Economia tutte le notizie Tutti i fatti e gli avvenimenti Economici nazionali ed internazionali borse cambi valute quotazioni programmi incontri e molto altro! INFORMATI!
Aggiornamenti, Cinema, ECONOMIA, Medicina, Salute e Benessere, Notizie, Scienza, Spettacoli Musica e Cultura, Tecnologia, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE: TUTTI GLI ULTIMISSIMI AGGIORNAMENTI ED APPROFONDIMENTI IN TEMPO REALE, DAL MONDO ECONOMICO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE: LEGGI E RESTA INFORMATO!

Tempo di lettura: 353 minuti

LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 17:13 DI LUNEDÌ 30 MAGGIO 2022

ALLE 06:52 DI GIOVEDÌ 16 GIUGNO 2022

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano sale (+0,65%), sprint Moncler e Tim, giù Snam
Spread si assesta a 195 punti, Saipem spinta dall’eolico in mare
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2022
17:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari si mantiene positiva nell’ultima mezz’ora di scambi, con l’indice Ftse Mib in crescita dello 0,65% a 24.792 punti.
Si assesta a 195 punti base il differenziale tra Btp e Bund tedeschi, con il rendimento annuo dei titoli decennali che riduce il rialzo a 10,66 punti base al 2,995%, di nuovo sotto la soglia del 3%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

In luce Interpump (+4,66%) e Moncler (+4,22%), in linea quest’ultima con il resto del settore del lusso in Europa dopo l’allentamento delle restrizioni in Cina per il Covid.
Riflettori su Tim (+2,75%), spinta dalle valutazioni degli analisti all’indomani del protocollo d’intesa sull’integrazione tra la propria rete in fibra e quella di Open Fiber. Acquisti anche su Pirelli (+2,05%), Poste (+1,89%) e Stellantis (+1,94%), che produrrà anche ad Atessa il nuovo furgone frutto della collaborazione con Toyota. Segno positivo per Recordati (+1,76%), Stm (+1,79%), in linea con l’andamento del settore dopo i rialzi registrati in Asia, Iveco (+1,49%) e Prysmian (+1,41%).
Il rialzo del greggio (Wti +0,61% a 115,82 dollari al barile) non favorisce Eni (-0,14%), mentre salgono Saipem (+1,39%), che ha sottoscritto un accordo per un’alleanza sui campi eolici marini, e Tenaris (+1,31%). Non vanno bene a Snam (-1,5%) Hera (-1,45%), Terna (-1,1%), Enel (-1,13%) e Italgas (-0,99%) come nel resto del comparto in Europa. Positivi i bancari Bper (+0,05%), Intesa (+0,66%), Banco Bpm (+1%) e Unicredit (+1,22%).

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Colao, assumete di più, pagate di più e senza gender gap
‘I costi del Pnrr sono impegni presi, ricordiamoci dei ragazzi’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2022
17:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cari imprenditori, assumete di più, pagate di più e fate attenzione al gap di genere.
È diretto il messaggio del Governo agli imprenditori, portato all’Assemblea di Assolombarda dal ministro Vittorio Colao.
“I costi del Pnrr sono debito, non sono regali ma impegni presi. Per questo ci dobbiamo ricordare dei ragazzi: assumete di più, pagateli di più senza differenze di genere”. “Le risorse umane sono l’asset più importante che avete e c’è anche una legislazione favorevole. E poi c’è la formazione, rinunciarci è autolesionista. Sulla discriminazione di genere, è ingiusto e uno spreco risorse che prendano il 20% in meno degli uomini”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Colao, 5 mesi per trovare formule pratiche Rete Unica
‘Nostro obiettivo rete forte per il Paese’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2022
17:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Adesso abbiamo 5 mesi importanti, i cda delle aziende insieme devono trovare le formule pratiche per realizzare questo progetto”.
Il ministro Vittorio Colao osserva con soddisfazione l’accordo raggiunto tra Cdp, Tim, Kkr e Macquarie che avvia la discussione per integrare l’infrastruttura di Tim e Open Fiber.

L’operazione che Cdp sta progettando con Tim va nella direzione voluta dal Governo, ha detto ancora Colao. “Abbiamo sempre detto che avevamo come obiettivo una rete forte che sostenga tutto il Paese, anche le aree meno connesse”, risponde il ministro a margine dall’assemblea di Assolombarda dando il senso dell’operazione visto dal punto di vista del Governo.
“Vedo che c’è un bisogno di un’infrastruttura potente e forte nel Paese per poter arrivare dappertutto e questa infrastruttura non può essere nelle mani di un solo operatore, deve essere ovviamente al servizio di tutti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Upb, da governo 28,5 mld per caro-energia,8 mld a famiglie
‘Per Pil secondo trimestre possibile dinamica positiva’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2022
17:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Mettendo insieme tutti i decreti” varati dal governo nel biennio 2021-22, decreto aiuti incluso, “per la mitigazione dei prezzi, parliamo di 28,5 miliardi”, di cui 23,6 miliardi nel 2022.
Lo ha detto la presidente dell’Ufficio parlamentare di bilancio, Lilia Cavallari, in audizione alle commissioni riunite Bilancio e Finanze della Camera sul dl aiuti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In particolare, “8 miliardi a sostegno famiglie, 7,4 a sostegno imprese, 13,1 destinati a sostenere sia le famiglie che le imprese”, ha precisato.
“Il complesso delle misure messe in atto per tutelare le famiglie dall’aumento dei prezzi dell’energia ha di fatto raggiunto il suo obiettivo, nel senso che ha tutelato le fasce vulnerabili – secondo i nostri calcoli le ha tutelate integralmente”, ha quindi evidenziato Cavallari. “In media le famiglie italiane hanno avuto una perdita del potere d’acquisto superiore al 5%, cioè intorno al 6%, e grazie ai provvedimenti di fatto hanno una perdita intorno al 2%, quindi hanno avuto una compensazione non indifferente”, ha spiegato.
La presidente dell’Upb ha quindi anticipato possibili notizie positive per il Pil: “Vi do un’anticipazione, ma prendetela con tutte le cautele del caso perché dobbiamo ancora consolidare il dato, il secondo trimestre 2022 parrebbe avere una dinamica positiva. Abbiamo visto un rallentamento dell’economia, ma potrebbe non essere così drammatico come le previsioni più pessimistiche: ci sono anzi delle indicazioni che in questo secondo trimestre l’economia può avere un segno positivo”.   POLITICA

Borsa: Europa positiva nel finale, giù spread, Milano +0,7%
Wall Street chiusa per festività, corrono lusso e microchip
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2022
17:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee positive nel finale con la tensione sui rendimenti dei titoli di Stato in lieve calo e il differenziale tra Btp e Bund tedeschi in ribasso a 193,8 punti.
Riduce il rialzo a 8,6 punti il Bund tedesco (1,04%) e a 9,1 punti il Btp italiano (2,98%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusa Wall Street per festività. Sul fronte azionario la migliore è Francoforte (+0,79%), tallonata da Parigi e Milano (+0,7% entrambe). Poco mossa Londra (+0,21%), in calo Madrid (-0,17%).
L’allentamento delle restrizioni per il Covid in Cina favorisce i titoli del lusso da Moncler (+4,34%) a Hermes (+4,4%), da Richemont (+3,6%) ad Lvmh (+3,17%). In luce anche i produttori di semiconduttori Ams-Osram (+5,09%), Asm (+4,38%), Be (+3,35%), Asml Holding (+3,16%) ed Stm (+1,6%) già brillanti in Asia. Bene gli automobilistici Renault (+3%) e Stellantis (+1,7%), che produrrà in Italia e in Polonia il nuovo furgone in collaborazione con Toyota. Acquisti sui bancari Ing (+3,2%), Sabadell (+2,57%) e SocGen (+2,23%). Più caute Banco Bpm (+0,94%), Unicredit (+0,81%) e Intesa (+0,34%), mentre Bper (-0,31%) non raggiunge la parità. Scivolone di Credit Agricole (-7,41%), retrocessa a ‘neutral’ dagli analisti di Goldman Sachs.
Segno meno per Repsol (-1,3%) e Shell (-0,61%), invariata invece Eni con il greggio in rialzo (Wti +0,85% a 116,05 dollari al barile), che favorisce Tenaris (+1,34%), mentre Saipem (+1,35%) è spinta da un accordo sull’eolico in mare. Soffrono invece le utility Acciona (-2,6%), Edf (-1,7%) ed Engie (-1,5%).
Più caute in Piazza Affari Hera (-1,05%), Snam (-0,95%), Italgas (-0,75%) ed Enel (-0,63%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo, +0,7%
Indice Ftse Mib a quota 24.808 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
30 maggio 2022
17:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari ha chiuso la seduta in rialzo.
L’indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,7% a 24.808 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude positiva, Parigi +0,72%, Londra +0,22
In rialzo Francoforte (+0,79%), in lieve calo Madrid (-0,06%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2022
17:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura positiva per le principali Borse europee.
Parigi ha guadagnato lo 0,72% a 6.562 punti, Londra lo 0,22% a 7.602 punti.
Francoforte lo 0,79% a 14.656 punti e Madrid ha ceduto lo 0,06% a 8.928 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Deloitte: green, 5g, digitale, ecco l’Italia del futuro
Un corto d’autore per raccontare il Paese del 2026
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2022
18:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Una comunità verde, servita interamente da energie rinnovabili, dove gli edifici sono efficienti dal punto di vista energetico, la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti sono rispettosi dell’ambiente.
La mobilità è green e l’agricoltura punta sulle più avanzate tecniche di produzione a basso impatto ambientale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La connettività 5G abilita lo smart working e i cittadini accedono ai servizi digitalizzati della pubblica amministrazione. Questa, secondo Deloitte, potrebbe essere l’Italia del 2026 grazie ai fondi del Pnrr. E per raccontare il Paese del futuro Deloitte ha scelto il cinema, producendo in collaborazione con Goldenart Production un cortometraggio, “Presto sarà domani”, con Riccardo Scamarcio, Carolina Crescentini, la regia di Michele Placido e le musiche di Nicola Piovani. L’opera, che sarà disponibile dal 31 maggio in versione integrale sul sito di Deloitte, è stata presentata in anteprima durante la quinta edizione dell’Innovation Summit dell’azienda, che ha visto anche esponenti del mondo economico e istituzionale confrontarsi sulle straordinarie opportunità che derivano dal Pnrr e dall’innovazione. Strumenti che, secondo Deloitte, possono permettere all’Italia di fare presto il salto di qualità che serve, per lasciare in eredità alle generazioni future un Paese più innovativo, digitale e sostenibile.   CINEMA   SPETTACOLI MUSICA E CULTURA   TECNOLOGIA

PagoPA: Virgone confermato Amministratore Unico per 2022-24
Lo ha deciso l’assemblea della società partecipata dal Mef
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2022
18:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giuseppe Virgone è stato confermato Amministratore Unico della società PagoPA per il prossimo triennio, 2022-24.
A deciderlo è stata l’assemblea ordinaria degli azionisti della società che è interamente partecipata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’assemblea – è scritto in una nota della società – ha approvato oggi il Bilancio d’esercizio chiuso al 31 dicembre 2021 e ha provveduto a nominare l’Organo Amministrativo e il nuovo Collegio Sindacale per il triennio 2022-2024.
Virgone, che già era alla guida della società, avvia così un secondo mandato nel segno della continuità con la strategia di digitalizzazione del settore pubblico che ha visto nascere PagoPA S.p.A. nel luglio 2019. La deliberazione dell’Assemblea, come previsto, è avvenuta – rende noto la società – a valle del concerto tra il Ministro dell’Economia e delle Finanze e il Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Transizione Digitale: “Nel congratularsi per il rinnovo della nomina – conclude il comunicato – l’Assemblea ha tenuto a sottolineare il proficuo lavoro svolto sin qui dalla Società in linea con gli obiettivi di un Piano industriale ambizioso e i risultati raggiunti dalle piattaforme digitali gestite”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Brent supera quota 120 dollari, ai massimi da due mesi
Spinta da timori su Russia, ripartenza Cina e driving season Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2022
18:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Brent torna a superare i 120 dollari al barile, ai massimi da due mesi, in scia alle tensioni per la guerra e ai timori sulle forniture dalla Russia che molti Paesi stanno evitando dopo l’invasione dell’Ucraina, con l’effetto di ridurre l’offerta di carburanti e prodotti raffinati.
Il petrolio europeo avanza dell’1,1% a 120,78 dollari al barile mentre il Wti americano sale dell’1% a 116,18 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Il nuovo rialzo del brent arriva mentre i leader europei sono al lavoro per cercare di chiudere oggi un accordo politico sull’embargo al petrolio russo che avrebbe l’effetto di ‘asciugare’ ulteriormente il mercato. Ma alla corsa dei prezzi contribuisce anche l’allentamento delle misure di contenimento del Covid da parte della Cina, con l’hub commerciale di Shanghai che ha permesso a tutti i produttori di riprendere le attività a partire da giugno mentre il governo ha affermato che la pandemia è sotto controllo a Pechino.
“C’è una fornitura limitata” ha commentato a Bloomberg, Ole Hansen, capo della strategia sulle commodities a Saxo Bank. Per l’analista sotto i riflettori del mercato ci sono “la domanda cinese e e l’inizio della ‘driving season’ negli Stati Uniti”, cioè l’aumento degli spostamenti in auto legati all’arrivo dell’estate.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo (+0,7%) rally Moncler e Tim
Spread sotto i 194 punti, Saipem spinta dall’eolico in mare
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2022
18:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari ha chiuso sui massimi di giornata con un rialzo dello 0,7% a 24.808 punti, livello che non toccava dallo scorso 21 aprile.
Fiacchi gli scambi, limitati a 1,6 miliardi di euro di controvalore, a causa della chiusura festiva di New York.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In rialzo appena sotto quota 194 punti il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi, che ha chiuso a 193,9 punti, con il rendimento annuo dei titoli decennali in crescita di 9,9 punti al 2,898%.
In luce Interpump (+4,47%) e Moncler (+4,18%), che si è adeguata al resto del settore del lusso in Europa dopo l’allentamento delle restrizioni in Cina per il Covid.
Riflettori puntati su Tim (+3,14%), spinta dalle valutazioni degli analisti all’indomani del protocollo d’intesa sull’integrazione tra la propria rete in fibra e quella di Open Fiber, che ha favorito anche Prysmian (+1,61%), fornitore di cavi per l’infrastruttura. Acquisti su Poste (+2,2%) e Saipem, (+2,03%), spinta dal rialzo del greggio (Wti +1,03% a 116,27 dollari al barile) e dall’accordo strategico per l’eolico in acque profonde con Havfram Holding e Hvas Invest Kappa (gruppo HitecVision). Poco più indietro Iveco (+1,85%) e Stellantis (+1,83%), che produrrà anche ad Atessa il nuovo furgone frutto della collaborazione con Toyota. Rialzi infine per Recordati (+1,66%) in campo farmaceutico ed Stm (+1,52%), in linea con l’andamento del settore dei microprocessori dopo i rialzi registrati in Asia.
Pochi i segni meno, limitati a Unipol (-0,83%), Italgas (-0,75%), Hera (-0,74%), Snam (-0,48%), Inwit (-0,43%) ed Enel (-0,39%), insieme ad A2a (-0,38%). Quasi invariata Eni (+0,06%), mentre si sono mosse in ordine sparso le banche. Sprint di Mps (+4,3%), seguita a distanza da Banco Bpm (+1,19%), Unicredit (+0,91%) e Intesa (+0,61%). Fiacca Bper (-0,03%) insieme a Carige (-0,13%), più debole Bps (-0,42%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
G7: The One, roadshow a Roma per sensibilizzare i leader
Caffè-takeover l’8 giugno, ‘agire ora su Covid, guerra e clima’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2022
20:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre 300 giovani attivisti dell’organizzazione contro la povertà The One Campaign, co-fondata da Bono degli U2, si sono uniti per dare vita a “un road show estivo attraverso le città europee”: una campagna, dal nome GenerAction, che “mira a evidenziare l’impatto delle crisi convergenti di Covid, conflitti e clima sui Paesi più vulnerabili oltre a sollecitare i decisori politici ad agire ora o a esporsi a conseguenze devastanti”.

Lo si legge in un comunicato di The One Campaign, i cui attivisti italiani terranno un café-takeover a Roma, al bar Espressamente Illy in Via degli Uffici del Vicario, l’8 giugno dalle 8 alle 19.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

In vista del vertice del G7 che si terrà in Germania dal 26 al 28 giugno, The One chiede ai leader di “riscrivere le regole sulla salute globale e di investire nella lotta contro tutte le malattie prevenibili, di ricostruire l’economia globale in modo da renderla sostenibile per tutti e di aumentare la resilienza dei Paesi vulnerabili alle crisi climatiche e alimentari”.
“Sembra che ogni giorno, guardando il telegiornale o scorrendo i social media, emerga una nuova crisi con una nuova statistica funesta. Come giovani attivisti ci uniamo a The One Campaign per ricordare ai leader che hanno il potere di cambiare questa situazione e per ricordare ai cittadini che abbiamo il potere di chiamarli a rispondere delle loro azioni. Ci rifiutiamo di lasciarci abbattere dalle crisi odierne: possiamo risolvere la situazione e ricostruire il nostro mondo al meglio, per tutti. Abbiamo ancora tempo, i leader possono ancora rispettare gli impegni presi per rilanciare l’economia globale, investire nella salute globale e mantenere le promesse sul clima. Questo è un momento che definirà la nostra generazione, è ora di agire”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
G7: The One, roadshow a Roma per sensibilizzare i leader
Caffè-takeover l’8 giugno, ‘agire ora su Covid, guerra e clima’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2022
20:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre 300 giovani attivisti dell’organizzazione contro la povertà The One Campaign, co-fondata da Bono degli U2, si sono uniti per dare vita a “un road show estivo attraverso le città europee”: una campagna, dal nome GenerAction, che “mira a evidenziare l’impatto delle crisi convergenti di Covid, conflitti e clima sui Paesi più vulnerabili oltre a sollecitare i decisori politici ad agire ora o a esporsi a conseguenze devastanti”.

Lo si legge in un comunicato di The One Campaign, i cui attivisti italiani terranno un café-takeover a Roma, al bar Espressamente Illy in Via degli Uffici del Vicario, l’8 giugno dalle 8 alle 19.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

In vista del vertice del G7 che si terrà in Germania dal 26 al 28 giugno, The One chiede ai leader di “riscrivere le regole sulla salute globale e di investire nella lotta contro tutte le malattie prevenibili, di ricostruire l’economia globale in modo da renderla sostenibile per tutti e di aumentare la resilienza dei Paesi vulnerabili alle crisi climatiche e alimentari”.
“Sembra che ogni giorno, guardando il telegiornale o scorrendo i social media, emerga una nuova crisi con una nuova statistica funesta. Come giovani attivisti ci uniamo a The One Campaign per ricordare ai leader che hanno il potere di cambiare questa situazione e per ricordare ai cittadini che abbiamo il potere di chiamarli a rispondere delle loro azioni. Ci rifiutiamo di lasciarci abbattere dalle crisi odierne: possiamo risolvere la situazione e ricostruire il nostro mondo al meglio, per tutti. Abbiamo ancora tempo, i leader possono ancora rispettare gli impegni presi per rilanciare l’economia globale, investire nella salute globale e mantenere le promesse sul clima. Questo è un momento che definirà la nostra generazione, è ora di agire”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ex Ilva: verso proroga 2 anni salita Invitalia al 60%
Termini contratto siglato nel 2020 restano al momento invariati
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2022
21:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La salita dello Stato al 60% di Acciaierie d’Italia attraverso Invitalia sarà prorogata, secondo quanto si apprende, di due anni, al 2024.
La scadenza per il passaggio dall’attuale partecipazione pubblica del 38% alla maggioranza del capitale è fissata domani.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si attende quindi la firma definitiva dell’accordo per il rinvio.
A quanto si apprende, dopo un mese di trattative, ArcelorMittal, commissari di Ilva in Amministrazione straordinaria e Invitalia avrebbero raggiunto l’intesa per la proroga del contratto di investimento al 31 maggio del 2024. La firma dal notaio è attesa per domani. Secondo fonti vicine al dossier, i termini dell’intesa al momento restano invariati rispetto al contratto siglato il 10 dicembre 2020, così come l’assetto societario con Franco Bernabè presidente del Cda di Acciaierie d’Italia e Lucia Morselli amministratore delegato. Il piano industriale contempla la graduale sostituzione degli altiforni con forni elettrici alimentati da preridotto. L’intesa originaria prevedeva entro domani, 31 maggio, il passaggio in maggioranza di Invitalia con il versamento di 680 milioni di euro per acquistare gli asset oggi in affitto. Il closing viene spostato di due anni in attesa del completamento delle prescrizioni dell’Aia (Autorizzazione integrata ambientale), delle decisioni della magistratura sull’istanza di dissequestro degli impianti dell’area a caldo (una delle clausole sospensive del contratto) presentata dai commissari di Ilva in As, e della ricerca di nuovi finanziamenti. Acciaierie, secondo alcune fonti, starebbe lavorando alla chiusura di un’operazione con Unicredit dopo la cartolarizzazione di crediti commerciali da 1,5 miliardi siglata nei mesi scorsi con Morgan Stanley.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in lieve calo (-0,17%)
Attesa indicatori macro Cina dopo lockdown Shanghai
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
31 maggio 2022
02:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo inizia la seduta all’insegna della cautela, in attesa delle nuove indicazioni dall’attività manifatturiera in Cina, previste questa mattina, dopo il periodo di lockdown imposto a Shanghai.

L’indice di riferimento Nikkei cede lo 0,17% a quota 27.322, con una flessione di 47 punti.
Sul mercato dei cambi lo yen torna a perdere terreno sul dollaro a 127,90 e sull’euro a 137,80.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: stabile in avvio a 1.853,74 dollari l’oncia
Quotazione spot arretra dello 0,08%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
08:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro quasi ferme in avvio di giornata: il contratto spot vieve trattato a 1.853,74 dollari l’oncia con un ribasso dello 0,08%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in calo in avvio a 1,0745 dollari
Scambia a 137,31 sullo yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
08:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in calo in avvio di giornata: è trattato a 1,0745 dollari (-0,32%) ed a 137,31 yen (-0,12%).

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund apre stabile, a ridosso dei 194 punti
Il rendimento del decennale italiano sale e oltrepassa il 3%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
08:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund apre a 193,7 punti, non lontano dai 193,9 della chiusura di ieri.
Il rendimento del decennale italiano sale e oltrepassa la soglia del 3%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gas: apre in rialzo ad Amsterdam a 93,5 euro
L’incremento è del 2,37%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
08:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in deciso rialzo per il gas sulla Piazza di Amsterdam.
Il prezzo del megawattora di metano segna un 2,37% a 93,5 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in netto rialzo, Brent a 123,32 dollari (+1,36%)
Dopo accordo Ue su stop a Russia, Wti a 118,57, +3,04%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
08:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio in netto rialzo dopo l’accordo al vertice europeo sull’embargo all’oro nero russo: il Brent è trattato a 123,32 dollari al barile, in rialzo dell’1,36%, riaggiornando i livelli massimi toccati negli ultimi 2 mesi.
Il Wti è a 118,57 dollari al barile con un progresso del 3,04%.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia senza direzione, Europa attesa in calo
Negativi anche future su Wall Street. Occhi su pil Italia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
08:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse di Asia e Pacifico in ordine sparso con i Treasuries in calo mentre il petrolio è salito, aumentando le preoccupazioni sul quanto le banche centrali dovranno essere aggressive per contenere l’inflazione senza far deragliare la crescita.

I titoli tecnologici hanno sostenuto Hong Kong (1%), mentre la Cina ha mostrato una contrazione dell’attività manifatturiera.
A scambi in corso Shanghai guadagna lo 0,95%, Shenzhen l’1,39%. Tokyo conclude la seduta col segno meno con gli investitori che fanno scattare le prese di profitto quando l’indice di riferimento ai massimi in un mese. Il Nikkei cede lo 0,33% Tra le altre Piazze Seul segna un +0,61%, flessione per Sydney (-1,03%).
Europa è attesa in negativo così come sono con il segno meno i future su Wall Street. Tra i macro l’inflazione e il dato finale sul pil del primo trimestre di Italia e Francia, la disoccupazione tedesca faranno da antipasto all’inflazione nella Ue, attesa in crescita al 7,7%. Gli Usa si attendono un calo della fiducia dei consumatori.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: Visco, con guerra lunga due punti pil in meno nel biennio
Le considerazioni finali, evento in presenza con restrizioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
15:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La guerra ha radicalmente accentuato l’incertezza.
L’attività produttiva si è indebolita nel primo trimestre, dovrebbe rafforzarsi moderatamente in quello in corso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In aprile valutavamo che il prolungamento del conflitto in Ucraina avrebbe potuto comportare circa 2 punti percentuali in meno di crescita, quest’anno e il prossimo”. Così Ignazio Visco nelle Considerazioni finali. “Le stime più recenti delle maggiori organizzazioni internazionali sono simili. Non si possono però escludere sviluppi più avversi. Se la guerra dovesse sfociare in interruzione delle forniture di gas russo, il pil potrebbe ridursi nella media del biennio”.

“La cooperazione internazionale non deve cedere il passo. La necessaria riflessione sul governo della globalizzazione non deve venire offuscata dalla sfiducia e dalle tensioni che derivano dal conflitto in atto; va invece coltivata con il massimo impegno, mantenendo aperto il dialogo, la speranza che la guerra, per la quale esprimiamo netta e totale condanna, cessi al più presto”. Così’ il governatore della Banca d’Italia dopo aver citato Luigi Einaudi: “frontiere aperte sono artefici di prosperità, perché: “Libertà di scambi economici internazionali vuol dire pace”.

Una “divisione del mondo in blocchi rischierebbe di compromettere i meccanismi che hanno stimolato la crescita e ridotto la povertà a livello globale” colpendo specialmente i paesi più deboli. Lo afferma Visco nelle sue considerazioni finali seconco cui “una frammentazione lungo confini definiti da pur necessarie considerazioni di sicurezza politica potrebbe avere conseguenze assai negative per le economie di minori dimensioni”. Per Visco inoltre una conseguenza della divisione si avrebbe anche sulle sfide globali, dal clima alla lotta alla povertà e ai contrasto alle pandemie.

Visco ammonisce ad evitare “una vana rincorsa fra prezzi e salari” di fronte all’aumento dell’inflazione. Per Visco invece di una generale crescita delle retribuzioni agganciandole ai prezzi di alcuni beni, sarebbero opportuni “interventi di bilancio di natura temporanea e calibrati con attenzione alle finanze pubbliche” per contenere i rincari delle bollette energetiche e sostenere il reddito delle famiglie. Al momento, nota Visco, segnali di “trasmissione delle pressioni dai prezzi alle retribuzioni” non si sono finora registrati.

“L’aumento dei prezzi delle materie prime importate è una tassa ineludibile per il Paese”. Nelle Considerazioni finali Visco precisa che “l’azione pubblica può ridistribuirne gli effetti tra famiglie, fattori di produzione, generazioni presenti e future; non può annullarne l’impatto d’insieme. Per quanto riguarda le famiglie, gli interventi calibrati in funzione della loro condizione economica complessiva anziché dei redditi individuali risultano più efficaci nel contrastare le ripercussioni dell’inflazione sulla disuguaglianza”.

La situazione delle banche italiane è “complessivamente non negativa” ma il conflitto in Ucraina e i problemi di approvvigionamento delle materie prime che causano un rallentamento del pil consigliano di “operare con prudenza” sulla “classificazione dei prestiti, accantonamenti e distribuzione degli utili”. Lo afferma il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco nelle considerazioni finali secondo cui conseguenze “di rilievo” potrebbero esserci per le banche più ‘tradizionali’ specie le “medio piccole”i cui vertici “evono agire senza ritardi anche sul fronte di possibili aggregazioni” per minimizzare il rischio “di crisi”.

La congiuntura è “sostanzialmente mutata negli ultimi mesi. Scongiurato il rischio di deflazione e superato l’impatto della pandemia sulla domanda finale, non vi sono più preclusioni all’abbandono della politica di tassi ufficiali negativi”. Così il governatore Ignazio Visco. “Il rialzo, che la Bce potrà decidere di avviare nell’estate, dovrà procedere tenendo conto della incerta evoluzione delle prospettive economiche. Per far fronte a esigenze in rapida evoluzione, particolare attenzione andrà dedicata ad assicurare che il processo avvenga in modo ordinato”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Francia: Pil rivisto al ribasso, -0,2% in primo trimestre
Insee, invariato nella prima stima, +4,5 il tendenziale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
09:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Rivisto al ribasso il pil della Francia che nel primo trimestre segna un -0,2% dopo che nella prima lettura era indicato invariato.
E’ quanto comunica l’Insee.
Il tendenziale segna un +4,5%.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ex-Ilva: oggi firma proroga 2 anni ArcelorMittal-Invitalia
Resta governance Morselli ceo, Bernabè presidente
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
09:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si terrà a Milano presso lo studio del notaio Marchetti la firma dell’accordo di proroga tra ArcelorMittal e Invitalia per l’ex-Ilva.
Lo si apprende da fonti vicine al dossier.
La proroga che lascia ad Arcelor Mittal il 60% della società, dovrebbe essere di due anni. Secondo quanto si apprende resta confermata la governance con Lucia Morselli Ceo e Franco Bernabè presidente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in flessione dello 0,32%
Ftse Mib a 24.729 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
31 maggio 2022
09:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre in calo dello 0,32% con il Ftse Mib a quota 24.729 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in flessione, Francoforte -0,43%
Parigi -0,34%, in controtendenza Londra (+0,14%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
09:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono in negativo.
Francoforte cede lo 0,43%con il Dax a quota 14.513 punti.
Parigi segna un +0,34% con il Cac 40 a quota 6.539 punti.
In controtendenza Londra in rialzo dello 0,14% con il Ftse 100 a 7.610 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano cala ancora (-0,7%),spread sale oltre 195 punti
In luce Tim ed Eni, sotto pressione Ferrari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
09:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano conferma il calo dell’avvio con il Ftse Mib che incrementa la flessione (-0,7% a 24.625 punti).
Lo spread tra Btp e Bund sale a 195,4 punti con il rendimento del decennale italiano che scende al 2,98%.

A tenere sul listino è Tim (+2%) sempre in scia al memorandum sulla Rete Unica. In evidenza poi tra i bancari Bper (+1,14%) mentre nell’energia con il petrolio in salita, cresce Eni (+1,8%). Sotto pressione invece Ferrari (-3% ) dopo il Gran premio di Montecarlo e l’errore dei pit stop che è costato il primo posto a a Charles Leclerc. Male poi Prysmian (-2,4%), Amplifon (-2,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inail, in 4 mesi 254mila infortuni e 261 morti sul lavoro
Incidenti in aumento del 48,1%, vittime in calo del 14,7%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
09:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le denunce di infortunio sul lavoro presentate all’Inail tra gennaio e aprile sono state 254.493 (+48,1% rispetto allo stesso periodo del 2021), 261 delle quali con esito mortale (-14,7%).
In aumento le patologie di origine professionale denunciate, che sono state 19.287 (+3,5%).
Lo fa sapere l’Istituto sottolineando che i dati sono provvisori e che il confronto richiede “cautele”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pil: Istat rivede al rialzo stima primo trimestre, +0,1%
Alza anche dato tendenziale, al +6,2%. Francia -0,2%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
10:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel primo trimestre del 2022 il prodotto interno lordo, espresso in valori concatenati con anno di riferimento 2015, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è aumentato dello 0,1% rispetto al trimestre precedente e del 6,2% nei confronti del primo trimestre del 2021.
Lo rende noto l’Istat nella statistica sui Conti economici trimestrali, spiegando che “si tratta di stime al rialzo rispetto alla stima preliminare dello scorso 29 aprile, quando il rilascio mostrava una diminuzione congiunturale dello 0,2% e un aumento tendenziale del 5,8%”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

La crescita acquisita per il 2022, ovvero quella che si otterrebbe in presenza di una variazione congiunturale nulla nei restanti trimestri dell’anno, è così pari al 2,6%. La ripresa è stata determinata soprattutto alla domanda interna e in particolare agli investimenti a fronte di un contributo negativo della domanda estera”, spiega l’Istituto di statistica, rilevando tuttavia che la spesa delle famiglie sul territorio economico ha registrato una diminuzione in termini congiunturali dello 0,9%.
Rivisto invece al ribasso il pil della Francia che nel primo trimestre segna un -0,2% dopo che nella prima lettura era indicato invariato. E’ quanto comunica l’Insee. Il tendenziale segna un +4,5%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La revisione al rialzo della stima Istat di crescita del Pil nel primo trimestre è in linea con le più recenti stime del Ministero dell’Economia e delle Finanze e porta al 2,6% la crescita acquisita per il 2022, ovvero quella che si realizzerebbe se il PIL restasse invariato da qui a fine anno”.
Lo afferma il Ministero dell’economia in una nota, aggiungendo che “per il secondo trimestre stimiamo un significativo aumento del Pil sul primo trimestre che metterebbe il percorso di crescita annua in linea con la previsione del Def o quantomeno prossimo ad essa”.
L’Istat rivede al rialzo la stima del primo trimestre, +0,1%
Nel primo trimestre del 2022 il prodotto interno lordo, espresso in valori concatenati con anno di riferimento 2015, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è aumentato dello 0,1% rispetto al trimestre precedente e del 6,2% nei confronti del primo trimestre del 2021.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo rende noto l’Istat nella statistica sui Conti economici trimestrali, spiegando che “si tratta di stime al rialzo rispetto alla stima preliminare dello scorso 29 aprile, quando il rilascio mostrava una diminuzione congiunturale dello 0,2% e un aumento tendenziale del 5,8%”.
La crescita acquisita per il 2022, ovvero quella che si otterrebbe in presenza di una variazione congiunturale nulla nei restanti trimestri dell’anno, è così pari al 2,6%. La ripresa è stata determinata soprattutto alla domanda interna e in particolare agli investimenti a fronte di un contributo negativo della domanda estera”, spiega l’Istituto di statistica, rilevando tuttavia che la spesa delle famiglie sul territorio economico ha registrato una diminuzione in termini congiunturali dello 0,9%.
Rivisto invece al ribasso il pil della Francia che nel primo trimestre segna un -0,2% dopo che nella prima lettura era indicato invariato. E’ quanto comunica l’Insee. Il tendenziale segna un +4,5%.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gazprom sospende forniture di gas a Olanda
Su mossa gigante russo il prezzo cala, poi risale a 93,2 euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
11:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gigante russo del gas Gazprom ha annunciato di aver sospeso le sue forniture del gas verso l’Olanda.
Gazprom ha fatto sapere di aver interrotto le forniture di gas all’Olanda dopo che l’azienda olandese GasTerra si è rifiutata di pagare in rubli.
“Gazprom ha interrotto del tutto le sue forniture a GasTerra in seguito al mancato pagamento in rubli”, ha sottolineato Gazprom in una nota.
Dopo questa decisione, sui mercati il gas azzera il rialzo, vira in negativo e poi si riprende. Il prezzo scende fino a 91 euro al Mwh poi risale a 93,2 euro con un incremento dell’2,13%.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Antitrust: multa 3,5 milioni a Leadiant su farmaco salvavita
Abuso di posizione dominante su un medicinale per malattia rara
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
10:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gruppo Leadiant, secondo l’Antitrust, “ha imposto al sistema sanitario nazionale prezzi ingiustificatamente gravosi per la vendita di un farmaco salvavita” da giugno 2017 ed è stata sanzionata per 3,5 milioni di euro per abuso di posizione dominante, un illecito “ritenuto molto grave” vista la natura del medicinale.
“Analoghi procedimenti sono stati svolti dalle autorità di concorrenza di Paesi Bassi e Spagna”, si legge in una nota.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato spiega di aver concluso l’istruttoria nei confronti delle società Essetifin, Leadiant Biosciences, Leadiant e Sigma-Tau Arzneimittel, appartenenti al gruppo Leadiant, “per abuso di posizione dominante sul mercato italiano della produzione e vendita dei farmaci a base di acido chenodesossicolico (CDCA)”.
“Si tratta di un medicinale usato per la cura di una malattia rara che causa gravi disabilità e che conduce a morte precoce i pazienti che ne sono affetti: la xantomatosi cerebrotendinea (CTX)”, continua il testo.
“Il prezzo inizialmente praticato era pari a circa 15.500 euro a confezione, ridotto solo a dicembre 2019 – dopo l’avvio del procedimento istruttorio da parte dell’Autorità – e comunque, dalle analisi economiche svolte, ancora eccessivamente oneroso e iniquo”, sottolinea l’autorità.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Visco, no a una vana rincorsa fra prezzi e salari
Rincari materie prime tassa ineludibile. Azioni siano calibrate
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
10:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco ammonisce ad evitare “una vana riconcorsa fra prezzi e salari” di fronte all’aumento dell’inflazione.
Per Visco invece di una generale crescita delle retribuzioni agganciandole ai prezzi di alcuni beni, sarebbero opportuni “interventi di bilancio di natura temporanea e calibrati con attenzione alle finanze pubbliche” per contenere i rincari delle bollette energetiche e sostenere il reddito delle famiglie.
Al momento, nota Visco, segnali di “trasmissione delle pressioni dai prezzi alle retribuzioni” non si sono finora registrati.
Visco ha sostenuto che “l’aumento dei prezzi delle materie prime importate è una tassa ineludibile per il Paese”. E che “l’azione pubblica può ridistribuirne gli effetti tra famiglie, fattori di produzione, generazioni presenti e future; non può annullarne l’impatto d’insieme. Per quanto riguarda le famiglie, gli interventi calibrati in funzione della loro condizione economica complessiva anziché dei redditi individuali risultano più efficaci nel contrastare le ripercussioni dell’inflazione sulla disuguaglianza”.

Visco, con guerra lunga due punti pil in meno nel biennio
“La divisione del mondo in blocchi è colpo a crescita globale”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
10:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La guerra ha radicalmente accentuato l’incertezza.
L’attività produttiva si è indebolita nel primo trimestre, dovrebbe rafforzarsi moderatamente in quello in corso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In aprile valutavamo che il prolungamento del conflitto in Ucraina avrebbe potuto comportare circa 2 punti percentuali in meno di crescita, quest’anno e il prossimo”. Così Ignazio Visco nelle Considerazioni finali. “Le stime più recenti delle maggiori organizzazioni internazionali sono simili. Non si possono però escludere sviluppi più avversi. Se la guerra dovesse sfociare in interruzione delle forniture di gas russo, il pil potrebbe ridursi nella media del biennio”.
Una “divisione del mondo in blocchi rischierebbe di compromettere i meccanismi che hanno stimolato la crescita e ridotto la povertà a livello globale” colpendo specialmente i paesi più deboli -, ha proseguito Visco, secondo cui “una frammentazione lungo confini definiti da pur necessarie considerazioni di sicurezza politica potrebbe avere conseguenze assai negative per le economie di minori dimensioni”. Per Visco inoltre una conseguenza della divisione si avrebbe anche sulle sfide globali, dal clima alla lotta alla povertà e ai contrasto alle pandemie.
“La cooperazione internazionale non deve cedere il passo – ha detto ancora il governatore -. La necessaria riflessione sul governo della globalizzazione non deve venire offuscata dalla sfiducia e dalle tensioni che derivano dal conflitto in atto; va invece coltivata con il massimo impegno, mantenendo aperto il dialogo, la speranza che la guerra, per la quale esprimiamo netta e totale condanna, cessi al più presto”. Visco ha citato anche Luigi Einaudi: “frontiere aperte sono artefici di prosperità, perché: “Libertà di scambi economici internazionali vuol dire pace”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa conferma debolezza, salgono petrolio e gas
Milano -0,32%, spread a quota 199 punti con dato inflazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
11:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee all’insegna della debolezza con l’indice d’area lo stoxx 600 che cede un quarto di punto con vendite sull’immobiliare e i tecnologici.
Girano invece in positivo i future sul Wall Street mentre nel pomeriggio è atteso dagli Usa il dato sulla fiducia dei consumatori.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sale l’energia con il petrolio. I brent è stabile sopra i 123,6 dollari al barile (+1,6%) mentre il wti viaggia a ridosso dei 119 dollari la barile (+3,3%) Cresce anche il gas dopo che il gigante russo Gazprom ha sospeso le sue forniture verso l’Olanda. Il prezzo ad Amsterdam è di 93,5 euro al Mwh (+2,6%) .
Tra le singole Piazze Francoforte cede lo 0,32% mentre in Germania il tasso di disoccupazione a maggio è rimasto stabile al 5%. Parigi cede lo 0,52% . In Francia il Pil è stato rivisto al ribasso: -0,2% nel primo trimestre secondo quanto indicato dall’istituto Insee. Controcorrente Londra (+0,56%). Milano perde lo 0,32% mentre l’inflazione è al top dal 1986 e Lo spread tra Btp e Bund sale a quota 199 punti con il rendimento del decennale italiano al 3%. Da segnalare la corsa di Tim (+4%) sempre in scia alla lettera d’intenti sulla rete unica. Buon passo poi di Bper (+2,3%) ed Eni (-1,5%). Vendite su Prysmian (-2,3%), Nexi (-1%) e Ferrari (-1,85%). .
Sul fronte dei cambi l’euro si indebolisce sul dollaro con cui scambia a 1,07. Migliora leggermente il rublo. Al cambio attuale per un euro servono 67 rubli e per un dollaro ne occorrono 62.
Continua infine la flessione di Mosca (-1,45%).

Istat: l’inflazione a maggio accelera a +6,9%, al top dal 1986
Il carrello della spesa corre a +6,7% in questo mese
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
11:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’inflazione torna ad accelerare a maggio, dopo il rallentamento di aprile.
Secondo le stime preliminari dell’Istat, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (Nic), al lordo dei tabacchi, registra un aumento dello 0,9% su base mensile e del 6,9% su base annua (da +6,0% del mese precedente).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“A maggio, dopo il rallentamento di aprile, l’inflazione torna ad accelerare salendo a un livello che non si registrava da marzo 1986 (quando fu pari a +7,0%)”, spiega l’Istat. L’inflazione acquisita per il 2022, cioè la variazione media che si avrebbe ipotizzando che l’indice rimanga al medesimo livello nella restante parte dell’anno, è pari a +5,7% per l’indice generale e a +2,5% per la componente di fondo. Lo rileva l’Istat diffondendo la stima preliminare sui prezzi a maggio.
A maggio i prezzi del cosiddetto ‘carrello della spesa’ accelerano a livelli che non si vedevano da 36 anni. Lo rileva l’Istat diffondendo la stima preliminare dei prezzi al consumo. I prezzi dei Beni alimentari, per la cura della casa e della persona passano infatti a +6,7%, dal +5,7% di aprile. “Gli alimentari lavorati fanno salire di un punto la crescita dei prezzi del cosiddetto ‘carrello della spesa’ che si porta a +6,7%, come non accadeva dal marzo 1986 (quando fu +7,2%)”, spiega l’Istat. Accelerano anche i prezzi dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto (da +5,8% a +6,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’inflazione torna ad accelerare a maggio, dopo il rallentamento di aprile.
Secondo le stime preliminari dell’Istat, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (Nic), al lordo dei tabacchi, registra un aumento dello 0,9% su base mensile e del 6,9% su base annua (da +6,0% del mese precedente).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“A maggio, dopo il rallentamento di aprile, l’inflazione torna ad accelerare salendo a un livello che non si registrava da marzo 1986 (quando fu pari a +7,0%)”, spiega l’Istat.
Accelera anche il cosiddetto ‘carrello della spesa’, che si porta sempre ai massimi da 36 anni: i prezzi dei Beni alimentari, per la cura della casa e della persona passano infatti a +6,7%, dal +5,7% di aprile.
“Gli elevati aumenti dei prezzi dei Beni energetici continuano a essere il traino dell’inflazione (con quelli dei non regolamentati in accelerazione) e le loro conseguenze si propagano sempre più agli altri comparti merceologici, i cui accresciuti costi di produzione si riverberano sulla fase finale della commercializzazione”, spiega l’Istat, precisando che “accelerano infatti i prezzi al consumo di quasi tutte le altre tipologie di prodotto, con gli Alimentari lavorati che fanno salire di un punto la crescita dei prezzi del ‘carrello della spesa'”.
L’inflazione acquisita per il 2022, cioè la variazione media che si avrebbe ipotizzando che l’indice rimanga al medesimo livello nella restante parte dell’anno, è pari a +5,7% per l’indice generale e a +2,5% per la componente di fondo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mise: 37,5 milioni a Midac per batterie di nuova generazione
Giorgetti, finanziamento per raggiungere l’autonomia strategica
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
11:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Agevolazioni per circa 37,5 milioni di euro sono state concesse dal Ministero dello sviluppo economico alla società Midac per realizzare nello sito di Soave (Verona) attività di ricerca, sviluppo e innovazione nelle batterie.
Sono attività previste dal secondo importante progetto di comune interesse europeo nel settore delle batterie (Ipcei Batterie 2) che vede la partecipazione di 12 Stati membri.

L’obiettivo dell’intervento promosso dal ministro Giancarlo Giorgetti, nell’ambito del Fondo Ipcei istituito presso il Mise, è rafforzare la competitività di una azienda dell’industria nazionale al fine di favorirne l’autonomia. “Questo finanziamento va nella direzione di perseguire il raggiungimento dell’autonomia strategica nazionale e europea in un settore come quello delle batterie, centrale nella transizione ecologica e su cui il Mise continua ad investire, non sono con gli Ipcei, ma anche con i contratti di sviluppo, dove è aperto uno sportello dedicato al settore con una dotazione di 500 milioni di euro”, dichiara Giorgetti. Il progetto della Midac, avviato il primo gennaio 2022, si concluderà il 31 maggio 2029.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzi guerra: gas e petrolio in rialzo, debole l’oro
In calo anche il grano duro e il frumento
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
12:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio e gas in rialzo.
Il brent conferma il buon passo a 123,8 dollari al barile (+1,77%) Il wti sale del 4% a 119 dollari al barile.
Ad Amsterdam il metano segna un +2,56% a 93,86 euro dopo lo stop di Gazprom alle forniture all’Olanda. Tra i metalli l’oro è debole (-0,25%) a 1.850 dollari l’oncia.
Sul fronte agroalimentare, in calo tanto il grano duro (-1,92% a 1.211 dollari per unità contrattuale da 5mila staia) quanto il frumento (-2,118% a 1.132 dollari).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: Fornaro, adeguare salari o rischiamo bomba sociale
Così si evita recessione, Confindustria sbaglia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
12:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Ha ragione il ministro Orlando, bisogna adeguare i salari e gli stipendi all’inflazione o rischiamo una bomba sociale.
Gli aumenti, in primis quelli dell’energia e degli alimenti, stanno mettendo sotto pressione i lavoratori e le lavoratrici figuriamoci chi il lavoro non lo ha, o lo ha saltuario e sottopagato.
E’ un modo per evitare la possibile recessione, non si capisce quindi la contrarietà di Confindustria. Il nostro Paese dal 1990 a oggi è l’unico Paese Ue che ha visto decrescere la media degli stipendi del 2,90 per cento. Per questo serve aumentare gli stipendi ma anche introdurre, d’intesa con i sindacati, il salario minimo.
Un’Italia in recessione e con una crescita dei poveri è uno scenario da scongiurare nell’interesse di tutti, industriali compresi nonostante quel che dice Bonomi”. Lo afferma il capogruppo di LeU Federico Fornaro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Poste: webinar sulle opportunità dell’economia circolare
Da corretta gestione rifiuti Raee possibilità di riciclo e riuso
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
13:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aumentare la consapevolezza sull’economia circolare e sui benefici economici, sociali e ambientali che può portare.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La collaborazione con il consorzio Erion, spiega Poste in una nota, ha permesso di far conoscere i vantaggi della corretta gestione dei Raee (Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche) che, se opportunamente riciclati, possono essere utilizzati per il 95% del loro peso, potendo quindi trasformarsi in una grande opportunità di riciclo e riuso. L’evento è entrato a far parte delle iniziative legate al “Mese Verde” di Poste Italiane, che ha avuto come focus proprio il corretto smaltimento dei rifiuti Raee.
È possibile consultare gratuitamente i percorsi tematici multimediali di Educazione Digitale al link

https://www.posteitaliane.it/it/educazione-digitale.html

e iscriversi ai webinar in programma nel corso dell’anno. Le attività possono essere seguite su LinkedIn, Facebook e Twitter attraverso l’hashtag #educazionedigitale e nella sezione storie di Instagram.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: l’inflazione zavorra l’Europa, Milano -0,6%
Future Wall Street negativi, petrolio e gas confermano rialzo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
13:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee confermano la flessione con l’inflazione record nell’eurozona che è volata all’8,1%.
E cambiano ancora una volta passo i future su Wall Street che virano in negativo in attesa nel pomeriggio del dato dagli Usa sulla fiducia dei consumatori.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

L’indice d’area del Vecchio Continente, lo stoxx 600, perde quasi un punto con le vendite su tecnologici, immobiliare e finanziari.
Sale l’energia con il petrolio: il Brent viaggia a 123,78 dollari al barile (+1,7%) mentre il Wti è a ridosso dei 119 dollari al barile (+3,2%). Cresce anche il gas dopo che il gigante russo Gazprom ha sospeso le sue forniture verso l’Olanda. Il prezzo ad Amsterdam è di 94,5 euro al Mwh (+3,6%).
A Londra è a +6,5% a 193 penny al Mmbtu.
Tra le singole Piazze Francoforte cede lo 0,57% mentre in Germania il tasso di disoccupazione a maggio è rimasto stabile al 5%. Parigi flette dello 0,72%. In Francia il Pil è stato rivisto al ribasso: -0,2% nel primo trimestre secondo quanto indicato dall’istituto Insee. Controcorrente Londra (+0,56%).
Milano perde lo 0,69% con l’inflazione che è al top dal 1986. Lo spread tra Btp e Bund lima leggermente a 199,5 punti con il rendimento del decennale italiano stabile sopra al 3%. Da segnalare la corsa di Tim (+3,5%) sempre in scia alla lettera d’intenti sulla rete unica. Seguono ma con rialzi meno marcati Bper (+1,03%) ed Eni (+0,89%). Maglia nera Ferrari (-2,98%) dopo il Gp di Montecarlo e l’errore al pit stop che è costato il primo posto a Charles Leclerc.
Sul fronte cambi l’euro è stabile a 1,07 sul dollaro. Così come lo è il rublo su moneta unica e dollaro. Al cambio attuale per un euro servono 66,4 rubli e per un biglietto verde ne occorrono 62. Continua infine la flessione della Borsa di Mosca (-1,32%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Benzina: prezzo settimanale salito di 1 cent, è a 1,885 euro
Al self service il gasolio è calato di meno di 1 centesimo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
13:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La media nazionale della benzina in modalità self service la settimana scorsa (23-29 maggio) si è attestata a 1,885 euro al litro, circa 1 centesimo in più dalla settimana precedente (16-22 maggio), quando era a 1,873 euro.
Il gasolio, sempre al self, si attesta a 1,812 euro al litro, quasi 1 centesimo in meno della settimana precedente (1,819).
Lo rende noto il Ministero della Transizione ecologica sul suo sito.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gucci: accordo con l’Università di Modena e Reggio Emilia
Per il management data-driven del Made in Italy
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
13:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Università di Modena e Reggio Emilia (Unimore) e Gucci hanno avviato una collaborazione strategica, con la firma di un accordo-quadro su formazione e ricerca nell’ambito della data science applicata alla business innovation.
È avvenuto in un incontro all’Auditorium della Fondazione universitaria Marco Biagi, a Modena, dal titolo “Il futuro dell’intuizione”, con il rettore, Carlo Adolfo Porro, e il presidente e ceo di Gucci, Marco Bizzarri.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’Italia – ha commentato Bizzarri – ha imprese e imprenditori di livello eccelso, se unissimo al saper fare e al talento, gli insight e la capacità di interpretare i dati a favore dell’innovazione l’enorme vantaggio competitivo del nostro Paese ne trarrebbe un beneficio indiscusso”.
Nell’incontro è stato presentato il nuovo corso di laurea magistrale del dipartimento di Economia “Marco Biagi” dedicato all’Analisi dei Dati per l’Economia e il Management (Adem). Il nuovo corso, di cui sono aperte le iscrizioni e che prenderà avvio a settembre, valorizza le competenze distintive sviluppate in Unimore sulla data science applicata alle decisioni economico-aziendali e beneficia della collaborazione di Gucci, icona del Made in Italy, leader globale della creatività e trend-setter della trasformazione digitale human-centered dell’innovazione verso modelli organizzativi e di business data-driven. “Siamo particolarmente soddisfatti – ha affermato il rettore – di questa convenzione con Gucci e della stretta collaborazione con Bizzarri, un nostro laureato di straordinario successo, che si è fatto testimone nel mondo della sua terra e della sua università. Sono certo che il reciproco scambio di competenze porterà benefici rilevanti in termini di alta formazione e di avvicinamento al mondo del lavoro, grazie al sostegno di una tra le maggiori realtà imprenditoriali nel panorama internazionale”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Eni e Ansaldo energia partner per accumulo energia elettrica
Firmata intesa per sviluppare progetti con tecnolgie innovative
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
13:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Eni e Ansaldo Energia, player internazionali nella transizione energetica e partner di lunga data, hanno firmato un accordo per sviluppare progetti “basati su soluzioni tecnologiche innovative per l’accumulo di energia elettrica alternative alle batterie elettrochimiche”.
Lo rende noto un comunicato congiunto spiegando che “gli accumuli di energia elettrica sono indispensabili per superare il limite strutturale di programmabilità e di intermittenza delle fonti rinnovabili e favorirne quindi lo sviluppo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

L’intesa, prosegue la nota, prevede che “tali tecnologie, già in fase di studio e già sottoposte al processo di ‘technology validation’ di Eni, siano implementate in sinergia in alcuni siti industriali di Eni e delle sue società controllate in Italia, sfruttando le potenzialità degli esistenti sistemi di produzione e consumo di energia elettrica”.
Le energie rinnovabili, eolico e fotovoltaico, rileva Giuseppe Ricci, direttore generale Energy Evolution di Eni, “sono soluzioni imprescindibili per il successo della transizione energetica” ed Eni sta dedicando grande impegno e risorse per crescere velocemente in questi ambiti” procedendo nella decarbonizzazione. L’iniziativa con Ansaldo Energia rientra “nella crescita del ruolo di Enipower come erogatore di servizi di rete, sempre più necessari – con la crescita delle rinnovabili e dell’elettrificazione dei consumi finali – per garantire la stabilità della rete nazionale” dichiara Francesco Giunti, amministratore delegato e presidente di Enipower.
“Essere stati scelti da Eni, con il quale collaboriamo da molti anni, per un impegno concreto nella sfida della transizione energetica è per noi un forte motivo di orgoglio e soddisfazione” afferma Giuseppe Marino, amministratore delegato di Ansaldo Energia. “La soluzione tecnologica alla base dell’accordo, alternativa alle batterie agli ioni di litio, è radicata su una forte filiera europea, garantisce un servizio sicuro di accumulo energia di lunga durata, supera gli ostacoli legati allo smaltimento e non presenta problematiche legate a criticità di fornitura” conclude Daniela Gentile, amministratore delegato di Ansaldo Green Tech.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund oscilla intorno a 200 punti base
Il rendimento del decennale italiano sale al 3,129%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
14:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il differenziale tra Btp e Bund oscilla intorno a 200 punti.
Nel primo pomeriggio è a 201 punti, a fronte dei 194 della chiusura del giorno precedente.

Il rendimento del decennale italiano sale al 3,129%, sui livelli d’inizio maggio, a confronto del 2,989% della chiusura del giorno prima.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Trenitalia: più treni per l’estate, 240 Frecce e 6.800 Regionali
Corradi, viaggio ‘oltre il treno’, più integrato ed economico
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
15:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prende il via dal prossimo 12 giugno l’orario estivo di Trenitalia che punta ad andare “oltre il viaggio in treno” con collegamenti sempre più integrati con altri mezzi di trasporto, per raggiungere le mete turistiche, compresi i borghi più piccoli.
A presentare la ‘Summer Experience 2022’ è l’amministratore delegato di Trenitalia, Luigi Corradi, sottolineando che l’obiettivo è “incentivare la scelta del treno guardando all’esperienza del viaggio nella sua interezza” con una proposta “sempre più conveniente, multimodale e sostenibile”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Rispetto al periodo del Covid – dice Corradi – abbiamo fatto uno sforzo per diminuire i costi, aumentando le promozioni. Oggi costiamo circa il 10% in meno, mentre, tutti gli altri modi di viaggiare hanno incrementato i prezzi”. Il pacchetto estivo prevede: oltre 240 Frecce al giorno, con 23 nuove fermate nelle località turistiche; 124 Intercity con 75 nuove fermate, e 6.800 collegamenti regionali con la conferma anche dei collegamenti ‘Link’ (treno + autobus o treno + nave).
Aumentano anche i collegamenti per l’estero, con il Frecciarossa Milano-Parigi e Parigi-Lione, e con gli Eurocity e gli Euronight per la Svizzera, l’Austria e la Germania.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: un figlio costa in media 640 euro al mese
Ma con restrizioni Covid nel 2020 la spesa si è abbassata a 540
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
15:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Negli ultimi anni mantenere un figlio in Italia è costato circa 640 euro al mese, circa un quarto del reddito medio delle famiglie.
Nel 2020 però, complici le restrizioni della pandemia, la spesa si è leggermente abbassata a 580 euro: meno spostamenti e meno spese per il tempo libero.

E’la fotografia scattata da Bankitalia nella sua Relazione annuale, valutando il periodo 2017-2020ed i nuclei familiari composti da 2 adulti e uno o più minori.
Ed anche sui figli si riverbera il gap Nord Sud del Paese: al Mezzogiorno si spende meno ma l’incidenza sul reddito è più o meno invariata ed in ogni caso oltre la metà (il 60%) del totale viene impiegato per soddisfare i bisogni primari, alimentari, abbigliamento e spese per la casa, istruzione e salute
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Guerra in Ucraina, Borrell, l’embargo sul petrolio è storico e paralizza Putin
L’alto rappresentante della politica estera Ue: “Noi siamo i clienti più importanti, ora Mosca deve cercarne altri”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
01 giugno 2022
08:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Con l’accordo raggiunto ieri, tardi come sempre, interromperemo l’acquisto di oltre il 90% del petrolio russo.
È un grande passo avanti”.
Lo ha detto l’alto rappresentante della politica estera Ue Josep Borrell. “Noi siamo i più importanti clienti, ora a Mosca devono cercarne altri, avranno meno risorse finanziarie per continuare la guerra”.
“Benvenuta decisione dei leader UE di vietare il petrolio russo – ha scritto Borrell su Twitter – . L’embargo al petrolio russo deciso dal Consiglio europeo è una decisione storica per paralizzare la macchina da guerra di Putin. La nostra unità è la nostra forza”.
“Siamo il cliente più importante per la Russia, dovranno cercarne altri e certamente dovranno ridurre il prezzo. Il proposito è di far sì che la Russia abbia meno risorse per finanziare la macchina di guerra” – ha aggiunto ancora Borrell – . Per la fine di quest’anno acquisteremo il 90% in meno” del greggio di Mosca, ha sottolineato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in calo con Wall Street aperta negativa
Male soprattutto banche e auto. Guadagnano i petroliferi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
15:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Proseguono in calo, dopo l’apertura negativa di Wall Street, le principali Borse europee, nel 97/o giorno di guerra in Ucraina.
Già appesantite dal dato dell’inflazione record nell’Eurozona, la peggiore è Parigi (-1,3%), seguita da Francoforte (-1,1%) e Madrid (-0,6%), mentre tiene Londra (+0,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Analogo l’andamento di Milano (-0,9%), con lo spread Btp-Bund a 201,7 punti e il rendimento del decennale italiano al 3,133%. Mosso l’oro (+0,3%) a 1.854 dollari l’oncia.
In rialzo il prezzo spot del gas naturale in Europa, con i future ad Amsterdam (+4%) a 95 euro al MWh e lo stesso a Londra (+5,3%) a 190,7 penny al Mmbtu (unità termica britannica).
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, cede lo 0,6%, appesantito soprattutto da informatica e finanza. Perdono i semiconduttori, come Asm (-2%) e Infineon (-1,5%). Vanno male le banche, con esempi come Commerzbank (-3,4%), Banco Santander (-2%) e Kbc (-2,5%), con eccezioni come Hsbc (+0,3%). In rosso quasi tutte le auto, a partire da Volvo (-3,7%) e Ferrari (-3,8%), con rari casi in controtendenza, come Porsche (+2,3%).
In ordine sparso i farmaceutici, con qualche rialzo, come per Bayer (+0,2%), e una serie di ribassi, come per Merck (-3,2%) e Sanofi (-1,5%).
Forti i petroliferi, a cominciare da Aker (+3,6%) e Lundin (+3,2%), con il greggio in forte rialzo (wti +3,3%) a 118,9 dollari al barile e il brent a 123,7 dollari, dopo l’accordo al vertice europeo sull’embargo all’oro nero russo. In ordine sparso le telecomunicazioni, con una serie di titoli che guadagnano, come Tim (+3,4%) e Telefonica (+1,5%), e altri che perdono, come Tele2 (-0,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Rdc: Orlando, c’è malafede nella discussione
I poveri sono considerati parafulmine ideale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
15:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Molti di quelli che prendono posizione sul reddito non conoscono la legge e non conoscono i numeri ma non c’è solo cattiva informazione, “c’è anche un tasso molto forte di malafede”.
Lo dice il ministro del Lavoro, Andrea Orlando.
“Il mercato del lavoro e il sistema economico hanno molti problemi: si dovrebbe discutere di salari, di politiche industriali, di cose che chiamano in causa le responsabilità delle classi dirigenti, questo è fastidioso e si cerca un parafulmine, quello ideale è il reddito di cittadinanza. Per una ragione semplice: i poveri non hanno giornali, non finanziano campagne elettorali, sono il bersaglio ideale”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund si allarga a 202 punti
Il rendimento del decennale italiano sale al 3,149%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
15:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il differenziale tra Btp e Bund si è allargato a 202 punti (toccati l’ultima volta lo scorso 24 maggio), in una seduta in cui sta oscillando intorno ai 200 punti.
Il giorno precedente aveva chiuso a 194 punti.

Sale il rendimento del decennale italiano, che ha raggiunto il 3,149%, toccato lo scorso 10 maggio. Il giorno prima aveva chiuso al 2,989%. In rialzo anche il Bund tedesco, all’1,125%, così come i rendimenti in Spagna, al 2,233%, e Francia, all’1,642%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano peggiora (-1,3%) con resto d’Europa, vola Tim
Male molte banche e le auto. Guadagnano Eni e Diasorin
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
16:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Peggiora Piazza Affari (-1,3%), con la maggioranza delle altre principali Borse europee e con l’andamento negativo di Wall Street, nonostante il dato sulla fiducia dei consumatori a maggio negli Usa (106,4) più elevato delle stime (103,6).
A Milano, con lo spread Btp-Bund che si è ancora leggermente allargato, a 202,2 punti, e il rendimento del decennale italiano salito al 3,158%, vanno male molte banche, da Intesa (-1,9%), Mps (-1,5%), a Fineco (-1%) e Unicredit (-0,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Eccezioni Bper (+1,3%) e Banco Bpm (+0,1%). Pesante la paytech Nexi (-3,4%). Prosegue nella corsa Tim (+3,7%) dopo la lettera d’intenti con Cdp e i fondi per la Rete unica. Col greggio in rialzo (Wti +2,9%) a 118 dollari al barile e il Brent a 123,8 dollari, bene tra i petroliferi Eni (+0,6%), non Saipem (-1,5%) e l’impiantistica di Tenaris (-2,5%). Tiene Diasorin (+0,4%) tra i farmaceutici.
Tutti in rosso gli altri titoli del listino principale, con le auto che vedono un tonfo per Ferrari (-4,2%), mentre perde meno Stellantis (-0,6%). Soffrono Amplifon (-2,6%), Exor (-2,4%), Iveco (-2,1%), Enel (-2%). Tra i titoli a minore capitalizzazione rally di Tinexta (+8,2%) e tonfo di Antares Vision (-6,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Von der Leyen: ‘Ora sanzioni mordono forte economia di Mosca’
‘Ue unita su difesa ed energia’ dice la presidente della Commissione. La crisi alimentare? ‘E’ solo colpa di Mosca’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
31 maggio 2022
17:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il sesto pacchetto di sanzioni morde forte, distruggerà la capacità di Vladimir Putin di finanziare la sua guerra” ha detto la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen al termine del Consiglio straordinario.
“Visto che abbiamo avuto una chiara dichiarazione politica dalla Germania e dalla Polonia noi possiamo dire di aver tagliato oltre il 90% del petrolio russo entro la fine dell’anno”.
“Di fronte alla guerra di aggressione della Russia contro l’Ucraina, gli stati membri dell’UE si uniscono per rafforzare la difesa, garantire un approvvigionamento energetico affidabile e sostenibile e mobilitarsi contro l’emergente crisi alimentare globale”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha detto la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen presentando le conclusioni del Consiglio Europeo straordinario.
“La crisi alimentare è solo colpa di Mosca, senza la guerra non l’avremmo, dobbiamo ripeterlo: Mosca non solo blocca l’export del grano ma bombarda i magazzini, mina i campi coltivabili. Non abbiamo sanzioni su cibo e prodotti agricoli, i Paesi terzi hanno accesso ai fertilizzanti russi”. Lo ha detto la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen al termine del Consiglio straordinario, sottolineando che la “disinformazione russa” mira a far cadere la responsabilità dell’aumento dei prezzi sull’Occidente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rosso (-1,2%)
Il Ftse Mib a 24.505 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
31 maggio 2022
17:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rosso per Piazza Affari.
Il Ftse Mib ha perso l’1,22% a 24.505 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude negativa, Parigi la peggiore (-1,4%)
Francoforte (-1,2%), Madrid (-0,8%), Londra (-0,08%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
18:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura negativa per le principali Borse europee.
La peggiore è stata Parigi (-1,43%) a 6.468 punti, seguita da Francoforte (-1,29%) a 14.388 punti, Madrid (-0,89%) a 8.851 punti e Londra (-0,08%) a 7.594 punti, quasi piatta.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund: chiude in rialzo a 199,4 punti
Il rendimento del decennale italiano è salito al 3,114%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
18:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il differenziale tra Btp e Bund ha chiuso a 199,4 punti, in rialzo rispetto ai 194 del giorno precedente, in una seduta in cui ha oscillato più volte anche sopra i 200 punti.

Il rendimento del decennale italiano è aumentato al 3,114%, rispetto al 2,989% del giorno prima, tornando quindi sui livelli del 10 maggio scorso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura aveva già espresso parere negativo il 16 maggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
18:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte d’Assise di Taranto ha respinto la richiesta di dissequestro degli impianti dell’area a caldo dello stabilimento Acciaierie d’Italia (ex Ilva) presentata all’inizio di aprile dai legali dei commissari di Ilva in As.
Il provvedimento segue il parere negativo espresso dalla Procura di Taranto lo scorso 16 maggio.
La decisione è stata assunta dalla Corte d’Assise che un anno fa ha emesso la sentenza di primo grado del processo chiamato “Ambiente svenduto” per il presunto disastro ambientale causato dall’acciaieria. I legali hanno dieci giorni di tempo per impugnare il provvedimento al Tribunale del Riesame e, in caso, di ulteriore rigetto dell’istanza, potrebbero ricorrere in Cassazione. Il sequestro degli impianti fu disposto il 26 luglio del 2012 dal gip Patrizia Todisco, in seguito fu concessa la facoltà d’uso. Il dissequestro dell’area a caldo è una delle clausole sospensive del contratto di investimento tra ArcelorMittal e Ilva in As che proprio oggi è stato prorogato di due anni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Mosca chiude in calo (-1,8%), si rafforza rublo
Cambio moneta russa a 62,9 per un dollaro e a 67,6 per un euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
18:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in netto calo per la Borsa di Mosca.
L’indice Moex ha perso l’1,86% a 2,355 punti.
Il rublo si è rafforzato: il cambio a sera è a 62,98 rubli per un dollaro, rispetto ai 64 del giorno prima, e a 67,6 rubli per un euro, rispetto ai 69 del giorno precedente.
Tra i titoli, per le grandi banche in perdita Sberbank (-1,9%), mentre ha tenuto Vtb Bank (+0,05%). Le società del comparto energetico hanno visto un forte calo, guardando esempi come Gazprom (-2,3%), Novatek (-3,6%), Rosneft (-2,1%) e Lukoil (-3,7%). Ha guadagnato nell’estrattivo Polymetal (+2,7%) e ha perso nel siderurgico Severstal (-2,9%). Male tra le compagnie aeree Aeroflot (-2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gas: prezzo spot in Europa chiude in rialzo a 94 euro al MWh
A Londra (+1,4%) a 183,7 penny per Mmbtu
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
18:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo del gas naturale in Europa ha chiuso in rialzo, guardando ai future ad Amsterdam (+2,9%) a 94 euro al MWh.
Lo stesso i contratti sui future a Londra (+1,4%) a 183,7 penny al Mmbtu (unità termica britannica).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: giù Milano (-1,2%), banche in ordine sparso, vola Tim
Aumentano spread e rendimento del Btp. Pesante Ferrari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
18:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta negativa a Piazza Affari (-1,2%), come per le altre principali Borse europee nel 97/o giorno di guerra in Ucraina, sotto il peso del dato dell’inflazione record nell’Eurozona e dopo l’accordo della sera precedente al Consiglio europeo sulle nuove sanzioni alla Russia.
A Milano, dove lo spread Btp-Bund ha chiuso in aumento a 199,4 punti, col rendimento del decennale italiano salito al 3,114%, sui livelli dello scorso 10 maggio, le banche sono andate in ordine sparso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bene Bper (+1,7%) e Banco Bpm (+0,1%), non Unicredit (-0,1%), Fineco (-0,5%), Mps (-0,9%) e Intesa (-1,4%). Male la paytech Nexi (-2,3%). In corsa Tim (+2,9%), sulla scia della lettera d’intenti con Cdp e i fondi per la Rete unica. Tra le utility ha tenuto Italgas (+0,2%). Piatta Atlantia.
In rosso tutti gli altri titoli del paniere principale. In perdita Generali (-0,5%), che prosegue in calo in seguito alle dimissioni dal Cda di Francesco Gaetano Caltagirone e nel giorno dell’audizione alla commissione banche. Il primato negativo va a Ferrari (-4,3%) tra le auto, mentre è andata meno peggio Stellantis (-0,4%). In deciso calo Exor (-2,5%) e Iveco (-2,3%).
Tra i petroliferi in rosso l’impiantistica di Tenaris (-3,6%), così come Saipem (-1,8%), mentre ha concluso quasi piatta Eni (-0,01%). Nell’industria pesanti Prysmian (-2,6%), Leonardo (-2,2%) e Amplifon (-2%), tra i farmaceutici Recordati (-2,5%).
Tra i titoli a minore capitalizzazione rally di Algowatt (+10,2% e tonfo di Bioera (-6,6%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ruffini, da Magazzino 1,1 mld ma riscuotibili meno di 100
Rottamazione quater ? Ne prendo atto ma non risolve problema
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2022
19:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Dei 1.100 miliardi di euro fra tasse, imposte, contributi non riscossi che costituiscono il cosiddetto Magazzino se ne potranno riscuotere qualche decina di miliardi, o comunque sotto i cento”.
Così il direttore dell’Agenzia delle Entrate Ernesto Maria Ruffini intervistato da SkyTg24.
Il Magazzino, ha ricordato, riguarda cartelle per 19 milioni di soggetti, di questi – ha riferito – “solo 3 mln hanno aderito alle diverse Rottamazioni e al saldo e stralcio da cui si sono ricavati 20 miliardi di euro”. “La stragrande maggioranza dei crediti in Magazzino non è riscuotibile” ha aggiunto .
Quanto alle voci di una possibile Rottamazione quater, Ruffini ha detto “Non mi sorprenderebbe, ne prendo atto, ma non è con questi strumenti che si risolve il problema”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura poco variata (+0,06%)
Cambi: yen si svaluta su dollaro ed euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
01 giugno 2022
02:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prevale ancora la cautela all’apertura degli scambi alla Borsa di Tokyo, dopo la contrazione delle piazze azionarie Usa e in attesa delle indicazioni macroeconomiche dalla Cina in concomitanza con il termine del periodo del lockdown anti-Covid.

Nei primi scambi l’indice di riferimento Nikkei segna una variazione appena positiva dello 0,06%, a quota 27.295,42.
Sul fronte valutario lo yen perde terreno sul dollaro a 128,80 e sull’euro a 138,20.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Usa, Yellen ammette: sui tempi dell’inflazione abbiamo sbagliato
Nel 2021 segretario Tesoro aveva detto che era “piccolo rischio”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
01 giugno 2022
05:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il segretario al Tesoro americano Janet Yellen ha ammesso di non essere stata in grado di anticipare per quanto tempo l’inflazione avrebbe continuato ad affliggere i consumatori Usa.

“Penso di aver sbagliato allora sul percorso che l’inflazione avrebbe preso”, ha detto la Yellen in un’intervista a Wolf Blitzer sulla Cnn rispondendo a una domanda sulle sue dichiarazioni di un anno fa secondo le quali l’inflazione rappresentava solo un “piccolo rischio”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in calo sul dollaro a 1,0709 in avvio
Rialzo sullo yen a 138,35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
08:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in calo rispetto al dollaro in avvio di giornata.
La moneta unica è scambiata a 1,0709 su quella americana, con una variazione pari a -0,23%.
Rialzo dello 0,17% invece sullo yen, a 138,35.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: prezzi in recupero, Brent a 122,8 dollari
Wti sfiora 115 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
08:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono in lieve rialzo questa mattina i prezzi del petrolio a livello internazionale.
Dopo l’ottovolante della giornata di ieri, aperta con un’impennata ma chiusa poi in calo, il Wti americano con consegna a luglio registra un aumento dello 0,22% portandosi a 114,92 dollari al barile.
Il Brent con consegna ad agosto sale invece dello 0,96% a 122,84 dollari.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia incerta, petrolio poco mosso in attesa Opec+
Sui listini cinesi pesa Zero Covid, salgono future Europa e Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
08:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta incerta per le Borse asiatiche con Tokyo in rialzo dello 0,6%, in scia all’indebolimento dello yen, Sydney dello 0,3%, Seul chiusa e i listini cinesi in rosso, per la determinazione che Pechino mostra nel voler perseguire anche in futuro la strategia ‘zero Covid’: Hong Kong cede lo 0,8% Shanghai lo 0,4% e Shenzhen lo 0,1%.

I future sull’Europa e su Wall Street segnalano un avvio in leggero rialzo mentre gli investitori continuano a monitorare gli sviluppi sul fronte della guerra in Ucraina e l’andamento preoccupante dell’inflazione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I rendimenti dei Treasury americani scendono sotto quota 2,9% nel giorno in cui la Fed avvierà la riduzione del suo bilancio da 8,9 trilioni di dollari. In arrivo anche gli indici Pmi di diversi Paesi dell’area Euro e dell’Eurozona e, dagli Usa, l’indice Ism manifatturiero e il Beige Book della Fed, di cui interverranno oggi tre componenti (John Williams, James Bullard e Loretta Mester).
Il petrolio è poco mosso, con il Wti a quota 114,67 dollari al barile e il Brent che ha ridotto i guadagni scendendo a 115,48 dollari, in vista della riunione di oggi dell’Opec+ in cui, secondo quanto riferito dal Wall Street Journal, alcuni componenti dell’organizzazione starebbero riflettendo sulla possibilità di sospendere la Russia, con l’effetto – secondo gli analisti di RBc Capital – di sospendere gli accordi di produzione e vedere l’Arabia Saudita pompare più barili.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Saipem: cede attività di perforazione su terra a KcaD
Incasserà 550 milioni di dollari più il 10% della nuova entità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
14:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Saipem ha ceduto a Kca Deutag le attività di perforazione su terra (Drilling Onshore) per 550 milioni di dollari (513,45 mln euro) più la partecipazione del 10% nella nuova entità combinata che si verrà a creare, denominata Kcad.
L’acquisizione – viene precisato – non comporta trasferimenti di debiti finanziari da Saipem a quest’ultima.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La chiusura dell’operazione è soggetta al completamento dello scorporo dell’attività ceduta dal Gruppo Saipem e al completamento dell’aumento di capitale da 2 miliardi di euro di Saipem e avverrà entro il prossimo 31 ottobre per le attività in Medio Oriente ed entro il 31 marzo 2023 per le Americhe.
L’accordo – spiegano a San Donato Milanese – “è coerente con la strategia di Saipem di costruire un modello di business più resiliente e focalizzato, a supporto della struttura di capitale e degli obiettivi di liquidità”. Saipem opera con le sue attività di perforazione ‘su terra (onshore) a livello globale in 13 Paesi fuori dall’Italia, soprattutto in Medio Oriente e nelle Americhe, con circa 4mila persone e un portafoglio di 83 impianti di perforazione di proprietà. Un’attività che ha fruttato ricavi per 347 milioni di euro e un margine operativo lordo rettificato di 82 milioni nel 2021. Il Gruppo prevede che il Mol rettificato di queste attività rappresenti circa il 20% del totale per l’intero 2022.
Con la cessione e la creazione della nuova entità combinata Saipem potrà così “concentrare i propri sforzi nel settore delle trivellazioni offshore” e “sostenere al contempo il raggiungimento degli obiettivi di struttura di capitale e di liquidità, riducendo l’indebitamento netto e sostenendo la realizzazione del suo piano industriale 2022-2025”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Snam acquista primo rigassificatore galleggiante Golar
Immagazzina 170mila metri cubi di Gnl e ne rigssifica 5 miliardi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
09:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Snam ha acquistato il 100% di Golar Lng Nb 13 Corporation da Golar Lng per 350 milioni di dollari (330 mln euro circa), titolare della nave di stoccaggio e rigassificazione Golar Tundra.
Lo si legge in una nota in cui viene indicato che l’imbarcazione, costruita nel 2015, può operare sia come nave metaniera per il trasporto del gas naturale liquefatto (Gnl) sia come rigassificatore galleggiante (Fsru).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La nave ha una capacità di stoccaggio di circa 170mila metri cubi di Gnl e una capacità di rigassificazione continua di 5 miliardi di metri cubi l’anno. Per L’Italia si tratta del primo rigassificatore in programma. Snam infatti, spiega l’amministratore delegato Stefano Venier “continua a lavorare alla ricerca di una seconda Fsru di dimensioni simili, sulla quale è attualmente in corso una negoziazione in esclusiva che si prevede possa concludersi entro fine giugno”.
Quanto alla Golar Tundra, “sarà essenziale e da sola potrà contribuire a circa il 6,5% del fabbisogno nazionale, portando la capacità di rigassificazione italiana a oltre il 25% della domanda”, indica Venier.
Snam prevede di ubicare la nave “in una località del Centro-Nord Italia vicina ai punti di maggiore consumo di gas”, con l’obiettivo di massimizzarne l’utilizzo. La nuova imbarcazione di stoccaggio e rigassificazioone potrà iniziare la propria attività nel corso della primavera del 2023, a valle della conclusione dell’iter autorizzativo e regolatorio e della realizzazione delle opere necessarie al collegamento alla rete di trasporto.
Nell’ambito dell’operazione, è previsto anche che Golar Lng noleggi l’imbarcazione ceduta a Snam a fronte di un canone, utilizzandola come trasportatore di Gnl per un periodo di tempo limitato. Golar Lng inoltre assisterà Snam nei lavori propedeutici all’installazione della nave nel porto prescelto.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo (+0,62%)
L’indice Ftse Mib sale a 24.656 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
01 giugno 2022
09:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio in rialzo per Piazza Affari.

L’indice Ftse Mib ha iniziato le contrattazioni in progresso dello 0,62% a 24.656 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in rialzo, Francoforte +0,6%
Parigi sale dello 0,6% e Londra dello 0,2%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
09:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio positivo per le Borse europee.
A Londra il Ftse 100 sale dello 0,22% a 7.624 punti, a Parigi il Cac 40 dello 0,62% a quota 6.509 punti mentre a Francoforte il Dax avanza dello 0,63% a quota 14.478 punti.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Benzina: prezzi in forte salita, verde sopra 1,9 euro
Quotidiano energia, al servito verde oltre i 2 euro al litro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
09:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzi in forte salita sulla rete carburanti per le quotazioni dei prodotti petroliferi in Mediterraneo che hanno chiuso ieri in forte rialzo, con la verde che in modalità self sale oltre 1,9 euro.
In base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati comunicati dai gestori all’Osservaprezzi del Mise aggiornati alle 8 di ieri 31 maggio, il prezzo medio nazionale praticato della benzina in modalità self sale a 1,914 euro/litro (valore precedente 1,902).

Il diesel self si porta a 1,831 euro/litro (da 1,821). Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio aumenta a 2,049 (da 2,037), il diesel servito sale a 1,973 (da 1,963).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in rialzo con Saipem e Bper, giù Ferrari
Bene Leonardo e le utility Snam e Terna. Fiacca Nexi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
09:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta positiva per Piazza Affari, con il listino milanese che avanza dello 0,4%, in linea con le altre Borse europee.
Trainano gli acquisti Bper (+2,3%) e Saipem (+2%), che beneficiano degli annunci relativi alla cessione delle attività, rispettivamente, nelle carte di pagamento a Nexi (-1,1%) e nelle attività di perforazione.
In luce Leonardo (+1,9%), le utility con Terna (+1,5%), Snam (+1,3%) ed Hera (+1%) e Mediobanca (+0,9%) e Generali (+1%), all’indomani dell’audizione dei vertici del Leone in Parlamento. Positivi i titoli bancari con Banco Bpm (+0,9%) mentre cede Ferrari (-2,4%) e ci sono prese di beneficio su Tim (-1%) dopo la corsa dei giorni scorsi in scia all’accordo per la rete unica con Cdp.
Diasorin perde lo 0,8%, Prysmian lo 0,7% e Fineco lo 0,5%.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
2 giugno: Cna, 14 milioni in vacanza per il Ponte
Tutto esaurito località balneari. Sei miliardi di giro d’affari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
10:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un ponte da tutto esaurito nelle località balneari.
Tra giovedì 2 e domenica 5 giugno, complice il gran caldo, saranno oltre 14 milioni i turisti che si metteranno in viaggio in Italia garantendo un movimento economico complessivamente intorno ai sei miliardi di euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ben oltre la metà dei vacanzieri avrà come meta le località marine; a seguire, scelte preferite soprattutto dai turisti stranieri, le città d’arte, le colline e i laghi, i centri termali. A prevederlo un’indagine di Cna Turismo e Commercio.
Quattro milioni di turisti pernotteranno in strutture a pagamento perlomeno per una notte. Di questi 500mila si limiteranno a stare fuori casa per una notte, due milioni e mezzo per due notti, più di un milione per tre notti.
Privilegiati saranno i pernottamenti in albergo, seguiti dai Bed and Breakfast. Gli altri 10 milioni di turisti si divideranno tra gite di un solo giorno e soggiorni in seconde case, soprattutto nei pressi di località marine. Un’opzione quest’ultima riscoperta – secondo la Cna – negli ultimi due anni con la riduzione dei viaggi a maggiore gittata e il trasferimento nelle seconde case per periodi più o meno lunghi in epoca di confinamento e smart working, che ha implicato restauri e ammodernamenti ancora da ammortizzare.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ad aprile calano gli occupati, ma +670mila su base annua
Vola l’occupazione a termine, top dal 1977. Il tasso di disoccupazione scende all’8,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
16:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ad aprile 2022, rispetto al mese precedente, dopo due mesi di forte crescita cala il numero degli occupati.
Lo rileva l’Istat, spiegando che si riducono di 12mila unità su marzo mentre aumentano di 670mila unità su aprile 2021.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli occupati restano sopra quota 23 milioni (a 23.021.000) mentre il tasso di occupazione resta stabile al 59,9%, il valore record registrato a marzo 2022.

Prosegue la crescita dell’occupazione dipendente a termine: ad aprile – secondo quanto rileva l’Istat – i dipendenti a termine hanno raggiunto quota 3 milioni 166mila con un aumento di 9mila unità su marzo e una crescita di 354mila unità su aprile 2021 (+12,6%), oltre la metà dell’aumento complessivo degli occupati (+670mila in un anno). Per il numero degli occupati dipendenti a termine si tratta del dato più alto dal 1977, inizio delle serie storiche.

Ad aprile il tasso di disoccupazione cala all’8,4% diminuendo di 0,1 punti rispetto ad aprile e di 1,8 punti rispetto ad aprile 2021. Lo rileva l’Istat sottolineando che le persone senza lavoro sono 2 milioni 94mila con un calo di 17mila unità rispetto a marzo e di 428 mila unità su aprile 2021. Su base mensile aumentano le disoccupate donne (+22mila) mentre diminuiscono i senza lavoro uomini (-39mila). Diminuiscono le donne occupate rispetto a marzo (-43mila) mentre aumentano gli uomini (+31mila). Il tasso di disoccupazione della donne ad aprile sale al 9,6% (+0,2 punti) mentre quello degli uomini cala al 7,4% (-0,3 punti).

Dopo i cali di febbraio e marzo, ad aprile il tasso di disoccupazione nella zona euro è rimasto stabile al minimo storico del 6,8%, in discesa dall’8,2% di un anno prima. Stessa tendenza nell’Ue a Ventisette, dove la disoccupazione ad aprile è risultata al 6,2%, invariata rispetto al dato di marzo, in calo dal 7,5% nell’aprile 2021. Lo indica Eurostat. Anche in Italia la disoccupazione ad aprile è rimasta stabile all’8,4%, in calo rispetto al 10,2% di un anno prima. Lieve ribasso invece per la disoccupazione giovanile, passata in aprile al 13,9% dal 14% di marzo sia nella Ue che nella zona euro.

 

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Energia: nuovo appello da montagna Fvg, trovare soluzioni
Rivolto alle associazioni degli industriali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOLMEZZO
01 giugno 2022
10:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Costi energetici insostenibili nel lungo periodo”.
Lo sostengono alcune aziende della montagna friulana che in un incontro al Carnia Industrial Park hanno rivolto alle associazioni degli industriali la richiesta di “far sentire la voce e intervenire a livello nazionale”.

“Non si tratta di spalmare colpe, ma attribuirsi responsabilità per cercare di migliorare la situazione, con umiltà, dalla montagna, sotto forma di stimolo”.
Matteo Querin, direttore della Eurolls di Villa Santina (Udine), azienda energivora con sedi in vari Paesi del mondo, parla per il solo sito friulano di “conti salati, di circa 120mila euro al mese”.
Per Matteo Bearzi, presidente della B.eng, azienda di progettazione e prodotto di illuminazione automotive di alta qualità, bisogna “portare idee, e soluzioni efficaci, gli operatori come noi sono in trincea”.
Roberto Siagri, presidente del Carnia Industrial Park. ha ribadito che “verrà attivato dall’autunno un corso Its, per Energy”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ad aprile -12mila occupati su mese, +670mila su anno
Istat, lavoratori a termine al top dal 1977, sono 3.166.000
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
11:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ad aprile 2022, rispetto al mese precedente, dopo due mesi di forte crescita cala il numero degli occupati.
Lo rileva l’Istat, spiegando che si riducono di 12mila unità su marzo mentre aumentano di 670mila unità su aprile 2021.

Il calo degli occupati sul mese è dovuto a un aumento di 31mila per gli uomini e a un calo di 43mila unità per le donne. Gli occupati restano sopra quota 23 milioni (a 23.021.000) mentre il tasso di occupazione resta stabile al 59,9%, il valore record registrato a marzo 2022. La stima dei dipendenti a termine raggiunge quota 3 milioni 166 mila, il valore più alto dal 1977.

Tasso disoccupazione aprile cala a 8,4%, sale per le donne
Per le lavoratrici è al 9,6%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
11:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ad aprile il tasso di disoccupazione cala all’8,4% diminuendo di 0,1 punti rispetto a marzo e di 1,8 punti rispetto ad aprile 2021.
Lo rileva l’Istat sottolineando che le persone senza lavoro sono 2 milioni 94mila con un calo di 17mila unità rispetto a marzo e di 428 mila unità su aprile 2021.
Su base mensile aumentano le disoccupate donne (+22mila) mentre diminuiscono i senza lavoro uomini (-39mila).
Diminuiscono le donne occupate rispetto a marzo (-43mila) mentre aumentano gli uomini (+31mila). Il tasso di disoccupazione della donne ad aprile sale al 9,6% (+0,2 punti) mentre quello degli uomini cala al 7,4% (-0,3 punti).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bonus edilizia, imprenditori in corteo a Napoli
Protesta per sollecitare lo sblocco cessioni crediti di imposta
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
01 giugno 2022
11:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre mille tra imprenditori edili, tecnici ed operai stanno manifestando da questa mattina a Napoli per sollecitare lo sblocco delle procedure dei crediti di imposta.
I manifestanti si sono ritrovati in piazza Bovio ed ora si stanno dirigendo in piazza del Plebiscito, dove illustreranno le ragioni della loro protesta.
Centinaia di piccole e medie imprese edili della Campania rischiano il tracollo economico perché, pur avendo milioni di euro nei loro cassetti fiscali a seguito della fatturazione di lavori di ristrutturazione con il meccanismo dello sconto, non riescono a cederle alle banche e quindi ad avere liquidità per la prosecuzione delle opere. Lavori, per la maggior parte condominiali, realizzati anche grazie ai bonus.
Procedure che dopo una partenza sprint sono diventate più lunghe e difficoltose a causa dell’emergere di alcuni casi di truffa ma dicono gli imprenditori “non possiamo pagare tutti per alcuni casi che potrebbero essere riconducibili a singoli ma non ad una intera categoria”. Iniziano si sollecitano “controlli serrati per contrastare irregolarità” ma procedure rapide nei pagamenti.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa incerta, Dws ko. Corre il petrolio, giù il gas
Cautela per tassi e prezzi. A Milano male Saipem, bene Leonardo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
11:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee proseguono all’insegna dell’incertezza perdendo lo smalto mostrato in avvio di seduta mentre gli investitori navigano con cautela un contesto incerto, preoccupati per la corsa dell’inflazione e i rischi di un’accelerazione della stretta monetaria mentre imperversa la guerra in Ucraina.

Milano, Parigi e Francoforte avanzano dello 0,1% mentre Londra cede lo 0,2%, dopo che il falco della Bce, Robert Holzmann, ha ribadito come gli ultimi dati sui prezzi dell’Eurozona confermino la necessità di un rialzo dei tassi dello 0,5% a luglio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sul fronte macro l’indice Pmi dell’Eurozona è sceso a maggio da 54,6 da 55,5 di aprile, anche se in leggero miglioramento rispetto alla lettura flash (54,4).
A Piazza Affari gira in calo Saipem (-2,3%) dopo la cessione delle attività di perforazione mentre corrono Leonardo (+2,3%), Stellantis (+2,1%) e Bper (+2%). A Francoforte crolla Dws (-6,7%), l’asset manager di Deutsche Bank, al centro di accuse per sospetto greenwashing.
Il petrolio riprende a correre, con il Wti e il Brent in rialzo dell’1,5% in vista della riunione dell’Opec+, rispettivamente a 116,3 e 117,3 dollari al barile, mentre il gas è in forte ribasso ad Amsterdam (-6% a 88,4 euro) con il mercato che ritiene che non ci saranno altre interruzioni di forniture da parte di Gazprom dopo quelle annunciate nei confronti di Shell, GasTerra e Orsted. Lieve calo dell’euro sul dollaro a 1,0717 mentre il rublo si apprezza a 62,5 sul biglietto verde in una seduta positiva per la Borsa di Mosca (indice Moex +0,9%).
Stabile a 198 punti base lo spread Btp-Bund, con il rendimento dei decennali italiani fermo al 3,1%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ue-27: Aea, in 20 anni +5,8% Co2 da auto e +5,5% da tir
Rapporto, cresciuti i volumi di trasporto su strada
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
11:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Negli ultimi due decenni, le emissioni di Co2 delle auto nell’Ue-27 sono aumentate del 5,8% e quelle dei veicoli commerciali pesanti del 5,5%.
Lo afferma l’Agenzia europea dell’Ambiente (Aea) nel rapporto “Decarbonizzazione del trasporto su strada: il ruolo di veicoli, carburanti e domanda”, nel periodo 2000 al 2019 spiegando che la causa dell’aumento di gas serra è dovuto a “crescenti volumi di trasporto, nonostante la migliore efficienza dei motori e l’uso di biocarburanti”.
Per raggiungere la neutralità climatica, “l’Ue deve ridurre le emissioni dei trasporti del 90% entro il 2050, rispetto ai livelli del 1990” ricorda l’Aea.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Energia: ricerca Unipol, sì sacrifici,non per condizionatori
Il 93% degli italiani pronti ad adottare comportamenti virtuosi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
11:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con l’attuale crisi energetica gli italiani sono propensi a cambiare le proprie abitudini per migliorare il risparmio energetico e salvaguardare l’ambiente, anche se solo un terzo è disposto a rinunciare al condizionatore d’aria in vista dell’estate.
È quanto emerge dalla ricerca di Changes Unipol, realizzata ed elaborata da Ipsos, e che evidenzia come il 93% degli italiani si dice già attivo o intenzionato ad adottare comportamenti virtuosi di risparmio energetico.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

In particolare gli italiani sono propensi a non lasciar correre acqua inutilmente, comportamento adottato dal 64% della popolazione, seguito dall’azionare lavatrici e lavastoviglie solo a pieno carico (54%), dallo scegliere elettrodomestici a basso consumo (52%) e sostituire le vecchie lampadine con quelle a led (48%). Di contro, però, solo il 44% è disposto a ridurre la temperatura dei termosifoni d’inverno, mentre meno di un italiano su tre (il 31%) si dichiara pronto a rinunciare o a ridurre l’uso del condizionatore d’estate, percentuale che scende al 22% tra i milanesi.
Maggiore, invece, appare l’attenzione riguardante la mobilità sostenibile. Tra coloro che pensano di cambiare auto nei prossimi 1-2 anni, il 58% sceglierebbe un’auto ibrida (37%) o una elettrica (21%), mentre sono in deciso calo le alimentazioni tradizionali, in particolare il diesel (14%), il Gpl (11%) e la benzina (soltanto un 5%). Nonostante il 73% degli Italiani dichiari di utilizzare quotidianamente l’auto, nelle intenzioni questa quota scende al 63%, a favore soprattutto degli spostamenti a piedi, che vedranno così salire il gradimento dal 31% al 35%. Rimarranno sostanzialmente stabili, invece, gli spostamenti in bici (dal 25% al 24%) e con mezzi pubblici (dal 21% al 20%), così come i veicoli in sharing (auto, monopattini, bici o moto/scooter), che saranno comunque utilizzati dal 10% della popolazione, a fronte dell’odierno 9%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzi guerra: petrolio continua a salire, gas in forte calo
Greggio avanza dell’1,6% dopo stretta Ue e in attesa Opec+
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
12:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Resta in tensione il prezzo del petrolio dopo la stretta decisa dalla Ue al greggio di Mosca, con il mercato che guarda alla riunione dell’Opec+ di domani.

Wti e Brent avanzano entrambi dell’1,6% a quota, rispettivamente, 116,5 e 117,5 dollari al barile.
Brusca frenata invece per il gas ad Amsterdam, dove perde il 4,5% a 89,8 euro al megawattora, con il mercato che non si attende nuove interruzioni nelle forniture da parte di Gazprom dopo quelle annunciate nei confronti di Shell, GasTerra e Orsted. I tagli ammontano, secondo gli analisti di Ing, a 23 miliardi di metri cubi di gas, pari a circa il 15% delle forniture all’Europa, e dovrebbero “essere gestibili alla luce dei forti flussi di Gnl che stiamo vedendo”. Giornata di vendite per l’oro (-1% a 1.831 dollari) mentre sul fronte alimentare il grano Hrw sale dello 0,3% a Chicago.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Adidas: entro il 2024 prodotti al 100% riciclati
L’obiettivo è sostituire entro due anni il poliestere vergine
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
12:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Continuare a investire sull’economia circolare con l’obiettivo di eliminare completamente l’utilizzo del poliestere vergine nella produzione entro il 2024.
È questo il traguardo che si è posto Adidas e che è stato confermato da Irene Larcher, responsabile marketing adidas, a margine dell’evento di lancio dell’installazione di una balena nella Darsena di Milano per promuovere Run for the Oceans.

“Noi in Adidas siamo fortemente convinti che il nostro impegno sia quello di aiutare attraverso lo sport a cambiare la vita delle persone. La sostenibilità è parte del nostro piano strategico e crediamo di poter veramente dare un contributo importante. Adidas si sta impegnando già da anni nell’utilizzo di poliestere riciclato. Ormai siamo al 60% di utilizzo di poliestere riciclato ed entro il 2024 il nostro impegno è di arrivare al 100%” ha dichiarato Irene Larcher.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gazprom, export gennaio-maggio -27,6% rispetto al 2021
A 61 miliardi di metri cubi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
12:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gigante russo del gas Gazprom ha dichiarato che le sue esportazioni di gas nel periodo gennaio-maggio sono ammontate a 61 miliardi di metri cubi, in calo del 27,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina: S, choc prezzi alimentari probabile fino al 2024
Secondo le stime dell’agenzia forse anche oltre
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
13:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari e la diminuzione delle forniture a seguito della guerra tra Russia e Ucraina dureranno probabilmente fino al 2024 e forse anche oltre, secondo quanto indica S&P Global Ratings nel rapporto ‘The Global Food Shock Will Last Years, Not Months’.

La carenza di fertilizzanti, i controlli sulle esportazioni, l’interruzione del commercio globale e l’aumento dei costi di carburante e trasporto eserciteranno una pressione al rialzo sul costo dei prodotti di base.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

La nostra analisi mostra che i Paesi a basso e medio reddito dell’Asia centrale, del Medio Oriente, dell’Africa e del Caucaso potrebbero essere i più colpiti dal primo impatto”, sottolinea Samuel Tilleray, S&PGlobal Ratings credit analyst.
Lo shock dei prezzi alimentari inciderà sulla crescita del Pil, sulla performance fiscale e sulla stabilità sociale, e potrebbe spingere ad azioni di rating in base alle risposte dei singoli Paesi e delle organizzazioni internazionali.
L’Ucraina e la Russia, entrambe o singolarmente, sono tra i primi tre esportatori mondiali di grano, mais, colza, semi di girasole e olio di girasole. Insieme, rappresentano il 12% di tutte le calorie alimentari scambiate. La Russia e la Bielorussia sono stati il primo e il sesto esportatore di fertilizzanti a livello globale nel 2020.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa fiacca, futures Usa contrastati, Milano -0,02%
Spread sale a 199,7 punti, Brent e Wti allineati, scivola il gas
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
13:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee fiacche al traguardo di metà seduta, con Milano (Ftse Mib -0,02%) che azzera il rialzo della mattinata e solo Francoforte (+0,15%) in territorio positivo.
Arretrano infatti Parigi (-0,08%), Londra (-0,36%) e Madrid (-0,5%), mentre i futures Usa sono contrastati (Dow Jones +0,04%, Nasdaq -0,13%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In rialzo a 199,7 punti il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi, con il rendimento annuo dei titoli decennali in calo di 0,2 punti base al 3,1%. Sale il greggio, con il Wti (+1,19% a 116,04 dollari al barile) e il Brent (+1,39% a 117,21 dollari al barile) quasi allineati, mentre cedono il 5,08% a 89,23 euro al MWh i futures sul gas di luglio ad Amsterdam. In calo del 4,98% a 89,62 euro quelli sul mese di agosto, mentre proseguono le iniezioni di stoccaggio in tutta Europa. Meglio delle stime l’indice Pmi della Cina a 48,1 punti e quello manifatturiero tedesco a 54,8 punti, contro i 54,7 attesi. In calo le vendite al dettaglio tedesche di aprile (-0,4%) a fronte di un rialzo atteso del 4%, mentre negli Usa sono in agenda gli indici Pmi manifatturtiero ed Ism, oltre alle scorte settimanali di greggio.
In calo TotalEnergies (-1,71%), Equinor (-2,51%), Eni (-0,62%) e Saipem (-2,5%) dopo il balzo iniziale a seguito della cessione delle attività di perforazione su terra per 550 milioni di dollari più il 10% nella nuova società creata con l’acquirente KcaD.
Acquisti su Stellantis (+3,3%), Renault e Volkswagen (+3% entrambe) che in Francia hanno subito cali di vendite inferiori a quello generalizzato (-16,9%) . Contrastati i produttori di microprocessori Asml (-0,65%) ed Stm (+0,6%), mentre in campo bancario corrono SocGen (+2,2%) Bper (+2,01%) e Lloyds (+1,55%), seguite da NatWest (+1,1%) e dalle italiane Banco Bpm (+0,55%) e Intesa (+0,27%). Fiacche Uniucredit (-0,05%) e Credit Agricole (-0,48%). Sotto pressione Dws (-7,13%) dopo le dimissioni dell’aministratorte delegato Asoka Woehrmann a seguito delle perquisizioni disposte dalla procura di Francoforte per presunte pratiche di greenwashing da parte del gestore controllato da Deutsche Bank (+0,29%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Imprese: da domani nuovo portale Mise per conoscere incentivi
Su un’unica piattaforma le informazioni su tutte le agevolazioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
14:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A partire da domani 2 giugno sarà online il portale incentivi.gov.it, un motore di ricerca che ha l’obiettivo di far conoscere e promuovere, in modo semplice e veloce, gli incentivi finanziati dal Ministero dello sviluppo economico, compresi quelli previsti dal PNRR, ad aspiranti imprenditori, alle imprese nuove e a quelle già attive, ai liberi professionisti, a enti e istituzioni.

