Paese”, sottolinea Sesana.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo al lavoro sul primo bilancio integrato, in cda 9 marzo
‘Sostenibilità è centrale nella strategia aziendale’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
12:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo vara “un nuovo approccio alla rendicontazione di bilancio che integri le performance economico-finanziarie con i traguardi raggiunti e gli obiettivi futuri sugli aspetti Environmental, Social & Governance”. La società, spiega una nota, “è al lavoro per redigere il primo bilancio Integrato con l’obiettivo di offrire in un unico documento, una visione completa, misurabile e trasparente del valore generato e confermare la centralità della sostenibilità nella strategia aziendale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il primo progetto di dilancio Integrato sarà sottoposto all’approvazione del cda di Leonardo nella riunione del 9 marzo 2021”.
“Con il bilancio Integrato vogliamo rafforzare il percorso di sviluppo sostenibile intrapreso da Leonardo”, sottolinea la cfo Alessandra Genco: “I futuri investimenti dell’azienda saranno focalizzati sulle tecnologie per la transizione ambientale e digitale e sullo sviluppo di persone e competenze chiave. Il bilancio Integrato è un elemento fondamentale per fornire una rappresentazione olistica delle strategie di sviluppo e delle performance conseguite, del modo in cui co-creiamo soluzioni innovative con i partner della filiera e con l’ecosistema della ricerca scientifica, della maniera in cui operiamo responsabilmente nei Paesi in cui siamo presenti, dell’impiego che facciamo dei nostri preziosi capitali, non solo quelli finanziari. L’integrazione è una scelta strategica di lungo termine a supporto della nostra competitività”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa amplia calo con Future Usa, Milano -0,74%
Spread a 105 punti, rendimenti su obbligazionario stabili
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
12:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee si indeboliscono ulteriormente a metà seduta con Londra (-1,27%) e Francoforte (-0,81%) le più pesanti. L’indice d’area, lo stoxx 600, perde quasi un punto percentuale.
Milano perde lo 0,76% mentre Parigi cede lo 0,53%. Sale anche lo spread tra Btp e Bund con il differenziale che si porta in area 105 punti e il rendimento del decennale italiano allo 0,74%.
Sempre in calo il petrolio con lo sguardo rivolto al meeting dell’Opec. Il Wti resta sotto i 61 dollari al barile mentre l’Ice è sotto i 64 dollari al barile. E si conferma debole anche l’euro a 1,2054 sul biglietto verde. Negativi i future su Wall Street dopo il balzo dei rendimenti sui Treasury di ieri che oggi si sono stabilizzati. Fronte Usa l’attesa è all’intervento nel tardo pomeriggio del presidente della Fed, Powell. Quanto a Piazza Affari sul listino principale restano le evidenze di Tim (+1,57%) con Kepler che ha alzato il prezzo obiettivo ed Enel (+1,7%). Sotto pressione St (-4%), Nexi (+2,5%) ,Fineco (-2,3%), Unicredit (-2,1%), Stellantis (-2%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Enea: calo record emissioni 2020, -40% dal 2005
Per la CO2 -12%, calano anche i consumi di energia del 10%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
13:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il 2020 sarà ricordato come l’anno del calo record dei consumi di energia (-10% rispetto al 2019) e delle emissioni di CO2 (-12%), che sono ora inferiori del 40% rispetto ai livelli del 2005”. Lo scrive l’Enea diffondendo i dati dell’Analisi trimestrale del sistema energetico italiano.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il 30% della riduzione delle emissioni è legato a fattori ‘virtuosi’ (come la riduzione dell’intensità energetica e il minor utilizzo di fonti fossili carbon intensive) e per il 70% alla contrazione del PIL.
“La contrazione della domanda di energia è la più elevata dal biennio 1943-44, quando l’Italia era in piena Seconda guerra mondiale”, commenta il ricercatore ENEA che coordina l’Analisi trimestrale del sistema energetico italiano, Francesco Gracceva.
“Nell’ultima grande crisi economica, nel 2009, i consumi si sono ridotti ‘solo’ del 5,7%” , spiega. Il 60% del calo dei consumi di energia primaria riguarda il petrolio, a causa della forte riduzione del traffico stradale e aereo. .
L’analisi mostra “un notevole miglioramento (+38%) dell’indice ISPRED, elaborato dall’Agenzia per misurare la transizione energetica sulla base dell’andamento di prezzi, sicurezza e decarbonizzazione”. “Evidenzia anche – so egge in una nota – il forte aumento (+27% per un valore di 2,2 miliardi di euro) delle importazioni di tecnologie low carbon, soprattutto veicoli elettrici, ibridi e batterie che sono arrivati a coprire il 56% di questo segmento di import (era il 33% nel 2019). .
Tra le notizie definite dall’Enea “positive” c’è, infine, il raggiungimento del pareggio commerciale nel fotovoltaico e un lieve aumento delle esportazioni di veicoli elettrici ibridi plug-in (PHEV).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Saipem:con Alboran Hydrogen per la produzione idrogeno verde
Accordo cinque impianti, 3 in Italia e 2 nel bacino Mediterraneo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
13:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Saipem e Alboran Hydrogen hanno firmato un protocco d’intesa per lo sviluppo congiunto e la realizzazione di cinque impianti per la produzione di idrogeno verde tramite il processo dell’elettrolisi, tre dei quali in Italia e gli altri due nel bacino del Mediterraneo.
L’accordo propone, tra le varie possibili iniziative identificate, lo sviluppo e la creazione di un distretto dell’idrogeno verde in Puglia, con tre impianti situati rispettivamente nei territori di Brindisi, Taranto e Foggia, con il coinvolgimento del Distretto Tecnologico Nazionale dell’Energia, le università La Sapienza, del Salento e la Cittadella della Ricerca di Brindisi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’iniziativa è in linea con gli obiettivi dell Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.
L’accordo prevede, inoltre, lo sviluppo e la realizzazione di due ulteriori impianti nel bacino del Mediterraneo, rispettivamente in Albania e in Marocco.
L’intesa con Saipem “ci consentirà di sviluppare al meglio le potenzialità del modello di progetto proposto per la Puglia, con l’obiettivo di esportarlo nel mondo”, afferma Simone Pratesi, presidente di Alboran Hydrogen.
“L’accordo con Alboran Hydrogen consolida la posizione di Saipem quale protagonista della transizione energetica e della decarbonizzazione, e aggiunge un importante tassello per il futuro sviluppo dell’idrogeno verde in Italia e nel bacino del Mediterraneo, tecnologia che rappresenterà, nei prossimi decenni, il nuovo orizzonte della evoluzione energetica”, sostiene Maurizio Coratella di Saipem.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps: via alle domande per il bonus bebè 2021
Assegno natalità vale tra 80 e 192 euro al mese per un anno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
13:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Via libera dall’Inps alla presentazione delle domande per l’assegno di natalità (il cosiddetto bonus bebè) per le nascite, le adozioni e gli affidamenti preadottivi avvenute nel 2021. Lo fa sapere l’Inps con un messaggio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il bonus vale tra gli 80 euro in caso di Isee superiore a 40,000 euro o in assenza di Isee, e i 192 euro (2.304 euro annui) al mese per un anno nel caso di Isee inferiore a 7.000 euro e di nascita o adizione del secondo figlio. Nel caso di Isee tra i 7.000 euro e i 40.000 euro, l’assegno di natalità è pari a 120 euro al mese per un anno per il primo figlio e 144 per il secondo.
La domanda va presentata entro i 90 giorni dall’evento. In via transitoria, al fine di evitare un eventuale pregiudizio del diritto dei potenziali beneficiari, per le nascite/adozioni/affidamenti già avvenuti a partire dal 1° gennaio 2021, il termine di 90 giorni per la presentazione della domanda decorre dalla pubblicazione del messaggio (il 3 marzo).
Per le domande presentate tardivamente, l’assegno di natalità decorre dal mese di presentazione della domanda e comprende le sole mensilità residue fino al compimento di un anno dall’evento (nascita, adozione o affidamento).
La domanda di assegno deve essere inoltrata esclusivamente in via telematica e, di norma, una sola volta per ciascun figlio nato, adottato o in affidamento preadottivo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ibl Banca: chiude cartolarizzazione crediti deteriorati
Operazione svolta come arranger, sottoscritti 7 mln euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
13:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ibl Banca, attiva nei finanziamenti tramite cessione del quinto, ha concluso un’operazione di cartolarizzazione avente come sottostante crediti deteriorati, in cui ha svolto anche il ruolo di arranger. L’istituto basato a Roma ha sottoscritto un ammontare complessivo di circa 7 milioni di euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La cartolarizzazione, che presenta una struttura partly paid, prevede l’emissione, da parte di una società veicolo appositamente costituita, di due tranche di titoli ABS (asset-backed securities). La tranche senior è stata interamente sottoscritta da IBL Banca. La tranche junior, invece, è stata sottoscritta per il 90% da Ben Oldman European Asset Backed Lending S.A., fondo lussemburghese specializzato negli investimenti nel Sud Europa, in particolare in Spagna e in Italia, per un 5% da IBL Banca e per la restante quota da un altro operatore del mercato. Le prime cessioni avvenute nel contesto della cartolarizzazione hanno avuto ad oggetto crediti NPL e UTP, principalmente di natura secured, per un gross book value complessivo di circa 35 milioni di euro.
Nell’ambito dell’operazione IBL Banca – oltre ad essere Arranger – ha assunto anche i ruoli di banca depositaria, agente di pagamento e agente di calcolo. “Siamo soddisfatti per il perfezionamento di questa prima operazione di senior financing, che è stata interamente strutturata da IBL Banca a conferma dell’interesse ad accrescere la nostra operatività in questo comparto. Come investitori, siamo presenti già da alcuni anni nel mercato dei crediti non performing, ed ora facciamo il nostro esordio anche come Arranger”. ha dichiarato Mario Giordano, Amministratore Delegato di IBL Banca.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: Giovannini, alleanze da posizione chiare, di forza
Abbiamo bisogno di un vettore nazionale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
13:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo bisogno di un vettore nazionale forte con sostenibilità sociale ed anche economica che possa fare accordi con altri ma da una posizione di forza e di chiarezza”. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e delle mobilità sostenibili Enrico Giovannini, a Rainews 24.

E’ vero come dice qualcuno che la pandemia è stata come una ‘safety car per il trasporto aereo che obbliga tutte le compagnie a rallentare “ma purtroppo con la safety car ognuno deve stare nella posizione che aveva prima della safety car: il che vuol dire che noi abbiamo un problema strutturale di posizionamento della vecchia e nuova Alitalia rispetto ad altri operatori e dobbiamo sbloccare questa situazione anche attraverso il negoziato con Bruxelles cosa che stiamo facendo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Brembo: contiene effetto Covid, nel 2020 utile a 136,5 mln
Ricavi pari a 2,21 miliardi (-14%), dividendo di 0,22 euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
13:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Brembo contiene l’effetto della crisi provocata dalla pandemia e chiude il 2020 con un utile netto a 136,5 milioni, grazie alla spinta del quarto trimestre che ha registrato un risultato pari a 64,8 milioni di euro (+17,5%). Il cda proporrà all’assemblea la distribuzione di un dividendo pari a 0,22 euro per azione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I ricavi netti consolidati del Gruppo nel 2020 ammontano a 2,21 miliardi, in calo del 14,8% rispetto al 2019. Nel quarto trimestre i ricavi sono stati pari a 648,7milioni, in crescita del 4,5% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente.
Il margine operativo lordo (Ebitda) del 2020 ammonta a 388,7milioni (17,6% dei ricavi), e si confronta con 515,2 milioni del 2019 (19,9% dei ricavi). Dedotti ammortamenti e svalutazioni per 207,6 milioni, il margine operativo netto (Ebit) si attesta a 181,1 milioni (8,2% dei ricavi).
“I risultati approvati oggi dal Consiglio di amministrazione di Brembo dimostrano l’efficace e attenta gestione dell’azienda, che in un anno critico ha saputo salvaguardare la redditività del Gruppo, contenendo in maniera rapida e incisiva l’impatto negativo subìto dal mercato di riferimento”, afferma Alberto Bombassei, presidente di Brembo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano riduce calo a 0,3% con Europa, deboli i Future Usa
Spread in area 105 punti, petrolio risale leggermente
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
14:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano riduce il calo insieme alle altre Piazze europee in attesa dell’apertura di Wall Street con i future che restano in flessione. Sul Ftse Mib (-0,3% a 22.968 punti) restano le vendite su St (-2,96%) in scia alla debolezza dei tecnologici Usa.
Lo spread tra Btp e Bund è a 105 punti con il rendimento del decennale italiano allo 0,73%.
Prese di beneficio su Unicredit (-2,39%) dopo il buon passo della vigilia con la lista del board per il nuovo consiglio.
Sotto pressione poi Amplifon (-2,13%) all’indomani dei conti con l’effetto del Covid. Giù Ferrari (-1,62%) e fuori dal paniere principale Mediaset (-2%) e Brembo (-1,61%) con i conti. Tra i big sempre in evidenza Tim (+1,9%) ed Enel (+2%). A livello continentale (stoxx 600 -0,7%), Londra resta la Piazza peggiore (-0,87%) ma con Aviva, che lascia l’Italia e altri paesi, in controtendenza (+2,5%). Francoforte cede lo 0,40% e Parigi lo 0,26%.
Il Wti è a 61,3 dollari mentre lo sguardo è rivolto al meeting dell’Opec. L’euro è a 1,2042 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: governo a parti, ipotesi campagna nelle aziende
L’ipotesi sul tavolo dell’incontro che si è svolto tra i ministri Orlando e Speranza e le parti sociali. Al tavolo ha partecipato anche il commissario per emergenza Covid-19, Figliuolo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
19:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Governo ha posto sul tavolo “due obiettivi” introducendo l’incontro di oggi con le parti sociali: “Fare il punto sull’attuazione dei protocolli di sicurezza firmati nel marzo dello scorso anno”, ma anche la “possibilità di utilizzare dei presidi che esistono all’interno delle aziende, quindi i medici aziendali, per le vaccinazioni” per “garantire in questo processo un accesso più fluido alle categorie di lavoratori più direttamente esposti al contagio”. E’ possibile anche “un apporto della rete dell’Inail con i suoi ambulatori”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Trapela da partecipanti all’incontro che è in corso in videoconferenza.
L’incontro con le parti sociali è stato introdotto, per il Governo, dal ministro del Lavoro, Andrea Orlando, e dal ministro della Salute, Roberto Speranza. E’ stato indicato – viene riferito da alcuni dei partecipanti – come “particolarmente utile provare a utilizzare tutte le armi che abbiamo in campo” per la seconda fase della campagna vaccinale: “Ogni presidio ed ogni luogo dove può esserci un medico messo nelle condizioni, nel pieno rispetto dei protocolli di sicurezza, di accelerare le vaccinazioni è un fatto positivo per il Paese”, quindi “risorse anche intere alle aziende per agevolare la vaccinazione dei dipendenti”
Per farlo, è stato spiegato, servirà una disponibilità di dosi “molto più larga di quella che c’è oggi”, ma si punta a “cominciare ad organizzarsi” in tempi brevi perchè “questo sistema sia pronto, efficiente, efficace”. Quanto ai protoni di marzo, ne è stata sottolineata l’importanza e l’efficacia, rappresentano uno strumento che si è dimostrato “prezioso per reggere la sfida del virus”, ed oggi “a mesi di distanza appare di buon senso attivare un tavolo di discussione che possa rileggere quel documento”, valutare “come implementarlo, come rafforzarlo, come aggiornarlo alla luce di nuove evidenze scientifiche” ed ai passi vanti fatti come, esempio, sulla disponibilità dei tamponi come strumenti di diagnosi e di prevenzione
Questa mattina incontro anche tra il commissario Ue al mercato interno Thierry Breton, e il ministro Giorgetti. “Sono fiducioso sulla capacità dell’Europa di consegnare i vaccini sempre più rapidamente e confidiamo di poter vaccinare da qui all’estate tutti i cittadini europei”, ha detto Breton, che ha la delega sui vaccini.    POLITICA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Casa: Bankitalia, prospettive mercato meno negative
Sondaggio congiunturale, prezzi stabili o in calo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
14:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si fanno meno cupe, pur restando negative le stime del mercato immobiliare. Secondo il sondaggio congiunturale di Banca d’Italia-Agenzia delle Entrate-Tecnoborsa di fine 2020 “le prospettive sono migliorate, sia sul proprio mercato di riferimento sia su quello nazionale, pur rimanendo in entrambi i casi prevalenti le attese negative.
La maggior parte degli agenti prevede effetti negativi dell’epidemia sulla domanda di abitazioni e sui prezzi di vendita; per poco meno di un terzo del campione tali effetti si protrarrebbero fino alla metà del 2022″.
Nel sondaggio la maggior parte degli operatori riferisce una sostanziale stabilità dei prezzi rispetto alla precedente rilevazione, un terzo del campione segnala quotazioni in diminuzione. I giudizi sulle condizioni della domanda e sull’andamento dei nuovi incarichi a vendere sono peggiorati; i tempi di vendita sono rimasti stabili, ma a fronte di un lieve incremento dello sconto medio sul prezzo richiesto dal venditore”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Giorgetti, 400-500 mln per polo nazionale
Risorse per impianto e per aziende che accompagneranno strategia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
16:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel prossimo dl Sostegno e in un decreto “che mi appresto a firmare come ministro dello Sviluppo”, saranno allocate “importanti risorse per accompagnare sia il progetto di polo nazionale, sia quelle aziende che accompagneranno la strategia italiana e europea di risposta ai vaccini”, pari complessivamente a una cifra “di 400-500 milioni di euro”. Lo ha annunciato il ministro dello Sviluppo, Giancarlo Giorgetti, in una conferenza stampa col commissario Ue al mercato interno Thierry Breton, circa la nascita di un polo italiano per la produzione dei vaccini.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Governo a parti, ipotesi campagna nelle aziende
In campo medici imprese e Inail per lavoratori più esposti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
14:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Governo ha posto sul tavolo “due obiettivi” introducendo l’incontro di oggi con le parti sociali: “fare il punto sull’attuazione dei protocolli di sicurezza firmati nel marzo dello scorso anno”, ma anche la “possibilità di utilizzare dei presidi che esistono all’interno delle aziende, quindi i medici aziendali, per le vaccinazioni” per “garantire in questo processo un accesso più fluido alle categorie di lavoratori più direttamente esposti al contagio”.
E’ possibile anche – trapela dalla riunione – “un apporto della rete dell’Inail con i suoi ambulatori”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa a più velocità con WS aperta contrastata
In rosso banche e semiconduttori, bene petroliferi e utility
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
16:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee in ordine sparso, dopo l’apertura contrastata di Wall Street, mentre si attendono gli esiti della riunione dell’Opec+ e prosegue la corsa ai vaccini contro il Covid 19. In Europa la migliore è Madrid (+0,3%), mentre sono negative Parigi (-0,1%), Francoforte (-0,2%) e Londra (-0,5%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sul filo Milano (+0,05%), con lo spread a 104,5 punti, dopo avere toccato un minimo di 102,85 poco dopo l’apertura e un massimo di 105,22 in tarda mattina.
Piatto l’oro (-0,05%) a 1.714 dollari l’oncia.
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, perde lo 0,3%, sotto il peso soprattutto di informatica (-1,8%) e materiali (-1,5%), in particolare nei titoli del rame (-3,6%) e nell’estrattivo (-4,8%). Tra i semiconduttori, praticamente tutti in rosso, molto male Infineon (-4,2%) e Be Semiconductor (-4,9%). In negativo la quasi totalità delle banche, iniziando da Standard Chartered (-2,2%) e Bank of Ireland (-2,3%), mentre guadagnano quelle dei Paesi nordici dell’Europa. In ordine sparso le auto, con una crescita soprattutto per Volkswagen (+2,5%) e Porsche (+2,1%) e perdite per altri, da Ferrari (-2,1%) a Renault (-0,3%). Più velocità tra i farmaceutici, con rialzi per alcuni come Sanofi (+1,5%) e Roche (+1,4%) e ribassi per altri come Novartis (-3%) e Vifor (-2,4%).
Bene la maggioranza dei petroliferi, a partire da Polski Koncern (+2,2%) e Total (+1,8%), con l’eccezione di Neste Oyj (-3,6%), mentre il greggio è in rialzo (wti +1,6%) a 62,2 dollari al barile. Ottimiste le utility, con alcuni forti guadagni, come per Enel (+3,4%) e Iberdrola (+2,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund in salita a 105,6 punti
Il rendimento del decennale italiano allo 0,72%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
16:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In salita a 105,68 punti base lo spread tra Btp e Bund a metà pomeriggio, dopo avere toccato un minimo di 102,85 punti poco dopo l’apertura. Il rendimento del decennale italiano è allo 0,72%, dopo avere toccato un minimo allo 0,71% a metà mattina e un massimo allo 0,75% verso fine mattinata.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano piatta (+0,03%), banche in rosso, su l’energia
Positivi i farmaceutici. Guadagni per Mediobanca e Webuild
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
17:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piatta Piazza Affari (+0,03%) a metà pomeriggio, con il comparto energia a farla da padrone.
Corrono Tenaris (+3,8%), Saipem e Eni (+2,6%) tra i petroliferi, con il greggio in forte rialzo (wti +3,6%) a 63,48 dollari al barile, mentre è in corso la riunione dell’Opec.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Forti guadagni per Enel (+3,1%), Tim (+2,4%) e Campari (+2%). In decisa sofferenza Stm (-2,8%) come gli altri semiconduttori in Europa, pesante nel lusso Moncler (-2,6%), male Amplifon (-2,2%) il giorno successivo ai conti.
In difficoltà le banche, a partire da Unicredit (-2%), Fineco (-1,8%), Banco Bpm (-1,2%), Bper (-1%) e Intesa (-0,6%), mentre lo spread è salito a 105 ,3 punti. In rosso, nonostante la guidance 2021 migliore delle attese, Stellantis (-0,4%) in linea col comparto e Pirelli (-0,9%) così come il settore nel Vecchio continente. In rialzo Mediobanca (+0,4%), il giorno dopo l’ingresso con l’1% di Francesco Gaetano Caltagirone. Debole Generali (-0,1%). Guadagni per Webuild (+1,6%), miglior offerente per due progetti di infrastrutture in Italia negli ultimi due giorni. Tra i farmaceutici guadagni per Diasorin (+1,7%) dopo le voci di ipotesi di cessione da parte di Luminex, e bene anche Recordati (+1,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BFF: nuovo logo dopo fusione con Depobank
Ispirato alla scultura Danza donata
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
17:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BFF, dopo la fusione tra la capogruppo, Banca Farmafactoring e DEPObank, si rifà il look e dal 5 marzo il nuovo logo guiderà la brand identity del gruppo, subentrando gradualmente all’icona originale.
“La nuova immagine è anche il simbolo dei passi importanti che abbiamo compiuto nel progetto di crescita del nostro gruppo.

Siamo in una posizione unica per garantire risultati ancora migliori, e abbiamo voluto rinnovare il nostro logo affinché l’identità visiva fosse allineata alla nostra strategia” ha dichiarato Massimiliano Belingheri, Amministratore Delegato, BFF Banking Group. L’emblema aziendale è stato semplificato e ruotato: il logo è ispirato all’opera Danza, che l’azienda ha commissionato all’artista Gianfranco Pardi, scultura donata alla città di Milano nel 2006 e manterrà lo slogan lanciato nel 2017: “a bank like no other”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa migliora trascinata dal greggio
Tonfo semiconduttori, banche in rosso e auto in ordine sparso
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
17:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Migliorano di qualche decimale, ma restano in ordine sparso le principali Borse europee verso fine seduta, mentre il covid 19 resta tra le questioni principali, tra corsa ai vaccini e restrizioni di movimento, e mentre è in corso la riunione dell’Opec+, l’Arabia Saudita valuta un ulteriore taglio della propria quota e il greggio vola (wti +4,7%) a 64,1 dollari al barile. La migliore è Madrid (+0,2%), seguita da Parigi (+0,1%), Francoforte (-0,1%) e Londra (-0,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Qualche piccolo guadagno a Milano (+0,1%), con lo spread a 105,1.
L’indice d’area del Vecchio continente perde lo 0,3%, ma è sostenuto dai petroliferi, che corrono col prezzo del greggio in salita, a iniziare da Toal, Bp, Galp e Eni (tutti +3%) e con utility e beni di prima necessità in forma. In ordine sparso i farmaceutici, con forti perdite per Novartis (-3,3%), mentre crescono Roche e Novartis (entrambi +1,7%). Banche quasi tutte in rosso, da Standard Chartered (-3,9%) a Unicredit (-2%), con eccezioni nei Paesi del Nordeuropa. A più velocità le auto, con guadagni per Volkswagen (+2,2%) e perdite per Stellantis (-0,6%). Tonfo dei semiconduttori, da Be Semiconductor (-6,9%) a Infineon (-6,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in lieve rialzo (+0,2%)
Il Ftse Mib a 23.093 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
04 marzo 2021
17:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in lieve rialzo per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,2% a 23.093 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fibra ottica nei condomini, ecco le linee guida dell’Agcom
Lasorella, certezze per velocizzare sviluppo della banda larga
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
18:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per raggiungere la terminazione di rete del cliente, lo sviluppo della rete in fibra ottica comporta diverse tipologie di intervento nella proprietà privata con passaggio e appoggio di fili, cavi, tubature, elementi di rete, supporti. Lo chiariscono le Linee Guida messe a punto dall’Agcom, l’Autorità per le Comunicazioni, per velocizzare al realizzazione del piano per la banda larga nelle aree bianche del Paese, che necessitano di un aiuto pubblico, e in quelle nere e grigie, con piani di copertura che prevedono investimenti di natura privata.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A fronte di numerose difficoltà di interpretazione del quadro normativo, l’Autorità ricorda anche che non serve convocare assemblee condominiali per avviare la cablatura. E chiarisce che, se non è già presente un impianto in fibra ottica nell’edificio, agli interventi nelle aree esterne all’immobile del cliente si aggiunge la necessità di accesso a parti comuni e infrastruttura fisica per il passaggio dei cavi nella colonna montante e negli sbracci orizzontali. Per l’Autorità le linee guida sono uno snodo essenziale per gli obiettivi strategici fissati dalla Commissione Ue, ossia garantire per il 2025 “l’accesso per tutte le famiglie europee, nelle aree rurali ed in quelle urbane, ad una connettività Internet che offra un downlink di almeno 100 Mbps, potenziabile a velocità Gigabit”.
“La delibera di oggi – dichiara il presidente dell’Agcom Giacomo Lasorella – è un contributo importante per dare chiarezza interpretativa e certezze di comportamento ai cittadini, ai condomini e alle aziende al fine di favorire la massima connettività veloce ed efficiente”. Il provvedimento, prima di entrare in vigore, verrà sottoposto a una consultazione pubblica per acquisire le osservazioni dei soggetti interessati.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude contrastata, Londra -0,3%
Madrid (+0,3%), Parigi (+0,01%), Francoforte (-0,1%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
18:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura contrastata per le principali Borse europee. La migliore è stata Madrid (+0,3%) a 8.354 punti, seguita da Parigi (+0,01%), piatta a 5.830 punti, mentre sono rimaste in rosso Francoforte (-0,17%) a 14.056 punti e Londra (-0,37%) a 6.650 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund: chiude in rialzo a 105,2 punti
Il rendimento del decennale italiano allo 0,73%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
18:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rialzo a 105,2 punti per lo spread tra Btp e Bund, dopo la chiusura a 104 del giorno precedente e un esordio di giornata che ha visto scendere il differenziale fino a 102,85 punti base, risalito invece poco prima delle 17 a 105,73 punti.
Il rendimento del decennale italiano ha chiuso allo 0,73%, dopo essere sceso intorno alle 10 allo 0,71% e avere toccato poco prima delle 12 un massimo allo 0,75%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Garavaglia, non sprecare competenze, ripartiremo con vaccini
Ministro a operatori, il ministero c’è ed è già operativo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
18:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Parte dalle “buone notizie per il mondo del turismo” il ministro Massimo Garavaglia che ha aperto i lavori del convegno “Per l’Italia! Il Turismo come motore economico e sociale per la vera ripartenza” organizzato dall’Associazione Internazionale dei Cavalieri del Turismo, presieduta dall’amministratore unico di Fiera Roma Pietro Piccinetti, e trasmesso in diretta su youtube. “La prima gran buona notizia per il settore e per il nostro Paese – dice Garavaglia – è l’istituzione del ministero ma l’altra buona notizia è che già operativo e stiamo già lavorando, cosa che in Italia non è scontata.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dobbiamo innanzitutto gestire l’emergenza con dei sostegni e già dal prossimo decreto vedremo di intervenire in maniera importante”.
Ma Garavaglia, che in questi giorni sta incontrando senza sosta operatori e associazioni, spiega che sta raccogliendo tanti suggerimenti e tante proposte concrete su cui il nuovo ministero lavorerà. Una cosa intanto è importante fare subito secondo il ministro. “Dobbiamo cogliere – spiega – ogni opportunità che ci dà già questo 2021. Sappiamo che la ripartenza vera ci sarà solo quando saremo vaccinati, ma nel frattempo vediamo tutto quello che si può già fare e quindi, per quello che è possibile fare in sicurezza, iniziare a operare. E’ molto importante non disperdere le competenze. Faccio un esempio: se un cuoco se ne va in Svizzera perché qui non lavora e passa a 5 mila franchi, poi non lo recuperi più… In quest’ottica il fatto che si possa rientrare dalla cassa integrazione con una decontribuzione va bene ma non è pensabile che debba rientrare al 100%. Meglio a un’altra percentuale ma attenti a non disperdere le competenza e la voglia di operare”.
Ma come far ripartire il turismo, che prima della crisi valeva oltre il 13% del pil italiano, ancora più forte di prima? Non ha dubbi Garavaglia. “Ci sono – spiega – delle linee di azione abbastanza note e obbligate. Da un lato approfittare di questo periodo per migliorare le strutture e poi c’è il tema della rivoluzione digitale che può dare grandi opportunità e sviluppi al settore”.
Per questo secondo Garavaglia l’Italia deve superare la frammentazione esistente che è sia a livello orizzontale che verticale. “Nel primo caso l’istituzione di un ministero, che si occupa dell’industria del turismo, di fatto finalmente la supera. Quindi le competenze sono chiare, dialogheremo con gli altri ministeri ma con la “dignità” di un ministero con portafoglio. Lavorare per l’industria del turismo faciliterà il dialogo con il ministero dello Sviluppo economico e non sarà un problema continuare a interloquire con quello della Cultura”.
Per la frammentazione a livello verticale il ministro spiega: “Abbiamo già recuperato il rapporto forte con le regioni e abbiamo già stabilito dei punti chiave. Innanzitutto prima si promuove tutti assieme il brand Italia, poi quando uno viene in Italia c’è l’imbarazzo della scelta. L’altra cosa è fare assieme è la rivoluzione digitale appunto. E cioè lo Stato, e in particolare l’Enit che è suo il braccio operativo, diventa il soggetto aggregatore della promozione digitale del sistema Italia, senza sostituirsi a nessuno ma integrando l’esistente.
Ma il nostro lavoro – conclude Garavaglia – non finisce certo qui e rimaniamo in una fase di ascolto”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano poco ottimista (+0,2%), male banche, tonfo Stm
Rialzo petroliferi col greggio. Corre Enel, guadagna Mediobanca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
18:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusa con scarsi guadagni la penultima seduta di settimana a Piazza Affari (+0,2%. La crisi da Covid 19 continua a preoccupare molti Paesi dal punto di vista sanitario, tra corsa ai vaccini e lock-down più o meno severi, e c’è il tentativo di rilancio dell’economia, che impegna ovviamente anche il governo italiano, mentre nella giornata si è registrato l’annuncio delle dimissioni del segretario del Pd, Nicola Zingaretti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A Milano, in linea col comparto, c’è stata una corsa dei petroliferi, da Tenaris (+3,5%) a Saipem (+3,4%) e Eni (+2,2%), col greggio in forte salita (wti +5,4% a sera) a 64,6 dollari al barile, con l’Opec plus che ha deciso di lasciare invariato il taglio delle quote per aprile. Molto in forma Enel (+2,8%), Tim (+2,5%) e Campari (+2,4%). Bene i farmaceutici, da Recordati (+1,6%) a Diasorin (+1,4%), quest’ultima dopo notizie di stampa che confermerebbero l’intenzione di vendere della texana Luminex.
Male le banche, a partire da Unicredit (-1,4%), Bper (-1%) e meno peggio Intesa (-0,5%), con lo spread che ha chiuso in rialzo poco sopra 105 punti. Bene invece Mediobanca (+0,6%) il giorno dopo l’ingresso con l’1% di Francesco Gaetano Caltagirone, cauta Generali (+0,2%). In ribasso Stellantis (-0,1%) tra le auto, peggio Ferrari (-2%), e Pirelli (-1,2%) tra i componenti. Decise perdite per Stm (-3,5%) tra i semiconduttori, con un vero e proprio tonfo del comparto, male nel lusso Moncler (-2,2%) e Amplifon (-1,6%) il giorno successivo ai conti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in rialzo New York a 63,83 dollari
Quotazioni salgono del 4,2%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
04 marzo 2021
20:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono del 4,2% a 63,83 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in calo (-0,70%)
Cambi: yen torna a svalutarsi sul dollaro ed euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
05 marzo 2021
01:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia l’ultima seduta della settimana in negativo, con gli investitori che osservano l’andamento dei rendimenti sul mercato obbligazionario, dopo le dichiarazioni del governatore della Federal Reserve Usa, Jerome Powell, sui rischi inflattivi, mentre prosegue la correzione in corso del listino tecnologico del Nasdaq. L’indice Nikkei perde lo 0,70% a quota 28.726,89, cedendo oltre 200 punti.
Sul mercato valutario lo yen scambia tratta a 107,90 sul dollaro, e a 129,10 sull’euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cina stima Pil 2021 oltre il 6%, inflazione intorno al 3%
Attesi più di 11 milioni di nuovi posti di lavoro in aree urbane
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
05 marzo 2021
02:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Cina stima per il 2021 un Pil in crescita di “oltre il 6%” in un contesto inflattivo “intorno al 3%”. E’ quanto si legge nella relazione del premier Li Keqian messa a punto in occasione dell’apertura dei lavori annuali del Congresso nazionale del popolo, il ramo legislativo del parlamento cinese.
I piani previsti dal governo includono anche la creazione di più di 11 milioni di nuovi posti di lavoro nelle aree urbane, dove la disoccupazione è vista intorno al 5,5%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: sale ancora dopo Opec, Wti verso 65 dollari
In rialzo anche il Brent sopra i 67 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
08:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo del petrolio sale ancora dopo la decisione dell’Opec+ di mantenere i tagli della produzione invariati fino ad aprile. Il West Texas Intermediate sale dell’1,32% per cento portandosi a 64,7 dollari al barile, mentre il Brent del Mare del Nord guadagna l’1,4% a 67,7 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: dollaro si rafforza, euro sotto quota 1,20
Lieve rialzo invece rispetto allo yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
08:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il dollaro resta forte sui mercati valutari e l’euro rimane sotto quota 1,20 in avvio di giornata.
La moneta unica vale 1,1956 dollari, in calo dello 0,11%.
Rialzo dello 0,15% invece sullo yen a 129,44.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: stabile in avvio dopo calo sotto 1.700 dollari l’oncia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
08:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’oro è stabile dopo il calo di ieri sotto 1.700 dollari l’oncia. Il prezzo spot è a 1.698 dollari, con una variazione minima di +0,06%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia chiude debole dopo Fed e stima Pil della Cina
In rosso Tokyo (-0,2%), poco mosso lo yen sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
08:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse asiatiche chiudono deboli dopo le dichiarazioni del presidente Fed, Jerome Powell, sull’inflazione e l’andamento dei rendimenti sul mercato obbligazionario. Gli investitori guardano anche alla stima del Pil per il 2021 della Cina e l’andamento del prezzo del petrolio dopo la riunione dell’Opec+.

Chiudono in calo Tokyo (-0,23%), Seul (-0,57%) e Mumbai (-0,47%). Poco mossa la Cina con Shangai (-0,04%), Shenzhen (+0,17%) e Hong Kong (+0,05%). Sul versante valutario lo yen tratta a 108,10 sul dollaro, e a 129,30 sull’euro.
Sul fronte macroeconomico in arrivo i dati degli ordini all’industria della Germania, la bilancia commerciale della Francia e le vendite al dettaglio dell’Italia. Dagli Stati Uniti previsto il tasso di disoccupazione, la bilancia commerciale, i nuovi dipendenti non agricoli e l’indice delle retribuzioni orarie.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund apre stabile a 106 punti base
Rendimento del decennale italiano allo 0,77%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
08:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ sostanzialmente stabile lo spread tra Btp e Bund in avvio di giornata. Il differenziale segna 106 punti base, dopo essere salito ieri oltre i 105 punti, con il rendimento del decennale italiano in lieve rialzo allo 0,77%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in calo (-0,6%)
Indice Ftse Mib a 22.955 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
05 marzo 2021
09:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre in calo. Il primo indice Ftse Mib cede lo 0,6% a 22.955 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in calo dopo Fed, si guarda a petrolio
Francoforte (-0,7%), Parigi (-0,62%) e Londra (-0,56%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
09:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono in calo con gli investitori che guardano all’andamento dei rendimenti sul mercato obbligazionario dopo le dichiarazioni del presidente della Fed, Jerome Powell. Sotto i riflettori anche l’andamento del prezzo del petrolio dopo la riunione dell’Opec+ che ha lasciato invariato il taglio delle quote di produzione.
Resta alta l’attenzione sull’andamento dei contagi da Coronavirus e le vicende legate ai vaccini. Sul versante valutario l’euro sul dollaro scende a 1,1949.
In rosso Francoforte (-0,7%), Parigi (-0,62%), Londra (-0,56%) e Madrid (-0,43%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in calo con le banche, avanza energia
Giù Inwit, sale Saipem. Spread Btp-Bund stabile a 106 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
09:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (-0,7%) prosegue la seduta in calo. Il Ftse Mib è appesantito dalle banche mentre sono in rialzo i titoli legati al petrolio, con il prezzo del greggio in rialzo.
Lo spread tra Btp e Bund è stabile a 106 punti, con il rendimento del decennale italiano allo 0,75%.
A Piazza Affari soffre Inwit (-1,9%), all’indomani dei conti del 2020 con un utile in crescita del 13%. In negativo le banche con Intesa (-1,2%), Unicredit (-1,4%), Mps (-0,9%), Bper (-0,6%), Banco Bpm (-0,3%) e Banca Generali (-2,5%). In calo Nexi (-1,7%), Leonardo e A2a (-1,4%).
Seduta all’insegna del rialzo per i petroliferi con Saipem (+1,5%), Tenaris e Eni (+0,6%). In positivo Stellantis (+0,2%) mentre sono in calo Brembo (-3,5%) dopo i conti, e Pirelli (-0,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa rallenta con il petrolio in rialzo
In calo utility mentre sale energia. Stabile euro sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
10:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee rallentano con il prezzo del petrolio a 65 dollari al barile dopo la riunione dell’Opec+. Gli investitori guardano agli Usa e all’andamento del mercato obbligazionario dopo le dichiarazioni del presidente della Fed.
Sul mercato valutario l’euro sul dollaro prosegue a 1,1940 a Londra.
In calo Parigi e Madrid (-0,8%), Londra e Francoforte (-0,6%) e Milano (-0,4%). L’indice d’area stoxx 600 cede lo 0,6% con il settore immobiliare (-1%), le utility (-0,8%) e le Tlc (-0,5%). In calo anche la farmaceutica (-0,5%) mentre sono piatte le banche. Bene il comparto dell’energia (+0,1%) con Bp (+0,1%) e Total (-0,1%).
A Piazza Affari andamento positivo per Saipem (+1,6%), Tenaris (+0,6%) Eni (+0,9%). In calo Inwit e Diasorin (-1,9%) e Nexi (-2,5%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Commercio: Istat, a gennaio vendite -3%, -6,8% su anno
Tengono i prodotti alimentari. Con la pandemia volano le vendite online (+38,4%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
10:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A gennaio 2021 l’Istat stima un calo congiunturale per le vendite al dettaglio del 3% in valore e del 3,9% in volume. Ad una lieve crescita delle vendite dei beni alimentari (+0,1% in valore e +0,3% in volume) si contrappone una forte riduzione per i beni non alimentari (-5,8% in valore e -7,2% in volume).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Su base tendenziale, a gennaio, le vendite al dettaglio diminuiscono del 6,8% in valore e dell’8,5% in volume.
Con la pandemia vola il commercio elettronico. A gennaio, su base annua, è l’unica forma distributiva che segna una decisa crescita (+38,4%), secondo i dati diffusi dall’Istat.
“Il 2021 si apre con il protrarsi dell’emergenza sanitaria e, conseguentemente, delle limitazioni alle attività degli esercizi commerciali stabilite a livello regionale e nazionale”, nota l’Istat nel suo report da cui emerge che nel trimestre novembre 2020-gennaio 2021 le vendite al dettaglio diminuiscono in termini congiunturali del 6,7% in valore e del 7,3% in volume. L’andamento negativo è determinato dai beni non alimentari che calano del 13,2% in valore e del 14,0% in volume, mentre le vendite dei beni alimentari sono in crescita (+1,9% sia in valore, sia in volume). Per quanto riguarda i beni non alimentari, si registrano variazioni tendenziali negative per quasi tutti i gruppi di prodotti ad eccezione di elettrodomestici, radio, tv e registratori (+11,7%) e dotazioni per l’informatica, telecomunicazioni, telefonia (+9,9%). Le flessioni più marcate riguardano calzature, articoli in cuoio e da viaggio (-36,4%) e abbigliamento e pellicceria (-33%). Rispetto a gennaio 2020, si registra una diminuzione assai ampia delle vendite al di fuori dei negozi (-18,7%) e di quelle delle imprese operanti su piccole superfici (-14,3%); calano lievemente anche le vendite della grande distribuzione (-1,5%). “Le imprese operanti su piccole superfici e gli esercizi specializzati – spiega l’Istat – risentono pesantemente del calo del settore non alimentare, mentre le vendite degli esercizi non specializzati della grande distribuzione risultano in aumento (+3,6%), trainate dai discount di alimentari (+14,1%), che confermano la tendenza positiva già registrata negli ultimi mesi del 2020.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: Wti sale a 65 dollari, massimo da gennaio 2020
In rialzo anche il Brent sopra i 68 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
11:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La corsa del petrolio non si arresta.
Il Wti è salito fino a 65 dollari al barile, il massimo da gennaio dello scorso anno, e il Brent ha superato i 68 dollari.

A spingere le quotazioni è la decisione dell’Opec+, arrivata al termine del vertice di ieri, di lasciare invariati i tagli alla produzione anche ad aprile. Secondo l’organizzazione, che ha seguito così la linea dell’Arabia Saudita, la situazione di incertezza del mercato persiste nonostante la campagna vaccinale e gli stimoli dei governi e non consente ancora un aumento produttivo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Renzo Rosso compra marchio Jil Sander
Vendita dalla giapponese Onward Holdings completata a fine mese
c
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
11:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Only the Brave (Otb), la holding di Renzo Rosso che possiede il marchio Diesel, compra Jil Sander dal gruppo giapponese Onward Holdings. La vendita sarà completata entro la fine del mese.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I termini dell’operazione, al momento, non sono stati resi noti. Onward nella vendita ad Otb è stata assistita da Nomura.
Fondato nel 1968 dall’omonima designer tedesca, e di proprietà del gruppo giapponese Onward Holdings dal 2008, Jil Sander è diretto
creativamente da Lucie e Luke Meier dal 2017.

