Economia tutte le notizie! Tutte le notizie del Mondo Economico sono qui e sempre aggiornate! DA NON PERDERE!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE: TUTTI GLI ULTIMISSIMI AGGIORNAMENTI ED APPROFONDIMENTI, IN TEMPO REALE, DAL MONDO ECONOMICO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE: LEGGI!

Tempo di lettura: 24 minuti

Ultimo aggiornamento 10 Maggio, 2022, 08:29:13 di Maurizio Barra

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 02:29 DI LUNEDÌ 09 MAGGIO 2022

ALLE 08:29 DI MARTEDÌ 10 MAGGIO 2022

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Tokyo, apertura in calo (-1,06%)
Nikkei sconta stretta monetaria Usa, attesa trimestrali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
09 maggio 2022
02:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia la prima seduta della settimana in ribasso, dopo la contrazione delle piazze azionarie Usa, che scontano la stretta monetaria della Federal Reserve, con gli investitori che guardano all’imminente stagione delle trimestrali in Giappone.
In apertura il listino di riferimento Nikkei cede l’1,06% a quota 26.716,09, e una perdita di 287 punti.
Sul mercato valutario lo yen continua a indebolirsi sul dollaro a 130,90, e sull’euro a 137,80.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cina, esportazioni ai minimi da 18 mesi con Covid e Ucraina
Surplus commerciale aprile a 51,12 mld, +3,9% export
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
09 maggio 2022
06:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Cina registra ad aprile un surplus commerciale di 51,12 miliardi di dollari, in rialzo sui 47,38 miliardi di marzo e sui 50,56 miliardi attesi dagli analisti.
Secondo i dati diffusi dalle Dogane, l’export sale del 3,9% annuo, battendo le stime dei mercato di +3,2% e dopo il +14,7% di marzo: si tratta della prima crescita a singola cifra degli ultimi 18 mesi, nel mezzo delle incertezze legate alla guerra tra Ucraina e Russia e alle misure draconiane per frenare la diffusione del Covid-19.
L’import, invece, è rimasto invariato ad aprile, contro il -0,1% di marzo e il -3% atteso alla vigilia.  MONDO
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Cambi: euro apre in calo a 1,0513 dollari
Valuta americana si rafforza con timori effetto covid su Cina
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
08:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Partenza di settimana in calo per l’euro che scambia a 1,0513 dollari (-0,36%).
La moneta unica sconta il generale rafforzamento del dollaro sui mercati valutari a causa dei timori degli effetti sempre più evidenti del Covid sull’economia della Cina e del movimento verso l’alto dei tassi.
La sterlina scende a 1,222 mentre in Asia lo yen passa di mano a 131,04 e il dollaro australiano scende sotto i 70 centesimi di dollari per la prima volta da gennaio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: avvio in calo sotto 110 dollari, pesa covid Cina
Sotto la lente anche bando petrolio Russia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
08:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli effetti sempre più evidenti del lockdown cinese sull’economia pesano sul prezzo del greggio con il Wti del texas che scende sotto quota 110 dollari.
Gli investitori guardano anche alla crescente pressione in sede G7 per un bando del petrolio di Mosca.
Il Wti del Texas cala così dello 0,5% a 109,2 mentre il Brent del Mare del Nord arretra dello 0,4% a 111,9 .
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gas: avvio in calo in Europa, ad Amsterdam a 98 euro
Quotazioni in calo del 3,1%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
08:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gas avvia in calo la prima seduta della settimana.
L’attenzione si concentra sempre sulla guerra in Ucraina mentre le previsioni di temperature più miti porta ad una riduzione della richieste.

Ad Amsterdam le quotazioni scendono sotto i 100 euro a 98,50 euro al Mwh, in calo del 3,1%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo cala a 1871 dollari l’oncia
Ribasso dello 0,67%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
08:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo dell’oro in calo sui mercati.