“É uno strumento agile e diretto a disposizione degli imprenditori che, con coraggio, creano nuove attività e per le quali possono richiedere agevolazioni per realizzare gli investimenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– commenta in una nota il ministro Giancarlo Giorgetti – Navigando nella piattaforma si possono trovare tutte le informazioni utili sugli incentivi del Mise. Una bussola che permette di orientarsi tra le agevolazioni previste da bandi e provvedimenti dedicati allo sviluppo del tessuto produttivo del Paese. È un’opportunità – conclude il ministro – per realizzare idee e progetti imprenditoriali, investire in competitività, valorizzare il territorio, coltivando e concretizzando i sogni imprenditoriali”.
Dall’home page del portale si può trovare o scegliere l’incentivo seguendo uno dei quattro percorsi: per profilo, adatto ad aspiranti imprenditori, imprese e professionisti, enti o cittadini; per parola chiave; per categorie di interesse, ad esempio startup, innovazione, digitalizzazione; esplorando l’intero catalogo anche con l’uso dei filtri.
Ogni incentivo è corredato da una scheda con le informazioni di dettaglio, che riporta in sintesi la misura, a chi si rivolge, cosa prevede, la data di chiusura e apertura del bando, la tipologia d’impresa che può richiedere il contributo, le specifiche tecniche e i costi ammessi, l’ambito territoriale, le indicazioni per consultare la modulistica necessaria e i riferimenti per agevolare la compilazione della domanda.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo, altri 3 ordini in Australia per l’elicottero Aw139
Per il programma di modernizzazione del soccorso elicotteristico
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
14:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo ha annunciato “un’ulteriore espansione della flotta di elicotteri bimotore AW139 in Australia con un ordine per tre unità, nell’ambito del programma di modernizzazione dei servizi di soccorso elicotteristico in Australia Occidentale (Emergency Rescue Helicopter Service – ERHS).
Gli elicotteri saranno forniti dall’importante operatore CHC Australia per effettuare un’ampia serie di missioni come elisoccorso, ricerca e soccorso e trasporto interospedaliero dagli aeroporti di Jandakot e Bunbury per conto del servizio ERHS”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Gli AW139 – spiega una nota – saranno consegnati dallo stabilimento Leonardo di Vergiate all’inizio del 2023 ed entreranno in servizio in Australia Occidentale nel corso dell’anno, dopo le attività di customizzazione che saranno effettuate localmente. I nuovi elicotteri saranno dotati di un’ampia gamma di equipaggiamenti dedicati quali, tra gli altri, un moderno autopilota e un avanzato sistema anticollisione, faro di ricerca, sistema elettro-ottico, tagliacavi e verricello di recupero. L’installazione della speciale configurazione della cabina per compiti di soccorso medicale e dell’avanzata consolle di missione avverrà in Australia. Per l’azienda “quest’ultimo contratto rappresenta un ulteriore successo per l’AW139 in Australia, modello che è già il punto di riferimento per compiti di elisoccorso nella sua categoria nel paese. Sono più di 130 gli elicotteri di vario tipo per compiti civili, di pubblica utilità e militari venduti da Leonardo nel paese fino ad oggi.
L’AW139 è il più importante programma elicotteristico al mondo fin dalla sua certificazione nel 2004 e il più venduto nella sua classe, con ordini per oltre 1250 unità da parte di più di 290 operatori in oltre 80 paesi”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Musk contro smartworking, ‘tornate in ufficio o lasciate’
Lavoro da remoto inaccettabile, almeno 40 ore alla scrivania
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
01 giugno 2022
14:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’ultimatum di Elon Musk ai manager di Tesla: tornate in ufficio o lasciate.
Il “lavoro da remoto non è più accettabile.
Chi vuole lavorare da remoto deve essere in ufficio almeno 40 ore alla settimana o lasciare Tesla.
E’ meno di quanto chiediamo ai dipendenti degli stabilimenti”, afferma Musk in una email riportata dall’agenzia Bloomberg. Musk quindi precisa: l’ufficio deve essere un ufficio Tesla non una filiale non collegata ai propri compiti di lavoro.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cingolani, sull’energia alleanza globale come per vaccino
Sulla transizione ecologica stiamo rallentando
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
01 giugno 2022
14:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Durante la crisi del Covid ci hanno detto che per sviluppare un vaccino ci volevano 8-10 anni, ma abbiamo collaborato tutti e in 8 mesi abbiamo sviluppato un vaccino.
Per l’energia serve la stessa alleanza globale”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha detto il ministro Roberto Cingolani in un incontro al Festival Internazionale dell’Economia con il Nobel Michael Spence.
“Ci sono voluti 8 mesi per il vaccino anti Covid, otto anni per arrivare alla fusione nucleare per tutti. Questa sarebbe una sfida per tutto il pianeta per ridurre le ineguaglianze globali e raddrizzare il mercato, non dimentichiamo che l’energia è la materia prima più importante”, ha spiegato.
Da un certo punto di vista, ha aggiunto, “siamo già in recessione”. “Stiamo rallentando – ha spiegato Cingolani – per quello che riguarda la transizione ecologica. Dobbiamo considerare gli enormi investimenti necessari per ricostruire l’Ucraina, ci saranno conseguenze a lungo termine degli eventi successi degli ultimi mesi. Dobbiamo imparare la lezione.
Avremmo dovuto avere una visione più chiara, avremmo dovuto essere più intelligenti nel gestire il nostro mix energetico. E’ ora di cambiare. Abbiamo bisogno in futuro di energie verdi, rinnovabili. Dobbiamo mantenere la barra dritta, investire in nuove tecnologie. E’ il momento di investire altrimenti arriveremo al 2030 senza le avere le tecnologie per contrastare il cambiamento climatico”.   PIEMONTE
Basf acquisisce Horta e si rafforza nel digital farming
Per agricoltura produttiva e sostenibile. Prezzo non divulgato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
14:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Basf ha annunciato l’acquisizione di Horta Srl, società italiana specializzata in soluzioni digitali per l’agricoltura, dopo una partnership di lunga durata tra le due società.
“Con questa operazione la Agricultural Solutions di Basf – si legge in una nota del gruppo – conferma l’impegno ad ampliare il proprio portafoglio, investendo in soluzioni digitali che, supportando il lavoro degli agricoltori, rendono l’agricoltura più produttiva e rispettosa dell’ambiente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Oggi il settore agricolo si avvale sempre più di servizi di digital farming, che consentono di ottimizzare l’uso dei fattori produttivi, mettendo in pratica i principi dell’agricoltura di precisione e sostenibile”.
Nata nel 2008 come spin-off dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Horta è riconosciuta sul mercato per lo sviluppo di Sistemi di Supporto alle Decisioni agronomiche (Decision Support Systems, DSS) ad alto contenuto di innovazione per importanti colture tra cui vite, pomodoro, cereali e olivo.
“Capacità di innovazione e impegno per un’agricoltura sempre più sostenibile – ha commentato Alberto Ancora, Vice President Basf Agricultural Solutions della Sub-Region South -, ci accomunano sin dall’inizio della nostra collaborazione. Ora siamo pronti ad avviare un nuova fase e a intensificare le nostre attività nel digital farming, favorendo l’accesso a nuovi mercati grazie alle avanzate soluzioni tecnologiche di Horta”.
La continuità del business di Horta sarà garantita dall’attuale struttura, dall’organizzazione manageriale e dal brand riconosciuto nel mercato agroalimentare. Riguardo l’acquisizione, entrambe le parti hanno concordato di non divulgare il prezzo di acquisto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre positiva, Dj +0,69%, Nasdaq +0,82%
S 500 sale dello 0,67%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
01 giugno 2022
15:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre positiva.
Il Dow Jones sale dello 0,69% a 33.222,77 punti, il Nasdaq avanza dello 0,82% a 12.180,47 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,67% a 4.160,65 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa positiva con Wall Street, Milano +0,2%
Bene il petrolio. A Piazza Affari si appesantisce Saipem
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
15:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si muovono in rialzo le principale borse europee in linea con Wall Street.
Francoforte guadagna lo 0,57% e Parigi lo 0,52% mentre è più cauta Milano (+0,2%) e, fuori dall’eurozona, oscilla sulla parità Londra.

Resta comprato il petrolio in attesa dell’Opec+ di domani (+2,8% a 117,6 dollari al barile il Wti e +2,3% a 118,3 dollari il Brent), prova a ridimensionare le perdite il gas (ad Amsterdam -5,6% a 88,7 euro al megawattora) in un mercato che non teme nuovi tagli alle forniture da parte di Gazprom.
A Piazza Affari pesa Saipem (-3,3%) che ha cambiato direzione dopo aver accolto bene in mattinata la vendita delle attività di perforazione su terra. Cede Terna (-1,8%), debole anche Tim (-1,6%). Sul fronte opposto brilla Stellantis in attesa dei dati sulle immatricolazioni (+3,27%), seguita da Moncler (+2,8%) e il ‘petrolifero’ Tenaris (+2,32%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fabbisogno: Mef, in 5 mesi migliora di 33,3 mld
A maggio meglio per 3,6 miliardi. Bene entrate fisco
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
16:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il fabbisogno dei primi cinque mesi dell’anno in corso è pari a circa 35.700 milioni, in miglioramento di circa 33.300 milioni rispetto a quello registrato nel corrispondente periodo del 2021 (69.028 milioni).

Lo comunica il Mef.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Solo nel mese di maggio 2022 il saldo del settore statale si è chiuso, in via provvisoria, con un fabbisogno di 11.700 milioni, con un miglioramento di circa 3.600 milioni rispetto al corrispondente valore di maggio 2021, che si era chiuso con un fabbisogno di 15.252 milioni.
A maggio, nel confronto con il corrispondente mese del 2021, il miglioramento del saldo è dovuto in larga misura all’andamento positivo degli incassi fiscali legato all’aumento dei versamenti dell’Iva, dei contributi e delle altre imposte indirette che hanno più che compensato il calo delle accise sugli olii minerali. Il risultato positivo è stato parzialmente attenuato dall’aumento dei pagamenti cui hanno contribuito i maggiori prelievi degli Enti di Previdenza per l’erogazione dell’Assegno Unico e Universale e i maggiori trasferimenti al bilancio comunitario che lo scorso anno si erano concentrati nel mese di giugno.
La spesa per interessi sui titoli di Stato è in linea con il valore dello stesso mese dell’anno precedente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il fabbisogno dei primi cinque mesi dell’anno in corso è pari a circa 35.700 milioni, in miglioramento di circa 33.300 milioni rispetto a quello registrato nel corrispondente periodo del 2021 (69.028 milioni).

Lo comunica il Mef.
Solo nel mese di maggio 2022 il saldo del settore statale si è chiuso, in via provvisoria, con un fabbisogno di 11.700 milioni, con un miglioramento di circa 3.600 milioni rispetto al corrispondente valore di maggio 2021, che si era chiuso con un fabbisogno di 15.252 milioni.
A maggio, nel confronto con il corrispondente mese del 2021, il miglioramento del saldo è dovuto in larga misura all’andamento positivo degli incassi fiscali legato all’aumento dei versamenti dell’Iva, dei contributi e delle altre imposte indirette che hanno più che compensato il calo delle accise sugli olii minerali. Il risultato positivo è stato parzialmente attenuato dall’aumento dei pagamenti cui hanno contribuito i maggiori prelievi degli Enti di Previdenza per l’erogazione dell’Assegno Unico e Universale e i maggiori trasferimenti al bilancio comunitario che lo scorso anno si erano concentrati nel mese di giugno.
La spesa per interessi sui titoli di Stato è in linea con il valore dello stesso mese dell’anno precedente.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Salario minimo: Conte, si può approvare legge in tempi brevi
Riguarda 4,5 milioni lavoratori, in particolare giovani e donne
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
CUNEO
01 giugno 2022
16:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quella sul salario minimo “è una grande battaglia, ma non ne facciamo come bandierina del Movimento, è una bandierina di 4 milioni e mezzo di lavoratori, soprattutto giovani e donne, che prendono paghe da fame, 3-4-5 euro l’ora.
Sembrerebbe che adesso ci sia una maggior sensibilità, iniziano a fioccare dichiarazioni a sostengo della nostra battaglia”.
Così il presidente di M5s, Giuseppe Conte,.
oggi a Cuneo per la campagna elettorale delle Amministrative.
“Occorre che le forze politiche, in primis quelle che sono in Parlamento siano conseguenti: – ha aggiunto – c’è un progetto di legge al Senato. lo possiamo approvare in tempi brevi, lo dobbiamo soprattutto per i tanti giovani e le tante donne che hanno paghe da fame”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa cede dietro Wall Street, Milano -0,65%
Resta in rialzo il greggio in vista dell’Opec+ di giovedì
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
16:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee hanno cambiato direzione virando in calo dietro a Wall Street.
I listini cominciano così il mese di giugno tra i reiterati timori di una stretta sui tassi da parte della banche centrali, dalla Fed alla Bce, per contenere l’inflazione mentre i rendimenti dei treasuries americani si allargano.
In leggero aumento lo spread Btp Bund a 199,4 punti col rendimento del decennale italiano al 3,1%. Sullo sfondo resta l’attesa per le decisioni domani dell’Opec+, che contribuisce a sostenere i prezzi del greggio.
Milano cede lo 0,65%, Parigi lo 0,2% mentre Francoforte fatica a tenersi in parità (+0,1%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco: Agenzia Entrate, avvio precompilata senza intoppi
Rimborsi nei tempi ordinari a partire dal mese di luglio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
16:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La stagione 2022 della precompilata è entrata nel vivo nel primo pomeriggio di ieri come da programma.

La messa a disposizione del pulsante “MODIFICA IL 730 E INVIA”, alle ore 15,35, è avvenuta come di consueto in seguito ai test tecnici di routine svolti nel corso della mattinata dal partner tecnologico Sogei.

Lo comunica l’Agenza delle Entrate.
“Non ci sarà, dunque, alcun ritardo nell’erogazione dei rimborsi derivanti dalla liquidazione del 730, che verranno riconosciuti ai cittadini nei prossimi mesi dai sostituti di imposta (datori di lavoro ed enti previdenziali) secondo i tempi e le modalità ordinari. I rimborsi saranno quindi erogati, come ogni anno, a partire dal mese di luglio per i lavoratori e dal mese di agosto o settembre per i pensionati, in base alla data di invio della dichiarazione precompilata da parte dei contribuenti. Le medesime tempistiche per l’erogazione dei rimborsi da parte dei sostituti d’imposta valgono anche nel caso dei 730 presentati tramite un Caf, un professionista o il medesimo sostituto d’imposta”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Usa: Dimon avverte, prepararsi ad un uragano economico
Fra Fed e guerra Ucraina
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
01 giugno 2022
17:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Jamie Dimon avverte: “preparatevi” per l’uragano economico causato dalla Fed e dalla guerra in Ucraina.
L’amministratore delegato di JPMorgan quindi spiega di aver rivisto la sua posizione; nelle scorse settimana aveva infatti parlato di nuvole di tempesta sull’economia.
“Ora cambio in uragano” di cui nessun sa l’entità, ovvero se sarà un fenomeno “minore” o uno come il Sandy che si è abbattuto su New York negli anni scorsi, aggiunge Dimon osservando che JPMorgan si sta preparando e lo sta facendo adottato un approccio “molto conservativo sul suo bilancio”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ok Commissione Ue a Croazia nell’euro dal 1 gennaio 2023
Sì finale il 12 luglio, sarà il ventesimo Paese nell’Eurozona
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
01 giugno 2022
17:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione europea ha dato il suo parere positivo per l’ingresso della Croazia nella zona euro a partire dal primo gennaio 2023.
Diventerà il ventesimo Paese ad adottare la moneta unica.

La Croazia, si legge nella valutazione di Bruxelles, “soddisfa i quattro criteri di convergenza nominale e la sua legislazione è pienamente compatibile con i requisiti del Trattato e dello Statuto del Sistema europeo delle banche centrali/Bce”. La decisione finale dell’Ecofin è attesa per il 12 luglio, dopo le discussioni in seno all’Eurogruppo e al Consiglio europeo, e dopo i pareri del Parlamento europeo e della Bce.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in calo, -0,9%
Indice Ftse Mib a quota 24.283 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
01 giugno 2022
17:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in calo per Piazza Affari.

L’indice Ftse Mib ha ceduto lo 0,9% a 24.283 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Russia, comitato derivati dichiara mancato pagamento bond
Decisione può far scattare 3,2 mld di rimborsi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
17:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Credit Derivatives Determinations Committee (Cddc) ha dichiarato un evento di mancato pagamento da parte della Russia sui propri bond.
Lo scrive la Bloomberg.

La decisione – relativa al mancato versamento di 1,9 milioni di dollari di interessi aggiuntivi su un rimborso agli investitori eseguito in ritardo a inizio maggio – può far scattare 3,2 miliardi di pagamenti su contratti ‘swap’ a protezione dal default.
Tuttavia le dimensioni relative del mancato pagamento di interessi, e il fatto che sia avvenuto il rimborso del capitale sul bond, significano che il verdetto del Comitato non innesca un default vero e proprio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Russia, comitato derivati dichiara mancato pagamento bond
Decisione può far scattare 3,2 mld di rimborsi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa debole in chiusura, Parigi -0,77%, Londra -1,01%
Segno meno anche per Francoforte (-0,34%) e Madrid (-1,14%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
17:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Deboli le borse europee: Parigi ha ceduto lo 0,77% a 6.418 punti, Londra l’1,01% a 7.530 punti, Francoforte lo 0,34% a 14.339 punti e Madrid l’1,14% a 8,750 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ok Antitrust a concentrazione Bper-Carige
Bper dovrà cedere 48 filiali a Banco di Desio e della Brianza
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
18:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Via libera dell’Antitrust all’operazione di concentrazione Bper-Carige.
Bper dovrà cedere a Banco di Desio e della Brianza un ramo aziendale composto da 48 filiali ubicate in Sardegna, Liguria, Toscana, Emilia Romagna e Lazio.
Lo comunica l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. La cessione del ramo aziendale è “parte essenziale dell’operazione” ed “è in grado di far venir meno le criticità concorrenziali” su alcuni mercati interessati che l’operazione presentava nella sua iniziale configurazione. I timori erano in particolare su raccolta bancaria, gli impieghi a famiglie consumatrici, gli impieghi a famiglie produttrici-imprese di piccole dimensioni e a imprese di medie e grandi dimensioni, il risparmio gestito (a sua volta distinto in gestione fondi comuni di investimento, gestione su base individuale di patrimoni mobiliari (GPM) e in fondi (GPF) e gestione di prodotti della previdenza complementare), nonché il risparmio amministrato.
Secondo l’Autorità, la cessione delle filiali è in grado di sterilizzare gli effetti dell’acquisizione del controllo di Carige in questi mercati.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gas: giù ad Amsterdam (-9%),non si temono altri tagli Gazprom
Contratto future conclude a un prezzo di 85,5 euro mwh
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
18:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gas è andato a picco sui mercati dove non ci si attendono nuovi tagli alle forniture da parte del colosso russo Gazprom alle aziende che non pagano in rubli, dopo quelle decise contro Shell e la danese Orsted.

Il contratto future trattato ad Amsterdam, che fa da riferimento per il gas europeo, ha lasciato sul terreno a fine seduta l’8,99% attestandosi a 85,5 euro per megawattora.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano debole (-0,9%), giù Saipem, bene Stellantis
In prima seduta del mese pesano timori stretta Bce, vola spread
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2022
18:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari al pari delle altre Borse comincia il nuovo mese con una seduta debole, dove prevalgono i timori di una decisa stretta dei tassi da parte della Bce, così come della Fed, per tenere a freno l’inflazione.

con l’effetto di far aumentare i rendimenti dei titoli di Stato.
Il movimento generale contribuisce all’allargamento dello spread Btp-Bund che supera la soglia dei 200 punti attestandosi al 201,4 con il rendimento del decennale italiano al 3,19%.
A Milano la maglia nera va a Saipem (-4,09%): il titolo ha cambiato direzione dopo aver accolto positivamente in mattinata l’uscita del gruppo dalle attività di perforazione su terra.
Prese di profitto su Tim (-3,5%). Bene invece Stellantis (+1,74%), Pirelli (+1,07%) e Tenaris (+0,7%) con i petroliferi solo in parte aiutati dal rialzo del greggio alla vigilia di Opec+ da cui peraltro non ci si attende un aumento della produzione per far fronte al parziale embargo deciso dalla Ue sul petrolio russo. In leggero calo Bper (-0,24%) che ha ceduto le attività nei pos a Nexi (-0,44%) e poi, a Borsa chiusa, ha ottenuto l’ok dell’antitrust all’acquisto di Carige (-0,13%).

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Amazon: sbarca in Usa il ‘Made in Italy Days’
Domani evento ad Ambasciata Italia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
01 giugno 2022
19:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sbarcano negli Stati Uniti i ‘Made in Italy Days’, iniziativa promossa da Amazon in collaborazione con la Farnesina e l’Agenzia Ice per valorizzare i migliaia di prodotti Made in Italy in otto mercati chiave – Italia, Spagna, Francia, Germania, Gran Bretagna, Stati Uniti, Giappone ed Emirati Arabi Uniti, e presentata lunedi’ scorso al Ministero degli Esteri.
L’ appuntamento sara’ domani presso l’Ambasciata Italiana a Washington in coincidenza con le celebrazioni della Festa della Repubblica.
Amazon ha infatti portato nella capitale Usa una delegazione di piccole e medie imprese italiane che vendono prodotti Made in Italy – dal cibo alla moda al design ai mobili – per esporre i loro prodotti di fronte a un pubblico internazionale.   ACQUISTA SU AMAZON: metti nel campo apposito il link del prodotto, dunque incollalo e lo troverai direttamente acquistabile su questo sito. Nessuna commissione aggiuntiva. Mi aiuti come affiliato. Grazie!
Borsa: Tokyo, apertura in calo (-0,34%)
Segue contrazione Wall Street, ridimensionamento petrolio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
02 giugno 2022
02:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia gli scambi col segno meno, seguendo il ribasso dei mercati azionari Usa e il ridimensionamento dei prezzi del greggio.
L’indice di riferimento Nikkei cede lo 0,34% a quota 27.365,21 e una perdita di 92 punti.
Sul fronte valutario lo yen prosegue la fase di indebolimento sul dollaro poco sopra 130, e sull’euro a 138,50.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in ordine sparso, occhi sull’Opec, Tokyo -0,16%
Futures Europoa e Usa contrastati, Londra chiusa per la Regina
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2022
08:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse in ordine sparso in Asia e Pacifico nel giorno in cui si riunisce il vertice di Opec+ per decidere sulla produzione di greggio.
Le ipotesi di un aumento da parte dell’Arabia Saudita spingono al ribasso il Wti e il Brent sotto i 115 dollari al barile.
Contrastati i futures sul’Europa e sugli Usa in attesa dei dati sulle richieste settimanli di sussidi di disoccupazione. Chiusa Londra per festeggiare i 70 anni di regno della regina Elisabetta. Tokyo ha ceduto lo 0,16%, Taiwan lo 0,73%, Seul l’1% e Sidney lo 0,8%.
Ancora aperte Shanghai (+0,29%), Hong Kong (-1,21%) e Mumbai (+0,27%).
I difficoltà sulla piazza di Tokyo i grandi esportatori Sony (-3,19%), Sharp (-1,2%), Yamaha (-1,3%) e Toyota (-0,2%), con lo yen in ripresa sull’euro e sul dollaro. Tengono i produttori di microprocessori Tokyo Electron (+0,36%) e Sumco (+0,67%) insieme al colosso bancario Nomura (+0,16%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo, +0,41%
Indice Ftse Mib a quota 24.383 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
02 giugno 2022
09:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo per Piazza Affari.
L’indice Ftse Mib segna un rialzo dello 0,41% a 24.383 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in rialzo, Parigi +0,44%, Londra chiusa
Bene anche Francoforte (+0,38%) e Madrid (+0,37%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2022
09:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo per le principali borse europee, oggi a ranghi ridotti per la chiusura festiva di Londra.
Parigi guadagna lo 0,44% a 6.447 punti, Francoforte lo 0,38% a 14.394 punti e Madrid lo 0,37% a 8.779 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano tiene (+0,3%), bene Iveco, greggio frena Eni
Rendimento Btp sopra il 3,2%, banche in ordine sparso,giù Saipem
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2022
09:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Resiste in territorio positivo Piazza Affari nella prima mezz’ora di scambi, con l’indice Ftse Mib in crescita dello 0,31% a 24.358 punti, al di sotto del valore registrato in apertura.
Sale a 201,5 punti il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi, con il rendimento annuo italiano in crescita di 1,1 punti al 3,206%.

Acquisti su Iveco (+1,55%), Nexi (+1,34%), Stm (+1,43%), Azimut (+1,05%) ed Enel (+0,88%). Segno meno invece per Saipem (-1,41%), la cui cessione delle attività di perforazione su terra nella vigilia non ha convinto gli investitori, nonostante il parere favorevole degli analisti. Il titolo, insieme ad Eni (-0,82%), sconta anche il calo del greggio (Wti -2,13% a 112,81 doillari al barile). Resiste Tenaris (+0,2), favorita in parte dal rialzo dell’acciaio (+0,83% a 4.733 dollari la tonnellata).
In ordine sparso le banche, con rialzi per Banco Bpm (+0,78%) e Bper (+0,42%), Intesa (+0,1%) più cauta e Unicredit (-0,58%) in ribasso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa poco mossa, atteso vertice Opec+, Milano +0,1%
Spread sopra i 202 punti, futures Usa in rialzo, cede il greggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2022
10:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Appaiono poco mosse le principali borse europee, in parte sotto ai valori segnati in apertura e in parte sopra, con Londra chiusa per festeggiare i 70 anni di regno di Elisabetta II.
Madrid (+0,05%) e Milano (+0,1%) erodono il rialzo iniziale, che viene invece consolidato da Parigi (+0,76%) e Francoforte (+0,57%), tra scambi sottili, per ora sotto i 190 milioni di euro di controvalore in Piazza Affari proprio per l’assenza degli operatori inglesi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

In rialzo a 202,2 punti il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi,. con il rendimento italiano che sale di 2,9 punti al 3,22%, mentre quello tedesco ne guadagna 2,2 all’1,204%.
Per gli investiutori il tema del giorno è il vertice di Opec+, in vista del quale, con le stime di un rialzo della produzione dell’Arabia Saudita per compensare un eventuale calo russo a causa della guerra, il greggio segna un notevole passo indietro, ban al di sotto dei 115 dollari al barile. Il West Texas Intermediate (Wti) cede il 2,13% a 112,85 dollari e il Brent il 2,04% a 113,92 dollari. Ne consegue un passo indietro per i titoli del comparto, da Neste Oil (-1,61%) a Saipem (-1,56%), all’indomani della cessione delle attività di perforazione su terra. In calo anche Equinor (-1,5%), Shell (sulla piazza di Amsterdam) e TotalEnergies (-1% entrambe), mentre Eni limita il calo allo 0,7%. Acquisti sui produttori di semiconduttori Infineon (+1,63%), Asm (+1,42% ed Stm (+1,35%), maglia rosa in Piazza Affari. Emerge tra gli automobilistici Bmw (+0,9%), cauta Stellantis (+0,25%) fiacca invece Renault (-0,05%).
In campo bancario prosegue il calo di Dws (-0,4%). Il gestore controllato da Deutsche Bank (-0,19%) è crollato nella vigilia a seguito delle dimissioni dell’Ad Asoka Wöhrmann per le perquisizioni disposte dalla Procura di Francoforte per presunte scorrettezze sui fondi di investimento sostenibili (greenwashing). Segno meno per Unicredit (-0,65%), Intesa (-0,55%), Santander (-0,44%) e SocGen (-0,3%). Positive invece Caixabank (+0,53%) e Commerzbank (+0,45%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Atlantia: Massolo, tempi delisting non troppo lunghi
‘Opa per mantenere forte polo in Italia’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRENTO
02 giugno 2022
10:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Atlantia, in questo momento, è alle prese con “un’Opa difensiva che sottolinea l’interesse a mantenere in Italia un forte polo” su questi settori”.
Lo ha detto il presidente di Atlantia, Giampiero Massolo, a margine di una iniziativa del Festival dell’Economia di Trento.
Sui tempi di un eventuale delisting, Massolo ha evidenziano che bisognerà “vedere: c’è ora una fase di autorizzazioni da ottenere. Non credo saranno troppo lunghi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano cauta (+0,35%), corre Moncler, giù Saipem
Spread si assesta a 202 punti, Eni e Tenaris frenate dal greggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2022
12:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Appare cauta Piazza Affari dopo quasi 3 ore di scambi.
L’indice Ftse Mib (+0,35% a 24.365 punti) si mantiene sotto il livello segnato in apertura tra scambi sottili per 350 milioni di euro, a causa dell’assenza degli operatori inglesi, fermi per festeggiare i 70 anni di regno di Elisabetta II.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si stabilizza a 202,1 punti il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi, con il rendimento annuo italiano in crescita di 2,9 punti al 3,224%. In luce Moncler (+2,16%), sull’onda lunga delle riaperture in Cina dopo l’emergenza Covid, che favorisce l’intero comparto del lusso in Europa. Seguono Diasorin (+1,61%), Campari (+1,37%), Tim (+1,11%) ed Stm (+1,1%), mentre si sgonfia Iveco (+0,13%) dopo il rialzo iniziale e tiene Stellantis (+0,47%).
Proseguono le vendite su Saipem (-1,93%), che ha ceduto nella vigilia le attività di perforazione su terra. Il titolo soffre anche insieme ad Eni (-0,72%) per il calo del greggio (Wti -1,92% a 113,02 doillari al barile) in attesa dell’imminente vertice di Opec+. Cede anche Tenaris (-0,76%), nonostante il rialzo dell’acciaio (+0,83% a 4.733 dollari la tonnellata). In calo anche Generali (-0,71%) e Unicredit (-0,22%). Quasi invariata Intesa (+0,05%), in lieve rialzo Banco Bpm ((+0,22%), più brillante Bper (+0,73%). Lievi rialzi per Mps (+0,39%) e Bps (+0,32%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gentiloni,riproporre metodo Recovery legato a successo Pnrr
‘Se meccanismo funziona ora più facile rimetterlo su tavolo’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
02 giugno 2022
12:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“C’è il RePowerEu.
Certamente sarebbe necessario andare oltre, non tanto con un Next Generation permanente perché l’impegno di tutti è stato considerarlo straordinario, ma riutilizzando lo stesso metodo, emissioni comuni per far fronte a obiettivi comuni.
La possibilità di ripetere questo metodo virtuoso dipende molto dal successo che avremo nel realizzare i Pnrr. E’ chiaro che se il meccanismo funziona, se vengono rispettati tempi, investimenti e riforme, allora per i governi che spingono in questa direzione, e per la Commissione, sarà più facile riproporlo”. Lo ha detto il commissario Ue all’Economia Paolo Gentiloni a Mattino 5.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“C’è il RePowerEu.
Certamente sarebbe necessario andare oltre, non tanto con un Next Generation permanente perché l’impegno di tutti è stato considerarlo straordinario, ma riutilizzando lo stesso metodo, emissioni comuni per far fronte a obiettivi comuni.
La possibilità di ripetere questo metodo virtuoso dipende molto dal successo che avremo nel realizzare i Pnrr. E’ chiaro che se il meccanismo funziona, se vengono rispettati tempi, investimenti e riforme, allora per i governi che spingono in questa direzione, e per la Commissione, sarà più facile riproporlo”. Lo ha detto il commissario Ue all’Economia Paolo Gentiloni.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzi: Ocse, +9,2% ad aprile; vola l’ alimentare, +11,5%
Ma in Italia il dato scende dal 6,5% al 6%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
02 giugno 2022
11:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’inflazione nella zona Ocse è cresciuta al 9,2% ad aprile 2022 contro l’8,8% di marzo, con una forte accelerazione dei prezzi alimentari e dei servizi.
In particolare, afferma in una nota l’organismo internazionale con sede a Parigi, i prezzi dell’alimentazione nella zona Ocse sono continuati a crescere fortemente, per raggiungere 11,5% ad aprile 2022 contro il 10% a marzo.
In Italia – dice Ocse – l’inflazione è scesa dal 6,5% di marzo al 6% di aprile.
L’indice dei prezzi alimentari, afferma l’Ocse in una nota, “ha continuato a crescere fortemente per raggiungere 11,5% ad aprile 2022, dopo 10% a marzo”. Anche i prezzi dei servizi sono cresciuti in larga parte dei Paesi Ocse, con un aumento medio del 4,4% ad aprile su 33 Paesi del gruppo, dopo 3,9% a marzo. La crescita di prezzi alimentari e servizi risulta parzialmente compensato da un rallentamento temporaneo dell’aumento dei prezzi dell’energia, al 32,5% ad aprile,1,2 punti in meno rispetto al mese di marzo.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzi: Assoutenti,da olio semi a pane nuovi record a maggio
Situazione insostenibile, in piazza il 10 per ‘Pentole vuote’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2022
13:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I prezzi al dettaglio registrano a maggio nuovi pesantissimi record, con alcune voci che segnano incrementi annui tra il +70% e il +100%.
Lo denuncia Assoutenti che, sulla base degli ultimi dati Istat sull’inflazione, ha stilato la mappa dei rincari che si sono abbattuti nell’ultimo mese sulle tasche degli italiani.

A maggio il record dei rincari spetta ai biglietti aerei internazionali, che su base annua sono aumentati del +103,3% – analizza Assoutenti – L’energia elettrica è salita del +73,5% mentre per l’olio di semi occorre spendere il 70,2% in più.
Il gas aumenta del +66,3% rispetto a maggio del 2021, il gasolio per riscaldamento del +47,5% mentre Gpl e metano salgono del +43,6%.
In particolare nel comparto alimentare, oltre all’olio di semi, si registrano pesanti aumenti per burro (+22,6%), farina (+18,6%), pasta (+16,6%), ma costano molto di più anche il pollo (+13,8%), le uova (+12,3%) i gelati (+11,2%). Un situazione “insostenibile” che portera’ i consumatori in piazza il prossimo 10 giugno per la ”protesta delle pentole vuote”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Amazon: impegnati a sostenere la crescita delle Pmi
Obiettivo 1,2 mld euro vendite estero all’anno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
02 giugno 2022
13:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Attraverso l’evento “Made in Italy Days” e la vetrina online dedicata al Made in Italy, Amazon annuncia il suo impegno a sostenere le oltre 18.000 piccole e medie imprese italiane (Pmi) che vendono sul suo store e che hanno creato ad oggi oltre 50.000 posti di lavoro in Italia, a raggiungere 1.2 miliardi di euro di vendite all’estero all’anno entro il 2025, piu’ del doppio del valore delle esportazioni del 2020, sottolinea Amazon.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
2 giugno: Amazon si colora di verde-bianco-rosso, omaggio all’Italia
Nella sede centrale di Seattle
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
02 giugno 2022
13:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In occasione della Festa della Repubblica, Amazon rende omaggio all’Italia con un’iniziativa speciale presso l’headquarter di Seattle: colorera’ con il tricolore, a partire dalle 20:30 ora locale, una delle Sfere che compongono la sede avveniristica di Amazon.

“Le Sfere sono uno spazio che consente ai dipendenti Amazon di lavorare o godersi la pausa pranzo in un ambiente più simile a un parco che a un ufficio”, spiega la societa’.
Si tratta di un “open space” senza uffici o sale riunioni, che “intende ricreare un legame tra lo spazio urbano e la natura”, sottolinea Amazon. Lo spazio ospita più di 40.000 piante provenienti dalle foreste pluviali di oltre 30 Paesi.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa stabile, futures Usa positivi, Milano +0,35%
Spread sfiora i 204 punti, greggio debole in attesa dell’Opec
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2022
13:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pochi movimenti sui listini delle principali borse europee, oggi a ranghji ridotti per la chiusura festiva di Londra, dove si celebrano i 70 anni di regno di Elisabetta II.
La migliore è Parigi (+1%), seguita da Francoforte (+0,72%), Milano (+0,35%) e Madrid (+0,23%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Non si arresta la risalita dello spread del Btp decennale italiano, che si porta a 203,9 punti, sfiorando quota 204 dall’analogo Bund tedesco, con un rendimento annuo in risalita di 3,8punti al 3,233%.
In calo il greggio (Wti -2,65% a 112,2 dollari al barile e Brent -2,61% a 113,28 dollari) in attesa del vertice di Opec+.
Le ipotesi che circolano sono di un rialzo della produzione da parte dell’Arabia Saudita per compensare il calo delle estrazioni in Russia.
Cedono i titoli petroliferi, da Galp (-3,29%) a Equionor (-1,86%), da Shell (-1,16% ad Amsterdam) a TotalEneregies (-1,05%) ed Eni (-0,45%) in Piazza Affari, dove Saipem riduce il calo allo 0,59% e Tenaris (+0,16%) ritorna in territorio positivo. Tengono i produttori di semiconduttori Infineon (+0,63%), Asm (+0,35%) ed Stm (+0,65%). Fanno meglio gli automobilistici Bmw (+1,51%) e Mercedes (+1,17%), più caute invece Stellantis (+0,62%) e Renault (+0,23%).
In campo bancario rimbalza Dws (+1,15%) dopo il crollo della vigilia e l’apertura in calo odierna. Il gestore controllato da Deutsche Bank (+0,06%) ha scontato nella vigilia le dimissioni dell’Ad Asoka Wöhrmann per le perquisizioni disposte dalla Procura di Francoforte nell’ambito di un’inchiesta su presunte scorrettezze sui fondi di investimento sostenibili (greenwashing). Poco mossa Unicredit (+0,06%) in Piazza Affari, dove fanno meglio Intesa (+0,23%) e Bper (+1,07%). Nel resto d’Europa positive Commerzbank (+1,2%), Caixabank (+0,8%) e Sabadell (+0,61%). Poco mosse Credit Agricole (+0,24%) e Bnp (+0,19%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina: Banca Centrale alza i tassi dal 10 al 25%
Più che raddoppiati nella sua prima mossa dopo 4 mesi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2022
14:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Banca Centrale dell’Ucraina (Nbu) ha alzato il costo del denaro dal 10 al 25% nel suo primo intervento dopo 4 mesi, ossia dall’attacco russo dello scorso 24 febbraio.
Lo si legge in una nota comparsa sul sito dell’Istituzione che ha più che raddoppiato il tasso d’interesse sui prestiti alle banche a partire da domani, portandolo ai livelli più alti dal 2015.
In crescita a 3,4 miliardi di dollari (3,18 miliardi di euro) gli interventi di stimolo a favore dell’economia nello scorso mese di aprile, a fronte di una media mensile degli acquisti di titoli pari a 2 miliardi di dollari (1,87 miliardi di euro).

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: Opec+ valuta aumento produzione a luglio e agosto
Bloomberg, all’esame incremento di 600.000 barili al giorno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2022
14:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La riunione odierna dell’Opec+ potrebbe decidere di aumentare la produzione di 600.000 barili al giorno a luglio e ad agosto.
E ‘ quanto scrive Bloomberg citando i delegati che partecipano alla riunione in corso.
Si tratterebbe, se la proposta sul tavolo venisse approvata, di una svolta e di un incremento nell’ordine del 50% della produzione rispetto ai 432.000 barili al giorno di questi ultimi mesi.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: Opec+ verso aumento 648.000 barili al giorno
Raccomandazione del Joint Ministerial Monitoring Committee
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
02 giugno 2022
15:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il comitato ministeriale di monitoraggio, il Joint Ministerial Monitoring Committee raccomanda all’Opec+ un aumento della produzione da 648.000 barili al giorno in luglio e agosto.
Lo riporta l’agenzia Bloomberg citando i delegati partecipanti alla riunione.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Silicon Valley per soli uomini, con uscita Sandberg finisce era
Lascia una delle donne con più alto profilo, in Big Tech sono sempre meno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
02 giugno 2022
15:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le dimissioni di Sheryl Sandberg da numero due di Meta lasciano un vuoto nella Silicon Valley, dove le donne di alto profilo sono sempre più una rarità e Big Tech si conferma sempre più un club di quasi soli uomini.
Il passo indietro segna infatti la fine di un’era per una delle donne manager più famose d’America e uno dei simboli della Silicon Valley.
Anche se le donne hanno fatto progressi negli ultimi anni, i livelli manageriali di più alto livello sono ancora dominati dagli uomini. Nel 2021 solo il 26% degli amministratori delegati e dei direttori generali era donna. Una quota bassa ma in aumento rispetto al 15% del 2019.
“Mi piace pensare che la carriera che ho avuto e quella di altre donne leader possa ispirare altre donne. Cento anni fa non c’era nessuna donna, oggi ce ne sono alcune. Mi auguro che le mie figlie possano crescere in un mondo dove ci sono molte più donne” manager e al lavoro, afferma Sandberg.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Accordo a Opec+ per aumento produzione, +648.000 barili
Per luglio e agosto, lo riferiscono i delegati
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
03 giugno 2022
09:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Opec+ aumenterà la produzione di 648.000 barili al giorno in luglio e in agosto.
Lo riferiscono i delegati partecipanti alla riunione, secondo quanto riportato dall’agenzia Bloomberg.
Il petrolio accelera a New York, dove sale ai massimi degli ultimi tre mesi.
Le quotazioni avanzano dello 0,7% a 116,10 dollari nonostante l’aumento della produzione dell’Opec+.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Accordo Opec+ per aumento produzione, +648.000 barili
Accelerano quotazioni petrolio ai massimi da 3 mesi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
02 giugno 2022
15:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Opec+ aumenterà la produzione di 648.000 barili al giorno in luglio e in agosto.
Lo riferiscono i delegati partecipanti alla riunione, secondo quanto riportato dall’agenzia Bloomberg.

Nonostante l’accordo accelera il prezzo dell’oro nero: sale dello 0,7% a 116,10 dollari. Ai massimi da 3 mesi.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa positiva malgrado Wall Street, Milano +0,4%
Si amplia lo spread, ha invertito la rotta il petrolio dopo Opec
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2022
15:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le borse europee si confermano in cauto rialzo mentre Wall Street arretra alla luce dei dati sul mercato del lavoro americani e mentre Opec+ ha deciso di aumentare la produzione nei prossimi due mesi: il greggio, che era in calo in attesa dell’esito della riunione, invece che perdere ancora terreno ha annullato i ribassi e ora guadagna (Wti +0,14% a 111,5 dollari al barile, Brent +0,06% a 116,3).

Parigi resta la migliore (+1,1%), seguita da Francoforte (+0,67%) mentre Milano fa più fatica (+0,41%) mentre lo spread Btp-Bund si amplia ancora (a 203,8 punti col rendimento del decennale italiano al 3,24% e quello del Bund all’ 1,2%.
A Piazza Affari brilla Moncler (+2,9%) con Iveco (+1,9%), resta pesante Saipem (-1,67%). Deboli anche Terna (-1%) ed Hera (-1%) .
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aeroporti: Air Serbia inaugura volo su Trieste
Quarto collegamento con Italia dopo Roma, Milano e Venezia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BELGRADO
02 giugno 2022
16:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Decollerà oggi alle 18:05 il primo volo diretto tra Belgrado e Trieste, operato dalla compagnia di bandiera serba Air Serbia.
Lo rende noto l’azienda in un comunicato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Il volo inaugurale, lo JU464, atterrerà all’aeroporto internazionale di Ronchi dei Legionari alle 19:55 e sarà accolto con il tradizionale ‘ponte d’acqua’ nello scalo in FVG. Trieste è la quarta destinazione in Italia per Air Serbia, dopo Roma, Milano e Venezia. Air Serbia volerà su Trieste due volte alla settimana.
“Siamo particolarmente lieti di collegare Belgrado con Trieste, una città con una grande diaspora serba, dopo una pausa di undici anni”, ha affermato Bojan Arandjelovic, Head of Network Planning & Scheduling di Air Serbia.
“Siamo lieti di ampliare la nostra rete grazie a questo nuovo volo di Air Serbia, che contribuirà sicuramente a migliorare le relazioni economiche della nostra regione con la Repubblica di Serbia oltre a servire la folta comunità serba che vive nella nostra zona”, ha affermato da parte sua Marco Consalvo, amministratore delegato di Trieste Airport, citato nel comunicato di Air Serbia.
Dopo Trieste, nei prossimi giorni Air Serbia lancerà servizi verso altre due destinazioni in Italia: Bologna e Bari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Via libera ambasciatori Ue a sesto pacchetto sanzioni
Misure includono embargo a petrolio con alcune deroghe
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2022
16:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il sesto pacchetto delle sanzioni anti-russe, che include l’embargo graduale al petrolio in arrivo via mare in Europa con deroghe per il greggio trasportato via oleodotti, è stato adottato dalla riunione degli ambasciatori dei 27 Paesi membri.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo (+0,59%)
Indice Ftse Mib a 24.426 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
02 giugno 2022
17:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari chiude la seduta in rialzo.
L’indice Ftse Mib segna un aumento dello 0,59% a 24.426 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano positiva (+0,59%), cede ancora Saipem
In seduta con scambi semifestivi brilla Moncler
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2022
18:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta con scambi semifestivi a Piazza Affari sia per la chiusura di Londra (e quindi degli operatori basati nella City), ferma anche domani per celebrare i 70 anni di regno di Elisabetta II, sia per la Festa della Repubblica.
Il listino milanese, in linea con le altre Borse europee, ha mantenuto i guadagni anche dopo l’avvio debole di Wall Street che è tuttavia ripartita prima che chiudessero le contrattazione nel Vecchio Continente.

A dominare la giornata, più che dati macro americani, è stata la decisione dell’Opec+ di aumentare la produzione senza espellere la Russia la cui produzione è peraltro destinata a calare per il nuovo pacchetto di sanzioni Ue.
L’andamento dei titoli quotati a Milano è stato comunque solo marginalmente impattato da tali novità: Saipem ha proseguito la sua discesa (-1,85%), seguito dalle utilities A2a (-1,07%), Hera (-0,65%) e Terna (-0,56%). Gli acquisti anche oggi hanno invece premiato Moncler (+3,28%). Bene poi Interpump (+2,74%), Diasorin (+2,61%) e gli automobilistici Iveco, Cnh (entrambi +2,247%) e Ferrari (+2,25%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in crescita senza Londra, Parigi +1,27%
Francoforte +1,01%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2022
18:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata positiva per i listini europei dove è mancata all’appello Londra, chiusa per la festività dei 70 anni di Regno della regina Elisabetta.
Parigi ha guadagnato l’1,27% e Francoforte l’1,01%, aiutate nel finale anche dal recupero di Wall Street.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund: si allarga ancora e chiude a 206 punti
Su livelli di un mese fa ma con rendimento ormai quasi al 3,3%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2022
18:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si è ampliato ancora lo spread fra Btp e Bund.
Il differenziale fra il rendimento del titolo di Stato italiano e l’equivalente tedesco ha chiuso a 206 punti base, a ridosso del massimo raggiunto il 9 maggio a 206,9.

Rispetto a un mese fa è ormai aumentato il rendimento del Btp decennale, arrivato al 3,29% (quello del Bund è all’1,23%).
In un movimento comune di discesa dei prezzi dei bond governativi, in vista degli interventi delle banche centrali sui tassi di interesse, la pressione investe in modo più deciso i titoli di Stato di un Paese ad alto debito come l’Italia, in attesa della stretta monetaria della Bce.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ruffini, evasori in carcere? Sono 19 milioni, non conviene
Bene la precompilata, dal 2023 anche per Iva
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
02 giugno 2022
18:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La pena detentiva per chi non paga le tasse non mi ha mai convinto.
Preferisco mettere in carcere l’evasore così poi fallisce l’attività o farlo lavorare finché non ripaga la collettività? Sono 19 milioni le persone che non pagano le tasse.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Li abbiamo individuati, ma a chi conviene metterli tutti in cella?”. Lo ha detto Ernesto Maria Ruffini, direttore dell’Agenzia delle Entrate, che ha presentato al Festival dell’Economia di Torino il suo libro ‘Uguali per Costituzione. Storia di un’utopia incompiuta dal 1948 a oggi”, a cura di Feltrinelli.
“Il mio sistema ideale è quello in cui i cittadini sanno che chi non paga viene intercettato e l’azione viene punita facendoli pagare. Chi è poi così autolesionista da evadere?” ha affermato Ruffini.
Sulla precompilata Ruffini ha aggiunto: “Non ho i dati aggiornati, ma va bene. Ogni anno abbiamo sorprese di come i cittadini acquisiscano familiarità con questo strumento”.
Prossime tappe? “Stiamo già precompilando i registri dei soggetti commerciali, l’anno prossimo partirà la precompilata Iva. Ogni anno, ogni mese siamo alle prese con i nuovi sistemi.
Vediamo anche il quali strumenti il legislatore ci permette di utilizzare”, ha spiegato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La pena detentiva per chi non paga le tasse non mi ha mai convinto.
Preferisco mettere in carcere l’evasore così poi fallisce l’attività o farlo lavorare finché non ripaga la collettività?”, Lo ha detto Ernesto Maria Ruffini, direttore dell’Agenzia delle Entrate, che a presentato al Festival dell’Economia di Torinoil suo libro “Uguali er Costituzione.
Storia di un’utopia incompiuta del 1948 ad oggi” a cura di Feltrinelli.
Ruffini ha fatto un esempio: sono 19 milioni le persone raggiunte almeno da una cartella esattoriale. Li abbiamo individuati”.
“Il mio sistema ideale è quello in cui i cittadini sanno che chi non paga viene intercettato e l’azione viene punita facendoli pagare. Chi è poi così autolesionista da evadere?” ha affermato Ruffini.
Sulla precompilata Ruffini ha aggiunto: “Non ho i dati aggiornati, ma va bene. Ogni anno abbiamo sorprese di come i cittadini acquisiscano familiarità con questo strumento”.
Prossime tappe? “Stiamo già precompilando i registri dei soggetti commerciali, l’anno prossimo partirà la precompilata Iva. Ogni anno, ogni mese siamo alle prese con i nuovi sistemi.
Vediamo anche il quali strumenti il legislatore ci permette di utilizzare”, ha spiegato.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gas: prosegue il calo, ad Amsterdam chiude sotto 84 euro
Prezzi ormai assestati su livelli pre-guerra
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2022
18:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue il calo delle quotazioni del gas.
In una giornata dominata dall’andamento del petrolio, prima e dopo la riunione-lampo dell’Opec+, il metano europeo, quotato ad Amsterdam ha chiuso sotto gli 84 euro al megawattora concludendo la seduta in calo dell’1,88% a 83,95 euro Mwh.

Si tratta di livelli già rivisti a maggio che sono pari ai prezzi precedenti l’invasione dell’Ucraina. Le tensioni con la Russia sul gas avevano portato le quotazioni a raggiungere il 7 marzo un picco a 227 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in rialzo (+0,92%)
Attesa per dati sul mercato del lavoro in Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
03 giugno 2022
02:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo inizia gli scambi in aumento, in scia al rialzo delle piazze azionarie Usa e in attesa delle indicazioni dall’occupazione negli Stati Uniti.

L’indice di riferimento Nikkei avanza dello 0,92% nell’ultima seduta della settimana a quota 27.665,2172, con un guadagno di 251 punti.
Sul mercato valutario lo yen prosegue la fase di indebolimento sul dollaro poco sotto 130, e a 139,60 sull’euro.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro poco mosso a 1,0754 dollari
Moneta unica passa di mano a 129,8100 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
08:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro poco mosso questa mattina sui mercati valutari: la moneta unica europea passa di mano a 1,0754 dollari con un aumento dello 0,07% e a 129,8100 yen con un calo dello 0,02%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: Wti in calo a 116,39 dollari
Brent passa di mano a 117,30 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
08:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo del petrolio in calo questa mattina sui mercati delle materie prime.
Il barile di greggio con consegna a luglio passa di mano a 116,39 dollari con un calo dello 0,41%.
Il Brent con consegna ad agosto è scambiato a 117,30 dollari con un calo dello 0,26%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo poco mosso a 1.871 dollari
+0,02%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
08:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo dell’oro poco mosso questa mattina sui mercati delle materie prime: il metallo prezioso con consegna ad agosto viene scambiato a 1.871,80 dollari l’oncia con un aumento dello 0,02%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund apre in calo a 204 punti
Il rendimento del decennale italiano è al 3,26%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
08:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund apre in calo a 204,1 punti rispetto ai 206 della chiusura.
Il rendimento del decennale italiano è al 3,26%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in rialzo con Tokyo, verso rialzo Europa
Diversi dati macro in agenda tra cui pmi servizi Italia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
08:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse di Asia e Pacifico in rialzo e scarto ridotto con le Piazze cinesi chiuse per festività.
I listini guardano alle indicazioni dal mercato del lavoro negli Stati Uniti e sempre alle mosse della Fed sui tassi per contenere l’impennata dell’inflazione.
Buon passo per con Tokyo l’indice di riferimento Nikkei che chiude a +1,27% nell’ultima seduta della settimana. Positive poi Seul (+0,44%) e Sydney (+0,88%) Verso il rialzo gli indici europei così come sono con il segno più i future su Wall Street. Tra i macro attesi nel Vecchio Continente in agenda gli indici pmi servizi e composto di Spagna, Italia, Francia, Germania, Eurozona e Stati Uniti, la produzione industriale in Francia, le vendite al dettaglio dell’Eurozona.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo dello 0,57%
Ftse Mib a quota 24.564 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
03 giugno 2022
09:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre in rialzo.

Il primo Ftse Mib segna un +0,57% a quota 24.564 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre positiva, Parigi +0,69%, Londra chiusa
Anche Francoforte a +0,69%, Madrid +0,58%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
09:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo per le principali Borse europee, anche oggi a ranghi ridotti per la chiusura festiva di Londra.
Parigi guadagna lo 0,69% a 6.545 punti.
Stesso avvio per Francoforte ma a 14.585 punti. Madrid segna un +0,58% con l’Ibex a 8.794 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gas: in avvio ad Amsterdam resta sotto gli 84 euro
Prezzo cede lo 0,17%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
09:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gas resta in avvio di giornata sotto gli 84 euro.
Il prezzo ad Amsterdam cede lo 0,17% a 83,81 euro al megawatt.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano si muove incerta (-0,04%), pesante Tenaris
Spread a 105 punti, buon passo di Leonardo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
09:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari, dopo un avvio positivo, ritraccia e si appiattisce con il Ftse Mib che si muove incerto (-0,04% a 24.424 punti).
Mentre lo spread tra Btp e Bund sale a 205 punti con il rendimento del decennale al 3,27% A pesare sull’indice sono le vendite su big come Stellantis (-1,18%) , Unicredit (-1%).
La peggiore è però Tenaris (-2%) che ha comunicato che pagherà 78 milioni di dollari come risoluzione per un’indagine della Sec su pagamenti impropri tra il 2008 e il 2013 a un manager della compagnia energetica statale brasiliana Petrobras per commesse Confab, controllata carioca del gruppo. Tra gli energetici Saipem perde lo 0,72% mentre Eni è piatta (+0,04%). Sul fronte opposto buon passo invece per Iveco (+1,41%), Amplifon (+2%) e Leonardo (+2,15%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Conte,ok sanzioni economiche ma serve ‘energy recovery fund’
Ma non pensiamo che stiamo sconfiggendo Russia con sanzioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
10:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il movimento M5s ha detto sì alle sanzioni economiche e finanziarie ,e continueremo a dire sì.
Ma non dobbiamo continuare a pensare che stiamo sconfiggendo la Russia attraverso le sanzioni”.
Lo afferma Giuseppe Conte, chiarendo che non ci si può ritenere appagati dalle conclusioni dell’ultimo Consiglio europeo con l’embargo.”Serve varare un energy recovery fund, con stoccaggi comuni, in caso contrario non si riuscirà a gestire questo momento di grande emergenza energetica”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Patuanelli, inevitabile ulteriore tranche debito comune
A Radio Anch’io su caro-energia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
10:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo chiedendo un comportamento diverso all’Europa da quello che ha avuto fino adesso rispetto alla possibilità degli stati membri di avere interventi economici.
Credo che sia inevitabile il ricorso a una ulteriore tranche di debito comune sulla base dei principi che hanno guidato finora l’Europa ad affrontare in modo unitario il riflesso della pandemia sulle economie”.
Così il ministro delle Politiche agricole, Stefano Patuanelli in un’intervista a Radio Anch’io, su Rai Radio 1 sul tema del caro-energia.
Quanto a una domanda sul fatto che gli interessi italiani e quelli europei non coincidono il ministro ha sottolineato: “Mi sembra evidente che si sono molte parti degli interessi italiani che non coincidono con quelli di altri stati europei e dell’Europa nel suo complesso. Perchè ci sono situazioni asimmetriche create da un elemento esterno: il conflitto”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo corre in Borsa, fari mercato su dossier Oto Melara-Wass
A inizio contrattazioni è il miglior titolo del paniere Ftse Mib
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
10:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Corre ancora il titolo Leonardo in Borsa (+62% da inizio anno) con i riflettori che tornano ad accendersi sulla cessione dei ‘sistemi di difesa’, la produzione di cannoni e torrette della ex Oto Melara e di siluri e sonar della ex Wass.
nei primi scambi a Piazza Affari registra oggi la migliore performance del paniere Ftse-Mib muovendosi al momento intorno al +3,10% a quota 10,53 euro per azione, sui massimi di seduta.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Diversi quotidiani, citando l’agenzia Reuters, riportano oggi i contenuti dell’offerta non vincolante presentata da Rheinmetall per Oto Melara: 190-200 milioni di euro per una quota del 49%.
Non sembra così cambiare lo scenario che si è delineato già da mesi. Solo pochi giorni fa Leonardo ha ribadito che il processo per la cessione “è in corso”. La società ha indicato di aver “ricevuto alcune offerte non vincolanti” ed ha soprattutto ribadito di considerare “un partner potenzialmente interessante” – più che Rheinmetall (che secondo le indiscrezioni degli ultimi mesi avrebbe valutato la possibile acquisizione in partnership con Fincantieri) – il consorzio franco tedesco Knds, spiegando: “Risponde ai requisiti strategici che consideriamo essenziali per la migliore valorizzazione del nostro business di sistemi difesa nel lungo termine: opera con una logica di joint venture e presenza in due dei principali Paesi europei, ha competenze distintive e presenza internazionale nel settore, con un ruolo di rilievo nel programma per il futuro carro armato europeo (main battle tank o Mgcs), non è concorrente di Leonardo nell’elettronica per la difesa per i mezzi terrestri, dove potrebbe diventare un partner rilevante in futuro e non ha un infantry fighting vehicle già sviluppato e quindi può offrire a Oto Melara l’opportunità di realizzare, con il suo supporto, un importante sviluppo tecnologico e di prodotto che può accrescere il proprio patrimonio di competenze e presenza commerciale nel medio-lungo termine”. L’azienda è apparsa invece molto più fredda sull’interesse di Rheinmetall, : “Leonardo – è stata la risposta in merito agli azionisti – valuta costantemente opportunità di business e partnership, qualora le condizioni siano interessanti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Benzina: Qe, prezzo self sale a 1,952 euro al litro
Servito arriva ad un massimo di 2,165 euro al litro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
10:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Continuano a salire i prezzi sulla rete carburanti: secondo Quotidiano Energia il prezzo medio nazionale praticato della benzina in modalità self sale a 1,952 euro al litro (1,914 il 31 maggio), con i diversi marchi compresi tra 1,941 e 1,970 euro al litro (no logo 1,937).
Il prezzo medio del diesel self si porta a 1,864 euro al litro (dato precedente 1,831), con le compagnie tra 1,859 e 1,879 euro al litro (no logo 1,843).
Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio aumenta a 2,080 euro al litro (2,049 il 31 maggio), con gli impianti colorati che mostrano prezzi medi tra 2,046 e 2,165 euro al litro (no logo 1,986).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Superbonus: allarme Cna, 33mila imprese artigiane a rischio
Non monetizzati 2,6 mld crediti riconosciuti. Governo intervenga
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
20:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 33mila le imprese artigiane a rischio fallimento o blocco dei cantieri con la possibile perdita di 150mila posti di lavoro nella filiera delle costruzioni, a causa del blocco della cessione dei crediti legati ai bonus edilizi.
E’ l’allarme che lancia CNA sulla base dei risultati di una indagine presso circa 2mila imprese che rappresentano un campione altamente rappresentativo dei comparti dell’edilizia, delle costruzioni e dei serramenti.
La Confederazione, che sollecita il Governo a trovare rapidamente una soluzione per disinnescare una bomba economica e sociale, calcola 2,6 miliardi di sconti riconosciuti ma non monetizzati.
Secondo Cna oltre 60mila imprese artigiane si trovano con cassetto fiscale pieno di crediti ma senza liquidità e con impatti gravissimi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il 48,6% del campione parla di rischio fallimento mentre il 68,4% prospetta il blocco dei cantieri attivati. L’effetto negativo è a cascata. Per non essere schiacciate dalla mancata cessione dei crediti, quasi un’impresa su due sta pagando in ritardo i fornitori, il 30,6% rinvia tasse e imposte e una su cinque non riesce a pagare i collaboratori.
Dall’analisi dei fatturati e della consistenza media dei crediti emerge che le imprese con giro d’affari di 150mila euro detengono 57mila euro di crediti nel proprio cassetto fiscale (38,2%). Alla crescita del fatturato l’incidenza tende a scendere pur restando rilevante: un’impresa con 750mila euro di ricavi sconta 200mila euro di crediti bloccati. Il problema è quello della cessione dello sconto riconosciuto in fattura. Il 47,2% delle imprese dichiara di non trovare soggetti disposti ad acquisire i crediti mentre il 34,4% lamenta tempi di accettazione dei documenti contrattuali eccessivamente lunghi. Per la cessione dei crediti, le imprese della filiera si sono rivolte principalmente alle banche (63,7%), a seguire Poste (22,6%), poi società di intermediazione finanziaria (5,1%).
La serie di provvedimenti varata sul nodo della cessione del credito – spiega la Confederazione – ha alimentato confusione e profonda incertezza. Dall’indagine emerge che i crediti fiscali delle imprese che hanno riconosciuto lo sconto in fattura e non monetizzati attraverso una cessione ammontano a quasi 2,6 miliardi di euro. La consistenza dei crediti bloccati (circa il 15% del totale) sta mettendo in crisi migliaia di imprese. Infatti, oltre 60mila imprese artigiane si trovano con cassetto fiscale pieno di crediti ma senza liquidità e con impatti gravissimi. Il 48,6% del campione parla di rischio fallimento mentre il 68,4% prospetta il blocco dei cantieri attivati. L’effetto negativo è a cascata. Per non essere schiacciate dalla mancata cessione dei crediti, quasi un’impresa su due sta pagando in ritardo i fornitori, il 30,6% rinvia tasse e imposte e una su cinque non riesce a pagare i collaboratori. Dall’analisi dei fatturati e della consistenza media dei crediti emerge che le imprese con giro d’affari di 150mila euro detengono 57mila euro di crediti nel proprio cassetto fiscale (38,2%). Alla crescita del fatturato l’incidenza tende a scendere pur restando rilevante: un’impresa con 750mila euro di ricavi sconta 200mila euro di crediti bloccati. Il problema è quello della cessione dello sconto riconosciuto in fattura. Il 47,2% delle imprese dichiara di non trovare soggetti disposti ad acquisire i crediti mentre il 34,4% lamenta tempi di accettazione dei documenti contrattuali eccessivamente lunghi. Per la cessione dei crediti, le imprese della filiera si sono rivolte principalmente alle banche (63,7%), a seguire Poste (22,6%), poi società di intermediazione finanziaria (5,1%). “Davanti a norme incerte e continui stop and go – afferma Cna – gli intermediari finanziari hanno bloccato gli acquisti e ad oggi i crediti in attesa di accettazione superano i 5 miliardi e di questi circa 4 miliardi si riferiscono a prime cessioni o sconti in fattura. Occorre ricordare che attraverso lo sconto in fattura l’impresa ha anticipato per conto dello Stato un beneficio al cliente, facendo affidamento sulla possibilità, prevista dalla legge, di recuperare il valore della prestazione attraverso la cessione a terzi”. “Il quadro molto preoccupante – conclude la Confederazione artigiana – deve sollecitare un intervento straordinario da parte dello Stato per scongiurare una gravissima crisi economica e sociale. Inoltre i bonus per l’edilizia hanno offerto un contributo molto rilevante al rimbalzo del Pil l’anno scorso e oltre il 90% delle imprese intervistate è convinta che senza una soluzione per svuotare i cassetti fiscali si determinerà il mancato avvio di nuovi cantieri con ripercussioni negative sull’intera filiera e sull’economia nel complesso nonché sul programma di riqualificazione energetica degli immobili”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa poco mossa, attende dati mercato lavoro Usa
Milano cede lo 0,14%, future Wall Street negativi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
11:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee senza grandi spunti con Parigi (+0,26%) e Francoforte (+0,41%) positive, Londra che è chiusa per festività mentre Milano conferma la flessione (Ftse MIb -0,14% a 24.396 punti) con lo spread tra Btp e Bund che è nell’area dei 204 punti e rendimento del decennale al 3,29% sui livelli di novembre 2018.

I listini guardano più che altro indicazioni che arriveranno nel pomeriggio dal mercato del lavoro negli Stati Uniti con i future su Wall Street che inizialmente positivi, hanno girato in calo.

Nel vecchio Continente l’indice d’area, lo stoxx 600, è poco sopra la parità così come sono poco variati i diversi settori con energia e finanziari in flessione.
Il petrolio è in calo all’indomani della decisione dell’Opec+ di aumentare la produzione. il wti cede lo 0,54% ed è poco sopra i 116 dollari al barile mentre il brent viaggia a oltre i 117 dollari (-0,33%). Piatto il gas che resta sulla piazza Amsterdam sotto gli 84 euro al megawatt (-0,17% a 83,8 euro). Quanto ai cambi l’euro scambia a 1,07 sul dollaro mentre il rublo si conferma debole e viaggia a 62,4 sul biglietto verde e a 67,1 sulla moneta unica.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ue-19, calo dell’1,3% per commercio a dettaglio a aprile
Stime Eurostat, stessa percentuale anche per Ue
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
03 giugno 2022
11:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel mese di aprile il volume destagionalizzato del commercio al dettaglio calato dell’1,3% sia nell’eurozona che nell’Ue.
E’ quanto si legge nelle stime dell’Eurostat.
Rispetto ad aprile 2021, l’indice delle vendite al dettaglio rettificato per calendario è aumentato del 3,9% nell’area dell’euro e del 5,0% nell’Ue.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzi guerra: petrolio in calo dopo Opec+,gas sopra 84 euro
In rialzo l’oro, il grano duro e il frumento
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
12:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata con il petrolio in calo all’indomani della decisione dell’Opec+ di aumentare la produzione.
Il wti cede lo 0,63% poco sopra i 116 dollari al barile mentre il brent flette dello 0,49% a 117 dollari al barile.

Il gas risale (+0,54%) leggermente sopra quota 84 euro (84,4) al megawatt. In rialzo anche l’oro (+0,61%) a 1.866 dollari l’oncia. Positivo l’andamento tanto del grano duro (+1% a 1.155 dollari per unità contrattuale da 5mila staia) quanto del frumento (+0,7% a 1.065 dollari).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa resta cauta, occhi sugli Usa e mercato del lavoro
Milano cede 0,69%, spread a ridosso dei 207 punti, cala petrolio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
13:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee si confermano caute a metà seduta in attesa dei dati nel pomeriggio sul mercato del lavoro negli Stati Uniti.
I future su Wall Street, inizialmente positivi, viaggiano in negativo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tra le singole Piazze europee, chiusa Londra per le festività legate al giubileo della regina, Parigi è pressoché invariata +0,03%, Francoforte registra un +0,13% mentre Milano segna un calo marcato (Ftse Mib -0,67% a 24.257 punti). Lo spread è vicino ai 207 punti (dopo averli superati) con il rendimento abbastanza stabile al 3,3 per cento, sui livelli di fine ottobre 2018.
A Piazza Affari le vendite piegano in particolare Stellantis (-2,1%), Saipem (-1,17%), Tenaris (-1,96%) che pagherà 78 milioni di dollari per risolvere un’indagine della Sec su pagamenti legati a Petrobras.
Di contro viaggia spedita Leonardo (+2%) con l’attenzione che si riaccende sull’interesse di Rheinmetall e di Knds per l’acquisizione della ex Oto Melara e della ex Wass. L’indice d’area del Vecchio Continente, lo Stoxx 600, si muove sulla parità così come i titoli legati all’energia. Da segnalare il petrolio in calo dopo l’aumento della produzione deciso dall’Opec+. Il wti cede lo 0,78% e finisce sotto i 116 dollari al barile, Il brent perde lo 0,6% a ridosso dei 117 dollari. Il gas si porta vicino agli 85 euro al megawattora con un +1%.
Sul fronte cambi l’euro resta stabile a 1,07 sul dollaro cosi come il rublo rimane debole e scambia a 62,5 sul biglietto verde e a 67,1 sulla moneta unica. La Borsa di Mosca, infine, cede con il Moex l’1,57% a 2.304 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Finanza: Monforte Capital chiude raccolta,punta a Pmi
Obiettivo acquisizione in ottica lungo periodo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
14:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Monforte Capital Partners, Search Fund di diritto italiano promosso da Simone Botti e Marco Polato e sostenuto da un gruppo di investitori, imprenditori, manager, comunica di aver finalizzato la raccolta di capitale per finanziare la fase di ricerca di una PMI da acquisire e gestire attivamente in un’ottica di lungo periodo.
Lo si legge in una nota secondo cui, ad oggi, si tratta del Search Fund di maggiori dimensioni in Italia, per raccolta (600.000 euro).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Monforte Capital Partners punta ad acquisire un’impresa che abbia un fatturato compreso tra 5 ed 40 milioni di euro ad elevata marginalità, con ricavi ricorrenti ed in crescita, dotata di solidi flussi di cassa e attiva nel B2B.
Nato nel 1984 a Stanford e presente in Italia dal 2017, il Search Fund è un veicolo d’investimento attraverso il quale i Promotori identificano, acquisiscono e gestiscono attivamente e in prima persona l’azienda target, con l’obiettivo di farla crescere nel medio-lungo periodo.
Tra i Soci investitori di Monforte Capital Partners figurano imprenditori italiani ed esteri, family office, fondi esteri come Vonzeo Capital, Istria Capital, Alza Capital, JB46, ed italiani come Search Fund Club, nonché investitori seriali quali Simon Webster, Juerge, imprenditori e HWNI sia italiani che stranieri.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa fiacca senza Londra, giù futures, Milano -0,7%
Spread sale a 210 punti, risale greggio dopo aumento Opec+
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
15:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee fiacche in attesa dell’avvio degli scambi Usa, i cui contratti futures sono in territorio negativo nel giorno dopo i dati del mercato sul lavoro Usa nel giorno in cui viene diffuso l’indice Pmi composito di maggio .
Pochi gli scambi, con Londra chiusa anche oggi per festeggiare i 70 anni di regno della regina Elisabetta II.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Milano (Ftse Mib -0,73%) è la peggiore, preceduta da Madrid (-0,17%), Francoforte (+0,06%) e Parigi (+0,08%). In ulteriore crescita il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi a 210 punti, con il rendimento annuo italiano in rialzo al 3,37%, come nel gennaio del 2018.
Riparte il greggio dopo il passo indietro dovuto alla decisione di Opec+ di aumentare la produzione di 648mila barili al giorno in luglio e in agosto, mentre sale il gas (+1,44% a 85,15 euro al MWh) sulla piazza di Amsterdam.
Le vendite colpiscono il settore dei microprocessori da ams-Osram (-4,04%) ad Infineon (-1,6%) ed Stm (-1,15%). Deboli i bancari Fineco (-2,77%), Banco Bpm (-1,21%), Intesa (-0,7%) e Mediobanca (-0,57%). Poco mosse Credit Agricole (-0,18%) e Sabadell (-0,14%), in lieve rialzo Bnp e SocGedn (+0,28% entrambe) insieme a Unicredit (+0,21%). Proseguono invece gli acquisti sui titoli del lusso, spinti dalla fine dell’emergenza coronavirus in Cina. Richemont guadagna l’1,7% e Adidas l’1,34%.
pesanti Stellantis (-2,54%) e Volvo (-1,9%), più caute Ferrari (-1,1%), Bmw (-1,05%), Mercedes (-0,46%) e Renault (-0,34%).
In controtendenza Leonardo (+1,27%), con il ritorno di fiamma dell’interesse di Rheinmetall e di Knds per l’acquisizione della ex Oto Melara e della ex Wass.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa peggiora, frenano i listini Usa, Milano -1%
Sale il greggio, rendimento Btp al 3,37%, come a gennaio 2018
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
16:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Imboccano la via del ribasso le principali borse europee sulla scia del flop dei listini Usa, nonostante l’inatteso aumento dei nuovi posti di lavoro Oltreoceano.
Chiusa anche oggi Londra, dove si per festeggiano i 70 anni di regno della regina Elisabetta II.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ampliano il calo Milano (Ftse Mib -1%) e Madrid (-0,3%), mentre girano in negativo Francoforte (-0,1%) e Parigi (-0,2%). Torna ai livelli del gennaio del 2018 il rendimento dei Btp decennali (+7,9 punti al 3,371%), mentre il differenziale sui Bund si porta a 211 punti. Riprende a crescere il greggio (Wti +0,33% a 117,27 dollari al barile) all’indomani della decisione di Opec+ di aumentare la produzione di 648mila barili al giorno in luglio e in agosto. In crescita anche il gas naturale (+0,32% a 84,2 euro al MWh), mentre a Londra non viene scambiato.
In calo i produttori di microprocessori Ams-Osram (-4,22%), Infineon (-1,78%) ed Stm (-1,25%). Salgono i petroliferi Eni (+0,65%) e Galp (+1,87%), fiacca Shell (-0,27%, scambiata solo ad Amsterdam), deboli Tenaris (-0,79%), sanzionata per 78 milioni di dollari (72,72 mln euro) dalla Sec per tangenti a Petrobras, e Saipem (-2%). Scivolano tra i bancari Fineco (4,18%), congelata anche al ribasso e Bper (-3,5%), insieme a Banco Bpm (-1,8%) e Intesa (-1,57%), più caute invece Mediobanca (-0,5%) e Unicredit (-0,49%). In controtendenza SocGen (+1%), Bnp (+0,42%) e CaixaBank (+0,24%). Rimbalza Dws (+1,41%) dopo lo scivolone dovuto alle perquisizioni disposte dalla Procura di Francoforte per presunte irregolarità su fondi d’investimento sostenibili, che hanno costretto alle dimissioni l’amministratore delegato Asoka Wöhrmann.
Pesanti gli automobilistici Stellantis (-3,15%) e Volvo (-3,53%), più caute Ferrari (-1%), Bmw (-0,95%), Renault (-0,75%) e Mercedes (-0,3%). Bene Leonardo (+1,76%) in Piazza Affari, in vista della probabile cessione della ex Oto Melara e della ex Wass.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano amplia calo (-1,4%) con Fineco e Stellantis
Spread a 210 punti, pesano Bper e Banco Bpm, bene Leonardo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
16:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Amplia il calo Piazza Affari nell’ultima ora di scambi, con l’indice Ftse Mib che arretra dell’1,4% a 24.138 punti.
Si mantiene a 210 punti il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi, con il rendimento italiano in crescita di 6,7 punti al 3,361%, come nel gennaio del 2018.
Pesano sul paniere delle blue chips Fineco (-4,44%), congelata anche al ribasso, insieme a Bper (-3,35%), Stellantis (-3,25%), Nexi (-21,35%) e Banco Bpm (-2,32%). Sotto pressione Intesa (-1,72%), mentre appare più cauta Unicredit (-0,71%).
Pochi i rialzi, limitati a Leonardo (+1,81%), dopo l’offerta di Rheinmetall per il 49% di Oto Melara anticipata dalla stampa tedesca. In progresso anche Eni (+0,94%), spinta dal greggio (Wti +1,16%a 118,23 dollari al barile), mente si muove in controtendenza Saipem (-2,23%). Poco mossa Tenaris (-0,1%), multata per 78 milioni di dollari (72,72 mln euro) dalla Sec per le tangenti a Petrobras.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli industriali europei: no ad aumenti salari insostenibili
BusinessEurope: sostenere l’Ucraina, si alle sanzioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
16:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Piuttosto che aumenti salariali insostenibili che creano una spirale dannosa dei prezzi salariali, la risposta per rafforzare il potere d’acquisto delle persone deve essere quella di attuare un’agenda di crescita proattiva che sostenga la competitività delle imprese europee”, avverte BusinessEurope che rappresenta 40 federazioni leader di imprese e datori di lavoro in 35 Paesi europei: “I governi devono affrontare la carenza di manodopera e competenze che minano la ripresa e perseguire politiche che aumentino la produttività e l’innovazione perché è questa la base per costruire una reale prosperità e creare posti di lavoro”.
Il consiglio dei presidenti dell’associazione, che ha Praga ha eletto lo svedese Fredrik Persson presidente dal primo luglio per il prossimo biennio, ha anche preso una posizione netta su Ucraina e sanzioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Noi presidenti di BusinessEurope e delle sue federazioni nazionali – si legge nella dichiarazione finale – condanniamo fermamente l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia. Crediamo fermamente che l’Ue debba difendere il diritto internazionale e fare del suo meglio per sostenere l’Ucraina e il suo popolo. Fin dal primo giorno dell’aggressione sosteniamo le sanzioni. Le imprese europee stanno adottando le misure necessarie per adeguarsi ad esse, nonostante le significative implicazioni economiche”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa debole nel finale con Wall Street,Milano -1,3%
Piazza Affari la peggiore, spread balza sopra i 213 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
17:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee deboli nel finale con i listini Usa sotto pressione dopo il calo sopra le attese degli indci Pmi ed Ism.
Chiusa anche oggi Londra per i 70 anni di regno della regina Elisabetta II.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A cedere è soprattutto Milano (Ftse Mib -1,3%), mentre Madrid, Francoforte e Parigi lasciano sul campo lo 0,3% circa. Il listino milanese sconta l’aumento del differenziale tra Btp e Bund tedeschi a 213,1 punti, con il rendimento annuo italiano in crescita di 11,4 punti, contro i 6 circa della media europea, salendo sino al 3,4%, come nel gennaio del 2018.
Riprende la corsa del greggio (Wti +1,85% a 119,04 dollari al barile) dopo la tregua della vigilia con il vertice di Opec+, che ha deciso di aumentare la produzione di 648mila barili al giorno in luglio e in agosto. Torna invece a scendere il gas naturale (-0,95% a 83,2 euro al MWh).
Pesano i produttori di microprocessori Ams-Osram (-5,38%), Stm (-2%) ed Asml (-1,8%). Bene Eni (+1,14%) in campo petrolifero, mentre cedono Stellantis (-3,44%), Volvo (-2,56%) e Ferrari (-1,99%) tra i coastruttori di auto. Scivolano tra i bancari Fineco (-4%), congelata anche al ribasso, Bper (-3%), insieme e Banco Bpm (-2,5%). Pesante Intesa (-1,6%), più caute invece Unicredit (-0,77%) e Mediobanca (-0,63%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in ribasso, -1,06%
Indice Ftse Mib a quota 24.166 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
03 giugno 2022
17:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari ha chiuso la seduta in ribasso.
L’indice Ftse Mib ha ceduto l’1,06% a 24.166 punti.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in calo, Parigi -0,23%, Londra chiusa
Francoforte e Madrid hanno ceduto lo 0,16%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
17:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in calo per le principali borse europee.
Parigi ha ceduto lo 0,23% a 6.485 punti, Francoforte e Madrid lo 0,16%, rispettivamente a 14.462 punti e a 8.730 punti.
Chiusa Londra per festività.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Benzina torna a salire, senza taglio 30 cent è record
Spread sopra i 210. Cingolani: ‘Trovati 25 miliardi di metri cubi di gas’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2022
07:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Benzina in volo: senza il taglio di accise ed Iva (25 centesimi che diventano 30,5 calcolando anche l’Iva) i prezzi della benzina sarebbero oggi a livelli record toccati a metà marzo 2022 (2,184 euro al litro la media settimanale rilevata il 14 marzo, anche se in realtà i prezzi in modalità self in molti distributori italiani avevano raggiunto 2,3 euro al litro).
E ad un soffio dal record storico degli anni dell’Austerity (2,31 euro a valori correnti nel 1976).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Insomma grazie agli interventi del Governo non è un nuovo record ma è certamente ancora “stangata” per famiglie e imprese di trasporto (e quindi un peso che si scarica sui prezzi al dettaglio): oggi solo per i costi di rifornimento – spiega ad esempio il Codacons – una famiglia spende in media 460 euro in più rispetto al 2021. Questo significa una stangata totale sui nucleo familiari per complessivi 11,96 miliardi di euro, ai quali vanno aggiunte appunto le ricadute sui prezzi dei beni primari. Il Governo intanto riflette sul da farsi: “E’ una valutazione in corso, al momento non abbiamo alcuna indicazione né in un senso né nell’altro. In tutti questi mesi il Governo ha fatto sforzi straordinari sul piano finanziario proprio per tutelare non solo le imprese, ma anche le persone in difficoltà”, spiega dal Festival dell’Economia il ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, parlando delle misure allo studio per il caro carburanti. Proprio pochi giorni fa la sottosegretaria all’Economia, Cecilia Guerra, spiegava che è “molto probabile” che il governo intervenga ancora sulle accise.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Piazza Affari ha chiuso in calo (-1,06% a 24.166 punti) in coda alle altre borse europee. Un passo indietro avvenuto in contemporanea con il balzo del differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi. Il cosiddetto ‘spread’ ha chiuso a quota 212,2 punti, ma ha superato anche i 213 nel finale. Nel contempo si è portato ai livelli del gennaio del 2018 il rendimento annuo italiano (3,38%), salito di 9, punti base, pari al doppio della media europea. Fiacchi gli scambi, per 1,47 miliardi di euro di controvalore, a causa anche della chiusra festiva di Londra. Quasi completametne in rosso il listino delle blue chips, con forti cali per Fineco (-4,1%), congelata anche per eccesso di ribasso, Bper (-3,4%), Banca Generali (-2,89%) e Banco Bpm (-2,48%). Uno scivolone dovuto proprio all’aumento del rendimento dei Btp, che si traduce in un minor valore dei titoli che gli Istituti tengono in portafoglio. Più cauta Intesa (-1,35%) e soprattutto Unicredit (-0,81%). Sotto pressione anche Stellantis (-3,31%), Ferrari (-1,92%) e Pirelli (-2,01%), in una seduta poco felice per l’intero comparto dell’auto in Europa.

“Abbiamo già trovato 25 miliardi di metri cubi di gas su diversi Paesi dove Eni ha giacimenti importanti, il che vuol dire che sostanzialmente abbiamo portato in pari il nostro fabbisogno. Ricordiamo che dalla Russia riceviamo 29 miliardi di metri cubi ogni anno, mentre i 4 miliardi di differenza saranno parte di un piano di risparmi non draconiani, che dovremmo comunque fare per diminuire utilizzo del gas”. Lo ha detto il ministro della transizione ecologica, Roberto Cingolani, intervenendo in collegamento video al Festival dell’economia di Trento. “Ci troviamo con una guerra imprevedibile, ed è difficilissimo risolvere la situazione in otto o dieci settimane, ma abbiamo fatto un lavoro enorme sulla diversificazione – ha aggiunto Cingolani – e dei 25 miliardi già contrattualizzati, metà fluirà dai nostri gasdotti e metà sarà gas liquido da rigassificare. Si porterà così al 100% la produzione dei tre rigassificatori che abbiamo in Italia e ne istalleremo altri due galleggianti, che verranno usati finché servirà”. Il ministro ha quindi spiegato che un rigassificatore galleggiante è già stato acquistato dagli Stati Uniti e sarà operativo nei primi mesi del 2023, per un’altra nave – invece – “dovrebbe sciogliersi il nodo contrattuale nelle prossime settimane”, ha precisato. Per far fronte alla crisi energetica gli Stati sono diventati “stabilizzatori in un sistema che sembra un po’ impazzito”, e il governo ha investito 30 miliardi di euro in meno di un anno, ma – ha spiegato Cingolani – “è evidente che non si può pensare di accettare il 600 o 700% di aumento dell’energia e poi leggere dall’Agenzia per la cooperazione fra i regolatori nazionali dell’energia (Acer) che il mercato va bene e non può essere perturbato: forse viviamo in pianeti diversi. Servono revisioni di un mercato che è sganciato dalla realtà”, ha aggiunto il ministro, rilevando la necessità di investire maggiormente nella ricerca sulle energie rinnovabili.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano peggiore d’Europa (-1,06%), effetto Spread
Rendimento Btp italiani torna ai livelli del gennaio del 2018
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
19:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari ha chiuso in calo (-1,06% a 24.166 punti) in coda alle altre borse europee.
Un passo indietro avvenuto in contemporanea con il balzo del differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il cosiddetto ‘spread’ ha chiuso a quota 212,2 punti, ma ha superato anche i 213 nel finale. Nel contempo si è portato ai livelli del gennaio del 2018 il rendimento annuo italiano (3,38%), salito di 9, punti base, pari al doppio della media europea. Fiacchi gli scambi, per 1,47 miliardi di euro di controvalore, a causa anche della chiusra festiva di Londra.
Quasi completametne in rosso il listino delle blue chips, con forti cali per Fineco (-4,1%), congelata anche per eccesso di ribasso, Bper (-3,4%), Banca Generali (-2,89%) e Banco Bpm (-2,48%). Uno scivolone dovuto proprio all’aumento del rendimento dei Btp, che si traduce in un minor valore dei titoli che gli Istituti tengono in portafoglio. Più cauta Intesa (-1,35%) e soprattutto Unicredit (-0,81%).
Sotto pressione anche Stellantis (-3,31%), Ferrari (-1,92%) e Pirelli (-2,01%), in una seduta poco felice per l’intero comparto dell’auto in Europa. Così come per Stm (-2,2%) tra i produttori di microprocessori Si è mossa in controtendenza invece Leonardo (+1,96%), spinta dall’arrivo dell’offerta di Rheinmetall per Oto Melara, anticipata dalla stampa tedesca. Il rialzo del greggio (Wti +1,76% a 118,93 dollari al barile) ha favorito Eni (+1,32%), contribuendo a limitare il calo dell’indice milanese, ma non Tenaris (-0,32%), multata per 78 milioni di dollari (72,72 mln euro) dalla Sec per le tangenti a Petrobras. Pesante Saipem ( -2,38%), sull’onda lunga della cessione delle attività di perforazione su terra (Drilling Onshore), annunciata due giorni fa.
Tra i titoli a minor capitalizzazione sprint di Ovs (+3,58%), che ha confermato le stime sull’intero esercizio. Contrastate la Juventus (-4,16%) e la Lazio (+2,37%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cozzoli, ‘Abbonamento palestra da scaricare dalle tasse’
‘C’è il bonus terme ma non ancora il bonus sport’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
19:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Le famiglie dovrebbero essere messe in condizione di poter scaricare dalle tasse un abbonamento in piscina o palestra”.
E’ quanto proposto dal presidente di Sport e Salute, Vito Cozzoli, intervenendo oggi al Convegno organizzato al Rimini Wellness da Anif e intitolato ‘La riforma dello sport, strumento per la ripartenza’.
Cozzoli si è rivolto a gestori e proprietari di palestre: “Il nostro Paese deve crescere nella pratica sportiva. Sport e Salute vuole accompagnarvi in questo percorso, lo sport ormai è un diritto nella Costituzione, per tutti e di tutti. Bisogna passare da una logica di interventi emergenziali, necessari nella pandemia, ad una strategia di carattere strutturale che favorisca lo sviluppo sociale, economico ed industriale del sistema sportivo”. Poi aggiunge: “Il settore del fitness conta almeno 25 mila aziende, un bacino di utenza di 20 milioni di italiani di cui 5 milioni e 500mila sono utenti iscritti ai centri fitness, un giro di affari di 12 miliardi di euro”. Come ricorda Cozzoli, “c’è il bonus terme ma non ancora il bonus sport. Anche le imprese potrebbero favorire lo sport nel welfare aziendale”.   SPORT

Giorgetti, taglio cuneo fiscale potrebbe essere di attualità
‘Potere acquisto è un tema ma non in carico a imprese’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRENTO
03 giugno 2022
20:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Resta il tema del potere di acquisto e non si può mettere in carico alle aziende un ulteriore costo.
Il tema del cuneo fiscale, sollecitato dal presidente di Confindustria che non è mai riuscito a passare, ora potrebbe tornare di attualità”.
Lo ha detto il ministro dello sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, nel corso di una iniziativa nell’ambito del Festival dell’Economia di Trento organizzato da Il Sole 24ore.
L’Italia ha due problemi: la dipendenza dai mercati dell’energia e l’altro è il debito pubblico. La spietta che si chiama spread è sensibile alla politica di bilancio che si fa. Una politica troppo rilassata apre la coperta corta sul tema debito. I costi che stiamo pagando sono danni di guerra. E quindi i danni si pagano con debiti di guerra. LEuropa, come ha fatto con il Pnrr, così deve fare con l’enorme costo per la battaglia che stiamo facendo. Si deve pagare con un debito comune europeo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread tra Btp e Bund chiude in rialzo a 212,2 punti
Rendimento annuo italiano al 3,389%, come nel gennaio del 2018
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2022
19:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi ha chiuso in rialzo a 212,2 punti.
In crescita di 9,7 punti base al 3,389% il rendimento annuo italiano, tornato sui livelli del gennaio del 2018.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambio ai vertici di Amazon, lascia il super manager Clark
L’addio coincide con il rallentamento della crescita delle vendite
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
03 giugno 2022
23:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambio ai vertici di Amazon.
Dave Clark, il super manager responsabile della divisione consumer, si dimette a sorpresa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un addio dopo 23 anni che coincide con il rallentamento della crescita delle cruciali attività di ecommerce della società.
“Gli ultimi anni sonio stati i più difficili e imprevedibili della storia della divisione consumer e sono particolarmente riconoscente a Dave per la sua leadership”, afferma l’amministratore delegato di Amazon Andy Jassy augurando di poter svelare i piani per la successione di Clark in un paio di settimane. Le attività logistiche di Amazon, che ricadevano sotto la supervisione di Clark, sono state messe a dura prova durante la pandemia costringendo il colosso delle vendite online ad ampliare la propria rete per velocizzare le consegne. Con la fine dei lockdown però Amazon si è ritrovata con troppo spazio e troppi magazzini e ora, secondo indiscrezioni riportate dal Wall Street Journal, sta cercando di subaffittare migliaia di metri quadrati di depositi o rinegoziare i contratti siglati.
Fra le tensioni per i centri di distribuzione e lo spostamento di Clark da Seattle a Dallas, i segnali di una sua possibile uscita erano davanti agli occhi di molti. Il suo passo indietro, effettivo dall’1 luglio, arriva a meno di un anno da quando Jassy ha assunto la leadership di Amazon da Jeff Bezos, che ha deciso di dedicarsi soprattutto a Bleu Origin, la sua società spaziale. Per Jassy si è trattato di un anno difficile, con Amazon che ha svelato in aprile il suo primo rosso trimestrale in sette anni e certificato un calo della domanda dopo due anni di volata con la pandemia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in rialzo a New York a 118,87 dollari
Quotazioni salgono dell’1,7%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
03 giugno 2022
21:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dell’1,7% a 118,87 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Benzina torna a salire, senza taglio 30 cent è record
Spread sopra i 210. Cingolani: ‘Trovati 25 miliardi di metri cubi di gas’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2022
07:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Benzina in volo: senza il taglio di accise ed Iva (25 centesimi che diventano 30,5 calcolando anche l’Iva) i prezzi della benzina sarebbero oggi a livelli record toccati a metà marzo 2022 (2,184 euro al litro la media settimanale rilevata il 14 marzo, anche se in realtà i prezzi in modalità self in molti distributori italiani avevano raggiunto 2,3 euro al litro).
E ad un soffio dal record storico degli anni dell’Austerity (2,31 euro a valori correnti nel 1976).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Insomma grazie agli interventi del Governo non è un nuovo record ma è certamente ancora “stangata” per famiglie e imprese di trasporto (e quindi un peso che si scarica sui prezzi al dettaglio): oggi solo per i costi di rifornimento – spiega ad esempio il Codacons – una famiglia spende in media 460 euro in più rispetto al 2021. Questo significa una stangata totale sui nucleo familiari per complessivi 11,96 miliardi di euro, ai quali vanno aggiunte appunto le ricadute sui prezzi dei beni primari. Il Governo intanto riflette sul da farsi: “E’ una valutazione in corso, al momento non abbiamo alcuna indicazione né in un senso né nell’altro. In tutti questi mesi il Governo ha fatto sforzi straordinari sul piano finanziario proprio per tutelare non solo le imprese, ma anche le persone in difficoltà”, spiega dal Festival dell’Economia il ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, parlando delle misure allo studio per il caro carburanti. Proprio pochi giorni fa la sottosegretaria all’Economia, Cecilia Guerra, spiegava che è “molto probabile” che il governo intervenga ancora sulle accise.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Piazza Affari ha chiuso in calo (-1,06% a 24.166 punti) in coda alle altre borse europee. Un passo indietro avvenuto in contemporanea con il balzo del differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi. Il cosiddetto ‘spread’ ha chiuso a quota 212,2 punti, ma ha superato anche i 213 nel finale. Nel contempo si è portato ai livelli del gennaio del 2018 il rendimento annuo italiano (3,38%), salito di 9, punti base, pari al doppio della media europea. Fiacchi gli scambi, per 1,47 miliardi di euro di controvalore, a causa anche della chiusra festiva di Londra. Quasi completametne in rosso il listino delle blue chips, con forti cali per Fineco (-4,1%), congelata anche per eccesso di ribasso, Bper (-3,4%), Banca Generali (-2,89%) e Banco Bpm (-2,48%). Uno scivolone dovuto proprio all’aumento del rendimento dei Btp, che si traduce in un minor valore dei titoli che gli Istituti tengono in portafoglio. Più cauta Intesa (-1,35%) e soprattutto Unicredit (-0,81%). Sotto pressione anche Stellantis (-3,31%), Ferrari (-1,92%) e Pirelli (-2,01%), in una seduta poco felice per l’intero comparto dell’auto in Europa.

“Abbiamo già trovato 25 miliardi di metri cubi di gas su diversi Paesi dove Eni ha giacimenti importanti, il che vuol dire che sostanzialmente abbiamo portato in pari il nostro fabbisogno. Ricordiamo che dalla Russia riceviamo 29 miliardi di metri cubi ogni anno, mentre i 4 miliardi di differenza saranno parte di un piano di risparmi non draconiani, che dovremmo comunque fare per diminuire utilizzo del gas”. Lo ha detto il ministro della transizione ecologica, Roberto Cingolani, intervenendo in collegamento video al Festival dell’economia di Trento. “Ci troviamo con una guerra imprevedibile, ed è difficilissimo risolvere la situazione in otto o dieci settimane, ma abbiamo fatto un lavoro enorme sulla diversificazione – ha aggiunto Cingolani – e dei 25 miliardi già contrattualizzati, metà fluirà dai nostri gasdotti e metà sarà gas liquido da rigassificare. Si porterà così al 100% la produzione dei tre rigassificatori che abbiamo in Italia e ne istalleremo altri due galleggianti, che verranno usati finché servirà”. Il ministro ha quindi spiegato che un rigassificatore galleggiante è già stato acquistato dagli Stati Uniti e sarà operativo nei primi mesi del 2023, per un’altra nave – invece – “dovrebbe sciogliersi il nodo contrattuale nelle prossime settimane”, ha precisato. Per far fronte alla crisi energetica gli Stati sono diventati “stabilizzatori in un sistema che sembra un po’ impazzito”, e il governo ha investito 30 miliardi di euro in meno di un anno, ma – ha spiegato Cingolani – “è evidente che non si può pensare di accettare il 600 o 700% di aumento dell’energia e poi leggere dall’Agenzia per la cooperazione fra i regolatori nazionali dell’energia (Acer) che il mercato va bene e non può essere perturbato: forse viviamo in pianeti diversi. Servono revisioni di un mercato che è sganciato dalla realtà”, ha aggiunto il ministro, rilevando la necessità di investire maggiormente nella ricerca sulle energie rinnovabili.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Industria: Csc, produzione ancora in calo a maggio (-1,4%)
L’incertezza pesa sulle prospettive
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2022
16:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’attività industriale italiana è stimata in flessione a maggio (-1,4%), dopo l’arretramento in aprile.
Nel secondo trimestre 2022 si avrebbe così una contrazione già acquisita di -0,6% della produzione industriale, dovuta in particolare al rialzo dei costi dell’energia e alle difficoltà di approvvigionamento, acuiti dalle operazioni militari russe in Ucraina.
La stima è del Centro Studi di Confindustria. Le indagini qualitative (ISTAT e IHS-Markit) continuano ad evidenziare timori riguardo la persistenza dei fattori che frenano l’attività produttiva delle imprese.
Nel 2° trimestre 2022, quindi, – spiega il centro studi Confindustria – la variazione acquisita della produzione industriale sarebbe di -0,6% rispetto al 1° trimestre, in cui si era già registrato un calo di -0,9% rispetto al trimestre precedente. L’ulteriore flessione stimata per maggio, sommata al calo degli ordini, ad aprile di -0,3% e a maggio di -0,1%, compromette le attese sul 2° trimestre. Il livello invariato di marzo ha sorpreso perché tutti gli indicatori qualitativi, e la stessa indagine del CSC, suggerivano una caduta, che avrebbe spinto a confermare la dinamica negativa del PIL nel 1° trimestre.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco: da martedì 7 scatta il tax freedom day
Cgia, dopo 157 giorni lavorativi, Italia sesta in Europa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MESTRE (VENEZIA)
04 giugno 2022
10:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lunedì 6 giugno gli italiani “terminano” di versare le tasse e i contributi previdenziali allo Stato e da martedì scatta il cosiddetto “tax freedom day”, il giorno di liberazione fiscale.
Rispetto al 2021, quest’anno l’appuntamento arriva un giorno prima, esattamente dopo 157 giorni lavorativi, inclusi i sabati e le domeniche.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Il calcolo viene fatto dall’Ufficio studi della Cgia di Mestre (Venezia), precisando che l’individuazione del “giorno di liberazione fiscale” altro non è che “un puro esercizio teorico che serve a dimostrare, se ancora ce ne fosse bisogno, l’eccessivo peso fiscale che grava sugli italiani”.
Nel 2021 il peso fiscale nazionale ha raggiunto la soglia del 43,5%, che colloca l’Italia al sesto posto tra i 27 Paesi Ue dietro a Danimarca (48,1%), Francia (47,2%), Belgio (44,9%), Austria (43,8%) e Svezia (43,7%). L’anno scorso la media Ue si è attestata al 41,5%.
Osservando la serie storica, il “giorno di liberazione” più precoce è stato nel 2005, anno in cui la pressione fiscale si attestò al 39% e ai contribuenti italiani bastò raggiungere il 23 maggio (142 giorni lavorativi); quello più in “ritardo” è stato lo scorso anno, con la pressione fiscale al 43,5% e l’8 giugno come giorno di liberazione. E’ corretto segnalare che questo picco record di pressione fiscale non è ascrivibile a un aumento del prelievo ma alla decisa crescita registrata dal Pil nazionale (oltre il 6,5%) dopo la caduta verticale del 2020 (-9%).

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Salario minimo: Stirpe, nostri contratti ben al di sopra
‘Non avremmo nulla in contrario a tre condizioni’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRENTO
04 giugno 2022
10:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il salario minimo per Confindustria non penso che sia un problema perché i contratti di Confindustria sono ben al di sopra, almeno per quanto riguarda i minimi contrattuali, rispetto alle soglie che vengono comunemente indicate per il salario minimo in Italia”.
Lo ha detto il vice presidente di Confindustria, Maurizio Stirpe, a margine di una iniziativa sul mercato del lavoro nell’ambito del Festival dell’Economia di Trento organizzato dalla Provincia Autonoma e dal Gruppo 24 Ore.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

“Non avremmo nulla in contrario – ha aggiunto – a tre condizioni: che il salario minimo venga fissato come percentuale compresa tra il 40 e il 60% del salario mediano; la seconda condizione è che il salario minimo non venga confuso con quella che viene la retribuzione proporzionale e sufficiente dell’articolo 36 della Costituzione, sono due cose completamente diverse: il salario minimo è una cosa, il salario giusto è altra. Terza condizione è che il salario minimo deve operare per tutti i contratti, a 360 gradi quindi non solo per le aree in cui non c’è la contrattazione collettiva ma anche per le aree dove c’è. Altrimenti si esporrebbe a operazioni di dumping salariale”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco, al via tour de force pagamenti, dal 16 giugno Imu
Saldo ed eventuale conguaglio dal 16 dicembre
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 giugno 2022
08:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con giugno parte la corsa ai pagamenti fiscali.
Il sesto mese dell’anno è un vero tour de force per i contribuenti: titolari di partite Iva, di redditi assoggettati all’Irpef, di immobili e terreni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il primo appuntamento arriva per i possessori a diverso titolo di case, pertinenze, fabbricati e terreni agricoli o edificabili.
Questi dovranno entro il 16 giugno versare l’acconto dell’Imu. Il saldo e l’eventuale conguaglio dovrà essere versato, invece, entro il 16 dicembre. Anche quest’anno non si pagherà l’Imu sugli immobili D/3 cioè destinati a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli rimasti chiusi a causa del Covid. Un’altra data impegnativa sarà quella del 30 giugno entro la quale bisognerà versare il saldo e il primo acconto dell’Irpef se si vuole pagare senza dover subire maggiorazioni.
Sempre entro il 30 giugno bisognerà poi inviare l’autodichiarazione Aiuti di Stato Covid che deve essere compilata da imprese e soggetti che hanno percepito contributi a fondo perduto, crediti d’imposta e altri tipi di ristori previsti dal Decreto Rilancio. ancora il 30 giugno è l’ultimo giorno per la richiesta per l’esonero del pagamento del canone Rai. Tornando all’Imu, questa non va pagata sulle prime case. Da quest’anno però sarà costretto a pagare l’Imu anche il coniuge che ha la sua prima casa, con residenza e domicilio, in un comune diverso dalla prima casa dell’altro. In seguito alla legge di bilancio 2020 una coppia sposata o unita con matrimonio civile deve scegliere un solo immobile come abitazione principale della famiglia e dovrà pagare l’Imu sull’altra (come accade già per i coniugi che hanno due case nello stesso comune).
Di recente però la Consulta ha sollevato davanti a se stessa una questione di legittimità costituzionale proprio su questa disposizione perché penalizzerebbe le coppie “ufficiali”, infatti i componenti di coppie di fatto mantengono entrambi l’esenzione Imu ognuno sulla propria casa. In attesa di una decisione della Corte Costituzionale (che potrebbe dar speranza anche ai coniugati o uniti civilmente con prime case nello stesso comune); sposati, divorziati, accoppiati di fatto o meno, l’Imu va sempre pagata sulle prima case se si vive in Abitazioni signorili (A/1), ville (A/8), Castelli o Palazzi Storici (A/9) , questi però godranno di una detrazione di 200 euro. Pagano l’Imu tutte le seconde case, affittate o meno. gli immobili, i terreni o aree edificabili e i terreni agricoli.
Il soggetto obbligato all’imposta il proprietario dell’immobile a disposizione o locato; il titolare di altro diritto reale (usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie); il concessionario nel caso di concessione di aree demaniali e il locatario in caso di acquisto della casa con la formula del leasing. Gli affittuari non pagano l’Imu. Ai fini del calcolo per il pagamento del 16 giugno è possibile avvalersi delle aliquote approvate per l’anno scorso dal proprio Comune e pagare il 50%, mentre per il saldo dovuto entro la scadenza di venerdì 16 dicembre 2022 i contribuenti dovranno verificare i valori delle aliquote Imu decise dal Comune dove insiste l’immobile o il terreno e in caso di aumenti da parte del Comune con il saldo bisognerà pagare la quota aggiuntiva eventualmente dovuta a conguaglio.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ue vicina a stretta finale su direttiva per il salario minimo
Lunedi’ a Strasburgo il round decisivo delle trattative
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRENTO
04 giugno 2022
18:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Ue è a un passo dall’accordo politico sulla direttiva per il salario minimo.
Il round decisivo di negoziati tra le istituzioni europee (Commissione, Parlamento e Consiglio Ue) prenderà il via lunedì sera alle 19 a Strasburgo, a margine della plenaria del Parlamento europeo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le probabilità di arrivare a un accordo nella notte tra lunedì e martedì, a quanto si apprende, sono molto alte. La direttiva, proposta dalla Commissione europea nel 2020, punta a istituire un quadro per fissare salari minimi adeguati ed equi rispettando le diverse impostazioni nazionali dei Ventisette e a rafforzare il ruolo della contrattazione collettiva.
Il salario minimo va “esteso e rafforzato attraverso la contrattazione”. Così il segretario della Cisl, Luigi Sbarra, a margine di una iniziativa sul mercato del lavoro nell’ambito del Festival dell’Economia di Trento. “Prendiamo – aggiunge – a riferimento il trattamento economico complessivo dei contratti sottoscritti dalle forze sociali più rappresentative, vediamo quali sono i contratti maggiormente applicati nei settori di riferimento e questo è per noi il salario di rifermento. Io sono più interessato a parlare di salario massimo che di salario minimo”.
“C’è un problema di pesantezza – aggiunge – del carico fiscale sul lavoro e sulle imprese. E’ la ragione per la quale stiamo chiedendo al governo di aprire un confronto sui contenuti della delega fiscale. Per noi la prospettiva è fare un forte intervento di riduzione dell’Irpef sui redditi da lavoro e pensione. E alzare l’azione di contrasto all’evasione fiscale. Bisogna cominciare a tassare ulteriormente i redditi e i profitti delle grandi multinazionali del digitale, della logistica e dell’energia per recuperare risorsi da redistribuire alle fasce deboli”.
“Siamo favorevoli al salario minimo, abbiamo una sola preoccupazione: il salario minimo non sostituisca i contratti”. Lo ha detto il segretario della Uil, Pierpaolo Bombardieri, sempre a margine di una iniziativa sul mercato del lavoro nell’ambito del Festival dell’Economia di Trento organizzato dalla Provincia Autonoma e dal Gruppo 24 Ore. “La direttiva europea – ha aggiunto – pone come obiettivo l’aumento dei contratti nazionali, la copertura dei lavoratori coperti dai contratti, noi dobbiamo fare attenzione che il salario minimo e i contratti non siano messi in contrapposizione e che non ci sia uno spostamento dei lavoratori tra chi ha il contratto e chi ha solo il salario minimo. Siamo d’accordo con il salario minimo a condizione che coincida con i minimi contrattuali, questo è lo strumento che può permettere di non ridurre l’area dell’applicazione dei contratti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread: Gros-Pietro, a questi livelli è gestibile
Aumento per atteggiamento meno accomodante banche centrali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
04 giugno 2022
11:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Lo spread a questi livelli è perfettamente gestibile.
L’aumento che ha avuto negli ultimi tempi credo che sia riconducibile all’atteggiamento delle banche centrali e anche della Banca Centrale Europea verso una politica meno accondiscendente”.
Così il presidente di Intesa Sanpaolo Gian Maria Gros-Pietro a margine di un incontro del Festival Internazionale dell’Economia.
“L’aumento dei tassi, che si profila, colpisce e appesantisce di più i Paesi con alto indebitamento e su questo l’Italia si distingue per un indebitamento elevato in assoluto e anche rispetto al Pil. Non dobbiamo dimenticare che il modo migliore per ridurre l’onere del debito e quindi anche il rapporto tra debito e Pil è la crescita e quindi fare crescere il denominatore. Questo deve essere il nostro obiettivo facilitato anche dal Pnrr”.
Gros-Pietro ha ricordato che Intesa Sanpaolo “mette a disposizione di imprese e famiglie nei confronti del pnrr 400 miliardi che è circa il doppio di quello che viene messo a disposizione dall’Europa. e dà anche un aiuto alle imprese e alle famiglie per scegliere quei tipi di azione che sono più facilmente ed efficacemente effettuabili quindi finanziamento e assistenza all’operatività”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Brunetta, la crisi non c’è, Pil va verso +3%
‘Con due trimestri positivi e se non ci saranno stress negativi’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRENTO
04 giugno 2022
13:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La crisi economica non c’è.
Dopo il Pil del primo trimestre dello 0,1% e, se il prossimo sarà anche positivo, con qualcuno che sostiene che dovrebbe essere anche meglio, allora andiamo verso un +3% sull’anno.
Quindi con due trimestri positivi, se non ci saranno effetti negativi, andiamo verso il +3% di Pil”. Lo ha detto il ministro per la pubblica amministrazione, Renato Brunetta, nel corso di una iniziativa nell’ambito del Festival dell’Economia di Trento organizzato dalla Provincia Autonoma e dal Gruppo 24 Ore.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata Ambiente, per i 50 anni dall’Onu 10 raccomandazioni
Il tema ‘SoloUnaTerra’, ciascuno può contribuire a tutelarla
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2022
14:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il 5 giugno si celebra ogni anno la Giornata mondiale dell’Ambiente, e quest’anno ricorre il 50/o anniversario dalla nascita di questa “campagna globale” istituita dalle Nazioni Unite nel 1972 a Stoccolma, in occasione della prima Conferenza dell’Onu sull’Ambiente, in cui venne adottata la Dichiarazione che definì i 26 principi sui diritti dell’ambiente e le responsabilità dell’uomo per la sua salvaguardia.