“Al fine di rispondere ai rapidi cambiamenti del contesto di business abbiamo compiuto sforzi per selezionare e concentrarci su alcune attività ritirandoci o ridimensionando quelle non redditizie”, spiega Onward Holdings, che è quotata a Tokyo. “Negli ultimi anni, l’epidemia globale di infezioni COVID-19 ha ulteriormente peggiorato il contesto aziendale oltreoceano, in particolare in Europa, e ha avuto un forte impatto sui risultati finanziari di Onward Group – prosegue il gruppo – In queste circostanze, dopo aver preso in considerazione varie opzioni per quanto riguarda il business futuro in Europa, abbiamo concluso che una vendita di azioni di Jil Sander Spa, che è un business non redditizio di proprietà di Onward Italia, a una terza parte è la migliore opzione per il nostro piano di ristrutturazione aziendale globale”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat, -3% vendite a gennaio, boom dei discount alimentari
Abbigliamento male, vola solo il commercio elettronico (+38,4%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
11:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A gennaio 2021 l’Istat stima un calo congiunturale per le vendite al dettaglio del 3% in valore e del 3,9% in volume. Ad una lieve crescita delle vendite dei beni alimentari (+0,1% in valore e +0,3% in volume) si contrappone una forte riduzione per i beni non alimentari (-5,8% in valore e -7,2% in volume).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Su base tendenziale, a gennaio, le vendite al dettaglio diminuiscono del 6,8% in valore e dell’8,5% in volume.
Con la pandemia vola invece il commercio elettronico: a gennaio, su base annua, è l’unica forma distributiva che segna una decisa crescita (+38,4%), secondo i dati diffusi dall’Istat.
Per quanto riguarda i beni non alimentari, si registrano variazioni tendenziali negative per quasi tutti i gruppi di prodotti ad eccezione di elettrodomestici, radio, tv e registratori (+11,7%) e dotazioni per l’informatica, telecomunicazioni, telefonia (+9,9%). Le flessioni più marcate riguardano calzature, articoli in cuoio e da viaggio (-36,4%) e abbigliamento e pellicceria (-33%).
Rispetto a gennaio 2020, c’è diminuiscono molto ampiamente le vendite al di fuori dei negozi (-18,7%) e delle imprese operanti su piccole superfici (-14,3%), mentre calano lievemente quelle della grande distribuzione (-1,5%). Le vendite degli esercizi non specializzati della grande distribuzione, spiega l’Istat, risultano in aumento (+3,6%), trainate dai discount di alimentari (+14,1%), che confermano la tendenza positiva già registrata negli ultimi mesi del 2020.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa: nuovo piano da 50 mld per finanziare rilancio pmi
Nuovo credito per investimenti in sostenibilità e digitale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
14:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa Sanpaolo mette in campo ‘Motore Italia’, un nuovo piano da 50 miliardi di euro di nuovo credito in favore delle piccole e medie imprese per la liquidità e investimenti nella transizione sostenibile e digitale.
Il nuovo piano di finanziamenti e iniziative ha l’obiettivo di consentire alle piccole e medie imprese italiane di superare la fase di difficoltà provocata dalla crisi generata dalla pandemia e rilanciarsi attraverso progetti di sviluppo e crescita.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il programma è stato presentato oggi nel corso di una iniziativa organizzata da Intesa Sanpaolo.
La misura fondamentale del programma prevede nuove soluzioni di allungamento della durata dei finanziamenti in essere, ampliando le iniziative di sostegno alla liquidità già messe in atto nel corso del 2020. Previsti inoltre ulteriori interventi per preparare le piccole e medie imprese al rilancio economico e al recupero di competitività attraverso investimenti per la transizione digitale e sostenibile, in linea con i futuri obiettivi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Recovery Plan).
A distanza di un anno dalle prime misure intraprese per la “tenuta dell’economia, Intesa Sanpaolo si conferma fedele alleato delle pmi adottando con tempestività, in questa fase ancora critica, la misura più idonea e indispensabile per offrire loro maggiore tranquillità finanziaria: l’estensione della durata dei finanziamenti in essere”, afferma Stefano Barrese, responsabile della divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: ministri, colloquio con Vestager positivo
Franco, Giorgetti e Giovannini dopo confronto con commissaria
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
15:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
È durato circa un’ora l’incontro virtuale tra la Vicepresidente della Commissione europea e Commissaria per la concorrenza Margrethe Vestager e i Ministri dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco, delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, e dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti. Un confronto su ITA e Alitalia, con l ‘obiettivo di individuare in tempi rapidi una soluzione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il colloquio, definito dai partecipanti “positivo e costruttivo”, si è svolto in un clima cordiale. La Commissaria Ue e i Ministri hanno sottolineato la necessità di procedere nel segno della discontinuità. Il confronto tecnico verrà avviato all’inizio della prossima settimana per valutare nel dettaglio le possibili soluzioni volte a garantire che il nuovo vettore aereo nasca al più presto nel rispetto delle procedure del diritto nazionale ed europeo. Così in una nota congiunta i ministri Franco, Giovannini e Giorgetti.
In affiancamento e d’intesa con il commissario Giuseppe Leogrande, il ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti ha provveduto a integrare la terna dei commissari dell’amministrazione straordinaria Alitalia con Daniele Santosuosso, ordinario di diritto commerciale all’Università La Sapienza e Gabriele Fava esperto giuslavorista.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Milano cauta (+0,13%) con Europa in attesa Wall Street
Futures Usa incerti. Petrolio spinge Saipem e Tenaris, giù Nexi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
14:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono contrastate le borse europee mentre i futures su Wall Street si sono portati sopra la parità in attesa dei dati sull’occupazione Usa dai quali i mercati attendono di capire se sono da temere spinte inflattive che nei giorni scorsi hanno fatto correre i rendimenti dei titoli del tesoro americano, oggi in realtà assestati intorno all’1,5%. A dare una mano ai listini contribuisce la crescita del greggio all’indomani della scelta a sorprese dell’ Opec+ di lasciare invariati i livelli di produzione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A Milano (+0,13%) ne beneficiano Saipem (+3,6%), Tenaris (+2,3%) ed Eni (+1,5%) mentre pesano sull’indice Nexi (-2,8%), sull’ipotesi di stampa che le risorse allocate al cashback possano venir dimezzate, Unipol (-1,9%) e Inwit (-1,9%), quest’ultima sulla scia dei conti. Brilla Fineco (+1,8%) grazie ai risultati, piatta Unicredit (+0,09%) malgrado l’attivismo del fondo Bluebell, più mossa Mps (+0,59%). Interesse per Mediobanca (+0,95%) sulle attese che Del Vecchio riprenda a salire verso il 20% e le scommesse che anche Caltagirone possa incrementare la sua quota. Al palo invece Generali (-0,19%).
Altrove positiva Londra (+0,39%), deboli invece Parigi (-0,36%) e Francoforte (-0,59%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dl sostegno: stop cartelle fino al 30/4 ma riparte la notifica
Cosa prevede la bozza del decreto legge. Scadenze sospese ma riparte la macchina della riscossione. Dai fondi per i vaccini e i farmaci anti-covid, ai contributi per le partite Iva
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
15:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le scadenze per i versamenti legati alle cartelle esattoriali sono sospesi fino al 30 aprile ma dal 1 marzo riparte la macchina della riscossione con la notifica dei nuovi atti. Le scadenze sospese andranno saldate “entro il sessantesimo giorno” dal termine della sospensione. Lo prevede la bozza del decreto Sostegno che modifica anche le scadenze per le rate della rottamazione e del saldo e stralcio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le rate saltate finora e relativi al 2020 andranno saldate entro il 31 luglio, quelli relativi al 2021 (febbraio, marzo, maggio e luglio) entro il 30 novembre. Nel decreto sostegno potrebbe rientrare lo stralcio di tutte le cartelle ricevute tra il 2000 e il 2015: nella bozza del decreto la misura compare, senza però che venga specificato l’importo delle cartelle prese in considerazione. Nella relazione tecnica sono elencate 6 ipotesi: 3.000 euro,con un costo per lo Stato pari a 730 milioni; 5.000 euro, con un costo di 930 milioni;10.000 euro, con un costo di 1,5 miliardi; 30.000 euro, con un aggravio di circa 2 miliardi; 50.000 euro, in questo caso di 2,3 miliardi. Infine, nel caso della cancellazione di tutte le cartelle dei 15 anni, il costo per lo Stato si aggirerebbe sui 3,7 miliardi.
Dai vaccini al rifinanziamento del Reddito di cittadinanza: è di 26 articoli una bozza preliminare del decreto Sostegno, ancora in via di definizione. Il documento, di una cinquantina di pagine, spazia dalla misure per il lavoro, compresi i congedi parentali, alle cartelle, fino a risorse aggiuntive per il Trasporto locale. Incluse, al momento, anche norme per il potenziamento degli asili nido.
COVID- Stanziati 2,1 miliardi per i vaccini e l’acquisto di farmaci per la cura del Covid-19. Lo si legge nella prima bozza del dl ancora in via di definizione. Più in dettaglio 1,4 miliardi saranno destinati ai vaccini e 700 milioni ai farmaci, Remdesivir e monoclonali (rispettivamente 300 e 400 milioni di euro). Vengono inoltre stanziati 345 milioni per il coinvolgimento dei medici di famiglia nella campagna vaccinale e 51,6 milioni per prorogare fino al 31 marzo i Covid hospital.
PARTITE IVA- Nuovi contributi a fondo perduto per tutti i titolari di partita Iva con ricavi non superiori a 5 milioni di euro e perdite di almeno il 33%. Lo prevede la bozza del dl sostegno. I contributi vanno da un minimo di 1.000 a un massimo di 150.000 euro. L’ammontare è calcolato in base alla differenza tra il fatturato di gennaio e febbraio 2021 con quello di gennaio e febbraio 2019 applicando tre percentuali: 20% per le imprese con ricavi o compensi nel periodo di imposta 2019 non superiori a 400.000 euro, 15% per quelle con ricavi fino a 1 milione e 10% fino a 5 milioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a New York a 65,62 dollari
Quotazioni salgono del 2,77%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
05 marzo 2021
15:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio è in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono del 2,77% a 65,62 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano accelera (+0,6%), balzo Saipem, Eni e Banco Bpm
Spread sale a 106,7 punti, sprint Bper e Mediobanca, più Inwit
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
15:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari accelera (Ftse Mib +0,6%) con lo spread in rialzo a 107 punti base, spinta dalla corsa del greggio (Wti +3,4% a 65,35 dollari al barile) all’indomani del summit dei paesi dell’Opec. Ne traggono vantaggio Saipem (+5%), Tenaris (+3,2%) ed Eni (+2,6%).
Il progresso dello spread a 106,7 punti non impedisce lo sprint dei bancari, su ipotesi di integrazioni, come nel caso di Banco Bpm e Bper (+2% entrambe) o di un consolidamento di quote, come nel caso di Mediobanca (+1,8%), dopo il recente ingresso di Francesco Gaetano Caltagirone, con poco più dell’1%, e l’attesa risalita di Leonardo Del Vecchio, autorizzato a salire fino al 20%. Più caute Intesa (+1,4%), che ha annunciato un nuovo piano da 50 miliardi per le Pmi, Unicredit (+1,2%) ed Mps (-1%). Sotto pressione Inwit (-2,95%) all’indomani dei conti, Nexi (-2,33) e Unipol (-1,5%). Segno meno anche per Recordati (-1%), Diasorin (-0,98%) e Buzzi (-1%), oggetto di prese di beneficio dopo la corsa delle ultime sedute insieme ai rivali europei.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre positiva, Dj+0,90%, Nasdaq +1,18%
S 500 sale dell’1,04%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
15:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre positiva con l’accelerazione del mercato del lavoro americano, che ha creato in febbraio 379.000 posti di lavoro, sopra le attese degli analisti. Il Dow Jones sale dello 0,90% a 31.198,28 punti, il Nasdaq avanza dell’1,18% a 12.871,77 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dell’1,04% a 3.805,38 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mef: entrate tributarie, nel 2020 – 25 mld (-5,3%)
Sono state 446.7 miliardi di euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
16:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel corso del 2020, le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica sono state pari a 446.796 milioni di euro con una diminuzione i 25.183 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno 2019 (-5,3%). Lo comunica il Mef.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2020, le imposte indirette sono ammontate a 194.224, con una diminuzione tendenziale di 25.206 milioni di euro (pari al -11,5%). Alla dinamica negativa ha contribuito la riduzione dell’IVA (-13.227 milioni di euro, -9,7%), e, in particolare, della componente di prelievo sugli scambi interni (-9.377 milioni di euro, -7,6%) e di quella sulle importazioni (-3.850 milioni di euro, -27,7%). Lo riferisce il Mef.
Le entrate tributarie erariali da attività di accertamento e controllo si sono attestate a 8.854 milioni (-4.462 milioni di euro, pari a -33,5%) di cui 3.977 milioni di euro (-2.940 milioni di euro, -42,5%) affluiti dalle imposte dirette e 4.877 milioni di euro (-1.522 milioni di euro, -23,8%) dalle imposte indirette. Lo comunica il Mef precisando che “questi andamenti riflettono gli effetti del decreto “Cura Italia” che aveva già sospeso i termini di versamento delle entrate tributarie ed extratributarie derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione termini prorogati a tutto il 2020
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Partite Iva, sostegni da 1.000 a 150.000 euro e sanatoria
Bozza dl sostegno, 2,1 miliardi per vaccini e farmaci anti-Covid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
16:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovi contributi a fondo perduto per tutti i titolari di partita Iva con ricavi non superiori a 5 milioni di euro e perdite di almeno il 33%. Lo prevede la bozza del dl sostegno ancora in via di definizione ma che dovrebbe arrivare sul tavolo del consiglio dei ministri la prossima settimana.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I contributi vanno da un minimo di 1.000 a un massimo di 150.000 euro. L’ammontare è calcolato in base alla differenza tra il fatturato di gennaio e febbraio 2021 con quello di gennaio e febbraio 2019 applicando tre percentuali: 20% per le imprese con ricavi o compensi nel periodo di imposta 2019 non superiori a 400.000 euro, 15% per quelle con ricavi fino a 1 milione e 10% fino a 5 milioni. Le stesse partite Iva in difficoltà potranno inoltre godere di una sanatoria fiscale su sanzioni e interesse per le irregolarità riscontrate negli anni di imposta 2017 e 2018.
Le scadenze per i versamenti legati alle cartelle esattoriali inoltre sono sospese fino al 30 aprile ma dal 1 marzo riparte la macchina della riscossione con la notifica dei nuovi atti. Le scadenze sospese andranno saldate “entro il sessantesimo giorno” dal termine della sospensione. Si va verso una modifica anche le scadenze per le rate della rottamazione e del saldo e stralcio.
Le rate saltate finora e relativi al 2020 andranno saldate entro il 31 luglio, quelli relativi al 2021 (febbraio, marzo, maggio e luglio) entro il 30 novembre.
La bozza prevede inoltre uno stanziamento di 2,1 miliardi per i vaccini e l’acquisto di farmaci per la cura del Covid-19. Più in dettaglio 1,4 miliardi saranno destinati ai vaccini e 700 milioni ai farmaci, Remdesivir e monoclonali (rispettivamente 300 e 400 milioni di euro). Vengono inoltre stanziati 345 milioni per il coinvolgimento dei medici di famiglia nella campagna vaccinale e 51,6 milioni per prorogare fino al 31 marzo i Covid hospital.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in ordine sparso con Wall Street, Milano +0,45%
Spread sopra quota 106, dati occupazione Usa meglio di stime
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
16:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si muovono in ordine sparso le principali borse europee sulla scia degli indici Usa positivi dopo dati sul mercato del lavoro migliori delle stime. Londra (+0,75%) è la migliore davanti a Milano (+0,4%) e Madrid (+0,07%), mentre non arrivano alla parità Francoforte e Parigi (-0,15% entrambe).
In arrivo dagli Usa il bilancio federale e l’intervento del presidente della Fed di Atlanta Rapahel Bostic.
Il balzo del greggio verso quota 96 dollari (Wti +3,35% a 65,96 dollari al barile) all”indomani del summit dell’Opec spinge i petroliferi Shell (+2,95%), Eni (+2,55%), Bp (+2,2%), e Total (+1,74%). Balzo dei bancari Standard Chartered (+5,76%), spinta da valutazioni di analisti, Barclays (+4,94%) ed Hsbc (+3,87%).
In luce Santander (+2,8%), e, in Piazza Affari, Banco Bpm (+1,95%), Bper (+1,7%), Mediobanca, Intesa e Unicredit (+1,7% tutte). In campo automobilistico sprint di Volkswagen, sulle stime di vendita di auto elettriche nei prossimi 10 anni. In luce a monte della catena di controllo la holding Porsche (+2,32%), più cauta invece Stellantis (+0,33%), mentre arretra Renault (-0,55%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: Usaerospace, pronti a investire 1,5 miliardi dollari
Chiesto incontro a governo, difenderemo i nostri interessi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
16:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Usaerospace segue “con attenzione” la vicenda Alitalia e “chiede con doveroso rispetto delle Istituzioni ma con uguale attenzione ai propri diritti a tutti gli attori in campo – Unione Europea, Governo e Commissario – di agire senza forzare le norme comunitarie e nazionali”. Così la Presidente della società, Michele Roosevelt Edwards, in una nota.
“Ho chiesto un incontro al Governo per potere dimostrare la serietà, anche finanziaria, del nostro piano industriale.
Ribadisco di essere pronta ad investire 1,5 miliardi di dollari nella nuova Alitalia”, spiega Roosevelt Edwards.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano gira in calo, sprint Saipem ed Eni, giù Inwit
Spread sotto quota 106 punti, pesano Nexi, Diasorin e Amplifon
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
17:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Azzera il rialzo e gira in negativo Piazza Affari a un’ora dalla chiusura (Ftse Mib -0,11%), con lo spread in calo a 105,3 punti, sotto il valore di 106 segnato in apertura. Prosegue la corsa di Tenaris (+4,33%), Saipem (+3,68%) ed Eni (+2,27%) spinte da rialzo del greggio (Wti +2,95% a 65,7 dollari al barile) all’indomani del summit dei paesi dell’Opec.

Resistono i bancari Banco Bpm (+1,1%), Bper (+0,65%), Mediobanca (+1,05%), Unicredit (+1), Intesa (+0,9%), ed Mps (+0,05%).
Sotto pressione Inwit (-3,88%) all’indomani dei conti, Nexi (-2,9), su timori di ritiro del cash-back dopo le dichiarazioni di numerosi politici di centrodestra, e Unipol (-3,1%). Segno meno anche per Stm (-1,67%), insieme ai rivali europei, Buzzi (-1,7%), oggetto di prese di beneficio dopo la corsa delle ultime sedute insieme ai rivali europei, Diasorin (-1,5%) e Recordati (-1,2%) .
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa frena nel finale con Wall Street, Milano -0,3%
Listini Usa girano in calo, bene Bp, Eni e Volkswagen, giù Stm
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
17:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Frenano nel finale le principali borse europee sulla scia degli indici Usa che girano in territorio negativo, in attesa del bilancio federale e dell’intervento del presidente della Fed di Atlanta Raphael Bostic. A parte Londra (+0,05%) prevale ovunque il segno meno, da Milano (-0,33%) a Parigi e Madrid (-0,55% entrambe), con Francoforte (-0,75%) fanalino di coda.
Il balzo del greggio verso (Wti +2,8% a 65,65 dollari al barile) all”indomani del summit dell’Opec spinge i petroliferi Bp (+2,84%), Shell (+2,48%), Eni (+2%), e Total (+1,95%). Balzo dei bancari inglesi Standard Chartered (+5,22%), spinta dalle valutazioni degli analisti, Barclays (+4%) ed Hsbc (+3,35%). In luce Santander (+1,97%), caute invece Banco Bpm e Mediobanca (+0,9% entrambe), Bper (+0,7%), Unicredit (+0,74%) e Intesa (+0,4%). Corrono Volkswagen (+2,36%) e , a monte della catena di controllo Porsche (+2,35%), sulle stime di vendita di Wolfsburg di auto elettriche nei prossimi 10 anni. Segno meno per Renault (-0,87%) e Stellantis (-0,74%). Deboli i produttori di semiconduttori Stm (-2,4%) e Infineon (-0,8%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in calo, -0,55%
Indice Ftse Mib a quota 22.965 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
05 marzo 2021
17:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in calo per Piazza Affari.
L’indice Ftse Mib ha ceduto lo 0,55% a 22.965 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in calo, Parigi -0,82%, Londra -0,31%
Negative anche Madrid (-0,9%) e Francoforte (-0,93%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
17:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in calo per le principali borse europee. Parigi ha ceduto lo 0,82% a 5.782 punti, Francoforte lo 0,93% a 13.926 punti, Madrid lo 0,9% a 8.278 punti e Londra lo 0,31% a 6.630 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano debole in chiusura (-0,55%), giù Inwit e Nexi
Spread in ribasso a 105,5punti, greggio spinge Saipem ed Eni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
18:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari ha chiuso in calo l’ultima seduta della settimana (Ftse Mib -0,55% a 22.965 punti, tra scambi brillanti, in rialzo per oltre 3,11 miliardi di euro di controvalore. In ribasso lo spread tra Btp e Bund tedeschi a 105,5 punti, con il rendimento decennale salito di 1,3 punti allo 0,751%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sotto pressione Inwit (-3,7%) all’indomani dei conti e Nexi (-3,54%), frenata dai timori di un possibile ritiro del cash-back dopo le dichiarazioni di numerosi politici di centrodestra. Brillanti invece Saipem (+3,33%), Tenaris (+3,1%) ed Eni (+1,88%), spinte dal rialzo del greggio, che si è portato ad un soffio dai 66 dollari (Wti +3,38% a 65,99 dollari al barile) all’indomani del summit dei paesi dell’Opec che ha deciso di lasciare invariato il taglio delle quote della produzione. Hanno resistito nel finale i bancari, in luce per gran parte della seduta su ipotesi di aggregazioni, limando però il rialzo nel pomeriggio, Banco Bpm ha guadagnato lo 0,64%, Mps lo 0,67% e Bper lo 0,6%. Identico lo scostamento di Mediobanca, dopo uno scatto su ipotesi di nuovi acquisti da parte di Leonardo Del Vecchio e Francesco Gaetano Caltagirone, recentemente entrato in Piazzetta Cuccia con una quota di poco superiore all’1%. Poco mosse Unicredit (+0,26%) e Intesa (+0,11%). Sotto pressione Unipol (-3,19%) ed Stm (-2,73%).
Pesanti anche Amplifon (-2,72%), Leonardo ed Exor (-2,03% entrambe) insieme a Buzzi (-1,93%), oggetto di prese di beneficio dopo la corsa delle ultime sedute insieme ai rivali europei. Giù Ferrari (-1,72%), Diasorin (-1,28%), Atlantia (-1,27%), Stellantis (-1,16%) e Recordati (-0,8%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cattolica e Banco Bpm fanno pace sulla bancassurance
Ridefiniti termini accordo, a banca diritto di uscire in 2023
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
21:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cattolica Assicurazioni e Banco Bpm depongono le armi e raggiungono un accordo sulla bancassicurazione in virtù del quale “vengono superate le rispettive divergenze e sono definiti i termini e le modalità di adeguamento e di prosecuzione della partnership nel settore della bancassurance e dei relativi diritti di exit (uscita, ndr) così coniugando i rispettivi interessi e tenendo conto del mutato contesto economico”.ù
L’intesa, si legge in una nota, prevede, a fronte della rinuncia di Banco Bpm alla opzione di acquisto (call) già esercitata sulla quota delle joint venture con Cattolica, il riconoscimento alla banca guidata da Giuseppe Castagna di un diritto di uscita anticipata dalla partnership, la cui durata originaria era fissata fino al 2033, esercitabile nel periodo compreso tra l’1 gennaio 2023 e il 30 giugno 2023, eventualmente posticipabile dal Banco di sei mesi in sei mesi per tre volte sino alla fine del 2024.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per Pasqua turismo ancora al palo, giù indice fiducia viaggi
Confturismo-Swg, molti convinti in 2021 ancora meno ferie 2020
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 marzo 2021
09:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Rassegnazione e realismo sulle vacanze Pasquali e addirittura la convinzione che nel 2021 si faranno meno ferie che nel 2020, annus horribilis per il settore. Nessuna ventata di ottimismo dal sondaggio realizzato a fine febbraio da Swg per conto di Confturismo – Confcommercio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quasi 9 su 10 tra gli intervistati avevano infatti già previsto per Pasqua uno scenario di peggioramento della situazione, o al massimo di stabilità, con il permanere di limitazione agli spostamenti. Il 43% che avrebbe voluto fare una seppur breve vacanza a Pasqua non si sarebbe comunque mosso dalla propria regione, o al massimo sarebbe andato in una regione confinante pernottando 1 o 2 giorni, prevalentemente in case di proprietà, in affitto o di amici e parenti.
Nonostante gli italiani si aspettino buoni risultati per il paese e l’economia con l’insediamento del Governo Draghi – 6 su 10 pensano che saprà rilanciare l’economia e gestire efficacemente l’emergenza sanitaria – questo stenta a tramutarsi in effettive prenotazioni e voglia di partire.
L’indice di fiducia si assesta ormai da 3 mesi su valori piuttosto deprimenti raggiungendo, a febbraio, quota 50 su 100, 10 punti sotto febbraio 2020. Il 37% degli intervistati dichiara appunto che quest’anno farà meno vacanze dell’anno scorso e la data più probabile della prossima partenza viene identificata a giugno per un primo week end, a luglio per uno short break di 2-3 giorni e ad agosto per una vacanza di almeno 7 giorni.
Italia al centro dell’attenzione per l’83% degli intervistati, che puntano su mete tipicamente balneari come la Sicilia, la Puglia e l’Emilia Romagna, ma sempre con grande diffidenza: solo 2 intervistati su 5 sono disposti a prenotare con anticipo almeno la struttura in cui alloggiare in ferie.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Uil, con cig -8,7 mld in busta paga nel 2020
In media persi 1.243 euro netti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 marzo 2021
10:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mancano 8,7 miliardi di euro, al netto dell’Irpef nazionale e delle addizionali regionali e comunali nelle tasche dei dipendenti nell’anno 2020 che, a causa del Covid-19, sono stati in cassa integrazione. Il conto è stato effettuato dal Servizio Lavoro, Coesione e Territorio della UIL elaborando dati Inps.
Il primato della maggior perdita delle retribuzioni nette, va alla Lombardia con il 25,5% del totale nazionale (2,2 miliardi di euro), seguita dal Veneto (964 milioni di euro),’Emilia Romagna (840 milioni di euro) Piemonte (745 milioni) .
A fronte di circa 4,3 miliardi di ore di cassa integrazione autorizzate nell’anno 2020, numeri mai raggiunti in precedenza, i 7 milioni di beneficiari hanno perso, mediamente, 1.243 euro netti pro-capite annui.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Consumi: Confesercenti, 137 mld persi in un anno pandemia
La spesa torna a livelli del 1997. Nel 2021 450 mila le imprese a rischio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 marzo 2021
21:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I dodici mesi di pandemia sono costati all’Italia una riduzione di 183 miliardi di euro del Pil e di 137 miliardi per i consumi di cui 36 da addebitare all’assenza di turisti; abbastanza da riportare la spesa ai livelli del 1997, un passo indietro di 24 anni. Sono i conti contenuti nel Dossier “Le imprese nella pandemia: marzo 2020 – marzo 2021”, predisposto da Confesercenti.
Nel periodo hanno perso il lavoro 262mila lavoratori autonomie ,secondo i commercianti, senza interventi nel 2021 rischiano di chiudere 450 mila imprese.

Mancano 8,7 miliardi di euro, al netto dell’Irpef nazionale e delle addizionali regionali e comunali nelle tasche dei dipendenti nell’anno 2020 che, a causa del Covid-19, sono stati in cassa integrazione. Il conto è stato effettuato dal Servizio Lavoro, Coesione e Territorio della UIL elaborando dati Inps. Il primato della maggior perdita delle retribuzioni nette, va alla Lombardia con il 25,5% del totale nazionale (2,2 miliardi di euro), seguita dal Veneto (964 milioni di euro),’Emilia Romagna (840 milioni di euro) Piemonte (745 milioni).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps: con il bonus baby sitter Covid pagati soprattutto i nonni
Il 61% dei 556.348 percettori pagamento ha oltre 60 anni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 marzo 2021
11:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le famiglie che hanno chiesto il bonus baby sitter previsto per la cura dei bambini rimasti a casa a causa dell’emergenza covid in molti casi hanno ingaggiato direttamente i nonni. E’ quanto emerge da un approfondimento dell’Inps sui servizi a sostegno della famiglia per fronteggiare la chiusura delle scuole a causa della pandemia secondo il quale su 556.348 baby sitter pagati con il libretto famiglia con il bonus, 339.252 avevano oltre 60 anni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“C’è un’evidenza sorprendente: – scrive l’Istituto – i baby-sitter sono in maggioranza anziani. Infatti il 61% ha almeno 60 anni, il che significa che presumibilmente si tratta di nonni”.
L’Inps ha ricevuto oltre 1,3 milioni di domande per bonus baby sitter e la partecipazione a centri estivi tra marzo ed agosto 2020 e ne ha accolte oltre un milione (1.078.173) per oltre 815 milioni di euro. Il dato arriva da un approfondimento dell’Inps sui servizi per le famiglie che cade proprio ad una anno esatto dalla chiusura delle scuole per la pandemia dal quale emerge che sono state accolte 772.010 domande per bonus baby sitter per 722,1 milioni e 306.163 per centri estivi per 93,3 milioni.
L’Inps segnala che nel periodo sono state accolte 310.142 richieste di congedo parentale con causale Covid per la grande maggioranza arrivate da donne (243.358) mentre gli uomini che hanno chiesto di astenersi dal lavoro per prendersi cura dei figli sono stati 66.784.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Covid taglia in Italia il lavoro delle donne il doppio che nella Ue
Consulenti, in sei mesi -402 mila, peggio solo la Spagna
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 marzo 2021
18:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In Italia il calo dell’occupazione femminile durante l’emergenza Covid è stato il doppio rispetto alla media Ue con 402mila posti di lavoro persi tra aprile e settembre 2020. Lo scrivono i Consulenti del lavoro: infatti a fronte di un calo del “4,1%” delle addette tra i 15 e 64 anni (-402.000 posti) nel nostro Paese in Europa il numero, nella stessa fascia, d’età è sceso del 2,1%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Dopo la Spagna, il nostro è il Paese con la contrazione più elevata”.

Lo studio dei Consulenti ricorda che nel 2020 l’Italia avrebbe dovuto raggiungere i target previsti dalla Strategia Europa 2020 con l’innalzamento del tasso di occupazione al 67%.
L’occupazione femminile indipendente sta pagando un prezzo alto, in Italia, con l’avanzare della crisi da Covid-19, poiché secondo i consulenti del lavoro nei mesi di aprile-settembre 2020, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente è diminuita di “103.000 unità, registrando una contrazione del 6,4%, praticamente il doppio di quella registrata dagli uomini”. E, si legge nello studio, diffuso a due giorni dall’8 marzo, “in nessun Paese europeo si è assistito ad un calo così forte: in media, le autonome sono diminuite dell’1,6%, più o meno quanto i maschi (-1,9%)”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Da un lato, viene spiegato, “ciò è dovuto all’impatto settoriale della crisi che ha penalizzato soprattutto la filiera del turismo-tempo libero, attività ristorative e commerciali”, comparti produttivi tradizionalmente “ad alta densità di lavoro femminile micro-imprenditoriale” nello Stivale. E, dall’altro, va tenuta in considerazione la “fragilità” del segmento ‘rosa’ indipendente, elemento suffragato, evidenziano i professionisti, da “una recente indagine svolta da Eurostat sul lavoro autonomo nei Paesi membri”, secondo cui “il 17,5% delle italiane che esercita attività in proprio lo fa per un solo committente”, percentuale, questa, “quasi doppia rispetto alla media europea (9,2%), ma anche la più alta del continente”, si legge, infine.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 31% donne non riesce a separare lavoro dalla famiglia
Osservatorio SWG-EY, orari elastici per conciliare vita-impiego
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 marzo 2021
11:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Una donna su 3 ha difficoltà a tenere ben separato il tempo da dedicare alla famiglia da quello del lavoro e il 65% della lavoratrici con il’remote working’, sta riscontrando una maggiore intromissione dell’attività lavorativa nella vita privata. Sono alcuni dei dati che emergono dall’Osservatorio EY-SWG “New Shapes of Working” che fotografa la situazione del lavoro nell’anno della pandemia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In generale, spiega l’indagine, l’impatto mostrato da questi dati su benessere ed intrusione lavora vita privata, porta le donne a prediligere un “ritorno al lavoro” in presenza piuttosto che da casa con il 34% delle donne che scelgono in tal senso rispetto al 28% di uomini.
L’indagine però sottolinea anche come, nonostante tali dati, si rischia di perdere molto valore, poiché le donne riportano sempre un dato percentuale più alto in merito alla propria prestazione lavorando da remoto rispetto agli uomini, e mette quindi in evidenza la necessità di definire regole e best practice a supporto del lavoro da casa.
“”L’effetto della pandemia sulla partecipazione al mercato del lavoro ha riguardato in misura maggiore le categorie di lavoratori più fragili, tra cui le donne”, spiega Donato Ferri, Mediterranean Consulting and People Advisory Services Leader di EY. “Dobbiamo quindi chiederci, come assicurare una migliore integrazione tra vita privata e lavoro nel futuro prossimo”. Le risposte, indica Ferri, “attraverso una maggiore flessibilità di orario (per il 65% delle donne), maggiore tecnologia (38%), e sostegno economico-organizzativo per l’accesso a servizi di babysitting, colf, assistenza anziani: fondamentale per il 33% delle donne”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Finanza: svolta Esg per 253 fondi Ue nel 2020
Morningstar, sono 3.196 i fondi sostenibile europei
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 marzo 2021
11:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La domanda di investimenti sostenibili ha portato 253 fondi europei a cambiare obiettivi o politiche di investimento nel, secondo un’analisi di Morningstar. Nell’87% dei casi questa svolta è stato accompagnato da un cambio anche del marchio con l’aggiunta di termini come sostenibile, Esg, green, responsabile o Sri.

Questi fondi reindirizzati insieme ai nuovi lanci (505 nel 2020) hanno portato il numero complessivo dei fondi sostenibili europei a 3.196.
“L’interesse crescente nei temi Esg, accelerata dalla pandemia, e la regolamentazione continueranno probabilmente a guidare la domanda di fondi sostenibili in Europa”, si legge nell’analisi che indica la previsione che il 2021 sia l’anno in cui i fattori Esg diventano “mainstream”, la corrente principale.
Nel 2020, gli afflussi di capitali netti nei fondi sostenibili aperti e negli Etf disponibili per gli investitori europei hanno raggiunto 233 miliardi di euro, doppiando il risultato del 2019. Nel solo quarto trimestre, quasi 100 miliardi di nuovi capitali sono andati ai fondi sostenibili, pari al 45% degli afflussi complessivi nei fondi europei.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: calo occupate Italia doppio Ue -402.000 in 6 mesi
Consulenti, il doppio rispetto a Ue,peggio di noi solo la Spagna
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 marzo 2021
11:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In Italia il calo dell’occupazione femminile durante l’emergenza Covid è stato il doppio rispetto alla media Ue con 402mila posti di lavoro persi tra aprile e settembre 2020. Lo scrivono i Consulenti del lavoro: infatti a fronte di un calo del “4,1%” delle addette tra i 15 e 64 anni (-402.000 posti) nel nostro Paese in Europa il numero, nella stessa fascia, d’età è sceso del 2,1%.
“Dopo la Spagna, il nostro è il Paese con la contrazione più elevata”.
Lo studio dei Consulenti ricorda che nel 2020 l’Italia avrebbe dovuto raggiungere i target previsti dalla Strategia Europa 2020 con l’innalzamento del tasso di occupazione al 67%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mef, governance Pnrr in capo a Ministero e Amministrazioni
La precisazione: ‘McKinsey non è coinvolta nella definizione dei progetti del Piano nazionale di ripresa e resilienza
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 marzo 2021
20:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“In merito ad articoli di stampa relativi ai rapporti in essere con la società McKinsey, si precisa che la governance del PNRR italiano è in capo alle Amministrazioni competenti e alle strutture del MEF che si avvalgono di personale interno degli uffici”. Così il Mef in una nota nella quale si precisa che “McKinsey, così come altre società di servizi che regolarmente supportano l’Amministrazione nell’ambito di contratti attivi da tempo e su diversi progetti in corso, non è coinvolta nella definizione dei progetti del PNRR”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Gli aspetti decisionali, di valutazione e definizione dei diversi progetti di investimento e di riforma inseriti nel Recovery Plan italiano restano unicamente in mano alle pubbliche amministrazioni coinvolte e competenti per materia”, continua la nota del Mef, precisando che: “l’Amministrazione si avvale di supporto esterno nei casi in cui siano necessarie competenze tecniche specialistiche, o quando il carico di lavoro è anomalo e i tempi di chiusura sono ristretti, come nel caso del PNRR”. “In particolare, l’attività di supporto richiesta a McKinsey riguarda l’elaborazione di uno studio sui piani nazionali “Next Generation” già predisposti dagli altri paesi dell’Unione Europea e un supporto tecnico-operativo di project-management per il monitoraggio dei diversi filoni di lavoro per la finalizzazione del Piano”. “Il contratto con McKinsey – spiega infine la nota – ha un valore di 25mila euro +IVA ed è stato affidato ai sensi dell’art. 36, comma 2, del Codice degli Appalti, ovvero dei cosiddetti contratti diretti ‘sotto soglia’. Le informazioni relative al contratto saranno rese pubbliche, come avviene per tutti gli altri contratti del genere, nel rispetto della normativa sulla trasparenza”.

“Il Mef ha evidenziato in una nota che la società McKinsey, così come altre società di servizi che regolarmente supportano l’amministrazione nell’ambito di contratti attivi da tempo e su diversi progetti in corso, non è coinvolta nella definizione dei progetti del Pnrr. Prendiamo atto ma, come abbiamo sempre sostenuto, sottolineiamo la necessità che il Parlamento e le articolazioni dello Stato siano centrali nella predisposizione del piano. Infatti, l’Italia è l’unico Paese che ha previsto un coinvolgimento costante delle Camere. Ci aspettiamo chiarezza e per questo depositeremo nelle prossime ore un’interrogazione parlamentare che faccia piena luce sulla vicenda e consenta al governo di dissipare ogni dubbio”: lo dichiarano i portavoce del MoVimento 5 Stelle in Commissione Affari Costituzionali alla Camera.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: Uilt, liquidità non basta neanche senza gara
Tarlazzi, molto preoccupati. E governo non ci coinvolge
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 marzo 2021
19:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo molto preoccupati per la liquidità dell’amministrazione straordinaria, perché i soldi a disposizione oggi non sono sufficienti nemmeno se si dovesse fare la trattativa privata”, ovvero un percorso per il passaggio degli asset dalla vecchia Alitalia alla newco Ita più veloce rispetto alla gara pubblica. Lo afferma il segretario generale della Uiltrasporti Claudio Tarlazzi.

Preoccupazione che, evidenzia, c’è anche sulla modalità di gestione del dossier: i sindacati aspettano infatti una convocazione del governo, ma “il coinvolgimento non c’è. Se le cose continuano così rifaremo la mobilitazione”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Settimana mercati: investitori guardano alla Bce
Attesi dati inflazione Cina e Usa, più previsioni Eia su energia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 marzo 2021
19:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le attese dei mercati per la prossima settimana sono soprattutto guardano soprattutto al Consiglio direttivo della Bce dell’11 marzo, con eventuali decisioni di politica monetaria e per le stime sulla crescita e sull’inflazione. Dalla presidente, Christine Lagarde, gli investitori attendono rassicurazioni sul mantenimento di condizioni di finanziamento favorevoli, quindi sui tassi, nonostante ci sia anche chi ritiene il rialzo un segnale di ottimismo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Non sembrano infatti essere state sufficienti le rassicurazioni su un graduale aumento dei prezzi fornite dal presidente della Fed, Jerome Powell, nella settimana già trascorsa. Gli analisti non escludono quindi una certa volatilità, anche alla luce della recente decisione dell’Opec plus di mantenere il taglio alla produzione di greggio, che nell’immediato ha fatto volare il prezzo. L’auspicio che giunge da più parti è inoltre quello di un proseguimento di una politica espansiva di bilancio da parte della Bce, con alcuni analisti che non escludono mosse di allargamento del programma pandemico, il Pepp, anche prima del meeting di giovedì.
Le pause per festività delle principali Borse mondiali vedono intanto in calendario quella dell’8 del mese per Mosca e dell’11 per l’India.
Quanto ai dati macroeconomici, l’8 marzo è prevista la diffusione della produzione industriale di gennaio in Germania e in Spagna, insieme all’indice Sentix della fiducia degli investitori nell’Eurozona. Il 9 per l’Unione europea ci sarà la pubblicazione delle stime economiche Ocse e la diffusione del dati sul Pil del quarto trimestre dello scorso anno, con il Pil del quarto trimestre 2020 del Giappone, dagli Usa le previsioni a breve termine sull’energia dell’Eia, oltre al saldo della bilancia commerciale tedesca a gennaio. Il 10 dalla Cina si avranno i dati sull’inflazione di febbraio, dalla Francia quelli sulla produzione industriale, quelli sull’inflazione e inflazione core di febbraio negli Usa, più i dati sulle scorte di greggio. L’11 dagli Usa sarà la volta dei dati sulle nuove richieste di sussidi, il 12 dall’Ue di quelli sulla produzione industriale di gennaio, dagli Usa dei prezzi alla produzione a febbraio, dalla Gran Bretagna del Pil mensile e della produzione manifatturiera di gennaio Per l’Italia in calendario ancora una serie di trimestrali, tra cui quelle di Pirelli, Prada, Ferragamo e Acea. Per i dati macroeconomici martedì sono attesi i dati sulla produzione industriale di gennaio da parte dell’Istat, insieme alla nota mensile di febbraio sull’andamento dell’economia, mercoledì sui prezzi alla produzione dell’industria, delle costruzioni e dei servizi di gennaio e del quarto trimestre 2020. Giovedì asta di Btp, indice Thomson Reuters e sono in arrivo dall’Istat dati sulle esportazioni delle regioni italiane nel 2020, giornata in cui è in programma la presentazione della 157/a indagine congiunturale di Federmeccanica. Venerdì si chiude coi dati sul mercato del lavoro del quarto trimestre 2020.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cina, le esportazioni salgono del 60,6%
Battute le previsioni degli analisti, import in rialzo del 22,2%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
07 marzo 2021
06:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Cina registra a gennaio-febbraio un surplus commerciale di 103,25 miliardi di dollari, rimbalzando dai 7,09 miliardi combinati di deficit del primo bimestre 2020 – in piena crisi Covid – e battendo il consensus degli analisti del saldo positivo di 60 miliardi.
L’export cresce per l’ottavo mese di fila e vola del 60,6% annuo – oltre il 38,9% atteso e in accelerata sul 18,1% di dicembre -, con il miglioramento della domanda globale.
L’import sale – per il quinto mese consecutivo – del 22,2%.
La crescita delle esportazioni, secondo quanto diffuso dalle Dogane cinesi, è la più ampia da oltre due decenni, trainata dai prodotti dell’elettronica legati allo smart working (+54,1%) e tessile-medicali (+50,2%) di contrasto alla pandemia del nuovo coronavirus, come le mascherine. Gli ultimi dati doganali sono in netto contrasto con il calo dello scorso anno di circa il 17% delle esportazioni e del 4% delle importazioni: nel primo bimestre 2021 l’interscambio commerciale è cresciuto nel suo complesso del 32,2% annuo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: nel 2020 sparite 4mila imprese guidate da donne
Confesercenti, pandemia interrompe crescita costante dal 2014
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 marzo 2021
13:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La pandemia interrompe la corsa dell’imprenditoria femminile. A fine 2020 si registra un calo dello 0,29% delle imprese guidate da donne, per un totale di 4mila attività in meno rispetto al 2019.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
È quanto emerge dalle elaborazioni condotte dall’Ufficio Studi Confesercenti in occasione della Festa della Donna. Per l’imprenditoria femminile – finora cresciuta più velocemente di quella maschile – si tratta della prima battuta d’arresto in sei anni: la perdita – ascrivibile interamente alle regioni del Centro Nord (il Mezzogiorno segna infatti un +0,26%) – interrompe infatti una crescita costante dal 2014.
I dati di fine 2020, emerge dalle elaborazioni, mostrano che la gestione dell’emergenza sanitaria ha prodotto una battuta d’arresto soprattutto sulle imprenditrici giovani. Sono soprattutto le regioni del Centro che vedono ridurre la partecipazione femminile al mondo dell’impresa.
“La pandemia ha inferto una battuta d’arresto a tutto il Paese, cui l’imprenditoria femminile – nonostante la sua natura resiliente – non poteva sfuggire”, spiega la Responsabile nazionale di Impresa Donna Anna Maria Crispino. “Anche perché le difficoltà poste da lockdown e restrizioni nella dimensione familiare si sono scaricate principalmente sulle donne. Bisogna fare di più – conclude -, ripensando gli strumenti di sostegno e creandone di nuovi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
8 marzo: von der Leyen, più donne in posizione di leadership
Ragazze possono fare tutto anche essere presidenti’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
06 marzo 2021
18:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Le ragazze possono fare qualsiasi cosa! Possono essere medici, avvocati, astronauti. E sì! Possono essere presidenti.
Basta che credano in se stesse”.
Così in un video messaggio postato su Twitter la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen in occasione della giornata internazionale della donna, il prossimo 8 marzo.
“Ho cinque figlie e quando erano giovani ho detto loro che non esiste un lavoro per gli uomini e un lavoro per le donne – ha affermato von der Leyen nel video – Voglio vedere più donne in posizione di leadership”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco: Confedilizia, in Italia le case sono le più tassate d’Europa
Secondi solo a Francia che ha imposta sulle fortune immobiliari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
15:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il carico fiscale sugli immobili in Italia è superiore a quello degli altri Paesi dell’Unione europea”. Lo sostiene Confedilizia nel corso della sua relazione sulla riforma del Fisco.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confedilizia evidenzia che il solo paese dove, secondo i dati Ocse, gli immobili sarebbero più tassati dell’Italia è la Francia ma ciò deriva, prima dall’introduzione dell’impôt de solidarité sur la fortune, (parata da redditi sopra 4 miliardi di euro) poi sostituita con l’impôt sur la fortune immobilière, dovuta dai patrimoni immobiliari di sopra i 1,3 milioni di euro, di «valeur vénale réel».

Secondo l’OCSE nel 2018 l’Italia prelevava dagli immobili, rispetto al PIL, un gettito fiscale del 2,5 per cento, “nettamente superiore a quello della media degli Stati membri dell’Unione Europea e secondo solo alla Francia (4,1%), al Lussemburgo (3,9 per cento), al Belgio (3,5per cento) e alla Grecia (3 per cento). La Spagna ha un gettito uguale a quello italiano, pari al 2,5 per cento, la Germania ha un gettito solo dell’1,1 per cento e tutti gli altri Stati membri hanno percentuali ancora più basse”. Però questa classifica è, a parere di Confedilizia, “errata per difetto, nel senso di sottostimare il livello di tassazione sugli immobili dell’Italia rispetto a quello di alcuni altri Paesi”. A fare la differenza per l’Italia è la “Tassa sui rifiuti” (circa 10 miliardi annui) che il sistema tributario non considera come tassa sugli immobili mentre altri Paesi o la inglobano all’interno dell’imposta locale o ne prevedono la deducibilità dal reddito della stessa imposta locale sugli immobili. “Elementi che -all’evidenza -sono tali da falsare qualsiasi comparazione”.