Il metallo con consegna immediata scende dello 0,67% a 1871 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread tra Btp e Bund apre stabile a 200 punti
Il rendimento del decennale italiano invariato al 3,13%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
08:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund tedesco apre stabile a 200 punti base.
Invariato anche il rendimento del decennale italiano che si attesta al 3,13%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia chiude in calo, tra timori su economia e Russia
Tokyo (-2,53%), debole la Cina. Lo yen in flessione sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
08:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse asiatiche chiudono in netto calo con gli investitori che guardano all’economia globale che rallenta.
Sui mercati pesa anche la tensione sui titoli di Stato dopo l’aumento dei tassi da parte della Fed ed in vista delle prossime mosse della Bce.
Resta alta l’attenzione sulla guerra in Ucraina mentre si attende il discorso di Putin in occasione della parata del Giorno della Vittoria.
In netto calo Tokyo (-2,53%). Sul fronte valutario lo yen è sempre più debole sul dollaro superando, il valore di 131, e sull’euro a 137,70. A contrattazioni ancora in corso in negativo Shanghai (-0,35%), Shenzhen (-0,08%), Seul (-1,26%) e Mumbai (-0,68%). Chiusa Hong Kong per festività.
Sul fronte macroeconomico in arrivo dagli Stati Uniti i dati sulle vendite all’ingrosso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre piatta (-0,04%)
Il primo indice Ftse Mib a 23.419 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
09 maggio 2022
09:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre piatta (-0,04%) con il primo indice Ftse a 23.419 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in calo con tensione su tassi e guerra
Parigi (-0,28%), Francoforte (-0,1%) e Londra (-0,05%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
09:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee avviano in terreno negativo la prima seduta della settimana.
Gli investitori concentrano la loro attenzione sull’economia globale che rallenta mentre continua la guerra in Ucraina.
Fari puntati anche sui titoli di Stato mentre si registra un clima di nervosismo sui rendimenti. Attesa per il discorso di Putin in occasione della parata per la Giornata della Vittoria.
L’indice d’area Stoxx 600 cede lo 0,27%. Debole Parigi (-0,28%), Francoforte (-0,1%), Madrid (-0,5%), piatta Londra (-0,05%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano prosegue in calo, corre Leonardo
In calo Tim. Lo spread tra Btp e Bund a 205 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
09:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (-0,3%) prosegue in calo, in linea con gli altri listini europei.
A Piazza Affari scivola Tim (-2,1%) mentre vola Leonardo (+4,4%).
Cellularline continua a non fare prezzo dopo la proposta di Esprinet (+0,8%) di rilevare la società attraverso un’opa. Lo spread tra Btp e Bund prosegue a 205 punti con il rendimento del decennale italiano che sale al 3,2%.
In ordine sparso le banche con Intesa e Banco Bpm (-1%), Bper (+0,1%), nel giorno del conti, Mps (+1,1%) e Unicredit (+0,9%).
In terreno negativo il comparto dell’automotive con Iveco (-1%), Ferrari (-0,6%), Pirelli (-0,7%), Cnh (-0,4%), piatta Stellantis (-0,03%).
In terreno positivo l’energia e le utility con l’andamento del petrolio e del gas. In rialzo Saipem (+1,3%), Tenaris (+1,2%), Eni (+0,9%). Bene anche Hera (+1%), A2a (+0,6%), mentre sono in calo Erg (-0,3%) e Enel (-0,6%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street affonda: Dow Jones -1,99%, Nasdaq -4,29%
Fed: “Prezzi e tassi sono un rischio per il sistema finanziario”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
22:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse in profondo rosso.
Il mix esplosivo di guerra, inflazione e lockdown in Cina affonda le piazze finanziarie dall’Asia agli Stati Uniti passando per l’Europa, dove i listini chiudono sui minimi degli ultimi due mesi complice il calo del petrolio che appesantisce gli energetici.
Piazza Affari chiude in calo del 2,74% con lo spread che sale a 205 punti base mentre il rendimento dei Btp schizza al 3,22%, sui livelli del novembre 2018.
Tonfo invece per Wall Street, che chiude ai mini da 13 mesi. L’ondata di vendite che si abbatte sui mercati azionari è legata all’azione delle banche centrali, che rapidamente si avviano a ritirare le misure di stimolo messe in campo per la pandemia nel tentativo di contenere l’inflazione, e agli investitori che frettolosamente fanno un passo indietro di fronte ai segnali di rallentamento della crescita. A preoccupare sono le notizie che arrivano dalla Cina dove i lockdown per il Covid iniziano a farsi sentire sull’economia facendo tremare il resto del mondo. Le esportazioni cinesi sono rallentate significativamente in aprile salendo di un modesto 3,9%, in quella che è la prima crescita a una sola cifra da 18 mesi. Alla frenata di Pechino si sommano le incertezze legate alla guerra in Ucraina e agli effetti delle sanzioni.
L’invasione ha accelerato la corsa dei prezzi a livello globale spingendo le banche centrali a intervenire in modo deciso nei confronti di un’inflazione ai massimi da 40 anni. Per riportare stabilità nei prezzi la Fed si è lanciata nella campagna di rialzi dei tassi di interesse più aggressiva dal 1980 accompagnata da una rapida riduzione del bilancio, schizzato a 9.000 miliardi di dollari con la pandemia. Dopo aver alzato i tassi di un quarto di punto in marzo, la banca centrale americana li ha ritoccati di un altro mezzo punto in maggio e aperto la porta a una serie di rialzi da 50 punti base nelle prossime riunioni.
La stretta, è il timore di economisti e investitori, rischia di far scivolare in recessione l’economia americana, non ancora completamente ripartita dopo la pandemia, o ancora peggio in stagflazione. Proprio la Fed, nel suo rapporto semestrale sulla stabilità finanziaria, afferma che l’inflazione alta e persistente insieme a un repentino aumento dei tassi di interesse sono fra i rischi maggiori di breve termine per il sistema finanziario americano. La banca centrale mette in guardia anche sulla possibilità che la guerra in Ucraina possa avere un impatto sulla stabilità finanziaria, oltre che sull’economia globale come notato dal segretario al Tesoro Janet Yellen. Un quadro complesso in cui l’incertezza, maggiore nemico delle borse, prevale. A Wall Street – dove il Dow Jones chiude in calo dell’1,99%, il Nasdaq del 4,29% e lo S&P 500 del 3,21% – a pagare il prezzo più alto sono i tecnologici.
Dopo una corsa durata due anni con il Covid, Big Tech non solo frena ma inchioda. Da Meta a Google, da Apple ad Amazon tutti i grandi colossi accusano perdite pesanti. Cupertino perde il 3,08%, il gigante di Jeff Bezos arretra del 5,12% e Facebook e Twitter il 3,69% “La volatilità del mercato mostra che c’è una grande incertezza su dove si pensa siamo diretti”, affermano alcuni analisti preoccupati dalla Fed e dai limiti della sua azione nel combattere l’inflazione in un contesto di guerra in Ucraina che mette le ali ai prezzi dell’energia e di lockdown in Cina che rendono difficile un ritorno alla normalità delle catene di approvvigionamento. Al calo delle borse si affianca quello del petrolio, con il Wti che chiude in calo del 6,1%, e il tonfo del Bitcoin.
La criptovaluta crolla ai scende sotto i 31.000 dollari, perdendo il 50% del suo valore dal picco di novembre. Proprio rispetto a sette mesi fa il mercato delle valute digitali manda in fumo 1.600 miliardi di dollari .”Con i timori di inflazione molti investitori stanno adottando un approccio per limitare i rischi che include la vendita di criptovalute e titoli azionari”, mettono in evidenza gli osservatori. Per gli scettici del cripto il calo mostra come il Bitcoin non può essere considerato un bene rifugio: la valuta digitale ha perso quest’anno oltre 29% rispetto al -10% dei bond e delle azione e soprattutto rispetto al +2,5% dell’oro, il bene rifugio per eccellenza.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pnrr: Gentiloni, per Italia è miglior antidoto a recessione
‘Spendere 200 miliardi in quattro anni è sfida straordinaria’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
09 maggio 2022
10:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nonostante l’impatto sull’economia europea della guerra in Ucraina “ci sono le condizioni per evitare la prospettiva di una recessione e tra queste anche i grandi piani di investimento europei.
Per noi il Recovery attuale, cioè spendere 200 miliardi di euro in quattro anni, è una sfida straordinaria, è l’antidoto migliore per i rischi di recessione”.
Lo ha detto il commissario europeo per l’Economia, Paolo Gentiloni, ai microfoni del Gr1 su Rai Radio1.
Le sanzioni dell’Ue alla Russia hanno “un costo, ma d’altra parte l’alternativa avrebbe conseguenze incalcolabili”, ha evidenziato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa prosegue in calo, Milano -1,4%
In calo banche e auto, positiva energia. Euro debole sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
10:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee sono in calo con le preoccupazioni degli investitori sull’andamento dell’economia globale, l’aumento dell’inflazione e la stretta monetaria.
Sui mercati pesa anche la flessione delle esportazioni cinesi a causa dei nuovi focolai di covid-19.
Resta alta l’attenzione anche sul fronte della guerra in Ucraina mentre si guarda al discorso di Vladimir Putin nel Giorno della Vittoria. Sul fronte valutario l’euro è in calo sul dollaro a 1,0510 a Londra.
Lo Stoxx 600 cede l’1%. In territorio negativo Milano (-1,4%), Parigi (-1%), Francoforte (-0,8%), Londra (-0,7%), Madrid (-0,4%). Sui listini pesa il calo dell’informatica (-1,8%) e dell’auto (-1%). Male anche le banche (-0,8%) e le assicurazioni (-0,7%).
Poco mosse le utility (-0,06%), con il prezzo del gas in calo dopo la lettera di Gazprom per rassicurare i clienti sui pagamenti. Ad Amsterdam il prezzo scende a 95,50 euro al Mwh (-6,1%). A Londra le quotazioni si attestano a 124 penny al Mmbtu (-9,8%). In positivo l’energia (+0,1%), con il prezzo del petrolio in flessione. Il Wti si attesta a 109 dollari al barile (-0,6%) e il Brent a 111 dollari (-0,3%).
A Piazza Affari scivolano Amplifon (-3,4%) e Diasorin (-3,1%). Male anche Nexi, Fineco e Inveco (-2,7%). Prosegue il rialzo di Leonardo (+2,8%). Bene anche Tenaris (+1,7%) e Atlantia (+0,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano prosegue in calo, pesano le banche e l’energia
Scivolano Pirelli e Amplifon. Spread tra Btp e Bund a 104 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
11:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (-1,2%) prosegue in calo, in linea con gli altri listini europei.
A Piazza Affari scivolano Amplifon (-4,2%) e Pirelli (-3%).
Lo spread tra Btp e Bund scende a 204 punti, con il rendimento del decennale italiano al 3,18%.
Seduta in netto calo per il comparto dell’auto con Iveco (-2,9%), Cnh (-1,8%) e Stellantis (-1,5%). Male anche Tim (-2,5%) e Diasorin (-3,2%). Andamento negativo per le banche con Banco Bpm (-2,4%), Intesa (-1,5%), Mps (-1%), Unicredit (-0,8%) e Bper (-0,4%), quest’ultima nel giorno dei conti del primo trimestre.
In ordine sparso l’energia con il prezzo del petrolio che prosegue sopra i 100 dollari al barile. In rialzo Tenaris (+1,3%) mentre sono in calo Saipem (-1%) e Eni (-0,6%).
Contrastate le utility con il gas in calo. In positivo Italgas (+1,4%), Hera e A2a (+0,2%) in flessione Erg (-1,5%), Enel (-2%) e Iren (-0,7%).
In luce Leonardo (+2%). Corre Cellularline (+18%) a 4,14 euro, sotto il prezzo dell’eventuale Opa da parte di Esprinet (+1,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
ESC: Italia decimo mercato discografico al mondo, +28%
Ricavi oltre 332 mln, la fotografia scattata dall’Ifpi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
12:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La 66/a edizione dell’Eurovision Song Contest, al via il 10 maggio a Torino, torna per la terza volta in Italia con la presenza di 40 paesi che rappresentano il 30% dei ricavi del mercato globale: e l’Italia è rientrata nella top ten dei più importanti mercati a livello globale con un 27,8% di crescita a oltre 332 milioni di euro di ricavi.
A fotografarne l’andamento è il Global Music Report – State of the Industry di Ifpi, la federazione internazionale dell’industria fonografica, che per l’occasione è stato tradotto in italiano.