La giornata è organizzata dal Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (Unep) e ogni anno ha un tema specifico e un nuovo Paese ospitante: quest’anno, come 50 anni fa, sono la Svezia e ‘OnlyOneEarth’ (SoloUnaTerra), per ribadire la necessità di vivere in modo sostenibile e in armonia con la natura poiché le risorse sono limitate e devono essere salvaguardate.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In sostanza, ci viene chiesto di proteggere il nostro pianeta, di prenderci cura della nostra casa comune, nelle nostre azioni quotidiane dal modo in cui mangiamo, viviamo, lavoriamo, ci muoviamo, investiamo.
Dopo due giorni di lavori fra Stati membri e stakeholder, a Stoccolma, sono emerse dieci raccomandazioni: – porre il benessere umano al centro di un pianeta sano e prosperità per tutti, riconoscendo che un pianeta sano è un prerequisito per la pace, la coesione e le società prospere; – riconoscere e attuare il diritto a un ambiente pulito, sano e sostenibile (realizzando la visione articolata nel principio 1 della Dichiarazione di Stoccolma del 1972); – adottare un cambiamento generalizzato nel modo in cui il nostro attuale sistema economico lavora per contribuire a un pianeta sano; – rafforzare l’attuazione nazionale degli impegni esistenti per un pianeta sano; – allineare i flussi finanziari pubblici e privati ;;con il clima ambientale e gli impegni di sviluppo sostenibile; – accelerare le trasformazioni a livello di sistema di settori ad alto impatto, come cibo, energia, acqua, edifici, edilizia, produzione e mobilità; – ricostruire rapporti di fiducia per rafforzare la cooperazione e la solidarietà; – rafforzare e rinvigorire il sistema multilaterale; – riconoscere la responsabilità intergenerazionale come una pietra miliare di una sana elaborazione delle politiche; – portare avanti i risultati di Stoccolma+50.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio, dobbiamo fermare la guerra mondiale del pane
‘Rischi di instabilità in Africa, terrorismo e colpi di Stato’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
SOMMA VESUVIANA
04 giugno 2022
16:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La guerra mondiale del pane è già in corso e dobbiamo fermarla.
Rischiamo l’instabilità politica in Africa, la proliferazione di organizzazioni terroristiche, colpi di Stato: questo può produrre la crisi di grano che stiamo vivendo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi di Maio. “Putin deve venire al tavolo – ha proseguito – deve raggiungere prima possibile un accordo di pace, che passi anche per un accordo sul grano, come un accordo sul cessate il fuoco per permetterci di evacuare donne, civili e bambini che sono ormai da 100 giorni sotto le bombe russe nell’est dell’Ucraina”.
“Non dobbiamo dimenticare che ci sono 30 milioni di tonnellate di grano bloccate nei porti ucraini dalle navi da guerra russe – ha specificato – quello che noi stiamo facendo è lavorare affinché la Russia sblocchi l’export di grano nei porti ucraini, perché in questo momento rischiamo che scoppiano nuove guerre in Africa”. Il ministro ha ricordato che “martedì faremo una prima sessione di dialogo con i paesi del Mediterraneo sulla sicurezza alimentare, lavoreremo con tutti i partner insieme alla Germania, alla Turchia, alla Francia e tanti altri per arrivare all’obiettivo di sbloccare le quantità di grano che devono uscire dall’Ucraina in un momento storico nel quale le famiglie non possono sostenere aumenti del costo dell’energia, l’industria l’aumento dei costi dei materiali e in tutto il mondo l’aumento del costo del grano e quindi del pane che sta aumentando allo stesso modo in tutto il mondo, ma in alcune parti del mondo non se lo possono permettere”. “Il lavoro che vogliamo fare come Italia – ha concluso – è quello di incidere sui costi delle materie prime che servono alle aziende per le loro produzioni. E il mio viaggio in India di circa un mese fa è stato molto importante perché stiamo importando molto di più dall’India”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco, da martedì 7 giugno scatta il Tax Freedom Day, italiani lavorano per sé
Cgia, dopo 157 giorni lavorativi, Italia sesta in Europa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
04 giugno 2022
18:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lunedì 6 giugno gli italiani “terminano” di lavorare per versare tasse e contributi previdenziali allo Stato e da martedì 7 scatta il cosiddetto “Tax Freedom Day” il mitico Giorno di liberazione fiscale, dopo il quale ogni ricavo finirà esclusivamente nelle loro tasche.

Il calcolo è a cura dell’Ufficio studi della Cgia di Mestre (Venezia), suddividendo la stima del Pil annuo nazionale per i 365 giorni dell’anno, ottenendo così un dato medio giornaliero.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Successivamente, si sono considerate le previsioni di gettito dei contributi previdenziali, delle imposte e delle tasse che i percettori di reddito verseranno quest’anno, rapportati al Pil giornaliero. Il risultato di questa operazione ha consentito di calcolare il “Tax Freedom Day” dell’anno in corso. Un puro esercizio teorico, che tuttavia serve a dimostrare il “peso fiscale” che grava sui cittadini.
Rispetto al 2021, quest’anno l’appuntamento atteso arriva un giorno prima, dopo poco più di cinque mesi dall’inizio dell’anno, ossia 157 giorni lavorativi, inclusi i sabati e le domeniche.
Tra i 27 Paesi dell’Ue, nel 2021 con il 43,5% l’Italia si era collocata al sesto posto per pressione fiscale, record storico per il nostro Paese, dietro Danimarca (48,1%), Francia (47,2%), Belgio (44,9%), Austria (43,8%) e Svezia (43,7%). L’anno scorso la media Ue si era “fermata” al 41,5%.
Osservando la serie storica, il “giorno di liberazione fiscale” più “precoce” è stato nel 2005, quando la pressione fiscale si attestò al 39% e ai contribuenti italiani bastò raggiungere il 23 maggio (142 giorni lavorativi) per lasciarsi alle spalle le scadenze fiscali. Quello più in “ritardo” è stato appunto nel 2021, ed è scoccato l’8 giugno.
“E’ corretto segnalare – precisa la Cgia – che questo picco record di pressione fiscale non è ascrivibile ad un aumento del prelievo, ma alla decisa crescita registrata dal Pil nazionale (oltre il 6,5%) che dopo la caduta verticale registrata nel 2020 (-9%), ha contribuito ad aumentare notevolmente le entrate”.
Nel 2022, invece, con una crescita stimata al 2,5%, il peso fiscale è destinato a diminuire di 0,4 punti percentuali, anche grazie alla riduzione delle imposte e dei contributi decisa dal Governo Draghi, tra cui la riforma dell’Irpef (-6,8 miliardi di gettito), l’esonero contributivo di 0,8 punti percentuali ai lavoratori dipendenti con una retribuzione mensile sotto 2.692 euro (-1,1 miliardi), l’esonero dall’Irap per le persone fisiche (-1 miliardo); tenendo conto del leggero miglioramento in corso delle principali variabili economiche, che si riflette sull’andamento del gettito, secondo il Mef lo Stato dovrebbe incassare quasi 40 miliardi di imposte e contributi in più rispetto al 2021, una parte ascrivibile anche al forte aumento dell’inflazione tra il 6 e il 7%.
Al di là della data simbolica, il mese di giugno è caratterizzato da un vero e proprio “ingorgo fiscale”, con 141 scadenze fiscali previste, 122 delle quali (pari all’86,5% del totale) prevedono pagamenti. Si parte il 16 con l’Imu.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giuliano Amato, patto sociale? Ci sono le condizioni
Se parti non ce la fanno ci sarà terzo giocatore al tavolo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
04 giugno 2022
17:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Se fotografo l’Italia di oggi i sindacati ci sono ancora, una loro forza rappresentativa continuano ad averla o almeno ad averla riconosciuta.
Ci sono le parti datoriali.
Non vedo alcuna difficoltà perché raggiungano un accordo o cerchino di farlo”: Così Giuliano Amato, presidente della Corte Costituzionale, ha risposto alla domanda se esistano le condizioni per un grande patto sociale come quello del 1992-1993 quando era premier.
“Le parti sociali da sole non ce le fanno? Vuol dire che ci sarà un terzo giocatore attorno al tavolo, non io perché sono da un’altra parte” ha risposto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Se fotografo l’Italia di oggi i sindacati ci sono ancora, una loro forza rappresentativa continuano ad averla o almeno ad averla riconosciuta.
Ci sono le parti datoriali.
Non vedo alcuna difficoltà perché raggiungano un accordo o cerchino di farlo”: Così Giuliano Amato, presidente della Corte Costituzionale, ha risposto alla domanda se esistano le condizioni per un grande patto sociale come quello del 1992-1993 quando era premier.
“Le parti sociali da sole non ce le fanno? Vuol dire che ci sarà un terzo giocatore attorno al tavolo, non io perché sono da un’altra parte” ha risposto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Visco, situazione economica è molto incerta
Più sfavorevole di quello che avevamo anticipato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
04 giugno 2022
17:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La situazione è molto incerta anche nelle conclusioni finali i due termini che più ho utilizzato sono Ucraina e incertezza.
E’ sempre difficile fare previsioni e valutazioni.
Non è questa la sede in cui farle”.
Così il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, sugli impatti della guerra sull’economia al Festival dell’Economia di Torino. “La situazione è sicuramente più sfavorevole di quello che avevamo anticipato anche a gennaio scorso. Sulla guerra abbiamo sbagliato e non siamo grandi esperti di geopolitica però molti non hanno capito. Le valutazioni che c’erano allora si basavano sulla forza del Pnrr”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Visco: ‘Salario minimo buona cosa se ben studiato’
‘Situazione economica è molto incerta. Aumentare la produttività per far crescere i salari’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
04 giugno 2022
19:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La situazione è molto incerta anche nelle conclusioni finali i due termini che più ho utilizzato sono Ucraina e incertezza.
E’ sempre difficile fare previsioni e valutazioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Non è questa la sede in cui farle”. Così il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, sugli impatti della guerra sull’economia al Festival dell’Economia di Torino. “La situazione è sicuramente più sfavorevole di quello che avevamo anticipato anche a gennaio scorso. Sulla guerra abbiamo sbagliato e non siamo grandi esperti di geopolitica però molti non hanno capito. Le valutazioni che c’erano allora si basavano sulla forza del Pnrr”.
“Il salario minimo ha vari effetti positivi – ha spiegato Visco – il rischio sta nel livello perché se è eccessivo può portare a non occupare persone che potrebbero invece voler lavorare al di sotto di quel livello e che hanno una produttività sostanzialmente in grado di non arrivare a quel livello lì, ma credo non sia una cosa così importante. Quello che è importante è non legare al salario minimo automatismi che poi ci possono costare, per esempio un salario minimo che ha piena indicizzazione ai prezzi al consumo se diventa il modello di riferimento per tutti i salari, tutte le contrattazioni, incorpora direttamente quel meccanismo automatico. Bisogna aumentare la produttività, se cresce anche i salari crescono”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ita: Orlando, abbiamo soluzione per ex Almaviva
Ministro Lavoro, la presenteremo al tavolo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
04 giugno 2022
20:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo convocato il tavolo perché queste vicende non si risolvono facendo dichiarazioni.

Abbiamo costruito le condizioni per avvicinare le posizioni dei diversi soggetti interessati.
Faremo una proposta al tavolo ma nutro un ragionevole ottimismo e penso che ci possa essere una soluzione che non lasci indietro nessuno. Stiamo ancora lavorando sui dettagli e affinando qualche particolare tecnico sia con Covisian, Ita e Almaviva”. Così il ministro del Lavoro Andrea Orlando, a margine di una manifestazione elettorale a Palermo col candidato sindaco del centrosinistra Franco Miceli.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: Orlando, subito salario minimo poi legge organica
Brunetta, per legge non va bene; Visco,ben studiato è buona cosa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
04 giugno 2022
20:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Sul salario minimo vedo aperture positive da tutte le parti, c’è chi la vuole cotta e chi la vuole cruda.
Vediamo qual è il punto di contatto che consenta di intervenire subito in attesa poi di una legge di carattere più organico e che consenta di dare una risposta immediata ai lavoratori che si trovano a basso reddito e a basso salario”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Così il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, rispondendo ai cronisti a Palermo sul salario minimo.
Per il ministro della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, “il salario minimo per legge non va bene perchè è contro la nostra storia culturale di relazione industriali. Non buttiamo il bambino con l’acqua sporca e valorizziamo le nostre relazioni industriali. Il salario non può essere moderato ma deve corrispondere alla produttività”, ha detto al Festival dell’Economia a Trento.
Da parte sua, il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, sempre al Festival dell’Economia ha affermato che “ben studiato il salario minimo è una buona cosa”, “ha vari effetti positivi – ha spiegato – il rischio sta nel livello perché se è eccessivo può portare a non occupare persone che potrebbero invece voler lavorare al di sotto di quel livello e che hanno una produttività sostanzialmente in grado di non arrivare a quel livello lì, ma credo non sia una cosa così importante. Quello che è importante è non legare al salario minimo automatismi che poi ci possono costare, per esempio un salario minimo che ha piena indicizzazione ai prezzi al consumo se diventa il modello di riferimento per tutti i salari, tutte le contrattazioni, incorpora direttamente quel meccanismo automatico”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Sul salario minimo vedo aperture positive da tutte le parti, c’è chi la vuole cotta e chi la vuole cruda.
Vediamo qual è il punto di contatto che consenta di intervenire subito in attesa poi di una legge di carattere più organico e che consenta di dare una risposta immediata ai lavoratori che si trovano a basso reddito e a basso salario”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Così il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, rispondendo ai cronisti a Palermo sul salario minimo.

Per il ministro della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, però, “il salario minimo per legge non va bene perchè è contro la nostra storia culturale di relazione industriali. Non buttiamo il bambino con l’acqua sporca e valorizziamo le nostre relazioni industriali. Il salario non può essere moderato ma deve corrispondere alla produttività”, ha detto al Festival dell’Economia a Trento.

Da parte sua, il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, sempre al Festival dell’Economia ha affermato che “ben studiato il salario minimo è una buona cosa”, “ha vari effetti positivi – ha spiegato – il rischio sta nel livello perché se è eccessivo può portare a non occupare persone che potrebbero invece voler lavorare al di sotto di quel livello e che hanno una produttività sostanzialmente in grado di non arrivare a quel livello lì, ma credo non sia una cosa così importante. Quello che è importante è non legare al salario minimo automatismi che poi ci possono costare, per esempio un salario minimo che ha piena indicizzazione ai prezzi al consumo se diventa il modello di riferimento per tutti i salari, tutte le contrattazioni, incorpora direttamente quel meccanismo automatico”.

Confindustria ritiene che ci sia già e le parti sociali sono favorevoli purchè rientri nella contrattazione. Dal Festival dell’Economia di Trento, nel giorno in cui l’Ue sembra essere ad un passo dall’accordo politico sulla direttiva, il governo e le parti sociali si confrontano con proposte e visioni diverse. Il provvedimento, intanto, è fermo al Senato con un vero e proprio braccio di ferro tra le forze politiche.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ambiente: in 2021 risalgono emissioni gestione Bankitalia
Per uso impiant anti Covid e ripresa spostamenti casa lavoro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 giugno 2022
10:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli impianti di riscaldamento e raffreddamento, tenuti accesi per contrastare il Covid e la ripresa degli spostamenti casa-lavoro, hanno fatto risalire le emissioni totali di anidride carbonica della Banca d’Italia nelle sue diverse sedi che comunque segnano un calo del 27% rispetto al 2019.
Scorrendo la relazione annuale sulla gestione e l’attività per il 2021 si rileva come lo scorso anno “le emissioni totali di anidride carbonica siano aumentate del 7 per cento rispetto al 202, principalmente a causa di un maggiore consumo di gas metano, dovuto alle diverse modalità di funzionamento degli impianti di riscaldamento, previste dai protocolli sanitari nazionali per contrastare la diffusione del coronavirus”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un elemento segnalato anche nel rapporto ambientale del 2021 dove si spiegava come “l’attuale configurazione impiantistica dei diversi stabili della Banca non consente la disattivazione totale del riscaldamento e del raffrescamento negli spazi non occupati dal personale” e “gli impianti di condizionamento hanno lavorato a regimi forzati e per tempi più lunghi al fine di assicurare un maggior numero di ricambi d’aria e conseguentemente di ridurre il rischio di diffusione del coronavirus”: All’aumento del 2021 inoltre, sottolinea il rapporto diffuso quest’anno, “hanno anche contribuito le maggiori emissioni connesse con gli spostamenti casa-lavoro del personale. Le emissioni per viaggi di lavoro si sono invece ridotte del 28 per cento. Rispetto all’anno precedente sono anche diminuiti del 2 per cento i consumi di energia elettrica”.
“Nel confronto con il 2019 le emissioni totali si sono ridotte del 27 per cento” puntualizza la relazione su gestione e attività. La banca ha messo in cantiere tutta una plate di iniziative per riddurre la sua impronta ecologica: meno carta per le pubblicazioni e i documenti, lampadine led, efficientamento e risanamento dei diversi immobili su tutto il territorio nazionale dell’istituto.
Sono in corso poi numerose misure per ridurre l’impatto ambientale connesso con la produzione, la distribuzione, il ricircolo e lo smaltimento del contante, uno dei compiti dell’istituto in ambito Bce.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Multe: è giungla per i costi di accertamento
Antitrust in Parlamento, evidenti abusi discrezionalità Comuni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 giugno 2022
11:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Sulle spese di accertamento delle multe stradali non esistono attualmente criteri oggettivi di quantificazione fissati dal legislatore e ogni ente locale agisce secondo la sua piena discrezionalità, spesso perpetrando evidenti abusi”.
Lo ha segnalato l’Antitrust durante una recente audizione in Commissione parlamentare per la tutela dei consumatori, evidenziando la variabilità di tali costi imposti dai comuni ai cittadini, che possono raggiungere anche i 15 euro a sanzione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Attualmente, sulla base di quanto disposto dall’Agcom la tariffa complessiva per le spese di notifica degli atti giudiziari via posta è fissata in modo forfettario in 9,50 euro e comprende i costi delle comunicazioni connesse (CAN e CAD).
L’articolo 201 comma 4 del Codice della Strada dispone che “le spese di accertamento e di notificazione sono poste a carico di chi è tenuto al pagamento della sanzione amministrativa pecuniaria”. La disposizione in sostanza consente di addebitare al trasgressore sia le spese di notifica che quelle di accertamento delle violazioni del Codice della Strada.
Dall’analisi di alcune delibere di giunta comunale eseguita dall’Antitrust emerge che ciascun comune, nella parte dedicata alla determinazione delle spese di accertamento, include le più svariate e diverse voci quali: costi di stampa, postalizzazione, costi di acquisto e manutenzione dei palmari per la rilevazione delle infrazioni, manutenzione delle apparecchiature e del software di gestione del servizio, moduli autoimbustanti, redazione delle distinte delle raccomandate, visure alle banche dati della Motorizzazione Civile ecc. L’ammontare delle sole spese di accertamento che si aggiungono alle spese di notifica (9,50 euro), varia da un minimo di 2,50 euro a un massimo di 10 euro. In taluni casi – sottolinea l’Autorità garante – la discrezionalità dei Comuni denota come gli stessi siano giunti anche a duplicare varie voci di spesa. Ad esempio un Comune include sia i costi di stampa, sia quelli per cartucce e nastri stampanti.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mutui: cresce tasso fisso prima casa, fino a +17.000 euro
Codacons, rata mensile può costare fino a 50 euro in più
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
17:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Continua a ritmo sostenuto la crescita dei tassi fissi per i mutui riservati all’acquisto della prima casa.
Così il costo complessivo di un mutuo, ad esempio di 100mila euro per l’acquisto di una casa a Roma (35enne con contratto a tempo indeterminato) se acceso oggi può arrivare ad aumentare fino a 17.000 euro con una crescita della rata di 50 euro mensili.
Lo denuncia il Codacons, che ha svolto una indagine per verificare come l’escalation dei tassi si ripercuota sulle tasche di chi oggi accende un finanziamento per acquistare un immobile.
Rispetto a inizio anno l’Eurirs (o Irs, l’indice di riferimento per i mutui a tasso fisso), è passato dallo 0,53% del 3 gennaio all’1,75% del 31 maggio (Irs a 30 anni), dallo 0,57% all’1,86% l’Irs a 25 anni, e dallo 0,60% all’1,97% l’Irs a 20 anni – analizza il Codacons – Un incremento che si riflette su chi oggi accende un mutuo per l’acquisto della prima casa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tim: Labriola, 12-18 mesi per completare progetto rete unica
Colao, Stato maggiore azionista è una garanzia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRENTO
05 giugno 2022
13:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ probabile che il progetto sulla rete unica sarà completato in 12-18 mesi’.
Lo ha detto l’amministratore delegato di Tim, Pietro Labriola, nel corso di una iniziativa nell’ambito del Festival dell’Economia di Trento.

“La mia percezione – ha aggiunto – è che ci sia l’interesse a verificare abbastanza rapidamente se il percorso è fattibile”.
“Se la soluzione di cui si sta parlando è quella che porterà ad avere lo Stato, attraverso la Cdp, in una posizione di maggiore azionista, questo dovrebbe essere la garanzia che è quello che dicevo verrà rispettato.
Però alla fine spetta alle specifiche aziende, che sono aziende private e sono investitori, trovare loro la formula”, ha commentato il Ministro per l’Innovazione Vittorio Colao.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Disoccupati di lunga durata Sud più di intera Germania
501mila contro 497mila, salgono a 759 mila con Isole
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 giugno 2022
14:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nelle Regioni del Sud Italia, escluse le Isole, nel 2021 c’erano oltre 501mila disoccupati di lunga durata, ovvero alla ricerca di lavoro da oltre un anno, tra i 15 e i 74 anni, più di quelli rilevati nell’intera Germania (497mila).

E’ quanto emerge dalle tabelle Eurostat secondo le quali se si guarda anche alle Isole il numero supera le 758mila unità.
Secondo la rilevazione i disoccupati di lunga durata in Germania rappresentano l’1,2% della forza lavoro a fronte del 10,3% registrato nel Sud. Se si guarda al complesso dei disoccupati quelli che fanno più fatica a rientrare nel mercato sono il 32,4% in Germania e il 64,4% al Sud.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bollette: sì italiani a sacrifici, non su aria condizionata
Indagine, disponibile solo il 31%; più attenti a eco-mobilità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 giugno 2022
14:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il 93% degli italiani si dice già attivo o intenzionato ad adottare comportamenti virtuosi di risparmio energetico: sacrifici sì, ma non su condizionatore e riscaldamento, secondo una ricerca di Changes Unipol elaborata da Ipsos su come si stanno modificando comportamenti e attitudini degli italiani nella quotidianità dell’attuale scenario di crisi energetica.

Nel dettaglio, emerge dalla ricerca, è pronto a rinunciare all’aria condizionata appena il 31% degli italiani, mentre solo il 44% è disposto a ridurre la temperatura dei termosifoni.
Più attenzione, invece, alla mobilità sostenibile: disposto a ridurre l’utilizzo dell’auto nei prossimi sei mesi il 63% degli intervistati, per il 58% la prossima vettura sarà ibrida o elettrica.
Fra le città, Bologna registra i comportamenti più virtuosi rispetto alla media delle aree Metropolitane italiane: 48% contro il 43% su tutte le aree valutate. Tra le generazioni, sono i Baby Boomers (57-74 anni) i più propensi a mettere in atto comportamenti virtuosi per l’ambiente. La Generazione Z (16-26 anni), invece, è la più virtuosa soltanto in tema di mobilità sostenibile (34%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bonomi,200 euro non risolvono problema,ridurre costo lavoro
Landini, bene bonus, ma lavoratori hanno perso tredicesima
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 giugno 2022
18:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ innegabile che i redditi sottoi 35 mila euro stanno soffrendo.
Allora dobbiamo intervenire in modo serio.
E non è con i 200 euro una tantum che si risolve il problema, perchè con una bolletta sono già finiti”. Lo ha detto il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, al Festiva dell’Economia di Trento organizzato dalla Provincia Autonoma e dal Gruppo 24 Ore. “Quindi – ha aggiunto – è opportuno abbassare il costo del lavoro e mettiamo i soldi in tasca agli italiani. E questo è strutturale, le risorse ci sono.
Non fosse altro che questo Paese paga mille miliardi di spesa pubblica”.
Sull’argomento è intervenuto anche il leader della Cgil, Maurizio Landini: bene il bonus di 200 euro deciso dal governo che arriverà in busta paga ai lavoratori sotto i 35mila euro lordi. Ma serve decisamente di più in questa situazione “drammatica di emergenza”.
Occorrerebbe erogare a chi lavora un’intera mensilità questo perchè con gli attuali livelli dei prezzi al consumo “i lavoratori hanno perso l’intera tredicesima”. Landini si è detto inoltre pronto a firmare un patto per far crescere i salari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ innegabile che i redditi sotto i 35mila euro stanno soffrendo.
Allora dobbiamo intervenire in modo serio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E non è con i 200 euro una tantum che si risolve il problema, perché con una bolletta sono già finiti”. Lo ha detto il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, al Festiva dell’Economia di Trento organizzato dalla Provincia Autonoma e dal Gruppo 24 Ore.

“Quindi – ha aggiunto – è opportuno abbassare il costo del lavoro e mettiamo i soldi in tasca agli italiani. E questo è strutturale, le risorse ci sono. Non fosse altro che questo Paese paga mille miliardi di spesa pubblica”. Poi rivolto al ministro del Lavoro Andrea Orlando, Bonomi dice: “Noi proponiamo di tagliare le tasse sul lavoro mentre le proposte del ministro non le ho ancora sentite. Quando ricevero’ una proposta seria e articolata e se migliorativa rispetto alla mia, sono pronto a firmarla”. Poi una stoccata al ministro che proprio ieri aveva accusato il leader degli industriali di fare battute che complicavano il confronto: se il ministro è per contro l’illegalità venga domani con noi a Rosarno.

Sull’argomento bonus è intervenuto anche il leader della Cgil, Maurizio Landini: bene il bonus di 200 euro deciso dal governo che arriverà in busta paga ai lavoratori sotto i 35mila euro lordi. Ma serve decisamente di più in questa situazione “drammatica di emergenza”.
Occorrerebbe erogare a chi lavora un’intera mensilità questo perchè con gli attuali livelli dei prezzi al consumo “i lavoratori hanno perso l’intera tredicesima”. Landini si è detto inoltre pronto a firmare un patto per far crescere i salari.

Tema caldo è quello del salario minimo. “Se per alcuni politici è normale che si prendano paghe da fame, di 3-4 euro lordi l’ora, allora diciamo che la politica del Movimento 5 Stelle non è questa”, attacca Conte, che su questa misura ha la sponda del Pd e Leu.
“Il tema del salario non è un tema di Confindustria. I contratti di Confindustria sono tutti oltre i 9 ore l’ora. Quindi non siamo nè contrari e nemmeno a favore. Il tema del salario minimo è come verrà costruito”, ha detto il presidente di Confindustria Bonomi.
Per Luigi Marattin (Iv), le opzioni sono due: “Fissarlo per legge a livello nazionale ma per il resto rendere predominante la contrattazione territoriale, oppure lasciare il tema alla contrattazione nazionale, come ora, ma con una legge sulla rappresentanza contro i contratti ‘pirata'”. Lega e FI invece spingono per puntare sulla contrattazione e rivedere il Reddito di cittadinanza. “Il nostro obiettivo è la flat tax al 15% per le imprese – chiarisce Salvini – perché poi i salari li pagano le imprese, e se pagano uno sproposito di tasse non riescono a pagare lo stipendio a nessuno”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bonomi,noi proponiamo taglio tasse su lavoro, Orlando tace
Se farà proposta seria pronti a firmarla
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRENTO
05 giugno 2022
18:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo lanciato il patto per l’Italia, per realizzarlo bisogna sedersi ad un tavolo.
Le nostre proposte sono chiare, quelle degli altri ancora non le ho sentite”.
Lo ha detto il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, al Festiva dell’Economia di Trento organizzato dalla Provincia Autonoma e dal Gruppo 24 Ore. “Noi proponiamo – ha aggiunto – di tagliare le tasse sul lavoro mentre le proposte del ministro Orlando non le ho ancora sentite. Quando riceverò una proposta seria e articolata, e se è migliorativa rispetto alla mia, sono pronto a firmarla”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata Ambiente: Earth overshoot day 2022 è il 28 luglio
Umanità esaurisce risorse naturali, poi in debito sul 2023
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
05 giugno 2022
20:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sarà il 28 luglio prossimo, e anticipa di un giorno rispetto all’anno scorso, l’Earth overshoot day a livello globale, la giornata in cui il mondo avrà esaurito le risorse naturali che la Terra ci mette a disposizione per quest’anno e cominceremo a sfruttare quelle del 2023.
Il calcolo è stato reso noto oggi nella Giornata mondiale dell’Ambiente dal Global Footprint Network un think tank indipendente, fondato nel 2003, originariamente con sede negli Stati Uniti, in Belgio e in Svizzera come organizzazione di beneficenza senza scopo di lucro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo le stime, l’umanità vive come se avesse a disposizione 1,75 Terre, secondo il centro sutdi che calcola l’impronta ecologica dell’uomo.
Il fatto che venga anticipato solo di un giorno rispetto all’anno scorso potrebbe far ben sperare in un rallentamento, se non proprio un freno, al sovrasfruttamento di terreni, acqua, risorse minerarie, frutta, verdura, carne, pesce, legna, e tanti altri altri prodotti.
Quest’anno l’Italia ha esaurito le risorse e i servizi naturali a disposizione il 15 maggio, un paio di giorni dopo rispetto all’anno scorso. L’Italia, secondo i calcoli del National Footprint and Biocapacity Accounts, avrebbe bisogno di 2,7 Terre rispetto a 5,1 degli Stati Uniti, 4,5 dell’Australia e 3,4 della Russia mentre secondo un altro calcolo l’Italia avrebbe bisogno di 5,3 Italie per soddisfare la domanda di natura dei propri residenti, piazzandosi solo al secondo posto dopo il Giappone con 7,9. Al terzo posto la Svizzera con 4,4.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in calo (-0,51%)
Attesa nuove indicazioni macroeconomiche Cina
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
06 giugno 2022
02:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia gli scambi in negativo, seguendo la contrazione del mercato azionario Usa e in attesa dalle indicazioni dal settore dei servizi in Cina, dopo quelle dal comparto manifatturiero leggermente al di sotto della soglia che evidenzia una fase di espansione.

L’indice di riferimento Nikkei segna un ribasso dello 0,51% nella prima seduta della settimana a quota 27.619,16, con una perdita di 142 punti.
Sul mercato valutario lo yen si indebolisce sul dollaro a 130,70 e a 140,20 sull’euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Hong Kong positiva, apre a +0,95%
Shanghai sale dello 0,05%, Shenzhen dello 0,04%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
06 giugno 2022
04:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Hong Kong apre la seduta in rialzo: l’indice Hang Seng segna nelle prime battute un +0,95%, portandosi a 21.282,51 punti.

L’indice Composite di Shanghai sale dello 0,05% a 3.196,96 punti, mentre quello di Shenzhen segna un progresso dello 0,04% a quota 2.027,32.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: prezzo torna su soglia 120 dollari con ripresa Cina
Brent a 120,5 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
08:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La cauta ripresa della domanda da parte della Cina che emerge dal lockdown, segnalata dall’Arabia Saudita, spinge il prezzo del petrolio sui mercati che torna sulla soglia dei 120 dollari al barile .
Un aumento nonostante la recente decisione dell’Opec+ di aumentare la produzione.
Il Wti del Texas passa di mano a 119,6 dollari con una crescita dello 0,66% mentre il Brent del Mare del Nord avanza a 120,5 (+0,65%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro apre stabile a 1,072 dollari
Yen sale a 130,5 sul dollaro che si indebolisce in Asia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
08:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura stabile per l’euro sui mercati valutari.
La moneta unica passa di mano, invariato, a 1,072 dollari.
In Asia lo yen sale a 130,5 nell’a,bito del generale indebolimento del dollaro in Asia dovuto alla graduale ripresa cinese che fa rifluire gli investitoti dai beni rifugio.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo sale a 1855 dollari
Crescita dello 0,2%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
08:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo dell’oro in crescita sui mercati.
Il metallo con consegna immediata avanza dello 0,2% a 1855 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia spinta dalla riapertura di Pechino, Tokyo +0,56%
Futures Europa e Usa in rialzo, dollaro arretra su euro e yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
08:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La graduale revoca delle restrizioni per il Covid annunicata a partire da oggi per gli abitanti di Pechino ha spinto le principali borse di Asia e Pacifico nella prima seduta della settimana.
Tokyo ha guadagnato lo 0,56%, Seul lo 0,44 e Taiwan lo 0,32%.
Negativa Sidney (-0,45%), ancora aperte Hong Kong (+1,521%), Shanghai (+1,13%) e Mumbai (-0,59%). In rialzo i futures sull’Europa e sui listini Usa, in assenza di dati macroeconomici rilevanti in agenda. In crescita il greggio, con il Wti (+0,56% a 119,54 dolari al barile) e il Brent (+0,63% a 120,48 dollari al barile) quasi allineati, mentre cedono l’oro (-0,63% a 1.854,35 dollari l’oncia) e l’argento (-0,71% a 22,26 dollari l’oncia) e salgono il ferro (+2,18% a 939 dollari la tonnellata) e l’acciaio (+0,78% a 4.770 dollari la tonnellata). In calo il dollaro sull’euro e sullo yen, che perde quota anche nei confronti della moneta unica. Acquisti sulla piazza di Tokyo per i produttori di semiconduttori Tokyo Electron (+1,18%), Advantest (+0,55%) e Screen Holdings (+0,58%), contrastate Sony (-1,02%) e Nikon (+1,83%), debole il colosso finanziario Nomura (-0,75%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo, 0,8%
Indice Ftse Mib a quota 24.359 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
06 giugno 2022
09:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo per Piazza Affari.
L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,8% a 24.359 punti.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in rialzo, Parigi +0,75%
Francoforte +0,81%%, Londra +0,98%; Madrid +0,72%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
09:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono in rialzo.

Francoforte segna un +0,81% con il Dax a quota 14.576 punti.
Parigi registra un +0,75% con il Cac 40 a quota 6.533 punti.
Londra è a +0,98% con il Ftse 100 a 7.606 punti. Madrid apre a +0.72% con l’Ibex35 a 8.790 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread tra Btp e Bund tedeschi apre in calo a 203,4 punti
Rendimento annuo italiano diminuisce di 10,3 punti al 3,28%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
09:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in calo per il differenziale tra Btp italiani e Bund decennali tedeschi, che scende a quota 203,4 punti, dopo aver superato i 212 punti venerdì scorso.
In netto ribasso anche il rendimento annuo italiano, che cede 10,3 punti al 3,286%.
A titolo di paragone i bund tedeschi lasciano sul campo 1,9 punti all’1,247%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano accelera (+1,15%), sprint Stm e Stellantis
Spread risale a 206,5 punti, salgono Intesa e Unicerdit
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
09:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Accelera Piazza Affari nella prima mezz’ora di scambi, con l’indice Ftse Mib in rialzo dell’1,15% a 24.464 punti.
Risale a 206,5 punti il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi, con il rendimento iannuo italiano in calo di 5,1 punti al 3,338%.
In luce sul paniere principale Stm (+1,8%), in linea con l’andamento del settore in Asia e nel resto d’Europa, così come avviene per Stellantis (+1,5%) nel comparto auto. Bene Tenaris (+1,6%), spinta dalle quotazioni del greggio e dell’acciaio, Cnh (+1,21%), Intesa (+1,18%), Unicredit (+1,13%), Banco Bpm (+1,02%) ed Eni (+0,95%). Poco mossa Bper (+0,08%), fiacche Saipem (-0,04%) ed Atlantia (-0,05%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Caro gasolio: 18esimo giorno di protesta nel Foggiano
Pescatore provocatorio, ‘se barche restano ferme le affonderemo’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MANFREDONIA
06 giugno 2022
10:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Se il pesce fresco vuoi mangiare sul gasolio non speculare”.
E’ uno degli striscioni affissi sui pescherecci del comparto marittimo di Manfredonia (Foggia) che da oggi entrano nel 18esimo giorno di protesta contro il caro gasolio.
Le imbarcazioni sono ferme nel porto creando una sorta di barriera.
“Da dieci giorni dormo a bordo della mia imbarcazione”, racconta Donato, pescatore di Mandredonia di 27 anni. “Non possiamo lasciarle incustodite. Io lo scorso anno ho fatto un importante investimento: ho acquistato un peschereccio di 20 metri, ed ora sono preoccupato nel vederlo fermo in porto. Ho investito – aggiunge – i risparmi della mia famiglia, ho ipotecato casa dei miei genitori ed ora mi piange il cuore nel vederla ferma in mare”. Dello stesso avviso Alessandro. “Tra non molto saremo costretti ad affondare le nostre imbarcazioni – dice esagerando -. Ferme così in porto non servono a nulla”.
Intanto, da oltre una decina di giorni è chiuso lo storico mercato ittico di Manfredonia dove quotidianamente arrivava il pescato fresco proveniente dai pescherecci locali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa positiva, futures Usa in rialzo, Milano +1,35%
Riapre Londra dopo il Giubileo della Regina, occhi sulla Bce
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
10:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si muovono in territorio positivo le principali borse europee nella prima seduta della settimana, sull’onda ottimistica delle riaperture post-pandemia in Cina ed in particolare a Pechino.
Positivi i futures Usa in assenza di dati macroeconomici rilevanti, mentre gli occhi degli investitori sono puntati sul direttivo della Bce che giovedì prossimo deciderà sui tassi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La migliore è Milano (+1,35%), seguita da Londra (+1,22%), che riapre dopo due sedute di fermo per festeggiare il giubileo di diamante della regina Elisabetta.
Più indietro Parigi (+1,1%), Francoforte (+0,91%) e Madrid (+0,84%).
Il graduale ritorno alla normalità in Cina spinge il comparto del lusso, dall’inglese Dr Martens (+7,81%) a Persimmon (+3,25%). Bene anche Lvmh (+1,13%) e, in Piazza Affari, Moncler (+1,13%) e Ferragamo (+2.33%). Acquisti sui produttori di semicondutori Asm (+3,11%), Asml (+2,32%) ed Stm (+2,02%), mentre in campo automobilistico salgono Renault (+2,1%9 e Stellantis (+1,78%), insieme a Pirelli (+1,35%). Il rialzo del greggio (Wti +0,67% a 119,67 dollari al barile) spinge Bp (+2,89%), Eni (+2,23%), TotalEnergis (+2,13%), Shell (+1,61%) e Tenaris (+2,03%). In campo bancario emergono Commerzbank (+3,41%), SocGen (+2,94%), Sabadell (+2,29%), Barclays (+2,18%) e Credit Agricole (+2%). Acquisti in Piazza Affari su Unicredit (+2%) e Intesa (+1,82%), con il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi in risalita a 209,2 punti, ed il rendimento annuo italiano in calo di 2 punti al 3,36%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bcc Iccrea:plafond 2,5 miliardi per supporto aziende in Pnrr
E aiuto nell’ottenere agevolazioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
10:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Gruppo BCC Iccrea con le sue 122 Banche di Credito Cooperativo aderenti ha predisposto un plafond di 2,5 miliardi di euro per accompagnare, nell’orizzonte temporale del PNRR, le micro e Piccole e Medie Imprese (mPMI) nei loro progetti di sviluppo e affiancarle nel percorso di accesso alle risorse del recovery plan.

Lo si legge in una nota secondo cui il gruppo ha inoltre perfezionato un accordo quadro con Fin Service (del Gruppo Finservice), società leader nel comparto della finanza agevolata, con l’obiettivo di supportare le imprese italiane in questo specifico ambito.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Il progetto PNRR ha previsto l’attivazione di una task force dedicata nell’Area Chief Business Officer della capogruppo che coordinerà le diverse progettualità, in aggiunta a business unit specialistiche, da tempo avviate nell’ambito della Divisione Impresa per affiancare le BCC affiliate nei settori turismo, agribusiness, finanza strutturata, project energetico, PPP, estero, transaction banking e terzo settore.
L’obiettivo, sottolinea il gruppo, è quello di favorire l’ottenimento delle agevolazioni derivanti dai fondi PNRR grazie a una consulenza specialistica e di integrare, ove necessario, le fonti di finanziamento delle imprese con il credito bancario, favorendo la loro transizione ecologica e digitale.
Il Gruppo BCC Iccrea metterà inoltre a disposizione delle BCC affiliate un portale bandi PNRR che consentirà di agire in modo proattivo sulle imprese clienti, individuando le esigenze in tempi molto veloci.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Gruppo BCC Iccrea con le sue 122 Banche di Credito Cooperativo aderenti ha predisposto un plafond di 2,5 miliardi di euro per accompagnare, nell’orizzonte temporale del PNRR, le micro e Piccole e Medie Imprese (mPMI) nei loro progetti di sviluppo e affiancarle nel percorso di accesso alle risorse del recovery plan.

Lo si legge in una nota secondo cui il gruppo ha inoltre perfezionato un accordo quadro con Fin Service (del Gruppo Finservice), società leader nel comparto della finanza agevolata, con l’obiettivo di supportare le imprese italiane in questo specifico ambito.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Il progetto PNRR ha previsto l’attivazione di una task force dedicata nell’Area Chief Business Officer della capogruppo che coordinerà le diverse progettualità, in aggiunta a business unit specialistiche, da tempo avviate nell’ambito della Divisione Impresa per affiancare le BCC affiliate nei settori turismo, agribusiness, finanza strutturata, project energetico, PPP, estero, transaction banking e terzo settore.
L’obiettivo, sottolinea il gruppo, è quello di favorire l’ottenimento delle agevolazioni derivanti dai fondi PNRR grazie a una consulenza specialistica e di integrare, ove necessario, le fonti di finanziamento delle imprese con il credito bancario, favorendo la loro transizione ecologica e digitale.
Il Gruppo BCC Iccrea metterà inoltre a disposizione delle BCC affiliate un portale bandi PNRR che consentirà di agire in modo proattivo sulle imprese clienti, individuando le esigenze in tempi molto veloci.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Benzina: ancora rialzi, al self a 1,97 euro, al servito 2,1
Aumenta anche il prezzo del diesel, al fai dai te è a 1,879 euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
10:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fine settimana bollente per i prezzi della benzina, arrivata a 1,97 euro al litro al self service e a 2,1 euro al litro al servito.
Le quotazioni dei prodotti petroliferi nel Mediterraneo sono rimaste ferme venerdì per ‘bank holiday’ e i prezzi raccomandati da parte delle compagnie sono per questo rimasti stabili.
Ma la situazione sul territorio, rileva Quotidiano energia, ha mostrato ulteriori segnali di rialzo.
In particolare, in base all’elaborazione dei dati comunicati dai gestori all’Osservaprezzi del Mise aggiornati alle 8 di ieri 5 giugno, il prezzo medio nazionale praticato della benzina in modalità self va a 1,969 euro al litro (1,952 il valore del 2 giugno), con i diversi marchi compresi tra 1,953 e 1,986 euro al litro (no logo 1,966). Il prezzo medio praticato del diesel self si porta a 1,879 euro al litro (dato precedente 1,864), con le compagnie tra 1,868 e 1,893 euro al litro (no logo 1,870).
Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato aumenta a 2,100 euro al litro (2,080 il valore del 2 giugno). La media del diesel servito arriva a 2,015 euro al litro (contro 1,999).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Landini: “Situazione sociale esplosiva, c’è troppa precarietà”
“Non ci sono solo i salari bassi, ma una situazione di incertezza”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
06 giugno 2022
14:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo di fronte ad una situazione sociale esplosiva.
Non ci sono solo i salari bassi, ma un livello di precarietà nel lavoro e nella vita che non c’è mai stato, una situazione di incertezza, insicurezza.
In questi anni sono stati tagliati anche i soldi pubblici per garantire servizi sociali dal diritto alla salute alla scuola all’integrazione”. Lo ha detto il leader della Cgil, Maurizio Landini, a Torino.”Oggi è decisivo rimettere al centro il problema del lavoro, della lotta del precarietà. E’ il momento di fare scelte, locali e nazionali, in questa direzione. La politica deve tornare a occuparsi dei bisogni materiali delle persone”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzi guerra: petrolio rivede i 120 dollari, gas stabile
Flessione per l’oro, buon passo per grano duro e frumento
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
11:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di settimana con il petrolio che rivede i 120 dollari al barilecon il Brent (+0,54%) dopo che nei giorni scorsi l’Opec+ ha deciso di aumentare la produzione.

Sugli stessi livelli anche il wti (+0,56% a 119,5 dollari al barile).

Resta sotto la soglia degli 85 euro al megawattora (84,35) il gas il cui prezzo ad Amsterdam sale dell’1,5%. In calo l’oro che perde lo 0,7% a 1.853 dollari l’oncia. Passo deciso tanto per il grano duro (+4,4% a 1.170 dollari per unità contrattuale da 5mila staia) quanto per il frumento (+4,7% a 1.089 dollari).

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Torna #cambiagesto, campagna contro dispersione mozziconi
Iniziativa Philip Morris Italia farà tappa in oltre 10 città
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
12:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stimolare una presa di coscienza sul tema dell’inquinamento da mozziconi dispersi nell’ambiente che ogni anno, nel mondo, sono circa 800.000 tonnellate.
Riparte da questo obiettivo #Cambiagesto, la campagna di sensibilizzazione promossa da Philip Morris Italia, presentata in occasione della giornata mondiale dell’ambiente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giunta alla quarta edizione, l’iniziativa quest’anno raggiungerà oltre dieci città italiane, promuovendo azioni di pulizia e sensibilizzazione in collaborazione con Retake e Plastic Free, associazioni attive sul territorio con migliaia di volontari per la tutela dell’ambiente, e attraverso la distribuzione nelle tabaccherie di oltre 300.000 portamozziconi tascabili. Tre i momenti chiave della campagna: in estate, nelle città di Catania, Bacoli, Pescara, Olbia, Riccione e Sabaudia; il 18 settembre, per il World Cleanup Day, a Padova, Spoleto, Salerno e Barletta; e il 27 novembre, per la chiusura, con il #Cambiagesto day e un evento finale al museo Maxxi di Roma, dove la campagna parteciperà anche all’iniziativa estiva “Estate al Maxxi”.
#Cambiagesto, inoltre, sarà presente anche al prossimo Meeting di Rimini. Dal 2019 sono state 40 le città italiane interessate dal progetto, attraverso il supporto di oltre tremila volontari e 700 tabaccherie, con più di 160 chili di mozziconi raccolti e oltre 270mila portamozziconi distribuiti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa prosegue di buon passo, future Usa positivi
Milano +1,41%, petrolio rivede 120 dollari, spread a 207 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
12:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee confermano a metà seduta la buona intonazione sull’onda ottimistica delle riaperture post-pandemia in Cina ed in particolare a Pechino.

Anche i future su Wall Street sono positivi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

L’indice d’area del Vecchio Continente, lo stoxx 600, guadagna quasi un punto percentuale con i tecnologici ed in particolare l’energia. Il petrolio rivede i 120 dollari con il brent (+0,80%). Gli stessi livelli su cui viaggia il wti (+0,78%) che è 119,81 dollari al barile.
Tra le singole Piazze Londra sale dell’1,42%, Francoforte dell’1%, Parigi dell’1,15%. Milano guadagna l’1,41% (Ftse Mib a 24.500 punti) con in testa Nexi (+3%), Iveco (+2,7%), Unicredit (+2,13%). Di contro è debole Tim (-0,56%). Lo spread tra Btp e Bund è a 207 punti, dopo i 213 toccati venerdì scorso, con il rendimento del decennale italiano al 3,35% sui livelli di fine novembre 2018. Il gas pur in rialzo (+1,7%) viaggia ad Amsterdam sotto i 85 euro (84,4) al megawatt. In flessione il prezzo a Londra: -1,39% a 157 penny al Mmbtu. Quanti ai cambi l’euro è stabile a 1,074 sul dollaro. Debole il rublo che scambia 61,4 con il biglietto verde e a 66 sulla moneta unica. La Borsa di Mosca cede lo 0,9% con il Moex 2.289 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ryanair: l’8 giugno sciopero dei piloti e assistenti di volo
Sindacati: “in assenza di segnali al via una serie di scioperi in estate”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
18:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Mercoledì prossimo, 8 giugno, confermato lo sciopero nazionale di 4 ore, dalle 10 alle 14, di piloti ed assistenti di volo della compagnia aerea Ryanair, Malta Air e della società CrewLink”.
A proclamare la protesta sono Filt Cgil e Uiltrasporti, “vista l’impossibilità di aprire un confronto dedicato alle problematiche che da mesi affliggono il personale navigante”.

“Tra le questioni aperte – spiegano le organizzazioni sindacali – il mancato adeguamento ai minimi salariali previsti dal contratto nazionale, il perdurare di un accordo sul taglio degli stipendi (contingency agreement) non più attuale, le arbitrarie decurtazioni della busta paga, il mancato pagamento delle giornate di malattia, il rifiuto della compagnia di concedere giornate di congedo obbligatorio durante la stagione estiva e la mancanza di acqua e pasti per l’equipaggio”.

“In assenza di segnali concreti da parte di Ryanair – affermano infine Filt Cgil e Uiltrasporti – quella di mercoledì 8 sarà solo la prima azione di sciopero di una serie che interesserà tutto il periodo estivo”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Musk, Twitter fornisca dati su account spam o viola accordo
Il patron di Tesla ribadisce richiesta informazioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
06 giugno 2022
15:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Elon Musk ribadisce a Twitter la richiesta di maggiori informazioni sugli account spam e fake.
In una comunicazione alla Sec, il patron di Tesla afferma che il rifiuto della società che cinguetta di fornire le informazioni richieste sugli account è una violazione dell’accordo di fusione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Elon Musk ribadisce a Twitter la richiesta di maggiori informazioni sugli account spam e fake.
In una comunicazione alla Sec, l’ente statunitense che vigila sulla Borsa, il patron di Tesla afferma che il rifiuto della società di fornire le informazioni richieste sugli account è una violazione dell’accordo di fusione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Immediata la replica di Twitter: “continuiamo a collaborare”.
Nella comunicazione alla Sec, Musk allega la lettera inviata il 6 giugno a Twitter. “Twitter ha rifiutato di fornire le informazioni ripetutamente richieste da Musk dal 9 maggio per facilitare la sua valutazione sugli account spam o fake della piattaforma. L’ultima offerta di Twitter di offrire dettagli sulle metodologie che usa è equivalente a un rifiuto” di soddisfare della richiesta di Musk, si legge nella missiva.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Gli sforzi di Twitter di caratterizzare” la richiesta in altro modo sono “solo un tentativo di offuscare e confondere. Musk ha detto chiaramente che non crede che le metodologie della società siano adeguate. I dati che ha richiesto sono necessari”, si legge ancora.
Nella lettera Elon Musk evidenzia poi che si riserva il diritto di mettere fine all’accordo di fusione con Twitter in caso di violazione dell’intesa. E il rifiuto finora mostrato da Twitter nel fornire i dati richiesti – ribadisce l’imprenditore – è considerato da Musk una violazione dell’accordo.
In aprile Musk ha messo sul piatto 44 miliardi di dollari per acquisire Twitter.
La replica del social network
Twitter “ha e continuerà a cooperare nella condivisione di informazioni con Musk” per la chiusura della transazione, assicura Twitter rispondendo a Musk. “Intendiamo chiudere la transazione e applicare l’accordo al prezzo stabilito” di fusione, aggiunge la società che cinguetta.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa sale con Cina, spread in calo in attesa Bce
Petrolio resta vicino ai massimi. A Milano sprint Iveco e Fineco
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
15:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari prosegue tonica a metà seduta, in linea con le altre Borse europee, con gli investitori rinfrancati dall’allentamento delle misure di contenimento contro il Covid in Cina.
Il listino milanese sale dell’1,5%, tirando la volata a Londra (+1,3%), Parigi (+1,3%) e Francoforte (+1,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Anche New York è partita con il piede giusto, con i titoli tecnologici che accolgono con favore l’alleggerimento della pressione regolatoria di Pechino sulle sue società hi-tech e Goldman Sachs fiduciosa sul fatto che la stretta monetaria della Fed non porterà l’economia americana in recessione. Lo spread Btp-Bund si richiude di 4 punti base, a quota 307 punti base, con il rendimento in calo al 3,34%, dopo i livelli record di venerdì scorso, in vista della riunione della Bce di giovedì. Ad aiutare i titoli di Stato italiani sono le indiscrezioni del Ft relative a uno scudo che la Bce starebbe approntando per difendere i Paesi più deboli del’Eurozona da un’impennata dei costi di finanziamento.
L’ottimismo relativo all’economia cinese e l’aumento dei prezzi deciso dall’Arabia Saudita per il mercato asiatico sostengono le quotazioni record raggiunte dal greggio, con il brent poco mosso a 119,6 dollari al barile e il wti a 118,8 dollari. In rialzo dell’1% il prezzo del gas, a quota 84 euro al megawattora.
A Piazza Affari corrono Iveco (+4%), Finecobank (+3,1%), Nexi (+3%) e i bancari con Unicredit (+3%), Bper (+2,8%) e Intesa (+2,7%), Prysmian. Sui listini europei avanzano i titoli dell’energia (+1,6%), delle materie prime (+1,5%) e delle vendite al dettaglio (+3,1%), sostenuti dalla fiducia per la ripresa dell’economia cinese.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Idrogeno: De Nora pronta alla quotazione in Piazza Affari
Dellachà, passo fondamentale per i futuri piani di crescita
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
16:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Industrie De Nora intende “procedere” alla quotazione in Piazza Affari il cui iter era stato avviato lo scorso 21 febbraio.
Lo si legge in una nota in cui viene indicato che la multinazionale italiana attiva nelle tecnologie, nelle apparecchiature e nei componenti per i processi elettrochimici industriali, di impianti e sistemi per la disinfezione e il trattamento delle acque e di soluzioni per la transizione energetica, con particolare riferimento ad apparecchiature e componenti per la produzione di idrogeno verde mediante il processo di elettrolisi dell’acqua procederà con un collocamento di azioni rivolto “esclusivamente a investitori istituzionali qualificati in Italia e all’estero”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

“Sono orgoglioso della nostra decisione di quotare Industrie De Nora su Euronext Milan alla vigilia del centenario della fondazione della Società”, ha commentato l’amministratore delegato Paolo Dellachà. A suo avviso lo sbarco in Borsa è “un passo fondamentale per i nostri piani futuri di crescita”.
“Abbiamo una consolidata leadership globale nei settori in cui i nostri elettrodi sono il fattore abilitante – ha concluso – forti di una presenza stabile con 25 sedi operative e 5 centri R&D e vediamo nel processo di quotazione un catalizzatore chiave per cogliere le enormi potenzialità del mercato dell’idrogeno verde che sta accelerando in modo importante in tutto il mondo”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Entrate: Mef, primi 4 mesi a 148,3 mld (+10,7%)
Da Irpef 67,4 mld. Da Iva 45,4 mld. Da imposta su Società 1,2mld
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
16:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nei mesi di gennaio-aprile 2022 le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica ammontano a 148.311 milioni di euro, con un incremento di 14.279 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (+10,7%).
Il significativo incremento registrato nel quadrimestre è influenzato sia dal trascinamento degli effetti positivi sulle entrate a partire dal 2021 anche grazie alla ripresa dei pagamenti delle rate sospesi durante il covid.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo afferma il Mef sottolineando che la rateizzazione dei versamenti potrà determinare effetti di gettito anche nel corso dei prossimi mesi del 2022. In aumento anche le entrate da Iva mentre risultano in calo le imposte sul reddito delle società (Ires).
Nel mese di aprile le entrate tributarie sono state pari a 34.909 milioni di euro (+658 milioni di euro, +1,9%). In particolare, le imposte dirette hanno avuto una diminuzione del gettito di 1.511 milioni di euro (-9,0%) e le imposte indirette hanno registrato un andamento positivo pari a 2.169 milioni di euro (+12,4%). Nel primo quadrimestre 2022 le imposte dirette ammontano a 78.466 milioni di euro, con un aumento di 3.554 milioni di euro (+4,7%). Il gettito dell’IRPEF si è attestato a 67.401 milioni di euro con un aumento di 1.824 milioni di euro (+2,8%). Le entrate IVA sono risultate pari a 45.407 milioni di euro (+8.045 milioni di euro, pari a +21,5%) di cui 38.717 milioni di euro (+5.668 milioni di euro, pari a +17,2%) derivano dagli scambi interni, di cui 4.356 milioni di euro (+199 milioni di euro, pari a +4,8%) dai versamenti delle P.A. a titolo di split payment (L. n. 190/2014); mentre 6.690 milioni di euro (+2.377 milioni di euro, pari a +55,1%) sono relativi al prelievo sulle importazioni.
Nei primi 4 mesi del 2022 L’IRES è risultata pari a 1.221 milioni di euro (-218 milioni di euro, pari a -15,1%).

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercoledì voli a rischio, stop 4 ore per Ryanair e Easyjet
Sindacati sulle barricate, pronti a nuove agitazioni estive
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
17:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata difficile mercoledì 8 giugno per volare.
I sindacati hanno proclamato scioperi in alcune delle compagnie più attive negli aeroporti italiani, a partire da Ryanair e Easyjet.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

In dettaglio, il personale di volo di Easyjet e di Volotea incrocerà le braccia per 4 ore per l’agitazione proclamata dalla Uiltrasporti. “I lavoratori di EasyJet – spiega il sindacato – protesteranno contro la compressione dei diritti culminata in licenziamenti ingiustificati, contro la mancanza di solidità operativa, a danno di passeggeri ed equipaggi e contro il totale degrado delle relazioni industriali”. Per quanto riguarda Volotea Uiltrasporti parla invece di “una continua condotta antisindacale portata avanti dalla compagnia: richieste inaccettabili di riduzioni del salario, promozioni ed upgrade economici a insindacabile giudizio della compagnia per esercitare di fatto un vero e proprio controllo sui propri dipendenti, a cui si aggiungono contestazioni disciplinari in contrasto con la normativa italiana”.
Confermato lo sciopero nazionale di 4 ore, dalle 10 alle 14, anche di piloti ed assistenti di volo di Ryanair, Malta Air e della società CrewLink, “vista l’impossibilità – sottolineano insieme Filt Cgil e Uiltrasporti – di aprire un confronto dedicato alle problematiche che da mesi affliggono il personale navigante”. “Tra le questioni aperte – spiegano le organizzazioni sindacali – il mancato adeguamento ai minimi salariali previsti dal contratto nazionale, il perdurare di un accordo sul taglio degli stipendi (contingency agreement) non più attuale, le arbitrarie decurtazioni della busta paga, il mancato pagamento delle giornate di malattia, il rifiuto della compagnia di concedere giornate di congedo obbligatorio durante la stagione estiva e la mancanza di acqua e pasti per l’equipaggio”.
“In assenza di segnali concreti da parte di Ryanair – affermano infine Filt Cgil e Uiltrasporti – quella di mercoledì 8 sarà solo la prima azione di sciopero di una serie che interesserà tutto il periodo estivo”

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Salario minimo: Orlando, è assist per i lavoratori
Direttiva Ue definirà quadro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
17:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La direttiva europea sul salario minimo “non definirà ciò che deve fare l’Italia ma definirà il quadro dentro il quale l’Italia si potrà muovere e spingerà di più verso interventi che salvaguardino i livelli di salario più bassi e verso una disciplina organica”.
Lo dice il ministro del Lavoro Andrea Orlando interpellato all’uscita da Palazzo Chigi.

“Se è un assist a chi vorrebbe il salario minimo in Italia? E’ un assist per i lavoratori”, risponde Orlando.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in deciso rialzo (+1,65%)
Indice Ftse Mib a 24.565 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
06 giugno 2022
17:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari chiude in deciso ribasso.
L’indice Ftse Mib ha guadagnato l’1,65% a 24.565 punti.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa termina positiva, Francoforte +1,34%
Riapre Londra (+1%) dopo festività per la Regina
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
18:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di settimana positivo per le Borse europee.
Francoforte ha messo a segno un rialzo dell’1,34%, Parigi dello 0,98% spinte dalle riaperture a Pechino, a seguito dei lock down per covid, e poi sostenute da Wall Street.
Fuori dalla zona euro bene anche Londra (+1%) che ha riaperto dopo i festeggiamenti della scorsa settimana per i 70 anni di Regno di Elisabetta II.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund: si restringe nel finale a 208,7 punti
Rendimento del decennale italiano in leggero rialzo al 3,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
18:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread Btp Bund chiude in calo rispetto a venerdì quando era volato oltre i 212 punti base.
Il differenziale, che si era ristretto ancora di più (poco sopra 203) in avvio termina a 208,7 punti.
Cresce, seppur di poco, su quanto visto nell’ultima seduta della scorsa settimana, il rendimento del decennale italiano che arriva al 3,4%, sempre sui livelli di dicembre 2018.
Il Bund equivalente garantisce invece un rendimento dell’1,31%.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano bene intonata, brillano Iveco, Nexi e Bper
Rialzi del 3% per i titoli bancari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 giugno 2022
18:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari comincia col piede giusto la settimana e il Ftse Mib mette a segno un rialzo dell’1,65% in una seduta positiva su tutti i listini sostenuti dall’allentamento delle misure contro il covid decise da Pechino oltre che dall’ammorbidimento della stretta regolatoria cinese contro le società hi-tech.
Fattori che fanno potenzialmente da volano all’economia del gigante asiatico.
A Milano si sono messi in luce Iveco (+4,7%) e Nexi (+3,83%), oltre che i titoli bancari, aiutati anche dalle ipotesi di uno scudo Bce a difesa dei titoli di Stato del paesi periferici, che hanno fatto calare lo spread. Svetta Bper (+3,65%), pronta a presentare venerdì il nuovo piano dopo l’acquisto di Carige (+0,25%) , seguita da Intesa (+3,27%) e Banca Generali (+3,01%), quest’ultima grazie alla raccolta di maggio. Nel paniere principale terminano col segno meno solo Interpump (-1,11%), Leonardo (-0,53%) e Atlantia (+0,15%) .
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in lieve rialzo (+0,22%)
Cambi: yen sfonda quota 132 su dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
07 giugno 2022
02:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo inizia le contrattazioni in leggero aumento, in scia alla ripresa del mercato azionario Usa e con gli investitori che anticipano una graduale apertura del settore turismo in Giappone e l’introduzione di nuovi incentivi da parte del governo.

Il Nikkei avanza dello 0,22% a quota 27.977,53, con un guadagno di 61 punti.
Sul mercato delle valute lo yen si deprezza ulteriormente sul dollaro, raggiungendo il nuovo minimo in oltre 20 anni a 132,10, e sull’euro, a 141,20.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Hong Kong negativa, apre a -0,35%
Shanghai in rialzo dello 0,20%, Shenzhen sale dello 0,29%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
07 giugno 2022
04:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio negativo per la Borsa di Hong Kong: l’indice Hang Seng cede nelle prime battute lo 0,35%, scivolando a 21.577,48 punti.

L’indice Composite di Shanghai segna nelle prime battute un rialzo dello 0,20% a 3.242,89 punti, mentre quello di Shenzhen sale dello 0,29% a quota 2.079,57.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in lieve calo a 1,0674 dollari in avvio
Moneta unica in rialzo rispetto allo yen a 141,84
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
07:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’euro è in lieve calo questa mattina nel cambio con il dollaro.
La moneta unica viene scambiata a 1,0674 contro il biglietto verde, in flessione dello 0,21% rispetto alla chiusura di ieri.
Rialzo invece nei confronti dello yen a 141,84 (+0,55%).

Oro: prezzo spot stabile a 1.839 dollari l’oncia
Variazione minima di -0,08%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
08:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ sostanzialmente invariato il prezzo dell’oro sui mercati asiatici questa mattina.
Il metallo con consegna immediata è quotato 1.840 dollari l’oncia, con una variazione praticamente impercettibile di -0,08%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread tra Btp e Bund apre stabile a 208 punti
Il rendimento del decennale italiano al 3,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
08:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund apre stabile a 208 punti base, rispetto alla chiusura di ieri.
Il rendimento del decennale italiano è invariato al 3,41%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gas: avvio in calo, ad Amsterdam scende a 80 euro
Prezzo si porta a livelli del 22 febbraio scorso
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
08:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio in calo per il prezzo del gas, mentre prosegue la guerra in Ucraina.
Sulle quotazioni incide l’arrivo della stagione calda e il minor consumo per l’utilizzo domestico.

Ad Amsterdam il prezzo scende a 80 euro al Mwh, con una flessione del 2,8%, portandosi ai livelli del 22 febbraio scorso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia chiude in calo tra guerra in Ucraina e crisi chip
Tokyo (+0,1%), Hong Kong (-0,5%). Yen in calo sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
08:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse asiatiche chiudono in calo appesantite dall’andamento del comparto tecnologici con la crisi del microchip.
Sotto i riflettori resta la guerra in Ucraina e gli effetti sull’economia delle sanzioni alla Russia.
Sui mercati tiene banco il tema del balzo dell’inflazione con l’andamento dei prezzi delle materie prime, in particolare quelle energetiche.
Positiva Tokyo (+0,10%). Sul fronte valutario la divisa nipponica scende fino a 132,90 sul biglietto verde, livelli che non si vedevano da aprile 2002, e si deprezza sull’euro a 141,80. In flessione Hong Kong (-0,5%) e Shenzhen (-0,2%), Seul (-1,7%) e Mumbai (-1,2%). Positiva Shanghai (+0,1%).
Sul fronte macroeconomico diffusi dalla Germania gli ordini all’industria. In arrivo la produzione industriale della Spagna e l’indice Sentix sulla fiducia degli investitori dall’Eurozona.
Dagli Stati Uniti prevista la bilancia commerciale e la variazione settimanale delle scorte di petrolio (Api).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in calo (-0,49%)
Il primo indice Ftse Mib a 24.445 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 giugno 2022
09:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre in calo.
Il primo indice Ftse Mib cede lo 0,49% a 24.445 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in calo, si guarda a banche centrali
Francoforte (-0,58%), Parigi (-0,39%), Londra (+0,03%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
09:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee avviano la seduta in calo con le prese di profitto dopo la seduta positiva di ieri.
Gli investitori guardano alle prossime mosse delle banche centrali per contenere la corsa dell’inflazione.
Fari puntati anche sulle materie prime con il petrolio che sale e il gas in flessione.
Apertura in calo per Francoforte (-0,58%), Parigi (-0,39%), poco sopra la parità Londra (+0,03%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano prosegue in calo con Mediaset, bene Prysmian
Giù banche e utility. Spread Btp-Bund stabile a 208 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
09:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (-0,45%) prosegue in calo, in linea con gli altri listini del Vecchio continente.
A Piazza Affari male Mfe con le azioni B che cedono l’1,7%, dopo aver alzato il prezzo dell’offerta sulla controllata Mediaset Espana.
Lo spread tra Btp e Bund è stabile a 208 punti con il rendimento del decennale italiano che sfiora il 3,4%.
Andamento negativo per la farmaceutica con Diasorin (-1,5%) e Recordati (-1,8%). Male le banche con Bper (-1,6%), Banco Bpm (-1%), Intesa (-0,9%), Unicredit (-0,6%). In rosso le utility con il calo del prezzo del gas. Scendono A2a (-0,9%), Enel (-0,8%), Hera (-0,7%). Poco mossa l’energia con il prezzo del petrolio in rialzo. Eni (-0,06%), Saipem (-0,08%), Tenaris (-0,8%). In flessione anche Tim (-1,1%).
Pochi titoli in rialzo. Prysmian (+0,7%), Terna (+0,6%), Atlantia e Generali (+0,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat vede Pil al +2,8% nel 2022 ma elevati rischi al ribasso
Rallentamento a +1,9% nel 2023. Inflazione ancora in rialzo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
14:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Pil italiano è atteso continuare a crescere sia nel 2022 (+2,8%) sia nel 2023 (+1,9%), seppur in rallentamento rispetto al 2021.
Lo rileva l’Istat nel report ‘Le prospettive per l’economia italiana 2022-2023’.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Le prospettive per i prossimi mesi sono caratterizzate da elevati rischi al ribasso quali ulteriori incrementi nel sistema dei prezzi, una flessione del commercio internazionale e l’aumento dei tassi di interesse”, puntualizza l’Istat, aggiungendo che “anche le aspettative di famiglie e imprese potrebbero subire un significativo peggioramento”. La stima del Governo nel Def di aprile era per quest’anno di un Pil a +3,1%.
Sul fronte inflazione, “la crescita è attesa proseguire nei prossimi mesi per poi attenuarsi, anche se con tempi e intensità ancora incerti”, rileva l’Istituto di statistica, spiegando che nella media del 2022 il tasso di variazione del deflatore della spesa delle famiglie è previsto crescere (+5,8% da +1,7% nel 2021) mentre il deflatore del Pil segnerà un +3,4% (+0,5% nel 2021). “Nell’ipotesi che le pressioni al rialzo dei prezzi delle materie prime siano contenute e in presenza di una stabilizzazione del petrolio e del cambio, nel prossimo anno l’inflazione è attesa in parziale decelerazione”, aggiunge l’Istat.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa prosegue in calo, attesa per decisioni Bce
Petrolio in rialzo, giù il gas. Poco mosso l’euro sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
10:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee proseguono in calo con gli investitori che guardano alla prossima riunione della Bce ed in vista dell’inflazione Usa in arrivo in settimana.
Al centro dell’attenzione resta la guerra in Ucraina con l’impatto sull’economia delle sanzioni alla Russia.
Non si allenta la tensione sul petrolio mentre il gas scende a livelli del 22 febbraio scorso. Sul fronte valutario l’euro sul dollaro è poco mosso a 1,0692 a Londra.
L’indice d’area stoxx 600 cede lo 0,4%. In flessione Francoforte (-0,5%), dopo i dati in calo degli ordini all’industria, Parigi (-0,4%), Madrid (-0,2%), Londra (-0,03%).
Sui listini pesa il settore tecnologico (-0,8%) con le difficoltà per i semiconduttori. Male anche le Tlc (-0,8%) e le auto (-0,6%). Corre Mediaset Espana (+2,38%), dopo la decisione di Mfe di aumentare il prezzo dell’offerta sulla sua controllata.
Seduta in flessione per le utility (-0,2%), con il prezzo del gas in calo. Ad Amsterdam scende a 80,17 euro al Mwh (-2,89%), e a Londra a 145 penny al Mmbtu (-3,2%). Tiene l’energia (+0,1%), con il petrolio Wti che sale a 119,38 dollari al barile (+0,8%) e il Brent a 120,31 dollari (+0,69%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Salario minimo: Patuanelli, approvarlo in questa legislatura
‘Appello M5s inascoltato da 9 anni’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
10:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“A questo Paese serve un salario minimo, che deve essere approvato in questa legislatura.
Il MoVimento 5 Stelle lo chiede ormai da 9 anni, un appello rimasto inascoltato da quasi tutte le altre forze politiche, che nel corso di questi anni hanno ostacolato questa fondamentale riforma di civiltà”.
Così il ministro delle Politiche agricole ed esponente 5S su Fb sottolineando che “solo oggi, dopo la pubblicazione degli scandalosi dati Ocse, l’arco politico italiano sembra essersi svegliato sul tema” e “la direttiva europea rappresenta una rivoluzione per tutti quei Paesi che ancora oggi, assurdamente, non lo hanno ancora introdotto”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Consumi: 4 italiani su 10 li ridurranno a causa della guerra
Legacoop-Ipsos
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
10:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quasi 4 italiani su 10 ridurranno i loro consumi a causa della guerra in Ucraina, mentre la quasi totalità (il 95%) è convinto che il conflitto porterà a delle ripercussioni sulla nostra economia.
Rispetto a febbraio, però, cresce dal 42% al 48% la percentuale di chi crede che le conseguenze possano essere contenute, a fronte di chi paventa strascichi molto pesanti (il 47%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La preoccupazione è più alta tra i ceti popolari (52%). È quanto emerge dal report “FragilItalia”, elaborato da Area studi Legacoop e Ipsos.
Secondo il report, il 38% (in aumento di 6 punti) pensa che perderà parte del suo potere di acquisto, ma l’ansia sale soprattutto per l’aumento generalizzato dei prezzi (68%, 2 punti in più rispetto a febbraio), per l’esplosione dell’inflazione e per l’aumento dei prezzi di pasta, pane, farine (entrambe al 42%, con 6 punti in più). Per quanto riguarda le forniture di gas, invece, la paura che possano essere ridotte scende di 17 punti rispetto a febbraio, attestandosi al 39%.
“In un paese già affetto da un’enorme questione salariale – commenta Mauro Lusetti, presidente di Legacoop-, la fiammata del carovita erode i risparmi, amplia le diseguaglianze e semina inquietudine. Occorre salvaguardare il potere d’acquisto degli italiani. Servono misure tempestive per affrontare l’emergenza prezzi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano peggiora con le banche e Tim, scivola Mediaset
In controtendenza Leonardo. Spread Btp-Bund scende a 204 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
12:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (-0,9%) rallenta rispetto all’avvio di seduta, appesantita dalle banche.
A Piazza Affari scivola Mfe con azioni di tipo B (-3,9%), dopo aver alzato il prezzo dell’offerta sulla controllata Mediaset Espana.

Lo spread tra Btp e Bund si restringe a 204 punti, con il rendimento del decennale italiano che scende al 3,32%.
In fondo al listino principale Nexi (-2,2%) e Tim (-2,3%).
Male anche Intesa (-1,8%), Banco Bpm, Bper e Mps (-1,3%), Unicredit (-1,1%). Vendite anche sulle utility con il calo del prezzo del gas. In flessione Enel (-1,2%), A2a (-1%), Hera (-0,9%).
Andamento negativo per il comparto dell’automotive dove sono in calo Stellantis (-0,9%), Cnh (-0,2%), Pirelli (-0,6%). In controtendenza rispetto al listino si muove Leonardo (+1,1%).
Poco mosse Atlantia e Carige.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercato delle case nel primo trimestre +12%, vola Milano
I dati dell’Agenzia delle Entrate. In crescita anche il comparto terziario e il settore produttivo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
13:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Segno positivo, nel primo trimestre 2022, per le compravendite immobiliari.
Superano quota 181mila le abitazioni acquistate nei primi tre mesi dell’anno, in rialzo del 12% rispetto allo stesso periodo del 2021.
In crescita anche gli scambi del comparto terziario-commerciale (+14,5%) e soprattutto del settore produttivo (+23,6%). Sono i dati contenuti nell’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate.
Milano è la città con il tasso di crescita più marcato per il mercato delle abitazioni (+36% rispetto al primo trimestre del 2021). Roma è la città con il maggior volume di compravendite, oltre 9 mila (+6,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzi guerra: petrolio e gas in netta flessione
In calo anche il grano dopo accordo per sbloccare crisi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
12:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo del petrolio e quello di gas restano sotto i riflettori degli analisti dei consumatori mentre prosegue la guerra in Ucraina da parte della Russia.

Dopo un avvio in rialzo le quotazioni del greggio hanno invertito la rotta.
Il Wti scende a 118 dollari al barile (-0,2%). In calo anche il Brent che scende sotto i 120 dollari (119 dollari) con una flessione dello 0,3%. Con l’arrivo delle temperature calde è in calo anche il prezzo del gas. Ad Amsterdam le quotazioni scendono sotto gli 80 euro (79,97 euro) al Mwh, portandosi a livelli del 22 febbraio scorso.
In calo anche il prezzo del grano dopo l’accordo di massima, limitato per ora al porto di Odessa, raggiunto da Mosca e Kiev, con la mediazione turca, per scongiurare la crisi mondiale. Il grano duro si attesta a 1.163 dollari per unità contrattuale da 5mila staia (-0,6%), quello tenero si attesta a 1.083 dollari (-0,8%). Il prezzo dell’oro si attesta a 1.846 dollari l’oncia (-0,34%) e quello dell’argento a 21,99 dollari (-1,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pnrr: 480 mln per internet ultraveloce a scuole e ospedali
Colao, raggiunti 4 miliardi finanziamenti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
12:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si è conclusa l’assegnazione di 480 milioni di euro per portare Internet ultraveloce a circa 10mila scuole e oltre 12mila strutture sanitarie in tutto il Paese.
Lo rende noto il ministro per l’Innovazione tecnologica e la transizione digitale, Vittorio Colao, rilevando che “grazie a questi interventi garantiremo la connettività a banda ultra larga alle scuole, agli ospedali e agli ambulatori in tutta Italia.
Con i fondi appena assegnati, arriviamo a quota 4 miliardi di finanziamenti già destinati dal Governo per avere, entro il 2026, un Paese perfettamente connesso ai migliori livelli europei, anche nelle cosiddette aree a fallimento di mercato”.
I fondi, previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, sono stati assegnati agli operatori vincitori dei bandi di gara “Scuole connesse” e “Sanità connessa” che dovranno completare le attività di infrastrutturazione entro giugno 2026 ed avviare l’erogazione dei servizi di connettività.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Assolavoro, assemblea su nuove sfide del lavoro l’8 giugno
Presentata una ricerca Ipsos.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
15:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A 25 anni dall’introduzione della Legge Treu, Assolavoro fa un bilancio dell’attività delle agenzie del lavoro e sulle prospettive del Pnrr nell’Assemblea pubblica “Cambia il mondo, cambia il lavoro.
Le nuove sfide tra inclusione e innovazione”, l’8 giugno a Roma.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Nel corso dei lavori verrà presentata la ricerca realizzata da Ipsos su come cambia il lavoro e sarà illustrato l’impegno del sistema delle Agenzie al fianco dell’Organizzazione delle Nazioni Unite Unhcr per favorire l’integrazione e l’inserimento occupazionale dei rifugiati in Italia grazie alld risorse per 45 milioni di euro previste da un accordo tra Assolavoro e Sindacati.
Con il presidente di Assolavoro, Alessandro Ramazza, parteciperanno all’evento la presidente della World Employment Confederation, Bettina Schaller Bossert, la Rappresentante per l’Italia, la Santa Sede e San Marino dell’Unhcr, Chiara Cardoletti, il presidente del Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro, Tiziano Treu, e l’amministratore delegato di Ipsos, Nando Pagnoncelli.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Accordo Ue sul caricabatterie universale
Entro dicembre 2024 porta USB-C per tutti i dispositivi mobili
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
07 giugno 2022
12:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le istituzioni europee hanno raggiunto l’accordo politico per l’introduzione di un caricabatterie universale per tutti i telefoni cellulari, tablet e fotocamere digitali.
Lo annuncia la commissione per il Mercato interno del Parlamento europeo annunciando che entro l’autunno 2024, l’USB-C diventerà la porta di ricarica comune per tutti i dispositivi mobili in Ue.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

La direttiva prevede di utilizzare un punto di ricarica comune USB-C per tutti i dispositivi mobili e di rendere i protocolli software di ricarica interoperabili tra marchi.
Nell’ottica di ridurre i rifiuti elettronici, stop anche alla vendita di caricabatterie nuovi per ogni dispositivo: i consumatori avranno la possibilità di usare i loro vecchi cavi.
La direttiva prevede che telefoni cellulari, tablet, e-reader, auricolari, fotocamere digitali, cuffie e auricolari, console per videogiochi portatili e altoparlanti portatili ricaricabili tramite cavo cablato dovranno essere dotati di una porta USB-C, indipendentemente dal produttore. Anche i laptop dovranno essere adeguati ai requisiti entro 40 mesi dall’entrata in vigore. il Parlamento europeo, che stima che “i caricatori smaltiti e non utilizzati rappresentino circa 11mila tonnellate di rifiuti elettronici all’anno”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
2.600 assunzioni in più negli atenei con piani straordinari
Dal 2023 a regime, 300 milioni l’anno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
12:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
È stato pubblicato, dopo la registrazione della Corte dei conti, il decreto del ministro dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa, contenente i piani straordinari di reclutamento del personale universitario per gli anni 2022-2026.
Grazie al primo piano straordinario (2022-2023 ma a regime dal 2023), che prevede 300 milioni di euro annui, si potranno assumere almeno 2.600 persone in più.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il decreto indica i criteri di riparto delle risorse aggiuntive al Fondo per il finanziamento ordinario delle università (FFO) previste dalla legge di bilancio per il 2022 e specificamente destinate alle assunzioni oltre il turn over.
Sono finanziati 4 piani straordinari, il primo dei quali, a regime dal 2023, conta su 300 milioni di euro annui (cui si aggiungono 75 milioni destinati al costo dell’ultimo trimestre di quest’anno). Gli altri piani straordinari ammontano a 340 milioni dal 2024, 50 milioni dal 2025 e ulteriori 50 milioni a decorrere dal 2026. Sono risorse destinate all’assunzione di professori universitari, di ricercatori, di personale tecnico-amministrativo delle università con l’obiettivo di migliorare, per raggiungere gli standard europei, il rapporto tra numero di studenti e personale docente e non docente, con particolare attenzione alle aree scientifiche e tecnologiche (Stem).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa rallenta con tlc e auto, Milano -1,1%
A Piazza Affari giù le banche. Euro in calo sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
12:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee rallentano con gli investitori che guardano alle prossime mosse delle banche centrali per contrastare il balzo dell’inflazione.
Fari puntati anche sul prezzo delle materie prime, in particolare quelle energetiche con il gas e petrolio in calo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sul fronte valutario l’euro è in flessione sul dollaro a 1,0680 a Londra.
L’indice d’area stoxx 600 cede lo 0,6%. In rosso Francoforte e Milano (-1%), Parigi (-0,9%), Londra e Madrid (-0,1%).
Andamento negativo per il comparto tecnologico (-1,6%), con la crisi dei semiconduttori. Male anche le auto (1,1%) e le tlc(-1%). Con il calo del prezzo del gas scendono le utility (-0,5%). Ad Amsterdam il prezzo del gas risale a 81 euro al Mwh, dopo aver toccato un minimo di giornata a 79,97 euro.
Andamento positivo per il comparto azionario dell’energia (+0,3%), con il prezzo del petrolio Wti che scende a 118 dollari al barile e il Brent a 119 dollari.
A Piazza Affari soffre Mfe con le azioni B in calo del 2,3%, dopo il rilancio del prezzo per l’offerta sulla controllata spagnola. Male anche Tim (-2,2%) e Nexi (-2%). In flessione le banche con Bper (-1,9%), Intesa e Banco Bpm (-1,8%) e Unicredit (-1,2%). Nel listino principale marcia stabilmente in positivo Leonardo (+1,7%). Poco mossa Atlantia (+0,04%). Lo spread tra Btp e Bund si attesta a 205 punti, con il rendimento del decennale italiano al 3,35%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Benzina: sale prezzo settimanale, self a oltre 1,940 euro
Gasolio supera 1,851 euro a litro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
13:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Salgono i prezzi settimanali dei carburanti con la benzina che in modalità self raggiunge 1.940,54, circa 5 centesimi in più (+2,92%) rispetto alla settimana precedente, secondo le rilevazioni del Mite al 6 giugno.

In netto rialzo anche il gasolio che, sempre al self, si attesta a 1.851,52 euro al litro, di oltre 3 centesimi (+2,14%).

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vaticano istituisce il Comitato degli investimenti
La Presidenza affidata al cardinale Farrell
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
CITTÀ DEL VATICANO
07 giugno 2022
13:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Vaticano ha istituito il comitato per gli Investimenti, come previsto dalla nuova Costituzione apostolica sulla riforma della Curia, la ‘Praedicate Evangelium’, voluta da papa Francesco ed entrata in vigore il 5 giugno.
Presidente del comitato, i cui membri resteranno in carica per 5 anni, è il il cardinale Kevin Joseph Farrell, Prefetto del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita.
L’organismo è chiamato a garantire la natura etica degli investimenti mobiliari della Santa Sede in conformità con la dottrina sociale della Chiesa. I membri del comitato, come annunciato da una nota della sala stampa della Santa Sede, sono Jean Pierre Casey, fondatore e amministratore delegato di RegHedge (Gran Bretagna), Giovanni Christian Michael Gay, direttore gestionale dell’Union Investment Privatfonds GmbH (Germania), David Harris, portfolio manager di Skagen Funds (Norvegia) e John J. Zona, responsabile degli investimenti del Boston College (Stati Uniti).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Scalo Fiumicino torna a oltre 100mila passeggeri in un giorno
Prima volta dopo 2 anni da inizio emergenza Covid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
13:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Domenica scorsa l’aeroporto di Fiumicino ha superato, per la prima volta dopo due anni dall’inizio della fase di emergenza per la pandemia, le 100mila presenze giornaliere tra arrivi e partenze.
Lo fa sapere a Fiumicino Ivan Bassato, Chief Aviation Officer di Adr.
“Il traffico è in ripresa. E’ un lavoro di collaborazione e pianificazione, con il coinvolgimento delle compagnie e di tutti i fornitori di servizi – aggiunge Bassato- e nelle prossime settimane ci saranno altri nuovi collegamenti aerei che riprenderanno, così come avvenuto tra ieri e oggi con la riattivazione dei voli diretti per Buenos Aires e Singapore di Aerolineas Argentinas e Singapore Airlines”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in calo a New York a 118,27 dollari
Quotazioni perdono lo 0,28%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
07 giugno 2022
15:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio è in calo a New York, dove le quotazioni perdono lo 0,28% a 118,27 dollari al barile.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bilancio Ue: quasi 300 mld nel 2023, 103,5 mld per ripresa
Nuove proposte su impatto Ucraina nel corso dell’anno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
07 giugno 2022
15:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione europea ha proposto per il 2023 un bilancio annuale comune di 185,6 miliardi di euro, a cui si aggiungono sovvenzioni per 113,9 miliardi del NextGenerationEu.

Il budget è pensato per rispondere alle esigenze di ripresa degli Stati membri e dei suoi partner nel mondo, viene spiegato, mentre proposte aggiuntive per finanziare le esigenze derivanti dalla guerra in Ucraina verranno poi presentate nel corso dell’anno sulla base di una valutazione più precisa dell’impatto.
Tra le sovvenzioni dal NextGenerationEu, 103,5 miliardi sosterranno la ripresa economica dopo la pandemia e affrontaranno le sfide poste dalla guerra.

Borsa: Wall Street apre negativa, Dj -0,76%, Nasdaq -1,13%
S 500 perde lo 0,85%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
07 giugno 2022
15:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre negativa.
Il Dow Jones perde lo 0,76% a 32.677,69 punti, il Nasdaq cede l’1,13% a 11.926,63 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,85% a 4.084,25 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa conferma rosso con Wall Street, Milano -1,1%
In calo il petrolio e il gas, lo spread scende e naviga a 202
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
15:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee confermano il rosso con l’avvio di Wall Street in negativo mentre la Banca Mondiale avverte che la crescita globale frena e i rischi di stagflazione aumentano.
Sui mercati resta l’attesa per i verbali della Bce di giovedì e, il giorno dopo, per l’inflazione Usa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

L’indice d’area del Vecchio Continente, lo stoxx 600, cede quasi un punto percentuale con i titoli legati al servizi al consumo, automotive e tecnologici sotto vendita. Tiene, invece, l’energia con il petrolio (wti -0,3% a 118 dollari al barile, brent 0,31% a 119 dollari) e gas (-0,79% a 81,9 euro al megawatt) in calo.
Scende anche lo spread tra Btp e Bund che, dopo un avvio a 208 punti, si muove nell’area dei 202 punti con il rendimento del decennale italiano al 3,31%.
Tra le singole Piazze Francoforte perde l’1,06%, Parigi l’1,09%.
Contiene le perdite invece Londra (-0,22%). Milano è in linea con il resto dei listini e cede l’1,1% con il Ftse Mib che resta ampiamente sopra i 24mila punti (24.264). Tra i peggiori Iveco (-2,97%), Tim (-2,77%), Nexi (-2,41%) così come Banca Generali (-2,4%), Intesa (-2,22%) .Slancio invece per Leonardo (+2,41%) .
Sul fronte dei cambi l’euro si conferma debole a 1,066 sul dollaro. Il rublo è stabile, tanto sul biglietto verde con cui scambia a 61,4, quanto sulla moneta unica con cui passa di mano a 65,7 per unità. La Borsa di Mosca con il Moex naviga sulla parità (+0,12%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avio: nasce motore green, primo a ossigeno e metano liquidi
Progetto da 50-60 milioni, M10 nato a Torino ha superato test
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
07 giugno 2022
15:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nasce a Torino il motore green di Avio, primo in Europa con alimentazione a ossigeno e metano liquidi.
Il nuovo motore M10 – presentato in un incontro con il Distretto Aerospaziale del Piemonte – è parte dello sviluppo del lanciatore Vega E, progetto coordinato dall’Esa (European Space Agency) e finalizzato a qualificare la versione successiva a Vega il cui lancio è previsto nel 2026.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il progetto, che ha superato già i primi due test nel nuovo impianto di Avio in Sardegna, ha un valore tra i 50 e i 60 milioni di euro tra fondi Avio per i test, contributo della Regione Piemonte per la ricerca e sostegno delle Agenzie,. A Torino ci lavora una ventina di persone, ma il numero potrebbe aumentare.
Il progetto, iniziato alcuni anni fa grazie alla cooperazione tra Avio e l’Agenzia Spaziale Italiana, è stato sviluppato in ambito Esa e sostenuto dal governo. In Piemonte sono stati progettati e realizzati 3 componenti principali del motore: le 2 turbopompe, una a ossigeno liquido e l’altra a metano liquido e una delle valvole di regolazione: elementi costituiti da dieci parti meccaniche di precisione. Le parti restanti del motore sono realizzate negli impianti Avio di Colleferro (Roma).
“Abbiamo lavorato in grande sintonia con i colleghi di Colleferro collaborando con le eccellenze tecnologiche del Piemonte, con il Distretto Aerospaziale di Torino e con il Politecnico di Torino. Un lavoro di squadra che ha prodotto un risultato straordinario” sottolinea Christophe Dumaz, responsabile del Programma Vega E. “Il Distretto Aerospaziale Piemonte segue con attenzione l’evolversi del progetto e la significativa ricaduta economica e di occupazione per il territorio” aggiunge il presidente Fulvia Quagliotti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Usa: si amplia gap, Ceo guadagnano 670 volte un dipendente
In aumento rispetto alle 640 volte del 2020
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
07 giugno 2022
15:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gap salariale fra gli amministratori delegati delle società americane e i loro dipendenti è schizzato nel 2021.
Secondo uno studio dell’Institute for Policy Studies, un amministratore delegato guadagna in media 670 volte in più di un suo dipendente, in aumento rispetto alle 640 volte del 2020.
Lo studio rileva che il compenso di un ceo è in media di 10,6 milioni mentre quello di un lavoratore è di 23.968 dollari.
Lo studio arriva mentre cresce il coro di voci negli Usa per la formazione di sindacati nelle aziende, come ad esempio Amazon e Starbucks.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banca Mondiale, pil mondo frena, sale rischio stagflazione
Crescita globale +2,9% dal 5,7% del 2021
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
07 giugno 2022
16:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La crescita mondiale frena e i rischi di stagflazione aumentano fra i danni causati dal Covid e l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia.
Lo afferma la Banca Mondiale, sottolineando che l’economia globale sta entrando in un periodo di protratta debolezza della crescita e di elevata inflazione.

Dopo il +5,7% del 2021, il pil del mondo è atteso crescere quest’anno del 2,9%, decisamente meno del 4,1% previsto in gennaio. “Per molti Paesi la recessione sarà difficile da evitare”, osserva il presidente della Banca Mondiale David Malpass, precisando che è urgente evitare restrizioni agli scambi commerciali.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Yellen, in Usa livelli inaccettabili di inflazione
Allentare pressioni su prezzi senza mettere a rischio l’economia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
07 giugno 2022
16:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli Stati Uniti si trovano davanti a “livelli inaccettabili di inflazione”.
Lo afferma il segretario al Tesoro americano, Janet Yellen.

“Abbiamo delle sfide macroeconomiche fra le quali livelli inaccettabili di inflazione, i venti contrari associati agli effetti della pandemia sulle catene di approvvigionamento e quelli della guerra in Ucraina”, spiega Yellen osservando come un’appropriata postura di bilancio è necessaria per allentare le pressioni sui prezzi senza mettere a rischio l’economia.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa dimezza calo nel finale, spread sotto 201 punti
Gas si conferma a 80 euro,brent risale e oltrepassa 120 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
16:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee dimezzano, per buona parte, la flessione nel finale di seduta.
Francoforte cede lo 0,55%, Parigi lo 0,6%, Londra gira sulla parità mentre Milano registra un calo dello 0,84% (Ftse Mib a 24.359 punti) sostenuta dalla buona intonazione di Leonardo (+2,85%) a cui si aggiunge il rialzo più contenuto di Tenaris (+0,79%).
Sempre sotto pressione Tim che lascia sul terreno il 2,5%.
Lo spread tra Btp e Bund scende ancora. Il differenziale è sotto i 201 punti con il rendimento del decennale italiano al 3,28%. Il gas cede il 2,34% ed è 80,2 euro al megawatt. Risale invece il petrolio: il Wti è a un passo dai 120 dollari (+1,1%), soglia che ha ampiamente superato il brent (120,8 dollari, +1,34%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Estate: Touring Club, 79% in vacanza, luglio mese preferito
L’Italia scelta dal 73%, ma ripartono i viaggi all’estero
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
17:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Estate 2022 sempre più all’insegna della normalità.
Secondo l’indagine del Centro Studi del Touring Club Italiano sui programmi di viaggio della community il 79% afferma che farà “sicuramente” un viaggio (era il 71% nel 2021) mentre un altro 16% lo farà “probabilmente” (era il 20% lo scorso anno).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chi ha già scelto di restare “certamente” a casa è una quota molto bassa (1% contro il 3% del 2021) mentre il 3% ha risposto “probabilmente no” (era il 6% lo scorso anno). Nel complesso, dunque, il 95% ha un atteggiamento positivo nei confronti dell’estate.
Nell’estate 2022 continua ancora il trend impostosi con la pandemia: il 73% (era il 91% nel 2021) sceglierà una destinazione domestica e chi andrà all’estero (27%) sceglierà soprattutto i viaggi in Europa (23%) mentre sono ancora residuali gli spostamenti di più lungo raggio. La regione preferita dalla community Touring è il Trentino-Alto Adige, seguita da Sardegna, Toscana e Puglia. Il mare resta irrinunciabile in estate (47%, in calo rispetto al 2021 ma ancora con percentuali al di sopra rispetto al periodo pre-Covid), si registra una diminuzione della montagna (20%, in calo rispetto all’anno scorso ma ancora oltre i livelli 2019).
Si segnala una ripresa decisa del turismo urbano (14% rispetto al 9% del 2021 ma ancora lontano dai dati del 2019 quando aveva raggiunto il 23%) mentre continua l’andamento positivo del turismo rurale e dei borghi (9%, in crescita rispetto agli anni precedenti).
Per quanto riguarda il periodo delle partenze, permane tuttora l’inversione della classica stagionalità estiva: ci si concentrerà, infatti, perlopiù in luglio (31% rispetto al 36% del 2021 e al 30% del 2019) e in seconda battuta in agosto (27% rispetto al 32% del 2021 e al 36% del 2019). Da sottolineare il fatto che aumenta la quota di chi sceglie le stagioni di spalla, forse per contenere le spese vista la difficile situazione di contesto: giugno (19%) registra infatti una spiccata crescita rispetto agli anni precedenti così come settembre (16%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fondazioni: Acri, eletto nuovo comitato esecutivo
Per triennio 2022-2024. Confermati i vicepresidenti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
17:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Consiglio di Acri – Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa, ha eletto all’unanimità i membri del nuovo Comitato esecutivo dell’Associazione per il triennio 2022-2024.
Lo si legge in una nota secondo cui sono stati confermati i vicepresidenti: Paolo Cavicchioli, presidente Fondazione di Modena (delega ai rapporti con le Consulte e le Associazione regionali di Fondazioni); Giuseppe Morandini, presidente Fondazione Friuli (delega ai rapporti istituzionali), Luigi Salvadori, presidente Fondazione CR Firenze (delega agli affari europei); Gerhard Brandstätter, presidente della Cassa di Risparmio di Bolzano, eletto dal Comitato delle Società bancarie in rappresentanza delle Casse di Risparmio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Il nuovo Comitato esecutivo di Acri è composto da: Francesco Profumo (presidente), Presidente Fondazione Compagnia San Paolo, Paolo Cavicchioli Presidente Fondazione di Modena, Giuseppe Morandini Presidente Fondazione Friuli, Luigi Salvadori Presidente Fondazione CR Firenze, Gerhard Brandstätter Presidente Cassa di Risparmio di Bolzano, Cristina Colaiacovo Presidente Fondazione Perugia, Giovanni Fosti Presidente Fondazione Cariplo, Gilberto Muraro Presidente Fondazione Cariparo, Ezio Raviola Presidente Fondazione CRC – Cuneo, Giacomo Spissu Presidente Fondazione di Sardegna.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in calo dello 0,81%
Ftse Mib a 24.366 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 giugno 2022
17:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano chiude in calo.

Il Ftse Mib cede lo 0,81% a 24.366 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in negativo, Parigi -0,74%
Londra -0,14%, Francoforte -0,67%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
17:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee chiudono in flessione.
Francoforte cede lo 0,67% con il Dax a 14.555 punti.

Parigi registra un -0,74% con il Cac 40 a 6.500 punti. Londra è la migliore con un -0,14% il Ftse 100 a 7.597 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mps verso aumento da 2,5 miliardi, si stringe sul consorzio
Accanto a Siena Bofa, Jp Morgan, Credit Suisse e Mediobanca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
18:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dovrebbe attestarsi attorno ai 2,5 miliardi di euro l’aumento di capitale che Mps annuncerà al mercato il prossimo 23 giugno, in occasione della presentazione del piano industriale che il nuovo amministratore delegato, Luigi Lovaglio, sta ultimando.
In fase di definizione, anche il consorzio di garanzia che dovrà assicurare la buona riuscita della ricapitalizzazione, che verrà sottoscritta per la sua quota dal Tesoro.
Per la firma del pre-underwriting agreement sarebbero in pole position Bofa, Credit Suisse, Jp Morgan e Mediobanca.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund chiude in calo a 199 punti
In ribasso anche rendimento del decennale italiano al 3,27%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
18:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund chiude a 199,1 punti, sotto la soglia dei 200 punti, in deciso calo rispetto ai 208 della chiusura di ieri e dell’avvio di oggi.
In netto ribasso anche il rendimento del decennale italiano, che cede 12,5 punti al 3,278%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gas: chiude in calo ad Amsterdam sotto gli 80 euro
Prezzo scende del 3,57%. A Londra del 9,54%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
18:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta in calo per il gas.
Ad Amsterdam il prezzo scende del 3,57% a 79,61 euro al megawatt.
A Londra la flessione è del 9,54% a 136,3 penny al Mmbtu, l’unità termica britannica.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con Parco Nivea nuova vita per giardino Pippa Bacca a Milano
Aree verdi rigenerate e un’ area giochi rinnovata
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 giugno 2022
18:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A Milano un’ area verde pubblica di oltre 2.700 metri quadrati sarà rigenerata con nuove piante e con un’area giochi rinnovata con arredi ecosostenibili, con l’obiettivo di migliorare la qualità dell’aria, mitigare il clima e incrementare la biodiversità.
Questo grazie all’iniziativa Parco Nivea che prevede la riqualificazione e il sostegno del giardino milanese ‘Pippa Bacca’: l’oasi green WWF in via Tommaso Da Cazzaniga a due passi da Brera.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

La riqualificazione dell’oasi, sostenuta da WWF e Comune di Milano è progettata con il supporto di Green City Italia. “Parco Nivea, che mira a restituire alla città un nuovo spazio completamente riqualificato, pensato per essere vissuto da tutti, a partire dalle famiglie – ha sottolineato Andrea Mondoni, General Manager Southern Europe di Beiersdorf -, contribuisce a consolidare la nostra missione per il clima e a rafforzare il nostro impegno nella promozione di comportamenti sostenibili e responsabili per un impatto sul pianeta sempre più positivo”. La riqualificazione del giardino ‘Pippa Bacca’ sarà caratterizzata dalla rigenerazione delle aree verdi di oltre 2.700 metri quadrati del giardino comunale, che sarà rivitalizzato e implementato da numerose specie arbustive ed erbacee dalle funzioni assorbenti in grado di fissare la CO2 e trattenere le principali sostanze chimiche inquinanti presenti nell’aria. Il giardino verrà poi arricchito da un’area giochi completamente rinnovata e da arredi urbani costruiti in materiali ecosostenibili per favorire occasioni di socialità e condivisione.
“Il giardino, che confina con la Casa degli Artisti, avrà a breve un nuovo aspetto, un’area giochi rinnovata e sempre più diventerà un luogo del quartiere e dei suoi abitanti oltre che del ricordo dell’artista Pippa Bacca tragicamente scomparsa nel 2008″, ha sottolineato l’assessore al Verde e Ambiente del Comune di Milano, Elena Grandi. I giardini intitolati all’artista Pippa Bacca ospitano la sede del WWF Lombardia.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in calo con Europa, giù Tim e finanziari
In luce Leonardo, soffre Mfe ma bene Espana. Spread sotto 200
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2022
18:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta in calo per la Borsa di Milano, così come per il resto dei listini europei che guardano ai verbali della Bce giovedì e, il giorno dopo, all’inflazione negli Stati Uniti.
Da registrare la discesa dello spread, finito sotto la soglia dei 200 punti a 199,1 punti.