Economia tutte le notizie in tempo reale Tutta l'Economia aggiornata approfondita dettagliata completa ed ufficiale in un click! LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 50 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:25 DI LUNEDì 01 MARZO 2021

ALLE 09:34 DI GIOVEDì 04 MARZO 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano positiva (+1,3%) con le banche, corre Leonardo
Petroliferi in ordine sparso. Sprint di Unipol e perde Stm
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
13:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue positiva (+1,3%) Piazza Affari, in linea con le altre principali Borse europee e in attesa di un nuovo decreto del governo sulle restrizioni per tenere sotto controllo il Covid 19, che resta un problema in molti Paesi. L’Istat intanto ha riferito dati in crescita per i prezzi a febbraio insieme all’inflazione, con la pressione fiscale in salita nel 2020, col Pil A Milano bene gli assicurativi, soprattutto Unipol (+4,4%), e corre Leonardo (+4,3%), dopo le conferme di venerdì scorso sull’avvio delle procedure per quotare Drs.
Tra i titoli migliori Azimut (+3,8%) e Poste (+3,2%). In forma le banche, a partire da Unicredit (+3,2%) e Bper (+2,1%), più cauta Intesa (+1%), tra quelle d’affari bene Mediobanca (+2,9%), mentre lo spread è risalito ed è a 101,4 punti, dopo che nei primi momenti successivi all’apertura era sceso fino a 97,79.
In crescita Atlantia (+3%) dopo la bocciatura dell’offerta di Cdp per Aspi. Tra le auto guadagna Stellantis (+2,2%). Bene fra i petroliferi soprattutto Tenaris (+1,6%), più cauta Eni (+0,5%), negativa Saipem (-1,8%), mentre il greggio sale (wti +0,8%) a 62 dollari al barile. In fondo al listino principale Stm (-2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue positiva (+1,3%) Piazza Affari, in linea con le altre principali Borse europee e in attesa di un nuovo decreto del governo sulle restrizioni per tenere sotto controllo il Covid 19, che resta un problema in molti Paesi. L’Istat intanto ha riferito dati in crescita per i prezzi a febbraio, ma con gli alimentari che rallentano, mentre sale l’inflazione, con la pressione fiscale in aumento nel 2020 e il Pil a -8,9% (RPT: , ma con gli alimentari che rallentano, mentre sale l’inflazione, con la pressione fiscale in aumento nel 2020 e il Pil a -8,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A Milano bene gli assicurativi, soprattutto Unipol (+4,4%), e corre Leonardo (+4,3%), dopo le conferme di venerdì scorso sull’avvio delle procedure per quotare Drs. Tra i titoli migliori Azimut (+3,8%) e Poste (+3,2%). In forma le banche, a partire da Unicredit (+3,2%) e Bper (+2,1%), più cauta Intesa (+1%), tra quelle d’affari bene Mediobanca (+2,9%), mentre lo spread è risalito ed è a 101,4 punti, dopo che nei primi momenti successivi all’apertura era sceso fino a 97,79.
In crescita Atlantia (+3%) dopo la bocciatura dell’offerta di Cdp per Aspi. Tra le auto guadagna Stellantis (+2,2%). Bene fra i petroliferi soprattutto Tenaris (+1,6%), più cauta Eni (+0,5%), negativa Saipem (-1,8%), mentre il greggio sale (wti +0,8%) a 62 dollari al barile. In fondo al listino principale Stm (-2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in rialzo con l’avvio positivo di Wall Street
Forti compagnie aeree e industria dell’acciaio, bene le banche
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
15:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Proseguono in rialzo le principali Borse europee, dopo l’avvio positivo di Wall Street, mentre l’indice mi manifatturiero negli Usa di febbraio viene indicato in rialzo, così come quello dell’Eurozona, ai massimi dal 2018.
Sullo sfondo restano le difficoltà per la pandemia da Covid 19.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tranquillo l’oro (-0,5%) a 1.736 dollari l’oncia. Tra le Piazze europee le migliori sono Parigi e Londra (+1,3%), seguite da Madrid (+1,2%) e Francoforte (+1%). Bene anche Milano (+1,1%), mentre lo spread è salito a 102,4 punti.
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, guadagna l’1,4%, sostenuto soprattutto da investimenti immobiliari e industria. In forma le compagnie aeree, a partire da Iac (+5,8%), sull’ottimismo di potenziali riaperture dei viaggi.
Molto bene l’industria dell’acciaio, a iniziare da Evraz (+3,3%) e ArcelorMittal (+3%). In rialzo quasi tutte le banche, come ad esempio Unicredit (+3,2%) e Ing (+2,6%), con qualche controtendenza, come per Hsbc (-1,2%). Petroliferi in maggioranza in crescita, a partire da Aker (+2,4%) e Repsol (+2,3%), mentre perde Neste Oyj (-0,7%), col greggio piatto (wti -0,03%) a 61,4 dollari al barile.
Bene le auto, in particolare Stellantis (+2,2%), mentre fa eccezione Daimler (-0,5%), deboli invece i ricambi, come ad esempio Continental e Valeo (-1,8%). Positivi i farmaceutici, con i guadagni maggiori per Bayer (+4%) e Vifor (+3,5%), mentre fa eccezione Recordati (-0,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund in salita a 102 punti
Rendimento del decennale italiano allo 0,68%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
16:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
È in salita lo spread tra Btp e Bund a 102 punti base, avendo toccato anche i 102,5 punti poco prima delle 16, mentre in apertura di giornata era a 101 punti ed era sceso nei primi momenti di contrattazione fino a 97,79.
Il rendimento del decennale italiano è allo 0,68%, dopo avere toccato un massimo dello 0,72% a pochi minuti dall’apertura e un minimo dello 0,67% a metà mattina.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Trasporti: Giovannini vede sindacati, settore è cruciale
Ministro incontra segretari Filt, Fit e Uilt
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
15:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, ha incontrato oggi in videoconferenza i segretari generali di Filt Cgil, Stefano Malorgio, Fit Cisl, Salvatore Pellecchia, e Uil Trasporti, Claudio Tarlazzi, per un primo confronto sui temi più urgenti e di medio periodo che riguardano il settore. Il Ministro ha esaminato con attenzione tutte le questioni più urgenti che interessano i trasporti, sottolineando la necessità di trovare soluzioni che consentano al comparto di guardare avanti e agganciare un’auspicabile ripresa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il settore dei trasporti è cruciale per la ripresa economica, dedichiamo grande attenzione alle criticità del comparto, in linea con la nuova strategia del dicastero”, ha detto il Ministro. “Il settore dei trasporti – ha aggiunto – deve trovarsi preparato ai cambiamenti che potrebbero intervenire nei prossimi mesi in caso di una ripresa dei flussi di traffico. Mai come ora guardare al futuro è necessario per programmare un rilancio delle attività”.
Giovannini ha auspicato a breve “Un tavolo congiunto di tutte le parti sociali per individuare soluzioni condivise” e ha informato i sindacati che il Ministero ha già avviato una ristrutturazione interna con la creazione di un dipartimento dedicato alla programmazione di lungo termine e ai sistemi di rete, superando la storica distinzione tra infrastrutture e trasporti.   POLITICA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: Bri stima perdite mondiali crediti a 1000 miliardi
Picco in Gb, peggio di Italia e Francia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
14:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La crisi Covid potrebbe causare, a livello mondiale, 1000 miliardi di dollari di perdite sui crediti nel triennio 2020-2022, una quantità pari al 2% del Pil mondiale ma che è comunque minore di quella sofferta durante l’ultima grande crisi finanziaria. E’ quanto scrive la Bri, la banca dei regolamenti internazionali con sede a Basilea, nel suo ultimo rapporto sottolineando come la forte debacle di alcuni settori, come quello turistico, non si percepisce a livello aggregato visto il loro minor peso in termini di volume sui crediti totali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E la crisi Covid colpirà in maniera differenziata il credito nei diversi paesi e nei diversi comparti e sarà più pesante, fra i paesi avanzati, in Gran Bretagna con Francia e Italia nelle posizioni successivi. Le perdite sui crediti come percentuale sul Pil toccheranno il culmine a livello aggregato nel 2021 fra 0,4 e 2,4 punti percentuali sopra i livelli pre Covid. La stima di aumento delle perdite 2020-2022, in linea con la caduta del Pil, è quindi più contenuta in Cina (+0,7%) e più severa in Gran Bretagna (5,1%). Per l’Italia e la Francia si aggira attorno al 2%. Le differenze, notano alla Bri, derivano anche dalla diversa esposizione e peso a settori più o meno colpiti dalla pandemia nei vari paesi. E’ il caso appunto della Germania dove il comparto dei servizi ha una minore incidenza rispetto a Gb, Italia e Francia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dl sostegno, si lavora al rinnovo dei congedi Covid
Richiesta min.Lavoro. Bonetti, a studio norme ad hoc partite Iva
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
16:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Governo al lavoro per il rinnovo dei congedi Covid, per aiutare le famiglie alle prese con le chiusure delle scuole per contenere il contagio o con i figli a casa in quarantena: secondo quanto si apprende il ministero del Lavoro avrebbe chiesto il rinnovo del pacchetto dei congedi parentali straordinari (finora retribuiti al 50%) in vista del varo del decreto Sostegno con i nuovi aiuti all’economia.
Si guarda anche a ripristinare, ha spiegato in tv il ministro della Famiglia Elena Bonetti, “il diritto allo smart working” in “qualsiasi caso le scuole vengano chiuse” e “stiamo studiando anche una misura ad hoc per i lavoratori professionisti, per le partite Iva”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nautica: Italia si conferma prima al mondo nei superyacht
Esce Monitor di Confindustria Nautica, fatturato 2020 4,8 mld
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
01 marzo 2021
16:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia si conferma anche nel 2021 leader a livello mondiale nel mercato dei superyacht, quelli sopra ai 24 metri. Con 407 yacht in costruzione su un totale globale di 821 l’industria italiana porta a casa il maggior numero di ordini registrato dal 2009 aggiudicandosi quasi metà (49,6%) degli ordini mondiali, segnando una crescita di 9 unità (0,3%) rispetto al 2020, con uno stacco notevole rispetto ai secondi e terzi in classifica, Turchia e Paesi Bassi, fermi rispettivamente a 76 e 74 ordini.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A sottolineare il dato del Global order book è la terza edizione, appena pubblicata, di Monitor, rapporto statistico realizzato dall’Ufficio studi di Confindustria Nautica con la collaborazione di Fondazione Edison e Assilea e il patrocinio del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
Nel complesso l’industria nautica italiana, secondo l’indagine condotta dall’Ufficio studi di Confindustria nautica, chiuderà il 2020 con un fatturato globale in linea con il 2019, attorno a 4,8 miliardi di euro. Più in sofferenza i settori del turismo nautico penalizzato dalle limitazioni imposte dal Covid agli spostamenti internazionali, che ha fatto mancare la clientela extra UE nel Mediterraneo: il charter nautico per l’82% segnala una riduzione di fatturato. Per quanto riguarda l’anno nautico in corso, che si chiuderà a settembre, nel settore delle unità da diporto oltre due imprese su tre dell’industria indicano una crescita e solo il 7% una possibile contrazione. Per gli accessori/motori il 41% prevede crescita e il 49% stabilità. E c’è più ottimismo anche nelle attività legate al turismo nautico: 44% crescita e 50% stabilità.
“Monitor offre un quadro puntuale dello stato di salute del mercato nautico italiano” sottolinea il presidente di Confindustria Nautica Saverio Cecchi. “Consideriamo un valore fondamentale – aggiunge – sostenere gli imprenditori del settore, consentendo loro di operare con piena consapevolezza di dati e tendenze, a maggior ragione in un periodo di grande complessità come quello che stiamo vivendo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse: Milano sale (+1,8%) con le banche, sprint di Azimut
Petroliferi in ordine sparso. Corrono Leonardo e Stellantis
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
17:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Salgono i guadagni a Piazza Affari (+1,8%), in linea con le principali Borse europee. A Milano corrono Azimut (+4,6%), Unipol (+4,5%) e Leonardo (+3,9%).
Tra le banche molto in forma Unicredit (+3,8%), Bper (+2,7%) e Intesa (+1,4%), Mediobanca (+3,5%) tra quelle d’investimenti. Lo spread intanto è sceso a 100,6 punti, col rendimento del decennale italiano allo 0,66%.
Tra le auto bene Stellantis (+3,6%) e tra i titoli in deciso rialzo Poste (+3,9%), Banca Mediolanum (+3,4%) e Atlantia (+3,4%), dopo la bocciatura dell’offerta di Cdp per Aspi.
Tenaris (+2,3%9 è il migliore tra i petroliferi, seguito da Eni (+0,8%), mentre è in rosso Saipem (-1,9%), col greggio in lieve rialzo (wti +0,1%) a 61,6 dollari al barile. Contenuti i guadagni dei farmaceutici, da Diasorin (+1%) a Recordati (+0,6%).
In fondo al listino principale Stm (-1,8%) per i semiconduttori ed è in rosso Tim (-0,2%). Fuori dal listino principale pesante Borgosesia (-5%), mentre si registrano sprint di Fidia (+9,7%) e Sabaf (+9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa migliora con l’industria e le banche
Bene le auto e i petroliferi, corrono le compagnie aeree
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
17:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Migliorano le principali Borse europee verso la fine della seduta, inseguendo il buon andamento di Wall Street, con le buone notizie negli Usa sulla disponibilità a breve di un terzo vaccino contro il Covid 19.
Calmo l’oro (-0,4%) a 1.738 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tra le Piazze europee la migliore è Madrid (+1,9%), seguita a Parigi e Londra (+1,6%), Francoforte (+1,5%). Bene anche Milano (+1,7%), con lo spread sceso a 100 punti.
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, guadagna l’1,8%, trainato da industria e materiali. Tra le compagnie aeree vola con l’ottimismo di eventuali riaperture ai movimenti Ica (+7%), per l’acciaio spiccano ArcelorMittal e Evraz (+4%).
In forma la auto, soprattutto Stellantis (+3,6%) e Porsche (+3,2%) che investe in Rimac, operazione che dovrebbe sul lungo termine portare anche Bugatti sotto il controllo di quest’ultima. Ottimista la maggioranza delle banche, soprattutto Unicredit (+3,8%) e Bank Polska (+5,6%), mentre cede Hsbc (-1,3%). Tra i petroliferi, tutti in rialzo, salgono soprattutto Galp (+3,7%) e Repsol (+3%), al contrario come eccezione Neste Oyj (-0,1%), col greggio in rialzo (wti +0,6%) a 61,8 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo (+1,8%)
Il Ftse Mib a 23.264 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
01 marzo 2021
17:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rialzo per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha guadagnato l’1,82% a 23.264 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude positiva, Madrid (+1,8%)
Francoforte e Londra (+1,6%), Parigi (+1,5%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
18:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura positiva per le principali Borse europee. La migliore è stata Madrid (+1,86%) a 8.378 punti, seguita da Francoforte (+1,64%) a 14.012 punti, Londra (+1,62%) a 6.588 punti e Parigi (+1,57%) a 5.792 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund chiude in calo a 99,2 punti
Il rendimento del decennale italiano allo 0,65%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
18:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in calo per lo spread tra Btp e Bund a 99,28 punti base nella prima seduta di settimana, rispetto ai 102 punti della chiusura di venerdì. Lo spread in apertura aveva segnato 101 punti, per scendere nei primi minuti di contrattazione fino a 97,79 e con un rialzo a metà pomeriggio fino a 102,53 punti.

Il rendimento del decennale italiano ha chiuso allo 0,65%, toccando un massimo di giornata allo 0,72% poco dopo l’apertura.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Auto: a febbraio mercato Italia -12,3%, Stellantis -13%
Dati ministero Trasporti. Nei due mesi -13,1% immatricolazioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
01 marzo 2021
18:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel mese di febbraio sono state immatricolate in Italia 142.998 auto, con un calo del 12,3% rispetto allo stesso mese del 2020. Nei primi due mesi dell’anno le vetture immatricolate sono state 277.145, il 13,1% in meno dello stesso periodo dell’anno scorso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I dati sono stati comunicati dal ministero dei Trasporti.
Nello stesso mese di febbraio, il gruppo Stellantis ha immatricolato in Italia 59.047 auto, il 13% in meno dello stesso mese del 2020, con una quota pari al 41,3% del mercato (-0,3%).
Nei primi due mesi dell’anno le immatricolazioni del gruppo sono state 111.669, in calo del 17,3% rispetto all’analogo periodo dell’anno scorso, con la quota che scende dal 42,3% al 40,3%.
Per il Centro Studi Promotor, sulle immatricolazioni pesa l’accelerazione della pandemia, ma il calo del mercato non è troppo negativo grazie al sostegno alla domanda degli incentivi previsti dalla legge Finanziaria.
“Fino a prova contraria – osserva Gian Primo Quagliano, presidente del Centro Studi Promotor – l’obiettivo del Governo è sostenere l’economia per raggiungere quest’anno quantomeno l’incremento del 4% del Pil previsto dall’Istat. Il raggiungimento di questo obiettivo non è compatibile con un settore dell’auto al collasso. Occorre quindi che il Governo rifinanzi immediatamente gli incentivi per le auto più richieste dal pubblico”, ovvero quelle con alimentazione tradizionali. “E’ anche indispensabile che il Recovery Plan – aggiunge il presidente del Centro Studi Promotor, Gian Primo Quagliano – preveda interventi significativi per sostenere il settore dell’auto strategico anche per la transizione ecologica”.   PIEMONTE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Fabbisogno: Mef, in due mesi 14 mld, peggiora di 15 mld
Solo a febbraio rosso di 10,2 mld
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
18:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il primo bimestre si chiude con un fabbisogno di 14.100 milioni, con un peggioramento di circa 15.500 milioni rispetto al risultato registrato nel primo bimestre 2020 (un avanzo di 1.396 milioni). Lo comunica il Mef.

Nel solo mese di febbraio 2021 il saldo del settore statale si è chiuso, in via provvisoria, con un fabbisogno di 10.200 milioni, con un peggioramento di circa 8.600 milioni rispetto al fabbisogno registrato nel corrispondente mese dello scorso anno (1.604 milioni).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano ottimista (+1,8%) con banche, sprint di Poste
Petroliferi in ordine sparso.Vola Azimut, bene Atlantia, giù Stm
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
18:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inizio di settimana positivo per Piazza Affari (+1,8%), in linea con le altre principali Borse europee e con l’ottimismo delle contrattazioni a Wall Street, con la prospettiva della disponibilità a breve di un terzo vaccino negli Usa e mentre anche i Paesi europei cercano di correre con le vaccinazioni, tra una serie di restrizioni di movimento. In Italia intanto, in una giornata in cui l’Istat ha riferito dati in crescita per i prezzi a febbraio, ma con il cosiddetto carrello della spesa che rallenta, mentre sale l’inflazione e con la pressione fiscale in aumento nel 2020 e il Pil a -8,9%, l’indice Pmi della manifattura a febbraio sale ai massimi dal 2018, così come quello dell’Eurozona nel suo complesso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A Milano, con lo spread chiuso in calo poco sopra 99 punti, positive le banche, a partire da Unicredit (+3,5%) e Bper (+2,8%) fino a Intesa (+1,2%), con una corsa di Mediobanca (+3,4%). In cima al listino principale Azimut (+4,6%), Poste (+4,5%) e tra le assicurazioni Unipol (+4,4%). Per l’industria Leonardo (+3,9%), confermata venerdì l’avvio della procedura per quotare Drs, Atlantia (+3,8%) dopo la bocciatura dell’offerta di Cdp per Aspi.
Tra le auto su Stellantis (+3,6%). Meno convinti i farmaceutici, da Diasorin (+0,9%) a Recordati (+0,7%), debole Ti (-0,3%), male Stm (-1,7%) tra i semiconduttori. In ordine sparso i petroliferi, con decisi guadagni per Tenaris (+2,3%), meno per Eni (+0,8%) e perdite per Saipem (-1,9%). Sprint fuori dal listino principale per Fidia (+10,8%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In arrivo 4.536 posti pubblici da bandire nel 2021
Nelle amministrazioni centrali e negli pubblici non economici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
19:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 4.536 i prossimi posti da destinare a concorso nel 2021 nelle amministrazioni centrali e negli enti pubblici non economici. Lo indica il ministero della Pa, spiegando che in base ai più recenti fabbisogni comunicati sono 4.000 le unità di personale diplomato di Area II destinate alle amministrazioni centrali.
Il Dipartimento della Funzione pubblica bandirà una selezione per 250 funzionari di area III per il ministero dei Beni culturali. Per Agid e ministero dell’Economia, 101 funzionari informatici e 93 collaboratori amministrativi. Per il ministero delle Infrastrutture saranno reclutati 80 tra ingegneri, architetti e geologi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Dipartimento della Funzione pubblica bandirà una selezione per 250 funzionari di area III per il ministero dei Beni culturali. Per Agid e ministero dell’Economia saranno banditi concorsi per 101 funzionari informatici e per 93 collaboratori amministrativi. Per il ministero delle Infrastrutture saranno reclutati invece 80 tecnici di alta specializzazione ed elevata professionalità (ingegneri, architetti e geologi).
Inoltre, in deroga al concorso unico 2021 l’Inps bandirà una selezione per 189 posti di medici di prima fascia funzionale e l’Agenzia italiana del farmaco per 40 unità tra dirigenti e funzionari.
Il protocollo anti-Covid adottato il 3 febbraio scorso dal Dipartimento, previa validazione del Comitato tecnico-scientifico, in applicazione del Dpcm del 14 gennaio, viene ricordato, ha permesso la ripresa delle procedure concorsuali limitando per ragioni di sicurezza la presenza dei candidati ad un massimo di 30 persone per sessione-sede. “Un paletto che rallenta l’organizzazione di maxi-selezioni per oggettive difficoltà legate alla prevenzione del contagio”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in calo a New York a 60,64 dollari
Quotazioni perdono l’1,40%. Pesa attesa Opec+
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
01 marzo 2021
20:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in calo a New York, dove le quotazioni perdono l’1,40% a 60,64 dollari al barile. A pesare è l’attesa riunione dell’Opec+ per decidere i livelli di produzione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in rialzo (+0,90%)
Segue ripresa mercati azionari Usa, yen stabile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
02 marzo 2021
01:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia la seduta col segno più, seguendo i rialzi messi a segno dagli indici azionari Usa e la progressiva stabilizzazione dei rendimenti sui mercati obbligazionari, negli Stati Uniti e in Giappone. In apertura il Nikkei registra un progresso dello 0,90% a quota 29.930,57, con un aumento di 267 punti.
Sul mercato valutario lo yen è stabile a 106,80 sul dollaro e sull’euro a 128,70.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: in lieve calo a 1.718,90 dollari
Arretra dello 0,24%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
08:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro in lieve calo in avvio di giornata: arretra dello 0,24% a 1.718,90 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: Brent in calo a 59,96 dollari
Arretra anche Wti a 62,93 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
08:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio in calo: il brent è trattato a 59,96 dollari al barile (-1,12%), il wti a 62,93 dollari (-1,19%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro: in calo a 1,2017 dollari
108,84 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
08:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in lieve calo sul dollaro: è scambiato a quota 1,2017 (-0,27%). La moneta unica è trattata a 108,84 yen (+0,07%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: realizzi in Asia, futures in rosso, Tokyo -0,86%
Cina teme bolla mercati finanziari, sale dollaro, cala greggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
08:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Hanno prevalso le prese di beneficio nelle principali borse di Asia e Pacifico dopo il balzo della vigilia, confermando la tendenza alla volatilità dei mercati finanziari. In calo anche i futures sull’Europa e su Wall Street, con gli investitori focalizzati sul recente rialzo del rendimento dei titoli di Stato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dalla Cina inoltre il presidente della Commissione di controllo su banche ed assicurazioni Guo Shuquing ha espresso i timori di una possibile bolla dei mercati finanziari esteri.
In calo (-8,7%) le vendite al dettaglio di gennaio in Germania a fronte di un rialzo atteso dell’1,3%. In arrivo il tasso d’inflazione nell’Ue e la disoccupazione in Germania, insieme alle scorte settimanali di greggio negli Usa. Attesi diversi interventi di membri della Fed e della Bce, alla vigilia del Beige Book della Fed. In calo il greggio, l’oro e i principali metalli ad eccezione del ferro e dell’acciaio, in rialzo invece il dollaro sull’euro, la sterlina e lo yen. Tokyo ha ceduto lo 0,86%, Shanghai l’1,21%Taiwan lo 0,04%, e Sidney lo 0,4%. In controtendenza Seul (+1,03%), chiusa nella vigilia, contrastate Hong Kong (-1,29%) e Mumbai +0,07%), ancora in fase di contrattazioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in calo, -0,38%
Indice Ftse Mib a quota 23.175 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
02 marzo 2021
09:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di seduta negativo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib cede lo 0,38% a 23.175 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa debole in avvio, Parigi -0,31%, Londra -0,42%
In calo anche Francoforte (-0,36%) e Madrid (-0,37%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
09:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in calo per le principali borse europee. Parigi cede lo 0,31% a 5.774 punti, Londra lo 0,42% a 6.561 punti, Francoforte lo 0,36% a 13.962 punti e Madrid lo 0,37% a 8.354 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano poco mossa (-0,1%), giù Saipem ed Eni
Spread sopra quota 100 punti base, tengono Intesa e Unicredit
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
09:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Appare poco mossa Piazza Affari nella prima mezz’ora di scambi, con l’indice Ftse Mib in calo dello 0,1%, frenato da Moncler (-1,15%), Eni (-1,1%) e Saipem (-0,35%). Segno meno anche per Poste (-0,67%), Leonardo (-0,56%) e Bper (-0,38%).
In controtendenza Buzzi (+1%), Recordati (+0,9%), Tim (+0,51%) e Banco Bpm (+0,4%). Tengono Cnh (+0,24%), A2a (+0,23%), Generali (+0,28%), Intesa (+0,15%) e Unicredit (+0,2%). Poco mosse Stellantis e Pirelli (+0,04% entrambe). In rialzo lo spread sopra quota 100 punti, debole il greggio, sceso sotto quota 60 dollari al barile (Wti -1,12% a 59,96 dollari).
In calo anche l’oro (-1,6%) e gli altri metalli ad eccezione del nichel.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa migliora, sale spread, Milano indietro (-0,1%)
Pesa il calo del greggio, bene banche e comparto del cemento
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
10:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Migliorano le principali borse europee ad eccezione di Piazza Affari (Ftse Mib -0,1%), con lo spread tra Btp e Bund tedeschi in rialzo fino a sfiorare quota 101 punti (100,9 punti) e il rendimento dei titoli decennali allo 0,675% (+1,9 punti). La migliore è Londra (+0,35%), seguita da Parigi e Francoforte (+0,1% entrambe), mentre Madrid (+0,05%) resiste sopra la parità.
Il calo del greggio (Wti -1,1% a 59,97 dollari) penalizza Bp (-1,81%), Shell (-1,53%), Eni (-1,35%) e Total (-1%). In ordine sparso il comparto dei semiconduttori, con Stm (+0,4%) e Ams (+0,38%) positive a differenza di Asml (-0,6%) e Asm (-0,71%). Acquisti sui bancari Bnp (+1,82%), Standard Chartered (+1,57%) e Hsbc (+1,15%), mentre in Piazza Affari sono contrastate Bper (-0,54%) e Banco Bpm (+0,42%). In lieve calo Intesa (-0,05%) e Unicredit (-0,1%), bene invece Mps (+0,58%). Spunti su Daimler (+1,22%) e Bmw (+0,9%) in campo automobilistico, più cauta invece Stellantis (+0,53%). Acquisti sui cementieri Sika (+1,75%), spinta dalla raccomandazione d’acquisto di Deutsche Bank, Heidelberg (+1,22%) e Buzzi (+1,27%) in Piazza Affari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa contrastata, futures Usa deboli, Milano -0,2%
Spread sopra quota 102, giù Bp, Shell ed Eni, bene Sika e Buzzi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
11:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Procedono a due velocità le principali borse europee. In rosso i futures Usa dopo il dato sulla disoccupazione tedesca, il cui indice è rimasto stabile al 6%, ma con 9mila disoccupati in più, a fronte di un atteso calo di 10mila unità.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Londra (+0,3%) si conferma la piazza migliore, seguita da Parigi e Francoforte (+0,1% entrambe), mentre cedono Madrid (-0,15%) e Milano (-0,2%). Si attesta sopra i 60 dollari al barile il greggio (Wti -0,53%) ma non si riduce la tensione su Bp (-2,25%), Shell (-2%), Eni (-1,15%) e Total (-1,1%). In ordine sparso il comparto dei semiconduttori, con Stm (+0,4%) e Ams (+0,38%) positive a differenza di Asml (-0,6%) e Asm (-0,71%). Procedono gli acquisti sui bancari Bnp (+1,7%), Standard Chartered (+1%) e Hsbc (+0,7%), mentre in Piazza Affari si muovono in ordine sparso Intesa (-0,1%), Bper (+0,1%), Unicredit (+0,2%), Banco Bpm (+0,65%) ed Mps (+0,75%). Acquisti sugli automobilistici Daimler (+1,5%) e Bmw (+0,6%), più cauta invece Stellantis (+0,2%). Brillanti i produttori di cemento e materiali edili Sika (+2,28%), spinta dalla raccomandazione d’acquisto di Deutsche Bank, Lafarge (+1,8%), Heidelberg (+1,7%) e Buzzi (+1,4%) in Piazza Affari, dove brillano Nexi (+1,64%), Diasorin (+1,6%) e Recordati (+1,11%). In controtendenza Atlantia (-2,17%) e Saipem (-1,72%), che incontra oggi la comunità finanziaria.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: in II trimestre 2020 compravendite immobiliari -30,8%
Su base annua, in calo anche i mutui notarili (-20,9%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
11:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In calo le compravendite immobiliari nella prima metà del 2020: nel primo trimestre il totale ammonta a 157.126 (-17,9% rispetto al IV trimestre 2019 e -17,7% su base annua) e a 149.764 nel secondo trimestre (-17,3% rispetto al trimestre precedente e -30,8% su base annua). Lo rileva l’Istat, indicando la diminuzione anche delle convenzioni notarili per mutui, finanziamenti e altre obbligazioni con costituzione di ipoteca immobiliare che nel secondo trimestre (84.284) scendono dell’11,5% rispetto al trimestre precedente e del 20,9% su base annua, accentuando il calo congiunturale e tendenziale del primo trimestre (rispettivamente -9,9% e -14,0%).

La “consistente diminuzione” delle compravendite, commenta l’Istat, “si presenta improvvisamente nel primo trimestre 2020, dopo cinque trimestri consecutivi nei quali l’indice aveva superato i valori medi del 2010. L’indice destagionalizzato dei mutui accelera il calo già rilevato nel primo trimestre. Il declino delle convenzioni di compravendite e di mutui, registrato nei primi due trimestri del 2020, va letto tenendo conto delle misure adottate per il contenimento del Covid-19, a partire dal mese di marzo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inail: infortunio anche per infermieri no vax contagiati
Se il contagio risulta in occasione di lavoro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
11:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli operatori sanitari che rifiutano il vaccino e poi si contagiano con il Covid 19 hanno comunque diritto all’infortunio sul lavoro se il contagio risulta in occasione di lavoro. E’ quanto emerge dalla lettera inviata dall’Inail alla direzione regionale della Liguria sul caso degli infermieri che avevano rifiutato di sottoporsi al vaccino e poi si erano contagiati.
“Sotto il profilo assicurativo -si legge – il comportamento colposo del lavoratore, tra cui rientra anche la violazione dell’obbligo di utilizzare i dispositivi di protezione individuale, non comporta di per sé, l’esclusione dell’operatività della tutela”.
Il lavoratore che non si vaccina potrebbe però non avere diritto a chiedere il risarcimento del danno al datore di lavoro nel caso nel quale abbia rifiutato il vaccino e si sia contagiato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano migliora (+0,15%), corrono Buzzi e Nexi
Sale spread, giù Aspi, attesi conti Piaggio, domani Stellantis
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
12:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Migliora Piazza Affari che si porta sopra la parità (Ftse Mib + 0,15%) in prossimità del traguardo di metà seduta. In rialzo fino quasi a sfiorare quota 103 punti base lo spread tra Btp e Bund, mentre il greggio appare poco variato a 60 dollari al barile (Wti -0,05%).

Gli acquisti si concentrano su Amplifon (+1,85%), Buzzi (+1,69%), insieme ai rivali europei, e Nexi (+1,64%). Salgono anche Recordati (+1,65%) e Diasorin (+1,1%), mentre si muovono in ordine sparso i bancari Banco Bpm (+0,56%), Bper (-0,43%), Intesa (+0,09%), Unicredit (-0,02%) ed Mps (-0,25%).
Poco mosse Piaggio (+0,25%), che diffonde oggi i conti e Stellantis (+0,37%) che li svela domani. Sotto pressione Atlantia (-2,5%), con lo stallo sulla trattativa per Aspi, debole Saipem (-2%), che incontra oggi gli analisti finanziari.
Segno meno anche per Eni (-0,84%), sulla scia del prezzo del greggio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borean (Generali) nuovo Presidente MIB School Management
Più forti rapporti con assicurazioni e finanza. CdA, entra Porto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
02 marzo 2021
12:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Assemblea dei Soci del MIB Trieste School of Management, la scuola internazionale di formazione manageriale che ha sede principale a Trieste, ha eletto presidente Cristiano Borean, dal 2018 Group Chief Financial Officer del Gruppo Generali, che succede ad Aldo Minucci.
Borean, 47 anni, di Trieste, laurea in Fisica all’Università di Trieste e Ph.D in Fisica delle particelle elementari con un esperimento alla Stanford University, ha fatto il suo ingresso in Generali nel 2003, dopo esperienze di ricerca al CERN di Ginevra ed alla Stanford University.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In Generali ha avuto una crescita molto rapida.
Con il MIB, “realtà di eccellenza nell’alta formazione, il Gruppo Generali ha da lungo tempo una radicata e proficua collaborazione, un rapporto destinato ad accrescersi con l’avvio operativo a Trieste dell’Academy di Gruppo, che potrà far leva sul rilevante patrimonio di competenze ed esperienze della Scuola in campo assicurativo e finanziario”, ha affermato Cristiano Borean, “convinto che la formazione manageriale e l’investimento sulle persone siano fondamentali anche per lo sviluppo del territorio”.
Per il fondatore e direttore scientifico di MIB Vladimir Nanut, la Scuola “è diventata un punto di riferimento in Europa per la formazione nei settori assicurazione, finanza e risk management, muovendosi contemporaneamente in molte direzioni nuove a livello di contenuti, di metodologie e di innovazioni tecnologiche”.
Nel nuovo CdA, accanto alle conferme di Giacomo Campora (CEO Allianz Italia Spa), Diego Bravar (Presidente Biovalley), Stefano Venier (CEO Gruppo Hera), Camilla Benedetti (Vice-Presidente, Gruppo Danieli), Michela Del Piero (Presidente Banca Popolare di Cividale), Claudio Sambri (già Professore Ordinario Università di Trieste e Consigliere Delegato di MIB), si registrano gli ingressi di Giuseppe Bono (CEO Fincantieri), Zeno D’Agostino (Presidente Porto di Trieste), Diego De Giorgi (Co-CEO Pegasus Europe, consigliere in UniCredit e già alla guida dell’investment banking di Bank of America e Goldman Sachs).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piaggio:nel 2020 tiene nonostante covid,utile a 31,3 milioni
Arrivano 11 nuovi modelli. Colaninno,efficace risposta pandemia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
13:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piaggio chiude il 2020 con un utile netto a 31,3 milioni di euro, in calo rispetto ai 46,7 milioni del 2019. I ricavi si sono attestati a 1,31 miliardi di euro, in contrazione del 13,6% rispetto all’anno precedente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sui risultati pesano le misure di contenimento del Covid-19 che hanno implicato la chiusura delle attività produttive e commerciali per diverse settimane in molte nazioni. Il cda ha proposto un saldo sul dividendo di 2,6 centesimi di euro per ciascuna azione, con un dividendo totale dell’esercizio 2020 pari a 6,3 centesimi di euro, per complessivi 22,5 milioni di euro .
L’Ebitda ha raggiunto i 186,1 milioni di euro, rispetto ai 227,8 milioni del 2019. Nel 2020 il Gruppo Piaggio ha venduto complessivamente nel mondo 482.700 veicoli (611.300 nel 2019.
Nonostante l’emergenza sanitaria Covid-19, il mercato dell’Asia Pacific ha registrato volumi in crescita del 9,4%, mentre quelli di Emea – Americas e India hanno presentato una flessione delle vendite rispettivamente dell’1,7% e 49,6%.
“Nel complesso i dati hanno confermato l’efficacia della risposta del Gruppo alla pandemia che ha colpito l’economia mondiale”, afferma Roberto Colaninno, presidente e amministratore delegato del Gruppo Piaggio.
Nel 2021, anno in cui Moto Guzzi compie i suoi primi 100 anni di vita e Vespa i primi 75 e nonostante gli effetti della pandemia, proseguirà il suo cammino con il lancio di 11 nuovi modelli a due ruote e del nuovo veicolo commerciale leggero, la costruzione del nuovo dipartimento di e-mobility a Pontedera, l’avvio di un nuovo stabilimento in Indonesia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stellantis: con Gedi news e musica a bordo delle auto
Si parte con integrazione delle app Radio Deejay, Capital e m2o
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
02 marzo 2021
13:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stellantis e Gedi danno il via a una collaborazione con l’obiettivo di offrire servizi digitali agli automobilisti: destinatari saranno i clienti che utilizzano le vetture dei vari brand di Stellantis e che potranno usufruire di contenuti musicali e giornalistici a loro dedicati. La collaborazione, coordinata per Stellantis dal team e-Mobility, si svilupperà in tre step successivi che porteranno al completamento dell’offerta entro la fine del 2021.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si parte con l’integrazione delle app di Radio Deejay, Radio Capital, Radio m2o nella piattaforma Fiat Link&Drive di Stellantis, che sarà disponibile nelle prossime settimane per essere utilizzata dai clienti per interagire con la nuova 500 Action.
“Fil rouge” del progetto è il concetto di integrazione dei servizi, con particolare riferimento al mondo delle app, al quale il team e-Mobility Stellantis ha dato crescente peso fino a oggi.
Gedi Gruppo Editoriale, primo gruppo di informazione quotidiana in Italia, controlla testate quali La Repubblica, La Stampa, dieci giornali locali e l’Espresso ed è uno dei principali poli radiofonici nazionali, con un brand di eccellenza come Radio Deejay, oltre a Radio Capital e m2o.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano nervosa a cavallo della parità, pesa Atlantia
Spread sopra quota 102, bene Amplifon e Nexi, giù Saipem ed Eni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
13:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari appare nervosa, piazzandosi in coda alle altre borse europee, con l’indice Ftse Mib in continua oscillazione a cavallo della parità. In rialzo lo spread tra Btp e Bund tedeschi sopra quota 102 punti base.

Lo stallo della trattativa con Cdp e i fondi Blackstone e Macquarie per l’ingresso in Aspi frena Atlantia (-2,48%), mentre Saipem (-2,2%) scivola nel giorno dell’incontro con gli analisti finanziari, penalizzata insieme ad Eni (-1,04%) dall’andamento irregolare del greggio.
Corre invece Amplifon (+1,82%, alla vigilia dei conti, che ha presentato oggi Piaggio (-1,18%). In arrivo domani anche i conti di Stellantis (+0,47%). In luce Nexi (+1,57%) e Buzzi (+1,4%), insieme agli altri titoli del settore in Europa. In ordine sparso i bancari Banco Bpm (+1,54%), Unicredit (+0,38%), Bper (+0,35%), Intesa (+0,28%), Mps (+0,08%) e Creval (+0,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Turismo: il 2021 parte con -14 mln presenze
Demoskopika, nel 2020 Covid ne ha bruciate 232 mln, crolla spesa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
14:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Non bastava il 2020, che ha riportato il turismo italiano indietro di 30 anni e ha massacrato uno dei settori più vitali dell’economia italiana. Anche il 2021 – in modo prevedibile ma comunque non meno allarmante – si profila all’orizzonte a tinte fosche, almeno secondo i dati di Demoskopika sul primo mese dell’anno, in attesa dei dati ufficiali dell’Istat su base regionale: gennaio parte infatti con 14,4 milioni di pernottamenti e 4,8 milioni di turisti in meno con una variazione negativa pari all’80% rispetto allo stesso mese del 2020.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Già nel 2020 il Covid ha mandato in fumo 232 milioni di presenze (-53,1% sul 2019) e 67 milioni di arrivi (-51,3%). In picchiata la spesa turistica con un crollo di 20 miliardi il cui 73% è concentrato in Veneto, Toscana, Lombardia, Lazio, Emilia Romagna, Trentino Alto Adige.
Analizzando, in particolare, il quadro per singolo sistema turistico regionale emerge che nel 2020 il Veneto avrebbe ridotto gli arrivi di 12,2 milioni (-60,4% rispetto al 2019) e le presenze di 44,5 milioni (-62,4% rispetto al 2019). A seguire, in valore assoluto, Lombardia con una contrazione pari a 9,5 milioni di arrivi (-54,2%) e 22,4 milioni di presenze (-55,4%), Toscana con una riduzione pari a 8,3 milioni di arrivi (-58,0%) e 28,7 milioni di presenze (-59,8%), Lazio con una riduzione pari a 6,6 milioni di arrivi (-51,7%) e 19,9 milioni di presenze (-51,0%) e l’Emilia-Romagna con una riduzione pari a 6,1 milioni di arrivi (-52,9%) e 23 milioni di presenze (-57,1%).
“Se si vuole fronteggiare efficacemente l’emergenza sanitaria – dice il presidente di Demoskopika, Raffaele Rio – la politica deve avere il coraggio di fare scelte precise. C’è un problema prioritario di governance da cui consegue anche la misura dell’efficacia dei fondi messi a disposizione per la ripresa del sistema turistico”. E aggiunge: “È ora di riavviare il processo partecipativo per redigere un nuovo Piano strategico nazionale 2022-2027 e dotare il turismo di riforme strutturali”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: Ita rivede piano, verso flotta 45-48 aerei
Fino a 5 mila dipendenti. Per avvio bastano 2 mld da Stato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
20:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il piano industriale di Ita è in via di revisione per adeguarsi alle nuove previsioni riviste al ribasso sulla ripresa del trasporto aereo. Secondo quanto si apprende, i numeri del piano verranno ridotti rispetto al piano della newco presentato il 18 dicembre.
In particolare, la flotta dovrebbe diminuire da 52 a 45-48 aerei. Di conseguenza, i 5.200-5.500 dipendenti inizialmente previsti dovrebbero scendere in un range tra 4.500 e poco più di 5 mila. Viste le dimensioni ridotte, inoltre, si prevede che per l’avvio possano servire risorse pubbliche per circa 2 miliardi, il resto dei complessivi 3 mld serviranno a completare il piano.
In mattinata, secondo quanto si apprende, si è svolto un consiglio di amministrazione di Ita. Si è trattato di una riunione interlocutoria che ha fatto un aggiornamento dello stato di revisione del piano, anche il vista della riunione di venerdì tra il governo e la commissaria Ue per la concorrenza Margrethe Vestager.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a New York a 61,07 dollari
Quotazioni salgono dello 0,46%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
02 marzo 2021
15:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio è in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dello 0,46% a 61,07 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre positiva, Dj +0,12%, Nasdaq +0,08%
S 500 sale dello 0,09%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
02 marzo 2021
15:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre positiva. Il Dow Jones sale dello 0,12% a 31.572,60 punti, il Nasdaq avanza dello 0,08% a 13.599,51 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,09% a 3.905,65 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa resta positiva con Wall Street, Milano -0,2%
Spread in area 102 punti, petrolio in rialzo, euro debole
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
16:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee, già positive in scia all’inflazione stabile nell’eurozona, confermano il rialzo dopo l’avvio di Wall Street . Resta, invece, indietro Milano con il Ftse Mib che, però, è in recupero e cede un marginale 0,2% a 23.206 punti.

Lo spread tra Btp e Bund si muove in area 102 punti base con il rendimento del decennale italiano allo 0,69%. Tra le altre Piazze Londra è la migliore (+0,9%). A seguire Parigi (+0,68%) e Francoforte (+0,57%) . Il petrolio si conferma in rialzo sulla soglia dei 61 dollari al barile. Sul fronte dei cambi l’euro è in calo e passa di mano a 1,20 sul biglietto verde.
A Milano pesano le vendite su Atlantia (-3,44%) con lo stallo della trattativa con Cdp e i fondi Blackstone e Macquarie per l’ingresso in Aspi. Vendite anche su Piaggio (-2,48%) dopo i conti e Saipem (-2%). Sul versante opposto corsa di Amplifon (+2%) alla vigilia dei dati di bilancio. Tra i bancari in luce Banco Bpm (+1,4%) con lo sfondo sempre del risiko del settore.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: Panetta, aumento curva tassi non va bene, da contrastare
Nessuna esitazione a spendere intera dotazione Pepp
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
17:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’aumento della pendenza della curva dei rendimenti nominali ponderati per il Pil che stiamo osservando non è desiderabile e va contrastato”. Lo ha detto il membro del comitato esecutivo della Bce, Fabio Panetta, in un webinar organizzato dalla Bocconi su politica monetaria e uscita dalla pandemia, spiegando che “la settimana scorsa i tassi in euro su tutte le scadenze, inclusi quelli privi di rischio, sono rimasti ben al di sopra dei livelli registrati all’inizio di quest’anno”.
Per cui “non vi è motivo di esitare ad aumentare il volume degli acquisti e a spendere l’intera dotazione del PEPP – o anche più, se necessario”, ha indicato Panetta.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: Panetta, cogliere questa opportunità
Avanti con stimoli fino a quando sarà necessario
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
17:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Next Generation EU è uno strumento di fondamentale importanza in quanto volto a finanziare, con risorse comuni, riforme in grado di innalzare la crescita potenziale, a beneficio dell’intera collettività”. Lo ha sottolineato il membro del comitato esecutivo della Bce, Fabio Panetta, in un webinar organizzato dalla Bocconi su politica monetaria e uscita dalla pandemia, spiegando che “se gli Stati membri sapranno cogliere questa opportunità, attuando le necessarie riforme, ne potranno derivare benefici considerevoli per i cittadini europei, creando le condizioni per progredire verso politiche strutturali e di bilancio a livello europeo”.
Panetta ha anche aggiunto che “dobbiamo proseguire a stimolare l’economia per il tempo necessario a uscire dalla crisi rafforzati, senza danni strutturali. Attualmente i rischi di un sostegno economico troppo blando superano di gran lunga i rischi che potrebbero derivare da uno stimolo eccessivo”. Per cui vanno evitate “tentazioni” di ritirare gli stimoli anticipatamente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude a -0,78%
Ftse Mib a 23.083 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
02 marzo 2021
17:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano chiude in calo.
Il Ftse Mib segna un -0,78% a 23.083 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tesoro, affidato ad un pool banche l’emissione del Btp green
Titolo avrà scadenza 30 aprile 2045
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
18:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) ha affidato a BNP Paribas, Crédit Agricole Corp.
Inv.
Bank, Intesa Sanpaolo S.p.A., J.P. Morgan AG e NatWest Markets N.V. il mandato per il collocamento sindacato del primo BTP Green con scadenza 30 aprile 2045. Lo comunica il Mef in una nota precisando che “la transazione sarà effettuata nel prossimo futuro, in relazione alle condizioni di mercato”. Il nuovo titolo di Stato è “dedicato al finanziamento delle spese sostenute dallo Stato a positivo impatto ambientale” .
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in rialzo, Parigi +0,29%
Londra +0,38%, Francoforte +0,19%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
18:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee chiudono in rialzo. Parigi segna un +0,29% con il Cac 40 a 5.809 punti, Francoforte un +0,19% con il Dax a 14.039 punti e Londra un +0,38% con il Ftse 100 a 6.613 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund chiude in rialzo a 102,8 punti
Rendimento del decennale italiano allo 0,67%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
18:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra i btp e bund chiude a 102,8 punti base, in rialzo rispetto ai 99,28 punti base della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale italiano è allo 0,67%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in calo, pesano Atlantia, Saipem
Spread risale in area 103 punti, acquisti su Mediaset e Nexi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
18:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta all’insegna della debolezza per Piazza Affari con il Ftse Mib che chiude a -0,78% a 23.083 punti mentre lo spread tra Btp e Bund risale in area 103 punti con il rendimento del decennale italiano allo 0,67%. Ad incidere sul listino le vendite su Atlantia (-3,69%) con lo stallo della trattativa con Cdp e i fondi Blackstone e Macquarie per l’ingresso in Aspi.

Vendite anche su Piaggio (-3,29%) dopo i conti. Andamento in ordine sparso per i titoli legati al petrolio mentre in settimana e’ prevista una riunione dell’Opec+ che potrebbe decidere un allentamento dei tagli alla produzione. Vendite su Saipem (-2,64%) mentre guadagna Tenaris (+1,63%) ed è cedente Eni (-0,72%). Forti ribassi poi per St (-2,16%), Inwit (-2,16%), Terna (-2,14%). Tra gli altri Cattolica perde l’1,79%, Tim l’1,81%. Buon passo per Mediaset (+1,35%) e Nexi (+1,21%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fs: 24 ore di sciopero del personale il 7-8 marzo
Dalle 21 di domenica alle 21 di lunedì
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
19:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato proclamato da alcune sigle sindacali uno sciopero nazionale dei dipendenti del Gruppo FS Italiane, in adesione a uno sciopero generale, dalle 21.00 di domenica 7 alle 21 di lunedì 8 marzo. Lo fa sapere la società in una nota.

Per la giornata dell’8 è in programma uno sciopero generale di tutti i settori pubblici e privati proclamato da Usi-Unione sindacale italiana, Slai Cobas, Usb e Sgb. E’ previsto poi uno sciopero nel trasporto ferroviario di Mercitalia Shunting and terminal proclamato da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Taf, Slm Fast Confsal e Orsa Trasporti.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Tokyo, apertura in aumento (+0,31%)
Cambi, yes più debole su dollaro ed euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
03 marzo 2021
01:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo inizia gli scambi in positivo, sulle aspettative di un miglioramento della campagna di distribuzione dei vaccini negli Stati Uniti, e in attesa delle indicazioni macroeconomiche che arriveranno dalla Cina, sul settore dei servizi. L’indice di riferimento Nikkei registra un rialzo dello 0,31% a quota 29.498,13, aggiungendo 89 punti.
Sul mercato valutario lo yen torna a deprezzarsi sul dollaro a 106,70 sul dollaro, e sull’euro poco sotto a 129.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro poco mosso a 1,2086 dollari in avvio
Lieve calo nei confronti dello yen a 129,16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
08:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’euro è poco mosso questa mattina all’avvio dei mercati. La moneta unica vale 1,2086 dollari (con una variazione minima di -0,04%) e 129,16 yen (in lieve calo dello 0,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: Wti in rialzo, torna sopra 60 dlr al barile
Guadagna anche il Brent e si porta a 63,1 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
08:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ in rialzo questa mattina il prezzo del petrolio, che interrompe così la scia di ribassi che lo aveva portato sotto i 60 dollari al barile. In vista del vertice Opec di domani, che dovrebbe concordare un aumento della produzione, il Wti con consegna ad aprile guadagna lo 0,5% portandosi a 60,05 dollari.
Stesso andamento per il Brent quotato all’Ice di Londra, che sale dello 0,7% a 63,11 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: in lieve calo a 1.735 dollari l’oncia
Arretra dello 0,2% dopo rialzo della vigilia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
08:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo il rialzo dello 0,8% messo a segno nella giornata di ieri, l’oro è in lieve calo oggi in avvio di giornata: il prezzo spot arretra dello 0,2% a 1.735,25 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund apre in lieve calo ma resta sopra 100 punti
Rendimento del decennale italiano allo 0,65%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
08:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund apre in lieve calo ma resta sopra i 100 punti base. Il differenziale, che ha chiuso ieri a 102,8 punti, segna in avvio di giornata 101 punti.
Il rendimento del decennale italiano è allo 0,65%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia rimbalza, occhi su Fed e greggio, Tokyo +0,51%
Futures in rialzo, in arrivo Pil Italia e fiducia Pmi Ue e Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
08:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta di rimbalzi in Asia dopo il calo precedente, nel giorno del Beige Book della Fed e alla vigilia del summit dei Paesi dell’Opec, che potrebbe decidere un taglio dell’offerta di greggio già da aprile. In crescita oltre le stime (+3,1%) il Pil trimestrale australiano, sceso su base annua dell’1,1% a fronte di un calo atteso dell’1,8%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tokyo ha guadagnato lo 0,51%, Shanghai l’1,92%, Taiwan l’1,66%, Seul l’1,29% e Sidney lo 0,82%. Ancora aperte Hong Kong (+2,41%) e Mumbai (+1,21%). Positivi i futures sull’Europa e su Wall Street nel giorno della fiducia dei manager (Pmi) in Italia, Francia, Spagna, Germania, Regno Unito, Ue e Stati Uniti. In arrivo dall’Italia anche il Pil trimestrale.
Tengono il greggio (Wti +0,44% a 60 dollari al barile), l’oro (+0,37%) e gli altri metalli, compreso l’acciaio (+3,9%).
Stabile l’euro a 1,21 dollari, in rialzo la sterlina a 1,338 dollari, in calo lo yen a 106,8 sul biglietto verde. Una circostanza favorevole per i grandi esportatori giapponesi, a partire dagli automobilistici Honda (+3,57%), Subaru (+3,98%), Nissan (+4,16%) e Mazda (+3,91%). Cauta Toyota (+0,61%), bene l’elettronica con Hitachi (+2,22%), Konica Minolta (+4,04%) e Citizen (+2,34%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo, +0,59%
Indice Ftse Mib a quota 23.219 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
03 marzo 2021
09:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di seduta positivo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib segna un rialzo dello 0,59% a quota 23.219 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre positiva, Parigi +0,54%, Londra +0,74%
Bene anche Francoforte (+0,65%) e Madrid (+0,67%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
09:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo per le principali borse europee. Parigi guadagna lo 0,54% a 5.841 punti, Londra lo 0,74% a 6.662 punti, Francoforte lo 0,65% a 14.130 punti e Madrid lo 0,67% a 8.412 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano sale (+1%), bene Stellantis, Exor e Leonardo
Spread stabile sopra quota 101, sprint di Piaggio, giù Diasorin
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
09:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Consolida il rialzo segnato in apertura Piazza Affari (Ftse Mib +1%), spinta da Stellantis (+2,8%) dopo i conti del 2020 e le stime sul Mol dell’anno in corso. Acquisti su Exor (+2,42%), favorita dal dividendo annunciato di 0,32 euro per azione, per un totale di un miliardo a favore degli azionisti, e Leonardo (+1,8%).
Seguono Unipol (+1,7%), Saipem (+1,6%), all’indomani di un incontro con gli analisti, Unicredit (+1,53%) e Intesa Sanpaolo (+1,45%), con lo spread tra Btp e Bund tedeschi attestato a 101,7 punti base. La tenuta del greggio favorisce Eni (+1,05%), mentre cedono Diasorin (-0,5%), Tenaris (-0,18%), Enel e Campari (-0,05% entrambe). In rialzo Atlantia (+0,9%) e Autogrill (+1,37%), debole Astaldi (-1,42%), sprint di Piaggio (+4,88%), sull’onda lunga dei conti e delle stime sul 2021, con il rialzo del prezzo obiettivo a 3,8 euro per azione da parte degli analisti di Banca Akros.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavazza: nel 2020 premio ai dipendenti più alto di sempre
Gruppo riconosce obiettivi raggiunti e lavoro ‘nostre persone’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
03 marzo 2021
10:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Gruppo Lavazza eroga, per il 2020, il premio per obiettivi più alto della sua storia: 3.500 euro agli oltre 600 collaboratori di Torino e Gattinara (Vercelli), 2.500 euro per i collaboratori dell’Impianto di Pozzilli (Isernia) e del Centro Direzionale di Torino. “Questo premio riconosce gli obiettivi raggiunti e lo straordinario lavoro delle nostre persone che hanno garantito con continuità, anche in un anno segnato dall’emergenza sanitaria, la produzione, la qualità e la disponibilità dei nostri prodotti”, sottolinea Enrico Contini, Chief Human Resources Officer di Lavazza.