Ad aver trascinato il mercato italiano in decima posizione sono i ricavi dagli abbonamenti alle piattaforme streaming: il segmento premium è cresciuto del 35,6%, insieme all’area video streaming sostenuta dalla pubblicità con un +46,3%.
Complessivamente tutto il segmento tra audio e video streaming è cresciuto del 24,6% arrivando a 208 milioni di ricavi.
D’altronde nel segmento audio ormai ogni settimana i consumatori italiani realizzano in media oltre un miliardo di stream, con una media di oltre 19 ore settimanali dedicate all’ascolto di musica (dati IFPI Engaging with Music), di cui il 45% effettua tramite abbonamento premium, una percentuale che sale al 57% tra i 16 e i 24 anni. Anche il cd è tornato a generare ricavi in salita con un +10,6% e il vinile prosegue la sua costante crescita con quasi il 79% di incremento. Crescono anche i ricavi da altri formati come le musicassette, cresciuti del 245%. Anche i diritti connessi (i ricavi da licenze per l’uso di musica in radio, televisioni, palestre, pubblici esercizi e feste private) sono cresciuti con un + 37,2% a 52 milioni, e i diritti di sincronizzazione, ovvero la musica nelle pubblicità, film, serie tv, ha visto un incremento del 36,4% superando per la prima volta i 10 milioni.
Nelle classifiche di fine anno, le top ten di singoli e album sono state dominate dal repertorio italiano: diversi artisti della Generazione Z hanno ottenuto risultati di ampio respiro conquistando numerosi dischi di platino.
Complessivamente, nel 2021 sono stati infatti premiati 231 Album, 6 Compilation e 1.054 Singoli Digitali tra oro, platino e multiplatino.   SPETTACOLI MUSICA E CULTURA   PIEMONTE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa:Europa rallenta con energia e auto, Milano -1,8%
In calo i future Usa. Euro debole sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
12:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee rallentano, appesantite dall’energia (-1,1%) e dal comparto dell’auto (-1,8%).
Sui mercati torna il nervosismo con gli investitori che guardano all’andamento dell’economia globale, l’aumento dell’inflazione e la stretta monetaria.
Resta alta l’attenzione anche sul fronte della guerra in Ucraina ed i negoziati con la Russia. In calo i future Usa mentre sul fronte valutario l’euro continua a indebolirsi sul dollaro a 1,0535 a Londra.
L’indice d’area stoxx 600 cede l’15%. Maglia nera Milano (-1,8%). Male anche Parigi (-1,4%), Londra (-1,3%), Francoforte (-1%) e Madrid (-0,6%). Scivola l’informatica (-2,4%). In flessione l’energia con il petrolio in calo. Il Wti si attesta a 107 dollari al barile (-2,5%) e il Brent a 110 dollari (-2%).
Male anche le utility (-0,7%), con il prezzo del gas in calo a 96 euro al Mwh ad Amsterdam. Performance negativa anche per le banche (-0,7%) e le assicurazioni (-1,1%).
A Piazza Affari peggiorano Amplifon (-5%) e Diasorin (-4,8%), in linea con il comparto europeo. Male anche Prysmian (- 4%) e Ferrari (-3%). Rallenta il comparto dell’automotive con Pirelli (-2,4%), Iveco (-2,2%), Cnh (-2%) e Stellantis (-1,8%). Vendite sul banche dove sono in rosso Banco Bpm (-1,8%), Intesa (-1,5%), Mps (-1,4%), Unicredit (-1%). Debole Bper (-03%), nel giorno dei risultati del primo trimestre. In controtendenza rispetto al listino Leonardo (+1,6%) e Tenaris (+0,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano peggiora ancora (-2%)
Listino Ftse Mib a 23.007 punti. Pesano banche e auto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
12:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano peggiora ancora, in linea con gli altri listini europei.
Il Ftse Mib cede il 2% a 23.007 punti.
Su Piazza Affari pesa il calo del comparto dell’auto e delle banche. Scivolano Amplifon (-5%), Diasorin (-4,9%) e Prysmian (-4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Salone Risparmio: al via domani, balzo iscritti a 14.500
Faro su uno sviluppo economico “umano, responsabile e digitale”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
12:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Uno sviluppo economico sostenibile e digitale che mette al centro le persone, il capitale umano.
E’ questa la principale sfida del futuro a cui vuole rispondere il Salone del Risparmio 2022, che aprirà i battenti domani al Mico di Milano con 14.500 iscritti, 140 marchi e 400 speaker che animeranno le 125 conferenze in programma.