Sul Ftse Mib (-0,81% a 24.366 punti) è sotto vendita Tim (-3,11%), mentre l’Agcom ha indicato la necessità di un nuova valutazione dopo che il gruppo ha modificato la proposta sui co-investimenti nella fibra. In flessione diffusa i finanziari, con Banca Generali che lascia sul terreno il 2,09%, Bper il 2,43%. Controcorrente invece Leonardo che guadagna il 3,28%. Al di fuori del paniere principale soffre Mfe (-2,75% a 0,51 euro le azioni categoria A e -2,1% a 0,74 euro la categoria B) dopo che ha rivisto al rialzo l’offerta per la controllata spagnola, Mediaset Espana (+2,05% a 4,18 euro).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Accordo in Ue su direttiva per quote rosa in Cda aziende
Via libera del trilogo al testo ‘women on boards’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
STRASBURGO
07 giugno 2022
20:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa nel trilogo tra Parlamento, Consiglio e Commissione Ue sulla nuova direttiva ‘women on boards” sull’equilibrio di genere.
Il testo stabilisce infatti delle quote rosa nei Cda delle aziende europee.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ceo Usa sempre più Paperoni, si amplia il gap con i dipendenti
‘Compensi drogati, guadagnano in media 670 volte di più’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
08 giugno 2022
11:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gap salariale fra gli amministratori delegati delle aziende americane e i loro dipendenti si amplia: in media i primi guadagnano 670 volte in più dei secondi, e in alcuni casi addirittura 1.000 volte di più.
Nel 2020 il rapporto era ‘solo’ di 604 a 1.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

A fare i conti è l’Institute for Policy Studies, secondo il quale nel 2021 i compensi dei Ceo sono aumentati di 2,5 milioni di dollari, attestandosi su una media di 10,6 milioni. I salari dei lavoratori hanno invece segnato un aumento di 3.556 dollari a 23.968 dollari l’anno. Cifre che fotografano una realtà fatta di disuguaglianze crescenti, in cui gli ultraricchi che rappresentano l’1% della popolazione sono sempre più staccati dal restante 99% alle prese con un’inflazione che galoppa e con la quale non riesce a tenere il passo.
I tre amministratori delegati più pagati nel campione di aziende esaminato nello studio sono Andy Jassy di Amazon, Fabrizio Freda di Estee Lauder e Jay Snowden di Penn National Gaming. A Jassy è stato riconosciuto lo scorso anno un compenso di 212,7 milioni, ovvero 6.747 volte i 32.855 dollari che un dipendente medio di Amazon porta a casa. Freda invece ha visto crescere del 258% il suo compenso nel 2021 a 66 milioni, circa 1.965 volte un lavoratore di Estee Lauder. Snowden con i suoi 65,9 milioni ha guadagnato 1.942 volte in più un suo dipendente.
L’aumento del gap salariale è legato in parte al riacquisto di azioni proprie da parte delle aziende quotate. Nel 2021 ai piani di buyback sono stati destinati miliardi di dollari che, se spesi sui dipendenti, ne avrebbero in alcuni casi fatto raddoppiare i salari. Lowes, azienda che opera nella vendita al dettaglio di materiale per la casa, ad esempio ha riacquistato suoi titoli per 13 miliardi: se li avesse distribuiti fra i suoi 325.000 dipendenti avrebbe regalato loro un aumento da 40.000 dollari. Ma mentre i vertici spendevano nei buyback, una delle strade per gonfiare i compensi dei super manager, gli stipendi dei lavoratori venivano ridotti del 7,6% a 22.697 dollari.  Gli americani contribuiscono indirettamente, tramite il pagamento delle tasse, ad alimentare il gap. Delle 106 società esaminate dall’Institute for Policy Studies, il 40% ha ricevuto fondi da contratti con il governo federale per un totale di 37,2 miliardi. Queste imprese hanno un rapporto di 571 a 1 per i compensi dei loro top manager e dei loro dipendenti.
La fotografia scattata dallo studio, destinata ad alimentare il dibattito sulle disparità e stuzzicare la voglia di sindacato fra i lavoratori, suggerisce anche delle soluzioni per Joe Biden. Si va dai paletti per i contratti federali dove i gap salariali sono troppo ampi a tasse più alte, passando per limiti ai buyback. Strade popolari fra i democratici progressisti ma che, a pochi mesi alle elezioni di metà mandato, appaiono difficili da percorrere.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in rialzo (+0,73%)
Nikkei consolida guadagni su yen debole
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
08 giugno 2022
02:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo apre la seduta col segno più, seguendo il consolidamento degli indici azionari Usa e trainata dalla debolezza dello yen che spinge gli acquisti sul comparto maggiormente dipendente dalla sostenibilità dell’export.

Il Nikkei segna un rialzo dello 0,73% a quota 28.146,98, con un guadagno di oltre 200 punti.
Sul mercato dei cambi la divisa nipponica continua la fase di svalutazione sul biglietto verde, a 132,80, e sull’euro, a 142,10.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: prosegue rialzo, Wti a 120,1 dollari al barile
Brent risale a 121,1. Continua effetto ripresa Cina
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
08:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Continua l’effetto ripresa Cina sui prezzi del petrolio ancora in rialzo con il greggio Wti che sale di nuovo sopra i 120 dollari al barile a 120,12 dollari, lo 0,59% in più rispetto ai valori di ieri sera a New York.
In salita anche il Brente che supera i 121 dollari a 121,1 dollari al barile (+0,45%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: quotazioni in lieve rialzo a 1.849,6 dollari l’oncia
Guadagna lo 0,15% sui mercati asiatici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
08:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro in lieve rialzo sui mercati asiatici con il lingotto con consegna immediata che passa di mano a 1.849,6 dollari l’oncia, in aumento dello 0,15%.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio, Italia partecipa a sforzi Onu e Ue sul grano
Alla Farnesina il Dialogo Mediterraneo sulla crisi alimentare. Il ministro: ‘La guerra aggrava la crisi alimentare, intervenire subito’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
14:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Assistere l’Ucraina nell’esportazione dei milioni di tonnellate di grano e generi alimentari attualmente bloccati nei suoi silos è un’emergenza.
Il premier Mario Draghi ha discusso di questo problema con il presidente Putin e il presidente Zelensky.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia sostiene gli sforzi dell’Onu e dell’Ue per affrontare questo problema e ringrazia la Presidenza tedesca del G7 per il suo impegno. Continueremo a contribuire attivamente a tutti gli sforzi internazionali per trovare una soluzione”. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, al Dialogo Ministeriale Mediterraneo sulla Crisi Alimentare alla Farnesina.”La fame e l’insicurezza alimentare sono sempre state in cima all’agenda internazionale, ma raramente la scarsità di cibo ha avuto un tale impatto mondiale”. “Noi apprezziamo tutti i tentativi di mediazione e speriamo che il dialogo tra i ministri degli Esteri russo e turco possa portare a passi avanti sullo sblocco delle derrate alimentari fermi nei porti ucraini a causa del conflitto. Ma prima delle parole vogliamo vedere i fatti. Ci aspettiamo fatti concreti dalla Russia rispetto allo sblocco” del grano. “Una crisi alimentare che già interessava diverse aree del mondo rischia, con la guerra in Ucraina, di degenerare in una crisi alimentare mondiale se non si interviene subito. Una crisi che rischia di produrre conseguenze ancor più devastanti perché rischia di destabilizzare Stati già fragili, di portare nuove guerre, di generare flussi migratori sempre più massicci e difficili da governare. L’Italia intende svolgere un ruolo nella risposta della comunità internazionale a questa crisi. Risposta che può solo essere collettiva e multilaterale”.
Oggi la Farnesina ospita il primo Dialogo Ministeriale Mediterraneo sulla Crisi Alimentare, che coinvolge 24 Paesi dell’area e rappresentanti di 7 organizzazioni internazionali interessate, con la partecipazione del Direttore generale della Fao, Qu Dongyu, e pone le basi per la discussione del prossimo G7 sulla sicurezza alimentare.
L’INIZIATIVA:

Un “importante evento di dialogo” co-presieduto dalla Germania (in qualità di presidente del G7), dalla Turchia (in qualità di membro del G20) e dal Libano (Paese duramente colpito dalla crisi) con l’obiettivo di individuare misure concrete per affrontare l’impatto nel bacino del Mediterraneo e “trovare una soluzione che eviti una crisi alimentare che provocherà maggiori flussi migratori verso l’Italia”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in calo a 1,0688 dollari in avvio
Moneta unica scende sullo yen a 142,4
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
08:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’euro è in lieve calo questa mattina nel cambio con il dollaro.
La moneta unica viene scambiata a 1,0688 contro il biglietto verde, in flessione rispetto alla chiusura di ieri a 1,0708.
Nei confronti dello yen l’euro scende a 142,48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, chiusura in aumento (+1,05%)
Cambi: yen aggiorna record su dollaro a 133
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
08 giugno 2022
09:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo termina la seduta in rialzo, trainata dalla debolezza dello yen -con il comparto che più dipende dalla sostenibilità dell’export, tra cui le case automobilistiche, maggiormente ad avvantaggiarsene.
Il Nikkei avanza dell’1,05% a quota 28.234,29, segnando un progresso di 290 punti.
Sul mercato dei cambi la divisa nipponica continua a deprezzarsi sul dollaro aggiornando il record negli ultimi 20 anni a 133,10, e sull’euro a 142,30.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in rialzo, domani Bce sui tassi, Tokyo +1,04%
Futures contrastati tra Europa e Usa, attese scorte di greggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
09:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse positive in Asia e Pacifico, con i futures contrastati alla vigilia della decisione della Bce sui tassi.
In rialzo Tokyo (+1,04%) e Taiwan (+0,95%), più caute Sidney (+0,36%) e Seul (+0,03%), ancora aperte Shanghai (+0,1%), Hong Kong (+1,88%) e Mumbai +0,16%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Positivi i futures sull’Europa, negativi invece quelli sui listini Usa, con il dollaro che si rafforza a 1,06 sull’euro, a 1,25 sulla sterlina e a 133,18 yen. In arrivo i dati sull’occupazione nell’Ue. Negli Usa invece sono attese le scorte di magazzino nel commercio all’ingrosso e quelle di petrolio, previste in calo di 1,91 miliardi di barili, contro i 5,06 miliardi della settimana scorsa. Sullo sfondo il nodo dei tassi che si debbono adeguare al tasso d’inflazione e che per la Bce potrebbero tornare positivi entro l’anno, mentre la Banca Mondiale ha abbassato le stime per la crescita globale. In rialzo il greggio, con il barile di Wti e di Brent allineati a 119,98 dollari, che salgono entrambi dello 0,48%. Poco mosso l’oro (-0,05% a 1849,67 dollari l’oncia), vivace l’argento (+0,66% a 22,21 dollari l’oncia) contrastati il ferro (-0,75% a 925 dollari la tonnellata) e l’acciaio (+0,95% a 4.794 dollari la tonnellata).
Sulla piazza di Tokyo rialzi per il comparto immobiliare da Sunmitomo Re (+4,47%) a Mitsui Fudosan (+3,3%). In luce Fujifilm (+5,02%) nel settore dell’informatica, mentre scivolano i produttori di microprocessori Advantest (-1,79%) e Tokyo Electron (-0,99%). Sugli scudi il produttore di videogiochi Tencent (+21,4%) ad Hong Kong dopo l’approvazione di un secondo lotto di videogiochi da parte dell’Autorità Nazionale cinese per la stampa e l’editoria.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo, +0,2%
Indice Ftse Mib a quota 24.414 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 giugno 2022
09:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo per Piazza Affari.

L’indice Ftse Mib segna un + dello 0,2% a 24.414 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa positiva in avvio, Parigi e Londra +0,26%
In rialzo anche Francoforte (+0,27%) e Madrid (+0,3%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
09:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di seduta positivo per le principali borse europee.
Parigi e Londra guadagnano lo 0,26%, la prima a 6.517 punti e la seconda a 7.618 punti.
Bene anche Francoforte (+0,27%) a 14.595 punti e Madrid (+0,3% a 8.860 punti)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano gira in calo (-0,35%), sale spread, giù banche
In calo Banco Bpm, Unicredit e Generali, rialzo Bper e Leonardo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
09:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ durato poco il rialzo segnato in apertura da Piazza Affari.
Dopo oltre mezz’ora di scambi lì’indice Ftse Mib si porta in territorio negativo (-0,35% a 24.280 punti) mentre sale fino a quasi sfiorare i 203 punti il differenziale tra Btrp e Bund decennali tedeschi (202,7 punti), con il rendimento annuo italiano in crescita di 5,6 punti 3,334%.
Una circostanza poco propizia per i titoli bancari ed assicurativi, che hanno in poirtafoglio titoli di stato italiani. Cedono infatti Unicredit (-1,62%), Banco Bpm (-1,64%) e Generali (-1,22%). Più caute Intesa (-0,9%) ed Mps (-0,5%), mentre si muove in controtendenza Bper (+1,7%), titolo migliore del paniere. La seguono Leonardo (+1,17%), Stellantis (+1,05%), Ferrari (+1,02%), Prysmian (+0,82%) ed Stm (+0,65%). Positiva Eni (+0,47%) con il greggio stabile a 120 dollari al barile, deboli invece Saipem (-0,31%), Snam (-0,74%), Pirelli (-0,96%) e Tim (-0,82%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Commercio: Istat, vendite aprile stabili su mese, +8,4% anno
Dati in valore, ma in volume si registra un calo mensile (-0,4%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
10:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ad aprile 2022 si stima una stazionarietà delle vendite al dettaglio in valore rispetto al mese precedente e un calo dello 0,4% in volume.
Sono in diminuzione le vendite dei beni non alimentari (-0,6% in valore e -0,8% in volume) mentre crescono quelle dei beni alimentari (rispettivamente +0,7% in valore e +0,2% in volume).
Lo indica l’Istat, aggiungendo che nel confronto annuo le vendite al dettaglio aumentano dell’8,4% in valore e del 4,4% in volume.
Crescono le vendite dei beni non alimentari (+11,2% in valore e +9,3% in volume) mentre quelle dei beni alimentari aumentano in valore (+5,5%) e diminuiscono in volume (-0,8%).
Tutte le forme distributive, rileva ancora l’Istat, risultano in crescita nel confronto annuo, compreso il commercio on-line che torna a salire dopo il calo dello scorso mese. Rispetto ad aprile 2021, infatti, il valore delle vendite al dettaglio cresce per tutte le forme di vendita: la grande distribuzione (+7,7%), le imprese operanti su piccole superfici (+10,1%), le vendite al di fuori dei negozi (+4,2%) e il commercio elettronico (+1,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Eni: Descalzi, inverno non semplice senza tetto prezzo gas
Accordo in Europa non semplice ma Governo fa bene a insistere
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
10:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Questo inverno non sarà semplice senza tetto sul prezzo del gas perché i volumi ci saranno ma le bollette saranno pesanti per le aziende e i consumatori in quanto non bisogna dimenticare la distorsione speculativa del mercato”.
Lo afferma l’amministratore delegato dell’Eni Claudio Descalzi, convinto dell’importanza che il premier Mario Draghi continui “a insistere” sul tetto al prezzo del gas.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Per l’inverno, visto che il gas russo ancora c’è, non c’è un problema di flussi ma di prezzi. Per questo è importante che Draghi continui a spingere. Senza ragioni abbiamo un prezzo che è più alto 6-7 volte di quello che avevamo nel 2019”.
“Mettere un tetto vuol dire ridurre il prezzo dell’elettricità, garantire la sicurezza energetica perché da’ la possibilità di riempire gli stoccaggi al 85-90%, cosa che è essenziale in un momento in cui vivremo un freddo intenso”, spiega. Descalzi quindi osserva che trovare un accordo in Europa sul tetto al prezzo del gas non è semplice e “l’abbiamo visto con l’embargo del petrolio russo ma l’Italia fa bene a insistere perché avrebbe un impatto molto positivo e oltretutto rappresenterebbe anche un mini embargo per la Russia perché guadagnerebbe di meno”. Un tetto “sarebbe anche un deterrente per il gas americano qualora il prezzo tendesse a crescere”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa gira in calo, pesano futures Usa, Milano -0,5%
Spread in rialzo a 203 punti, scivolone di Credit Suisse
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
10:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Girano in calo le principali borse europee annullando i modesti rialzi segnati in apertura.
Milano (-0,5%) è la peggiore, preceduta da Parigi (-0,43%), Francoforte (-0,39%), Madrid (-0,2%) e Londra (-0,18%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sale fino a quota 203 punti il differenziale tra Btp e Bund tedeschi, con il rendimento annuo italiano in rialzo di 7,2 punti al 3,35%.
Pesano i futures Usa, che cedono quasi mezzo punto percentuale, mentre sul fronte macroeconomico la produzione industriale in Germania è salita in aprile meno delle stime, pur invertendo la tendenza registrata in marzo. In arrivo i dati sull’occupazione nell’Eurozona, mentre negli Usa sono attese le scorte di magazzino nel commercio all’ingrosso e quelle di petrolio, previste in calo di 1,91 miliardi di barili, contro i 5,06 miliardi della settimana scorsa. Secondo l’Api (American Petroleum Association) le scorte di greggio Usa sono salite di 1,84 miliardi a fronte di un calo atteso di 1,8 miliardi di barili. Nel frattempo il barile si mantiene stabili intoneo ai 120 dollari per il Brent che per il Wti.
Scivola Credit Suisse (-5,87%) dopo l’ennesimo allarme sui conti. Deboli Banco Bpm (-1,8%), Unicredit (-1,5%), Banco Sabadell e Bbva (-1,27% entrambe). Bene Prosus (+8,19%) dopo il via libera a nuovi videogiochi in Cina, mentre tengonoi i titoli del lusso per effetto delle riaperture dopo le restrizioni per il Covid nel Paese. Salgono Hugo Boss (+1,53%) e Mips (+1,88%) a differenza di Moncler (-0,3%). Cauta Ferragamo (+0,12%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi, Hidrogen valley spinta a crescita e obiettivi green
Determinati a mantenere target energetici e climatici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
11:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il progetto delle regioni Piemonte, Friuli-Venezia-Giulia, Umbria, Basilicata e Puglia punta a realizzare siti di produzione di idrogeno verde in aree industriali dismesse.
Contribuisce a stimolare la crescita, a creare occupazione.
Ci avvicina ai nostri obiettivi energetici e climatici, che il Governo è determinato a mantenere e anzi a perseguire con sempre maggiore convinzione”. Così il premier Mario Draghi alla firma dei protocolli per i primi progetti bandiera del Pnrr con le Regioni a Palazzo Chigi a proposito del progetto di Hydrogen Valley.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Ocse gela l’Italia: ‘Guerra frena il Pil, vola l’inflazione’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
08 giugno 2022
16:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo la forte accelerazione del 6,6% nel 2021, il Prodotto interno lordo dell’Italia viene “colpito dalla guerra”, con una crescita in calo al 2,5% nel 2022 e all’1,2% nel 2023: è quanto scrive l’Ocse nelle Prospettive Economiche (Economic Outlook) presentate oggi a Parigi.
Le “persistenti pressioni inflazionistiche” legate alla guerra russa in Ucraina e all'”incertezza frenano i consumi delle famiglie, rallentando la ripresa dei servizi”, prosegue l’Ocse, aggiugendo che nuovi incentivi per il settore privato e il Pnrr “attenueranno parte dell’impatto negativo”.

Il tasso di disoccupazione dell’Italia scenderà dal 9,5% del 2021 al 9% del 2022, per poi risalire al 9,3% nel 2023: è quanto emerge dalle Prospettive Economiche dell’Ocse.
La guerra russa in Ucraina ha causato un “marcato rallentamento della crescita”, si legge nella scheda consacrata all’Italia delle Prospettive economiche dell’Ocse presentate oggi a Parigi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’attività economica – si prosegue nella nota – è ulteriormente rallentata nel primo semestre del 2022. La crescita si è stabilita allo 0,1% nel primo semestre del 2022, l’effetto delle restrizioni imposte a gennaio a causa del Covid.-19 si è coniungato all’inflazione legata alla guerra e a gli shock subiti dalle catene di appprovvigionamento e la fiducia. L’inflazione globale ha progredito per raggiungere il 7,3% a maggio, sotto l’effetto della fiammata dei prezzi”.

“L’inflazione alimentare dovrebbe rimanere elevata per tutto il periodo considerato dalle previsioni economiche”: è quanto si legge nella scheda dedicata all’Italia delle Prospettive Economiche dell’Ocse presentate oggi a Parigi. “Gli incrementi dei salari – avverte l’Ocse – non compenseranno completamente la spesa che le famiglie dovranno sostenere in ragione dell’aumento del costo della vita”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Clima: arriva primo bond Ifad, aiuterà piccoli agricoltori
Investimento dea 100 mln di dollari insieme a fondo svedese
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
11:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) oggi ha annunciato la sua prima emissione di obbligazioni per lo sviluppo sostenibile in collaborazione con Folksam, società leader nella gestione di fondi assicurativi e pensionistici in Svezia, con un investimento obbligazionario di 100 milioni di dollari.
Lo rende noto un comunicato del fond.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

L’ingresso nel mercato dei capitali crea le condizioni perché l’IFAD possa investire maggiormente in sicurezza alimentare, sviluppo rurale e crescita economica in un momento in cui la guerra in Ucraina sta facendo salire alle stelle in tutto il mondo i prezzi di cibo, fertilizzanti ed energia, esponendo ulteriori milioni di abitanti delle aree rurali, già provati dalla pandemia di COVID-19, al rischio di soffrire la fame e ritrovarsi in condizioni di povertà.
L’IFAD è il primo Fondo nel sistema delle Nazioni Unite e l’unica istituzione e agenzia specializzata dell’ONU, oltre al Gruppo della Banca Mondiale, a entrare nel mercato dei capitali, dopo il completamento nel 2021 del suo processo di valutazione da parte delle società di rating Standard & Poor’s e Fitch, con l’assegnazione da parte di entrambe di un livello AA+.
Secondo Natalia Toschi, responsabile Finanziamenti presso il Dipartimento di gestione finanziaria dell’IFAD, “i fondi ottenuti dalla prima emissione di obbligazioni da parte dell’IFAD aumenteranno la capacità del Fondo di aiutare i piccoli agricoltori ad adattarsi al cambiamento climatico, ad accedere alle filiere di distribuzione e ai mercati, a diversificare maggiormente la produzione di alimenti, stimolando così le economie rurali e contribuendo direttamente al raggiungimento di molti Obiettivi di sviluppo sostenibile, in particolare all’eliminazione della fame e della povertà”. “Questa prima emissione è una pietra miliare per l’IFAD e rappresenta l’opportunità di potenziare la sua capacità di raccogliere fondi per rafforzare la resilienza delle popolazioni rurali – ha dichiarato Katherine Meighan, direttrice dell’Ufficio legale e responsabile ad interim del Dipartimento finanziario dell’IFAD”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ocse: guerra colpisce Pil Italia, 2,5% in 2022,1,3% in 2023
Disoccupazione in calo nel 2022 ma tornerà a salire nel 2023
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
11:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo la forte accelerazione del 6,6% nel 2021, il Prodotto interno lordo dell’Italia viene “colpito dalla guerra”, con una Pil in calo al 2,5% nel 2022 e all’1,2% nel 2023: è quanto scrive l’Ocse nelle Prospettive Economiche (Economic Outlook) presentate oggi a Parigi.
Le “persistenti pressioni inflazionistiche” legate alla guerra russa in Ucraina e all'”incertezza frenano i consumi delle famiglie, rallentando la ripresa dei servizi”, prosegue l’Ocse, aggiungendo che nuovi incentivi per il settore privato e il Pnrr “attenueranno parte dell’impatto negativo”.

Poco promettenti anche le previsioni dell’occupazione.
Secondo l’Ocse, Il tasso di disoccupazione dell’Italia scenderà dal 9,5% del 2021 al 9% del 2022, per poi risalire al 9,3% nel 2023. Il dato è aggravato dalla precarietà del tipo di occupazione offerta in Italia. Come è noto la crescita dell’indicatore è sostenuta al momento solo dai contratti a termine.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi,Ilva tornerà competitiva, la più grande d’Europa
“non possiamo permetterci che non produca come è capace di fare”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
11:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Governo intende riportare l’Ilva a quello che era quando era competitiva, era la più grande acciaieria d’Europa, non possiamo permetterci che non produca ai livelli a cui è capace di fare, a cui produce anche oggi”.
Così il premier Mario Draghi nel suo intervento alla firma a Palazzo Chigi dei primi protocolli per i progetti bandiera del Pnrr con le Regioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Unicredit: lancia il nuovo portale di servizi per le imprese
Mastalia, ‘allarghiamo offerta per processo crescita delle pmi’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
11:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Unicredit inaugura il nuovo portale ‘Partner4Business’ per supportare la crescita delle imprese clienti, in un’ottica di attenzione alla digitalizzazione, al rilancio della competitività, alla sostenibilità e a tutte le altre traiettorie di sviluppo individuate dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr).
Oltre 70 i servizi resi disponibili sulla piattaforma da una platea di partner selezionati che offrono soluzioni in diversi ambiti di business in risposta alle necessità evidenziate dalle piccole e medie imprese italiane.
“Con il portale Partner4Business intendiamo allargare ulteriormente l’offerta di soluzioni, finanziarie e non, a supporto del processo di trasformazione e crescita delle Pmi del Paese”, sottolinea in una nota Massimiliano Mastalia, responsabile Corporate di Unicredit Italia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Superbonus, a maggio ‘prenotati’ 33 miliardi
Ad aprile era 27,5
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 giugno 2022
14:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Superbonus, a fine maggio il totale degli investimenti ammessi alla detrazione al 110% ammontava a 30,6 miliardi di euro (dai 27,4 miliardi di aprile), con detrazioni a carico dello Stato previste a fine lavori per 33,7 miliardi di euro (con un aumento di circa il 10% rispetto ai 30 miliardi del mese precedente).
E’ quanto si evince dalle tabelle aggiornate dell’Enea confrontate con quelle del mese precedente.
Il numero di asseverazioni raggiunto a maggio è 172.450, contro le 155.543 di aprile scorso. Con il 70% dei lavori realizzati, il totale degli investimenti per lavori conclusi ammessi a detrazione ammonta invece al 30 maggio a 21,5 miliardi di euro e le detrazioni maturate per i lavori conclusi sono pari a 23,6 miliardi.
Nei condomini il numero di asseverazioni raggiunto è pari a 26.663 con investimenti complessivi che sfiorano i 15 miliardi di euro e un investimento medio di circa 562mila euro. Per gli edifici unifamiliari le asseverazioni sono invece 91.444, per oltre 10 miliardi di investimenti e con un investimento medio di 113mila euro. Infine, per le unità immobiliari funzionalmente indipendenti l’Enea conta 54.338 asseverazioni, investimenti complessivi per 5,3 miliardi e un investimento medio di quasi 98mila euro.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano riduce calo (-0,1%), contrastate Bper e Banco
Spread scende a 201,5 punti, greggio sopra i 120 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
12:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Riduce il calo Piazza Affari dopo quasi 3 ore di scambi, con l’indice Ftse Mib che cede lo 0,1% a 24.335 punti.
In calo a 201,5 punti il differenziale tra Btp e Bund tedeschi, con il rendimento annuo italiano in crescita di 7,1 punti al 3,349%.
Contrastate Bper (+3,24%) e Banco Bpm (-0,85%), mentre riducono il calo Unicredit (-0,5%) e Intesa (-0,33%). Deboli Mps (-0,9%) e Generali (-0,95%). Corre Prysmian (+1,87%), spinta sull’onda lunga degli impegni per la rete unica, seguita da Stellantis (+1,41%), sulla scia del balzo di Renault (+4%) a Parigi. Seguono Recordati (+1,3%), Ferrari (+0,68%) ed Stm (+0,58%). Resiste Eni (+0,35%) con il greggio in rialzo sopra i 120 dollari al barile, mentre cede il risparmio gestito con Banca Generali (-1,73%), Fineco (-1,94%) e Mediolanum (-1,14%) sulla scia dell’allarme sui conti del secondo trimestre lanciato stamane da Credit Suisse, che scivola in Borsa a Zurigo (-4,92%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi: ‘Regioni protagoniste’. Firmati protocolli progetti Pnrr
I governatori a Palazzo Chigi. Il premier parla dell’ Hydrogen Valley
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
15:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Pnrr è un piano che parte dal basso e che ha bisogno del vostro contributo – e di quello dei vostri colleghi – per avere successo.
Tocca a voi progettare interventi di rilevanza strategica per lo sviluppo dei vostri territori.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Siete i protagonisti del Piano, e il Governo vuole sostenervi”. Così il premier Mario Draghi ai governatori alla firma dei protocolli per i primi progetti bandiera del Pnrr con le Regioni a Palazzo Chigi.  “Il progetto delle regioni Piemonte, Friuli-Venezia-Giulia, Umbria, Basilicata e Puglia punta a realizzare siti di produzione di idrogeno verde in aree industriali dismesse. Contribuisce a stimolare la crescita, a creare occupazione. Ci avvicina ai nostri obiettivi energetici e climatici, che il Governo è determinato a mantenere e anzi a perseguire con sempre maggiore convinzione”, aggiunge il Premier a proposito del progetto di Hydrogen Valley. “I protocolli che firmiamo oggi – spiega – riguardano due progetti di grande interesse territoriale e nazionale. Entrambi mettono a sistema diversi interventi previsti dal Pnrr grazie alla capacità di selezione e progettazione territoriale promossa dalle Regioni”. E “i ‘progetti bandiera’ intendono premiare le capacità creative degli enti territoriali, rafforzare la coesione sociale e territoriale. Quelli di oggi sono soltanto i primi, a cui ne seguiranno altri. Sarà un grande piacere presentarli e realizzarli insieme”. “Il progetto proposto dalla Regione Liguria – osserva – serve a realizzare un “Centro di Medicina Computazionale e Tecnologica”. Unisce infrastrutture scientifiche, tecnologiche e cliniche in modi innovativi e ha l’ambizione di diventare un punto di riferimento nel settore”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: Ramazza (Assolavoro), basta diffidenza verso agenzie
Sono un driver per l’ingresso nel lavoro con tutte le tutele
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
12:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Le Agenzie per il Lavoro sono un driver essenziale per favorire l’ingresso nel mondo del lavoro con tutti i diritti e le tutele dell’occupazione dipendente e per un più rapido accesso al lavoro stabile.
A venticinque anni dal ‘pacchetto Treu’ in alcuni persiste una sospettosa diffidenza, tutta italiana, nonostante con le Agenzie lavorino mediamente più di 500mila persone, oltre 110mila delle quali con un contratto a tempo indeterminato”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo afferma il presidente di Assolavoro, l’Associazione Nazionale delle Agenzie per il lavoro, Alessandro Ramazza, in occasione dell’ assemblea pubblica dell’associazione.
“All’estero il nostro sistema centrato su formazione mirata e finalizzata al lavoro, un sistema di relazioni sindacali molto fitto e prestazioni di welfare aggiuntivo dedicate, è considerato un modello” ha aggiunto Ramazza. “Interpretiamo il nostro ruolo – rivendica – come attori di sviluppo e di inclusione, per questa ragione abbiamo voluto fortemente un accordo con i sindacati che destina 45 milioni di euro a misure di accoglienza, inclusione e accesso al lavoro per i rifugiati.
E per questa stessa ragione abbiamo dato corso poi a una collaborazione con Unhcr che favorisse la conoscenza e l’accesso a quelle misure”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Assolavoro, 500 mila occupati somministrati nel I trimestre
A marzo record di contratti a tempo indeterminato, quasi 113mila
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
12:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nei primi tre mesi del 2022 il numero medio mensile di persone che lavorano tramite Agenzia del lavoro sfiora quota 500mila e a marzo 2022 è stato raggiunto un nuovo picco storico dei lavoratori in somministrazione con contratto a tempo indeterminato che raggiungono quasi le 113 mila unità.
Sono i dati principali dell’Osservatorio Assolavoro Datalab, presentati all’assemblea pubblica dell’associazione “Cambia il mondo, cambia il lavoro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le nuove sfide tra inclusione e innovazione”.
Nell’arco degli ultimi tre anni considerando l’incremento dei nuovi contratti a tempo indeterminato, il 42% è un contratto sottoscritto con una Agenzia per il Lavoro.
Da una ricerca Ipsos emerge che chi lavora con le Agenzie consiglierebbe di rivolgersi a questo canale nel 91% dei casi, ma nella popolazione la conoscenza del “lavoro in somministrazione” resta bassa, quasi una persona su due non sa bene cos’è. Inoltre, chi ha avuto esperienze di somministrazione conferma la crescita dell’occupazione stabile dopo il contratto: tra chi si è stabilizzato, circa la metà (49%) lo ha fatto entro i 6 mesi; il 61% è stato assunto a tempo indeterminato dall’azienda in cui era impiegato con l’agenzia.
Infine, durante la pandemia, tra i lavoratori in somministrazione risulta più elevata la quota di chi ha trovato lavoro rispetto a chi lo ha perso (+8 contro -1 della popolazione), e chi è sempre rimasto occupato ha cambiato azienda nel 43% dei casi. Il 54% esprime soddisfazione per i pagamenti puntuali di stipendi e sostegni al reddito.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa resta debole con i futures Usa, Milano -0,4%
Spread scende sotto i 202 punti, Credit Suisse frena le banche
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
12:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si confermano deboli le principali borse europee al traguardo di metà seduta, da Parigi (-0,68%) a Francoforte (-0,5%), da Milano (-0,4%) a Londra (-0,31%), mentre Madrid (-0,06%) tenta il pareggio.
Si riporta sotto quota 202 punti il differenziale tra Btp e Bund tedeschi, sceso a quota 201,8 punti, mentre non si muove il rendimento annuo italiano, fisso al 3,35%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pesanti i futures Usa, che cedono oltre mezzo punto percentuale. Sul fronte macroeconomico la produzione industriale in Germania è salita in aprile meno delle stime, pur invertendo la tendenza registrata in marzo. In crescita oltre le stime le vendite al dettaglio italiane, gli occupati e il Pil trimestrale dell’Eurozona. Negli Usa sono attese le scorte di magazzino nel commercio all’ingrosso e quelle di petrolio, previste in calo di 1,91 miliardi di barili, contro i 5,06 miliardi della settimana scorsa.
Lo scivolone di Credit Suisse (-5,34%) dopo l’ennesimo allarme sui conti con particolare riferimento sulla divisione Investment Bank frena l’intero comparto salvo poche eccezioni come Bper (+3,42%) alla vigilia del piano strategico che comprende l’acquisizione di Carige (-0,13%). Arretrano Fineco (-2,14%), Banca Generali (-1,92%), Mediolanum (-1,44%), Banco Bpm (-0,95%), Intesa (-0,94%), SocGen (-0,81%) e Unicredit (-0,8%). Poco mossi i petroliferi Shell (+0,09%), Eni (-0,06%), più brillanti TotalEnergies (+0,72%) e Bp (+0,78%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: Cardoletti (Unhcr), con Assolavoro per i rifugiati
Formazione e supporto a inserimento dalle agenzie per l’impiego
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
13:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’iniziativa di Assolavoro permette di incanalare i rifugiati nel mondo del lavoro attraverso la formazione e il supporto delle agenzie per l’impiego”.
Lo dichiara la Rappresentante per l’Italia, la Santa Sede e San Marino dell’UNHCR, l’Alto commissariato dell’Onu per i rifugiati, Chiara Cardoletti, all’assemblea di Assolavoro “Cambia il mondo, cambia il lavoro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le nuove sfide tra inclusione e innovazione”.
“Ancora oggi – aggiunge Cardoletti – sono molto poche le persone che hanno accesso a questo strumento lavorativo. Questa iniziativa darà ampio respiro ai rifugiati”.
Un accordo di Assolavoro con i sindacati di categoria destina 45 milioni di euro a favore di titolari di protezione internazionale, protezione temporanea e protezione speciale. Le misure previste vanno da forme di sostegno economico (anche a chi accoglie) a servizi di bilancio delle competenze, formazione in italiano e professionalizzante e inserimento al lavoro.
Inoltre, grazie alla collaborazione con Unhcr, chiunque potrà accedere tramite web a una guida con le misure, i destinatari, le modalità per accedere alle prestazioni e i contatti diretti delle singole Agenzie.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Salario minimo: Fico, serve una legge
Andare oltre la contrattazione nazionale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
CAPUA
08 giugno 2022
13:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il tema del salario minimo è molto importante” e “al di là dei contrasti tra chi lo vuole e chi non lo vuole, bisogna fare un grande tavolo per comprenderne le problematiche.
Peró io credo che bisogna andare oltre la contrattazione nazionale sul salario minimo, perché va messo per legge.
Il Parlamento ha ancora un anno e spero che possa lavorare al meglio su questo tema”. Lo ha detto il presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico rispondendo ai giornalisti al Museo Provinciale Campano di Capua (Caserta), dove ha effettuato una visita per poi partecipare ad un evento elettorale con il candidato sindaco di Capua Adolfo Villani.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano debole (-0,5%), sprint Bper, giù B. Generali
Spread stabile a 202 punti, Credit Suisse frena banche
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
14:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Amplia il calo Piazza Affari a metà seduta.
L’indice Ftse Mib cede lo 0,5% a 24.245 punti mentre si attesta a 202 punti il differenziale tra Btp e Bund tedeschi, con il rendimento annuo italiano in crescita di 8,4 punti al 3,362%.
Contrastate Bper (+4,25%) alla vigilia del Piano industriale dopo l’acquisizione di Carige (-0,13%) e Banco Bpm (-1,15%). Ma a cedere è il comparto del risparmio gestito, con Fineco e Banca Generali in calo del 2% e Mediolanum dell’1,66% dopo l’allarme sui conti di Credit Suisse a causa delle diffoltà della propria divisione di Investment Bank. Più caute Intesa (-0,62%) e Unicredit (-0,52%). Bene Stellantis (+1,37%), sulla scia del balzo di Renault (+4,4%) a Parigi. Caute Ferrari (+0,68%) ed Stm (+0,38%). Gira in calo Eni (-,42%) pur con il greggio sopra i 120 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Milano-Cortina: per Lombardia-Veneto impatto da 4,3 mld
Fontana, ‘orgoglioso di essermi preso questo rischio con Zaia’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 giugno 2022
14:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per le Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026 si stima un impatto economico di circa 4.3 miliardi di euro e 36.000 posti di lavoro per Lombardia e Veneto.
Il valore aggiunto è stato calcolato in circa due miliardi.
“Sono orgoglioso di aver deciso, quel giorno, in una telefonata con il collega Luca Zaia di fare un salto nel buio, prendendoci il grande rischio di finanziare quasi completamente come Regioni questo progetto”, ha commentato il governatore lombardo, Attilio Fontana, intervenendo a Roma alla Tavola rotonda ‘Diplomazia e Sport – opportunità di crescita e inclusione’, un evento su Giochi Olimpici Milano-Cortina 2026 organizzato dal ministero Affari esteri e Cooperazione internazionale.
“Il progetto olimpico e paralimpico è basato sui principi di sostenibilità, flessibilità e accessibilità”, ha aggiunto Fontana sottolineando che “la Lombardia e il Paese intero cambieranno in meglio grazie all’evento olimpico”. Insomma, “le Olimpiadi sono una grande opportunità – ha concluso – per condividere la nostra cultura e la nostra passione per lo sport e mostrare al mondo l’alta qualità dei nostri servizi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confcommercio migliora le stime del Pil, consumi ancora indietro
Sangalli: terziario a rischio, pesa l’inflazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
16:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2022 il Pil si attesterà al 2,5%, con una correzione al rialzo di circa 0,4 punti percentuali rispetto alla precedente valutazione: è la nuova stima diffusa da Confcommercio in occasione dell’Assemblea generale.
Anche la spesa delle famiglie migliora di circa quattro decimi di punto rispetto alle precedenti valutazioni, mentre per l’inflazione si stima una crescita del 6,3%.
Per quanto riguarda i consumi – comprensivi della spesa del turismo estero – il +5,4% registrato nel 2021 ha permesso solo un parziale recupero di quanto perso nel 2020 (-11,5%) e solo nel 2023 si prevede un completo ritorno ai livelli pre-pandemia.

I servizi hanno lasciato sul campo della pandemia 930mila posti di lavoro rispetto al 2019, “e ciò minaccia la capacità di ripresa dell’intero Paese”, perché “il terziario di mercato, cioè le nostre imprese”, non riesce più a compensare il calo dell’occupazione. E “se non riparte il terziario, non riparte l’Italia”: lo ha detto il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, durante l’assemblea annuale dell’organizzazione. Sangalli ha anche spiegato che con l’inflazione elevata si riduce il potere d’acquisto e i risparmi degli italiani, col rischio di aumentare ancora di più la frenata dei consumi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa amplia il calo dopo Wall Street
Pesano le banche e le utility. A Piazza Affari sprint di Bper
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
15:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee ampliano il calo dopo l’avvio negativo di Wall Street.
Sui mercati torna l’umore negativo dopo una serie di dati macroeconomici e i timori sull’andamento della crescita economia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli investitori guardano alle prossime decisioni della Bce e al dato dell’inflazione Usa, in arrivo nel corso della settimana.
L’indice d’area Stoxx 600 cede l’1%. Andamento negativo per Parigi (-1,2%), Francoforte (-1%), Milano (-0,9%), Madrid (-0,3%) e Londra (-0,4%). Sui listini pesano le banche (-0,8%), con il tonfo di Credit Suisse, le utility (-1,2%), con il prezzo del gas in flessione. Ad Amsterdam le quotazioni scendono a 78,67 euro (-1,3%), a Londra a 130 penny al Mmbtu (-4,4%). Male anche le Tlc (-1,2%) mentre è positiva l’energia (+0,3%), con il petrolio che rialza la testa. Il Wti sale a 120 dollari al barile (+0,6%) e il Brent a 121 dollari (+0,9%).
A Piazza Affari prosegue lo sprint di Bper (+2,9%). Bene anche Ferrari (+1,4%) e Stellantis (+1%). Scivolano Fineco (-2,6%) e Banca Generali (-2,4%). Male anche Nexi (-1,8%), mentre sta per chiudere l’acquisto delle unità di pagamento di Intesa Sanpaolo (-0,4%) in Croazia. Lo spread tra Btp e Bund si attesta a 203 punti base, con il rendimento del decennale italiano al 3,38%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mattarella: ‘Con guerra nuovo stop all’economia, Pnrr centrale’
Rottura equilibri provoca forti tensioni, serve impegno coeso
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
16:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Dopo la crisi causata dalla pandemia e gli importanti segnali di ripresa anche nei comparti dei servizi, del commercio del turismo”, l’aggressione russa all’Ucraina “sta generando un nuovo momento di arresto e involuzione”.
La rottura degli equilibri e “l’interruzione delle normali catene di valore” sta provocando “forti tensioni” destinate a provocare “aumenti dei costi”, a partire dall’energia: così il presidente Sergio Mattarella in un messaggio all’Assemblea di Confcommercio.
“Centrale” resta il Pnrr, e “occorre una ferma determinazione” delle istituzioni e un “impegno diffuso e coeso” di tutte le forze economiche e sociali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confcommercio migliora stime, Pil 2022 al +2,5%
Sangalli, da costi energia rischi più alti che dalla pandemia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
16:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2022 il Pil si attesterà al 2,5%,con una correzione al rialzo di circa 0,4 punti percentuali rispetto alla precedente valutazione: è la nuova stima diffusa da Confcommercio in occasione dell’Assemblea generale.
Anche la spesa delle famiglie migliora di circa quattro decimi di punto rispetto alle precedenti valutazioni, mentre per l’inflazione si stima una crescita del 6,3%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per quanto riguarda i consumi – comprensivi della spesa del turismo estero – il +5,4% registrato nel 2021 ha permesso solo un parziale recupero di quanto perso nel 2020 (-11,5%) e solo nel 2023 si prevede un completo ritorno ai livelli pre-pandemia.
“Quello che non ha fatto la pandemia ai servizi e al commercio, rischiano di farlo gli insopportabili costi energetici”, quindi, “a livello europeo, vanno anche riviste in modo strutturale le regole di formazione del prezzo dell’elettricità, anche introducendo un tetto a quello del gas” ha detto il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli. Il Governo ha agito per ridurre gli oneri di sistema, introdurre sostegni alle ‘energivore’, ridurre le imposte su bollette e carburanti. Ma “crediamo si possa fare ancora di più”, e va “attentamente valutato l’impatto di filiera” delle tasse sugli extra-profitti delle aziende energetiche.
I servizi hanno lasciato sul campo della pandemia 930mila posti di lavoro rispetto al 2019, “e ciò minaccia la capacità di ripresa dell’intero Paese”, perché “il terziario di mercato, cioè le nostre imprese”, non riesce più a compensare il calo dell’occupazione. ha detto ancora Sangalli. Sangalli ha anche avvertito che con l’inflazione elevata si riduce il potere d’acquisto e i risparmi degli italiani, col rischio di aumentare ancora di più la frenata dei consumi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Salario minimo: Brunetta, Ue non lo chiede per legge
Ministro, basta con le mistificazioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
16:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Basta con le mistificazioni.

L’Europa non ci chiede il salario minimo per legge.
La direttiva europea non impone nulla, ma invita i Paesi a potenziare la contrattazione collettiva. Quella contrattazione in cui l’Italia vanta una condizione assolutamente ottimale”. Lo dice il ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta dopo le dichiarazioni del presidente della Camera, Roberto Fico sulla necessità di una legge sulla materia sottolineando che “quasi il 90% del nostro mondo del lavoro è coperto da contratti seri”. “I problemi che riguardano i lavoratori poveri – quelli che lavorano sottopagati o con contratti “pirata”, le false partite Iva, i falsi autonomi – sottolinea Brunetta- si affronteranno secondo la cultura italiana delle relazioni industriali. Chi non la conosce, studi. Mi rivolgo a tutti quelli che parlano ignorando la via italiana alla contrattazione, parte di un patrimonio di eccellenza del nostro Paese”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa Sanpaolo e Coldiretti per il Pnrr in agricoltura
Giovedì 9 giugno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
16:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cogliere le opportunità del Pnrr per far crescere l’agricoltura italiana del futuro.
E’ l’obiettivo dell’accordo tra Intesa Sanpaolo e Coldiretti che sarà presentato giovedì 9 giugno alle ore 11, presso il centro congressi di Palazzo Rospigliosi a Roma.
L’evento potrà essere seguito in diretta streaming sul sito istituzionale di Intesa Sanpaolo. I contenuti dell’accordo saranno discussi dal responsabile Divisione banca dei territori Intesa Sanpaolo, Stefano Barrese, e dal presidente di Coldiretti Ettore Prandini.
Durante l’evento sarà anche presentato uno studio di Intesa Sanpaolo sullo scenario attuale del settore agroalimentare italiano.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Al via il Green Med Symposium, focus su Pnrr e rifiuti
Salone sostenibilità ambientale in Stazione Marittima Napoli
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
08 giugno 2022
16:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pnrr, rifiuti e la necessità di realizzare gli impianti di smaltimento sono stati al centro della giornata d’apertura del Green Med Symposium, il salone della sostenibilità, in programma da oggi al 10 giugno presso la Stazione marittima di Napoli.
L’evento è promosso da RiciclaTv con Ecomondo, e gode della la partnership istituzionale della Regione Campania, di quella scientifica di ISPRA-SNPA e la sponsorship speciale di Conai.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
”L’obiettivo della manifestazione ha detto Giovanni Paone, editore di Ricicla Tv – è cercare di creare un tavolo di confronto permanente tra istituzioni, imprese e cittadini allo scopo di ricucire quel rapporto di fiducia che è venuto a mancare in Campania in questi ultimi venti anni di emergenza rifiuti. Con Ecomondo, una delle maggiori esposizioni del settore, porteremo avanti un modello di comunicazione integrata all’esposizione per parlare dei temi della green economy e dello sviluppo sostenibile”. Mentre all’interno della Stazione marittima si sono susseguiti incontri e dibattiti, all’esterno sono stati allestiti una spiaggia ecologica e un orto realizzato con compost ricavato dalla raccolta dell’organico. L’evento è aperto a famiglie, imprese, pubbliche amministrazioni e scuole.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Al via domande per contributi a wedding, ristoranti, hotel
Ag.Entrate predispone modello. Tempo da domani al 23 giugno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
17:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Al via da domani le domande per i contributi a fondo perduto per i settori del wedding, dell’organizzazione di feste e cerimonie, e di hotel, ristoranti e catering (HO.RE.CA), previsti dal Dl Sostegni-bis.
L’Agenzia delle Entrate ha predisposto le istruzioni operative per accedere al contributo ricordando che rientrano tra i beneficiari le imprese con sede legale o operativa in Italia, che nel 2020 hanno subito una riduzione dei ricavi e del risultato d’esercizio non inferiore al 30% rispetto all’anno precedente.
Con un provvedimento del direttore dell’Agenzia sono approvati il modello e le modalità per la trasmissione dell’istanza, che può essere effettuata in via telematica da domani fino al prossimo 23 giugno. L’importo riconosciuto sarà accreditato direttamente sul conto corrente del beneficiario.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in calo (-0,53%)
L’ultimo indice Ftse Mib a 24.236 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 giugno 2022
17:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano chiude in calo.

L’ultimo indice Ftse Mib cede lo 0,53% a 24.236 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in calo, si guarda a Bce e inflazione
Parigi (-0,80%), Francoforte (-0,76%), Londra (-0,08%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
18:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee chiudono in calo con le preoccupazioni degli investitori per il balzo dell’inflazione ed il rallentamento della crescita economia.
I mercati attendono gli esiti della prossima riunione della Bce che dovrebbe fornire indicazioni concrete sulla portata della stretta monetaria.
Sotto i riflettori resta la guerra in Ucraina con l’impatto sull’economia delle sanzioni alla Russia.
Al termine delle contrattazioni l’indice d’area Stoxx 600 cede lo 0,60%. In flessione Parigi (-0,80%), Francoforte (-0,76%), piatte Londra (-0,08%) e Madrid (+0,01%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: sale a New York, +2,2% a 122,06 dollari
A meno di due dollari da livello più alto ultimi 14 anni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
08 giugno 2022
18:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio avanza a New York, dove le quotazioni salgono del 2,2% a 122,06 dollari al barile, ovvero a meno di due dollari dal livello più alto degli ultimi 14 anni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stop a vendite auto benzina e diesel dal 2035, via libera Pe
Respinto emendamento del Ppe che riduceva le emissioni del 90%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
STRASBURGO
08 giugno 2022
18:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La plenaria dell’Europarlamento ha avallato la proposta della Commissione europea di terminare le vendite di auto nuove a benzina e diesel nel 2035.

L’emendamento sostenuto dal Ppe, che prevedeva una riduzione delle emissioni di CO2 del 90% invece che del 100%, non è stato approvato.
L’ok dell’emiciclo alla posizione negoziale degli eurodeputati sugli standard di emissioni di CO2 è arrivato con 339 voti a favore, 249 contro e 24 astenuti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La plenaria dell’Europarlamento ha avallato la proposta della Commissione europea di terminare le vendite di auto nuove a benzina e diesel nel 2035.

L’emendamento sostenuto dal Ppe, che prevedeva una riduzione delle emissioni di CO2 del 90% invece che del 100%, non è stato approvato.
L’ok dell’emiciclo alla posizione negoziale degli eurodeputati sugli standard di emissioni di CO2 è arrivato con 339 voti a favore, 249 contro e 24 astenuti.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Orlando,”affrontare subito tema salari, serve salto qualità”
“Sto ponendo problema, prendendomi strali vertici Confindustria”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
FABRIANO
08 giugno 2022
18:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono preoccupato ma non pessimista.
Si apre una fase difficile nella quale ci saranno molte cose destinate a cambiare, ma che dà anche a un territorio come questo nuove opportunità”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Così il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Andrea Orlando (Pd), presenta Fabriano (Ancona) per un appuntamento elettorale a sostegno della candidata a sindaca Daniela Ghergo.
“Negli ultimi 5 anni, calo demografico molto forte in Italia e un milione di giovani che hanno lasciato il proprio paese per andare a lavorare in altri Paesi dell’Ue. – ha ricordato – E questo perché negli ultimi 30 anni i salari invece che salire, sono calati, unico Paese europeo. Occorre invertire questo trend”. Secondo il ministro Orlando servono gli strumenti per affrontare il futuro. “Abbiamo fatto una riforma degli ammortizzatori sociali e una legge sulle delocalizzazioni, varata con molta fatica, costruendo un percorso nel quale nessuno può essere licenziato con un messaggio e con sanzioni che non rispettano le procedure”. “Ora serve un ulteriore salto di qualità. Il tema dei salari va affrontato subito – ha concluso – perché se cresce inflazione e costi e i salari sono fermi, calano i consumi interni. Sto ponendo il problema, prendendomi gli strali dai vertici di Confindustria, per inserire pratiche che evitino il lavoro povero: si lavora, ma non si è in grado di far fronte ai bisogni delle proprie famiglie”.
“Io non ho mai fatto una chiusura sul cuneo fiscale, – ha detto Orlando nella successiva iniziativa a Jesi a sostegno di Lorenzo Fiordelmondo – dico che ridurre il cuneo fiscale non basta. In 30 anni il cuneo fiscale, seppure di poco, è diminuito ma i salari se non sono cresciuti. Quindi sono cose che vanno fatte contemporaneamente: – ha spiegato – rivedere le modalità della contrattazione, stabilire degli strumenti contro il lavoro povero e ridurre il cuneo fiscale sono cose che devono procedere insieme. Se si continua a dire prima questo e poi quell’altro, questo sì quell’altro no, – ha concluso – vuol dire che non si vuole fare niente”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in calo con Europa, male Nexi
Salgono Bper e Mediaset. Spread tra Btp e Bund sale a 201 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2022
18:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano chiude in calo, in linea con gli altri listini europei.
Sui listini del Vecchio continente torna un clima negativo, in attesa della riunione della Bce e dei dati sull’inflazione Usa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A Piazza Affari scatta Bper (+2,9%), dopo aver chiuso l’operazione con Carige e in vista della presentazione del piano industriale. Intanto lo spread tra Btp e Bund chiude in lieve rialzo a 201 punti, con il rendimento del decennale italiano al 3,36%.
Male Nexi (-2,8%), mentre si appresta ad acquistare le attività di pagamento da Intesa Sanpaolo (-0,6%) in Croazia.
Male anche Banca Generale (-2,7%) e Fineco (2,4%). Vendite anche su Moncler (-2,6%). Sul listino principale pesa l’energia, con il balzo del petrolio. In rosso Saipem (-1%), Tenaris (-0,3%), Eni (-0,2%). Seduta in calo anche per le banche con Mps (-1,6%), in vista dell’aumento di capitale, Unicredit (-1,5%) e Banco Bpm (-0,7%).
In ordine sparso le utility, nonostante il calo del prezzo del gas. In flessione Enel (-2,4%) e Snam (-0,1%) mentre sono in positivo A2a e Hera (+0,1%), Erg (+0,6%) e Iren (+0,3%). Tonica Mediaset con le azioni di tipo B (+2,6%), dopo il rialzo dell’offerta per la controllata spagnola. In luce anche il comparto dell’auto con Ferrari (+2,2%), Stellantis (+0,9%) e Iveco (+0,6%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stabilimento ex Principe verso chiusura a Trieste, 49 a casa
Stop entro 30/9. Fallita ipotesi collaborazione con Rigamonti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
09 giugno 2022
02:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo storico prosciuttificio ex Principe (oggi Queen’s) di Trieste, che occupa 49 persone, chiuderà entro il 30 settembre prossimo.
Lo hanno annunciato i vertici aziendali ai sindacati che lo hanno reso noto, come riportano alcuni media locali.

La decisione sarebbe stata presa dopo il fallimento dell’intesa commerciale tra Queen’s (ex Kipre, ex Dukcevich) e la valtellinese (ma proprietà brasiliana Jbs) Rigamonti, come riporta il sito del Piccolo. Fallimento che pregiudicherebbe il progetto di rivalutazione e di sviluppo della realtà alimentare.
Come riporta il sito di TriestePrima, i sindacati, condannata la decisione dell’azienda, hanno previsto forme di protesta e sarebbero intenzionati a chiedere un incontro con esponenti della Regione Fvg e con l’azienda per scongiurare la chiusura.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: poco mosso dopo volata, Wti sopra 122 dollari
Brent a 123,5 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
09 giugno 2022
08:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio poco mosse dopo la volata della vigilia che ha portato il greggio vicino ai prezzi massimi da 14 anni e alla chiusura di giornata più alta di 3 mesi.
Ad incidere il calo delle scorte.
Stamane il Wti passa di mano a 122,07 dollari al barile (122,11 ieri sera) ed il Brent a 123,5 dollari al barile con un calo frazionale dello 0,03%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: quotazioni poco mosse a 1.851 dollari l’oncia
Variazione minima di -0,08%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
08:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ sostanzialmente invariato il prezzo dell’oro sui mercati asiatici questa mattina.
Il metallo con consegna immediata è quotato 1.851 dollari l’oncia, con una variazione dello -0,08%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in calo con Cina, Europa guarda a Bce
Future Wall Street negativi a vigilia dato inflazione Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
08:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse di Asia e Pacifico in calo con le Piazze cinesi nonostante il surplus commerciale record di maggio.
A scambi in corso Hong Kong e Shanghai cedono l’1%.

Shenzhen fa peggio e perde il 2%. Flessione anche per Seul (-0,37%) e Sydney (-1,42%). Piatta Tokyo (+0,04%) .
Verso un un avvio in negativo l’Europa così come sono in calo future su Wall Street con i listini che guardano a quanto deciderà oggi la Bce. Sotto la lente anche il dato sull’inflazione negli Stati Uniti in programma domani. Per quanto riguarda altri macro l’Istat diffonde i dati sulle spese per i consumi delle famiglie sul 2021 mentre dagli Stati Uniti sono in calendario le richieste di sussidio settimanali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund apre in calo sotto 199 punti
Il rendimento del decennale italiano è al 3,34%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
08:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund apre a 198,8 punti in calo rispetto ai 201 della chiusura di ieri.
Il rendimento del decennale italiano è in flessione di 2,3 punti al 3,34%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro poco mosso in avvio a 1,0712 dollari
Moneta unica a 143,4 sullo yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
08:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’euro è poco mosso in avvio di giornata.
La moneta unica viene scambiata a 1,0712 sul dollaro (1,0715 ieri sera a New York) .
Nei confronti dello yen l’euro passa di mano a 143,4.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gas: in avvio ad Amsterdam in rialzo a 88,75 euro
Prezzo sale dell’11,75%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
08:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo del gas apre in rialzo.
I future ad Amsterdam segnano un +11,7% a 88,75 euro al megawatt.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in flessione dello 0,66%
Ftse Mib a 9.976 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
09 giugno 2022
09:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre in calo.
Il primo Ftse Mib segna un -0,66% a 9.976 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in calo, Parigi e Francoforte -0,56%
Londra cede lo 0,41% in avvio

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
09:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono in flessione.
Parigi cede lo 0,56% con il Cac 40 a quota 6.412 punti.
Stesso avvio per Francoforte con il Dax a 14.364 punti.
Londra perde lo 0,41% a 7.560 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in calo (-0,7%) in attesa Bce, spread a 198 punti
Vendite su Moncler e Nexi, tengono i bancari con in testa Bper
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
09:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano incrementa la flessione in avvio con i listini che guardano alle mosse della Bce, a conclusione del consiglio direttivo ad Amsterdam.
Sul paniere principale (Fste Mib -0,7% a 24.068 punti) cedono il passo Moncler (-2,11%) e Nexi (-2,68%) con JpMorgan che ha tagliato il titolo a ‘neutral’.
Vendite anche su Cnh (-1,7%), Ferrari (-1,85%), Leonardo (-1,35%).
Tengono i bancari con Bper (+0,44%) alla vigilia del piano industriale. Rialzi cauti anche per Unicredit (+0,3%) e Mediobanca (+0,26%) mentre lo spread tra Btp e Bund si muove verso i 200 punti (199,5) pii riscende a quota 198,3 con il rendimento de decennale italiano stabile al 3,31%). Poco mossa Eni (+0,2%) che ha collocato una ulteriore quota del 5% di Var Energy per 530 milioni di dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Eni annuncia ipo per la quotazione di Plenitude
Su mercato regolamentato Euronext Milan
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
10:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Eni annuncia l’intenzione di procedere con l’offerta pubblica iniziale delle azioni di Eni Plenitude, per la quotazione delle azioni della società sul mercato regolamentato Euronext Milan, organizzato e gestito da Borsa Italiana.
Lo rende noto il gruppo con un comunicato precisando che continuerà a detenere una quota di maggioranza in Plenitude, mantenendone il consolidamento.
Plenitude è la società di Eni che integra la vendita e commercializzazione di gas ed energia elettrica per famiglie e imprese con la produzione di energie rinnovabili e la gestione dei punti di ricarica per veicoli elettrici.
“Plenitude aiuterà milioni di clienti in tutta Europa a passare all’energia sostenibile. La cessione sul mercato di una parte del business libererà un valore significativo e accelererà la sua crescita, aiutando Eni a tagliare le emissioni Scope 3 attualmente generate dai propri clienti – un passo fondamentale per raggiungere il nostro net zero target”, commenta Claudio Descalzi, amministratore delegato di Eni aggiungendo che “continueremo a investire in innovazione per accelerare la transizione energetica e garantire che le nostre nuove attività dispongano dei modelli operativi e di finanziamento necessari per crescere rapidamente”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Enel: lancia bond da 3,5 miliardi di dollari, boom richieste
In esubero per più di 2,5 volte
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
10:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Enel ha lanciato ieri sui mercati Usa e internazionali un prestito obbligazionario “Sustainability-Linked Bond” multi-tranche rivolto agli investitori istituzionali per un totale di 3,5 miliardi di dollari, equivalenti a circa 3,3 miliardi di euro.
Lo rende noto il gruppo energetico precisando che l’emissione ha ricevuto richieste in esubero per più di 2,5 volte.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

“Il bond è legato al raggiungimento dell’obiettivo di sostenibilità di Enel relativo alla riduzione di emissioni dirette di gas serra (Scope 1)” spiega Enel. Per la prima volta in assoluto per un gruppo multinazionale dell’energia, un prestito obbligazionario è legato a una traiettoria di completa decarbonizzazione.
“Con questo nuovo ‘Sustainability-Linked Bond’ stiamo ulteriormente accelerando verso il raggiungimento dei nostri obiettivi di finanza sostenibile e implementando pienamente il concetto di Stakeholder Capitalism”, ha commentato Francesco Starace, CEO del Gruppo Enel. “La creazione di valore di lungo termine sarà possibile solo se basata su modelli di business che siano sostenibili e tengano conto di tutti gli stakeholder. Tale operazione, la prima di questo genere lanciata da un gruppo multinazionale dell’energia, presenta anche una tranche legata all’obiettivo del Gruppo Enel di conseguire zero emissioni dirette di gas serra entro il 2040. L’operazione contribuirà al percorso di riduzione del costo dell’indebitamento pianificato per il periodo 2022-2024, all’implementazione della nostra Strategia, di cui beneficeranno tutti i nostri stakeholder, e all’indipendenza energetica dei Paesi in cui operiamo.”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa scivola in attesa della Bce, Milano -0,6%
Gas in rialzo con incendio Terminal in Texas, spread vicino 199
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
10:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee scivolano in attesa della Bce.
L’indice d’area, lo Stoxx 600, cede quasi un punto percentuale con titoli legati ai beni di consumo, ai tecnologici e agli industriali sotto vendita.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio dopo la volata della vigilia con i massimi da 14 anni, è in calo con il wti (-0,47% ) a 121,5 dollari al barile.
Mentre il brent cede uno 0,35% sopra i 123 dollari al barile.
Il gas è in salita in seguito ad un incendio in un grande terminal di esportazione negli Stati Uniti in Texas che mette a rischio le consegne a un mercato che è in stato di massima allerta per la Russia. I future ad Amsterdam salgono del 10% a 87,5 euro dopo un’impennata a 91 euro. A Londra il balzo si riduce al 32% da oltre il 39% a 171,5 penny al Mmbtu.
Tra le singole Piazze, Francoforte cede lo 0,95%, Parigi lo 0,7%, Londra lo 0,61%. Milano lascia sul terreno lo 0,6% con il Ftse Mib che tiene i 24mila punti. In evidenza i bancari con Unicredit (+2,2%) e Bper (+1,5%), quest’ultima alla vigilia del piano industriale. Mentre lo spread tra Btp e Bund si muove a ridosso dei 199 punti con il rendimento del decennale italiano che scende al 3,33%. Marginale Eni (-0,2%) con l’ipo di Plenitude. Pesante Nexi (-3,6%) con il taglio a ‘neutral’ di Jp Morgan. Quanto ai cambi l’euro resta a 1,07 sul dollaro. Debole il rublo tanto sul biglietto verde con cui scambia per unità a 58,5 quanto sulla moneta unica con cui passa di mano a 62,6.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Benzina: il prezzo sale ancora, self supera i 2 euro
Il servito arriva a 2,134 euro al litro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
17:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Continua la corsa dei prezzi dei carburanti.
Secondo Quotidiano energia,  il prezzo medio della benzina self supera quota 2 euro.
In particolare, in base ai dati aggiornati alle 8 di ieri 8 giugno, la benzina in modalità self si posiziona a 2,009 euro/litro (1,985 il valore precedente), con i diversi marchi compresi tra 1,998 e 2,033 euro/litro (no logo 1,998).

Il prezzo medio del diesel self si porta a 1,924 euro/litro (contro 1,896), con le compagnie tra 1,922 e 1,945 euro/litro (no logo 1,908).

Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato aumenta a 2,134 euro/litro (2,118 il valore precedente).

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: i consumi delle famiglie nel 2021 depurati dall’inflazione +2,8%
Spesa media mensile 2.437 euro. Il dato non compensa il crollo del 2020
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
12:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2021, la stima della spesa media mensile delle famiglie italiane è di 2.437 euro in valori correnti, in ripresa (+4,7%) sul 2020.
Lo comunica l’Istat precisando che la metà delle famiglie spende meno di 2.048 euro al mese.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Considerata la dinamica inflazionistica (+1,9% l’indice dei prezzi al consumo per la collettività nazionale, NIC), la crescita in termini reali è meno ampia (+2,8%). Il dato non compensa il crollo del 2020: rispetto al 2019, infatti, la variazione in valori correnti ha ancora segno negativo (-4,8%).
Crescita è più intensa a Nord (+7,0% il Nord-ovest e +4,4% il Nord-est), Sud (+3,9%) Centro (+3,1%).
La spesa non alimentare aumenta del 5,7% rispetto al 2020 (in media 1.967 euro mensili). L’aumento più elevato (+26,5%) si osserva per il capitolo Servizi ricettivi e di ristorazione (100 euro mensili), che nel 2020 aveva subito un vero e proprio crollo (-38,9%). Seguono Abbigliamento e calzature (100 euro, +13,8% rispetto all’anno precedente; -23,3% nel 2020) e Trasporti (241 euro al mese, +10,8%, -24,6% nel 2020). Cresce invece solo del 5,9% la spesa per Ricreazione, Spettacoli e cultura (99 euro mensili; -26,4% nel 2020), che, insieme a quella per Servizi ricettivi e di ristorazione, è la spesa che si mantiene più lontana dai livelli del 2019 (-22,7% la prima e -22,0% la seconda). Su entrambi questi comparti merceologici pesa la persistenza delle limitazioni alla socialità che, pur in misura molto meno ampia del 2020, hanno caratterizzato il 2021.
Aumentano anche le spese per Servizi sanitari e spese per la salute (118 euro al mese, +9,0%), Mobili, articoli e servizi per la casa (112 euro mensili, +8,4%), Altri beni e servizi (174 euro mensili, +3,9%) e per Abitazione, acqua, elettricità e altri combustibili, manutenzione ordinaria e straordinaria (912 euro al mese, +2,0%), in quest’ultimo caso anche a causa di una forte dinamica inflazionistica. Stabili le spese per Alimentari e bevande analcoliche (come nel 2020, al pari di quelle per Abitazione, acqua, elettricità e altri combustibili, manutenzione ordinaria e straordinaria, mentre la spesa di tutti gli altri capitoli scendeva del 19,3%), Comunicazioni (-9,5% rispetto al 2019, a conferma di un trend decrescente di lungo periodo), Bevande alcoliche e tabacchi e per Istruzione. Nel 2021 la spesa media familiare per l’abitazione in termini correnti (1.845 euro) è aumenta del 6,0% rispetto al 2020 (ma è tuttora in calo del 6,9% rispetto al 2019). In accordo con le linee guida internazionali, nella spesa per l’abitazione è compreso l’importo della “spesa che le famiglie dovrebbero sostenere per prendere in affitto un’abitazione con caratteristiche identiche a quella in cui vivono e di cui sono proprietarie, usufruttuarie o che hanno in uso gratuito”. spiega l’Istat.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: consumi famiglie 2021 depurati da inflazione +2,8%
Spesa media mensile 2.437 euro. dato non compensa crollo 2020
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
11:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2021, la stima della spesa media mensile delle famiglie italiane è di 2.437 euro in valori correnti, in ripresa (+4,7%) sul 2020.
Lo comunica l’Istat precisando che la metà delle famiglie spende meno di 2.048 euro al mese.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Considerata la dinamica inflazionistica (+1,9% l’indice dei prezzi al consumo per la collettività nazionale, NIC), la crescita in termini reali è meno ampia (+2,8%). Il dato non compensa il crollo del 2020: rispetto al 2019, infatti, la variazione in valori correnti ha ancora segno negativo (-4,8%).
Crescita è più intensa a Nord (+7,0% il Nord-ovest e +4,4% il Nord-est), Sud (+3,9%) Centro (+3,1%).
La spesa non alimentare aumenta del 5,7% rispetto al 2020 (in media 1.967 euro mensili). L’aumento più elevato (+26,5%) si osserva per il capitolo Servizi ricettivi e di ristorazione (100 euro mensili), che nel 2020 aveva subito un vero e proprio crollo (-38,9%). Seguono Abbigliamento e calzature (100 euro, +13,8% rispetto all’anno precedente; -23,3% nel 2020) e Trasporti (241 euro al mese, +10,8%, -24,6% nel 2020). Cresce invece solo del 5,9% la spesa per Ricreazione, Spettacoli e cultura (99 euro mensili; -26,4% nel 2020). Aumentano anche le spese per Servizi sanitari e spese per la salute (118 euro al mese, +9,0%),
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa prova a migliorare in attesa Bce, spread stabile
Petrolio a quota 122 dollari. Rallenta il gas
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
11:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee provano a migliorano e riducono tutte in maniera marginale la flessione diffusa in attesa delle indicazioni che arriveranno a metà giornata dalla Bce a conclusione del consiglio direttivo di Amsterdam.

Parigi cede un marginale 0,31%, Francoforte lo 0,45%, Londra lo 0,3% e Milano 0,39% con il Ftse Mib a 24.166 punti.
Sugli scudi sempre i bancari con Bper (+2,8%) e Unicredit (+2,34%) seguite da Mediobanca (+1,32%). Tiene lo spread tra Btp e Bund con il differenziale sotto i 199 punti e il rendimento del decennale italiano stabile al 3,33%. Nexi è sempre la peggiore e perde il 2,3% con Jp Morgan che ha tagliato il titolo a ‘neutral’. Eni resta piatta a -0,26% con l’ipo di Plenitude.
Il petrolio con il wti è su quota 122 dollari al barile mentre il brent è ampiamente sopra i 123. Rallenta il gas che ad Amsterdam viaggia con un rialzo del 5,6% sotto gli 84 euro mentre a Londra il prezzo lima a +22% a 158 penny al Mmbtu.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Accordo Intesa-Coldiretti, 3 miliardi a Pnrr per agricoltura
A supporto Pmi per i primi bandi riguardanti il settore
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
11:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa Sanpaolo ha siglato con Coldiretti un accordo che prevede un plafond di 3 miliardi di euro per le piccole e medie imprese associate, a supporto dei primi bandi previsti dal Pnrr per il settore.
Le aree di intervento dell’accordo riguardano tutte le misure attraverso cui attuare il programma delineato dal Pnrr a sostegno dell’agrosistema italiano, a partire dai primi bandi relativi ai “Parco agrisolare” e all'”Innovazione e meccanizzazione”, ma anche gli interventi per una migliore gestione delle risorse idriche, per lo sviluppo della logistica e della capacità di stoccaggio e soprattutto per i contratti di filiera.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il nostro gruppo, che collabora da anni con Coldiretti, vuole porsi come acceleratore del Pnrr, sia favorendo l’accesso alle misure pubbliche sia con propri strumenti, mettendo a disposizione risorse dedicate insieme ai professionisti della propria Direzione Agribusiness, il centro di eccellenza del gruppo dedicato all’agricoltura”, ha dichiarato il responsabile Divisione banca dei territori di Intesa Sanpaolo, Stefano Barrese. “Con l’accordo firmato oggi – ha proseguito Barrese – Intesa Sanpaolo vuole contribuire a questo cambiamento, sostenendo le piccole e medie imprese del settore a compiere un cambio di passo importante nel modo di fare agricoltura, avviando un nuovo futuro, in cui sostenibilità e digitalizzazione siano sempre più centrali”. “L’accordo con Intesa Sanpaolo – ha commentato il presidente della Coldiretti, Ettore Prandini – rappresenta uno strumento importante per l’accesso al credito delle imprese agricole, sostenendo l’impegno dell’agroalimentare per sfruttare al meglio le opportunità offerte dal Pnrr, che è fondamentale per affrontare le sfide della transizione ecologica e digitale. Noi siamo pronti per rendere l’agricoltura protagonista, utilizzando al meglio i fondi a disposizione”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: fine degli acquisti dei bond dal 1 luglio
La Banca centrale europea ha lasciato i tassi d’interesse fermi. Lagarde, da guerra ed energia rischi elevati per crescita
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
09:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Bce ha deciso “di porre fine agli acquisti netti di titoli attraverso il programma App dal 1 luglio 2022”.  La Banca centrale europea ha lasciato, come previsto, i tassi d’interesse fermi: il tasso principale resta a zero, il tasso sui depositi a -0,50% e il tasso sui prestiti marginali a 0,25%.
La Bce “intende alzare i tassi d’interesse di 25 punti base al meeting di luglio” e “si aspetta di alzare nuovamente i tassi a settembre”.
Lo si legge in una nota,  secondo cui dopo settembre “ci si attende che un ritmo graduale, ma sostenuto, di ulteriori aumenti sarà appropriato”.
La Bce si aspetta che l’inflazione resti su livelli elevati “per un certo periodo di tempo”, e “farà sì che torni all’obiettivo” del 2%, ha detto la presidente della Banca centrale Christine Lagarde durante la conferenza stampa dopo il Consiglio direttivo tenuto ad Amsterdam.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A settembre, quando la Bce si attende un nuovo aumento dei tassi dopo quello di luglio da 25 punti base, “un incremento maggiore sarà appropriato” se “le prospettive di inflazione nel medio periodo permarranno tali o si deterioreranno”. Lo ha detto la presidente della Bce, aprendo all’ipotesi di un aumento da 50 punti base come sta facendo la Fed americana.
La Conferenza Stampa di Christine Lagarde:

La possibilità che “la guerra veda un’escalation” e quella di un “ulteriore impatto dirompente sulle forniture di energia all’area euro” continuano ad essere un “rischio significativo per la crescita”. “Se necessario, come abbiamo dimostrato in passato, siamo pronti a dispiegare un aggiustamento degli strumenti esistenti, o nuovi strumenti”, contro la frammentazione finanziaria all’interno dell’area euro. Lo ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde, durante la conferenza stampa dopo il Consiglio direttivo, riferendosi a eventuali strumenti contro un ampliamento degli spread. “Siamo impegnati a garantire una adeguata trasmissione della politica monetaria, e di conseguenza la frammentazione sarà evitata nella misura in cui danneggia la trasmissione della politica monetaria”.

La Bce “non tollererà” episodi di frammentazione finanziaria nell’area euro che mettano a rischio la trasmissione della politica monetaria in tutti i Paesi, e se necessario potrà dispiegare nuovi strumenti. Ma “non c’è alcuno specifico livello dei tassi delle obbligazioni o dei prestiti, o degli spread sui bond che attiverà questo o quell’intervento”. Lo ha detto Lagarde, assicurando che la Bce ha l’intenzione di “prevenire che si concretizzino rischi”.

Mercati azionari del Vecchio continente tutti in forte calo dopo le decisioni della Bce, specie sull’ipotesi di una stretta maggiore in autunno in caso di inflazione elevata. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha registrato un ribasso finale dell’1,90% a 23.776 punti. La Borsa di Francoforte ha chiuso in ribasso dell’1,7%, seguita da Londra in calo dell’1,6%, Male anche Parigi, Amsterdam e Madrid, tutte negative dell’1,4%.

Fortissima tensione sui titoli di Stato europei e soprattutto italiani dopo le decisioni della Bce, con lo stop all’acquisto di bond confermato dal prossimo luglio. Il rendimento del Btp a 10 anni ha infatti concluso la seduta sui mercati telematici al 3,58%, con un massimo di giornata al 3,61%, e uno strappo al rialzo di 22 punti base rispetto alla chiusura della vigilia. Il tasso del bond di riferimento è ai massimi dal novembre 2018. Lo spread con il Bund tedesco ha chiuso così a 216 punti base, dopo un massimo di seduta a quota 218, correggendo i livelli più alti dal maggio 2020.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lapo Elkann, Garage Italia dedica vespa a Giovannino Agnelli
La special-e, full electric, presentata alla Milano Design Week
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
09 giugno 2022
11:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Garage Italia Customs ha svelato, in occasione della Milan Design Week, un’inedita Vespa 50 Special-e, full electric, che ha intitolato a Giovannino Agnelli.
“Sono davvero felice di poter presentare la Special-e di Garage Italia Customs, perché per me la Vespa non è soltanto un’icona di stile e di design.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alla Piaggio, infatti, mi lega il profondo affetto per mio cugino Giovanni Alberto Agnelli che dell’azienda negli anni ’90 è stato il presidente. È a lui che dedico questa ultima creazione di Garage Italia. All’azienda di Pontedera sono inoltre legato da un ricordo di gioventù: per alcune settimane ne sono stato operaio quando avevo 17 anni” ha spiegato Lapo Elkann.
“Con Vespa 50 Special-e abbiamo puntato dritto al cuore degli amanti della dolcevita italiana: attraverso un design in continuità con il grande successo di Spiaggina, Vespa ne rafforza ulteriormente lo storytelling, e si presenta all’estate con freschezza, colore, e il nostro tocco tutto italiano. Vespa 50 Special-e è disponibile in pre-order da subito attraverso i canali ufficiali di Garage Italia Customs”, spiega il ceo Sergio Esposito.
La storica sede di Piazzale Accursio di Garage Italia è stata palcoscenico della presentazione della già annunciata Spider Duetto Hybrid. Concepita a livello di render due anni fa, ha preso forma applicando la tipica sperimentazione creativa concept-to-product ad un esemplare di Duetto 2000cc a iniezione del 1992. Personalizzata in collaborazione con rinomate eccellenze del Made in Italy – tra cui Poltrona Frau, R-M, Sonus Faber e D-Tales – è stata trasformata in vettura ibrida grazie a un esclusivo sistema K.E.R.S. powered by Newtron.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzi guerra: gas sale con incendio terminal, petrolio stabile
Oro poco mosso. Grano duro e frumento deboli
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
12:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata segnata dalla corsa del gas con un incendio in un grande terminal di esportazione negli Stati Uniti in Texas che mette a rischio le consegne a un mercato che è in stato di massima allerta per la Russia.

Il prezzo ad Amsterdam che ha sfiorato anche i 92 euro, è sceso a 85 euro e segna un rialzo di quasi il 7%.
A Londra è a 155 penny al Mmbtu con un +19 per cento.
Il petrolio, dopo il balzo della vigilia ai massimi da 14 anni, è abbastanza stabile è oscilla con il wti (-0,19%) a ridosso dei 122 dollari al barile. I brent si conferma sopra a 123 (-0,08%) dollari. Sul fronte dei metalli l’oro è stabile a 1848 dollari l’oncia. Nell’agroalimentare è in calo tanto il grano duro (-0,5% a 1.149 dollari per unità contrattuale da 5mila staia) quanto il frumento (-0,7% a 1.066 dollari) mentre resta il braccio di ferro sul grano, con Mosca che permetterà lo sblocco delle esportazioni dai porti ucraini solo se verranno tolte le sanzioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In Italia Fondi Immobiliari sfiorano 110 miliardi patrimonio
A livello globale raggiunti i 3.720 miliardi di euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
11:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Anche nel 2021 il risparmio gestito in immobili attraverso fondi immobiliari e Reits (società quotate che possiedono e gestiscono beni immobili commerciali fruttiferi,ndr) ha proseguito il suo percorso di crescita.
Il patrimonio a livello globale di fondi e Reits, infatti, ha raggiunto 3.720 miliardi di euro, con un incremento di oltre il quattordici per cento rispetto al 2020.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ quanto emerge dal quarantesimo Rapporto 2022 su “I Fondi immobiliari in Italia e all’estero”, realizzato da Scenari Immobiliari in collaborazione con lo Studio Casadei.
Il trend positivo è proseguito anche in Europa, dove sono operativi oltre 1.860 fondi e 274 reit, con un patrimonio complessivo pari a 1.425 miliardi di euro, cresciuto di quasi nove punti percentuali. Sulla scia di un andamento espansivo, nel 2021 il peso dei veicoli del vecchio continente sul patrimonio mondiale ha sfiorato il 39 per cento. In Italia il patrimonio immobiliare detenuto direttamente dai 570 fondi attivi sfiora i 110 miliardi di euro, con un incremento del nove per cento sul 2020.
Nell’area Ue il fatturato è cresciuto del 15,3 per cento, mentre nei primi cinque Paesi (Uk compreso) la variazione positiva è stata di tre punti percentuali, con Francia e Germania protagoniste, seguite da Spagna e Inghilterra.
“In Europa il patrimonio dei fondi immobiliari, in questo periodo, è aumentato di sette volte, raddoppiando la crescita del mercato immobiliare e triplicando quella dell’economia nel suo complesso”, afferma Mario Breglia, presidente di Scenari Immobiliari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa prosegue in calo in attesa Bce,spread piatto a 199
Petrolio poco mosso, gas in rialzo, rublo debole
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
13:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee proseguono in calo in attesa delle indicazioni della Bce che arriveranno a breve, a conclusione della consiglio direttivo ad Amsterdam.
L’indice d’area, lo stoxx 600, cede un quarto di punto con i titoli legati agli industriali e ai tecnologici sotto vendita.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tengono i finanziari e l’energia, quest’ultima con il gas in rialzo in seguito ad un incendio in un terminal negli Stati Uniti che mette a rischio le consegne a un mercato che è in stato di massima allerta per la Russia. Ad Amsterdam il prezzo è di 86,6 euro al megawatt e sale del 7,2%. A Londra è a +22% a 159 penny al Mmbtu, l’unità termica britannica. Il petrolio è con il Wti sotto i 122 dollari al barile (-0,17%) mentre il Brent è stabilmente sopra i 123 dollari al barile (-0,11%).
Fronte cambi l’euro resta a 1,07 sul dollaro così come è debole il rublo sul biglietto verde (57,2 per unità) e sulla moneta unica (scambia a 61,4) Tra le singole Piazze Francoforte cede lo 0,56%, Parigi lo 0,21%, Londra lo 0,39% e Milano lo 0,5% con il Ftse Mib che difende i 24mila punti. Sul listino si confermano gli acquisti su Bper (+2,5%), alla vigilia del piano industriale, e di Unicredit (+2,34%) con lo spread tra Btp e Bund piatto a 199 punti e il rendimento del decennale stabile al 3,33%. Tra gli altri Eni che ha annunciato l’ipo di Plenitude, cede l’1%.
Dimezza la flessione Nexi (-1,3%) che JpMorgan ha tagliato a ‘neutral’. Sotto la lente Mfe con la Consob spagnola (Cnmv) che ha autorizzato la modifica dell’Opas. Il nuovo termine è l’1 luglio. Le azioni A cedono l’1,57%, le B l’1,63% mentre la controllata spagnola è marginale (-0,33%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce lascia tassi fermi, depositi a -0,50%
Tasso principale resta a zero e su prestiti marginale a 0,25%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
14:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Banca centrale europea lascia, come previsto, i tassi d’interesse fermi: il tasso principale resta a zero, il tasso sui depositi a -0,50% e il tasso sui prestiti marginali a 0,25%.
Lo comunica la Bce dopo la riunione del Consiglio direttivo.
La Bce ha annunciato di aver ha deciso “di porre fine agli acquisti netti di titoli attraverso il programma App dal 1 luglio 2022”.
La Bce “intende alzare i tassi d’interesse di 25 punti base al meeting di luglio” e “si aspetta di alzare nuovamente i tassi a settembre”.
spiega la Bce, secondo cui dopo settembre “ci si attende che un ritmo graduale, ma sostenuto, di ulteriori aumenti sarà appropriato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund supera i 203 punti dopo la Bce sui tassi
Il rendimento del decennale italiano sale al 3,43%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
13:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund supera i 203 punti base con la Bce che lascia, come previsto, i tassi d’interesse fermi.
Il rendimento del decennale italiano sale al 3,43%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Salario minimo: Amendala (Cub) a Cgt spagnola, sì a voto Pe
In Italia problema 5 mln di lavoratori con salari troppo bassi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
13:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La Confederazione unitaria di base saluta con favore l’approvazione da parte del Parlamento europeo della direttiva sul salario minimo il cui accoglimento da parte degli Stati membri è previsto nei prossimi due anni”: lo ha affermato a margine del congresso del sindacato spagnolo Cgt a Saragozza, il segretario generale della Cub, Marcelo Amendola.

“In Italia esiste un problema che riguarda quasi 5 milioni di lavoratrici e lavoratori i cui salari sono troppo bassi, al di sotto del livello di povertà – ha aggiunto -.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un fatto questo dovuto purtroppo anche ai contratti firmati da Cgil, Cisl, Uil e sui quali bisogna sicuramente intervenire. Questo però non deve farci dimenticare che ormai in Italia abbiamo un quadro generale di livello salariale troppo basso, anche in relazione agli altri paesi europei! Quindi diciamo Sì alla Direttiva Europea. Con una avvertenza però: bisogna evitare che l’approvazione di questa legge si trasformi in una trappola per tutti quei lavoratori che oggi godono di trattamenti economici complessivi tutelati da una contrattazione fatta in modo corretto e compiuto”.
“La questione del salario minimo non può essere perciò avviata – ha concluso Amendola – senza una legge effettivamente democratica sulla rappresentanza che in Italia manca dal referendum del 1995. Una legge che dia la possibilità ai lavoratori di scegliere il sindacato dal quale farsi rappresentare e che dia la libertà al sindacato di agire liberamente per tutelare gli interessi dei lavoratori”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa peggiora con Bce, spread sale a 205 punti
Milano e Francoforte perdono lo 0,9%, Parigi lo 0,7%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
14:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee peggiorano dopo che la Bce, come atteso, ha lasciato i tassi fermi indicando però che intende alzarli di 25 punti base al meeting di luglio.

Milano cede lo 0,96%, Francoforte lo 0,95%, Londra lo 0,69%, Parigi lo 0,59%.
Lo spread tra Btp e Bund sale ancora e tocca i 205 punti con il rendimento del decennale italiano al 3,47% sui livelli di metà novembre 2018.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: rialzo tassi di 25 centesimi a luglio, poi settembre
Da luglio anche stop acquisto bond
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
14:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Bce “intende alzare i tassi d’interesse di 25 punti base al meeting di luglio” e “si aspetta di alzare nuovamente i tassi a settembre”.
Lo si legge in una nota della Bce, secondo cui dopo settembre “ci si attende che un ritmo graduale, ma sostenuto, di ulteriori aumenti sarà appropriato”.
La Bce ha deciso “di porre fine agli acquisti netti di titoli attraverso il programma App dal 1 luglio 2022” mentre ha lasciato i tassi invariati: il tasso principale resta a zero, il tasso sui depositi a -0,50% e il tasso sui prestiti marginali a 0,25%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: tensione sui titoli di Stato, Btp al 3,5%
Aggiorna massimi dal 2018
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
14:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Forte tensione sui titoli di Stato europei e soprattutto su quelli dei Paesi storicamente sotto la pressione della speculazione dopo le decisioni della Bce: il rendimento del Btp a 10 anni italiano con un aumento repentino di 15 punti base ha superato la quota del 3,5%, aggiornando i massimi dal 2018.
Lo spread con il Bund tedesco è a 207 ‘basis point’ dopo un avvio di seduta sotto quota 200.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi all’Ocse: ‘Sbloccare i porti, evitare catastrofe alimentare’
‘Accordo su minimum tax a G20 di Roma è storico’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
10 giugno 2022
08:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, è arrivato questa mattina allo Chateau de la Muette, nella sede dell’Ocse a Parigi, per il Consiglio ministeriale presieduto quest’anno dall’Italia.
Il segretario generale Mathias Cormann, in apertura, ha ringraziato il presidente del Consiglio.
L’accordo sulla tassazione globale al G20 di Roma è “storico”, ha detto Draghi aprendo la riunione ministeriale dell’Ocse.
“Lo sforzo per evitare la crisi alimentare deve iniziare dallo sblocco dei porti e della migliaia di cereali che sono lì.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo sforzo di mediazione delle Nazioni unite è un notevole passo in avanti, sfortunatamente è l’unico”, ha detto ancora il premier, a proposito della guerra in Ucraina, sottolineando che il blocco del grano sta facendo “aumentare i prezzi causando una catastrofe a livello mondiale”. “Il g7 e la Ue hanno mostrato una notevole unità e solidarietà nel sostenere l’Ucraina e nel mettere pressione sulla Russia per riprendere i negoziati – ha aggiunto -. La Ue da sola ha approvato 6 pacchetti di sanzioni che hanno dato un duro colpo agli oligarchi vicini al Cremlino e a settori chiave dell’economia russa”. “Perché i nostri sforzi siano efficaci devono essere sostenibili nel corso del tempo e coinvolgere le economie emergenti e in via di sviluppo – ha spiegato il premier -. Dobbiamo abbinare la risolutezza mostrata in Ucraina con la stessa determinazione ad aiutare gli stessi cittadini e coloro che si trovano nei paesi più poveri del mondo soprattutto in Africa”.
“Il consiglio Ue ha approvato di considerare di imporre un tetto dei prezzi per le importazioni di gas russo: questo potrebbe limitare l’incremento dell’inflazione e ridurre i flussi finanziari verso Mosca”. Draghi ha sottolineato però che “le discussioni sono ancora in corso e la strada da percorrere potrebbe essere lunga”.
Contro il caro energia la Ue deve valutare di “replicare” strumenti come Sure “che ci hanno aiutato a riprenderci rapidamente dalla pandemia”, ha spiegato Draghi aprendo la riunione ministeriale dell’Ocse a Parigi. “Uno strumento simile, questa volta mirato all’energia” ha aggiunto Draghi, “potrebbe garantire ai paesi vulnerabili più spazio per aiutare i propri cittadini in un momento di crisi, rafforzerebbe il sostegno popolare al nostro sforzo sanzionatorio congiunto e contribuirebbe a preservare la stabilità finanziaria in tutta l’area dell’euro”.
“Questa situazione di emergenza non deve essere una scusa per tradire i nostri obiettivi climatici ma la ragione per raddoppiarli”. “Accelerare la transizione energetica è fondamentale per spostarci verso un modello sostenibile e ridurre la nostra dipendenza dalla Russia. Dobbiamo agevolare l’espansione delle rinnovabili e promuovere ricerca e sviluppo in nuove soluzioni di energia verde e pulita. Questo significa rafforzare la nostra architettura dell’idrogeno e sviluppare reti intelligenti e resilienti”.
Al centro della giornata di lavori, il tema del conflitto in Ucraina, che Cormann ha definito “ingiustificabile”, il rallentamento della crescita e l’inflazione in forte aumento.
IL DISCORSO DI APERTURA:

ZELENSKY ALL’OCSE
“Interesse primario del mondo è aiutare a proteggere l’Ucraina”: lo ha detto il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, intervenendo alla riunione ministeriale dell’Ocse. “L’aggressione della Russia deve terminare al più presto possibile”, ha proseguito Zelensky invocando “dolorose sanzioni di lungo termine”. “Il mondo deve fermare l’aggressione della Russia che è una minaccia per tutto il mondo”. Il discorso di Zelensky è stato accolto dall’applauso delle delegazioni presenti. Da parte sua, il segretario generale dell’Ocse, Mathias Cormann, ha salutato “la forza e il coraggio” di Zelensky ed ha accolto l’invito del presidente ucraino di incontrarlo nell’ufficio dell’Ocse a Kiev.
Si è conclusa poco dopo la mezzanotte la “cena di lavoro” all’Eliseo fra il presidente francese, Emmanuel Macron, e il presidente del Consiglio, Mario Draghi.
Nella cena dell’Eliseo, i due leader hanno fatto il punto sui prossimi vertici del G7 e della Nato, in programma a fine mese, e sul Consiglio europeo del 23 e 24 giugno a Bruxelles. Al centro dei temi affrontati, gli sviluppi della guerra in Ucraina e il sostegno a Kiev, la sicurezza alimentare, il rafforzamento dell’autonomia europea in materia di Difesa e di Energia, nell’ottica di una strategia energetica diversificata e di una minore dipendenza energetica dalla Russia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: spread Btp-Bund a 214 punti base
Massimo dal maggio 2020
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
15:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fortissimo rialzo del tasso di interesse dei titoli di Stato europei e soprattutto dei Paesi storicamente sotto la pressione della speculazione: dopo le decisioni della Bce e con la conferenza stampa della presidente Christine Lagarde il rendimento del Btp italiano a 10 anni ha toccato il 3,58% con un aumento superiore ai 20 punti base, mentre lo spread ha raggiunto in livello di 214 ‘basis point’.

Superiore ai 10 punti base il rialzo dei tassi dei bond a 10 anni di Spagna, Portogallo e anche Francia.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in calo a New York a 121,69 dollari
Quotazioni perdono lo 0,35%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
09 giugno 2022
15:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio è in calo a New York, dove le quotazioni perdono lo 0,35% a 121,69 dollari al barile.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: Borsa Milano scivola (-2%), Btp al 3,6%
Deboli anche altre piazze europee, euro tiene contro il dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
15:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Peggiora ulteriormente l’andamento di Piazza Affari dopo le decisioni della Bce e con la conferenza stampa della presidente Christine Lagarde: l’indice Ftse Mib cede oltre il 2%, confermando Milano come la peggiore tra le Borse europee.
Francoforte infatti scende dell’1,5%, seguita da Madrid (-1,3%), Parigi (-1,2%), Amsterdam (-1,1%) e Londra, che oscilla attorno a una perdita di un punto percentuale.

Mentre restano sotto pressione i titoli di Stato (il Btp a 10 anni ha toccato il 3,6%, spread a quota 215), in Piazza Affari tra i titoli principali sempre male Iveco (-5%) e Tenaris (-4%), con Unicredit finora molto solida passata in terreno leggermente negativo.
L’euro tiene a quota 1,07 contro il dollaro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Al Green Med Symposium faro su innovazione e digitale
Sondaggio, 40% italiani conosce economia circolare
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
09 giugno 2022
15:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Innovazione, digitalizzazione e convergenza industriale per la rivoluzione verde sono le linee guida che hanno caratterizzato i lavori della seconda giornata del Green Med Symposium in corso fino a domani presso la Stazione marittima di Napoli.
L’evento è promosso da Ricicla.tv ed Ecomondo, con la partnership della Regione Campania.
Secondo i dati di un sondaggio Ipsos illustrato nel corso dell’evento, Il 40 per cento degli italiani conosce i princìpi dell’economia circolare, il 36 per cento sa cos’è il Conai e il ruolo che svolge nella gestione dei rifiuti di imballaggio. Inoltre Il 66 per cento degli italiani afferma che, dall’inizio della pandemia, la propria sensibilità per le questioni ambientali è aumentata e l’83 per cento si dichiara disposto a cambiare i propri comportamenti a vantaggio dell’economia circolare.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Core Power lavora a motore nucleare per le navi
Cerchiamo di avere un prototipo pronto nel 2025
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
09 giugno 2022
15:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo lavorando per poter avere nel 2025 il primo prototipo di motore nucleare navale con una tecnologia di reattori avanzati che ha una serie di vantaggi soprattutto in ambito di sicurezza.
Possiamo installare un reattore all’interno di una nave con una serie di difese cosicché anche in caso di incidente tutto resti racchiuso all’interno della nave, garantendo la sicurezza a bordo e in mare anche nel caso del peggiore incidente”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha spiegato Giulio Gennaro, chief technical officer di Core Power, società che si occupa proprio di tecnologia nucleare avanzata per il settore del trasporto marittimo e l’industria, parlando in collegamento al forum ‘I nuovi orizzonti delle energie. Lo shipping e l’esigenza di adeguarsi allo scenario internazionale’. Una novità che potrebbe essere interessante per il futuro. “Il nucleare è una delle tecnologie che stiamo monitorando – commenta Massimo Debenedetti, vicepresidente per la ricerca e innovazione di Fincantieri -. Dal nostro punto di vista vedrà più facile applicazione, nel mondo militare, dove è già applicata in molti Paesi, in quello delle navi passeggeri dovremo superare una serie di opinioni che sono datata e fondate soprattutto su una tecnologia di seconda generazione mentre si sta ragionando su quello di quarta”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il consorzio Costa Smeralda festeggia i 60 anni
Il presidente Persico: “puntare sempre più sulla sostenibilità”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
15:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Compie quest’anno i 60 anni i Consorzio Costa Smeralda che nel 1962 ha fatto nascere il progetto che ha creato una realtà turistica unica in Sardegna.

Per festeggiare questa data il Consorzio ha organizzato un evento a Milano, raccontando la storia del progetto e il futuro cui punta nei prossimi anni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

“Si festeggia un anniversario che ha cambiato la storia di un’intera regione. Il progetto nasce fin da subito come progetto internazionale. Quello che serviva era creare un’infrastruttura di servizi e questa venne assegnata al Consorzio, con il Consorzio che da sempre ha voluto essere la casa di chi ama la Costa Smeralda e la Sardegna. Oggi chiunque venga in Sardegna conosce il mito della Costa Smeralda, il nostro compito è di far sì che ritrovi questo mito, vivere una vacanza unica in un luogo unico” ha esordito Renzo Persico, presidente del Consorzio Costa Smeralda.
“La nostra strategia è quella di preservare la filosofia dell’Aga Khan di una struttura che viva nell’armonia del territorio, dell’ambiente, ma anche della popolazione che ci vive tutto l’anno. Ovviamente il mondo cambia, il mercato turistico si è evoluto, sono cambiate le esigenze e negli ultimi anni abbiamo iniziato un percorso di differenziazione del mercato turistico, adeguando le infrastrutture per rendere le strutture più accessibili. Abbiamo punto e continuiamo a puntare sulla sostenibilità, non si può prescindere dai temi globali, come il cambiamento climatico” ha dichiarato Mario Ferraro, ceo di Smeralda Holding.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dl aiuti: Pd, tetto al prezzo della benzina per l’estate
Emendamento, servirà Dpcm e varrà per 2 mesi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
16:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un tetto al prezzo dei carburanti per due mesi.
Lo propone il Pd con un emendamento al dl aiuti, pensato per chi lavora e anche per chi viaggerà questa estate “in ragione degli eccezionali aumenti”.
Il testo prevede che un Dpcm, su proposta del Ministro della transizione ecologica, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, definisca “per i successivi sessanta giorni, un prezzo massimo per la vendita dei carburanti, secondo modalità e criteri definiti con decreto del Ministro della transizione ecologica da emanare entro quindici giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dl aiuti: tassa extraprofitti anche per finanza energetica
Emendamenti bipartisan estendono applicazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
16:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Estendere il prelievo sugli extraprofitti anche a banche e intermediari finanziari che fanno attività sull’energia.
E’ la richiesta di una serie di emendamenti trasversali al dl aiuti presentati da M5S, Leu, FI e FdI.
Le proposte prevedono di estendere il “contributo a titolo di prelievo solidaristico” anche a “banche e intermediari finanziari che esercitano attività di compravendita di gas metano, gas naturale, energia elettrica o prodotti petroliferi o attività di negoziazione di prodotti contratti di opzione, contratti finanziari a termine standardizzati, swap e altri contratti su strumenti derivati connessi” all’energia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa debole ma rifiata dopo Bce, Milano -1,6%
Resta forte la tensione sui titoli di Stato, scende l’euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
16:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo la tempesta in concomitanza con le decisioni della Bce e soprattutto sull’ipotesi di una stretta maggiore in autunno in caso di inflazione elevata, i mercati stanno provando a stabilizzarsi pur fra tensioni sempre molto forti.

Le Borse europee sono tutte in calo, con Milano che cede l’1,6% e resta la più debole, seguita da Francoforte in ribasso dell’1,4%, con Parigi negativa dell’1,2%, Madrid e Londra dell’1,1% e Amsterdam in calo di un punto percentuale, lo stesso attorno al quale ondeggia la Borsa di Mosca.

In rialzo del 6% rispetto alla chiusura di ieri il gas, stabile il petrolio, mentre è in leggero calo dopo una prima fase di tenuta l’euro, che contro il dollaro viene scambiato sotto quota 1,07.
Sempre pesante la situazione dei titoli di Stato, specie italiani: lo spread tra Btp e Bund tedesco a 10 anni è a quota 214, con il rendimento del prodotto del Tesoro al 3,56%, ai massimi rispettivamente dal maggio 2020 e dal novembre 2018.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mobilità: Assolombarda cerca startup per la sostenibilità
Durante l’MCE 4X4 verranno selezionate 16 realtà innovative
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
17:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Puntare sempre più alla mobilità sostenibile, non solo con il concetto di car sharing, ma guardando all’innovazione tecnologica per cambiare l’ecosistema urbano.
È l’obiettivo cui puntano Assolombarda e Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi con la Mobility Conference Exhibition e a “Beyond Barriers – Oltre le barriere”, l’evento che il prossimo 6 ottobre coinvolgerà 16 startup.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Dallo scorso 6 giugno fino al 3 luglio sarà possibile per le startup attive nel settore mobilità proporre gratuitamente la propria candidatura attinente a uno dei 4 ambiti di sfida: i servizi alle persone in movimento, la sicurezza fisica e dei dati digitali, la movimentazione green e sicura delle merci, e l’energia verde. Le 16 realtà selezionate avranno uno spazio esposizione dedicato per incontri informali con tutti gli ospiti della manifestazione; ma soprattutto avranno la possibilità di incontrare le aziende corporate e di confrontarsi con investitori, imprese e attori dell’ecosistema.
“Milano, che punta a posizionarsi sempre di più tra le Smart City europee, ben si presta a essere laboratorio di importanti sperimentazioni sul tema di una mobilità intelligente che deve necessariamente fare perno sul digitale e sull’innovazione. Per questo MCE 4×4 Beyond Barriers rappresenta un momento importante per le nostre imprese e per le startup che potranno mettersi in gioco per presentare nuove idee e soluzioni, un’occasione per guardare le cose in modo diverso e puntare davvero su un futuro della mobilità più efficiente e sostenibile” ha dichiarato Alvise Biffi, Membro di Giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confimprese: la finanza torna a investire nel retail
Nel 2021 45 nuove operazioni per 557 milioni; 2022 parte bene
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
17:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La finanza torna a investire nel retail: il 2021 si è chiuso con 45 nuove operazioni, in crescita del 36% rispetto al 2019, pari a un ammontare investito di 557 milioni di euro.
Nel primo trimestre di quest’anno, su 81 nuovi investimenti da parte del private equity, 5 sono nel retail.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dal 2015 al 2021 sono 165 i deal realizzati nel retail con un ammontare investito di circa 1,7 miliardi di euro. A snocciolare i dati del settore è il presidente di Confimprese, Mario Resca, aprendo i lavori dell’incontro su “Finanza&Retail”, a Palazzo Mezzanotte.
“C’è un rapporto sinergico tra finanza e retail, con la prima che fornisce le risorse necessarie per stimolare la crescita in Italia e all’estero delle reti commerciali”, spiega Resca, aggiungendo che “l’asset vincente che può orientare il private equity verso operazioni nel retail è la capacità dei retailer di abbinare lo sviluppo della rete fisica alla proposta di e-commerce con strategie in grado di integrare servizi alla semplice rivendita di prodotti. Anche settori, in cui il punto di somministrazione fisico sembrava imprescindibile e centrale come la ristorazione, oggi propongono fruibilità dei propri prodotti e servizi sia in loco sia con formule di consegna a casa”. Tuttavia, “resta il fatto che i fondi italiani investono solo in Italia e sono ancora di piccole dimensioni rispetto a Paesi come Francia, Spagna e Germania”. I fondi domestici devono dunque “cambiare marcia e ambire a operazioni di livello internazionale”. Nel 2021, secondo i dati Aifi, la Francia, che guida la classifica, ha investito 27 miliardi di euro (+53%) contro i 12,6 miliardi della Germania (-16%), i 7,5 della Spagna (+19%) e i 7 dell’Italia (+33%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in forte calo, Ftse Mib -1,9%
L’indice dei principali titoli di Piazza Affari a 23.776 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
09 giugno 2022
17:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta ampiamente negativa per Piazza Affari dopo le decisioni della Bce: l’indice Ftse Mib ha registrato un ribasso finale dell’1,90% a 23.776 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa conclude ampiamente negativa, Amsterdam -1,4%
Dopo Bce chiude peggio Francoforte, male anche Londra
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
17:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente tutti in pesante calo dopo le decisioni della Bce, specie sull’ipotesi di una stretta maggiore in autunno in caso di inflazione elevata: la Borsa di Francoforte ha chiuso in ribasso dell’1,7%, seguita da Londra in calo dell’1,6%, Male anche Parigi, Amsterdam e Madrid, tutte negative dell’1,4%.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund: chiude in forte aumento a 216 punti
Tasso del Btp a 10 anni al 3,58%, ai massimi dal 2018
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
18:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fortissima tensione sui titoli di Stato europei e soprattutto italiani dopo le decisioni della Bce, con lo stop all’acquisto di bond confermato dal prossimo luglio.

Il rendimento del Btp a 10 anni ha infatti concluso la seduta sui mercati telematici al 3,58%, con un massimo di giornata al 3,61%, e uno strappo al rialzo di 22 punti base rispetto alla chiusura della vigilia.
Il tasso del bond di riferimento è ai massimi dal novembre 2018.
Lo spread con il Bund tedesco ha chiuso così a 216 punti base, dopo un massimo di seduta a quota 218, correggendo i livelli più alti dal maggio 2020.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano scivola con Europa dopo Bce, male Iveco
Esaurito lo scudo della Banca centrale sui bond, spread corre
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
18:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tutto secondo le anticipazioni, senza ripensamenti e anzi con un’ipotesi di stretta maggiore in autunno se l’inflazione restasse molto alta: le decisioni della Bce non sono piaciute ai mercati, con Piazza Affari che è stata ampiamente la Borsa peggiore schiacciata dalla corsa dei redimenti dei titoli di Stato italiani.