I 3.500 euro lordi a ciascuno degli oltre 600 collaboratori degli stabilimenti produttivi di Torino e Gattinara, e i 2.500 euro per i collaboratori dell’impianto di Pozzilli, si aggiungono ai bonus riconosciuti nei mesi di marzo e aprile 2020, 500 euro, per il lavoro svolto in presenza durante il periodo più critico del Covid19. I collaboratori potranno scegliere se ricevere il premio in denaro oppure fruire dell’intero valore netto del premio attraverso un’ampia offerta di servizi Welfare per loro e le loro famiglie con un ulteriore bonus del 10% da parte dell’azienda.   PIEMONTE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Dl sostegno la prossima settimana, da vaccini a cig
Calcoli su perdite di fatturato annuali. Per sci misura ad hoc
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
10:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sostegni alle imprese, ammortizzatori e cassa integrazione, enti territoriali in difficoltà, vaccini.
Sono questi i temi fondamentali del dl sostegno che arriverà “penso la prossima settimana, stiamo facendo il più in fretta possibile”.
Lo ha sottolineato la viceministra dell’Economia, Laura Castelli, a 24 Mattino su Radio24.
Il decreto partirà dalle proposte della maggioranza, come la cancellazione dei codici Ateco, ha spiegato. Si pensa anche di fare “confronti e calcoli sulle annualità non più mensilità e si considererà il calo di fatturato, con tetti più alti di fatturato”.
Castelli ha quindi spiegato che per la montagna ci sarà un intervento ad hoc, come richiesto dalle Regioni, e che si terrà conto degli alti costi fissi del settore.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa sale con fiducia Pmi, attesa Fed, Milano +0,9%
Futures Usa positivi, greggio stabile in vista del summit Opec
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
10:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee in allungo, guidate da Londra (+1,2%) e Francoforte (+1%) , mentre Milano, Parigi e Madrid salgono dello 0,9% circa. Meglio delle stime la fiducia dei manager (Pmi) di Italia, Spagna, Francia e dell’Ue, inferiore alle stime quella della Germania, mentre è atteso nel pomeriggio l’analogo dato Usa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Meglio delle stime il Pil trimestrale dell’Italia (-1,9%). Oltreoceano è prevista inoltre la diffusione del Beige Book della Fed, sullo stato dell’economia dell’Unione. In calendario numerosi interventi di banchieri centrali, dal presidente della Bundesbank Jens Weidmann a Fabio Panetta e Luis De Guindos della Bce, per proseguire con Raphael Bostic della Fed di Atlanta e Charles Evans della Fed di Chicago. Stabile sopra i 101 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi, con il rendimento decennale in rialzo di 0,7 punti allo 0,68%. Tiene il greggio (Wti +0,12% a 59,82 dollari al barile) anche se sotto quota 60, in attesa del summit dei Paesi dell’Opec in calendario per domani.
Gli acquisti si concentrano sugli automobilistici Stellantis (+2,2% a Milano e a Parigi) dopo i conti che, secondo il Gruppo hanno evidenziato una “elevata redditività” nonostante il Covid 19. Fa meglio Volkswagen (+4,76%), il cui prezzo obiettivo è stato alzato da 200 a 300 euro dagli analisti di Ubs. Bene Daimler (+2%), Bmw (+2,8%) e Renault (+4,58%), che ha annunciato un investimento di 1,1 miliardi di real brasiliani (16 milioni di euro) nel Paese sudamericano. Positivi i petroliferi Eni (+1,45%), Shell (+1,23%), Bp (+1,13%) e Total (+0,82%). Sugli scudi SocGen (+3,26%), Santander (+3,13%), Bbva (+2,9%), Barclays (+2,7%) e Bnp (+2,2%), insieme alle italiane Unicredit (+2,51%), Banco Bpm (+2,4%) e Intesa Sanpaolo (+2,3%). Più caute Bper (+1,3%) ed Mps (+1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pil: Istat, nel quarto trimestre in calo dell’1,9%
Migliore delle stime, su anno -6,6%. Pesano misure anti-Covid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
10:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel quarto trimestre del 2020 il prodotto interno lordo, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è diminuito dell’1,9% rispetto al trimestre precedente e del 6,6% nei confronti del quarto trimestre del 2019. Lo rileva l’Istat precisando che la stima precedente era di un calo del 2% in termini congiunturali e del 6,6% in termini tendenziali.

Il quarto trimestre ha avuto 2 giornate lavorative in meno del trimestre precedente e una in più rispetto al quarto trimestre 2019.
La contrazione dell’economia, spiega l’Istat, è “effetto delle nuove misure adottate per il contenimento dell’emergenza sanitaria”.
La variazione acquisita del Pil per il 2021 è pari al 2,3%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Uber: amministratori giudiziari, eliminato caporalato
Relazione dopo commissariamento, ‘ora tutelati i rider’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
11:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Uber Eats Italy si è dimostrata “sensibile ed efficiente” nell’eliminare ogni forma di sfruttamento e caporalato e c’è stato un “progresso culturale da parte della società sia per il miglioramento della sua organizzazione sia nell’ambito dei rapporti coi rider per la loro tutela e sicurezza”. Lo hanno spiegato gli amministratori giudiziari illustrando la loro relazione davanti alla Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Milano, che a fine maggio 2020 ha disposto il commissariamento per caporalato.
Dalla relazione è emerso che le “tariffe” applicate rispettano il contratto nazionale e sono anche migliorative.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Thales Alenia Space, 6 satelliti per seconda generazione Galileo
Contratto da 772 mln. Profumo, orgogliosi di questo successo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
12:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Thales Alenia Space Italia, joint venture tra Thales (67%) e Leonardo (33%), ha siglato un contratto del valore di 772 milioni di euro con l’Agenzia Spaziale Europea, che ha agito in nome e per contro dell’Unione Europea rappresentata dalla Commissione Europea, per la fornitura di 6 satelliti, parte della Costellazione Galileo di Seconda Generazione. Lo annuncia la società.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano rallenta (+0,7%), bene Banco Bpm e Stellantis
Pil sopra stime, spread sale a 102,6, giù Nexi, corre Piaggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
12:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Riduce il rialzo Piazza Affari (Ftse Mib +0,7%) dopo due ore di scambi, con lo spread tra Btp e Bund tedeschi in rialzo a 102,6 punti con il rendimento decennale in crescita di 3,3 punti allo 0,7%. Meglio delle stime il Pil trimestrale (-1,9%) italiano, mentre la fiducia Pmi è salita a 51,4 punti, a fronte dei 49,2 attesi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sugli scudi Banco Bpm (+2,58%), seguita da Stellantis (+2,5%) dopo i conti del 2020 e le stime sul Mol dell’anno in corso. Seguono Buzzi (+2,39%), brillante già nella vigilia insieme agli altri cementieri europei, Intesa (+2,04%), Unicredit (+1,97%) e Cnh (+1,86%). Bene Tim (+1,7%), Eni (+1,42%), con il greggio in crescita (Wti +1,66% a 60,76 dollari al barile) alla vigilia del summit dell’Opec, e Leonardo (+1%). Scivola Nexi (-1,42%), i cui soci in assemblea hanno approvato la fusione per incorporazione di Nets Topco, già approvata dai soci di quest’ultima. Prese di beneficio per Amplifon (-1,05%), in calo A2a ed Enel (-0,95% entrambe) insieme a Campari (-0,86%), Diasorin (-0,67%), Hera (-0,54%) e Snam (-0,5%). Poco mossa Atlantia (+0,45%), bene Autogrill (+1,63%), debole Astaldi (-1,81%). Prosegue la corsa di Piaggio (+2,45%), anche se sotto ai massimi, spinta dal rialzo del prezzo obiettivo a 3,8 euro per azione da parte degli analisti di Banca Akros dopo i conti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa tiene, Fed diffonde Beige Book, Milano +0,65%
Futures Usa in rialzo, riparte greggio, domani summit Paesi Opec
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
12:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Resistono in territorio positivo le Borse europee, che scendono sotto i massimi a fine mattinata.
Londra limita il rialzo allo 0,9%, come Francoforte, Parigi allo 0,7%, Milano allo 0,65% e Madrid allo 0,25%.Positivi i futures Usa in attesa del Beige Book della Fed, sullo stato dell’economia dell’Unione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prendono la parola oggi il presidente della Bundesbank Jens Weidmann, Fabio Panetta e Luis De Guindos della Bce, Raphael Bostic e Charles Evans , rispettivamente della Fed di Atlanta e di Chicago. Sale a 102,4 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi, con il rendimento decennale in rialzo di 2,2 punti allo 0,694%. Riparte il greggio (Wti +1,82% a 60,82 dollari al barile) che si porta nuovamente sopra la soglia psicologica dei 60 dollari alla vigilia del summit dei Paesi dell’Opec Acquisti sugli automobilistici Volkswagen (+4,95%) dopo il rialzo del prezzo obiettivo da 200 a 300 euro da parte degli analisti di Ubs, Stellantis (+2,45% a Milano e a Parigi) che ha chiuso il 2020, secondo il Gruppo con una “elevata redditività” nonostante il Covid 19. Va altrettanto bene Daimler (+2,52%), preceduta da Bmw (+3,9%) e Renault (+5,49%), che ha annunciato un investimento di 1,1 miliardi di real brasiliani (16 milioni di euro) nel Paese sudamericano. Positivi i petroliferi Eni (+1,66%), Total (+1,44%), Bp (+1,5%) e Shell (+1,1%). In campo bancario corrono Standard Chartered (+4%), Barclays (+3,35%), Ing (+3%), SocGen (+2,66%) e Bbva (+1,8%). In Piazza Affari brillanti Banco Bpm (+2,4%), Unicredit (+2,15%), e Intesa Sanpaolo (+2%). Più caute Bper (+0,64%) ed Mps (+0,8%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano resiste (+0,7%), balzo Tim, Banco e Stellantis
Pil sopra stime, spread sale a 102,6, giù Nexi, bene Piaggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
13:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari resiste sulle proprie posizioni (Ftse Mib +0,7%) a metà seduta , con lo spread tra Btp e Bund tedeschi stabile sopra i 102 punti ed il rendimento decennale in crescita di 1,4 punti allo 0,687%. Meglio delle stime il Pil trimestrale dell’Italia (-1,9%) con la fiducia Pmi salita a 51,4 punti, a fronte dei 49,2 attesi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Balzano Tim (+2,94%) Banco Bpm (+2,35%) e Stellantis (+2,25%) nel giorno dei conti del 2020 e delle stime sull’anno in corso. Seguono Buzzi (+2,15%), brillante già nella vigilia insieme agli altri cementieri europei, Unicredit (+2,28%) e Intesa (+2%), Cnh (+2%) ed Eni (+1,6%), con il greggio in crescita (Wti +1,9% a 60,9 dollari al barile) alla vigilia del summit dell’Opec.
Acquisti su Exor (+1,6%), favorita dal dividendo annunciato da Stellantis. Scivola Nexi (-2,2%), i cui soci in assemblea hanno approvato la fusione per incorporazione di Nets Topco. Prese di beneficio per Amplifon (-1,64%), deboli A2a (-1,5%) ed Enel (-1,1%) insieme a Campari (-1,15%), Snam (-1%), Diasorin (-0,45%) ed Hera (-0,4%). Poco mossa Atlantia (+0,6%), bene Autogrill (+1,4%), debole Astaldi (-2,2%). Riduce il rialzo Piaggio (+2%), spinta dal prezzo obiettivo elevato a 3,8 euro dagli analisti di Banca Akros all’indomani dei conti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tesoro colloca Btp green da 8,5 mld, domanda oltre 80 mld
Rendimento fissato in 12 punti base sopra il Btp marzo 2041
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
14:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Tesoro ha chiuso il collocamento del primo Btp Green italiano, fissandone in 8,5 miliardi di euro l’ammontare. Il titolo, con scadenza aprile 2045, ha raccolto una domanda molto forte, superiore agli 80 miliardi di euro, secondo quanto viene riferito.
Il rendimento è stato fissato in 12 punti base al di sopra del Btp con scadenza marzo 2041, restringendo la guidance iniziale di 15 punti. A collocare il titolo è stato un pool di banche composto da Bnp Paribas, Jp Morgan, NatWest Markets, Crédit Agricole e Intesa Sanpaolo, con questi ultimi due istituti che hanno svolto anche il ruolo di structuring advisor.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Consumi: ora per reputazione brand conta impatto sociale
Studio Omnicom, tv torna in auge come fonte più attendibile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
14:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Limitazioni ambientali e sociali legate alla pandemia che creano un consumatore nervoso e fortemente insoddisfatto del customer care ricevuto e la reputazione del Brand reputation dipende solo per il 45% dai benefici provenienti dai prodotti e o servizi, perchè per il 35% incide l’impatto sociale della marca e per il 20% i comportamenti dei vertici aziendali. Queste alcune delle indicazioni che arrivano dallo studio di Omnicom PR Group “Post-Invasion” che ha analizzato la reputazione di 9 settori chiave dell’economia italiana , con 72 brand associati, attraverso oltre 2.000 consumatori.

Tra i diversi settori analizzati il miglior rapporto tra aspettative e esperienze risultano essere Food, Grande Distribuzione, Automotive mentre Energia e Telefonia & Internet quelli con più aree di miglioramento. Per quanto riguarda invece le fonti di informazione ritenute più affidabili le TV tornano in auge (28%) e con un evidente ‘effetto Covid-19′ e le Istituzioni (Ministeri, autorità, etc.) sono al secondo posto della classifica (25%)seguite da Associazioni dei consumatori (24%) mentre gli Enti no profit si fermano al 9%. Restano debolissimi, invece, i politici, i parlamentari o membri del governo (5%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano gira in negativo, male Nexi e Amplifon
Bene Tim, Mediaset e Stellantis. Spread Btp-Bund a 103 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
14:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Milano (-0,1%) gira bruscamente in negativo, in controtendenza con gli altri listini del Vecchio continente. Lo spread tra Btp e Bund si attesta a 103 punti base con il rendimento del decennale italiano allo 0,72%.

A Piazza Affari scivolano Amplifond (-6,2%), dopo i conti del 2020 con utile e ricavi in calo, e Nexi (-3,1%). Male anche le utility tra cui A2a e Snam (-1,8%).
In netto rialzo Mediaset, Tim e Unicredit (+1,8%). Bene le banche con Banco Bpm e Intesa (+1,5%) e Mps (+0,3%). In luce Stellantis (+1,3%), dopo i risultati del 2020 e le stime per il 2021.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a New York a 60,64 dollari
Quotazioni salgono dell’1,51%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
03 marzo 2021
15:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio è in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dell’1,51% a 60,64 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre negativa, Dj -0,10%, Nasdaq -0,12%
S 500 perde lo 0,07%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
03 marzo 2021
15:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre negativa. Il Dow Jones perde lo 0,10% a 31.366,54 punti, il Nasdaq cede lo 0,12% a 13.341,71 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,07% a 3.867,17 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa riduce rialzo con Wall Street, Milano -0,6%
A Piazza Affari pesante Amplifon, scivolano le utility
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
15:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee riducono il rialzo dopo l’avvio in territorio negativo di Walt Street. Nel Vecchio continente pesano le utility (-2%) e la farmaceutica (-1,1%) mentre avanzato le auto (+2%) e le banche (+1,5%).
Sul fronte valutario l’euro sul dollaro è in calo a 1,2060 a Londra.
L’indice d’area stoxx 600 cede lo 0,1%. In rialzo Londra (+0,4%), Francoforte (+0,2%) e Parigi (+0,1%) mentre sono in rosso Milano e Madrid (-0,6%).
A Piazza Affari pesante Amplifon (-8,8%) dopo i conti del 2020 con ricavi e utile in calo. Scivolano Nexi (-3%), Enel (-2,8%), Snam e A2a (-2,5%). Proseguono in rialzo Mediaset (+2,1%) e Unicredit (+2%), ques’ultima nel giorno del cda che potrebbe varare la lista per il prossimo rinnovo del consiglio.
Bene anche Intesa (+1,5%) e Banco Bpm (+1,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediobanca: Caltagirone entra con una quota dell’1%
Ingresso a sorpresa nella banca socia di riferimento di Generali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
15:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Francesco Gaetano Caltagirone ha rilevato un pacchetto dell’1,014% di Mediobanca tramite Istituto Finanzario 2012 Spa con socio unico. Secondo gli aggiornamenti Consob sulle partecipazioni rilevanti l’operazione con la quale il maggior socio privato nonché vicepresidente di Generali ha fatto il suo ingresso in Piazzetta Cuccia è datata 23 febbraio.

In Mediobanca l’azionista più rilevante è Leonardo Del Vecchio con una quota del 13,2% e con in mano il via libera della Bce a salire fino al 20%. Anche il numero uno di Essilorluxottica, come Caltagirone, è uno degli azionisti di peso di Generali di cui Mediobanca è socio di riferimento col 13% circa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano peggiora e cede l’1%, pesano le utility
Pesante Amplifon dopo i conti, spread Btp-Bund a 104 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
16:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (-1%) peggiora ancora appesantita dalle utility dopo i dati macro sull’andamento dei servizi. A Piazza Affari pesante anche Amplifon (-10%), dopo i conti del 2020.
Lo spread tra Btp e Bund sale a 104 punti base, con il rendimento del decennale italiano allo 0,75%.
In netto calo Nexi (-3,2%), Enel (-3,4%), Snam e A2a (-3%) e Inwit ( -3,1%). Seduta in positivo per le banche con Unicredit (+1%), Intesa (+1,4%), Banco Bpm (+1,1%), piatta Mps (+0,01%).
In controtendenza Bper (-1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Energia: Arera, mercato libero scelto dal 56% delle famiglie
Forti differenze da punte del 70% fino al 38% del Sud Sardegna
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
16:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Le famiglie che a dicembre 2020 hanno scelto il mercato libero elettrico sono oltre il 56% nella media nazionale, ma con forti differenze nel Paese: dal 70% di alcune aree del nord al 38% della provincia Sud Sardegna”. Sono alcuni dei dati contenuti nel Rapporto annuale Monitoraggio Retail dell’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente Arera.

“I venditori attivi di elettricità per i clienti domestici sono 380 in Lombardia, contro i 140 della Valle d’Aosta e, tra i due estremi, le diverse realtà regionali, con ad esempio i 327 del Lazio o i 287 della Calabria (dati aprile 2020)”, si legge in una nota dell’autorità.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in lieve calo (-0,16%)
Indice Ftse Mib a 23.046 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
03 marzo 2021
17:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano chiude in lieve calo. L’indice Ftse Mib cede lo 0,16% a 23.046 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Europa chiude in rialzo,attesa per Fed e riunione Opec
Londra (+0,93%), Parigi (+0,35%) e Francoforte (+0,29%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
18:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee chiudono in terreno positivo in attesa del Beige Book della Fed e alla vigilia del summit dei Paesi dell’Opec. Al centro dell’attenzione resta la crisi economica provocata dalla pandemia e le iniziative di sostegno alla ripresa.
In calo le utility (-2,6%) dopo i dati macro sul settore dei servizi. Sul fronte valutario è stabile l’euro sul dollaro a 1,2079 a Londra.
Chiusura in rialzo per Londra (+0,93%), Parigi (+0,35%) e Francoforte (+0,29%). In controtendenza Madrid (-0,32%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread tra Btp e Bund chiude a 104 punti
Il rendimento del decennale italiano allo 0,75%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
18:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund chiude in lieve rialzo rispetto all’avvio di giornata. Il differenziale si attesa a 104 punti base con il rendimento del decennale italiano allo 0,75%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stellantis: nuovo piano a fine 2021 – inizio 2022
Tavares, non sarà un piano difensivo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
18:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stellantis presenterà il nuovo piano nel Capital Markets Day previsto alla fine del 2021 o all’inizio del 2022. E’ quanto si apprende dalla presentazione dei conti 2020 di Fca e Psa.
“Stiamo lavorando duramente al nuovo piano industriale con il contributo di tutti, persone giovani ed esperti. Non sarà un piano difensivo, ma un business plan all’avanguardia e disruptive per il mercato”, ha detto l’ad di Stellantis, Carlos Tavares, durante la conference call con gli analisti finanziari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tim: Carlo Filangieri alla guida di FiberCop
Riunito il cda per la nomina dell’amministratore delegato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
18:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sarà Carlo Filangieri, nel gruppo Tim da oltre 15 anni, l’ad di FiberCop, la società per la fibra.
Il Consiglio di amministrazione, riunito sotto la presidenza di Massimo Sarmi.

Filangieri, laureato in ingegneria elettronica, ha una lunga esperienza professionale nel gruppo Tim dove negli anni ha ricoperto diversi incarichi in Italia e in Brasile.
FiberCop, ricorda una nota, offrirà servizi d’accesso passivi della rete secondaria con l’obiettivo di realizzare la copertura in fibra ottica delle aree nere e grigie del Paese, accelerando così la disponibilità dei servizi Ultrabroadband (UBB).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude debole, scivolano le utility
Pesante Amplifon, bene Mediobanca. Spread btp-Bund a 104 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
18:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (-0,16%) chiude debole, in controtendenza con gli altri listini europei e appesantita dalle utility. A Piazza Affari chiude pesante Amplifon (-8,3%) dopo il calo di utile e ricavi nel 2020 a causa della crisi provocata dalla pandemia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiude in lieve rialzo lo spread tra Btp e Bund tedesco a 104 punti base, con il rendimento italiano allo 0,75%.
Nonostante l’indice Pmi dei servizi in rialzo e meglio delle aspettative, le utility hanno subito una battuta d’arresto. In netto calo Nexi (-2,9%), Inwit (-2,7%), A2a (-2,5%), Enel (-2,2%) e Hera (-2,1%) e Snam (-2%). In lieve calo anche Stellantis (-0,2%), nel giorno dei conti 2020 e le stime per il 2021.
Seduta all’insegna del buon umore per Mediaset (+3%), con il Tar del Lazio che fissa l’udienza di merito per il ricorso proposto da Vivendi per contestare l’istruttoria dell’Agcom avviata a dicembre dopo il cosiddetto decreto ‘Salva Mediaset’.
Bene anche Mediobanca nel giorno in cui arriva la notizia che Francesco Gaetano Caltagirone ha rilevato un pacchetto dell’1,014%. Dopo un andamento iniziale prudente il titolo ha recuperato nel finale di seduta ed ha guadagnato l’1,4% a 8,95 euro. In positivo anche per Generali in rialzo dello 0,98% a 16,03 euro. In luce le banche con Unicredit (+2,5%), alle prese con la lista per il nuovo cda, Intesa (+2,2%) e Banco Bpm (+1,9%) mentre sono piatte Mps e Bper.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: firmata proroga continuità Sardegna-Penisola
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
03 marzo 2021
18:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
C’è la firma sulla proroga dei contratti con Alitalia che prevede da oggi la vendita online dei biglietti aerei da e per la Sardegna in regime di continuità territoriale fino al 28 ottobre 2021. Lo fa sapere la Regione Sardegna al termine della riunione odierna in videoconferenza alla quale hanno partecipato i rappresentanti dell’azienda, il presidente della Regione Christian Solinas e l’assessore regionale dei Trasporti, Giorgio Todde.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Unicredit: da cda via libera a lista board, 11 candidati
Per il prossimo triennio. Padoan Presidente, Orcerl a,d,
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
19:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il cda di Unicredit presenta la propria lista di 11 candidati, in funzione della nomina di un board per il prossimo triennio composto da 13 membri. Della rosa fanno parte Pier Carlo Padoan, (presidente), Andrea Orcel (Ceo), Lamberto Andreotti, Elena Carletti,Jayne-Anne Gadhia, Jeffrey Hedberg, Beatriz Lara Bartolomè, Luca Molinari, Maria Pierdicchi, Renate Wagner, Alexander Wolfgring.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in rialzo a New York a 61,28 dollari
Quotazioni salgono del 2,56% dopo calo scorte per ondata freddo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
03 marzo 2021
20:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono del 2,56% a 61,28 dollari al barile. A spingere i prezzi è il calo delle scorte americane dopo l’ondata di maltempo che ha chiuso le raffinerie negli stati del sud.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in calo (-1,27%)
Nuova correzione indici Usa su timori accelerazione inflazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
04 marzo 2021
01:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia la seduta in ribasso, appesantita dalla nuova correzione degli indici azionari Usa dopo l’aumento dei rendimenti sul mercato obbligazionario, un segnale che prelude alla possibile accelerazione dell’inflazione.
Il Nikkei cede l’1,27% a quota 29.185,12, lasciando sul terreno 373 punti.
Sul mercato valutario lo yen scambia a un valore di 107 sul dollaro, e poco sotto a 129 sull’euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: in rialzo a 1.718 dollari l’oncia
Sale dello 0,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
08:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro in rialzo sui mercati asiatici dove il lingotto con consegna immediata guadagna lo 0,4% a 1.718 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a 61,53 dollari al barile
Brent sale a 64,41 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
08:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio in rialzo sul mercato after hour di New York dove il greggio wti guadagna lo 0,41% a 61,53 dollari al barile. Il Brent sale dello 0,55% a 64,41 dollari.
Ad incidere anche le prospettive di una ripresa delle economie alla luce dei piani vaccinali. Oggi il vertice dei paesi Opec+ che deve decidere su un possibile rialzo della produzione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund stabile a 104 punti in avvio
Rendimento del decennale italiano allo 0,74%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
08:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata sugli stessi livelli della chiusura di ieri per lo spread tra Btp e Bund tedeschi che segna 104 punti base. Il titolo aveva chiuso la giornata in rialzo dopo un’apertura poco sotto i 100 punti.

Stamane il rendimento del titolo decennale italiano è allo 0,74%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in lieve calo a 120,54 dollari
Nei confronti dello yen a 129,17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
08:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata in leggero calo per l’euro sui mercati valutari: la moneta unica europea passa di mano a 120,54 sula dollaro rispetto ai valori di 120,66 di ieri sera a New York. Sullo yen la moneta unica passa di mano a quota 129,16.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia giù in scia Wall Street, Europa verso calo
Pesano aumento rendimenti su obbligazionario Usa, attesa da Opec
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
08:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse di Asia e Pacifico in calo in scia a Wall Street con il balzo dei rendimenti sui Treasury che ha affonda il Nasdaq sui timori di un’accelerazione dell’inflazione Tokyo lascia sul terreno il 2,13%, Shanghai il 2,05%, Shenzhen il 2,9%, Hong Kong l’1,87%, Seul l’1,28%. La meno pesante è Sydney (-0,84%).

Verso la flessione anche l’Europa così come sono negativi i future su Wall Street. Sul mercato resta l’incertezza legata al Covid e alla corsa ai vaccini per superare l’epidemia. Sotto la lente il meeting dell’ Opec. Tra i dati macro in agenda del tasso di disoccupazione e delle vendite al dettaglio nell’Eurozona.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre a -0,4%
Ftse Mib a 22.955 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
04 marzo 2021
09:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre a -0,4% con il Ftse Mib a a quota 22.955 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in flessione, Parigi -0,5%
Francoforte -0,46%, Londra -0,53%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
09:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono in flessione. Parigi cede lo 0,5% con il Cac 40 a quota 5.800 punti.
Francoforte perde lo 0,46% con il Dax a quota 14.015 punti. Londra segna un -0,53% con il Ftse 100 a 6.638 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cisl: Sbarra, a rischio migliaia di posti nel 2021
A rischio centinaia migliaia di posti, bloccare i licenziamenti
r
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
17:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Luigi Sbarra è il nuovo segretario generale della Cisl. Lo ha eletto il Consiglio generale, riunito a Roma.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prende il posto di Annamaria Furlan, che lascia la guida del sindacato di via Po dopo quasi sette anni.
Sessantuno anni, nato a Pazzano, in provincia di Reggio Calabria, Sbarra il 28 marzo 2018 era stato eletto segretario generale aggiunto della Cisl. Oggi raccoglie il testimone da Furlan. In questi mesi di pandemia “abbiamo toccato il picco di oltre 9 milioni di persone in cassa integrazione e corriamo il rischio di perdere centinaia di migliaia di posti di lavoro nel 2021”, dopo “i quasi 500 mila” già persi nell’ultimo anno, afferma nella relazione dopo l’elezione, indicando tra gli “obiettivi” da perseguire “nell’immediato la piena realizzazione del piano vaccinale e la proroga delle protezioni sociali, a cominciare dall’estensione del blocco dei licenziamenti, degli ammortizzatori e delle indennità Covid”.

“Il Governo è nella pienezza dei poteri. La squadra di ministri, viceministri e sottosegretari è completa. Ora, insieme, occorre rimboccarsi le maniche e aprire un confronto stabile con le forze sociali, per discutere di come affrontiamo nella condivisione e nella responsabilità sia l’emergenza che la prospettiva”. Così il nuovo segretario generale della Cisl nella relazione al Consiglio generale dopo la sua elezione: “Chiediamo subito l’apertura di una stagione di vera e rinnovata concertazione sui più importanti dossier economici, sociali e sanitari”. Quanto alle protezioni sociali, il fatto che “nelle linee programmatiche illustrate dal premier si faccia riferimento all’esigenza di difendere e proteggere ‘tutti i lavoratori’ è un segno importante, come pure lo è il forte accento messo sulla partita delle politiche attive e generative. Apprezziamo. Senza però innamorarci delle parole. Valuteremo e metteremo a verifica i fatti”, sottolinea Sbarra.

“Termina oggi questo tratto di strada compiuto assieme. Anni intensi, che hanno richiesto un impegno continuo”, sempre guidati dai “nostri valori: lavoro, persona, solidarietà, giustizia sociale”: Annamaria Furlan lascia la guida della Cisl dopo quasi sette anni, proponendo suo successore Luigi Sbarra. Al Consiglio generale del sindacato di via Po, riunito a Roma, che si è aperto con il ricordo di Franco Marini, Furlan ripercorre le tappe, gli accordi, le manifestazioni ed i momenti più significativi di questi anni nella vita sindacale ma anche politica ed economica del Paese, fino alla pandemia: “Il 2020 ci ha cambiato, in profondità e per sempre. Per questo dobbiamo ripensare il paradigma economico, sociale, ambientale” “Ho avuto il privilegio e l’onore di guidare una grande organizzazione sindacale”, ha quindi sottolineato. “La soddisfazione più grande oggi è candidare Luigi Sbarra a segretario generale della Cisl”, ha detto tra gli applausi della platea, aggiungendo di “passare il testimone in mani sicure” e rivolgendo il suo ringraziamento a tutto il sindacato. Furlan era stata eletta il 24 giugno 2014 segretaria generale aggiunta della Cisl e poi l’8 ottobre 2014 segretaria generale dal Consiglio generale. Il primo luglio 2017 il XVIII Congresso confederale l’aveva rieletta al vertice della Cisl.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediobanca: Caltagirone all’1% tramite Istituto 2012
Quota acquistata lo scorso 23 febbraio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
08:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Francesco Gaetano Caltagirone ha rilevato un pacchetto dell’1,014% di Mediobanca tramite Istituto Finanzario 2012, finanziaria con socio unico. Lo si legge dagli aggiornamenti Consob sulle partecipazioni rilevanti nelle società quotate.
L’operazione è stata effettuata lo scorso 23 febbraio.
L’arrivo di Caltagirone con una quota rilevante in Mediobanca segue l’ingresso in forze, nel capitale dell’istituto, di Leonardo Del Vecchio che di Piazzetta Cuccia ha in mano il 13,2% e il via libera della Bce a salire fino al 20%. Per quanto riguarda il numero uno di EssilorLuxottica il suo investimento in Mediobanca è stato fin dal’inizio collegato alla volontà di arrivare dall’alto, e con minor dispendio di risorse, a pesare in Generali, di cui l’istituto guidato da Alberto Nagel è l’azionista di maggior peso con una quota di circa il 13%. Caltagirone potrebbe aver fatto valutazioni simili. L’imprenditore romano è comunque già il maggior socio privato di Generali, oltre che vicepresidente, con una partecipazione del 5,65%, seguito a ruota dalla Delfin di Del Vecchio (al 4,84%) e, più distanziati, dai Benetton (3,98%) .
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A.Mittal: azienda annuncia Cig ordinaria per 12 settimane
‘Covid ha prodotto calo di commesse e ritiro degli ordini’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TARANTO
03 marzo 2021
12:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
ArcelorMittal ha comunicato ai sindacati il ricorso alla Cig ordinaria per un “periodo presumibile” di 12 settimane, a partire dal 29 marzo, per un massimo di 8.128 dipendenti (tra quadri, impiegati e operai) di Taranto, ovvero l’intera forza lavoro al netto dei dirigenti.
Nel caso in cui dovesse essere possibile, la procedura sarà sospesa e sostituita con la Cig Covid 19, come accaduto le scorse settimane.
Proprio all’emergenza epidemiologica, che “ha avuto riflessi in termini di calo di commesse e ritiro degli ordini prodotti”, l’azienda lega la necessità “di dover procedere a una riduzione della propria attività produttiva”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stellantis: cedola da 1 miliardo. Tavares, sani e forti
Per Fca 2020 si chiude in pareggio, utile Psa 2,2 miliardi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
03 marzo 2021
10:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stellantis distribuirà agli azionisti un dividendo speciale per la fusione pari complessivamente a un miliardo di euro, come previsto dall’accordo per la fusione. Lo ha reso noto la società che ha approvato i conti del 2020, anno che si è chiuso per Fca in pareggio e per Psa con un utile netto in calo a 2,2 miliardi.

“I risultati dimostrano la solidità finanziaria di Stellantis, che nasce dall’unione di due Gruppi sani e forti.
Stellantis debutta posizionandosi in alto ed è pienamente concentrata sul raggiungimento delle sinergie preannunciate”, commenta l’amministratore delegato Carlos Tavares.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stellantis: Santo Ficili nuovo responsabile Italia
In Fiat dal 1987, è stato responsabile Mopar per l’Emea
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
02 marzo 2021
17:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Santo Ficili è stato nominato con effetto immediato country manager di Stellantis in Italia.
Ficili riporta direttamente a Maxime Picat, Region Chief Operating Officer Enlarged Europe di Stellantis.

Ficili, classe 1966, è entrato in Fiat nel 1987 dopo 3 anni di Scuola Aziendale Lancia. Dopo gli inizi nell’area after sales, Ficili ha maturato competenze nel settore dei veicoli commerciali e delle passenger car. Nel 2015 è diventato responsabile per l’Emea di Mopar che racchiude le attività post vendita dei marchi Fca. Dal 2019 è a capo del Business Center Italy di Fca e responsabile delle Sales Operations Fca nell’area Emea.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Trasporto aereo: Iata, a gennaio passeggeri -72% su 2019
Domanda passeggeri gennaio -72% su gennaio 2019
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 marzo 2021
17:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Torna ai livelli pre-covid la domanda del settore cargo nel trasporto aereo. A gennaio la domanda globale è aumentata dell’1,1% rispetto a gennaio 2019 e del 3% rispetto a dicembre 2020.
Lo rende noto la Iata, spiegando che tutte le regioni hanno registrato un miglioramento su base mensile della domanda di merci trasportate per via aerea, Nord America e Africa hanno visto le performance migliori. La Iata specifica che poiché il confronto tra i risultati mensili del 2021 e del 2020 “è distorto dall’impatto straordinario” del Covid, tutti i confronti si riferiscono a gennaio 2019. La domanda passeggeri invece a gennaio 2021 registra un crollo del 72% rispetto allo stesso mese del 2019, peggio del calo del 69,7% segnato a dicembre 2020 su dicembre 2019.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Zoom: boom ricavi 2020 a 2,65 miliardi, crescita continuerà
Titolo avanza a Wall Street, rialzo del 4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
02 marzo 2021
17:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Zoom ha chiuso il quarto trimestre con ricavi in aumento del 369% a 882,5 milioni di dollari. L’utile è salito a 260 milioni di dollari dai 15,3 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso.
La società ha archiviato l’esercizio fiscale 2020 con ricavi più che quadruplicati a 2,65 miliardi. E la crescita dovrebbe continuare: Zoom prevede infatti che i ricavi quest’anno salgano di un ulteriore 41%, con il primo trimestre in cui dovrebbero attestarsi fra i 900 e i 905 milioni di dollari.
“Il quarto trimestre ha segnato un finale solido in un anno senza precedenti per Zoom”, afferma l’amministratore delegato di Zoom Eric Yuan. La società ha sperimentato forti tassi di crescita grazie alla pandemia, che ha costretto a lavorare da remoto miliardi di persone nel mondo. Secondo Yuan il fenomeno del lavoro da remoto continuerà e Zoom si sta adattando. “Non siamo più solo una società di videoconferenze”, spiega Yuan precisando che Zoom si sta evolvendo in una piattaforma che offre anche altri servizi, dai webinar alle chat.
I risultati sono stati accolti positivamente a Wall Street dove il titolo avanza del 4%.

Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutte le notizie economiche. RESTA INFORMATO E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 9 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 01:30 ALLE 13:25 DI LUNEDì 01 MARZO 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Tokyo, apertura in rialzo (+1,53%)
Attesa espansione attività manifatturiera in Cina
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
01 marzo 2021
01:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo inizia la prima seduta della settimana in consistente recupero dopo il tonfo registrato venerdì scorso, grazie alle indicazioni incoraggianti che arrivano dalla Cina sull’espansione della attività manifatturiera nel mese di febbraio, e il ridimensionamento dei rendimenti sul mercato obbligazionario Usa.
In apertura il Nikkei segna un guadagno dell’1,53% a quota 29.408,36, aggiungendo 442 punti.
Sul mercato dei cambi lo yen tratta a 106,40 sul dollaro e a 128,70 sull’euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: risale sopra 62 dollari, attesa vertice Opec
Paesi valutano aumento produzione con ripresa economia globale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
08:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’attesa per il vertice dell’Opec+, previsto dal 4 marzo, che dovrebbe decidere un aumento della produzione di pari passo con la ripresa dell’economia mondiale, cattura l’attenzione del mercato petrolifero. Il prezzo del greggio Wti del Texas dopo i ribassi degli scorsi giorni, risale sopra i 62 dollari al barile con un aumento dell’1,6% a 62,6 dollari con il mercato che scommette su un aumento moderato della produzione.
Il Brent del Mare del Nord sale dell’1,9% a 65,6 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: sale a 1755 dollari l’oncia
Crescita dell’1,25%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
08:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo dell’oro in crescita all’avvio della settimana. Il metallo con consegna immediata avanza dell’1,25% a 1755 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Accordo Piaggio-Ktm-Honda-Yamaha su batterie intercambiabili
Lettera intenti per creare consorzio, inizio attività a maggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
08:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gruppo Piaggio ha sottoscritto una lettera di intenti con Ktm, Honda Motor e Yamaha Motor, per dare vita a un consorzio per sviluppare batterie intercambiabili per motocicli e veicoli elettrici leggeri.
Le attività del consorzio inizieranno nel mese di maggio 2021.
I quattro fondatori invitano tutti gli stakeholder che fossero interessati a unirsi al progetto per ampliare le conoscenze e competenze del consorzio.
“Sottoscrivendo questa lettera di intenti le parti intendono dare una risposta ai principali timori dei propri clienti e contribuire alla realizzazione delle priorità politiche legate al passaggio alla mobilità elettrica”, afferma Michele Colaninno, chief of strategy and product del Gruppo Piaggio, circa la lettera di intenti siglata con Ktm, Honda e Yamaha sulle batterie intercambiabili.
“L’introduzione – aggiunge – di uno standard internazionale per un sistema di batterie intercambiabili garantirà l’efficienza di questa tecnologia, mettendola a disposizione dei consumatori. Infine,” ha concluso Michele Colaninno “la forte cooperazione tra produttori e istituzioni consentirà al settore di affrontare al meglio le sfide del futuro della mobilità”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia chiude in rialzo, bene la Cina
Tokyo (+2,4%), lo yen stabile su dollaro e euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
08:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse asiatiche rimbalzano dopo il tonfo della vigilia e chiudono in netto calo. Sui listini scattano le prese di profitto con gli investitori che tornano sul mercato grazie anche al ridimensionamento dei rendimenti dell’obbligazionario Usa.
La Cina si mostra ben intonata nonostante l’inattesa frenata dell’indice Pmi manifatturiero della rivista Caixin.
In Forte rialzo Tokyo (+2,41%). A contrattazioni ancora in corso marciano in positivo Shanghai (+1,2%), Shenzhen (+2,4%), Hong Kong (+1,4%) e Mumbai (+0,8%). Sul mercato valutario lo yen è stabile a 106,50 sul dollaro e a 128,70 sull’euro.
Sul fronte macroeconomico in arrivo una raffica di dati dall’Europa e dagli Stati Uniti. In arrivo l’indice Markit Pmi manifatturiero dell’Eurozona, Spagna, Italia, Francia, Germania, Regno Unito e Stati Uniti. Prevista anche l’inflazione di Italia e Germania, il credito al consumo della Gran Bretagna e la spesa in costruzioni negli Usa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro si rafforza all’avvio, a 1,208 dollari
Rialzo dello 0,1%. Yen stabile a 106,5
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
08:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si rafforza l’euro all’avvio della settimana sui mercati. La moneta unica avanza dello 0,1% a 1,208 dollari.
In Asia lo yen è stabile a 106,5.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp/Bund apre in lieve calo a 101 punti
Rendimento allo 0,71%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
08:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in lieve calo per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 101 punti contro i 102 della chiusura di venerdì.
Il rendimento del decennale italiano è pari allo 0,71%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo (+1,2%)
Indice Ftse Mib a 23.123 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
09:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre in rialzo.
Il primo indice Ftse Mib avanza dell’1,2% a 23.123 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre tonica, si guarda a piano aiuti Usa
Londra (+1,39%), Francoforte (+1,28%), Parigi (+1,19%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
09:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee partono toniche nella prima seduta della settimana. Sui listini scattano le prese di profitto dopo la seduta di venerdì con gli investitori che guardano con grande interesse al via libera al piano di aiuti negli Usa.
Attesa per i dati sull’andamento della manifattura nell’Eurozona.
In rialzo Francoforte (+1,28%), Parigi (+1,19%), Londra (+1,39%) e Madrid (+1,21%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano avanza ancora, corrono Piaggio e Atlantia
A Piazza Affari bene le banche,spread Btp-Bund scende a 99 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
09:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (+1,5%) avanza ancora, in linea con gli altri listini europei. A Piazza Affari si mettono in mostra Piaggio (+3,3%), dopo l’accordo con altri produttori per le batterie interscambiabili, e Atlantia (+3,1%), dopo la bocciatura dell’offerta di Cassa Depositi e prestiti su Aspi.
Lo spread tra Btp e Bund scende sotto quota cento, a 99 punti base. Il rendimento del decennale italiano si attesta allo 0,69%.
In netto rialzo anche Diasorin (+3%) e Unipol (+3,1%). Bene anche le banche con Bper (+2,6%), Unicredit e Banco Bpm (+1,6%), Mps (+1,5%) e Intesa (+1,1%).
In fondo al listino Saipem (+0,3%). Andamento positivo per Pirelli (+0,5%), Enel (+0,9%) e Recordati (+0,6%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pmi Manifattura Italia a 56,9 a febbraio,top da gennaio 2018
Ottavo mese consecutivo di espansione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
10:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’indice Pmi manifatturiero, che registra la fiducia dei responsabili degli acquisti delle imprese in Italia, a febbraio sale a 56,9 da 55,1 punti di gennaio, ai massimi da gennaio 2018. Le attese erano per un rialzo a 56,8.
L’indicatore, rilevato da Ihs Markit, segnala crescita per l’ottavo mese di fila, posizionandosi sopra quota 50 che rappresenta la soglia di demarcazione tra espansione e contrazione del ciclo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa avanza ancora, bene energia e lusso
In rialzo anche le auto, euro in calo sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
10:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee avanzano ancora con gli investitori che ritrovano ottimismo dopo la seduta negativa di venerdì. Si guarda con interesse al piano di aiuti negli Stati Uniti mentre arrivano i dati sull’andamento della manifattura.
Resta alta l’attenzione sulla campagna di vaccinazione contro il coronavirus. Sul fronte valutario l’euro sul dollaro è in calo a 1,2049 a Londra.
L’indice d’area stoxx 600 cresce dell’1,8%. In rialzo Londra (+1,9%), Francoforte (+1,2%) Madrid (+1,8%) e Parigi (+1,6%).
Nel Vecchio continente avanza l’energia (+1,9%) con Bp (+2,4%), Total (+1,7%) e Shell (+2,3%).
Bene anche il settore del lusso (+1,9%) dove si mettono in mostra Kering (+3%) e Lvmh (+1,8%). Bene anche il settore delle auto (+0,8%) con Renault (+1,4%), Porsche (+1,7%) e Volkswagen (+0,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cassa Ravenna: assemblea il 30 marzo per approvazione conti
Soci presenti con rappresentante per ridurre rischi Covid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
10:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Consiglio di Amministrazione della Cassa di Ravenna Spa ha deliberato di convocare l’Assemblea ordinaria degli Azionisti, che dovrà approvare il bilancio 2020 e altri punti all’ordine del giorno, in unica convocazione per martedì 30 marzo 2021 alle ore 15,30. Lo si legge in una nota dell’istituto presieduto da Antonio Patuelli secondo cui “per ridurre al minimo i rischi connessi all’emergenza sanitaria ed epidemiologica da COVID-19 in corso, la Banca ha deciso di avvalersi della facoltà” prevista dalla legge, di prevedere che l’intervento dei soci in Assemblea avvenga esclusivamente tramite il rappresentante designato senza partecipazione fisica da parte dei soci stessi.
Pertanto la modalità esclusiva di intervento in Assemblea dei soci sarà la partecipazione per il tramite del rappresentante designato “Computershare S.p.A. di Milano”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in netto rialzo dopo dati Pmi, Milano +1,5%
Avanzano lusso e energia, euro in calo sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
11:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee sono in netto calo dopo il dato Pmi manifatturiero dell’Eurozona. Tra gli investitori torna l’ottimismo dopo l’approvazione del piano di aiuti all’economia negli Stati Uniti.
Sotto i riflettori resta la campagna di vaccinazione contro il coronavirus. Sul fronte valutario l’euro sul dollaro prosegue in calo a 1,2049 a Londra.
L’indice d’area stoxx 600 avanza dell’1,7%. In rialzo Londra e Madrid (+1,7%), Parigi (+1,6%), Milano (+1,5%), Francoforte (+1,1%). I listini sono sostenuti dal lusso (+1,9%), energia e finanza (+1,6%).
A Piazza Affari sugli scudi Leonardo e Unipol (+4%). Bene anche Atlantia (+3,5%), dopo la bocciatura dell’offerta di Cdp per Aspim, e Azimut (+3,6%). Avanza anche Piaggio (+2,6%), dopo l’accordo con gli altri produttori per le batterie intercambiabili. In positivo le banche con Unicredit (+2,9%), Bper (+2,6%), Banco Bpm (+1,6%), Mps (+1,2%) e Intesa (+1%).
Unico titolo in rosso è Saipem che cede l’1%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: nel 2020 indebitamento al 9,5%, debito al 155,6% Pil
Con misure Covid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
12:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’indebitamento netto delle Amministrazioni pubbliche, misurato in rapporto al Pil nel 2020 è stato pari a -9,5%, a fronte del -1,6% nel 2019. Lo rileva l’Istat.
Il dato è legato alle misure messe in campo per fronteggiare l’emergenza Covid.
Il saldo primario (indebitamento netto meno la spesa per interessi) misurato in rapporto al Pil, è stato pari a -6,0% (+1,8% nel 2019).
Il debito italiano ha raggiunto nel 2020 quota 2.569.258 milioni ed è pari al 155,6% del Pil. La crescita dal 134,6% del 2019 è legata al calo del Pil nel 2020 e alle misure per l’emergenza Covid.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: -8,9% Pil Italia nel 2020
Si attesta a 1.651 miliardi. Pressione fiscale sale al 43,1%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
12:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2020 il Pil ai prezzi di mercato è stato pari a 1.651.595 milioni di euro correnti, con una caduta del 7,8% rispetto all’anno precedente. In volume il Pil è diminuito dell’8,9%.
Lo rileva l’Istat.
Nell’anno la pressione fiscale complessiva (ammontare delle imposte dirette, indirette, in conto capitale e dei contributi sociali in rapporto al Pil) è risultata pari al 43,1%, in aumento rispetto all’anno precedente (42,4%). Lo rileva l’Istat spiegando che il dato è legato alla minore flessione delle entrate fiscali e contributive (-6,4%) rispetto a quella del Pil a prezzi correnti (diminuito del 7,8%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: -8,9% Pil Italia nel 2020. Pressione fiscale al 43,1%
Il debito italiano ha raggiunto quota 2.569.258 milioni ed è pari al 155,6% del Pil
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
12:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2020 il Pil ai prezzi di mercato è stato pari a 1.651.595 milioni di euro correnti, con una caduta del 7,8% rispetto all’anno precedente. In volume il Pil è diminuito dell’8,9%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo rileva l’Istat.