In un momento cruciale per il panorama politico ed economico mondiale, durante la tre giorni non potranno mancare molti momenti di confronto sugli equilibri geopolitici ed economici futuri. Ad inaugurare la manifestazione sarà il presidente di Assogestioni, Carlo Trabattoni, nella conferenza plenaria di apertura dal titolo “Umano, responsabile, digitale”, durante la quale verrà esplorato il contesto in cui oggi l’industria del risparmio gestito e tutte le attività economiche vengono chiamate a ripensare i propri modelli perseguendo obiettivi di impatto sulla società. Il dibattito sarà animato anche dall’intervento di Rachel Botsman, Trust Expert e Author Lecturer della Oxford University, che affronterà il tema della fiducia e le leve attraverso le quali questa viene costruita.
Attesi, tra gli altri, gli interventi del ministro per l’Innovazione tecnologica e la transizione digitale, Vittorio Colao, e della ministra per le Pari Opportunità, Elena Bonetti, che accenderà un faro anche sulla parità di genere nelle Sgr.
Alla dodicesima eidizione del Salone si celebrano anche i 75 anni dalla nascita della Costituzione italiana, che individua nella tutela del risparmio uno dei principi fondamentali della cosiddetta “Costituzione economica”, con la presentazione di un francobollo dedicato al risparmio gestito. Ampio spazio, poi, all’educazione finanziaria, perché, la consapevolezza finanziaria delle famiglie, accanto alla stabilità degli investimenti – secondo Assogestioni – è la base per favorire il sostegno all’economia e lo sviluppo sociale del Paese.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in calo, Stoxx 600 cede il 2%
Pesano energia e informatica. Future Usa in flessione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
13:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee sono in netto calo in attesa dell’avvio di Wall Street dove i future sono in flessione e mentre imperversa la guerra in Ucraina.
Sui mercati torna il nervosismo con gli investitori che fanno i conti con l’economia globale che rallenta e le tensioni sui titoli di Stato.
Resta debole l’euro sul dollaro a 1,0539 a Londra.
L’indice d’area stoxx 600 cede il 2%. In flessione Parigi (-2%), Milano (-1,9%), Francoforte (-1,6%), Londra (-1,8%) e Madrid (-0,8%). Sui listini pesano l’informatica (-3%), le auto (-1,8%) e l’energia (-1,6%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bitcoin scivola sotto 33.000 dollari, minimi da luglio 2021
A 32.800 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
09 maggio 2022
15:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Bitcoin scivola ai minimi dal luglio del 2021.
La criptovaluta perde il 4,6% e scende sotto i 33.000 dollari, a 32.800 dollari.
Oggi le Borse europee sono in calo, appesantite da auto ed energia.
Milano perde l’1,8%, piazzandosi all’ultimo posto tra le principali piazze del vecchio continente. Segno meno anche per il petrolio: il Wti si attesta a 107 dollari al barile (-2,5%) e il Brent a 110 (-2%).