La seduta è stata infatti ampiamente negativa per Milano, con l’indice Ftse Mib che ha registrato un ribasso finale dell’1,90% a 23.776 punti e l’Ftse All share un calo dell’1,88% a quota 25.998.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ma sono andati male tutti i mercati azionari del Vecchio continente: la Borsa di Francoforte ha chiuso in ribasso dell’1,7%, seguita da Londra in calo dell’1,6%, Male anche Parigi, Amsterdam e Madrid, tutte negative dell’1,4%. Debole anche la Borsa di Mosca, che ha chiuso in calo dell’1% con l’indice Moex in rubli e dell’1,5% con l’Rtsi espresso in dollari.
Debole nel finale l’euro sul dollaro a quota 1,065, mentre è stata fortissima la tensione sui titoli di Stato europei e soprattutto italiani dopo lo stop della Bce all’acquisto di bond confermato dal prossimo luglio. Il rendimento del Btp a 10 anni ha infatti concluso al 3,58%, ai massimi dal novembre 2018, mentre lo spread con il Bund tedesco è a 216 punti base, correggendo i livelli più alti dal maggio 2020.
In questo contesto tra i titoli principali di Piazza Affari, il peggiore è stato Iveco, in ribasso del 6,6% a 5,9 euro, seguito da Tenaris, Finecobank e Saipem tutti in calo oltre i quattro punti percentuali. Deboli Tim (-2,6%) ed Eni (-2,5%), in tenuta Intesa (-1,1%) e Generali, che limata dello 0,9%. Positiva Bper prima della presentazione del nuovo piano (+0,6%) con Prysmian in rialzo dell’1,1%.
Tra i gruppi a minore capitalizzazione, in calo finale del 3,5% e del 2,6% le azioni Mfe A e le Mfe B dopo il via libera della Consob spagnola alle variazioni dell’Opas su Mediaset Espana, il cui titolo ha concluso in ribasso dell’1% a 4,18 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covisian: Altavilla, passi avanti, lavoriamo a soluzione
Spero di portare a casa lavoratori che servono a Ita,c’è fretta
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
20:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente di Ita Airways, Alfredo Altavilla, vede “qualche passo avanti” sulla questione dei lavoratori del call center ma “mi pare che la soluzione sia ancora lontana”, dice al termine del tavolo su Coviasan al ministero del Lavoro, che è stato aggiornato a domani e potrebbe chiudersi nei prossimi giorni.
Alla domanda se un’eventuale soluzione potrebbe coprire tutti gli oltre 500 lavoratori a rischio licenziamento il presidente risponde: “io mi concentro sui miei, spero di portare a casa quelli che servono a me e che mi servono in fretta”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ita: Altavilla, nessuno slittamento, vendita entro giugno
La richiesta di informazioni parte del normalissimo processo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2022
20:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La richiesta di maggiori informazioni sulla compagnia e il fatto che non sia stato indicato un prezzo definito ma una forbice nelle offerte per Ita Airways da parte di Msc-Lufthansa e del fondo Certares fa parte del “normalissimo processo” di vendita, secondo il presidente di Ita, Alfredo Altavilla.
“Le tempistiche non sono assolutamente cambiate”, dice il presidente rispondendo a una domanda sulle notizie di stampa su una possibile frenata dei compratori.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Nessuno slittamento, garantisce il top manager, spiegando che la data per la conclusione dell’operazione rimane entro giugno.

Il presidente di Ita Airways, Alfredo Altavilla, vede “qualche passo avanti” sulla questione dei lavoratori del call center ma “mi pare che la soluzione sia ancora lontana”, dice al termine del tavolo su Coviasan al ministero del Lavoro, che è stato aggiornato a domani e potrebbe chiudersi nei prossimi giorni. Alla domanda se un’eventuale soluzione potrebbe coprire tutti gli oltre 500 lavoratori a rischio licenziamento il presidente risponde: “io mi concentro sui miei, spero di portare a casa quelli che servono a me e che mi servono in fretta”. Secondo fonti sindacali è vicina la soluzione per i 522 lavoratori a rischio licenziamento dopo la rottura del rapporto fra Covisian ed Ita Airways. Il tavolo al ministero del Lavoro con i sindacati, i vertici della compagnia aerea, Covisian e Almaviva, il governo e le istituzioni regionali e locali ha visto una trattativa “fitta” per circa 4 ore ed è stato aggiornato a domani per definire tempi, forme e modalità della soluzione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: stabile in avvio a 1.845,18 dollari l’oncia
Quotazione arretra dello 0,15%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
07:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro stabile in avvio di giornata.
Il contratto spot è trattato a 1.845,18 dollari in calo dello 0,15%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banche: Fabi,meno credito e più prodotti finanziari a clienti
Analisi Fabi sui ricavi. Sileoni, rinunciano a fare prestiti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
08:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Una evidente ritirata dal credito e obiettivo puntato sui prodotti finanziari: si allarga vistosamente la forbice tra i due principali ambiti di attività del settore bancario italiano, con le agenzie ormai sempre più simili a negozi finanziari.
E’ quanto emerge da una analisi della Fabi, il sindacato dei bancari italiani.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’argomento, peraltro, sarà al centro del 127/o Consiglio nazionale della Fabi, in programma a Milano dal 13 al 15 giugno.
L’anno scorso, evidenzia la ricerca, sul totale di 82 miliardi di euro di ricavi, quelli legati alle commissioni hanno raggiunto il 53,6% (pari a 44 miliardi) del totale, rispetto al 46,4% (pari a 38 miliardi) dei proventi riconducibili ai finanziamenti concessi a imprese e famiglie. Nel 2020, il distacco era stato inferiore a un punto percentuale (50,4% contro 49,6%): 39,5 miliardi contro 38,7 miliardi. Il divario tra commissioni e prestiti è passato, in soli 12 mesi, da 688 milioni a 5,8 miliardi. In termini percentuali, il distacco è passato da meno di un punto a oltre 8 punti percentuali.
Negli ultimi 11 anni l’intero circuito bancario italiano ha bruciato più di 15 miliardi di quella parte di “fatturato” legato ai prestiti (margine d’interesse) a beneficio degli “altri ricavi”.
Le banche, ormai, stanno “rinunciando a fare credito e questo dipende principalmente dal fatto che i prestiti rappresentano un’attività poco profittevole e sempre più complessa. Insomma, molti costi e tanti rischi, ma poca redditività”, afferma il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in lieve calo in avvio,Wti -0,40% a 121,03 dollari
Brent -0,48% a 122,48 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
08:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio in lieve calo in avvio di giornata: il Wti è trattato a 121,03 dollari al barile in calo dello 0,40%, il Brent passa di mano a 122,48 dollari con un ribasso dello 0,48%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro poco mosso in avvio a 1,0627 dollari (+0,09%)
A 142,15 contro lo yen (-0,34%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
08:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro poco mosso in avvio di giornata scambiato a 1,0627 dollari (+0,09%) ed a 142,15 yen (-0,34%).

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bper: nel piano 1 miliardo in cedole, 800 milioni utile 2025
Previste 3.300 uscite e 1.450 assunzioni. Montani, nuova fase
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
08:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il piano industriale di Bper 2022-2025 prevede di realizzare un utile netto di 800 milioni a fine piano, con un ritorno sul capitale tangibile (rote) superiore al 10% e un payout ratio (percentuale di utile destinata a cedola) del 50% nel 2025.
Prevista nel corso del quadriennio la distribuzione di dividendi per almeno un miliardo di euro e il mantenimento di “un’elevata solidita’ patrimoniale”, attraverso un indice Cet1 fully phased superiore al 13%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il percorso di riduzione degli npl verrà accelerato con un mix di azioni industriali e cessioni, con l’obiettivo di arrivare a fine piano con crediti deteriorati lordi al 3,6%.
Sul fronte del personale il piano industriale di Bper prevede l’uscita di 3.300 risorse a fronte di 1.450 assunzioni e un ridimensionamento della rete di filiali, con la chiusura entro il 2024 di 600 sportelli (di cui 140 già realizzate), pari al 29% del totale delle filiali alla fine dello scorso anno.
“Il Piano Industriale 2022-2025 approvato dal cda, delinea una nuova fase di sviluppo del Gruppo Bper Banca con obiettivi ambiziosi ma che sappiamo essere alla nostra portata, facendo leva sui ragguardevoli risultati raggiunti oggi in termini di miglioramento del posizionamento competitivo, redditività e qualità del credito”. Commenta l’amministratore delegato di Bper, PIero Luigi Montani.
“L’utile netto atteso al 2025 pari a circa 800 milioni di euro, sarà raggiunto grazie al potenziamento delle nostre fabbriche prodotto nei business strategici del Gruppo rafforzando il nostro modello di banca multi-specialista, con l’obiettivo di accrescere ulteriormente la componente commissionale all’interno dei ricavi”, aggiunge Montani.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia debole in scia a Bce e Wall street, tiene Cina
Negativi i futures sull’avvio dei listini azionari europei
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
08:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ultima seduta di settimana generalmente pesante per le Borse asiatiche e dell’area del Pacifico, in scia allo scivolone dei mercati europei sulla Bce e della chiusura molto difficile di Wall street.

Tokyo cede l’1,4% con l’indice Nikkei principale, Seul l’1,1% mentre Sidney, in genere poco volatile, segna una perdita dell’1,2%.
Sulla parità Hong Kong in chiusura, mentre le le Borse cinesi sono positive (Shanghai +1,1% e Shenzhen +1,7%) sui dati dell’inflazione meno pesanti delle attese che hanno compensato i timori per i nuovi lockdown Covid.
Deboli ma senza crolli i futures sull’avvio dei listini azionari europei.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund: apre in rialzo a 220 punti
Rendimento del prodotto del Tesoro al 3,62%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
08:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo la corsa della vigilia, ancora tensione sullo spread tra Btp e Bund tedeschi a 10 anni: il differenziale ha aperto la seduta sui mercati telematici a 220 punti base dopo la chiusura di ieri a quota 216.

Il rendimento del prodotto del Tesoro è al 3,62% rispetto a una conclusione della giornata precedente a quota 3,58%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in calo, Ftse Mib -0,66%
In ribasso anche l’indice Ftse All share, -0,63%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
10 giugno 2022
09:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di seduta negativo per Piazza Affari: il primo indice Ftse Mib segna un ribasso dello 0,66%, l’Ftse All share un calo dello 0,63%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa parte debole, Londra -0,5%
Negative anche Francoforte e Parigi, fiacca Mosca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
09:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente tutti in leggero calo in avvio di seduta: Londra ha aperto in ribasso dello 0,5%, con Parigi negativa dello 0,6%, Francoforte e Amsterdam dello 0,7%.

In calo dello 0,6% Madrid, in frazionale ribasso (indice Moex -0,3%) la partenza della piazza azionaria di Mosca.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: venerdì nero, bruciati 39 miliardi a Piazza Affari
Dal primo luglio la banca centrale europea interrompe l’acquisto di titoli
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 giugno 2022
10:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari chiude la seduta con un tonfo.
L’indice Ftse Mib lascia sul terreno il 5,17% a 22.547 punti e brucia così quasi 39 miliardi di euro di capitalizzazione in una sola giornata.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Venerdì nero per le Borse del Vecchio Continente come a Wall Street. L’indice paneuropeo Stoxx 600 ha perso il 2,7% mandando in fumo più di 265 miliardi di euro di capitalizzazione in una seduta. Francoforte ha ceduto il 3,13% e Parigi il 2,83%.
Negli Stati Uniti i prezzi al consumo in maggio sono saliti dell’8,6%, sopra l’8,3% atteso dagli analisti. Su base mensile l’aumento è stato dell’1%, oltre lo 0,7% previsto. Crolla ai minimi storici la fiducia dei consumatori americani. L’indice Michigan, che al misura, è calato in giugno a 50,2 da 58,4 maggio. Il dato è inferiore alle attese degli analisti che scommettevano su 58,1.
Sale ancora lo spread fra Btp e Bund che tocca, sulla piattaforma Bloomberg, i 225 punti. Il rendimento del decennale italiano è pari al 3,713%, un livello che non vedeva dal febbraio del 2014 e superiore all’impennata vista nel 2018, anno in cui il differenziale subì gli effetti dell’incertezza politica del nostro paese.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sale il costo dei mutui, finanziamenti a imprese più cari
“Capisco gli interventi della Bce per frenare l’inflazione, ma la via monetaria non è la soluzione del problema”. Lo ha detto il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, a margine dell’assemblea regionale degli Industriali oggi a Cagliari, rispondendo alla domanda dei cronisti sulla decisione della Bce di alzare i tassi dal mese di luglio.

LA STRETTA DELLA BCE – Addio, dopo sette anni, agli acquisti di debito pubblico da parte della Bce. E addio anche all’epoca dei tassi d’interesse negativi, con un primo rialzo a luglio da un quarto di punto, cui ne seguirà un altro già a settembre probabilmente da mezzo punto. Quanto allo ‘scudo anti-spread’, Francoforte s’impegna, per il momento, solo verbalmente e senza darsi una soglia oltre la quale intervenire. Il meeting di giugno della Bce, questa volta in trasferta ad Amsterdam, non poteva avere una sede più appropriata di quella offerta dalla banca centrale olandese dove siede il ‘falco’ Klaas Knot. Perché fra rischi di un’inflazione fuori controllo per la guerra e i prezzi energetici, e rischi di recessione causati dai prezzi alle stelle, la Bce ha deciso di dedicarsi ai primi, mettendosi sulla scia già tracciata dalla Fed.
Il ministro dell’Economia, Daniele Franco, durante la conferenza stampa dell’Ocse a Parigi, ha detto che il rialzo dei tassi deve avvenire “senza tensioni e shock”. Franco ha ricordato che fino ad oggi abbiamo “avuto un periodo di tassi di interesse estremamente bassi”, se non “addirittura negativi”. “Quello che dobbiamo evitare – ha proseguito – è introdurre in questo contesto tensioni non necessari. Nella conferenza stampa conclusiva del consiglio ministeriale delll’Ocse, presieduto quest’anno dall’Italia, Franco ha anche detto che si “tratta oggi di selezionare le traiettorie di incremento dei tassi da parte delle banche centrali considerando i fattori sottostanti l’aumento dell’inflazione”. Il ministro rispondeva ad una domanda sulle turbolenze nei mercati dopo la decisione della Banca centrale europea (Bce) di innalzare i tassi di interesse da luglio. Una decisione che oggi ha avuto un impatto sullo spread dei titoli italiani.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano peggiora (-1,5%) con Europa, male le banche
Bper lascia asta in calo del 4%. Pesa spread, tiene Hera
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
09:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nei primi scambi si appesantisce l’andamento di Piazza Affari, che come ieri almeno in avvio appare la Borsa più debole in Europa: l’indice Ftse Mib cede l’1,5%, con i titoli bancari deboli.
Dopo una partenza con cali più contenuti, comunque anche il listino azionario di Madrid perde l’1,2%, Francoforte e Amsterdam oltre un punto percentuale, Parigi l’1% e Londra lo 0,9%.

Su Milano pesa sempre la tensione sui titoli di Stato con lo spread nei confronti della Germania attorno a quota 220 e il rendimento del prodotto del Tesoro al 3,63%. In questo contesto Bper dopo un passaggio in asta di volatilità nel giorno della presentazione del nuovo piano industriale cede il 4,5%, Bpm il 2,9%, Mediolanum, Banca Generali e Unicredit due punti percentuali. Debole anche Intesa (-1,9%), mentre fuori dal settore del credito Eni perde l’1,7%.
Tra i titoli principali di Milano prova a tenere Hera, che sale di poche frazioni di punto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Benzina sale ancora, al self a 2,018 euro al litro
Dato di Qe aggiornato a ieri. Gasolio fino a 1,953 al litro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
09:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo medio nazionale praticato della benzina in modalità self sale a 2,018 euro/litro (2,009 il valore precedente), con i diversi marchi compresi tra 2,010 e 2,038 euro/litro (no logo 2,008).
Il prezzo medio praticato del diesel self si porta a 1,939 euro/litro (contro 1,924), con le compagnie tra 1,938 e 1,953 euro/litro (no logo 1,927).
E’ quanto risulta in base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati comunicati dai gestori all’Osservaprezzi del Mise aggiornati alle 8 di ieri 9 giugno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano scivola (-2%), spread a 223 punti
Deboli tutte piazze europee, rendimento Btp ha toccato il 3,65%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
09:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Non si ferma la corrente di vendite sui mercati azionari dopo le decisioni della Bce, con Milano peggiore in Europa in parallelo alla pressione sui titoli di Stato italiani.

Piazza Affari ha toccato una perdita del 2% per poi provare a ridurre le perdite in un clima molto volatile e nervoso, con Madrid negativa dell’1,6%, Parigi e Francoforte in calo dell’1,4% e Amsterdam dell’1,2%.
Prova a tenere Londra (-0,8%) con l’euro che resta piuttosto tranquillo a quota 1,063 sul dollaro.
Ancora in peggioramento lo spread Btp-Bund a 223 punti base che ritocca i massimi del maggio 2020, mentre il rendimento del prodotto del Tesoro ha toccato il 3,65%, sui livelli più alti dall’ottobre 2018.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Industria: Istat, ad aprile produzione +1,6%, su anno +4,2%
Trainano beni di consumo e energia. Cala metallurgia e chimica
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
12:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La produzione industriale sale dell’1,6% ad aprile 2022 rispetto a marzo, secondo i dati Istat, che registra “il terzo mese consecutivo di crescita congiunturale dell’indice”.
Rispetto all’anno precedente, l’indice aumenta del 4,2% (al netto degli effetti di calendario) con una crescita più sostenuta nei beni di consumo (+11,3%) e nell’energia (+4,7%).
I settori più dinamici sono tessile, abbigliamento, pelli e accessori (+23,4%), prodotti farmaceutici (+19,8%) coke e prodotti petroliferi raffinati (+9,4%). In calo solo metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (-2,3%), prodotti chimici (-1,5%) e mezzi di trasporto (-0,7%).
Ottimista il ministro della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, secondo cui, alla luce dei nuovi dati, l’anno si potrà chiudere con una crescita del Pil del 3%.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aperta la nuova “casa” delle scienze del clima in Puglia
Cmcc inaugura il nuovo polo internazionale e multidisciplinare
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
10:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Diventa ancora più potente il primo Centro di Supercalcolo d’Italia, e tra le strutture più avanzate in Europa, che realizza e sviluppa scenari e modelli sul futuro del clima, dedicandosi alla ricerca sui cambiamenti climatici e alle loro interazioni con la società e i sistemi economici.
E’ il cuore del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (Cmcc), che ha inaugurato oggi a Lecce, dove ha sede, il nuovo polo delle scienze del clima su 3.300 metri quadrati – ristrutturati e allestiti grazie al Fondo regionale per lo sviluppo e la coesione 2014-2020 – che ospita, tra l’altro, una task force multidisciplinare e internazionale di scienziati e spazi destinati a eventi e attività di divulgazione per allargare l’impatto della scienza sulla società.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Per l’inaugurazione è stato organizzato a Lecce l’evento “Foresight Dialogues. Il futuro del pianeta e delle persone”, un incontro pubblico con scienziati, esperti, decisori politici per un dibattito a più voci su metodi e strumenti “per migliorare la conoscenza scientifica e la consapevolezza pubblica su una delle sfide più avanzate dei nostri tempi”, spiega il Cmcc.
Il Centro di ricerca rinnovato consolida il proprio ruolo sul territorio leccese e pugliese, mostrandosi anche “protagonista della comunità scientifica internazionale d’avanguardia e che fa del capoluogo salentino un avamposto mondiale di produzione e condivisione di conoscena sul futuro”.
Il nuovo edificio completa il network di sedi in Italia (Bologna, Caserta, Milano, Roma, Sassari, Venezia e Viterbo) che connette università e Istituti di ricerca in una collaborazione “fortemente interdisciplinare mirata a sviluppare e promuovere la conoscenza nel campo delle scienze del clima”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Generali: Donnet, ora ha governance di livello internazionale
Dopo assemblea degli azionisti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
10:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Dopo l’assemblea degli azionisti, possiamo anche fare leva su una governance oggi all’altezza di quella delle grandi public companies internazionali”.
Lo ha detto l’ad di Generali Philippe Donnet in un messaggio inviato all’assemblea degli agenti imprenditori del gruppo, Anagina in corso a Roma.
“Il meglio per Generali e per tutti noi deve ancora avvenire” ha aggiunto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: Fdv Cgil, salari italiani bassi,si amplia divario Ue
In media sono di 29,4 mila euro, 15 mila meno dei tedeschi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
10:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le retribuzioni italiane restano sotto la media dell’Eurozona e si allarga il divario con altri grandi Paesi.
In Italia il salario lordo annuale medio, pur recuperando da 27,9 mila euro del 2020 a 29,4 mila euro del 2021, rimane ad un livello inferiore a quello pre-pandemico (-0,6%), nonostante il balzo del Pil.
Nel 2021, nell’Eurozona si attesta a 37,4 mila euro lordi annui (+2,4%), in Francia supera i 40,1 mila euro, in Germania i 44,5 mila euro. I salari medi italiani segnano così una differenza di -10,7 mila euro rispetto alla Francia e -15 mila rispetto alla Germania. Emerge da un rapporto della Fondazione Di Vittorio Cgil.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano (-2,5%) peggiore d’Europa con spread e banche
Bper cede l’8%, male anche Unicredit e Intesa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
11:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora una giornata di passione per Piazza Affari, che è ampiamente la peggiore Borsa in Europa ed è appesantita dalla tensione sui titoli di Stato e di conseguenza sulle banche: l’Ftse Mib supera la metà mattinata in calo del 2,5%, con Francoforte e Madrid che cedono circa un punto e mezzo percentuale, Parigi l’1,3%, Londra e Amsterdam l’1%.

Mosca scende dello 0,4% con l’indice Moex in rubli mentre sale attorno ai due punti percentuali con l’Rtsi espresso in dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Sostanzialmente piatto l’euro a quota 1,06 sul dollaro, calmo anche il gas sugli 85 euro al Megawattora sul mercato di Amsterdam di riferimento per l’Europa.
Sempre alta la tensione sui titoli di Stato italiani (Btp a 10 anni a un tasso del 3,63%, spread con il Bund tedesco a quota 223), con forti vendite sul settore bancario di Milano. Bper nella giornata del piano industriale è uscita da una seconda asta di volatilità in cal dell’8% a 1,78 euro, mentre è stata fermata Unicredit con un calo teorico di cinque punti percentuali. Cede il 5% anche Banco Bpm, con Intesa in ribasso di oltre il 4%.
Generali e Tim si muovono in linea con il listino generale, mentre tra i titoli maggiori prova a tenere Prysmian che ondeggia attorno alla parità.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Auto: Mole Urbana approda nel Blockchain, Nft e Metaverso
Produzione gamma da fine 2022 nell’ex fabbrica torinese Blutec
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
10 giugno 2022
11:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo Lamborghini, McLaren e Alfa Romeo anche la piccola Mole Urbana, il quadriciclo elettrico di Umberto Palermo, approda, grazie alla tecnologia della torinese Onevo Group, al mondo Blockchain, Nft e Metaverso.
Il punto sulle novità del progetto Mole Urbana, sia del prodotto sia dal punto di vista finanziario, è stato fatto da Umberto Palermo in un incontro con i giornalisti al Circolo dei Lettori di Torino.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Da fine anno la gamma di Mole Urbana sarà prodotta nella ex fabbrica Blutec di Orbassano, alle porte di Torino. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha infatti autorizzato Ingegneria Italia alla vendita del ramo d’azienda Engineering e Prototipi alla società Up di Palermo, proprietaria del brand Mole Urbana, che si è aggiudicata il bando. La nuova acquisizione consentirà all’azienda Mole Urbana di dotarsi di un sito produttivo di 8.500 metri quadrati coperti (con piazzale di 5.000 metri quadrati), i cui lavori di adeguamento alla produzione verranno ultimati a fine 2022. I dipendenti saranno 25, numero che crescerà in funzione della risposta del mercato.
In occasione del Mimo di Milano verranno presentate 2 collezioni limited edition di Nft (contratti digitali in grado di garantire l’autenticità di ogni singolo file), acquistabili presso la piattaforma di OpenSea.Gli Nft di Mole Urbana consisteranno sia nella garanzia di un’opzione di acquisto di una special edition della vettura fisica sia in un oggetto d’arte unico.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: accelera export nel I trimestre,energia spinge il Sud
In Sicilia +71,9%. Male Molise e Basilicata, pesa l’auto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
11:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel primo trimestre 2022, l’Istat stima una forte crescita congiunturale delle esportazioni per tutte le ripartizioni territoriali: +9,3% per il Sud e Isole, +9,1% per il Centro, +9,0% per il Nord-ovest e +8,1% per il Nord-est.
Anche rispetto al primo trimestre 2021 la crescita è “molto sostenuta e in accelerazione” (+22,9%) e diffusa a livello territoriale: l’aumento delle esportazioni è molto marcato per le Isole (+58,4%), intorno alla media nazionale per il Nord-est (+24,2%) e il Nord-ovest (+23,1%), più contenuto per il Centro (+17,0%) e il Sud (+14,3%).

Nei primi tre mesi del 2022, quasi tutte le regioni italiane, registrano incrementi dell’export: i più marcati per Sicilia (+71,9%), per le vendite di prodotti petroliferi raffina, Calabria (+56,6%) e Friuli-Venezia Giulia (+51,3%), il più contenuto per l’Abruzzo (+0,4%). Fanno eccezione Molise (-23,5%) e Basilicata (-13,5%), che scontano la contrazione delle esportazioni di autoveicoli”- La performance positiva della Lombardia (+23,6%) contribuisce da sola per 6,2 punti percentuali alla crescita su base annua dell’export nazionale.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bper: cede in Borsa (-9%) con nuovo piano industriale
In giornata pessima per il settore bancario italiano
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
11:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta molto difficile in Borsa per Bper nel giorno di presentazione del Piano industriale 2022-2025: il titolo, che soffre dall’inizio della giornata, dopo due sospensioni in asta di volatilità perde il 9% a 1,77 euro.

La seduta (Ftse Mib -2,6%) è comunque difficilissima per l’intero settore del credito italiano, appesantito dalla tensione sui titoli di Stato, con anche Banco Bpm e Unicredit passate in Piazza Affari per una breve sospensione e con cali attorno ai cinque punti percentuali.
Intesa cede oltre il 4%.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Germania: ok definitivo al salario minimo a 12 euro l’ora
Approvato dal Senato. Dal 1 ottobre per milioni di lavoratori
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
17:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Milioni di lavoratori in Germania avranno diritto a un salario minimo da 12 euro all’ora a partire dal 1 ottobre.

La legge è stata approvata dal Bundesrat, il Senato federale tedesco.
Si tratta di una delle misure cardine del programma di governo, voluta dai socialdemocratici del cancelliere Olaf Scholz.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Arredo: Mediobanca, nel 2022 aumento vendite dell’8,5%
Stima delle imprese di medie dimensioni, anche grazie al Pnrr
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
11:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2022 le imprese di media dimensione operanti nel sistema dell’arredo italiano stima una crescita delle vendite dell’8,5% nominale ed export in aumento dell’8,1% nominale.
Lo afferma un approfondimento dell’Area Studi Mediobanca, che specifica come le aziende siano “forti anche del fatto che circa il 65% attende un beneficio diretto o indiretto dal PNRR-Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Su alcuni settori le incognite pesano maggiormente: sono infatti “meno dinamiche le prospettive per i player della lavorazione del legno poiché più soggetti ai rincari di energia e alla carenza di materie prime. L’incremento nominale atteso delle vendite è pari al +6,7% (+4,2% oltreconfine)”, spiega l’Area Studi Mediobanca che ha distribuito il report in concomitanza con la Milano Design Week, secondo la quale “i produttori di rivestimenti si attendono invece vendite in crescita dell’11,7% nominale (export +11,1%), mentre il comparto dei mobili e dell’illuminazione prevede un incremento dell’8,3% nominale sia in Italia che all’estero.
Per l’anno scorso il settore stima un aumento del fatturato aggregato del 25% (+22% le esportazioni). In particolare, il comparto della lavorazione del legno è cresciuto del 37% (+21% l’export), i rivestimenti del 25% (+21% all’estero) e i produttori di mobilio e illuminazione hanno chiuso il 2021 con una crescita delle vendite del 23%, sia a livello nazionale che oltreconfine.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bper: da Carige sinergie per 155 milioni a partire dal 2024
Montani, soddisfatti, fusione entro novembre
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
10 giugno 2022
12:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bper prevede di realizzare a regime sinergie per 155 milioni lordi dall’acquisizione di Banca Carige.
Le sinergie, si legge in una nota, si dispiegheranno al 50% nel 2023 e al 100% nel 2024.
Di queste 85 milioni sono rappresentate da sinergie di costo, 40 milioni da sinergie di funding (raccolta) e 30 milioni da sinergie di ricavo.
“Siamo soddisfatti dell’operazione Carige, che siamo certi di chiudere nei tempi stabiliti, con la chiusura della fusione entro la fine di novembre. Siamo molto soddisfatti perché ci consentire di crescere come scala operativa”, ha detto Piero Luigi Montani, amministratore delegato di Bper, nella presentazione del piano industriale agli analisti. Con Carige Bper ha acquisito “800 mila clienti che hanno sì ridotto le masse nel periodo critico ma che hanno mantenuto i rapporti con la banca che in quei territori rappresenta un punto di riferimento imprescindibile per tutti gli operatori economici”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La stretta Bce, gli effetti su famiglie e imprese VIDEO
Sale il costo dei mutui, finanziamenti a imprese più cari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
17:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mutui e prestiti più cari per le famiglie, credito più costoso per le imprese, rendimenti dei titoli di Stato in aumento e tensione sui mercati: si sentiranno fin da subito gli effetti delle decisioni della Bce che a luglio, oltre a chiudere il programma di acquisti dei bond, dopo undici anni procederà anche con il primo rialzo dei tassi di 25 punti base, seguito a settembre da un nuovo rialzo di 50 punti.

Di seguito le conseguenze principali destinate a condizionare le decisioni di risparmiatori e investitori.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

SALGONO I MUTUI. Finisce l’era dei mutui a costo quasi zero.
Se ne è accorto già negli ultimi mesi chi chiedeva un nuovo finanziamento e si è visto offrire un tasso più alto di quelli concessi l’anno scorso. In vista della stretta di Francoforte, annunciata da mesi, il mercato si è infatti preparato e le banche hanno ricominciato a caricare sui risparmiatori i costi del denaro che da luglio sarà più caro. I mutui a tasso variabile subiranno l’effetto più immediato: le rate saliranno da luglio. Ovviamente più cari saranno anche i prestiti personali o la rateizzazione delle spese.

PRESTITI PIU’ CARI PER LE IMPRESE. Fino ad oggi le aziende, soprattutto Pmi, hanno avuto vita più semplice potendo contare su prestiti a tassi molto bassi, in alcuni casi ottenuti con garanzie statali e con scadenze prorogate grazie alle moratorie introdotte dal Governo per mitigare gli effetti del Covid sull’economia. Da luglio tutta l’operazione sarà più costosa, perché le rate dei prestiti saranno più alte. E non è detto che le moratorie statali saranno rinnovate. Inoltre, le decisioni della Bce non mitigheranno subito la corsa dell’inflazione, lasciando le imprese con il problema dei prezzi alti che, non potendo sempre scaricare sul consumatore finale comportano minori guadagni.

REDIMENTI DEI TITOLI DI STATO IN AUMENTO. Si annunciano mesi caldi sul fronte del debito: l’annuncio della Bce ha subito colpito i redimenti e il Btp a 10 anni italiano è schizzato di 15 punti base, superando la quota del 3,5% e aggiornando i massimi dal 2018. Lo spread è salito a 216 punti, toccando i massimi dal 2020. In sostanza il debito italiano costerà di più e se da una parte gli investitori avranno cedole più elevate, dall’altra si riaccendono i rischi di tenuta sul Paese che ha il secondo debito più elevato della zona euro e che da luglio non potrà più contare sugli acquisti in massa di Francoforte.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano cede oltre 3% con banche, male Eni
Ampiamente peggiore d’Europa, sotto pressione ma tiene spread
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
12:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nuova forte corrente di vendite sulla Borsa di Milano, che conferma il suo ruolo di ampiamente peggiore d’Europa negli ultimi due giorni: l’indice Ftse Mib cede il 3,2%.
Madrid è in calo del 2%, Francoforte dell’1,5%, Parigi dell’1,3%, Londra dell’1,2%, mentre Amsterdam cede l’1,1%.

Sempre sotto pressione i titoli di Stato italiani, con il rendimento del Btp a 10 anni al 3,63% e lo spread con il Bund tedesco a 223 punti base. Vendite soprattutto sulle banche, con diverse sospensioni in asta di liquidità. Bper nel giorno della presentazione del nuovo piano industriale perde il 9%, Unicredit, Banco Bpm e Intesa oscillano su cali attorno al 6%.
Sullo stesso piano Iveco, con Eni che perde cinque punti percentuali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa male in attesa inflazione Usa, Milano -3,8%
Bper cade (-11%), banche sotto pressione, male anche Tim e Iveco
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
14:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sempre molto pesanti le Borse europee in attesa del cruciale dato dell’inflazione statunitense, con Milano che resta ampiamente la peggiore: l’indice Ftse Mib di Piazza Affari in una giornata difficilissima cede dopo la boa di metà seduta il 3,8%, con Madrid in calo del 2,5%, Parigi di un punto e mezzo, Londra e Francoforte dell’1,2%, mentre Amsterdam è negativa di un punto.

Dopo il taglio del tasso di interesse della Banca centrale russa, la Borsa di Mosca è piatta con l’indice Moex in rubli, mentre l’Rtsi in dollari sale del 4%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La moneta russa si apprezza del 4% rispetto al dollaro e cede la stessa percentuale rispetto all’euro, che da parte sua è limato di qualche frazione sulla divisa statunitense a quota 1,057.
Piuttosto stabile nelle ultime ore lo spread Btp-Bund a quota 222 con il rendimento del prodotto del Tesoro a 10 anni al 3,63%, in Piazza Affari amplia ancora le perdite Bper (-11%) nel giorno di presentazione del nuovo piano industriale. Sempre malissimo le banche, che appesantiscono ancora i cali: Banco Bpm cede l’8%, Unicredit il 7% e Intesa sei punti percentuali.
Al di fuori del settore del credito, Iveco e Tim scendono del 6%. Tra i titoli principali provano a tenere Ferrari, Atlantia e Diasorin che scendono di poche frazioni di punto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mise, da calcio a San Remo ora garanzie su trasmissione tv
Pubblicata lista eventi. Giorgetti, novità a tutela cittadini
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
14:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il messaggio di fine anno del Capo dello Stato, i campionati di calcio, ma anche il Festival di San Remo e la prima della Scala: sono alcuni degli eventi di interesse pubblico su cui d’ora in poi andrà garantita la qualità della trasmissione sui palinsesti dei media audiovisivi, sia in diretta o in differita sia in chiaro o a pagamento, con adeguati standard di regolarità, continuità del servizio e la migliore visualizzazione delle immagini.
Lo prevede un decreto del ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, che stila la lista dei 27 eventi.
“E’ una importante novità a tutela dei cittadini “, sottolinea il ministro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Eni: a Venezia primo distributore a idrogeno per mobilità
L’impianto permette di ricaricare autobus e auto in 5 minuti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
10 giugno 2022
15:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
È stata inaugurata stamani, in località San Giuliano a Venezia, la prima stazione di servizio aperta al pubblico per il rifornimento di idrogeno in ambito urbano.
Al taglio del nastro erano presenti il sindaco, Luigi Brugnaro, il direttore generale di Energy Evolution di Eni, Giuseppe Ricci, e l’amministratore delegato di Toyota Motor Italy, Luigi Ksawery Lucà.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

L’impianto è dotato di due punti di erogazione, con potenzialità di oltre 100 chilogrammi al giorno, che possono ricaricare automobili e autobus in 5 minuti. La stazione, a marchio Eni e situata in via Orlanda, è stata totalmente ricostruita e riaperta al pubblico lo scorso mese di febbraio.
Come concordato tra Comune, Eni e Toyota nel 2019, la casa automobilistica giapponese ha consegnato oggi al primo cittadino le chiavi di tre auto a idrogeno (Toyota Mirai); altrettanti veicoli entreranno prossimamente nel circuito di ‘car sharing’ Kinto del Comune lagunare.
“Questa è una pietra angolare, – ha commentato Ricci -.
Vogliamo essere protagonisti a Venezia e nel Veneto, per rispondere alla domanda di mobilità sostenibile e transizione energetica”.
Per Brugnaro, il nuovo distributore “dimostra come Venezia voglia essere con i fatti Capitale mondiale della sostenibilità.
Questa stazione ci permetterà di procedere speditamente in un piano di ammodernamento del trasporto pubblico alimentato a idrogeno nel quale crediamo, e che stiamo portando avanti anche grazie al Pnrr. Dobbiamo essere predisposti al cambiamento, – ha concluso – assumendoci anche i rischi. I progetti non bastano, bisogna anche concretizzarli”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Assicurazioni: Farina,rialzo tassi colpo a portafogli titoli
Azzerati i 70 mld plusvalenze di fine 2021
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
15:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il “repentino rialzo dei tassi di interesse” ha colpito i portafogli titoli delle assicurazioni italiane che hanno visto “scomparire i 70 miliardi di euro delle plusvalenze di fine 2021”.
Lo ha detto Bianca Maria Farina presidente di Ania, all’assemblea degli agenti Anagina secondo cui, al contrario “ora sono presenti significativi importi di minusvalenze”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano maglia nera (-4,5%) in Europa con Wall Street
Volano rendimenti bond in vista stretta Fed-Bce, banche a picco
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
16:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (Ftse Mib -4,5%) si conferma la peggiore tra i listini europei dopo l’avvio di Wall Street che, di fronte all’inflazione Usa schizzata ai massimi da 40 anni, perde terreno mentre volano i rendimenti dei treasuries con scadenza due anni.
Si tratta di un segno che il mercato ormai sconta una serie di interventi ravvicinati della Fed sui tassi per riportare i prezzi al consumo sotto controllo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Non diversa è la situazione nel Vecchio Continente all’indomani delle parole da ‘falco’ della presidente della Bce Christine Lagarde, che ha deluso le attese di uno scudo anti-spread ossia di un sostegno ai titoli di Stato dei paesi periferici come l’Italia. Non a caso il differenziale Btp-Bund resta in tensione a 221,5 punti con un rendimento del decennale italiano al 3,65% sui livelli di ottobre 2008.
Il calo del valore dei bond statali pesa sulle banche che li hanno in portafoglio e i cali maggiori, dietro a Bper (-13,3%) penalizzata anche per il nuovo piano, li registrano i titoli del crediti finiti anche in asta di volatilità: Banco Bpm (-10,7%), Fineco (-8,1%), Unicredit (-7,9%), Unipol (-7,2%), Intesa (-7,1%).
Parigi perde intanto il 2,4%, Francoforte il 2,3% e fuori dalla zona euro Londra il 2%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in caduta con Europa e Wall Street, perde 5%
Nuova tornata di stop: tocca a Unipol, Fineco e Banca Generali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
16:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari scivola ancora insieme all’Europa e a Wall Street, che segnano ampliano le perdite ma pari alla metà della Borsa di Milano.
L’indice Ftse Mib cede oltre il 5% con una nuova tornata di titoli finanziari finiti in asta di volatilità: si tratta di Unipol, Fineco e Banca Generali.

Ad affossare i listini è arrivato il crollo della fiducia dei consumatori Usa, che dipende dalla corsa dei prezzi, sancita dal dato sull’inflazione ai massimi da 40 anni. All’indomani della Bce lo sguardo è ormai rivolto alla Fed la prossima settimana dalla quale si attende un nuovo ritocco all’insù dei tassi americani dello 0,5%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund sale ancora, rendimento a livelli del 2014
Differenziale a 225 punti. Il decennale al 3,713%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
16:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sale ancora lo spread fra Btp e Bund che tocca, sulla piattaforma Bloomberg, i 225 punti.
Il rendimento del decennale italiano è pari al 3,713%, un livello che non vedeva dal febbraio del 2014 e superiore all’impennata vista nel 2018, anno in cui il differenziale subì gli effetti dell’incertezza politica del nostro paese.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano chiude con tonfo del 5,17%, brucia 39 mld
Indice Ftse Mib il peggiore in Europa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
18:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari chiude la seduta con un tonfo.
L’indice Ftse Mib lascia sul terreno il 5,17% a 22.547 punti e brucia così quasi 39 miliardi di euro di capitalizzazione in una sola giornata.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse, venerdì nero, Europa manda in fumo 265 miliardi
Dopo la Bce ha pesato l’ inflazione Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
18:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Venerdì nero per le Borse del Vecchio Continente come a Wall Street.
L’indice paneuropeo Stoxx 600 ha perso il 2,7% mandando in fumo più di 265 miliardi di euro di capitalizzazione in una seduta.
Francoforte ha ceduto il 3,13% e Parigi il 2,83%. Piazza Affari chiude la seduta con un tonfo del 5,17%. All’indomani della Bce a piegare i listini è stata l’inflazione americana, schizzata a un livello che non vedeva da 40 anni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund sale a 224 punti, rendimento ai massimi 2014
Il decennale italiano paga il 3,75% come a febbraio di 8 anni fa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
18:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si allarga ancora, nell’ultima seduta della settimana, lo spread fra Btp e Bund tedesco e termina a 224,1 punti base.
Volano i rendimenti: quello del decennale italiano, arrivato al 3,75%, si riporta sui massimi da febbraio 2014.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Auto: a Toyota, Ferrari e Polestar i Car Design Award 2022
La casa di Maranello ha vinto con la 296 Gtb
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
10 giugno 2022
18:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Toyota, Ferrari e Polestar si aggiudicano i Car Design Award 2022.
Le tre Case hanno vinto il premio rispettivamente nelle categorie Concept Cars, Production Cars e Brand Design Language.
L’Oscar del design automobilistico mondiale, istituito nel 1984 dalla rivista Auto&Design, si è tenuto a Milano, nel prestigioso Adi Design Museum, in occasione della Milano Design Week. I riconoscimenti sono stati assegnati da una giuria internazionale di esperti e giornalisti che, come ogni anno, si sono confrontati per dare una valutazione obiettiva sulla scena mondiale del design automobilistico.
Tra le vetture di produzione il primo posto è andato alla Ferrari 296 Gtb, modello con powertrain ibrido in cui la parte elettrica è abbinata a un motore a sei cilindri a V. Dietro la coupé del Cavallino sono arrivate seconde a pari merito la DS 4 e la Lotus Eletre, terza la Volkswagen Id. Buzz.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: a Milano venerdì nero, Bper guida tonfo banche
Effetto Bce e inflazione Usa, Piazza Affari perde il 5,17%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
18:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ un venerdì nero per Piazza Affari (Ftse Mib -5,17%) così come per le altre Borse europee e per Wall Street.
Ma Milano fa peggio di tutti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A piegare gli indici il dato sull’inflazione americana che non ha lasciato più dubbi su un nuovo intervento corposo sui tassi della Fed già mercoledì, all’indomani dell’ufficializzazione di un suo prossimo intervento, il primo, nella stessa direzione da parte della Bce. Quest’ultima, per quanto riguarda l’Italia, ha deluso le attese di chi puntava a uno scudo anti-spread per i paesi periferici dell’eurozona. E nel movimento generalizzato all’insù dei rendimenti dei bond si è ampliato ancora il differenziale fra il Btp e il Bund (a 224,1 punti) col rendimento del decennale italiano tornato ai massimi da febbraio 2014 (al 3,75%).
In parallelo hanno sofferto i mercati azionari dove sono crollati prima di tutto le banche, in Italia più che altrove penalizzate dal calo dei prezzi dei titoli di Stato. A guidare il tonfo è stata Bper (-12,9%), nel giorno in cui ha presentato il nuovo piano, insieme a Banco Bpm (-12%). Ma non hanno fatto molto meglio Fineco (-9,4%), Unicredit (-9,1%), Azimut (-9%), Banca Generali (-8,3%), Unipol (-8,2%) e Intesa (-7,3%). Nel paniere principale si è salvata solo Atlantia (-0,22%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fumata nera su Unione bancaria, manca intesa su progetto
Fonti, ‘ora impossibile compromesso tra membri dell’eurozona’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
10 giugno 2022
19:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fumata nera al progetto di Unione bancaria lanciato nel dicembre 2021 e sul quale, nelle ultime settimane, Bruxelles aveva provato un’accelerazione in vista dell’Eurogruppo della prossima settimana.
Secondo fonti vicine al dossier, “nell’attuale contesto economico e geopolitico è emerso con chiarezza che non è possibile, al momento, arrivare a un compromesso tra le diverse posizioni degli Stati” dell’eurozona sul piano messo in campo dal presidente dell’Eurogruppo, Pascal Donohoe.
“Le ambizioni iniziali vanno riconsiderate ma il lavoro per raggiungere un accordo su un impegno comune prosegue”, spiegano le stesse fonti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Salario minimo: Cgia,sì se si valuta trattamento complessivo
Contrari estensione a apprendisti, Istituto rischia l’estinzione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
11 giugno 2022
09:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Ufficio studi della Cgia esprime parere favorevole al salario minimo legale a 9 euro lordi l’ora, purché, come riferimento, si consideri il Trattamento Economico Complessivo (Tec) e non la paga oraria.
Ma pone il veto al salario minimo agli apprendisti, altrimenti l’istituto rischia l’estinzione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Il Tec, infatti, secondo gli Artigiani di Mestre, oltre alla retribuzione lorda include anche il rateo delle mensilità aggiuntive (tredicesima e quattordicesima), del Trattamento di Fine Rapporto , della quota dovuta agli enti bilaterali e di altri istituti di fonte contrattuale, come la Riduzione dell’Orario di Lavoro, i permessi e le ferie. Se il calcolo della retribuzione oraria tiene conto anche di queste voci che compongono il cosiddetto salario differito, è evidente che gli occupati in questi settori già oggi ricevono una retribuzione lorda oraria superiore a 9 euro. Senza contare che, grazie alla storica cultura negoziale presente in Italia, è sempre più diffusa, soprattutto al Centro Nord, la sottoscrizione tra le parti sociali dei contratti di secondo livello (territoriali e/o aziendali) che, assieme al ricorso del welfare aziendale, consentono alle buste paga dei dipendenti di essere ancor più pesanti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Violino Stradivari all’asta, battuto per 14,6 milioni di euro
Venduto da un magnate giapponese, fu usato per registrare la colonna sonora del film “Il mago di Oz”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
11 giugno 2022
13:14

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sfiora il record la vendita di un violino Stradivari di proprietà di un collezionista giapponese a un’asta tenuta a New York.
Lo strumento musicale, risalente al 1714 e utilizzato anche nella registrazione della colonna sonora del film ‘Il mago do Oz’ del 1939, è stato battuto al prezzo di 15.340.000 dollari (14,6 milioni di euro), secondo la Tarisio Auction – che non ha comunicato l’identità del nuovo proprietario.
Il violino è stato messo in vendita da Tokuji Munetsugu, fondatore della catena di ristoranti di curry in Giappone, CoCO Ichibanya, che lo aveva acquistato nel 2007.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo strumento, secondo la casa d’aste Tarisio, è anche appartenuto al virtuoso Toscha Seidel, che oltre alla composizione di musiche per film lo impiegò per un concerto del 1933 a cui partecipò anche lo scienziato Albert Einstein, a Princeton, negli Stati Uniti.
Secondo quanto comunica la Tarisio, il prezzo più alto mai pagato per un violino Stradivari è pari a 15,9 milioni di dollari, durante un’asta del 2011 tenuta a Londra. In quel caso lo strumento – che era stato posseduto dalla nipote del poeta Lord Byron, Lady Ann Blunt – venne messo in vendita dalla Nippon Music Foundation per raccogliere fondi dopo l’incidente nucleare di Fukushima avvenuto lo stesso anno.
Antonio Stradivari, originario di Cremona, fu un maestro liutaio che visse tra la metà del 1600 e il 1700. Esperto nel riconoscere i legni migliori dal punto di vista dell’acustica, fu capace di costruire violini dal valore economico considerato inestimabile. Dei circa 1100 strumenti costruiti, tra cui violini, viole, violoncelli, chitarre, arpe, ad oggi ne sono rimasti 650, dei quali circa 450 sono violini. Gli strumenti creati tra il 1710 e il 1720, secondo gli esperti, appartengono al “periodo d’oro”, e sono quelli più costosi e ricercati.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Zelensky, Ue blocchi attività banche russe, pure Gazprombank
Presidente ucraino: ‘Possiamo esportare energia all’Europa’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
KIEV
11 giugno 2022
14:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Sfortunatamente la guerra continua e noi abbiamo bisogno di una settimo pacchetto di sanzioni.
Vanno bloccate le attività di tutte le banche russe, senza distinzioni e in particolare la Gazprombank”.
Lo ha detto il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky nella dichiarazione congiunta con Ursula von der Leyen. “L’Ucraina può esportare energia ai Paesi europei”, ha aggiunto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Superbonus: stop di Intesa, troppe richieste, esaurito lo spazio fiscale
La banca: ‘torneremo operativi se cambierà il contesto normativo’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 giugno 2022
16:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’elevato flusso delle richieste pervenute” di cessioni di crediti edilizi “ha purtroppo comportato l’esaurimento della nostra possibilità di compensare” tali crediti visto che, per legge, tutti gli operatori del mercato hanno “un vincolo di compensazione” che li obbliga ad avere crediti fiscali, come quelli edilizi, non superiori al livello di imposte e contributi versati dalla banca.
Lo scrive Intesa San Paolo nella lettera che sta inviando in questi giorni ai clienti di cui non ha potuto acquisire i crediti.
La banca spiega che potrebbe riacquistare operatività in tale ambito “qualora il contesto normativo dovesse cambiare”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Imu: Uil, da 25 milioni proprietari 9,5 miliardi per la prima rata
Costo medio 1.074 Roma città dove patrimoniale si paga di più.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 giugno 2022
16:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per il versamento IMU del prossimo 16giugno, gli italiani si preparano a versare 9,5 miliardi di euro, come acconto per un gettito complessivo 2022 stimato di 19,6 miliardi.
E’ quanto emerge dal Rapporto Imu 2022 della Uil.
Pagheranno la patrimoniale oltre 25 milioni di proprietari di immobili (il 41% sono lavoratori dipendenti e pensionati). Il costo medio complessivo dell’IMU calcolato su una “seconda casa”, ubicata in un capoluogo di provincia – spiega Ivana Veronese, Segretaria Confederale UIL – sarà di 1.074 euro medi annui con punte di oltre 2 mila euro in alcune grandi città. Roma è la città più cara con 2.064 euro.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: Casasco,in gioco Pil, subito interventi su caro materie
Presidente Confapi mossa prevedibile, inflazione va combattuta
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2022
12:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La mossa della Bce era molto prevedibile: con un’inflazione al 9% e dopo l’annuncio della Fed era inevitabile un intervento sui tassi.
Questo comporta una serie di difficoltà ma l’inflazione va combattuta.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quello che è fondamentale però è che non basta rialzare i tassi occorre intervenire sui costi strutturali e sui costi delle materie prime: è questo il vero problema che attanaglia le piccole e medie industrie private”. Così il presidente di Confapi, Maurizio Casasco, commenta le decisioni annunciate ieri dalla Bce. “E’ su questo che si gioca la capacità produttiva che poi vuol dire produrre Pil”.
“Stiamo affrontando un’inflazione altissima e il rischio di recessione. Quindi servono interventi strutturali senza più esitare: è necessario incidere sul costo delle materie prime, in primis insistere sul price cup al prezzo del gas e poi dobbiamo intervenire in maniera incisiva sugli extraprofitti delle aziende, non come è stato fatto finora”. “Ed il nodo non è solo quello del gas ma anche quello dell’acciaio: la battaglia è togliere le clausole di salvaguardia sull’acciaio. “Se non si interviene su questi fronti”, sottolinea Casasco “si favoriscono mosse speculative che provocano una riduzione del Pil ed un aumento dell’inflazione mentre noi dobbiamo invece cercare di aumentare la produzione e favorire la crescita del Pil”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: Brunetta, Lagarde prenda esempio dal suo predecessore
Draghi è stato straordinario con ‘whatever it takes’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 giugno 2022
17:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Penso che la presidente della Bce potrebbe prendere esempio dal suo predecessore su come si governa una banca centrale come la Bce.
Vedete, quello che ha fatto Draghi alla Banca centrale europea fino al whatever it takes è stato straordinario: è riuscito a convincere i tedeschi in un momento molto complicato”.
Lo ha detto, alla festa de Il Foglio a Venezia, il ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta a proposito di Christine Lagarde.
“Con le dichiarazioni dello scorso giovedì, a mercati aperti, non ha rassicurato. Un presidente della Bce con le sue parole non può essere all’origine di crolli in Borsa sistemici, di aumenti dello spread, anch’essi sistemici. Il 26 luglio 2012 a Londra Draghi rassicurò tutti. È importante saper parlare al momento giusto – ha concluso – nei modi giusti e con la giusta credibilità”, ha concluso il ministro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cingolani: stop ai motori termici nel 2035, ma possibile ripensarci
‘Teniamo alta l’asticella, ma bisogna avere la capacità di tornare sui propri passi’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 giugno 2022
18:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sullo stop ai veicoli con motori termici votato dal Parlamento Europeo, “al momento teniamo l’asticella alta sul 2035, ma se nel 2033 vediamo che le cose sono impossibili perché gli scenari sono cambiati (chi si immaginava una guerra), bisogna avere la capacità di tornare sui propri passi e ripensare”.
Lo ha affermato il ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani alla Kermesse del Foglio.
“Ora teniamo l’asticella alta e lavoriamo ad aumentare l’offerta di elettricità verde insieme alla domanda di automobili verdi” avendo come obiettivo il 2035, ha rimarcato Cingolani.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Russia, l’ex McDonald’s diventa ‘Vkousno i totchka’
‘Delizioso e basta’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 giugno 2022
09:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli ex ristoranti di McDonald’s in Russia, acquisiti dalla società Sistema Pbo sono stati ribattezzati “Vkousno i totchka”, ovvero ‘Delizioso e basta’.

McDonald’s ha abbandonato la Russia dopo oltre 30 anni, inseguito all’invasione russa dell’Ucraina.
“Il nuovo nome è ‘Vkousno i totchka'”, ha dichiarato durante una conferenza stampa il direttore generale del gruppo russo Oleg Paroïev, mentre il proprietario, Alexandre Govor, ha assicurato che i 51.000 ex dipendenti di McDonald’s in tutta la Russia manterranno il loro posto di lavoro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coldiretti, per le famiglie una stangata da 8,1 miliardi a tavola
Sulle tasche pesa l’aumento dei prezzi scatenato dalla guerra
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 giugno 2022
13:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’aumento dei prezzi scatenato dalla guerra in Ucraina costerà nel 2022 alle famiglie italiane oltre 8,1 miliardi di euro soltanto per la spesa alimentare, a causa dell’effetto dell’inflazione che colpisce soprattutto le categorie più deboli.
E’ quanto emerge dall’analisi della Coldiretti sugli effetti dei rincari nel carrello, sulla base dei dati Istat sui consumi degli italiani e dell’andamento dell’inflazione nei primi cinque mesi dell’anno.
A guidare la classifica dei rincari c’è la verdura che quest’anno costerà complessivamente alle famiglie italiane 1,95 miliardi in più, sottolinea Coldiretti, e precede sul podio pane, pasta e riso, con un aggravio di 1,48 miliardi, e carne e salumi, per i quali si stima una spesa superiore di 1,35 miliardi rispetto al 2021.
Al quarto posto la frutta, con 0,84 miliardi, precede il pesce (0,7 miliardi), latte, formaggi e uova (0,63 miliardi) e olio, burro e grassi (0,52 miliardi) che è però la categoria che nei primi cinque mesi del 2022 ha visto correre maggiormente i prezzi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in netto ribasso (-1,63%)
Attese in settimana decisioni su tassi da banche centrali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
13 giugno 2022
02:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia la prima seduta della settimana in netto calo, seguendo la correzione dei mercati azionari Usa e in attesa delle decisioni sui tassi di interesse dalla Federal Reserve e della Bank of Japan, previste questa settimana.

L’indice di riferimento Nikkei segna una flessione dell’1,63% a quota 25.369,69, con una perdita di 454 punti.
Sul fronte valutario lo yen è ancora debole sul dollaro e tratta a 134,80, mentre si rafforza sull’euro a 141.50.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Hong Kong apre a -3,09%, pesano timori stretta Fed
Shanghai cede in avvio lo 0,64%, Shenzhen perde lo 0,37%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
13 giugno 2022
03:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Hong Kong crolla in avvio di seduta, sui timori per l’inflazione Usa salita all’8,6% (i massimi degli ultimi 40 anni) e per la conseguente nuova stretta sui tassi attesa da parte della Fed a partire dal board di questa settimana: l’indice Hang Seng cede il 3,09% nelle prime battute, scivolando a 21.131,46 punti.

L’indice Composite di Shanghai cede invece in avvio lo 0,64% a 3.263,66 punti, mentre quello di Shenzhen perde lo 0,37% scivolando a quota 2.077,69.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: Wti scende sotto 119 dollari, occhi a Cina e Fed
In calo anche il Brent, -1,7% a 120 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
08:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono in calo questa mattina i prezzi del petrolio a livello internazionale.
Guardando alla Cina, dove l’emergenza Covid non sembra ancora superata, ma soprattutto alla prossima decisione della Fed attesa mercoledì, il Wti americano perde l’1,7% portandosi sotto 119 dollari al barile, a 118,61 dollari.
Il Brent di riferimento europeo ondeggia invece sui 120 dollari, anche in questo caso in calo dell’1,7%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: dollaro si rafforza, euro in calo a 1,0477 in avvio
La moneta unica è in rialzo invece sullo yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
08:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il dollaro si rafforza sui mercati valutari in vista di una nuova stretta monetaria da parte della Fed e l’euro perde terreno, nonostante i rialzi – meno aggressivi – annunciati dalla Bce.
La moneta unica europea perde lo 0,4% scendendo a 1,0477 dollari, ma guadagna invece nei confronti dello yen che oggi ha toccato i minimi da oltre 20 anni sul dollaro.
Il rapporto euro-yen è 141,15 (pari a +0,15%).

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bitcoin: crolla sotto 25.000 dollari ai minimi da 18 mesi
In Asia calo di quasi il 9%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
08:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Crolla il prezzo del Bitcoin.
La più diffusa delle criptovalute ha perso l’8,9% in Asia, scendendo sotto la soglia dei 25.000 dollari (24.903), ai minimi da 18 mesi, ovvero da dicembre del 2020.

I mercati stanno risentendo dell’onda lunga di venerdì in una settimana tutta protesa a mercoledì, quando la Fed annuncerà la propria decisione sui tassi di interesse.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia crolla, timori inflazione Usa e Covid
Mercati guardano a mosse Fed
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
08:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Crollano le Borse in Asia, intimorite dall’inflazione USA superiore alle attese e con le rinnovate restrizioni Covid-19 in Cina che pesano sulla propensione al rischio degli investitori.
L’indice MSCI Asia Pacifico scende fino a -2,4%, i listini di Hong Kong (-3,6% in corso), Giappone (-3%) e Corea del Sud (-3,4%) sono stati tra i maggiori ribassisti.
I titoli nel sud-est asiatico sono stati relativamente resilienti, con i benchmark a Singapore e nelle Filippine in calo di meno dell’1%. Contengono le perdite anche Shanghai (-1,2%) e Shenzhen (-0,8%). Gli occhi sono puntati sulle prossime mosse della Fed.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo spot in calo a 1.864 dollari l’oncia
Ribasso dello 0,4% dai massimi delle ultime 5 settimane
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
08:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo dell’oro perde terreno rispetto ai massimi delle ultime 5 settimane toccati venerdì, influenzato dai dati sull’inflazione americana e dalle attese per il prossimo rialzo dei tassi da parte della Fed.
Il metallo prezioso con consegna immediata è in ribasso dello 0,4% a 1.864 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund sale ancora a 228 punti
Rendimento titoli di Stato italiani ai massimi dal 2014
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
08:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si allarga ancora lo spread tra Btp e Bund, ora a 228 punti e il rendimento del titolo di Stato italiano ritocca il record già visto venerdì, salendo al 3,79% sempre ai massimi dal 2014.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano sotto tiro, Ftse Mib -2%
Affondano banche, Saipem teorico -6%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 giugno 2022
09:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Affondano le banche, da Intesa Sanpaolo a Banco Bpm i cali in avvio di seduta sono di oltre il 3% e Saipem, maglia nera, non riesce a fare prezzo con un calo teorico del 6 per cento.
Tutto questo pesa sull’indice guida della Borsa di Milano, il Ftse Mib, che in avvio di seduta affonda in calo del 2,02% a 22.090 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa Sanpaolo celebra Pmi che valorizzano i talenti femminili
Con la Fondazione Bellisario il Women Value Company
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
09:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa Sanpaolo valorizza le imprese che si sono distinte per aver applicato con successo politiche di gender equality e welfare aziendale.
Alle due imprese vincitrici della speciale ‘Mela d’Oro’ Women Value Company Intesa Sanpaolo e alle 100 imprese finaliste del premio, istituito da Fondazione Marisa Bellisario e dal gruppo bancario, è dedicato l’evento dal titolo ‘La valorizzazione del talento femminile e la parità di genere nelle strategie aziendali di successo’, in diretta streaming oggi, lunedì 13 giugno, alle ore 17 sul sito del gruppo Intesa Sanpaolo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Il riconoscimento è attribuito per il sesto anno a due Pmi, una piccola e una di medie dimensioni, che si sono distinte per le politiche di sviluppo innovative e inclusive, per la capacità di valorizzare il talento femminile e il merito, per lo sviluppo di soluzioni efficaci di welfare aziendale.
L’appuntamento è anche l’occasione per riflettere e condividere best practice con testimonianze del mondo istituzionale e imprenditoriale. Intervengono, tra gli altri, accanto alle aziende premiate, la ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, la presidente della Fondazione Bellisario, Lella Golfo, e, per Intesa Sanpaolo, Virginia Borla, Anna Roscio e Stefania Trenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: listini in rosso in Europa, Parigi -1,6%
Ai minimi di marzo, timori recessione con nuove strette
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
09:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Listini in rosso in tutta Europa.

In avvio di seduta Londra cede lo 0,9%, Parigi l’1,6%, Francoforte l’1,43%, Milano il 2 per cento.

I livelli sono i minimi dall’inizio di marzo con gli investitori che temono l’aumento dell’inflazione e di conseguenza una stretta monetaria più aggressiva, che aumenta i rischi di una recessione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Fed spaventa i mercati, Borse a picco e Btp al 4%
Wall Street chiude con un tonfo: il Dow Jones perde il 2,79%, il Nasdaq cede il 4,68%. I bond segnalano una possibile recessione. Fitch taglia le stime di crescita del mondo, pesa inflazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
13 giugno 2022
22:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Crollano le Borse, i titoli di Stato e i Bitcoin, in un lunedì nero che fa volare il rendimento del Btp oltre il 4%, mai così alto dal 2013, e lo spread a un soffio da 240.Mentre trapelano indiscrezioni secondo cui la Bce starà alla finestra fino al raggiungimento di livelli di guardia.
Con il mondo alle prese con una stagflazione cui contribuisce molto la guerra di Putin, fra gli investitori crescono i timori che la Fed, per domare l’inflazione alle stelle, sia costretta a portare gli Usa in recessione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sulle sale operative dei trader è cerchiata in rosso la data di mercoledì, quando la banca centrale statunitense tornerà a riunirsi dopo lo ‘shock’ arrivato venerdì dall’inflazione americana all’8,6%, ai massimi di 40 anni. Un dato che è un allarme economico e politico per l’amministrazione Biden, che fronteggerà le elezioni di mid-term con l’inflazione usata come arma contundente dai Repubblicani.
‘PESA INFLAZIONE’, FITCH TAGLIA LE STIME DI CRESCITA DEL MONDO
Fitch rivede al ribasso le stime di crescita mondiale in seguito alla corsa dell’inflazione. Secondo l’agenzia di rating, l’economia mondiale crescerà quest’anno del 2,9%, lo 0,6% in meno di quanto previsto in marzo. Le stime sono state ridotte per gli Stati Uniti al 2,9% (-0,6%) e per l’area euro al 2,6% (-0,4%). Il pil americano dovrebbe poi rallentare dalla metà del 2023 con la stretta monetaria della Fed scendendo al +1,5% nel 2023 e al +1,3% nel 2024. Le difficoltà nelle forniture di energia e alimentari legate alla guerra in Ucraina “stanno avendo un impatto più rapido sull’inflazione europea di quanto previsto”, osserva Fitch.
LA FED SPAVENTA I MERCATI
Ecco perché crescono le scommesse per un rialzo dei tassi ‘maxi’ da 75 punti base al meeting di luglio, se non già a quello di questo mercoledì. Per proseguire, poi, con una nuova stretta a settembre, fino a che il ‘mostro’ inflazione non sarà messo all’angolo, come s’impegna a fare il presidente della Fed Jay Powell: la Federal Reserve punta all’atterraggio morbido, ma sempre più investitori scommettono che sia pronta a rischiare la recessione pur di raffreddare i prezzi.
BORSE A PICCO
Per le Borse mondiali l’onda d’urto parte dall’Asia (perdite intorno al 3%). Poi il lunedì nero prende la forma di una nuova caduta degli indici Usa che oggi diventano ufficialmente un ‘bear market’, un mercato ribassista, col Dow Jones, lo S&P 500 e il Nasdaq che cedono rispettivamente il 2,23%, il 2,64% e il 3,73% a metà seduta. La fuga dagli asset rischiosi travolge il mondo crypto, con un valore complessivo degli asset crollato sotto i 1.000 miliardi di dollari e il Bitcoin che crolla sotto i 24.000 dollari per la prima volta dal 2020. In Europa, con un’economia ancora debilitata dalla pandemia, più esposta alla guerra in Ucraina e alle strozzature del commercio globale, il colpo si fa più duro, come testimonia l’euro/dollaro scivolato a un passo da 1,04: guidano le perdite Milano (-2,79%) con le banche appesantite dal riaffiorare dei timori sui Btp che hanno in pancia, poi Parigi (-2,67%), Francoforte (-2,43%) e Londra (-1,53%). Se la correzione delle Borse è fisiologica dopo i record storici di New York, Francoforte, Parigi di appena pochi mesi fa, i bond raccontano meglio cosa sta succedendo e cosa può succedere. Il tasso sul Treasury a 10 anni vola ai massimi dal 2011 (3,29%), ma soprattutto la forma della curva dei rendimenti Usa si appiattisce al punto da invertirsi, col due anni arrivato a pagare più del 10: è il segnale che in molti scommettono sull’inevitabilità di una recessione.
Wall Street chiude con un tonfo. Il Dow Jones perde il 2,79% a 30.518,06 punti, il Nasdaq cede il 4,68% a 10.809,23 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno il 3,87% a 3.749,91 punti, confermando la fase “orso”. La Borsa americana risente dei timori che un aggressivo aumento di tassi di interesse della Fed spinga l’economia in recessione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Da Almawave intelligenza artificiale per i tribunali in Tanzania
Accordo per 4 anni. Contratto da 1,1 milioni per i primi 12 mesi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
09:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Judiciary of Tanzania, Magistratura della Repubblica Unita di Tanzania, ha affidato ad Almawave, nell’analisi del linguaggio naturale e nelle soluzioni Big Data, il servizio automatico di trascrizione e traduzione delle sedute processuali dei propri tribunali, nelle principali città del Paese.
Il programma complessivo dell’Istituzione africana prende il nome di Citizen-Centric Judicial Modernization and Justice Service Delivery ed è finanziato dalla World Bank, attraverso l’International Development Association.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si inserisce in un più ampio plafond del valore di 155 milioni di dollari”. Lo comunica la società italiana, leader nell’intelligenza artificiale, quotata sul mercato Euronext Growth Milane parte del Gruppo Almaviva. L’accordo quadro ha una durata complessiva di 4 anni.
Il contratto, per i primi 12 mesi, vale 1,1 milioni di euro.
“Complessivamente – viene indicato – potrebbe generare un valore superiore ai 3 milioni di euro”. Almawave dimostra “di detenere un bagaglio di competenze capaci di supportare una struttura chiave per l’evoluzione della Tanzania e altamente riconosciuta, come il Judiciary of Tanzania. La nostra conoscenza verticale del mondo Government e la qualità in swahili ed inglese della nostra tecnologia AI vocale, hanno rappresentato un chiaro differenziale”, commenta l’a.d. di Almawave, Valeria Sandei, Amministratore Delegato Almawave: “Questo progetto punta ad un impatto rilevante e centrato sul servizio alle persone reso possibile dall’impiego di tecnologia AI. Si tratta inoltre di un’iniziativa molto coerente con l’Agenda Digitale 2030, elemento che qualifica ulteriormente il nostro lavoro”. “grande soddisfazione, dice anche l’Ambasciatore d’Italia a Dar es Salaam, Marco Lombardi, “per un progetto, fortemente sostenuto dall’Italia, che avrà importanti ricadute sia in termini di rafforzamento delle relazioni bilaterali con la Tanzania, sia in termini di benefici all’economia e all’occupazione nel nostro Paese”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse in rosso in tutta Europa, spread sopra 230 punti
Milano perde il 2%. Crolla l’Asia, Bitcoin sotto 25mila dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
10:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Listini in rosso in tutta Europa.

In avvio di seduta Londra cede lo 0,9%, Parigi l’1,6%, Francoforte l’1,43%, Milano il 2 per cento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I livelli sono i minimi dall’inizio di marzo con gli investitori che temono l’aumento dell’inflazione e di conseguenza una stretta monetaria più aggressiva, che aumenta i rischi di una recessione. Cresce la tensione sullo spread tra Btp e Bund, che si allarga oltre i 230 punti (231,5) con i rendimenti spinti sempre più su: quello italiano al 3,85% sui massimi dal 2014 e quello tedesco che sale al di sopra dell’1% per la prima volta in più di un decennio.
Crollano anche le borse asiatiche, intimorite dall’inflazione Usa superiore alle attese e con le rinnovate restrizioni Covid-19 in Cina che pesano sulla propensione al rischio degli investitori. L’indice MSCI Asia Pacifico scende fino a -2,4%, i listini di Hong Kong (-3,6% in corso), Giappone (-3%) e Corea del Sud (-3,4%) sono stati tra i maggiori ribassisti. I titoli nel sud-est asiatico sono stati relativamente resilienti, con i benchmark a Singapore e nelle Filippine in calo di meno dell’1%.
Contengono le perdite anche Shanghai (-1,2%) e Shenzhen (-0,8%).
Gli occhi sono puntati sulle prossime mosse della Fed.
Affonda inoltre il prezzo del Bitcoin. La più diffusa delle criptovalute ha perso l’8,9% in Asia, scendendo sotto la soglia dei 25.000 dollari (24.903), ai minimi da 18 mesi, ovvero da dicembre del 2020.
I mercati stanno risentendo dell’onda lunga di venerdì in una settimana tutta protesa a mercoledì, quando la Fed annuncerà la propria decisione sui tassi di interesse.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Da Intesa Sanpaolo 500 milioni per l’imprenditoria femminile
In linea con Pnrr banca sostiene le Pmi guidate da donne
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
10:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa Sanpaolo impegna 500 milioni di euro a sostegno della nascita e dello sviluppo di imprese guidate da donne.
L’annuncio arriva in occasione dell’evento ‘La valorizzazione del talento femminile e la parità di genere nelle strategie aziendali di successo’, dedicato alle Pmi vincitrici e alle finaliste di Women Value Company Intesa Sanpaolo, categoria speciale del Premio Marisa Bellisario, in streaming oggi, lunedì 13 giugno alle ore 17, sul sito del gruppo Intesa Sanpaolo.

La Banca punta a promuovere e sostenere l’avvio e il rafforzamento dell’imprenditoria femminile e a massimizzare il contributo delle donne allo sviluppo economico e sociale del Paese, in linea con gli obiettivi del Piano nazionale di ripresa e resilienza e con il Fondo Impresa Femminile del Mise – cui il Pnrr destina 160 milioni di euro – che prevede agevolazioni utili alla realizzazione di programmi d’investimento per l’avvio o lo sviluppo delle imprese femminili nei settori di industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, servizi, commercio e turismo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: crescono gli occupati nel primo trimestre, +905mila annuo
Disoccupazione in calo all’8,6%. Cresce l’impiego a chiamata
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
18:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel primo trimestre 2022 l’Istat haregistrato 120 mila occupati in più rispetto al quarto trimestre 2021 (+0,5%) e 905 mila in più (+4,1%) rispetto all’anno precedente.
L’incremento annuo coinvolge sia i dipendenti, a tempo indeterminato (+369 mila, +2,6%) e soprattutto a termine (+412 mila, +16,3%), sia gli indipendenti (+124 mila, +2,6%) “dopo un calo ininterrotto per nove trimestri consecutivi e la stabilità dello scorso trimestre”.
È in forte calo il numero di disoccupati (-415 mila in un anno, -16%) e quello degli inattivi tra i 15 e i 64 anni (-846 mila, -6,1% in un anno).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il tasso di disoccupazione cala all’8,6%.
Il tasso di disoccupazione trimestrale scende così per la prima volta al di sotto del 9% a partire dal terzo trimestre 2011 con l’eccezione del secondo trimestre 2020, contrassegnato dalle misure contro la pandemia. Rispetto all’anno precedente scende di 1,9 punti percentuali e di 0,5 rispetto al trimestre precedente.
Il tasso di occupazione 15-64 anni raggiunge il 59,7% (+3 sull’anno, +0,4 sul trimestre) e il tasso di inattività cala al 34,7% (-2 sull’anno, -0,1 sul trimestre).
Rispetto al quarto trimestre 2021, aumentano soprattutto i dipendenti a termine di 72 mila unità (+2,4% in tre mesi), quelli a tempo indeterminato salgono di 33 mila unità (+0,2%) e gli indipendenti di 15 mila (0,3). Il numero di disoccupati diminuisce (-114 mila, -5,0% in tre mesi), così come quello degli inattivi di 15-64 anni (-66 mila, -0,5%).
Il tasso dei posti vacanti per i quali il datore di lavoro cerca attivamente un lavoratore adatto al di fuori dell’impresa senza trovarlo registra un “lieve calo” nel primo trimestre 2022, fino all’1,9% (-0,2 punti percentuali). L’Istat segnala che questo dato “si mantiene su livelli tra i più elevati dall’inizio del periodo di osservazione” e rispetto all’anno precedente mostra una ripresa “ancora particolarmente marcata” di 0,8 punti percentuali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa: Italia penultima in Ue per donne che lavorano –
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La pandemia ha ampliato il ritardo dell’Italia nella partecipazione femminile al mondo del lavoro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il costo del lavoro per unità di lavoro rimane invariato nel trimestre, come sintesi di una lieve riduzione delle retribuzioni (-0,1%) e di un equivalente aumento degli oneri sociali (+0,1%). Su base annua, invece, il costo del lavoro si riduce dello 0,2%, per effetto della riduzione di entrambe le sue componenti (-0,2% le retribuzioni e -0,4% gli oneri sociali per effetto degli sgravi contributivi per la pandemia).
Sempre nel primo trimestre 2022 le posizioni di lavoro a chiamata o intermittenti sono 228 mila unità, con una crescita dell’86,7% rispetto all’anno precedente e pesano per l’1,7% dell’occupazione complessiva. Una quota che sale al 10% in alberghi e ristoranti ed è raddoppiata nell’ultimo anno. Le posizioni a chiamata crescono, del resto, “in misura rilevante” in tutti i settori, ma l’incremento è particolarmente accentuato nel settore degli alberghi e ristoranti, dove la crescita supera il 168%, dopo il crollo nelle fasi più acute della pandemia. Aumenti “marcati” si registrano anche nei servizi sociali e personali, con una crescita tendenziale del 73,1%. In alberghi e ristoranti, l’aumento dell’occupazione a chiamata si associa a quello delle ore di lavoro pro-capite (+22,8% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente), che tuttavia rimangono ben al di sotto della media registrata per questa tipologia contrattuale (7,8 in media settimanale).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: Mutuionline, verso chiusura ‘forbice’ fisso-variabile
In vista aumento tassi della banca centrale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
10:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il previsto aumento dei tassi da parte della Bce, nei prossimi mesi, dovrebbe ridurre la ‘forbice’ fra tassi fissi e variabili dei mutui che, secondo l’ultima rilevazione, è salita significativamente.
E’ quanto sottolinea Mutuionline secondo cui “i dati di maggio evidenziano ancora la forte vulnerabilità del tasso fisso, mentre il tasso variabile rimane stabile”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Tan medio variabile registrato su MutuiOnline.it ad aprile 2022 è 1,08% (il migliore è 0,22%), mentre il Tan medio fisso è 2,24% (il migliore è 1,45%). “Questa situazione di spread alti non è tuttavia destinata a durare a lungo considerate le dichiarazioni della Presidente della BCE Christine Lagarde, che prevedono un aumento del costo del denaro a partire da luglio” rileva Mutuionline.
I mutui acquisto prima casa nel 2022 hanno toccato il massimo dal 2010, soprattutto in questo trimestre dove più di 3 mutui su 4 sono richiesti per questa finalità. Ai minimi le richieste di surroga, “anche se può essere ancora particolarmente conveniente cambiare il mutuo passando da un tasso variabile a un tasso fisso visti gli annunci della BCE sugli aumenti dell’Euribor in programma quest’estate” concude Mutuionline.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano pesante (-2%) con banche
Tengono Recordati, Campari ed Enel
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
10:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano soffre, maglia nera in Europa, e l’indice di riferimento Ftse Mib (-2,3%) si piega sotto gli ordini in vendita che colpiscono in particolare le banche.
Nexi cede il 7,5%, Intesa Sanpaolo il 4,2%, Fineco il 3,99%, Banco Bpm il 3,6 per cento.
Il titolo più venduto è Saipem, che lascia l’8,26% a 41,3 euro. Tengono invece Recordati (+1,3%) e Campari (+1,15%) ed Enel tra quelli che pesano di più sul paniere (+0,49%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa: Italia penultima in Ue per donne che lavorano
Il Covid ha ampliato il gap, nel ’21 tasso di attività femminile al 55,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
12:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La pandemia ha ampliato il ritardo dell’Italia nella partecipazione femminile al mondo del lavoro.
Nel 2021 il tasso di attività femminile (quota percentuale attiva sul totale della popolazione) si è attestato al 55,4%, contro il 68,5% della media europea, al penultimo posto della classifica con un valore superiore solo alla Romania.
E’ quanto mette in evidenza l’analisi ‘Le sfide dello scenario economico: innovazione e capitale umano’, della Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo, presentanto durante l’incontro di oggi, lunedì 13 giugno, alle ore 17 – in diretta streaming sul sito di Intesa Sanpaolo – e dedicato alle Pmi vincitrici e finaliste del premio Women Value Company Intesa Sanpaolo.
Dall’indagine condotta tra marzo e aprile su circa 600 imprese, emerge una maggiore resilienza durante la pandemia da parte delle imprese candidate al premio, grazie anche a un capitale umano più qualificato e alla propensione a investire in innovazione. Il 66% ha segnato una crescita del fatturato e una marginalità superiore alla mediana del settore e classe dimensionale di appartenenza.
“Nonostante la guerra in Ucraina abbia ulteriormente aumentato l’incertezza e peggiorato le attese sull’andamento della domanda – segnala lo studio – le imprese del campione con profili più evoluti in termini di attenzione all’inclusione e all’innovazione mostrano prospettive di crescita migliori”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 62% dei casi hanno attese migliori per l’anno in corso sull’andamento del fatturato. “Capitale umano e innovazione si confermano le leve principali per affrontare l’attuale contesto competitivo e superare le difficoltà, in particolare, in termini di gestione dei prezzi delle materie prime, ritardi negli approvvigionamenti e costi di trasporto e indisponibilità delle materie prime e semilavorati”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inizia la raccolta del grano in Italia. Coldiretti: produzione in calo del 15%
A causa della siccità. Scende anche quella mondiale per effetto Ucraina
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
13:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi inizia la raccolta del grano in Italia, e la produzione quest’anno è stimata in calo del 15% per effetto della siccità che ha tagliato le rese dal Nord a Sud del Paese.
E’ quanto emerge da una stima della Coldiretti divulgata in occasione dell’avvio della trebbiatura che inizia dalle regioni del sud, dove in Puglia, la Regione dove si concentra la maggiore produzione nazionale, sono stati raccolti i primi chicchi di grano duro.
Al nord dall’Emilia Romagna al Veneto si prevede, sottolinea Coldiretti, un calo intorno al 10%, mentre per le regioni centrali la diminuzione potrebbe attestarsi al 15-20%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ma al Sud si prevede un minor raccolto tra il 15 e il 30% .
Per effetto della riduzione delle rese a causa dei cambiamenti climatici, complessivamente il raccolto dovrebbe attestarsi attorno ai 6,5 milioni di tonnellate a livello nazionale su una superficie totale di 1,71 milioni di ettari coltivati.
La situazione è preoccupante anche a livello internazionale, con la produzione mondiale di grano per il 2022/23 stimata in calo a 769 milioni di tonnellate. Ciò per effetto della riduzione in Ucraina, con un quantitativo stimato nel Paese di 19,4 milioni di tonnellate, circa il 40% in meno rispetto ai 33 milioni di tonnellate previsti per questa stagione.

Aeroporti: Giovannini,a Brindisi prima torre controllo da remoto
‘Innovazione che segna importante salto di qualità’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRINDISI
13 giugno 2022
13:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’innovazione è il motore del cambiamento soprattutto in questa fase.
Sappiamo che in alcuni casi, come in questo di Brindisi, l’innovazione ha a che fare con le persone, con la sicurezza, e quindi con tutti noi che siamo interessati, come politici, operatori del settore e come cittadini.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quella di oggi è un’innovazione che ha un importante salto di qualità. Da un sistema basato sulle capacità straordinarie dei nostri controllori che assicurano il funzionamento e la sicurezza dei voli, passiamo ad una realtà aumentata, attraverso l’integrazione e non la sostituzione tra digitale e umano, abbiamo la possibilità di fare molto di più e meglio rispetto a quanto si faceva prima”. Lo ha dichiarato a Brindisi il ministro delle Infrastrutture e delle Mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, intervenendo all’inaugurazione della prima torre di controllo digitale in Italia del traffico aereo gestita da remoto in Italia da Enav. Questa innovazione consentirà la gestione della movimentazione degli aeromobili e degli avvicinamenti direttamente non dalla torre osservando i controllori la pista, ma da remoto. In sostanza c’è una control room all’interno della quale, attraverso le telecamere, si seguono le operazioni su una serie di schermi che presentano in maniera molto più efficace la pista. Non serve più in teoria la torre di controllo. Brindisi diventerà un hub del Mediterraneo dal quale si gestiranno 13 aeroporti minori come Grottaglie, Foggia, Salerno, Lamezia Terme.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa scivola,Milano -2,2% con spread sotto pressione
Tasso Btp tocca il 3,9%, euro a 1,046 sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
13:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I mercati girano la boa di metà seduta ancora in un clima pessimo e molto nervoso: le Borse europee cedono ancora pesantemente dopo che la scorsa è stata la peggiore settimana dall’ottobre 2020, i titoli di Stato europei e soprattutto dei Paesi più colpiti dalla speculazione sono sotto fortissima pressione, l’euro è progressivamente sempre più debole in un contesto di tassi in rialzo.

In attesa di sapere se mercoledì la Fed interverrà più pesantemente sui tassi visti gli ultimi dati dell’inflazione statunitense, la Borsa di Amsterdam cede due punti percentuali e mezzo, Milano il 2,2% tra forti variazioni, Parigi il 2,1% e Francoforte due punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In calo dell’1,7% Madrid e dell’1,6% Londra, mentre Mosca ondeggia sulla parità con l’indice Moex in rubli e sale del 4% con l’Rtsi in dollari.
In Piazza Affari Saipem cede il 10% poco sopra i 40 euro dopo il raggruppamento delle azioni ordinarie e di risparmio, con Nexi in calo di oltre il 6%. Male comunque tutte le banche (Intesa -4%, Banco Bpm -3%), mentre tiene ancora Recordati, che sale di un punto percentuale.
L’euro scambia a 1,046 sul dollaro dopo un avvio a 1,047 e resta fortissima la tensione sui titoli di Stato del Vecchio continente. Il rendimento del Btp a 10 anni sui mercati telematici cresce di 15 punti base al 3,9% aggiornando i massimi dal 2013, con lo spread rispetto al Bund tedesco a 232 punti base.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coldiretti, sale a 120 miliardi il falso made in Italy a tavola
Dal parmesao brasiliano al reggianito argentino, cresce il valore dell’italian sounding
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
15:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sale a 120 miliardi il valore del falso Made in Italy agroalimentare nel mondo, anche sulla spinta della guerra che frena gli scambi commerciali con sanzioni ed embarghi, favorisce il protezionismo e moltiplica la diffusione di alimenti taroccati che non hanno nulla a che fare con il sistema produttivo nazionale.
E’ l’allarme lanciato da Coldiretti e Filiera Italia all’inaugurazione del Summer Fancy Food 2022 “il più importante evento fieristico mondiale dedicato alle specialità alimentari a New York City presso il Javits Center”.
L’organizzazione agricola segnala che al Padiglione Italia, assieme all’Ice, è stata allestita una grande mostra per mettere a confronto per la prima volta le autentiche specialità nazionali con le brutte copie più diffuse, ma anche la differenza tra i veri piatti della tradizione gastronomica tricolore e quelli storpiate all’estero con ricette improponibili.
Coldiretti sottolinea e stima che il risultato, per colpa del cosiddetto “italian sounding” nel mondo oltre due prodotti agroalimentari tricolori su tre sono falsi senza alcun legame produttivo ed occupazionale con il nostro Paese.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In testa alla classifica dei prodotti più taroccati secondo la Coldiretti ci sono i formaggi a partire dal Parmigiano Reggiano e dal Grana Padano con la produzione delle copie che ha superato quella degli originali, dal parmesao brasiliano al reggianito argentino fino al parmesan diffuso in tuti i continenti.
Tra i salumi sono clonati i più prestigiosi, dal Parma – rileva l’organizzazione – al San Daniele, ma anche la mortadella Bologna o il salame cacciatore e gli extravergine di oliva o le conserve come il pomodoro San Marzano. Tra i maggiori taroccatori del Made in Italy ci sono – sostiene Coldiretti – paradossalmente i Paesi ricchi, a partire proprio dagli Stati Uniti dove si stima che il valore dell’italian sounding abbia raggiunto i 40 miliardi di euro.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: Lazio, riparte turismo, ma ancora calo stranieri
Turisti italiani +25%, stranieri -29,7%. Pil Lazio 2021 +6,3%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
16:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Riparte il turismo in Lazio ma le presenze di stranieri continuano a mostrarsi deboli.
Secondo il rapporto della Banca d’Italia sulle economie regionali, lo scorso anno i flussi di turisti italiani hanno mostrato un “buon recupero” (+25,1%), ma per quello che riguarda gli stranieri le presenze sono ancora in diminuzione (-29,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2021, inoltre, l’economia del Lazio è cresciuta del 6,3%, in linea con il Pil nazionale (+6,6%). La “robusta ripresa” resta però di 3 punti percentuali inferiore ai livelli pre-covid durante il quale si sono persi 8,4 punti di Pil. In progresso tutti i settori, con la crescita più intensa per le costruzioni, con gli incentivi fiscali e la ripresa del mercato immobiliare. Per il futuro invece il quadro è di “incertezza”: pesano i rincari dell’energia e delle materie prime acuitosi con la guerra in Ucraina.
Tornando al turismo, nel bimestre marzo-aprile 2022 c’è stata una forte crescita delle presenze. Il rapporto della Banca d’Italia avverte tuttavia che i livelli sono ancora lontani da quel 2019, del 38% per gli italiani e del 66% per gli stranieri.
In particolare nel 2021 gli arrivi nella strutture alberghiere della Città metropolitana di Roma, che costituiscono circa i 9 decimi del totale regionale, dopo il forte calo dell’anno precedente sono cresciuti del 12,1%, le presenze sono state sostanzialmente stazionarie.
Sempre lo scorso anno la spesa a prezzi correnti dei visitatori stranieri in Lazio è aumentata di circa il 10%, dopo il forte calo dell’anno precedente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in calo a New York a 118,94 dollari
Quotazioni perdono l’1,43%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
13 giugno 2022
15:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio è in calo a New York, dove le quotazioni perdono l’1,43% a 118,94 dollari al barile.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Terminati gli ecoincentivi per le auto a benzina e a gasolio
Restano i fondi per le vetture elettriche e ibride plug-in
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
16:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono terminati i 170 milioni che il Ministero dello Sviluppo Economico ha messo a disposizione per quest’anno come incentivi per l’acquisto di auto con motore endotermico, ovvero quelle a benzina, diesel e ibride.
Secondo i dati pubblicati sul portale dell’ecobonus, restano invece ancora 187 milioni per le auto elettriche e più di 202 milioni per le ibride plug-in.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bitcoin crolla sotto i 24.000 dollari, prima volta dal 2020
In forte calo la capitalizzazione di mercato delle criptovalute
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
13 giugno 2022
15:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Bitcoin crolla sotto i 24.000 dollari per la prima dal 2020, scendendo a 23.822,31 dollari.

Pesante anche Ethereum, che perde oltre il 17%.

La capitalizzazione di mercato delle criptovalute è crollata a 1.020 miliardi di dollari dai 3.000 miliardi di novembre, con le valute digitali sotto pressione da settimane. In queste ore a pesare è la decisione della società di prestiti in criptovalute Celsius Network di sospendere i prelievi e i trasferimenti.
Binance anche ha sospeso temporaneamente i prelievi in seguito a una “transazione bloccata che sta creando ritardi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa e Milano (-2,3%) male dopo Wall street
Tasso Btp raggiunge un tasso del 3,94%, spread a 233 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
15:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Resta violenta la corrente di vendite in Piazza Affari e sulle principali Borse europee dopo l’avvio molto pesante di Wall street: Amsterdam è la Borsa peggiore in Europa e cede il 2,6% dopo aver toccato una perdita di tre punti percentuali, seguita da Parigi e Milano in calo del 2,3%.
Sui due punti percentuali il ribasso di Francoforte e Madrid, Londra prova a contenere le perdite con un calo dell’1,2%.

L’euro resta debole su quota 1,045 contro il dollaro, sempre sotto violenta pressione i titoli di Stato: il Btp a 10 anni scambia a un tasso del 3,94%, sui massimi di giornata, con lo spread rispetto al Bund tedesco di pari durata a 233 punti dopo un livello più elevato di seduta a quota 234.
In Piazza Affari, sempre ‘maglia nera’ Saipem (-10% con l’accorpamento delle azioni ordinarie e risparmio), seguita da Nexi che cede il 6%. Sempre male in genere le banche (Banco Bpm e Intesa -4%), con Unicredit che limita i danni in calo sotto i due punti percentuali. In controtendenza Recordati e Pirelli, che salgono attorno al punto percentuale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street cala,S&P 500 in fase orso,a minimi 52 settimane
Calo del 20% rispetto al massimo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
13 giugno 2022
16:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street in forte calo con lo S&P 500 e il Nasdaq ai minimi da 52 settimane.
Lo S&P 500 è in calo del 20% dal suo massimo di sempre, ed è così scivolato nella fase ‘orso’ di ribassi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Exor: Vento presenta 8 nuove startup agli investitori
Chiusa prima edizione, diventerà parte integrante di Exor Seeds
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
13 giugno 2022
16:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si è concluso oggi Vento – Venture Originator il programma di venture building durato quattro mesi, durante i quali 30 aspiranti imprenditori hanno affrontato e superato tutti gli step necessari per la realizzazione di una startup.
Provenienti da ogni regione d’Italia, oltre che da Austria, Germania e Stati Uniti, avevano iniziato il percorso a febbraio di quest’anno, uniti dalla stessa ambizione: creare un business scalabile a livello internazionale e diventare imprenditori di successo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Affiancati da oltre 30 mentor e advisor, i team hanno potuto confrontarsi con oltre 20 imprenditori e founder di startup per poi mettersi in gioco con la prova finale, svoltasi questa mattina alle Ogr Torino: presentare il proprio progetto davanti a decine di investitori e raccogliere i capitali necessari per avviare la propria attività. Fondamentale per la riuscita del programma è stato il sostegno di Exor e le partnership con Talent Garden, Ogr Torino e Fondazione Compagnia di San Paolo. “I ragazzi hanno risposto con entusiasmo e determinazione alla sfida che abbiamo lanciato, e i progetti che abbiamo visto oggi, alcuni dei quali già molto avanzati, mostrano un grande potenziale. La risposta del mercato e la capacità dei founder farà ora la differenza. Per Exor, Vento conferma quanto l’Italia sia ricca di talento e pronta a giocare un ruolo da protagonista nel tech europeo e internazionale. Per questo, anche a fronte dell’ottimo riscontro che ha ricevuto il lancio di Exor Seeds in Italia, con circa 1000 progetti imprenditoriali esaminati, siamo pronti a rafforzare il nostro impegno, rendendo la prossima edizione di Vento parte integrante di Exor Seeds” commenta l’ad di Exor John Elkann.
La raccolta delle candidature si aprirà il 5 settembre su https://joinvento.com/
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano cede (-3%) con Europa, spread a 236
Rendimento del Btp a 10 anni al 3,96%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
16:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nuova ondata di vendite sulle Borse europee: Milano ha toccato un calo del 3% con l’indice Ftse Mib, seguita da Amsterdam (-2,9%), Parigi (-2,6%), Francoforte e Madrid, che cedono due punti percentuali e mezzo.
Londra scende dell’1,7%.

Lo spread tra Btp e Bund tedeschi a 10 anni ha raggiunto i 236 punti base, con un rendimento del prodotto del Tesoro al 3,96%
Gli investitori che temono l’aumento dell’inflazione e di conseguenza una stretta monetaria più aggressiva della Bce e della federal Reserve che aumenta i rischi di una recessione
ORSO A WALL STREET Wall Street in forte calo con lo S&P 500 e il Nasdaq ai minimi da 52 settimane. Lo S&P 500 è in calo del 20% dal suo massimo di sempre, ed è così scivolato nella fase ‘orso’ di ribassi.
Il Bitcoin crolla sotto i 24.000 dollari per la prima dal 2020, scendendo a 23.822,31 dollari. Pesante anche Ethereum, che perde oltre il 17%.
La capitalizzazione di mercato delle criptovalute è crollata a 1.020 miliardi di dollari dai 3.000 miliardi di novembre, con le valute digitali sotto pressione da settimane.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund: bond italiano tocca il 4%
Ai massimi dalla fine del 2013, differenziale a quota 239
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
16:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Non si placa la tensione sui titoli di Stato europei e soprattutto su quelli dei Paesi con i debiti maggiori: il rendimento del Btp a 10 anni italiano sale di 25 punti base e ha toccato la soglia del 4%, aggiornando i livelli più alti dalla fine del 2013.

Lo spread con il Bund tedesco di pari scadenza ha raggiunto i 239 punti base, ritoccando i massimi da oltre due anni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: Giavazzi,strumento sbagliato per rispondere a inflazione
‘Spread e aumento tassi ridurranno domanda privata’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
17:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Lo spread e l’aumento dei tassi d’interesse ridurranno non subito, ma tra qualche mese, la domanda privata”.
Cosí Francesco Giavazzi, consigliere economico di Palazzo Chigi, nel corso del Premio Alberto Giovannini organizzato da Webuild.

“La Bce – aggiunge – promette di alzare i tassi per rispondere all’aumento dell’inflazione con uno strumento sbagliato. Noi non abbiamo una inflazione da domanda come negli Usa ma abbiamo una inflazione legata al prezzo del gas. Quindi a fronte della riduzione della domanda privata dei prossimi mesi dobbiamo accelerare il Pnrr”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in violento calo, Ftse Mib -2,7%
Indice dei principali titoli di Piazza Affari a 21.918 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 giugno 2022
17:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora una seduta di forti vendite per la Borsa di Milano: l’indice Ftse Mib ha chiuso in perdita del 2,79% a 21.918 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa conclude in caduta, Amsterdam -3%
Male anche Parigi e Francoforte, Londra prova a contenere calo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
17:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di settimana di nuovo con violenti ribassi sui mercati azionari del Vecchio continente: Amsterdam ha chiuso in calo del 3%, Parigi del 2,6%, con Francoforte e Madrid negative di due punti percentuali e mezzo.

In perdita dell’1,5% Londra.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pnrr: assegnata prima gara per potenziare reti 5G in Italia
Incentivi pubblici coprono fino al 90% costi di realizzazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
17:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con l’assegnazione di 725 milioni di euro, partono le attività per potenziare la tecnologia 5G in Italia, con oltre 11.000 siti radiomobili che saranno collegati in fibra ottica entro il 2026.
L’Italia quindi sarà il primo Paese in Europa ad avere reti mobili 5G interamente rilegate in fibra ottica, essenziale per garantire altissima velocità e minima latenza ovunque.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo rende noto il ministero dell’Innovazione tecnologica e la transizione digitale precisando che gli incentivi pubblici coprono fino al 90% dei costi di realizzazione.
Si tratta, ricorda il dicastero in una nota, di un’iniziativa del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr) per lo sviluppo del 5G che, insieme a quella per la densificazione dei siti radiomobili in corso di aggiudicazione entro la fine del mese, garantirà connessioni mobili ad altissima velocità su tutto il territorio nazionale.
“Con l’assegnazione del primo bando per lo sviluppo del 5G siamo ancora più vicini a completare il piano del Governo per connettere tutta l’Italia con reti ad altissima capacità – commenta il ministro per l’Innovazione tecnologica e la transizione digitale, Vittorio Colao – Gli incentivi promossi rappresentano un caso unico in Europa: siamo infatti il primo Paese a prevedere un intervento pubblico per il mercato mobile che favorisce lo sviluppo di una tecnologia all’avanguardia nelle aree dove non c’è interesse ad investire. Questo – rileva Colao – anche grazie all’impegno di aziende del settore privato che, insieme al Governo, stanno investendo sulle varie iniziative del Piano per raggiungere questo importante obiettivo. Salgono quasi a quota 5 i miliardi che abbiamo già assegnato per avere, entro il 2026, un Paese connesso ai migliori livelli europei”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ferrari: Carla Liuni chief brand officer
Proviene da Pandora, Bulgari e Procter Gamble
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
13 giugno 2022
17:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Carla Liuni entrerà da settembre in Ferrari come chief brand officer, posizione nella quale riporterà al ceo Benedetto Vigna e farà parte del Leadership Team della casa di Maranello.

Liuni vanta un’eccezionale esperienza – spiega la Ferrari – nel guidare la crescita di marchi globali nel settore lusso e premium.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Recentemente è stata chief marketing officer di Pandora, dove ha avuto un ruolo fondamentale nel rilancio dell’azienda. In precedenza, ha diretto la divisione Marketing e Comunicazione Globale di Bulgari. Infine, Carla ha trascorso quasi 20 anni in Procter & Gamble, dove è stata General Manager della divisione Prestige.
“Il nome Ferrari è universalmente riconosciuto e ammirato quale sinonimo di stile italiano, prestazioni e innovazione. È sempre più importante essere in grado di costruire e mantenere una brand identity rilevante, in sintonia con la nostra comunità e in grado di riflettere il mondo in cui viviamo. Carla ha l’esperienza, la leadership e le competenze necessarie per tutelare e coltivare il nostro marchio nel suo percorso di crescita. Siamo entusiasti di averla con noi” commenta Benedetto Vigna, ceo di Ferrari. “Ferrari è uno dei marchi più aspirazionali al mondo, è un’icona e un simbolo dell’eccellenza italiana. È un privilegio e un onore entrare a far parte della famiglia Ferrari e continuare a contribuire all’inconfondibile retaggio del marchio, assicurandone la rilevanza del brand per le generazioni future. Non vedo l’ora di scrivere insieme al team il prossimo capitolo della crescita di Ferrari!” osserva Carla Luini.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund: chiude in corsa a 238 punti base
Rendimento del Tesoro al 4%, massimi da fine 2013
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
18:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora una seduta di tensione sui titoli di Stato europei e soprattutto su quelli dei Paesi storicamente più colpiti dalla speculazione: lo spread tra Btp italiano a 10 anni e il Bund tedesco di pari scadenza ha chiuso a quota 238, ritoccando i massimi da oltre due anni e salendo di 10 punti base rispetto all’avvio.

Il rendimento prodotto del Tesoro, secondo i dati della piattaforma Bloomberg, è aumentato di 26 ‘basis point’ e ha concluso al 4,01%, aggiornando i livelli più alti dalla fine del 2013.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: lunedì nero, Europa ‘brucia’ 235 miliardi
Piazza Affari da sola perde 15 miliardi di capitalizzazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
18:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La nuova giornata difficilissima sui mercati ha portato a una perdita finale dell’indice Stoxx 600, che raggruppa i principali titoli azionari europei, del 2,4%, il che si traduce in 235 miliardi di capitalizzazione bruciati in una sola seduta.

Piazza Affari, con un ribasso finale del 2,7% dell’indice Mib, accusa un calo di capitalizzazione tra i titoli principali di 15 miliardi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Google patteggia causa di discriminazione di genere, paga 118 milioni
Consente anche un monitoraggio esterno sulle sue pratiche
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
13 giugno 2022
18:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Google patteggia una class action sulla discriminazione di genere con la quale era accusata di pagare le donne sistematicamente meno.
Mountain View accetta di pagare 118 milioni di dollari per risolvere la disputa e si impegna a consentire un monitoraggio esterno delle sue pratiche.
L’accordo riguarda 15.500 donne che hanno lavorato a Google in California in 236 differenti posizioni dal 2013.
“Anche se riteniamo le nostre politiche eque, dopo cinque anni” di battaglia legale “abbiamo stabilito che risolvere la questione era nel miglior interesse di tutti”, afferma il portavoce di Google Chris Pappas precisando che la società nel patteggiamento non ha ammesso alcun misfatto. “Siamo soddisfatti di aver raggiunto l’accordo”, aggiunge Pappas.
“Come donna che ha trascorso la sua intera carriera nell’industria tecnologica, sono ottimista sul fatto che quanto Google ha accettato nell’ambito del patteggiamento assicurerà una maggiore equità per le donne”, mette in evidenza Holly Pease, una delle donne che ha accusato Google.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano crolla ancora con Europa, Btp al 4%
Piazza Affari -2,7%, Amsterdam -3%. Spread a quota 238
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
18:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Bce che finora non ha previsto protezioni contro l’esplosione degli spread e le attese sulla Fed dopo i dati dell’inflazione Usa ancora altissimi hanno causato un’altra giornata di passione sui mercati: la Borsa di Milano ha chiuso con una perdita dell’indice Ftse Mib del 2,79% a 21.918 punti e dell’Ftse All share del 2,87% a quota 23.972.

L’avvio di settimana è stato di violenti ribassi sui mercati azionari di tutto il Vecchio continente: Amsterdam ha chiuso in calo del 3%, Parigi del 2,6%, con Francoforte e Madrid negative di due punti percentuali e mezzo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In perdita dell’1,5% Londra.
Lo scivolone finale dell’indice Stoxx 600, che raggruppa i principali titoli azionari europei, è stata del 2,4%, che si traduce in 235 miliardi di capitalizzazione ‘bruciati’ in una sola seduta. Piazza Affari accusa un calo di capitalizzazione tra i titoli principali di 15 miliardi.
La tensione è stata fortissima anche e forse soprattutto sui titoli di Stato europei, in particolare quelli dei Paesi storicamente più colpiti dalla speculazione: lo spread tra Btp italiano a 10 anni e il Bund tedesco di pari scadenza ha chiuso a quota 238, ritoccando i massimi da oltre due anni e salendo di 10 punti base rispetto all’avvio. Il rendimento del prodotto del Tesoro è aumentato di 26 ‘basis point’ e ha concluso al 4,01%, aggiornando i livelli più alti dalla fine del 2013. In corsa anche i tassi dei bond spagnoli, in crescita finale di 21 punti base, portoghesi (+20), francesi (+15) e anche tedeschi (+11 ‘basis point’).
Tra i titoli principali di Piazza Affari, Saipem è crollata del 14% a 38,3 euro dopo il raggruppamento delle azioni, con Nexi, Amplifon e Iveco in ribasso di sette punti percentuali. Male molte banche (Banco Bpm -4,9%, Intesa -3,4%), mentre hanno chiuso in controtendenza di un punto percentuale abbondante Recordati e Campari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano crolla ancora con Europa, Btp al 4%
Piazza Affari -2,7%, Amsterdam -3%. Spread a quota 238
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 giugno 2022
18:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Bce che finora non ha previsto protezioni contro l’esplosione degli spread e le attese sulla Fed dopo i dati dell’inflazione Usa ancora altissimi hanno causato un’altra giornata di passione sui mercati: la Borsa di Milano ha chiuso con una perdita dell’indice Ftse Mib del 2,79% a 21.918 punti e dell’Ftse All share del 2,87% a quota 23.972.