L’indebitamento netto delle Amministrazioni pubbliche, misurato in rapporto al Pil nel 2020 è stato pari a -9,5%, a fronte del -1,6% nel 2019. Lo rileva l’Istat. Il dato è legato alle misure messe in campo per fronteggiare l’emergenza Covid. Il saldo primario (indebitamento netto meno la spesa per interessi) misurato in rapporto al Pil, è stato pari a -6,0% (+1,8% nel 2019).

Nel 2020 la pressione fiscale complessiva (ammontare delle imposte dirette, indirette, in conto capitale e dei contributi sociali in rapporto al Pil) è risultata pari al 43,1%, in aumento rispetto all’anno precedente (42,4%). Lo rileva l’Istat spiegando che il dato è legato alla minore flessione delle entrate fiscali e contributive (-6,4%) rispetto a quella del Pil a prezzi correnti (diminuito del 7,8%).

Il debito italiano ha raggiunto nel 2020 quota 2.569.258 milioni ed è pari al 155,6% del Pil. Lo rileva l’Istat. La crescita dal 134,6% del 2019 è legata al calo del Pil nel 2020 e alle misure per l’emergenza Covid.

Prezzi: a febbraio +0,1% mese, +0,6% anno – Prezzi in crescita tendenziale per il secondo mese consecutivo: a febbraio – rileva l’Istat – secondo le stime preliminari l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, registra un aumento dello 0,1% su base mensile e dello 0,6% su base annua (da +0,4% di gennaio). L'”inflazione di fondo”, al netto degli energetici e degli alimentari freschi e quella al netto dei soli beni energetici salgono entrambe da +0,8% rispettivamente a +1,0% e a +0,9% L’inflazione acquisita per il 2021 è pari a +0,7% per l’indice generale e a +0,4% per la componente di fondo.

A febbraio i prezzi dei Beni alimentari, per la cura della casa e della persona, il cosiddetto carrello della spesa, rallentano lievemente rispetto a febbraio 2020 (da +0,4% del tendenziale di gennaio a +0,3%). Lo rileva l’Istat sottolineando che i prezzi dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto invertono la tendenza e passano da -0,1% tendenziale di gennaio a +0,2%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa ben intonata attende Wall Street, Milano +1,5%
A Piazza Affari sugli scudi Unipol. Stabile euro sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
12:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee sono ben intonate mentre attendono l’avvio di Wall Street dove i future sono in rialzo. Nel Vecchio continente torna l’ottimismo con i dati Pmi sulla manifattura e con l’approvazione del piano di aiuti Biden negli Stati Uniti.
Resta alta l’attenzione sulla campagna di vaccinazione contro il coronavirus. Sul versante valutario l’euro sul dollaro prosegue stabile a 1,2049.
L’indice d’area stoxx 600 avanza dell’1,4%. In rialzo Londra (+1,3%), Parigi e Milano (+1,2%), Madrid (+1%) e Francoforte (+0,8%). I listini sono sostenuti dal lusso (+1,6%), dalle banche (+1,5%), farmaceutica e energia (+0,9%).
A Piazza Affari sugli scudi Unipol (+4,4%). In netto rialzo anche Leonardo (+3,7%), dopo l’annuncio della prossima quotazione in Usa di Drs, e Atlantia (+3,1%), con la bocciatura dell’offerta di Cassa Depositi e Prestiti su Aspi. Corre Piaggio (+2,4%), con l’accordo con gli altri big delle due ruote per un consorzio sulla batteria unica.
Scivola Saipem (+2,1%). In rosso anche Stm e Tim (-0,8%) e Enel (-0,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Anima: in 2020 utile cresce a 155 milioni, ricavi +6%
Cedola sala a 0,22 euro, in calo le commissioni nette
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 marzo 2021
12:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Anima holding chiude il 2020 con un utile netto di 155,4 milioni (+7% sul 2019). Il normalizzato ammonta invece a 197,1 milioni (+6% sul 2019).
La capogruppo registra un risultato di 199,2 milioni (+34% sul 2019). Il Cda proporrà all’Assemblea un dividendo di 0,22 euro ad azione al lordo delle ritenute di legge (+7,3% rispetto alla cedola a valere sull’esercizio 2019).
In crescita anche i ricavi pari a 380,2 milioni (+6% sul 2019). Mentre le commissioni nette di gestione ammontano a 272,8 milioni (-4% sul 2019). La raccolta è stata positiva per 700 milioni.
“La remunerazione per i nostri azionisti, pur rimanendo su livelli di yield particolarmente rilevanti, preserva la nostra capacità di cogliere opportunità di crescita per linee esterne che ci consentano ulteriori incrementi della nostra capacità distributiva e di generazione di utili”, sottolinea l’a.d Alessandro Melzi d’Eril.   VAI ALLA POLITICA

Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutta l'Economia. Sempre approfondita ed aggiornata. INFORMATI, LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 5 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:52 DI SABATO 27 FEBBRAIO 2021

ALLE 02:38 DI DOMENICA 28 FEBBRAIO 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: Confesercenti, persi redditi per 1.650euro a famiglia
De Luise, ancora in attesa ultimi ristori, sconcerto e sfiducia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 febbraio 2021
09:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La pandemia impoverisce gli italiani avverte Confesercenti, che stima: “Ad un anno dallo scoppio della crisi pandemica, alle famiglie italiane sono venuti a mancare in media, e nonostante i numerosi ristori, 1.650 euro di redditi. E le prospettive di recupero sono lente e dipendenti dagli esiti della campagna vaccinale, attualmente in ritardo sugli obiettivi fissati: continuando così, a fine 2021, il reddito medio delle famiglie sarà ancora 512 euro inferiore ai livelli pre-crisi”.

Ed è una crisi, evidenzia la presidente di Confesercenti Patrizia De Luise, che “non ha colpito tutti allo stesso modo: l’impatto, come i dati sui redditi dimostrano, si è concentrato quasi completamente sui lavoratori autonomi e sui loro dipendenti, con perdite decisamente superiori ai ristori diretti elargiti fino ad ora”; e questo anche “perché l’ultima tranche dei sostegni ancora non si è materializzata, ad oltre 60 giorni dall’annuncio. Una situazione incredibile ed inaccettabile, che crea sconcerto e sfiducia negli imprenditori e nei loro dipendenti e che blocca qualsiasi prospettiva di ripresa”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pil: -6,8 Piemonte nell’anno del Covid, media Italia -8,9%
Comitato Torino Finanza anticipa dato su modello Nowcasting
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
27 febbraio 2021
10:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’anno della pandemia il Piemonte riduce la perdita del Pil, che si attesta al 6,8% rispetto alla media nazionale del -8,9%. Il dato è stato calcolato, in grande anticipo rispetto alle stime dell’Istat, dal Comitato Torino Finanza, in grado di misurare l’attività economica regionale in tempo quasi reale grazie a un modello statistico inedito e innovativo, il cosiddetto ‘Pil Nowcasting’.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Ci conforta apprendere che il Piemonte sta andando meglio del resto d’Italia, ma non dimentichiamoci che questo calo del 6,8% rappresenta 7 miliardi in meno di Pil”, commenta sulle pagine locali del quotidiano La Stampa Vladimiro Rambaldi, Presidente del Comitato Torino Finanza. “Ricordiamo anche che nel trimestre oggetto di stima pesava ancora poco lo stop obbligato del turismo invernale – aggiunge – che si vedrà nel trimestre successivo. Dobbiamo quindi non illuderci di essere fuori dall’emergenza”.
Il dato del Pil regionale, seppur migliore di quello nazionale, “non può e non deve consolarci”, osserva il presidente di Unioncamere Piemonte, Gian Paolo Coscia, secondo cui “dovremo lavorare ancor più duramente, come istituzioni locali e nazionali, per recuperare il gap economico creato dalla pandemia”. Tanto più che la congiuntura negativa si sentirà ancora sulle stime del I trimestre 2021.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gdo: studio, per 33% aziende sostenibilità è driver di crescita
Cattolica Milano,per 77% impegno in riduzione impatto ambientale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 febbraio 2021
10:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il 33% delle aziende della Gdo in Italia considera il valore della sostenibilità un driver di crescita, pertanto adotta buone pratiche sostenibili. Emerge da un’indagine condotta dall’Alta scuola impresa e società dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (Altis) di Milano, su un campione di 27 insegne appartenenti ai maggiori gruppi italiani che operano nella distribuzione alimentare al dettaglio.
In base alle rilevazioni Nielsen, queste insegne rappresentano oltre il 97% della Gdo alimentare italiana.
Tra gli ambiti di impegno, figurano riduzione degli impatti ambientali (77%), iniziative di solidarietà e di presenza sul territorio nei quali sono collocati i punti vendita (63%), innovazione e sostenibilità (52%), qualità dei prodotti e sicurezza dei clienti (48%), gestione responsabile delle persone e delle risorse umane (48%).
Anche la comunicazione diventa più strategica. Il 67% delle imprese comunica la sostenibilità innanzitutto tramite il sito Internet, mentre è in crescita il numero di azienda che pubblica bilanci di sostenibilità (+23% del 2018-2019 sul 2017).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Orlando, semplificazioni per attivare Cig subito in campo
A parti sociali, se d’accordo non attendiamo riforma complessiva
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 febbraio 2021
13:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, alle parti sociali ha presentato “un primo documento che affronta la questione della semplificazione delle procedure” per l’attivazione della cig”. Ed indica: “Abbiamo cercato di fornire una prima risposta a una serie di problemi che sono emersi anche nell’applicazione concreta nel corso di questi mesi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Questo perché se in questa fase emergesse subito una concordanza di intenti, alcune norme potrebbero essere anticipate negli strumenti e nei veicoli normativi che si offriranno gia nelle prossime settimane senza attendere la conclusione della discussione” sulla riforma nel suo complesso.
“Come anticipato nei giorni scorsi la discussione generale si articolerà in quattro parti. Oggi abbiamo discusso delle procedure, la prossima settimana sarà convocato il tavolo per discutere del perimetro, degli strumenti degli ammortizzatori sociali”, ha quindi indicato il ministro ribadendo la sua ‘road map’ in quattro passaggi e auspicando la massima rapidità.
“A seguire”, dopo il secondo incontro la prossima settimana, Orlando prevede “, anche con un passaggio con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, la questione della ripartizione dei costi. Infine, la questione delle modalità di gestione degli strumenti che avremo nel frattempo individuato”.
“Questa è la road map che – ha indicato il ministro – io mi auguro proceda nel modo più rapido possibile. Delle questioni emerse dal giro di tavolo di oggi daremo conto nelle valutazioni che sottoporremo alla fine del percorso”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Orlando accelera su Cig universale e iter semplice
‘Agire con Rapidità’. Road map del ministro convince le parti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 febbraio 2021
18:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Andrea Orlando ha impresso le sue cifre avviando il cantiere sulla riforma degli ammortizzatori con le parti sociali. Punta nel metodo sulla rapidità del confronto e nel merito accoglie l’obiettivo di varare un “sistema universalistico” per l’ampliamento della protezione sociale, in “forte interazione” con il potenziamento delle politiche attive del lavoro, ed affiancato da “significative azioni di politica industriale”, verticali e selettive, con l’iniezione di risorse pubbliche.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E incassa consenso. Il nuovo ministro del Lavoro sembra aver spiazzato sindacati e associazioni di imprese che, dopo aver inquadrato come meramente tecnica la riunione del tavolo, ed ancora lontana dai nodi cruciali, in molti casi si sono presentati non con i leader ma con seconde linee o anche solo funzionari. Dall’altro lato del tavolo non è invece mancata la presenza del ministro che ha dato un forte valore anche politico all’incontro impostando il confronto e confermando una ‘road map’ dal ritmo serrato, in quattro step, con il secondo appuntamento già preannunciato per la prossima settimana.
Al primo giro il tema è stato quello delle semplificazioni per l’attivazione della Cig: se c’è accordo possono essere messe in campo “gia nelle prossime settimane senza attendere la conclusione della discussione” complessiva sulle riforme, ha accelerato Orlando. Così, le prime mosse per cancellare lungaggini e ritardi nei pagamenti che hanno pesato sulla cassa Covid potrebbero arrivare a stretto giro, anche già con il prossimo decreto Ristori.
Il prossimo incontro sarà focalizzato sul perimetro degli strumenti degli ammortizzatori sociali. Poi, e non sarà facile da sciogliere, si affronterà il nodo della ripartizione dei costi. Ed una quarta ed ultima tappa dell’istruttoria sarà sulle modalità di gestione degli strumenti nel frattempo individuati.   POLITICA   ECONOMIA

Economia tutte le notizie in tempo reale- tutto il mondo economico sempre approfondito ed aggiornato. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 27 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 16:02 DI GIOVEDì 25 FEBBRAIO 2021

ALLE 09:52 DI SABATO 27 FEBBRAIO 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: bene Europa tranne Francoforte, con WS aperta in calo
Positivi banche, petroliferi e auto, contrastati i farmaceutici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
16:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono positive, tranne Francoforte (-0,1%), le principali Borse europee, dopo l’apertura in lieve calo di Wall Street, mentre negli Usa si registrano un rialzo del Pil annualizzato, ma sotto le stime, un aumento degli ordini di beni durevoli ben oltre le previsioni a gennaio e un lieve calo delle richieste di disoccupazione nell’ultima settimana. La pandemia da Covid 19 impegna intanto tutti i Paesi nel contenimento dei contagi e nella corsa ai vaccini.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La migliore in Europa, dove a febbraio è cresciuta la fiducia economica, è Madrid (+1%), seguita da Londra e Parigi (+0,2%). Lo stesso Milano (+0,2%), con lo spread salito a 103 punti. Fiducia al consumo in calo, quanto ai rispettivi Paesi, in Francia e soprattutto Germania, mentre sale in Italia. Non dà segnali di preoccupazione l’oro (-0,5%) a 1.785 dollari l’oncia.
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, è poco mosso (+0,1%), sostenuto soprattutto dall’energia. Bene la maggioranza dei petroliferi, a partire da Equinor (+2,2%) e Tenaris (+13,9 coi conti, con eccezioni come Saipem (-8,7%) dopo i conti, mentre il greggio è in calo (wti -0,4%) a 63 dollari al barile. In rialzo quasi tutte le banche, a cominciare da Caixa (+3,4%) e Commerzbank (+3,6%), con casi a parte come Standard Chartered (-5,4%) coi conti. Positive le auto, tra cui spiccano Bmw (+2,3%) e Renault (+2,1%), in controtendenza Ferrari (-0,4%). In ordine sparso i farmaceutici, con guadagni per Ucb (+7,7%) e Novo Nordisk (+0,3%) e perdite per altri come Bayer (-4,4%), Hickma (-3,9%) e Dechra (-3,1%), tutte e tre nel giorno dei conti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Citi, serve Nasdaq titoli sostenibili,Ue e Italia hub
De Vecchi, onda green lunga, leva fiscale sarà importante
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
16:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La creazione di una borsa per le aziende sostenibili, una sorta di Nasdaq per la sostenibilità che potrebbe partire proprio dall’Europa e da Piazza Affari. E’ l’idea avanzata da Luigi De Vecchi, Chairman of Europe, Middle East and Africa of Banking, Capital Markets & Advisory di Citi nel corso di un evento dedicato alla finanza sostenibile, organizzato da Fondazione Ecosistemi ed N3.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Una piazza che, ha spiegato De Vecchi, insieme ad un indice che valorizzi la sostenibilità, potrebbe aiutare gli investitori nelle loro scelte di fronte “all’onda lunga del green, che sarà anche maggiore come portata, presumibilmente di quella che è stata una volta l’ondata tecnologica”. De Vecchi ha ricordato che gli asset in ciroclazione stanno crescendo a ritmo esponenziale ma che da qui al 2050 sono necessari “120 triliardi di dollari per consentire al mondo di non aumentare la propria temperatura di più di 1,5 gradi, ovvero 4,5 triliardi di dollari all’anno che devono essere finanziati”.
E di fronte ad una tale mole, ha spiegato privato e pubblico devono lavorare mano nella mano, in primis con la leva fiscale.
“L’investimento ecologico idealmente dovrebbe essere a basso rischio e alto rendimento e con un costo del capitale basso”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund: in rialzo a 103 punti
Il rendimento del decennale allo 0,78%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
16:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund tedeschi è a 103 punti, dopo avere aperto la giornata stabile a 99 punti e avere toccato poco dopo le 16 i 103,69 punti. Il rendimento del decennale italiano, dopo avere aperto la giornata allo 0,69%, è allo 0,78%, dopo avere toccato lo 0,79% poco dopo le 16.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
illycaffè: A.Illy, investiremo in Usa 100 mln doll
Triplicare fatturato in 10 anni e farne mercato domestico
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
25 febbraio 2021
17:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Far diventare quello statunitense il mercato domestico, primo contributore al mondo per fatturato, senza però voltare le spalle all’Italia dove affondano nostre radici, che continueremo a nutrire e rafforzare”. Un obiettivo per il quale è già pronto un “piano di investimento cospicuo di un centinaio milioni di dollari per stimolare la crescita”, e che in termini contabili dovrà portare “come minimo a triplicare il fatturato attuale entro dieci anni”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono queste le prospettive per la illycaffè, indicate dal presidente della Spa, Andrea Illy, nel giorno del closing dell’operazione con la Rhone Capital che dovrà la accelerazione sul mercato statunitense.
Un mercato dove si consuma la maggior quantità di caffè e dove la illy è presente da 40 anni circa, e che oggi – “con il rasserenamento politico istituzionale su entrambi i versanti dell’Atlantico, Biden che non era nemmeno una speranza all’epoca dell’intesa con Rhone e Draghi che non era nemmeno un sogno” – manifesta “segnali di maggiore fiducia”, puntualizza Andrea Illy. Un mercato al quale “bussiamo alla porta con discrezione”, cominciando (il mese scorso) “con una collaborazione con il più importante distributore nella ristorazione a New York, Amirati”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa peggiora con farmaci e bevande, bene le banche
In rialzo i petroliferi, in ordine sparso le auto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
17:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Peggiorano le principali Borse europee, in linea con l’andamento di Wall Street, mentre per la pandemia da Covid 19 è corsa ai vaccini, con la preoccupazione per le varianti del virus. La peggiore Piazza è Francoforte (-0,6%), seguita da Londra (-0,2%), Parigi (-0,1%) e Madrid (+0,08%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Anche Milano in rosso (-0,06%), con lo spread a 103 punti, dopo avere toccato i 104, 12 poco prima delle 17.
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, perde lo 0,2%, sotto il peso soprattutto del comparto salute. Male i farmaceutici, da Bayer (-6,9%) a Hikma (-4,4%), entrambe coi conti, con eccezioni come Ucb (+6,2%) dopo i conti. Tra i beni di prima necessità male le bevande e in particolare Ab InBev (-5,7%) dopo i conti. Auto in ordine sparso, con guadagni per Bmw (+1,5%) e Renault (*1,6%) e perdite per Volkswagen (-0,2%), mentre è piatta Stellantis (-0,01%).
Ottimista la maggior parte delle banche, soprattutto Commerzbank (+3,6%) e Banco de Sabadell (+4,5%), con eccezioni come Standard Chartered (-5,2%) coi conti. Bene i petroliferi, con rialzo in particolare per Equinor (+3,9%) e Repsol (+3,1%), col greggio piatto (wti -0,02%) a 63,2 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in lieve calo (-0,15%)
Il Ftse Mib a 23.063 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
25 febbraio 2021
17:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in lieve calo a per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha perso lo 0,15% a 23.063 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in rosso, tranne Madrid (+0,5%)
Francoforte (.0,6%), Parigi (-0,2%), Londra (-0,1%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
17:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rosso per le principali Borse europee, tranne che per Madrid (+0,58%) a 8.317 punti. La peggiore è stata Francoforte (-0,69%) a 13.879 punti, seguita da Parigi (-0,24%) a 5.783 punti e Londra (-0,11%) a 6.651 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund chiude in rialzo a 103,1 punti
Il rendimento del decennale allo 0,79%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
18:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rialzo per lo spread tra Btp e Bund a 103,1 punti, quindi sui livelli dei primi giorni del mese, dopo che in apertura di giornata era sceso fino a 98,1 e poco prima delle 17 era invece salito fino a 104,12 punti. Alla chiusura del giorno precedente il differenziale tra Btp e Bund era a 99 punti base.

Il rendimento del decennale italiano ha chiuso allo 0,79%, in crescita come anche quelli dei titoli di Stato di altri Paesi, con di fronte il potenziale incremento dell’inflazione, secondo quanto viene spiegato da analisti. In giornata aveva toccato prima delle 17 un massimo dello 0,81%, mentre poco dopo l’apertura era allo 0,69%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano debole (-0,1%), banche contrastate, vola Tenaris
Sofferenti Saipem e Tim. Guadagni per Generali e sprint Diasorin
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
18:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Penultima seduta di settimana finita in lieve calo a Milano (-0,15%), in linea con le altre principali Borse europee e con l’andamento di Wall Street, mentre il Covid 19 impegna nella corsa ai vaccini e con la diffusione di nuove varianti del virus stesso. Sullo sfondo dati macro buoni per l’Eurozona quanto a fiducia economica in rialzo, con quella al consumo in crescita in Italia, ma non in Francia e in Germania.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sale intanto lo spread Btp-Bund a chiudere a 103 punti, sui livelli di inizio mese, insieme al rendimento del decennale, allo 0,79%, così come crescono anche all’estero, in prospettiva di un incremento dell’inflazione, comq spiegano degli analisti.
A Piazza Affari ha chiuso in solitaria la sua corsa Tenaris (+13,7%) con i conti sopra le attese, e al contrario Saipem (-9,2%), sempre coi conti, mentre ha guadagnato Eni (+1%), con il greggio in rialzo a sera (wti +0,4%) a 63,5 dollari al barile. Sprint sul finale di Diasorin (+3,7%), con ipotesi di stampa sull’acquisizione della texana Luminex, che produce kit per test Covid, bene Generali (+1,7%) il giorno successivo all’annuncio del piano di investimenti per la ripresa delle economie europee. Guadagni per Poste (+0,6%). In ordine sparso le banche, con positive Intesa (+1,1%) e Banco Bpm (+0,2%) e negative Unicredit (-0,1%), Fineco (-1,1%), Mps (-1,2%) e Bper (-1,5%).
Debole tra le auto Stellantis (-0,1%) e tra i componenti Pirelli (-0,7%). Male Tim (-1,8%), dopo i conti e il piano nei giorni precedenti, Leonardo (-1,9%), mentre il Cda valuta la quotazione di Drs negli Usa, e Atlantia (-1,7%) il giorno dopo l’offerta vincolante da Cdp. Giù Cnh (-2,4%) e Mediobanca (-2,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fincantieri:pesa Covid,perde 245mln,previsto utile in 2021
Approvati bilancio, acquisiti 4,5mld di ordini
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
25 febbraio 2021
19:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pesa la pandemia sui conti Fincantieri, con il bilancio 2020 che chiude con una perdita di 245 milioni di euro (148 nel 2019), al netto di oneri connessi al COVID-19 (euro 196 milioni) e oneri su contenziosi per amianto (euro 52 milioni). Ma, sulla scorta dell’ultimo trimestre dello scorso anno che ha segnato un recupero produttivo, le previsioni sono di un ritorno all’utile nel 2021.

Il Cda ha approvato il bilancio che parla di carico di lavoro confermato, di ripresa produttiva con 19 unità consegnate e ordini acquisiti per 4,5 miliardi per 18 nuove navi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pesa la pandemia sui conti Fincantieri, con il bilancio 2020 che chiude con una perdita di 245 milioni di euro (148 nel 2019), al netto di oneri connessi al COVID-19 (euro 196 milioni) e oneri su contenziosi per amianto (euro 52 milioni). Ma, sulla scorta dell’ultimo trimestre dello scorso anno che ha segnato un recupero produttivo, le previsioni sono di un ritorno all’utile nel 2021.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Cda ha approvato il bilancio che parla di carico di lavoro confermato, di ripresa produttiva con 19 unità consegnate e ordini acquisiti per 4,5 miliardi per 18 nuove navi.
L’esercizio 2020 risente di una perdita di produzione del 20% rispetto a quanto programmato ma sono state rispettate le consegne programmate delle unità cruise, sia pure con lo slittamento dei programmi produttivi. Soprattutto, non c’è stata alcuna cancellazione degli ordini. I ricavi si sono attestati a 5,1 miliardi (-11% sul 2019) per effetto di una perdita di 3,2 milioni di ore di produzione. L’Ebitda è a 314 milioni (320 nel 2019) ed Ebitda margin 6,1%, (5,5% nel 2019). Lo scorso anno sono stati inoltre creati in Italia oltre 500 posti di lavoro direttamente e 2.500 nell’indotto con l’incremento degli organici. Sono stati anche effettuati investimenti per 309 milioni e proseguono i lavori di efficientamento operativo nei cantieri italiani e nei cantieri esteri (Norvegia, Romania e Stati Uniti). Il carico di lavoro complessivo è di 116 navi, con consegne fino al 2029, ed euro 35,7 miliardi (6,1 volte i ricavi), di cui soft backlog per circa euro 7,9 miliardi Si prevedono nel 2021 ricavi in aumento del 25/30% rispetto a quelli del 2020, a conferma delle direttrici di crescita delineate dal Gruppo prima della pandemia, e in conseguente miglioramento della marginalità che si prevede attestarsi intorno al 7%, dunque con un ritorno all’utile e, a partire dal 2022, a dividendi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in calo (-1,35%)
Investitori guardano a rischi aumento inflazione Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
26 febbraio 2021
01:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia l’ultima seduta della settimana in calo, seguendo l’ampia correzione degli indici azionari Usa, dopo le indicazioni che arrivano dal mercato obbligazionario Usa, con l’aumento dei rendimenti ai massimi in un anno, una dinamica che secondo gli investitori anticipa un aumento dell’inflazione. In apertura il Nikkei cede l’1,35% a quota 29.760,31, perdendo 407 punti, con le vendite che si concentrano sulla tecnologia in seguito al crollo del Nasdaq.
Sul mercato dei cambi lo yen si svaluta sul dollaro a 106,30 e a 129,10 sull’euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Asia chiude in netto calo,timori su inflazione Usa
Pesante Tokyo (-4%), in rosso anche la Cina
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
08:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse asiatiche chiudono in calo in scia con Wall Street e con gli investitori che temono un aumento dell’inflazione negli Stati Uniti. Nell’area è scattato un sell-off azionario innescato dall’aumento del mercato obbligazionario Usa, con i rendimenti ai massimi in un anno.

Pesa il settore tecnologico.
Chiude pesante Tokyo (-4%). In rosso anche Hong Kong (-3,2%), Shanghai (-2%), Shenzhen (-1,8%), Seul (-2,8%), Mumbai (-3,2%).
Sul mercato dei cambi lo yen torna ad apprezzarsi sul dollaro a un valore di 106,20.
Sul fronte macroeconomico in arrivo dalla Francia i dati sul Pil, inflazione e consumi e dall’Italia la bilancia commerciale.
Dagli Stati Uniti attesa la fiducia dei consumatori, l’indice Pmi Chicago, i dati sui rediti e i consumi e le scorte all’ingrosso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in calo a 62,7 dollari
Brent scende a 65,98 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
08:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio in calo sul mercato after hour di New York dopo gli aumenti delle ultime sedute. Il greggio Wti di riferimento cede l’1,29% a 62,70 dollari al barile; il Brent perde l’1,30% a 65,98 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: in calo a 1757 dollari l’oncia
Perde terreno su balzo Treasury
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
08:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il rialzo dei rendimenti dei titoli di stato Usa fa perdere appeal al prezzo dell’oro: sui mercati asiatici il lingotto con consegna immediata cede llo 0,7% a 1.757 dollari l’oncia. Ieri i Treasury a 10 anni hanno raggiunto i massimi da un anno a questa parte.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund: in rialzo a 105 punti
Il rendimento del decennale allo 0,85%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
08:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata in rialzo per lo spread tra Btp e Bund tedeschi che segna 105 punti a fronte dei 103 della chiusura di ieri, Il rendimento del decennale italiano è allo 0,83%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in lieve calo sul dollaro a 1,2135
Su yen sale a 128,7
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
08:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro stabile in lieve calo sul dollaro in avvio di giornata. La moneta unica europea passa di mano a 1,2135 dollari a fronte della quotazione di 1,2168 di ieri sera.
Sullo yen l’euro sale a quota 128,7.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in calo (-1,47%)
Indice Ftse Mib a 22. 723 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
26 febbraio 2021
09:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre in calo. Il primo indice Ftse Mib cede l’1,47% a 22.723 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano (-0,4%) riduce calo iniziale, male Saipem
Corre Fincantieri, spread tra Btp e Bund stabile a 105 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
09:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (-0,4%) riduce il calo iniziale, in linea con gli altri listini europei. A Piazza Affari maglia nera per Saipem (-2%) mentre corre Fincantieri (+3%), dopo i conti 2020 ed una commessa per la Marina Militare da 1,35 miliardi.
Lo spread tra Btp e Bund prosegue stabile a 105 punti base con il rendimento del decennale italiano allo 0,79%.
Andamento negativo per la banche Unicredit (-1,9%), Mps (-0,8%), Intesa (-0,9%), Banco Bpm (-0,8%) e Bper (-0,7%). Male anche Leonardo (-0,8%), in attesa del comunicato sulla quotazione di Drs a Wall Street. Andamento negativo per Eni (-1,2%) e Atlantia (-1%).
Seduta all’insegna dell’ottimismo per Ferrari (+1%), Enel (+0,8%), Terna (+0,8%) e Banca Generali (+0,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: -7,6% fatturato servizi IV trimestre, in 2020 -12,1%
Flessioni più marcate per attività di alloggio e ristorazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
10:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel quarto trimestre 2020 diminuisce del -2,2% l’indice destagionalizzato del fatturato dei servizi rispetto al trimestre precedente mentre l’indice generale grezzo registra un calo, in termini tendenziali, del -7,6%. Lo rileva l’Istat nel suo rapporto trimestrale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
el corso del 2020 si è registrata una flessione dell’indice del fatturato delle imprese dei servizi del 12,1%, la più ampia dall’inizio delle serie storiche (disponibili dal 2001). Nel trimestre flessione congiunturale particolarmente ampia nel settore delle attività dei servizi di alloggio e ristorazione (-32,8%) che rispetto all’anno precedente segna -50%. Nel complesso dell’anno la perdita di fatturato ha colpito la quasi totalità dei settori rilevati, risultando particolarmente marcata nelle attività più toccate dalle restrizioni connesse all’emergenza sanitaria, quali quelle legate alla filiera del turismo (attività delle agenzie di viaggio -76,3%, trasporto aereo -60,5%, attività dei servizi di alloggio e ristorazione -42,5%). Risultano in controtendenza i settori dei servizi postali e attività di corriere e dei servizi IT e altri servizi informativi con incrementi annui rispettivamente del 4,4% e dell’1,8%. Nel IV trimestre diminuzioni più contenute si registrano per il commercio all’ingrosso, commercio e riparazione di autoveicoli e motocicli (-1,2%), per le attività professionali, scientifiche e tecniche (-0,6%) e per i servizi di informazione e comunicazione (-0,5%). Incrementi congiunturali si rilevano per il settore delle agenzie di viaggio e servizi di supporto alle imprese (+6,8%) e per il trasporto e magazzinaggio (+0,2%). Nel quarto trimestre 2020 si registrano variazioni tendenziali negative in tutti i settori. Le flessioni più marcate riguardano le attività dei servizi di alloggio e ristorazione (-50,0%), le agenzie di viaggio e i servizi di supporto alle imprese (-16,3%) e il trasporto e magazzinaggio (-16,1%). Diminuzioni più contenute caratterizzano le attività professionali, scientifiche e tecniche (-3,7%), il commercio all’ingrosso, commercio e riparazione di autoveicoli e motocicli (-2,2%) e i servizi di informazione e comunicazione (-0,5%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in ribasso (-0,93%)
Ny apre contrastata, Dj -0,15%, Nasdaq +0,93%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
18:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari ha chiuso in ribasso ma sopra i minimi della giornata. L’indice Ftse Mib ha ceduto lo 0,93% a 22.848 punti.
Apertura contrastata per Wall Street col Dow Jones che perde lo 0,15% e il Nasdaq che guadagna lo 0,93%.
In territorio positivo l’indice S&P500 che sale dello 0,42%.
Le Borse asiatiche hanno chiuso in calo in scia con Wall Street e con gli investitori che temono un aumento dell’inflazione negli
Stati Uniti. Chiude pesante Tokyo (-4%). In rosso anche Hong Kong (-3,64%), Shanghai (-2%), Shenzhen (-1,8%), Seul (-2,8%), Mumbai (-3,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A Leonardo fornitura da 150 mln per due sottomarini Fincantieri
Equipaggiamenti per i primi ‘U212’ per la Marina Militare
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
11:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo ha firmato un contratto con Fincantieri del valore di circa 150 milioni di euro per la fornitura di equipaggiamenti per i primi due sottomarini U212 ‘Near Future Submarines’, che entreranno a far parte della flotta della Marina Militare Italiana a partire dal 2027. Si tratta, spiega l’azienda con una nota, “di dotazioni strategiche per la sorveglianza e la protezione degli spazi subacquei italiani e internazionali”.

In particolare, “il contratto prevede la progettazione e realizzazione di un Combat Management System di nuova generazione”. Leonardo “fornirà, inoltre, un laboratorio di simulazione e training che verrà installato presso il Centro Addestramento Sommergibili della Marina Militare Italiana a Taranto, nonchè supporto logistico iniziale, incluso l’addestramento del personale e un primo set di parti di rispetto”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in calo guarda a prezzo petrolio, Milano -0,5%
Futures Wall Street in rialzo, euro debole su dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
11:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee proseguono in rosso, appesantite dal comparto energetico dopo il calo del prezzo del petrolio. I listini del Vecchio continente sono in scia con le piazze asiatiche ed in attesa dell’avvio di Wall Street dove i futures sono in rialzo.
Sul versante valutario l’euro è debole sul dollaro a 1,2135 a Londra.
In calo Londra e Milano (-0,5%), Francoforte (0,2%), Parigi (0,4%) mentre è in controtendenza Madrid (+0,4%). L’indice d’area Stoxx 600 cede lo 0,4% con i tecnologici (-0,7%) e le banche (-0,5%). In rialzo la farmaceutica (+0,6%) e le utility (+0,5%).
A Piazza Affari soffrono Saipem (-3,5%), Tenaris (-2,2%) e Eni (-1,4%). Male anche le banche con Unicredit (-1,4%) e Mps (-1,1%). Bene Fincantieri (+2,2%), Enel (+1,3%), Ferrari e Inwit (+0,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
G20:fonti, sostegno ripresa e vaccini in agenda italiana
Aperture dagli USA su aiuti ai paesi poveri e web tax
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
12:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un G20 a presidenza italiana nel segno del ritorno al multilateralismo, in netta discontinuità con gli anni dell’ ‘America First’ dell’amministrazione Trump.
Con aperture di Washington alla cooperazione globale a partire dallo stimolo di bilancio alla ripresa, dalla vaccinazione anche dei Paesi meno sviluppati, fino alla tassazione di giganti digitali, dove sarà confermato l’impegno a stringere un accordo entro meta 2021.

Sono queste le linee su cui si muoverà il G20 dei ministri finanziari e Governatori di oggi, secondo quanto riferiscono fonti a conoscenza dei dossier finanziari del G20 a presidenza italiana.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano (-1%) in calo con banche e energia
Giù Saipem e Eni, bene Fincantieri. Spread Btp-Bund a 104 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
12:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (-1%) prosegue in calo appesantita dalle banche e dal comparto dell’energia.
Piazza Affari è in linea con gli altri listini del Vecchio continente che risentono dell’andamento del prezzo del petrolio.

Lo spread tra Btp e Bund si attesta a 104 punti base, con il rendimento del decennale italiano che sale allo 0,8%.
In netto calo Saipem (-3,7%), Tenaris (-2,8%) e Eni (-2,1%).
Tra le banche soffre Unicredit (-2,5%) con Mps (-1,9%), Intesa (-1,4%), Banco Bpm (-1,3%) e Bper (-1,2%). Seduta negativa anche per Mediaset (-2,4%) e Tim (-1,3%). Male Atlantia (-1,2%) alle prese con il dossier Aspi.
Seduta in controtendenza per Fincantieri (+1,4%), dopo i conti del 2020 e la prospettiva di ritorno all’utile nel 2021 e la commessa per la Marina Militare. Bene anche Inwit e Ferrari (+0,8%), Moncler (+0,4%) e Enel (+0,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa ancora in calo attende Wall Street
Future statunitensi contrastati, euro debole sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
13:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee proseguono in calo, in vista dell’avvio di Wall Street dove i futures sono contrastati. Sui listini del Vecchio continente pesa l’energia con il prezzo del petrolio in calo dell’1,8% a 62 dollari al barile.
Sul fronte valutario l’euro è debole sul dollaro a 1,2127.
L’indice d’area stoxx 600 cede l’1%. In rosso Londra (-1,4%), Milano e Parigi (-0,9%), Francoforte (-0,5%) e Madrid (-0,3%).
pesante il comparto dell’energia (-2%) con Total (-2,6%), Bp (-3,3%) e Shell (-2,8%). Male anche le banche che cedono l’1,4%.
In controtendenza la farmaceutica (+0,3%).
A Piazza Affari pesante Saipem (-3,9%) e Tenaris (-3,4%).
Male anche Eni (-2,5%). In rialzo Inwit e Ferrari (+0,9%) e Fincantieri (+0,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa debole con Wall Street, Milano -1%
Giù i petroliferi Saipem ed Eni in scia al calo del greggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
16:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari resta debole (-1%) insieme agli altri listini europei con l’andamento negativo di Wall Street.
Il calo del greggio pesa sui petroliferi Saipem, che cede il 4,26%, Tenaris (-2,93%), anche per le prese di profitto dopo il botto della vigilia sui risultati, ed Eni (-2,83%).
Male poi Unicredit (-2,69%) e Mps (-2,6%) mentre lo spread si attesta a 102,8 punti base dopo che, a partire dai titoli di stato americani, c’è stato negli ultimi giorni un aumento dei rendimenti: il mercato non fa che anticipare i timori di una stretta sui tassi per tenere a freno possibili spinte inflattive. C’è tuttavia da segnalare che le banche centrali, a partire dalla Fed, hanno assicurato la prosecuzione di politiche monetarie ancora espansive. A Milano segno più per Ferrari (+1,22%), Moncler (+0,9%) ed Inwit (+0,41%).
Nel resto d’Europa Londra cede il 2%, Parigi l’1,2%, Francoforte lo 0,45 per cento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aeroporti: scalo Olbia passa da Alisarda a F2i
Ha 80% quote gestore, in Sardegna controlla anche Alghero
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
OLBIA
26 febbraio 2021
16:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata completata l’acquisizione da Alisarda SpA dell’80% circa di Geasar SpA, società di gestione dell’aeroporto Olbia Costa Smeralda, da parte di F2i Ligantia, la holding controllata da F2i Sgr e partecipata da Fondazione Sardegna e Blackrock Infrastructure. Si sono, infatti, realizzate tutte le condizioni per il completamento dell’operazione, incluse le autorizzazioni delle competenti autorità (AGCM per i profili concorrenziali, Presidenza del Consiglio rispetto alla normativa golden power) e l’espressione di gradimento da parte dei soci pubblici locali, Camere di Commercio di Sassari e Nuoro e Regione Sardegna, che rimarranno nell’azionariato di Geasar, con circa il 20% del capitale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
F2i Ligantia, che oltre all’aeroporto di Olbia controlla quello di Alghero, viene così a consolidare le attività aeroportuali del Nord Sardegna (circa 4,4 milioni di passeggeri totali nel 2019). L’aeroporto di Olbia è il secondo scalo per numero di passeggeri in Sardegna ed uno dei principali hub in Europa per l’aviazione generale (jet privati).
Nel dettaglio, F2i Ligantia è oggi controllata da due Fondi gestiti da F2i (il Fondo ANIA-F2icon il 45% circa edil Terzo Fondo F2icon il 34% circa) e partecipata dalla Fondazione di Sardegna (5%) e da due società (11% e 5% rispettivamente) gestite da fondi Blackrock Infrastructure.
“Nonostante la perdurante crisi sanitaria, che sta colpendo gravemente tutto il settore aeroportuale a livelloglobale, F2i conferma il proprio sostegno allo sviluppo del polo aeroportuale del Nord Sardegna, certi che questo territorio abbiatutte le caratteristiche per beneficiare di una ripresa relativamente più rapida”, dice l’Ad di F2i Renato Ravanelli. La società F2i Sgr detiene partecipazioni anche negli scali di Milano, Napoli, Torino, Trieste, Bologna e, indirettamente, Bergamo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: -12,1% il fatturato dei servizi nel 2020
Flessioni più marcate per le attività di alloggio e ristorazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
17:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel quarto trimestre 2020 diminuisce del -2,2% l’indice destagionalizzato del fatturato dei servizi rispetto al trimestre precedente mentre l’indice generale grezzo registra un calo, in termini tendenziali, del -7,6%. Lo rileva l’Istat nel suo rapporto trimestrale.
Nel corso del 2020 si è registrata una flessione dell’indice del fatturato delle imprese dei servizi del 12,1%, la più ampia dall’inizio delle serie storiche (disponibili dal 2001). Nel trimestre flessione congiunturale particolarmente ampia nel settore delle attività dei servizi di alloggio e ristorazione (-32,8%) che rispetto all’anno precedente segna -50%.
Nel complesso dell’anno la perdita di fatturato ha colpito la quasi totalità dei settori rilevati, risultando particolarmente marcata nelle attività più toccate dalle restrizioni connesse all’emergenza sanitaria, quali quelle legate alla filiera del turismo (attività delle agenzie di viaggio -76,3%, trasporto aereo -60,5%, attività dei servizi di alloggio e ristorazione -42,5%).
Risultano in controtendenza i settori dei servizi postali e attività di corriere e dei servizi IT e altri servizi informativi con incrementi annui rispettivamente del 4,4% e dell’1,8%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in ribasso (-0,93%)
Indice Ftse Mib a 22.848 punti
(2)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
26 febbraio 2021
17:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari ha chiuso in ribasso ma sopra i minimi della giornata. L’indice Ftse Mib ha ceduto lo 0,93% a 22.848 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund: chiude in leggero calo a 102 punti
Rendimento del decennale italiano allo 0,75%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
18:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread Btp-Bund chiude a 102,2 punti in leggero calo rispetto a giovedì quando aveva terminato a quota 103,1. Il rendimento del decennale italiano si è attestato allo 0,75 per cento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo Drs torna a Wall Street, il collocamento entro marzo
Profumo, passo importante nello sviluppo strategico di Leonardo
c
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
18:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo Drs, controllata americana di Leonardo, ha depositato il documento di registrazione alla Sec per il collocamento di una quota di minoranza delle sue azioni ordinarie. Lo ufficializza Leonardo con una nota.
Le azioni ordinarie oggetto dell’offerta saranno collocate da Leonardo US Holding, società statunitense interamente controllata da Leonardo. Il numero di azioni da collocare e la fascia di prezzo del collocamento “non sono ancora stati determinati”. Il perfezionamento dell’operazione” è atteso entro la fine di marzo 2021″.
“Oggi annunciamo un passo importante nello sviluppo strategico di Leonardo, con la proposta di quotare una percentuale minoritaria di Leonardo Drs al New York Stock Exchange”, commenta l’a.d. di Leonardo, Alessandro Profumo: “Mantenendo una quota di maggioranza continueremo ad avere una significativa esposizione in questo mercato strategicamente importante, continuando a far leva sulle relazioni consolidate a beneficio di tutti i business di Leonardo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano debole, giù Saipem, Eni e Leonardo
Ma limita i danni. In controtendenza Ferrari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
18:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari archivia la settimana con una seduta in calo (-0,93%), benché sopra i minimi, per il prevalere dei timori diffusi sui mercati mondiali di un riemergere dell’inflazione che potrebbe spingere le autorità monetarie, a partire da quelle americane, a misure meno espansive con un conseguente aumento dei tassi. Non a caso lo spread si è portato negli ultimi giorni ben oltre soglia 100 e ha concluso la gironata a 102,2 punti poco sotto i 103,1 della vigilia con un rendimento del decennale italiano dello 0,75%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ne hanno risentito solo in parte le banche dove lo sguardo, nel caso di Unicredit (-2,22%) e di Mps (-1,95%), è orientato alla prospettive future.
Il ribasso del greggio è invece all’origine delle vendite sui petroliferi dove Saipem (-3,18%) ha continuato a risentire anche dei conti peggiori delle attese. Male Eni (-2,05%). Leonardo (-2,44%) ha pagato i balzi fatti in avvio di settimana sulle attese per la quotazione di Drs a Wall Street, ufficializzata in giornata. Ha contenuto le perdite Atlantia (-0,74%) e si è mosso in linea col listino Fincantieri (-1,01%).
Fra i pochi titoli in evidenza sul listino principale si sono messi Ferrari (+1,16%), Inwit (+0,47%) e Moncler (+0,31%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa termina in calo, tonfo di Londra (-2,53%)
Francoforte limita le perdite allo 0,86%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
18:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee hanno terminato in calo l’ultima seduta della settimana. Francoforte ha lasciato sul terreno lo 0,86% e Parigi l’1,39%.
Londra ha fatto peggio concludendo con uno scvilone (-2,53%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A.Mittal: sindaco, da azienda minacce che non commentiamo
Siderurgico attenderà Consiglio Stato prima di stop area a caldo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
26 febbraio 2021
18:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Non ci aspettavamo dall’azienda collaborazione, ma neanche minacce. Con l’eleganza che ci contraddistingue non abbiamo commentato la sentenza del Tar a noi favorevole, né la richiesta di appello al Consiglio di Stato di ArcelorMittal.Con la stessa eleganza non commenteremo le minacce”.
Lo afferma il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, riferendosi alle dichiarazioni di A.Mittal che ritiene di non poter rispondere alla richiesta di cronoprogramma di spegnimento degli impianti dell’area a caldo se prima non si esprime il Consiglio di Stato sulla sospensiva. “La nostra unica stella polare è la salute di cittadini e lavoratori”,dice Melucci.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ristorazione: Fipe,tra ottobre e dicembre persi altri 11mld
Fatturato -44,3%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
18:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel quarto trimestre del 2020 la ristorazione italiana ha perso 11,1 miliardi di euro, chiudendo così con un -44,3% di fatturato rispetto allo stesso periodo del 2019. A certificarlo è l’Ufficio studi di Fipe-Confcommercio che ha elaborato i dati Istat diffusi stamani.
Un risultato determinato da quello che è stato, a tutti gli effetti, un secondo lockdown autunnale per il comparto della ristorazione che, complessivamente, lo scorso anno ha perso 34,6 miliardi di euro, il 36,2% rispetto al periodo pre Covid. “Siamo davanti a un abisso apparentemente senza fine”, commenta la Federazione italiana dei Pubblici esercizi, evidenziando che con “la fine di marzo si chiuderà, con ogni probabilità il quinto trimestre consecutivo con segno negativo per un settore che rappresenta, più di ogni altro, l’italianità. Un settore che, oltre a dare lavoro direttamente a 1,3 milioni di persone, rappresenta il terminale essenziale della filiera agroalimentare. Numeri che richiedono almeno una graduale riapertura per evitare che l’intero settore vada in default”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
G20: Visco, per le banche rischio è insolvenza impresa
Il Covid è stato uno stress test delle misure su Npl e capitale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
18:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli interventi messi in campo dopo la grande crisi finanziaria, per aumentare la patrimonializzazione delle banche e rafforzarle nei confronti degli Npl e della leva finanziaria che hanno “prodotto una capacità resistenza nei confronti dello shock del Covid-19 veramente notevole: è stato lo stress test delle riforme che sono state messe in atto”.
Lo ha detto il Governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, nella conferenza stampa al termine del G20 dei ministri delle finanze e governatori.
Visco ha tuttavia invitato a non abbassare la guardia: “detto questo, la situazione attuale in molti paesi, non solo avanzati, sta producendo rischi sul piano dell’insolvenza delle imprese che operano nell’economia reale, che vanno affrontati se possibile con un approccio cooperativo”.
Il governatore ha quindi rilevato come tutti nel G20 siano d’accordo nel porre maggiore attenzione e controllo al sistema finanziario non bancario che rappresenta oramai il 50% del credito mondiale, dopo le turbolenze viste nello scorso marzo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fondi Ipi partners acquistano datacenter Supernap Italia
Naatixis arranger e underwiter operazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
20:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I fondi di private equity Ipi Partners hanno acquisito il 100% del datacenter Supernap Italia, struttura di 42.000 metri situato a Siziano (PV) dalle controllate di Accelero Capital Holdings. Ipi conta di far aumwetare la crescita di Supernap in diversi mercati europei.