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina: Giorgetti, possibili nuovi aiuti a imprese
Qualcosa fatto con ultimo dl, ma sicuramente non sufficiente
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
SENIGALLIA
09 maggio 2022
15:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Ha senso immaginare tutto quello che è possibile, in parte lo abbiamo già fatto in parte dovremo farlo, se la situazione si protrae nel tempo per cercare di aiutare i settori e gli imprenditori che sono stati danneggiati da decisioni politiche di ordine superiore che impattano anche sulla sopravvivenza di queste realtà”.
Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti a margine del meeting nazionale della Commissione Sviluppo Economico della Conferenza delle Regioni e Province Autonome a Senigallia, rispondendo ad una domanda sulle difficoltà delle imprese di fronte ad nuovo pacchetto di sanazioni alla Russia.

Il ministro, che durante i lavori ha incontrato una delegazione di calzaturieri marchigiani, ha ricordato che “qualcosa abbiamo fatto con il decreto legge approvato la scorsa settimana.
Probabilmente non è sufficiente, anzi sicuramente non è sufficiente: Così procediamo giorno per giorno, ascoltando la voce degli imprenditori dei territori e cerchiamo di far fronte”.   POLITICA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa stabile dopo apertura Wall Street
Milano in leggero miglioramento a -1,5 per cento
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
15:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’apertura in calo di Wall Street non pesa sui listini del Vecchio Continente su cui già prevalevano gli ordini in vendita.
Londra cede l’1,5%, Parigi l’1,7%, Francoforte l’1,2% e Milano in leggero miglioramento a -1,5 per cento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dl Ucraina bis: nuova stretta su bonus casa, allarme Pmi
Per lavori sopra i 516mila euro dovranno avere certificato SOA
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
19:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nuova stretta sui bonus edilizi: dal 1 luglio del 2023, per beneficiare dei bonus edilizi per lavori sopra i 516mila euro, bisognerà rivolgersi ad imprese che hanno la certificazione SOA, fino ad oggi necessaria alle aziende per poter partecipare ad appalti pubblici.
Lo prevede un emendamento al dl Ucraina bis, approvato dalle commissioni Industria e Finanze del Senato.
Allarme delle piccole imprese: “Il Parlamento si assume la grave responsabilità di escludere circa l’80% di micro e piccole imprese dal mercato della riqualificazione edilizia introducendo nuove e incomprensibili barriere burocratiche”, spiegano Confartigianato e Cna.
L’obbligo di richiedere la SOA scatterà dal 1 gennaio, perché da quella data le imprese dovranno dimostrare di aver fatto almeno richiesta agli enti certificatori. Dal 1 luglio dovranno invece aver ottenuto la certificazione vera e propria per poter lavorare. “Ancora una barriera burocratica nella travagliata storia degli ecobonus”, lamentano Confartigianato e Cna, che spiegano di aver lavorato nel fine settimana per convincere i parlamentari sulla “inopportunità” della norma. “Pur nella riformulazione del provvedimento che ne attenua l’impatto, quanto approvato costituisce un principio inaccettabile, che esclude di fatto dai lavori di riqualificazione le imprese che non lavorano per gli appalti pubblici ed estende al settore privato un sistema pensato per i lavori pubblici, che nulla ha a che fare con la qualificazione delle imprese”, spiegano le organizzazioni, sottolineando come “anche nel pubblico le SOA non hanno dimostrato particolare efficacia e non hanno alcuna utilità nel contrasto delle frodi”. L’unico effetto della norma sarà “l’ennesimo rallentamento dell’esecuzione dei lavori e l’apertura di un business rilevante per le società che rilasciano attestazioni SOA”, concludono.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Clima: ong, raddoppiate vendite di asset a società non green
Edf, da parte di società oil con forti impegni ambientali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
17:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un nuovo rapporto della ong internazionale EDF+Business sottolinea come le fusioni e acquisizioni (M&A) fra società del settore di petrolio e gas possano rallentare gli sforzi per ridurre le emissioni dell’industria del petrolio e del gas.
Il rapporto rivela che tra il 2017 e il 2021 il numero di operazioni che hanno trasferito attività inquinanti da una società con forti obiettivi ambientali ad altre prive di impegni di questo genere sono raddoppiati.