L’avvio di settimana è stato di violenti ribassi sui mercati azionari di tutto il Vecchio continente: Amsterdam ha chiuso in calo del 3%, Parigi del 2,6%, con Francoforte e Madrid negative di due punti percentuali e mezzo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In perdita dell’1,5% Londra.
Lo scivolone finale dell’indice Stoxx 600, che raggruppa i principali titoli azionari europei, è stata del 2,4%, che si traduce in 235 miliardi di capitalizzazione ‘bruciati’ in una sola seduta. Piazza Affari accusa un calo di capitalizzazione tra i titoli principali di 15 miliardi.
La tensione è stata fortissima anche e forse soprattutto sui titoli di Stato europei, in particolare quelli dei Paesi storicamente più colpiti dalla speculazione: lo spread tra Btp italiano a 10 anni e il Bund tedesco di pari scadenza ha chiuso a quota 238, ritoccando i massimi da oltre due anni e salendo di 10 punti base rispetto all’avvio. Il rendimento del prodotto del Tesoro è aumentato di 26 ‘basis point’ e ha concluso al 4,01%, aggiornando i livelli più alti dalla fine del 2013. In corsa anche i tassi dei bond spagnoli, in crescita finale di 21 punti base, portoghesi (+20), francesi (+15) e anche tedeschi (+11 ‘basis point’).
Tra i titoli principali di Piazza Affari, Saipem è crollata del 14% a 38,3 euro dopo il raggruppamento delle azioni, con Nexi, Amplifon e Iveco in ribasso di sette punti percentuali. Male molte banche (Banco Bpm -4,9%, Intesa -3,4%), mentre hanno chiuso in controtendenza di un punto percentuale abbondante Recordati e Campari.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: Milano Serravalle, 70 esuberi su 572 dipendenti
Mauro Luise (Cub), licenziamenti non sono per nulla inevitabili
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 giugno 2022
19:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Settanta esuberi su 572 dipendenti con contratto a tempo indeterminato: lo ha comunicato ai sindacati, con l’apertura di un procedimento di licenziamento collettivo, la società Milano Serravalle-Milano Tangenziali.
In gran parte – 47 unità – i lavoratori sono casellanti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi si è svolto l’incontro fra le parti sociali previsto dalla norma.
La società ha la necessità di “una razionalizzazione dei costi” e ha valutato tutte le misure di intervento previste dalla legge e dall’assetto contrattuale anche per non incidere pesantemente e negativamente sull’occupazione complessiva – si legge in sintesi nel documento di attivazione della legge 223 -.
Compiute ed esaurite tutte le possibili azioni di ricollocazione e riqualificazione, per la concessionaria, non si può evitare di procedere alla riduzione di personale.
Di tutt’altro avviso Mauro Luise e Walter Montagnoli della segreteria Cub Trasporti: “I licenziamenti non sono per nulla necessari, né inevitabili. Se si dovesse procedere su questa strada chiediamo comunque l’accompagnamento alla pensione con tutte garanzia contrattuali e normative senza perdite retributive. Se dovesse subentrare una modifica legislativa non vogliamo nuovi esodati”. “Per quanto riguarda i lavoratori che rimangono – hanno concluso – bisogna garantire sviluppo, qualità, professionalizzazione e servizi agli automobilisti”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fitch taglia stime crescita del mondo, pesa inflazione
Economia +2,9%, lo 0,6% in meno di quanto previsto a marzo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
13 giugno 2022
20:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fitch rivede al ribasso le stime di crescita mondiale in seguito alla corsa dell’inflazione.

Secondo l’agenzia di rating, l’economia mondiale crescerà quest’anno del 2,9%, lo 0,6% in meno di quanto previsto in marzo.
Le stime sono state ridotte per gli Stati Uniti al 2,9% (-0,6%) e per l’area euro al 2,6% (-0,4%). Il pil americano dovrebbe poi rallentare dalla metà del 2023 con la stretta monetaria della Fed scendendo al +1,5% nel 2023 e al +1,3% nel 2024. Le difficoltà nelle forniture di energia e alimentari legate alla guerra in Ucraina “stanno avendo un impatto più rapido sull’inflazione europea di quanto previsto”, osserva Fitch.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wojciechowski: ‘Dal meteo estremo taglio a stime su cereali Ue’
Seconda revisione al ribasso in due mesi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
13 giugno 2022
20:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il meteo estremo in Europa occidentale ha portato alla seconda revisione al ribasso in due mesi delle previsioni di raccolto di cereali nell’Ue.
Lo ha detto il Commissario Ue all’agricoltura Janusz Wojciechowski parlando ai ministri riuniti a Bruxelles.
“È probabile che il prolungato periodo di siccità abbia un impatto sul raccolto di alcuni cereali quest’anno”, ha detto il Commissario polacco ricordando l’importanza della produzione europea di semi oleosi e cereali a fronte del previsto calo delle forniture dall’Ucraina il prossimo anno. “Inoltre – ha aggiunto – in diversi Stati membri sono state osservate forti piogge e grandine, in alcuni casi queste piogge sono state benefiche per le colture, in altri sono state dannose, a causa della loro intensità”. “Sebbene la situazione generale rimanga buona – ha concluso – questa instabilità legata al clima ha influito sulle prospettive di produzione in alcune regioni e le nostre ultime previsioni sulla produzione di cereali sono state ridotte di 2 milioni di tonnellate per il secondo mese consecutivo, raggiungendo 293,8 milioni di tonnellate”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in rialzo a New York a 120,93 dollari
Quotazioni salgono dello 0,2%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
13 giugno 2022
20:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dello 0,2% a 120,93 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bitcoin ancora giù, scende fino a 20.800 dollari
Poi lieve ripresa vicino ai 22.000 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
09:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Bitcoin perde ancora terreno dopo la debacle di ieri e in Asia arretra fino al 10% scivolando sotto i 21.000 dollari a 20.824.
Poi la lieve ripresa che ha portato la principale delle criptovalute a 21.899 dollari.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in ripresa sul dollaro a 1,0430
La moneta unica è in calo invece sullo yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
08:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in leggera ripresa questa mattina sul dollaro.
La moneta unica è scambiata a 1,0430 sulla valuta americana, in rialzo dello 0,2%.
Il cambio con lo yen è invece a 140,53, in calo in questo caso dello 0,4%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: prezzi in rialzo, Wti vicino a 122 dollari
Sale anche il Brent, oltre 123 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
08:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono in rialzo i prezzi del petrolio, dopo l’inversione di rotta registrata nella giornata di ieri, partita in ribasso e chiusa in positivo.
Il Wti americano si avvicina a 122 dollari al barile, portandosi a 121,80 (+0,7%).

Il Brent del Mare del Nord supera invece i 123 dollari, a 123,20 (+0,8%) .
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo spot recupera dopo crollo, sale a 1.827 dollari
Ieri calo del 2,8%, il peggiore da marzo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
08:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo spot dell’ora recupera dopo il crollo della vigilia e sale a 1.827 dollari, pari a un rialzo dello 0,4%.
In vista della nuova stretta monetaria della Fed, attesa per domani, il metallo con consegna immediata ha registrato ieri un calo del 2,8%, il peggiore da marzo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund apre in calo, rendimento scende sotto il 4%
Il differenziale avvia la seduta a 235 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
08:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund, secondo i dati della piattaforma Bloomberg, avvia la seduta in calo a 235 punti base, rispetto ai 238 della chiusura di ieri.

Il rendimento del decennale italiano scende sotto il 4% (3,96%), rispetto alla vigilia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nexi cede a Euronext la piattaforma trading di Piazza Affari
Operazione da 57 milioni di euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
09:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nexi ha ceduto a Euronext Group la componente tecnologica che attualmente gestisce l’operatività di Mts, la principale piattaforma di trading fixed‐income di Euronext, ed Euronext Securities Milan ‐ già Monte Titoli.

Il prezzo d’acquisto sarà corrisposto in contanti e ammonta a circa 57 milioni di euro, fatti salvi i consueti correttivi al closing.
Il perfezionamento della transazione è previsto per la seconda metà del 2022.
“Questa cessione, coerente con la nostra strategia conseguente alle fusioni con Sia e Nets, ci permetterà di concentrarci ulteriormente sul nostro core business, i pagamenti digitali”, afferma Renato Martini, Digital Banking & Corporate Solutions Director di Nexi.
“La prevista acquisizione degli asset tecnologici alla base di Mts ed Euronext Securities Milan è una pietra miliare nell’integrazione del Gruppo Borsa Italiana”, evidenzia Stéphane Boujnah, ceo e Presidente del Managing Board di Euronext.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gas: avvio in lieve rialzo, ad Amsterdam a 83,75 euro
Quotazioni in aumento dello 0,42%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
08:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Partenza in lieve rialzo per il gas in Europa.
Le quotazioni ad Amsterdam avviano gli scambi a 83,75 euro al Mwh, con un incremento dello 0,42% rispetto alla chiusura di ieri.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia chiude in calo, si guarda a mosse Fed
Tokyo (-1,3%), contrastata la Cina. Lo yen ai minimi sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
08:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse asiatiche chiudono in calo, in scia con il tonfo di Wall Street.
Sui mercati continua il nervosismo in vista della riunione della Fed e con i timori di interventi più aggressivi sul rialzo dei tassi.
Atteso nel pomeriggio il discorso di Jerome Powell alla Dollar Conference.
Tiene banco anche la guerra in Ucraina da parte della Russia e gli effetti sull’economia globale.
Chiusura in calo per Tokyo (-1,32%).Sul fronte valutario lo yen tratta vicino ai minimi in 23 anni sul dollaro, a 134,60, e si indebolisce anche sull’euro a 140,40. A contrattazioni ancora in corso positiva Hong Kong (+0,2%), piatta Shanghai (+0,01%), in calo Shenzhen (-0,7%). In flessione Seul (-0,5%) mentre è positiva Mumbai (+0,3%).
Sul fronte macroeconomico in arrivo l’indice Zew del sentimento sull’economica tedesca e la produzione industriale dell’Eurozona. Dagli Stati Uniti l’indice dei principali prezzi di produzione, le scorte settimanali di petrolio (Api). In arrivo anche il report mensile dell’Opec.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano rimbalza, apre in rialzo dello 0,86%
Il primo indice Ftse Mib a 22.107 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 giugno 2022
09:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre in rialzo, dopo le ultime sedute in forte calo ed in vista della Fed.
Il primo indice Ftse Mib guadagna lo 0,86% a 22.107 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa parte positiva e tenta il rimbalzo
Le Borse asiatiche chiudono in calo, in scia con il tonfo di Wall Street.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
14:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono in rialzo con gli investitori che fanno scattare le prese di profitto dopo le ultime sedute in forte calo.
Sui mercati si respira un clima meno teso dei giorni scorsi in vista della Fed.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Atteso nel pomeriggio il discorso di Jerome Powell alla Dollar Conference.
Resta alta l’attenzione sul fronte della guerra in Ucraina da parte della Russia e gli effetti sull’economia globale.
Avvio di seduta in rialzo per Francoforte (+0,97%), Parigi (+0,69%) e Londra (+0,76%). Bene anche Milano, in rialzo dello 0,86%.
Sul fronte dei titoli di Stato, tira il fiato anche lo spred. Il rendimento del Btp decennale italiano scende sotto il 4% toccato ieri e il differenziale con il Bund tedesco si raffredda leggermente a 235 punti.
La Borsa di Milano (+0,6%) lima il rialzo iniziale, in linea con gli altri listini europei. Piazza Affari tenta il riscatto dopo la scia negativa dei giorni scorsi. Lo spread tra Btp e Bund scende ancora e si attesta a 234 punti, con il rendimento del decennale italiano al 3,94%. Scatta Saipem (+4,3%), dopo la firma del protocollo d’intesa con Trevi sulle perforazioni per i parchi eolici. Bene anche Unicredit (+1,5%) e Mediobanca (+1,3%) e Intesa (+0,5%) e Banco Bpm (+0,1%), mentre è in flessione Bper (-1,1%). In luce Tim (+1,1%), alle prese con le vicende della Rete Unica. In fondo al listino Nexi (-1%), dopo la vendita a Euronext della piattaforma tecnologica di trading di Piazza Affari.

Le Borse asiatiche chiudono in calo, in scia con il tonfo di Wall Street. Sui mercati continua il nervosismo in vista della riunione della Fed e con i timori di interventi più aggressivi sul rialzo dei tassi. Atteso nel pomeriggio il discorso di Jerome Powell alla Dollar Conference. Tiene banco anche la guerra in Ucraina da parte della Russia e gli effetti sull’economia globale. Chiusura in calo per Tokyo (-1,32%).Sul fronte valutario lo yen tratta vicino ai minimi in 23 anni sul dollaro, a 134,60, e si indebolisce anche sull’euro a 140,40. A contrattazioni ancora in corso positiva Hong Kong (+0,2%), piatta Shanghai (+0,01%), in calo Shenzhen (-0,7%). In flessione Seul (-0,5%) mentre è positiva Mumbai (+0,3%). Sul fronte macroeconomico in arrivo l’indice Zew del sentimento sull’economica tedesca e la produzione industriale dell’Eurozona. Dagli Stati Uniti l’indice dei principali prezzi di produzione, le scorte settimanali di petrolio (Api). In arrivo anche il report mensile dell’Opec.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano lima il rialzo iniziale,bene Saipem e Unicredit
In luce Tim, giù Nexi. Spread Btp-Bund scende a 234 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
09:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (+0,6%) lima il rialzo iniziale, in linea con gli altri listini europei.
Piazza Affari tenta il riscatto dopo la scia negativa dei giorni scorsi.
Lo spread tra Btp e Bund scende ancora e si attesta a 234 punti, con il rendimento del decennale italiano al 3,94%.
Scatta Saipem (+4,3%), dopo la firma del protocollo d’intesa con Trevi sulle perforazioni per i parchi eolici. Bene anche Unicredit (+1,5%) e Mediobanca (+1,3%) e Intesa (+0,5%) e Banco Bpm (+0,1%), mentre è in flessione Bper (-1,1%).
In luce Tim (+1,1%), alle prese con le vicende della Rete Unica. In fondo al listino Nexi (-1%), dopo la vendita a Euronext della piattaforma tecnologica di trading di Piazza Affari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Circoli venatori contro rifiuti, 20tonnellate raccolte
Fondazione Una, da Nord a Sud rimossi anche materiali pericolosi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
09:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono venti le tonnellate di rifiuti recuperate, in tutta Italia, nel corso di un’iniziativa a favore dell’ambiente organizzata dalla Fondazione Una con i circoli e le associazioni venatorie italiane.
Dalla Val Chisone, in Piemonte, a Marsala, passando per Pordenone, Rignano sull’Arno, Macerata, Orvieto, Ischia, le campagne di Lago, in provincia di Cosenza e le altre Regioni italiane, sono state più di 3.000 le persone coinvolte in attività di pulizia, ripristino di sentieri, strade vicinali e aree urbane in un centinaio di diverse iniziative.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Rimossi anche rifiuti pericolosi, come eternit e siringhe, insieme a rifiuti ingombranti: pneumatici, materassi, finestre, elettrodomestici di ogni tipo e materiale edile di risulta. Tra le varie iniziative dell’operazione “Paladini del Territorio” quella in Piemonte in Val Chisone, Val Germanasca e Val Pellice ha visto la collaborazione di volontari giovani e anziani insieme e sono stati rimossi più di 800kg di rifiuti ingombranti, abbandonati nel bosco e sulle rive del torrente adiacente. In Calabria, nelle campagne di Lago in provincia di Cosenza, sono stati ripuliti i sentieri e create delle strisce tagliafuoco contro gli incendi stagionali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa prosegue positiva con energia e banche
In rialzo petrolio e gas. L’euro sale sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
09:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee rimbalzano dopo le performance negative dei giorni scorsi a causa dei timori di interventi più aggressivi da parte delle banche centrali.
Sui mercati scattano le prese di profitto mentre permane un clima incerto in vista della Fed e dell’intervento del presidente Jerome Powell.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sul fronte valutario l’euro sul dollaro è in lieve rialzo a 1,0463 a Londra.
L’indice d’area stoxx 600 guadagna lo 0,1%. Bene Londra e Francoforte (+0,2%), Madrid (+0,3%) mentre gira in calo Parigi (+0,3%). I listini sono sostenuti dalle banche (+1,4%) e dalle assicurazioni (+0,2%), con il calo della tensione sui titoli di Stato e i rendimenti in flessione.
Bene anche l’energia (+0,5%), con il prezzo del petrolio in risalita. Il Wti si attesta a 122 dollari al barile (+0,8%) e il Brent a 123 dollari (+0,9%). In rialzo anche le utility con il gas che torna a salire. Ad Amsterdam le quotazioni si attestano a 85,15 euro al Mwh (+2,1%) a Londra salgono a 160 penny al Mmbtu (+4,4%).
Seduta in calo per il comparto dell’automotive (-0,4%). Male anche la farmaceutica (-0,2%). Sul fronte delle materie prime in calo l’oro a 1.828 dollari l’oncia (-1,6%) e l’argento a 21,30 dollari (-1,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Morto l’imprenditore Domenico Bosatelli, fondatore di Gewiss
Scomparso a 88 anni, aveva fondato il gruppo bergamasco nel 1970
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 giugno 2022
12:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il cavaliere del lavoro Domenico Bosatelli, fondatore e presidente onorario di Gewiss, gruppo elettrotecnico in passato quotato a Piazza Affari, è morto questa notte all’età di 88 anni nella sua abitazione, circondato, riferisce una nota, dall’affetto della moglie Giovanna e dei suoi figli Fabio, Luca e Matteo.
La camera ardente è stata allestita presso Palazzo del Monte, a Bergamo in Viale Vittorio Emanuele II, 10/M.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Nato ad Alzano Lombardo, in provincia di Bergamo, il 3 dicembre 1933, Bosatelli ha fondato Gewiss nel 1970 sull’intuizione dell’uso del tecnopolimero nell’impiantistica elettrica, facendola crescere a livello internazionale, con una presenza in più di 100 Paesi e oltre 1600 dipendenti.
Bosatelli ha ideato anche Chorus Life, società di promozione e sviluppo immobiliare il cui core business consiste nella progettazione di soluzioni che mirano alla riqualificazione delle aree urbane, puntando sulla qualità della vita e il benessere della persona. “Valori e temi che sono un riferimento anche del nuovo progetto imprenditoriale Chorustyle Design”, si legge nella nota.
Cordoglio è stato espresso anche dal sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, secondo cui scompare “un grande imprenditore italiano, bergamasco doc, creatore della Gewiss. Ci mancheranno il suo carisma visionario e il suo coraggio. Ci resta Chorus Life, il ‘quartiere delle tre generazioni’, il suo ultimo dono alla città”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa prosegue positiva con energia e banche
In rialzo petrolio e gas. L’euro sale sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
09:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee rimbalzano dopo le performance negative dei giorni scorsi a causa dei timori di interventi più aggressivi da parte delle banche centrali.
Sui mercati scattano le prese di profitto mentre permane un clima incerto in vista della Fed e dell’intervento del presidente Jerome Powell.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sul fronte valutario l’euro sul dollaro è in lieve rialzo a 1,0463 a Londra.
L’indice d’area stoxx 600 guadagna lo 0,1%. Bene Londra e Francoforte (+0,2%), Madrid (+0,3%) mentre gira in calo Parigi (+0,3%). I listini sono sostenuti dalle banche (+1,4%) e dalle assicurazioni (+0,2%), con il calo della tensione sui titoli di Stato e i rendimenti in flessione.
Bene anche l’energia (+0,5%), con il prezzo del petrolio in risalita. Il Wti si attesta a 122 dollari al barile (+0,8%) e il Brent a 123 dollari (+0,9%). In rialzo anche le utility con il gas che torna a salire. Ad Amsterdam le quotazioni si attestano a 85,15 euro al Mwh (+2,1%) a Londra salgono a 160 penny al Mmbtu (+4,4%).
Seduta in calo per il comparto dell’automotive (-0,4%). Male anche la farmaceutica (-0,2%). Sul fronte delle materie prime in calo l’oro a 1.828 dollari l’oncia (-1,6%) e l’argento a 21,30 dollari (-1,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vaiolo scimmie: Ue, contratto per 110 mila dosi vaccino
Saranno distribuite a Paesi. Riunione Consiglio sanità Ue
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
14 giugno 2022
11:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione europea finalizzerà oggi un contratto per l’acquisizione di 110 mila dosi di vaccino contro il vaiolo delle scimmie.
Lo ha annunciato la commissaria Ue per la sanità Stella Kyriakides.
Le dosi saranno presto a disposizione dei Paesi membri che ne hanno maggiore necessità. “Questo è un chiaro segnale – ha detto la commissaria – che l’agenzia Hera può rispondere efficacemente alle minacce alla salute”.
Oggi i ministri della sanità dei 27 sono riuniti a Lussemburgo per fare il punto sulla pandemia da Covid 19, sulla situazione in Ucraina e le minacce alla salute dei cittadini europei.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Benzina sfonda 2 euro, in 7 giorni +7 cent
In aumento anche il diesel a 1.935 euro al litro (+4,5%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
13:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo settimanale della verde sfonda i 2 euro al litro.
Secondo le rilevazioni del Mite relative alla settimana chiusa domenica, la media nazionale in self service della benzina si attesta a 2,014 euro al litro, in rialzo di 7,3 centesimi rispetto ai 7 giorni precedenti, pari a +3,8%.
In rialzo anche il diesel a 1,935 euro al litro (+8,4 centesimi, pari a +4,5%).
Allarme dei consumatori che nel giro di una settimana riscontrano rialzi di 3,7 euro a pieno. L’Unione nazionale consumatori chiede al governo di intervenire con un nuovo e più deciso taglio delle accise e con una riduzione dell’Iva dal 22% al 10%.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa gira in calo,salgono rendimenti titoli di Stato
Tengono energia e banche. Euro in rialzo sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
12:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee girano in calo, dopo un avvio positivo.
Nel Vecchio continente torna il nervosismo sui titoli di Stato con i rendimenti dei decennali in rialzo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sui mercati restano i timori per una scelta ancor più aggressiva da parte delle banche centrali. Intanto si attende la riunione della Fed mentre oggi è previsto il discorso di Jerome Powell alla Dollar Conference. Sul fronte valutario l’euro sul dollaro sale a 1,0456 a Londra.
L’indice d’area stoxx 600 cede lo 0,3%. In negativo Parigi (-0,5%),Franforte (-0,2%), Milano (-0,4%). In controtendenza Madrid (+0,3%) mentre è piatta Londra (+0,03%). I listini sono sostenuti dalle banche (-0,7%) e dalle Tlc (+0,1%). Bene anche l’energia (+0,6%), con il rialzo del prezzo del petrolio. Il Wti sale a 121 dollari al barile (+0,4%) e Brent a 122 dollari (+0,4%).
In flessione le utility (-0,4%), con il prezzo del gas che torna a salire. Ad Amsterdam le quotazioni si attestano a 87,5 euro al Mwh (+5,2%) a Londra a 165 penny al Mmbtu (+7,3%). Nel Vecchio continente sono in calo anche le auto (-0,7%) e il comparto tecnologico (-0,9%).
Tra le altre materie prime sono in calo l’oro a 1.823 dollari l’oncia (-1,9%) e l’argento a 21,13 dollari (-2%).
Nell’agroalimentare è in calo tanto il grano duro (-1,1% a 1.155 dollari per unità contrattuale da 5mila staia) quanto il frumento (-1,4% a 1.070 dollari) mentre resta il braccio di ferro tra Russia e Ucraina per lo sblocco delle esportazioni.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzi guerra: gas e petrolio riprendono a correre
Seduta in calo per il grano e l’oro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
11:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I rialzi dei prezzi delle materie prime con il conseguente balzo dell’inflazione resta il tema centrale del dibattito economico a livello globale.
Mentre continua il conflitto bellico in Ucraina da parte della Russia, i prezzi di gas e petrolio tornano a salire.

Sul fronte delle quotazioni del greggio il Wti segna un rialzo a 121 dollari al barile (+0,4%) e il Brent a 122 dollari (+0,4%). In aumento anche il gas, con i timori per i flussi provenienti dalla Russia. Ad Amsterdam le quotazioni si attestano a 87,5 euro al Mwh (+5,2%) a Londra a 165 penny al Mmbtu (+7,3%). Tra le altre materie prime sono in calo l’oro a 1.823 dollari l’oncia (-1,9%) e l’argento a 21,13 dollari (-2%).
Sul fronte dell’agroalimentare è in calo il grano duro (-1,1% a 1.155 dollari per unità contrattuale da 5mila staia) quanto il frumento (-1,4% a 1.070 dollari) mentre resta il braccio di ferro tra Russia e Ucraina per lo sblocco delle esportazioni.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Domani sciopero, niente buoni pasto in bar e supermercati
Federdistribuzione, azione drastica ma necessaria
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
12:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confermato lo ‘sciopero’ dei buoni pasto per domani 15 giugno, quando non verranno accettati nei bar, ristoranti, alimentari, supermercati e ipermercati aderenti alle principali associazioni di categoria della distribuzione e del commercio: Ancd Conad, ANCC Coop, Federdistribuzione, FIEPeT-Confesercenti, Fida e Fipe-Confcommercio.
Lo ricorda Federdistribuzione in una nota, sottolineando che si tratta di “un’azione drastica”(comunicata ai consumatori a mezzo stampa e con affissione di locandine), “resasi necessaria per chiedere con urgenza al Governo una riforma radicale del sistema dei buoni pasto con l’obiettivo di salvaguardare un servizio importante per milioni di lavoratori e renderlo economicamente sostenibile”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

«In Italia abbiamo commissioni non eque, le più alte d’Europa.
Parliamo del 20% del valore nominale di ogni buono. È un meccanismo influenzato enormemente dagli sconti ottenuti dalla Consip nelle gare indette con la logica del massimo ribasso.
Peccato che i risparmi che la centrale di acquisto pubblica riesce ad ottenere nell’assegnazione dei lotti di buoni pasto siano sostanzialmente annullati dal credito d’imposta che le società emettitrici ottengono a fronte della differenza Iva tra le aliquote applicate in vendita e in riscossione. A pagare il conto sono le nostre aziende”, afferma Alberto Frausin, Presidente di Federdistribuzione.
“Vogliamo che i buoni pasto, un servizio prezioso per milioni di lavoratori e famiglie, continuino a essere utilizzati anche in futuro, ma ciò sarà possibile solo sulla base di condizioni economiche ragionevoli e di una riforma radicale dell’attuale sistema che riversa commissioni insostenibili sulle imprese e ne mette a rischio l’equilibrio economico”, conclude Frausin.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano rallenta (-1,2%), spread Btp-Bund a 242 punti
Giù le banche. Rendimento decennale al 4,05%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
12:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (-1,2%) rallenta ancora, in linea con gli altri listini europei e dopo un avvio in rialzo.
Lo spread tra Btp e Bund si allarga ancora e tocca i 242 punti, portandosi a livelli di maggio 2020.
Il rendimento del decennale italiano sale al 4,05%.
A Piazza Affari pesano le banche con Bper sospesa in asta di volatilità con un calo teorico del 3,8%. Male anche Banco Bpm (-2,4%),Intesa (-0,4%), Mps (-0,2%), piatta Unicredit (+0,06%).
In fondo al listino principale Amplifon (-5,5%) e A2a (-3,1%).
In flessione Nexi (-2,6%), dopo la vendita a Euronext della piattaforma tecnologica per il trading a Piazza Affari.
Pochi i titoli in terreno positivo. Saipem (+1,8%), dopo la firma dell’intesa con Trevi per le perforazioni dei parchi eolici. Bene anche Mediolanum (+1,6%) e Italgas (+0,4%), quest’ultima alla viglia della presentazione del nuovo piano industriale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sciopero per i buoni pasto il 15 giugno, bar e supermercati non accetteranno i ticket
Federdistribuzione: azione drastica ma necessaria. Le associazioni dei consumatori protestano: siamo ostaggio delle rivendicazioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
13:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confermato lo ‘sciopero’ dei buoni pasto per il 15 giugno, quando non verranno accettati nei bar, ristoranti, alimentari, supermercati e ipermercati aderenti alle principali associazioni di categoria della distribuzione e del commercio: Ancd Conad, ANCC Coop, Federdistribuzione, FIEPeT-Confesercenti, Fida e Fipe-Confcommercio.
Lo ricorda Federdistribuzione in una nota, sottolineando che si tratta di “un’azione drastica”(comunicata ai consumatori a mezzo stampa e con affissione di locandine), “resasi necessaria per chiedere con urgenza al Governo una riforma radicale del sistema dei buoni pasto con l’obiettivo di salvaguardare un servizio importante per milioni di lavoratori e renderlo economicamente sostenibile”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Le ragioni dello sciopero  – «In Italia abbiamo commissioni non eque, le più alte d’Europa. Parliamo del 20% del valore nominale di ogni buono. È un meccanismo influenzato enormemente dagli sconti ottenuti dalla Consip nelle gare indette con la logica del massimo ribasso.
Peccato che i risparmi che la centrale di acquisto pubblica riesce ad ottenere nell’assegnazione dei lotti di buoni pasto siano sostanzialmente annullati dal credito d’imposta che le società emettitrici ottengono a fronte della differenza Iva tra le aliquote applicate in vendita e in riscossione. A pagare il conto sono le nostre aziende”, afferma Alberto Frausin, Presidente di Federdistribuzione.
“Vogliamo che i buoni pasto, un servizio prezioso per milioni di lavoratori e famiglie, continuino a essere utilizzati anche in futuro, ma ciò sarà possibile solo sulla base di condizioni economiche ragionevoli e di una riforma radicale dell’attuale sistema che riversa commissioni insostenibili sulle imprese e ne mette a rischio l’equilibrio economico”, conclude Frausin.

La protesta delle associazioni dei consumatori – “Ancora una volta i consumatori italiani vengono usati come ostaggi dalle organizzazioni della Gdo e dei ristoratori per rivendicazioni che, seppur giuste nella sostanza, finiscono per danneggiare solo ed unicamente i cittadini”. Lo affermano le associazioni dei consumatori Adoc, Adiconsum, Assoutenti e Federconsumatori, che bocciano senza mezzi termini lo sciopero dei buoni pasto indetto per domani 15 giugno. “Se la protesta contro le condizioni svantaggiose dei buoni pasto è corretta nelle sue motivazioni, il soggetto contro cui viene attuato lo sciopero, ossia i consumatori, è del tutto errato, perché saranno solo gli utenti a pagare il prezzo di tale iniziativa. Non si capisce perché le organizzazioni della Gdo e degli esercenti non abbiano pensato a proteste contro Consip e Mef, unici responsabili delle condizioni imposte sui ticket per la spesa” proseguono le 4 associazioni che indicono un “contro-sciopero dei buoni pasto, invitando i consumatori italiani a disertare i supermercati” e rimandare la spesa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bancomat: Discover con Diners entrano nel circuito
L’accordo diventerà operativo tra dicembre 2022 e aprile 2023
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
13:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bancomat Spa e Discover hanno firmato un accordo strategico che aumenta l’accettazione per i titolari di carte di credito Discover, Diners Club International e dei network affiliati, tutti appartenenti al Discover Global Network.
La nuova partnership, si legge in una nota, consentirà ai titolari di carte di utilizzare le loro carte e gli strumenti di mobile payment sulla rete Bancomat in tutta Italia.
L’accordo diventerà operativo tra dicembre 2022 e aprile 2023.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pnrr: presidente Ance, serve politica industriale chiara
Brancaccio, “regole certe senza continui decreti correttivi”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
14 giugno 2022
13:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
”Credo che il Governo stia lavorando bene.
Noi siamo a disposizione, ma bisogna avere una politica industriale per il settore con regole chiare, certe e semplici che non costringano a continui decreti correttivi”.
Lo ha affermato Federica Brancaccio, presidente nazionale Ance, rispetto al tema della spesa dei fondi del Pnrr. ‘ ‘La situazione legata ai fondi del Pnrr è spinosa per vari motivi – ha aggiunto – e l’improvviso incremento del costo dei materiali non ha aiutato una situazione già difficile in quanto il nostro Paese ha un sistema regolatorio per cui spendere questi fondi entro il 2026 era veramente un’impresa complicata e lo è diventato ancora di più”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in calo attende Wall Street, Milano -0,8%
Salgono petrolio e gas. In aumento tassi titoli Stato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
13:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee proseguono in calo in attesa dell’avvio di Wall Street dove i future sono in rialzo.
Sui mercati permangono i timori di interventi più aggressivi delle banche centrali per frenare la corsa dell’inflazione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’attenzione si concentra sulle prossime mosse della Fed mentre nel pomeriggio è atteso il discorso Jerome Powell alla Dollar Conference.
L’indice d’area stoxx 600 cede l’1%. In rosso Parigi (-1,2%), Londra (-0,9%), Milano (-0,8%), Francoforte ( -0,7%), Madrid (-0,6%). Sui listini pesa la farmaceutica (-1,5%) e le auto (1-1%). Si riduce il rialzo iniziale per il comparto finanziario (+0,03%) mentre non accenna a placarsi il nervosismo sui titoli di Stato, con i tassi in netto rialzo. Lo spread tra Btp e Bund si attesta a 241 punti base, con il rendimento del titolo a 10 anni italiano al 4,04%. Salgono anche i tassi del decennale spagnolo (3%) e di quello greco (4,6%).
In Borsa vendite sul comparto dell’energia (-0,2%), con il petrolio che torna a salire. Il Wti si attesta a 121 dollari al barile (+0,8%) e il Brent a 123 dollari (+0,9%). Con l’aumento del prezzo del gas soffrono le utility (-1,1%). Ad Amsterdam le quotazioni salgono a 89 euro al Mwh (+7,5%) e a Londra a 168 penny al Mmbtu (+0,8%).
A Piazza Affari scivola Amplifon (-5,8%). Vendite anche su A2a (-2,5%) e Nexi (-3%), quest’ultima dopo la vendita a Euronext della piattaforma tecnologica per il trading di Borsa Italiana. Tra le banche soffre Bper (-2,5%). Prosegue con slancio Saipem (+4,6%), con l’accordo sulle perforazioni dei parchi eolici.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Costruzioni: Cresme, investimenti in crescita, +6,5% in 2022
Settore vicino al picco del 2007, ma ci sono rischi pesanti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
13:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli investimenti nelle costruzioni sono in aumento del 6,5% nel 2022 e del 6,4% nel 2023, dopo il +21,4% del 2021, secondo le previsioni di Cresme Ricerche, che vede “una grande, forse eccessiva fase di crescita” in un contesto con “pesanti rischi”, dai rincari di materie prime ed energia fino ai tassi di interesse e allo spread.

Nel 2023 il settore è atteso tornare vicino al picco del 2007, “un livello che chiunque operi nelle costruzioni pensava non si potesse più raggiungere”, sottolinea il direttore del Cresme, Lorenzo Bellicini illustrando i dati del XXXII Rapporto Congiunturale e Previsionale Cresme.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Il mercato è atteso poi stabilizzarsi nel 2024 ma con il motore delle opere pubbliche che continuerà e uno spazio “importante” per la riqualificazione anche quando si ridurranno gli incentivi. Inoltre la casa è “tornata di moda” con la pandemia e anche i giovani, grazie ai mutui più accessibili, valutano più spesso l’acquisto.
“Il mercato si mostra positivo come non accadeva da tanto tempo. Siamo allo stesso tempo un po’ preoccupati perché la salita è stata ripida e davanti abbiamo una situazione di rallentamento dopo la quale bisognerà capire cosa succede”, dice Bellicini anticipando che “se la recessione dovesse arrivare in autunno, il quadro potrebbe diventare molto rapidamente assai difficile”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Superbonus, l’Ance incalza il Governo per trovare una via d’uscita strategica
“Le banche dicono di aver esaurito i fondi, ma crediti e contratti in corso non possono essere abbandonati”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
14 giugno 2022
13:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
”Auspico a breve una convocazione dal Governo a cui ho chiesto un confronto per una exit strategy.

E’ necessario capire che cosa si vuole fare perché in questo momento i segnali sono contraddittori”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha detto Federica Brancaccio, presidente nazionale Ance,sulla questione del superbonus. ”Le banche dicono di non avere più plafond. Credo che alcune lo abbiano ancora ma vivono nell’incertezza. Il dl aiuti non si sa come sarà convertito e dunque si deve immaginare con il Governo una strategia di uscita a medio e lungo periodo, ma sicuramente i contratti in corso e i crediti già nei cassetti fiscali non possono essere abbandonati”
”Il problema del bonus è stato cambiare le regole in corsa. Questa situazione significa rischiare di nuovo l’implosione del sistema. È vero che questa misura ha un costo ma è anche vero che il fallimento di tante imprese forse è addirittura superiore”. Lo ha affermato Federica Brancaccio, presidente nazionale Ance, a margine di un evento presso la sede napoletana dell’associazione, parlando del superbonus e del blocco della negoziazione dei crediti fiscali. La leader nazionale dei costruttori ha evidenziato che ”la misura era nata per risollevare il settore che veniva da 12 anni di crisi terribile e anche con un obiettivo più di lunga visione: riqualificare il patrimonio immobiliare. Di conseguenza – ha proseguito Brancaccio – le imprese hanno cominciato a strutturarsi dal 2020 in poi, ma poi da novembre con il cambio delle regole in corsa, che era necessario per il bonus facciate così come avevamo detto fin dall’inizio, si è bloccata la monetizzazione dei crediti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mare: Prete (Unioncamere), grandi prospettive per i giovani
Al Summit Blue Forum il 17-18 giugno a Gaeta report sul settore
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
14:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La Blue economy è un settore di grande prospettiva, come è dimostrato dal crescente interesse dei giovani, sia in termini imprenditoriali che occupazionali”.

È questo il messaggio del Presidente di Unioncamere, Andrea Prete, nell’annunciare la sua partecipazione al primo Summit Blue Forum Italia Network, in programma il 17 e 18 giugno nel Golfo di Gaeta.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prete ricorda che l’economia del mare anche nell’anno della pandemia “ha prodotto circa il 9% del Pil del Paese, che nel Mezzogiorno sale all’11,2%, con oltre 920 mila addetti, dimostrando forte resilienza imprenditoriale, con una crescita di imprese tra il 2019 e il 2021 del 2,8% contrapposta al lieve decremento di quelle totali”.
“Il sistema camerale è in prima fila, sia direttamente sia tramite Assonautica, nel “mettere a terra” la strategia europea di trasformazione della blue economy per un futuro sostenibile, perché la consideriamo una grande e innovativa opportunità di sviluppo”, sottolinea Prete. Nel corso del Summit, voluto fortemente dal presidente della Camera di Commercio di Frosinone Latina, Giovanni Acampora e promosso dall’Azienda Speciale Informare, verrà presentanto il X Rapporto Nazionale sull’Economia del Mare, il documento realizzato da Unioncamere e Centro Studi delle Camere di Commercio Guglielmo Tagliacarne, per conto della Camera di Commercio Frosinone-Latina.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Google Cloud presenta 2 nuove Region a Milano e Torino
Evento il 15 giugno per il lancio delle Region italiane
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
18:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Google Cloud apre due basi in Italia per i servizi cloud.
Le nuove Google Cloud Region di Milano e Torino, e le potenzialità che offrono per l’economia italiana, saranno presentate il 15 giugno all’evento digitale ‘Il cloud.Pensato per l’Italia’ al MiCo di Milano.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le due basi, spiega Google, ospiteranno infrastruttura cloud per offrire ai clienti strumenti di analisi più intelligenti, servizi di rete, elaborazione, gestione e archiviazione dati e big data e una piattaforma aperta e sicura, collegata alla rete privata di Google, per avere accesso globale a tutti i servizi di Google Cloud Platform.
L’Italia è il primo paese nella regione Emea (Europa, Medio Oriente e Africa) ad ospitare due Google Cloud Region. Basi di questo tipo sono già presenti in Europa a Londra, Zurigo, Francoforte, in Belgio, nei Paesi Bassi e in Finlandia.
A presentare le Google Cloud Region di Milano e Torino saranno il ceo di Google Cloud, Thomas Kurian, e l’Italy Country Manager della società Fabio Fregi. All’evento parteciperanno, tra gli altri, la viceministra dello Sviluppo Economico, Alessandra Todde,  l’Amministratore Delegato e Direttore Generale Tim, Pietro Labriola.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tesoro: rendimenti massimi asta Btp 7-3 anni da crisi debito
Collocati titoli per 6 mld. Anche a 30 anni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
15:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I rendimenti dell’asta odierna dei Btp a 3 e 7 anni, in forte rialzo a 3,04% e 3,75%, sono ai livelli massimi da quelli della crisi del debito sovrano.
E’ quanto spiega l’esperto di Assiom Forex Filippo Capaccioli secondo cui “il mercato sconta l’atteggiamento falco della Bce” e “sta cercando di testare se e come la banca centrale metterà in campo gli strumenti anti spead”.

Nell’asta sono stati collocati 6 miliardi di Btp. In particolare sono stati venduti Btp a 3 anni scadenza 2025 per 2 miliardi di euro e un rendimento del 3,04% (+152 punti base rispetto all’1,5% dell’ultimo collocamento), Btp a 7 anni scadenza 2029 per 2,5 miliardi di euro con un rendimento del 3,75% (+136 punti base) e due Btp a 30 anni per un totale di 1,5 miliardi di euro con rendimento rispettivamente del 4,23% per quello con scadenza al 2052 e del 4,20% per quello con scadenza al 2049. In ogni caso, spiega Capaccioli, “le banche italiane non sono quelle del 2010-2011 ma hanno meno crediti deteriorati” e portafogli dei titoli di stato a valori più di mercato, e quindi c’è un minor rischio di trasmissione del contagio fra debito pubblico e sistema bancario.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a New York a 122,45 dollari
Quotazioni salgono dell’1,22%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
14 giugno 2022
15:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio è in rialzo a Wall Street, dove le quotazioni salgono dell’1,22% a 122,45 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banche: a maggio tassi nuovi mutui salgono a poco sotto il 2%
All’1,93%, ritorno a livelli febbraio 2019
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
15:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A maggio i tassi sui nuovi mutui bancari salgono poco sotto il 2%, all’1,93% rispetto all’1,81% di aprile, tornando così ai livelli di febbraio 2019.

E’ quanto si ricava dal rapporto mensile Abi secondo cui a maggio 2021 erano pari all’1,4%.
Il vice dg dell’associazione Gianfranco Torriero ha comunque ricordato come, negli ultimi anni, l’85% dei mutui è stato erogato a tasso fisso e non risentirà dei movimenti dei tassi di riferimento di queste settimane. E rallenta leggermente la crescita dei depositi bancari a maggioche hanno registrato na variazione tendenziale pari a +4,9% rispetto al +5,5% del mese precedente e al +6,2% di maggio 2021 “con un aumento in valore assoluto su base annua di 87 miliardi di euro, portando l’ammontare dei depositi a 1.861,7 miliardi”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: risale spesa turisti ma ancora sotto pre Covid
In trimestre a 5,1 miliardi euro, sopra il 2020 ma dietro 2019
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
15:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Risale la spesa dei turisti stranieri in Italia nel primo trimestre dell’anno che supera il 2020, periodo in cui esplose la crisi Covid ma resta ancora indietro rispetto ai livelli del 2019.
Secondo quanto si ricava dalle tabelle della Banca d’Italia è ammonta a 5,1 miliardi contro 1,2 dello stesso periodo del 2021 e 4,3 del primo trimestre 2020.

Nel gennaio-marzo 2019, tuttavia, la spesa era ammontata a 6,7 miliardi. Nel solo mese di marzo rispetto all’anno precedente, nota Banca d’Italia, “la spesa dei viaggiatori stranieri in Italia è più che quadruplicata (2,0 miliardi), mentre quella dei viaggiatori italiani all’estero è quasi triplicata (1,3 miliardi). Nel complesso del primo trimestre del 2022, grazie soprattutto alla ripresa dei viaggi per vacanze è proseguito il pronunciato recupero della spesa degli stranieri in Italia ha invece rallentato la spesa dei viaggiatori italiani all’estero.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre positiva, Dj +0,34%, Nasdaq +0,75%
S 500 sale dello 0,44%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
14 giugno 2022
15:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre positiva.
Il Dow Jones sale dello 0,34% a 30.614,72 punti, il Nasdaq avanza dello 0,75% a 10.895,96 punti mentre lo S&P 500 mette e segno un progresso dello 0,44% a 3.764,79 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa migliora con Wall Street, Milano +0,45%
Spread si restringe a 237 punti. In recupero le banche
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
15:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Migliora l’andamento delle Borse europee con l’avvio positivo di Wall Street.
Milano ha cambiato direzione e il Ftse Mib guadagna lo 0,45% mentre si restinge lo spread Btp-Bund a 237 punti col rendimento del decennale italiano al 4%.
Rimbalza Saipem (+4%) e recuperano i titoli finanziari: Mediolanum sale del 3,68%, Unicredit del 3,25%.
Altrove Francoforte segna un rialzo marginale (+0,1%), resta sotto la parità Parigi (-0,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confindustria, protocollo in Sicilia per attrarre investimenti
Beltrame: Italia incontri ogni anno ceo globali, come la Francia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
15:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Fidelizzare e supportare le imprese a capitale estero che investono in Sicilia con l’attivazione di un servizio di customer care loro dedicato in modo da creare le condizioni per aumentare gli investimenti nei territori in cui già operano”.
Questo – spiega una nota – “il fulcro del protocollo tra Confindustria, Regione Siciliana e Confindustria Sicilia, firmato questa mattina a Siracusa dalla vicepresidente per l’internazionalizzazione di Confindustria, Barbara Beltrame Giacomello, dall’assessore alle Attività Produttive della Regione Siciliana Girolamo Turano e dal Presidente di Confindustria Sicilia Alessandro Albanese”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

“Un distretto produttivo ha successo se c’è un proficuo e regolare confronto e interazione tra le imprese estere, le nostre rappresentanze territoriali e le istituzioni regionali che si occupano di programmazione e sviluppo. Saper dialogare è importante, perché consente di anticipare le crisi e di cogliere per tempo nuove opportunità di investimento”, commenta nell’occasione la vicepresidente per l’internazionalizzazione di Confindustria, Barbara Beltrame Giacomello. “È ora necessario fare un passo avanti per consolidare ed ampliare il contributo delle imprese a controllo estero allo sviluppo produttivo ed occupazionale del Paese. Chiediamo quindi – spiega – di attivarci a livello nazionale per avviare una serie di incontri annuali con i ceo globali delle imprese estere per attrarre nel nostro Paese parte degli investimenti strategici che si stanno pianificando ora e nel prossimo futuro. Altri Paesi, come la Francia, organizzano incontri di questo tipo con grande successo ed i tempi sono maturati perché anche l’Italia inizi un suo percorso”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bancomat: Discover con Diners entrano nel circuito
L’accordo diventerà operativo tra dicembre 2022 e aprile 2023
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
17:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Guarda al mercato dei visitatori internazionali, l’accordo stretto da Bancomat per l’accettazione sul suo circuito delle carte di credito Discover, Diners Club International e dei network affiliati al Discover Global Network.
La nuova partnership consentirà ai titolari di utilizzare le loro carte e gli strumenti di mobile payment sulla rete Bancomat in tutta Italia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’accordo stretto da Bancomat con il circuito guarda alle previsioni di forte crescita del turismo nel nostro Paese con una crescita degli arrivi dall’estero di oltre il 49% entro il 2025 ed un afflusso di viaggiatori provenienti da Paesi in cui vengono emesse carte che funzionano con la rete Discover Global Network, tra cui Stati Uniti, Brasile, India, Austria, Svizzera, Croazia e altri ancora. Con 280 milioni di titolati di carte in 200 Paesi e territori la rete comprende Discover Network, Diners Club International, Pulse e altri circa 25 network affiliati partner in tutto il mondo. “Questa partnership strategica con Discover Global Network rientra nell’impegno continuo di Bancomat per offrire molteplici opzioni di pagamento”, afferma Alessandro Zollo, amministratore delegato di Bancomat. “Crediamo che questa nuova alleanza garantirà ai visitatori una positiva esperienza di accettazione dei pagamenti nel nostro Paese, introducendo nuove opzioni e ampliando le possibilità di scelta per le nostre banche”.
“Grazie alle sue estese relazioni con gli acquirer, Bancomat fornisce accesso al 100% degli esercenti in Italia. L’accordo rappresenterà un vantaggio sia per gli esercenti, mettendoli in contatto con i titolari di carte di Discover Global Network, sia per i titolari di carte che spendono regolarmente in Italia”, spiega Matt Sloan, vicepresidente dei mercati internazionali di Discover. L’accordo diventerà operativo tra dicembre 2022 e aprile 2023.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in leggero calo (-0,32%)
Indice Ftse Mib a 21.846 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 giugno 2022
17:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari chiude in leggero calo dopo aver cambiato direzione del corso della seduta.

L’indice Ftse Mib segna una perdita dello 0,32% a 21.846 punti.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano volatile, recuperano Saipem e le banche
Male A2a e Nexi. Indice Ftse Mib cede lo 0,32%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
20:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari archivia in lievo ribasso (Ftse Mib -0,32%) una seduta vissuta all’insegna della volatilità ma senza i crolli delle giornate precedenti.
Come sugli altri listini, dopo la doccia fredda arrivata dalla Bce, l’attenzione si è spostata alla Fed e alla decisione sui tassi attesa per domani, e alle parole del suo presidente Jerome Powell.

Si è stabilizzato lo spread fra il Btp e il Bund e questo ha dato un mano ai titoli bancari, in generale recupero a partire da Mediolanum (+4%), Unicredit (+2,1%) e Banca Generali (+2,34%). Il buon andamento del prezzo del greggio ha favorito il rimbalzo di Saipem (+2,82%) e sostenuto Eni (+1,48%). In fondo al paniere principale hanno concluso A2a (-3,37%), Inwit (-3,31%), Diasorin (-2,92%) e Nexi (-2,74%) che ha ceduto a Euronext la piattaforma tecnologica di Mts e dell’ex Monte Titoli.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa termina debole alla vigilia della Fed
Francoforte cede lo 0,91%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
17:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee concludono la giornata all’insegna della debolezza, dopo aver cambiato più volte orientamento nel corso della seduta, senza registrare i tonfi visti nelle ultime sedute.
Alla vigilia dell’atteso intervento della Fed sui tassi Francoforte ha perso lo 0,91%, Parigi l’1,2% e Londra lo 0,25%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund sale ancora e chiude a 241,9 punti
Rendimento del bond decennale italiano al 4,16%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
18:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sale ancora lo spread fra Btp e Bund e chiude in rialzo a 241,9 punti base (dai 238 della chiusura di lunedì e dei 235 dell’avvio), come a maggio 2020.
Il rendimento del decennale italiano si porta al 4,16% sui livelli di fine dicembre 2013.

Pur avendo registrato una discesa a 231 punti nel corso della giornata (col rendimento calato al 3,91%) non è venuta meno la tensione registrata nelle ultime sedute sull’onda del mancato annuncio, giovedì scorso, di un piano della Bce a difesa dei titoli di Stato dei paesi periferici dell’eurozona.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio in Kenya, visita ai cantieri Smart City Konza
Vicentina ICM impegnata nelle opere di urbanizzazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
18:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha visitato, insieme al Ministro per l’Innovazione e le Politiche Giovanili del Kenya Joseph Mucheru il cantiere della “Smart City” di Konza, primo hub tecnologico sostenibile nella cui costruzione è impegnato anche il gruppo vicentino ICM-Impresa Costruzioni Maltauro.

Situata a settanta chilometri dalla capitale Nairobi, la “Smart City Konza” si estenderà su una superficie complessiva di 2000 ettari.
ICM, ricorda una nota, si sta occupando delle opere di urbanizzazione per accogliere i primi insediamenti necessari a stimolare le successive fasi di sviluppo, tra cui la progettazione e realizzazione di 40 km di strade, parchi, sottoservizi, impianti di potabilizzazione dell’acqua, impianti di trattamento dei reflui, un sistema di raccolta automatico dei rifiuti e alcuni edifici pubblici quali stazioni di polizia e vigili del fuoco.
Nel 2021 Icm ha archiviato un fatturato di 454 milioni (+34%) e ora “punta ora a un ulteriore consolidamento nel triennio 2022-2024”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Effetto Bce, i tassi sui nuovi mutui vicini al 2%
Abi: ‘Ma i tassi fissi sono già sopra’. La crescita dei depositi in lieve frenata
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
09:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La crescita dello spread e la Bce ‘falco’ spingono al rialzo i tassi sui nuovi mutui che si avvicinano, a maggio, al 2%.
Anche se i mutui a tasso fisso sono già sopra tale soglia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ quanto emerge dal rapporto mensile dell’Abi che tiene conto delle due tipologie. Nel dettaglio, nel mese scorso si segnala un aumento dei tassi medi all’1,93% contro l’1,81% di aprile. Nelle simulazioni sui motori di ricerca, tuttavia, i mutui a tasso fisso veleggiano già fra il 2,3 e il 2,8%, con punte anche oltre il 3%. I variabili sono ancora poco sopra l’1%, ma si tratta di una ‘forbice’ destinata a chiudersi velocemente vista l’accelerazione di Francoforte e della Fed nella stretta monetaria che incide anche sui tassi di mercato di riferimento. Per le famiglie italiane l’impatto sarà comunque circoscritto rispetto a quanto visto negli anni scorsi. L’85% dei mutui infatti, sottolinea il vice dg dell’Abi Gianfranco Torriero, è a tasso fisso. E’ chiaro che invece dovranno subire i rincari quelli che hanno un tasso variabile o chi si appresta a sottoscriverne uno. Il mercato è ancora vitale. Anche grazie alle norme a favore dei giovani under 36, l’acquisto delle prime case mostra andamenti in crescita.

Ancora l’Abi, che cita dati Banca d’Italia, rileva come sul totale dei prestiti alle famiglie (+3,9%), la crescita dei mutui è stabile (+5,2%). Per le banche italiane comunque, la stretta monetaria della Bce ha sia elementi positivi sia negativi. La crescita dei rendimenti dei titoli di stato incide sul portafoglio titoli ma in misura limitata visto che, dopo l’esperienza negativa della crisi del debito sovrano, solo un terzo è valutato al fair value e quindi l’impatto in bilancio è limitato. Gli istituti di credito quindi saranno meno contagiati da tensioni sul debito e oltretutto sono in condizioni migliori complessive e con un minore quota di crediti deteriorati. Secondo i dati Abi le sofferenze sono scese ad aprile a 16,7 miliardi e oltretutto il rapporto rispetto agli impieghi totali si è attestato allo 0,95% (era 1,15% ad aprile 2021). Il prossimo 28 giugno sul tema arriverà la proposta di intervento legislativo in materia di sofferenze bancarie da parte della commissione di inchiesta sulle banche. Resta comunque la prudenza di famiglie e imprese. I depositi, pur in lieve frenata, registrano una variazione tendenziale pari a +4,9% rispetto al +5,5% del mese precedente e al +6,2% di maggio 2021 “con un aumento in valore assoluto su base annua di 87 miliardi di euro, portando l’ammontare dei depositi a 1.861,7 miliardi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: Schnabel, non tollereremo spread a livelli di guardia
Pronti a utilizzare nuovi strumenti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 giugno 2022
20:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Nell’attesa che le capitali europee migliorino l’architettura economica dell’Unione, la politica monetaria dovrà rispondere a dinamiche destabilizzanti dei mercati.
Non tollereremo cambiamenti alle condizioni finanziarie che vadano oltre i fondamentali e minaccino la trasmissione della politica monetaria”.

Lo ha detto Isabel Schnabel, membro del comitato esecutivo della Bce, durante un discorso alla Sorbona a Parigi secondi cui stiamo “monitorando molto attentamente gli sviluppi sui mercati” ed è pronta a “reagire ad emergenze nuove sia usando gli strumenti esistenti che potenzialmente, con strumenti nuovi”, per fronteggiare “aggiustamenti dei prezzi che minaccino la trasmissione della politica monetaria”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Saipem: commessa in Brasile, quota da 25 milioni di dollari
Inrtero progetto di unità galleggiante per Shell ne vale 50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
08:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Saipem realizzerà servizi preliminari di ingegneria per la costruzione di una unità galleggiante ‘Fpso’ di produzione e stoccaggio (Floating Production Storage and Offloading) in Brasile.
L’operazione è oggetto di una ‘nota a procedere’ (Lntp) da parte di BW Offshore del valore com plessivo di 50 milioni di dollari (47,95 mln euro) con una quota di pertinenza per Saipem di circa la metà.

L’unità – spiega Saipem – opererà per conto di Shell ed i suoi partner ed è preliminare allo sviluppo del giacimento di petrolio e gas di Gato do Mato, situato a circa 200 km al largo del Brasile nel bacino di Santos, ad una profondità di circa 2mila metri.
Al completamento dell’operazione, Shell e i suoi partner puntano ad aggiudicare un contratto di noleggio e gestione che includerà l’assegnazione di ingegneria, approvvigionamento, costruzione e installazione (Epci) della Fpso a un consorzio tra Saipem e Bw, con consegna prevista nel 2026.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: prezzo sale a 119 dollari, +0,33%
Brent a 121,5 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
08:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo per il prezzo del petrolio che sale dello 0,33% a 119 dollari al barile.
Avanza anche il Brent a 121,5 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: oggi vertice di emergenza su condizioni mercati
Notizia anticipata dal Corriere della Sera
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
08:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Bce terrà oggi un vertice di emergenza per discutere le attuali condizioni dei mercati.
La notizia, anticipata dal Corriere della Sera, è stata confermata dall’istituto centrale.
Ieri sera dopo un balzo degli spread e dei rendimenti dei titoli pubblici, specie quelli italiani, Isabel Schnabel, membro del comitato esecutivo della Bce, aveva detto che la banca non tollererà “cambiamenti alle condizioni finanziarie che vadano oltre i fondamentali e minaccino la trasmissione della politica monetaria”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro sale dello 0,6% dopo riunione emergenza Bce
Scambia a 1,0475 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
08:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Balzo dell’euro dopo la notizia della riunione di emergenza della Bce per analizzare le condizioni dei mercati.
La moneta unica sale dello 0,6% a 1,0475 dollari.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund in caduta libera dopo vertice emergenza Bce
Differenziale scende a 213 punti, rendimento sotto il 4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
08:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund in caduta libera dopo la notizia di un vertice di emergenza convocato dalla Bce per discutere le condizioni dei mercati.
Il differenziale segna ora 213 punti, sulla piattaforma Bloomberg, rispetto ai 241 della chiusura di ieri mentre il rendimento del decennale italiano è tornato sotto il 4%, al 3,87%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo (+1,68%)
Rassicura la riunione straordinaria della Bce
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 giugno 2022
09:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari apre in rialzo.
Il Ftse Mib guadagna l’1,68% a 22.213 punti aiutato come gli altri listini dalla riunione straordinaria della Bce all’indomani delle parole promettenti di Isabel Schnabel, membro del comitato esecutivo della Bce, che ha segnalato il possibile intervento con strumenti nuovi per reagire a emergenze nuove, così da contenere l’allargamento degli spread.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa parte positiva, guarda alla Bce e alla Fed
Francoforte +1,32%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
09:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio positivi per i listini europei che ieri non sono riusciti nel rimbalzo.
A catturare l’attenzione, oltre alle attese per un rialzo dei tassi della Fed tr alo 0,5 e lo 0,75%, è la riunione di emergenza convocata dalla Bce.
Il mercato si aspetta che la banca centrale europea, dopo le parole di Christine Lagarde e l’effetto sugli spread, corra ai ripari con nuovi strumenti per evitare attacchi sui bond dei paesi periferici della zona euro, a partire dall’Italia.
Francoforte in apertura segna un rialzo dell’1,32%, Parigi dell’1,23%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Fed alza i tassi d’interesse. Bce, uno scudo anti spread
Il consiglio direttivo della Banca centrale europea: ‘Se reinvestimento non basta, nuovi strumenti antiframmentazione’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
22:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Fed dà il via libera al maggiore rialzo dei tassi di interesse dal 1994 per cercare di temperare un’inflazione schizzata ai massimi da 40 anni.
La banca centrale alza il costo del denaro dello 0,75% portandolo in una forchetta fra l’1,50 e l’1,75%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E prevede che alla fine dell’anno i tassi saranno intorno al 3,4%, lasciando così intravedere una serie di rialzi aggressivi a tutte le riunioni. “Non stiamo cercando di indurre alcuna recessione”, ha assicurato Jerome Powell spiegando la maxi-stretta che in luglio, probabilmente, sarà seguita da una mossa altrettanto aggressiva. Per il prossimo mese, ha ammesso il presidente della banca centrale statunitense, sul tavolo ci sono le “ipotesi di un rialzo da mezzo punto o dello 0,75%. Ci stiamo muovendo rapidamente per portare i tassi a un livello più normale”.
Con la dovuta “flessibilità possiamo far scendere” l’inflazione che si mantiene ostinatamente a livelli troppo alti: è “ben sopra i nostri obiettivi”, ha spiegato, assicurando che la banca centrale ha “gli strumenti e la determinazione” per combattere il caro-prezzi e centrare il target di un’inflazione del 2%. La volata dei prezzi, osserva la Fed, è legata all’invasione dell’Ucraina da parte della Russia e ai lockdown da Covid in Cina che, probabilmente, accentueranno i problemi alle catene di approvvigionamento. Un mix esplosivo che ha fatto salire l’inflazione in maggio all’8,6% e affondato ai minimi storici la fiducia dei consumatori americani. “Siamo fortemente impegnati” a far scendere l’inflazione, ripete come un mantra Powell nel corso della sua conferenza stampa. Wall Street lo ascolta e, dopo un iniziale rallentamento, vola con i listini che accelerano e il Nasdaq che arriva a guadagnare il 3%. La Fed – ha aggiunto il suo presidente – è “perfettamente consapevole” dei costi imposti dal caro-prezzi e proprio per questo ha optato per l’aumento dei tassi maggiore degli ultimi 28 anni. Un rialzo non deciso all’unanimità: Esther George ha infatti votato contro preferendo una stretta da mezzo punto. “Non canteremo vittoria fino a quando non vedremo prove concrete di un calo dell’inflazione. La nostra politica risentirà dei dati economici”, ha spiegato ancora Powell. L’obiettvo è quello di portare l’inflazione del 2% e mantenere un mercato del lavoro forte, ha aggiunto il presidente della Fed, osservando comunque come molti dei fattori che determinano l’inflazione sono al di fuori del controllo della banca centrale.
L’aggressiva politica monetaria della Fed punta a raffreddare la domanda e l’economia. E le nuove stime della banca centrale indicano proprio una frenata del pil, destinato a crescere quest’anno dell’1,7%, decisamente meno del 2,8% stimato in precedenza. L’inflazione è invece attesa quest’anno al 5,2%.
E Wall Street chiude positiva con la Fed. Il Dow Jones sale dell’1,00% a 30.668,27 punti, il Nasdaq avanza del 2,50% a 11.099,16 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dell’1,41% a 3.788,25 punti.

LO SCUDO DELLA BCE
Un nuovo scudo anti-spread e l’uso flessibile dei 1.700 miliardi di euro di bond comprati col programma pandemico, da reinvestire man mano che arriveranno a scadenza. Dopo meno di una settimane di mercati nel caos per la stretta annunciata giovedì scorso, la Bce fa un mezzo dietrofront, convoca una riunione d’emergenza e prende un impegno più deciso per spegnere l’incendio prima che sia troppo tardi. Le Borse rispondono con un rimbalzo energico e lo spread chiude a 216,5, in calo per la prima volta da una settimana.
“Abbiamo deciso di attivare la flessibilità nell’attività di reinvestimento e abbiamo chiesto ai nostri comitati di lavora in maniera accelerata sul concepimento di nuovo strumenti per contrastare la frammentazione nel caso in cui il reinvestimento non bastasse. Per cui nel caso in cui il reinvestimento non bastasse state tranquilli, siamo pronti”, ha detto Klaas Knot, componente del consiglio direttivo della Bce e presidente della Nederlandsche Bank, intervenendo a Young Factor.

La prima linea di difesa della Bce contro i rischi di frammentazione finanziaria evidenziati dagli spread sono i reinvestimenti del programma pandemico Pepp, ha detto Knot, secondo cui la decisione del Consiglio della Bce, convocato stamani in emergenza, di chiedere agli uffici tecnici un’accelerazione su uno strumento anti-spread serve per avere opzioni nel caso in cui il programma pandemico non basti.

Il messaggio “principale” del comunicato della Bce è che “in questa fase di normalizzazione” messa in campo “per raggiungere gli obiettivi dell’inflazione, noi potremmo trovare sulla nostra strada una iper-reazione dei mercati” e ciò “potrebbe impedirci di fare la nostra politica monetaria, di aggiustare la nostra linea” monetaria, ha spiegato Fabio Panetta, componente del Comitato esecutivo della Bce, intervenendo alla commissione Econ del Pe. “Una cosa de essere molto chiara”: lo scudo anti-frammentazione “non impedisce la nostra politica monetaria ma è condizione necessaria per portare l’inflazione di nuovo al 2%”, ha aggiunto.

La Bce ha incaricato gli uffici tecnici di “accelerare il completamento di un nuovo strumento anti-frammentazione” da sottoporre poi al Consiglio direttivo.
I Governatori della Bce hanno giudicato che fosse una risposta adeguata dare mandato agli uffici tecnici per la preparazione di uno strumento contro la frammentazione finanziaria: così Mario Centeno, governatore della banca centrale portoghese e consigliere Bce, durante un discorso a Lisbona riportato dalla Bloomberg. Centeno, in un apparente cenno alla discrepanza fra una svolta nel segno della normalizzazione monetaria e la necessità di continuare a sostenere i debiti con interventi espansivi, ha detto che la politica monetaria “lavora per il medio termine”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La riunione di emergenza della Bce non convince del tutto gli analisti, cauti sull’efficacia, tutta da dimostrare, delle misure contro lo spread annunciate oggi e convinti del fatto che il mercato ritornerà a mettere sotto pressione i titoli di stato dei Paesi periferici. “È probabile che, almeno per il momento, tale decisione non impedirà ai mercati di continuare a spingere per un aumento degli spread europei” mentre la stretta monetaria “continuerà a mettere sotto pressione i paesi più fragili dell’Eurozona”, commenta Gergely Majoros, membro del comitato Investimenti dell’asset manager Carmignac, secondo cui il Consiglio direttivo “potrebbe essere ancora diviso sull’opportunità e la necessità di introdurre un nuovo meccanismo di ‘stabilizzazione'” mentre la flessibilità nei reinvestimenti “non risolve in modo sufficientemente efficace il problema della frammentazione”. Andrew Mulliner, Head of Global Aggregate Strategies di Janus Henderson, parla di “situazione un po’ bizzarra”, con la Bce che, appena sei giorni dopo aver messo fine all’acquisto di titoli, “annuncia uno strumento (reinvestimenti flessibili del PEPP) che aveva già ripetutamente annunciato” e promette “uno strumento anti-frammentazione da progettare”. Il problema è che “uno strumento anti-frammentazione è molto meno adatto a una politica più restrittiva” come quella che la Bce si trova costretta ad adottare per contrastare l’inflazione. “Sarebbe un po’ sorprendente se il mercato non cercasse di mettere ulteriormente alla prova la Bce”. Di diverso avviso il capo economista di Unicredit, Marco Valli, secondo cui la Bce “ha finalmente iniziato a farsi seria nel contrastare la frammentazione” e si attende che questo rischio venga fronteggiato con “acquisti potenzialmente illimitati”. Per Valli i mercati “hanno fatto bene a reagire positivamente” e anche se serve “molto lavoro tecnico” per mettere a punto il nuovo strumento, i cui dettagli potrebbero arrivare nella riunione del 21 luglio, c’è “la volontà politica” e questo “è quello che conta di più”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano allunga il passo (+2,3%) con spread in calo
Miglior listino in Europa. Fineco +7%, Intesa e Banco +5%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
09:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari allunga (Ftse Mib +2,3%) di pari passo con il restringimento dello spread che fa di Milano il miglior listino in Europa dove Francoforte, Parigi e Londra limitano i guadagni allo 0,7%.
Il calo del differenziale fra Btp e Bund, ora a 217,9 punti base col rendimento italiano sceso sotto la soglia del 4% (al 3,88%) è legato alle attese di interventi straordinari della Bce per contenere la speculazione sui titoli di Stato dei paesi più indebitati, a partire dall’Italia.
L’ effetto positivo aiuta la banche e il risparmio gestito. Fineco guadagna il 7%, Intesa e Banco Bpm oltre il 5%. Acquisti anche su Iveco (+5,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Italgas: Piano da 8,6 miliardi di investimenti al 2028
Obiettivo digitalizzazione, efficienza e difesa del clima
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
09:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Italgas lancia il piano Strategico 2022-2028 con investimenti per 8,6 miliardi di euro, che include anche le attività in Grecia attraverso la controllata Depa.

Obiettivo del Gruppo è “completare la trasformazione digitale degli asset, dar vita a uno dei principali player a livello nazionale nel settore dell’efficienza energetica e continuare a giocare un ruolo di primo piano nel raggiungimento dei target climatici dell’Ue”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con il nuovo Piano Italgas ha incrementato il proprio impegno nello sviluppo di 0,7 miliardi di euro rispetto a quanto annunciato lo scorso anno, con un incremento dell’8,9% sul totale degli investimenti.
Il Piano Strategico 2022-2028 di Italgas punta in particolare sui gas rinnovabili (biometano e idrogeno), destinti, secondo il piano ‘REPowerEU’ a sostituire circa il 50% del gas importato in Ue dalla Russia, pari a circa 155 miliardi di metri cubi nel 2021. Italgas punta così ad essere “la prima utility gas al mondo con un network interamente digitalizzato” e ha destinato 4,5 miliardi di euro per la rete italiana, di cui 1,5 miliardi per i programmi di trasformazione digitale della rete, necessaria per “gestire con efficacia la distribuzione dei gas rinnovabili, principalmente biometano, metano sintetico e idrogeno”. A questi ultimi sono destinati oltre 100 milioni di euro per favorire l’allacciamento degli impianti di produzione alla rete di distribuzione, introdurre la tecnologia del ‘reverse flow’ (flusso bidirezionale, ndr) e sviluppare impianti e componenti già pronti per l’idrogeno (hydrogen ready).

Confindustria, sistema-Italia è il più colpito dal caro energia
In ‘bolletta’ tra 68 e 81 miliardi in più. Allarme competitività
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
10:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il sistema-Italia emerge come il più colpito” dall’impatto sui costi di produzione dei rincari dell’energia.
“Le stime del Centro Studi Confindustria rivelano come, in confronto a Francia e Germania, l’Italia sia il paese dove la crisi energetica rischia di produrre i maggiori danni”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Gli economisti di via dell’Astronomia lanciano così l’allarme per l’aumento del “divario di competitività di costo dell’Italia dai principali partner europei”. E aggiornano le stime: “In termini monetari questo impatto si tradurrebbe in una crescita della bolletta energetica italiana compresa (a seconda delle ipotesi sottostanti le stime) tra i 5,7 e 6,8 miliardi di euro su base mensile, ovvero in un maggior onere compreso tra 68 e 81 miliardi su base annua circa. Guardando al solo settore manifatturiero l’aumento dei costi energetici è quantificabile tra i 2,3 – 2,6 miliardi mensili, ovvero tra i 27,3 – 31,8 miliardi su base annua. Per la Germania l’aumento dei costi energetici è stimato tra 7,7 e 8,0 miliardi mensili (91,9 – 95,7 annui) per il totale economia e in circa 3,7 -3,8 miliardi mensili (45,9 – 47,2 annui) per la sola manifattura, mentre per la Francia le stime sono comprese tra 1,7 e 1,8 miliardi mensili (20,2 – 21,8 annui) per il totale economia e circa di 0,6 miliardi mensili (7,5 miliardi annui) per la sola manifattura”.
Così, il rapporto del CsC evidenzia che “a politiche invariate pre-crisi, l’incidenza dei costi energetici sul totale dei costi di produzione per l’economia italiana si stima possa raggiungere l’8,8% nel 2022, più del doppio del corrispondente dato francese (3,9%) e quasi un terzo in più di quello tedesco (6,8%). Si amplierebbe così il divario di competitività di costo dell’Italia dai principali partner europei. E ciò avverrebbe per tutti i principali comparti dell’economia: dal settore primario, all’industria fino ai servizi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: debito sale a 2758 miliardi ad aprile
Aumento di 3,5 miliardi di euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
10:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il debito pubblico, alla fine di aprile, è aumentato di 3,5 miliardi rispetto al mese precedente, risultando pari a 2.758,9 miliardi.
Lo comunica la Banca d’Italia secondo cui l’avanzo di cassa delle amministrazioni pubbliche (5,3 miliardi) è stato più che compensato dall’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (5,5 miliardi, a 101,1) e dall’effetto degli scarti e dei premi all’emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione dei tassi di cambio (3,3 miliardi).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In Italia 5,6 milioni di persone in povertà assoluta
Rapporto Istat: più alta al Sud, migliora al Nord. Coinvolte 1,9 milioni di famiglie
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
14:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2021, sono in condizione di “povertà assoluta” poco più di 1,9 milioni di famiglie (7,5% del totale da 7,7% nel 2020) e circa 5,6 milioni di individui (9,4% come l’anno precedente).
Lo indica l’Istat, sottolineando che pertanto, la povertà assoluta “conferma sostanzialmente i massimi storici toccati nel 2020, anno d’inizio della pandemia dovuta al Covid-19”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono poco meno di 1,4 milioni i minori in povertà assoluta. La causa di questa sostanziale stabilità, spiega l’Istat, è imputabile a diversi fattori, in particolare, ad un incremento più contenuto della spesa per consumi delle famiglie meno abbienti (+1,7% per il 20% delle famiglie con la capacità di spesa più bassa, ossia la quasi totalità delle famiglie in povertà assoluta) che non è stato sufficiente a compensare la ripresa dell’inflazione (+1,9% nel 2021), in assenza della quale la quota di famiglie in povertà assoluta sarebbe scesa al 7,0% e quella degli individui all’8,8%. I maggiori consumi, dunque, non compensano l’inflazione. Per quanto riguarda l’infanzia, nel 2021, la povertà assoluta in Italia colpisce 1 milione 382mila bambini (14,2%, rispetto al 9,4% degli individui a livello nazionale). L’incidenza varia dall’11,4% del Centro al 16,1% del Mezzogiorno. Le famiglie in povertà assoluta in cui sono presenti minori sono quasi 762mila, con un’incidenza del 12,1% (stabile rispetto al 2020), indica inoltre il report dell’Istat. Nel 2021, la povertà assoluta risulta ancora più alta al Sud, mentre migliora al Nord per famiglie e individui. Lo scorso anno, indica infatti l’Istat, l’incidenza delle famiglie in povertà assoluta si conferma più alta nel Mezzogiorno (10,0%, da 9,4% del 2020) mentre scende in misura significativa al Nord (6,7% da 7,6%), in particolare nel Nord-ovest (6,7% da 7,9%). Tra le famiglie povere, il 42,2% risiede nel Mezzogiorno (38,6% nel 2020) e il 42,6% al Nord (47,0% nel 2020). Si ristabilisce dunque, sottolinea l’Istituto, la proporzione registrata nel 2019, quando le famiglie povere del nostro Paese erano distribuite quasi in egual misura fra Nord e Mezzogiorno. Anche in termini di individui il Nord registra un miglioramento marcato dell’incidenza di povertà assoluta che passa dal 9,3% all’8,2% (risultato della diminuzione nel Nord-ovest dal 10,1% all’8,0% e della sostanziale stabilità nel Nord-est dall’8,2% all’8,6%) con valori tuttora distanti, però, da quelli assunti nel 2019. Sono così oltre 2 milioni 200mila i poveri assoluti residenti nelle regioni del Nord contro 2 milioni 455mila nel Mezzogiorno. In quest’ultima ripartizione l’incidenza di povertà individuale cresce dall’11,1% al 12,1% (13,2% nel Sud, 9,9% nelle Isole); nel Centro sale al 7,3% dal 6,6% del 2020. Peggiora la condizione delle famiglie con maggior numero di componenti. Nel 2021, l’incidenza di povertà assoluta è infatti più elevata tra i nuclei più numerosi: raggiunge il 22,6% tra quelle con cinque e più componenti e l’11,6% tra quelle con quattro; segnali di miglioramento provengono dalle famiglie di tre (da 8,5% a 7,1%) e di due componenti (da 5,7% a 5,0%). Lo indica il report dell’Istat sulla povertà assoluta. Il disagio è più marcato per le famiglie con figli minori, per le quali l’incidenza passa dall’8,1% delle famiglie con un solo figlio minore al 22,8% di quelle che ne hanno da tre in su. Invece, l’incidenza di povertà è più bassa, al 5,5%, nelle famiglie con almeno un anziano e si conferma al 3,6% tra le coppie in cui l’età della persona di riferimento della famiglia è superiore a 64 anni. In generale, sottolinea l’Istat, la povertà familiare presenta un andamento decrescente all’aumentare dell’età della persona di riferimento; generalmente, infatti, le famiglie di giovani hanno minori capacità di spesa poiché dispongono di redditi mediamente più bassi e hanno minori risparmi accumulati nel corso della vita o beni ereditati. La povertà assoluta riguarda il 9,4% delle famiglie con persona di riferimento tra i 18 e i 34 anni e il 5,2% di quelle con persona di riferimento oltre i 64 anni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: ancora 5,6 milioni persone in “povertà assoluta” (2)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
10:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La causa di questa sostanziale stabilità, spiega l’Istat, è imputabile a diversi fattori, in particolare, ad un incremento più contenuto della spesa per consumi delle famiglie meno abbienti (+1,7% per il 20% delle famiglie con la capacità di spesa più bassa, ossia la quasi totalità delle famiglie in povertà assoluta) che non è stato sufficiente a compensare la ripresa dell’inflazione (+1,9% nel 2021), in assenza della quale la quota di famiglie in povertà assoluta sarebbe scesa al 7,0% e quella degli individui all’8,8%.
I maggiori consumi, dunque, non compensano l’inflazione.

Per quanto riguarda l’infanzia, nel 2021, la povertà assoluta in Italia colpisce 1 milione 382mila bambini (14,2%, rispetto al 9,4% degli individui a livello nazionale).
L’incidenza varia dall’11,4% del Centro al 16,1% del Mezzogiorno. Le famiglie in povertà assoluta in cui sono presenti minori sono quasi 762mila, con un’incidenza del 12,1% (stabile rispetto al 2020), indica inoltre il report dell’Istat.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Estate: città d’arte protagoniste, 27 milioni presenze +24,6%
Studio Cst-Assoturismo, oltre 5,5 milioni in più rispetto a 2021
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
11:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La grande bellezza del patrimonio culturale italiano torna a conquistare visitatori stranieri e domestici.
E le città d’arte si candidano al ruolo di protagoniste dell’estate: tra giugno e agosto sono previste 27,4 milioni di presenze, oltre 5,5 milioni in più rispetto al 2021 (+24,6%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un boom dovuto soprattutto al ritorno dei turisti dall’estero: le presenze turistiche straniere dovrebbero essere oltre 17,5 milioni, il 34% in più rispetto alla scorsa estate.
Emerge da uno studio di Cst per Assoturismo presentato a Roma alla presenza del ministro del Turismo Massimo Garavaglia, della presidente di Confesercenti Patrizia De Luise, dell’amministratrice delegata dell’Enit Roberta Garibaldi, del presidente di Assoturismo Vittorio Messina e del vicepresidente vicario di Assohotel Nicola Scolamacchia.
Lo studio parte da analisi e interviste ad oltre 1.200 imprenditori effettuate nelle principali 100 città d’arte (per capacità di posti letto, notorietà sul mercato e presenze turistiche) distribuite su tutto il territorio nazionale: 17 sono situate nelle regioni del Nord Ovest, 28 in quelle del Nord Est, 30 nel Centro Italia e 25 nelle regioni del Sud e nelle Isole.
Il quadro che emerge è quello di una netta accelerazione, agevolata dalla fine delle restrizioni e dalla ripresa dei movimenti turistici internazionali: quest’estate il turismo culturale crescerà del +24,6% rispetto all’anno precedente, l’aumento più rilevante tra tutti i segmenti di offerta turistica e della media complessiva del settore (+14,3%).
Sebbene non sufficiente ancora a recuperare pienamente i livelli del 2019, quando i visitatori delle città d’arte erano stati 44 milioni, l’aumento conferma comunque la ritrovata vitalità del turismo culturale, che già nei primi 5 mesi del 2022 ha registrato un totale di 30,3 milioni di pernottamenti.
Una buona notizia non solo per le strutture ricettive ma per tutta la filiera del turismo culturale, dai musei ai siti culturali e archeologici, dalle guide turistiche alla ristorazione, dai servizi di noleggio e di trasporto fino alle attività commerciali: complessivamente 343 mila imprese e oltre 1,4 milioni di addetti nei settori produttivi direttamente o indirettamente coinvolti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gazprom comunica a Eni la riduzione del 15% dei flussi di gas
Gruppo italiano monitora l’evoluzione della situazione. Cingolani: ‘Nessuna criticità’. Chiusura in forte rialzo sulla piazza di Amsterdam: futures + 24%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
18:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Eni ha ricevuto comunicazione di una limitata riduzione dei flussi dal proprio fornitore russo relativamente all’approvvigionamento gas verso l’Italia. Eni continuerà a monitorare l’evoluzione della situazione e comunicherà eventuali aggiornamenti”.
Lo si legge sulla piattaforma di infomazioni privilegiate (pip) per il monitoraggio Remit del Gestore dei mercati energetici.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un portavoce Eni “conferma che Gazprom ha comunicato una limitata riduzione delle forniture di gas per la giornata di oggi, pari a circa il 15%. Le ragioni della diminuzione non sono state al momento notificate”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

“Non c’è alcuna indicazione al momento di rischi sulle forniture energetiche”. Lo ha detto Tim McPhie, portavoce della Commissione Ue, rispondendo ad una domanda sui possibili effetti delle riduzioni di gas annunciate da Gazprom ieri sul Nord Stream 1 e oggi sui flussi diretti a Eni. Rispetto agli stoccaggi di gas “sono oltre il 50%, oggi a circa il 52-53%, che è anche sopra al punto al quale eravamo l’anno scorso in questo momento”, ha aggiunto poi. Quindi per l’inverno “i preparativi sono in corso, questo monitoraggio molto attento è in corso e c’è uno sforzo molto più ampio su cui stiamo lavorando per diversificare e cambiare la nostre forniture e fonti di energia”.
Dopo le forniture ridotte ieri da Gazprom alla Germania “continuiamo a monitorare la questione molto attentamente e rimaniamo in contatto con le autorità tedesche”, ha aggiunto, “serve solo a ribadire” l’importanza del piano Repower Eu.
“In relazione alle notizie di una riduzione di forniture di gas russo, il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani comunica che l’andamento dei flussi di gas è costantemente monitorato in collaborazione con gli operatori e che al momento non si riscontrano criticità”. Lo rende noto l’ufficio stampa del ministro.
Intanto il gas chiude in forte rialzo sulla Piazza di Amsterdam. I contratti futures sul mese di luglio sono saliti del 24% a 120,33 euro al MWh, ritornando ai livelli dello scorso 30 marzo. In crescita del 31,15% a 257,78 penny al Mbtu le quotazioni del metano a Londra.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: ancora 5,6 milioni persone in povertà assoluta nel 2021
Il livello resta sui massimi del 2020. Pesa anche l’inflazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
11:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2021, sono in condizione di “povertà assoluta” poco più di 1,9 milioni di famiglie (7,5% del totale da 7,7% nel 2020) e circa 5,6 milioni di individui (9,4% come l’anno precedente).
Lo indica l’Istat, sottolineando che pertanto, la povertà assoluta “conferma sostanzialmente i massimi storici toccati nel 2020, anno d’inizio della pandemia dovuta al Covid-19”.
Sono poco meno di 1,4 milioni i minori in povertà assoluta (14,2%).
La causa di questa sostanziale stabilità, spiega l’Istat, è imputabile a diversi fattori, in particolare, ad un incremento più contenuto della spesa per consumi delle famiglie meno abbienti (+1,7% per il 20% delle famiglie con la capacità di spesa più bassa, ossia la quasi totalità delle famiglie in povertà assoluta) che non è stato sufficiente a compensare la ripresa dell’inflazione (+1,9% nel 2021), in assenza della quale la quota di famiglie in povertà assoluta sarebbe scesa al 7,0% e quella degli individui all’8,8%. I maggiori consumi, dunque, non compensano l’inflazione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Von der Leyen: ‘Con Egitto e Israele storico accordo sul gas’
Presidente commissione Ue, infrastruttura anche per idrogeno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
IL CAIRO
15 giugno 2022
12:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Israele e l’Unione Europea firmeranno un accordo sull’esportazione di gas naturale oggi durante una conferenza regionale in programma al Cairo.
Lo ha annunciato, citato dai media, il ministero dell’energia israeliano.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’accordo – secondo il ministero – permetterà per la prima volta “significative” esportazioni di gas israeliano verso la Ue. Secondo i rappresentanti del ministero, il gas sarà inviato negli impianti di liquefazione in Egitto e da lì imbarcato verso i mercati europei. L’intesa – che sarà firmata da Ue, Egitto e Israele – rientra nei piani europei di ridurre la dipendenza dalla forniture di gas russo. Al Cairo dove è presente anche la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, ci sarà anche la ministra israeliana per l’energia Karine Elharrar che deve incontrare il presidente Abdel Fattah al-Sissi e il ministro egiziano per il petrolio e le risorse minerali Tarek al-Mulla. L’uso del gas naturale israeliano – che proviene dai nuovi giacimenti scoperti a largo delle coste del Paese – è stato l’oggetto degli incontri di ieri a Gerusalemme sia del premier Mario Draghi sia della von der Leyen.
“Oggi facciamo la storia. Oggi Egitto e Israele prendono l’impegno di condividere il loro gas naturale con l’Europa ed di portare aiuto nella crisi energetica”: lo ha detto la ministra dell’Energia israeliana, Karine Elharrar, parlando al Cairo alla cerimonia di firma di un Memorandum d’intesa sottoscritto a margine della settima ministeriale del Forum del gas del Mediterraneo orientale (Emgf) alla presenza della presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. Lo mostra un video su Youtube.
La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha affermato che il memorandum d’intesa (MoU) sul gas firmato al Cairo con Egitto e Israele è uno “accordo storico”. La sottolineatura è stata fatta parlando al Cairo durante la cerimonia di firma, come mostra un video su Youtube.
Von der Leyen ha evidenziato fra l’altro che “stiamo costruendo un’infrastruttura” che deve essere pronta anche per il “trasporto dell’energia pulita del domani”, ossia l’idrogeno.

La storica intesa, ha precisato la presidente della Commissione Ue, è “fra Egitto, Israele e l’Unione europea”. “Conosciamo l’enorme ricchezza e opportunità che esistono nelle forti di energia dell’est del Mediterraneo”, ha sottolineato fra l’altro von der Layen.
Si tratta di una “pietra miliare della collaborazione tra Egitto, Israele e l’Unione Europea”, ha detto dal canto suo il ministro del Petrolio egiziano, Tarek El-Molla. “Stiamo spianando una nuova strada di partenariato, solidarietà e sostenibilità”, ha affermato la ministra dell’Energia israeliana, Karine Elharrar.

“Voi siete questi affidabili fornitori”: riferendosi a Egitto e Israele, lo ha detto la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, durante la cerimonia di firma del memorandum d’intesa sul gas ricordando che l’Ue – a causa della guerra in Ucraina – “stiamo diversificando completamente la nostra fornitura di energia staccandoci dai carburanti fossili russi e andando verso altri fornitori affidabili”.
Senza fornire alcuna cifra su queste future fornitore, von der Leyen indicando “l’obbiettivo di produrre energia per i consumatori più abbondante, affidabile e conveniente”.
Il “Forum del gas del Mediterraneo orientale”, l’ “Emgf”, nell’ambito del quale è stata firmata l’intesa è un’organizzazione internazionale nata per formare un mercato regionale del gas, ottimizzare le risorse, tagliare i costi delle infrastrutture, offrire prezzi competitivi e migliorare i legami commerciali. Vi partecipa l’Italia assieme a Cipro, Egitto, Francia, Grecia, Israele, Giordania e Palestina.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzi di guerra: gas ancora in crescita con tagli Gazprom
A ridosso dei 100 euro ad Amsterdam. Debole il petrolio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
12:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli effetti della guerra fra Russia e Ucraina e delle sanzioni contro Mosca mantengono in tensione il gas il cui prezzo, pur con un ritmo inferiore alla vigilia, guadagna terreno per la terza seduta consecutiva.
Il contratto, scambiato ad Amsterdam, riferimento per il metano europeo, guadagna il 2,6% a 99,65 euro al megawattora.
Al taglio del 40% del flusso di Gazprom nel Nord Stream verso la Germania e alla chiusura più lunga del previsto, dopo un incendio, di un impianto di esportazione di gas naturale liquefatto negli Stati Uniti, si è aggiunto oggi il taglio del 15% delle forniture del colosso russo a Eni.
E’ debole invece il petrolio: il Wti cede l’1,26% a 117,4 euro al barile, il Brent l’1,1% a 119,8 in un mercato attendista.
Fra le materie prime agricole in leggero calo il grano duro a 1.142 dollari (-0,59%) e il frumento a 1.061 dollari (-0,35%).

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Google lancia le ‘Cloud Region’ italiane, impatto da 3,3 mld
Al via a Milano e poi a Torino, creeranno 65mila posti di lavoro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
12:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Google investe sull’Italia con due nuovi basi dedicate al cloud, a Milano e a Torino, grazie alle quali, imprese e pubbliche amministrazioni potranno contare su “una serie di servizi cloud, tesi a una estrema innovazione, che rappresenteranno un forte vantaggio competitivo per il paese”.
A dirlo è il country manager Italy di Google Cloud, Fabio Fregi, in occasione della presentazione ufficiale delle due ‘Google Cloud Region’, al Mico di Milano.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

“Le nuove region potranno potenzialmente generare fino a 3,3 miliardi di euro di impatto economico e contribuire a creare fino a 65.000 nuovi posti di lavoro entro il 2025, in Piemonte e Lombardia”, dice Fregi, sottolineando “l’unicità dell’investimento”, in quanto, “siamo il primo cloud provider ad aprire due region in Europa”. Si parte con il sito di Milano, realizzato in collaborazione con Tim, cui seguirà “nei prossimi mesi” quello di Torino. Ciò significa che “da oggi aziende e organizzazioni del settore pubblico potranno archiviare dati facendo affidamento su servizi cloud veloci, affidabili e sicuri per sviluppare e fornire applicazioni ad alta disponibilità e bassa latenza per i propri clienti”. Si tratta di “un’iniziativa su cui stiamo investendo molto e da tempo, da quando abbiamo pensato che l’Italia potesse essere uno dei paesi su cui investire con le regioni”, spiega Fregi. La region di Milano entra a far parte del network globale composto da 34 region e 103 zone, attraverso cui Google Cloud fornisce servizi agli utenti di oltre 200 paesi e territori nel mondo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Unindustria, le immagini di Franceschin per raccontare l’impresa
‘Viaggio’ in venti aziende dell’area di Aprilia, mostra al Museo Città di Pomezia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
16:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La sensibilità di Renato Franceschin per cogliere e fermare nelle immagini i momenti della fabbrica, l’essenza della imprenditoria, il tessuto vivo dell’industria e del lavoro: il progetto ‘Imprese d’autore’, promosso da Unindustria, l’associazione di Confindustria degli industriali del Lazio, dopo un primo focus sull’area di Latina torna con una seconda esperienza progettuale dedicata alla comunità imprenditoriale del comprensorio di Aprilia, principale polmone industriale del Lazio che contribuisce all’economia regionale con 4.2 miliardi di euro, il 5% del pil regionale.
L’idea è quella di “un volume ed una mostra fotografica per racchiudere le storie e i giorni delle imprese”: è “un viaggio di immagini e parole” – come viene sottolineato presentando l’iniziativa – nelle realtà industriali dell’area.
La mostra è ospitata dal 15 giugno al 30 settembre al Museo Città di Pomezia – Laboratorio del Novecento.
“Le immagini del volume Imprese d’Autore, presentato oggi a Pomezia, rappresentano un viaggio emozionante nella cultura d’impresa della nostra regione”, commenta il presidente di Unindustria, Angelo Camilli.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Imprese d’Autore – dice – coniuga il racconto con la forza evocativa delle immagini che riprendono i luoghi della produzione, i volti, i gesti, nell’intento di cogliere davvero l’anima dell’impresa stessa. Si tratta di un percorso che si snoda dentro le azioni quotidiane dell’impresa e delle sue persone e che, grazie alla profondità di campo offerta dalle fotografie, illumina la professionalità, l’innovazione e la trasformazione continua del fare imprenditoriale. Un’attività che, grazie a Imprese d’Autore, esce dai confini aziendali per costituire un grande insieme di valori condivisi a beneficio della società”.
Le fotografie sono di Renato Franceschin, romano, fotografo professionista che ha fatto del ‘reportage industriale’ una essenza del suo lavoro, con passione, con immagini che parlano. “Lavora da trent’anni con la macchina fotografica al collo – così viene descritto – per raccontare le storie del mondo del lavoro e per ritrarne i suoi protagonisti: dall’a.d all’operaio. Ritrattista, documenta la bellezza delle persone attraverso i tratti del volto e le tensioni emotive dell’animo umano”. L’obiettivo di Franceschin, per quest’ultimo progetto, ha messo a fuoco la vita di venti realtà industriali del distretto di Aprilia: ABB, Aerosekur, Alfasigma, Catalent, Crikcrok, Daikin, Ecotherm, Errebian, Eurpack, Fiorucci, Italpepe, Menarini Biotech, Moca, OMIT, Procter&Gamble, Selfgarden, Slap, Smurfit Kappa, Tecma, Zoomarine.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa Milano (+2,7%) guida rimbalzo Europa, attese Bce e Fed
Euro più forte sul dollaro, giù lo spread. Brillano le banche
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
12:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si confermano in crescita le Borse europee malgrado i futures americani abbiano ridotto i guadagni con l’avvicinarsi della decisione della Fed sui tassi per tenere a bada l’inflazione.

A sostenere il rimbalzo dei listini del Vecchio Continente, con in vetta Piazza Affari (+2,7%) dopo sei sedute negative, è la riunione straordinaria della Bce per una strategia in grado di mantenere l’integrità della zona euro, evitando tensioni pericolose sugli spread.
Oltre all’euro (in rialzo a 1,04 sul dollaro) è il differenziale fra Btp e Bund che ne beneficia: è sceso a 221,1 punti col rendimento sotto il 4% (al 3,89%) aiutando la ripresa dei titoli finanziari, diffusa su tutte le piazze europee. A Milano Intesa fa +5,6%, Unicredit +5,4%, Generali +5,1%. Va male solo Tenaris (-2,49%) ma resta indietro anche Eni (+0,36%) col taglio della forniture di Gazprom in una giornata comunque di debolezza del greggio. Lima gli aumenti ma non cala invece il prezzo del gas, che resta a ridosso dei 100 euro al Mwh (99,5 euro).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nucleare: Sogin, concluso smantellamento sito Bosco Marengo
Alcuni edifici possono custodire opere d’arte in caso calamità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
13:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato concluso lo smantellamento dell’impianto ex Fabbricazioni nucleari (Fn), a Bosco Marengo, il sito piemontese nel quale durante l’esercizio si fabbricava combustibile nucleare.
Lo rende noto Sogin, la società pubblica che si occupa del decommissioning delle ex centrali nucleari e della gestione dei rifiuti radioattivi, precisando che “è il primo impianto italiano nel quale Sogin ha terminato le attività di smantellamento previste dalla Fase 1, raggiungendo il cosiddetto stato di brown field.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un traguardo – precisa la società – ottenuto attraverso una significativa accelerazione nel 2021 di circa il 16% delle attività di decommissioning”.
Sogin, che fin dalla sua fondazione punta alla sostenibilità in tutte le sue attività, si è resa disponibile a offrire alcuni edifici dell’impianto di Bosco Marengo, assieme ad altri delle centrali nucleari in dismissione di Caorso (Piacenza) e del Garigliano (Caserta), per custodire in caso di calamità naturali le opere d’arte del nostro Paese, nell’ambito di un progetto di tutela del patrimonio artistico promosso dal ministero della Cultura e inserito nel Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr).
Le autorità locali e di controllo, hanno visitato l’area, accolte dal presidente di Sogin Luigi Perri e dell’amministratore delegato Emanuele Fontani. Questo traguardo, spiega Sogin nella nota, “ha consentito di togliere i vincoli radiologici e di declassificare le aree e gli edifici dove in passato si fabbricavano gli elementi di combustibile nucleare che tornano ad essere fruibili come ambienti convenzionali”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fs, ‘nessun attacco hacker, problemi a rete di comunicazione’
Ritardi tra i 30 e i 60 minuti nei treni in partenza
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
16:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Non si è trattato di “nessun attacco hacker” ma di problemi tecnici che hanno riguardato la connettività della rete di comunicazione che ora sono “in via di risoluzione”.

Lo spiega Ferrovie dello Stato circa i problemi che si sono verificati da questa mattina, e che hanno provocato ritardi tra i 30 e i 60 minuti nei treni in partenza.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gas: Cingolani, al momento nessuna criticità su fornitura
Ministro, andamento flussi monitorato costantemente
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
14:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“In relazione alle notizie di una riduzione di forniture di gas russo, il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani comunica che l’andamento dei flussi di gas è costantemente monitorato in collaborazione con gli operatori e che al momento non si riscontrano criticità”.
Lo rende noto l’ufficio stampa del ministro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: mandato ai tecnici per un nuovo scudo anti-spread
Subito in calo il differenziale con i Bund tedeschi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
14:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Bce ha incaricato gli uffici tecnici di “accelerare il completamento di un nuovo strumento anti-frammentazione” da sottoporre poi al Consiglio direttivo.

Lo comunica la Bce dopo la riunione d’emergenza per l’allarme spread.
Dopo l’annuncio il differenziale tra i Bund tedeschi e i Btp italiani è sceso a 223,9 punti, con il rendimento del titolo italiano in calo di 29,1 punti base al 3,872%.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Milano chiude in forte rialzo con lo scudo della Bce. Giù lo spread
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
18:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ha chiuso in calo a 216,5 punti il differenziale tra i Btp italiani e i Bund decennali tedeschi contro i 241 punti segnati ieri a fine seduta.
In ribasso di 36,4 punti il rendimenbto annuo italiano al 3,799%, contro gli 11,1 punti in meno segnati in Germania e i 16,6 punti in meno della Francia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

E’ andata bene a Piazza Affari, meglio che nel resto d’Europa, di cui è stata la regina nel giorno in cui il consiglio straordinario della Bce ha deciso di mettere a punto uno scudo anti-spread. L’Indice Ftse Mib è salito del 2,87% a 22.473 punti, doppiando gli altri listini del Vecchio Continente. In ripresa gli scambi per oltre 2,4 miliardi di euro di controvalore, più che nella vigilia (2,06 miliardi), ma meno di venerdì scorso (3,36 miliardi). Con il calo dei rendimenti, che si traduce in un maggior valore dei titoli in portafoglio di banche e assicurazioni, sono letteralmente volati i titoli del comparto, da Fineco (+6,73%) a Intesa (+4,6%), da Unicredit (+3,74%) a Bper (+3,93%), Banco Bpm (+3,43%) e Generali (+4,06%). E’ andata bene anche al settore dell’auto da Pirelli (+4,93%)., che ha recuperato lo scivolone della vigilia, a Ferrari (+3,29%) e Stellantis (+2,82%). Hanno fatto meglio Iveco (+4,53%) e Campari (+4,43%), sulla scia dell’ottimismo scatenato dalla decisione della Bce. Pochi i segni meno, limitati a Saipem (-5,41%) e Tenaris (-2,98%), legate alle quotazioni del greggio (Wti -1,97% a 116,93 dollari al barile), dopo l’inatteso rialzo di 1,95 miliardi di barili delle scorte settimanali Usa, previste in calo di 1,31 miliardi. Non ha sofferto invece Eni (+0,64%), in controtendenza con il resto del settore in Europa, che ha annunciato l’impegno per un aumento delle importazioni di gas da altri Paesi dopo il taglio del 15% annunciato dalla russa Gazprom. Bene Italgas (+1,21%), che ha presentato il Piano Strategico 2022-2028 con 8,6 miliardi di investimenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa accelera dopo Bce su spread, Milano +2,4%
Differenziale italiano scende a 220 punti, sprint delle banche
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
14:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Allungano il passo le principali borse europee dopo l’annuncio del mandato della Bce ai tecnici per mettere a punto un nuovo scudo ‘anti-spread’.
Milano (+2,4%) è la migliore, seguita da Madrid, Francoforte e Londra., in crescita dell’1,2% circa, mentre Parigi resta indietro (+0,99%).