Nell’operazione, secondo alcuen fonti, Natixis ha ricoperto il ruolo di arrenger e underwriter con un impegno di 300 milioni di euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in calo a New York a 62,03 dollari
Quotazioni arretrano del 2,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
26 febbraio 2021
20:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in calo per il petrolio a New York scambiato a 62,03 dollari al barile (-2,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Atlantia: ‘L’ offerta di Cdp per Aspi inferiore alle attese’
Non è coerente con i termini contrattuali proposti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
19:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il cda di Atlantia “all’esito di una prima disamina” dell’offerta di Cdp-Blackstone-Macquarie di 8 miliardi per l’88% di Autostrade per l’Italia “ha reputato l’offerta inferiore alle attese, fondate su concrete e coincidenti valutazioni di advisor indipendenti, e non coerente, nei termini sia economici che contrattuali proposti, con l’interesse di Atlantia e di tutti gli stakeholders”. Lo rende noto il gruppo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euronext: per Commissione Ue idonea ad acquisire Borsa Italiana
Closing operazione previsto nella prima metà dell’anno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
19:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione Europea ha giudicato Euronext come “acquirente idoneo per la prevista acquisizione del Gruppo Borsa Italiana”. Lo comunica la stessa Euronext in una nota.

“Questa approvazione migliora ulteriormente la certezza dell’esecuzione dell’operazione, soddisfacendo un’ulteriore importante condizione per il completamento”, si legge nella nota.
L’operazione è ancora soggetta alle approvazioni regolamentari in diverse giurisdizioni e a una dichiarazione di non obiezione da parte del Collegio dei regolatori di Euronext.
Euronext prevede di completare l’operazione nella prima metà del 2021.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
G20: Franco, se serve pronti a rilanciare misure ripresa
Nonostante lo sforzo senza precedenti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
18:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nonostante lo sforzo senza precedenti fatto finora “le condizioni economiche rimagono sfidanti, dobbiamo monitorare la situazione e se serve rilanciare gli sforzi”. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Daniele Franco, illustrando in conferenza stampa i lavori del G20 dei ministri delle finanze e governatori che ha presieduto assieme al Governatore di Bankitalia Ignazio Visco.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Strategie per la ripartenza dell’economia vicentina
Il nuovo appuntamento con TOP500 Vicenza
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
19:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo il successo ottenuto lo scorso 19 febbraio dall’edizione veronese – con un risultato di oltre 83 mila views su 5 canali web e un reach sui social di quasi 350mila persone raggiunte – per il terzo anno consecutivo torna anche nella provincia vicentina il nuovo appuntamento con TOP500 Vicenza. Per far fronte all’attuale emergenza sanitaria, l’evento, organizzato da PwC Italia e Gruppo Editoriale Athesis con Il Giornale di Vicenza, si presenterà in una versione all digital venerdì 26 febbraio, dalle ore 17 alle 19.
Vincere nel new normal – Priorità e azioni per il rilancio dell’industria e dell’economia vicentina.
Come da tradizione, TOP500 Vicenza 2021 vedrà al centro dei lavori la presentazione dell’omonima ricerca dedicata al bilancio annuale delle aziende leader locali, condotta da PwC Italia in collaborazione con l’Università degli Studi di Verona, per fare luce sullo stato di salute e sulle sfide alle quali è chiamata a rispondere l’economia vicentina. Imprenditori e aziende locali, inoltre, saranno chiamati a confrontarsi sui progetti di investimento, i percorsi di trasformazione digitale e upskilling utili per il rilancio del territorio:

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Cashback: conclusi i rimborsi di dicembre, 233 milioni
Consap, per il periodo 8-31 dicembre 2020
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
14:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Consap Spa comunica che nel pieno rispetto delle scadenze previste, con i mandati di pagamento disposti in data 24/02/2021 si è conclusa la fase di liquidazione dei rimborsi Cashback per il periodo 8-31 dicembre 2020. Gli ultimi movimenti saranno contabilizzati entro oggi e gli accrediti avverranno nel rispetto dei tempi bancari.

Dal 15 febbraio, data di avvio delle procedure, a oggi, Consap ha disposto oltre 3,2 milioni di bonifici per un totale liquidato di circa 223 milioni. Solo lo 0,04% dei bonifici non è andato a buon fine per problemi relativi all’inserimento di IBAN errati, conti correnti bloccati o inesistenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa:rafforza Banca Territori, 4 nuove direzioni regionali
Salgono a 12, nuova organizzazione operativa con fusione Ubi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
13:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa Sanpaolo vara una nuova riorganizzazione della divisione Banca dei Territori, guidata da Stefano Barrese, creando quattro nuove direzioni regionali per ‘supportare l’economia reale in una fase complessa e per potenziare ulteriormente l’offerta di servizio in tutte le aree del Paese’, spiega il gruppo bancario.
La nuova organizzazione territoriale sarà operativa a partire dal 12 aprile, giorno della fusione per incorporazione di Ubi Banca in Intesa Sanpaolo, secondo le linee gia’ annunciate dal Consigliere Delegato Carlo Messina.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le direzioni regionali passano da otto a dodici. Tra le principali novità, la nascita di quattro nuove direzioni regionali con un rafforzamento complessivo della capacità di servire le comunità in cui la banca opera. Vengono inoltre riorganizzate alcune direzioni esistenti. Le quattro nuove direzioni regionali Lombardia Nord; Lombardia Sud; Piemonte Sud e Liguria; Basilicata, Puglia e Molise – verranno rispettivamente localizzate a Bergamo, Brescia, Cuneo e Bari, aree in cui la presenza di Intesa Sanpaolo si rafforza particolarmente in virtu’ dell’acquisizione di Ubi. Le dodici direzioni regionali saranno guidate da otto manager di Intesa Sanpaolo e quattro di provenienza Ubi.
“Stiamo realizzando l’impegno preso dal nostro consigliere delegato Carlo Messina in occasione del lancio dell’Opas con le nuove direzioni regionali che potenzieranno l’efficacia del servizio nel rispetto del Dna della nostra banca”, afferma Stefano Barrese, responsabile della Banca dei Territori.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia, Mise-Mit-Mef: ‘Avanti con progetto vettore nazionale’
La prossima settimana riunione con la commissaria Ue Vestager
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
15:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo valutato la possibilità di portare avanti il progetto ITA ed espresso la volontà di confermare un vettore nazionale del trasporto aereo”. Lo affermano, in una nota congiunta, i ministri dello sviluppo economico e delle infrastrutture e trasporti, Giancarlo Giorgetti ed Enrico Giovannini che si sono riuniti al Mise per affrontare il dossier Alitalia insieme al capo di gabinetto del Mef, Giuseppe Chiné, e al direttore generale del tesoro, Alessandro Rivera.
“La procedura presuppone il coinvolgimento del Parlamento, che dovrà esprimersi sul piano industriale di ITA e della Commissione europea”, si legge nel testo diffuso al termine dell’incontro, durato circa un’ora. Il comunicato annuncia, inoltre, che la prossima settimana “è prevista una riunione in collegamento tra i ministri Giancarlo Giorgetti, Enrico Giovannini, Daniele Franco e la commissaria europea Margrethe Vestager”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Birkenstock entra nell’Olimpo del lusso, controllo a fondi Lvmh
Operazione conclusa da fondo L Catterton e da Bernard Arnault
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 febbraio 2021
13:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I fondi di investimento legati a Lvmh prendono il controllo dei sandali tedeschi Birkenstock, la cui suola di sughero è diventata ormai iconica. L’operazione è stata annunciata ad Handelsblatt dall’amministratore delegato di Birkenstock, Oliver Reichert, che non ne ha però svelato il prezzo, indicato dagli analisti intorno a 4 miliardi di euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A concludere l’accordo è stato L Catterton, veicolo d’investimento legato al colosso francese, insieme al numero uno del gruppo Bernard Arnault. “Otterremo un eccellente accesso al mercato asiatico tramite i nuovi comproprietari, e potremo proseguire la nostra crescita a un ritmo accelerato”, ha dichiarato Reichert.
Birkenstock ha già conosciuto diverse vite: da produttore di solette ortopediche si è convertito ai sandali dall’aspetto piuttosto rustico gradito agli hippie, guadagnandosi poi progressivamente il suo posto nelle vie della moda, nelle sfilate e ai piedi delle star. Il gruppo ha rinnovato le collezioni, lanciando modelli dai colori più allegri e collaborando con griffe delle passerelle che hanno proposto anche un sandalo in versione in pelliccia (il “Furkenstock”).
L Catterton, fondo nato nel 2016 e con sede negli Stati Uniti, ha già in portafoglio marchi come Ba & sh, Pepe jeans o giacche Jott.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Da Fincantieri 2 sottomarini per Marina per 1,35 mld
Ordine rientra in acquisto quattro U212 Near Future Submarine
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
26 febbraio 2021
08:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fincantieri oggi firmerà in qualità di prime contractor con OCCAR (Organisation Conjointe de Cooperation en matiere d’Armement, l’Organizzazione internazionale di cooperazione per gli armamenti), il contratto per la costruzione di 2 sottomarini di nuova generazione con l’opzione per ulteriori 2 unità, nell’ambito del programma di acquisizione U212NFS (Near Future Submarine) della Marina Militare italiana. Il valore complessivo del contratto per i primi due battelli, comprensivo del relativo supporto logistico, è di 1,35 miliardi di euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il progetto è considerato un’evoluzione del programma U212A, condotto in collaborazione con i tedeschi di Thyssenkrupp Marine Systems, che ha portato alla realizzazione di 4 sottomarini per l’Italia – “Todaro”, “Scirè”, “Venuti” e “Romei”, consegnati da Fincantieri tra il 2006 e il 2017 – e di 6 per la Germania.
Secondo le analisi più accreditate questi battelli a propulsione air independent, per il loro contenuto tecnologico, hanno spostato gli equilibri dal dopoguerra tra unità nucleari e convenzionali. Il programma U212NFS, che prevede le prime due consegne nel 2027 e nel 2029, “risponde alla necessità di garantire adeguate capacità di sorveglianza e di controllo degli spazi subacquei, considerati i complessi scenari operativi che caratterizzeranno il futuro delle operazioni nel settore underwater e l’approssimarsi del termine della vita operativa delle 4 unità della classe ‘Sauro’, attualmente in servizio”, spiega una nota Fincantieri.
“Rispetto ai sottomarini della classe precedente compiremo un autentico salto tecnologico, a partire dalla progettazione e dal sistema di combattimento, sviluppato insieme a Leonardo e del quale abbiamo in carico l’integrazione a bordo. Ciò consentirà all’Italia di restare nella ristrettissima cerchia dei Paesi capaci di costruire unità così sofisticate”. E’ il commento dell’a.d. di Fincantieri, Giuseppe Bono
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia, Signorini nuovo direttore generale
In sostituzione di Daniele Franco
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
17:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Luigi Federico Signorini, attuale Vice Direttore Generale, è stato nominato direttore generale della Banca d’Italia in sostituzione di Daniele Franco, nominato ministro dell’Economia del governo Draghi. La nomina è stata effettuata, come prescrive lo Statuto, dal Consiglio superiore dell’istituto centrale su proposta del governatore Ignazio Visco.
La nomina deve ora essere approvata con decreto del Presidente della Repubblica, promosso dal Presidente del Consiglio dei ministri di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, sentito il Consiglio dei ministri.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tesoro:lancio Btp green a breve,per ora non va a retail
Lo potranno comprare sul mercato secondario in banca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
17:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il lancio da parte del Tesoro dei Btp green, emissioni per finanziare spese per l’ambiente e il contrasto al cambiamento climatico, è “imminente” e il Mef lavora all’obiettivo di un debutto entro il primo trimestre, “obiettivo che è alla portata”.
Lo ha detto Davide Iacovoni, responsabile del Tesoro per il debito pubblico, spiegando che la task force creata con il comitato interministeriale volta a individuare nel bilancio statale le spese potenzialmente rendicontabili per essere finanziate dal Btp green ha individuato 35 miliardi circa, di cui oltre la metà nei trasporti, il resto su efficientamento energetico, incentivi alle rinnovabili, all’economia circolare, alla protezione ambientale e ricerca.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per il momento il Btp green non è offerto direttamente ai risparmiatori retail, data la forte domanda da parte degli istituzionali: “tuttavia – ha spiegato Iacovoni. il retail può sempre acquistare sul mercato secondario, andando allo sportello una volta emesso il titolo”.
Dove generalmente per questo tipo di transazioni è prevista una commissione.
L’indicazione di un “plafond tecnico” di 35 miliardi – ha tenuto a precisare Iacovoni – non indica un tetto massimo per le emissioni di green bond, né è un’indicazione della parte del bilancio italiano riconducibile alla spesa ambientale o di contrasto al climate change: è una mera indicazione tecnica della spesa rendicontabile per poter essere finanziata con i green bond, il cui volume di emissione è difficile da indicare: “dipenderà dalla domanda, e visto il meccanismo rendicontazione ci porterà comunque ad avere una certa prudenza”.   VAI ALLA POLITICA   VAI ALLA TECNOLOGIA

Economia tutte le notizie in tempo reale, sempre aggiornate, complete, approfondite. Tutto il Mondo Economico. SEGUILO E CONDIVIDILO!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 19 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:45 DI MERCOLEDì 24 FEBBRAIO 2021

ALLE 16:02 DI GIOVEDì 25 FEBBRAIO 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Aerei: Heathrow in rosso, nel 2020 perdita di 2,3 mld euro
Crolla numero passeggeri, 22 milioni dagli 81 milioni del 2019
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
13:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Profondo rosso per l’aeroporto di Heathrow, principale scalo di Londra e hub internazionale. Il Covid ha mandato a picco i conti del 2020, chiusi con una perdita di 2 miliardi di sterline, pari a circa 2,3 miliardi di euro, che si confrontano con un utile ante-imposte record di 546 milioni di sterline messo a segno nel 2019.

Il risultato riflette il crollo del 73% del numero dei passeggeri transitati per l’aeroporto, 22 milioni contro gli 81 del 2019, ai livelli più bassi dagli anni ’70.
Il 2021 potrebbe però essere l’anno della ripresa. La campagna vaccinale in corso in Gran Bretagna lascia ben sperare, secondo l’amministratore delegato del gruppo John Holland-Kaye.
“Far ripartire il settore – ha detto – salverà migliaia di posti di lavoro e rafforzerà l’economia”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cattolica, Plavisgas chiede di comprare azioni proprie
Compagnia si limita a presa d’atto interesse imprenditori veneti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
24 febbraio 2021
13:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli imprenditori veneti di Plavisgas, reduci dalla lauta plusvalenza generata dall’investimento in Ascopiave, hanno manifestato lo scorso 14 gennaio a Cattolica l’interesse a rilevare, prima dell’aumento da 200 milioni di euro, il pacchetto di azioni proprie nel portafoglio della compagnia. Cattolica, ha risposto l’11 febbraio con una presa d’atto “dell’interesse manifestato” e ha ricordato come l’Ivass abbia chiesto la dismissione delle azioni entro fine anno “senza imporre condizioni o forme di sorta” e come “allo stato” non sia “possibile formulare indicazioni più precise su modalità e tempistiche realizzative”.
Tempi e parole dietro le quali gli imprenditori veneti leggono una mancanza di interesse per la loro proposta.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano positiva (+0,7%) malgrado spread sopra 100
Brilla Tim (+9,5%). Bene intonata l’Europa dietro a Wall Street
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
17:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari è positiva (+0,7%), in linea con gli altri listini europei e Wall Street, dove solo il Nasdaq resta indietro. Così come per il treasuries americani, che hanno visto i rendimenti salire, lo spread Btp-Bund ha continuato ad allargarsi riportandosi oltre la soglia dei 100 punti base che aveva abbandonato all’inizio di febbraio quando aveva beneficiato dell’effetto Draghi.

Ma la risalità del differenziale non impensierisce l’azionariato dove Tim continua a brillare (+9,58%) grazie ai conti e alle prospettive del piano, seguita da Leonardo (+4,08%) nonché da Tenaris (+3,3%) e Saipem (+3,03%) entrambe in attesa dei conti.
Sul fronte opposto prese di profitto su Atlantia (-1,88%), cede Moncler (-1,09%). Fuori dal paniere principale viene confermato l’interesse per Cattolica (+7,8%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo (+0,69%)
Indice Ftse Mib riaggancia soglia 23.000 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
24 febbraio 2021
17:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari termina la seduta in rialzo. L’indice Ftse Mib mette a segno un guadagno dello 0,69% a 23.098 punti, riagganciando così quota 23.000, sotto la quale era scesa martedì.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa termina positiva dietro a Wall Street
Francoforte la migliore (+0,8%). Piace vaccino J
c
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
17:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta all’insegna dei rialzi per le Borse Europee sulla scia di Wall Street col ritorno in positivo del Nasdaq, il listino dei tecnologici, e grazie alla risalita convinta del greggio. A sostenere i mercati sono stati la conferma della convinzione del presidente della Fed Jerome Powell sulla necessità di misure di sostegno all’economia, nonché il via libera dell’autorità Usa al vaccino Johnson&Johnson contro il covid.

Tra i listini del Vecchio Continente Francoforte ha messo così a segno un crescita dello 0,8%, Londra dello 0,5% e Parigi dello 0,31 per cento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund: chiude in crescita a 99 punti
Dopo risalita oltre soglia 100 nel corso della giornata
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
18:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread Btp-Bund termina in crescita a 99 punti con un rendimento del decennale italiano salito allo 0,68%. Nel corso della giornata il differenziale è arrivato a superare la soglia dei 100 punti che aveva abbandonato il 4 febbraio sull’onda dell’effetto rassicurante di un governo guidato da Mario Draghi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Rider: Assodelivery, sorpresi, valuteremo azioni
Non concordiamo con quadro illustrato oggi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
18:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’online food delivery è un’industria che opera nel pieno rispetto delle regole, capace di garantire un servizio essenziale”. E’ quanto dichiarano in una nota le società di online food delivery, Deliveroo, Glovo e Uber Eats riguardo l’inchiesta dell’Ispettorato del Lavoro e della Procura di Milano.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo sorpresi dalle dichiarazioni e stiamo analizzando e approfondendo i documenti che ci sono stati forniti e valuteremo ogni azione conseguente”, affermano.”Oggi i rider che collaborano con le piattaforme di food delivery operano all’interno di un contesto legale e protetto, che assicura ai rider flessibilità e sicurezza”, afferma ancora nella nota Assodelivery “Le piattaforme, pur nelle specifiche differenze, hanno operato in questi anni nel rispetto delle normative vigenti, compreso l’inquadramento dei lavoratori e le normative in materia di sicurezza sul lavoro. Non concordiamo dunque con il quadro illustrato oggi. La pandemia ha dimostrato che il food delivery è un vero e proprio servizio essenziale.
Nell’anno appena trascorso, che ha messo a dura prova il settore della ristorazione, questa industria ha prodotto decine di migliaia di occasioni di lavoro e rappresentato un supporto fondamentale per i ristoranti, per un valore di oltre 1 miliardo di euro di entrate”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano bene intonata, vola Tim, ok Tenaris e Saipem
Corre Cattolica, frena Atlantia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
18:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata una buona seduta per Milano (+0,69%) e per le altre borse europee, aiutate dall’ andamento di Wall Street e dalla ripresa convinta del greggio in parallelo con la convinzione, ribadita dal presidente della Fed Jerome Powell, sulla necessità di misure di sostegno all’economia americana mentre il vaccino Johnson&Johnson ha ottenuto l’ok dalla Food and Drug Administration.
Fin dall’avvio a Piazza Affari ha corso Tim che ha concluso con un balzo del 9,16% a 0,41 euro grazie ai conti e al piano che mostrano per gli analisti la stabilizzazione del mercato domestico L’ad Luigi Gubitosi ha poi rassicurato sul progetto Rete Unica.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ proseguito poi il recupero di Leonardo (+4,02%) e di Unicredit (+2,74%), banca poco impressionata dalla risalita dello spread sopra i 100 punti (il differenziale ha poi concluso a 99 punti). Effetto petrolio e attesa per i risultati hanno intanto aiutato Tenaris (+3,47%) e Saipem (+2,65%). Sul fronte opposto ha invece sofferto Atlantia (-2,03%) all’indomani del rally per l’offerta di Cdp su Aspi. Fuori dal paniere dei big gli acquisti sono tornati su Cattolica (+7,45%) grazie a Finint pronta a rilevare azioni proprie della compagnia pari al 10% del capitale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Transizione ecologica: piano in 3 mesi dall’ok al decreto legge
Nel documento nascita e compiti del Comitato interministeriale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
20:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Piano per la Transizione ecologica dovrà essere approvato entro 3 mesi dal via libera al decreto legge che istituisce il nuovo ministero ed il Comitato interministeriale (Cite) per il coordinamento delle politiche green. Lo si legge in una bozza del Dl.

Nel documento sono delineati gli obiettivi ed i compiti del Cite. In particolare il Piano “individua le azioni, le misure, le fonti di finanziamento, il relativo cronoprogramma, nonché le amministrazioni competenti per l’attuazione delle singole misure”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in netto rialzo (+1,28%)
Cambi: yen si indebolisce su dollaro ed euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
25 febbraio 2021
01:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo apre gli scambi in sostenuto rialzo, seguendo l’accelerazione a livelli record degli indici azionari Usa, grazie alle notizie incoraggianti che arrivano sul fronte della accessibilità dei vaccini contro il coronavirus. In apertura il Nikkei segna un guadagno dell’1,28% a quota 30.052,95, aggiungendo 381 punti.
Sul mercato dei cambi lo yen si svaluta sul dollaro, trattando poco sotto a un valore di 106, e a 128,90 sull’euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: sale sui massimi da un anno, Wti a 63,5 dollari
Brent guadagna lo 0,6% e si porta a 67,45 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
08:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Continua a salire il prezzo del petrolio, arrivato ai massimi da un anno a questa parte. Il Wti con consegna ad aprile guadagna lo 0,6% e si porta a 63,5 dollari.
Stesso rialzo per il Brent quotato a Londra, a 67,45 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro poco mosso a 1,2173 dollari
Moneta unica in lieve calo sullo yen a 129
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
08:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro poco mosso questa mattina sui mercati valutari. La moneta unica passa di mano a 1,2173 dollari (+0,04%) e a 128,9 yen (-0,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo spot scende sotto 1.800 dollari
In calo anche argento, platino e palladio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
08:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’oro scende sotto i 1.800 dollari l’oncia, preparandosi ad archiviare il secondo mese di calo. Il prezzo spot ha perso lo 0,5% indietreggiando a 1.795 dollari.
In flessione anche le quotazioni degli altri metalli: argento, palladio e platino.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund apre stabile a 99 punti base
Rendimento del decennale italiano allo 0,69%
click 1i8EGbUbxD8tWoC21azBPwAA…

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
08:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread Btp-Bund apre stabile a 99 punti base, stesso livello della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale italiano è allo 0,69%.

Nella giornata di ieri il differenziale è tornato brevemente a superare i 100 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Saipem: 2020 in rosso, perdite per 1,13 miliardi
Pesano svalutazioni (868 milioni), nuovi ordini a 8,65 miliardi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
10:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Saipem ha chiuso l’esercizio 2020 con ricavi preliminari in calo a 7,34 miliardi, a fronte degli oltre 9 miliardi del 2019. E’ tornato il rosso, pari a 1,13 miliardi, dopo un utile di 12 milioni nel 2019 a seguito di oneri e svalutazioni per 868 milioni di euro.
Il Gruppo ha totalizzato poi nuovi ordini per 8,65 miliardi, a fronte dei 17,63 miliardi del 2019, con un portafoglio residuo che però aumenta da 24,77 a 25,29 miliardi, incluso il portafoglio delle società non consolidate.
I nuovi ordini sono pari a circa 1,2 volte i ricavi dell’anno, sottolinea il Gruppo, e sono per il 90% slegati dal petrolio, confermando l’interesse di Saipem per la decarbonizzazione, le energie alternative e la diversificazione della propria attività nel settore infrastrutturale e della mobilità sostenibile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in positivo, Europa verso rialzo
Bene anche future su Wall Street,lotta a Covid resta sotto lente
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
08:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rialzo per le Borse di Asia e Pacifico con Tokyo in evidenza (+1,67%). Lo slancio arriva in scia a Wall Street con la aspettative sulla diffusione capillare di vaccini per il Covid e la prospettiva di un prolungato allentamento monetario da parte della Fed.
Tra le altre Piazze Hong Kong sale dell’1,5%, Seul del 3,5%. Più caute Shanghai (+0,6%) e Sydney (+0,8%). Negativa Shenzhen (-0,5%).
Attesa in rialzo anche l’Europa e positivi i future sugli Stati Uniti. In agenda i dati Istat sulla fiducia dei consumatori e delle imprese di febbraio. La Bce pubblica invece il Research Bulletin. Dalla Germania poi il rapporto della Gfk sul clima tra i consumatori.
A livello di eurozona la fiducia dei consumatori. Dagli Usa in calendario il Pil, le nuove richieste sui sussidi e la diffusione dei dati sugli ordini durevoli relativi a gennaio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bayer: in 2020 rosso 10,5 mld con svalutazioni, tengono ricavi
Quarto trimestre chiuso in utile per 308 milioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
10:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bayer chiude il 2020 con un rosso di 10,5 miliardi di euro con svalutazioni rispetto all’utile di 4,1 miliardi dello scorso anno. Il quarto trimestre si è chiuso in utile per 308 milioni, in calo del 78,2% rispetto a 1,4 miliardi del pari periodo dello scorso anno.
Le vendite ammontano a 41,4 miliardi di euro (43,5 mld 2019), influenzate da effetti valutari negativi di 1,941 miliardi di euro.
“Se si escludono gli effetti valutari negativi, l’utile core per azione sarebbe stato di poco inferiore a sette euro, che è quasi il livello a cui avevamo puntato prima della diffusione della pandemia”, sottolinea il presidente, Werner Baumann.
Il dividendo proposto è di 2,00 euro per azione (era 2,80 euro nel 2019). Per quanto riguarda le prospettive per il 2021 è prevista una solida crescita operativa con utili stabili a valute costanti. Il gruppo inoltre stima un impatto negativo di circa 8 miliardi di euro dai pagamenti legati a risoluzioni di controversie.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in avvio +0,72%
Ftse Mib a 23.264 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
25 febbraio 2021
09:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre in rialzo.
Il primo Ftse Mib segna un +0,72% a quota 23.264 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre positiva, Francoforte +0,49%
Parigi +0,46%, Londra +0,30%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
09:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono in positivo. Parigi segna +0,46% con il Cac 40 a quota 5.824 punti.

Francoforte registra un +0,49% con il Dax a 14.045 punti. Londra in avvio è a +0,30% con il Ftse 100 a 6.680 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano +0,57% con sprint Tenaris, giù Saipem
Cauta Leonardo, bene Intesa e Unicredit, in flessione Atlantia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
09:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano si conferma in rialzo. Il Ftse Mib segna un +0,57% a 23.186 punti.
Lo spread tra Btp e Bund resta stabile a 99 punti base con il rendimento del decennale italiano che sale allo 0,71% Tra i titoli in luce, balzo di Tenaris (+10%) dopo i conti chiusi in rosso ma con il trimestre sopra le attese e che finisce anche in asta per eccesso di rialzo. Acquisti poi su Intesa Sanpaolo (+1,46%) e Unicredit (+1,24%), Stm (+1,16%) Leonardo cauta a +0,52% in attesa che il cda sciolga il nodo su Drs con indiscrezioni che indicano un’ipo tra il 25-30% a Wall Street.
Cede Tim (-0,14%) dopo il balzo in scia a conti. Atlantia perde l’1,16% mentre Cdp ieri sera ha fatto sapere di aver inviato l’offerta vincolante su Aspi. Vendite a piene mani su Saipem (-10%) con l’esercizio 2020 chiuso con ricavi preliminari in calo a 7,34 miliardi e un rosso di 1,13 miliardi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa cauta con sguardo a vaccini, Milano +0,3%
Energia e finanziari in luce, spread Btp-Bund a 99,7 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
10:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee confermano l’avvio positivo sebbene siano molto caute. Restano sotto la lente le aspettative sulla diffusione capillare di vaccini per il Covid a cui si aggiunge la prospettiva di un prolungato allentamento monetario della Fed.

L’indice d’area, lo Stoxx 600, guadagna un quarto di punto con energia con il petrolio sui massimi da un anno (Wti a quasi 64 dollari al barile e il Brent a 67,6 dollari al barile) e finanziari in evidenza.
Tra le singole Piazze restano in rialzo Parigi (+0,39%), Londra (+0,43%). Milano rallenta a +0,28% mentre lo spread tra Btp e Bund dopo una breve incursione sopra 100 punti base si riporta a 99,7 punti. Resta l’evidenza di Tenaris (+12%) con il trimestre sopra le attese. Maglia nera Saipem (-8,6%). Sotto la parità Francoforte (-0,02%) nonostante il miglioramento del clima di fiducia tra i consumatori tedeschi. Sul Dax perde Bayer (-2%) dopo il rosso di 10,5 miliardi su svalutazioni nell’anno del Covid.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gamestop torna a volare. Boom a Wall Street e in Europa
Ieri boom a Wall Street dopo l’uscita del Cfo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
11:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gamestop balza anche in Europa dopo l’exploit di ieri sera a Wall Street. Il titolo, quotato sul Tradegate tedesco, è schizzato a 167 dollari dai 91,7 dollari di ieri, con un’impennata dell’82%.

Ieri a New York il rialzo è stato del 104%, dopo il cambio ai vertici della società con l’uscita del chief financial officer Jim Bell per divergenze sulla strategia della società.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tariffe: Arera, bonus automatici per 2,6 milioni di famiglie
Basta l’Isee per gli sconti sulle bollette di acqua, luce e gas
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
11:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Scatta il riconoscimento automatico dei bonus sociali di sconto per le bollette di acqua, luce e gas per le famiglie in stato di disagio economico (con Isee non superiore a 8.265 euro)”. Lo comunica l’Arera-Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, in una nota dove spiega che, alle oltre 2,6 milioni di famiglie aventi diritto, basterà compilare la Dichiarazione sostitutiva unica (DSU) dell’Isee per ottenere la riduzione sulla spesa sostenuta per le bollette.

Viene superato così “il vecchio meccanismo di bonus su richiesta, che negli anni aveva di fatto limitato gli sconti solo a un terzo dei potenziali beneficiari”, spiega l’autorità.
“Il meccanismo – si legge nel testo – ha validità dal primo gennaio 2021. Ogni bonus avrà una durata di 12 mesi a partire dalla data di ammissione alla riduzione. La data di effettiva erogazione dipende dal tipo di bonus. Nella fase di prima applicazione, le verifiche funzionali all’ammissione alle agevolazioni saranno avviate a luglio, per permettere la piena funzionalità delle procedure”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sale l’indice che ‘tasta il polso’ all’economia Ue, l’Italia è seconda
Aumenta anche l’indicatore delle attese sull’occupazione
c
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
14:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A febbraio 2021, l’indicatore del sentimento economico (Esi), un indice composito, cioè costituito da una serie di indici che vengono collassati per farne uno solo in grado di ‘tastare il polso’ all’economia, è aumentato sia nell’area euro che nella Ue (+1,9 punti) rispetto al mese precedente. Lo scrive la Commissione Ue.
Tra le maggiori economie dell’Ue, l’Esi è cresciuto notevolmente in Polonia (+4,7), Italia (+4,4), Germania (+3,0) e, in misura minore, in Francia (+0,9).
Al contrario, il sentiment è peggiorato fortemente in Spagna (-3,2) e, più lievemente nei Paesi Bassi (-1,3). Anche l’indicatore delle attese sull’occupazione (Eei) è aumentato (+1,8 punti nell’area dell’euro e +1,7 punti nell’Ue).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Saipem: Cao, porteremo tunnel Stretto Messina nel mondo
Progetto è sintesi perfetta delle nostre capacità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
11:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Saipem crede fermamente nel progetto di attraversamento sottomarino dello Stretto di Messina attraverso un tunnel galleggiante, sul modello degli oleodotti e dei gasdotti realizzati nel mondo ed è pronta ad esportarlo ovunque. Lo ha detto l’amministratore delegato Stefano Cao conversando con i giornalisti dopo la presentazione dei conti annuali agli analisti finanziari.

“Per noi – ha spiegato il manager – il tema di attraversamento applicabile allo Stretto di Messina è la sintesi di tutte le nostre tecnologie sottomarine e non acquisite dall’azienda nel corso della sua vita”. “E’ la perfetta sintesi per ingegnerizzare e costruire l’infrastruttura sulla base delle nostre tecnologie – ha sottolineato – e una volta aperto un cammino lo andiamo a proporre anche in altre parti del mondo”.
“Vedremo come mettere a punto questo tipo di capacità”, ha concluso il manager.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa avanza con cautela, Milano si appiattisce a +0,01%
Spread in area 100 punti, incerti anche i future su Wall Street
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
12:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee si mostrano caute a metà seduta con lo sguardo rivolto ai vaccini e alle diverse opzioni per allentare la morsa del Covid. Incerti anche i future su Wall Street.
Si appiattisce Milano con il Ftse Mib che segna un +0,01% a 23.097 punti. Prosegue la corsa di Tenaris (+14,5%) con il trimestre migliore delle attese. Mentre Saipem perde l’8% dopo i conti, Tim il 3%, Atlantia l’1,5%: Lo spread tra Btp e bund si riporta sopra 100 punti con il rendimento del decennale italiano allo 0,74%. L’indice d’area europeo, lo Stoxx 600, guadagna un quarto di punto sempre con in luce da una parte l’energia, sulla spinta del petrolio (wti a 63,3 dollari al barile ed Ice a 67,2 dollari al barile), e dall’altra i finanziari. Tra le singole Piazze la migliore è Madrid che sfiora un +1%. Resta piatta Francoforte (-0,02%) con i contagi che in Germania aumentano e metto a rischio un allentamento del lockdown. Parigi guadagna lo 0,41%, Londra lo 0,51%.Fronte cambi l’euro è in rialzo a 1,22 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: Istat, oltre 4 milioni di lavoratori in smart working
L’emergenza sanitaria da Covid 19 ha prodotto “un mutamento repentino e radicale della modalità di erogazione della prestazione lavorativa”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
14:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’emergenza sanitaria da Covid 19 ha prodotto “un mutamento repentino e radicale della modalità di erogazione della prestazione lavorativa”, con un aumento del lavoro da remoto. Nel secondo trimestre 2020 il lavoro da casa ha interessato oltre quattro milioni di lavoratori, il 19,4% del totale a fronte del 4,6% nel secondo trimestre 2019.
Lo rileva il Rapporto sul mercato del lavoro 2020 di Istat, Ministero Lavoro, Inps, Inail e Anpal che integra i dati delle diverse organizzazioni.
“Il ricorso allo smart working – si legge – ha interessato subito dopo l’esplosione della pandemia il 21,3% delle imprese con almeno 3 addetti; la percentuale è calata all’11,3% nel periodo giugno-novembre. La quota di lavoratori in smart working nelle imprese che lo hanno attivato sale dal 5% del periodo precedente il Covid-19, al 47% dei mesi di lockdown di marzo-aprile, per assestarsi intorno al 30% da maggio in avanti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano si risolleva (+0,3%) con banche, corre Tenaris
In rialzo auto e lusso. Male Saipem, Tim, Atlantia e Leonardo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
15:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si risolleva leggermente Piazza Affari (+0,3%), mentre in mattinata non aveva avuto una grande influenza la crescita dell’indice della fiducia dei consumatori e delle imprese a febbraio, con sullo sfondo le incertezze legate alla pandemia, tra controllo dei contagi e corsa ai vaccini.
In cima al listino principale Tenaris (+13,6%) prosegue la corsa in solitaria dopo i conti.
Tra gli altri petroliferi, bene Eni (+1,4%), mentre patisce Saipem (-8,7%) coi conti. Sono ottimiste le banche, a partire da Intesa (+2%), Unicredit (+1,5%) e Banco Bpm (+1,1%), con lo spread a 102,5 punti, dopo avere toccato i 103,65 punti. Guadagna Generali (+1,4%), il giorno dopo l’annuncio del piano di investimenti europei nei 190 anni dalla fondazione. Tra i titoli in positivo per le auto Stellantis (+0,6%) e per il lusso Moncler (+0,4%).
Male Tim (-2,6%) dopo i conti e il piano nei giorni scorsi e sono in ribasso Cnh (-1,7%) Atlantia (-1,6%), il giorno dopo l’offerta vincolante da Cdp, Leonardo (-1,2%), nel giorno in cui il Cda potrebbe avviare l’iter di quotazione di Drs.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: commissario, 1 marzo stipendi e anticipo cigs
‘Compagnia si appresta a destinare risorse necessarie’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
15:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Per fronteggiare l’emergenza retributiva, la compagnia si appresta a destinare le necessarie risorse finanziarie per regolare al primo marzo stipendi e anticipo cigs”. Lo si legge in una comunicazione interna ai lavoratori del commissario straordinario di Alitalia Giuseppe Leogrande.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in calo a New York a 63,13 dollari
Quotazione arretra dello 0,14%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
25 febbraio 2021
15:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazione del petrolio in calo a New York, col greggio scambiato a 63,13 dollari al barile (-0,14%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cina: Xi ufficializza, “sconfitta la povertà estrema”
In 40 anni condizioni migliorate per 770 milioni di persone
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
05:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Cina ha ufficializzato “la vittoria totale” nell’eliminazione della povertà estrema.
Durante la cerimonia tenuta nella Grande sala del popolo, il presidente Xi Jinping, chiudendo la campagna iniziata 8 anni fa con la sua salita al potere, ha marcato il ruolo centrale avuto dal Partito comunista cinese battutosi “per migliorare il benessere delle persone” e avendo la lotta alla povertà come “la sua missione originaria”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Cina ha speso 1.600 miliardi di yuan (246 miliardi di dollari) nella campagna ad hoc dal 18/mo congresso del Pcc, portando fuori dalla povertà oltre 10 milioni di persone all’anno, fino a totali 98,99 milioni.
I 128.000 villaggi e le 832 contee, ufficialmente censiti come in estrema difficoltà, sono stati tutti rimossi dalla lista dell’indigenza. Nel complesso, in 40 anni, a partire dalle riforme e dall’apertura del Paese verso l’esterno, “oltre 770 milioni di persone sono state portate fuori dalla povertà”, contribuendo per più del 70% alla riduzione del fenomeno su scala globale, sempre nello stesso periodo, anticipando anche di 10 anni il target del 2030 del piano del’Onu. Con tali obiettivi raggiunti, la Cina ha creato un altro “miracolo” che “passerà alla storia”, ha aggiunto con enfasi Xi, rimarcando vantaggi politici ed efficacia del modello socialista che consentono di mettere insieme le risorse necessarie per centrare un obiettivo ambizioso: solo formando “una comune volontà e un’azione congiunta” si creano i requisiti indispensabili per battere la povertà.   MONDO   POLITICA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Migliora a febbraio la fiducia di consumatori e imprese
Manifattura e costruzioni recuperano livelli precrisi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
10:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Migliora a febbraio l’indice del clima di fiducia sia dei consumatori (da 100,7 a 101,4) sia delle imprese (da 88,3 a 93,2). Lo stima l’Istat, segnalando che per le imprese manifatturiere e per quelle delle costruzioni l’indice recupera la flessione dovuta all’emergenza sanitaria, mentre per i servizi e il commercio al dettaglio, nonostante il deciso aumento di febbraio, i livelli rimangono ancora lontani da quelli precedenti la crisi.
Per quanto riguarda i consumatori, l’aumento dell’indice di fiducia è trainato dal marcato miglioramento delle attese sulla situazione economica generale e di quelle sulla disoccupazione.
In generale, secondo le associazioni dei consumatori, di tratta dell’ “effetto Draghi” che ha rincuorato famiglie e imprese.

In Europa i segnali arrivati dagli istituti di statistica sono invece contrastanti. In Germania l’indice anticipatore Gfk segna un recupero della fiducia a marzo oltre le attese degli analisti, mentre in Francia a febbraio c’è stato un lieve calo da 92 a 91 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Turismo: Garavaglia, indennizzi equi e mirati in tempi certi
Ministro a Porta a Porta, cambiato metodo, decisioni si prendono lunedì
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
01:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Iniziamo a spendere i soldi già a bilancio, ci sono 400 milioni da distribuire ancora a tour operator e agenzie di viaggi. Adesso ci mettiamo la testa e li diamo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo dice il ministro del turismo Massimo Garavaglia a Porta a Porta sugli indennizzi agli operatori del settore danneggiati dalla crisi del Covid.
“Poi nel prossimo decreto indennizzi, quello dei 32 miliardi, – aggiunge – vediamo di ottimizzare i meccanismi, è chiaro in quello che si è fatto sull’onda dell’emergenza qualche problemino c’era. Preferisco non dire cose che non sono corrette e non posso dare percentuali di indennizzi sulle perdite ma cambia il metodo, Innanzitutto sul periodo che deve essere congruo, pensiamo ad alberghi e ristoranti ma anche agli operatori dello sci, valutiamo una o più stagioni e non mese per mese”.
Il ministro continua: “Valutiamo anche cosa. Il modello tedesco è quello migliore, non solo il fatturato ma anche la valutazione dei costi fissi, si va in quella direzione. Per cui indennizzi più mirati e più equi”. E infine un altro aspetto molto importante: “Quello della certezza: se si dice che ti spetta un indennizzo, bisogna dire quanto ed entro entro quando. E’ importante per programmarsi e gestire la propria impresa”.
“Ci auguriamo che da qui a Pasqua le cose vadano meglio, dopo di che guardiamo sempre il bicchiere mezzo pieno: l’anno scorso l’estate ha visto ha visto comunque una rinascita del turismo perché d’estate il virus è meno aggressivo. Quindi la prima cosa da fare è organizzare bene l’estate ma vuole dire anche pensare sul “lungo” periodo. Vedendo come l’anno scorso le cose sono andate meglio, se si può già pensare che si può fare qualche evento, penso qualche fiera, nel periodo estivo, iniziamo a programmarlo e farlo. Già è un modo diverso di approcciare il tema. Poi ci auguriamo tutti di arrivare all’estate vaccinati e a quel punto il problema non c’è più” dice Garavaglia. A Bruno Vespa che gli chiede se è un’aperturista Garavaglia risponde: “Siamo degli aperturisti pragmatici, se si può aprire si apre, se non si può non lo si fa ma basta avvertire per tempo”.
“Per quanto riguarda le decisioni del nuovo Governo si nota innanzitutto un cambio di metodo: le decisioni si prendono il lunedì e non il venerdì. Come sappiamo comporta una migliore programmazione e questo è cosa buona e giusta. Altra cosa buona e giusta è che il tavolo tecnico parlerà con una voce e non con mille voci” dice Garavaglia. Tornando sull’argomento di annunciare le decisioni prima Garavaglia spiega: “Proviamo a dirlo a tutti quelli che si sono trovati buttar via la roba la domenica perché si decideva il venerdì, un ristorante se deve fare la scorta del weekend compra il venerdì. Se tu ne dici sabato che la domenica si chiude, si butta via tutta la roba. Sembra una piccola cosa ma per chi fa quel mestiere è tanta roba”. Poi l’altro cambio di marcia spiega il ministero è il tema della vaccinazione: “Abbiamo perso mesi ma ora si discute di autoproduzione. Non potevamo pensarci prima? Ora siamo in una squadra”.
Finalmente si inizia a eliminare la frammentazione tra le regioni su 2 temi fondamentali che sono la promozione dell’Italia nel mondo e sul digitale. Lo dice Garavaglia “raccontando” la riunione di ieri pomeriggio e il lavoro svolto con le regioni. “E’ chiaro che la promozione deve invitare il turista a venire in Italia, e non in una singola regione, e poi una volta qui troverà mille cose diverse da fare e da vedere” spiega. Sul digitale aggiunge: “Chiaramente il mondo è cambiato in questi anni e avere una piattaforma digitale che funzioni bene per promuovere l’Italia è fondamentale. Faccio un esempio stupido: oggi un americano che vuole venire in Italia digita Visit Italy e si aspetta che ci sia un sito ufficiale e invece spunta un sito privato… Quindi, in questo campo, direi che abbiamo l’iradiddìo da fare. Allora sono molto contento che siamo tutti d’accordo a abbiamo un obiettivo condiviso: andare uniti sulla promozione brand Italia nel mondo e migliorare tutto l’aspetto digitale. Oggi si fa tutto in digitale in questo settore e noi siamo fermi a un sito di 10 anni fa”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre in calo Dj -0,09%, Nasdaq -0,46%
S cede lo 0,31%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
25 febbraio 2021
15:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in calo per Wall Street col Dow Jones che perde lo 0,09%, il Nasdaq lo 0,46% e l’indice S&P500 lo 0,31%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
illycaffè: closing operazione Rhone Capital
Ingresso partner strategico che rileva 20%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
25 febbraio 2021
15:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Closing oggi dell’operazione di vendita da parte del Gruppo Illy di una quota del 20 per cento di illycaffè, premium brand globale di caffè con sede a Trieste, a Rhône Capital (con le affiliate, “Rhône”), società di private equity globale con un focus su investimenti in imprese con presenza al di qua e al di là dell’Atlantico. La scelta della famiglia Illy è caduta su Rhône che diventerà partner strategico per accompagnare l’azienda nella fase di crescita internazionale, in particolare negli Stati Uniti.