I casi di studio nel rapporto includono la vendita nel luglio 2021 delle attività del Bacino Permiano, Texas, da APA Corporation (Apache), una società pubblica, a Slant Operating, un operatore sostenuto dal private equity. L’analisi mostra che Slant probabilmente tapperà i pozzi inattivi acquisiti a un ritmo significativamente più lento di quanto avrebbe fatto Apache. Nel marzo 2021 c’è stata la vendita del bacino del Delaware, Texas, beni da Oasis Petroleum, una società pubblica, a Percussion Petroleum II, un operatore sostenuto da private equity. Dalla vendita, Percussion ha completato sette nuovi pozzi e ha mantenuto l’alta intensità di flaring dell’asset (bruciare il gas in eccesso senza recupero energetico), anche se il flaring nel Delaware Basin è diminuito.
Nel gennaio 2020 è avvenuta la vendita degli asset del Golfo di Suez, Egitto, da Bp, una società pubblica, a Dragon Oil, una filiale della compagnia petrolifera nazionale. Un netto aumento del flaring si è verificato dopo la vendita – più di quattro volte superiore ai livelli pre-vendita. Infine, nel gennaio 2021 sono state vendute le attività del Delta del Niger, Nigeria, da Shell e Total Energies, società pubbliche, a Trans-Niger Oil & Gas, un operatore sostenuto da private equity. Trans-Niger Oil & Gas prevede di triplicare la produzione di petrolio in quest’area, e un drammatico aumento del flaring è stato registrato dopo la vendita.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina: Gentiloni, verso taglio stime economiche Ue
Necessario mantenere le politiche di bilancio agili
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
17:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Le prospettive economiche” dell’Ue “sono nuovamente offuscate dall’incertezza” ed “è chiaro che la guerra avrà un impatto economico significativo e che le nostre precedenti previsioni dovranno essere tagliate”.
Lo ha detto il commissario economico per l’Economia, Paolo Gentiloni, alla Conferenza della Giornata dell’Europa a Lisbona, sottolineando che la guerra in Ucraina ha costretto l’Ue a rivedere le stime di crescita del 4% presentate a gennaio.
“Dobbiamo mantenere politiche fiscali agili e reattive, proprio come abbiamo fatto durante la pandemia”, ha rimarcato Gentiloni, ricordando che la Commissione fornirà a fine mese le linee guida aggiornate per le politiche di bilancio nazionali per il 2023.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina: Bono, per il momento sopperiamo a mancanza acciaio
Acquisti in Brasile,Sud Corea, si cerca soluzione anche con Ilva
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
09 maggio 2022
17:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Finora riusciamo a sopperire alla mancanza dell’acciaio proveniente dall’Ucraina”, Paese con il quale “avevamo intavolato una relazione importante, in particolare con i proprietari della loro acciaieria.
Prevedevamo di fare delle cose insieme per l’Italia e di farne anche lì, tanto che era diventato il principale fornitore”.
Lo ha detto l’a.d. di Fincantieri, Giuseppe Bono, a margine dell’ inaugurazione del primo asilo aziendale.
Il problema, per il momento, non è nemmeno l’aumento del prezzo dell’acciaio perché “abbiamo risparmi forti per neutralizzarlo almeno in parte”, quanto una eventuale “mancanza dell’acciaio sul mercato. Però – ha proseguito appellandosi al consueto ottimismo – come tutte le cose al mondo, anche la guerra finirà e allora ci si assesterà. Avremo qualche problema di approvvigionamento, ma finora non ne abbiamo avuti perché ci eravamo preparati bene”.
Il d.g. del settore Navi mercantili di Fincantieri, Luigi Matarazzo, ha spiegato che “l’acciaieria principale di Mariupol forniva tutti i nostri cantieri italiani. Ora stiamo cercando acciaio in tutto il mondo e anche la materia prima che sono le bramme”. Gli acquisti vengono fatti in Brasile, Sud Corea. Il prezzo naturalmente è salito in maniera importante. Cechiamo inoltre di lavorare anche con l’Ilva: l’acciaio prodotto lì ha spessori diversi, abbiamo chiesto il loro aiuto e sicuramente ce lo daranno”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Atlantia: Benetton, cambiamo nome a Schemaquarantatre
Lo annuncia il presidente di Edizione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
18:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Schemaquarantatre, la società veicolo che lancerà l’Opa su Atlantia per conto del fondo Blackstone e di Edizione, la holding dei Benetton, cambierà nome.
Lo annuncia il presidente di Edizione, Alessandro Benetton, dopo le polemiche per il fatto che il nome della ‘bidco’, che usa il sistema tradizionale utilizzato dalla famiglia per denominare le società di scopo con un numero progressivo, corrisponde al bilancio dei morti per il crollo del Ponte Morandi di Genova.
“Abbiamo dato l’ordine alle strutture aziendali”, spiega Alessandro Benetton a margine della presentazione della sua autobiografia a Milano.
“Questa scivolata della nostra struttura aziendale lascia anche me a bocca aperta: abbiamo dato immediatamente ordine che il nome della società venga cambiato, anche come gesto di discontinuità che questo meccanismo dei numeri consequenziali venga stoppato e si passi ad altro”, aggiunge Alessandro Benetton prima della presentazione del libro ‘la traiettoria’.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Questa scivolata della nostra struttura aziendale lascia anche me a bocca aperta: abbiamo dato immediatamente ordine che il nome della società venga cambiato, anche come gesto di discontinuità che questo meccanismo dei numeri consequenziali venga stoppato e si passi ad altro”, afferma Alessandro Benetton a margine della presentazione della sua autobiografia a Milano.
Il nuovo nome di Schemaquarantatre sarà Schema Alfa, aggiunge un portavoce di Edizione, che già oggi terrà l’assemblea per dare il via libera alla procedura, con il nuovo nome che dovrà essere comunicato a tutte le autorità che tradizionalmente vengono coinvolte nel lancio di un’Offerta pubblica di acquisto, che in questo caso dovrebbe partire in estate, presumibilmente in agosto. D’ora in avanti tutte le società di scopo della holding dei Benetton saranno denominate con Schema e una lettera dell’alfabeto greco.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
‘Quo vadis rider’, libro sulla lotta sindacale dei fattorini
Scritto da Bidetti, Gómez e Vacirca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
17:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dalla lotta umana a quella sindacale, ‘Quo vadis rider’ (Futura Editrice, pp.233) è il libro inchiesta al dedicato ai rider e alle loro battaglie per la dignità.
Nato quasi per caso per raccontare la fortunata esperienza di politica giudiziaria portata avanti dalle tre categorie della Cgil impegnate da sempre a fianco dei rider nella loro lotta il libro racconta l’impegno sul campo di due avvocati Maria Matilde Bidetti e Sergio Vacirca, e un professore universitario Carlo De Marchis Gomez.