In calo a 220,3 punti il differenziale tra Btp italiani e Bund decennali tedeschi, con il rendimenmto annuo italiano che arretra di 34,1 punti al 3,823%. Tra i titoli oggetto di maggiori acquisti i bancari Fineco (+6,29%), Bper (+4,65%), Intesa (+4,02%)e Unicredit (+3,92%), seguiti da Banco Bpm (+3,27%). In luce Generali (+4,35%), mentre nel resto d’Europa si evidenziano Commerzbank (U+4,1%), e Credit Agricole (+2,73%).
Il calo del greggio (Wti -0,67% a 118,25 dollari al barile) frena Shell (-1,07%), Bp (-1,54%) e TotalEnergies (-1,39%). Fa meglio Eni (+0,67%) che ha ricevuto la comunicazione da Gazprom sul calo del 15% dei flussi di gas, che porosegue la corsa ad Amsterdam (+2,61% a 99,57 euro al MWh).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ikea venderà tutti gli stabilimenti in Russia
Lo riferisce la Tass citando l’azienda svedese
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
15:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ikea venderà tutti e quattro gli stabilimenti in Russia.
Lo riferisce l’Agenzia russa Tass citando la stessa azienda svedese.
Ikea non vede la possibilità di riprendere le vendite in Russia nel prossimo futuro e taglierà il personale, riferisce ancora la Tass.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gazprom, nuovo taglio 33% gas da Nord Stream all’Europa
‘Perché costretti a fermare un’altra turbina’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
15:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gigante russo del gas Gazprom ha annunciato che interromperà il funzionamento di un’altra turbina lungo il gasdotto Nord Stream, riducendo il volume delle forniture di gas a 67 milioni di metri cubi al giorno, tagliando un altro 33% dopo la riduzione annunciata ieri.
Lo riporta l’agenzia russa Tass, secondo cui Gazprom afferma di dover interrompere il funzionamento della turbina a causa della fine del periodo di revisione prima della manutenzione completa.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediaset: diritti tv, rigettata richiesta danni per 113 milioni
Avanzata da Rti e Mediaset nei confronti produttore Agrama
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
15:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La corte d’appello civile di Milano, nel confermare la sentenza di primo grado, ha di nuovo rigettato la richiesta di un risarcimento di 113 milioni di euro avanzata da Rti e Mediaset nei confronti del produttore statunitense Frank Farouk Agrama e due manager di Hong Kong nell’ambito del caso della compravendita dei diritti tv nel quale l’ex premier Silvio Berlusconi era stato condannato definitivamente per frode fiscale assieme allo stesso Agrama e altre persone.
Lo si legge in una nota della stessa corte d’appello milanese in cui si precisa che le motivazioni del rigetto sono diverse da quelle del Tribunale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ryanair: sindacati, 25 giugno nuovo sciopero, stop di 24 ore
Il fermo interesserà piloti e assistenti di volo. La protesta coinvolgerà anche Spagna, Portogallo, Francia,Belgio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
18:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Sabato 25 giugno nuovo sciopero,questa volta di 24 ore, di piloti e assistenti di volo della compagnia aerea Ryanair, Malta Air e della società CrewLink”.
A proclamare la protesta Filt Cgil e Uiltrasporti “visto, dopo lo sciopero dello scorso 8 giugno, il perdurare dell’impossibilità di avviare un confronto dedicato alle problematiche che da mesi affliggono il personale navigante”, affermano.
“La protesta del 25 giugno rientra in una mobilitazione coordinata a livello europeo, si asterranno dal lavoro anche i piloti e gli assistenti di volo basati in Spagna, Portogallo, Francia e Belgio”, spiegano i sindacati, sottolineando che “i lavoratori italiani di Ryanair, Malta Air e CrewLink sciopereranno per chiedere finalmente contratti di lavoro dignitosi, che garantiscano condizioni adeguate e stipendi almeno in linea ai minimi salariali previsti dal contratto nazionale del trasporto aereo del nostro paese”.
“I lavoratori italiani di Ryanair, Malta Air e CrewLink sciopereranno per chiedere finalmente contratti di lavoro dignitosi, che garantiscano condizioni adeguate e stipendi almeno in linea ai minimi salariali previsti dal contratto nazionale del trasporto aereo del nostro paese”, sottolineano Filt Cgil e Uiltrasporti, avvertendo che si “prospettano probabili disagi sui collegamenti operati dal Gruppo Ryanair, soprattutto verso i Paesi che sciopereranno”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa su di giri con Wall Street e Bce, Milano +3,45%
Spread si assesta sui 212 punti, rialzo tassi Fed già assorbito
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
16:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee euforiche dopo l’avvio degli scambi Usa a partire da Milano (+3,45%), spinta dall’intenzione della Bce di procedere con un nuovo scudo anti-spread.
Proprio il differenziale tra Btp e Bund tedeschi si assesta sui 212 punti, con il rendimento annuo italiano in calo di 46,3 punti al 3,699%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bene anche Madrid (+2,18%), Francoforte (+1,9%), Parigi (+1,85%) e Londra (+1,7%), mentre i listini Usa (Dow Jones +1,26%) e Nasdaq (+1,77%) sembrano aver già assorbito il rialzo dei tassi Fed dall’1 all’1,5% atteso in serata.
Gli acquisti premiano il comparto bancario, dalle italiane Fineco (+7,55%), Intesa (+5,55%), Unicredit (+5,08%), Banco Bpm (+4,34%) e Bper (+4,23%) a Commerzbank (+4,63%), Santander (+3,7%), SocGen (+3,59%), Hsbc (+2,96%) e Bnp (+2,64%). In luce anche il comparto auto da Renault (+4,58%) a Stellantis (+2,95%) e Ferrari (+2,49%), mentre soffre quello dell’energia con Tenaris (-1,66%), Repsol (-1,15%), Bp (-0,5%) TotalEnergies (-0,35%) e Shell (-0,25%), frenato dal calo del greggio (Wti -0,82% a 118,09 dollari al barile). In controtendenza Eni (+1,63%), positiva Italgas (+1,67%) che ha presentato oggi il nuovo piano strategico 2022-2028.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banche: da Comitato Basilea principi gestione rischi clima
Tengono conto dimensioni e natura istituti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
16:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Migliorare la gestione dei rischi climatici da parte delle banche e le pratiche della vigilanza.
A questo mirano i 18 principi stabiliti dal Comitato di Basilea sulla vigilanza bancaria.
I principi abbracciano la corporate governance, i controlli interni, la gestione e la rendicontazione e sono frutto di una serie di commenti inviati da soggetti e attori finanziari e stakeholder dallo scorso novembre. In particolare, sono “stabiliti per essere adattati al sistema bancario seguendo un principio di proporzionalità tenendo conto della dimensione, la complessità e il profilo di rischio”. Il Comitato si attende al’attuazione dei principi il prima possibile e monitorerà i progressi nei diversi paesi.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tim: Dolce e Gabbana testimonial nuova campagna comunicazione
Giuseppe Tornatore al lavoro sulle note di Ennio Morricone
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
17:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
”La forza delle connessioni’ sono i sentimenti.
Tim riparte da qui per riposizionarsi sul mercato e parlare trasversalmente a tutte le generazioni.
La nuova campagna di comunicazione istituzionale e commerciale del gruppo parte dalla “connessione più forte che ci sia, l’amore: tra persone e per Italia” di cui sono testimoni gli stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana. Due premi Oscar italiani, Giuseppe Tornatore sulle note di un brano inedito del maestro Ennio Morricone, raccontano la storia dei due stilisti, che giovanissimi entrano ‘in connessione’, trasformano le loro idee in realtà e realizzano il proprio sogno. È’ solo il primo capitolo di una serie di spot che racconta “una tecnologia abilitante dei sentimenti”. È un ritorno, e un upgrade, de “il telefono è la tua voce”, con la connettività (oggi fatta anche di dati) che diventa relazione umana e aiuta ad avvicinarsi, a superare le distanze, a trovare forza e motivazione per realizzare progetti sempre più ambiziosi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa positiva nel finale, effetto Bce, Milano +3,1%
Spread risale a 216,9 punti, sprint Fineco, Intesa e Generali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
17:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee positive nel finale con la decisione della Bce di mettere a punto un nuovo scudo anti-spread.
Milano (+3,1%) è la migliore, seguita da Madrid (+1,65%), Francoforte (+1,6%), Parigi (+1,55%) e Londra (+1,4%), mentre gli indici Usa hanno già da tempo scontato il rialzo dei tassi Fed previsto oggi in serata, con il Dow Jones (+0,39%) piuttosto cauto ed il Nasdaq (+1,4%) più brillante.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In rialzo a 216,9 punti il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi, con il rendimento annuo italiano in calo di 34,9 punti al 3,817%.
Confermati i rialzi in campo bancario, da Fineco (+6,73%) a Intesa (+4,92%), Unicredit (+4,48%), Banco Bpm (+3,47%), Bper (+3,57%) e Generali (+3,96%) in campo assicurativo, cauta invece Mps (+1,64%). Nel resto d’Europa in luce Commerzbank (+3,72%), SocGen e Santander (+3,3% entrambe), Credit Agricole (+3%), Sabadell (+2,96%) e Barclays (+2,9%). In forte rialzo gli automobilistici Renault (+4,89%), Stellantis (+3,27%) e Ferrari (+3,6%), mentre il calo del greggio (-0,79% a 117,99 dollari al barile) frena Saipem (-3,87%), Tenaris (-2,77%), Repsol (-2,28%), Bp (-1,62%), Shell (-0,9%) e TotalEnergies (-0,35%) a differenza di Eni (-0,74%). Bene Italgas (+1,3%) che ha presentato oggi il nuovo piano strategico 2022-2028.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in forte rialzo, +2,87%
Indice Ftse Mib a quota 22.473 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 giugno 2022
17:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in forte rialzo per Piazza Affari.
L’indice Ftse Mib ha guadagnato il 2,87% a 22.473 punti.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude positiva, Parigi +1,35%, Londra +1,16%
In rialzo anche Francoforte (+1,39%) e Madrid (+1,37%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
17:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le principali borse europee hanno chiuso la seduta in rialzo.
Parigi ha guadagnato l’1,35% a 6.030 punti, Londra l’1,16% a 7.271 punti, Francoforte l’1,39% a 13.489 punti e Madrid l’1,37% a 8.177 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Energia: Berlino spinge eolico,ok piano per triplicare pale
Habeck, entro 2032 il 2% territorio federale sarà disponibile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
15 giugno 2022
18:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piaccia o no ai cittadini federali, la Germania si prepara a spingere sulla produzione dell’energia eolica, con un piano che prevede la triplicazione delle grandi pale, che già costellano buona parte del paesaggio del nord del Paese.
Il governo tedesco ha dato il via libera oggi a un pacchetto che prevede un serio rafforzamento del settore e il vicecancelliere verde, Robert Habeck, in conferenza stampa a Berlino, si è mostrato molto fermo di fronte alle prevedibili resistenze di tanti comuni e cittadini, che non vorrebbero minare la bellezza della natura della verde Germania.

L’obiettivo, ha spiegato ancora una volta, è raggiungere gli obiettivi previsti per la protezione del clima e diventare sempre più indipendenti dall’energia russa. Parole che arrivano proprio nelle ore della stretta di Gazprom sul gas per l’Europa.
Entro il 2026, l’1,4% del territorio federale dovrà essere disponibile per le pale, e entro il 2032 la quota dovrà salire al 2%, stando al piano.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano regina d’Europa con scudo anti-spread (+2,87%)
Differenziale tra Btp e Bund chiude a 216,5 punti, sprint banche
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
18:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ andata bene a Piazza Affari, meglio che nel resto d’Europa, di cui è stata la regina nel giorno in cui il consiglio straordinario della Bce ha deciso di mettere a punto uno scudo anti-spread.
Con il differenziale tra Btp e Bund tedeschi in calo a 216,5 punti, ma sceso anche sotto quota 211 in giornata e il rendimento in ribasso di 36,4 punti al 3,799%, l’Indice Ftse Mib è salito del 2,87% a 22.473 punti, doppiando gli altri listini del Vecchio Continente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In ripresa gli scambi per oltre 2,4 miliardi di euro di controvalore, più che nella vigilia (2,06 miliardi), ma meno di venerdì scorso (3,36 miliardi).
Con il calo dei rendimenti, che si traduce in un maggior valore dei titoli in portafoglio di banche e assicurazioni, sono letteralmente volati i titoli del comparto, da Fineco (+6,73%) a Intesa (+4,6%), da Unicredit (+3,74%) a Bper (+3,93%), Banco Bpm (+3,43%) e Generali (+4,06%). E’ andata bene anche al settore dell’auto da Pirelli (+4,93%)., che ha recuperato lo scivolone della vigilia, a Ferrari (+3,29%) e Stellantis (+2,82%). Hanno fatto meglio Iveco (+4,53%) e Campari (+4,43%), sulla scia dell’ottimismo scatenato dalla decisione della Bce. Pochi i segni meno, limitati a Saipem (-5,41%) e Tenaris (-2,98%), legate alle quotazioni del greggio (Wti -1,97% a 116,93 dollari al barile), dopo l’inatteso rialzo di 1,95 miliardi di barili delle scorte settimanali Usa, previste in calo di 1,31 miliardi.
Non ha sofferto invece Eni (+0,64%), in controtendenza con il resto del settore in Europa, che ha annunciato l’impegno per un aumento delle importazioni di gas da altri Paesi dopo il taglio del 15% annunciato dalla russa Gazprom. Bene Italgas (+1,21%), che ha presentato il Piano Strategico 2022-2028 con 8,6 miliardi di investimenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Milano chiude in forte rialzo con lo scudo della Bce. Giù lo spread
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
18:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ha chiuso in calo a 216,5 punti il differenziale tra i Btp italiani e i Bund decennali tedeschi contro i 241 punti segnati ieri a fine seduta.
In ribasso di 36,4 punti il rendimenbto annuo italiano al 3,799%, contro gli 11,1 punti in meno segnati in Germania e i 16,6 punti in meno della Francia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

E’ andata bene a Piazza Affari, meglio che nel resto d’Europa, di cui è stata la regina nel giorno in cui il consiglio straordinario della Bce ha deciso di mettere a punto uno scudo anti-spread. L’Indice Ftse Mib è salito del 2,87% a 22.473 punti, doppiando gli altri listini del Vecchio Continente. In ripresa gli scambi per oltre 2,4 miliardi di euro di controvalore, più che nella vigilia (2,06 miliardi), ma meno di venerdì scorso (3,36 miliardi). Con il calo dei rendimenti, che si traduce in un maggior valore dei titoli in portafoglio di banche e assicurazioni, sono letteralmente volati i titoli del comparto, da Fineco (+6,73%) a Intesa (+4,6%), da Unicredit (+3,74%) a Bper (+3,93%), Banco Bpm (+3,43%) e Generali (+4,06%). E’ andata bene anche al settore dell’auto da Pirelli (+4,93%)., che ha recuperato lo scivolone della vigilia, a Ferrari (+3,29%) e Stellantis (+2,82%). Hanno fatto meglio Iveco (+4,53%) e Campari (+4,43%), sulla scia dell’ottimismo scatenato dalla decisione della Bce. Pochi i segni meno, limitati a Saipem (-5,41%) e Tenaris (-2,98%), legate alle quotazioni del greggio (Wti -1,97% a 116,93 dollari al barile), dopo l’inatteso rialzo di 1,95 miliardi di barili delle scorte settimanali Usa, previste in calo di 1,31 miliardi. Non ha sofferto invece Eni (+0,64%), in controtendenza con il resto del settore in Europa, che ha annunciato l’impegno per un aumento delle importazioni di gas da altri Paesi dopo il taglio del 15% annunciato dalla russa Gazprom. Bene Italgas (+1,21%), che ha presentato il Piano Strategico 2022-2028 con 8,6 miliardi di investimenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fed alza tassi interesse dello 0,75%, prima volta dal 1994
Il costo del denaro sale così in una forchetta fra l’1,50 e l’1,75%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 giugno 2022
20:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Fed alza i tassi di interesse dello 0,75% per la prima volta dal 1994 nel tentativo di fermare la corsa dell’inflazione, schizzata ai massimi da 40 anni.
Il costo del denaro sale così in una forchetta fra l’1,50 e l’1,75%.

La Fed taglia le stime di crescita americana, prevedendo un Pil in crescita dell’1,7% per il 2022 e per il 2023. In precedenza aveva stimato un Pil al +2,8% per quest’anno. L’inflazione è prevista attestarsi al 5,2% nel 2022 e al 2,6% nel 2023.

La Fed è “fortemente impegnata” a far calare l’inflazione al 2%. E’ quanto si legge nel comunicato finale diffuso al termine della due giorni di riunione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Fed alza i tassi di interesse dello 0,75% per la prima volta dal 1994 nel tentativo di fermare la corsa dell’inflazione, schizzata ai massimi da 40 anni.
Il costo del denaro sale così in una forchetta fra l’1,50 e l’1,75%.
Nel comunicato finale diffuso al termine della due giorni di riunione, la banca centrale americana si dice “fortemente impegnata” a far calare l’inflazione al 2%. Secondo le ultime stime della stessa Fed, l’inflazione è prevista attestarsi al 5,2% nel 2022 e al 2,6% nel 2023.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Fed dà il via libera al maggiore rialzo dei tassi di interesse dal 1994 per cercare di temperare un’inflazione schizzata ai massimi da 40 anni.
La banca centrale alza il costo del denaro dello 0,75% portandolo in una forchetta fra l’1,50 e l’1,75%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E prevede che alla fine dell’anno i tassi saranno intorno al 3,4%, lasciando così intravedere una serie di rialzi aggressivi a tutte le riunioni. “Non stiamo cercando di indurre alcuna recessione”, ha assicurato Jerome Powell spiegando la maxi-stretta che in luglio, probabilmente, sarà seguita da una mossa altrettanto aggressiva. Per il prossimo mese, ha ammesso il presidente della banca centrale statunitense, sul tavolo ci sono le “ipotesi di un rialzo da mezzo punto o dello 0,75%. Ci stiamo muovendo rapidamente per portare i tassi a un livello più normale”.
Con la dovuta “flessibilità possiamo far scendere” l’inflazione che si mantiene ostinatamente a livelli troppo alti: è “ben sopra i nostri obiettivi”, ha spiegato, assicurando che la banca centrale ha “gli strumenti e la determinazione” per combattere il caro-prezzi e centrare il target di un’inflazione del 2%. La volata dei prezzi, osserva la Fed, è legata all’invasione dell’Ucraina da parte della Russia e ai lockdown da Covid in Cina che, probabilmente, accentueranno i problemi alle catene di approvvigionamento. Un mix esplosivo che ha fatto salire l’inflazione in maggio all’8,6% e affondato ai minimi storici la fiducia dei consumatori americani. “Siamo fortemente impegnati” a far scendere l’inflazione, ripete come un mantra Powell nel corso della sua conferenza stampa. Wall Street lo ascolta e, dopo un iniziale rallentamento, vola con i listini che accelerano e il Nasdaq che arriva a guadagnare il 3%. La Fed – ha aggiunto il suo presidente – è “perfettamente consapevole” dei costi imposti dal caro-prezzi e proprio per questo ha optato per l’aumento dei tassi maggiore degli ultimi 28 anni. Un rialzo non deciso all’unanimità: Esther George ha infatti votato contro preferendo una stretta da mezzo punto. “Non canteremo vittoria fino a quando non vedremo prove concrete di un calo dell’inflazione. La nostra politica risentirà dei dati economici”, ha spiegato ancora Powell. L’obiettvo è quello di portare l’inflazione del 2% e mantenere un mercato del lavoro forte, ha aggiunto il presidente della Fed, osservando comunque come molti dei fattori che determinano l’inflazione sono al di fuori del controllo della banca centrale.
L’aggressiva politica monetaria della Fed punta a raffreddare la domanda e l’economia. E le nuove stime della banca centrale indicano proprio una frenata del pil, destinato a crescere quest’anno dell’1,7%, decisamente meno del 2,8% stimato in precedenza. L’inflazione è invece attesa quest’anno al 5,2%.
E Wall Street chiude positiva con la Fed. Il Dow Jones sale dell’1,00% a 30.668,27 punti, il Nasdaq avanza del 2,50% a 11.099,16 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dell’1,41% a 3.788,25 punti.

LO SCUDO DELLA BCE
Un nuovo scudo anti-spread e l’uso flessibile dei 1.700 miliardi di euro di bond comprati col programma pandemico, da reinvestire man mano che arriveranno a scadenza. Dopo meno di una settimane di mercati nel caos per la stretta annunciata giovedì scorso, la Bce fa un mezzo dietrofront, convoca una riunione d’emergenza e prende un impegno più deciso per spegnere l’incendio prima che sia troppo tardi. Le Borse rispondono con un rimbalzo energico e lo spread chiude a 216,5, in calo per la prima volta da una settimana.
“Abbiamo deciso di attivare la flessibilità nell’attività di reinvestimento e abbiamo chiesto ai nostri comitati di lavora in maniera accelerata sul concepimento di nuovo strumenti per contrastare la frammentazione nel caso in cui il reinvestimento non bastasse. Per cui nel caso in cui il reinvestimento non bastasse state tranquilli, siamo pronti”, ha detto Klaas Knot, componente del consiglio direttivo della Bce e presidente della Nederlandsche Bank, intervenendo a Young Factor.

La prima linea di difesa della Bce contro i rischi di frammentazione finanziaria evidenziati dagli spread sono i reinvestimenti del programma pandemico Pepp, ha detto Knot, secondo cui la decisione del Consiglio della Bce, convocato stamani in emergenza, di chiedere agli uffici tecnici un’accelerazione su uno strumento anti-spread serve per avere opzioni nel caso in cui il programma pandemico non basti.

Il messaggio “principale” del comunicato della Bce è che “in questa fase di normalizzazione” messa in campo “per raggiungere gli obiettivi dell’inflazione, noi potremmo trovare sulla nostra strada una iper-reazione dei mercati” e ciò “potrebbe impedirci di fare la nostra politica monetaria, di aggiustare la nostra linea” monetaria, ha spiegato Fabio Panetta, componente del Comitato esecutivo della Bce, intervenendo alla commissione Econ del Pe. “Una cosa de essere molto chiara”: lo scudo anti-frammentazione “non impedisce la nostra politica monetaria ma è condizione necessaria per portare l’inflazione di nuovo al 2%”, ha aggiunto.

La Bce ha incaricato gli uffici tecnici di “accelerare il completamento di un nuovo strumento anti-frammentazione” da sottoporre poi al Consiglio direttivo.
I Governatori della Bce hanno giudicato che fosse una risposta adeguata dare mandato agli uffici tecnici per la preparazione di uno strumento contro la frammentazione finanziaria: così Mario Centeno, governatore della banca centrale portoghese e consigliere Bce, durante un discorso a Lisbona riportato dalla Bloomberg. Centeno, in un apparente cenno alla discrepanza fra una svolta nel segno della normalizzazione monetaria e la necessità di continuare a sostenere i debiti con interventi espansivi, ha detto che la politica monetaria “lavora per il medio termine”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La riunione di emergenza della Bce non convince del tutto gli analisti, cauti sull’efficacia, tutta da dimostrare, delle misure contro lo spread annunciate oggi e convinti del fatto che il mercato ritornerà a mettere sotto pressione i titoli di stato dei Paesi periferici. “È probabile che, almeno per il momento, tale decisione non impedirà ai mercati di continuare a spingere per un aumento degli spread europei” mentre la stretta monetaria “continuerà a mettere sotto pressione i paesi più fragili dell’Eurozona”, commenta Gergely Majoros, membro del comitato Investimenti dell’asset manager Carmignac, secondo cui il Consiglio direttivo “potrebbe essere ancora diviso sull’opportunità e la necessità di introdurre un nuovo meccanismo di ‘stabilizzazione'” mentre la flessibilità nei reinvestimenti “non risolve in modo sufficientemente efficace il problema della frammentazione”. Andrew Mulliner, Head of Global Aggregate Strategies di Janus Henderson, parla di “situazione un po’ bizzarra”, con la Bce che, appena sei giorni dopo aver messo fine all’acquisto di titoli, “annuncia uno strumento (reinvestimenti flessibili del PEPP) che aveva già ripetutamente annunciato” e promette “uno strumento anti-frammentazione da progettare”. Il problema è che “uno strumento anti-frammentazione è molto meno adatto a una politica più restrittiva” come quella che la Bce si trova costretta ad adottare per contrastare l’inflazione. “Sarebbe un po’ sorprendente se il mercato non cercasse di mettere ulteriormente alla prova la Bce”. Di diverso avviso il capo economista di Unicredit, Marco Valli, secondo cui la Bce “ha finalmente iniziato a farsi seria nel contrastare la frammentazione” e si attende che questo rischio venga fronteggiato con “acquisti potenzialmente illimitati”. Per Valli i mercati “hanno fatto bene a reagire positivamente” e anche se serve “molto lavoro tecnico” per mettere a punto il nuovo strumento, i cui dettagli potrebbero arrivare nella riunione del 21 luglio, c’è “la volontà politica” e questo “è quello che conta di più”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in rialzo (+1,38%)
Cambi: yen arresta fase di rivalutazione sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
16 giugno 2022
02:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo tenta un recupero all’inizio degli scambi, seguendo la ripresa degli indici azionari statunitensi dopo l’aumento dei tassi di interesse deciso dalla Federal Reserve e largamente anticipato dal mercato.

In apertura il Nikkei avanza dell’1,38% a quota 26.689,61, con un guadagno di 363 punti.
Sul fronte valutario lo yen arretra leggermente sul dollaro poco sopra quota 134 e a 140.20 sull’euro.

Economia tutte le notizie Tutti i fatti e gli avvenimenti Economici borse cambi valute operazioni manovre investimenti dichiarazioni retroscena e tanto altro!
Aggiornamenti, Cinema, ECONOMIA, Medicina, Salute e Benessere, Notizie, Scienza, Spettacoli Musica e Cultura, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE: TUTTI GLI ULTIMISSIMI AGGIORNAMENTI ED APPROFONDIMENTI, IN TEMPO REALE, DAL MONDO ECONOMICO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE: LEGGI E RESTA INFORMATO! NELLA PROSSIMA EDIZIONE, TUTTO IL RESTO SINO AL TEMPO REALE.

Tempo di lettura: 453 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 08:29 DI MARTEDÌ 10 MAGGIO 2022

ALLE 17:13 DI LUNEDÌ 30 MAGGIO 2022

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Spread Btp-Bund: apre stabile a a 205 punti
Il rendimento del decennale italiano scende al 3,141%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
08:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il differenziale tra Btp e Bund ha aperto sostanzialmente stabile, a 205 punti, rispetto ai 205,5 della chiusura di ieri.
Il rendimento del decennale italiano è al 3,141%, in calo rispetto al 3,22% della chiusura del giorno precedente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in calo, ai livelli di luglio del 2020
Hong Kong -2,2%, Tokyo -0,5%, tecnologici pesanti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
08:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In calo le Borse asiatiche, ai livelli di luglio 2020, con timori di inflazione e di rialzo dei tassi, a cui si accompagnerebbe una stretta del credito.
Il Giappone ha chiuso col Nikkei in calo dello 0,5% (con Sony a -3,1% per la trimestrale sotto le attese), Hong Kong del 2,2%, col tonfo di alcuni titoli, come Alibaba (-5,1%), la Corea dello 0,5%, mentre Shanghai, a contrattazioni ancora aperte, sale quasi dello 0,8%, nonostante stia inasprendo ulteriormente il lockdown per contrastare il Covid 19.
Pesanti soprattutto i tecnologici.
Tra i dati macroeconomici attesi in giornata la produzione industriale di marzo in Italia e l’indice Zew in Germania di maggio. Dagli Usa sono in calendario discorsi di membri della Fed, mentre per la Bce quello del presidente della Bundesbank Joachim Nagel, su pandemia e geopolitica.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo (+1,1%)
Il Ftse Mib a 23.085 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
10 maggio 2022
09:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo per Piazza Affari.
Il Ftse Mib guadagna l’1,1% a 23.085 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre positiva, Francoforte la migliore (+1,2%)
Parigi (+1,08%) e Londra (+0,61%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
09:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in positivo per le principali Borse europee.
La migliore è Francoforte (+1,27%) a 13.550 punti, seguita da Parigi (+1,08%) a 6.151 punti e Londra (+0,61%) a 7.260 punti, nei primi minuti di contrattazioni.
In rialzo anche Milano a +1,1%.
Al rimbalzo delle piazze europee si contrappone il calo persistente del prezzo del petrolio. Il Wti che ieri ha preso il 6%, arretra ancora a 102 dollari al barile e il Brent a 105 dollari.
Stabile lo spread a 205 punti, mentre il Bitcoin è crollato in nottata sotto i 30.000 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat, produzione industriale invariata a marzo, +3% su base annua
Tra i settori con gli incrementi più ampi le industrie tessili, alimentari e i produttori di elettronica
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
14:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A marzo 2022 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione industriale rimanga invariato rispetto a febbraio.
Lo rileva l’Istat sottolineando che nella media del primo trimestre il livello della produzione diminuisce dello 0,9% rispetto ai tre mesi precedenti.
Al netto degli effetti di calendario, a marzo 2022 l’indice complessivo aumenta in termini tendenziali del 3,0% (i giorni lavorativi di calendario sono stati 23 come a marzo 2021). Ci sono aumenti tendenziali per i beni di consumo (+8,1%), l’energia (+5,2%) e per i beni strumentali (+3,0%). Cala invece il comparto dei beni intermedi (-0,4%).
I settori di attività economica che registrano gli incrementi tendenziali più ampi a marzo sono le industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori (+15,0%), la fabbricazione di computer e prodotti di elettronica (+7,5%) e la fabbricazione di macchinari e attrezzature n.c.a. (+7,4%) e l’industria alimentare (+7%). Le flessioni tendenziali maggiori si registrano nelle attività estrattive (-9,0%), nella fabbricazione di mezzi di trasporto (-3,0%) e nella metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (-1,8%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano ottimista (+1,2%) con le banche
Meno convinto il comparto energia, in calo Leonardo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
09:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inizio di seduta ottimista per Piazza Affari (+1,2%), come per le altre principali Borse europee, con le banche tra i titoli che sostengono il listino principale.
Vola Bper (+5,2%), il giorno dopo la trimestrale, vanno bene Unicredit (+2,8%), Mps (+2,7%), Banco Bpm (+2%), Intesa (+1,7%) e Fineco (+1,6%), con lo spread Btp-Bund in calo a 202,5 punti, rispetto ai 205 dell’apertura di giornata, e il rendimento del decennale italiano in discesa, al 3,110%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In rialzo anche la paytech Nexi (+2,8%) Tra i titoli che guadagnano ci sono Pirelli (+3,3%), Stellantis (+3,2%), Prysmian (+2,2%) e Exor (+2,4%). Meno in forma, ma comunque positive, le utility, da Terna (+0,4%) a Italgas (+0,5%). Lo stesso i petroliferi, da Saipem (+0,3%) a Eni (+0,7%), all’impiantistica di Tenaris (+0,2%), col greggio in lieve calo (Wti -0,2%) a 102,7 dollari al barile e il Brent a 105,4 dollari. Piatta Atlantia, con Fitch che ha confermato il rating a BB+ e ha assegnato un outlook positivo. In calo Leonardo (-1,2%), che ritraccia, in un periodo di continui rialzi, dall’inizio della guerra in Ucraina. Tra i titoli a minore capitalizzazione tonfo di Algowatt (-7,9%), in asta di volatilità, e Grandi Viaggi (-4,8%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il rendimento del Btp sotto il 3%, perde 20 punti base
Lo spread con il Bund tedesco a 196 punti. Giù Bitcoin
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
16:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il rendimento del Btp a dieci anni ancora in calo.
Il tasso del decennale italiano perde venti punti base e scende sotto il 3% (2,96%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra il Btp e Bund cala a 196 punti.

Il differenziale tra Btp e Bund ieri aveva chiuso a 205,5 punti. Aveva sorpassato i 200 punti dal 6 maggio.

Il Bitcoin ancora in calo. La criptovaluta perde il 3,1% a 29.992 dollari, scendendo per la prima volta dal luglio 2021 sotto quota 30.000 dollari. Dal picco dello scorso novembre il Bitcoin ha perso oltre il 55%.

Le Borse europee proseguono brillanti dopo l’avvio in netto rialzo di Wall Street. Nel giorno in cui i rendimenti del titoli di Stato sono in netto calo, sui mercati azionari sono scattate le prese di profitto dopo il forte calo della vigilia. Sotto i riflettori resta l’andamento dell’economia globale, con l’inflazione che resta molto alta e le banche centrali che studiano le prossime mosse. Tiene banco anche la guerra in Ucraina e l’impatto delle sanzioni alla Russia. L’indice d’area stoxx 600 guadagna l’1,6%. In rialzo Francoforte (+2,2%), Milano (+1,8%), Parigi (+1,7%), Madrid e Londra (+1,1%). I listini sono sostenuti dall’andamento delle banche e assicurazioni (+2,1%), l’informatica e le auto (+1,9%). Bene anche le utility (+1,2%), con il prezzo del gas in calo. Ad Amsterdam il prezzo è sceso a 91 euro al Mwh. Positiva ma meno brillante la performance del comparto dell’energia (+0,5%), con il petrolio in lieve calo. Il Wti si attesta a 102 dollari al barile e il Brent a 105 dollari. Sul fronte valutario l’euro sul dollaro è poco mosso a 1,0547 a Londra. A Piazza Affari in luce le banche con Bper (+10%), dopo i conti del trimestre, e Unicredit (+6,5%). Bene anche Intesa (+3,8%) e Banco Bpm (+3%). In controtendenza rispetto al listino Saipem (-4%) e Leonardo (-2,9%).

Ulteriore calo per il gas sulla piazza di Amsterdam. I contratti futures al giugno del 2022 cedono l’1,9% a 92 euro al MWh. Un prezzo molto vicino agli 87,58 euro dello scorso 23 febbraio e che segna il minimo dopo i 91,23 euro dello scorso 25 febbraio, giorno successivo all’avvio dell’attacco della Russia in Ucraina, quando il gas balzò a 129,92 euro al MWh. Da allora le quotazioni del gas naturale hanno raggiunto il minimo di 93 euro lo scorso 25 aprile.

Proseguono anche oggi le festività per la vittoria della Seconda Guerra Mondiale in Russia, con la conseguente chiusura della Borsa di Mosca. In rialzo il rublo a 69,51 sul dollaro, mentre appare stabile nei confronti dell’euro, con un concambio di 73,38 sulla moneta unica.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in rialzo, si guarda alle banche centrali
Francoforte (+1,15%), Parigi (+0,51%), Londra (+0,37%), Milano (+1,04%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
09:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee chiudono in rialzo, pur perdendo smalto dopo il calo di Wall Street.
Sui mercati sono scattate le prese di profitto dopo la performance negativa della vigilia e con le tensioni sui titoli di Stato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli  investitori guardano all’andamento dell’economia globale, l’inflazione e le prossime mosse delle banche centrali sulla politica monetaria, mentre in Ucraina prosegue la guerra che appesantisce il tema delle materie prime e i rincari delle bollette energetiche. Sul fronte valutario l’euro sul dollaro resta debole a 1,0540. Chiusura in terreno positivo per Francoforte (+1,15%), Parigi (+0,51%), Londra (+0,37%), piatta Madrid (+0,01%).  La Borsa di Milano (+1,04%) chiude in rialzo. Sui mercati azionari scattano le prese di profitto, dopo la performance negativa della vigilia, mentre si attenua il nervosismo sui titoli di Stato con i rendimenti in netto calo. Lo spread tra Btp e Bund ha concluso la seduta in flessione a 200 punti base, con il tasso del decennale italiano sotto il 3% al 2,99%. A Piazza Affari corrono le banche con Bper (+7,8%) che si mette in mostra dopo i conti del primo trimestre. Bene anche Unicredit (+5,5%), Intesa (+1,7%) e Banco Bpm (+1%). In luce Pirelli (+3,9%), nel giorno dei risultati del trimestre con l’utile balzato a 109,8 milioni di euro. Chiusura in deciso rialzo anche per Campari (+2,4%), con l’acquisizione del marchio Picon, tra i leader di mercato degli aperitivi bitter in Francia. In ordine sparso il comparto dell’energia con il petrolio in calo. Sale Eni (+1,4%), Tenaris (+1%) mentre scivola Saipem (-6,6%), quest’ultima alle prese con le vicende relative al riassetto e all’aumento di capitale. Andamento positivo per le utility dove avanzano Iren (+1,7%), A2a (+1,2%), Hera (+1,1%) e Enel (+0,5%). Seduta in calo anche per Leonardo (-3%), Diasorin (-2,4%), Iveco (-1,6%) e Ferrari (-1,4%).
In ulteriore discesa lo spread Btp-Bund, a 201,8 punti, col rendimento del decennale italiano sceso al 3,100%. In lieve rialzo l’oro (+0,1%) a 1.862 dollari l’oncia, dopo che i future si erano alzati già durante la seduta in Asia. Ha girato intanto in rialzo il greggio (Wti +0,5%) a 103,5 dollari al barile e il Brent a 106,2 dollari. In calo i future sul gas naturale in Europa con le quotazioni ad Amsterdam (-2,4%) a 91,5 euro al MWh, ancora di più a Londra (-6,8%) a 120 penny al Mmbtu (unità termica). Tra le materie prime forte calo del minerale di ferro (-4%) a circa 117 dollari la tonnellata.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Poco mosso il grano, sotto i livelli del giorno precedente, con il grano tenero a 1.100 dollari per unità di 5.000 bushel (staio) (+0,6%) e il grano duro a 1.173 (+0,7%).
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, guadagna l’1%, spinto soprattutto da industria e beni voluttuari. Tra le auto spicca Stellantis (+2,7%), nel lusso Lvmh (+1,9%). Quasi tutte in rialzo le banche, con esempi come Bnp Paribas (+2,8%) e Banco Bilbao (+3,8%) e eccezioni come Kbc (-10,2%). In ordine sparso i farmaceutici, con alcuni cali, come per AstraZeneca (-0,8%), e qualche rialzo, come per Roche (+0,2%) e Bayer (+0,3%) coi conti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ok al contratto degli statali, in arrivo aumenti e arretrati
Fino a quasi 2mila euro. Brunetta, la rivoluzione è in corso
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
10:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Arriva il rinnovo del contratto per i dipendenti pubblici di ministeri, agenzie fiscali ed enti non economici, fra cui Inps ed Inail.
Dopo il via libera della Corte dei conti, l’Aran (l’Agenzia per la rappresentanza negoziale delle Pubbliche amministrazioni) ed i sindacati hanno firmato definitivamente l’accordo per il comparto Funzioni centrali, la cui pre-intesa era stata siglata il 21 dicembre scorso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

In arrivo, quindi, gli aumenti previsti: si tratta di 105 euro medi per 13 mesi, cui si aggiunge un beneficio pari ad altri 20 euro medi mensili (quest’ultimo grazie alle risorse aggiuntive, stanziate nella legge di Bilancio per il 2022, per finanziare il nuovo ordinamento professionale e il superamento dei limiti all’incremento dei Fondi risorse decentrate).

L’aumento contrattuale sale fino a 117 euro lordi per la fascia degli assistenti amministrativi. Il contratto riguarda il triennio 2019-2021 e pertanto riconosce anche gli arretrati medi, pari a circa 1.800 euro, come calcolato dalla stessa Aran.

Ad essere interessati sono 225mila statali. L’ipotesi sul tappeto è che gli aumenti e anche gli arretrati possano arrivare in busta paga a giugno, anche se si era pensato una anticipazione straordinaria già a maggio sulla quale però c’è ancora incertezza. Aumenti e arretrati in arrivo rappresentano “una boccata d’ossigeno per i lavoratori, in un momento caratterizzato da un generalizzato aumento dei prezzi”, sottolinea il ministro della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta.

Oltre che sul piano economico, diverse sono le novità anche a livello normativo, a partire dallo sblocco delle carriere.
L’accordo punta sulla formazione e introduce una quarta area, ossia “l’area delle elevate professionalità” in cui saranno inquadrati i dipendenti altamente qualificati, che si affianca alle altre tre aree professionali (Area degli operatori, Area degli assistenti, Area dei funzionari). C’è anche la regolazione del lavoro agile, con il richiamo alla contrattazione e all’accordo individuale che preveda la durata e l’indicazione delle giornate da svolgere all’interno e al di fuori della sede di lavoro, i tempi di riposo e di disconnessione del lavoratore.

Soddisfatti i sindacati che parlano di accordo “innovativo” e puntano ora a chiudere anche gli altri contratti pubblici e a portare avanti la valorizzazione del personale. “La rivoluzione del lavoro pubblico è in corso”, sottolinea Brunetta: “Adesso avanti, con la stessa determinazione, per chiudere i contratti della sanità e degli enti locali”, aggiunge parlando di questo contratto come “apripista” per tutti gli altri della Pa.    POLITICA
Pil: Istat, incertezza resta elevata
Istat: ‘Migliorano i giudizi dei consumatori, peggiorano tra imprese e servizi’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2022
16:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’incertezza sull’evoluzione dell’economia italiana rimane elevata”.
Lo afferma l’Istat nella Nota mensile sull’andamento dell’economia italiana ricordando che il Pil nel primo trimestre ha registrato “una marginale contrazione” e che la crescita acquisita per il 2022 è del 2,2%.
“Ad aprile la fiducia di famiglie e imprese – si legge – ha mostrato una stabilizzazione in presenza di differenze significative nelle aspettative. Tra i consumatori sono migliorati i giudizi sul clima futuro mentre tra le imprese manifatturiere e dei servizi di mercato si è manifestato un deciso peggioramento delle attese sull’economia”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Germania: indice Zew a maggio a -34,3 punti, sopra le attese
In aumento rispetto ad aprile (-41 punti)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
11:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’indice Zew sulla fiducia degli investitori in Germania di maggio è sopra le attese, a -34,3 punti, in aumento rispetto al precedente mese di aprile (-41 punti).
Le stime per il mese di maggio erano a -43,5 punti.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pnrr: Profumo, Italia sia il volano per un cyberspazio europeo
A.d. Leonardo, Paese può ora colmare il gap di digitalizzazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
11:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Grazie al Piano nazionale per la ripresa e la resilienza, l’Italia può diventare un volano nella promozione di un cyberspazio europeo aperto, sicuro e protetto; allo stesso tempo, il Paese può colmare il gap di digitalizzazione con i suoi principali partner europei”, ha sottolineato Profumo, aprendo la ‘due giorni’ di Roma del CyberTechEurope2022.

“L’Italia ha ritardi storici nella digitalizzazione: il Pnrr rappresenta un’opportunità per rimediare.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stanzia quasi 50 miliardi di euro per la digitalizzazione e la sicurezza informatica, in particolare per la Pubblica Amministrazione”, evidenzia l’a.d. di Leonardo: “Questi investimenti non saranno sufficienti, ma rappresentano un significativo passo avanti per l’intera Europa. Tutti gli Stati membri dovranno rafforzare le proprie capacità informatiche e gestire la sicurezza a un livello veramente europeo.La cyber security è un prerequisito essenziale per garantire la sovranità digitale e l’autonomia strategica dell’Europa. È un fattore abilitante chiave per lo sviluppo di nuove tecnologie dirompenti in settori importanti come la Difesa, la protezione delle infrastrutture critiche e la nuova economia spaziale”.
Anche in un contesto come il conflitto in Ucraina – è uno degli esempi a cui accenna l’a.d. di Leonardo, “la cyber-protezione delle infrastrutture critiche gioca un ruolo ruolo importante”.   TECNOLOGIA
Pil: Istat, incertezza resta elevata
Migliorano giudizi consumatori, peggiorano tra imprese e servizi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
11:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’incertezza sull’evoluzione dell’economia italiana rimane elevata”.
Lo afferma l’Istat nella Nota mensile sull’andamento dell’economia italiana ricordando che il Pil nel primo trimestre ha registrato “una marginale contrazione” e che la crescita acquisita per il 2022 è del 2,2%.

“Ad aprile la fiducia di famiglie e imprese – si legge – ha mostrato una stabilizzazione in presenza di differenze significative nelle aspettative. Tra i consumatori sono migliorati i giudizi sul clima futuro mentre tra le imprese manifatturiere e dei servizi di mercato si è manifestato un deciso peggioramento delle attese sull’economia”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Salone del Risparmio: Trabattoni, industria mai stata così forte
Al via 12/ma edizione con oltre 15mila iscritti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
11:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’industria del risparmio gestito in Italia non è mai stata così forte, con oltre 2.500 miliardi di masse alla fine del 2021 e una spinta nella raccolta di 93 miliardi lo scorso anno che rappresenta un risultato straordinario”.
Così, il presidente di Assogestioni, Carlo Trabattoni, inaugurando il Salone del Risparmio 2022 al Mico di Milano, che si apre con oltre 15mila iscritti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

“I segnali dei primi mesi di quest’anno confermano la solidità del settore”, aggiunge Trabattoni, spiegando che “in un periodo così complesso, il quadro che emerge dell’industria del risparmio gestito è positivo”. Per il presidente dell’associazione del risparmio gestito. “possiamo essere una componente fondamentale per lo sviluppo del futuro economico del Paese, ponendoci al centro della ripresa ed operando come motore strategico e trainante”. Trasformare il risparmio in investimenti produttivi “sarà sempre più una delle caratteristiche distintive di un’economia moderna e prospera: questo è l’obiettivo che dovrà guidarci”. Attraverso adeguati veicoli ed incentivi “dovremo consentire a questa ingente quota di risparmio immobilizzata come liquidità, con gli oltre 1.600 miliardi di euro di depositi bancari a fine 2021, di essere un investimento produttivo a supporto della trasformazione infrastrutturale, digitale e verde”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
P.A: Università Torino in aiuto dei Comuni per bilancio Pop
Dipartimento di Management semplifica il dialogo con i cittadini
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
10 maggio 2022
11:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coinvolgere i cittadini nelle decisioni pubbliche e nella distribuzione delle risorse: è l’obiettivo del Bilancio Pop (Popular Financial Reporting), documento, cartaceo e online, in grado di raccontare le attività dell’amministrazione pubblica con immagini e grafiche.
Il team del Dipartimento di Management dell’Università di Torino, coordinato da Paolo Biancone e Silvana Secinaro, ne promuove l’adozione per legge e si mette a disposizione delle amministrazioni pubbliche per realizzarlo con loro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Dopo il Bilancio Pop di Bari, il Dipartimento si prepara a presentare il Bilancio Pop come strumento di dialogo con il cittadino al Festival dell’Economia Aziendale dell’Università di Torino l’1 giugno. “Il Bilancio Pop – spiega Biancone – è la traduzione di informazioni complesse in notizie semplici: uno strumento prezioso per favorire la conoscenza reciproca della pubblica amministrazione e dei cittadini-elettori, ma anche per migliorare la comunicazione negli enti perché cambia l’approccio partecipativo, facilitando il feedback fra la governance delle risorse pubbliche e gli abitanti di un Comune o di una amministrazione regionale”.
Diffuso nei Paesi anglosassoni come Usa, Canada e Australia, il Bilancio Pop è poco presente in Europa, ma l’Italia è un esempio virtuoso: Torino è alla quinta edizione dopo essere stata la prima città in Europa a sperimentarlo nel 2016. Il Dipartimento ha collaborato alla realizzazione del Pop anche di Regione Piemonte, Nichelino, Moncalieri, Settimo Torinese (Torino), Acqui Terme (Alessandria), Basiglio (Milano), Castel Maggiore e Ozzano (Bologna). Tutte amministrazioni che hanno presentato i bilanci Pop tra ottobre 2021 e gennaio 2022.   PIEMONTE
Bankitalia: a marzo tassi sui mutui tornano sopra il 2%
Erano all’1,85% a febbraio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
21:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel mese di marzo i tassi di interesse sui prestiti erogati alle famiglie per l’acquisto di abitazioni comprensivi delle spese accessorie (Tasso Annuale Effettivo Globale, TAEG) si sono collocati al 2,01 per cento contro l’1,85 di febbraio.
Lo rende noto la Banca d’Italia nella pubblicazione ‘Banche e moneta’.
I tassi sulle nuove erogazioni di credito al consumo all’8,06 per cento (come nel mese precedente).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano migliora (+1,8%), forti le banche, vola Bper
Bene l’industria, guadagnano Pirelli e Stellantis. Giù Leonardo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
12:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Migliora Piazza Affari verso fine mattina (+1,8%), mentre in Italia l’indice della produzione industriale a marzo è stimato invariato e l’Istat nella nota mensile parla di incertezza sull’evoluzione dell’economia italiana che rimane elevata.
Lo spread Btp-Bund riprende quota, a 203,2 punti, col rendimento del decennale italiano al 3,083%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Proseguono in perfetta forma le banche, con Bper in rally (+9,6%) il giorno dopo la trimestrale. Molto bene Unicredit (+4,3%), Fineco (+3,9%), Banco Bpm (+3,4%), Intesa (+2,5%).
Guadagna l’industria, con esempi come i componenti di Pirelli (+3,6%), Interpump (+3,5%) e nell’auto Stellantis (+2,7%). In rialzo Poste (+2,8%), Tim (+2,4%), nel lusso Moncler (+2,2%), non Ferragamo (-2,1%) , che diffonde i conti.
In rosso, dopo i forti guadagni di questo periodo di guerra in Ucraina Leonardo (-3,1%), tra i farmaceutici Diasorin (-0,5%), non Recordati (+0,8%) con i dati del trimestre. Tra i petroliferi giù Saipem (-5,9%), meno l’impiantistica di Tenaris (-0,1%), mentre tiene Eni (+0,3%), col greggio tornato in calo (wti -0,8%) a 102,2 dollari al barile e il brent a 104,9 dollari. Guadagna qualcosa Terna (+0,7%), il giorno prima dei conti. Tra i titoli a minore capitalizzazione resta in forte ribasso Algowatt (-8,3%). Piatta Atlantia, mentre Fitch ha confermato il rating bb+ di Autostrade per l’Italia, assegnando l’outlook positivo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Benzina: sale prezzo settimanale, al self oltre 1,8 euro
Gasolio in rialzo a 1,830 euro al litro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
12:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Salgono i prezzi settimanali dei carburanti.
Secondo le rilevazioni del Mite all’8 maggio scorso, la media nazionale della benzina in modalità self si è attestata a 1,808 euro al litro, circa 3 centesimi in più della settimana precedente.
In netto rialzo anche il gasolio che, sempre al self, si attesta a 1,830 euro al litro, in questo caso in rialzo di quasi 4 centesimi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Enel: a Milano prima sede certificata Well Platinum
Per standard illuminazione, qualità dell’aria, ergonomia, verde
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
12:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Qualità dell’illuminazione e dell’aria, ergonomia degli spazi e delle postazioni, acustica, integrazione del verde, valorizzazione culturale e artistica del sito.
Questi i parametri che hanno permesso alla sede Enel di via Carducci, a Milano, di ricevere la certificazione Well Building Standard, con livello Platinum, attestandosi tra gli immobili certificati con uno dei punteggi più alti al mondo: 91/100.
Si tratta, spiega Enel in una nota, del primo edificio in Italia a conseguire il riconoscimento del Well Building Institute. “La nostra sede di via Carducci è efficiente, rispettosa dell’ambiente e pensata per la salute e il benessere di chi la vive ogni giorno, il tutto declinato anche in favore dell’estetica e della bellezza della città”, ha detto il presidente di Enel, Michele Crisostomo. “Nell’anno di celebrazione dei 60 anni del gruppo – ha proseguito – questo riconoscimento dimostra come Enel non solo debba essere orgogliosa della sua grande storia, ma abbia sempre avuto uno sguardo verso il futuro con attenzione all’innovazione e alla sostenibilità”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediolanum: utile netto scende a 114 milioni, Cet 1 al 21%
Doris, creiamo valore anche in momenti difficili
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
12:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gruppo Mediolanum ha chiuso il primo trimestre dell’anno con un utile netto in calo da 133,37 a 114 milioni di euro.
Il patrimonio amministrato è stato di 106,1 miliardi, in incremento del 9% rispetto all’analogo periodo precedente ma in calo del 2% rispetto alla fine del 2021, mentre gli impieghi alla clientela hanno raggiunto quota 14,8 miliardi, con una crescita del 3% rispetto allo scorso 31 dicembre e del 18% anno su anno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si è mantenuto al 21% secco il coefficiente patrimoniale Cet1.
Sul primo trimestre di Mediolanum ha pesato la “crescente tensione sfociata nel conflitto in Ucraina e dalla conseguente crisi internazionale, la cui risoluzione mi auguro avvenga il più presto possibile”. Lo afferma l’amministratore delegato Massimo Doris sottolineando che, tuttavia, il Gruppo è riuscito a raggiungere “ottimi risultati” che “sono la dimostrazione della capacità e del metodo di lavoro di Banca Mediolanum di produrre valore anche in contesti complessi come quello attuale”. “I risultati – spiega Doris – ci indicano che la direzione intrapresa è quella corretta”. “Il lavoro di diversificazione dei ricavi, in linea con la strategia di consulenza al cliente – conclude il Banchiere – sta dimostrando grande forza, con le principali fonti di ricavo in crescita e con un ottimo andamento della raccolta”.
Il margine operativo del gruppo Mediolanum è salito nel trimestre del 13% a 142 milioni, mentre la raccolta netta in prodotti gestiti ha mitigato il calo delle masse dovuto all’andamento e ha sostenuto le commissioni ricorrenti, salite del 9% 371,9 milioni. Identico l’aumento del margine di interesse, che ha raggiunto quota 70,4 milioni. Limitata allo 0,71% l’incidenza dei crediti deteriorati netti sul totale dei crediti, in incremento da 4 a 411 milioni le poste straordinarie per contributi e fondi di garanzia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tassi sui mutui tornano sopra 2%, massimo da 2 anni e mezzo
Dati Bankitalia su marzo, erano così alti ad agosto 2019
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
12:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I tassi sui mutui tornano sopra il 2% portandosi sui massimi da più di due anni e mezzo.
Secondo i dati della Banca d’Italia, nel mese di marzo i tassi di interesse sui prestiti erogati alle famiglie per l’acquisto di abitazioni comprensivi delle spese accessorie (Tasso Annuale Effettivo Globale, TAEG) si sono collocati al 2,01 per cento contro l’1,85 di febbraio.
Non erano così alti da agosto 2019, quando si sono attestati al 2,08 per cento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa resta in rialzo, future positivi a Wall Street
Traina la finanza. Bene le auto. Giù i petroliferi col greggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
14:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Restano in rialzo le principali Borse europee a metà seduta, pur frenando leggermente, e sono positivi i contratti sui future a Wall Street, mentre la Camera Usa va verso l’approvazione di nuovi finanziamenti per inviare armi all’Ucraina e il presidente, Joe Biden, incontrerà il presidente del Consiglio italiano, Mario Draghi, all’indomani di una seduta dove anche lo S&P 500 è sceso verso il “mercato orso”, perso il 20% dal record del gennaio scorso.
Si alza il prezzo dell’oro (+0,25%) a 1.863 dollari l’oncia e in Europa, nel 76/o giorno di guerra in Ucraina, la Piazza migliore è Milano (+1,2%), seguita da Francoforte (+1,1%), mentre in Germania, l’indice Zew a maggio è risultato sopra le attese, in miglioramento rispetto ad aprile, Madrid (+0,9%) Parigi (+0,5%) e Londra (+0,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread Btp Bund è sceso a 200 punti, col rendimento del decennale italiano al 3,024%. Si accentua il calo il greggio (wti -1%) a 102,5 dollari al barile e il brent a 104,7 dollari. Il prezzo del gas naturale è in calo, con i future ad Amsterdam (-2,56%) a 91,5 euro al MWh.
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, guadagna lo 0,9%, trainato dalla finanza. Forti le banche, con esempi come Unicredit (+5,6%), Bper (+9,3%), il giorno dopo i conti, e Banco Bilbao (+4,1%), e eccezioni come Kbc (-9,1%). Guadagni nel trasporto aereo e nella logistica, con esempi come Deutsche Post (+3,8%) e Royal Mail (+2,3%). Bene le auto, a iniziare da Volvo (+2,6%) e Mercedes (+1,8%). In rosso molti petroliferi, come Equinor (-3,7%), Repsol (-2,4%) e Saipem (-6,9%), annunciato entro l’estate l’aumento di capitale da 2 miliardi di euro.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund: in calo sotto 200 punti
Il rendimento del decennale italiano è sceso al 3,020%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
14:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il differenziale tra Btp e Bund è tornato sotto 200 punti, facendo segnare 199,1 intorno alle 14, rispetto ai 205,5 punti della chiusura del giorno precedente.

Aveva sorpassato i 200 punti dal 6 maggio.

Il rendimento del decennale italiano è sceso al 3,020%, rispetto al 3,22% della chiusura giorno prima.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Romano (Sparkle) alla guida dell’ITW Global Leader Forum
Ad Sparkle, da sfruttare Edge, Web3 e intelligenza decentrata
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
14:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Elisabetta Romano è il nuovo presidente dell’ITW Global Leaders’ Forum; l’amministratore delegato di Sparkle guiderà per due anni l’associazione di settore che riunisce i leader dei più grandi operatori internazionali del mondo.
“Non abbiamo ancora sfruttato tutto il potenziale di Edge e siamo ancora agli albori del Web3 e dell’uso diffuso dell’intelligenza decentralizzata.
Dovremmo anche rafforzare le alleanze strategiche con le organizzazioni di settore e attivare nuove collaborazioni con i fornitori di tecnologia” dice Romano, quasi un manifesto del suo mandato.
Elisabetta subentra a Laurinda Pang, Presidente del Global Customer Success di Lumen, che ha ricoperto il ruolo di presidente del GLF dal 2020.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ita, ‘Obiettivo concludere la dismissione a giugno’
Il ministro Franco: ‘Il 23 maggio le offerte vincolanti’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
15:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Mef “con l’assistenza degli advisor selezionati in marzo ha immediatamente avviato il processo di dismissione: si e’ optato per la trattativa privata, definito il calendario della vendita.
L’obiettivo è concludere a giugno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
3 le manifestazioni di interesse” che sono Msc/Lufthansa, Indigo Partners (Wizz Air) e Certares (Air France/Delta. Entro il 23 maggio sono attese le offerte vincolanti. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Daniele Franco, in audizione alla Commissione Trasporti della Camera.

L’aumento di capitale di Ita “verrrà comunque erogato quest’anno, non ora perchè ora non c’è un problema di cassa. L’azienda aveva 4-500 milioni in cassa prima delle perdite di quest’anno. Quando ci sarà bisogno procederemo rapidamente ad erogare la cassa”.”Contiamo – ha ribadito – di avere le richieste (per la cessione, ndr) entro il 23 maggio e quindi entro giugno arrivare ad una soluzione, salvo incidenti o sviluppi. Il nostro piano è chiudere a giugno”.

Il ministro dell’Economia, Daniele Franco, risponde in Commissione Trasporti alla Camera ai vari interventi critici dei parlamentari nei confronti del presidente di Ita, Alfredo Altavilla anche per non aver partecipato ai tavoli istituzionali ai quali era chiamato. Franco sottolinea che formalmente “non esistono elementi di illegittimità”. Ma – rimarca – “E’ opportuno richiamare tutti a mantenere sempre un profilo istituzionale, comportamenti improntati alla sobrietà: questo è un bene anche per òa gestione aziendale oltre che sotto un profilo etico”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cyber security: Accenture,proteggere infrastrutture critiche
Operatori hanno sviluppato tardi cultura sicurezza
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
14:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Le infrastrutture critiche rappresentano uno degli elementi più sensibili della nostra società e il più esposto ad eventuali attacchi informatici”, avverte Rick Driggers, Critical Infrastructure Cyber Lead di Accenture Federal Services, alla prima giornata del CyberTechEurope 2022.
“Questo – spiega – perché gli operatori che gestiscono tali infrastrutture sono arrivati in ritardo a sviluppare una cultura della sicurezza, cosa che è avvenuta molto più rapidamente in altri settori.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi è assolutamente indispensabile per le imprese che operano sulle infrastrutture strategiche dei Paesi adottare una politica proattiva nei confronti della sicurezza informatica. E’ necessaria una convergenza tra i sistemi di sicurezza fisici e digitali in modo da garantire un presidio costante e una protezione efficace, dato che un eventuale attacco potrebbe avere costi elevati e interruzioni all’erogazione di beni essenziali per le comunità quali ad esempio le linee di forniture elettriche, le pipeline di gas e petrolio, condotti idrici, eccetera”.
La sicurezza, aggiunge, “è ormai un tema sovranazionale ed per questo motivo, nell’ambito della cybersecurity, che Accenture ha implementato un ecosistema che implica la piena collaborazione e sforzi congiunti da parte dei vari Cyber Fusion Centers di Accenture presenti in Italia e in tutto il mondo, delle aree OT/ICS, nonché delle strutture di ricerca, sviluppo, test e valutazione di Accenture Security”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a New York a 103,58 dollari
Quotazioni salgono dello 0,48%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
10 maggio 2022
15:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio è in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dello 0,48% a 103,58 dollari al barile.   MONDO

Fiera Milano, ripartono ricavi, meno perdite nel trimestre
Malgrado incognite internazionali confermati target intero 2022
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
10 maggio 2022
15:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fiera Milano ha segnato nei tre mesi ricavi consolidati per 23,5 milioni, in crescita dai 21,9 milioni rispetto al primo trimestre 2021, grazie alle 11 manifestazioni fieristiche che si sono svolte dopo lo stop per la pandemia.
L’Ebitda negativo di 2,4 milioni (in miglioramento dal dato negativo per 9,9 milioni) e una perdita netta 13 milioni, ridotta rispetto al rosso di 17,8 milioni dello stesso periodo 2021.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

“Guardando al futuro, restano tuttavia le incognite legate agli scenari geopolitici internazionali, come la crisi russo-ucraina.
È difficile prevedere ad oggi gli impatti diretti del conflitto poiché le diverse variabili chiave sono in continua evoluzione.
Monitoriamo costantemente e con attenzione l’evolversi della crisi, e sulla base dei dati attuali è ragionevole ipotizzare che gli impatti potenziali saranno di entità modesta per l’intero 2022”, ha osservato l ‘amministratore delegato di Fiera Milano, Luca Palermo. “La crisi internazionale, peraltro, si innesta su un quadro già reso difficile dal perdurare della pandemia, dalle pressioni al rialzo sui prezzi di commodity ed energia dovuta anche alla carenza delle materie prime stesse.
Nonostante questo, Fiera Milano continua a considerare il 2022 come l’anno in cui consolidare il percorso di risalita guardando con fiducia all’attuazione del piano strategico CONNECT 2025 e confermando la guidance di Ebitda 2022 nel range di 40-50 milioni di euro”, aggiunge Palermo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre in forte rialzo, Dj +1,47%, Nasdaq +2,71%
S 500 sale dell’1,88%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
10 maggio 2022
15:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre in rialzo dopo il tonfo di lunedì e in attesa dei dati sull’inflazione americana che saranno comunicati domani.
Il Dow Jones sale dell’1,47% a 32.738,86 punti, il Nasdaq avanza del 2,71% a 11.934,22 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dell’1,88% a 4.067,01 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ita: Franco, obiettivo concludere dismissione a giugno
23 maggio le offerte vincolanti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
16:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Mef “con l’assistenza degli advisor selezionati in marzo ha immediatamente avviato il processo di dismissione: si è optato per la trattativa privata, definito il calendario della vendita.
L’obiettivo è concludere a giugno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
3 le manifestazioni di interesse” che sono Msc/Lufthansa, Indigo Partners (Wizz Air) e Certares (Air France/Delta. Entro il 23 maggio sono attese le offerte vincolanti.
Lo ha detto il ministro dell’Economia, Daniele Franco, in audizione alla Commissione Trasporti della Camera. “L’esito della vendita di Ita non è scontato, vedremo. Qualcuno ha formulato delle preferenze ma la vendita la fa il Mef, vedremo i 3 soggetti che spero presentino tutti delle proposte, vedremo chi presenterà nei termini ampi e non solo finanziari delle offerte più valide per il paese”. Franco ha precisato che a quanto ammonterà la quota di minoranza che lo stato manterrà in Ita e il tempo in cui resterà nell’azionariato “lo vedremo”. “Non è che lo Stato esce e chi s’è visto s’è visto, è un processo che va seguito per un periodo che può essere anche lungo”.
Infine l’aumento di capitale di Ita “verrrà comunque erogato quest’anno, non ora perchè ora non c’è un problema di cassa.
L’azienda aveva 4-500 milioni in cassa prima delle perdite di quest’anno. Quando ci sarà bisogno procederemo rapidamente ad erogare la cassa”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano allunga il passo (+2,2%)
Corrono le banche. Spread sale verso 200 punti, rendimento al 3%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
16:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano allunga il passo con il Ftse Mib che guadagna il 2,2% a 23.332 punti.
A Piazza Affari corrono le banche con Bper (+10%), dopo i conti del trimestre, Unicredit (+6,6%), Intesa (+3,3%) e Banco Bpm (+2%).

Lo spread tra Btp e Bund sfiora i 200 punti base (199,9) con il rendimento del decennale italiano che risale al 3%, dopo aver perso 20 punti scendendo al 2,96%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Non rallenta la corsa dei prezzi alimentari
Ad aprile-maggio atteso rialzo del 12,7%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
16:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Non accenna a rallentare la corsa dei prezzi alimentari.
Le rilevazioni sui prezzi pagati all’industria alimentare dalla GDO mostrano un aumento del +2,1% a marzo per la media dei 46 prodotti alimentari maggiormente consumati, con una crescita che si porta al +10,9% rispetto a marzo 2021.
L’indagine di Unioncamere in collaborazione con BMTI e REF Ricerche, prospetta una ulteriore intensificazione dell’inflazione nel bimestre aprile-maggio, quando ci si attendono aumenti per la media dei 46 prodotti alimentari del +3,5% rispetto al bimestre precedente e una crescita su base annua che potrebbe arrampicarsi sino al +12,7%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gas, nessun rallentamento forniture all’Italia. Prezzo oscilla sotto i 100 euro
Chiuso punto di ingresso di Sokhranivka
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
12:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’Ucraina non è più responsabile del trasporto del gas russo attraverso i territori ucraini sotto occupazione militare russa: si tratta di un terzo del volume totale del transito di gas verso l’Europa”.
Lo fa sapere Naftogaz, la compagnia ucraina che gestisce i gasdotti d’interconnessione tra la Russia e l’Europa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Naftogaz ha inviato una lettera a Gazprom nella quale ha informato delle circostanze di “forza maggiore che rendono impossibile continuare il trasporto di gas attraverso il valico di Sokhranivka e la stazione di compressione Novopskov, che si trovano nel territorio occupato dai militari russi”.

Dopo un avvio in rialzo, il prezzo del gas sul mercato europeo si muove per ora piuttosto calmo oscillando poco sotto quota 100 euro al Megawattora, non lontano dalle quotazioni della chiusura di ieri. Dopo che il gestore del sistema di trasporto in Ucraina ha annunciato che fermerà il transito dal punto di ingresso di Sokhranivka a causa delle azioni delle forze di occupazione russe, sulla piazza di Amsterdam di riferimento per l’Europa il metano, sempre molto volatile, scambia attorno ai 98 euro al Mwh, restando per ora al di sotto della soglia psicologica dei 100 euro superata in avvio di seduta.

Nessun rallentamento nel sistema italiano sul fronte delle forniture di gas. E’ quanto si evince dati pubblicati sul sito di Snam. Al momento i flussi a Tarvisio sono in diminuzione rispetto a ieri ma sono compensati da maggior afflusso a Passo Gries (da Nord), grazie all’interconnessione delle reti e alle varie fonti di importazione. Il sistema è bilanciato, la domanda è soddisfatta; proseguono anche le iniezioni di gas in stoccaggio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa brillante dopo Wall Street, Milano +1,8%
A Piazza Affari in luce le banche. Petrolio e gas in calo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
17:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee proseguono brillanti dopo l’avvio in netto rialzo di Wall Street.
Nel giorno in cui i rendimenti del titoli di Stato sono in netto calo, sui mercati azionari sono scattate le prese di profitto dopo il forte calo della vigilia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sotto i riflettori resta l’andamento dell’economia globale, con l’inflazione che resta molto alta e le banche centrali che studiano le prossime mosse.
Tiene banco anche la guerra in Ucraina e l’impatto delle sanzioni alla Russia.
L’indice d’area stoxx 600 guadagna l’1,6%. In rialzo Francoforte (+2,2%), Milano (+1,8%), Parigi (+1,7%), Madrid e Londra (+1,1%). I listini sono sostenuti dall’andamento delle banche e assicurazioni (+2,1%), l’informatica e le auto (+1,9%).
Bene anche le utility (+1,2%), con il prezzo del gas in calo. Ad Amsterdam il prezzo è sceso a 91 euro al Mwh.
Positiva ma meno brillante la performance del comparto dell’energia (+0,5%), con il petrolio in lieve calo. Il Wti si attesta a 102 dollari al barile e il Brent a 105 dollari. Sul fronte valutario l’euro sul dollaro è poco mosso a 1,0547 a Londra.
A Piazza Affari in luce le banche con Bper (+10%), dopo i conti del trimestre, e Unicredit (+6,5%). Bene anche Intesa (+3,8%) e Banco Bpm (+3%). In controtendenza rispetto al listino Saipem (-4%) e Leonardo (-2,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo (+1,04%)
L’ultimo indice Ftse Mib a 23.069 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
10 maggio 2022
17:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano chiude in rialzo.
L’ultimo indice Ftse Mib guadagna l’1,04% a 23.069 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund chiude in calo a 200 punti, rendimento sotto 3%
In calo anche i tassi dei titoli di Stato di Spagna e Grecia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
18:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund tedesco chiude a 200 punti base, rispetto ai 205 punti della chiusura di ieri.
In calo anche il rendimento del decennale italiano che scende sotto il 3% (2,99%), rispetto al 3,22% della chiusura di ieri.

In decisa flessione anche i tassi dei Paesi ‘periferici’ con il decennale spagnolo al 2,09% e quello greco al 3,47%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in rialzo, si guarda a banche centrali
Francoforte (+1,15%), Parigi (+0,51%), Londra (+0,37%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
18:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee chiudono in rialzo, pur perdendo smalto dopo il calo di Wall Street.
Sui mercati sono scattate le prese di profitto dopo la performance negativa della vigilia e con le tensioni sui titoli di Stato.

Gli investitori guardano all’andamento dell’economia globale, l’inflazione e le prossime mosse delle banche centrali sulla politica monetaria, mentre in Ucraina prosegue la guerra che appesantisce il tema delle materie prime e i rincari delle bollette energetiche. Sul fronte valutario l’euro sul dollaro resta debole a 1,0540.
Chiusura in terreno positivo per Francoforte (+1,15%), Parigi (+0,51%), Londra (+0,37%), piatta Madrid (+0,01%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gas: chiude in rialzo con gestore Ucraina,Amsterdam 98,8 euro
Quotazioni salgono del 5,35%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
18:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo del gas chiude in rialzo, dopo l’annuncio del gestore del sistema di trasporto in Ucraina che fermerà il transito da domani dal punto di ingresso di Sokhranivka a causa delle azioni delle forze di occupazione russe.

Sulla piazza di Amsterdam le quotazioni hanno concluso a 98,80 euro al Mwh, con un rialzo del 5,35%, dopo aver toccato un minimo di giornata a 92 euro.
A Londra il prezzo sale a 142,55 penny al Mmbtu (+10,75%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pirelli: in primo trimestre utile balza a 109,8 milioni
Ricavi +22,2%, ebit adjusted +35,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
18:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pirelli ha chiuso il primo trimestre con ricavi in decisa crescita (+22,2%) a 1.521,1 milioni.
L’Ebit adjusted è cresciuto del 35,4% a 228,5 milioni di euro grazie a “un miglioramento del price/mix e alle efficienze che hanno più che compensato l’impatto dello scenario esterno (materie prime e inflazione)”.
L’utile netto (+160,2%) è balzato a 109,8 milioni di euro (+42,2 milioni di euro nel primo trimestre 2021).
Lo scenario macro, tra tensioni geopolitiche, inflazione e calo della domanda per lockdown in Cina, impone cautela e Pirelli mette in cantiere ulteriori misure, oltre a efficienze e price/mix, per compensare lo scenario esterno. Alza comunque le stime sui ricavi, ora attesi tra circa 5,9 e 6 miliardi di euro, mentre si aspetta un appiattimento della crescita dei volumi, attesi tra circa +0,5% e +1,5%. Riduce le stime per l’Ebit Margin Adjusted al 15% circa e la generazione di cassa netta ante dividendi è confermata nella parte bassa della precedente stima a 450 milioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ferragamo: +23,2% ricavi 1/O trimestre 2022, utile 14 mln
400 mln di investimenti per il 2023-26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
10 maggio 2022
18:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I ricavi del primo trimestre 2022 del gruppo Salvatore Ferragamo hanno raggiunto quota 289 milioni di euro, in crescita del 23,2% rispetto al primo trimestre 2021, con un utile netto di 14 milioni a fronte della perdita di 0,6 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente.
Secondo quanto rende noto la maison fiorentina, l’Ebitda è di 66 milioni (+40,4%), l’Ebit di 24 mln (7 mln nel 2021), e la posizione finanziaria netta adjusted vede una liquidità netta di 359 mln, contro i 169 mln del 31 marzo 2021.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ferragamo ha anche annunciato un piano di investimenti da 400 milioni di euro per il 2023-26.
“Sono orgoglioso di far parte di questo brand iconico, fondato su un eccezionale patrimonio di creatività, artigianalità e valori umani”, ha commentato Marco Gobbetti, nuovo amministratore delegato e direttore generale di Salvatore Ferragamo Spa. “Nonostante il perdurare della pandemia e del conflitto in Ucraina – ha aggiunto – in questo primo trimestre abbiamo conseguito una buona crescita dei ricavi e del margine operativo. Pur in presenza di una crescente volatilità del contesto geopolitico ed economico, riteniamo di poter incrementare i ricavi per l’anno in corso, ed oggi stiamo introducendo le leve per accelerare la crescita e realizzare il potenziale di Ferragamo”.
Riguardo al raggiungimento dell’obiettivo di incremento dei ricavi, afferma Ferragamo, “sarà perseguito con una serie di azioni finalizzate a rispondere alla continua evoluzione del contesto del mercato del lusso”. Quattro gli highlights strategici individuati: “Il prodotto sempre al centro – si legge -, nuova energia al marchio, priorità al digitale, arricchimento della customer experience”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude positiva con le banche, brilla Bper
Scivolano Saipem e Leonardo. Spread Btp-Bund a 200 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2022
18:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (+1,04%) chiude in rialzo ma, insieme agli altri listini europei, perde smalto dopo il calo di Wall Street.
Sui mercati azionari scattano le prese di profitto, dopo la performance negativa della vigilia, mentre si attenua il nervosismo sui titoli di Stato con i rendimenti in netto calo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund ha concluso la seduta in flessione a 200 punti base, con il tasso del decennale italiano sotto il 3% al 2,99%.
A Piazza Affari corrono le banche con Bper (+7,8%) che si mette in mostra dopo i conti del primo trimestre. Bene anche Unicredit (+5,5%), Intesa (+1,7%) e Banco Bpm (+1%). In luce Pirelli (+3,9%), nel giorno dei risultati del trimestre con l’utile balzato a 109,8 milioni di euro. Chiusura in deciso rialzo anche per Campari (+2,4%), con l’acquisizione del marchio Picon, tra i leader di mercato degli aperitivi bitter in Francia.
In ordine sparso il comparto dell’energia con il petrolio in calo. Sale Eni (+1,4%), Tenaris (+1%) mentre scivola Saipem (-6,6%), quest’ultima alle prese con le vicende relative al riassetto e all’aumento di capitale. Andamento positivo per le utility dove avanzano Iren (+1,7%), A2a (+1,2%), Hera (+1,1%) e Enel (+0,5%). Seduta in calo anche per Leonardo (-3%), Diasorin (-2,4%), Iveco (-1,6%) e Ferrari (-1,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: a Tokyo apertura in calo (-0,61%)
Attesa dati inflazione Stati Uniti e Cina
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
11 maggio 2022
02:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia la seduta in negativo, dopo la chiusura mista dei mercati azionari Usa, con gli investitori che guardano ai dati sull’inflazione negli Stati Uniti e in Cina, mentre continua la volatilità sul settore tecnologia.
All’inizio delle contrattazioni l’indice di riferimento Nikkei perde lo 0,61% a quota 26.006,67, cedendo 160 punti.
Sul mercato valutario prosegue l’andamento ribassista dello yen sul dollaro, a 130,40, mentre è stabile sull’euro a 137,30.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cina: inflazione di aprile sale a +2,1%, ai massimi 5 mesi
Tensioni Ucraina e supply chain sui prezzi alla produzione, +8%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
11 maggio 2022
04:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’inflazione in Cina balza a sorpresa del 2,1% annuo ad aprile, ai massimi degli ultimi 5 mesi, più dell’1,5% di marzo e dell’1,8% atteso dagli analisti, mentre i prezzi alla produzione scivolano ai minimi degli ultimi 12 mesi attestandosi all’8%, (da 8,3% di marzo e contro il 7,7% stimato), segnalando le pressioni sui costi delle materie prime a causa dell’aggressione della Russia ai danni dell’Ucraina e i persistenti problemi della supply chain.

I prezzi degli alimentari, secondo l’Ufficio nazionale di statistica, salgono dell’1,9%, per la prima volta in 5 mesi e al ritmo più ampio da ottobre 2020, a causa soprattutto della crescita di verdura, frutta, uova e patate.
In rialzo del 2,2% anche la componente non alimentare, confermando gli stessi valori di marzo.
Su base mensile, i prezzi al consumo hanno un aumento dello 0,4%, il doppio delle stime di mercato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gas: avvio ad oltre 100 euro ad Amsterdam con stop Ucraina
Chiuso punto di ingresso di Sokhranivka
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
08:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio in rialzo per il prezzo del gas dopo che il gestore del sistema di trasporto in Ucraina ha annunciato che fermerà il transito dal punto di ingresso di Sokhranivka a causa delle azioni delle forze di occupazione russe.

Sulla piazza di Amsterdam di riferimento per l’Europa il metano nei primissimi scambi ‘quota’ 103 euro al Megawattora in aumento del 4%, dopo che ieri le quotazioni avevano chiuso a 98,80 euro al Mwh, con un rialzo del 5% e punte massime già superiori ai 100 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo, Wti a 102,1 dollari al barile
Brent sfiora 105 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
08:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio in rialzo in avvio di giornata anche sull’onda di un rallentamento dei contagi in Cina che spinge ad una ripresa delle attività: il greggio Wti passa di mano a 102,1 dollari al barile in rialzo del 2,39 sulle quotazioni di ieri sera a New York.
Il Brent sfiora i 105 dollari ( 104,96) in rialzo del 2,44%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: quotazioni in lieve rialzo a 1.842 dollari l’oncia
Sui mercati asiatici +0,23%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
08:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata in lieve rialzo per le quotazioni dell’oro.
Il lingotto con consegna immediata passa di mano sui mercati asiatici a 1.842 dollari l’oncia, con un aumento dello 0,23%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia positiva con Biden, bene i listini cinesi
In rialzo i futures sull’avvio dei mercati azionari europei
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
08:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’idea del presidente statunitense Biden di cancellare i dazi Usa sui prodotti cinesi per combattere l’inflazione, aiutando così le politiche della Fed, ha dato impulso generalmente positivo alle Borse asiatiche e dell’area del Pacifico.

I mercati azionari più in salute sono stati proprio quelli cinesi con Shenzhen che in chiusura segna un rialzo del 2,6% e Shanghai in aumento di quasi due punti percentuali.
Molto bene anche Hong Kong (+1,8%), dove l’indice dei titoli tecnologici in corso di scambi ha segnato rialzi anche superiori al 6%. Più cauta Tokyo (indice Nikkei 225 +0,2%), con Seul piatta nell’indice principale e Sidney in aumento dello 0,1%.
Anche con il petrolio forte sui mercati telematici, generalmente positivi i futures sull’avvio dei listini europei.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund in lieve rialzo a 201 punti in avvio di giornata
Rendimento sale al 3,02%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
08:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata in lieve rialzo per lo spread tra Btp e Bund tedesco a 201 punti a fronte dei 200 della chiusura di ieri.
Il rendimento del titolo decennale italiano torno sopra il 3% al 3,02%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gas, nessun rallentamento forniture all’Italia. Prezzo oscilla sotto i 100 euro
Chiuso punto di ingresso di Sokhranivka
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
12:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’Ucraina non è più responsabile del trasporto del gas russo attraverso i territori ucraini sotto occupazione militare russa: si tratta di un terzo del volume totale del transito di gas verso l’Europa”.
Lo fa sapere Naftogaz, la compagnia ucraina che gestisce i gasdotti d’interconnessione tra la Russia e l’Europa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Naftogaz ha inviato una lettera a Gazprom nella quale ha informato delle circostanze di “forza maggiore che rendono impossibile continuare il trasporto di gas attraverso il valico di Sokhranivka e la stazione di compressione Novopskov, che si trovano nel territorio occupato dai militari russi”.

Dopo un avvio in rialzo, il prezzo del gas sul mercato europeo si muove per ora piuttosto calmo oscillando poco sotto quota 100 euro al Megawattora, non lontano dalle quotazioni della chiusura di ieri. Dopo che il gestore del sistema di trasporto in Ucraina ha annunciato che fermerà il transito dal punto di ingresso di Sokhranivka a causa delle azioni delle forze di occupazione russe, sulla piazza di Amsterdam di riferimento per l’Europa il metano, sempre molto volatile, scambia attorno ai 98 euro al Mwh, restando per ora al di sotto della soglia psicologica dei 100 euro superata in avvio di seduta.

Nessun rallentamento nel sistema italiano sul fronte delle forniture di gas. E’ quanto si evince dati pubblicati sul sito di Snam. Al momento i flussi a Tarvisio sono in diminuzione rispetto a ieri ma sono compensati da maggior afflusso a Passo Gries (da Nord), grazie all’interconnessione delle reti e alle varie fonti di importazione. Il sistema è bilanciato, la domanda è soddisfatta; proseguono anche le iniezioni di gas in stoccaggio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro poco mosso a 1,0543 dollari in apertura
Moneta unica vale 137,3 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
08:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata poco mosso per l’euro.
La moneta unica europea è scambiata a 1,0543 dollari, a fronte del valore di 105,34 di ieri sera a New York.
Sullo yen l’euro passa di mano 137,3 yen, senza sensibili variazioni sulla vigilia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Toyota: utile operativo record nell’anno fiscale, +36,3%
Accelera domanda in Cina e Usa.Confermati obiettivi produzione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
11 maggio 2022
08:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’accelerazione della domanda in Giappone, America del Nord e Cina, e la svalutazione dello yen ai minimi in 20 anni sul dollaro, spingono gli utili di Toyota nell’anno fiscale concluso a fine marzo.
Il risultato operativo segna un aumento record del 36,3% a 3.000 miliardi di yen, l’equivalente di 21,8 miliardi di euro, mentre l’utile netto si assesta a 2.850 miliardi di yen (+27%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La maggiore casa auto per vendite a livello mondiale ha registrato un fatturato in crescita del 15,3% a 31.300 miliardi di yen, malgrado le recenti sospensioni della produzione, a fronte delle difficoltà nell’approvvigionamento dI parti auto dalla Cina, provocate dal lockdown anti-Covid. La guerra in Ucraina continua ad essere un fattore imprevedibile, dicono gli analisti, sebbene la chiusura dell’unico stabilimento in Russia, a San Pietroburgo – che nel 2021 aveva prodotto 80mila vetture, abbia provocato un impatto più limitato del previsto. Il costruttore nipponico conferma obiettivi di produzione per l’anno fiscale in corso di 9,7 milioni di autovetture, malgrado le criticità alle forniture di chips per l’intero comparto delle quattro ruote. L’aumento dei prezzi delle materie prime, inoltre, conduce Toyota a prevedere un ridimensionamento dell’utile netto del 20,7% a 2.260 miliardi di yen per l’anno in corso, e dell’utile operativo a 2.400 miliardi di yen (-19,9%). In rialzo invece il fatturato annuale, nella misura del 5% a 33.000 miliardi di yen, pari a 240 miliardi di euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo, Ftse Mib +0,8%
In aumento anche l’indice Ftse All share
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
11 maggio 2022
09:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio positivo per Piazza Affari: l’indice Ftse Mib segna un aumento dello 0,89%, l’Ftse All share una crescita dello 0,81%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa parte positiva, Londra +0,6%
In aumento anche Francoforte, bene Parigi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
09:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente solidi nei primissimi scambi: la Borsa di Londra ha aperto in aumento dello 0,6%, con Francoforte in crescita dello 0,3% e Parigi forte in rialzo dell’1,2%.
Positiva di un punto percentuale la partenza di Amsterdam, con Madrid in aumento dello 0,5%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano tiene con Unicredit, debole Recordati
Spread sotto quota 200, corre Ferragamo (+4%) dopo i conti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
09:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I primi scambi confermano la partenza positiva di Piazza Affari, che si muove sostanzialmente in linea con le altre Borse europee: l’indice Ftse Mib segna un aumento dello 0,5%, spinto anche da Unicredit in crescita di oltre due punti percentuali a seguire uno strappo in avvio del 4% dopo il lancio del programma di buy back da 1,6 miliardi.

In un clima comunque ancora incerto (spread Btp-Bund a quota 198 e rendimento del prodotto del Tesoro poco sotto il 3%), tra gli altri titoli principali di Milano salgono di oltre il 2% anche Banca Generali e Pirelli.
Piatta Mediobanca attorno ai 9,8 euro, debole Recordati che scende del 3% attorno a quota 41.
Nel paniere a minore capitalizzazione, Ferragamo corre del 4% dopo i conti resi noti ieri a mercati chiusi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banche: studio, guerra pesa ma utili tengono, allarme spread
First, aumento differenziale colpisce patrimonio,bene rettifiche
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
09:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La guerra, e in particolare le svalutazioni delle attività russe, pesano sui risultati trimestrali delle banche italiane che si dimezzano da 2,9 a 1,5 miliardi di euro restando comunque in territorio positivo.
E’ quanto emerge dall’analisi sui bilanci dell’ufficio studi First Cisl secondo cui però preoccupa l’aumento dello spread che ha determinato una flessione dell’indice Cet1 “sceso di quasi un punto percentuale” rispetto a fine anno e potrebbe portare a ulteriori deterioramenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le rettifiche sui crediti sono aumentate dell’82,6% ma senza le svalutazioni delle attività russe di Unicredit e Intesa, il trend sarebbe addirittura opposto, con una forte riduzione delle rettifiche ed una loro incidenza ridotta (2,4%) sui ricavi operativi.
“La guerra non ha indotto le banche a modificare la loro politica di distribuzione di dividendi e acquisto di azioni proprie – commenta il segretario generale di First Cisl Riccardo Colombani – secondo cui le banche non possono proseguire nella strategia di compressione dei costi, evidenziata dalla discesa sotto il 50% del cost/income, dato nettamente inferiore alla media europea, e dalla continua chiusura di filialli”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Rinnovabili: Iea,nel 2022 record capacità nel mondo a 320 Gw
Traina solare in Cina e Europa. Per crescere, politiche forti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
09:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’energia rinnovabile è destinata a battere un altro record globale nel 2022, nonostante le sfide dell’aumento dei costi e della catena di approvvigionamento.
La crescita della capacità è trainata principalmente dal solare fotovoltaico in Cina e in Europa poiché le energie rinnovabili dimostrano vantaggi in termini di sicurezza energetica in mezzo alle turbolenze del mercato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo afferma la Iea (International energy agency) nell’aggiornamento sul mercato dell’energia rinnovabile spiegando che nel 2021 il mondo ha aggiunto 295 Gigawatt di nuova capacità di energia rinnovabile, nonostante gli ostacoli della catena di approvvigionamento, dei ritardi nella costruzione e i prezzi elevati delle materie prime e che la capacità aumenterà quest’anno a 320 gigawatt, quanto potrebbe soddisfare l’intera domanda di elettricità della Germania o la produzione totale di elettricità dell’Unione europea con gas naturale.
Il solare fotovoltaico, stima la Iea, rappresenterà il 60% della crescita globale dell’energia rinnovabile nel 2022, seguito da eolico e idroelettrico.
Nell’Unione Europea, la capacità annuale è cresciuta di quasi il 30% a 36 gigawatt nel 2021, superando il precedente record di 35 gigawatt di dieci anni fa. L’ulteriore capacità rinnovabile commissionata per il 2022 e il 2023 ha il potenziale per ridurre significativamente la dipendenza dell’Unione europea dal gas russo nel settore energetico a patto che ci siano misure di efficienza energetica di successo per tenere sotto controllo la domanda di energia.
In assenza di politiche più forti, la capacità di energia rinnovabile aggiunta in tutto il mondo dovrebbe stabilizzarsi nel 2023, poiché i continui progressi per il solare sono compensati da un calo del 40% dell’espansione dell’energia idroelettrica e da un piccolo cambiamento nell’energia eolica.
Le prospettive per le energie rinnovabili per il 2023 e oltre, sottolinea la Iea, dipenderanno in larga misura da politiche nuove e più forti nei prossimi sei mesi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Mosca apre stabile, rublo piatto su euro e dollaro
Moneta russa a quota 73 contro divisa europea
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
09:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio senza scosse per la Borsa di Mosca: l’indice Moex in rubli in partenza di giornata segna una crescita dello 0,3%, l’Rtsi espresso in dollari un calo dello 0,4%.

Piuttosto stabile il rublo: contro il dollaro si muove attorno a quota 69, nei confronti dell’euro su un livello di 73.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lagarde, rialzo dei tassi poche settimane dopo lo stop degli acquisti
La presidente della Bce: ‘La normalizzazione politica monetaria sarà graduale’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
16:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Bce dovrebbe concludere gli acquisti netti di titoli “all’inizio del terzo trimestre” e il primo rialzo dei tassi avverrà qualche tempo dopo: “questo può significare un periodo di poche settimane”.
Lo ha detto la presidente della Bce Christine Lagarde a Lubiana.
Dopo il primo rialzo dei tassi, “il processo di normalizzazione sarà graduale”, ha aggiunto.
Le prospettive d’inflazione stanno cambiando nel medio termine – fa sapere la presidente – di fronte a fattori strutturali come le strozzature all’offerta che la guerra ha esasperato, ma che rimarranno. E di fronte a questo scenario “è giusto che la politica monetaria torni a un assetto più normale”. Christine Lagarde ha spiegato che le misure dell’inflazione di fondo “sono quasi tutte sopra il 2%” e l’economia globale sembra destinata ad affrontare “ulteriori shock negativi d’offerta e pressioni sul lato dei costi”, anche di fronte alla necessità di “accelerare la transizione green come mezzo per ridurre la dipendenza da attori ostili”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Unicredit: corre in Borsa (+6%) dopo programma buy back
Con annuncio di ieri a mercati chiusi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
10:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Accelera Unicredit in Piazza Affari dopo l’annuncio di ieri a mercati chiusi dell’avvio del programma di acquisto di azioni proprie fino a 1,6 miliardi: il titolo, partito bene, sale del 6% a 9 euro, con scambi piuttosto forti.

Gli acquisti saranno avviati nella settimana corrente e si prevede che possano concludersi indicativamente entro luglio prossimo.
L’istituto per il programma ha conferito l’incarico a Goldman Sachs dopo che la prima tranche del buy-back 2021 è stata autorizzata dalla Bce.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nasce Edison Next per decarbonizzazione aziende e territori
Investimenti per 2,5 miliardi in Italia e Spagna
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
10:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nasce Edison Next, la società di Edison che affianca le aziende e la pubblica amministrazione nella transizione ecologica e nella decarbonizzazione.
La società, già presente in Italia, Spagna e Polonia, in oltre 65 siti industriali, 2.100 strutture (pubbliche e private) e 280 città, può contare su oltre 3.500 persone.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Edison Next seguirà le aziende in un percorso di trasformazione che coniughi sostenibilità e competitività. La società si rivolge alla pubblica amministrazione per lo sviluppo dei territori proponendo servizi energetici per edifici (scuole, ospedali, centri sportivi, carceri) e soluzioni di rigenerazione urbana.
La nuova società di Edison ha annunciato un piano di sviluppo con investimenti per 2,5 miliardi di euro al 2030, di cui 300 milioni per il settore dei servizi energetici in Spagna, e un obiettivo di Ebitda pari a 300 milioni di euro. Edison Next ha perfezionato l’acquisizione di Citelum, secondo operatore in Italia nel settore dell’illuminazione pubblica e quinto in Spagna con una quota di mercato pari al 10%. In Spagna Edison Next ha inoltre rilevato il controllo di Sistrol, società digitale attiva nei servizi energetici per il terziario.
“Oggi con Edison Next acceleriamo sui servizi energetici e ambientali, uno dei pilastri della nostra strategia insieme alle fonti rinnovabili, all’uso efficiente del gas naturale e ai servizi innovativi per i clienti residenziali”, afferma Nicola Monti, amministratore delegato di Edison.
“Oggi nasce Edison Next e siamo orgogliosi di annunciare il nostro piano di investimenti al 2030. Puntiamo a diventare un operatore di riferimento in Spagna come in Italia”, sostiene Giovanni Brianza, amministratore delegato di Edison Next.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa accelera in attesa Usa, bene Milano (+1,4%)
Operatori guardano a inflazione Usa e Fed, tiene spread
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
10:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo una partenza già positiva, i mercati azionari del Vecchio continente accelerano: le Borse di Parigi e Milano guidano i rialzi con un aumento dell’1,4%, seguite da Amsterdam e Madrid in crescita di un punto percentuale e Londra positiva dello 0,9%.
Francoforte più cauta in aumento comunque dello 0,5%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
piatta Mosca con il rublo stabile.
Il prezzo del gas, comunque sempre molto volatile, resta per ora sotto i 100 euro al megawattora, ma gli operatori sembrano guardare soprattutto all’inflazione negli Stati Uniti attesa in lieve raffreddamento, che darebbe comunque alla Fed la possibilità di non stringere troppo sui tassi.
In questo clima, con l’allentamento della tensione sui titoli di Stato e lo spread calmo per ora sotto quota 200, in Piazza Affari dopo l’annuncio del programma di buy-back, sempre molto forte Unicredit, entrata anche in asta di volatilità, che sale del 7% a 9 euro, con Banca Generali in aumento del 5% a quota 31,3. Bene anche Intesa e Stellantis, in aumento di oltre due punti percentuali, sempre debole Recordati che scivola del 3%.
A Parigi EssilorLuxottica recupera tre punti percentuali oltre i 148 euro dopo le vendite di ieri in scia ai conti del gruppo dell’ottica statunitense National Vision.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund: in calo a 196 punti, tasso al 2,93%
In allentamento la tensione sui titoli di Stato europei
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
10:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread tra Btp e Bund tedeschi a 10 anni in calo sui mercati telematici: il differenziale segna 196 punti base rispetto ai 200 della chiusura di ieri e ai 201 dell’avvio della seduta odierna.

In allentamento la tensione in generale sui titoli di Stato europei e soprattutto sul prodotto del Tesoro, il cui rendimento scende al 2,93% dopo aver concluso alla vigilia a quota 2,99%.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano forte con Europa, bene le banche
Mercati solidi dopo Lagarde, petrolio e attesa dati Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
11:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il discorso della presidente della Bce Lagarde, la forza del petrolio sulle indicazioni dell’Opec e le attese per i dati dell’inflazione statunitense rafforzano le Borse europee, con Milano che ha toccato una crescita del 2% nell’indice Ftse Mib per poi portarsi su rialzi leggermente inferiori.

Sullo stesso piano Parigi, con gli altri listini che si muovono su aumenti ampiamente superiori al punto percentuale.
In Piazza Affari in particolare molto bene le banche anche per l’allentamento dello spread Btp-Bund, con Unicredit in aumento del 7% sul piano di buy back e Banca Generali in crescita del 5%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tesoro: tasso Bot 1 anno torna positivo, prima volta da 2020
Rendimento sale a 0,121%. Assegnati in asta 6,5 mld di euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
11:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Torna positivo il tasso dei Bot a 1 anno.
E’ la prima volta da giugno del 2020.
Nell’asta odierna del Tesoro il rendimento del titolo a 12 mesi è salito a 0,121% da -0,105% del collocamento di aprile. Assegnato il massimo importo prefissato di 6,5 miliardi a fronte di una domanda che ha superato i 9,73 miliardi di euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fintech: Ciocca (Consob), è ora di accelerare sulle regole
Commissario al Salone del Risparmio nel focus sui digital asset
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
11:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia deve spingere l’acceleratore sulla regolamentazione della finanza digitale.

“Siamo a uno snodo centrale: ora o mai più”, dice il commissario Consob, Paolo Ciocca, intervenendo alla conferenza “Digital asset: tra sperimentazione e regolamentazione” nell’ambito del Salone del Risparmio 2022.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

“Il mio primo sogno è l’accelerazione di Micar e Pilot”, i regolamenti europei che fanno parte del pacchetto sulla finanza digitale, volti all’ordinato sviluppo dei mercati di crypto-asset e dei security token. Su queste due proposte “la discussione procede abbastanza velocemente”, ma “i tempi di avvio sono complessi, perché è una negoziazione con il regolatore, con l’Esma: è un meccanismo non semplice”, spiega Ciocca che poi, riprendendo le parole di Martin Luter King, dice: “I have a dream”. Il sogno è che l’Italia anticipasse a livello nazionale “tutto quello che si può” di Micar (Markets in Crypto-Assets Regulation) e Pilot, che regolamenta la fase di sperimentazione delle piattaforme informatiche. Altro tema chiave è la cybersecurity, con il regolamento Dora (Digital Operational Resilience Act). Su questo “si è raggiunto l’accordo politico che rappresenta un passo importante e pone l’Europa a un livello avanzato rispetto agli Stati Uniti”. Questo è fondamentale perché – sottolinea Ciocca – oggi “senza sicurezza non c’è fiducia nella finanza digitale”. L’auspicio del Commissario Consob è poi quello di “allargare la sandbox italiana” che consente agli operatori fintech di sperimentare per un periodo di tempo limitato prodotti e servizi tecnologicamente innovativi nel settore bancario, finanziario e assicurativo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cucinelli e il principe Carlo insieme per l’Himalaya
L’azienda collabora con “The Sustainable Market Initiative”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
11 maggio 2022
11:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Casa di Moda Brunello Cucinelli aderisce alla “Fashion Task Force” della “The Sustainable Market Initiative”, ideata e presieduta dal principe Carlo d’Inghilterra, il cui obiettivo è quello di costruire uno sforzo globale coordinato per consentire al settore privato di accelerare la transizione verso un futuro sostenibile.

All’interno dell’iniziativa operano varie task force, ciascuna dedicata ad un settore specifico: dalla moda, al settore bancario, fino alla transizione energetica, che mira a produrre effetti positivi sul clima e sulla natura, garantendo il proprio impegno nei flussi di lavoro dedicati all’agricoltura rigenerativa, nonché nel sostenere economicamente il progetto “Himalayan Regenerative Fashion Living Lab”.
Nel concreto il progetto ripristinerà paesaggi degradati e recupererà le tradizionali abilità artigianali e tessili al fine di migliorare le economie locali del cashmere, del cotone e della seta, affrontando le sfide globali legate al cambiamento climatico e alla perdita di biodiversità. Il progetto “Himalayan Regenerative Living Lab” – spiega l’azienda di Solomeo – si avvarrà sul campo dell’associazione Reforest Action e della Circular Bioeconomy Alliance guidata dallo scienziato Marc Palahi e durerà per un periodo di due anni (2022-2023).
“È con sincero entusiasmo – ha commentato Brunello Cucinelli -che abbiamo accettato di partecipare ad un progetto di altissima umanità, affinché diverse popolazioni possano continuare a vivere nei luoghi della loro antica vita in armonia con la natura”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sindacati revocano lo sciopero del 30 maggio
Rinnovato il contratto collettivo nazionale di lavoro del trasporto pubblico locale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
12:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bene il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro degli autoferrotranvieri-internavigatori (Mobilità area tpl), scaduto il 31 dicembre 2017 e che interessa circa 120 mila lavoratori e lavoratrici del trasporto pubblico locale.
Lo affermano Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Faisa-Cisal e Ugl-Fna: pertanto, spiegano, lo sciopero di 24 ore senza fasce di garanzia del prossimo 30 maggio “verrà revocato, avendo chiuso positivamente una lunga vertenza per un contratto scaduto da più di 4 anni”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il contratto ha vigenza dal primo gennaio 2021 al 31 dicembre 2023 e prevede un aumento medio di 110 euro e una tantum di 500 euro per la vacanza contrattuale.
L’aumento medio- chiariscono – è così suddiviso: 90 euro destinati all’aumento tabellare medio mensile, 8 euro costituiranno la nuova indennità ferie che sarà erogata a ogni giornata fruita per un totale di 25/26 giornate annue e 12 euro mensili destinati all’assistenza sanitaria integrativa, a decorrere dal primo gennaio 2023. “Abbiamo raggiunto l’accordo anche sull’una tantum di 500 euro per la vacanza contrattuale. L’ipotesi di accordo sarà sottoposta a referendum dei lavoratori”, proseguono le sigle sindacali. “Alla base del rinnovo, così come richiesto dalle organizzazioni sindacali – concludono – non è stata affrontata una discussione di merito sugli aspetti normativi, rimandandola di fatto a quello che sarà il prossimo rinnovo. Quest’ultimo dovrà traguardare le importanti sfide che attendono il trasporto pubblico locale, nell’attesa della sospirata riforma del settore, ferma in parlamento da quando il professor Bernardo Mattarella ha consegnato alle Camere a settembre 2021 gli esiti della relativa Commissione di studio da lui presieduta”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lagarde apre a un rialzo a luglio, l’inflazione resterà alta
Stretta sui tassi poche settimane dopo la fine degli acquisti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
12:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Bce dovrebbe concludere gli acquisti netti di titoli “all’inizio del terzo trimestre” e il primo rialzo dei tassi può avvenire anche “poche settimane” dopo.
Lo ha detto la presidente della Bce Christine Lagarde a Lubiana, aprendo alla possibilità di un primo rialzo dei tassi d’interesse nell’area euro al meeting del 21 luglio Dopo il primo rialzo dei tassi, “il processo di normalizzazione sarà graduale”, ha rassicurato Lagarde, che tuttavia ha evocato un cambiamento strutturale dell’inflazione di fronte al quale “è giusto che la politica monetaria torni a un assetto più normale”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Infatti le prospettive d’inflazione stanno cambiando nel medio termine, di fronte a fattori strutturali come le strozzature all’offerta che la guerra ha esasperato, ma che rimarranno, facendo sì che nel medio termine l’inflazione appaia sempre più ancorata all’obbiettivo del 2%.
Le misure dell’inflazione di fondo – ha detto Lagarde – “sono quasi tutte sopra il 2%” e l’economia globale sembra destinata ad affrontare “ulteriori shock negativi d’offerta e pressioni sul lato dei costi”, anche di fronte alla necessità di “accelerare la transizione green come mezzo per ridurre la dipendenza da attori ostili”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediobanca: crescono utile e ricavi 9 mesi, conferma payout
Non esposta a rischio Russia e Ucraina
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
12:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediobanca archivia i nove mesi con un utile di 716 milioni in crescita del 19% e ricavi in aumento del 9% a 2.147 milioni grazie al margine di interesse e alle commissioni.
Queste ultime crescono per sviluppo wealth management e apporto dell’investment banking.
Nel trimetre l’utile netto è stabile a 190 milioni e i ricavi di circa 700 milioni.
La banca non ha alcuna esposizione materiale al rischio Russia e Ucraina. E’ in corso il buyback fino al 3% del capitale dopo che è già stato riacquistato il 2% e viene confermato un cash payout del 70% che, sommato al payout del buyback, assicura un remunerazione del 100%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ambiente: armatori siglano Blue Agreement Trieste-Monfalcone
Ridurre impatto nei pressi città. Costa, nel 2022 circa 40 scali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
11 maggio 2022
12:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Diventa operativo il “Trieste & Monfalcone Blue Agreement”, l’accordo per ridurre le emissioni in atmosfera prodotte dalle navi da crociera e Ro-Ro che scalano i due porti.
Dopo una prima intesa da parte di Autorità di Sistema Portuale, Capitanerie e Agenti Marittimi, oggi hanno siglato gli armatori: Costa Crociere, Msc, Dfds e Ulusoy.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Il documento prevede che, volontariamente, le navi in avvicinamento a porti, ormeggi, e in allontanamento, utilizzino un combustibile a basso tenore di zolfo riducendo le emissioni sul tessuto urbano delle città. L’iniziativa ha il sostegno di tutte le istituzioni del territorio.
Per Zeno D’Agostino, presidente Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, “l’adesione delle compagnie è una prova di come i protagonisti della nostra comunità condividono una visione in cui l’ambiente è una priorità assoluta”.
Beniamino Maltese, Vice Presidente esecutivo and CFO Costa Group ha sottolineato che Trieste ha un’importanza crescente nelle strategie Costa Crociere: nel 2022 prevediamo di effettuare circa 40 scali”.
Il sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza, ha ricordato che la città è prima per qualità della vita in Italia, e che dunque “è necessario investire su azioni concrete per una città sempre più sostenibile”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediobanca: crescono utile e ricavi 9 mesi, conferma payout
Non esposta a rischio Russia e Ucraina
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
12:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediobanca archivia i nove mesi con un utile di 716 milioni in crescita del 19% e ricavi in aumento del 9% a 2.147 milioni grazie al margine di interesse e alle commissioni.
Queste ultime crescono per sviluppo wealth management e apporto dell’investment banking.
Nel trimetre l’utile netto è stabile a 190 milioni e i ricavi di circa 700 milioni.
La banca non ha alcuna esposizione materiale al rischio Russia e Ucraina. E’ in corso il buyback fino al 3% del capitale dopo che è già stato riacquistato il 2% e viene confermato un cash payout del 70% che, sommato al payout del buyback, assicura un remunerazione del 100%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Rinnovato contratto trasporto locale, revocato sciopero 30/5
Si chiude una lunga vertenza, aumento medio di 110 euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
12:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Siglata l’intesa per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro Autoferrotranvieri (mobilità Tpl) scaduto il 31 dicembre 2017 e che interessa circa 120 mila lavoratori e lavoratrici del trasporto pubblico locale.

Bene, l’accordo commentano Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Faisa-Cisal e Ugl-Fna annunciando che lo sciopero di 24 ore senza fasce di garanzia del prossimo 30 maggio “verrà revocato, avendo chiuso positivamente una lunga vertenza per un contratto scaduto da più di 4 anni”.
Il contratto 2021-2023 prevede un aumento medio di 110 euro e una tantum di 500 euro per la vacanza contrattuale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il futuro del Sud si ‘disegna’ da venerdì a Sorrento
Al Forum con Mattarella, il premier Draghi e diversi ministri
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
SORRENTO (NAPOLI)
11 maggio 2022
13:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’obiettivo è quello di elaborare una nuova agenda strategica per il Sud.
Così da venerdì, per due giorni, ministri, business leader e opinione maker si confronteranno a tutto campo, a Sorrento nel corso dei lavori del meeting “Verso Sud”, voluto dal ministro per la Coesione territoriale, Mara Carfagna e realizzato da The European House-Ambrosetti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Durante il forum verrà fatto anche un focus sulle enormi potenzialità del Mezzogiorno e sulle aree che sono strategiche per la crescita dell’intera area del Mediterraneo. Il Sud, inoltre, può avere un ruolo da protagonista nella green transition mentre i porti del Mezzogiorno potranno segnare anche per il futuro, primati nella movimentazione delle merci e nel crocierismo. Senza trascurare che proprio il Pnrr prevede un grande impulso per settori strategici.
Saranno presenti il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e il presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico. E nutrita è la rappresentanza del Governo: dal premier Mario Draghi al ministro Mara Carfagna, da Renato Brunetta a Roberto Cingolani, da Vittorio Colao a Luigi Di Maio. E ancora i ministri Giancarlo Giorgetti, Enrico Giovannini, Daniele Franco e Mariastella Gelmini.
Tra i relatori ad oggi confermati ci sono Abdel Aziz Abu Hamad Aluwaisheg (Vice Segretario Generale, Consiglio di Cooperazione del Golfo, Arabia Saudita), Figen Ayan (Presidente, MedCruise), Manuel Besteiro Galindo (President of the General Assembly, Mediterranean Rail Freigh Corridor), António Costa Silva (Ministro dell’Economia e del Mare, Portogallo), Marouane El Abassi (Governatore, Banca Centrale della Tunisia), Arancha Gonzalez (Dean, Paris School of international Affairs), Kyriakos Pierrakakis (ministro della Governance Digitale, Grecia), Adnan Shihab-Eldin (Senior Visiting Research Fellow, Oxford Institute for Energy Studies; ex Segretario Generale, OPEC).
A Sorrento, sin da oggi, sono state rafforzate le misure di sicurezza in vista dell’arrivo dei numerosi relatori.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Eni: ok a bilancio, cedola 2021 Tesoro da 940,4 milioni
Quella per il 2022, in 4 tranches, ammonterà a poco più di 962
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
13:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’assemblea degli azionisti di Eni ha approvato il bilancio 2021 chiuso con l’utile di 7,674 miliardi.