Il closing segue l’accordo firmato il 21 novembre scorso. La partnership con Rhône viene considerata “un’altra tappa fondamentale nel percorso di crescita della Società e nell’esecuzione dei suoi piani futuri che potrebbero prevedere anche la quotazione in Borsa”, fanno sapere dal Gruppo.

Cronaca tutte le notizie. Sono tutte in tempo reale e sempre complete approfondite ed aggiornate! LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 16 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 16:30 DI MARTEDì 23 FEBBRAIO 2021

ALLE 13:45 DI MERCOLEDì 24 FEBBRAIO 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa debole con Wall Street, Milano -0,6%
A Londra in luce Easyjet con ritorno prenotazioni voli
A
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
16:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La discesa di Wall Street e le prese di profitto che, come già visto alla vigilia, abbattono le quotazioni record raggiunte dai tecnologici americani si fanno sentire sui listini europei che risentono della temporanea frenata del petrolio ma poi limitano il calo. La fiducia dei consumatori americani si è infatti rivelata migliore delle attese e ha contribuito a far risalire gli indici azionari dai minimi toccati nel primo pomeriggio.
Francoforte (-1,3%) guida i cali, con Infineon sempre pesante (-3,9%), davanti a Milano (-0,6%) dove Stm (-4,1%) è tra i peggiori e Tenaris (-0,13%) risale dopo una sbandata registrata sulla scia del cambio di rotta del greggio e attende i conti previsti domani. Londra cede lo 0,44% ma il petrolifero Bp resta positivo (+1,9%) e corre Easyjet (+5,9%) dopo che Boris Johnson ha preannunciato la riapertura dei voli internazionali facendo quadruplicare le prenotazioni per i voli della compagnia aerea. Più caute invece Ryanair (+1,5%) e Iag (+1,35%). In lieve calo Parigi (-0,28%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cattolica, Finint lavora a una cordata per prendere il 10%
Con investitori Nordest e internazionali. Contatti con authority
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
16:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banca Finint di Enrico Marchi starebbe lavorando alla costituzione di una cordata che possa rilevare una quota di circa il 10% di Cattolica, acquisendo, se non tutte, una grossa fetta delle azioni proprie (12,3% del capitale) di cui la compagnia si è fatta carico a seguito dell’esercizio del recesso dopo la trasformazione in spa. Marchi, che starebbe cercando di coinvolgere investitori radicati nel Nordest e investitori internazionali, avrebbe già avviato contatti con gli organismi di vigilanza a cui spetta, tra l’altro, il compito di autorizzare l’acquisto di partecipazioni qualificate nelle assicurazioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Piazza Affari chiude in ribasso (-0,3%)
Indice Ftse Mib sotto soglia 23.000 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
23 febbraio 2021
17:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari ha chiuso in leggero ribasso. L’indice Ftse Mib è sceso dello 0,30% a 22.939 punti, sotto la soglia dei 23.000.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Carige: in 11 mesi 2020 rosso 185 mln, cresce solidità
Ritorno all’utile nel 2023, ‘business combination’ entro l’anno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
23 febbraio 2021
17:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Carige ha registrato negli 11 mesi della gestione ordinaria del 2020 una perdita netta di 185,3 milioni di euro, superiore alle previsioni di perdita per 78 milioni nel piano strategico del luglio 2019 redatto dai commissari straordinari e precedente la pandemia. Lo annuncia una nota.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Accelera il margine di intermediazione nell’ultimo trimestre, è in linea al piano e in crescita del 31,6% rispetto al terzo trimestre. In aumento gli indicatori di solidità patrimoniale, oltre i requisiti regolamentari comprensivi di guidance: il ratio cet1 phased-in è al 12,8% (era 12% al 31 gennaio 2020). I target economici sono posticipati di 1 anno rispetto alle previsioni di piano. Carige si attende ora di raggiungere l’utile netto a partire dal 2023, dopo un pareggio ante imposte atteso nel 2022 e un risultato negativo per circa 80 milioni nel 2021.
La banca ligure ritiene poi che al momento sia “prevedibile” entro il 31 dicembre 2021 il perfezionamento del percorso di business combination. Per l’approvazione dei risultati definitivi al 31 dicembre 2020, prevista il 10 marzo 2021, ci saranno approfondimenti sulla valutazione della probabilità di recupero nel tempo delle Attività fiscali differite (Dta – Deferred Tax Assets) per la determinazione del valore iscrivibile a bilancio: al 31 gennaio 2020 in uno scenario pre-pandemico, ammontavano a 1.076 euro milioni a livello consolidato. Erano sempre al 31 gennaio 2020 pari a 360 milioni di euro le Dta non iscritte a bilancio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa a due velocità, Parigi e Londra +0,21%
Debole Francoforte (-0,61%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
18:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I listini europei terminano contrastati dietro a Wall Street che ha recuperato le perdite iniziali sulle parole del presidente della Fed Jerome Powell e ha contribuito così ad alleggerire anche il bilancio delle Borse del Vecchio Continente. Francoforte lascia sul terreno lo 0,61%, mentre Parigi e Londra guadagnano lo 0,21 per cento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund chiude in rialzo a 96 punti
Rendimento del decennale italiano è pari allo 0,64%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
18:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread Btp-Bund chiude in leggera ripresa a 96 punti base dai 93,6 della chiusura di lunedì. Il differenziale del decennale italiano è risalito allo 0,64 per cento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fed: Powell, Pil potrebbe crescere del 6% nel 2021
Livelli pre-pandemia in prima metà anno, non pensare a debito
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
23 febbraio 2021
18:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Pil americano nel 2021 “potrebbe” crescere anche intorno al 6%. Lo afferma il presidente della Fed, Jerome Powell, secondo il quale il Pil potrebbe tornare ai livelli pre-pandemia nella prima metà dell’anno.
“Questo non è il momento di pensare al debito”, dice Powell rispondendo, nel corso di un’audizione in Congresso, a chi gli chiedeva dell’andamento dei conti pubblici.
La strada – ha detto comunque Powell riferendosi anche ai 10 milioni di posti di lavoro che ancora mancano rispetto al pre-pandemia – “è ancora lunga, ulteriori progressi richiederanno del tempo”. La Fed s’impegna a mantenere una politica monetaria accomodante e, intanto, valuta attentamente la possibilità di un dollaro digitale.   POLITICA   ECONOMIA   TECNOLOGIA   MONDO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano contiene le perdite, brilla Atlantia, giù Stm
Astm si assesta su prezzo Opa. Bene Unicredit
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
18:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari termina la seduta in calo (-0,3%) ma recuperando i minimi toccati all’avvio di Wall Street con la caduta dei tecnologici Usa sul Nasdaq e la flessione del greggio. Tutti fattori poi stemperati dai segnali rassicuranti sul sostegno all’economia Usa e sulle previsioni di ripresa arrivati dal presidente della Fed Jerome Powell che hanno aiutato a terminare in rialzo dello 0,21% le Borse di Londra e di Parigi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A Milano ha brillato Atlantia (+3,18%) in attesa dell’offerta di Cdp, Blackstone e Macquarie per l’88% di Aspi che potrebbe collocarsi nella parte alta della forchetta di 8,5-9,5 miliardi.
Per il secondo socio della holding controllata dai Benetton, il fondo Tci, la valutazione può arrivare a 11-12 miliardi visto il prezzo dell’opa di Astm che, all’indomani di un balzo del 27,6%, si è assestata a ridosso dei 25,6 euro dell’offerta di Gavio e Ardian (-0,55% a 25,5 euro) Bene Unicredit (+2,15%) malgrado la risalita dello spread Btp-Bund a 96 punti base. In fondo al paniere principale finiscono invece Amplifon (-4,62%), Diasorin (-2,8%) e Stm (-2,69%) quest’ultima in linea con i produttori di microchip che hanno risentito della marcia indietro di molti tecnologici del Nasdaq già avvertita nella seduta di lunedì.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tim: cda candida Rossi,Gubitosi,DePuyfontaine,Gorno Tempini
In lista entrano De Meo, Falcone, Romagnoli
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
19:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il cda di Tim presenta la propria lista di 10 candidati, in funzione della nomina di un Board composto da 15 membri. Nella rosa trovano posto l’attuale presidente Salvatore Rossi, l’ad Luigi Gubitosi e i rappresentanti dei soci rilevanti, Vivendi con Arnaud De Puyfontaine e Cdp con Giovanni Gorno Tempini.
In lista altri 3 nomi nuovi: Luca De Meo, Cristiana Falcone e Ilaria Romagnoli.
Confermati Paola Bonomo, Franck Cadoret, Marella Moretti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Generali: compie 190 anni, Torre Milano si illumina
Immagini e frasi per visione condivisa e sostenibile futuro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
23 febbraio 2021
20:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Generali compie 190 anni. Fondata a Trieste nel 1831, celebra la ricorrenza con molteplici iniziative.

A Milano, da stasera la Generali Tower sarà illuminata per una settimana con immagini e frasi – visibili da tutta la città – che raccontano una visione condivisa e sostenibile del futuro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in calo (-0,45%)
Cambi: yen si rafforza su dollaro ed euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
24 febbraio 2021
01:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia la seduta in negativo, dopo la pausa festiva di ieri, appesantita dalla correzione del listino tecnologico del Nasdaq negli Usa e dalle indicazioni che arrivano dalla Fed sull’andamento dell’occupazione e gli obiettivi d’inflazione Usa. Il Nikkei segna una flessione dello 0,45% a quota 30.020,11, con una perdita di 135 punti.
Sul mercato valutario lo yen tratta a 105,20 sul dollaro e a 127,90 sull’euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Germania: Pil quarto trimestre rivisto al rialzo, +0,3%
Stima preliminare era di +0,1%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
08:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Germania è cresciuta un poco di più nel quarto trimestre 2020. I dati definitivi del Pil parlano di un +0,3% contro il +0,1% della stima preliminare.
Nel confronto con lo stesso trimestre del 2019, l’economia è scesa del 3,7%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: cala a 61,3 dollari,passata emergenza clima Usa
Ricostituite scorte. Brent stabile a 65,38 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
08:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo del petrolio in calo sui mercati a seguito della normalizzazione delle scorte negli Usa, finita l’emergenza climatica che ha colpito nelle scorse settimane il paese e in particolare il Texas. Il greggio Wti cede così lo 0,47% a 61,38 dollari al barile mentre il Brent del Mare del Nord è stabile a 63,38 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lloyds: utile 2020 cala a 2,19 miliardi di sterline
Quarto trimestre meglio delle stime, Cet1 al 16,2%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
08:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gruppo bancario inglese Lloyds ha chiuso il 2020 con un utile netto in calo da 7,53 a 2,19 miliardi di sterline (2,56 miliardi di euro). Il Cet1 si è attestato al 16,2% e i ricavi sono scesi da 17,14 a 14,4 miliardi di sterline (16,81 miliardi di euro).
In calo da 12,37 a 10,77 miliardi di sterline (12,57 mld euro) il margine di interesse. Con un utile per azione in calo da 3,5 a 1,52 penny il dividendo è sceso da 1,12 a 0,57 penny. Meglio delle stime l’ultimo trimestre dell’anno, che si è chiuso con un utile netto di 1,31 miliardi di sterline (1,53 mld euro) e un margine di interesse di 2,68 miliardi di sterline (3,13 miliardi di euro).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: resta sopra soglia 1800 dollari, +0,7%
Metallo scambia a 1807 dollari l’oncia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
08:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo dell’oro resta sopra la soglia dei 1800 dollari l’oncia. Il metallo con consegna immediata scambia sui mercati a 1807 dollari, con un aumento dello 0,7%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro stabile a 1,215 dollari
Yen a 105,5
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
08:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro stabile sui mercati. La moneta unica passa di mano a 1,215 dollari.
Lo yen quota 105,5.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia giù, timori aumento tassa Hong Kong,Tokyo -1,61%
Futures Europa e Usa in rosso
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
08:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I timori di un incremento dell’imposta di bollo sulle operazioni di borsa a Hong Kong ha spinto al ribasso gli indici di Asia e Pacifico. Tokyo ha ceduto l’1,61%, Shanghai l’1,99%, Taiwan l’1,4%, Seul il 2,45% e Sidney lo 0,9%.
Ancora aperte Mumbai (+0,58%) ed Hong Kong (-3%), che segna il calo maggiore. Negativi i futures sull’Europa e su Wall Street nonostante il Pil tedesco migliore delle stime. Atteso in serata un nuovo intervento del presidente della Fed Jerome Powell. In calo il greggio (Wti -0,45% a 61,38 dollari), invariato l’oro a 1.805,9 dollari l’oncia, negativi tutti gli altri metalli.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in calo, -0,13%
Indice Ftse Mib a quota 22.904 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
24 febbraio 2021
09:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in calo per Piazza Affari.
L’indice Ftse Mib cede lo 0,13% a 22.904 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa debole in apertura, Parigi -0,18%, Londra -0,53%
In calo anche Francoforte (-0,06%), tiene Madrid (+0,05%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
09:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Segno meno davanti a quasi tutti gli indici di borsa europei in apertura di seduta. Parigi cede lo 0,18% a 5.769 punti, Londra lo 0,53% a 6.591 punti e Francoforte lo 0,06% a 13.855 punti.
In lieve rialzo Madrid (+0,05% a 8.257 punti).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tim: apertura boom in Borsa dopo i conti, +5,3%
Batte attese analisti e torna a 0,4 euro, come nell’agosto 2020
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
09:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura con il botto per Tim in Piazza Affari dopo i conti 2020 che, con un inaspettato utile di oltre 7 miliardi batte le attese degli analisti. Il titolo segna un rialzo del 5,37% a 0,4 euro, riportandosi ai livelli dell’agosto del 2020.

Ma i risultati, osservano gli analisti, sorprendono e soddisfano su più fronti: irl gruppo è più vicino alla stabilità, ha mostrato una ripresa della crescita nel quarto trimestre e piacciono le prospettive sul 2021 con ebitda stabile del nuovo piano. Ora si aspettano più dettagli dalla presentazione che nel pomeriggio l’ad Luigi Gubitosi farà alla comunità finanziaria.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano gira in positivo (+0,3%), corre Tim dopo conti
Spread scende a 95,7 punti, prese di beneficio su Atlantia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
09:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari gira rapidamente al rialzo dopo un avvio tentennante. L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,3% sopra quota 23 mila punti spinto da Tim (+7% a 0,41 euro), dopo i conti e il piano strategico al 2023, gradito agli analisti finanziari.
Seguono a distanza Stellantis (+1,79%), il cui amministratore delegato Carlos Tavares sarà oggi a Torino per illustrare i piani produttivi ai sindacati. Bene anche Unipol (+1,11%) mentre si sgonfia Leonardo (+0,21%) dopo diversi rialzi in attesa di novità sull’Ipo di Drs. Bene Unicredit (+1,09%), invariate Intesa e Banco Bpm, fiacca Bper (-0,05%).
Attesa per i conti di A2a (+1%) previsti per oggi e per quelli di Saipem (+0,54%) annunciati per domani. Prese di beneficio su Atlantia (-0,74%) dopo il rally delle ultime sedute in attesa della proposta di Cdp, Blackstone e Macquarie per Aspi. In rialzo Astm (+0,16% a 25,58 euro), scambiata al di sotto dei 25,6 euro per azione previsti dall’Opa di Gavio e Ardian.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: vertice Mise-Mit-Mef in programma venerdì
Con i ministri Giorgetti e Giovannini, in forse Franco
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
12:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ in programma venerdì mattina, 26 febbraio, secondo quanto si apprende, il vertice tra i Ministeri dello Sviluppo economico, dei Trasporti e dell’Economia per discutere del dossier Alitalia. Alla riunione, che dovrebbe svolgersi in presenza al Mise, dovrebbero partecipare i titolari del Mise Giancarlo Giorgetti, del Mit Enrico Giovannini, mentre per il Tesoro è in forse, al momento, la presenza del ministro Daniele Franco.
L’incontro urgente è stato chiesto ieri dal Mise agli altri due dicasteri.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Generali: piano Fenice 190, 3,5 miliardi per rilancio Europa
Donnet, anno decisivo per superare più grave crisi da dopoguerra
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
12:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In occasione dei suoi 190 anni, Generali presenta Fenice 190, un piano di investimenti da 3,5 miliardi di euro per sostenere il rilancio delle economie europee colpite dal Covid 19, a cominciare da Italia, Francia e Germania, per proseguire durante i cinque anni del piano in tutti i Paesi europei dove il gruppo è presente. Si tratta di una delle iniziative che il gruppo, fondato a Trieste il 26 dicembre 1931, ha deciso di adottare per celebrare nel 2021 la ricorrenza.
Saranno iniziative rivolte ai propri dipendenti, agenti, clienti e alle comunità in cui il gruppo opera, a partire appunto da Fenice 190.
“Il 190/o anniversario cade in un anno decisivo per superare insieme la più grave crisi mondiale dal dopoguerra e porre le premesse per un grande rilancio a livello globale” ha affermato il ceo di Generali, Philippe Donnet. “Mai come oggi, in un contesto senza precedenti – ha aggiunto Gabrile Galateri di Genola, presidente di Assicurazioni Generali – il gruppo Generali intende costruire una visione di futuro condivisa e sostenibile per tutti gli stakeholder”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano nervosa a cavallo parità, effetto conti su Tim
Spread risale sopra quota 96, bene Unicredit, sprint Cattolica
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
11:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari appare nervosa, oscillando continuamente a cavallo della parità, con lo spread in rialzo sopra quota 96 punti base. Prosegue la corsa di Tim (+7,6% a 0,41 euro), dopo i conti e il piano strategico al 2023.

Acquisti anche su Inwit (+2,65%&), Unicredit (+2%), Mediolanum (+1,51%) e Tenaris (+1,45%), con il greggio nuovamente in rialzo (Wti +0,3% a 61,84 dollari), che favorisce anche Eni (+0,35%).
Positiva Stellantis (+1,5%), il cui amministratore delegato Carlos Tavares incontra i sindacati a Torino per illustrare i piani produttivi. Seguono Unipol (+1,35%) e Leonardo (+1%) in attesa di novità sull’Ipo di Drs. Attesa per i conti di A2a (+0,63%) previsti per oggi e di Saipem (+0,35%) in arrivo domani. Prese di beneficio su Atlantia (-0,68%) dopo il rally delle ultime sedute in attesa della proposta di Cdp, Blackstone e Macquarie per Aspi. In rialzo Astm (+0,39% a 25,64 euro), che si riporta sopra ai 25,6 euro per azione previsti dall’Opa di Gavio e Ardian. Debole Snam (-1,2%) mentre tra i titoli a minor capitalizzazione corre Cattolica (+8,72%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Terna: aggiudica gara da 300 mln per ammodernamento rete
Coinvolte 17 imprese specializzate, tutte italiane, per 3 anni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
11:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Terna, la società che gestisce la rete di trasmissione elettrica italiana, ha aggiudicato una gara del valore complessivo di 300 milioni di euro relativa a lavori di posa di nuovi cavi interrati in alta tensione. Le 17 imprese assegnatarie, in forma di Raggruppamenti Temporanei di Concorrenti – si legge in una nota di Terna -, sono tutte italiane e facenti parte del sistema di qualificazione di Terna, altamente specializzate per la complessità delle lavorazioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le attività riguarderanno infrastrutture per linee elettriche in cavo a 150 kV da posare sull’intero territorio nazionale nell’arco dei prossimi 3 anni.
Il procedimento di gara è stato svolto secondo la normativa vigente sugli appalti per i settori speciali ed ha assegnato complessivamente alle 17 imprese aggiudicatarie (6 del Nord, 7 del Centro, 4 del Sud) i 5 lotti in cui è stato suddiviso: i lotti 1 e 3 nell’area Centro Sud per un valore rispettivamente di 97,5 milioni di euro e 52,5 milioni di euro; il lotto 2 nell’area Centro Sud e Nord Ovest per un valore di 67,5 milioni di euro; il lotto 4 nell’area Nord Est e Nord Ovest per un valore di 43,5 milioni di euro; il lotto 5 nell’area Nord Est per un valore di 39 milioni di euro.
La gara – precisa la nota – si inquadra nell’ambito dell’esecuzione delle attività previste dal Piano Industriale 2021-2025 di Terna e punta ad abilitare, anche in questo periodo di emergenza covid-19, una efficiente e sicura ripartenza produttiva delle piccole e medie imprese del settore, a sostegno della ripresa economica di tutta la filiera industriale coinvolta e quindi del Paese.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Catricalà: il suo ultimo articolo ‘La stretta via tra Stato e mercato’
L’intervento pubblicato su MF. Cita Draghi al G30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
12:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Quella stretta via tra Stato e mercato per rilanciare l’Italia”. E’ con questo titolo che è stato pubblicato il 27 gennaio scorso su Mf l’ultimo intervento scritto di Antonio Catricalà.
Un articolo quanto mai attuale, dedicato all’intervento dello Stato nell’economia e scritto citando anche Draghi pochi giorni prima che l’ex banchiere centrale ricevesse l’incarico di formare il nuovo governo.
“Nel dibattito pubblico quando si discute dell’intervento dello Stato nell’economia si evoca il fantasma dell’Iri additandolo a esempio negativo”, osserva Catricalà: “Invece – aggiunge – dobbiamo ripartire proprio da quell’acronimo che indicava nella ricostruzione industriale la mission dell’Istituto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Siamo in una fase straordinaria, che richiede la mobilitazione di tutte le energie del Paese e l’abbandono di contrapposizione ideologiche”.
L’emergenza, dunque “impone di concentrarci sulle condizioni dell’intero tessuto produttivo e sull’assetto che si intende dare al sistema economico italiano” e in questo quadro, secondo l’ex presidente dell’Antitrust, “l’intervento diretto dello Stato nelle imprese è infatti solo uno strumento da utilizzare, con attenzione, per ridare slancio a un’economia che da troppi anni stenta a crescere, con ciò ampliando in modo inaccettabile le diseguaglianze sociali”.
“Siamo davanti a un passaggio epocale durante il quale occorrerà contaminare modelli antitetici tra loro. Perché ha ragione il documento del G-30 coordinato da Mario Draghi a evocare ‘una certa quantità di distruzione creatrice’ e a prevedere che ‘alcune aziende si ridimensioneranno o chiuderanno, altre apriranno; alcuni lavoratori dovranno cambiare imprese e settori con un appropriato re-training e assistenza nella transizione’. Ma non sarà il libero mercato a sprigionare la sua distruzione creatrice: sarà la mano, visibilissima, dello Stato a guidare la direzione. E non solo in Italia”, spiega Catricalà. “Next Generation Eu rappresenta del resto il tentativo di tutta Europa di ridisegnare la propria economia rendendola competitiva, sostenibile e inclusiva. E ovunque il ruolo dei governi sarà determinante. L’Italia non potrà essere da meno, anche a costo di utilizzare strumenti invisi ai puristi del libero mercato. Purché non si compiano gli errori del passato dei quali ancora oggi paghiamo il conto”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Più collaborazione Postepay-Bancomat per sviluppo nel digitale
Accelerazione verso servizi innovativi, da carte co-badge a app
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
12:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bancomat e PostePay “annunciano l’ampliamento dell’attuale collaborazione finalizzato all’attivazione anche della licenza di ‘issuing’ in ambito Bancomat e PagoBancomat” che, spiega una nota, “si aggiunge alla licenza già operativa in ambito ‘acquiring’ per l’accettazione delle suddette carte da parte degli uffici postali, degli Atm Postamat, nonché dei merchant convenzionati da Postepay”.
L’iniziativa “è volta anche ad accelerare l’adozione in Italia di carte ‘co-badge’ e di app per le operazioni di pagamento, così da supportare il processo di digitalizzazione, ampliando le possibilità e la facilità di diffusione e accettazione di pagamenti e prelievi, sia tramite carta sia in modalità digitale”, ampliando i servizi “anche in contesti digitali”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ “in coerenza con tale obiettivo”, viene ancora sottolineato, che “l’ambito di collaborazione fra PostePay e Bancomat sarà ulteriormente ampliato anche mediante l’implementazione da parte di PostePay del servizio Bancomat Pay, in modo da offrire alla clientela ulteriori modalità di pagamento digitale e di scambio di denaro P2P tramite app”.
“Con l’intenzione di incrementare l’ambito operativo dei servizi disponibili alla clientela, sia retail sia business, ampliando la scelta dei prodotti offerti sul mercato, PostePay – commenta l’a.d. Marco Siracusano – intende, nel prossimo futuro, avvalersi operativamente della licenza anche in qualità di issuer, per lo svolgimento delle attività di emissione e collocamento di carte e app abilitate ad operare sui Circuiti Bancomat, PagoBancomat e Bancomat Pay. L’obiettivo è quello di poter contribuire significativamente a sviluppare ed ampliare il circuito domestico dei pagamenti nell’interesse del sistema Paese nonché del percorso di trasformazione e inclusione digitale messo in campo dal gruppo Poste Italiane a favore di tutti i propri clienti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Moody’s: rivede al ribasso stime Pil Italia ma vede in Draghi una garanzia
Le previsioni di crescita per il Paese sono al 3,7% nel 2021 dal 5,6% stimato in precedenza
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
12:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Moody’s rivede al ribasso le previsioni di crescita per l’Italia nel 2021 al 3,7% dal 5,6% stimato in precedenza, a causa del rinnovo dei limiti a mobilità e imprese per l’aumento dei contagi.
Lo si legge nel rapporto dell’agenzia di rating sulle Economie G20. Per il 2022, spiegano ancora gli analisti, “prevediamo una crescita del Pil reale del 4,1%”.
D’altra parte l’avvio di un governo di larghe intese guidato da Mario Draghi viene letto dall’agenzia di rating come una una sorta di garanzia per l’utilizzo in maniera efficace dei 209 miliardi che l’Italia riceverà dal Recovery Fund europeo entro il 2026. “Questi fondi – si legge nel rapporto di Moody’s – potrebbero rafforzare le prospettive di crescita del paese se diretti e utilizzati efficacemente per infrastrutture pubbliche e altre spese a favore della crescita.
L’inaugurazione di un governo trasversale di larghe intese del primo ministro Mario Draghi aumenta la probabilità che ciò accada”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Moody’s promuove Draghi, garanzia per spesa fondi Recovery
Ma l’agenzia taglia le stime di crescita del 2021 a +3,7%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
12:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il governo Draghi è una sorta di garanzia per l’utilizzo in maniera efficace dei 209 miliardi che l’Italia riceverà dal Recovery Fund europeo entro il 2026. Lo prevede Moody’s nel suo rapporto sulle economie G20.

“Questi fondi – si legge – potrebbero rafforzare le prospettive di crescita del paese se diretti e utilizzati efficacemente per infrastrutture pubbliche e altre spese a favore della crescita. L’inaugurazione di un governo trasversale di larghe intese del primo ministro Mario Draghi aumenta la probabilità che ciò accada”.
Moody’s ha però intanto tagliato le previsioni di crescita del Pil italiano quest’anno da +5,6% a +3,7% motivando le nuove stime con le limitazioni alla mobilità e alle attività economiche ancora in vigore. La stima sul 2022 è di una crescita del 4,1%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano poco mossa (+0,2%), sprint Tim e Stellantis
Spread sopra quota 98 punti, bene Unicredit, sprint Cattolica
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
12:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari procede in cauto rialzo al traguardo di metà seduta (Ftse Mib +0,2%), sotto i 23mila punti superati nella prima parte della mattinata. In crescita lo spread, salito fino a 98,2 punti, con il rendimento dei Btp decennali allo 0,663%.
Prosegue la corsa di Tim (+8,95% a 0,41 euro), dopo i conti e il piano strategico al 2023.
Acquisti anche su Stellantis (+2,19%), che secondo gli analisti di Citi non riflette ancora in borsa i vantaggi della fusione tra Fca e Peugeot. Bene Leonardo (+2,22%), che riparte in attesa di novità sull’Ipo di Drs, seguono Inwit (+1,77) e Unicredit (+1,65%).
Attesa per i conti di A2a (+1,13%) previsti per oggi, cauta invece Saipem (+0,05%) che li diffonde domani. Prese di beneficio su Atlantia (-1,8%) dopo il rally delle ultime sedute in attesa della proposta di Cdp, Blackstone e Macquarie per Aspi.Stabile Astm sul prezzo dell’Opa di Gavio e Ardian, sprint di Cattolica (+10,32%).

Economia tutte le notizie in tempo reale! TUTTO IL MONDO ECONOMICO-FINANZIARIO è QUI COSTANTEMENTE AGGIORNATO E DETTAGLIATO! LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 14 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 02:06 ALLE 16:30 DI MARTEDì 23 FEBBRAIO 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Petrolio: in netto rialzo, Wti a 62,47 dollari al barile
Brent sale a 66,25 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
02:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le speranze per la fine dei lockdown e le prospettive di una ripresa dell’economia spingono le quotazioni del petrolio: sul mercato after hour di New York il greggio wti di riferimento guadagna l’1,26% a 62,47 dollari al barile. Il Brent sale dell’1,59% a 66,25 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: in lieve rialzo a 1.810 dollari l’oncia
Sui mercati asiatici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
08:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro robuste sui mercati asiatici dove il lingotto guadagna ancora uno 0,3% sui valori della vigilia a 1.810 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fiera Milano:piano 2025,atteso fatturato tra 290-310 milioni
Programmati investimenti tra 115-125 milioni, si guarda a M
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
ILANO
23 febbraio 2021
08:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fiera Milano ha approvato il piano strategico 2021-2025 chiamato “Conn.e.c.t. 2025”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il fatturato al 2025 è atteso in un range fra 290 e 310 milioni di euro ed un Ebitda tra 110 e 120 milioni di euro, superiori ai livelli del 2019, nonostante una contrazione degli spazi espositivi (-12%) rispetto al 2019.
La generazione di cassa porta ad una disponibilità finanziaria netta, stimata fra 75 e 85 milioni di euro a fine piano, consentendo di valutare opportunità di operazioni di M&A e remunerazione degli azionisti.
Nel periodo sono programmati investimenti per 115-125 milioni di euro, di cui 90-100 milioni preventivati dalla Fondazione Fiera Milano volti a migliorare l’attrattività e la sicurezza dei quartieri fieristico e congressuale.
Il piano strategico ha lo scopo di portare la società da una fase ancora “condizionata dall’evoluzione della pandemia ad una di nuova normalità”, afferma in una nota Fiera Milano.
“Siamo pronti ad affrontare le sfide e a cogliere le opportunità che si presenteranno nel prossimo futuro”, afferma il presidente Carlo Bonomi.
“Passiamo da un modello di business che si basava principalmente sugli eventi fisici ad un modello ibrido, nel quale i servizi fisici saranno affiancati ed arricchiti da innovativi servizi digitali”, afferma l’amministratore delegato Luca Palermo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in rialzo a 1,21 dollari
Yen a 105,1
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
08:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in rialzo all’avvio di giornata.
La moneta unica segna una crescita dello 0,1% a 1,21 dollari.
In Asia lo yen passa di mano a 105,14 (+0,06%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Hsbc:utile 2020 giù del 30% ma torna dividendo.Punta su Asia
Gruppo, taglio posti lavoro in Europa e Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
10:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gigante bancario Hsbc chiude il 2020 con un utile netto in calo del 30% a 6,1 miliardi di dollari e una riduzione dei ricavi da 56 a 50 miliardi a causa della pandemia Covid ma ritorna a distribuire il dividendo dopo che la Bank of England, come la Bce, ha parzialmente tolto il divieto di cedole. Il gruppo britannico fondato a Hong Kong, si legge nel comunicato sui conti annuali, punterà sempre più sull’Asia che, come spiega l’ad Noel Quinn, ha visto “un recupero” e rappresenta “la solida base per la crescita futura” oltre a costituire già la maggior parte dei ricavi.
Per questo conta di spostare alcune attività da Londra ad Hong Kong e tagliare 35mila posti di lavoro in Usa ed Europa.
L’atteggiamento di Hsbc a Hong Kong, ricordano i media britannici, è finito sotto le critiche di politici del Regno Unito e degli Usa per aver appoggiato la legge di sicurezza imposta dalla Cina e aver chiuso i conti di alcuni attivisti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in ordine sparso, occhi su Fed, Tokyo +0,46%
Futures Europa e Usa contrastati, sprint petrolio e microchip
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
08:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Hanno chiuso in ordine sparso le principali borse di Asia e pacifico. In rialzo Tokyo (+0,46%), Taiwan (+0,2%) e Sidney (+0,86%) a differenza di Shanghai (-0,17%) e Seul (-0,31%.
Ancora aperte Hong Kong (+1,06%) e Mumbai (+0,09%). Contrastati i futures, in calo sull’Europa e positivi su Wall Street in vista di dati italiani, dell’inflazione nell’Ue e di una lunga serie di indici americani. Prevista in giornata una testimonianza del presidente della Fed Jerome Powell in commissione al Senato.
Il rialzo del greggio ha favorito i colossi dell’estrazione da Woodside (+5,74%) a Santos (+5,93%) e Oil Search (+6,42%) sulla piazza di Sidney. In luce a Tokyo i tecnologici Tokyon Electron (+6,34%), Advantest (+2%), Screen Holding (+3,54%) e Sumco (+4,52%), sulla scia delle indicazioni degli analisti sul comparto dei semiconduttori, dovuta alla carenza che colpisce il settore automobilistico.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp/Bund apre in lieve calo a 92 punti
Rendimento del decennale allo 0,59%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
08:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in lieve calo per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna quota 92 punti contro i 93 della chiusura di lunedì.
Il rendimento del decennale è pari allo 0,59%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo, +0,4%
Indice Ftse Mib a quota 23.095 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
23 febbraio 2021
09:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,4% a 23.095 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre positiva, Parigi +0,24%, Londra +0,32%
In rialzo anche Francoforte (+0,25%) e Madrid (+0,27%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
09:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di seduta positivo per le principali borse europee. Parigi guadagna lo 0,24% a 5.781 punti, Londra lo 0,32% a 6.631 punti, Francoforte lo 0,25% a 13.984 punti e Madrid lo 0,27% a 8.134 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano resiste (+0,2%), bene Leonardo ed Eni, giù Stm
Corre Atlantia, spread su a 92,6 punti, banche in ordine sparso
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
09:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari resiste in territorio positivo, pur portandosi sotto il livello dell’apertura.
L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,2% sostenuto da Leonardo (+5,22%), sulle attese per l’Ipo di Drs, Atlantia (+2,22%) in vista dell’offerta di Cdp, Blackstone e Macquarie per Aspi, Unipol (+2,2%), Tenaris (+1,7%) ed Eni (+1,4%), con il rialzo del greggio.
Non va altrettanto bene a Diasorin (-2,74%), Stm (-1,83%), Nexi (-1,8%), Amplifon (-1,58%), Pirelli (-1,43%) e Banca Generali (-0,89%). In ordine sparso il comparto bancario con lo spread in lieve rialzo a 92,6 punti base. Banco Bpm cede lo 0,19%, Mps sale dello 0,16% e Intesa guadagna lo 0,4%. Fanno meglio Unicredit (+1%) e Bper (+1,17%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa contrastata, bene futures, Milano +0,15%
Effetto conti su Hsbc, sprint Leonardo, Astm sopra prezzo Opa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
10:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee contrastate con rialzi per Madrid (+1,16%), Londra (+0,35%), Milano e Parigi (+0,15% entrambe), mentre cede Francoforte (-0,57%). Dopo dati inglesi migliori delle stime sul fronte dell’occupazione gli investitori attendono i dati italiani, l’inflazione dell’Ue e numerosi indici Usa, con un intervento del presidente della Fed Jerome Powell in commissione al Senato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue la corsa del greggio (Wti +1,8% a 62,82 dollari) e dei metalli ad eccezione del ferro, del nichel e dell’acciaio, mentre dollaro ed euro procedono in equilibrio a 1,21 biglietti verdi e la sterlina sale a 1,4 dollari, confermando così il record dall’aprile del 2018.
Gli acquisti si concentrano sui petroliferi Bp (+4,04%), Total (+2,88%), Shell (+2,27%) ed Eni (+1,44%). Prese di beneficio sui produttori di microprocessori, da Asml (-1,78%) ad Stm (-1,92%), mentre pesano su Hsbc (-1,33%) i conti 2020.
Prosegue la corsa di Leonardo (+4,59%) in attesa di novità sull’Ipo di Drs, mentre Atlantia (+4,8%) è spinta dalle attese sull’offerta di Cdp, Blackstone e Macquarie, all’esame oggi del Cda della Cassa. Si conferma sopra l’Opa di Gavio e Ardian Astm (-0,16% a 25,64 euro) dopo il rally della vigilia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano gira in calo (-0,6%) dopo Istat, giù Diasorin
Spread in rialzo a 94,9 punti, sprint Leonardo e Atlantia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
11:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I dati Istat sul fatturato dell’industria nel 2020, in calo dell’11,5%, frenano Piazza Affari (-0,6%), che gira in calo insieme alle altre borse europee ad eccezione di Madrid (+0,7%). In rialzo lo spread tra Btp e Bund tedeschi a 94,9 punti, arrivano così a sfiorare la soglia psicologica di quota 95 punti.
Scivolano Amplifon (-3,8%), Diasorin (-3,41%), Stm (-3,58%) e Nexi (-3,42%), mentre Enel lascia sul campo il 2,23%. Prosegue invece la corsa di Leonardo (+4,22%), in vista dell’Ipo di Drs e di Atlantia (+3,788%), nel giorno in cui il Cda di Cdp esamina la proposta per Aspi insieme a Blackstone e Macquarie. Bene Stellantis (+1,41%), Exor (+1,4%) e Unicredit (+1,3%), a differenza di Mps e Banco Bpm (-0,7% entrtambe). Più caute Eni (+1%) e Tenaris (+0,48%), favorite dal greggio che rallenta però la corsa (Wti +0,7% a 62,13 dollari). Arretra Astm (-0,23%), che si mantiene comunque sopra l’Opa di Gavio e Ardian. Gira in calo Fiera Milano (-0,7%), nel giorno dei conti e del piano al 2025.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo e Falcon avviano i lavori per l’eliporto di Expo 2020
E a Dubai mostrerà anche l’innovazione del convertiplano Aw609
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
11:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo e Falcon Aviation Services “hanno avviato i lavori di costruzione del nuovo terminal elicotteristico che faciliterà la mobilità da e per il sito di Expo 2020 che inizierà il prossimo ottobre a Dubai”. Progetto “innovativo”, evidenzia la società: “Il design si basa su un nuovo concetto di terminal, combinando eliporto, aree commerciali e lounge in un’unica struttura integrata all’interno città”, ed “è caratterizzato da un design fortemente ecologico, essendo costituito con materiali riciclabili e modulari che ne permetteranno, all’occorrenza, in trasporto e il dislocamento in altre aree, al modificarsi delle esigenze”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Falcon Aviation Services “utilizzerà il nuovo terminal per fornire esclusivi servizi di trasporto in elicottero”; L’alleanza con il gruppo italiano dell’aerospazio, difesa e sicurezza punta “sui modelli AW169, AW139 e AW189 di Leonardo.
In occasione di Expo 2020 Dubai, “Leonardo illustrerà anche le capacità del convertiplano AW609, un prodotto all’avanguardia nel campo aerospaziale che rivoluzionerà la mobilità nel prossimo futuro: destinato a ricevere la certificazione civile, l’AW609 combina decollo e atterraggio verticale, come un elicottero, con le prestazioni di un aeroplano”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa debole con futures, giù microchip, Milano -1,2%
Spread si assesta sopra quota 94 punti, atteso intervento Powell
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
11:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si confermano in ribasso le principali borse europee, che hanno invertito la rotta a metà mattinata insieme ai futures Usa dopo i dati sul Pil dell’industria italiana nel 2020, sceso dell’11,5%. La peggiore è Francoforte (-1,7%), preceduta da Milano (-1,2%), Parigi (-0,6%) e Londra (-0,45%) e Madrid (+0,34%), che resiste in territorio positivo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In arrivo dagli Usa il Redbook mensile sul commercio, l’indice dei prezzi delle abitazioni, la fiducia dei consumatori, gli indici della Fed di Richmond e di Dallas, mentre il presidente della Fed Jerome Powell è atteso alla commissione banche del Senato per un intervento. Attese in serata le scorte settimanali di greggio americane.
Rallenta la corsa il greggio (Wti +0,75%) che si porta a 62,17 dollari a 62,82 dollari), salgono invece alluminio, rame, oro e argento, a differenza del minerale di ferro e dell’acciaio. Invariato il quadro valutario, con il dollaro stabile sull’euro a 1,21 e debole sulla sterlina a 1,4. La divisa britannica avanza anche sull’euro, che viene scambiato a 1,158. Si confermando così il record dall’aprile del 2018.
Positivi ma sotto ai massimi della mattinata i petroliferi Bp (+2,11%), Total (+1,75%), Shell (+0,79%) ed Eni (+0,27%).
Confermate le prese di beneficio sui produttori di microprocessori, da Stm (-5%) a Infineon (-4,84%) e Asml (-3,49%). Effetto conti su Hsbc (-1,42%), che si muove in controtendenza rispetto a Bbva (+2,84%), Lloyds (+1,95%) e Santander (+1,12%). Deboli Banco Bpm (-2,57%), Bper (-1,88%), Intesa (-1,19%) e Unicredit (-0,3%) in Piazza Affari, dove prosegue la corsa di Atlantia (+3,65%), nel giorno in cui il Cda della Cdp esamina l’offerta su Aspi insieme a Blackstone e Macquarie. Bene anche Leonardo (+1,88%), che dimezza comunque il rialzo in attesa di novità sull’Ipo di Drs. Si conferma sopra l’Opa di Gavio e Ardian Astm (-0,23% a 25,62 euro) dopo il rally della vigilia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps: effetto Covid, +22% malattia nel IV trimestre
Si registra un incremento del numero dei certificati rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
12:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel quarto trimestre del 2020 i certificati di malattia sono stati 7.155.050 con un aumento del 22% rispetto ai 5.864.193 dell’ultimo quadrimestre del 2019. Lo rileva l’Inps nell’Osservatorio sulla malattia sottolineando che “l’incremento è dovuto probabilmente alla seconda ondata dell’epidemia da Covid-19”.
Si registra un incremento del numero dei certificati rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, più accentuato per il settore privato (+25,6% con 5.512.765 certificati) rispetto a quello pubblico (+11,2% con 1.642.285). I giorni di malattia salgono da 29,3 milioni a 45,5 con una crescita del 55% anche a causa della durata della morbilità più lunga e dell’effetto quarantena.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano riduce calo (-0,9%), sale spread, bene Atlantia
Corre anche Leonardo, sotto pressione Amplifon, Stm e Diasorin
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
12:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Riduce il calo Piazza Affari, reduce dal calo del Pil dell’industria dell’11,5% nel 2020.
L’indice Ftse Mib cede lo 0,9%, mentre sale lo spread tra Btp e Bund tedeschi fino a sfiorare i 96 punti base.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sul paniere principale prevalgono le vendite, da Amplifon (-4,2%) a Stm (-3,3%), insieme al resto del comparto in Europa, e Diasorin (-3,35%), nonostante il via libera negli Usa per due nuovi test sierologici. Sotto pressione anche Pirelli (-2,2%), Inwit (-2,18%) ed Enel (-2,15%) insieme ai bancari Banco Bpm (-2%) ed Mps (-1,11%). Più caute Bper (-0,8%) e Intesa (-0,36%), in rialzo Unicredit (+0,38%).
Prosegue la corsa di Atlantia (+3,6%), nel giorno in cui il Cda di Cdp esamina la proposta per Aspi insieme a Blackstone e Macquarie. Confermato anche lo sprint di Leonardo (+2,67%), seppure al di sotto dei massimi, in vista dell’Ipo di Drs. Bene anche Exor (+1,62%), Recordati (+1,25%), Unipol (+1,08%) ed Eni (+0,72%), favorita in parte dal greggio. Poco mosse Stellantis (+0,5%) e Tenaris (+0,24%), invariata Tim nel giorno del Cda sui conti e sulle nomine per il rinnovo dell’organismo in assemblea il prossimo 31 marzo. Pochi movimenti anche per Astm (-0,23%), che si mantiene comunque sopra l’Opa di Gavio e Ardian, e Fiera Milano (-0,35%), nel giorno dei conti e del piano al 2025.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Immobili: Sogeea, +63% aste negli ultimi sei mesi
Due case su tre costano meno di 100mila euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
13:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Negli ultimi sei mesi il mercato delle aste immobiliari fa registrare “un aumento del +63%. Due case su tre costano meno di 100mila euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nelle Isole l’aumento è del +284%”. Lo rileva il Centro Sogeea nel suo Rapporto semestrale sulle aste immobiliari in Italia presentato oggi in Senato. “Circa 1/3 delle abitazioni all’asta si concentra nel nord Italia, macroarea in cui l’impennata è stata di quasi il 30%”, prosegue il rapporto. “Le case che costano meno, sotto i 200mila euro, sono l’89%. Questa crisi colpisce, ancora una volta, le fasce più deboli”, sottolinea Sogeea. Nello specifico “le procedure rilevate a fine 2020 sono 15.146, a fronte delle 9.262 rilevate nel precedente mese di luglio” pari quindi al +63,5% in sei mesi. Circa un terzo delle abitazioni in vendita (5.798 unità) si concentra nel Nord del Paese, macroarea in cui l’impennata delle procedure forzate è stata pari al +27,7%.
Ancora più severo il dato del Mezzogiorno, ma la brusca risalita è trascinata dalle Isole, dove l’aumento si attesta al +284% (2.105 contro le 584 del semestre precedente) e del +113% nella parte peninsulare (3.027 a fronte delle 1.423 di luglio 2020).
Grave la situazione anche al Centro dove si è verificato un aumento del +64%, le procedure rilevate a fine 2020 sono 4.216, mentre quelle di sei mesi fa erano 2.566″. In testa alla classifica delle Regioni la Lombardia, con 2.100 immobili. A seguire ci sono il Lazio (1727 immobili, +118% rispetto a luglio 2020), la Sicilia (1564 immobili, +250%) e il Piemonte (1532 immobili, più del doppio rispetto allo scorso semestre). Saldo negativo per il Veneto (333 immobili rispetto ai 1517 del semestre precedente), la Liguria (286 rispetto ai 334 di luglio 2020) e il Molise (49 immobili rispetto ai 54 precedenti). Sopra quota mille immobili ci sono la Campania (1187 unità, rispetto ai 437 del semestre scorso), le Marche (1028 rispetto ai 678 del semestre precedente), la Toscana (1131 rispetto ai 1063 di luglio 2020).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Immobiliare: Jll, in calo locazioni uffici a Roma e Milano
Ma sul lungo termine settore guiderà trasformazione spazi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
14:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In calo, nel 2020, le locazioni del settore uffici a Milano e Roma a causa della crisi Covid.
Secondo il report stilato da Jll a Milano, il volume delle locazioni ha raggiunto i 280.000 mq, in calo del 40% a/a e del 25% rispetto alla media.
A Roma ha toccato i 120.000 mq, in calo rispetto alla media degli ultimi anni pari a 187.000 mq.
La domanda di spazi per uffici è stata dominata da deal sotto i 500 mq e da spazi per uffici di grado A (66%) e ha riguardato soprattutto uffici situati nelle zone periferiche. Dopo il record del 2019, l’assorbimento ha registrato un rallentamento sia a Milano che a Roma a causa della forte incertezza derivante dalla situazione pandemica. “A lungo termine – nota Jll .- è probabile che gli adattamenti degli uffici guidino la domanda di spazio: posti a sedere confortevoli, spazi collaborativi più o meno informali, spazi flessibili e amenità costituiranno la base per un nuovo uso e una nuova impronta dell’ufficio. Nel 2020 il settore degli uffici si è confermato dinamico, registrando nel 2020 52 transazioni e rappresentando il 43% dei volumi con circa 3,6 miliardi di euro”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bitcoin: perde 14% dopo parole Yellen, scende a 47.000 dlr
Dopo record oltre 58.000 dollari toccato nel fine settimana
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
14:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo il record sopra i 58.000 dollari toccato nel fine settimana, il Bitcoin crolla del 14 per cento e scende a 47.255 dollari. A pesare è la netta bocciatura del segretario al Tesoro degli Stati Uniti, Janet Yellen, che ha definito la criptovaluta uno strumento inefficiente, spesso utilizzato per finanziamenti e transazioni illecite, evidenziando anche l’enorme quantità di energia necessaria per le transazioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Easyjet: prenotazioni schizzano su fine lockdown, +7% in Borsa
Titoli compagnie salgono su prospettive allentamento lockdown
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
14:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’impegno del primo ministro britannico, Boris Johnson, per iniziare ad allentare a breve il blocco imposto per arginare il coronavirus fa schizzare le prenotazioni di voli Easyjet, spingendo il titolo della compagnia alla Borsa di Londra a +6,7 per cento. A salire sono sulla stessa scia anche Ryanair (+1,5%) e Iag (+1,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le prenotazioni registrate fino a lunedì sera, ha annunciato Easyjet, sono aumentate del 337% rispetto alla scorsa settimana e quelle per i periodi di vacanza del 630%, segno della ritrovata fiducia dei cittadini inglesi. Johnson ha affermato ieri di puntare ad un ritorno alla quasi normalità entro l’estate, presentando una strategia che vuole “prudente” ma “irreversibile” e che inizierà con la riapertura delle scuole ai primi di marzo.
Il settore del trasporto aereo è stato uno dei più colpiti dalla pandemia e dalle misure restrittive per arginarla, che hanno determinato un crollo del traffico a partire dallo scorso marzo, con una breve ripresa solo in estate. Easyjet ha registrato un crollo del fatturato nel primo trimestre del suo anno fiscale e prevede di utilizzare solo il 10% della sua capacità nel trimestre in corso, proprio a causa del lockdown in Inghilterra e delle molteplici restrizioni sui viaggi internazionali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano cede 1,4%, stop Saipem e Tenaris col greggio
Giù anche Stm e frena Leonardo con Wall Street e Nasdaq
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
15:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari si indebolisce (-1,47%) al pari degli altri listini europei dopo l’apertura in calo di Wall Street dove sono soprattutto i tecnologici del Nasdaq sotto pressione, come alla vigilia, interrompendo la corsa dell’ultimo anno.
Resta in luce Atlantia (+3,94%) in attesa dell’offerta di Cdp, Blackstone e Macquarie per l’88% di Aspi che secondo la stampa potrebbe collocarsi nella parte alta della forchetta di 8,5-9,5 miliardi.
Bene anche Unicredit malgrado lo spread in risalita a 96,7 punti (+2,28%). Arresta invece la salita Leonardo andato incontro a uno stop e poi ripartita (+0,9%). Sono finiti per breve in asta di volatilità poi i ‘petroliferi’ Tenaris (-1,6%), in attesa di conti, e Saipem (-2,7%) con il greggio che perde terreno.
Stop al ribasso infine per Stm (-5%) già sotto pressione in mattinata insieme ai competitors del settore e in linea con i tecnologici.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Industria: Istat, nel 2020 fatturato -11,5%
Cresce fatturato mezzi trasporto, crolla abbigliamento
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
10:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A causa dell’emergenza sanitaria, il fatturato dell’industria nel 2020 registra un calo dell’11,5% rispetto al 2019 segnando il peggior risultato dal 2009. Lo rileva l’Istat. A dicembre il fatturato aumenta dell’1% su novembre e cala dello 0,5% su dicembre 2019 (dato corretto per gli effetti di calendario).
Gli ordinativi a dicembre salgono dell’1,7% su novembre. A fronte di un calo complessivo a dicembre del fatturato dello 0,5% su dicembre 2019 si è registrata una crescita del fatturato dei mezzi di trasporto del 38,9% e un calo per quello dell’industria dell’abbigliamento del 19,4%. Si è avuto un calo del fatturato per l’industria dei Coke e prodotti petroliferi raffinati del 30,7%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Salvini da Draghi: ‘Abbiamo parlato di riaperture’
Patuanelli: ‘Protocollo con Cts per ripartenza della ristorazione. Dobbiamo aver forza di far tornare persone a ristorante’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 febbraio 2021
14:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Attraverso il Cts, comitato tecnico scientifico del ministero della Salute, stiamo lavorando a protocollo per consentire alla ristorazione la ripartenza”. Lo ha annunciato il ministro delle Politiche agricole Stefano Patuanelli, intervenuto in streaming al Consiglio nazionale della Coldiretti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’impatto della pandemia sulla ristorazione, ha aggiunto, “è un tema che conosco bene. Il Fondo pensato a inizio anno è stato utile, ma ora dobbiamo avere la forza di garantire alle persone di poter tornare al ristorante. Anche perché ci sono comparti fornitori, come quello del vino in grande sofferenza”.
La proposta di Matteo Salvini sui ristoranti aperti anche a cena “è ragionevole”, ha detto il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini a ‘L’aria che tira’ su La7, specificando che questo potrebbe valere “laddove nel territorio non si hanno troppi rischi di contagio”. Cioé “dove le cose vanno in maniera migliore si può ragionare, con controlli più serrati, dove ci sono meno rischi”, con l’obiettivo “di dare ossigeno a qualche attività”.
Matteo Salvini ha incontrato il premier Mario Draghi: “Abbiamo parlato di riaperture. Sarebbe banale parlare di sottosegretari”, ha dettto uscendo da Palazzo Chigi il leader della Lega. Sulla squadra dei sottosegretari “non ho da commentare nulla. Noi siamo a posto. Noi saremmo pronti a partire anche adesso fra un minuto, altri hanno difficoltà”.   VAI ALLA POLITICA