Scorrono tra le pagine le vicende e gli episodi di cronaca giudiziaria, l’impatto delle iniziative del sindacato sulla comprensione della gig economy, il servizio pubblico svolto durante i mesi della pandemia e i problemi quotidiani che i lavoratori incontrano nella vita quotidiana. Un lavoro di approfondimento che racconta una realtà oramai molto radicata, come spiega la prefazione della segretaria confederale della Cgil Tania Scacchetti e l’introduzione di Filippo Ceccarelli che ci racconta come l’Italia possa vantare per questo anche un primato inserito tra i Guinness: Francesco Ruffino, un nome che magari ai molti può non dire nulla ma che di fatto a 38 anni è il rider che ha fatto più consegne al mondo.
Fra sentenze e contratti, orizzonti mediatici e testimonianze in carne e ossa, il libro ha tra gli obiettivi quello di suscitare una presa di coscienza, individuale e collettiva, su cosa è diventato e rischia di diventare il lavoro dei ciclofattorini. Così come dimostra e sintetizza l’inserto fotografico di Luciano Del Castillo sulle condizioni lavorative dei rider: prima corridori infaticabili, in bici o in monopattino, dopo persone esauste, sedute o distese su panchine o gradini di fortuna.
“Molta strada è stata percorsa dai rider dal momento in cui è nata l’idea di questo libro. Molta ancora dovrà essere percorsa – si legge tra le pagine – prima di dare piena dignità a questi lavoratori che rappresentano l’avanguardia di nuovi modelli nati dal capitalismo digitale”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in rosso con energia, Londra -2,3%
Indici guida ai minimi degli ultimi 2 mesi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
18:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse in Europa chiudono la seduta sui minimi degli ultimi due mesi.
Ancora una volta è il petrolio a pesare, trascinando in negativo i titoli dell’energia che a loro volta pesano sui listini del Vecchio Continente.

Londra ha perso il 2,32% a 7.216 punti, Parigi il 2,75% a 6.086 punti, Francoforte il 2,15% a 13.380 punti, Madrid il 2,2% a 8.139 punti e Milano non si è discostata troppo in calo del 2,74% a 22.832 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo piano Bper a giugno. Utile del trimestre a 112 milioni
Risultato della gestione operativa balza del 54% a 325 milioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
18:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bper ha chiuso il primo trimestre dell’anno con un utile di 112,7 milioni di euro in calo rispetto ai 400 milioni dello stesso periodo del 2020, che beneficiavano però di alcune componenti contabili straordinarie legate all’acquisto degli sportelli di Ubi.
L’utile pre-tasse si attesta a 158,3 milioni, in crescita del 50% rispetto ai 105,5 milioni normalizzati di un anno fa.
“I risultati del trimestre mostrano una forte crescita della redditività, nonostante il difficile contesto esterno”, afferma Bper. I ricavi sono saliti del 16,6% a 883,7 milioni, il risultato della gestione operativa del 54% a 325,3 milioni.
“L’attuale contesto di mercato, caratterizzato da un’elevata incertezza e crescenti pressioni inflazionistiche, ci pone davanti a nuove sfide, che il Gruppo Bper saprà affrontare efficacemente grazie ai progressi compiuti sul fronte della generazione dei ricavi, alla solida posizione patrimoniale e di liquidità e ai significativi miglioramenti raggiunti nell’ambito della qualità del credito. Tali aspetti saranno inoltre ulteriormente rafforzati con le azioni e le misure previste dal nuovo Piano Industriale che sarà presentato al mercato nel corso del mese di giugno”, ha dichiarato l’ad, Piero Luigi Montani.
A spingere i ricavi sono state soprattutto le commissioni, balzate del 37,3% a 450,6 milioni, e il margine di interesse, cresciuto del 9,6% a 376,4 milioni, in rialzo del 2,2% a 558,4 milioni anche i costi. I risultati si confrontano con un primo trimestre 2021 che consolidava le filiali di Ubi solo a partire dal 22 febbraio.
Per quanto riguarda la qualità degli attivi l’npe ratio lordo si mantiene al 4,9% e quello netto al 2%, invariati rispetto a fine 2021. Migliorano gli indici di solidità patrimoniale con un Cet1 pro-forma ratio fully phased che sale nel trimestre dal 13,5% al 13,64%, “largamente superiore” al minimo della Bce (8,3%) e tale da consentire alla banca “di affrontare con fiducia l’incertezza dell’attuale scenario macro”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse: Europa ai minimi, si teme contrazione economia
Londra ha perso il 2,3%, Parigi il 2,7%, anche Milano a -2,7%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2022
19:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta nera per i mercati azionari in Europa, con gli indici crollati ai minimi degli ultimi due mesi a causa dei timori per l’inasprimento della politica monetaria in risposta all’aumento dell’inflazione che potrebbe portare a una contrazione economica.
L’indice Stoxx Europe 600 è arretrato del 2,9%, Londra ha perso il 2,32% a 7.216 punti, Parigi il 2,75% a 6.086 punti, Francoforte il 2,15% a 13.380 punti, Madrid il 2,2% a 8.139 punti e Milano non si è discostata troppo in calo del 2,74% a 22.832 punti.