Lo rende noto la società al termine della riunione che ha anche approvato il pagamento del saldo del dividendo di 0,43 euro per azione che risulteranno in circolazione alla data di stacco cedola, escluse le azioni proprie in portafoglio a quella data.

Il pagamento sarà effettuato il 25 maggio 2022, con data di stacco il 23 maggio 2022 e “record date” il 24 maggio 2022. Con il dividendo 2021 di 0,86 euro per azione, all’azionista pubblico che ha il 30,33%, vanno in totale 940, 6 milioni di euro. Inoltre l’assemblea dei soci di Eni, “tenuto conto della Politica di Remunerazione degli Azionisti approvata dal Cda il 17 marzo 2022, approva la distribuzione, a titolo e in luogo del pagamento del dividendo relativo all’esercizio 2022, di una somma di 0,88 euro per azione da operarsi, in tranches di pari importo, nei mesi di settembre 2022, novembre 2022, marzo 2023 e maggio 2023”. La quota totale che spetterà al Tesoro sarà intorno a 962,5 milioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano resta forte (+2%) con Europa, spinge Unicredit
Bene lo spread e le banche, future su avvio Wall street positivi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
13:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue la corrente di acquisti sui mercati azionari europei, con la Borsa di Milano che conferma il rialzo di due punti percentuali insieme a Parigi, seguite da Amsterdam e Madrid in aumento dell’1,3%.
Solida anche Francoforte (+1,2%), con Londra in aumento dell’1,1%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Incerti i listini di Mosca, che ondeggiano attorno alla parità, così come il rublo su euro e dollaro.
A rafforzare i mercati azionari sono diversi fattori: il discorso della presidente della Bce Lagarde, il rilancio del prezzo del petrolio anche sulle indicazioni dell’Opec e le attese per i dati dell’inflazione statunitense, che potrebbero raffreddare le politiche monetarie della Fed. Positivi i futures sull’avvio di Wall street.
Confermato il chiaro allentamento della tensione sui titoli di Stato europei e italiani in particolare, con il Btp a 10 anni che segna un tasso del 2,9% mentre lo spread con l’omologo Bund tedesco ondeggia tra 193 e 194 punti base. Calmo il gas sotto i 100 euro al Megawattora dopo la conferma da parte dell’ucraina Naftogaz del rallentamento delle forniture in Europa con lo stop del valico di Sokhranivka e della stazione di compressione di Novopskov “che si trovano nel territorio occupato dai militari russi”.
In questo quadro in Piazza Affari sempre di corsa Unicredit che sale del 9% a 9,2 euro dopo l’avvio del nuovo piano di buy back, con rialzi di sei punti percentuali per Banca Generali e Moncler, quest’ultima passata anche per l’asta di volatilità.
Forti in generale le banche (Mediolanum +4% dopo la sentenza europea sulla partecipazione di Fininvest), con Intesa che sale di oltre tre punti percentuali. Tra i titoli principali debole Recordati, che scende di oltre due punti percentuali dopo i conti resi noti ieri.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Salone del Risparmio: Trabattoni, la liqudità non resti sui conti
Industria risparmio gestito è punto saldo per le persone
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
11 maggio 2022
13:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Di fronte a un’ingente somma di ricchezza parcheggiata sui conti correnti, la sfida del momento “è far sì che le persone utilizzino questa liquidità e non la lascino, in un momento particolarmente inflattivo, a giacere sui conti”.
Lo sottolinea il presidente di Assogestioni, Carlo Trabattoni, durante la seconda giornata del Salone del Risparmio 2022 al Mico di Milano.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

“L’inflazione è una preoccupazione che tutti noi come risparmiatori abbiamo. In più, abbiamo una guerra alle nostre porte che ci destabilizza e innesca un meccanismo di riserva che porta ad accumulare più liquidità nei conti”, afferma Trabattoni. L’industria del risparmio gestito “è molto sana: veniamo da un anno straordinario per la raccolta (93 miliardi di euro) e lavoriamo oltre 2.500 miliardi di euro. Una cifra impressionante che significa quanto le persone guardino all’industria del risparmio gestito, e ad Assogesitoni, come un punto saldo per le proprie scelte”.
Nel lungo periodo per l’industria del risparmio gestito la sfida è quella di diventare “ancora più centrale nella vita dei risparmiatori”, quindi, di “dialogare ancora di più con i cittadini”, sostiene il presidente di Assogestioni, evidenziando poi l’importanza dell’innovazione che “dovrà essere la base di quello che vogliamo fare per generare nuove prodotti, ma anche nuovi modelli di comunicazione”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Acri: Francesco Profumo confermato presidente
Con nomina consiglio per 2022-2044 da assemblea
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
13:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Francesco Profumo, presidente della Fondazione Compagnia di San Paolo, è stato confermato all’unanimità presidente dell’Acri Acri – Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa, dall’assemblea che ha nominato il nuovo Consiglio per il triennio 2022-2024.
E’ quanto si legge in una nota secondo cui il Consiglio, con il coinvolgimento delle articolazioni territoriali che aggregano le Fondazioni, eleggerà i membri del Comitato esecutivo e, fra questi, su designazione del Presidente, nominerà i vicepresidenti dell’Associazione nella prima seduta, prevista per la prima metà di giugno.

L’Assemblea ha anche rinnovato la composizione dei Collegio dei revisori dei conti, del Comitato piccole e medie Fondazioni e del Comitato delle Società bancarie.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bcc Banca Iccrea: cartolarizza crediti Npl per 650mln euro
Operazione assistita da garanzia pubblica Gacs
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
14:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BCC Banca Iccrea (Capogruppo del Gruppo BCC Iccrea) ha perfezionato la sesta cartolarizzazione di crediti non performing (NPL) assistita da garanzia “GACS”, del valore di 650 milioni di euro e originata da 5.700 debitori.
Lo si legge in una nota secondo cui “all’operazione hanno partecipato 71 Banche, di cui 68 appartenenti al Gruppo BCC Iccrea (64 BCC, Banca Sviluppo, BCC Banca Iccrea, BCC Banca Impresa e Banca Medio Credito del Friuli Venezia Giulia) a cui si sono aggiunte Banca Valsabbina, Banca di Credito Popolare e Cassa di Risparmio di Asti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

“L’operazione appena conclusa è un ulteriore passo verso il raggiungimento degli obiettivi di derisking del Gruppo BCC Iccrea – ha commentato Mauro Pastore, Direttore Generale di BCC Banca Iccrea – un successo raggiunto grazie al nostro profondo impegno anche attraverso iniziative articolate come questa, con un alto numero di controparti, e a distanza di soli cinque mesi dall’ultima perfezionata in cui il Gruppo aveva dismesso circa 1 miliardo di euro di crediti in sofferenza. La finalizzazione di questa nuova cessione conferma il nostro livello di competenze specialistiche al servizio sia delle BCC aderenti al Gruppo che di realtà esterne”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Brembo: nel trimestre utile sale a 71,7 milioni (+16,8%)
In aumento anche i ricavi a 857 milioni (+27%). Cresce Ebitda
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
14:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Brembo chiude il primo trimestre con un utile netto di 71,7milioni, in crescita del 16,8% rispetto ai 61,4milioni dello stesso periodo dell’anno scorso.

In crescita anche i ricavi che si attestano a 857,6 milioni, in aumento del 27,0% rispetto al primo trimestre del 2021.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Il margine operativo lordo (Ebitda) del trimestre ammonta a 150,8 milioni, rispetto a 135,6milioni dello stesso periodo del 2021. Nei primi tre mesi dell’anno il gruppo ha registrato investimenti pari a 59,9 milioni di euro. Brembo ha registrato un andamento positivo in tutti i segmenti in cui opera. Il settore auto è in crescita del 26,2%, le applicazioni per motocicli del 39,9%, quelle per veicoli commerciali del 16,6% e le competizioni del 28,1%.
“Brembo comincia il nuovo anno con risultati positivi. I dati del primo trimestre 2022, approvati oggi dal consiglio di amministrazione, mostrano fatturato e margini in crescita rispetto allo stesso periodo del 2021”, afferma il presidente Matteo Tiraboschi. “È un risultato – aggiunge – che ci dà soddisfazione, soprattutto considerando il complesso scenario globale in cui operiamo. Abbiamo da tempo colto i segnali di trasformazione del nostro settore e proseguiamo nel percorso strategico che ci vede impegnati nello sviluppo di soluzioni innovative per la mobilità del futuro”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Usa: inflazione corre, prezzi salgono in aprile dell’8,3%
Il dato sopra le attese degli analisti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
11 maggio 2022
14:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’inflazione negli Stati Uniti si mantiene sui massimi degli ultimi 40 anni.
I prezzi al consumo in aprile sono saliti dell’8,3%, sopra le attese degli analisti che scommettevano su un aumento dell’8,1% ma in rallentamento rispetto al +8,5% di marzo.
Su base mensile i prezzi sono saliti dello 0,3%, oltre il +0,2% che attendeva il mercato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Music Retreat, tra canzoni e lustrini come una pop star
Con Booking.com un’esclusiva esperienza per 4 fortunati ospiti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
11 maggio 2022
15:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Esplorare una dimora storica a ritmo dI musica, per ritrovarsi in una fiaba che sa di inclusività, bellezza, gioia, colore.
E poi, nella stravaganza di sfolgoranti lustrini e paillettes, tra note al neon, morbidi cuscini, strumenti musicali e vinili che girano, veder diventare realtà il sogno di vivere come una vera pop star.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ “Music Retreat”, l’esclusivo soggiorno a tema proposto da Booking.com in occasione dell’Eurovision Song Contest di Torino che proprio il 10 maggio apre i battenti.
Allestito nella sontuosa Casa del Pingone, uno degli edifici più antichi del centro di Torino risalente al XV secolo, situato proprio di fronte alle Porte Palatine, “Music Retreat” si prepara ad accogliere le due fortunate coppie di fan dell’Eurovision che nei giorni scorsi sono riuscite ad accaparrarsi il soggiorno e la possibilità di assistere alla semifinale e alla finale con dei biglietti vip: un’occasione unica che Booking.com, in qualità di partner ufficiale della manifestazione per quanto riguarda i viaggi, ha scelto di offrire a un prezzo simbolico ai suoi ospiti per far vivere loro un’esperienza divertente a 360° nel mondo della musica.
La prima coppia viene dalla Svezia ed è attesa per giovedì 12 maggio, in occasione della seconda semifinale; gli altri due ospiti invece sono italiani e arriveranno sabato 14 per assistere alla serata conclusiva. Per ognuno dei 4 è pronto un soggiorno all’insegna del divertimento, tra lusso e glamour: 24 ore di “ritiro”, in cui comportarsi in tutto e per tutto come un’icona musicale, registrando canzoni, facendo gong yoga e servizi fotografici. La musica del resto è nell’aria già di fronte allo storico portone, con i volti in stile pop art degli artisti più amati, da Mahmood e Blanco ai Maneskin, fino a Conchita Wurst, ambassador di Booking.com, che accoglierà gli ospiti al loro check-in e sabato farà una performance proprio nella Casa del Pingone.   SPETTACOLI MUSICA E CULTURA

Airbnb, 3 mete Italia in top 10 tendenze estive globali
I dati diffusi in occasione del rilascio della nuova app
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
15:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ben tre mete italiane – Villasimius e San Teodoro in Sardegna e San Vito Lo Capo in Sicilia – sono nella top 10 delle destinazioni estive più di tendenza a livello globale per ricerche nel primo trimestre 2022.
Un nuovo segnale di vitalità dell’Italia che Airbnb condivide in occasione del rilascio della nuova applicazione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Più del 50% delle prenotazioni nel primo trimestre di quest’anno riguarda destinazioni nazionali; cresce anche la domanda per l’estero, in aumento rispetto allo stesso periodo nello scorso anno. Continua la voglia di mare, con tre quarti delle notti prenotate in Italia per destinazioni entro i 5 km dalle spiagge; cresce maggiormente però la ricerca di alloggi per l’entroterra, a più di 100 km dalle coste. I soggiorni a lungo termine raggiungono i massimi storici nel primo trimestre 2022, e rappresentano oggi il 20% delle prenotazioni.
“Il modo di viaggiare delle persone – dice Brian Chesky, ceo e Co-Fondatore di Airbnb – è cambiato per sempre. Per questo motivo stiamo presentando il più grande cambiamento di Airbnb di questo decennio. In primo luogo, le persone sono più flessibili su dove vivono e lavorano, quindi abbiamo progettato una nuova modalità di ricerca attraverso le Categorie Airbnb. Secondo, le persone fanno viaggi più lunghi, quindi abbiamo creato i Soggiorni Collegati per offrire più opzioni e dividere il viaggio tra due case. Terzo, stiamo introducendo AirCover per gli ospiti, garantendo la sicurezza di prenotare in tranquillità, sapendo che Airbnb è al tuo fianco”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa tenta risalita, Milano guadagna l’1,2%
Listini riprendono coraggio dopo frenata con inflazione Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
15:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee riprendono coraggio dopo che l’inflazione Usa ha interrotto bruscamente la corsa della prima parte di seduta.
Nonostante Wall Street debole, Milano – con il Ftse Mib stabile sopra i 23mila – guadagna l’1,2% così come Parigi.
Più caute Francoforte (+0,61%) e Londra (+0,5%).
A Piazza Affari resta l’evidenza di Unicredit che guadagna il 9% a 9,2 euro con l’avvio del buy-back per 1,6 miliardi di euro.
Rialzi decisi poi per Banca Generali (+4,7%), Moncler (+3,5%).
Lo spread tra Btp e Bund scende a 195 punti con il rendimento del decennale che torna al 2,9% .
Il gas ad Amsterdam resta stabile a 94 euro al Mhw (-4,4%) dopo la conferma da parte dell’ucraina Naftogaz che cause di forza maggiore “rendono impossibile continuare il trasporto di gas attraverso il valico di Sokhranivka e la stazione di compressione Novopskov, che si trovano nel territorio occupato dai militari russi”.
Fiacco il listino russo con il Moex che cede lo 0,78%. Poco mosso il rublo che scambia a 67 sul dollaro a 71 sull’euro.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa riprende a correre, Milano +2,3%
Spread scende a 192 punti. +2% per Parigi +1,5% per Francoforte
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
16:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora uno scatto per le Borse europee con Milano in testa che risale e guadagna con il Ftse Mib il 2,3%.
In luce sempre Unicredit che sale del 10,4% a 9,34 euro sempre sui livelli del 22 aprile scorso.
Lo spread tra Btp e Bund scende ancora e tocca i 192 punti con il rendimento del decennale italiano al 2,95%. La fiducia ritrovata dai listini, dopo il breve stop per effetto dell’inflazione Usa, è testimoniato anche dal +2% di Parigi. Così come riprendono coraggio Francoforte (+1,5%) e Londra (+1%). .
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ita: Altavilla, totale fiducia su successo vendita
Nasce piattaforma ‘True Italian Experience’ per rilancio turismo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
17:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La fiducia del successo del processo di vendita di Ita è totale”.
Lo ha detto il presidente di Ita, Alfredo Altavilla, a margine della presentazione della piattaforma ‘True Italian Experience’.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo tutti estremamente fiduciosi, il ministro Franco e tutta la struttura del Mef per primi”, ha sottolineato.
Nel frattempo Ita è diventata il partner principale della stessa piattaforma ‘True Italian Experience’, un hub digitale ed innovativo per lo sviluppo del turismo verso l’Italia, che aggregando i principali stakeholder della filiera turistica crea “sistema” per promuovere nel mondo “tutte le esperienze” che si possono vivere in Italia, attraverso “un sito dedicato”. Si tratta di un “progetto perfetto” per il rilancio del turismo, ha sottolineato il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, spiegando che “l’obiettivo è raggiungere i numeri del 2019, che è stato un anno record per il turismo in Italia”. E in quest’ottica Ita “è in prima fila per il rilancio del turismo, è un punto di riferimento della filiera turistica, è l’unico player globale dell’Italia, l’ambasciatore di questa ospitalità italiana”, ha fatto presente l’amministratore delegato di Ita, Fabio Lazzerini.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in forte rialzo, +2,84%
Ftse Mib a 23.724 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
11 maggio 2022
17:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano, dopo aver sbandato in scia all’inflazione Usa come tutte le Piazze europee, recupera e chiude in forte rialzo.
Il Ftse Mib sale del 2,84% a 23.724 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude sugli scudi. Spread in calo
La Borsa di Milano dopo aver sbandato chiude in rialzo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
19:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee, in una seduta di saliscendi con l’inflazione Usa che ha frenato e spaventato in un primo momento i listini, recuperano il ritmo della prima parte di giornata e chiudono in deciso rialzo.
In testa Parigi (+2,5% con il Cac 40 a 6.269 punti).
A seguire Francoforte (+2,15% con il Dax a 13.826 punti) e Londra (+1,44% con il Ftse 100 a 7.347 punti). La Borsa di Milano, dopo aver sbandato in scia all’inflazione Usa come tutte le Piazze europee, recupera e chiude in forte rialzo. Il Ftse Mib sale del 2,84% a 23.724 punti.
Lo spread tra Btp e Bund chiude in deciso calo a 191,1 punti rispetto ai 201 punti dell’avvio e ai 200 di ieri. Scende anche il rendimento del decennale italiano che nel finale segna il 2,89% dal 3% iniziale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund chiude in calo a 191 punti
Il rendimento del decennale italiano scende al 2,89%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
18:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund chiude in deciso calo a 191,1 punti rispetto ai 201 punti dell’avvio e ai 200 di ieri.
Scende anche il rendimento del decennale italiano che nel finale segna il 2,89% dal 3% iniziale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Acciaio: sindacati,Jsw vende Piombino? Attendiamo smentita
‘Istituzioni, politica chiedano tavolo urgente e chiarificatore’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
11 maggio 2022
18:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Questa mattina sono rimbalzate sulla stampa le dichiarazioni del presidente Jsw rilasciate sul Financial Times circa la vendita degli stabilimenti di Piombino e Texas per investire nel settore edilizio.
Notizie smentite dal vicepresidente Carrai durante una telefonata in cui le segreterie provinciali Fim-Fiom-Uilm hanno chiesto una smentita ufficiale e scritta che al momento ancora aspettiamo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Così le segreterie provinciali di Fim, Fiom, Uilm e le rsu di Jsw Piombino Logistic e Gsi sulla notizia dell’intenzione di Sajjan Jindal vendere l’acciaieria Jsw Steel Italy di Piombino (Livorno). In assenza di una smentita i sindacati, scrivono in una nota congiunta, ricavano che Jsw “si muove in modo opaco, che gioca su più tavoli contemporaneamente, quello di Invitalia e quello con i nuovi possibili acquirenti; che il Governo o non gestisce ed è totalmente al buio, oppure agisce senza aver coinvolto e condiviso né con le istituzioni locali né con le parti sociali, tenendo tutto nel segreto della stanza dei bottoni” e che “la conferma che la ricca commessa delle rotaie se verrà assegnata a Jsw non si produrrà a Piombino”. Le sigle chiedono quindi alle istituzioni e alla politica di “chiedere con una sola voce un incontro urgente e chiarificatore” e di “fermare l’assegnazione della commessa delle rotaie senza la garanzia che siamo prodotte a Piombino”.
Anche la sigla Usb interviene chiedendo un incontro urgente al ministero: “Il Governo ha gravi responsabilità, di come ha gestito questa partita e di come ha permesso per l’ennesima volta che una multinazionale si faccia ‘cavalletta’ della comunità a danno di tutti. Chiediamo subito, un incontro urgente al Ministero dello Sviluppo Economico, in presenza del ministro Giorgetti, della Regione Toscana e di tutti gli enti locali. È necessario subito un confronto senza perdere un minuto di tempo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A22: presentata al Ministero la proposta di Concessione
Piano di investimenti vale complessivamente 7,2 miliardi di euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRENTO
11 maggio 2022
18:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dal primo pomeriggio la proposta di finanza di progetto presentata da Autostrada del Brennero con l’obiettivo di ottenere la nuova concessione della A22 è sul tavolo del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili.
A consegnare il piano di investimenti che vale complessivamente 7,2 miliardi di euro sono stati personalmente i vertici della società.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Si tratta di un passaggio storico. Oggi – è il commento affidato ad una nota dell’amministratore delegato, Diego Cattoni – presentiamo una proposta che ridisegnerà la mobilità lungo l’asse Brennero-Modena, un volume di investimenti che moltiplica per più di tre volte, a valori attuali, quello che fu messo in campo per la costruzione dell’autostrada”.
La proposta consegnata oggi rappresenta una novità assoluta nel panorama italiano sia per il metodo utilizzato, quello della finanza di progetto, che per il contenuto: lo sviluppo del primo “Green corridor italiano”. L’allargamento a tre corsie del tratto Verona-Modena e il completamento della terza corsia dinamica sul tratto Bolzano-Verona si accompagneranno alla sistematica estensione della tecnologia necessaria alla guida autonoma e connessa già sperimentata con successo da Autobrennero all’interno del progetto C-Roads e di altri progetti europei e allo sviluppo, accanto alla rete di rifornimento per auto elettriche a batteria, dei punti di ricarica per veicoli a idrogeno.
Il piano prevede anche gli apporti finanziari necessari per il completamento della rete autostradale con la Campogalliano-Sassuolo e la Cispadana e per lo sviluppo di hub intermodali che consentano agli operatori ferroviari – il Gruppo Autobrennero è il primo operatore privato del settore merci – di integrare perfettamente i loro servizi con il trasporto su gomma oltre che, nel caso del porto di Valdaro, con il trasporto marittimo. Sarà inoltre interessata anche la viabilità ordinaria di adduzione all’autostrada ed è previsto il rifacimento delle aree di servizio o il raddoppio dell’attuale numero di chilometri di barriere fonoassorbenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Mosca chiude in negativo (-0,2%), in rialzo il rublo
Il cambio a 66,6 per un dollaro e a 70,2 per un euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
18:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in negativo per la Borsa di Mosca, che ha riaperto dopo le festività in Russia per la vittoria della Seconda Guerra Mondiale.
L’indice Moex ha ceduto lo 0,25% a 2.387 punti.
In rialzo il rublo: per il cambio sul dollaro a sera sono necessari 66,6 rubli, a fronte dei 69,4 di ieri, e per un euro 70,2 rubli, a fronte dei 73,2 di ieri.
Tra i titoli, nel 77/ giorno di guerra in Ucraina, qualche guadagno per Sberbank (+0,1%), non per Vtb Bank (-0,9%). Nel comparto energetico piatta Novatek (+0,06%), in lieve calo Rosneft (-0,1%), sale leggermente Gazprom (+0,7%).
Nell’estrattivo in rialzo Plymetal (+0,7%), nel siderurgico bene Severstal (+1,5%), nel comparto aereo qualche perdita per Aeroflot (-0,6%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gas: il prezzo chiude in calo ad Amsterdam a 94 euro al MWh
Nonostante annunciato fermo del transito in parte dell’Ucraina
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
18:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ha chiuso la giornata in calo il prezzo del gas naturale in Europa, dopo il rialzo del giorno precedente, che era avvenuto in seguito all’annuncio del gestore del sistema di trasporto in Ucraina, Naftogaz, sul fermo dall’indomani del transito del metano dal punto di ingresso di Sokhranivka, uno di quelli verso l’Europa, a causa delle azioni delle forze di occupazione russe, così come per la stazione di compressione Novopskov.
Si tratta, a quanto la stessa Naftogaz ha fatto sapere, di un terzo del gas diretto verso il Vecchio continente.
Sono infatti in ribasso i future ad Amsterdam (-4,8%) a 94 euro al MWh, che vengono presi come riferimento per il prezzo corrente. Il giorno prima avevano chiuso la seduta a 98,8 euro. In calo anche i future a Londra (-4,1%) a 139,7 penny al Mmbtu (unità termica), in confronto ai 142,5 penny del giorno precedente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano ottimista (+2,8%) con le banche, vola Unicredit
In rialzo il lusso, forte Moncler. Bene Cnh e Tim
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2022
19:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Altra seduta ottimista per Piazza Affari (+2,8%), meglio delle altre principali Borse europee, nel 77/o giorno di guerra in Ucraina, col presidente del Consiglio italiano, Mario Draghi, a Washington, dov’è stato a colloquio col presidente Usa, Joe Biden.
A Milano ha brillato Unicredit (+10,7%), in trattative per la vendita della controllata russa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

In perfetta forma le altre banche, da Intesa (+4,2%) a Fineco (+4%), Bper (+3,6%), Banco Bpm (+3,4%), con lo spread Btp-Bund che ha chiuso in calo a 191 punti, col rendimento del decennale italiano sceso al 2,893%. Piatta Carige, che nel trimestre ha ridotto le perdite. In calo Illimity (-0,4%), nonostante il trimestre record. Positiva Mediobanca +0,4%), coi conti dei nove mesi in crescita. Forti Banca Generali (+6,3%), Banca Mediolanum (+4,5%) e Azimut (+3,4%), indicate da indiscrezioni di stampa come possibili ‘prede’ di Mediobanca in un’operazione che permetterebbe a Piazzetta Cuccia di uscire dall’azionariato delle Generali. In deciso rialzo il lusso, a iniziare da Moncler (+4,3%). Guadagni per Cnh (+4,5%), Tim (+3,9%) e Exor (+3,7%).
Tra le auto bene Stallantis +2,9%).
Pochi i titoli in rosso nel listino principale: tra i farmaceutici Recordati (-0,9%), nell’industria Atlantia (-0,1%) e quasi piatta Amplifon (-0,03%). Tra i titoli a minore capitalizzazione, rally di Brembo (+9,3%) con la trimestrale e bene Tod’s (+5,9%), sempre coi conti, così come per Ferragamo (+10%) il giorno dopo la diffusione dei dati finanziati e corsa per The Italian Sea Group (+5,4%), che li ha diffusi in giornata. Nel lusso deciso rialzo anche per Cucinelli (+5,4%).
Tonfo per Gvs (-7,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in rialzo a New York a 105,71 dollari
Quotazioni salgono del 5,96%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
11 maggio 2022
20:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono del 5,96% a 105,71 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: a Tokyo apertura in ribasso (-1,05%)
Preoccupa inflazione Usa ai massimi in 40 anni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
12 maggio 2022
02:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo inizia la seduta in calo, seguendo la contrazione registrata a Wall Street e la nuova correzione del listino della tecnologia del Nasdaq, dopo i dati allarmanti sull’inflazione negli Stati Uniti in aprile, vicina ai massimi in 40 anni.

L’indice di riferimento Nikkei evidenzia una flessione dell’1,05% a quota 25.939,02, e una perdita di 274 punti.
Sul mercato dei cambi si arresta temporaneamente il processo di svalutazione dello yen sul dollaro, a 129,70, e sull’euro a 136,30.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Russia: banca centrale, economia ad alto rischio
Insidiata dalle sanzioni e dall’inflazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
02:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Banca centrale russa è tornata a esaminare lo scenario economico nazionale, che appare sempre più incerto in rapporto ai “fattori geopolitici”, cioè la guerra in Ucraina e le sue conseguenze globali.

“Nel medio termine prevalgono i rischi inflazionistici – ha detto il regolatore secondo la Tass – “sebbene la loro influenza sia diminuita rispetto alla fine di febbraio”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tra i principali rischi, il regolatore ha indicato anche l’ulteriore rafforzamento del commercio estero e delle restrizioni finanziarie, che fanno prevedere un calo del potenziale dell’economia russa più significativo di quanto previsto nello scenario di base.
Anche la dinamica del tasso di cambio del rublo rimarrà un fattore significativo che influirà sulla dinamica dell’inflazione e sulle aspettative inflazionistiche. Possibile dunque un ulteriore inasprimento delle condizioni monetarie dovuto al persistere di un premio di rischio elevato nei tassi di prestito e all’aumento dei requisiti delle banche nei confronti dei mutuatari in un contesto di elevata incertezza.
“Questo insieme potrebbe portare a un rallentamento più significativo dell’attività di prestito”, ha spiegato la Banca di Russia, che nella precedente riunione di aprile aveva rivisto in modo significativo le proprie previsioni a medio termine.
Secondo l’autorità di regolamentazione, l’economia russa nel 2022 si ridurrà dell’8-10% e nel 2023 tra lo 0 e il 3%. La Banca di Russia prevede che l’economia torni a crescere nel 2024.
L’inflazione in Russia nel 2022 crescerà al 18-23%. Il tasso di riferimento scenderà al 5-7% nel 2023 e tornerà al 4% nel 2024.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Poste: Del Fante, primo trimestre caposaldo per 2022 di successo
+10,6% l’utile netto a 495 milioni, ricavi salgono a 3 miliardi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
07:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“A meno di due mesi di distanza dall’aggiornamento del piano strategico del gruppo questi risultati rappresentano il primo caposaldo di un 2022 di successo”, dice l’a.d.
di Poste Italiane, Matteo Del Fante, commentando i risultati del primo trimestre.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Dal 2020 – rileva – abbiamo conseguito una performance costante e in miglioramento: dopo una forte ripresa nel 2021, nel primo trimestre dell’anno continuiamo a crescere in maniera solida, aprendo la strada ad un 2022 di successo. Ciò è stato possibile grazie al duro lavoro di tutte le nostre persone dall’inizio della pandemia, che ha determinato uno spostamento strutturale verso l’alto della nostra traiettoria di crescita”.
Poste Italiane chiude il primo trimestre 2022 con un utile netto in crescita del 10,6% a 495 milioni nel primo trimestre del 2022. Il risultato operativo è “in forte crescita”, rileva l’azienda, pari all’11,8%, attestandosi a 694 milioni, “con contributi positivi da servizi assicurativi, servizi finanziari, pagamenti e mobile e una performance resiliente della divisione corrispondenza, pacchi e distribuzione”. Ricavi “in continua crescita”, pari all’1,4% nel trimestre, raggiungendo 3 miliardi.
“Confermiamo il nostro ruolo di pilastro strategico per l’Italia, attraverso la nostra piattaforma di distribuzione omnicanale. Continuiamo a soddisfare le esigenze in continua evoluzione dei clienti e confermiamo la nostra ambizione di sostenere lo sviluppo del nostro Paese, d’ora in avanti”, dice ancora Matteo Del Fante: “Quest’anno – ricorda – celebriamo i 160 anni di Poste Italiane, un appuntamento storico che testimonia come il nostro patrimonio unico ci abbia sempre permesso di affrontare le sfide e accompagnare il futuro delle nostre comunità”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: avvio di giornata in calo, Wti a 104,5 dollari
Brent scende a 106,4
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
08:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio in calo in avvio di giornata, dopo i netti rialzi della vigilia, pur su livelli che restano sostenuti.
Il greggio Wti passa di mano a 104,5 dollari con un calo dell’1,12% rispetto al valore di ieri sera a New York.
Il Brent scende dell’1,02% a 106,4 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: quotazioni in lieve calo a 1.849 dollari l’oncia
Sui mercati asiatici -0,14%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
08:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata in lieve calo per le quotazioni dell’oro.
Il lingotto con consegna immediata passa di mano sui mercati asiatici a 1.849 dollari l’oncia, registrando un -0,14%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in calo su timori Covid e inflazione Usa
Tokyo -1,77%, Hong Kong -2%, Shanghai -0,6%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
08:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse in Asia hanno ripreso a scivolare dopo i modesti guadagni di mercoledì sull’inflazione statunitense che ha superato le stime e i timori scatenati dai nuovi casi di Covid-19 nella comunità di Shanghai.
Tokyo ha chiuso in calo dell’1,7%, Hong Kong peggiora sul finale toccando -2% mentre tiene Shanghai (-0,6%) sostenuta dai titoli dei produttori di energia cinesi.

Il settore energia guadagna dopo che il Governo ha offerto altri 50 miliardi di yuan (7,4 miliardi di dollari) di sussidi per l’energia rinnovabile ai principali produttori di energia di proprietà statale e prevede un’iniezione di capitale di 10 miliardi di yuan per sostenere i generatori a carbone.
I mercati non sono sembrati impressionati dai commenti del premier cinese Li Keqiang che sollecita a usare politiche fiscali e monetarie per stabilizzare l’occupazione e l’economia.
Le valutazioni dell’indice MSCI Asia Pacific stanno così precipitando verso i minimi pandemici, con l’indice che registra un calo del 28% dal picco del 2021.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aramco supera Apple, è società che vale di più al mondo
Capitalizzazione di 2430 miliardi di dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
11 maggio 2022
20:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aramco supera Apple e conquista il titolo di società con maggiore valore al mondo.
Aramco, riporta l’agenzia Bloomberg, ha una capitalizzazione di mercato di 2.430 miliardi di dollari a fronte dei 2.410 miliardi di Apple.
A spingere il colosso saudita è la volta dei prezzi del petrolio, con la quale riesce a strappare ad Apple lo scettro di regina del mondo per la prima volta dal 2020.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro poco mosso, a 1,0508 dollari in apertura
Moneta unica vale 136,03 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
08:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata poco mosso per l’euro.
La moneta unica europea è scambiata a 1,0508 dollari, a fronte del valore di 1,0516 di ieri sera a New York (-0,4%).

Sullo yen l’euro passa di mano 136,03 yen in rialzo dello 0,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Snam: utile trimestre sale a 325 milioni, ricavi +14,8%
Flusso da Russia regolare, studia gasdotto sottomarino da Spagna
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
09:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Snam ha chiuso il primo trimestre dell’anno con ricavi in crescita del 14,8% a 808 milioni di euro, grazie alla crescita delle attività regolate e di quelle relative alla transizione energetica.
Il margine operativo lordo è salito del 5,2% a 588 milioni, mentre l’utile netto è cresciuto del 3,8% a 325 milioni, grazie anche – viene spiegato – al contributo delle partecipate.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

In calo da 231 a 223 milioni gli investimenti tecnici, mentre l’indebitamento finanziario netto si è ridotto da 14,02 a 12,62 miliardi, con un flusso di cassa operatiovo netto di 1,73 miliardi.
Il Gruppo conferma che iflussi dalla Russia “al momento continuano senza interruzioni” e ha siglato un protocollo d’intesa con Enagas per uno studio di fattibilità tecnica per la possibile realizzazione di un gasdotto sottomarino tra la Spagna e Italia.
“La nostra infrastruttura di trasporto, stoccaggio e rigassificazione conferma la propria centralità nel complesso contesto geopolitico attuale”, ha spiegato l’amministratore delegato Stefano Venier. “Siamo al lavoro – ha aggiunto – per intraprendere le iniziative necessarie per contribuire alla sicurezza e per consentire la diversificazione degli approvvigionamenti in Italia e nei territori nei quali operiamo, restando nel contempo impegnati ad abilitare la transizione energetica e a raggiungere i nostri obiettivi di neutralità carbonica, nell’interesse di tutti i nostri stakeholder”.
Quanto ai risultati trimestrali, “mostrano – spiega Venier – la solidità del core business, la positiva performance operativa e il maggiore contributo delle società partecipate”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari apre in forte calo (-1,75%)
L’indice Ftse Mib scende a 23.309 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 maggio 2022
09:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio in forte calo per Piazza Affari che sconta, al pari delle altre Borse europee, i timori per gli impatti che la corsa dei prezzi e la stretta monetaria avranno sulla crescita.
L’indice Ftse Mib ha iniziato le contrattazioni in calo dell’1,75% a 23.309 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Poste: nel trimestre +10,6% utile netto,ricavi a 3 miliardi
“Solida performance finanziaria apre strada a 2022 di successo”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
09:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Poste Italiane chiude i risultati del primo trimestre 2022 con un utile netto in crescita del 10,6% a 495 milioni nel primo trimestre del 2022.
Il risultato operativo è “in forte crescita”, rileva l’azienda, pari all’11,8%, attestandosi a 694 milioni, “con contributi positivi da servizi assicurativi, servizi finanziari, pagamenti e mobile e una performance resiliente della divisione corrispondenza, pacchi e distribuzione”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ricavi “in continua crescita”, pari all’1,4% nel trimestre, raggiungendo 3 miliardi. Poste sottolinea la “solida performance finanziaria nel primo trimestre del 2022 che apre la strada ad un 2022 di successo”.
“Confermiamo il nostro ruolo di pilastro strategico per l’Italia, attraverso la nostra piattaforma di distribuzione omnicanale. Continuiamo a soddisfare le esigenze in continua evoluzione dei clienti e confermiamo la nostra ambizione di sostenere lo sviluppo del nostro Paese, d’ora in avanti”.
L’amministratore delegato di Poste Italiane, Matteo Del Fante, lo sottolinea presentando i risultati del primo trimestre.
“Quest’anno – ricorda – celebriamo i 160 anni di Poste Italiane, un appuntamento storico che testimonia come il nostro patrimonio unico ci abbia sempre permesso di affrontare le sfide e accompagnare il futuro delle nostre comunità”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono in forte calo, Francoforte perde il 2,3%
Pesano i timori per la stretta monetaria e la corsa dei prezzi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
09:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio pesante per le Borse europee, preoccupate per l’arrivo della stretta monetaria anche in Europa, con il primo rialzo dei tassi ora atteso a luglio, e per l’andamento dell’inflazione, dopo il dato superiore alle attese dei prezzi al consumo negli Usa.
La Borsa di Londra ha aperto in calo dell’1,9% a 7.208 punti, quella di Parigi cede 2,29% a 6.125 punti mentre Francoforte è partita in calo del 2,29% a 13.512 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in calo su timori Covid e inflazione Usa
Tokyo -1,77%, Hong Kong -2%, Shanghai -0,6%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
08:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse in Asia hanno ripreso a scivolare dopo i modesti guadagni di mercoledì sull’inflazione statunitense che ha superato le stime e i timori scatenati dai nuovi casi di Covid-19 nella comunità di Shanghai.
Tokyo ha chiuso in calo dell’1,7%, Hong Kong peggiora sul finale toccando -2% mentre tiene Shanghai (-0,6%) sostenuta dai titoli dei produttori di energia cinesi.

Il settore energia guadagna dopo che il Governo ha offerto altri 50 miliardi di yuan (7,4 miliardi di dollari) di sussidi per l’energia rinnovabile ai principali produttori di energia di proprietà statale e prevede un’iniezione di capitale di 10 miliardi di yuan per sostenere i generatori a carbone.
I mercati non sono sembrati impressionati dai commenti del premier cinese Li Keqiang che sollecita a usare politiche fiscali e monetarie per stabilizzare l’occupazione e l’economia.
Le valutazioni dell’indice MSCI Asia Pacific stanno così precipitando verso i minimi pandemici, con l’indice che registra un calo del 28% dal picco del 2021.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gas: balzo +9% con il rallentamento di flussi dall’Ucraina, a 102,5 euro. Il transito diminuirà oggi di quasi un terzo rispetto a ieri
Snam, il flusso dalla Russia continua senza interruzioni. Habeck, il mercato può compensare le controsanzioni di Mosca. Vola il prezzo ad Amsterdam fino a 115 euro, in aumento anche a Londra
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2022
10:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Gazprom smetterà di utilizzare un gasdotto chiave per il transito del gas attraverso la Polonia: lo ha annunciato lo stesso colosso dell’energia russo.
La Gazprom ha spiegato che interromperà l’invio di gas naturale attraverso la sezione polacca del gasdotto Yamal-Europa in risposta alle sanzioni occidentali imposte contro la Russia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per lo stesso motivo Mosca ha annunciato ieri sera sanzioni contro 31 società energetiche di Paesi Ue, Usa e di Singapore. Tra queste c’è anche la Europol Gaz, l’azienda proprietaria della sezione polacca del gasdotto Yamal-Europa.
“Per la Gazprom questo significa il divieto di utilizzare un gasdotto di proprietà di Europol Gaz per il trasporto di gas russo attraverso la Polonia”, ha affermato oggi il portavoce di Gazprom, Sergei Kupriyanov, in un comunicato. Il transito di gas russo verso l’Europa attraverso l’Ucraina diminuirà oggi di quasi un terzo rispetto a ieri. Lo afferma il gigante russo del gas Gazprom. Oggi dalla stazione di Soudja dovrebbero transitare 50,6 milioni di metri cubi di gas, rispetto ai 72 milioni del giorno precedente, secondo Gazprom, citata dalle agenzie russe. Da due giorni l’Ucraina afferma di non poter far passare il gas attraverso la stazione nei pressi di Sokhranivka, nella regione di Lugansk, a causa della presenza delle forze armate russe, provocando un calo delle forniture mentre Mosca afferma di non poter aumentare i volumi su un altro gasdotto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Documento Ue, razionamento coordinato se Mosca blocca gas – Europa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

 

I prezzi del gas naturale europeo sono in aumento a causa delle preoccupazioni per le forniture dalla Russia in transito in Ucraina.
Vola il prezzo del gas naturale in Europa, con l’indice di riferimento, i future ad Amsterdam (+17,5%) a 111 euro al MWh, dopo avere toccato i 115 euro intorno alle 13.30, mentre la Germania ha reso noto che la Russia ha diminuito le erogazioni. L’Ue intanto ha deciso che verrà introdotto un tetto al prezzo solo in caso di emergenza, ovvero di interruzione improvvisa dell’erogazione di metano russo. Rally anche per il prezzo a Londra (+34,5%) a 188 penny al Mmbtu (Unità termica), dopo un picco a 196 penny alla stessa ora.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ue, i prezzi del gas resteranno elevati fino al 2024-2025 –
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa a picco, giù il petrolio, vola il gas (+14%)
Timori per tassi e prezzi. Milano -1,7%, scivola l’euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
09:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio pesante per le Borse europee, che si risvegliano bruscamente dall’euforia che ieri aveva spinto i listini.
Le piazze del Vecchio Continente fanno i conti con l’ennesima seduta no di Wall Street e dei listini asiatici, che hanno scontato il dato dell’inflazione americana, calata meno delle attese nonostante l’avvio della stretta monetaria da parte della Fed, e le previsioni della presidente della Bce, Christine Lagarde, per un avvio del rialzo dei tassi anche in Europa a luglio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

I timori degli impatti che prezzi e tassi avranno sulla crescita, in aggiunta alle preoccupazioni per la guerra in Ucraina, stanno affondano tutte le Borse europee, con Milano che cede l’1,7%, Parigi e Londra il 2,1% e Francoforte il 2,3%. La fuga dal rischio spinge gli investitori verso i titoli di Stato, con i rendimenti tutti in forte calo, incluso il Btp, che rende il 2,76%, in flessione di quasi 13 punti base mentre lo spread con il Bund poco mosso a 189 punti base.
Le preoccupazioni per la crescita si riflettono sui costi del petrolio in calo di oltre il 2%, con il wti che scambia a 103,3 dollari e il brent a 105,3 dollari. Vola invece il prezzo del gas in Europa, sui timori per un minor afflusso dalla Russia, con i future di Amsterdam in rialzo del 13,9% a 107 euro al megawattora. I timori per l’economia europea affossano anche l’euro che ritocca i minimi dall’inizio del 2017 sul dollaro, a 1,046 (-0,5%). A Piazza Affari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano -1,2% con Recordati e Moncler, tengono banche
Bene Stm con nuovi target, giù Moncler e Mediolanum
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
10:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Milano resta pesante dopo i primi scambi, con l’indice Ftse Mib che cede l’1,2%.
Recordati (-4,2%), Moncler (+3,8%), Diasorin (+3,8%), Mediolanum (+3,5%), Amplifon (-3,2%) e Ferrari (+3%) guidano i ribassi sul listino principale, tutto in rosso con l’eccezione di Stm (+2%), sull’aggiornamento dei target al 2025-2027, Bper (+1%) e Unicredit (+0,7%), che tiene i rialzi messi a segno ieri.
Le banche, i cui ricavi beneficeranno del rialzo dei tassi, limitano i cali con Banco Bpm (-0,3%) e Intesa (-0,8%). Snam cede lo 0,6% dopo i conti, l’Eni cede l’1%, Saipem l’1,9% e Tenaris il 2,6% in scia la calo del petrolio, Mediobanca l’1,3% all’indomani dei conti, diffusi a Borsa aperta. Giù anche Nexi (-3,2%) nel giorno dell’annuncio dell’acquisto di tutte le quote della tedesca Orderbird. Tra i big del listino Stellantis cede l’1,8% e Tim l’1,5% mentre tengono gli assicurativi Generali (-0,4%) e Unipol (-0,4%), che domani presenterà il nuovo piano triennale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ita: consegnato primo Airbus A350, dedicato a Valentino Rossi
Complessivamente saranno 4 in leasing per 12 anni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
10:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alafco Aviation Lease and Finance Company ha consegnato il primo Airbus A350 a Ita Airways nell’ambito di un accordo che prevede la locazione di quattro nuovi Airbus A350.
I quattro aeromobili saranno utilizzati in leasing per un periodo di 12 anni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo annuncia una nota.
L’ aereo, atterrato a Fiumicino, è dedicato al campione Valentino Rossi ed entrerà in operativo a giugno con i nuovi voli intercontinentali Buenos Aires San Paolo e Los Angeles.
“La consegna del primo A350 a Ita Airways segna un’altra pietra miliare per Alafco e rappresenta l’inizio di una nuova partnership, che non vediamo l’ora di sviluppare nei prossimi anni. L’airbus A350 continua ad essere considerato uno degli aerei più efficienti in termini di consumo di carburante e aggiungerà valore alla flotta di ITA Airways”, ha detto Adel A.
Albanwan, Ceo di Alafco.
“Oggi aggiungiamo l’Airbus A350 alla nostra flotta, un aeromobile che consentirà alla compagnia di sviluppare ulteriormente il proprio network intercontinentale”, ha spiegato Francesco Presicce, Chief Technology Officer di Ita Airways.” L’arrivo dell’Airbus A350 rappresenta un ulteriore passo nella strategia di sviluppo di una nuova flotta environment-friendly con tecnologie all’avanguardia che ottimizzeranno l’efficienza, la qualità del servizio e ridurranno significativamente l’impatto ambientale. La collaborazione con ALAFCO ci permette inoltre di ottimizzare l’efficienza dei costi in termini di flotta”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: aiuti Stato Ue, a giugno stop a regime speciale
Autorizzati interventi per 3000 mld, spesi finora solo 730 mld
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
12 maggio 2022
10:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La possibilità per i Paesi membri di concedere aiuti di Stato straordinari per fare fronte all’emergenza Covid sostenendo tutti i settori economici e sociali colpiti dagli effetti della pandemia terminerà il 30 giugno prossimo.
Lo ha reso noto oggi la Commissione europea.
La misura adottata a marzo 2020 ha consentito ai governi nazionali di ottenere da Bruxelles, in deroga alle norme sulla concorrenza, il via libera alla concessione di aiuti per complessivi 3000 miliardi, di cui solo 730 sono stati effettivamente spesi finora.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nespresso diventa B Corp e in Italia è Società Benefit
Modifica dello statuto per un modello di business sostenibile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
10:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nespresso diventa B Corp e si unisce alle 4.500 imprese nel mondo che stanno ripensando il modo di fare business e che si impegnano a rispettare elevati standard di responsabilità sociale, ambientale e di trasparenza.

L’azienda ha ricevuto la certificazione B Corp: su 150.000 aziende nel mondo che si sono sottoposte al B Impact Assessment – il processo di valutazione -, solo il 3% ha ottenuto la certificazione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Nespresso in Italia rafforza il proprio impegno per un modello di business sostenibile adottando fin da subito anche lo status di Società Benefit, integrando nel proprio oggetto sociale, oltre agli obiettivi di profitto, lo scopo di avere un impatto positivo sulla società e sull’ambiente. Tra gli elementi chiave che hanno contribuito alla certificazione B Corp ci sono l’approccio unico all’approvvigionamento del caffè adottato da Nespresso – attraverso il Programma AAA Sustainable Quality™, in collaborazione con Rainforest Alliance – la sua alleanza con Fairtrade e il programma globale di riciclo delle capsule esauste in alluminio. “La certificazione B Corp riflette l’impegno trentennale di Nespresso per la sostenibilità, la trasparenza e il business responsabile”, ha commentato Guillaume Le Cunff, CEO di Nespresso.
In Italia Nespresso ha modificato lo statuto societario per acquisire la forma giuridica di Società Benefit, confermando l’obiettivo di un business sostenibile e affiancando alla finalità di profitto quelle di beneficio comune. “Dal 2011 abbiamo investito in Italia in progetti dedicati ai temi dell’economia circolare e della sostenibilità. Quest’anno con l’ottenimento della certificazione B Corp a livello globale e l’adozione dello status di Società Benefit confermiamo in modo ulteriormente concreto il nostro impegno”, ha spiegato Thomas Reuter, Direttore Generale di Nespresso Italiana. In Italia punto cardine del programma ‘Nespresso per l’Italia’ è il progetto di economica circolare ‘Da Chicco a Chicco’ che consente di riciclare le capsule di caffè: dall’alluminio fuso nascono nuovi oggetti, mentre il caffè diventa compost per una risaia in Italia da cui Nespresso ricava il proprio riso, che dona a Banco Alimentare di Lombardia e Lazio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Corte Ue condanna Italia, violati limiti qualità dell’aria
‘Roma non ha sistematicamente rispettato valori biossido azoto’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
12 maggio 2022
10:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte di Giustizia Ue ha accolto il ricorso della Commissione Ue e ha dichiarato l’inadempimento (infrazione) dell’Italia sia per il mancato rispetto, “sistematico e continuativo”, del valore limite annuale fissato per il biossido d’azoto in varie zone concernente la qualità dell’aria, sia per la mancata adozione, a partire dall’11 giugno 2011, di misure atte a garantire il rispetto nelle stesse zone dei valori limite di NO2.
L’Italia, recita la sentenza della Corte, ha violato gli obblighi.
tra le zone citate, negli agglomerati di Torino, Brescia, Milano, Bergamo, Genova, Roma e Firenze.

Lavoro: solo 42% ricorre a pubblico per non autosufficienza
Rapporto Censis, famiglie chiedono deduzione su spese sostenute
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
11:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ricorre agli strumenti di assistenza pubblica dedicati al sostegno delle famiglie e delle persone in condizioni di non autosufficienza “poco meno della metà delle famiglie in cui sono presenti anziani bisognosi o persone non autosufficienti”.
Tra gli strumenti più utilizzati c’è l’indennità di accompagnamento (42,1%), mentre le altre tipologie restano tutte sotto la soglia del 10%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Visto il ruolo sostitutivo svolto, le famiglie chiedono la deduzione di tutte le spese sostenute direttamente per l’assunzione dei collaboratori domestici. E’ quanto emerge dal terzo report del programma “Welfare familiare e valore sociale del lavoro domestico in Italia” realizzato dal Censis per Assindatcolf.
L’assistenza domiciliare integrata, si legge nel rapporto, è stata indicata dall’8,2%. Solo il 3,9% accede all’assistenza domiciliare programmata, un servizio che il medico di medicina generale effettua presso il domicilio di un paziente. Tuttavia, per chi vi accede l’adeguatezza di questi strumenti risulta positiva soprattutto per quanto riguarda l’assistenza integrata e programmata: rispettivamente, il 76,7% e il 72,7%. È inferiore nel caso dell’indennità di accompagnamento: solo il 35,4% di chi vi ha accesso esprime una valutazione positiva.
Per far fronte alle loro esigenze, le famiglie vorrebbero un contributo economico che le metta nelle condizioni di impiegare un assistente familiare (36,3%) o, in alternativa, chiedono la possibilità di portare in deduzione fiscale il totale del costo sostenuto per il personale domestico impiegato (35,5%). Di contro, il 14% delle famiglie preferirebbe ricevere servizi personalizzati erogati da personale specializzato da parte della Asl, del Comune o di enti autorizzati e accreditati. L’11,5% vorrebbe un contributo economico pubblico senza vincoli di utilizzo e solo il 2,7% preferirebbe ricevere un contributo economico pubblico che vada a sostenere il reddito di un caregiver. “Il report elaborato dal Censis – commenta Andrea Zini, presidente di Assindatcolf – evidenzia alcuni aspetti rilevanti. In primis il domicilio, che risulta il posto migliore dove vivere in tutte le età della vita. Occorre però intervenire in modo urgente per rendere la domiciliarità più idonea alle vere necessità delle famiglie, che nell’arco della vita sono in continuo e rapido divenire”. In secondo luogo, aggiunge, “siamo convinti che con un sostegno economico diretto e mirato a contenere i costi del personale domestico si riuscirebbe non solo nell’intento di aiutare i datori di lavoro, come loro stessi chiedono, ma anche a rendere più attrattivo il settore, richiamando più personale e maggiormente qualificato. Quanto alla gestione della non autosufficienza, serve un sistema integrato di interventi, azioni e sostegni che permettano una vita di qualità. L’auspicio è che si possano compiere importanti passi in avanti con la legge sulla non autosufficienza, in particolare attraverso lo strumento dei Pai, che permetterebbero una fotografia nitida delle necessità degli anziani”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mise: ‘ON e Smart&Start’,200 milioni per imprese femminili
Dal 19 maggio la presentazione delle domande
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
11:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A sostegno dell’imprenditoria femminile il Ministero dello sviluppo economico ha rifinanziato con 200 milioni di euro le misure agevolative Imprese ON (Oltre Nuove Imprese a Tasso zero), a supporto della creazione di piccole e medie imprese e auto imprenditoria, e Smart&Start, a supporto di startup e pmi innovative, destinando per ciascuna linea di intervento 100 milioni di euro.
Lo annuncia una nota del Mise nella quale si sottolinea che si completa così il quadro di interventi previsti dal ministro Giancarlo Giorgetti nell’ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza, che ha stanziato per le misure in favore della creazione, sviluppo e consolidamento di imprese guidate da donne un ammontare complessivo di 400 milioni di euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Con la circolare pubblicata oggi il Mise dispone che, a valere su queste risorse, a partire dal prossimo 19 maggio potranno essere presentate le domande per le agevolazioni previste da Imprese ON e Smart&Start. Sarà inoltre possibile finanziare anche i progetti già presentati dal 1 febbraio 2020 che rispettino i requisiti indicati dal PNRR.
Per le misure Imprese ON e Smart&Start sono previste agevolazioni con finanziamenti a tasso zero e contributi a fondo perduto.
Riguardo al Fondo impresa femminile sempre il 19 maggio alle ore 10 verrà aperto lo sportello online per l’invio delle domande di incentivo relative a nuove imprese o costituite da meno di 12 mesi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tesoro: tassi in rialzo in asta Btp, sul 3 anni sale a 1,53%
Venduti anche titoli a 7 e 30 anni. Assegnati in tutto 6,75 mld
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
11:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tassi in rialzo nell’asta di Btp a medio lungo termine messi in offerta dal Tesoro.
Il rendimento medio del triennale è salito all’1,53% da 1,32% del collocamento precedente e quello del settennale al 2,39% da 2,04%.
Il tasso del trentennale è pari a 3,06%. Il Tesoro ha collocato il massimo importo prefissato di 6,75 miliardi di euro a fronte di richieste superiori al 11,4 miliardi.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Kyriakides, accordo in vista per i vaccini adattati
Aiuti di Stato Ue, a giugno stop al regime speciale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
12 maggio 2022
12:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo raggiunto un accordo di principio con Pfizer-BioNtech per ricalendarizzare le consegne di dosi dei vaccini verso il secondo semestre dell’anno, quando è molto probabile che ne avremo più bisogno, e che queste consegne siano di vaccini adattati alle varianti”.
Lo ha detto la Commissaria alla salute Stella Kyriakides parlando alla commissione speciale sul Covid dell’Europarlamento.
La possibilità per i Paesi membri di concedere aiuti di Stato straordinari per fare fronte all’emergenza Covid sostenendo tutti i settori economici e sociali colpiti dagli effetti della pandemia terminerà il 30 giugno prossimo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha reso noto oggi la Commissione europea. La misura adottata a marzo 2020 ha consentito ai governi nazionali di ottenere da Bruxelles, in deroga alle norme sulla concorrenza, il via libera alla concessione di aiuti per complessivi 3000 miliardi, di cui solo 730 sono stati effettivamente spesi finora.
Nell’annunciare la fine del regime speciale sugli aiuti di Stato, la Commissione ha specificato che, come già previsto, resteranno comunque in vigore le norme transitorie che prevedono la possibilità di sostenere investimenti specifici e misure di sostegno alle liquidazioni di aziende fino a rispettivamente la fine di quest’anno e la fine del 2023.
“Il miglioramento della situazione economica legato all’allantamento delle restrizioni” anti-Covid, ha detto la commissaria Ue alla concorrenza Margrethe Vestager, “è la principale ragione che ci ha portato a decidere per il non prolungamento” del del regime temporaneo speciale. Dal marzo 2020 a oggi, ha ricordato la commissaria, Bruxelles “ha adottato 1300 decisioni” legate agli effetti della pandemia approvando 950 interventi nazionali”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bitcoin: criptovalute ancora giù, in 24 ore bruciati 200 mld
Vendite continuano
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
11:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Continuano le vendite sulle criptovalute in scia al collasso dello stablecoin TerraUSD precipitato ieri di quasi il 70%, scatenando il panico nel mondo delle valute virtuali.
Secondo il sito CoinMarketCap in un giorno sono stati bruciati qualcosa come 200 miliardi di dollari di valore.
Il bitcoin cede il 2,6%, restando sotto i 28 mila dollari, Ethereum il 7,2% a 1890 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Unicredit: accordo con Microsoft per digitalizzare 100mila pmi
Collaborazione rientra in piano azione banca a supporto Pnrr
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
12:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
UniCredit e Microsoft Italia per accompagnare e promuovere i percorsi di digitalizzazione delle pmi italiane rafforzano la loro collaborazione rilanciando ‘Together4Digital’, l’iniziativa finalizzata a mettere a disposizione delle Imprese risorse finanziarie, competenze e strumenti digitali per una crescita economica sostenibile.

L’obiettivo è raggiungere nei prossimi mesi, con servizi e attività dedicate, almeno 100 mila piccole e medie imprese su tutto il territorio nazionale e trasversalmente a tutti i settori produttivi e merceologici.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’iniziativa ‘Together4Digital’ rientra nell’ambito delle attività della task force varata dalla banca a supporto dal PNRR: coerentemente con il piano nazionale, che riserva alla transizione digitale delle imprese rilevanti risorse, abbiamo già supportato negli ultimi mesi 2.300 progetti con oltre 400 milioni di euro di nuova finanza”, sottolinea Niccolò Ubertalli, responsabile UniCredit Italia.
“Se da un lato, negli ultimi due anni le pmi italiane hanno riscontrato alcuni progressi in termini di digitalizzazione, spinti da alcune tendenze come la fatturazione elettronica, la diffusione dei servizi di cloud computing o l’utilizzo di sistemi digitali di collaborazione e condivisione, dall’altro scontano ancora un forte ritardo di innovazione rispetto ad altri Paesi, mettendo a rischio una delle leve di crescita economica del Paese”, aggiunge Silvia Candiani a.d di Microsoft Italia.   TECNOLOGIA

Borsa: Europa peggiora con timori crescita, Milano -2%
Giù petrolio e commodity, vola il gas. Fuga su bond e dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
12:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Restano pesanti le Borse europee che continuano a scontare i timori per un quadro macroeconomico fosco, in cui il rialzo dei tassi e dei prezzi, la stretta della Cina contro il Covid e la guerra in Ucraina minacciano la ripresa.
Milano perde il 2%, Londra e Parigi il 2,5% e Francoforte il 2,4%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In rosso anche i future su Wall Street (-1,1% il Nasdaq e -0,7% l’S&P 500), che continua a pagare le preoccupazioni per la reazione della Fed di fronte a un’inflazione che fatica ad essere domata.
I timori per la crescita pesano sulle commodities, con il petrolio in calo dell’1,5% e il rame scivolato fino al 3,8% a Londra, sotto i 9000 dollari alla tonnellata. L’avversione al rischio spinge gli investitori verso i titoli di Stato, i cui rendimenti sono in forte calo: quello del Btp decennale scende di 15 punti base al 2,74% mentre lo spread on il Bund si riduce di tre punti a quota 188. Continua il rafforzamento del dollaro, che spinge l’euro a nuovi minimi dall’inizio del 2017, con cui scambia a 1,0426. In controtendenza il prezzo del gas in Europa, con i future ad Amsterdam che balzano del 14,4% a 107,4 euro, in tensione per la riduzione di un terzo del gas russo in transito dall’Ucraina e le ritorsioni russe contro Gazprom Germania, finita sotto il controllo del regolatore energetico tedesco.
Sul mercato azionario crollano i titoli del lusso e dell’abbigliamento, con Hermes e Kering che cedono oltre il 5%, le materie prime (-3,5% l’indice Stoxx di settore), l’informatica (-3,3%), le auto (-3,1%) e l’energia (-2,8%). A Milano Diasorin perde il 6%, Amplifon il 5,6%, Recordati il 5,2%, Ferrari il 4%, Cnh il 3,9%, Iveco il 3,5%, Mediolanum il 4%, Nexi il 3,7%, Moncler il 3,5%. La fuga dal rischio colpisce le criptovalute, che continuano a scendere dopo il crollo dello stablecoin Terra USD: il Bitcoin cede il 2,9% sotto i 28 mila dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Mosca in calo (-1,2%), rublo in rialzo
Il cambio a 65,6 per un dollaro e a
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
13:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ in calo (-1,2%) la Borsa di Mosca, dopo un’apertura sostanzialmente stabile.
In rialzo il rublo: per il cambio sul dollaro servono 65,6 rubli, a fronte dei 66,6 della sera precedente, e per quello con l’euro 68,4 rubli, a confronto dei 70,2 della sera prima.

Tra i titoli, sono in calo le banche, da Sberbank (-0,6%) a Vtb Bank (-0,9%), così come il comparto energetico, con Gazprom (-0,8%), ma soprattutto Rosneft (-2,8%) e Novatek (-2%).
Nell’estrattivo male Polymetal (-3,9%), nel siderurgico perde qualcosa Severstal (-0,6%), sofferente nel comparto aereo Aeroflot (-1,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il 17 tavolo rinnovo contratto scuola, sindacati scettici
“Aumenti di sole100 euro in media. Mossa per bloccare sciopero”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
14:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si aprirà martedì prossimo il primo tavolo di trattativa per il nuovo contratto di lavoro del comparto Istruzione.
È stato infatti firmato l’atto di indirizzo dell’esecutivo all’Aran.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ma i sindacati sono scettici.
“I soldi – dice Ivana Barbacci numero uno della Cisl Scuola – sono quelli che conosciamo, portano ad un aumento lordo di 104 euro medio: c’è chi ne prenderà 50 chi 130”. “Ci sembra una mossa propedeutica al fatto che abbiamo dichiarato sciopero – rincara Elvira Serafini (Snals) – andremo e ascolteremo ma saremo molto attenti, anche un bambino avrebbe capito, è una mossa, quella del governo, troppo legata allo sciopero”.
Per Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda “rimangono confermate tutte le ragioni che hanno portato alla proclamazione dello sciopero del 30 maggio”. “Quei soldi sono vecchi, stanziati da ben tre leggi di bilancio, riguardano un contratto scaduto da tre anni e cinque mesi; un docente senza anzianità avrà circa 60 euro lordi (50 netti). Inoltre l’atto di indirizzo arriva fuori tempo massimo. Quel che ora si richiede è che si sgombri il campo da questo intervento a gamba tesa del Governo, stralciando dal DL 36/2022 le materie sull’istruzione, che sono e devono rimanere di prerogativa contrattuale”, concludono.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I sindacati della scuola confermano lo sciopero del 30 maggio: “Pochi soldi stanziati”
Cgil, Cisl, Uil, Snals e Gilda sull’atto di indirizzo: ‘No al decreto’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
15:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda “rimangono confermate tutte le ragioni che hanno portato alla proclamazione dello sciopero del 30 maggio”.
“Quei soldi sono vecchi, stanziati da ben tre leggi di bilancio, riguardano un contratto scaduto da tre anni e cinque mesi; un docente senza anzianità avrà circa 60 euro lordi (50 netti).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inoltre l’atto di indirizzo arriva fuori tempo massimo. Quel che ora si richiede è che si sgombri il campo da questo intervento a gamba tesa del Governo, stralciando dal DL 36/2022 le materie sull’istruzione, che sono e devono rimanere di prerogativa contrattuale”, affermano.
“Cerchiamo di fare chiarezza sulla vertenza in corso fra sindacati della Scuola e Governo – scrivono Cgil, Cisl, Uil, Snals e Gilda – per il 30 maggio è stato indetto lo sciopero della scuola perché il Governo ha presentato il Decreto Legge 36/2022 che interviene in maniera pesante e scorretta in materie (salario e carriera) che sono, per ordinamento (D.L.vo 165/2001), esclusiva competenza del contratto. E l’Esecutivo fa ciò ricavando risorse attraverso il taglio dell’organico (circa diecimila unità di personale in tre anni) e il taglio della card docenti. Ora, su taluni organi di informazione, nel dare notizia dell’avvenuto invio all’Aran dell’Atto di indirizzo per l’avvio delle trattative nel Comparto Istruzione e Ricerca per il triennio 2019-21, si legge di una sorta di saggio intervento del Governo che avrebbe stanziato più di due miliardi che renderebbero ricchi i docenti e il personale Ata. Il sottinteso sarebbe che lo sciopero non avrebbe senso visto il ricco piatto stanziato dal Governo e visto che l’atto di indirizzo è stato finalmente inviato”. “Si sappia, dunque, che quei soldi sono vecchi, stanziati da ben tre leggi di bilancio (2019, 2020, 2021), riguardano un contratto scaduto da tre anni e cinque mesi, che un docente senza anzianità avrà circa 60 euro lordi (50 netti) e che l’atto di indirizzo arriva fuori tempo massimo. La legge di bilancio 2022 ha stanziato qualche limitata risorsa aggiuntiva, ma non certo sufficiente a garantire aumenti adeguati per tutto il personale anche a fronte dell’aumento dell’inflazione che rischia di erodere completamente gli aumenti previsti”, proseguono le sigle sindacali. “L’invio all’Aran dell’Atto di indirizzo è un atto che era dovuto da tre anni. E certamente nelle rivendicazioni sindacali non poteva mancare la richiesta dell’emanazione immediata dell’Atto di indirizzo medesimo. Quel che ora si richiede è che si sgombri il campo da questo intervento a gamba tesa del Governo, stralciando dal DL 36/2022 le materie sull’istruzione, che sono e devono rimanere di prerogativa contrattuale”, concludono Francesco Sinopoli (Flc Cgil, Ivana Barbacci Cisl Scuola, Pino Turi Uil Scuola, Elvira Serafini Snals e Rino Di Meglio, Gilda).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gas: vola il prezzo in Europa, fino a 115 euro al MWh
Sale anche a Londra, fino a 188 penny
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
14:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vola il prezzo del gas naturale in Europa, con i future ad Amsterdam (+17,5%) a 111 euro al MWh, dopo avere toccato i 115 euro intorno alle 13.30, mentre la Germania ha reso noto che la Russia ha diminuito le erogazioni.

L’Ue intanto ha deciso che verrà introdotto un tetto al prezzo solo in caso di emergenza, ovvero di interruzione improvvisa dell’erogazione di metano russo.

Rally anche per il prezzo a Londra (+34,5%) a 188 penny al Mmbtu (Unità termica), dopo un picco a 196 penny alla stessa ora.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fiera: al via a Milano Transpotec Logitec con 80% mercato
Logistica vale 86 miliardi, gomma leader nel trasporto merci
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 maggio 2022
15:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Al via a Fiera Milano Transpotec Logitec, la quattro giorni dedicata ad autotrasporto e logistica con più di 350 brand, per il 15% esteri.
Presenti le case costruttrici di mezzi pesanti che rappresentano più dell’80% del mercato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

La logistica chiude il 2021 con un fatturato di 86 miliardi di euro, avvicinandosi agli 87 del 2019 dopo un 2020 in lieve calo. Il trasporto su gomma continua a rappresentare la parte preponderante delle dinamiche del trasporto, con oltre l’80% delle merci che viaggia su camion.
La manifestazione torna a Milano dopo diversi anni “con una grande ambizione: di diventare evento internazionale di riferimento per il trasporto merci” ha sottolineato l’amministratore delegato e direttore generale di Fiera Milano, Luca Palermo. In fiera, ha spiegato, “si fa anche policy: in questi giorni si parlerà di questo comparto fondamentale, l’ossatura grazie alla quale, durante la pandemia, abbiamo avuto beni primari. Ora si trova davanti a grandi sfide: transizione energetica e digitalizzazione”.
Il presidente ha ricordato i problemi che affliggono il settore: “mancano 20mila addetti nel trasporto”, oltre alla “carenza di carburante e di componenti. Questo – ha concluso – è il palcoscenico giusto per affrontare queste tematiche”.
Dopo le difficoltà del 2020, il mercato mostra segnali di ripartenza con quasi 25mila immatricolazioni. Secondo i dati Anfia, l’associazione dell’industria automobilistica, i mezzi pesanti crescono nel 2021 del 22% rispetto all’anno precedente superando il valore raggiunto nel 2019 (+5%). Con oltre 183mila mezzi immatricolati, anche i veicoli commerciali leggeri recuperano il 14,9% sul 2020, anche se sono ancora in lieve flessione se si guarda al 2019. Infine, i veicoli trainati, con oltre 15mila immatricolazioni, sono in ripresa sia rispetto al 2020 (+32,3%) sia rispetto al 2019 (+4,6%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre negativa, Dj -0,52%, Nasdaq -1,23%
S 500 perde lo 0,71%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
12 maggio 2022
15:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre negativa.
Il Dow Jones perde lo 0,52% a 31.666,31 punti, il Nasdaq cede l’1,23% a 11.227,77 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,71% a 3.909,11 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Leader Clima Europa, società acqua di Milano Cap è seconda
In classifica Ft ci sono Esprinet, Fastweb, Italgas, Enel, A2A
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
15:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cap, la società pubblica che gestisce il servizio idrico a Milano, si è classificata al 2/o posto nella classifica del Financial Times dei Leader climatici europei.
La classifica, giunta alla seconda edizione, mostra le società europee che nel periodo 2015 – 2020 hanno conseguito la maggior riduzione dell’intensità delle emissioni di gas serra, dalle proprie operazioni e dall’energia usata.
L’intensità di emissioni è definita in tonnellate di CO2 per 1 milione di euro di reddito.
La classifica comprende 411 società europee ed è guidata dalla svizzera Logitech. Le italiane sono 19: Cap (2), Esprinet (15), Fastweb (21), Italgas (60), Enel (160), A2A (202), Banco BPM (214), Webuild (242), Unipol Gruppo (245), feralpi Holding (255), Sol (334), MM (340), Prysmian (345), Sogin (379), Prada (388), Piaggio (396), Mondadori (404), IGD SiiQ (405), Acea Energia (409).
Dal 2015 al 2020, Cap ha ridotto l’intensità delle sue emissioni clmalteranti del 45,2%. La prima classificata Logitech (Svizzera) l’ha ridotta del 46,8%, la terza, Ica Gruppen (Svezia), del 42,4%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Salone Risparmio: Censis-Assogestioni, torna l’ora di investire
Quasi metà risparmiatori pronta a scongelare un po’ di liquidità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
15:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pandemia e venti di guerra hanno rinvigorito l’inclinazione degli italiani al risparmio.
“E’ una corsa inarrestabile”, trainata dalla liquidità.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ma “torna l’ora di investire”. E’ questo il messaggio principale che emerge dal terzo rapporto Censis-Assogestioni, presentato al Salone del Risparmio, che scatta una fotografia sui profili dei risparmiatori italiani. Secondo l’indagine, quasi la metà dei risparmiatori è pronta a scongelare un po’ di liquidità. Gli italiani dicono sì a investimenti etici (78,2%) e nell’economia reale (54,4%), mentre, titoli di Stato e mattone non attraggono. Inoltre, il 53,1% dei risparmiatori investirebbe nei prodotti del risparmio gestito. Oggi è di 5mila miliardi la quota di risparmio accumulata dagli italiani, di cui una parte rilevante è in forma liquida ferma sui conti correnti. “Per far ripartire gli investimenti sono quindi disponibili tante risorse private”, spiega il Rapporto che individua diverse categorie di risparmiatori. Il 21,5% è impaurito ed è “ossessionato dal cash”; il 30,8% è cauto, cioè vuole preservare la propria quota di contante e guarda con scarsa convinzione agli investimenti; Il 36,4% è invece un investitore moderato, pronto a investire almeno in parte il contante accumulato. I risparmiatori più audaci sono l’11,3%: solidi dal punto di vista patrimoniale, abituati agli investimenti azionari, sono oggi propensi a investire una parte delle loro risorse in attività finanziarie ad alto rischio e con alti rendimenti potenziali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa resta negativa con Wall Street aperta in rosso
Male soprattutto, auto, lusso, banche e mineralogico
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
16:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Restano in negativo le principali Borse europee, dopo l’apertura in rosso di Wall Street, nel 78/o giorno di guerra in Ucraina e con la questione dei rincari del prezzo spot del gas che torna alla ribalta, tra l’annuncio della Germania, che si è ritrovata con una riduzione delle erogazioni del gas russo, mentre Gazprom ha annunciato lo stop dell’invio del metano attraverso la Polonia.
Il prezzo in Europa, guardando i future ad Amsterdam (+12%) è a 105,5 euro al MWh.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quasi piatto il greggio (wti +0,03%) a 105,7 dollari al barile e il brent a 106,9 dollari. Stabile l’oro (+0,04%) a 1.848 dollari l’oncia.
Il cambio euro-dollaro resta a 1,040. In Europa le Piazze peggiori sono Parigi e Londra (-1,9%), seguite da Madrid (-1,8%), Francoforte (-1,7%) e Milano (-1,6%).
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, cede l’1,6%, appesantito soprattutto da beni voluttuari e industria dei materiali. Tra le auto ad avere la peggio sono Bmw (-8,6%) e Renault (-6%), nel lusso Puma (-6,1%) e Richemont (-4,9%).
Nell’industria mineralogica pesa soprattutto quella del rame, con esempi come Aurubis (-10,7%9 e Antofagasta (-5,4%). Molti i petroliferi in calo, a iniziare da Bp (-3,8%) e Shell (-2,3%), che cede a Lukoil attività retail di petroliferi e lubrificanti in Russia. Quasi tutte in perdita le banche, con esempi come Hsbc (-3,4%) e Banco Santander (-3%). In positivo una parte dei titoli delle telecomunicazioni, come Deutsche Telekom (+2%) e Telefonica (+2,9%). Pesanti i semiconduttori, come Asml (-4,3%), eccezione Stm (+1,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano migliora, ma resta in rosso (-0,7%)
Guadagnano alcune banche, su Stm e Poste, salgono Tim e Pirelli
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
16:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Migliora a metà pomeriggio Piazza Affari, ma resta in rosso (-0,7%), la migliore tra le principali Borse europee.
A pesare in positivo sono una serie di banche, da Unicredit (+4,3%) a Bper (+2%), Intesa (+1,4%) e Banco Bpm (+0,9%), mentre lo spread Btp-Bund è sceso verso 186 punti e il rendimento del decennale italiano è al 2,724%.
Corre tra i semiconduttori Stm (+4,1%), bene Poste (+2,7%) e guadagnano Tim (+1,2%) e Pirelli (+0,9%).
Tra i titoli peggiori del listino principale ci sono Hera (-6,7%) e A2a (-2,8%) tra le utility, Amplifon (-5,9%), tra i farmaceutici Recordati (-4,8%) e Diasorin (-2,7%). Non brillano i petroliferi, a partire dall’impiantistica di Tenaris (-2,7%), fino a Saipem (-2,6%) e Eni (-1,4%), col greggio che ha ripreso quota (wti +0,8%) a 106 dollari al barile e il brent a 107,9 dollari.
Tra i titoli a minore capitalizzazione rally di As Roma (+15,5%) a 0,423 euro, dopo che la sera precedente Dan Friedkin, a cui fa già riferimento l’86,8% del capitale, ha annunciato il lancio di un’opa sul restante 13,2%, al prezzo di 0,43 euro ad azione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Guardian,103 milioni al giorno di investimenti nelle fossili
195 mega-progetti di sfruttamento, “sono bombe al carbonio”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
17:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le maggiori società del mondo delle fonti fossili di energia hanno in programma almeno 195 mega-progetti di sfruttamento, vere e proprie “bombe al carbonio” in grado di produrre tanti gas serra quanto la Cina in 10 anni.
Il 60% di questi progetti è già stato avviato e le società contano di investire complessivamente 103 milioni di dollari al giorno per il resto di questo decennio.
Lo sostiene una inchiesta del quotidiano britannico Guardian.
Per il giornale, “il Medio Oriente e la Russia spesso attirano l’attenzione riguardo alla produzione futura di gas e petrolio, ma Stati Uniti, Canada e Australia sono fra i paesi con i maggiori piani di espansione e il più alto numero di bombe al carbonio. Stati Uniti, Canada e Australia danno anche alcuni dei maggiori sussidi pro-capite alle fonti fossili nel mondo”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Salone del Risparmio: è boom con oltre 20mila persone
Trabattoni, edizione straordinaria. Proseguiamo con entusiasmo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
17:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Salone del Risparmio 2022 si chiude con oltre 20mila partecipanti, di cui quasi 13mila in presenza.
Lo ha annunciato il presidente di Assogestioni, Carlo Trabattoni, durante la conferenza plenaria di chiusura, dal titolo “Fiducia, investimenti e conoscenza: pilatri per lo sviluppo economico e sociale”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

“E’ un edizione straordinaria. La nostra industria non si è mai fermata e proseguiamo con entusiasmo”, ha detto Trabattoni, dando appuntamento dal 16 al 18 maggio 2023 per la tredicesima edizione del Salone del Risparmio, in un’altra ala del MiCo di Milano, “perché abbiamo ricevuto richieste di poter allargare ulteriormente l’evento. Tra le sfide al centro dell’industria del risparmio gestito c’è sicuramente la responsabilità, accanto all’innovazione e alle competenze. “Dobbiamo cambiare il modello di relazione, perché è cambiata anche la clientela, che utilizza strumenti diversi. Come industria dobbiamo essere in grado di utilizzare con efficienza i nuovi strumenti e semplificare le informazioni”, sostiene Trabattoni, sottolineando: “abbiamo fatto molto e credo che si possa fare molto di più”, anche attraverso “le competenze che devono essere responsabili, verdi e devono ascoltare le esigenze dei risparmiatori”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in calo (-0,6%)
Il Ftse Mib a 23.566 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 maggio 2022
17:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in calo per Piazza Affari.

Il Ftse Mib ha perso lo 0,67%, a 23.566 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in ribasso, Londra peggiore (-1,5%)
Madrid (-1,3%), Parigi (-1%), Francoforte (-0,6%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
18:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in ribasso per le principali Borse europee.
La peggiore è stata Londra (-1,56%) a 7.233 punti, seguita da Madrid (-1,35%) a 8.200 punti, Parigi (-1,01%) a 6.206 punti, e Francoforte (-0,64%) a 13.739 punti.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund: chiude in calo a 187,2 punti
Il rendimento del decennale italiano sceso al 2,710%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
18:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il differenziale tra Btp e Bund ha chiuso a 187,2 punti, in calo rispetto ai 191,1 punti del giorno prima.
E’ sceso anche il rendimento del decennale italiano, che si è fermato al 2,710%, rispetto al 2,89% della giornata precedente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gas: chiude in rialzo (+11,5%) in Europa, a 104 euro al MWh
Sale il prezzo anche a Londra (+15,21%) a 161 penny
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
18:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rialzo per il prezzo del gas in Europa, mentre la Germania ha reso noto che la Russia ha diminuito le erogazioni e Gazprom ha annunciato che smetterà di utilizzare un gasdotto chiave per il transito del gas attraverso la Polonia.
L’Ue intanto ha deciso che verrà introdotto un tetto al prezzo solo in caso di emergenza, ovvero di interruzione improvvisa del flusso di metano russo.

L’indice di riferimento del prezzo spot, ovvero i future ad Amsterdam (+11,5%), si sono fermati a 104 euro al MWh, dopo avere toccato i 115 euro intorno alle 13.30. Rally anche per il prezzo a Londra (+15,21%) a 161 penny al Mmbtu (unità termica britannica), dopo un picco a 196 penny alla stessa ora. Entrambi i valori sono però ben distanti dai picchi dello scorso 7 marzo, con i rincari dai primi giorni del conflitto in Ucraina, quando erano arrivati rispettivamente a 345 euro e a 800 penny.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: male Milano (-0,6%), in rialzo le banche, corre Stm
Giù petroliferi, alcune utility, Nexi e Recordati. Vola As Roma
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
18:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Penultima seduta di settimana in calo per Piazza Affari (-0,6%), come per le altre principali borse europee, nel 78/o giorno di guerra in Ucraina e dopo due giornate di rialzi.
Centrale la situazione del gas, con la Gazprom che ha annunciato lo stop dei trasferimenti russi via Polonia e il prezzo che è volato, per chiudere poi coi future ad Amsterdam (+11,5%) a 104 euro al MWh.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In discesa a sera l’oro (-0,7%) a 1.834 dollari l’oncia. A Milano, dove lo spread Btp-Bund ha chiuso in calo a 187,2 punti, col rendimento del decennale italiano sceso al 2,710%, sono andate bene molte banche, da Unicredit (+2,9%), a Bper (+2,4%), Intesa (+1,1%), Banco Bpm (+0,7%) e Mps (+0,4%). In cima al listino principale Stm (+3,9%) tra i semiconduttori, , sull’aggiornamento dei target al 2025-2027, e Poste (+3,1%) dopo la trimestrale.
Guadagni per Pirelli (+1,5%), Tim (+0,9%), raggiunto l’accordo commerciale con Open Fiber per le aree bianche, e Unipol (+0,4%) alla vigilia dei conti. Ha tenuto tra le auto Stellantis (+0,1%), non Ferrari (-1%). In positivo Azimut (+0,3%) con la trimestrale. In rosso Webuild (-1,3%), in attesa dei conti a mercati chiusi, e Generali (-0,5%), con in programma il Cda nel tardo pomeriggio.
Tra i titoli più sofferenti alcune utility, come Hera (-7,2%) e A2a (-3,8%), tra i farmaceutici Recordati (-5%), ma anche Amplifon (-5,8%) e la paytech Nexi (-3%), anche con stop in asta, coi dati del trimestre e mentre annuncia di avere acquisito la totalità delle quote della tedesca Orderbird. Giù i petroliferi, da Saipem (-3%) all’impiantistica di Tenaris (-2,6%) e a Eni (-1,9%), mentre il greggio a sera è in rialzo (wti +0,9%) a 106,6 dollari al barile e il brent a 107,9 dollari. Rally per As Roma (+15,8%) a 0,424 euro, dopo che la sera precedente Dan Friedkin, a cui fa già riferimento l’86,8% del capitale, ha annunciato il lancio di un’opa sul restante 13,2%, al prezzo di 0,43 euro ad azione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Mosca chiude in netto calo (-3,7%), rublo in rialzo
Il cambio a 65,1 per un dollaro e a 67,5 per un euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
18:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in netto calo per la Borsa di Mosca.
Il Moex ha perso il 3,7% a 2.297 punti.
Il rublo ha terminato in rialzo: per il cambio con il dollaro a sera servono 65,1 rubli, rispetto ai 66,6 del giorno prima, e per quello con l’euro 67,5 rubli, a confronto dei 70,2 del giorno precedente.
Tra i titoli, forte calo per le banche, come Sberbank (-3,4%) e Vtb Bank (-3,8%). Nel settore dell’energia, male Gazprom (-4,7%), Novatek (-3,4%) e Rosneft (-4,2%). Nell’estrattivo sofferente Polymetal (-5,2%), nel siderurgico Severstal (-2,8%), male nel comparto aereo Aeroflot (-2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Webuild: nel primo trimestre ordini per 5,3 miliardi di euro
Pietro Salini, ruolo trainante per infrastrutture sostenibili
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
18:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il totale dei nuovi ordini acquisiti dal gruppo Webuild nel primo trimestre del 2022 e in corso di finalizzazione ammonta a circa 5,3 miliardi miliardi e include 3,1 miliardi di progetti per i quali Webuild è risultata migliore offerente.
Un risultato che “conferma il ruolo trainante del nostro gruppo nella realizzazione dei piani di investimento in infrastrutture sostenibili con tutta la filiera, soprattutto per opere molto complesse e di grande dimensioni, come i progetti Inland Rail in Australia o Sotra Connection in Norvegia – ha commentato l’amministratore delegato, Pietro Salini -.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La qualità del backlog e i recenti interventi da parte del Governo in Italia per fronteggiare l’incremento dei costi delle materie prime ci consentono di guardare con determinazione e fiducia agli obiettivi previsti per il 2022-2024. Rimane centrale per la nostra strategia di lungo termine continuare a generare importanti flussi di cassa, anche grazie al processo di efficientamento dei costi, garantendo ai clienti la consegna di opere di qualità realizzate con i più alti standard in termini di salute e sicurezza sul lavoro”.
Confermata la guidance per il 2022, che prevede ricavi tra 7 e 7,5 miliardi, Ebitda margin tra il 7 e il 7,5% e il mantenimento di una posizione finanziaria netta positiva.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Azimut: utile trimestre stabile a 95,5 mln, conferma target
Ricavi salgono a 372 milioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
20:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Azimut ha chiuso il primo trimestre con un utile di 95,5 milioni di euro, in leggero calo rispetto ai 96,8 milioni del 2021, e con ricavi consolidati saliti da 273,5 a 327,2 milioni.
Le commissioni ricorrenti, si legge in una nota, sono cresciute del 18% a 257 milioni, la raccolta netta a fine aprile è stata di 1,9 miliardi, che porta il patrimonio complessivo a 83,8 miliardi, il 15% in più di aprile 2021.

La cassa netta migliora nel trimestre da 408,5 a 508,4 milioni e non include il dividendo in pagamento il 25 maggio.
Il presidente Pietro Giuliani ha parlato di risultati “solidi” guidati “da flussi resistenti e dalla crescita delle commissioni ricorrenti”. “Restiamo determinati a raggiungere i nostri obiettivi di 6-8 miliardi di euro di raccolta netta e di almeno 400 milioni di euro di utile netto per l’esercizio 2022 in condizioni di mercato normali”. “Anche se la performance da inizio anno sconta un contesto di mercato incerto”, rivendica Giuliani, Azimut è riuscita a generare per propri clienti “una sovraperformance a fine aprile di +2.65% rispetto all’indice italiano del settore del risparmio gestito”, in calo del 6,34% a fine aprile.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Atlantia: utile gruppo a 344 mln in primo trimestre
Ricavi a 1,5 mld, Ebitda a 900 milioni, in ripresa il traffico
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2022
19:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Atlantia chiude il primo trimestre dell’anno con un utile pari a 446 milioni di euro (primo trimestre 2021 perdita pari a 158 milioni di euro), di cui di pertinenza del gruppo per 344 milioni di euro (perdita di 97 milioni di euro del primo trimestre 2021) e di pertinenza di terzi per 102 milioni di euro (perdita di 61milioni di euro nel primo trimestre 2021).
Lo rende noto il Gruppo, aggiungendo che ricavi ed EBITDA sono pari a 1,5 miliardi e 0,9 miliardi di euro, in crescita rispettivamente del 13% e del 16 % rispetto al primo trimestre 2021, “beneficiando della ripresa del traffico autostradale e aeroportuale”.
E’ confermato l’outlook 2022 con ricavi ed EBITDA attesi a 6,6 miliardi di euro e 4,1 miliardi di euro. Per quanto riguarda il traffico, quello autostradale è in crescita del 16,2%, con recupero in tutti i paesi (+2,3% rispetto al 2019) mentre quello aeroportuale è in “miglioramento” sebbene ancora inferiore ai livelli pre-pandemia (-51,9% rispetto al 2019).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Senato Usa conferma Jerome Powell alla guida della Fed
E’ il secondo mandato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
12 maggio 2022
20:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il senato americano conferma Jerome Powell alla presidenza della Fed.
Si tratta del secondo mandato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: a Tokyo apertura in aumento (+0,67%)
Cambi: yen interrompe fase svalutazione su dollaro, euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
13 maggio 2022
02:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia l’ultima seduta della settimana col segno più dopo i recenti ribassi, e malgrado la chiusura mista degli indici azionari Usa.

Prevale la cautela degli investitori sul rialzo dell’inflazione e le capacità di intervento delle Federal Reserve Usa.
L’indice di riferimento Nikkei mette a segno un progresso dello 0,67% a quota 25.922,27, e un guadagno di 173 punti. Sul mercato dei cambi lo yen inverte il processo di svalutazione sul dollaro, a 128,40, e a 133,30 sulla moneta unica.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: avvio in rialzo, Wti a 107,5 dollari al barile
Brent sale a 109,11 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2022
08:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata in rialzo per le quotazioni del petrolio in attesa delle decisioni della Ue su un embargo del greggio di Mosca e sull’onda di attese per una ripresa delle attività in Cina dopo l’ultima fiammata pandemica.

Il Wti del Texas di riferimento passa di mano a 107,5 dollari al barile, in rialzo dell’1,31% mentre il Brent del mare del Nord sale dell’1,56% a 109,11 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: quotazioni in lieve aumento a 1.826 dollari l’oncia
Sui mercati asiatici +0,24%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2022
08:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata in lieve rialzo per le quotazioni dell’oro.
Il lingotto con consegna immediata passa di mano sui mercati asiatici a 1.826 dollari l’oncia, registrando un aumento dello 0,24%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund apre stabile a 187 punti
Il rendimento del decennale è stabile al 2,75%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2022
08:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund apre poco mosso a 187 punti, sui livelli della chiusura di ieri.
Stabile anche rendimento del decennale italiano che è al 2,75%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia tonica con Tokyo in testa, Europa verso rialzo
Bene future su Wall Street. In agenda produzione industriale Ue
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2022
08:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse di Asia e Pacifico brillanti nell’ultima seduta della settimana con Tokyo a tirare la volata (Nikkei +2,55%).
I listini superano, almeno in questo caso, ogni cautela con gli investitori che comunque guadano sempre al rialzo dell’inflazione e alla capacità di intervento delle Fed con Jerome Powell, appena confermato alla guida, che ha indicato che un aumento dei tassi da mezzo punto alle prossime due riunioni è appropriato.

Nel quadro geopolitico resta poi l’attenzione sull’evoluzione del conflitto in Ucraina e tema dell’approvvigionamento energetico da parte dell’Europa.
Tra le altre Piazze. a scambi in corso, Hong Kong sale del 2%.
Più contenute Shanghai (+0,76%) e Shenzhen (+0,4%). Seul guadagna invece il 2,12% e Sydney l’1,9%. Attese in rialzo l’Europa, bene anche i future su Wall Street.
Sul fronte macro in agenda la produzione industriale dell’Eurozona, con la previsione di una correzione a marzo dopo la crescita di febbraio. In Francia arriva la lettura finale dell’inflazione che dovrebbe confermare il 4,8% ad aprile.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in leggero rialzo, sopra 1,040 sul dollaro
Moneta unica vale 133,7 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2022
08:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata in leggerissimo rialzo per l’euro che è sceso ieri sotto quota 1,040 ai livelli minimi dal 2017.La moneta unica europea è scambiata a 1,041 dollari, a fronte del valore di 1,0376 di ieri sera a New York .

Sullo yen l’euro passa di mano 133,7 yen in rialzo dello 0,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo dello 0,85%
Ftse Mib in avvio a a 23.767 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 maggio 2022
09:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre in rialzo.

Il primo Ftse Mib segna un +0,85% a 23.767 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piano Unipol, 2,3 miliardi di utili e 750 milioni di cedole
Cimbri, sviluppo con innovazione e digitale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2022
12:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il nuovo piano industriale di Unipol al 2024 ”Opening new ways” prevede la generazione di utili per 2,3 miliardi di euro e il pagamento di dividendi complessivi per 750 milioni.
Sul fronte della raccolta l’obiettivo è aumentare di 1,1 miliardi i premi nel danni rispetto al 2021, portandoli a 8,9 miliardi (di cui un miliardo nel comparto salute), e di far crescere la raccolta vita di 400 milioni, a 5,8 miliardi, con un combined ratio atteso al 92,6%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Per quanto riguarda UnipolSai, il piano preveda dividendi cumulati nel triennio per 1,4 miliardi.
I target del nuovo piano sono superiori a quelli del precedente piano ‘Mission evolve’ 2019-2021 che prevedeva per Unipol 2 miliardi di utili cumulati e la distribuzione di 600 milioni di dividendi nel triennio (1,3 miliardi per UnipolSai).
“L’innovazione e l’evoluzione digitale guideranno il percorso di sviluppo nei prossimi anni del Gruppo, aprendo nuove strade nel core business assicurativo, in linea con la nostra visione strategica”, ha dichiarato il presidente di Unipol, Carlo Cimbri.
“Abbiamo un forte posizionamento di mercato e asset distintivi che intendiamo valorizzare, in un contesto economico e di mercato complesso, per rafforzare la nostra leadership nell’assicurazione e ampliare la nostra presenza negli ecosistemi Mobility, Welfare e Property. Con Opening New Ways ci poniamo target, finanziari e industriali, importanti, uniti a una forte attenzione alla remunerazione degli azionisti e a un solido livello di capitale”, il commento del dg Matteo Laterza.
Cinque le direttrici strategiche del piano: la prima consiste nel “consolidare l’eccellenza tecnica e distributiva” attraverso “un uso sempre più intensivo di Data e Analitycs”, la seconda nel “rafforzare la leadership in ambito Salute”, la terza nel “potenziare il modello di business bancassicurativo”, la quarta nell’ “accelerare l’evoluzione dell’offerta” negli ecosistemi della mobilità, del welfare e della proprietà, la quinta nel far “evolvere” il modello operativo con l’utilizzo intensivo di nuove tecnologie, dati e automatizzazione”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre positiva, Francoforte +0,71%
Anche Parigi a +0,71%, Londra +0,78%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2022
09:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio in rialzo per i principali listini europei.
Parigi registra un +0,71% con l’indice Cac-40 a quota 6.250 punti.
Stesso avvio per Francoforte (+0,71%) con il Dax a 13.837 punti. Londra segna un +0,78% con il Ftse 100 a 7.291 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gas: passa da altro punto ingresso Ucraina, flussi risalgono
Fornitura Gazprom a 61,97 milioni metri cubi attraverso Sudzha
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2022
09:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Salgono a 61,97 milioni di metri cubi, rispetto ai 50,6 milioni di metri cubi di ieri i volumi di gas russo che passano attraverso l’Ucraina.
La fornitura passa attraverso la stazione di compressione di Sudzha dopo lo stop del punto di ingresso di Sokhranivka, spiega Gazprom secondo riporta Bloomberg.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borrell: ‘Sull’embargo al petrolio arriveremo all’accordo’
Così l’Alto commissario per la politica estera Ue Josep Borrell al G7
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
OLDENBURG IN HOLSTEIN
13 maggio 2022
13:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono certo che raggiungeremo un accordo sull’embargo al petrolio russo”.
Lo ha detto l’Alto commissario per la politica estera Ue Josep Borrell al G7.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Dobbiamo rinunciare al dipendenza dal greggio di Mosca, se non ci sarà accordo al livello degli ambasciatori i ministri degli Esteri, lunedì prossimo, dovranno dare un nuovo impeto politico e io farò la mia parte”, ha precisato.
“L’Ue darà un contributo ulteriore di 500 milioni di euro all’Ucraina per finanziare l’acquisto di armi”. Lo ha detto l’Alto commissario per la politica estera Ue Josep Borrell al G7. “In tutto l’Ue contribuirà così con 2 miliardi di euro”, ha aggiunto precisando che il denaro servirà per comprare “tank, munizioni, blindati, artiglieria pesante, tutto quello che serve per combattere questa guerra”. “Sono certo che da questo G7, il settimo dall’inizio della guerra, arriverà un forte messaggio. Che poi è sempre lo stesso: più sostegno all’Ucraina, incluso quello militare”.
“Noi non siamo in guerra con la Russia, è la Russia ad aver dichiarato guerra all’Ucraina: c’è chiaramente un aggressore e un aggredito”. Lo ha detto il ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian in apertura della seconda giornata del G7. “C’è una forte unità fra di noi, che io personalmente non ho mai visto prima, per continuare con la linea della fermezza e sostenere l’eroica difesa dell’integrità territoriale dell’Ucraina”, ha aggiunto.
Kiev intanto chiede al G7 di sequestrare gli asset russi e di utilizzarli per la ricostruzione dell’Ucraina. Lo ha detto il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba. “Oggi ho chiesto che il G7 approvi la legislazione necessaria per sequestrare gli asset sovrani della Russia e consegnarli all’Ucraina per la ricostruzione, parliamo di centinaia di miliardi di dollari”, ha affermato Kuleba a margine del G7. “Il Canada lo ha già fatto e credo che altri Paesi lo faranno, più prima che poi. La Russia deve pagare: politicamente, economicamente e finanziariamente. Posso dire che i partner del G7 hanno reagito bene”.
“Se non possiamo esportare i prodotti agricoli – ha detto ancora Kuleba – che sono nei magazzini non avremo spazio per accogliere i nuovi raccolti e la crisi diventerà sistemica, un blocco totale della filiera ucraina. Non ce lo possiamo permettere e chiedo ai Paesi africani e asiatici di fare pressioni sulla Russia perché fermi la guerra e rimuova il blocco ai nostri porti”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano conferma rialzo (+1%),spread risale oltre 189
In testa al listino Amplifon, Diasorin, St. Vendite su Unipol
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2022
10:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano conferma l’andamento positivo dell’avvio con il Ftse Mib che guadagna l’1% a 23.733 punti.
Lo spread tra Btp e Bund risale e oltrepassa a i 189 punti (189,5) con il rendimento del decennale italiano che cresce al 2,8%.

Sul listino in evidenza Amplifon (+4%). A seguire St (+3%), Diasorin (+2,5%). Dimezza la corsa Tim (+1,46%) dopo la fiammata in avvio sull’accordo con Open Fiber nelle aree bianche. Sotto la lente poi Unipol, finita anche in asta, e che cede il 3,83%in scia al nuovo piano industriale al 2024. Chiamato ”Opening new ways’ prevede la generazione di utili cumulati per 2,3 miliardi di euro nel triennio e il pagamento di dividendi complessivi per 750 milioni di euro. Unipolsai cede il 2,87%. Bene banca Generali (+1,3%) in attesa dei conti. Poco mossa Generali (-0,03%) dopo la nomina dei comitati.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi, vogliamo Sud protagonista, stop a pigri pregiudizi
Vogliamo mezzogiorno protagonista
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2022
10:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il quadro geopolitico che ci muta davanti presenta rischi, ma anche opportunità, in particolare per i Paesi del Mediterraneo.
La giornata di oggi è un segno della nostra volontà di immaginare e costruire un Sud diverso.

Un Mezzogiorno protagonista delle grandi sfide dei nostri tempi”. Lo ha detto il premier Mario Draghi a ‘Verso sud’, il forum promosso dal ministro Carfagna. “L’evoluzione delle politiche pubbliche per il Meridione è spesso rappresentata come una successione di inevitabili sprechi, fallimenti.La storia economica del Sud nel Secondo Dopoguerra è però più complessa di come raccontano questi pigri pregiudizi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pnrr: Draghi,avanti rapidi con riforme per non perdere fondi
Finanziamenti vincolati a rispetto scadenze
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2022
10:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La struttura del PNRR prevede che lo stanziamento di finanziamenti sia vincolato al rispetto delle scadenze, al raggiungimento di precisi obiettivi.
Dobbiamo procedere rapidamente con l’agenda di riforme concordata con l’Unione Europea, per non perdere accesso ai finanziamenti e superare le fragilità strutturali che hanno rallentato la crescita dell’Italia e del Sud”.
Lo ha detto il premier Mario Draghi a ‘Verso sud’, il forum promosso dal ministro Carfagna.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa Sanpaolo completa sistema Gallerie d’Italia
Bazoli si conferma punto riferimento del Progetto Cultura
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
13 maggio 2022
11:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con l’apertura, la prossima settimana, delle due sedi di Torino e Napoli – alla presenza del presidente Gian Maria Gros-Pietro e del consigliere delegato e ceo Carlo Messina – si completa la realizzazione del sistema museale delle Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo.
Parteciperà Giovanni Bazoli, che continuerà a svolgere le funzioni di presidente emerito su invito del consiglio di amministrazione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Bazoli continuerà a poter essere consultato dal presidente e dal consigliere delegato sui temi della governance e sui temi strategici e istituzionali della Banca e proseguirà, in collaborazione con Gros-Pietro, a progettare e realizzare il Progetto Cultura.
Il Progetto Cultura, che si articola su orizzonti di programmazione pluriennale ed è guidato da un comitato scientifico di esperti, indirizza e propone i progetti e gli interventi nel campo dell’arte, della cultura e del patrimonio storico della Banca, realizzati dalla Direzione Arte e Cultura e Beni Storici guidata da Michele Coppola. Il patrimonio architettonico, artistico, biblioteconomico e archivistico di Intesa Sanpaolo è costituito da oltre 20 edifici di pregio, 20 chilometri di documentazione gestita e valorizzata dall’Archivio Storico del gruppo, 7 milioni di positivi e negativi fotografici e da oltre 35.000 opere d’arte, che coprono un arco temporale che spazia dal V secolo a.C. al XXI secolo: un’ampia selezione è esposta permanentemente nelle sedi di Gallerie d’Italia e tra queste figurano capolavori di Caravaggio, Tiepolo, Canaletto, Boccioni, Fontana, Manzoni e Burri. A oggi le oltre 3.500 opere classificate quali beni artistici di pregio riportano un valore di circa 311,5 milioni di euro secondo il bilancio del 2021.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa positiva con rassicurazioni Fed, Milano +1,2%
Spread supera i 190 punti, gas in calo a quota 101 euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2022
11:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee confermano l’andamento positivo con l’indice d’area, lo stoxx 600, che sale dell’1,3% con tecnologici e finanziari in evidenza.
Bene anche i future su Wall Street con il presidente della Fed Jerome Powell, appena confermato alla guida, che ha indicato che un aumento dei tassi da mezzo punto alle prossime due riunioni è appropriato, tornando a smorzare le speculazioni di mosse ancora più aggressive.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tra le singole Piazze Parigi sale dell’1,144%, Francoforte dell’1,25%, Londra dell’1,47% e Milano dell’1,2% dove viaggiano decise Diasorin ((+4,8%), Amplifon (+4,24%) e St (+,4,28%).
Vendite su Unipol (-4,9%) dopo il piano. Lo spread tra Btp e Bund sale a 190 punti con il rendimento del decennale italiano stabile al 2,8 per cento.
Resta l’attenzione al tema dell’approvvigionamento energetico da parte dell’Europa. Sono saliti a 61,97 milioni di metri cubi (dai 50,6 di ieri ) volumi di gas russo che passano attraverso l’Ucraina. La fornitur di Gazprom transita dalla stazione di compressione di Sudzha dopo lo stop del punto di ingresso di Sokhranivka. L’indice di riferimento del prezzo spot del gas, ovvero i future ad Amsterdam, cala a 101,8euro al MWh segnando un flessione del 4,59%. In rialzo, invece , il petrolio con il wti a poco sotto i 107 dollari al barile (+0,7%) e il brent oltre i 108 (+0,9%). Sul fronte dei cambi l’euro è in rialzo a 1,04 sul dollaro mentre il rublo scende a 63 sul biglietto verde e resta stabile a 66 sulla moneta unica europea. Sempre poco mossa la Piazza di Mosca con il Moex che cede un marginale 0,26%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pnrr: Deloitte, rende le imprese più attrattive
Italia, flussi di Investimenti Diretti Esteri più bassi d’Europa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2022
11:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Pnrr è un’occasione per rendere l’Italia e le aziende italiane attrattive agli occhi degli investitori esteri, invertendo la tradizione che ha visto il nostro Paese essere quello con il valore medio più basso in termini di flussi di Investimenti Diretti Esteri.
A dirlo è una ricerca effettuata da Deloitte, che mette in risalto come il trend fosse già in parte cambiato negli ultimi anni, ma solo con il Pnrr potrà avere una svolta decisa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Nel 2020, infatti, il flussi di Investimenti Diretti Esteri (IDE) in percentuale al Pil in Italia è stato del 25% contro una media area Euro del 77%, con l’Italia che, secondo lo studio di Deloitte, paga una particolare debolezza nel sistema fiscale, nella disponibilità di infrastrutture, cui si aggiungono le lentezze burocratiche che rendono l’Italia meno competitiva nell’attrarre