Economia tutte le notizie. Tutte in tempo reale ed aggiornate! LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 10 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:31 DI LUNEDì 22 FEBBRAIO 2021

ALLE 02:06 DI MARTEDì 23 FEBBRAIO 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Recovery: Confindustria, ora avanti riforma politiche lavoro
Apprezzabile intenzione Draghi. Parti sociali nella governance
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
12:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per Confindustria è “apprezzabile l’intenzione del nuovo Governo di procedere a una riforma delle politiche attive del lavoro, che deve necessariamente coinvolgere le parti sociali”. La dg di via dell’Astronomia, Francesca Mariotti, lo sottolinea come elemento di novità, oggi, nella tornata di audizioni sul Recovery Fund di fronte alle commissioni riunite Bilancio e Politiche europee di Camera e Senato, con un intervento che più in generale ribadisce la posizione già espressa in Parlamento dall’associazione degli industriali (dalla mancanza del “livello di dettaglio” chiesto dall’Ue”, “mancano i progetti”, e “manca una visione strategica di politica industriale”, agli indirizzi “frammentari e parziali” per la riforma del fisco).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intanto le intenzioni sulle politiche attive di Mario Draghi rassicurano via dell’Astronomia che, con un riferimento in questo caso al piano di ripresa e resilienza, ribadisce di ritenere “insufficienti gli interventi su Lavoro e Politiche attive”, e che una “riforma degli ammortizzatori è urgente e non procrastinabile”.
Ancora con un riferimento all’intervento programmatico del Presidente del Consiglio, Confindustria ribadisce anche quanto sia “evidente nella bozza la lacuna riguardante la governance del piano, che il Governo Draghi intende incardinare presso il Mef”: gli industriali suggeriscono “di individuare, per ciascuna linea di intervento, un unico responsabile”, e sottolineano ancora una volta che “un ruolo attivo nella governance andrà riconosciuto anche agli attori sociali”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Inail valuta su risarcimento per chi non si vaccina
In assenza obbligo difficile non pagare
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
13:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I lavoratori della sanità che rifiutano il vaccino potrebbero rischiare di non avere il risarcimento per l’infortunio sul lavoro nel caso dovessero ammalarsi di Covid. La questione è sul tavolo dell’Inail che ha ricevuto una richiesta in questo senso dall’Ospedale san Martino di Genova che ha posto un quesito giuridico all’Ente a proposito di personale infermieristico che dopo aver rifiutato di sottoporsi al vaccino anti Covid è risultato contagiato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quindi si deve valutare se la persona contagiata è da considerarsi in malattia o in infortunio sul lavoro.
La questione è complicata perché il vaccino non è obbligatorio e prima di chiudere l’istruttoria (entro trenta giorni) l’Inail sarebbe orientato a chiedere lumi al Ministero del lavoro, vigilante, a quello della Sanità e al Garante della Privacy. E’ probabile che il risarcimento non possa essere negato in assenza di obbligatorietà del vaccino, ma la questione, qui posta per la prima volta, aprirà probabilmente alla necessità di regole diverse almeno per il personale sanitario.
Sul tema va registrata l’opinione del consigliere d’amministrazione Cesare Damiano che oggi sul Corriere della Sera ha detto, sottolineando di parlare a titolo personale, di ritenere “logico che chi decide di non vaccinarsi e svolge una mansione a rischio poi non possa chiedere il riconoscimento dell’infortunio sul lavoro”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa si conferma in rosso, Milano -0,66%
Negativi anche future su Wall Street, spread vicino a 95 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
13:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee si confermano in rosso a metà seduta sulle incertezze legate al Covid e alle varianti. A zavorrare i listini è poi il timore che risalga l’inflazione con le materie prime in crescita e in particolare il rame sui massimi dal 2011.
Negativi anche i future su Wall Street.
L’indice d’area europeo, lo Stoxx 600, cede lo 0,77% con le vendite che colpiscono i titoli legati all’informatica e ai beni di primi necessità. Tra le singole Piazze Milano è la peggiore con il Ftse Mib che perde lo 0,66% Resta l’evidenza di Atlantia (+4,3%) con offerta di Cdp per Aspi e soprattutto Astm (+27%) che viaggia sul prezzo (25,6 euro) dell’opa volontaria dei Gavio e di Ardian. Francoforte cede lo 0,53% nonostante l’indice Ifo, sia salito a sorpresa segnando 92,4 punti, Cali anche per Londra (-0,45%) e Parigi (-0,42%). Lo spread tra Btp e Bund è vicino ai 95 punti con il rendimento del decennale italiano allo 0,64%. L’euro resta stabile a 1,21 dollari. Lo è anche il petrolio con il wti che sfiora i 60 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Visco, Bankitalia più sui social ma no ai dibattiti in tv
Governatore, disponibili a interviste e approfondimenti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
14:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Banca d’Italia è impegnata nel migliorare e rendere più efficace la sua comunicazione anche attraverso una maggiore presenza “sui social media” in modo da raggiungere anche le generazioni più giovani ma il governatore Ignazio Visco ribadisce il no alla sua partecipazione “ai dibattiti televisivi”. Nell’incontro virtuale con i media nell’ambito della revisione della strategia di politica monetaria, Visco ha spiegato di “essere invitato continuamente” a questi programmi tv “per andare a interagire con altri punti di vista.
Per me sarebbe una difficoltà notevole, visto il tipo di confronto, ma credo che noi tutti di Banca d’Italia possiamo intervenire più spesso, anche nelle trasmissioni televisive, con interviste e approfondimenti per dare quei chiarimenti e punti di vista che credo siano utili per rendere più moderna ed efficace la nostra azione”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a New York a 60,06 dollari
Quotazioni salgono dell’1,38%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
22 febbraio 2021
15:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio è in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dell’1,38% a 60,06 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre negativa, Dj -0,51%, Nasdaq -1,11%
S 500 perde lo 0,65%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
22 febbraio 2021
15:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre in calo. Il Dow Jones perde lo 0,51% a 31.335,90 punti, il Nasdaq cede l’1,11% a 13.719,86 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,65% a 3.881,21 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aspi: Tci, opa Astm conferma nostra valutazione 11-12 mld
Amouyal, senza decreti illegittimi fame investimenti in Italia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
15:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La valutazione che deriva dall’offerta per la quota di minoranza di Astm, più che giustifica la nostra valutazione di 11-12 miliardi per l’88% di Aspi”. Lo afferma Jonathan Amouyal, partner del fondo Tci, secondo azionista di Atlantia, riferendosi al valore per azione usato nell’opa lanciata dalla famiglia Gavio e dal fondo Ardian per Astm riparametrato sui fondamentali di Aspi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Questo dimostra anche che senza decreti illegittimi, c’è fame di investimenti in infrastrutture in Italia”, aggiunge, riferendosi al contestato decreto Milleproroghe del 2019.
L’opa su Astm intanto spinge il titolo in Borsa. Dopo uno stop iniziale perché non riusciva a far prezzo, Astm è entrata agli scambi in Borsa con il botto, avanzando del 26,6% a 25,48 euro, dopo l’offerta pubblica di acquisto volontaria lanciata dalla famiglia Gavio e dal fondo Ardian a 25,6 euro. Il titolo si è allineato al prezzo dell’opa e ha fatto registrare il record del volume degli scambi, cresciuti di 47 volte rispetto alla media giornaliera.
Corre in Borsa anche il titolo di Atlantia, con l’offerta vincolante di Cdp insieme ai fondi Blackstone e Macquarie per l’88,06% di Aspi pronta per il vaglio del consiglio di amministrazione di Cassa, che la esaminerà oggi prima dell’invio ad Atlantia che la attende entro mercoledì.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa resta in calo dopo Wall Street, Milano -0,6%
Spread sotto i 94 punti, petrolio sopra i 60 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
15:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee restano in rosso con Wall Street in negativo. A pesare sono le incertezze legate al Covid e alle varianti e il timore che risalga l’inflazione con le materie prime in crescita e in particolare il rame sui massimi dal dieci anni.

L’indice d’area, lo Stoxx 600, cede lo 0,58% con le vendite che colpiscono i titoli legati all’informatica e ai beni di primi necessità. Tra le singole Piazze Milano perde lo 0,68% Resta l’evidenza di Atlantia (+4%) con offerta di Cdp per Aspi e soprattutto Astm (+27,3%) che viaggia sul prezzo (25,6 euro) dell’opa volontaria dei Gavio e di Ardian. Riducono le perdite Francoforte (-0,3%), Londra (-0,37%) e Parigi (-0,19%).
Lo spread tra Btp e Bund è sotto i 94 punti con il rendimento del decennale italiano che scende allo 0,58%. L’euro resta stabile a 1,21 dollari. Lo è anche il petrolio con il wti sopra i 60 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Trasporto aereo: Fit-Cisl, rischio implosione intero sistema
In Lombardia ammortizzatori sociali per quasi 15mila addetti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
16:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La crisi del trasporto aereo rischia di essere “la crisi non di una singola azienda, ma di un intero sistema”. Lo afferma il segretario generale della Fit Cisl Lombardia Giovanni Abimelech secondo il quale il sistema “se non adeguatamente aiutato, rischia di implodere su se stesso, generando una vera e propria ecatombe occupazionale anche in Lombardia”.
Proprio nella regione tra diretti ed indiretti il settore conta “circa 15mila addetti”, di cui “la quasi totalità è già stata coinvolta dagli ammortizzatori sociali”. Secondo il sindacalista “la crisi, purtroppo, è ben lungi dall’essere risolta e gli esperti individuano la data del 2024 come riferimento indicativo affinché possa esserci una ripresa ‘compiuta’ del settore”.
Nel frattempo, sottolinea il segretario generale della Fit Cisl regionale, “si misurano gli effetti del Covid-19 sul trasporto aereo in Lombardia, dal -88% di passeggeri trasportati a Malpensa, al -63% di traffico merci a Linate”.
Numeri “rilevanti” secondo Abimelech, in quanto “la Lombardia rappresenta oltre il 20% sul totale dei passeggeri trasportati in Italia e il 40% del trasporto cargo nazionale”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
S&P, Pil Italia a +5,3% nel 2021, debito può stabilizzarsi
Agenda riforme governo non ha impatto su rating
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
16:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Prevediamo una ripresa della crescita economica dell’Italia al 5,3% nel 2021, sulla base di una normalizzazione della situazione sanitaria e del mantenimento dello stimolo di bilancio e monetario”. Lo scrive Standard & Poor’s in un report sull’Italia, secondo cui un uso efficace del Next Generation Eu da parte del Governo “potrebbe dare una forte spinta agli investimenti pubblici”, che sono rimasti circa il 30% inferiori rispetto ai livelli precedenti la grande crisi finanziaria di un decennio fa.
S&P prevede un defciit/Pil vicino all’8% quest’anno, ma scrive anche che “la potenziale ripresa del Pil significa che il rapporto debito/Pil potrebbe stabilizzarsi quest’anno”.
Standard & Poor’s sostiene anche che “l’ambiziosa” agenda di riforme del governo Draghi non ha un impatto immediato sul rating dell’Italia”.   VAI ALLA POLITICA   VAI ALLA TECNOLOGIA   VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO   VAI ALLA CRONACA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano chiude a -0,55%
Ftse Mib a 23.009 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 febbraio 2021
17:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano chiude in calo.
Il Ftse Mib cede lo 0,55% a 23.009 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude debole, Francoforte -0,30%
Londra -0,14%, Parigi -0,11%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
17:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee chiudono in calo.
Francoforte cede lo 0,30% con il Dax a 13.951 punti.
Londra registra un -0,14% con il Ftse 100 a 6.614 punti mentre Parigi registra un -0,11% con il Cac 40 a 5.767 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund chiude in lieve calo a 93,6 punti
Il rendimento del decennale allo 0,59%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
18:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in lieve calo per lo spread tra Btp e Bund tedeschi, a 93,62 punti base, rispetto all’apertura di giornata, a 94 punti. Nel primo pomeriggio aveva toccato i 96,4 punti base e poco dopo l’apertura era stato a 92,66 punti e aveva chiuso a 93 punti venerdì.

Il rendimento del decennale italiano è allo 0,59%, dopo avere toccato nel pomeriggio un minimo dello 0,58% e un massimo dello 0,66%. All’apertura di giornata era allo 0,65% e nella chiusura della settimana passata allo 0,62%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude debole con farmaceutici, vola Astm
In evidenza anche Atlantia, Pirelli, Tenaris e Saipem
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
18:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta all’insegna della debolezza per la Borsa di Milano (Ftse Mib -0,55% a 23.009 punti in chiusura) così come le altre Piazze sulle incertezze legate al Covid e alle varianti e sul timore che risalga l’inflazione nel’eurozona. In lieve calo lo spread tra Btp e Bund a quota 93,6 punti con il rendimento del decennale italiano allo 0,59%.
Male il settore farmaceutico con Diasorin (-3,07%) e Recordati (-3,38%), quest’ultima in scia ai dati del 2020 che hanno segnato ricavi e utile in flessione. Vendite poi su Moncler (-2,66%), St (-2,28%) e Nexi (-2%). Mentre si è messa in evidenza invece Atlantia (+4,62%) in attesa che Cdp, con Balckstone e Macquarie, presenti la propria offerta per Autostrade per l’Italia. Su di giri Astm (27,6%) che si allinea al prezzo (25,6 euro) dell’opa volontaria e totalitaria lanciata dai Gavio e dal fondo Ardian. Nel paniere principale bene anche Pirelli (+3,97%), Tenaris (+3,76%) e Saipem (+3,49%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Carige: ex ad Fiorentino indagato per aggiotaggio a Milano
Pm in attesa relazione Gdf. Al vaglio esposto su commissari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
22 febbraio 2021
18:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’ex Ad Carige Paolo Fiorentino è indagato per aggiotaggio dalla procura di Milano in relazione alla semestrale del 2018. Il pm Paolo Filippini, titolare del fascicolo assieme all’aggiunto Maurizio Romanelli, sono in attesa di una informativa conclusiva del nucleo speciale di polizia valutaria della Gdf, in vista della chiusura dell’inchiesta a carico non solo del banchiere ma anche dell’allora responsabile della tenuta delle scritture contabili.

Al vaglio degli inquirenti anche una denuncia di Malacalza sull’operato degli ex commissari straordinari della banca tra il 2019 e gennaio 2021.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: possibile impatto 2,3 punti su Pil nel 2025
+275mila occupati e -0,7 punti disoccupazione, prima simulazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
19:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Una prima valutazione macroeconomica del possibile impatto addizionale del Pnrr indica che “nel 2025 il Pil registrerebbe uno scostamento positivo di 2,3 punti rispetto allo scenario base”. L’aumento del Pil “sarebbe associato ad un miglioramento dell’occupazione pari a circa 275 mila occupati e ad una riduzione del tasso di disoccupazione di 0,7 punti percentuali”.

E’ il risultato della simulazione compiuta dall’Istat e indicato nel corso dell’audizione alle Commissioni riunite Bilancio e Politiche dell’Unione europea del Senato, sulla proposta di Piano nazionale di ripresa e resilienza. Inoltre, l’aumento degli investimenti “determinerebbe sia il rialzo della loro quota sul Pil, che tornerebbe sopra il 19%, sia una loro ricomposizione a favore di quelli in beni intangibili, con positivi effetti sulla produttività del lavoro”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confindustria Moda, fatturato 2020 -26%, scende a 72,5 mld
Recupero nel terzo trimestre e primi mesi del 2021 a -18,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
15:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’industria italiana della moda ha perso 25 miliardi di euro nel 2020 rispetto al 2019. Emerge dal dato preliminare del fatturato, pari a 72,5 miliardi (-26%), presentato dal condirettore di Confindustria moda, Gianfranco Di Natale, in una conferenza stampa online, tracciando un primo bilancio del 2020 e alcune previsioni per il 2021.
“Un calo importante – ha commentato sul fatturato il presidente di Confindustria Moda, Cirillo Marcolin – che fotografa una situazione drammatica, nonostante una ripresa nel quarto trimestre e il fatto che le imprese, anche piccole e medie, pur se meno dei grandi gruppi, hanno mostrato relativa dinamicità”.
Nei primi mesi del 2021 si registra un trend simile a quello del trimestre precedente, con un calo del fatturato del -18,4%, ma con ancora una contrazione delle perdite. Anche per il secondo trimestre del 2021 è attesa un’attenuazione della flessione, con un calo previsto di circa il -10%. Niente livelli pre-Covid prima del 2023, secondo Marcolin.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bitcoin: Yellen, strumento molto speculativo, è inefficiente
Usato spesso per transazioni illeciti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
22 febbraio 2021
16:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Bitcoin è inefficiente ed è spesso usato per finanziamenti e transazioni illecite. Lo afferma il segretario al Tesoro americano, Janet Yellen, sottolineando che il Bitcoin è uno strumento “molto speculativo”.

Economia tutte le notizie in tempo reale! TUTTO IL MONDO ECONOMICO-FINANZIARIO è QUI COSTANTEMENTE AGGIORNATO E DETTAGLIATO! LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 15 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 22:47 DI SABATO 20 FEBBRAIO 2021

ALLE 12:31 DI LUNEDì 22 FEBBRAIO 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Astm:da Gavio e fondo Ardian opav totalitaria da 1,7 mld
Obiettivo delisting, punta a ulteriore rafforzamento gruppo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 febbraio 2021
22:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NAF 2, società posseduta al 100% da Nuova Argo Finanziaria che a sua volta è partecipata al 60% da Aurelia (Famiglia Gavio) e al 40% da Mercure (fondo Ardian), promuove un’offerta pubblica di acquisto volontaria finalizzata ad acquisire la totalità delle azioni di Astm.
L’esborso massimo, in caso di adesione totalitaria all’offerta da parte di tutti i titolari delle azioni – si legge in una nota – sarà pari 1.713.609.728 euro.
L’obiettivo è il delisting. Mediante l’Offerta e il Delisting, si intende rendere possibile una riorganizzazione del gruppo finalizzata all’ulteriore rafforzamento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Bonomi, pronti ad aprire le fabbriche per le vaccinazioni
Draghi è la discontinuità.Lavoro,serve ammortizzatore universale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
09:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pronti ad aprire le fabbriche per le vaccinazioni dei lavoratori e dei loro familiari. Così il presidente di Confindustria Carlo Bonomi in un’intervista in apertura di prima pagina su la Repubblica, dove parla anche della sua fiducia verso Mario Draghi e spiega che sullo sblocco dei licenziamenti si deve tornare alla normalità, riformando gli ammortizzatori sociali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo d’accordo con l’impostazione del presidente Draghi di coinvolgere i privati nel piano vaccinale – osserva Bonomi – i dipendenti delle aziende aderenti a Confindustria sono circa 5,5 milioni, se consideriamo una media di 2,3 componenti per nucleo familiare potremmo vaccinare più di 12 milioni di persone. Siamo disposti a mettere le fabbriche a disposizione delle comunità territoriali nell’ambito del piano nazionale delle vaccinazioni.
Abbiamo già inviato una nostra proposta operativa a Palazzo Chigi”.
“Sono certo che il presidente Draghi ascolterà le imprese”, dice, aggiungendo che devono essere ascoltate insieme con “i sindacati per trovare soluzioni rapide ed efficaci. Con Conte non c’è stato poco dialogo. Non c’è proprio stato”.
“Nel discorso programmatico ho ritrovato cose che Confindustria dice da tempo – rileva Bonomi – due esempi: che non possiamo scaricare sui giovani l’incremento del debito pubblico; che una riforma del fisco non si può fare a colpi di bonus bensì in maniera organica. La discontinuità è Draghi”.
Sul blocco dei licenziamenti: “Basta proroghe a ripetizione. La discussione non è licenziare sì o no. Il tema vero è come riformare le tutele per il lavoro sapendo che la pandemia ha accelerato la trasformazione dei processi produttivi. Il lavoro non si difende dov’era e com’era. Il punto è aumentare l’occupabilità delle persone, cioè la loro capacità di essere richiesti dal mercato. Siamo favorevoli ad una proroga selettiva. Sbloccare i licenziamenti non vuol dire affatto che ci sarà la corsa a licenziare”. La proposta di Confindustria punta a “introdurre un ammortizzatore universale, valido per tutti i lavoratori e per tutti i settori; favorevoli a rafforzare l’assegno di ricollocazione” e a “avviare politiche attive per il lavoro”. Poi rileva: “un’azienda come l’Alitalia non può essere perennemente sostenuta. Diverso è il caso dell’Ilva perché la produzione di acciaio è strategica per molte filiere produttive nazionali”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sul fisco, avverte Bonomi, “l’Irap va tolta: è una tassa inopportuna, inadeguata e anche folle”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Turismo: Garavaglia,lunedì vorrei firmare protocollo Regioni
A Sky Tg24, vaccinare tutti, chi fa prima è in vantaggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
08:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La prima cosa che vorrei fare lunedì è firmare con le Regioni un protocollo che faccia vedere che si lavora tutti insieme, in squadra, per promuovere l’Italia nel mondo”. Lo ha detto in un’intervista a Sky TG24 il ministro del Turismo Massimo Garavaglia che ha aggiunto “Sulle zone rosse deciderà chi di dovere, l’importante è fare quello che è giusto fare in modo serio e organizzato, pianificando per tempo”.

Per far ripartire il turismo italiano, “bisogna fare una cosa: fornire i vaccini a tutti perché il mercato è molto competitivo.
Chi chiude prima il percorso della vaccinazione ha un vantaggio.
L’Europa deve vincere insieme”.

L’Italia ha perso quote di mercato nel turismo negli ultimi 10 anni, “crescendo del 4,5%, mentre i nostri competitor del 6,5%. Quindi quello che dobbiamo fare è recuperarle – ha detto il neo ministro del Turismo – è evidente che quello che è successo è molto più grave di quello che ci si aspettava. Il premier Draghi ha detto una cosa fondamentale e cioè che l’industria del turismo sarà la prima a ripartire. Parleremo con il Premier e i colleghi: le risorse – ha concluso – vanno trovate all’interno del budget di 32 miliardi”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Astm:da Gavio e fondo Ardian opav totalitaria da 1,7 mld
Obiettivo delisting, punta a ulteriore rafforzamento gruppo
(2)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 febbraio 2021
15:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NAF 2, società posseduta al 100% da Nuova Argo Finanziaria che a sua volta è partecipata al 60% da Aurelia (Famiglia Gavio) e al 40% da Mercure (fondo Ardian), promuove un’offerta pubblica di acquisto volontaria finalizzata ad acquisire la totalità delle azioni di Astm. L’esborso massimo, in caso di adesione totalitaria all’offerta da parte di tutti i titolari delle azioni – si legge in una nota – sarà 1.713.609.728 euro.

L’obiettivo è il delisting. Mediante l’Offerta e il Delisting, si intende rendere possibile una riorganizzazione del gruppo finalizzata all’ulteriore rafforzamento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in rialzo (+0,84%)
Cambi: yen si rafforza su dollaro ed euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
22 febbraio 2021
01:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo apre la prima seduta della settimana col segno più, con gli investitori che tornano sul mercato dopo la fase di correzione degli ultimi tre giorni e la chiusura piatta a Wall Street. Il Nikkei mette a segno un aumento dello 0,84% a quota 30.270,37, con un guadagno di 252 punti.
Sul mercato valutario lo yen riprende a rafforzarsi sul dollaro a 105,60 e sull’euro a 127,90.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I Boeing 777 ispezionati in Usa e fermati in Giappone
Nuova grana per l’azienda Usa dopo l’incidente della United
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
22 febbraio 2021
04:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nuova grana per Boeing. I 777 con motori PW4000 devono essere “ispezionati di emergenza” e questo vorrà “probabilmente dire che alcuni aerei saranno rimossi dal servizio”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’ordine della Federal Administration Aviation risuona anche in Giappone, dove le autorità chiedono alle compagnie aeree nazionali di lasciare a terra i 777 con PW 4000 fino a nuovo ordine.
La decisione della Faa segue l’incidente di United Airlines a Denver, quando uno dei suoi velivoli – un 777 con PW4000 – è stato costretto a rientrare poco dopo il decollo a causa di un motore in fiamme che ha causato una pioggia di detriti nell’area circostante la città del Colorado. Un atterraggio di emergenza che non ha causato feriti fra i 231 passeggeri e i 10 membri dell’equipaggio, diretti inizialmente a Honolulu. Nessun ferito neanche a terra, dove molti detriti sono caduti in strade e giardini. Proprio United ha annunciato la sospensione temporanea dei suoi 24 Boeing 777 con motori PW400 prodotti da Pratt & Whitney, divisione di Raytheon Technologies. “Siamo in contatto con le autorità e continueremo a lavorare con loro per determinare le ulteriori misure necessarie per assicurare che i nostri8 aerei soddisfino i più rigorosi standard di sicurezza e possano tornare a volare”, afferma United. Per Boeing si tratta di un nuovo colpo dopo lo scandalo del 737 Max, lasciato a terra per un anno. Il caso è anche un test per la Faa, travolta dalle critiche per il 737 Max per la lentezza nell’azione e per non aver condotto i test necessari sul velivolo prima dell’autorizzazione a volare.
Il ministero dei Trasporti giapponese ha ordinato alle aerolinee domestiche, All Nippon Airlines (Ana) e Japan Airlines (Jal), di sospendere temporaneamente i voli che riguardano i Boeing 777. Ana e Jal posseggono rispettivamente 19 e 13 aerei 777-200 all’interno della propria flotta, e hanno detto che si adegueranno alle direttive. Un incidente simile aveva coinvolto un altro Boeing 777 della Japan Airlines lo scorso 4 dicembre durante un volo partito da Tokyo Haneda e diretto a Naha, nell’isola di Okinawa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro stabile in avvio a 1,2116 dollari
La valuta europea scambiata a 128 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
08:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’euro è stabile sul dollaro in avvio di giornata: la moneta unica viene scambiata a 1,2116 dollari, con una variazione minima del -0,02%. Leggero rialzo invece nei confronti dello yen a 128,06, pari a +0,21%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: prezzi in rialzo, Wti sfiora 60 dollari
Brent torna a vedere i 64 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
08:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzi del petrolio di nuovo in rialzo dopo le prese di beneficio degli ultimi giorni della scorsa settimana. Il Wti americano con consegna a marzo sfiora i 60 dollari al barile a 59,96, pari a +1,22%.
Il Brent con consegna ad aprile scambiato sulla piazza di Londra guadagna invece l’1,37% e torna a vedere i 64 dollari a 63,77 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund apre stabile a 94 punti base
Rendimento del decennale italiano sale allo 0,65%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
08:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund tedeschi è sostanzialmente stabile questa mattina a 94 punti base dai 93 delle chiusura di venerdì. Sale però il rendimento del decennale italiano, ora allo 0,65% da 0,62% di venerdì scorso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in rosso, solo Tokyo in rialzo
Shanghai -1,45%, Hong Kong -0,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
08:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse in Asia scivolano in terreno negativo, solo Tokyo tiene in rialzo dello 0,46 per cento. Gli indici cinesi Shanghai -1,45% e Shenzhen -2,11% peggiorano sul finale.
Hong Kong ha perso lo 0,4% ma restano ben comprati i titoli dei produttori di metalli e le criptovalute.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Antitrust: 2 milioni di multa a Sky per pratiche scorrette
Su pacchetti di abbonamento pay tv “Sky Calcio” e “Sky Sport”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
08:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Antitrust ha irrogato a Sky sanzioni per 2 milioni di euro per aver adottato tre pratiche commerciali scorrette nei confronti dei clienti titolari dei pacchetti di abbonamento pay tv “Sky Calcio” e “Sky Sport”.
I clienti titolari dei pacchetti, spiega l’Autorità in una nota, non hanno beneficiato della rimodulazione o del rimborso dei canoni mensili dopo la sospensione delle partite per l’emergenza da Covid 19.
Secondo l’Autorità, inoltre, sono state scarse e inadeguate le informazioni relative allo “Sconto Coronavirus”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In primo luogo, spiega nel dettaglio il Garante, Sky non ha riconosciuto, a fronte dell’emergenza sanitaria Covid 19 e della conseguente sospensione della trasmissione in diretta delle competizioni sportive, la rimodulazione o il rimborso automatico dei canoni mensili dei pacchetti, dal momento in cui gli eventi sportivi in diretta sono stati sospesi e fino alla loro ripresa.
“Gli effetti di tale pratica scorretta – sottolinea l’Antitrust – si sono riversati sia sui clienti che sono rimasti vincolati all’abbonamento, in attesa di una futura ripresa degli eventi sportivi sospesi, e che hanno continuato a pagare come prima per la fruizione di un’offerta notevolmente impoverita, sia sui clienti che invece per questo hanno deciso di recedere dal contratto”.
L’Autorità ha poi accertato l’esistenza di una seconda pratica commerciale ingannevole riguardo allo “Sconto Coronavirus”, in base al quale è possibile ottenere una riduzione di prezzo sui pacchetti “Sky Calcio” e “Sky Sport” a partire dal momento dell’adesione. La società, infatti, “ha omesso oppure fornito in modo non adeguato e non tempestivo informazioni in merito alla sussistenza dello stesso, nonché su modalità e tempi per richiederlo, con un conseguente svantaggio economico”.
Infine, è stata accertata la scorrettezza di una terza pratica commerciale aggressiva in quanto Sky ha imposto ostacoli onerosi e sproporzionati alla fruizione dello “Sconto Coronavirus” da parte dei clienti interessati. In particolare, “nonostante problemi di funzionamento della procedura web che hanno rallentato e complicato la richiesta dello sconto, la società ha consentito, nei fatti, l’adesione alla promozione mediante la sola procedura online, senza prevedere sin dall’inizio e per tutti i clienti una via alternativa. Lo sconto, inoltre, non è stato applicato nel caso di abbonamenti per i quali era stata inoltrata la disdetta prima dell’insorgere dell’emergenza coronavirus”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Atlantia: in Borsa +3,6% con offerta Cdp per Aspi
Titolo a 15,6 euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
11:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Atlantia corre in Borsa con l’offerta vincolante di Cdp insieme ai fondi Blackstone e Macquarie per l’88,06% di Aspi pronta per il vaglio del consiglio di amministrazione di Cassa, che la esaminerà oggi prima dell’invio ad Atlantia che la attende entro mercoledì. A Piazzza Affari il titolo avanza del 3,6% a 15,6 euro
La Borsa di Milano apre in calo, in linea con le altre piazze europee.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’indice FTSE-MIB cede lo 0,59% a quota 22.999. Avvio di seduta debole anche in Europa con i tecnologici venduti e i minerari in rialzo, in scia alle quotazioni dei prezzi dei metalli. Lo Stoxx 600 cede lo 0,9%, aprendo in ribasso dopo tre settimane di guadagni, con la maggior parte dei settori in rosso. Tech, auto, media registrano cali maggiori, oltre l’1 per cento. Londra cede lo 0,4%, Parigi lo 0,6%, Francoforte lo 0,9 per cento.
Aspi: pronta offerta vincolante Cdp,al vaglio del cda – L’offerta vincolante di Cdp insieme ai fondi Blackstone e Macquarie per l’88,06% di Aspi è pronta per il vaglio del consiglio di amministrazione di Cassa, che la esaminerà prima dell’invio ad Atlantia che la attende entro mercoledì. Ma Aspi è solo uno dei temi caldi che terranno impegnato il board di via Goito, convocato per il tardo pomeriggio: sul tavolo, infatti, ci sono anche i nodi del diritto di prelazione sul 50% di Open Fiber e la lista per il rinnovo del cda di Tim. Per quanto riguarda Aspi, quando sono passati oltre sette mesi dall’accordo che ha risolto il braccio di ferro tra il Governo e Atlantia prevedendo il riassetto azionario di Aspi con l’ingresso di Cdp, e dopo due offerte preliminari, un aggiornamento dell’offerta e svariati rinvii, la trattativa tra Cdp e Atlantia potrebbe essere vicina ad un punto d’arrivo. La holding infrastrutturale, nel concedere l’ultima proroga (fino al 24 febbraio), ha chiesto per quella data “un’offerta vincolante e non soggetta a condizioni di sindacazione o finanziamento”. Fino ad oggi il consorzio ha presentato due offerte preliminari, entrambe bocciate da Atlantia perché i termini economici non erano sufficienti.
Le due offerte valutavano Aspi in un range tra 8,5 e 9,5 miliardi, cioè molto meno rispetto a quanto stimato da Atlantia e dai suoi azionisti, a partire dal fondo inglese Tci che fissare la propria valutazione a 11-12 miliardi. Intermonte in una valutazione indipendente ha stimato il 100% tra 10,9 e 11,9 miliardi. Nell’aggiornamento del 23 dicembre, poi, Cdp e soci collocavano il prezzo nella parte bassa della forchetta. Ora la nuova offerta, che sarà condizionata al Pef (critico su questo il M5s che ritiene inaccettabile un’offerta di Cdp senza prima conoscere il piano economico finanziario) e all’atto transattivo, dovrebbe valutare l’asset sempre in un range tra 8,5 e 9,5 miliardi, ma è anche possibile che questa volta il prezzo sia nella parte alta della forchetta. Lo schema dovrebbe prevedere inizialmente il 40% a Cdp e il restante 60% diviso equamente tra i fondi, con la possibilità in un secondo momento per Cassa di salire al 51%. Il cda di Atlantia si riunirà il 26 per valutare i vari aspetti dell’offerta. Il board potrebbe anche decidere di interessare l’assemblea per far valutare l’offerta direttamente ai soci. Sul tavolo del cda di domani di Cassa c’è anche l’esercizio del diritto di prelazione (che scade il 25 febbraio) sul 50% di Open Fiber detenuto da Enel, per il quale Macquarie ha offerto 2,65 miliardi. Difficilmente Cdp opterà per esercitare il diritto di prelazione, molto più probabile che tratti in un tavolo a tre, l’acquisto di una quota (che potrebbe essere del 10%) che le consenta di avere la maggioranza nell’operatore wholesale e guidare così il processo verso la costituzione di AccesCo, la rete unica. Al vaglio del board, infine, la decisione di Cdp sulla lista per il rinnovo del cda di Tim (di cui Cassa ha il 9,9%): una decisione non è stata ancora presa ma sulla partita c’è totale allineamento con il Mef.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in calo con tecnologici, bene metalli
Londra -0,4%, Francoforte -0,9%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
09:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di seduta in calo sulle Borse europee con i tecnologici venduti e i minerari in rialzo, in scia alle quotazioni dei prezzi dei metalli. Lo Stoxx 600 cede lo 0,9%, aprendo in ribasso dopo tre settimane di guadagni, con la maggior parte dei settori in rosso.

Tech, auto, media registrano cali maggiori, oltre l’1 per cento. Londra cede lo 0,4%, Parigi lo 0,6%, Francoforte lo 0,9 per cento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confcommercio, dal 2012 -77mila negozi, città desertificate
Per Covid nel 2021 previsto crollo anche per offerta turistica
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
09:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tra il 2012 e il 2020 sono sparite dalle città italiane oltre 77mila attività di commercio al dettaglio (-14%) e quasi 14mila imprese ambulanti (-14,8%), con un progressivo processo di desertificazione commerciale. Così l’analisi dell’Ufficio Studi di Confcommercio “Demografia d’impresa nelle città italiane”, che lancia un altro allarme: nel 2021, solo nei centri storici dei 110 capoluoghi di provincia e altre 10 città di media ampiezza, oltre ad un calo ancora maggiore per il commercio al dettaglio (-17,1%), si registrerà per la prima volta da due decenni la perdita di un quarto delle imprese di alloggio e ristorazione (-24,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il rischio di non riavere i nostri centri storici come li abbiamo visti e vissuti prima della pandemia è, dunque, molto concreto e questo significa minore qualità della vita dei residenti e minore appeal turistico”, sottolinea l’associazione.
Tra il 2012 e il 2020 – secondo l’analisi – si è verificato un cambiamento del tessuto commerciale all’interno dei centri storici che la pandemia tenderà a enfatizzare. Per il commercio in sede fissa, tengono in qualche modo i negozi di base come gli alimentari (-2,6%) e quelli che, oltre a soddisfare bisogni primari, svolgono nuove funzioni, come le tabaccherie (-2,3%); significativi sono invece i cambiamenti legati alle modifiche dei consumi, come tecnologia e comunicazioni (+18,9%) e farmacie (+19,7%), queste ultime diventate ormai luoghi per sviluppare la cura di sé e non solo quindi tradizionali punti di approvvigionamento dei medicinali.
“Per fermare la desertificazione commerciale delle nostre città, bisogna agire su due fronti: da un lato, sostenere le imprese più colpite dai lockdown e introdurre finalmente una giusta web tax che risponda al principio ‘stesso mercato, stesse regole’. Dall’altro, mettere in campo un urgente piano di rigenerazione urbana per favorire la digitalizzazione delle imprese e rilanciare i valori identitari delle nostre città”, afferma il presidente Carlo Sangalli.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tra il 2012 e il 2020 sono sparite dalle città italiane oltre 77mila attività di commercio al dettaglio (-14%) e quasi 14mila imprese ambulanti (-14,8%), con un progressivo processo di desertificazione commerciale. Così l’analisi dell’Ufficio Studi di Confcommercio “Demografia d’impresa nelle città italiane”, che lancia un altro allarme: nel 2021, solo nei centri storici dei 110 capoluoghi di provincia e altre 10 città di media ampiezza, oltre ad un calo ancora maggiore per il commercio al dettaglio (-17,1%), si registrerà per la prima volta da due decenni la perdita di un quarto delle imprese di alloggio e ristorazione (-24,9%)
“Il rischio di non riavere i nostri centri storici come li abbiamo visti e vissuti prima della pandemia è, dunque, molto concreto e questo significa minore qualità della vita dei residenti e minore appeal turistico”, sottolinea l’associazione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tra il 2012 e il 2020 – secondo l’analisi – si è verificato un cambiamento del tessuto commerciale all’interno dei centri storici che la pandemia tenderà a enfatizzare. Per il commercio in sede fissa, tengono in qualche modo i negozi di base come gli alimentari (-2,6%) e quelli che, oltre a soddisfare bisogni primari, svolgono nuove funzioni, come le tabaccherie (-2,3%); significativi sono invece i cambiamenti legati alle modifiche dei consumi, come tecnologia e comunicazioni (+18,9%) e farmacie (+19,7%), queste ultime diventate ormai luoghi per sviluppare la cura di sé e non solo quindi tradizionali punti di approvvigionamento dei medicinali.
Il resto dei settori merceologici, evidenzia Confcommercio, è invece in rapida discesa: si tratta dei negozi dei beni tradizionali che si spostano nei centri commerciali o, comunque, fuori dai centri storici che registrano riduzioni che vanno dal 17% per l’abbigliamento al 25,3% per libri e giocattoli, dal 27,1% per mobili e ferramenta fino al 33% per le pompe di benzina. La pandemia acuisce questi trend e lo fa con una precisione chirurgica: i settori che hanno tenuto o che stavano crescendo cresceranno ancora, quelli in declino rischiano di scomparire dai centri storici.
Quanto alle dinamiche riguardanti ambulanti, alberghi, bar e ristoranti, a fronte di un processo di razionalizzazione dei primi (-19,5%), per alberghi e pubblici esercizi, che nel periodo registrano rispettivamente +46,9% e +10%, “il futuro è molto incerto. Ma occorre reagire per dare una prospettiva diversa alle nostre città che rappresentano un patrimonio da preservare e valorizzare. – sottolinea ancora l’associazione – Le direttrici sono tre: un progetto di rigenerazione urbana, l’innovazione delle piccole superfici di vendita e una giusta ed equa web tax per ripristinare parità di regole di mercato tra tutte le imprese”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sperlari, Saila e Galatine nel registro dei marchi storici
Riconoscimento in occasione del 185/o compleanno dell’azienda
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
11:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Arriva un riconoscimento per Sperlari che entra nel registro dei marchi storici di interesse nazionale istituito dal Ministero dello Sviluppo Economico nel 2019 per tutelare la proprietà industriale delle aziende produttive di eccellenza e storicamente collegate al territorio nazionale e valorizzare il Made in Italy nel mondo.
Nel registro fanno il loro ingresso anche il marchio Galatine, le caramelle prodotte con latte italiano nello stabilimento Sperlari di Cremona, e Saila, azienda fondata nel 1937 con l’acronimo Società Anonima Industriale Liquirizia Abruzzese che oggi produce con liquirizia e menta italiane nello stabilimento di Silvi Marina in Abruzzo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il riconoscimento all’eccellenza storica nazionale di Sperlari avviene in occasione del 185/o compleanno dell’azienda, fondata nel 1836 in uno storico negozio di Cremona dall’imprenditore Enea Sperlari.
“Tutti i nostri marchi – Sperlari, Galatine, Saila – fanno parte della storia di questo Paese, hanno accompagnato generazioni di italiani per tutta la vita e da sempre vengono prodotti nei nostri quattro stabilimenti in Italia con ampio impiego di materie prime italiane: diventare parte del Registro dei Marchi Storici di interesse nazionale è quindi per noi grande motivo di orgoglio”, afferma Piergiorgio Burei, ceo di Sperlari.
La produzione Sperlari, da sempre collocata in Italia, avviene nei quattro stabilimenti di Cremona, Gordona (Sondrio), San Pietro in Casale (Bologna) e Silvi Marina (Teramo).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Snam ed Hera insieme per sviluppare progetti sull’idrogeno
A lavoro per decarbonizzazione territorio emiliano-romagnolo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
11:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Snam ed Hera annunciano la firma di una lettera di intenti per una collaborazione tecnologica finalizzata allo sviluppo dell’idrogeno, ciascuna per i propri ambiti di attività.
L’obiettivo è la sperimentazione e successiva realizzazione di una serie di soluzioni in grado di dare risposta alle esigenze di decarbonizzazione del territorio emiliano-romagnolo in maniera trasversale, dalle realtà produttive fino alla mobilità e ai singoli cittadini.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’accordo prevede diversi ambiti di azione, a partire dalla collaborazione sulla tecnologia del power-to-gas. In particolare, presso il depuratore della multiutility di Bologna Corticella, è in fase avanzata di progettazione un innovativo impianto che consentirà di trasformare l’eccesso di energia elettrica rinnovabile in idrogeno verde da immettere nelle reti sfruttando l’acqua depurata e ritornando nel processo di depurazione delle acque ossigeno, biogas e fanghi.
“L’accordo con Hera si inserisce tra le collaborazioni che stiamo avviando con aziende energetiche e industriali per sviluppare le tecnologie legate all’idrogeno e realizzare progetti sulle diverse aree del territorio italiano”, afferma Marco Alverà, amministratore delegato di Snam.
“Con questa alleanza vogliamo dare un contributo concreto allo sviluppo dell’opzione idrogeno per perseguire la carbon neutrality dei territori, coerentemente con l’impegno per uno sviluppo sostenibile che da sempre guida le nostre azioni”, afferma Stefano Venier, amministratore delegato del gruppo Hera.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano -0,8%, girano in rialzo Tim e Saipem
Corre Atlantia in attesa cda Cdp
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
11:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari vede allentarsi la tensione. L’indice guida Ftse Mib riduce il calo (-0,8%) con alcuni titoli che cambiano rotta.
Prosegue la corsa di Atlantia (+3,8%) in attesa del cda di Cdp su Aspi mentre gira in rialzo Tim (+1,3%) dopo il pressing della politica su Cassa e Mef perchè venga presentata una lista di candidati per il cda del gruppo telefonico.
Bene Eni (+1,3%), Saipem (+2,7%), Italgas (+0,10%).   VAI ALLA POLITICA