A guidare il calo sono il settore viaggi e tempo libero. I titoli delle aziende tecnologiche sono crollate ai minimi da novembre 2020 quando il Nasdaq 100 ha esteso il suo calo. Il petrolio in calo trascina in negativo i titoli dell’energia. “Le cattive notizie si stanno accumulando per l’Europa” mentre la Banca centrale europea si prepara ad aumentare i tassi, le notizie sulla guerra in Ucraina peggiorano e la crescita cinese rallenta, commenta un analista.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Auto: ex Blutec Torino, verso accordo con Umberto Palermo
‘Mole Urbana avrà la sua fabbrica, saranno 19 le assunzioni’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
09 maggio 2022
19:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mole Urbana, il quadriciclo elettrico di Umberto Palermo, avrà la sua fabbrica.
Oggi al Mise sono stati messi a punto alcuni passaggi fondamentali per procedere all’accordo tra il designer, i commissari Blutec e il ministero dello Sviluppo Economico: lo stabilimento ex Blutec sarà trasformato e saranno assunti 19 operai per iniziare la produzione di Mole Urbana.
E’ l’ultimo passo prima della firma dal notaio dell’intesa definitiva per l’acquisizione da parte di Umberto Palermo del ramo d’azienda, prevista entro giugno.
Up, l’azienda di Palermo, investirà per Mole Urbana 3 milioni di euro, cifra in cui rientra la preparazione della nuova linea produttiva.
Intanto l’attività è già iniziata a gennaio nella fabbrica pilota ex Stola, poi Blutec, di Rivoli (Torino), dove si stanno costruendo allestimenti per veicoli commerciali. Up avrà già entro la fine dell’anno il primo lotto di veicoli per fare i test e per avviare la catena di montaggio nel 2023. Ulteriori assunzioni dipenderanno dalla risposta del mercato. Up ha espresso soddisfazione per il lavoro con i commissari Blutec e con il MIse.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in calo (-0,60%)
Segue tonfo tecnologia al Nasdaq, attesa indicazioni trimestrali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
10 maggio 2022
02:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo inizia gli scambi con il segno meno, seguendo la nuova correzione degli indici azionari Usa, in particolare il listino della tecnologia Nasdaq, che ha subito ieri un tonfo di oltre il 4%, mentre l’attenzione si concentra sull’avvio della stagione delle trimestrali societarie.

In apertura, il listino di riferimento Nikkei cede lo 0,60% a quota 26.162,17, segnando una perdita di 157 punti.

Sul mercato valutario lo yen interrompe temporaneamente la fase di indebolimento sul dollaro, a 130,20, e sull’euro a 137,50.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aste: Marilyn di Warhol da record da Christie’s
195 milioni di dollari per ritratto icona pop
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
10 maggio 2022
03:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo l’apparizione al gala del Met con il vestito da sirena “Happy Birthday Mr.
President” addosso a Kim Kardashian, Marilyn Monroe torna alla ribalta a New York.
Una serigrafia del suo ritratto “Shot Sage Blue Marilyn” è stata battuta da Christie’s per 195 milioni di dollari, il prezzo più alto mai pagato per un’opera d’arte americana venduta all’asta, ma anche un record per un’opera del ventesimo secolo dopo i 179,4 milioni stabiliti nel 2015 per “Les Femmes d’Alger (Version ‘O’)” di Pablo Picasso.
La vendita ha aperto la stagione di primavera per le aste di New York, confermando la solidità come investimento del mercato dell’arte “blue chip”. L’immagine di Marilyn del 1964 riprende una foto promozionale scattata per il film dell’anno prima, “Niagara”.
Warhol trasformò il ritratto in una icona pop modificandone i colori, il volto rosa colore gomma americana, le labbra rosso rubino e l’ombretto azzurro sulle palpebre sullo sfondo verde salvia dell’insieme.
Il gallerista Larry Gagosian in sala si è aggiudicato la Marilyn in una battaglia di quattro minuti con altrettanti rivali.
Christie’s si aspettava il risultato e aveva pronosticato 200 milioni di dollari come massimo della stima di partenza.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Hong Kong crolla in avvio, apre a -3,51%
Borse cinesi in negativo all’indomani nuova stretta anti-Covid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
10 maggio 2022
05:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Hong Kong apre la seduta con un tonfo in scia alle perdite del Nasdaq superiori al 4%: l’indice Hang Seng cede nelle prime battute il 3,51%, scivolando a 19.300,68 punti, mentre l’Hong Kong Tech Index cede il 5,93%, a quota 3.796,93.

Le Borse cinesi aprono la seduta in territorio negativo all’indomani della nuova stretta anti-Covid decisa a Shanghai e a Pechino per contenere la variante Omicron, rilanciando i timori sulla crescita economica: l’indice Composite di Shanghai cede nelle prime battute l’1,46%, a 2.960,15 punti, mentre quello di Shenzhen perde l’1,14%, scivolando a quota 1.844,58.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: prezzo scende ancora, Brent sotto 105 dollari
In calo anche il Wti a 102 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
08:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo del petrolio scende ancora sui mercati internazionali.
Il Wti americano con consegna a giugno, dopo aver perso ieri oltre il 6%, arretra dello 0,95% portandosi a 102,11 dollari al barile.
Il Brent quotato sulla piazza di Londra e con consegna a luglio perde lo 0,98% scendendo sotto i 105 dollari al barile a 104,90.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo spot in rialzo a 1.864 dollari l’oncia
Quotazioni guadagnano lo 0,55%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
08:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo spot dell’oro è in rialzo questa mattina.
Il metallo prezioso con consegna immediata arriva a 1.864 dollari l’oncia, con un guadagno dello 0,55%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in lieve recupero a 1,0577 dollari
Cambio con lo yen a 137,9
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
08:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’euro è in leggero recupero sul dollaro in avvio di mattinata.
La moneta unica viene scambiata a 1,0577 dollari, in rialzo dello 0,15% rispetto alla giornata di ieri.
Il cambio con lo yen è a 137,9 anche in questo caso in rialzo dello 0,21%.   SEGUI TUTTA L’ECONOMIA IN TEMPO REALE

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.